Issuu on Google+

Sabato 09 Luglio 2011

Anno XIV - Numero 187

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

BERLUSCONI

SCOPELLITI

Nel 2013 non farò il premier e al Colle mandiamo Letta

REGIONE «Infortuni sul lavoro, la risposta: la prevenzione è la vera priorità»

Per lo sviluppo, dobbiamo puntare sul microcredito

a pag » 11

a pag » 5

a pag » 5

Vincenzo Priolo, 29 anni, è morto in ospedale dopo essere stato centrato da 2 colpi sulla statale 111 nel territorio di Gioia Tauro

Faide: terza giovane vittima in due giorni Nel 2008 fu coinvolto nell’operazione "Cento anni di storia" contro la cosca Piromalli-Molé, ma era stato assolto IL COMMENTO

Scuola, parole, parole, parole...

Ieri tre arresti per un altro regolamento di conti del luglio 2002. La Dia ha arrestato L’INTERVENTO tre persone, Domenico Cicero, 54 anni; Francesco Chirillo, 53 anni e Davide Aiello, 58 anni, con l’accusa di essere responsabili dell’omicidio di Carmine Pezzulli alle pagg » 19 e 22

IMPUTAZIONE COATTA

di Marco Meloni

IL LUTTO È morto Aldo Corasaniti un’eccellenza calabrese

responsabile università del Pd

La torrenziale conferenza stampa sull’iter di attuazione della riforma universitaria tenuta oggi dal ministro Gelmini è stata l’ennesima occasione perduta per dire tutto senza dire nulla. Parole, impegni, promesse, ma nessuna spiegazione convincente sullo stato di paralisi nel quale l’inefficienza del Miur sta gettando l’intero sistema universitario italiano. Anziché parlare di decreti firmati e non operativi, meglio avrebbe fatto il ministro a raccontare per quale ragione ad oltre cinque mesi dall’entratainvigoredellariforma, e sei dalla sua definitiva approvazione, solo uno (uno!) della quarantina di decreti attuativi previsti è stato ad oggi pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Per il ministro Romano la vuole il gip Il gip di Palermo, Giuliano Castiglia, ha chiesto l’imputazione coatta per concorso esterno in associazione mafiosa per Saverio Romano, attualmente ministro delle Politiche agricole. Lo stesso pm aveva chiesto l’archiviazione dell’accusa. La procura ha ora 20 giorni di tempo per riformulare il capo d’accusa e chiedere il rinvio a giudizio. La procura aveva chiesto l’archiviazione per Romano, sospettato di collusioni, ma il giudice la pensa diversamente.

Nella notte di giovedì si è spento, all’età di 89anni, nella sua abitazione romana, Aldo Corasaniti, presidente della Corte costituzionale dal luglio 1991 al novembre 1992 e di origini calabresi, di San Sostene, provincia di Catanzaro. Proveniente dalla magistratura, dopo aver prestato servizio alla Pretura di Genova e ai Tribunali di Genova e di Roma, ha raggiunto in breve tempo i vertici, sino ad avvocato generale presso la procura generale della Corte di Cassazione. Presso la Cassazione, come consigliere delle Sezioni unite civili, è stato l’estensore di sentenze di grande significato in tema di "interessi diffusi" e di tutela del diritto alla salute. Eletto giudice costituzionale nell’83, ha redatto importanti sentenze in materia di diritti fondamentali. a pag » 10

segue a pag » 2

LAMEZIA TERME Scopelliti: in pochi mesi il Centro protesi sarà attivo grazie alla sinergia con l’Inail a pag » 18

CATANZARO Il Procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli: gli uffici sono senza carta a pag » 15

REGGIO CALABRIA Tabularasa 2011, Pignatone: la testa della criminalità è nella città dello Stretto a pag » 22

L’Arpacal a tutela della qualità dell’ambiente di Francesco Talarico presidente del Consiglio regionale

L’Arpacalèun’agenziaimportante e fondamentale per il futuro della Calabria, alla quale affidiamo la tutela dell’ambiente, nella consapevolezza che da ciò deriva la conseguente valorizzazione delle bellezze paesaggistiche e naturali della nostra regione. Difesa dell’ambiente, significa rispetto del territorio, ma anche prevenzione e controllo, tutti presupposti essenziali per uno sviluppo armonico e previdente dei nostri luoghi naturali e storici, che tenga conto dell’esigenza di tutelare la bellezza e la qualità ambientale delle nostre campagne, delle nostre montagne e delle nostre coste. Sostenere lo sviluppo territoriale, difendendolo dalle aggressioni significa avere lo sguardo attento su un tema delicato come quello dell’ambiente, che ha delle naturali implicazioni sul sistema urbano e sociale. La Calabria ha nel suo patrimonio naturale la sua ricchezza più grande, il suo tesoro più spendibile e nel futuro sviluppo e territorio dovranno avere legami indissolubili e imprescindibili per una corretta espansione e per il miglioramento qualitativo del nostro ambiente. Come calabresi sappiamodi vivere in un contesto ambientale unico e dobbiamo esserne fieri e orgogliosi. Sapendolo però anche difendere e tutelare per affidarlo alle nuove generazioni senza contaminazioni distruttrici.


2

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL COMMENTO di Marco Meloni* Scuola, parole, parole, parole... Vogliamo ricordare che lo scorso 13 aprile il ministro ha affermato davanti all’assemblea della Camera dei deputati che la riforma sarebbe stata pienamente operativa entro la fine di luglio. Ieri, 7 luglio, ci ha spiegato che sarà pienamente operativa entro ottobre. A questo punto si può facilmente prevedere che ad ottobre ci verrà a raccontare che sarà pienamente operativa per il prossimo gennaio, e così via. In questo contesto il solo dato di fatto è che il reclutamento è fermo dall’inizio della legislatura, a parte i concorsi resi possibili dagli interventi del Governo precedente. Nel frattempo l’età media del nostro corpo accademico, già troppo alta rispetto agli standard europei, continua a crescere, il ringiovanimento ed il rinnovamento vengono resi impossibili, la consistenza numerica del personale diminuisce progressivamente e i giovani e i precari sono costretti ad abbandonare le università italiane per cercare fortuna altrove, disperdendo un patrimonio di esperienze e competenze sulle quali il paese ha effettua-

to sostanziosi investimenti. Parlare di aumenti degli assegni di ricerca - certamente giusti - e di aumento della "quota premiale" del finanziamento alle università, non ha alcun senso se non si risponde alla domanda fondamentale: nel 2012 ci saranno risorse sufficienti per far funzionare le università e per evitare la cancellazione del diritto allo studio? E a questa domanda, purtroppo, il ministro non risponde. Come è noto a tutti, in queste condizioni il prossimo anno il sistema universitario non potrà funzionare, le immatricolazioni e i laureati non potranno che diminuire, mentre il nostro Paese, che già si trova agli ultimi posti fra le nazioni economicamente più avanzate

nelle graduatorie relative al numero di laureati rispetto alla popolazione, avrebbe bisogno esattamente del contrario. Ormai si può formulare un bilancio definitivo dell’eredità che il governo Berlusconi e il ministro Gelmini ci lasciano: un profluvio di norme, deleghe e regolamenti, accompagnato da un fortissimo definanziamento del sistema, sta portando il sistema alla paralisi, e sta producendo danni irreparabili all’istruzione superiore e alla ricerca italiane. Una ragione in più per chiudere rapidamente questa esperienza disastrosa.

* responsabile Università del Pd

Parlare di aumenti degli assegni di ricerca - certamente giusti e di aumento della "quota premiale" del finanziamento alle università, non ha alcun senso se non si risponde alla domanda fondamentale: nel 2012 avremo risorse sufficienti?

DONNE CHE CONTANO di Carmela Mirarchi

Con la Hauser Cosenza diventa sostenibile Martina Hauser è assessore alla sostenibilità ambientale e alle energie rinnovabili della città di Cosenza. E’ una delle cinque donne della giunta Occhiuto. Obiettivo della Hauser è l’attivazione di politiche integrate in sette settori strategici: energia, mobilità, verde, acqua, aria, suolo ed educazione. La Hauser ha 43 anni. Laurea in Economia , specializzata in matematica economica presso il College Peter House di Cambridge in Gran Bretagna, Master in "Gestione delle Risorse Energetiche" Safe. Attualmente è responsabile del gruppo di lavoro del Ministero dell’Ambiente per la valutazione dell’impronta ecologica e di carbonio. E’ stata Responsabile della Task Force del Ministero per la cooperazione ambientale con i Paesi dell’Europa Centro-Orientale. Ha svolto attività di assistenza ai governi per la ratifica del Protocollo di Kyoto e l’istituzione della Designated National Authority. «La matrice comune delle politiche integrate - sottolinea l’Assessore Hauser - sarà l’obiettivo programmatico "emissioni zero" indicato dal Sindaco Occhiuto e associato alla promozione di un’economia verde fondata su innovazione e partecipazione». Tra i diversi step indicati dalla Hauser c’è anzitutto l’elaborazione del Piano Energetico comunale, il cui completamento è previsto entro marzo 2012, finalizzato alla promozione dell’impiego delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica per la trasformazione degli edifici pubblici comunali e dell’illuminazione pubblica, ma anche la creazione di uno sportello energetico comunale per l’assistenza ai cittadini ed alle imprese che intendono effettuare interventi di efficienza energetica e installare impianti con fonti rinnovabili, anche facilitando l’accesso agli incentivi previsti dalle leggi.

La donna di Gattinoni 2011-12 viene da altri mondi, e il pubblico ha apprezzato molto la sfilata "stellare" ispirata allo spazio. Non è mancato nemmeno un omaggio a Woody Allen un "toppino" con caricatura del regista e la scritta Welcome to Rome, quasi una t-shirt per festeggiare il regista impegnato nella capitale

www dloi.matin.i

Rb:C T:eigra.6n1tzaon4971d-r.95e-l7::

li Domani

R:oO :ersgtC aidpleoalirm t uc5onai6zne.0r6::

Puàbtcibl

Eodteri T&PEdsotlrir

Derizoine

GdcuoTiarl Amoam ertsni

GdcuoTiarl O anldroRotndersao(prones)albi

Redazoine

GusieppG eanpgà(e)tuacblibl AeoD sliG earnPo(rduM ctanage)r CneasinM efrzao()laurl

FarncescoPucon(eatgrpoi)zisevir M oZzciua(ciproaierduoacetr)ul Calbari 0T9e.6l19.968F0a2|0x9613.098239

a@ bcialrdlom itian.i Roma 0T64e.5l42717F0/a1|0x64.5427172

orma@ dlom itian.i apa@ um ntintdeom il.iani @ iratdom riel.iani @ odnreazitdom il.iani

Satm bilienotTpiogarcoifDeRose coanrdtPaM an-loetainlri 8704M 0oU utgfnaC lfto(s)

ogeD treG nieadV:rnliali oD ernziaeimva:iam rtsni M avioneo29trs01a-,149M anloi

MedaiatgSpa FarncboAuaidnrzcseito() vapS eno(lrD satoineia)l

DerizoineRedazoineAmmnsiartzoine LS ocae.rmonZdM eo-anC (ldaIir.aczl)rel 09T.6el19.968F0ax29|619.03801 RomA Vacm irhied2e0R 1(m) 064T.e5l42717F0ax16|9/.9700312 ietrdiiaslutcbrdieLofuaitsenrit Laelgacglud7eaigo1st992n05,0

09.8etl49-34382

CoondraimenoAterC aabilr

m SoC isneaoiTrbclv(a)oleurnlti

Recetalopfitainf-cxie-mali

CenorStatmpa

Sloie2l4OerSpaSysetm

S ocale.rmonZdM eo-anC (ldaIir.aczl)rel 0T9e.6l19.96802

etandecro4mlpieor Fa0x9619.03421/903784 wo@ n|ftwitiwmai.gm tda.geitdei m affTo4aidro6um :l m 1x9mmh.

Commeaecluroi103O 0,0-coasneialuo1r1L4e0g,e0-al SenetnzA euo1pri2pta9C 0Flod,0m -riosiroanzieuor 129R 0PQ ,0-.euo7.r8N 0,0-eocergliuo7r70,0cad.

Econoem uo06cri,2paao.rl Supepm l enoC 4t0oer% :l

Secvreiespantresrhpi LumR s(aom A-TPae)rs GdcuoTEiaS ertdlipR(aoma) Lap-erseaTn(gocie-fta)rgnizrif nR Vo(ieolm M I-ab)neiaorl Mo-EeiaS rtdcievsr S dàC tesoalsi SpeaN kerewtokr FoaenuoidrapltnzeiI FondoanziFeaFeruotr FondoanziFeom rchie FondoanziR eoma


4

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

ITALIA Pare si cercasse una misteriosa valigia, nella casa di Frattamaggiore dove Parolisi abita ora con i genitori

Perquisizione a casa Parolisi nel Napoletano di Carlo Bassi ASCOLI PICENO - I carabinieri che questa mattina hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione di Salvatore Parolisi a Frattamaggiore, nel Napoletano, dove cercavano una valigia. Parolisi non l’aveva in casa nelle Marche e pertanto i militari, con il caporalmaggiore dell’esercito indagato per l’omicidio della moglie Melania Rea, si sono diretti a Somma Vesuviana, in casa dei suoceri dell’uomo. Poi da lì hanno pequisito la casa di Frattamaggiore dove Parolisi vive con i genitori. Potrebbe trattarsi di un trolley che l’amico di Parolisi, Raffaele Paciolla, aveva visto nel bagagliaio dell’auto di Salvatoreilgiornodellascomparsa di Melania. «L’operazione è stata molto semplice - dice il colonnello dei carabinieri di Ascoli Alessandro Patrizio - perché avevano di mira un obiettivo preciso. Ma gli atti devono ancora essere redatti». Non ha voluto però spiegare se la valigia sia stata trovata o meno. Salvatore Parolisi era presente nella sua abitazione di Frattamaggiore, mentre i carabinieri effettuavano la perquisizione. Secondo quanto si è appreso, i militari hanno controllato prima

le stanze dell’appartamento dove vivono i genitori di Parolisi, e successivamente l’interno di un box nel cortile al piano terra dell’abitazione. Il caporal maggiore dell’Esercito infatti, dopo aver lasciato la casa di Folignano, dove abitava con la moglie, si è trasferito a casa dei propri genitori a Fratta Maggiore. Il militare è in licenza dal 18 aprile. Quanto alle indagini, «più passa il tempo e più diventa difficile trovare testimonianze che attestino che il 18 aprile scorso Melania Rea fosse a San Marco nell’orario che il marito, Salvatore Parolisi, indica». È quanto ha spiegato all’Ansa il colonnello Alessandro Patrizio, comandante provinciale dei carabinieri di Ascoli confermando che alcuni militari dell’Arma sono in trasferta in queste ore nel

Parolisi - in licenza dal 18 aprile - è indagato formalmente per la morte della moglie Melania Rea scomparsa proprio quel giorno

Napoletano per importanti attività di indagine legate al brutale assassinio della giovane mamma di Somma Vesuviana. Il lavoro di raccolta di informazioni da parte dei carabinieri, che hanno sentito decine di testimoni, sembra ormai concluso. «Abbiamo sentito tante persone e di Melania non c’è traccia quel pomeriggio al pianoro di San Marco, come non c’è traccia di Parolisi» ha detto l’alto ufficiale. Il caporal maggiore dell’esercito ha sempre sostenuto che quel giorno lui, la moglie e la bambina erano saliti al pianoro intorno alle 14.30, ma secondo le testimonianze raccolte la donna non sarebbe mai arrivata lì, come sostenuto dal marito, e Parolisi stesso vi sarebbe giunto ben più tardi dell’orario da lui indicato. «Tutto quanto raccolto è ora all’attenzione della della Procura di Ascoli per le valutazioni finali», conclude Patrizio. Il caporal maggiore dell’esercito italiano - istruttore delle reclute donne al Rav di Ascoli - è accusato dell’omicidio volontario di sua moglie Melania Rea, trovata uccisa il 20 aprile scorso a Ripe di Civitella (Teramo), due giorni dopo la scomparsa denunciata dal marito a diversi chilometri di distanza il 18 aprile.

Biotestamento, è scontro alla Camera Martedì c’è il voto sull’idratazione ROMA – La manovra e le polemiche tra i ministri hanno distolto l’attenzione dei media (e quindi del Paese) da un argomento fondamentale che in questi giorni è stato oggetto di discussione alla Camera: il testamento biologico o Dat, la dichiarazione anticipata di trattamento. Giovedì,quandoèripreso l’esame degli mendaL’oncologo Veronesi: menti all’articolo 3 del «Rendendo obbligatoria provvedimento (che in ne contiene 9), è idratazione e alimentazione tutto scoppiato lo scontro politico. A dare fuoco alle artificiale, di fatto ci polveri è stata l’approimpone la vita artificiale, vazione di un mendamento (con 257 sì e 239 che lo vogliamo o no» no), a firma di Lucio Barani (Pdl) e Paola Binetti (Udc), con il quale si dice che scrivendo il proprio testamento biologico sarà possibile indicare soltanto i trattamenti cui si vuole essere sottoposti in caso di perdita di coscienza e che non è possibile scegliere quelli che, invece, non si vogliono. «Il mio emendamento arriva da un socialista laico e il laico è colui che ha il dubbio», si è difeso Barani. «Fermiamoci -ha detto il segretario del Pd Bersani-. Continuando ad approvare emendamenti annunciati si ar-

riverà al punto che il legislatore dirà a una persona che potrà essere libera dalla tecnica, dalle macchine e dai tubi soltanto quando sarà morta e potranno essere avviate le procedure per il trapianto». Replica così il capogruppo del Pdl Fabrizio Cicchitto: «La verità è che se non ci fosse stata la battaglia di Beppino Englaro con sua figlia Eluana non staremmo qui a discutere un testo di legge. Quella battaglia ha innescato un meccanismo giudiziario con sentenze di giudici anche contraddittorie. Ecco quindi cosa stiamo facendo in Parlamento: un percorso non scelto, ma obbligato da una sentenza». Secco il giudizio dello scienziato Umberto Veronesi, intervenuto ieri su Repubblica. La legge sul biotestamento in discussione, «rendendo obbligatoria l’idratazione e l’alimentazione artificiale, che sono le condizioni di mantenimento dello stato vegetativo, di fatto ci impone la vita artificiale, che lo vogliamo o no». È una legge, ha spiegato, che «per chi esprime il pensiero laico della società civile, al di fuori delle ideologie e delle fedi», suscita «stupore e incredulità». Per questo, «la maggioranza di noi chiede di fermare l’iter legislativo nella convinzione che l’assenza di una legge sia il male minore rispetto a una cattiva legge».

PROVIDER Nuovi guai per Aruba.it fioccano le proteste degli utenti su Twitter ROMA - Per buona parte della giornata di ieri si sono moltiplicati i post in rete degli utenti di Aruba.it - che lo scorso 29 aprile andò in tilt per un’incendio - che si lamentano per un nuovo crash della piattaforma. Aruba è considerato uno dei più principali Internet service provider italiani che offre servizi di registrazione domini, hosting, server dedicati. Non sono ancora chiari i motivi di questo ’down’, l’azienda non ha dato per ore nessuna comunicazione ufficiale, ma nel frattempo su Twitter si sono scatenate le proteste e lo sconcerto di tanti utenti e proprietari dei siti web ospitati sulla piattaforma di Aruba. Dopo il black-out, nel pomeriggio Aruba è tornato lentamente alla normalità ed era di nuovo possibile accedere al sito.Ma ancora in serata gli stessi utenti che avevano lanciato su Twitter l’allarme di un down, segnalavano che la situazione stava migliorando, anche sesolo a macchia di leopardo. Sul sito, nella parte assistenza una comunicazione che risale a due giorni fa, spiegava che nella notte tra il 6 ed il 7 luglio era previsto un intervento di aggiornamento sui sistemi che «potrebbe determinare l’irraggiungibilità dei siti Aruba e momentanee interruzioni della disponibilità dei Pannelli di controllo relativi ai vari servizi». A questa comunicazione segue poi l’avvertimento ’’aggiornamento terminato’’, ma non è stato datato e quindi non è stato possibile collegare il down di ieri a questo ultimo intervento.Molte le proteste degli utenti su Twitter - sui disservizi e sulla scarsezza di informazioni ufficiali - tanto che Aruba è rimasta ai primi posti degli argomenti più dibattuti della giornata del microblogging. Tra l’amarezza anche tanta ironia: «L’isola felice di Aruba è in realtà l’isola di Lost», si legge in un commento mentre un altro dice che Aruba ’’ha anticipato l’Agcom rendendo inaccessibili milioni di siti italiani’’.


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani

ITALIA "Conversazione amichevole" con Repubblica: non posso fare il premier a 77 anni

«Nel 2013 Alfano candidato premier, e Letta al Colle» di Roberto Carli ROMA - Per quanto sia nella natura delle cose, l’ammissione di Silvio Berlusconi fatta oltretutto a Repubblica - che non può fare il premier a 77 anni, e nel 2013 il candidato del Pdl sarà Angelino Alfano, ha fatto sensazione nel mondo politico. E provocato immediate reazioni politiche. Nella conversazione amichevole - non un’intervista formale, precisa Palazzo Chigi - con Repubblica, Silvio Berlusconi ribadisce che tra 18 mesi non sarà il candidatopremierdelcentrodestra:«Assolutamente no. Il candidato premier del centrodestra sarà Alfano. Io, se potessi, lascerei già ora...». Quanto alla corsa per il Quirinale, «non è per me. Al Quirinale dice il Cavaliere - ci andrà Gianni Letta. È la persona più adatta. Anzi è una grande persona. È un buono e ha ottimi rapporti anche con il centrosinistra. Avrebbe anche i loro voti». Ma questa doppia candidatura - viene chiesto al premier - trova d’accordo pure Tremonti? «Non lo so. Sa, lui - continua Berlusconi - pensa di

essere un genio e crede che tutti gli altri siano dei cretini. Lo sopporto perché lo conosco da tempo e va accettato così. Ma è l’unico che non fa gioco di squadra». Il Cavaliere aggiunge: "È carattere. Ma alla fine non può fare niente. Anche lui: dove va? Anche nella Lega hanno un po’ preso le distanze". Berlusconi si dice convinto che la candidatura di Alfano a premier non troverà ostacoli nella coalizione: "Perché no? Ne ho già parlato. Credo che siano tutti d’accordo. Io farò la campagna elettorale e aiuterò Angelino. Farò il ‘padre nobile’. Cercherò di costruire il Ppe in Italia. Ma a 77 anni non posso più fare il presidente del consiglio". Ma l’Udc di Pier Ferdinando Casini aderirà al progetto? "Mah! Pier - rileva Berlusconi non ha ancora deciso. Ha due possibilità. O va da solo come Terzo polo o - come penso - farà un patto di apparentamento con noi quando saprà che il candidato premier non sono io. A sinistra non può

andare perché altrimenti perde i due terzi dei suoi elettori. E la legge elettorale resta questa. Non se ne esce". LE REAZIONI - L’esternazione di Berlusconi incassa l’apprezzamento incondizionato di Sandro Bondi, persuaso "che il successo di questa nuova fase politica e la possibilità di completare l’evoluzione del sistema politico italiano verso una democrazia normale, dipenda ancora dal suo

Tremonti? «Non lo so. Sa, lui pensa di essere un genio e crede che tutti gli altri siano dei cretini. Lo sopporto perché lo conosco da tempo e va accettato così»

Al Quirinale ci andrà Gianni Letta. È la persona più adatta. Anzi è una grande persona. È un buono e ha ottimi rapporti anche con il centrosinistra. Avrebbe anche i loro voti» Il re e il suo delfino... (Foto LaPresse)

(Foto LaPresse)

ruolo di leader politico e di statista". Entusiasta il ministro per l’Attuazione del Programma, Gianfranco Rotondi: "Berlusconi, come De Gaulle in Francia, segna il presente e l’avvenire della politica italiana a prescindere se è impegnato o no in prima persona". Lo dichiara Di segno opposto la reazione del vicesegretario Pd Enrico Letta, convinto che Berlusconi sia "finito, e solo lui ancora non se ne rende conto". Segnali di interesse giungono da Fli, il cui vicepresidente, Italo Bocchino, osserva che "se davvero Berlusconi non fosse più candidato premier potrebbe emergere un nuovo quadro politico che darebbe ragione alle questioni poste da Fini nel Pdl e successivamente da Futuro e libertà. In tal caso ma soltanto se non si ragionerà con un’ottica dinastica - tutti coloro che si ritengono politicamente e culturalmente alternativi alla sinistra avranno il dovere di verificare la possibilità di una nuova convergenza delle forze moderate e riformiste". NORMA SALVAIMPRESE - Nella conversazione su "Repubblica", Berlusconi tocca - oltre il tema della successione nel Pdl e al governo - molti temi di stretta attualità. Il Cavaliere stronca senza esitazione ogni ipotesi di governo tecnico ("non c’è alcuna possibilità che nasca un esecutivo del genere. Anche i leghisti, dove vuole che vadano? Tutti quelli che si staccano fanno una brutta fine. Pensate a Fini e Casini. Quelli del Fli ormai sono inesistenti"), commenta il fuorionda in cui Tremonti dà giudizi sprezzanti su Renato Brunetta durante la presenta-

Il leader dell’Idv vuole abolirle ed è pronto a vincere un nuovo referendum

Province: polemiche e Di Pietro parte lancia in resta di Carlin Dopo l’esilarante vittoria nei referendum, Antonio Di Pietro ci ha preso gusto ed è pronto ad una nuova battaglia questa volta per l’abolizione delle province. Per farlo dà perfino ragione al direttore di Libero: «Belpietro ha ragione. La bocciatura non ha solo tradito la volontà della gente e dei leader che l’avevano inserita nei programmi, ma pure del legislatore costituzionale che già dagli anni ’60 ne aveva previsto l’abolizione con la creazione delle Regioni nel ’70. Però ’sti ipocriti da quarant’anni fanno finta di niente. Antonio Martino, Pdl, ha giusto fatto in aula una perfetta disamina tecnico-istituzionale sul perché tenere vive le Province è fesseria e una truffa agli elettori». In un’intervista a Libero , Antonio Di Pietro commenta più che favorevolmente la proposta di legge popolare per chiedere l’abrogazione delle Province lanciata dal quotidiano. Il leader dell’Italia dei valori si schiera: «La vos-

tra proposta è subito accolta. Martedì l’Idv convoca l’ufficio di presidenza. Entro fine luglio depositeremo in Cassazione il disegno di legge costituzionale e lo pubblicheremo sulla Gazzetta Ufficiale, poi procederemo alla costituzione di un comitato promotore che raccoglierà le firme. Già per la festa del partito a Vasto contiamo di raccoglierne più delle 50mila firme previste, arriveremo a metà ottobre con il più possibile». A proposito delle molte voci che in queste ore si levano a favore dell’abolizione delle Province, Di Pietro chiosa: «L’unione fa la forza. L’Idv si occuperà dell’organizzazione, del lavoro di fatica, della raccolta firme, poi chiunque voglia entrare nel comitato indipendente è il benvenuto, pure voi. L’interesse è di tutti, sarei un fesso se me l’intestassi». Di Pietro assicura che la sua non è un’astuta strategia per acchiappare i consensi a scapito di Vendola e Grillo: «Col referendum ci trattavamo a pesci in faccia, eppure ce l’abbiamo fatta...». Alla democrat Anna Finocchiaro, che sulla proposta Idv per l’abolizione delle

Province ha parlato di "normetta inutile", Di Pietro replica: «Primo: la normetta era lo stesso emendamento loro, però è stato ritirato la mattina stessa. Secondo: era giusta nel merito e nel metodo. Era la precondizione per una serie di leggi ordinarie che avrebbero stabilito a chi spettavano i compiti che ora hanno le Province. Almeno la Lega ha la posizione da me condivisa di tenere le Province e chiudere le prefetture. Questi hanno detto che bisognava pensarci ancora un po’ in commissione». Quanto al fatto che da otto anni si parla della questione, Di Pietro osserva: «E a me lo dice? Qua siamo come l’asino di Buridano che, incerto, resta fermo e muore di fame. Il problema è che quasi tutto il Parlamento è scilipotato... Sinonimo di attaccamento a tutti i costi alla poltrona. Quasi tutti con ’sta legge elettorale vengono nominati, nessuno farà qualcosa che lo farà andar via. Pensano a ’tanto così fan tutti’, a campare sugli sprechi. Mo’ facciamo le Province, poi passeremo alle Regioni a statuto speciale, a che servono col federalismo?».

5


6

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

ECONOMIA Istat, fermo il reddito disponibile Sempre più difficile risparmiare

Piazza Affari sprofonda e si impennano gli spread. La Consob mette sotto osservazione le vendite del settore bancario

Debito italiano sotto attacco Draghi: manovra credibile di Gaia Mutone MILANO – C’è chi pensa che sia colpa degli strascichi dell’inchiesta della procura di Napoli sulla P4 (che ha messo nel mirino Milanese, il braccio destro di Tremonti), chi pensa che sia colpa della manovra, che aumenta l’imposta di bollo sui titoli di Stato, e chi pensa che sia per colpa del "contagioso" Portogallo e dei suoi titoli "spazzatura". Fatto sta che sui mercati, per uno di questi motivi o per tutti questi messi insieme, qualche movimento sospetto c’è anche nei confronti dell’Italia. Tanto che da subito ieri si sono diffuse voci di un attacco speculativo, con conseguente allerta della Consob. Già a partire dalle prime ore di seduta, Piazza Affari è sotto pressione con l’indice Ftse Mib che scivola, unica Borsa in Europa, a -2,45%, mentre gli spread tra Btp e Bund ritoccano i massimi: il differenziale di rendimento si allarga prima di 7 punti base a 228 punti, poi supera anLa Consob indagherà per che la soglia dei 230 capire se dietro le vendite punti a 231,4 e tocca infine i 247 punti bamassicce c’è un preciso se. Circostanza che ha fatto schizzare i disegno speculativo o rendimenti dei Btp decennali a 2,47 se si tratta di normale punti percentuali sonervosismo del mercato pra agli equivalenti tedeschi e a 5,36% quelli dei titoli di Stato a 10 anni. Proprio i titoli a 5 e 10 anni sono quelli più colpiti. E in questo clima non si spengono le polemiche sul ruolo destabilizzante delle agenzie di rating. A tornare sull’argomento, al centro di una proposta di riforma della Commissione europea, è stato il presidente dell’Abi, Giuseppe Mussari, che nel dirsi fa-

vorevole all’introduzione di una nuova disciplina per le agenzie di rating ha giudicato positivamente anche la presa di posizione della Bce, che non terrà conto delle loro valutazioni per il Portogallo. «L’ho detto: secondo me ci sono alcuni comportamenti che non sono congrui, alcune valutazioni - specie quelle qualitative - che non mi convincono. Credo che ci voglia una disciplina sia sulle modalità con cui costoro fanno il loro lavoro, sia una disciplina sui conflitti di interesse potenziali», ha detto Mussari. «Mi pare che la Bce abbia detto che non terranno conto delle loro valutazioni per quanto riguarda il Portogallo», ha detto ancora Mussari. «Faccio una domanda semplice: ne saprà più la Bce del Portogallo o un’agenzia di rating americana? Io credo che ne sappia di più la Bce, ne deve sapere di più la Bce e sicuramente ne sanno più la Bce e l’Europa dei conti e della solidità del Portogallo», ha concluso il presidente dell’Abi. Ma a gettare acqua sul fuoco, e sull’attacco speculativo all’Italia, è stato anche Mario Draghi, prossimo numero uno di Eurotower: «L’anticipo delle misure» contenute nella manovra decisa dal governo «rende credibili il pareggio del bilancio nel 2014 e l’avvio di una tendenza al calo del rapporto debito/Pil». Solide le banche: «Sono certo sulla base delle nostre analisi che gli intermediari italiani supereranno con un margine significativo gli stress test in corso in sede europea» i cui risultati saranno diffusi la settimana prossima. Ne terranno conto le "famigerate tre sorelle", S&P, Fitch e Moody’s? Forse, ma ieri le parole di Draghi non hanno avuto l’effetto sperato a Piazza Affari che ha chiuso con il Ftse Mib a -3,47%. E sono state proprio le banche a sprofondare: oltre a Unicredit (-7,85%), scivolano Bpm (-6,46%), Fonsai (-8,26%), Intesa SanPaolo (-4,56%).

ROMA - Confrontando il primo trimestre del 2011 con quello precedente, il reddito disponibile delle famiglie è rimasto praticamente fermo, mentre su base annua fa segnare una crescita del 3,3%. L’Istat aggiunge anche che, al netto dell’inflazione, il potere d’acquisto delle famiglie nei primi tre mesi dell’anno è diminuito dello 0,8% in termini congiunturali, ma risulta invece in crescita dell’1,1% (a confronto con il primo trimestre del 2010). La propensione al risparmio delle famiglie (definita dal rapporto tra il risparmio lordo delle famiglie e il loro reddito disponibile ) è stata pari all’11,5%, in diminuzione di 0,9 punti La flessione su trimestre percentuali rispetto al trimestre precedente, ma in del tasso di risparmio è aumento di 0,1 punti percenil risultato di una stasi tuali rispetto al primo trimestre del 2010. Per l’Istat, la del reddito disponibile e flessione congiunturale del tasso di risparmio è il risulta- di un lieve aumento to di una stasi del reddito di(+0,9%) dei consumi sponibile, cui si accompagna una dinamica positiva (+0,9%) della spesa per consumi finali. Mentre, prosegue, su base annua, il reddito disponibile delle famiglie in valori correnti è aumentato del 3,3%, a fronte di una crescita del 3,1% della spesa delle famiglie per consumi finali. Quota profitto imprese. Per le società non finanziarie è stata pari al 41,3% nel primo trimestre del 2011, in diminuzione di 0,9 punti percentuali nei confronti del trimestre precedente. Rispetto al corrispondente trimestre del 2010 la quota dei profitti aumenta di 0,6 punti percentuali. Mentre il tasso di investimento delle società non finanziarie è stato pari al 24,0%, in crescita di 0,2 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,7 punti su base annua.

Benzina, nuovi record nel weekend dell’esodo. Verde a 1,62 ROMA - Sarà un esodo estivo più costoso quest’anno per chi partirà in macchina chiedendosi che fine abbia fatto la concorrenza. La benzina ieri ha toccato un nuovo record nei distributori Eni: a 1,621 euro al litro, cumulando all’effetto accise l’aumento del prezzo del greggio sui mercati internazionali e dei suoi derivati. Staffetta Quotidiana rileva che il cane a sei zampe ha ritoccato di 2,2 centesimi il prezzo consigliato per verde e diesel. La media nazionale dei prezzi della verde praticati da Eni si attesta a 1,621 euro/litro, quella del gasolio a 1,494 euro/litro. Gpl in calo a 0,728 euro/litro (-1 centesimo). In rialzo anche Shell con la benzina a 1,598 euro/litro (+0,5) e il gasolio a 1,491 euro/litro (+10). Per Tamoil ritocco all’insù per la benzina: +0,5 centesimi al litro a 1,592 euro/litro. Per il prezzo alla

pompa è un record assoluto: nell’estate del 2008, prima della crisi finanziaria, i prezzi non avevano infatti superato quota 1,6 euro/litro. Secondo Staffetta Quotidiana senza il rialzo delle accise il prezzo medio Eni si attesterebbe attorno a 1,57 euro/litro. La quotazione internazionale della benzina si è attestata ieri a 1.067 dollari la tonnellata (+37), pari a 565 euro per mille litri (+22), quella del gasolio ha raggiunto quota 1.005 dollari la tonnellata (+30), pari a 596 euro per mille litri (+21): in una settimana i prezzi della benzina sono aumentati di 37 euro per mille litri, quelli del gasolio 42. Sempre stando ai prezzi internazionali, il gasolio è ancora ben lontano dal record del luglio 2008 (725 euro per mille litri), mentre il picco della benzina quest’anno è stato registrato in aprile a 590 euro per mille litri.


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani

7

ESTERI Nel 2007 era diventato il portavoce di Cameron: il premier ha definito lo scandalo «digustoso», annunciando un’inchiesta pubblica

Arrestato l’ex direttore del News of the World di Bruno Tosatti ROMA - Domani, dopo quasi 168 anni, uscirà l’ultimo numero del News of the World , travolto e distrutto dallo scandalo suscitato dal «comportamento inumano» dei suoi giornalisti, ma l’ira del premier britannico David Cameron non si placa. Anche perché ieri, dopo un interrogatorio presso la stazione centrale della polizia di Londra, è stato arrestato Andy Coulson, che fu direttore del tabloid tra dal 2003 al gennaio del 2007. Già nel gennaio di quattro anni fa fu costretto alle dimissioni a seguito della scoperta di intercettazioni illegali, effettuate per conto del quotidiano, della segreteria dei telefoni di membri della famiglia reale, che peraltro portò poche settimane dopo all’arresto di Clive Goodman, corrispondente da Buckingham Palace del giornale,eGlennMulcaire,detective privato. Ieri due le accuse nei confronti di Coulson: pagamenti ad alcuni membri della polizia e, per l’appunto, intercettazioni, due metodi illegali con cui i giornalisti del News of the World andavano a caccia di scoop, e di cui il direttore era a conoscenza, se nondirettamentecoinvolto,come sospetta Scotland Yard. Proprio Cameron aveva scelto l’ex direttore del tabloid, pochi mesi dopo che aveva rassegnato le dimissioni, come direttore della comunicazione del suo partito prima, di Downing Street poi. «Ho dato a Andy Coulson una seconda chance e non ha funzionato», ha detto il primo ministro britannico, apparso teso ieri mattina

in conferenza stampa mentre si assumeva la «piena responsabilità» della sua scelta. La collaborazione con il portavoce è durata fino allo scorso gennaio, e, ha sottolineato Cameron, «non ha fatto nulla di sbagliato nel periodo in cui ha lavorato per me e per il partito conservatore come "spin doctor"». Anzi: Andy Coulson «è diventato un amico e lo è tuttora». Straordinariamentelealeneiconfronti del suo ex direttore della comunicazione, Cameron ha detto di aver parlato con Coulson, e queste conversazioni non hanno cambiato la sua percezione «che lui non sapeva delle intercettazioni». Rimane però un caso «disgustoso», che ha lasciato un intero Paese «sotto shock»: il titolare di Downing Street ha riconosciuto che la Commissione di controllo sui mass media (Press Complaints Commision) non ha funzionato e dovrà essere riformata, ha lamentato che anche l’inchiesta iniziale della polizia è stata «inadeguata» e per questo ha annunciato una seconda inchiesta pubblica, guidata da un giudice, sull’etica della stampa britannica, e soprattutto che faccia luce sul modo in cui questa si lega ed interferisce col mondo della politica e della polizia. A far riesplodere lo scandalo infatti, pochi giorni fa, è stata la rivelazione da parte del Financial Times , che nove anni fa i giornalisti del News of the World avevano violato la segreteria del cellulare di Milly Dowler, una 13enne scomparsa il 21 marzo del 2002 nel Surrey e ritrovata morta in un bosco dell’Hampshire soltanto sette mesi dopo, cancellando i

messaggi lasciati dai genitori durante le ricerche per ascoltare quelli meno recenti: così facendo avevano dato alla madre e al padre la falsa speranza che la figlia fosse viva e solo scappata di casa, ma soprattutto avevano ostacolato le indagini della polizia. All’epoca direttrice del tabloid era Rebekah Brooks, pupilla dell’editore Rupert Murdoch e ora amministratore delegato di News International (che controlla diverse testate del magnate australiano): pur respingendo ogni accusa, ieri l’altro aveva offerto le proprie dimissioni. «Io avrei accettato l’offerta» della manager, ha detto ieri David Cameron. Invece, il giorno precedente, il gruppo di Murdoch l’aveva respinta, e la sensazione tra i circa 200 giornalisti del tabloid, 160 dei quali, pur non essendo coinvolti, perderanno il lavoro, è che Murdoch abbia deciso di chiudere un giornale con 168 anni di storia proprio per salvare Rebekah Brooks.Oppure,comeipotizzano i media inglesi, l’editore australiano si è persuaso che, pur essendo il tabloid più diffuso nel Regno Unito, con quasi tre milioni di copie vendute ogni settimana fino a prima dello scandalo, il News of the World fosse ormai un giornale morto, e quindi sacrificabile per salvare l’acquisizione della piattaforma televisiva satellitare BskyB , in cui è impegnata la News Corp di Murdoch. E che si sarebbe complicata in questi giorni: la procedura «prenderà tempo», ha detto Cameron, sempre durante la conferenza stampa di Londra: la Gran Bretagna deve seguire «le procedure previste dalla legge».

Repubblica democratica del Congo, Boeing della Hewa Bora si schianta durante l’atterraggio: più di 50 vittime Un aereo è precipitato ieri pomeriggio nei pressi dell’aeroporto internazionale di Kisangani, nella Repubblica Democratica del Congo, durante la fase di atterraggio. A bordo del velivolo 112 passeggeri, a cui si agi membri Hewa Bora è sulla lista nera giungono dell’equipaggio: i mezzi di emergenza hanno Ue delle compagnie aeree raggiunto il luogo bandite per timori sulla dell’incidente in breve sicurezza dei velivoli, come tempo, e i soccorritori sono riusciti a trarre in tutte le altre compagnie salvo i primi 40 superstimentre ancora la carcertificate nel Paese africano ticassa del veicolo sprigionava fiamme. Ma rimane un primo bilancio delle vittime, fornito dalla compagnia aerea, parla di oltre 50 vittime: «53 morti, è l’ultimo dato che ho», ha detto alla Reuters Stavros Papaioannou, amministratore delegato di Hewa Bora. Ma, ha precisato lo stesso dirigente, il bilancio è provvisorio,

anche a causa delle condizioni in cui versano alcuni dei feriti. Poco chiara per ora è anche la dinamica dell’incidente: «Il pilota ha cercato di atterrare ma apparentemente l’aereo non ha toccato la pista», ha spiegato lo stesso Papaioannou. Certamente durante la fase di atterraggio nella zona dell’aeroporto, sito nella regione centrosettentrionale del Paese, le condizioni meteorologiche erano avverse. Ma non è ancora possibile imputare il disastro ad un errore umano o ad un guasto tecnico del velivolo, un Boeing 727. In questo senso il ritrovamento delle scatole nere aiuterà a ricostruire gli ultimi minuti precedenti lo schianto. Ci sarebbe peraltro da osservare che Hewa Bora è sulla lista nera dell’Unione europea delle compagnie aeree bandite per timori sulla sicurezza dei velivoli, come tutte le altre compagnie certificate nel paese centrafricano, che ha uno dei peggiori record negativi al mondo per la sicurezza del trasporto aereo.

Andy Coulson fu direttore del News of the World dal 2003 al 2007. Ieri Cameron lo ha difeso

Otto ore di follia negli Usa Uccide l’ex fidanzata, la figlia e altre 5 persone, poi la fuga e il suicidio ROMA - Due sparatorie, sette vittime, ostaggi e una caccia all’uomo che si è conclusa con un suicidio: questo il bilancio di un giorno di ordinaria follia nello stato americano del Michigan, nella regione dei Grandi Laghi: protagonista Rodrick Shonte Dantzler, 34 anni, la cui fuga, conclusasi in una casa di Grand Rapids, ha tenuto col fiato sospeso gli Stati Uniti. La tragedia è cominciata nella stessa cittadina, a casa dei suoceri: nel pomeriggio di giovedì l’uomo è entrato e ha fatto le prime vittime, uccidendo la sua ex fidanzata, la figlia avuta da lei - una bambina di 10 anni - e la suocera. Successivamente si è recato in un’altra abitazione, sempre a Grand Rapids, dove ha ucciso altre quattro persone, tra cui un bambino. La caccia all’uomo, che si è protratta per otto ore fino alla notte su venerdì, è scattata dopo il ritrovamento dei primi corpi. La polizia ha inseguito Dantzler a bordo del suo suv sull’autostrada interstatale 96, e a un certo punto il giovane ha attraversato con l’auto un’aiuola di separazione e ha guidato contromano prima di schiantarsi e finire in un terrapieno. Poi il giovane ha preso tre ostaggi in una casa lì vicino e si è barricato in un edificio nella zona nord della cittadina, dove è stato circondato dagli agenti. Dopo aver rilasciato uno degli ostaggi - una donna di 53 anni - stava trattando telefonicamente con gli agenti per rilasciare il secondo quando, improvvisamente, si è suicidato. «Al momento dell’incidente stava dicendo che sarebbe uscito e si sarebbe arreso, ma ovviamente ha deciso all’ultimo momento di esplodere il colpo», ha detto il capo della polizia locale, Kevin Belk, secondo il quale «la strage non ha alcun senso». I familiari dell’uomo hanno spiegato ai media locali che Dantzler era recentemente uscito di prigione e che sembrava profondamente scosso. Né si esclude l’ipotesi che soffrisse di disturbi psichici bipolari, in particolare con l’alternanza di depressione e di euforia, e non avesse i farmaci che prendeva di solito.


8

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

IN CALABRIA

La vicenda di padre Fedele si trasforma in letteratura

Padre Fedele Bisceglia

di Cesare Giraldi COSENZA - La storia di padre Fedele ha senza dubbio suscitato reazioni contrastanti in tutti coloro che si sono dosumentati su questa originale vicenda. Nella città di Cosenza, dove il frate era particolarmenteconosciutoperle sue colorite prediche e per i suoi comportamenti abbastanza irrituali, molti suoi fedeli sono rimasti sgomenti nell’apprendere

l’epilogo del processo nei suoi confronti. Un processo che si è chiuso con una condanna del frate a nove anni di reclusione. E Roberto Grandinetti, laureato in Lettere all’Unical e responsabile della cronaca giudiziaria del Quotidiano della Calabria , ha tratto spunto da questo sensazionale fatto di cronaca per scrivere un libro dal titolo "Suor T contro Padre Fedele - Violenze e complotti agli occhi di Dio e del Popolo italiano". Il volume contiene passag-

Roberto Grandinetti ha tratto spunto da questa vicenda per scrivere un libro dal titolo "Suor T contro Padre Fedele - Violenze e complotti agli occhi di Dio e del Popolo italiano"

giineditidell’intricatastoriaumana e processuale di padre Fedele Bisceglia e suor T, dagli arresti del 23 gennaio 2006 alla sentenza di condanna a nove anni e tre mesi del 6 luglio scorso. «Oggi è il giorno più bello della mia vita, perché misento più vicino a Gesù, perseguitato e crocifisso». È il 23gennaio del 2006, è scritto nella presentazione del libro. Padre Fedele ha appena lasciato la Questura di Cosenza con in mano la sua croce: un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, firmata dal gip Giusy Ferrucci su richiesta delpubblico ministero Claudio Curreli, della Procura bruzia. Ai fianchi del religioso due agenti della squadra Mobile, che lo fanno entrare in auto per accompagnarlo nel vicino carcere "Cosmai". L’accusa fa sobbalzare tutti: violenza sessuale ai danni di una suora siciliana, sua ex collaboratrice, della Congregazione delle Suore Francescane dei Poveri, originaria di Barcellona Pozzo di Gotto. L’aveva detto pochi giorni prima sulle scale del tribunale di Cosenza, un ispettore della Squadra mobile: «Fra poco esploderà una bomba». E il botto, quel 23 gennaio, echeggia forte in tutta Italia. «Quel peccato - dice e continuerà a sostenere il frate - né l’ho fatto, né l’ho pensato. Sono vittima di un complotto». Nell’ordinanza c’è scritto anche il nome di una seconda persona. Si tratta del quarantenne Antonio Gaudio,

segretario dell’Oasi Francescana, di trent’anni più giovane di padre Fedele, che viene sottoposto agli arresti domiciliari. All’inizio è accusato di aver preso parte ad una delle cinque violenze contestate dalla pubblica accusa, tutte consumate all’interno della stessa Oasi Francescana, struttura di accoglienza per poveri e stranieri voluta e creata da Padre Fedele. Inchiusuradiindaginipreliminari il Pm gli riserverà un’altra brutta sorpresa, indagandolo anche per un tentativo di violenza sessuale nei confronti di una giovane ospite dell’Oasi. Il 6 luglio del 2011, dopo innumerevoli colpi di scena e ipotesi di complotto, la sentenza di condanna per padre Fedele.


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani

9

IN CALABRIA Microcredito, Talarico: «Rappresenta una vera rivoluzione nell’economia»

Il gip di Catanzaro va avanti con l’inchiesta per risalire ai responsabili delle bombe contro la Procura di Reggio e la casa del pg Di landro

Bombe di Reggio, ora tocca ai periti raccogliere elementi di Cesare Giraldi CATANZARO - Il giudice per le indagini preliminari di Catanzaro, Assunta Maiore, ha affidato quattro incarichi ai periti, tutti professionisti di Roma, che dovranno analizzare gli elementi raccolti dall’accusa nell’ambito dell’inchiesta sulle bombe fatte esplodere lo scorso anno contro la Procura generale di Reggio e l’abitazione del procuratore generale Salvatore Di Landro, e sull’intimidazione al procuratore di Reggio, Giuseppe Pignatone, con un bazooka fatto trovare davanti la sede della Dda reggina. Gli esiti delle perizie, richieste dai magistrati della Dda di Catanzaro, saranno acquisite dal Gip attraverso un incidente probatorio. Al termine dell’affidamento degli incarichi il Gip ha aggiornato l’udienza al 28 ottobre prossimo, quando i periti depositeranno gli esiti della loro attività. Nell’ambito dell’inchiesta sulle intimidazioni ai magistrati reggini nei mesi scorsi sono state arrestate 4 persone, ritenute mandanti ed esecutori della strategia della ten-

sione. L’inchiesta ha avuto un impulso decisivo dalle dichiarazioni del boss pentito Antonino Lo Giudice, che si è auto accusato di essere il mandante ed ha chiamato in causa il fratello Luciano e altre due persone: Antonio Cortese, ritenuto l’esperto di esplosivo della cosca, e Vincenzo Puntorieri, legato allo stesso Cortese, accusati dell’esecuzione materiale dell’attentato. Le perizie riguarderanno alcuni capi d’abbigliamento trovati a casa di Cortese e Puntorieri e i resti delle bombe fatte esplodere il 3 gennaio 2010 ed il 26 agosto, oltre al bazooka fatto ritrovare davanti la sede della Dda. Accertamenti saranno compiuti anche sulla cabina telefonica dalla quale Cortese,

secondo l’accusa, avvertì il 113 della presenza del lanciamissili, e sulla registrazione della telefonata per avere la certezza che a chiamare sia statoproprio Cortese. Cortese e Puntorieri saranno sottoposti anche aperizia antropometrica. Le perizie riguarderanno anche il ciclomotore sequestrato ad uno degli arrestati e dello stesso modello di quello che si vede nel video dell’attentato alla Procura generale. Alla stessa perizia sarà sottoposto un ciclomotore identico che era stato sequestrato in una fase precedente dell’inchiesta, antecedente alle dichiarazioni di Lo Giudice, e che vedeva coinvolti, come presunti autori, esponenti della cosca Serraino di Reggio Calabria.

REGGIO CALABRIA - Intervenendo ieri mattina al convegno sul microcredito in Calabria, organizzato dal Comitato nazionale italiano per il microcredito, il presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico ha sostenuto che «il microcredito in un certo senso rappresenta una rivoluzione nell’economia e nel processo di sviluppo economico, perché inverte quella tendenza legata ad un Il microcredito, a antico proverbio "denaro fa il denaro" nel senso che quan- detta di Talarico, ha do se ne è ottenuto già un po’, il suo valore grande è spesso facile ottenerne ancora di più. Il problema - ha perché è innanzitutto detto ancora Talarico - è ottenere però quel poco che ser- rivolto alle micro ve. E in questo caso il micro- imprese e alle famiglie credito soccorre alle necessità e fa superare le difficoltà, legando settori che a volte sono distanti come economia e solidarietà, che non debbono essere un binomio inconciliabile, ma camminare di pari passo». Il microcredito, a detta di Talarico, ha il suo valore grande perché è innanzitutto rivolto alle micro imprese e alle famiglie, altrimenti escluse dall’accesso al credito. La povertà e le difficoltà di cominciare una piccola impresa, soprattutto in regioni come la nostra dove il vero problema sono i tassi di interesse molto alti, a volte si possono battere con queste rivoluzioni silenziose, come quelle del microcredito. In Calabria si trovano molte relazioni di somiglianza con altre aree del sud del mondo, dove il microcredito ha

Francesco Talarico

L’inchiesta sui fatti di Reggio Calabria ha avuto un impulso decisivo dalle dichiarazioni del boss pentito Antonino Lo Giudice

dato risultati eccezionali. «Lo spirito di chi si muove in questo settore, deve esserelo stesso: agire e operare, per sostenere - ha aggiunto Talarico - con le operazioni di microcredito, obiettivi di aiutare quella parte di popolazione socialmente ed economicamente più in difficoltà nel proprio vivere quotidiano, ma che è una parte di società ricca di onestà e di laboriosità».

’Ndrangheta a Milano, chiesta assoluzione per l’ex assessore Oliverio MILANO - La Dda di Milano, nell’ambito del maxi-processo con rito abbreviato alle infiltrazioni della ’ndrangheta in Lombardia, ha chiesto l’assoluzione per l’ex assessore provinciale milanese Antonio Oliverio. Quella per Oliverio è l’unica richiesta di assoluzione formulata dal pm di Milano Alessandra Dolci, che ha chiesto invece 118 condanne fino ad un massimo di 20 anni di reclusione per altrettanti imputati, molti dei quali capi delle cosche sparse tra Milano e i comuni limitrofi. Antonio Oliverio è stato assessore della giunta provinciale guidata da Filippo Penati dal 2007 al maggio 2009, con deleghe alla Moda e al Turismo. Nell’ordinanza di custodia cautelare del luglio 2010, firmata dal gip Giuseppe Gennari e a carico di alcuni presunti affiliati alla ’ndrangheta, Oliverio veniva indicato come ’’la persona

giusta per operazioni di lobby, per mettere a frutto quella rete di relazioni istituzionali e politiche di cui si nutre l’organizzazione criminale". L’ex assessore era stato iscritto nel registo degli indagati con le accuse di corruzione e bancarotta per i suoi presunti rapporti con la Perego General Contractor, società che si occupava di movimento terra. Oggi, però, il pm ha chiesto per lui l’assoluzione. Davanti al gup di Milano Roberto Arnaldi, sono intervenuti poi i legali della Regione Lombardia, di sei comuni lombardi (Pavia, Bollate, Paderno Dugnano, Desio, Seregno e Giussano), del Ministero dell’Interno, della Presidenza del Consiglio e della Federazione antiracket. Hanno tutti fatto richieste di risarcimento danni in quanto sono parti civili nel processo. C.G

Antonio Oliverio


10

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

IN CALABRIA

È morto Aldo Corasaniti un’eccellenza calabrese

I giudici della Consulta

di Cesare Giraldi COSENZA - Nella notte di giovedì si è spento, all’età di 89anni, nella sua abitazione romana, Aldo Corasaniti, presidente della Corte costituzionale dal luglio 1991 al novembre 1992 e di origini calabresi, di San Sostene, provincia di Catanzaro. Proveniente dalla magistratura, dopo aver prestato servizio alla Pretura di Genova e ai Tribunali di Genova e di Roma,

ha raggiunto in breve tempo i vertici, sino ad avvocato generale presso la procura generale della Corte di Cassazione. Presso la Cassazione, come consigliere delle Sezioni unite civili, è stato l’estensore di sentenze di grande significato in tema di "interessi diffusi" e di tutela del diritto alla salute. Eletto giudice costituzionale il 26 ottobre 1983, ha redatto importanti sentenze in materia di tutela dei dirittifondamentali e di rapporti tra i poteri

Lo Moro: «Gli anni spesi da parlamentare gli hanno anche consentito di dimostrare il suo attaccamento alla Calabria, forte quanto quello ai suoi studi e al diritto»

dello Stato. In qualità di presidente della Corte costituzionale italiana ha fattoparte, insieme ai presidenti della Corte costituzionale tedesca e del Consiglio costituzionale francese, della commissione arbitrale per la Jugoslavia, incaricata di trattare gli aspettigiuridici nel quadro della Conferenza di pace indetta nel 1991 per il raggiungimento di un assetto stabile dei Balcani. Fautore di più stretti rapporti con le Corti costituzionali di altri Paesi, auspicava la creazione di una struttura permanentedi raccordo tra le Corti dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Dopo la scadenza del mandato di giudice costituzionale, eletto senatore, è stato presidente della commissione Affari costituzionali. Il presidente della Consulta, Alfonso Quaranta, i vicepresidenti, Paolo Maddalena e Alfio Finocchiaro, il segretario generale, Giuseppe Troccoli, gli assistenti di studio, il personale tutto della Corte costituzionale, esprimono alla famiglia le più sincere condoglianze. «Apprendo con profondo dispiaceredellamortedelPresidente Corasaniti - è stato il messaggio dell’onorevole calabrese ed ex magistrato Doris Lo Moro -. Tutti ne conoscono le qualità e l’intelligenza dimostrate nella sua carriera di magistrato, di giudice costituzionale e di Presidente della Corte. Gli anni spesi da parlamentare gli hanno anche consen-

Doris Lo Moro

tito di dimostrare il suo attaccamento alla Calabria, forte quanto quello ai suoi studi e al diritto, di cui è stato cultore lucido e appassionato. Io voglio ricordare le sue qualità umane, la generosità con cui offriva la sua amicizia e il suo sostegno, e soprattutto la sua capacità di vivere e di pensare senza essere condizionato dal tempo. Il Presidente Corasaniti guardava al futuro, anche a quello ancora lontano, che non lo avrebbe visto presente, con l’emozione di un giovane. La Calabria perde un figlio importante di cui può essere orgogliosa ma, recependo il suo insegnamento e la sua testimonianza, saprà ricordarlo e valorizzarlo, indicandolo alle future generazioni come esempio».


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani 11

IN CALABRIA Intimidazione ai commissasri di Condofuri. Nucera: fatto inaccettabile

Francesco Cava

Confindustria Calabria critica la decisione del Tribunale amministrativo calabrese di sospendere le graduatorie sugli incentivi all’occupazione

Occupazione, gli industriali contro la sentenza del Tar di Cesare Giraldi CATANZARO - «Dopo la sospensione delle graduatorie sugli incentivi all’occupazione, che avrebbero dovuto creare 3000 nuovi posti di lavoro in Calabria, ora si aggiunge anche tutta la problematica, con conseguente blocco, dell’edilizia sociale, alla luce dell’ultima sentenza del Tar che ripristina le vecchie graduatorie del bando». Tradotto in soldoni, si parlerebbe di circa 250 milioni di euro fermi e che sarebbero stati certamente utili ed efficaci in un momento di crisi come quello che attualmentestaattraversandotutto il Paese. Lo denuncia Confindustria Calabria in seguito alla decisione del tribunale amministrativo regionale calabrese. La Calabria non fa eccezione e la recente relazione della Banca d’Italia sull’economia regionale, a detta dell’associazione degli industriali calabresi, conferma lo stato di difficoltà in cui opera il tessuto produttivo regionale. È particolarmente preoccupato il presidente degli industriali e dei costruttori calabresi Francesco

Cava poiché gli ultimi eventi non soltanto mettono nelle condizioni di non spendere risorse significative quando non si riescono a concretizzare attività utili su due grandi e problematici temi della nostra regione come l’edilizia (più volte evidenziata da Ance) e i giovani. «Nel mentre da un lato si enfatizzano i risultati della spesa comunitaria dall’altro si deve verificare - ha dichiarato Cava che le iniziative rallentano, si ingolfano e cadono su procedure amministrative creando grave pregiudizio alle imprese calabresi. A tutto ciò si aggiunge, in ordine di tempo, la mancata concertazione sulla manovra di assestamento del bilancio regionale.

Gli industriali: «La recente relazione della Banca d’Italia sull’economia regionale conferma lo stato di difficoltà in cui opera il tessuto produttivo regionale»

Manovra sulla quale non soltanto Associazioni e Forze sociali non sono state chiamate al tavolo ma neanche dettagliatamente informate. Ora sappiamo bene - ha proseguito Cava - che i margini finanziari della manovra sono ridottissimi, ma è inaccettabile leggere sulla stampa dichiarazioni che attestano che la condivisione di un documento contabile può essere ritenuta “superflua”. Ma, mi chiedo, come si possono “responsabilmente” condividere le priorità e le esigenze della Regione se neanche si conoscono?». Non solo. Si domanda Cava: «Sulla base di quali elementi si è in grado di stabilire l’importanza di individuare percorsi utili a far sì che si concorra, ciascuno con il proprio ruolo, allo sviluppo di questa nostra regione? Come Confindustria calabrese, ha concluso Cava, continueremo a dare il nostro positivo contributo plaudendo alle buone iniziative che il governo regionale mette in campo ma rimanendo sempre vincolati al nostro unico interesse di rappresentare le esigenze di sviluppo delle nostre imprese».

REGGIO CALABRIA - «Non bastano più le parole per condannare l’ennesimo atto intimidatorio messo in atto, questa volta, non contro amministratori locali, ma contro i commissari straordinari del Comune di Condofuri». Questo è quanto ha affermato il segretario questore del Consiglio regionale Giovanni Nucera dei Popolari e Liberali nel Pdl nel commentare la notizia dell’intimidazione su- Nucera: «C’è da segnalare bita dagli amministratori locali. «Onesti rappresentan- la reazione civile e composta ti dello Stato - aggiunge - indella comunità di Condofuri caricati di riportare legalità e buone pratiche amministra- che senza tentennamenti tive in un comune che è stato sciolto per condizionamenti ha manifestato vicinanza e irregolarità. Per questo ai tre commissari» appare ancora più grave il tentativo messo in atto per condizionare il necessario processo di risanamento amministrativo e istituzionale avviato conl’intervento del Consiglio dei ministri. Un gesto che condanniamo senza alcun tentennamento». C’è tuttavia, a detta di Nucera, nell’ambito di una vicenda di per sé inqualificabile, da segnalare ed esaltare la reazione civile e composta della comunità di Condofuri che senza tentennamenti ha manifestato compatta vicinanza, affetto, e sostegno ai tre commissari destinatari dell’intimidazione. «È un segnale importante - conclude Nucera - che va affiancato, accompagnato e sostenuto proprio per il bisogno e la necessità di legalità e normalità che racchiude. Una resisten-

Giovanni Nucera

za civile che servirà ad alimentare l’impegno dei tre commissari in carica per far valere principi di legalità, di eguaglianza coerenti con il percorso di normalizzazione dell’attività amministrativa e politica nel comune di Condofuri».

Caligiuri ha presentato il progetto sull’impatto delle nuove tecnologie CATANZARO - L’assessore alla Cultura della Regione Mario Caligiuri ha illustrato ieri l’iniziativa messa in campo con il Censis e l’Ufficio scolastico regionale per verificare l’impatto delle nuove tecnologie sui processi di apprendimento delle giovani generazioni. «Nessuno ancora conosce - ha detto Caligiuri - le conseguenze delle nuove tecnologie sulle giovani generazioni e su come selezionino ed elaborino le informazioni a livello mentale. Questo rappresenta la prima emergenza educativa di questo tempo». Il progetto prenderà il via nel prossimo anno scolastico e terminerà entro il mese di dicembre 2011. Sarà osservato un campione di 2.400 studenti calabresi, tra i 10 e i 18 anni, i loro genitori e loro insegnanti. È prevista, inoltre, la realizzazione di 14 focus group sull’intero territorio calabrese. In

particolare, saranno oggetto di studio l’uso dei mezzi tecnologici e il tempo ad essi dedicato a casa e a scuola. Caligiuri ha aggiunto che «seguendo il chiaro indirizzo del presidente Scopelliti, stiamo investendo sulla conoscenza e sulla cultura, in tutte le direzioni. Ultima in ordine di tempo, è pronta la graduatoria che assegna circa 9 milioni di euro di fondi europei alle scuole per i laboratori linguistici e matematici». Gli aspetti operativi del progetto sono stati messi ulteriormente a punto in una riunione operativa tra l’assessore Caligiuri, la dirigente del settore scuola dell’assessorato regionale alla Cultura Sonia Tallarico, il responsabile del settore innovazione del Censis Andrea Toma e Giulio Benincasa. C.G

L'assessore Mario Caligiuri

C.G


12

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

IN CALABRIA Nicolò: il microcredito è strumento per dare nuova linfa all’economia

Il Presidente della Regione ha aperto i lavori del ciclo di incontri mirati a diffondere le migliori pratiche realizzate nelle realtà locali

Scopelliti: Sviluppo, noi puntiamo sul microcredito CATANZARO - Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ha aperto i lavori del seminario sul tema: "Il microcredito in Calabria tra realtà e prospettive", un ciclo di incontri mirati a migliorare la "governante" e diffondere le migliori pratiche di microcredito realizzate nelle realtà locali. L’iniziativa s’inquadra nell’ambito del ProgrammaOperativoNazionale "Governance e Azioni di Sistema Obiettivo Convergenza", realizzato attraverso un Accordo di collaborazione tra la Direzione Generale del Mercato del lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed il Comitato Nazionale per il Microcredito. «Voglio ringraziare il Presidente Mario Baccini per questo appuntamento - ha affermato il Presidente Scopelliti - perché ci troviamo in un momento molto delicato dal momento che in passato i finanziamenti per le piccole imprese erano rivolti generalmente alle realtà del Mezzogiorno mentre oggi si guarda molto di più anche verso il Nord. In Calabria puntiamo molto sul microcredito come mezzo per creare sviluppo e gioca un ruolo fondamentale la

holdingregionaleFincalabra,che ha come mission favorire lo sviluppo delle piccole e medie imprese, aumentare i livelli di competitività, migliorare l’accesso al credito, la crescita dell’occupazione, la promozione, lo sviluppo tecnologico, l’internazionalizzazione e la qualificazione delle risorse professionali. Abbiamo redatto un bando per il microcredito - ha aggiunto il Governatore della Calabria Scopelliti - in favore di soggetti deboli che sta dando risposteimportanti,perchésiamo convinti che attraverso la micro finanza si possano creare condi-

zioni molto importanti in favore dei privati, gli unici in grado di creare sviluppo e posti di lavoro. In tal senso, in un solo anno, abbiamo posto in essere tantissime iniziative in svariati settori e, pur consapevoli delle difficoltà - ha concluso il Presidente Scopelliti siamo soddisfatti delle prime risposte e siamo certi che nel tempo ci saranno importanti ricadute positive»

Carm.Mir.

«Siamo convinti che attraverso la micro finanza si possano creare condizioni molto importanti in favore dei privati, gli unici in grado di creare sviluppo e posti di lavoro»

CATANZARO- «Ilmicrocredito è uno dei principali strumenti per favorire la nascita e lo sviluppo delle piccole imprese e per dare linfa ad una economia stagnante che risente di una congiuntura sfavorevole». E’ quanto afferma il Vicepresidente del Consiglio regionale, Alessandro Nicolò che ha partecipato, ieri, a Palazzo Campanella, al convegno "Il Microcredito in Calabria tra realtà e prospettive". «Il sistema del microcredito in Calabria collegato anche alla Banca del Sud - sottolinea Alessandro Nicolò - potrà costituire l’ossatura finanziaria portante per il sistema sociale e delle imprese calabresi. Fino ad oggi, gli alti tassi di interesse praticati dai grandi istituti bancari del Nord e le richieste di garanzie molto spesso negate al Sud, ai titolari delle piccole e medie imprese, hanno ostacolato progetti imprenditoriali di sviluppo e di innovazione. Per superare la precarietà del tessuto produttivo e per offrire una opportunità alle categorie svantaggiate della società, quali donne in difficoltà, giovani in cerca di prima occupazione, il Comitato nazionale italiano permanente per il microcredito si è attivato con un progetto ambizioso e di ampio respiro». Secondo il Vicepresidente: «Il monitoraggio dell’integrazione delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi produttivi, grazie al coinvolgimento di Enti Pubblici, Fondazioni bancarie, parti sociali ed esperti, costituirà, infatti, la base per la programmazione e per gli interventi futuri. La proposta - prosegue Alessandro Nicolò - osserva con piglio nuovo i problemi del Mezzogiorno e dell’erogazione del credito, in un quadro di riequilibrio territoriale nazionale, con l’obiettivo di far emergere le migliori forze del Sud per farle rimanere ancorate al territorio. Fra i passaggi più significativi, il miglior utilizzo dei fondi comunitari destinati alle politiche del microcredito e della microfinanza. Un progetto che si muove, dunque, con coraggio e determinazione contro la stagnazione economica e la crisi, per la creazione di posti di lavoro. In Italia, la soglia di povertà relativa sta crescendo ed, in Calabria, specie nella provincia di Reggio, le imprese soffrono un momento di particolare di disagio, come attestano le ultime cifre presentate dalla Camera di Commercio. Per queste ragioni ha concluso il Vicepresidente del Consiglio -l’opportunità del microcredito in Calabria va sostenuta e colta in tutti i suoi lati positivi per rimuovere tutte le ‘strozzature’, soprattutto quelle di ordine finanziario, che hanno impedito finora al Sud di portarsi ai livelli delle migliori aree del Paese».

Anna Bolle

A Reggio Calabria il seminario: Il Microcredito in Calabria tra realtà e prospettive REGGIO CALABRIA - Una migliore governance e la diffusione di migliori pratiche di micricredito realizzate nelle realtà locali. E’ questo l’obiettivo del seminario "Il Microcredito in Calabria tra realtà e prospettive", iche si è sovolto ieri a Reggio Calabria a Palazzo Campanella. Una iniziativa prevista dal Programma operativo nazionale governance e azioni obiettivo convergenza frutto di un accordo di collaborazione tra la Direzione generale del Mercato del lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed il Comitato Italiano permanente per il Microcredito, di cui è presidente l’on. Mario Baccini. «E’ un seminario - ha detto Baccini - che intende mettere insieme le straordinarie qualità di questa regione dove ho trovato professionalità molto qualificate ed avanzate culturalmente sul settore della micro finan-

za e del microcredito. Quest’ultimo è la speranza per tutta quella fascia di persone che sono considerate deboli, che non hanno, cioé, la possibilità di avere garanzie reali per accedere al credito. Questo tipo di iniziative servono proprio per unire le forze, per trovare la via italiana, al microcredito, per dare speranza a quanti non possono fruire delle garanzie per poter accedere al credito, e quindi, realizzare una microimpresa. Come Comitato nazionale per il microcredito - ha detto ancora Baccini - stiamo intervistando in Calabria tutti gli attori locali. Con il Presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, abbiamo avviato ormai da tempo una costante attività di consultazione. Stiamo tentando, con i fondi europei, di accedere ad iniziative private degli enti locali che vogliono nel loro territorio realizzare qualche ini-

ziativa per fare dei fondi di garanzia. La nostra è una Autorità nazionale che incoraggia , forma e sollecita le istituzioni locali a fare microcredito. Questo, però è un fenomeno talmente complesso che non può essere esaurito con questo seminario. Il nostro obiettivo primario, comunque resta quello di fornire soluzioni a quelle fasce di persone che non sono bancabili, cioé che non sono nel mercato: immigrati, ex detenuti o protestati.Nessuna banca darebbe fiducia a queste persone, che sono quelle che alimentano la grande fascia di povertà del nostro Paese, ed in alcuni casi, anche la microcriminalità, perché chi è senza speranza è disposto a tutto». Tre gli elementi fondamentali dei fondi di garanzia indicati da Baccini. rc


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani 13

IN CALABRIA Il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ha presentato a Catanzaro un progetto sulla riduzione degli incidenti nell’edilizia

Edilizia, Censore: il Tar evidenzia la scarsa credibilità del centrodestra

«Infortuni sul lavoro, la prevenzione è la priorità» di Carmela Mirarchi CATANZARO - Ridurre del 10% gli infortuni sul lavoro nel settore edile nel biennio 2011-2012. E’ l’obiettivo del piano biennale approvato dalla Giunta regionale nell’ambitodel piano nazionale di prevenzione in edilizia, che destina 330.000 euro ad una campagna di prevenzione ed al potenziamento delle veriche sui cantieri, con l’impiego di una task-force di 50 uomini. L’iniziativa è stata illustra stamane nei dettagli dal presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti e dal direttore regionale dell’Inail Mario Lo Polito, affiancati dal direttore generale del dipartimento Salute della Regione, Anto e dal direttore provinaiale del lavoro Patania, presente la vice presidente della Giunta, Antonella Stasi. Dai dati Inail risulta che in Calabria, nel 2009, il numero degli infirtuni denunciati nel settore edile è stato pari a 1.660, dei quali 225 hanno determinato inabilità permanente e 3 sono stati mortali. La durata media delle inabilità temporanee è stata di 44 giorni. Il piano della Regione, che si avvarrà del lavoro di un comitato di coordinamento interforze, punta a ridurre del 10% questi dati in due anni, attraverso verifiche a tappeto in 1.170 cantieri e campagne informative attraverso in mass media. «Intendiamo creare - ha detto Scopelliti - le condizioni di un dialogo con le imprese ed il territorio, in particolare nel settore edile rispetto al quale il problema, anche attraverso in media, si evidenzia più frequentemente. L’obiettivo - ha proseguito - è mettere incampo un’attenzione particolare attraverso i contriolli ma anche attraverso una campagna di sensibiliz-

zazione. Circa il 20% dei cantieri sara’ controllato attraverso il gruppi interforze in cui saranno presenti gli enti competenti in materia e le aziende sanitarie. Accenderemo i riflettori sull’edilizia perchè in questo settore c’è molto lavoro sommerso, avviando un percorso di legalità nel mondo dellavoro. Se è vero che in Calabria bisogna stimolare l’occupazione,è altrettanto vero che occorre tutelare i lavoratori». Il direttore regionale dell’Inail, Mario LoPolito, ha ribadito che «il numero degli infortuni mortali in e dilizia è motivo di grande preoccupazione. Da qui la necessità di ridurre questa falcidia di vite umane. Avviamo un nuovo modello parteciparo di sicurezza condiviso tra i vari soggetti che operano in questo settore. Abbiamo scelto l’edilizia perche in questo comparto registriamo, in Italia ed in Calabria il 25% degli incidenti sul lavoro mortali ed il 15% degli infortuni non mortali. Ma intendiamo avviare nuove iniziative». Il prossimo passo, infatti, riguarderà i controlli in agricoltura. «La sicurezza - haspiegato Lo Polito - deve essere un valore di tutti.Servediffondereunacultura della sicurezza ad ogni livello,superando il preconcetto delle imprese che considerano

laprevenzione antinfortunistica un costo inutile». Della diffusione delle irregolarità riscontrabili nel settore ha offerto uno spaccato il direttore provinciale del Lavoro di Catanzaro, Patania. «Abbiamo accertato 1.500 violazioni e riscontrato la presenza di 800 lavoratoriirregolari».RubensCuria, responsabile del settore nel dipartimento salute, garantisce tempi e procedure certe: «C’e’ un cronoprogramma - ha detto - che prevede controlli in 1.170 cantieri ogni anno. Investiamo in formazione attraverso finanziamenti specifici, mettendo a disposizione delle impresee dei lavoratori un portale, attraverso uno spot e con una campagna di affissione di manifesti in tutta la regione». La campagna di comunicazione parte con l’obiettivo di riproporla nel prossimo biennio.

Ridurre del 10% gli infortuni sul lavoro nel settore edile nel biennio 2011-2012. È l’obiettivo del piano

REGGIO CALABRIA -«La risoluzione assunta nei giorni scorsi dal Tar Calabria che ha deciso di ripristinare il bando di edilizia sociale precedentemente annullato dalla Giunta Scopelliti è un atto senza precedenti che mette in evidenza la scarsissima credibilità dell’esecutivo regionale e conferma la giustezza della battaglia di civiltà, a difesa della legalità, che abbiamo portato avanti in questi mesi «Per amministrare una insieme ai colleghi consiglieri regionali Guccione, regione difficile e Aiello e Sulla». E’ quanto afcomplicata come la ferma, in una nota, il consigliere regionale del Pd, Bru- nostra non bastano i no Censore. «Attraverso la revoca di questo bando che proclami, le promesse e ha bloccato investimenti per un po’ di fumo» un miliardo di euro e la costruzione di ben 4000 alloggi da assegnare alle famiglie più bisognose della Calabria - prosegue Censore - Scopelliti, Gentile e la giunta di centrodestra che guida la Regione hanno provocato un danno enorme all’economia calabrese. Risorse consistenti, che avrebbero potuto fornire una seria boccata d’ossigeno al settore dell’edilizia hanno inferto, invece, il colpo di grazia finale a tantissimi piccoli comuni da tempo sull’orlo del dissesto finanziario. Chi li risarcirà, ora, del danno subito? Chi spiegherà alle famiglie più disagiate della nostra regione, che attendono da anni un alloggio, che tutto ciò è stato impedito perché l’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Pino Gentile, ha deciso di revocare il bando e sospendere i finanziamenti destinati alle Politiche per la Casa e alla realizzazione di opere infrastrutturali di competenza degli enti locali calabresi? Con quale coraggio questa giunta regionale parolaia ed inconcludente si presenterà al cospetto dei calabresi per giustificare in qualche modo il suo macroscopico errore?. Per amministrare una regione difficile e complicata come la nostra - conclude Censore - non bastano i proclami, le promesse e un po’ di fumo negli occhi. E’ passato più di un anno e questa giunta di centrodestra, arrogante e spocchiosa, lontana dalla gente e dai suoi problemi, non ne ha indovinata una. Ha fallito su tutto: dalla sanità, al lavoro, alle politiche sociali, all’utilizzo dei fondi europei, al rilancio di Gioia Tauro. Solo promesse e parole. I calabresi sono stanchi di essere presi in giro».

r.c.

Incidenti sul lavoro, Tripodi: attuare la legge di solidarietà alle famiglie REGGIO CALABRIA - «I lavori infiniti sull’autostrada A3 continuano a mietere vittime innocenti. Si susseguono, infatti, i caduti sul lavoro e si allunga l’elenco delle persone che perdono la vita sulla strada per mancanza di sicurezza sui cantieri». Lo afferma il segretario regionale del Pdci, Michelangelo Tripodi, in merito all’incidente sul lavoro verificatosi giovedì in un cantiere che ha provocato la morte di un operaio. «E’ uno stillicidio assurdo ed inaccettabile. Troppe vite umane prosegue - sono state sacrificate sull’altare degli interessi di un gruppo di aziende senza scrupoli che antepongono i propri interessi ed i propri affari a quelli che sono gli elementari canoni di tutela e di sicurezza che dovrebbe salvaguardare sia chi lavora e sia chi percorre quest’autostrada

che è tale solo di nome. E’ necessario porre fine a questa situazione intollerabile punendo in modo fermo ed esemplare i responsabili di queste tragedie che colpiscono tantissime famiglie di lavoratori, cominciando dai dirigenti dell’Anas e dai responsabili del general contractor. Nell’esprimere cordoglio e vicinanza alla famiglia dell’operaio napoletano Vincenzo Gargiulo, nuovo caduto sul lavoro in terra di Calabria - afferma Tripodi - colgo l’occasione per sollecitare ancora una volta la Giunta regionale ad assumere tutti i provvedimenti necessari per dare finalmente attuazione alla legge regionale n. 11/2010 ’Interventi regionali di solidarietà a favore dei familiari di lavoratrici e lavoratori deceduti o gravemente invalidi a causa di incidenti sui luoghi di

lavorò da me proposta e fatta approvare dal Consiglio regionale proprio per dare un conforto alle famiglie delle vittime di queste spaventose tragedie. E’ davvero incredibile - conclude Tripodi - che a circa un anno e mezzo dalla sua approvazione questa legge che per la Calabria rappresenta un’importante conquista sociale sia ancora praticamente inattuata e disattesa a dimostrazione della totale insensibilità di questa Giunta di centrodestra nei confronti dei problemi che riguardano la vita dei lavoratori e delle loro famiglie».

v.n.


14

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

CRONACHE La Gdl produzioni pronta ad iniziare il suo tour estivo con musica e spettacoli

I cantanti catanzaresi insieme sul palco del Canta Calabria di Anna Viscomi Dopo l’attesa trepidante partirà il prossimo fine settimana il lungo tour estivo in compagnia della grande musica targata GDL Produzioni, l’associazione artistica catanzarese che allieta le serate con eventi e spettacoli. Si partirà sabato 9 luglio a Marina di Gioiosa Jonica dove andrà in scena il "Cantacalabria", cantagiro live dove protagonisti saranno cantanti catanzaresi per la prima volta tutti insieme sul palco. A prestare la loro voce per l’atteso appuntamento saranno: Michele Tosi, Mimmo Cristina, Francesco Carmine Fera, Giuseppe Froio, Luca Leone, Salvatore Chiefalo, Vittorio Valia, Tonino Angeletti, Stefano Greco, Raffaella Capria, Anna Guerra, Mara Franconieri, Melania Mercurio, Anna Barillari, Patrizia Curulla, Brigitte Valentino, Roberta Migliaccio, Valentina Silipo, Anna Maria Bagnato con la conduzione della splendida Simona Palaia. Domenica 10 luglio a Decollatura, alle 21, ancora grandi emozioni con "Mina vagante", tributo musicale a Mina, che ha già riscosso grande successo di pubblico e di critica.Da "Grande grande grande" a "L’importante è finire", da "La banda" a "Non credere" fino alle più recenti "Volami nel cuore" e "Acqua e sale", lo

spettacolo sarà un vero e proprio viaggio nella memoria attraverso le canzoni più rappresentative della "Tigre di Cremona" con l’ausilio di filmati inediti sulla sua vita artistica e privata. Sul palco saliranno quattro grandi voci calabresi come quelle di Stefano Greco (direttamente da Rai Uno con "I Raccomandati"), di Raffaella Capria (vincitrice del "Premio Mia Martini 2003"), di Mara Franconieri (vincitrice

Sabato 9 luglio i cantanti catanzaresi approderanno tutti insieme a Marina di Gioiosa Ionica per un Cantagiro live,l’evento sarà condotto da Simona Palaia

Domenica 10 luglio sarà la volta di "Mina vagante" tributo alla Tigre di Cremona, un suggestivo viaggio nella memoria, con le canzoni più belle della sua carriera Il gruppo di voci catanzaresi del Canta Calabria

delle selezioni nazionali "Sanremo Giovani 1995") e di Anna Guerra (vincitrice del "Celebrity Music Festival 2007" di Monghidoro). "Mina Vagante" è una proposta elegante in cui la storia di Mina e le musiche eseguite dal vivo della band si mescolano in un suggestivo mix di emozioni.Ad impreziosire lo spettacolo saranno anche le coreografie curate dalla bravissima Ysmeidy Velasquez. Ad accompagnare i cantanti impegnati nella due giorni sarà la Gdl Band composta da: Liano Fulciniti e Fabio Sessa, chitarre; Salvatore Fiorentino, violoncello e voce; Antonio Pastina, basso; Giuseppe Correnti, percussioni; Gianfranco Trapasso,sassofono; Francesco Giordano, tastiere; Gianfranco Caroleo, batteria con il sussidio di un professionale staff tecnico che li accompagnerà per i numerosi eventi.L’ingresso ai concerti è gratuito e gli eventi proseguiranno per tutta l’estate 2011.

Un cocktail di effetti speciali con la "Festa del sole" di Luigi Petronà CATANZARO Con gli occhi verso il cielo, per 90 minuti di trascinante spettacolo. Sul nuovo lungomare di Soverato è tutto pronto, per la grande "Festa del sole 2011: Aria, acqua, terra, fuoco e meraviglia", l’evento pirotecnico-musicale acrobatico-teatrale unico al mondo. Ideato e organizzato da Ruggero Pegna per la produzione della Provincia di Catanzaro, prenderà il via sta sera, alle 21, con ingresso libero. Giunto alla sua seconda edizione, è un cocktail di effetti speciali, grazie ai numeri acrobatici dei Sonics, una delle compagnie acrobatiche più apprezzate al mondo; le coreografie del teatro pirotecnico dell’Atmo; le fontane danzanti di Viorica e i giochi pirotecnici progettati da Fabio Pavanetto e Antonio Parente della Parente Fireworks, leader mondiale della tecnologia applicata all’arte pirotecnica. 9 torri alte 12 metri, una gigantesca gru capace di sollevare il "Pianeta Meraviglia" fino a 60 metri di altezza, un’enorme vasca per i giochi d’acqua e di luci, decine di apparecchiature ad alta tecnologia per fuochi, luci e fiamme, oltre a un palcoscenico per i numeri piroteatrali, faranno da suggestivo set scenografico dello spettacolo. Sul filo della voce narrante di Luigi Grandinetti e di un racconto scritto dallo stesso Ruggero Pegna e da Alessandro Pietrolini della compagnia Sonics, il pubblico sarà trasportatoallaricercadellameraviglia..


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani 15

CRONACHE L’attività degli uffici del tribunale di Catanzaro procede con molta fatica La denuncia è stata fatta da Giuseppe Borrelli in una conferenza stampa

Fondazione Tommaso Campanella i dipendenti incontrano il Sindaco

Il Procuratore aggiunto: gli uffici sono senza carta di Carmela Mirarchi CATANZARO - L’attività degli uffici del tribunale di Catanzaro, ed in particolare nella sezione del giudice per le indagini preliminari, procede con molta fatica perché manca la carta. La denuncia è stata fatta ieri mattina dal procuratore aggiunto di Catanzaro, Giuseppe Borrelli, nel corso di una conferenza stampa per illustrare i particolari di una operazione per l’arresto di tre persone per omicidio. «Recentemente abbiamo denunciato - ha detto Borrelli - la grave situazione in cui versava la procura della Repubblica circa la dotazione dei computer. Quel problema è stato parzialmente risolto ma ora però ci troviamo a dover fronteggiare una difficoltà ancor peggiore. Nella sezione Gip-Gup del tribunale di Catanzaro manca la carta e per questo motivo l’attività sta subendo del grossi rallentamenti». Borrelli ha poi aggiunto che «a fronte di un maggiore impegno da parte della Procura della

Repubblica ci troviamo a vedere vanificato il nostro lavoro perché gli uffici del tribunale, per problemi legati all’assenza di carta e toner e per le fotocopiatrici, non riescono a far fronte alle nostre richieste. E’ giunto il tempo - ha concluso - di dotare gli uffici giudiziari del distretto di Catanzaro degli adeguati strumenti di lavoro. Abbiamo bisogno di avere quelle risorse minime per poter proseguire la nostra attività per dare un’adeguata risposta a tutti i cittadini che chiedono giustizia».

Borrelli ha detto che «a fronte di un maggiore impegno da parte della Procura ci troviamo a vedere vanificato il nostro lavoro perché gli uffici del tribunale, non riescono a far fronte alle nostre richieste»

Anna Bolle

F IT TA S I

Lobello: giusto lo spostamento del mercatino di Lido CATANZARO - «Ho appreso con soddisfazione che il sindaco Traversa sta lavorando per una sistemazione dignitosa del mercato rionale del quartiere Lido» si legge in una nota del consigliere comunale Lobello. «Da tempo, infatti, le bancarelle sono ospitate nel tratto finale del lungomare, nella zona di Casciolino, e questo causa la paralisi del traffico in tutte le vie limitrofe - continua -. In estate, con l’arrivo dei turisti, evidenziano tanti residenti, il proble-

CATANZARO - Il Comitato di Coordinamento lotta per il Polo Oncologico ha comunicato che ieria ha richiesto un incontro tra una delegazione rappresentante del personale dipendente del Centro Oncologico e il Sindaco della Città di Catanzaro, On.le Michele Traversa al fine di relazionare sulle problematiche che sta vivendo la Fondazione Campanella «con particolare riferimento alle possibili ricadute occupazionali consequenziali che potrebbe vivere la nostra Città. Si ringrazia l’On.le Traversa che ancora una volta ha confermato la sensibilità che l’ha sempre contraddistinto nello stare vicino ai problemi della città e dei cittadini, dando la piena disponibilità all’incontro con i dipendenti già per i primi giorni della settimana entrante, analoga disponibilità siamo convinti ci verrà data dai vertici della Sanità Calabrese dai quali ancora non si ha avuto alcun riscontro».

ma diventa ancora più complesso e, in particolare, via Marco Polo e Via Niccoloso Da Recco sono impercorribili. Ecco perché diventa improcrastinabilelospostamento del mercato. L’idea di accogliere gli stand nell’area Teti è, a mio avviso, quella più immediatamente percorribile. Ma si potrebbero valutare anche altre alternative qualora l’ipotesi su cui si sta lavorando non dovesse essere perseguibile. L’importante - conclude - è dare risposte a chi abita

qui e, più in generale, a tutti coloro che transitano il giovedì in questa zona del quartiere. Sono certo che il Sindaco, assieme all’assessore al ramo, Ermanno Ferragina, riuscirà a trovare una soluzione adeguata così come ha già fatto per l’area di Giovino, diventata finalmente fruibile senza dover "ingoiare" polvere e senza rischiare di danneggiare le proprie autovetture». rc

S TA N Z E S IN G O LE a m t.3 00 dall’O spedale Pio X (C z) - A p p artam e n to ristru ttu rato - Te rm o au to n o m o co n tu tti i co m fo rt - P e r stu d e n te sse o la vo ra trici Per inform azioni chiam a il

33 4/1 875277

Vicenda Janò, mercoledì una riunione congiunta CATANZARO - Verificare lo stato d’attuazione degli interventi predisposti per affrontare il problema idro-geologico nel quartiere Janò e, nello stesso tempo, conoscere le azioni in cantiere per un superamentodefinitivodellecriticità riscontrate negli anni. E’ questa la motivazione che ha spinto i presidenti della Commissione Urbanistica, Giampaolo Mungo, e della Commissione Lavori Pubblici e Protezione Civile, Francesco Galante, a indire per il prossimo mercoledì 13 luglio alle 16,30, una riunione congiunta delle due commissioni, allargata a tutti i soggetti tecnici e istituzionali che, in qualche

modo, sono interessati da questa ricognizione. Sono stati così invitati l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Calabretta, l’assessore all’Urbanistica, Maria Grazia Caporale, il comandante dei Vigili Urbani Giuseppe Antonio Salerno, il dirigente del settore Edilizia Privata, Vincenzo Belmonte, il dirigente del settore Gestione del territorio, Carolina Ritrovato, il dirigente del settore Progettazione infrastrutturale Giuseppe Cardamone, il dirigente del settore Grandi opere, Giovanni Ciampa, i tecnici comunali, ingegnere Raffaele Frontino e Domenico Talarico. «Dopo l’evento calamitoso del febbraio dello scorso an-

no - ha affermato Giampaolo Mungo - con molte famiglie evacuate ed alcune attività imprenditoriali costrette ad abbassare la saracinesca, ci sembra doveroso, nei confronti di tutti coloro che risiedono in quel quartiere, fare un punto sulla situazione attuale. Una sorta di monitoraggio sui risultati ottenuti dopo gli interventi predisposti nell’immediatezza di quei tristi giorni. Per adesso - ha concluso Mungo - ringrazio il collega Galante per la sensibilità dimostrata nel voler, anche lui, affrontare con determinazione la vicenda. Determinazione che troveremo nel sindaco Traversa, sempre molto attento».

F IT TA S I C atanzaro C entro U so Foresteria P re stig io so im m o b ile lo ft in d ip e n d e n te d i m q 70 , e le g a n te m e n te ristru ttu ra to , fin e m e n te a rre d a to e c lim a tizza to , p re c e d e n te m e n te a b ita to d a fu n zio n a ri d i Istitu to d i C re d ito .

Per inform azioni chiam a il

33 4/1 875277


16

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

CRONACHE L’assessorato alle Politiche sociali ha reso note tutte le inziative del territorio

Emegenza climatica, Scarpino attiva una forte rete di tutela di Carmela Mirarchi CATANZARO - L’Assessorato alle Politiche Sociali di palazzo de Nobli, facendo seguito all’Ordinanza del Ministero della Salute sulla emergenza climatica estiva e le misure di tutela delle persone maggiormente suscettibili agli effetti delle ondate di calore ed all’incontro tenutosi nei giorni scorsi presso la sede dell’Assessorato, ha reso note le iniziative che saranno messe in atto dagli enti e dalle Associazioni che a titolo gratuito hanno garantito la propria disponibilità. Il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Catanzaro, come negli anni passati, metterà a disposizione le caserme del territorio. A Catanzaro la sede di Via V. Cortese, per l’accoglienza degli anziani, che comprenderà anche la visita ai locali del Comando. L’Asp di Catanzaro si avvarrà degli elenchi in proprio possesso degli anziani della città

più esposti alle conseguenze del caldo eccessivo, con l’imprescindibile coinvolgimento dei medici di medicina generale. I cittadini con conclamati problemi potranno rivolgersi al proprio medico di fiducia o alla guardia medica e, in caso di emergenza, al 118. L’Associazione Ra.Gi. Onlus metterà a disposizione degli anziani il centro "Alzheimer Cafè", un locale climatizzato sito in via Fares 77/7. L’Associazione "Il Mantello" utilizzerà il Centro sociale comunale in V.le Crotone e metterà a disposizione n. 6 volontari, che a turno, dalle ore 10 alle ore 17, garantiranno l’apertura del Centro e risponderanno alle esigenze dei cittadiniindifficoltà.L’Associazione Misericordia Trasporto Disabili offrirà un’ambulanza attrezzata per il trasporto in ospedale delle persone colpite da malore. Per le necessità si può telefonare ai n.ri 3473424675 - 3286641922. Il Centro Calabrese di Solidarietà

offrirà alle Associazioni, a titolo gratuito, il servizio di trasporto degli anziani dal proprio domicilio alle sedi indicate dalle Associazioni medesime. L’Associazione Giovi offrirà la disponibilità ad accogliere gratuitamente presso la propria struttura balneare, in località Giovino, gli anziani in difficoltà che si trovano sul litorale marino del Comune di Catanzaro. Per ogni esigenza ci si può rivolgere al Sig. Adele Perri Violetti al n. 0961 - 32034 / 3384072348. Le Aziende Auchan e Sidis metteranno a disposizione in ogni punto vendita della città dei "luoghi relax", dove gli anziani e le persone debilitate in difficoltà potranno sostare per recuperare le forze. Il Comune - Settore Politiche Sociali - garantirà interventi urgenti di natura socio-assistenziale attraverso il personale dei propri Centri sociali territoriali, negli orari di ufficio dalle ore 8 alle ore 14.

Vigili urbani, sono pronte dieci assunzioni a tempo determinato CATANZARO - Il corpo della Polizia Municipale potrà avvalersi, già a partire dalla festa patronale di San Vitaliano (il 16 luglio), di dieci nuove unità che saranno assunte a tempo determinato per far fronte alla nota carenza di personale. Le assunzioni avverranno facendo scorrere la vigente graduatoria degli ausiliari del traffico. La decisione è stata presa assecondando la volontà del sindaco Traversa e dopo una riunione alla quale hanno partecipato l’assessore al Personale Massimo Lomonaco, il direttore operativo Pasquale Costantino, il comandante di Vigili Urbani Giuseppe Antonio Salerno e il vice comandante Amedeo Cardamone. «In un periodo in cui il traffico aumenta notevolmente nel quartiere marinaro per l’accrescersi dei flussi turistici - ha spiegato l’assessore Lomonaco - si è pensato di rimpinguare un organico, quello degli agenti di Polizia Municipale, esiguo e che, certamente, sarebbe andato in sofferenza considerando anche le legittime turnazioni di ferie previste per la stagione estive. In questo momento di ristrettezze economiche per tutti gli enti locali - ha proseguito l’assessore - le prossime assunzioni, seppur a tempo determinato, rappresentano un ulteriore sforzo dell’Amministrazione Comunale per rispondere da un lato alle esigenze della città, dall’altro a quelle di quei giovani inseriti in graduatoria che da tempo attendevano una chiamata». C.Mirarchi


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani 17

CRONACHE SOVERATO - Tutto pronto sul nuovo lungomare "Giovanni Paolo II" di Soverato, sullo Ionio catanzarese, per la grandiosa "Festa del sole 2011: Aria, acqua, terra, fuoco e meraviglia" di questa sera, un evento pirotecnico-musicale-acrobatico-teatrale unico al mondo, che esalta l’arte italiana in alcuni generi di grande spettacolarità. L’inizio dello straordinario spettacolo, ideato e organizzato da Ruggero Pegna per la produzione della Provincia di Catanzaro, è fissato per le ore 21. L’ingresso è libero. Previsto l’afflusso di oltre trentamila persone da tutta la regione. La seconda edizione della "Festa del sole", che si preannuncia come uno degli eventi più spettacolari mai visti, avrà un cast sensazionale, con la formidabile compagnia acrobatica dei Sonics, gli effetti speciali e pirotecnici della Parente Fireworks, leader

Stasera la Festa del Sole sul lungomare di Soverato, previste circa 30mila persone mondiale della tecnologia applicata all’arte pirotecnica, l’acqua delle suggestive fontane danzanti di Viorica, i numeri di teatro pirotecnico dell’Atmo. Aria, acqua, terra, fuoco e meraviglia, come dice il sottotitolo dell’evento, insieme in una sequenza fantasmagorica mozzafiato. La Festa del Sole, che lo scorso anno ha incantato Lamezia Terme, vuole essere un vero tributo all’estate, in cui il meglio dell’arte pirotecnica mondiale si fonde con il teatro urbano di alcune delle compagnie più apprezzate a livello internazionale, con una serie di effetti e sorprese da lasciare tutti stupefatti, con gli occhi verso il cielo. Nove torri alte dodici metri, una gi-

Il Pd dagli operai che occupano depuratore NOCERA TERINESE - Una delegazione del Pd, guidata dal coordinatoreprovincialediCatanzaro Pasqualino Mancuso, dal segretario del circolo Tonino Albi, si é recata all’impianto di depurazione di Nocera Terinese per incontrare i cinque lavoratori che da giorni hanno occupato l’impianto per protestare contro il loro licenziamento. «Le condizioni dei lavoratori che hanno gestito l’impianto di depurazione di Nocera Terinese - ha sostenuto Mancuso dopo avere incontrato i cinque operai - è ormai intollerabile e necessita di una soluzione immediata che li rassicuri e che, nel contempo, consenta la certezza della gestione completa del cic-

lo di depurazione tenendo conto che la stagione estiva, nel pieno svolgersi, non consente interruzioni del servizio. Il Pd lavorerà insieme al sindacato per assumere le azioni più idonee per portare a soluzione il problema nel mentre assistiamo alla inadeguatezza permanente nell’individuazione di una strategia che faccia fuoriuscire la Calabria dalla drammatica ed intollerabile, lunga emergenza nella gestione del ciclo dei rifiuti e della depurazione che rischia di scaricarsi drammaticamente sulle comunità locali».

A. Bolle

Detenzione ai fini dello spaccio, un arresto SAN SOSTENE - Nella giornata di mercoledì, i carabinieri della stazione di Davoli traevano in arresto Carlo Fiore classe ’80 residente a San Sostene, pregiudicato per reati specifici, poichè ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari operanti, intervenuti a seguito di sinistro stradale autonomo causato dallo stesso alla guida di un’Alfa Romeo "Mito" nei pressi di San Sostene, insospettitidall’atteggiamentodel medesimo hanno deciso dii sottoporlo a controlli clinici presso l’ ospedale di Soverato. Risultato positivo per assunzione di droghe, i militari hanno perquisito il domicilio del Fiore, dove vè stata trovata della marijuana per un

peso complessivo di circa 7 grammi suddivisa in dosi e la somma di euro 240 in banconote di vario taglio ritenuta provento di spaccio, sottoponendole in sequestro. Di conseguenza, il Fiore è stato dichiarato in stato d’arresto e data notizia al Pm di turno si è proceduto alla sottoposizione dello stesso agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo che si è concluso ieri con la convalida dell’arresto e, stanti i precedenti specifici, l’irrogazione della misura cautelare personale dell’obbligo di presentazione alla Pg.

rc

gantesca gru capace di sollevare il "Pianeta Meraviglia" dei Sonics fino a sessanta metri di altezza, un’enorme vasca per i giochi d’acqua e di luci, decine di apparecchiature ad alta tecnologia per fuochi, luci e fiamme, oltre a un palcoscenico per i numeri piroteatrali dell’ Atmo, faranno da suggestivo set scenografico ai novanta minuti di emozionante e trascinante spettacolo. Sul filo della voce narrante di Luigi Grandinetti e di un racconto scritto dallo stesso Ruggero Pegna e da Alessandro Pietrolini della Compagnia Acrobatica Sonics, con il sottofondo di una potente e suggestiva colonna sonora, la Festa del Sole 2011 propone uno spet-

tacolare cocktail di effetti speciali e pirotecnici progettati da Fabio Pavanetto e Antonio Parente della Parente Fireworks, emozionanti giochi di luce e di acqua, gli incredibili numeri acrobatici dei Sonics, una delle compagnie acrobatiche più apprezzate al mondo, senza protezioni a decine di metri dal suolo e le splendide coreografie del teatro pirotecnico dell’Atmo, caratterizzate da eccezionali costumi. Uno spettacolo multigenere che incastona le meravigliose evoluzioni dei Sonics in una sequenza di quadri fantastici di effetti speciali di tutti i tipi studiati per l’occasione. Uno spettacolo unico e originale che si snoda su un palcoscenico reale e

altri spaziali e immaginari, che uniscono la terra al cielo. Il pubblico sarà coinvolto dall’incredibile impatto visivo, ma anche dalle suggestioni del racconto di un viaggio tra le pieghe dell’animo umano, le vie dell’universo e le percezioni della mente alla ricerca dello stupore e della meraviglia, fino alle viscere del sole. Una vera festa del sole che, davvero unica, come garantiscono gli organizzatori, aprirà l’estate catanzarese e calabrese. Wanda Ferro, presentando l’evento, si è dichiarata entusiasta di poter produrre uno spettacolo che fonde varie arti, cultura e grandi emozioni: «Mi auguro - ha detto - che l’estate 2011 possa essere per tutti scoppiettante ed emozionante come questo spettacolo!».

rc


18

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

CRONACHE LAMEZIA TERME - «Inquietante quanto sta accedendo a Lamezia», afferma il presidente del Consiglio regionale della Calabria Francesco Talarico dopo il nuovo omicidio avvenuto giovedì mattina. «Ancora una vita stroncatadalla violenza mafiosa, un nuovo preoccupante episodio criminale che dimostra a quale livello di pericolosità si è giunti nella vita pubblica e per la sicurezza dei cittadini, in un territorio dove c’e’ bisogno di far convergere gli sforzi ditutti, istituzioni e cittadini, per fermare la violenza mafiosae far prevalere le regole

Talarico sull’agguato a Lamezia Terme: necessario alzare il livello d’attenzione democratiche, senza le quali un consorzio sociale e civile che ha già tanti altri problemi, non può crescere e guardare serenamente e con speranza al futuro. Occorre alzare il livello di attenzione, di controllo e di prevenzione, in un’area dove già forze dell’ordine emagistratura esprimono da tempo il massimo impegno e com-

pionotutti gli sforzi possibili. Occorre irrobustire la loro azione, mettendo in campo tutte le forze necessarie a stroncare la spirale di violenza che frena lo sviluppo sociale ed economico del lametino, come di altre aree della regione. Un ruolo importante spetta alla societa’ civile che, insieme a

quantihanno responsabilità a vari livelli, deve contribuire a ogniazione possibile contro il cancro della ndrangheta che insidiala nostra Calabria e dal quale occorre liberarsi».

rc

Il presidente Scopelliti: nelle prossime settimane un incontro tecnico

«In pochi mesi il centro protesi grazie alla sinergia con l’Inail» di Carmela Mirarchi LAMEZIA TERME - «C’é una forte sinergia tra Regione e Inail per la realizzazione del centro protesi di Lamezia Terme e nel giro di pochi mesi anche i lavori saranno ultimati». Lo ha detto il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti parlando con i giornalisti nel corso della presentazione di una campagna di prevenzione degli infortuni sul lavoro promossa con Inail e Direzione regionale del Lavoro. «Stiamo ipotizzando per le prossime settimane - ha aggiunto Scopelliti - un incontro tecnico per individuare le azioni da realizzare rispetto agli obiettivi che dovrà perseguire il centro e alle esperienze che sono state maturate sino ad oggi in analoghe strutture. Con il presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico abbiamo avuto un incontro molto proficuo con il presidente dell’Inail Fabio Marco Sartori.Rimanedapartedell’Istituto, con il quale c’é una forte sinergia, la volontà di investire in questa struttura di grande importanza». Intano los corso cinque luglio si era svolto un importante incontro il cui esito era stato quello di un

tavolo tecnico tra Inail e Regione Calabria per procedere all’attivazione del Centro protesi Inail di Lamezia Terme. All’incontro erano presenti: Giuseppe Scopelliti e Franco Talarico, ed il presidente dell’Inail Fabio Marco Sartori. Durante la riunione si era parlato approfonditamente della struttura realizzata nell’area industriale del lametino, proprio per definire i termini ed i tempi di apertura del centro. Il tavolo tecnico si pone l’obiettivo di accelerare sulle modalità di apertura della struttura, un centro di eccellenza non solo per la Calabria ma per l’intero Mezzogiorno e per i paesi del Mediterraneo. Grande interesse per la realizzazione c’è stata anche da parte del Presidente del

Consiglio regionale, Francesco Talarico, che nei giorni scorsi aveva dichiarato: «Continuerò a seguire con grande attenzione il percorsocheporteràall`apertura del Centro Protesi di Vigoroso di Budrio. Questa struttura che si candida ad essere, a tutti gli effetti, luogo d`eccellenza dell`intero Mediterraneoperlarealizzazione di protesi. In questo contesto conclude Talarico - considero quanto mai opportuno l`incontro, auspicato dallo stesso Scopelliti, tra i vertici dell`Inail e quelli della Regione Calabria per mettere a punto un piano operativo e condiviso di breve termine. L`obiettivo è creare, nella nostra terra, un Centro di alta specializzazione».

«Entro settembre comunque ci sarà un incontro tecnico sugli obiettivi, che potrebbero essere modificati alla luce delle mutate esigenze. C’è, in ogni caso, la forte determinazione dell’Inail ad investire. C’e’ una forte sinergia fra la Regione e l’Inail»

Sequestro villa per esponente di una cosca LAMEZIA TERME - Un immobile abusivo archeologico e sottoposto a vincolo paesu due livelli, con il pianoterra finito ester- saggistico. namente e con il piano superiore ancora da ultimare, è stato sequestrato dai carabirc nieri a Lamezia Terme a Domenico Iannazzo, 52 anni, ritenuto dagli investigatori componente dell’omonima cosca della ’ndrangheta. Il sequestro e’ stato effettuato dai militari della Compagnia in esecuzione di un’ordinanza di sequestro d’urgenza disposto dalla procura della Repubblica. L’immobile, costruito in località Cafarone, sarebbe stato realizzato in assenza di permesso di costruire e senza alcuna progettazione. Nel decreto di sequestro viene fatto rilevare, inoltre, che l’opera è stata realizzata su un terreno d’interesse

Agguato a Lamezia Terme, Idv: moto di ribellione contro la criminalità LAMEZIA TERME - Il coordinatore cittadino dell’Idv, Giuseppe Gigliotti, in una nota ha evidenziato che «il clima in città è fatto davvero rovente e di grande preoccupazione. Non si puó nascondere il salto di qualità compiuto in questi ultimi tempi dalla criminalità locale e i timori che attanagliano commercianti e semplici cittadini. Le intimidazioni - prosegue - e gli atti vandalici sono all’ordine del giorno. In città ci si sente insicuri e poco tranquilli. E’ necessario un moto di ribellione contro la criminalità , vigilanza e messa in sicurezza della città. Lavoro, agibilità sociale, lotta contro tutte le forme di precarietà per creare i presupposti onde togliere il terreno sotto i piedi alla delinquenza comune ed organizzata. Partiti, organizzazioni sociali, sindacati, ognuno - conclude Gigliotti - faccia la propria parte. Le forze dell’ordine siano dotate di mezzi ed uomini per poter sconfiggere definitivamente le forze criminali».

Anna Bolle

Mario Magno: serve scatto d’orgoglio LAMEZIA TERME - «Di fronte all’escalation criminosa che ha colpito la nostra città di Lamezia ritengo non più sufficiente l’esternazione di un mero sentimento d’indignazione» è quanto afferma in una nota, il consigliere regionale e presidente della commissione riforme e decentramento, Mario Magno. «E’ arrivato, infatti - prosegue - il momento in cui appare necessario ed indifferibile concretizzare uno scatto d’orgoglio che porti l’intera società civile ad affiancare l’azione della magistratura e delle forze dell’ordine nel contrasto del fenomeno criminale che nell’ultimo periodo emerge in tutta la sua arroganza. La Lamezia sana, quella che non ci sta a farsi scivolare sulla pelle l’uccisione in pieno centro e giorno di

un ragazzo di 20 anni, deve essere protagonista di questa battaglia civile contro chi, giorno dopo giorno, tenta di appropriarsi della sua quotidianità. In questa direzione, la classe dirigente è chiamata a dare il buon esempio. E’ mia intenzione, inoltre - conclude Magno - partecipare a tutte le iniziative, anche di carattere istituzionale, che coinvolgeranno l’intera società civile e, a tal fine, invito ogni cittadino lametino a non lasciarsi sfuggire l’occasione di diventarne protagonista: in gioco, infatti, c’é il futuro di ognuno di noi e dei nostri figli».

rc


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani 19

CRONACHE COSENZA - Ieri su tutti i giornali italiani è uscita la notizia dell’intenzione di reclutare gli 007 presso le università. E proprio oggi alle ore 9.30 a Rende presso l’Aula "Caldora" dell’Università della Calabria inizieranno le discussioni delle tesi di laurea della quarta edizione del Master in Intelligence promosso dall’Ateneo calabrese e diretto da Mario Caligiuri. Come si ricorderà, quello calabrese è il primo corso di studi sull’intelligence promosso in una universita’ italiana, dove, nel corso degli anni, si sono alternati co-

Unical, iniziano le discussioni delle tesi del Master in Intelligence me docenti esperti, studiosi e operatori del settore. Tra questi, i giornalisti Lucio Caracciolo e Pino Buongiorno, i generali Fabio Mini e Carlo Jean, i prefetti Carlo Mosca e Vittorio Stelo, gli storici Paolo Preto e Virgilio Ilari, i giudici Rosario Priore e Nicola Gratteri, gli economisti Paolo Savona e Carlo Pelanda, i sociologi Pino

Arlacchi e Mario Morcellini, i funzionari della Presidenza del Consiglio Adriana Piancastelli e Alessandro Ferrara, il costituzionalista Antonio Baldassarre, il politologo Giorgio Galli,il criminologo Francesco Bruno. Gli iscritti hanno effettuato stages presso Enel, Sky TG 24, Impregilo, Centro Intelligence Guerra Elettroni-

ca del Ministero della Difesa, la Polizia Postale ed altri. Negli ultimi due anni, sono stati effettuati laboratori di approfondimento sul tema della ’ndrangheta, dai quali sono anche scaturiti due volumi, entrambi curati da Mario Caligiuri ed editi da Rubbettino per la Collana del Centro Studi sull’Intelligence dell’Università

della Calabria: "Intelligence e ’Ndrangheta" (2009) e "Cultura della legalita’. Come lo Stato sta combattendo la ’Ndrangheta" (2010). Altri volumi sono in uscita. Tra gli studenti, c’è anche chi è venuto dalla Spagna per frequentare il Master dell’Università della Calabria, come Claudio Paya Santos che discuterà una tesi su "L’analista di intelligence nel contesto globale".

rc

Avvenne nel 2002 nell’ambito della guerra di mafia tra le cosche cosentine

Fatta luce sull’omicidio di Pezzulli, tre arresti della Dia COSENZA - La Dia ha arrestato tre persone, Domenico Cicero, 54 anni; Francesco Chirillo, 53 anni e Davide Aiello, 58 anni, con l’accusa di essere responsabili dell’omicidio di Carmine Pezzulli, avvenuto a Cosenza nel luglio del 2002 nell’ambito della guerra di mafia tra le cosche cosentine. Gli arresti sono stati fatti dalla Dia di Catanzaro in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip su richiesta della Dda del capoluogo calabrese. I tre arresti sono giunti, riferisce la Dia, a conclusione di una complessa ed articolata indagine, ulteriore fase dell’operazione denominata Terminator fatta nel settembre del 2008 con l’arresto, complessivamente, di 25 persone. Dall’attività investigativa è emerso che l’assassinio di Carmine Pezzulli è da collegare alla sua appartenenza alla cosca capeggiata da Domenico Cicero, che nel 2002 si contendeva con gli altri gruppi mafiosi cittadini il controllo delle attività illecite a Cosenza. C’é anche Francesco Chirillo, il presunto boss della ’ndrangheta di Paterno Calabro (Cosenza), tra le tre persone arrestate ieri dalla Dia di Catanzaro per l’omicidio di Carmine Pezzul-

li, compiuto a Cosenza nel luglio del 2002 nell’ambito della guerra di mafia tra le cosche cosentine. L’operazione di ieri è una prosecuzionedell’operazioneTerminator compiuta nel settembre del 2008 e nel maggio 2010 con l’arresto complessivamente di 25 persone. Carmine Pezzulli venne seguito da un primo gruppo di persone che osservarono i suoi spostamenti. I killer entrarono in azione prima inseguendo la vittima per un breve tratto di strada e poi, quando l’automobile della vittima si fermò ad un semaforo spararono diversi colpi di pistola calibro 9. Pezzulli, che fu raggiunto in diverse parti del corpo, morì

all’istante. L’omicidio di Carmine Pezzulli è il penultimo delitto della guerra di mafia tra le cosche della ’ndrangheta cosentina. Carmela Mirarchi

C’è anche Francesco Chirillo, il presunto boss della ’ndrangheta di Paterno Calabro tra le tre persone arrestate ieri

Io gioco sicuro, al via l’evento del Club Giovani Soci Bcc Mediocrati PAOLA - Domenica 10 Luglio alle ore 12 presso il Lido Jamaica Beach, via Lungomare Nord a Paola, si terrà "Io gioco pulito". L’evento,organizzatodalClubGiovani Soci Bcc Mediocrati, sarà un momento divertente di aggregazione e un’occasione per riflettere sull’importanza del rispetto delle regole in campo così come nella vita. Un’intera giornata all’insegna dello sport e del divertimentodurantelaqualeprenderàvita il torneo di Beach Volley. Testimonial d’eccezione saranno le pallavoliste della squadra di Volley femminile Bcc Mediocrati che arbitreranno le diverse partite. Per i meno sportivi è previsto il torneo di " Cittadini. "Io gioco pulito" nasce dalla volontà del Club Giovani Soci Bcc Mediocrati di rafforzare e diffondere tra le nuove generazioni, attraverso il veicolo del gioco, la consapevolezza che i valori quali lo spirito di squadra, la lealtà e la correttezza, siano i soli che possano consentire ai giovani di crescere non solo come sportivi, ma anche come soci, cittadini, e uomini. «La nostra associazione, grazie al supporto della Bcc Mediocrati, si propone tramite questa iniziativa, - sottolinea Daniela Giordano, Presidente del Club Giovani Soci Bcc Mediocrati - di promuovere ancora una volta i valori cooperativi. Il gioco e lo sport possono esser il giusto mezzo per coinvolgere tutti nella promozione del fair play». Anna Bolle

L’uomo fu ucciso per un furto nella cassa della cosca, colpevoli individuati grazie ai pentiti COSENZA - Il furto di una somma di denaro della cassa comune della cosca provocò l’omicidio di Carmine Pezzulli, ucciso a colpi di pistola nel luglio del 2002 a Cosenza. Per l’omicidio ieri mattina il personale della Dia di Catanzaro ha arrestato Domenico Cicero, 54 anni; Francesco Chirillo, 53 anni e Davide Aiello, 58 anni. . Ai tre arrestati è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip distrettuale di Catanzaro, Maria Rosaria Di Girolamo, che ha accolto la richiesta del procuratore aggiunto del capoluogo calabrese, Giuseppe Borrelli, e del sostituto procuratore di Cosenza, Salvatore Di Maio. Nel corso delle indagini è emerso che Domenico Cicero e Francesco Chirillo

sarebbero stati i mandanti del delitto mentre Davide Aiello fu l’esecutore materiale. Il personale della Dia ha analizzato alcune intercettazioni telefoniche ed ambientali dalle quali era emerso che le cosche del cosentino avevano intenzione di organizzare un omicidio nei confronti di un affiliato che si era appropriato della somma di 800 milioni di vecchie lire. Attraverso le dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia si è riusciti ad individuare che la vittima era Carmine Pezzulli, indicato come il contabile della cosca capeggiata da Domenico Cicero. Attraverso una serie di riscontri gli investigatori sono riusciti a stabilire il ruolo dei tre arrestati. I particolari delle indagini sono stati resi

noti dai procuratori aggiunti di Catanzaro e Cosenza, Giuseppe Borrelli e Domenico Airoma, dal direttore del centro operativo di Reggio Calabria della Dia, Francesco Falbo, e dal responsabile del centro operativo della Dia di Catanzaro, Antonino Cannarella. «L’omicidio di Pezzulli - ha detto Borrelli - fu un regolamento interno all’associazione perché accusavano la vittima di essersi impossessato di 800 milioni di lire. Attualmente in provincia di Cosenza c’é una forte alleanza tra le cosche Cicero-Lanzino-Chirillochehaportatoalla pace mafiosa. Ma, a nostro avviso, anche se c’é una situazione di tranquillità bisogna affrontare in modo incisivo il problema dell’arresto dei latitanti Franco Presta ed

Ettore Lanzino i quali continuano a controllare e gestire i loro affari». Nove anni dopo l’omicidio di Carmine Pezzulli, avvenuto a Cosenza il 22 luglio 2002, arrivano le ordinanze di custodia cautelare in carcere per mandanti ed esecutori. In manette Domenico Cicero, 54 anni, di Cosenza, già detenuto per altra causa al regime del 41 bis; Francesco Chirillo, 43, di Paterno Calabro, e Davide Aiello, 48, di Rende.

Carmela Mirarchi


20

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

CRONACHE CROTONE - Il presidente della Coldiretti Calabria, Pietro Molinaro, è detto in un comunicato,«condanna fermamente l’atto che ha colpito l’azienda agricola dell’imprenditore Massimo Marrelli che ha distrutto completamente il fienile e quanto conteneva. Probabilmente non si è lontani dalla verità, ma questo lo accerteranno gli inquirenti - prosegue Molinaro - nel pensare che l’atto sia riconducibile all’attività politica svolta dalla vice presidente della Giunta regionale, Antonella Stasi, con-

Incendio nel capannone della Stasi: una reazione contro il suo impegno sorte dell’imprenditore, apprezzata per il suo impegno, equilibrio e grande senso delle istituzioni. Dobbiamo tutti fare emergere la Calabria del buon senso concludeilpresidentedellaColdiretti - di cui è ricca la regione che non merita di essere rappresentata solo dalla cronaca nera bensì da persone, che ognuno per la

propria parte di responsabilità, contribuisca a continuare un percorso che assicuri a tutti ed in particolare alle giovani generazioni un futuro migliore». «Se l’incendio che ha invaso una struttura facente parte dell’azienda agricola di proprietà del marito del vicepresidente della Giunta regionale, Antonella Stasi, fosse

dainterpretarsi,comepare,come un atto intimidatorio, sarebbe un dovere per chi fa parte delle istituzioni non solo esprimere solidarietà e vicinanza nei confronti della Stasi, ma anche manifestare lo sdegno più profondo verso un’azione vile e battersi in maniera ancor più decisa per sconfiggere le forze deviate che

minacciano la Calabria» ha affermato invece il presidente della commissione Sanità del Consiglio regionale Nazzareno Salerno. «Probabilmente - prosegue - il lavoro compiuto dalla Stasi per spezzare le catene del sottosviluppo che tengono legata questa regione dà fastidio a quanti, con metodi basati sul sopruso e sulla violenza, cercano di mantenere il controllo di parte del territorio restringendo la libertà dei cittadini». rc

Vallone non si è presentato all’incontro, intervengno anche le forze dell’ordine

Al Comune esplode la protesta di molti lavoratori crotonesi di Carmela Mirarchi CROTONE - Rissa sfiorata e tensione alla stelle ieri mattina al Comune di Crotone, dove un nutrito gruppo di lavoratori cassintegrati e precari di varie aziende del territorio attende il sindaco Peppino Vallone che avrebbe dovuto tenere un incontro con i rappresentanti della Provincia e del Centro per l’impiego per discutere sui possibili piani di occupazione per tutti quei lavoratori che in quest anni hanno perso la sicurezza lavorativa. Sono circa 300 gli ex dipendenti Sasol, Villa Giose, Pertusola e Salvaguardia ambientale che attendono una risposta concreta; questa mattina un gruppo di circa

Dopo la tensione e le urla è arrivata la delusione, soprattutto per il mancato apporto degli stessi lavoratori che hanno iniziato a ritirarsi poco a poco

30 persone (ma continuano ad aumentare) dopo aver avuto la conferma che il sindaco non avrebbe partecipato all’incontro hanno occupato il Comune. Gli stessi lavoratori hanno chiesto di essere rappresentati da Pasquale Mungari, consigliere nazionale Cisal, che ha ribadito come l’emergenza stia raggiungendo livelli catastrofici. «Il sindaco ha fatto sapere di non poter venire qui perché ha impegni più importanti - ha aggiunto Mungari - ma cosa c’è di più importante delle risposte che la gente che l’ha votato pretende? Tutto questo è scandaloso e noi non ci muoveremo da qui fin a quando Vallone non si presenterà ai suoi cittadini». All’incontro si sono presentati Pietro Durante per la Provincia e una rappresentante del Centro per l’Impiego che si sono allontanati dopo l’annunciata assenza di Vallone. «L’incontro era fssato ha ribadito Mungari - ma come al solito si sono rivelate solo promesse utilizzate in campagna elettorale e poi rimangiate». Il numero di lavoratori è cresciuto per tutta la mattinata, un lavoratore si è anche incatenato

sulle scale. Le forze dell’ordine hanno già annunciato l’interveno per togliere tutti con la forza e far scattare le denunce verso chi desiste. Alle 14 circa sono state chiuse le porte e i cancelli del Comune, mentre i protestanti che erano all’interno della struttura hanno detto di non voler lasciare la loro postazione. Le forze dell’ordine hanno fatto sgombrare gli uffici e i dipendenti hanno lasciato le stanze per evitare ulteriori disagi.Solo dopo le 14 la protesta dei lavoratori precari crotonesi si è sgonfiata e si è spostata velocemente fuori dal palazzo comunale. Dopo la tensione e le urla è arrivata la delusione, soprattutto per il manacato apporto degli stessi lavoratori che hanno iniziato a ritirarsi poco a poco, lasciando a presidio solo alcuni colleghi. «Non si può fare una protesta con poche unità mentre gli altri se ne stanno a casa ha dichiarato Pasquale Mungari, della Cisal mi hanno chimato questa mattina e sono venuto immediatamente a dare il mio apporto ma non si può fare una protesta in questi termini. Dove sono le famiglie? dove sono gli altri lavoratori?».

Estrazione dei biglietti lotteria del Cuore ISOLA CAPO RIZZUTO - Ieri, l’Associazione Autismo KR ha svolto ad Isola Capo Rizzuto, l’estrazione dei biglietti della lotteria del Cuore. L’iniziativa è finalizzata al finanziamento del progetto vacanza generalizzazione e integrazione, per 20 bambini ed adulti con autismo della provincia di Crotone, presso struttura attrezzata a Le Cannella. Obiettivo del progetto è stato quello di generalizzare in un contesto naturale quanto acquisito nel corso dell’anno al Centro. Secondo la testimonianza diretta di alcuni genitori il progetto ha avuto un notevole successo in quanto ha evidenziato un netto miglioramento nella sfera socio-relazionale e comportamentale.

Controlli antidroga della Polizia: un arresto e tre denunce CROTONE - Nell’ambito di mirati servizi disposti dal Questore di Crotone volti al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nel capoluogo, giovedì, gli agenti della Polizia di Stato hanno: tratto in arresto Anna Maria Rizzo, pregiudicata, classe1970, sorpresa nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A seguito di perquisizioni domiciliari venivano rinvenute 49 dosi di sostanza stupefacente di tipo hashish confezionate singolarmente in involucri di carta in alluminio per un totale di grammi 33,1 e 1 bilancino digitale di precisione con all’interno tracce di sostanze stupefacenti di tipo hashish corredato di 2 mini stilo nonché denaro in contante; deferito in stato di libertà all’Ag, per il reato concorso in detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, S. F., crotonese, classe 1971 e L. P., crotonese, classe 1988. La perquisizione portava al rinvenimento di grammi 21,8 di sostanza stupefacente del tipo eroina, di grammi 235 di sostanza da taglio per la preparazione dello stupefacente ed un bilancino di precisione digitale. L’intensificazione dei servizi di Polizia, nella medesima giornata consentiva al personale della Squadra Amministrativa della locale Questura di deferire in stato di libertà R. F., crotonese, classe 1982, titolare di Sala Giochi - Internet Point, in quanto responsabile del reato di pubblicità di allibratore estero non autorizzato ad esercitare la raccolta scommesse sul territorio nazionale poiché privo di concessione Aams.

Anna Bolle

La solidarietà di Proto alla Stasi CROTONE - «Guardo con piena fiducia al lavoro della Magistratura con l’augurio che possa fare al più presto piena luce su quello che sembra avere tutti i connotati dell’ennesimo vile atto intimidatorio». E’ quanto si legge in una nota di Benedetto Proto, Presidente Consiglio Provinciale Crotone. «Come cittadini abbiamo il dovere di ribellarci e non solo sperare che si possa trattare dell’ultimo di una serie infinita di gesti incivili che ormai sta caratterizzando il nostro territorio - continua -. In qualità di Presidente mi faccio portavoce dell’intero Consiglio Provinciale di Crotone nell’esprimere solidarietà e vicinanza all’imprenditore Massimo Marrelli ed alla Vice Presidente rc della Regione Calabria Antonella Stasi.

Infatti, i soggetti che hanno partecipato alla vacanza, hanno svolto un programma mirato al compimento di normali attività quotidiane, rendendosi autonomi nelle escursioni in spiaggia, al ristorante in cui pranzavano e nelle attività ludiche previste. Molti degli educatori presenti son stagisti iscritti presso l’Università della Calabria che hanno voluto fortemente partecipare al progetto per meglio confrontarsi con le mansioni di loro interesse professionale.

A loro rivolgo un forte incoraggiamento nel proseguire con rinnovata convinzione nelle proprie attività imprenditoriali e politiche. Solo con il lavoro e la rettitudine - conclude Benedetto Proto, Presidente Consiglio Provinciale Crotone - si può dare un buon esempio a tutti i calabresi onesti che nulla hanno a che fare con episodi del genere e che penalizzano un’intera regione».

rc


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani 21

CRONACHE VIBO VALENTIA - Continuano i controlli a tappeto degli uomini della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia nei locali pubblici del capoluogo e dei comuni limitrofi. Ad entrare in azione sono stati questa volta i militari della Stazione di Vibo Valentia ed i loro colleghi del Nas di Catanzaro che hanno ispezionato un noto ristorante di Vibo Valentia. Gli uomini dell’Arma hanno così potuto accertare come il titolare dell’esercizio commerciale, in violazione delle autorizzazioni rilasciate, al fine di aumentare i

Multa di mille euro ad un ristorante di Vibo posti del proprio locale, aveva adibito a sala ristorante anche il seminterrato. Per lui è così immediatamente scattatalasanzioneamministrativa prevista e dovrà pagare all’erario ben 1.000 euro di contravvenzioni. I controlli in materia sanitaria continuano quindi a ritmo serra-

to e proseguiranno per tutta la stagione estiva estendendosi a tutte le mete turistiche al fine di garantire il rispetto delle normative vigenti in campo sanitario ed alimentare.

Rosa Voci

Per il segretario: con le linee guida del piano di rientro salteranno dirigenti

Cisal: sanità, a Vibo ci sarà il ridimensionamento dei servizi di Carmela Mirarchi VIBO VALENTIA - «Sull’imminente arrivo delle linee guida sulla sanità si sta facendo strada da qualche giorno un corridoio di indiscrezioni che se vere potrebbero riservare spiacevoli sorprese sul già difficile percorso della sanità pubblica vibonese. Si tratta dei fulmini che andranno ad abbattersi sull’Asp per la piena applicazione del "Piano di rientro sulla sanità calabrese"» si legge in una nota delsegretariogeneraleCisalCavallaro. «Stando ad alcune indiscrezioni trapelate, infatti, la terna commissariale di Palazzo ex Inam, presieduta dalla dott.ssa Gerardina Basilicata, si appresterebbe ad avviare un giro di vite che coinvolgerebbe servizi e personale dell’Asp. In sostanza sarebbe pronto l’uso della spada di Damocle sulle teste dei dirigenti di alcuni servizi e su alcune attività che verrebbero ridimensionate.Altro che potenziamento di servizi! Quel che più giova sottolineare - continua - è che ancora una volta i gravi problemi che affliggono la sanità pubblica vibonese vengono equiparati a quelli delle altre Aziende sanitarie e ospe-

daliere della regione.In pratica quanto accaduto nell’ospedale vibonese, attraverso la morte di Federica Monteleone ed Eva Ruscio, l’uccisione dell’angiologo Costanzo Catuogno, gli interventi a ripetizione dei Nas, delle commissioni parlamentari d’inchiesta sulla sanità non costituiscono, stando a quanto accade, alcun serio momento di riflessione rispetto alle altre situazioni esistenti sul territorio regionale. Chi sperava che il pesante fardello, contenente episodi di avvilente malasanità, potesse aiutare la Regione Calabria a capire che su Vibo Valentia era necessario guardare con occhio ed attenzione diversa rispetto agli altri, dovrà ricredersi.Questo vuol dire che alla Commissione straordinaria di Palazzo ex Inam verrebbe affidato un vero e proprio piano di ridimensionamento che riguarderà i ruoli e le tasche di alcuni dirigenti e quel che più preoccupa la funzionalità di alcuni servizi. Questo - aggiunge - significa che andremo incontro ad una estate decisamente torrida se è vero che la temperatura del termometro dell’Asp tenderà a salire sensibilmente grazie al-

le insistenti indiscrezioni che già da qualche giorno trapelano dentro e fuori la struttura.La sanità vibonese non può continuare a pagare a caro prezzo gli effetti di alcune gravi scelte che hanno segnato il passato. La politica, di recente, ha sempre sostenuto che la sanità vibonese ha bisogno di una netta inversione di tendenza e che la popolazione di tutto il territorio deve sentirsi garantita sulla continuità di un’attività che va migliorata e non ridimensionata. Praticare la cultura del risparmio a tutti i costi sulla derelitta sanità vibonese ci sembra eccessivo perché significa non comprendere che la tolleranza della stessa popolazione potrebbe degenare. Possibile che si continui ad ignorare il fermento di protesta che sale da alcune strutture come Tropea, Soriano e Serra San Bruno? E tutte quelle assicurazioni che hanno fatto seguito nelle immediatezze del verificarsi degli episodi disastrosi che fine anno fatto? La politica regionale deve spezzare una lancia in favore della sanità vibonese che non può più tollerare ennesime delusioni» conclude Franco Cavallaro.

Regione: approva il piano per gli ammortizzatori VIBO VALENTIA - La Regione ha approvato il piano provinciale per gli ammortizzatori sociali in deroga, deliberato dalla giunta De Nisi il 9 dicembre 2010. A comunicarlo è l’assessore provinciale al Mercato del lavoro, Michele Mirabello, che ha accolto la notizia con grande soddisfazione, annunciando le iniziative che ora verranno adottate per rendere operativo il progetto che riguarda circa 600 lavoratori vibonesi, la maggioranza dei quali in cassa integrazione straordinaria e gli altri in mobilità. «Attendevamo da tempo il via libera della Regione - ha sottolineato Mirabello -, ora possiamo procedere con l’attuazione delle po-

litiche attive previste dal piano, attraverso la concertazione con le organizzazioni sindacali, le associazioni datoriali e gli Enti locali». Grazie alla annunciata copertura finanziaria, infatti, sarà possibile consentire ai lavoratori in questione di effettuare 12 mesi di tirocinio (integrato da 20 ore di formazione) nelle aziende e negli enti che si dichiareranno disponibili ad accoglierli, con il duplice obiettivo di assicurare la continuazione del sostegno al reddito e un percorso formativo sul campo per acquisire nuove competenze professionali o consolidare quelle già detenute. Mirabello, dunque, all’inizio della prossima settimana, avvierà la

necessaria fase concertativa con i sindacati e le rappresentanze datoriali, al fine di incrociare le competenze dei lavoratori coinvolti con le reali esigenze delle aziende e degli Enti locali. I dettagli del piano e gli orientamenti formativi saranno illustrati nei prossimi giorni nel corso di una conferenzastampacheverràconvocata a questo scopo.

Antonella Marino

Uil pensionati: la Regione vari la legge per la non autosufficienza VIBO VALENTIA - La Uil Pensionati ha messo intorno a un tavolo sindaci, rappresentanti del terzo settore, la Regione e la Provinci di Vibo Valentia, per un confronto su uno dei temi del welfare. Sono intervenuti l’assessore provinciale Pasquale Fera, la dottoressa Fiorillo per il comune di Vibo, il presidente del Csv, Roberto Garzulli e don Antonio Vattiata dell’associazione "Libera". Dagli interventi, spiega una nota, «è emersa la necessità di un coordinamento tra i diversi attori e di una progettualità coerente e condivisa. Vanno bene insomma le iniziative dei singoli ma occorre uscire dalla episodicità e garantire continuità nei servizi alle persone. Dal mondo dell’associazionismo, inevitabilmente, è arrivato il richiamo forte alla politica perchè faccia la sua parte e comprenda che dai servizi sociali possono arrivare risposte incisive non solo per i cittadini che di quei servizi hanno bisogno ma anche risposte alla domanda di lavoro che, nel Vibonese, è particolarmente avvertita. Su questi temi, - si legge - l’assessore regionale alle politiche sociali, Francescantonio Stillitani ha invitato tutti a non farsi troppe illusioni. I costi delle rette per le strutture di assistenza accreditate, sommati a quelli per i servizi sono, di fatto, superiori alle risorse di cui dispone in bilancio la Regione, con tutte le conseguenze che si possono immaginare. La soluzione avrebbe potuto offrirla la legge sulla non autosufficienza, puntualmente predisposta dallo stesso Stillitani, che proprio con la Uil pensionati aveva preso un impegno meno di un anno fa. Peccato che la legge sia ferma in Consiglio, bloccata anche al taglio drastico dato dal governo centrale al fondo per la non autosufficienza». Una svolta, secondo l’assessore, «potrebbe arrivare dal riordino normativo in alcuni settori come il volontariato, ma anche da una rivisitazione della legge regionale 23 sull’assistenza, attuativa delle legge quadro a suo tempo voluta dal ministro Livia Turco». Secondo Stillitani «la logica dei Distretti crea troppi squilibri, meglio puntare sull’unione dei Comuni pe r liberare nuove risorse e per un uso piu’ incisivo di quelle attuali». Le conclusioni del dibattito, aperto dal segretario della Uil vibonese Luciano Prestia, sono state tratte da Alfonso Cirasa, segretario generale della Uil Pensionati calabrese. «Siamo disposti ad accettare ogni sfida senza preconcetti e pregiudizi - ha detto e di farlo con le altre sigle sindacali. Quello che è inaccettabile però è che700.000 firme sulla proposta di legge di iniziativa popolaresulla non autosufficienza giacciano in Parlamento dal 2006 e suquesto il sindacato fara’ sentire forte la sua voce di protesta». Per Cirasa, non è possibile che ogni governo che arriva denunci la pesante eredita’ ricevuta dal precedente, perchè questo è il modo migliore per lasciare tutto com’è. Così come, in Calabria, per il segretario generale dei pensionati iscritti alla Uil la scarsità delle risorse non può non fare i conti con la qualità della spesa. E’ vero che la legge Stillitani giace in Consiglio e bisogna che venga approvata ma se non ha copertura, allora occorre avere il coraggio di tagliare ciò che non serve ai cittadini, anche nel comparto sociale. E tra i tagli Cirasa continua pure a chiedere, come tutta la Uil, quelli ai costi della politica. «Il bilancio regionale lo conosciamo - ha detto - contiene cose utili ma anche voci di spesa per auto blu e consulenze, per singoli consiglieri regionali cui viene consentito di costituire mono gruppo in Consiglio. A chi serve tutto questo?».

Anna Bolle


22

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

CRONACHE GIOIA TAURO - Un giovane, Vincenzo Priolo, 29 anni, è morto dopo essere stato colpito da colpi di arma da fuoco sulla statale 111 nel territorio di Gioia Tauro. L’agguato è avvenuto intorno alle 9,30. Sul posto, per le indagini, la Polizia di Stato. La vittima, inizialmente solo gravemente ferito, è stata trasportata all’ospedale di Polistena. Arrivato nell’ospedale di Polistena il giovane è deceduto. Le condizioni del giovane erano apparse subito molto gravi perché i colpi di pistola sparatigli lo avevano raggiunto alla testa ed

Agguato a Gioia Tauro, morto 29enne senza precedenti penali all’addome. Priolo non aveva precedenti penali ma era noto alle forze dell’ordine. Nel 2008 il giovane era stato coinvolto nell’operazione "Cento anni di storia" contro la cosca Piromalli Molé, ma nel processo che ne era scaturito era stato assolto. Con quello di ieri salgono a tre gli omi-

cidi accaduti in Calabria negli ultimi due giorni. Giovedì, infatti, a Lamezia Terme e Rosarno erano stati uccisi, rispettivamente, Francesco Torcasio, 20 anni, e Francesco Giovinazzo, di 31. Ieri il terzo omicidio: Vincenzo Priolo, 29 anni, è morto dopo essere stato colpito da colpi di arma

da fuoco sulla statale 111 nel territorio di Gioia Tauro. E’ deceduto dunque intorno alle 13.30 all’ospedale di Polistena, nel reggino,Vincenzo Priolo, il giovane di 29 anni di Gioia Tauro. Il giovane è stato raggiunto da almeno due colpi di pistola che lo hanno attinto al volto e allo sto-

maco. Priolo, secondo le prime indagini, si trovava appena fuori dalla sua autovettura quando qualcuno gli ha sparato ferendolo gravemente. Sulla strada statale 111 all’altezza di Gioia Tauro, sono da subito intervenuti gli uomini del locale commissariato e i colleghi della squadra mobile reggina. Priolo è stato trasportato d’urgenza scortato dagli stessi inquirenti all’ospedale di Polistena. Dopo le 13.30 però i sanitari hanno dato la notizia della sua morte. Carmela Mirarchi

Il Contest ha aperto in una piazza Castello stracolma con molta gente in piedi

Tabularasa 2011, Pignatone: testa criminalità è a Reggio REGGIO CALABRIA - In una piazza Castello stracolma con molta gente rimasta in piedi per tutta la serata, il Contest "Tabularasa 2011 - Lo Scandalo" ha aperto i battenti giovedì sera a Reggio Calabria immergendosi direttamente al cuore dei problemi locali. Il tema della ’ndrangheta ha suscitato spunti di riflessione emersi dalla presentazione del libro "Dimenticatì dei giornalisti Danilo Chirico ed Alessio Magro". Il confronto ha avuto come protagonisti il procuratore della Repubblica di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone; Filippo Veltri, responsabile della redazione della Calabria dell’Agenzia Ansa, e Francesco Forgione, ex presidente della Commissione parlamentare antimafia. Moderatori della

«La ’ndrangheta è un’associazione unitaria con testa a Reggio città e provincia. Da Locri a Toronto, ogni ’ndrina risponde alla mamma reggina»

serata Giusva Branca e Raffaele Mortelliti, organizzatori dell’evento e direttori di Strill.it. «La Calabria non è una terra pacificata né dal punto di vista politico né economico - ha affermato Forgione -. Le ’ndrine - ha proseguito - si insinuano soprattutto a livello di media borghesia. Bisogna capire che la ’ndrangheta non è fatta di pecorari, ma anzi, presenta profondi legami col mondo economico-finanziario formato da notai, commercialisti ed imprenditori. Bisogna gridare che una parte della media borghesia, qui a Reggio Calabria, ha chiari legami con la criminalità. Non esiste politica immune dal contagio. La ’ndrangheta serpeggia tra destra e sinistra». Il procuratore Pignatone, nel corso del dibattito, ha analizzato la genetica attuale della ’ndrangheta attraverso la ricostruzione storica e giuridica che è emersa dalla madre delle inchieste contro la criminalità calabrese. «Le indagini della magistratura - ha detto Pignatone - sono realizzate in prima istanza per fare i processi. Tuttavia, quelle compiute nel miglior modo come l’inchiesta Crimine, ci permettono di svelare un pezzo della realtà e fotografare cos’é la ’ndrangheta oggi, dal 2008 in poi. Tramite intercettazioni e filmati siamo riusciti a ricomporre la struttura della

’ndrangheta che la Corte di Cassazione ha riassunto in 26 pagine, offrendo una chiave di lettura che sia la Dda di Torino, dopo qualche incertezza, sia quella di Genova, hanno confermato. La ’ndrangheta è un’associazione unitaria con testa a Reggio Calabria, città e provincia. Da Locri a Toronto, ogni ’ndrina risponde alla mamma reggina. Non esistono clan sparsi. Questo assetto può dirsi realizzato dal 1991 con la fine della seconda guerra di ’ndrangheta e l’inizio della cosiddetta concordia degli affari. Ciò non significa ha aggiunto Pignatone - che sia necessario mozzare la testa e lasciar perdere le sue proiezioni. Negli ultimi due anni sono stati sequestrati alla ’ndrangheta beni per un miliardo e trecento milioni di euro. Questo denaro viene investito tutto al Nord, nella capitale e nelle grandi città come Milano. Sul territorio reggino non è possibile riciclarlo in quanto creerebbe troppa visibilità». La serata si è conclusa con il concerto del gruppo reggino Kalafro. Tabularasa - Lo Scandalo si è svolto anche ieri sera alla Torre Nervi - Luna Ribelle insieme al Procuratore aggiunto del Tribunale di Reggio Calabria Nicola Gratteri.

REGGIO CALABRIA - L’impegno del Presidente della Provincia sul recupero di un tratto di costa al confine tra i comuni di Reggio e Motta San Giovanni è stato puntualmente mantenuto. In meno di una una settimana, infatti, il tratto di spiaggia antistante la struttura turisticorecettiva "Calypso" è tornato disponibile alla balneazione. I mille e seicento metri cubi di graniglia naturale prelevata dietro indicazioni dell’Arpacal, dal porto di Saline hanno tamponato gli effetti dell’erosione che, senza l’intervento dell’Amministrazione Provinciale, avrebbe privato, residenti e villeggianti, l’uso di uno dei tratti più belli del litorale regginoi. L’intervento, che ha visto impegnata l’impresa "Mesiano costruzioni" di Bova Marina, era stato progettato ed appaltato del settore 13 dell’Ente di via Foti, diretto all’architetto Giuseppe Mezzatesta il quale ha coordinato i lavori. Il sito, ieri mattina, è stato oggetto di un sopralluogo del Presidente Giuseppe Raffa e del suo vice Giovanni Verduci, accompagnati da tecnici e rappresentanti dell’impresa che ha eseguito l’opera e da numerosi cittadini e bagnanti che, con la loro presenza, hanno animato la spiaggia. Nel corso del sopralluogo, il presidente Raffa e il vice presidente Verduci, il quale detiene la delega anche alla difesa del suolo e delle coste, hanno espresso soddisfazione per la celerità e la professionalità con cui è stato eseguito l’intervento che tampona una situazione che, non appena cesserà il divieto estivo imposto dalla Capitaneria di Porto, nel prossimo settembre sarà oggetto di un intervento definitivo. C. Mirarchi

Carmela Mirarchi

Indignate le associazioni femminili REGGIO CALABRIA - «Siamo fortemente indignate per le scelte che hanno caratterizzato la nuova Giunta provinciale di Reggio Calabria, nella cui composizione non è stata prevista alcuna presenza femminile». E’ quanto sostengono alcune associazioni femminili della provincia di Reggio, da "Locride donna" e "Nuovi Cammini", da "Calabria popolare" a "Donna e poi". «Mentre il Governo centrale recepisce l’idea proposta dall’on. Lella Golfo ed impone di prevedere una diffusa componente femminile all’interno dei Consigli di amministrazione delle società partecipate - aggiungono le associazioni nella Provincia di Reggio Calabria si ritorna al più antico e becero maschilismo. Si

La spiaggia antistante il "Calypso" è tornata disponibile alla balneazione

«Esecutivo provinciale equilibrato»

è persa un’occasione unica ed importante per dare un segnale nuovo da parte della politica esaltando la funzione ed il ruolo delle donne impegnate in politica. La Giunta Raffa, ancora prima di iniziare il suo cammino si dimostra estremamente deludente sotto il profilo delle Pari opportunità. E’ stato tradito l’impegno e la dedizione di molte donne che nel Pdl hanno contribuito in prima persona al successo della coalizione. Siamo indignate per lo stile fortemente maschilista di questa Giunta».

rc

REGGIO CALABRIA - «Si apre una stagione nuova per la Provincia di Reggio Calabria nel segno di un unico comune denominatore: il centrodestra alla guida delle Istituzioni più importanti». E’ quanto sostiene il vicepresidente del Consiglio regionale, Alessandro Nicolò, che si sofferma sulla nuova Giunta provinciale appena presentata da Raffa. «Un esecutivo ben congeniato ed equilibrato sia sul piano politico che territoriale, capace di dare slancio e, al tempo stesso, stabilità ad un’azione finalizzata alla crescita sociale e allo sviluppo economico di tutto il comprensorio. Raffa, al quale insieme con i neo assessori, formulo i migliori auguri per un viatico felice, ha tutte le potenzialità per operare be-

ne, facendo prevalere la logica del buon governo e la politica del fare e dell’ascolto in cui credo molto». Ancora Nicolò: «Particolare piacere è per me la presenza nell’esecutivo di Domenico Giannetta, espressione di un’area, quella della Piana, che ha bisogno di una terapia d’urto per colmare i tanti ritardi accumulati nel tempo. L’assessore Giannetta sarà interprete dei bisogni e delle aspettative di un territorio per tanto tempo abbandonato al proprio destino, contribuendo a fornire un apporto prezioso in sintonia con i suoi validi colleghi di Giunta ed i neo consiglieri Cananzi e Morabito, quest’ultimo rappresentante di un’area, che ha una grandi opportunità di sviluppo».


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani 23

SPORT I legali delle Aquile ottengono un importante successo. Il ramo d’azienda è stato acquistato il 23 giugno

Catanzaro: più vicina la seconda divisione Abete dovrà rivedere la propria posizione Mario Luciano CATANZARO - Nell’attesa del comunicato ufficiale della Covisoc che dovrà chiarire la posizione del Catanzaro Calcio 2011, la giornata di ieri è stata fondamentale per le vicende della società di Giuseppe Cosentino. Grazie alla regia di Maurizio De Filippo, già curatore fallimentare della vecchia Uesse ed esperto di diritto sportivo, è stata presentata con successo l’istanza al giudice Song Damianiperchiederechel’aggiudicazione del ramo d’azienda è da intendersi definitiva sin dalla data del 23 giugno. Con nuovo provvedimento il giudice delegato ha confermato la richiesta, specificando che la società di Giuseppe Cosentino è titolare dell’azienda fallita Fc Catanzaro dalla data della quarta asta, il 23 giugno. L’istanza corretta è stata già trasmessa agli organi federali che dovranno necessariamente prenderne atto e lo stesso Giancarlo Abete dovrà rivedere la sua rigida posizione espressa nei due pareri ufficiali esposti con lettera il 28 e il 30 giugno che si basavano sulle norme inserite nell’art.52 del Noif.Ci sarà adesso da emettere la fideiussione a garanzia del debito sportivo che la lega ha quantificato in 1.280 000,00. Circa 290 mila euro in più rispetto all’importo trasmesso dalla curatela fallimentare. Le "battaglie" di questi giorni hanno confermato che Cosentino vuole il calcio professionistico ed entro domani sarà presentata la regolare fideiussione. La bocciatura (al momento di scrivere non sappiamo la decisione della Covisoc) consente però alla società giallorossa di lavorare fino al 12 per

presentare il ricorso e arrivare in Consiglio Federale (18 luglio) con le carte in regola per essere ammessi in Seconda Divisione Lega Pro. Chiarita la situazione economica con la Covisoc, l’ultima parola spetterà comunque al Consiglio Federale del 18 luglio. Le ultime novità suddette hanno fatto registrare un punto importante a favore del Catanzaro.Nel caso di esclusione i giallorossi potrebbero puntare ad aprire un contenzioso con la F.I.G.C. rivolgendosi direttamente al Tnas o anche alla

giustizia ordinaria per avere riconosciuta l’ammissione al campionato professionistico che ormai è dovuta. Giancarlo Abete che aveva emesso parere negativo dovrà decidere se aprire un contenzioso o se riconoscere la buona fede dei dirigenti catanzaresi nella vicenda. In città fra i tifosi l’attesa è spasmodica e l’augurio di tutti è che finalmente si possa parlare solo di calcio giocato lasciando alle spalle anni di situazioni che nulla hanno a che vedere con il manto erboso.

Catanzaro: 58 anni di una storia travagliata ma ricca di successi CATANZARO - Mentre continuano le polemiche politiche sulle responsabilità relative agli ultimi avvenimenti che vedono il Catanzaro calcio rischiare di scivolare in serie D dopo ben 58 anni di onorata militanza professionistica, i tifosi giallorossi non vogliono proprio rassegnarsi ad immaginare l’ulteriore umiliazione di disputare derby tanto inediti quanto, e non ce ne vogliano le città interessate, umilianti contro realtà contro le quali non troppo tempo fa si disputavano gli allenamenti del giovedì. Rossanese, Hintereggio, Sambiase, sarebbero tra le avversarie del Catanzaro 2011/2012. Dicevamo, è dal 1953 che il Catanzaro milita in campionati professionistici. Quell’anno, dopo aver vinto il titolo di Campioni d’Italia di quarta Serie, venne ottenuta la promozione in serie C dopo un avvincente duello contro il Cosenza. Seguirono sei campionati di serie C, culminati con la storica promozione in B della squadra allenata da mister Pasinati e con l’esordiente Nicola Ceravolo in veste di presidente. Nei successivi dodici campionati di serie B, il Catanzaro disputa tornei abbastanza tranquilli, con la chicca di una finalissima di Coppa Italia nel 1966, contro la Fiorentina, persa solo all’ultimo minuto del secondo tempo supplementare ed a causa di un calcio di rigore. L’anno successivo è terzo posto, ma proprio nell’anno in cui le promozioni vengono ridotte a due per la riforma della serie A, portata a sedici squadre. Nel ‘71/’72 la prima storica promozione in A con mister Gianni Seghedoni, poi subito retrocessione e quindi tre campionati di B fino alla seconda promozione, nel ‘75/’76. Ancora immediata la retrocessione, ma altrettanto immediata la risalita con mister Giorgio Sereni. Seguono cinque entusiasmanti campionati di massima serie con un settimo e un ottavo posto, due semifinali di coppa Italia e due volte il titolo di vicecapocannoniere, prima con Massimo Palanca, ‘80/’81, e poi con Edy Bivi l’anno successivo. Carlo Mazzone, Tarcisio Burgnich e Bruno Pace gli allenatori che fanno sognare la tifoseria. Nell’82/’83 la retrocessione: da quì l’inizio di un trentennio travagliato, che culmina con il fallimento dell’Unione Sportiva Catanzaro nel 2006, proprio il giorno dopo la conquista del titolo mondiale della Nazionale di Marcello Lippi. Domani seconda puntata. clap.


24

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

TOTOGUIDA SCOMMESSE I nostri consigli di gioco

Copa America 2011 - Fase a gironi

Brasile vincente e «Over»

8 GARE + 1 "BASE" VINCITA GLOBALE: 578,72 Euro

8

Correzione di 0-1-2-3 errori sulle 8 partite variabili 0 err.=8 quat.; 1 err.=5 quat.; 2 err.=3 quat.; 3 err.=1 quat.

QUATERNE

Mista

I verdeoro obbligati a dare segni di vita dopo l’abulico esordio

Venezuela-Ecuador

ono due le partite in programma in queste 24 ore in Argetina per la Coppa America. Fari puntati su BrasileParaguay che come ArgentinaColombia di martedì è un po’

Trelleborgs-Kalmar Norrkoping-Malmoe Gefle-Gais Sundsvall-Degerfors Jaro-Turku PS Sao Paulo-Cruzeiro Vasco-Internacional

il crocevia della competizione. Appurato che l’Argentina si salverà solo perchè affronta la Costa Rica (da non sottovalutare dopo la prodezza contro la Bolivia) l’attenzione è sul

S

Brasile obbligato a vincere contro il Paraguay. Il C.T. Menezes apporterà radicali cambiamenti alla squadra, ma la differenza la faranno le motivazioni. Pronostico deci-

samente dalla parte dei brasiliani attraverso un risultato esatto che potrebbe essere di 2-1. Nell’altro confronto pari in vista tra Venezuela ed Ecuador con esito «Under».

X 2 2 Under Over 1X 1 Goal

3,20 2,00 1,90 1,65 1,70 1,50 2,20 1,65

1

1,55

LA BASE:

Gruppo A

Gruppo B

Argentina - Bolivia Colombia - Costa Rica Argentina - Colombia

1-1 1-0 0-0

Bolivia - Costa Rica Colombia - Bolivia Argentina - Costa Rica

0-2 10/07 11/07

Classifica

PT

G

V

N

P

F

S

COLOMBIA COSTA RICA ARGENTINA BOLIVIA

4 3 2 1

2 2 2 2

1 1 0 0

1 0 2 1

0 1 0 1

1 2 1 1

0 1 1 3

Brasile - Venezuela Paraguay - Ecuador Brasile - Paraguay

Classifica BRASILE ECUADOR PARAGUAY VENEZUELA

Uruguay - Perù Cile - Messico Uruguay - Cile CILE URUGUAY PERÙ MESSICO

1-1 2-1 08/07

Perù - Messico Cile - Perù Uruguay - Messico

G

V

N

P

F

S

3 1 1 0

1 1 1 1

1 0 0 0

0 1 1 0

0 0 0 1

2 1 1 1

1 1 1 2

Venezuela - Ecuador Paraguay - Venezuela Brasile - Ecuador

09/07 13/07 “ ”

PT

G

V

N

P

F

S

1 1 1 1

1 1 1 1

0 0 0 0

1 1 1 1

0 0 0 0

0 0 0 0

0 0 0 0

IL TURNO PRECEDENTE GAIS - Gefle Kalmar - Trelleborg Syrianska - Göteborg Hacken - Mjallby Halmstad - AIK Malmoe - Norrkoping Orebro - Elfsborg Djurgarden - Helsingborg

2-3 3-2 1-2 6-0 1-3 2-1 0-3 1-1

PT

G

32 29 29 27 26 24 23 22 21 20 18 15 15 14 14 7

15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15

REGOLAMENTO La vincente in Champions League. La 2ª e la 3ª in Europa League con la vincente della Coppa di Svezia. Retrocedono direttamente le ultime 2. La terz’ultima al play-out. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

■ Quarti di finale Q1) 1ª gr. A - Migliore 3ª Q2) 2ª gr. A - 2ª gr. C Q3) 1ª gr. B - 2ª migl. 3ª Q4) 1ª gr. C - 2ª gr. B

97,96 Euro

IL TURNO SUCCESSIVO Gefle - GAIS Mjallby - Hacken Norrkoping - Malmoe Trelleborg - Kalmar Elfsborg - Orebro Göteborg - Syrianska AIK - Halmstad Helsingborg - Djurgarden

PARTITE V N 9 9 9 7 8 7 7 6 6 6 5 4 4 4 4 1

5 2 2 6 2 3 2 4 3 2 3 3 3 2 2 4

09-07 “ “ “ “ “ “ 10-07 “ “ 11-07 “ “

P

RETI F S

1 4 4 2 5 5 6 5 6 7 7 8 8 9 9 10

26 26 19 16 21 16 21 30 18 20 19 14 16 11 23 10

11 15 14 11 16 18 17 17 20 20 18 19 25 24 36 25

Il pronostico di TS AIK - Halmstad 1/Over Goteborg - Syrianska 1 Helsingborg-Djurgarden 1 Gefle - Gais «No Goal»

Le possibili sorprese Trelleborg - Kalmar Elfsborg - Orebro

«Under» «Goal»

DJURGARDEN AIK MJALLBY KALMAR ELFSBORG MALMOE GÖTEBORG GAIS GAIS

0-0 2-0 0-0 0-0 1-0 0-0 1-0 3-2

NORRKOPING GÖTEBORG SYRIANSKA OREBRO HACKEN HELSINGBORG AIK KALMAR MALMOE MALMOE

2-2 0-3 0-2 2-2 0-0 0-3 1-2 1-2

▲ =

=

▲ = ▲ ▲ .

SYRIANSKA OREBRO HACKEN HELSINGBORG AIK KALMAR MALMOE GEFLE GEFLE

15 MALMOE =

▼ ▼ =

= ▼

▼ ▼ .

0-3 ▼ 3-2 ▲ 1-0 ▲ 4-0 ▲ 0-1 ▼ 1-1 = 2-1 ▲ 3-0 ▲ .

AIK HELSINGBORG GEFLE KALMAR MALMOE GAIS NORRKOPING TRELLEBORG HALMSTAD HALMSTAD

=

OREBRO HACKEN HELSINGBORG AIK KALMAR GEFLE GAIS NORRKOPING NORRKOPING

29 OREBRO

ELFSBORG TRELLEBORG HALMSTAD DJURGARDEN MJALLBY GEFLE GÖTEBORG SYRIANSKA OREBRO OREBRO

27 GAIS

2-1 0-2 0-1 2-0 0-2 3-0 2-1 3-1

MALMOE GAIS NORRKOPING TRELLEBORG HALMSTAD DJURGARDEN MJALLBY ELFSBORG ELFSBORG

26 HALMSTAD ▲ ▼ ▼ ▲ ▼ ▲ ▲ ▲ .

MJALLBY ELFSBORG GÖTEBORG SYRIANSKA OREBRO HACKEN HELSINGBORG AIK AIK

1-0 1-3 1-0 1-1 2-0 1-2 2-0 2-3

2-1 1-1 0-3 0-2 2-0 0-0 0-2 2-1

1-2 3-1 2-0 4-2 0-0 1-2 1-2 0-3

1-0 2-3 1-2 0-0 0-0 1-3 1-2 1-3

19/07 20/07

■ Finale 3°/4° posto F1) Perd. S1 - Perd. S2

23/07

■ Finale 1°/2° posto

23 ▲ ▼ ▲ = ▲ ▼ ▲ ▼ .

24 ▲ = ▼ ▼ ▲ = ▼ ▲ .

20 ▼ ▲ ▲ ▲ = ▼ ▼ ▼ .

7 ▲ ▼ ▼ =

= ▼

▼ ▼ .

24/07

0-1 ▼ 3-0 ▲ 0-0 = 0-4 ▼ 0-2 ▼ 1-3 ▼ 2-1 ▲ 0-6 ▼ .

TRELLEBORG ELFSBORG GÖTEBORG SYRIANSKA OREBRO HACKEN HELSINGBORG AIK KALMAR KALMAR

GÖTEBORG NORRKOPING TRELLEBORG HALMSTAD DJURGARDEN MJALLBY ELFSBORG GEFLE SYRIANSKA SYRIANSKA

HELSINGBORG AIK KALMAR MALMOE GAIS NORRKOPING TRELLEBORG HALMSTAD DJURGARDEN DJURGARDEN

3-0 1-1 0-1 2-4 1-4 3-7 1-2 2-3

77,34 Euro

= ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ .

55,66 Euro

70,89 Euro

54,78 Euro

Norrkoping-Malmoe 2 1,90 Gefle-Gais Under 1,65 Sundsvall-Degerfors Over 1,70 Brasile-Paraguay 1 1,55 Con 6 euro puntati la vincita è di

Jaro-Turku PS 1X 1,50 Sao Paulo-Cruzeiro 1 2,20 Vasco-Internacional Goal 1,65 Brasile-Paraguay 1 1,55 Con 6 euro puntati la vincita è di

52,04 Euro

53,17 Euro

KALMAR MALMOE GAIS NORRKOPING TRELLEBORG HALMSTAD DJURGARDEN MJALLBY MJALLBY

HACKEN HELSINGBORG AIK GEFLE MALMOE GAIS NORRKOPING TRELLEBORG TRELLEBORG

GAIS NORRKOPING TRELLEBORG HALMSTAD DJURGARDEN MJALLBY ELFSBORG GÖTEBORG GÖTEBORG

32 DJURGARDEN

1-2 ▼ 1-0 ▲ 3-0 ▲ 1-1 = 0-0 = 7-3 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = .

2,00 1,90 1,50 1,55 è di

Trelleborgs-Kalmar 2 2,00 Sundsvall-Degerfors Over 1,70 Vasco-Internacional Goal 1,65 Brasile-Paraguay 1 1,55 Con 6 euro puntati la vincita è di

21 SYRIANSKA

2-2 = 1-1 = 2-1 ▲ 0-4 ▼ 2-0 ▲ 1-1 = 0-1 ▼ 2-1 ▲ .

Trelleborgs-Kalmar 2 Norrkoping-Malmoe 2 Jaro-Turku PS 1X Brasile-Paraguay 1 Con 6 euro puntati la vincita

116,87 Euro

14 KALMAR ▲

Venezuela-Ecuador X 3,20 Gefle-Gais Under 1,65 Jaro-Turku PS 1X 1,50 Brasile-Paraguay 1 1,55 Con 6 euro puntati la vincita è di

Trelleborgs-Kalmar 2 2,00 Gefle-Gais Under 1,65 Sao Paulo-Cruzeiro 1 2,20 Brasile-Paraguay 1 1,55 Con 6 euro puntati la vincita è di

14 HACKEN

MJALLBY HALMSTAD DJURGARDEN GEFLE ELFSBORG GÖTEBORG SYRIANSKA OREBRO HACKEN HACKEN

Venezuela-Ecuador X 3,20 Norrkoping-Malmoe 2 1,90 Vasco-Internacional Goal 1,65 Brasile-Paraguay 1 1,55 Con 6 euro puntati la vincita è di

Venezuela-Ecuador X 3,20 Sundsvall-Degerfors Over 1,70 Sao Paulo-Cruzeiro 1 2,20 Brasile-Paraguay 1 1,55 Con 6 euro puntati la vincita è di

■ Semifinali S1) Vinc. Q1 - Vinc. Q2 S2) Vinc. Q3 - Vinc. Q4

16/07 16/07 17/07 17/07

F2) Vinc. S1 - Vinc. S2

GEFLE

Allsvenskan

HELSINGBORG ELFSBORG KALMAR GEFLE AIK MALMOE GAIS HACKEN GÖTEBORG OREBRO DJURGARDEN SYRIANSKA NORRKOPING MJALLBY TRELLEBORG HALMSTAD

08/07 12/07 “ ”

PT

SVEZIA

Classifica

0-0 0-0 09/07

Il calendario della fase finale

Gruppo C

Classifica

Brasile-Paraguay

GEFLE MJALLBY ELFSBORG GÖTEBORG SYRIANSKA OREBRO HACKEN HELSINGBORG HELSINGBORG

0-2 1-1 0-1 2-2 4-1 3-1 0-1 6-0

2-0 0-1 1-0 0-0 0-2 2-1 2-1 3-2

0-1 3-0 1-0 0-0 0-3 3-1 1-2 1-2

0-0 0-3 0-1 4-0 3-0 2-1 1-0 1-1

22 ▼ = ▼ = ▲ ▲ ▼ ▲ .

29 ▲ ▼ ▲ = ▼ ▲ ▲ ▲ .

15 ▼ ▲ ▲ = ▼ ▲ ▼ ▼ .

18 = ▼

▼ ▲ ▲ ▲ ▲ =

.

«UNDER»

Gefle GAIS Helsingborg Kalmar Malmoe Göteborg Halmstad Mjallby Syrianska AIK Djurgarden

10 9 9 9 9 8 8 8 8 7 7

«OVER»

Trelleborg Elfsborg Norrkoping Hacken Orebro AIK Djurgarden Göteborg Halmstad Mjallby Syrianska

11 10 10 9 9 8 8 7 7 7 7

«GOAL»

Trelleborg Hacken Orebro Göteborg Halmstad Helsingborg Elfsborg GAIS Norrkoping Djurgarden Kalmar

11 10 9 8 8 8 7 7 7 6 6

«NO GOAL»

Mjallby AIK Gefle Malmoe Syrianska Djurgarden Kalmar Elfsborg GAIS Norrkoping Göteborg

12 10 10 10 10 9 9 8 8 8 7

(5-5) (5-4) (5-4) (4-5) (4-5) (4-4) (5-3) (5-3) (3-5) (4-3) (6-1)

(6-5) (7-3) (3-7) (6-3) (6-3) (3-5) (2-6) (3-4) (3-4) (2-5) (5-2)

(5-6) (6-4) (6-3) (4-4) (4-4) (3-5) (5-2) (2-5) (2-5) (2-4) (4-2)

(5-7) (6-4) (5-5) (5-5) (4-6) (6-3) (4-5) (2-6) (6-2) (5-3) (3-4)


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani 25

TOTOGUIDA SCOMMESSE LOTTO

10eLOTTO

I 10 numeri più in ritardo BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

7 55 56 54 90 86

Rit. 78

73

16 50

7

82 63 52 90 44 51 70

57

53

49

47

44

31 84 45

76

75

49

2

76

Rit. 91

62

I 10 numeri più frequenti

46

44 40

59 24 61 15 78 88 18 63

Rit. 58

57

55

46

44

44

42

34

42 37

BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

40 37

5 58

33

32

34 48 38 61 25 27 50 16 41 24

Rit. 71

59

56

56

44

41

39

11 64 60 27 53 71 89

Rit. 88

63

60 58

Rit. 85

82

61

53

6

11 82 88 14

60

59

50

50

50

46

49 42

37

36

6

41 3

2

34 67

43 39

43 39

32

40 39

34 81 63 69 29 46 25 79 58 31

Rit. 114 98

76

44

42

40

36

72 31 20 70 77

5

55

6

50 74

5

11 62 27 13

Rit. 90

85

4 71

Rit. 81

78

95

83

66

6

57 55

72

27 52 17

Rit. 81

66

93

61

60

59

55

1

41 54

31

9 60

38

6

23 2

5

43

33

39

5

48

34

42

7

55

36

44

27 17 20 21 46 51 76

Rit. 10

68

36

46

33

46 62 79 89 54 7

22 52 79 84 51

Rit. 136 72

47

35

3

38

47

47

59 40

48

51

33

5

5

5

4

4

38 3

5 88

Freq. 20

17

3

16

4

34

16

16

1

4 81 38 79 59 62

Freq. 17

17

16

67 12 14

Freq. 19

17

16

71 6

Freq. 17

15

36 37 62

14

3

37 53 80

19 69 72 82 43 73 15 15

14

14

14

2

15

14

14

15

15

15

14

16

20 43 49 55

15

I 10 numeri più in ritardo

26 33 37 62

14

15

3

33 76 81

15

15

14

14

8

14 24 78 79

14

14

15

14

14 14

5 31

6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6

Il sistema 16 numeri Garanzia di tre “4” con sei numeri

Combinazioni 48 € 24,00 Pronostico: 6, 10, 20, 21, 29, 30, 50, 62, 67, 69, 76, 78, 79, 81, 89

TRIS

10 10 10 10 10 10 20 20 20 20 20 20 21 21 29 29

21 21 29 32 32 67 21 21 29 32 50 67 50 62 32 50

29 30 30 50 62 69 29 30 30 62 62 76 69 76 69 67

78 50 67 79 69 78 69 78 32 78 67 79 81 79 78 79

6 6 10 10 10 10 10 10 10 10 10 10 10 10 20 20

10

9

8

11

12

12

12 11

18 numeri Garanzia di due “7” con 10 numeri Combinazioni 24 - € 24,00

Freq. 18

17

17

17

16

17

16

15

15

15

15

15

15

16

15

15

15

14

15

13

15

13

15

15

15

15

15

14 13 14 15

14 13 14 14

41 18 90 14 16 33 37 64 34 70

Freq. 17

16

16

15

15

15

15

15

37 53 76 50 58 71 73

Freq. 18

17

16

15

15

15

6

15

14

14

14

7 40

14

14

34 29 57 74 89 71 17 21 25 39

Freq. 17

16

16

16

16

15

14

14

14

32 62 21 21 29 32 50 69 32 50 32 62 50 62 32 62

76 67 29 30 30 50 62 76 69 67 67 76 76 69 76 67

81 78 32 67 79 67 78 78 79 78 81 78 79 81 78 81

20 20 20 20 21 21 21 21 21 21 29 29 29 32 32 50

29 29 30 30 29 29 29 30 30 30 30 30 30 50 62 62

50 62 32 50 32 50 67 32 32 67 32 50 69 67 67 69

76 69 67 69 50 62 69 50 62 76 62 62 76 69 76 76

81 79 79 78 78 67 79 69 79 78 67 78 78 78 78 79

11

14

117 116 116 115 115 114

89 89 62 69 81 76 81 79 89 89 89 89 89 89 89 89

11

Pronostico: 13, 18, 21, 25, 30, 36, 37, 44, 46, 47, 50, 53, 54, 65, 77, 79, 80, 83

37 76 62 43 33 12 90 20 36 14

Freq.130 122 121 119

7

30 40 53

13

24 22 12 16 13 38 52 87 89 14

16

7

13

41 55 30 39 45 56 70 74 11 47

Freq. 18

16

7

20 54 28 43 69 3

Il sistema

Freq. 18

30 30 20 20 20 20 20 20 21 21 29 29 30 30 21 21

10

76 64 90 55 83 12 16 17 22 25

Freq. 16

NELLA SESTINA 49 54 90 32 69 74 45 67 34 70 FREQUENZA 36 36 32 30 29 29 29 28 27 27

79 62 76 81 76 81 76 81 50 79 69 81 89 89 89 89

12

I 10 numeri più frequenti

I 10 numeri più frequenti

I 10 numeri più in ritardo

15 14

NUMERO 49 FREQUENZA 14

SUPERENALOTTO NELLA SESTINA 60 73 61 77 53 63 13 26 68 64 RITARDO 90 77 62 59 48 39 38 36 35 34

46 13 70 27 36 84 21 16 17 25

NUMERO RITARDO

89 89 89 89 81 76 81 76 81 79 69 79 81 79 81 81

18 18 13 13 18 18 25 13 13 21 13 13 13 13 18 13 13 13 21 13 30 18 13 13

21 21 30 18 21 25 37 18 25 25 21 18 21 18 25 21 18 25 25 18 36 21 18 18

25 30 37 25 30 30 44 21 36 37 25 36 36 36 30 25 21 30 36 21 44 30 21 21

30 36 44 30 36 36 47 25 44 46 36 37 37 37 37 30 44 37 37 30 46 44 25 37

36 37 47 36 46 46 50 30 46 47 44 44 50 53 44 46 46 46 44 37 47 47 53 44

37 47 50 44 50 47 53 36 47 50 46 46 53 54 46 47 50 50 46 46 53 50 65 46

44 54 65 54 54 50 54 47 54 65 47 47 54 65 50 53 53 53 53 47 65 53 77 47

50 77 79 65 65 53 77 53 77 77 50 50 65 77 54 54 77 77 54 54 77 54 79 53

77 79 80 79 77 80 79 54 80 79 79 53 80 79 65 65 79 79 79 65 79 80 80 65

83 83 83 80 79 83 80 65 83 80 83 77 83 83 83 77 80 83 80 80 80 83 83 83

CAMPI PARTENTI E SISTEMI Tris - Sistema per 11 cavalli

NAPOLI TROTTO - PR. NURBURGRING - m. 2060 SABATO 9 LUGLIO - ORE 22.00 N. cavallo

metri

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

2060 » » » » » » » » » 2080 » » » » » » » » »

INKY DUTCH LORENO IDOLO OM GASTONE HP IMPETO LUX ISPANA FI INELFO VINCI MARLEY OM ISAIA EPI MILKSHAKE FEAR OF JOY MAYA BREED REALM OF FANCY FOREVER ONION GREGORY RL MORRIS DEL RONCO MISS CHIP FAS FEDOL GOAL VICTIS MEGA LEST

driver L. Pitardi A. Pecoraro F. Fiore M. De Vivo V. D’Alessandro Jr A. Di Nardo A. Marucci U. Di Vincenzo Ant. Esposito (90) Vp. Dell’Annunziata S. Bevilacqua F. Castelluccio R. Forino L. Fierro A. Zizzi M. Minopoli Jr Gp. Maisto Gior. D’Alessandro R. Palomba A.Golia

Sistema sviluppato con 2 biglietti T3 (cavalli nell’esatto ordine di arrivo)

clas. 17 16 10 7 19 20 12 9 18 5 8 14 15 1 6 11 13 4 2 3

17-16 10-7-19-20 12-9-18-5-8

Un vincente e 0-1 piazzato 1-2 piazzati 0-1 piazzato (max 3° posto)

F P S

Quarté - Sistema per 9 cavalli Sistema sviluppato con 6 schede T4 (cavalli nell’esatto ordine di arrivo) 17-16-10 7-19-20 12-9-18

1 vincente e 1-2 piazzati 1-2 piazzati 0-1 piazzato

€ 76.50

€ 40.00 1° Arr. 17-16 2° Arr. 17-16-10-7-19-20 3° Arr. 17-16-10-7-19-20

1° Arr. 17-16 2° Arr. 10-7-19-20 3° Arr. 12-9-18-5-8 € 20.00

€ 20.00

F P S

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

17-16-10 17-16-10 17-16-10-7-19-20 7-19-20

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

17-16-10 7-19-20 17-16-10 7-19-20 € 9.00

€ 13.50

Quinté - Sistema per 10 cavalli € 150.00 Sistema sviluppato con 2 schede T5 (cavalli nell’esatto ordine di arrivo) 17 Vincente F 16-10-7-19-20 3-4 piazzati P 12-9-18-5 0-1 piazzato (max 4° posto) S 1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr. 5° Arr.

17 16-10-7-19-20 16-10-7-19-20 16-10-7-19-20 16-10-7-19-20-12-9-18-5 € 90.00

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr. 5° Arr.

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

17-16-10 17-16-10 7-19-20 12-9-18

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

17-16-10 7-19-20 17-16-10 12-9-18

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

17-16-10 17-16-10 12-9-18 7-19-20

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

17-16-10 12-9-18 17-16-10 7-19-20

€ 13.50

€ 13.50

17 16-10-7-19-20 16-10-7-19-20 12-9-18-5 16-10-7-19-20 € 60.00

€ 13.50

€ 13.50


26

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

CARTELLONE Convegno sulle prospettive di sviluppo dell’aglio Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CHIARAVALLE 3^ edizione del concorso “L‘Officina: Idee per la Cultura” Prende il via la 3^ edizione del concorso letterario di poesia a cura dell’associazione “L‘Officina: Idee per la Cultura”, con il patrocinio del Comune di Chiaravalle Centrale e dell’Associazione Internazionale Calabresi nel Mondo. La partecipazione al concorso è aperta a tutti e gratuita.Ilplico,cosìcompletato,deve essere inviato tramite posta, al seguente indirizzo: Associazione “L’Officina: Idee per la Cultura”, c/o “Bar del Corso – Via Gregorio Staglianò – 88064 Chiaravalle Centrale (Cz), o consegnato a mano allo stesso indirizzo (si precisa che non farà fede il timbro dell’ufficio postale accettante). Gli elaborati possono, inoltre, essere inviati per posta elettronica all’indirizzo officinacultura@hotmail.it. Al messaggio dovranno essere allegati due files, uno con il solo testo della poesia, l’altro con testo e i dati anagrafici su indicati. Gli elaborati dovranno pervenireall’Associazioneentroil30 luglio 2011 . La proclamazione ufficiale dei vincitori e la consegna dei premi avverranno nel corso di una serata speciale che avrà luogo a Chiaravalle Centrale il 14 agosto 2011, nell’ambito del Caffè letterario “Bar del Corso”, durante il quale sarà presentato il libro di Don Giacomo Panizza “Qui ho conosciuto Purgatorio Inferno e Paradiso”. CROTONE Seminario operativo cambiamo l’energia Il costo dell’energia è una delle prime voci di spesa degli Enti Locali che diverrà sempre più pesante: nel prossimo futuro sarà determinante lavorare su efficienza energetica, risparmio ed energie rinnovabili, agendo,contemporaneamente,sulle imprese e la comunità sociale per ottenere vantaggi concreti e duraturi. Net, nell’ambito delle attività a favore delle Pp.Aa, ha condiviso con la Provincia di Crotone l’avvio del Patto dei Sindaci e la formalizzazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile per i Comuni del crotonese; a tal fine organizza il seminario operativo “Cambiamo l’energia, utilizzando il patto dei sindaci ed altre azioni concrete” , che si terrà presso la Sala Azzurra della Provincia di Crotone il 12 luglio 2011 , alle ore ore 17.00. DIAMANTE Terza edizione del “Diamante Film Festival” Fino ad oggi , si terrà la terza edizione del “Diamante Film Festival”. Un’iniziativa promossa dall’assessorato al turismo del Comune e organizzato dalla Pro Loco con la finalità dichiarata di valorizzare il “cinema al Sud” con i premi “I diamanti del cinema”. Giovedì e venerdì una retrospettiva del grande cinema italiano con proiezioni nelle piazzette dei storici di Diamante e Cirella e sabato serata finale in Piazza Municipio per assegnare i “Diamanti del

Nel corso di un convegno tenutosi nella sala di rappresentanza del Comune di Mottafollone sono state affrontate le problematiche tecniche ed organizzative per la valorizzazione dell’ortaggio di pregio “aglio”, caratterizzata da eccellenti qualità aromatiche e farmacologiche, se coltivata e prodotta nei terreni collinari che gravitano nel comprensorio collinare dei tre importanti corsi d’acqua che modellano, bagnano ed attraversano la Valle dell’Esaro, l’Occido ed il Rosa. Nei corso dei lavori sono state approfondite le problematiche tecniche ed organizzative riguardanti l’aggregazione delle volontà operative per il rilancio e la valorizzazione di questo coltura di nicchia tipica del comprensorio. Sono interve-

nuti, fra gli altri, il sindaco di Mottafollone Bruno Francesco, che ha portato il saluto e l’augurio di buon lavoro, il sindaco di Malvito Cristofaro, il consigliere, in rappresentanza del Comune di S. Donato Ninea, il sindaco di S. Agata d’Esaro Luca Branda, Domenico Capparelli, già più volte sindaco di Mottafolle e profondo conoscitore dei problemi di sviluppo del territorio, anche per aver organizzato negli anni passati un’iniziativa analoga riguardanti lo sviluppo generale della zona. Per quanto attiene le relazioni tecniche specialistiche l’esperto agronomo di politiche pianificatorie ed ambientali Giovanni Perri, ha illustrato le esigenze agronomiche della coltura e le caratte-

cinema” a registi e attori del Sud: Calabria, Basilicata, Puglie, Campania e Sicilia. Nelle mattinate di venerdì e sabato nella sala consiliare del Comune, seminarieconvegnidedicatiaigiovani con la partecipazione del regista Giuseppe Ferrara, del prof. GianfrancoBartalotta,docentedicinema all’Università di Roma e della giornalista Mariangela Petruzzelli. Fino a sabato 16, resterà aperta la mostra fotografica “Calabria, una location per il cinema” curata per il Festival da Antonio Renda.

Convocazione consiglio comunale Il Consiglio comunale è convocato in seduta pubblica di 1^ convocazione, martedì 12 luglio , alle ore 16.30, ed eventuale 2^ convocazione venerdì 15 luglio , alle ore 16.30,pressolasalaconsiliareexComune di Nicastro.

LAMEZIA TERME Convegno "Associazionismo e Politiche Sociali" La Sezione Fidapa di Lamezia Terme compie 40 anni e intende celebrare l’evento oggi , con un convegnochesiterràalTeatroGrandinetti su “Associazionismo e Politiche Sociali".Ilconvegnovedràlapartecipazione corale delle Sezioni Fidapa della Calabria e la presenza autorevole dei vertici nazionali della Federazione, nonché dei rappresentantiistituzionalidiComune,Provincia e Regione, e di relatori competenti. Nel corso del convegno sarà anche presentato il volume La Fidapa e Lamezia Terme. Quarant’anni insieme pubblicato per l’occorrenza.

Presentazione nuovo Organismo di Conciliazione La presentazione di Mc&F avrà luogoaLameziaTermegiorno16luglio 2011 , alle ore 19.00 presso Grand Hotel Lamezia P.zza Lamezia. Campagna Sbilanciamoci “Iniqua, sbagliata ed autolesionista”, questo il giudizio del portavoce della campagna Sbilanciamoci, Giulio Marcon sulla manovra presentata dal governo per raggiungere il pareggio di bilancio nel 2014.Sbilanciamoci, per rilanciare le proposte e leiniziativedellasuacontromanovra e legate alla discussione della prossima legge di bilancio dello stato, dà appuntamento alla IX edizione del suo forum nazionale che si terrà dal 1 al 3 settembre . LOCRI Mostra Mercato del Radioamatore Si apre sabato 16 luglio , la 22esima

ristiche dei terreni, il medico chirurgo Alessio Daniele Biafore ha illustrato i benefici salutari dell’ortaggio, Mafalda Borrelli è intervenute sulle strategie commerciali e di marketing del prodotto. Dal dibattito è emersa la necessità di programmare le fasi organizzative riguardanti l’opportunità diprocedereallacosstituzionedel consorzio “Allium”, ovverosia del “Consorzio P.I.F. (Prodotto Integrato di Filera) dell’Aglio”, anche al fine di arrivare all’importante e prestigioso riconoscimento del marchio I.G.P. ( Indicazione Geografica Protetta). Ha moderato i lavori il coordinatore del costituendo Consorzio Ubaldo Perrone, volontario. Concludendo i lavori il vice presidente dell’Amministrazione provinciale di Cosenza, Domenico Bevacqua, ha detto – fra l’altro – che il ruolo e l’impegno della Provincia è sempre fortemente interessato affinché vengano tutelate,valorizzate e salvaguardate le risorse naturalistiche ed agricole in generale e, nel caso specifico l’orticoltura di qualità come l’aglio, che rispetto ad altri areali presenta particolari caratteristichearomatiche,importante premessa per collocare le produzioni in contesti operativi mercantili più ampi e non solamente del comprensorio, creando così condizioni di competitività e di sviluppo della fragile e delicata economia del territorio

edizione della Mostra Mercato del Radioamatore, dell’elettronica e del computer, che si terrà presso i locali dell’istituto scolastico “Maresca” di Locri fino a domenica 17, dalle ore 9.00alleore13.00,epomeriggiodalle 15.30 alle 20.00. Il classico appuntamento è organizzato dalla Cisar, associazione Nazionale Radioamatori sezione di Locri, con il patrocinio della Città di Locri. MORMANNO Evento "Nazionale Canoa Giovani" Tutto esaurito. Fino al 10 luglio , il “Nazionale Canoa Giovani”, che si terrà nella cosentina Mormanno, nelle acque del lago Pantano, ha esaurito tutte le strutture ricettive del comprensoriodelPollino.Unasemifinale nazionale, questa, per accedere alla finale di Trento dove, in agosto, verràassegnato il titoloitaliano. È un evento organizzato dal “Canoa Kayak Club Città di Reggio Calabria” di Cosimo Mascianà, e fortemente voluto dall’assessore al turismo ed allo sport del Comune di Mormanno, Gerardo Zaccaria. PRAIA A MARE V Edizione “Praia, a mare con…” Saranno Folco Quilici, Ilaria Cavo, Barbara Benedettelli, Nicola Gratteri, Marta Marzotto, Gianluigi Nuzzi,

Luciano De Crescenzo e Sonia Raule, gli ospiti della V^ Edizione della Rassegna D’Autore “Praia, a mare con…” proposta dall’assessoratoallaculturaeturismodelComune di Praia a Mare ed organizzata dall’Egidio Lorito Communications e Delia Cultura. Dal 17 luglio , Piazza Municipio sarà la sede della nuova edizione di una rassegna culturale. Intanto, domenica prossima dalle 22.00, presso il Saylor’s Cafè, si terrà la presentazione ufficiale della rassegna. REGGIO CALABRIA Incontro con Otello Profazio L’Italia cantata dal Sud, pubblicato da Squilibri, a quarant’anni dalla primaedizione,conlaprefazioneorginaria di Carlo Levi, sarà oggetto dell’IncontroconOtelloProfazioche si terrà lunedì 11 luglio , alle ore 21.30, presso i giardini del Circolo “Rocco Polimeni”. La manifestazione, realizzata dal Rhegium Julii, unitamente al Circolo del Tennis, sarà coordinata da Giuseppe Casile con introduzione di Anna Foti ed intervento di Ilda Tripodi. Ciclo di conversazioni estive Promosso,dall’associazioneculturale “Il laboratorio di Teagene”, un ciclo di conversazioni estive sullo “stretto necessario”. Il lido Pepy’s ospiterà glieventiculturali.Programma:conversazione del 13 luglio , “Sull’arte scultorea espressa dal reggino Pitagora (relatore prof. Daniele Castrizio); il 20 luglio , infine, si parlerà della cosiddetta “Questione omerica” affrontata attraverso una analisi dei diversi contesti geografico, filologico e iconografico che caratterizzavano lo Stretto e la Reggio arcaica (relatore prof. Franco Mosino). Rassegna "Le Lune del Cinema" Manifestazione organizzata dal Circolo Charlie Chaplin ed il Museo dello Strumento Musicale, Reggio Calabria, in collaborazione con l’associazione Artemed. Incontri nelle serate14,21e28luglio,pressolasede del Museo dello Strumento Musicale, Reggio Calabria (viale D.Genoese Zerbi - Pineta ex stazione Lido) con il seguente programma: ore 20.30, buffet "a tema"; ore 21.15, proiezione cinematografica. Presentazione nuovo Organismo di Conciliazione La presentazione di Mc&F avrà luogo giorno 16 luglio 2011 , alle ore 12.30, presso Grand Hotel Excelsior V.le Vittorio Veneto, 66. SAN SOSTENE MARINA Presentazione libro di Luigi Aloisio Oggi , alle ore 18.00, Via delle Magnolie, Traversa Via delle Ortensie, Claudio Landi presenterà il libro “Energie Rinnovabili. Tutti gli incentivi e come ottenerli”autore avv. Luigi Aloisio e tratterà dello sviluppo delle energie rinnovabili in Europa e nei Paesi Asiatici. Porgerà i saluti Patrizia Linda Cecaro. Interverranno: Luigi Aloisio; Wanda Ferro; Francesco Talarico.


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani 27

CARTELLONE Oggi a Soverato la “Festa del sole” Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari BAGNARA Festa del Mediterraneo È stato comunicato il menu a Bagnara domenica 24 luglio per la Sagradell’Alalunga-FestadelMediterraneo. Il prelibato piatto, sarà composto secondo quanto stabilito dalla tradizione culinaria locale. In internet è disponibile il sito ufficiale della manifestazione www.sagradellalalunga.it, all’interno del quale saranno comunicati costantemente, da parte dell’organizzazione, tutti gli aggiornamenti. CARIATI Estate Ragazzi 2011 Parte l’Estate Ragazzi 2011. L’Amministrazione Comunale assessorato ai servizi sociali ripropone anche quest’anno, la realizzazione di questo progetto col fine di offrire alle famiglie un’opportunità di intrattenimento e di cura dei figli nel periodo estivo.Ilperiodovafinoavenerdì29 luglio , dalle ore 9.00 alle 13.00. La richiesta di adesione, da compilare sul modulo disponibile presso l’Ufficio relazioni con il pubblico, devono essere consegnate direttamente al Comune-AreaComunicazioneUrp. Info: 0983/9402205 - 9402223 oppure a: urp.cariati@asmepec.it CASTROLIBERO In scena Decamerone Giovedì 14 luglio 2011 , alle ore 21.30, presso l’Anfiteatro Comunale, Debora Caprioglio in Decamerone CATANZARO Manifestazione "L’Incanto dei libri" Manifestazione "L’Incanto dei libri". Quest’iniziativa, voluta dall’assessorato alla cultura della Rregione Calabria, dal Comune di Catanzaro e dalla Biblioteca Comunale, prevede diversi incontri con i bambini d’età prescolare e scolare e si svolgerà non solo in Biblioteca, ma anche in altri posti quali: Villa Trieste, reparti pediatrici dell’Ospedale Pugliese-Ciaccio,ambulatoripediatrici e asili. La cooperativa "Incanto" metterà in scena, giovedì 14 luglio , ore 18.30, "La bella e la Bestia" presso il Chiosco Villa Trieste. Martedì 19 luglio , "La spada nella roccia", ore 18.30, presso il Chiosco Villa Trieste. Happyhour al Marca Presso il Marca, Museo delle Arti Catanzaro, anche a luglio si terranno diversi appuntamenti il 14 e il 21 ; un buon drink e qualche stuzzichino tutto compreso nel biglietto della mostra a soli 3 euro, i primi tre giovedì di luglio con gruppi diversi ma di grande qualità. Il 14 luglio , suonerà Peppe Fonte. Si chiude il 21 luglio , con il concerto del gruppo “Le Hibou”. XIII motoraduno d’epoca Il 17 luglio 2011 , a S.Elia si terrà il XIII° motoraduno d’epoca regionale V° memorial Giovanni Critelli. Ore 8.00, iscrizione presso Piazza Ss Maria Assunta in S. Elia. Ore 11.00, chiusura iscrizione, benedizione moto e motociclisti, partenza dalla piazzetta del motociclista, bivio ter-

Tutto pronto sul nuovo lungomare “Giovanni Paolo II” di Soverato, sullo Ionio catanzarese, per la grandiosa “Festa del sole 2011: Aria, acqua, terra, fuoco e meraviglia" di oggi , un evento pirotecnico-musicale-acrobatico-teatrale unico al mondo, che esalta l’arte italiana in alcuni generi di grande spettacolarità. L’inizio dello straordinario spettacolo, ideato e organizzato da Ruggero Pegna per la produzione della Provincia di Catanzaro, è fissato per le ore 21.00. L’ingresso è libero. Previsto l’afflusso di oltre trentamila persone da tutta la regione. La seconda edizione della “Festa del sole”, che si preannuncia come uno degli eventi più spettacolari mai visti, avrà un cast sensazionale, con la formidabile compagnia acrobatica dei Sonics, gli effetti speciali e pirotecnici della Parente Fireworks, leader mondiale della tecnologia applicata all’arte pirotecnica, l’acqua delle suggestive fontane danzanti di Viorica, i numeri di tea-

tro pirotecnico dell’Atmo. Aria, acqua, terra, fuoco e meraviglia, come dice il sottotitolo dell’evento, insieme in una sequenza fantasmagorica mozzafiato. La Festa del Sole, che lo scorso anno ha incantato Lamezia Terme, vuole essere un vero tributo all’estate, in cui il meglio dell’arte pirotecnica mondiale si fonde con il teatro urbano di alcune delle compagnie più apprezzate a livello internazionale, con una serie di effetti e sorprese da lasciare tutti stupefatti, con gli occhi verso il cielo. Nove torri alte dodici metri, una gigantesca gru capace di sollevare il “Pianeta Meraviglia” dei Sonics fino a sessanta metri di altezza, un’enorme vasca per i giochi d’acqua e di luci, decine di apparecchiature ad alta tecnologia per fuochi, luci e fiamme, oltre a un palcoscenico per i numeri piroteatrali dell’ Atmo, faranno da suggestivo set scenografico ai novanta minuti di emozionante e trascinante spettacolo. Sul filo della voce narrante di

mine, Pentone, bivio Cafarda. Diga del Passante, bivio Semaforo, Villaggio Racise, Villaggio Mancuso. Ore 13.30, pranzo al ristorante "Hotel Sila", estrazione lotteria, chiusura manifestazione e saluti

renza stampa si terrà il 12 luglio a Cosenza, nella Sala Polifunzionale della sede Rai (Via G. Marconi Cosenza) e avrà inizio alle ore 11.00. Interverranno: Mario Caligiuri; Francesco De Nisi; Adolfo Repice; Pasqualino Pandullo; Maria Faragò; GilbertoFloriani;LiviaBlasi;Angela Procopio; Mario Bozzo. Durante la conferenza stampa, sarà reso noto il programma delle tre serate tropeane cui parteciperanno molte personalità di spicco del panorama culturale e giornalistico italiano.

2° Randonnèe Provincia di Catanzaro 2011 Secondo evento annuale, 130 Kilometri nella Provincia di Catanzaro, giorno 7 agosto 2011 , Giardini San Leonardo. Partenza alla Francese dalle ore 7.30 alle 8.30. Programma: partenza: Giardini San Leonardo; controllo e rifornimento: Semaforo. Arrivo: 16.00\17.00, Giardini San Leonardoconpremiazionesquadre. Info: 338/3683675 giovanni.brofferio@tiscali.it CETRARO Summer Tour di Radio Jukebox Dopo il grande successo per la tappa del Summer Tour di Radio Jukebox, nuova tappa prevista per giorno 11 luglio 2011 a Cetraro (Cs) con la vincitrice Nazionale Elisa Grassi del Nuovi Talenti Festival e gli Sugarfree. COSENZA ConferenzastampaPremioTropea 2011 Conferenzastampadipresentazione della V edizione del Premio nazionale letterario "Città di Tropea Una Regione per leggere". La confe-

FRASCINETO X Raduno Nazionale della Vespa Mancano poche settimane all’apertura ufficiale del Decimo Raduno Nazionale del la Vespa, un evento messo a punto dal Vespa Club di Castrovillari. A Frascineto (Cs), dove si terrà la manifestazione, fervono i preparativi per accogliere al meglio i vespisti proveniente da tutte le regioni d’Italia per vivere insieme una straordinaria occasione e condividere la passione comune per la mitica due ruote di Pontedera.Il raduno si svolge in due giornate, tra il 16 e il 17 luglio . Madrina dell’evento sarà Maria Perrusi, Miss Italia 2009. Parteciperà alla serata di gala di giorno 16, che vedrà l’elezione di “Miss Vespa sotto le stelle”.Lo spettacolo sarà condotto dall’attrice Daniela Fazzolari.

Luigi Grandinetti e di un racconto scritto dallo stesso Ruggero Pegna e da Alessandro Pietrolini della Compagnia Acrobatica Sonics, con il sottofondo di una potente e suggestiva colonna sonora, la Festa del Sole 2011 propone uno spettacolare cocktail di effetti speciali e pirotecnici progettati da Fabio Pavanetto e Antonio Parente della Parente Fireworks, emozionanti giochi di luce e di acqua, gli incredibili numeri acrobatici dei Sonics, una delle compagnie acrobatiche più apprezzate al mondo, senza protezioni a decine di metri dal suolo e le splendide coreografie del teatro pirotecnico dell’Atmo, caratterizzate da eccezionali costumi. Uno spettacolo multigenere che incastona le meravigliose evoluzioni dei Sonics in una sequenza di quadri fantastici di effetti speciali di tutti i tipi studiati per l’occasione. Uno spettacolo unico e originale che si snoda su un palcoscenico reale e altri spaziali e immaginari, che uniscono la terra al cielo. Il pubblico sarà coinvolto dall’incredibile impatto visivo, ma anche dalle suggestioni del racconto di un viaggio tra le pieghe dell’animo umano, le vie dell’universo e le percezioni della mente alla ricerca dello stupore e della meraviglia, fino alle viscere del sole. Una vera festa del sole che, davvero unica, come garantiscono gli organizzatori, aprirà l’estate catanzarese e calabrese. Wanda Ferro, presentando l’evento, si è dichiarata entusiasta di poter produrre uno spettacolo che fonde varie arti, cultura e grandi emozioni: "Mi auguro - ha detto - che l’estate 2011 possa essere per tutti scoppiettante ed emozionantecomequestospettacolo!"

LAMEZIA TERME 40 anni Fidapa La Sezione Fidapa di Lamezia Terme compie 40 anni e intende celebrare l’evento oggi , con un convegnochesiterràalTeatroGrandinetti su “Associazionismo e Politiche Sociali".Ilconvegnovedràlapartecipazione corale delle Sezioni Fidapa della Calabria e la presenza autorevole dei vertici nazionali della Federazione, nonché dei rappresentantiistituzionalidiComune,Provincia e Regione, e di relatori competenti. Nel corso del convegno sarà anche presentato il volume "La Fidapa e Lamezia Terme. Quarant’anni insieme pubblicato per l’occorrenza". Rassegna “Cinema d’estate” Domenica 25 settembre 2011, si svolgerà la Marcia Perugia-Assisi per la pace e la fratellanza dei popoli a cinquant’anni dalla prima Perugia-Assisi organizzata, con lo stesso slogan, da Aldo Capitini il 24 settembre1961.E’inpreparazionea taleevento, acui siamoinvitatia partecipare, che Amnesty International e Pax Christi propongono anche quest’anno la consueta rassegna “Cinema d’estate”. Programma delle serate: Martedì 12 luglio 2011 , ore 21.00, Bonhoeffer di Eric Till. La rassegna si terrà presso il Cortile Casa Canonica del Carmine, Via R. Sanzio, 2 a Lamezia

Terme, Sambiase. MAIDA "Milo e il Tesoro del Libro" Domenica 10 luglio 2011 , dalle ore 17.00, al Centro Commerciale "Due Mari", "Milo e il tesoro del libro" a spasso con la Melevisione. Con indovinelli, canzoni e filastrocche la strega Varana e Milo Cotogno racconteranno la fiaba del Mago Bibliomane, spiegando in maniera divertente i meravigliosi tesori che la lettura può regalare a piccoli e grandi. PARCHELIA Mostra dedicata a Cavour Nell’ambito dei festeggiamenti per il 150^ anniversario dell’Unità d’Italia, l’amministrazione comunale, in collaborazione con l’associazione Amici della Fondazione Cavour, ha organizzato per i giorni fino al 13 luglio 2011 , nei locali del Centro culturalecittadino,unamostrasultema “Cavour ed il suo tempo”, con l’intento di illustrare ambienti e contesti in cui si formò ed agì Camillo Benso Conte di Cavour. REGGIO CALABRIA “Prima Giornata Ecologica a Mosorrofa” L’associazioneculturale“Attivamente” organizza la “Prima Giornata Ecologica a Mosorrofa”. La manifestazione si terrà oggi , a partire dalle ore 15.00, con appuntamento in P.zza Chiesa a Mosorrofa. SIDERNO Quinta tappa di Pallavolando 2011 Si comunica che la quinta tappa di "Pallavolando 2011 - Quattordicesima Edizione" si svolgerà, organizzata dalla Club Polisportivo Jonico, a Siderno domenica 10 luglio 2011 , alle ore 15.30, presso il Centro Koala. TARSIA Festival Musicando 2011 Aspiranti cantanti e ballerini siete pronti? L’associazione Musikart comunica che sono ufficialmente aperteleiscrizioniperparteciparealleselezioni del Festival Musicando 2011, che si svolgeranno a Tarsia (Cs) nel parco giochi di via Olivella il 19 luglio , alle ore 20.30. Tre le sezioni in gara: ballo, canto edito e inedito.Info: info@musikart.it.C’è tempo fino al 15 luglio 2011. III edizione del Festival Tarantarsia Quest’annoilTarantarsiagiungealla terza edizione e farà ballare per tutta la notte. Il festival organizzato dall’associazione Musikart in collaborazione con il Comune di Tarsia, si svolgerà il 30 luglio 2011 nella piazza San Francesco a Tarsia (Cs). Nel corso della serata, prima del concerto, si aprirà nella piazza San Francesco Vivacqua la fiera enogastronomica “Sapori e profumi della nostra terra”. La serata sarà interamente seguita dalle emittenti nazionali Radio Jukeboxe e Calabria Tv.


28

il Domani

Sabato 09 Luglio 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

L'opera di Piero Maniscalco

Nel padiglione alla Montevergini fino al 27 novembre trenta artisti tra i più affermati nel panorama regionale

La Biennale siciliana a Siracusa Antonio Longo L’arte non è cosa nostra. Questo il titolo, per certi versi provocatorio, della lectio magistralis tenuta dal curatore della 54esima edizione della Biennale di Venezia, Vittorio Sgarbi , che ha caratterizzato la cerimonia d’inaugurazione, nell’ambito del padiglione Italia, della sezione dedicata alla Sicilia alle sale espositive della Galleria civica d’arte contemporanea Montevergini di Siracusa. Un

Il critico Ornella Fazzina «Il padiglione Sicilia è una ghiotta occasione per focalizzare l’attenzione sull’arte di oggi che non trova ancora lo spazio che merita» evento che si è posto l’obiettivo di coniugare al meglio i più profondi valori dell’arte con la voglia di riscatto di una terra dalle grandi potenzialità quale è l’isola. Fino al 27 novembre sarà dunque possibile ammirare le opere di trenta artisti tra i più affermati nel panorama regionale e nazionale. A condurci per mano alla scoperta delle peculiarità delle opere esposte è Ornella Fazzina, critico d’arte e docente di storia dell’arte all’accademia di Belle arti di Catania che, nell’occasione, ha fornito la sua consulenza agli organizzatori per individuare, insieme a uno staff di esperti, gli artisti attivi nella Sicilia orientale. «Credo che il padiglione Sicilia sia una ghiotta occasione per focalizzare l’attenzione sull’arte contemporanea che nell’isola non trova ancora lo spazio che meriterebbe – esordisce la Fazzina – per Siracusa, in particolare, può significare anche un momento di rilancio della Galleria civica

Presenti i lavori fotografici di Carmelo Bongiorno le singolari narrazioni di Franco Carlisi, il rigore tecnico di Carmelo Nicosia e le immagini pittoriche di Massimo Siragusa Vittorio Sgarbi all'inaugurazione

che, non avendo da tempo un vero e proprio direttore, ha subito, in parte, una perdita di identità, non svolgendo compiti e non operando scelte atte a esprimere il meglio della creatività dell’oggi». Il padiglione propone al pubblico uno spaccato dell’arte contemporanea in questa parte di Sicilia. «Sono diversi i linguaggi, le poetiche, i generi, le correnti inerenti gli artisti di differenti generazioni proposti dalla kermesse – precisa il critico d’arte – il Gruppo di Scicli si presenta con la visione intimistica di Sonia Alvarez, i simboli e archetipi di Sandro Bracchitta, le forme sintetiche di Carmelo Candiano, i tagli netti e il chiaroscuro nelle figure di Giuseppe Colombo, la prorompente mediterraneità di

Il lavoro di Giacomo Alessi

Salvatore Paolino, la forma e il colore come espressione di una passione in Franco Polizzi, la pittura materica di Piero Zuccaro. Nell’area siracusana Tano e Antonio Brancato mostrano una pittura fatta di citazioni, Alfredo Romano si muove tra il gestuale, il materico e il concettuale, Gaetano Tranchino propone memorie sospese tra realtà e sogno, Lela Pupillo sperimenta nel campo dell’astrazione. E ancora, il forte espressionismo con accenti baconiani di Piero Roccasalvo, l’iperrealismo di Antonio Sciacca, l’installazione di ceramiche antropomorfe di Giacomo Alessi, il primitivismo scultoreo di Girolamo Ciulla, le cromie luminose del paesaggio rurale di Vincenzo Nucci, per toccare l’area catanese che in

Al centro dello spazio espositivo è collocata l’opera di Piero Maniscalco una barca che rappresenta il tema attuale della tragedia dei migranti pittura è rappresentata dall’incontro tra mito e classicità di Enzo Indaco, dal citazionismo di Salvo Russo tra reale e immaginario, dal connubio tra figurazione e astrazione di Enzo Rovella, dal geometrismo formale di Francesco Balsamo e dalla pennellata materica e incisiva di Calusca». All’interno della galleria è possibile visitare anche la sezione dedicata alla fotografia: «In quest’ambito sono presenti nomi quali Carmelo Bongiorno con le sue immagini sfocate e suggestive, Franco Carlisi e le “istantanee lunghe” per le sue singolari narrazioni, Giuseppe Leone e i suoi poetici paesaggi di Sicilia, Carmelo Nicosia e il suo rigore tecnico nel consegnarci storie vere e Massimo Siragusa che spiazza con la sua fotografia “pittorica” – aggiunge Ornella Fazzina – al centro dello spazio espositivo è, inoltre, collocata la barca di Piero Maniscalco sul tema della tragedia dei migranti». Fino al 27 novembre, Siracusa. Info:


Sabato 09 Luglio 2011

il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA

Edoardo Nesi festeggia la vittoria

Il Ninfeo di Villa Giulia, sede della manifestazione

Nessuna sorpresa allo Strega, vince il favorito Edoardo Nesi con Bompiani L’ex imprenditore di Prato si aggiudica il premio con ben 138 voti, seconda l’esordiente Mariapia Veladiano Maurizio Zuccari È l’epilogo poco fantasioso di una storia annunciata, quella che ha portato Edoardo Nesi l’altro ieri notte a stappare il bottiglione dello Strega con 138 voti. Sua e della casa editrice Bompiani l’edizione numero 65, come da copione, in una serata che ha dato solo un brivido alla prima scrematura, quando lo scrittore pratese è emerso appaiato a Bruno Arpaia. Una coabitazione durata lo spazio di un giro, poi non c’è stata più partita e l’autore Guanda ha chiuso a quota 73. Per la Mondadori, "main sponsor" del

Quello che non a torto è definito il premio agli editori e non agli autori è giunto alla sua 65esima edizione con Tullio De Mauro presidente dell’evento

premio, sarebbe stato davvero troppo papparsi la quinta edizione di fila con Ternitti di Mario Desiati (suo il quarto posto con 63 voti). D’altronde neanche se Einaudi avesse fatto coppia, anziché puntare sull’elfica Mariapia Veladiano, seconda con 74 preferenze, avrebbe vinto un autore della scuderia di Segrate. Ferma ai 45 voti rastrellati a casa Bellonci, salutato ognuno da una "standing ovation" del tavolo Nottetempo, l’esordiente senior Luciana Castellina. Strategie editoriali a parte, per quello che non a torto è definito il premio agli editori - e non agli autori - per eccellenza, la serata ha messo in luce alcune particolarità, nell’ambito di una consolidata tradizione. Emerge, in primo luogo, come tra i finalisti del premio letterario per antonomasia del Belpaese si registri una grande assente: la letteratura. Gran parte dei romanzi in lizza (eccezion fatta per L’energia del vuoto di Arpaia) raccontano storie di testimonianza, imbevute di elementi autobiografici. Elementi di letteratura, ma troppo esile per lasciare traccia, contiene La vita accanto della Veladiano, considerazioni a parte su

Gran parte dei romanzi in lizza (eccezion fatta per L’energia del vuoto di Arpaia) raccontano storie di testimonianza imbevute di elementi autobiografici romanzetti di 150 pagine in corpo 12 e spaziatura larga. Anche (soprattutto) Storia della mia gente, il buon libro dell’ex imprenditore tessile di Prato, che volente e nolente si è visto premiato nella decisione di sbaraccare la fabbrica di famiglia prima che venisse sommersa dall’onda lunga della globalizzazione, privilegia il registro descrittivo più di quello narrativo. Sia lode a lui, comunque, oltre che per la meritata vittoria, per averla ottenuta decantando l’etica del lavoro della provincia italiana (come giustamente sottolinea uno dei suoi patrocinatori, Antonio Pen-

Pistoletto a Londra

Fatti d’arte a Lamezia

Quest’estate alla Serpentine gallery di Londra apre una nuova esposizionediMichelangelo Pistoletto,artista italiano di primo piano. Vincitore del Leone d’oro alla Carriera alla Biennale d’arte di Venezia del 2003, Pistoletto è conosciuto in tutto il mondo sia quale figura chiave nello sviluppo dell’arte concettuale sia come fondatore dell’influente movimento dell’Arte povera. Per la propria mostra alla Serpentine, intitolata "The mirror of judgement”, l’artista ha ideato un labirinto che guidai visitatori attraverso l’interno della galleria, dove possono scoprire una serie di lavori scultorei. Pistoletto descrive il labirinto come “una serpeggiante e imprevedibile strada che ci porta al luogo della rivelazione, della conoscenza”. Dal 12 luglio al 17 settembre. Info: www.serpentinegallery.org.

Lunedì prossimo, alle ore 18.30 a Lamezia Terme, a palazzo Nicotera, viene presentato il volume Fatti d’arte, un percorso nel contemporaneo tra arte, società e territorio, scritto dal critico Teodolinda Coltellaro. All’incontro prenderanno parte la parlamentare Doris Lo Moro, la presidente della provincia di Catanzaro Wanda Ferro, l’artista Cesare Berlingeri e il designer Gennaro Di Cello. Modererà la giornalista Tiziana Bagnato. "Fatti non parole. Il volume di Teodolinda Coltellaro, edito da Rubbettino, prende spunto dalla cronaca intesa nella sua accezione migliore". Alberto Fiz, direttore artistico del museo Marca di Catanzaro e autore della prefazione del testo, sintetizza così l’intento di Coltellaro di "proporre una dimensione più immediata e chiara del fare artistico dei nostri tempi, un modo nuovo e interessante di

nacchi, stregato alla scorsa edizione) e disvelato il lato tragico della globalizzazione in salsa cinese. Aspettando settembre, con le ventilate modifiche promesse dal presidente della fondazione Bellonci, Tullio De Mauro, in questo contesto di non eccelse virtù letterarie e scontati margini di marketing editoriale spicca la sciatteria e l’improvvisazione della serata al ninfeo di Villa Giulia, dettata dai tempi televisivi - al punto da sollevare le critiche del bizzoso presidente della giuria - gestiti da un duo d’improbabili conduttori. A cui la valletta di turno, la catanese Melissa P. dei famigerati colpi di spazzola prima di andare a dormire, il suo discusso romanzo pubblicato nel 2003, ha fatto degnamente pendant. Stonata più che mai e sempre in periglioso bilico sui trampoli che le consentivano di giungere alla storica lavagnetta, rimasta orfana dei numeri della votazione finale. Che dire, se non chiudere con la risposta data da Edoardo Nesi a un esangue Gigi Marzullo, in finale di serata: «Ma vince sempre il migliore?» «Alla fine, sì». Appuntamento al 2012.

La copertina del volume

attraversare le distese conoscitive dell’arte e le problematiche connesse alla creazione artistica, collegandole ad analisi critiche, a recensioni, a cronache di eventi, a interviste". Nel libro si potrà leggere e comprendere "il pensiero" di artisti come Mimmo Rotella, Francesco Guerrieri, Lia Drei, Cesare Berlingeri, Antonio Violetta, Max Marra, Giulio De Mitri, Caterina Arcuri, Antonio Pujia Veneziano, Angelo Savelli.


il Domani Sabato 9 Luglio 2011 31

SPETTACOLI-TV C A NA L E

06:10 - TELEFILM Zoey 101 07:00 - TELEFILM Baywatch 07:55 - CARTONI ANIMATI Doraemon 08:10 - Petali di stelle per Sailor Moon 08:35 - CARTONI ANIMATI Spongebob 09:10 - CARTONI ANIMATI Ben 10: forza aliena 09:35 - CARTONI ANIMATI Iron man 10:05 - CARTONI ANIMATI Cattivik 10:20 - RUBRICA Tv moda 10:55 - SITUATION COMEDY True jackson, Vp 11:45 - SITUATION COMEDY Sonny tra le stelle 12:25 - TELEGIORNALE Studio aperto 12:58 - NEWS Meteo 13:00 - NEWS Studio sport - anticipazioni 13:02 - NEWS Studio sport 13:35 - TELEGIORNALE Tgcom 13:40 - CARTONI ANIMATI Detective Conan 14:10 - TELEFILM I Simpson 14:35 - Family plan - Un'estate sottosopra con L. Nielsen, J. Reinhold - regia di Fred Gerber 16:30 - Mr. Troop mom - Commedia con G. Lopez, D. Bobadilla, J. Lynch - regia di W. Dear (USA) 18:20 - CARTONI ANIMATI Bugs Bunny 18:28 - Studio aperto - Anticipazioni 18:30 - TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 - NEWS Meteo 18:59 - CARTONI ANIMATI Bugs Bunny 19:25 - Babe: Maialino coraggioso con J.Cromwell, M. Szubansky, Z. Burton - regia di C. Noonan 21:10 - Shaggy Dog - Papa' che abbaia... non morde con T. Allen, K. Davis, Z. Grey, S. Breslin, regia di Brian Robbins (USA) - 2006 23:10 - Swarmed - Lo sciame della paura - Horror con J. Malen, C. Alt - regia di P. Ziller (Canada) 01:05 - RUBRICA Tv moda 01:45 - TELEVENDITA Media shopping 02:00 - Una notte di mezza estate con T. Hill, N. Morgan, R. Carey - regia di T. Hill (Italia) 1991 02:55 - Pesce d'Aprile con T. Hill, A. Trinidad, N.Morgan - regia di T. Hill (Italia) - 1991 03:50 - Caffè Olè - Western con T. Hill, N. Morgan, A. Trinidad - regia di R. Schlesinger (Italia) 04:50 - Chi è Mr. Josephs? con T. Hill, N. Morgan, A. Trinidad - regia di R. Schlesinger (Italia) - 1991

06:00 - RUBRICA Fuori orario 07:05 - Rai Educational - Radio G.R.E.M. 07:35 - Rai Educational Magazzini Einstein 08:30 - RUBRICA Rai Educational - A ruota libera 09:00 - L'oro di Picano Valley con J. Wayne, S. Bromley, J. Curtis - regia di Robert Bradbury 09:50 - RUBRICA Speciale Franco e Ciccio 09:51 - RUBRICA Ricordando 09:55 - I figli del leopardo con F. Franchi, C. Ingrassia, E. Marandi - regia di S. Corbucci 11:30 - SHOW Estate al Circo 12:00 - TELEGIORNALE TG3 - Rai Sport Notizie 12:25 - RUBRICA TGR Il Settimanale 13:00 - RUBRICA La Grande Storia Magazine 13:55 - RUBRICA Appuntamento al cinema 14:00 - TELEGIORNALE TG Regione 14:20 - TELEGIORNALE TG3 14:45 - SPORT Ciclismo. Tour de France - 8^ Tappa - Ciclismo 15:15 - TELEGIORNALE TG3 LIS 18:00 - TELEFILM Un caso per due 18:55 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 19:00 - TELEGIORNALE TG3 19:30 - TELEGIORNALE TG Regione 20:00 - RUBRICA Blob 20:20 - TELEFILM I misteri di Murdoch - 3 21:05 - FILM Platoon con C. Sheen, T. Berenger, W. Dafoe - regia di O. Stone (USA) - 1986 23:15 - TELEGIORNALE TG3 23:30 - TELEGIORNALE TG Regione 23:35 - RUBRICA Un giorno in Pretura 00:35 - TELEGIORNALE TG3 00:45 - RUBRICA TG3 Sabato notte 01:00 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:10 - RUBRICA Fuori Orario. Cose (mai) viste 01:20 - La fossa dei disperati con J.-P. Mocky, C. Aznavour, A. Aimée - regia di G. Franju 02:50 - Dementia 13 - Terrore alla tredicesima ora con W. Campbell, L. Anders, B.Patton regia di Francis Ford Coppola 04:40 - Il sospetto con J. Fontaine, C. Grant, C. Hardwicke - regia di Alfred Hitchcock (USA) - 1941

06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico 07:57 - NEWS Meteo 5 08:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Mattina 09:00 - TELEFILM Sophie 10:00 - TELEFILM Sophie 11:00 - RUBRICA Forum 13:00 - TELEGIORNALE Tg5 13:39 - NEWS Meteo 5 13:40 - MINISERIE Io non dimentico - 2a puntata 16:35 - L'amore in gioco con D. Barrymore, J. Fallon - regia di P. Farrelly (USA) 2006 18:10 - SHOW Pomeriggio Cinque Collection 19:44 - TELEGIORNALE Tg5 - Anticipazione 20:00 - TELEGIORNALE Tg5 20:39 - NEWS Meteo 5 20:40 - SHOW Paperissima Sprint 21:20 - SHOW Ciao Darwin 6 - La regressione 00:00 - MINISERIE United States of Tara 00:30 - MINISERIE United States of Tara 01:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Notte 01:30 - NEWS Meteo 5 01:31 - SHOW Paperissima Sprint Per la terza volta alla conduzione la brasiliana più simpatica della Tv italiana: Juliana Moreira, affiancata dal pupazzo Gabibbo. Gag inedite si alterneranno a una selezione di filmati esilaranti provenienti da tutto il mondo: video amatoriali con protagonisti bambini, animali, piccoli incidenti domestici, matrimoni, imprese sportive e molto altro. La prima edizione di Paperissima Sprint risale al 1990 e nasce su Italia 1 come uno speciale di Paperissima.

02:11 - Di che peccato sei? - Commedia con L. Gullotta, A. Giuliani, P. Cecchini regia di P. F. Pingitore (Italia) - 2006 04:01 - TELEFILM Joan of Arcadia 05:15 - TELEGIORNALE Tg5-notte-replica 05:44 - NEWS Meteo 5 notte 05:45 - TELEVENDITA Media shopping

RETE 06:30 - TELEVENDITA Media shopping 06:45 - TELEVENDITA Media shopping 07:20 - SITUATION COMEDY Vita da strega 07:50 - TELEFILM Kojak II 08:30 - NEWS Navigare informati 08:32 - SHOW Vivere meglio 10:00 - TELEFILM Giudice Amy 10:50 - RUBRICA Ricette di famiglia 11:25 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 11:30 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 11:55 - NEWS Meteo 11:59 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 12:00 - NEWS Vie d'italia - Notizie sul traffico 12:02 - MINISERIE Piu' forte ragazzi 13:00 - TELEFILM Distretto di polizia 13:52 - TELEFILM Poirot I 16:00 - TELEFILM Monk 17:58 - NEWS Navigare informati 18:00 - RUBRICA Pianeta mare 18:45 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 18:55 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:19 - NEWS Meteo 19:23 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:35 - TELEFILM Siska 20:25 - TELEFILM Siska 21:10 - TELEFILM Criminal intent 23:00 - TELEFILM Law & Order: unita' speciale 00:05 - TELEFILM 24 01:22 - TELEGIORNALE Tg4 night news 01:45 - SHOW Ricordo di lelio luttazzi 03:07 - FILM Le tre spade di zorro con Guy Stockwell, Michaela Wood, Franco Fantasia - regia di Ricardo Blasco (Spagna) - 1963 04:33 - TELEVENDITA Media shopping 04:50 - SHOW Come eravamo 05:30 - TELEGIORNALE Tg4 night news 05:50 - MINISERIE Giornalisti

06:00 - TELEGIORNALE Tg La7/meteo/oroscopo/traffico - Informazione 06:55 - RUBRICA Movie Flash 07:00 - ATTUALITÀ Omnibus 07:30 - TELEGIORNALE Tg La7 09:50 - RUBRICA Bookstore 10:45 - Repubblica Ceka - Qualifiche Superpole 11:35 - TELEFILM Ultime dal cielo 13:30 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 13:55 - TELEFILM Dio vede e provvede 14:55 - Repubblica Ceka - Superpole 16:20 - Banzai con P. Villaggio, F. De Rosa regia di Carlo Vanzina (Italia) - 1997 17:50 - RUBRICA Movie Flash 17:55 - FILM TV Jack Hunter - La tomba di Akhenanton - Avventura con Ivan Sergei, Joanne Kelly, Susan Ward - regia di Terry Cunningham (USA) - 2008 20:00 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 20:30 - RUBRICA Chef per un giorno 21:30 - TELEFILM L'ispettore Barnaby 23:30 - TELEFILM New Tricks 00:30 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 00:40 - SHOW m.o.d.a. 01:20 - RUBRICA Movie Flash 01:25 - FILM Fifa e arena con Totò, Isa Barzizza regia di Mario Mattioli (Italia) - 1948 03:10 - RUBRICA La7 Colors

1

ITALIA

06:00 - TELEFILM Affari di pancia 06:20 - TELEFILM The class - Amici per sempre 06:40 - TELEFILM 8 semplice regole 07:00 - Cartoon Flakes Weekend 07:01 - CARTONI ANIMATI Gargoyles 07:20 - RUBRICA Art Attack 08:05 - CARTONI ANIMATI Rahan 08:30 - CARTONI ANIMATI Inazuma Eleven 08:50 - CARTONI ANIMATI Oanico al villaggio 08:55 - TELEFILM Rebelde Way 09:45 - SHOW Serious Season Andes 10:15 - RUBRICA Sulla Via di Damasco 10:45 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 10:50 - RUBRICA Quello che 11:30 - TELEFILM Il nostro amico Charly 12:10 - TELEFILM La nostra amica Robbie 13:00 - RUBRICA TG 2 GIORNO 13:30 - RUBRICA Sereno Variabile Estate 13:45 - SPORT Automobilismo: Gran Premio Gran Bretagna di Formula 1 - Automobilismo 13:46 - SPORT Pit Lane - Automobilismo 14:00 - SPORT Qualifiche - Automobilismo 15:30 - TELEFILM Squadra Speciale Lipsia 16:15 - TELEFILM Squadra Speciale Stoccarda 17:00 - TELEFILM Sea Patrol 17:40 - TELEFILM Due uomini e mezzo 18:00 - NEWS TG 2 L.I.S. 18:05 - RUBRICA Crazy Parade 18:35 - TELEFILM Primeval 19:30 - TELEFILM Squadra Speciale Cobra 11 20:25 - GIOCO Estrazioni del lotto 20:30 - TELEGIORNALE TG2 -20.30 21:05 - Il passato di uno sconosciuto con J. Turner, C. Mandylor, M. Quinian - regia di Y. Lanskaya 22:35 - TELEFILM Brothers & Sisters 23:20 - TELEGIORNALE TG 2 23:35 - RUBRICA TG 2 - Dossier 00:25 - TG 2 - Storie. I racconti della settimana 01:05 - RUBRICA TG 2 Mizar 01:30 - RUBRICA TG 2 Sì, Viaggiare 01:50 - RUBRICA TG 2 Eat Parade 02:00 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2

CINEMA

06:00 - NEWS Euronews 06:10 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA in musica 06:30 - RUBRICA Unomattina Estate Weekend 07:00 - TELEGIORNALE TG 1 08:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:30 - TELEGIORNALE TG 1 L.I.S. 09:45 - RUBRICA Settegiorni 10:35 - RUBRICA Appuntamento al cinema 10:45 - TELEFILM Un ciclone in convento 11:30 - TELEFILM Don Matteo 6 13:30 - TELEGIORNALE Telegiornale 14:00 - RUBRICA Linea Blu 15:30 - DOCUMENTARIO Quarl Atlante Immagini dal pianeta 16:05 - RUBRICA Overland 12 17:00 - TELEGIORNALE TG 1 17:15 - RUBRICA A sua immagine 17:55 - RUBRICA Dreams Road 2010 18:50 - GIOCO Reazione a catena 20:00 - TELEGIORNALE Telegiornale 20:30 - TELEGIORNALE Rai Tg Sport 20:35 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 21:10 - FILM The young Victoria con Emily Blunt, Rupert Friend, Paul Bettany - regia di Jean Marc Valle'e 23:05 - FILM John Q con Denzel Washington, Robert Duvall, Anne Heche - regia di Nick Cassavetes 01:00 - TELEGIORNALE TG 1 - NOTTE 01:10 - PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 01:15 - RUBRICA Cinematografo Speciale 01:55 - FILM Fuoco su di me con Omar Sharif, Massimiliano Varese, Marc Florrini - regia di Lamberto Lambertini 02:15 - RUBRICA Appuntamento al cinema 02:20 - FILM Management con Jennifer Aniston, Steve Zahn, Woody Harrelson regia di Stephen Belber 03:50 - TELEFILM Il bene e il male 05:40 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA

06:55 Summer Superheroes - Speciale 07:10 La vita segreta delle api 09:00 The Karate Kid - La leggenda continua 11:20 Puzzole alla riscossa 12:50 The Twilight Saga: Eclipse - Speciale 13:15 Shrek e vissero felici e contenti 14:55 La vita segreta delle api 16:45 A-Team - Speciale 17:05 La nostra vita 18:50 Il segreto dei suoi occhi 21:00 Sky Cine News - La solitudine dei... 21:10 From Paris with love 22:50 The new daughter - Un'altra figlia 00:45 Brooklyn's Finest 03:00 Stuart Little

07:00 - NEWS News 07:05 - MUSICA Only Hits 08:00 - MUSICA Europe Top 10 09:00 - MUSICA Mtv World Stage 10:00 - SHOW MTV Days Third Night 12:00 - TELEFILM My Life As Liz 13:00 - REPORTAGE Il Testimone Vip 14:00 - NEWS Speciale MTV News 15:00 - TELEFILM Audrina 16:00 - NEWS MTV News 16:05 - SERIE TV The Family Crews 17:00 - NEWS MTV News 17:05 - SHOW Teen Mom 2 18:00 - NEWS MTV News 18:05 - SHOW Made 19:00 - NEWS MTV News 19:05 - TELEFILM Hard Times 20:00 - REPORTAGE Il Testimone 21:00 - NEWS MTV News 21:05 - SHOW My Supersweet World Class 22:00 - SHOW My Super Sweet Blingest Bash Countd 23:00 - TELEFILM Blue Mountain State 00:00 - FILM My Super Psycho Sweet Sixteen 01:30 - RUBRICA MTV At The Movies 02:00 - MUSICA Party Zone 05:45 - TELEGIORNALE News

04:25 Summer Superheroes - Speciale 04:40 La nostra vita From Paris with love Un film di Pierre Morel. Con John Travolta, Jonathan RhysMeyers, Kasia Smutniak, Richard Durden, Chems Dahmani. Genere: Azione Durata: 90 min. Francia 2010. Assistente dell’ambasciatore americano a Parigi, James Reeves sogna di fare l’agente segreto. L’occasione si presenta per un summit internazionale quando gli viene affidato un partner, Wax, dai metodi non proprio convenzionali…



il domani