Issuu on Google+

Giovedì 10 Febbraio 2011

Anno XIV - Numero 40 Abbinata obbligatoria il Domani più TelespazioSport

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

ELEZIONI

FERROVIE

Pd, le candidature sono pronte Musi: vogliamo coalizioni ampie

SANITÀ Sul riparto del fondo nazionale salta l’intesa, tutto rinviato

Tremonti a sorpresa in viaggio sul treno per Reggio Calabria

a pag » 11

di Gaia Mutone a pag » 5

a pag » 8

Avvisi di garanzia sono stati notificati ieri dalla Finanza ai direttori generale, sanitario ed amministrativo

Assunzioni facili, indagati i vertici Asp di Cosenza Contestato l’abuso d’ufficio in relazione alla stabilizzazione di 439 precari, danno erariale da 14 milioni di euro L’INTERVENTO

Le assurde polemiche sull’Unità d’Italia

L’accusa di abuso d’ufficio trae origine dal fatto che la stabilizzazione avrebbe riguardato precari privi dei requisiti di legge, tra cui, secondo quanto riferisce la Guardia di finanza, la figlia di uno dei componenti della dirigenza di Francesco Pungitore a pag » 3

CASO RUBY - GUERRA TOTALE

di Giuseppe Pitaro

Rifiuta di pagare il pizzo gli sparano alle gambe

sindaco Torre di Ruggiero

L’assurdo è vedere che i ricchi vogliono festeggiare l’Unità, ma non vogliono accollarsi le spese. E che il Paese, anziché occuparsi del disastro sociale del Sud, litiga persino sui festeggiamenti. O che province ricche, lautamente finanziate dallo Stato, hanno l’ardire di fare dell’ironia sull’Unità. Comunità come la mia, tra le più povere d’Europa, anche a causa dell’Unità che ha impoverito il Sud e puntato sullo sviluppo del Nord, pur consapevole che la sua unica prospettiva non può che essere l’Italia, guardano sbigottite a questa ipocrisia nazionale. Se non vogliono festeggiare i ricchi, allora noi dovremmo dire che in effetti, viste le misere condizioni di questa parte del Sud, non c’è davvero nulla da festeggiare. Si risparmino i soldi e li si utilizzi per finalità sociali. E’ più serio, visto che non c’è alcuna concordia nazionale, rinviare ad altra data i festeggiamenti dell’Unità.

IL FATTO

Chiesto il giudizio immediato, Berlusconi: che schifo ROMA - La procura di Milano inoltra ufficialmente al gip la richiesta di giudizio immediato nei confronti di Silvio Berlusconi per entrambi i reati contestati nella vicenda Ruby: la concussione e la prostituzione minorile. E il premier torna ad attaccare i pm. «Sono dei processi farsa, accuse infondatissime» attacca dal canto suo il Cavaliere in conferenza stampa a Palazzo Chigi. E ancora: «Queste pratiche violano la legge, vanno contro il Parlamento».

REGGIO CALABRIA - Il titolare di un farmacia a Reggio Calabria, Tiberio Bentivoglio, è stato ferito ieri da un colpo di pistola che lo ha raggiunto ad un polpaccio. L’agguato è stato fatto mentre l’uomo stava salendo sul suo furgone. Agli agenti della squadra mobile che stanno conducendo le indagini, ha raccontato di avere sentito alcuni colpi d’arma da fuoco e poi una fitta ad una gamba. Bentivoglio è stato portato in ospedale. Le sue condizioni non sono gravi. Gli investigatori stanno adesso cercando di capire se chi ha sparato volesse solo ferire l’uomo o volesse ucciderlo e non vi sia riuscito per una qualche ragione. L’uomo, titolare della "Sanitaria Sant’Elia", è conosciuto in città per fare parte del movimento antiracket. a pag » 10

CATANZARO Omicidio dell’idraulico su viale Isonzo minore condannato a 12 anni di carcere a pag » 12

COSENZA Il presidente Oliverio: tagli agli enti locali, la risposta del Ministro è insufficiente a pag » 17

GIOIA TAURO Traffico di sigarette di contrabbando sequestrate nove tonnellate di “bionde” a pag » 21

IL COMMENTO

Infanzia, arriva un segnale positivo per la Calabria di Francesco Samengo presidente comitato regionale per l’Unicef

Con la nomina di Marilina Intrieri a Garante per l’Infanzia della Calabria, la nostra Regione dà finalmente senso compiuto ad una legge regionale che ben 7 anni fa istituiva la figura del Garante. Già altre regioni in Italia (Lazio, Veneto, Piemonte) si sono dotate da tempo del Garante dell’Infanzia ed auspichiamo che a breve questa figura possa trovar forma anche a livello nazionale, al fine di garantire la più ampia nel sistema delle tutele e delle politiche, siano esse regionali o nazionali, che riguardano e coinvolgono i minori. Il Garante dell’Infanzia rappresenta una figura strategica ed un’interfaccia preziosa per la nostra organizzazione, il Comitato Italiano per l’Unicef, che ha come mission principale la promozione e la tutela dei diritti dell’infanzia, attraverso la piena applicazione della Legge 176 del 1991 che recepisce la Convenzione dei Diritti dell’Infanzia adottata dall’Onu nel 1989. Da oggi in avanti il Comitato Regionale per l’Unicef della Calabria, composto da volontari che operano in stretta collaborazione con il territorio e le istituzioni locali, troverà occasioni di dialogo e nuovi spunti di azione insieme al Garante regionale per l’Infanzia. Ma, soprattutto, sono certo che aver individuato Marilina Intrieri per questo importante ruolo, forte di un’esperienza realizzata a livello parlamentare nell’ambito della Commissione Bicamerale per l’infanzia (con molteplici disegni di legge inerenti la tutela dei diritti dell’infanzia e la riforma dell’ordinamento e del processo minorile), rappresenti un segnale di grande apertura verso i temi della tutela dei diritti, delle marginalità, dell’inclusione, del protagonismo e dell’ascolto dei bambini e dei giovani di ogni provenienza.


2

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI LA NOTA Doppio incarico, una legge sbagliata di Marco Marchese*

Permettere il doppio incarico ai consiglieri regionali è profondamente sbagliato e c’è chi li considera discriminati. Seguire il filo dei commenti alla norma che permette i doppi incarichi ai consiglieri regionali calabresi, è quasi una perdita di tempo perché ti domandi se vale la pena o no consumare energia per un atto della politica locale che si occupa di se stessa invece di andare alla ricerca spasmodica di rimedi seri per risollevare le sorti di questa sciagurata Regione. Negli ultimi giorni del 2010 il Consiglio Regionale ha abolito l’incompatibilità della funzione di Consigliere Regionale con quella di Presidente di Provincia, di Sindaco o assessore provinciale o comunale; sicché sarà possibile assumere doppi incarichi con il risultato pratico ed evidente che chi sarà eletto in questa situazione dovrà dividere il tempo fra le due funzioni. Anna Laura Orrico

dell’Associazione Io resto in Calabria, ha commentato che si tratta di un esercizio "Feudale" della politica; e come dargli torto? Poi mi torna in mente l’appassionato Benigni che durante una recente trasmissione condotta da Roberto Saviano cantava a squarciagola: "E’ tutto mio!" riferito smaccatamente al Presidente del Consiglio Berlusconi, ma che calza benissimo alla situazione politica Calabrese di oggi. Nella mia visione, con il filtro politico Radicale, da Radicale sono contrario ai doppi incarichi perché giusto per elencare alcuni svantaggi: occupazione delle poltrone da parte dei soliti noti, proliferazione degli staff per gestire l’incarico, la delicatezza e la complessità delle funzioni che richiedono studio e applicazione approfondita, non mi viene in mente neanche un solo vantaggio. Tanto è vero che Francesco Talarico, Presidente del Consiglio regionale, non credo con molta convinzione,

PUNTI DI VISTA

di Emanuele Fiano*

Il sapore amaro di una vicenda Risposta più significativa di quella data dal Viminale il sindaco Alemanno non poteva ricevere. All’indomani di una tragedia immane e del cordoglio che tutto il Paese ha espresso per la morte dei quattro fratellini rom, emerge un quadro di totale incoerenza tra le esternazioni e le richiestedelsindacoAlemannoeilriepilogo dei finanziamenti e delle iniziative già programmati in accordo con il ministero guidato da Maroni. Secondo il sindaco di Roma mancano ancora 30 milioni di euro, secondo il ministero ne sono già stati dati a sufficienza. Sempre il Viminale sostiene che numerose riunione di programmazione degli interventi sono state fatte in collaborazione tra Comune e ministero e mai nessuno degli intoppi che ora si denunciano erano emersi. Dunque la tragedia, per il momento, non sta portando soluzioni ma profonde contraddizioni tra chi, a vario titolo, ha responsabilità di governo. Tutto questo aggiunge al cordoglio il sapore amaro di una vicenda che, forse, una diversa capacità di gestione avrebbe potuto evitare. *presidente forum sicurezza Pd

nel difendere il provvedimento ha parlato dello stimolo verso la cancellazione del divieto dei doppi incarichi, esercitato dalla necessità di eliminare una sorta di discriminazione fra chi esercita il mandato di deputato che lui sì, può fare il Sindaco, diversamente dal "povero" consigliere regionale che in questa situazione è - testuale definizione - "discriminato". Mi sono sforzato d’immaginare il Consigliere Regionale discriminato perché non può svolgere il doppio incarico, ma nonostante lo sforzo non ci sono riuscito, poi mi sono ricordato che ho la convinzione che tutti i doppi incarichi debbano essere dichiarati incompatibili e allora il senso di estraneità a certa politica mi ha fatto affermare: "Ma siamo seri"! E quando il Presidente della Giunta Giuseppe Scopelliti ha dichiarato che lui non era d’accordo con questo provvedimento e quindi al momento del voto si è allontanato dall’aula, che spera che il Governo centrale impugni la norma davanti alla Corte Costituzionale e che questa la bocci, ma allo stesso tempo ha lasciato - anche in questo caso testuali parole - "libertà di coscienza" al momento del voto, francamente ho sentito la misura colma. Vorrei dire al Presidente Scopelliti che concettualmente affermare di aver lasciato "Libertà di coscienza" fa emergere prepotentemente il sintomo di quella politica definita "Feudale" e che quando non appartiene direttamente al "Re", è appannaggio esclusivo della sua Corte; non vale la pena neanche di commentare, per mero rispetto della libertà di coscienza proprio dei consiglieri regionali. Ma forse il Presidente della Giunta Regionale si riferiva alla disciplina di partito nell’aula consiliare; allora è evidente anche l’errore politico che non può essere sanato neanche dal bizzarro auspicio che altri (il Governo, impugnando la norma davanti alla Corte Costituzionale) vi ponga rimedio, come se la faccenda lo riguardasse da lontano o come chi, passando per caso da un posto, maldestramente inciampa e rischiando di rovinare per terra impreca, pensando solo di essere passato nel posto sbagliato. Tutte queste riflessioni mi hanno indotto a dare l’adesione al costituente comitato promotore per chie-

dere un referendum abrogativo di questa norma che permette ai consiglieri regionali i doppi incarichi. Per giungere al referendum è necessario raccogliere almeno 60.000 firme ed è un’iniziativa difficile, anche se già un nutrito gruppo di Partiti e Associazioni, con orientamento politico trasversale, ha annunciato l’adesione. I Radicali faranno in Calabria la loro parte e parteciperemo alla raccolta delle firme che probabilmente prenderà il via nel prossimo mese di marzo, ma desideriamo attivare anche gli altri strumenti di partecipazione per chiedere il referendum abrogativo previsti dallo statuto della Regione Calabria, come le delibere dei Comuni e dei Consigli Provinciali; perché è necessario esercitare una forte pressione politica sui Deputati Regionali. Portare al voto il corpo elettorale per abrogare questa norma tutta partitocratica è cosa giusta e condivisibile, ma pensando allo stesso tempo ai costi di un referendum e alla posta in gioco, confidiamo veramente nella ragionevolezza di un Consiglio Regionale che incontrerebbe tutto il nostro rispetto se avesse l’umiltà di tornare sui propri passi, riconoscendo l’errore e abrogando in soli cinque minuti d’aula questa Legge sbagliata.

*Dirigente di Calabria Radicale


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani

3

PRIMO PIANO

Assunzioni all’Asp di Cosenza un danno da 14 milioni di euro

di Francesco Pungitore COSENZA - Avvisi di garanzia recapitati ai vertici dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza. Li ha emessi la Procura della Repubblica del capoluogo bruzio e li ha notificati ieri la Guardia di Finanza. Il reato contestato è l’abuso d’ufficio in relazione alla stabilizzazione di 439 precari. Gli avvisi di garanzia sono stati notificati ai direttori generale, sanitario

ed amministrativo ed al responsabile dei procedimenti amministrativi. La Guardia di finanza ha anche segnalato alla Corte dei conti i dirigenti indagati per il danno erariale ammontante a 14 milioni di euro che sarebbe derivato dalle retribuzioni erogate al personale stabilizzato. Concluse,dunque, leindaginidella Procura della Repubblica cosentina, coordinate dal procuratore capo Dario Granieri, dal pro-

Le ipotesi delittuose d’abuso d’ufficio hanno riguardato diversi casi di assunzioni a tempo indeterminato di lavoratori precari privi dei requisiti di legge

curatore aggiunto Domenico Airoma, nonchè dal sostituto procuratore Adriano Del Bene. Le ipotesi delittuose d’abuso d’ufficio hanno riguardato diversi casi di assunzioni a tempo indeterminato di lavoratori precari privi dei requisiti di legge tra cui anche la figlia di uno dei componenti la dirigenza. Nel dettaglio, la complessa attività investigativa delle Fiamme Gialle, nel corso della quale sono state vagliate le posizioni di tutti i lavoratori coinvolti, «ha consentito di appurare - spiega una nota della Guardia di Finanza - come, comunque, nella loro interezza le procedure adottate dagli indagati fossero connotate da gravi e diffuse irregolarità». «Tra le tante - continua il comunicato diffuso dagli investigatori - la stabilizzazione di unità di precariato riveniente dai rapporti di lavoro Co.co.co. in assenza di qualsiasi requisito di legge avendo previsto il legislatore, in questo caso, l’adozione di procedure concorsuali per il passaggio al rapporto di lavoro a tempo determinato. O, ancora, l’inquadramento di figure professionali che lo stesso contratto collettivo nazionale prevedeva in esaurimento e, quindi, destinate a spirare senza poter essere né rinnovate, nè, a maggior ragione, stabilizzate e per le quali si è usato l’escamotage del cambio di qualifica a favore dei "beneficiari" così

da ottenere il risultato voluto. O, infine, i contratti di assegni di ricerca, altra tipologia categoricamente esclusa dal novero delle possibili regolarizzazioni, vincolato all’obiettivo (ricerca) e alla persona contrattualizzata per un periodo stabilito e determinato nel tempo (anche in caso di unico rinnovo) e destinato ineludibilmente a spirare e, quindi, non sta-

Avvisi di garanzia ai vertici dell’Azienda sanitaria. Li ha emessi la Procura e li ha notificati ieri la Guardia di Finanza bilizzabile». I certosini approfondimenti d’indagine, in definitiva, hanno consentito di ipotizzare e segnalare anche alla magistratura contabile catanzarese un danno erariale, consistito nelle retribuzioni lorde corrisposte al personaleillegittimamenteregolarizzato, ammontante ad oltre 14 milioni di euro e addebitabile ai componenti gli organi di vertice pro-tempore dell’ente in questione, nonchè ai dipendenti dell’Asp che hanno partecipato ai lavori della commissione valutativa per le stabilizzazioni.


4

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

ITALIA

Gemelline scomparse, due nuove testimonianze al vaglio All’esame i racconti di un uomo di Marsiglia e una donna di Cerignola di Filippo Mammì ROMA - Ancora nessuna traccia delle due gemelline di Losanna, Alessia e Livia Schepp, ma a sorpresa spuntano fuori altre due testimonianze. Una è quella di un giostraio di Marsiglia, Michel Giambron, che sostiene di avere visto le due bambine salire sulla sua giostra il 1 febbraio alle 10 di mattina, accompagnate dal padre. Tra l’altro, la giostra si trova proprio di fronte all’agenzia di viaggi dove Matthias Schepp ha comprato i biglietti per tre persone per il traghetto diretto in Corsica. E a credere che le bambine fossero col padre sul traghetto per Propiano è anche il procuratore di Marsiglia, Jacques Dallest. Ieri, al sesto gior-

no consecutivo, sono continuate le ricerche delle due gemelle nella zona di Cerignola. E proprio dal centro foggiano arriva un’altra testimonianza, della titolare di un bar che dice di aver visto le bambine insieme col padre nel suo locale; la donna non ricorda la data esatta, ma è stato sicuramente prima di sabato: «Sono sicura che fossero loro - sostiene - l’uomo ha anche chiamato una delle bimbe Livia. L’altra è anche andata in toilette, mentre io davo alla bambina rimasta con me e col padre un bicchiere d’acqua e caramelle. L’uomo continuava a dire alle figlie "Dai, sbrighiamoci, dobbiamo prendere il treno". Erano vestite una di blu e l’altra di viola. Il padre indossava un giubbotto beige». La polizia ha anche ispezionato il bar con i cani, ma non è stata trovata nessuna traccia né del

padre né delle bambine. Per questo la donna non è stata giudicata un teste attendibile. Intanto ieri, a Roma, si è svolto un vertice delle polizie dei tre paesi coinvolti nella vicenda (Svizzera, Francia e Italia) per fare il punto della situazione. Si sta cercando di capire il motivo della spedizione, da parte di Matthias Schepp, di 5.000 euro alla moglie a Losanna.

Gli extracomunitari, circa duecento, hanno raccontato di essere tunisini. Un’anomalia gli sbarchi ad intermittenza, durati tutta la notte di martedì

Nella notte di ieri nuovi sbarchi di immigrati tra Lampedusa e Linosa di Filippo Mammì LAMPEDUSA - Duecentoimmigrati sono sbarcati, nella notte tra martedì e mercoledì, tra le isole di Lampedusa e Linosa. Gli immigrati, del Maghreb, hanno detto di essere tutti tunisini. Il fatto curioso è che si è trattato di più sbarchi durante la notte, avvenuti con intermittenza. La presenza dei clandestini nel Canale di Sicilia era stata segnalata da un pattugliatore francese alla Marina Italiana già nella serata di martedì, ma gli immigrati hanno attraccato e sono stati intercettati solo a tarda notte. Un primo barcone con a bordo 25 extracomunitari è stato intercettato nella prima nottata dalla Guardia di Finanza nei pressi di Cala Francese a Lampedusa. Un secondo gruppo di 12 tunisini è stato fermato a pochi

metri dalla costa sempre a Lampedusa, mentre, intorno alle 3, un gruppo più consistente di 48 tunisini è sbarcato nel porto vecchio. Un altro sparuto gruppo di 13 clandestini è stato invece intercettato al largo di Linosa, la più piccola della isole Pelagie. I restanti 107 immigrati, dei quali non è stata verificata la nazionalità, sono stati bloccati con il loro barcone di legno ancora a Cala Francese, però sulla terraferma. Sul posto hanno operato per tutta la notte Carabinieri, Guardia di Finanza e Capitaneria di Porto. Gli immigrati, dopo essere stati rifocillati, sono stati smistati nei centri di prima accoglienza di Lampedusa e in Sicilia. «L’aumento degli sbarchi è in concomitanza con la grave situazione politica che si è venuta a creare in alcuni paesi del Maghreb, soprattutto la Tunisia e l’Egitto - ha dichiarato, in un’intervista,

Pietro Busetta, portavoce dell’amministrazione comunale dell’isola - ecco perchè molti nordafricani vogliono raggiungere l’Europa, ma non mi sembra il caso o il momento per drammatizzare». Secondo Busetta, l’aumento è facilitatonon solo al mare calmo, ma anche al-

Su duecento sbarcati, 107 devono ancora essere identificati. Non è stato possibile, al momento, accettarne la nazionalità

la mancanza di controlli sulle coste africane: «I numeri non sono preoccupanti, soprattutto perchè sono molto più contenuti se paragonati ad un paio di anni fa quando quotidianamente arrivavano sulle coste italiane centinaia di immigrati. Per il momento, anche i cittadini sono tranquilli, alla fin fine siamo gente ospitale, tranquilla. Isolani, appunto» ha infine aggiunto con una punta di sarcasmo.

La richiesta dei pm di Milano riguarda entrambi i reati: concussione e prostituzione minorile

Ruby, rito immediato. Berlusconi: «Farò causa allo Stato» di Gaia Mutone

Bossi difende il Premier: «I Pm esagerano, vogliono lo scontro». «Il Parlamento ha già deciso a maggioranza assoluta»

ROMA – Com’era prevedibile la procura di Milano ha inviato al giudice per le indagini preliminari, Cristina Di Censo, la richiesta di giudizio immediato (782 pagine) nei confronti del premier Silvio Berlusconi per entrambi i reati contestati nella vicenda Ruby: concussione e prostituzione minorile. A comunicarlo ieri con una nota è stato il procuratore capo di Milano Edmondo Bruti Liberati, che ha sciolto definitivamentelariservasullaseparazione o meno delle due imputazioni. Per la procura ci sarebbe quindi "l’evidenza della prova" per en-

trambi i reati e anche i presupposti perché il fascicolo non sia di competenza del Tribunale dei ministri relativamente alla concussione. Se la difesa del presidente del Consiglio era preparata alla presa di posizione dei pm di Milano, la dura reazione di Berlusconi non si è fatta attendere e prelude allo scontro senza esclusione di colpi con i magistrati: «È uno schifo con finalità eversive. Mi spiace che abbiamo offeso la dignità e buttato fango sul Paese» ha commentato il Premier, che minaccia: «Farò causa allo Stato». Una reazione che ha spinto Bossi ad interventire in difesa del Presidente: «I pm esagerano, vogliono lo scontro. Il Parlamento ha già

deciso con la maggioranza assoluta. Questa è la guerra totale», ha detto il Senatur. Sul fronte delle procedure, il gip avrà cinque giorni di tempo per decidere se accogliere o rigettare la richiesta dei magistrati inquirenti e stabilire anche se concedere l’immediato per uno solo dei reati. Il termine però non è perentorio. Intanto si apprende che la procura di Milano non chiederà l’autorizzazione alla Camera per alcune telefonate intercettate nel caso Ruby nelle quali parla Silvio Berlusconi poiché ritenute "irrilevanti" ai fini dell’inchiesta. Dalla confereza stampa di Bruti Liberati è anche emerso che Karima el Mahroug, a sua volta, è indagata

dalla Procura dei minori di Milano per aver fornito false generalità alle forze dell’ordine quando fu fermata in corso Buenos Aires. Ancora il procuratore capo milanese Bruti Liberati ha precisto che, «con riferimento a notizie di stampa in ordine ad indagine pendente prezzo la Procura di Napoli, si comunica che non vi è stata alcuna trasmissione di documenti tra i due uffici, non vi è stata e non è prevista alcuna attività di indagine comune». Nella mattinata è stata eseguita una perquisizione nell’abitazione milanese della soubrette Sara Tommasi, frequentatrice delle feste nelle residenze del premier, e di altre persone ritenute coinvolte.


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani

ITALIA Varato il ddl che modifica gli articoli 41, 97 e 118. Investimenti per 100 milioni (Fas) per banda larga e sblocco del Piano casa

Cdm: riforma degli incentivi e di 3 articoli costituzionali di Gaia Mutone ROMA – «Siamo il terzo contributore dell’Europa, e siamo al secondo posto quanto a solidità del sistema economico. Ci saranno positivi sviluppi per la crescita dell’economia e del Paese; la crescita del Pil l’abbiamo valutata dell’1,5%.Questiprovvedimentipotevanoessere fatti anche prima, ma tutta la nostra attenzione è stata tesa ad evitare sprechi, abbiamo fatto un grande lavoro». Parte da qui Silvio Berlusconi per illustrare in conferenza stampa quanto è stato deciso dal Consiglio dei ministri appena terminato. Modifiche Costituzione. Apre «la nuova fase del lavoro di governo, tesa al rilancio per la crescita dell’economia» l’approvazione delle modifiche (non definitive) degli articoli 41, 97 e 118 della Costituzione. Tutti i controlli alle imprese dovrebbero inoltre essere fatti solo "ex post". Per quanto riguarda l’articolo 41 sulla libertà d’impresa «è permesso tutto ciò che non è espressamente vietato dalla legge»; nell’articolo 97 viene affermato che «le pubbliche funzioni sono al servizio del bene comune» e viene espressamente indicato il riconoscimento del merito e della capacità nella carriera degli impiegati pubblici. «Per la prima volta - ha spiegato il ministro Brunetta - sono stati coEntro aprile erogati 500 stituzionalizzati la capacità e il merito milioni alle imprese che degli impiegati e la e la fanno ricerca e 915 mln semplificazione trasparenza della per le reti d’impresa ed i Pubblica amministrazione». La revidistretti tecnologici il cui sione dell’articolo 118 prevede che gli bando scade a marzo enti locali «non devono solo favorire ma anche garantire l’autonoma iniziativa». «Lo Stato sarà al servizio dei cittadini e non il contrario», ha concluso il ministro della Funzione pubblica. Incentivi e banda larga. «Abbiamo semplificato tagliando circa 100 leggi delle oltre 1400 in materia - ha detto il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani. La direzione è quel-

la della flessibilità degli strumenti e della diminuzione dei tempi di erogazione degli incentivi. Incentivi che sono stati riordinati in tre categorie: quella dei meccanismi automatici, tipo voucher, la categoria dei progetti realizzati dalle imprese tramite bandi e quella dei procedimenti negoziali per gli investimenti che superino i 20 milioni di euro. Particolare attenzione verrà rivolta all’imprenditoria femminile e giovanile. «Inizia veramente oggi - ha concluso Romani - con l’impegno del resto del governo, il percorso per la banda larga: con il ministro Tremonti è stato stabilito un finanziamento di 100 milioni di euro di fondi Fas». Per la banda larga, al finanziamento Fas si andrebbe ad aggiungere anche un altro progetto che vedrebbe il coinvolgimento della Cassa depositi e prestiti che metterebbe risorse sufficienti ad aprire 3mila contieri per 30 mila posti di lavoro. Piano casa. Il governo avrebbe intenzione di sbloccare quei 70 miliardi in cui ha quantificato il Piano: «Alcune regioni - ha detto il Premier - non hanno fatto nulla, altre hanno approvato il piano ma non noi abbiamo tolto di mezzo tutti gli adempimenti burocratici per la realizzazioni». Grazie all’approvazione del provvedimento, ha annunciato il ministro delle Infrastrutture e dei tresaporti Altero Matteoli, ci sarà «un’accelerazione per il piano casa». Piano per il Sud. «Il Consiglio dei ministri - ha affermato il ministro Raffaele Fitto - ha approvato l’attuazione per il piano per il Sud con una tabella ben precisa». Un timing che prevede una discussione da chiudere entro febbraio con la Commissione europea chiudendo la ricognizione delle risorse e cronfrontandosi con le regioni. Dal primo di marzo prevista l’approvazione definitiva delle delibere Cipe sugli interventi regionali e nazionali, ed entro la fine di aprile la definizione del «meccanismo su chi deve fare e che cosa». Regole precise, poi, sui finanziamenti». Giustizia. Via libera al disegno di legge che dovrà abbattere quello «zaino di piombo» costitituito dai 6 milioni di cause pendenti. I tribunali dovranno annualmente predisporre un piano per lo smaltimento delle cause, stipulare convenzioni con università per favorire l’ingresso dei giovani alla professione giuridica.

Federalismo, Bossi: «Il Capo dello Stato "farà da sponda" alla Lega»

ROMA – È iniziato come da programma alle 17:30 ed è durato meno di un’ora il colloquio tra Umberto Bossi, il ministro per la Semplificazione normativa Calderoli e il Presidente Napolitano. Obiettivo: appianare le divergenze sorte con il Quirinale sulle procedure di approvazione del decreto del federalismo fiscale e mettere in cassaforte la riforma fortemente voluta dalla Lega. Il Senatur, confermando che riferirà alla Camera dalla prossima settimana, si è detto convinto che il presidente della Repubblica «farà da sponda» alle richieste della Lega su riforme e federalismo aggiungendo a proposito di quest’ultimo: «Entro marzo lo portiamo a casa». Berlusconi: «Abbiamo Al termine del Consiglio dei ministri di stamattina, il Pre- deciso di porre la fiducia mier aveva annunciato: «In alla Camera e non al Parlamento presenteremo anche i provvedimenti sul fe- Senato. Siamo tranquilli deralismo. Abbiamo deciso oggi in Cdm l’apposizione di avere la maggioranza della fiducia. Porremo la fiper governare» ducia alla Camera e non la porremo al Senato, quindi siamo assolutamente tranquilli di avere una maggioranza che ci consente di governare». Il decreto sul federalismo fiscale municipale non aveva passato l’esame della Bicamerale. Il governo la sera stessa lo aveva varato con un nuovo decreto giudicato «irricevibile» dal presidente della Repubblica rimandando il governo a un passaggio in Parlamento. Nella conferenza stampa dopo la riunione del Consiglio dei ministri, il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli ha detto che il governo ha «approvato il nuovo testo da inviare alle Camere» sul federalismo municipale. Il ministro ha poi ricordato i «provvedimenti semplificativi» e l’abrogazione di 410 mila leggi, «con testi unici al posto di leggi speciali».

Tremonti in treno con Bonanni e Angeletti per testare la rete ferroviaria e la viabilità al Sud di Gaia Mutone

ROMA – Il Consiglio dei ministri probabilmente ha portato davvero una ventata di rinnovato pragmatismo al "governo del fare". Subito dopo la conferenza stampa tenutasi a conclusione dei lavori, il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, insieme ai segretari generali di Cisl e Uil Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti, come un qualsiasi passeggero, ha preso il treno per Reggio Calabria con l’obiettivo di testare la rete ferroviaria e quella viaria nel Mezzogiorno. La strana comitiva ha viaggiato su un Intercity diretto a Siracusa accanto a studenti ed extracomunitari. Tutti e tre in tenuta casual, con maglioncino e tre borse sportive a tracolla. Prima tappa Napoli, poi Lamezia Terme ed infine Reggio Calabria. Previsto per oggi in pullman, invece, il ritorno dal ca-

poluogo calabrese, questa volta per verificare i tempi e le condizioni del viaggio su strada. Secondo quanto si apprende, alla partenza del convoglio dalla stazione romana, Tremonti ha parlato al telefono con Mauro Moretti, amministratire delegato di Trenitalia, che ha dato il benvenuto al Ministro e ai suoi compagni di viaggio. «Ho saputo che siete nostri clienti», ha esordito Moretti. Tremonti però parte all’attacco, tra il serio e il faceto, e lo informa di un disservizio riscontrato personalmente a bordo: «Manca l’acqua in tutte e due i bagni della carrozza. Se ci fosse sarebbe meglio». «Temevo peggio, è anche abbastanza pulito- ha concluso Tremonti-. Tutto sommato è dignitoso». Popolare il menu del pranzo: panino, bottiglietta d’acqua, con l’unica concessione di una sfogliatella napoletana.

5


il Domani

|

AsteInfoappalti

6

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Giovedì 10 Febbraio 2011

TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Esecuzioni Imm. n. 15/98 R.G.E. G.E. Dr.ssa Teresa Reggio Professionista Delegato: Avv. Vincenzo Malomo Lotto uno: Locale destinato ad attività commerciale sito in Rocca Imperiale, via Manzoni n.13. Prezzo base: euro 26.823,06 Lotto due: Appartamento destinato a civile abitazione sito in Rocca Imperiale, via Manzoni n.13. Prezzo base: euro 33.953,42 Lotto tre: Appartamento destinato a civile abitazione sito in Rocca Imperiale, via Manzoni n.13. Prezzo base: euro 34.816,29 Vendita senza incanto: 30/03/2011 Vendita con incanto: 13/04/2011 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: Avv. Vincenzo Malomo. Presentare le offerte entro h. 10.00 dei giorni precedenti le vendite presso lo studio del Professionista delegato Avv. Vincenzo Malomo, con studio in Castrovillari, Via Umberto Caldora. Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari, Via Umberto Caldora tel.0981/491506, fax 0981/433116 [cell. 347/7907164]. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 24/02 R.G.E. G.E.: Dr.ssa Teresa Reggio Professionista Delegato: Dott. Lucio Gioffrè Lotto 1: Fabbricato sito in Spezzano Albanese , Via Benedetto Croce 21 (piano terra) censito in catasto al fg. 18 p.lla 909 sub 1 Prezzo base: euro 82.500,00 Vendita senza incanto: 06/04/2011 Vendita con incanto: 15/04/2011 Lotto 2: Fabbricato sito in Spezzano Albanese , Via Benedetto Croce 21 (piano primo) censito in catasto al fg. 18 p.lla 909 sub 2 Prezzo base: euro 140.000,00 Vendita senza incanto: 06/04/2011 Vendita con incanto: 15/04/2011 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: sito in Castrovillari (CS) alla via XX Settembre 65/a . tel 0981/26066 Presentare le offerte entro h13.00 del 05.04.2011 presso lo studio del Professionista delegato Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari (CS) alla via XX Settembre 65/a . tel 0981/26066.

TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 74/2003 + 103/2004 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: La piena ed interea proprietà di tereno dito in agro di Strongoli, località Foresta Spartà. Prezzo base: 659.000,00 Rilancio: 5.000,00 Vendita senza incanto: 06/04/2011 Vendita con incanto: 13/04/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Ulisse Antonio Pedace, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 69/06 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

Lotto Unico: Nuda Proprietà di appartamento in corso di costruzione sito in Petilia Policastro (KR) alla Via Paternise 11, primo piano, della superficie complessiva di circa mq. 120, riportato nel N.C.E.U. dello stesso comune al fg. 33 p.lla 384 sub 4 Prezzo base: euro 8.100,00 Rilancio: euro 500,00 Vendita con incanto: 13.04.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Maria Levato - Tel. 0962/763122, o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 82/2008 R.G.E. G.E.: Dr. Murgo Francesco Professionista Delegato: Lotto: "Piena ed intera proprietà di unità immobiliare al piano terra sita in agro di Isola Capo Rizzuto, destinata ad uso commerciale, della superficie complessiva di mq. 267". in catasto al fg. 36 p.lla 1051 sub 1 e 2 Prezzo base: euro 163.500,00 Rilancio: euro 2.000,00 Vendita senza incanto: 20.04.2011 Vendita con incanto: 27.04.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone. Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la data di vendita. Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it o rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Gerardo Padula (tel. e fax n. 0962/26363). °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 117/2005 R.G.E. G.E.: Dr. Murgo Francesco Professionista Delegato: Lotto: "Piena ed intera proprietà di magazzino al piano terra di edificio a due piani f.t. sito nel Comune di Strongoli, loc. Tronga SS 106, con circostante terreno di mq. 2692,00. Il magazzino ha superficie complessiva di circa mq. 460,00". E' riportato in N.C.E.U. al fg.26 p.lla 2081 sub 4 Prezzo base: euro 177.978,00 Rilancio: euro 2.000,00 Vendita senza incanto: 20.04.2011 Vendita con incanto: 27.04.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone. Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la data di vendita. Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it o rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Gerardo Padula (tel. e fax n. 0962/26363). °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 51/06 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di un appartamento sito in Crotone alla Via per Capocolonna, facente parte del complesso turistico "Casarossa" , posto al primo piano composto da 3.5 vani con terrazzo di mq. 25.00 vista mare posto al secondo piano collegato al primo da scala interna . L'appartamento ha una superficie complessiva di circa mq. 80 ed è riportato in N.C.E.U. al fg. 55 p.lla 356 sub 53 Prezzo base: euro 85.852,00 Rilancio: euro 1.000,00

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

Vendita senza incanto: 20.04.2011 Vendita con incanto: 27.04.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv.Rossana Astorino Tel. 0962/34150, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n.44/06 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Intera proprietà superficiaria di complesso industriale sito in Crotone loc. Miccesi composto da: - alloggio custode e locale ufficio della superficie complessivo di mq. 108 riportato in catasto al fg. 49 p.lla 160 - due capannoni per allevamento di ovini della superficie complessiva di mq. 676 ciascuno riportato in catasto al fg. 49 p.lle 161 e 162 - capannone adibito a mungitura e caseificio della superficie complessiva di mq. 451,50 riportato in catasto al fg. 49 p.lle 163 - cabina elettrica della superficie complessiva di circa mq. 28 riportato in catasto al fg. 49 p.lle 164 - capannone con fienile e mangimificio della superficie complessiva di circa mq. 377 riportato in catasto al fg. 49 p.lle 165 - capannone per allevamento bovini della superficie complessiva di circa mq. 432 riportato in catasto al fg. 49 p.lle 166 - silos aperto e vasca - area cortile della superficie complessiva di circa mq. 17.389 riportato in catasto al fg. 49 p.lle 159 Prezzo base: euro 73.176,00 Rilancio: euro 2.000,00 Vendita senza incanto: 20.04.2011 Vendita con incanto: 27.04.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Vincenzo Bianchi, Tel. 0962/21898 , o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 20/86 + 167/92 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di corpo di fabbrica a tre piani ft. della superficie complessiva di circa mq. 200 sito in Cutro alla Via Nazionale n. 11 costruito su terreno riportato in N.C.T. al fg. 9 p.lla 52/C Prezzo base: euro 18.290,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita senza incanto: 20.04.2011 Vendita con incanto: 27.04.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Marcella Iannopoli con studio in Crotone Via Venezia,17 Tel. 0962/21375 , o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 67/04 R.G.E. G.E.: Dr.ssa Eugenia Lopilato Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di un appartamento in condominio sito in Crotone alla Via Scopelliti n. 5 loc. Parco Carrara piano primo interno 6 composto da tre camere, soggiorno cucina due bagni due ripostigli uno spogliatoio ed un corridoio della super-

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

ficie lorda di mq. 190 circa oltre balconi censito in NCEU al fg. 45 p.lla 1679 sub 17 Prezzo base: euro 188.250,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita con incanto: 27.04.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 67/09 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di un appartamento sito in Crotone alla Via Nazioni Unite loc. Farina piano secondo della superficie di mq. 59.78 circa riportato in NCEU al fg. 45 p.lla 4029 sub 78 Prezzo base: euro 60.000,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita senza incanto: 20.04.2011 Vendita con incanto: 27.04.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv.Luisa Marrazzo Tel. 0962/489066 , o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA ORDINANZA DI VENDITA Fallimento n. 671/94 Il G.D. - vista la richiesta del curatore del 16.03.2009; - a scioglimento della riserva assunta; ordina la vendita con incanto dei seguenti beni: LOTTO UNO: quota pari a 1/2 indiviso della piena proprietà del fabbricato per civile abitazione sito nel comune di Rombiolo località Malerba ancora allo stato rustico. L'immobile è costituito da due piani fuori terra, oltre seminterrato, non ancora censito ma realizzato su aerea riportata in catasto al foglio 19, p.lla definitiva 876, seminativo arboreo; prezzo base d'asta euro 23.382,00; fissa all'uopo l'udienza 31.3.2011 ore 9.00. La vendita avrà luogo al prezzo base indicato ed alle seguenti condizioni: 1) entro le ore 11 del giorno precedente la vendita, ciascun offerente dovrà presentare domanda e versare in cancelleria il 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% in conto spese, mediante deposito su libretto intestato alla procedura); 2) le offerte di aumento non potranno essere inferiori ad euro 1.500,00 se il prezzo base è superiore ad euro 300.000,00; non inferiori euro 1.000,00 se il prezzo base è compreso tra euro 300.000,00 ed euro 70.000,00; non inferiori ad euro 500,00 se il prezzo base è inferiore ad euro 70.000,00. 3) le spese di trasferimento e di cancellazione delle ipoteche saranno a carico dell'aggiudicatario; 4) dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quotidiano "Il Domani", nella rivista Aste e sul sito internet www.eugenius.it almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte. 5) l'aggiudicatario dovrà, entro trenta giorni da quando l'aggiudicazione sarà divenuta definitiva, versare il prezzo d'aggiudicazione, detratto l'importo della cauzione, in cancelleria.

Info 0961 996802


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani

7

ESTERI ED ECONOMIA Il messagio di al Qaeda giunge in concomitanza con la notiza dell’evasione di alcuni militanti di organizzazioni jihadiste

Egitto, ancora proteste Al Qaeda invita al jihad di Bruno Tosatti ROMA - Migliaia di manifestanti anti-regime hanno trascorso anche ieri notte accampati a piazza Tahrir. L’apertura del presidente Hosni Mubarak, che ha annunciato l’istituzione di una commissione incaricata di sorvegliare il processo di modifiche costituzionali, non ha soddisfato il popolo, ormai deciso a presidiare il simbolo della sua protesta fino al giorno della partenza del rais. Diversidimostrantihannodormito addirittura sui cingoli dei carri armati, nel timore che l’esercito cercasse di sgomberare la piazza con la forza. Poi nella mattina in 10mila si sono riuniti davanti alla sede dell’Assemblea del popolo (la Camera egiziana) e alla casa del premier Ahmed Shafik. E da Ahmed Maher, coordinatore del Movimento 6 aprile, giunge la promessa di un’escalation nella protesta, con un assedio al palazzo del parlamento, alla sede della televisione ed una marcia verso il palazzo presidenziale, anche se questo dovesse significare scontri con l’esercito. Qualcosa di simile a quanto accaduto ieri a El Khargo: dalla città della provincia di Al-Wadi Al-Jadid sono giunte notizie di scontri tra manifestanti e polizia, con un bilancio di tre

morti e centinaia di feriti. La folla ha datto alle fiamme sette edifici governativi, tra i quali due commissariati, il tribunale e la sede del partito di Mubarak, mentre gli agenti per disperdere la folla avrebbero aperto il fuoco e lanciato gas lacrimogeni. E mentre la protesta contro Mubarak non accenna a rallentare, la branca irachena di al Qaeda ha invocato per l’Egitto la guerra santa e l’instaurazione di un regime fondato sulla sharia, la legge coranica. In un messaggio apparso in rete martedi ed intercettato ieri da Site, un gruppo di monitoraggioamericanoanti-terrorismo online,idimostrantiegizianisono invitati a non lasciarsi tentare dalle «vie ingannevoli e brute» della democrazia e del «marcio nazionalismo pagano», in quanto il loro «jihad è a sostegno dell’Islam, di ogni musulmano che sia stato raggiunto dall’oppressione del tiranno d’Egitto e dei suoi padroni a Washington e a Tel Aviv». Una dichiarazione che giunge in concomitanza con l’allarme lanciato dal vicepresidente Omar Suleiman: tra i detenuti evasi nelle scorse settimane durante la protesta ci sono «membri di organizzazioni jihadiste» che non hanno «rinunciato alla propria ideologia e alle violenze». L’evasione di queste persone

«rappresenta una grave minaccia - ha aggiunto Suleiman - dobbiamo fare di tutto per riportarli in galera». Anche per questo aumenta il timore di Israele che, insieme ad Arabia Saudita, Giordania ed Emirati Arabi, sta facendo pressioni su Washinghton affinché non abbandoni Mubarak al suo destino: un taglio netto delle relazioni con il presidente egiziano e un sostegno aperto ai movimentidiopposizionepotrebbe ulteriormente destabilizzare tutta la regione mediorientale. In realtà è lo stesso timore già espresso dal segretario di Stato americano Hillary Clinton, mentre anche il presidente Barack Obama manifestava la sua perplessità sul ruolo dei Fratelli musulmani nell’ambito delle trattative con Suleiman, denunciandone la presenza di una vena anti-americana e definendoli non rappresentatividellevolontàdella gente in piazza. Il rischio infatti è quello di fare i conti senza il popolo egiziano, vero protagonista di questa tenace ribellione, che per ora ha una richiesta molto semplice, espressa ieri da un manifestante in piazza: «non vogliamo né uno stato militare né uno stato religioso. Ciò che vogliamo è uno stato basato su istituzioni ed elezioni».

Sabato un incontro tra Marchionne e governo chiarirà il peso dell’Italia sul futuro della Fiat ROMA - Si svolgerà sabato prossimo l’incontro a Palazzo Chigi, dove Sergio Marchionne dovrà chiarire al governo quale peso avrà l’Italia per la Fiat. Anche i sindacati vogliono incontrare l’amministratore delegato del Lingotto. Ma «stiamo chiedendo un incontro in separata sede», spiega il se«Noi sospettiamo che abbia gretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni già avviato il trasferimento che pretende chiarezza, perché «chi chiede negli Usa» ha spiegato la garanzie le deve anche leader della Cgil Camusso. dare». Molto scettico sull’incontro il numero «Troppe cose non sono uno della Uil, Luigi Angeletti, che parla di state dette finora» «un’altra puntata del teatrino, in cui il governo fa la sua parte». D’altra parte, riflette Bruno Vitali, responsabile Auto della Fim, «le cose grosse ce le siamo sbrigate da soli», ma l’incontro rimane «utile, anche se tardivo». Il leader della Cgil, Susanna Camusso, chiede al governo «di mobilitarsi perché la "testa pensante" della Fiat resti in Italia e nel nostro Paese non rimanga solo una sede di uffici. Troppe cose - osserva - non sono state dette finora, ad esempio non sappiamo quali impegni siano stati assunti

con il governo americano». E il sospetto della Camusso è che Marchionne «abbia già avviato il trasferimento in Usa». Un timore che non nutre invece il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia: «lo spostamento della sede e della parte di progettazione, da quello che abbiamo capito, non è all’ordine del giorno. Marchionne avrà modo di spiegare sabato quello che intendeva dire». È invece diretto all’esecutivo l’attacco di Romano Prodi, che parla di una mancanza di interventi da parte del governo, non soltanto sul futuro della Fiat, ma più in generale sulle politiche industriali del Paese. A Torino un nuovo accordo separato, questa volta sui permessi sindacali, è stato firmato dalla Fiat con Fim, Uilm e Fismic, senza la Fiom. «La Fiat vuolegiudicarel’agiredelleorganizzazioni sindacali - spiega Enzo Masini, coordinatore nazionale Fiom-Cgil del gruppo Fiat e sta cercando di introdurre per tutti gli stabilimenti italiani dell’Auto e della Powetrain le stesse norme che ha imposto con le newco di Pomigliano e Mirafiori». L’azienda ha comunicato ai sindacati torinesi altra cassa integrazione alle Presse di Mirafiori e alla ex-Itca di Grugliasco. BT

Gheddafi è già in allarme La protesta arriva anche in Libia: il 17 febbraio sarà «il giorno della collera» ROMA - Il vento rivoluzionario nordafricano sta per interessare anche la Libia, finora solo spettatrice dell’ondata di proteste che ha già travolto Tunisia ed Egitto. La Conferenza nazionale dell’opposizione libica, che raggruppa le principali formazioni critiche del colonnello Muammar Gheddafi, al potere dal 1969, ha proclamato tramite inernet «la giornata della collera», una «manifestazione di massa» che si terrà il 17 febbraio in tutta la Libia contro il regime di Tripoli: la data sarebbe stata scelta «in ricordo delle vittime dell’Intifada scoppiata a Ben«È sbagliato prendersela gasi» nel febbraio 2006. avrebbe già creato con Mubarak, è un uomo L’iniziativa scompiglionelgoverno:percorrepovero: non ha neanche re ai ripari, da quattro giorni Gheddafi sta convocando giornai soldi per i suoi vestiti e lo listi e attivisti politici per fare il della situazione. In particoabbiamo più volte aiutato» punto lare, nel corso di un incontro, Gheddafi avrebbe «preoccupaha affermato Gheddafi zioni per la protesta, paventando i rischi connessi a una situazione di caos che potrebbe scatenarsi nel Paese», stando a quanto riferisce il quotidiano Lybia al-Youm. È la prima volte che le autorità libiche mostrano segni di preoccupazione per una possibile rivolta. A scendere in piazza il 17 febbraio saranno in particolare gli studenti. È a loro infatti che si è rivolto Gheddafi nelle riunioni, durante le quali ha anche rivolto forti critiche nei confronti dell’emittente Al Jazeera , colpevole, secondo il colonnello, di aver fomentato la ribellione del Cairo, sulla quale ha inoltre aggiunto: «è sbagliato prendersela con Mubarak. Quanto sta accadendo in Egitto è tutta opera dei servizi segreti israeliani».


8

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

APPROFONDIMENTI Riparto del fondo sanitario, non c’è l’intesa e Scopelliti mette in riga Zaia

Da sinistra Giuliano Amato, Riccardo Perissich, Emma Bonino, Mario Monti, Romano Prodi e, in piedi, Thomas Klau

Nel ricordo di Tommaso Padoa Schioppa gli europeisti italiani si sono riuniti a Roma per confrontarsi sui nuovi indirizzi politici

L’impegno dell’Italia nell’Ue: creare gli Stati uniti d’Europa di Alessandro Caruso ROMA - «Ormai quello che manca all’Europa è l’unità politica», su questo concetto il professore Tommaso Padoa Schioppa aveva profuso gran parte del suo impegno a livello comunitario nel corso del suo percorso professionale, economico e politico. Dalla stessa convinzione ha tratto spunto il convegno organizzato ieri a Roma dall’European council on Foreign relations, in collaborazione con Notre Europe, proprio per ricordare il compianto economista italiano, scomparso il 18 dicembre dello La radicale Emma scorso anno. La manifestazione ha Bonino: «Dobbiamo riunitopersonalitàdi raggiungere l’obiettivo primo ordine, da Romano prosi a Emdi un unico soggetto ma Bonino, da Giuliano Amato a Ricfederale, gli Stati cardo Perissich, da uniti d’Europa» Mario Monti a Thomas Klau. Ospite d’onore il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, accompagnato da Gianfranco Fini e Gianni Letta. Nell’occasione è stato presentato anche il rapporto dell’Efcr, il documento che afferma un principio molto forte e apparentemente impopolare: i leader europei dovrebbero considerare la crisi dell’euro come un’opportunità per ri-

disegnare profondamente l’unione economica. Ma questa linea sembrerebbe contrastata dalle politiche di alcuni Stati guida della comunità. Come la Germania e la Francia: «I consigli europei sono diventati occasioni nelle quali la signora detta legge, lui fa le conferenze stampa e gli altri si trovano davanti a un prendere o lasciare - ha ammonito Prodi riferendosi ad Angela Merkel e Nicolas Sarkozy -. Non c’è più la politica, non c’è più la dialettica». D’accordo anche la Bonino: «Il rapporto dell’Ecfr conferma l’urgenza di creare un organismo competente in materia fiscale e un bilancio gestiti da un vero ministro del Tesoro europeo e di proseguire sulla via dell’integrazione politico-istituzionale dell’Eurozona fino a raggiungere l’obiettivo di un unico soggetto federale, gli Stati uniti d’Europa». E la sua proposta di una nuova governance economica basata su una federazione leggera, che assorba non più del 5% del Pil europeo, vuole essere un primo passo in questa direzione. La soluzione più accreditata, in questo contesto, è quella di un equilibrio "eurotedesco". Come suggerito dallo studio dell’analista politico dell’Efcr Thomas Klau. La Germania, spiega in sostanza Klaus, rivendica il proprio modello economico, nonostante il modello politico tedesco di governare, fondato su regole e sanzioni, sembri aver fallito. L’Europa ha bisogno di una leadership tedesca lucida e lungimirante che possa ancorare una Germania europea ad un’Europa più tedesca.

ROMA -Le Regioni non sono riuscite, dopo tre giorni di lavori, a trovare un accordo su come ripartirsi il fondo sanitario 2011 di circa 106 miliardi di euro e hanno deciso di aggiornare la discussione nelle prossime settimane. Il presidente della Conferenza delle Regioin,Vasco Errani, ne ha spiegato le ragioni nella tarda mattinata di ieri: «L’insufficienza delle risorse, considerando che il Fondo sanitario ha ricevuto solo l’incremento dello 0,8%, è comprensibile - ha spiegato Errani - e non è un dramma. Il dibattito sui criteri c’è ormai da anni e in un momento in cui l’incremento del Fondo è sotto l’inflazione è tutto più complicato. Nei prossimi giorni definiremo il quadro e ci rivedremo. Anche se la situazione è difficile - ha concluso - abbiamo deciso comunque di non rinunciare». Ha prevalso, quindi, la posizione del governatore veneto Luca Zaia, che a margine della Conferenza aveva auspicato una pausa di riflessione. Le fratture sono troppo grandi per poter continuare a lavorare. Zaia , infatti, è tra i contrari all’introduzione del criterio della deprivazione, chiesto da tanti governatori, tra cui Scopelliti: «Il criterio della deprivazione - ha chiarito - non ha evidenza scientifica e cambia le regole del gioco. Siamo disponibili ad un impegno affinché il riparto non sia una guerra tra poveri ma se ci sarà la deprivazione da parte nostra non arriverà l’intesa». Lapidario, eppure chiarissimo. Tanto da fare ipotizzare un dissesto totale dell’agenda istituzionale col Governo. Per fortuna, però, non sono ancora scattati i trenta giorni di tempo a disposizione dei governatori per trovare l’intesa, perché la proposta di riparto non è stata ancora inserita nell’ordine del giorno

Caligiuri alle Regioni: creiamo la cultura creativa ROMA - «Creare una nuova cultura della cultura» è quanto sostenuto ieri dal coordinatore della commissione Cultura delle regioni Mario Caligiuri durante la seduta dove sono stati illustrati progetti di nuove tecnologie applicate alla cultura. Il primo dei progetti illustrati è stato “Tour dei 1000” promosso da Telecom e che riguarda l’individuazione di Mille innovatori culturali presenti in tutta l’Italia. Gli assessorati regionali alla Cultura contribuiranno alla loro individuazione segnalando i migliori talenti. Gli altri progetti presentati sono stati "Liberliber" e "Cineama", che sono solo alcuni dei nuovi modi fare e di fruire cultura. Il primo riguarda le biblioteche virtuali che possono contribuire in modo determinante a fronteggiare l’emergenza nazionale della lettura mentre il secondo esprime un nuovo modello

partecipativo del cinema basato sui social network che rompe i grandi monopoli economici e culturali. «La cultura diventa centrale nella società e nella vita dei cittadini, che vengono posti al centro di un consapevole consumo culturale ha detto Caligiuri - senza più distinzione tra chi produce e chi fruisce». Negli interventi che si sono succeduti da parte degli assessori delle varie regioni è emersa la convinzione che la commissione Cultura delle regioni intenda essere anche un luogo di incontro e di diffusione di quanto di nuovo sta crescendo nel Paese nello strategico settore della cultura, che costruirà sempre di più un settore di promozione economica e culturale dell’Italia nel mondo. C.G

Mario Caligiuri

della Conferenza Stato regioni. Quindi, per adesso, è scongiurato il rischio che il Governo adotti, per via del mancato accordo, la sua proposta di riparto. Tuttavia Scopelliti non ha fatto attendere la sua risposta al Veneto. La posizione della Calabria è in netta antitesi con quella di Zaia, perché fondata sulla necessità di considerare la deprivazione come un indice determinante per un riparto equo: «Non abbiamo bisogno di solidarietà, ma di condivisione. Il concetto di fondo è che abbiamo voluto introdurre criteri più attuali. E spiace constatare che dopo tre giorni di confronto, il governatore del Veneto ponga paletti e condizioni». Per Scopelliti è ora di mettere da parte la supponenza e l’arroganza e provare sempre di più a trovare motivi per

Scopelliti: «Abbiamo inaugurato una stagione nuova di politici del Sud con la schiena dritta, è bene che qualcuno lo comprenda» dialogare. «Ci sono oltre dieci regioni - ha osservato il governatore calabrese - il 50% dei presenti che hanno condiviso una posizione e non si può farfinta di niente». E conclude con una punta di orgoglio che non dà adito a ripensamenti dell’ultim’ora: «Abbiamo inaugurato una stagione nuova di politici del Sud con la schiena dritta, è bene che qualcuno lo comprenda».

A.C


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani

9

IN CALABRIA Direttore di banca condannato per usura, commenti di Napoli e De Masi

L’assessore regionale Caridi ha presentato ieri la manifestazione “I prodotti enogastronomici e le aziende delle aree protette”

«La Regione promuove il rilancio dell’economia» di Antonio Maggio REGGIO CALABRIA - Presentata a Reggio Calabria la manifestazione "I prodotti enogastronomici e le aziende produttive della aree protette" che si svolgerà a Cinquefrondi i prossimi 11, 12 e 13 marzo. Nell’ambito dell’iniziativa, organizzata dell’Associazione Italiana Comuni dei Parchi, si svolgerà anche un convegno a cui prenderanno parte sindaci, amministratori di aree protette e produttori provenienti da ogni area geografica del Paese. La tre giorni, che gode del sostegno dell’assessorato regionale alle Attività produttive, porrà al centro dell’attenzione la tipicità e le eccellenze della Calabria e «intende segnare una nuova cultura rispetto alle esigenze dei mercati nell’epoca della globalizzazione». Oltre al momento convegnistico, l’avvenimento sarà caratterizzato da una mostra di prodotti alimentari e artigianali provenienti delle aree protette. In tale contesto la Regione Calabria svolge un ruolo primario, grazie alle risorse naturali ed ambientali e al ricco

paniere di prodotti agroalimentari, ormai richiesti dal mercato. L’happening è stato presentato, nella sede del consiglio regionale, dall’assessore regionale alle Attività Produttive Antonio Caridi e dal presidente dell’Associazione Italiana Comuni dei Parchi Michele Galimi. Antonio Caridi, come in altre occasioni, ha sottolineato la necessità del confronto, peraltro in atto, tra «la classe politica e l’imprenditoria per una strategia comune in grado di rilanciare le aziende calabresi e, di conseguenza, rafforzare il tessuto economico della nostra regione». L’assessore Caridi ha poi sottolineato come l’agroalimentare e l’artigianato siano due «eccellen-

«L’agroalimentare e l’artigianato sono due eccellenze apprezzate a livello internazionale, ma sono poco conosciute in Calabria»

ze apprezzate sia a livello nazionale che internazionale, ma che esse, spesso, sono poco conosciute in Calabria. Questa strategia la stiamo mettendo in atto, anche attraverso l’attuazione di misure per aiutare gli artigiani a proseguire la loro attività». A tal proposito ha ricordato lo snellimento della procedure che permettono, attraverso la rete nata da un accordo con i comuni, l’avvio un solo giorno di un’attività imprenditoriale. La Calabria, sempre nel contesto di questa strategia, non si presenterà divisa alle manifestazioni fieristiche in programma in Italia e all’estero. «Attraverso la concertazione tra gli assessorati, abbiamo stilato evidenzia l’assessore - un calendario perché riteniamo che a queste fiere bisogna prendere parte tutti assieme. Sono molto soddisfatto - ha concluso Caridi per il riconoscimento dei nostri prodotti, iniziando da Shangai fino al Mafef dei giorni scorsi. Dall’appuntamento di Milano siamo riusciti a portare una trentina di aziende calabresi e tutte sono riuscite a chiedere importanti contratti».

VIBO VALENTIA - L’ex direttore della filiale di Vibo Valentia di Banca Antonveneta, Rosario Alfredo Donato , di 46 anni, è stato condannato ad un anno di reclusione con l’accusa di usura. La sentenza è stata emessa dal Tribunale di Vibo Valentia (presidente Giancarlo Bianchi), che ha concesso a Donato le attenuanti generiche. La pena è stata sospesa. L’accusa nei confronti di Donato si basava sulla denuncia di due imprenditori nei confronti dei quali, in occasione della sottoscrizione di un contratto di conto corrente, sarebbe stato applicato un tasso d’interesse del 31 per cento. Donato è stato condannato soltanto per le condotte attuate in un determinato periodo di tempo (secondo trimestre del 2002) ed assolto dalle medesime imputazioni riferite ad altri periodi. «La notizia della condanna, con l’accusa di usura, dell’ex direttore di Banca Antonveneta, filiale di Vibo Valentia, inizia a dare ragione alle coraggiose denunzie dell’imprenditore calabrese Nino De Masi, il quale da ben otto anni sta conducendo la lotta alle banche». Lo afferma, in una dichiarazione, il capogruppo di Futuro e libertà nella Commissione parlamentare antimafia, Angela Napoli . «Nino De Masi - aggiunge - ha finito con l’imbattersi con ambienti finanziari e politici che fungono da muro di protezione difficilmente valicabile da tutti quegli imprenditori calabresi che con onestà e trasparenza intendono contribuire allo sviluppo del territorio senza piegarsi alle logiche della ’ndrangheta e dei poteri forti». «Oggi ho avuto modo di apprendere la condanna a Vibo Valentia del direttore di Banca Antonveneta per il reato di usura. E’ la prima volta in Italia che ciò avviene, e sicuramente rappresenta la prima crepa nel muro di gomma costruito dalle banche per difendersi dalle continue illegalità commesse ai danni dei milioni di clienti e di un intero territorio». E’ quanto afferma, in una nota, l’imprenditore Nino De Masi che con alcune sue denunce ha portato ad un’inchiesta contro i vertici di banche nazionali. «Credo di essere stato il primo in Italia - prosegue De Masi - che ha combattuto e sta tuttora combattendo una dura battaglia giuridica senza esclusione di colpi. Il reato di usura, confermato nei miei casi in tutte le fasi procedurali e in tutte le sentenze emesse, ha dimostrato l’illegalità e l’immoralità del modo di operare del sistema bancario in Calabria, e non solo. Nei tribunali di tutta Italia infatti i procedimenti per usura contro le banche sono in continuo e progressivo aumento e non si concentrano più solo sui conti correnti ma su tutte le operazioni finanziarie gestite dalle banche, come i famosi swap a tassi di usura fatti sottoscrivere agli enti pubblici, Regione Calabria compresa». Per De Masi «i soprusi bancari, che sino ad oggi hanno proliferato in Italia anche grazie alla distrazione degli organi di controllo, sono stati commessi nell’arrogante nome di una impunit�� ed immunità che ha sempre protetto tali criminali comportamenti, sfociati nell’usura e non solo. La Calabria quindi, per una volta, assurge alla ribalta della cronaca come grimaldello che ha scardinato un sistema che ha provocato enormi danni non solo ai cittadini, non solo ai risparmiatori, ma ad un’intera economia».

Sensibile crescita del clima economico in Calabria CATANZARO - Sensibile crescita del clima economico in Calabria nel quarto trimestre 2010. Un dato che emerge dal rapporto sulle regionali meridionali stilato dall’Osservatorio regionale banche-imprese di economia e finanza e dal centro studi e ricerche per il Mezzogiorno. Secondo l’osservatorio, cresce la fiducia delle imprese ma peggiora quella dei consumatori. Sono, dunque, le aziende a tirare la volata del dato positivo riscontrato nella ricerca, dal momento che migliora il clima di fiducia delle imprese calabresi raggiungendo il punto massimo da settembre 2008. Il miglioramento della fiducia delle imprese, fa notare l’osservatorio, è più intenso rispetto a quanto registrato nel Mezzogiorno nel suo complesso.

Ad incidere su questi dati positivi contribuiscono, secondo la ricerca, sia i giudizi degli intervistati sull’andamento delle scorte in magazzino, sia le valutazioni sul livello degli ordinativi. Peggiorano, invece, le attese sulla produzione. Positivo è l’andamento della fiducia nel settore delle costruzioni che tocca il massimo da settembre 2008; un dato in controtendenza rispetto al Mezzogiorno e che scaturisce dalle attese positive espresse dagli imprenditori edili per gli ordini dei primi tre mesi del 2011. Negativo il dato sulla fiducia dei consumatori calabresi, con un indice che si porta sui livelli medi degli ultimi otto anni, in controtendenza rispetto al resto del Mezzogiorno. Due i fattori che incidono negativamente: le attese sull’evolversi della situazione economica ita-

liana e l’andamento della disoccupazione. Una visione pessimista, secondo la ricerca dell’osservatorio, che riguarda anche le opinioni e le previsioni sul quadro personale. Particolarmente critico il giudizio dei consumatori sulla situazione finanziaria della famiglia e sulla propria situazione finanziaria. Un contesto che porta a giudicare negativamente anche le previsioni sul risparmio e le valutazioni sulla convenienza del risparmio, mentre migliorano le opinioni sulla convenienza all’acquisto di beni.

re. ca.


10

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

IN CALABRIA Titolare di farmacia a Reggio salvo solo per miracolo, volevano ammazzarlo

Rifiuta di pagare il pizzo gli sparano alle gambe REGGIO CALABRIA - Hanno sparato per ucciderlo ma si è salvato per puro caso, grazie ad uno zaino che portava sulle spalle e che ha frenato la corsa del proiettile. Tiberio Bentivoglio , titolare di una farmacia-sanitari a Reggio Calabria, che nel 1992 denunciò i presunti autori di un furto compiuto nel suo negozio dopo che aveva rifiutato di pagare il pizzo, è scampato così ad un agguato rimanendo ferito ad una gamba. Il movente, secondo gli investigatori, è da ricercare nel suo impegno contro il crimine. Bentivoglio, infatti, da anni è impegnato nella lotta antiracket. L’imprenditore, titolare della "Sanitaria Sant’Elia", è socio di Libera ed è stato uno dei promotori di Reggio Libera Reggio, un’associazione che si oppone al racket ed alla ’ndrangheta. Nell’aprile dello scorso anno, nel corso di una manifestazione di Libera a Reggio Calabria, è stato il primo commerciante a ricevere il logo di Reggio libera Reggio. Nel corso

della sua attività, dopo avere denunciato i suoi estortori, ha subito una serie di attentati, l’ultimo dei quali nel 2008, ma ha continuato a rifiutare di pagare il pizzo, proseguendo nel suo impegno antiracket. L’agguato è stato compiuto a Ortì, nell’entroterra di Reggio Calabria, a poca distanza dalla città, dove Bentivoglio possiede un piccolo appezzamento di terreno dove ogni tanto si reca. Mentre l’uomo stava salendo sul suo furgone, qualcuno gli ha sparato contro quattro proiettili di pistola calibro 7.65. Uno si è fermato nello zaino, uno ha colpito la fiancata del mezzo, un altro si è perso e l’ultimo lo ha raggiunto ad un polpaccio. Bentivoglio, che aveva con se una pistola legalmente detenuta, ha sparato alcuni colpi in aria mettendo in fuga il sicario. Numerose le reazioni alla notizia dell’agguato a Bentivoglio da parte di associazioni, politici e movimenti. A cominciare da quello del presidente di Libera,

don Luigi Ciotti , che ha sottolineato la necessità di «rompere il silenzio e di avere il coraggio della denuncia seria, documentata». Una denuncia, ha aggiunto, che deve essere affiancata «dalla forza della proposta che insieme alle forze dell’ordine, alla magistratura, e quella parte trasparente delle istituzioni, cittadini e associazioni dobbiamo portare». «Sono vicino a Tiberio Bentivoglio e con-

L’imprenditore, titolare della "Sanitaria Sant’Elia", è socio di Libera ed è stato uno dei promotori di un’associazione che si oppone al racket ed alla ’ndrangheta

L’agguato è stato compiuto a Ortì, nell’entroterra di Reggio Calabria, a poca distanza dalla città, dove Bentivoglio possiede un piccolo appezzamento di terreno. Numerosi gli attestati di solidarietà

vinto che l’episodio di questa mattina non ne fiaccherà l’impegno che da vent’anni conduce in prima linea nella lotta contro il pizzo imposto dalla ’ndrangheta». E’ quanto afferma in una nota Salvatore Magar ò, presidente della Commissione contro il fenomeno della mafia in Calabria. «Quello di oggi - prosegue Magarò - è soltanto l’ultimo di una serie di attentati subiti da Bentivoglio e dalla sua famiglia, che non si è mai piegata alle richieste estorsive della malavita, offrendo invece la propria testimonianza per esortare gli imprenditori calabresi a non subire le angherie delle cosche, a denunciare ogni tipo di sopruso, a non alimentare le casse della criminalità organizzata. L’ho incontrato con Pasquale Crupi, capo gabinetto della presidenza del Consiglio, nei giorni scorsi a Palazzo Campanella, insieme ad altri rappresentanti delle associazioni antiracket, con cui abbiamo avviato una comune strategia di contrasto al malaffare ed all’illegalità. Con la collaborazione di persone come Tiberio Bentivoglio, il coordinatore reggino di Libera Mimmo Nasone e altri esponenti delle associazioni antiracket, hanno già predisposto indicazioni che saranno valutate nella prossima seduta della Commissione antimafia in programma il 16 febbraio, il Consiglio regionale intende rendersi protagonista di una vera e propria rivoluzione culturale». «Vogliamo inaugurare un nuovo ciclo nella lotta alla ’ndrangheta - prosegue Magarò - non più limitata a battaglie di testimonianza ma estesa all’approvazione di provvedimenti legislativi».

Il gruppo si propone di sviluppare attività che riguardano le donne, ma non solo

Confindustria, prima riunione del comitato Lady Enterprise CATANZARO - Si è tenuta nella sede di Confindustria Calabria di Catanzaro, la prima riunione del comitato Lady Enterprise istituito in seno al Gruppo Giovani Imprenditori della Calabria. Ne fanno parte le giovani imprenditrici delle Confindustrie territoriali della Calabria con una rappresentanza paritaria. La costituzione di un Comitato di donne imprenditrici è una esperienza pilota nel sistema confindustriale nazionale che sicuramente a breve verrà mutuata dagli altri gruppi regionali dei Giovani Imprenditori. Le giovani imprenditrici calabresi, dopo brevi convenevoli hanno inteso da subito dare una veste organizzativa al Comitato, eleggendo a Presidente Marella Burza di Cosenza e Vice Presidenti Antonia Abramo di Catanzaro, Assunta Ceraudo di Crotone, Francesca Caminiti di Reggio Calabria e Agostina Toraldo di Vibo Valentia. Il gruppo si propone di sviluppare delle attività che riguarderanno le donne, ma non solo, anche perché l’intendimento del Comitato è quello di affrontare le tematiche, e soprattutto avviare un con-

fronto con tutti gli imprenditori e con la società civile ed economica. E’ stato proposto di realizzare di un vademecum che contenga la sintesi delle principali azioni e normative già operanti a favore delle donne imprenditrici, con valutazione ed approfondimento di quali ulteriori iniziative proporre agli interlocutori istituzionali. Porre al centro di ogni attività la formazione ritenendola fondamentale e miliare per una reale qualificazione delle risorse umane su cui fare affidamento per le iniziative da

intraprendere. Il turismo come risorsa da rilanciare, su cui gravita ogni iniziativa ed attività economica, se si intenderà concretamente realizzare ed avviare un profondo sviluppo della realtà calabrese. Infine le giovani imprenditrici si sono date appuntamento per organizzare una serie di incontri con le altre donne, rappresentanti di altre organizzazioni ed altre realtà economiche. Questo per confrontarsi e per favorire il più possibile l’impegno delle donne nella realtà economica regionale.

«Questo progetto - ha dichiarato Sebastiano Caffo Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori della Calabria, presente alla riunione - al quale abbiamo lavorato lo scorso anno come comitato regionale, è stato presentato il mese scorso alla presenza della vice Presidente della regione Antonella Stasi, dell’Assessore alle attività produttive Antonio Caridi, della Presidente dei giovani industriali piemontesi Barbara Gallo e del candidato alla presidenza nazionale dei giovani industriali Davide Canavesio, oggi diventa operativo con l’insediamento del comitato Lady Enterprise tutto al femminile che, in piena autonomia ed all’unanimità, ha scelto la propria Presidente. Sono sicuro che le giovanidonnediConfindustriaCalabria lavoreranno a proposte concrete ed interessanti per sviluppare l’imprenditoria femminile nella nostra regione.Il gruppo Lady Enterprise è parte integrante del nostro comitato regionale, che saprà raccogliere e portare, nelle sedi istituzionale, le proposte che arriveranno dalle imprenditrici».


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani 11

IN CALABRIA Il commissario regionale del Pd ha risposto ieri alle domande dei giornalisti sulle prossime elezioni amministrative in occasione della conferenza stampa di presentazione della scuola politica del partito democratico calabrese

Pd, candidature pronte Musi: coalizioni ampie di Anna Mauro LAMEZIA TERME - «Tutto quello che riusciremo a chiudere lo chiuderemo durante la riunione di coalizione». Lo ha detto il commissario regionale del Pd, Adriano Musi, in merito alla scelta dei candidati del centrosinistra per le prossime amministrative. Musi ha risposto ieri alle domande dei giornalisti sulle «L’unica candidature in questione che occasione della conferenza stamnon potremo pa di presentadella chiudere sarà zione scuola politica la candidatura del Pd regionale. «Forse - ha agdi Reggio» giunto - l’unica questione che non potremo chiudere sarà la candidatura a sindaco per Reggio Calabria perché non si riesce a capire cosa accadrà al Comune in questa parte finale di legislatura». Secondo il commissario del Pd, c’è «la volontà di chiudere e di dare un segnale. Non siamo in alto mare. Quando sono venuto in Calabria ho detto che il Pd aveva i suoi can-

didati che erano i sindaci uscenti. Se poi c’è qualche altra proposta ne discutiamo. Noi siamo per il rispetto dei nostri alleati e non siamo mai stati un ostacolo né per le primarie, che dovevano essere fatte entro dicembre, né per altro». Musi si è detto «ottimista per le amministrative perché - ha affermato - confido molto su chi non è andato a votare. Si tratta di 770 mila persone alle quali dobbiamo far capire che c’è una politica che li vuole ascoltare». Chiarezza anche per quanto concerne la composizione della coalizione che, secondo Musi dovrà andare da Idv a Sel. «Io - ha detto sono personalmente convinto che nelle comunali e nelle amministrative la questione terzo polo non si ponga. In Calabria, poi, l’Udc non

«Bova e Adamo hanno fatto una scelta. Dipende da loro se vogliono rientrare nel partito, sapendo che ci sono regole da rispettare»

è tutta uguale. Fli, invece, da questo punto di vista è più compatta». «Non ho mai detto che il commissariamento fosse uno strumento perfetto. Però chi fa determinate analisi deve capire perché si è arrivati al commissariamento e quale era la situazione» ha detto ancora Musi, rispondendo ad una domanda sulle polemiche che stanno animando il dibattito nel partito. «Il Pd, in Calabria - ha aggiunto - è quello che ci ha lasciato Loiero. Il nostro percorso, comunque, è a buon punto ed il fatto che si possa riaprire il tesseramento in alcuni circoli è positivo. Nel conciliare sempre il vecchio con il nuovo c’è sempre qualche limite ed indubbiamente abbiamo fatto qualche errore. Il fatto certo, però, è che non ci servono i padroni delle tessere». «Dopo due legislature non ci si può ricandidare alla Regione» ha detto infine Musi, facendo riferimento a Nicola Adamo e Giuseppe Bova. «Bova e Adamo - ha aggiunto hanno fatto una scelta. Dipende da loro se vogliono rientrare nel partito, sapendo che ci sono delle regole da rispettare che, per assurdo, anche loro hanno approvato prima ancora che io arrivassi in Calabria».

Osservatorio sull’economia sociale LAMEZIA TERME - Unioncamere Calabria e Forum del terzo settore hanno sottoscritto, a Lamezia Terme, un’intesa che ha dato vita all’Osservatorio regionale sull’economia sociale. Il protocollo, è detto in una nota, «sigla un patto di collaborazione che intende pervenire ad una stabilizzazione, anche in Calabria, della partnership tra il sistema camerale e la rappresentanza del terzo settore attraverso l’istituzione dell’Osservatorio». «Certamente - ha sostenuto il presidente di Unioncamere Fortunato Roberto Salerno - rientra proprio nelle attività prioritarie di Unioncamere, in rappresentanza delle cinque camere di commercio associa-

te, stabilire collaborazioni anche con il terzo settore che svolge un ruolo sempre più determinante sia sul piano occupazionale che imprenditoriale. L’Osservatorio regionale e provinciale sull’economia sociale rappresenta l’ambito prioritario di azione definito dal protocollo d’intesa. L’Osservatorio si prefigge lo scopo di elaborare un rapporto congiunto di sintesi sui dati economici del terzo settore, di impiantare un laboratorio delle buone prassi, supportare la comunicazione tra Camere di commercio, Terzo settore e Università, estendere l’attività degli sportelli camerali informativi ed orientativi esistenti all’imprenditorialità sociale».

Il viaggio di Tremonti Galati: fatto importante REGGIO CALABRIA - «Il viaggio che il ministro Tremonti sta affrontando per rendersi conto dello stato delle infrastrutture nel Sud Italia ed in particolare in Calabria rappresenta non una semplice passerella mediatica, ma un modo che l’esponente del Governo ha scelto per rendersi conto personalmente della situazione dei trasporti, condizione questa che va monitorata costantemente in quando strumento indispensabile per la ripresa socio-economica del Mezzogiorno». E’ quanto afferma, in una nota, il deputato del Pdl, Pino Galati . «Il viaggio fatto su un’Intercity da Roma a Lamezia e quello successivo sul treno regionalefinoa Reggio Calabria, effettuato con i sindacati ed a contatto con i cittadini, ha rappresentato-sottolinea Galati - non solo un modo per rendersi conto personalmente della situazione dei trasporti, ma ha permesso all’esponente del Governo Berlusconi di ascoltare personalmente le valutazioni e gli umori dei cittadini che magari per svariate esigenze sono costretti giornalmente a servirsi dei trasporti su strada ferrata. Si tratta di salutare positivamente questa iniziativa che servirà a portare gli eventuali correttivi al sistema infrastrutturale del Mezzogiorno d’Italia e calabrese in particolare». «Una maggiore attenzione verso il sud che punti su uno sviluppo fondato sulla dotazione infrastrutturale». E’ il concetto sottolineato dai segretari generali della Cisl e della Uil, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti, al loro arrivo a Reggio Calabria a conclusione del viaggio in treno compiuto insieme al Ministro dell’Economia, Giulio Tremonti. «Conoscevamo le difficoltà anche serie - ha detto Bonanni che ci sono nei trasporti al sud e abbiamo avuto conferma dell’esigenza di risolverle attraverso un’azione più forte e più combinata tra poteri centrali e poteri locali. Per lungo tempo questi poteri non hanno collaborato. Bisogna trovare dei sistemi di collaborazione più efficaci. In caso contrario il meridione resterà ancora l’ultima ruota del carro, non solo dell’Italia ma anche d’Europa. E’ stato un viaggio dal quale abbiamo potuto ammirare un paesaggio bellissimo ma che ci ha dato modo di constatare l’assenza di infrastrutture ed attività economiche all’altezza di un Paese come il nostro. Il massimo di attenzione sul Mezzogiorno si realizza attraverso la divisione e non può più essere così».

Edilizia sanitaria, arrivano 8 milioni CATANZARO - Il Dipartimento Bilancio e Patrimonio comunica che il Governo ha provveduto ad erogare alla Regione un trasferimento di circa 8 milioni di euro per interventi in materia di edilizia sanitaria pubblica. Si tratta - informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale - di erogazioni a valere sul Programma pluriennale di interventi in materia di ristrutturazione edilizia e di ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico di cui alla Legge n. 67 /1988. Gli interventi finanziati dal Governo nell’ambito del suddetto programma riguardano le opere di «completamen-

to del Dipartimento emergenza ed accettazione dell’Ospedale Annunziata di Cosenza» ed il «completamento del gruppo operatorio, messa a norma degli Ospedali Riunito di Reggio Calabria». Per i due interventi, il Ministero delle Finanze ha comunicato l’adozione di specifico provvedimento del 2 febbraio 2010, inerente l’erogazione di due trasferimenti aventi importo, rispettivamente, di circa 2.3 e 5.7 mln di euro, attraverso i quali saranno garantite le risorse occorrenti alla liquidazione degli stati d’avanzamento dei lavori avviati negli Ospedali di Cosenza e Reggio Calabria.


12

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

CRONACHE

Omicidio idraulico, minore condannato a 12 anni di Carmela Mirarchi CATANZARO - Dodici anni di reclusione è la condanna inflitta ieri a M. P., catanzarese di sedici anni, l’unico minorenne indagato - assieme a 5 maggiorenni - per concorso nell’omicidio di Nicola Duro, idraulico incensurato di 26 anni, avvenuto a Catanzaro lo scorso 17 giugno, davanti un bar di viale Isonzo. Il sostituprocuratore L’omicidio di to presso il TribuNicola Duro è nale per i minori, Rita Tartaglia, avvenuto a aveva chiesto al giudice Carlo lo scorso Caruso una con17 giugno, in danna a 24 anni, ma sull’entità viale Isonzo dellapenainflitta al termine del giudizio abbreviato ha probabilmente pesato la tesi del difensore del giovane, l’av-

vocato Giovanni Le Pera, che ha molto insistito sull’ipotesi di "concorso anomalo" nell’omicidio, piuttosto che di "concorso morale" ipotizzato dalla Procura. Dopo il giudizio per M. P. - tutt’ora detenuto in custodia cautelare -, si attende da un giorno all’altro anche la richiesta di rinvio a giudizio per i maggiorenni coindagati, a carico dei quali lo scorso 15 ottobre, davanti al giudice per le indagini preliminari per gli adulti, si è tenuto l’incidente probatorio che ha consentito di raccogliere con valore di prova le dichiarazioni accusatorie di due testimoni chiave del procedimento, un uomo presente sul luogo ed al momento del delitto, e la fidanzata della vittima. Secondo la pubblica accusa Duro è stato ucciso per una vendetta trasversale, ideata da una famiglia rom di Catanzaro per lavare l’onta di una relazione extraconiugale della figlia, rimasta incinta di un mino-

renne con il quale avrebbe avuto una storia nonostante fosse sposata con un altro. I suoi parenti, sempre stando all’ipotesi degli inquirenti, avrebbero deciso di vendicarsi colpendo a morte il fidanzato di una zia del ragazzino padre del figlio illegittimo, anche lei incinta e prossima al matrimonio, e cioè proprio Nicola Duro. Le sei persone indagate per il delitto sono state tutte raggiunte da un provvedimento di custodia cautelare eseguito dalla Polizia all’alba del 3 luglio scorso con l’operazione "Cross revenge". Tra queste ci sono Donato Passalacqua, 41 anni, padre della ragazzina rom, ritenuto uno dei capi carismatici degli zingari di viale Isonzo, a Catanzaro, accusato di essere il mandante del delitto assieme a sua moglie Ornella Bevilacqua, 38 anni e il loro figlio di 19 anni, Antonio Passalacqua, ritenuto l’esecutore materiale dell’omicidio.

Nasce la Fondazione R. Guglielmo CATANZARO - E’ un nuovo progetto per l’arte moderna quello che nasce a Catanzaro con la Fondazione Rocco Guglielmo che propone dal 19 di febbraio al Complesso del San Giovanni la mostra "La costante cosmologica".Guglielmo, notaio e appassionato collezionista, presenta con l’iniziativa, curata da Giovanni Marziani, già curatore del Premio Terna e di Palazzo Collicola Arti visive a Spoleto, uno spazio di nuove possibilità per artisti e operatori del settore attraverso un "hub"culturalediriferimento per tutto il territorio regionale. «La costante cosmologica - è

scritto in una nota - racconta qualcosa di profondamente vicino all’arte contemporanea. Parla di mistero, ambiguità, di domande che non trovano risposte univoche. Quindici artisti italiani disegnano la mostra come un percorso cosmologico a tappe narrative, un andamento progressivo che conduce dalla condizione di delirio posturbano al viaggio cosmico tra luci e segnali astrali. Il Complesso del San Giovanni viene ripensato come una mappa astronomica, mentre ogni artista rappresenta una costellazione,unagglomerato chesvilupperàilproprio pensiero dentro la sala d’appartenenza».


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani 13

CRONACHE Tallini e Brutto chiedono un consiglio comunale sulla crisi di Ambiente e Servizi CATANZARO - «La grave crisi della società "Ambiente e Servizi", che sta avendo gravi ripercussioni sia sulla cittadinanza sia sui lavoratori dell’azienda, senza stipendio da quattro mesi, deve essere discussa, al più presto, in Consiglio comunale». E’ quanto si legge in un comunicato dei consiglieri comunali del Pdl Tommaso Brutto e Domenico Tallini. «Il sindaco Olivo e l’assessore Lucchetti hanno il dovere di relazionare in Consiglio sulle cause che hanno portato all’attuale insostenibile situazione ed illustrare le eventuali iniziative che si vorranno adottare per salvare sia il diritto allo stipendio a lavoratori che hanno sempre fatto il loro dovere, sia un servizio essenziale come la raccolta differenziata, senza il quale la città di Catanzaro rischia di fare la fine di Napoli». La convocazione del Consiglio comunale sulla questione "Ambiente e Servizi", sarà chiesto domani in Conferenza dei Capigruppo dal capogruppo del Pdl, Domenico Tallini. Tallini e Brutto, ha incontrato ieri una delegazione di lavoratori di AeS per ascoltare la loro posizione. «Purtroppo si deve constatare l’assoluta inadeguatezza della giunta Olivo di governare le società partecipate che proprio in questi anni hanno accumulato paurosi deficit ed hanno visto scendere i livelli di efficienza. Noi vogliamo essere costruttivi e siamo pronti a discutere in Consiglio. Chiederemo al presidente Passafaro di invitare alla seduta del Consiglio i sindaci degli altri Comuni interessati e le organizzazioni sindacali. Dalla riunione del Consiglio dovrà scaturire una posizione forte in vista della riunione dei soci dell’azienda, già fissata per il prossimo 18 febbraio. Diventa fondamentale convocare prima di quella data il Consiglio comunale».

Giornata del ricordo, Fli organizza la manifestazione in Piazza Prefettura CATANZARO - «Oggi , giovedì dalle ore 17 alle ore 20,30 in piazza Prefettura, in occasione della Giornata del Ricordo, i militanti di Futuro e Libertà di Catanzaro organizza un gazebo dove verrà distribuito del materiale che ricorda il martirio di tutti quelli italiani che nell’immediato dopoguerra, persero la vita a causa della violenza dei comunisti del generale Tito» dichiara il consigliere comunale Eugenio Riccio . «Solo di recente -conclude il consigliere comunale - infatti, la storiografia italiana ha avviato una seria riflessione sull’eccidio delle "Foibe" tanto che è stata legiferata La Giornata del Ricordo».

Asp, corsi di formazione per addetti al settore alimentare CATANZARO - L’Azienda SanitariaProvincialediCatanzaro con il Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione, articolato nelle due Aree Territoriali di Catanzaro e di Lamezia Terme, ha già avviato i Corsi per la formazione degli Operatori del Settore Alimentare. I corsi sono distinti secondo la categoria relativa al rischio per la salubrità degli alimenti in Corsi A per gli alimentaristi con mansioni ad alto rischio (responsabili dell’autocontrollo, cuochi, pasticceri, ecc.) e Corsi B per quelli a rischio medio (camerieri, baristi, ecc). Detti corsi oltre ad es-

sereobbligatori,cosìcome sancito da Regolamento CE 852/2004, costituiscono lo strumento fondamentale per la formazione in tema di igiene degli alimenti per tutti coloro che operano nel settore specifico. Si ricorda che la nuova legislazione Europea per la sicurezza alimentare demanda al titolare dell’attività la responsabilità primaria della sicurezza stessa e pone a base di quest’ultimal’applicazione della corretta prassi igienica in tutte le attività alimentari. A. Bolle

Gdf, nel 2010 sequestrati beni per 600 milioni di euro di Carmela Mirarchi CATANZARO - Ammontano a un valore di 593.178.004 euro i beni sequestrati alla ’ndrangheta, nel corso del 2010, dal Comando provinciale della Guardia di Finanza di Catanzaro. Un dato significativo, scaturisce da un lavoro di verifica che ha portato all’esecuzione di 184 accertamenti patrimoniali, sviluppando 55 segnalazioni per operazioni sospette.

Sono stati portati a termine 639 controlli, individuando 61 evasori totali e paratotali, con il recupero a tassazione di imponibili per 88.960.355 euro con la contestazione di violazioni all’Iva per 36.671.400 e la denuncia di 144 soggetti Sempre nell’azione di contrasto alla criminalità organizzata, le Fiamme gialle di Catanzaro hanno denunciato 54 persone, di cui 47 sono state arrestate per gravi reati. Altro tassello importante nell’azione del Comando provinciale è stato quello relativo alla lotta all’evasione e all’elusione fiscale. In questa direzione sono stati portati a termine 639 controlli, individuando 61 evasori totali e paratotali, con il recupero a tassazione di imponibili per 88.960.355 euro, con la contestazione di violazioni all’Iva per 36.671.400 e la denuncia di 144 soggetti, due dei quali in stato di arresto. Nell’ambito delle verifiche contro

Il Comandante regionale e quello provinciale della Gdf

il lavoro irregolare sono stati scoperti 123 lavoratori in nero e verbalizzate 27 imprese. Risultati particolarmentesignificativisono stati raggiunti dalla Guardia di Finanza di Catanzaro nel contrasto alle truffe sui finanziamenti pubblici. Nello specifico, è stata accertata l’indebita concessione di finanziamenti comunitari, nazionali e locali per oltre 73 milioni di euro, sia per i fondi strutturali che per gli aiuti in agricoltura. Sono state 148 le persone denunciate, di cui 37 arrestate. Le Fiamme gialle hanno, inoltre, bloccato indebite contribuzioni per 56.203.554 ed eseguito sequestri per equivalente per un importo pari a 54.977.268. Nella fase di collaborazione con la Corte dei Conti sono stati accertati danni erariali per 360.783.494, segnalando alla magistratura contabile 95 soggetti. La repressione del traffico di sostanze stupefacenti ha portato il Comando provinciale della Guardia di Finanza a sequestrare 107 chilogrammi di droghe di vario tipo, con la denuncia di 230 persone, di cui 130 in arresto. Rispetto a violazioni di natura pe-

nale relative al patrimonio, alle armi e alle munizioni, sono state denunciate 288 persone, di cui 26 in stato di arresto. In materia di tutela ambientale sono state sequestrate due discariche abusive, con un’estensione complessiva di 4.600 metri quadri, situate in aree demaniali e con rifiuti altamente inquinanti, mentre sono state dieci le persone denunciate per gravi violazioni ambientali. Tra le altre attività della Guardia di finanza di Catanzaro anche l’azione contro l’immigrazione irregolare, con l’individuazione di 22 immigrati non regolari e l’arresto di due persone.

Accertata l’indebita concessione di finanziamenti comunitari, nazionali e locali per oltre 73 milioni di euro

Il documento del’Udc: occorre invertire alcune rotte CATANZARO - Nel corso di un incontro informale fra militanti e dirigenti dell’Udc svoltosi a Catanzaro presso la sede dell’Associazione "Tempi Nuovi" ci si è responsabilmente interrogati sullo stato del partito e sullo scenario politico nazionale e locale. «I presenti hanno espresso preoccupazione par il crescente stato di malessere serpeggiante fra gli iscritti dovuto allo scarso coinvolgimento fino ad oggi e che invece sarebbe necessario ad affrontare positivamente la delicata e importante fase politica che si sta vivendo» si legge in una nota dell’Udc. A conclusione dell’incontro l’utile

confronto è stato sintetizzato in un documento politico da portare all’attenzione degli organi di partito e soprattutto della militanza e della classe dirigente nel territorio provinciale e regionale per l’eventuale condivisione. «Il partito ha necessità di interrogarsisull’evoluzionedelloscenario politico nazionale dove è chiara una strategia che mira al superamento di un sistema politico incapace negli ultimi anni a dare risposte alle esigenze reali del Paese, a guardare oltre l’attuale inconsistente bipolarismo e ad aprire una fase nuova condizionata unicamente dal perseguimento di

interessi generali - si legge nel documento -. E’ quindi inderogabile aprire un ampio confronto anche in Calabria su questi temi e sulle strategie da attivare per il conseguimento di obbiettivi rispondenti alle aspettative diffuse nell’opinione pubblica, sempre più sgomenta e sconcertata. Da qui peraltro la necessità di avviare anche e da subito la fase congressuale perché l’Udc possa avere dopo anni di commissariamento organidipartitolegittimi.Pertanto - conclude - occorre invertire alcune rotte per essere più coerenti e responsabili».


14

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

CRONACHE

Potenziamento linea ferrata vertice a Palazzo de Nobili Particolare attenzione allo “snodo” di Lido e il recupero delle aree dismesse dalle Ferrovie dello Stato a Catanzaro

di Carmela Mirarchi CATANZARO - La riqualificazione e il potenziamento della linea ferrata, con particolare attenzione allo "snodo" del quartiere marina e il recupero delle aree dismesse dalle Ferrovie dello Stato nel territorio di Catanzaro. Di ciò si è discusso, ieri mattina, nel corso di una riunione alla quale ha partecipato l’amminiPresenti: stratore delegato di"Sistemiurbani Argirò, " del gruppo FerSoriero, rovie dello Stato, Carlo De Vito. Talarico, Presenti, tra gli altri, il vicesindaDe Vito co Antonio Are Cantisani girò, l’assessore all’urbanistica Giuseppe Soriero, l’assessore alla mobilità Roberto Talarico oltre ai dirigenti Biagio Cantisani, Vincenzo Bel-

monte e Giovanni Ciampa, si è deciso di dar via alla formulazione di un Accordo di programma tra Comune, Provincia, Regione, Ferrovie dello Stato, Ferrovie della Calabria ed eventualmente Comune di Settingiano, da portare al più presto all’attenzione del Consiglio Comunale. Un accordo che dovrà prevedere diversi interventi. Innanzitutto l’acquisizione della tratta Settingiano - Sala che consentirebbe la creazione di una strada per far arrivare i bus extraurbani nell’area

Convegno su Achille Fazzari di F. Marra CATANZARO - Domani alle 16 e 30 al palazzo Fazzari, convegno dal titolo: "Achille Fazzari e il Palazzo di Catanzaro nel periodo post unitario". L’iniziativa, inserita nell’ambito delle manifestazioni relative al 150° anniversario dell’Unità d’Italia, è stata organizzata da Italia Nostra, onlus, sezione di Catanzaro e dal Comune di Catanzaro, I lavori saranno aperti dai saluti del sindaco Rosario Olivo, seguiranno quelli dell’assessore alla cultura Antonio Argirò, dell’assessore all’urbanisti-

ca Giuseppe Soriero, e dell’avv. Marcello Furriolo, della Fondazione Politeama. Il tema, di rilevante interesse nazionale, affronta la problematica relativa al Mezzogiorno, all’interno dello sviluppo più generale del Paese, e le trasformazioni della città meridionale, dovute allo sviluppo della borghesia, alla necessità di adeguamento delle dotazioni igienico-sanitarie e di decoro urbano. La figura di Fazzari offre uno spaccato storico oggettivamente esemplificativo delle difficoltà che la regione deve affrontare nella ricerca di una nuova via verso lo sviluppo.

dell’ex stazione Fs di Catanzaro. Proprio quest’ultima, attraverso l’investimento di un milione di euro già definito con i Pisu, sarà trasformata in una funzionale autostazione che permetterà di ridurre notevolmente il traffico di pullman in entrata e in uscita dalla città. Altro elemento chiave è la riqualificazione dell’area della stazione di Lido, fino al dopolavoro ferroviario che, nelle intenzioni dell’Amministrazione, potrà essere sfruttata come polo turistico e ricettivo, oltre che commerciale. Nel corso dell’incontro è stato chiesto alle Ferrovie l’impegno di trovare una soluzione che possa superare, una volta per tutte, il problema del passaggio a livello di località "Casciolino" che crea disagi ai residenti e, più in generale, a tutti coloro che percorrono la statale "106". Inoltre, in vista dello sviluppo del Polo di eccellenza universitario e della Cittadella regionale, il Comune e le Ferrovie dello Stato hanno concordato la possibilità della cessione, a mezzo comodato d’uso, dei locali e delle aree relative alla nuova stazione di Catanzaro - Germaneto. «Si tratta di un lavoro che è cominciato circa due anni fa - ha spiegato l’assessore Talarico - e i cui frutti si vedranno tra un quinquennio, quando tutti gli interventi saranno

completati. E’ un progetto ambizioso che ben si inserisce nella nostra visione di una città europea, in cui non ci siano scollegamenti tra i rioni che la compongono. In questo senso - ha aggiunto l’assessore l’Accordo di programma in via di definizione ci permetterà di concretizzare delle scelte importanti per la qualità della vita dei catanzaresi che risiedono, in particolare, nella zone a sud del centro storico». Secondo Talarico, quella che si sta concretizzando «è una scelta strategica che - ha affermato - oltre a incidere sulla problematicadeltrafficoveicolare,consentirà al quartiere marinaro di dotarsi di una nuova area urbanizzata che potrà essere considerata il nuovo vero motore turistico e commerciale della Città». «L’incontro di oggi ha commentato l’assessore Soriero aiuta certamente il lavoro di elaborazione che l’Ufficio del Piano sta portando avanti per la definizione delle linee di indirizzo relative al Psc e per i provvedimenti di attuazione del Piano casa, su cui domani si terrà il workshop per la riqualificazione delle aree dismesse e da ristrutturare».

Rinviata a giudizio l’ex assessore comunale Caterina Laria CATANZARO - Caterina Laria, ex assessore alle Politiche sociali del Comune di Catanzaro, accusata di concussione tentata e consumata, ieri, al termine dell’udienza preliminare a suo carico, è stata rinviata a giudizio. Il processo avrà inizio il prossimo 9 marzo davanti al tribunale collegiale. Lo ha deciso il giudice Livio Sabatini, che ha così accolto la richiesta ribadita in aula dal pubblico ministero Carlo Villani. Aveva invece chiesto il proscioglimento della Laria il suo difensore, l’avvocato Giancarlo Pittelli, che aveva insistito sul fatto che quello dell’ex assessore sarebbe stato solo un semplice interessamento per dare posti di lavoro, ma che non ci sarebbe stata alcuna costrizione nei confronti di chi quei posti doveva assegnare. Caterina Laria è finita sotto inchiesta per presunte pressioni che, secondo l’accusa, avreb-

be fatto per l’approvazione del progetto di una fondazione del capoluogo di regione in cambio dell’impiego di persone appositamente segnalate. Si tratta dell’unica contestazione rimasta in piedi, considerato il tempo trascorso da quando una denuncia a suo carico fece partire le indagini. Era il lontano 2004 quando un esposto fece aprire il caso, nell’ambito del quale parte offesa è la fondazione "Città solidale onlus", presieduta da padre Piero Puglisi, in base alla tesi accusatoria secondo la quale quest’ultimo avrebbe ricevuto dalla Laria la precisa indicazione che lei si sarebbe impegnata per l’approvazione di un progetto presentato dall’ente guidato da padre Puglisi, se lui in cambio avesse accettato di impiegare nell’esecuzione alcune persone segnalate dall’allora assessore. Il caso, dopo molti anni, è arrivato

all’attenzione del sostituto procuratore Gerardo Dominijanni che ha concluso chiedendo di mandare sotto processo l’ex assessore. Dopo la notiza l’ex assessore ha reso noto: «Ho appreso con sommo rammarico del rinvio a giudizio alla data dell’ 8 maggio 2011, ma innanzitutto intendo evidenziare che sono assolutamente serena e fiduciosa che la Magistratura andrà a riconoscere, nel più breve tempo possibile, la mia totale estraneità rispetto ai fatti che mi vengono contestati.. Evidenzio, inoltre, se non principalmente, che con la mentalità solidaristica ho sempre svolto ed intendo continuare a svolgere la mia attività pubblica senza pensare ad eventuali vantaggi di alcun genere né dall’elettorato né dalla parte politica d’appartenenza, tanto meno da gruppi di pressione o caste».


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani 15

CRONACHE L’Arpacal ha pubblicato il report 2010, il comune ha raggiunto il 73,68%

Raccolta differenziata, Sellia risulta il comune più virtuoso di Carmela Mirarchi SELLIA - E’ Sellia, in provincia di Catanzaro, con il 73,68% dei rifiuti che vanno in differenziata, il comune più virtuoso nel 2009 in Calabria per quanto riguarda il rapporto tra tonnellate di rifiuti urbani prodotti e, appunto, quelli raccolti con il sistema della differenziata. Più in generale la Calabria ha prodotto 11,93% di raccolta differenziata, rispetto al totale di rifiuti urbani prodotti nel 2009, determinando un calo del 1,07% rispetto al 2008. Nel 2009, in sostanza, la Calabria ha prodotto più rifiuti (833 mila tonnellate rispetto alle 807 mila del 2008) e meno differenziata (112 mila tonnellate rispetto alle 120 mila del 2008). E’ quanto emerge dal Report Rifiuti 2010, riferito all’anno 2009, che l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria ha pubblicato sul proprio sito web. Il documento è il risultato di un complesso lavoro di raccolta ed elaborazione dei dati sulla produzione di Rifiuti Urbani e Raccolta Differenziata, per l’anno 2009, riferiti a tutti i Comuni della Regione Calabria, distinti per Categorie merceologiche secondo i Codici identificativi Cer.Rispetto a quella precedente,

che fotografava la realtà calabrese del 2008, dall’ultima edizione del Report Rifiuti emergono altri dati importanti. Il 30,81% dei comuni calabresi non ha risposto alle comunicazioni ufficiali che l’Arpacal ha trasmesso per richiedere i dati riferiti alla raccolta di rifiuti; nono-

Il documento è il risultato di un complesso lavoro di raccolta ed elaborazione dei dati sulla produzione di rifiuti urbani e Raccolta differenziata, per l’anno 2009, riferiti a tutti i Comuni della Regione Calabria, distinti per categorie merceologiche

La Calabria ha prodotto 11,93% di raccolta differenziata, rispetto al totale di rifiuti urbani prodotti nel 2009, determinando un calo del 1,07% rispetto al 2008. Nel 2009 la Calabria ha prodotto più rifiuti

Controlli della compagnia dei Carabinieri di Soverato, un arresto e quattro deferiti

SOVERATO - Sin dalle primissime ore i ieril mattina, i militari della Compagnia Carabinieri di Soverato, unitamente ai colleghi della Compagnia Speciale di Vibo Valentia, e del Nucleo Operativo Ecologico di Catanzaro, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal superiore Comando Legione e che ha visto impegnati 60 carabinieri. In particolare, il dispositivo di controllo messo in atto ha assicurato il pattugliamento dei 23 comuni ricadenti nella giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Soverato, la predisposizione di numerosi posti di controllo e l’esecuzione di 12 perquisizioni domiciliari nei confronti di

stante ciò, l’Agenzia ambientale calabrese è riuscita a recuperare i dati da altri canali ufficiali (es. impianti di gestione rifiuti o società miste), raggiungendo comunque il 96,29% dei dati necessari per realizzare il Report. Tra i dati che emeregono dal Report Rifiuti 2010, ecco alcuni riferiti alle principali città calabresi: Catanzaro (12,84% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 6321,41 tonnellate di differenziata prodotta), Cosenza (8,41% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 3187,26 tonnellate di differenziata prodotta), Reggio Calabria (13,29% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 12123,57 tonnellate di differenziata prodotta), Crotone (13,39% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 4567 tonnellate di differenziata prodotta), Vibo Valentia (10,51% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 1749,22 tonnellate di differenziata prodotta), Lamezia Terme (19,27% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 7495,02 tonnellate di differenziata prodotta), Castrovillari (14,38% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 1404,29 tonnellate di differenziata prodotta), Rossano (18,28% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 3360,01 tonnellate di differenziata prodotta), Corigliano (13,64% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 2903,29 tonnellate di differenziata prodotta), Locri (4,90% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 298,37 tonnellate di differenziata prodotta), Gioia Tauro (15,69% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 1703,86 tonnellate di differenziata prodotta), Rosarno (11,33% di differenziata rispetto al totale dei rifiuti prodotti, con 782,56 tonnellate di differenziata prodotta).

altrettanti soggetti già noti alle Forze di polizia. Nel corso delle diverse perquisizioni, i militari hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro: circa 30 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana e 2 del tipo hashish (deferendo F.P. classe 81 di Chiaravalle C.le per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e segnalando alla Prefettura altre 5 persone quali assuntori); 34 cartucce cal. 12 e 2 cal. 9 deferendo in stato di libertà 3 persone per detenzione abusiva di munizionamento, 2 coltelli del genere vietato deferendo altrettante persone per porto abusivo di arma bianca. Inoltre militari della Stazione di Chiaravalle hanno

Domani si inaugura un lotto della Strada dei due mari di F. Marra GIRIFLACO Domani alle ore 11 alla presenza del Presidente Wanda Ferro, sarà inaugurato ed aperto al traffico dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro il lotto stradale di oltre 6 chilometri lungo l’asse Girifalco - Maida (Strada dei due mari) grazie al quale l’intero comprensorio intorno a Girifalco (S.Floro, Maida, Cortale, Borgia, Squillace, Jacurso) riuscirà in sicurezza e con rapidità a raggiungere la statale 280 all’altezza del bivio Vena di Maida nell’area di Lamezia Terme, senza incidere sul traffico del bivio Nalini di Catanzaro Lido. L’inaugurazione del tratto stradale avrà luogo all’altezza della prima rotatoria in direzione Girifalco all’altezza del centro commerciale Due Mari. L’opera ha comportato una spesa di circa 13 milioni di euro finanziati nel piano Apq della Regione Calabria. «Con l’apertura del lotto relativo alla Girifalco-Maida si completa la prima delle grandi opere strategiche in grado di contribuire allo sviluppo della nostra provincia. La Girifalco-Maida avvicinerà i comuni dell’area alle grandi vie di comunicazione costituendo una importante arteria delle rete viaria provinciale» ha detto il Presidente Ferro.

rintracciato e tratto in arresto Singh Bagica, classe 79 indiano, operaio, poiché inottemperante al decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Catanzaro. Nell’ambito del servizio, grazie all’ausilio dei militari del Noe di Catanzaro, i militari della Stazione di Badolato hanno sottoposto a sequestro preventivo un area demaniale di 4000 mq sita nella località "Don Luca" di Badolato a ridosso del torrente Vodà e sul quale insiste un impianto di lavorazione di inerti privo di autorizzazioni. Il titolare dell’impresa G.C. classe 1981, di Badolato, è stato deferito in stato di libertà.


16

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

CRONACHE In manette B.P. classe 1955, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Corte d’appello di Como per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa

I carabinieri arrestano un ricercato per truffa di Carmelo Morise LAMEZIA TERME - I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lamezia Terme hanno tratto in arresto (B.P. classe 1955), in esecuzione di un Ordine di Carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Como per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa. Erano più giorni che i militari seguivano le sue orme. Un

Le truffe erano state commesse in vari Paesi d’Europa quali la Francia e la Spagna, oltre che in tutto il territorio nazionale

uomo girovago, nato a Varese, residenteinSpagna,domiciliatoin varie parti d’Italia tra le quali Dipignano e San Vito lo Capo e da almeno un anno orbitante su Lamezia Terme dove viveva in una villetta presa in locazione senza regolare contratto in località Marinella. Su di lui ed altri associati la Corte d’Appello di Como aveva emesso un ordine di carcerazione

per l’esecuzione di pene concorrenti inflitte a seguito di numerose sentenze passate in giudicato, per complessivi 6 anni e 2 mesi di reclusione per associazione per delinquere finalizzata alla truffa. Truffe commesse in vari paesi d’Europa quali la Francia e la Spagna, oltre che in tutto il territorio nazionale. Diversi giorni sono durati i servizi di osservazione e pedinamento da parte dei militari, alla luce del fatto che il ricercato non aveva lasciato nessuna traccia che potesse far risalire alla sua presenza sul territorio: infatti, l’uomo utilizzava schede telefoniche ed autovetture a noleggio o comunque intestate a terzi. Tuttavia, grazie all’attenta attività info - investigativa, i militari hanno individuato una residenza il località Marinella dove, dopo avervi fatto irruzione hanno trovato il padre del ricercato e alcune valigie già pronte del figlio. Il genitore, condannato in vari processi per analoghi reati del figlio, era anch’egli ricercato quale destinatario di vari provvedimenti da notificare, e da diversi mesi aveva fatto perdere le proprie tracce dopo aver eletto domicilio in tempi diversi in più città d’Italia. Determinante è stato il ruolo svolto da una donnafiancheggiatrice dell’arre-

stato, che dopo essere stata costantemente attenzionata e pedinata dai militari, li ha condotti incosapevolmente fino ad un palazzo situato in località Sant’Eufemia dove in quel momento si trovava il ricercato. Lì, dopo aver circondato l’area, hanno atteso che i due inquilini commettessero un passo falso. Infatti, poco dopo, i militari hanno notato uscire l’uomo e la donna che con passo svelto si stavano recando all’autovettura. A quel punto è scatto l’intervento e i due sono stati bloccati da numerosi carabinieri che nel frattempo avevano circondato la zona. Per l’uomo si sono aperte le porte del carcere, per la donna è al vaglio l’ipotesi del favoreggiamento personale.

«Buona la differenziata a Lamezia» LAMEZIA TERME - «Il report Rifiuti 2010 dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal) conferma Lamezia al primo posto, tra le principali città calabresi, per la raccolta differenziata». E’ quanto ha dichiarato il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, leggendo i dati che l’Arpacal ha pubblicato sul proprio sito web nella sezione Dati Ambientali rifiuti 2009. « Consideriamo ha aggiunto il sindaco - molto importante questo dato, anche se non ci soddisfa perché puntiamo a raggiungere la percentuale del 40% sull’intero territorio comunale lametino. Bisogna, quindi, - ha concluso - incrementare la rac-

colta differenziata, sensibilizzando i cittadini con una maggiore informazione sui comportamenti che salvaguardano l’ambiente». Ricordiamo che l’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme ha ottenuto dalla Regione Calabria un finanziamento di oltre 1 milione di euro per potenziare il servizio di raccolta differenziata domiciliare che interesserà il 40% della popolazione, ma anche il 60% degli esercizi commerciali.

Carmela Mirarchi

Giovane ucciso a Lamezia Terme al processo parola agli inquirenti LAMEZIA TERME - Sei gli investigatori che hanno preso la parola ieri nel processo a carico di Aurelio e AldoNotarianni, di 46 e 44 anni, e Domenico Giampà, 29 anni, tutti di Lamezia Terme, imputati per l’omicidio pluriaggravato d iRoberto Amendola, il giovane di 23 anni ucciso il 13 novembre del 2008 a Lamezia Terme, il cui corpo venne trovato bruciato all’interno di un’auto data alle fiamme. I verbalizzanti hanno ripercorso le indagini svolte, hanno testimoniato poi su quanto appreso relativamente alle frequentazioni della vittima e, in particolare, sui soggetti noti alle forze dell’ordine che avevano avuto contatti con lui di tipo delinquenziale. Poi la Corte d’assise di Catanzaro ha rinviato il processo al 12 aprile per sentire altri testi del pubblico ministero Elio Romano, ed in particolare i consulenti tecnici fonico ebalistico.

Accordo tra la Fondazione Terina e la Mediterranea LAMEZIA TERME - Porre un argine concreto al fenomeno della dispersione scolastica riempiendo di sostanza il binomio didattica formazione on the job, ma soprattutto creare un legame forte e duraturo fra tre realtà destinate a recitare un ruolo strategico per il decollo di tre settori cardine dell’economia calabrese: agricoltura, agroalimentare e ambiente. E’ quanto si propongono direalizzare la Fondazione Mediterranea Terina, l’Istituto professionaleperl’agricolturael’ambientedi Lamezia Terme e la Facoltà in Agraria della Mediterranea mediante la sottoscrizione di un accordo operativo che prevede, tra le altre finalità, quella di offrire agli studenti la possibilità di compiere un percorso formativo di alternanza scuola - lavoro attraverso la partecipazione attiva ad attività di laboratorio mirate allo sviluppo di conoscenze nei settori di fitopatologia e sicurezza degli alimenti.

Gianni Speranza sulla visita di Tremonti LAMEZIA TERME - «Ho appreso la notizia di agenzia che il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, accompagnato dai segretari generali di Cisl e Uil Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti, farà tappa nella nostra città con il treno risalendo da Reggio in pullman per testare la rete di trasporti e quella viaria nel Mezzogiorno» si legge in un comunicato del sindaco Gianni Speranza. «Mi sarebbe piaciuto poterlo incontrare e accoglierlo ufficialmente in città per fargli presente sia le gravissime difficoltà in cui versano i comuni del mezzogiorno, sia lo sforzo straordinario che Lamezia sta facendo per spendere presto e bene le risorse messe a disposi-

zione dall’Ue e la fatica di costruire una prospettiva di sviluppo e di crescita in una regione complicata come la nostra - continua -. Purtroppo, da quello che ci è dato capire, il ministro non verrà in Calabria per ascoltare e comprendere la realtà nella quale quotidianamente siamo impegnati e in prima linea, ma per vivere un un solo giorno, a beneficio dei giornali e della stampa, quanto i calabresi vivono sulla loro pelle ormai da anni, in modo particolare per quanto riguarda lo stato della ferrovia ed il calvario della Salerno - Reggio Calabria che sono solo due tra i principali handicap con cui la nostra regione deve fare i conti».


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani 17

CRONACHE

«Tagli agli enti locali, la risposta del Ministro è insufficiente» di Carmela Mirarchi COSENZA - «La risposta che il Ministro ai Rapporti con il Parlamento, il napoletano Elio Vito, ha dato alla Camera dei Deputati, nel corso del "Question time", all’interrogazione del parlamentare dell’Udc, on. Roberto Occhiuto, sui pesanti tagli erariali agli enti locali del Mezzogiorno e della Calabria, è assolutamente burocratica ed insoddisfacente e con-

che mira a penalizzare fortemente gli enti locali del Sud determinando una pesante sperequazione nell’assegnazione dei tagli erariali. Evidentemente per il Governo nazionale è del tutto naturale che alla Provincia di Cosenza siano trasferiti 11 milioni e 300 mila euro in meno rispetto ai 700 mila di Milano e che ogni cittadino della nostra provincia debba avere una decurtazione di 18 euro rispetto ad uno della provincia di Milano a cui sarà decurtato un solo euro. Di fronte a tanta testarda determinazione - conclude il Presidente della Provincia di Cosenza - occorre allargare e rafforzare il fronte delle alleanze e delle iniziative.

Il Mezzogiorno e la Calabria non possono più continuare a subire passivamente una linea che li penalizza e li costringe a stare in un angolo, in una situazione di grave marginalità. Le forza politiche, istituzionali e sociali, insieme ai rappresentanti parlamentari, al di là delle appartenenze e delle colorazioni politiche, devono mettere in campo una serie di proposte ed iniziative adeguate per contrastare questa situazione e determinare una radicale correzione della linea sin qui seguita dal Governo nazionale che produce profonde lacerazioni nella vita del Paese».

Corigliano, l’Ipsia diventa anche Istituto tecnico COSENZA - La Giunta Provinciale di Cosenza, su richiesta della dirigenza scolastica dell’Ipsia "Nicholas Green" di Corigliano Calabro ha approvato, nel corso della sua ultima riunione, la trasformazione dell’IPSIA in Iis (Ipsia + Istituto Tecnico) con l’istituzione di quest’ultimo istituto che nasce dalla riconversione del settore Industria e Artigianato indirizzo "manutenzione e assistenza tecnica" in settore tecnologico con i seguenti indirizzi: 1)Meccanica, meccatronica e energia; 2)elettronica e elettrotecnica; 3)Informatica e telecomunicazioni. L’esecutivo provinciale ha confermato, inoltre per l’Ipssct di Crosia, l’indirizzo Settore Servizi Commerciali, articolazioni (Tecnico dei servizi turistici- Tecnico della Grafica Pubblicitaria). «Così come è avvenuto per l’Istituto Tecnico per geometri "Falcone-Borsellino" di Rossano

MONTEGIORDANO - Poste Italiane comunica che è previsto per oggi l’arrivo della nuovo ufficio postale mobile, che sostituirà quello attualmente in funzione. La nuova struttura mobile, è un ufficio regolarmente attrezzato e funzionale, che si sviluppa in un’area di 42 metri quadri: dispone di due sportelli, di cui uno attrezzato per l’erogazione di tutti i servizi; di impianto di allarme con videosorveglianza; di erogatore di denaro a tempo e impianto di climatizzazione. Il nuovo ufficio verrà posizionato in via Giovanni XXIII, 29, in uno spazio adiacente al Municipio che l’Amministrazione Comunale ha concesso in comodato d’uso gratuito a Poste Italiane.

Sparati colpi d’arma da fuoco contro due aziende a Piano Lago

La nota del Presidente della Provincia di Cosenza, on. Mario Oliverio: c’è volontà politica del Governo a voler proseguire fino in fondo la strada che mira a penalizzare fortemente gli enti locali del Sud ferma, se ve ne fosse ancora bisogno, le forti preoccupazioni da noi espresse nei giorni scorsi». E’ quanto dichiara, in una nota, il Presidente della Provincia di Cosenza, on. Mario Oliverio. «E’ chiaro - aggiunge Oliverio - che c’è una pervicace volontà politica del Governo a voler proseguire fino in fondo la strada intrapresa e

Montegiordano, oggi arriva il nuovo ufficio postale mobile vicino al Municipio

che, grazie alla proposta che la Provincia ha avanzato alla Regione attraverso il Piano di Dimensionamento, è riuscito a mantenere la propria autonomia, acquisendo una seconda specializzazione ed un nuovo indirizzo di studio- si legge in una nota congiunta del Presidente della Provincia, on. Mario Oliverio e dell’assessore provinciale alla Cultura,

Maria Francesca Corigliano - abbiamo accolto volentieri anche le richieste dei dirigenti scolastici di questi due importanti istituti, per rafforzare l’offerta formativa guardando soprattutto alle vocazioni peculiari di questo territorio. Lo abbiamo fatto anche in piena sintonia con le nuove domande di lavoro che vengono da una realtà in continua evoluzione». «Una scuola avulsa dal contesto e dai bisogni della realtà in cui opera -concludono il presidente Oliverio e l’assessore Corigliano- è una scuola che non produce nessun cambiamento e che, come tale, rischia di essere tagliata fuori dalla storia e di non corrispondere affatto alla domanda di progresso e di futuro delle nuove generazioni».

Carmelo Morise

PIANO LAGO - Alcuni colpi di arma da fuoco sono stati sparati nella notte di ieri contro due aziende dell’area industriale di Piano Lago, nella zona del Savuto,nellapartesuddella provincia di Cosenza. Le aziende interessate sono la Alfagomma Hydraulic e la Spadafora. La prima si occupadiproduzioneditubi e valvole idrauliche. Si tratta di uno dei 5 stabilimenti italiani dell’azienda, che in Calabria ha 190 dipendenti. La seconda azienda commercializza bevande. Nel cortile del capannone

industriale della Alfagomma sono statecolpite e danneggiate 4 automobili, appartenenti tutte adoperai che lavoravano nel turno di notte. Colpito poi uno dei vetri degli uffici del capannone industriale della Spadafora, che sorge di fianco a quello della Alfagomma. I carabinieri stanno indagando sul caso.

Carmelo Morise

La Pro Loco di Rossano alla "Fiera di primavera" di Genova ROSSANO - La Pro Loco Rossano presieduta da Federico Smurra, in collaborazione con l’Unpli, "Unione Nazionale Pro Loco Italiane"della Provincia di Reggio Calabria, rappresentata dal Presidente Massimo Cogliandro, con "L’Accademia delle Imprese Europea" nella persona del Presidente Giuseppe Ariobazzani, e la Provincia di Reggio Calabria comunica a tutte le imprese del territorio della sibaritide che nell’ambito della manifestazione fieristica "Fiera di primavera", che si terrà dal 25 febbraio al 6 marzo 2011 presso la Fiera di Genova, vi è la possibilità per le suddette imprese di aderire all’evento con azioni di Marketing Territoriale. Il Presidente Smurra fa sapere che l’evento rappresenta una grande occasione di shopping con 500 espositori, e oltre 1000 marchi, provenienti da tutta Italia e dall’estero con un ricco programma per il tempo libero.


18

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

CRONACHE Gentile e Mancini replicano «Minacce al responsabile all’accusa di presunto del pronto soccorso di Praia» scippo della Cardiochirurgia di V. Nunziata

di Carmela Mirarchi PRAIA A MARE - Il deputato calabrese del Partito Democratico Franco Laratta è il primo firmatario di una interrogazione urgente presentata da alcuni parlamentari ai Ministri degli Interni e della Salute, con la quale si chiede al Governo di interessarsi delle minacce e dei pesanti avvertimenti nei confronti della dott.ssa Angela Riccetti, Responsabile medico del pronto soccorso dell’ospedale di Praia a Mare e di quanto accade all’interno dello stesso pronto soccorso che potrebbe mettere a rischio la salute degli utenti. «Quando la dott.ssa Riccetti è subentrata come dirigente medico responsabile, non esisteva un vero reparto: i pazienti aspettavano in piedi nel corridoio non essendoci spazi destinati all’attesa, senza nessuna tutela della privacy, la strumentazione e le attrezzature erano vecchie ed insufficienti, il personale medico e infermieristico per la maggior parte precario. In breve tempo, il pronto soccorso è cambiato completamente sia dal punto di vista strutturale che organizzativo e funzionale - si legge nell’interrogazione -. Nel giugno del 2008, in qualità di responsabile, la dott.ssa Riccetti veniva informata per iscritto, che gli infermieri di turno quella mattina (26/06/08), senza che il medico in servizio ne fosse a conoscenza, visitavano e quindi dimettevano la piccola paziente L. A., falsificando la firma del sanitario. A seguito di tale comunicazione, si provvedeva, vista anche la rilevanza penale del fatto, ad informare la direzione sanitaria per i provvedimenti che la stessa ritenesse di dover assumere, data la gravità del caso. In seguito si so-

Laratta è firmatario di una interrogazione presentata ai ministri degli Interni e della Salute per chiedere al Governo di interessarsi alle minacce alla dott.ssa Angela Riccetti Il deputato Laratta

no verificati ancora gravi fatti nel servizio, per cui si provvedeva (giugno 2009) ad informare Direzione Generale dell’Asp di Cosenza. Nei giorni successivi - si legge ancora nell’interrogazione - la dott.ssa veniva fatta oggetto di atti intimidatori(levenivanorecapitati a casa una busta con tre proiettili a mezzo posta, tanti quanti i componenti della famiglia). Successivamente un’apposita Commissione aziendale definiva alcuni provvedimenti nei confronti del personale in servizio presso il pronto soccorso, ma tali decisioni venivano ignorate dalla direzione sanitaria dell’Ospedale di Praia. Per cui interveniva la Direzione Generale dell’Asp per dare corso al deliberato medesimo, che prevedeva l’allontanamento dal reparto degli infermieri in causa. Dopo un periodo di tranquillità, il Direttore Sanitario del Presidio disponeva il rientro nel reparto di pronto soccorso degli operatori in questione, disattendendo le deliberazioni scaturite dalla commissione e determinando di fatto una situazione di incompatibilità ambientale e lavorativa all’interno del

pronto soccorso che la dott.ssa segnalava al nuovo Commissario dell’Asp di Cosenza. La dott.ssa Riccetti, è stata fatta oggetto di ulteriori atti intimidatori. La dott.ssa ha inoltre denunciato come nello stesso tempo sia stata fatta oggetto di azioni persecutorie da parte della Direzione ospedaliera e di abuso di provvedimenti disciplinari. Oggi, per come ha denunciato la Resposansabile del pronto soccorso, la situazione ambientale e lavorativa all’interno dell’Unità Operativa di Pronto Soccorso è estremamente preoccupante e pericolosa soprattutto per le conseguenze gravi e negative che potrebbe provocare sugli utenti».Nell’interrogazioneurgente, i parlamentari chiedono al Governo se è a conoscenza di quanto denunciato dalla dott.ssa Riccetti, che cosa intenda fare, per quanto di sua competenza, al fine di garantire condizioni di sicurezza alll’interno del Pronto soccorso di Praia a Mare e come intenda proteggere e difendere l’incolumità della dott.ssa Riccetti fatta oggetto di intimidazioni e minacce che non possono essere sottovalutate.

COSENZA - «La Giunta Scopelliti non ha scippato la cardiochirurgia all’Ospedale Annunziata di Cosenza per trasferirla a Reggio Calabria. Chi, come i dirigenti del Pd, dice il contrario afferma il falso e dimentica la reale cronistoria dei fatti. Sei anni fa, infatti, il centrodestra aveva stanziato 15 milioni di euro per la Cardiochirurgia di Cosenza e la previsione dei relativi posti letto ma la Giunta Loiero, con l’ex Assessore Lo Moro principale protagonista, poco dopo l’insediamento ha praticamente azzerato l’iter». E’ quanto precisano gli Assessori Pino Gentile e Giacomo Mancini precisano quanto segue in merito all’accusa di presunto scippo della Cardiochirurgia di Cosenza. «E all’epoca dei fatti nessun esponente del Pd di Cosenza ha sollevato il problema, al contrario del centrodestra che ha sempre tenuta alta l’attenzione, anche con dure polemiche - continuano i due assessori -. Chi ha sostenuto la passata stagione politica dovrebbe sapere, quindi, che la Giunta Loiero ha tante volte promesso l’apertura della Cardiochirurgia a Cosenza, senza però mai stanziare nemmeno un euro per la sua effettiva realizzazione e senza mai autorizzare alcuna procedura di leasing per come invece accaduto per l’Azienda Ospedaliera di Reggio Calabria, dove addirittura lo stesso Loiero ha sottoscritto il contratto di aggiu-

dicazione. Infatti, oltre tre anni fa la precedente Giunta regionale aveva consentito all’Azienda di Reggio Calabria l’attivazione di uno specifico contratto di leasing con fondi rientranti nel budget di pertinenza dell’Azienda stessa. Del resto i cosentini sanno perfettamente che il PD per Cosenza non è mai andato oltre le chiacchiere: per anni ha parlato di nuovo Ospedale, senza mai però iscrivere in bilancio un solo euro per poterne finanziare la realizzazione. Fortunatamente il tempo delle false promesse è finito e con il Governatore Scopelliti si è aperta una stagione nuova durante la quale si sta, con grandi sacrifici, rimediando ai danni e ai disastri del passato, programmando un sistema sanitario efficiente e di qualità e che metta il cittadino al centro di tutto. Evidentemente - concludono Gentile e Mancini - il serio lavoro della Giunta di centrodestra ha risvegliato la dinamicità degli esponenti del centrosinistra che da qualche mese a questa parte, con grandi manifesti, non si limitano a criticare ma promettono oggi ciò che non sono stati in grado di realizzare quando governavano».

Negozi aperti durante la festa del Pilerio, Pdl: mortificata la comunità cristiana COSENZA - Il coordinamento regionale del Pdl Calabria «esprime solidarietà a Mons. Giuseppe Nunnari, Vescovo di Cosenza e rappresentante di tutta la comunità cattolica cosentina: la decisione del Comune di Cosenza di tenere aperti i negozi anche durante la festa del Pilerio mortifica la comunità cristiana. Il rispetto valoriale delle tradizioni comprende proprio la festa atronale, che assume un significato simbolico notevole e che è condivisa anche dai laici». E’ quanto si legge in una nota stampa del Pdl regionale. «Riteniamo profondamente sbagliata - prosegue la nota - la decisione del Comune che di discosta da quanto accade in tutte le città italiane, anche quelle ad alta densità turistica Ci auguriamo che il sindaco Perugini voglia ritornare sui suoi passi ed emanare un’ordinanza che non lasci facoltà di apertura ai commercianti, nel

rispetto del diritto di tutti. Riteniamo che il rapporto essenziale tra comuni e operatori del commercio debba essere indirizzato a scelte strategiche importanti, a diminuzione della pressione fiscale, ad iniziative diverse da quella assunta dal primo cittadino di Cosenza». «La decisione del Comune di Cosenza di consentire l’apertura perla Madonna del Pilerio offende la comunità religiosa e viola un principio che viene attuato in ogni città italiana, per il quale la festa patronale assume un significato profondo anche per i non credenti e per i laici ed è simbolo di attesa e di riposo». Hanno affermato i dirigenti regionali del Pdl Nicola Abele e Roberto Tosti. «Abbiamo profondo rispetto per i commercianti ma non crediamo che sia determinante - prosegue la nota- pur tra le le difficoltà che essi vivono, lavorare in un giorno che rappresenta

per tutti una festa. Il ripetto dei valori delle comunità -continuano i dirigenti del Pdl- e quella cattolica rappresenta una grande maggioranza, e di tradizioni consolidate non può essere sacrificato secondo una logica errata e sbagliata. Non rispettare il giorno di pausa e di festa del santo patronale - conclude -come fanno città turistiche e prestigiose come Roma, Milano , Firenze, Napoli significa ridurre tutto a una questione puramente commerciale: si tratta di unan visione che mortifica i cattolici e non aiuta, di certo, il commercio in crisi che avrebbe bisogno di ben altre scelte».

Sabrina Nunziata


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani 19

CRONACHE «Centrale di Rossano, dalla sua riconversione lavoro e sviluppo» di Carmelo Morise ROSSANO - «Chi non vuole la riconversione della Centrale di Rossano non vuole il lavoro, l’occupazione e lo sviluppo del territorio ma vuole calpestare la dignità dei giovani e dei disoccupati». E’ quanto si afferma in una nota del Comitato per la riconversione della centrale di Rossano. «Ci rivolgiamo a quanti, cittadini e politici in buona fede - riporta la nota del comitato - hanno creduto davvero che la riconversione della Centrale Enel di Rossano sia negativa per il territorio. Senza volerci addentrare in particolari tecnici, vogliamo far rilevare che il progetto proposto per Rossano (che sarà ripresentato dall’Azienda ex novo e non come fatto in precedenza in modifica al precedente del 2005), predispone accortezze strutturali di gran lunga migliorative rispetto alle attuali Centrali a carbone, comprese quelle in via di ultimazione di Civitavecchia ed in costruzione di Porto Tolle. A Rossano sarà realizzato anche un sistema per la cattura della CO2, che molto presto sarà sperimenta-

CORIGLIANO CALABRO - I militari della Guardia Costiera hanno infatti sequestrato sulla spiaggia della località Salice di Corigliano Calabro, ad alcuni pescatori abusivi, oltre 55 chili di novellame pronti per essere venduti. Il novellame, giudicato idoneo al consumo umano dai veterinari dell’Asp, è stato donato in beneficenza alla Caritas diocesana. I due pescatori sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Rossano. Dall’inizio dell’anno i chili di novellame sequestrati dalla Guardia Costiera di Corigliano Calabro sono stati complessivamente 80. I controlli continueranno nei prossimi giorni ricordando che è vietata anche la sola detenzione del novellame.

Da Rossano un “Si” convinto all’energia nucleare perchè più pulita e sicura to a Brindisi e che porterà grandi benefici a tutto il pianeta». Il comitato pro riconversione sottolinea che «nei pressi dei territori dove esistono centrali di vecchia generazione si producono prodotti a marchio Dop - Igp e Doc e sono stati istituiti parchi e riserve naturali. Se non si riscontrano problemi nei territori dove sono ubicate centrali di vecchia generazione, perché mai dovrebbero essercene vicino ad una di nuova generazione con tutte le tecnologie

moderne di salvaguardia e tutela dell’ambiente?».

Il Comitato per la riconversione: chi non vuole la centrale calpesta la dignità dei disoccupati

Al Rendano “I Giganti della montagna” COSENZA - Tornano al "Rendano" di Cosenza, per la stagione di prosa in corso di svolgimento, Enzo Vetrano e Stefano Randisi, attori e registi e vera anima della Compagnia "Les Diablogues", nata da una delle costole del Teatro di Leo De Berardinis, di cui sono stati allievi, per proporre un nuovo capitolo del loro minuzioso lavoro di scavo e riscoperta dell’opera pirandelliana. In questa nuova occasione, il duo Vetrano-Randisi propone "I giganti della montagna", approdo del lungo viaggio nel mondo pirandelliano, cominciato nel 1999 con la messa in scena de "Il berretto a sonagli" e proseguito successivamente con "L’uomo, la bestia e la virtù" (ospitato al "Rendano" nella stagione di prosa 2008) e con "Pensaci Giacomino!", allestimento con il quale il teatro di tradizione cosentino inaugurò la stagione del 2009. "I giganti della montagna" di cui Enzo Vetrano e Stefano Randisi firmano la regia (oltre che interpretare rispettivamente i ruoli del mago Cotrone e del conte) è un allestimento coprodotto dalla compagnia "Diablogues" con lo Stabile di Sardegna, il Teatro degl’Incamminati, il "Carcano" di Milano e il Comunale di Imola. Al "Rendano" di Cosenza la "prima" è fissata per sabato 12 febbraio, alle ore 21. Lo spettacolo sarà replicato domeni-

La Guardia costiera ha sequestrato 55 chili di novellame pronti per essere venduti

ca 13 febbraio, alle ore 18. "I Giganti della Montagna", ultimo testo incompiuto di Luigi Pirandello, attendeva da anni, nella mente dei due attori e registi siciliani Enzo Vetrano e Stefano Randisi, un incontro con il palcoscenico. «L’arrivo della Compagnia della contessa Ilse alla villa del Mago Cotrone e dei suoi "scalognati" - spiegano nelle note di regia Vetrano e Randisi somiglia al rispecchiamento di un’idea utopica con la sua impossibile realizzazione. Ma ecco che, arrivati alla Villa, come in un sogno, ciò che i teatranti cercano strenuamente sembra manifestarsi in quel luogo. In un gioco fantastico di apparizioni ed evocazioni, di doppi e di identità rubate, la Villa stessa dà corpo ai personaggi, alle scene, alle musiche, alle atmosfere

che i poveri attori non sono più in grado di riprodurre. Il Mago Cotrone invita i teatranti a rimanere lì, per creare nuovi e più favolosi sogni dei quali potranno godere insieme, ma la Contessa Ilse, personificazione del Teatro puro, non può accettare che la sua missione di portare e far vivere la Poesia tra la gente si chiuda entro le mura di quel luogo, e decide di affrontare il confronto con la realtà, a costo della sua stessa vita». Con Vetrano e Randisi ne "I Giganti della Montagna" recitano anche Ester e Maria Cucinotti. Il cast è completato da Marika Pugliatti (Diamante), Giovanni Moschella (Cromo), Giuliano Brunazzi (Spizzi) e Luigi Tabita (Battaglia). Anna Bolle

ROSSANO - Da Rossano un "Si" convinto all’energia nucleare perchè pulita, sicura ed economica. Campagna referendaria a favore del nucleare, Otto Torri sullo Jonio aderisce all’iniziativa promossa dal Movimento Ecologista Fare Ambiente e si candida a sostenere, nelle prossime settimane, la raccolta firme a Rossano e nel territorio per dire "No" all’abrogazione della legge 133 del 2008 che autorizza la realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare. La costituzione del Comitato, coinciderà con una manifestazione in programma il prossimo venerdì 25 febbraio, cui parteciperanno tra gli altri, il presidente del Forum sul nucleare Chicco Testa, il Presidente Nazionale di Fare Ambiente Vincenzo di Fare Ambiente Vincenzo Pepe e il Presidente

della Commissione Energia di Fare Ambiente e Docente universitario Orazio Mainieri. «L’energia nucleare è sicura, economica e pulita - dice Iaconetti - presentando l’iniziativa - L’Italia in questi ultimi anni, da una parte ha rinunciato al nucleare, dall’altra quotidianamente consuma energia nucleare importandola dall’estero, con costi salati che si ripercuotono sulle bollette dei cittadini e sullo sviluppo del nostro sistema imprenditoriale. Grazie alle moderne tecnologie, - continua - le centrali nucleari non comportano rischi e sono destinate a soppiantare le centrali a carbone e a gas che hanno un impatto negativo sull’effetto serra. L’Italia non può permettersi - conclude Iaconetti - di rinunciare al nucleare e di continuare a dipendere dal gas e dal petrolio».

F. Marra

Cariati, 200 mila euro per sistemazione e manutenzione della viabilità cittadina CARIATI - 200 mila euro per la sistemazione e manutenzione della viabilità cittadina. È, questo, l’importo per il quale l’Amministrazione Comunale ha avviato negli scorsi mesi la procedura per accendere un mutuo. Buche alla marina e lampione mal funzionante sul Lungomare Cristoforo Colombo: gli uffici preposti sono già intervenuti. Pe quanto riguarda i disagi per manto stradale malandato gli uffici comunali stanno predisponendo la sistemazione di alcuni tratti viari cittadini, danneggiati anche dalle recenti piogge, mediante cemento. Per far fronte ad una più generale situazione di criticità delle condizioni della viabilità dell’intero territorio comunale, l’Esecutivo Sero, ha avviato dallo scorso mese di novembre 2010, la procedura per accendere un mutuo di oltre 200 mila euro al fine di avviare operazioni di sistemazioni e manutenzione.


20

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

CRONACHE La delusione di Domenico Praticò, imprenditore calabrese emigrato in Brasile

«In Calabria fiere del capicollo Gli altri sfruttano le occasioni» Ansa REGGIO CALABRIA - «Il mio unico rammarico è che gli amministratori calabresi non sappiano sfruttare quelle occasioni che passano una sola volta nella vita». Domenico Praticò è un imprenditore calabrese e da due anni è emigrato in Brasile, dove presiede l’associazione "La città del sole". La sua delusione è palpabile ed il perché è presto detto. L’attaccamento per la sua terra di orgine lo aveva spinto ad impegnarsi in un progetto per diffondere in Brasile l’immagine di Reggio Calabria. E quale migliore occasione, ha pensato, di "Momento Italia Brasile", un evento organizzato dall’Ambasciata italiana a Brasilia che prevede una serie di iniziative della durata di un anno che si concluderanno con la festa del 2 giugno 2012. Nasce così l’idea di proporre alla Provincia di Reggio un programma che diffonda nel paese sudamericano e tra i 31 milioni di oriundi italo-brasiliani, l’immagine della città dello Stretto. Un progetto ambizioso, nel quale Praticò coinvolge l’architetto Fabio Rotella, nipote del grande artista Mimmo, ed il regista Mimmo Calopresti, entrambi componenti l’associazione "La città del sole". «Lo scorso anno - spiega Praticò - sono stato alcuni mesi in Calabria ed ho presentato il mio

progetto al presidente della Provincia, Giuseppe Morabito, ed ai suoi collaboratori. Il progetto riscuote grande successo e in vari colloqui concordiamo un contributo da parte dell’Ente di 130 mila euro. A novembre sono tornato in Brasile sapendo che tutto sarebbe stato definito entro la fine dell’anno e per questo mi sono mosso per organizzare tutto. I mesi, però sono passati senza notizie. Quest’anno, dopo vari colloqui telefonici, dalla Provincia mi hanno fatto sapere che il contri-

«Il mio unico rammarico è che gli amministratori calabresi non sappiano sfruttare quelle occasioni che passano una sola volta nella vita»

buto poteva essere al massimo di 30-40 mila euro. Bene, dico, ormai ho preso accordi e vado avanti lo stesso per il bene della mia terra. Ma poi mi hanno comunicato che tutto è rimandato a dopo le elezioni amministrative. Troppo tardi per poter proseguire».Il progetto prevedeva, tra l’altro, la realizzazione di mostre itineranti, e l’installazione nei più grandi shopping center del Brasile, "dove ci sono due milioni di passaggi", di padiglioni espositivi sulla provincia di Reggio Calabria con la proiezione di filmati, mostre fotografiche e diffusione di materiale informativo. «Peccato - è l’amara conclusione di Praticò - abbiamo perso un’occasione. Ciò che mi rammarica non è non avere avuto il contributo, ma che gli amministratori calabresi non abbiano capito l’importanza di Momento Italia Brasile del Mib. E così, mentre le altre Regioni e provincie del Nord approfittano di questa occasione unica, noi giochiamo con le fiere del capicollo».

«Ciò che mi rammarica non è non avere avuto il contributo, ma che gli amministratori calabresi non abbiano capito l’importanza di Momento Italia Brasile del Mib»

REGGIO CALABRIA - Giuseppe Marcianò, accusato di essere stato uno degli esecutori dell’omicidio del vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria Francesco Fortugno, avvenuto il 16 ottobre del 2005, non era a Locri il giorno dell’omicidio. A sostenerlo è stato il difensore di Marcianò, l’avvocato Menotti Ferrari, nell’arringa fatta nel processo d’appello per l’assassinio di Fortugno, in corso a Reggio Calabria. Marcianò, nel processo di primo grado, conclusosi a Locri in Corte d’assise nel settembre del 2009, è stato condannato all’ergastolo insieme al padre, Alessandro, accusato di essere stato il mandante, e ad altri due imputati, Salvatore Ritorto, che sarebbe stato l’esecutore materiale, e Domenico Audino. L’accusa a carico di Alessandro e Giuseppe Marcianò si basa anche sulle dichiarazioni del pentito Domenico Novella. Secondo Menotti Ferrari (ad ascoltare la sua arringa i sostituti procuratori generali Fulvio Rizzo e Mario Andrigo), Giuseppe Marcianò, nel momento dell’agguato a Fortugno, si trovava in un centro commerciale di Melicucco, alcune decine di chilometri da Locri. Tesi contestata nella loro requisitoria dai rappresentanti della pubblica accusa sia in primo grado che in appello, secondo i quali la presenza di Giuseppe Marcianò a Locri è compatibile con i suoi spostamenti nel giorno dell’omicidio.

Udc: noi siamo con Pasquale Tripodi

Sequestrati beni a Roberto Commisso REGGIO CALABRIA - Beni per 3 milioni e 500 mila euro sono stati sequestrati dalla Polizia di Stato del Commissariato di Siderno, nel Reggino, a Roberto Commisso, 38 anni, arrestato il 14 luglio dello scorso anno nell’ambito dell’operazione "Crimine". Il sequestro è stato disposto dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria. Il provvedimento eseguito ieri mattina è stato emesso ad integrazione di uno analogo del novembre dello scorso anno acarico di Commisso e di altri sei coindagati dell’operazione "Crimine". Il sequestro riguarda il patrimonio aziendale dellequote sociali della "Cief-

«Marcianò non era a Locri quando è morto Fortugno»

fe srl", i cui soci risultano i fratelli di Commiso o comunque soggetti legati da uno stretto vincolo di parentela all’uomo; un supermercato denominato "Cieffe" di Marina di Gioiosa Ionica. Il provvedimento ha anche riguardato alcune autovetture intestate alla stessa società. Fra queste vi era anche una "Porsche Cayenne". Continua, dunque, l’azione posta in essere dalle forze dell’ordine per attaccare il patrimonio della criminalità organizzata.

r. c.

REGGIO CALABRIA - I componenti del coordinamento provinciale Udc di Reggio Calabria Francesco Candia, Paolo Mallamaci, Giovanni Arruzzolo, Antonio Alvaro, Giuseppe Bova, Alessandro Cannatà, Giuseppe Idà, Mario Mazza, Domenico Romeo e Mario Versaci in una nota ribadiscono che le posizioni espresse in comitato regionale dall’on. Tripodi e dal commissario regionale giovanile Giuseppe Idà "sono quelle condivise all’unanimità dal partito reggino". «Ciò esclude prosegue la nota - che vi possano essere posizioni personali, ma solo rivendicazioni legittime di una linea politica coerente con quella nazionale e co-

munque dettata dall’esigenza di ripristinare equilibri politici che hanno visto la provincia di Reggio Calabria disattenzionata e posta ai margini dagli organi politici regionali». Il coordinamento reggino dell’Udc «rivendica orgogliosamente e costruttivamente il diritto di concorrere con pari dignità alla costruzione della proposta politica regionale e offre la valorizzazione delle proprie risorse per determinare occasioni di crescita del territorio e del partito.Partecipare ad un dibattito politico che vede impegnate nella discussione le varie articolazioni del partito nazionale, costituisce un momento fondante della democrazia».


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani 21

CRONACHE

La Gdf di Gioia blocca un carico proveniente dagli Emirati Arabi

Sigarette di contrabbando Sequestrate 9 tonnellate REGGIO CALABRIA - Un contenitore carico di sigarette di contrabbando, sbarcato dalla motonave "Msc Brindisi" proveniente da Jebel Ali (Emirati Aarabi) e destinato in Russia, è stato individuato e sequestrato nel corso di un’operazione anticontrabbando, condotta congiuntamente dai militari della Guardia di Finanza di Gioia Tauro e dai funzionari del Servizio di Vigilanza Antifrode Doganale. La particolarità dell’operazione, in questo caso, risiede nell’originale idea di aumentare il peso della merce trasportata collocando sul fondo del container delle lastre di ferro. Il peso e’ uno degli elementi essenziali per l’analisi dei flussi delle spedizioni commerciali ed in questo modo la configurazione dei parametri per interIl valore della merce cettare container a rischio e’ risultata essere del sequestrata è di circa tutto inadeguata, ma l’Est (inteso sia come 2 milioni di euro. estremo oriente che paeAd insospetire, si balcanici) da tempo monitorato dagli le numerose anomalie viene investigatori, poiché luogo di partenza e arridocumentali vo di merce di provenienza illecita. Ad insospettire gli addetti ai controlli, infatti, sono state le numerose anomalie documentali, rilevate dall’attenta disamina cartolare ed informatica, che accompagnava la spedizione in questione. La successiva verifica fisica consentiva di accertare come all’interno del container vi era la presenza di innumerevoli scatoloni sprovvisti di qualsiasi tipo di etichettatura contenenti sigaretti recanti il mar-

chio "Richman" per un peso complessivo corrispondente a 9,100 tonnellate, abilmente occultate dietro carico di copertura costituito da colli di impianti audio domestici modello Home Teatre. Il valore della merce sequestrata ammonta a circa 2 milioni di euro. L’ennesimo sequestro, ancora una volta, testimonia l’efficacia dei sistemi di controllo adottati nell’ambito della circoscrizione doganale di Gioia Tauro, basati su un’accurata analisi preventiva dei flussi di merci e supportati da un’intensa attività di intelligence svolta, in perfetta sinergia, dal personale doganale e dai militari della Guardia di Finanza.

Saverio Bene

Continua la mobilitazione della Coldiretti Calabria al centro dell’attenzione la questione dell’agrumicoltura REGGIO CALABRIA - L’11 febbraio dalle ore 17 a Melicucco continua la mobilitazione della Coldiretti Calabria che ha posto al centro dell’attenzione la questione dell’agrumicoltura da industria che vede sottopagate le arance ed il succo concentrato, creando difficili condizioni economiche e sociali nel territorio della Piana di Gioia Tauro. L’iniziativa è prevista dalla ore 17 nell’Auditorium della Canonica parrocchiale do-

ve ci sarà l’assemblea alla quale parteciperanno oltre al presidente della Coldiretti Calabria Pietro Molinaro dirigenti dell’Organizzazione, imprenditori agricoli, rappresentanti delle Istituzioni ed associazioni economiche , culturali e sociali. A seguire in Via Gramsci ci sarà la proiezione di alcuni video contenenti le attività promosse sul territorio dalla Coldiretti Calabria e la degustazione di prodotti.

Intimidazione in un cantiere dell’autostrada SCILLA - Un’intimidazione è stata compiuta nella giornata di ieri ai danni del cantiere di una ditta impegnata nei lavori di ammodernamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, a Scilla, nel reggino. Ignoti, dopo essersi introdotti nel cantiere, hanno lasciato quattro bottiglie di plastica contenente liquido colorato non infiammabile ed una finta miccia ed hanno rotto i parabrezza di alcuni mezzi. Proprio per evitare il ripetersi di danneggiamenti, intimidazioni e furti, nei tre cantieri del tratto reggino della A3 partirà da oggi la vigilanza fissa da parte dell’Esercito. I controlli saranno attuati notte e giorno e vedrà impegnati sessanta militari. La vigilanza dell’Esercito si affiancherà a quella che già viene

attuata dalle forze dell’ordine. A decidere l’impiego dei militari è stato la settimana scorsa il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Reggio Calabria, dopo che il ministero della Difesa, d’intesa con quello dell’Interno, ha rafforzato il presidio di militari già presenti a Reggio per la vigilanza a fissa davanti agli uffici della Dda, della Procura generale, della Corte d’appello e dell’abitazione del procuratore generale, Salvatore Di Landro decisa dopo gli attentati verificatisi nel corso del 2010 contro la sede della Procura generale, l’abitazione di Di Landro e dopo il ritrovamento di un bazooka davanti la sede della Dda.

re. re.


22

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

CRONACHE Il giovane crotonese eletto nel coordinamento nazionale del forum del III settore

A Leonardo Sacco il plauso dalla Camera di commercio di Vito Brescia CROTONE - Plauso a Sacco per la nomina nel coordinamento nazionale del Forum del Terzo settore. La Camera di commercio di Crotone esprime il proprio plauso a Leonardo Sacco eletto in rappresentanza delle Misericordie, nel coordinamento nazionale del Forum del terzo settore, lo scorso 4 febbraio a Roma, nel corso dell’assemblea del forum nazionale. «Tale ennesima nomina rappresenta un riconoscimento per il lavoro svolto sinora dal giovane governatore della Misericordia di Isola Capo Rizzuto che, con grande impegno ricopre anche il ruolo di coordinatore regionale delle Misericordie della Calabria e consigliere nazionale di presidenza della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia - è il commento del presidente dell’Ente camerale Fortunato Roberto Salerno da anni Sacco partecipa attivamente ai vari ambiti associativi del panorama nazionale apportando un sostanziale contributo basato sull’esperienza maturata nei campi del sociale, della protezione civile e dell’immigrazione». «La nomina di un giovane del nostro territorio in un organismo così importante a livello nazionale richiama l’attenzione non soltanto sulla positiva esperienza delle Mise-

ricordie locali ma anche sull’importanza che il terzo settore potrebbe assumere per il nostro territorio, non soltanto per i valori universalmente riconosciuti di cui tale ambito è portatore, primi tra tutti legalità e giustizia sociale, ma anche per un’economia civile molto più prossima al nostro modello territoriale e basata sulla partecipazione dei cittadini». «Il Forum Nazionale del Terzo Settore, con cui ieri l’Unione regionale delle Camere di commercio della Calabria ha stipulato un

Salerno: «Tale ennesima nomina rappresenta un riconoscimento per il lavoro svolto sinora dal giovane governatore della Misericordia di Isola»

protocollo d’intesa, rappresenta oltre 100 organizzazioni che operano negli ambiti del volontariato,dell’associazionismo, della cooperazione sociale, della solidarietà internazionale, della finanza etica, del commercio equo e solidale del nostro Paese - ricorda Salerno - e valorizza le attività e le esperienze che i cittadini autonomamente organizzati realizzano, ispirati da valori quali equità, giustizia sociale, sussidiarietà e sviluppo sostenibile, per migliorare la qualità della vita delle comunità». «Da tempo stiamo sostenendo che lo sviluppo e la qualità della vita non possono essere misurati solamente mediante indicatori di reddito - conclude Salerno - E’ necessario prendere in considerazione indicatori molto meno semplici da valutare ma molto più utili per restituire valore e potenziale ai nostri territori, uno tra tutti le molteplici e profonde relazioni sociali e volontaristiche che la provincia di Crotone già da tempo esprime».

«Da anni Sacco partecipa attivamente ai vari ambiti associativi del panorama nazionale apportando un sostanziale contributo basato sull’esperienza maturata»

Altri 52 sbarcati tra afghani e pachistani CROTONE - Una barca a vela lunga 12 metri con 52 immigrati di nazionalità afgana e pakistana a bordo è stata individuata e bloccata la notte scorsa da una motovedetta della Guardia di Finanza al largo di Punta Alice, davanti al territorio della provincia di Crotone. L’imbarcazione, scortata dalle motovedette della Guardia di finanza e della Guardia costiera, è giunta nel porto di Crotone dove sono intervenuti anche gli agenti della squadra Mobile e dell’UfficioimmigrazionedellaQuestura. La barca a vela sarebbe partita da un porto greco. Sono stati individuati e arrestati gli scafisti, tre uomini di

nazionalità ucraina che in questo momento si trovano negli uffici della squadra Mobile della Questura di Crotone.

Ribaltamento dei trattori agricoli Incontro-dibattito CROTONE - Considerato l’elevato numero di infortuni gravi e mortali causati dal ribaltamento di trattori agricoli e forestali il ministero del Lavoro ha ritenuto di prendere in considerazione nuovamente la tematica mediante una propria circolare che ha inviato anche alle aziende sanitarie provinciali, per tramite gli assessori regionali della sanità, all’Inail, alle organizzazioni rappresentative dei datori di lavoro ed alle organizzazioni rappresentative dei lavoratori.Gli infortuni collegati al ribaltamento si verificano in particolare a causa della assenza dei dispositivi di protezione utili a proteggere i conducenti in caso di capovolgimento e dei sistemi di ritenzione del conducente stesso: carenze che sono ovviamente presenti prevalentemente nelle attrezzature di non recente costruzione. Le indicazioni del ministero sono indirizzate:o ad evidenziare il carattere obbligatorio degli interventi di adeguamento delle macchine già in servizio o a puntualizzare le caratteristiche di tali interventi facendo riferimento alle due Linee guida Ispesl "Installazione dei sistemi di ritenzione del conducente" e "Installazione dei dispositivi di protezione in caso di ribaltamento nei trattori agricoli e forestali. La priorità di intervento preventivo nei confronti degli infortuni di ribaltamento è confermato dai dati 2005-2008 del "Sistema di sorveglianza degli infortuni mortali", secondo cui su 273 infortuni mortali accaduti in "agricoltura" ben 95 sono

Ugl: ottimi risultati nel 2010/2011 CROTONE - «La segreteria provinciale dell’Ugl Polizia di Stato di Crotone, con la presente - si legge in una nota giunta in redazione -, intende ringraziare tutti i propri iscritti per l’ottimo risultato ottenuto nell’anno 2010/2011. Dalla disamina delle deleghe ricevute, è risultato che il sindacato maggioritario all’interno della Questura di Crotone è proprio l’Ugl Polizia di Stato, ma non solo questo, infatti questa segreteria provinciale risulta essere la prima Provincia in Italia ad aver ottenuto questo primato sindacale. Per l’occasione si rinnovano i ringraziamenti a tutti e in particolare a quanti credono nel lavoro svolto dai vertici

provinciali sindacali. Un ringraziamento particolare e sentito va agli assistenti capo della Polizia di Stato Di Martino Pietro e Messina Leo, entrambi in servizio presso la Questura di Crotone, che con il loro tempestivo intervento hanno bloccato in tempo il tentativo di una donna di togliersi la vita nei pressi di località Capocolonna. I poliziotti, accorsi sul posto grazie alla nota di ricerca della locale sala operativa, hanno subito individuato l’auto su cui la donna si era allontanata da casa. La stessa dopo aver assunto un notevole quantitativo di medicinali si chiudeva nell’interno dell’auto per cui ogni tentativo di salvarla risultava vano».


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani 23

CRONACHE

Il protocollo firmato nei giorni scorsi nella sala giunta dell’ente

Politiche sociali, intesa tra Provincia e sindacati di Fabio Venneri VIBO VALENTIA - È stato firmato nella sala giunta dell’Ente, l’annunciato protocollo d’intesa tra Provincia e organizzazioni sindacali mirato alla promozione delle politiche sociali nel territorio provinciale. Oltre all’assessore al ramo Pasquale Fera, erano presenti i responsabili di Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Cisal e Confeuro. A tutti l’assessore Fera ha rivolto il suo ringraziamento per la sensibilità e la disponibilità dimostrata nell’accettare in maniera convinta l’invito a contribuire fattivamente, insieme alla Provincia, a migliorare ed incrementare l’offerta dei servizi sociali nel Vibonese.«Promuovere interventi concreti in Fera: «Promuovere inquesto campo è una delle terventi concreti in priorità di questa amministrazione - ha sottoliquesto campo è una neato Fera - e vogliamo farlo assieme ai sindacadelle priorità di ti, soggetti importanti del questa territorio che si confrontano quotidianamente amministrazione» con i problemi e i bisogni delle fasce più disagiate della popolazione. Chiediamo espressamente a voi, agli enti locali ma anche alle associazioni attive in questo specifico settore, un contributo in termini di suggerimenti e proposte per migliorare i progetti da noi già ideati o per aiutarci ad elaborarne di nuovi. I bisogni delle fasce deboli della nostra gente non hanno colore politico, guai a ragionare, in questo campo, in termini di mi-

sera convenienza politico-elettorale. Ecco perché tutti coloro che hanno interesse e competenza devono impegnarsi fattivamente a risolvere i problemi e a migliorare l’offerta complessiva dei servizi sociali. Non vogliamo procedere da soli, vogliamo farlo insieme a voi, agli Enti locali e alla Regione. E al riguardo voglio ringraziare l’assessore al ramo Franco Stillitani per l’impegno finora dimostrato». Fera ha aggiunto di essersi già attivato con alcuni imprenditori privati che si sono dimostrati «molto disponibili a sostenere idee e progetti di natura sociale, così come avviene in tante altre regioni italiane». Tra i progetti già elaborati dalla Provincia, Fera ha citato quello che riguarda il reinserimento lavorativo di un certo numero di precari della scuola che hanno perso il posto: coi fondi del diritto allo studio si è provveduto ad organizzare per tali docenti dei corsi di formazione per l’insegnamento

ai sordomuti e non vedenti. «Al riguardo - ha proseguito - l’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri si è detto già disponibile ad inserire nel prossimo Por Calabria una linea d’intervento per contributi finalizzati al sostegno dei «I bisogni delle fasce precari della scuola in possesso di questa nuova deboli non hanno colore specializzazione». Altro progetto citato: «Ripro- politico. Guai a ragionaporre tutti insieme alla re, in questo campo, in Regione l’aumento a 500 euro mensili della pen- termini di convenienza sione degli invalidi civili che attualmente è ferma a politico-elettorale» circa 250 euro. Un progetto pilota in tal senso l’ho già promosso con successo, in qualità di sindaco, nel mio Comune di San Nicola da Crissa. Tanti altri progetti col vostro aiuto si possono elaborare e portare avanti. Noi abbiamo già proceduto ad una più efficiente organizzazione degli uffici dell’assessorato alle Politiche sociali».

Tre fratelli arrestati dai carabinieri con le pesanti accuse di detenzione di armi e realizzazione di discarica abusiva VIBO VALENTIA - Tre fratelli arrestati dagli uomini della compagnia carabinieri di Vibo Valentia con le pesanti accuse di detenzione di armi clandestine, detenzione abusiva di munizioni e realizzazione di discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi. L’operazione è scattata quando i carabinieri della stazione di Vibo Marina hanno bussato alla porta di casa dei tre fratelli Greco, Domenico del ’34, Antonio del ’36 e Giu-

seppe del ’44, tutti con precedenti e tutti pensionati. I militari appena entrati nella proprietà dei germani, hanno immediatamente notato intere cataste di eternit ammassate ovunque. Ma la vera sorpresa è arrivata quando sono stati spostati alcuni arredi presenti all’interno di due magazzini della proprietà. Qui i carabinieri hanno rinvenuto un piccolo arsenale perfettamente tenuto e pronto all’uso.

Frana sulla 522, Barbuto replica a Holmo Marino VIBO VALENTIA - «La lingua italiana non è un’opinione e il significato delle parole dovrebbe essere chiaro a chi le ascolta con onestà intellettuale e senza fini strumentali. Eppure, nonostante abbia già precisato con dovizia di particolari che la Provincia non ha alcuna responsabilità né competenza specifica sulla frana che ha pregiudicato la viabilità sulla 522, nel tratto tra Vibo Marina e la città napitina, Holmo Marino insiste nel cercare di addebitare all’Amministrazione provinciale colpe che non ha».Il vice presedente della Provincia e assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Barbuto, replica così a quanto sostenuto dal consigliere comunale di Pizzo, che ha puntato il dito contro gli interventi di ammodernamento del tratto di strada in questione, realizzati circa un anno fa dall’Amministrazione provin-

ciale. «Marino parla di soldi dei contribuenti buttati al vento e si mostra indignato dinnanzi alla presunta indifferenza della Provincia verso i rischi per l’incolumità pubblica determinati dalla frana - spiega Barbuto -. Due argomentazioni prive di qualsiasi fondamento e facilmente confutabili dai fatti. Innanzitutto, come ho già avuto modo di sottolineare, replicando alle dichiarazioni del sindaco Nicotra, i lavori realizzati dalla Provincia mesi fa hanno riguardato l’intero tratto di strada, che misura oltre 3 chilometri, e non soltanto i 100 metri interessati dall’attuale movimento franoso. Lavori di adeguamento infrastrutturale che hanno comportato l’allargamento dei ponti presenti sul tracciato e l’ampliamento della carreggiata in numerosi punti, soprattutto in prossimità delle curve».


24

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

Foto dello spettacolo

Roma, al teatro Due il gruppo Dire indaga sui desideri delle donne, i loro sacrifici per essere e mostrarsi ogni giorno più belle, e finte

Stereotipi femminili ricercano la perfezione Elena Mandolini Come vogliono apparire alcune donne di oggi? Perché si affannano fra palestre, diete al limite della fame e operazioni di medicina estetica? Cosa si nasconde dietro la spasmodica ricerca della perfezione assoluta, desiderata anche dalle giovanissime, che ricorrono a piccoli e grandi interventi, che spendono molto in prodotti all’avanguardia, che dedicano un immane quantità di tempo ai più piccoli accorgimenti, spesso anche inutili? La ricerca della perfezione del corpo. Come tante Barbie tutte uguali. Vincitore del premio Schegge d’autore, lo spettacolo Casa di bambole ovvero Bambole di casa rientra nella rassegna Sguardi S-velati del teatro Due di Roma, che indaga le tematiche moderne attraverso il filtro dello sguardo femminile. L’associazione culturale Gruppo Dire (Destinazione ignota ritorno eventuale) raccon-

Picasso trenta milioni di euro per l’opera "La lecture" Mirella Utano

ta la plastica, le parrucche e gli accessori di tre bambole: Barbie, Midge e Skipper. Tre giocattoli che ritroviamo in tutte le camere da letto delle bambine. Attraverso queste bambole vediamo come le donne dovrebbero vestirsi, come tagliarsi i capelli e come comportarsi e persino quanto dovrebbe misurare il giro vita. Non solo: quali lavori sono i più in voga? Da sempre, Barbie incarna i più disparati mestieri: ballerina, cantante, sciatrice, dottoressa, fotografa, astronauta, sportiva, veterinaria e chi più ne ha più ne metta. Ma la bambola è anche l’incarnazione del romanticismo, con tutti i suoi accessori in rosa, e dell’indipendenza, ha una casa e una macchina per ogni occasione. Possiede persino piscine e aerei. Sempre sorridente, eterna ventenne, Barbie ci racconta una donna che vuole essere la prima: sempre al centro dell’attenzione, sempre pronta a primeggiare, sempre pronta a essere la più alla

Battuto all’asta per una cifra record, ben 30 milioni di euro. È questa la cifra con cui un anonimo si è aggiundicato il celebre "La lecture" di Pablo Picasso, dipinto del 1932 che ritrae la giovanissima Marie Therese Walter, la donna che per molti anni amò il celebre pittore dandogli anche una figlia, Maya, ma che venne abbandonata, poi, nel 1935 quando Picasso s’innamorò dell’artista francese Dora Maar. Quest’ultima corrispondeva fisicamente al suo

moda del gruppo. Lo spettacolo ci mostra questo mondo, da favola o da incubo, per poi porlo in contraddizione con la realtà. Quanto è vero ciò che stiamo osservando? Cosa si nasconde sotto il trucco, oltre il silicone? C’è un’anima, oppure è solo plastica? E se fosse una testa calva? Il gruppo Dire lavora a Roma dal 2001 ed è composto da Antonella Dell’Ariccia, Arianna Gaudio, Fabio De Vitis, Paolo Andreozzi e Paolo De Vita. Da sempre alla ricerca di nuove forme di narrazione che intersechino la prosa, le immagini e la musica, dell’associazione hanno partecipato, insieme o separatamente, alle manifestazioni di narrazione organizzate con successo a Roma nelle ultime stagioni (Festa dei racconti, Autori per Roma, Racconti al parco, Estemporalia, Resistenze, Teatri di Vetro). Dall’11 al 13 Febbraio. Teatro Due , vicolo due Macelli 37, Roma. Info: www.teatrodueroma.it.

Foto dello spettacolo

tipo di donna preferito: bassa, come lui, formosa, bruna, elegante e colta. L’opposto di Marie-Therese, l’amante-bambina che lo attraeva sessualmente senza interessarlo sul piano intellettuale, ma non volle mai definitivamente lasciare anche in virtù della figlia. Il quadro raffigura la prima musa dell’artista spagnolo seminuda e assopita con in grembo un libro aperto. Da Sotheby’s, il quadro è stato venduto dopo una lunga trattativa e l’acquirente ha preferito mantenere il riserbo totale sulla sua identità.

Pablo Picasso, "La lecture", 1932


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani 25

IL DOMANI DELLA CULTURA

Gli archetipi di Shafik alla fondazione Stelline A Milano, fino al 27 marzo, la personale dell’artista egiziano Valentina Cavera La personale di Medhat Shafik (El Badari, Egitto, 1956) fa assaggiare ai visitatori i primi linguaggi che hanno animato il percorso dell’artista. L’esibizione, Archetipi le origini del futuro, curata da Arturo Carlo Quintavalle, si compone di un’opera in carta di 20 metri che tramite disegni realizzati dalla Shafik, ispirati al Medio Oriente, somiglia a un papiro sul quale si narrano le vicende di una qualche storia imprecisata ma reale. Inoltre, è presente una carovana in rame e ottone allestita con all’interno archetipi in tessuto e rame, che tende all’ascolto dello spirito immortale di vagabondi e avventurieri. Quintavalle scrive nel cata-

logo: «Voglio considerare la funzione del disegno e quindi della scrittura nelle opere in mostra, il rapporto di Shafik con il segno nella ricerca di Paul Klee. Segno poi che è anche traccia di un altro passato, che è quello della psiche, il preconscio prima dell’es, e questo passato, come scriverebbe Jung, è figura simbolica d’immagini che sono tracce delle culture dei popoli più antichi». Le forme mediorientali che appartengono alla sua esperenzialità delle origini vengono sovrapposte alle sue visioni occidentali. Questo è il nodo che cerca di svelare il critico, considerando sia i rapporti intessuti tra l’artista e l’informale, con l’espressionismo astratto, sia con il gruppo Cobra e l’arte concettuale o anche con gli esponenti dell’arte povera. L’artista sugge-

Una tela di Medhat Shafik

risce: «Nel mio segno c’è forse la memoria del segno danzante ed equilibrato della scrittura araba. Ma non solo. Le feste popolari, il frastuono della vita quotidiana, lo stare insieme, le grandi tradizioni che accomunano gli uomini in Egitto e che rendevano tutte le persone fratelli, sia di una religione che dell’altra: una volta nessuno ti chiedeva di che religione sei».

Fino al 6 marzo la mostra dal titolo A+b+c/f=Futurismo, curata da Sabrina Raffaghello, viene ospitata al Guangdong museum of art

Il Futurismo arriva in Cina con la collettiva a Canton Stella Manilli Le sculture di Mino Rosso, Thayhat e Bertelli, le aerofotografie di Masoero e le fotografie di Castagneri, Guarnieri, Caminada e Alfieri, i manifesti pubblicitari di Depero, Mastroianni, Carboni, Ratalanga, Di Lazzaro, Marinetti e Djulgheroff e ancora i progetti di arredamento di Djulgheroff, le paro in libertà di Depero e Rognoni; i disegni di Antonio Sant’Elia, progetti della città nuova, l’editoria futurista dal rarissimo libro di Bot "la flora futurista" e l’Anguria lirica di Tullio d’Albissola. E non termina qui. La mostra A+b+c/f=Futurismo , curata da Sabrina Raffaghello, rimarrà in corso fino al 6 marzo al Guangdong museum of art di Canton. Interessante il percorso che dall’Italia ha portato la

mostra in Cina. Precedentemente esposta ad Alessandria nella sede di palazzo del Monferrato, la mostra ha riscontrato un notevole successo di pubblico e di critica. Successivamente, il catalogo dell’evento è stato visionato da Riccardo Sessa, ambasciatore italiano in Cina, e da Barbara Alighiero, direttrice dell’istituto di cultura italiana di Pechino. Avendo compreso il potenziale dell’evento, Sessa e Alighiero hanno deciso di portare la mostra in Cina nel 2010. Si è così attivato tutto l’iter burocratico e diplomatico che ha consentito, nel maggio scorso, di siglare un accordo culturale fra Sabrina Raffaghello e il direttore del Namoc (National art museum of China) Fan ‘Dian. La mostra è fondamentale per capire da vicino la corrente artistica del Futurismo, importante sia a livello storico dell’arte moderna occidentale sia come rifles-

Una fotografia di Mario Castagneri

sione del rapporto tra creazione artistica e sviluppo sociale. Il percorso espositivo illustra il Futurismo nella sua essenza più vera quella di prima avanguardia globale capace di contaminare con le sue idee arte, letteratura, cinema, musica, teatro, moda, cucina, arti applicate, grafica pubblicitaria e foto-

Il percorso espositivo illustra il movimento nella sua essenza più vera: quella di prima avanguardia globale capace di contaminare le altre forme artistiche

grafia. Il Futurismo ha rappresentato una vera sfida contro la tradizione e molti studiosi, non solo dell’arte, utilizzano questa corrente come raffigurazione di ogni pensiero antistorico. Concetto base del Futurismo è stato ricreare, tramite dettami tecnici ben precisi, nuovi valori. Sostanzialmente i futuristi ritenevano che le macchine possedessero il potere enorme di superare le costrizioni storiche e così la possibilità di riorganizzare il territorio culturale dell’Europa. La città di Alessandria contribuisce con 3 opere appartenenti alla collezione della Pinacoteca civica di Djulgheroff "città grigia" 1928 e Fillia "l’uomo meccanico" 1928 e "costruzione di donna o nudo femminile" 1928 di Osvaldo Bot. Il Futurismo si pone, infatti, al fianco della rivoluzione tecnologica del ’900, dove si esaltava il progresso e si bandivano le vecchie ideologie.

Il festival rifiuta la canzone dedicata a Giovanni Paolo II

Sanremo non avrà l’omaggio al papa Ginevra Aleramo

Respinta la canzone di Emma Re perché il testo è stato ritenuto ”meno adatto di altri dalla direzione artistica”

La radio di stato australiana Sbs ha annunciato l’altro ieri nella finestra informativa settimanale "Pacemeaker" che dedicherà una puntata sulle proprie frequenze nazionali al festival di Sanremo, in onda la prossima settimana in Italia. Il giornalista ha dichiarato all’interno del programma che è stata presentata alla direzione artistica del festival, ma poi non invitata a partecipare, una canzone cantata da Emma Re su testo di papa Giovanni Paolo II. Emma Re e il suo staff hanno infatti messo in musica un testo inedito di papa Wojtyla, interpretato a due

Emma Re (foto Manuela Giusto)

voci dalla stessa Emma Re e dal tenore Luca Canonici, e che il brano è stato presentato al festival di Sanremo come tributo al compianto e amatissimo pontefice in occasione della sua imminente beatificazione prevista per il prossimo primo maggio, ma il testo è stato ritenuto "meno adatto di al-

tri dalla direzione artistica". Emma Re ha ribattuto: «L’eccezionalità della situazione e il testo così emozionante di papa Giovanni Paolo II ci faceva ben sperare: le parole del papa partono dagli orrori di Hiroshima per toccare temi eticamente forti come il rapporto tra scienza e fede, con il linguaggio semplice ma profondo che ha sempre caratterizzato papa Wojtyla. Ho amato molto questo papa ed è ancora nel mio cuore: è stato un onore per me cantare le sue parole e mettere in musica il suo messaggio. Mai come oggi c’è bisogno di esporsi, di rischiare, e usare la parola "preghiera" senza aver paura di far scoppiare una guerra».

La cantante: «È stato un onore per me cantare le sue parole e mettere in musica il suo messaggio d’amore e pace»


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani 27

APPUNTAMENTI

Teatro del Sangro a SpazioTeatro "L’Avaro" in scena sabato e domenica a Reggio. Allo spettacolo è collegato il seminario di Commedia dell´arte REGGIO CALABRIA - Sabato 12 febbraio alle 21.00 (con replica domenica 13 alle 18.15) torna a SpazioTeatro per il secondo anno consecutivo il Teatro del Sangro con "L’Avaro", dopo il profondo e divertente "Operai oggi" della scorsa stagione. Nell´approcciarsi al classico di Molière, Angelucci Marino lo contamina con la commedia dell´arte e, al tempo stesso, ne investiga il valore di critica della società, rivelando una sconcertante attualità. I piani dell’azione si sdoppiano: accanto al piano reale, caratterizzato dalla presenza degli attori, la regia sceglie di dislocare un altro piano della narrazione, con protagonisti i burattini manovrati dagli stessi attori; a questo secondo piano è delegata la sintesi di alcuni dei punti essenziali della narrazione. Si conserva così l’equilibrio del racconto: il tema dominante è quello del possesso, dell´avere, tutto può essere trasformato in denaro, anche i figli, gli amici. Una vera passione devastatrice che soffoca ogni sentimento e annulla la coscienza. Seguendo e deformando lo scheletro del testo originario, Angelucci Marino crea uno spettacolo ambientato nel settecento abruzzese, in un equilibrio carico di tensione scenica, tra realismo e visionarietà. Tra re-invenzione, maschere della commedia dell´arte e burattini tradizionali,

"L’avaro" ritorna con rispetto e rigido scrupolo, ma anche con forti dosi di creatività, rimescolando squisitezze settecentesche e miserie di oggi. Allo spettacolo è collegato il seminario-laboratorio di Commedia dell´Arte condotto da Stefano Angelucci Marino dall´11 al 13 febbraio. L’appuntamento è presso la Sala SpazioTeatro, sabato 12 febbraio 2011, alle ore 21.00; domenica 13 febbraio 2011, ore 18.15, Teatro del Sangro: "L’Avaro", da Molière con Tommaso Bernabeo, Rossella Gesini, Stefano Angelucci Marino regia di Stefano Angelucci Marino Ingresso euro 10,00; studenti euro 5,00. Per ulteriori informazioni e prenotazioni è possibile contattare il numero di telefono di seguito riportato: 339 3223262; o in alternativa scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica che segue: info@spazioteatro.net. L’avaro è una commedia in cinque atti scritta nel 1668 dal commediografo francese Molière. È ispirata a Aulularia di Plauto, anche se con una struttura ben diversa. A differenza dell’opera di Plauto è più lunga e presenta tematiche diverse: la tematica dell’amore e del matrimonio è al centro della commedia.

Franco Vero

“Il flauto magico” rinviato al 23 febbraio

“Percorsi creativi inusuali” a Cosenza

CATANZARO - «L’attuale organizzazione della tournée de "Il Flauto magico secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio" si dice desolata per gli inconvenienti intercorsi con lo spostamento dello spettacolo dal 29 gennaio al 23 febbraio 2011 al Politeama di Catanzaro. Purtroppo tale spostamento è stato necessario per motivi di programmazione. L’organizzazione ringrazia si legge in un comunicato - la direzione del Teatro Politeama che, prontamente, ha risposto affermativamente, comprendendo quest’ esigenza, e tutto il caloroso pubblico calabrese che vorrà godere di un concerto pieno di slancio e originalità, apprezzato ormai anche a livello internazionale».

COSENZA - Nel mese di febbraio 2011 nella suggestiva sala museale della Biblioteca nazionale di Cosenza saranno presentate, all’interno del progetto "Percorsi creativi inusuali" ideato dalla Storica dell’arte, Critica d’Arte e giornalista Carmelita Brunetti già direttore responsabile della rivista Arte Contemporanea edita a Roma, due importanti rassegne espositive. Si tratta di una personale della pittrice e illustratrice calabrese Luigia Granata intitolata "Cartoline dall’Italia Unita"e di una mostra di fotografia del giovane artista romano Emiliano Zucchini "I volti degli artisti". Entrambe le personali sono curate da Carmelita Brunetti.


28

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

APPUNTAMENTI

L’iniziativa, a cura del professore Antonio Falbo, sarà ospitata nelle sale della galleria "VerduciArte"

“Defilage sincronico”, mostra di Rosa Spina dal 23 a Catanzaro CATANZARO - Dal 23 febbraio al 5 marzo 2011 in esposizione a Catanzaro le opere di Rosa Spina. L’inaugurazione si terrà mercoledì 23 febbraio alle ore 18,00 con la compartecipazione del Lion Club Catanzaro Host. La mostra è a cura del prof. Antonio Falbo. La presentazione delle opere sarà a cura di Valentina Scardamaglia e il progetto grafico a cura della stessa Rosa Spina. La mostra "Defilage Sincronico" è una personale dell’artista Rosa Spina promossa dalla Galleria "VerduciArte" che promuove incontri, organizza spazi espositivi e favorisce la divulgazione della cultura. La personale è a cura del prof Antonio Falbo Art Director della Galleria, con la compartecipazione del "Lion Club Catanzaro Host" il cui il presidente, il dott. Virgilio Conte. Il vernissage mostra come l’artista Rosa Spina tramuti la materia dandole nuova forma e personalità, realizzando creazioni che attraverso rete, fili, colori esprimono sentimenti, emozioni, in forme particolari che suscitano nel visitatore suggestioni, sensazioni e riflessioni.

Dalla presentazione di Antonio Falbo Critico e Storico d’Arte. La particolare importanza che Rosa Spina dà agli aspetti irrazionali e decorativi nelle sue opere, trasportano lo spettatore verso una reazione espressivo-emotivo connessa alla fruizione dell’oggetto. Tali esperienze possono apparire, talvolta, non del tutto assimilabili, ma conferiscono una rilevanza notevole all’aspetto estetico. La libera associazione di materiali diversi come lana, seta, stoffe, pigmenti vari, prelevati dalla loro reale funzione quotidiana, assumono armoniosa vitalità. Brandelli di stoffa, di filati che un tempo erano finalizzati a uno scopo decorativo, o elettivo, ora acquistano una funzione e una dignità del tutto inedita. Dignità che apparentemente coinvolge lo spettatore ma che, in realtà, cela un valore più importante se si confrontano tali realizzazioni con altre della storia dell’arte novecentesca. Agli inizi del secolo fu Picasso, infatti, l’ideatore del papiers- collés come tecnica utilizzata dal cubismo e solo in seguito dal futurismo lungo il corso

«Il vernissage mostra come l’artista tramuti la materia dandole forma e personalità, realizzando creazioni che attraverso rete, fili e colori esprimono sentimenti»

del ventesimo secolo. Rosa Spina esprime un linguaggio artistico rinnovato rispetto al collage la resa nei materiali è tale da comunicare allo spettatore strutture nuove dando libero spazio all’immaginazione. Questi esperimenti giungono così a compiersi nella nuova tecnica del défilage . Le composizioni si trasformano in "Ready made" e cioè creazioni pronte all’uso, all’elevazione al rango di opere d’arte. Nelle ultime realizzazioni, ho così potuto constatare con interesse, come l’artista abbia saputo affinare la sua tecnica, sviluppando un linguaggio interattivo che si modifica in relazione all’interesse dello spettatore. I fili fluttuano sulle superfici assumendo ogni volta, occasionalmente, variazioni cromatiche nuove che consentono all’artista, di interloquire con il fruitore in modo coinvolgente e suggestivo. In questo contesto, Rosa Spina riesce a creare quella tensione percettiva che ci permette di sentire la vitalità dell’immagine. Il linguaggio creativo in questa sua recente produzione, come ho potuto ammirare lo

scorso autunno, si è evoluto notevolmente soprattutto nei rapporti cromatici dove l’equilibrio compositivo è molto più profondo rispetto alla precedente produzione. L’aumento del contrasto nella semplice fruizione visiva, accentua l’impatto dei colori durante l’osservazione delle opere e crea, nell’occhio attento dell’osservatore, una visione d’insieme che nasce, in alcune composizioni, dal centro della tavola defilata in modo spontaneo (libera da convenzioni), agli estremi appena accennati da sfilacciature originali e creative. Le tematiche seguono schemi precisi, desunti da una naturale maturità di donna e di artista. Il bagaglio culturale e tecnico, le consentono di palesare il suo talento nella produzione e creazione di forme e strutture, originando caleidoscopiche deformazioni delle superfici, da cui hanno origine campiture com-

«L’associazione di materiali diversi come lana, seta, stoffe, prelevati dalla loro funzione quotidiana, assumono vitalità» plesse che interagiscono in un colto e raffinato equilibrio tridimensionale. Spesso gli assi portanti di queste composizioni si innestano ortogonalmente rispetto alla verticale, formando interessanti e ritmiche geometrie. I due assi reggono una struttura che non sconvolge lo sguardo ma lo invita ad arrestarsi di fronte all’opera. Così, in un dinamico divenire, le opere fanno emergere, al di là di ogni apprensione estetico-morale, il materiale morbido e filamentoso con cui sono realizzate. Le cifre cromatiche fanno affiorare strani geroglifici che, però non esigono decifrazioni, poiché l’artista intende celarli.

“Il gabbiano Jonathan Livingston” in scena sabato e domenica al Casalinuovo e al Teatro Politeama CATANZARO - In questo fine settimana sarà a Catanzaro e dintorni con il "Gabbiano Jonathan Livingston" diretto da Pino Cormani. E’ il giovanissimo Francesco Mistichelli, che nella fiction diretta da Michele Soavi è il controverso Giacomo, amico della figlia del protagonista, affascinato dai soldi facili ottenuti grazie allo spaccio che riesce, nel film, a ficcarsi in guai di tutti i tipi. Mistichelli, come dicevamo, sarà a Catanzaro per lo spettacolo teatrale tratto dall’omonimo romanzo breve di Richard Bach che, per la Media Service di Maurizio Rafele, la Com-

pagnia Il Cilindro porterà in scena il 10 e 11 febbraio all’auditorium Casalinuovo e domenica 13 al Teatro Politeama, dopo la parentesi soveratese di sabato 12, nell’ambito della programmazione di "Primi passi a teatro", la rassegna di spettacoli dedicata ai ragazzi. Il giovane attore già protagonista di pellicole come "Marcello Marcello" di Denis Rabaglia e "Scusa ma ti voglio sposare" di Federico Moccia, dove ha recitato al fianco di Raul Bova, si è infatti formato in ambito teatrale: una passione che continua ad alimentare proprio grazie alla collaborazione con Il Cilindro.


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani 29

APPUNTAMENTI

Prosegue la XII stagione teatrale organizzata dall’assessorato alle Politiche culturali e dall’associazione 900

“Italiani.it” con Beppe Braida sabato in scena al teatro Sybaris CASTROVILLARI - A una settimana dal bellissimo concerto della soprano Katia Ricciarelli la XII stagione teatrale comunale, organizzata dall’assessorato alle politiche culturali e dall’associazione culturale Novecento, propone un nuovo appuntamento; cambiando ancora una volta registro, per soddisfare i diversi tipi di pubblico, ma sempre mantenendo alta la qualità delle proposte. A salire sul palcoscenico del Teatro Sybaris, sabato alle 21,00, sarà il comico Beppe Braida con "Italiani.it", spettacolo che sta girando nei migliori teatri di Italia. Come per tutti gli altri spettacoli della stagione è possibile acquistare il ticket sul sito www.sinfonybiglietteria.it.Osservatore attento del pianeta informazione, Beppe Braida, dotato di una mimica inconfondibile che lo porta a interpretare i personaggi con un’espressività unica, è oggi considerato uno dei comici più bravi della nuova generazione. «"Italiani.it. parla della creduloneria degli italiani - dice il comico torinese - .

Noi, in Italia, abbiamo un sistema informativo che, ci prende spesso per i fondelli e siamo portati a credere a tutto ciò che ci dicono. Se ci pensate solo qui è stato possibile dar credito al mago Do Nascimento: l’unico brasiliano che ha fatto soldi in Italia senza giocare nell’Inter. Solo da noi in Italia si può credere a Wanna Marchi, si arriva a dare credibilità al Mago Otelma. Crediamo a personaggi come il principe Emanuele Filiberto che stava quasi per vincere San Remo. Diciamocelo: viviamo in un paese un po’ bislacco. È un paese strano». Cabarettista e attore dal 1989, Beppe Braida è riuscito a ritagliarsi un posto di tutto rispetto nel mondo della comicità italiana grazie alla sua verve tagliente e irriverente che da sempre l’ha contraddistinto. Con il suo humour dirompente è un attento osservatore delle vicende di tutti i giorni, gioca a "guarda che t’acchiappo" mostrando pregi (pochi) e difetti comici (molti di più) dell’italiano medio.

Il comico: noi, in Italia, abbiamo un sistema informativo che, ci prende spesso per i fondelli e siamo portati a credere a tutto ciò che ci dicono

Vincitore nel 1992 del Festival nazionale del Cabaret, esordisce nel 1997 in teatro, con la regia di Filippo Crivelli, nella commedia "Non aprire la porta scorrevole". L’anno dopo entra a far parte del progetto N.B.C. dello Zelig di Milano e successivamente partecipa ad alcuni Zelig Show. È del 2006, invece, il prestigioso "Premio Satira Politica" di Forte dei Marmi. Ed è proprio la satira politica e quellalegataall’informazioneche gli "regalano" nove querele che non impediscono a Braida di continuare a dire la sua e sparare a zero sui protagonisti della vita politica e pubblica italiana. Il 2007 lo vede protagonista in tournèe nelle principali piazze della Penisola con il suo spettacolo "Segnali di Fumo", grazie al quale ha ricevuto a Cervia, il prestigioso "Premio Walter Chiari" come Comico dell’anno. In "Segnali di Fumo", il comico piemontese osserva ancora una volta, con sagacia e lucidità, il mondo dell’informazione, ma con una prospettiva tutta nuova: se prima ci dimostrava come fos-

se possibile per ogni giornalista "rileggere" a proprio modo una notizia, ora l’occhio si è spostato sul pubblico italiano e sul modo di recepire le informazioni e convivere con i mass media. Il grande pubblico lo apprezza a "Seven Show" e "Zelig", dove è uno dei protagonisti principali dal 2004, in cui grazie al ruolo di giornalista Tv comico e ai suoi fortunati tormentoni (celebre il suo Attentatoo!), si ritaglia un ruolo di tutto rispetto tra i nuovi comici del panorama italiano. Una comicità a 360 gradi, fatta d’improvvisazione e intrattenimento che gli aprono la porta principale di Colorado su Italia Uno, che l’ha voluto come presentatore, a fianco di Rossella Brescia nella stagione 2008-2009, scoprendone così anche le doti di presentatore e capocomico. Ha partecipato all’edizione 2007-2008 di "Buona Domenica",

Come per tutti gli altri spettacoli della stagione è possibile acquistare il ticket sul sito internet www.sinfonybiglietteria.it al fianco di Paola Perego, e in Rai ha condotto, insieme con Antonella Clerici il talk show "Tutti pazzi per la tele". Nel 2010 è stato uno dei protagonisti del programma comico in due puntate "Check-in" su Rai 1. L’appuntamentoèdunquepersabato sera al Teatro Sybaris di Castrovillari, alle ore 21.00.

I Quarto B.r.a protagonisti della serata di venerdì 11 febbraio dell’Orso Cattivo di Catanzaro CATANZARO - I Quarto B.r.a. nella tana dell’Orso. La band catanzarese sarà protagonista della serata di venerdì 11 febbraio. Sembrerà strano, ma i Quarto B.r.a. non c’erano ancora finiti nella Tana dell’Orso, l’area che "L’Orso Cattivo" dedica alla musica dal vivo grazie alla passione di Saso Signoretti, ma venerdì 11 febbraio, finalmente, avranno modo di colmare questa "lacuna": «E’ un grandissimo piacere suonare nella Tana dell’Orso - ha spiegato Daniele Fazio, tastierista dei Quarto B.r.a. - perché rappresenta uno dei pochissimi punti di

riferimento per la musica live in città». Alla Tana dell’Orso, quindi, la band catanzarese si presenterà oltre che con i loro pezzi più belli contenuti all’interno dell’album "L’Imprevisto", anche con delle cover che racconteranno al pubblico qualcosa in più sui cinque ragazzi catanzaresi. «Nessuna anticipazione sulla scaletta - si legge in una nota degli organizzatori -, se vorrete scoprire tutti i dettagli non vi resta che trovarvi alle 22:30 di venerdì 11 febbraio all’ingresso della Tana dell’Orso, disposti a farvi aggredire dalla buona musica».

Maria Teresa Viola


30

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

CARTELLONE Convegno di Confindustria Cosenza ed Inail Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CATANZARO Convegno: “Ieri, oggi, domani: la donna nella realtà forense” Oggi , a partire dalle ore 15.00, si svolgerà presso la sala del Consiglio dell’Ordine Distrettuale degli Avvocati di Catanzaro un convegno dal titolo “Ieri, oggi, domani: la donna nella realtà forense”. L’incontro, organizzato dal Comitato per le Pari Opportunità del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catanzarro si propone di raccogliere alcuni contributi della realtà forense catanzarese targata donna al fine di fornire spunti di riflessione.Dopo i saluti del presidente dell’Ordine degli Avvocati di Catanzaro, Giuseppe Iannello, e l’introduzione di Rosalba Viscomi, presidente del Comitato Pari Opportunità avvocati Catanzaro e di Maria Vittoria Marchianò, presidente della I^ sez. Penale della Corte d’Appello di Catanzaro, nonchè presidente della Commissione Pari Opportunità del Consiglio Giudiziario,RoccoReina,docentediOrganizzazione Aziendale presso l’ Università "Magna Graecia" di Catanzaro,terràunarelazionesultema "Start up e Marketing dellp studio legale al femminile". Le conclusioni sono affidate alle tre consigliere dell’ordine distrettuale degli avvocati di Catanzaro, Maria Candida Elia, Teresa Matacera e Antonella Prestia. ConferenzastampaassessoreStillitani Oggi , alle ore 10.00, nella sede dell’assessoratoinViaLucreziadella Valle, l’assessore regionale alle “Politiche sociali” Francescantonio Stillitani terrà una conferenza stampa. Verranno illustrati i contenuti del protocollo d’intesa sul progetto “Punto informativo mobile fiscale e sociale a favore di soggetti svantaggiati”, che sarà firmato dal dirigente generale del Dipartimento n.10 Bruno Calvetta e dal direttore regionale dell’ “Agenzia delle Entrate” della Calabria Antonino Di Geronimo. Giornata nazionale “Se non ora, quando?” Domenica 13 febbraio , alle ore 10.30, presso la sede dell’associazione “Il Campo” in via Jannoni, 43 a Catanzaro, le donne si incontrano per esprimere ferma contrarietà al modello femminile emerso dalle ultime inchieste sui vizi privati del Presidente del Consiglio. L’associazione “Il Campo” esprime soddisfazione per la sensibilità e l’attenzione crescenti, a Catanzaro e in Calabria,neiconfrontidellagiornata nazionale di mobilitazione del 13 febbraio, in difesa della dignità delle donne. Inaugurazione Anno Giudiziario 2011 Giorno 2 marzo , alle ore 10.00, presso la sede della sezione giurisdizionale della Corte dei Conti, Via E. Buccarelli28,siterràlacerimoniadi inaugurazionedell’AnnoGiudiziario della Corte dei Conti per la Regione Calabria con sede a Catanzaro

Oggi , alle ore 9.30 Confindustria Cosenza, in collaborazione con l’Inail, organizza presso la propria Sala Conferenze un convegno per illustrare gli “La riduzione del premio Inail per interventi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro” . L’Inail mette a disposizione delle aziende la possibilità di ridurre sensibilmente il proprio premio assicurativo annuo a seguito della realizzazione di interventi finalizzati al miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro. Confindustria Cosenza ed Inail illustreranno nel corso del convegno i benefici economici conseguenti alla attuazione dei suddetti interventi,

nonché le procedure per ottenere il cosiddetto “sconto per prevenzione”, oltre ai requisiti necessari che le aziende devono possedere e le modalità di presentazione della richiesta. Nel corso del convegno si offrirà, inoltre, una panoramica sui sistemi di gestione della salute e sicurezza attraverso un approfondimento delle Linee guida Uni Inail quale valido supporto ai modelli di organizzazione aziendale di tipo prevenzionale da sempre promossi e stimolati da Confindustria. Introdurranno i lavori il Presidente degli Industriali cosentini Pastore, il Direttore della Direzione Provinciale del Lavoro

L’evento "Donne in Fiera" In preparazione in Calabria l’evento espositivo "Donne in Fiera" - Salone Mediterraneo delle Professioni, del Benessere e della Bellezza femminile", manifestazione fieristica specializzata, prima in Italia, dedicata esclusivamente al mondo della donna.L’evento si terrà a Catanzaro intorno alla metà di maggio , avrà una durata di tre giorni, e sarà animato da un centinaio di espositori appartenenti ai settori più svariati operanti sul segmento specifico. Il salone sarà caratterizzato da una grande area sfilata con defilee a rotazione curati dagli espositori appartenenti al settore moda, e quattro aree tematiche indipendenti dedicate al fitness, alla beauty farm, allamedicinaesteticaedall’hairstylist, all’interno delle quali sarà possibile effettuare dei veri e propri trattamenti. L’evento sarà inoltre supportato da alcune sfilate d’alta moda e di altagioielleria,medianteilcoinvolgimento di alcuni tra i più celebri stilisti calabresi del panorama nazionale.

del Comune di Cirò - Corso Luigi Lilio,unincontroformativosu“Lagestione dell’Albo Pretorio comunale online”, nell’ambito del progetto Centro Servizi Territoriale (Cst) Asmenet Calabria. Relazionerà per Asmenet Calabria l’ing. Francesco Scalise.

CIRO’ MARINA “La gestione dell’Albo Pretorio comunale online” ConilpatrociniodelComunediCirò si svolgerà, venerdì 11 febbraio 2011 alle 9.30 nella sala Consiliare

COSENZA Presentazione lista civica “Giovine Cosenza” Oggi , alle ore 12.00, presso la segreteriapoliticadiEnzoPaolini,ubicata in corso Mazzini n.50, candidato a sindaco alle elezioni amministrative 2011 per il Comune di Cosenza, sarà presentata alla stampa la lista civica “Giovine Cosenza”. Interverranno i rappresentanti Francesco Bilotta, Alessia Bauleo, Paolo Pietrantonio. Convegno: “Federalismo fiscale e Questione Meridionale” Continuano gli incontri promossi dal gruppo regionale del Partito Democratico sui temi di stringente attualitàcheinteressanolaCalabriaed i calabresi. Per oggi , alle ore 17.30, presso l’hotel Holiday Inn di Cosenza è previsto il convegno dal tema “Federalismo fiscale e Questione Meridionale”. All’iniziativa presieduta dal capogruppo, on. Sandro Principe, parteciperanno i consiglieri regionali, on.

di Cosenza Cantisano oltre al Presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro Genise e del Comitato Inail Tocci. Gli interventi tecnici saranno a cura del Direttore della sede Inail di Cosenza Pantusa e del Contarp Inail Calabria Bisignano. Coordinerà i lavori il Responsabile Relazioni Industriali di Confindustria Cosenza Mottola. "La possibilità di avere una forte riduzione del premio Inail a seguito della realizzazione da parte delle imprese di interventi per accrescere la prevenzione e la sicurezza sul lavoro – evidenzia il Presidente di Confindustria Renato Pastore – rappresenta uno strumento essenziale per accrescere le condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro ed incrementare la competitività delle stesse aziende. Ciò vale ancor di più se si opera nell’ambito di modelli organizzativi certificati ed efficienti". Il Direttore della Sede Inail di Cosenza Luca Pantusa sottolinea che è in corso di approvazione una modifica normativa "che renderà lo strumento della riduzione del tasso più appetibile e rispondente alle esigenze di quelle piccole e medie imprese che rappresentano la colonna portante del sistema produttivo italiano. Ancora una volta l’Inail si dimostra vicino alle esigenze delle imprese che operano nella legalità e che hanno a cuore la salute e la sicurezza dei propri lavoratori".

li Mario Franchino e Mario Maiolo ed i deputati on.li Franco Laratta e Cesare Marini. CROTONE Iniziativa “Menù tricolore” In occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, la Camera di commercio di Crotone, in collaborazione con la Prefettura, intende coinvolgere le imprese ristorative della provincia in un’iniziativa volta a promuovere l’identità nazionale. Si tratta di ideare, nella settimana dal 14 al 20 marzo ed in particolare il giorno 17 marzo, giornata di festa nazionale, un menù tricolore “Verde Bianco e Rosso” utilizzando i prodotti tipici locali, ricchi di sapori, profumi e colori della dieta mediterranea. La scheda di adesione è disponibile sul sito camerale www.kr.camcom.it e dovrà essere trasmessa, entro il 25 febbraio , all’Ufficio Promozione via fax al nr. 0962/6634200oppureperpostaelettronica all’indirizzo promozione@kr.camcom.it. FALERNA Manifestazione “L’Italia da cambiare: + lavoro, + salario, - fisco” Nell’ambitodelleiniziativechesiterranno su tutto il territorio nazionale sui temi della crescita, dello sviluppo, del lavoro e del fisco, venerdì 11

febbraio 2011 , con inizio alle ore 9.30, presso l’Hotel Eurolido di Falerna Marina (Cz) si terrà una grande manifestazione regionale della Cisl. I lavori della giornata saranno introdotti dalla relazione del segretariogeneraledellaCislCalabriaPaolo Tramonti e conclusi dal segretario confederale Cisl Paolo Mezzio. Sono previsti gli interventi, tra gli altri, del direttore di Confindustria Cosenza Rosario Branda e del presidente Confcooperative Calabria Katia Stancato. REGGIO CALABRIA Convegno dal titolo: "Lezioni dalla crisi. Credito, economia, occupazione" La Cgil Calabria e la Fisac Cgil Regionale,oggi2011,terrannopresso il Palazzo della Provincia di Reggio Calabria un convegno dal titolo: Lezioni dalla crisi. Credito, Economia, Occupazione. I lavori del convegnosarannointrodottidalsegretario generale della Cgil Calabria Sergio Genco e saranno conclusi da Agostino Megale segretario generale Fisac-Cgil Nazionale. Presiedono Mimma Pacifici; Antonio Barberio. Contributi di dott. Antonio Caridi; dott. Umberto De Rose; prof. Antonio Viscomi; dott. Gregorio de Felice; sen. Adriano Musi. Il presidente Talarico consegna borsa di studio "Luigi Rende" Oggi , alle ore 11.00, il presidente del Consiglio regionale, Francesco Talarico, consegnerà in favore di Denise Cosco, la borsa di studio della presidenza dell’assemblea, intitolata a Luigi Rende, guardia giurata caduta eroicamente a Reggio Calabria, il primo agosto del 2007, nel tentativo di sventare una rapina. Sarà il prefetto di Crotone, dott. Vincenzo Panico, a ritirare, l’attestato con l’assegno e provvederà a recapitarlo tramite i canali del Ministero dell’Interno, in considerazione del fatto che Denise vive in una località segreta, sottoposta su disposizioni della magistratura, a regime di protezione perché ritenuta nel mirino della ‘Ndrangheta. Alla consegna, che sarà ospitata nello studio di Palazzo Campanella del presidente Talarico, in rappresentanza della comunità locale, sarà presente anche il sindaco di Petilia Policastro, Dionigi Fera. ROSSANO Incontro su "Salute e benessere" La Proloco ed il Comune di Rossano assessorato turismo e spettacolo organizzano un incontro sul tema "Salute e benessere", sabato 12 marzo , alle ore 18.00, presso ex delegazione municipale, piazza Montalti, vicino ospedale. Programma della serata: introduzione Federico Smurra, presidente della Pro Loco Rossano; Francesco Filareto, sindaco di Rossano; Antonella Converso, assessore al turismo e spettacolo; presentazione dell’azienda e del libro "Come rilassarsi e riposare bene" di Benedetto Toso.


Giovedì 10 Febbraio 2011 il Domani 31

CARTELLONE I Quarto B.r.a. in concerto nella Tana dell’Orso Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari ca per Laruffa Editore. Alla serata interverranno: il critico letterario Francesca Neri, l’editore Roberto Laruffa e l’autrice. Coordina Maria Teresa D’Agostino.

CASTROVILLARI Beppe Braida con lo spettacolo “Italiani.it” La XII stagione teatrale comunale, organizzata dall’assessorato alle politiche culturali e dall’associazione culturale Novecento, propone un nuovo appuntamento. A salire sul palcoscenico del Teatro Sybaris, sabato 12 febbraio , alle ore 21.00, sarà il comico Beppe Braida con “Italiani.it”, spettacolo che sta girando nei migliori teatri di Italia. CATANZARO Francesco Mistichelli per “Primi passi a teatro” In questo fine settimana sarà anche a Catanzaro e dintorni con il “Gabbiano Jonathan Livingston” diretto da Pino Cormani. E’ il giovanissimo Francesco Mistichelli. Mistichelli, come dicevamo, sarà a Catanzaro per lo spettacolo teatrale tratto dall’omonimo romanzo breve di Richard Bach che, per la Media Service di Maurizio Rafele, la Compagnia Il Cilindroporterà in scena oggie 11 febbraio all’auditorium Casalinuovo e domenica 13 al Teatro Politeama, nell’ambito della programmazione di “Primi passi a teatro”, la rassegna di spettacoli dedicata ai ragazzi. Finali provinciali delle Olimpiadi di Matematica Oggi , presso il liceo scientifico “L. Siciliani” di Catanzaro si svolgeranno le finali provinciali delle Olimpiadi di Matematica. Sit-in pacifico Nellegiornatedisabato12febbraio e domenica 13 febbraio , dalle ore 17.00, in piazza Prefettura a Catanzaro, si terrà un sit-in pacifico, convocato da cittadini comuni, senza bandiere o simboli di partito, per manifestare il dissenso delle donne e di tutti i cittadini e in difesa dell’indipendenza della Magistratura, della libertàdiespressioneedeivalorifondamentali della Costituzione nata dalla Resistenza. Inaugurazione dei due progetti “Punto Rotary” e “Alma Mater” In occasione dei 60 anni del Rotary Club Catanzaro 1951 si terrà la cerimonia di inaugurazione del centro di accoglienza “Punto Rotary” e “Alma Mater”. La cerimonia avrà luogo, sabato 12 febbraio , alle ore 12.00, presso la sede delle due istituzioniallaViaBambinelloGesùn.26, dove è anche sita la nuova sede del Club. Alla manifestazione saranno anche presentiilGovernatore del2100 “Distretto del Rotary” , Michelangelo Ambrosio, e le principali autorità civili e religiose a livello regionale, provinciale e locale. Inaugurazione mostra collettiva di artisti italiani di fama internazionale Il 19 febbraio , presso il museo monumentale del San Giovanni di Catanzaro, si inaugurerà la prima mostra collettiva di artisti italiani di

Incontro con Nadia Crucitti Siterràvenerdì11febbraio,alleore 18.00, presso la libreria Mondadori di Siderno (Centro commerciale La Gru) l’incontro con Nadia Crucitti, autrice del romanzo Berlino 1940. La convocazione, pubblicato da Città del Sole Edizioni. Ospite d’eccezione l’attore e cantastorie Nino Racco che leggerà alcuni brani scelti dal libro.

Sembrerà strano, ma i Quarto B.r.a. non c’erano ancora finiti nella Tana dell’Orso, l’area che “L’Orso Cattivo” dedica alla musica dal vivo grazie alla passione di Saso Signoretti, ma venerdì 11 febbraio , finalmente, avranno modo di colmare questa “lacuna”: “E’ un grandissimo piacere suonare nella Tana

dell’Orso – ha spiegato Daniele Fazio, tastierista dei Quarto B.r.a. – perché rappresenta uno dei pochissimi punti di riferimento per la musica live in città”. Alla Tana dell’Orso, quindi, la band catanzarese si presenterà oltre che con i loro pezzi più belli contenuti all’interno dell’album “L’Imprevisto”, anche

con delle cover che racconteranno al pubblico qualcosa in più sui cinque ragazzi catanzaresi. Nessuna anticipazione sulla scaletta, se vorrete scoprire tutti i dettagli non vi resta che trovarvi alle 22:30 di venerdì 11 febbraio all’ingresso della Tana dell’Orso, disposti a farvi aggredire dalla buona musica!

famainternazionale,curatadaGianluca Marziani e voluta dalla neonata Fondazione Rocco Guglielmo. La conferenza stampa è prevista per sabato 19 febbraio, alle ore 11.30; in anteprima, venerdì 18 febbraio alle ore 18,00, è previsto un incontro con ilcuratoreGianlucaMarziani,cheillustrerà le opere ai giornalisti che interverranno.

giovane Italia", Laura Bortolotto, violino, Orchestra "Piccola Philharmonia" Sandro Meo - direttore. Giovedì 21 aprile , "Voci del Risorgimento" coro dell’Unical, Pino Aprile, scrittore (autore di "Terroni"). Giovedì 19 maggio , "Lieder Parade & Cinevisioni" Trio Chitarristico di Roma. Giovedì 26 maggio , Mario Montore, pianoforte

zione. Nel corso dell’incontro, verrà illustrata l’attività svolta dal Corpo nel corso dell’anno 2010 nei principali settori di intervento istituzionale.

Casting "Il Coraggio d’amare" Mercoledì 23 febbraio 2011 , ore 15.30, presso il teatro Masciari di Catanzaro si apriranno le audizioni per l’allestimento del cast riguardo il film che verrà girato interamente in Calabria durante il periodo compreso tra giugno e settembre 2011 e nelle sale cinematografiche a Natale del corrente anno.Sono richiesti: attori/rici, non professionisti o anche con poca esperienza di un’ età compresa tra i 18 e i 55 anni; ballerini/e, con almeno il compimento del settimo anno di danza e di un’età compresa tra i 16 e i 30 anni. Per potersi iscrivere è necessario inviare una mail ad: armoniaecontrasto02@tiscali.it. COSENZA Stagione Concertistica 2011 Stagione Concertistica 2011, a Cosenza al Teatro "A. Rendano" presso la sala "Maurizio Quintieri", ore 20.00,oggi,TrioZumar,Alessandra Maresca, pianoforte; Carmen Zupi Castagno, violino; Angelo Zupi Castagno, violoncello; lunedì 21 febbraio , "Viva Verdi - note sull’Unità d’Italia"Giuseppe Nova,flauto, Marco Dionette, fagotto, Giorgio Costa, pianoforte. Giovedì 10 marzo , Paolo Chiavacci, violino, Luigi Stillo, pianoforte;giovedì24marzo,"la......

Gran Galà dello Sport La cerimonia annuale di premiazione “Gran Galà dello Sport – Il Coni premia i suoi campioni”, è prevista per venerdì 11 febbraio 2011 , alle ore 17.00, presso la sala M. Quintieri del Teatro “A. Rendano” di Cosenza. Testimonial d’eccezione della manifestazione sarà Giusy Versace, campionessa di atletica leggera, in corsa per la Paralimpiadi di Londra del 2012. Inaugurazione della mostra di Athos Faccincani La Galleria d’Arte Marano invita all’inaugurazione della mostra "Sensazioni pittoriche tra realtà e fantasia" di Athos Faccincani, sabato 12 febbraio , alle ore 18.00. La mostra sarà presentata dall’on. Roberto Occhiuto. CROTONE Consuntivo dei risultati di servizio conseguiti nell’anno 2010 dalle fiamme gialle Oggi , alle ore 10.00, presso la sala “Briefing”dellaCasermadellaGuardia di Finanza “Francesco Pirillo”, sita in via Miscello Da Ripe nr. 73, il Comandante Provinciale, Ten. Col. Teodosio Marmo, incontrerà i rappresentanti degli organi di informa-

PALMI Concerto del Duo Disecheis L’associazione Amici della musica Nicola Antonio Manfrocè, associata ad Ama Calabria, presenta il concerto del Duo Disecheis David Brutti (sax), Filippo Farinelli (pianoforte), sabato 12 febbraio 2011 , alle ore 18.00, presso l’Auditorium della Casa della Cultura. REGGIO CALABRIA Teresa Mascianà presenta il disco d’esordio L’Ep Teresa Mascianà verrà presentato il 15 febbraio , dal vivo al H.o.m House Of Musica di Reggio Calabria. SANT’ANDREA APOSTOLO Conclusioni progetto ceramica Sabato 12 febbraio , alle ore 10.30, presso la sala consiliare del Comune di Sant’Andrea Apostolo dello Ionio, si terrà la conclusione del progetto "C’era una volta...la ceramica andreolese". Recupero di tradizione e cultura. Interverranno: Gerardo Frustaci, sindaco di Sant’Andrea; i rappresentanti degli enti, promotore e partners. Concluderà Caterina Salerno, presidente Csv Catanzaro SIDERNO Presentazione libro "Io sono… En soph” Sarà presentato oggi , alle ore 18.00, nel salotto letterario della libreria MondadoridiSiderno,illibro“Iosono… En soph” di Annamaria Barre-

VIBO VALENTIA Conferenza stampa rapporto annuale 2010 Gdf Alle ore 10.30, di oggi , presso la sede del Comando provinciale della Guardia di Finanza - Caserma “G. Vizzari” - Vibo Marina, Via Emilia, n. 11, sarà illustrata, dal Comandante Colonnello Giuseppe Licari, l’attività di servizio eseguita ed i risultati conseguiti, nella decorsa annualità 2010, dalle Fiamme Gialle vibonesi. Escursione Brognaturo Il wwf calabria e il wwf Vibo Valentia organizza per domenica 13 febbraio l’escursione al castello della Baronessa di Brognaturo. Ore 8.30, appuntamento piazza municipio di Vibo Valentia; ore 9.30, appuntamento sul posto (lago della Lacina, Comune di Brognaturo, Vv ); inizio escursione fino al castello della Baronessa; pranzo a sacco. Dopo l’escursione, alle ore 12.30, ci sarà la manifestazione dell’occupazione simbolica della piscina comunale di loc. Lacina di Brognaturo. ROMA Evento "Note... e...Rime... per Aloysius Lilius" L’Associazione Internazionale Calabresi nel Mondo è partner nell’evento organizzato dal Ministero dei Beni Culturali "Note... e...Rime... per Aloysius Lilius" che si svolgerà venerdì 11 febbraio 2011 ore 17.00 presso la Biblioteca Nazionale Centrale sita in Viale Castro Pretorio, 105 a Roma. Programma: ore 17.00, apertura; ore 17.15 introduzione Maria Concetta Cassata; saluti Francesco Maria Giro; Maurizio Faillace; Osvaldo Avallone; Pasquale Lavacca; Mario Caruso; Gennaro Maria Amoruso; Domenico Naccari; interventi Padre Paolo Scarafoni; Francesco Vizza; Ensemble di Musica Antica "Omaggio a Aloysius Lilius" a cura del Conservatorio Musicale Stanislao Giacomantonio di Cosenza; Reading di Poesie dedicate agli Astri di Poeti Italiani Classici e Contemporanei,sarannopresentiCorrado Calabrò e Luisa Gorlani;esposizione bibliografica; mostra del Costume Storico del Tardo Rinascimento a cura di Laura Viani; esposizione di pittura Maestro Angelo Savarese.ModeraAngeloBlasetti,attore. Apertivo un flùte per Aloysius Lilius


32

il Domani Giovedì 10 Febbraio 2011

MAPPAMONDO

Al Grammy Awards Eminem grande favorito Angelina Jolie vorrebbe adottare un altro bambino, il quarto. Secondo il Daily Mirror l’attrice vorrebbe adottare una bimba di 4 anni di nome Leah, rimasta orfana lo scorso anno a causa del devastante terremoto di Haiti Vuole adottare di nuovo. Angelina Jolie, d’accordo con il compagno Brad Pitt, starebbe per aggiungere il settimo figlio alla già numerosa famiglia. Vuole aprire la sua casa a Leah, una bimba di 4 anni, rimasta orfana dopo il terremoto che ha devastato Haiti nel 2010. Già madre di Maddox, 9 anni, Pax, 7, e Zahara, 6, tutti adottati, e di Shiloh, 4 anni, e i gemelli Knox e Vivienne, 2, avuti "normalmente", Angelina ha avuto il primo incontro con Leah nel febbraio scorso, un mese dopo il disastro sull’isola. Ora la pargola si aspetta di andare a trovare l’attrice e Pitt nella loro casa, incontrando così anche i possibili fratelli, prima dell’adozione definitiva. «Angie e gli avvocati sono in procinto di ottenere l’autorizzazione in modo che la bimba possa trascorrere un po’ di tempo in America - ha detto un anonimo al Daily Mirror - E’ la procedura standard».

Mancano ormai solo pochi giorni alla più grande notte della scena musicale americana ed è difficile fare previsioni sui vincitori, ma il grande favorito sembra proprio il rapper Eminem. Grande è l’attesa non solo per i premi ma anche per le esibizioni live come quella di Lady Gaga dalla quale ci si attende uno show piuttosto blasfemo domenica 13 febbraio, giorno della 53esima edizione dei Grammy Awards 2011. Il rapper statunitense, dicevamo, in cima alle preferenze dei bookmakers sia nella categoria miglior album che miglior singolo: la canzone "Love the way you lie" cantata in duetto con Rihanna conduce le quote a 2,25 seguita da "Empire state of mind" di Jay-Z e Alicia Keys.


&

Abbinata obbligatoria Numero 10 TelespazioSport più il Domani del 10 Febbraio 2011 euro 1,00

Scommesse

La prossima settimana ripartono Champions League e Europa League, ecco le quote... Il titolo continentale ai blaugrana vale 3 volte la posta Quasi la metà rispetto alla quota di 5.50 prevista per Chelsea e Real Madrid, primissime alternative. Inter e Milan a 18

Barcellona ma chi ti batte Coppe europee

Ligue 1

Altri giochi

Poker

Martedì apre il Milan Poi Roma e Napoli

Lione, che rischi a Saint Etienne

Tris, ancora una giornata metà galoppo metà trotto

Finalmente si gioca cash

Ottavi di Champions League allʼorizzonte con Milan e Roma in campo la prossima settimana (lʼInter giocherà il 23). Giovedì prossimo toccherà alla squadra di Mazzarri che riceve il Villerreal al San Paolo. La vittoria degli azzurri si gioca a 2.25.

Dopo aver pareggiato in casa contro il Bordeaux, al Lione tocca sabato la delicata trasferta contro una diretta concorrente per la Champions League. Sembra tutto facile per il Lille capolista che ospita il Tolosa. da pagina 2

da pagina 7

La corsa delle 14 è in programma a Pisa (galoppo) mentre alle 19 si scende a Napoli (trotto). Tra i venti in pista a San Rossore sui 1900 metri spicca Faatannsiun. Ad Agnano invece, sulla breve, è Montrè de Malva il cavallo da battere. a pagina 14

L'attesissimo decreto sul poker cash e casino games è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, fra 90 giorni i concessionari potranno iniziare ad accettare le prime giocate. a pagina 15


2 Giovedì 10 Febbraio 2011 Esultanza del Real Madrid

ANTEPRIMA CHAMPIONS

Pronostico spagnolo A cinque giorni dagli Ottavi di finale Barcellona e Real Madrid favorite dalle prime quote pubblicate per la vittoria a Londra. Inglesi le rivali più accreditate, la “nuova” Inter e il Milan di Ibra sono outsider di lusso.

D

opo la pausa invernale la massima competizione europea entra nel vivo. Si riparte dagli Ottavi di Finale, dalle sfide andata e ritorno che da sempre hanno fatto la storia del calcio del vecchio continente. Pronostico spagnolo, col Barcellona, più del Real Madrid, a candidarsi come favorita dʼobbligo per la vittoria finale; Messi e compagni stanno facendo il vuoto in testa alla Liga, con una costanza che non sembra lasciare speranze alle rivali, su tutte i Blancos di Mourinho che contro i catalani, nella scorsa stagione sulla panchina dellʼInter, pose le basi per la vittoria finale. Impossibile escludere dal discorso le inglesi: il Chelsea, staccato in campionato, ha nella Champions lʼobiettivo primario, il Manchester United, oltre alle vittorie, sta ritrovando il miglior Rooney. E le italiane? LʼInter campione in carica con Leonardo ha trovato nuove energie, dietro al calo del Milan potrebbe esserci anche una preparazione fisica mirata alla ripresa dellʼattività Europea. Roma incerta sul futuro ma i giallorossi in Europa, specie negli ultimi anni, hanno sempre fatto molto bene.

Antepost Snai vin. Champions Squadra BARCELLONA REAL MADRID CHELSEA MANCHESTER UTD INTER MILAN BAYERN MONACO ARSENAL TOTTENHAM ROMA VALENCIA LIONE MARSIGLIA SCHALKE 04 ALTRO

Quota 3,00 5,50 5,50 10,0 18,0 18,0 20,0 25,0 28,0 50,0 75,0 200 200 125 100

Passaggio del turno Champions - quote BETTER Data 08/03/11 08/03/11 08/03/11 08/03/11 08/03/11 08/03/11 08/03/11

Ora 20:45 20:45 20:45 20:45 20:45 20:45 20:45

Pal. 8 9 10 11 12 13 14

Squadre Milan Tottenham Valencia Schalke 04 Inter Bayern Monaco Lione Real Madrid Arsenal Barcellona Marsiglia Manchester Utd Fc Copenhagen Chelsea

1 1.65 1.65 1.80 4.00 4.00 3.50 6.50

2 2.10 2.10 1.90 1.20 1.20 1.25 1.08

Classifica marcatori Champions League Giocatore Eto'o Messi Gomez Soldado Anelka Benzema Borriello Ibrahimović Ronaldo Bale

Totale Squadra Giocatore Totale Squadra Giocatore 7 Inter Eduardo 3 Shakhtar D. Eran Zahavi 6 Barcelona Fàbregas 3 Arsenal Huntelaar 6 Bayern Pavlyuchenko 3 Tottenham Frei 5 Valencia Gignac 3 Marseille Inzaghi 5 Chelsea Rodríguez 3 Barcelona Vela 4 Real Madrid Chamakh 3 Arsenal Defoe 4 Roma Bastos 3 Lyon van der Vaart 4 Milan Luiz Adriano 3 Shakhtar D. Ribéry 4 Real Madrid Chadli 3 Twente Sturridge 4 Tottenham Matheus 3 Braga Walcott

Totale 3 3 3 2 2 2 2 2 2 2

Squadra H. Tel-Aviv Schalke Basel Milan Arsenal Tottenham Tottenham Bayern Chelsea Arsenal

I numeri delle sedici squadre Squadra Arsenal Barcelona Bayern Monaco Chelsea Inter Copenhagen Lione Manchester Utd Ol. Marsiglia Milan Real Madrid Roma Schalke 04 Shakhtar Donetsk Tottenham Valencia

Gol 18 14 16 14 12 7 11 7 12 7 15 10 10 12 18 15

GS 7 3 6 4 11 5 10 1 3 7 2 11 3 6 11 4

CG 7 6 12 4 6 8 10 3 9 17 15 6 11 13 9 8

CR 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 2 0 1 0 2 0

TC 40 43 47 36 43 20 42 31 36 22 54 34 32 34 29 45

TF 24 44 41 55 40 34 47 39 51 23 56 39 28 23 25 39

F 11 19 12 23 7 17 30 15 15 29 15 11 12 19 8 7

CA 20 37 43 34 25 25 48 37 37 25 40 30 32 38 25 45

FC 97 55 75 77 57 90 69 76 85 98 73 73 89 100 73 82

Poss.(t) Poss.(%) 231 57% 237 60% 213 53% 180 50% 185 51% 144 40% 209 58% 216 54% 180 52% 184 50% 223 56% 146 38% 164 43% 211 54% 175 49% 167 46%


Giovedì 10 Febbraio 2011 3 15/02/11 - ore 20:45 Stadio: Stadio Giuseppe Meazza, ritorno - 9/03/11 ore 20:45

MILAN - Tottenham Quote extra BETTER

1X2 45’ 1 X -

2 -

Doppia chance Goal/No Goal 1X X2 12 G NOG 1,18 1,94 1,29 1,75 1,83

15/02/11 - ore 20:45 Stadio: Estadi de Mestalla ritorno - 9/03/11 ore 20:45

Valencia - Shalke 04 Quote extra BETTER

1X2 45’ 1 X -

2 -

Doppia chance Goal/No Goal 1X X2 12 G NOG 1,16 2,00 1,28 1,80 1,87

16/02/11 - ore 20:45 Stadio: Olimpico di Roma ritorno - 8/03/11 ore 20:45

ROMA - Shaktar D. Quote extra BETTER

1X2 45’ 1 X -

2 -

Doppia chance Goal/No Goal 1X X2 12 G NOG 1,22 1,84 1,29 1,78 1,90

16/02/11 - ore 20:45 Stadio: Arsenal Stadium ritorno - 8/03/11 ore 20:45

Arsenal - Barcellona Quote extra BETTER

1X2 45’ 1 X -

2 -

Doppia chance Goal/No Goal 1X X2 12 G NOG 1,94 1,20 1,26 1,63 2,10

22/02/11 - ore 20:45 Stadio: Parken Stadion ritorno - 16/03/11 - ore 20:45

Copenhagen - Chelsea Quote extra BETTER

1X2 45’ 1 X -

2 -

Doppia chance Goal/No Goal 1X X2 12 G NOG 2,34 1,09 1,25 1,90 1,75

22/02/11 - ore 20:45 Stadio: Parken Stadion ritorno - 16/03/11 - ore 20:45

Lione - Real Madrid Quote extra BETTER

1X2 45’ 1 X -

2 -

Doppia chance Goal/No Goal 1X X2 12 G NOG 1,83 1,23 1,27 1,73 1,95

23/02/11 - ore 20:45 Stadio: Stadio Giuseppe Meazza ritorno - 15/03/11 ore 20:45

INTER - Bayern Monaco Quote extra BETTER

1X2 45’ 1 X -

2 -

Doppia chance Goal/No Goal 1X X2 12 G NOG 1,25 1,75 1,29 1,68 2,02

23/02/11 - ore 20:45 Stadio: Stade Vélodrome ritorno - 15/03/11 ore 20:45

Marsiglia - Manchester Utd Quote extra BETTER

1X2 45’ 1 X -

2 -

Doppia chance Goal/No Goal 1X X2 12 G NOG 1,69 1,28 1,31 1,80 1,87

1 Under/Over 2,5 UNDER OVER 1,78 1,90

1 Under/Over 2,5 UNDER OVER 1,68 2,02

1 Under/Over 2,5 UNDER OVER 1,70 2,00

1 Under/Over 2,5 UNDER OVER 2,02 1,68

X -

2 -

1 X 2 1,80 3,40 4,50

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 -

X -

2 -

1 X 2 1,75 3,45 4,75

X -

2 -

1 X 2 1,90 3,40 4,00

X -

2 -

1 X 2 4,20 3,60 1,80

1 -

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 -

1 -

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 -

1 -

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 -

1 X 2 1 X 2 3,75 3,25 2,00 3,50 3,25 2,10 Under/Over 2,5 UNDER OVER 1,80 1,87

1 -

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 -

1 X 2 1 X 2 2,00 3,35 3,60 2,00 3,35 3,65 Under/Over 2,5 UNDER OVER 1,87 1,80

1 -

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 -

1 X 2 1 X 2 4,00 3,35 1,90 3,85 3,50 1,90 Under/Over 2,5 UNDER OVER 1,80 1,87

1 -

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 -

1 X 2 1 X 2 7,00 3,75 1,50 6,50 3,65 1,55 Under/Over 2,5 UNDER OVER 1,75 1,93

1 -

1 -

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 -

X -

2 -

Somma Gol 0 1 2 -

X -

3 -

2 -

Somma Gol 0 1 2 -

X -

2 -

X -

2 -

X -

2 -

X -

2 -

X Somma Gol 0 1 2 -

4 -

4+ -

4 -

4+ -

4 -

4+ -

2 -

4 -

4+ -

2 -

4 -

4+ -

4 -

4+ -

1

Under/Over 1,5 UNDER OVER 3,90 1,20

1

Under/Over 1,5 UNDER OVER 3,10 1,30

1

Under/Over 1,5 UNDER OVER 3,30 1,27

1

Under/Over 1,5 UNDER OVER 3,50 1,25

1 X 2 3,45 3,25 2,10 3 -

1

Under/Over 1,5 UNDER OVER 3,00 1,32

1 X 2 2,00 3,35 3,65 3 -

1

Under/Over 1,5 UNDER OVER 3,00 1,32

1 X 2 3,90 3,45 1,90 3 -

Somma Gol 0 1 2 -

4+ -

1 X 2 6,30 3,60 1,57 3 -

Somma Gol 0 1 2 -

4 -

1 X 2 4,25 3,55 1,80 3 -

Somma Gol 0 1 2 -

4+ -

1 X 2 1,87 3,40 4,10 3 -

Somma Gol 0 1 2 -

4 -

1

Under/Over 1,5 UNDER OVER 3,30 1,27

1 X 2 1,77 3,50 4,50 3 -

Somma Gol 0 1 2 -

X -

1 X 2 1,83 3,45 4,25

Under/Over 1,5 UNDER OVER 2,75 1,38

1


4 Giovedì 10 Febbraio 2011

ANTERPRIMA EUROPA LEAGUE

Mario Balotelli (Manchester City)

Speranze tricolori Il Manchester City di Mancini e Balotelli e lo Zenit neo Campione di Russia di Luciano Spalletti hanno le carte in regola per fare strada, ma c’è un lungo elenco di rivali in corsa per un posto nella finale di Dublino

Antepost Snai vin. Europa L. Squadra Quota MANCHESTER CITY 6,00 LIVERPOOL 8,00 ZENIT 8,00 FC PORTO 10,0 VILLARREAL 15,0 CSKA MOSCA 18,0 BAYER LEVERKUSEN 20,0 AJAX 25,0 BENFICA 25,0 DINAMO KIEV 25,0 PSG 25,0 SIVIGLIA 25,0 NAPOLI 33,0 PSV EINDHOVEN 33,0 RUBIN KAZAN 33,0 SPORTING LISBONA 33,0 LILLE 40,0 STOCCARDA 40,0 FC TWENTE 50,0 BRAGA 66,0 SPARTAK MOSCA 66,0 BESIKTAS 75,0 ANDERLECHT 100 BASILEA 100 RANGERS GLASGOW 100 BATE BORISOV 150 LECH POZNAN 150 METALIST 150 ARIS SALONICCO 200 PAOK SALONICCO 200 SPARTA PRAGA 200 YOUNG BOYS 200

Passaggio del turno Europa L. - quote BETTER Data 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11 24/02/11

Ora 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00 19:00

Pal. 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

Squadre Napoli Villarreal Rangers Glasgow Sporting Lisbona Sparta Praga Liverpool Anderlecht Ajax Lech Poznan Braga Besiktas Dinamo Kiev Basilea Spartak Mosca Young Boys Zenit Aris Salonicco Manchester City Paok Salonicco Cska Mosca Siviglia Fc Porto Rubin Kazan Fc Twente Lille Psv Eindhoven Benfica Stoccarda Bate Borisov Paris SG Metalist Bayer Leverkusen

1 2.00 2.25 4.75 2.70 2.25 2.20 2.25 4.75 5.75 4.00 2.20 1.85 1.95 1.75 3.35 3.50

2 1.70 1.55 1.15 1.40 1.55 1.60 1.55 1.15 1.10 1.20 1.60 1.85 1.75 1.95 1.27 1.25

Statistiche club Squadra Anderlecht Aris S. BATE Borisov Besiktas CSKA Mosca Dynamo K. Lech P. Bayer Leverkusen Lille Liverpool Manchester City Metalist Napoli PAOK Porto Paris Saint-Germain PSV Eindhoven Siviglia Sparta Praga Sporting Braga Stoccarda Villarreal Young Boys Zenit S. P.

Gol 8 7 11 9 18 10 11 8 8 8 11 9 8 5 14 9 10 10 12 14 16 8 10 18

GS 8 5 11 6 3 6 8 2 6 3 6 4 9 3 4 4 3 7 12 6 6 5 10 6

CG CR TC F CA FC 5 0 37 11 39 70 9 0 26 17 35 73 12 0 38 13 38 102 12 1 36 24 37 77 6 0 51 13 24 73 13 0 45 16 35 82 14 0 25 13 27 110 6 0 26 12 23 73 14 0 34 21 44 77 8 0 29 17 22 70 5 0 27 10 39 55 11 2 33 13 28 80 23 1 43 2 44 63 16 0 21 16 32 90 6 3 50 4 58 95 14 0 30 21 26 72 8 0 41 13 38 96 14 0 31 2 27 58 15 0 42 15 29 102 13 1 35 18 31 91 12 1 48 19 26 77 14 1 49 10 42 68 13 0 35 15 33 103 9 0 43 27 35 79

Squadra Gol AEK Atene 9 Atl. Madrid 9 AZ Alkmaar 8 Club Brugge 4 CSKA Sofia 4 Debreceni 4 Dinamo Z. 4 Borussia Dortmund 10 Gent 8 Getafe 4 Hajduk S. 5 Juventus 7 Karpaty L. 4 Losanna 5 Levski Sofia 6 OB Odense 8 Palermo 7 Rapid Vienna 5 Rosenborg 3 Salisburgo 1 Sampdoria 4 Sheriff FC 5 Steaua Buc. 9 Utrecht 5

GS 13 7 10 8 10 13 5 7 13 8 13 7 15 16 11 14 11 12 13 9 7 7 11 7

CG CR TC F CA FC 11 1 28 17 31 67 10 0 27 15 27 84 11 1 34 21 25 91 14 1 27 13 26 95 13 0 22 20 14 80 9 1 24 11 19 98 11 1 23 11 28 95 10 1 38 15 23 74 14 0 26 14 32 88 18 0 35 17 27 78 14 0 31 5 30 93 10 0 35 7 21 60 12 1 16 12 18 78 12 0 22 12 22 98 13 0 23 10 28 84 8 0 21 15 24 111 14 4 35 19 35 77 14 0 24 23 31 94 7 0 26 7 24 91 12 0 20 17 34 71 16 1 17 22 29 92 12 0 22 12 24 107 19 1 19 7 31 93 10 0 30 5 34 85


Giovedì 10 Febbraio 2011 5

Per il Napoli l’ostacolo è Giallo D

ublino la meta, un gruppo prestigioso e aggurrito di pretendenti punta a raggiungerla. Con i sedicesimi di finale, anche lʼEuropa League entra nel vivo. Italia protagonista, in campo con il Napoli, in panchina con due tecnici vincenti e ambiziosi: il Manchester City di Mancini e lo Zenti San Pietroburgo di Spalletti hanno tutte le carte per arrivare in fondo; gli inglesi, dopo i tanti investimenti sul mercato, cercano un trofeo, i Russi, molto interessante la quota a 8,00, portano in Europa lʼentusiamo del-

EUROPA LEAGUE

Quote SNAI Data

Ora

la vittoria in campionato. Per il Napoli, lʼostacolo Villarreal, altra possibile favorita, è molto duro, ma lʼentusiamo di una grande stagione può essere la molla giusta per tentare lʼimpresa. Impossibile trascurare formazioni come il Liverpool, rivoluzionato dal mercato; è andato via Fernando Torres, Dalglish potrà contare sul neo acquisto Carroll, non un azzardo puntare sulla tradizione di Porto e Cska Mosca. Attenzione a chi in Europa ha la possibilità di riscattare un campionato deludente, vedi Siviglia e Stoccarda.

Walter Mazzarri (Napoli)

Pal N.

Partita

1

X

2

15/02 18:00 7521 13 ARIS

MAN CITY

5,00

3,60

1,67

17/02 19:00 7521 14 NAPOLI

VILLARREAL

2,15

3,30

3,25

17/02 19:00 7521 15 ANDERLECHT

AJAX

2,40

3,30

2,80

17/02 19:00 7521 16 LECH POZNAN

BRAGA

2,40

3,30

2,80

17/02 19:00 7521 17 BESIKTAS

DINAMO KIEV

2,25

3,25

3,10

17/02 19:00 7521 18 RUBIN KAZAN

TWENTE

1,85

3,50

4,00

17/02 19:00 7521 19 BENFICA

STOCCARDA

1,75

3,45

4,75

17/02 19:00 7521 20 BATE BORISOV

PSG

3,30

3,25

2,15

17/02 21:05 7521 21 RANGERS

SP LISBONA

2,30

3,25

3,00

17/02 21:05 7521 22 SPARTA PRAGA LIVERPOOL

4,00

3,50

1,85

17/02 21:05 7521 23 BASILEA

SPARTAK MOSCA

2,15

3,30

3,25

17/02 21:05 7521 24 YOUNG BOYS

ZENIT ST PIE

4,00

3,50

1,85

17/02 21:05 7521 25 PAOK

CSKA MOSCA

3,50

3,30

2,05

17/02 21:05 7521 26 SIVIGLIA

FC PORTO

2,30

3,25

3,00

17/02 21:05 7521 27 LILLE

PSV

2,05

3,25

3,60

17/02 21:05 7521 28 MET KHARKIV

LEVERKUSEN

3,50

3,30

2,05

Luciano Spalletti (Zenit)

Falcao (Porto)

Classifica marcatori Europa League Giocatore

Totale

Squadra Giocatore Porto Kanouté

Totale

Falcao

7

Necid

5

Rossi

5

Bony

5

Sparta Praha Andreasen

4

Milevskiy

5

Dynamo Kyiv Helmes

4

Cavani

5

Napoli Gerrard

3

Doumbia

4

CSKA Moskva Kerzhakov

Adebayor

4

Man. City Agüero

CSKA Mosca Degen Villarreal Rudņevs

4

Squadra Giocatore

Squadra

3

Lille

3

AZ

3

Stuttgart

3

PSG

3

Zenit

Liverpool Dzsudzsák

3

PSV

3

Zenit Postiga

3

Sporting

3

Atlético Rodionov

3

BATE

4 4

Sevilla Frau

Totale

Young Boys Sigthórsson Lech Ciprian Marica OB Nenê Leverkusen Bukharov


L’applicazione permette la consultazione sul tuo iPad delle vendite giudiziarie in pubblicità sul magazine Asteinfoappalti, edizione nazionale e Calabria

L’applicazione si può scaricare GRATIS nell’iTunes App Store

cerchi casa? ...prova all’incanto!


Giovedì 10 Febbraio 2011 7

Ligue 1 La capolista ospita il Tolosa con l’obiettivo di allungare in classifica. Il Marsiglia fa visita al Sochaux mentre St Etienne-Lione vale un posto in Champions League. Turno sulla carta favorevole a Psg (ospita il Lens) e Bordeaux.

Yohan Cabaye (Lille)

Prima il Lille, poi il resto della compagnia. Ovvero, dieci squadre racchiuse nello spazio di soli 6 punti. Sabato prende il via una due giorni di Ligue 1 che può dare un volto più definito alla classifica di un campionato caratterizzato da un grande equilibrio. La capolista non ha ancora fatto il vuoto ma 5 punti di vantaggio sulle inseguitrici (Psg e Rennes) sono un buon bottino da amministrare e, allʼoccasione, arricchire. La prima chance arriva già nel weekend. Il Tolosa in versione trasferta non è certo avversario irresistibile: Sow (capocannoniere del campionato) e compagni possono quindi approfittarne. Le inseguitrici, tuttavia, non staranno a guardare: per Psg e Rennes è previsto un doppio impegno casalingo che, sulla carta, potrebbe regalare un doppio segno «1». Trasferta delicata per il Marsiglia sul campo del Sochaux, ancor più a rischio quella del Lione di Lisandro Lopez sul campo del temibile St Etienne. In entrambi i match, può scapparci lʼesito Goal. Tra le altre quote di giornata, piace il «2» del Montpellier sul campo del disperato Arles, fanalino di coda con ben poche speranze di salvezza. In questʼottica, si gioca un delicato Nancy-Auxerre: il pari sembra nellʼaria.

23ª giornata

Francia Il Lilla va di moda Lione a rischio Quote Better - Pal. 7500 Data Ora N. Partita 12/02 19:00 1 Arles Montpellier 12/02 19:00 2 Bordeaux Caen 12/02 19:00 3 Monaco Lorient 12/02 19:00 4 Nancy Auxerre 12/02 19:00 5 Psg Lens 12/02 19:00 6 Sochaux Marsiglia 12/02 21:00 7 St Etienne Lione 13/02 17:00 8 Rennes Nizza 13/02 17:00 9 Valenciennes Brest 13/02 21:00 10 Lille Tolosa Da giocare Valenciennes «1» a 2.20

Classifica Squadre Lilla Paris SG Rennes Marsiglia St.Étienne Lione Tolosa Montpellier Bordeaux Brest Lorient Sochaux Valenciennes Nizza Auxerre Nancy Caen Lens Monaco Arles

Punti 42 37 37 36 35 35 33 33 31 31 31 28 26 26 25 25 24 23 21 8

G 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22

Da evitare Lione «2» a 2.30

Totale

V N 11 9 10 7 10 7 9 9 9 8 9 8 10 3 9 6 7 10 8 7 9 4 8 4 6 8 6 8 4 13 7 4 6 6 5 8 3 12 1 5

P 2 5 5 4 5 5 9 7 5 7 9 10 8 8 5 11 10 9 7 16

F 40 34 24 30 31 30 25 20 27 23 26 35 25 15 27 23 22 22 20 11

S 22 24 17 18 24 23 22 23 23 21 27 27 25 22 26 34 31 35 23 43

1 4.50 1.55 2.20 2.20 1.40 3.40 3.10 1.50 2.20 1.45

X 3.30 3.75 3.00 3.00 4.00 3.20 3.10 3.70 3.00 3.85

2 1.80 5.85 3.40 3.40 8.50 2.10 2.30 7.00 3.40 7.50

La sorpresa Monaco «X» a 3.00 G 11 11 11 11 10 12 11 11 11 11 11 11 10 11 11 11 11 12 11 11

V 7 6 7 6 5 6 6 5 4 4 7 7 5 5 2 4 3 4 2 1

in casa N 3 3 3 4 4 5 2 3 5 6 2 3 3 3 7 1 3 4 6 3

P 1 2 1 1 1 1 3 3 2 1 2 1 2 3 2 6 5 4 3 7

F 22 21 16 17 19 16 13 14 13 12 17 24 16 11 14 10 10 14 7 8

S 11 12 6 8 11 7 7 10 10 7 6 9 11 9 13 17 17 16 9 20

Under 1.55 1.65 1.50 1.60 1.80 1.70 1.63 1.60 1.55 1.77

Over 2.20 2.02 2.30 2.10 1.85 1.95 2.05 2.10 2.20 1.88

La fissa Lille «1» a 1.45 G 11 11 11 11 12 10 11 11 11 11 11 11 12 11 11 11 11 10 11 11

V 4 4 3 3 4 3 4 4 3 4 2 1 1 1 2 3 3 1 1 0

fuori N 6 4 4 5 4 3 1 3 5 1 2 1 5 5 6 3 3 4 6 2

P 1 3 4 3 4 4 6 4 3 6 7 9 6 5 3 5 5 5 4 9

F 18 13 8 13 12 14 12 6 14 11 9 11 9 4 13 13 12 8 13 3

S 11 12 11 10 13 16 15 13 13 14 21 18 14 13 13 17 14 19 14 23


8 Giovedì 10 Febbraio 2011

ARLES - MONTPELLIER

Assalto ad Avignone Dopo la sconfitta subìta in casa dal St Etienne il Montpelliere fa visita al fanalino di coda del campionato L’obiettivo riscatto è a portata di mano: i padroni di casa, con soli 8 punti in classifica, sono quasi spacciati Under/Over in casa

Under 6

Over 5

Goal/No Goal in casa

Goal 5

No Goal 6

V

enticinque punti tra lʼArles, ultimo, e il Montpellier, sconfitto dal St Etienne nellʼultima di campionato ma con il secondo posto lontano appena 4 lunghezze. Vietato perdere punti contro una squadra che ha vinto un solo match in campionato (3-2, contro il Caen). Il divario tra le due squadre è evidente, così come… evidentemente interessante il premio per il segno 2. Da provare.

Olivier Giroud (Montpellier)

Il nostro pronostico

2

NG

Info match Data 12/02/11 Ora 19:00 Stadio Parc des Sports TV Sky Sport And. Mon.-Arl. 3-1

Arles Bordeaux Arles Nancy Lilla Arles Nizza Arles Paris SG Arles

0-0 2-4 3-0 1-1 0-1 2-0 0-0 4-0 1-2 1-0

Under 7

Over 4

Goal/No Goal fuori casa

Goal 2

No Goal 9

Ultimi incontri

Ultimi incontri Monaco Arles Valenciennes Arles Arles St.Étienne Arles Rennes Arles Marsiglia

Under/Over fuori casa

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 4,50 3,40 1,80 4,50 3,30 1,80 4,60 3,25 1,80 4,60 3,35 1,75

Quote extra

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 8,50 11,0 20,0 8,50 5,00 4,50 23,0 11,0 2,80 1X2 45’ Doppia chance Goal/No Goal 1 X 2 1X X2 12 G NOG 5,50 2,00 2,40 1,90 1,16 1,29 2,02 1,65

Somma Gol Under/Over 1,5 0 1 2 3 4 4+ UNDER OVER 7,50 3,40 2,60 4,00 5,50 6,00 2,60 1,40 Segna sq. casa Segna sq. ospite Under/Over 3,5 SI NO SI NO UNDER OVER 1,68 1,98 1,20 3,75 1,18 4,00

Montpellier Nancy Montpellier Lorient Montpellier Brest Montpellier Marseille Nizza Montpellier

St.Étienne Montpellier Valenciennes Montpellier Auxerre Montpellier Lione Montpellier Montpellier Toulouse

1-2 1-2 2-1 0-0 1-1 0-0 1-2 4-0 0-1 1-0

BORDEAUX - CAEN

L’«1» è d’obbligo Girondini a caccia del successo per dare corpo a una classifica abbastanza deludente: solo 31 punti Il Caen è quart’ultimo in Ligue ed è reduce dalla sconfitta rimediata sul campo del Lorient. Premesse da “1” Under/Over in casa

Under 8

Over 3

Goal/No Goal in casa

Goal 6

No Goal 5

A

nche una squadra fin qui deludente come il Bordeaux può dire la sua in un campionato incerto come la Ligue 1. Magari non per la vittoria finale (il Lille pare irraggiungibile) ma per centrare un posto Champions. Lʼavversario di giornata, il modesto Caen, giustifica ambizioni da 3 punti per i padroni di casa, ko solo col Marsiglia negli ultimi 12 turni. Basta pareggi: è tempo di «1».

Il nostro pronostico

1

Anthony Modeste (Bordeaux)

Under

Info match Data 12/02/11 Ora 19:00 Stadio Chaban-Delmas TV Sky Sport And. Cae.-Bor. 0-0

Nancy Bordeaux Lilla Bordeaux Rennes Bordeaux Lens Bordeaux Nizza Bordeaux

2-1 2-4 1-1 2-2 0-0 1-1 2-2 2-1 2-0 0-0

Under 6

Over 5

Goal/No Goal fuori casa

Goal 7

No Goal 4

Ultimi incontri

Ultimi incontri Bordeaux Arles Bordeaux St.Étienne Bordeaux Sochaux Bordeaux Marsiglia Bordeaux Lione

Under/Over fuori casa

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1,55 3,60 6,50 1,55 3,75 5,85 1,55 3,60 6,25 1,53 3,60 6,50

Quote extra

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 2,30 13,0 35,0 4,00 5,50 11,0 22,0 13,0 11,0 1X2 45’ Doppia chance Goal/No Goal 1 X 2 1X X2 12 G NOG 2,05 2,15 6,75 1,10 2,29 1,23 1,88 1,77

Somma Gol Under/Over 1,5 0 1 2 3 4 4+ UNDER OVER 9,00 3,50 2,75 3,75 4,75 5,25 2,85 1,33 Segna sq. casa Segna sq. ospite Under/Over 3,5 SI NO SI NO UNDER OVER 1,12 4,75 1,68 1,98 1,23 3,50

Caen Paris SG Caen Tolosa Caen Caen Brest Lens Caen Caen

Lilla Caen Sochaux Caen Nizza Rennes Caen Caen Auxerre Lorient

2-5 2-1 0-3 1-0 0-0 1-0 1-3 2-0 2-0 0-2


Giovedì 10 Febbraio 2011 9

MONACO - LORIENT

Poche reti nell’aria I monegaschi, coinvolti a tutti gli effetti nella zona retrocessione, sfidano un Lorient reduce da 2 buone gare Difficile concedere fiducia alla squadra del Principato, che ha raccolto un solo successo negli ultimi 10 turni Under/Over in casa

Under 9

Over 2

Goal/No Goal in casa

Goal 3

No Goal 8

T

ira davvero una brutta aria dalle parti del Principato. Aria di Ligue 2, ovvero di retrocessione. Uno spettro difficilmente immaginabile per una squadra di rango come il Monaco. Ma tantʼè. In casa si vince poco (appena 2 volte in 11 turni), fuori ancora meno (perla rara, il 4-0 sul campo del Nancy). Il Lorient si presenta a Montecarlo con 2 vittorie, con avversari magari non irresistibili. Crediamo in una gara tirata, da Under.

Francis Malonga Ntsayi (Monaco)

Il nostro pronostico

X

Under

Info match Data 12/02/11 Ora 19:00 Stadio Louis II TV Sky Sport And. Lor.-Mon. 0-0

Arles Monaco Nizza Monaco St.Étienne Monaco Sochaux Monaco Marsiglia Monaco

0-0 2-1 1-1 1-0 0-2 2-2 2-1 1-1 0-0 2-0

Under 6

Over 5

Goal/No Goal fuori casa

Goal 3

No Goal 8

Ultimi incontri

Ultimi incontri Monaco Lilla Monaco Rennes Monaco Paris SG Monaco Auxerre Monaco Tolosa

Under/Over fuori casa

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 2,15 3,00 3,60 2,20 3,00 3,40 2,15 3,00 3,50 2,05 3,00 3,80

Quote extra

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 3,50 11,0 22,0 4,75 4,75 6,25 22,0 11,0 6,25 1X2 45’ Doppia chance Goal/No Goal 1 X 2 1X X2 12 G NOG 2,80 1,90 4,50 1,27 1,59 1,34 1,90 1,75

Somma Gol Under/Over 1,5 0 1 2 3 4 4+ UNDER OVER 7,00 3,40 2,60 4,25 5,50 6,00 2,45 1,45 Segna sq. casa Segna sq. ospite Under/Over 3,5 SI NO SI NO UNDER OVER 1,27 3,20 1,50 2,30 1,15 4,35

Lorient Sochaux Lorient Lilla Lorient Tolosa Lorient Lione Lorient Caen

Paris SG Lorient Rennes Lorient Lens Lorient Montpellier Lorient Brest Lorient

1-1 2-0 2-0 6-3 3-0 3-0 0-0 3-0 2-0 0-2

NANCY - AUXERRE

Spareggio da «X» In palio punti decisivi per la salvezza. A questo punto del torneo battere una diretta concorrente vale doppio Sia Nancy che Auxerre non attraversano tuttavia un buon momento di forma. «X» di conseguenza possibile Under/Over in casa

Under 7

Over 4

Goal/No Goal in casa

Goal 3

No Goal 8

V

enticinque punti ciascuna e quintʼultimo posto in classifica: il match tra Nancy e Auxerre promette di essere un vero spareggio salvezza. I numeri esibiti dalle 2 squadre mostrano una scarsa propensione al pari per lʼundici di casa: solo uno in 11 gare interne. Ben più marcato il feeling dellʼAuxerre a dividere la posta in trasferta: si contano infatti ben 6 pareggi esterni. Che il computo, dopo questa sfida, aumenti per entrambe?

Il nostro pronostico

X

Youssouf Hadji (Nancy)

Under

Info match Data 12/02/11 Ora 19:00 Stadio Marcel Picot TV Sky Sport And. Aux.-Nan. 2-2

Nancy Valenciennes St.Étienne Nancy Sochaux Paris SG Nancy Nancy Montpellier Nancy

2-1 2-0 1-1 1-1 1-0 2-0 1-0 3-0 1-2 2-1

Under 9

Over 2

Goal/No Goal fuori casa

Goal 7

No Goal 4

Ultimi incontri

Ultimi incontri Bordeaux Nancy Nancy Arles Nancy Nancy Tolosa Lilla Nancy Brest

Under/Over fuori casa

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 2,25 3,00 3,35 2,20 3,00 3,40 2,20 2,95 3,45 2,25 3,00 3,25

Quote extra

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 3,50 11,0 22,0 4,75 4,75 6,25 22,0 11,0 6,25 1X2 45’ Doppia chance Goal/No Goal 1 X 2 1X X2 12 G NOG 2,80 1,90 4,50 1,27 1,59 1,34 1,80 1,85

Somma Gol Under/Over 1,5 0 1 2 3 4 4+ UNDER OVER 7,50 3,75 2,65 4,00 5,25 5,50 2,80 1,35 Segna sq. casa Segna sq. ospite Under/Over 3,5 SI NO SI NO UNDER OVER 1,23 3,50 1,45 2,45 1,20 3,75

Auxerre St.Étienne Auxerre Lens Auxerre Montpellier Lione Auxerre Caen Auxerre

Rennes Auxerre Tolosa Auxerre Marsiglia Auxerre Auxerre Monaco Auxerre Lilla

2-1 1-1 1-2 1-1 1-1 1-1 1-1 1-1 2-0 1-1


10 Giovedì 10 Febbraio 2011

PSG - LENS

Goal Parigini Pronostico favorevole ai parigini che, in casa, hanno il secondo attacco del Campionato ma anche una delle difese più perforate. Quota interessante per puntare pensare a una sfida ricca di segnature. Under/Over in casa

Under 2

Over 9

Goal/No Goal in casa

Goal 8

No Goal 3

D

ue formazioni in un periodo tuttʼaltro che brillante, Paris Saint Germain e Lens si confrontano al Parco dei Principi. Parigini allʼinseguimento della capolista Lille, turno casalingo da sfruttare al meglio, ma gli ospiti non possono permettersi passi falsi, vista la difficile posizione occupata in classifica. Bassa la quota pe ilsegno «1», meglio orientarsi su un più interessante Goal (1,95).

Nene (Paris SG)

Il nostro pronostico

1

Goal

Info match Data 12/02/11 Ora 19:00 Stadio Parc des Princes TV Sky Sport And. Len.-PSG 0-2

Paris SG Caen Paris SG Brest Paris SG Monaco Paris SG Sochaux Paris SG Paris SG

1-1 2-1 2-2 3-1 1-2 2-2 2-0 2-1 1-2 1-0

Under 5

Over 5

Goal/No Goal fuori casa

Goal 6

No Goal 4

Ultimi incontri

Ultimi incontri Lorient Paris SG Lione Paris SG Valenciennes Paris SG Nancy Paris SG Arles Rennes

Under/Over fuori casa

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1,40 4,25 8,00 1,40 4,00 8,50 1,40 4,10 8,00 1,37 4,20 8,50

Quote extra

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 1,90 13,0 40,0 3,75 6,00 16,0 25,0 13,0 16,0

Somma Gol Under/Over 1,5 0 1 2 3 4 4+ UNDER OVER 10,0 3,75 2,80 3,75 4,25 4,50 3,35 1,25

1X2 45’ Doppia chance Goal/No Goal 1 X 2 1X X2 12 G NOG 1,85 2,30 8,00 1,04 2,72 1,20 1,95 1,70

Segna sq. casa Segna sq. ospite Under/Over 3,5 SI NO SI NO UNDER OVER 1,07 6,00 1,83 1,80 1,30 3,00

Marsiglia Lens Brest Lens Lorient Bordeaux Lens Lens Lilla Lens

Lens Lione Lens Auxerre Lens Lens St.Étienne Caen Lens Valenciennes

1-1 1-3 4-1 1-1 3-0 2-2 2-1 2-0 1-0 1-1

SOCHAUX - MARSIGLIA

La quota dice «2» Momento non facile per un Sochaux che deve iniziare a guardarsi alla spalle con una certa preoccupazione; di fronte l’Olimpique Marsiglia senza sconfitte da cinque turni ed in piena corsa nella lotta al vertice. Under/Over in casa

Under 4

Over 7

Goal/No Goal in casa

Goal 7

No Goal 4

S

quadre allo specchio, Sochaux e Marsiglia si affrontano con obiettivi diversi. Padroni di casa che nelle ultime cinque giornate hanno messo insieme solo quattro punti ed ora devono guardare con preoccupazione ad una classifica che si è complicata. Marsiglia altalenante, soprattutto lontano da casa, ma la vetta non è lontana, e la quota invitante (2,10) per puntare sul «2».

Il nostro pronostico

2

Matthieu Valbuena (Marsiglia)

NG

Info match Data 12/02/11 Ora 19:00 Stadio Bonal TV Sky Sport And. Mar.-Soc. 2-1

Sochaux Lorient Sochaux Valenciennes Sochaux Bordeaux Sochaux Sochaux Rennes Sochaux

1-1 2-0 0-3 2-1 1-0 1-1 2-1 2-1 5-1 1-0

Under 7

Over 4

Goal/No Goal fuori casa

Goal 6

No Goal 5

Ultimi incontri

Ultimi incontri Brest Sochaux Caen Sochaux Nancy Sochaux Monaco Paris SG Sochaux Nizza

Under/Over fuori casa

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 3,35 3,10 2,20 3,40 3,20 2,10 3,30 3,10 2,20 3,30 3,15 2,15

Quote extra

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 6,25 11,0 20,0 6,25 4,75 4,75 20,0 11,0 3,40 1X2 45’ Doppia chance Goal/No Goal 1 X 2 1X X2 12 G NOG 4,20 2,00 2,75 1,65 1,27 1,30 1,70 1,95

Somma Gol Under/Over 1,5 0 1 2 3 4 4+ UNDER OVER 9,00 4,00 2,75 3,50 5,00 5,00 3,00 1,30 Segna sq. casa Segna sq. ospite Under/Over 3,5 SI NO SI NO UNDER OVER 1,40 2,60 1,22 3,55 1,25 3,35

Tolosa Marsiglia Marsiglia Nizza Auxerre Marsiglia Brest Marsiglia Monaco Marsiglia

Marsiglia Montpellier Rennes Marsiglia Marsiglia Lione Marsiglia Bordeaux Marsiglia Arles

0-1 4-0 0-0 1-0 1-1 1-1 0-0 2-1 0-0 1-0


Giovedì 10 Febbraio 2011 11

ST ETIENNE - LIONE

Confronto da «Goal» Trasferta impegnativa per l’Olympique di Lisandro Lopez, atteso da un St. Etienne in gran forma Scontro cruciale: chi vince, fa un bel passo avanti in chiave Champions e staccherebbe l’altra in classifica Under/Over in casa

Under 4

Over 6

Goal/No Goal in casa

Goal 8

No Goal 2

S

fidare il St. Etienne di questi tempi non è impresa facile, neanche per il Lione. I padroni di casa sono andati a espugnare Montpellier nellʼultima di campionato, grazie a una doppietta di Riviere. Per il Lione, un pari e nulla più contro lʼaltalenante Bordeaux. I rischi, per Lisandro Lopez e compagni, ci sono tutti. Le quote concedono fiducia alla squadra di Puel, in un incontro dove il Goal sembra offrire le migliori garanzie.

Lisandro Lopez (Lyon)

Il nostro pronostico

1

Goal

Info match Data 12/02/11 Ora 21:00 Stadio Geoffroy-Guichard TV Sky Sport And. Lio.-St.E. 0-1

1-1 1-1 1-1 2-2 0-2 2-0 1-1 2-1 2-1 1-2

Under 5

Over 5

Goal/No Goal fuori casa

Goal 8

No Goal 2

Ultimi incontri

Ultimi incontri St.Étienne Auxerre Nancy St.Étienne Valenciennes St.Étienne St.Étienne Bordeaux Monaco St.Étienne St.Étienne Arles Lilla St.Étienne Lens St.Étienne St.Étienne Tolosa Montpellier St.Étienne

Under/Over fuori casa

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 3,10 3,00 2,40 3,10 3,10 2,30 2,95 3,00 2,45 3,15 3,00 2,30

Quote extra

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 5,50 11,0 26,0 5,75 4,75 5,00 24,0 11,0 3,75 1X2 45’ Doppia chance Goal/No Goal 1 X 2 1X X2 12 G NOG 4,00 1,95 2,95 1,55 1,32 1,32 1,75 1,90

Somma Gol Under/Over 1,5 0 1 2 3 4 4+ UNDER OVER 8,00 3,75 2,60 4,00 5,25 5,25 2,80 1,35 Segna sq. casa Segna sq. ospite Under/Over 3,5 SI NO SI NO UNDER OVER 1,40 2,60 1,25 3,30 1,20 3,75

Lione Nizza Lens Lione Lione Paris SG Montpellier Lione Lione Tolosa Marsiglia Lione Lione Auxerre Lione Lorient Valenciennes Lione Lione Bordeaux

1-0 1-3 2-2 1-2 2-0 1-1 1-1 3-0 2-1 0-0

RENNES - NIZZA

Il No Goal è di casa La terza forza della Ligue 1 insegue il successo per rimanere in scia del Lille. Obiettivo possibile Gli ospiti non vincono fuori casa da un’eternità: 2-1 sul campo del Lorient alla seconda giornata Under/Over in casa

Under 7

Over 4

Goal/No Goal in casa

Goal 5

No Goal 6

C

inque vittorie di fila in casa, in un campionato che corre sul filo dellʼequilibrio come quello francese, non possono che spingere il Rennes ai vertici della classifica. Fuori casa la musica è ben diversa ma questo, per il momento, è un altro discorso. Del Nizza tutto si può dire tranne che sia compagine da trasferta. Lʼunico dato che accomuna le due squadre è quello relativo ai No Goal in campionato (14). Con queste premesse…

Il nostro pronostico

1

Yasine Brahimi (Rennes)

NG

Info match Data 13/02/11 Ora 17:00 Stadio de la Route de Lorient TV Sky Sport And. Niz. - Ren. 1-2

Brest Rennes Rennes Monaco Rennes Valenciennes Rennes Arles Rennes Paris SG

2-1 2-0 0-0 1-0 0-0 1-0 1-0 4-0 5-1 1-0

Under 9

Over 2

Goal/No Goal fuori casa

Goal 3

No Goal 8

Ultimi incontri

Ultimi incontri Rennes Lorient Marsiglia Rennes Bordeaux Rennes Caen Rennes Sochaux Rennes

Under/Over fuori casa

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1,55 3,50 7,00 1,50 3,70 7,00 1,50 3,65 7,00 1,55 3,75 5,75

Quote extra

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 2,10 12,0 35,0 4,00 5,50 13,0 25,0 12,0 13,0 1X2 45’ Doppia chance Goal/No Goal 1 X 2 1X X2 12 G NOG 2,05 2,10 7,00 1,07 2,42 1,24 2,20 1,55

Somma Gol Under/Over 1,5 0 1 2 3 4 4+ UNDER OVER 8,00 3,50 2,65 4,00 5,00 5,00 2,80 1,35 Segna sq. casa Segna sq. ospite Under/Over 3,5 SI NO SI NO UNDER OVER 1,12 4,75 1,98 1,68 1,20 3,75

Lione Nizza Monaco Nizza Caen Nizza Arles Nizza Bordeaux Nizza

Nizza Montpellier Nizza Marsiglia Nizza Brest Nizza Lilla Nizza Sochaux

1-0 0-1 1-1 1-0 0-0 1-1 0-0 0-2 2-0 1-0


12 Giovedì 10 Febbraio 2011

VALENCIENNES - BREST

L’«1» vale doppio La terza forza della Ligue 1 insegue il successo per rimanere in scia del Lille. Obiettivo possibile Gli ospiti non vincono fuori casa da un’eternità: 2-1 sul campo del Lorient alla seconda giornata Under/Over in casa

Under 4

Over 6

Goal/No Goal in casa

Goal 8

No Goal 2

C

inque vittorie di fila in casa, in un campionato che corre sul filo dellʼequilibrio come quello francese, non possono che spingere il Rennes ai vertici della classifica. Fuori casa la musica è ben diversa ma questo, per il momento, è un altro discorso. Del Nizza tutto si può dire tranne che sia compagine da trasferta. Lʼunico dato che accomuna le due squadre è quello relativo ai No Goal in campionato (14). Con queste premesse…

Gregory Pujol (Valenciennes)

Il nostro pronostico

1

NG

Info match Data 13/02/11 Ora 17:00 Stadio Nungesser TV Sky Sport And. Bre.-Val. 1-0

Valenciennes Arles St.Étienne Valenciennes Paris SG Valenciennes Tolosa Valenciennes Lione Valenciennes

2-0 3-0 1-1 2-1 1-2 1-0 2-1 2-1 2-1 1-1

Under 8

Over 3

Goal/No Goal fuori casa

Goal 4

No Goal 7

Ultimi incontri

Ultimi incontri Nancy Valenciennes Valenciennes Sochaux Valenciennes Rennes Valenciennes Montpellier Valenciennes Lens

Under/Over fuori casa

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 2,10 3,05 3,65 2,20 3,00 3,40 2,10 3,10 3,50 2,15 3,10 3,35

Quote extra

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 3,50 11,0 22,0 4,75 4,75 6,25 22,0 11,0 6,25 1X2 45’ Doppia chance Goal/No Goal 1 X 2 1X X2 12 G NOG 2,80 1,90 4,50 1,27 1,59 1,34 1,88 1,77

Somma Gol Under/Over 1,5 0 1 2 3 4 4+ UNDER OVER 7,00 3,50 2,60 4,25 5,50 5,75 2,60 1,40 Segna sq. casa Segna sq. ospite Under/Over 3,5 SI NO SI NO UNDER OVER 1,27 3,20 1,50 2,30 1,18 4,00

Brest Rennes Brest Paris SG Brest Nizza Brest Brest Lorient Brest

Sochaux Brest Lens Brest Montpellier Brest Marsiglia Caen Brest Nancy

1-1 2-1 4-1 3-1 0-0 1-1 0-0 1-3 2-0 2-1

LILLE - TOLOSA

Bomber all’assalto Il Lille capolista si affida ai gol del capocannoniere Sow per centrare il dodicesimo successo in Ligue 1 Avversario di giornata è il Tolosa, squadra che in trasferta non conosce la mezza misura: solo un «X» Under/Over in casa

Under 5

Over 6

Goal/No Goal in casa

Goal 7

No Goal 4

V

incere e confidare in un passo falso di Psg e Rennes. Il Lille pregusta così il weekend perfetto, con il contributo realizzativo dei suoi bomber: Sow (16 reti) e Gervinho (10). Fin qui un solo “crack” casalingo per il Lille: giustificato, contro il Marsiglia. Il Tolosa ha perso 5 delle ultime 6 trasferte, in occasione delle quali ha realizzato appena 2 reti. Numeri che spingono inevitabilmente il pronostico in direzione della capolista.

Gervinho (Lille)

Il nostro pronostico

1

Over

Info match Data 13/02/11 Ora 21:00 Stadio Lille Métropole TV Sky Sport And. Tol.-Lil. 1-1

Lilla Monaco Lilla Lorient Lilla St.Étienne Lilla Nancy Lens Lilla

2-5 2-1 1-1 6-3 0-1 1-1 0-2 3-0 1-0 1-1

Under 5

Over 6

Goal/No Goal fuori casa

Goal 6

No Goal 5

Ultimi incontri

Ultimi incontri Caen Lilla Bordeaux Lilla Arles Lilla Nizza Lilla Lilla Auxerre

Under/Over fuori casa

1 X 2 1 X 2 1 X 2 1 X 2 1,45 4,00 7,50 1,45 3,85 7,50 1,45 3,85 7,50 1,50 3,75 6,50

Quote extra

Parziale finale 1/1 1/X 1/2 X/1 X/X X/2 2/1 2/X 2/2 2,00 13,0 40,0 3,75 5,75 14,0 26,0 13,0 14,0 1X2 45’ Doppia chance Goal/No Goal 1 X 2 1X X2 12 G NOG 1,90 2,20 8,00 1,05 2,54 1,22 2,10 1,60

Somma Gol Under/Over 1,5 0 1 2 3 4 4+ UNDER OVER 8,50 3,75 2,90 3,50 4,50 5,00 3,15 1,28 Segna sq. casa Segna sq. ospite Under/Over 3,5 SI NO SI NO UNDER OVER 1,10 5,25 1,92 1,72 1,27 3,20

Montpellier Tolosa Tolosa Marsiglia Auxerre Tolosa Tolosa Caen Lione Tolosa Tolosa Lorient Valenciennes Tolosa Tolosa Nancy St.Étienne Tolosa Tolosa Monaco

1-0 0-1 1-2 1-0 2-0 3-0 2-1 1-0 2-1 2-0


Giovedì 10 Febbraio 2011 13

Basket I Campioni d’Italia grandi favoriti delle vigilia aprono il programma contro Pesaro. Molto più incerta, sulla carta, la sfida tra Montegranaro e Bologna Tutto in quattro giorni. Sarà la Montepaschi Siena a inaugurare la final-eight di basket, manifestazione in programma a Torino (in campo neutro, quindi) dal 10 al 13 febbraio. Si parte stasera coi primi due quarti di finale. Favori del pronostico, in termini di vittoria finale, per la corazzata Siena. Il successo del team di Pianigiani, per SNAI, vale appena 1.50, con Armani Milano (3.50) e Cantù (8.00) uniche alternative con quota a una cifra. Per gli appassionati del genere, la lavagna mette a disposizione quote per puntare su diverse tipologie, a partire dal “testa a testa risultato”. Occorre cioè pronosticare il successo di una delle due squadre al termine dellʼincontro, eventuali tempi supplementari compresi.

Final Eight

Siena su tutte Cantù la sorpresa Antepost

QUOTE SNAI

SNAI MONTEPASCHI SIENA 1,50

Ora Pal. Num Partite del 10 febbraio 18:00 7514 15 MPS SIENA SCAVOLINI PS

ARMANI MILANO

3,50

20:30 7514 16 FABI MG

BENNET CANTU

8,00

FABI SHOES MG

20,0

CANADIAN S. BO

20,0

ANGELICO BIELLA

50,0

AIR AVELLINO

50,0

SCAVOLINI PESARO

125

Torino 10-13/2/11 Palaolimpico

CANADIAN BO

2 -

1 -

X -

1,83

1,83

3,00

2 -

2,35 3,00

QUOTE SNAI

Squadra detentrice MPS SIENA

MPS Siena - Scavolini Pesaro

Fabi Mg - Canadian Bologna

Siena le mani sulle semifinali e sulla coppa Italia

Montegranaro in campionato, riscatto bolognese in Coppa

Centoquattro a 61 il punteggio finale in favore della Montepaschi Siena, nella gara valida per la decima giornata dʼandata della regular season di basket (19/12 scorso). Il precedente stagionale con la Scavolini Pesaro è talmente eloquente da lasciare poco spazio a interpretazioni alternative: in semifinale, con ogni probabilità, andrà la corazzata di Pianigiani. Da provare lʼ1 con handicap.

Diciotto punti per entrambe in campionato, con il successo di Montegranaro a Bologna per 79 a 77. Si prospetta così il quarto di finale più equilibrato: chi vince, trova Siena in semifinale (non una buona notizia). Le quote privilegiano, in ottica “testa a testa risultato”, il successo di Montegranaro. Per lʼoccasione, tuttavia, potrebbe risultare soluzione appropriata giocare il 2. Per unʼeventuale semifinale Bologna-Siena da brividi.

VOLLEY A1 Better 5ª giornata - Quote testa di ritorno a testa PARTITE DEL 13 FEBBRAIO 2011

Domenica si gioca la 5ª di ritorno Vibo Valentia vola sul campo della Sisley Treviso. Trento sfida Modena

1 -

ANDREOLI LATINA

COPRA MORPHO PIACENZA

YOGA FORLÌ

RPA-LUIGIBACCHI.IT SAN GIUSTINO

BRE BANCA L. CUNEO

ACQUA PARADISO MONZA BRIANZA

SISLEY TREVISO

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA

ITAS DIATEC TRENTINO CASA MODENA LUBE B. MARCHE M.

MARMI LANZA VERONA

M. ROMA VOLLEY

BCC-NEP CASTELLANA GROTTE

Classifica 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Squadre Itas Diatec Trentino Bre Banca Lannutti Cuneo Lube Banca Marche Macerata Sisley Treviso Casa Modena Acqua Paradiso Monza Brianza Marmi Lanza Verona M. Roma Volley Tonno Callipo Vibo Valentia RPA-LuigiBacchi.it San Giustino Copra Morpho Piacenza Andreoli Latina BCC-NEP Castellana Grotte Yoga Forlì

Totale Punti Vinte Perse 49 17 0 40 13 4 37 12 5 34 11 6 28 12 5 28 9 8 26 8 9 23 7 10 22 7 10 20 7 10 18 6 11 18 5 12 8 3 14 6 2 15


14 Giovedì 10 Febbraio 2011

Estrazione del 08/02/2011 BARI CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA NAZIONALE

90 6 6 10 23 31 64 81 75 37 62

45 49 64 75 70 69 72 80 72 48 19

84 39 65 30 14 55 71 52 68 54 46

69 34 33 1 7 10 57 8 53 50 59

8 52 14 42 57 75 84 50 1 16 83

Il bis è saltato di un soffio. Le nostre previsioni suggerivano l’ambo 8-71 su Palermo e Tutte: il 71 è puntualmente uscito sulla ruota siciliana, l’8 no. Intanto il 32 sulla ruota di Roma tarda da 142 turni. il 64 sulla ruota Nazionale non si vede da 103 estrazioni.

LE NOSTRE PREVISIONI PER STASERA Per Ambo 17-23 su Napoli e Tutte Per Ambo e Terno 18-32-57 su Roma Per Terno e Quaterna 45-54-55-56 su Venezia Per Quaterna e Cinquina Di nuovo 15-22-44-55-77-78 su Milano

L’ultima combinazione vincente Concorso n. 17 di martedì 08/02/2011 10 11 20 41 55 83 Jolly 1 Numero SuperStar 67 MONTEPREMI 3.906.551,61 EURO Nessun 6 Nessun 5+1 Agli 11 “5” Ai 2.094 “4” Ai 76.859 “3”

Jackpot 14.297.449,75 euro euro euro

I numeri più ritardatari N.

Rit.

N.

Rit.

N.

Rit.

N.

Rit.

N.

Rit.

N.

Rit.

24 18 80 84 53 28 2 40 66 33 47 82 85 57 36

51 50 47 44 41 37 36 35 35 34 34 32 32 28 27

42 60 38 9 19 48 51 81 16 56 29 41 7 74 21

27 25 21 20 20 20 20 20 19 17 16 16 15 15 1

39 14 44 89 26 73 75 76 31 69 17 34 59 83 5

14 13 13 13 12 12 12 12 11 11 10 10 10 10 9

77 79 10 50 55 87 90 4 23 54 88 6 8 67 86

9 9 8 8 8 8 8 7 7 7 7 6 6 6 6

3 12 13 15 46 1 27 61 11 35 58 64 68 72 22

5 5 5 5 5 4 4 4 3 3 3 3 3 3 2

30 62 70 71 20 37 45 49 63 25 32 43 52 65 78

2 2 2 2 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0

Ad Agnano partono invece solo in 16. Diversi i soggetti di qualità in grado di entrare in terna. Su tutti il n.16 di Montrè de Malva, con Meverick Vita e Iron Roc possibili protagonisti. Tra i soggetti della prima fila, si distingue Irvillac (n.4 dello schieramento).

N. 571 - PISA (galoppo) - Ippodromo San Rossore m. 1.900 (p.media)

N. 584 - NAPOLI (trotto) - Ippodromo Agnano m. 1.600

Ore 14.00 - Premio "Ildo Tellini" - Euro 8.800,00

Ore 19.00 - Premio "Odol" - Euro 22.660,00

N. Cavallo

(Stec)

Sugarello (3) Andrea Doria (8) Rakmaninov (17) Faatansiun (14) Grimani (12) Atamura (16) Hallingsome (11) Pour Fast (20) Rumbaak (18) Principe Igor (9) Stuntman (19) Muhtarib (7) Daggers Dream (13) Scattarello (1) Pay The Light (2) Valdeny (10) City Life (4) French Cancan (15) Giulius (5) King Giulio's (6)

4 5 8 1 3 10

42.823,13 224,95 12,25

Nella tabella seguente vengono riportati tutti i novanta numeri in ordine decrescente di ritardo

Tris davvero affollata a San Rossore, con ben 20 concorrenti alle gabbie di partenza. Proviamo Faatansiun base piazzata. Grimani migliora il peso rispetto alle ultime 2 uscite e può piazzarsi. Piace anche Pour Fast, nonostante il peggior numero di steccato.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

JACKPOT PROSSIMO CONCORSO 15.900.000 EURO

Peso

Guidatore

63 60.5 60 59.5 59.5 59 58 56.5 56.5 55 54 52.5 52 52 51.5 51 50 50 50 52

G. Virdis Al. Sanna Cri. di Stasio S. Sulas N. Pinna S. Mulas L. Maniezzi F. Branca P. Convertino A. D. Migheli A. Polli G. Sanna D. Perovic Mario Sanna P. Salis M. Manca F. Marras S. Mura M. Vargiu M. Kolmarkaj

Ultim. Prest. Valutazione 5-3-1-7 11-11-3-11 1-7-2-7 6-2-3-5 3-2-6-6 1-6-2-4 5-10-15-19 1-5-4-2 12-6-9-11 1-1-11-8 7-17-2-13 7-10-12-10 4-3-14-6 3-2-4-3 9-8-7-1 6-9-4-1 8-7-7-15 7-5-8-7 8-5-6-12 5-6-8-15

FAVORITI

DA TENER PRESENTE POSSIBILI SORPRESE

Faatansiun Grimani Pour Fast Sugarello Rakmaninov Principe Igor

7 13 9 2 6 11

Hallingsome Daggers Dream Rumbaak Andrea Doria Atamura Stuntman

16 14 20 12 15

Valdeny Scattarello King Giulio's Muhtarib Pay The Light

llll lll llll llll llll lll lll llll lll llll lll ll lll ll ll ll l l l ll

IL NOSTRO ORDINAMENTO TUTTI I NUMERI TRIS 4 10 6 12

5 7 11 14

8 13 16 19

1 9 14 18

3 2 20 17

N.

Cavallo

Metri

Guidatore

Ultim. Prest. Valutazione

1 Lucy Font

1600

G. Basile

1-1-13-6

2 Gill di Jesolo

1600

S. Viola

4-10-rp-3

3 Lapsus

1600

M. Seiello

1-16-2-5

4 Irvillac

160

M. De Vivo

1-rp-1-rp

5 Menkar Etoile

1600

A. Marucci

8-9-rp-9

6 Lucky Luciano

1600

R. Palomba

5-5-2-7

7 Lutero Gianfi

1600

Ant. Esposito

13-ra-1-1

8 Geck Killer Gar

1600

Pl. D'Angelo

5-9-1-1

9 Metz

1600

M. Pignatelli

3-6-10-4

10 Macario Luis

1600

A. Di Nardo

2-1-1-16

11 Libeccio di Re

1600

V. D'Alessandro Jr

2-2-1-3

12 My Little Boss

1600

G. Saggiomo

3-17-1-3

13 Meverick Vita

1600

M. Minopoli Jr

1-2-1-rp

14 Morrison

1600

R. Gallucci

6-8-2-5

15 Iron Roc

1600

Gior. D'Aless. Sr

4-5-1-4

16 Montrè de Malva

1600

Vp. Dell'Annunz.

1-6-1-6

FAVORITI 16 13 15 11 14 4

DA TENER PRESENTE POSSIBILI SORPRESE

Montrè de Malva 8 Geck Killer Gar Meverick Vita 10 Macario Luis Iron Roc 7 Lutero Gianfi Libeccio di Re 9 Metz Morrison 6 Lucky Luciano Irvillac 12 My Little Boss

5 Menkar Etoile 3 Lapsus 2 Gill di Jesolo

l ll ll llll ll lll lll lll lll lll llll lll llll llll llll llll

IL NOSTRO ORDINAMENTO TUTTI I NUMERI TRIS 16 13 15 11 14 4 8 10 7 9 6 12 5 3 2 1


Giovedì 10 Febbraio 2011 15

Ancora da “Amici” la favorita per la vittoria finale, Marrone e i Modà a 2.75 Dopo l'apertura del palinsesto delle scommesse da parte dei Monopoli di Stato, ecco le prime quote sulla 61° edizione del Festival di Sanremo. Sulla kermesse musicale, in programma dal 15 al 19 Febbraio 2010 condotta da Gianni Morandi, si potrà quindi, a partire da oggi, scommettere sul proprio favorito nella categoria dei "big". Stando ai primi pronostici degli allibratori, a partire favorita è Emma Marrone (vincitrice della no-

na edizione di Amici di Maria De Filippi) e i Modà con il brano "Arriverà", che si giocano a 2.75. A 4.50 con il brano "Vivo sospesa" si gioca invece Nathalie, altro talento emerso grazie al programma "X Factor". Seguono a quota 6.00 Tricarico, con "3 colori", e Giusy Ferreri con "Il mare immenso". Buone possibilità - spiega l'Agicos - anche per Al Bano: è quotato a 8.00 il suo brano "Amanda è libera",mentre si gioca a 11.00 un terzetto for-

mato da La Crus ("Io confesso"), Roberto Vecchioni ("Chiamami ancora amore") e Anna Tatangelo ("Bastardo"). Ancora, a 15.00 il duo Barbarossa-Del Rosario con "Fino in fondo" e Anna Oxa con "La mia anima d'uomo", mentre chiudono in fondo ai pronostici degli allibratori Franco Battiato e Luca Madonia ("L'alieno") e Davide Van De Sfroos con "Yanez". Nella foto Emma Marrone

Poker On line

Ora si può giocare cash Il decreto sul poker cash e casino games e' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Il poker cash (a differenza della modalita' torneo che prevede solo il pagamento della quota di iscrizione ma la partita si gioca con soldi virtuali) consente per tutto lo svolgimento della partita l'utilizzo di soldi 'reali' e portera' a una nuova impennata delle giocate, una volta a regime. Secondo le stime dei principali operatori -

informa l'Agicos - il mercato varra' circa 3,5 miliardi di euro l'anno. La modalita' torneo nel 2010 ha raggiunto una raccolta di 3 miliardi, ma nel 2011 subira' la concorrenza del cash. Il mercato complessivo del poker online, una volta a regime, si stima raggiungera' i 5,5/6 miliardi. I risultati dei casino' games invece dipenderanno dal lancio delle Slot online (al momento rinviato per non interferire con l'avvio

delle Videolottery), il segmento potrebbe valere anche 6 miliardi di euro l'anno. Con poker cash e casino ' online si puo' dire che il portfolio dei giochi online sia quasi completo, l'offeta italiano viene praticamente portata ai livelli degli operatori internazionali. Da un lato quindi si strapperanno quote di mercato agli operatori illegali (buona parte dei nuovi volumi di gioco in realta'

proverranno dall'emersione del mercato nero), dall'altro molti operatori internazionali saranno spinti a entrare nel nostro mercato. Quest'ultimo processo verra' favorito dall'emissione delle 200 nuove licenze previste dal cosiddetto decreto Comunitaria (normativa che introdurra' anche maggiori controlli su utenti e giocate) che verra' pubblicato a breve in Gazzetta Ufficiale.

POKER ONLINE: IN VINCITE IL 90 PER CENTO DELLE GIOCATE

POKER ONLINE: MAGGIORE TUTELA AL GIOCATORE

Novità assoluta per l'Italia per quanto riguarda la tassazione dei giochi da casinò e per il poker online cash. Per la prima volta - informa l'Agicos - l'imposta unica per queste tipologie di gioco avverrà non sulla raccolta (ovvero sul fatturato), ma sulla raccolta al netto delle vincite pagate ai giocatori. l'Aliquota è fissata al 20 per cento. IL payout, ovvero la quota di giocate da redistribuire in vincite, dovra' essere superiore al 90 per cento della raccolta, sia per i casino' games che per il poker cash e i solitari. Ai concessionari, a copertura della totalità dei costi per l'esercizio del gioco, andra' il residuo. Sia per i casino' games che per il poker cash la posta iniziale per la partecipazione alla sessione di gioco, comprensiva di successivi ulteriori trasferimenti dal conto di gioco e di eventuali bonus, non potra' essere superiore a 1.000 euro.

Il concessionario promuove i comportamenti responsabili di gioco, ne vigila l'adozione da parte del giocatore, tramite la messa a disposizione di strumenti ed accorgimenti per l'autolimitazione e l'autoesclusione dal gioco, l'esclusione dall'accesso al gioco da parte di minori, nonché l'esposizione del relativo divieto in modo visibile negli ambienti virtuali di gioco gestiti. L'attivazione degli strumenti di autolimitazione da parte del giocatore - informa l'Agicos - è obbligatoria, pena l'impossibilità di accedere all'area di gioco. Il concessionario escluderà dalla partecipazione al gioco il personale appartenente alla propria organizzazione, nonché quello coinvolto a qualunque titolo nello sviluppo della propria piattaforma di gioco. AAMS, inoltre, eserciterà poteri di vigilanza e di controllo sul concessionario, anche mediante controlli, ispezioni e verifiche tecniche sui sistemi informatici. Il concessionario renderà disponibile, ad uso esclusivo di AAMS, l'accesso remoto ai dati delle sessioni di gioco nonché dei colpi svolti ed in corso.

Poker cash e casino games: al via il bollino blu delle piattaforme di gioco Con il decreto sul Poker Cash e casinò games viene introdotto il sistema di certificazione delle piattaforme di gioco, una sorta di bollino blu che riguardera' anche le piattaforme del poker in modalita' torneo. Il processo di certificazione - informa l'Agicos - prescrive un controllo minuzioso dei software di gioco volto a prevenire qualunque rischio di manomissione. I software di gioco verranno infatti testati e esaminati nei minimi particolari, e quindi ''blindati'' con una firma digitale. La

certificazione dovra' essere ripetuta ogni anno. A effettuare i controlli saranno laboratori internazionali (alcuni di questi soggetti ad esempio hanno sede in Spagna, Australia, Svizzera, Regno Unito), sono invece una trentina le piattaforme da vagliare. Il processo di certificazione richiedera' 1-2 mesi, sempre che nelle piattaforme non vengano riscontrate criticita'. Di conseguenza le prime partite verranno giocate tra maggio e giugno.

Poker cash e casino games: limiti di spesa, italia la prima a renderli obbligatori Il decreto sul poker cash e casino' games e' fondata sulla tutela del giocatore e prevede misure che l'Italia adotta prima di qualunque altro paese. In particolare - informa l'Agicos - all'avanguardia sono le misure per limitare le giocate, e l'obbligo di certificare la piattaforma di gioco. Il decreto prevede infatti che all'apertura del conto di gioco, l'utente debba obbligatoriamente indicare il limite di spesa massima settimanale o mensile. Si tratta di una forma di autoregolamentazione (il giocatore potra' indicare una cifra qualsiasi) che pero' frenera' i soggetti che si lasciano prendere eccessivamente dalla passione per il gioco. Se infatti e' possibile in qualunque momento abbassare la spesa indicata, per aumentare il limite occorrera' un preavviso di una settimana, misura decisa per evitare che la perdita di alcune partite possa portare a scelte impulsive. L'altra misura riguarda la certificazione delle piattaforme di gioco . Anche in questo caso l'Italia si dimostra all'avanguardia e chiede che le circa 30 piattaforme di gioco nostrane vengano testate, esaminate nei minimi dettagli, e quindi 'blindate' con una firma digitale da laboratori internazionali specializzati. Il processo di certificazione richiede 1-2 mesi, ovviamente sempre che non vengano riscontrate criticita', e dovra' essere ripetuto una volta l'anno.


16 Giovedì 10 Febbraio 2011

I RISULTATI DI IERI AMICH.

FINLANDIA U21

ESTONIA U21

4-1

AMICH.

PAESI BASSI U21

REP. CECA U21

0-1

AMICH.

CIPRO U21

IRLANDA U21

0-0

AMICH.

PORTOGALLO U21 SVEZIA U21

3-1

AMICH.

ARMENIA

GEORGIA

1-2

AMICH.

ISRAELE

SERBIA

0-2

AMICH.

RUSSIA U21

UCRAINA U21

3-0

AMICH.

TURCHIA

COREA DEL SUD

0-0

AMICH.

ISRAELE U21

SERBIA U21

0-1

AMICH.

CIPRO

ROMANIA

1-1

AMICH.

SVIZZERA U21

UCRAINA U21

1-1

AMICH.

SVEZIA

UCRAINA

1-1

AMICH.

GRECIA

CANADA

1-0

AMICH.

ALBANIA

SLOVENIA

1-2

AMICH.

KAZAKISTAN

BIELORUSSIA

1-1

AMICH.

ESTONIA

BULGARIA

2-2

AMICH.

PORTOGALLO U19 NORVEGIA U19

1-1

AMICH.

DANIMARCA

INGHILTERRA

1-2

AMICH.

TURCHIA U21

ROMANIA U21

1-0

AMICH.

LUSSEMBURGO

SLOVACCHIA

2-1

AMICH.

IRAN

RUSSIA

1-0

AMICH.

BELGIO

FINLANDIA

1-1

AMICH.

LETTONIA

BOLIVIA

2-1

AMICH.

GALLES U21

IRLANDA N U21

2-0

AMICH.

UCRAINA U19

RUSSIA U19

0-1

AMICH.

MALTA

SVIZZERA

0-0

AMICH.

MACEDONIA

CAMERUN

0-1

AMICH.

OLANDA

AUSTRIA

3-1

AMICH.

CROAZIA

REPUBBLICA CECA

4-2

AMICH.

POLONIA

NORVEGIA

1-0

AMICH.

AZERBAIGIAN

UNGHERIA

0-2

AMICH.

GERMANIA

ITALIA

1-1

AMICH.

GRECIA U21

GERMANIA U21

0-0

AMICH.

SCOZIA

IRLANDA DEL NORD 3 - 0

GERMANIA - ITALIA 1-1

Rossi ci regala un pari meritato Partita vera a Dortmund tra Germania ed Italia. Partono bene i tedeschi e vengono premiati al 16°. Sbandata difensiva azzurra e Klose sigla, con facilità, dopo un assist di Muller. Nella seconda metà del tempo Prandelli riesce a registrare le distanze tra i reparti, avanzando la posizione di De Rossi. I risultati si vedono subito. Azioni insistite in area tedesca. Due rigori non dati, di cui uno molto lampante impediscono il pari agli azzurri. Girandola di sostituzioni nella ripresa da entrambe le parti per provare schemi e uomini. I cambi premiano lʼItalia, Giuseppe Rossi, entrato al posto di Pazzini, si trova a tu per tu con Neuer che gli neutralizza il primo tiro con i piedi, ma nulla può sulla ribattuta. Partita gradevole nonostante un pessimo campo. Bravo Prandelli a mantenere alta la tensione.

1X2

X

1X2 AL 45°

1

UNDER

SOMMA GOL

2

GOAL/NO GOAL

GOAL

RIS. ESATTO

1-1

PARI/DISP.

PARI

45°90°

1/X

UNDER/OVER

Editore Infospazio srl Viale de Filippis 107 - CATANZARO Tel. 0961.77.16.04 Direttore Resposabile Terri Boemi

Stampa Stabilimento tipografico De Rose Contrada Pantoni - Marinella 87040 - Montalto Uffugo CS Autoriz. richiesta il 13/01/11


il domani