Page 1

Lunedì 8 Dicembre 2008 Euro 1,00 Anno XI - Numero 338

del

Lunedì

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 28 a pag. 33) CATANZARO L’urbanista Beniamino D’Errico è autore di numerose pubblicazioni scientifiche

CATANZARO Concerto il prossimo 12 dicembre al Casalinuovo

Un istmo strategico per lo sviluppo Amoruso e Cantisani di Beniamino D’Errico

CATANZARO

CATANZARO — Il territorio rappresenta

un’immensa risorsa da investire per il futuro. Gran parte della provincia di Catanzaro vanta un’estensione geografica istmica, tra S. Eufemia Lamezia e lo Jonio.

Il mio canto libero A PAGINA 28

A PAGINA 28

CATANZARO — Joe Amoruso e Claudia

Cantisani in un concerto di beneficenza. A pochi mesi dalla tappa del tour estivo con Pino Daniele, Joe Amoruso, torna a Catanzaro; questa volta insieme con Claudia Cantisani, giovane ma già affermata cantautrice lucana.

CASTROVILLARI

Settimana delle biblioteche A PAGINA 29

A PAGINA 29

SECONDA DIVISIONE Oggi l’atteso big-match tra il Cosenza di Toscano e il Catanzaro di Provenza. In palio il primato in classifica

Derby al San Vito, vinca il migliore Reggina bloccata in casa dal Bologna. Finisce 0-0 la gara tra Vibonese e Scafatese CATANZARO — Oggi al San Vito, l’atteso derby tra Cosenza e Catanzaro. Un match che vale il primato in classifica nel girone meridionale di Seconda divisione. Mister Provena chiede ai suoi «la massima concentrazione». Intanto, nella giornata di ieri, in seria A, la Reggina è stata bloccata al Granillo da un coriaceo Bologna. Lo scontro diretto con i felsinei è finito, infatti, 2-2. L’altra calabrese della Seconda divisione, ovvero la Vibonese ha invece impattato al Razza con la Scafatese. Risultato finale, 0-0. Un buon punto, comunque, per proseguire con serenità verso la salvezza.

ALLE PAGINE 23 e 25

I siciliani espugnano il D’Ippolito per 2-0. Contestata la dirigenza lametina

Il Gela affonda la Vigor

Mimmo Toscano

Nicola Provenza

REGIONE Un importante progetto condotto da Field in collaborazione con enti e istituzioni

La Calabria porterà il latte in Africa CATANZARO — Domani alle ore

11.30, presso l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Calabria, la Fondazione Field ha indetto una conferenza stampa per spiegare agli organi di informazione lo stato d'avanzamento del progetto “Creazione di unità di trasformazione e commercializzazione del latte in Mali”, una iniziativa di cooperazione coordinata in Calabria da Field. A PAGINA 14

POLITICA

La Sinistra secondo Iovene (Sd) A PAGINA 12

CASO DE MAGISTRIS

Ancora veleni tra le Procure

CATANZARO — Ancora botta e risposta tra pm salernitani e catanzaresi. Apicella: «Nessuna denudazione».

A PAGINA 11

Una fase del match di ieri al D’Ippolito tra Gela e Vigor Lamezia LAMEZIA TERME — Grazie ai gol di Franciel ed Espinal, il Gela di mister Cosca espugna il “D’Ippolito” di Lamezia, battendo la Vigor per 2-0. Al termine del match è esplosa la contestazione dei tifosi biancoverdi all’indirizzo della dirigenza e, in serata, il presidente onorario, Ermanno Guzzi ha rassegnato le dimissioni.

ALLE PAGINE 24 e 25


2 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Milioni di musulmani al pellegrinaggio della vita

Non c’è niente di più glamour della crisi

Le preghiere sono andate avanti fino al tramonto per poi culminare alla Grande Moschea della Mecca

A New York zuppa e caffè sono gratis in boutique Swimming event a Zurigo

Babbo bagnato Natale fortunato Una raffinata boutique d’alta moda di New York offre zuppa e caffè gratis per attirare i clienti. La crisi finanziaria ha colpito duramente anche le classi più elevate

Il bagno tradizionale prefestivo lungo le rive del Limmat a Zurigo

L’esplosione è avvenuta mentre il primo cittadino stava visitando il vecchio mercato

Bomba al mercato di Baquba Tra i 34 feriti anche il sindaco e un generale dell’esercito

Più di due milioni di pellegrini musulmani si sono riuniti intorno a una montagna a est della Mecca in Arabia Saudita ieri per il momento culminante del pellegrinaggio dell’Haji. Migliaia di tende sono state piantate nell’area dove i pellegrini pregano

Il Ghana corre alle urne e si apre all’ “oro nero”

I due si sfidano per guidare il Paese che si appresta ad approfittare delle sue riserve petrolifere sottomarine

I ghanesi si sono messi in coda e hanno iniziato a votare ieri per eleggere un nuovo presidente in un testa-a-testa fra due avvocati che hanno studiato all’estero

Il degrado mette in crisi la virilità del sesso “forte”

Il sindaco di Baquba, un generale dell’esercito e altre 32 persone sono rimasti feriti in un attentato nel vecchio mercato a circa 60 chilometri da Baghdad

Il sisma ha sfiorato i 5,6 gradi Richter

La terra trema in Iran Paura nel sud del Paese

Voci famose da “scartare” sotto l’albero

La scossa è avvenuta alle 17 di ieri nella regione di Dargahan, nessuna vittima

Volti noti della musica in scena al “Jingle Ball concert” in California

Katy Perry al concerto natalizio di Anaheim

Lo denuncia una ricerca britannica che ha esaminato la femmilizzazione dei maschi di 250 specie vertebrate

Poca la valuta estera per l’acquisto dei prodotti chimici che servono a rendere potabile l’acqua

L’inquinamento da sostanze chimiche colpisce soprattutto i maschi delle specie animali, riducendo la loro fertilità, rimpicciolendo i loro organi sessuali e aumentando i casi di ermafroditismo, la presenza di organi sessuali di entrambi i sessi

L’epidemia di colera che ha già provocato almeno 600 morti in Zimbabwe è conseguenza delle sanzioni imposte dai paesi europei. Lo scrive ieri un settimanale

Zimbabwe schiavo del colera Per il regime è tutta colpa delle sanzioni europee


4 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Un dogo argentino “infastidisce” una bimba di due anni a Torino Scoppia una violenta rissa e alla fine spunta una pistola. Un morto L’animale della vittima non era al guinzaglio

Carabinieri in piazza Montanari a Torino dove l’altra notte è avvenuta la sparatoria che è costata la vita a un uomo e ha provocato il ferimento di altre tre persone La lite finita in tragedia è nata a causa di un cane

TORINO - Nel giardino «Emilio Demarchi» di piazza Montanari, dove l’altra notte è avvenuta la sparatoria che è costata la vita a un uomo e ha provocato il ferimento di altri tre, non si possono far passeggiare i cani senza tenerli opportunamente al guinzaglio. L’intera area verde è tappezzata di cartelli vietano espressamente di portare a spasso animali “sciolti”, ma non tutti gli abitanti della zona rispettano la regola. «Il cane era libero - ha detto un testimone oculare parlando dell’animale della vittima della sparatoria - e quando ha visto la bambina gli è andata addosso. Suo padre si è rivolto al padrone del cane dicendogli di tenerlo al guinzaglio come tutti gli altri ma in risposta è stato pestato». «Lo hanno trattato peggio delle bestie - ha rincarato la dose una donna che abita nella zona e che ha assistito al terribile litigio - era ancora a terra e gli davano i calci». Antonio Catelli, l’uomo tratto in arresto per la morte di Luca Ragusa, abita proprio di fronte al luogo della tragedia. «È una persona valida - ha detto un suo vicino di casa che lo incontrava spesso - non era certo un rammollito». Non è ancora chiaro, però, se Antonio Catelli sia intervenuto per difendere il figlio Mario dall’interno della propria abitazione o se sia arrivato sul posto della sparatoria solo dopo essere stato allertato dalla moglie, che aveva visto la scena dalla finestra di casa.

Ammazzatoperuncane Finisce in manette per omicidio l’autista 59enne di Pininfarina TORINO - Un cane in libertà infastidisce una bimba di due anni, il padre rimprovera il padrone dell’animale: nasce da qui la mezz’ora di follia e violenza che, a Torino, ha prodotto un morto, tre feriti e ha portato un uomo, descritto da tutti come una bravissima persona, agli arresti per omicidio e tentato omicidio. È successo nella tarda serata di sabato nel quartiere Santa Rita in piazza Montanari, vicino allo stadio Olimpico, una zona della città considerata relativamente tranquilla. La discussione fra il papà della bambina, Mario Catelli, 32 anni, e il proprietario del cane è degenerata in rissa e poi sono spuntate fuori le pistole. Il tutto davanti a numerosi testimoni, alcuni dei quali non hanno trascurato di filmare la scena con il telefonino. L’arrestato, Antonio Catelli, 59 anni, è una guardia giurata (da giovane prestò servizio nei carabinieri) ed è autista dell’imprenditore Sergio Pininfarina. Intervenuto per sottrarre il figlio a un vero e proprio pestaggio, ha detto agli inquirenti di avere sparato, con la sua pistola regolarmente denunciata, solo quando si è visto puntare contro un’arma. «Un caso di legittima difesa», dice l’avvocato Cesare Zaccone, che lo assiste. Tutto è cominciato quando un dogo argentino, cane di una razza che il Ministero della Salute ha inserito nel 2008 nell’elenco degli animali pericolosi, nello scorazzare per il giardino senza guinzaglio

Una donna indica il luogo della sparatoria a Torino La tragedia è nata da un litigio per un cane costato la vita a un uomo e il ferimento di altri tre

Una persona ha perso la vita e tre sono rimaste ferite in un’aggressione all’interno di un campo rom

Regolamento di conti a colpi di motosega

Il luogo dell'aggressione

TORINO - Quattro persone giocano a carte, altre due irrompono nella stanza brandendo una motosega, scorre il sangue e ci scappa il morto: non è la sceneggiatura di un film dell’orrore ma l’episodio avvenuto in una barac-

ca nelle vicinanze di un campo nomadi alle si era arreso alle forze dell’ordine solo dopo porte di Torino. Aggressori e aggrediti sono di lunghe trattative. Sull’altro, Victor Agrigoraie, origine romena: il bilancio è di un morto, due 47 anni, pende un mandato di cattura internaferiti, un fuggiasco e due arresti. Il movente di zionale spiccato dalla magistratura della Roquella che sembra una vera e propria spedizio- mania per omicidio. Alexandro Margoi e Ilene punitiva non è ancora stato na Dragostina, 29 e 23 anni, chiarito: gli investigatori della Due gli arrestati sono stati ricoverati all’ospedasquadra mobile della questura Ma si cerca ancora le Maria Vittoria. La donna è hanno trascorso la giornata a un terzo uomo ancora in gravi condizioni, il dare la caccia alla coppia di è già stato dimesso. che si è dato alla fuga ragazzo incursori, che si erano rifugiaUn loro amico, con profonde ti da parenti. Uno di loro, il trentenne Mihai lesioni alla gola e al torace, si è trascinato per Codrut Apostol, lo scorso luglio si era reso qualche centinaio di metri: quando la polizia protagonista di un altro fatto di cronaca: ricer- l’ha rintracciato, ormai era agonizzante. Il cato per avere picchiato violentemente un nor- quarto ha fatto perdere le proprie tracce. Andafricano, si era barricato dalla convivente e che i due aggressori sono fuggiti.

e museruola ha urtato la piccola strappandola dalle mani del papà e facendola cadere in terra. Mario si è lamentato ma, quando dalle parole si è passati alle mani, è stato sopraffatto dal padrone del cane e dai suoi amici. Arriva Antonio, che prende la sua razione di botte, e poi nella lite si inserisce qualcun altro: è in quell’istante che si sentono i colpi, chi dice due, chi dice tre. «Un uomo che prima non era nella piazza - ha raccontato Antonio Catelli - ha tirato fuori dal giubbotto una semiautomatica. Voleva usarla. Allora ho sparato. L’ho visto cadere in terra e ho visto qualcun altro cercare di raccattare l’arma, così ho dovuto sparare di nuovo». Luca Ragusa, 39 anni, definito «pregiudicato» dai carabinieri, muore al pronto soccorso dell’ospedale Mauriziano. Carlo La Tona, 40 anni, indicato da alcuni come il padrone del cane, ha l’intestino perforato all’altezza del colon, è operato alle Molinette e ricoverato in chirurgia: non è in pericolo di vita. Mario Catelli ha il naso rotto, Antonio un trauma cranico («non commotivo», precisano i medici) con in più dei tagli e delle tumefazioni al volto. Entrambi vengono dimessi rapidamente, ma solo Mario può tornare a casa. Al pm Fabio Scevola, che coordina il lavoro dei carabinieri, il compito di decidere se si tratta di un omicidio o se, come ipotizza l’avvocato Zaccone, al massimo di un eccesso colposo in legittima difesa.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 5

Primo piano

E’ l’importo di 8 pensioni su 10 secondo l’ultimo rapporto Censis

Così le pensioni in Italia

Vivere con meno di mille euro al mese

La distribuzione del numero di pensioni Inps vigenti al 1˚ gennaio 2008 IMPORTO (euro al mese)

Su un totale di 14.194.714 trattamenti il 34% è sotto i 500

NUMERO PENSIONI

% SUL TOTALE

fino a 250

1.361.568

9,6

250-500

4.824.442

34,0

500-1.000

5.009.742

35,3

1.000-1.500

1.838.778

13,0

1.500-2.000

669.120

4,7

2.000-2.500

286.396

2,0

oltre 2.500

204.668

1,4

TOTALE

14.194.714 ANSA-CENTIMETRI

ROMA - Otto pensioni su 10 in Italia sono al di sotto dei mille euro al mese. E quasi la metà non arrivano a superare i 500 euro mensili, mentre solo il 3,4% sopra quota 2.000 euro, con quelle «ricche» - oltre i 2.500 euro mensili - che rappresentano appena l’1,4% del totale. La fotografia scattata all’inizio del 2008 - è nell’ultimo rapporto Censis sulla “Situazione sociale del paese”, secondo il quale «risulta che su un totale di 14.194.714 trattamenti una quota pari al 79% è al di sotto dei mille euro mensili» mentre «le pensioni più ricche, oltre i 2.500 euro al mese, sono circa 205mila», vale a dire l’1,4% del totale. In particolare, scorrendo i dati del Censis, emerge che sul totale delle pensioni Inps, al primo gennaio scorso, 1,361 milioni di prestazioni (pari al 9,6% del totale) arrivano ai 250 euro al mese mentre la maggior parte si attesta tra i 250 ed i 500 euro (4,82 milioni di prestazioni, pari al 34% del totale) e tra i 500 ed i mille euro mensili (circa 5

milioni, pari al 35,3%). Sono invece poco più di 1,8 milioni le pensioni oltre i mille euro ma che non superano i 1.500 euro mensili (il 13% del totale) ed il numero cala progressivamente con l’aumentare dell’importo: 670 mila quelle tra 1.500 e 2 mila euro (il 4,7%), 286 mila tra i 2.000 ed i 2.500 euro (il 2%) e solo 204.668 mila quelle «ricche», oltre i 2.500 euro mensili. Le prestazioni più basse si registrano soprattutto tra gli autonomi per i quali la percentuale di coloro che sono sotto ai mille euro raggiunge quasi il 90% contro il 73% delle pensioni dei lavoratori dipendenti che rientrano in questa fascia. In particolare il maggior numero di pensioni risulta quello di vecchiaia (anzianità, vecchiaia, prepensionamenti) che vede oltre 5,6 milioni di prestazioni tra i lavoratori dipendenti per un importo medio individuale mensile di 955 euro e di oltre 3 milioni di prestazioni per i lavoratori autonomi (poco più di 706 euro al mese l’importo medio individuale).

Nella partita delle misure aggiuntive anticrisi resta forte il pressing per dare un aiuto all’industria dell’auto sulla falsariga di quanto si sta pensando anche in altri Paesi

Qualche miliardo in più Nuove risorse per rendere più consistente il bonus ROMA - Modifiche al bonus energia ma anche misure aggiuntive per 2-3 miliardi di euro: da domani il decreto anti-crisi sarà all’esame delle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera e i parlamentari sono già al lavoro per verificare se c’è lo spazio per qualche modifica e soprattutto per qualche misura in più. La due diligence dell’amministrazione finanziaria sul Fas, il fondo per le aree sottoutilizzate, avrebbe fatto emergere la possibilità di disporre di 2-3 miliardi di euro aggiuntivi, e per questo sarebbero di nuovo sul tavolo dei tecnici le ipotesi degli ecoincentivi per l’auto che sono state vagliate per settimane ma che poi non erano entrate nel decreto. Il primo nodo da sciogliere sarà quello delle modifiche annunciate per il bonus fiscale del 55% sulle ristrutturazioni che garantiscono risparmio energetico: come detto dallo stesso ministro dell’Economia Giulio Tremonti, il Parlamento potrà correggere gli elementi più controversi, dalla retroattività al principio del silenzio-diniego. Occorrerà vedere quali saranno le scelte tecniche che verranno fatte e soprattutto come si manterrà l’obiettivo di controllo finanziario su questi strumenti, i crediti di imposta. C’è poi la partita delle misure aggiuntive: se davvero si rendessero disponibili un paio di miliardi di euro in più, resta forte il pressing di una parte della maggioranza per dare un aiuto all’industria automobilistica, sulla falsariga di quanto si sta pensando anche in altri Paesi. Più che alla rottamazione vecchio stile si studiano incentivi che premiano l’impatto ambientale e le nuove tecnologie. Un un altro terreno sul quale si pensa ad investire di più è quello degli ammortizzatori sociali. Il fondo è stato rafforzato fino a 1,2 miliardi di euro ma il 2009 che ormai è alle porte si preannuncia, come tutti i centri studi dei sindacati hanno già evidenziato, molto pesante e sono migliaia i lavoratori che rischiano di rimanere senza posto. Un’altra questione che potrebbe essere affrontata è anche quella re-

Codacons: giù del 20%

Parte male lo shopping di Natale

Si lavora per verificare se c’è lo spazio per qualche modifica e soprattutto per qualche misura in più per le famiglie

lativa alla misura che salvaguardia i mutuatari a tasso variabile (tetto del 4%). I tecnici hanno già evidenziato come la norma crei «disparità» con i mutuatari a tasso fisso e

come sia dunque potenzialmente a rischio contenzioso. In ogni caso il decreto e le sue misure di sostegno all’economia sono più volte state indicate dal governo come «cantie-

re aperto» e dunque sembrerebbe esserci davvero una potenziale apertura verso altre novità. La conferma è anche nel fatto che nel corso dei lavori della Finanziaria

in Commissione Bilancio del Senato il governo abbia più volte sottolineato come risposte più adeguate a temi aperti possano essere individuate nel decreto anti-crisi.

ROMA - Il primo weekend di shopping natalizio registrerebbe, secondo le prime stime del Codacons, un calo del 20% dei consumi rispetto allo stesso fine settimana di un anno fa. «In dieci città campione - spiega l’associazione in una nota - abbiamo registrato un grande afflusso dei cittadini nelle strade e nei centri commerciali, ma un calo generalizzato degli acquisti». «Rispetto al primo weekend natalizio dello scorso anno, gli acquisti dei consumatori hanno fatto registrare sabato e domencia una riduzione media del 20%, con punte del 25% per l’abbigliamento e le spese per la casa» aggiunge l’associazione spiegando che gli «acquisti sono minori e di entità assai più contenuta rispetto agli anni passati». Un dato che - conclude la nota «deve far seriamente riflettere sui provvedimenti da prendere per rilanciare i consumi».

A beneficiarne dovrebbero essere circa 5 milioni di famiglie in condizioni di disagio economico

Come ottenere lo sconto sulle bollette Arrivano le agevolazioni previste per la luce Presto saranno applicate anche al metano ROMA - Arrivano le agevolazioni sulle bollette della luce, previste dal Governo per le famiglie disagiate nell’ambito del pacchetto anti-crisi, che presto saranno applicate anche al metano. A beneficiarne dovrebbero essere circa 5 milioni di nuclei in condizioni di disagio economico per un risparmio stimato in circa 400 milioni di euro. In particolare si tratta di tutte le famiglie che dispongono di un Isee (l’indicatore sulla situazione economica basato su reddito, patrimonio e componenti familiari), il cui valore sia inferiore o uguale a 7.500 euro. Come funziona Fatto salva la condizione

Arrivano le agevolazioni sulle bollette della luce, previste dal Governo per le famiglie disagiate nell’ambito del pacchetto anti-crisi

di un nucleo con Isee fino a 7.500 euro l’agevolazione sarà di 60 euro l’anno per un nucleo familiare di 1-2 persone, 78 euro l’anno per 3-4 persone, 135 euro l’anno per un numero di persone superiore a 4. Per i malati gravi, che necessitano di apparec-

chiature salva-vita, il bonus è di 135 euro. Il bonus per il disagio sociale e quello fisico sono cumulabili. L’agevolazione si tradurrà in uno sconto diretto sulla bolletta e se l’importo complessivo superasse l’importo della bolletta l’utente sarà esentato

dal pagamento. A chi fare richiesta La domanda va presentata entro il 31 marzo 2009 al Comune di residenza per ottenere il bonus retroattivo per l’anno 2008. La richiesta va presentata insieme all’attestazione Isee, con gli estremi della fornitura reperibili sulla bolletta e con l’indicazione del numero dei componenti il nucleo familiare. La domanda darà diritto al riconoscimento del bonus per 12 mensilità (salvo rinnovo). Chi riguarda Circa 5 milioni di famiglie che risparmieranno, nel complesso, circa 384 milioni di euro l’anno.


6 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Anche il ricco Nord comincia a sentire il peso della recessione In meno province si vive meglio, il dato peggiore da sei anni

La crisi morde, cala il tenore di vita La frontiera del benessere taglia sempre più il Paese in due ROMA - La crisi si fa sentire, pure nel ricco Nord, anche se l’Italia è un paese sempre più spaccato in due, con la «frontiera del benessere» che taglia nettamente il nord dal centro sud, correndo lungo il confine a cavallo dell’Appennino tosco-emiliano. E il tenore di vita già nel 2008 è in parziale arretramento. Lo indicano i dati dell’indagine che verrà pubblicata oggi da ItaliaOggi e realizzata da Augusto Merlini e da Alessandro Polli del Dipartimento di Teoria economica e metodi quantitativi per le scelte politiche dell’Università La Sapienza di Roma. Il dato sul tenore di vita è indirettamente confermato dal numero di province (27) comprese quest’anno nel gruppo 1, contro le 33 del 2006 e le 31 del 2007, riportando le lancette al 2005, quando furono 25 le province appartenenti alle zone alte della classifica. È comunque in marcato arretramento rispetto al 2007 il numero di province in cui la qualità della vita è buona o almeno sufficiente, dato a cui si deve aggiungere anche un parziale peggioramento nei grandi centri urbani del nord. Dopo un triennio durante il quale si erano manifestati chiari segnali di deterioramento (54 le province in cui qualità della vita era risultata scarsa o insufficiente nel 2005, contro le 48 del 2004 e le 46 del 2003) e la parziale inversione di

La classifica Dove si vive meglio secondo il “Rapporto 2008 sulla qualità della vita” di ItaliaOggi Provincia

Punteggio

Posizione 2007

1

SIENA

1.000,00

6

2

Trento

944,32

2

3

Bolzano

894,03

1

4

Aosta

876,57

12

5

Ravenna

854,17

8

8

Firenze

801,40

7

21

Bologna

698,59

4

29

Roma

630,12

58

31

Milano

619,21

29

48

Bari

472,99

84

50

Torino

414,17

38

2008

99

Cosenza

125,92

90

100

Taranto

80,92

99

101

Napoli

69,99

102

102

Enna

38,06

94

103

Agrigento

0,00

98

ANSA-CENTIMETRI

tendenza del biennio 2006-2007, con 45 province nei gruppi 3 e 4 nel 2006 e 46 province nel 2007, quest’anno in ben 55 province la qualità della vita è risultata scarsa o insufficiente, il peggiore dato degli ultimi 6 anni. Nel 2008 si trovano nei gruppi 3 e 4 ben 12 province del nord ovest, contro le 3 dello scorso anno, di nuovo nessuna

provincia del nord est, 9 province del centro contro le 7 del 2007 e 34 province del sud, contro le 36 della passata edi-zione dell’indagine. Segno che, spiega la ricerca, «a fronte di una sostanziale stabilità della situazione sul versante della qualità della vita nel nord est, centro e Mezzogiorno, assistiamo quest’anno ad un vero e proprio crol-

Il dato sul tenore di vita è indirettamente confermato dal numero di province (27) comprese quest’anno nel gruppo 1, contro le 33 del 2006 e le 31 del 2007

lo del nord ovest. La spaccatura tra Italia centro settentrionale e Italia meridionale non si attenua, e si accompagna ad una nuova frattura, tra nord ovest e nord est del Paese». Da un sommario esame delle 22 posizioni di testa (erano 24 lo scorso anno), troviamo 4 province del nord ovest (Cuneo, Aosta, Mantova e Sondrio) contro le 5 della passata edizione, 14 province del nord est contro le 16 del 2007 (Trento e Bolzano rispettivamente seconda e terza classificata, tutte le province venete ad eccezione di Treviso e Venezia, più tutte le province dell’Emilia Romagna ad eccezione di Piacenza e Rimini), 4 province in Italia centrale contro le 3 dello scorso anno (Siena, Firenze e Grosseto in Toscana e Perugia in Umbria). I progressi registrati in Veneto sul fronte della qualità della vita, da soli, non soltanto spiegano l’allargamento del gruppo 1 verificatosi lo scorso anno, ma confermano empiricamente l’esistenza di un processo di polarizzazione non soltanto tra nord e sud del paese, ma anche tra province dell’Italia centro-settentrionale in vetta alla classifica, e province della stessa ripartizione geografica in cui le qualità della vita, stabile sulla sufficienza, tende a non tradursi mai in eccellenza e, caso mai, a peggiorare, come nel caso di molte province del nord ovest.

Da un cannoncino vengono lanciati in aria fiocchi di schiuma con effetto nevicata I fiocchi, chiaramente artificiali, sono solo l’ultimo espediente messo in atto per incentivare all’acquisto

L’idea di commercianti e ambulanti napoletani

Anche la neve artificiale per incentivare lo shopping

NAPOLI - A Napoli nevica ma solo nelle vie dello shopping dove i fiocchi, chiaramente artificiali, sono solo l’ultimo espediente messo in atto da negozianti ed ambulanti per incentivare all’acquisto la folla di passaggio nelle vie del centro, dove però i negozi restano per lo più vuoti. Una piccola macchina per gli effetti speciali, utilizzata di solito in occasione dei concerti, è stata installata su una bancarella lungo via Roma: da un cannoncino vengono lanciati in aria fiocchi di schiuma il cui è effetto è simile a una nevicata. C’è spazio per piccoli gadget venduti a pochi euro dalle numerose bancarelle, autorizzate e non, che contendono i marciapiedi ai pedoni lungo via Roma, la principale strada commerciale di Napoli.

Verso la defiscalizzazione delle spese per la “pappa” e il veterinario

Una serie di iniziative per gli animali amici dell’uomo annunciate dal sottosegretario alla salute Francesca Martini

Sarà reato sopprimere animali sani solo perchè non si possono più mantenere

soluzione alla questione ho istituito un tavolo tecnico di esperti del Ministero e del Comune di Roma». Prima di Natale inoltre il sottosegreatario alla salute ha annunciato la firma di un’ordinanza contro i bocconi killer: «Un problema di drammatica attualità con cui ci stiamo confrontando e che costituisce un problema rilevante non solo per gli animali ma anche per la popolazione umana, in particolare per i bambini, e per l’ambiente». Un’altra «piaga vergognosa» sul tavolo del sottosegretario è quella del traffico illegale di cuccioli. Contro la tratta dei cuccioli inoltre è stata istituita «una task force di esperti del ministero che lavorerà intensamente in sinergia e in raccordo con la Farnesina al fine di costituire la fattispecie di reato di tratta dei cuccioli». Alla fine del suo intervento Martini risponde con un duro avvertimento in relazione alle notizie, apparse sui media, di proprietari che chiedono a veterinari la soppressione di cani sani perché non più in grado di mantenerli: «Non si possono uccidere animali per questo, chi lo fa commette un reato. La legge 189 del 2004 parla chiaro. Non tollererò che ciò accada», avverte Martini. Aggiungendo però che «emergere ancora con più forza la necessità di andare avanti sulla strada della defiscalizzazione delle spese veterinarie e del cibo per animali».

Quando il cane costa troppo

ROMA - Una serie di iniziative alcune attuate, altre allo studio - per gli animali amici dell’uomo sono state preannunciate dal sottosegretario alla salute Francesca Martini, intervenuta alla seconda Conferenza nazionale dei dirigenti Enpa, l’Ente nazionale per la protezione animali: la defiscalizzazione delle spese veterinarie e del cibo per animali; un’ordinanza che punterà sull’assunzione della responsabilità dei proprietari dei cani; la lotta alle esche avvelenate, con l’introduzione dell’obbligo di denunciarne il ritrovamento ad autorità giudiziaria e sindaci, una guida nazionale su alberghi, ristoranti, spiagge che accolgono cani e gatti; un accordo con Trenitalia per pacchetti treno + hotel per i quattro zampe; l’introduzione del reato di soppressione di animali sani. Sul fronte controlli dal sottosegretario è partito un «mandato» ai carabinieri dei Nas di effettuare una vasta operazione ispettiva su tutto il territorio nazionale, volta ad accertare violazioni delle norme vigenti in materia di tutela della salute e benessere animale e maltrattamenti. Circa 1.200 ispezioni sono state condotte nei canili, pensioni per cani, allevamenti, sale tolettatura, esercizi di vendita di animali d’affezione e ambulatori. Un’altra iniziativa del sottosegretario è la revisione del regolamento emanato da Trenitalia che vietava il trasporto dei cani sui treni. «Ritene-

vo infatti inaccettabile negare agli oltre 6 milioni di proprietari di cani il diritto alla mobilità», ha spiegato Martini, mentre «ora è di nuovo possibile viaggiare con i propri amici a quattro zampe su Intercity, Intercity plus, Espressi ed Eurostar, ad eccezione dei modelli ad alta velocità».

Inoltre, per non lasciare soli i propri animali, in vacanza o in viaggio, con il sottosegretario al Turismo Brambilla, è allo studio una “Guida nazionale per il viaggio con gli animali”: si stanno infatti raccogliendo le adesioni di alberghi, ristoranti e spiagge che siano disposti ad ospitarli, e con Trenitalia, è in piedi un progetto per vendere pacchetti «treno più hotel» dedicati ai proprietari di cani e gatti. Il sottosegretario Fancesca Martini ha affrontato anche la questione delle ’botticelle romane’, le carrozze per turisti che trainate da cavalli,

fanno il tour della capitale: «A questo proposito, in seguito ai ripetuti episodi di sofferenza che mi sono

stati segnalati dopo aver inviato una lettera al sindaco di Roma per sottolineare la necessità di trovare una

La stima di Coldiretti per il cenone di Natale e per i regali, tiene l’agroalimentare made in Italy

Due miliardi in cibo di qualità

Tira il cibo di buona qualità

ROMA - Gli italiani compreranno per Natale prodotti alimentari tipici per circa 2 miliardi in occasione delle festività. La stima è di Coldiretti.

Coldiretti sottolinea come “i consumi di cibi mi, conserve, oli di oliva e legumi, frutta e bevande sono quelli che fanno registrare secca ed altri prodotti con una netta impenl’andamento più favorevole con un aumento nata per i prodotti tipici del Natale come della spesa dell’1,8% in termini monetari, spumanti, lenticchie, zamponi e cotechini. superiore a tutti gli altri beni, fatta eccezione L’agroalimentare Made in Italy - ricorda infiper farmaci ed utensili per la ne la nota - offre “ben 174 casa secondo una analisi di La maggiore spesa denominazioni di origine ricoConfcommercio”. Da una in- si registra per vini, nosciute a livello comunitario dagine Coldiretti-Swg in vista formaggi, salumi, e 4.396 specialità tradizionali del Natale nel 2008 si evidendalle regioni mentre conserve e oli di oliva censite zia una crescita dell’8% di cosono 477 i vini a denominazioloro che “acquista regolarmente prodotti a ne di origine controllata (Doc), controllata e denominazione di origine e del 23% di quelli garantita (Docg) e a indicazione geografica che comperano cibi biologici”. tipica (316 vini Doc, 41 Docg e 120 Igt) pari La maggiore spesa - continua la Coldiretti in ad oltre il 60% della produzione vinicola una nota - si registra per vini, formaggi, salu- nazionale”.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 7

Attualità

Botta e risposta tra Salerno e Catanzaro sul sequestro delle inchieste del pm De Magistris

Ancora veleni e smentite nella guerra tra le procure SALERNO - Non cessano le polemiche tra procure a proposito della vicenda che vede coinvolto il pm De Magistris e le sue inchieste. Nessun magistrato è stato denudato durante le perquisizioni disposte dalla procura di Salerno negli uffici giudiziari di Catanzaro. Il procuratore campano Luigi Apicella, su cui pende una procedura di trasferimento d’ufficio da parte del Csm, rivendica ancora una volta la correttezza del suo operato tramite le parole del suo legale, difensore anche degli altri sei magistrati salernitani accusati di abuso in atti d’ufficio e interruzione di pubblico servizio, l’avvocato Francesco Saverio D’Ambrosio. Ma le parole della difesa, in un continuo stillicidio di botta e risposta tra Salerno e Catanzaro, vengono ancora una volta smentite dalla discovery del decreto di perquisizione consegnato ai giudici campani e firmato dal pg di Catanzaro, Enzo Jannelli: secondo il pg calabrese l’iniziativa della procura campana «ha arrecato un devastante danno» alla magistratura. L’atto giudiziario consegnato ai pm salernitani è un durissimo j’accuse anche nei confronti dell’ex pm Luigi De Magistris. «Non mi risulta - spiega l’avvocato D’Ambrosio - che le denunce fatte dopo le perquisizioni, abbiano fondamento. Non mi risulta che si siano verificati comportamenti come quelli indicati: tutte le perquisizioni sono inoltre state fatte dopo le sette del mattino e senza che vi siano state lamentele da parte dei diretti interessati, che sono persone esperte e competenti. Non sarebbe stato possibile - aggiunge D’Ambrosio - chiarire le ipotesi di reato a carico degli indagati senza l’acquisizione di quegli atti del procedimento. Ma nonostante le reiterate sollecitazioni fatte a Catanzaro non è stato possibile acquisirne copia. Quindi per valutare la infondatezza o di contro la fondatezza di quelle ipotesi accusatorie era doveroso procedere». Ma per il procuratore generale di Catanzaro, i sette pm della procura di Salerno avrebbero «per motivi abbietti falsamente e artificiosamente costituito» l’ipotesi di un complotto dei magistrati calabresi «contro il dottor Luigi De Magistris». Il decreto di perquisizione e sequestro emesso dalla procura generale di Catanzaro nei confronti del procuratore Luigi Apicella, dei sostituti Dionigio Verasani, Gabriella Nuzzi, Patrizia Gambardella, Roberto Penna, Vincenzo Senato-

Il pm Apicella: “Nessun abuso” Jannelli: “Troppi danni” Il procuratore Luigi De Magistris che aveva condotto le inchieste Why Not e Poseidone Il pg di Catanzaro Luigi Jannelli che ha mosso dure accuse nei confronti dei colleghi salernitani

re e Antonio Centore si rileva l’atto d’accusa forse più duro della lunga querelle tra le due procure: i magistrati della procura generale di Catanzaro si legge «sono stati trattenuti per costrizione fin dalle prime ore del mattino, per tutta la giornata, fino a tarda ora del giorno nelle loro abitazioni, ivi sottoposti taluno anche a perquisizioni personali» durante la perquisizio-

ne fatta dai pm della procura di Salerno. Inoltre secondo il pg Jannelli il sequestro del fascicolo dell’inchiesta Why Not eseguito dalla procura di di Salerno costituisce «un danno devastante per l’intera magistratura italiana e disdoro anche per quella, pur complessivamente sana, magistratura inquirente salernitana». La vicenda dello scontro fra le ma-

gistrature di Salerno e Catanzaro rischia «di delegittimare la magistratura» secondo l’ex procuratore generale di Milano Francesco Saverio Borrelli. Per l’ex magistrato però, «il pericolo più grave» è che vicende di questo tipo «paiono giustificare una campagna per la riforma della giustizia». E a questo punto bisogna «vedere

in che senso va la riforma». «Non vorrei - ha aggiunto - che legittimasse un progetto di depotenziamento della magistratura». Questo è quello che davvero, secondo l’ex Pg di Milano, «delegittimerebbe» la magistratura stessa. È «pericoloso», ha sottolineato ancora Borrelli, «che il pm sia sottoposto al potere dell’esecutivo. L’indipendenza dei magistrati passa

dall’indipendenza dei pm. Al tavolo del giudice devono arrivare tutte le carte necessarie senza filtro a monte». Per una riforma della giustizia bipartisan «c’è spazio - ha aggiunto -. Non c’è parte politica che abbia simpatie per la magistratura. Il potere esecutivo e i politici in genere non gradiscono essere controllati».

Cantante rock accoltella il suo tastierista per un brano

Una immagine della nave da carico bloccata in porto. I cinque uomini sono senza stipendio, al freddo e senza viveri

La storia della “Ital RoRo Three”, ferma da agosto a Genova perchè l’armatore è fallito

Nave sequestrata, equipaggio alla fame GENOVA - È ferma da agosto, sotto sequestro a Genova, e da agosto sei uomini, quattro d’equipaggio, il comandante e il secondo ufficiale, ne curano la sicurezza. Ma adesso, per l’ equipaggio della Ital RoRo Three - nave cargo sequestrata perchè l’armatore è fallito -, è finito tutto: soldi e gasolio, ma anche il cibo. Dentro la storia di una nave da carico ro-ro (che ha due ’gemelle’ sequestrate nei porti di Tolone e Siracusa) ci sono le storie dei cinque membri di equipaggio che si affidano al comandante Alfonso Auria perchè, per codice della navigazione, finchè la nave sta in banchina e fino a quando il giudice del fallimento non avrà nominato un curatore, dovranno ri-

manere lì: senza stipendio, perchè l’armatore non lo paga ma anche senza viveri perchè la cambusa è quasi vuota, al freddo perchè come dice il comandante «il bunker ci assicura solo l’erogazione dell’energia elettrica». La storia della Ital RoRo Three è storia abituale, in questo tempo di crisi, tanto che dalla Capitaneria di porto confermano che di navi in queste condizioni sono pieni i porti italiani. L’armatore è la Navigazione Puglia e aveva una flotta di tre navi gemelle acquistate molto tempo fa dalla Tirrenia che le aveva svendute perchè vecchie. La Navigazione Puglia è fallita, con dichiarazione del tribunale del luglio scorso; le navi - tre - sono state poste sotto seque-

Un operaio indiano vittima dell’elevatore messo in moto per riscaldarsi

stro conservativo nei porti dove si trovavano: la Three a Genova, la One a Siracusa e la Two a Tolone, in Francia. Su ciascuna delle navi da agosto c’è un equipaggio che, secondo il codice della navigazione deve assicurare la movimentazione della nave, l’attività antincendio e la sicurezza a bordo. Ma per l’equipaggio adesso è arrivata la crisi vera. «Avevo qualche soldo nella cassa nave - ha detto il comandante Auria - e ci abbiamo fatto la spesa. Ma adesso i soldi stanno per finire. Se sarà così, e se dovremo restare a bordo, ricorrerò a quel titolo del codice della navigazione che mi consente di vendere pezzi della nave».

Incidenti sulle strade e in montagna: ragazza cade in un burrone

Schiacciato dal muletto del collega

Valanga travolge sciatori: 2 morti e 2 dispersi

BERGAMO - Voleva riscaldarsi con il moto- indiano, 35 anni, di Carobbio degli Angeli, re di un muletto , durante una pausa dal (Bergamo) hanno fatto una pausa durante la lavoro, ma è stato schiacciato dall’elevatore lavorazione a ciclo continuo. Per ripararsi guidato da un collega ed è dal freddo hanno pensato di morto. A ucciderlo, poi, un Il mazzo di chiavi usare il motore del muletto. mazzo di chiavi che aveva in che teneva in tasca Il trentacinquenne è salito a tasca e che gli hanno reciso gli ha reciso bordo mentre Singh Mangit, l’arteria femorale. Durante alle sue spalle e a ridosso l’arteria femorale la notte di sabato alla Mondell’edificio, indicava al contello Spa, azienda leader nel trattamento, nazionale quando indietreggiare. Il guidatorecupero, riciclaggio e imballaggio di rifiuti- re avrebbe perso il controllo del mezzo che Singh Mangit, indiano di 38 anni, abitante a ha travolto e schiacciato Singh Mangit conCalcinate (Bergamo) e un collega, anche lui tro il muro.

FIRENZE - Una valanga caduta ieri a Bob- la frattura di una scapola, un trauma cranibio Pelice nel Torinese ha travolto un grup- co e facciale. po di sciatori. Due morti e due dispersi è il Un morto e due feriti nel Salernitano per bilancio di ieri sera, ancora un incidente stradale tra una ignote le generalità delle vit- Militari in auto in un moto di grossa cilindrata che time. I soccorsi attivati nel canale salvati dagli si è scontrata con una Fiat primo pomeriggio sono stati agenti. Centauro Panda. Morto sul colpo il sospesi per l’arrivo della notcentauro, feriti i due occupamuore contro Panda te. Una ragazza empolese di ti ottantenni dell’auto. 16 anni è precipitata in un burrone inneva- Nella notte tra sabato e domenica, due gioto, per circa 150 metri, mentre stava passeg- vani militari sono stati salvati dai poliziotti giando con le racchette da neve nel comune dopo che la loro Opel Corsa era finita nel dell’ Abetone (Pistoia). La giovane ha subito canale Burlamacca a Viareggio.

GENOVA - Un litigio in un vicolo tra giovanissimi componenti di una band rock metal di Sestri Ponente è sfociata in un tentato omicidio. Un ragazzino di sedici anni è in prognosi riservata all’ospedale di Genova, accoltellato dalla cantante del gruppo. La ragazza, 20 anni, è stata arrestata. All’ origine del gesto una lite scoppiata all’ interno del gruppo, lite che sarebbe degenerata e che avrebbe portato la ragazza a impugnare un coltello e a colpire il ragazzino oltre 15 volte, al torace e alla schiena. Alla dirigente dell’ Upg della questura di Genova, Giannina Roatta, che l’ ha arrestata per tentato omicidio, la cantante che ha accoltellato il tastierista sedicenne del suo gruppo musicale non ha fornito alcuna spiegazione. La ragazza è stata trovata dagli agenti vicino al ragazzo, che era a terra colpito da almeno 20 coltellate. Accanto a lei, il fratello. La ragazza aveva già gettato il coltello che, ha detto, si era portata da casa. Secondo quanto ricostruito, la giovane aveva litigato con il tastierista nel pomeriggio a causa di un problema legato probabilmente alle prove di un brano. Poi era andata a casa, aveva preso il coltello ed era tornata nel vicolo dove aveva incontrato il ragazzino. L’ha accoltellato subito, prima al torace poi alla schiena. Il fratello della ragazza, che era con lei, ha tentato di fermarla e si è ferito alle mani. La ragazza ha poi gettato lontano il coltello. La polizia è stata chiamata da alcuni passanti.


8 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Violenti scontri e guerriglia urbana ad Atene, Salonicco e Patrasso

Poliziotto uccide un giovane InGrecia scoppiala rivolta Decine di feriti in tutto il Paese Arrestato l’agente che ha sparato ATENE - La morte, l’altra sera ad Atene, di un ragazzo di 15 anni ucciso da un poliziotto, ha scatenato in diverse città della Grecia un’ondata di proteste e disordini. L’agente che ha sparato al ragazzo e un suo collega sono stati arrestati con l’accusa di omicidio volontario e complicità in omicidio, ma questo non è stato sufficiente per bloccare gli scontri, che dopo aver colpito Salonicco, Patrasso, Ioannina e Hania continuano nella capitale greca. Il grave incidente, per il quale il premier Costas Karamanlis ha assicurato che si puniranno senza pietà i responsabili, è avvenuto l’altra sera, dopo che la polizia era stata chiamata nel quartiere di Exarchia, roccaforte del movimento anarchico, da dove quasi quotidianamente par-

Quattro poliziotti feriti e negozi e auto incendiati è il pesante bilancio delle violente proteste scoppiate in Grecia ad Atene, Patrasso e Salonicco - a seguito della morte di un 15enne ucciso l’altra sera ad Atene da un poliziotto

tono azioni violente e incendiarie contro uffici commerciali, ambasciate e polizia. Giunta sul posto la pattuglia è stata attaccata da alcune

E propone di modificare la Costituzione per essere rieletto

Da dieci anni al potere Ma Chavez non molla

Il presidente venezuelano Hugo Chavez

BUENOS AIRES - Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha festeggiato l’altra sera i suoi dieci anni al potere, chiedendo ai suoi sostenitori di appoggiare una modifica costituzionale che gli permetta di essere rieletto senza limiti. Di fronte a migliaia di suoi partigiani riuniti intorno al palazzo presidenziale di Miraflores a Caracas, Chavez ha affermato che la sua prima elezione nel 1998 ha «aperto la porta ad un nuovo periodo storico». Chavez ha ugualmente annunciato la creazione di «un primo gruppo di dirigenti della campagna» per la sua rielezione, che dovrebbe essere guidato dall’attuale presidente dell’Assemblea nazionale, Cilia Flores. Questa assemblea è composta per la quasi totalità da partigiani del presidente, dopo il boicottaggio delle elezioni legislative da parte dell’opposizione nel 2005. Una riforma della Costituzione può essere proposta dal 30% degli eletti dell’Assemblea nazionale, oppure dal 15% degli elettori iscritti, o dal presidente in Consiglio dei ministri.

E’ il terzo Stato Usa a “legalizzare” la pratica

Autorizzato in Montana il primo suicidio assistito

HELENA - Un giudice del Montana, nel nord-ovest degli Stati Uniti, ha autorizzato i suicidi assistiti da un medico. Il Montana diventa così il terzo Stato a legalizzare il suicidio con assistenza medica negli Usa. Il giudice, Dorothy McCarter, ha spiegato che la sentenza è stata emessa a seguito della richiesta presentata da un malato di cancro in fase terminale, quattro medici e un gruppo di assistenza “Compassion&Choise”. McCarter ha riconosciuto il diritto del malato di morire «con dignità» e di ottenere medicinali da auto-sommini-

Martelletto del giudice

strarsi per porre fine alle sue sofferenze, se giudicate insopportabili. La sentenza autorizza anche i medici a prescrivere tali medicine.

decine di giovani armati di bastone e bombe molotov. I due agenti hanno reagito e uno di essi ha rincorso i giovani e ha sparato due colpi in

aria e uno a terra che sarebbe rimbalzato colpendo al torace la vittima. L’uccisione è stata seguita da nuovi disordini ad Atene, dove so-

no stati bruciati in 24 ore decine di negozi, banche e automobili, e sono continuati sino alle prime ore di ieri. Violenze anche a Salonicco,

Patrasso, Ioannina e Hania. Attaccato un commissariato a Creta. Alcuni membri delle forze dell’ordine sono rimasti feriti, nessuno in modo grave. Ieri una manifestazione convocata dall’estrema sinistra nella capitale è degenerata in nuovi incidenti, a causa della presenza di centinaia di radicali che hanno attaccato uffici commerciali e banche dando fuoco ad auto e bidoni e scontrandosi di nuovo con la polizia. Violenze ancora una volta anche a Salonicco e Patrasso. Diverse persone sono state fermate.

Sono risultati positivi i test su alcuni capi importati pure in Francia e Belgio

Maiali “avvelenati” dalla diossina in Irlanda Scatta l’allerta alimentare anche in Italia La contaminazione ha avuto origine da un mangime “Beccato” il fornitore

Maiali in allevamento L’Unione europea ha attivato l’allerta rapida dopo che in Irlanda sono stati scoperti capi “avvelenati” da diossina

BRUXELLES - La Commissione Ue ha annunciato di aver attivato il sistema di allerta rapida sulla catena alimentare dopo che le autorità irlandesi hanno deciso di ritirare tutti i prodotti a base di carne di maiale di animali allevati in Irlanda in seguito alla scoperta che in alcuni campioni di queste carni è stata rilevata una presenza di diossina 100 volte superiore ai livelli massimi consentiti dalle normative europee. L’iniziativa adottata da Bruxelles rappresenta una misura precauzionale che viene attivata ogni volta che si registrano, ovunque nei 27 Paesi membri, problemi di un certo rilievo riguardanti la catena alimentare ed è destinata, precisa la Commissione in una nota, a garantire la protezione della salute pubblica. Secondo le informazioni provenienti da Dublino, la maggior parte delle esportazioni di prodotti a base di carne di maiale irlandese è destinata al mercato inglese ma quantitativi limitati vengono venduti anche in altri Paesi europei. Tant’è che alcuni prodotti irlandesi a base di carne di maiale contaminati alla diossina sono stati scoperti in Francia e in Belgio nel corso di controlli di routine effettuati alle frontiere, come afferma l’agenzia irlandese della sicurezza alimentare che ha lanciato l’allerta per la presenza della sostanza tossica. I test effettuati in Belgio e in Francia hanno effettivamente rilevato la presenza della sostanza. I Paesi Ue coinvolti risultano essere nove. A Gran Bretagna, Olanda, Belgio, Francia e Italia si sono aggiunti Germania, Danimarca, Polonia e Svezia. Al di fuori dell’Unione europea, la carne

ni compiute, c’è un mangime che è stato utilizzato in alcuni allevamenti a partire dallo scorso settembre. Secondo le informazioni rilanciate dalla Commissione europea non più del 10% della carne di maiale irlandese sarebbe stata contaminata. Mentre il governo irlandese fa sapere che gli alimenti contaminati provenivano da un solo fornitore e la fonte è stata contenuta e sarà eliminata. Il ministro dell’Agricoltura Brendan Smith ha detto che "un numero molto limitato di allevamenti si rifornivano da questo fornitore particolare". Le diossine sono prodotti generati principalmente dall’incenerimento nelle industrie chimiche e farmaceutiche e possono essere assorbite dalla pelle o assunte mangiando cibo contaminato.

dei maiali irlandesi è stata esportata in Svizzera, Stati Uniti, Canada, Giappone e Russia. Il ministero del Welfare ha fatto sapere che «in

Italia sono arrivate modestissime quantità». Attivati le Regioni e i carabinieri del Nas. All’origine della contaminazione, in base alle indagi-

Ma “i più brillanti non sempre sono i migliori” commenta il New York Times

Un governo di “superlaureati” per Obama Il presidente si circonda di intellettuali

WASHINGTON - Le riunioni di governo nella Cabinet Room della Casa Bianca dal 20 gennaio prossimo saranno una sorta di simposio universitario dell’Ivy League. Seduti insieme al presidente Barack Obama intorno al tavolo ovale, ci saranno un numero insolito di superlaureati di Harvard, Yale, Princeton, Cambridge e altre università d’elite da cui provengono 22 dei 35 principali membri dell’amministrazione scelti finora da Obama. Sono curriculum smisurati e “pesanti”, quelli che portano con sè molti membri della futura squadra di go-

Barack Obama

verno. E sui media la circostanza crea interrogativi: l’ultima amministrazione veramente “intellettuale” che l’America ha avuto fu quella di John F.Kennedy, ma i suoi brillanti protagonisti, alcune tra le menti migliori dell’epoca, finirono per impantanare il paese nel Vietnam e per farsi la guerra l’un l’altro. «I più brillanti non sempre sono i migliori», ha messo in guardia l’opinionista del New York Times Frank Rich, citando l’esperienza di Kennedy. Per gli osservatori il rischio è che si crei una “bolla” culturale che li isoli dal resto del paese.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 9

Cronache in breve Ubriaco alla guida tampona carabiniere ROMA - Ubriaco alla guida ha la sfortuna di tamponare l’auto di un carabiniere: la notte brava di un giovane romano è finita con il sequestro dell’auto e il ritiro della patente. Il giovane, non sapendo di trovarsi di fronte ai carabinieri, ha anche cercato di corrompere i militari che non indossavano l’uniforme. È successo in via XX Settembre: alla guida dell’auto che ha tamponato un italiano di 34 anni ubriaco.

La bellissima attrice australiana ha proposto al collega Russell Crowe di far convolare a giuste nozze i loro pargoli, Sunday Rose e Tennyson

Oceano rumoroso A rischio i cetacei ROMA - Troppo rumore in mare è ormai una delle principali minacce alla sopravvivenza dei cetacei, in particolare delle balenottere. Secondo il rapporto “Ocean noise: turn it down” del Fondo internazionale per la protezione degli animali, il baccano generato dall’uomo negli oceani negli ultimi 40 anni è 8 volte più forte: la distanza attraverso la quale i giganti del mare possono sentirsi si è ridotta del 90%.

L’India: nulle le nozze tra indù e cristiani NEW DELHI - Il matrimonio tra indù e cristiani non è valido, lo ha stabilito la Suprema Corte indiana. Secondo la Corte l’Hindu Marriage Act, la legge induista che disciplina i matrimoni, prevede solo l’ipotesi in cui a stringere il vincolo matrimoniale siano due persone appartenenti alla religione indù. La questione era stata portata all’esame della Corte dopo che una donna, induista, aveva chiesto l’annullamento del suo matrimonio.

Mercatini di Natale gestiti da nomadi ROMA - «In due municipi della capitale apriranno, prima di Natale, due mercatini all’aperto gestiti dai nomadi». Lo annuncia il presidente dell’Opera nomadi, Massimo Converso. «I mercatini saranno aperti ogni domenica - aggiunge - e vi si potrà trovare artigianato e usato».

Furti nel centro di Roma In 7 finiscono in cella ROMA - Sabato pomeriggio i carabinieri, in servizio in abiti borghesi, hanno arrestato 7 persone trovate in possesso di merce rubata da negozi di abbigliamento o profumerie al centro di Roma. La merce recuperata è stata riconsegnata ai responsabili o ai proprietari dei centri commerciali mentre gli arrestati sono in attesa di essere processati.

POTENZA - Un giovane - Luca Ruggiero, di 25 anni - è morto l’altra notte, a Potenza, nel villaggio di «Bucaletto», nell’incendio di uno dei prefabbricati che furono realizzati nella zona per accogliere i senzatetto del terremoto del 1980. Ruggiero era nel prefabbricato insieme ad alcuni amici: stavano trascorrendo una serata in compagnia. Intorno alle 03:00 le fiamme sono divampate nel prefabbricato, distruggendolo: i giovani sono fuggiti e si sono allontanati. I vigili del fuoco hanno spento l’incendio ma quando il proprietario della struttura vi si è recato per controllare i danni, ha visto il cadavere carbonizzato di Ruggiero. La Polizia sta interrogando gli amici del giovane per chiarire le circostanze della loro permanenza nel prefabbricato e perchè non si siano resi conto, quando sono usciti per l’incendio, che Ruggiero non era con loro.

Morto l’ex ministro Vito Gnutti BRESCIA - È morto all’ospedale civile di Brescia Vito Gnutti, 69 anni, ex ministro dell’Industria nel primo governo Berlusconi. Ingegnere e imprenditore, Gnutti aveva aderito alla Lega Nord ed era entrato in Parlamento nel ’92. Fu uno degli esponenti di maggior spicco del Carroccio fino al 1999, anno in cui avvenne la rottura con Bossi e fu espulso dal partito. Aderì poi all’Ape e a Democrazia Europea, di cui fu anche presidente.

Stroncato da malore calciatore ventenne CASTELFIDARDO - Sarà l’autopsia a chiarire le cause della morte di un calcitore ventenne morto sabato poco dopo che aveva disputato una partita di calcetto di serie D in un campo coperto a Castelfidardo (Ancona). Alessandro Marasca, che militava nella Caampocavallo As, si è accasciato poco prima di raggiungere la sua auto, al termine di un match brillantemente disputato. E’ morto in ospedale.

Resta carbonizzato nel prefabbricato

Nascondeva nello zaino 15 chilogrammi di coca L’attrice australiana Nicole Kidman ha proposto al collega Russel Crowe di far sposare i loro figlioletti

La “pazza idea” di Nicole

LOS ANGELES - La bellissima Nicole Kidman ha strane idee per la testa. Il collega Russel Crowe avrebbe, infatti, rivelato che la Kidman gli ha proposto di far sposare, una volta diventati grandi, la piccola Sunday Rose - la figlioletta avuta qualche mese dal marito, il cantautore australiano Keith Urban - con il suo bambino, Tennyson. I due pargoli si differiscono per età di appena due anni. Ma coincidenza ha voluto che entrambi siano nati il 7 Luglio.

Tanto che per mamma Nicole si tratta di un vero e proprio un segno premonitore da non lasciar passare inosservato. Infatti, secondo l’attrice australiana, se la sua piccola Sunday Rose e il figlio di Russel Crowe convolassero a “giuste” nozze, sarebbe proprio una bell’unione. Beh, a questo punto non resta che aspettare cosa ne penseranno i due piccoli, quando crescereanno, di questa pazza idea di Nicole Kidman

ROMA - È un pregiudicato romano di 36 anni, l’uomo bloccato l’altra notte dai carabinieri del nucleo radiomobile di Roma all’uscita Aurelia del Gra, che viaggiava a bordo di una piccola utilitaria con 15 chilogrammi di cocaina. L’automobilista, risultato poi essere un idraulico, con il suo strano comportamento, ha fatto subito insospettire i militari dell’arma che lo hanno perquisito e hanno trovato nel suo zaino 15 chilogrammi di cocaina pura suddivisa in panetti da un chilogrammo l’uno. La droga e l’auto sono state sequestrate mentre l’uomo è stato immediatamente associato al carcere di Regina Coeli.

Rissa in discoteca A scacchi il computer Finisce schiacciato Incidente sui binari Manette a tre giovani batte sempre l’uomo da un treno merci causato da una frana ROMA - Un bicchiere di troppo o forse una frase d’apprezzamento all’origine della rissa scoppiata tra un gruppo di ragazzi all’interno di una discoteca romana all’Olimpico, sedata l’altra notte dai carabinieri della stazione Medaglie d’Oro. I militari intervenuti con diverse pattuglie, dopo aver sedato la lite hanno arrestato tre romani poco più che ventenni, per rissa. I giovani sono trattenuti in caserma in attesa del processo.

RHO (MILANO) - Un uomo di 34 anni, cittadino colombiano, è stato travolto e ucciso, l’altra notte, da un treno merci nella stazione di Rho, snodo ferroviario che si trova sulla direttrice di Torino. È accaduto alle 2:25 e la Polfer sta facendo accertamenti per stabilire la dinamica dei fatti, che non avrebbero avuto testimoni. Per quanto è stato finora possibile verificare, il colombiano si trovava sulla banchina 1 della stazione ferroviaria quando è finito sotto il merci, non si sa se per un incidente o per un gesto volontario. Inutili i soccorsi.

Due ragazzi feriti a colpi di pistola NAPOLI - Due giovani sono rimasti feriti a Castellammare di Stabia in circostanze sulle quali sono in corso approfondimenti da parte dei carabinieri. Francesco Alberti, di 26 anni, già noto alle forze dell’ordine, e Antonio Aquino, di 23, entrambi di Boscoreale, nel Napoletano, hanno riferito all’ospedale di Scafati dove sono stati ascoltati dai militari di essere stati feriti a colpi di pistola da alcuni sconosciuti per aver tentato di reagire a un tentativo di rapina mentre si trovavano nella zona dell’Acqua della Madonna a Castellammare di Stabia.

Pezzi del gioco degli scacchi

TORINO - I programmi che giocano a scacchi sono ormai un ostacolo insuperabile per gli scacchisti in carne e ossa: persino quelli non commerciali, che si possono scaricare gratuitamente da internet, sono in grado di travolgere i maestri più esperti. E’ il messaggio che arriva da «Scaccomatto», la kermesse dedicata al Nobil Giuoco in corso a Torino. Due software, «Leila» e «Delfi», hanno sconfitto due navigati maestri internazionali dell’ex Jugoslavia.

NAPOLI - Una frana si è rovesciata sui binari tra le stazioni di Campagna e Contursi, nel Salernitano, causando la temporanea “chiusura” della linea ferroviaria Battipaglia - Potenza. Il treno regionale in partenza da Napoli e diretto a Potenza è stato costretto a fermarsi per aver urtato un masso sporgente, restando danneggiato. Nessun contuso tra i 25 passeggeri a bordo. Il treno, dopo le riparazioni dei macchinisti, ha potuto riprendere la marcia a velocità ridotta e raggiungere Contursi dove i viaggiatori hanno proseguito il viaggio su un autobus.

Quindicenne rapinata Israele libera 230 e picchiata da 3 coetanee detenuti palestinesi BOLOGNA - Tre ragazze - una domenicana di 18 anni e due della ex Jugoslavia di 15 e 16 anni - hanno rapinato una quindicenne bolognese e l’hanno insultata e picchiata per strada nel capoluogo emiliano. Le tre sono poi state arrestate dalla polizia per rapina aggravata. La quindicenne aggredita ha raccontato di essere stata presa alle spalle dalle tre mentre camminava per strada.

GERUSALEMME - Israele ha approvato la liberazione di 230 detenuti palestinesi, militanti di al-Fatah che non hanno partecipato ad attentati. La liberazione dovrebbe aver luogo domani, ed è un gesto di “buona volontà” nei confronti dell’Autorità palestinese in occasione della Festa islamica del Sacrificio. Dure critiche dalla famiglia di Ghilad Shalit, il caporale israeliano tenuto in ostaggio da Hamas dal giugno 2006.


Pag. 10

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Lunedì 8 Dicembre 2008

REGIONE La proposta presentata dal consigliere e presidente della Quinta Commissione Riforme e Decentramento, Salvatore Magarò

«Valorizzare il patrimonio residenziale» «Obiettivo di tale legge è realizzare un percorso che assicuri condizioni di acquisto agevolate» CATANZARO — Salvatore Magarò,

consigliere regionale della Calabria e presidente della Quinta Commissione Riforme e Decentramento, ha presentato una proposta di legge per la valorizzazione del patrimonio residenziale pubblico. «Il fabbisogno abitativo - spiega Magarò - è uno dei problemi più gravi di cui soffre la nostra regione. L’Aterp non dispone delle risorse necessarie per attuare interventi di edilizia residenziale sovvenzionata diretta alla costruzione di nuovi alloggi, né per provvedere al recupero del patrimonio immobiliare esistente, esposto ad un costante degrado proprio per la mancanza di una manutenzione straordinaria. Ne consegue che, mentre il mercato immobiliare è decisamente inaccessibile alla maggior parte dei cittadini, per le famiglie a basso reddito non c’è una adeguata offerta di alloggi popolari. La proposta normativa che ho elaborato e depositato presso il Consiglio Regionale è finalizzata alla tutela delle www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

fasce più deboli della popolazione, garantendo loro il diritto alla casa attraverso una efficace regolamentazione del processo di alienazione degli alloggi popolari. Obiettivo di tale legge è la realizzazione di un percorso che porti alla dismissione del patrimonio residenziale pubblico a favore degli assegnatari, assicurando condizioni di acquisto agevolate e vincolando i proventi di tali alienazioni alla costruzione di nuovi alloggi volti ad alleviare il disagio abitativo. In tal modo si consentirebbe agli assegnatari di esercitare il legittimo diritto di avere una casa in proprietà e si creerebbero le condizioni necessarie per calmierare un mercato immobiliare sempre più spropositato. Inoltre, la norma vincola la destinazione dei proventi incassati grazie alle vendite, che bisognerà impiegare per la realizzazione di nuovi interventi che possano venir incontro al fabbisogno abitativo, come la costruzione di nuove case popolari. Infine, il disegno di legge prevede, alla conclusione del processo di alienazione degli alloggi residenziali pubblici, la soppressione delle Aterp provinciali, affidando ai Comuni le relative funzioni, provvedimento questo che comporterebbe un ulteriore risparmio per il bilancio regio-

Salvatore Magarò

nale». In calce il testo della Legge: “Articolo 1. Al fine di valorizzare gli immobili residenziali costituenti il patrimonio delle Aterp e di favorire il soddisfacimento dei fabbisogni abitativi, entro 3 mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, il Dipartimento n. 9 - Infrastrutture - Lavori Pubblici – Politiche per la Casa – E. R. P. – A. B. R. - Risorse Idriche - Ciclo integrato delle Acque - dell’Assessorato ai Lavori Pubblici promuove con le Aterp

la conclusione di piani aventi ad oggetto la semplificazione delle procedure di alienazione degli immobili di proprietà del predetto Ente. Articolo 2. Ai fini della conclusione degli accordi di cui all’articolo 1, la Giunta Regionale, entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, elabora un regolamento che tenga conto dei seguenti criteri: Il prezzo degli alloggi è costituito dal valore che risulta applicando un moltiplicatore pari a 100 alle rendite catastali. Al prezzo così determinato si applica una riduzione che varia dall’1% al 2% per ogni anno di anzianità dell’immobile, fino al limite massimo di 15 anni, in proporzione al canone di locazione; Riconoscimento del diritto di opzione all’acquisto in favore dell’assegnatario unitamente al proprio coniuge, qualora risulti in regime di comunione dei beni, ovvero, in caso di rinunzia da parte dell’assegnatario, in favore del coniuge in regime di separazione dei beni o, gradatamente, del convivente more uxorio, purché la convivenza duri da almeno cinque anni, dei figli conviventi, dei figli non conviventi; Destinazione dei proventi delle alienazioni alla realizzazione di interventi volti ad alleviare il disagio abitativo.

Articolo 3. Nei medesimi piani può essere prevista la facoltà per le Aterp di stipulare convenzioni con società di settore per lo svolgimento delle attività strumentali alla vendita dei singoli beni immobili. Articolo 4. A conclusione del processo di alienazione degli immobili residenziali pubblici si procede alla soppressione delle Aterp, le cui funzioni vengono trasferite in seno ai Comuni. Articolo 5. Il personale di ruolo in servizio presso le Aterp alla data in vigore della presente legge è immesso nei ruoli del personale della Regione Calabria con un inquadramento pari allo stesso livello e alla stessa qualifica funzionale rivestita presso le Aterp e conserva l’anzianità giuridica ed economica acquisita. Articolo 6. All’onere derivante dalla presente legge si fa fronte con le disponibilità esistenti nel bilancio delle soppresse Aterp. Articolo 7. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione. La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. E’ fatto obbligo, a chiunque spetti, di osservarla e farla osservare come legge della Regione Calabria”.

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

Reggio Calabria, Diritti Umani Cassano Jonio, Gianni Papasso: il 9 e 10 a Palazzo S. Giorgio grazie a Incarnato per il contributo REGGIO CALABRIA — Il Raggio Verde, ha organizzato due manifestazioni: Martedì 9 dicembre ore 10 conferenza stampa di presentazione a palazzo San Giorgio e mercoledì 10 dicembre ore 18:30 in piazza San Giorgio, la celebrazione di “Diamo voce ai diritti” per i 60 anni della Dichiarazione dei Diritti Umani dell'Onu. «“Tutti gli esseri umani nascono liberi ed uguali in dignità e diritti”. Inizia così il viaggio tra di diritti fondamentali della persona intrapreso il 10 dicembre di 60 anni fa dall'Onu. Un viaggio, cominciato con la firma della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, le cui tappe non sono state sufficienti ad assicurare il pieno riconoscimento degli stessi nei diversi paesi del mondo. Dunque un anniversario che richiama ad un impegno più concreto e costante e che, pertanto, non può essere meramente celebrativo dell'avvio di un percorso internazionale di affermazione della dignità della persona che oggi avrebbe dovuto tradursi in un traguardo. Milioni di persone ancora oggi sono vittime di pregiudizi che le relegano ai margini della società, le escludono dall’esercizio dei diritti fondamentali, sono bersagli di aggressioni, persecuzioni e ingiustizie, purtroppo spesso, anche appoggiate dall’opinione pubblica e favorite da leggi e tradizioni. Così la discriminazione e l’impunità agiscono incontrastate ledendo, nel silenzio e nella indifferenza generali, la dignità, la libertà e l’integrità di tutti coloro che per il loro modo di essere e di pensare rischiano, senza riuscire a difendersi, l’emarginazione, l’esclusione, la

prigione, la tortura, la morte. Genere, origini etniche, colore della pelle, orientamento sessuale, opinione politica, credo religioso, cultura, lingua, condizioni personali, economiche e sociali, questi i motivi che costringono, in tutti i paesi del mondo con incidenze e modalità differenti, milioni di persone a subire violazioni dei loro diritti umani fondamentali. Persecuzioni ad opera dello Stato o di gruppi non statali, privazione di diritti, accessi negati alle risorse, alle cure mediche, al mondo del lavoro, all’istruzione. Nel segno di un impegno dai connotati sempre più urgenti e concreti, dunque, le associazioni reggine di seguito elencate, hanno deciso di mettersi in rete per celebrare questa giornata. Una lettura e una riflessione sui trenta articoli di questo documento saranno, infatti, condotte in piazza San Giorgio al Corso proprio il pomeriggio di mercoledì 10 dicembre a partire dalle ore 18:30. Un angolo di piazza si illuminerà con tante piccole candele, simbolo della speranza di chi aspira a vedere riconosciuti i diritti propri e altrui, e offrirà discreta risonanza alla voce dei rappresentanti delle diverse associazioni prestata per la lettura degli articoli e di altri brani. Un angolo di piazza di una città, la nostra, per tracciare un ponte simbolico con gli angoli più bui del mondo dove la negazione dei diritti fondamentali rende schiavi milioni di persone. L'iniziativa sarà presentata in occasione della conferenza stampa che si terrà martedì alle ore 10 presso la sala antistante la sala consiliare di palazzo San Giorgio».

CASSANO JONIO — «Esprimo la mia

vivissima soddisfazione, insieme a quella di tutti i socialisti di Cassano Jonio, per la concessione, ai sensi della legge regionale n. 15/8 “Programma Regionale Opere Pubbliche”, da parte dell’assessore Socialista ai Lavori Pubblici della Regione Calabria, Luigi Incarnato, di un contributo di euro 450.000 (quattrocentocinquantamila) in favore della Curia Vescovile per il “Restauro e la conservazione della Cattedrale di Cassano Jonio”». Ad affermarlo Gianni Papasso, consigliere Comunale di Cassano Jonio. «Si tratta di un fatto di straordinaria importanza - scrive in una nota - perchè si finanziano rilevanti lavori che daranno ancora maggiore decoro alla nostra Cattedrale. L’assessore Incarnato, con

questo atto, oltre a dare una giusta e positiva risposta alla richiesta di Mons. Vincenzo Bertolone, Vescovo della Diocesi, e ai socialisti locali che, immediatamente, hanno lealmente sostenuto la stessa, va a toccare le corde del cuore di tutti i cassanesi, che tengono particolarmente alla loro Cattedrale. L’impegno assunto dall’assessore Incarnato al momento dell’insediamento in Diocesi del nuovo Vescovo, oggi viene mantenuto, dimostrando così serietà e perbenismo amministrativo che non appartiene a tutta la classe politica odierna. L’assessore Incarnato ci ha anche informato che prossimamente, con i fondi dell’edilizia per il culto, altre notevoli provvidenze saranno disposte in favore della Cattedrale e di altre Chiese di Cassano».

Il Natale è arrivato in anticipo! con € 100 di spesa la macchinetta più bella d’italia in regalo a casa tua PROMOZIONE VALIDA DAL 1 DICEMBRE AL 6 GENNAIO Località borda - Cropani Marina - Orario continuato - Aperto anche la domenica


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 11

CALABRIA Il procuratore campano Luigi Apicella si difende per voce del suo legale, Francesco D’Ambrosio

«Nessuno è stato denudato» CASO DE MAGISTRIS/1 di Pasquale Faiella* SALERNO — Nessun magistrato è

stato denudato durante le perquisizioni disposte dalla procura di Salerno negli uffici giudiziari di Catanzaro. Il procuratore campano Luigi Apicella, su cui pende una procedura di trasferimento d’ufficio da parte del Csm, rivendica ancora una volta la correttezza del suo operato tramite le parole del suo legale, difensore anche degli altri sei magistrati salernitani accusati di abuso in atti d’ufficio e interruzione di pubblico servizio, l’avvocato Francesco Saverio D’Ambrosio. Ma le parole della difesa, in un continuo stillicidio di botta e risposta tra Salerno e Catanzaro, vengono ancora una volta smentite dalla discovery del decreto di perquisizione consegnato ai giudici campani e firmato dal pg di Catanzaro, Enzo Jannelli. «Non mi risulta - spiega l’avvocato D’Ambrosio - che le denunce fatte dopo le perquisizioni, abbiano fonSALERNO — Il procuratore della

Repubblica di Salerno e i sei sostituti accusati di abuso in atti d’ufficio e interruzione di pubblico servizio - avrebbero «per motivi abbietti falsamente e artificiosamente costituito» l’ipotesi di un complotto dei magistrati di Catanzaro «contro il dottor Luigi De Magistris». E’ quanto si legge del decreto di perquisizione e sequestro dei documenti, a loro volta sequestrati dalla procura di Salerno, emesso dalla procura generale di Catanzaro nei confronti del procuratore Luigi Apicella, dei sostituti Dionigio Verasani, Gabriella Nuzzi, Patrizia Gambardella, Roberto Penna, Vincenzo Senatore e Antonio Centore. Il pg di Catanzaro - nei cui confronti e in quelli di Apicella il Csm ha avviato le procedure per il trasferimento - insieme ai sostituti Domenico de Lorenzo, Alfredo Garbati e Salvatore Curcio - scrivono che la falsa ipotesi di complotto avrebbe riguardato anche «l’ordine giudiziario, parlamento e governo». E ciò «al fine di assicurare al dottor de Magistris il profitto conseguente all’abuso, tradottosi nel sottrarre indebitamente il fascicolo processuale per convalidare l’ipotesi del comROMA — «Era doverosa da parte

del Csm l’apertura della procedura di trasferimento d’ufficio per il procuratore di Salerno Luigi Apicella e per il pg di Catanzaro Enzo Jannelli, ma la pratica non è affatto conclusa: dopo le audizioni di martedì (domani, ndr) decideremo se c’è ancora spazio per l’avvio di altre procedure». Potrebbe dunque portare a nuovi sviluppi l'indagine del Csm sul durissimo scontro tra le procure di Salerno e Catanzaro, dopo le prossime audizioni che riguarderanno i sostituti di Salerno e Catanzaro. A sostenerlo è il consigliere del Csm Ezia Maccora, che sabato ha partecipato alla riunione della Prima Commissione che ha disposto i primi interventi. Un primo passo necessario, quello del Csm, di fronte a una «situazione di allarme che si è venuta a creare con il conflitto tra le due procure, e il cui livello di gravità è stato segnalato anche dall'intervento del Capo dello Stato». E con cui il Consiglio ha inteso «ristabilire la credibilità dell’istituzione e della magistratura». Ad Apicella e Jannelli il Csm - che sabato li ha direttamente ascoltati e che tornerà a sentirli forse entro

«Perquisizioni effettuate senza lamentele. Era doveroso procedere» damento. Non mi risulta che si siano verificati comportamenti come quelli indicati: tutte le perquisizioni sono inoltre state fatte dopo le sette del mattino e senza che vi siano state lamentele da parte dei diretti interessati, che sono persone esperte e competenti. Non sarebbe stato possibile - aggiunge - chiarire le ipotesi di reato a carico degli indagati senza l’acquisizione di quegli atti del procedimento. Ma nonostante le reiterate sollecitazioni fatte a Catanzaro non è stato possibile acquisirne copia. Quindi per valutare la infondatezza o di contro la fondatezza di quelle ipotesi accusatorie era doveroso procedere». Ma per il pg di Catanzaro, i sette pm della procura di Salerno avrebbero «per motivi abbietti falsamente e artificiosamente costituito» l'ipotesi di un complotto dei magistrati calabresi «contro Luigi De Magistris». Il decreto di perquisizione e sequestro emesso dalla procura generale di Catanzaro nei confronti del procu-

Il procuratore Lombardo: a Catanzaro si ha paura

Il Palazzo di giustizia di Catanzaro

ratore Luigi Apicella, dei sostituti Dionigio Verasani, Gabriella Nuzzi, Patrizia Gambardella, Roberto Penna, Vincenzo Senatore e Antonio Centore si rileva l'atto d'accusa forse più duro della lunga querelle tra le due procure: i magistrati della pro-

ROMA — Paura di firmare gli atti nel timore di ritrovarsi indagati: è il sentimento che si sarebbe diffuso tra i magistrati di Catanzaro, dopo la clamorosa perquisizione al Palazzo di giustizia e gli avvisi di garanzia notificati a sette colleghi accusati dalla procura di Salerno di aver ostacolato le indagini dell’ex sostituto procuratore Luigi De Magistris. Un quadro tracciato dal

procuratore di Catanzaro Antonio Vincenzo Lombardo nel corso della sua audizione di sabato scorso davanti al Csm. L’ipotesi del complotto avanzata dalla procura di Salerno, secondo Lombardo, avrebbe fatto venir meno così il clima di serenità che faticosamente si stava cercando di ricostruire in un ambiente giudiziario da anni alle prese con problemi. (Ansa)

cura generale di Catanzaro, si legge, «sono stati trattenuti per costrizione fin dalle prime ore del mattino, per tutta la giornata, fino a tarda ora del giorno nelle loro abitazioni, ivi sottoposti taluno anche a perquisizioni personali» durante laperquisizione

fatta dai pm della procura di Salerno. Inoltre secondo il pg Jannelli il sequestro del fascicolo dell’inchiesta Why Not eseguito dalla procura di Salerno costituisce «un danno devastante per l'intera Magistratura italiana». (* Ansa)

La procura catanzarese rilancia a muso duro nel documento di perquisizione indirizzato ai pm salernitani

venuta al culmine di una delicatissima attività istruttoria prossima alla conclusione». Il sequestro del fascicolo dell’inchiesta Why Not eseguito dalla procura di di Salerno alla procura generale di Catanzaro (le pagine del provvedimento sono esattamente 1.425) costituisce «un danno devastante per l’intera Magistratura italiana e disdoro anche per quella, pur complessivamente sana, magistratura inquirente salernitana». «Il sequestro dei pm di Salerno - si legge nel documento giudiziario ha avvalorato, mediante l’inconferenza elefantiaca (1.425 pagine) e sovrabbondante nelle motivazioni, la tesi del complotto istituzIonale ai danni del dottor De Magistris, in forza all’asserito illegittimamente ritenuto dell’illecita avocazione del procedimento Why Not ed in forza ancora della presunta ritenuta illegittima conduzione dell’indagine ad opera dei pm di Catanzaro, funzionale invece, secondo il pensiero e le azioni criminose degli indagati (il procuratore Luigi Apicella e i suoi sostituti) ad insabbiare il processo ovvero a favorire tutti o più taluni degli oltre settanta indagati del procedimento Why Not». (Ansa)

«La falsa teoria del complotto» plotto, in tesi, artatamente configurata e costruita ai suoi danni con abusi dei doveri e poteri inerenti alla funzione giudiziaria volti contro magistrati nell’esercizio delle loro funzioni». In questo modo - si legge nell'atto giudiziario - i pm salernitani «cagionavano l’interruzione e comunque il turbamento della regolarità dell'Ufficio della procura generale di Catanzaro, impegnata, dopo una lunga e defatigante attività a definire il procedimento Why Not». I magistrati della procura generale di Catanzaro - si legge nel decreto di controsequestro del fascicolo Why Not - «sono stati trattenuti per costrizione fin dalle prime ore del mattino, per tutta la giornata, fino a tarda ora del giorno nelle loro abitazioni, ivi sottoposti taluno anche a perquisizoni personali» durante la perquisizione fatta dai pm della procura di Salerno». I pm di Salerno - si legge - «hanno sequestrato tutto il fascicolo pro-

Il pg Enzo Jannelli

cessuale “Why Not”, nonché elaborazioni e appunti privati dei pm, nonché telefonini, computer e quant’altro ai magistrati di Catanzaro». «Vi è - prosegue il decreto - fumus

dei reati in contestazione, desumibile dallo stesso decreto di perquisizione e sequestro della procura di Salerno e segnatamente dalla strumentalità delle imputazioni elevate e dall’inconsistente materiale indiziante che dovrebbe sostenerle». «La vicenda - scrivono i sostituti pg di Catanzaro - del procedimento Why Not non ha precedenti nella storia giudiziaria italiana e riveste connotazioni eversive e destabilizzanti delle istituzioni dello Stato: mai un pm (quello di Salerno) aveva disposto, per fini di mero favore per una persona, nel caso di specie il dottor De Magistris Luigi (sanzionato disciplinarmente dal Csm, trasferito dalla sua sede in un'altra per non essere più idoneo a svolgere le attività di pm, giudicato all’unanimità ancora inidoneo per la nomina di magistrato di appello dal Consiglio giudiziario), il sequestro di un intero procedimento paralizzando l'attività investigativa e giudiziaria di altri pm per giunta per-

Maccora: «Dal Csm primo passo per la normalità» Tre anni fa il Consiglio prosciolse Apicella dall’accusa di incompatibilità una decina di giorni ma stavolta con l'ausilio di un difensore - rimprovererebbe in sostanza di non aver saputo esercitare le loro funzioni in modo da evitare uno scontro di queste dimensioni. «Sono risultati elementi tali - spiega la togata di Magistratura democratica - da porre dubbi sulla reale capacità dei dirigenti di trovare modalità di intervento in grado di evitare la grave situazione di conflittualità degli ufficio e garantire l’assoluto rispetto delle regole». Ma questo non vuol dire che le posizioni di Apicella e Jannelli siano esattamente sovrapponibili: «Noi dovevamo aprire la procedura per tutti i soggetti che hanno contribuito a creare questa situazione; il prosieguo dimostrerà se c’è una differenziazione di ruoli». L'intervento del Csm non può comunque rimanere isolato: «Serve un'assunzione di responsabilità di tutti coloro - dice ancora Maccora - che possono contribuire a riportare la situazio-

Il palazzo del Csm

ne alla normalità. Il Csm ha fatto il primo passo e deve continuare il suo lavoro; la speranza è che anche tutti gli altri soggetti rispondano con adeguata prontezza. Tra di loro ci sono certamente i titolari del-

l’azione disciplinare nei confronti dei magistrati: il ministro della Giustizia e il procuratore generale della Cassazione. Hanno - conclude - gli strumenti che gli consentono di agire con tempestività, in presenza di un'azione disciplinare che peraltro è diventata obbligatoria». Intanto è già stato messo a concorso dal Csm il posto di procuratore di Salerno che Luigi Apicella dovrà lasciare - comunque vada la procedura di trasferimento d’ufficio che è stata aperta sabato - tra quattro mesi. Apicella deve passare la mano per effetto della norma che ha introdotto un tetto massimo di otto anni di permanenza al vertice degli uffici giudiziari. Non è la prima volta che il Csm si occupa del procuratore di Salerno Luigi Apicella: era già accaduto tre anni fa ma allora il plenum archiviò la proposta di aprirgli la procedura di trasferimento d’ufficio per incompatibilità, ritenendo che

non si fosse verificata una lesione del prestigio dell’ordine giudiziario. Apicella era finito all'attenzione del Consiglio per gli stessi motivi per i quali era stato indagato dalla procura di Napoli per rivelazione di segreto d’ufficio a favore di suo fratello Giuseppe, coinvolto in un'inchiesta condotta proprio dalla procura di Salerno. Da quell’accusa il procuratore «è stato prosciolto con motivazioni ampiamente liberatorie» nel senso che «è stata esclusa ogni ipotesi di sua responsabilità», sottolineò allora il Csm, che chiuse il caso, tenuto conto che si erano concluse nello stesso modo anche un'altra inchiesta penale e una disciplinare su colloqui tra il procuratore e un dirigente della Dia di Salerno che si occupava dell'inchiesta del fratello. «I provvedimenti del giudice penale e del giudice disciplinare scrisse a proposito di questi procedimenti il Csm - hanno escluso nel modo più assoluto che il dott. Apicella tenne nei confronti del colonnello Sensales atteggiamenti diretti a dissuaderlo dal compiere indagini nei confronti del fratello». (Ansa).


12 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA La relazione introduttiva all’Assemblea Congressuale regionale di Sinistra Democratica, svoltasi a Lamezia Terme

Iovene: «E’ tempo di scelte» QUALE SINISTRA? LAMEZIA TERME — Proponiamo ai nostri lettori in queste pagine speciali ampi stralci della relazione introduttiva con la quale all’Assemblea Congressuale Regionale di Sinistra Democratica, svoltasi a Lamezia Terme, il coordinatore regionale del partito Nuccio Iovene, ha aperto i lavori. «Care compagne, Cari compagni, gentili ospiti, il risultato elettorale delle ultime elezioni politiche è di quelli che non ammettono sconti. Impone una riflessione di fondo e scelte conseguenti. La Sinistra L’Arcobaleno è stata cancellata dalle elezioni. Il centro sinistra, diviso, ha subito la sua sconfitta più grave degli ultimi 15 anni. Il centro destra ha vinto con ampio margine alle politiche ed ha conquistato per la prima volta Roma. Questo risultato non può essere derubricato come un incidente di percorso: interroga le strategie di fondo con le quali la sinistra e l’intero centro sinistra si sono mossi negli ultimi anni. Facciamo un passo indietro: solo 10 mesi fa il centro sinistra era al Governo, amministrava Roma e la grandissima maggioranza delle regioni e degli enti locali del Paese, il Governo Prodi aveva approvato la finanziaria in condizioni difficilissime, il centro destra era allo sbando con la leadership di Berlusconi in discussione, l’insofferenza di An rispetto agli alleati di Fi e Lega, l’Udc in rotta di collisione con il proprio schieramento di appartenenza. In pochi mesi tutto questo è stato messo in gioco e perduto. E la situazione si è irrimediabilmente ribaltata. In campagna elettorale abbiamo tentato di convincere gli elettori che la responsabilità della caduta del governo fosse esclusivamente da attribuire a Mastella, Dini e alle altre forze centriste che hanno messo continuamente in discussione il programma dell’Unione, logorato il Governo e fatto venire meno il loro sostegno. Ma questa era solo una faccia della verità e non dava risposta alla domanda più di fondo che il nostro popolo poneva: come è possibile che in 15 anni, di fronte al pericolo Berlusconi, viene data l’opportunità per ben due volte al centro sinistra di Governare il Paese e per due volte, in modi e circostanze diverse, il centro sinistra fallisce, si dimostra non in grado di governare e di produrre il cambiamento necessario? A questa domanda non c’è stata e ancora non c’è una risposta adeguata. Alla base della sconfitta ci sono molte ragioni di fondo: prima fra tutte la

«Mai come in questo momento di crisi le nostre ragioni sono state così forti» incontrastata “visione del mondo” Berlusconiana che ha scavato negli ultimi 20 anni nella società italiana. Lo ha ricordato efficacemente Nanni Moretti in una recente intervista a Repubblica: “Penso che le televisioni di Berlusconi non abbiano spostato solo voti, ma l’intero Paese…”. E poi il ritrarsi da un radicamento nella società dei partiti della sinistra (che ha fatto scoprire di converso il radicamento della Lega), l’eccessiva frammentazione della rappresentanza politica che ha evocato la semplificazione altrettanto eccessiva risultata dall’esito elettorale. Ma accanto a queste questioni più di fondo ci sono stati errori gravi che ci hanno buttato fuori strada proprio all’avvio della campagna elettorale. Ne cito uno per tutti: la cosiddetta “separazione consensuale”, l’idea cioè di sottoscrivere il certificato di morte del centro sinistra, legittimare l’autosufficienza del Pd, collocarci strategicamente all’opposizione. Non avere adeguatamente contrastato e sconfitto questa idea sia tra i nostri alleati de La Sinistra L’Arcobaleno, sia nei confronti del Pd ha reso più semplice la vampirizzazione del nostro elettorato attraverso l’illusione del voto utile. Da dove ripartire ora? Dalla necessità di ricostruire un nuovo centro sinistra, con un’adeguata cultura di governo, a partire dalle prossime elezioni amministrative, e nell’opposizione al Governo Berlusconi fin da subito. Ad essere spazzate via dalle elezioni sono state sia l’illusione della autosufficienza del Pd, sia la speranza di poter unire, “a prescindere” come avrebbe detto Totò, tutto ciò che esiste a sinistra del Pd. Non pensiamo ad un Arcobaleno bonsai (così come non ci aveva mai convinto l’Ulivo bonsai, e se ne sono visti i risultati), ma ad una forza in grado di radicarsi nel Paese, avere un rapporto virtuoso con le forze sociali ed in primo luogo il sindacato, l’associazionismo, il volontariato, in grado di contrastare ogni logica minoritaria ed al tempo stesso incalzare il Pd sui valori e sugli obbiettivi di fondo di una moderna forza di sinistra, avendo occhi e orecchie attente a quanto si muove nella società, ed anche facendo i conti senza sottovalutazioni - con le conseguenze nella “costituzione materiale” del nostro movimento e dell’intera sinistra, determinate dall’esito elettorale e dalla scomparsa dal Parlamento. Sinistra Democratica, per storia, formazione e cultura politica può essere decisiva nella co-

Nuccio Iovene

struzione di soluzioni positive alla crisi profonda che attraversa la sinistra. Del resto il modo sostanzialmente unitario con cui abbiamo reagito alla sconfitta e avviato i cambiamenti necessari nella nostra organizzazione indicano con chiarezza quanto prezioso sia l’accumulo di forze e esperienze politiche che il nostro movimento rappresenta. Sta a noi non disperderlo, ma investirlo con saggezza in una prospettiva di ricostruzione della sinistra e dell’intero centrosinistra. La portata della crisi finanziaria, più grande di quella del 1929; la sua dimensione planetaria e i suoi riflessi sull’economia reale hanno spazzato via il pensiero unico dominante fondato sul liberismo. I suoi profeti sono stati costretti a massicci interventi statali per tentare di contenerne gli effetti, smentendo anni d’idolatria del libero mercato come panacea di tutti i mali e unico orizzonte possibile. I costi sociali, ancora all’inizio, riguardano non solo milioni di risparmiatori, ma cominciano ad avvertirsi su interi comparti produttivi determinando nuova disoccupazione e sempre più inaccettabili disparità, non solo tra Paesi ricchi e Paesi poveri su scala planetaria, ma anche all’interno dell’occidente sviluppato, tra una ristretta cerchia di super ricchi e una crescente realtà di nuovi poveri, o potenziali tali (solo in Italia la Caritas nel suo recente rapporto parla di 15 milioni). La vittoria di Obama alle presidenziali degli Stati Uniti non segna solo lo straordinario compimento del lungo cammino per i diritti civili in quel Paese, quanto anche il bisogno di una svolta profonda nella gestione dell’economia e nel ruolo internazionale giocato dagli Usa al tempo dei neocon. L’alta partecipazione al

voto, la mobilitazione realizzata lungo tutta la campagna elettorale, fin dalle primarie, ha rimesso in moto la speranza di un cambiamento che va ben oltre i confini degli Stati Uniti. Non c’è solo la destra nell’orizzonte politico futuro. Paradossalmente mai come ora le ragioni della Sinistra si sono presentate così forti su scala globale. Le critiche alla globalizzazione liberista emerse fin dall’epoca dei primi forum sociali mondiali di Porto Alegre sono oggi di drammatica e straordinaria attualità. La finanziarizzazione dell’economia, un capitalismo aggressivo senza controlli e senza regole, la delocalizzazione produttiva all’inseguimento del basso costo del lavoro e delle basse, o nulle tutele sociali mette in luce, nella crisi attuale, tutte le sue contraddizioni e i suoi altissimi costi sociali e ambientali. Nella crisi non si è tutti sulla stessa barca. E’ tempo di scelte. E queste riguardano il modello di sviluppo, i diritti collettivi e individuali, la distribuzione mondiale delle risorse e della ricchezza. Cresce l’esigenza di un governo multipolare del mondo che ponga fine all’unilateralismo americano, risolva i conflitti per via pacifica, affronti le cause che hanno portato al diffondersi del terrorismo e l’affacciarsi di altre minacce su scala planetaria, prima fra tutte quella del riscaldamento globale e del cambiamento climatico. La sinistra è nuovamente chiamata a cimentarsi con tutto questo. In Italia Berlusconi è tornato a vincere, per la terza volta, le elezioni politiche. Lo ha fatto per l’autoaffondamento del centrosinistra e per l’egemonia culturale, prima che politica, costruita lungo l’ultimo ventennio su ampi strati del Paese. Nonostante i fallimenti precedenti delle sue esperienze di governo, l’incapacità del centro sinistra di costruire un’alternativa credibile, unitaria, autorevole e stabile gli ha offerto una nuova chance. La nuova legittimazione offertagli dal Pd come possibile interlocutore di riforme costituzionali e di scelte condivise si è infranta immediatamente nella riproposizione di tutti i vecchi vizi del berlusconismo: il primato dei propri interessi personali rispetto a quelli del Paese a cominciare dalla giustizia (il Lodo Alfano, contro il quale stiamo raccogliendo le firme per un referendum abrogativo, e l’ennesimo attacco alla magistratura); la politica estera ridotta a macchietta; l’attacco al sindacato e ai lavoratori; lo smantellamento dei servizi pubblici essenziali, a partire dalla scuola e

dall’università (che ha provocato la ripresa di uno straordinario e per certi versi inaspettato movimento di lotta e protesta in tutto il Paese e che ha visto coinvolti studenti, insegnanti e genitori) e dalla sanità; la privatizzazione dei beni comuni a partire dall’acqua; la cancellazione del mezzogiorno dalle politiche pubbliche; lo stravolgimento delle regole democratiche accompagnato da un populismo sempre più pericoloso; il governo a colpi di decreti-legge, al quale si ricorre sempre più di frquente, incurante della Costituzione che ne prevede l’utilizzo solo in casi di necessità e urgenza fa riemergere il fastidio, sempre manifestato dal leader del PdL, nei confronti del Parlamento considerato come luogo nel quale “si perde tempo” rispetto al bisogno di governare, anche quando questo è composto da una solida maggioranza di centrodestra su cui contare; il fastidio evidente per gli altri poteri e ruoli dello Stato (dal Presidente della Repubblica alla Corte Costituzionale fino, ovviamente, alla magistratura) i quali vengono, di volta in volta, dipinti come ostacolo o impedimento alla velocità delle decisioni necessarie per chi è chiamato a governare; il diffondersi del razzismo e della xenofobia per alimentare un clima di insicurezza e paura su cui fondare scelte autoritarie e contrapposizioni sociali tra poveri. Tutto il contrario di quello che all’Italia necessiterebbe. Ad essere sconfitta nelle elezioni non è stata solo la Sinistra Arcobaleno, non entrata in Parlamento, ma innanzitutto la politica del Pd. Il Pd, nato per dare stabilità al governo Prodi ed un partito al Premier, è stato oggettivamente un fattore di precipitazione della sua crisi mentre Prodi ha lasciato non solo il Governo ma anche il Partito. La distanza elettorale dal Pdl è stata enorme nonostante il prosciugamento dell’elettorato della sinistra a causa del “voto utile” e senza riuscire in uno sfondamento al centro nonostante le candidature e una campagna elettorale orientata in quella direzione. Soltanto chi è sicuro di non cedere anche se il mondo, considerato dal suo punto di vista, è troppo stupido o volgare per ciò che egli vuole offrirgli, soltanto chi è sicuro di poter dire di fronte a tutto questo: “Non importa, andiamo avanti”, soltanto quest’uomo ha la “vocazione” per la politica”. Noi di Sinistra Democratica siamo donne e uomini che continuano ad avere questa vocazione». [Segue]


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 13

CALABRIA Passati in rassegna i mali di chi non sta con Berlusconi a livello nazionale e calabrese, Iovene fa le sue proposte

«Dobbiamo essere moderni» QUALE SINISTRA? [continua dalla pagina precedente] «All’indomani delle elezioni non restano davanti al Pd solo tutte le sue contraddizioni strutturali, quanto una questione di fondo: aver determinato una desertificazione politica attorno a sè (tranne l’aver fatto crescere oltre misura ed oltre ogni merito il partito di Di Pietro), che lo escluderebbe di fatto da ogni possibilità di governo se non venisse risolta. Il paradosso cioè di un partito al 34% (ammesso che mantenga questa percentuale) senza un sistema di alleanzeingradodicontrastareebattereilcentrodestra. Questa questione ineludibile non è ancora stata affrontata dal Pd, o è stata superficialmente risolta nel tentativo di allearsi con l’Udc spostando ulteriormente verso il centro l’asse politicoculturale di quel partito. Noi per primi pensiamo che si debba fare di tutto per evitare che l’Udc ritorni tra le braccia di Berlusconi, ma un conto è un allargamento delle alleanze ed un altro l’idea di rinunciare alla prospettiva di un nuovo e diverso centro sinistra per sostituirlo con un’ipotesi neo centrista che escluda la sinistra». E a proposito delle tre manifestazioni di ottobre (quelle della sinistra, del Pd e di Idv) e al “pericolo Berlusconi”, Iovene ha affermato che non di “appuntamenti identitari” ci sarebbe bisogno, ma di “un grande movimento unitario”. «Lo sciopero generale indetto dalla Cgil per il prossimo 12 dicembre avrà per questo tutto il nostro sostegno». Iovene ha poi delineato il profilo della sinistra da costruire: «Una sinistra in grado di leggere la realtà ed i suoi mutamenti, di indicare vie nuove per uscire dalle contraddizioni attuali, di rientrare in sintonia con il Paese reale, i suoi bisogni e le sue angosce». E ancora: «Una sinistra moderna, che si pone il duplice obiettivo di radicarsi nella società e di allargare l’area di consenso. Una sinistra unitaria nel modo di far politica e radicale nelle risposte ai problemi globali, una sinistra capace di essere presente nei movimenti, nelle associazioni e nel sindacato, ma rispettosa della loro autonomia.Unasinistragrande,popolare, come merita un Paese come l’Italia». «QuestaSinistravogliamocontribuirea costruire, qui ed ora, con chi ci sta, con chi condivide con noi non solo quest’obiettivo, ma la sua urgenza. La proposta della costituente della sinistra è questo. L’appello sottoscritto da tante personalità (parte integrante di questa nostra discussione), e che invitiamo a firmare e diffondere, è l’avvio di un processo partecipativo che deve coinvolgere forze politiche, aree sociali, singole personalità e soprattutto migliaia di militanti e simpatizzanti della sinistra rimasti senza partito o insoddisfatti di quelli esistenti. La nostra regione arriva nel mo-

«Non rinunceremo a dare rappresentanza all’idea di un cambiamento possibile» do peggiore all’appuntamento con la crisi ed i suoi effetti. Tutti gli indicatori economico-sociali ne segnalano le difficoltà (dall’occupazione al reddito, dall’emigrazione alla mortalità delle imprese, dall’utilizzo dei fondi europei al Pil, dal credito alle infrastrutture), sottolineando la differenza non solo con il centro nord, drammaticamente persistente, ma anche con altre aree dello stesso mezzogiorno che negli ultimi anni sono riuscite a fare significativi passi in avanti. Tra i fattori principali di questo stato di cose la crescente presenza della ‘ndrangheta in ogni aspetto della vita economica, politica e sociale della regione, con la sua capacità d’infiltrazione e condizionamento, cosi come confermano i recenti fatti di cronaca (da Crotone ad Amantea a Gioia Tauro e Rosarno, solo per ricordare gli ultimi) e classi dirigenti subalterne ed incapaci a costruire un riscatto per la loro terra. La Calabria, abbandonata dal governo nazionale del centrodestra (che ha rastrellato i fondi ad essa destinati in più di una occasione e negato la rappresentanza nell’esecutivo), appare sempre più una realtà distante e perduta, inestricabile nelle sue contraddizioni e irrisolvibile. “Mi fu sempre difficile spiegare che cos’è la mia regione. La parola Calabria dice alla maggioranza cose assai vaghe, paese e gente difficile”. Lo diceva già Corrado Alvaro nell’incipit del suo volume sulla Calabria pubblicato nella collana Visioni Spirituali d’Italia nel 1931. Ad alimentare questa situazione è il diffondersi e perpetuarsi del trasformismo,malestorico,el’omologazionecrescente nei comportamenti e nelle pratiche politiche tra centrodestra e centrosinistra». Rispetto all’esperienza di governo regionale iniziata nel 2005 con il 58% dei voti e condotta dal presidente Loiero, tanto attesa dopo quella guidata da Chiaravalloti, il coordinatore di Sd, afferma: «Tutti sostenemmo Loiero lealmente e salutammo la vittoria del centrosinistra come l’inizio di una nuova fase. L’omicidio Fortugno viceversa ipotecò negativamente l’avvio della legislatura regionale». «Per tempo abbiamo lanciato l’allarme: era il settembre del 2007 nel convegno di Cosenza. Dicemmo allora: “In questa Calabria il problema non è da tempo quello delle risorse, ma del loro mancato o, peggio, cattivo utilizzo. Non si è riusciti a spendere positivamente i fondi europei di agenda 2000, tanto da dover ricorrere ai cosiddetti "progetti sponda" per evitare la perdita dei finanziamenti ed in ogni caso non si è riusciti a spenderli tutti. Parte significativa dei fondi della 488 sono finiti nelle mani di voraci “prenditori” che hanno lasciato capannoni vuoti, macchinari finti e sono scappati con la cassa, aiutati da consulenti compiacenti e

Una recente iniziativa di Sinistra Democratica

complici. Gran parte delle politiche di incentivazione, intermediate dalla politica, ha finito per alimentare clientele e spesso fallimenti come testimoniano, anche qui, le numerose indagini ancora in corso. La nostra regione è stata terra di illusioni irresponsabilmente diffuse e successive cocenti disillusioni fin dai tempi del pacchetto Colombo degli anni ’70 che ha avuto il primato di consegnarci un significativo patrimonio di archeologia industriale senza che ci fosse un solo giorno di produzione (dalla liquichimica di Saline alla Sir di Lamezia o al 5°centro siderurgico di Gioia Tauro e al polo tessile di Castrovillari) e proseguite fino ai nostri giorni con le proposte sbagliate, fasulle o taroccate di Europaradiso a Crotone o Biofata a Lamezia, e sappiamo tutti quanto lungo potrebbe essere l’elenco. Ma siamo rimasti inascoltati. Loiero invece di correre ai ripari si è arroccato nella difesa dell’indifendibile, così come la sua maggioranza». «Nessun atteggiamento pregiudiziale, né personale - prosegue Iovene - ci ha mai guidato nei nostri giudizi nei confronti del Presidente e della sua giunta. E siamo stati sempre pronti a riconoscere e valorizzare tutte quelle scelte dalla cittadella regionale alla stazione unica appaltante affidata a Boemi, dalle iniziative sulla formazione e la cultura alle linee guida della programmazione comunitaria - che ritenevamo andare nella giusta direzione. Così come a nessuno può sfuggire la drammaticità della situazione determinata dal centrodestra e da lunghi anni di malgoverno ereditata nel 2005. Abbiamo sempre cercato di attenerci al merito dei problemi. Prendiamo l’esempio della sanità: In questi anni si è perso drammaticamente del tempo e non si sono cambiate le cose, come sarebbe stato necessario. Basti pensare che per tre anni si è sostenuto che i conti della sanità calabrese erano a posto, che la regione era

TI HANNO NEGATO UN PRESTITO PERCHÉ SEI

tra le “virtuose” e per questo motivo la Calabria non ha avuto accesso ai fondi aggiuntivi previsti dal Governo Prodi perleregionichedovevanorientraredal deficitsanitariomentreorasiscopreche il deficit c’era e c’è ancora, ed è enorme. Sono continuati i casi di malasanità, alcune aziende sanitarie sono state commissariate per infiltrazione mafiosa, i personaggi chiave del fallimento della sanità calabrese sono da anni gli stessi che hanno prosperato sia con il centrodestra sia con l’attuale centrosinistra. Invece di dire la verità, tutta la verità, su un settore chiave per la vita dei cittadini e per la spesa della Regione si è fatta demagogia inutile se non dannosa». E Iovene conclude il lungo ragionamento sulla sanità calabrese affermando: «Proprio nella Sanità occorrerebbe una svolta profonda, per spezzare intrecci perversi, smetterla con gli sprechi, ricostruire il patto di fiducia tra cittadini e sistema sanitario pubblico». Altro esempio toccato è quello della depurazione delle acque e dei rifiuti. «La regione è commissariata da oltre un decennio. Poteri straordinari al commissario e somme ingentissime non sono bastati a risolvere una situazione che continua ad essere grave. Il primoannoLoierohachiestoscusa,dallepaginedeiprincipaliquotidiani,perlo stato di salute del nostro mare, nostra principale risorsa, poi più nulla mentre è esplosa in questi giorni la vicenda di Crotone e Cassano dei rifiuti tossici utilizzati in edilizia e opere pubbliche o scaricati a mare, la mancata bonifica dei siti inquinati pure competenza del commissario, mentre non si è mai chiarito lo stato dell’arte sui depuratori». E ancora esempi sulle politiche sociali, per cui a dispetto delle promesse fatte in camapagnaelettoralenonesisteancoraunassessorato, con conseguenze parcellizzazione e inefficacia degli interventi, e poi energia, impiego dei fondi struttura-

PROTESTATO

NO DA BANCHE E FINANZIARIE? MediaConsult AGENZIA D’AFFARI

SEI STANCO DI SENTIRTI DIRE

Via Italia, 51/53 - Info 0961.743398 - 334.6690330 - 334.6690331 88100 CATANZARO - mediaconsultcz@gmail.com

RIABILITAZIONE

TI FINANZIA LA TUA TELEFONA O INVIA UN SMS CON IL TUO NOME E I TUOI DATI ANAGRAFICI UNO STAFF DI ESPERTI E’ A TUA DISPOSIZIONE

GRATUITAMENTE

li, turismo, ambiente. Esempi che fanno guardare all’esperienza attuale del centrosinistra alla regione «come ad un’occasione mancata». «Di qui la necessità, in Calabria più che altrove, di dare vita al processo costituente di una nuova formazionedellasinistracheaffondileproprie radici nella storia migliore della nostra regione e sia in grado di offrire una opportunità alle tante forze disperse e deluse della sinistra politica e sociale calabrese. La Calabria è terra in cui la sinistrahagranditradizioni,incuinelpassato sono state condotte grandi battaglie, alcune anche vincenti. In cui tanti non si rassegnano, molti continuano a lottare e ad impegnarsi quotidianamente, con dignità e rigore, per la loro terra ed il loro futuro. A tutti questi noi dobbiamo una risposta e una speranza. Non solonoidiSinistraDemocratica.Matutti noi della sinistra di questa regione, insieme a coloro, e sono tanti, che nel centrosinistra non coltivano logiche trasformistiche e gattopardesche. Noi intendiamo proporre questa prospettiva e metterla in campo già alle prossime elezioni provinciali ed amministrative, presentando liste aperte ed unitarie ovunque sarà possibile, per contribuire al rinnovamento del centrosinistra e della Calabria. E lavorando da subito per le prossime elezioni regionali. O il centro sinistra sarà in grado di presentarsi per quell’occasione profondamente rinnovato ed in netta discontinuità con i suoi errori più recenti, e noi saremo parte di questa battaglia, o non rinunceremo a dar voce e rappresentanza a quanti in Calabria non si rassegnano e non rinunciano all’idea di un cambiamento possibile lavorando ad un terzo polo che aggreghi tutte le forze democratiche e regionaliste in grado di valorizzare appieno tutte le risorse e le energie di cui la Calabria dispone. Quello che ci prefiggiamo non è un compito facile, ma necessario». In conclusione Iovene ha affermato: «Nel 1919, concludendo una conferenza su “La politica come professione” Max Weber ricordava che: “La politica consiste in un lento e tenace superamento di dure difficoltà da compiersi con passione e discernimento al tempo stesso”. E’ del tutto esatto, e confermato da ogni esperienza storica, che non si realizzerebbe ciò che è possibile se nel mondo non si aspirasse sempre all’impossibile. Ma colui che può farlo deve essere un capo e non solo questo, ma anche - in un senso poco enfatico della parola - un eroe. Pure coloro che non sono né l’uno, né l’altro devono altresì armarsi di quella fermezza interiore che permette di resisterealnaufragiodituttelesperanze,già adesso, altrimenti non saranno in grado di realizzare anche solo ciò che oggi è possibile».

Finanziamenti e mutui • Cancellazione e riabilitazione • protesti (cambiali o assegni) Aggiornamento • Banche Dati Prestiti personali • Istruzioni pratiche • finanza agevolata Leasing • strumentale e immobiliare Cessione • del Quinto e Delega di Pagamento Visure • on line u.i.c. A 60164


14 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA REGIONE Domani all’Assessorato all’Agricoltura la conferenza stampa della fondazione presieduta da Mario Muzzì

La Field porterà il latte in Mali L’azienda Dedoni fornisce il proprio contributo con la formazione in azienda di due donne CATANZARO — Domani alle ore 11.30, presso l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Calabria, in via Molè, (Sala riunioni, I°piano), la Fondazione Field ha indetto una conferenza stampa per spiegare agli organi di informazione lo stato d'avanzamento del progetto “Creazione di unità di trasformazione e commercializzazione del latte in Mali”, una iniziativa di cooperazione coordinata in Calabria da Field e a cui partecipano, fra gli altri, l’Assessorato regionale all’Agricoltura, quello provinciale di Catanzaro, il fondo per il volontariato della Regione Calabria, la Camera di Commercio di Catanzaro e la Coldiretti. Alla conferenza stampa interverranno Mario Pirillo, Mario Muzzì, Egidio Chiarella, Paolo Abramo, Pietro Molinaro e due donne maliane, Diallo Aissatà e Bathily Oumou, che da due settimane sono in Calabria per seguire un tirocinio formativo presso il caseificio Dedoni di Squillace al fine di acquisire tecniche di lavorazione del latte SOVERATO — Atmosfera natalizia

all’Istituto Alberghiero che si è arricchito di un mega presepe realizzato con pasta di pane e cioccolata artistica dallo chef Nicola Stratori. L’idea nasce nell’ambito di un progetto promosso dalla stessa scuola alberghiera presieduta dal prof Paolo Riverso, al quale hanno collaborato i docenti Antonella Voci e Pietro Gualtieri. Il percorso progettuale ha coinvolto le classi quarte della terza area professionalizzante di cui è referente Domenico Tropea. «E’ un progetto interessante - spiega il preside - che aiuta gli allievi ad acquisire le tecniche fondamentali e utili alla loro preparazione e formazione professionale». Il Dirigente Scolastico ha, quindi, plaudito il lavoro artistico che si rivela molto significativo soprattutto in questo momento di notevole illegalità e rappresenta l’auspicio e l’augurio di un futuro mi-

Mario Muzzì e Paolo Abramo con gli ospiti stranieri

sulla stessa minilatteria - il cui acquisto è stato reso possibile dal partenariato calabrese - che sarà trasferita in Mali. Il progetto solidaristico, già presentato lo scorso anno è entrato nella fase esecutiva in questi gior-

te locale a sostegno dell’iniziativa, denominata gruppo d’appoggio, che oltre ai soggetti citati include la Fondazione Etica, il Copagri Calabria, l’Associazione Italiana Agricoltura Biologica - Calabria e, appunto, l’azien-

da Dedoni, che fornisce il proprio contributo con la formazione in azienda delle due donne maliane. Durante la conferenza stampa verrà proiettato un video sull'attività formativa presso il caseificio.

SOVERATO Atmosfera natalizia all’istituto diretto da Paolo Riverso con un’opera realizzata dallo chef Nicola Stratori

All’Alberghiero un presepe artistico fatto di pasta di pane e cioccolato gliore. «Non per niente, al Presepe è stato dato nome “Natale in armonia” affinché da questo prossimo Natale - auspica Riverso - si possa vivere una vita tranquilla senza assistere ad atti criminosi e illegali». A ribadire tutto ciò, l’autore della particolare e significativa opera artistica, lo chef Nicola Stratoti, il quale nel ringraziare i suoi collaboratori, ha sottolineato come gli elementi che compongono la sua opera sono tutti segni e

CATANZARO CENTRO

FITTASI PRESTIGIOSO IMMOBILE loft indipendente, arredato e climatizzato, precedentemente abitato da funzionari di istituti di credito. ANCHE USO FORESTERIA

INFO

ni, prevede la realizzazione di una unità produttiva nella regione africana di Kayes al fine di soddisfare la domanda alimentare di una piccola comunità. La Fondazione Field si è attivata per l’organizzazione di una re-

334 1875277

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI

VENDESI

ATTIVITA’ COMMERCIALE ADIBITA A BAR Per informazioni chiamare al numero

338/9096746

simboliarmoniosi che ispirano alla tranquillità e alla pace. L’artista, infatti, non ha realizzato il solito presepe con grotte, mulini, personaggi, pastori e pecorelle, ma una natività scenografica molto significativa e originale che parte dalla luce raffigurata da tre maestose candele di pane e cioccolato con le fiamme interamente di pasta di pane per simboleggiare e dare senso agli elementi primari della vita. Molto bella la natività con il Bambinello Gesù di cioccolato bianco, come segno di purezza e di genuinità, affiancato dalla Madonna a San Giuseppe, il Bue e l’Asinello di cioccolato scuro. Dal lato destro della capanna, tanti soggetti musicali, come l’arpa e il violino accompagnati da uno spartito, tutti strumenti dolci e melodiosi, di pasta di pane, per dare senso ad un Natale armonioso. Tutto ha un senso nel Presepe di Stratoti, anche le Palme, maestosi alberi accanto alla capanna che, con i tanti fiori sparsi qua e là vogliono significare un’oasi di tranquillità. A completare il Presepe una piccola altura dietro la capanna con dello “zucchero-roccia”, si tratta di zucchero lavorato a forma di roccia che vuole significare che l’umanità fragile come lo zucchero possa essere o diventare forte come la roccia e costante nel trasmette e nel promuovere Pace. E lo chef artistico Nicola Stratoti vuole augurare proprio questo all’intera umanità, che da questo suo Presepe “Natale in armonia” si possa dare avvio e inizio ad un mondo migliore di pace e serenità. Nicola Stratoti chef artistico soveratese, docente all’alberghiero nonché in corsi di rilievo internazionale, vanta un curriculum prestigioso, avendo ricevuto riconoscimenti ed in occasioni di eventi e competizioni nazionali ed internazionali conquistato medaglie di oro, argento e bronzo. Rosanna Paravati

Lo chef, i ragazzi e le creazioni artistiche


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 15

CALABRIA LAMEZIA TERME Una struttura confiscata alla ‘ndrangheta è oggi simbolo di legalità, attrezzata con otto postazioni computerizzate

Inaugurato “Spazio aperto Giovani” La vera festa dovrà avvenire sotto l’albero di Natale alla presenza di tutti i ragazzi della Piana LAMEZIA TERME — Aperto sabato alla presenza del sindaco Gianni Speranza, del già assessore comunale alla Cultura, Giovanna De Sensi Sestito, al dirigente della Regione Calabria, settore Cultura, Giacinto Gaetano, ad alcuni dipendenti comunali e numero giovani lametino, il nuovo Spazio aperto Giovani. Una struttura confiscata alla ‘ndrangheta e oggi simbolo di legalità della città di Lamezia, interamente dedicata ai giovani locali, attrezzata con otto postazioni computerizzate ma che sarà ufficialmente inaugurata per le prossime festività natalizie quando, tutti i ragazzi di Lamezia, anche gli universitari, saranno in zona e non lontani dalla propria città. Tre postazioni internet, cinque postazioni per l’ascolto, un maxi schermo Tv tutti collegati e di ultima generazione, un tavolo per lavori di ricerca e studio la dotazione, di un locale ex gioielleria ed oggi adibito ad uso sociale, sito in via Aldo Moro e la cui sistemazione e dotazione è costata al Comune di Lamezia Terme ben 25mila euro. Uno Spazio per i giovani, aperto tutti i pomeriggi da lunedì a venerdì (probabilmente a breve si aprirà anche al sabato) dalle 16 alle 20, gestito dagli operatori specializzati della Mediateca regionale e che sarà utile ai fruitori, tutti registrati con apposita tessera progressiva, sia nelle operazioni di navigazione che di ricerca sul web. Lo stesso servizio, che gode della stretta collaborazione anche della biblioteca comunale con un patrimonio audiovisivo di ben 2000 titoli, oltre ad integrare l’attività culturale, aiuta a socializzare nell’utilizzazione del computer per-

L’inaugurazione di Spazio aperto giovani

mettendo al giovane, non solo di studiare o navigare, ma anche di scambiarsi nozioni e svagarsi all’interno di uno spazio autogestito, seppure controllato affinchè tutto si svolga nel rispetto delle cose e del servizio offerto. Macchine di ultima generazione e prestazioni ottimali, che si cercherà ora anche di potenziare con la collaborazione delle scuole e della associazioni culturali locali, affinchè più ampia possa essere la fascia di fruitori e più proficua la collaborazione per la crescita del sapere. A sottolineare l’importanza della nascita dello spazio in città, che già di per sé rappresenta una vittoria della città di Lamezia in quanto trattasi, appunto, di locale confiscato alla ‘ndrangheta, il sindaco Gianni Speranza che oltre ad avere voluto un avvio, per il momento in sordina poiché la vera festa dovrà avvenire sotto l’albero di Natale alla presenza di tutto il mondo giovanile lametino,

ha sottolineato l’impatto positivo che tale servizio può avere per la città di Lamezia. Tante le difficoltà prima dell’apertura che, come annunciato il 14 febbraio scorso alla presenza di Maria Falconi doveva avvenire tre mesi più tardi, ma che così non è stato poiché lungo rimane l’iter burocratico dietro la semplice confisca di un bene, ma proficuo il risultato raggiunto. Un risultato fortemente voluto dal sindaco Speranza e che per la Regione Calabria fa parte di un progetto ancor più ambizioso. Un progetto, che più ambio che prevede la realizzazione, con i finanziamenti dei fondi Por Calabria 2007-2013, di dodici mediateche in tutta la regione. Altra particolarità messa in evidenza durante l’apertura dello Spazio, quella evidenziata dall’esperta Giovanna De Sensi Sestito che assieme al sindaco Speranza, non solo ha rimarcato l’importanza culturale e sociale del servizio of-

CATANZARO Il presidente di Italia dei Valori in Consiglio regionale ha presentato una proposta di legge in materia

Feraudo contro l’uso dei cellulari a scuola CATANZARO — Il presidente di Ita-

lia dei Valori in Consiglio regionale, Maurizio Feraudo, ha presentato una proposta di legge, da adottare nell’ambiente scolastico, a favore di ulteriori misure di prevenzione da prendere contro i rischi derivanti dai campi elettromagnetici creati dall’uso di apparecchi telefonici cellulari. «Numerosi sono gli studi condotti negli ultimi decenni che rivelano chiaramente come il telefonino sia ormai diventato l’amico più fedele degli studenti» si legge in una nota di Maurizio Feraudo. «In particolare l’indagine Minori e telefonia mobile -prosegue -, condotta dal Centro studi minori e media di Firenze in scuole elementari, medie e superiori di venti città e di dieci regioni italiane, ci rivela che già alle scuole elementari otto alunni su dieci ne possiede almeno uno. Addirittura, per una non marginale fetta di questi, il primo cellulare è stato regalato a 4 anni. E come se non bastasse, nonostante i ripetuti divieti assunti nella direttiva del Ministero della Pubblica Istruzione, il 40% degli studenti tiene il cellulare acceso in classe. Ora, non è stato ancora scientificamente dimostrato, ma pare più che certo che l’esposizione prolungata a campi elettromagnetici può produrre effetti dannosi alla salute principalmente dei soggetti in età evolutiva. E’ più che sbagliato, quindi, regalare un telefonino a un bambino. Senza dimenticare spiega -che l’uso del cellulare nelle aule scolastiche durante lo svolgi-

Maurizio Feraudo

mento delle lezioni è un fattore diseducativo. Nella predisposizione di questa proposta di legge, l’obiettivo è uno solo: tutelare la salute dei bambini che frequentano la scuola dell’infanzia e dell’obbligo tanto pubblica quanto privata. Questi i tratti salienti della mia proposta: salvaguardare, quindi, la salute dei bambini e, di conseguenza, vietare l’uso di apparecchi di telefonia mobile durante le ore di lezione. Il divieto deve essere esteso anche al personale docente e non docente e i dirigenti scolastici sono tenuti a far rispettare la legge anche attraverso l’individuazione di responsabili amministrativi delegati, nonché ad affiggere nelle aule appositi cartelli con la dicitura ‘vietato l’uso di ap-

parecchi di telefonia mobile’ ai sensi della suddetta legge. Inoltre la Giunta regionale, entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore della legge, deve adottare le misure che ritiene idonee a garantire la diffusione della legge alle Amministrazioni comunali e agli Istituti scolastici. In accordo con le Amministrazioni comunali, deve anche promuovere una campagna di sensibilizzazione presso le scuole per far conoscere i rischi inerenti l’esposizione prolungata ai campi elettromagnetici. Per quanto riguarda la vigilanza sull’applicazione delle disposizioni previste dalla legge, ci devono pensare i Comuni competenti attraverso le direzioni didattiche degli Istituti scolastici. Le violazioni alle disposizioni della legge sono punite con una sanzione amministrativa da un minimo di 50 euro a un massimo di 200 euro. Le somme introitate, in caso di sanzioni, sono iscritte in apposito capitolo allocato al titolo III dello stato di previsione dell’entrata del bilancio regionale e sono destinate ad attività di informazione e prevenzione degli effetti dell’esposizione prolungata a campi elettromagnetici. Questa conclude -, in sostanza, la mia proposta di legge regionale. Una legge pensata per i bambini, con lo scopo di tutelare la loro salute. Mi auguro che possa diventare realtà e che nella sua futura applicazione ci siano la massima collaborazione e l’alto contributo delle Amministrazioni locali e delle direzioni delle scuole».

ferto e della struttura, ma ha ricordato lo spostamento, nel prossimo anno, della biblioteca comunale all’interno dell’antico e più ampio e confortevole Palazzo Nicotera, e quello del museo ar-

cheologico, dall’attuale sito all’interno del San Domenico. Il tutto, dedicato alla crescita della cultura e ai giovani di Lamezia. Antonietta Bruno

Filippine al convegno di Erba Bruna Filippine, scrittrice e poetessa soveratese, componente del Comitato Nazionale Pari Opportunità del Ministero Pubblica Istruzione, Università e Ricerca, è stata ospite del convegno sul tema “Centenario Terremoto 1908/2008”, organizzato presso il Teatro Excelsior di Erba, dall’Associazione Calabro-Brianzola, nelle persone di Moltemi e di Versace, col patrocinio del Comune di Erba, della Provincia di Reggio Calabria, e del Sindaco di Ferruzzano dott. ssa Marisa Romeo. Un convegno commemorativo sul centenario del terremoto che ha dilaniato la Calabria nel 1908. L’associazione Culturale Calabro-Brianzola ha ritenuto opportuno invitare due donne importanti della cultura calabrese, onde poter essere rappresentata al meglio nel nord Italia.

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Societa’ finanziaria leader del mercato

CERCA in Calabria

per completamento organico

n. 2 figure professionali cosi delineate:

a) Professionista esperto di mutui b) Figura commerciale prestiti personali. I candidati interessati dovranno far pervenire curriculum vitae ed espressa autorizzazione al trattamento dati al seguente indirizzo:

Silf ubi><banca, via Leopoldo Muzii 22, 65123 Pescara indicando sul retro della busta:

selezione area Calabria.


16 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA PRESIDENZA ASI Salvatore De Biase (Popolari europei verso il Pdl) spinge per la lametinità della nomina

«Uniamoci in nome di Lamezia» «Fabrizio Muraca è l’uomo giusto. Attenti al “partito” di Agazio Loiero» LAMEZIA TERME — «Il sindaco è solo e l’amministrazione è agonizzante ecco perché non interviene sull’Asi. E mentre l’amministrazione comunale rimane in silenzio, come sempre a farne le spese sarà Lamezia Terme». Ha sostenerlo è Salvatore De Biase dei Popolari europei verso il Pdl. Si accendono, così, ancora di più, i toni nella discussione in merito alla futura presidenza dell’Asi. Sul successore di Giuseppe Petronio avanzate numerose ipotesi, ma qualcuno teme che la decisione di Loiero e una politica del centrosinistra lametino molto debole, possano penalizzare il territorio lametino. Duro l’intervento del coordinatore provinciale dei Pe, che attacca senza mezzi termini «l’inerzia del sindaco Speranza». Una vicenda politico-amministrativa destinata ad avere risvolti importanti e che delinea particolari scenari futuri “nell’organizzazione” delle prossime elezioni, qualunque esse siano. La valutazione di De Biase: «Il senatore Petronio è una figura di alto spessore politico, la sua è un’esperienza quasi unica sul nostro territorio, ma è stato osteggiato dai suoi stessi compagni di viaggio. Se lo avessero lasciato lavorare, egli VIBO VALENTIA — Se mai vi fosse-

ro motivi per dubitare della valenza e dell'importanza di avere in città un istituto superiore di alta formazione come il Conservatorio di Musica Fausto Torrefranca, valga su tutto i successi che periodicamente ottengono i suoi allievi ed i prestigiosi riconoscimenti che vengono assegnati. Tra questi, si attesta come conferma di una realtà artistica di indiscusso prestigio la notizia che l'Orchestra sinfonica del Conservatorio vibonese sarà protagonista del Concerto di Natale per la Cultura universitaria europea 2008 organizzato dal Vicariato di Roma - Ufficio pastorale universitaria d'intesa con la Direzione generale per l'alta formazione artistica, musicale e coreutica del ministero dell’Università. Domani sera, alle ore 20.45, nella basilica papale di Santa Maria Maggiore in Roma, l'Orchestra VIBO VALENTIA — Per l’apertura

dell’anno accademico 2008-2009 dell’Istituto di Studi Religiosi di Vibo Valentia, fondato alla fine degli anni ’80 ed oggi più che mai diventato un importante luogo di studi, il tema scelto è stato “La Pietà Popolare e le Sfide della Modernità”, da contestualizzare in un ambito spirituale specifico, e quindi al centro della quotidianità. Il critico d’arte Franco Luzza, nell’analizzare la tematica, ricorda come “Nella lettera di Giovanni Paolo II, Vicesimus Quintus Annus, si rammenta che la pietà popolare non può essere né ignorata, né trattata con indifferenza o disprezzo, perché è ricca di valori, e già di per sé esprime l’atteggiamento religioso di fronte a Dio…. ed essa ha bisogno di essere di continuo evangelizzata, affinché la fede, che esprime, divenga un atto sempre più maturo e autentico…”. Don Pasquale Rosano, direttore dell’Istituto ha sottolineato l’importanza del Centro Studi inteso come strumento di formazione teologica e culturale. Lo studioso padre Maffeo Pretto, direttore del Centro culturale Scalabriniani in Calabria, autore del

Salvatore De Biase

avrebbe potuto rappresentarci bene e dare un maggiore slancio all’Ente. Ma se un cambiamento ci deve essere, vogliamo che ci rappresenti. Fabrizio Muraca, uno dei probabili successori, è un giovane molto valido e rappresenta anche la lametinità di cui noi abbiamo bisogno. Se il Loiero pensiero deve colpire Lamezia Terme, mandando via Petronio, ritengo che ci si debba unire perché non si perda ancora di identità e di forza sul nostro

territorio, Fabrizio Muraca può rappresentare una prospettiva. Analizzando i fatti, però, c’è da temere molto perché nel centrosinistra manca lo spessore politico. Il Pd è dilaniato nel suo interno e Sinistra democratica, che è un micro partito, non può rappresentare una contropartita politica; il partito di Loiero invece esiste. Il presidente della Regione, in questo marasma impazza e poco realmente pensa a Lamezia Terme. Deve piazzare gli uomini e se altro non si può fare che almeno siano giusti come Muraca. Però, bisogna stare attenti, lui si sta organizzando per le elezioni europee e per contare di più all’interno del Pd, quindi, punterà solo su ciò che fa l’interesse della causa, se è un catanzarese che gli serve; questo farà. Pertanto, devo sottolineare che questa amministrazione Speranza non sta tutelando la città e il territorio. Il fatto stesso, che viene mandato via il presidente Petronio e che si stia designando qualcuno che potrebbe non essere lametino ed il sindaco non si è pronunciato in merito, significa che il Pd, Sinistra democratica e Speranza non possono garantire Lamezia. Altrimenti, dovrebbero intervenire per tutelare almeno la presenza di un

Giuseppe Petronio

lametino alla presidenza dell’Ente. Intanto, si evidenzia che l’amministrazione Speranza sta andando a rotoli, è in agonia e da quando ha lasciato il suo posto Francesco Grandinetti, manca soltanto il certificato di morte. L’Asi è determinante perché l’area industriale è quella che può dare sviluppo e prospettiva futura a tutto il territorio. Quindi, un consiglio d’amministrazione ed un presidente forte possono essere una marcia in più per Lamezia

e dare delle risposte concrete. Allora, che sta facendo Speranza e la sua amministrazione? Nessun intervento per tutelarci ne a favore di Petronio, ne tanto meno perché il suo successore sia un lametino come Muraca. Un’assenza ingiustificata, quella del sindaco, sia in fase propositiva, che di progettazione e di programmazione. E’ evidente che se insistono su questo piano l’Asi lo faranno risultare un Ente fallimentare, che non può dare sviluppo, quando invece non è assolutamente così. Se a succedere all’attuale presidente ci sarà Fabrizio Muraca, si attenuano i rischi. Attenzione, però, anche lui ha bisogno di un sostegno fatto di programmi da parte dell’amministrazione comunale, altrimenti resterà tutto mummificato. Il sindaco tace su questo argomento perché non ha una visione amministrativa ampia, lui fa soltanto l’ordinario perché non ha una squadra. Ha, certamente, i suoi consigliori, ma non ha accanto a se uomini capaci di una visione del futuro sviluppo della città. Lui è solo con un micropartito, ostacolato dal Pd e non visto bene da Loiero. Di tutto questo a farne le spese è Lamezia Terme». (Settimio News).

VIBO VALENTIA I musicisti del Conservatorio protagonisti a Roma CATANZARO

L’Orchestra di Torrefranca approderà a San Pietro

«La Hubner ha gradito il progetto del Pendolino»

città, così martoriata e spesso amara protagonista per tristi fatti di cronaca, conquista finalmente la ribalta nazionale ed internazionale grazie al Conservatorio della sua città, considerato che l'evento avrà diffusione internazionale attraverso il Centro Televisivo Vaticano, la televisione della Conferenza episcopale italiana, Sat 2000, e la Radio Vaticana.

CATANZARO — «La fase dell’appalto

sinfonica Torrefranca terrà il concerto con il coro universitario di Roma ed i solisti Gabriella Morigi, soprano e docente del Conservatorio Torrefranca, e Daniele Paolillo, pianista ed allievo dello stesso istituto vibonese, già vincitore del Premio nazionale delle Arti 2008. La stessa orchestra è stata poi invitata ad accompagnare le celebrazioni dell’11 dicembre presso la Basilica di San Pietro alla presenza del Santo Padre.

Insomma, due eventi straordinari che confermano il prestigio di cui ormai gode il Conservatorio di Musica d Vibo Valentia, grazie al livello artistico raggiunto, quasi a dispetto delle difficoltà, di natura logistica, che l'istituto deve vivere per l'indifferenza, o forse l'incapacità a comprenderne il reale valore, di chi è chiamato ad amministrare la cosa pubblica a Vibo Valentia. Eppure, grazie al Torrefranca, la

Maurizio Bonanno

VIBO VALENTIA Riflessioni per il nuovo anno accademico dell’Istituto di studi religiosi

Pietà popolare e modernità libro “La Pietà Popolare in Calabria”, nella sua prolusione ha citato importanti studiosi calabresi in particolare Giuseppe De Luca i quali hanno saputo dare un contributo notevole alla conoscenza storica culturale sulla pietà popolare della regione. Padre Maffeo Pretto ha quindi sottolineato che la pietà popolare in Calabria rappresenta in modo specifico la storia del popolo più trito, delle prediche più rustiche e dell’uomo più provato, insomma di tutta quella gente che nella semplicità ha saputo tramandare i canoni della pietà popolare. Il vescovo, mons. Luigi Renzo, ha destato l’attenzione di sacerdoti, studenti e presenti nella sala dell’Istituto ponendo l’accento sull’ “essere uomo oggi”. Si è soffermato su due termini importanti: “l’acculturazione” e “l’inculturazione”: “nell’ambito di una profonda riflessione più ampia, globale, in cui ogni singolo in-

dividuo deve porsi come “essere” uomo di Cristo nella sfida alla nostra epoca”. «L’acculturazione - ha spiegato il vescovo - è la concezione di modellare la propria vita alla modernità, una vita sociale spiritualmente misera; l’inculturazione, invece, parte dalla religione per dare significato alla vita stessa assorbendone il messaggio per “essere” nella modernità, vivendo secondo i canoni dell’essere uomo di Cristo, quell’uomo che sa camminare nel mondo fraternamente con gli altri, che comunica, aiuta e solidarizza. Tutto ciò in contrapposizione a quel fenomeno chiamato secolarismo o secolarizzazione, che ha creato una rottura tra religioso e profano senza possibilità di comunicazione, incrementando l’individualismo e il perbenismo, impregnando addirittura la religione di materialismo pratico». «L’uomo - ha concluso mons. Lui-

gi Renzo - nelle sfide odierne alla modernità deve essere “lievito”, altrimenti è destinato ad essere massa, e quindi indirizzato a vivere in una dimensione estranea, non sua». «L’argomento - ha, infine, notato il critico Franco Luzza - ha suscitato un interesse peculiare perchè collegato alla vita di tutti i giorni, considerato anche il momento storico e delicato in cui viviamo. Per questa ragione credo che l’esigenza più vicina all’uomo è di carpire il suo “esistere” attraverso la consapevolezza delle sue radici. La “pietà popolare” è uno dei tanti strumenti che aiuta a “capire” e ad “essere”, tenendo presente che la più nobile espressione di pensiero nel mondo della Chiesa, la “Congregazione per il Culto Divino”, la ritiene “vero tesoro del popolo di Dio”, e per questo motivo non va perduta, anzi va conservata». Ma. Bon.

integrato del pendolino tra il centro di Catanzaro, Sala e Germaneto che prevede una spesa di 60 milioni di euro e l’affidamento al vincitore della progettazione esecutiva e della esecuzione dei lavori, è stata giudicata assai positivamente dal Commissario europeo per le Politiche regionali Danuta Hubner, in visita in Calabria». E’ quanto si legge in una nota del Comune di Catanzaro. «Il Presidente della Regione Agazio Loiero ed il Sindaco di Catanzaro Rosario Olivo - prosegue la nota - hanno congiuntamente espresso il loro compiacimento per l'importante traguardo raggiunto, frutto del loro impegno concreto per la risoluzione del vitale problema della mobilità, della sviluppo, della integrazione fra le parti della Città di Catanzaro e di questa con il territorio regionale, particolarmente con la valle del Corace ove sorgono l’Università, la Stazione delle Ferrovia statale, il Centro agroalimentare e dove sono in costruzione la Cittadella regionale oltre ad importanti infrastrutture di collegamento verso il Tirreno (strada dei due mari) e lo Ionio (strada statale 106). Catanzaro cambierà così volto e qualità di vita incrementando ulteriormente la costruzione di idea di città virtuosa ed accogliente».

“Il Capoluogo cambierà il suo volto e la qualità della vita migliorerà”


il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 17

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Serie A

SQUADRA

Empoli Sassuolo Parma Grosseto Brescia Livorno Triestina Albinoleffe Bari Vicenza Pisa Mantova Ancona Frosinone Rimini Salernitana Cittadella Piacenza Avellino Treviso Modena Ascoli

Pt

G

31 29 29 29 29 28 27 25 25 23 23 23 20 20 19 19 17 17 16 14 14 12

17 17 17 17 17 17 17 17 17 16 17 17 17 17 16 17 17 17 17 17 17 17

V

4 6 4 6 6 4 4 4 4 3 4 3 4 5 3 3 0 2 1 3 3 1

IN CASA N P RF

3 0 5 2 2 4 4 2 3 3 2 3 2 2 1 2 5 4 5 5 3 3

2 2 0 0 1 0 0 2 2 2 3 2 3 1 3 4 3 3 3 1 3 4

14 17 12 20 11 14 12 8 10 13 12 8 16 10 9 10 1 8 6 13 11 5

RS

13 8 6 7 6 5 7 8 9 6 12 8 10 4 9 11 6 9 11 10 10 9

1 Divisione

TRASFERTA V N P RF RS

5 2 3 2 2 2 3 2 2 3 2 3 1 0 2 2 3 2 2 0 0 1

^

SQUADRA

Pt

G

V

IN CASA N P RF

RS

1 5 3 3 3 6 2 5 4 2 3 2 3 3 3 2 3 1 2 4 2 3

2 2 2 4 3 1 4 2 2 3 3 4 4 6 4 4 3 5 4 4 6 5

10 11 9 9 9 8 11 8 7 9 12 8 8 10 9 6 12 6 7 3 8 4

4 9 7 18 11 6 11 7 8 5 11 8 12 21 15 13 11 11 12 10 18 12

RETI F S DR PE MI

24 28 21 29 20 22 23 16 17 22 24 16 24 20 18 16 13 14 13 16 19 9

GIRONE TRASFERTA V N P RF RS

17 7 -4 17 11 -4 13 8 -6 25 4 -4 17 3 -6 11 11 -5 18 5 -6 15 1 -8 17 0 -10 11 11 -9 23 1 -12 16 0 -10 22 2 -15 25 -5 -13 24 -6 -11 24 -8 -16 17 -4 -16 20 -6 -18 23-10 -19 20 -4 -4 -17 28 -9 -21 21-12 -21

B

RETI F S DR PE MI

Gallipoli

30

15

6

1

0 18

6

3

2

3

6

8 24 14 10

1

Arezzo

28

15

4

3

0 14

5

4

1

3 13

11 27 16 11

-1

Crotone

26

15

6

1

1 16

7

2

1

4

7

8 23 15 8

-5

Benevento

26

15

6

2

0 16

6

1

3

3

8

11 24 17 7

-5

Cavese

25

15

5

2

0 12

4

2

2

4

7

12 19 16 3

Foggia

23

15

6

2

0 11

4

0

3

4

6

12 17 16 1

Ancona - Pisa Brescia - Albinoleffe Empoli - Bari Frosinone - Sassuolo Grosseto - Cittadella Livorno - Salernitana Modena - Ascoli Parma - Avellino Piacenza - Triestina Rimini - Vicenza Treviso - Mantova

PROSSIMO TURNO Albinoleffe - Frosinone Ascoli - Empoli Avellino - Salernitana Bari - Piacenza Cittadella - Brescia Grosseto - Rimini Mantova - Modena Pisa - Parma Sassuolo - Ancona Triestina - Livorno Vicenza - Treviso

RISULTATI Benevento - Juve Stabia

2-1

Crotone - Arezzo

2-3

Foligno - Perugia

0-0

Paganese - Sorrento

1-0

Pescara - Potenza

2-1

Real Marcianise - Pistoiese 2-0 Taranto - Gallipoli

1-2

-4

Ternana - Cavese

1-1

-8

Virtus Lanciano - Foggia 5-2

Pescara

23

15

6

1

0 10

3

0

4

4

6

15 16 18 -2

-6

Virtus Lanciano

21

15

5

1

2 16

8

1

2

4

7

14 23 22 1

-10

PROSSIMO TURNO

Perugia

20

15

3

3

2

8

6

2

2

3

4

5 12 11 1

-11

Arezzo - Paganese

Paganese

20

15

5

1

2 10

7

1

1

5

3

8 13 15 -2

-11

Cavese - Benevento

Real Marcianise

20

15

5

2

1

7

2

0

3

4

3

10 10 12 -2

-11

Foggia - Ternana

Ternana

18

15

3

3

2

8

4

1

3

3

7

11 15 15 0

-13

Sorrento

17

15

3

2

2

9

7

1

3

4

7

11 16 18 -2

-12

Taranto

16

15

1

3

4

9 10

3

1

3

6

11 15 21 -6

-15

Juve Stabia

15

15

2

3

2

4

2

2

4

9

13 13 18 -5 -2 -12

15

1

3

3

6

5

Foligno

13

9

1

Pistoiese

10

15

1

5

1

5

6

0

2

6

1

Potenza

8

15

1

3

3

8

9

1

2

5

3

2 Divisione ^

SQUADRA

V

IN CASA N P RF

4

3

5

9 11 18 -7 11

6 17 -11

-16 -19

7 11 16 -5 -3 -18

GIRONE

TRASFERTA V N P RF RS

B

RETI F S DR PE MI

Pt

G

Viareggio

29

15

6

2

0 16

6

2

3

2

7

9 23 15 8

-2

Figline

29

15

4

2

1

5

4

3

1 11

7 20 12 8

0

9

RS

2-4 1-0 2-0 2-2 1-1 3-0 3-0 1-0 0-2 oggi 0-0

Celano O.

25

15

5

2

0 19

5

2

2

4

8

11 27 16 11

-4

Giulianova

24

15

5

1

1 12

8

1

5

2

5

6 17 14 3

-5

Gallipoli - Virtus Lanciano Juve Stabia - Foligno Perugia - Crotone Pistoiese - Pescara Potenza - Taranto Sorrento - Real Marcianise

RISULTATI Colligiana - Carrarese

2-1

Cuoiopelli C.R. - Bassano Virtus 0-2 Giacomense - Ciscoroma 0-1 Gubbio - Bellaria Igea M. 2-1 Prato - Celano O.

2-0

Rovigo - Figline

0-0

San Marino - Poggibonsi 5-2

IN CASA N P RF

TRASFERTA V N P RF RS

RETI F S DR PE MI

3-0

Cagliari - Palermo

1-0

Chievo - Roma

0-1

Pt

G

Lazio - Inter

0-3

36

15

6

1

0

9

3

5

2

1 16

5 25

8 17

7

Lecce - Juventus

1-2

Juventus

30

15

5

1

1 14

4

4

2

2

9

6 23 10 13

1

Milan - Catania

1-0

Milan

30

15

7

0

1 14

4

2

3

2

7

9 21 13 8

-1

Napoli - Siena

2-0

Reggina - Bologna

2-2

Sampdoria - Genoa

0-1

Torino - Fiorentina

1-4

V

RS

Napoli

27

15

6

1

0 15

5

2

2

4

7

10 22 15 7

-2

Fiorentina

26

15

5

2

0 12

4

3

0

5 10

10 22 14 8

-3

Genoa

25

15

6

1

0 16

5

1

3

4

6

11 22 16 6

-4

Atalanta

23

15

6

1

1 14

4

1

1

5

5

11 19 15 4

-8

Lazio

23

15

4

2

2 11

6

3

0

4 11

13 22 19 3

-8

Catania

22

15

6

1

1 11

6

0

3

4

10 15 16 -1

-9

4

Udinese

21

15

4

2

2 12

7

2

1

4

9

11 21 18 3

-10

Palermo

20

15

5

0

2 13

8

1

2

5

6

12 19 20 -1

-9 -11

Cagliari

20

15

5

1

2 11

6

1

1

5

5

11 16 17 -1

Roma

20

14

4

1

1

8

5

2

1

5

8

13 16 18 -2

-6

Siena

19

15

4

3

0

7

2

1

1

6

5

12 12 14 -2

-10

Sampdoria

16

14

4

3

1 11

5

0

1

5

2

12 13 17 -4

-14

Lecce

13

15

2

4

2 10 10

0

3

4

4

11 14 21 -7

-18

Torino

12

15

3

1

4 11 14

0

2

5

4

10 15 24 -9

-19

Reggina

12

15

2

3

2 12 10

1

0

7

2 20 14 30-16

-17

Bologna

11

15

1

2

4

6 10

1

3

4

8

15 14 25 -11

-18

9

15

1

2

5

5 12

1

1

5

2

10

-22

Chievo

Serie B

Atalanta - Udinese

Inter

SQUADRA

RISULTATI

RISULTATI

1 Divisione ^

SQUADRA

V

IN CASA N P RF

7 22-15

GIRONE TRASFERTA V N P RF RS

A

RETI F S DR PE MI

Pt

G

Pro Patria

27

15

5

2

1 16

3

3

1

3

8

10 24 13 11

-4

Spal

27

15

3

4

0

2

4

2

2 15

9 20 11 9

-2

5

RS

PROSSIMO TURNO Bologna - Torino Fiorentina - Catania Genoa - Atalanta Inter - Chievo Juventus - Milan Napoli - Lecce Palermo - Siena Reggina - Sampdoria Roma - Cagliari Udinese - Lazio

RISULTATI Cesena - Spal

2-1

Lecco - Padova

1-2

Legnano - Sambenedettese 3-0 Monza - Ravenna

2-0

Novara - Pro Sesto

1-1

Pergocrema - Lumezzane 1-1

Padova

25

15

4

3

0 12

5

3

1

4

9

12 21 17 4

-4

Novara

24

15

5

2

1 15

8

1

4

2

5

7 20 15 5

-7

12 17 19 -2

-6

Reggiana - Cremonese

1-0

8 19 14 5

-9

Venezia - Verona

0-0

Reggiana

23

15

3

2

2

7

7

3

3

2 10

Cesena

22

15

5

2

1 13

6

1

2

4

6

Pro Patria - Portogruaro S. 4-0

Cremonese

22

15

5

1

1 13

7

1

3

4

5

8 18 15 3

-7

Verona

20

15

4

1

2 11

8

0

7

1

4

6 15 14 1

-9

Monza

19

15

3

5

0 11

6

1

2

4

4

13 15 19 -4

-12

Cremonese - Cesena

Lumezzane

18

15

3

4

1 12

7

0

5

2

4

6 16 13 3

-13

Lumezzane - Novara

Pergocrema

18

15

1

6

1

6

6

2

3

2

5

6 11 12 -1

-13

Ravenna

17

15

3

2

2 10

9

1

3

4

7

13 17 22 -5

-12

Legnano

16

15

3

2

3 10 12

1

2

4

9

12 19 24 -5

-15

Sambenedettese

16

15

2

3

2

2

1

5

7

11 11 17 -6

-13

4

6

Venezia

15

15

3

3

2 11

7

1

2

4

7

Pro Sesto

15

14

3

2

2

7

0

4

3

5

7

9 18 16 2 -2 -14 11 12 18 -6

-13

Lecco

13

14

1

3

3

6

8

1

4

2

6

7 12 15 -3

-15

Portogruaro S.

13

15

2

3

2

8

7

1

1

6

5

17 13 24 -11

-16

2 Divisione ^

SQUADRA

Pt

G

V

IN CASA N P RF

RS

GIRONE

TRASFERTA V N P RF RS

A

RETI F S DR PE MI

Alessandria

28

15

3

4

0

8

4

4

3

1

9

6 17 10 7

-1

Rodengo Saiano

26

15

4

2

1 12

6

3

3

2

6

5 18 11 7

-3

PROSSIMO TURNO

Padova - Reggiana Portogruaro S. - Legnano Pro Sesto - Pergocrema Ravenna - Venezia Sambenedettese - Pro Patria Spal - Lecco Verona - Monza

RISULTATI Carpendolo - Varese

0-1

Ivrea - Mezzocorona

3-1

Montichiari - Pavia

1-2

Olbia - Itala San Marco

0-0

Pizzighettone - Alghero

0-0

Pro Vercelli - Alessandria 2-1

Varese

25

15

4

2

1 14

3

2

5

1

7

6 21

9 12

-4

Olbia

25

15

5

1

2 13

6

3

0

4

3

6 16 12 4

-6

Ivrea

24

15

3

3

1 10

6

3

3

2 10

9 20 15 5

-5

Sudtirol - Como

2-2

Canavese

24

15

5

1

2 15 10

2

2

3

6

9 21 19 2

-7

Valenzana - Canavese

0-1

Como

23

15

3

3

1

9

4

3

2

3

9

10 18 14 4

-6

Sambonifacese

22

14

4

2

1 11

6

2

2

3

5

9 16 15 1

-6

Sambonifacese-RodengoSaiano 0-0

PROSSIMO TURNO

Valenzana

21

15

3

3

2

4

3

2

3

2

8

6 12

9 3

-10

Alessandria - Montichiari

Itala San Marco

19

15

2

4

2

4

4

2

3

2

8

7 12 11 1

-12

Alghero - Pro Vercelli

Carpendolo

19

15

2

1

5

7 10

3

3

1

8

5 15 15 0

-12

Pavia

17

15

1

4

2

6

3

1

4

8

8 14 16 -2

-12

8

Pro Vercelli

17

15

4

2

2

8

6

0

3

4

3

11 11 17 -6

-14

Mezzocorona

16

14

4

2

0

7

2

0

2

6

3

17 10 19 -9

-10

Sudtirol

15

15

1

3

4

8 11

2

3

2

6

8 14 19 -5

-16

Pizzighettone

14

15

1

2

5

2 10

2

3

2 11

10 13 20 -7

-17

Montichiari

13

15

3

2

3

9

9

0

2

5

4

11 13 20 -7

-18

9

15

1

4

2

7

9

0

2

6

3

11 10 20-10

-20

Alghero

2 Divisione ^

SQUADRA

V

IN CASA N P RF

GIRONE

TRASFERTA V N P RF RS

C

RETI F S DR PE MI

Pt

G

Cosenza

32

14

6

1

0 10

3

4

1

2

6

3 16

6 10

4

Gela

31

15

4

3

0

2

4

4

0

9

3 18

5 13

2

9

2 21

8 13

0

9 19 13 6

-4

9

RS

Catanzaro

30

14

4

4

0 12

6

4

2

0

Pescina Vg

25

15

3

4

0

4

3

3

2 11

8

Canavese - Olbia Como - Valenzana Itala San Marco - Sambonifacese Mezzocorona - Pizzighettone Pavia - Ivrea Rodengo Saiano - Carpendolo Varese - Sudtirol

RISULTATI Andria Bat - Val di Sangro 1-0 Barletta - Melfi Cosenza - Catanzaro

1-1 oggi

Igea Virtus B. - Pescina Vg 0-0 Isola Liri - Cassino

0-0

Manfredonia - Monopoli

1-1

Noicattaro - Aversa Norman. 2-0

Ciscoroma

23

15

4

1

2

9

5

3

2

3 10

11 19 16 3 -1 -5

Sangiovannese - Giulianova 1-1

Cassino

24

15

3

2

2 11

9

3

4

1

9

6 20 15 5

-5

Vibonese - Scafatese

0-0

Sangiovannese

22

15

3

3

2

7

6

3

1

3 10

10 17 16 1

-9

Viareggio - Sangiustese

Andria Bat

24

15

4

1

3

8

6

3

2

2

7

7 15 13 2

-7

Vigor Lamezia - Gela

0-2

Prato

21

15

4

2

2 12

8

2

1

4

9 20 17 3

-10

Monopoli

20

15

3

3

1 11

7

1

5

2

9

9 20 16 4

-9

8

2-0

PROSSIMO TURNO

20

15

3

3

2

7

6

1

5

1

5

6 12 12 0

-11

Bassano Virtus - Sangiovannese

19

15

4

1

2 10

7

1

3

4

3

7 13 14 -1

-10

Bellaria Igea M. - Giacomense

Barletta

18

15

2

5

1

7

6

2

1

4

5

7 12 13 -1

-13

Cassino - Vibonese

Igea Virtus B.

16

15

3

2

3

8

6

0

5

2

4

6 12 12 0

-15

Catanzaro - Noicattaro

21

15

2

4

2 11 12

3

2

2

8

6 19 18 1

-10

20

15

5

3

0 11

5

0

2

5

3

9 14 14 0

-11

Sangiustese

20

15

2

3

2

8

8

3

2

3

5

6 13 14 -1

-9

Colligiana

19

15

3

2

3

6

7

2

2

3

7

7 13 14 -1

-12

Carrarese - Cuoiopelli C.R.

Poggibonsi

18

15

3

2

2

5

4

1

4

3 11

18 16 22 -6

-11

Carrarese

17

15

2

4

1

8

6

2

1

5

10 15 16 -1

-12

7

Bellaria Igea M.

16

15

1

4

2

7

8

1

6

1 13

13 20 21 -1

-13

Giacomense

16

15

3

0

5

9 12

2

1

4 12

13 21 25 -4

-15

San Marino

15

15

2

4

2

9

9

1

2

4

5

8 14 17 -3

-16

Cuoiopelli C.R.

15

15

2

3

3

9 12

1

3

3

3

9 12 21 -9

-16

9

15

0

3

4

6 13

1

3

4

6

11 12 24-12

-20

Rovigo

PROSSIMO TURNO

Vibonese Scafatese

Bassano Virtus Gubbio

Celano O. - San Marino Ciscoroma - Prato Figline - Colligiana Giulianova - Viareggio Poggibonsi - Rovigo Sangiustese - Gubbio

Aversa Norman.

15

15

3

4

0

9

3

0

2

6

7

15 16 18 -2

-14

Noicattaro

15

15

3

2

3

7

6

0

4

3

3

8 10 14 -4

-16

Isola Liri

13

15

2

4

2

6

6

0

3

4

1

Val di Sangro

13

15

2

5

0

4

2

0

2

6

6

7 14 -7

-18

17 10 19 -9

8

-16 -20

Melfi

11

15

1

3

4

8 11

0

5

2

7

9 15 20 -5

Manfredonia

11

15

1

4

2

4

5

1

2

5

1

8

Vigor Lamezia

10

15

0

3

4

2 11

2

1

5

4

11

5 13 -8 -1 -17 6 22-16

-19

Aversa Norman. - Andria Bat

Gela - Isola Liri Melfi - Cosenza Monopoli - Igea Virtus B. Pescina Vg - Manfredonia Scafatese - Vigor Lamezia Val di Sangro - Barletta


18 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Sesta vittoria in casa su 8 sfide per gli uomini di Del Neri. Udinese schiacciata nel finale da Doni e Vieri (3-0)

L’Atalanta non perdona, anche Bobo torna a segnare ATALANTA (4-4-1-1): Coppola 6.5, Garics 6.5, Talamonti 6.5, Manfredini 7, Bellini 7, Ferreira Pinto 6 (42’ st Rivalta sv), Guarente 7, Padoin 6, Valdes 7 (8’ st De Ascentis 6), Doni 7 (37’ st Vieri 6.5), Floccari 7. (1 Consigli, 7 Manzoni, 27 Capelli, 34 Defendi). All.: Del Neri 7. UDINESE (4-3-3): Handanovic 6, Motta 5, Coda 5.5, Domizzi 5.5, Lukovic 6, Inler 6, D’Agostino 5, Pasquale 5.5 (14’ st Obodo 6), Pepe 5.5, Sanchez 5, Floro Flores 5 (7’ st Quagliarella 6). (80 Belardi, 19 Felipe, 20

Esultano i giocatori dell’Atalanta

Asamoah, 25 Nef, 99 Sala). All.: Marino 5. ARBITRO: Russo di Nola 7.

RETI: nel pt 20’ Valdes; nel st 33’ Doni, 42’ Vieri. NOTE: Angoli: 9-3 per l’Udinese. Ammoniti: nessuno. Spettatori: 11.500. BERGAMO - L’Atalanta strapazza anche l’Udinese e ottiene la sesta vittoria in casa in otto sfide: un rullo compressore che non lascia scampo agli avversari di turno. Trascinati da Floccari e Valdes, i nerazzurri fanno scempio della difesa di Marino, infliggendo agli ospiti la quinta sconfitta consecutiva: un crollo verticale che spinge l’Udinese in un tunnel in cui non si vede la luce. Attacco inconcludente, cen-

trocampo macchinoso, difesa che fa vedere crepe preoccupanti. Ad approfittarne sono stati i nerazzurri, che nel finale hanno dilagato con Doni e Vieri, tornato al gol dopo oltre un anno di digiuno. Il capitano, che in settimana è stato nominato cittadino benemerito di Bergamo, ha impreziosito con un preciso colpo di testa la solita grande prova da trascinatore. E pensare che alla vigilia era in dubbio. Alla fine il risultato è severo, ma non esagerato. Dopo un inizio convincente, l’Udinese si è infatti afflosciata con il passare dei minuti.

La Juve piazza allo scadere la botta vincente a Lecce (2-1)

UnazuccatadiAmauri per tenere testa all’Inter LECCE (4-4-2): Benussi 6; Schiavi 6 (25’ st Giuliatto sv), Stendardo 6, Fabiano 6, A. Esposito 6; Munari 6,5 (36’ st Cacia 7), Vives 6, Giacomazzi 6, Ariatti 6,5 (25’ st Caserta sv); Castillo 6, Tiribocchi 6. A disp. Rosati, Polenghi, Diamoutene, Konan, Cacia. All. Beretta 6 JUVENTUS (4-4-2): Manninger 6; Grygera 5,5, Legrottaglie 6, Chiellini 6, Molinaro 6; Marchionni 5,5 (37’ st De Ceglie sv), Sissoko 6, Marchisio 6, Nedved 6,5; Giovinco 7, Amauri 6,5. A disp. Chimenti, Mellberg, Ekdal, C. Zanetti, F. Rossi, Yago. All. Ranieri 6,5 ARBITRO: Pierpaoli di Firenze 6 RETI: 12’ st Giovinco (J), 38’ st Cacia (L), 45’ st Amauri (J). NOTE: ammoniti Schiavi, Chiellini, Ariatti, Legrottaglie. Recupero 1’ pt, 3’ st. Spettatori 29.000 circa. LECCE - La Juve del minimo garantito vince a Lecce alla fine di una prestazione opaca. La porta in vantaggio Giovinco su calcio di punizione e, una volta raggiunta da Cacia con un gran tiro al volo, trova al 90’ una provvidenziale ’zuccata’ di Amauri per conquistasre i

Prestazione opaca dei bianconeri Passati in vantaggio con Giovinco erano stati raggiunti da Cacia Pugliesi puniti oltre i demeriti L'attaccante brasiliano della Juventus, Carvalho de Oliveira Amauri (C), contrastato dal difensore del Lecce, Alberto Giuliatto. Nella foto a sinistra un intervento aereo di Nedved

tre punti. Orfana di Del Piero e Camoranesi, la Juve affronta un Lecce a sua volta privo di capitan Zanchetta, specialista come ’Alex’ nei calci di punizione. La simultanea assenza dei due specialisti si fa sentire, specie nella monotonia del

soporifero primo tempo quando Pierpaoli assegna sui due fronti qualche punizione dal limite puntualmente gettata nel cestino. In effetti, il primo tempo dice che le apprensioni dell’allenatore leccese Beretta sono eccessive perchè

la Juve, quasi frastornata dall’assenza del suo capitano e suggeritore, non graffia. Si muove a ritmo lento, con ciò facendo il gioco del Lecce, non riesce a rendersi quasi mai pericolosa in fase di attacco con Amauri latitante e con Giovin-

co che corre, scalpita ma non riesce quasi mai a materializzare un concreto pericolo. Il primo tempo se ne va così senza emozioni e con un’azione di rilievo per parte che tuttavia non si trasforma in chiara occasione da

rete. Nel secondo tempo, dopo che Amauri manca una clamorosa occasione, Giovinco si ispira al suo capitano trasformando una punizione dal limite con millimetrico pallone all’incrocio dei pali. La reazione del Lecce si concretizza con

La Fiorentina all’Olimpico dilaga per 4-1 ma il presidente Cairo prende tempo con il tecnico

Il Toro affonda, esplode la rabbia dei tifosi contro De Biasi

Migliaia di tifosi hanno contestato la dirigenza granata

TORINO (4-4-2): Sereni 5; Diana 5, Natali 5, Di Loreto 5, M. Pisano 5; Abate 5,5 (16’ st Rosina 6), Dzemaili 6, P. Zanetti 5, Rubin 5; Stellone 5, Amoruso 5,5 (40’ st Bianchi sv). A disp. Calderoni, Ri. Colombo, Ogbonna, Barone, Saumel. All. De Biasi 5 FIORENTINA (4-3-1-2): S. Frey 6; Comotto 6, Kroldrup 6,5, Gamberini 6, Pasqual 6; Kuzmanovic 6,5, Felipe Melo 6,5, Montolivo 6; Santana 6 (18’ st Donadel 6); Gilardino 7 (40’ st Jovetic sv), Mutu 7 (31’ st Osvaldo sv). A disp. Storari, Zauri, Vargas, Almiron. All. Prandelli 6,5 ARBITRO: Saccani di Mantova 6 RETI: 3’ pt Mutu (F), 43’ pt Gilardino (F), 30’ st Kuzmanovic (F), 32’ st rig. Rosina (T), 39’ st Gilardino (F) NOTE: ammoniti Kroldrup, P. Zanetti, Felipe Melo, Rubin. Recupero 0’ pt, 0’ st. Spettatori 20.000 circa.

TORINO - Il Torino naufraga tra i fischi dei suoi tifosi, affondato dalla Fiorentina di Gilardino e Mutu. All’Olimpico finisce 4-1 per i viola, che interrompono così la striscia negativa di tre sconfitte fuori casa. Merito della coppia di attaccanti, che realizzano tre delle quattro reti (l’altra è di Kuzmanovic), ma soprattutto dei demeriti dei granata, sempre più giù in classifica. Difficile dare torto ai tifosi del Toro che abbandonano gli spalti dello stadio quando mancano più di 15’ al fischio finale. La partita della loro squadra del cuore, del resto, è durata ancora meno. Giusto il tempo di riprendersi dalla lettura delle formazione granata, che lascia a bocca aperta per l’ennesima esclusione di Rosina, e la Fiorentina (3’) è già in vantaggio. La punizione di Mutu, un destro dal limite imprendibile per Sereni, non è direttamente legata alla scelta di lasciare in panchina il capitano del Toro, ma entrambe le cose sono espressione del caos totale che regna tra i padroni di casa. Prandelli

propone un 4-3-2-1 con Santana alle spalle di Mutu-Gilardino, e alla coppia è sufficiente il primo tempo per eseguire il compitino: a Mutu replica infatti al 43’ Gilardino, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo insacca di testa il 2-0. Il disastro è completo: i padroni di casa, senza idee e senza coraggio, escono tra i fischi del pubblico. Nel dopopartita arriva però un inatteso voto di fiducia del presidente al tecnico: Urbano Cairo ha incontrato i tifosi granata che stavano contestando la squadra fuori dello stadio Olimpico e ha ribadito il suo impegno per risolvere la situazione. Inoltre il presidente conferma la fiducia al tecnico per il momento. «Si, De Biasi è ancora l’alleantore del Torino. Chiaramente voglio incontrarlo, così come voglio incontrare Pederzoli, per capire cosa non va, cosa pensa De Biasi e cosa voleva dire quando ha affermato che aveva solo il 70% dello spogliatoio con sé.De Biasi non è nella fase migliore del suo periodo qui a Torino, però vediamo».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 19

Sport

Nello scontro salvezza i calabresi due volte avanti sprecano e sono sempre raggiunti (2-2)

Per Reggina e Bologna un pari che non serve

Cirillo (Reggina) e Bernacci (Bologna) in lotta per la palla

REGGINA (4-4-2) - Campagnolo; Cirillo, Valdez (22’ Alvarez), Santos, Costa; Cozza, Barreto, Carmona, Barillà (58’ Vigiani); Corradi (77’ Di Gennaro), Brienza. All.: Nevio Orlando. BOLOGNA (4-4-1-1) - Antonioli; Zenoni, Moras, Britos, Lanna; Marchini (30’ Coelho), Mingazzini, Mudingayi, Valiani (85’ Amoroso); Adailton (46’ Bernacci); Di Vaio. All.: Sinisa Mihajlovic. ARBITRO: Nicola Ayroldi di Molfetta. RETI: 39’ Corradi/R; 52’ Valiani/B; 56’ Barreto/R; 61’ Di Vaio/B. NOTE: Ammonizioni: 8’ Cirillo/R; 76’

Di Vaio segna contro la Reggina

Costa/R; 87’ Zenoni/B; 92’ Lanna/B. REGGIO CALABRIA - Il Bologna di Mihajlovic centra, in rimonta, il quinto pareggio

Interviste

Beretta: il pari era già poco

una girata di testa di Tiribocchi a fil di palo. Poi Beretta cambia il settore sinistro e accenna una timida reazione che un effetto negativo per la Juve lo determina: Legrottaglie si fa ammonire e salterà la gara col Milan. A 10’ dalla fine,

Castillo da ottima posizione sciupa un’occasionissima e poco dopo Manninger si oppone allo stesso Castillo. Allora, Beretta schiera un Lecce a tre punte inserendo Cacia ed è proprio il calabrese a segnare il pari dei pugliesi con un gran tiro

Gli azzurri battono il Siena per 2-0 in casa

Bastano dieci minuti al Napoli per dimenticare i passi falsi NAPOLI (3-5-2): Navarro; Santacroce, Cannavaro, Contini; Maggio, Blasi, Gargano (87’ st Pazienza), Hamsik, Mannini (60’ st Denis); Zalayeta (73’ st Aronica), Lavezzi. All. Edy Reja. SIENA (4-3-1-2): Curci; Zuniga, Rossettini, Portanova, Del Grosso; Vergassola, Coppola (79’ st Frick), Galloppa; Kharja (70’ st Calaiò); Ghezzal, Maccarone. All. Marco Giampaolo. ARBITRO: Antonio Damato di Barletta. RETI: 63’ Maggio (N), 72’ Denis (N). NOTE: Ammoniti 49’ Blasi, 57’ Hamsik, 58’ Rossettini, 77’ Navarro.

NAPOLI - Dimenticare l’Inter e i passi falsi contro Atalanta e Cagliari: era questo l’imperativo per il Napoli che contro il Siena, nel primo dei due turni casalinghi consecutivi è tornato alla vittoria, ma non senza fatica. Il 2-0 finale per gli azzurri tradisce le difficoltà, tante, che gli azzurri hanno palesato per gran parte dell’incontro. Alla ricerca di sè stesso il Napoli trova sulla sua strada un infaticabile Siena che ben inquadrato in campo, ordinato e determinato mette in seria difficoltà per quasi un’ora Lavezzi e compagni, anche se poi agli azzurri bastano dieci minuti per avere ragione della formazione toscana grazie all’unodue Maggio-Denis che regala al Napoli i tanto sospirati tre punti.

al volo (lancio di Giacomazzi) che ’brucia’ Manninger. Ma proprio al 90’ Amauri ’risorge’ e, su cross di De Ceglie demolisce le speranze dei leccesi, consentendo alla Juve di conquistare un successo in cui non sperava più.

LECCE - Mario Beretta non nasconde la propria amarezza: «Non meritavamo di perdere», taglia corto. «Sono dispiaciuto principalmente - dice il tecnico del Lecce - per i ragazzi che escono sconfitti in una gara in cui, forse, ci stava stretto pure il pareggio. Non abbiamo concesso nulla alla Juve; la squadra ha giocato con grande intensità ed è stata molto ordinata. Peccato per la distrazione finale che ci è costata tre punti». Ed ora la classifica comincia a farsi complicata: «Continuando a giocare con questo spirito - dichiara Beretta - saremo destinati a fare bene: alla fine, mi auguro, che la buona sorte giri anche dalla nostra parte». Un commento amaro, quello di Beretta, che non riesce ad andare a punti nemmeno quando gioca bene: «Abbiamo creato più palle gol della Juve- ha aggiunto l’allenatore del Lecce- e giocato una partita di spessore. Ma ancora una volta rimaniamo a mani vuote. Cosa dirò ai ragazzi? Hanno offerto una buona prestazione, con lo spirito e l’atteggiamento giusto». Nemmeno un misero punticino: «Abbiamo giocato un’ottima partita e decisamente meritavamo più di un pareggio. Siamo stati puniti da una disattenzione, tra l’altro l’unica di tutta la gara, e da una prodezza di Amauri a tempo praticamente scaduto».

consecutivo, ma soprattutto riesce ad impedire di allungare alla Reggina che anche ieri, così come le accade troppo spesso, alla fine può recriminare sull’incapacità di finalizzare le azioni che crea nel corso della gara. Finisce così 2-2 lo scontro salvezza tra calabresi ed emiliani. I padroni di casa hanno fatto la partita per gran parte dei 90 minuti e sono riusciti per due volte a portarsi in vantaggio ma hanno sprecato troppo, vanificando quanto creato in fase di costruzione. Il Bologna, di contro, pur apparendo più leggero dell’avversario nella costruzione della manovra ha finalizzato al meglio le occasioni create.

Il tecnico: siamo in corsa anche noi

E Ranieri si entusiasma “Crediamo allo scudetto”

ROMA - «Lo scudetto? Noi con- rà ad accomodarsi alle spalle tinuiamo a crederci, non voglia- dei nerazzurri. Claudio Ranieri mo mollare, il titolo possiamo sottolinea l’importanza della vitraggiungerlo». Malgrado il di- toria raggiunta proprio in volastacco sempre consistente dal- ta: «Sono tre punti che valgono l’Inter Claudio Ranieri e la Ju- tantissimo e di fondamentale ve continuano a credere al trico- importanza per il prosieguo del lore. «L’Inter ha cominciato a campionato. sgranare il gruppo in salita - ha Sapevamo di dover affrontare detto il tecnico bianconero - ma una gara difficile e combattuta, noi vogliamo lotcon Beretta davtare fino alla fivero molto bravo ne». a schierare la Ora tutti aspettasquadra. Forse no il big match Judopo il gol del ventus-Milan. I vantaggio abbiabianconeri si premo concesso al sentano con l’inLecce un pò tropfermeria piena. A pa confidenza, preoccupare Rama non ci siamo nieri soprattutto persi d’animo e l’assenza di Lesiamo stati bravi grottaglie: «Spero a trovare il guizzo non pesi molto». Ranieri ci crede vincente. ComunE poi scherza: que onore e meri«Abbiamo dieci to al Lecce». assenti, al mercaÈ un Ranieri su to di gennaio li di giri per questa riacquisteremo vittoria, tanto che tutti a parametro rende pubblico zero...». Si parla merito ai suoi giomolto possibili catori: «È una nuovi acquisti, in squadra che non particolare deldemorde mai e l’arrivo dell’arche lotta fino alla gentino Diego. «È uno splendi- fine. Volevamo ottenere questa do giocatore ma con lui dovrem- vittoria ed alla fine ci siamo riumo cambiare modulo. Abbia- sciti». Un elogio particolare lo mo altri giocatori nella zona in rivolge al piccolo Giovinco, cacui gioca lui, continueremo a latosi nelle vesti dell’assente giocare come stiamo giocando Del Piero: «Ha disputato una adesso». Domenica lo scontro gran partita. Ha inciso in ogni col Milan, per decretare chi sa- parte del campo».

“I ragazzi non mollano proprio mai Volevamo il successo”

Il Cagliari impone la legge del Sant’Elia con un gol di Fini in fuorigioco

Il Palermo riparte a mani vuote e con rabbia CAGLIARI (4-3-1-2) - Marchetti; Pisano, Lopez, Bianco, Agostini; Fini, Conti, Parola; Cossu (dal 70’ Lazzari); Acquafresca (dal 62’ Matri), Jeda (dall’88’ Astori). Allenatore: Massimiliano Allegri. PALERMO (4-3-1-2) - Amelia; Cassani, Carrozzieri, Bovo, Balzaretti; Nocerino, Liverani (dall’83’ Mchelidze), Bresciano (dal 58’ Succi); Simplicio; Cavani, Miccoli. Allenatore: Davide Ballardini. ARBITRO: Luca Banti di Livorno. RETI: 34’ Fini/C. NOTE: Ammoniti: 36’ Cossu/C, 53’ Cavani/P, 79’ Bianco/C. CAGLIARI - E sono cinque! Tante le vittorie consecutive in casa per il Cagliari, che si aggiudica il derby delle Isole battendo di misura il Palermo. Anche l’ex Ballardini deve arrendersi alla legge del Sant’Elia, ma sul risultato finale pesa l’ombra del gol di Fini, che ha deciso il match, realizzato in posizione di fuorigioco.

Il cagliaritano Bianco finisce a terra

Zero punti dopo cinque giornate, venti nelle ultime dieci. Continua la rincorsa della squadra di Allegri, ora addirittura a sei punti dalla zona Uefa e distante ben otto lunghezze dalla

zona retrocessione. Il gol di Fini non è stato l’unico episodio da moviola della partita, perchè il Palermo ha anche protestato per un rigore negato (presunto fallo di Bianco su Miccoli) e su un gol annullato allo stesso Miccoli, a 5’ dalla fine, per fuorigioco. È’ stata anche sfortunata, la squadra siciliana, quando, a due minuti dalla fine, Cavani ha centrato la traversa con un colpo di testa da ottima posizione. Recriminazioni degli ospiti a parte, l’arbitro Banti ha diretto bene la gara, all’inglese, lasciando giocare senza spezzettare di continuo il gioco come, invece, spesso accade sui campi di serie A. Per quanto ha prodotto il Palermo nella ripresa, probabilmente il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, ma alla fine Allegri può brindare per questa nuova impresa: tra l’altro, vince la sfida con il suo predecessore, quel Ballardini capace di compiere l’anno scorso la storica impresa della salvezza, partendo dai soli 10 punti del girone d’andata.


20 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Gli arbitri di Champions per Roma e Inter

Cruz salta il Werder Adriano e Balotelli no

Il Bordeaux all’Olimpico ritrova Ramè e Jussiè

ROMA - Sarà l’olandese Pieter Vink a dirigere Werder Brema-Inter, ultima gara del gruppo B di Champions League, in programma domani alle 20,45. Roma-Bordeaux (gruppo A) è stata invece affidata al tedesco Herbert Fandel.

MILANO - Risentimento muscolare al bicipite femorale della gamba sinistra: Julio Cruz, uscito dal campo per infortunio nella gara vinta sabato dall’Inter contro la Lazio non giocherà domani con il Werder Brema. Ritornano invece tra i convocati Adriano e Altobelli.

ROMA - Per la partita di domani con la Roma, decisiva per il passaggio al turno successivo, il Bordeaux recupera il portiere 36enne Ulrich Ramè e il centrocampista brasiliano Jussiè. Non ce la fa il difensore centrale brasiliano Henrique infortunatosi al polpaccio sinistro.

Il Milan chiude la serie nera (1-0) ma Gattuso ammonito salterà la Juve

Kakà fa il Ronaldinho

Il brasiliano firma la vittoria contro il Catania Interviste

Per Ancelotti troppe le assenze in squadra

“Lontani dall’acciuffare l’Inter” MILAN (4-3-1-2): Abbiati 6.5, Zambrotta 6, Maldini 6, Kaladze 6.5, Jankulovski 6, Gattuso 6.5, Emerson 5.5 (1’ st Favalli 6), Flamini 6, Kakà 7, Pato 6, Shevchenko 5.5 (36’ st Antonini sv). A Disp: Dida, Senderos, Cardacio, Viudez, Inzaghi. All.: Ancelotti 6. CATANIA (3-5-2): Bizzarri 7.5, Silvestri 6, Terlizzi 6 (18’ st Tedesco 6), Stovini 5.5, Sardo 6, Ledesma 5.5, Carboni 6, Biagianti 5.5 (22’ st Plasmati 6), Sabato 6, Mascara 6.5, Paolucci 5 (29’ st Martinez sv). A disp: Kosicky, Izco, Baiocco, Alvarez. All.: Irrera 6. ARBITRO: Gervasoni di Mantova 6. RETI: Kakà st 20’ NOTE: angoli: 10-4 per il Milan.recupero 1’ e 2’. Ammoniti: Sardo, Carboni, Ledesma, Gattuso e Flamini per gioco falloso e Pato per comportamento

L’Ascoli silura Chiarenza Largo a Colomba ASCOLI PICENO - L’Ascoli Calcio ha esonerato l’allenatore Vincenzo Chiarenza. Al suo posto arriva Franco Colomba. Chiarenza, che era a sua volta subentrato a Nello Di Costanzo, in otto partite aveva collezionato solo 3 punti. Fatale la sconfitta di sabato per 3-0 sul campo del Modena. Il neo allenatore dell’Ascoli Franco Colomba dirigerà oggi pomeriggio il primo allenamento della sua nuova squadra al centro sportivo Città di Ascoli. Alle 18 verrà poi presentato presso la sede della società bianconera. Il presidente Roberto Benigni presenterà anche il nuovo direttore sportivo, Marco Valentini. Nella prossima partita l’Ascoli sarà impegnato in casa addirittura contro l’Empoli: un esordio quanto mai impegnativo per Colomba, un autentico testa coda tra i marchigiani che chiudiono la classifica e i toscani che sono invece al comando. Anche Il Taranto cambia allenatore. La società (Prima divisione, girone B) ha esonerato il tecnico Dellisanti al termine della gara persa ieri in casa col Gallipoli (1-2). La notizia è stata ufficializzata dopo l’incontro da Franco Selvaggi, vicepresidente della società pugliese. Il Taranto, partito ad inizio stagione con l’obiettivo di condurre in porto un campionato tranquillo, si trova ora in piena zona play out.

Il rossonero Kakà e Rocco Sabato in lotta per la palla

non regolamentare. Spettatori: 54.314. MILANO - Sarà un caso o sarà una conferma, ma è chiaro che senza Ronaldinho Kakà gioca meglio. La conferma è arrivata dalla vittoria

del Milan sul Catania con il brasiliano migliore in campo e autore del gol decisivo che giunge al 20’ del secondo tempo. Su calcio d’angolo, Kakà colpisce di testa e sulla traiettoria del pallone arriva Stovi-

ROMA - «Abbiamo giocato bene, creando tante opportunità frenate da un ottimo portiere». Carlo Ancelotti si gode i tre punti conquistati contro il Catania, ma è consapevole che, complici le tante assenze, i rossoneri non hanno molte speranze di avvicinare l’Inter capolista: «È chiaro che questo Milan - dice il tecnico - non basta per acciuffare l’Inter. In questo momento loro giocano il miglior calcio, sono la squadra più continua. Noi dobbiamo prima recuperare tutti i nostri assenti, in settimana ne ritroveremo parecchi. Ci servono soprattutto i centrocampisti, per essere competitivi contro la Juventus a Torino». «Questi sono tre punti pesantissimi nella rincorsa all’Inter. Ora cerchiamo di andarli a riprendere...». Il brasiliano Kakà torna decisivo e il Milan continua a tenere il passo della capolista. «Mi piace essere decisivo - dice Kakà - Sono sempre pronto a sacrificarmi per la squadra e cambiare ruolo, a volte dico come mi piacerebbe giocare, ma non è per fare polemiche. Io cerco sempre di fare il bene della squadra». Pare chiarito dunque lo scambio di opinioni del giocatore con il mister. In settimana c’era stata infatti una piccola scaramuccia con Ancelotti che lo vuole un pò più arretrato. ni che lo tocca quel tanto che basta per mettere fuori causa Bizzarri, anche se con la collaborazione di Stovini. Contro i rossoneri, però, gli uomini di Zenga fanno la loro figura e il Milan soffre fino alla fine

per conquistare tre punti che quantomeno mantengono invariata la distanza dall’Inter, in attesa del big match contro la Juventus. La brutta notizia per Ancelotti è l’ammonizione che farà saltare a Gattuso la

gara di domenica prossima, ma l’importante era chiudere il ciclo negativo di quattro partite senza vittorie. Così è stato, grazie a una prova comunque positiva dei rossoneri che hanno impegnato più di una volta il bravissimo Bizzarri, battuto alla fine solo da una deviazione fortuita.Con assenze in tutti i reparti, Ancelotti torna all’antico con Kakà dietro alle due punte Pato e Shevchenko, ma l’ucraino sfrutta male l’occasione di giocare dal 1’. Il suo inizio è incoraggiante con una bella girata di testa che va di poco alta ma poi decide di trasformarsi in ciò che non è mai stato, cioè in uomo assist, con risultati sconfortanti. Non succede granchè fino alla fine del tempo. Nella ripresa Kakà al 20’ colpisce di testa ma è il tocco successivo di Stovini che spiazza Bizzarri. L’ultimo brivido per i rossoneri è il tocco di mano in area di Kaladze ma Gervasoni lascia correre.

Il genoano decide il derby di Marassi, i doriani furiosi per due gol annullati (1-0)

Milito è la lanterna che abbaglia la Samp

SAMPDORIA (3-5-2): Castellazzi 6; Campagnaro 6 (35’ st Fornaroli sv), Gastaldello 5,5, Accardi 5,5; Padalino 6 (39’ st Stankevicius sv), Delvecchio 5, Sammarco 5,5, D. Franceschini 5,5, Pieri 5,5; Bellucci 5,5, Cassano 6,5. A disp. Mirante, Lucchini, Bottinelli, Dessena, Ziegler. All. Mazzarri 5,5 GENOA (4-4-2): Rubinho 7; Biava 6, Bocchetti 6,5, Ferrari 6, Criscito 7; M. Rossi 6 (41’ st Papastathopoulos sv), Milanet-

to 6, Thiago Motta 6,5, Juric 6; Milito 7,5 (30’ st Palladino sv), Sculli 6 (20’ st Vanden Borre 6). A disp. Scarpi, Modesto, Jankovic, Olivera. All. Gasperini 6,5 ARBITRO: Farina di Novi Ligure 6 RETE: 5’ st Milito NOTE: ammoniti Biava, Franceschini, Sculli, Motta, Delvecchio, Padalino, Rubinho, Campagnaro, Cassano, Stankevicius. Recupero 1’ pt e 5’ st. Spettatori 35.000 circa.

GENOVA - Con la bocca chiusa, le orecchie magari aperte e un gol che urla in silenzio. Ascoltando Cassano, Milito strappa il derby di Genova. Senza fiatare: 1-0 del Ge-

noa, 7 anni dopo Francioso. Il ribaltone è ufficiale davvero. Genoa più della Samp. Più bello, più forte, più avanti. Anche se lo stress della stracittadina produce una

Il primo a segno nel pomeriggio, l’altro nel posticipo

Gilardino-Milito botta e risposta al vertice della classifica marcatori ROMA - Gilardino è andato in gol nel pomeriggio, Milito lo ha staccato nuovamente in serata. Ecco la nuova classifica 12 reti: Milito (Genoa-4 rigori); 11 reti: Gilardino (Fiorentina). 9 reti: Di Vaio (Bologna-1). 8 reti: Ibrahimovic (Inter); Amauri (Juventus). 7 reti: Mascara (Catania-2); Zarate (Lazio-2); Miccoli (Palermo-2). 6 reti: Floccari (Atal.-1); Ronaldinho (Milan-2); Denis e Hamsik (Napoli). 5 reti: Acquafresca (Cagliari-1); Mutu (Fiorentina-1); Sculli (Genoa); Kakà (Milan-2); Cavani (Palermo); Cassano (Sampdoria); Quagliarella e Di Natale (2) (Udinese). 4 reti: Jeda (Cagliari); Paolucci (Catania); Del Piero (Juventus-1); Pandev (Lazio); Tiribocchi (Lecce); Lavezzi (Napoli); Corradi (Reggina-3); Totti (Roma-1); Amoruso (1) e Rosina (3).

Il genoano Milito è andato in gol contro la Samp

partita con troppi «meno» per fare spettacolo. Un lavoraccio per il genovese Farina, accusato di parteggiare per il Grifone. Figurarsi che l’arbitro si trova pure a dover annullare due gol per fuorigioco ai blucerchiati: il primo netto, il secondo - a Fornaroli - proprio no... Ma gli 11 cartellini volano di qua e di là, per placare una foga scolpita nell’evento. Alla vigilia Cassano aveva detto: «Aprano le orecchie, siamo più forti. E quando sono in campo io gli altri hanno paura». Quelli del Genoa le hanno aperte le orecchie, e hanno risposto coi piedi. Ogni volta che quello prende il pallone giù botte. Sempre in raddoppio, almeno. Un tacito accordo. È la sottotraccia di una partita troppo carica per scoppiare davvero. Il primo tempo è una rincorsa alla conta dei falli: 32 fischiati e almeno una decina sfuggiti a Farina in un vano tentativo di non cucinare un orrendo spezzatino. Macchè: passaggio e calcione, apertura e randello. Tiri veri, zero. Tensione a tonnellate. Brutta, bruttissima prima frazione. Un pò meglio la seconda. Cinque minuti appena, punizione-cross di Milanetto, Milito si smarca e spacca la porta di testa. Movimento perfetto, gol esemplare. Il dodicesimo dell’argentino in campionato. Un urlo silenzioso che zittisce il prepartita da bulletto di Cassano.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 21

Sport

Kebebe sbalordisce il Giappone che corre L’azzurro Cassioli L’etiope stabilisce il record della gara atleta disabile 2008

Bernard “gela” il cronometro mondiale Record nei 100 metri in vasca corta

FUKUOKA (GIAPPONE) - L’etiope Tsegaye Kebede ha vinto la maratona di Fukuoka con il tempo di 2h06’10”, nuovo record personale e della gara. Kebede ha chiuso la prova davanti a due nipponici, Satoshi Irifune (2h9’23”) e Arata Fujiwara (2h9’47”). Kebede, 21 anni, bronzo nella maratona olimpica, ha registrato il suo miglior tempo a Parigi con 2h6’40”.

FRANCIA - Il francese Alain Bernard ha fatto registrare il nuovo record mondiale nei 100 metri stile libero in vasca corta ieri ai Campionati di nuoto transalpini che si sono svolti ad Angers con il tempo di 45”69. La medaglia d’oro di Pehino ha così battuto il precedente primato che apparteneva allo svedese Stefan Nystrand nel 2007 con cronometro fermo a 45”83.

TRENTO - Il campione europeo Daniele Cassioli è stato nominato atleta disabile dell’anno dalla Federazione internazionale sci nautico. «Spero che questo riconoscimento possa far capire a tutti che anche chi è non vedente - dice Cassioli - può sciare e ai massimi livelli».

Sci Dopo il secondo posto nella discesa arriva il successo per l’azzurra

Il trionfo “super” di Nadia

La Fanchini prima sul traguardo di Lake Louise LAKE LOUISE (CANADA) - Primo successo in carriera per l’azzurra Nadia Fanchini, che ha vinto sotto una fitta nevicata il Supergigante di Coppa del mondo di Lake Louise con il tempo di 1.20.97. Secondo posto, ex aequo, per l’austriaca Andrea Fischbacher e per la svizzera Fabienne Suter in 1.21.25. La lombarda si era classificata seconda nella discesa disputata venerdì nella stessa località canadese. Sino ad allora era stato il suo miglior risultato in carriera. Ma è la località di Lake Louise ad essere davvero magica non solo per Nadia, classe 1986, ma anche per tutta la sua famiglia. La sorella Elena, infatti, classe 1985, proprio a Lake Louise tre stagioni fa ottenne la sua prima e sinora unica vittoria in discesa. Elena ieri ha visto la gara in tv: a settembre si è rotta un piatto tibiale e deve restare ferma per tutta la stagione. Il successo di ieri è la conferma che Nadia è in gran forma ed ha sempre più quel coraggio che spesso supplisce ad una tecnica migliorabile. È viene rabbia a pensare che la seconda discesa in programma ieri sia stata annullata per la troppa neve: ci poteva stare un altro podio.

L’italiana Nadia Fanchini (nella foto) primeggia nella Coppa del Mondo canadese di Lake Louise

Lunghe trecce che sbucano fuori dal casco, la ragazza bresciana ha sorriso e goduto dopo essere passata in testa appena scesa con il pettorale 5. Anche ieri una fitta nevica-

ta, anche ieri le rivali a cercare di strapparle il primato. Ma nessuna è stata più brava di lei lungo i curvoni della pista di Lake Louise. Ed alla fine l’ha spuntata, lasciandosi

alle spalle, ex aequo, l’austriaca Andrea Fischbacher e la svizzera Fabienne Suter. E pensare che solo un anno fa, dopo una estate di tribolazioni, Na-

dia era in crisi perchè il Coni l’aveva prudenzialmente bloccata impedendole di allenarsi e di gareggiare per una serie di meticolosi controlli cardiologici.

Poi l’ok è arrivato e Nadia non si era fatta attendere conquistando un bel podio in discesa. L’azzurra temeva tra le rivali soprattutto l’americana Lindsey Vonn, che l’aveva battuta venerdì in discesa ma che ier si è dovuta inchinare davanti all’italiana. E temeva la svedese Anja Paerson, che in effetti in un intermedio era più veloce dell’italiana. Ma anche la bionda scandinava s’è persa sotto la nevicata come tutte le altre rivali, lasciando a Nadia Fanchini il gradino più alto del podio, il primo della sua carriera. Ora la Coppa del mondo donne torna in Europa: sabato e domenica prossimi sono in programma uno slalom speciale ed un gigante a La Molina, in Spagna. Torna in pista Denise Karbon. Nello sci nordico un sogno durato poco meno di 18 chilometri invece quello del quartetto rosa nella staffetta 4x5 Km a La Clusaz. Protagoniste di una prova strepitosa sino a trequarti di gara per poi precipitare al quinto posto finale. Si chiude senza podio per l’Italia anche la staffetta maschile 4x10 Km. Vi salgono con pieno merito Norvegia, Svezia e Francia, con una gara d’attacco sin dai primi metri.

Rally Trionfo del pilota francese che chiude la stagione con 11 vittorie, Rossi dodicesimo

Per Loeb un podio da Guinness

LONDRA - Il cinque volte campione del mondo Sebastian Loeb, al volante di una Citroen C4, ha vinto il rally di Gran Bretagna, chiudendo in testa una stagione esaltante. Il francese, già certo del titolo iridato, è così divenuto il primo pilota a vincere undici gare nello stesso anno. Ma si può dire soddisfatto anche Valentino Rossi. Il campione del mondo della MotoGp (al volante di una Ford Focus, navigatore Carlo Cassina) ha terminato la gara con un onorevole dodicesimo posto, staccato di 13’10” dal vincitore. Rossi, partito prudente venerdì a causa del molto ghiaccio presente sulle strade del Galles, ha via via preso confidenza con le quattro ruote, risalendo rapidamente dalla 45/a posizione iniziale e riuscendo ad evitare i trabocchetti del cattivo tempo che hanno messo fuori causa diverse vetture ufficiali. “Sono felice - ha commentato Rossi, attraverso il sito di Autosport - perchè abbiamo affrontato la gara con la giusta mentalità. Siamo partiti piano, provando a capire le condizioni. Non ho commesso errori gravi e sono riuscito ad arrivare alla fine. Soprattutto ieri mattina andavo davvero bene e mi sono davvero divertito, riuscendo a dare battaglia ai piloti più veloci. Sono felice”. Intanto la McLaren prevede che le proprie

Boxe Il filippino batte De La Hoya per ko tecnico

Pacquilao gabba l’America LAS VEGAS - Il filippino Manny Pacquiao ha battuto lo statunitense Oscar de La Hoya per KO tecnico alla nona ripresa a Las Vegas, in un combattimento senza titoli in palio, categoria pesi leggeri. Pacquiao, campione WBO in carica, ha dominato il combattimento per la velocità, potenza e precisione dei suoi colpi. Il filippino vanta un bilancio di 48 vittorie, di cui 36 prima del limite, 3 sconfitte e due pareggi. Il portoricano Juan Manuel Lopez ha invece conservato il titolo mondiale Wbo dei pesi supergallo battendo per ko al 1/o round l’argentino Sergio

Medina. Resta così imbattuto dopo 24 incontri e vanta 22 successi prima del limite. Per Medina si tratta della seconda sconfitta in 35 combattimenti. Vittoria per l’inglese Carl Froch che è diventato campione del mondo Wbc dei supermedi battendo ai punti il canadese Jean Pascal. Tutti e tre i giudici hanno assegnato la vittoria a Froch. Il titolo era vacante dopo che il detentore, il gallese Joe Calzaghe, aveva deciso di passare alla categoria superiore, quella dei mediomassimi. Per Froch, 31 anni, si tratta della 24/a vittoria su altrettanti combattimenti.

Lopez sfinisce Medina e conserva il titolo supergallo

entrate diminuiscano di oltre un terzo a causa della crisi economica. Lo ha riferito Ron Dennis. Il co-proprietario della scuderia ha spiegato in un’intervista che “il nostro budget deriva dal budget pubblicitario delle aziende che ci sostengono, e que-

sto inevitabilmente calerà a causa della crisi economica. Sappiamo che dovremo contenere le spese per le inevitabili conseguenze sulle entrate già nel 2010 e 2011’. Questo l’ordine d’arrivo del Rally di Gran Bretagna, disputato in Galles e valido co-

Il filippino Manny Pacquilao batte De La Hoya alla nona ripresa

me quindicesima ed ultima prova stagionale: 1) Sebastien Loeb (Fra) Citroen, 2h43’9.6’’ 2) Jari-Matti Latvala (Fin) Ford, in 2h43’22” 3) Dani Sordo (Spa) Citroen, 2h44’30”

4) Petter Solberg (Nor) Subaru, 2h45’09” 5) Per-Gunnar Andersson (Sve) Suzuki, 2h47’13” 6) Francois Duval (Bel) Ford, 2h48’17” 7) Toni Gardemeister (Fin) Skoda, 2h48’34”.


22 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT LA CRONACA Girandola di gol tra Reggina e Bologna che pareggiano per 2-2. Di Corradi e Barreto i gol amaranto

S E R I E

A

Grandi emozioni al Granillo REGGINA

REGGIO CALABRIA — Quattro splendidi gol e tante emozioni. Ma lo spareggio salvezza del “Granillo” si conclude senza vincitori né vinti. Termina 2-2 la sfida tra la Reggina e il Bologna: una bella partita che però non ha consentito ai calabresi di approfittare del turno casalingo e, così, allontanarsi dalla zona più calda della classifica. Fin dalle battute iniziali si gioca con un ritmo molto intenso. I padroni di casa mantengono il possesso del pallone ma sembrano piuttosto contratti e nervosi per l'importanza della posta in palio. Il Bologna si mantiene coperto e all'occorrenza riparte, affidandosi alla velocità di Valiani e Di Vaio. La prima grande occasione da rete capita ai calabresi al 14': Brienza ruba palla a Moras e batte a rete da posizione defilata sulla destra, Antonioli esce a valanga e devia in corner. Brivido al 17': Britos, di testa, manda il pallone a stamparsi all'incrocio dei pali, ma l'arbitro interrompe l'azione sanzionando un fallo di confusione in area amaranto. La squadra di Orlandi si esprime con grande intensità agonistica e al 20' va nuovamente vicina al gol: Brienza si esibisce in una serpentina sulla sinistra e calcia rasoterra, ma ancora una volta è straordinario Antonioli a distendersi e mandare in corner. Al 23' Valdez è costretto a uscire per il riacutizzarsi di vecchi problemi muscolari e viene sostituito da Alvarez. In campo, nell'arco di pochi minuti, è uno stillicidio di infortuni: Cirillo prende un brutto colpo alla schiena ma riesce a restare sul terreno di gioco, mentre il Bologna perde Marchini, rimpiazzato da Coelho. Tra Brienza e Antonioli sembra esserci un conto aper-

Un punto che consente alla squadra di Orlandi di allontanarsi dalla zona più calda REGGINA BOLOGNA

2 2

Marcatori: 40’ pt Corradi, 8’ st Valiani, 11’ st Barreto, 16’ Di Vaio. Reggina (4-4-1-1) : Campagnolo; Cirillo, Santos, Valdez (23' pt Alvarez), Costa; Cozza, Carmona, Barreto, Barillà (13' st Vigiani); Brienza; Corradi (34' st Di Gennaro). A disposizione: Marino, Cosenza, Ceravolo, Tognozzi. All. Orlandi. Bologna (4-4-1-1) : Antonioli; Zenoni, Britos, Moras, Lanna; Marchini (30’ pt Coelho), Mingazzini, Mudingayi, Adailton (1’ st Bernacci); Valiani (41' st Amoroso); Di Vaio. A disposizione: Colombo, Cesar, Bombardini; Lavecchia. All.: Mihajlovic. Arbitro: Ayroldi di Molfetta (assistenti: Liberti e Viatti; quarto uomo e Giannoccaro). Note: Spettatori paganti 672 per un incasso di euro 10.119. Abbonati 8.690. Ammoniti: Cirillo, Costa, Zenoni, Lanna. Recupero: 4’ pt, 3’ st. Corner: 6-1 per la Reggina. to: al 32' delizioso stop del fantasista e gran botta di destro che costringe il portiere felsineo ad un altro prodigioso intervento. Passa qualche minuto e la Reggina trova il vantaggio (40'): splendido fraseggio, palla a terra, tra Alvarez, Cozza, Brienza e Corradi. Il bomber assesta un destro rasoterra che trafigge l'estremo guardiano degli emiliani. Quest'ultimoevitadicapitolareperlasecondavolta al 44' quando il centravanti della Reggina spizzica di testa un corner tagliatissimo di Cozza: il portiere salva sulla li-

nea. Dopo l'intervallo Mihajlovic lascia negli spogliatoi Adailton, un centrocampista, e inserisce Bernacci, una punta. Il Bologna attacca a spron battuto e al 7' trova il pareggio con un gol di ottima fattura realizzato da Valiani: lunga discesa di Zenoni sulla destra e cross per l'attaccante che di prima intenzione trova l'angolino alla sinistra di Campagnolo. Ma la partita non dà tregua e all'11' la Reggina torna in vantaggio con un eurogol di Barreto: calcio d'angolo per gli amaranto, respinta della difesa e gran destro al volo del paraguaiano che lascia di stucco il pipelet rossoblu. Tutto finito? Macchè. Perché, al quarto d'ora, un altro tiro da antologia ristabilisce nuovamente l'equilibrio: lo firma Di Vaio con un sinistro in diagonale, sferrato di collo pieno, che centra l'angolino. La partita non concede respiro. Al 23' Antonioli è ancora una volta determinante, in questa occasione su Cozza, che batte da pochi metri ma si vede respingere la conclusione. Orlandi sostituisce Corradi con Di Gennaro (34'): il pubblico rumoreggia. Un minuto dopo, Superman - Antonioli si oppone per l'ennesima volta alla Reggina, in particolare a Carmona, mentre al 38' Barreto cerca di sorprendere il portiere avversario fuori dai pali ma la sua mira è leggermente troppo alta. Nel finale la Reggina esercita un forcing disperato - a tratti confusionario - ma sulla sua strada continua a trovare la difesa arcigna del Bologna e soprattutto il suo portiere, che merita la palma di migliore in campo. Angela Latella

Le pagelle di Antonio Latella Campagnolo 6: nulla da fare sui gol del Bologna: troppo precisi i tiri di Valiani e Di Vaio. Cirillo 6: niente da dire sull’impegno agonistico, ma il primo gol ospite è nato da una colossale amnesia di tutta la difesa. Per il resto, da apprezzare diversi suoi spunti tecnici. Valdez s. v: abbandona il campo alla metà del primo tempo per pregressi problemi muscolari. Dal 23’ pt Alvarez 6: non ha la libertà di spingere sulla fascia perché costretto a tenere a bada Valiani. Santos 6: insuperabile nel gioco aereo. E’ uscito bene anche con la palla al piede. Il brasiliano è diventato una pedina inamovibile del pacchetto arretrato. Costa 6: attento nella marcatura e propositivo negli appoggi quando ha avuto la possibilità di sganciarsi sulla corsia sinistra. Non sempre preciso nei cross in area. Cozza 6: un po’ in ombra, anche se quella di ieri non era certo una partita facile. Per la troppa precipitazione ha fallito il terzo gol amaranto. Barreto 6,5: un gran bel gol. Ha corso moltissimo, recuperando tanti palloni. I suoi suggerimenti in profondità a volte sono caduti nel vuoto. Carmona 6: anche lui, come Barreto, è un uomo dai sette polmoni. Bene nell’interdizione, ma le sue verticalizzazioni non sono particolarmente precise. Deve diventare più intraprendente nel tiro dalla lunga distanza. Barillà 6: bene per un tempo, soprattutto in copertura. A volte però vuole strafare. Dal 13’ st Vigiani 6: non è molto lucido, ma le sue condizioni fisiche non sono ancora al top. Brienza 6,5: il migliore della Reggina. In tre diverse occasioni è bravissimo il portiere ospite a negargli la gioia del gol, che meriterebbe senz’altro. Corradi 6: una rete da goleador di razza. Poi si è visto poco, anche perché il centrocampo gli ha servito pochi palloni, per lo più ingestibili. Dal 34’ st Di Gennaro s. v. Orlandi 6: anche il mister merita la sufficienza. Non ha sbagliato i cambi e solo due leggerezze difensive hanno regalato al Bologna la possibilità della doppia rimonta. Ayroldi 5,5: molte indecisioni, soprattutto nel sanzionare alcuni interventi che avrebbero, senz’altro, meritato il cartellino.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 23

SPORT 2ª D I V I S I O N E

LA CRONACA La squadra di mister Galfano bloccata in casa da un’ottima Scafatese. Finisce 0-0

Vibonese, buon pari al “Razza” VIBONESE

VIBO VALENTIA — Finisce 0-0 una gara

tra due squadre simili al punto da annullarsi. Finisce a reti inviolate, ma la Vibonese ha di che recriminare per non essere riuscita a finalizzare un avvio di gara scoppiettante. Entrano in campo le squadre e si scopre che Melis non c’è. E non è nemmeno in panchina: l’ultimo test ha riacutizzato il risentimento muscolare e quindi in campo dal primo minuto è il giovane Di Franco, che si sistema a destra, con Polito a sinistra; avanti il tandem Mastrolilli-Taua ed a centrocampo la coppia Pirrone-Di Mauro. Si comincia ed è una Vibonese pimpante e così dopo appena due minuti Polito chiude un’azione alla velocità della luce e solo per un soffio non riesce un gol che avrebbe cambiato la partita. La Scafatese c’è, è una buona squadra che ribatte colpo su colpo ed a guadagnarci è lo spettacolo, con un primo tempo giocato a ritmi sostenuti e con buone occasioni. Belle, toste, tutte fisiche le sfide tra Bianciardi e Varriale e tra Ranellucci e Martone; dall’altra parte Mastrolilli Amabile: 7in mezzo a una giornata da normale amministrazione, trova l’occasione della prodezza che salva il risultato. Orefice: 6 comincia a destra, finisce al centro, ma dove viene mandato svolge il suo compito impeccabile. Bica Baden: 6 sulla sua fascia si sviluppa il gioco più pungente della Scafatese, ma lui si mostra all’altezza del compito. Pirrone: 6 la solita partita, precisa e CATANZARO — Metti un po’ di sana

ansia da derby ed una sera a cena con un tifoso amaranto doc ma che, sui tre colli, è ormai di casa. Ecco quindi che, nell’immediata vigilia della sfida del “San Vito”, c’è spazio per un pronostico di un noto personaggio del mondo dello spettacolo, calciofilo e… superpartes. Capita così, in un sabato di dicembre, alquanto piovoso, di imbattersi in una parte del duo “Battaglia e Miseferi”, nel ristorante “Ophelia”, nel pieno centro della città di Catanzaro. Accennavamo a una parte della coppia di comici reggini. Proprio così. Il buon Gigi Miseferi, infatti, per qualche ora è rimasto “orfano” di Giacomo Battaglia. Il primo era impegnato sul palco del teatro “Masciari” in occasione del primo Festival del Sociale, ovvero un progetto che ha avuto come obiettivo primario la dimostrazione che le persone appartenenti alla cosiddetta “area del disagio” costituiscono in realtà una risorsa notevole per l’intera comunità civile, mentre Battaglia conduceva la serata finale del Calabria Film Festival. Al termine della kermesse dedicato al mondo del sociale, lo stesso Miseferi, a cena con gli artisti e con gli ospiti dello spettacolo senza contare con lo staff della Life Comunication, s’è intrattenuto piacevolmente a scambiare due chiacchiere in chiave derby. Pensieri e parole “griffate” con la consueta carica di ironia. «Dal punto di vista meteorologico – ha esordito il comico reggino – qualcuno a Cosenza si augura per il Catanzaro un tempo da Lupi. Almeno ritengo!». «Certo – prosegue – Nicola Provenza spera di fumare un Toscano, pure metta la “T” in grande, a fine partita». «Guardi, Toscano me lo ricordo molto bene con la maglia della mia Reggina. Era un gran calciatore e qui sono terribilmente serio». Dopo un breve amarcord amaranto, l’argomen-

Grande agonismo in campo. All’89’ Polito sfiora il vantaggio guerreggia con la difesa approfittando di Taua che svaria su tutto il fronte d’attacco. Al 12’ la risposta dei campani con Varriale, che prima viene fermato in angolo e poi di testa, sugli sviluppi, manda alto. Quattro minuti ed ecco iniziare la solita guerra tra Mastrolilli e la sfortuna: prima finisce alto un suo colpo di testa. Nel frattempo, al 21’ Taua viene fermato in area tra le proteste sue e del pubblico che reclama il rigore ed Amabile, sul rapido capovolgimento di fronte, para a terra su Izzo. Neanche il tempo di rifiatare ed ecco la prodezza della giornata: è di De Felice che salva su una girata al volo di Mastrolilli lanciato da Polito al termine di una verticalizzazione spettacolare per velocità ed esecuzione. Si chiude una prima frazione di gioco a tratti spettacolare, ben interpretata da entrambe le squadre, ma quanto rammarico per le occasioni della Vibonese! La ripresa è di tutt’altro tenore. La Vibonese evidentemente comincia ad accusare gli sforzi delle ultime gare giocate quasi

sempre in inferiorità numerica e rallenta. Galfano sposta Ranellucci a destra dando ad Orefice il compito di tenere a bada Martone, intanto la Scafatese prende in mano la partita, spinge ma non punge. Il risultato è lo specchio del confronto tra due formazioni che praticamente si annullano. Ci prova Di Mauro al 14’ con un colpo di testa che finisce alto. Taua, ormai esausto lascia il posto al giovane Oudira: la squadra ne guadagna in profondità, ma perde nelle aperture che il gioco arioso di Taua consentiva. Al 21’ la più nitida delle palle gol capita sui piedi di Martone, che da sinistra semina una serie di avversari e finisce la sua serpentina a tu per tu con Amabile che salva il risultato con una prodezza. All’89’ Polito fa sobbalzare tutti con un tiro al volo da fuori area che sfiora il palo. E’ l’ultimo brivido, poi i giocatori rallentano, le due squadre si guardano in attesa del fischio finale che manda tutti negli spogliatoi.

Polito, miglior rossoblù in campo

partita. Gioca bene, conclude ed ha coraggio, oltre che i numeri per tentare ogni volta il colpaccio: stavolta non gli è riuscito per un soffio! Taua: 6.5finché è in campo, dà il massimo e la squadra ne beneficia, ma ancora non ha i novanta minuti nelle gambe e, quando esce, è esausto. Dal 12’s.t.Oudira5.5provaadareprofondità, ma di lui abbiamo visto prestazioni migliori.

VIBONESE SCAFATESE

0 0

Vibonese (4-4-2) : Amabile, Orefice, Bica Baden, Pirrone, Bianciardi, Ranellucci; Di Franco (Kulenthiran al 20’ s. t.), Di Mauro (Villani al 40’ s. t.), Mastrolilli Polito, Taua (Oudira al 12’ s. t.). All. Galfano. Panchina: Bastiera, Kulenthiran, Beltrano, Oudira, Villani, Di Stani, Poli. Scafatese (4-4-2) : De Felice, Lagneno, Correale, Corsale, Merini, Rapino, Ramora, Marzocchi, Martone ( Carbonaro al 30’ s. t.), Varriale (De Luca al 38’ s. t.), Izzo. Panchina: Schettino, Carbonaro, Cozzolino, Orero, Ammirati, Ramaglia, De Luca.. Arbitro: Cherconi di Pisa assistenti: Pancrazi di Ragusa e Messina di Catania Note: circa 600 gli spettatori; in tribuna, ospiti della Vibonese, i ragazzi della Scuola Calcio Pizzo. Ammoniti: Ranellucci al 38’ p. t.; Pirrone 8’ s. t. Angoli: 5 – 8 Mister, Angelo Galfano

senza sbavature Bianciardi: 6il solito lottatore, ma stavolta l’avversario che aveva di fronte lo ha fatto sudare più del solito Ranellucci 5.5 ingaggia una sfida all’arma bianca che non sempre riesce a vincere; nella ripresa, spostato a destra, svolge il suo compito.

Di Franco: 5.5 a lui si può chiedere di più, ma Lagneno è stato un cliente difficile che lo ha costretto troppo spesso aripiegare.Dal20s.t.Kulenthiran5.5 buona partita ma senza mai incidere nella gara Di Mauro 5.5 spesso Marzocchi lo ha costretto a coprire, invece che a detta-

re il gioco. Dal 40’ s. t. Villani s. v. non ha fatto in tempo ad entrare in partita. Mastrolilli: 6.5lotta come un leone, si procura palle gol in continuazione, concludealmeglio,malapallanonentra: la sfortuna non lo vuole proprio lasciare. Peccato! Polito:7il ragazzo cresce partita dopo

Maurizio Bonanno

M. B.

IL DERBY DEL SAN VITO Il comico Misefari parla del big-match di oggi alla sua maniera....

«Le Aquile troveranno un tempo da Lupi?» Oppure, cosa dire: le vie della Provenza saranno infinite? QUI COSENZA Toscano pensa a un 4-4-1-1 con Polani unica punta

Galantucci in dubbio

Nella foto il comico reggino Gigi Misefari con il gestore dell’“Ophelia”, Rosario Cardamone

to, però, torna decisamente più soft. «In questa vigilia – sottolinea – ovviamente i tifosi giallorossi sperano di ritrovare le Aquile, lunedì sera, sul nido della seconda divisione Lega Pro. Insomma, in testa alla classifica!». «Battute a parte – commenta – sarà un derby molto combattuto. Mi spiace non poterlo seguire in Tv. Lunedì pomeriggio sarò impegnato, a Narni, in una partita di beneficenza, però, al termine dell’incontro mi informerò subito. Mi

auguro, vivamente, che entrambe le squadra abbandonino la seconda divisione per tornare in categorie ben più consone alla loro storia». E il pronostico di Miseferi qual è? Il comico reggino non si esprime chiaramente, anche se è un po’ sibillino: «Cosa dire. I veri tifosi si vedono nel momento der… bisogno! E le vie della Provenza sono infinite!». Buon derby a tutti! Vittorio Ranieri

COSENZA — E’ arrivato finalmente il giorno tento atteso. La città freme. La popolazione pallonara freme. La stampe e le televisioni fremono. Dopo anni di attesa, dopo settimane di attesa, dopo partite di attesa oggi è l’otto dicembre. Questo giorno dell’Immacolata sarà ricordato certamente per un verso o per l’altro. Gioia o sofferenza sportiva saranno di certo i sentimenti condensati alle diciassette fra i tifosi rossoblù. Che gara potrebbe essere quella di oggi? Il Cosenza si presenta fra le mura amiche forte di una condizione invidiabile. La formazione che affronterà il Catanzaro di Provenza è presto fatta. Certo il recupero di Ambrosi fra i pali, il posto degli squalificati De Miglio e Spinelli sarà preso rispettivamente da due uomini che sentono particolarmente e in modo differente la partita. Il primo, Andrea Musacco, cosentino doc, è pronto come non mai. Si riformerà la coppia centrale che lo scorso anno ha dato una grande mano al Cosenza a stravincere il campionato di seri D. La gara per il buon Domenico sarà, se possibile ancora più speciale: lui catanzarese di nascita vorrà dimostrare a tutti i suoi concittadini quanto vale. In panca si accomoderanno Carli

e Galantucci che non hanno vinto i rispettivi ballottaggi con Fabio e Danti. La formazione è dunque presto fatta con un modulo tattico che dovrebbe essere più un 4-4-1-1. I numeri contano relativamente ma certo Danti è più trequartista che punta e chi sa che non possa essere proprio questa la chiave tattica per scardinare un centrocampo molto forte dove Zaminga è l’uomo più importante. Toscano, nell’intervista della vigilia ha ribadito che non crede molto alle professioni di umiltà degli uomini di Provenza: «Sanno di essere forti e dovrebbero venire allo scoperto». Noi ci auguriamo che sia una bella partita e che vinca lo sport. Non sono parole di circostanza ma dopo tutta la tensione che si è sentita in questi giorni intorno a questa gara, ci auguriamo alle diciassette di poter dire: ne è valsa la pena. Questa la formazione del Cosenza di Mimmo Toscano che scenderà in campo alle quindici: Ambrosi; Bernardi, Parisi, Braca, Musacco; Occhiuzzi, De Rose, Fabio, Catania; Danti; Polani. Panchina: Guizzetti, Moschella, Morelli, Profeta, Carli, Cantoro e Galantucci. Carmelo Grandinetti


24 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — Alla fine del

match (ma per lunghi tratti anche durante), i tifosi biancoverdi hanno contestato duramente la dirigenza di via Marconi. E non poteva essere diversamente in conseguenza della terza sconfitta consecutiva, rimediata in casa dalla Vigor. A violare il D’Ippolito, il Gela degli ex, Battisti, Alessandrì e Pasca. I siciliani hanno chiuso il confronto di ieri con il più classico dei risultati. Un 2-0, in verità, non del tutto meritato perché nonostante le assenze - Riccobono e compagni hanno dato filo da torcere ai più quotati avversari. Ma tant’è, a questa Vigor non basta la buona volontà. La società dovrà intervenire massicciamente sul mercato per acquistare quei tre-quattro elementi capaci di dare una svolta a un campionato che, altrimenti, finirà con decretare un’amara retrocessione della compagine lametina. La cronaca. Parte bene il Gela con i suoi “pezzi” pregiati. Alessandrì all’8’ e al 9’ è protagonista di due punizioni che la difesa respinge. Al 12’ colpo di testa di Battisti, fuori. Si vede la Vigor al 13’ con un contropiede di Riccobono per Sanso che mette al centro e D’Aiello respinge. I siciliani però non demordono e fanno le prove del primo gol. Al 19’ punizione sempre di Alessandrì la palla finisce in area per Franciel che di testa manda poco fuori. Minuto 29. Ancora Franciel sempre di testa con la palla che sfiora il palo alla sinistra di Panìco. Al 31’ il Gela passa in vantaggio. Punizione dalla sinistra dell’onni-

LA CRONACA La squadra siciliana espugna il “D’Ippolito” per 2-0 grazie alle reti di Franciel ed Espinal

Il Gela affonda la Vigor Dure contestazioni dei tifosi biancoverdi all’indirizzo della società VIGOR LAMEZIA GELA

0 2

Marcatori: 31 pt Franciel; 48’ st Espinal Vigor Lamezia: Panìco, Stroffolino; Marinelli, Di Donato, Amita, Filippi, Ciotti, Clasadonte, Ragtzu, Ricconono, Sanso (dal 25’ st Scalese). All. Ammirata Gela: Cecere, Nigro, Esposito, Battisti, Fernandez, D’Aiello, Gaeta (dal 37’ Unniemi), Marinucci, Franciel, Alessandrì (13’ st. Iannini), Pasca (dal 22’ st Espinal). All. Cosco. Arbitro: Zonno di Bari) assistenti, Grillo di Molfetta e Delle Foglie di Bari). Note: Spettattori un migliaio circa, con uno sparuto gruppo proveniente da Gela. Giornata nuvolosa con qualche schiarita. Terreno allentato per la pioggia caduta in mattinata. Ammoniti: Stroffolino, Di Doinato, Panìco, Filippi e Riccobono (VL). Nigro e Battisti (G). Angoli: 5-4 per la Vigor. Recupero: 2’-4’. Durante il match e al termine della gara, i tifosi lametini hanno contestato la dirigenza. presente Alessandrì. La sfera viene colpita maldestramente da Di Donato che di testa serve involontariamente all’indietro Franciel decentrato sulla destra. Mezza girata di prima intenzione e la palla che si insacca alla destra di Panìco attraversando tutta la difesa. Risponde però la Vigor e al minuto 38 Riccobono

A sinistra, la prima rete del Gela con la sfera calciata da Franciel che si insacca alle spalle di Panìco. Sopra, il raddoppio di Espinal.

sfiora la traversa servito da Amita. Al 41’ Ciotti dalla distanza. Fuori. Al 43’ palla-gol per la Vigor con Riccobono che solo in area calcia centralmente. Cecere blocca a terra. Nella ripresa in campo si vede solo la Vigor con una reazione veemente che mette in grande difficoltà il Gela. Al 9’ Riccobono in contropiede serve Amita che “sbuccia” la sfera da facile posizione. Al 22’ fallo all’altezza della lunetta su Amita. Calcia Ciotti ma la barriera respinge. Fran-

genti in cui la Vigor pressa e il Gela si difende. Al 33’ gran tiro di Marinelli dal limite sinistro dell’area e Cecere si oppone da campione. Ancora Vigor al 35’ con un gran bel colpo di tacco di Scalese servito da Riccobono. Sussulto sugli spalti ma Cecere blocca sicuro. Biancoverdi che mettono alle corde un Gela sempre più arretrato a difesa della rete. La Vigor ovviamente si espone e al minuto 42’ Franciel tira dal limite e Panìco blocca. Ma, nulla può in pieno recupero

quando si trova tutto solo il nuovo entrato Espinal che, al 48’, a tu per tu con l’estremo biancoverde lo aggira e segna facilmente a porta vuota. Finisce così un’altra domenica amara per i tifosi di Lamezia. La Vigor torna ultima da sola in classifica con fischi e improperi all’indirizzo dei “presidenti”. La società, dunque, è a un bivio: investire e acquistare. Farà ancora in tempo? Antonio Cannone


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 25

SPORT 2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA

SPOGLIATOIO Il tecnico biancoverde Ammirata non demorde: non meritavano di perdere. Mister Cosco: ho visto una buona Vigor

«Sono sereno, andiamo avanti» E in tarda serata si dimette il presidente onorario, Guzzi: contestazione ingenerosa e inaccettabile!

LAMEZIA TERME — In sala stampa mister Cosco plaude all’impegno della Vigor ed esprime grande soddisfazione per la vittoria della sua squadra. «Ho visto una buona Vigor nonostante le tante assenze, che ci ha messo in difficoltà. Dico che nel primo tempo la mia squadra si è espressa meglio. Nella ripresa abbiamo sofferto la veemenza della Vigor, ma il risultato mi sembra giusto». Così, dal canto suo, Ammirata: «Mi sento sereno perché non meritavamo assolutamente di perdere. Ora dobbiamno andare avanti e pensare alla Scafatese con questi uomini che abbiamo. Ragazzi ai quali non posso rimproverare nulla. Sono fiducioso perché con gli acquisti di gennaio ci toglieremo fuori da questa situazio-

ne». Un giudizio sulla contestazione? «Siamo ultimi ed è chiaro che si contesta. Cosa vuoi fare? Però, ripeto, che dobbiamo andare avanti e lavorare per salvarci». Tuttavia, la contestazione non è andata giù al presidente onorario, Ermanno Guzzi che in tarda serata si è fatto da parte, rassegnando le dimissioni nelle mani del presidente Paolo Mascaro. «Sono molto rammaricato - ha scritto Guzzi - anche se resterò sempre vicino, e con affetto, a questa società. Ringrazio tutti per le belle soddisfazioni che abbiamo avuto, ma quello che è successo oggi (ieri, ndr), è ingeneroso e inaccettabile».

CATANZARO — Il grande giorno è arrivato. Aquile e lupi si affrontano oggi al “San Vito” nel più classico dei “derby”. Il derby dei record, come giustamente è stato scritto Nelle ore che precedono l’evento, clima disteso in casa “giallorossa”, con il “comandante” Provenza, che, anche da buon medico, ha trovato per la sua truppa la giusta dose di calma e serenità. Come consuetudine di ogni vigilia, il tecnico catanzarese non si sottrae alla disamina sull’impegno di turno del Catanzaro. «Anche questa settimana – ha sottolineato – un avversario di tutto rispetto, che occupa la prima posizione di classifica, a testimonianza di un percorso più che corretto, che non è solo quello degli ultimi

Oggi l’atteso derby col Cosenza. Il tecnico giallorosso sprona i suoi e invoca una prova sopra le righe

Ant. Can.

Panìco 5,5: Sul primo gol vede la palla in ritardo. Incolpevole sul raddoppio. Stroffolino 5,5: In difficoltà nel controllare gli avanti gelesi. Non raggiunge la sufficienza.

LE PAGELLE Si salvano solo Riccobono e Ciotti co e poco lucido.

Marinelli 6: Qualche buona sgroppata in avanti. Presidia bene la sua fascia.

Filippi 5,5 : Cerca di dare ordine al reparto difensivo. Spesso si porta in avanti ma con scarso costrutto.

Di Donato 5,5: Soffre nel ruolo di difensore centrale. Qualche imprecisione di troppo.

Ciotti 6 : Uno dei pochi a lottare fino in fondo. Come sempre agonisticamente in prima linea.

Amita 5,5 : Non è in giornata. Vale poco la sua esperienza in questa gara. Nel secondo tempo appare stan-

Clasadonte 5,5 : Si perde nella morsa del centrocampo gelese.

tiva) si fanno sempre trovare pronti. La forza di una squadra stà proprio in queste risposte e soprattutto nel fatto che ci si allena sempre con grande volontà, il tutto con un livello di competizione interno destinato a crescere, comunque indispensabile se si vuole raggiungere al meglio lo standard di rendimento di quelle che sono le nostre potenzialità». Cosenza-Catanzaro un derby particolarmente sentito. «E’ giusto che sia così, senza però tanto esagerare. Diciamo allora, anche per

Riccobono 6,5 : E’ l’unico a impensierire la retroguardia ospite. Dai suoi piedi le occasioni migliori. Una delle quali avrebbe sicuramente meritato la marcatura. Sanso 5 : Anche lui si perde fra i “giganti” del centrocampo e della retroguardia siciliana. (Dal 25’ st Scalese 6: un voto di incoraggiamento per la vivacità fornita alla manovra biancoverde dopo il suo ingresso e per un’occasione che meritava miglior sorte. A. C.

Provenza: massima concentrazione tempi, ma che rientra nel torneo precedente; un percorso, quindi, continuativo, che costituisce un valore aggiunto. Un avversario, allora, da affrontare con grande concentrazione e massima attenzione». Un Catanzaro che dovrà fare a meno di Berardi. «CosìcomedomenicascorsadiZaminga. Diciamo che coloro che di volta in volta vengono chiamati in causa (tipo Benincasa, che contro il Barletta, come ho avuto modo di affermare al termine della gara, ha fornito una prestazione molto posi-

Ragatzu 5 : Troppo isolato in avanti. Fa quel che può.

stemperare un po’ la tensione, che si tratta di un incontro della quindicesima giornata, con i palio i soliti tre punti, che, in positivo o in negativo, non cambiano comunque il destino di una formazione». Un derby, quello odierno a Cosenza, senza la tifoseria catanzarese, in uno stadio che sarà solo rossoblù. «Il nostro pubblico sicuramente poteva contribuire non solo a sostenere la squadra,maafareinmodochecifosseunacornice, a mio giudizio, invidiabile in tutto il territorio nazionale. Ho l’impressione

che questo sarebbe stato un derby che avrebbe destato, in presenza del pubblico catanzarese, non solo la curiosità, ma anche l’invidia di parecchi. E’ vero che la passione calcistica di Catanzaro avrebbe potuto dare un contributo importante, ma è altrettanto vero che bisogna avere rispetto delle iniziative prese dalle autorità preposte. Mi auguro allora che queste, nel tempo, possano portare a dei risultati, ancheperché,proseguireintalsenso,nonmi sembra la cosa più giusta. E’ un passaggio, purtroppo obbligato, dopo che il calcio e quello che gira intorno ad esso, ha toccato dei livelli troppo bassi, tali da dovere poi prendere provvedimenti, anche drastici». Mario Mirabello


26 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT Ben 32 atleti di Catanzaro, Serrastretta e Badolato al 54° Campionato Italiano Uisp svoltosi a Montalto di Castro

Corsa campestre, Calabria vincente ATLETICA

Conquistato un prestigioso 2°posto a squadre a livello giovanile, sia nella categoria maschile che in quella femminile

CATANZARO — Nella stupenda

cornice del parco archeologico Vulci di Montalto di Castro (Viterbo) si è svolto domenica scorsa, il 54° Campionato Italiano Uisp di corsa campestre. All’importante manifestazione, che ha registrato la presenza di oltre seicento atleti provenienti da tutta Italia, ha preso parte anche la rappresentativa del Comitato Uisp di Catanzaro guidata dai professori Piero Mirabelli e Gaetano Felicetto e dal presidente del comitato prof. Riccardo Elia, Ben 32 atleti di Catanzaro, Serrastretta e Badolato si sono presentati ai nastri di partenza delle varie categorie, nonostante le precarie condizioni atmosferiche e un percorso di gara reso pesante dalla pioggia. Notevoli sono stati i risultati conseguiti che hanno consentito alla rappresentativa di conquistare un prestigioso 2° posto a squadre a livello giovanile, sia nella categoria maschile che in

WINDSURF

Il gruppo che ha preso parte alla gara e, a lato, un momento della competizione

quella femminile. Solo l’atletica Podismo di Sesto Fiorentino ha preceduto gli atleti calabresi che si sono comunque piazzati davanti alla rappresentativa del Trentino Alto Adige, dell’Umbria, della Sicilia, del Lazio e dell’Emilia Romagna. Mentre a livello femminile la

società Villa Gordiani di Roma ha preceduto l’Uisp di Catanzaro. Il notevole successo di squadra è stato possibile grazie alle ottime prestazioni individuali di Francesco Rotundo, Sami Esthe, Domenico Leuzzi, Christian Parrotta, Andrea Sacco,

Andrea Mondilla, Andrea Cavallaro, Salvatore Gagliardi, Luca Fazio, Pietro Lio, Riccardo Molinaro, Paolo Lucia, Mario Sacco, Antonio Mancuso tra gli uomini, e di Raissa Sciarrone, Giovanna Riolo, Cristina Gallelli, Angela Mancuso, Lorenza Talarico, Rossana Fazio,

Caterina Costanzo, Letizia Fazio, Viviana Molinaro, Marta Fazio, Giada Scalise, tra le donne. Nelle categorie seniores di rilievo i piazzamenti di Angelo Cavallaro 4° nei Seniores F, di Bruno Autelitano 6° nei Seniores C e di Nicola Mondila 8° nei Seniores D.

REGGIO CALABRIA Premiato nella elegante sala dei lampadari di palazzo S. Giorgio

le intenzioni del comune valorizzare quanto più possibile gli sports nautici, visto che, una regione come la nostra con circa 800 km di coste ha delle potenzialità notevoli di sviluppo sia sportivo che di conseguenza turistico. Appassionato l’intervento di Praticò che ha evidenziato la coraggiosa scelta di Menegatti che poi si è rivelata vincente, di tesserarsi per il M. G. W. C. rompendo la supremazia dei circoli del nord, e dimostrando con i fatti che anche anche da noi si può fare sport ad altissimi livelli. Alberto Menegatti nel suo intervento di ringraziamento, ha dichiarato di sentire Reggio come una seconda casa, visto che per molti mesi l’anno si allena presso la struttura del circolo all’interno del Lido Comunale, e auspica che questa splendida via marina sia a breve palcoscenico di regate di world cup. Nella parte finale della conferenza stampa il dott Antonio geraci, responsabile organizzativo del circolo ha illustrato un progetto di validità sociale con l’importante collaborazione del Rotary Club Parallelo 38 presieduto dal dott. Zema con la collaborazione del dott. Truglio e dell’assessore alle politiche sociali dott. ssa Tilde Minasi. Scopo di tale progetto è quello di avvicinare allo sport velico i ragazzi affetti da trisomia 21 conosciuta come sindrome di down, grazie anche alla grande disponibilità dell’Associazione Italiana Persone Down di Reggio Calabria.

Un nuovo campione italiano il reggino Alberto Menegatti

REGGIO CALABRIA — Alberto Mene-

gatti atleta del circolo velico Magna Grecia Wind Club premiato a Palazzo S. Giorgio. Conferenza stampa di presentazione del nuovo campione italiano di windsurf categoria slalom nella elegante sala dei lampadari di palazzo S. Giorgio. Alla presenza del vice sindaco ed assessore allo Sport Raffa, dell’assessore Agliano, del presidente regionale del Coni Praticò, del delegato Federale Fiv Pugliese e del presidente della sesta zona Fiv Colella coadiuvati dal presidente del circolo Mgwc Imbriaco e dal direttore generale dello stesso Geraci, si è svolta la consegna di una coppa da parte dell’assessore Raffa al pluricampione di windsurf Alberto Menegatti atleta di spicco del Mgwc Ha aperto i lavori il presidente Imbriaco illustrando il curriculum sportivo di notevole spessore dell’atleta che oltre a vincere il titolo italiano, ha riportato notevoli

A lato Alberto Menegatti con la sua tavola, in alto l’atleta del circolo velico Magna Grecia Wind Club premiato a Palazzo S. Giorgio

successi in coppa del mondo, in Euro/Cup e nelle più importanti regate in giro per il globo. Grande gioia ha espresso l’assessore Raffa per la vittoria di un circolo reggino del titolo iridato ricordando ai presenti che è nel-


Pag. 28

APPUNTAMENTI il Domani

Lunedì 8 Dicembre 2008

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

CATANZARO L’urbanista Beniamino D’Errico analizza, dal punto di vista territoriale, lo sviluppo socio-economico e occupazionale della provincia

«L’istmo Jonio-Tirreno è strategico» «A Germaneto stanno avvenendo cambiamenti che avranno riflessi sull’organizzazione futura del territorio» di Beniamino D’Errico CATANZARO — Il territorio rappre-

senta un’immensa risorsa da investire per il futuro sviluppo socioeconomico e occupazionale della provincia. Gran parte della provincia di Catanzaro vanta un’estensione geografica istmica, tra S. Eufemia Lamezia e Catanzaro Lido di circa 30 Km che tocca due mari Jonio e Tirreno, al centro del Mediterraneo; ha una ricca dotazione di beni paesaggistici, ambientali e culturali, che la collocano in una posizione di avanguardia in Italia e in Europa. Data la breve distanza esistente tra i due mari la zona è stata sempre considerata importante dal punto di vista militare, commerciale e delle comunicazioni. Fin da epoche preistoriche (lo documenta il geografo L. Gambi nella rivista Turismo “Le isole Eolie” marzo-aprile 1961 e nel libro “Calabria” ed. Utet, Torino, 1965) le popolazioni partivano dalle isole Eolie via mare per commerciare l’ossidiana, arrivati al golfo di S. Eufemia (antica Terina) si spostavano via carovana e attraversavano l’Istmo, durante questo lungo cammino intrattenevano contatti con le popolazioni locali (Girifalco, Tiriolo) e così nel loro commercio aggiungevano all’ossidiana la pietra verde di Calabria (presente da Gagliano a Gimigliano) queste risorse primarie, infine, venivano scambiati con gli altri paesi dell’est che si affacciaCATANZARO — Organizzato dall'Accademia Musicale “Fryderyk Chopin” presieduta dal Maestro Elvira Mirabelli, in occasione del diciassettesimo anniversario della sua istituzione si è tenuto nei giorni scorsi presso un locale di Catanzaro Lido lo spettacolo "Il mio canto libero". Il nutrito programma ha visto esibirsi Denise Barberi, Francesca Bellissimo, Agostino Canino, Pia De Fazio, Martina Levato, Silvia Quattromani Piterà, Francesca Rizzo, Valeria Spadaro, Antonio Tallarico e Davide Zungrone solisti dell'Accademia Chopin; Chiara Bertucci, Giulia De Feo, Federica Iemmello, Ludovica Roperto, Matteo Rotundo vincitori della prima e seconda edizione del "Festival della Canzone Vincenzo Vivaldi"; ed ancora Giorgia Caiazza, Naomi Canino, Giulia Daniele, Annamaria Fiorentino, Adriana Febbraro, Vincenza Gerace, Giorgia Pansini, Paola Rotundo, Costanza Scalzo, allievi frequentanti il progetto di canto tenuto dal Maestro Elvira Mirabelli presso la scuola media Vincenzo Vivaldi diretta dal dottor Vitaliano Rotundo. In un crescendo di emozioni lo spettacolo si è concluso con la travolgente interpretazione di Funiculì funiculà da parte di tutti i solisti dell'Accademia Chopin insieme a Maria Bonofiglio, Maria Borelli, Giuseppina Borelli, Tina Bretti, Agata Cannistrà, Agostino Canino, Carlo Canino, Naomi Canino, Maria Grano, Chiara Sorrentino, Lorella Valeo coristi della Schola Cantorum Santa Cecilia dell'Accademia medesima insieme a Deborah Antonini, Marika Carfora, Chiara Citriniti, Silvia Ferri, Simona Ferri, Giada Fortunato, Chiara Mannarino (interprete anche di una coreo-

vono sul mar Jonio e Adriatico. Nelle varie epoche storiche strategie militari sbarrarono con qualsiasi mezzo questa via naturale per bloccare i nemici. Plinio scriveva che a “Castra Hannibalis” (così definiva l’istmo) la distanza tra un mare e l’altro è di venti miglia romane e secondo il Lenomart tale è la distanza tra la foce del Corace e la costa di S. Eufemia. Ma Plinio aggiunge che in questo punto preciso Dionigi di Siracusa intraprese l’opera di chiudere con una muraglia continua l’Istmo sckillacense e ottenne così lo sbarramento tra le due coste opposte ossia, come si esprime Strambone, “per proteggere contro i barbari stranieri le popolazioni comprese al di dentro dell’Istmo, ma in realtà per troncare quella specie di alleanza che univa le città greche tra di loro, e per affermare così la propria dominazione nell’interno dell’Istmo” (Francesco Lenomart, “Magna Grecia”, Chiaravalle Centrale, 1976). Plutarco parlando di questo sbarramento dice che esso aveva 300 stadi di sviluppo il che fa pensare che tagliasse l’Istmo obliquamente. Anche in epoca Borbonica l’Istmo dei due mari è al centro di strategie di sviluppo in quanto gli ingegneri dell’epoca su richiesta di Don Pedro de Toledo vice re di Spagna propongono di creare lungo la vallata del fiume Amato un canale navigabile capace di collegare i due mari. In questo modo per andare dal mar Tirreno allo Jonio e raggiungere l’Adriatico e i paesi dell’e-

st si sarebbe potuto evitare lo stretto di Messina senza circumnavigare la Calabria. Anche in occasione della peste del 1743, l’Istmo fu al centro di politiche di difesa, in quel periodo furono mandati a Catanzaro 600 soldati spagnoli condotti dal Colonnello Caracciolo, responsabile del cordone sanitario nelle nostre zone ed ai suoi ordini si costruì una palizzata con un fossato di guardia per tutta la zona della lunghezza dell’Istmo (D. Marincola PistolaManoscrtitti libro X, pag.41). Al lavoro della palizzata concorsero le famiglie agiate che a turno dovevano prestare servizio 6 giorni al mese per la sorveglianza dello sbarramento. Nel 1839 una compagnia commerciale, che aveva a capo il Duca di Torlonia, riprese l’idea dell’apertura di una canale navigabile chiedendo di avere riservati di diritto i privilegi per 99 anni.

chezza storica e ambientale gli indicatori dello sviluppo sociale ed economico della provincia segnalano una crisi che si abbatte soprattutto sui giovani, la stragrande maggioranza dei quali ancora non riesce ad inserirsi nel mondo del lavoro, il tasso di disoccupazione è più del doppio della media nazionale. Si registra un ritardo della provincia dovuto ad una serie di fattori di competitività territoriale che ostacolano il pieno sviluppo dell’economia cioè: le strade soprattutto di collegamento interno, la rete ferroviaria, quella portuale, i servizi esterni all’impresa non consentono una rapida ed efficace interconnessione con i mercati esterni e non risultano, pertanto, in linea con le esigenze di competitività economica che la società economica globalizzata oggi richiede. Per uscire da questa contraddizione del mancato sviluppo bisogna “partire dal governo del territorio”, inteso non solo come assieme di beni naturali ma anche e, soprattutto, come patrimonio su cui programmare e investire. La valorizzazione della risorsa territorio costituisce pertanto l’obiettivo fondamentale, per creare sviluppo e di conseguenza posti di lavoro. L’Istmo dei due mari Jonio-Tirreno diviene, ancora oggi, strategicamente importante per lo sviluppo dell’intera provincia e dell’area centrale della Calabria. Questa pecularietà e carenza di fondo ha finora accompagnato tutti gli strumenti di governo urbano delle due

grandi città poste agli estremi Catanzaro e Lamezia Terme, i quali non hanno tenuto conto dell’Istmo e dell’area vasta che deve essere governata in maniera unitaria. Tali limiti nella pianificazione urbanistica e territoriale hanno causato e causano una situazione di marginalizzazione dell’intera provincia rispetto alle grandi direttrici interregionali e una progressiva dipendenza dall’esterno, con conseguenze socio-economiche negative ed una complessiva sottoutilizzazione delle notevoli risorse endogene. Con la nuova legge Urbanistica Regionale (L. 19/2002) ci sono le condizioni per superare la fase di “recupero” delle città chiuse nei loro confini per proiettare il loro territorio verso l’area Vasta. Solo attraverso un’ipotesi di rafforzamento dell’attrattività cioè migliorando i fattori di competitività territoriale, fertilizzando strutturalmente il territorio è possibile promuovere un’organizzazione economica polivalente, fondata su una vasta gamma di attività produttive e di servizi. Nella nuova area di Germaneto stanno avvenendo cambiamenti importanti: Cittadella Regionale; Università; nuova stazione ferroviaria; anello metropolitano (pendolo) per il collegamento con il centro storico di Catanzaro; asse viario attrezzato Simeri-Squillace passante da Germaneto; che avranno sicuramente riflessi sull’organizzazione futura del territorio dell’istmo nel XXI secolo.

CATANZARO In occasione del XVII anniversario dell’Accademia Musicale “F. Chopin” presieduta dal Maestro Elvira Mirabelli

cinto di organizzare la quinta edizione della "Lotteria della Solidarietà" a sostegno del Centro Giovanile di San Paolo del Brasile dove le Suore Dorotee accolgono i bambini delle favelas. Al possessore del biglietto vincente sarà consegnato un prezioso gioiello messo in palio dal Maestro orafo del Vaticano Michele Affidato. Il folto pubblico presente con scroscianti applausi ha sottolineato la bravura di tutti gli artisti e la dottoressa Raffaella Colannino in qualità di Presidente del Consiglio d'Istituto della Scuola Vivaldi ha inteso esternare i sentimenti di stima e di affetto di tutti gli allievi omaggiando Elvira Mirabelli di un bellissimo fascio di rose.

Istmo Jonio-Tirreno Secondo gli antichi ogni luogo possiede un proprio spirito generatore “genius loci”, i luoghi e le loro comunità hanno un’anima, un’identità irripetibile. Anche il territorio Istmico dei due mari ha una forte identità culturale, i processi di globalizzazione ma, anche una certa povertà culturale di tanti progettisti, tendono a omologare tutto; smussano le differenze e sembra che il territorio è anonimo cioè privo di una sua specificità storica che invece, và riconosciuta e valorizzata. Nonostante questa enorme ric-

Ritorna a Lido “Il mio canto libero” grafia di danza come pure il trio formato da Andrea Peta, Luca Panucci e Marco Silipo), Sara Nesticò, Vincenza Palaia, Jessica Paone, Chiara Pisani, Francesca Riccio, Morena Risuleo, Teresa Sabato, Lucia Santoro, Giulia Scalera, componenti della Schola Cantorum di voci bianche Vincenzo Vivaldi diretta sempre dal soprano Elvira Mirabelli che ha cantato nei cinque continenti ed è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica Francesco Cossiga ed in Vaticano dal Pontefice Giovanni Paolo II. Il Maestro Elvira Mirabelli ha ricevuto presso la Sala Consiliare del Comune di Catanzaro, il pubblico ringraziamento da parte della Città di Catanzaro, nella persona del Sindaco per lo strepitoso successo ottenuto in qualità di insegnante dei quattordici allievi che si sono aggiudicati sia il primo (con il soprano Francesca Pacileo) che il secondo posto (con la compagine Accademia Chopin) nella prestigiosa kermesse canora del Festival di Napoli andata in onda in diretta in mondovisione su Retequattro Mediaset il 9 Luglio 2001 e presentata da Enrica Bonaccorti. Gli allievi del Maestro Elvira Mirabelli sono stati premiati ancora dal Sindaco di Catanzaro per altre tre volte e precisamente in occasione delle vittorie riportate a “Italiani nel Mondo Festival” 2003 (Europa 7), a “Passaporto per il successo" 2004 (primi assoluti) nonché per essere stati ospiti del "Trofeo Stefania Rotolo” andato in onda su Raiuno il 25 agosto 2004.

Ulteriore riconoscimento per Elvira Mirabelli, la prestigiosa "Maschera Greca" conferita dal Presidente della Regione Calabria, "L'Oscar della cultura"(conferito tra gli altri anche ad Emilio Fede a Messina), il titolo di "Maestro d'Arte per la Musica" conferito dalla Camera Regionale della Moda Calabria. Più che positivo il bilancio di diciassette anni di attività dell'Accademia Chopin che è stata invitata, in qualità di ospite, in numerose e prestigiose manifestazioni esibendosi alla presenza di illustri personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo quali: l'ex Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, il regista Franco Zeffirelli, il Cardinale Ersilio Tonini, il presentatore Fabrizio Frizzi, l'onorevole Vittorio Sgarbi, Gigi Sabani, Sara Ventura etc. L'Accademia ha collaborato per concerti di beneficenza con importanti associazioni quali Croce Rossa, Admo, Unicef, Lega Contro i Tumori, Fondazione per il Diabete Giovanile, Fidapa, nonché Arcivescovado, Provveditorato, Questura e Prefettura. Ha tenuto concerti che ha visto protagonisti, accanto ai giovani allievi dell'Accademia, artisti del calibro di Giorgio Gaslini, Edoardo Guarnera, Mino Reitano, Pippo Franco, Lorenzo Saccomani, Gianluca Terranova. Tra gli allievi del soprano Elvira Mirabelli che si sono sempre distinti in numerosissimi concorsi tenuti sia in ambito regionale che nazionale, è certamente da menzionare la più famosa Li-

sa, tra le vincitrici del Festival di Sanremo '98. L'Accademia ha invitato a tenere dei Master molto apprezzati i docenti di Canto di Amici di Maria De Filippi, Fabrizio Palma e Grazia Di Michele che tornerà in aprile. L'imponente programma portato avanti dall'Accademia ed il livello qualitativamente molto alto delle attività hanno, inoltre, consentito rapporti di collaborazione con grandi associazioni anche estere. L'Accademia Chopin è in pro-


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 29

APPUNTAMENTI CALABRIA CATANZARO A favore del Centro Calabrese di Solidarietà il prossimo venerdi 12 dicembre all’Auditorium Casalinuovo

Amoruso e Cantisani in concerto Per la comunità terapeutica di don Mimmo Battaglia che da anni si occupa del recupero dei tossicodipendenti CATANZARO — Joe Amoruso e Claudia Cantisani in un concerto di beneficenza. A pochi mesi dalla tappa del tour estivo con Pino Daniele, Joe Amoruso, storico tastierista del cantautore partenopeo, torna a Catanzaro; questa volta insieme con Claudia Cantisani, giovane ma già affermata cantautrice lucana. L’occasione sarà il concerto all’auditorium comunale “Casalinuovo”, previsto alle ore 21 di venerdì 12 dicembre prossimo. L’evento, organizzato dall’associazione “Fattorie Musicali” con il patrocinio di una partnership pubblico/privata, ha una finalità peculiare: l’intero incasso della serata, infatti, sarà devoluto in beneficenza al Centro Calabrese di Solidarietà, la comunità terapeutica di don Mimmo Battaglia, che ha sede nel capoluogo e che da anni si occupa del recupero e del reinserimento di persone tossicodipendenti, alcoliste o vittime di altre forme di disagio. Si tratta, dunque, di una buona opportunità per ascoltare musica di ottimo livello e al contempo compiere un gesto semplice ma significativo sul piano umano. E’ di 12 euro il costo del biglietto, che potrà essere acquistato direttamente la sera del concerto o prenotato chiamando il numero 348/0456339. Joe Amoruso non ha certo bisogno di presentazioni, insieme con musicisti del calibro di Tullio De Piscopo e James Senese è stato parte integrante dell’avvio e del prosieguo della fortunata carriera di Pino Daniele, arrangiatore e/o autore di alcuni dei suoi brani più conosciuti da ‘Na tazzulella ‘e café a Napule è. Claudia Cantisani, dal canto suo, è una giovane cantautrice, che ha già collezionato più di un riconoscimento: nel dicembre 2006, la sua Una sola luna ha vinto il "Best of Demo" RadioUno Rai; nel luglio 2007, ha partecipato alle semifinali della 50esima edizione del Festival di Castrocaro Terme; nell'agosto 2007, Una sola luna ha vinto la III edizione del premio Pino Piraino; nell'agosto 2007, Claudia ha vinto al Total Art Festival il Premio Giancarlo Rossi. Al suo attivo, anche un cd live dal titolo Il fantastico mondo delle pescherie.

Castrovillari, si è conclusa la settimana delle biblioteche CASTROVILLARI — Si è conclusa a Castrovillari la Quinta Settimana Regionale delle Biblioteche presso la Biblioteca Civica “U. Caldora” e dedicata, quest’anno, ai bambini dai cinque anni in su. L’appuntamento, promosso dall'Assessorato alla Cultura della Regione Calabria, si è tenuto in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Castrovillari – Assessorato alla Pubblica Istruzione, «che ancora una volta – ha ricordato il vice sindaco nonché assessore, Anna De Gaio - ha voluto partecipare con la Biblioteca Civica “U. Caldora”, proponendo alcune idee progettuali con l'obiettivo di avvicinare i bambini e ragazzi alla lettura e ad una maggiore conoscenza della biblioteca e della mediateca». Per la lodevole e costruttiva opportunità offerta ai ragazzi, ha espresso il proprio plauso e ringraziamento all’assessore De Gaio, il dirigente scolastico della scuola media “Fortunato” di Castrovillari, Bruno Barreca, il quale oltre ad elogiare l’evento, sottolinea la cortesia con cui il personale ha accolto alunni e docenti in biblioteca, mettendosi a disposizione per dare informazioni sulla figura di Umberto Caldora a cui è intitolata la biblioteca, per mostrare antichi manoscritti, pergamene e testi, nonché l’imponente rac-

colta di programmi video e documenti sonori presenti nella mediateca, e come ha seguito i ragazzi durante la proiezione di un film su un montatore del suono non vedente del cinema italiano. L’iniziativa ha visto coinvolte, dunque, con partecipazione ed entusiasmo, scolaresche ed insegnanti delle scuole medie statali “Enrico De Nicola” e “Giustino Fortunato”, come pure i bambini della scuola elementare “Ss. Medici”. Come da programma e al fine di rafforzare il dialogo tra scuola e biblioteca, attraverso una sempre maggiore sensibilizzazione alla lettura, gli alunni sono stati guidati in un percorso conoscitivo sia del patrimonio documentario e librario esistente in biblioteca sia dei servizi erogati al pubblico. Notevole anche l’entusiasmo manifestato dai partecipanti verso l’offerta delle risorse multimediali messe a disposizione dalla mediateca con l’intento di proporre anche la multimedialità come veicolo di informazione e cultura. Le iniziative svolte nella settimana sono state programmate in base alla fascia di età degli alunni e quindi alle scuole: la lettura animata delle favole di Esopo per i bambini delle scuole elementari e alcuni film come “Rosso come il cielo” ricco di spunti di riflessione per i ragazzi delle medie.

CASTROVILLARI Continua la fortunata rassegna di teatro e cabaret presso il teatro Sybaris

che vedrà protagonisti tre cabarettisti: il romano Sergio Giuffrida, il toscano Giuliano Chiarello ed il napoletano Alessandro Bolide. Per gli amanti della commedia, diversi saranno gli appuntamenti di teatro, si parte il 24 gennaio 2009 con una delle commedie più belle di E. De Filippo “ L’arte della Commedia”, e il 7 marzo la commedia “ Non ti pago”. Inoltre, il 7 febbraio all’ interno della rassegna ci sarà una novità. Il Musical” Grease” della compagnia B-way di Roma che ci farà sognare con le storiche canzoni che tutti noi conosciamo a memoria.

Claudia Cantisani

Joe Amoruso

Nelle piazze calabresi l’iniziativa del Ciai per aiutare i bambini ad andare a scuola COSENZA — Il 13 e il 14 dicem-

bre in 100 piazze italiane l’associazione Ciai organizza “Così o cosà il Natale eccolo qua” per sostenere progetti di scolarizzazione in Burkina Faso, Cambogia e India. Madrine dell’iniziativa, Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti. Sabato 13 e domenica 14 dicembre in 100 piazze italiane (in Calabria a Corigliano Calabro, Firmo, Lungo, Mendicino e Tropea) i volontari del Ciai, Centro Italiano Aiuti all’Infanzia, daranno la possibilità di aiutare tanti bambini ad andare a scuola. Come? E’ semplice, basterà re-

carsi presso i banchetti dell’associazione -molto ben identificati dalle immagini di Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti- fare una piccola donazione e ritirare una colorata scatola di ottimi biscotti Krumiri che contiene anche un divertente gioco. La vostra donazione si trasformerà in progetti educativi, aule scolastiche, banchi, formazione per gli insegnanti, matite, penne, quaderni, lavagne e…tutto ciò che serve ad offrire a tanti bambini la possibilità di frequentare la scuola. r. s.

Riparte “Primafila”, la 7ª edizione CASTROVILLARI — Dopo il grande successo della scorsa edizione, continua la rassegna di Teatro e Cabaret” Primafila 08/09” presso il teatro Sybaris di Castrovillari, un valido progetto organizzato dall’ Associazione Culturale Novecento, ormai giunto alla settima edizione. La rassegna “ Primafila”, ha l’ intento di continuare e ampliare questo progetto cultural-

mente energico, che ha come scopo quello di promuovere processi di informazione culturale validi per lo sviluppo globale del territorio. In questa edizione saranno presenti spettacoli di cabaret che avranno come ospiti nomi illustri e particolarmente noti come il Romano Dario Cassini, direttamente da Colorado Cafè e dal teatro Parioli con Maurizio Costanzo con le sue divertenti pa-

rodie sulle donne che sarà presente il giorno 30 dicembre. Il 2 gennaio la comicità napoletana con il duo Antonio e Michele difficile non ricordarsi di loro visto che attualmente sono a Zelig. Gli appuntamenti di cabaret termineranno il 28 febbraio 2009 con Gianluca Belardi, anche lui proveniente da Colorado Cafè. Immancabile appuntamento il giorno di Santo Stefano, il Festival del Cabaret


30 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Amnesty International e l'Unyclub della Magna Graecia in uno spettacolo per il 60°anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

Al Politeama Massimo Ranieri IL CARTELLONE

Al Masciari di Catanzaro uno spettacolo di beneficenza a favore dell’associazione Amena onlus

CATANZARO - Abbonamenti Politeama Il calendario della campagna abbonamenti del Teatro Politeama per la stagione 2008-2009 è stato definito. La richiesta che arriva al botteghino del Politeama un po’ da tutta la regione ha indotto la direzione del teatro ad anticipare per il doppio show di Massimo Ranieri (22 e 23 dicembre). Il botteghino del Politeama è aperto da lunedì a sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30. CATANZARO - Prevendita biglietti Politeama La direzione del Politeama, in considerazione delle numerose richieste che stanno arrivando da tutta la regione, ha deciso di anticipare a lunedì 15 dicembre l’inizio delle prevendite per i cinque spettacoli in programma nel mese di gennaio. I cinque spettacoli sono: Concerto di Capodanno (1 Gennaio); Il giorno della tartaruga (5-6 Gennaio); Miguel Angel Zotto (9-10 Gennaio); Portami tante rose (14-15 Gennaio); Madre Coraggio (27-28 Gennaio). Il botteghino del Politeama, come è noto, è aperto tutti i giorni, tranne la domenica, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00. CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Politeama, programma 2008/2009: 12 e 14 dicembre, Turandot, produzione del teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria; 22/23 dicembre 2008, Massimo Ranieri, Canto perché non so nuotare.... da 40 anni. Lo show è accompagnato da un orchestra tutta al femminile; 1 gennaio 2009, concerto di Capodanno - Moscow State Radio and Tv Symphony orchestra; 5/6 gennaio 2009, Il giorno della Tartaruga - con Garinei e Giovannini. Con Chiara Noschese e Christian Ginepro; 9/10 gennaio 2009, Miguel Angel Zotto, Il ritorno di Buenos Aires Tango. Partner di Zotto Daiana Guspero e 13 ballerini; 14/15 gennaio 2009, Portami tante rose. it il Musical, di Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime. Con Valeria Valeri e i ragazzi di Amici; 27/28 gennaio 2009, Madre coraggio di Bertold Brecht. Con Isa Danieli; 3/4 febbraio 2009, Poveri ma belli, un’idea di Pietro Garinei e Guido Lombardo, con Bianca Guaccero, Antonello Angiolillo e Michele Canfora; 12 febbraio 2009- Giselle di Jules - Henri Vernoy de Saint - Georges e Thèophile Gautier - corpo di ballo del maggio musicale fiornentino; 18/19 febbraio 2009 - La strada di Tullio Pinelli e Bernardino Zapponi, con Massimo Venturiello e Tosca, tratta dall’omonimo film di Federico Fellini; 22 febbraio 2009 - Lo Schiaccianoci di Pyotr Ilyich Tchaicovsky. Balletto nazionale di Sofia; 6 marzo 2009 - Puppin Sisters live. See the fabulous; 10/11 marzo 2009 - Faust di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; 15 marzo 2009 - Mare notrum. Concerto del trio Poalo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; 19 marzo 2009 - Recital di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; 26/27 marzo 2009, Due dozzine di rose scarlatte di Aldo de Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; 3/4 aprile 2009, Momix - Bothanica. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; 9 aprile 2009, Ludovico Einaudi, piano solo; 17 aprile 2009, La Serena, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; 23 aprile 2009, Domenico Codispoti in concerto; 4 maggio 2009, serata d’onore. Tributo ad Armando Trovajoli. Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; 8/10 maggio 2009, High School Musical. Il Politeama al Masciari: 21 novembre 2009, Tutto quello che le donne (non) dicono, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre 2009, Completamente spettinato con Paolo Migone; 22 gennaio 2009, Outlet, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio 2009, Per tutti Revolution di Alessandro Siani e Francesco Albanese. Con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo 2009, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile 2009, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Concorso di pittura e di scultura L’associazione di volontariato “Angologiro”, presieduta da Bianca Maria De Angelis, ha indetto un concorso di pittura e scultura per i ragazzi frequentanti l’ultimo anno all’Istituto d’Arte di Squillace ed al liceo artistico di Catanzaro. I ragazzi avranno tempo fino al 15 gennaio per aderire al concorso con le loro opere, che saranno visionate da un’apposita giuria. Per fine maggio si conosceranno, poi, i nomi dei sei vincitori che riceveranno premi in denaro, dell’importo di 750 euro (per i primi due classificati delle categorie “pittura” e “scultura”), di 500 (per i secondi classificati) e di 250 euro (per i terzi classificati). Le opere resteranno esposte nella bellissima “Villa Linda” di Sant’Elia, a cui fa capo l’associazione. CATANZARO - Programmazione Polvere di stelle Fino a mercoledì 31 dicembre, nella zona adiacente allo stadio comunale, ed in particolare da via Pio x fino a piazza F.lli Bandiera per poi risalire per via Paglia, si svolgeranno una serie di iniziative con eposizioni varie, sagre e spettacolo di magia. Il Programma: oggi, esposizioni bancarelle dell’artigianato ore 17.30, Messa, Benedizione (icona della Madonna restaurata) ore 19.00, Musica (Gruppi Musicali) ore

21.00. Mercoledì 10 dicembre, esposizione bancarelle dell’artigianato ore 17.30 in poi, Degustazione del morzello (Pizzeria Manfredi) ore 19.00 in poi. Giovedì 11 dicembre, degustazione del caffè ore 16 in poi, esposizione bancarelle dell’artigianato ore 17.30 in poi, Karaoke ed esibizione con fisarmonica. Sgra delle polpette e della birra ore 20.30. Venerdì 12 dicembre, esposizione bancarelle dell’artigianato ore 17.30 in poi, Musica Anni ’80 ore 20.30 (Di fronte Rocks Bar) , Michele Tosi e Mara Franconieri (Pianobar) . Spettacolo di magia per adulti e bambini ore 20.30. Sabato 13 dicembre, esibizione gioco delle bocce ore 11.30 (Comitato Fib Catanzaro “Uffici Madonna Dei Coeli) , esposizione bancarelle dell’artigianato e degustazione del caffè ore 17.30 in poi, Sagra della salsiccia e della birra ore 20.30 in poi, Musica (Intermezzo Napoletano del Dott. Palermo) ore 21.00. Domenica 14 dicembre, sagra delle crespelle e della birra. Esposizione bancarelle dell’artigianato ore 17.30 , Musica (Gruppi Musicali) ore 21.00. Martedì 16 dicembre musica anni ‘60 salle 18.30 in poi. Giovedì 18 dicembre, sagra della pizza margherita (pizzeria Manfredi) ore 20.00 in poi. Venerdì 19 dicembre, esposizione bancarelle dell’artigianato ore 17.30 , Anni ’90 18.30 in poi, Sagra delle frittelle e della birra ore 20.30. Sabato 20 dicembre, sagra del gelato (Bar Tavano) ore 16.00 in poi , esposizione bancarelle dell’artigianato ore 17.30, sagra patate e peperoni e della birra ore 20.30 , Gdl in concerto ore 21.00. Domenica 21 dicembre, Free Style, modellini con motore a scoppio ore 10.00, esposizione bancarelle dell’artigianato ore 17.30 , Babbo Natale incontra i bambini ore 18.00, musica ore 18.30, Insieme a Piero Procopio ore 21.30. Martedì 23 dicembre, giornata del caffè offerta dal Bar Oasi del Caffè ore 8.00 in poi , tombolata e Musica alle ore 20.30. Mercoledì 24 dicembre, brindisi di Natale offerto dal Rocks Bar ore 18.30. Sabato 27 dicembre, esposizione bancarelle dell’artigianato ore 17.30. Musica di Salvatore Cuffaro ore 20.30. Domenica 28 dicembre, Musica, Insieme a Piero Procopio Atto II e mercoledì 31 dicembre, brindisi fine anno offerto dal Rocks Bar dalle ore 18.00 in poi. CATANZARO - Esposizione di Mimmo Rotella Rinnovata al Marca l’esposizione delle lamiere di Mimmo Rotella. Dopo cinque mesi di successi ed il grande consenso popolare che ha caratterizzato l’apertura del museo e lo spazio dedicato al maestro catanzarese, è tempo di cambiamenti. Così la mostra delle lamiere si completa con una integrazione che aiuta a comprendere fino in fondo una delle fasi creative più feconde del grande artista catanzarese. Grazie alla collaborazione tra Provincia di Catanzaro e Fondazione Rotella sono infatti giunte a Catanzaro, prevalentemente da importanti collezioni private milanesi, altre 16 opere. La rinnovata esposizione, curata ancora da Alberto Fiz, si protrarrà fino a marzo. CATANZARO - Adol, presentazione stagione L'Adol “Jussi Bjorling”, presenta il programma 2008/2009: sabato 20 dicembre, ricordo di G.Puccini nel 150°della nascita ore 17.30, presso il Circolo Unione; gennaio (data da definire), concerto augurale nuovo anno ore 17.30, presso il Comune; 14 febbraio, sul Don Giovanni di Mozart ore 17.30, presso San Giovanni; 14 marzo, grandi scene da opere Verdiane ore 17.30, presso il Circolo Unione; 11 aprile, sulla direzione e concertazione d’orchestra nell’opera lirica ore 17.30, presso il Cir.Unione; maggio(data e ora da definire), messa in scena de “La Serva Padrona” di Pergolesi, presso l'Auditorium Casalinuovo. CATANZARO - Prevenzione oncologica In occasione della settimana della prevenzione oncologica in Ginecologia, la Cattedra di Ginecologia oncologica diretta dal Professor Fulvio Zullo, aderisce dal 9 al 12 dicembre al progetto di sensibilizzazione sul territorio. Le visite gratuite si terranno presso l’ambulatorio di Ginecologia (numero 19, Edificio clinico A, Campus universitario) dalle ore 9.30 alle ore 12.30, oppure chiamando il numero di telefono 0961.3647311. CATANZARO - Elezioni direttivo Csv Martedì 9 dicembre presso i locali di via Fontana Vecchia di Catanzaro, si svolgeranno le elezioni per la nomina del nuovo Consiglio Direttivo del Centro Servizi del Volontariato della Provincia di Catanzaro e il nuovo Presidente. CATANZARO - Conferenza Field La Fondazione Field ha indetto una conferenza stampa per martedì 9 dicembre alle ore 11.30, presso l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Calabria in via Molè a Catanzaro (Sala riunioni, I° piano) per illustrare l’avanzamento del progetto “Creazione di unità di trasformazione e commercializzazione del latte in Mali”. All’incontro prenderanno parte l’assessore all’Agricoltura, Mario Pirillo, il presidente della Fondazione Field, Mario Muzzì, i referenti nazionali e i partner calabresi del programma, tra gli altri, il presidente del fondo per il volontariato della Regione Calabria, Egidio

Chiarella, della Camera di Commercio di Catanzaro, Paolo Abramo, di Coldiretti, Pietro Molinaro. Interverranno due delle beneficiarie maliane, Diallo Aissatà e Bathily Oumou. CATANZARO - Incontro con Dante L’associazione “Amici del Teatro Politeama” e il “Circolo Placanica” insieme con la Biblioteca comunale e in prosecuzione del progetto promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, annunciano il prossimo “incontro con Dante”. L’Appuntamento è fissato per martedì 9 dicembre alle ore16.30 presso l’Auditorium “Casalinuovo” di Catanzaro. CATANZARO - Spettacolo Amnesty Mercoledì 10 dicembre alle 18.00 il gruppo 216 di Amnesty International e l'Unyclub della Magna Graecia organizzano uno spettacolo in occasione del 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. “Contro i diritti negati” il titolo dello spettacolo curato dal Trio “giovani parole giovani suoni” composto da Anna Pascuzzo, Fernanda Iiritano e Anna Lisa Critelli. Gernaneto-University Club-III livello edificio clinico. CATANZARO - Incontro Confindustria - Abi Mercoledì 10 dicembre alle ore 12.00, si terrà presso la sala convegni di Confindustria Catanzaro, sita in Via Eroi 23, una conferenza stampa congiunta Confindustria Catanzaro – Abi, alla presenza del presidente di Confindustria Catanzaro, Giuseppe Speziali e del presidente regionale Abi, Marcello Calbiani, nella quale di discuteranno e approfondiranno le criticità esistenti ed i connessi strumenti da valorizzare per attenuare gli impatti negativi e condividere soluzioni efficaci per favorire il rapporto "banca-impresa". Saranno, inltre, riportate a sintesi le analisi e le segnalazioni di criticità, in materia di credito, pervenute a seguito della somministrazione di un questionario alle imprese associate al sistema confindustriale. CATANZARO - Seminario su riforma Brunetta Un importante seminario di studio sulla riforma Brunetta avrà luogo mercoledì 10 dicembre, alle ore 9.00, presso l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. L’evento è stato organizzato dall’assessorato al Personale della provincia di Catanzaro, in collaborazione con l’Associazione nazionale uffici personale e servizi finanziari della Pubblica amministrazione e l’Associazione onlus Le Querce. CATANZARO - Christmas show Primo Christmas Show a Catanzaro. Mercoledì 10 dicembre alle ore 21.00 presso il teatro Masciari, in collaborazione con assessorato alla Cultura di Catanzaro, il Lions Club Catanzaro "Rupe Ventosa" e l’associazione Riccardo La Croce Danza, si terrà lo spettacolo natalizio di beneficenza. Il ricavato dello stesso verrà devoluto all'associazione Amena onlus di Catanzaro. Presenterà la serata, Manuela Marchio di 8 Videocalabria. CATANZARO - Nuovo programma musicale Mercoledi 10 dicembre il Buddha Style con il dj set di Claudio Giordano e le percussioni dal vivo di Davide Tribal saranno ospiti nella nuova trasmissione di Telespazio Calabria “Music Live” condotta in studio da Rossella Galati. Dalle 19.30 alle 22.30 il nuovo progetto musicale di Claudio Giordano sarà visibile ed ascoltabile in Tv. CATANZARO - Assemblea Fsp-Ugl Mercoledì 10 dicembre dalle ore 10.00 alle ore 12.00, presso la questura di Catanzaro, si terrà un’assemblea generale del personale Fsp-Ugl per discutere del “riordino delle carriere, ricorso straordinario e problematiche locali”. Interverranno all’incontro, assieme a tutto il direttivo provinciale, il presidente nazionale Fsp-Ugl Cristiano Leggeri, il segretario nazionale vicario, Annibale Falco e il presidente provinciale Gianfranco De Carlo. CATANZARO - Conferenza Cgil Mercoledì 10 dicembre, alle ore 10.00 presso Camera del Lavoro Cgil Catanzaro-Lamezia sita in salita piazza Roma n.11, si terrà la conferenza stampa della manifestazione indetta in occasione del prossimo sciopero generale di venerdì 12 dicmbre. Presiede l’incontro, il segretario generale Cgil Catanzaro, Alfredo Iorno. Parteciperanno i segretari generali di Categoria. CATANZARO - Presentazione Hotel Guglielmo Mercoledì 10 dicembre alle ore 10.30 in via A.Tedeschi n.1, sarà presentato alla stampa il nuovo “Hotel Guglielmo”. L’inaugurazione è prevista invece per le ore 17.00.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 31

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Nei locali del Circolo Unione della città dei Tre Colli la mostra di libri di autori calabresi e sulla Calabria

Catanzaro, la festa dello sport Coni IL CARTELLONE

A Chiaravalle “Lascio alle mie donne” di Diego Fabbri con Lello Arena l’Associazione Internazionale Supporters Catanzaro del Presidente Andrea Amendola. All’interno dello spettacolo, in esclusiva per La Cagliostro Comunication, ci saranno Francesca Chillemi, attrice, Miss Italia 2003 e Anna Safroncik, attrice, prossimamente al cinema con “La Matassa” di Ficarra e Picone e tra poco su Canale 5 con la fiction “Un veterinario per caso”. Testimonial della Beneficenza sarà Roberta Morise (L’Eredità – Rai), in esclusiva per la Cagliostro Comunication s.r.l. Presente da Volami nel Cuore Rai 1 Rosalia Misseri. La serata vedrà poi, oltre al cabaret di Enzo Colacino, le performaces canore di Avril (Vincitrice Mtv 2007) di Ania (Sanremo, in uscita con il suo nuovo Album “Nuda”) e Manuela Zanier (Cantante attrice anche Lei in uscita con il suo nuovo Album). A sorpresa la serata offrirà anche un altro ospite canoro Top Secret. Verrà poi premiata la vincitrice di questo mini festival canoro. La serata sarà allietata dalla Compagnia di Danza “Luisa Squillacioti”, che si esibirà in una serie di balletti.Il tutto sarà ripreso dalle telecamere, regionali e nazionali, della Rai. Gli abiti della serata saranno curati dallo stilista Ettore Matera. Il trucco e le acconciature saranno curati da Antonella Hair Diffusion. Lo spettacolo continuerà anche il giorno dopo, domenica 14 dicembre, presso lo stadio “Nicola Ceravolo”, in occasione della gara interna dell’Fc Catanzaro, dove verranno raccolti altri fondi da destinare alla beneficenza.

retto stile di vita. Per chiunque fosse interessato a compiere un gesto di solidarietà, presso la sede della sezione provinciale di Catanzaro, è iniziata la distribuzione delle palline per addobbare l’albero di Natale, tutte realizzate in vetro soffiato e decorate a mano. Con un piccolo contributo, acquistando una pallina natalizia, si può aderire al sostegno delle attività di prevenzione oncologica e di diagnosi precoce. Per i dettagli sulle iniziative e per maggiori informazioni telefonare allo 0961-725026, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00

CATANZARO - Reclutamento Luiss La Luiss, - Libera università inteeernazionale degli studi sociaali “Guido Carli”, sta reclutando i migliori talenti su tutto il territorio nazionale, valorizzando l’eccellenza di un modello che, per la qualità della didattica e dell’ambiente studentesco e il forte collegamento con il mondo del lavoro, forma con cultura d’impresa e vocazione internazionale “classe dirigente” per il Paese. L’evento, organizzato in collaborazione con Confindustria Catanzaro, avrà come oggetto le opportunità di studio e gli sbocchi professionali offerti dalla Luiss: uno dei più importanti atenei italiani, il cui presidente è Luca di Montezemolo. La prova di ammissione ai Corsi della Luiss si terrà il 6 aprile 2009 a Roma e in altre città italiane, tra cui Catanzaro per agevolare gli studenti a svolgere la prova stessa nella propria regione di residenza.

CATANZARO - Corso di formazione in Oncologia Prosegue, nella sede dell’Ordine dei Medici di Catanzaro, in via Settembrini, il corso di formazione in Oncologia. Coordinato dal dr Stefano Molica, direttore della Soc di Oncologia medica dell’A.O. Pugliese-Ciaccio, il corso è articolato in quattro moduli (sabato 13 dicembre 2008) per un totale di 30 ore di formazione ed è accreditato presso il ministero del Welfare secondo il programma di educazione continua in medicina (Ecm) del ministero della Salute. Il progetto formativo è patrocinato dall’ordine dei medici chirurghi di Catanzaro e dall’Ipasvi di Catanzaro.

CATANZARO - Amici della musica, stagione 2009 L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Programma: Domenica 14 dicembre, ore 20.30, presso auditorium A. Casalinuovo, concerto di natale, Dion dion and "Happy days gospel singers" (Dallas); venerdì 19 dicembre, ore 18.00, presso Palazzo de Nobili, Emanuele Arciuli, pianista. Gennaio 2009: giovedì 1, ore 19.00, presso Teatro Politeama, concerto di capodanno Moscow state radio and tv synphony orchestra, Nicola Giuliani, direttore; Giuseppe Albanese, pianista; sabato 17, ore 18.00, presso Palazzo de Nobili, Daniela Ramacher, violino; Mario Cavaceppi, pianoforte; venerdì 30, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Claudia Antonelli, arpa; Lidia Osha Vkova, flauto. Febbraio: venerdì 6, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, musica e immagini concerto per grandi e piccoli, Maria Vacca, compositrice e interprete al pianoforte; venerdì 13, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Mattia Zappa, violoncello; Massimiliano Mainolfi, pianoforte; venerdì 27, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Vladimir Ovcinnikov, pianista. Marzo: venerdì 6, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, sestetto d'archi di Amburgo, Alina Komissarova, violino; Joanna Rundberg, violino; Sonia Reuter, viola; Antje Dampel, viola; Roberto Trainini, violoncello; Joannes Krebs, violoncello;venerdì 20, ore 20.00, presso Basilica Immacolata, orchestra da camera I solisti di Sofia, Plamen Djurov, direttore. Aprile: venerdì 16, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; venerdì 24, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: venerdì 8, ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; mercoledì 13, ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.

CATANZARO - Gran galà di beneficenza La Cagliostro Comunication Srl, annuncia il II Gran galà di beneficenza che si svolgerà a Catanzaro presso l’Auditorium “Casalinuovo”, sabato 13 dicembre 2008. L’organizzazione è curata anche da “Una Curva di Solidarietà” insieme al-

CATANZARO - Iniziative Lilt La sezione provinciale di Catanzaro della Lilt (Lega Italiana per la lotta contro i tumori), ha in programma per il mese di dicembre, una serie di iniziative denominate “Decora il Natale...dai cuore alla vita”, al fine di avvicinare tutti a un cor-

CATANZARO - Festa dello sport Tradizionalmente il Coni, Comitato Provinciale di Catanzaro, organizza nel mese di dicembre una festa dedicata allo sport. Quest’anno la celebrazione avverrà il 12 dicembre presso la sede della Federazione Italiana Giuoco Calcio alla presenza di tutti i protagonisti della passata stagione sportiva! L’incontro oltre ad essere un occasione per celebrare insieme il clima natalizio, offre l’opportunità di ricordare coloro, atleti e società sportive, che in questi 365 giorni hanno primeggiato riportando prestigiosi successi in ambito nazionale ed internazionale in ciascuna disciplina di appartenenza. Verranno inoltre insigniti con le Alte Onorificenze e le Stelle al Merito Sportivo, i dirigenti sportivi e gli atleti che si sono profusi per la crescita dello sport nella nostra provincia. Mentre con le medaglie al Valore atletico saranno fregiati gli sportivi che in Italia e nel mondo hanno raggiunto particolari obiettivi. Senza dimenticare il “Premio Ceravolo”, istituito da soli due anni dallo stesso Presidente del Coni Provinciale di Catanzaro, Sgromo, che verrà assegnato a dirigenti e tecnici che si sono particolarmente distinti per la loro attività a favore dello sport nel territorio provinciale. CATANZARO - Mostra libraria A cura delle Edizioni Ursini e dell’Associazione “Nuova Accademia dei Bronzi”, si terrà nei locali del Circolo Unione, dal 12 al 18 dicembre, la mostra di libri di autori calabresi e sulla Calabria. L’iniziativa è abbinata ad una mostra d’arte di falsi d’autore curata da Rossella Cerminara e Luciano Sacco. Per partecipare alla vetrina culturale, è sufficiente inviare o consegnare alle Edizioni Ursini (Via Sicilia, 26 – Catanzaro) tre copie del libro da esporre, entro il prossimo 11 dicembre, indicando il prezzo di vendita e lo sconto che s’intende praticare agli eventuali acquirenti. La mostra, ad ingresso libero, sarà aperta dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.00. CATANZARO - Serata di beneficenza Venerdì 12 dicembre alle ore 21.00 presso l’auditorum Casalinuovo di Catanzaro si terrà un concerto di beneficenza in favore del “Centro Calabrese di solidarietà”, la storica comunità terapeutica di don Mimmo Battaglia. All’evento, organizzato dal Comune di Catanzaro, dalla provincia di Catanzaro, dalla Camera di Commercio sempre di Catanzaro e da Confindustria, oltre alla partecipazione straordinaria di Joe Amoruso, è prevista la performance canora della giovane cantante Claudia Cantisani.

CATANZARO - Mostra Molà Da lunedì 19 dicembre a mercoledì 28 dicembre, presso la chiesetta di San Omobono di Catanzaro, il maestro Francesco Molà esporrà una serie di disegni e pitture ispirati alla maternità. CATANZARO - Crespelle in piazza La 3ª Circoscrizione di Catanzaro e l’associazione Acli Zarapoti, organizzano per sabato 27 dicembre in piazza Santa Maria una iniziativa gustosa.Dalle ore 18.00 in poi, i soci dell’Acli distribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle.

CERVA (Cz) - Festa della cucuzza Oggi, festa della cucuzza (zucca) a partire dalle ore 16.00. Prevista la degustazione di varie pietanze a base di zucca. Serata allietata da musica e giochi. CHIARAVALLE (Cz) - Stagione teatrale 2009 Venerdi 16 gennaio 2009 “Lascio alle mie donne” di Diego Fabbri con Lello Arena, A.Baggi,S.Tringali, regia di Nanni Fabbri. Domenica 15 febbraio “Edipo a Colono” di Sofocle premio olimpico 2008 con Roberto Herlitzka, regia di Ruggero Cappuccio. Sabato28 febbraio “Lisetta” di T. Falvo con P. Cristiano,Sabina Ermio, T.Falvo, regia di Tonino Falvo. Sabato 14 marzo “Marlene” di Guseppe Manfridi con Pamela Villoresi, David Sebasti, Orso Maria Guerrini, regia di Maurizio Panici. Sabato 21 marzo “L‘amore mio non può”di Lia Levi con Manuela Kustermann regia di Manuela Kustermann. Sabato 4 aprile “La Cena Dei Cretini” di Francis Veber con S. Douani, F. Calderoni,R. Graziosi, regia di F.Calderoni e S. Douani . Sabato 18 aprile “Goodnight Italia” di N. Leonzio,G.Giugliarelli, S.Marino con S. Marino, Federica Innocenzi regia di Lamberto Dorigo. Ssabato 9 maggio “I due gemelli veneziani”di Carlo Goldoni, Compagnia teatrale Tempo Nuovo. Abbonamenti: Poltrona 140,00 - ridotto 100,00.


32 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Presso la Chiesa Matrice di San Nicola Vescovo a Gasperina il concerto natalizio del tenore Amerigo Marino

A Lamezia sagra “grispelli e vinu” IL CARTELLONE

Nella città della Piana il “1° Gran premio azienda agricola Statti Fuoristrada”

GASPERINA (Cz) - Concerto del tenore Marino La Roma Touring di Francesco Corea,con il patrocinio del Comune di Gasperina; presenta per giorno 20 dicembre alle ore 21.30 presso la Chiesa Matrice di San Nicola Vescovo a Gasperina (Cz) il concerto Natalizio del Tenore Amerigo Marino,il quale per l'occasione sarà accompagnato da una pianista. Ingresso gratuito. ISCA SULLO J. (Cz) - Competizione sportiva Competizione sportiva ad Isca, presso la piscina Athlon si è provveduto alla selezione calabrese degli atleti affiliati alla Uisp e che andranno a formare la rappresentativa calabrese che prenderà parte, a livello nazionale, al "26° Trofeo delle regioni" che si terrà fino a oggi a Ravenna. LAMEZIA T. (Cz) - Madonna di Fatima Proseguono le celebrazioni in onore alla Madonna di Fatima. Fino all’8 dicembre, la chiesa della Bv del Rosario resterà aperta dalle ore 7.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.30 alle ore 22.00. Sarà presente P. Clemente Dotti del santuario di Fatima. Orario Ss messe: giorni feriali, ore 7.50 e 18.00; domenica e festa, ore 8.30-10.30-18.00. Il S. Rosario sarà recitato prima delle Ss messe ed in vari momenti della giornata. Saranno disponibili sacerdoti per le confessioni. Le parrocchie e i gruppi organizzati potranno prenotare la celebrazione della S. messa, la recita del S. Rosario o un momento di preghiera comunitario telefonando al 334/3099178. LAMEZIA T. (Cz) - Mostra pop art 2008 L’agenda espositiva di Pramantha Arte voluta e diretta da Maria Rosaria Gallo e Antonio Bruno Umberto Colosimo, prosegue con la personale pre-antologica di Pasquale Maria Cerra, intenso e originale interprete di una tra le più rappresentative espressioni dell’arte contemporanea. Pop Art Lamezia è una mostra che mette in scena il tratto saliente del nostro tempo: il trionfo del culto dell’immagine e del consumo, cogliendone gli effetti là dove questi risultano più stridenti e lamentando il pericolo di una perdita delle differenze e delle singolarità personali, territoriali, del pensare e del sentire. La mostra allestita presso la Galleria Pramantha Arte (via Pirandello 9, Sambiase Lamezia Terme – Cz) rimarrà aperta fino al 13 dicembre 2008, visitabile da martedì a sabato, dalle ore 16.30 alle 19.30. L’appuntamento conferma la scelta che ispira l’azione promozionale di Pramantha Arte: presentare al pubblico l'importante realtà artistica vivente e operante sul territorio calabrese e farsi veicolo della creatività contemporanea, nel senso più immediato della parola, quella più prossima e presente, con l’intento di restituire alla “galleria d'arte” il ruolo che le è proprio, ossia promuovere l'arte là dove l'arte vive, contamina e racconta il suo tempo, per recuperare un senso dell’investimento nell’arte e ri-capovolgere il senso dell'investimento nell’arte. LAMEZIA T. (Cz) - Apertura Spazio Giovani Lo Spazio Giovani di via Aldo Moro, ricavato in dei locali confiscati alla criminalità organizzata, daoggi , tutti i pomeriggi, sarà aperto ai giovani e diventerà luogo d'incontro per socializzare e scambiarsi esperienze. La stessa struttura, aperta nei giorni scorsi, secondo gli intendimenti del sindaco Gianni Speranza, sarà ufficialmente

inaugurata a breve. LAMEZIA T. (Cz) - Concerto Immacolata Oggi, nella ricorrenza della festa della Immacolata, alle 19.00 presso la chiesa di Santa Caterinasita sul corso Numistrano, si terrà l’atteso concerto del Coro della Diocesi di Lamezia Terme. L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito di quanto programmato con il patrocinio del Comune di Lamezia Terme per i festeggiamenti del ventesimo anniversario della nascita del Coro polifonico diocesano e resa possibile grazie alla disponibilità e alla sensibilità dei coristi della corale polifonica, rileva il Maestro Don Pino Latelli, ha il compito di rendere omaggio alla Madonna Immacolata e trasferire lo spirito e il calore del Natale attraverso l’esecuzione di brani dal sapore natalizio.

seppe Masi e Antonio Serra con un economista calabrese del ‘600. Mercoledì 14 gennaio Italo Leone, Dal “vero” secondo il mito al nuovo “vero” della filosofia nella cultura greca del VI sec. a. C. . Venerdì 16 gennaio, Filomena Stancati con Il dialetto nicastrese nella sua origine storica, con lettura di composizioni poetiche in vernacolo. Mercoledì 21 gennaio, Cesare Perri con Anoressia e bulimia: il cibo come metafora della relazione. Venerdì 23 gennaio, Sdanganelli e prof.ssa Torchia, La romanza e il melodramma (rinviata a febbraio-marzo). Mercoledì 28 gennaio, Villella con Il vero viaggio di Ulisse di Wolf

LAMEZIA T. (Cz) - “Uccelli” spettacolo di strada Nell’ambito della programmazione “Calabria Palcoscenico”, martedì 9 dicembre, alle ore 20.00 su Corso Numistrano, a cura del Teatrop si svolgerà lo spettacolo itinerante “Uccelli”.

LAMEZIA T. (Cz) - Gp Fuoristrada Il Gruppo sportivo Sporting Lamezia, sotto l’egida della Federazione ciclistica italiana, in collaborazione con l’azienda agricola Statti di Lamezia Terme, organizza per domenica 14 dicembre alle ore 10.00 il “1° Gran premio azienda agricola Statti Fuoristrada”. La kermesse, aperta alle categorie da Master sport a Master 8, Enti e Extraregionali, si svolgerà su un circuito chiuso all’interno dell’azienda Statti, su un circuito sterrato misto e vallonato con arrivo su asfalto.

LAMEZIA T. (Cz) - Conferenza Cgil Martedì 9 dicembre alle ore 10.00 presso l’Hotel Lamezia, conferenza stampa della Cgil per parlare delo sciopero geenrale di venerdì 12 dicembre. Nell’occasione verranno illustrate le ragioni, le proposte della Cgil Calabria e le modalità di svolgimento delle manifestazioni, che si terranno nelle cinque città capoluogo.

LAMEZIA T. (Cz) - VII sagra grispelli e vinu La Pro Loco di Lamezia Terme in collaborazione con la Parrocchia di Maria Ss del Soccorso, presenta la “VII Sagra Grispelli e Vinu”. La sagra si svolgerà sabato 20 dicembre in Contrada Magolà ed avrà inizio alle ore 18.30. Per l’occasione si potranno degustategrispelle e assistere allo spettacolo musicale.

LAMEZIA T. (Cz) - Concorso enologico Venerdì12 dicembre, alle ore 16.00, presso la sede regionale di Unioncamere Calabria, in via delle Nazioni a Sant’Eufemia Lamezia, sarà presentata ufficialmente la prima edizione del Concorso enologico nazionale “Vini del Mediterraneo” premio speciale “Notaio Galati”, alla presenza del presidente della Commissine Agricoltura della Camera dei deputati, onorevole Paolo Russo. Alla manifestazione prenderanno parte, inoltre, il sindaco di Lamezia Terme, Speranza; l’assessore comunale allo Sviluppo economico, Antonio Palmieri; il presidente di Unioncamere Calabria, Abramo; Ferro, presidente della Provincia di Catanzaro; l’onorevole Veraldi, componente della Commissione agricoltura del Parlamento Europeo; l’assessore regionale all’Agricoltura, Pirillo. Il concorso si svolgerà nei giorni 13 e 14 dicembre nel salone municipale di Sambiase.

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra-evento “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, si terrà la mostra-evento “Oggettinstabili seconda edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Il versamento di euro 25,00 dovrà essere effettuato con bonifico bancario intestato ad: associazione culturale 400Kc, via dei mille 79, 88046 Lamezia Terme; coordinate bancarie: Iban it 78 y O1030 42841 000003790008 monte dei paschi di Siena filiale di Sambiase; causale del versamento: contributo realizzazione mostra moti urbani stazionimpossibili; termine perentorio fissato per le iscrizioni (incluso versamento): 4 febbraio 2009. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia Terme - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Il luogo della mostra sarà reso noto entro il 4 marzo 2009. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu.

LAMEZIA T. (Cz) - Incontri Uniter Proseguono gli incontri dell’Uniter, Università della terza età e del tempo libero di Lamezia Terme, che nel corso della programmazione del XX anno accademico dedicato al tema “dare vita agli anni” sta tenendo presso la Casa del sacerdote di via Misiani, una serie di interessanti appuntamenti. Il Programma: Mercoledì 10 dicembre, Lucio Leone con, Un cambiamento climatico all’origine dell’umanità. Venerdì 12 dicembre, Daniele Macris, Luciano con il sorriso della grecità imperiale. Mercoledì 17 dicembre, Roperto con La Basilica di S. Pietro dall’età di Costantino al Seicento. Il programma continuerà anche per il 2009. sempre alle ore 17.00, Venerdì 9 gennaio, Giu-


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 33

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

A Maida fino a oggi, Calabria Sposi la Fiera e FierArredo, la sesta edizione fieristica prenatalizia sul mondo del matrimonio

Gran Galà di beneficenza a Montauro IL CARTELLONE

Soverato, all’evento teatro/canzone Carlo Lucarelli, Simona Vinci e gli Arangara

MAIDA (Cz) - 6ª edizione Calabria sposi Fino a oggi, Calabria Sposi la Fiera e FierArredo 2008 presenteranno la sesta edizione fieristica prenatalizia sul mondo del matrimonio. Organizzato dal team della nota rivista Calabria Sposi, l’evento sarà ospitato presso il piazzale antistante il Centro Commerciale “Due Mari”. MONTAURO (Cz) - Gran Galà di beneficenza La Fondazione Città Solidale onlus di Catanzaro organizza per giovedì 11 dicembre alle ore 19.45 presso il residence Costa degli Aranci di Montauro, un Gran Galà di beneficenza per sostenere i costi di realizzazione di una nuova casa di accoglienza per minori con disagi e varie problematiche. Programma: Ore 19.45 accoglienza e presentazione della serata; ore 20.15 cena con pianobar, animazione musicale ed interventi di comici, cantanti, animatori. Durante la cena sarà proiettato un video e sorteggiati ricchi e preziosi regali per i presenti. SELLIA M. (Cz) - Mix di tarantella Sabato 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia Maria, serata al Tarantula con i "global beat Moviment" un mix di tarantella, pizzica, ska e reggae. SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza su www.movidacommunity.it. SETTINGIANO (Cz) - Booling Center, promozioni Il Booling Center di località Campo, sempre aperto tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso". SOVERATO (Cz) - Cineforum, 2ª stagione E’ iniziata, presso la sala conferenze dell'Istituto tecnico statale per Geometri, via Trento e Trieste, Soverato, la seconda stagione di Cineforum. Il tema affrontato quest'anno sarà: emigrazione e integrazione razziale nel cinema. Giovedì 11 dicembre, ore 9.00, proiezione del film "Lettere dal Sahara"; ore 11.00 pausa; ore 11.15 incontro con il regista Vittorio De Seta, Cissokho Soungoutouba, con l'avv. E. Attanasio ed il prof. Giovanni Scarfò. SOVERATO (Cz) - Cronache di Natale “Cronache di Natale”, è l’iniziativa organizzata dall’associazione AmiCalabria B&B che si terrà sabato13 dicembre dalle ore 18.00 in poi, in via Santa Maria. Per l’occasione, pensando al Natale del passato, una dolcissima nonnina racconterà fiabe a tutti i bambini che passeranno di là; una bellissima fata e lo spazzacamino di Mary Poppins distribuiranno loro tanti biscotti. E poi zeppole calde, marmellate e tanta accoglienza, nel nome del calore e del sorriso. SOVERATO (Cz) - Tavola rotonda Sabato 13 dicembre alle 17.00, presso l’auditorium dell’I-

stituto Tecnico Commerciale di Soverato, si terrà la tavola rotonda su politica e di economia “Yes we can - Il sogno di una società più giusta da Gioacchino da Fiore a Barack Obama” promossa da Metasud, Il calabrone e Circolo Placanica . Al dibattito interverranno Mario Alcaro, docente di Storia della filosofia all’Università della Calabria; Armando Vitale, dirigente del Liceo Classico Galluppi di Catanzaro; don Mimmo Battaglia presidente della Federazione italiana comunità terapeutiche; Emiliano Morrone direttore responsabile del laboratorio di produzione culturale "La voce di Fiore"; Salvatore Marino, docente Liceo Scientifico Soverato movimento Onda Calabra - Unical Cosenza. Coordinerà i lavori, Mimmo Loiero di Metasud, redattore de Il Calabrone. SOVERATO (Cz) - Visita guidata al Museo Il Gruppo archeologico “Paolo Orsi” di Soverato ha organizzato per domenica 14 dicembre, una visita guidata presso il Museo Archeologico di Reggio Calabria. “l’avventura” denominata “Natale 2008” avrà inizio alle 8,30 dal 14 dicembre con partenza dal parcheggio di via Trento e Trieste. all’arrivo, previsto intorno alle ore 11.00, seguirà la visita della città e passeggiata sul lungomare più bello d’Italia. Dopo la pausa pranzo, alle ore 15.00 ci si sposterà presso il museo archeologico assieme all’esperta Maria Teresa Iannelli. SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale 2008/2009 Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: venerdi 19 dicembre Compagnia Donati Olesen Comedy Show regia G. Donati e J. Olesen;3 gennaioCaprioglio Scaccia La Dodicesima Notte di William Shakespeare; 6 gennaio Concerto Lirico Vocale “Una voce poco fa” a cura del Maestro Vito Cristofaro; 10-11 gennaio Tullio Solenghi L’Ultima Radio regia di Marcello Cotugno; 6-7 febbraio Hair The tribal love rock Musical direzione musicale Elisa; 28 febbraio Dr Jekill e Mr Hyde The strange show di e con Fabrizio Paladin; 7 marzo Claudio Insegno Risate al 23° piano di Neil Simon; 21 marzo Gaia De Laurentis Sottobanco regia Claudio Beccaccini; 4 aprile Tosca D’Aquino Ogni anno punto e a capo di Eduardo De Filippo; 16 aprile Sorelle Marinetti Non ce ne importa niente regia Max Croci; 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; 3 maggio Giorgio Albertazzi lezioni americane di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Evento teatro-canzone Domenica 4 gennaio ore 21.00 presso il Teatro Comunale di Soverato, evento teatro/canzone con Carlo Lucarelli, Simona Vinci e gli Arangara. SOVERIA M. (Cz) - “La Rosa nel bicchiere” La Rosa nel bicchiere propone un percorso di degustazione, riscoperta e rivalutazione dei prodotti e della cucina tradizionali attraverso un calendario di serate a tema legate allo scorrere delle stagioni. Programma:sabato 13 dicembre,“Il baccalà”. Un week-end tra i sapori e i colori di un nuovo mese. Cena a tema, passeggiata domenicale con raccolta delle castagne, caldarroste e tartufo alle castagne, caminetto scoppiettante, pranzo della domenica. Vini: Novello Cantine Lento; Novello Cantine Statti. E’ possibile prenotare l’intero week end o solo la domenica. Tutti i sabato sera e per tutto il periodo natalizio nella tavernetta de La Rosa nel bicchiere Wine bar, degustazione taglieri di salumi e formaggi, musica e crêpes flambées. Per ulteriori e più dettagliate informazioni è possile contattare i numeri di telefono di se-

guito riportati: 0968/666668 – 349/6886589; o ancora consultare il seguente sito internet www.larosanelbicchiere.it. SQUILLACE (Cz) - Visite al centro storico L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria mette tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Info: 0961/34618 368/7376942 - 347/1094691 - 320/0473698 - www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 - 368/7376942 329/9149079 - 347/8871177 - www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-

Ogni lunedì sul Domani

LA PIAZZA Settimanale di economia locale con servizi sulle imprese e annunci gratuiti Per chi compra e vende, chi è a caccia di occasioni, chi cerca e offre lavoro. Case, ville, terreni, negozi, garage, auto, moto, accessori, bricolage, dischi, computer, attrezzi, software, mobili, audio-video Per contatti con la Redazione via mail: lapiazza@ildomani.it via fax: 0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 35

IL PERSONAGGIO

In punta di penna Maria Latella, la giornalista che arriva da Reggio Calabria di Nadine Solano ROMA - Maria Latella è una giornalista e conduttice televisiva. Attualmente dirige "A", noto settimanale femminile, ed è al timone del programma di approfondimenti politici "Sky tg24 Pomeriggio". Maria Latella è nata a Reggio Calabria il 13 giugno 1957, anche se, ha raccontato qualche anno fa durante un'intervista, "in Calabria non ci ho mai vissuto: mia madre stava già a Sabaudia. Ma le radici contano, e molto. A parte il fatto che sono tornata in Calabria ogni anno, per le vacanze, fino a quando ero diciassettenne; il legame con la terra d'origine è sempre forte. E ci sono tanti ricordi". Per esempio, nella mente di Maria Latella è impressa l'immagine del nonno che "portava al mare me, mio fratello e i nostri cugini. Sempre al tramonto". E quella distesa azzurra, familiare quanto imponente, "ha un posto speciale". Figlia di un militare, Maria si è laureata in Giurisprudenza a Genova. Ha sempre coltivato il sogno di diventare giornalista, "ma pensavo - ha spiegato alla collega Cristina Taglietti - che bisognasse essere raccomandati. Studiavo all'università,

Attualmente dirige "A", noto settimanale femminile, e conduce un programma di approfondimenti politici e culturali trasmesso da Sky

che mi laureassi. Sono andata a fare lo stage al ‘Secolo' e ci sono rimasta per dieci anni". Durante quest'arco di tempo, la Latella si è occupata di cronaca giudiziaria e spesso ha indossato le vesti di inviata. Poi è diventata corrispondente de "Il Corriere della sera" e dopo breve tempo è entrata a far parte della redazione di questo quotidiano, scrivendo principalmente di politica, costume e società.

Maria Latella ha condotto su Raitre, negli anni Novanta, le trasmissioni "Dalle 20 alle venti" e "Salomone", dedicata ai problemi della giustizia. Nel 2003 ha pubblicato "Regimental - Dieci anni con i politici che non sono passati di moda", libro in cui passa in rassegna i tic, i vezzi e le virtù dei protagonisti della seconda Repubblica, descrivendo così uno stile che non tramonta mai, ovvero il Regimental: "Perché l'Italia -

scrive l'autrice - è soffice, incline a farsi possedere, si fa plasmare ed è comunque convinta di trovarsi meglio nel regime che arriva, meglio di quanto si sia trovata nel regime che se n'è andato". Nel 2004 è uscito "Tendenza Veronica", volume che raccoglie i ricordi, le riflessioni, i pensieri di Veronica Lario, moglie di Silvio Berlusconi. Una sorta di biografia-confessione, insomma, che Maria Latella ha messo nero su bian-

co con tocco delicato, ma anche con la necessaria sincerità. Dal 2006, questa giornalista calabrese dal caschetto cascano e dallo sguardo vivacissimo è stata nominata direttore di "A", settimanale femminile della Rcs periodici, e il suo arrivo è coinciso con una sorta di rivoluzione. Lei ha voluto che cambiasse praticamente tutto, dal nome (che prima era "Anna"), alla grafica, ai contenuti. I risultati ci sono e si vedono, il giornale ha conquistato una buona fetta di lettori e riesce a tenerseli stretti. Sempre nel 2006, la giuria del Premio internazionale Nino Martoglio le ha assegnato a Maria Latella il premio per la sezione ‘giornalismo'. E oggi, dunque, lei si divide fa la carta stampata e il piccolo schermo, facendo sempre attenzione a non confondere i ruoli. Un po' di tempo fa Milena Minutoli ha detto: "Maria Latella, giornalista e conduttrice un po' austera, ha fatto breccia nelle fantasie erotiche dei telespettatori". Non sappiamo cosa pensi la diretta interessata circa una simile affermazione: non dovrebbe dispiacerle, comunque. E, d'altra parte, il suo stile e il suo savoir fare di certo non passano indifferenti.

Mentre studiava giurisprudenza a Genova, ha vinto una borsa di studio messa in palio dalla Federazione nazionale della stampa Maria Latella non ama parlare della propria vita privata. Anzi, l'ha sempre difesa con determinazione. Così come non ama fare una vita troppo mondana. Certo, il mestiere le impone di partecipare a eventi di vario tipo, a essere spesso sotto i riflettori. Ma, arrivato un certo punto, torna dietro le quinte. Anzi: torna a casa, da sua figlia Alice.

quando sul ‘Secolo XIX' ho visto un bando di concorso per sessanta borse di studio della Federazione nazionale della stampa. Era il 1980, ho fatto il concorso, c'erano settemila concorrenti e l'ho vinto. Anzi, sono addirittura arrivata terza". Maria avrebbe voluto trasferirsi subito a Roma, "invece i miei genitori hanno messo al primo posto Genova perché volevano

E' così che la direttrice di "A" comunica con lettori e lettrici

Un blog per scambiare pensieri

Maria Latella con Anna La Rosa, un'altra nota giornalista calabrese

"Ho dedicato quasi tutte le mie energie di direttore di A, oggi, al seguente pensiero: da dove si può cominciare per ridurre i costi? E' una domanda che su A porremo ad economisti e manager. A voi chiedo: avete già cominciato a tagliare qualcosa? E cosa? Fatemi sapere". Questo l'invito che, lo scorso 4 dicembre, Maria Latella ha lanciato attraverso il suo blog, raggiungibile all'indirizzo http://blog.leiweb.it/marialatella.

Lo stesso giorno, la giornalista ha scritto: "Filly non rinuncerebbe mai al parrucchiere. Anch'io. Aggiungo che prima di tagliare un massaggio ogni tanto e una cena al ristorante ogni tanto, beh ci penserei. Parrucchiere, qualche massaggio, qualche cena fuori: ecco le cose alle quali, al momento, rinuncerei con più dispiacere. E voi? Prepariamo una lista del "Mai senza?" (Il mai più no, non appartiene allo zeitgeist,

allo spirito di questo tempo). Che ne dite?". A proposito del Natale, invece, Maria Latella racconta: "mi piacciono: A) le canzoni di Natale (ogni anno ne scelgo una diversa e costringo i familiari a subirla ossessivamente). B) il panettone con canditi e uvetta. C) gli alberi di Natale bellissimi de ‘La Rinascente' e altre vetrine. D) i film di Natale (ma di più il genere fiaba natalizia americana). E) i ricordi belli".


36 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPROFONDIMENTI

Anche i calabresi sbarcano su Facebook Decine di gruppi con un solo obiettivo: mantenere vivo il senso di appartenenza di Nadine Solano Anche i calabresi subiscono il fascino di Facebook. Non solo a livello individuale, ovvero pubblicando il proprio profilo e scambiando foto, opinioni e messaggi con gli amici. Esistono, infatti, svariati gruppi che hanno diverse specificità ma partono da esigenze comuni: esprimere l'orgoglio di appartenere a questa terra e restare uniti, sia pur virtualmente. Elencarli tutti non si può, perché sono tanti. Una panoramica, tuttavia, è d'obbligo. Uno dei gruppi che vanta un alto numero di iscritti (oltre 1800) è "Calabresi nel mondo". Fra le altre cose, nella descrizione si legge: "L'idea è quella di creare un luogo dove ognuno possa sentirsi a casa ed esprimere la sua calabresità! Il gruppo sarà uno strumento di contatto con i conterranei che vivono dentro e fuori dalla Calabria". E' riportato il celebre brano di Leonida Repaci "Quando fu il giorno della Calabria", poi ci sono i messaggi in bacheca. Virginia scrive: "Tuffata, catapultata, iettata, atterraggio disastroso ma in loco ripresa alla grande, perchè la Calabria è magica, la Calabria è mamma, la Calabria è padre...". E Iolanda: "Cassanese emigrata a Roma per 4 anni, poi Spagna per un anno e adesso a Londra da 2 anni... Ma cum a Calabria nun c'è nint!". Un altro gruppo piuttosto gettonato è "Calabresi a Roma", fondato da Letizia. Qui ci si ritrova con l'acquolina in bocca dopo poco istanti, a causa di una serie di foto che riproducono piatti tipici della regione: melanzane ripiene, salumi, alici piccanti, pasta fatta in casa, pane cotto a legna e verdure sott'olio. "Calabresi in Svizzera" ha circa

180 membri e una descrizione laconica quanto efficace: "uehh, cumpa. Fatevi sentii". La fondatrice è Deborah Lucia, che sottolinea: "Il sangue non mente!". Nel gruppo "proverbi calabresi" vengono fuori antichissimi detti appartenenti a vari angoli

Iolanda, del gruppo 'Calabresi nel mondo', scrive: "Cassanese emigrata a Roma e poi Spagna. Adesso vivo a Londra Ma cum a Calabria nun c'è nint!" della Calabria, tutti intrisi dell'infallibile saggezza popolare: da "unnè lignu ppi ffa crucifissu" a "u surici dicia ara nuci: dammi tiampi ca ti rusicu", da "chicati juncu ca passa la china" a "u cane muzzica sempre aru strazzatu". "Calabria libera dalla ‘ndrangheta", gruppo creato da Domenico, conta oltre 400 componenti. I post esprimono amarezza, ma - per fortuna - non rassegnazione: "Salviamo la nostra terra - scrive Maria Cristina - da questo cancro. A testa alta, dobbiamo continuare a combatterlo, avendo fiducia nel futuro e nella consapevolezza che la Calabria merita di più in termini di giustizia e legalità". "E' una battaglia - fa eco Carmine - per cui vale proprio la pena di combattere". Secondo Fabrizio bisogna "cambiare la mentalità di noi calabresi prima di tutto. Fino a

quando ognuno di noi vedrà un sopruso ed invece di denunciarlo terrà la testa china e cambierà strada, non ha senso provare a combattere la mafia". "Tracciamo una linea ben visibile - interviene Nuccio - e scegliamo da quale parte stare. Basta con i compari, gli amici degli amici, i favori, il voto grigio ai politici compiacenti che viene usato contro i nostri fi-

gli". Poi lancia una sorta di provocazione: "Liberiamo la nostra Calabria da questa bestia immonda o andiamo via". Toni meno impegnati, ma tanti iscritti (quasi 3000) per il gruppo "Calabria ppl of Facebook!" amministrato da Dan, che vive a Toronto. "Vi mando una soppressata virtuale da Torino", è il messaggio di Antonio. Carolina da Montreal: "My mother is

from Castiglione Cosentino and my father from Dipingano". Francesca da Manhattan: "io sono della città di Scilla nella provincia di Reggio Calabria, sono nata qui in America però il mio cuore è in Italia". Alberico da New York: "ragazzi, quante belle calabresi...godiamocele, perchè nessun'altro può avere le più belle ragazze d'Italia e del mondo".

Il sito creato da Mark Zuckerberg permette di comunicare con migliaia di persone

Fb, una piazza virtuale che sta conquistando l'Italia Facebook (www.facebook.com) è il sito realizzato nel 2004 da Mark Zuckerberg, allora studente ad Harvard. All'inizio doveva servire come strumento per comunicare all'interno del campus, ma in brevissimo tempo è diventato il social network più utilizzato nel mondo. E' una sorta di agorà virtuale, un luogo in cui tutti possono incontrarsi: ci si iscrive gratuitamente e in pochi secondi, con altrettanta velocità si crea un profilo, quindi scatta la fase ‘aggiungi amici', che permette di rintracciare vecchie conoscenze, farne di nuove, mantenersi costantemente in contatto con le persone più care. Innamorarsi, anche. I messaggi vengono scambiati in tre modi diversi: pubblicamente (ovvero lasciando un post nella bakeca di una singola persona, che è visibile anche a tutti gli amici), privatamente o in tempo reale, tramite la chat. Fra le altre cose è possibile pubblicare video, foto, mandare inviti per eventi vari, fare quiz. Un ruolo da protagonista

Lo scorso agosto, nel nostro Paese, si sono registrate oltre un milione e trecentomila visite: un aumento del 961 per cento rispetto all'anno passato spetta ai ‘gruppi', creati dagli stessi utenti, diffusi tramite il passaparola e a quali si può scegliere di aderire o meno. Si tratta di piccole e grandi comunità dedicate a svariati argomenti, da quelli più ilari a quelli più impegnati: i gruppi per sostenere Roberto Saviano, per esempio, nel giro di pochi giorni hanno raccolto migliaia e migliaia di adesioni. In Italia Facebook sta spopolando, è scoppiata una sorta di

Mark Zuckerberg, il creatore di Facebook

febbre: lo scorso agosto sono state registrate oltre un milione e trecentomila visite, con un incremento del 961% rispetto a un anno fa. Il terzo trimestre, poi, ha visto l'Italia guidare la lista dei Paesi con il maggiore incremento del numero di utenti (+135%). Il diretto concorrente, Myspace, è stato ormai sorpassato. Facebook non viene utilizzato solo per coltivare amicizie; si sta rivelando uno strumento di utilità sociale, e forse per questo fra gli iscritti c'è persino il cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, che così ha commentato la sua decisione: "bisogna andare laddove c'è la gente. E se la gente è su Facebook, noi andiamo anche là". Certo, non manca il rovescio della medaglia. Si rischia di diventare quasi ‘schiavi' di Fb, per esempio. E, magari, risultare troppo invadenti. Qualcuno, invece, lo utilizza per veicolare messaggi dannosi e negativi. Ma una cosa è certa: il buon Mark Zuckerberg, ormai, naviga nell'oro.


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

38 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani TRIBUNALE DI CATANZARO Prima Sezione Civile Procedura esecutiva n. 163/96 R.G. Espr. Il Giudice, dr. G. Cava, a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 6.12.07; visti gli artt. 569 e ss c.p.c. e vista la richiesta di vendita, dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: Lotto 1: appartamento sito in Catanzaro, Corso Mazzini 291, in catasto al fg. 48 part. 1415 sub 17. Prezzo base d’asta euro 323.690,25. Fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 3.02.09 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 5.000,00, l’udienza del 4.02.09 ore 9,30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro proc. n. 163/96” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a titolo di cauzione. L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’ aggiudicazione. Le spese di trasferimento saranno a carico dell’aggiudicatario. Catanzaro, 06.12.2007 Il Giudice Dott. G. Cava °°°°°°°°°° Prima sezione civile Procedura esecutiva n. 41/06 R.G. Espr. Il Giudice dell’esecuzione, dott. Giuseppe Cava, visti gli artt. 569 e ss. c.p.c. e vista la richiesta di vendita con riduzione di π sul prezzo base d’asta, formulata all’udienza del 26.11.2008; dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: capannone industriale con uffici deposito e appartamento sito in Settingiano in catasto al fg. 12 part. 721 sub. 2,4,7,8 al prezzo base di euro 697.913,44, oltre I.V.A.; fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 03.02.2009 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 10.000,00, l’udienza del 04.02.2009 ore 9,30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro - Procedura n. 41/06” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; l’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario; l’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva; dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet “www.aste.eugenius.it” e diffusione sul quotidiano “Il Domani”. Manda alla cancelleria di provvedere all’avviso previsto dagli artt. 490 e 570 c.p.c. Dispone che nella pubblicità sia omessa l’indicazione del debitore. Catanzaro, 26.11.2008 Il Giudice Il Cancelliere °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Procedura esecutiva R.G.Espr. n. 225/95 Il Giudice dell’esecuzione, Dr. Giuseppe Cava, visti gli artt. 569 e ss. c.p.c. e vista la richiesta di vendita,dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato e di seguito descritto: Lotto nr. 1 “magazzino in fabbricato sito in Montepaone in Catasto al foglio 9, part. 431, sub 4” al prezzo base di Euro 1.568,54; Lotto nr. 2 “Appartamento in fabbricato sito in Montepaone, in catasto al foglio 9, particella 431 sub. 3” al prezzo base di Euro 4.193,87; Lotto nr. 3 “Appartamento in fabbricato sito in Montepaone, in catasto al foglio 9, particella 424 subalterno 3” al prezzo base di Euro 6.106,65; Lotto nr. 4 “Terreno sito in Montepaone in catasto al foglio 6, particella 61” al prezzo base di Euro 9.647,44; Lotto nr. 5 “ terreno sito in Montepaone in catasto al foglio 7, particella 178” al prezzo base di Euro 16.122,81; Lotto nr. 6 “ terreno sito in Montepaone in catasto al foglio 7, particella 487” al prezzo base di Euro 653,49; Lotto nr. 7 “terreno sito in Montepaone, in catasto al foglio 7, particella 483“ al prezzo base di Euro 6.372,85. Fissa per le presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 27.1.2009 ore 12.00; Fissa per la deliberazione dell’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore ad Euro 1.000,00, l’udienza del 28.1.2009 ore 9.30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro - Procedura nr. 225/95 “ portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L’immobile, meglio descritto, nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario; l’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; le spese di trasferimento saranno a carico dell’aggiudicatario. Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di 45 giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserzione nel sito internet www.aste.eugenius.it e mediante pubblicazione sul quotidiano “Il Domani” con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile. Dispone che nella pubblicità sia omesso il nome del debitore. Catanzaro, 15.10.2008 Il Giudice Dott. Giuseppe Cava TRIBUNALE DI LAMEZIA TERùE AVVISO DI VENDITA Procedura n. 39/2006 Registro Esecuzioni Immobiliari Il professionista delegato AVV. FRANCESCA VESCI, con proprio studio legale sito in Piazzetta Nicastro n. 18 di Lamezia Terme, nella procedura esecutiva promossa da Banca Monte dei Paschi di Siena spa; visto il provvedimento di delega alla vendita, emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 5.3.2008 e del 25.9.2008 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; ritenuto necessario fissare la vendita dei beni pignorati; visto l’art 569 c.p.c. AVVISA che nella data e nel luogo sotto indicati si terrà la vendita senza incanto del seguente immobile:

PROGETTO

A CURA DELLA

LOTTO UNICO Trattasi di appartamento di tipo economico (A/3), situato nel Comune di Lamezia Terme in Via dei Normanni, fa parte di un edificio costituito da quattro piani fuori terra, individuato sul catasto fabbricati al foglio n° 6, particella 141 e sub. 4. Esso è stato costruito in un’area, riportata in Catasto Terreni al foglio n° 6 particelle 140 e 141 dell’ex Comune di Nicastro e confinante ad est e a nord con il terreno individuato sul catasto terreni al foglio 6, particella 140 ed intestato a xxxx, sempre ad est con un altro edificio, non riportato sull’estratto di mappa, con area di sedime identificata al foglio 6 particella 140, a sud con l’intersezione di una piccola strada secondaria con via Dei Normanni e ad ovest con l’edificio riportato nel catasto fabbricati al foglio n° 6, particella 146, di proprietà della famiglia xxxx. Nel P.R.G. del Comune di Lamezia Terme, il terreno ove è ubicato l’immobile in esame ricade in una zona denominata “E2” Zona Agricola Collinare. La porzione di fabbricato in esame, realizzata su due piani (piano II e piano III), è costituita da due sopra elevazioni realizzate sull’abitazione individuata sul catasto fabbricati al foglio n° 6, particella 141, sub. 6 ed intestata a xxx. Essa viene utilizzata per civile abitazione e costituisce un’unica unità abitativa, con ingresso individuale e separato dalla restante parte dell’edificio al quale si accede mediante una scala esterna che conduce in via dei Normanni. Il bene in esame ha una superficie coperta al piano II di mq 100,21 e al piano terzo di mq 52,45. Il piano secondo (all. 10 foglio 1) risulta essere composto da due camere da letto, un salone, un corridoio, un bagno, una lavanderia ed un terrazzo. Al piano suddetto si accede mediante un ingresso esclusivo. E’ da mettere in evidenza che, durante il sopralluogo, da un confronto tra le planimetrie presenti nel fascicolo 1864 sopra citato e la configurazione attuale del piano II si sono riscontrate le seguenti incongruenze: l’area indicata come cucina, attualmente risulta essere adibita a lavanderia, la quale è separata dal vano scala mediante un ingresso munito di porta a soffietto non indicata sulla pianta; l’ingresso del bagno, esistente nella realtà, non è presente sui disegni che è da considerarsi un errore nella realizzazione dei disegni stessi come confermato dalla planimetria rilasciata dall’ufficio catasto di Catanzaro. Il piano terzo, al quale si accede mediante una scala interna, è costituito da una cucina con caminetto, da un ripostiglio interno, da un ripostiglio esterno, al quale si accede tramite il balcone, da un balcone e da un terrazzo. Al piano suddetto, dal confronto tra planimetrie e situazione reale dei locali, sono emerse le seguenti incongruenze: l’area attualmente destinata a cucina, nelle planimetrie è indicata come legnaia; il tetto, attualmente costituito da due falde con controsoffitto in legno, sui disegni depositati al comune risulta in unica falda al di sopra di un solaio piano. L’edificio nel complesso corrisponde con i dati riportati nell’atto di pignoramento. PREZZO BASE euro 91.000,00 (Euro novantunomila/00) Data dell’esame delle offerte: 4 FEBBRAIO 2009, ore 18.00 Luogo di esame delle offerte: Studio legale del professionista delegato sito in Piazzetta Nicastro n. 18, piano 2°, di Lamezia Terme (Telefono 0968.201407). AVVISA ALTRESÌ che nelle ipotesi in cui: - non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito; - le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; - si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572,comma 3, c.p.c.; - la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto del medesimo bene nella seguente data e luogo: LOTTO N. 1 come sopra descritto prezzo base: euro 91.000,00 (euro NOVANTUNOMILA/00); rilancio minimo: euro 4.550,00 (euro QUATTROMILACINQUECENTOCINQUANTA/00); Data dell’incanto 4 MARZO 2009 ore 18.00 Luogo di esame delle offerte: Studio legale del professionista delegato sito in Piazzetta Nicastro n. 18, piano 2°, di Lamezia Terme (Telefono 0968.201407). In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo dell’importo sopra indicato. I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’Ing. Antonio Brando che deve essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La stessa è consultabile presso lo studio del professionista delegato dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle ore 19, previo avviso telefonico, e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Si avvisa, in ogni caso, che la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. La pubblicità, le modalità di presentazione delle offerte e le condizioni della vendita sono regolate come segue. QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: A norma dell’art. 571 ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art 579, ultimo comma, c.p.c.; le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del 3 FEBBRAIO 2009. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì negli orari d’ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; l’offerente dovrà presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente - a pena di inefficacia -: l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto - che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita -, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta ed ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi), oltre a copia di valido documento d’identità dell’offerente e, se necessario a valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione (es. procura speciale o certificato camerale); in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; all’offerta, dovrà essere allegata una fotocopia del documento d’identità, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato avvocato Francesca Vesci -, a titolo di cauzione, per un importo non inferiore al decimo del prezzo offerto, pena l’inefficacia. Detta somma sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto; l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al cd. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali delle banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI;

MEDIATAG

in caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base dell’offerta più alta, a norma dell’art. 573 c.p.c.; la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’art. 571, comma 2, c.p.c.; l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571, comma 3, c.p.c.; le modalità di vendita senza incanto sono regolate dagli artt. 572 e seguenti c.p.c.; il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall’aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS spa - agenzia di Lamezia Terme; in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO A norma dell’art. 579 ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art 579, ultimo comma, c.p.c.; le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del 3 MARZO 2009. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì di ogni settimana, negli orari d’ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; l’offerente dovrà presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente - a pena di inefficacia -: l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto - che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita -, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta ed ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi), oltre a copia di valido documento d’identità dell’offerente e, se necessario a valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione (es. procura speciale o certificato camerale); in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; all’offerta, dovrà essere allegata una fotocopia del documento d’identità, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato avvocato Francesca Vesci -, a titolo di cauzione, per un importo non inferiore al decimo del prezzo base d’asta suddetto, pena l’inefficacia. Detta somma sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto; l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al cd. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali delle banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’art. 571, comma 2, c.p.c.; l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571, comma 3, c.p.c.; le modalità di vendita all’incanto sono regolate dagli artt. 581 e seguenti c.p.c.; il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall’aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS spa - agenzia di Lamezia Terme; in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: a norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte d’acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto, l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al professionista delegato. Il Professionista Delegato Avv. Francesca Vesci Professionista delegato avv. Francesca Vesci es. n. 39/06 R.E. Avv. Francesca Vesci Piazzetta Nicastro n. 18 - 88046 Lamezia Terme - tel. 0968.201407 fax 0968. 400988 C.F. VSC FNC 72R69M 208U- P. Iva 02426870792 e-mail: francesca@vesci.org °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA Procedura n. 64/2000 Registro Esecuzioni Immobiliari Il professionista delegato AVV. FRANCESCA VESCI, con proprio studio legale sito in Piazzetta Nicastro n. 18 di Lamezia Terme, nella procedura esecutiva promossa da Banca Credito Cooperativo del Lametino ora Credito Emiliano spa; visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 31.5.2007 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; rilevato che i precedenti esperimenti di vendita non hanno avuto esito positivo; che appare opportuno modificare le condizioni della precedente vendita mediante il ribasso di un quarto del prezzo base, giusto provvedimento di autorizzazione emesso il 10.11.2008dal G.E; che pertanto va disposto un ulteriore esperimento di vendita; visto l’art 569 c.p.c. AVVISA che nella data e nel luogo sotto indicati si terrà la vendita senza incanto del seguente immobile: LOTTO UNICO: Piena proprietà relativamente ad un appartamento adibito a civile abitazione posto al terzo piano interno 6 e ad un garage posto a piano terra, facenti parte di un corpo di fabbrica a cinque piani f. t., sito nel Comune di Lamezia Terme Nicastro, in via degli Itali n. 6; l’appartamento di mq 94 circa, è composto da ingresso, cucina-soggiorno, ripostiglio, n° 2 stanze da letto, salotto e bagno; presenta anche n° 3 balconi che complessivamente misurano 12 mq circa; confina con vano scala, vano ascensore, spazio d’isolamento e appartamento sub. 10 Interno 5; il garage di mq 22 circa confina con spazio d’isola-

Per informazioni 0961 996802

mento, sub. 7 e sub.13. Esternamente alla struttura si svolge un’area di pertinenza recintata con muretto in calcestruzzo e sovrastante ringhiera in ferro. L’immobile è riportato al NCEU al foglio 37, particella 1330, subalterno 11. Occupato da terzi. Nel prezzo indicato non sono incluse le spese di sanatoria o condono. PREZZO BASE: euro 88.561,35 (euro ottantottomilacinquecentosessantuno/35) Data dell’esame delle offerte: 11.02. 2009 ore 18.00. Luogo di esame delle offerte: Studio legale del professionista delegato sito in Piazzetta Nicastro n. 18, piano 2°, di Lamezia Terme (Telefono 0968.201407). AVVISA ALTRESÌ che nelle ipotesi in cui: - non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito; - le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; - si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572,comma 3, c.p.c.; - la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto del medesimo bene nella seguente data e luogo: LOTTO UNICO come sopra descritto; PREZZO: euro 88.561,35 (euro ottantottomilacinquecentosessantuno/35) RILANCIO MINIMO: euro 4.429,00(euro quattromilaquattrocentoventinove/00); Data dell’incanto 11.03. 2009 ORE 18.00 Luogo di esame delle offerte: Studio legale del professionista delegato sito in Piazzetta Nicastro n. 18, piano 2°, di Lamezia Terme (Telefono 0968.201407). In tale data, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo dell’importo sopra indicato. I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma del dott. R. TALARICO del 2.4.2007, che deve essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La stessa è consultabile presso lo studio del professionista delegato dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle ore 19, previo avviso telefonico, e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Si avvisa, in ogni caso, che la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. La pubblicità, le modalità di presentazione delle offerte e le condizioni della vendita sono regolate come segue: QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: A norma dell’art. 571 ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art 579, ultimo comma, c.p.c.; le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13.00 del 10.2.2009. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì negli orari d’ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; l’offerente dovrà presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente - a pena di inefficacia -: l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto - che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita -, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta ed ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi), oltre a copia di valido documento d’identità dell’offerente e, se necessario a valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione (es. procura speciale o certificato camerale); in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; all’offerta, dovrà essere allegata una fotocopia del documento d’identità, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato avvocato Francesca Vesci -, a titolo di cauzione, per un importo non inferiore al decimo del prezzo offerto, pena l’inefficacia. Detta somma sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto; l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al cd. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali delle banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base dell’offerta più alta, a norma dell’art. 573 c.p.c.; la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’art. 571, comma 2, c.p.c.; l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571, comma 3, c.p.c.; le modalità di vendita senza incanto sono regolate dagli artt. 572 e seguenti c.p.c.; il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall’aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS spa - agenzia di Lamezia Terme; in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO A norma dell’art. 579 ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art 579, ultimo comma, c.p.c.; le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13.00 del 10.03.2009. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì di ogni settimana, negli orari d’ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; l’offerente dovrà presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente - a pena di inefficacia -: l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto - che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita -, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta ed ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi), oltre a copia di valido documento d’identità dell’offerente e, se necessario a valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione (es. procura speciale o certificato camerale); in caso di dichiarazione pre-


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 39 sentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; all’offerta, dovrà essere allegata una fotocopia del documento d’identità, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato avvocato Francesca Vesci -, a titolo di cauzione, per un importo non inferiore al decimo del prezzo base d’asta suddetto, pena l’inefficacia. Detta somma sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto; l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al cd. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali delle banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’art. 571, comma 2, c.p.c.; l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571, comma 3, c.p.c.; le modalità di vendita all’incanto sono regolate dagli artt. 581 e seguenti c.p.c.; il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall’aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS spa - agenzia di Lamezia Terme; in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: a norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte d’acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto, l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al professionista delegato. Il Professionista Delegato Avv. Francesca Vesci Avv. Francesca Vesci - Piazzetta Nicastro n. 18 - 88046 Lamezia Terme - tel. 0968 -201407 e fax 0968 400988 C.F. VSC FNC 72R69M 208U- P. Iva 02426870792 e-mail: francesca@vesci.org °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.62/02 RGE con ordinanza emessa a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 25 settembre 2008 ha disposto la vendita senza incanto in più lotti, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 4.02.2009 ed ha fissato, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto dei medesimi lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l’udienza del 18.02.2009 lotto uno - “ appartamento per civile abutazione sito in Lamezia Terme, alla via Timavo, n.13, scala A, piano 7°, int. 28, avente una superficie lorda di mq 152. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 20, p.lla 334, sub 32, cat. A73, classe 3, vani 5” prezzo base d’asta euro 170.000,00; SI RENDE ANCORE NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. VENDITA SENZA INCANTO - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.,”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fine alle ore 13.00 del giorno 3 febbraio 2009 con le modalità e per il prezzo base dì cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 4 febbraio 2009, ore 9.30 e segg.; 2. VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 170.00,00 per il lotto unico; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 7.000,00; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di

PROGETTO

A CURA DELLA

r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’ istanza di partecipazione agli incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 17 febbraio 2009 ore 9.30 e segg., con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra: - per il giorno 18 febbraio 2009, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° N. 126/1998 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL NOTAIO DELEGATO DOTTOR MARIO BILANGIONE Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva N.126/98 R.E. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 22/02/07 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c. a seguito di istanza di vendita formulata dal creditore procedente Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.; Considerato che sono andati deserti i precedenti esperimenti d’asta; Ritenuto che è stato già ridotto il prezzo base d’asta e che non pare opportuno modificare le precedenti condizioni; Visto l’art. 569 c.p.c.; AVVISA che in data 06 febbraio 2009 alle ore 11,00 nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto del seguente immobile: LOTTO UNICO: Porzione immobiliare facente parte del fabbricato inserito nel Complesso Residenziale “La Doganale” posto in Lamezia Terme, sezione Nicastro, via Benevento civico n.1 (località Scinà), e precisamente l’appartamento posto al secondo piano con annesso sottotetto al terzo piano e garage al piano terra, distinto con il n. interno 6 della scala A; l’appartamento è composto da vani catastali sette; il tutto riportato nel Catasto Fabbricati di Lamezia Terme, sezione Nicastro con le seguenti indicazioni: - foglio di mappa 32, particella 1005/sub.17, contrada Scinà, P.T-2-3, int.6, scala A, zona censuaria 1°, categoria A/3, classe 2°, vani 7, rendita catastale euro 379,60. Prezzo base euro 60.375,00 (euro sessantamila trecentosettantacinque virgola zero zero) Cauzione euro 6.037,50 (euro seimila trentasette virgola cinquanta) Aumento minimo euro 3.018,75 (euro tremila diciotto virgola settantacinque) - L’ immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - Il bene di cui sopra è meglio descritto nella relazione di stima a firma dell’esperto ing. Maurizio Careri, che può essere consultata dall’offerente presso i locali dell’Associazione, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni; l’ordinanza e gli allegati sono consultabili anche sul sito internet www.aste.eugenius.it. sul mensile “ Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e sul quotidiano “Il Domani” della Calabria. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore

MEDIATAG

speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 24 novembre 2008 il notaio delegato dottor Mario Bilangione CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE - le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore12,00 del giorno 2 febbraio 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura esecutiva. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta; - il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio uno per la differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al 20% del prezzo di aggiudicazione quale presumibile importo per spese. - Tale ultima disposizione è valevole sia in caso di aggiudicazione senza incanto sia con incanto. - l’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. - all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese; L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. - in caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. - la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. - l’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario; che se occupato dal debitore o da terzi senza titolo; ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. - per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°°° N. 116/1998 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA Il professionista delegato NOTAIO DOTTOR MARIO BILANGIONE Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESE-

Per informazioni 0961 996802

CUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da “Finconsumo S.p.A.”Torino Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 22/03/07 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; Visto che sono andati deserti i precedenti esperimenti d’asta e che non appare opportuno ridurre ulteriormente il prezzo base; Visto l’art. 569 c.p.c. AVVISA che in data 06 febbraio 2009 alle ore 10,00 nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto dei seguenti immobili: LOTTO n. 1: In territorio di Serrastretta (CZ), località Viterale: fabbricato da cielo a terra avente le caratteristiche non di lusso, distribuito tra i piani primo, secondo e seminterrato; non riportato nel Catasto Fabbricati, l’area su cui insiste è riportata nel Catasto Terreni con le indicazioni: - foglio di mappa 13, particella 751 (già 453/b), are 3.40, fabbr rurale (con annotazione “pende riconoscimento di ruralità”). Lo stesso fabbricato ha una superficie coperta di mq. 105 circa, con ampio piazzale al piano terra, lato sud e terreno di pertinenza di circa mq. 155. Secondo il P.R.G. vigente nel Comune di Serrastretta il terreno appena descritto ricade in zona “E” AGRICOLA. Prezzo base euro 78.750,00 (euro settantottomilasettecentocinquanta euro virgola zero zero). Cauzione: euro 7.875,00 (euro settemilaottocentosettantacinque virgola zero zero). Aumento minimo euro 3.937,50 (euro tremilanovecentotrentasette virgola cinquanta). LOTTO n. 2: In territorio di Serrastretta (CZ), località Viterale: appezzamento di terreno della superficie complessiva di are 76 e ca 20; riportato nel Catasto Terreni del Comune di Serrastretta (Catanzaro), al foglio di mappa 13, particella 453, seminativo irriguo di 2^, are 76.20, reddito dominicale euro 19,68 e reddito agrario euro 11,81. Secondo il P.R.G. vigente nel Comune di Serrastretta il terreno appena descritto ricade in zona “E” AGRICOLA. Prezzo base euro 17.250,00 (euro diciassettemila duecentocinquanta virgola zero zero). Cauzione: euro 1.725,00 (euro mille settecentoventicinque virgola zero zero). Aumento minimo euro 862,50 (euro ottocentosessantadue virgola cinquanta). LOTTO n. 3: In territorio di Serrastretta (CZ), località Viterale: quota di comproprietà, pari ad una metà dell’intero dell’ appezzamento di terreno, nel suo intero della superficie complessiva di are 10 e ca 05; riportato nel Catasto Terreni del Comune di Serrastretta (Catanzaro), al foglio di mappa 13, particella 593, qualità cast. Frutto di 3^, are 10.05 reddito dominicale euro 1,04 e reddito agrario euro 0,47. Secondo il P.R.G. vigente nel Comune di Serrastretta il terreno appena descritto ricade in zona “E” AGRICOLA. Prezzo base euro 750,00 (euro settecentocinquanta virgola zero zero). Cauzione: euro 75,00 (euro settantacinque virgola zero zero). Aumento minimo euro 37,50 (euro trentasette e cinquanta). - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto arch. Francesco Antonio Falvo, che può essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e sul quotidiano “Il Domani” della Calabria. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita,, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, 24 novembre 2008 il notaio delegato dottor Mario Bilangione CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE - Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12.00 del giorno 2 febbraio 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta; - Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione. - L’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

40 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. - All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese; - L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. - L’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale; - In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. - La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. - L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l’aggiudicazione dovrà essere versata nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato a me sottoscritto Notaio quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°°° N.86/90 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR MARIO BILANGIONE Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. Il sottoscritto dottor MARIO BILANGIONE, Notaio facente parte dell’ “ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME”, con sede presso gli Uffici giudiziari siti in Piazza della Repubblica di Lamezia Terme, già delegato in data 13/06/2003, e autorizzato dal G.E. in data 24/05/2006 a procedere allo svolgimento di tutte le attività attraverso le strutture e l’ausilio della summenzionata Associazione ai sensi dell’art. 591 bis cod. proc. civ. dal Giudice dell’Esecuzione, Processo Esecutivo n. 86/90 R.G.E. (nominativi omessi ai sensi dell’art. 174 del D.L.gs n. 196/2003) AVVISA che per il giorno 28 gennaio 2009 alle ore 10,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita al pubblico incanto del seguente bene: LOTTO UNICO: In territorio di Lamezia Terme, sezione Nicastro alla località “Muzio”, “Milizia” o “Marzomiglio”: appezzamento di terreno della superficie catastale di are 9.30; riportato nel Catasto Terreni del Comune di Lamezia Terme, sezione Nicastro al foglio di mappa 44, particella 697, vigneto cl.2°, are 9.30, redd.dom. euro 11,53 e redd.agr. euro 4,80. In base al Piano Regolatore Generale del comune di Lamezia Terme il descritto terreno ha la seguente destinazione: “AMBITO VIA DEL PROGRESSO” - “E1” agricola ordinaria (certificato di destinazione urbanistica in atti). Prezzo base euro 11.878,51 (euro undicimila ottocentosettantotto virgola cinquantuno) Aumento minimo euro 539,93 (euro cinquecentotrentanove virgola novantatre) Deposito cauzione euro 1.187,85 (euro mille cento ottantasette virgola ottantacinque) Deposito spese euro 2.375,70 (euro duemila trecentosettantacinque virgola settanta) Il bene oggetto del presente avviso è meglio descritto nella rela-

PROGETTO

A CURA DELLA

zione del C.T.U. Per. Agr. Giovanni Talarico, che si trova depositata nella procedura esecutiva, alla quale si fa espresso rinvio e potrà essere consultata dall’offerente presso l’ufficio dell’Associazione. Tutte le attività che, ai sensi dell’art. 576 cod. proc. civ. e segg., si sarebbero dovute compiere in Cancelleria, inclusa la gara d’incanto, si terranno presso l’ufficio dell’Associazione, ubicata presso il Palazzo di Giustizia, piazza della Repubblica di Lamezia Terme (Catanzaro), 1° piano seminterrato. Il presente avviso verrà pubblicato mediante affissione all’Albo del Tribunale di Lamezia Terme, sul quotidiano “Il Domani” della Calabria, edizione regionale, sul mensile «Asteinfoappalti» e sui siti internet “www.aste.eugenius.it” e “www.astegiudiziarie.it”. Tra l’ultimazione della suddetta pubblicità e l’incanto dovrà decorrere un termine non inferiore a venti giorni. Ogni offerente dovrà depositare presso l’Associazione Notarile Procedure Esecutive presso il Tribunale di Lamezia Terme entro le ore 12,00 del giorno 23 gennaio 2009, busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale nonché numero due assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto notaio delegato uno pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione e uno pari al 20% del prezzo base a titolo di spese di trasferimento. La domanda dovrà contenere: a)- se persona fisica: - cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e residenza, stato civile, recapito telefonico del richiedente; in caso lo stesso sia coniugato, il suo regime patrimoniale, con indicazione - qualora coniugato in regime di comunione legale delle generalità del coniuge. Alla domanda dovranno essere allegate copie fotostatiche di un valido documento di identità e del codice fiscale (anche del coniuge se in regime di comunione legale). Qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata la partita IVA e all’offerta dovrà essere altresì allegata una recente visura camerale della ditta stessa. b)- se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente ed i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente. Si precisa che in caso di mancata aggiudicazione, le somme versate saranno restituite immediatamente dopo l’asta. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E. Lamezia Terme, lì 20 novembre 2008 il notaio delegato dottor Mario Bilangione OFFERTE IN AUMENTO DI UN SESTO: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/6 (un sesto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Entro sessanta giorni da quando l’aggiudicazione è divenuta definitiva l’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di aggiudicazione dedotta la cauzione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°°° N. 21/1999 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR MARIO BILANGIONE presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECECUTIVE Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da CARISAL S.P.A.(INTESA GESTIONE CREDITI S.P.A.) Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 12/04/2007 nella procedura n. 21/99 R.E.; Considerato che sono andati deserti i precedenti esperimenti d’asta; Ritenuto che è stato già ridotto il prezzo base d’asta e che non pare opportuno modificare le precedenti condizioni; Visto l’art. 569 c.p.c. AVVISA che in data 28 gennaio 2009 alle ore 11,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto della piena proprietà dei seguenti immobili tutti posti nel territorio del Comune di Motta Santa Lucia (Catanzaro) alla località “Marignano”, e precisamente: LOTTO n. 1: fabbricato a solo piano terra avente le caratteristiche non di lusso composto da vani catastali sei e mezzo, distribuiti su di un unico piano fuori terra, con annessi: locale di sgombero; corte di esclusiva pertinenza adibita a parcheggio all’aperto ed ortogiardino e terreno agricolo circostante di estensione totale pari a mq. 2.788 (metri quadrati duemilasettecentoottantotto); il fabbricato è censito nel Catasto Fabbricati del predetto Comune di Motta Santa Lucia, al foglio di mappa n. 27, particella 304, Contrada Marignano, P.T.,cat. A/4, classe 2, vani 6,5, Rendita Catastale euro 224,92; il terreno circostante è censito nel Catasto Terreni del predetto Comune di Motta Santa Lucia, al foglio di mappa n. 27, particella n. 303, seminativo classe 1°, superficie are 27 ca 88, r.d. euro 10,80 e r.a. euro 4,32. Dal punto di vista urbanistico, secondo il Piano Regolatore generale del comune di Motta Santa Lucia

MEDIATAG

l’area ha la seguente destinazione urbanistica: Zona EAGRICOLA; Prezzo base: euro 45.000,00 (euro quarantacinquemila virgola /00). Cauzione: euro 4.500,00 (euro quattromila cinquecento virgola /00). Aumento minimo euro 2.250,00 (euro duemila duecentocinquanta virgola /00). LOTTO n. 2: appezzamento di terreno agricolo, destinato alla produzione di ortaggi, della superficie catastale di are 8.00 (are otto e centiare zero); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Motta Santa Lucia (Catanzaro) al foglio di mappa n. 27, particella 259, seminativo classe 2, superficie are 08.00, r.d. euro 2,48 e r.a. euro 0,74. Dal punto di vista urbanistico, secondo il Piano Regolatore generale del comune di Motta Santa Lucia l’area ha la seguente destinazione urbanistica: Zona EAGRICOLA; Prezzo base: euro 2.700,00 (euro duemila settecento virgola /00). Cauzione: euro 270,00 (euro duecento settanta virgola /00). Aumento minimo euro 135,00 (euro centotrentacinque virgola /00). LOTTO n. 3: appezzamento di terreno agricolo, destinato alla produzione di ortaggi, della superficie catastale di complessive are 6.04 (are sei e centiare quattro); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Motta Santa Lucia (Catanzaro) al foglio di mappa n. 27, particelle: - 278, sem. cl. 1°, are 0.54, r.d. euro 0,21 e r.a. euro 0,08. - 289, pascolo cl. 1°, are 05.50, r.d. euro 0,45 e r.a. euro 0,26. Dal punto di vista urbanistico, secondo il Piano Regolatore generale del comune di Motta Santa Lucia l’area ha la seguente destinazione urbanistica: Zona EAGRICOLA; Prezzo base: euro 2.025,00 (euro duemila venticinque virgola /00). Cauzione: euro 202,50 (euro duecentodue virgola /50). Aumento minimo euro 101,00 (euro centouno virgola /00). LOTTO n. 4: appezzamento di terreno agricolo, coltivato a castagneto, della superficie catastale complessiva di are 8.20 (are otto e centiare venti); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Motta Santa Lucia (Catanzaro) al foglio di mappa n. 27, particelle: - 279, sem.cl. 1°, are 0.60, r.d. euro 0,23 e r.a. euro 0,09; - 296, sem.arb. c.1°, are 07.60 r.d. euro 2,94 e r.a. euro 1,18. Dal punto di vista urbanistico, secondo il Piano Regolatore generale del comune di Motta Santa Lucia l’area ha la seguente destinazione urbanistica: Zona EAGRICOLA; Prezzo base: euro 4.125,00 (euro quattromila centoventicinque virgola /00). Cauzione: euro 412,50 (euro quattrocentododici virgola/50). Aumento minimo euro 206,25 (euro duecentosei virgola /25). LOTTO n. 5: appezzamento di terreno agricolo, coltivato a castagneto, della superficie catastale complessiva di are 5.10 (are cinque e centiare dieci); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Motta Santa Lucia (Catanzaro) al foglio di mappa n. 27 particella - 286, sem., cl. 2°, are 5.10, r.d. euro 1,58 e r.a. euro 0,47. Dal punto di vista urbanistico, secondo il Piano Regolatore generale del comune di Motta Santa Lucia l’area ha la seguente destinazione urbanistica: Zona EAGRICOLA; Prezzo base: euro 2.475,00 (euro duemila quattrocentosettantacinque virgola /00) Cauzione: euro 247,50 (euro duecentoquarantasette virgola /50). Aumento minimo euro 123,75 (euro centoventitre virgola/75). - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto ingegnere Ottaviano Ferrieri, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni, è consultabile presso i locali dell’Associazione, mentre l’ordinanza può essere consultata dall’offerente, sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e su “Il Domani” della Calabria. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - La misura dell’aumento da apportare alle offerte non potrà essere inferiore al 5% del prezzo base. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 20 novembre 2008 il notaio delegato dottor Mario Bilangione CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE - le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12:00 del giorno 23 gennaio 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della Procedure Esecutiva. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta; - il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione, mediante assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale saldo prezzo e uno di importo pari al 20% del prezzo di

Per informazioni 0961 996802

aggiudicazione. - l’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. - all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese; L’offerente è tenuto a presentarsi personalmente all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerta per persone da nominare - In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. - L’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale; - In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. - La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. - L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario. - Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. - Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. - Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA Ufficio Esecuzioni Immobiliari Procedura di espropriazione immobiliare n. 26/96 SI RENDE NOTO Che il G.E. con ordinanza emessa in data 18/10/2005 ha disposto la vendita per l’udienza del giorno 03/02/2009, ore 9,30 dei seguenti beni pignorati: Lotto n.1:Terreni siti in agro di Drapia località Petti di Torre Gallo, censiti alla part. n. 2286, foglio 19 NCT del Comune di Drapia - particelle n.ri 225, 226, 250, 251, 252, 253, 256, 257, 258, 259, 260, 261, 262, 263 qualità seminativo, arboreo, pascolo, bosco ceduo ed ulivo. Sup. mq 32.560. quota 1000/1000. Prezzo base euro 17.032,75 da ridursi di 1/5. Lotto n.2: fabbricato per civile abitazione e retrostante terreno di pertinenza dello stesso manufatto ubicato in Comune di Drapia, Via Provinciale, 87, censito al Comune di Drapia NCEU foglio 5, part. 438, partita n.1001160 piano pt 1, cat.A/6 nonchè foglio 17 part.79 partita n.1576.Sup.mq 280. Prezzo base euro 13.295,67 da ridursi di 1/5. Lotto n.3: Terreno sito nel Comune di Drapia località Petti di Torre Gallo, censito al NCT del Comune di Drapia alla partita 1576 foglio 19, part.n. 135 e 190. Sup. mq 5310, quota 1000/1000. Prezzo base euro 1.371,19 da ridursi di 1/5. Lotto n.4: Terreno ubicato nel Comune di Drapia nei pressi del centro abitato, frazione Caria - NCT del Comune di Drapia, partita 1576, foglio 10 comprendente part. 52. Sup. mq 2480. Quota in vendita 1000/1000. Prezzo base euro 3.842,44 da ridursi di 1/5. L’ammissione all’incanto è subordinata al deposito di apposita domanda entro le ore 13 del giorno precedente a quello fissato per la vendita ed al deposito della cauzione che fissa nella misura del 10% e delle spese di vendita che fissa nella misura del 12% da versarsi su libretto giudiziario intestato alla procedura con vincolo del G.E. Ogni offerta in aumento non potrà essere inferiore a euro 774,69 e non superiore a euro 2.516,00. Ulteriori informazioni potranno essere assunte presso la cancelleria delle esecuzioni immobiliari del Tribunale di Vibo Valentia. Vibo Valentia, 18/10/2005


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 41

LE AZIENDE INFORMANO CROPANI Lungo la statale 106 un nuovo stabilimento CATANZARO Per suggellare i momenti più belli

Casa Ligarò, l’extra vergine L’esperienza e la qualità della tradizione calabrese... della gioielleria “Megna”

CROPANI — L´Olio extra vergine d´oliva è uno degli alimenti più importanti e salutari della dieta mediterranea. Casà Ligaro, che a Cropani Marina, lungo la Statale Jonica 106, a aperto un nuovo e moderno stabilimento per l´imbottigliamento e la vendita, da sempre punta sulla qualità e sulla genuinità dell´olio extravergine di oliva. Dai propri uliveti situati nella fascia costiera del Medio Jonio calabrese, grazie a un´attenta e scrupolosa attività agricola, rispettosa della natura, Casa Ligarò ottiene olive di primissima scelta. La molitura viene effettuata entro poche ore dalla raccolta all´interno di propri impianti, per cui tutto il ciclo produttivo, dalla terra alla bot-

tiglia, viene effettuato sotto il rigoroso controllo di un´azienda che ha saputo farsi apprezzare anche all´estero. Il mondo scientifico è unanime nel sostenere che l´olio extravergine di oliva rappresenta un componente fondamentale di una dieta sana, corretta ed equilibrata. Ma l´olio extravergine di oliva è anche sinonimo di bontà, di prelibatezza, di rispetto della migliore tradizione gastronomica calabrese. A Casa Ligarò è possibile acquistare direttamente, nelle confezioni più adatte alle necessità della famiglia o della ristorazione, l´olio extravergine, anche nella variante biologica. Inoltre, un´elegante sala di degustazione offre l´opportunita di apprezzare anche un´ottima linea di sott´oli che ha saputo esaltare le tipicità locali: olive schiacciate col nocciolo, olive denocciolate, olive alla monacale, olive nere secche, peperoni arrostiti, patè di olive nere e verdi, armonia piccante, pomodori secchi, ortolana verde, bruschetteria. Casa Ligarò è sinonimo di fiducia, correttezza, qualità e convenienza. Vieni a visitare il nuovo punto vendita realizzato a Cropani Marina, lungo la Statale Jonica 106. (pubbliredazionale) [Per info Casa Ligarò, Statale Jonica 106, Cropani Marina (Cz). Tel. 0961-935087 0961-961171 - www.casaligaro.it - E-mail: casaligaro@casaligaro.it]

FALERNA Una residenza turistica fronte mare

creazioni firmate a prezzi esclusivi. Entrando in questa gioielleria non si può che rimanere affascinati dalle incantevoli produzioni di: Comete, DonnaOro, Morellato, Osa, Mooby, Roberto Giannotti Angeli, Tentazioni Malù, UnoErre, Brosway, oltre che dalla vasta gamma di orologi Sector, Chronotech, Lotus, Citizen, Pierre Bonnet, Longines, Sweet Years, Casio, Lewi’s, Vagary, Dkny… e dai tanti altri marchi di qualità anche per bambini come Barbie e Action Man. Può anche capitare di incontrare faccie note, Vip come Francesco Arca o la bella Veronica Maya, la giovane conduttrice di “Verdetto finale” in onda su RaiUno che è stata accolta con grande affetto in un negozio che vale la pena di visitare. (pubbliredazionale) CATANZARO — Una passione che si tramanda da due generazioni, l’arte di impreziosire con oggetti di valore. Un cliente che uscendo dalla Gioielleria “Megna” di Catanzaro Lido non può che rimanere soddisfatto non solo per la varietà della scelta, ma soprattutto per la cordialità e la professionalità dei titolari, gente semplice che con il sorriso riesce sempre ad individuare le varie esigenze ed accontentare “l’amico” che chiede un consiglio, l’amico alla ricerca del regalo giusto. Sono tante le offerte particolari per il giorno più bello, piccoli e grandi doni, le fedi più in voga! Per i mariti che vogliono oggetti molto preziosi sono disponibili brillanti di oltre un carato. Ed inoltre braccialetti, anelli, orologi, accessori fashion, oggettistica d’argento: tante

CATANZARONel cuore della città, su Corso Mazzini

Per il tuo Natale, l’offerta Solo alla Libreria Mondadori del “Twiga Resort Hotel” tante le promozioni in corso

FALERNA — L’offerta di Natale dell’Hotel Twiga Resort. Soggiorni vacanza per il periodo che va dal 7/11/08 al 7/02/ 09. Unità abitative da 2 posti letto, euro 50 a camera; da 4 posti letto (estendibile a 6), euro 100 a camera. Convenzioni pasto a persona: n.1 buoni pasto pranzo/cena euro 30; trattamento di mezza pensione 35 euro; trattamento di pensione completa 60 euro. Animali: ammessi solo di piccolo taglio. L’Hotel Twiga si trova a Falerna Marina, direttamente sul mare e a pochi passi dalla montagna. Una residenza turistica perfettamente integrata nel paesaggio, progettata per offrire ai suoi ospiti comfort e funzionalità. L’importante polo ricettivo è ideale sia per soggiorni estivi che invernali. D’estate, infatti, il mare, l’ampia spiaggia privata del Twiga Lido, la piscina attrezzata, il ristorante a 4 stelle rendono il soggiorno piacevole e

riposante. D’inverno, invece, è il luogo ideale per chi ama il relax, e con spostamento su Cosenza in Sila si può godere lo sci e gli sport invernali. Molti i servizi offertii: reception, tv a colori in ogni appartamento, ristorante, piscina scoperta, bar, garage, animazione, servizio taxi, servizio navetta da e per l’aeroporto nel periodo estivo e mini club per bambini. Nella meravigliosa costiera tirrenica calabrese, Hotel ristorante, cafè teatro Twiga a 2 km dallo svincolo di Falerna , e a 10 km dall’aeroporto e dalla stazione di Lamezia Terme. (pubbliredazionale) [Per info: tel./fax 0968-999408 tel./fax 0961-951282 www.hoteltwiga.it hoteltwiga@alice.it savarano@libero. it]

CATANZARO — Da Mondadori tante promozioni. E' già Natale! Dal 14 novembre ad oggi -25% di sconto sui libri d'arte e illustrati! Inoltre, fino a dicembre I Meridiani euro 39,00 anzichè euro 55,00. E, infine, per tutto dicembre -15% sui titoli Garzanti e Guanda e -20% sui quattro titoli Rubbettino. Da Mondadori, fino al 15 di questo mese l’iniziativa: “alunni in libreria”. Gli insegnanti sono invitati a recarsi in libreria con le proprie classi. La visita, accompagnata da giochi, letture animate e sorprese, è un momento educativo importante che accenderà la curiosità dei bambini per la lettura. Per ogni classe è previsto un pacco dono di libri e gadget e sconti per ogni bambino. Chiamate subito e concordate un incontro. Davvero tanti, quindi, i mo-

tivi per recarsi nella libreria Mondadori di Corso Mazzini, che ha, inoltre, come punto di forza un personale qualificato composto dal titolare Umberto Cosco e dalla collaboratrice Mariella Truglia. Dai classici dell’800 ai moderni best sellers, romanzi vari, autori contemporanei, narrativa, saggi, manualistica varia, cucina, informatica, psicologia, filosofia, gialli, thriller . Un intero settore è poi dedicato ai ragazzi con una raccolta di giochi divertenti ed educativi per i bambini in età prescolare e tutta la gamma “Walt Disney”. Infine, un vasto assortimento di biglietti di auguri: pensieri stampati per accompagnare un regalo o un lieto evento. (pubbliredazionale) [Per info e prenotazioni: tel. 0961-743637]


42 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

LE AZIENDE INFORMANO CATANZARO Immerso nel verde, in località Siano SAN VITO Da oltre 50 anni l’attività della famiglia Rocca

All’agriturismo “Ai Reduci” Il caseificio “La mozzarella” solo sapori dalla tradizione le specialità a base di latte...

CATANZARO — L’agriturismo Ai Reduci è un’antica casa colonica completamente restaurata immersa nel verde a due passi da Catanzaro e dal Giardino Botanico della Pineta di Siano. Un locale caldo e accogliente, in grado di deliziare i palati più esigenti con cucina tipica della tradizione catanzarese ed un servizio impeccabile per serate divertenti e soprattutto tanta familiarità. La naturale propensione all'ospitalità e all'accoglienza dei titolari, la famiglia Pavone con i fratelli Saverio e Mansueto, e dello staff che vi lavora ha portato l’agriturismo a diventare in poco tempo un punto di riferimento per le specialità eno-gastronomiche locali. Ai Reduci vanta oltre 50 anni di attività, essendo nato nel 1955, come osteria. Dal 1990 i fratelli Pavone fanno rivivere i valori della tradizione, dei prodotti tipici e del mangiar sano scegliendo una nuova struttura e diventando

agriturismo. Specializzato nelle pietanze a base di carne, u morzeddu, salsicce e patate, i piatti a base di ortaggi di stagione, il pane fragrante fatto in casa, i salumi e gli eccezionali formaggi calabresi, i vini, i profumati ed eccellenti oli extravergine d’oliva, la pasta fresca e tante altre specialità. La cucina offre, inoltre, piatti senza glutine per le persone che soffrono di celiachia. Infatti un settore del laboratorio di cucina, rigorosamente controllato e certificato dalle autorità competenti, è dedicato a questa utenza. E’ adatto anche per festeggiare particolari ricorrenze.Si trova in via Sangue di Cristo in località Siano di Catanzaro ed è aperto tutti i giorni sia a pranzo che a cena. (pubbliredazionale) [Per info Tel. 0961-469761 e 333-7162528 www.agriturismoaireduci.it E-mail: info@agriturismoaireduci.it]

SAN VITO SULLO IONIO — Il caseificio la Mozzarella di Rocca Stefania è un'azienda a conduzione familiare che produce specialità a base di latte. Oltre 50 anni di esperienza per offrire prodotti di alta qualità. Il piccolo laboratorio e il punto vendita situati a San Vito, in località Picciotto, proprio per la caratteristica dimensionale e per il numero ristretto di persone che vi lavorano all’interno garantiscono più sicurezza e qualità. Il segreto dell'azienda familiare è il controllo meticoloso della linea di produzione, nel rispetto di tutte le norme igienico-sanitarie, nell'esperienza dei maestri "casari", nella lavorazione dei prodotti. Addirittura la mozzarella viene ancora mozzata a mano come si faceva una volta. Quindi grande attenzione, pulizia e passione contribuiscono al-

la qualità del prodotto finale. Il segreto della bontà dei prodotti è nella sapienza delle mani del mastro casaro, e nella qualità degli ingredienti: il latte proviene esclusivamente dai pascoli di collina e di montagna della zona ed è accuratamente selezionato e rigorosamente controllato nei parametri chimici e microbiologici. La mozzarella è il prodotto di punta, ma l’elenco dei prodotti spazia dalle mozzarelle alle mozzarelle alla panna, con la rucola, ci sono le trecce, la scamorza, le provole, il caciocavallo, il provolone affummicato, i formaggi , la juncata, la formaela, il burro, i burrini, i cordoncini di provola, gli animaletti di provola, le ricotte d e la sfoglia di mozzarella ripiena. (pubbliredazionale) [Per info: 0967-96489]

BASSO IONIO A Badolato, Chiaravalle e Soverato SATRIANO In viale Europa, in contrada Laganosa

L’azienda “Bressi Carni” “L’Antico Forno Sfizioso” controlli rigorosi e qualità prodotti freschi e genuini

BASSO IONIO — Bressi Carni, azienda leader nel suo settore, specializzata nel commercio di carni e animali, macellazione conto terzi e sezionamento carni rosse e bianche. Le carni provengono da capi di animali rigorosamente controllati e selezionati sotto il profilo sanitario e igienico e per caratteristiche di qualità, che vengono ingrassati direttamente nella sede aziendale e sempre qui vengono macellati, sezionati e lavorati. La filiera viene completata con la distribuzione delle specialità gastronomiche, pronte per essere gustate, nei punti vendita a Badolato, Soverato e Chiaravalle. I prodotti spaziano dalle carni rosse a quelle bianche, con una vasta scelta tra carni bovine, ovine, suine, equine, pollame e conigli. Il reparto macelleria offre il taglio delle carni per le fettine, la carne macinata,

le costolette, i bolliti, gli ossobuco, la trippa e tanto altro ancora con la possibilità di scegliere anche carni bovine di chianina e la famosa carne argentina. Ma, oltre alla macelleria, ci sono anche i prodotti da banco, lavorati e già confezionati, pronti per essere cucinati. Senza dimenticare i salumi e gli insaccati già stagionati e preparati con il metodo e le ricette tradizionali, senza conservanti e coloranti, come il capicollo, la pancetta, la ‘nduja e altre specialità gastronomiche come i funghi, i sott’oli, le conserve, gli oli ed i vini. Tanta qualità a prezzi decisamente competitivi.(pubbliredazionale) [Info azienda 0967- 81421 Soverato 0967 - 521882 Badolato 0967 - 811552 Chiaravalle 0967 - 92616]

SATRIANO — L’Antico Forno Sfizioso sforna ogni giorno pane, biscotti, pizze e focacce, prodotti per la colazione e da forno seguendo le antiche ricette di un tempo e utilizzando gli ingredienti semplici e genuini della tradizione alimentare del territorio. L'obiettivo è di salvaguardare gli antichi sapori locali e le tradizioni gastronomiche tanto decantate dalla cultura della dieta mediterranea. E’ possibile scegliere oltre al pane fragrante, ai panini, ai biscotti anche gustose pizze da asporto e focacce, frese, crostini, taralli, crostate e torte. Ma è anche rosticceria, pasticceria, stuzzicheria e prodotti tipici. Sono tante le specialità da forno ideate dal mastro artigiano, e tutte sono rigorosamente realizzate con ingredienti naturali, sani e genuini del territorio calabrese. Per venire incontro al-

le esigenze di operai o studenti il locale è aperto dalle ore 6 e 30 di mattino fino alle 13 e 30 e dalle 16 alle 20. Il punto vendita è un’idea di Mimmo Palaia che ha costituito una giovane e dinamica azienda basata da una consolidata esperienza ultradecennale nella produzione di specialità da forno. Grande attenzione alla qualità nella selezione delle materie prime per ottenere la stessa qualità nella lavorazione del prodotto finale. All’Antico Forno Sfizioso c’è anche il reparto salumi ed alimentari, quello dei prodotti tipici e il frigo con le bibite fresche da consumare al momento. L’Antico Forno Sfizioso è a Satriano Marina in viale Europa contrada Laganosa, accanto la chiesa parrocchiale. (pubbliredazionale) [Per info: 340-5449862]


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 43

SPECIALE ESPERTI L’ANGOLO DELL’ESPERTO Le risposte dell’architetto Francesco Coroniti, titolare di uno studio di architettura e ingegneria a Sellia Marina

Il ponte sullo Stretto, un imponente progetto Il manufatto stabile rappresenterebbe “il definitivo volano di sviluppo di tutto il Meridione” “Il ponte sullo Stretto” l’argomento trattato, questa settimana, dall’architetto Francesco Coroniti, Titolare dello Studio di architettura e ingegneria Coroniti, sito a Sellia Marina in Via Pullano, 16. La storia del progetto Parecchi secoli sono trascorsi da quando, nel 251 a.C., durante la prima guerra punica, i Romani organizzarono il primo rudimentale traghetto per traghettare dalla Sicilia gli elefanti catturati ai Cartaginesi. Una cronaca parla della realizzazione di un ponte in barche e botti su cui fecero transitare degli elefanti. L'imperatore Carlo Magno nel IX secolo decise di realizzare una sequenza di ponti sul mare,ma alla sua morte seguì l'abbandono del progetto che fu ripreso nel XI secolo da Roberto il Guiscardo, conquistatore Normanno , che, ne avrebbe iniziata la costruzione, anch'essa sospesa dopo la morte. Il manufatto stabile rappresenterebbe "il definitivo volano di sviluppo di tutto il Meridione che congiuntamente all'intero bacino del Mediterraneo si insedierebbe in tutta l'economia generale dell'Europa Unita". I primi studi sul ponte risalgono al 1969, con un Concorso di Idee indetto dall'Anas. Nel 1971, la legge 1158 afferma il prevalente interesse nazionale dell'opera e pone le basi per la creazione di una Società concessionaria per la progettazione, realizzazione e gestione dell'opera. Nel 1981, con le modalità e finalità volute dalla legge, nasce la Società Stretto di Messina, Concessionaria di Stato che ha come azionisti l'Iri per il 51%, nonché Ferrovie dello Stato, Anas, Regione Calabria, Regione

L’architetto Francesco Coroniti

Siciliana, in quote paritetiche del 12,25%. Nel 1985, inizia l'attività operativadella società, con l'affidamento della concessione per lo studio, la progettazione, la costruzione, nonché l'esercizio del solo collegamento viario, e la stipula con le Concedenti Anas. e F.S. di una Convenzione per la predisposizione del Progetto di Massima del collegamento. Ilprimo passo dell'iter progettuale è indirizzato dalla Convenzione alla fattibilità dell'opera ed alla sua tipologia: in sotterraneo, in mare, in aria. A fine giugno '86, la S.M. sottopone lo Studio di Fattibilità con i progetti relativi alle tre tipologie definendoli tecnicamente fattibili ed esponendo per ciascuna il suo parere su affidabilità e costi. La tipologia aerea, che offre sicurezza, minore costo, ridotto tempo di esecuzionenonché facile ed economica manutenzione, viene indicata come ottimale con il conforto di una autorevole commissione internazionale. Tra il feb-

braio 1987 e l'aprile 1988, prima le F.S., poi il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e infine l'Anas si esprimono dal punto di vista tecnico a favore della tipologia aerea. Viene così dato l'avvio alla fase di progettazione di massima di un ponte sospeso. La Società dello Stretto di Messina, dopo la scelta manifestata dalle Concedenti, studia e presenta nella primavera del 1990 due Progetti di massima preliminari con ponte sospesoad unica campata e con ponte sospeso a due campate. Nel dicembre 1992 infine, la Società Stretto di Messina completa e presenta il Progetto di Massima accompagnato da dettagliate relazioni tecniche, che individuano la spesa presunta per la costruzione dell'opera e dei suoi collegamenti nonché i tempi necessari per la sua esecuzione. Unitamente a quanto su riportato che è stabilito dalla Convenzione la Stretto di Messina presenta inoltre lo Studio di Impatto Ambientale conforme alle prescrizioni fissate dal D.P.C.M. 27/12/88. Il Progetto è completato dall'Analisi Costi-Benefici predisposta secondo gli schemi Fio. Nel luglio 1994 le F.S., completato l'esame tecnico del Progetto di Massima, esprimono parere sostanzialmente favorevole che, mentre richiede l'approfondimento di alcuni aspetti tecnologici, raccomanda che il progetto prosegua nell'iter delle decisioni amministrative e politiche essendo sufficientemente maturo ed avanzato per tali finalità. Nell'autunno 1995, anche l'Anas completa il suo esame con valutazioni analoghe. Struttura del Ponte La configurazione dell’attraversamento dello Stretto di Messina è quella di un ponte sospeso ad un’u-

nica campata con pile in terrafermasulle due sponde. L’impalcato sospeso si sviluppa per una lunghezza massima di 3660 m (misurando 3300 m la campata centrale e 180 m ciascuna le due campate laterali) e per unalarghezza di 60 m. Per ogni senso di marcia sono previste 4 corsie stradali (marcia veloce, marcia, marcia lenta ed emergenza), 2 corsie ferroviarie – un binario ed una corsia riservata per gommati – ed una corsia per veicoli di servizio e pedoni. La sua altezza sul livello del mare è di 70 m in mezzeria e 64,35 m in prossimità delle torri. Le torri hanno un’altezza di 370 m e sono costituite, ognuna, da due gambe lamellari, con sezione a losanga di 16x12 m, collegate da 4 traversi. La sezione trasversale, evoluta nel tempo nei vari studi di progettazione ed

osservazioni in galleria del vento, comprende tre cassoni longitudinali indipendenti, a forma di ali, tra i quali sono interposti dei grigliati. L’impalcato è sostenuto da due coppie di cavi del diametro di 1,24 m aventi uno sviluppo di 5300 m tra i due ancoraggi. L’interasse tra le due coppie di cavi è di 52 m. Ogni coppia di cavi è collegata da collari posti con un passo di 30 m; da ogni collare si dipartono quattro fasci di pendini, che sorreggono le travi trasversali dell’impalcato. Dette travi trasversali sostengono, a loro volta, i tre cassoni “alari”. L’intera struttura è capace di resistere a sollecitazioni eccezionali,quali raffiche di vento in direzione trasversale rispetto alla corrente veicolare, con velocità superiori a 216 km/h e sismi con accelerazioni al suolo di 0,58 g (circa 6 m/sec2 ).

L’ANGOLO DEL COMMERCIALISTA Un importante argomento viene affrontato nella rubrica a cura del dottor Salvatore Varano

Il Governo propone un piano anticrisi sui mutui Secondo il decreto lo Stato si accollerebbe la spesa in interessi per la parte che supera il tasso del 4% Piano anticrisi sui mutui: oltre il 4% paga lo Stato La manovra del Governo relativamente ai mutui ed il relativo Decreto che deve ancora essere approvato e quindi potrebbe essere soggetto a modifiche o limiti di applicazione. Soggetti interessati al contributo Sarebbero oggetto del beneficio i mutui: - già stipulati; - riguardanti la "prima casa"; - regolati a tasso variabile. I mutui a tasso fisso non sono toccati dalla manovra indipendentemente dal tasso applicato. Natura del Contributo Lo Stato si accollerebbe la spesa in interessi per la parte che supera il tasso del 4%. Il beneficio non verrà però applicato per tutta la durata del mutuo ma solo per il 2009. Poi salvo proroghe tutto tornerà come prima. Rimborso del contributo Non è chiaro se la rata verrà compensata mensilmente dalla banca o se si pagherà subito per intero e lo Stato rimborserà il credito più avanti. Entità del rimborso Considerata l'avvenuta riduzione

Il dottor Salvatore Varano

dell'Euribor si può ipotizzare che il contributo ammonterà mediamente a circa l'1% del debito residuo (es. 800 Euro su un capitale residuo di 80.000 Euro). Se le attese relative ad un ulteriore fles-

sione dell'Euribor si avvereranno, l'importo rimborsato sarà conseguentemente inferiore. Per chi vuole sostituire il vecchio mutuo Chi passa oggi ad un mutuo a tasso fisso può garantirsi un tasso tra i migliori che siano mai stati disponibili. Si pensi che i clienti TeleMutuo in fase di stipula in questi giorni stanno contraendo i seguenti tassi fissi per mutui destinati all'acquisto dell'abitazione: 5 anni: 4,4%; 10 anni: 4,9%; 15 anni: 5,1%; 20 anni: 5,0%; 25 anni: 4,8%; 30 anni: 4,6%. Chi rinvia non può sapere quali condizioni troverà durante o alla fine di una delle più gravi crisi finanziarie mondiali. Né potrà contare su ulteriori contributi di uno Stato con bilanci provati da un periodo così difficile. Se il mutuo è ancora lungo, rimandare potrebbe rivelarsi dannoso. Riferimento al tasso Bce Sembra che dal 2009 chi sceglierà un mutuo a tasso variabile potrà chiedere di ancorarlo alle variazioni del tasso stabilito dalla Bce (Banca Centrale Europea) invece che all'Euribor. Il tasso Bce è di solito un po' più basso dell'Euribor. Tuttavia è

ovvio che lo spread sarà conseguentemente più alto, visto che le banche si riforniscono di denaro al tasso Euribor. Infatti gli istituti di credito che già oggi agganciano il tasso al parametro della Bce

chiedono uno spread dell'1,5%, quasi doppio rispetto a quelli correlati all'Euribor. Salvatore Varano Commercialista Revisore Contabile


44 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE CASE -MARCELLINARA - vendesi casa singola su due livelli di mq. 220 con terreno edificabile di mq 3.200, terreno agricolo di mq. 2.500. Ottima vista panoramica. Tel. 338-3369782 - MONTEPAONE LIDO - vendesi appartamento in località Pilinga (zona Calaghena), mq utili 120 + balconi, immobiliato, vista mare. Info tel 333-2095358 - SIMERI MARE - vendesi appartamento in via lungomare (accanto hotel Palace) composto da ingresso, salone doppio, ampia cucina, due camere da letto, bagno, ampi balconi e giardino condominiale. Tel. 320-7626396 - SIMERI MARE -vendesi appartamento in via Lungomare (accanto Hotel Palace) composto da ingresso, salone doppio, ampia cucina, due camere da letto, bagno, ampi balconi e giardino condominiale. Tel.320-7626396 - SQUILLACE - lido, vendesi appartamento 2 camere, cucina abitabile, soggiorno-salotto, bagno lavanderia, posto macchina, mq 80. Prezzo 100.000 euro Tel. 3291720932 -SOVERATO - zona Cittadella, appartamento in villa composto da salone ingresso triplo con cucina a vista, tre camere , studio, due bagni, giardino. Tel. 0961-903801/360-853898

Case e Attività Commerciali

4688877

Vendita e affitti - uso abitazione e uso commerciale

-CATANZARO - lido, viale Crotone trav.7 nr 19 composto da: 2 stanze da letto, cucinasoggiorno, bagno, corridoio, due balconi grandi. Riscaldamento autonomo. Prezzo 155 mila euro. Tel. 0961-722684 (fino alle 16) cell. 339-4587804]

TRATTATIVA PRIVATA APPARTAMENTI IN VENDITA

-ALBI- vendesi appartamento ristrutturato 2° piano, 5 vani, doppi servizi, garage, 2 magazzini, giardino, terrazza, termocamino. Prezzo affare. Tel. 0961-727342

-CATANZARO - vendesi o fittasi via Madonna dei Cieli a piano terra ampi locali mq400+ 120 ammezzato, categoria C2 Tel. 096725648 o 339-3653737

- BORGIA - vendesi a 10 km dal mare appartamento di 110 mq: 3 locali, cucina, bagno, ripostiglio, ingresso, ottime rifiniture. Euro 60.000,00 tratt. chiedere di Massimo. Tel. 349-4977644

-CATANZARO - locali in via P. Orsi traversa viale De Filippis, varie metrature, uso ufficio o residenziale. Indipendente ampi parcheggi. Tel. 329-9286449 o 0961-774030

- BOTRICELLO - vendesi in terreno edificabile fronte mare con destinazione tirrenica ampia estensione confinante con zona edificata già infrastrutturata. Tel. 3473584705

- CATANZARO - discesa Jannoni, vendesi locale di 100 mq da adibire ad attività commerciale o a civile abitazione. Interno ristrutturato, esterno in ristrutturazione. Tel. 333-6327759

- CATANZARO - zona ospedale civile vendesi appartamento composto da tre stanze letto, cucina, soggiorno, doppi servizi, doppia entrata, ripostiglio Tel. 334-6987160

- CATANZARO - lido, via Crotone, vendesi appartamento costruzione recente mq 85, arredato più terrazzo mq 5. Box per tre posti auto e parcheggio condominiale. Trattative riservate, no perditempo, no agenzie. Tel. 335-8772859

- CATANZARO- lido: centralissimo con vista a mare, vendesi appartamento mq 160 in contesto d'epoca, euro 280.000,00 Tel. 0961-34991 O 329-4912685 -CATANZARO - vendesi loc. Piterà, casa indipendente di 115 mq con terrazza a livello di mq 100 magazzini sottostanti di mq 85 con antistante corte di mq 75 e terreno di 1200 mq p.a. Tel. 338-1173134 -CATANZARO - lido, via Stretto Antico, difronte il Polifunzionale del Comune, fittasi e/o vendesi locale su strada uso negozio commerciale di mq 140 Tel. 0961-722707 / 338-2389544 -CATANZARO - lido, vendesi terreno edificabile Cat. B1, 1500 mq indice 0,80 mc, recintato, acqua potabile, compreso di magazzino 50 mq e magazzino 12 mq, zona residenziale, via Trapani Tel. 348-0018069 -CATANZARO- Corvo appartamento di 100 mq completamente ristrutturato, con ingresso su ampio soggiorno, cucina abitabile, 2 vani, bagno, ripostiglio, 2 balconi verandati, cantina di 10 mq. Tel. 333-8701280 - CATANZARO - Pontegrande, appartamento panoramico, termoautonomo, composto da: ingresso, salone, 2 letto, cucina abitabilissima, lavanderia, bagno, terrazzo. Tel. 328-0879996 -CATANZARO - appartamento ristrutturato, tre stanze ampie luminose e accessori, posizione fronte Complesso San Giovanni Catanzaro. Trattative riservate Tel. 338-

- CATANZARO - vendesi appartamento, Catanzaro zona Cavita, cucina -soggiorno-salone-tre camere-doppi servizi-balconi-posto auto, mq 145 circa. Tel. 3338094508 / 333-8927584. -CATANZARO - Germaneto. Affittasi villetta arredata di mq 70, con rifiniture di lusso. Tel. 338-9406226 -CATANZARO - lido, affittasi a studenti alloggio di nuova costruzione, in via Trapani. Prezzo interessante. Tel. 3392868119 -CATANZARO - in loc. Siano, via Regina Madre, appart. autonomo, ristrutturato anno ‘01, con ottime rifiniture di 105 mq calpestabili, composto da: 3 bagni (di cui 1 attiguo a camera da letto), due camere da letto, soggiorno con caminetto, cucina. Tavernetta rustica esterna con terrazzino attiguo all’appartamento, e giardino ben rifinito. Trattativa privata. Tel 328-4026872 -CATANZARO - vendesi zona Germaneto vic. nuova stazione ferroviaria, terreno mq 9000, destinazione Dc (artigianale e piccolo commercio), prezzo interessante. Tel. 329-1646400 -CROPANI - marina. Vendesi basso fabbrcato uso commerciale, di mq 350 circa. Tel.0961-961182 -CROPANI - marina via Catanzaro affitta-

si appartamento composto di due stanze da letto, cucina/soggiorno, ampio ripostiglio, bagno , mtq 40 giardino, arredato. Per info: 339-6815575 - CROPANI - marina via Catanzaro affittasi appartamento composto da tre vani letto, 2 bagni,soggiorno,cucina, ampio ripostiglio,5 balconi Per info: 3396815575 -DAVOLI MARINA - a due km dal mare e da Soverato (Calabria Jonica): in attrezzatissimo e verde villaggio con piscina, campi tennis e calcetto, giochi bimbi, teatro e discoteca all'aperto, bar, guardiana e animazione, vendesi luminoso e panoramico bilocale arredato, con balcone e posto macchina. Libero per la stagione 2008. Prezzo interessante. Telefonare ore pasti. Per info:0961-771231 329-3017009 - DECOLLATURA - vendesi casa ristrutturata di recente composta da: piano seminterrato: due grandi magazzini; piano rialzato: cucina abitabile e grande salone, pranzo wc; primo piano: due grandi camere da letto, wc, balcone con vista panoramica; mansarda: camera letto, bagno, vista panoramica. Terreno attiguo di mq 400. Euro 150.000 trattabili Tel. 392-6167207 -DECOLLATURA - vendesi in Adami di Decollatura due mini appartamenti con accessi indipendenti e volendo anche unificabili previo opportuna scala interna. Ogni mini appartamento è composto da: ampio ingresso, cucina, pranzo, soggiorno, wc, camera letto, ripostiglio e ampio garage. Il prezzo è di euro 50.000 trattabili Tel. 3926167207 - DECOLLATURA - località “Guercio”, vendesi casa su due livelli composta da piano terra: reparto giorno con cucina , soggiorno, pranzo, porticato coperto, bagno, garage, magazzino, terreno attiguo esteso 20.000 metri; primo piano:tre camere letto, bagno, ripostiglio. La casa è riscaldata con termocamino e autoclave riserva acqua. Euro 230.000,00. Tel. 3926167207 - FRANCAVILLA MARITTIMA -offro locali per deposito merci o altro su strada largo traffico. Tel 329-1873014 - LAMEZIA TERME - via del Progresso, camera singola in appartamento arredato da condividere. Insegnanti , professionisti in genere,lavoratori, studenti. Massima serietà Per info 0968-28591 -MARCELLINARA - vendesi appartamento di 135 mq. composto da: soggiorno -angolo cottura, 3 stanze, 2 servizi e garage. Tel. 342-8722389

- SOVERIA MANNELLI -vendesi in pieno centro urbano, mini appartamento di mq 60 su due piani.piano terra composto da ingresso, cucina, pranzo, wc, magazzino con autoclave in comodato. Primo piano con accesso interno ed esterno composto da due camere letto piccole e wc. Tel. 3926167207 - SOVERIA MANNELLI - Vendo a Soveria Mannelli, in zona tranquilla palazzina di due piani, con accesso autonomo carrabile e pedonale, con annesso piccolo terreno ad uso orto e area arredata per il tempo libero. La palazzina è composta da: piano terra (parzialmente ultimato di mq 140); primo piano (3 camere letto + grande soggiorno-pranzo + cucina abitabile + due bagni + ripostiglio + ampi balconi). Il prezzo trattabile è di euro 150.000. Tel. 392-6167207 - SOVERIA MANNELLI - Vendesi appartamento mq. 80, camera letto, soggiorno, cucina, bagno, cortile, giardino, euro 60.000 trattabili. Tel. (o.p.) 0961-727342 - SOVERIA MANNELLI - vendesi mini appartamento di mq 70 posto al piano terra con accesso autonomo. Composto da 2 camere da letto, bagno, anticamera con soggiorno, pranzo, cucina. Euro 70.000 trattabili Tel. 392-6167207 - SOVERIA MANNELLI - vendesi casa di recente costruzione composta da piano terra e da primo piano. La casa è già abitabile e libera subito. Adiacente area per il tempo libero e orto per usi agricoli e garage. Il prezzo è di euro 150.00, 00 non trattabili. Tel. 392-6167207 - STALETTÌ - Copanello, vendesi villa a schiera 150 metri dal mare, due livelli arredata 143 mq, giardino di 162 mq, salone, caminetto, tre vani doppo servizi euro 240.000 Tel. 339-8883818 (h 11-14) o 3391129765 -TORRETTA DI CRUCOLI - vendesi o fittasi appartamento . Tutto arredato, circa 100 mq. Vicino al mare Tel. 3383848762

VENDESI IN SILA Villetta a schiera, a Villaggio Mancuso, Residence Stella Alpina 2, composta da: ampia cucina soggiorno, due camere da letto, servizi, stanzino deposito, legnaia, piccolo giardino. Con caminetto e arredamento completo. Garage adiacente di 25 mq con ingresso coperto autonomo. [Telefonare ore pasti al: 0961-32459]

Trattativa privata


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 45

SPECIALE CASE APPARTAMENTI IN FITTO

- BASSO IONIO -

- CATANZARO - Fittasi in Via Bambinello Gesù Catanzaro appartamento nuovo, arredato, termo autonomo, 2 stanze + cucina-soggiorno, ben collegato con autobus Amac, anche per Germaneto. Tel. 339-7803596 o 333-5236521

- ISCA MARINA- fittasi villa al mare indipendente, su due piani e composta da ampio salone, 3 camere letto, cucina, doppi servizi, 4 balconate e immenso giardino con alberi da frutto. [Per info: 320-3672584 o 334-8282473]

- CATANZARO - vicino ospedale Civile, affittasi ad impiegata o studentessa camera singola in appartamento signorile - Arredo nuovo. Tel. 334-8282473 - CATANZARO- via E. de Riso, eventualmente arredato, appartamento termoautonomo mq. 130 più terrazzo (cucina abitabile, dispensa, due vani, ampio salone, posto auto). Prezzo da concordare. Tel.3388646549 - CATANZARO- E. de Riso, a studenti o uso ufficio appartamento arredato e termoautonomo e/o singole stanze. Prezzo da concordare. Tel. 338-8646549 - CATANZARO- affittasi magazzino in via Teti Pontepiccolo solo uso deposito e a privati mq. 20 eventualmente soppalcabile già disponibile euro 220 mensili Tel. 3355804234 - CATANZARO- fittasi appartamento ristrutturato, tre stanze ampie luminose con accessori, fronte Complesso San Giovanni. Uso studio professionale o medico. Tel. 3384688877 - CATANZARO- floc. Germaneto nei pressi dell'università e del policlinico Mater Domini fittasi stanze singole–doppie o intero appartamento di nuova costruzione con posto auto composto da: entrata soggiorno - due camere – cucina – bagno . Tel. 333-6298565 - CATANZARO - fittasi a Germaneto vicino policlinico e università 2 stanze o intero appartamento arredato di nuova costruzione e con posto auto. composto da 2 stanze bagno - cucina - entrata - soggiorno. Tel. 3336298565 - CATANZARO - fittasi magazzino 60 mq. pluriaccessoriato (tv, risc.aut., citofofo, bagno e antibagno-soppalco. Uso (no strumenti rumorosi): deposito,ufficio-laboratorio, altro. Via Cagliari 15/c-adiacenze chiesa Padre Pio. Tel. 340-9304526 -CATANZARO - lido Casciolino, fittasi locale p.t. entrata indipendente per uso ufficiostudio, finemente rifinito. Condizionamento e riscaldamento autonomo. Predisposto Adsl. Tel. 0961-33732 / 340-6782253 -CATANZARO - affittasi appartamento ottime condizioni, zona Lido centro, vista mare, da settembre a giugno. Tel. 0961-738151 oppure 335-320997 - CATANZARO - affittasi via Fontana Vecchia (pressi Tribunale), monolocale con bagno,

- LAMETINO - FALERNA- lido e Tropea fitto settimanalmente appartamento in residence - piscina - tennis - animazione: offerte speciali per il mese di luglio. [Per info: 0968-453095] -LAMEZIA TERME - fittasi garage di mq. 40 circa completamente autonomo con ingresso privato in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme. Ideale per 2 autovetture. [Per info: 338-7311650] -LAMEZIA TERME- fittasi locale di mq. 140 circa adibito ad uffici aperti al pubblico in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Ideale per attività di finanziaria. [Per info: 338-7311650] -LAMEZIA TERME - fittasi seminterrato di mq. 400 circa da adibire ad uso archivio e/o autorimessa in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Munito di impianto antincendio certificato. [Per info: 338-7311650]

- SOVERATO - fittasi loc. Cittadella appartamento nuovo non arredato: tre stanze cucina salone doppi servizi ripostiglio terrazzo panoramico. euro: 450.00. [Per info: 340-6127541] - SQUILLACE - affittasi appartamento ammobiliato tutto l'anno Squillace Lido n. 2 camere da letto - cucina abitabile - soggiorno - salotto - bagno - lavanderia - posto macchina. [Per info: 329-1720932] - SANTA CATERINA SULLO IONIO - fittasi appartamento con giardino. Climatizzato 6-8 posti letto. [Per info: 339-6007772]

Trattativa privata

- CATANZARO - via Schipani: prestigioso mini appartamento composto da soggiorno, cucina, camera da letto, bagno, termoautonomo, climatizzato. Entrata indipendente, posto macchina in strada privata. (no studenti). Tel (o.p.) 0961-722413/ 340-5978020 - CATANZARO - via Bianco adiacente Regione Calabria appartamento 4 vani doppi servizi termo autonomo euro 550,00. Nuovo, posto macchina. Per info: 335-487387 - CATANZARO - affittasi locale commerciale in centro storico, via Spasari mq. 50 con servizi ed arredato o non, con licenza o senza, richiesta euro1200,00 mensil Per info: 392-1311913 / 349-3737911 - CATANZARO - lido affittasi, zona Casciolino, mini appartamento mansardato arredato per max 2 persone, euro 400,00 Per info: 333-4292879 o.p. - CATANZARO - Siano fittasi appartamento arredato 2-3 posti letto, cucina/soggiorno, vano letto, bagno, capiente ripostiglio con finestra. Termoautonomo, climatizzato. [Per info: 347-7032078] -CATANZARO- lido viale Magna Grecia affitto camere per studentesse o impiegate singole e posti letto. Appartamento nuovo luminoso riscaldamento. Per info: 333-4695385

termoautonomo, al primo piano, uso ufficio o abitazione. Tel. 338-6260206

-CATANZARO - zona Pontepiccolo, fittasi appartamento signorile e arredato composto da due camere, accessori e due terrazzini. Per info: 320-3672584 / 0961-726027

-CATANZARO - affitasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova stazione ferroviariadi Germaneto. Solo studenti Tel. 349-1448769

-CATANZARO - A Cavita in via Barlaam da Seminara affitto appartamento di mq. 110 con posti auto. Anche a studenti. Per info: 3388160349

- CATANZARO - centro, fittasi uso foresteria prestigioso immobile, loft indipendente arredato e climatizzato, precedentemente abitato da funzionari di istituti di credito. Tel. 334-1875277

-CATANZARO - fittasi appartamento Via Z. Bianco nr.13 - 2° piano adiacente Regione Calabria , 4 vani doppi accessori, sgabuzzino e posto auto- termoautonomo. Per info: 335-487387

- CATANZARO - Fittasi, in via Madonna dei Cieli , vicino università San Brunone, a studentessa o impiegata camera singola in appartamento signorile e con arredo nuovo. Tel. 334-8282473/347-6817553

-CATANZARO - centro, zona San Leonardo, fittasi appartamento mq 170, doppio ingresso, posto auto, anche ammobiliato - oppure uso ufficio. Per info: 368-3948807 / 333-2127961

CATANZARO - affittasi zona Materdomini di Catanzaro (pressi scuola Einaudi), in condominio privato, appartamentomansarda mq 70 arredato, ad impiegate o studentesse, 2 stanze, cucina, bagno e 2 posti auto. Per info: 338-6260206

-CATANZARO - centro, zona Duomo, fittasi appartamento 3 vani indipendente, ristrutturato, arredato, doppi servizi, termoautonomo, posto auto e cortiletto. Per info: 0961774532 / 339-863070

-CATANZARO - fittasi camere singole o doppie a studenti o impiegati, in via Schipani, palazzo Petrucci. Per info 3397285207

- CATANZARO- via De Riso, 4 posti letto in appartamento arredato di 150 mq. composto da 4 camere letto, cucina, soggiorno-pranzo, salone, 2 bagni, termoautonomo. Uso abitazione ad impiegate o studentesse. Tel. 333-2414272

-CATANZARO - lido, a studenti due camere singole in appartamento ben arredato con doppi servizi, riscaldamentoo autonomo ben arredato con posto auto. Da ottobre a giugno. Per info 0961-33085 / 347-35599054

- CATANZARO - San Leonardo, fittasi locale seminterrato, 3 vani con bagno, ristrutturato per uso studio o ufficio. Per info tel. 3349506955

-CATANZARO - fittasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova stazione ferroviaria di Germaneto a due passi dal campus universitario. Solo studenti. Per info 349-1448769 -CATANZARO - fittasi in Via Madonna dei Cieli, di fronte Università “San Brunone” camera singola in appartamento signorile e ben arredato. Per info 320-3672584 / 0961-726027 - CATANZARO - lido, centro. Fittasi da ottobre a giugno appartamento. Per info: 3207917831 / 329-8753604. -CATANZARO - lido, lungomare (vicino Hotel Palace), fittasi mini appartamento. Tel. 338-4223740 -CATANZARO - Sala, affittasi, presso funicolare, appartamento composto da ingresso, soggiorno, pranzo, angolo cottura, camera matrimoniale, ripostiglio, bagno, balconi. Termoautononmo, lavatrice e posto auto in cortile. Tel. 0967-21841 - CATANZARO - lido, via Trapani. Affittasi a studentesse appartamento arredato di nuova costruzione. Prezzo interessantissimo. Tel. 339-2868119.

- RENDE - fittasi a studentesse universitarie a Commenda di Rende (Cs) via Ciro Menotti ,26 n. 2 posti letto in camera doppia appartamento di n. 4 posti letto soggiorno,due

- ALTO IONIO -BOTRICELLO - fittasi mensilmente annualmente prestigiosi appartamenti sul mare ammobiliati e climatizzati composti da due stanze da letto due bagni un ampio soggiorno cucina. te: [Per info 328-2067606]

Trattativa privata camere letto, cucina,bagno, balcone. Palazzo di recente costruzione [Per info 3393134105 / 329-3725793] - SOVERATO - zona Cittadella, appartamento in villa , composto da triplo salone, tre camere due bagni, posti letto sei, arredato di tutto. Tel. 0961-903801/360853898 - SOVERATO - di fronte Lido Don Pedro fittasi per tutto l’anno mini appartamenti autonomi piano terra, arredati, provvisti di aria climatizzata, lavabiancheria, giardino, parcheggio interno per motocicli. Euro 300. Tel. 0967-23690 /3207680316 CESSIONI D’AZIENDA -CATANZARO - vendesi avviata edicola cartoleria. Tel. 389-1983286 -CATANZARO - vendesi attività avviata: bar, rosticceria, tavola calda, tabacchi volendo anche impianto benzina a S. Maria di Catanzaro Tel. 328-0021229 -SAN MANGO D’AQUINO - cedesi attività commerciale: bar - pizzeria - trattoria pensione. Tratt. riservata esclusi perditempo. Posto molto conosciuto. Per info: 340-4051067 TERRENI IN VENDITA - CERCHIARA DI CALABRIA - vendesi terreno ulivetato ha 2.24 con casa buono stato. a circa 5 km dal mare.prezzo interessante. Tel. 329-1873014. - CIRÒ MARINA - vendesi a Cirò Marina, a breve distanza dal mare, struttura alberghiera composta, al secondo piano, da 16 camere con bagno; al piano terra e primo ampi saloni per la ristorazione e servizi + ampia cucina; la superficie totale è di mq 650,00; attiguo piccolo terreno; il prezzo, trattabile, e' di euro 250.000,00; libera subito. Per info 392-6167207 - STALETTÌ - via Provinciale per Copanello. Terreno edificabile c.a. 2000 mq, panoramico, possibilità di 2 lotti, prezzo trattabile. Info: 0961-918215 - TIRIOLO - vendesi terreno agricolo metriquadrati ventiduemila con annessa fabbrica fuochi artificiali metriquadratiottanta attrezzature automezzo trasporto tutto regolarmente autorizzato. Tel: 0961991402 / 339-5713837 /0961-992153


46 Lunedì 8 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE ESPERTI VITA DI CONDOMINIO Un interessante argomento, anche questa settimana, nella consueta rubrica a cura del Centro Studi Anaci di Catanzaro

Regole per l’accensione degli impianti di riscaldamento Gli edifici con caldaie condominiali e centraline climatiche permettono la contabilizzazione del calore Questa settimana nella rubrica “Vita di Condominio” a cura del Centro Studi Anaci di Catanzaro si parla di “accensione impianti di riscaldamento”. Con l’arrivo della stagione fredda si rende necessaria l’accensione degli impianti di riscaldamento. E’ bene però ricordare che gli impianti di riscaldamento centralizzato hanno dei limiti di accensione. E’ possibile accendere il sistema di riscaldamento solo in determinati periodi dell’anno, per un numero di ore determinato e in una determinata fascia oraria, il tutto a seconda di dove si trovi il condominio. I Comuni italiani, infatti, sono compresi in sei zone climatiche stabilite in base alla temperatura media registrata durante l’anno. Ad ognuno di questi gruppi sono assegnati periodi, quantità e fasce orarie di accensione del riscaldamento. Queste regole valgono per tutti gli impianti di riscaldamento condominiali di vecchia concezione, ma non per quelli di nuova concezione. Gli impianti nuovi, infatti, dotati di una caldaia condominiale a cui si associano centraline climatiche per ogni appartamento (o cronotermostati), consentono la contabilizzazione del calore e permettono ad ogni condomino di accendere, spegnere e regolare la temperatura del proprio

VITA DI CONDOMINIO INVIA I TUOI QUESITI AGLI ESPERTI DEL CENTRO STUDI ANACI DI CATANZARO

- Centro Studi Anaci Direttore Pietro Bullotta. Componenti: Valentino D’Onofrio; Daniela Gemelli; Lidia Cupido; Marianna Cupido; Marzia Milano; Concetta Bruni; Maria Commisso.

Per informazioni e domande utilizzare l’e-mail: lapiazza@ildomani. it

E’ possibile accendere il sistema di riscaldamento solo in determinati periodi dell’anno, per un numero di ore determinato e in una determinata fascia oraria

appartamento. Di seguito la suddivisione delle zone climatiche e nella tabella i periodi, quantità e fasce orarie di accensione del riscaldamento. Zona A: comuni con clima molto mite; Zona B: Agrigento, Catania, Crotone, Messina, Palermo, Reggio C., Siracusa, Trapani; Zona C: Bari, Benevento, Brindisi, Cagliari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Imperia, Latina, Lecce, Napoli, Oristano, Ragusa, Salerno, Sassari, Taranto; Zona D: Ancona, Ascoli P., Avellino, Caltanissetta, Chieti, Firenze, Foggia, Forlì, Genova, Grosseto, Isernia, La Spezia, Livorno, Lucca, Macerata,

Massa, Matera, Nuoro, Pesaro, Pescara, Pisa, Pistoia, Prato, Roma, Savona, Siena, Teramo, Terni, Trieste, Verona, Vibo Valentia, Viterbo; Zona E: Alessandria, Aosta., Arezzo, Asti, Belluno, Bergamo, Biella, Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Como, Cremona, Enna, Ferrara, Frosinone, Gorizia, L’Aquila, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Modena, Novara, Padova, Parma, Pavia, Perugia, Piacenza, Pordenone, Potenza, Ravenna, Reggio E., Rieti, Rimini, Rovigo, Sondrio, Torino, Trento, Treviso, Udine, Varese, Venezia, Verbania, Vercelli, Vicenza; Zona F: Belluno, Cuneo, Trento.

Tabella regole accensione impianti di riscaldamento per zone climatiche

Zona

Ore di a ccensione

Periodo

A

6

1 dicembre – 15 marzo

B

8

1 dicembre – 31 marzo

C

10

15 novembre – 31 marzo

D

12

1 novembre – 15 aprile

E

14

15 ottobre – 15 aprile

F

Nessuna limitazione


il Domani Lunedì 8 Dicembre 2008 47

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:05 RUBRICA Anima Good News 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 Tg 1 06:45 ATTUALITÀ Unomattina 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 07:35 Tg Parlamento 08:00 Tg 1 08:20 Tg 1 Le idee 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 09:50 RUBRICA Appuntamento al cinema 09:55 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 10:00 Santa Messa 11:30 RUBRICA A sua immagine 12:00 Recita dell'Angelus 12:20 GIOCO La prova del cuoco 13:30 Telegiornale 14:00 Tg 1 Economia 14:10 RUBRICA Festa italiana 15:50 RELIGIONE Omaggio di Sua Santità Benedetto XVI alla statua della Madonna Immacolata 16:50 Tg Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 17:15 ATTUALITÀ La vita in diretta 18:50 QUIZ L'Eredità 20:00 Telegiornale 20:30 GIOCO Affari tuoi 21:10 FILM TV Lourdes Religioso 23:25 Tg 1 23:30 ATTUALITÀ Porta a Porta 01:05 Tg 1 Notte 01:35 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 01:40 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:45 RUBRICA Sottovoce 02:15 RUBRICA In Italia 02:50 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 03:20 FILM La carbonara 05:10 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 05:30 DOCUMENTI Enigmi e Misteri 05:45 ATTUALITÀ Euronews

06:00 Tg 5 Prima pagina

06:10 Tg 2 Eat Parade

08:15 RUBRICA La storia siamo noi

08:00 Tg 5 Mattina

09:20 RUBRICA TGR RegionEuropa

08:40 FILM TV Sorellina e il principe

06:25 REAL TV X Factor I casting 06:55 RUBRICA Quasi le sette 07:00 RUBRICA Cartoon Flakes

09:30 FILM La grande corsa

09:30 RUBRICA Protestantesimo

12:00 Tg 3

11:00 RUBRICA Forum

10:00 Tg2punto.it

12:25 Tg 3 Shukran

13:00 Tg 5

12:45 FILM Non ti pago!

13:40 SOAP OPERA Beautiful

13:30 Tg 2 Costume e società

14:00 Tg Regione

14:10 TELEROMANZO CentoVetrine

13:55 Tg 2 Medicina 33

14:20 Tg 3

14:45 FILM TV Il miracolo di Natale

14:00 MUSICALE Scalo 76 Cargo

14:50 RUBRICA TGR Leonardo

Commedia

15:00 RUBRICA TGR Neapolis

17:00 Tg5 minuti

15:10 Tg 3 Flash LIS

17:05 FILM TV La magia del Natale

11:00 TALK SHOW Insieme sul Due 13:00 Tg 2 Giorno

14:45 RUBRICA Italia allo specchio 16:15 TALK SHOW Ricomincio da qui

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

15:15 RUBRICA Trebisonda

17:20 TELEROMANZO Julia Sulle strade della felicità 18:05 Tg 2 Flash L.I.S. 18:10 NEWS Rai Tg Sport 18:30 Tg 2

Drammatico

17:00 GIOCO Cose dell'altro Geo

18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario?

17:50 RUBRICA Geo & Geo

20:00 Tg 5

18:15 Meteo 3

20:30 TG SATIRICO Striscia la notizia

19:00 REAL TV X Factor I casting

19:00 Tg 3

19:35 TELEFILM Squadra speciale

19:30 Tg Regione

21:10 SHOW Zelig

20:00 ATTUALITÀ Blob

23:55 ATTUALITÀ Matrix

20:10 TELEROMANZO Agrodolce

01:30 Tg 5 Notte

20:35 TELEROMANZO Un posto al

02:00 TG SATIRICO Striscia la notizia

Cobra 11 20:30 Tg 2 20.30 21:05 FILM I tuoi, i miei e i nostri 22:30 Tg 2 22:45 FILM I segreti di Brokeback

La voce della supplenza

La voce della supplenza

sole

Mountain

21:05 Tg 3

02:30 TELEVENDITA Mediashopping

21:10 ATTUALITÀ Chi l'ha visto?

02:45 SITUATION COMEDY Otto sot-

01:00 Tg Parlamento 01:10 RUBRICA Sorgente di vita

to un tetto

01:40 REAL TV X Factor

23:10 RUBRICA Replay

02:10 RUBRICA Almanacco

00:00 Tg 3 Linea notte

03:30 TELEVENDITA Mediashopping

00:10 Tg Regione

03:40 Tg 5 Notte

01:00 RUBRICA Appuntamento al ci-

04:15 SITUATION COMEDY Otto sot-

02:15 Meteo 2 02:20 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:45 MINISERIE La ragnatela

01:10 RUBRICA Fuori orario. Cose

03:25 VARIETÀ Cercando cercando 03:45 Tg 2 Medicina 33 03:50 DOCUMENTI Effetto ieri

02:15 RUBRICA Nella profondità di Psiche

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

03:00 ATTUALITÀ Rai News 24

05:25 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 05:30 Tg 5 Notte

LA 7 06:00 Tg La7 07:00 ATTUALITÀ Omnibus 09:15 ATTUALITÀ Omnibus Life 10:10 TELEGIORNALE Punto Tg 10:15 RUBRICA Due minuti un libro 10:25 TELEFILM Il tocco di un angelo 11:30 TELEFILM Matlock 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM Cuore e batticuore 14:00 FILM L'appartamento 16:20 TELEFILM MacGyver 17:20 DOCUMENTARIO Atlantide Storie di uomi-

ni e di mondi 19:00 TELEFILM Stargate SG-1 20:00 Tg La7 20:30 ATTUALITÀ L'infedele 21:30 FILM La fabbrica dei tedeschi 00:20 TELEFILM Two Twisted 00:50 Tg La7 01:15 RUBRICA L'intervista 01:45 TELEFILM Star Trek: Deep Space Nine 02:45 TELEFILM Alla corte di Alice 03:45 RUBRICA Due minuti un libro 03:50 ATTUALITÀ CNN News

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

05:00 SITUATION COMEDY Otto sotto un tetto

(mai) viste

04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:45 Tg 2 Costume e società

to un tetto

nema

02:25 Tg 2 Costume e società

F R E Q U E N Z E Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

del sogno Fantastico

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

06:30 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 06:35 CARTONI ANIMATI Maggie e l'incredibile Birba 06:50 CARTONI ANIMATI Draghi e draghetti 07:05 CARTONI ANIMATI Doraemon 07:20 CARTONI ANIMATI Vipo 07:25 CARTONI ANIMATI Le avventure di Piggley Winks 07:50 CARTONI ANIMATI Alla ricerca della valle incantata 08:15 CARTONI ANIMATI Casper 08:30 CARTONI ANIMATI Scooby Doo 09:05 TELEFILM Starsky & Hutch 10:05 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 10:10 TELEFILM Supercar 12:15 RUBRICA Secondo voi 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 NEWS Studio Sport 13:40 CARTONI ANIMATI What's My Destiny Dragon Ball 14:05 FILM Asini 16:15 FILM Poliziotto a 4 zampe 17:55 SITUATION COMEDY La tata 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 19:05 SITUATION COMEDY Don Luca c'è 19:35 SITUATION COMEDY Medici miei 20:05 SITUATION COMEDY Camera Café Ristretto 20:15 SITUATION COMEDY Camera Café 20:30 GIOCO La ruota della fortuna 21:10 FILM Godzilla 23:55 SHOW Mr.Olympia 2008 01:45 NEWS Studio Sport 02:10 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 02:15 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata 02:30 MUSICALE Talent 1 Player 02:50 TELEVENDITA Shopping By Night 03:05 SERIE TV Rescue Me 03:55 TELEVENDITA Shopping By Night 04:10 FILM Cinque matti vanno in guerra 05:35 NEWS Studio Sport

MTV 07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:30 RUBRICA Love test 12:30 MUSICALE MTV 10 of the best 13:30 SHOW Trl Us Total finale live 16:00 MUSICALE Jonas Brothers Live and Mobile 16:30 RUBRICA MTV Special di musica 17:00 MUSICALE Into the Music 17:05 MUSICALE Into the Music 18:00 TELEGIORNALE Flash 18:05 SHOW The Fabulous Life of

19:00 SHOW Italo Americano 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SITUATION COMEDY Clueless 21:00 MUSICALE Mtv The Most 22:00 MUSICALE Mtv the Most Videos 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 ATTUALITÀ Il testimone 23:00 RUBRICA True Life 23:30 MUSICALE Storytellers 00:30 MUSICALE Brand: New Video 01:30 MUSICALE Into the Music 03:00 MUSICALE Insom-

IL FILM DI OGGI

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 ATTUALITÀ Rai News 24

R A D I O MESSINA

RAITRE

06:00 VARIETÀ Scanzonatissima

06:55 TELEVENDITA Mediashopping 07:30 TELEFILM Charlie's Angels 08:30 TELEFILM Hunter 09:35 FILM Mister Miliardo 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:40 SOAP OPERA My Life 12:40 TELEFILM Un detective in corsia 13:30 Tg 4 Telegiornale 14:00 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di Forum 15:00 TELEFILM Wolff Un poliziotto a Berlino 15:55 SOAP OPERA Sentieri 16:10 FILM La vedova allegra 18:40 SOAP OPERA Tempesta d'amore 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 20:20 TELEFILM Walker Texas Ranger 21:10 FILM Il mastino dei Baskerville 23:20 FILM Mad City Assalto alla notizia 01:40 Tg 4 Rassegna stampa 02:05 RUBRICA Vivere meglio 03:05 RUBRICA Peste e corna e gocce di storia 03:10 TELEFILM Blue Murder 04:00 TELENOVELA Terra nostra 2 La speranza

OGGI IN TV Mad City Assalto alla notizia Rete 4 ore 23,20 Regia: Constantin Costa Gavras. Con Dustin Hoffman, Alan Alda, Mia Kirshner, John Travolta, Bill Nunn., Raymond J. Barry Titolo originale Mad City. Genere: Drammatico Durata 114 min Produzione: USA 1997. Per riottenere il posto di guardiano, Sam Bailey (J. Travolta), folle più che violento, penetra nel museo dove prestava servizio armato di fucile e dinamite, sequestra una scolaresca, la maestra, la direttrice e un cinico giornalista TV (D. Hoffman) che ne approfitta per fare uno scoop sensazionale. Mass media in fibrillazione. E’ un film efficace, ben costruito, spinto da una sincera urgenza comunicativa.

I segreti di Brokeback Mountain Rai 2 ore 22.45

Regia: Ang Lee Cast: Jake Gyllenhaal, Heath Ledger, Michelle Williams, Anne Hathaway, Randy Quaid. continua» «continuaLinda Cardellini, Anna Faris, Scott Michael Campbell, Kate Mara, Cheyenne Hill, Brooklynn Proulx, Tom Carey Genere: Sentimentale Produzione: USA 2005 Storia di un amore che comincia nel 1963 sui monti del Wyoming e dura vent'anni tra due giovani cowboy – anzi sheepboy perché fanno i guardiani di pecore – e persiste anche quando entrambi si sposano e mettono al mondo l'uno due figlie e l'altro un maschietto. Da un racconto di E. Annie Proulx, premio Pulitzer, nel volume

134’ Close Range - Wyoming Stories (in italiano Gente del Wyoming), sceneggiato da Larry McMurtry e Diana Ossana, anche produttori. L'hanno battezzato in fretta western gay, ma è anche un idillio (nell'antico senso di componimento poetico di carattere pastorale e campestre) che, però, si carica di un'intensità dolorosa da melodramma. Come tutte le storie di amori “impossibili”, rispetto alla morale sociale, ha una conclusione triste. È un finale struggente, “secco e silenzioso come tutto il film”. Leone d'oro a Venezia 2005. 4 Globi d'oro: miglior dramma, regia, sceneggiatura e canzone (“A Love That Will Never Grow Old”). 3 Oscar: regia, colonna sonora e sceneggiatura non originale.


Dal 10 al 31 dicembre

â&#x201A;Ź

e l a t A Na a tavola e h . i c n n o a u b â&#x20AC;&#x2122; u i p i t t u t o son 6,

e

90

/kg

Grana Padano Soresina

w w w.iper mercatoduemari.it C/o Centro Comm erciale Du e M ari, Lo c. Comuni Condomini, M aid a (CZ ) P e r i n f o r m a z i o n i: Te l 0 9 6 8 7 5 15 2 0 0 - F a x 0 9 6 8 7 5 15 3 2 6

2,99

Asti Martini 75cl

â&#x201A;Ź

4,

99

Grandi Auguri Maina composto da: pandoro o panettone da 750g + spumante Moscato Gancia da 75cl

Ogni 0 10,00 di spesa (scontrino unico) con un contributo di solo 0 1,00 riceverai un elegante soggetto natalizio in ceramica

il domani  

Edizione del 08 Dicembre 2008

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you