Page 1

Sabato 09 Ottobre 2010

Anno XIII - Numero 277

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

REGIONE

STAGE

Gasparri punta il dito su Annozero: «Per Scopelliti diffamazione gratuita»

NOBEL

I migliori laureati della Calabria alla fine dei corsi: che ne sarà di noi?

a pag » 6

Quello per la pace a Liu Xiaobo, la Cina oscura la diretta tv della Bbc

a pag » 28

a pag » 27

Grande mobilitazione del sindaco calabrese per la manifestazione di Cisl e Uil oggi in piazza del Popolo nella capitale

Fisco, lavoro: Calabria in piazza a Roma In prima linea la Cisl di Catanzaro: meno fisco per il lavoro, più lavoro per l’Italia, rilancio del confronto IL COMMENTO

A Bruxelles dobbiamo andarci tutti uniti

Cisl e Uil, con questa iniziativa, intendono puntare l’attenzione sulle reali problematiche del Mezzogiorno, cercando una via concreta e caratterizzata da azioni immediate per lo sviluppo a pag » 4

CARO SILVIO, CARO VLADI

Oggi i funerali religiosi della povera Sarah Scazzi

di Giancarlo Galan ministro per le Politiche agricole

In Europa ci aspetta la sfida principale per la nostra agricoltura. Mai in passato si era dimostrata tanta attenzione per Bruxelles o per gli scambi bilaterali, e lo dimostra, ancora una volta, l’appuntamento che ho con il ministro dell’Agricoltura francese Bruno Le Maire. Ci vedremo il prossimo 14 ottobre, presso il Ministero a Roma. Certo, è difficile presentarsi in Europa in maniera autorevole se in Italia rimangono alcune problematiche irrisolte. Innanzitutto,paghiamoancoraoggi le assenze del passato, tranne alcune lodevoli eccezioni: io non sono mai mancato a Bruxelles o in tutte le altri sedi europee in cui si è discusso di agricoltura.

AVETRANA

Festa di compleanno per il caro amico Vladimir ROMA - Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi è partito ieri sera per un altro di quei weekend fatti apposta per stuzzicare la curiosità: nella dacia del "suo amico" Vladimir Putin (come precisa il portavoce Dmitrij Peskov), come già era accaduto l’anno scorso di questi tempi, per il compleanno del primo ministro russo.Ma si parlerà di molto altro (l’articolo a pag 26

TARANTO - I funerali di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana, in provincia di Taranto, uccisa dallo zio Michele Misseri, si terranno oggi alle 15.30 al campo sportivo comunale. Lo ha confermato il parroco del paese, don Dario De Stefano. La camera ardente sarà invece allestita questo pomeriggio nell’auditorium "Caduti di Nassiriya". Gli avvocati della famiglia Scazzi hanno confermato che la madre di Sarah, Concetta Spagnolo, acconsentirà al rito religioso, pur essendo la donna testimone di Geova. Secondo l’avvocato Nicodemo Gentile, uno dei due legali della famiglia, «la madre di Sarah obiettivamente non ha mai sospettato nell’ambito familiare del signor Michele e delle nipoti». a pag » 2

segue a pag » 2

REGGIO CALABRIA Lo Moro: il Pdl preferisce che non ci si interroghi sui misteri di Reggio a pag » 12

COSENZA Ucciso un boss emergente dei clan sibariti, denunciata una donna a pag » 14

CATANZARO E’ arrivato in Procura il documento anomino sul summit dei capi mafia a pag » 16

L’INTERVENTO

Sconti canone Rai meglio tardi che mai ma va abolito di Carlo Fatuzzo Seegretario nazionale Partito Pensionati

Il governo Prodi con la sua Finanziaria del 2008 esentava gli ultrasettantacinquenni, con un reddito annuo complessivo, unitamente a quello del coniuge, non superiore a euro 6.713,98 (516,46 euro mensili per 13 mensilità) dal pagamento del canone. Ma questa esenzione era legata ad una circolare che è stata emanata dopo ben tre anni, soltanto lo scorso 20 settembre. L’esenzione decorre dal 2008 ed è riferita all’apparecchio ubicato nel luogo di residenza. Coloro che hanno già pagato i canoni possono recuperare quanto versato con la presentazione di una specifica domanda alla quale va allegata una dichiarazione sostitutiva attestante il possesso di tutti i requisiti necessari per fruire dell’agevolazione relativa ai periodi di riferimento. Per l’esenzione dei canoni Rai non pagati riferiti agli anni 2008-2009-2010 la relativa istanza va presentata entro il 30 novembre del corrente anno mentre, dal 2011, le domande andranno presentate entro il mese di aprile. La domanda di esenzione dal canone, come quella per il rimborso dei canoni già versati, può essere scaricata dal sito internet dell’Agenzia delle entrate (www.agenziaentrate.gov.it). Mi sembra che questi ultimi sviluppi su questa nuova opportunità che viene data agli ultra settancinquenni meritino quanto meno qualche riflessione.

segue a pag » 2


2

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL COMMENTO di Giancarlo Galan* A Bruxelles dobbiamo andarci tutti uniti

L’INTERVENTO di Carlo Fatuzzo Sconti canone Rai meglio tardi... È ora che si cancelli l’assurdo e antistorico canone Rai ha sottolineato il leader del Partito Pensionati - e anche il trattamento che viene riservato agli ultrasettantacinquenni è, a tratti, umiliante dal momento che, la concreta possibilità di fruire di questa agevolazione, arriva dopo ben tre anni dalla sua introduzione con legge finanziaria del 2008, è legato ad un iter burocratico non sempre agevole per persone anziane. C’è da aggiungere che il reddito massimo, non per il singolo ma unita-

E con quale credibilità possiamo chiedere se alcune Regioni non riescono ancora a spendere i fondi che vengono loro assegnati dall’Unione Europea? Terzo e non ultimo problema: la divisione del mondo sindacale agricolo. Ancora oggi ci sono state polemiche tra le associazioni professionali. E invece dovemmo fare come francesi e tedeschi: dobbiamo presentarci tutti uniti. È la nostra agricolturaadavernebisogno.

* Ministro per le Politiche agricole

mente a quello del coniuge - ha concluso Fatuzzo - con la previsione di non risiedere con altri soggetti, oltre al coniuge, danno il quadro di un provvedimento che, al di là delle buone intenzioni, è di non facile fruizione per il tetto di reddito estremamente basso, la presenza di fastidiose limitazioni, oneri burocratici, soprattutto, come in questo caso, riferiti a persone anziane, molto spesso con malattie e difficoltà a deambulare e quindi con molta difficoltà ad esercitare questo diritto.

Oggi i funerali religiosi della povera Sarah Scazzi ad Avetrana

DONNE CHE CONTANO

di Carmela Mirarchi

Il coraggio di Anna Maria Scarfò Anna Maria Scarfò è una giovane ragazza di soli 24 anni nata e cresciuta a San Martino di Taurianova. Purtroppo il suo paese è stato anche il luogo dove si è consumata la più tragica delle storie. A 13 anni Anna Maria è ancora una bambina, quando il primo amore le sorride, le sembra un sogno. Ma il ragazzo non è un principe azzurro: l’attira con l’inganno in una cascina abbandonata, dove l’aspettano altri tre giovani. Da quella sera terribile, per tre anni, la ragazza subisce in silenzio violenze e minacce. Anna Maria non viene accettata perché non più vergine. Soltanto quando il "branco" reclama la sorella minore Anna Maria trova il coraggio di denunciare e far condannare i suoi aguzzini, anche grazie all’appoggio di una donna avvocato. Ma i compaesani insorgono contro la ragazza, la perseguitano con molestie e intimidazioni. Anna Maria Scarfò oggi ha 24 anni: a fine giugno di quest’anno ha accettato di scomparire, vivere sotto protezione in un altro luogo, dopo otto anni dalla denuncia e da quattro processi che hanno condannato co sentenza passata in giudicato per abusi sessuali sei uomini. La sua storia è ora in un libro: "Malanova".

«Da quello che ci risulta Sarah è morta nel garage - ha detto Gentile Sicuramente quel luogo sarà oggetto, o lo è già stato, di attenzione degli investigatori o probabilmente non c’è bisogno perché la dinamica è già chiara. Noi non conosciamo il contenuto della confessione ma siamo convinti - ha proseguito l’avvocato che gli altri non si siano accorti di quello che accadeva in garage in quel momento. Sarebbe grave se qualcuno avesse visto entrare Sarah in garage e ha taciuto una circostanza così importante». Anche il padre di Sarah, Giacomo Scazzi, giunto ieri sera ad Avetrana, ha detto a "Studio Aperto - Live" di non aver mai avuto sospetti sul cognato, che ora "deve pagare e basta". Il sindaco della cittadina pugliese Mario De Marco proclamerà il lutto cittadino nella giornata dei funerali. Nel pomeriggio si terrà un consiglio comunale straordinario nel quale verrà espressa solidarietà alla famiglia di Sarah Scazzi e saranno ringraziati tutti coloro che

hanno partecipato alle ricerche. Davanti la casa di Sarah è esposto da stamattina uno striscione: «Pena di morte per lo zio animale». Lo striscione è stato esposto dalla madre di uno dei compagni di scuola della ragazza. Si tratta di una sua iniziativa personale, ha detto ai giornalisti, «perché sono mamma di due figli della stessa età di Sarah». Intanto è stato rinviato l’interrogatorio di garanzia con la convalida del fermo di Michele Misseri, che ha confessato di aver ucciso la nipote. Misseri è difeso dall’avvocato d’ufficio Daniele Galoppa ed è accusato di sequestro di persona, omicidio e occultamente di cadavere. L’uomo si trova in isolamento nel carcere di Taranto, guardato a vista. Al momento non è possibile escludere novità e colpi di scena nell’indagine, ha detto l’avvocato Galoppa intervistato dal telegiornale di Telerama. «La mia idea è che ancora la verità deve essere chiarita in molti punti. È possibile che ci sia dell’ altro».


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani

3

PRIMO PIANO

Taglio ai fondi delle regioni europee, protesta a Bruxelles

di Carmelo Morise BRUXELLES - I rappresentanti delle regioni europee, preoccupati per i possibili tagli ai fondi Ue destinati ai territori, hanno sfilato giovedì in corteo dalla sede del land tedesco della Baviera fino al Berlaymont, l’edificio che ospita la Commissione europea. A dare vita alla manifestazione, le regioni più ricche, comprese le italiane del centro-nord, che pot-

rebbero essere maggiormente penalizzate da una nuova ripartizione degli aiuti comunitari. Attualmente la politica di coesione destina alle regioni 347 miliardi di euro, di cui più dell’80% per quelle povere inserite nel cosiddetto obiettivo "convergenza" e il 16% alle altre regioni comprese nell’obiettivo "competitività". Con la revisione delle prospettive finanziarie Ue post-2013, tra le ipotesi sul tappeto anche la proposta di limitare i sussidi solo alle

regioni povere. Una prospettiva che non piace ai diretti interessati, a partire dalla Baviera che ha aperto la sua sede a Bruxelles per una grande manifestazione poi conclusasi davanti alla Commissione dove una delegazione è stata ricevuta dal presidente José Manuel Barroso al quale è stata consegnata una dichiarazione firmata da 143 presidenti. «Ogni euro che riceviamo ne produce sette di investimenti» ha scandito il governatore della Bassa Austria

IN BREVE

Con la revisione delle prospettive Ue post Patata dell Sila: conquista una nuova Igp per l’Italia 2013, tra le ipotesi sul tappeto anche la BRUXELLES- La "Patata della Siproposta di limitare i la" ha conquistato per l’Italia una nuova indicazione geografica prosussidi solo alle tetta (Igp) contro imitazioni e falsi in Europa. Bruxelles infatti ha dato regioni povere ieri il via libera definitivo all’iscriErwin Proll a cui ha fatto eco il presidente francese dell’Aquitania, Alain Rousset: «Sarebbe un errore madornale togliere i fondi a chi come noi deve affrontare i problemi creati alle nostre aziende dalla mondializzazione». La mobilitazione delle regioni ha trovato attenzione e disponibilità da parte della Commissione europea, come confermato dal presidente Barroso: «Ora però dovete convincere i vostri ministri delle Finanze», ha affermato. La battaglia sarà infatti soprattutto sul versante degli Stati membri. Lo scoglio principale, i Paesi contributori netti al bilancio Ue. «Daremo battaglia» ha incalzato il Presidente della regioni Mercedes Bresso che ha già preso contatti con la prossima presidenza di turno dell’Ue quando la questione della programmazione dei fondi e della politica Ue di coesione finirà in Consiglio.

zione nel registro europeo delle DenominazioneeIndicazionegeografiche protette (Dop e Igp) di una eccellenza della produzione agricola calabrese di cui si ha già notizia nella Statistica del Regno di Napoli del 1811. La coltivazione della patata ha rappresentato da sempre un’importante fonte economica per l’Altopiano silano. La zona di produzione comprende esclusivamente il territorio dei seguenti comuni: Acri, Aprigliano, Bocchigliero, Celico, Colosimi, Longobucco, Parenti, Pedace, Rogliano, San Giovanni in Fiore, Serra Pedace, Spezzano della Sila, Spezzano Piccolo, in provincia di Cosenza e il comune di Taverna in provincia di Catanzaro. "La patata della Sila" si contraddistingue per la capacità di lunga conservazione e per le ottime qualità culinarie. In particolare, la grande attitudine alla frittura risulta essere legata agli ottimi valori di sostanza secca riscontrati dopo la cottura in olio.


4

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

PRIMO PIANO I giovani selezionati dal programma stages 2008 si chiedono e chiedono al presidente della Regione quale sarà il loro futuro al termine del biennio iniziato due anni fa

I migliori laureati della Calabria terminano lo stage: che ne sarà ora di noi? di Benedetta Viola CATANZARO - I giovani calabresi selezionati dal programma stages 2008 per i migliori laureati della Calabria, rivolgono un appello al Governatore. Giuseppe Scopelliti. «A circa venti giorni dalla chiusura del biennio del Programma stage, organizzato dal Consiglio regionale - scrivono - per offrire ai più meritevoli una valida alternativa alla facile soluzione della fuga altrove, noi stagisti ci interroghiamo sul senso di questa esperienza e sul valore che a essa ha inteso dare la Regione Calabria. L’intento della Regione era certamente chiaro. Si trattava di selezionare, con un trasparente concorso per titoli, giovani residenti in Calabria e laureati con 110/110 e di avviare un percorso formativo e professionalizzante in cui, da una parte, le pubbliche amministrazioni avrebbero offerto agli risorse da trattenere nell’interesse della regione stagisti un importante banco di prova per le stessa. loro conoscenze e, dall’altra, gli stagisti avrebIn tanti - si legge - pensano che il biennio è orbero offerto alle pubbliche amministrazioni il mai trascorso e che la Regione intenda avviare valido bagaglio del loro sapere e la volontà nenuovi percorsi formativi per "nuovi" bravi e malcessaria per ogni processo di reale innovazione. capitati giovani calabresi: questo significherebA seguito della selezione, la Regione ci ha accolbe che ci ha trattenuto per due anni, spendendo ti a Reggio in un’ampia sala con unostriscione risorse per formarci e mirando solo apparenteben in vista: "La Calabria chiama: i migliori rimente al reale miglioramento delle pubbliche spondono». «Sembrava l’inizio di una nuova amministrazioni. I più ottimisti pensano che la stagione che noi avremmo inaugurato - contiRegione voglia ancora puntare su di noi: questo nua la lettera - , con l’ausilio, anche economico, sarebbeconsequenziale e coerente con il prodella Regione e nella prospettiva di contribuire gramma elettorale che è risultato vincente alle concretamente al miglioramento qualitativo ultime elezioni proprio per l’accento che ha indelle pubbliche amministrazioni che ci avrebteso porre sul merito e sui giovani». bero ospitato. Nella prima fase del nostro bien«Altri, - aggiungono - sulla scia dello stesso ottinio, la Regione ha investito nella formazione in mismo, sono convinti che gli enti fruitori, avenaula, offrendoci docenti di primissimo livello, in do sinora beneficiato di personale qualificato a stretta correlazione con le Università. Poi, costo zero, non si tireranno siamo stati assegnati agli enti indietro davanti alla prospetche avevano presentato la tiva diusufruire di un contrimanifestazione d’interesse ed «A seguito della selebuto regionale - peraltro già in cui abbiamo imparato e zione, la Regione ci ha impegnato con un apposito lavorato tanto, come attestato emendamento alla legge di da numerosi dirigenti sulla accolti a Reggio in una assestamento del bilancio di stampa locale. Siamo ora al previsione della Regione termine del biennio e, raggiun- sala con uno striscione: Calabria - per avviare con ti da voci e da interpretazioni "La Calabria chiama: i noi forme di collaborazione di ogni tipo, ci chiediamo se la coordinata». Regioneciguardi,comeall’ini- migliori rispondono"» zio di questo percorso, come

Ignazio Messina incontra Musi: diamo una svolta alla politica Ignazio Messina, deputato e commissario calabrese dell’Idv ha incontrato ieri il senatore e commissario del Pd, Adriano Musi. «Incontro propositivo e proficuo - dice Messina - durante il quale ho esposto gli obiettivi di Idv che sono quelli di dare una svolta alla politica calabrese in una regione che vive in for- Messina: come Idv, abti difficoltà per la cri- biamo chiesto, proposto minalità organizzata alla quale la classe po- e preteso che, come litica deve dare delle riabbiamo già fatto alle sposte forti. Come Idv, abbiamo dunque chie- elezioni regionali, si presto, proposto e preteso che, come abbiamo già sentino delle liste pulite fatto alle elezioni regionali, si presentino delle liste pulite, con candidati a posto con la legge, di specchiata moralità e che non si sottraggano al vaglio della commissione antimafia. Il controllo continua Messina non sarà solo sulle nostre liste, ma sarà una pregiudiziale per le alleanze. Ci alleeremo dunque solo con chi farà gli stessi controlli perché vogliamo dare garanzie alle persone e al territorio. Siamo disponibili dunque a fare un progetto culturale che poi diviene anche amministrativo per il rilancio della Calabria e considerato che, tra un anno ci sarà la rivincita delle regionali è necessario produrre un progettocomunedirilancio».

“Alternanza scuola lavoro”, un progetto della Regione Calabria CATANZARO - La Regione Calabria predispone il progetto "Alternanza scuola lavoro". Il programma, promosso dall’assessorato regionale alla Cultura in sinergia con l’Ufficio scolastico regionale, l’Unioncamere Calabria e Confindustria Calabria, e fortemente voluto dal presidente Giuseppe Scopelliti come strumento strategico per lo sviluppo economico e produttivo della regione, prevede esperienze di lavoro presso imprese, enti pubblici e privati e associazioni. «Per la prima volta - ha sostenuto l’assessore alla Cultura Mario Caligiuri in un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta regionale - la Regione Calabria organizza l’Alternanza scuola e lavoro che comprende l’intero anno scolastico, diventando parte integrante dell’offerta formativa.

E’, infatti, nostra intenzione arricchire le conoscenze degli studenti calabresi per fornire ai ragazzi competenze utilizzabili nel mondo del lavoro». Sui siti di Regione Calabria (www.regione.calabria.it) e di Unioncamere Calabria (www.unioncamere-calabria.it) sono state pubblicate tutte le informazioni e la scheda per partecipare al progetto. Gli istituti potranno coinvolgere gli studenti che frequentano gli ultimi tre anni delle scuole superiori. Le attività devono prevedere almeno cento ore di stage in azienda e trentadue ore di lezioni teoriche. Le scuole potranno presentare la loro domanda di partecipazione entro il 27 ottobre prossimo. r. c.


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani

5

PRIMO PIANO Il capogruppo del Pdl al Sentato commenta negativamente la puntata della trasmissione tv di giovedì sera. Replica immediata dell’europarlamentare De Magistris: rispetto per tutti i giornalisti che hanno dato una speranza di sviluppo

Gasparri punta il dito contro Annozero: «Scopelliti vittima di diffamazione gratuita» ROMA - «La Rai della diffamazione è entrata ancora una volta in azione. Sono il contrario della verità affermazioni di giornalisti, politici e quant’altri diffuse attraverso Annozero nei confronti del presidente Scopelliti e della nuova esperienza di governo della Calabria», dice Maurizio Gasparri commentando la puntata della trasmissione tv di giovedì sera. «Tutti quelli che hanno visto e conosciuto quella realtà sanno come la trasparenza, l’efficienza, l’antindrangheta dei fatti sono le caratteristiche dell’azione di

governo di Giuseppe Scopelliti. Alcuni combattono a parole e solo a parole la criminalità. Altri l’hanno combattuta sul territorio con l’esempio e con la trasparenza. Insomma, i fatti di Scopelliti contro le chiacchiere degli altri. E’ gravissimo, e lo dico anche al direttore generale della Rai, che la televisione pubblica si faccia ancora una volta strumento di una gratuita diffamazione». «E’ questione che porteremo in commissione di vigilanza perché non è più tollerabile quanto sta avvenendo, tra l’altro con giornalisti che su alcuni temi si inginoc-

chiano e diventano omertosi, su altri aprono i microfoni ad affermazioni prive di fondamento. Scopelliti prosegue un’azione di moralizzazione che non sarà ostacolata dalla macchina del fango». A Gasparri ha subito replicato l’europarlamentare De Magistris. «Gasparri dovrebbe avere rispetto verso tutti quei giornalisti calabresi che giovedì sera ad Annozero hanno dato un’immagine di speranza a tutto il Paese. Come può il senatore Gasparri pronunciare parole così offensive verso quanti, con coraggio e li-

Trematerra scrive a Galan sui problemi relativi al pomodoro CATANZARO - L’assessore regionale Michele Trematerra ha scritto al ministro dell’Agricoltura Giancarlo Galan per segnalare le problematiche emerse nella campagna di trasformazione del pomodoro 2010/2011 e per chiedere il riconoscimento di "causa di forza maggiore". Lo comunica l’ufficio stampa della Giunta regionale. Nella lettera, il responTrematerra: gli eccessi sabile all’agricoldella termici hanno esaltato tura Regione, mette in la fase di maturazione, evidenza le numerose criticità con gravi fenomeni di sorte con la campagna di marcescenza da lavorazione del pomodoro avviacontatto» to alla trasformazione in regime di aiuto, in ordine al ridotto conferimento del prodotto alle industrie di trasformazione.

Una posizione, secondo Trematerra, comune alle altre regioni meridionali. «Accanto a queste motivazioni - afferma l’assessoreTrematerra - ancorché in presenza di una resa di campo nei limiti previsti dal Dm 1229 del 31.01.2008 pari a medie di 71,82 tonnellate ettaro, la produzione nella nostra regione non si è trasformata in consegne alla trasformazione, in quanto accadimenti di carattere meteorologico, susseguitesi in arco temporale distinto, hanno provocato la non idoneità alla lavorazione del pomodoro. Infatti, gli eccessi termici hanno esaltato la fase di maturazione, con gravi fenomeni di marcescenza da contatto». «Successivamente, precipitazioni a carattere temporalesco prosegue la nota - hanno ulteriormente compromesso la commerciabilità del prodotto. Il comprensorio interessato alla coltivazione presenta numerose concause di problematicità socio economica».

bertà, scelgono di raccontare la collusione fra ndrangheta e politica, esponendosi ai clan e alla loro violenza? Esperto di macchine del fango e di diffamazione è il suo capo, il presidente del Consiglio, ormai noto come il grande architetto dei dossier e del killeraggio politico. Da un uomo che siede in Parlamento la società civile calabrese si sarebbe aspettata ben altre parole: di sostegno a chi lotta contro il crimine e a quell’informazione che offre visibilità a questa battaglia. Gasparri, è comprensibile, preferisce una Rai "minzolinizzata"». Lo afferma Luigi de Magistris, eu-

rodeputato Idv e responsabile giustizia del partito.

Francesca Diaco

De Magistris: da un uomo che siede in Parlamento la società civile calabrese si sarebbe aspettata ben altre parole


6

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

PRIMO PIANO Meno fisco per il lavoro, più lavoro per l’Italia, rilanciare il confronto e la partecipazione democratica, sconfiggere e isolare la violenza e le intemperanze: così la Cisl Catanzaro manifesta a Roma

«Scendiamo in piazza per cambiare il fisco e per il lavoro» di Ettore Zonno

capitale umano; la salvaguardia e la maggiore qualificazione della spesa ordinaria, per rendere efficace e semplificare la pubblica amministrazione e realizzare un effettivorisanamentodellasanità; un rafforzamento della sicurezza e della legalità del territorio». La Cisl proseguirà sulla strada intrapresa per rilanciare il metodo del confronto, della partecipazione democratica e dell’assunzione di responsabilità per la soluzione dei problemi dei lavoratori, dei pensionati e dei giovani in cerca di un futuro, «non lasciandosi intimidire ma combattendo e reagendo ai gravi e inqualificabili episodi di intolleranza e violenza di cui sono oggetto, sempre più spesso, i propri dirigenti e le proprie sedi».

ROMA - Si sta svolgendo a Piazza del Popolo in queste ore la manifestazione indetta da Cisl e Uil, scese in piazza per chiedere al Governo di aprire una nuova fase che consenta di affrontare i nodi irrisolti del nostro Paese. «Meno fisco per il lavoro, più lavoro per l’Italia» non è solo uno slogan sottolinea Domenico Cubello, segretario Cisl Catanzaro - ma l’obiettivo programmatico che la Cisl pone all’attenzione di tutte le forze politiche per costruire un nuovo patto fiscale fra i contribuenti e lo Stato. Un patto basato su una maggiore equità del prelievo fra lavoro, rendite e profitti e su una migliore capacità del siste-

"Meno fisco per il lavoro, più lavoro per l’Italia" non è solo uno slogan - sottolinea la Cisl Catanzaro - ma l’obiettivo programmatico che la Cisl pone all’attenzione di tutte le forze politiche per costruire un nuovo patto fiscale fra contribuenti e Stato ma tributario di sostenere la crescita economica e rilanciare la produttività del sistema Italia. Un patto che miri a ridurre le imposte sui redditi, al fine di incrementare i salari e le pensioni, a far divenire prassi la lotta all’evasione fiscale e a realizzare una redistribuzione della tassazione a favore di un alleggerimento delle imposte sulle famiglie a basso reddito, unitamente a un aumento delle aliquote sulle rendite finanziarie. La Cisl di Catanzaro ha preso

parte alla manifestazione con pullman partiti da Catanzaro, Lamezia Terme e Soverato «perché vuole contribuire a una vera fase di cambiamento che determini una nuova riforma fiscale, equa e solidale, che sia alla base dello sviluppo e del superamento della crisi; con una maggiore attenzione ai problemi del Mezzogiorno che ha necessità, per dati occupazionali e reddito, di essere posto in modo prioritario nell’agenda politica nazionale». Un nuovo corso che ponga all’attenzione del Paese la necessità di una riforma fiscale, di un patto sociale per lo sviluppo e di una lotta forte agli sprechi e alle ruberie nella pubblica amministrazione, concentrando queste risorse negli investimenti produttivi. Inoltre, Cisl e Uil, con questa iniziativa,intendonopuntarel’attenzione sulle reali problematiche del Mezzogiorno, cercando, però, una via concreta e caratterizzata da azioni immediate per lo sviluppo delle infrastrutture, sostenendo la concertazione di interventi

mirati al sostegno dell’occupazione e di piani di sviluppo efficaci. È convinzione della Cisl che lo sviluppo del Sud sia un’opportunità imperdibile per la ripresa economica dell’intero Paese. «Il ritardo economico, strutturale, occupazionale e sociale registrato dal Meridione - si afferma è la dimostrazione di come dobbiamo necessariamente emanciparci da quelle politiche sterilmente assistenzialistiche, volte unicamente all’erogazione ottusa di ingenti finanziamenti. Questo

Inoltre, Cisl e Uil, con questa iniziativa, intendono puntare l’attenzione sulle reali problematiche del Mezzogiorno, cercando una via concreta e caratterizzata da azioni immediate per lo sviluppo delle infrastrutture nuovo quadro di interventi dovrà concentrarsi sull’attivazione e sulla canalizzazione di tutte le risorse pubbliche disponibili, come ad esempio i fondi Fas. Diventa perciò impellente e necessaria la stipula di un “Patto di responsabilità” tra Governo, Regioni e parti economiche e sociali. Un patto che preveda un complesso di interventi orientati verso un’ottica di crescita economica, infrastrutturale e occupazionale. Un Patto che abbia come obiettivi lo sblocco e l’effettiva messa a disposizione per le regioni del Sud delle risorse previste dal Fondo aree sottoutilizzate, unitamente all’ottimizzazione dell’utilizzo dei Fon-

di europei relativi al periodo 2007-2013; la realizzazione di infrastrutture stradali, ferroviarie, portuali, energetiche e di reti immateriali, unitamente al potenziamento delle strutture di difesa dell’assetto idrogeologico del territorio; il sostegno agli investimenti nel campo industriale, dell’innovazione, del turismo dell’ambiente e dell’occupazione, con il ripristino del credito di imposta su base pluriennale; un piano straordinario per il rafforzamento e la valorizzazione del

«Il ritardo economico, strutturale, occupazionale e sociale registrato dal Meridione è la dimostrazione di quanto ci si debba emancipare da quelle politiche assistenzialistiche volte unicamente all’erogazione ottusa di finanziamenti»


il Domani

|

AsteInfoappalti

7

Sabato 9 Ottobre 2010

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°.35/2003, con ordinanza emessa all'udienza del 07.07.2010, ha disposto la vendita con incanto di più lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 17.11.2010; LOTTO DUE: posto auto sito al piano terra seminterrato dell'immobile riportato in catasto al foglio di mappa 23 particella 289 sub 237. Valore Euro 1.174,65; LOTTO TRE: posto auto sito al piano terra seminterrato dell'immobile riportato in catasto al foglio di mappa 23 particella 289 sub 238. Valore Euro 1.174,65; SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo base di euro 1.174,65 per il lotto n. 2 e di euro 1.174,65 per il lotto n. 3; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d'asta; - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prez-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

zo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonchè per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 16 novembre 2010, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - è fissata, per il giorno 17 novembre 2010, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

www.asteannunci.info | www.aste.eugenius.it www.asteinfoappalti.it | www.astepress.it

compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonchè del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 23 settembre 2010 IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART. 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO CHE Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n° 28/1885 R.G.E. con ordinanza emessa all'udienza del 14.07.2010, ha disposto la vendita con incanto in piu lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l'udienza del 17.11.2010 Lotto Uno - "locale terraneo sito in Serrastretta, fraz. Cancello Via San Giorgio di un vano distinto in più ambienti adibito alla lavorazione del pane ed alla vendita al pubblico, ricoprente una superficie di mq. 280 insistente su due zonette di suolo in agro di Serrastretta loc. Malapezza, la prima in catasto alla part. 3198, foglio 63, p/lla 8/C (def. N. 246) di mq. 20; Prezzo base Euro 17.430,92 Lotto Due - "appezzamento di terreno in agro di Serrastretta, loc. Malapezza di are 12,40 in catasto alla part. 4184, fol. 63, p/lla 21, vigneto di I"; Prezzo base Euro 5.244,60 SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: VENDITA CON INCANTO: - essa deve aver luogo al prezzo base di euro 17.430,92 per il lotto uno, ed al prezzo base di euro 5.244,60 per il lotto due; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo posto a base d'asta; - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della per-

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

sona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/6 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte si fanno a norma dell'art. 571 e, prima di procedere alla gara di cui all'art. 573, il Cancelliere da pubblico avviso dell'offerta più alta a norma dell'art. 570 c.p.c.; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonchè per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

8

Sabato 9 Ottobre 2010 e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 16.11.2010 con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - è fissata, per il giorno 17.11.2010, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonchè del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 23 settembre2010 Il CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART. 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO CHE Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°. 113/1994 R.G.E. con ordinanza emessa all'udienza del 14.07.2010, ha disposto la vendita con incanto del lotto unico nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l'udienza del 17.11.2010; Lotto Unico - "Fabbricato in agro dell'ex Comune di Nicastro, ora Lamezia Terme, alla Contrada Titta Nicotera, composto di un salone, due camere, cucina, due bagni e quattro ripostigli al piano terra, con annessa corte; e di quattro camere, due bagni, un ripostiglio, veranda e soffitta al primo piano.

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

L'intero fabbricato, con annessa corte confina con strada comunale, torrente Fiumarella e restante proprietà della parte mutuataria, riportato nel NCEU al foglio 44, particella 314 sub 2 e 314 sub 1, c.da Titta Nicotera, Piano Terra e Primo Piano, int. 1, partita n. 8738, e sorge sul terreno da distinguere in catasto al foglio 44, particelle: 314/b, are 1,60, R.D. £10,00 , R.A. £3,68; 315/b, are 6,60, R.D. £.54,45, R.A. £.9,24 e 316/b, are 7,80, R.D. £.7,41, R.A. £.2,65. Prezzo base : Euro 72.973,15 SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: VENDITA CON INCANTO: - essa deve aver luogo al prezzo base di euro _72.973,15 per il lotto unico; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro _2.065,82 per il lotto unico; - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secon-

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

www.asteannunci.info | www.aste.eugenius.it www.asteinfoappalti.it | www.astepress.it

do le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/6 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte si fanno a norma dell'art. 571 e, prima di procedere alla gara di cui all'art. 573, il Cancelliere da pubblico avviso dell'offerta più alta a norma dell'art. 570 c.p.c.; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonchè per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 16.11.2010, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - è fissata, per il giorno 17.11.2010, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dal-

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

l'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonchè del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 23 settembre 2010 Il CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi

TRIBUNALE DI LOCRI - CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione, Dr. Davide Lauro, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 9/1998 promossa da Istituto Bancario San Paolo di Torino, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO N. 1 - Fabbricato a piano terra adibito ad attività commerciale sito nel Comune di Locri, in Corso Vittorio Emanuele, n. 86 (angolo via G. Mazzini, n. 10), riportato nel NCEU alla partita 1002045, foglio di mappa 27, particella 162, sub 1, cat. C/1, classe 5ª, di mq 190, r. £ 7.505.000 e sub 2, cat. C/2, classe 2ª, mq 51, r. £ 306.000. Prezzo base del lotto: Euro 296.542,32 Deposito per cauzione: Euro 29.654,23 Deposito per spese: Euro 44.481,35 LOTTO N. 2 - Fabbricato a piano terra adibito ad attività commerciale sito nel Comune di Locri, in Corso Vittorio Emanuele, n. 74 (angolo via G. Mazzini), riportato nel NCEU alla partita 1792, foglio di mappa 27, particella 659-661, sub 2, cat. C/1, classe 6ª, di mq 48, r. £ 2.208.000 e partita 1003153, foglio di mappa 27, particella 659-662, sub 3, cat. C/1, classe 4ª, mq 37, r. £ 1.254.300. Prezzo base del lotto: Euro 162.234,61 Deposito per cauzione: Euro 16.223,46 Deposito per spese: Euro 24.335,19 L'incanto avverrà, con il PREZZO da RIDURRE di 1/5+1/5, all'udienza del 02.12.2010 - ore 9:00, davanti a sè nella presente sede, ed in secondo esperimento in data ----- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: -Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12:00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà), mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. -Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: Euro 12.911,42 per il 1° lotto e a Euro 7.746,85 per il 2° lotto. -L'aggiudicatario dovrà depositare, entro il termine di 60 giorni dall'incanto, il prezzo di aggiudicazione, detratta la cauzione versata, con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 02.12.2010. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 20.07.2010 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 135/93 promossa da BANCA NAZIONALE DEL LAVORO, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: ORDINANZA DEL 09.11.2009 LOTTO UNICO: "Piena proprietà di una unità

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

9

Sabato 9 Ottobre 2010 immobiliare in Siderno, via Jonio 86, a tre piani fuori terra, in catasto al foglio 33, part. 421 sub 1 (locale adibito ad attività commerciale, p.t.) e sub 2 (appartamento, p.t, p1, p2)" Prezzo base d'asta: Euro 227.500,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo - Deposito per spese: 15% del prezzo L'incanto avverrà, con il prezzo sopra indicato DA RIDURRE DI 1/5, all'udienza del 02.12.2010, ore 9,00, davanti a sè nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base, eventualmente ribassato. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il Custode Giudiziario Avv. ANNARITA PANCALLO (tel. 0964.22259). Rinvia per il prosieguo all'udienza del 02.12.2010. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì , 04 ottobre 2010 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 127/1992 promossa da CARICAL ora INTESA BCI GESTIONE CREDITI ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO: Terreno con soprastante fabbricato costituito da un'unità immobiliare adibita a cucina rustica e locale deposito sito nel Comune di Siderno alla via Michele Bello riportato nel NCEU al foglio di mappa 30 particella 2324 pt. Cat. C/2 classe 3^ cons. 28 Prezzo base del lotto: Euro 12.335,00 Deposito per cauzione: Euro 1.233,50 Deposito per spese: Euro 1.850,00 2° LOTTO: Unità immobiliare adibita a magazzini posta al piano terra di un fabbricato a due piani fuori terra oltre lastrico solare sito nel Comune di Siderno alla via Michele Bello riportato nel NCEU al foglio di mappa 30 particella 890 e foglio di mappa 33 particella 151 pt di mq. 121, Cat. C/2 classe 4^ Prezzo base del lotto: Euro 133.100,00 Deposito per cauzione: Euro 13.310,00 Deposito per spese: Euro 19.965,00 3° LOTTO: Unità immobiliare per civile abitazione con lastrico solare e lavanderia annessi posta al piano primo di un fabbricato a due piani fuori terra oltre lastrico solare sito nel Comune di Siderno alla via Michele Bello riportato nel NCEU al foglio di mappa 30 particella 151 sub 5 p1 Cat. A/3 classe 3^ vani 5,5 Prezzo base del lotto: Euro 113.000 Deposito per cauzione: Euro 11.300,00 Deposito per spese: Euro 16.950,00 L'incanto avverrà, CON IL PREZZO DA RIDURRE DI 1/5+1/5+1/5, all'udienza del 02.12.2010, ore 9,00, davanti a sè nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad Euro 500,00 per il 1° Lotto, Euro 5.000,00 per il 2° Lotto ed Euro 4.000,00 per il 3° Lotto. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale o c/o Avv. ANNARITA PANCALLO (Tel. 0964.22259). Rinvia per il prosieguo all'udienza del 02.12.2010. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì , 04 ottobre 2010 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 114/1992 promossa da ATTISANO G., ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO 1: "Piena proprietà di una abitazione, attualmente in stato di abbandono, in S. Ilario dello Jonio, via Medaglia d'Argento Totò Mollica 3, così riportata nel NCEU: - foglio 8, particella 391, viale Elena 7, Cat. A/5, cl. 4, vani 1, rendita £. 36.000; - foglio 8, particella 392, viale Elena 9, Cat. A/3, cl. 1, vani 1, rendita £. 147.000; Pervenuta all'esecutato per atto notar Cesarino Polifroni del 21.4.1973" Prezzo base d'asta: Euro 9.360,00 Deposito per cauzione: Euro 936,00 Deposito per spese: Euro 1.404,00 LOTTO 2: "Quota di 1/2 della piena proprietà di un vano adibito a deposito sito nel Comune di S. Ilario dello Jonio, via Marconi, riportato nel NCEU del medesimo Comune al foglio 8, particella 207 sub 2, via Marconi n. 17, PT, cat. C/2, cl. 1, cons. 40 mq., rendita £. 116.000; Pervenuto all'esecutato per atto notar Cesarino Polifroni del 30.7.1977" Prezzo base d'asta: Euro 4.800,00 Deposito per cauzione: Euro 480,00 Deposito per spese: Euro 720,00 LOTTO 3: "Quota di 1/2 del diritto di proprietà vantato su un terreno in S. Ilario dello Jonio, località Abate, così individuato in catasto: - foglio 8, particella 474, uliveto, are 32,20, rd Euro 14,46, ra Euro 9,98; - foglio 8, particella 546, querceto, cl. 2, are 14,35, rd Euro 1,48, ra Euro 0,37; Pervenuta all'esecutato per atto notar Cesarino Polifroni del 12.8.1978, in cui si menziona il gravare di un diritto di livello in favore della Parrocchia di S. Ilarione Abate. Prezzo base d'asta: Euro 6.600,00 Deposito per cauzione: Euro 660,00 Deposito per spese: Euro 990,00 L'incanto avverrà, con il prezzo SOPRA INDICATO, all'udienza del 26.11.2010, ore 9,00, davanti a sè nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a Euro 250,00 per il 1° Lotto, Euro 100,00 per il 2° ed Euro 150,00 per il 3° Lotto. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet presso il quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria esecuzioni

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

www.asteannunci.info | www.aste.eugenius.it www.asteinfoappalti.it | www.astepress.it

Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il Custode Giudiziario. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 26.11.2010. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì , 27 settembre 2010 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 31/99 promossa da UNICREDITO ITALIANO BANCA SpA ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO: Unità immobiliare per civile abitazione costituita da un vecchio fabbricato realizzato in muratura di pietra e mattoni che si sviluppa su due livelli sito nel Comune di Antonimina alla via Gorizia nn. 63-65, riportato nel NCEU alla partita 1000066 foglio di mappa 13 particella 974 (ex 50) cat. A/5 classe 2^ vani 2,5 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 14.300,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 1.430,00 - DEPOSITO PER SPESE: Euro 2.145,00 2° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Antonimina, località Ariella riportato nel NCT alla partita 3019, foglio di mappa 13, particella 49 di are 00.03.90 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 4.030,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 403,00 - DEPOSITO PER SPESE: Euro 605,00 3° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Gaspa o Foresta riportato nel NCT alla partita 1509, foglio di mappa 13, particella 235 seminativo irriguo arborato classe 2^ di are 00.11.30 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 675,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 67,50 - DEPOSITO PER SPESE: Euro 101,00 4° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Gaspa o Foresta riportato nel NCT alla partita 1509, foglio di mappa 13, particella 324 bosco alto classe 1^ di are 00.17.00 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 435,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 43,50 - DEPOSITO PER SPESE: Euro 65,00 5° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Bosco Moleti riportato nel NCT alla partita 1498, foglio di mappa 12, particella 36 bosco alto classe 1^ di are 04.24.20 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 26.300,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 2.630,00 - DEPOSITO PER SPESE: Euro 3.945,00 6° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Bosco Moleti riportato nel NCT alla partita 1498, foglio di mappa 12, particella 38 seminativo classe 4^ di are 00.43.80 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 1.085,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 108,50 - DEPOSITO PER SPESE: Euro 162,00 7° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Bosco Moleti riportato nel NCT alla partita 24826, foglio di mappa 8, particella 6 seminativo irriguo classe 3^ di are 01.02.20 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 4.250,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 425,00 - DEPOSITO PER SPESE: Euro 637,00 8° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Cummaria riportato nel NCT alla partita 1503, foglio di mappa 5, particella 99 seminativo arborato classe 3^ di are 00.34.10 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 1.130,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 113,00 - DEPOSITO PER SPESE: Euro 169,00 9° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Cummaria riportato nel NCT alla partita 1503, foglio di mappa 5, particella 100 bosco alto classe 1^ di are 00.21.50 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 1.350,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 135,00 - DEPOSITO PER SPESE:

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

Euro 202,00 L'incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5+1/5, all'udienza del 26.11.2010, ore 9,00, davanti a sè nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad Euro 600,00 per il 1° Lotto; Euro 200,00 per il 2°; Euro 30,00 per il 3°; Euro 20,00 per il 4°; Euro 1.000,00 per il 5°; Euro 50,00 per il 6°; Euro 200,00 per il 7°; Euro 50,00 per l'8° ed Euro 60,00 per il 9°. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 26.11.2010. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì , 05 ottobre 2010 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°°° - CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO ai sensi del combinato disposto degli artt. 490 e 570 c.p.c., che il Giudice dell'Esecuzione, Dr. Malgeri, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 34/2008 promossa da BANCA CARIME SPA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell'allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1 a 28. DESCRIZIONE IMMOBILI: VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l'ordinanza di vendita del 16/04/2009 - punti da 1 a 28 - allegata al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all'esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 c.p.c., avverrà all'udienza del 26.11.2010 alle seguenti condizioni da RIDURRE di 1/4 : entro le ore 12:00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; - l'offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno... non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; - l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente, che, a cura dell'offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - le offerte in aumento, nel caso di cui all'art. 573 c.p.c., non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato; - l'importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall'aggiudicazione e la perdita della cauzione,

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

10

Sabato 9 Ottobre 2010 ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co. II c.p.c. (richiamato dall'art. 574, III co., c.p.c.). PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l'ordinanza di vendita del 16/04/2009 - punti da 1 a 28 - allegata al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 c.p.c., il pubblico incanto avverrà all'udienza del 28.01.2011, con il prezzo riportato nell'ordinanza di vendita, da RIDURRE di 1/4 , alle seguenti condizioni: ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10 % del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente; - Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: 3 % del prezzo base; - se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall'art. 580 c.p.c.; - l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 c.p.c. in caso di mancato deposito. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Dr. Antonio Scuteri (Tel.: 0964/85255). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. Estratto conforme per uso pubblicità. - Locri, 31.08.2010 (Il Cancelliere) ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI - Sezione Civile / Esecuzioni - R.Es.Imm.: 34/2008 Il Giudice dell'esecuzione, .....omissis....., DISPONE la sostituzione dei debitori nell'ufficio di custode dei beni pignorati per le causali di cui in premessa e nomina quale nuovo custode, non essendo disponibile l'I.V.G., il dott. Antonio Scuteri con studio in Roccella Jonica, via A. Moro, 14, tel. 0964/85255 al quale impartisce le seguenti direttive di gestione: a) faccia pervenire con urgenza a quest'ufficio una preventiva relazione circa la situazione degli immobili costituenti il compendio pignorato; b) depositi in seguito il rendiconto della gestione alle scadenze di legge nonchè ad ogni richiesta del creditore procedente o di quest'ufficio; i debitori forniranno al nuovo custode il rendiconto dell'attività svolta fino ad oggi, nonchè ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l'incarico affidatogli; c) curi il compimento delle formalità pubblicitarie (a spese del creditore procedente); d) curi che le persone interessate all'acquisto prendano visione dei beni pignorati, evitando che tra le stesse vi possano essere forme di contatto (es. prevedendo delle turnazioni negli accessi, che avverranno singolarmente). Autorizza il custode ad aprire un libretto giudiziario bancario o postale (secondo le condizioni più vantaggiose) per il versamento delle somme relative alla procedura. Riserva di valutare all'esito della relazione preventiva, l'autorizzazione al custode alle azioni previste dalla legge per conseguire la libera disponibilità, compresa la loro liberazione (art. 560 co III cpc). DISPONE procedersi alla vendita dei seguenti immobili: DESCRIZIONE Lotto Unico: Piena proprietà del fabbricato sito a Gioiosa Jonica (rc) alla contrada Giardinazzo, n. 9, identificato al N.C.E.U. dello stesso Comune al foglio di mappa n. 34, particella n. 2633, piano T-1, Z.C.U., categoria 4/7, classeU, consistenza 4,5 superficie catastale mq 174 , rendita Euro 383,47 Prezzo Base: Euro 244.160,25 - cauzione: 10% del prezzo STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, suc-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

cessivamente, nei soli casi previsti dal nuovo testo dell'art. 569 c.p.c., con il metodo dell'incanto, alle seguenti condizioni: - 1) l'immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo, nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell'Arch. Tommaso Certomà) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica e strutturale del bene; - 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma, c.p.c.); - 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo per partecipare alla vendita senza incanto, contente: A) l'indicazione del prezzo che si intende offrire (che a pena di inefficacia, non può essere inferiore al prezzo base indicato poc'anzi, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprio e - se in regime di comunione legale del coniuge; C) l'indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistono i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; D) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato, nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo di pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; E) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull'apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell'immobile; F)copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l'offerta; G) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonchè l'indicazione della partita IVA; H) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l'esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l'effettuazioni delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; I) la sottoscrizione dei genitori esercenti la potestà e l'autorizzazione del giudice tutelare ove l'offerente sia un minore; - 4) l'offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possano condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è presentata; - 5) l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente, che, a cura dell'offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - 6) L'OFFERTA NON SARÀ CONSIDERATA EFFICACE: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l'offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; - 7) L'OFFERTA SI CONSIDERA IRREVOCABILE, AD ECCEZIONE DELLE IPOTESI IN CUI: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc.); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l'incanto (es. art.572cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - 8) l'offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi, il giorno fissato, presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all'esame delle offerte; - 9) l'udienza di vendita è fissata per il giorno 22.01.2010, e si terrà presso il

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

www.asteannunci.info | www.aste.eugenius.it www.asteinfoappalti.it | www.astepress.it

Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all'esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l'ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cod. proc. civ. (ove vi siano più offerte); - 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all'art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - 11) in caso di mancata aggiudicazione, l'importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; - 12) in caso di aggiudicazione, l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, versare l'eventuale differenza tra il prezzo di aggiudicazione e le somme già versate alla banca, detratto l'importo della cauzione, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice delle Esecuzione; - 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l'offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione), e nello stesso termine, l'importo complessivo per le spese collegate alla vendita, che saranno all'uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; - 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall'aggiudicazione e la perdita della cauzione ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co. II cpc (richiamato dall'art. 574, III co., cpc); -15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri, oppure presso il custode giudiziario; - 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa, almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all'albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc - e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell'art. 555 cpc; B) il valore dell'immobile determinato a norma dell'art. 568 cpc; C) il sito Iternet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l'avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; -17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Siderno, Locri e Gioiosa Jonica (invitando all'uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonchè mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Iternet Eugenius), a cura del creditore procedente o del custode (da parte di quest'ultimo a spese del creditore procedente); in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria fino all'udienza di vendita; B) l'attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE, dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale al n. 096420732; - 18)ove si debba procedere all'incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d'acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell'art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall'articolo 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es. gara in aumento che non tenuta per mancanza di adesioni: art. 573 cpc), si fissa fin d'ora per l'udienza del 26.03.2010 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; - 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; - 20) la domanda di partecipazione all'incanto dovrà riportare le complete generalità dell'offerente, l'indicazione del codice fiscale, e nell'ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonchè l'indicazione della partita IVA; in tale istanza dovrà anche essere indicato se l'offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa; - 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell'incanto; - 22)se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; - 23) l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito; - 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 rispetto a quello raggiunto in sede d'incanto (art. 584 c.p.c.) e se l'offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; - 25) le offerte in aumento andranno effettuate in cancelleria con le forme di cui all'art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all'incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatane la regolarità, indice la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l'aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); - 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l'aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - 28) alla medesima udienza fissata per l'incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all'art.591cpc (amministrazione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); F I S S A entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi anche al custode. Locri, 16.04.2009 Firmato il Giudice dell'Esecuzione Dott. Sergio Malgeri

Info 0961 996802


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani 11

CRONACHE «Quanti calabresi avranno il coraggio di restare in Calabria?» di Carmela Mirarchi VIBO VALENTIA - «Arrivano i soldati in Calabria a difesa del Tribunale di Reggio e degli Uffici della Procura. Saranno circa 80-140 uomini al massimo. La montagna ha partorito il topolino». A sostenerlo è l’imprenditore vibonese Pippo Callipo, secondo il quale «oggi, forse, è troppo tardi. Neanche in un momento di particolare tensione di pericolosità, come La nota di quello che sta atPippo Callipo traversando la nostra Regione sull’invio ha aggiunto - il dell’esercito: Governo riesce a dare un segnale ora è troppo forte e concreto. Non riesce a dire tardi e dimostrare che non vuole perdere questo pezzo di territorio. Il 2 giugno 2005 scrissi una lettera aperta al Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, denunciando i gravi fatti criminosi che nella prima parte di quell’anno avevano colpito imprenditori, professionistieamministratoripubblici locali. Spinto da un’intervista dell’allora Prefetto di Vibo Valentia, il quale dichiarava che con gli uomini delle forze dell’ordine e i mezzi di cui si disponeva più di quello che stavano facendo non era possibile fare, chiesi al Presidente Ciampi l’invio dell’esercito in aiuto alle forze dell’ordine che potevano meglio espletare i compitiistituzionalisulterritorio.Sono stato fin quasi deriso - ha sostenuto Callipo - da molti parlamentari calabresi che, forse, oggi si complimentano con il ministro La Russa per aver proposto i soldati a guardia degli Uffici dello Stato e dei suoi uomini. Gli stessi parlamenta-

Proseguono le ricerche del 30enne scomparso VIBO VALENTIA - Per tutta la notte di ieri sono proseguite le ricerche di Massimo Franchina, 30 anni, di origine, coreana adottato fin da piccolo da una famiglia di Serra San Bruno, centro montano del vibonese. Incensurato, venditore di biciclette, viene descritto come un ragazzo tranquillo. L’ultima volta è stato visto l’altra notte in paese, mentre giovedì i carabinieri della stazione di Soriano, intorno a mezzogiorno, hanno trovato la sua auto, un’ Alfa 33 abbandonata nei pressi dell’autostrada. All’interno unborsellino ed il telefonino. Mancavano però le chiavi. Nessuna ipotesi, nessuna traccia. Aumenta l’ansia in famiglia e continuano a ritmo serrato le ricerche.

r.v.

ri di destra e di sinistra dissero: "Callipo vuole militarizzare la Calabria". Allora ricoprivo la carica di presidente regionale di Confindustria e dal quel punto di osservazione, grazie ai contatti con colleghi di tutta la Calabria, mi rendevo conto di come si stava vivendo il fenomeno mafioso. Questo il motivo di quell’appello disperato che non sortì nessun effetto perché i molti parlamentari calabresi preferivano e preferiscono vivere in tranquillità sconoscendo e fregandosene dei problemi della gente per bene della Calabria. Ed altri parlamentari e onorevoli regionali non gradivano e non gradiscono l’ordine e la presenza di gente che aiuti a fare chiarezza. Preferiscono vivere nella palude, nelle acque torbide dove ci si può confondere

«Se cinque anni fa si fosse preso il provvedimento da me richiesto forse oggi la ’ndrangheta non sarebbe così forte»

di più e si possono tenere più agevolmenteicontatticon"prenditori",uominidella’ndranghetacon la pistola e mafiosi con la penna. Allora si trattava di difendere cantieri, aziende, sindaci e amministratori. Oggi si tratta di difendere il patrimonio dello Stato e gli uomini che operano per e nella giustizia. E’ giusto che sia così - ha proseguito - ma se cinque anni fa si fosse preso il provvedimento da me richiesto forse oggi non saremmo arrivati ad avere una ’ndrangheta così le e della pubblica amministrazione. Ma, forse, molti politici calabresi non avevano le carte in regola per poter battere i pugni sui tavoli romani, per difendere i sani principi di libertà e sicurezza che ogni cittadino che vive sul territorio italiano ha diritto ad avere. Oggi, forse - ha concluso Callipo - è troppo tardi e l’esercito della ’ndrangheta è talmente numeroso e rinfoltito da molti giovani disoccupati da sempre, che con 140 uomini dell’esercito non si riuscirà a raggiungere alcun risultato. Io continuo a dire "Io Resto in Calabria", ma quanti altri Calabresi vinceranno tante paure e resteranno qui?».

Comune, cambio di deleghe tra Bulzomì e Pasqua VIBO VALENTIA - Il Sindaco di Vibo Valentia Nicola D’Agostino, aderendo alla richiesta del Segretario Provinciale dell’Udc, Francesco Antonio Stillitani, ha effettuato un cambio di deleghe tra gli Assessori Bulzomì e Pasqua. Al Vicesindaco Bulzomì’ va dunque l’assessorato al Lavoro, Formazione professionale, Famiglia e Politiche sociali mentre l’Assessore Pasqua avrà la delega alle Attività Produttive. Con l’occasione il primo cittadino rende nota lasua decisione di assegnare la delega alla Protezione Civile ed emergenze, quella alle Manifestazioni sportive e ricreative eal Tempo libero, rimaste ad oggi materie riservate al Sindaco, all’Assessore Pasquale La Gamba. D’Agostino ha precisato, inoltre, di essere particolarmente soddisfatto del lavoro ad oggi svolto da tutti gli Assessori, i quali hanno assolto il proprio ruolo con particolare impegno e competenza, ottenendo risultati più che buoni. Anno Bolle

Assenteismo, denunciati dai carabinieri tre dipendenti del Comune di Mileto MILETO - Tre dipendenti comunali di Mileto sono stati denunciati dai carabinieri per assenteismo. I militari dell’Arma hanno monitorato i movimenti dei dipendenti comunali che, troppo spesso, venivano notati a passeggio per le vie del paese in orario di ufficio. Una situazione che durava da tempo e che si è conclusa giovedì quando i militari hanno acquisito la documentazione attestate la presenza dei tre dipendenti ed hanno avuto il riscontro della totale illegittimità delle loro numerose assenze. Per tutti è quindi scattata la denuncia per truffa aggravata e falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atto pubblico, reati di cui dovranno ora rispondere davanti all’autorità giudiziaria vibonese.

Scaricavano liquami in un terreno, denunciate cinque persone S. ONOFRIO - Cinque persone sono state denunciate in stato di libertà, dai carabinieri, a Sant’Onofrio per realizzazione di discarica abusiva di rifiuti pericolosi e getto di cose pericolose. Le cinque persone avevano trasformato un terreno agricolo nelle adiacenze delle loro abitazioni in una discarica che copriva una fogna a cielo aperto. Il terreno, pari a 650 metri quadri, è stato sequestrato. Sul terreno erano stati riversati centinaia di chilogrammi di pneumatici usati, residui di lavori edili e ferraglia varia e successivamente avevano realizzato una conduttura illegale che scaricava i reflui fognari degli immobili sul terreno.


12

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

CRONACHE «Il Pdl preferisce che non ci si interroghi sui misteri di Reggio» di Carmela Mirarchi REGGIO CALABRIA - «Il Governo e i parlamentari della PdL preferiscono che non ci si interroghi sui misteri di Reggio, sul ruolo dei servizi segreti e sul rapporto tra politica e mafia? Sa il Ministro dell’Interno che vi è riscontro di visite di candidati e consiglieri regionali del Pdl a Giuseppe Pelle, il capomafia di San Luca?». Lo afferma Doris Lo Moro, parlamentare Pd. «E non pensa - aggiunge - che tutto ciò aggrava la situazione e rende Lo Moro: necessario un chiarimento di candidati fondo sui contatti tra politica e Pdl in visita ’ndrangheta? Sa a Pelle, il il Ministro dell’Interno che capomafia di sono emersi contatti e frequentaSan Luca zioni tra ’ndranghetisti e un ufficiale della Direzione investigativa antimafia, nell’ambito dei quali sarebbe stata valutata persino la possibilità di individuare il nascondiglio di latitanti di altri clan per farli arrestare? E non pensa che sia sconveniente continuare a sciorinare numeri sulle operazioni di polizia e sugli arresti di pericolosi criminali e di latitanti, trattandosi

di operazioni che comunque rientrano nell’esclusiva competenza delle forze dell’Ordine e della magistratura? E infine qual è l’idea del Governo sul ruolo che nelle trame oscure calabresi svolgono i servizi segreti? O si pensa che non rispondere a domande precise, come il Governo ha già fatto altre volte, per esempio in risposta ad una interpellanzaurgentesulanavedei veleni, possa rinviare sine die un problema, quasi che saperne di più su Giovanni Zumbo e su personaggi dello stesso genere sia una curiosità e non una necessità? Ha ragione Angela Napoli quando dice che rispetto ad alcune questioni, come il contrasto alla crimi-

nalità organizzata e la richiesta di attenzione sull’emergenza criminale in Calabria, non dovrebbero valere i vincoli di appartenenza. Sbaglia invece Jole Santelli a paventare possibili strumentalizzazioni anziché preoccuparsi dei silenzi e delle omissioni del Governo e del Ministro dell’Interno che non hanno colto l’occasione della risposta ad una interpellanza urgente per fornire informazioni ed eventualmente rassicurazioni su questioni gravi che sono sulla bocca di tutti. Non può consentirsi questo atteggiamento offensivo nei riguardi della Calabria e dell’intero Paese il Governo che deve fornire risposte alle domande dei parlamentari e non può utilizzare in aula discorsi prefabbricati e datati che non entrano nel merito dei problemi puntualmente posti. Voglio concludere dicendo a Jole Santelli e alle tante parlamentari serie del PdL che la Santanché le rappresenta molto male e non è soggetto che possa parlare credibilmente di lotta alla criminalità organizzata.Ricorderannodelresto l’interpellanza con cui da parlamentari donne del Pd abbiamo chiesto inutilmente che venisse dimissionata in occasioni di sue vergognose affermazioni sulla tutela della privacy dei mafiosi».

«Discarica di Placanica, c’è vigilanza» di C. Mirarchi REGGIO CALABRIA - «La Provincia di Reggio Calabria sta vigilando con i propri tecnici sulle indagini geologiche ed ambientali inerenti il sito dove dovrebbe sorgere la discarica nel territorio del Comune di Placanica». Lo ha detto l’assessore all’Ambiente Giuseppe Neri, ricevendo,assiemealPresidente della Provincia Giuseppe Morabito, una delegazione di

Il presidente della Provincia

cittadini del centro ionico. «E’ Scelta - ha spiegato - che viene fatquesta la massima tadal Commissario garanzia che possiamo regionale per l’emerLa Provincia genza rifiuti, previa assicurare - ha spiegato Neri dopo che il Presi- ha ricevuto autorizzazione dente Morabito, nell’asdell’Amministrazione coltare le preoccupa- una locale, in questo caso il zioni espresse dai cittadelegazione ComunediPlacanica». dinipresentihaaffermaLadelegazionedicittato che la Provincia non di cittadini del dini del centro ionico ha poteri per impedire ha espresso forte prela realizzazione di una centro ionico occupazione per la discarica, pur avendo scelta dell’area, dove redatto da tempo il prosono in corso indagini prio Piano generale per i rifiuti. geologicheedambientali,attraverso la realizzazione di alcuni "carotaggi" nel terreno. «Un sito dicono - troppo vicino al centro abitato, a soli 300 metri dalla prima abitazione, ed a forte vocazione agricola e turistica. Vi sono vigneti ed oliveti di qualità, ed a poca distanza sorge il Santuario della Madonna dello Scoglio, un luogo sul quale Placanica sta costruendo la sua vocazione verso il turismo religioso». «Siamo qui per ascoltare e recepire le vostre legittime preoccupazioni di cittadini che cercano una soluzione condivisa da tutti» ha ribadito il Presidente Giuseppe Morabito.

«Lido comunale, c’è incertezza sulla tipologia di gestione» REGGIO CALABRIA - «L’argomento "Lido Comunale" è stato trattato spesso e volentieri dalla nostra associazione,vista l’importanza economico-sociale che la struttura riveste per la nostra città» si legge in una nota dell’Ethos. «Ci vediamo - continua - perciò costretti, solitamente evitiamo di farlo, a riprendere la nota del presidente della commissione "Risorse Finanziarie" del Pdl sul tema: "progetto per valorizzare il Lido Comunale".Atteso che non vuole essere un attacco "ad personam", ma solo un ragionamento politico, trasecoliamo per alcune affermazioni contenute nel documento. Notiamo - continua - che dopo otto anni, Reggio aspira ad essere "città turistica", affermazione che stride evidentemente con tutto l’armamentario propagandistico che ha sempre caratterizzato "l’era Scopelliti" e che sia giunta l’ora di pensare al futuro della struttura (meglio tardi che mai). Notiamo anche una lieve dimenticanza, a proposito della mancata ultimazione dei lavori del ex "arena lido". Ma la cosa che più preoccupa, è che da tutto il documento (per alcuni versi del tutto condivisibile) traspare una evidente "incertezza" sulla formula da adottare per lo sfruttamento della struttura stessa. Affidare il Lido a privati, formare una società mista o gestirlo direttamente, sono chiaramente strade completamente diverse, anche se tutte percorribili, che denotano però in quale stato "confusionale", dopo anni d’amministrazione, si trovi il Pdl reggino».

Carmelo Morise

Disposta la sospensione del consiglio di Condofuri REGGIO CALABRIA - Il prefetto di Reggio Calabria, Luigi Varratta, ha disposto «per motivi di urgente necessità - è detto in una nota della Prefettura - la sospensione del Consiglio comunale di Condofuri nelle more del perfezionamento della procedura di scioglimento dello stesso organo consiliare avviata ai sensi dell’art. 143 d. lgs. n. 267/2000. Tale procedura - si afferma ancora - si concluderà, infatti, dopo la deliberazione assunta ieri dal Consiglio dei ministri, con l’emanazione del decreto di scioglimento da parte del Presidente della Repubblica. Il Prefetto - conclude la nota - ha affidato la provvisoria amministrazione ad una terna di commissari».

Processo Duisburg, Giorgi non si presenta per pascolare il gregge LOCRI - Ha deciso di non presentarsi al processo per la strage di Duisburg perché doveva portare al pascolo il suo gregge. Il protagonista è Giovanni Giorgi, 28 anni, di Bovalino, che stamani doveva essere sentito dai giudici della Corte d’assise di Locri dinanzi ai quali è in corso il processo a quattordici imputati per la faida di San Luca culminata nella strage di Duisburg. Ieri mattina, quando i giudici hanno visto che Giorgi era assente, hanno chiesto ai carabinieri di rintracciarlo e di accompagnarlo in aula. I carabinieri hanno saputo

dai familiari di Giorgi che il giovane all’alba di ieri si è allontanato dall’abitazione per portare il suo gregge in una zona dell’Aspromonte. I giudici della Corte d’assise hanno quindi disposto l’accompagnamento coattivo di Giorgi per la prossima udienza del processo. Giorgi doveva testimoniare su quanto avvenne il giorno del funerale di Maria Strangio, uccisa nella strage di natale 2006. Il giovane, secondo l’accusa, era in compagnia di Giovanni Strangio prima del suo arresto perché trovato in possesso di una pistola illegalmente detenuta.


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani 13

CRONACHE

«Esercito, dal Governo solo risposte mediatiche» di Filippo Marra REGGIO CALABRIA- «Subito dopo l’ultima, gravissima intimidazione contro il procuratore di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, ci eravamo augurati che, al di là delle passerelle e delle dichiarazioni di rito regalate finora, questo Governo si decidesse finalmente a fare la propria parte a Reggio Calabria. Le risposte arrivate Nino De confermano, invece, che l’antiGaetano: fona non è camsolo biata». Lo afferil capogrupprovvedimenti ma po della Federapensati per le zione della Sinistra in Consiglio telecamere regionale, Nino De Gaetano, commentando la decisione di inviare l’esercito in Calabria. «Per la Calabria - aggiunge - solo disattenzione, quando

non sottovalutazione, e provvedimenti pensati per le telecamere, non certo per andare in contro alle aspettative dei calabresi. Neppure di fronte ad un bazooka il ministro Maroni ha inteso scomodarsi per rispondere in aula ad un’interpellanza urgente di 32 parlamentari sugli attentati ai magistrati reggini. L’ennesima riprova del posto che la Calabria detiene nell’agenda del Governo Berlusconi che, sulla lot-

ta alla ’ndrangheta, continua a fuggire il confronto sui fatti, propinando le solite risposte demogogiche. Mentre mandano un pugno di soldati a Reggio, credendo di combattere la ’ndrangheta, Berlusconi e i suoi ministri lasciano migliaia di docenti calabresi a casa. Stanno alimentando, cioé - conclude l’humus naturale della ’ndrangheta, aggravando la situazione socio economico calabrese».

«Malasanità, stessa solerzia in tutti i casi» di Giuseppe Moroni REGGIO CALABRIA - «Conosciamo bene l’on. Leoluca Orlando, presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario, e constatiamo la sua puntualità nell’intervenire nei casi di malasanità della nostra regione, come purtroppo accaduto ad una donna durante un parto a Cosenza. Ci chiediamo, a questo punto, come mai tanta solerzia di intervento dell’on. Orlando, non è stata riscontrata, purtroppo, per una signora deceduta nei giorni scorsi a Reggio Calabria,

a causa di complicazioni sorte dopo accertamenti effettuati presso una struttura sanitaria privata». E’ quanto afferma, in una nota, Nazzareno Salerno, presidente della Commissione attività sanitarie del Consiglio regionale. «Ci domandiamoseesistono,nostromalgrado in questo caso - prosegue Salerno - situazioni di malasanità di serie A o di serie B. E’ molto sospetto ed inquietante questo atteggiamento da parte del presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in sanità. Dall’insediamento della nuova

Giunta regionale, guidata dal presidente Scopelliti, siamo fortemente impegnati in una scrupolosa attività di monitoraggio e controllo delle strutture sanitarie, proprio per cercare di avviare in tempi rapidi una seria riforma del sistema sanitario regionale in Calabria, atteso da troppi anni dai nostri concittadini, che punti principalmente alla qualità del servizio. Allo stesso modo chiediamo, anche alle strutture sovra istituzionali, lo stesso nostro rigore di intervento per tutti i presunti casi di malasanità».

I carabinieri arrestano un uomo per furto di motorino REGGIO CALABRIA - Quattro persone sono state arrestate dai carabinieri nel reggino in flagranza di reato o in esecuzione di provvedimenti della magistratura. Per il furto di un motorino, a Reggio Calabria, i militari dell’arma, a notte tra giovedì e venerdì, dopo un inseguimento hanno ammanettato M.F. di 18anni. E sempre nella città dello Stretto, al rione Archi, in esecuzione di un provvedimento dell’Ufficio esecuzioni penali del locale tribunale, è stato arrestato P.M., 42 anni, il quale dovrà espiare due anni di reclusione ed il pagamento di147 mila euro. Gli altri due arresti dei carabinieri sono stati eseguiti a Rosarno, in esecuzione di altrettanti provvedimenti restrittivi dell’autorità giudiziaria di Palmi. Gli arrestati sono un giovane di 22 anni ed un uomo di 54. I due dovranno scontare delle pene residue.

Rapinato autocarro carico di giochi e vestiti tra Mileto e Rosarno ROSARNO - Un autocarro di un’azienda di Lamezia Terme carico di giocattoli e capi d’abbigliamento destinati ad un esercizio di Reggio Calabria è stato rapinato sull’autostrada Salerno Reggio Calabria. L’episodio è avvenuto tra gli svincoli di Mileto e Rosarno. La rapina è stata compiuta da alcune perso-

ne armate di pistola giunte a bordo di una vettura. I malviventi hanno costretto l’autista del mezzo, P.M., di 57 anni, e un operaio P. T. di 49, a fermarsi e li hanno tenuti in ostaggio a bordo di un’altra vettura fino a che l’autocarro non è stato svuotato. Quindi li hanno rilasciati. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Colpi di fucile contro l’auto di un imprenditore MONTEBELLO JONICO - Persone non identificate, la notte tra giovedì e venerdì, a Montebello Jonico, hanno sparato cinque colpi di fucile caricato a pallettoni contro l’automobile di un imprenditore, D.P., di 56 anni. La vettura (una Mercedes) era parcheggiata nei pressi dell’abitazione dell’imprenditore. D.P. è titolare di un’azienda per la produzione e messa in pirotecnici. Sull’intimidazione hanno avviato indagini i carabinieri, che, riguardo il movente, non escludono alcuna ipotesi.

Silp-Cgil: invio esercito non è prioritario REGGIO CALABRIA - Il Silp per la Cgil calabrese ritiene «non prioritaria ed insufficiente la decisione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Reggio Calabria di richiedere al Governo l’invio dell’esercito a in risposta all’ennesimo atto intimidatorio indirizzato ai vertici della Magistratura reggina. Dalla riunione del Cosp del 6 ottobre scorso - spiega il segretario Francesco Suraci - avremmo auspicato che uscisse fuori - ferma restando l’intelligibilità degli importanti risultati ottenuti sul fronte della lotta contro il fenomeno criminale raggiunti grazie all’impagabile impegno di tanti lavoratori della sicurezza e della magistratura - una chiara analisi critica di quella che è, in questo momento, la situazione ordine e sicurezza pubblica in città e l’entità delle carenze strutturali ed organizzative in versa l’apparato sicurezza reggino e, con esse, una sollecita richiesta al Governo nel rivendicare il mantenimento di quegli impegni assunti con la città e con le Istituzioni da tutti quei suoi esponenti affacciatisi a Reggio Calabria a ridosso del verificarsi degli eclatanti atti intimidatori perpetrati ai danni della magistratura reggina nel corso di quest’anno. Abbiamo auspicato fino all’ultimo che quella riunione potesse rappresentare un’occasione veramente importante per proiettare un forte, corale

e pubblico appello all’indirizzo del Governo perchè prendesse atto che il fenomeno criminale calabrese non è un’emergenza collegata alle contingenze dei singoli episodi, ma una costante alla quale è necessario opporsi progettualmente con impegni organici ed investimenti adeguati. Invece, oggi, - lamenta il sindacalista- abbiamo la netta sensazione di trovarci all’interno di film già visto in tantissime altre occasioni. Ed in tale contesto, la richiesta di invio dei militari a Reggio Calabria appare solo come il tentativo di contrapporre una risposta mediaticamente forte all’ondata di indignazione ed alla spinta emotiva che gli attentati hanno ingenerato tra la gente.Contrariamente a quanto affermato dal Prefetto di Reggio Calabria, - dice Suraci - il Silp per la Cgil ritiene che la presenza dell’esercito in città, per quanto poco visibile, circoscritta e discreta possa essere, si "sentirà" comunque,ed intrinsecamente rappresenterà il segno tangibile e la presa d’atto che qualcosa sul più generale piano organizzativo nonvada così come dovrebbe».

Armando Amodio


14

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

CRONACHE

Ucciso 47enne considerato boss emergente dei clan di Carmela Mirarchi CASSONO ALLO IONIO - Un 47enne di Cassano Ionio, Gaetano Novelli, è stato trovato senza vita attorno all’una della nottedi venerdì a bordo della sua Mercedes ferma all’ingresso del villaggio turistico Marina di Sibari, lungo la costa ionica del Cosentino. Sul cadavere sono stati individuati i fori d’entrata di due proiettili di pistola calibro 7,65. Sul caso indagano i poliziotti del Commissariato Gli inquirenti di Castrovillari. Novelli era stato valutano coinvolto, con l’accusa di usura, anche la pista nella maxi operapassionale e zione antimafia "Omnia"chenegli la vendetta anni passati ha colpito il presunper l’usura to clan Forastefano di Cassano Ionio. In base a quanto trapelato il quarantreenne era uscito poche settimane fa dal carcere ed è considerato un emergente dei clan locali. Il primo marzo scorso Novelli era stato condannato a nove anni di reclusione dal Tribunale di Castrovillari al termine del processo di primo grado nei confronti d’una quarantina di persone arrestate nel luglio del 2007 nell’ambito della maxi operazione "Omnia"

poichè considerate variamente legate alla cosca Forastefano. L’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro sgominò la cosca con braccio e cervello a Cassano Ionio ma potere in tutto l’Alto Jonio cosentino. Il processo castrovillarese era uno dei due filoni giudiziari del blitz. Altri presunti boss e picciotti erano già stati giudicati con rito abbreviato dal gup distrettuale di Catanzaro. Gli investigatori valutano anche e soprattutto moventi diversi dalla ’ndrangheta per fare luce sull’omicidio di Gaetano Novelli. I poliziotti del Commissariato di Castrovillari, agli ordini del vice questoreGiuseppeZanfini,coordinati dalla Procura della Repubblica della cittadina del Pollino, stanno valutando anche la pista passionale ed una vendetta legata

all’usura per motivare il delitto consumato con una pistola calibro 7,65. Novelli, sposato e padre di due figli, è stato raggiunto da due colpi: uno al tronco e unaltro, mortale, al capo. Il quarantasettenne, che probabilmente aveva un appuntamento con quello che poi si è rivelato il suo assassino, è morto sul colpo ma l’auto ha marciato senza guida per qualche centinaio di metri prima di schiantarsi e fermarsi contro un muro che costeggia la carreggiata stradale. Probabilmenteilquarantasettenne Novelli ha intuito che era finito in trappola e ha provato, inutilmente, a scappare. Proprio per usura l’uomo, considerato dagli inquirenti un boss emergente dei clan sibariti, era stato condannato a nove anni lo scorso marzo dal Tribunale di Castrovillari.

Denunciata una donna di Carmelo Morise CASSANO ALLO IONIO - Una donna è stata denunciata dalla polizia con l’accusa di favoreggiamento in relazione all’omicidio di Gaetano Novelli, l’uomo di 47 anni, assassinato ieri mattina con due colpi di pistola alla testa a Marina di Sibari. Da quanto si è saputo, la denuncia è scattata al termine di un interrogatorio nel

corso del quale la donna, amica compiuto anche alcune perquisidella vittima, secondo la polizia, zioni. Novelli, secondo una prima non ha fornito tutte le informa- ricostruzione, sarebbe stato ucciso zioni di cui sarebbe in da qualcuno possesso. Gli investiche conoÈ stata denunciata gatori del Commissasceva.L’uomo, riato di Castrovillari dalla polizia con a bordo della hanno proseguito sua auto Mernell’interrogatorio di l’accusa di cedes, si è acfamiliari e amici di costato sul cigfavoreggiamento Novelli ed hanno lio della strada per parlare con qualcuno ed ha abbassato il finestrino. L’assassino, forse al termine di una discussione, ha sparato quattro colpi di pistola calibro 7.65, due dei quali hanno raggiunto Novelli alla fronte e sotto l’ascella. Dopo gli spari, la vettura, avendo il cambio automatico, si è mossa in avanti percorrendo circa 400 metri prima di fermarsi contro un muro. Gaetano Novelli era stato scarcerato recentemente dopo essere stato condannato in primo grado per usura aggravata dalle modalità mafiose nell’ambito del processo Omnia contro la cosca Forastefano di Cassano.

Cisl: no a chiusura del Centro contro la Violenza alle donne COSENZA - «La Cisl di Cosenza esprime profonda amarezza per la chiusura del Centro Contro la Violenza alle Donne Roberta Lanzino». E’ quanto si afferma in una nota del sindacato. «Sin dalla sua nascita nel 1988 - prosegue la nota - l’associazione onlus ed il centro intitolato alla giovane Roberta Lanzino, scomparsa prematuramente per mano di barbari, ha lavorato con competenza e passione per dare voce alle donne che non ne avevano, vittime di soprusi e violenze, rappresentando nel contesto calabrese una esperienze unica di solidarietà ed impegno civile. Il Centro, che ha ospitato numerose iniziative della Cisl - riporta ancora la nota - ha svolto in questi anni un lavoro qualificante di accoglienza e rifugio delle donne in difficoltà, promuovendo ricerche, studi, iniziative formative, dando protezione e sicurezza, favorendo i processi di reinserimento lavorativo di soggetti svantaggiati». rc

Uccellaggione, una persona denunciata COSENZA - La Polizia Provinciale di Cosenza, a seguito di un segnalazione giunta alla Sala Operativa, ha denunciato una persona trovata in possesso di gabbie, richiami vivi e attrezzature varie, che vengono utilizzate per praticare l’attività illecita di uccellagione, ovvero la cattura con mezzi vietati di esemplari vivi di fauna selvatica appartenente alla specie Carduelis carduelis (cardellino), cui la caccia non è consentita. Il fatto è avvenuto in località Torre d’Oranges in agro del comune di Aprigliano. Il materiale è stato posto sotto sequestro, mentre i richiami vivi sono stati affidati in custodia giudiziale al Centro di Recupero Animali Selvatici di Rende, ad eccezione di un cardellino rimesso in libertà, in quanto unico esemplare in condizione di volare.

A San Giovanni in Fiore incontro dell’Aterp sul fenomeno dell’abusivismo SAN GIOVANNI IN FIORE Facendo seguito alle cinque operazioni di sgombero di alloggi di edilizia residenziale pubblica occupati abusivamente nel luglio scorso, si è tenuto presso il Comune di San Giovanni in Fiore,un incontro al quale hanno preso parte il direttoreamministrativo dell’Aterp di Cosenza Franco Napolitano,Giuseppe Sdao, dirigente del servizio gestione e Carolina Citrigno, avvocato dell’ufficio legale dell’Ente, insieme all’assessore alle infrastrutture e ai lavori pubblici del comune di San Giovanni in Fiore, Tiano l’assesso-

re ai servizi sociali Bitonte e il dirigente dell’ufficio tecnico De Luca. L’incontro si è reso necessario per discutere delle occupazioni abusive e delle relative misure da adottare per contrastarne il fenomeno. Durante la riunione si sono tracciate le linee guida da seguire sinergicamente tra l’Aterp e il Comune di San Giovanni in Fiore finalizzate ad un’azione di recupero degli alloggi occupati abusivamente e di contrasto al fenomeno dell’abusivismo.

Rosa Voci


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani 15

CRONACHE

«Illegittima la riconversione della centrale del Mercure» di Gianna Borromeo CATANZARO - «Lascia fortemente perplessi la notizia della determinazione positiva della Regione Calabria per la riconversione della Centrale del Mercure». Lo afferma Luigi de Magistris, europarlamentare Idv. «Con questo atto - dice de Magistris - la Regione calpesta la volontà dei cittadini e tenta di svendere il proprio territorio per soddisfare chissà quali interessi». De Magistris ha depositato, pochi giorni fa, una nuova interrogazione alla Commissione europea sull’illegittima estromissione dell’Ente Parco del Pollino sul progetto di riconversione della centrale in un impianto a biomasse. «Abbiamo rilevato numerose e macroscopiche infrazioni all’ordinamento nazionale e comunitario nell’iter autorizzativo - spiega de Magistris - in particolare sul mancato coinvolgimento dell’Ente Parco, che è autorità

Studenti e ricercatori protestano in piazza con i precari Ata di S. Marrone

competente riconosciuta ai sensi della legge quadro sulle aree protette. L’impianto infatti è realizzato all’interno del Parco, in una doppia Zps (Zona di Protezione Speciale): Pollino-Orsomarso e Massiccio Monte Pollino-Monte Alpi. Il provvedimento della Regione - prosegue de Magistris è inoltre da ritenersi illegittimo, sia perché non vede coinvolti gli enti interessati e i cittadini, con un’apposita conferenza dei servizi, sia perché il dirigente del settore avrebbe utilizzato gli atti nulli prodotti dalla Provincia di Cosen-

za prima di essere dichiarata incompetente. La Regione Calabria conclude de Magistris - dovrebbe responsabilmente bloccare l’iter e abbandonare il progetto di riconversione, rispettando le volontà della comunità locale che chiede la tutela del territorio, dell’ambiente e del diritto alla salute. La centrale a biomasse metterebbe una pietra tombale sulle opportunità di sviluppo di un territorio la cui ricchezza è rappresentata dall’ambiente, dal paesaggio, dal patrimonio culturale, dalle produzioni tipiche».

COSENZA - Erano ben tre le proteste che si sono incrociate ieri mattina sull’isola pedonale di Cosenza, a Corso Mazzini. In migliaia sono scesi in piazza gli studenti delle scuole superiori cosentine, che al grido di "con questa riforma a scuola non si torna" hanno sfilato assieme a insegnanti e ricercatori universitari, protestando contro la Legge Gelmini. A loro si sono uniti anche i precari Ata della scuola, che da più di un mese e mezzo soggiornano, con una tenda, in piazza 11 Settembre, proprio sotto le finestre del Prefetto di Cosenza. Ieri questi ultimi hanno presentato al sindaco della città dei Bruzi un documento in 7 punti, in cui chiedono sostegno per il loro lavoro. E in piazza 11 Settembre ieri mattina c’erano anche i membri del Comitato

Promotore per la Tutela del Diritto alla Salute in Calabria, formato da lavoratori dei laboratori privati di analisi cliniche. Loro protestano contro una delibera di giunta regionale, la 489 del 2010, che assegnerebbe i fondi per l’assistenza sanitaria in maniera sproporzionata, favorendo le strutture sanitarie private delle province di Crotone e di Reggio Calabria. Il comitato ha già raccolto 3000 firme a sostegno della protesta. Una lettera ufficiale sarà consegnata oggi al presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti.


16

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

CRONACHE

Summit di mafia, arriva il documento anonimo di Carmela Mirarchi CATANZARO - E’ arrivato ieri alla Procura della Repubblica di Catanzaro il documento anonimo in cui si parla di un summit tra esponenti delle mafie italiane che sarebbe avvenuto a Messina per programmare la nuova stagione delle stragi. L’Ufficio del capoluogo calabrese avrà il compito di investigare in particolare sulla fondatezza

Alla procura di Catanzaro è arrivato ieri il documento relativo ad un summit dei capi mafia tenutosi a Messina per programmare una nuova stagione della stragi dell’indicazione, fra i magistrati finiti nel mirino della criminalità, del procuratore di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone ed il suo vice Michele Prestipino, dal momento che spetta a Catanzaro la competenza funzionale nei procedimenti che vedono coinvolti magistrati in servizio nella città sullo Stretto.

MARCELLINARA - Il Marcellinara si appresta a disputare un nuovo campionato di 2a categoria con tante conferme ma anche con delle importanti novità. La rosa della scorsa stagione è stata in gran parte riconfermata e ad essa si sono aggiunte delle pedine importanti. La panchina del G.S. è stata affida-

CATANZARO - Si è tenuta giovedì la riunione del gruppo dirigente del Movimento Per le Autonomie. Alla presenza del Commissario Provinciale Carmine Gallippi si è discusso delle novità riguardanti la situazione politica nazionale e della posizione che il movimento è andato ad occupare nei nuovi assetti di Governo. Sono inoltre stati trattati argomenti di carattere locale dall’attuale condizione economica del comune, passando all’urbanistica e alle elezioni amministrative prossime. Per quanto concerne la situazione economica del comune il dibattito si è incentrato sui problemi delle partecipate Amc e Catanzaro Servizi. Altro tema toccato dal gruppo dirigente è quello dell’urbanistica. «Negli ultimi tempi - si legge in una nota - i catanzaresi hanno assistito ad un moto perpetuo di parole e riunioni. La città negli anni è stata invasa da mostruosità aberranti che vanno oltre il disastro ambientale. In chiusura si è dibattuto del programma elettorale e delle future amministrative. Il primo sarà concluso e presentato agli elettori entro fine gennaio, al fine di creare un dibattito e migliorarne i contenuti. Per quanto concerne le future elezioni comunali si è deciso di perseguire il progetto della lista composta da gente delle società civile, che non comprenda amministratori, per dare seguito al lavoro svolto sino ad oggi dal gruppo esistente. "Il nuovo che avanza" è ancora lo slogan a cui il Movimento vuole fare riferimento». cm

Il fascicolo relativo a questa segnalazione legata alla "riservata" giunta alla Dia di Caltanissetta è all’attenzione del procuratore capo di Catanzaro, Vincenzo Antonio Lombardo. Si tratta di uno scritto anonimo in cui sono contenute rivelazioni di una fonte confidenziale che avrebbe preso parte ad incontro avvenuto a Messina tra "rappresentanti delle famiglie palermitane, uomini della Locride e un napoletano", riunitisi per organizzare attentati contro vari esponenti della magi-

stratura, tra cui Sergio Lari, a capo della procura nissena, l’aggiunto Domenico Gozzo e il sostituto Nicolò Marino, il magistrato campano Raffaele Cantone, da anni in prima linea contro i Casalesi ed oggi in servizio in Cassazione, ed infine Pignatone e Prestipino. Per quanto attiene alle minacce relative ai magistrati non in servizio in Calabria, le indagini sono state avviate dalla procura di Catania, dove il documento riservato è arrivato giovedì mattina.

Fazio guida il Marcellinara di Marco Gallone

L’Mpa: alle elezioni in una lista senza amministratori

ta ad Antonio Fazio. Scerbo a segno. Nei due La squadra, sotto l’ocmatch successivi sono chio vigile dell’allena- La squadra arrivate due vittorie con tore Fazio, ha iniziato identico risultato (4-3). la preparazione dai militerà in Contro il Gimigliano soprimigiornidiSettemno andati a segno Fazio bre disputando varie 2a categoria (doppietta), Giuseppe amichevoli. Nel primo Scerbo e Pellegrino match amichevole il Marcellinara mentre con l’Isonzo (2a categoria) ha avuto la meglio sul Molè per 2 ci hanno pensato Bertuca con una reti a 1 con Pellegrino e Giuseppe doppietta, Barberio e ancora Scerbo. Vittoria per 4 a 1 invece con i lametini del Serrastretta grazie ai goal di Fazio e Bertuca e alla doppietta di Pellegrino. L’unico pari delle amichevoli estive è arrivato con il Casciolino (3-3) con reti di Felice Marchio, Pellegrino e Scerbo. Le uniche due sconfitte sono arrivate contro il San Francesco Calcio e il Cuturella. Ora invece è tempo di campionato per la squadra del presidente Gianpiero Cittadino e del ds Luciano Scerbo che può dire senza dubbio la sua in questo campionato che vanta comunque degli organici di tutto rispetto come il Real Cropani, la Nuova Pontegrande, il Petronà e quell’Uria 2000.

No alla Riforma Gelmini, corteo a Catanzaro CATANZARO - Un migliaio di studenti hanno manifestato ieri a Catanzaro, nella giornata di mobilitazione nazionale contro la riforma della scuola proposta dal ministro Maria Stella Gelmini. Il corteo ha attraversato le vie del centro del capoluogo calabrese, mentre sono stati candidati cori contro la riforma e contro lo stesso ministro. Molti anche gli striscioni di contestazione, con i punti principali della riforma presi di mira dagli studenti. Critiche, tra l’altro, alla decisione di prolungare l’orario delle lezioni a sessanta minuti, con parecchi problemi organizzativi non solo per le scuole ma anche dal punto di vista logistico per glispostamenti di tanti pendolari. Nei giorni scorsi altre manifestazioni erano state promosse dagli studenti, in particolare una a Catanzaro l’altra a Catanzaro Lido.

Omicidio di Nicola Duro, rinviato al 15 ottobre l’incidente probatorio CATANZARO - Il giudice per le indagini preliminari, Emma Sonni, ha rinviato al 15 ottobre l’incidente probatorio per l’omicidio di Nicola Duro, il giovane di 26 anni ucciso a Catanzaro il 17 giugno scorso. Per l’omicidio sono stati arrestati Donato Passalacqua, di 41 anni, la moglie Ornella Bevilacqua, 38 anni, il figlio Donato Passalacqua, di 19 anni, ritenuto l’esecutore materiale del delitto, Samuele Pezzano, 21 anni, ed un minorenne di 17 anni. L’incidente probatorio è stato disposto per acquisire la testimonianza di due persone che hanno cosen-

tito la ricostruzione e le responsabilità per l’omicidio. Stamani i difensori degli arrestati hanno chiesto al giudice un rinvio per consentire di poter visionare tutti gli atti investigativi. Secondo l’accusa Duro fu ucciso per una vendetta trasversale nei confronti della sua fidanzata, con la quale doveva sposarsi e che era incinta. La famiglia Passalacqua, secondo l’accusa, avrebbe deciso di uccidere Duro per punire la famiglia della convivente.

r.cz


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani 17

CRONACHE

Missione della Camera di commercio in Australia di Carmela Mirarchi SYDNEY - Presentare il Sistema Calabria partendo dalla Magna Grecia per promuovere i prodotti e le opportunità di investimento offerte dalla Regione. E’ l’obiettivo della missione organizzata dallaCameradiCommerciodi Catanzaro, che si sta svolgendo in questi giorni in Australia. Dopo una tappa a Melbourne la delegazione, composta da 4 rappresentanti istituzionali e 10 aziende dei settori agroalimentare, turismo, moda e oreficeria, si è spostata a Sydney dove prosegue gli incontri politici e d’affari con il supporto delle Camere di Commercio Italiane in Australia. Fra le controparti che la delegazione istituzionale ha incontrayo in questi giorni, vanno segnalati in particolare gli onorevoli Joe Tripodi e Amanda Fazio, in rappresentanza del parlamento del Nuovo Galles del sud, e la Federazione Calabrese, che

La sede della Camera di Commercio di Catanzaro

riunisce le numerose associazioni locali. «Come Camera di Commercio di Catanzaro siamo impegnati a promuovere sui mercati esteri le imprese del nostro territorio» ha detto Raffaele Mostaccioli, Presidente dell’Azienda Speciale PromoCatanzaro. «In Australia c’é una delle più grandi comunità di emigrati calabresi al mondo e noi contiamo di sviluppare contatti con questo sistema di club e associazioni per agevolare il nostro export, in collaborazione con le Camere di Commercio locali, con l’obiettivo

di realizzare un desk informativo in Australia». La missione si concluderà lunedì con l’incontro fra i delegati e i rappresentanti istituzionali dello Sportello Italia presso gli uffici del Consolato di Sydney.

Lo scopo: promuovere il sistema Calabria e della Magna Grecia

Cerimonia di benedizione dell’Asilo “Le Rondini” all’interno del campus CATANZARO - Si è svolta ieri mattina, alla presenza dell’Arcivescovo metropolita della Diocesi di Catanzaro-Squillace Mons. Antonio Ciliberti, la cerimonia di benedizione dell’Asilo Nido "Le Rondini", ubicato nel prato antistante l’Edificio delle Bioscienze del Campus universitario "Salvatore Venuta". Alla cerimonia ha preso parte il Rettore dell’Università Magna Graecia, Prof. Francesco Saverio Costanzo, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Catanzaro, Nicola Ventura, l’Assessore alle Pari Opportunità, Tommasina Lucchetti, ed una rappresentanza della comunità accademica catanzarese e del personale tecnico amministrativo dell’Università. L’asilo, la cui realizzazione è avvenuta grazie anche a finanziamenti di istituzioni pubbliche quali Regione Calabria e Comune di Catanzaro, ospiterà bambini di età compresa fra i 12 e i 36 mesi. Il servizio di Asilo Nido è aperto per tutto l’anno, tranne il mese di agosto, nei

giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 20 ed è articolato in due fasce orarie: una antimeridiana dalle ore 7.30 (con accoglienza fino alle ore 8.30) alle ore 13.30 (con prolungamento fino alle ore 14); l’altra pomeridiana dalle ore 14 (con accoglienza fino alle ore 15) alle ore 19.30 (con prolungamento fino alle ore 20). L’Asilo Nido "Le Rondini" dispone anche di un servizio aggiuntivo, denominato Baby Parking, che ha come finalità quella di fornire risposte differenziate in relazione alle esigenze delle famiglie dei bambini. «Un altro importante tassello ha evidenziato il Rettore Francesco Saverio Costanzo - si aggiunge alla realizzazione del progetto del Campus universitario della Città di Catanzaro. Si tratta, infatti, di uno tra i primi asili nido avviati nell’ambito cittadino. In questa particolare circostanza - ha proseguito - particolarmente rilevante è stata l’interazione con il Comune capoluogo».


18

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

CRONACHE Una tesi sulla bonifica per l’ex discarica di Tufolo-Fari CROTONE - «Brava Maria. Grazie per il tuo lavoro che sottolinea la tua preparazione in materia ma che soprattutto dimostra il tuo amore verso la tua città». Sono le parole con le quali il sindaco Peppino Vallone ha salutato nella casa comunale Maria Paluccio, la giovane crotonese che recentemente si è laureata in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio con una tesi concernente una indagine sperimentale per la messa a punto di un intervento di bonifica per l’ex discarica di Tufolo-Farina. Con il Sindaco a ricevere la neo dottoressa il vice sindaco ed Assessore all’Ambiente Arturo Crugliano Pantisano. «Un lavoro interessante - ha aggiunto il Sindaco che riguarda una discarica la cui bonifica ci vede soggetti attuatori e che è in fase di attuazione». Santo Inni

Protesta contro Comune e Provincia, la dura condanna di Bonofiglio (Idv) CROTONE - Il consigliere provinciale dell’Italia dei Valori Salvatore Bonofiglio stigmatizza l’eplosione di rabbia di mercoledì 6 ottobre. «Credo che sia sempre lecito manifestare dice - ma allo stesso tempo è sempre sbagliato andare oltre la protesta ed imbrutire la più nobile forma che la cittadinanza ha per lavare la propria voce. La manifestazione che si è svolta a Crotone il 6 ottobre scorso è cresciuta come un’onda man mano che è andata avanti, e con tutta la sua forza si è infranta sulla riva. Il brutto epilogo del lancio delle uova contro il Comune e la Provincia, oltre che alle sedi delle segreteria generali provinciali delle tre maggiori organizzazioni sindacali, ha vanificato quanto di buono invece era stato fatto prima».

Attacco ai sindacati, l’indignazione delle segreterie generali regionali CROTONE - Le segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil hanno espresso «profonda indignazione per quanto accaduto a Crotone, dove un gruppo di appartenenti adunnonmeglioprecisato Movimentohaimmotivatamente attaccato le sedi delle Confederazioni Territoriali.Questiinqualificabili episodi - affermano Genco,Tramonti e Castagna - sono frutto di una campagna di disinformazione e di evidenti strumentalizzazioni al solo fine di generare un clima arroventato che, soprattutto in una Regione come la Calabria, non aiuta di certo a risolvere i problemi e le tante emergenze in essere che vedono il Sindacato quotidianamente impegnato sui tanti fronti aperti. La storia del sindacalismo calabrese - proseguono i Segretari Generali - è fatta di assunzioni di responsabilità pesanti, di contributi generosi, di sacrifici enormi peraiutare questa Regionea risollevarsi dalle

permanenti e gravi condizioni di crisi causate da decenni di improvvisazioni e di assenza dello Stato e di altrettanteinadempienzee distrazioni delle classi dirigenti locali. La Calabria ha bisogno di più coesione e collegialità e non di ingiustificati atti di violenza. Ai colleghi delle strutture di Crotone, le segreterie regionali di Cgil, Cisle Uil, nell’esprimere totale solidarietà e vicinanza, rinnovano l’invito a proseguire senza sostanelquotidiano impegno unitario di tutela degli interessi generali dei lavoratori e dei pensionati in un territorio, peraltro, che ha subito negli anni una inesorabile fase dideclino dovuta all’imponente processo di desertificazioneindustriale e produttivo che ha portato alla cancellazionedimigliaiadi posti di lavoro».

Protesta contro la Gelmini Vallone: ragazzi sono con voi di Carmelo Morise CROTONE - Studenti in piazza in tutta Italia per protestare contro le politiche per l’istruzione del governo Berlusconi. Anche a Crotone gli studenti sonos cesi in piazza per manifestare contro la riforma voluta dal ministro Maria Stella Gelmini. Il corteo è giunto in piazza della Resistenza, dopo aver attraversato le vie principali, numerosi gli studenti presenti, che ieri hanno disertato le aule scolasticheperdireno ad una riforma, che Protesta secondo i rappresentanti nazionali della dell’Unione degli stuscuola denti, mette in ginocchio il sistema scuola a difesa in Italia. Il pensiero deglistudenticrotonedella si sulla protesta di ogistruzione gi e sulla riforma si condensa in un’unica

parola: "Gelmini". I ragazzi sono stati ricevuti anche dal sindaco Peppino Vallone ha li ha accolti dicendo loro: «Ragazzi sono con Voi». Li studenti hanno sottoposto al sindaco anche la problematica relativa al trasporto pubblico da e verso i propri istituti. Il Sindaco Vallone ha sottolineato, innanzitutto, il senso di responsabilità dimos-

trato dai ragazzi che «hanno saputo manifestare in maniera pacifica dimostrando grande maturità». Il Sindaco ha apprezzato i contenuti della piattaforma programmatica presentata dagli studenti. Per quanto attiene la mobilità il Sindaco ha assicurato il suo impegno per un coinvolgimento sui temi del trasporto urbano ed extraurbano.

Criminalità, la condanna del Pd COTRONEI - «Il Partito Democratico di Cotronei esprime preoccupazione per i gravi fatti di violenza e di illegalità che si stanno verificando in Sila e non solo ed, al contempo, denuncia l’assoluta solitudine in cui versa il nostro territorio comunale, che rischia di essere abbandonato a se stesso» si legge in una nota. «Le ultime vicende - continua -, relative ad incendi di appartamenti ed altro sono, in continuità con altri accadimenti verificatesi negli ultimi periodi, molto preoccupanti e non possono essere sottaciuti. L’assenza dello stato e la mancanza di una forte azione dell’istituzione locale sono fattori che preoccupano e che segnano, sempre più, anche per il fatto che si lascia nella più completa solitudi-

ne chi è colpito. La stessa solitudine degli agricoltori della località Rivioti che sono lasciati soli a far fronte all’illegalità ed al sopruso, con l’aggravante di essere presi in giro dal Sindaco che fa delibere, convoca conferenze, annunciando interventi immediati e concordati anche con la prefettura, per poi rimettere il tutto nel cassetto del dimenticatoio. Il ruolo delle istituzioni e della politica dovrebbe essere quello di stare al fianco, fare da scudo e da soggetto che denuncia tale situazione. Su tali temi c’è troppo silenzio, c’è un abdicare al ruolo che compete alla politica ed alle istituzioni.Perché nessuno parla? Perché il comune non interviene? Perché le altre istituzioni stanno in

silenzio? Perché gli altri partiti si girano dall’alta parte?Eppure tutti sanno che in Sila, il governo del territorio è lasciato al libero arbitrio, senza nessuno che svolga funzioni istituzionali di "governo e controllo".Un dovere delle forze politiche ed ancor prima delle istituzioni è quello di riportare il territorio sotto il controllo democratico, denunciano la totale assenza dello stato, impegnandosi per tale obiettivo e stando vicino a chi investe e offre un servizio al territorio. Gli operatori economici di Cotronei, le forze produttive ed imprenditoriali, sappiano che il Partito democraticoo a battersi contro ogni forma di violenza ed abuso. Nello specifico - aggiunge la nota del Pd -, esprimiamo la vicinanza di tutto il Partito Democratico all’imprenditore Scalise, ribadiamo il sostegno alle iniziative economiche che si realizzano in Sila e che creano sviluppo ed occupazione, oltre che il miglioramento, l’ampliamento e la qualificazione dell’offerta turistica montana. Lo invitiamo - conclude la nota del Partito Democratico di Cotronei - ad andare avanti, sapendo anche di interpretare gran parte dell’opinione pubblica cittadina, e di rendersi protagonista di una nuova fase di protagonismo e di unità».

Anna Bolle Annalisa Scampio


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani 19

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

In vendita il volume “Malanova” Il libro racconta l’agghiacciante storia vissuta da Anna Maria, appena tredicenne, di S. Martino di Taurianova REGGIO CALABRIA - E’ in vendita a partire da ieri, il libro "Malanova" scritto da Anna Maria Scarfò con Cristina Zagaria. Una ragazza abusata due volte. La prima da un branco, la seconda dall’omertà e dalle minacce dei suoi concittadini. Una ragazza che ha avuto il coraggio di denunciare i suoi aguzzini e un intero paese e che adesso ha il coraggio di raccontare la sua storia terribile. Il contenuto A 13 anni Anna Maria è ancora una bambina. Il piccolo paese di San Martino di Taurianova, in Calabria, la famiglia, gli amici, la scuola e la chiesa sono il suo mondo. Quando il primo amore le sorride, le sembra un sogno. Ma il ragazzo non è un principe azzurro: l’attira con l’inganno in una cascina abbandonata, dove l’aspettano altri tre giovani. Da quella sera terribile, per tre anni, la ragazza subisce in silenzio violenze e minacce. La ragazza si confida con il parroco di San Martino, che le consiglia di evitare lo scandalo; ne parla con una suora che tenta di inserirla in un centro religioso per ragazze: Anna Maria non viene accettata perché non più vergine. Soltanto quando il "branco" reclama la

Le autrici: Anna Maria Scarfò, 24 anni, che racconta nel libro la propria storia e Cristina Zagaria, 35 anni, giornalista della Repubblica e autrice di diversi libri fra cui "Miserere" e "L’Osso di Dio", entrambi ispirati a storie vere

sorella minore, Anna Maria trova il coraggio di denunciare e far condannare i suoi aguzzini, anche grazie all’appoggio di una donna avvocato. Ma questo non evita ad Anna Maria altre violenze e minacce: i compaesani insorgono contro la ragazza, la perseguitano con molestie e intimidazioni, la accusano di "essersela cercata" e di essere "una puttana": Anna Maria ha violato un patto di omertà. Una storia vera, ambientata nel Sud Italia di oggi, che tocca le corde più profonde del cuore e della coscienza, raccontata con grande maestria, senza morbosità. Le autrici Anna Maria Scarfò ha 24 anni. In questo libro racconta la sua storia. Cristina Zagaria, 35 anni, è giornalista de la Repubblica e autrice di diversi libri fra cui Miserere e L’Osso di Dio, entrambi ispirati a storie vere. Dal 2007 vive e lavora a Napoli, dove si occupa di cronaca nera e giudiziaria.

Giovanni Merante

Mostra di Caporale a Lamezia Terme

Giornata dedicata all’arte, VI edizione

LAMEZIA TERME - In occasione della "Giornata del Contemporaneo", promossa dall’Amaci Associazione musei d’arte contemporanea con il sostegno della direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporane e culturali e l’Alto patronato del Presidente della Repubblica, la Galleria Quadrature forme darte inaugurerà, oggi alle ore 18.30, la personale di Francesco Antonio Caporale "Materie e forme in cui vive la memoria del tempo". La Galleria Quadrature, coadiuvata dall’importante contributo del critico d’arte Teodolinda Coltellaro presenta i lavori dell’artista creativi che connotano fasi e momenti del suo itinerario evolutivo e di crescita.

COSENZA - Oggi si svolgerà in tutta Italia la sesta Giornata del Contemporaneo, il grande evento annuale promosso dall’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani e dedicato all’arte del nostro tempo e al suo pubblico. I musei Amaci e oltre 1.000 luoghi in Italia dedicati all’arte contemporanea apriranno al pubblico gratuitamente i loro spazi per un giorno. Giunta alla sua sesta edizione, l’iniziativa promossa da Amaci ha visto una progressiva crescita negli anni del numero degli aderenti: dai 180 del 2005 si è passati agli oltre 800 del 2009, che hanno coinvolto, nell’arco di sole ventiquattro ore, oltre 130.000 visitatori su tutto il territorio nazionale.


20

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

Dopo le già annunciate lauree specialistiche di II livello, il ministero Università e ricerca comunica la novità

“Tchaikovsky”, approvate le lauree triennali dall’anno 2010-2011 NOCERA TERINESE - Un nuovo traguardo per il conservatorio di musica Tchaikovsky di Nocera Terinese. Dopo le già annunciate e già avviate lauree specialistiche di II livello, solo da pochi giorni il ministero Università e Ricerca ha approvato anche le lauree triennali che partiranno per l’imminente anno accademico 2010/2011. Un traguardo importante perché sancisce, nel quadro dei piani didattici, il completamento dell’offerta formativa dell’ormai avviato nuovo ordinamento universitario del cosiddetto 3+2 che, entrato anche nelle istituzioni Afam (Alta Formazione Artistica e Musicale) ha innalzato tali istituzioni ad enti di livello universitario. Un traguardo importante anche per il Comune di Nocera Terinese che, grazie alla presenza di un’importantesedeistituzionalee di formazione, quale quella del Tchaikovsky, si conferma sede accademico-universitaria in continuo sviluppo che attira, attualmente, una comunità di studenti

di circa 400 persone, provenienti anche da fuori regione, in particolare la Campania e la Sicilia. Dati che fanno riflettere sulle potenzialità di sviluppo che trasversalmente, la formazione finalizzata alle professioni artistiche, può offrire a un territorio, in quanto canale trasversale di indotti socio-economici, oltre che chiaramente culturali. Quali le novità di questo nuovo ordinamento? La figura del musicista si forma a 360 gradi, concentrando gli studi non solo sulla formazione di prassi strumentale-concertistica, ma anche sul corredo studiorum di natura storica, letteraria, musicologica e della musica applicata (al cinema, all’informatica etc.). Dalla Storia delle Notazioni, alla Drammaturgia Musicale, alla Storia del Teatro, all’Informatica Musicale, alla Filologia Musicale, alle Scienze dello Spettacolo lo studente affronta il mondo dell’arte secondo le concrete esigenze del mondo del lavoro, nell’ottica di essere non solo un musicista, ma anche un operatore della cultura, secondo quelle

Pierfrancesco Pullia: «Un risultato ambizioso per il quale abbiamo lavorato per mesi. Le lauree triennali completano finalmente il quadro dell’offerta formativa del No»

che sono le parallele direttive degli ordinamenti europei. Grande soddisfazione è stata espressa dal direttore del Tchaikovsky, il M° Pierfrancesco Pullia: «Un risultato ambizioso per il quale abbiamo lavorato per mesi. Le lauree triennali, accanto ai corsi di formazione di base che vi precedono e ai bienni di II Livello che vi succedono, completano finalmente il quadro dell’offerta formativa del Nuovo Ordinamento. A breve usciranno sul sito istituzionale i bandi di ammissione e all’avviodeitrienniavremoanche l’onore di avvalerci non solo del nostro corpo docenti, ma anche di professionisti di valenza culturale provenienti da altri contesti accademici». Compiacimento espresso anche dal vicedirettore del Tchaikovsky, il M° Filippo Arlia: «La formazione omnicomprensiva del musicista rappresenta il futuro della musica e questa è una consapevolezza che sta facendosi strada. Le quasi 200 ammissioni che abbiamo avuto quest’anno per i bienni e le numerose richieste di

informazione che già stanno arrivando per gli imminenti trienni sono indice di una domanda che c’è sul territorio e alla quale, con l’ormai completo nuovo ordinamento, intendiamo rispondere». Riconoscimenti giungono anche da parte del sindaco di Nocera Terinese, l’ing. Luigi Ferlaino: «Siamo onorati di ospitare nel nostro comune un’istituzione di siffatta portata culturale. Un’istituzione di livello universitario che sta portando lustro e prestigio alla nostra comunità, ma che porta alto il nome di Nocera Terinese anche al di fuori dei nostri confini territoriali. L’approvazione di queste Lauree Triennali, accanto ai già avviati Bienni di II Livello confermano il comune di Nocera Terinese, quale nascente "cittadella della musica", con un’offerta formativa variegata che si sta dimostrando un punto di riferimento

Luigi Ferlaino: «Siamo onorati di ospitare nel nostro Comune un’istituzione di siffatta portata culturale che sta portando lustro e prestigio alla nostra comunità»

regionale, con studenti di diverse provenienzechecertamentefavoriscono la concreta possibilità di portare avanti forme di "turismo studiorum"».

Martelletto, via al progetto “Tarant’Amo” dedicato al recupero delle tradizioni artistiche calabresi CATANZARO - L’associazione no-profit Madre Natura con sede a Martelletto, avvia il progetto "Tarant’Amo" dedicato al recupero ed alla valorizzazione delle tradizioni artistiche calabresi. Tarant’amo è il progetto di una scuola stabile per garantire la continuità di ritmi, musiche e danze della nostra terra:la tarantella! «Affinché la tarantella non sia solo un momento modaiolo - dicono gli esponenti di Madre Natura - ma venga assimilata alla nostra cultura ed alla nostra storia, con Tarant’amo, vogliamo garantire un punto di riferimento per Catanzaro dove cono-

scere, studiare e suonare strumenti come il tamburello, l’organetto, la pipita, la chitarra battente, la zampogna e lira calabrese. Ma non solo, sopratutto per perdersi nei ritmi caldi e sensuali della danza di questa nostra meravigliosa musica». Tarant’amo è un progetto dedicato agli amanti della tarantella, ma è dedicato anche a chi vuole avvicinarcisi per i suoi ben noti effetti musico-danza terapeutici. Sabato 16 ottobre si riparte con il primo appuntamento del secondo anno della scuola Tarant’amo.

Beatrice Guarna


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani 21

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

L’iniziativa è nata grazie all’assessorato comunale alle Politiche dell’educazione, al Rendano e al Centro Rat

“Teatrando s’impara”, un progetto destinato agli studenti cosentini COSENZA - Sette mesi di educazione al teatro e di partecipazione alle attività teatrali per le scuole cosentine di ogni ordine e grado. Dai prossimi giorni e fino ad aprile 2011 gli studenti delle scuole della città potranno partecipare ad una rassegna di spettacoli selezionati appositamente per loro, seguire nelle rispettive sedi scolastiche vere e proprie lezioni di teatro, assistere a tutta la programmazione del Teatro dell’Acquario e del Teatro "Rendano" a condizioni estremamente vantaggiose con una tessera di ingresso personalizzata e, con riferimento particolare agli studenti degli istituti superiori, partecipare a gennaio all’allestimento di "Vita di Galileo" di Bertolt Brecht dopo aver seguito uno specifico laboratorio teatrale. Sono questi i punti essenzialidelprogetto"Teatrando s’impara", nato dalla sinergia tra l’assessorato alle Politiche dell’educazione del Comune di Cosenza, il Teatro "Rendano" ed il CentroRat-Teatrodell’Acquarioe presentato ieri mattina nel salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi nel corso di una conferenza

stampa. La filosofia che sta a base del progetto è stata spiegata dall’assessore alle Politiche dell’educazione Franco Napoli che ha partecipato alla conferenza stampa insieme a Dora Ricca, condirettore artistico del Centro Rat-Teatro dell’Acquario, e ad AntonelloAntonante,direttoreartistico del Teatro "Rendano". «L’educazione al teatro - ha detto nel suo intervento l’assessore Napoli - è un passaggio fondamentale nel processo di formazione delle nuove generazioni. Ed è partendo dalla scuola che il teatro, importante veicolo di crescita culturale, può caratterizzare, per la sua forte valenza educativa, i percorsi di apprendimento dei giovani ai quali è necessario insegnare che non esistono solo i social network, ma anche strumenti comunicativi e culturali depositari di messaggi tradizionali ed universali di cui non si potrà mai fare a meno. Con il progetto "Teatrando s’impara" - ha proseguito Napoli - abbiamo voluto dare maggiore organicità alla presenza del teatro all’interno del percorso scolastico, attraverso la

L’assessore Napoli: «L’educazione al teatro è importante per i giovani che devono capire che non esistono solo i social network come strumenti comunicativi»

promozione della cultura del teatro come strumento didattico, ma anche sotto il profilo della fruizione, allo scopo di formare gli spettatori del domani». L’assessore Napoli ha annunciato che l’Amministrazione comunale metterà a disposizione delle scuole alcuni pullmans che accompagneranno gratuitamente gli studenti a teatro. «Nelle scuole che hanno aderito all’iniziativa ha sottolineato infine l’assessore abbiamo già avuto modo di riscontrare un certo entusiasmo. Il nostro auspicio è che questo entusiasmo diventi contagioso e che si impadronisca dei nostri giovani studenti per far sì che in numero sempre maggiore si possano avvicinare al teatro. Promuovere il teatro nelle scuole ed educare gli studenti al teatro non è una novità in senso assoluto. A maggior ragione non lo è per il Centro Rat-Teatro dell’Acquario che nel 2011 festeggerà i trent’anni di attività». «E’ esattamente da 30 anni, dalla nascita del Rat - ha affermato Dora Ricca - che facciamo teatro per le scuole, con le scuole e nelle scuole. Quest’anno, in

Donnici, termina domani la tre giorni di festa che ha caratterizzato la XXX sagra dell’uva DONNICI - Tempo di vendemmia, tempo di sagra. La sagra di Donnici, XXX edizione, intanto viene restituita al periodo che le è più congeniale, quello della vendemmia dell’uva, che da solo è già sufficiente a creare un’atmosfera. Nella tradizione di tutti i borghi rurali la vendemmia ha sempre rappresentato il momento più partecipato, tanto da divenire una vera e propria festa. Donnici recupera quello spirito e con esso dà alla tre giorni - fino al 10 ottobre - dell’edizione 2010 guidata dall’assessore al turismo ed attività produttive Marco Ambrogio, un taglio del tut-

to particolare che lascia molto spazio alla identità territoriale nelle sue diverse sfaccettature, dai giochi popolari alle tradizioni musicali dei tummarinari, dall’artigianato al viaggio sentimentale. E di sentimento ne ha messo tanto nel suo input organizzativo l’assessore Ambrogio che, nel corso della conferenza stampa di presentazione, non ha nascosto la soddisfazione di aver realizzato un suo vecchio desiderio, firmare da donnicese una edizione della sagra. Ogni conclusione di serata sarà affidata ai giovani musicisti del territorio.

virtùdell’imprimaturchehavoluto dare l’Amministrazione comunale, possiamo operare in maniera più incisiva ed organica e le adesioni che sono venute dalle scuole sono a dir poco sorprendenti. Le scuole hanno grande voglia di portare i giovani a teatro, perché il teatro è uno strumento educativo eccellente per formare le nuove generazioni». Per la rassegna degli spettacoli selezionati dal Centro-Rat e approvati dalle scuole, gli studenti delle elementari e delle medie pagheranno un biglietto di 4 euro, quelli degli istituti superiori 6 euro. Per assistere, invece, agli spettacoli delle stagioni del "Rendano" (lirica e prosa) e dell’Acquario, previste delle tessere individuali per ogni studente che daranno diritto ad una riduzione del biglietto pari al 50%. «Oltre a questa agevolazione per gli studenti - ha affermato nel suo intervento Antonello Antonante - abbiamo este-

Sette mesi di educazione al teatro e di partecipazione alle attività teatrali per le scuole di ogni grado

so le riduzioni a favore dei giovani fino al compimento del trentesimo anno di età e per ogni ordine di posto, arrivando a prevedere ad esempio il costo di una poltrona, con la riduzione, a soli 12,50 euro. Questo per dire che stiamo proseguendo nella politica della riduzione dei prezzi inaugurata 3 anni fa.Quanto agli spazi teatrali, vogliamo anche continuare il discorso di Cosenza "città dei teatri" e quindi impegnare tutte le strutture presenti in città, a cominciare dal "Morelli", restituito ai cosentini e tornato nella piena disponibilità dell’Amministrazione.

Daniela Bencivenni


22

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

APPUNTAMENTI A Tropea nasce la Cineteca Trophaeum Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CATANZARO Convegno dal titolo: "Universita’ Magna Grecia e Coni Catanzaro: un modello di sinergia per il territorio" Si svolgerà oggi , presso l’aula Magna B del Campus Universitario di Germaneto-Catanzaro con inizio alle ore 9.00, un convegno dal titolo: "Universita’ Magna Grecia e Coni Catanzaro: un modello di sinergia per il territorio". I lavori saranno aperti da rappresentanti istituzionali dell’ateneo catanzarese, dell’amministrazione provinciale e comunale di Catanzaro, del Coni-Cz e del mondo della scuola. Interverrannoinqualitàdirelatori:il prof.RosarioMercurio;ilprof.FrancescoFratto;aseguireiproff.riAntonio Ammendolia, Salvatore Chiodo e Andrea Ferragina. I lavori del convegno saranno conclusi dall’avv. AntonioSgromo,presidentedelConidi Catanzaro, che illustrerà la bozza della nuova legge Regionale sullo sport. COSENZA Illustrazione Piano di Rientro della Sanità Oggi , alle ore 17.30, nel Teatro “Morelli” di Cosenza, il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti illustrerà il Piano di Rientro della Sanità calabrese. Saranno presenti anche gli assessori e i consiglieri Regionali del territorio. LAMEZIA TERME Convocazione del consigliocomunale E’ convocato in seduta pubblica il consiglio comunale, di 2^ convocazione il giorno 12 ottobre , alle ore 16.00, presso la sala consiliare del’ex Comune di Nicastro. LIMBADI Festaprovincialedell’Associazione Anp della Cia L’Associazione Anp della Cia invita alla manifestazione che si terrà oggi , a partire dalle ore 15.30, "Festa provinciale dei pensionati". REGGIO CALABRIA Convegno Internazionale di Studi Musicologici Oggi , avrà luogo presso la sala dei concerti “G. Scopelliti” del Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria il tradizionale convegno internazionale di studi musicologici. Quest’anno il convegno reggino, promosso come sempre dal Conservatorio Cilea, in collaborazione con l’Ismez/Onlus – Istituto Nazionale per lo Sviluppo Musicale nel Mezzogiorno, sarà dedicato ad Alessandro Scarlatti nel 350° dalla nascita. Conferenza stampa di Ethos Oggi , alle ore 10.30, presso la propria sede, sita in Via Marsala 8/A a Reggio Calabria, Ethos terrà una conferenza stampa per presentare i propri 10 punti programmatici sulla città di Reggio, spiegando i criteri con cui sta lavorando alla lista che intende presentare alle prossime elezioni comunali.

ziata di Cosenza. Professore associato Università di Bologna), Virginia Olivito (Uo Oncologia medica – Po San Francesco di Paola, Cosenza), Carlo Pampari (Ieo, Milano), Umberto Veronesi (direttore scientifico dell’Istituto Europeo di Oncologia, Milano), Umberto Vitiello (Università degli Studi di Tor Vergata, Roma) e Alfredo Zanolini (Uo di Radiologia Po Annunziata, Cosenza Iniziative all’Università della Calabria Appuntamentiall’UniCal:l’on.Antonio Di Pietro, sarà nell’aula Magna il 22 ottobre , alle ore 15.00, per un convegno nazionale sulla riforma universitaria. Insieme al leader di Italia deiValori ci saranno l’on. Massimo Donadi, capogruppo del partito allacamera dei Deputati, e Guido Dell’Aquila, vice direttore di Rai Tre.

Con Delibera di Giunta n. 105/10, la Giunta Comunale di Tropea, su proposta del delegato alla Cultura, Avv. Sandro D’Agostino, ha ratificato l’accordo stipulato con l’Associazione Culturale Tropeana. Si sono poste le basi per raggiungere un ambizioso traguardo,ossialarealizzazionea Tropea di una cineteca. Di seguito le dichiarazioni del Presidente dell’Associazione Culturale Tropena Bruno Cimino: “L’ispirazione per una cineteca a Tropea è nata grazie al Tropea Film Festival, la manifestazione cinematografica che si svolge ogni estate al Teatro del Porto. Possiamo, dunque, parlare di conseguenza naturale nel perseguire una meta ovvia, alimentando la speranza con la certezza, credendo fermamente in quello che si fa. La fattibilità di questa cineteca è in essere grazie alla disponibilità dell’attuale amministrazione comunale di Tropea che ha creduto in questo progetto e, proprio in questi giorni, ha deliberato in favore dell’iniziativa. E’ un successo per lo svi-

luppo sociale e culturale locale! Per rendere operativa la cineteca, a breve, si passerà a studiare gli aspetti tecnici ed artistici, scegliere la sede ideale e coinvolgere tutte le forze culturali presenti sul territorio per redigere un programma serio e, innanzitutto, di pubblica utilità. L’Associazione Culturale Tropeana dispone di un grossopatrimoniocinematografico grazie alle annuali edizioni del festival. Sino ad oggi i film giunti al festival sono circa 1100. Ad aumentare questo patrimonio contribuiranno sicuramente molte manifestazioni amiche del Tropea Film Festival, ma anche case di produzioni cinematografiche e, non ultima, la Direzione Generale del Cinema. Sarà anche determinante per la gestione della Cineteca Trophaeum l’appoggio di tutte quelle istituzioni che credono ed identificano la cultura, ed in questo caso la Settima Arte, come uno strumento essenziale per l’affermazione ed il rilancio di tutti quei valori che ci permettono di identificarci come

uomini che operano per costruire un futuro migliore”. E quelle del delegato alla cultura del Comune di Tropea Sandro D’Agostino: “Comeamministratorenonposso che esprimere viva soddisfazione per l’accordo raggiunto fra il Comune di Tropea e l’Associazione Culturale Tropeana. E’ il primo passo per offrire ai cittadini una struttura stabile che rappresenta un luogo di incontro culturale. La realizzazione di una mediateca a Tropea è un obiettivo che dobbiamo raggiungere in breve tempo. Rimane, tuttavia, un problema di non facilissima soluzione che è legato all’assenza di luoghi idonei ad ospitare manifestazioni culturali. Anche su ciò è necessario che ci sia grande impegno per sopperire ad una grave manchevolezza con cui la nostra amministrazione si deve confrontare. Intanto, però, c’è la compiacimento di poter dare vita ad una importante struttura che la città meritava e non posso che ringraziare Bruno Cimino per la sintonia con cui abbiamo lavorato”.

RENDE Dibattito politico “Verso le elezioni amministrative nell’area urbana di Cosenza” Oggi , alle ore 17.30, presso l’hotel Europa di Rende si terrà un dibattito politico organizzato dall’Associazione unire per rinnovare nel Pd. “Verso le elezioni amministrative nell’area urbana di Cosenza”. Introdurrà i lavori il professore Venzo Morrone dell’associazione unire per rinnovare nel Pd; coordinerà i lavori il dottor Sergio Tursi Prato direttore responsabile di Telitalia; interverranno i consiglieri regionali on. Fernando Aiello, on. Gianpaolo Chiappetta, on. Carlo Guccione.

Giuseppe Scopelliti, sono il biglietto di presentazione del Congresso scientifico “La medicina del terzo millennio” che si svolgerà a Rende il 15 e 16 ottobre , nella sala Isaac Newton dell’istituto Mesere. Il clou dei prestigiosi incontri, si manifesterà dunque venerdì 15 , alle ore 18.30, quando il prof Umberto Veronesi, prenderàlaparolaperesporrelasua lezione su “Evoluzione del trattamento del carcinoma mammario e importanza della prevenzione e dell’informazione delle donne”. Si comincerà con una prima sessione mattutinadaltitolo“Ilpassaggiodalla medicina della malattia alla medicina preventiva e predittiva”. Una seconda sessione di giornata vedrà le varie argomentazioni spostarsi sul tema “Rallentare l’invecchiamento”, quindi l’attesissimo intervento del massimo e più noto esperto italiano nel campo dei tumori alla mammella. I relatori che si alterneranno al

microfono, in ordine alfabetico, sono: Antonio Agostini (direttore generale Miur, Roma), Gianluigi Bertuzzi (Università degli Studi Tor Vergata Roma), Pietro Caldarella (Ieo, Milano), Rasalbino Cerra (Fimmg, Cosenza), Carlo Ciani (Amministratore delegato Ieo, Milano), Serafino Conforti (Uo di Oncologia medica – Po dell’annunziata Cosenza), Maria Teresa De Marco (Medicina anti-aging Fimmg, Cosenza), Battista Federico (Uo di Cardiologia, PO dell’Annunziata,Cosenza),Gianluca Filice (direttore medico-scientifico dell’Istituto Mesere, Rende- Cs), GianfrancoFilippelli(direttoreUodi Oncologia – Po San Francesco di Paola), Giovanni Iannucci (Università degli Studi di Tor Vergata, Roma),AndreaLaghi(professoreassociato Università La Sapienza di Roma), Antonio Latronico (Ieo, Milano), Bruno Nardo (direttore Uo di Chirurgia Generale Po dell’Annun-

Congressoscientifico“Lamedicina del terzo millennio” Due giorni di interventi, diciannove relatori e una lectio magistralis di Umberto Veronesi preceduta dal saluto del Governatore della Calabria

ROCCELLA IONICA Presentazione campagna “Difendi l’Italia del tuo cuore” Oggi , alle ore 17.30, nella sala convegni dell’ex Convento dei Minimi di Roccella avrà luogo una conferenza stampa di presentazione della campagna nazionale di raccolta fondi “Difendi l’Italia del tuo cuore”, lanciatadalFai(FondoAmbienteItalia) per salvare e restaurare quattro preziosi beni culturali e ambientali. Si tratta di: “Villa Fogazzaro”, nel Comasco, teatro del romanzo “Piccolo mondo antico”; “Punta Don Diego” in Sardegna; “Torre Campatelli” a San Gimignano; “Baia di Ieranto” tra la costiera salernitana e quella amalfitana . ROMA Manifestazioni per il Ventennale dell’Autorità Antitrust L’Autorità Antitrust si appresta a festeggiare i venti anni di attività: il 10 ottobredel1990venivainfattiapprovata la legge n. 287 che introduceva nel nostro ordinamento la nuova Istituzione di tutela della concorrenza e del mercato. Lunedì 11 ottobre alle ore 11.00, presso l’auditorium di via Claudio Monteverdi n. 35 (Roma), alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, Giuliano Amato, Giuseppe Tesauro e Antonio Catricalà, che hanno guidato l’Antitrust in questi due decenni, ne analizzeranno ruolo e risultati. Domenica 10 ottobre alle ore 12.00, presso la Galleria “Alberto Sordi” a Piazza Colonna (Roma), è invece previsto l’annullo del francobollo emesso per la ricorrenza, che sarà apposto dal presidente dell’Autorità Antonio Catricalà, alla presenza del presidente di Poste Italiane Antonio Ialongo. VIBO VALENTIA Illustrazione Piano di Rientro della Sanità Domenica 10 ottobre , alle ore 18.00, il presidente Scopelliti illustrerà il Piano di Rientro all’Hotel “501”. Saranno presenti gli assessori e i consiglieri Regionali del territorio.


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani 23

APPUNTAMENTI “I Marvanza Raggae Sound” in concerto Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari lora appartenne alla razza sempre maledettadallepotenzedellaterra)”. 1° Incontro. Omaggio a John Lennon(1940/1980)nel60°dellanascita e nel 20° della morte. Testi e video raccolti da Giacomo Marcianò. Letture di versi a cura dell’Anassilaos.

CATANZARO XI mostra micologica “Città di Catanzaro” Anche quest’anno il Gruppo micologico “Sila Catanzarese” organizza la mostra del funghi. La manifestazione si terrà oggi e 10 ottobre , presso i locali dell’istituto Tecnico Agrario di Catanzaro, col patrocinio della Provincia e la collaborazione dello stesso Istituto Tecnico “Vittorio Emanuele II”. Alla manifestazione, giunta ormai alla XI edizione, verrà abbinato il concorso “Il porcino più grande” al quale tutti potranno partecipare, presentando esemplari di porcini freschi in stato di normale commestibilità, da consegnare agli organizzatori entro le ore 17,00 di domenica. Orario della mostra: dalle ore 9.00 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 20.30, del 9 e 10 ottobre. Giornata Nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro L’Anmil invita alle manifestazioni che si svolgeranno contemporaneamente in tutte le province d’Italia il 10 ottobre per la Giornata Nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro. A Catanzaro la Sezione Anmil ha organizzato, per questa giornata, una manifestazione che avrà il seguente programma:ore10.00,pressolaBasilica dell’Immacolata - S. Messa in Suffragiodelle Vittime degli incidenti sul lavoro; ore 10.45, presso la sala consiglio amministrazione provinciale in Piazza Rossi, cerimonia civile con le partecipazioni delle Autorità locali; ore 12.00, corteo con banda musicale su Corso Mazzini e deposizione corona d’alloro presso il Monumento dei Caduti in guerra alla memoria dei Caduti sul lavoro. Presentazione treni Stadler di Ferrovie della Calabria In occasione della presenza in Calabria del sottosegretario ai trasporti on. Giachino, per un incontro con gli operatori della logistica, verranno presentati i nuovi treni StadlerdiFerrovie della Calabria Srl,che a breve saranno immessi all’esercizio sulla tratta Catanzaro-Catanzaro Lido.Pertantogiorno 11ottobre ,alle ore 19.30,presso lastazione ferroviaria diCatanzaro città sita in via Milano, 28,si terrà una breve manifestazione di presentazione. II edizione "La Grande Musica per il Cinema" Ci sarà anche Carmen Consoli al debutto della seconda edizione della rassegna internazionale "La grande musica per il cinema", in programma il 14 ottobre , al Politeama con il grande concerto di Paolo Buonvino alla guida dell’Orchestra Roma Sinfonietta. Gli altri concerti previsti all’interno dellarassegnasonoquellidiLuisBacalov (16 ottobre), di Franco Piersanti (il 23 ottobre, ospite d’onore Silvio Orlando), degli Avion Travel con l’omaggio a Nino Rota (25 ottobre), di Stefano Bollani (3 novembre), fino all’apoteosi con il soave

IX GIORNATA NAZIONALE AIDO Gagliato oggi e domenica 10 ottobre Concerto per la Pace diretto dal Maestro Daniel Oren (6 novembre). Personale di Aldo Mondino A partire dal 20 novembre , il Maca (Museo Arte Contemporanea Acri) ospiterà la mostra Aldo Mondino. Maestrodifantasmagorie–personale patrocinata dall’Archivio Mondino dedicata al grande artista torinese scomparso cinque anni fa. COSENZA Personale di Solveig Cogliani Solveig Cogliani sarà all’inaugurazione della personale di sue opere oggi , alle ore 18.00, alla KbArt di Cosenza (piazza Zumbini, 45). In mostra 20 opere di grande e piccolo formato, tutte recenti. Riapre la stagione artistica a Vertigo Oggi , nell’ambito della VI Giornata del Contemporaneo (organizzata dall’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani Amaci), l’associazione Vertigo Arte è lieta di presentare la mostra di Antonello Curcio, Athina Ioannou, "Toccata e fuga", che si terrà dal 9 al 30 ottobre 2010. Inaugurazione sabato 9 ottobre, ore 17.30. Corso di Editoria e Giornalismo Dal 12 ottobre , presso la libreria Ubik di Cosenza, si terrà un Corso di Editoria e Giornalismo.Il corso, promossodallarivistaletterariainternazionale Storie e daLeconte Editore di Roma, prevede 30 ore di lezione e un diploma con valore di credito formativo. CROTONE Festeggiamenti in onore di S. Dionigi Il fascino del colore delle divise, la bellezza dei cavalli, la gioia della musica. Saranno questi gli ingredienti che si aggiungeranno ai tradizionali festeggiamenti in onore di S. Dionigi,PatronodellacittàdiCrotone.Per

la prima volta le strade cittadine, oggi , giorno della festa patronale, ospiterannolaFanfaraacavallodellaPolizia di Stato. La Fanfara a cavallo della Polizia di Stato, è formata da diciassette cavalieri. Il programma prevede alle ore 9.30 dei oggi, la partenza dal palazzo comunale, sito in Piazza della Resistenza, delle autorità seguite dalla Fanfara della Polizia. Successivamente èprevista la sostadella Fanfara a Piazza Pitagora in attesa della fine della celebrazione religiosa. Alle ore 11.00, inizio del concerto in Piazza Pitagora ed alle ore 11.40 rientro della Fanfara su Via Vittorio Veneto.

LAMEZIA TERME Cinema d’Autunno per la pace e i diritti umani Amnesty International e il Punto Pace Pax Christi di Lamezia Terme propongono un nuovo ciclo di film che raccontano storie di migranti e di accoglienza. Giorno 15 ottobre ,ore 20.30, "Welcome" di Philippe Lioret, presso il saloneCasa Canonicadel Carmine - Via R.Sanzio, 2 Lamezia Terme – Sambiase. Ingresso libero. MONTALTO UFFUGO Presentazione del libro "La notte di santa Lucia" La coessenza invita oggi , ore 18.00, nella sala di rappresentanza del comune di Montalto Uffugo, alla presentazione del libro "La notte di santaLucia"dallaJollyRossoall’affossamento della Cunsky di Francesco Cirillo.

GAGLIATO Nona giornata Nazionale Aido Oggi e domenica 10 ottobre , in via Regina Margherita al n° 166 - 168, dalle ore 7.30 alle ore 13.00, e dalle ore 15.00 alle ore 19.30, si svolgerà la nona giornata nazionale di informazioneeautofinanziamentopromossa dall’Associazione Italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (Aido)sottol’altopatronatodelPresidente della Repubblica. I volontari dell’Aido saranno presenti in oltre 1000 piazze, per incontrare i cittadini,dare loro informazioni sull’importanza della donazione come valore sociale e come opportunità per salvare la vita a chi non ha altre possibilità di sopravvivenza offrire una piantina di anthurium andreanum.

OLIVADI "Antichi sapori…del futuro" L’associazione culturale Olivadese e la Pro Loco Olivadi, con il patrocinio dell’amministrazione provinciale di Catanzaro - settore politiche agricole, organizzano domenica 10 ottobre , alle ore 20.00, in piazza Beato Antonio "Antichi sapori… del futuro", degustazione di prodotti e preparazioni tipici della tradizione gastronomica rurale, tra cui "pasta e posa" (pasta e fagioli) e "ova cu i ciculi" (uova con i ciccioli).

GASPERINA IMarvanzaReggaeSoundeLisarusa in concerto Continua il successo del connubio tra il reggae dei Marvanza Reggae Sound e la tarantella dei Lisarusa, che oggi condivideranno nuovamente il palco nella cornice dell’Oktoberfest di Gasperina (Cz) presso lo stadio comunale alle ore 22.00, per portare in scena tutto il calore della musica made in Calabria.

REGGIO CALABRIA AssociazioneAnassilaosprogramma ottobre 2010 Martedì 12 ottobre , ore 18.00, presso la sala San Giorgio al Corso Anassilaos Giovani presenta un ciclo sul tema “L’Età Breve. Viaggio nell’ “arte maledetta” (Arte Figurativa, Musica, Poesia)” “ …du jour où il sut lire il fut Poète, et dès lors il appartint à la race toujours maudite par les puissances de la terre...” (dal giorno in cui egli seppe leggere fu Poeta, e d’al-

CorsoperlaProfessionediDottore Commercialista e di Esperto Contabile Il presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Reggio Calabria , dott. Carmelo Stracuzzi, comunica che il 27 ottobre , avrà inizio il 2° Corso di preparazione agli esami di Stato per l’eserciziodellaProfessionediDottore Commercialista e di Esperto Contabile. Le lezioni programmate dal Consiglio dell’Ordine in collaborazione con il Corso di Laurea in Scienze Economiche dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, si svolgerannoconcadenzasettimanale e termineranno presumibilmente il 31 maggio 2011, secondo il calendario e il programma consultabili presso la segreteria dell’Ordine. Il Corso si terrà presso la Sala Convegni dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Reggio Calabria ,Via Tommaso Campanella 38/a. L’iscrizione al Corso scadrà il prossimo 15 ottobre , e tutte le informazioni si possono richiedere presso gli Uffici dell’Ordine. RENDE Presentazione “Calabria sott’Olio” Oggi alle ore 10.00, presso l’Hotel Mercure (ex-Executive) a Rende si terrà la presentazione di “Calabria sott’Olio”. ROSSANO Cerimonia premiazione Premio Letterario "Armando La Torre" La giuria del Premio Letterario Città di Siderno "Armando La Torre", presieduta dal prof. Walter Pedullà, ha proclamato i vincitori della settima edizione del Premio. La cerimonia di premiazione,prevista per giovedì 21 ottobre , presso il Grand Hotel President, sarà condotta da Piero Muscari e ospiterà, tragli altri, il caporedattore Rai Abruzzo Mimmo Logozzo, l’attore sidernese Mico Cundari ed il prof. Domenico Antonio Cusato. CALABRIA Progetto “I Sabati della Frutta di McDonald’s In occasione del ritorno a scuola, McDonald’s propone per il terzo anno consecutivo la propria iniziativa per promuovere il consumo di frutta e verdura tra i bambin. Ogni sabato per 8 settimane consecutive fino al 13 novembre ,con l’acquisto di un menu Happy Meal, ilmenu McDonald’s studiato per le esigenze nutrizionali dei bambini, verrà regalata una confezione di MeladellaValtellinaIgp,diananaso di carotine Baby. E’ la gamma di frutta e verdura fresca, già lavata, tagliata econfezionata in pratiche bustine, della linea Le Frescallegre.


24

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

IL DOMANI DELLA CULTURA

Franko B, "I'm thinking of you", 2009

Le contraddizioni di un artista carnale Franko B espone le proprie opere al Pac di Milano spaccando in due l’opinione di pubblico e critica Camilla Mozzetti L’hanno etichettato come l’uomo-artista capace di rendere sopportabile l’insopportabile della vita umana. Le sue performance esprimono il tormento dell’esistenza. Intensità e genialità per un uomo che fa del suo corpo un veicolo di denuncia sociale. Sarà, ma anche no. Perché, se da una parte questo è Franko B, milanese classe 1960, a cui il Pac dedica un’ampia personale, curata da Francesca Alfano Miglietti, dal titolo "I still love" nella quale l’artista mette al servizio del pubblico performance, installazioni, progetti e visioni, dall’altra qualcuno potrebbe trovare il suo stile volutamente eccessivo. Molti hanno sottolineato la sua capacità, che trova nel "romantic punk" inglese anni Novanta la chiave di volta, per le sue opere, di abbattere i confini che separano la fisicità del corpo dall’opera d’arte, creando quella osmosi a cui molti artisti aspirano. Alcune delle sue performance, però, co-

Franko B, "I'm thinking of you", 2009

L’hanno etichettato come l’uomo-artista capace di rendere sopportabile l’insopportabile della vita umana. Le sue performance esprimono il tormento dell’esistenza me quella del 1994 al Torture garden di Londra, trascendono il comune buon senso. (Nell’occasione l’artista si presentò completamente intubato, nudo, con sacche si sangue - naturalmente finto - quale ornamento). E sebbene questo concetto sia in campo artistico un aggettivo potenzialmente trascurabile, vedere un artista completamente intubato, malato, senza difese, con sacche di sangue umano (naturalmente finto) usate come dei banali accessori, muove un forte senso di disagio. Una denuncia violenta, quasi una parodia di reali tragedie umane. Molti hanno

applaudito quest’uomo desacralizzato capace di portare su di sé traumi, dolori, sofferenze del corpo sociale. Bisogna, invece, ricordare che il corpo come "materia espressiva" è qualcosa di già conosciuto e ampiamente trattato già dagli anni Settanta. Niente di nuovo dunque. I temi centrali nei lavori di Franko B sono fin dagli esordi principalmente quattro: la morte, l’erotismo, il dolore e la compassione, di volta in volta intrecciati tra loro come in un chiasmo letterario. I colori usati nelle tele, ma anche sul proprio corpo, sono principalmente due: il nero e il bianco.

Il primo usato per aumentare la tensione tra la vita e la morte, in un gioco di contrasti tematici e stilistici. Con il bianco, invece, l’artista dà al proprio corpo le sembianze di una tela come una base per poter costruire sopra l’opera. Impegnativo è comprendere dove risieda la genialità di un uomo che sembra utilizzare canali e stili ampiamente consolidati e trattati e che rimanda al più classico feticismopiùcheall’avanguardismocontemporaneo. Al Pac Franko B presenta l’inedita performance "Love in times of pain", strettamente legata con l’ultima produzione, l’omonima installazione del 2009 dove i temi dell’artista campeggiano insieme mischiando sensazioni e istinti. Completano l’esposizione video e foto dei lavori più famosi, e l’installazione "Golden age" una serie di inginocchiatoi interamente ricoperti d’oro. Dal 9 ottobre al 10 novembre. Pac, Padiglione d’arte contemporanea, via Palestro 14, Milano. Info: 0288465236; www.comune.milano.it.

Franko B, %u201CLa pesanteur et la grâce%u201D, 2010


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani 25

IL DOMANI DELLA CULTURA

Roma, il Maxxi della Hadid vince lo Stirling prize 2010 Pio Baldi: «Un successo straordinario per la città e gli amanti dell’arte» Tobia Merlo Il Museo nazionale delle arti del XXI secolo progettato a Roma da Zaha Hadid e inaugurato lo scorso maggio dopo dodici anni di lavori ha vinto lo Stirling prize, il prestigioso premio conferito ogni anni dal Royal institute of british architects (Riba). La giuria è presieduta da Ruth Reed e composta da Lisa Jardine (storica), Ivan Harbour (Rogers Stirk Harbour + Partners), Mark Lawson (BBC) e Edward Jones (studio Dixon/Jones). Il presidente della fondazione Maxxi Pio Baldi ha detto: «È con grande gioia che condividiamo con Zaha Hadid questo importante riconoscimento, assegnato ad un edificio che continua a meravigliare per la sua bellezza. Questo premio contribuisce a

diffondere ancora l’immagine straordinaria del museo, che ha già conquistato i romani e molti turisti di tutto il mondo». Profondamente commossa, invece, l’architetta angloirachena «Sono felice ed emozionata. Ringrazio - ha dichiarato a caldo l’archistar Zaha Hadid - tutti coloro che hanno collaborato a questo progetto, in particolare il ministero dei Beni Culturali e Pio Baldi che hanno rappresentato l’italianità di questa impresa». Accanto alla Hadid, nella shortlist di quest’anno c’erano David Chipperfield e Julian Harrap con il Neues museum di Berlino; Theis and Khan con il Bateman’s Row a Londra; Rick Mather Architect con l’Ashmolean museum di Oxford; Dsdha con la Christ’s College School di Guildford e Drmm con la Clapham manor primary school di Londra. Il Maxxi occupa una superficie pari a circa 26mila mq ed è

Zaha Hadid

articolato nelle due istituzioni Maxxiarte e Maxxiarchitettura, aventi in comune spazi e risorse per le attività culturali, spazi per le esposizioni temporanee, per gli eventi dal vivo, spazi per la produzione e la sperimentazione e spazi di intrattenimento e attività commerciali, oltre alla presenza di zone destinate all’accoglienza.

Enorme successo per la manifestazione che da sette anni chiama scrittori, artisti, critici nel capoluogo emiliano, 55mila i visitatori

Editoria dell’arte, a Bologna l’Italia che si appassiona Emma Martano Nonostante il progresso tecnologico tenti di scavargli la fossa, basti vedere l’invasione degli I-pad, il funerale per il primo veicolo d’istruzione e cultura è di là dall’essere celebrato. Il libro, sebbene vittima di cadute e ricadute, non si spezza di fronte al virus del progresso, e in barba agli organizzati della Fiera di Francoforte, il più importante appuntamento mondiale per l’editoria, giunto quest’anno alla sua 62esima edizione, che hanno denunciato la mancanza di libri e nuovi titoli, i risultati della settima edizione italiana di Artelibro hanno confermato tutto il contrario. Sono i dati a parlare. In cinque giorni tra

palazzo Re Enzo, il museo Civico archeologico, la biblioteca Salaborsa e piazza Nettuno, i centri nevralgici della settimane edizione di artelibro, Bologna ha contato 55mila visitatori per un’offerta di materiali spazianti dai codici trecenteschi alle pubblicazioni di Andy Warhol. Un’edizione che ha visto come fil rouge il passato, con il tema de Il libro antico, raro e d’artista, ma che ha saputo, però, sposare il quotidiano lasciando ampio spazio ai volumi di alcuni tra i più importanti artisti contemporanei dell’Italia. Da "Videos" di Bill Viola edito da Danilo Montanari alle piccole edizioni dell’Obliquo con le acqueforti di Roberto Barni, Mauro Staccioli, Giosetta Fioroni, fino alle sperimentazioni

grafiche e fotografiche dell’artista ed editore di Amburgo Clemens Tobias Lange. Non solo. Da Ugo Nespolo a Pablo Echaurren, da Fabio Isman a Anna Ottani sono stati molti i bibliofili e gli storici dell’arte che hanno tenuto a battesimo una serie d’incontri e lezioni. Insomma Bologna negli ultimi giorni di settembre ha indossato gli abiti della capitale internazionale del libro antico e di pregio, e seppur qualcuno potrebbe obiettare sulla scelta tematica della settima edizione di Artelibro eccessivamente cauta perché legata al passato, a qualcosa di oramai "consolidato" e quindi più sicuro sia in termini di ritorno economico che di successo, nonché quella per la prossima edizione della kermesse dal tema

Locandina della sesta edizione di Artelibro

L’archeologia, c’è ancora chi si appassiona solo tenendo in mano un volume, solo sfogliandone le pagine. E forse è questo il miglior risultato, al di là dei "numeri", per

una manifestazione e per un paese che vanta ancora un triste primato: gli italiani non leggono abbastanza, ma più che altro non si appassionano abbastanza.

A Brescia le vedute quotidiane di Luigi Ghirri

Stralci di una vita normale La galleria Minini presenta "Project prints" Paesaggi sequenze di micro-opere che concatenate creano la dinamicità dell’esistenza

Valentina Cavera Paesaggi, stralci di una vita che s’intravede attraverso elementi fotografici di quotidianità, sequenzedimicro-operecheconcatenate creano la dinamicità dell’esistenza: questo è il prezioso e ricercato lavoro di Luigi Ghirri (Reggio Emila, 1943-1992). Partendo da negativi di grande formato, raccogliendo le matrici d’essi, Ghirri crea stampe e piccole fotografie, producendo, così, il lavoro, intitolato "Project prints", in mostra alla galleria Massimo Minini. Quest’idea nasce fin dagli anni ‘80, quando decide di lasciarsi dietro le spalle la macchina

Luigi Ghirri, s. t.

fotografica di piccolo formato per dedicarsi ad un approfondimento progettuale sulla visione paesaggistica. Ispirandosi al concetto d’estetica artistica di Marcell Duchamp, definito ready-made e ai surrealisti, al loro modo in altre parole di concepire l’arte, ovvero come atto liberatorio dell’inconscio, sin dagli ’70, Ghirri si interessa al legame tra arte contem-

poranea e fotografia studiando il metodo più veritiero per far sposare l’opera prodotta con l’elemento di realtà scelto come soggetto, fonte primaria di espressione. Un’esibizione in ricordo di un artista famoso in tutto il mondo che nel 1982 è stato anche celebrato dalla Photokina di Colonia come uno tra i più importanti fotografidellastoriadellafotografia del XX secolo. Le sue opere sono in mostra ben in diciannove importanti siti, tra i quali: Fond National d’Art Contemporain a Parigi e la galleria d’Arte Moderna a Torino. Fino al 20 novembre; galleria Massimo Minini. Via Luigi Apolloniao 68, Brescia. Info: www.galleriaminini.it.

Tra i nomi più importanti della fotografia i lavori dell’artista emiliano sono in mostra anche a Parigi e alla galleria d’arte Moderna di Torino


26

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

DALL'ITALIA E DAL MONDO Confalonieri: Feltri e Marcegaglia dicono il vero. Dopo le perquisizioni, oggi il Giornale pubblica il dossier

I Marcegaglias nel mirino ma è "colpa" di Woodcock di Maria Teresa Squillaci CAPRI - Sia il direttore editoriale del Giornale Vittorio Feltri che la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia dicono la verità nelle loro dichiarazioni nella vicenda della presunta attività di dossieraggio, oggetto di indagine della procura di Napoli. Lo ha detto, visibilmente irritato, il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri parlando con i cronisti a margine di un convegno a Capri. «La versione di Feltri è verità. Anche quella della Marcegaglia». La presidente degli industriali italiani aveva detto di avere percepito una battuta scambiata tra Nicola Porro e il suo addetto stampa Arpisella come «un rischio reale e concreto per la mia persona e per la mia immagine. Tanto reale e concreto che effettivamente ci mettemmo, anzi mi misi personalmente in contatto con Confalonieri». Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Sallusti e Porro si stava preparando una campagna di stampa simile a quella condotta dal Giornale sulla vicenda dell’appartamentodiMontecarlo. La vicenda sarebbe cominciata dopo l’intervista rilasciata il 15 settembre scorso al Corriere della Sera. Gli inquirenti intercettarono il giorno dopo un sms inviato

da Porro a Rinaldo Arpisella «Ciao Rinaldo domani super pezzo giudiziario sugli affari della family Marcegaglia». Pochi minuti dopo i due parlano al telefono: «...adesso ci divertiamo per venti giorni romperemo il cazzo alla Marcegaglia come pochi al mondo!» Feltri giovedì aveva dato questa versione: «Una mattina mi ha chiamato Confalonieri per chiedermi se stessimo preparando un’inchiesta a tappeto sulla Marcegaglia. Ma nessuno mi aveva mai parlato di nulla. Contro la Marcegaglia e contro Confindustria non c’è mai stato e non c’è nulla. Se ci fossero sarebbero saltati fuori, visto che hanno perquisito anche la biancheria». Che cos’è accaduto? «il fatto è semplice: l’addetto stampa della Marcegaglia, che ha un rapporto da anni molto confidenziale col nostro

Il fatto è che Woodcock stava e sta indagando su Confindustria o sulla signora Marcegaglia e noi siamo finiti in mezzo. Non abbiamo dossier

vice direttore Porro, quella mattina era al telefono con lui. Il vicedirettore fece una battuta dicendo «guarda che adesso alla Marcegaglia le facciamo un c... così». Una battuta che quel collega quella mattina non prese come tale e riferì al presidente di Confindustria che non ha fatto nulla». «Il problema - continua Sallusti - è che quella battuta è stata intercettata da Henry John Woodcock». Ma perché il magistrato aveva messo sotto controllo il telefono di Porro o dell’addetto stampa della Marcegaglia? Chiede Maurizio Belpietro. «La notizia è che Woodcock stava e sta tuttora indagando su Confindustria o sulla signora Marcegaglia e noi siamo finiti in mezzo» - risponde Sallusti che continua - «e Woodcock quando sente dei giornalisti o delle persone di una certa notorietà parlare, non riesce a trattenersi». «Tanto è vero - spiega Sallusti che ha mandato in galera o inquisito decine di persone famose ma la stragrande maggioranza sono state prosciolte per non aver commesso il fatto». La direzione del Giornale ha reso noto che oggi il quotidiano pubblicherà "un dossier di quattro pagine" relativo alla Marcegaglia, sul cui contenuto non è trapelata nessuna informazione.

Imbarazzo a Pechino Liu Nobel per la pace La Cina oscura la diretta televisiva Bbc

Berlusconi da Putin per il compleanno e subito si scatena una ridda di ipotesi ROMA - Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi è partito ieri sera per un altro di quei weekend fatti apposta per stuzzicare la curiosità: nella dacia del "suo amico" Vladimir Putin (come precisa il portavoce Dmitrij Peskov), come già era accaduto l’anno scorso di questi tempi, per il complean«Malgrado si stia parlando no del primo ministro russo. di amici, entrambi sanno Le parole di Peskov sembrano scelte appoessere negoziatori duri sta per sottolineare che non ci sarebbe bisogno l’uno con l’altro, decisi a di aggiungere altro per difendere l’interesse dei giustificare l’ennesimo viaggio in Russia ospite rispettivi Paesi» del capo del governo, soltanto un mese dopo l’ultimo incontro. Questo perché la notizia della partenza di Berlusconi ha rinfocolato le voci di un interessamento russo a Mediaset, già smentite nei giorni scorsi. Dopo l’arrivo, il Presidente del Consiglio si è trasferito subito in una delle residenze del primo ministro non lontano dalla "capitale del nord". «Il luogo non ve lo dico», ha chiarito subito il portavoce nel corso di una conference call. Si tratta, sottolinea, di una

visita privata, che unirà momenti informali a colloqui su questioni importanti per entrambi, sul piano bilaterale e su quello globale. Il velo di segretezza sulla visita verrà sollevato un poco sabato, al termine di un confronto che punta ad approfondire legami che ancora non corrispondono al potenziale di collaborazione tra Italia e Russia. Al primo posto Peskov mette South Stream, il gasdotto nato con Eni e Gazprom, preannunciando «sviluppi positivi» per un progetto che, dopo l’ingresso dei francesi di Edf, si sta aprendo a nuovi partner. Tedeschi, verosimilmente, anche se Peskov non vuole fare nomi. Ma nei giorni scorsi era stato proprio Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni, a citare la tedesca Wintershall del gruppo Basf. Mentre nel corso di un incontro con Putin l’amministratore delegato di Gazprom, Aleksej Miller, citato dal sito del governo russo, ha parlato dell’interesse di «partner tradizionali, tra cui compagnie tedesche», per il gasdotto. Le discussioni tra Putin e Berlusconi, spiega Peskov, andranno a confluire nel vertice bilaterale Italia-Russia in programma a Soci, in dicembre».

Liu con la moglie

ROMA - È Liu Xiaobo, uno dei simboli della battaglia per i diritti umani in Cina, il vincitore del premio Nobel per la Pace. Firmatario del manifesto Charta 08, che chiede la democratizzazione della Repubblica popolare (con un esplicito riferimento al movimento cecoslovacco Charta 77) e condannato a undici anni di reclusione per "incitamento alla sovversione del potere dello stato", Xiaobo è stata anche uno degli esponenti di maggior rilievo, nel 1989, della contestazione studentesca di piazza Tien An Men, repressa nel sangue. Per la partecipazione a quella protesta, Xiaobo fu condannato come a 18 mesi di carcere come "controrivoluzionario". Che sarebbe stata una scelta "controversa", il presidente del comitato Thorbjoern Jagland lo aveva lasciato intendere in un’intervista alla tv norvegese poco prima dell’ufficializzazione del verdetto. Ma l’assegnazione del premio al dissidente ha provocato immediate conseguenze nella Repubblica popolare. La prima ripercussione diretta è stata la decisione di sospendere la diretta della Bbc in tutto il territorio nazionale. Inoltre, secondo quanto riportato da un messaggio diffuso su Twitter, la polizia si sarebbe recata nell’abitazione del premio Nobel per parlare la moglie Liu Xia e vagliare la possibilità di far rilasciare all’attivista dichiarazioni alla stampa. Il dissidente, 55 anni, dopo la laurea all’Università di Pechino nel 1984, ha conseguito il dottorato alla Normale di Pisa e ha insegnato in diverse università all’estero, dalla Columbia University all’Università di Oslo. Ma la sua militanza per il rispetto dei diritti civili in Cina ha comportato contraccolpi sull’attività didattica di Xiaobo, al quale è stato vietato l’insegnamento dopo la pubblicazione di articoli critici verso le autorità di Pechino nel ’95 (pubblicazione che costò fra l’altro allo scrittore una reclusione di tre anni in un laogai, i campi di rieducazione cinese).


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani 27

DALL'ITALIA E DAL MONDO Il responsabile del dicastero degli Interni tirato in ballo per pagamenti ricevuti

Nuovi veleni, adesso su Maroni ma il ministro spiega ai giudici di Carlo Bassi ROMA - I soldi ricevuti dalla società Mythos, 60 mila euro, costituiscono il compenso per una attività legale. Questo quanto il ministro Roberto Maroni ha detto ai pm di Roma che lo hanno interrogato in gran segreto nei giorni scorsi. Il ministro ha consegnato agli inquirenti anche una documentazione. Gli atti dell’indagine che vede coinvolto Roberto Maroni sono ora al vaglio della magistratura romana che ha iscritto il nominativo del ministro nel registro degli indagati per l’ipotesi di finanziamento illecito ad un parlamentare. È stato trasmesso dalla Procura di Milano a quella di Roma, per competenza territoriale, il fascicolo di indagine che vede coinvolto il ministro dell’Interno Roberto Maroni per finanziamento illecito ai partiti, relativa, secondo l’accusa, ad una prestazione professionale che l’esponente leghista avrebbe fatturato in qualità di avvocato, ma che non sarebbe stata mai svolta. Il ministro è stato anche citato per venerdì prossimo come testimone nel processo milanese con al centro la società Mythos che, stando alle indagini dei pm di Milano Gaetano Ruta e Laura Pedio, era diventata nel tempo una ’centrale’ dell’evasione e della corruzione fiscale. Maroni, citato dalla difesa di uno degli

imputati, verrà sentito in qualità di indagato in procedimento connesso. Le indagini riguardano una consulenza legale da 60 mila euro che sarebbe stata pagata a Maroni nel 2007 da Franco Boselli, manager della Mythos. Prestazione che però non sarebbe stata mai svolta, secondo l’accusa. Una fattura da 14 mila euro, invece, riguarderebbe una consulenza di Isabella Votino, assistente e portavoce del ministro dell’Interno. Boselli, lo scorso primo ottobre, era stato anche sentito come testimone nel processo milanese su ’Mythos’ davanti ai giudici

della prima sezione penale e aveva parlato della consulenza di Maroni, rispondendo alle domande del pm Gaetano Ruta. La testimonianza come persona indagata in procedimento connesso che dovrà rendere Maroni prevede la possibilità di avvalersi della facoltà di non rispondere e di essere assistito da un legale.

60

Mila gli euro ricevuti fra il 2007 e il 2008 da privati che qualcuno contesta ma il ministro spiega: attività legali

Gli atti dell’indagine che vede coinvolto Roberto Maroni sono ora al vaglio della magistratura romana che ha iscritto il nominativo nel registro degli indagati

Roma e le altre grandi città italiane prese d’assedio dagli studenti

ROMA - Roma sotto "assedio". Sono migliaia i ragazzi, e non solo, che hanno preso parte alla manifestazione di protesta contro la riforma Gelmini. Sono liceali, universitari, precari, professori. "Siamo in 30mila" gridavano alcuni. Raduni anche sul prato dello Stadio Olimpico dove moltissimi giovani si sono recati anche per assistere al concerto degli U2, previsto per ieri sera. Non senza disagi: lezioni a rischio in circa 42mila scuole italiane a causa dello sciopero promosso dai sindacati Usi Ait Scuola e Unicobas. Da parte sua il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini ha commentato: «La protesta di oggi mi pare riproporre vecchi slogan di chi vuole mantenere lo status quo, di chi è aprioristicamente contro qualsiasi tipo di cambiamento e crede di usare la scuola

come luogo di indottrinamento politico della sinistra». L’esponente dell’esecutivo ha poi ribadito di voler proseguire sulla strada delle riforme. Ma Roma è solo il fulcro di una serie di cortei e sit-in che hanno avuto luogo in oltre 50 città di tutto il Paese. Sarebbero più di 30 mila - secondo l’Unione degli studenti - i giovani scesi in piazza solo a Torino, per dire no alla politica del governo. Qui gli studenti di Laps-uds travestiti da clown hanno distribuito buste vuote con scritto "borse di studio" davanti alle sedi della Regione e della Rai, rappresentando simbolicamente il secondo taglio ai finanziamenti per il Diritto allo studio. Cortei anche a Milano dove diecimila - secondo la questura (20mila per l’Uds) - sono scesi per le strade. Ad aprire il corteo un manifesto che ri-

Sarkozy a Roma ieri per fare la pace col Papa di Carlin CITTÀ DEL VATICANO - Nicolas Sarkozy ha incontrato ieri papa Benedetto XVI nel corso di una breve visita in Vaticano destinata a voltare pagina dopo le polemiche dell’estate scorsa tra l’episcopato francese e il governo di Parigi sulla politica nei confronti dei Rom. Il presidente francese, che al suo arrivo aveva un’aria tesa, ha ricevuto un’accoglienza calorosa dal suo ospite che, parlando in francese, ha evocato "l’anima cattolica della Francia". I due, che si sono incontrati per la terza volta dal 2007, hanno poi avuto un incontro privato di mezz’ora nella biblioteca del Papa. Organizzata su richiesta francese, questa visita giunge dopo le polemiche di agosto tra alcuni vescovi francesi e il governo sulle espulsioni dei Rom seguite alla stretta sulla sicurezza voluta dal presidente Sarkozy. Il 22 agosto scorso il Papa, parlando nella loro lingua a un gruppo di pellegrini francesi, invitava ad "accogliere le legittime diversità umane", e in molti avevano interpretato il passaggio come un’allusione alla situazione francese. Dopo il Papa, Sarkozy ha incontrato anche il segretario di Stato, il cardinale Tarcisio Bertone.

trae il ministro Gelmini che indossa una tuta dell’esercito e slogan "contro la cultura militare nelle scuole". A Napoli davanti l’università Federico II una decina di studenti travestiti da carcerati mostrano lo striscione "chi apre una scuola chiude una galera". Gli studenti hanno lanciato rotoli di cartaigienica a simboleggiare "la scuola pubblica a rotoli".


28 Sabato 9 Ottobre 2010 il Domani

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

CAMBI VAR. %

CHIUSURA

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

21.357,91 0,27 20.750,74 0,28 23.901,73 0,04 22.311,61 -0,11 21.757,52 0,31 11.010,00 -0,04

Euro

METALLI

US $

UK £

¥en

USD/on

EURO/gr

1346,00

31,06

23,25

0,539

PLATINO

1713,50

39,88

PALLADIO

596,00

14,04

1 Euro

1.0

1.3906

0.87200 114.16

ORO

1 US $

0.71860

1.0

0.62690 82.040

ARGENTO

1 UK £

1.1462

1.5943

1.0 130.85

1 ¥en

0.0087589 0.012183 0.0076397

1.0

I TITOLI DI BORSA AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

A.S. Roma 1,089 +0,83 17.30.27 1,05 A2A 1,121 -0,36 17.30.04 1,115 Acea 8,36 -0,24 17.30.20 8,36 Acegas-Aps 4,30 +0,47 16.42.46 4,23 Acotel Group 43,20 -1,66 15.40.01 43,00 1,632 -0,18 17.30.09 1,63 Acque Potabili Acsm-Agam 1,075 -0,37 17.30.09 1,05 Actelios 2,385 -1,34 17.30.15 2,385 Aedes 0,2113 -0,14 16.32.12 0,2085 Aeffe 0,411 +2,11 17.30.19 0,4015 Aegon 4,48 +0,06 15.31.02 4,48 Aeroporto Firenze 12,14 +1,00 14.35.28 11,77 Ageas 2,19 +0,46 17.24.25 2,165 Ahold Kon Aicon 0,243 +0,41 17.14.19 0,24 Alcatel-Lucent 2,54 +0,59 17.00.59 2,53 Alerion 0,50 -1,77 17.30.12 0,498 Allianz 84,40 -0,64 16.58.27 84,31 Amplifon 3,4775 +0,36 17.30.37 3,4325 Ansaldo Sts 9,65 +0,78 17.30.06 9,58 0,50 -0,30 15.39.24 0,49 Antichi Pellettieri 0,395 +3,95 17.30.16 0,38 Apulia Prontop 0,0249 -0,40 17.30.49 0,0243 Arena Arkimedica 0,4625 -2,53 17.30.51 0,4605 Arkimedica 2012 Cv5% 98,07 +0,02 16.17.48 98,07 Ascopiave 1,661 +1,34 17.30.37 1,622 Astaldi 5,255 -0,75 17.30.41 5,22 Atlantia 15,66 +0,64 17.30.27 15,47 9,20 +0,27 17.30.24 9,095 Autogrill Spa 10,30 -0,10 17.30.17 10,25 Autostrada To-Mi Autostrade Merid 21,30 +0,00 17.30.04 21,02 Axa 13,50 +1,50 17.24.14 13,19 Azimut 7,22 -1,97 17.30.06 7,17 B Interm-15 Cv 1,5% 90,60 +0,44 17.24.28 90,25 B&C Speakers 3,2075 -0,93 17.30.20 3,17 Banca Carige Cv 4.75% 2010-2015 106,00 -0,15 16.20.21 105,77 9,235 +1,04 17.30.52 9,11 Banca Generali Banca Ifis 5,15 +0,39 17.30.13 5,10 Banca Intermobiliare 4,17 +0,12 16.05.18 4,165 Banca Pop Emilia Romagna Cv 4% 2010-2015 108,07 -0,40 15.12.18 4,385 -1,46 17.30.42 4,3625 Banco Popolare Banco Popolare Cv 4.75% 2010-2014 106,25 +0,24 17.24.50 105,89 Banco Santander 9,26 -2,58 17.30.45 9,26 Basf 48,44 +0,98 16.11.37 47,97 2,86 +0,35 17.30.45 2,83 Basicnet Bastogi Spa 1,685 +0,90 15.55.51 1,651 Bayer 53,90 +0,99 17.10.51 53,35 43,49 +3,03 17.30.57 42,50 Bb Biotech 1,725 -0,12 17.30.21 1,712 Bca Carige Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% 111,00 +0,77 16.14.30 111,00 Bca Finnat 0,5175 -1,24 17.30.56 0,5145 Bca Mps 1,025 -0,29 17.30.51 1,014 4,00 -1,42 15.54.24 3,9275 Bca Pop Di Spoleto 9,085 -1,14 17.30.20 9,035 Bca Pop Emil Romagna 3,28 -1,20 17.30.03 3,265 Bca Pop Etrur-Lazio Bca Pop Milano 3,565 +0,00 17.30.10 3,535 6,675 -0,74 17.30.58 6,625 Bca Pop Sondrio Bca Profilo 0,4915 -0,51 17.30.50 0,489 3,7175 -0,33 13.27.45 3,705 Bco Desio Bria Rnc 4,00 -0,37 17.30.38 3,99 Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp 9,305 -1,53 17.30.15 9,245 Bee Team 0,4295 +2,26 17.30.25 0,4105 Beghelli 0,6365 -1,39 17.30.10 0,6355 Benetton Group 5,545 +0,54 17.30.57 5,48 99,98 -0,02 17.08.30 99,96 Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili 0,685 -0,07 17.30.31 0,676 1,49 +0,00 17.30.10 1,489 Best Union Company Bialetti Industrie 0,395 -1,13 16.06.43 0,39 Biancamano 1,44 +1,27 17.30.19 1,41

Max

Apertura

1,106 1,08 1,13 1,121 8,40 8,38 4,30 43,60 1,657 1,083 2,4325 0,2114 0,411 0,406 4,48 12,20 2,19 0,2448 2,55 0,5085 85,50 3,52 9,705 0,503 0,40 0,0251 0,483 98,65 1,667 5,32 15,73 9,22 10,39 21,36 13,50 7,40 90,72 3,25 106,28 9,25 5,165 4,17 108,02 4,4775 106,25 9,45 48,44 2,8775 1,694 53,90 43,49 1,737 112,19 0,5265 1,033 4,05 9,18 3,31 3,5875 6,745 0,4945 3,73 4,005 9,415 0,4295 0,645 5,61 100,00 0,689 1,49 0,40 1,45

0,2445

3,44 9,585

0,4765

15,58 9,175 10,34

7,36 3,17 9,11

108,61 4,46

1,732

1,027 9,11 3,5775 6,71

0,4145 5,505 0,68

AZIONI

Biesse Bioera Sosp. Bmw Bnp Paribas Boero Bartolomeo Bolzoni Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia R Bper 12 Cv Sub 3,7% Brembo Brioschi Bulgari Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc Cad It Cairo Communication Caleffi Caltagirone Caltagirone Edit Camfin Campari Cape Live Cape Live Cv 5% 2009-2014 Carraro Carrefour Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

5,54

Apertura

5,435

-1,45 17.30.37 5,345

5,52

49,54 53,18

-0,74 16.21.18 49,54 50,09 -1,54 17.24.38 52,50 53,90 53,90

1,841 28,40 1,312

-0,16 15.56.37 1,782 1,844 +0,18 17.30.43 28,07 28,43 +1,63 17.22.27 1,284 1,314 1,308

102,00 7,62 0,1625 6,645 1,079 8,095 4,615 4,55 2,73 1,01 1,949 1,799 0,372 4,3425 0,306 87,10 2,44

+0,00 -1,23 +0,00 -0,30 +0,56 +0,31 +0,49 -0,65 -0,73 +0,00 +0,05 -0,28 +0,27 -0,57 +0,99 -0,46 -0,81

16.23.44 17.30.44 17.30.28 17.30.36 17.30.10 17.30.16 17.30.22 17.30.56 17.16.27 14.18.03 17.30.35 17.30.24 17.30.29 17.30.43 17.30.04 15.16.37 17.30.08

102,00 7,55 0,1612 6,575 1,053 8,00 4,55 4,50 2,72 1,01 1,922 1,787 0,3665 4,27 0,2975 87,10 2,41

102,40 7,78 0,166 6,665 1,079 8,14 4,6275 4,57 2,78 1,01 1,95 1,804 0,372 4,3775 0,306 87,70 2,455

102,01 7,70 0,1625 6,645

19,23 1,82 0,2785 5,40 2,5075 2,41 0,262 0,1455 0,299 0,711 1,551 0,476 1,20 0,6785 0,42 99,00 0,942 22,40 5,055 11,62 1,37 3,4575 0,159 101,30 1,009 1,098 4,745 45,45 0,865 18,82 10,42

-0,67 -2,26 -0,89 +0,00 +1,42 +0,21 -0,38 -1,09 +0,17 +0,14 +1,97 -1,24 +0,00 +1,57 +0,12 -0,40 -0,53 +0,86 +0,00 -3,17 -0,51 +0,07 +1,60 -0,01 -0,10 -0,99 +0,96 +0,13 +1,29 +1,24 -0,29

17.30.31 17.30.33 17.30.46 17.30.29 17.30.41 17.30.03 17.06.24 17.30.40 16.46.02 16.27.45 17.30.54 17.30.32 14.32.55 17.30.28 17.30.31 15.51.07 17.30.42 17.30.09 17.30.01 17.14.52 17.30.15 17.30.36 16.53.21 17.30.52 15.03.24 17.30.48 17.30.26 15.43.04 17.04.25 17.30.17 17.30.43

19,14 1,81 0,276 5,325 2,46 2,3725 0,262 0,1451 0,295 0,70 1,525 0,4755 1,17 0,6665 0,4145 99,00 0,94 22,01 5,02 11,60 1,365 3,44 0,1531 101,21 0,9705 1,098 4,67 45,45 0,864 18,47 10,30

19,41 1,844 0,28 5,40 2,5475 2,43 0,2675 0,1503 0,299 0,711 1,559 0,4845 1,20 0,684 0,426 99,75 0,971 22,45 5,07 11,93 1,388 3,4775 0,1594 101,67 1,011 1,115 4,78 45,45 0,865 18,88 10,54

19,28

4,72 3,9525 1,26 40,65 9,90 29,63 1,316 3,505 13,15 21,23 0,937

+1,45 -1,68 +0,48 -0,56 -1,59 -2,24 -1,79 +0,14 +0,38 -0,37 +0,59

17.30.27 17.30.18 17.30.08 17.09.01 17.20.46 17.30.49 17.30.02 17.11.58 16.19.37 17.17.06 17.30.06

4,6275 3,94 1,252 40,35 9,865 29,33 1,315 3,455 12,85 21,22 0,924

4,73 4,73 4,025 1,263 40,80 40,77 9,995 30,41 30,07 1,355 3,51 3,51 13,18 21,31 0,9385 0,931

8,085 4,58 4,50

1,95

4,37

2,455

0,28 5,325 2,46

1,535

0,42 99,75 22,01 5,05

3,4725 101,67

4,78

18,70 10,54

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Sosp. Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Finarte Casa D'Aste Sosp. Finmeccanica Fintel Energia Group Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Industria E Innovazione Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iren Isagro

Ora

Min

Max

Apertura

1,269 1,439 11,20 1,455 4,3675 3,9275

-0,08 -1,03 -1,67 -0,95 +0,40 -0,25

16.31.38 17.30.21 16.53.42 17.30.12 17.30.52 17.30.54

1,269 1,425 11,20 1,455 4,3475 3,905

1,279 1,462 1,45 11,39 11,39 1,492 4,3675 3,95 3,9325

20,42 16,20 9,705 0,815 0,521 6,545 2,1325

-0,63 +0,19 +0,94 +0,12 -0,10 -0,08 -0,70

17.30.45 17.30.31 17.30.55 17.30.00 17.11.00 17.30.36 17.30.21

20,42 16,11 9,63 0,801 0,5165 6,485 2,1325

20,60 16,29 16,12 9,72 9,645 0,8165 0,5215 6,58 2,18 2,18

16,82 13,63 14,35 0,8995 17,95 11,21 7,685 7,74 3,40 4,77

-0,59 -1,80 -1,71 +0,62 -0,06 +0,72 +2,19 +1,24 -0,87 -4,60

17.30.10 17.30.56 17.30.15 17.30.38 17.30.03 17.30.44 17.30.29 17.30.15 17.30.16 17.30.41

16,70 13,45 14,20 0,8835 17,95 11,01 7,46 7,55 3,40 4,73

16,98 13,94 14,48 0,903 17,96 11,22 7,69 7,765 3,4025 5,065

8,90 1,95 0,55 8,36 5,02 16,07 1,112 0,382 4,8775 27,20 3,18 0,5335 1,18 14,80 4,135

+1,31 -1,12 +0,00 +6,50 +4,42 +0,06 -2,37 +1,60 -0,66 +1,68 +0,95 +0,85 -0,67 -0,27 -0,12

17.30.38 16.20.17 17.30.31 17.30.18 17.30.25 13.15.47 17.30.08 17.30.25 17.30.45 14.15.07 17.30.09 17.30.07 17.30.12 17.30.59 17.30.46

8,755 1,929 0,541 7,84 4,8325 16,01 1,112 0,374 4,8325 25,48 3,095 0,523 1,142 14,72 4,1075

8,915 1,97 0,55 8,39 5,10 16,07 1,134 0,3845 4,8875 27,20 3,1975 0,539 1,198 14,93 4,165

1,635 3,475 5,65 4,35 7,67 1,45

+1,81 -0,14 +0,53 -1,42 -1,03 +1,83

17.30.41 17.30.50 17.30.43 16.35.49 17.30.00 17.30.04

0,8735 14,15 1,39 0,85 1,345 0,868 2,22

+0,52 -1,74 +0,07 -6,59 +0,45 +0,93 -0,56

17.19.46 17.30.59 17.30.23 17.18.31 17.22.47 17.30.45 17.30.22

0,8435 14,00 1,372 0,83 1,33 0,856 2,205

+0,77 17.30.06

9,03

9,15 2,44 7,80 0,422 4,9075 2,44 1,943 0,0142 1,399 1,274 2,9725

16,89 13,83

17,95 11,12 7,655 3,40 5,065 8,785 1,929 0,55 7,84

3,095 0,526 1,142 14,78 4,14

1,603 1,639 1,603 3,45 3,50 3,48 5,60 5,795 4,245 4,49 7,635 7,88 7,815 1,423 1,45 1,426 0,8735 14,73 14,44 1,396 1,39 0,8895 0,85 1,351 0,8685 2,25 2,23 9,17

9,08

+2,52 17.30.14 2,335 2,44 -0,38 17.23.08 7,755 7,865 -0,35 17.30.44 0,415 0,422 -1,26 +0,10 +0,47 -0,70 -0,07 +0,24 +0,17

17.30.00 17.30.06 17.30.46 17.30.48 15.46.10 17.30.08 17.30.23

4,88 2,4175 1,922 0,0141 1,399 1,261 2,965

5,015 4,97 2,455 2,43 1,951 1,934 0,0145 0,0144 1,399 1,279 3,01


il Domani Sabato 9 Ottobre 2010 29

FINANZA I TITOLI DI BORSA Prezzo ultimo contr. Var %

AZIONI

It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Le Buone Societa' Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridiana Fly Meridie Methorios Capital Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Panariagroup Parmalat Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Pms Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poligrafici Printing Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento

Ora

Min

3,2475 6,63 3,6325 24,55 17,20 1,463 0,87 0,0734 3,6525 1,959 0,309 0,559

+0,85 -0,07 -0,89 +0,70 -0,17 +0,07 +0,00 -0,14 +8,95 +0,15 +1,65 +2,95

17.13.22 17.30.53 17.30.03 17.30.18 17.30.13 17.16.33 17.12.44 17.30.13 17.30.11 13.28.58 17.30.45 17.30.06

3,1575 6,575 3,625 24,20 17,00 1,462 0,8615 0,073 3,36 1,95 0,301 0,556

3,2475 6,67 6,63 3,6775 24,55 17,27 1,471 0,875 0,87 0,0745 0,073 3,68 3,50 1,969 1,953 0,3095 0,559

Max

Apertura

1,727 3,6925 0,4645 11,53 19,81 109,79 2,8875 0,1977 2,9375

-0,17 -2,31 +2,09 +0,44 -0,90 +0,72 -0,26 +0,87 +0,26

17.30.36 17.30.17 11.52.48 17.30.22 17.30.41 10.02.00 17.30.13 17.30.22 17.30.42

1,701 3,68 0,457 11,46 19,77 109,79 2,8425 0,1941 2,87

1,728 3,78 0,4645 11,64 20,01 112,47 2,8925 0,1977 2,9375

7,93 2,8425 5,07 6,91 3,2075 2,9925 0,0517 0,368 1,243 11,00 1,497 1,638 3,39 0,46 2,27 0,1425 6,465 0,418 0,1557

+1,86 +0,09 -0,69 +0,29 +0,23 +0,00 -1,34 +2,22 +1,06 -0,72 +5,87 -1,86 -0,29 -0,43 -0,33 -0,77 -1,67 +0,00 -0,95

17.30.50 9.39.03 17.30.37 17.30.11 17.30.26 17.30.21 17.30.15 13.01.34 14.24.19 17.01.48 17.30.06 17.30.28 17.30.19 17.30.15 17.30.34 17.30.10 17.30.34 10.51.26 17.30.36

7,73 2,7225 4,9975 6,85 3,155 2,99 0,0517 0,368 1,191 10,90 1,406 1,638 3,2275 0,458 2,2525 0,14 6,465 0,418 0,1516

7,93 2,8425 5,12 6,945 3,2075 2,9925 0,0528 0,3685 1,267 11,00 1,497 1,68 3,47 0,4635 2,2875 0,1431 6,575 0,423 0,1575

3,76 11,48 20,00 2,8925 0,196

Sosp.

1,01

-1,27 17.30.42

1,01 1,026

5,19 1,265 2,81 6,23 7,75

-0,29 -0,31 -0,71 +2,47 +0,65

16.31.10 10.40.58 17.30.36 17.06.03 17.18.13

5,17 1,22 2,80 6,00 7,68

5,285 1,269 2,8275 6,23 7,795

0,6845 1,666 1,865 22,81 2,3175 3,725 3,5425 1,509 5,995 6,06 0,4695 4,7325 9,99 0,5075

-1,08 +0,67 -0,32 -0,44 +0,87 -2,87 -1,12 -0,40 -0,83 +2,02 -0,11 -2,37 -0,20 -1,93

17.30.56 17.30.21 17.30.09 12.28.54 17.30.36 17.30.30 17.30.30 17.30.36 17.30.50 17.30.00 17.30.51 16.58.55 14.17.39 17.30.23

0,681 1,619 1,861 22,81 2,285 3,725 3,5425 1,509 5,94 5,85 0,461 4,70 9,99 0,5075

0,697 1,69 1,879 22,81 2,3275 3,94 3,6425 1,539 6,055 6,06 0,4735 4,89 9,99 0,539

0,7805 111,40 1,16 0,99 0,8185 7,035 13,75 0,181 0,885 1,125 0,7575 2,09 6,66 38,92 0,2685 16,09 0,363 0,0468 0,273

-0,51 +0,02 -0,60 +7,90 +0,49 -0,85 -0,51 -1,20 +4,49 +0,81 -0,59 +0,00 -1,33 -1,47 +3,27 +0,56 -0,82 -0,85 -0,18

15.30.09 16.20.00 17.17.50 17.30.18 9.04.24 17.30.15 17.30.43 16.55.49 17.30.13 17.30.07 17.21.24 17.30.23 17.30.13 10.46.47 17.30.19 17.30.53 17.17.05 17.30.34 17.30.21

0,78 111,40 1,158 0,913 0,7965 6,985 13,61 0,167 0,82 1,098 0,752 2,0425 6,615 38,92 0,261 15,91 0,356 0,0444 0,271

0,795 111,40 1,177 1,00 0,8185 7,075 13,87 0,181 0,885 1,125 0,7575 2,09 6,745 39,50 0,275 16,12 0,367 0,0476 0,277

7,80 5,115 6,875 3,1825

1,406

2,28 0,1403

0,69 1,69 1,875

0,78

0,8145 13,85

Ora

Min

Max

Apertura

AZIONI

17.30.25 14.54.52 17.30.04 17.30.10 15.55.18 17.30.28 17.30.53 17.30.21 17.30.23

1,393 48,70 0,4305 19,85 0,402 6,68 5,40 9,70 30,81

1,439 49,41 0,459 21,00 0,403 6,99 5,58 10,17 31,32

1,422

Total Trevi Fin Ind Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Sosp. Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Ergycapital 2016 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2009-2011 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Warr Retelit 08-11 Warr Richard Ginori 2011 Warr Snia 2010 Sosp. Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Warr Unipol 2013 Warr Unipol Prv 2013 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

1,42 48,70 0,444 20,96 0,403 6,90 5,41 10,17 31,15

-0,14 -1,44 +1,60 +4,54 -0,25 +0,58 -1,28 +5,01 +0,52

49,10

+0,10 17.19.01 48,80 49,10

0,4425 20,00 6,925 5,58 9,70 30,96

1,488 9,50 7,06 0,5915 0,1466 0,90 5,335

+0,68 -0,10 -0,35 -1,00 -0,54 +0,00 +0,47

17.30.58 13.27.50 17.30.16 17.30.18 17.30.52 17.30.47 16.30.52

1,465 9,50 6,985 0,586 0,1452 0,90 5,31

6,95 93,91 76,70 2,665 3,7425

-1,00 -0,10 +0,26 -0,37 +0,20

17.30.20 16.05.37 14.55.12 17.30.21 17.30.05

6,895 7,00 6,98 93,91 94,20 76,67 77,30 2,6625 2,6925 2,6625 3,725 3,75 3,7325

0,1094 43,55

-0,45 17.30.35 0,108 0,1104 0,1104 -0,73 15.23.17 43,06 43,55

2,44 4,63 68,50 1,68 0,644

-1,61 -0,22 -1,32 +0,30 +0,70

17.30.38 17.30.42 17.06.58 17.30.53 17.30.19

2,43 4,555 68,50 1,667 0,633

5,365 1,329 12,48 1,85 0,375 1,038 0,261 0,8355 18,70 14,75 3,095 3,9275 0,662 0,1098 70,40

-0,56 +0,68 -2,80 +0,00 -3,85 +2,07 -1,51 +1,15 +0,65 +2,57 -0,16 +0,19 +4,25 +0,55 +0,62

17.30.03 17.05.11 17.30.28 14.43.59 17.30.44 17.30.46 17.30.39 17.30.17 15.42.00 17.30.07 17.30.56 17.30.41 17.30.58 17.30.16 17.30.58

5,325 1,319 11,66 1,85 0,375 1,013 0,2555 0,8225 18,70 14,39 3,0875 3,875 0,64 0,1084 69,63

1,497 1,48 9,51 7,06 7,05 0,598 0,1484 0,1479 0,90 5,425 5,31

2,4875 2,45 4,645 4,64 69,53 69,53 1,697 1,677 0,6475 0,633 5,435 1,329 13,00 1,853 0,375 1,049 0,265 0,8435 18,70 14,79 3,105 3,97 0,69 0,1134 70,42

5,375 12,23

1,013 0,265 0,8225 14,41 3,0975 3,875 0,645 0,11 70,02

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

16.29.19 17.30.05 15.52.44 17.30.17 17.23.12 17.30.24 17.30.59 17.08.58

38,21 10,14 5,39 7,295 106,40 0,533 1,853 2,2575

Max

Apertura

38,45 10,18 5,505 7,385 106,49 0,5375 1,875 2,26

-0,26 -0,49 +1,10 -0,20 -0,01 +0,37 +0,81 -0,22

38,51 10,34 5,535 7,425 7,40 106,70 0,545 1,88 1,853 2,26

0,539 0,3745

-0,37 17.30.32 0,5365 0,5425 0,5395 +0,40 17.30.37 0,3695 0,3745

1,317 4,10 3,6575

+0,15 12.51.43 1,316 1,317 -1,09 17.30.51 4,10 4,12 -0,61 17.15.19 3,62 3,68

20,49

+1,94 16.38.38 19,15 20,49

0,0546 -2,15 17.30.44 0,0546 0,0569 0,0057 -17,39 16.57.03 0,0055 0,0063 0,0059 2,2725 +2,48 15.18.11 2,2225 2,2725 0,0649 +1,25 17.18.21 0,064 0,065 0,273 +3,41 17.30.45 0,262 0,28 0,0748 +4,91 17.24.43 0,0712 0,0748

0,11 +14,58 17.07.27 0,1099 0,11 0,11 0,0264 +2,33 17.30.43 0,0251 0,0267 0,0251 0,647 -1,67 17.30.47 0,603 0,668 0,66

0,01 +25,00 17.19.09 0,01 0,01 0,01 0,0102 -1,92 16.47.08 0,0102 0,0107 0,019 +0,00 17.07.46 0,018 0,0193 0,019 0,013 +0,00 15.17.33 0,013 0,013 0,906 +1,06 17.24.39 0,8885 0,91 0,198 +21,40 17.30.34 0,18 0,198 0,181 0,065

0,0026 0,0083 0,0249 0,0226 7,615 0,075 4,59 0,52

-3,70 13.35.51 0,0622 0,0658

-3,70 -1,19 +0,40 -0,44 -1,10 +0,67 -0,86 -0,29

17.20.19 16.28.30 17.23.42 17.30.03 17.30.50 17.30.33 17.30.10 13.56.22

0,0026 0,008 0,0244 0,0222 7,57 0,0747 4,58 0,52

0,0027 0,0085 0,025 0,0226 7,78 7,75 0,0793 0,0751 4,63 0,523

INDICI ESTERO

2,32 3,835 3,625 6,045 5,965 0,47

Prezzo ultimo contr. Var %

AZIONI

Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Seteco International Sosp. Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Sosp. Snia 3% Cv 2010 Sosp. So Pa F Societe Generale Socotherm Sosp. Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tesmec Tiscali Tod'S Toscana Finanza

Nome

NASDAQ 100

Ultimo Valore

Var%

Max. oggi

Min. oggi

Apertura

Ultima seduta precedente

Ora ultimo Valore

2.024,72

+0,65

2.030,79

1.999,89

2.014,99

2.011,63

20.36.29

Dow Jones

11.002,24

+0,00

11.023,05

10.929,28

10.948,50

10.948,58

20.36.26

FTSE 100

5.657,61

-0,08

5.663,74

5.606,60

5.662,20

5.662,13

17.35.29

DAX 30

6.291,67

+0,25

6.295,09

6.239,43

6.269,48

6.276,25

17.45.00

Eurostoxx 50

2.785,43

-0,05

2.794,11

2.765,81

2.782,04

2.786,88

17.50.00

CAC 40

3.763,18

-0,19

3.774,92

3.738,56

3.763,35

3.770,47

18.00.30

336,53

-0,34

337,34

334,46

337,02

337,67

18.00.30

BEL20

2.622,78

+0,72

2.622,82

2.596,63

2.599,73

2.604,03

18.00.15

PSI20

7.782,24

+0,17

7.782,24

7.724,53

7.759,75

7.769,38

18.02.45

Nikkei 225

9.588,88

-0,99

9.675,59

9.588,88

9.675,59

9.684,81

8.28.08

22.944,18

+0,26

23.093,77

22.861,15

22.861,15

22.884,32

10.01.16

4.740,50

-0,12

4.746,40

4.724,10

4.746,20

4.746,20

7.38.51

AEX

6,695

Hang Seng Index 0,271

ASX All Ords


30

il Domani

Sabato 09 Ottobre 2010

ilD sport

a cura s.s.e. mediatag

Domani la Vibonese-Matera e il derby Vigor-Catanzaro. Lunedì il Cosenza contro il Benevento

Frosinone-Reggina e Crotone-Varese Il Cosenza nelle mani di Somma Andrea Celia Magno Arbitrerà Davide Massa di Imperia. Le quote Bwin sono abbastanza equilibrate: la vittoria del Frosinone è data a 2.45, quella amaranto a 3.00, mentre il pari è pagato 2.95.

Frosinone-Reggina(dom. 12:30): A causa degli impegni delle Nazionali e della relativa sosta della Serie A, l’ottava giornata del campionato di Serie B verrà disputata fra sabato (con due anticipi) e domenica (con il solito spezzatino cui siamo abituati per la serie A). Alla Reggina, impegnata a Frosinone, tocca la gara nell’orario più insolito e, probabilmente, indigesto per i giocatori: alle 12:30. A tal proposito, ieri Atzori ha fatto svolgere alla sua squadra una seduta tecnico tattica proprio a mezzogiorno. Dieci undicesimi della formazione anti-Frosinone sono pressoché fatti, con Puggioni fra i pali, Adejo e Acerbi in difesa insieme a uno fra Burzigotti e Colombo, con quest’ultimo che potrebbe venire arretrato sulla linea dei difensori (a causa della squalifica di Cosenza) per lasciar spazio sulla destra del centrocampo a Laverone, apparso in gran forma in settimana. È, questo, l’unico ballottaggio che interessa Atzori, che completerà la formazione con Viola, Missiroli, Rizzato e Rizzo sulla linea dei centrocampisti, Bonazzoli e Campagnacci in avanti. Il Frosinone di Guido Carboni, che in classifica ha 9 punti, soltanto 2 in meno degli amaranto, vuole riscattare la sconfitta subita nell’ultima giornata contro il Grosseto. I ciociari si affideranno alle bocche da fuoco della rosa, elementi come Santoruvo e Basso in avanti e la fantasia di Lodi a supporto. Gara non facile, certamente, per Atzori & Co, i quali dovranno confermare i tre risultati utili consecutivi maturati ultimamente.

Crotone - Varese (dom. 15:00): Obbligatorio dimenticare il sonoro 3 a 0 di Trieste per il Crotone di Menichini che, all’Ezio Scida, avrà nel Varese una brutta gatta da pelare. I lombardi di Sannino sono una delle rivelazioni di questo inizio di campionato cadetto e non scenderanno in Calabria per fare le barricate. Menichini avrà a disposizione l’undici che ormai è titolare da qualche settimana a questa parte, a parte l’infortunato Beati, e quindi in porta ci sarà Belec, che sembra aver soffiato il posto a Concetti; Crescenzi, Viviani, Abbruzzese e Migliore in difesa; Eramo e Galardo a centrocampo; De Giorgio, Cutolo e Napoli sulla trequarti; Ginestra unica punta. Nel Varese sarà assente il difensore centrale Dos Santos, espulso contro il Novara, ma i punti forti dei lombardi sono le fasce, sui quali binari vengono lanciati terzini ed esterni alti grazie alla regia di Buzzegoli. La formazione varesotta verrà schierata con il 4-4-2 con Moureau fra i pali; Pisano, Pesoli, l’ex di turno Figliomeni e Pugliese in difesa; Carrozza, Buzzegoli, Corti (Frara) e Zecchin a centrocampo; Ebagua e Cellini in attacco. Arbitra il signor Velotto di Grosseto. Le quotazioni Bwin vedono favorito il Crotone, la cui vittoria è pagata 2.05; il pareggio dà 3 euro per ogni euro giocato, mentre la vittoria degli ospiti è pagata a 3.85 .

Cosenza-Benevento(lun. 20:45): Dopo l’esonero di Stringara, le luci dei riflettori del San Vito si accenderanno sulla prima di Mario Somma in panchina e, contestualmente, sulla prima da presidente per Pino Citrigno. Perché le novità in casa rossoblù non si sono fermate alla guida tecnica, ma riguardano anche la ripartizione delle quote societarie, con Carnevale che ha lasciato le sue a Luca Pagliuso, adesso all’88%, e alla nomina, appunto, di Citrigno al posto dello stesso Carnevale. Sul campo, lunedì sera, i lupi verranno schierati con il 4-2-3-1, con Petrocco fra i pali; Musca, Di Bari, Raimondi e Giacomini in difesa; due posti per tre in mediana fra De Rose, Coletti e Roselli; Mazzeo, Degano e Daud dietro l’unica punta che sarà scelta fra Biancolino e Matteini. Stefano Fiore potrebbe recuperare almeno per la panchina. Il Benevento di Cuttone viene da tre vittorie consecutive, ma dovrà fare a meno di Grauso e (forse) Zito, in un 4-4-2 che dovrebbe essere composto da Aldegani in porta; Pedrelli, Landaida, Siniscalchi e Formiconi in difesa; Pintori, Bianco, Vacca e D’Anna a centrocampo; Clemente ed Evacuo in avanti. Arbitra Irrati di Pistoia. Quote Bwin: l’1 dato a 2.40; X a 2.75; il 2 a 2.95.

Vigor Lamezia - Catanzaro (dom.15:00): In una settimana che è durata almeno il doppio, fra l’esonero prima certo e poi rientrato di Ze Maria e con Galfano ad un passo dalla panchina giallorossa, il Catanzaro arriva a giocarsi il secondo derby consecutivo, questa volta al D’Ippolito di Lamezia, con uno spogliatoio compatto e la consapevolezza che un’altra sconfitta farebbe precipitare del tutto la situazione. Situazione già di per sè caotica, con il socio Soluri che ha dato mandato al sindaco Rosario Olivo per trovare un acquirente al suo 12% di azioni dell’FC. Un atto che, almeno al momento e solo potenzialmente, consegna alle istituzioni cittadine il 58% delle azioni della compagine calcistica (in virtù del 46% già posseduto da Tribuna Gianna). Sul campo, Ze Maria dovrà fare a meno di Gaglione, squalificato per 2 giornate dopo l’espulsione rimediata contro la Vibonese, e di Ngrandira e Martinez, per i quali ancora non s’è vista l’ombra del transfer. Probabile il cambio di modulo, con il 3-5-2 provato più volte in settimana e composto da Vono fra i pali; Boyomo, Di Meglio e Ciano in difesa; Gigliotti, Biondi, Corapi, Cittadino e Benincasa a centrocampo (ma è possibile anche che Benincasa rimanga al centro e uno fra Cittadino e Catalano giochi sulla fascia sinistra); Morello e uno fra Puntoriere e Ferrara in attacco. Non ci saranno tifosi del Catanzaro, a causa delle limitazioni del Prefetto che, recependo le indicazioni del CASMS, ha imposto la vendita dei tagliandi ai

soli residenti a Lamezia. La Vigor ha, per l’occasione, indetto la giornata biancoverde, per monetizzare il più possibile il prevedibile massiccio afflusso sugli spalti del D’Ippolito. Costantino vuole tornare alla vittoria dopo 4 turni e 2 sconfitte di fila. Per farlo si affiderà al 4-2-3-1 composto da Forte fra i pali; Manganaro (Sinicropi), Caridi, Parisi e Mercurio in difesa; Giuffrida e Catalano in mediana; Lattanzio, Mangiapane e Iannazzo sulla trequarti dietro l’unica punta De Luca. Arbitrerà il signor Massimo Vallesi della sezione AIA di Ascoli Piceno. Come sempre quando gioca il Catanzaro, la partita non è stata quotata da nessun bookmaker. Vibonese - Matera (dom. 15:00):

La squalifica di Saraò per diffida passerà completamente inosservata in casa Vibonese. Perché al recupero di Senatore, adesso, si può aggiungere quello che con tutta probabilità sarà di nuovo il numero 1 rossoblù: si tratta di Riccardo Mengoni, che giovedì ha firmato un contratto annuale. Il portiere era rimasto senza squadra dopo che la scorsa stagione era stato uno degli artefici della salvezza vibonese. Tosi, contro il Matera, schiererà il 4-3-3 con Mengoni fra i pali (se dovesse arrivare l’ok della Lega, altrimenti c’è Senatore); Scrugli, Geraldi, Perna e Rugiero in difesa; Donati, Mineo e Mazzetto a centrocampo; Dominici, Pasca e Grillo in avanti. Arbitra Strocchia di Nola. Le quote Bwin vedono la Vibonese favorita: l’1 è dato a 2.25; l’X a 2.75; la vittoria del Matera a 3.20.


Sabato 09 Ottobre 2010

il Domani 31

MAPPAMONDO

Alonso zittisce Massa: il suo aiuto non serve Nina Moric di nuovo single! Naufraga la storia con Evans

Roma, Ranieri blindato Bloccati tutti i rinnovi

Sexy Sara Tommasi fiamma di Ronaldinho


il domani  

Edizione del 09 Ottobre 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you