Page 1

Giovedì 8 Ottobre 2009 Anno XII - Numero 277

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA

COSENZA

S. M. DEL CEDRO

Polizia, il Sap alza il tiro

Abuso, indaga la Procura dei minori

Donna aggredisce i carabinieri

Il sindacato denuncia: dimenticati dal Governo

La presunta violenza a un bambino di 6 anni

Violenza e resistenza manette a una 45enne

di Saverio Paletta » Pag. 26

CARIATI

di Antonello Troya » Pag 28

» Pag. 29

La commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario si prepara ad effettuare controlli a sorpresa in Calabria

«Blitz della Finanza negli ospedali» Ieri l’audizione di Loiero: chiuderò 12 strutture, il debito supera i 2 miliardi La commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali si prepara ad effettuare «delle verifiche a sorpresa in Calabria, dei blitz, per i quali possiamo disporre anche della guardia di finanza». Lo ha annunciato il presidente della commissione, Leoluca Orlando, al termine di un’audizione del governatore della Calabria Agazio Loiero. «Abbiamo il pieno appoggio di Loiero - ha spiegato Orlando -. Aspettiamo che la Regione Calabria ci dica che provvedimentiintendeadottaree a carico di chi» in relazione ai problemi della sanità regionale. «Daremo alla Regione 30 giorni di tempo, trascorsi i quali invieremo in loco dei nostri esperti per delle verifiche a sorpresa. Possiamo disporre - ha aggiunto anche della guardia di finanza per verificare se si sono rimossi i vincoli indicati». «In Calabria sarò costrettoa chiudere 12 ospedali» ha quindi annunciato il presidente della Regione Agazio Loiero. Il governatore ha spiegato che questo rientra in un piano di riorganizzazione della sanità regionale, che vedrà «l’apertura di 4 nuove strutture ospedaliere, che speriamo di dotare delle tecnologie più avanzate». In totale ammonta a 2 miliardi e 166 milioni di euro il debito accumulato dalla Regione Calabria nella sanità tra il 2001 e 2007 e certificato dalla società advisor.

L’INTERVENTO

Superare la socialdemocrazia di Massimo D’Alema*

La crisi attuale segna un profondo cambiamento d’epoca. Non si tratta soltanto di una crisi finanziaria, economica e ormai pesantemente sociale; si tratta di una crisi politica e culturale. Si chiude un ciclo caratterizzato da una globalizzazione senza regole, dal dominio dell’ideologia ultra liberale. Tramonta l’illusione dogmatica dell’infallibilitàdel mercato. Al centro del dibattito pubblico tornano idee fondamentali che sono proprie della tradizione socialista. Anzitutto la necessità che siano la politica e le istituzioni democratiche a orientare e regolare lo sviluppo economico perché solo a questa condizione lo sviluppo capitalistico si concilia con i principi della democrazia, della giustizia sociale e della tutela delle libertà individuali. *Presidente Fondazione Italianieuropei» Pag 4

IL FATTO DEL GIORNO

IL CASO

La Consulta: illegittimo il lodo Alfano

Venditti “contro” la Calabria

Il verdetto a maggioranza della Corte ROMA — Il Lodo Alfano è illegittimo. Così si sono pronunciati i 15 giudici della Corte Costituzionale. La legge che sospende i processi delle quattro più alte cariche dello Stato è stata bocciata dalla Consulta per violazione dell’articolo 138 della Costituzione, vale a dire l’obbligo di far ricorso a una legge costituzionale e non ordinaria, e dell’articolo 3.

MAXI SEQUESTRO DI DOLLARI

Alla fine è arrivata la mano tesa del cantautore, ma per una intera giornata le vicende politiche calabresi hanno avuto un unico tema: Antonello Venditti. di Francesco Pungitore » Pag 9

NAVE DEI VELENI

Certificato di deposito individuato a Rosarno

Unità di crisi, sì dall’Antimafia

ROSARNO - Un certificato di deposito emesso dal Credit Suisse per un importo di 870 milioni di dollari è stato sequestrato, a Rosarno, dalla guardia di finanza che ha denunciato due persone per riclicaggio ritenute vicine alla cosca dei Fazzalari-Viola-Avignone.

La Commissione parlamentare antimafia ha fatto propria la mozione presentata dai senatori Gentile, De Sena e dalla deputata Napoli con la quale si chiede al Governo di istituire un’unità di crisi per affrontare la gravissima vicenda delle navi arenate sul Tirreno.

di Antonio Latella » Pag 33

di Ludovico Casaburi » Pag 13

di Alessandro Caruso » Pag 12

POSEIDONE

BORGIA

Giuseppe Chiaravalloti chiede l’interrogatorio

Tentato omicidio slitta la sentenza

CATANZARO — L’ex presidente della Giunta regionale calabrese, ed ex legale rappresentante dell’Ufficio del commissario per l’emergenza ambientale, Giuseppe Chiaravalloti, ha chiesto di essere interrogato a seguito dell’avviso di conclusionedell’inchiesta“Poseidone”,relativaa presunti illeciti connessi al settore della depurazione, emesso a carico suo e di altre 39 persone a metà settembre. Oltre a Chiaravalloti, che nei prossimi giorni comparirà in Procura, un altro indagato ha chiesto di essere sentito, ed il suo interrogatorio si è già tenuto davanti al sostituto procuratore della Repubblica Paolo Petrolo, cui le indagini sono coassegnate assieme al procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli. Entrambi sono citati nell’avviso di conclusione delle indagini.

CATANZARO — Non è arrivata, ieri, l’attesa sentenza nei confronti di Roberto Valeo, 28 anni, e Giuseppe Cosco, 26 anni, entrambi di Borgia, imputati per tentato duplice omicidio premeditato e detenzione illegale di fucile. Il giudice dell’udienza preliminare Abigail Mellace, che sta celebrando i giudizi abbreviati a carico dei due giovani, avrebbe dovuto rendere nota la propria decisione, ma invece ha rinviato l’udienza al 21 ottobre. I due imputati rischiano una condanna a dodici anni di reclusione ciascuno. Tanto ha chiesto il pubblico ministero Paolo Petrolo, che ha ritenuto di non dover più contestare l’aggravante del metodo mafioso, inizialmente ipotizzata dal collega Francesco De Tommasi, titolare delle indagini. Opposte, ovviamente, le richieste dei difensori.

» Pag 19

» Pag 16


2

il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009

D2.0 DALLA RETE AL DOMANI Il meglio del web calabrese Consumi, gli italiani non rinunciano ai funghi

Il meglio del web nazionale Kindle arriva in Italia, libri e giornali "portatili"

Kindle esce dagli Stati Uniti. Il lettore di libri elettroniDalle colline emiliane alle vallate cuneesi fino ai ci prodotto da Amazon sarà presto acquistabile in olmonti della Sila in Calabria è boom per la ractre 100 nazioni del mondo, tra cui la Cina e la magcolta di funghi grazie alla pioggia del mese di gior parte dell’Europa, Italia compresa. La versione settembre che si è classificato al secondo tra i internazionale del Kindle, che consente di leggere lipiù piovosi degli ultimi due secoli nel Mezzobri, giornali e riviste in formato digitale, si può ordinagiorno. E’ quanto emerge da un monitoraggio re da oggi sul sito di Amazon, anche se le consegne della Coldiretti nelle zone del Paese più vocate inizieranno il 19 ottobre. "Kindle consente agli utenti per la raccolta deisulla base dei dati Isac Cnr di pensare a un libro e scaricarlo, wireless, in meno di Un esemplare di Kindle che evidenziano il record nel sud con una60 secondi", ha spiegato il fondatore e Ad di Amazon piovositàsuperioredel237percentoallamedia Jeff Bezos. Il negozio virtuale Kindle Store offre ai dei mesi di settembrecompresi tra il 1961 e il consumatori internazionali 200 mila libri in inglese e 85 tra quotidiani e riviste Usa ed esteri. Al1990. La caduta della pioggia è stata abbondante anche in altre aree del Paese e ha acceso cune testate sono disponibili ora per la prima volta, come il Pais e il Daily Telegraph. Amazon ha gli entusiasmi degli appassionati raccoglitori di funghi dopo che la ridotta piovosità e il calanche annunciato una riduzione di 40 dollari nel prezzo di listino per il Kindle 2. Il lettore di do record di agosto avevano fatto temere il peggio. Nelle colline di Borgo Val di Taro, dove e-book negli Usa costerà 259 dollari, cifra che consente una competizione più diretta con il rivale si raccoglie l’unico fungo a denominazione di origine italiano riconosciuto dall’Unione Reader Pocket Edition di Sony, venduto a 199 dollari. Tratto da Repubblica.it Europea, "il fungo di Borgotaro Igp", si sta registrando - rileva la Coldiretti - una vera e propria produzione record di porcini che stanno attirando folle di cercatori. Anche in Piemonte la raccolta dei funghi, iniziata in ritardo rispetto al solito, è a ora a pieno regime come pure nei monti della Sila in Calabria dove a Settembre è caduta dal 200 per cento al 300 per cento di pioggia in piu’ rispetto alla media di riferimento in CalabGmail e Hotmail violate. Così hanno titolato alcuni ria. La situazione è invece a macchia di leopardo nelle altre zone del Paese anche se nel medianazionali.Malecosestannopropriocosì?No.Già Lazio, un indicatore positivo è rappresentato dall’alto numero di automobili parcheggiate nella giornata di ai lati delle aree maggiormente indicate per la raccolta ieri in relazione a dei funghi. Particolarmente "fertili" risultano essere la Hotmail abbiamo zona dei montiCimini nel Viterbese, dei monti Lepini e avuto modo di del Parco nazionale del Circeo nell’area pontina e dei approfondirlo. monti Reatini. L’arrivo della pioggia dopo l’estate del Leggere "oltre 2009 che si è posizionata alquarto posto tra le più calde 30.000 account di degli ultimi duecento anni ha giocato quindi a favore posta violati" fa dei molti cercatori e buongustai che dedicano ilproprio una certa imprestempo libero nelle montagne e nei boschi italiani alla sione. Microsoft e "caccia", nel sottobosco o sulle tavole, dei gustosi miceli. GooglehannoconLa nascita dei funghi per essere rigogliosa richiede cofermato che nei me condizioni ottimali erreni umidi senza piogge torpropri sistemi non renziali e unabuona dose di sole e 18-20 gradi di tempevi è stata alcuna inratura all’interno del bosco. L’attività di ricerca non ha tromissione. Quin- Pollo al computer? solo una natura hobbistica che coinvolge in autunno di di chi la colpa? moltissimi vacanzieri, ma svolgeanche una funzione In maniera dissacrante si potrebbe affermare che la colpa economica a sostegno delle aree interne boschivedove sia di "30mila polli utenti di Gmail e Hotmail" anche se a rappresenta un’importante integrazione di reddito per Tratta da repubblica.it loro parziale discolpa va rilevato come il phishing sia oggi migliaia di "professionisti" impegnati a rifornire negozi giorno sempre più evoluto e di difficile individuazione. La e ristoranti di prodotti tipici locali, con effetti positivi Uncodiceabarre:équestol’ultimologoutlizzatodaGoogleperlasuahomepage.Sicelebra,incolpa non è dunque di Google o di Microsoft ma di quei sugli afflussi turistici. Si stima che i quasi 10 milioni di fatti,il57°anniversariodellascopertadelcodiceabarre,brevettatoperlaprimavoltail7ottobre "30mila polli" che hanno inserito username e password ettari di boscoche coprono un terzo dell’Italia possano del1952.IprimiinventorifuronoNormanWoodlandeBernardSilverdell’UniversitàdiDexer.Il nella pagina sbagliata! La situazione si complica poi per offrire una produzione dicirca 30mila tonnellate tra simbolochecompareoggisuGoogledovrebbeesserelatraduzione"abarre"propriodellaparola"Google",realizzatatramiteilsistemaZXing. colpa di un’altra brutta abitudine che pare accomuni il porcini, finferli, trombette, chiodini e le altre numerose 40% degli utenti: la password usata per Gmail e Hotmail è specialità note agli appassionati. la stessa usata per l’home banking, per i servizi online delFonte: Coldiretti la carta di credito e altro ancora. Tratto da hwupgrade.it

Gmail e Hotmail: le password prendono il volo

La foto del giorno

Matitate - il meglio di ieri Da corriere.it

Dadaumpa Da liberazione.it

Inviaci i tuoi commenti, le tue opinioni, le tue "denunce" all'indirizzo di posta elettronica roma@ildomani.it. Le migliori "lettere al direttore" saranno pubblicate ogni lunedi su Il Domani

Dicono che il vero motivo delle spiacevoli parole di Venditti sulla Calabriaesuicalabresiabbia a che vedere con una peperonata non digerita. La Calabria, diciamo così, gli è rimasta sul culo...

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

Direzione

T&P Editori srl

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Guido Talarico Massimo Tigani Sava (sviluppo) Orlando Rotondaro (responsabile)

Redazione

Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio D'Agostino (proto)

redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it sport@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801

:: www.ildomani.it ::

Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Benedetta Geronzi (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione Redazione Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) reg. Trib n. 64 del 15 - 7 - 1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - Graphic Coop (Siena) Guido Talarico Editore Spa (Roma) Italpress (Palermo) - Lapresse (agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera - AT Press Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Roma


il Domani

4

Giovedì 8 Ottobre 2009

COMMENTI ED ESCLUSIVE In edicola domani il nuovo numero di Italianieuropei. Stralci dell’editoriale di D’Alema

Superare la socialdemocrazia Quale sinistra? di Massimo D'Alema*

L

a crisi attuale segna un profondo cambiamento d’epoca. Non si tratta soltanto di una crisi finanziaria, economica e ormai pesantemente sociale; si tratta di una crisi politica e culturale. Si chiude un ciclo caratterizzato da una globalizzazione senza regole, dal dominio dell’ideologia ultra liberale. Tramonta l’illusione dogmatica dell’infallibilità del mercato. Al centro del dibattito pubblico tornano idee fondamentali che sono proprie della tradizione socialista. [...] Si è conclusa la stagione neoconservatrice, caratterizzata dalle decisioni unilaterali e dalle politiche aggressive. La nuova Amministrazione annuncia una svolta: la ricerca di un dialogo con il mondo islamico e con l’Iran; un rinnovato impegno per la pace in Medio Oriente. Si mette l’accento sulla necessità del dialogo, sulla prevalenza dell’uso del soft power occidentale o, per lo meno, di uno smart power che non si affidi soltanto all’uso brutale della forza. Si annunciano la chiusura di Guantanamo e la fine di una stagione nella quale, nel nome della lotta al terrorismo, è stata giustificata la tortura e accettata la violazione dei diritti umani. Si afferma, finalmente, una visione multilaterale dell’ordine internazionale e, in questo quadro, la necessità di una partnership più equilibrata fra USA e UE. Il presidente Obama ha aperto la grande sfida della riforma sanitaria, proprio quella cruciale riforma che neppure Bill Clinton riuscì a promuovere negli Stati Uniti d’America. Insomma tornano ad essere necessarie le nostre idee, persino quelle che noi stessi avevamo dimenticato o che sostenevamo con molta timidezza considerandole ormai definitivamente passate di moda. Ma - ecco il paradosso di cui ho parlato - di fronte a questa grande svolta sembra proprio il socialismo in Europa a essere più in difficoltà. [...] Perché dunque proprio qui, nella vecchia Europa, sembra essere così difficile la sfida per i progressisti? Proprio qui in questa parte del mondo che ha visto nei secoli scorsi l’affermazione più alta dei valori democratici, dei principi della giustizia sociale e delle libertà individuali? Sembra ripetersi la divisione degli anni Trenta del secolo scorso quando di fronte alla grande crisi e alla grande depressione, in America si affermò il New Deal mentre nel cuore dell’Europa prevalsero il nazionalismo, il fascismo e l’antisemitismo. Naturalmente non penso che oggi possa ripetersi la tragedia di allora e tuttavia il rischio è che il nostro continente si avvii verso un declino non solo economico ma anche politico, civile e culturale. Il rischio è che l’Europa, nel nuovo mondo che uscirà dalla crisi, conti di meno e che si appanni anche il ruolo della nostra cultura e della nostra civiltà. Un acuto sociologo francese, Dominique Moïsi, ci ha descritto un mondo di oggi diviso fra tre sen-

«Democrazia, eguaglianza e innovazione siano le nostre idee forza» timenti: la speranza, che anima i grandi paesi che si affermano come nuovi protagonisti sulla scena mondiale, il rancore degli esclusi e dei perdenti e la paura dei più ricchi che temono di perdere i loro privilegi. L’Europa è per eccellenza il continente della paura. Il timore dell’aggressiva competitività delle economie asiatiche; la paura degli immigrati che sconvolgono la nostra organizzazione sociale e che, soprattutto oggi con la crisi e la disoccupazione, appaiono ai più poveri come un nemico e una minaccia; la paura del terrorismo e dell’Islam che hanno accresciuto la sensazione di vivere in una fortezza assediata e il bisogno di ricollegarsi a un’identità civile e religiosa forte e radicata. La destra ha fatto di queste paure la sua forza e si è presentata, in molti paesi, proprio alle classi sociali più deboli, come la forza in grado di proteggere le persone e di garantire gli interessi e i valori costituiti. Nella seconda metà degli anni Novanta, la grande maggioranza degli europei si rivolse a noi, ai socialisti e al centrosinistra, per cercare una risposta e una difesa di fronte alle sfide della globalizzazione. Ma noi non siamo stati complessivamente in grado di dare una risposta positiva alla domanda di questa larga opinione pubblica. I socialisti europei si sono sostanzialmente divisi di fronte a questa sfida. In alcuni paesi e in alcuni partiti ha prevalso l’illusione che gli effetti della globalizzazione potessero essere contenuti e che si potesse difendere l’assetto sociale frutto del secolo socialdemocratico e del welfare State. Dall’altra parte vi sono stati partiti e leader che hanno invece cavalcato con entusiasmo il capitalismo globale. [...] Ma non siamo riusciti a porre rimedio alle diseguaglianze sociali crescenti, generate dallo sviluppo senza regole del capitalismo globale, e siamo apparsi sostanzialmente nel solco di una cultura neoliberale e quindi coinvolti anche noi tra le forze responsabili della crisi di oggi. Il problema è che il socialismo europeo, sia nelle sue componenti più tradizionali, sia nei settori più innovativi, non è riuscito, di fronte alla globalizzazione, ad andare oltre l’orizzonte del riformismo nazionale. In particolare - questa è la mia opinione - la grande opportunità legata al processo d’integrazione politica dell’Europa è stata colta solo in piccola parte. Dopo l’avvento della moneta unica sarebbe stato il momento per un salto di qualità. Era necessario armonizzare le politiche di sviluppo, le politiche fiscali e di bilancio, le politiche della ricerca e dell’innovazione. Era necessario costruire una vera Europa sociale e governare insieme e in modo solidale la sfida dell’immigrazione. Era necessario quindi rafforzare il bilancio e i poteri dell’Unione europea aprendo la strada a un "riformismo europeo" capace di superare i limiti dell’esperienza degli Stati nazionali. Questa era la prospettiva che era stata indi-

cata da Jacques Delors. Non dimentichiamo che in quel momento 11 paesi su 15 dell’Unione erano guidati da leader socialisti. Cercammo di indicare una nuova via con il Consiglio europeo di Lisbona. Ma quel programma riformista, che pure era coraggioso, non era sostenuto da istituzioni forti, risorse adeguate, una chiara volontà politica. La sfida del mondo globale sta proprio nella capacità di governare i processi a livello sovranazionale. Noi europei abbiamo la forma democratica più avanzata per il governo della globalizzazione. Sarebbe interesse innanzitutto dei socialisti e dei progressisti valorizzare e rafforzare le istituzioni dell’Unione. In fondo la destra crede nelle virtù taumaturgiche del mercato. Ma anche noi abbiamo fatto un uso timido e insufficiente delle potenzialità dell’Unione europea e non è un caso che il declino dell’europeismo nella coscienza dei cittadini europei, sottolineato dell’esito dei referendum in Francia, Olanda e Irlanda, coincida con la caduta dell’influenza socialdemocratica in molti grandi paesi del nostro continente. [...] Vorrei dire allora - senza che sembri troppo arcaico - che il primo grande problema per i progressisti è di rimettere con forza le radici nel popolo: a cominciare dalla capacità di riscoprire il conflitto sociale nelle sue forme moderne e di dare rappresentanza al mondo del lavoro e ai suoi interessi. Mai come in questo momento è apparso chiaro quanto il lavoro - non soltanto il lavoro dell’operaio ma anche quello dell’artigiano e del piccolo imprenditore - sia stato penalizzato dallo sviluppo distorto degli ultimi 15 anni che ha avvantaggiato la rendita finanziaria e la speculazione. Se è vero che il protezionismo sarebbe una risposta egoista e insostenibile alle difficoltà dei sistemi produttivi europei e al disagio sociale dei nostri operai, è anche vero che alla necessaria apertura dei mercati non può che corrispondere un’espansione dei diritti sociali e del lavoro. [...] Il tema della democrazia torna ad essere centrale nella visione dei progressisti e anche fondamentale per ristabilire un rapporto

forte con le opinioni pubbliche dei nostri paesi. A tutti i livelli: democrazie dei lavoratori nelle aziende, democrazia dei consumatori, dei risparmiatori e degli utenti, come diritto alla partecipazione, al controllo e alla trasparenza. Democrazia che produce forti istituzioni sovranazionali in grado di orientare lo sviluppo verso obiettivi condivisi non solo quantitativi ma anche di promozione umana. In questi anni l’ideologia dominante ci ha insegnato che bisognava ridurre gli spazi dell’azione pubblica e della decisione politica: alla politica non resta altro compito che eliminare gli ostacoli rispetto al pieno dispiegarsi delle virtù taumaturgiche del mercato. Tutto questo ha rappresentato una delle ragioni fondamentali della crisi odierna. Per uscirne bisogna riaffermare il primato della politica sull’economia; certo, non alla vecchia maniera, pretendendo di imporre una logica dirigista, ma come primato delle regole rispetto all’arbitrio; in definitiva, primato delle persone sulle cose. Il secondo grande tema per fare avanzare una risposta progressista alla crisi è quello dell’uguaglianza. In questi anni abbiamo avuto un certo pudore, forse anche perché condizionati dal ricordo dell’egualitarismo livellatore del socialismo burocratico. Abbiamo preferito parlare di eguaglianza delle opportunità. Questo rimane certamente giusto ma, nello stesso tempo, bisogna riprendere con forza un impegno per una distribuzione più equa della ricchezza. Nel corso di questi anni si sono prodotte diseguaglianze intollerabili: non solo tra paesi ricchi e paesi poveri, ma all’interno delle nostre società. In Italia, ad esempio, nel corso degli ultimi quindici anni, mentre i redditi da lavoro sono rimasti sostanzialmente fermi, i redditi da capitale sono cresciuti del 44%. Il recente rapporto dell’OCSE (dicembre 2008), intitolato "Growing unequal. Income distribution and poverty in OECD countries", mostra come negli ultimi anni, malgrado la crescita significativa della ricchezza globale, siano cresciute anche povertà e diseguaglianza sociale nella larga maggioranza dei paesi svilup-

pati. Tutto ciò produce non soltanto società ingiuste ma è divenuto ormai una delle ragioni della crisi economica, perché la distribuzione ineguale della ricchezza non sostiene la crescita dei consumi e del mercato interno e la valorizzazione del lavoro, anche dal punto di vista retributivo, riduce le motivazioni dei lavoratori e produce in definitiva una ridotta produttività del lavoro. Tornare a valorizzare la fatica e lo sforzo intelligente delle donne e degli uomini; valorizzare il lavoro e la produzione contro gli eccessi della speculazione e della rendita finanziaria: ecco le ragioni di un moderno conflitto sociale di cui il centrosinistra europeo deve farsi protagonista per rimettere radici nella società. E nello stesso tempo occorre sostenere l’innovazione dopo che per troppo tempo lo sviluppo si è retto sui bassi salari dei paesi emergenti e il dominio della finanza occidentale nel mondo ha fatto affluire ricchezze nei nostri paesi non legate alla capacità produttiva e innovativa. Non solo innovazione dei processi produttivi per guadagnare competitività ma innovazione dei prodotti, orientando lo sviluppo verso tecnologie ambientali, fonti di energia alternative al petrolio e al carbone, ricerca biomedica così come è indicato nelle scelte che la nuova Amministrazione democratica degli Stati Uniti ha compiuto e che segnano una grande svolta nel mondo di oggi. Tutto ciò chiama in causa la dimensione europea e l’Unione, perché certamente solo a questo livello è possibile realizzare il cambiamento che si auspica, portando il nostro continente al passo delle grandi trasformazioni che investono la realtà internazionale. [...] La sfida appare quella di costruire una nuova identità forte legata ai bisogni sociali, alle contraddizioni e alle attese del tempo in cui viviamo. Questo segna un superamento del passato socialdemocratico, che non è un ripudio, ma capacità di ricollocarne gli elementi vitali in un contesto nuovo, in un nuovo paradigma. Indicando nella democrazia, nella eguaglianza e nella cultura dell’innovazione le idee-forza per una risposta progressista alla crisi ho cercato di definire non soltanto i titoli di un programma, ma anche le coordinate di un progetto. Se è così, chiamare democratico il nuovo partito dei progressisti è certamente un buon punto di partenza. Ma se il problema è quello di legare a questo nome una identità e un progetto forti - come pare necessario - allora vuol dire che c’è ancora molto da lavorare. Se però guardiamo al mondo che ci circonda e ai grandi cambiamenti che sono in atto, credo che ci sia ragione di essere ottimisti.

*Stralci dell’editoriale pubblicato sulla rivista Italianieuropei, in edicola domani


Giovedì 8 Ottobre 2009

il Domani

5

PRIMO PIANO

L’Italia sul banco degli imputati per il mancato rispetto dei parametri di Maastricht, più del 3 per cento di deficit, più del 60 di debito

Procedura d’infrazione della Ue Ma siamo in buona compagnia con Germania, Olanda, Austria e altri cinque ROMA —Siamo in ottima compagnia, ma pur sempre sotto processo da parte della Commissione europea che ha aperto ieri una procedura per deficiteccessivonei confronti dell’Italia, come pure di Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Germania, Olanda, Portogallo, Slovacchia e Slovenia. La procedura è scattata per l’articolo 104.3 del Trattato, il Patto di stabilità e crescita che fissa i tetti di Maastricht da non superare: un deficit non superiore al tre per cento del prodotto interno lordo e e un debito pubblico non oltre il 60 per cento del Pil. Lo stesso commissario europeo agli Affari economici e finanziari, Joaquin Almunia, aveva anticipato la notizia pochi giornifaa Goteborg.Unaprecedente procedura nei confronti dell’Italia, aperta nel giugno 2005, era stata chiusa nel giugno 2008. La Commissione europea sottolinea comunque che si tratta di uno sforamentoeccezionale,dovutoalla crisi, non però temporaneo. «Nell’aprile del 2009- si legge nel testo ufficiale - le autorità italiane hanno notificato un deficit pubblico programmato al 3,7 per cento del pil nel 2009, superando così%u2002il valore di riferimento del 3 per cento e un debito pubblico pari al 110,5 per cento del Pil, ben al di sopra del valore di riferimento del 60 per cento». C’è da ricordare, peraltro che fu proprio l’Europa ad accettarci a

Maastricht con un rapporto debito/Pil già dieci anni fa "ben al di sopra" del 60 per cento fissato pet tutti (e già allora intorno al 100 per cento). C’è altresì da ricordare che la stessa Ue aveva schiacciato l’occhio a tutti i Paesi promettendo che sarebbe stata comprensiva se, per combatterelarecessione causata dalla crisi globale, i governi avessero deciso di allentare anche parecchio i cordoni della borsaequindi sforato.Va anche ricordato che Ger- Joaquin Almunia mania e Francia avevano guidato la fronda chiedendo formalmente criteri più elastici per gli accordi di Maastricht, proprio per evitare che a voce si incoraggiasse la spesa per poi arrivare ad una condanna formale, cioè esattamente quello che accade oggi.

Per tornare al provvedimento di ieri, Bruxelles sottolinea che da aprile il governo italiano ha modificato ulteriormente le previsioni, vista anche la crisi economica e i costi delle misure straordinarie. Così, sottolinea la Commissione, «secondo il Dpef adottato dal governo il 22

settembre 2009, il deficit generale del governo secondo i piani raggiungerà il 5,3 del Pil nel 2009, e il debito pubblico sarà al 115,1 per cento del Pil». Dunque, conclude la Commissione, «le cifre pianificate per deficit

e debito nel 2009 forniscono la prova evidente della esistenza di un deficit eccessivo in Italia ai sensi del Trattato e del Patto di stabilità e crescita. La Commissione ha dunque deciso di avviare una procedura di deficit eccessiva per l’Italia adottando questo rapporto». Che l’aumento del deficit sia un evento eccezionale è motivato con la recessione. Che non sia temporaneo era evidente in aprile ed è evidenteanche oggi a fronte di stime governative di un deficit/Pil nel 2010 a quota 5 per cento. Quanto al debito/Pil, è scritto nel documento, «è stato consistentemente ben al di sopra del 60% da prima dell’adozionedell’euroed è previsto al 115,1 per cento nel 2009» (117,1 per cento nel 2010 secondo le stime governative). Non sta dunque dimi-

nuendo a un ritmo soddisfacente. Nella parte dell’analisi qualitativa, la Commissione europea mette in luce diversi fattori strutturali. La crescita del Pil, innanzitutto, che in Italia «è stata sotto la media dagli anni Novanta sotto l’impatto di una debole crescita della produttività, il rallentamento globale ha colpito una economia già debole, un marcato rallentamento della crescita era già in corso ben prima dell’approfondirsi della crisi finanziaria». La recessione italiana è cominciata nella primavera 2008 guidata dall’accelerazione dei prezzi delle materie prime, dal collasso del commercio globale e da condizioni finanziarie restrittive «anche se l’indebitamento relativamente basso del settore privato ha fornito qualche riparo dall’impatto diretto della crisi finanziaria». Intanto,secondogliultimidatistatistici di ieri, frena ancora l’economia nella zona euro nonostante la crescita di Francia e Germania.Nel secondo trimestre del 2009 il Pil della zona euro ha ceduto lo 0,2 per cento rispetto al trimestre precedente e il 4,8 per cento sullo stesso periodo dello scorso anno. Per i Ventisette il calo è stato dello 0,3 sul primo trimestre e del 4,9 annuo.In Italia il tasso di crescita è confermato a -0,5 (-0,6 sul secondo trimestre 2008). Eurostat conferma che nel secondo trimestre Francia e Germania sono in crescita positiva (+0,3).


6 GiovedĂŹ 8 Ottobre 2009 il Domani

FINANZA

BORSA: INDICI E VARIAZIONI

CAMBI

CHIUSURA

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

23.897,61 -0,18 23.414,28 -0,19 25.756,30 0,11 25.645,97 0,17 23.757,58 0,74 11.285,11 -0,03

METALLI

VAL. ACQUIST

VAL. VENDITA

Euro/Dollaro

1,4665

1,4669

ORO

Euro/Sterlina

0,9222

0,9226

ARGENTO

Euro/Yen

130,25

130,32

Euro/Franco Sv. 1,5164

1,5177

VAR. %

USD/on

EURO/gr

1 043,30

22,8

17,60

0,387

PLATINO

1340,00

29,63

PALLADIO

323,00

7,,33

I TITOLI DI BORSA AZIONI

A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Actelios Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ahold Kon Aicon Alcatel-Lucent Alerion Allianz Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apulia Prontop Arena Arkimedica Arkimedica 2012 Cv5% Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Spa Autostrada To-Mi Autostrade Merid Axa Azimut B Interm-15 Cv 1,5% B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Banca Intermobiliare Banca Italease Banco Popolare Banco Santander Basf Basicnet Bastogi Spa Bayer Bb Biotech Bca Carige Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat Bca Mps Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio Bca Pop Milano Bca Pop Sondrio Bca Profilo Bco Desio Bria Rnc Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili Best Union Company Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Bmw Bnp Paribas Boero Bartolomeo Bolzoni Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia R Bouty Healthcare Bp-10 Cv 4,75% Bper 12 Cv Sub 3,7% Bprofilo Axa Brembo Brioschi Bulgari Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc Cad It Cairo Communication Caleffi Caltagirone Caltagirone Edit Camfin Campari Cape Live

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

0,869 1,331 8,83 4,4875 58,70 1,475 1,234 3,62 0,257 0,5895 5,71 14,85

-0,69 -0,89 +0,06 -0,06 +0,00 -1,01 +1,15 -0,82 +3,63 -1,01 -1,04 +1,78

16.30.55 17.30.58 17.30.13 16.30.22 17.30.20 16.30.36 15.44.59 17.30.06 16.30.06 17.30.43 16.18.26 16.30.03

0,86 0,8885 0,88 1,323 1,359 1,345 8,72 8,90 8,805 4,4325 4,50 4,48 58,25 59,00 1,471 1,50 1,21 1,234 1,22 3,60 3,695 3,67 0,248 0,258 0,2488 0,575 0,60 0,5955 5,695 5,88 14,20 14,90 14,80

0,40 3,20 0,533 86,75 2,83 13,49 0,828 0,463 0,0584 0,809 100,50 1,661 5,79 16,93 8,54 9,04 16,09 18,95 9,21 87,83 2,62 8,57 8,03 3,18 2,15 6,48 11,14 36,49 1,913 2,305 47,38 51,14 2,0475 2,885 119,80 0,6715 1,414 5,135 10,16 4,7175 5,30 7,075 0,598 4,40 4,525 10,82 0,53 0,7355 7,47 97,40 0,622

-1,72 +4,58 +0,38 +1,20 -2,58 +0,00 -1,60 -1,80 -0,34 -0,98 +0,50 -0,24 -0,17 -0,82 -0,29 +2,03 -0,37 +0,91 +2,91 +0,85 -0,38 +2,33 +1,65 +1,92 +0,47 -0,77 -0,36 +1,22 +0,16 -1,81 -0,25 +0,89 +0,00 -1,87 +0,13 +0,90 +0,07 +0,20 -1,26 +0,05 +2,91 -0,49 -1,81 -1,34 +0,39 -1,64 -1,85 -0,07 -0,93 +0,00 -0,72

16.30.13 17.30.37 16.30.14 17.10.58 17.30.44 17.30.47 16.16.51 16.30.38 16.30.12 16.30.53 16.30.44 17.30.37 17.30.53 17.30.10 17.30.41 17.30.30 15.59.10 17.19.43 17.30.44 14.27.08 16.30.04 17.30.11 17.30.19 16.30.11 17.30.10 17.30.11 17.03.00 15.48.22 16.30.11 16.30.58 16.09.03 17.18.39 17.30.28 17.30.54 13.16.34 17.30.57 17.30.55 16.03.25 17.30.42 17.30.31 17.30.09 17.30.18 16.30.43 15.30.45 16.30.33 16.30.11 16.30.40 16.30.00 17.30.48 17.08.54 17.30.22

0,392 3,06 0,528 85,10 2,805 13,45 0,80 0,4605 0,0576 0,8025 100,00 1,651 5,79 16,85 8,525 8,83 16,09 18,60 9,085 87,49 2,55 8,26 7,83 3,12 2,12 6,39 10,94 35,91 1,89 2,3025 47,30 50,01 2,035 2,885 119,80 0,6665 1,405 5,06 10,07 4,665 5,145 7,00 0,5875 4,40 4,47 10,80 0,527 0,7345 7,455 97,31 0,6175

0,627 1,505 5,90 1,785 32,00 53,13

-1,57 +1,28 -0,51 -0,83 -1,54 -1,43

16.03.24 16.30.51 17.30.11 16.30.23 15.47.47 17.30.16

0,61 1,451 5,835 1,785 32,00 52,50

1,769 39,17 1,453 1,341 0,7105 101,60 105,00 0,383 5,60 0,2361 5,30 1,42 11,76 7,15 5,63 2,575 1,048 2,76 2,26 0,3575 6,21 0,368

-0,17 -0,08 -1,22 -3,46 +1,50 +0,08 +0,38 +0,79 +1,08 +0,47 +1,24 +0,00 -0,42 -0,69 +0,27 +3,73 -0,09 -1,43 -0,44 +1,56 -0,80 -0,27

17.22.28 16.30.14 11.42.06 16.04.23 16.30.34 16.28.28 12.39.14 16.30.49 17.30.18 16.30.54 17.30.10 17.30.10 17.30.33 17.30.45 17.30.57 17.30.44 16.30.18 15.59.05 16.30.11 16.30.22 17.30.32 11.41.11

1,75 38,58 1,453 1,312 0,7105 101,50 105,00 0,382 5,49 0,2323 5,225 1,41 11,71 7,05 5,62 2,47 1,032 2,76 2,22 0,347 6,16 0,368

0,416 0,409 3,20 3,15 0,5345 0,531 86,90 2,95 2,95 13,65 13,57 0,845 0,845 0,474 0,0586 0,0585 0,82 0,812 100,75 1,669 5,895 5,84 17,23 17,14 8,70 8,58 9,08 8,88 16,10 19,18 9,375 9,10 87,83 2,68 8,60 8,445 8,05 3,25 3,15 2,175 2,13 6,575 6,495 11,18 11,18 36,53 1,934 1,91 2,3375 47,92 51,14 2,0575 2,05 2,995 119,80 0,679 1,427 1,417 5,145 5,125 10,35 10,25 4,74 4,685 5,35 5,165 7,13 7,13 0,615 0,615 4,5475 4,47 4,54 4,51 10,95 10,95 0,543 0,5345 0,748 0,745 8,07 7,505 97,48 0,628 0,6265 0,64 1,512 6,095 1,785 32,62 54,00

0,64 1,511 5,945 32,60 53,90

1,783 39,68 38,58 1,466 1,341 1,312 0,749 101,65 105,70 0,39 0,3855 5,67 5,55 0,2379 0,2357 5,40 5,25 1,46 1,41 11,90 11,81 7,22 7,19 5,785 5,785 2,62 2,48 1,055 1,055 2,80 2,80 2,30 2,30 0,358 6,29 6,25 0,3715 0,3715

AZIONI

Cape Live Cv 5% 2009-2014 Carraro Carrefour Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Comune Mi-A2A 09 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Enia Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurofly Eurotech Eutelia Everel Group Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Filatura Di Pollone Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fmr Art'E' Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R Fortis France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

AZIONI

92,59 2,6825 31,90 23,80 2,32 0,70 4,415 3,545 2,55 0,684 0,2575 0,346 1,088 1,609 0,799 2,4475 0,6135 1,061 106,20 100,09 1,188 26,75 4,84 15,43 1,96 6,88 0,247 0,8335 1,323 6,86 33,87 1,184 18,72 9,45

92,59 2,68

Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Ipi Irce Iride Isagro It Holding It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridie Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mirato Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup Parmalat Permasteelisa Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poltrona Frau Ppr Pramac

92,49 2,6625 30,90 23,63 2,205 0,62 4,415 3,525 2,55 0,6695 0,24 0,345 1,065 1,601 0,7915 2,40 0,6005 1,04 106,20 99,93 1,185 26,45 4,775 14,88 1,947 6,80 0,2463 0,802 1,307 6,86 33,80 1,126 18,60 9,15

-0,53 -0,65 +0,00 +0,00 -2,43 -12,68 +0,97 +0,14 +2,10 +3,88 -1,03 -1,29 -0,47 -0,37 -1,92 +0,10 -1,56 -0,57 +0,62 -0,07 -0,42 -0,19 +6,82 +1,22 +0,31 -1,45 +2,54 -2,55 +1,16 +1,63 +0,87 -1,49 +1,36 -0,97

15.53.56 16.30.13 14.52.30 17.30.07 16.30.16 16.30.18 16.59.44 17.30.39 17.30.29 16.30.51 16.30.56 16.30.17 16.30.24 17.30.15 16.14.20 17.30.46 16.30.59 16.30.22 11.41.37 17.19.27 16.30.11 17.20.26 17.30.13 16.50.07 16.30.39 17.30.14 16.30.04 16.12.56 17.30.57 17.30.39 12.43.14 17.30.28 16.30.50 16.30.20

92,30 2,6625 30,90 23,46 2,18 0,62 4,37 3,4525 2,4975 0,64 0,24 0,345 1,062 1,581 0,783 2,375 0,596 1,036 105,80 99,91 1,158 26,34 4,45 14,63 1,941 6,77 0,241 0,801 1,29 6,73 33,80 1,125 18,37 9,15

4,27 2,73 1,516 52,63 9,38 23,14 2,42 5,74 11,15 28,03 1,18 1,362 1,188 12,63 1,772 3,3975 4,285 1,474 23,85 17,10 5,33 10,32 0,839 0,55 7,235 0,1711 3,1975 0,518

+0,00 +4,40 -2,32 -0,09 -0,05 -1,11 +2,33 +0,70 +4,11 -0,11 +0,51 +2,02 -1,08 -0,86 -0,28 -0,37 -0,75 +0,96 +0,29 -0,81 -0,56 +0,00 -0,59 -1,08 -0,75 -1,27 +1,03 -0,38

17.30.22 16.30.33 17.30.38 17.20.48 17.14.59 17.30.21 13.38.38 17.06.48 17.30.02 16.13.26 17.30.56 15.41.25 17.30.29 17.30.56 17.30.34 17.30.29 17.30.12 15.36.47 17.30.47 17.30.50 17.30.40 17.30.22 16.30.53 15.06.29 17.30.00 16.30.09 17.30.28 16.30.06

4,23 4,4325 2,60 2,77 2,64 1,511 1,563 52,00 53,04 9,365 9,42 23,14 23,60 23,40 2,39 2,42 5,70 5,75 10,68 11,25 10,75 27,90 28,26 1,165 1,183 1,166 1,34 1,38 1,34 1,185 1,214 1,208 12,61 12,94 1,766 1,786 3,325 3,41 3,41 4,2725 4,32 4,3025 1,436 1,474 1,436 23,49 23,88 17,10 17,31 17,16 5,28 5,42 5,35 10,28 10,42 10,30 0,831 0,8485 0,845 0,55 0,56 0,56 7,15 7,33 7,33 0,17 0,176 0,1749 3,1425 3,30 0,501 0,5385 0,52

13,13 7,095 8,89 1,262 19,16 9,335 5,21 5,62 5,00 5,095 0,518 0,295 12,47 4,935 0,5995 14,31 9,21 3,3275 18,08 1,44 0,8915 6,97 30,15 2,38 0,685 1,88 18,37 5,885 3,13 1,912

-0,68 -1,46 -0,89 -0,79 -0,57 -0,16 +0,10 +0,99 +0,35 -0,10 -0,29 -2,96 -0,08 -1,30 +0,76 +0,35 -0,43 +0,08 +0,44 +0,35 -0,94 -0,21 +0,00 +0,32 +1,18 -1,57 +0,60 +1,29 +0,32 +1,22

17.30.36 17.30.18 17.15.27 17.30.56 17.30.20 17.30.46 17.30.05 17.30.06 17.23.05 17.30.03 16.30.10 16.30.51 17.30.02 11.41.07 16.23.41 17.30.16 17.30.44 17.30.26 16.33.18 15.32.44 16.30.13 16.30.34 10.24.54 17.30.37 17.30.03 12.26.48 17.30.53 17.30.55 16.30.08 17.30.50

12,98 13,28 13,16 7,065 7,30 7,195 8,855 8,985 8,965 1,252 1,27 19,01 19,33 19,23 9,265 9,47 9,335 5,175 5,28 5,205 5,57 5,685 5,575 4,94 5,01 5,01 5,16 5,095 0,505 0,518 0,505 0,295 0,313 0,313 12,37 12,58 12,47 4,935 4,935 0,586 0,60 14,00 14,43 14,30 9,21 9,34 9,27 3,16 3,415 3,305 18,08 18,08 1,401 1,444 0,883 0,9175 0,9175 6,90 6,97 30,15 30,15 2,3125 2,3925 0,6725 0,708 0,679 1,88 1,91 18,19 18,46 18,22 5,81 5,94 5,83 3,07 3,145 3,145 1,859 1,919 1,919

23,56 2,3175 0,70 3,515 0,654 0,2545 1,088 1,609 0,799 2,375 0,61 1,036 1,187 4,5125 1,951 6,87 0,244 0,8335 6,825 18,64 9,30

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

3,825 10,25 5,02 3,99 1,597 1,04 12,88 1,383 1,025 2,31 0,867 2,95 8,89 7,115 7,90 11,85 0,315 0,6845 4,4425 3,0175 2,3875 0,0834 1,822 1,691 1,379 3,85

+0,26 +0,00 -1,57 +0,50 -0,87 +2,97 -0,54 +0,80 -0,10 -1,28 -0,57 -0,92 +2,66 +2,01 +0,00 +1,80 -0,32 +2,32 +0,85 -0,25 +0,85 -1,65 -4,00 +0,48 +0,88 -0,26

17.30.12 16.30.46 16.21.47 16.30.53 17.30.31 16.30.04 17.30.37 17.30.27 13.08.56 16.30.13 16.30.00 17.30.43 17.23.06 17.30.29 12.30.54 17.12.50 16.30.45 16.22.28 17.30.53 17.30.48 17.30.50 16.09.59 16.30.40 17.21.54 17.30.15 17.30.29

3,7525 10,15 4,80 3,9225 1,594 1,001 12,84 1,35 1,018 2,29 0,862 2,94 8,70 7,03 7,90 11,67 0,312 0,651 4,38 2,9775 2,34 0,082 1,80 1,633 1,356 3,85

3,8425 3,8225 10,30 5,10 5,10 4,045 3,98 1,628 1,618 1,046 13,18 1,383 1,372 1,025 2,35 2,35 0,872 0,87 3,005 2,9925 8,895 7,28 7,05 8,05 12,16 0,333 0,6845 0,67 4,4475 3,05 3,0175 2,3875 2,38 0,086 0,085 1,88 1,805 1,699 1,404 1,364 3,945

4,245 10,24 5,60 33,95 21,43 2,10 0,973 0,1985 9,365 1,98 0,4785 0,9045

-0,29 +0,29 -0,88 +1,04 -1,56 -1,41 -0,71 +3,33 -0,32 -1,49 +0,42 -1,04

17.02.23 17.30.53 17.30.16 17.30.56 17.30.38 16.30.02 17.30.33 16.30.41 17.30.05 16.15.11 16.30.59 16.30.35

4,20 10,17 5,58 33,07 21,26 2,10 0,941 0,1927 9,29 1,98 0,4715 0,871

4,30 4,30 10,30 10,25 5,65 33,97 33,87 21,95 21,94 2,135 2,115 0,991 0,9775 0,205 0,197 9,39 9,39 2,02 1,981 0,484 0,48 0,909 0,90

2,58 3,085 15,20 17,78 67,22 3,20 0,1556 1,764

+2,69 -0,88 +0,40 +0,34 +1,39 -1,54 +0,91 +1,32

17.30.08 17.30.05 17.30.40 17.30.29 11.23.37 17.30.20 16.23.23 15.59.03

2,53 2,66 3,065 3,1225 3,0975 15,09 15,30 15,20 17,68 18,17 17,70 67,22 67,22 3,1625 3,33 3,31 0,1541 0,1565 0,155 1,73 1,77

5,93 3,5475 4,70 9,365 4,8175 2,275 0,772 15,89 2,4325 2,42 5,31 3,66 1,821 3,555 0,197 8,01 0,4505 0,1705 0,253 1,695

-1,98 +1,50 -0,74 -1,06 +0,89 -0,22 -0,39 -0,69 -0,51 +1,26 -1,02 +0,00 +6,43 -1,32 -0,66 +2,04 -0,11 -0,87 -5,95 -1,97

17.30.02 16.30.53 17.30.38 17.30.05 17.30.56 14.42.01 16.30.25 16.30.55 17.30.25 17.30.43 16.26.07 16.30.47 16.30.20 17.30.30 16.30.21 17.30.47 15.38.18 15.57.19 16.30.21 15.28.31

5,77 6,10 6,10 3,405 3,86 3,61 4,6825 4,77 4,7275 9,31 9,48 9,43 4,7225 4,85 4,77 2,275 2,325 0,772 0,772 15,89 15,89 2,42 2,475 2,44 2,38 2,42 2,41 5,31 5,375 5,345 3,66 3,69 1,735 1,889 1,735 3,555 3,63 3,60 0,1926 0,1981 0,1981 7,80 8,015 0,444 0,455 0,1705 0,1738 0,1738 0,253 0,269 1,69 1,706

5,00 13,80 2,90 6,59 9,855

-0,20 -1,43 +1,05 +1,70 +0,56

17.10.25 4,995 17.30.34 13,60 17.30.09 2,86 15.29.55 6,50 16.52.17 9,795

0,61 2,075 1,898 13,35 16,70 1,535 4,64 3,4875 1,132 0,3815 0,4025 0,656 13,19 0,4485 0,896 89,60 1,215

+0,25 14.26.24 +0,24 +0,85 -1,04 +0,00 -2,48 -3,73 -0,36 -1,39 +1,60 +0,50 +0,08 -0,75 +0,79 +0,00 +2,27 +0,25

16.56.17 17.30.15 16.30.24 17.02.20 16.30.13 16.30.05 16.30.31 16.02.50 17.30.29 17.30.23 17.30.16 17.17.53 16.30.34 17.30.39 17.21.12 16.21.28

5,045 13,80 2,90 6,59 9,93

2,86 6,50

0,59

0,61 0,6005

2,0075 1,861 13,25 16,63 1,525 4,625 3,425 1,13 0,375 0,396 0,6485 12,98 0,4395 0,875 89,01 1,215

2,075 2,0075 1,899 1,881 13,44 13,44 17,00 1,589 1,58 4,785 4,71 3,51 3,4725 1,15 1,13 0,385 0,377 0,4055 0,6675 0,659 13,42 0,4485 0,4425 0,9035 89,90 1,245 1,244


il Domani Giovedì 8 Ottobre 2009 7

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Realty Vailog Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia

Prezzo ultimo contr. Var %

1,12 0,9795 10,06 12,78 0,3795 1,061 1,436 0,80 2,45 2,47 4,875 31,46 0,257 15,44 0,524 0,107 0,4765 1,55 63,54 0,38 16,52 0,5975 7,37 6,025 0,597 21,04

-0,09 -0,25 -1,37 -0,31 +0,00 +0,00 -0,69 -0,12 +0,41 -0,20 +0,67 -1,35 -3,38 -0,06 +0,19 -0,93 -1,95 +0,00 +0,54 -1,55 -1,55 -0,42 +1,24 -0,25 -0,83 -0,05

Ora

Min

16.30.34 15.43.05 17.30.17 17.30.38 16.18.56 11.40.39 17.30.34 17.03.31 17.30.53 16.16.52 17.30.57 17.21.13 17.30.58 17.30.57 16.30.34 16.24.53 16.30.56 16.30.57 15.49.31 15.17.38 17.30.10 16.30.10 17.30.35 17.30.31 16.30.57 17.30.21

1,103 0,963 9,915 12,69 0,37 1,061 1,417 0,80 2,385 2,47 4,845 31,46 0,25 15,22 0,523 0,106 0,46 1,54 63,42 0,379 16,39 0,5855 7,28 5,945 0,5935 20,93

50,81 +1,64 16.49.02 33,64 +1,17 11.19.14 2,5125 -1,66 17.30.37 10,70 -0,46 16.30.58 5,835 +1,66 16.30.42 0,69 +1,47 16.30.22 0,2369 +10,19 17.30.07 1,22 -3,17 17.30.25 5,70 -0,17 17.30.35

50,00 33,64 2,505 10,30 5,61 0,66 0,214 1,22 5,58

Max

Apertura

AZIONI

1,125 0,98 10,28 12,97 0,3795 1,061 1,464 0,81 2,45 2,4775 4,90 32,75 0,2745 15,46 0,5275 0,1096 0,496 1,58 63,54 0,388 17,00 0,60 7,54 6,10 0,605 21,38

1,125 0,963

Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F Societe Generale Socotherm Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Telecom It Media R Telecom It-10 Cv1,5% Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Trevisan Cometal Txt E-Solutions Ubi Banca

12,80 0,375 1,061 1,459 0,8015 2,47 4,8875 32,75 0,27 15,22 0,5245 0,1096 0,496 0,379 16,77 7,285 6,05 0,605 21,18

51,36 50,00 33,64 2,565 2,555 10,74 10,30 5,90 5,73 0,69 0,6825 0,238 0,236 1,22 5,735 5,665

Prezzo ultimo contr. Var %

6,23 92,30 63,25 3,16 3,285 0,1611 53,09

-0,32 +0,33 +0,57 +0,80 +0,23

Ora

Min

Max

Apertura

17.30.24 6,20 6,395 6,315 17.18.53 91,53 92,30 17.03.16 62,64 63,32 62,90 16.30.32 3,1225 3,19 3,16 17.30.44 3,28 3,3025 3,2875

-2,19 16.30.39 0,1609 -1,23 17.23.39 51,12

0,166 0,1629 53,66

1,578 3,96 77,01 1,289 0,40

+0,00 +0,06 +0,01 -0,85 -0,50

17.30.43 16.30.16 16.23.26 16.30.39 16.14.15

1,578 1,614 3,8725 3,965 77,01 77,50 1,251 1,315 0,399 0,4085

6,39 1,365 14,91 0,1211 118,20 1,181 0,1231 0,8295 19,10 12,05 2,68 1,595 3,62 49,43 1,266 40,07 11,11

+0,71 +0,07 +0,00 -1,46 +0,09 -0,76 -0,89 +0,85 -0,93 +0,50 -1,11 +1,59 +3,43 -0,74 +0,32 -0,72 -0,54

17.30.49 13.40.23 12.40.47 16.30.44 17.06.22 17.30.33 16.30.02 17.30.00 16.27.42 17.30.25 17.30.20 16.30.48 17.30.03 17.30.41 16.30.33 17.16.01 16.30.03

6,32 6,47 6,345 1,345 1,372 1,372 14,75 14,91 0,121 0,1211 0,121 118,05 118,20 1,18 1,196 1,184 0,1228 0,1249 0,1228 0,819 0,832 0,822 18,81 19,99 19,28 11,90 12,33 12,02 2,675 2,715 2,705 1,595 1,60 3,5075 3,67 3,55 48,91 50,15 49,79 1,256 1,266 39,95 40,23 11,02 11,35 11,26

8,04 10,41

-1,83 16.02.27 8,04 +0,48 17.30.32 10,31

8,13 10,48

1,589 3,965 77,49 1,276

10,35

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Ergycapital 11 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2009 Warr Meridie 11 Warr Mid Ind C 2010 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Retelit 08-11 Warr Snia 2010 Warr Ubi 09-11 Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

Ora

17.24.55 17.30.51 17.30.34 17.30.52 12.01.13 17.30.07 17.30.25 15.35.15

Min

Max

Apertura

111,35 0,9515 2,66 2,98 20,15 1,042 0,692 4,26

-0,02 -0,73 +0,09 -0,50 -0,49 +1,26 +0,22 +2,16

1,57 4,9275 4,0725

-0,63 16.30.02 +0,20 16.30.10 -0,67 17.30.55

20,60 9,57 0,0889 0,1423 6,00 0,1425 0,0998

-1,20 +0,00 +1,14 -3,85 -4,69 -4,36 -13,14

16.56.57 17.24.36 16.30.03 17.15.05 17.22.09 16.21.16 17.24.30

20,04 20,70 9,17 9,57 0,0861 0,089 0,0883 0,1422 0,1496 0,1432 5,86 6,295 6,09 0,1425 0,1461 0,1436 0,0951 0,10 0,096

0,0149 0,153 0,0307 0,0265

+2,76 +3,31 -6,97 -11,67

13.15.43 13.04.10 15.53.10 16.30.57

0,0149 0,0149 0,0149 0,153 0,154 0,0307 0,0325 0,0312 0,0265 0,0265

0,90 0,23 0,1629

+1,35 17.30.38 0,88 -8,00 16.21.57 0,23 -1,33 13.08.06 0,1629

0,0802 0,228 3,92 0,532 1,37

-0,50 -4,16 +2,02 +1,53 -5,19

17.18.32 16.30.46 17.30.25 16.30.11 16.30.54

111,30 111,57 0,95 0,967 0,9615 2,64 2,6975 2,6525 2,955 3,00 19,60 20,20 1,023 1,045 1,033 0,682 0,697 0,6895 4,10 4,26 4,10 1,57 1,58 4,84 4,95 4,07 4,1425

0,90 0,24 0,17

0,0797 0,0814 0,08 0,228 0,235 0,2316 3,845 3,92 0,517 0,532 1,358 1,40 1,40

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Az. Italia Cl. L Allianz Az. Italia Cl. T Allianz Azioni Italia All Stars Arca Azioni Italia Bim Az. Italia Bim Az. Small Cap Italia Bipiemme Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Az. Italia Carige Az. Italia Cl. A Carige Az. Italia Cl. B Carismi Dynamic Italia Cl. A Carismi Dynamic Italia Cl. B Ducato Geo Italia Cl. A Ducato Geo Italia Cl. Y Eurizon Azioni Italia 130/30 Eurizon Azioni Pmi Italia Eurizon Focus Azioni Italia Eurom. Azioni Italiane Fondersel Italia Fondersel Pmi Fondit. Eq. Italy Cl. R Fondit. Eq. Italy Cl. T Gestielle Italia Cl. A Gestielle Italia Cl. B Gestnord Azioni Italia Imi Italy Interf. Eq. Italy Leonardo Italian Opportunity Mediolanum Risparmio Italia Crescita Nextam Partners Az. Italia Optima Az. Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Az. Crescita Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia C.To Az. Italia Symphonia C.To Az. Italia Small Cap Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pramerica Azioni Italia Vegagest Az. Italia Cl. A Vegagest Az. Italia Cl. B Zenit Azionario Cl. I Zenit Azionario Cl. R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Bancoposta Az. Euro Bipiemme Euroland Caam Azioni Qeuro Ducato Geo Euro Blue Chips Cl. A Ducato Geo Euro Blue Chips Cl. Y Epsilon Qeq. Eurizon Azioni Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Azioni Euro Fondo Alto Az. Intra Az. Area Euro Leonardo Euro Symphonia C.To Az. Euro Ubi Pramerica Azionario Etico Ubi Pramerica Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro Cl. A Vegagest Az. Area Euro Cl. B Zenit Eurostoxx 50 Plus Cl. I Zenit Eurostoxx 50 Plus Cl. R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa

+0,43 +0,05 +0,47 +0,46 +0,46 +0,55 +0,38 +0,37 +0,51 +0,97 +0,49 +0,46 +0,32 +0,34 +0,86 +0,94 +0,47 +0,47 +0,56 +0,34 +0,53 +0,63 +0,20 +0,36 +0,51 +0,52 +0,43 +0,46 +0,52 +0,53 +0,51 +0,32 +0,72 +0,58 +0,54 +0,32 +0,55 +0,54 +0,00 +0,38 +0,35 +0,41 +0,42 +0,65 +0,67 +0,72 +0,54 +0,54

14,554 6,397 20,705 20,388 4,138 19,653 7,161 7,229 15,463 17,296 5,16 4,759 5,338 5,382 3,739 3,428 13,561 13,873 16,838 4,689 11,993 19,992 19,232 14,925 11,059 11,123 13,043 13,311 10,408 21,866 8,596 9,007 16,569 4,682 5,554 5,594 13,191 17,691 5,00 11,301 3,766 6,178 5,908 4,942 6,415 6,468 9,438 9,35

+0,47 +0,35 +0,60 +0,76 +0,79 +0,88 +0,87 +0,80 +0,78 +0,80 +0,37 +0,50 +0,71 +0,89 +0,84 +0,76 +0,49 +0,51 -1,06 -1,06

4,31 3,971 4,16 4,243 11,976 5,98 6,115 4,285 25,577 13,225 14,259 5,577 5,238 5,585 4,774 5,313 7,13 7,101 4,672 4,648

+0,84

5,04

VARIAZ. QUOT.

VARIAZ. QUOT.

+0,76 14,383 Fondit. Euro Cycl. Cl. T +0,78 Allianz Az. Europa Cl. L Allianz Az. Europa Cl. T +0,78 14,187 Fondit. Euro Defen. Cl. R +0,45 Allianz Multieuropa -0,43 6,666 Fondit. Euro Defen. Cl. T +0,45 Anima Europa +0,73 3,723 Fondit. Euro Tmt Cl. R +1,64 Arca Azioni Europa +0,64 8,658 Fondit. Euro Tmt Cl. T +1,63 Bim Az. Europa +0,65 9,435 Fondit. U.S. Tmt Cl. R +0,73 Bipiemme Europa +0,63 11,80 Fondit. U.S. Tmt Cl. T +0,76 Bipiemme Iniziativa Europa +0,61 6,063 Interf. Inter. Securities New Economy +0,52 Bnl Azioni Europa Crescita +0,69 10,468 Optima Tecnologia +0,65 Bnl Azioni Europa Dividendo +0,80 2,756 Vegagest Mobiliare Re Cl. A +0,18 Bpvi Az. Europa +0,73 3,57 Vegagest Mobiliare Re Cl. B +0,18 Caam Europe Eq. -0,13 3,823 AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Carige Az. Europa Cl. A +0,76 5,071 Ducato Etico Geo Cl. A +0,61 Carige Az. Europa Cl. B +0,87 5,128 Ducato Etico Geo Cl. Y +0,60 Carismi Dynamic Europe Cl. A +0,46 4,154 Eurizon Azionario Internazionale Etico +0,66 Carismi Dynamic Europe Cl. B +0,51 3,921 Pioneer C.I.M. - Global Gold And Mining +1,84 Consultinvest Azione +0,65 8,31 BIL. AZIONARI Ducato Geo Europa Cl. A +0,82 9,748 Aureo Primaclasse Crescita -0,14 Ducato Geo Europa Cl. Y +0,83 9,975 Bipiemme&Co - Comp. 70 +0,48 Ducato Geo Europa Pmi Cl. A +0,68 17,319 Ducato Mix 50-100 Cl. A -0,54 Ducato Geo Europa Pmi Cl. Y +0,69 17,705 Ducato Mix 50-100 Cl. Y -0,53 Epsilon Qvalue +0,80 4,791 Ducato Mm Equity 50-100 Cl. A -0,30 Eurizon Azioni Europa Multimanager -0,25 5,09 Ducato Mm Equity 50-100 Cl. Y -0,29 Eurizon Azioni Pmi Europa +0,79 7,127 Eurom. Dinamico +0,33 Eurizon Focus Azioni Europa +0,70 7,53 Igm Fdf Bilanciato Az. Cl. A +0,09 Eurom. Europe Eq. F. +0,59 12,851 Igm Fdf Bilanciato Az. Cl. B +0,09 Fms - Equity Europe +0,01 8,08 Imindustria +0,42 Fondaco Eu Sri Eq. Beta +0,78 80,834 Ubi Pramerica Portafoglio Aggressivo +0,62 Fondersel Europa +0,70 12,016 Ubi Pramerica Privilege 4 -0,08 Fondit. Eq. Europe Cl. R +0,61 8,385 BIL. BILANCIATI Fondit. Eq. Europe Cl. T +0,62 8,435 Abn Amro Master Bilanciato -0,53 Gestielle Europa Cl. A +0,69 6,397 Allianz Multi50 -0,22 Gestielle Europa Cl. B +0,71 6,51 Arca Bb +0,41 Gestnord Azioni Europa +0,61 7,855 Arcacinquestelle Comp. C 50 +0,47 Imi Europe +0,69 16,807 Aureo Primaclasse Dinamico +0,32 Interf. Eq. Europe +0,83 5,436 Azimut Bilanciato +0,17 Investitori Europa +0,60 4,675 Bancoposta Mix 2 +0,26 Laurin Eurostock +0,61 3,477 Bim Bilanciato +0,39 Mc Fdf Europa Cl. A -0,20 6,032 Bipiemme Inter. +0,24 Mc Fdf Europa Cl. B -0,23 3,43 Bipiemme&Co - Comp. 50 +0,41 Mediolanum Amerigo Vespucci +0,33 5,186 Carige Bilanciato 50 Cl. A +0,44 Mediolanum Europa 2000 +0,29 13,832 Carige Bilanciato 50 Cl. B +0,45 Nextam Partners Az. Europa +0,44 4,596 Consultinvest Bilanciato +0,33 Optima Az. Europa +0,63 2,697 Ducato Mix 30-70 Cl. A -0,45 Pioneer Az. Europa +0,54 13,636 Ducato Mix 30-70 Cl. Y -0,44 Pioneer Az. Valore Europa A Dist. +0,64 6,139 Ducato Mm Equity 30-70 Cl. A -0,27 Ras Lux Eq. Europe +0,69 36,769 Ducato Mm Equity 30-70 Cl. Y -0,26 Sai Europa +0,75 9,531 Epsilon Dlongrun +0,60 Soprarno Dj Euro Stoxx 50 +0,86 3,762 Eurizon Bilanciato Euro Multimanager -0,10 Symphonia Multi S. Europa -0,70 4,989 Eurizon Soluzione 40 +0,33 Synergia Az. Europa +0,50 5,881 Eurizon Soluzione 60 +0,46 Talento Comp. Europa -0,59 111,121 Eurom. Bilanciato +0,23 Ubi Pramerica Az. Europa +0,88 5,183 Fideuram Performance +0,27 Unibanca Az. Europa +0,62 5,527 Fondersel -0,32 Vegagest Az. Europa Cl. A +0,49 4,298 Fondit. Core 1 Cl. R +0,23 Vegagest Az. Europa Cl. B +0,51 4,315 Fondit. Core 1 Cl. T +0,23 AZ. ENERGIA E MATERIE PRIME Fondit. Core 2 Cl. R +0,34 Eurizon Azioni Energia E Materie Prime +0,81 8,081 Fondit. Core 2 Cl. T +0,34 Fondit. Core 3 Cl. R +0,54 AZ. SALUTE +0,53 Eurizon Azioni Salute E Ambiente +0,08 13,02 Fondit. Core 3 Cl. T Fondo Alto Bilanciato +0,13 AZ. FINANZA +0,28 Eurizon Azioni Finanza +1,37 16,779 Gestielle Global Asset 2 +0,43 Fondit. Euro Finan. Cl. R +0,70 6,172 Gestnord Bilanciato Euro +0,29 Fondit. Euro Finan. Cl. T +0,72 6,191 Imi Capital Mc Fdf Bilanciato Cl. A -0,29 AZ. INFORMATICA -0,32 Eurizon Azioni Tecnologie Avanzate +0,27 3,377 Mc Fdf Bilanciato Cl. B Mediolanum Elite 60 L -0,06 AZ. ALTRI SETTORI -0,04 Alpi Risorse Naturali +0,73 5,523 Mediolanum Elite 60 S +0,22 Ducato Immobiliare Cl. A +0,06 7,88 Nextam Partners Bilanciato +0,27 Ducato Immobiliare Cl. Y +0,07 8,068 Sai Bilanciato -0,33 Fms - Equity Gl. Resources -0,67 9,338 Sai M. L. Din. +0,40 Fondit. Euro Cycl. Cl. R +0,78 9,696 Symphonia C.To Patrim. Globale

9,759 10,827 10,898 5,321 5,351 2,36 2,375 28,798 2,325 4,006 4,006 2,633 2,688 5,189 7,431 3,505 3,978 3,497 3,54 3,70 3,744 31,436 4,289 4,322 11,638 4,898 4,838 16,935 4,514 29,944 4,302 3,778 23,262 5,792 21,511 11,301 4,663 5,742 5,817 4,843 3,985 4,036 4,102 4,149 6,002 33,537 5,838 22,491 26,344 10,90 43,192 9,963 10,01 9,413 9,459 9,187 9,245 15,069 11,718 14,603 29,335 5,873 4,372 4,75 9,107 5,813 3,306 4,186 4,99

VARIAZ. QUOT.

Symphonia Multi S. Largo -0,30 5,271 Synergia Bilanciato 50 +0,26 5,439 Ubi Pramerica Portafoglio Dinamico +0,42 5,207 Ubi Pramerica Privilege 3 +0,02 5,10 Val. Resp. Bilanciato +0,70 6,162 Vegagest Sintesi Dinamico -0,17 5,301 BIL. OBBLIGAZIONARI Abn Amro Master Bilanciato Obbl. -0,24 9,214 Allianz Multi20 +0,02 5,599 Arca Te - Titoli Esteri +0,27 15,506 Arcacinquestelle Comp. A/B 25 +0,27 5,179 Aureo Primaclasse Valore +0,04 4,808 Azimut Scudo +0,01 7,437 Bancoposta Inv. Protetto 90 -0,02 5,442 Bipiemme Mix +0,47 5,617 Bipiemme Pià Bilanciato 30 +0,25 4,875 Bipiemme Visconteo +0,24 33,166 Bipiemme&Co - Comp. 30 +0,24 4,994 Bnl Protezione +0,30 22,38 Caam Qbalanced +0,42 8,43 Carige Bilanciato 30 +0,24 5,096 Carismi Dynamic Mix 15 +0,10 3,959 Carismi Dynamic Mix 30 +0,15 3,952 Ducato Mix 10-50 Cl. A -0,27 4,716 Ducato Mix 10-50 Cl. Y -0,29 4,775 Ducato Mm Equity 10-50 Cl. A -0,13 4,463 Ducato Mm Equity 10-50 Cl. Y -0,13 4,498 Eurom. Moderato +0,03 6,37 Gestielle Global Asset 1 +0,20 8,614 Mediolanum Elite 30 L +0,04 4,955 Mediolanum Elite 30 S +0,03 9,575 Symphonia C.To Bilanciato Equilibrato Italia+0,17 5,409 Symphonia Multi S. Adagio -0,18 5,645 Synergia Bilanciato 30 +0,17 5,31 Ubi Pramerica Bilanciato Euro A Rischio Contr.+0,30 5,771 Ubi Pramerica Portafoglio Moderato +0,21 5,642 Ubi Pramerica Privilege 1 +0,02 5,384 Ubi Pramerica Privilege 2 +0,02 5,297 Vegagest Sintesi Audace -0,11 5,286 OB. EURO GOVERNATIVI BT Abn Amro Master Monetario +0,01 10,148 Allianz Monetario +0,03 15,80 Arca Mm - Monetario +0,03 14,772 Bancoposta Monetario +0,02 6,176 Bg Focus Monetario +0,03 16,20 Bim Obbl. Bt +0,02 6,498 Bipiemme Monetario +0,02 12,079 Bipiemme Tesoreria Fondo Per Le Imprese+0,01 6,866 Bnl Obbl. Euro Bt +0,01 7,423 Bpvi Bt +0,03 6,282 Caam Breve Termine +0,04 7,46 Carige Monetario Euro Cl. A +0,02 11,508 Carige Monetario Euro Cl. B +0,03 11,236 Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. A +0,04 5,439 Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. B +0,04 5,472 Consultinvest Bt +0,02 4,996 Cr Cento Monetario Plus +0,02 5,754 Credit Suisse Monetario Cl. B +0,00 7,735 Credit Suisse Monetario Cl. I +0,00 7,78 Ducato Fix Euro Bt Cl. A +0,02 6,287 Ducato Fix Euro Bt Cl. Y +0,02 6,324 Eurizon Focus Obbl. Euro Bt +0,05 15,336 Eurom. Prudente +0,02 8,445 Fideuram Security +0,01 9,556 Fondersel Reddito +0,06 14,171 Fondit. Euro Bond St Cl. R +0,05 7,834 Fondit. Euro Bond St Cl. T +0,04 7,858 Fondit. Euro Currency Cl. R +0,00 7,864 Fondit. Euro Currency Cl. T +0,00 7,884 Fondo Alto Monetario +0,04 7,067 Gestielle Bt Euro Cl. A +0,04 7,544 Gestielle Bt Euro Cl. B +0,05 7,586

VARIAZ. QUOT.

Gestielle Cedola +0,03 Imi 2000 +0,00 Interf. Euro Currency +0,00 Intra Obbl. Euro Bt +0,02 Laurin Money +0,03 Leonardo Monetario +0,07 Mediolanum Risparmio Corrente +0,04 Nordfondo Obbl. Euro Bt +0,06 Optima Reddito B.T. +0,03 Optima Riserva Euro +0,02 Passadore Monetario +0,03 Pioneer Monetario Euro +0,02 Soprarno Pronti Termine +0,00 Synergia Obbl. Euro Breve Termine +0,02 Teodorico Monetario +0,01 Ubi Pramerica Euro Bt +0,07 Unibanca Monetario +0,02 Val. Resp. Monetario +0,03 Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. A +0,02 Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. B +0,02 Zenit Monetario Cl. I +0,03 Zenit Monetario Cl. R +0,03 OB. EURO GOVERNATIVI M/L TERM Abn Amro Master Monetario +0,01 Allianz Monetario +0,03 Arca Mm - Monetario +0,03 Bancoposta Monetario +0,02 Bg Focus Monetario +0,03 Bim Obbl. Bt +0,02 Bipiemme Monetario +0,02 Bipiemme Tesoreria Fondo Per Le Imprese+0,01 Bnl Obbl. Euro Bt +0,01 Bpvi Bt +0,03 Caam Breve Termine +0,04 Carige Monetario Euro Cl. A +0,02 Carige Monetario Euro Cl. B +0,03 Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. A +0,04 Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. B +0,04 Consultinvest Bt +0,02 Cr Cento Monetario Plus +0,02 Credit Suisse Monetario Cl. B +0,00 Credit Suisse Monetario Cl. I +0,00 Ducato Fix Euro Bt Cl. A +0,02 Ducato Fix Euro Bt Cl. Y +0,02 Eurizon Focus Obbl. Euro Bt +0,05 Eurom. Prudente +0,02 Fideuram Security +0,01 Fondersel Reddito +0,06 Fondit. Euro Bond St Cl. R +0,05 Fondit. Euro Bond St Cl. T +0,04 Fondit. Euro Currency Cl. R +0,00 Fondit. Euro Currency Cl. T +0,00 Fondo Alto Monetario +0,04 Gestielle Bt Euro Cl. A +0,04 Gestielle Bt Euro Cl. B +0,05 Gestielle Cedola +0,03 Imi 2000 +0,00 Interf. Euro Currency +0,00 Intra Obbl. Euro Bt +0,02 Laurin Money +0,03 Leonardo Monetario +0,07 Mediolanum Risparmio Corrente +0,04 Nordfondo Obbl. Euro Bt +0,06 Optima Reddito B.T. +0,03 Optima Riserva Euro +0,02 Passadore Monetario +0,03 Pioneer Monetario Euro +0,02 Soprarno Pronti Termine +0,00 Synergia Obbl. Euro Breve Termine +0,02 Teodorico Monetario +0,01 Ubi Pramerica Euro Bt +0,07 Unibanca Monetario +0,02

6,582 16,904 6,675 5,589 6,919 6,04 13,763 8,99 6,675 5,278 7,131 13,091 5,161 5,034 7,467 6,684 5,738 5,832 5,817 5,843 7,482 7,452 10,148 15,80 14,772 6,176 16,20 6,498 12,079 6,866 7,423 6,282 7,46 11,508 11,236 5,439 5,472 4,996 5,754 7,735 7,78 6,287 6,324 15,336 8,445 9,556 14,171 7,834 7,858 7,864 7,884 7,067 7,544 7,586 6,582 16,904 6,675 5,589 6,919 6,04 13,763 8,99 6,675 5,278 7,131 13,091 5,161 5,034 7,467 6,684 5,738

VARIAZ. QUOT.

Val. Resp. Monetario +0,03 5,832 Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. A +0,02 5,817 Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. B +0,02 5,843 Zenit Monetario Cl. I +0,03 7,482 Zenit Monetario Cl. R +0,03 7,452 OB. EURO CORPORATE INV. GRADE Arca Anfiteatro Bond Corporate -0,02 4,995 Arca Bond Corporate +0,01 6,806 Bipiemme Corporate Bond +0,04 7,08 Caam Corporate 3 Anni +0,00 103,778 Caam Corporate Giugno 2012 +0,00 5,163 Carige Corporate Euro Cl. A +0,03 6,246 Carige Corporate Euro Cl. B +0,03 6,283 Ducato Etico Fix Cl. A +0,02 5,216 Ducato Etico Fix Cl. Y +0,02 5,263 Ducato Fix Imprese Cl. A +0,05 6,305 Ducato Fix Imprese Cl. Y +0,05 6,363 Eurizon Focus Obbl. Euro Corporate -0,07 5,455 Eurizon Obbl. Euro Corporate Bt +0,03 7,382 Fondit. Euro Corporate Bond Cl. R +0,05 8,156 Fondit. Euro Corporate Bond Cl. T +0,05 8,183 Interf. Euro Corporate Bond +0,04 4,848 Nordfondo Obbl. Euro Corporate +0,03 7,369 Pioneer Obbl. Euro Corporate Etico A Dist.+0,02 4,847 Sai Obbl. Corporate +0,02 6,367 Synergia Obbl. Corporate +0,02 5,274 Ubi Pramerica Euro Corporate +0,07 7,523 OB. EURO HIGH YIELD Ducato Fix High Yield Cl. A -0,04 7,138 Ducato Fix High Yield Cl. Y -0,03 7,236 Eurizon Focus Obbl. Euro High Yield +0,10 6,701 Fondit. Bond Euro High Yield Cl. R -0,05 13,092 Fondit. Bond Euro High Yield Cl. T -0,04 13,129 Interf. Bond Euro High Yield -0,04 7,201 OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM Arca Bond Dollari -0,11 8,216 Azimut Reddito Usa -0,15 5,474 Bnl Obbl. Dollaro M-L T -0,12 5,694 Ducato Fix Dollaro Cl. A -0,14 7,007 Ducato Fix Dollaro Cl. Y -0,14 7,067 Fondersel Dollaro 31/08/09 +0,31 8,11 Fondit. Bond Usa Cl. R -0,14 7,715 Fondit. Bond Usa Cl. T -0,14 7,751 Gestielle Bond Dollars Cl. A -0,13 8,326 Gestielle Bond Dollars Cl. B -0,13 8,404 Interf. Bond Usa -0,15 6,691 Nordfondo Obbl. Dollari -0,12 12,982 OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI Abn Amro Master Obbl. Inter. -0,10 8,567 Allianz Redd. Gl. Cl. L -0,09 14,888 Allianz Redd. Gl. Cl. T -0,10 14,625 Alpi Obbl. Inter. -0,14 7,182 Arca Anfiteatro Global Bond +0,04 5,666 Arca Bond - Obbl. Estere -0,08 11,966 Aureo Obbligazioni Globale +0,04 8,001 Bim Obbl. Globale -0,22 5,568 Bipiemme Pianeta -0,17 9,034 Bpvi Obbl. Inter. -0,25 5,60 Carige Obbl. Inter. Cl. A -0,40 5,502 Carige Obbl. Inter. Cl. B -0,43 5,571 Carismi Bond Internaz. Cl. A -0,39 5,859 Carismi Bond Internaz. Cl. B -0,40 5,693 Ducato Fix Globale Cl. A -0,07 8,193 Ducato Fix Globale Cl. Y -0,07 8,255 Ducato Mm Global Bond Cl. A -0,04 5,035 Ducato Mm Global Bond Cl. Y -0,04 5,058 Eurizon Obbl. Internazionali -0,11 8,087 Eurom. Inter. Bond -0,04 8,293 Fondersel Inter. -0,05 13,13 Fondo Alto Inter. Obbl. -0,10 5,898 Gestielle Obbl. Inter. Cl. A -0,11 6,146


8 Giovedì 8 Ottobre 2009 il Domani

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

Gestielle Obbl. Inter. Cl. B -0,11 6,209 Imi Bond -0,05 15,115 Mc Fdf Global Bond Cl. A +0,06 5,26 Mc Fdf Global Bond Cl. B +0,06 5,215 Mediolanum Intermoney -0,02 6,21 Optima Obbl. Euro Glob. +0,06 6,913 Sai Obbl. Inter. -0,18 7,636 Ubi Pramerica Obbl. Globali -0,06 5,434 Vegagest Obbl. Inter. Cl. A -0,34 5,516 Vegagest Obbl. Inter. Cl. B -0,34 5,561 OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Arca Anfiteatro Corporate Breve Termine +0,04 5,092 Ubi Pramerica Obbl. Globali Corporate +0,08 6,493 OB. INTERNAZ. HIGH YIELD Mc Fdf High Yield Cl. A -0,16 6,771 -0,16 4,908 Mc Fdf High Yield Cl. B Ubi Pramerica Obbl. Globali Alto Rend. +0,50 7,883 OB. YEN Ducato Fix Yen Cl. A -0,43 4,597 -0,43 4,634 Ducato Fix Yen Cl. Y Fondit. Bond Japan Cl. R -0,48 8,877 Fondit. Bond Japan Cl. T -0,49 8,913 Interf. Bond Japan -0,48 5,335 OB. PAESI EMERGENTI Arca Bond Paesi Emerg. +0,60 12,811 +0,38 5,807 Bipiemme Em. Markets Bond Bnl Obbl. Emerg. +0,53 20,033 Ducato Fix Emerg. Cl. A +0,53 12,495 Ducato Fix Emerg. Cl. Y +0,53 12,688 Eurizon Focus Obbl. Emergenti +0,46 10,783 Eurom. Emerg. Mkts Bond +0,17 6,40 Fondit. Bond Global Emerg. Mkts Cl. R +0,74 9,898 Fondit. Bond Global Emerg. Mkts Cl. T +0,75 9,924 Gestielle Emerging Markets Bond Cl. A +0,65 9,763 Gestielle Emerging Markets Bond Cl. B +0,65 9,879 Interf. Bond Global Emerg. Mkts +0,77 10,202 Nordfondo Obbl. Paesi Emerg. +0,54 7,933 Optima Obbl. Emerg. Mkts +0,52 6,75 Pioneer Obbl. Paesi Emerg. A Dist. +0,25 8,876 Vegagest Obbl. Paesi Emergenti Cl. A +0,35 6,871 Vegagest Obbl. Paesi Emergenti Cl. B +0,36 6,933 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Anima Conv. +0,24 6,222 +0,06 9,037 Azimut Trend Tassi Caam Obbligazionario Euro +0,11 5,488 Ducato Fix Conv. Cl. A +0,13 8,501 Ducato Fix Conv. Cl. Y +0,13 8,601 Eurizon Focus Obbl. Cedola +0,05 6,089 Eurizon Obbligazionario Etico +0,07 5,429 Fondit. Inflation Link. Cl. R +0,19 13,487 Fondit. Inflation Link. Cl. T +0,19 13,536 Gestielle Obbl. Corporate Cl. A +0,01 6,76 Gestielle Obbl. Corporate Cl. B +0,03 6,829 Groupama Italia Bond Sel. Fund -0,03 5,72 Interf. Inflation Linked +0,19 13,30 Mediolanum Risparmio Reddito +0,05 11,044 Mediolanum Vasco De Gama +0,23 10,083 Nordfondo Obbl. Conv. +0,11 5,238 Pioneer C.I.M. - Euro Conv. Bonds +0,10 5,755 Pioneer Obbl. Euro A Dist. +0,06 6,51 Ras Lux St Dollar +0,00 144,769 USD Ras Lux St Europe +0,03 65,586 Symphonia C.To Obbl. Area Europa +0,02 9,213 Ubi Pramerica Obbl. Dollari -0,11 4,538 OB. MISTI Anima Fondimpiego +0,17 18,787 +0,18 8,214 Arca Obbl. Europa Azimut Contofondo -0,08 5,195 Azimut Solidity -0,03 7,828 Bancoposta Mix 1 +0,12 5,746 Bim Corporate Mix +0,02 5,378 Bipiemme Pià Bilanciato 15 +0,16 5,137 Bipiemme Sforzesco +0,09 9,582 Bnl Per Telethon +0,05 5,696 Carige Bilanciato 10 +0,13 5,377 Civ. Forum Iulii Rendita Cl. A +0,15 5,399 Civ. Forum Iulii Rendita Cl. B +0,16 5,496 Cr Cento Misto Best +0,14 5,813 Eurizon Diversificato Etico +0,09 7,761 Eurizon Rendita +0,15 5,98 Eurizon Soluzione 10 +0,13 6,88 Fondo Alleanza Obbl. +0,20 5,62 Fondo Alto Obbl. +0,23 8,741 Fucino Dynamic -0,09 4,412 Gestielle Etico Per Ail Cl. A +0,14 6,27 Gestielle Etico Per Ail Cl. B +0,16 6,303 Intesa Casse Del Centro Prot. Din. +0,12 5,622 Leonardo 80/20 +0,07 6,064 Nextam Partners Obbl. Misto +0,05 5,903 Nordfondo Etico Obbl. Misto Max 20% Az.+0,11 6,599 Pioneer Obbl. Pià A Dist. +0,00 8,136 Sai M. L. Prud. -0,25 4,707 Sai Performance +0,04 16,712 Symphonia C.To Patrim. Glob. Reddito +0,07 7,031 Synergia Bilanciato 15 +0,10 5,187 Total Return Obbl. +0,00 4,557 Ubi Pramerica Portafoglio Prudente +0,12 5,952 Val. Resp. Obbl. Misto +0,15 5,914 Vegagest Sintesi Moderato -0,06 5,362 Zenit Obbligazionario Cl. I -0,02 8,048 Zenit Obbligazionario Cl. R -0,02 8,023 OB. FLESSIBILI Arca Cedola Corporate Bond +0,00 5,247 +0,10 5,165 Arca Cedola Governativo Bond Aureo Cash Dynamic +0,00 5,222 Bg Focus Obbligazionario +0,10 6,675 Bipiemme Premium +0,06 6,489 Bipiemme Risparmio +0,03 7,782 Bnl Target Return Liquidità +0,01 9,888 Caam Liquidità +0,02 8,946 Civ. Forum Iulii Strategia Cl. A +0,34 5,296 Civ. Forum Iulii Strategia Cl. B +0,34 5,368 Consultinvest High Yield +0,27 5,168 Consultinvest Monetario +0,06 5,374 Consultinvest Reddito +0,07 7,114

VARIAZ. QUOT.

VARIAZ. QUOT.

Ducato Fix Rendita Cl. A +0,02 18,348 Bnl Target Return Dinamico +0,02 12,344 Ducato Fix Rendita Cl. Y +0,02 18,587 Bnp Pa. 100% E Pià - Grande Asia -0,07 5,444 Eurom. Total Return Flex 2 +0,02 6,511 Bnp Pa. 100% E Pià - Grande Europa +0,08 5,065 Ritorni Reali +0,05 5,844 Bnp Pa. Equipe Attacco -0,50 4,357 Ubi Pra. Total Ret. Moderato Cl. A +0,04 5,189 Bnp Pa. Equipe Centrocampo -0,36 4,702 Ubi Pra. Total Ret. Moderato Cl. B +0,04 5,203 Bnp Pa. Equipe Difesa +0,00 5,388 Ubi Pramerica Active Duration +0,04 5,61 Caam Absolute +0,00 5,166 Ubi Pramerica Total Ret. Prudente +0,05 10,457 Caam Dynamic Allocation +0,24 5,084 Vegagest Obbl. Flessibile -0,02 5,264 Caam Equipe 1 +0,00 5,20 Vgr Coro Obiettivo Rendimento +0,06 5,322 Caam Equipe 2 -0,02 5,123 Volterra Total Return Obbl. +0,08 5,132 Caam Equipe 3 +0,00 5,009 LIQUIDITÀ AREA EURO Caam Equipe 4 +0,02 4,58 Agora Cash +0,04 5,541 Caam Eureka China Double Win +0,00 5,274 +0,00 5,593 Caam Eureka Double Call Allianz Liquidità Cl. A +0,00 5,37 Allianz Liquidità Cl. At +0,00 5,074 Caam Eureka Double Win +0,00 5,527 Allianz Liquidità Cl. B +0,02 5,704 Caam Eureka Double Win 2013 +0,00 5,037 Anima Liquidità +0,02 6,581 Caam Eureka Dragon +0,00 5,692 Arca Anfiteatro Tesoreria +0,02 5,667 Caam Eureka Ripresa 2014 +0,00 5,082 Arca Bt - Breve Termine +0,01 8,753 Caam Formula Euro Eq. Option 2013 +0,00 4,502 Arca Bt - Tesoreria +0,02 5,762 Caam Formula Euro Eq. Option Due 2013+0,00 4,56 Aureo Liquidità +0,02 5,713 Caam Formula Gar. 2012 +0,00 5,009 Azimut Garanzia +0,01 12,317 Caam Formula Gar. 2013 +0,00 4,885 Bnl Cash +0,02 22,116 Caam Formula Gar. Due 2013 +0,00 4,877 Caam Eonia +0,00 101,838 Caam Formula Gar. Emerg. Mkt Eq. Recall 2013+0,00 4,957 Carige Liquidita' Euro Cl. B +0,08 6,314 Caam Formula Gar. Emerg. Mkt Eq. Recall 2014+0,00 4,948 Carige Liquidità Euro Cl. A +0,08 6,276 Caam Formula Gar. Eq. Recall 2013 +0,00 4,897 Carismi Liquidita' Cl. A +0,00 5,277 Caam Formula Gar. Eq. Recall 2014 +0,00 5,195 Carismi Liquidita' Cl. B +0,02 5,292 Caam Formula Gar. Eq. Recall Due 2013 +0,00 4,927 Ducato Fix Monetario Cl. A +0,00 8,502 Caam Formula Gar. High Diversification 2014+0,00 4,798 Ducato Fix Monetario Cl. I +0,01 8,585 Caam Formula Gar. Mercati Emerg. +0,00 5,658 Ducato Fix Monetario Cl. Y +0,01 8,564 Caam Formula Private Dividend Opp. +0,00 4,961 Epsilon Cash +0,02 6,237 Caam Pià +0,00 5,545 Eurizon Focus Tesoreria Euro Cl. A +0,03 7,647 Caam Premium Power +0,00 5,03 Eurizon Focus Tesoreria Euro Cl. B +0,04 7,676 Caam Private Alfa +0,00 4,754 Eurizon Liquidità Cl. A +0,04 7,298 Caam Qreturn +0,53 5,489 Eurizon Liquidità Cl. B +0,04 7,461 Caam Strategia 95 N.D. 5,00 Eurom. Conservativo -0,03 11,079 Carige Flessibile Cl. A +0,06 5,133 Eurom. Contovivo -0,03 11,822 Carige Flessibile Cl. B +0,08 5,107 Fideuram Moneta +0,01 14,624 Carige Flessibile Piu' Cl. B -0,18 4,513 Fondaco Euro Cash +0,03 115,581 Carige Flessibile Pià Cl. A -0,20 4,491 Fondersel Cash +0,01 8,898 Carismi Absolute Perf. Cl. A +0,45 4,866 Fondo Liquidità +0,01 7,57 Carismi Absolute Perf. Cl. B +0,45 4,934 Gestielle Cash Euro Cl. A +0,06 7,036 Carismi Pratico Cl. A +0,10 6,156 Gestielle Cash Euro Cl. B +0,06 7,066 Carismi Pratico Cl. B +0,11 6,193 Mediolanum Risparmio Monetario +0,02 5,491 Consultinvest Alto Dividendo +0,88 3,088 Nextam Partners Liquidità +0,03 5,811 Consultinvest Mercati Emergenti +0,61 4,76 Nordfondo Liquidità +0,03 6,197 Consultinvest Multimanager Flex +0,61 4,627 Optima Money +0,02 6,153 Consultinvest Plus +0,00 5,09 Pensplan Invest Cash +0,00 5,908 Cr Cento Premium -0,11 3,791 Pioneer Liquidità Euro +0,00 5,058 Ducato Etico Flex Civita Cl .A +0,17 4,163 Sai Liquidità +0,05 11,501 Ducato Etico Flex Civita Cl. Y +0,19 4,24 Symphonia C.To Monetario +0,03 7,406 Ducato Geo Europa Alto Pot. Cl. A +0,38 2,13 Synergia Monetario +0,02 5,024 Ducato Geo Europa Alto Pot. Cl. Y +0,38 2,14 Synergia Tesoreria +0,02 5,041 Ducato Geo Europa Pmi Alto Pot. Cl. A +0,17 13,217 Ubi Pramerica Euro Cash +0,03 7,292 Ducato Geo Europa Pmi Alto Pot. Cl. Y +0,17 13,262 Vegagest Monetario Cl. A +0,00 5,859 Ducato Geo Italia Alto Pot. Cl. A +0,13 4,611 Vegagest Monetario Cl. B +0,02 5,89 Ducato Geo Italia Alto Pot. Cl. Y +0,15 4,652 Vgr Coro Tesoreria +0,02 5,627 Ducato Mm Cash Premium Cl. A -0,08 4,718 LIQUIDITÀ AREA DOLLARO Ducato Mm Cash Premium Cl. Y -0,08 4,771 -0,13 11,527 Ducato Mm Cash Premium Plus Cl. A -0,10 4,162 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro Eurizon Focus Tesoreria Dollaro ($) +0,02 16,861 Ducato Mm Cash Premium Plus Cl. Y -0,09 4,226 FLESSIBILI Ed. De Roth. Multigestion - Trend Global -0,60 4,767 8a+ Gran Paradiso -0,14 5,139 Epsilon Qreturn +0,53 6,224 +0,18 5,02 Eurizon Focus Gar. Dicembre 2012 8a+ Latemar +0,02 5,073 8a+ Monviso +0,02 5,01 Eurizon Focus Gar. Giugno 2012 +0,06 5,101 Abis Flessibile +0,34 5,612 Eurizon Focus Gar. I Sem. 2006 +0,02 5,244 Abn Amro Expert A-Rt100 -0,06 5,164 Eurizon Focus Gar. I Trim. 2007 +0,06 5,158 Abn Amro Expert A-Rt200 +0,00 4,928 Eurizon Focus Gar. Ii Sem. 2006 +0,06 5,248 Abn Amro Expert A-Rt400 +0,00 4,668 Eurizon Focus Gar. Ii Trim. 2007 +0,08 5,112 Abn Amro Expert A-Rt50 -0,02 16,422 Eurizon Focus Gar. Iii Trim. 2007 +0,06 5,092 Adb Globale Quantitativo +0,24 4,108 Eurizon Focus Gar. Iv Trim. 2007 +0,04 5,172 Agora Selection -0,02 4,699 Eurizon Focus Gar. Marzo 2013 +0,02 5,109 Agora Valore Protetto +0,03 6,311 Eurizon Focus Gar. Settembre 2012 +0,06 5,074 Agoraflex -0,12 6,868 Eurizon Focus Profilo Dinamico +0,04 4,867 Alarico Re -0,04 4,52 Eurizon Focus Profilo Moderato -0,12 5,13 Allianz F100 Cl. L +0,54 3,73 Eurizon Focus Profilo Prudente +0,06 5,402 Allianz F100 Cl. T +0,55 3,669 Eurizon Focus Rend. Ass. 2 Anni +0,00 5,208 Allianz F15 Cl. L +0,13 5,268 Eurizon Focus Rend. Ass. 3 Anni -0,02 5,456 Allianz F15 Cl. T +0,13 5,20 Eurizon Focus Rend. Ass. 5 Anni +0,00 4,868 Allianz F30 Cl. L +0,20 4,985 Eurizon Obiettivo Rendimento +0,00 8,027 Allianz F30 Cl. T +0,20 4,921 Eurizon Team 1 Cl. A +0,05 5,96 Allianz F70 Cl. L +0,46 25,284 Eurizon Team 1 Cl. G +0,05 5,96 Allianz F70 Cl. T +0,46 24,81 Eurizon Team 2 Cl. A +0,02 5,561 Anima Fondattivo +0,26 13,002 Eurizon Team 2 Cl. G +0,02 5,561 Aqqua -0,26 5,039 Eurizon Team 3 Cl. A -0,02 4,569 Arca Anfiteatro Bond Plus +0,05 5,875 Eurizon Team 3 Cl. G -0,02 4,575 Arca Anfiteatro Conservative Flex -0,05 5,506 Eurizon Team 4 Cl. A -0,08 3,726 Arca Anfiteatro Corporate Absolute Return+0,00 5,575 Eurizon Team 4 Cl. G -0,08 3,733 Arca Anfiteatro Total Return +0,00 3,178 Eurizon Team 5 Cl. A +0,09 3,524 Arca Capitale Gar. Dicembre 2013 +0,08 5,145 Eurizon Team 5 Cl. G +0,11 3,531 Arca Capitale Gar. Giugno 2013 +0,10 5,158 Eurom. Flex Dividend +0,05 13,041 Arca Corporate Bt +0,02 5,461 Eurom. Real Assets +0,17 4,08 Arca Rendimento Assol T3 +0,12 5,082 Eurom. Strategic -0,58 3,077 Arca Rendimento Assol T5 +0,00 4,728 Eurom. Total Return Flex 3 -0,07 4,523 Aureo Defensive +0,06 5,039 Eurom. Total Return Flex 4 -0,07 6,771 Aureo Finanza Etica -0,02 6,021 Federico Re +0,00 5,137 Aureo Flex Euro +0,43 9,609 Fms - Absolute Return -0,10 9,19 Aureo Flex Italia +0,31 17,40 Fondaco Absolute Return +0,00 91,149 Aureo Flex Opportunity +0,13 4,802 Fondersel Duemila +0,00 92,341 Aureo Plus +0,02 5,959 Fondit. Flexible Dynamic Cl. R +0,89 6,134 Aureo Primaclasse Flessibile -0,02 5,313 Fondit. Flexible Dynamic Cl. T +0,85 6,139 Aureo Rendimento Assoluto +0,07 5,571 Fondit. Flexible Growth Cl. R -0,05 8,705 Azimut Strategic Trend +0,21 4,813 Fondit. Flexible Growth Cl. T -0,03 8,739 Azimut Trend +0,44 17,425 Fondit. Flexible Income Cl. R +0,05 8,516 Azimut Trend America +0,88 7,896 Fondit. Flexible Income Cl. T +0,06 8,536 Azimut Trend Europa +0,36 11,719 Fondit. Flexible Multimanager Cl. R -0,09 9,508 Azimut Trend Italia +0,36 15,686 Fondit. Flexible Multimanager Cl. T -0,08 9,556 Azimut Trend Pacific -0,61 5,73 Fondit. Flexible Opportunity Cl. R +0,08 7,853 Bancoposta Centopiu' 2007 +0,08 5,229 Fondit. Flexible Opportunity Cl. T +0,09 7,876 Bancoposta Centopià +0,04 5,29 Formula 1 Balanced +0,15 6,488 Bancoposta Extra +0,00 5,203 Formula 1 Conserv. +0,06 6,476 Bg Focus Azionario +0,48 22,468 Formula 1 High Risk +0,15 6,758 Bim Flessibile +0,44 3,877 Formula 1 Low Risk +0,06 6,688 Bipiemme Flessibile +0,26 2,67 Formula 1 Risk +0,08 6,513 Bipiemme Obiettivo Rendimento +0,02 5,66 Gestielle Global Asset Plus +0,00 5,236 Bnl Target Return Conservativo +0,00 4,949 Gestielle Harmonia Dinamico -0,31 5,211

VARIAZ. QUOT.

Gestielle Harmonia Moderato Gestielle Harmonia Vivace Gestielle Total Return Gestnord Asset Allocation Igm Fdf Flessibile Cl. A Igm Fdf Flessibile Cl. B Interf. System 100 Interf. System 40 Interf. System Flex Intra Assoluto Intra Flessibile Investitori Flessibile Kairos Partners Kairos Partners Income Kairos Partners Small Cap Mc Fdf Flex High Volatility Cl. A Mc Fdf Flex High Volatility Cl. B Mc Fdf Flex Low Volatility Cl. A Mc Fdf Flex Low Volatility Cl. B Mc Fdf Flex Medium Volatility Cl. A Mc Fdf Flex Medium Volatility Cl. B Nextam Partners Flessibile Obiettivo Nordest Sicav Open Fund Ritorno Assoluto Var 2 Open Fund Ritorno Assoluto Var 4 Paritalia Orchestra Pioneer Target Controllo Pioneer Target Equilibrio Pioneer Target Sviluppo Profilo Best Funds Profilo Elite Flessibile Sofia Flex Soprarno 0 Ritorno Assol 6 Cl. A Soprarno 0 Ritorno Assol 6 Cl. B Soprarno 1 Ritorno Assol 5 Cl. A Soprarno 1 Ritorno Assol 5 Cl. B Soprarno Contrarian Cl. A Soprarno Contrarian Cl. B Soprarno Global Macro Cl. A Soprarno Global Macro Cl. B Soprarno Inflazione +1,5% Cl. A Soprarno Inflazione +1,5% Cl. B Soprarno Relative Value Cl. A Soprarno Relative Value Cl. B Symphonia C.To Asia Flessibile Symphonia C.To Bond Flessibile Symphonia C.To Fortissimo Symphonia C.To Italia Flessibile Synergia Total Return Total Return Ubi Pramerica Active Beta Ubi Pramerica Alpha Equity Ubi Pramerica Total Ret. Dinamico Unibanca Plus Vegagest Flessibile Vegagest Mb Absolut Vegagest Mb Strategic Vegagest Rendimento Volterra Dinamico Volterra Total Return Globale Zenit Absolute Return Cl. I Zenit Absolute Return Cl. R Zenit High Trend 0-100 Fdf Zenit Zerocento Fdf ASSICURATIVI ALLIANZ RAS S.P.A. Allianz Conservativo Allianz Conservativo Goldà Allianz Flessibileà Allianz Flessibile Goldà Allianz Monetarioà Allianz Rifugioà Allianz Sviluppoà Ras America Ras Azionario Europa Ras Azionario Globale Ras Bilanciato Europa Ras Bilanciato Globale Ras Commodity Ras Equilibrato Ras Europa Ras Formula Dinamica Ras Gestione Attiva Ras Globale Ras Obbligazionario Ras Obbligazionario Europa Ras Obbligazionario Plus Europa Ras Obbligazionario Protetto Ras Oriente Ras Quota Attiva Ras Quota Protetta Ras Technology & Research AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Meieaurora Balanced Meieaurora Bond Meieaurora Unit Share New Balancedà New Bondà New Shareà Unieticà Winvest Linea Bilanciata Winvest Linea Dinamica Winvest Linea Prudente BCC VITA S.P.A. Comp. Assic. Vita Bcc Vita Equity America Bcc Vita Equity Asia Bcc Vita Equity Europa Bcc Vita World Global Bond BNL VITA S.P.A. Bnl Vita Capital Unit 30 Bnl Vita Capital Unit 60 Bnl Vita Capital Unit 90 B.P.V. VITA S.P.A. Aletti Linked Difensivo 15 Aletti Linked Fondi Azionario Aletti Linked Moderato 40

-0,21 -0,36 +0,32 +0,50 -0,05 -0,05 +0,08 +0,08 -0,04 +0,35 +0,13 +0,05 +0,23 +0,00 +0,40 +0,12 +0,14 +0,06 +0,04 +0,00 +0,00 +0,35 -1,20 +0,11 +0,27 -0,32 +0,04 +0,02 +0,01 -0,21 +0,11 +0,00 +0,00 -0,08 +0,00 +0,18 +0,45 +0,64 +0,02 +0,04 -0,04 -0,04 -0,09 -0,09 -0,04 +0,02 +0,81 +0,12 +0,35 -0,14 +0,11 +0,04 +0,16 +0,06 +0,34 -0,22 -0,22 +0,13 -0,31 +0,16 +0,27 +0,27 +0,00 +0,72

5,19 5,241 14,024 4,649 3,979 4,006 9,298 11,038 10,291 5,78 6,148 6,337 5,619 6,684 9,254 4,174 3,558 5,221 5,212 5,406 3,592 4,641 4,13 4,504 3,758 72,55 5,251 5,202 22,005 5,679 5,282 0,683 5,056 5,092 5,094 5,083 3,536 3,145 4,754 4,794 5,388 5,41 5,312 5,353 5,499 5,022 2,496 5,095 5,227 2,785 4,715 5,088 4,964 5,184 7,404 3,229 3,229 5,344 5,172 5,482 5,554 5,507 1,245 4,59

+0,19 10,696 +0,19 107,213 -0,08 9,561 -0,07 96,139 +0,00 10,271 +0,18 10,545 +0,05 10,045 -0,34 2,901 -1,63 4,055 -1,25 3,247 -0,90 5,639 -0,59 4,904 -1,50 3,60 -0,58 4,291 -1,15 3,862 -0,03 5,815 -0,24 5,471 -0,89 4,107 -0,50 5,008 -0,01 7,749 -0,50 6,771 +0,00 5,926 -1,30 4,695 +0,00 5,326 +0,00 5,263 -1,33 2,233 -0,24 +0,02 -0,30 +0,38 +0,69 +0,32 +0,05 -0,81 -1,25 -0,21

9,412 8,627 8,285 9,858 9,804 10,241 10,518 10,958 9,409 12,17

-0,13 +0,55 -0,36 +0,66

3,907 4,716 4,47 5,223

-0,63 -1,30 -2,17

10,027 7,888 5,813

-0,16 +0,00 +0,00

9,611 6,612 11,275

VARIAZ. QUOT.

Bpv Vita - Bilanciato Bpv Vita - Dinamico Bpv Vita - Prudente Creberg Sim Life Brillante Creberg Sim Life Moderato Multicrescita Bilanciato Multicrescita Conservativo Multicrescita Dinamico Multicrescita Global Equities Multicrescita Sicura Settembre Risposta Dinamica Plus Risposta Pronta Dinamica Risposta Pronta Monetaria Risposta Pronta Prudente Risposta Pronta Vivace Risposta Prudente Plus Risposta Sicura Risposta Vivace Plus Scegliere Conservativo Scegliere Dinamico Scegliere Prudente Scegliere Vivace Spazio Protetto Maggio 2004 CARDIF ASSICURAZIONI S.P.A. Azionario Rimini 2 Bds Valore Azionario Bds Valore Bilanciato Bds Valore Obbligazionario Cardif Azionario Cl. A Cardif Azionario Cl. B Cardif Bilanciato Cl. A Cardif Bilanciato Cl. B Cardif Obbligazionario Cl. A Cardif Obbligazionario Cl. B Flexible Profilo Cl. A Obbligazionario Misto Rimini 2 Pargest Globale 60 Cl. A Spazio Effervescente Spazio Naturale DUOMO PREVIDENZA S.P.A. Duomo Unit Dynamic Duomo Unit Moderate FONDIARIA-SAI S.P.A. Fonsailink - Azionario Fonsailink - Bilanciato Fonsailink - Monetario Fonsailink - Obbligazionario Sai Alfa 2000 Sai Beta 2000 Sai Omega 2000 Sai Quota GENERTELLIFE S.P.A. Adria Equilibrio Aptus I Aptus Ii Aptus Iii Bg 2005- 2015 Bg 2005- 2020 Bg 2005- 2025 Bg 2005- 2030 Bg Azionario I Bg Azionario Ii Bg Bilanciato I Bg Bilanciato Ii Bg Dinamico Espansione Espansione 2000 Sviluppo Sviluppo 2000 Tirreno Unit Equilibrio Tirreno Unit Protezione Tirreno Unit Sviluppo Valore INA VITA Fondo Ina Valore Attivo Fondo Valute Estere Nuovo Fondo Ina INTESA VITA S.P.A. Accumulazione Crescita Dinamica Eurounit Azionario Eurounit Dinamico Eurounit Equilibrato Eurounit Prudente Gpa Accordoà Gpa Accordo 2à Gpa Acutoà Gpa Acuto 2à Gpa Armoniaà Gpa Armonia 2à Gpa Motivoà Gpa Motivo 2à Gpa Private Bond Gpa Private Global Guaranteed Gpa Private Global High Gpa Private Global Low Gpa Private Global Medium Intesa Vita Azionario America Growth Intesa Vita Azionario America Valueà Intesa Vita Azionario Cinaà Intesa Vita Azionario Europa Growthà Intesa Vita Azionario Europa Valueà Intesa Vita Monetario Dollaroà Intesa Vita Monetario Euroà Intesa Vita Obbligazionario Euroà MEDIOLANUM VITA S.P.A. Az. Dinamismo Az. Dinamismo Bis Az. Fedeltà Az. Intraprendenza Az. Intraprendenza Bis Az. Protezione Balanced Balanced Bis Country

+0,40 +0,66 +0,23 +0,53 -0,11 +0,50 +0,15 +0,64 +0,91 +0,02 -0,19 -0,41 +0,02 +0,07 -1,28 +0,09 -0,04 -0,72 -0,02 +0,32 +0,02 +0,58 +0,00

9,085 7,573 9,885 7,458 8,744 9,784 11,201 8,603 6,84 10,88 11,323 9,816 10,591 11,349 7,685 11,05 10,476 11,232 5,251 4,772 5,297 4,188 9,855

-1,80 -1,77 -0,49 +0,29 -1,87 -1,77 -0,81 -0,76 +0,51 +0,51 -1,83 +0,53 +0,15 -1,77 +0,53

64,313 94,894 133,976 177,375 87,962 133,275 124,945 187,072 166,19 215,584 76,561 108,164 178,625 106,653 172,54

+0,15 +0,37

2,037 4,874

+0,38 +0,22 +0,00 +0,03 -0,23 -0,47 -0,14 +0,05

3,167 4,539 6,19 6,017 4,26 4,24 7,05 20,20

+0,08 -0,46 -1,18 -1,56 +0,05 +0,17 +0,50 +0,83 -1,78 -1,60 -0,87 -0,39 -0,52 -1,45 -1,25 -0,68 -0,74 -0,50 -0,04 -1,08 +0,11

5,956 4,986 4,537 3,79 10,17 9,461 8,673 8,216 2,151 2,464 3,872 5,097 7,784 2,784 2,842 4,249 3,778 5,548 5,694 4,763 6,158

+0,00 +0,28 +0,00

4,048 1,084 7,691

-0,49 -0,03 -0,79 -1,02 -0,52 -0,20 +0,02 +0,20 +0,15 -0,40 -0,46 +0,08 -0,04 +0,14 +0,10 -0,07 +0,35 +3,01 +0,42 +1,06 +0,56 +1,46 -1,01 -0,68 +0,20 +1,58 +0,00 +0,55

5,028 5,897 4,419 2,808 4,754 5,395 6,307 675,69 649,81 366,03 311,88 487,12 428,58 614,30 577,68 712,28 572,69 309,46 650,75 519,32 7,664 8,339 19,197 9,501 10,826 8,557 10,87 10,927

-1,12 -1,16 +7,63 -1,29 -1,30 -0,14 -0,66 -0,60 -1,27

3,181 3,649 2,371 2,906 3,569 5,771 4,367 4,452 3,041

VARIAZ. QUOT.

Country Bis -1,28 3,557 Dinamic -0,89 3,767 Dynamic Bis -0,84 4,144 Eurobond Breve Termine +0,07 6,736 Eurobond Opportunità +0,00 6,672 Eurobond Sviluppo +0,10 6,679 Euroequity Opportunità -1,28 3,775 Euroequity Protezione -0,16 6,348 Euroequity Sviluppo -1,14 4,07 Moderate -0,33 4,896 Moderate Bis -0,31 4,897 Obbligazionario Breve Termine Bis +0,07 5,53 Obbligazionario Crescita -0,02 6,56 Obbligazionario Crescita Bis +0,04 5,283 Obbligazionario Evoluzione Bis -0,18 5,132 Obbligazionario Liquidità +0,06 6,649 Obbligazionario Moderazione +0,11 6,582 Obbligazionario Moderazione Bis +0,09 5,436 Opportunity -1,29 3,369 Opportunity Bis -1,26 3,695 Prudent +0,08 6,195 Prudent Bis +0,07 5,498 Sector -1,35 2,996 Sector Bis -1,35 3,726 MILANO ASSICURAZIONI Previlink Azionario -1,61 2,684 -0,73 4,059 Previlink Bilanciato Previlink Monetario +0,00 6,17 Previlink Obbligazionario +0,04 5,487 POPOLARE VITA S.P.A. Bpn Poseidon +0,10 10,51 Bpn Unit Blue +0,34 8,75 Bpn Unit Futura -0,37 2,69 Bpn Unit Green +0,41 9,72 Bpn Unit Overland +0,97 5,23 Bpn Unit Red +0,13 7,48 Bpn Unit Technology +0,75 1,35 Glob. Unit Bpn Allegro -1,63 4,23 Glob. Unit Bpn Andante +0,60 5,02 Glob. Unit Bpn Brioso +1,52 5,36 Glob. Unit Bpn Vivace -1,42 3,48 RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. Crfc Gentile Dinamico -3,03 3,426 -1,24 5,824 Crfc Gentile Equilibrato Eurolink - C.V. Dinamico -0,91 12,36 Eurolink - C.V. Equilibrato -0,46 12,773 Eurolink - C.V. Risparmio +0,07 11,911 Formula Link In Prima +0,37 10,169 Formula Link In Seconda +0,06 8,804 Formula Link In Terza -0,17 7,167 Gestivita Azionario -0,21 7,984 Gestivita Bilanciato +0,11 9,641 Gestivita Obbligazionario +0,36 11,632 U.L. Patavium Dinamico -1,07 7,184 U.L. Patavium Equilibrato -0,31 9,032 SARA VITA S.P.A. Multistrategy Az. Intern. +0,10 7,182 Multistrategy Az. Intern. G.A. +0,12 7,497 +0,78 9,326 Multistrategy Obbl. Europeo Multistrategy Obbl. Globale +1,10 9,617 Profilo Guardianà -0,10 9,99 Società Cattolica di Assicurazione Coop. a R.L. Bpbari Freeway Country -1,04 3,915 Bpbari Freeway Desert -0,72 3,596 Bpbari Freeway Jungle -0,78 0,253 Cattolica Azionario +0,62 3,897 Cattolica Bilanciato +0,82 4,178 Cattolica Fondo Protetto +0,02 5,27 Cattolica Obbligazionario +0,85 4,728 Cividale Percorso Azionario -0,11 10,399 Cividale Percorso Obbligazionario +0,51 11,128 Creberg Sim Formula Life Azionario -0,88 4,07 Creberg Sim Formula Life Bilanciato -0,51 4,468 Ferrara Investire Azionario +0,00 3,135 Ferrara Investire Obbligazionario +0,60 5,502 Fuoriclasse Balanced -0,05 4,316 Fuoriclasse Bond +0,04 5,544 Fuoriclasse Equity -0,04 2,846 Fuoriclasse High Tech -0,15 1,319 Nuove Rotte +0,09 5,484 Progetto Attivo Bond +0,83 4,492 Progetto Attivo Equity +0,59 3,594 Progetto Attivo Mix +0,79 4,207 Soluzione Dinamica -0,30 4,932 Soluzione Prudente +0,23 6,076 Soluzione Vivace -1,11 3,398 Unipol - Compagnia Assicuratrice S.P.A. Uninvest Arcosereno +0,37 119,11 Uninvest Azioni Pi +0,47 104,815 +0,54 13,215 Uninvest Crescita Uninvest Equilibrio +0,90 11,892 Uninvest Flessibile +0,74 6,402 Uninvest Grande 7 +0,47 104,924 Uninvest Grande Vita +0,01 100,228 Uninvest Mach 7 +0,02 110,433 Uninvest Otto&Mezzo +0,00 103,404 Uninvest Performance Europa +0,10 7,275 Uninvest Risparmio +0,66 13,334 Uninvest Valore +0,66 11,539 ZURICH LIFE AND PENSION Dws Controllo -0,04 5,148 +0,20 6,043 Dws Crescita Dws Equilibrio -0,03 7,126 Dws Evoluzione -0,13 4,506 Dws Protezione +0,03 7,674 Dws Prudenza +0,00 5,484 Dws Sicurezza +0,00 5,384 Dws Sviluppo +0,03 3,386


Giovedì 8 Ottobre 2009

il Domani

9

CRONACHE NAZIONALI E INTERNAZIONALI Affondo del cantautore romano: da voi non c’è cultura, meglio la Sicilia

Venditti e il caso Calabria «Solo una provocazione» «Ho dedicato Stella, una canzone-preghiera, alla Calabria, una terra che amo moltissimo ma che è, sotto molti profili, disagiata per notissimi problemi che ne pregiudicano il futuro sereno che invece meritano tutti i calabresi, soprattutto i giovani. In questo senso ho auspicato che qualcuno deve fare qualcosa». Replica così il cantautore romano Antonello Venditti alle accuse mosse nei suoi confronti dopo le sue dichiarazioni durante un concerto in Sicilia: «Dio, perché hai fatto la Calabria? In Sicilia c’é la cultura, in Calabria niente di niente». Questa la frase ripresa nel video pubblicato su YouTube che ha indignato i calabresi. Ma Venditti ha chiuso (per ora) la polemica. «La mia denuncia nata, lo ripeto, dall’amore per la terra calabrese e per le persone oneste che la abitano - ha replicato Venditti ha mutato il proprio significato attraverso il gioco di omissioni e tagli giornalistici alle dichiarazioni rese, nonché di commenti certamente non continenti che mi hanno descritto come un male al pari della ’ndrangheta. L’ascolto integrale delle mie dichiarazioni attraverso il filmato pubblicato su YouTube, peraltro senza alcun consenso né da parte mia né da parte dell’organizzatore del concerto, rende il si-

gnificato esatto delle mie parole. Le dichiarazioni di cui tanto si parla si riferiscono al 2008 - ha poi concluso il cantante - e nell’estate del 2009 ho cantato nuovamente in Calabria, nell’area portuale di Corigliano Calabro, esprimendo ancora parole d’amore e di denuncia davanti a 100 mila persone. Tutti hanno capito ed applaudito. Ma se, come è evidente, si preferisce

il silenzio di chi denuncia ciò vuol dire che le parole possono ancora muovere le coscienze. Ciò di cui invece bisogna aver terrore è proprio il silenzio». Intanto, però, sono già otto i gruppi costituiti su Facebook contro Antonello Venditti per le due dichiarazioni sulla Calabria. Il gruppo che ha raccolto più adesioni, 732, è “petizione online contro le idiozie di Venditti”.

LA NOTA - Antonello ha fatto il suo mestiere

La frustata che ci voleva ma adesso parliamone...

C

aro Antonello, a leggere con lucidità e senza farsi prendere dal fuoco dell’orgoglio le tue dichiarazioni sulla Calabria verrebbe subito da dire: hai ragione! Non certo per esprimere insieme a te un giudizio generalizzato di “incultura” rispetto ad una terra magica e mitica, che ha ospitato sul suo suolo civilità di ogni genere. Lo testimoniano, se non altro, Hera Lacinia gli innumerevoli reperti che costellano borghi e città. I Bronzi di Riace, in questo contesto, rappresentano la punta di diamante di un immenso giacimento di risorse, sicuramente sfruttate poco e male. Ed è proprio pensando a tutto questo che viene da dire: hai ragione! Hai ragione a provocare. Del resto, era questo lo spirito dei veri cantautori

La Corte Costituzionale si è pronunciata sulla legge che sospende i processi per le alte cariche dello Stato

Illegittimo il lodo Alfano, e il Governo traballa

La Corte costituzionale ha giudicato illegittimo il lodo Alfano, la legge che sospende i processi per le quattro più alte cariche dello Stato, ritenendolo in contrasto con l’articolo 138 della Costituzione - dunque secondo la Consulta sarebbe stato opportuno introdurlo con legge costituzionale e non ordinaria - nonché con l’articolo 3, che sancisce l’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge. La decisione, secondo le prime indiscrezioni, sarebbe stata assunta a maggioranza. La decisione avrà come effetto la riapertura di due

processi a carico del premier Berlusconi: per corruzione in atti giudiziari dell’avvocato David Mills e per reati societari nella compravendita di diritti tv Mediaset. Poche ore prima Umberto Bossi surriscaldava gli animi dell’agone politico: «In caso di bocciatura del Lodo Alfano? Trascineremo il popolo dice il ministro -. Il popolo ce l’abbiamo. Ma io sono per la saggezza: chi è che vuole sfidare l’ira dei popoli?». Il deputato del Pdl Gaetano Pecorella ha rimarcato: «Il risultato non cambia il quadro politico».

L'udienza di fronte alla Corte Costituzionale

Sabato prossimo i funerali delle vittime dell’alluvione e Berlusconi prepara un vertice per gli sfollati

Sono 35 i morti di Messina. Proclamato il lutto nazionale

Lutto nazionale con esposizione a mezz’asta delle bandiere nazionale ed europea sugli edifici pubblici di tutta Italia sabato prossimo, giorno dei funerali delle vittime dell’alluvionenel messinese.Lo proclamerà la riunione del Consiglio dei Ministri, in programma venerdì prossimo. Palazzo Chigi spiega che si tratta di un «doveroso omaggio alle vittime». - Al sindaco di Messina, GiuseppeBuzzanca,è stataconfermata dal presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, la sua presenza a Messinanelpomeriggiodi venerdìprossimo, per un vertice sulla situazione del futuro degli sfollati e la loro sistemazione abitativa. Berlusconi si fermerà a Messina anche sabato 10,

per partecipare insieme al presidente del Senato, Renato Schifani, ai funerali solenni. Il bilancio resta fermo a 25 morti e 10 dispersi, 35 persone in tutto che "verosimilmente", ormai sono da considerare vittime del nubifragio di Messina. A proposito delle vittime, Bertolaso, conferma i numeri: 25 vittime accertate e dieci persone che risultano ancora disperse,per un «totaledi 35 persone che verosimilmente sono rimaste vittime di questa tragedia». «Ma - ha aggiunto - non si può escludere il rischio di qualche cittadino extracomunitario non segnalato che può essere rimasto vittima della tragedia. Lo sapremo solo quando l’opera di soccorso sarà terminata».

Gli sfollati in fuga tra le macerie

d’un tempo. E chi ti ascolta ha ragione a reagire, a indignarsi, o a dirsi d’accordo con te. Caro Antonello, ci voleva la tua frustata per aprire un dibattito di respiro così vasto sulla Calabria e sulla cultura. Però è questo che più deprime... Sarebbe statomeglio cominciare a parlarne tra noi, per dirci, senza tanta ipocrisia: che cosa abbiamo fatto in questi decenni per dare il giusto peso alle nostre biblioteche, ai musei, alla storia che ci accompagna? Quanti scavi archeologici abbandonati? Quanti castelli e ruderi da valorizzare? Quanti luoghi da rendere fruibili? Hai ragione, Antonello, in questo ha fatto molto meglio la Sicilia. Loro hanno Agrigento e Siracusa, ma noi avevamo Crotone e Sibari, Terina e Locri. Non scordiamocelo.

Obama e l’Afghanistan «Le truppe rimangono»

Nessuna riduzione di truppe in Afghanistan. Lo ha garantito di fronte a 30 influenti membri del Congresso il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, che tuttavia non ha neanche approvato la richiesta del generale StanleyMcChrystaldiaumentare sensibilmente gli effettivi nel paese dei taliban. Il meeting, secondo quanto riporta la stampa americana, ha fatto registrare parecchie divisioni, non solo tra Repubblicani e Democratici ma anche all’interno del partito del presidente. Obama ha affermato di voler decidere rapidamente tuttavia ha messo le mani avanti dichiarando che "non tutti saranno contenti" delle delibere che seguiranno. In ogni caso non è in vista una riduzione dell’impegno statunitense. Obama ha garantito che non solo non vi sarà una diminuzione delle truppe ma è da escludere che gli Stati Uniti optinoper una strategia volta solo a colpire i leader di al Qaeda.


10

il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009

UN PO' DI STORIA La grande crisi Mentre l’aumento incontrollato del prezzo del petrolio che arriva prima a cento dollari e poi addirittura a 150 dollari il barile, facendo imprecare gli automobilisti ma soprattutto gli imprenditori, ci si renderà presto conto che non è quello il vero pericolo. Qualcosa d’altro rischia di trasformare il 2008 in un anno a dir poco tragico per la finanza e per l’economia internazionale, del quale si stanno pagando ancora oggi le conseguenze. Come spesso accade, tutto comincia in sordina con notizie che interessano solo gli addetti ai lavori: parlano di una "crisetta" provocata in alcune piccole banche americane dai mutui sub prime, mutui cioè concessi anche a gente di pochi mezzi per lucrare su tassi di interesse più alti. Per avidità, in altre parole. Ma il fenomeno non è affatto circoscritto a poche banche americane: il fenomeno delle cartolarizzazioni, cioè della "rivendita" delle partecipazioni a quei mutui, per dirla in parole semplici, ha diffuso il cancro dell’esposizione a tutte le banche, anche solidissimi istituti europei. Che la cosa è in realtà incontrollabile e che la pandemia finanziaria ha già contagiato i più alti vertici finanziari del mondo lo si scopre con terrore il 15 settembre. Con il fallimento di della banca di investimenti Lehman Brothers, un vero colosso, che provoca un’ondata di perdite nelle Borse di tutto il mondo.Lehman Brothers Holdings Inc., fondata nel 1850, era una società attiva nei servizi finanziari a livello globale. La sua attività si concretizzava nell’investment banking, nell’equity e fixed-income sales, nelle ricerche di mercato e nel trading, nell’investment management, nel private equity e nel private banking. Era uno dei primari operatori del mercato dei titoli di stato statunitense. Il 26 settembre c’è il fallimento della banca statunitense Washington MutualIl 6 ottobre, la crisi delle borse fa bruciare 450 miliardi di euro con perdite delle borse europee che vanno dal sette al nove per cento. In Italia la crisi in borsa dimezzerà di fatto la capitalizzazione delle società quotate. L’8 ottobre, per tentare di arginare la crisi finanziaria, le maggiori Banche Centrali del mondo attuano un taglio dei tassi d’interesse dello 0,5 per cento e da quel momento comincerà una vera corsa al ribasso, con i tassi americani che arriveranno addirittura vicini allo zero. I problemi si aggravano con la bancarotta di diverse società legate al credito ed alla finanza immobiliare, come le società di mutui Fannie Mae e Freddie Mac o la società di assicurazioni

La sede di Lehman Brothers

Correva l’anno... 2008 (2a parte) Abbiamo detto che il 200, pur essendo proprio dietro l’angolo, può essere già collocato tranquillamente nella storia. E non solo per avvenimenti politici davvero epocali come la vittoria elettorale di Barack Obama, primo afroamericano a diventare Presidente degli Stati Uniti. La grande crisi finanziaria del 2008, della quale tutti noi stiamo ancora pagando le conseguenze in un modo o nell’altro, è già entrata nella storia. La portata delle sue conseguenze sulla finanza e sull’economia globale - che non sono affatto esaurite, come leggiamo ripetutatamente in questi giorni anche su questo giornale - è stata più che autorevolmente paragonata addirittura alla grande crisi del 1929. Forse con un tocco di esagerazione. Certamente la "grande depressione" creata dal crollo finanziario di quell’anno è stata superiore a quella che viviamo in questi giorni, e le sue conseguenze furono enormi, se c’è chi - proprio in chiave storica - vede quella crisi di 80 anni fa come una delle cause della Seconda guerra mondiale. Ma la portata delle perdite e delle conseguenze della crisi del 2008, a nostro giudizio, è seconda solo alla crisi del ’29. Però con una aggravante, quella della globalizzazione: oggi un battito d’ali di farfalla in Brasile può davvero causare un ciclone in Europa.

AIG. Il governo nordamericano è intervenuto iniettando liquidità per centinaia di miliardi di dollari con l’obiettivo di salvare alcune di queste società. Nel frattempo gli indici borsistici delle borse americane, specchio della salute dell’economi, continuano letteralmente a colare a picco con perdite che dall’inizio dell’anno hanno superato il 40 per cento del valore delle società quotate. Grazie ai rapporti fra le banche, il fenomeno si è poi esteso velocemente in diversi altri paesi europei. Alcuni paesi hanno sofferto gravi effetti: la Danimarca è entrata in recessione (sei mesi consecutivi di crescita economica negativa) già nel primo trimestre del 2008. Nel secondo trimestre del 2008, l’insieme delle economie dell’eurozona si è contratto dello 0,2 per cento. Ancor peggio l’Islanda, la cui fragile economia è stata messa in crisi dal fallimento quasi contemporaneo delle tre maggiori banche del paese e da una massiccia svalutazione della corona islandese.Le banche e le istituzioni finanziare che hanno investito sui mutui subprime, sono le società che maggiormente risentono della crisi. Nel Regno Unito si è provveduto ad una parziale nazionalizzazione degli istituti in crisi mentre la banca franco-belga Fortis, è stata salvata dal fallimento grazie all’intervento massiccio dei governi francese, belga e lussemburghese. Il 7 ottobre 2008, il vertice Ecofin, organismo del Consiglio Europeo composto dai Ministri dell’Economia e della Finanza degli stati membri, per evitare che possa diffondersi sfiducia tra i risparmiatori ha stabilito, che per un periodo iniziale di almeno un anno, vi sia una protezione garantita di ciascun deposito bancario personale di almeno 50mila euro. In Italia tale garanzia è stata elevata a 140mila euro.

Tonfo agli Europei

La tragedia dei fratellini

Liberata la Betancourt

Panico per il Big bang

Nessuno ci contava dopo l’ebrezza del mondiale 2006. Agli Europei, il gruppo C venne definito il gruppo della morte, con le due finaliste del mondiale (Italia e Francia), l’Olanda e la Romania. Nell’ultima giornata l’Italia di Roberto Donadoni sconfigge la Francia per 2-0, reti di Pirlo e De Rossi, e si qualifica come seconda del girone. Ma il 22 giugno nei quarti con la Spagna dopo lo 0-0 dei 120 minuti si va ai rigori. Di Natale si fa parare il suo da Casillas, mentre Fàbregas non sbaglia, portando la Spagna in semifinale e poi al titolo europeo: batte in finale la Germania per 1-0. Le solite polemiche in Italia e paga per tutti il Ct Donadoni che verrà esonerato per far posto al ritorno di Marcello Lippi.

Da un anno e mezzo, dalle 18-18.30 di giovedì 5 giugno 2006, l’Italia si interroga sulla sorte dei due fratelli di Gravina di Puglia, Bari, Francesco di 13 anni e Salvatore Pappalardi, di 11. Il padre è stato anche arrestato perché sospettato per la loro scomparsa, il 27 novembre del 2007. Dopo 630 giorni, il 25 di febbraio 2008, una svolta tragica: i vigili del fuoco accorsi per salvare un ragazzino di 13 anni, Michele, caduto in un pozzo in un vecchio palazzo nobiliare a Gravina, scorgono i due piccoli cadaveri. In mezzo al fango, i due corpi si sono ben conservati: sono quelli di Francesco e Salvatore. L’intera nazione li piange e s’indigna per l’incuria di chi ha lasciato quel pozzo senza protezioni.

Il 2 luglio, dopo più di sei anni di prigionia viene liberata la giornalista e politica francocolombiana Ingrid Betancourt sequestrata in Colombia nel 2002 dai ribelli della Farc, la guerriglia rivoluzionaria. L’evento domina le prime pagine in tutto il mondo.Íngrid, che ha n48 anni, è la figlia di un ex ministro dell’educazione e di una ex senatrice, ha vissuto all’estero la maggior parte della propria vita, soprattutto in Francia, dove ha studiato presso l’Institut d’étudespolitiquesdiParigi.Militante nella difesa dei diritti umani, ha fondato il partito di centro-sinistra "Partido Verde Oxígeno".Era stata rapita il 23 febbraio 2002. . In Spagna le è stato conferito il Premio Principe delle Asturie per la Concordia: rappresenta "coloro che nel mondo sono privati della libertà a causa della difesa dei diritti umani".

Il 10 settembre l’acceleratore Large Hadron Collider del CERN viene attivato a Ginevra, fra mille preoccupazioni di chi paventa addirittura la fine del mondo.L’LHC è un acceleratore di particelle, il più grande e potente realizzato: può accelerare protoni e ioni pesanti fino al 99,9999991 per cento della velocità della luce e farli successivamente scontrare,raggiungendoun’energia, nel centro di massa, di 14 teraelettronvolt. Simili livelli di energia non sono mai stati raggiunti fino ad ora in laboratorio. È all’interno di un tunnel sotterraneo di 27 km situato tra la Francia e la Svizzera, dall’aeroporto di Ginevra ai monti Giura,a 100 m di profondità.Potrebbe ricreare un Big bang come all’origine dell’universo ma i pessimisti temono che crei un buco nero. Si bloccherà per un guasto dopo pochi giorni.

L'acceleratore che spaventa il mondo


CALABRIA il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009

www.ildomani.it

Ascoltato Loiero dalla Commissione di inchiesta sugli Errori sanitari. È stato analizzato il debito e sono state predisposte misure di emergenza

Sanità calabrese, un caso nazionale Il Presidente della Regione: «Chiuderò 12 ospedali. Sarà dura ma devo farlo. Mi sarà imposto» di Alessandro Caruso ROMA - Il debito sanitario della Regione Calabria ammonta complessivamente (periodo dal 2002 al 2007) a due miliardi e 166 milioni di euro. Cifre da capogiro che per la prima volta sono state rese pubbliche dal Governatore calabrese Agazio Loiero. Ieri si è svolta, infatti, l’audizione del presidente della Regione Calabria in Commissione Errori Sanitari, presieduta dall’onorevole Leoluca Orlando. In tale occasione Loiero è stato chiamato a far luce sulla deleteria situazione dei conti in campo sanitario e a spiegare cosa la sua amministrazione intende fare per rimettere in sesto la situazione. I numeri hanno fatto emergere una realtà che da molti commissari è stataconsiderataparticolarmenteallarmante e delicata. Nel dettaglio, tra 2001 e 2005 è stato accumulato un debito di 1.732,8, a cui si aggiungono 433,2 milioni del periodo 2006-2007. Questi i dati riportati dall’advisor Kpmg delegato dal Governo a esaminare il disavanzo. Un’altra parte del debito è relativa al biennio 2007 - 2008 e quantificabile in 417 milioni di euro. In particolare nel 2007 è stata contabilizzata una perdita di 183 milioni 688 mila euro al quarto trimestre dell’anno, che è

La Commissione verificherà che la Regione provveda a individuare i principali responsabili dei più eclatanti casi di malasanità che si sono registrati negli ultimi mesi e che hanno fatto da drammatico corredo a questa fatiscente realtà finanziaria e che ne rappresentano anche uno degli effetti e dei volti più tristi stata azzerata ricorrendo per 67 milioni 511 mila euro all’addizionale Irpef e per 116 milioni e 305 mila euro a fondi di bilancio stanziati attraverso un apposito decreto del presidente della Regione. A questo passivo, va però aggiunta un’ulteriore perdita di 93 milioni contabilizzata successivamente in fase di consuntivo di bilancio, che è stata coperta con fondi del bilancio regionale per 56 milioni 766 mila euro. Restano quindi scoperti 36 milioni 477 mila euro. Per il 2008, invece, la perdita ammonta a 140 milioni 332 mila euro, coperti con fondi di bilancio per 35 milioni, per 47 milioni e 856 mila euro con addizionale Irpef e per 48 milioni e 36 mila euro ricorrendo all’Irap. Resta così scoperta una cifra pari a 9 milioni 416 mila euro. Sul biennio,inconclusione,lacifradaripianare ammonta a 45 milioni 893 mila euro, ovvero la somma delle

L’ex assessore alla Sanità era presente in Commissione

In commissione scontro a distanza Loiero - Lo Moro

Agazio Loiero

somme rimaste scoperte nel 2007 e nel 2008 (36,477 più 9,416). Per quanto riguarda il debito di oltre duemiliardiaccumulatonelperiodo tra il 2001 e il 2007, Loiero ha voluto precisare che la stessa Kpmg ne ha attribuito l’80% all’amministrazione precedente, ma che in qualità di presidente della Regione si sente responsabile anche delle colpe non sue. L’occasione è stata anche utile per conoscere alcune delle misure che l’amministrazione regionale intende attuare per riorganizzare il comparto sanitario e riordionarne l’assetto economico. Loiero non farà sconti a nessuno. Del resto non potrà permetterselo poichè la Commissione gli starà col fiato sul collo e ha imposto una tempistica relativamente rapida per intervenire nelle falle più grosse ed evidenti del sistema sanitario. Loiero ha spiegato che ben 12 ospedali chiuderanno mentre apriranno 4 nuove strutture ospedaliere dotate delle migliori e più avanzate tecnologie: «Chiudere anche un solo ospedale - ha detto Loiero - comporterà un dramma inevitabile. Sarà un trauma, ma devo farlo e lo farò: mi sarà imposto».Ma l’incontronon si è limitato a una rassegna di semplici proclami. La Commissione, come specificato dal suo presidente Orlando, verificherà che la Regione provveda immediatamente a individuare i principali responsabili dei più eclatanti casi di malasanità che si sono registratinegliultimimesiechehan-

Leoluca Orlando

no fatto da drammatico corredo a questa fatiscente realtà finanziaria e che allo stesso tempo ne rappresentano probabilmente anche uno degli effetti e dei volti più tristi. Entro trenta giorni la Commissione effettuerà dei blitz a sorpresa, per i quali potrebbe avvalersi anche del supporto della Guardia di Finanza, per verificare che la Regione abbia licenziato o rimosso le "mele marce", dirigenti generali o medici, che si siano macchiati di evidenti responsabilità. La fotografia della sanità calabrese emersa dall’audizione, in sostanza, è davvero scoraggiante. A tal proposito Loiero ha spiegato che «su questi casi siamo ancora in fase di indagine preliminare e quindi non possiamo intervenire con un licenziamento, dobbiamo aspettare la decisione della magistratura». Ma si è trattato di un’obiezione alla quale Orlando ha replicato suggerendo di adottare interventi cautelari, come la sospensione o il trasferimento ad altro reparto,che possonoavereancheun forte valore simbolico. Nell’audizione Orlandoha enumeratoanche i risultati di un rapporto ministeriale sulla sanità calabrese che risale all’aprile 2008, da cui emergeva una situazione estremamente critica. Un elenco di anomalie, tra cui spiccano pronto soccorsi sovraffollati come a Reggio Calabria, a fianco di altri deserti come a Cosenza. Oppure l’esistenza di 29 punti nascita regionale, 15 dei quali con meno di 500 parti all’anno, e quindi esposti a forti situazioni di rischio per la scarsa casistica. Inizia da oggi, quindi, una nuova fase per la sanità calabrese. Quella della ricostruzione. E la parola d’ordine che la dovrebbe ispirare e che è stata ripetuta più volte ieri negli interventi dei commissari è "meritocrazia". Probabilmente molte teste salteranno e per quanto riguarda i conti il piano di rientro è previsto entro tre anni, mentre in seguito agli interventi di riconciliazione che la Regione dovrà fare, l’advisor ha sostenuto che il debito complessivo verrà presumibilmente abbattuto del 20-25%, portandosi a 1.768 milioni.

ROMA - Nel corso dell’audizione in Commissione Errori sanitari Loiero ha saputo gestire una situazione particolarmente delicata al cospetto di commissari agguerriti che non hanno risparmiato forti critiche alla gestione attuale e passata del comparto sanitario. Tra i commissari era presente anche Doris Lo Moro, ex assessore alla Sanità della Giunta Loiero, ora deputato Pd. E proprio alla Lo Moro Loiero non ha risparmiato alcuni appunti velati in riferimento alla corresponsabilità del suo operato, a suo modo di vedere. «Ci siamo illusi di tenere i conti della sanità sotto controllo, ma non era così», ha specificato il presidente, che ha ricordato come, a suo tempo, «il vicepresidente della giunta mi pregò di fare una verifica sui conti. Ma l’allora assessore alla Sanità, Doris

Doris Lo Moro

Lo Moro, mi tranquillizzò e questa operazione verità non si fece. Anzi, nel 2007 approvammo un piano sanitario che era di tipo espansionistico. Lo Moro veniva dal mondo della magistratura, l’avevo scelta per dare un segnale di cambiamento», ha aggiunto riferendosi all’allora assessore. «Poi - ha proseguito Loiero tra 2007 e 2008 due Asl sono state commissariate per infiltrazioni mafiose. E nell’estate 2007 insorgono i primi dubbi sui conti. Mi rendo conto che dovrei avere forse più pudore ha ammesso - ma allora mi resi conto della situazione, dell’inaffidabilità dei dati forniti dalle aziende, della carenza di liquidità che ha costretto ad anticipi di ragioneria, facendo crescere a dismisura il debito». Ale. Car


Giovedì 8 Ottobre 2009

il Domani 13

CALABRIA

La Commissione parlamentare ha fatto propria la mozione di Gentile, De Sena e Napoli. Istituita unità anticrisi Florindo Rubbettino

La nave dei veleni passa all’antimafia E oggi sarà ascoltato il pentito Fonti di Ludovico Casaburi ROMA - La vicenda della nave dei veleni diventa questione per l’antimafia. La Commissione parlamentare antimafia ha infatti fatto propria la mozione presentata dai senatori Antonio Gentile (primo firmatario) del Pdl e Luigi De Sena del Pd, e dalla deputata Angela Napoli, anche lei del Pdl, mozione con la quale si chiedeva al Governo «di istituire, insieme alla Regione Calabria, un’unità di crisi per affrontare la gravissima vicenda delle navi arenate sul Tirreno, per le quali si parla di probabile presenza di rifiuti radioattivi». Visto il presunto coinvolgimento di organizzazioni criminali legate alla ’ndrangheta - nella faccenda, la Commissione s’impegna inoltre, come richiesto dalla mozione stessa, «a venire nei prossimi giorni in Calabria per verificare la gravità della vicenda e agire d’ausilio con le procure impegnate per identificare i criminali che hanno organizzato questo vergognoso affare». Inevitabile la soddisfazione espressa dai firmatari della mozione: «Riteniamo - ha detto Gentile - di avere conseguito un risultato brillante, coinvolgendo anche il vice presidente della Commissione Antimafia e il Pd, in un’ottica di collaborazione

nella lotta al malaffare mafioso ed alle cointeressenze che hanno agito da copertura». Nel frattempo, è stato fissato proprio per la giornata di oggi l’interrogatorio del pentito di ’ndrangheta Francesco Fonti, che parlò dell’affondamento di alcune navi cariche di rifiuti altamente pericolosi, eseguito dalla malavita su commissione. L’uomo sarà ascoltato nell’ambito delle indagini condotte dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, con il coordi-

namento del procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli. Come aveva annunciato il procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso, Fonti, che è stato per lungo tempo legato alla criminalità organizzata di San Luca, sarà ascoltato dai magistrati della Dda di Catanzaro e di Reggio Calabria, che approfondiranno se e in che misura l’uomo può contribuire all’indagine. L’attività della Procura di Catanzaro è finalizzata ad accertare se il relitto della nave ritrovata sia o meno

quello della nave "Cunsky" che, secondo le ipotesi (avanzate grazie a una fonte anonima) inizialmente costruite dalla Procura di Paola - che poi ha trasmesso il caso per competenza all’Ufficio del capoluogo calabrese - potrebbe contenere una quantità di fusti che racchiudono scorie radioattive. È stata la misteriosa fonte, infatti, a indicare, sia pur in maniera non del tutto precisa, la presenza del relitto a largo di Cetraro. E ciò, inspiegabilmente, a ben tre anni di distanza da quando, nel 2006, lo stesso Fonti parlò dell’affondamento di una nave carica di rifiuti tossici in quella zona, anche se le indagini che seguirono portarono al rinvenimento di un relitto che, però risultò del tutto innocuo. Per quanto riguarda il nuovo relitto ritrovato, molto distante da quello rinvenuto nel 2006, tutto è ancora da chiarire e, in particolare, si attende ora il recupero di un campione di materiale contenuto nella nave, che sarà analizzato per avere risposte certe sull’eventuale pericolo per la salute pubblica. Il recupero sarà effettuato da una task force del Ministero dell’Ambiente, che ha tra isuoi compiti anche quello di prelevare i campioni necessari dal relitto sospetto e dalla flora e fauna circostante. Poi la Procura di Catanzaro deciderà a

risponde a Venditti

Florindo Rubbettino

CATANZARO - Le recenti affermazioni rilasciate del cantautore Antonello Venditti hanno stupito il presidente del comitato regionale dei giovani industriali della Calabria dott. Florindo Rubbettino. Rubbettino ribadisce che i giovani imprenditori calabresi sono sempre stati in prima linea nel denunciare i mali della Calabria. Traspare nelle affermazioni del cantante una lacunosa informazione sulle posizioni espresse recentemente dai giovani imprenditori calabresi sulle problematiche della Calabria che sicuramente sono tante e complesse. Rubbettino ritiene che le parole e le affermazioni di Venditti sulla nostra regione sono sicuramente deprecabili, e offendono «la dignità di quanti in questa terra operano onestamente e si battono per un futuro diverso». Venditti, infine, avrebbe affermato che in Calabria non esiste cultura. Rubbettino ricorda al cantautore la storia millenaria della regione, le sue energie intellettuali presenti oggi nelle Università, le case editrici, il mondo della musica, dello spettacolo e della cultura, oltre che le molteplici attività delle numerose associazioni culturali e dei singoli cittadini che testimoniano una realtà profondamente diversa che è in dinamico fermento.


il Domani Giovedì 8 Ottobre 2009 15

CALABRIA La senatrice del Pd Dorina Bianchi parla di emergenza ambientale nel crotonese sollecitando risposte dallo Stato

«Il Governo riferisca su Crotone» «Sulle scorie dalla Pertusola numerose interrogazioni e una indagine della commissione Sanità» CATANZARO — «La città di Crotone

sta vivendo un’emergenza ambientale e di salute senza precedenti». Lo ha sostenuto la senatrice del Pd Dorina Bianchi intervenendo in Aula sullo smaltimento ambientale di rifiuti tossici. «Il 25 settembre 2008 ha aggiunto - il tribunale di Crotone ha disposto il sequestro di 18 aree ubicate nei comuni di Crotone, Isola Capo Rizzuto e Cutro, sulle quali, a partire dal 1999, sono state realizzate opere pubbliche con materiali considerati altamente pericolosi». «Alla base del sequestro preventivo di queste opere, tra le quali ci sono anche due scuole medie, una scuola elementare e un liceo - ha sostenuto la parlamentare - vi è un vero e proprio campionario di veleni. Questo materiale nocivo proviene dall’ex sito Pertusola Sud che, in quasi settanta anni di attività, ha prodotto 90.000 tonnellate di ferrite di zinco e di altri materiali di risulta, con relativa devastazione degli ecosistemi vicini al sito industriale. Ne sono in-

Dorina Bianchi

teressate falde acquifere, il mare, i terreni e i promontori collinari vicini all’ex sito. Nel corso degli anni, oltre al disinteresse nel realizzare la bonifica dell'ex area industriale della città di Crotone, vi è stato anche

un mancato controllo per quanto riguarda le scorie provenienti dal sito industriale Pertusola Sud». «Sulla vicenda - ha proseguito la Bianchi - sono state presentate numerose interrogazioni, è stata avviata in Commissione sanità un’indagine conoscitiva sugli eventuali rischi per la salute connessi all'utilizzo di sostanze tossiche per la costruzione di edifici pubblici, ma non si è arrivati ad alcuna conclusione reale. E’ dovuta intervenire di nuovo la procura che ha diramato, il 24 settembre scorso, i risultati di alcune indagini dei test clinici ematologici sulle urine e test sul capello fatti su 290 ragazzi delle scuole, in cui si evince che c’è una concentrazione di sostanze tossiche e metalli pesanti nel sangue di questi ragazzi». «Chiedo al Governo, al Ministro dell'ambiente e al Ministro della salute - ha concluso Dorina Bianchi - di venire urgentemente a riferire su questa problematica, perché intere famiglie chiedono una risposta».

Sì a nuovi servizi dell’emergenza sanitaria. Cersosimo: irricevibile

Elisoccorso a Reggio e Vibo: Palazzo Campanella approva CATANZARO — La notte ha portato

novità nel panorama sanitario. Nella seduta di martedì scorso il Consiglio regionale ha approvato una proposta di legge (primo firmatario dell’Udc Pasquale Maria Tripodi) per l’istituzione di un elisoccorso regionale all’ospedale “Riuniti” di Reggio Calabria. E’ passato anche l’emendamento presentato da Antonio Borrello (Pd) per l’aggiunta di un servizio analogo nella città Vibo Valentia. Il via libera implica anche l’i-

Servizio a cura della Mediatag settore pubblicità legale

ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI Gli annunci sono presenti sul portale telematico www.aste.eugenius.it

CITTA’ DI CASTROVILLARI Provincia di Cosenza ESTRATTO BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA

Comune di Castrovillari - Piazza Vittorio Emanuele II - 87012 Castrovillari (CS) Tel. 0981-2511 - Fax 0981-21007 http://www.comune.castrovillari.cs.it Oggetto dell’appalto: Servizio di Igiene Urbana - Appalto n. 41/2009 Importo a base d’asta: L’importo posto a base di gara è pari a euro 8.900.000,00 oltre I.V.A. per la durata di anni 5. - L’importo annuo è di euro 1.780.000,00 oltre I.V.A. - Possibilità di proroga per ulteriori anni 2. L’importo a base d’asta annuo è comprensivo degli oneri per la sicurezza pari ad euro 20.000,00 Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell’art. 83 del D.Lgs n. 163/2006 e s.m.i. Le offerte dovranno pervenire entro il giorno 30.11.2009 ore 12.00 all’indirizzo sopra riportato corredate dalla documentazione e secondo le modalità previste nel bando integrale, nel disciplinare di gara e nel capitolato speciale d’appalto visionabili sul sito internet del Comune. L’apertura delle offerte avverrà in data 03.12.2009 ore 10.00. Il bando di gara è stato inviato alla G.U.C.E. in data 29.09.2009 L’avviso di gara è stato pubblicato sulla G.U.R.I. n.118 - 5^ Serie speciale - del 07.10.2009. Castrovillari lì 06.10.2009 Il Responsabile del Settore Urbanistica ed Assetto del Territorio Ing. Luigi Chiurco

stituzione di un coordinamento formale per la verifica della copertura finanziaria. Sono stati proprio i risvolti economici a creare scetticismo e contrarietà, in un momento, peraltro, in cui il presidente della Regione, Agazio Loiero, annuncia alla commissione di inchiesta sugli errori in sanità di dover chiudere dodici ospedali (aprendone però quattro nuovi) in nome del piano di rientro dal deficit del settore caldeggiato dal Governo. La proposta di legge, sottoscritta da quattordici consiglieri, è stata bollata come “irricevibile” dal vicepresidente della Giunta regionale: si tratta di «una proposta aggiuntiva al servizio priva studi tecnici e senza copertura finanziaria» afferma Domenico Cersosimo, ha ricordato l'esistenza di un appalto internazionale per individuare i siti dell'elisoccorso e che sono state scelte quattro posizioni, scientificamente studiate in base alle distanze. Sulla stessa linea il consigliere Pd Pietro Giamborino, che ha chiesto il rinvio della pratica in commissione. L’assessore regionale Luigi Incarnato ha rincarato parlando di inapplicabilità della legge, prova di copertura, a fronte della delicata situazione in cui versa la sanità calabrese. Dal canto suo Pasquale Tripodi ha difeso la proposta di legge chiedendo la rimodulazione della gara perché si tratta di un provvedimento normativo che «risponde alla necessità, evidenziatasi negli ultimi tempi, di tutelare la salute dei cittadini di Reggio Calabria e Vibo Valentia, troppo distanti dalle altre postazioni di soccorso».

Il testo di legge è sobrio. In due articoli prevede l’istituzione istituito il servizio regionale d’elisoccorso ai “Riuniti” e dà alla Giunta regionale il compito di individuare la base operativa “d’intesa con la direzione generale dell’Azienda ospedaliera di Reggio” previo “parere vincolante della competente Commissione consiliare”. La proposta di legge è stata approvata con il sì di tutti i capigruppo. Complice del via libera, sarà stata anche il rischio corso dal presidente della Provincia di Reggio, Giuseppe Morabito, che il mese scorso è stato ricoverato d’urgenza a seguito di una crisi cardiocircolatoria. In molti a Reggio - al netto delle verifiche sulla fattibilità finanziaria già cantano vittoria. E’ il caso dell’emittente televisiva Rtv, che sulla questione ha fatto una battaglia mediatica. “Dopo quanto accaduto - in particolare - al presidente della Provincia Pino Morabito, l’istituzione dell’elisoccorso - si legge nel sito di Rtv News - è diventata davvero la “priorità numero uno” per quest’emittente, che ha molto supportato questo “slancio istituzionale” poi finalmente arrivato, scandendone in qualche modo pure i tempi e raccogliendo davvero tante manifestazioni di consenso sul versante politico». «La questione - si legge ancora - era antica: inconcepibile che il sistema calabrese dell’elisoccorso concretamente si fermasse a Locri, cioè sempre nel Reggino ma in sostanza a 100 chilometri dal capoluogo di provincia e dalla più popolosa città dell’intera regione…». fran. cia.

Via libera per progetti di ricerca marina a Cetraro Il Consiglio regionale ha anche approvato un progetto di sviluppo locale per la costituzione di una filiera di ricerca, innovazione tecnologia e trasferimento delle conoscenze del sistema mare da attuare nell’area costiera del Comune di Cetraro, previo accordo tra la Regione, la Provincia di Cosenza, il Comune e l’Unical. Il Consiglio regionale tornerà a riunirsi oggi alle 11.

Palazzo Campanella contro la decisione del Commissario

Discarica a Giammiglione: il “no” del Consiglio regionale Voto contrario espresso all’unanimità CATANZARO — Il Consiglio regio-

nale dice “no” alla realizzazione di una discarica di rifiuti in località Giammiglione di Crotone. L’assemblea legislativa della Calabria, nella seduta di martedì, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno proposto dal consigliere Francesco Sulla contro la decisione del Commissario per l’emergenza rifiuti: una decisione in base alla quale è prevista la realizzazione di una megadiscarica da 1.700.000 metri cubi senza alcuna autorizzazione locale, una soluzione - per la società francese che gestisce il selezionatore di rifiuti a Ponticelli - che il sindaco contestò l’anno scorso in occasione della conferenza dei servizi convocata dall’Ufficio del commissario. Si è detto contrario alla discarica anche dal presidente della Regione, Agazio Loiero, intervenuto nei giorni scorsi a Crotone per pesentare la programmazione dei fondi Por davanti a una plalea su tutte le furie: «La provincia di Crotone ha già pagato molto in termini ambientali e non dovrà sopportare altre discariche». «Sono qui - ha proseguito Loiero - per dire che finché sarò io il presidente di questa Regione nessuna discarica verrà realizzata a Giammiglione». La popolazione nel frattempo non è rimasta a guardare. Una fiaccolata contro la “monnezza” è stata organizzata per il 26 settembre scorso e un’altra manifestazione ha visto la gente in piazza il 3 ottobre. Da associazioni, comitati e movimenti è arrivato un elenco di cose da fare “per la tutela della salute e il recupero ambientale del terri-

torio della provincia di Crotone”: 1) studio epidemiologico da effettuarsi su tutta la popolazione residente nella provincia di Crotone; 2) realizzazione immediata di un registro tumori per tutta la provincia di Crotone e di un polo tossicologico-oncologico; 3) moratoria sui rifiuti affinché non si realizzino ampliamenti delle discariche esistenti, nuove discariche, inceneritori, centrali biomasse o turbo gas sul territorio provinciale, e vengano smaltiti i nostri rifiuti solidi urbani in impianti non ricadenti nella provincia di Crotone, sino al raggiungimento della reale autonomia di tutte e cinque le province calabresi; 4) bonifica di tutti i siti inquinati sino ad oggi individuati sull’intero territorio provinciale e caratterizzazione del tessuto urbano finalizzata ad estendere e riperimetrare il sito di interesse nazionale, onde consentire una bonifica di tutte le aree effettivamente inquinate; 5) monitoraggio ambientale permanente di terra, aria e acqua. Le cinque proposte sono partite da: Movimento “Terra, Aria, Acqua e Libertà”, Arci Crotone, Cooperativa “Agorà Kroton”, Circolo Arci “Culture in... Movimento”, Comitato Mi Rifiuto, Associazione “L’Iride”, Associazione “Tom B”, Associazione “Le Banlieue”, Circolo Arci “Pagania”, Associazione “Maslow”, Co. Ver. Kr, Comitato “No alla Discarica di Giammiglione”, Associazione “La Comune”, Enpa, Associazione “Scandale nel Cuore”, Legambiente, Italia Nostra, Comitato “No alla Discarica” Papanice. fran. cia.

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

C@LL SERVICE SRL

Agenzia Telecom Italia SPA Ricerca personale per attività di vendita prodotti e servizi Telecom Italia

Operatrici ed operatori call center outbound per sede di Catanzaro Lido (CZ)

Gli interessati possono inviare il curriculum a: mail: selezioni@callservicesrl.it fax: 0961787623 Specificare in oggetto Nome + Cognome + “operatore CZ” Si offrono: • Formazione ed aggiornamenti costanti. • Massima serietà e puntualità. Si richiedono: • Predisposizione alla vendita • Capacità di lavorare per obiettivi • Massima serietà e puntualità.


il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009

CATANZARO

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

E’ stata l’unica delle persone coinvolte nelle indagini Domino ed Effetto domino a non scegliere il giudizio abbreviato

Cominciato il processo a Toro seduto Domenico Bevilacqua, 51enne di etnia rom, è considerato uno dei capi della criminalità zingara CATANZARO — E’ iniziato ieri, davanti al tribunale collegiale di Catanzaro, il processo a carico di Domenico Bevilacqua, 51enne di etnia rom più noto come “Toro seduto”, e considerato uno dei capi della criminalità zingara del capoluogo calabrese, imputato per estorsione aggravata dal metodo mafioso a seguito dell’operazione Domino. I giudici (presidente Antonio Rizzuti, a latere Emma Sonni ed Emanuela Folino) hanno accolto le richieste di prova avanzate dal pubblico ministero, Giampaolo Boninsegna, e dagli avvocati di Bevilacqua, Salvatore Staiano e Anselmo Mancuso, i quali fra i testi a discarico hanno citato proprio la presunta parte offesa dell’estorsio-

ne contestata al loro assistito. Il processo è stato infine rinviato al 14 ottobre. Toro seduto è stata l’unica delle persone coinvolte nelle indagini Domino ed Effetto domino ad andare al processo dibattimentale. Altri quindici imputati, invece, hanno chiesto il giudizio abbreviato che si sta celebrando davanti al giudice dell’udienza preliminare Antonio Saraco, con la partecipazione di cinque parti civili, i Comuni di Francavilla Angitola (Vv) e Filadelfia (Vv), la Provincia di Vibo Valentia ed inoltre Salvatore ed Armando Mazzei. Per tutti, alla scorsa udienza del 28 settembre, il pubblico ministero antimafia Gerardo Dominijanni ha chiesto condanne per un totale di 146 anni e 8 mesi di

galera e 40.600 euro di multe (i difensori prenderanno la parola il 16 e 20 ottobre). Tra gli imputati di Domino ed Effetto domino, portate a termine a metà maggio ed agli inizi di giugno 2008 dalla Squadra mobile della Polizia di Stato contro presunti appartenenti a consorterie dedite alle estorsioni mafiose ai danni di imprenditori della provincia catanzarese, ed in particolare del comprensorio lamentino, secondo l’accusa vi sarebbero presunti esponenti delle cosche Anello-Fruci, operante nell’area dell’Angitola (Vv), dei Cerra-TorcasioGualtieri e degli Iannazzo di Lamezia Terme, dei Passafaro di Borgia. c. m.

HERACLES L’operazione risale all’aprile 2008: fu divisa in due tranches Il fatto avvenne a Borgia. In due rischiano 12 anni

duplice omicidio La requisitoria del pm Tentato Rinviate le sentenze Fissata per il 13 ottobre All’agguato scamparono i cugini Cossari CATANZARO — E’ prevista per il 13 ottobre la requisitoria del pubblico ministero nell’ambito dei 93 giudizi abbreviati seguiti all’operazione denominata Heracles. Sarà il sostituto procuratore Pierpaolo Bruni a formulare le richieste di condanna nei confronti dei presunti affiliati alle cosche della ’ndrangheta crotonese, dopo che in aula saranno sentiti gli ultimi tre testimoni chiamati in qualità di persone offese. Quello stesso giorno, tempo permettendo, potrebbero iniziare anche le discussioni degli avvocati di parte civile (sono costituiti la Regione Calabria, la Provincia ed il Comune di Crotone, l’ex parlamentare Marilina Intrieri, che con le sue denunce in merito alla vicenda di Eurparadiso ebbe un ruolo nell'indagine Perseus, naturale prosieguo di Heracles). Le arringhe dei difensori degli imputati invece, si terranno nel corso di una serie di udienze

Le due parti offese hanno ammesso di aver saputo di presunte attività estorsive nei luoghi dove lavoravano comprese tra il 19 ottobre ed il 26 novembre. Poi la sentenza del giudice dell’udienza preliminare distrettuale di Catanzaro, Antonio Battaglia. All’udienza di ieri, intanto, è stato il pm Sandro Dolce - che dal 12 ottobre prenderà servizio alla Procura generale di Catanzaro - ad interrogare ancora due parti offese comparse in aula, dove hanno ammesso di aver saputo di presunte attività estorsive e di minacce nei luoghi

dove lavoravano, sia pur senza esserne stati vittime direttamente. L’operazione Heracles risale all’aprile 2008: fu divisa in due tranches, una scattata il 7 di quel mese, quando 39 persone furono sottoposte a fermo di indiziato di delitto, ed una di giorno 27, per l’esecuzione di 55 provvedimenti cautelari emessi dal gip di Catanzaro nei confronti di soggetti ritenuti affiliati alla cosca crotonese Vrenna- Corigliano-Bonaventura (tra i quali gli stessi 39 già fermati, ed altre 16 persone che avrebbero svolto la loro attività criminale nella città di Crotone). L’attività investigativa, secondo le accuse, ha anche permesso di scoprire gli autori degli omicidi di Francesco Gallo e Leonardo Covelli (il processo per i relativi imputati riprenderà il 23 ottobre), uccisi a Crotone nel 2000, per contrasti interni alla cosca, e di smantellare gli arsenali del sodalizio criminale.

Gli indagati secondo l’accusa avrebbero conseguito la laurea attraverso false attestazioni

Avvocati interdetti dal foro ll 28 ci sarà il riesame CATANZARO — Sono fissate per il

28 ottobre le discussioni davanti al tribunale del riesame dei ricorsi presentati avverso il provvedimento con il quale è stato interdetto lo svolgimento dell’attività forense a 39 persone, coinvolte nell’inchiesta della Procura del capoluogo su una presunta compravendita di esami universitari all’Ateneo Magna Graecia. Appena martedì il giudice per le indagini preliminari di Catanza-

ro, Antonio Saraco, ha respinto tutte le istanze di revoca dell’ordinanza cautelare avanzate dalla gran parte dei difensori degli indagati al termine degli interrogatori di garanzia, ritenendo che non sia mutato il quadro indiziario. Molti legali, comunque, si erano intanto già rivolti al collegio del riesame, che dovrà decidere se confermare o meno il provvedimento del gip. Gli indagati, secondo le accuse formula-

te dai sostituti procuratori Salvatore Curcio e Paolo Petrolo, titolari delle indagini, avrebbero conseguito la laurea in giurisprudenza presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro attraverso la falsa attestazione del superamento di esami ottenuta dietro corrispettivo in denaro, e sono accusati di corruzione e falso materiale e ideologico in atti pubblici per indurre in errore l’Ateneo, parte offesa nel procedimento.

CATANZARO — Non è arrivata

ieri l’attesa sentenza nei confronti di Roberto Valeo, 28 anni, e Giuseppe Cosco, 26 anni, entrambi di Borgia, imputati per tentato duplice omicidio premeditato e detenzione illegale di fucile. Il giudice dell’udienza preliminare Abigail Mellace, che sta celebrando i giudizi abbreviati a carico dei due giovani, avrebbe dovuto rendere nota la propria decisione, ma invece ha rinviato l’udienza al 21 ottobre. I due imputati rischiano una condanna a dodici anni di reclusione ciascuno. Tanto ha chiesto il pubblico ministero Paolo Petrolo, che ha ritenuto di non dover più contestare l’aggravante del metodo mafioso, inizialmente ipotizzata dal collega Francesco De Tommasi, titolare delle indagini. Opposte, ovviamente, le richieste dei difensori, gli avvocati Francesco Gambardella,

Antonio Managò e Arturo Bova. Le accuse di cui rispondono Cosco e Valeo seguono all’agguato cui scamparono miracolosamente i cugini omonimi entrambi di nome Giuseppe Cossari, di 36 e 34 anni, il 25 luglio 2008 in via Bachelet a Rocceletta di Borgia. Quel giorno due malviventi, a bordo di uno scooter, tentarono di uccidere a colpi di fucile calibro 12 i Cossari che, però, resisi conto di quanto stava per succedere, li avevano speronati con la Fiat Punto su cui viaggiavano. I due killer mancati erano così caduti dalla moto, prima di dileguarsi. Per il duplice tentato omicidio furono fermati Valeo e Cosco -quest’ultimo fu trovato a Biella -, per i quali il giudice per le indagini preliminari di Catanzaro, Antonio Rizzuti, convalidò il fermo disponendo la custodia cautelare in carcere, dove gli indagati si trovano ancora.


il Domani Giovedì 8 Ottobre 2009 17

CATANZARO CITTÀ FONDAZIONE BETANIA Regalato al Centro Diagnostico Terapeutico un kit completo che consente di valutare i pazienti con sospetto di sindrome autistica

Il “dono” speciale di Confindustria Giovani Ieri Daniele Rossi e Dario Lamanna hanno fatto visita al compartimento CATANZARO — I Giovani imprendi-

tori di Confindustria Catanzaro si rendono ancora una volta protagonisti di un importante gesto di solidarietà. Si tratta di una nuova e significativa donazione a favore del Centro Diagnostico Terapeutico della Fondazione Betania Onlus di S. Maria a Catanzaro, di cui beneficierà il compartimento interno di Neuropsichiatria infantile, che accoglie bambini affetti da patologie neuropsichiatriche dalla fase neonatale a quella evolutiva, in particolare dai 6 mesi fino ai 17 anni d’età. La donazione consiste in un kit completo ed estremamente innovativo, appannaggio di pochi centri specializzati e per la maggior parte privati, chiamato Ados (Autism diagnostic observation schedule) e rappresenta un vero e proprio test, composto da una ampia gamma di oggetti, che consente di valutare in maniera semistrutturata e attraverso una sorta di classificazione standardizzata i pazienti con CATANZARO — Si è svolto ieri mattina l’incontro presso la sede dell’Ufficio scolastico regionale della Calabria di Catanzaro Lido in cui sono state presentate dal direttore dell’Usr Calabria Francesco Mercurio una serie di rilevazioni statistiche relative alla storia e alla situazione attuale in cui versa la scuola calabrese alla luce del dimensionamento della rete scolastica. «Un’analisi attenta e puntuale - ha affermato il direttore Mercurio durante la conferenza stampa di ieri mattina - consente di riflettere sugli interventi più utili e mirati di cui necessita l’intero sistema della scuola calabrese e per la cui realizzazione c'è bisogno di una costante sinergia interistituzionale. Ma soprattutto l’analisi statistica - ha sottolineato Mercurio - permette di dare un quadro preciso e veritiero su come stanno realmente le cose, per tenersi al riparo da strumentalizzazioni ed evitare di generare psicosi senza nessun motivo reale». I dati illustrati, rapportati alla media nazionale, sono riferiti ad un’arco temporale che abbraccia più di un decennio - dall’anno scolastico 1998/99 al 2009/10 - particolarmente “caldo” per quanto concerne le varie riforme che hanno completamente trasformato il vecchio assetto dell'Istituzione. Le rilevazioni mettono in evidenza come, mentre a livello nazionale il numero di studenti iscritti alla scuola statale cresca se pur lievemente, a livello regionale, in Calabria, c’è al contrario, una discesa a picco delle iscrizioni, con circa 6.000 studenti in me-

sospetto di sindrome autistica - più precisamente con “disturbi dello spettro autistico” - e quelli affetti più in generale da disturbi pervasivi dello sviluppo, da patologie neurosensoriali e disturbi del linguag-

Era presente anche Mercurio che ha sottolineato: diamo un quadro preciso

Scuola, l’Usr ha presentato i dati Scendono a picco le iscrizioni

no all'anno, per un totale di 60.000 in meno nell'arco temporale oggetto d'analisi, per quanto riguarda sia la scuola primaria che quella secondaria di primo e secondo grado, quest’ultima parallela all’andamento na-

L’evento si svolgerà il 22 ottobre al “Politeama”. Giuria di alto profilo

Festival del Sociale, fervono i preparativi CATANZARO — Fervono i preparati-

vi la seconda, attesissima edizione del “Festival del Sociale”. Così, per la seconda volta nel corso degli ultimi dodici mesi, la città di Catanzaro sarà teatro di una kermesse unica nel suo genere. Una kermesse che, nel dicembre del 2008, ha fatto del capoluogo di regione una sorta di apripista in questo senso, calamitando su di sé finanche l’attenzione dei media nazionali per l’originalità e la bontà dell’iniziativa, che ha abbinato sociale e spettacolo con la partecipazione, tra l’altro, di personaggi famosi come Jury Chechi, Daniele Piombi e Gigi Miseferi. L’evento, che si svolgerà nella splendida cornice del teatro “Politeama” di Catanzaro, il 22 ottobre con inizio alle ore 21, è

gio. Ieri mattina una delegazione del consiglio direttivo dei Giovani imprenditori di Confindustria Catanzaro, guidata dal suo presidente Daniele Rossi e dal direttore di Confindustria Catanzaro Dario La-

manna, ha fatto visita al compartimento di Fondazione Betania dove verrà effettuato il nuovo test Ados, accolti dal presidente della Fondazione Don Biagio Amato. Un’ampia sala in cui verranno sottoposti al test i pazienti ospite della Fondazione con disturbi pervasivi dello sviluppo e nella quale sono stati esposti e illustrati nel loro specifico uso diagnostico tutti gli oggetti che compongono il kit alla presenza dei giornalisti e delle telecamere. La dott. ssa Maria Rosaria Barone, responsabile del servizio di Neuropsichiatria infantile della Fondazione Betania, ha spiegato dettagliatamente il funzionamento del test Ados, che si avvale di una serie di oggetti, apparentemente comuni alcuni simili a semplici giocattoli, che consentono di analizzare il comportamento del bambino nel rapportarsi con l'utilizzo degli stessi. Il test, articolato in quattro moduli a seconda della presenza o meno di una fraseologia coerente, per-

promosso dall’Amministrazione provinciale di Catanzaro, grazie alla sensibilità del presidente Wanda Ferro e dell’assessore alle Politiche Sociali avv. Sergio Polisicchio, ed è prodotto dalla Life Comunication. Verrà inoltre realizzato con l’amichevole partecipazione dell’Accademia di spettacolo “Star rose Accademy” diretta da Claudia Koll. Al riguardo, sui tre colli sono in arrivo importanti personaggi del mondo della musica leggera e dello spettacolo del calibro di Mariella Nava, Franco Simone, Giuseppe Pambieri, Franco Simone, Sara Ricci e Roberta Scardola. Personaggi che saranno chiamati a comporre una giuria tecnica che si preannuncia di altissimo profilo.

zionale fino al 2003 e poi di nuovo in netto calo. Questa situazione, secondo quanto appreso dall’analisi del direttore Mercurio, farebbe ipotizzare che nei prossimi anni il numero di istituti sarà superiore rispetto al fabbiso-

gno reale. Nell’ambito delle istututi superiori, si mantengono più quotati i Licei classici e scientifici, mentre decresce considerevolmente il numero totale degli studenti, dal 2005 in poi, che decidono di frequentare il Liceo artistico e gli Istituti tecnici e professionali. «I grafici mostrano una sorta di anomalia - ha precisato il direttore dell'Usr Mercurio - quando si va a quantificare il numero di classi, che aumentano sia a livello nazionale che locale, palesando una situazione di esubero rispetto alle esigenze formative reali, e a questo non si può far altro che rispondere con una riduzione dei posti d'organico». Il direttore Mercurio ha indugiato molto sulla questione del dimensionamento scolastico, sottolineando il fatto che «molti istituti non vengono cancellati, ma bensì perdono la loro autonomia e vengono accorpati nei cosidetti istituti comprensivi», secondo quanto previsto dalla legge che regola il numero minimo di studenti per istituto, pena il commissariamento e

Notte piccante, tra i protagonisti la giovane cantante Anna Guerra CATANZARO — Anche quest’an-

Anna Guerra

no la giovane promessa Anna Guerra ha cantato alla “Notte Piccante “ di Catanzaro giunta alla sua terza edizione; Anna fa parte dell’Associazione Culturale e Musicale “Catanzaro Spettacoli” e consolida il suo talento con il gruppo “Over Size” con il quale ha condiviso l’ultimo tour estivo calcando splendidi palcoscenici. Sabato 3 ottobre in piazza S. Giovanni a Catanzaro, Anna è stata ospite gradita dello spettacolo musicale “I migliori anni” ideato e presentato dal noto cantante Tonino Trapasso, e con la sua melodica voce ha saputo trasmettere entusiasmo.

mette di valutare, attraverso uno specifico algoritmo diagnostico, la presenza di comportamenti tendenti alla comunicazione, al gioco o allo spirito valutativo, rapportato all'utilizzo di un particolare oggetto, in modo da analizzarne e successivamente stimolarne l’uso funzionale, creativo, imitativo o simbolico da parte del bambino. Una donazione importante, spiega la dott. ssa Barone, non soltanto per la tecnica diagnostica avanzata e standardizzata del nuovo test, «che potrà consentire di fare dei passi avanti per conoscere più da vicino il complesso e ancora poco indagato fenomeno dell’autismo», ma soprattutto perchè, spiega, «la legge vieta di acquistare singolarmente i vari oggetti che compongono il kit, salvo la richiesta del test completo» che rappresenta una spesa a cui, per fortuna, hanno pensato i Giovani di Confindustria Catanzaro. Oriana Tavano

quindi, secondo Mercurio, «la ribellione delle famiglie è totalmente ingiustificata» visto che circa 105 istituti scolastici sono purtroppo al di sotto dei parametri di numero consentiti (minimo 500 alunni). Per quanto riguarda il dato più atteso, quello relativo al precariato, circa 1.370 persone, tra docenti, Ata e personale educativo non hanno avuto riconfermato il contratto a tempo determinato, mentre, ha annunciato Mercurio «sono state compiute su una graduatoria di 1.000 supplenti annuali, circa 526 nomine in ruolo». Per quanto riguarda i mutamenti d'incarico dei dirigenti scolastici, il direttore Mercurio ha specificato che delle 260 domande presentate, 58 sono state soddisfatte alla prima preferenza, mentre per altre 120 domande sono state selezionate le altre scelte evidenziate. Il direttore dell’Usr Calabria ha, infine, anticipato le iniziative in programma per il nuovo anno scolastico, ponendo l'accento su il Convegno che si terrà martedì 20 ottobre con i dirigenti scolastici degli istituti regionali e mercoledì 21 l’incontro dal titolo “Istituti Tecnici e Professionale. Quale futuro? ”, mentre per l’11 novembre l'appuntamento è con il convegno “Cittadinanza e Costituzione”, nuova disciplina entrata in vigore nell'ordinamento scolastico dal 1 settembre di quest’anno, «una disciplina di cui la Calabria - ha concluso Mercurio -- ha bisogno più che mai». Ori. Tav.

Provincia Consegna lavori Ieri l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro alla presenza del Presidente Wanda Ferro ha consegnato i lavori relativi al terzo lotto della strada tra il bivio Fiume Alli e la Statale 106; l’importo complessivo dell’investimento relativo al terzo lotto ammonta ad un milione e novecentomila euro. La consegna dei lavori ha avuto luogo all’altezza della rotatoria adiacente alla centrale Edison. Ripercorrendo le varie tappe relative ai lavori in questione il primo lotto è stato ultimato ed è regolarmente in funzione dal maggio scorso, mentre per il secondo lotto l’ultimazione è prevista entro la fine dell’anno. Il terzo ed ultimo lotto oggetto di consegna, non appena sarà ultimato consentirà, con una strada a norma ed in sicurezza.


18 Giovedì 8 Ottobre 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ L’assessore alla pubblica istruzione, Danilo Gatto: salvaguardati i posti di lavoro ma a peggiorare la situazione sono intervenute le misure Gelmini-Tremonti

Scuola, istituti in molti quartieri «Sono diventate aziende che devono stare sul mercato da sole, trovare da sé i fondi o altrimenti chiudere» CATANZARO — «In questi giorni d’inizio anno scolastico diverse novità hanno accompagnato l’apertura delle attività: a Catanzaro l’istituzione di Istituti Comprensivi in quasi tutti i quartieri, una scelta che cambia profondamente il panorama cittadino e anche il modo di lavorare e di programmare, della quale forse ancora poco ci si è resi conto». E’ quanto si legge in una dichiarazione dell’assessore alla pubblica istruzione, Danilo Gatto. «Una scelta obbligata come si sa dal governo, che aveva solo ed esclusivamente l’intento di risparmiare, ma che a Catanzaro ha seguito dei criteri di carattere territoriale e didattico - continua - che, oltre a rendere disponibili e meglio utilizzati gli spazi esistenti, dalle aule ai refettori che stiamo creando o rendendo agibili, dei pochi esistenti non ve n’era a norma neanche uno, dicasi uno, con buona pace dell’ex assessore ai lavori pubblici che ce ne chiede conto, ha salvaguardato i posti di lavoro, in alcuni casi ne avrebbe ad-

dirittura creati in più, se contemporaneamente non fossero intervenute altre misure del duo Gelmini-Tremonti a peggiorare la situazione: dal taglio degli organici, a quello del personale Ata, alla riduzione del sostegno per i disabili e il contemporaneo aumento del numero degli alunni per classe. Per non parlare dei comuni per i quali è uno stillicidio quotidiano la richiesta di interventi per un’edilizia scolastica vecchia di trent’anni quando va bene, e mai ripensata, e di forniture di arredi e sussidi, oltre che di servizi nuovi per i quali ci vorrebbero altre risorse inesistenti. In molte scuole di Catanzaro le insegnanti stanno chiedendo ai genitori degli oboli (da 1 a 10 euro!) per l’acquisto di carta igienica e detersivi in quanto nessuno ne manda. Ora è bene dire che a seguito della legge 23/96, è da dodici anni che i comuni non hanno più la responsabilità della fornitura dei materiali di consumo e pulizia. Da oltre un decennio quindi, in particolare con

l’autonomia, le scuole devono provvedere da sé con i fondi che manda il Ministero. Ed è proprio questo il punto - spiega -: ormai si pensa alle scuole non più come a un servizio pubblico, ma come ad aziende che devono stare sul mercato da sole, trovare da sé i fondi, le risorse, finanche il personale per i servizi necessari alla propria sopravvivenza, altrimenti chiudere. È per questo che in gran parte si sono trasformate in “progettifici”, perché nel dis-ordinamento attuale è l’unico sistema per acquistare qualche attrezzatura, arrotondare lo stipendio, mandare avanti un servizio. Ultimamente - conclude - il Ministero ha mandato un vademecum su come comportarsi per la pandemia in corso: molte misure igieniche, lavarsi spesso le mani. Ma con che cosa? Invece di mandare circolari, la Gelmini mandasse il sapone, o desse più soldi alle scuole. Noi la nostra parte la faremo comunque, cercando anche di supplire alle carenze altrui laddove sarà possibile».

Lo ha anticipato Roberto Talarico. Verrà anche presentato il nuovo sistema di viabilità

Arredo del corso, partono i lavori CATANZARO — Partiranno domani oggi i lavori di montaggio del nuovo arredo urbano su Corso Mazzini. Lo ha anticipato l’assessore al Turismo e Marketing Roberto Talarico, il quale, ha spiegato: «Si inizierà con il posizionamento delle panchine e l’adeguamento dei supporti della segnaletica verticale mentre nella prossima settimana, si terrà una riunione operativa con il Corpo di Polizia municipale per predisporre la realizzazione di una corsia autopulente ed il posizionamento delle barriere mobili. Sempre nella prossima settimana definiremo con le associazioni di categoria le modalità di apertura al traffico del Corso in linea con quelle che sono le volontà dell’ amministrazione presieduta dal sindaco Rosario Olivo, sensibile a recepire ed ascoltare il parere di chi opera sulla principale via del centro storico affinché, insieme, si stabiliscano le soluzioni migliori per favorire l’afflusso sul Corso e, dunque, il commercio». Il nuovo arredo urbano servirà a valorizzare ed a rendere più accogliente il centro storico della città ed è stato realizzato dalla Neri, senz’altro uno dei produttori più famosi del settore. L’arredo si compone di panchine, cestini per

Convocato il consiglio comunale Da esaminare ben sette argomenti CATANZARO — Il presidente Francesco Passafaro ha convocato per martedì prossimo 13 ottobre alle ore 10,30, in secondo appello, il Consiglio Comunale per proseguire i lavori sospesi nella seduta di seconda convocazione del 6 agosto scorso. Sette gli argomenti all’esame dell’aula: 1) Approvazione ai sensi e per gli effetti dell’art. 24 della legge 28.02.1985 n. 47 della variante urbanistica interna al piano di zona n.5 denominato corvo, limitatamente all’individuazione dell’indice di fabbricabilità fondiaria per la realizzazione di impianti sportivi da parte dell’associazione “vivere insieme”. 2) Approvazione piano di lottizzazione convenzionato in zona territoriale omogenea

Cimino sul tavolo dell’economia: «Non ci rimane che entrarvi» catanzaro«Quel tavolo dell’econo-

Il progetto dell’arredo di Corso Mazzini

i rifiuti, posacenere, fontane, dissuasori, di una pensilina per l’attesa dell’autobus, ben ottanta fioriere, un chiosco per la Polizia municipale. Una serie di elementi, quindi, indispensabili per rendere più vivibile il cosiddetto salotto della città. A curarne la realizzazione e a seguire passo passo l’iter di produzione sono stati l’assessore al Turismo Roberto Talarico coadiuvato dal collega all’Urbanistica Domenico Iaconantonio. La particolarità di questo arredo urbano è la sua originalità. Ad esempio le fioriere sono state create appositamente per il Capoluogo di regione e troveranno spazio nel catalogo dell’azienda, diffondendo, così, in tutto il mondo il nome della città, visto che

questa tipologia è stata chiamata proprio “Catanzaro”. Fioriere che hanno un’elegante forma di anfora tagliata e saranno posizionate alternate a dei dissuasori che, a loro volta, sono stati realizzati riproducendo esattamente gli originali posizionati in Villa Margherita nei primi del ‘900. L’assessore Talarico ha reso noto che sta procedendo «l’iter per la realizzazione di un insieme di display luminosi che segnaleranno agli automobilisti la disponibilità dei posti auto nei parcheggi cittadini. Si sta valutando, inoltre - ha concluso l’Assessore al turismo e marketing - l’ipotesi di presentare, nei prossimi giorni, ai commercianti, il nuovo sistema di viabilità del centro storico».

b5 località Signorello.3) Interpretazione autentica artt. 40 - 41 - 42 e 44 Nta Del prg. 4) Approvazione della destinazione a verde pubblico attrezzato ed attrezzature del verde e dello sport della z. to f2 località Pontepiccolo, deroga di cui all’art. 72 delle norme tecniche di attuazionedel vigente prg e Art. 14 Dpr n. 380/01 per la realizzazionedi un compleso polisportivo e riduzione della zona di rispetto cimiteriale ai sensi dell’art. 28 della legge 01.08.2002 n. 166. 5) Servizio refezione scolastica. approvazione convenzione comune di Pentone. 6) Piano attuativo in zto b5, da ubicare alla località lenza di Gagliano. 7) Approvazione modifiche statuto sociale Amc spa.

mia, del lavoro e della ricchezza sociale che dall’inizio di questa legislatura chiediamo venga costituito dall’Amministrazione Comunale, è stato avviato pochi giorni fa, con un nutrito protocollo d’intesa fra più soggetti, dalla Provincia» si legge in una nota del consigliere comunale Franco Cimino. «Non rispecchia esattamente la nostra idea, ma sicuramente si muove lungo la direzione da noi indicata - continua -. Quella di innovare l’economia locale realizzando, attraverso la valorizzazione di tutte le risorse territoriali, un modello economico originale e perciò competitivo. Il tavolo da noi proposto è anche politico, perché mettendo intorno ad esso l’ente locale principe,

qual è il Comune, imprenditoria e mondo sindacale, associazioni economiche e il no profit, cultura e Università, realizza di fatto quell’unità cittadina che, saltando a piè pari questa brutta stagione politica, da sola può rilanciare la forza e il prestigio del Capoluogo nella Regione e nel Paese. A questo punto - conclude - onde evitare inutili doppioni, non ci resta, come amministrazione comunale, che chiedere di entrare nel nuovo organismo, nel quale, sin dalla prima nostra richiesta di allargarlo ai sindacati e all’Università, nonché alla città di Lamezia Terme, porteremo le tante idee che attraverso un dibattito, a volte acceso, a volte sterile, Catanzaro è pure riuscita a produrre».

Lavori in via Sardegna I consiglieri comunali Eugenio Riccio, Giuseppe Gualtieri e Carlo Nisticò esprimono soddisfazione per la ripresa dei lavori che consentiranno la riqualificazione di via Sardegna, nel quartiere marinaro. «Si tratta - affermano i due consiglieri comunali - di un intervento che avevamo sollecitato da tempo e che consentirà ai residenti una mobilità più agevole e sicura». Gli stessi consiglieri Riccio e Nisticò hanno chiesto all’assessore ai Lavori Pubblici Antonio Tassoni e alla dirigente del settore Carolina Ritrovato un incontro sul posto per verificare e monitorare lo svolgimento dei lavori affinché siano completati nei tempi previsti.


il Domani Giovedì 8 Ottobre 2009 19

CATANZARO CITTÀ L’inchiesta è relativa a presunti illeciti connessi al settore della depurazione. L’avviso di conclusione è giunto anche ad altre 39 persone

Poseidone, Chiaravalloti chiede l’interrogatorio Tutti, secondo le accuse, avrebbero garantito l’aggiudicazione di una gara all’Ati Restuccia-Lico-Cer CATANZARO — L’ex presidente della Giunta regionale calabrese, ed ex legale rappresentante dell'Ufficio del commissario per l’emergenza ambientale, Giuseppe Chiaravalloti, ha chiesto di essere interrogato a seguito dell’avviso di conclusione dell’inchiesta Poseidone, relativa a presunti illeciti connessi al settore della depurazione, emesso a carico suo e di altre 39 persone a metà settembre. Oltre a Chiaravalloti, che nei prossimi giorni comparirà in Procura, un altro indagato ha chiesto di essere sentito, ed il suo interrogatorio si è già tenuto davanti al sostituto procuratore della Repubblica Paolo Petrolo, cui le indagini sono coassegnate assieme al procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli. Entrambi sono citati nell’avviso di conclusione delle indagini relativamente ad un’ipotesi

di tentata turbata libertà degli incanti contestata anche a due imprenditori, Santo Lico e Vincenzo Restuccia, e poi Claudio Decembrini, resposabile unico del procedimento, e poi Giuseppe Mazzitello, Giovanni Angotti, Salvatore Russetti, Romano Agostini, Antonio Caliò, quali componenti della commissione aggiudicatrice per l’affidamento dell’appalto per la «concessione di costruzione e gestione dei lavori di realizzazione di un nuovo impianto di depurazione nel comune di Catanzaro, loc. Catanzaro Lido, e realizzazione di vari collettori fognari, dell'importo a base d’asta di euro 13. 326.653,36 + Iva, mediante licitazione privata». Tutti, secondo le accuse, sarebbero stati avvinti da un accordo collusivo che li avrebbe portati a tentare di alterare la regolarità della gara, e ad influenzar-

Contestata anche l’associazione a delinquere per aver svolto funzioni di responsabile unico del procedimento

ne il risultato, garantendone l’aggiudicazione all’Ati Restuccia-Lico-Cer. In base al presunto accordo illecito, sempre stando alle accuse, la commissione giudica-

trice, nominata da Chiaravalloti, avrebbe omesso di escludere dalla gara l’Ati RestucciaLico-Cer, pur se questa non aveva inserito nel relativo plico l’elaborato relativo al costo di gestione del nuovo impianto; nonostante si fosse discostata dalle prescrizioni del capitolato prestazionale di gara; e sebbene la polizza fideiussoria prodotta fosse pari ad un importo garantito di euro

1.452.000, contrariamente a quanto previsto nel bando di gara. La vicenda viene indicata dagli inquirenti a riscontro di una delle principali ipotesi d’accusa formulate nell’ambito dell’inchiesta Poseidone, e cioé che gli imprenditori Santo Lico e Vincenzo Restuccia sarebbero stati ingiustamente favoriti nell’assegnazione di lavori nel settore della depurazione. Proprio ai due imprenditori ed a Chiaravalloti, infatti, nell’avviso di conclusione delle indagini è contestata anche l’associazione a delinquere, assieme a Giovambattista Papello e Claudio Decembrini, per aver svolto entrambi funzioni di resposabile unico del procedimento. Si tratta allo stato di mere ipotesi d’accusa tutte da verificare. Car. Mir.

Lo scambio tra Italia e Est europeo era gestito da un sodalizio mafioso con base nel Cosentino Pierpaolo Pisano di Azioni Giovani Pdl contro le esternazioni del cantante

Traffico di droga, chiuse prime indagini «Venditti chieda scusa» CATANZARO — Hanno tagliato il tra-

guardo ben tre diversi filoni di indagine relativi ad un fiorente traffico di sostanze stupefacenti dall’Est europeo all’Italia, che sarebbe stato gestito da un sodalizio mafioso con base operativa in Calabria, nel cosentino. Le inchieste, per le quali il sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia Vincenzo Luberto ha emesso numerosi avvisi di conclusione delle indagini, risalgono ad un arco temporale che va dal 1998 al 2000, e sono nate in diverse zone del Paese, per poi approdare tutte in Calabria per via del denominatore comune della presunta base operativa dell’associazione, finalizzata a “importare, trasportare, distribuire sul territorio nazionale sostanze stupefacenti”. Si tratta di inchieste nel corso delle quali le Forze dell’ordine hanno sequestrato centinaia di chili di stupefacenti di ogni genere, che sarebbero partiti soprattutto dall’Albania, ma anche da Romania, Bul-

garia, Olanda, e Germania, per inondare i mercati dell’Italia settentrionale, e dunque di Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Proprio a Palermo uno dei tre tronconi dell’inchiesta ha visto lo stralcio delle posizioni di alcuni indagati che hanno chiesto il giudizio abbreviato, prima che la Corte d’appello inviasse gli atti alla Dda di Catanzaro per competenza territoriale. Dallo stesso ceppo investigativo, del resto, è nata anche l’operazione battezzata Skoder, la più recente in ordine di tempo - risale al 2005 -, che lo scorso 4 settembre ha visto quindici imputati ammessi al giudizio abbreviato e undici mandati sotto processo dal giudice dell’udienza preliminare distrettuale di Catanzaro, Tiziana Macrì, la quale ha contestualmente stralciato le posizioni di alcune persone - tra le quali quelle di Fisnik Smajlaj, 36 anni, ritenuto il capo dell’organizzazione criminale; e Liljana Kondakci, 57, la famosa cantante lirica albanese

coinvolta nell’inchiesta. Anche nel corso dell'indagine Skoder furono sequestrati quasi 500 chili tra cocaina, eroina e marijuana, ed anche in quel caso, secondo gli inquirenti, al narcotraffico avrebbero partecipato elementi di spicco della criminalità albanese - al centro delle indagini c’è la famiglia Smajlaj - e romena, ma anche calabrese, che avrebbero controllato il flusso di stupefacenti, assicurandosi che nessuna partita di droga proveniente dall’Est venisse immessa sul mercato calabrese senza il passaggio da Altomonte (Cs), dove la banda avrebbe realizzato un vero e proprio centro di smistamento e di lavorazione della droga proveniente dall’Est europeo. Adesso indagini ancor più risalenti di Skoder sono concluse, in un primo filone per 23 persone, in un secondo per altre 37, in un terzo per 23. Non è escluso, a questo punto, che la Procura distrettuale riunifichi i tre fascicoli prima di procedere oltre.

CATANZARO — «Le esternazioni, po-

co rispettose di un certo Antonello Venditti cantante non solo offendono la nostra terra ma ci obbligano ad effettuare una seria riflessione su come noi calabresi dobbiamo essere maggiormente critici rispetto ad alcuni personaggi che con la Calabria ed i calabresi hanno lucrato» si legge in una nota di Pierpaolo Pisano di Azioni Giovani Pdl. «Venditti, anch’egli Italiano come noi calabresi, forse ignora che il nome Italia deriva dai popoli Italici che vivevano in Calabria o come gli antichi greci usavano definirla la Magna Graecia. Pare continua - che il signor Venditti dimentichi che i calabresi non sono solo coloro i quali contribuiscono abbondantemente al prodotto interno lordo, quindi all’economia della Capitale d’Italia. Come? I tanti studenti che pagano il fitto, le tasse universitarie e più semplicemente per lavoro o per studio vivono a Roma. Eppure ogni hanno al campidoglio la Capitale premia assieme alla comu-

nità calabrese personalità che si distinguono ognuna nelle loro professioni ed attività. Forse a questo servono la Calabria ed i Calabresi? No, servono anche ad ospitare con cordialità accoglienza chi nella stagione estiva desidera visitare le splendide montagne e le meravigliose coste di questa regione che, sempre a detta del signor Antonello, forse non serve a nulla. La Calabria? Una terra piena di storia, cultura e tradizioni. Conosce il signor Venditti i tanti “cervelli” calabresi affermatisi in Italia e nel mondo nella medicina, nelle arti, nelle loro molteplici attività? Ricorda il signor Venditti i tanti operai calabresi nelle fabbriche del nord che hanno contribuito al Boom industriale ed economico Italiano. Potrebbe tornare in Calabria - conclude - per studiare quanto qui brevemente citato. Signor Venditti, lei cantante “impegnato” forse è stato molto superficiale nel dare alcuni giudizi della Calabria e dei calabresi. Dovrebbe quanto meno chiedere scusa»


20 Giovedì 8 Ottobre 2009 il Domani

CATANZARO PROVINCIA E SOVERATO CHIARAVALLE C.LE Il sindaco Antonio Bruno interviene sulla questione dell’atto aziendale relativo all’ospedale

«San Biagio, riprendere i servizi» L’on. Loiero ha ribadito che si tratta di una semplice bozza tutta da discutere CHIARAVALLE CENTRALE — Il sindaco Antonio Bruno interviene sulla questione dell’atto aziendale relativo all’ospedale di Chiaravalle. Bruno in un comunicato precisa di essere già intervenuto con l’On. Loiero e con i vertici dell’Azienda Sanitaria di Catanzaro contestando l’atto aziendale relativo all’Ospedale di San Biagio. L’On. Loiero nel corso dell’incontro avuto con il Sindaco ed il vice-Sindaco ha ribadito che «l’atto aziendale è una semplice bozza tutta da discutere» ed ha confermato tutti gli impegni assunti per la riqualificazione ed il rilancio della struttura ospedaliera. Questi impegni sono stati successivamente riconfermati da un comunicato del presidente della regione all’Ansa. «Rimane - precisa Bruno - l’impegno del Sindaco e di tutta l’amministrazione comunale a mantenere rapporti continui con la Regione Calabria e con l’Azienda Sanitaria affinchè gli impegni assunti si traducano in fatti concreti a cominciare dalla ripresa della piena e completa funzionalità dei servizi esistenti».

Soverato, Cilurzo sulla maggioranza: «Nel consiglio c’è ostruzionismo»

OMICIDIO BELLOROFONTEIl 26enne deve scontare una condanna a 30 anni

Campise nuovamente in carcere A novembre si discute il ricorso SOVERATO — Sarà discusso il 10

novembre prossimo il ricorso al tribunale della libertà di Catanzaro presentato dal difensore di Luigi Campise, il giovane di 26 anni detenuto perché deve scontare una condanna a 30 anni di reclusione per l’omicidio della fidanzata Barbara Bellorofonte, di 18 anni. Campise, dopo un anno di detenzione per l’omicidio, nell’aprile del 2008 fu scarcerato per decorrenza dei ter-

mini di custodia cautelare. Nel maggio del 2008 fu nuovamente arrestato perché coinvolto in un’indagine dei carabinieri su spaccio di droga ed estorsioni. Successivamente Campise, in libertà per l’omicidio dopo l’accoglimento da parte del Tribunale della libertà del ricorso del difensore contro la proroga delle indagini preliminari, fu scarcerato dopo la condanna a quattro anni per i reati legati al se-

condo arresto. La scarcerazione di Campise provocò numerose polemiche ed il giovane fu nuovamente arrestato su disposizione del gip che accolse la richiesta di emissione della misura cautelare fatta dalla Procura della Repubblica e motivata dal pericolo di fuga dell’indagato. Contro l’ordinanza di custodia cautelare il difensore del giovane ha presentato ricorso ai giudici del riesame.

BORGIA Si è celebrata su iniziativa del dirigente dell’Istituto Comprensivo “G. Sabatini”

La Giornata mondiale del docente BORGIA — Si è celebrata a Borgia la “Giornata mondiale del docente” indetta dall’Unesco, su iniziativa del dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “G. Sabatini”, Luigi Antonio Macrì, con il coordinamento della docente Anna Coppa. La giornata mondiale del docente è una celebrazione pressocchè sconosciuta in Italia, anche agli stessi docenti. La manifestazione ha preso il via con i saluti del dirigente Macrì, il quale ha ringraziato per la presenza l’ispettore Domenico

Torchia, dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria, Piero Monteleone dell’assesoosrato regionale all’Istruzione, Giacomo Matacera, assessore provinciale all’Istruzione, Nicola Pascale, presidente nazionale dell’Ansi (Associazione Nazionale Scuola Italiana), Domenico Rijllo, sindaco di Borgia, Riccardo Bruno, assessore all’Istruzione del Comune di Borgia, Gino Comi, assessore all’Istruzione del Comune di Caraffa, Giovanna Esposito Vivino dirigente dell’Ic di Gi-

rifalco. Gli alunni della scuola secondaria di Borgia e di Roccelletta hanno letto alcune riflessioni sul ruolo del docente. E’ stato poi presentato il cd, curato dal docente Tommaso Bubba, con la documentazione di due anni di attività scolastiche, con tanto di foto, notizie, progetti e curiosità. L’esibizione del tenore Carmine Fera e del soprano Anna Maria Bagnato hanno concluso la manifestazione. Salvatore Taverniti

SOVERATO — «I Popolari Europei per le Libertà comunicano, al di la di ogni possibile equivoco, che l’assenza del proprio consigliere Pietro Matacera alla seduta in seconda convocazione del Consiglio Comunale di cui alla data di ieri si è resa necessaria in quanto fuori sede per motivi si salute». Lo rende noto Vincenzo Cilurzo, Coordinatore Cittadino dei Popolari Europei per le Libertà. «Nel contempo si dichiara che l’atteggiamento del nostro movimento nella seduta di ieri sarebbe stato consequenziale a quella forma di ostruzionismo che alcuni membri di questa maggioranza avrebbero intrapreso al fine di escludere lo stesso Matacera dai promotori dalla proposta di delibera -continua Cilurzo -. Nel condannare una simile censurabile e biasimevole condotta si contesta, tra l’altro, la mancata concertazione che avrebbe dovuto caratterizzare la

stessa proposta e che avrebbe dovuto preventivamente prevedere un incontro tra tutti gli stessi firmatari per la condivisione del progetto e per una maggiore ed incisiva azione propositiva cosa che puntualmente, secondo un “geniale” rituale ormai consolidato, non è avvenuta. Nel confermare, come ormai da mesi andiamo proponendo, la nostra ferma convinzione che il rilancio di una forma di turismo, ormai completamente decaduto in città, deve passare attraverso l’aumento dei posti letto di una ricettività sostenibile - B&B, camping, area sosta per i camper, ribadiamo -conclude - in tutta coerenza, linearità e coscienza, di non essere disponibili a votare favorevolmente provvedimenti che siano parte integrante di una distinta volontà politica e quindi senza il coinvolgimento di tutte le forze in grado di dare il proprio preventivo contributo».

Squillace, nell’assise comunale illustrati i rapporti con la Sorical SQUILLACE — Riunitosi sotto la presidenza di Anna Nuciforo, il consiglio comunale di Squillace ha approvato la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e la salvaguardia degli equilibri di bilancio per l’esercizio 2009. Dai banchi dell’opposizione, il consigliere Pasquale Muccari ha parlato dell’esistenza di debiti fuori bilancio determinati dal mancato pagamento di fatture, relative all’acqua potabile, emesse dalla Sorical; e la consigliera Rosetta Talotta ha sollecitato la giunta a disporre maggiori interventi per le scuole del centro storico e della frazione marina. Il sindaco Guido Rhodio ha poi illustrato dettagliatamente la vicenda relativa ai rapporti tra Comune e Sorical, che si risolverà a giorni in sede giudiziaria. Il consiglio ha anche provveduto all’integrazione del programma delle opere pubbliche 2009-2011. E’ stata ratificata anche una variazione di bilancio, relativa alla dichiarazione di nuove entrate

per manifestazioni estive. Il consesso civico squillacese ha poi approvato alcune modifiche allo statuto comunale, relativamente alla costituzione dell’ufficio del difensore civico. E’ stato deliberato anche lo scioglimento della convenzione con la quale era stato costituito dieci anni fa un unico servizio di segreteria tra i Comuni di Amaroni e Squillace. Il consigliere di minoranza Giuseppe Vecchio ha reso noto che la forma associata tra Comuni limitrofi sia la migliore soluzione per la costituzione del nuovo ufficio del segretario comunale. All’unanimità, invece, sono passate le determinazioni favorevoli per la realizzazione di un impianto fotovoltaico. Al termine, il sindaco ha comunicato ufficialmente la nomina a vicesindaco di Luca Occhionorelli e che alla consigliera comunale Berenice Brutto è stata affidata la delega all’Istruzione e alla Sicurezza. Salvatore Taverniti


il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009

L AMEZIA

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomanionline.it

Domenico Vasta, segretario cittadino del Partito democratico ribadisce l’impegno a lavorare per il rilancio della città

«Coerenti con la nostra linea politica» Plauso per l’approvazione in Consiglio comunale degli equilibri di Bilancio LAMEZIA TERME — «L’Unione cittadina del Partito democratico svoltasi nel tardo pomeriggio di martedì ha riconfermato in pieno le direttive e gli obiettivi che già nelle scorse settimane avevamo ampiamente preannunciato. L’Unione ha dimostrato di essere un gruppo coeso e deciso a portare avanti, con uno spirito di piena intesa e collaborazione, degli obiettivi determinanti in vista dell’importante appuntamento con le elezioni amministrative di marzo 2010». Così, il segretario cittadino Domenico Vasta che evidenzia l’impegno del suo partito e lancia un chiaro messaggio a quanti dubitano sull’operato del Pd a Lamezia. «La compattezza e l’unità d’intenti

del gruppo - aggiunge Vasta - ha rimarcato ancora una volta l’attenzione dell’intera compagine politica per le problematiche e le istanze della popolazione e del territorio nella sua interezza. Sul piano strettamente politico, la riunione organizzativa ha avuto come prospettiva prioritaria la consultazione elettorale per cui è stata ribadita la necessità delle primarie di coalizione. Inoltre è stato decisa la costituzione di una delegazione del partito formata dal sottoscritto, dai segretari di circolo e dal capogruppo del Pd in consiglio comunale. Una rappresentanza di coordinamento che potrà anche allargarsi ad altri componenti e che presiederà alle consultazioni con gli altri partiti. Le

prime compagini politiche ad essere contattate saranno quelle che orbitano nell’area di centrosinistra come Sinistra e Libertà, Rifondazione comunista e Lista Città. Seguiranno poi le altre formazioni come l’Udc, l’Mpa, Idv, Lpn. Grande considerazione e disponibilità all’ascolto viene garantita comunque per tutte le forze politiche presenti nel panorama locale. L’Unione cittadina ha anche deciso di fissare degli incontri periodici con gli assessori e i consiglieri comunali per fare il punto del lavoro svolto in campo amministrativo. Non mancherà l’ascolto per i movimenti e le associazioni di categoria, in modo da avere un quadro completo della situazione generale ( politico ed eco-

nomico-sociale) della città. Il Partito democratico, nel corso della riunione, ha anche espresso il suo plauso per l’approvazione in Consiglio comunale degli equilibri di Bilancio. Un risultato importante per la città che assicura la scadenza naturale della consiliatura. L’obiettivo raggiunto - conclude Vasta - consentirà di affrontare e definire nei prossimi mesi, prima appunto che l’attuale giunta comunale in carica concluda il suo mandato, anche altre tematiche strategiche per il futuro della città come la riorganizzazione della società Multiservizi, l’attuazione del Piano spiaggia, il programma degli investimenti strategici regionali e comunitari, il Psc, il piano di specificazione Prg».

LAMEZIA TERME — Al via do-

Tre giorni di dibattiti con oltre 100 dirigenti delle Associazioni a cura dell’Ala col patrocinio del Comune

nazionale antiracket e al presidente onorario Tano Grasso – ha continuato Speranza - per aver scelto la nostra città. Siamo convinti che la nostra comunità avrà dei benefici in termini culturali e sociali». Il Comune di Lamezia Terme, insieme all’Ala, si è costituito parte civile in importanti processi scaturiti da operazioni antiusura e contro le estorsioni, ottenendo dei risarcimenti e assistendo a condanne significative. Sono tuttora in corso processi avviati dalle testimonianze e dalle denunce di imprenditori lametini. Recentemente, durante un'altra iniziativa dell'Ala, Grasso ha affermato che la città di Lamezia Terme è quella che meglio ha reagito, in Calabria, alla criminalità organizzata, e che gli imprenditori lametini sono un esempio per tutti i calabresi. «Anche questo seminario nazionale – ha concluso il sindaco – è un ulteriore riconoscimento agli imprenditori lametini che si sono organizzati e sono cresciuti con l'esperienza dell'antiracket, rafforzando, negli ultimi anni, il senso civico dell'intera comunità. Per questo sono felice per l'appuntamento che sta per cominciare».

mani l’importante seminario nazionale di aggiornamento organizzato dalla Federazione antiracket italiana e dall’Associazione antiracket Lamezia. Il seminario, gode del patrocinio dal Comune i Lamezia Terme e vedrà la partecipazione di oltre 100 dirigenti delle Associazioni antiracket di tutta Italia ai quali l’incontro è specificatamente dedicato. Significative e molto qualificati i relatori dei tre giorni di seminario. Domani si comincia con una tavola rotonda sul tema “L’associazionismo antiracket: potenzialità e limiti di una esperienza ventennale” cui parteciperanno, dopo i saluti del sindaco Gianni Speranza e del presidente di Ala, Armando Caputo, Giosuè Marini – commissario straordinario del governo per la lotta al racket e all’usura, Salvatore Vitello – procuratore della Repubblica del tribunale di Lamezia Terme, Paolo Abramo – presidente della Camera di commercio di Catanzaro, Florindo Rubbettino – presidente Giovani Imprenditori Confindustria Calabria, Giuseppe Scandurra – Presidente della Fai. A seguire la prima relazione di Vittorio Daniele – docente dell’Università di Ca-

Domenico Vasta

Da domani seminario antiracket tanzaro, su “Criminalià mafiosa e sviluppo del mezzogiorno”. Lavori anche sabato e domenica. Giornate che saranno per intero dedicate alla presentazione di relazioni da parte di esperti, magistrati e studiosi, tra i quali Luigi Cannavale – magistrato della Dda su “Racket e antiracket nell’esperienza napoletana”, Michele Prestipino su “Racket e antiracket nell’esperienza calabrese”, Rocco Sciarrone – docente dell’Università di Torino su “ Gli imprenditori e i condizionamenti mafiosi”, Vittorio Pisani – dirigente Squadra Mobile di Natoli su “ Il rapporto tra vittima d’estorsione, l’Associazione antiracket e la polizia giudiziaria”, Enzo Ciconte – docente all’Università i Toma Tre su “ Mafia e imprese tra ottocento e novecento”, Enrico Colajanni – presidente dell’Associazione antiracket di Palermo su “L’esperienza del consumo critico nella strategia antiracket”, Ugo Forello – componente del Comitato di solidarietà su “Vecchie e nuove in-

terpretazioni nell’plicazione della legislazione risarcitoria”, Franco Pizzuto – avvocato dell’ ufficio Lgale della Fai su “La nuova legge antiusura dopo dieci anni di legislazione”, Tano Grasso – prisidente onorario della Fai su “L’obbligo di denuncia dopo l’approvazione del decreto sulla sicurezza”. Le conclusioni del seminario con gli interventi di Silvana Fucito – vicepresidente nazionale della FAI, MariaTteresa Morano – coordiatrice delle Associazioni della Calabria, Mauro Magnano – Coordinatore delle Associazioni della Sicilia e Varerio Perrone, coordinatore delle associazioni della Puglia. Per l’Ala e per la città di Lamezia «il seminario rappresenta un significativo riconoscimento per l’impegno profuso in questi anni per contrastare i fenomeni delle estorsioni e dell’usura. A Lamezia sono incorso importanti processi a carico di “famiglie ’ndrachetiste” avviati grazie alle denunce e alle testimonianze di imprenditori. Sono

Nave dei veleni, anche Lamezia Terme presente alla manifestazione di Amantea

sessore regionale Greco, la Regione e il Consiglio regionale sia qualcosa di veramente importante e significativo. In qualche modo – ha evidenziato – esprimo un sentimento che è comune a tutti i sindaci calabresi. Sono convinto che tutte insieme le Amministrazioni della Calabria debbano fare rete e chiedere risposte al Governo. Insomma, c'è bisogno che tutta la Calabria, e anche i Comuni, anche quelli che non sono del Tirreno Cosentino, facciano la loro parte perché il Governo intervenga al più presto, perché si scoprano le navi e si veda rapidamente quello che si deve fare. Questa è una situazione gravissima. La Calabria, mai come in questo momento, è un problema nazionale» Speranza ha concluso mettendo a disposizione del movimento le strutture fisiche del Comune di Lamezia Terme: «Si potrebbe, a tal proposito, organizzare una assemblea di comuni e sindaci calabresi nel nostro Comune. Tutti uniti per fare sentire insieme la nostra voce».

LAMEZIA TERME — Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, è stato invitato all'iniziativa, organizzata da Legambiente “Navi a perdere, il mare dei veleni”, anteprima della puntata della nuova serie di “Blu Notte” di Carlo Lucarelli dedicata al traffico dei rifiuti tossici e radioattivi che rischiano di avvelenare il nostro territorio. Nel corso dell’incontro ha annunciato che il Comune di Lamezia Terme parteciperà, con il suo gonfalone, alla manifestazione nazionale del 24 ottobre ad Amantea “Riprendiamoci la vita, vogliamo una Calabria pulita”, organizzata dal Comitato civico “Natale De Grazia. Per la verità sulla moto nave Jolly Rosso”. Per l'occasione l'ente comunale metterà a disposizione di giovani e studenti uno o due pullman secondo le ri-

chieste. «Sono qui – ha sottolineato Speranza – perché voglio coinvolgere non solo l’Amministrazione comunale di Lamezia, ma anche la mia città da sempre legata ad Amantea ed al Tirreno, da motivi storici e di consuetudine. Lamezia è una città sul mare e sul Tirreno. La comunità lametina è rimasta molto colpita e si sente coinvolta in questo dramma che accomuna tutti i calabresi. La fabbrica della morte a Praia a Mare, – ha detto Speranza - le navi dei veleni, le scuole costruite con materiali radioattivi, rappresentano il paradigma della vicenda calabrese. L’inquinamento ambientale e l’inquinamento mafioso mai come questa volta hanno la stessa faccia. Credo che quello che sta facendo – ha proseguito il sindaco di Lamezia – la Giunta regionale e in particolare l’as-

stati già conclusi processi con condanne e riconoscimenti di alle parti civili costituitisi». E su questa importante iniziativa, si registra il commento del sindaco di Lamezia, Gianni Speranza «Siamo molto onorati di ospitare qui a Lamezia Terme il seminario nazionale di aggiornamento organizzato dalla Federazione antiracket Italiana e dall’Associazione antiracket Lamezia”. Così, il primo cittadino alla vigilia dell’apertura dell’importante “tre giorni” che coinvolgerà oltre cento dirigenti delle associazioni antiracket, provenienti da ogni parte d'Italia. Il seminario è patrocinato dal Comune di Lamezia Terme. Sarà arricchito dalla presenza di relatori qualificati e personalità di spicco dell'antimafia che rifletteranno insieme a tanti membri della Fai per uno scambio di pratiche e di esperienze che possano aiutare nella lotta alla criminalità organizzata e nella produzione di una cultura della legalità sempre più efficace. «Siamo grati alla Federazione

r. l.


22 Giovedì 8 Ottobre 2009 il Domani

LAMEZIA CITTÀ Controlli a tappeto della Compagnia dei carabinieri di Lamezia in collaborazione con il Nucleo antifrodi comunitarie di Salerno

Agriturismo setacciati dell’Arma Riscontrato un caso di mancato avvio dell’attività nonostante un finanziamento di 90mila euro LAMEZIA TERME — E’ la prima atti-

vità di controllo agli agriturismo che viene condotta nella regione Calabria da parte dei militari dell’Arma. Per una settimana, infatti, i carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme coadiuvati dai colleghi del Nucleo antifrodi comunitarie di Salerno e da quelli del Nucleo antisofistacazioni e sanità di Catanzaro, hanno controllato tutti e otto gli agriturismi ricadenti nei comuni di competenza del Comando di Compagnia (Pianopoli, Nocera Terinese, Falerna, Gizzeria e Lamezia Terme), al fine di riscontrare l’applicazione della normativa regionale riguardante tali realtà commerciali ed il rispetto della disciplina in materia sanitaria. E’ il primo maxi-controllo nel settoLAMEZIA TERME — Riceviamo e pubblichiamo. «Prendo atto della nota stampa dell’Associazione Anthurium sul convegno culturale, relativo agli abusi sui minori,inprogrammapervenerdìprossimo al teatro Umberto, ideato e proposto dal vicepresidente dello stesso Centro, Pietro Mendicino. C’è da chiarire che in merito agli opportuni rilievi mossi nei confronti delCentrostudi“SegnaliMediterranei”,io parlerei, per quel che ci riguarda, più che di progetto, di un percorso culturale, che si concretizza con un tracciato informativo pubblico su un tema di indubbio interesse e di grande attualità. E’ stato certamente per noi un errore aver riportato gli stessi titoli di presentazione del progetto dell’Anthurium, probabilmente per dare voce a una continuità, relativa all’impe-

CONVEGNO MINORIL’autocritica di Chiarella presidente di “Segnali Mediterranei”

«Chiedo scusa al Centro Anthurim» gno del nostro vicepresidente, ideatore dell’incontro in programma per venerdì, che sullo stesso tracciato culturale ha collaborato con l’Associazione Anthurium per diversi anni. Altro non è! La segreteria del mio Centro ha perciò peccato di leggerezza nell’impostare il convegno in questione e di questo me ne assumo la responsabilità e non ho problemi a porgere le dovute scuse. Quando le cose si fanno con serenità, per tentare di contribuire nella costruzione di un pezzo di strada diretta verso il progresso civile e l’avanza-

mento sociale delle nostre comunità, non certo si può cadere nello scontro o nelle polemiche. All’Anthurium va riconosciuto, un lavoro eccellente sul versante delle politiche sui minori, che mi auguro porti sempre avanti, con i successi di sempre. Sicuramente con un semplice dialogo tra ledueassociazionisuicontenutidellamanifestazione, promosso in tempo utile dal Centro “Segnali Mediterranei”, avremmo potuto evitare le incomprensioni di questi giorni, che io spero in futuro si tramutino in una collaborazione attiva. Non ho

re operato nella Regione Calabria ed ha avuto quale finalità sia di verificare eventuali truffe ai danni dell’Unione europea, sia di rassicurare i cittadini sulla qualità del servizio offerto dagli agriturismi. I risultati in termini di rispetto delle normative sono stati molto positivi, poiché, a parte alcune irrgolarità nella comunicazione ai comuni delle tariffe dei prezzi e la mancata esposizione delle stesse al pubblico da parte di alcuni operatori commerciali, che prevedono l’applicazione di alcune sanzioni amministrative, per il resto la qualità del servizio si è attestata su elevati livelli. In un solo caso è stato riscontrato che il titolare dell’azienda, dopo aver avuto accesso a un finanziamento

per la relizzazione della struttura per un ammontare di circa 90.000,00 euro, questi, di fatto, non ha mai dato avvio all’attività: in tal caso verrà segnalato alla Regione Calabria al fine della ristituzione del finanziamento ottenuto. L’attività svolta dai militari della Compagnia è stata particolarmente incisiva grazie alla collaborazione dei carabinieri del Nucleo antifrodi comunitarie di Salerno, che hanno competenza specifica nel settore agroalimentare e che hanno distaccato una squadra per una settimana sul territorio Calabro, nonché grazie all’apporto dei colleghi del Nas di Catanzaro che hanno esaminato per ogni attività il rispetto delle normative sanitarie a salvaguardia della salute pubblica.

problemi a riconoscere l’impegno dell’Anthurium portato avanti da tanti anni nella nostra città, con risultati che ho sempre apprezzato e basato, come il nostro lavoro, su una chiara azione volontaristica. Preciso infine, per amor di verità, che la Regione non ha dato alcun tipo di contributo, ma ha concesso solo il patrocinio gratuito, un normale atto formale che si compie con tutte le iniziative alla presenzadirelatoridiuncertolivelloechelaProvincia non è stata per nulla coinvolta in questa iniziativa, anche se mi piace osservare come l’Ente, tramite il suo presidente del Consiglio, ha sempre collaborato con tutte le associazioni lametine, senza alcunadistinzione.IlComunediLamezia haaccoltoinvecel’ideadelconvegno,permettendo cosi di interagire con il sacer-

dote don Fortunato di Noto, che da anni si trovaintrinceasulfrontedegliabusiaiminori, rendendo così possibile la realizzazione dell’importante incontro. Un occasione particolare questa che qualifica la città della Piana nel panorama dell’informazione culturale e sociale, su un tema di forte attrattiva sociale. Trattandosi quindi di una leggerezza del Centro studi “Segnali Mediterranei” e non certo di un esproprio, almeno non lo è stato nelle intenzioni, la cosa migliore è continuare a lavorare, ognuno per la sua parte, per il progresso civile della nostra città, perché di questo hanno bisogno i lametini, che credono nel riscatto del proprio territorio». Egidio Chiarella


il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009

COSENZA

Service a cura di Ediratio e AT Press - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

Provocazione forte di Franco Corbelli, leader del movimento Diritti civili: il cantaurore romano ha riaperto il “caso Calabria”

«E invece no, ringraziamo Venditti... » E poi l’appello: venga a Cetraro a tenere un concerto, è questa la “capilate” della regione avvelenata COSENZA - Non poteva mancare la pro-

vocazione assai singolare di Franco Corbelli sul caso Venditti, l’ormai arcinota “omelia” in un concerto in Sicilia dove il cantaurore quasi maledice il Creato per aver fatto la Calabria. Ma c’è un significato subliminale assai delicato, secondo Corbelli, dietro quelle frasi. E soprattutto, questa la provocazione singolare, c’è una sferzata salutare che può tornare utile ai calabresi. Corbelli è l’unico al momento nel circo della politica ad aver messo la sua firma in un documento controcorrente. “Ringrazia” Antonello Venditti per «aver squarciato il velo dell'ipocrisia e detto quello che, fuori dai confini regionali, tutti pensano, a Roma, nei palazzi che contano, della Calabria. Venditti, le cui affermazioni sulla nostra regione naturalmente non condivido, ha un merito indiscutibile: ha detto, senza ipocrisia, della Calabria quello che tutti nei palazzi romani delle istituzioni, della televisione, dello stesso mondo dell'informazione, pensano, ma non dicono. Almeno verbalmente, ma lo confermano con i fatti, o meglio con i silenzi, la discriminazione e criminalizzazione di questa regione. Perché prendersela allora solo con lui e non invece con chi, in Calabria e a Roma, ha ridotto la regione in questo stato comatoso, l'ha letteralmente affossata e ridotta a discarica dei veleni di mezza Europa? Venditti, al di là della sua parziale rettifica (smentita dalla registrazione diffusa su Internet), ha fatto riaprire gli occhi sulla Calabria, su questa terra dimenticata, abbandonata, umiliata. Andrebbe per questo ringraziato per aver, con la sua brutale provocazione, riportato il “caso Calabria” all'attenzione nazionale. Quello che non riescono a fare tutti i nominati parlamentrari-fantasma calabresi e i massimi rappresentanti delle istituzioni ed enti della regione, lo ha invece fatto il cantautore romano: denunciare e riaprire il “caso Calabria”. Al cantautore - conclude Corbelli - chiedo non le scuse per quello che ha detto ma un gesto simbolico forte, significativo che aiuti la Calabria (che ha detto di amare): venga a Cetraro, la città oramai tristemente nota in Italia e nel mondo come quella della nave dei veleni, tenga un concerto davanti al porto della cittadina tirrenica per chiedere che sia fatta finalmente luce e giustizia su quel relitto dei misteri. Aiuti Cetraro, le centinaia di pescatori letteralmente distrutti da questa vicenda. Ci aiuti adesso a riaccendere i riflettori dei media nazionali e internazionali».

SOTTO LA LENTE

La sbornia del cantautore e i veri “affossatori” Come si ritrova la “Calabria” quando è punta nell’orgoglio. Come non mai. La trovi d’improvviso tutta in fila nelle agenzie di stampa e tutta impettita a difendere la griffe di casa. E non c’è appartenenza politica che tiene, sono tutti calabresi e dello stesso colore all’occorrenza. Fatta eccezione infatti per l’uscita del senatore Gentile che ha finito per bipolarizzare pure la

sciocchezza di Venditti («uno si sinistra che fa concerti con i soldi della sinistra») il resto del gruppo s’è stretto attorno al corpo ferito della nostra terra. E per un giorno il bicchiere di troppo che s’è calato il cantautore ha finito per mettere insieme tutti quelli che invece combattono quotidianemente per il bene della nostra terra. Uno sforzo riconosciuto da tutti...

Antonello Venditti e la sua uscita sulla Calabria: per Corbelli può essere utile

Messa in mora per 14 amministrazioni (molte del Cosentino) per il canone acqua Oggi in Provincia

Sorical riduce all’asciutto i Comuni

presentazione del libro sui santuari

COSENZA - In una nota diffusa ieri, la So-

COSENZA - Oggi in occasione dell'iniziativa “Ottobre, piovono libri: i luoghi della lettura”, campagna promossa dal Centro per il libro e la lettura della direzione generale per le biblioteche, gli istituti culturali e il diritto d'autore del ministero per i Beni e le Attività culturali, in stretta sinergia con la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, l'Unione delle Province d'Italia e l'associazione nazionale comuni italiani cui ha aderito la Provincia di Cosenza con il suo assessorato alla Cultura e Valorizzazione dei beni culturali, alle ore 18,00 nella Sala degli Specchi della sede dell'amministrazione sarà presentato il volume “Alla scoperta dei Santuari calabresi”, una guida curata da Giustina Aceto ed edita dalla Rubbettino. Un accurato lavoro editoriale, questo, che approfondisce l'articolato tema dei santuari in Calabria, suddivisi per provincia e Diocesi di appartenenza. Corredato da numerose schede e fotografie, la guida orienta ancora il lettore nella fitta rete dei luoghi di culto e di accoglienza della regione.

rical comunica di aver inviato venerdì scorso, con notifica formale giudiziaria, le diffide a 14 amministrazioni comunali calabresi «che continuano a porsi in condizioni di grave morosità per il pagamento delle forniture idropotabili». La Sorical è una società per azioni costituita per il %53,5 % da capitale pubblico della regione Calabria e dal 46,5% di capitale privato della Veolia General des Eaux, ha comunicato di far arrivare l'acqua «con il contagocce ai comuni morosi». Già lo scorso mese di luglio la società aveva inviato analoga diffida a nove comuni calabresi, i quali poi aderirono al piano di rientro dai debiti. «Sono risultati vani - si legge nel comunicato di Sorical - sia i precedenti solleciti, inviati alle singole amministrazioni, che gli incontri finalizzati alla regolarizzazione della situazione debitoria». «Nei mesi scorsi, la società aveva provveduto a ridurre la fornitura idrica al Comune di Scalea, che si era rifiutato di sottoscrivere il piano di rientro del debito maturato nell'ultimo quinquennio. A nulla è valso in quella occasione lo

sforzo dello stesso Prefetto di Cosenza, Melchiorre Fallica che aveva intrapreso una faticosa ed apprezzata opera di mediazione, per la crudezza delle cifre che impediscono una soluzione accettabile della questione. Gli altri otto comuni che avevano ricevuto analogo invito avevano formalmente adempiuto a quanto richiesto, pur se ben consapevoli dell'impossibilità di rispettare gli impegni per la scarsità delle risorse finanziarie. Il sindaco di Scalea è stato l'unico ad aver posto in evidenza con chiarezza l'impossibilità di sopportare un onere così gravoso, che dovrebbe essere interamente trasferito sulle spalle delle famiglie calabresi che già denunciano condizioni di grave affanno, e molte si sono pericolosamente avvicinate sulla soglia della povertà. La stessa società ha più volte evidenziato il carattere formale dell'impegno richiesto ai comuni per evitare la decurtazione delle forniture, un atteggiamento piratesco che serve soltanto a guadagnare qualche mese di tempo, mentre la situazione non può che incancrenirsi ulteriormente.In condizioni simili si trovano molti co-

muni dell'alto Ionio cosentino, il comune di Scalea in queste condizioni, Trebisacce che, per poter far fronte a debiti accumulati nel corso di diversi anni, ha sottoscritto un gravoso piano di rientro, che ha gravemente appesantito il bilancio comunale». Il presidente della Sorical, Geppino Camo ha in più occasioni affermato: «Non è concepibile che l'acqua pagata dai cittadini non venga versata a chi la fornisce e a causa di questo abbiamo circa 120 milioni di crediti da esigere. Con il presidente Loiero e l'assessore Incarnato abbiamo sempre concertato una politica di attenzione, fornendo alle singole amministrazioni di ogni colore politico gli strumenti giusti per poter rientrare dal debito: alcune di esse, però, non hanno provveduto nemmeno a pagare una fattura». La difficoltà riscontrate dalla società pubblica regionale non sono affatto dissimili da quelle delle società di gestione dei rifiuti, per la separazione tra il soggetto chiamato a fornire il servizio e l'ente incaricato della riscossione. Oreste Parise

Il rettore dell’Unical considera strategicamente importante lo spostamento del presidio

MEDIATAG RICERCA SU COSENZA

Latorre vede bene l’ospedale a nord COSENZA - Fa discutere e crea interesse

la possibile collocazione del nuovo ospedale nell'area a nord di Cosenza. Non si tira indietro dal prendere parte al dibattito il rettore dell'Unical, Giovanni Latorre. «È indubbio che la costruzione del nuovo presidio ospedaliero nella zona nord del territorio urbano, e soprattutto in prossimità dell'università della Calabria, avrebbe ricadute -afferma il rettore - particolarmente positive e costituirebbe una base importante per dare luogo a sinergie di diverso tipo con il nostro ateneo. Ciò, non solo per l'impatto di cui il nuovo ospedale potrebbe beneficiare sul piano dello sviluppo tecnologico e della sua stessa funzionalità, avvantaggiandosi dei numerosi laboratori chimici, fisici e biologici di cui l'ateneo dispone, ma in modo più specifico per il rapporto inte-

di Domenico Martelli

Gianni Latorre

rattivo che le strutture di ricerca dell'università della Calabria potrebbero avere da questa straordinaria presenza; non di meno, per lo stimolo che ne deriverebbe indirizzando le attività di tali strutture nello specifico campo della ricerca medi-

ca». L'ospedale, a detta di Latorre, potrebbe quindi integrarsi in forma perfetta con i dipartimenti attinenti all'area medico - scientifico. «Si determinerebbero, in altre parole, le condizioni per una serie di collaborazioni e di ambiti progettuali congiunti destinati a produrre effetti di ampia portata e vantaggi reciproci indiscutibili; condizioni, inoltre, in grado di diventare fattori di catalizzazione e d'investimento da parte di operatori e strutture esterni alla nostra realtà.L'augurio è che si possa passare dalle ipotesi ai fatti. Un obiettivo che auspichiamo vivamente. In questa fase -termina Latorre - bastano le poche ma importanti valutazioni che vogliono rappresentare soltanto la testimonianza dell'attenzione con cui l'Unical guarda al territorio». f.g.

Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Cosenza e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Cosenza città, Cosenza area Jonio, Cosenza area Tirreno Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica:.......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: ..... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


26 Giovedì 8 Ottobre 2009 il Domani

COSENZA COSENZA — Dopo Perugia, Parma, Milano e infiniti altri capoluoghi, non poteva mancare Cosenza. Ci si riferisce ai problemi della pubblica sicurezza, letti sotto la lente (specifica e non deformante, sia ben chiaro) delle forze dell’ordine. In particolare della polizia, che essendo un corpo “civile” e non più militare, ha risentito più di tutti dei tagli governativi e delle nuove politiche. A differenza, però, dai colleghi dei carabinieri e delle fiamme gialle, la polizia può almeno disporre di una solida rete di tutele sindacali a cui affidare le proprie proteste. Insomma, non le solite associazioni “fiancheggiatrici” che integrano l’opera dei vari cobar, efficaci soprattutto per le questioni “esterne” ma limitati, nella contrattazione e nel confronto con la “parte datoriale”, cioé lo Stato e i ministeri di riferimento, dalla loro stessa natura di organi militari. Ma sindacati veri. Che si fanno sentire per tirar fuori un problema che, altrimenti, rischia di diventare invisibile. Per questo motivo, questa mattina alle 10,00 si terrà un incontro con Nicola Tanzi, il segretario generale del Sap (Sindacato autonomo di polizia) sui problemi che il corpo di pubblica sicurezza sta affrontando. L’unico problema che sembra mancare alla polizia è quello del precariato. Dopodiché i suoi problemi, sembrano uguali -se non peggiori, se si considerano i rischi fisici in cui incorrrono i suoi componenti- a quelli dei dipendenti delle altre categorie di servito-

Previsto per oggi un incontro con Nicola Tanzi, il segretario generale del Sap, per protestare sui problemi del corpo

Adesso la polizia s’arrabbia sul serio Giordano: ci mancano i mezzi necessari per tutelare come si deve la sicurezza dei cittadini per bene ri dello Stato. Per questo, l’incontro di Cosenza si inserisce nella fase preparatoria di una grande manifestazione nazionale che tutti i sindacati, autonomi e sigle specializzate delle principali federazioni, terranno a Roma a fine mese. Per quel che riguarda la nostra provincia, un quadro dettagliato è fornito da un comunicato (che definire arrabbiato è davvero poco) di Antonio Giordano, il segretario provinciale del Sap: «Tra i pochi ancora a credere nei principi saldi dello Stato, i poliziotti devono fare i conti con il totale disinteresse dei governanti sulle loro reali condizioni di lavoro e di sicurezza». Una dichiarazione pesantissima, che richiama alla memoria dei meno giovani le tematiche alcuni film degli anni 70 in cui le forze di polizia venivano dipinte sole, acccerchiate dalla criminalità e sopraffatte da una sfida impari. “La polizia ha le mani legate”, insomma. A scenario mutato (in cui non esiste più, se non in maniera marginale, un’opposizione ideologi-

ca alle forze dell’ordine), i problemi sono rimasti. Forse,sono pure peggiorati. «Mancano le auto, i computer, le fotocopiatrici, la carta e quant'altro necessario per l'azione quotidiana di servizio ai cittadini onesti», prosegue Giordano. E il dente avvelenato verso un governo che ha vinto parlando proprio di legge e sicurezza, si giustifica da sé. «Bavagli alle organizzazioni sindacali, tagli sulle risorse per la categoria, creazione delle ronde, utilizzo dei militari sembrano tutti elementi di un unico disegno criminoso. Uccidere la Polizia». Se le cose stanno così, allora, per citare un altro film, è chiaro che “La polizia s’incazza”. Una sola nota locale per concludere: mentre Tanzi sarà a Cosenza, il Tribunale del lavoro prenderà finalmente una decisione su una controversia sorta anni fa, relativa a pretesi comportamenti antisindacali dell’allora questore Guido Marino. Quando si dice le coincidenze...

La questura di Cosenza

Saverio Paletta

Le proposte di Natale Mazzuca (Ance-Cosenza) per rilanciare il settore con nuovi stimoli Una delegazione cosentina del sindacato manifesterà a Roma

«Rigenerare l’edilizia con più qualità, meno burocrazia e un occhio al domani»

Cisl, sì all’immigrazione degli stranieri onesti

COSENZA — Diffondere qualità

COSENZA — Una folta delegazione

edilizia, revisionare i meccanismi dei appalti pubblici per contrastare la logica del massimo ribasso, sollecitare lo snellimento delle procedure. Sono le priorità da affrontare nell'immediato secondo l'analisi dell'andamento del settore delle costruzioni tracciata dal presidente dell’Ance-Cosenza Natale Mazzuca. «Occorre dare risposta -sostiene il Presidente Mazzuca- agli emergenti fabbisogni qualitativi della domanda immobiliare delle famiglie, che sempre più guardano alla sicurezza, alle prestazioni, alla fruibilità, al comfort delle abitazioni e che non si accontentano più di generiche rassicurazioni, ma vogliono toccare con mano la bontà della realizzazione. In questa direzione Ance-Cosenza intende promuovere un'iniziativa per fornire agli acquirenti indicazioni utili per poter misurare la qualità della costruzione. Ma il cittadino pone molta attenzione anche al contesto insediativo, alla qualità urbana e ambientale, all'efficienza dei collegamenti. Al riguardo serve intervenire per il recupero dei quartieri, con significativi programmi di riqualificazione, restituendo identità ai luoghi e il senso di appartenenza a chi li abita. E serve soprattutto un programma di investimenti prioritari, integrati e coordinati che punti a ripianare il deficit pregresso di quantità e qualità delle infrastrutture fisiche di molte zone della nostra provincia. Un piano di opere medio piccole immediatamente cantierabili, che contribuisca altresì a dare ossigeno all'asfittica economia locale. Un obiettivo quest'ultimo che si può centrare solo se si attua una revisione dei meccanismi dei pubblici appalti, che, vigendo la logica del massimo ribasso, impongono di fatto anche alle imprese sane di offrire prezzi non congrui e non remunerativi pur di non essere costrette a cambiare lavoro. Un processo che deve prendere le mosse dall'adozione da parte di tutte le pubbliche amministrazioni del prezzario regionale dei

di iscritti della Cisl parteciperà alla manifestazione nazionale "Insieme per la sicurezza, l'accoglienza, l'integrazione" organizzata da Cisl, Siulp e Anolf per sabato prossimo inn piazza Navona a Roma. «È un'occasione di grande importanza -afferma Paolo Tramonti il segretario generale dell'Ust-Cisl Cosenza- anche perché per la prima volta immigrati, operatori delle forze dell'ordine scenderanno in piazza assieme, e a loro si uniranno i vigili del fuoco, la polizia penitenziaria e il corpo forestale aderenti alla Fns-Cisl». Obiettivo della manifestazione è far conoscere a tutti la grande risorsa rappresentata dagli immigrati presenti nel nostro Paese, realtà che non può essere affrontata solo in termini di or-

Tremonti: devono poter votare alle amministrative dine pubblico. «Per la Cisl - prosegue Tramonti- la cultura dell'accoglienza e l'integrazione fra i popoli sono da sempre valori fondamentali. Per tali motivi, oltre a essere contrari a provvedimenti antistorici come le ronde, chiediamo con forza il riconoscimento della cittadinanza ai figli degli immigrati nati in Italia, il riconoscimento del diritto al voto agli immigrati alle elezioni amministrative. In particolare, per quanto riguarda la nostra provincia, temi come l'emersione dal lavoro nero e la tutela dei diritti degli immigrati sono obiettivi irrinunciabili anche in considerazione dell'alta incidenza delle popolazioni immigrate nel nostro territorio e del contributo che questi lavoratori danno per la crescita della nostra economia».

Solo le iniziative di qualità potranno portare nuova linfa nelle costruzioni

lavori pubblici aggiornato.Un prezzario obbligatorio avrà, infatti, i suoi positivi riflessi sia in fase di progettazione con la redazione di progetti di qualità, sia in fase di predisposizione del bando con la previsione di prezzi congrui, sia soprattutto in fase di gara con la possibilità di individuare facilmente e senza errori eventuali offerte anormalmente basse. Su questo fronte Ance-Cosenza è particolarmente impegnata con la predisposizione di proposte che vadano nella direzione di ripristinare un mercato che sia governato dalle leggi della concorrenza leale e non sia costretto a un confronto selvaggio sulle entità del ribasso offerto. Proposte che valorizzino il ruolo della Stazione unica appaltante che è una garanzia di trasparenza, legalità, efficienza ed efficacia all'azione amministrativa e di selezionare le imprese partecipanti alle gare nel più pieno rispetto delle norme generali e di mercato ed in base alla loro professionalità, correttezza, affidabilità. Senza dimenticare però che si può fare impresa solo se si rispetta il principio basilare di riconoscere con tempestività alle aziende esecutrici di lavori pubblici quanto loro spettante» .

Scompare nel nulla una giovane donna RENDE - Da questa mattina non si

Anas, venerdì prossimo saranno chiusi 150 metri della statale per Acri

hanno più notizie di una giovane donna di Rende. A presentare la denuncia ai carabinieri della locale compagnia è stato il padre di Rina Pennetta, 33 anni. L'uomo ha detto che la donna è uscita di casa senza farvi più ritorno. Un fatto inusuale, che non si era mai verificato prima. I carabinieri hanno avviato le ricerche con una serie di controlli sul territorio.

COSENZA L'Anas comunica che a partire dalle 9,00 di venerdì prossimo sarà chiuso al traffico, in entrambe le direzioni, il tratto della strada statale 660 di Acri, dal km 13,150 al km 13,300, in provincia di Cosenza. La limitazione al traffico si rende ne-

Un clandestino sotto processo

Cosenza più bella per Expo 2015

SPEZZANO ALBANESE - Prima appli-

È stato firmato ieri a palazzo Marino, sede del Comune di Milano, un accordo per valorizzare il patrimonio artistico e culturale di Cosenza in prospettiva dell'Expo del 2015. Il protocollo di collaborazione, firmato dal sindaco di Cosenza Salvatore Perugini e dal sindaco e Commissario straordinario per Expo 2015 Letizia Moratti, aiuterà a raggiungere uno degli obiettivi dell'Esposizione milanese che, come ha ricordato Moratti, «è quello di valorizzare tutto il nostro territorio e noi lavoreremo con Cosenza affinché la città sia inserita in percorsi turistici che mettano in risalto le sue straordinarie bellezze».

cazione a Spezzano Albanese del decreto sicurezza recentemente entrato in vigore che affronta in maniera particolare l'allarme clandestini, introducendo il reato di «ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato». I carabinieri della cittadina arbresh hanno individuato e fermato per un controllo un cittadino albanese, N.M., 42 anni, risultato essere clandestino sul territorio italiano. Già espulso nel 2000, era rientrato in Italia. Stavolta per lui non ci sarà il decreto di espulsione e l'accompagnamento alla frontiera ma il procedimento penale davanti al giudice di pace.

cessaria per consentire urgenti e indifferibili lavori di riparazione di un attraversamento idraulico e per il successivo ripristino stradale. Per ovviare ai disagi dovuti alla chiusura totale al transito e ad un percorso alternativo non agevole per i residenti ad Acri, si è concordato di iniziare le operazioni intorno alle ore 9,00, dopo il previsto passaggio degli autobus di linea. L'impresa esecutrice si è impegnata ad effettuare le lavorazioni sia il sabato che la domenica, al fine di portare a termine nel più breve tempo possibile la posa del tubo, installato alla profondità di 5 metri rispetto al piano viabile. L'obiettivo è quello di consentire nella giornata di lunedì 12 il passaggio controllato dei mezzi leggeri e di soccorso e riaprire al traffico, nella giornata di mercoledì 14, l'intera carreggiata con limitazioni parziali. Il programma dei lavori è stato illustrato e condiviso con l'Amministrazione comunale di Acri. L'Anas raccomanda prudenza nella guida agli automobilisti.


il Domani Giovedì 8 Ottobre 2009 27

COSENZA COSENZA — Due arterie strada-

li di importanza strategica per il territorio della provincia cosentina, quale la strada provinciale che collega Cosenza, Lago e Amantea (ex strada statale 278) e il tratto destinato a collegare l'area urbana con la Sibaritide saranno realizzati in tempi brevi seguendo il progetto degli architetti Claudio Le Piane e Michele Fida. Per quello che riguarda il tratto Cosenza, Lago e Amantea sono stati stanziati 10mln di euro. «Finalmente - si legge all'interno di un comunicato stampa - un'opera attesa da anni trova concretizzazione, restituendo a quella zona un valore aggiunto ed una mobilità più celere alla popolazione utente». Il progetto di miglioramento previsto e poi inserito nel programma di nuove opere che intende mettere in cantiere l'ente guidato da Mario Oliverio sarà attuato utilizzando i fondi residui del 2006 ed è incluso negli investimenti per l'annualità 2009. Si tratta della strada provinciale Cosenza-Lago-Amantea, ovvero l'ex strada statale 278, che lo ricordiamo, attraversa anche i comuni di Mendicino, Domanico e Belmonte, il cui progetto di miglioramento, inserito nel programma di nuove opere, utilizzando fondi residui 2006, è incluso negli investimenti per l'annualità 2009. A tal proposito è intervenuto il consigliere provinciale e presidente della sesta commissione Trasporti ed Attività produttive, Mario Giordano che, proprio nel corso dell'ultima assise provinciale, non solo ha definito l'opera di grande valenza soprattutto perché sarà una valida ed utile alternativa alla già esistente arteria Paola - Cosenza ed andrà a snellire il traffico da e per la costa tirrenica. «Siamo pienamente soddisfatti e grati al presidente Mario Oliverio, all'assessore provinciale ai trasporti Giovanni Forciniti

La Provincia ha stanziato i finanziamenti per il rifacimento della via di Amantea e per i collegamenti con la Sibaritide

Strade, 10 milioni sul tavolo Oliverio: è solo l’inizio, in cinque anni rifaremo nuove tutte le infrastrutture

La strada Lago-Amantea presto si rifà il look, i soldi ci sono

e alla viabilità Arturo per la sensibilità dimostrata nell'operare scelte che danno priorità ad un progetto meritevole di essere realizzato. Ritengo che l'opera di miglioramento viario e di collegamento fra la città di Cosenza e l'importante centro marino di Amantea -ha proseguito Giordano- sia grandemente apprezzata perché risolve un problema annoso, anche se si tratta della prima tranche di finanziamenti per potere completare l'opera. Perso-

nalmente, da cittadino di adozione amanteana, mi sono impegnato a sostenere la concreta possibilità di restituire e rendere fruibile questo percorso viario, realizzato alla fine degli anni settanta, che fa crescere il nostro territorio cosentino, dotandolo di maggiori e più adeguate soluzioni di viaggio verso il mare ed i luoghi turistici della costa. L'ammodernamento ed il miglioramento dell'ex strada statale 278 rappresentano il risultato di una oculata gestione poli-

tico-amministrativa del governo della provincia -ha concluso Giordano- che ha tenuto in grande considerazione la viabilità secondaria, non relegandola al ruolo di Cenerentola ma, impegnando anche consistenti risorse del proprio bilancio per potenziarla e assicurarne un ottimale stato di conservazione teso a un maggiore standard di sicurezza per l'utenza». Sempre restando in tema viario, l'altra opera, partirà dal fiume

Crati e giungerà alla Sibaritide attraverso un'arteria a scorrimento veloce che dallo svincolo autostradale di Tarsia arriverà al porto di Corigliano. «Lungo il tracciato - puntualizzano dall'ente provinciale - sono previsti anche due nuovi attraversamenti del Crati per realizzare un organico collegamento con l'area urbanizzata a sinistra del fiume. La gara del primo lotto, per cui sono stati già destinati 30 milioni di euro sarà aggiudicata entro la fine dell'anno». Il presidente Oliverio commentando il progetto non ha nascosto la personale soddisfazione. «È questo un altro importante tassello del piano di ammodernamento della rete infrastrutturale predisposto dalla Provincia attraverso il suo ufficio di progettazione grandi opere. Così come è già avvenuto per altre importanti si passa dagli impegni programmatici all'apertura dei cantieri. Andremo avanti in questa direzione per completare nei prossimi cinque anni il programma di ammodernamento della rete infrastrutturale della nostra provincia. Lo faremo - ha infine concluso Oliverio - continuando ad utilizzare le nostre risorse, nonostante i tagli che il governo centrale continua ad operare nei confronti della Calabria e del Mezzogiorno». Francesca Gabriele


28 Giovedì 8 Ottobre 2009 il Domani

COSENZA PROVINCIA S. MARIA DEL CEDRO Sconcerto e preoccupazione tra la società civile per il presunto caso di violenza sessuale perpetrato ai danni di un bambino

Abuso, indaga la procura dei minori Denunciato il dodicenne che avrebbe commesso il fatto. Bocche cucite da parte degli investigatori SANTA MARIA DEL CEDRO – Incredulità e stupore, ma anche sconcerto e preoccupazione a Santa Maria del Cedro alla notizia della presunta violenza sessuale perpetrata ai danni di un bambino di soli sei anni da parte di un dodicenne, riportata ieri in esclusiva dal “Domani”. Bocche cucite da parte dei carabinieri cui è stato assegnato il compito di stabilire la veridicità dei fatti denunciati. L’unica novità riguarda il coordinamento delle indagini passato dalla procura di Paola alla procura dei minori di Catanzaro per competenza. Teatro della turpe vicenda la comunità rumena presente a Santa Maria del cedro. Quella parte che vede le donne impegnate a fare le badanti e i mariti svolgere lavori legati all’edilizia o al lavoro dei campi. Una comunità che non ha mai dato problemi. Se non particolari soggetti, più volte tenuti a bada dalle forze dell’ordine. Ma stavolta la stessa comunità registra un grave fatto di violenza. La notizia ieri mattina ha fatto il giro veloce del paese. I carabinieri hanno cominciato ad ascoltare alcune persone. Una visita in mattinata anche nei plessi scolastici del territorio, sia a Santa Maria del cedro, sia a Grisolia. Incontri interlocutori per capire lo stato sociale in cui può essere maturato l’abuso. Fatto di dolore, di sofferenza, ma anche di tanta umanità. Un’esperienza terribile, quella che ha vissuto il bambino di sei anni, sul cui SANTA DOMENICA TALAO -“Nel comune di Santa Domenica Talao si spara ai cani randagi, a Scalea, invece, nella serata di ieri sono stati trovati 7 cuccioli di venti giorni gettati nella spazzatura, proprio nel centro cittadino. Senza considerare il continuo abbandono di cani in tutti i comuni del comprensorio tirrenico e le decine di segnalazioni che arrivano ogni giorno da ogni luogo della provincia, possiamo definire il fenomeno randagismo come situazione sottovalutata, grave e insostenibile”. A Denunciare l'evidente insostenibilità dell'uccisione e dell'abbandono dei cani sono i volontari di Scalea, Giulio Santo, Ivan Basso e l'esponente dei Vas del tirreno, Antonio Maiuro, che attraverso una nota stampa hanno anche sottolineato il completo rilassamento degli enti locali e della politica territoriale sul fenomeno dell'abbandono e delle tor-

IN BREVE S. MARIA DEL CEDRO - Depurazione, archiviato il procedimento nei confronti del sindaco Aulicino L a P r o c u r a d e l l a R e p u b b l i c a d i Pa o l a h a d i s p o s t o l’archiviazione del procedimento a carico dell’attuale sindaco di S. Maria del Cedro, Giuseppe Aulicino e dell’ing. Albina Farace per la questione della funzionalità dei depuratori. Il sindaco Aulicino era difeso dagli avvocati Ugo Vetere e Adriano Presta, l’ing. Farace dall’avv. Giuseppe Bruno. La Farace era responsabile del servizio nella precedente gestione amministrativa guidata all’epoca dal sindaco Francesco Maria Fazio. Facciolla non ha ravvisato alcun titolo di reato e nessun comportamento penalmente rilevante; ha invece provveduto a iscrivere nel registro degli indagati il precedente sindaco del comune di S. Maria del Cedro, Francesco Maria Fazio. Il problema dei depuratori è esploso l’estate scorsa ed ha interessato molti centri del tirreno cosentino. La Procura di Paola aveva infatti disposto il sequestro dei depuratori mal funzionanti che producevano il fenomeno dell’inquinamento marino.

S. MARCO ARGENTANO - Prostituzione: cinque donne denunciate dai carabinieri corpicino potrebbe essere stata usata violenza da un altro bambino, come lui rumeno. La scoperta avviene nel pomeriggio. All’arrivo a casa la mamma del bambino di sei anni lo trova con i pantaloncini abbassati e segni evidenti che qualcosa era accaduto. Il primo pensiero è stato di recarsi presso la sede municipale dove ha trovato un primo sostegno. Subito dopo è stata accompagnata con il figlio da un medico, il quale, dopo aver vi-

sitato il bambino, ha riscontrato i segni della violenza e ha predisposto il trasferimento presso l’ospedale civile di Cetraro. Il piccolo dapprima è stato visitato nel reparto di pediatria dove è stata confermata una presunta violenza. Poi la denuncia nei confronti del dodicenne che ora si trova in un luogo lontano dai riflettori mediatici. Antonello Troya

S. DOMANICA TALAO La denuncia arriva dai volontari delle associazioni ambientaliste

Cani randagi abbandonati ed uccisi ture subite dagli amici a quattro zampe. “Vogliamo raccontarvi una storia reale e raccapricciante, - hanno scritto i volontari Ivan Basso e Giulio Santo, - che è accaduta in questi giorni a Santa Domenica Talao, nel pieno centro abitato, in mezzo alla piazza, ormai da mesi, vi era la presenza assidua di due cani abbandonati, docili, che non facevano del male a nessuno. Uno di taglia media era stato chiamato Oreste e l'altro di taglia piccola Smile. Nel mese di Luglio, a seguito di lamentele, senza controparte in difesa dei cani, da parte di alcuni cittadini, l'amministrazione comunale di Santa Domenica Talao emetteva un ordinanza di accalappiamen-

to dei due animali sopra descritti, ritenendo ingiustamente di adottare tale misura al fine di evitare rischi di aggressione a cittadini inermi, come se un cane di 15 centimetri d'altezza fosse una tigre scappata dallo zoo. La ditta autorizzata a recuperare le docilissime bestiole era la Oasi Sas di Fido del comune di Fuscaldo, ma pare che l'ordinanza del Sindaco di Santa Domenica, per i cani in questione non sia mai stata attuata, perché fino all'altro giorno, escludendo Smile, forse casualmente investito e ucciso da un automobile lungo il corso, il meticcio Oreste, che era curato dalla bontà di alcuni cittadini del luogo, scorrazzava tranquillamente per

SCALEA Nei giorni del congresso il “sole che ride” si avvia verso una scissione. Le considerazioni di Manco

I Verdi per una nuova costituente SCALEA – I Verdi di Scalea guarda-

no al futuro e sperano in una nuova costituente per una sinistra democratica libera ed ecologista. Suona come un ultimatum all’attuale classe dirigente del partito, ma in realtà sembra che non ci sia più il tempo per tornare indietro. Nei giorni dell’assemblea congressuale nazionale della Federazione del Sole che ride in programma sino all’11 ottobre a Fiuggi, i Verdi italiani si avviano verso una scissione aprendo un aspro regolamento di conti. Palmiro Manco pensa che si debba andare avanti. “Mai come adesso “il motto” di Alex Langer, fondatore dei Verdi – afferma Manco- è il più indicato “solve et coagula”. Dobbiamo an-

Operazione antiprostituzione dei carabinieri di San Marco Argentano sulla Statale 283 nei territori comunali di San Lorenzo del Vallo, Spezzano Albanese e Tarsia. Quattro le ragazze (due nigeriane e due romene, tutte tra 20 e 25 anni) sorprese mentre si offrivano ai clienti e denunciate per atti osceni in luogo pubblico, in concorso con i rispettivi clienti. Le ragazze erano in stradine secondarie della Statale con i quattro uomini di eta' compresa tra i 30 ed i 60 anni. Tra di loro sia residenti nella zona che in transito: commercianti, professionisti, operai, e camionisti. Una quinta ragazza, pure prostituta, e' stata denunciata per omessa esibizione dei documenti di identita', essendosi rifiutata di esibire sia il passaporto che il permesso di soggiorn

dare avanti, non solo con Sinistra e Libertà come cartello elettorale ma penso che si debba avviare una nuova costituente per una sinistra democratica libera ed ecologista, seguendo il vecchio metodo “laburista”. In Calabria, per vincere – prosegue Palmiro Manco - abbiamo l’obbligo di rompere i “vecchi schemi” e dichiararci subito pronti a dialogare sopratutto con la società civile. In pratica ci dobbiamo liberare da un Pd opprimente e prepotente, gli esempi negativi che i Verdi calabresi hanno subito sia a livello regionale con Loiero ed ultimamente la mortificazione alla Provincia di Cosenza, non si pongono molto bene per costruire un nuovo centrosinistra. Per questo –

conclude Manco - è indispensabile una nuova costituente e non un cartello elettorale”. Partendo dall’analisi delle due clamorose sconfitte alle politiche e alle Europee, gli ex parlamentari Marco Boato, Angelo Bonelli e Natale Ripamonti hanno presentato a Montecitorio una mozione congressuale per “Una nuova costituente ecologista”. La mozione auspica la nascita di un nuovo movimento politico ecologista che superi il modello politico e organizzativo della Federazione nazionale dei Verdi. Un progetto che avrà vita a maggior ragione se la mozione dovesse uscire sconfitta al congresso. Emilia Manco

le vie del centro”. “Alcuni giorni fa, hanno affermato i due volontariallertati proprio da alcuni cittadini di Santa Domenica Talao che ci aiutano a sostenere la lotta al randagismo diffuso, ci avvisavano che proprio il docilissimo cane Oreste era stato trovato ucciso da colpi d'arma da fuoco lungo il ciglio stradale”. “Accorsi sul luogo indicato, - hanno evidenziato Basso e Santo,- non abbiamo potuto constatare nient'altro che la ferocia con la quale è stato ammazzato un cane che non faceva del male a nessuno. Oreste, in pratica, è stato ucciso con una fucilata in pieno volto, magari , proprio mentre scodinzolava contento di fronte al suo assassino”. “Siamo

veramente raccapricciati e delusi per il modo con il quale vengono trattati animali come Oreste nel nostro territorio, - hanno concluso i volontari di Scalea,- non è la prima volta che accadono cose del genere nei comuni del comprensorio e in particolar modo a Santa Domenica Talao, occorre fermare questa cattiveria”. Nel frattempo a Scalea, proprio nella serata di ieri, i volontari dei Vas del tirreno, guidati da Antonio Maiuro, hanno ritrovato 7 piccoli cuccioli di una settimana di vita, gettati praticamente in fustino della spazzatura in via Lauro, nel centro cittadino. Il responsabile dell'associazione ambientalista da subito ha fatto appello congiunto con Giulio Santo e Ivan Basso per cercare di fermare la cattiveria nei confronti degli amici a quattro zampe e per avviare una politica di prevenzione adeguata contro la lotta al randagismo.

IN BREVE SCALEA - L’Unicef a favore della lotta alla mortalità infantile L’Unicef è scesa in piazza con le orchidee solidali. Dopo il successo del 2008, l’Unicef ha riproposto la campagna Orchidea Unicef per sostenere la lotta alla mortalità infantile in 6 paesi dell’Africa Centro-Occidentale: Benin, Repubblica Democratica del Congo, Ghana, Guinea Bissau, Senegal e Togo. “La lotta contro la mortalità precoce – ha detto Paola Bianchi, presidente Unicef Cosenza – quella cioè di bimbi tra 0 e 5 anni, è uno dei cardini dell’impegno Unicef, tanto che, pur avendo raggiunto risultati importanti negli ultimi anni nessuno nell’organizzazione si ritiene ancora soddisfatto: nel 2007 per la prima volta la mortalità infantile è scesa al di sotto dei 10 milioni e nel 2008 i decessi infantili sono stati addirittura 8,8 milioni. Un successo per l’azione dell’Unicef, per i risultati in crescita accelerata. Ma sono ancora cifre da far rabbrividire!” Il futuro e lo sviluppo dei Paesi in difficoltà è fortemente legato alle aspettative di vita dei bambini di oggi. La mancanza di antibiotici, vaccini, zanzariere anti malaria e l’impossibilità di osservare le norme igieniche di base condannano il futuro delle nuove generazioni mentre la consapevolezza che un esiguo contributo economico possa cambiare le cose rende ancora più convinti e uniti i volontari per salvare quante più vite possibili. L’orchidea, così preziosa da salvare la vita di un bambino.


il Domani Giovedì 8 Ottobre 2009 29

COSENZA PROVINCIA PRAIA A MARE - Facce attonite, in-

cupite dalle cifre del disastro che vengono snocciolate dai relatori. Questa è stata una delle immagini più forti che il convegno organizzato dal Forum Ambientalista, tenutosi martedì scorso presso l'Hotel Calabria a Praia a Mare, ha immortalato nelle menti dei curiosi. Si è parlato di Marlane e navi assassine, di salute che non c'è più, di generazioni future che saranno nutrite a pane e radiazioni, di una regione che muore nell'indifferenza del governo nazionale e delle amministrazioni locali. Ma il popolo praiese, i politici locali, i sindacalisti dell'epoca non sono accorsi in massa e nessuno riesce a capirne il perché. “ Oggi – dice Mauro de Marco, rappresentante di Rischio Zero – siamo convinti che l'ndragheta sia l'unica responsabile de-

PRAIA A MARE Al convegno mancavano tutti i rappresentanti delle amministrazioni locali

Tirreno infettato, un “delitto civile” gli affondamenti delle navi. Invece c’entrano amministratori locali e imprenditori disumani. Gli è stato permesso tanto perché nessuno ha fatto il proprio dovere. Alla Marlane è stata la stessa cosa, né Asl, né ispettorato del lavoro hanno mai controllato. Si è innescato quel meccanismo nel quale il padre deceduto veniva sostituito dal figlio. E che dire del sindacato interno dell'azienda, usato come ufficio di collocamento o come trampolino di lancio per le elezioni locali o provinciali. Tutto questo è accaduto e io lo considero un delitto civile”. Di questo ombroso meccanismo di

scambio parlato ancheFranUn momentoha dell’incontro

cesco Cirillo. “L'incazziamoci” di

Ciro Pisacane, presidente del forum, ha fatto tremare le pareti della sala. E' stato un ordine sincero rivolto a quel popolo apatico che ha paura di difendersi. “Oggi come prima tutti sanno. Chiediamo al governo lo stato di emergenza e la bonifica del territorio”. Più pacato l'intervento dell'ex senatore di Rifondazione Comunista, Giovanni Rosso Spena, che ha sostituito il segretario nazionale di Rifondazione Paolo Ferrero. “Le logiche del profitto – ha detto – hanno dettato queste scelte assassine”. E' stato dato molto spazio anche agli interventi del pubblico ed è subita apparsa la paura che tutto venga fermato dai poteri forti, proprio da quegli organismi che dovrebbero fare da “anticorpi” ai mali sociali. ma.cia.

PRAIA A MARE Il sindacalista della Filtea-Cgil, Francesco Martino interviene sulle ultime vicende che hanno interessato la fabbrica di tessuti

Marlane, appurare le responsabilità La denuncia: «Sapevamo che nel reparto tintoria venivano usati prodotti chimici e non naturali» PRAIA A MARE - «E' giusto che si fac-

ciano tutte le indagini necessarie per appurare le responsabilità, senza esimere nessuno dalle proprie colpe». Così l'ex sindacalista Filtea – Cgil Francesco Martino commenta il polverone alzatosi sulle presunte morti bianche avvenute nell'ex stabilimento tessile di Praia a Mare. Il Martino è stato operaio e sindacalista dal 1997 al 2005 e non nega «che la vicenda era conosciuta, sapevamo che in passato il reparto tintoria usava prodotti chimici e non naturali. E' vero però che buona parte di coloro che hanno lavorato nel reparto tintoria non hanno riscontrato problemi di salute come gli operai che hanno prestato servizio negli altri reparti. Presumo che questo sia stato causato dalle esalazioni e dalle polverine che si producevano per effetto dello sfregamento dei tessuti con i macchinari nelle altre fasi di lavorazione». Il Martino invece nega completamente tentativi intimidatori che vietassero di parlare della faccenda. «Nei miei otto anni di servizio non ho mai sentito parlare di intimidazioni, ma non posso essere sicuro del passato. Sicuramente il caso non fu sollevato da studi specifici sui prodotti utilizzati o sui processi di lavorazione, ma perché negli anni si registrava un numero crescente di persone colpite da tumori o altre patologie impensabili per il tipo di vita che questi operai conducevano e quindi riconducibili solo PAPASIDERO – La cultura può

salvare un piccolo paese, se non dallo spopolamento, di sicuro dall’isolamento. Sta accadendo a Papasidero, circa 500 anime nel centro storico, 800 con quelle delle contrade. Un antico paese nel cuore del Parco del Pollino, ricco di storia, monumenti e personaggi illustri, che purtroppo non si è sottratto all’esodo dei suoi abitanti. Vivere a Papasidero, come in un qualsiasi altro centro interno, per un giovane può rappresentare un ostacolo alla sua crescita sociale, se non si trova il modo di animarlo, di inventarsi un’occasione di incontri e scambi, differenti da quelli a disposizione sul web. E proprio quest’operazione ha compiuto uno studente della quinta D del Liceo scientifico di Scalea, residente a Papasidero, il quale ha escogitato un’idea in-

IN BREVE

La Marlane di Praia a Mare

alle proprie frequentazioni lavorative». Nonostante alcune manifestazioni fatte nel passato, accompagnate anche da qualche timido intervento giornalistico, alcuni hanno sempre lamentato un disinteressamento concreto della politica e dei sindacati sulla questione, quasi fosse affare per pochi. Perché? «Credo che da un certo punto di vista si sia voluto preservare anche l'intero complesso industriale. Mettere in risalto determinate cose ha sicuramente aiutato la Marzotto a prendere le proprie decisioni, unendole a quelle di carattere economico. Indubbiamente la Marzotto sapeva, anche se non aveva responsabilità in merito perché tutto nacque quando non era ancora proprietaria». L'ex sindacalista, infatti, con-

corda che «la Marzotto aveva comunque provveduto a far rispettare le norme di sicurezza anche se qualche pecca rimaneva, ma nulla che potesse far pensare lontanamente alle stesse condizioni di lavoro avutesi nel passato. Altro discorso lo faccio per quello che c'era nel sottosuolo. Per me l'azienda sapeva e aveva tutti i mezzi per bonificare l'area». Nell'ultimo periodo di vita dell'azienda, che coincide anche con le attività svolte dal Martino «l'allarme tornava man mano che si apprendevano le notizie di ex – operai che avevano intentato causa verso l'azienda. Nel frattempo chi lavorava operava in un ambiente pressoché a norma».

CASTROVILLARI - Sindaco Blaiotta nel Cda del consorzio di bonifica del Pollino Fr a n c o B l a i o t t a (nella foto), sindaco di Castrovillari, e' stato eletto, all'unanimita' di voti, nel Consiglio d'Amministrazione del Consorzio di Bonifica del Pollino, con sede a Mormanno. Blaiotta e' stato designato in rappresentanza dei 30 Comuni ricadenti nel comprensorio di competenza dell'organismo, in occasione del rinnovo degli organi consortili. "Un'occasione in piu' - ha dichiarato il primo cittadino del capoluogo del Pollino- per offrire, sempre in piena sintonia con il Comprensorio, il mio contributo in uno degli enti piu' importanti del territorio per la difesa del suolo e della risorsa idrica. Per questo portero' in seno al Consorzio il mio impegno per curare la natura, garantirne la conservazione nello sviluppo, valutando e scegliendo, ogni volta, soluzioni adeguate al tempo e ai luoghi, per promuovere interventi ed atti importanti per la prevenzione, conservazione e recupero ambientale dell'esistente, con uno sguardo ancora piu' attento su campagne e zone di montagna e, soprattutto, sul bene acqua". CARIATI - Donna aggredisce e ferisce i carabinieri. Finisce in manette I carabinieri dei Cariati hanno ammanettato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale G. F., 45 anni, del luogo. I militari sono intervenuti in centro su richiesta di E. C., una ventiquattrenne aggredita proprio da G.F., che all'arrivo dei carabinieri s'e' scagliata pure contro di loro. Bloccata, e' stata arrestata ma successivamente scarcerata in attesa del processo. I due militari malmenati, invece, sono stati giudicati dal Pronto soccorso e giudicati guaribili in 5 e 7 giorni.

Martino Ciano

PAPASIDERO Pregevole iniziativa di uno studente del liceo che ha dato vita ad un caffè letterario

Quando la cultura salva dall’isolamento gegnosa: creare un caffè letterario, dedicarlo al Alessandro e Pietro Verri, organizzare periodicamente conferenze con personaggi del mondo della cultura e del sociale. Il giovane è Alberto Di Franco. Tempo fa gli venne in mente di chiedere al sindaco, Mario Bloise, se avesse a disposizione un locale da affidare ai giovani del posto. C’era la biblioteca comunale, resa inagibile, però, da un guasto alle tubazioni dell’acqua, che stava arrivando quasi fino ai libri. Ora quella stanza è stata ripristinata ed è sede del caffè. Vi hanno già tenuto conferenze Saverio Napolitano, sul tema ‘'La forza di una storia debole. Papasidero

dal medioevo al fascismo', Pio Sangiovanni, sull'importanza dei dialetti nella cultura italiana, Aurelio Marsiglia, sull’ ‘'Arte a Papasidero'', Antonio Dario, sui risultati delle sue ricerche di archivio sull'abate Carlo Paolino, Franco Galiano, sul cedro nella cultura locale. È in programmazione un prossimo incontro con il dott. Salvatore Bellusci, socio Fidas, sulla cultura della donazione. Il caffè letterario potrebbe diventare davvero un punto di riferimento culturale nel comprensorio. Il prossimo anno, però, il giovane Alberto a sua volta partirà e lascerà Papasidero alla volta dell’università: c’è da sperare, quindi, che altri mantengano viva l’iniziativa e manifestino così lo stesso attaccamento al proprio paese. Tania Paolino


30 Giovedì 8 Ottobre 2009 il Domani

COSENZA PROVINCIA CARIATI Si preannuncia ricca di colpi di polemiche e campanilismi il consiglio comunale congiunto previsto per domani a Corigliano

Ospedale sibaritide, nuovo e unico Il sindaco Sero: «No alle affermazioni strumentali, immotivate, gravi e strumentali sull’argomento» CARIATI – “Non è affatto vero che i

Comuni di Cariati e di Trebisacce non siano stati invitati al Consiglio Comunale congiunto che si terrà il prossimo 9 ottobre 2009, a Corigliano presso il Centro Sperimentale di via Machiavelli. I due Comuni, infatti, hanno ricevuto, la lettera ufficiale di convocazione, lo scorso 25 settembre. Di ciò hanno dato conferma le segreterie dei due Sindaci. Il Sindaco di Trebisacce, fra l’altro, tramite la sua segretaria particolare ha confermato la sua presenza. Si è trattato di un evidente difetto di comunicazione interno al Comune di Cariati, per fortuna chiarito. Assieme a tanto sono state fugate le avventate profezie di chi ama esercitarsi nel disfattismo anche su cose di tanto rilievo. Era e resta chiara la volontà di coinvolgere tutto in territorio nella discussione sul nuovo ospedale, considerata l’importanza dell’argomento”. Così due giorni fa il sindaco di Rossano, Franco Filareto. Ieri la risposta del sindaco di Cariati, Filippo Sero: “Al di là degli oggettivi disguidi verificati e positivamente superati, si prende atto con favore dell’intenzione, ribadita dal comune di Rossano, di coinvolgere le comunità di Cariati e di Trebisacce nell’importante confronto territoriale. Nella sostanza, tuttavia, permane il dubbio, già motivato in altre sedi, in merito all’utilizzo, confermato anche nella convocazione, dell’espressione “ospedale unico” in luogo di “nuovo ospedale della Sibaritide”. Ciò continua a risultare po-

IN BREVE

co comprensibile. Parteciperò al consiglio congiunto del 9 Ottobre e, in quella sede, ai sindaci porrò anche tale questione che, ovviamente, non è affatto terminologica. Però, è quanto mai doveroso rispedire al mittente (non certo il Comune di Rossano), il tono volgare, le affermazioni offensive e le allusioni del tutto immotivate, gravi e strumentali diffuse, ancora una volta senz’arte né parte, su qualche sito internet di informazione locale, in merito anche a questa chiarissima vicenda. Sempre sullo stesso sito, viene infatti data una ricostruzione falsa e tendenziosa della circostanza e che testimonia, qualora ve ne fosse ancora bisogno, come qualcuno (non il Co-

mune di Rossano) viva e tenti di disinformare ed offendere, soltanto sulla base di rancori personali. Non vi è stata “alcuna figuraccia amministrativa”, per come spiegato prima. Né vi è mai stata alcuna iniziativa autonoma dell’ufficio stampa, né mai alcuna sostituzione del comunicatore istituzionale al Sindaco, tanto meno in merito a questa particolare vicenda, atteso che le affermazioni oggetto della questione adesso risolta, sono state fatte direttamente dal sottoscritto, in diretta ed in replica su Tele A1 e poi testualmente riportate sulla stampa a distanza di qualche giorno, ovviamente non smentite anzi confermate, per come ho illustrato”.

CORIGLIANO - Ospedale, Pasqualina Straface: Battuta d’arresto preoccupante Corigliano - “Un’assise congiunta tra i due più importanti centri del territorio sibarita - dcie la Straface sul consiglio comunale di domani - rappresenta la sede ideale per sgombrare definitivamente il campo da dubbi, ambiguità ed equivoci di sorta e segnare, viceversa, la tabella di marcia affinché il vagheggiato Ospedale Unico diventi finalmente realtà. E’ questa la motivazione principale che indotto noi e Rossano a concretizzare l’importante appuntamento di venerdì 9 ottobre. L’Ospedale Unico della Sibaritide è la risposta ad un’esigenza diffusa nelle popolazioni dei comuni di un territorio vasto e articolato che chiede, a ragion veduta, di vedersi erogata una sanità migliore. Un’opera, questa, che non può ammettere ulteriori ritardi e/o omissioni, ma che anzi necessita di un corale scatto di reni affinché da disegno ambizioso non si trasformi in una mera chimera Quali amministratori di questa Città, e tra gli attori del progetto in questione, esprimiamo la nostra forte preoccupazione per la battuta d’arresto che l’iter della nuova struttura ospedaliera comprensoriale sta attraversando e non possiamo che condividere le perplessità avanzate dall’apposito Comitato che vigila sul corretto espletamento delle procedure per la realizzazione dell’importante opera pubblica. Da qui la necessità di tenere una seduta congiunta di Consiglio Comunale tra le Città di Corigliano e Rossano, ai cui lavori sono stati invitati a partecipare il Presidente della Regione Loiero, il Commissario Spaziante, il Presidente della Provincia Oliverio, il Presidente del Comitato sull’Ospedale Unico, i Parlamentari del territorio, i Consiglieri Regionali, i Sindaci del territorio e le Organizzazioni Sindacali. Secondo noi è necessario che le Istituzioni locali, i comitati civici e le associazioni inaugurino una fase di confronto serrato per sapere quale sia la tempistica, la più realistica possibile, di costruzione dell’Ospedale. L’incertezza che regna sullo stato dell’arte, e sulla quale vige anche l’ombra del commissariamento della sanità calabrese - dice in ultimo il sindaco di Corigliano costituisce fonte di legittima preoccupazione tra i cittadini, potenziali utenti della nuova struttura”.

CASSANO – Buone nuove dal palazzo di città in relazione al fiume Crati. Il sindaco di Cassano all’Ionio e l’assessore delegato all’ambiente, Roberto Bruno hanno chiamato in causa le competenti autorità sovra comunali per monitorare lo stato di salute delle acque del Fiume Crati. Nella comunicazione indirizzata agli assessorati regionale e provinciale all’ambiente, all’Arpacal, e per conoscenza anche al sindaco di Corigliano, gli amministratori cassanesi, hanno sottolineato che l’acqua rappresenta una delle risorse essenziali per l’uomo e ormai vi è la generale consapevolezza che il patrimonio idrico vada salvaguardato. Il fiume Crati, in particolare, in tale ambito di discorso, rappresenta per tutto il territorio della provincia che attraversa, ed in particolare per la Piana di Sibari, la più importante riserva per l’approvvigionamento idrico, evidente che qualora le ac-

CASSANO Lo chiedono alla Regione e all’Arpacal il sindaco Gallo e l’assessore all’ambiente Bruno

SPEZZANO ALBANESE – E' stata una serata caratterizzata dalla numerosa partecipazione quella che si è tenuta nella sala consiliare del Comune di Spezzano Albanese per la presentazione del Circolo Fotografico “Torre Mordillo”. L'evento, organizzato con il patrocinio del comune arbëresh, ha messo in luce il filone artistico-culturale legato alla fotografia e che nel comprensorio spezzanese è sicuramente molto attivo. Ad aprire i lavori è stato il presidente dell'Associazione Culturale MeEduSA, nonché fondatore del nuovo sodalizio, Emanuele Armentano, che ha presentato il progetto mettendo in evidenza gli obiettivi del Circolo, che nasce come organo della stessa MeEduSA. «Vogliamo far sì -ha detto- che la fotografia non resti solo un'abitudine di tutti ma che chiunque possa acquisire la tecnica per poter fotografare secondo dei canoni preci-

SPEZZANO ALB. La presentazione del circolo fotografico ha messo in luce il filone artistico-culturale

Monitorare lo stato del fiume Crati que del fiume risultassero inquinate da sostanze nocive sarebbero di grave pericolo per la salute pubblica. Altro elemento messo in evidenza, è stato che le coste del Mare Jonio, dove sfocia il fiume Crati, presentano insediamenti turisticobalneari importantissimi per l’economia del comune sibarita e quindi eventuali sostanze inquinanti, trasportate dalle acque del fiume, potrebbero compromettere tali attività. In realtà, hanno scritto Gallo e Bruno, già da qualche anno si è notata una riduzione delle affluenze turistiche estive nel territorio ricco, con i suoi sette chilometri di costa, di tanti complessi ricettivi per la balneazione. Con l’iniziativa, il sindaco e l’assessore al-

Il fiume Crati

l’ambiente di Cassano, hanno denunciato che, come è risultata da recenti sopralluoghi effettuati da tecnici degli uffici dell’ ente, il fiume Crati giunge al mare portando rifiuti di ogni genere, che spesso si insabbiano in prossimità della foce, oppure finiscono in mare spiaggiandosi un po’ ovunque, lungo le coste, spinte dalle correnti, e che da alcuni esami microbiologici e chimici di campioni d’acqua di mare prelevati in prossimità della foce del Crati, commissionati dal comune ed effettuati nella passata stagione balneare, è risultato che i parametri microbiologici (presenza dì batteri coliformi e di streptococchi fecali) si discostano fortemente da quelli previsti dalla legge.

L’immagine vista da “Torre Mordillo” si, ricordando che la fotografia è un'arte e come tale deve essere trattata. Il Circolo è già attivo con la realizzazione di alcuni progetti di recupero delle tradizioni, fra questi quello delle “Gjtonie” (la tradizione dei rioni), così come le uscite fotografiche didattiche atte ad immortalare le bellezze della nostra terra. In virtù di ciò abbiamo scelto il nome “Torre Mordillo” sia per l'importanza archeologica del posto sia come provocazione affinché si dedichi maggiore attenzione al sito ormai abbandonato e dimenticato da tutti». Lo stesso ha poi presentato la corposa mostra fotografica allestita nella Sala Consiliare, che rimarrà esposta per alcuni giorni, composta da

opere di vari autori del territorio, come quelle di Pierpaolo Sposato, Maurizio Giglio, Antonio Settino, Domenico Mele, Francesco Ottato, Johnny Fusca, Antonio Arcuri ed Emanuele Armentano. I saluti dell'assessore alla Cultura, Carolina Luzzi, sono stati arricchiti dalle proposte che la stessa ha lanciato, come quella di un festival della fotografia calabrese, così come organizzare mostre, seminari e concorsi. Parole di elogio sono arrivate anche dalla madrina e testimonial del Circolo, Rossella Gambi, la quale ha ringraziato i membri per il compito affidatole. Il responsabile amministrativo del Circolo, Francesco Ottato, ha parlato dell'importanza che può avere

questo nuovo organo sul territorio, non solo in termini di sviluppo e divulgazione della fotografia, ma anche in termini culturali ed artistici. «Conoscere l'ambiente, le persone, gli usi e le tradizioni -ha detto Ottato- sarà il trait d'union del percorso che faremo. Attraverso la fotografia si può imparare a capire e conoscere il territorio e ciò che ci circonda, oltre che stringere nuove amicizie e condividere nuove idee». Saluti anche da parte del presidente Antonio Arcuri, mentre le conclusioni sono state affidate all'assessore regionale al Turismo, Damiano Guagliardi, il quale, coinvolto dalla propria passione per la materia fotografica, ha dato diversi interessanti spunti per lo

La richiesta degli amministratori cassanesi, avanzata con estrema urgenza, è di voler disporre un’ispezione accurata dell’intero tratto dei fiume Crati, utilizzando tutte le risorse umane disponibili, per individuare i responsabili di quanto denunciato, con particolare attenzione ai depuratori di comuni inadempienti e/o scarichi industriali e non industriali abusivi che compromettono inevitabilmente l’ambiente e creano pericoli per la salute dell’uomo. Al sindaco di Corigliano Calabro, cui la missiva è stata indirizzata per conoscenza, Gallo e Bruno, hanno chiesto, infine, di unirsi alla richiesta per tutelare insieme il nostro territorio. Il sindaco Gallo e l’assessore Bruno, hanno manifestato da subito, l’intenzione di tutelare giudizialmente il comune di Cassano, per i danni subìti. Caterina La Banca

sviluppo della cultura fotografica nel paese arbëresh. «Bisogna aprirsi al territorio e guardare a realtà già esistenti -ha detto Guagliardi-, cercando di creare una vera e propria rete della fotografia calabrese. Lavoro da tempo per un grande archivio della memoria della Calabria -ha detto-, perché raccontare la storia attraverso le immagini può servire a completare la status di uno studio che guardi anche al turismo, alla promozione del territorio ed alla sua difesa». Saluti anche dal vicepresidente dell'associazione “Corigliano per la fotografia”, Luca Policastri, che, augurando al gruppo “un lungo cammino”, ha fatto emergere l'importanza degli aspetti antropologici ed artistici della fotografia. Le battute finali sono state dedicate alla presentazione del primo Concorso Nazionale di Fotografia che presto verrà diffuso in maniera capillare.


il Domani Giovedì 8 Ottobre 2009 31

CROTONE E VIBO VALENTIA EMERGENZA AMBIENTE Sottoscritto dall’Arpacal di Crotone e dal direttore del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università della Calabria

Protocollo d’intesa per avviare controlli Si porteranno avanti attività di studio e tesi su tematiche inerenti la tutela del territorio e delle risorse CROTONE — Sviluppare specifici e comuni programmi di ricerca e iniziative per il controllo dello stato dell’ambiente sul territorio crotonese. E’ questo l’oggetto di un protocollo d’intesa che è stato sottoscritto dal direttore del Dipartimento Provinciale di Crotone dell’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria), dr. ssa Teresa Oranges, ed il direttore del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università della Calabria, prof. ssa Rosanna De Rosa. Il Direttore Generale dell’Arpacal, prof. Vincenzo Mollace, con un’apposita delibera di approvazione, ha nei giorni scorsi da-

to ufficialmente il via al rapporto di cooperazione; una importante sinergia ottenuta anche grazie al diretto interessamento del prof. Salvatore Critelli, presidente del Corso di laurea in Scienze Geologiche dell’Unical. Il protocollo d’intesa consentirà di portare avanti attività di studio, stage, tirocini formativi e tesi di laurea su tematiche inerenti la tutela del territorio e delle sue risorse. «Il Dipartimento Arpacal di Crotone - ha dichiarato soddisfatta per il risultato la dr. ssa Oranges - metterà a disposizione conoscenza, strutture ed attrezzature per l’avvio di proget-

ti che riguardano la realizzazione dei propri compiti istituzionali nel settore ambientale. In collaborazione con l’Unical saranno condotti specifici programmi di ricerca e di monitoraggio». «L’iniziativa - ha commentato la prof. ssa De Rosa - costituisce un momento d’interazione scientifica importante, finalizzata alla promozione di attività di ricerca che ci consentiranno di dare risposte concrete alla popolazione crotonese, da tempo afflitta da problematiche ambientali. Sarà anche una valida occasione per offrire opportunità di crescita culturale e scientifica a molti studenti dell’Unical».

CUTRO I carabinieri sono intervenuti dopo che la porta d’ingresso della Scuola Media era stata deturpata

Danneggiamenti, 18enne in manette CUTRO — Martedì scorso i militari della Stazione al comando del Maresciallo Capo Lauciello Angelo, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto Salvatore Spagnolo, cl. 1991, di Cutro, per resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane è stato anche denunciato per danneggiamento. Infatti, poco prima intorno alle ore 14.30 circa, i militari della Stazione, erano intervenuti a seguito di segnalazione presso la Scuola Media sita in Cutro Via Rosito dove ignoti avevano danneggiato una porta di ingresso secondaria della citata scuola. L’immediato intervento effettuato dai militari

Salvatore Spagnolo

operanti permetteva di fermare e controllare, nelle vicinanze dell’Istituto scolastico, il suddetto Salvatore Spagnolo, il quale veniva invitato per accertamenti presso il Comando Stazione Carabinieri di Cutro. A tale richiesta, Spagnolo reagiva, dando in escandescenza, tentando di aggredire i militari operanti, i quali prontamente lo bloccavano e lo traevano in arresto per resistenza a pubblico ufficiale ed in seguito agli accertamenti effettuati sul posto dai militari operanti anche per danneggiamento. Lo stesso è stato processato con il rito direttissimo nella mattinata di ieri.

OSPEDALE VIBO L’operazione riguarda la sostituzione dei vecchi gruppi elettrogeni con un nuovo sistema

Nasce il piano per affrontare le emergenze VIBO VALENTIA — Domenica 11 otto-

bre l’Azienda sanitaria provinciale realizzerà il collegamento dei nuovi gruppi elettrogeni alla cabina elettrica dell’Ospedale “G. Jazzolino” di Vibo Valentia, mediante un temporaneo distacco di energia elettrica. «Il Direttore generale dott. Rubens Curia - spiega una nota - porta a compimento un altro dei tasselli cosiddetti “eccellenti” del suo crono programma. L’operazione riguardante la sostituzione dei vecchi gruppi elettrogeni con il nuovo sistema avverrà tra le ore 14 e le ore 14,30, definita fascia oraria critica dell’intera operazione. In realtà la fascia oraria, più complessiva, di allerta, durerà dalle ore 12 alle ore 18. Il Direttore sanitario dott. Franco Petrolo, d’intesa con il Direttore generale dott. Rubens Curia, ha predisposto quella che viene tecnicamente definita la “Procedura di sicurezza programmata presso il presidio ospedaliero di Vibo Valentia per il temporaneo distacco di energia elettrica necessario al fine di collegare i nuovi gruppi elettrogeni alla cabina elettrica. E’ stato predisposto un programma per gli eventuali ricoveri di pazienti critici (Suem 118) che avverrà presso altri ospedali, ivi compresa la Casa di Cura “Villa dei Gerani”. Gli eventuali pazienti che comunque dovessero raggiungere l’ospedale saranno preferibilmente assistiti in Pronto Soccorso, servito da Ups o altra unità operativa servita da Ups (Rianimazione- Utic- Reparto operatorio).

Per domenica è vietato, fino alle ore 18, l’ingresso ai visitatori. A partire da venerdì 9 ottobre verranno rinviati i ricoveri differibili; entro la stessa giornata di venerdì il direttore del Suem 118 allerterà gli ospedali viciniori mentre è previsto il maggior numero di possibili dimissioni entro la giornata di sabato 10 ottobre. Acquistati di recente, i nuovi gruppi elettrogeni, attraverso il loro impiego, metteranno in sicurezza questo aspetto delicato della attività ospedaliera, dando una forte spallata ai disagi e alle difficoltà che sono intervenute soprattutto negli ultimi anni a causa della inadeguatezza del sistema». «E’ un intervento di grande positività e tranquillità sociale - ha dichiarato il Direttore generale dott. Rubens Curia – che viene a colmare una lacuna che anche nel più recente passato ha creato qualche difficoltà peraltro superata e senza danni, soprattutto ad ammalati ed operatori ospedalieri tutti. Attraverso l’installazione dei nuovi gruppi elettrogeni verranno a cadere timori ed preoccupazioni in ordine a possibili guasti se si tiene conto che siamo di fronte ad una struttura tecnica realizzata in maniera avanzata e di grande efficienza tecnica. Adesso - ha concluso Rubens Curia - occorrerà appellarsi alla sensibilità e alla responsabilità di operatori, tecnici, ammalati e gente che in qualche maniera risulta interessata alla gestione dei servizi ospedalieri per far sì che il temporaneo distacco di energia elettrica non crei proble-

mi di alcun genere». Il sistema organizzativo messo in piedi dal direttore sanitario aziendale, dott. Franco Petrolo, cui è affidato il coordinamento dell’intera operazione in tutte le sue fasi operative, dovrà fronteggiare la temporanea emergenza dopo aver coinvolto tutti i settori che sono interessati all’operazione. Due le fasi prevalenti e legate allo svolgimento dell’intervento tecnico. La prima riguarderà esclusivamente l’ospedale, tranne il reparto operatorio, che resterà normalmente funzionante. Infatti dalle ore 12 alle ore 14 di domenica l’ospedale, ad eccezione del reparto operatorio, verrà alimentato dal solo gruppo elettrogeno. Dalle ore 14 alle ore 14,30 verrà effettuato anche il fermo del gruppo elettrogeno. Nel corso di questi 30 minuti l’intero presidio ospedaliero, escluso il reparto operatorio, verrà completamente disalimentato, sia da energia elettrica normale (enel) che privilegiata (gruppo elettrogeno). Funzioneranno all’interno dello stesso le sole utenze alimentate in loco dai gruppi di continuità. Alle 14,30 sarà ripristinata l’energia elettrica normale (enel). Per quel che riguarda la fase due che questa volta riguarderà esclusivamente il reparto operatorio, di conseguenza il resto dell’ospedale sarà normalmente funzionante, dalle ore 14,30 alle 16,30 lo stesso reparto operatorio sarà alimentato dal gruppo elettrogeno, mentre dalle 16,30 alle 17,00 sarà effettuato anche il fermo del gruppo elettrogeno.

Crotone, il Ministero dell’Ambiente risponde all’appello del sindaco CROTONE — E dopo il Ministero del-

la Salute, con l’Istituto Superiore di Sanità, anche il Ministero dell’Ambiente risponde all’appello partito dalla città di Crotone. Nella tarda serata di marttedì il sindaco Peppino Vallone ha ricevuto la telefonata di Marco Lupo - Direttore della Direzione Qualità della Vita del Ministero dell’Ambiente che, tra l’altro, segue in prima persona le procedure per la bonifica dell’ex sito industriale, che ha colto l’appello lanciato dalla città do-

po la manifestazione del 3 ottobre attraverso lo stesso sindaco Vallone e dal Prefetto Luigi Varratta. Il dott. Marco Lupo si è reso immediatamente disponibile per affrontare insieme agli enti preposti la problematica dell’emergenza ambientale di Crotone. «Un’altra risposta positiva all’appello dei crotonesi - dichiara il sindaco - che proviene da Roma. Il Direttore Lupo ha dato la sua disponibilità a seguire da vicino l’emergenza ambientale venutasi a creare in città».

Nicotera, clan dei Mancuso due arresti eseguiti dall’Arma NICOTERA — I carabinieri della sta-

zione di Nicotera hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Corte d'Appello di Catanzaro nei confronti di Antonio Mancuso, 71 anni, considerato il patriarca del clan Mancuso di Limbadi. L'uomo deve scontare una pena divenuta esecutiva a 11 anni di reclusione. L'arresto è avvenuto intorno alle 13 a Nicotera, nella sua villa di contrada "Gatto" dove per ragioni di salute era stato ammesso a godere dei benefici degli ar-

resti domiciliari. Era stato arrestato nell'operazione "Dinasty affari di famiglia" scattata nella notte dell'ottobre 2003 e che aveva portato in carcere 60 affiliati per una lunga serie di reati associativi. Quasi in contemporanea, sempre i carabinieri di Nicotera, la cittadina turistica sulla costa vibonese, si sono recati nella frazione "Badia" per eseguire un analogo ordine di carcerazione nei confronti di Domenico Scardamaglia, di 45 anni, altro affiliato al clan Mancuso.

NOTIZIE IN BREVE Isola Capo Rizzuto, 45enne muore in incidente stradale Un uomo ha perso la vita a causa di un incidente stradale avvenuto la notte scorsa lungo la statale 106 ionica, in territorio del comune di Isola Capo Rizzuto, nel Crotonese. La vittima si chiamava Domenico Mercadante, 45 anni, di Cutro, e viaggiava da solo a bordo di un'autovettura Saab. Secondo la ricostruzione degli agenti della Polizia stradale intervenuti sul luogo dell'incidente, l'auto ha sfondato il guard rail sulla sinistra della carreggiata ed è finita fuori strada andando ad arrestarsi sul terreno sottostante. L'uomo è deceduto sul colpo a causa del violentissimo impatto. Crotone, Proto visita il centro di accoglienza «Credo che solo con una stretta collaborazione ed un maggiore impegno da parte degli Enti Locali si possa migliorare ulteriormente una situazione tornata sotto controllo, ma che rischiava di esplodere pochi mesi fa». Sono queste le prime parole del Presidente del Consiglio Provinciale Benedetto Proto appena uscito dal Centro di accoglienza profughi di Sant’Anna che ha inteso visitare, un incontro molto apprezzato specie dal Governatore della Misericordia Leonardo Sacco: «Accolgo molto volentieri il Presidente Proto perché ha voluto visionare in prima persona il Centro di sua spontanea volontà, una visita ad ampio raggio e non dettata da urgenze di sorta». A Sacco fa eco nuovamente Proto: «Mi auguro che sia l’inizio di un percorso da condividere fra le Istituzioni locali e le associazioni che gestiscono il Centro. Con questa visita mi sono reso conto che tantissimi problemi sono stati risolti, ma che ancora molti insistono e si possono risolvere». Durante l’incontro moltissime sono state le domande che Proto ha posto per focalizzare al meglio i problemi e le modalità operative di chi gestisce il centro: «Devo dire che oltre questo cancello mi si è aperto un mondo che non mi aspettavo, mi piace molto la definizione usata dalla dottoressa Parisi di definire il campo un “Villaggio”, credo che renda meglio l’idea ed avvicini gli ospiti alle comunità che li accolgono. Dobbiamo migliorare la situazione, è una sfida che intendo accettare e portare fino in fondo. Come Presidente del Consiglio non ho competenze specifiche, ma come Istituzione si può fare tanto e sarà mio compito sollecitare una serie di interventi che potremmo concertare con il Governatore Sacco che tanto bene ha fatto fino ad ora». Provincia Crotone, riunione sulla protezione civile «E’ intenzione ferma dell’amministrazione provinciale guidata da Stanislao Zurlo mettere in campo politiche serie e concrete per la protezione civile». Lo ha detto ieri mattina in sala Giunta l’assessore provinciale alla Protezione civile Salvatore Claudio Cosimo. All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, i consiglieri provinciali Matarise, Maria Maio, Gianfrano Grano, il dirigente Antonio Leone, la responsabile del servizio Egizia Campana, dirigenti dei Vigili del Fuoco, Afor, Regione e Croce Rossa. Vibo Valentia, fabbricato dato alle fiamme Un incendio, sulla cui natura stanno indagando i carabinieri, ha distrutto la camera da letto di un fabbricato in ristrutturazione. Il fatto è avvenuto intorno alle 6 di stamattina a Longobardi, una frazione di Vibo Valentia. L'intervento dei vigili del fuoco ha evitato maggiori danni. Dagli accertamenti è emerso che il fabbricato, di proprietà di una famiglia del luogo emigrata a Verona, era stato affidato ad un'impresa per la ristrutturazione.


Giovedì 8 Ottobre 2009

REGGIO il Domani

Service a cura di Speaker Network - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

CRONACA Due persone, originarie di Taurianova e indicate come vicine alla cosca Fazzalari-Viola-Avignone, sono state denunciate

Titolo bancario sequestrato dalla Gdf Il certificato di deposito emesso dal Credit Suisse è pari a 870.000.000 dollari Usa LOCRI — Un certificato di deposi-

to emesso dal Credit Suisse per un importo di 870.000.000 di dollari Usa è stato sequestrato dalla Guardia di finanza della compagnia di Locri. Il provvedimento delle “fiamme gialle” ha avuto come destinatari due persone originarie di Taurianova, indicate “vicine alla cosca egemone Fazzalari – Viola – Avignone”. Allo svincolo di Rosarno dell’A3, i militari della sezione “Pronto Impiego” hanno fermato un’auto di grossa cilindrata con due persone a bordo che, alla vista dei finanziari, hanno evidenziato un certo nervosismo. Accompagnati presso gli uffici della compagnia

di Gioia Tauro, i due sono stati sottoposti a perquisizione. Nel corso dell’operazione, all’interno di una ventiquattrore, è stato rinvenuto il titolo bancario aperto nel 1961 ed intestato a mister “Soekarno”, il quale, da successivi accertamenti, risulterebbe essere stato il dittatore dell’Indonesia dal 1945 al 1967, scomparso nel 1971. Particolare curioso riguarda la figura del figlio di Soekarno salito alla ribalta delle

La prima pagina

L’attività investigativa della Gdf è mirata a ricostruire i passaggi del deposito

La seconda pagina

cronache come finanziere impegnato in grosse operazioni, come l'acquisto della casa automobilistica inglese “Lotus” e il tentativo di acquisire la società italiana “Bugatti". I due fermati, alla richiesta di giustificare il possesso del titolo di credito non hanno dato risposte convincenti. Di conseguenza i militari, oltre al sequestro, hanno deferito all’autorità giudiziaria di Palmi per riciclaggio i possessori del titolo bancario. L’attività investigativa prosegue ed è mirata a ricostruire i passaggi che nel tempo hanno interessato il certificato di deposito. Antlat

CASO BRONZI Ad affermarlo è l’assessore alla Culura, Santo Gioffrè

«La Provincia ribadisce il No al trasferimento dei guerrieri»

Santo Gioffrè

REGGIO CALABRIA — L’Ammini-

strazione provinciale reggina, con l’assessore alla cultura Santo Gioffrè, ribadisce il no al trasferimento a Roma dei bronzi di Riace. L’ente, che sostiene che “non è abituato a

sottostare a diktat di nessun tipo”, formula due domande alla Soprintendente. Con la prima, viene chiesto a Simonetta Bonomi, di conseguenza al ministero competente, se vi sia contezza sullo stato di precarietà in cui vivono le due statue bronzee, tenuto conto «che le stesse furono restaurate, per la seconda volta tra il 1992 e il 1995, dall’Istituto Centrale di Restauro, non a Roma ma a Reggio. I tecnici dell’Icr di allora, Mauro Micheli e Massimo Vidale, sotto la direzione scientifica Alessandra Melucco Vaccaro e Giovanna di Palma, sostennero che un loro qualsiasi spostamento avrebbe provocato un aggravamento delle lesioni interne,

già allora riscontrate, e danni irreversibili alla struttura metallica di cui sono composti. Ora, la Sovrintendente, sa dirci se è cambiato qualcosa?». Per quelle certezze scientifiche, l’allora soprintendente Elena Lattanti, si oppose «a che i Bronzi di Riace fossero spostati dal loro sito naturale e storico. Cos’è cambiato, dal punto delle certezze tecniche, da quel giudizio competente, sereno e autorevole?». La questione dei Bronzi di Riace – si legge ancora nella nota - sembra essere diventata «un affare quasi privato tra Ministero e Comune di Reggio, come se il territorio, con le sue istituzioni, i paesi, la gente, i presidi culturali non esistessero». L’Amministrazione Provinciale riafferma che i Bronzi di Riace diano pienamente «il senso di un’identità culturale che lega la Calabria alla sua storia antica. La Magna Grecia non fu solo un’epoca, ma fucina di modelli di pensiero da cui nacque la democrazia. Per questo pensia-

I Bronzi di Riace

mo che né i Bronzi, né il Museo Nazionale possono divenire oggetto di scambi di favori o di strumentalizzazione come fu per il Kauros. Pensiamo, e lo ribadiamo con convinzione, che la momentanea e presti-

L’incontro, organizzato dalla Commissione Pari Opportunità, si svolgerà a Palazzo San Giorgio

Oggi tavola rotonda sui non vedenti REGGIO CALABRIA — La Com-

missione Pari Opportunità del Comune di Reggio Calabria, in occasione dell’odierna giornata mondiale della vista, ha organizzato una tavola rotonda in programma a Palazzo San Giorgio (Salone dei Lampadari) questa mattina alle ore 12,00. La commissione presieduta da Anna Maria Rosato ha colto l’invito dell’International Association of Lions Club (Distretto 108YA) coordinato dalla Daniela Ferrari. Alla manifestazione prenderanno parte l’assessore alle politiche sociali Tilde Minasi e la delegata alle pari opportunità del Comune Giovan-

Annamaria Rosato

na Cusumano. Nel corso dei lavori verranno trattati, con la testimonianza di donne non vedenti, i temi della formazione, della cultura del lavoro, della famiglia, l’educazione dei figli e quant’altro legato alle relazioni sociali della donna in generale. Lo slogan che la Commissione P. O. intende lanciare è “Le donne aiutano le donne non vedenti”.

giosa sede ove esporre e far restaurare i Bronzi sia Palazzo Campanella, sede naturale e identitaria dei calabresi». a. l.

MEDIATAG RICERCA SU REGGIO CALABRIA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Reggio C. e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Reggio Calabria città Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica: ......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: .... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


il Domani Giovedì 8 Ottobre 2009 33

REGGIO CITTÀ E PROVINCIA POLEMICA VENDITTINella città dello Stretto le voci di condanna più autorevoli sono quelle del presidente del Consiglio Regionale Bova e del sindaco Scopelliti

«Come calabresi siamo indignati e offesi» «Quanto da lui affermato è inequivocabile perché comprovato dalle immagini che spopolano su Internet» REGGIO CALABRIA — Dal Pollino al-

lo Stretto la condanna è unanime. Messi da parte i campanilismi, i calabresi giudicano offensivo l’atteggiamento del cantautore capitolino, il quale, l’estate scorsa in un concerto in Sicilia, si è chiesto perché Dio abbia fatto la Calabria…“dove non c’è niente”. Nella città dello Stretto le voci di condanna più autorevoli sono quelle del presidente del Consiglio Regionale Giuseppe Bova e del Sindaco Giuseppe Scopelliti. Il primo risponde: «Ad Antonello Venditti la Calabria ed i calabresi proprio non piacciono. Poveretto, da quando canta meno gli capita di sbagliare tono e note. Evitiamogli di peggiorare, lasciamolo a riposo. E’

Giuseppe Scopelliti

già grave che un cantante stecchi una nota, diventa imperdonabile se stona tutta una canzone». Molto più articolata la replica del sindaco della città metropolitana. Scrive Scopelliti: «Come calabresi

siamo indignati e offesi dalle dichiarazioni di Antonello Venditti. Quanto da lui affermato è inequivocabile perché comprovato dalle immagini che ormai spopolano su Internet. Ciò che mi domando è come sia possibile esprimere giudizi gratuiti con questa nonchalance. Anche perché Venditti spesso è venuto nella nostra regione riscuotendo consenso, successo, applausi e fiumi di danaro”. E prosegue: «Ritengo che, nel tentativo assai infelice di fare una battuta sulla “rivalità” tra Calabria e Sicilia, il cantautore romano non si sia reso conto di aver detto un cumulo di sciocchezze. Attendiamo le sue scuse. Può farcele anche prima che venga realizzato il Ponte, sebbene lo si

Giuseppe Bova

possa rassicurare su due circostanze: non solo sul collegamento stabile tra le due sponde dello Stretto che si farà e presto, ma anche sul fatto che la Calabria esiste già. Forse ciò che non esiste è la supposta egemo-

nia culturale di certi artisti che si autodefiniscono nazionalpopolari e che, invece, sputano sentenze dai loro lussuosi salotti romani». Per il Sindaco di Reggio: «Questa non è ‘una questione politica’, nonostante l’imbarazzante silenzio sulla vicenda del Governatore Loiero. Quanto a Venditti, cogliamo l’occasione per invitarlo a studiare non solo la geografia, ma anche un po’ di storia per scoprire che questa regione ha dato tanto al Paese in termini umani, culturali e professionali. La Calabria, infatti, ha dato i natali a filosofi antichi e moderni, storici, eroi del Risorgimento, leader politici e campioni del mondo». a. l.

COMUNE L’argomento, coordinato dal consigliere Giovanna Cusumano, sarà affrontato il prossimo 14 ottobre

Gli aspetti del “bullismo”, incontro REGGIO CALABRIA — Gli aspetti legati al “bullismo”, fenomeno molto diffuso nelle scuole, saranno affrontati il prossimo quattordici ottobre a Reggio Calabria per iniziativa del Comune. Durante i lavori, coordinati da Giovanna Cusumano (consigliere comunale con delega alle Pari Opportunità), le più importanti riflessioni giungeranno dai risultati di un’indagine conoscitiva del fenome-

no che le cooperative sociali “Happy Days” e “Crescere Insieme” hanno realizzato in collaborazione con numerose scuole cittadine. «L’indagine ha detto Cusumano - è nata come esigenza di conoscere e approfondire meglio atteggiamenti di arroganza e di prevaricazione da parte di molti ragazzi per poi mettere in atto, in collaborazione con esperti del settore, azioni di contrasto at-

traverso un indirizzo pedagogico mirato a determinare, nei medesimi ragazzi, maggiore comprensione e gestione delle emozioni nel rapporto con gli altri. Abbiamo avvertito l’esigenza di coinvolgere la scuola ha aggiunto - perché riteniamo sia la sede privilegiata per insegnare ai ragazzi il modo di poter coniugare con equanimità il rapporto tra cultura dei diritti e cultura dei doveri».

La presentazione dell’iniziativa

Il progetto è stato presentato ieri mattina alla presenza del Rettore Massimo Giovannini

I pannelli fotovoltaici arrivano all’Università REGGIO CALABRIA — Le facoltà dell’Università Mediterranea di Feo di Vito saranno dotate di pannelli fotovoltaici. Il progetto è stato presentato ieri mattina alla presenza del Rettore Massimo Giovannini, della professoressa Maria Teresa Lucarelli, presidente della Commissione energia, e dell’ing. Paolo Lo Giudice dell’Ufficio Tecnico di Ateneo. La costruzione dell’impianto fotovoltaico, proposto dalla Commissio-

ne Interfacoltà Energia, istituita per formulare ed attuare un programma per la riqualificazione energetica, permetterà di ridurre sensibilmente la dipendenza energetica dell’Ateneo. Gli interventi previsti – è stato riferito consistono in una serie di impianti di media potenza distribuiti tra le facoltà di Architettura, Ingegneria ed Agraria caratterizzati, secondo le classificazione definite dal Gse (Gestore Servizi Elet-

trici), da diverse tipologie: non integrati, parzialmente integrati e totalmente integrati. Il progetto ipotizza una potenza installata di almeno 940 kwp con una produzione di energia di oltre 1.3 GWh/a: il 30% dell’attuale fabbisogno dell’Ateneo, a cui si aggiunge un risparmio del 10 -12 % sul prezzo di mercato dell’energia. Per la complessità dell’impianto, il primo di tale consistenza in un ateneo italiano, è stata in-

L’incontro all’Università Mediterranea

dividuata la soluzione dell’aggiudicazione a terzi della progettazione esecutiva, realizzazione, gestione e manutenzione attraverso il bando di gara a procedura aperta basato sul progetto re-

datto dall’Ufficio tecnico dell’Ateneo in accordo con la Commissione Interfacoltà Energia. Il bando scadrà il prossimo 23 ottobre. Ang. Lat.

VILLA SAN GIOVANNI A lanciare l’allarme è il Comitato dei Quartieri

«Quanto accaduto a Messina potrebbe succedere anche qui» VILLA SAN GIOVANNI — «Quanto ac-

caduto in provincia di Messina dovrebbe far riflettere. Quello che può apparentemente sembrare un episodio marginale e sporadico, una tragedia da relegare solo ad un vecchio paesino siciliano, in realtà potrebbe essere molto più vicino alla città di Villa San Giovanni di quel che sembra». A lanciare l’allarme è il Comitato dei Quartieri di Villa San Giovanni, che in un comunicato stampa sottolinea come anche nella cittadi-

na dello Stretto «allo giungere delle piogge e del maltempo, non mancano straripamenti ed inondazioni in alcuni quartieri o in luoghi centrali come le strade attinenti le navi traghetto». L’organizzazione villese manifesta preoccupazione soprattutto nei confronti della “Cooperativa dello Stretto” in località Santa Filomena, dove nell’inverno di due anni fa si è registrata una frana a causa della inadeguatezza dei lavori attorno alla stessa cooperativa che ha por-

tato all’uso parziale di parcheggi ed ingressi ai garage dello stesso stabile. In quella circostanza i cittadini si sono rivolti alla polizia Municipale che - secondo il Comitato dei quartieri di Villa - «ha prontamente richiesto l'intervento dei Vigili del Fuoco che hanno messo sotto sequestro l'area per pericolo frane e perchè è ad alto rischio strage”. “Dopo ciò – sostiene ancora la nota - il buio assoluto. Lo scorso anno è stato inviato un telex urgente all'ufficio tecnico ed è

Una frana davanti ad un garage

stato effettuato un sopralluogo con rilievi fotografici. A gennaio 2008 era stato detto che entro giugno il problema sarebbe stato risolto. Il responsabile dell’ufficio tecnico comunale, rammaricato, ha mostrato

il faldone col progetto sul quale annota l'aumento dei prezzi in quanto nessuno lo autorizza all’inizio dei lavori». Ang. Lat.


AsteInfoappalti

34 il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009 TRIBUNALE DI CATANZARO Prima Sezione Civile Il Giudice dell’esecuzione dott.ssa M.C. Andricciola nella procedura esecutiva n. 30/86 r.g.e. vista la richiesta di vendita, dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: Lotto 1: appartamento villetta in Montauro, loc. Calalunga, due piani fuori terra oltre terrazza e giardino, in catasto al fg. 15 part. 198 sub 2. mq 63,50 piano terra e 67 primo piano. Prezzo base d’asta euro 57.500,00. Fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine dell’ 8/12/09 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 500,00, l’udienza del 9/12/09 ore 9,30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro - proc. n. 30/86” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’ aggiudicazione. Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva. Il Cancelliere M. Ficchì °°°°°°°°°° Prima sezione civile Procedura esecutiva n. 103/ 95 La “CENTRALE ATTIVITA’ FINANZIARIE SPA”, procuratore di Deutsche Bank AG - Società di diritto tedesco - rappresentata e difesa dagli avvocati Antonio Stanizzi e Gian Paolo Stanizzi, comunica che il Giudice dell’ Esecuzione dott. Giuseppe Cava, all’udienza del 16 settembre 2009, HA DISPOSTO la vendita senza incanto dei sottoelencati immobili, dei quali viene indicata la tipologia al fine di conoscere le somme dovute dagli aggiudicatari al Comune di Gimigliano per oneri concessori seconda e terza rata, per come indicati in calce al presente avviso ed estratti dalla relazione tecnica consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it TIPOLOGIA A LOTTO n° 1 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 332 Cat A\7 Classe U Rendita 681,72 euro Distribuzione interna: P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C., portico esterno Primo Piano: Tre vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive.La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a,copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 170.40 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 54.6 da computare per 1/3 mq 18.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 188.60 PREZZO BASE D’ASTA euro 50.625,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 2 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 214 Cat A\7 Classe U Rendita 681,72 euro Distribuzione interna: P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. -portico esterno Primo Piano: Tre vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 170.40 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 54.6 da computare per 1/3 mq 18.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 188.60 PREZZO BASE D’ASTA euro 50.625,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. TIPOLOGIA B LOTTO n° 3 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 414 Cat A\7 Classe U Rendita 724,33 euro Distribuzione interna: P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. -portico esterno Primo Piano: Tre vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 TOTALE Sup. di STIMA mq 204.61 PREZZO BASE D’ASTA euro 55.237,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. TIPOLOGIA ACG LOTTO n° 4 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 279 Cat A\7 Classe U Rendita 639,11 euro Distribuzione interna: P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. -portico esterno Piano seminterrato: tre locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: Tre vani letto,W.C, corridoio, terrazzo scoperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 170.40 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 54.56 da computare per 1/3 mq 18.18 Piano Seminterrato mq 111.60 x 0.60 mq 66.96 TOTALE Sup. di STIMA mq 255.54 PREZZO BASE D’ASTA euro 73.125,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 5 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 319 Cat A\7 Classe U Rendita 639,11 euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: tre locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: Tre vani letto,W.C, corridoio, terrazzo scoperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 170.40 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 54.56 da computare per 1/3 mq 18.18 Piano Seminterrato mq 111.60 x 0.60 mq 66.96 TOTALE Sup. di STIMA mq 255.54 PREZZO BASE D’ASTA euro 75.937,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 6 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 324 Cat A\7 Classe U Rendita 639,11 euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: tre locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: Tre vani letto,W.C, corridoio, terrazzo scoperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 170.40 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 54.56 da computare per 1/3 mq 18.18 Piano Seminterrato mq 111.60 x 0.60 mq 66.96 TOTALE Sup. di STIMA mq 255.54 PREZZO BASE D’ASTA euro 75.937,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 7 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 325 Cat A\7 Classe U Rendita 639,11 euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: tre locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: Tre vani letto,W.C, corridoio, terrazzo scoperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 170.40 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 54.56 da computare per 1/3 mq 18.18 Piano Seminterrato mq 111.60 x 0.60 mq 66.96 TOTALE Sup. di STIMA mq 255.54 PREZZO BASE D’ASTA euro 75.937,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori.seconda e terza rata. LOTTO n° 8 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 335 Cat A\7 Classe U Rendita 639,11 euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: tre locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: Tre vani letto,W.C, corridoio, terrazzo scoperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 170.40 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 54.56 da computare per 1/3 mq 18.18 Piano Seminterrato mq 111.60 x 0.60 mq 66.96 TOTALE Sup. di STIMA mq 255.54 PREZZO BASE D’ASTA euro 70.312,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 9 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 341 Cat A\7 Classe U Rendita 639,11 euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: tre locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: Tre vani letto,W.C, corridoio, terrazzo scoperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 170.40 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 54.56 da computare per 1/3 mq 18.18 Piano Seminterrato mq 111.60 x 0.60 mq 66.96 TOTALE Sup. di STIMA mq 255.54 PREZZO BASE D’ASTA euro 67.500,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 10 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 220 Cat A\7 Classe U Rendita 639,11 euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: tre locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: Tre vani letto,W.C, corridoio, terrazzo scoperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 170.40 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 54.56 da computare per 1/3 mq 18.18 Piano Seminterrato mq 111.60 x 0.60 mq 66.96 TOTALE Sup. di STIMA mq 255.54 PREZZO BASE D’ASTA euro 75.937,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. TIPOLOGIA BCG LOTTO n° 11 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 313 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno; Primo Piano: quattro vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi. Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 82.125,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano

A CURA DELLA

MEDIATAG

per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 12 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 280 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 77.062,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 13 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 322 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 82.125,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 14 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 336 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 77.062,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 15 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 340 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura, collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 74.531,25 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 16 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 342 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33 euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 74.531,25 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 17 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 164 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 82.125,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 18 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 204 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: tre locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: Tre vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 79.593,75 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 19 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 205 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 82.125,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 20 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 185 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P).mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 82.125,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 21 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 227 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTAeuro 82.125,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 22 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 276 in corso di costruzione Piano seminterrato: due locali; P.T.: non diviso Primo Piano: non diviso Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, parziale tamponatura; SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 44.156,25 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 23 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 278 Cat A\7 Classe U Rendita 724.33euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 189.00 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 46.83 da computare per 1/3 mq 15.61 Piano Seminterrato mq 117.00 x 0.60 mq 70.20 TOTALE Sup. di STIMA mq 274.81 PREZZO BASE D’ASTA euro 82.125,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. TIPOLOGIA Ccg LOTTO n° 24 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 191 Cat A\7 Classe U Rendita 766.94euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: cinque vani, letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 201.18 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 40.64 da computare per 1/3 mq 13.54 Piano Seminterrato mq 116.46 x 0.60 mq 69.87 TOTALE Sup. di STIMA mq 284.59 PREZZO BASE D’ASTA euro 84.093,75 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. TIPOLOGIA Ecg


AsteInfoappalti

35 il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009 LOTTO n° 25 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 293 Cat A\7 Classe U Rendita 766.94euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: cinque vani, letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 270.20 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 48.085 da computare per 1/3 mq 16.02 Piano Seminterrato mq 156.00 x 0.60 mq 93.60 TOTALE Sup. di STIMA mq 379.82 PREZZO BASE D’ASTA euro 97.593,75 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 26 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 259 Cat A\7 Classe U Rendita 766.94euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: cinque vani, letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 270.20 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 48.085 da computare per 1/3 mq 16.02 Piano Seminterrato mq 156.00 x 0.60 mq 93.60 TOTALE Sup. di STIMA mq 379.82 PREZZO BASE D’ASTA euro 90.000,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 27 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 236 Cat A\7 Classe U Rendita 894.76euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: cinque vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 270.20 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 48.085 da computare per 1/3 mq 16.02 Piano Seminterrato mq 156.00 x 0.60 mq 93.60 TOTALE Sup. di STIMA mq 379.82 PREZZO BASE D’ASTA euro 102.656,25 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 28 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 239 Cat A\7 Classe U Rendita 894.76euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: cinque vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 270.20 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 48.085 da computare per 1/3 mq 16.02 Piano Seminterrato mq 156.00 x 0.60 mq 93.60 TOTALE Sup. di STIMA mq 379.82 PREZZO BASE D’ASTA euro 102.656,25 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 29 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 247 Cat A\7 Classe U Rendita 894.76euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: cinque vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 270.20 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 48.085 da computare per 1/3 mq 16.02 Piano Seminterrato mq 156.00 x 0.60 mq 93.60 TOTALE Sup. di STIMA mq 379.82 PREZZO BASE D’ASTA euro 102.656,25 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 30 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 151 Cat A\7 Classe U Rendita 894.76euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: cinque vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 270.20 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 48.085 da computare per 1/3 mq 16.02 Piano Seminterrato mq 156.00 x 0.60 mq 93.60 TOTALE Sup. di STIMA mq 379.82 PREZZO BASE D’ASTA euro 102.656,25 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 31 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 259 Cat A\7 Classe U Rendita 894.76euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: cinque vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 270.20 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 48.085 da computare per 1/3 mq 16.02 Piano Seminterrato mq 156.00 x 0.60 mq 93.60 TOTALE Sup. di STIMA mq 379.82 PREZZO BASE D’ASTA euro 102.656,25 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 32 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 263 Cat A\7 Classe U Rendita 894.76euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: cinque vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P).mq 270.20 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 48.085 da computare per 1/3 mq 16.02 Piano Seminterrato mq 156.00 x 0.60 mq 93.60 TOTALE Sup. di STIMA mq 379.82 PREZZO BASE D’ASTA euro 102.656,25 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 33 Dati Catastali: Fg. 56 P.lla 200 Cat A\7 Classe U Rendita 894.76euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: cinque vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 270.20 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 48.085 da computare per 1/3 mq 16.02 Piano Seminterrato mq 156.00 x 0.60 mq 93.60 TOTALE Sup. di STIMA mq 379.82 PREZZO BASE D’ASTA euro 107.718,75 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. TIPOLOGIA Gcg LOTTO n° 34 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 288 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,due W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 88.312,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 35 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 277 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno; Primo Piano: quattro vani letto,due W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 83.250,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 36 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 282 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,due W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 88.312,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 37 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 278 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: sei vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 83.250,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano

A CURA DELLA

MEDIATAG

per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 38 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 317 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto, due W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 88.312,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 39 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 318 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto, due W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 88.312,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 40 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 303 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: sei vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 83.250,00 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 41 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 308 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto, due W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 78.187,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 42 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 309 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,due W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 78.187,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 43 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 244 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto, due W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 88.312,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 44 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 260 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,due W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

in c.a, copertura, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 88.312,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 45 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 264 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: quattro vani letto, due W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 88.312,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n° 46 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 184 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; Primo Piano: sei vani letto,W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. La costruzione è completa nelle opere strutturali: struttura in c.a, copertura,collegamento tra i piani, tamponatura ed intonaco esterno; è dotata parzialmente di infissi esterni. SUPERFICIE (Commerciale) Superficie residenziale (P.T. e Primo P). mq 216,70 Superficie non residenziale Portico, terrazzo e balconi mq 37.20 da computare per 1/3 mq 12.40 Piano Seminterrato mq 126.40 x 0.60 mq 75.84 TOTALE Sup. di STIMA mq 304.94 PREZZO BASE D’ASTA euro 88.312,50 Da aggiungere debito nei confronti del Comune di Gimigliano per Oneri concessori seconda e terza rata. LOTTO n°47 Dati Catastali: Fg. 55 P.lla 256 Cat A\7 Classe U Rendita 937.37euro Piano seminterrato: due locali adibiti a garage e cantina; P.T.: Salone, cucina,ripostiglio, un vano, W.C. - portico esterno Primo Piano: quattro vani letto,due W.C, corridoio, terrazzo coperto e balconi Condizioni attuali strutturali e manutentive. Il fabbricato in questione è in totale stato di inagibilità poiché risulta essere strutturalmente inclinato e danneggiato per cedimento terreno di posa, pertanto non può essere oggetto di valutazione commerciale. Per quanto riguarda la situazione urbanistica degli immobili sopra elencati e le somme da corrispondere al Comune di Gimigliano per oneri concessori si riporta quanto scritto nella relazione tecnica: “ Dalle informazioni assunte c/o il settore Urbanistico del Comune di Gimigliano la realizzazione di tale opere consentirà il rilascio della Concessione in Variante. Dalla stessa fonte è emerso altresì che per quanto concerne il pagamento degli oneri concessori (Costo di Costruzione) è stata pagata solo la prima rata, pari al 30% mentre è in corso una controversia, per la seconda rata di un ulteriore 30%; rimane da pagare per intero il restante 40% a chiusura dei lavori. Le somme da pagare al Comune di Gimigliano sono state rilevate dalle concessioni originari; si evidenzia che tali somme dovranno essere maggiorate degli interessi legali e della rivalutazione monetaria e saranno determinate precisamente dal comune medesimo. Si riportano le somme suddivise per tipologie: -Tipologia A £ 2.352.507 -Tipologia B £ 3.342.340 -Tipologia Acg £ 3.656.220 -Tipologia Bcg £ 2.390.305 -Tipologia Ccg £ 3.238.000 -Tipologia Ecg £ 5.432.690 -Tipologia Gcg £ 5.292.250 (Dette somme sono da convertire nella moneta corrente.) Non essendo completati i lavori non esiste certificato di agibilità per alcuno degli immobili. Per lo stesso motivo non esiste il certificato di conformità degli impianti previsto dal D.M. Attività produttive n. 37/08.” fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del giorno 1 DICEMBRE 2009, ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 5.000.00, l’udienza del giorno 2 DICEMBRE 2009 ore 9.30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “ Tribunale di Catanzaro - Procedura n. 103/95” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; Tutti gli immobili, meglio descritti nella relazione tecnica consultabile in cancelleria e sul sito internet www.aste.eugenius.it, saranno venduti nello stato dì fatto e diritto in cui si trovano, che si intenderà conosciuto dall’ aggiudicatario. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’ aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura. Tutte le informazioni potranno essere richieste presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari di Catanzaro o, previo appuntamento telefonico, presso lo STUDIO LEGALE STANIZZI, Via Luigi Pascali, n. 6 - Catanzaro - telefono 0961722176 - e mail stanizzi@libero.it. TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 35/2005 promossa da MPS GESTIONE CREDITI BANCA SpA, DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. (PER LA DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA) PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete vedere l’ordinanza di vendita - punti da 1 a 28 - riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 27.11.2009, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita alls seguenti


AsteInfoappalti

36 il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009 condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depoditare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 680 cpc; - l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Avv. Giuseppe OPPEDISANO (Tel. 0964.380751). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 02 ottobre 2009 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 35/2005 - IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE,..... OMISSIS...., - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI IMMOBILI: DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO 1: “Terreni in Locri, c.da Gnura Momma, in catasto: 1) al foglio 24, particella 615, qualità Agrumeto, Classe 2, Sup. 225 mq.; 2) al foglio 31, particella 497, qualità Agrumeto, Classe 2, Sup. 875 mq. “ - PREZZO BASE Euro 38.500,00 CAUZIONE: 10% del PREZZO. LOTTO 2: “Appartamento al piano 3° (4° fuori terra), di un edificio a quattro piani f.t., sito in Locri, contrada Gnura Momma o Riposo, n. 42, in catasto Comune di Locri - Partita 2616 Foglio 31 - Partricella 181 - sub 7 - Categoria: in corso di costruzione” - PREZZO BASE Euro 88.000,00 - CAUZIONE: 10% del PREZZO. LOTTO 3: “Terreno in Ardore in catasto al foglio 19 particella 133 di are 6,70, ubicato in località Laganà” - PREZZO BASE Euro 1.005,00 - CAUZIONE: 10% del PREZZO. LOTTO 4: “Terreno in Ardore, attualmente incolto, in catasto al foglio 19, particella 135 di are 48,20, ubicato tra località Laganà e il torrente Condojanni” - PREZZO BASE Euro 1.928,00 - CAUZIONE: 10% del PREZZO. STABILISCE: per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’Ing. U. MISURACA) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma c.p.c.); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazioe di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) L’OFFERTA NON SARÀ CONSIDERATA EFFICACE: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) L’OFFERTA SI CONSIDERA IRREVOCABILE AD ECCEZIONE DELLE IPOTESI IN CUI: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita è fissata per il giorno 09.10.2007, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito bancario intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione acceso presso un qualsiasi Istituto bancario; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Siderno, Roccella, Gioiosa Jonica (anche Marina) (invitanto all’uopo il creditore ad allegare copia di. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 06.03.2008 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi. LOCRI, 15 maggio 2007 F.to IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 36/1998 promossa da BANCO DI SILILIA, DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 29. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO UNICO: “Diritto di usufrutto su di un immobile adibito a civile abitazione sito in Roccella Jonica, c.da Lacchi 28/A, vani 7,5” PREZZO BASE: Euro 31.600,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita del 25.07.08 (punti da 1 a 29) riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 573 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 27.11.2009 alle seguenti condizioni, DA RIDURRE DI 1/4: - entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto;; - l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata;

A CURA DELLA

MEDIATAG

- l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari “NON TRASFERIBILI” intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); - l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita del 253.07.08 (punti da 1 a 29) riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 26.02.2010, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita, alle seguenti condizioni, DA RIDURRE DI 1/4: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depoditare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 680 cpc; - l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Avv. Stefania PERRONE FILARDI (tel. 0964.20141) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 01 ottobre 2009 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 36/1998 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, ..... OMISSIS...., ORDINA ai debitori di fornire al nuovo custode il rendiconto dell’attività svolta fino ad oggi, nonché ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l’incarico affidatogli; - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’Arch. M. PELLE) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazioe di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) L’OFFERTA NON SARÀ CONSIDERATA EFFICACE: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) L’OFFERTA SI CONSIDERA IRREVOCABILE AD ECCEZIONE DELLE IPOTESI IN CUI: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita è fissata per il giorno 27.03.2009, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si invi-

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

teranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerentedovrà, nel termine perentorio di 60 gg. dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione. 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesiòo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione) e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate alla Cancelleria dalla Cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri oppure presso il custode giudiziario, Avv. STEFANIA PERRONE FILARDI (tel. 0964.20141); 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Roccella Jonica (invitanto all’uopo il creditore ad allegare copia di. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 07.05.2009 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 27 )se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 25 luglio 2008 F.to IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO °°°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570 cpc) che il Giudice dell’Esecuzione Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 57/2004 promossa da B.N.L. SpA, DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28.


AsteInfoappalti

37 il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009 DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO UNICO: “Piena proprietà dell’immobile in Roccella Jonica, Via Giardini, composto da civile abitazione (mq. 127 circa), cantinato (mq.15 circa) e 2 posti auto (mq. 16 ciascuno circa), censito al NCEU del Comune di Roccella Jonica al Foglio n. 40, partt. n° 159 sub $-15-47-48” - PREZZO BASE: Euro 71.680,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l’ordinanza di vendita del 10.06.2009 - punti da 1 a 28 - riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 573 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 03.12.2009 alle seguenti condizioni: - entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto;; - l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; - l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari “NON TRASFERIBILI” intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l’ordinanza di vendita del 10.06.2009 - punti da 1 a 28 - riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 04.02.2010, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita, alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; - l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Avv. ANNA RITA PANCALLO (Tel. 0964.22259). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 29 settembre 2009 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.Es. Imm.: 57/2004 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, ..... OMISSIS...., ORDINA ai debitori di fornire al nuovo custode il rendiconto dell’attività svolta fino ad oggi, nonché ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l’incarico affidatogli; - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita, a corpo, nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’Ing. F. LAROSA) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579 cpc, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore al prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) L’OFFERTA NON SARÀ CONSIDERATA EFFICACE: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate;

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

7)

8)

9)

10)

11) 12)

13)

14)

15) 16)

17)

18)

19)

20)

21) 22)

23)

24)

25)

26)

27)

L’OFFERTA SI CONSIDERA IRREVOCABILE AD ECCEZIONE DELLE IPOTESI IN CUI: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, dispon-

ga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; l’udienza di vendita è fissata per il giorno 03..12.2009, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; in caso di aggiudicazione, l’offerente: potrà avvalersi della facoltà di subingresso nel mutuo, assumendosene gli obblighi relativi, secondo quanto indicato nell’art. 41 comma V, T.U.B. (versamento alla, banca di quanto dovuto per rate scadute, accessori e spese entro 15 gg. dall’aggiudicazione); - nel termine perentorio di gg. 50 dall’aggiudicazione dovrà versare direttamente alla banca mutuante BANCA NAZIONALE DEL LAVORO spa la parte del prezzo corrispondente al credito della medesima vanto per capitale, accessori e spese (salva la facoltà di subingresso nel mutuo di cui infra); a tal fine sarà l’Istituto mutuante a comunicare tempestivamente l’importo del credito; - nel termine di gg. 60 dall’aggiudicazione dovrà versare l’eventuale differenza tra il prezzo di aggiudicazione e le somme già versate alla banca, detratto l’importo della cauzione, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nel Comune di ROCCELLA JONICA (invitanto all’uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura di uno dei creditori, del debitore o del custode se diverso; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 04.02.2010 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione;

A CURA DELLA

MEDIATAG

28)

alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (amministrazione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 10 giugno 2009 F.to IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO °°°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570 cpc) che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 87/1998 promossa da MONTE DEI PASCHI DI SIENA SpA, DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. (PER LA DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA) PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete vedere l’ordinanza di vendita - punti da 1 a 28 - riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 03.12.2009, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita DA RIDURRE DI 1/5: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depoditare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 680 cpc; - l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Avv. Giuseppe OPPEDISANO (Tel. 0964.380751) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 29 gennaio 2009 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 87/1998 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, ..... OMISSIS...., - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI IMMOBILI: DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO 1: “Terreno agricolo di natura uliveto di circa mq. 1320, in Siderno loc. Zammariti, riportato in catasto terreni al foglio 29 part. 53” PREZZO BASE: Euro 3.300,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO 2: “Fabbricato adibito a civile abitazione ad un piano fuori terra, con annessa corte, in Siderno, loc. Zammariti, riportato in catasto terreni al foglio 29 part. 927 sub 1-2-3-4; il fabbricato è stato edificato sulla particella 927 (ex 668) del foglio 29 del catasto terreni del medesimo Comune” PREZZO BASE: Euro 131.750,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO STABILISCE: per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’Ing. A. DE MEO) da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma c.p.c.); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazioe di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) L’OFFERTA NON SARÀ CONSIDERATA EFFICACE: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) L’OFFERTA SI CONSIDERA IRREVOCABILE AD ECCEZIONE DELLE IPOTESI IN CUI: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta;

Per informazioni 0961 996802

8

www.aste.eugenius.it ::

)l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita è fissata per il giorno 16.01.2007, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito bancario intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione acceso presso un qualsiasi Istituto bancario; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Gioiosa Jonica, Marina di Gioiosa Jonica, Siderno, Locri (invitanto all’uopo il creditore ad allegare copia di. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 23.03.2007 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi anche al custode. LOCRI, 05 maggio 2006 F.to IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO


38 Giovedì 8 Ottobre 2009 il Domani

SPORT Piermario Morosini parla del momento attuale della Reggina e sprona l’ambiente amaranto

S E R I E

B

«E ora dobbiamo fare punti» REGGINA

REGGIO CALABRIA — Infondere

serenità alla squadra e correggere gli errori che puntualmente si verificano ad ogni gara. Walter Novellino approfitterà dello stop del campionato per provare ad eliminare quelle imbarazzanti fragilità di cui è affetta la Reggina. Difetti che si concentrano soprattutto nel pacchetto arretrato e in attacco. Il tecnico amaranto, in questi giorni in più di lavoro, insisterà con la difesa per migliorare i movimenti sulle palle inattive, mentre Cacia e Bonazoli lavoreranno per essere più concreti in fase realizzativa. Da ieri, nonostante dunque la

2ª D I V I S I O N E

CATANZARO

Intanto, approfittando dello stop, Novellino cerca di correggere gli errori pausa del campionato, gli allenamenti si sono intensificati. La squadra ha infatti sostenuto doppia seduta: lavoro misto con squadra divisa tra campo e palestra ed alcune soluzioni tattiche specifiche al mattino; mentre al pomeriggio per gli amaranto particolare spazio alla fase tecnico – tattica ed al possesso palla. Assente alle due sgambature Andrea Costa, alle prese con uno stato influenzale, mentre Santos e Volpi hanno svolto fisioterapia e massaggi. La squadra tornerà in campo questa mattina, mentre nel pomeriggio è stata fissata una gara amichevole con la Rosarne-

se, che si disputerà al Sant’Agata alle 15,30. Della gara di Modena dell’ultimo turno di campionato ieri ha parlato Piermario Morosini. «E’ una sconfitta che brucia – ha spiegato -. Quando si perde all’ultimo secondo è dura da digerire. A Modena abbiamo offerto una buona prestazione, ci è mancato solo il gol. Perdere in questo modo ti fa aumentare il rammarico ma dobbiamo prendere questa sconfitta come uno stimolo per le partite che seguiranno». In questo particolare momento, secondo il centrocampista della Reggina non serve «guardarsi indietro, né pensare alla

classifica. Dobbiamo solo fare più punti possibili. Non possiamo far altro che scalare la classifica. Poi alla lunga i valori verranno fuori. Ma adesso dobbiamo solo far parlare il campo». Grazie alla pausa del torneo, la Reggina «si preparerà meglio al prossimo impegno. Sappiamo – ha concluso Morosini - che sarà una gara molto importante per noi. Abbiamo assolutamente bisogno di vincere per riprendere il cammino verso il nostro traguardo. Contro l’Ancona cercheremo di raccogliere più punti possibili».

L’attaccante giallorosso guarda al futuro con grande ottimismo

cia del tecnico e per contribuire alle fortune del Catanzaro. Un Catanzaro forte e competitivo, che grazie al gruppo che lo compone, può aspirare a traguardi interessanti. Intanto siamo sul punto di centrare il primo obiettivo che ci siamo prefissi, quello cioè di riavvicinare il pubblico alla squadra; domenica contro la Juve Stabia il pubblico stesso è stato più numeroso del solito, ma ancora non è sufficiente, per cui invito i tifosi a ritornare in massa al Ceravolo. Dimentichiamo il passato e pensiamo, all’unisono, al futuro, un futuro senza altro roseo. I presupposti ci sono tutti, anche perché l’ultima vittoria riportata contro la Juve Stabia ha, tra l’altro, elimitato definitivamente la penalizzazione. Quanto prima vedrete il Catanzaro ritornare in vetta alla graduatoria. Parola di Antonio Montella». Un gol a Cassino e un altro domenica scorsa al “Ceravolo” contro la Juve Stabia. Domenica si va a Vibo Valentia, su un campo a te favorevole. Una ghiotta occasione per fare valere il proverbio: non c’è due senza tre? «E’ evidente il riferimento alla gara dello scorso campionato. Eravamo appena alla quarta giornata di calendario ed il Catanzaro, grazie alla mia doppietta, uscì dal terreno di gioco con un secco tre a zero. Inutile dire che cercherò di ripetermi, anche se importante è che la squadra continui a vincere. Qualcuno che segni ci sarà sempre». Diario di bordo. Due sedute, sul terreno del “Ceravolo”, hanno caratterizzato ieri la preparazione della squadra. Il tecnico Auteri, in mattinata, ha sottoposto la rosa a disposizione ad un lavoro prettamente atletico, curando, nel pomeriggio, quello tecnico-tattico, prima di una partitella disputata a ranghi misti e su campo ridotto. A parte, con il preparatore Aloi, si sono allenati i portieri Vono, Parisi e Mancinelli, mentre Longoni e Mosciaro, precauzionalmente, hanno svolto un lavoro differenziato, dovendo smaltire entrambi un affaticamento muscolare.

Piermario Morosini

Montella non ha alcun dubbio: «Siamo la squadra da battere...»

CATANZARO — Sette gare disputa-

te, diciannove le reti messe a segno dal Catanzaro. Come dire: un record nei campionati professionisti, a conferma del “volo delle aquile”, che, dopo l’ultimo successo riportato domenica scorsa al “Ceravolo” contro la Juve Stabia, sono ad un tiro di schioppo dalla capolista Gela dell’ex Provenza. Un Catanzaro, allora, più votato all’attacco, grazie allo schema adottato dal nuovo tecnico Auteri; una formazione che, rispetto ai primi sette turni di campionato della trascorsa stagione, ha quasi raddoppiato le segnature. Tra i marcatori, il ritorno al gol di Antonio Montella ha dato maggiore fiducia allo stesso “dentaplanino” giallorosso. «Il gol – ha sottolineato l’attaccante campano – dà sempre una certa carica, per non parlare che è giunto nel momento giusto, ovvero allo scadere del primo tempo, consentendo di riportarci nuovamente in vantaggio». Un Catanzaro che ha ritrovato il Montella dei tempi migliori? «Diciamo che in questa prima fase di campionato non ho attraversato una periodo brillante, anche se c’è da evidenziare che, avendo iniziato la preparazione in ritardo rispetto ai miei compagni, è stato necessario un periodo di carburazione più lungo per mettermi al passo. In ogni caso, non esiste nessun problema, alla luce che questo anno il Catanzaro può contare su un attacco che ogni domenica crea sette-otto occasioni per andare a rete, parecchie delle quali vengono concretizzate. L’essenziale, allora, è che la squadra vinca, indipendentemente da chi va a segno. E’ chiaro che se tra i marcatori figura il mio nome la cosa non può che farLAMEZIA TERME — Due giovani la-

metini, Vincenzo Zaccone e Luigi Martilotti, sono diventati arbitri internazionali assoluti di scherma, dopo aver superato le selezioni che si sono svolti a Plovdid in Bulgaria, in occasione degli europei assoluti di scherma. All’esame hanno partecipato 50 aspiranti arbitri internazionali provenienti da tutto il mondo e l’Italia era presente con soli 4 candidati: i foggiani Riontino (fioretto e

L’attaccante giallorosso Montella durante un’azione di gioco controllato dai due difensori avversari.

mi piacere». Ti aspettavi per il Catanzaro un inizio di campionato così veemente? «Forse, anzi senza forse, le premesse ci stavano tutte, considerato che la squadra, a parte il lavoro svolto sia nel corso della preparazione estiva, che successivamente, ha subito messo in evidenza una mentalità vincente. Siamo infatti consapevoli di essere una formazione forte in tutti i reparti, oltre che amalgamata, non dimenticando che per tre quarti il gruppo è quello della trascorsa stagione, con alcuni innesti che si stanno rilevando importanti per caratura tecnica». Quanto ha contribuito il nuovo

modulo di gioco che la squadra sta praticando? «Indubbiamente si tratta di uno schema votato all’attacco. A tal proposito parlano le reti fino ad ora messe a segno, evidenziando anche che la squadra, con il 3-4-3 che applica, non ha difficoltà a portare lo scompiglio sotto rete avversaria. E’ chiaro poi che, creando, come detto, una serie di occasioni, i gol, nell’arco di un intero incontro, non possono non venire. Sono del parere che se riusciamo ad evitare qualche disattenzione difensiva, non possiamo che migliorarci, tenuto in debito conto che i successi fino a questo momento ottenuti sono arrivati contro formazioni di primissimo piano, tipo Cisco Ro-

ma, Cassino e Juve Stabia, tutte aspiranti al salto di categoria. Indispensabile, allora, continuare su questa strada, indipendentemente dall’avversario che si incontra. Il Catanzaro è diventata la squadra da battere, per cui ogni avversario che andremo ad incontrare farà il possibile per metterci il classico bastone tra le ruote». Considerata la competitività esistente proprio nel reparto avanzato, c’è da guadagnarsi un posto in squadra. «Una rivalità che fa bene e serve da sprone a lavorare bene e dare il massimo la domenica. Per quel che riguarda, nell’augurarmi di stare sempre fisicamente a posto, ce la metterò tutta per meritare la fidu-

SCHERMA Vincenzo Zaccone e Luigi Martilotti hanno superato le selezioni a Plovdid in Bulgaria

Due lametini diventano arbitri internazionali spada) e Terenzio (fioretto, spada e sciabola) e i lametini Zaccone (fioretto spada e sciabola) e Martilotti per la spada e il fioretto. Un vero e proprio successo se si considera che attualmente in Italia sono solo due gli arbi-

tri che hanno le tre licenze internazionali. A valutare gli aspiranti arbitri sono stati i commissari Fie Marco Siesto (arbitro delle olimpiadi di Pechino) e il russo Ilgar Mamedov (due volte medaglia d’oro alle Olimpiadi

di fioretto). I quattro italiani sono andati benissimo ed in particolare i lametini Martilotti nell'esame di fioretto e Zaccone nella sciabola, risultati i migliori nella dura e intensa sessione d'esame, divisa in sei giorni (due gior-

Angela Latella

Mario Mirabello

ni per arma). Subito dopo gli esami, i due giovani lametini hanno arbitrato gli assoluti di Tivoli. Un successo confermato dall'ultima convocazione di Vincenzo Zaccone: il giovane arbitro lametino arbitrera' infatti la gara di coppa del mondo Under 20 di sciabola maschile e femminile che si terrà a Sosnowiec in Polonia i prossimi 10 e 11 ottobre. Un vero successo che conferma la tradizione e la storia della scherma lametina.


il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009

www.ildomani.it

Teatro - Musica - Cultura - Convegni - Danza - Arte - Libri - Società

Tutto pronto a Lamezia in vista dell’evento di giorno 11

Gran Premio Statti Gran premio azienda agricola Statti a Lamezia. Un evento sotto l’egida della Federazione ciclistica italiana organizzato dalla Asd Sporting Lamezia. L’appuntamento per tutti è fissato il prossimo 11 ottobre. Località di ritrovo e operazioni di partenza in via del Progresso.

Catanzaro

Noa

La Pro Loco Gasperina ripropone la riuscita manifestazione

Terzo Oktoberfest La Pro Loco di Gasperina, sulla scia di analoghi eventi svolti negli anni precedenti, ripropone il 10 ottobre l’Oktoberfest. Una festa della birra sul modello bavarese con degustazione di prodotti tipici locali e tanto divertimento. Un modo anche per destagionalizzarel’offertaturistica.

Lamezia

San Luca

La stagione di prosa del teatro Politeama

Premio Giovani Segnare disegnare

Maida

Taverna

Moda

Mostra

Catanzaro

Tiriolo

Intersezioni Dennis Oppenheim a Scolacium

Concorso fotografico nazionale Muoversi

Warner DUE MARI Amoroso live


APPUNTAMENTI CALABRIA

Giovedì 8 Ottobre 2009 il Domani 41 SEGNALARE A: FAX 0961.903801 EMAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Il dialogo con l’altro per un mondo di pace”, incontro-dibattito sabato 17 nella Città dei Tre Colli

Noa canta a Catanzaro

IL CARTELLONE • BORGIA (Cz) Inaugurazone campetto di calcio A Roccelletta di Borgia, oggi , alle 21.00, inagurazione di "Italia 90", un campetto dicalcio a cinque completamente ristrutturato da Gregorio Calabretta. Info: 333.4987688. • CATANZARO "Intersezioni 4" Intersezioni 4 Dennis Oppenheim Splashbuilding fino al 3 novembre , presso il parco di Scolacium, e presso il Marca a Catanzaro, a cura di Alberto Fiz, catalogo Electa. • CATANZARO Al via la stagione di caccia Caccia aperta in provincia di Catanzaro fino al 31 gennaio 2010 . Lo prevede il calendario venatorio provinciale approvato dalla Regione Calabria e frutto di una intesa collaborazione tra l’assessorato provinciale alla caccia e le varie organizzazioni di categoria e che ha dato vita alnuovoregolamentoperlagestione faunistico-venatorio della caccia al cinghiale, approvato all’unanimità dalconsiglio,echeponelaProvincia di Catanzaro all’avanguardia a livello regionale su questa importante attivitàvenatoriachetral’altroamolto seguita tra i cacciatori del territorio provinciale. In particolare, fino al 31 ottobre sarà possibile sparare alla tortora ; fino all’11 gennaio al colombaccio, fino all’11 gennaio 2010 alla cornacchia grigia, alla Ghiandaia, e alla Gazza; fino al 13 dicembre 2010 alla Quaglia; fino al 31 dicembre 2009 : lepre comune (con l’ausilio del cane); fino al 25 ottobre 2009 : Combattente; fino al 31 dicembre 2009 : Allodola eMerlo; fino al 31 gennaio 2010 : Germano Reale, Gallinella d’acqua, Folaga, Alzavola,Mestolone, Canapiglia, Fischione, Codone, Porciglione, Marzaiola,Moretta, Beccaccino, Moriglione, Frullino e Pavoncella; dal 01 ottobre 2009 al 31 gennaio 2010 : Cesena,Fagiano,Tordo bottaccio, Tordo sassello. Dal 01 novembre2009 al 31 gennaio 2010 si può cacciare la Beccaccia; dal 01 ottobre 2009 al 31 dicembre 2009: ilCinghiale e Volpe. . Dal 02 gennaio 2010 al 31 gennaio 2010 :Volpe (senza l’ausilio del cane). E’ fatto divieto dicaccia alla Starnae alla Coturnice, su tuttoil territorio Regionale,fatta eccezione perle manifestazioni cinofile,con abbattimento delselvaticod’allevamento, così come previsto dalla legge. E’consentita la cacciaagli anatidi, con l’ausilio di stampi,anche lungola battigia del maretramite appostamento temporaneo, con ilrispettodelle distanze dacase, da ferrovie, da appostamenti fissi. ecc., cosìcome previstodalla Legge 157/92. La caccia è consentita da un’ora prima del sorgeredel sole fino al tramonto; la caccia di selezione alcinghiale èconsentita fino ad un’ora dopo il

Inaugurazione di un campetto di Calcio a 5 a Roccelletta di Borgia tramonto. Per le solespecie BeccacciaeBeccaccinola caccia è consentita dalle ore7,00alle ore 16,00 neigiorni e nei rispettivi periodi stabiliti. Noncostituisceeserciziovenatoriola presenza sul posto di caccia prima o dopo l’orarioconsentito, per occuparsi dei lavori preparatori e/o dirimozione deglistampi per la caccia agli anatidi da appostamento fisso o temporaneo,sempre che l’arma sia debitamente scarica. • CATANZARO Festival d’Autunno Si è conclusa con successo la prima settimana della campagna abbonamenti della VII Edizione del "Festival d’Autunno". Fino al 16 ottobre, presso la segreteria sita a Catanzaro su Corso Mazzini, 185, di fronte Circolo Unione, potranno essere sottoscritti i nuovi abbonamenti. Fino al 17 ottobre, sarà possibile acquistare i bigliettidel concertodi Noa.Le predette operazioni potranno essere effettuate, oltre che in segreteria, con l’acquisto on line, attraverso carta di credito e Postepay, sul sito www.festivaldautunno.com nel periodo indicato. La segreteria resterà aperta dalle ore 10.00 alle 13.00, e dalle ore 17.00 alle 20.00, di tutti i giorni escluso la domenica. Abbonamento ai 6 spettacoli: platea: euro 160 anziché euro 180;Primo e secondo ordine di palco: euro 140 anzichéeuor160;prezzisingolospettacolo: Noa primo settore: euro 30; secondo settore: euro 20; Ambrogio Sparagna&OrchestraPizzicatabiglietto unico: euro 30; Stefano Bollani,ShelShapiroUominiinFracAlex Britti-Neffa,platea:euro30;primoe secondo ordine di palco: euro 25; terzo ordine di palco: euro 20; quarto ordine di palco euro 15; quinto ordinedipalcoeuro10;unicabiglietteria autorizzata: C.so Mazzini - Catanzaro; info e vendita on line: www.festivaldautunno.com 389.0931362. Ingresso ore 20.30. Inizio spettacoli ore 21.00. Concerto di Noa: ingresso ore 19.30; inizio spettacolo ore 20.00. Programma: "Identità e alterità" sabato 17 ottobre , ore 18.00,presso chiesa di S. Omobono, incontro-dibattito su: "Il dialogo con l’altro per un mondo di pace", coordina Loredana Marzullo; "Medioriente in musica", sabato 17 ottobre , presso la Terrazza San Giovanni, ore 20.00, Noa in concerto "Genes & Jeans"; "Sud e tradizioni", sabato 7 novembre ,presso Museo S. Giovanni, ore 18.00, incontro con Ambrogio Sparagna su: "La musica popolare nel Sud Italia"; "Sud e tradizioni", sabato 7 novembre , presso Auditorium "A. Casalinuovo", ore 21.00, Ambrogio Sparagna & Orchestra Pizzicata "Taranta in festa"; "Sud e tradizioni" domenica 8 novembre , presso il Conservatorio Popolare di Isca, visita guidata alMuseodegliStrumentiedellaMusica Popolare di Isca sullo Ionio, ore

12.00; "Il grande jazz dal mondo" sabato 14 novembre, presso il Teatro Politeama, ore 21.00, Stefano Bollani trio "Stone in the water", Stefano Bollani pianoforte; Jesper Bodilsen contrabbasso; Marten Lund batteria; "Gli anni della beat generation" sabato 21 novembre , presso il Teatro Politeama, ore 21.00, prima rappresentazione assoluta in Calabria Shel Shapiro "Sarà una bella società"; "Gli anni della beat generation" domenica 22 novembre, ore 11.30, presso Museo S. Giovanni I ‘60 attraverso la voce dei protagonisti dell’epoca; "Mostra di Antoni Tàpies" a cura di Alberto Fiz presso Museo Marca dal 21 novembre ; "I 50 anni di volare" sabato 28 novembre , presso il Teatro Politeama ore 21.00, "Uomini in frac - Omaggio a Domenico Modugno"; "Chitarra, parole e soul" sabato 5 dicembre , presso Teatro Politeama ore 21.00, Alex Britti - Neffa. • CATANZARO Influenza, informazione L’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro ha organizzato nei giorni 7, 8 e 9 ottobre alcuni incontri di formazione/informazione rivolti agli insegnanti referenti alla salute delle scuole, per “mettere a fuoco” il fenomeno “pandemia influenzale” da virus A (H1N1)v. Si registra, infatti, un eccessivo allarmismo nella popolazione generale che rischia di compromettere il benessere specialmentenell’ambientescolastico,dove la raccomandazione di “lavarsi le mani” viene da qualcuno intesa come la necessità di disinfettare continuamente le mani, banco, penne e matite con salviettine imbevute di amuchina e si guarda con sospetto il bambino e l’insegnante che starnutiscono o hanno il raffreddore. Il virus A (H1N1)v è aggressivo? E’ possibile prevenirne la diffusione nelle scuole? Quali comportamenti adottare? Cosa fare se un insegnante, un operatore scolastico o uno studente presentano i sintomi influenzali? E’ necessario un esame specifico per formularela diagnosi?Per rispondere a queste domande, sciogliere dubbi e rassicurare sull’andamento attuale della pandemia influenzale scendono in campo i medici dell’ASP di Catanzaro di diverse discipline (igienisti, pediatri, infettivologi, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta) che saranno protagonistidei4focus:“InfluenzaA (H1N1)v”, che si terranno oggi a Catanzaroevenerdì9ottobreaSoverato e Soveria Mannelli.Gli incontri inizieranno con una descrizione delle caratteristiche della pandemia influenzale (epidemiologia, diagnosi, profilassi e terapia), quindi saranno illustrate le raccomandazioni emanate congiuntamente dal Ministero delLavoro,dellaSaluteedellePolitiche Sociali e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

e,infine,siapriràundibattitoincuisi darà voce agli insegnanti perché abbiano direttamente dal mondo della Sanità le giuste risposte ai loro bisogni. • CATANZARO Visita on. Romagnoli Il Segretario Nazionale del Movimento Sociale-Fiamma Tricolore, on. Luca Romagnoli, sarà in visita a Catanzaro e provincia nei giorni oggi e il 9 ottobre 2009 per saggiare la salute del partito in questa Federazione . • CATANZARO Giornata europea sulla depressione Oggi , ore 11.00, presso la sala dei concerti-PalazzoDe NobiliCatanzaro, presentazione della Giornata Europea sulla Depressione. Interverranno: dott. Nicola Ventura (Assessore servizi sociale Comune Catanzaro); dr Luigi Juli (Medico psichiatra Csm Catanzaro Lido). • CATANZARO Ricchi e Poveri a Gagliano Ricchi e Poveri in concerto il sabato 10 ottobre ore 21,30 a Gagliano, Piazza Fontana, nel centro storico, organizzato dal comitato in occasionedeifesteggiamentiinonoredella B.V. del SS. Rosario - ingresso libero - Alla fine del concerto si potrà assisterealgrandiosoefavolosospettacolo pirotecnico " Arte nel Cielo" eseguito dalla premiata ditta del Comm. Vincenzo Romagnino. • CATANZARO "Lo sguardo oltre" “Lo sguardo oltre” 64 fotografi per affrontare il cancro. Mostra fotografica permanente per la Struttura Complessa di Oncologia Medica del Presidio Ospedaliero De Lellis – Azienda Ospedaliera Pugliese - Ciaccio di Catanzaro, sponsorizzata dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. La mostra permanente sarà preceduta da un’istallazione temporanea delle opere presso il Complesso monumentale del San Giovanni–Catanzarodal12al18ottobre 2009 . Inaugurazione il 12 ottobre2009,ore17,30.Ilprogettodella mostra nasce dalla proposta del dottore Stefano Molica, Primario di Oncologia Medica dell’Ospedale Pugliese-Ciaccio di Cz, di condurre,all’interno del suo reparto, l’arte quale importante veicolo di aiutopsicologico per il superamento dei difficili momenti che i malati di cancro, i loro familiari e il personale sanitario vivono all’interno della struttura deputataallacura.Questaesperienzasi inserisce nell’ambito di una sperimentazionemessain atto in moltiospedali, italiani e stranieri, che ha trovato conferme anche in ambito scientifico da molti anni. La novità della mostra di Cz consiste nella partecipazione di fotografi da più parti del mondo, dalla modalità di contat-

to adottata e dall’alta qualità delle immagini proposte. Gli espositori sono 64, di cui oltre il 50% stranieri, provenienti da USA, Canada, Brasile, Australia, UK, Francia, Germania, Estonia, Grecia, Olanda, Israele, Ungheria, Portogallo. Alcuni di loro sono già artisti affermati ed hanno al loro attivo numerose mostredicarattereinternazionale.Lecuratrici, Maria Luisa Corapi e Anna Leporati, appassionate di fotografia, hanno contattato e selezionato gli espositori via web attraverso un notositopercondivisionediimmagini. Il tema assegnato ai partecipanti è stato “uno sguardo oltre”, cioè la produzione di immagini che fornissero una distrazione allo sguardo dell’ammalato, una visione che portasse la mente al di là delle pareti ospedaliere. I fotografi hanno aderito, con vero entusiasmo, all’appello di solidarietà, coinvolgendo allo stesso tempo la mente e il cuore, e grazie allaretehannopotutoconimmediatezza rispondere ed inviare le loro opere. Le fotografie sono in formato quadrato, 75x75cm, stampate su alluminio e, per un’efficace resa dell’immaginea“nudo”,senzavetro e cornice. Si potranno così manifestare in maniera diretta, senza alcuna mediazione nello spazio a cui sono destinate e per il quale devono rappresentare appunto “uno sguardo oltre”. Nel difficile tragitto della malattia, d’ora in poi, i frequentatori del reparto di Oncologia Medica del dottor Stefano Molica, poseranno il lorosguardosuunpercorsofotografico privilegiato, espressione di un gesto di solidarietà universale. • CATANZARO "Ti regalo una storia" Il 16 ottobre , l’associazioneculturale “La Nuvola”, presieduta da Lia Giovane e di cui è referente pedagogica Marzia Colace, terrà un laboratorio di lettura di fiabe, favole e racconti ad alta voce destinato a bambini di età compresa tra i quattro ed i cinque anni. Ad ospitare l’iniziativa dal titolo “Ti regalo una storia”, sarà la sala di una libreria in via Crispi, 7 (L’isola del tesoro) e per ciascuno dei quattro turni pomeridiani, dalle ore 17 e 30 alle 19 e 30 sarà possibile formareungruppodidiecibambini, naturalmente accompagnati dai genitori. Un’esperienza, questa, che già “La Nuvola” ha attivato all’interno della scuola dell’infanzia del V circolo e che si collega, in quest’occasione, all’evento realizzato nell’ambito del progetto “Ottobre, piovono libri: i luoghi della lettura” promosso dal “Centro per il libro” in collaborazione con la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, l’Unione delle Province d’Italia e l’Associazione nazionale Comuniitaliani.Perprenotareilturno con il proprio bambino tel 333 9856369.


42 il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 EMAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Al via il 31 ottobre la stagione degli “Amici dell’Opera lirica” nella Città dei Tre Colli

Recital al Teatro Politeama IL CARTELLONE

Il quarto incontro sulle costellazioni familiari a Catanzaro

• CATANZARO Recital Aznavour E’ partita, al botteghino del Politeama, la campagna abbonamenti 2009-2010,masoprattuttolavendita deibigliettiperl’attesissimorecitaldi Charles Aznavour, in programma il 6 novembre. La vendita dei biglietti per Aznavour è stata aperta a quasi due mesi dall’evento in considerazione delle numerose richieste che sono arrivate da tutte le province calabresieanchedallaSicilia.Ilrecital di Aznavour, come è noto, chiuderà la rassegna internazionale “La grande musica per il cinema” che si svolgerà al Politeama di Catanzaro dal 19 ottobre al 6 novembre e che vedrà la partecipazione di quattro tra i più grandi compositori di tutti i tempi (Morricone, Sakamoto, Piovani e Ortolani), nonché dei registi Giuseppe Tornatore e Pupi Avati, oltre che della testimonial Jo Champa.

moderatore, ore 14.30, testimonianza atleta paralimpico (Cecilia Camelliti Nuotatrice Paralimpica Argento Pechino 2008) - Judo anch’io. "Sport e dintorni". Considerazionidiunmaestrosull’esperienza del judo adattato (Prof.Vincenzo Failla vice presidente Coni Provinciale Catanzaro) - La subacquea per persone con difficoltà visive (Prof. Piero Greco As gruppo Subacqueo Paolano); ore 16.00, Criterio Empatico di Roger ( Antonio Caira responsabile Nazionale Csen); ore 16.45, simulazione pratica del Criterio Empatico: Proiezione video di soggetti resi non vedenti con l’ausilio di alcune bende (Antonio Caira, responsabile Nazionale Csen); ore 17.30, dibattito finale conclusioni. Info: 0961/992987 - fax 0961/992987 info@visasport.it visasport@libero.it - 333-3989908 -csencatanzaro@hotmail.com.

• CATANZARO Adol, stagione 2009/2010 Adol, Amici Dell’Opera Lirica "Jussi Bjorling" presenta il programma 2009/2010: 31 ottobre , Storia del Melodramma (3°incontro) presso il Circolo Unione, ore 17.30; 28 novembre , Schegge d’Opera "La Cabaletta", presso Circolo Unione, ore 17.30; 12 dicembre , introduzione al "Nabucco", presso Circolo Unione,ore17.30;13febbraio2010, introduzione alla "Lucia di Lammermoor", presso Circolo Unione, ore 17.30;27febbraio2010,concertoin ricordo del Maestro Florida Cilurzo, presso Circolo Unione, ore 17.30; 27 marzo 2010, da definire; 24 aprile 2010,Grandiscened’Opera"Lapazzia"pressoCircoloUnioneore17.30; 22 maggio 2010, 2° incontro su Mozart-Da Ponte "Le Nozze di Figaro" presso Circolo Unione ore 17.30.

• CATANZARO Incontro sulla costellazione Giorno 1 novembre, (Hotel Niagara a Catanzaro Lido) alle ore 9.00, si terrà il quarto incontro sulle Costellazioni familiari. Il seminario sarà condotto dalla dott.ssa Paola Felici, dottoreinPsicologia,Psicoterapeuta iscritta all’ordine degli psicologi della Regione Lazio.

• CATANZARO "Sport e disabilità", seminario Seminario "Sport e disabilità" 31 ottobre , Sala delleCulture presso la Provincia di Catanzaro. Programma: ore 8.15,registrazione partecipanti; ore 8.30, saluti delle autorità politiche esportive, presentazione deirelatorieiniziodeilavori(Dot.ssa WandaFerro, pesidente Provincia di Catanzaro; dott. Filippo Capellupo, presidente proloco Catanzaro; avv. Antonio Sgromo, presidente Provinciale Coni Catanzaro; Fortunato Vinci resp. Regionale Cip e dott. Francesco De Nardo consigliere Nazionale Csen). Sessione mattutina: moderatore ore 9.00, Disabilità: una stretta correlazione nell’attività sportiva. Didattica laboratoriale nei soggetti con diverse abilità. (Fortunato Vinci resp.Regionale Consigliere Nazionale Cip Comitato Italiano Paralimico); ore 9.45, Criteri classificativi e sport nei soggetti diversamente abili: Training Mentale (Francesca Martire d.ssa in psicologia La Sapienza Roma); ore 10.30, break coffee; ore 11.00, Riabilitazione Equestre Biochimica delle emozioni, meccanismi fisiologici (Prof. Antonio Pugliese Università di Messina direttore Centro Pet Therapy Univ.Messina); ore 11.45, Il ruolo della comunicazione "Tecniche e Metodi" (Maria Catena Napoli d.ssa Scienze della Formazione Primaria UniversitàdellaCalabria);ore12.30, Lo sport nei soggetti autistici: Progetto "Filippide" (Prof. Cesare Pitto UniversitàdellaCalabria);ore13.15, break lunch. Sessione pomeridiana:

• CATANZARO Memorial Fancesco Verdoliva 8° memorial "Francesco Verdoliva" Torneo di Calcio Giovanile - Categoria Esordienti Stagione sportiva 2009-2010. Con questo Memorial il Coni di Catanzaro, unitamente ai famigliari, all’amministrazione Provinciale e Comunale di Catanzaro, nonché alle autorità sportive cittadine, intende conservare la memoria di Francesco Verdoliva, attraverso untorneogiovaniledicalcio,riservato alla categoria esordienti. Il torneo è riservato ai calciatori appartenenti alla categoria esordienti, regolarmente tesserati per la Figc con la propria società per la stagione sportiva in corso, che abbiamo compiuto il 10° anno di età e che anteriormente al 1° gennaio dell’anno in cui ha inizio la stagione sportiva, non abbiano compiuto il 12° anno. Il torneo, si svolgerà nel periodo 9 -19 ottobre 2009 (fasi di qualificazione) e domenica 8 novembre (gare di finale). Le vincenti dei quattro raggruppamenti parteciperanno alle gare di semifinale e di finale che si disputeranno sul campo sportivo "Mirko Gullì" del Poligiovino di Catanzaro Lido la mattina di domenica 8 novembre . Calendario gare e sedi di gioco: Giovanile Promosport, Vigor Lamezia presso campo "Ginepri" a LameziaTermegiorno9ottobre,ore 15.30; Montepaone, Soverato Fc, presso campo Montepaone, il 19 ottobre, ore 15.30; Casciolino 2007, Molè, Vigilfuoco, presso campo "Runci"aCatanzaroil14ottobre,ore 15.30; Amarcord Pontegrande, Catanzaro Lido 2004, Kennedy, presso il campo "Runci" Catanzaro 16 ottobre, ore 15.30. Gli incontri di finale, programmati per domenica 8 novembre, presso il campo sportivo "Mirko Gullì" del Poligiovino di CatanzaroLido,coninizioalleore9.00, si svolgeranno secondo il sorteggio da effettuarsi direttamente sul campo. • CATANZARO "Avviso 2/2009", seminario

Fondimpresa mette in pista 60 milioni di euro per la crescita delle aziende aderenti tramite progetti di formazione continua, con l’Avviso 2/2009. Il nuovo Avviso finanzierà progetti formativi su ogni tematica, privilegiando l’innovazione, la qualificazione e riqualificazione, la sicurezza sul lavoro. Sono destinatari delle azioni formative i dipendenti delle aziende aderenti al Fondo prima dell’avvio delle attività, inclusi quelli interessati da procedimenti di cassa integrazione, contratti di solidarietà e altro. Due le scadenze. Per ognuna sono a disposizione 30 milioni di euro. La prima: dal 16 novembre 2009 fino alle ore 12.00 del 15 dicembre 2009 . La seconda: dal 1 aprile 2010 fino alle ore 12.00 del 30 aprile 201 0. Alla Calabria sono assegnati 340.000,00 per ciascuna scadenza. Il seminario informativo sull’’Avviso 2/2009 di Fondimpresa si svolgerà a Catanzaro il giorno Martedì 29 settembre 2009 alle ore 10,00 presso la sala Mario Cozza Confindustria Calabria Via A. Lombardi. Viene organizzato dall’ Organismo Bilaterale della Calabria ArticolazioneTerritorialediFondimpresa. Parteciperanno Giuseppe Pugliese Presidente OBR Calabria, Amarildo Arzuffi Responsabile Area Formazione di Fondimpresa, Umberto De Rose Presidente di Confindustria Calabria, Daniele Maria Ciranni Vice Presidentedi OBR Calabria,GualtieroBernaccaResponsabile Area Articolazioni Territoriali di Fondimpresa e Lamberto Ricci responsabile area Comunicazione di Fondimpresa. • COSENZA Giornata del contemporaneo In occasione della V Giornata del Contemporaneo, ritorna, dopo sei anni, all’Associazione Vertigo di Cosenza, Felice Levini (Roma, 1956), con una nuova esposizione personale creata appositamente per lo spazio di via Rivocati, ricca di fascinose opere su carta e a parete. L’artista romano è uno dei protagonisti (insieme ad altri artisti di assoluto rilievo come Jori, Ontani, Salvatori, Salvo) della corrente i “Nuovi-Nuovi”, che ha avuto come mentore il critico Renato Barilli e vanta, tra l’altro, due partecipazioni alla Biennale di Venezia e due alle Quadriennali romane, oltre svariate presenze in tutto il mondo.La sua ricercamultiformeoltrepassaiconfini della linearità seguendo le rapsodie di un immaginario che si materializza,artisticamente,attraversoilgioco prodigioso della contaminazione iconica, semantica,simbolica,segnica. Esploratore delle potenzialità espressive tra bidimensionalità e tridimensionalità, tra pittura, disegno, scultura, installazione, Levini ci apparecomeunmagodellacomunicazione visiva che mette in scena la storia e la condizione dell’uomo catapultandoci,con gli strumenti più intriganti,nell’atmosferaimprovvisa del coup dethéâtre. Per mezzo di uno stile venato di rimandi colti, in cui confluisce un vasto repertorio delle arti visive, egli rimescola le carte del tempo, dandoci la sua chiave di lettura del presente. Finoal 3 novembre 2009 presso Vertigo: CentroInternazionale diricerca per la Cultura e le Arti VisiveContemporanee Via Rivocati 63,87100 Cosenza, tel. e fax 0984 75122 .

• COSENZA Confindustria-Banco di Napoli Oggi Confindustria Cosenza e Banco di Napoli - Intesa Sanpaolo sigleranno un accordo per promuovere misure volte a garantire l’afflusso di credito al sistema produttivo, attraverso interventi sulla liquidità e patrimonializzazione delle imprese. L’incontro è fissato per le ore 17,00 nella Sala Conferenze dell’Associazione degli Industriali. Interverranno il Presidente di Confindustria CosenzaRenatoPastoreeperilBanco di Napoli il Direttore dell’Area Campania Sud, Calabria e Basilicata Francesco Guido ed il Coordinatore Marketing Imprese Maurizio Guglielmini. • COSENZA Quarantennale Federfarma Sabato 10 ottobre prossimo a Cosenza si svolgeranno le celebrazioni per il quarantennale di Federfarma, nata proprio in quella città nel 1969 dalla fusione delle quattro associazioni che allora rappresentavano lefarmacieprivate.L’appuntamento costituirà un’occasione per riflettere sul cammino percorso dalla farmacia italiana al servizio della salute dei cittadini, sulle prospettive alla luce dei nuovi servizi che saranno presto introdotti nelle farmacie, sul vissuto quotidiano in farmacia e sul rapporto con le istituzioni e con i cittadini. La celebrazione si terrà a Cosenza presso il Teatro Rendano (piazza XV Marzo) a partire dalle ore 9,30. I lavori termineranno alle ore 13.00 con un buffet. • COSENZA Premio Mario Gallo 2009 La Cineteca della Calabria designa i vincitori del Premio Mario Gallo 2009. Il comitato scientifico del premio Mario Gallo, organizzato dalla Cineteca della Calabria e sostenuto dal Ministero per i beni e le Attività Culturali, ha designato i nomi dei vincitori della Terza edizione, che si svolgerà a Cosenza dal 15 al 17 ottobre , con la collaborazione dell’amm.ne prov.le di Cosenza, il Dams dell’Unical e l’assessorato al turismo della città di Cosenza. Si tratta di Marco Tullio Giordana, regista, Angelo Barbagallo, produttore cinematografico e Babak Karimi, montatore, che riceveranno il riconoscimento intitolato alla prestigiosa figura del produttore originario di Rovito. La manifestazione, arrivata alla terza edizione, ha premiato personalità distintesi per il loro rilevante contributo al cinema come forma d’arte, nel solco del lavoro di Mario Gallo, produttore tra gli altri diLuchinoVisconti,FlorestanoVancini e Nanni Moretti, e da sempre attento alla qualità del prodotto cinematografico. Programma: giovedì 15 ottobre , ore 10.00, incontro-seminario: "Il montaggio delle emozioni", a cura di Babak Karimi Ptu(Piccolo Teatro Unical); ore 20.00, evento speciale Venezia 66: Green Days di Hana Makhmalbaf (prima visione); seguirà incontro con il montatore del film Babak Karimi, Cinema Citrigno, Cosenza; venerdì 16 ottobre , ore 20.00, La caduta degli angeli ribelli di Marco Tullio Giordana; seguirà incontro con il regista, Cinema Citrigno, Cosenza;sabato17ottobre,ore17.00, tavola rotonda: "Il sistema produttivo del cinema italiano" partecipano:

Angelo Barbagallo, Marco Tullio Giordana, Babak Karimi Antisala Consiliare – Palazzo della Provincia, Piazza XV Marzo – Cosenza; a seguire: cerimonia di consegna dei premi "Mario Gallo 2009" antisala Consiliare – Palazzo della Provincia, Piazza XV Marzo - Cosenza .

• CROTONE Arrivo nave Princess Daphne In occasione dell’arrivo nel porto di Crotone della nave “Princess Daphne”, previsto oggi, il Comune di Crotone organizza un incontro con la stampacheavràluogoalle12.30sulla banchina di riva, antistante la Capitaneria di Porto. L’incontro sarà l’occasione per assistere alla partenza del corteo dei circa 500 ciclisti tedeschi, che faranno il giro della città nell’ambito della seconda edizione della crociera nel Mediterraneo organizzata dalla radiotelevisione “Beyerischer Rundfunk” (RB) di Monaco. Allo stesso tempo, la stampa avrà modo di incontrare il comandante della nave e i rappresentanti della RB, che ha organizzato l’evento e seguirà con le sue telecamere i turisti alla scoperta della città di Crotone, per realizzarne uno specialechesaràtrasmessodallaretetelevisiva pubblica bavarese. • CROTONE Missioni in Serbia ed in Giappone La Camera di Commercio di Crotone, nell’ambito delle azioni di supporto al processo di internazionalizzazione delle imprese della provincia, aderisce alle missioni imprenditoriali in Serbia ed in Giappone organizzate dal sistema camerale italiano con il contributo di Unioncamere: Giappone (Tokyo) 22-27 novembre , la missione, è rivolta ad imprese operanti nei seguenti settori: Sistema Persona, Sistema casa e complemento di arredo, Contract, Moda design. La quota di partecipazione, comprensiva di servizio di interpretariato non esclusivo, per ogni rappresentante è Euro 900,00 (+ iva ovedovuta).Programma:22novembre, partenza dall’Italia; 24 novembre, seminario e incontri B2B a Tokyo; 25 novembre, proseguimento incontri a Tokyo; 26 novembre, eventuali incontri in azienda; 27 novembre,rientroinItalia.Serbiadal1 al 4 dicembre, la missione è rivolta ad operatori dei settori agricoltura (jointventureperlavorazionedifrutta, verdura e trasformazioni carne, ricambistica per macchinari agricoli), automobilistico (subforniture, componentistica e pezzi di ricambio), packaging e grafica (macchinariperl’imballaggio/tipografiae prodotti finiti), metalmeccanico (lavorazione per conto terzi e subfornitura), Ict (programmi, software house). La quota di partecipazione per azienda è pari a Euro 400,00 + iva, e comprende: servizio di informazioni preliminari sul Paese; ricerca e selezione dei partner locali; organizzazione di agende personalizzate di incontri tra aziende; assistenza di personale specializzato; trasferimenti di gruppo da e per aeroporto. Sono previste tre tappe: Belgrado, Novi Sad (la capitale della Provincia Autonoma della Vojvodina), Kragujevac (zona dell’insediamento della Fiat). Per poter partecipare alle missioni è necessario compilare la scheda di interesse (non impegnati-


APPUNTAMENTI CALABRIA

Giovedì 8 Ottobre 2009 il Domani 43 SEGNALARE A: FAX 0961.903801 EMAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Concerto di Alessandra Amoroso in programma questa sera al Warner Village di Maida

Sfilata di moda a Maida IL CARTELLONE va) congiuntamente alla scheda company-profile e trasmetterla via fax alla Camera di Commercio di Crotone (0962/6634200) entro il 14 settembre. Per ulteriori dettagli sulle missioni e sulla modulistica necessaria per la partecipazione, è possibile contattare l’Ufficio promozione della Camera di Commercio (0962/6634207 – 229 email: promozione@kr.camcom.it) o consultare il sito www.kr.camcom.it. • GAGLIATO (Cz) Obesity day Che il soprappeso e l’obesità siano in netta crescita è un dato sotto gli occhi di tutti. Per combattere questo fenomeno, l’Adi (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica), coinvolgendo oltre 200 strutture del Servizio sanitario nazionale e centri convenzionati (Servizi di Dietetica e Nutrizione Clinica e Unità Operative di nutrizione di vari Sian e Asl dirette da nutrizionisti) che si rendono gratuitamente disponibili ai cittadini, organizza annualmente la giornata nazionale contro il soprappeso che si svolge in tutta Italia il 10 ottobre e che è giunta alla VIII edizione. L’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, impegnata da anni nella lotta all’obesità, tramite l’Unità Operativa Complessa di Diabetologia e Dietologia territoriale diretta dal Giuseppe Pipicelli, ha sempre partecipato a questaimportantissimacampagnadi sensibilizzazione ed anche quest’anno sarà in prima linea a sostegno di tutti coloro che presentano piccoli o grandi problemi di obesità. Sabato mattina, tra gli altri, sarà anche presente Francesco Ursini, giovane medico specializzando in servizio presso il Reparto di Medicina Interna dell’Università Magna Graecia, che da tempo sta dedicando grande attenzione allo studio dei pazienti obesi affetti anche da malattie reumatiche. Pipicelli e Ursini sono tra gli altri coautori di un interessante volume dal titolo “Aspetti nutrizionali nell’artrite reumatoide” che sarà pronto nel mese di novembre. L’Obesity day si svolgerà in data 10 ottobre, appunto, presso il Palazzo comunale di Gagliato con il patrociniodell’amministrazionecomunalee con la collaborazione dell’associazione culturale “Gianni De Luca” con la presenza del medico e della dietista che daranno consigli ai cittadinichenefarannorichiestaoltrealla compilazione di un questionario che fotograferà il problema obesità in quella zona. La manifestazione sarà preceduta da una conferenza sull’obesità e sulla corretta alimentazione che Giuseppe Pipicelli terrà venerdì 9 ottobre, alle ore 17, nei locali della stessa amministrazione comunale.

La terza edizione dell’Oktoberfest sabato 10 a Gasperina possonopartecipare con un massimo di tre poesie inedite per ciascunasezione: «Poesia in Lingua»; «Poesia Dialettale» (in metrica) e «Poeti in Erba», quest’ultima riservata agli alunni delle scuole Elementari e Medie. Le opere non devono aver conseguito alcun premio e vanno presentate in 7 copie dattiloscritte, di cui una firmata dall’Autore, con indirizzo e recapito telefonico.Glielaboratidovrannopervenire entro il 15 novembre2009 presso la segreteria del Premio: AssociazioneCulturale«Ergon»(Presidente: Ing. RaffaeleDe Giorgio), via Roma, 127 - 88060 Gagliato (Catanzaro).La partecipazione è completamente gratuita. Ai vincitori e ai finalisti verrà data comunicazione telegrafica o telefonica. Lacerimoniadi premiazione avverrà a Gagliato (Catanzaro) nella secondadecade di dicembre 2009 e verrà ampiamente pubblicizzata su Stampa e Televisione. La giuria è presiedutadal giornalista e scrittoreVincenzoPitaro,autoreSiae. per la Parte Letteraria. Per richiedere ilbandocompletoopereventualialtre informazioni contattare la Segreteria del Premio, telefonando al 340.9312650 oppure via e-mail al seguente indirizzo: associazione_ergon@libero.it. • GASPERINA (Cz) Oktoberfest, III edizione La Pro Loco di Gasperina, dopo l’organizzazionedelleprecedentiedizioni e per iniziare a porre rimedio alla concentrazione delle manifestazioni regionali nel solo mese di agosto, organizza a Gasperina il giorno 10 ottobre una festa della birra con degustazione di prodotti tipici locali. Sul modello della celebre Oktoberfest tedesca, naturalmente con le dovute proporzioni, il progetto prevede una intera giornata dedicata alla degustazione della birra, con stand gastronomici ed esibizioni artistiche di fama nazionale, di canto e balli a partire dalle ore 18 fino a notte inoltrata e a mezzanotte verranno offerti a tutti i presenti un bel piatto di pennette a calabrese.Durante la serata, eccezionale partecipazione del gruppo dei Rewanax. • LAMEZIA T. (Cz) Al Samart... IlSamartavvisala clientelache aprea pranzo il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato con il movimiento latino. Aperto ancheapranzoconmenùaprezzofisso. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il nuimero telefonico di rete fissa di seguito riportato: 0968/53459.

• LAMEZIA TERME (Cz) Alessandra Amoroso in concerto In occasione della pubblicazione del suo nuovo album “Senza Nuvole”, Alessandra Amoroso sarà protagonista di un evento unico nel suo genere. Oggi, alle ore 20.00, presenterà dal vivo le sue nuove canzoni e risponderà alle curiosità dei fan in uno show che verrà ripreso in alta definizione (full • GAGLIATO (Cz) HD) e trasmesso in diretta via satellite Premio di poesia "Vitale" in decine di selezionati cinema di tutta L’Associazioneculturale"Ergon",con Italia. La sala scelta nella Calabria è il sede a Gagliato (Cz), con il patrocinio Warner Village di Lamezia, loc. Codell’Amministrazione comunale, muni Condomini. bandisce la I Edizione del Premio nazionale di Poesia in Lingua e in Dialetto "Domenico Vitale". I poeti • GAGLIATO (Cz) Incontro con sacerdote Sabato 10 ottobre 2009 alle ore 18:00,pressolaparrocchiaSanNicola Vescovo, dopo la Santa Messa, si terrà un incontro in parrocchia con il nuovo parroco Don Giovanni Signorello.

Alessandra Amoroso

• LAMEZIA TERME (Cz) Progetto socio-ludico-educativo Il Centro studi Segnali Mediterranei LameziaTermeconilpatrociniodella Città di Lamezia Terme e la Regione Calabria presenta l’iniziativa bambini progettiludico-socio-educativiIVprogetto "Abuso sui minori" strumenti di contrasto nel diritto e nella società, presso il teatro Umberto, il 9 ottobre , alle ore 18.00. Programma: coordina il progetto: Pietro Mendicino, v. pres. centro studi Segnali Mediterranei; modera:MariaRosariaBazzano;presiede: Raffaele Mazzotta, procuratore capoaCrotone;saluti:EgidioChiarella, pres. centro studi Segnali Mediterranei; Gianni Speranza, sindaco di Lamezia Terme; Elvira Falvo, assessore ai servizi sociali del comune di Lamezia Terme; relatori: Tiziana Pirelli,psicologaepsicoterapeuta,servizi sociali del comune di Lamezia Terme; Giovanni Caruso, psicologo e psicoterapeuta; Sergio Iannello, dirigente Polizia Postale di Reggio Calabria; Don Fortunato Di Noto, il prete guerriero che ha colpito la rete internazionale dei pedofili, fondatore dell’associazione Mater di Avola. • LAMEZIA TERME (Cz) "Non toccate i bambini" IlCentrostudi“SegnaliMediterranei” di Lamezia Terme in collaborazione con S.M. Tv e Foto studio Mendicino di Domenico Mendicino e col patrocinio del Comune di Lamezia Terme e della Regione Calabria, organizza il convegno “Abuso sui minori. Strumenti di contrasto nel diritto e nella società”. L’iniziativa fa parte dei Progetti ludico-socio-educativi di cui è coordinatore Pietro Mendicino che è anche vicepresidente del Centro studi “Segnali Mediterranei”. L’incontro in programma alle 17.30 del 9 ottobre 2009 al Teatro Umberto di Lamezia Terme,saràpresiedutodalprocuratore della Repubblica di Crotone Raffaele Mazzotta. Interverranno: il consigliere regionale Egidio Chiarella, il sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza,l’assessoreallePolitichesociali del Comune lametino Elvira Falvo. Relazioneranno sul tema: Tiziana Pirelli, psicologa dei Servizi sociali del ComunediLameziaTerme;Giovanni Caruso, psicologo; Sergio Iannello dirigente Compartimento Polizia delle Comunicazioni Calabria; Gaetano Di Mauro, dirigente sezione operativa Compartimento Polizia Postale Reggio Calabria. Concluderà il dibattito don Fortunato Di Noto, il sacerdote originario di Avola ( Siracusa) che da anni combatte il fenomeno della pedofilia on-line. A moderare i lavori sarà la giornalista Maria Rosaria Baz-

zano. LAMEZIA TERME (Cz) Fie Cgil, iniziativa Il 9 ottobre, a Lamezia Terme presso l’Hotel Lamezia alle ore 10.00, la Fie Cgil Calabria ha convocato contemporaneamente tutti i direttivi provincialiunitamentealdirettivoregionale, ai lavori parteciperanno Domenico Pantaleo segretario Generale nazionale della Flc Cgil e Sergio Genco segretario generale della Cgil Calabria,sonostati invitatiinoltre i segretari della camere del lavoro Calabresi. LAMEZIA TERME (Cz) Riapertura sede Fiamma Tricolore Dopo un periodo di assenza dallo scenario politico lamentino, vi si riaffaccia il Movimento Sociale-Fiamma Tricolore che, in data 9 ottobre, ufficializzerà la riapertura della sua nuova sede. A tale avvenimento presenzierà il segretario nazionale di Fiamma Tricolore, l’onorevole Luca Romagnoli, accompagnato dal coordinatore provinciale di Catanzaro, l’assessore Natale Giaimo, e dal coordinatore regionale Giuseppe Mannella. • LAMEZIA TERME (Cz) Ala Onlus, seminario Avrà inizio venerdì 9 prossimo l’importante Seminario nazionale di aggiornamento organizzato dalla Federazione Antiracket Italiana e dall’Associazione Antiracket Lamezia. lseminario,PatrocinatodalComunei Lamezia Terme, vedrà la partecipazione di oltre 100 dirigenti delle Associazioni Antiracket di tutta Italia ai quali l’incontro è specificatamente dedicato.Significative e molto qualificati i relatori dei tre giorni di seminario. Venerdì si comincia con una tavola rotonda sul tema “ L’associazionismo antiracket: potenzialità e limiti di una esperienza ventennale”cui parteciperanno, dopo i saluti del Sindaco Gianni Speranza e del Presidente di ALAArmandoCaputo,GiosuèMarini – Commissario Straordinario del governo per la lotta al racket e all’usura, Salvatore Vitello – Procuratore della Repubblica del tribunale di Lamezia Terme, Paolo Abramo – Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Florindo Rubbettino – Presidente Giovani Imprenditori Confindustria Calabria, Giuseppe Scandurra – Presidente della Fai. A seguire la prima relazione di Vittorio Daniele – Docente dell’ Università di Catanzaro, su “Criminalià mafiosa e sviluppo del mezzogiorno”.L’intera giornata di Sabato e la mattinata di Domenica saranno per intero dedicate alla presentazione di relazioni da parte di esperti, magistrati e studiosi,

tra i quali Luigi Cannavale – Magistrato della DDA su “Racket e antiracket nell’esperienza napoletana”, MichelePrestipinosu“Racketeantiracket nell’esperienza calabrese”, RoccoSciarrone– Docentedell’Università di Torino su “ Gli imprenditori e i condizionamenti mafiosi”, Vittorio Pisani – Dirigente Squadra Mobile di Natoli su “ Il rapporto tra vittima d’estorsione, l’associazione antiracket e la polizia giudiziaria”, Enzo Ciconte – Docente all’Università i Toma Tre su “ Mafia e imprese tra ottocento e novecento”, Enrico Colajanni – Presidente dell’ Associazione Antiracket di Palermo su “L’esperienza del consumo critico nella strategia antiracket”, Ugo Forello – Componente del Comitato di Solidarietà su “ Vecchie e nuove interpretazioni nell’plicazione della legislazione risarcitoria”, Franco Pizzuto – Avvocato dell’ ufficio Lgale della Fai su “La nuova legge antiusura dopo dieci anni di legislazione”, Tano Grasso – Preidente Onorario della FAI su “L’obbligo di denuncia dopo l’approvazione del decreto sulla sicurezza”. Le conclusioni del seminario con gli interventi di Silvana Fucito – Vice Presidente nazionale della FAI, MariaTteresa Morano – Coordiatrice delle Associazioni della Calabria, Mauro Magnano – Coordinatore delle Associazioni della Sicilia e Varerio Perrone, Coordinatore delle associazioni della Puglia.Per ALA e per la Città di Lamezia il seminario rappresenta un significativo riconoscimento per l’impegno profuso in questianniper contrastarei fenomeni delle estorsioni e dell’usura. A Lamezia sono incorso importanti processi a carico di “famiglie ‘ndrachetiste”avviati grazie alle denunce e alle testimonianze di imprenditori.Sono stati già conclusi processi concondanne e riconoscimenti di alle parti civili costituitisi ( ALA eComune). • LAMEZIA TERME (Cz) Sfilata di moda ai Due Mari Domenica 11 ottobre , alle ore 19.00, il Centro Commerciale Due Mari presenterà la sfilata di moda delle collezioni autunno/inverno di tutti i suoi punti vendita. Madrina dell’evento Roberta Morise. Il programma della serata sarà ricco evariegato:oltreaicapidimodanon mancheranno momenti di intrattenimento con alcuni dei più promettenti artisti emergenti calabresi, la serata vedrà poi la straordinaria presenza di Elena Vera Stella, nota stilista Lametina che proprio in questa occasione presenterà in anteprima alcuni modelli della sua nuova collezione. L’appuntamento sarà anche l’occasione per rinnovare la collaborazione del Centro con la Lilt - Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - che sarà presente durante la manifestazione con uno stand informativo e la campagna di prevenzione del tumore al seno, "Il Nastro Rosa": per tutto il pomeriggio il personale dell’associazione fornirà informazioni e utili consigli a tutte le donne. Grazie alla collaborazione di Elena Vera Stella, il Centro Due Mari si farà promotore anche di una piccola raccolta fondi a favore della Lilt: uno dei capi della stilista verrà messo all’asta dal Centro Commerciale e il ricavatoverràdonatoperproseguire l’attività dell’associazione.


44 il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 EMAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Partirà con “Uomo e galantuomo” di Eduardo De Filippo la stagione di prosa a Lamezia Terme

“Una mela per la vita” IL CARTELLONE • LAMEZIA TERME (Cz) “Una mela per la vita” “Una mela per la vita” compie 15 anni. Sabato 10 e domenica 11 ottobre nelle principali piazze della nostra provincia: Lamezia terme: C. so Numistrano, C. so G. Nicotera, Centro Comm. le “La Piazza”;Soveria Manelli: C. so Garibaldi; Pianopoli: C. so Roma; Soverato: C. so Umberto; Catanzaro: P. zza Prefettura e Centro Commerciale “Le Fornaci”. Torna l’iniziativa di solidarietà nata per combattere la Sclerosi Multipla, promossa da AISM - Associazione ItalianaSclerosiMultiplainsiemealla sua Fondazione (FISM) e da UNAPROA, la principale Unione di Organizzazioni di produttori ortofrutticoli d’Europa. Testimonial della campagna sono Gianluca Zambrotta ed Andrew Howe che lanciano l’appellodell’AISM:Fermalasclerosi multipla. Fai andare avanti la ricerca. Entra nel movimento. Scegli le mele dell’AISM.L’Associazione Italiana Sclerosi Multipla Sezione di Catanzaro , scende nelle piazze con circa 2000 sacchetti di mele, per rinnovare l’appuntamento con la solidarietà dedicato ai giovani con sclerosi multipla. Più di 27 mila, il 48 percento del totale delle persone colpite. Con un contributo minimo di 7 euro, si potrà sostenere la lotta alla sclerosi multipla. A Lamezia, in particolare,duebellissimeiniziativeanimeranno il punto solidarietà di C. so G. Nicotera. Sabato mattina tutte le classi dell’Ist. “Maggiore Perri”, grazie alla sensibilità della Direttrice Teresa Bevilacqua e di tutte le insegnanti, visiteranno lo stand dell’AISM per ricevere informazioni e per far sì che ogni studente possa donare un “Piccolo” grande contributo ai progetti di assistenza locale. Nel pomeriggio di Sabato di fronte l’edificio scolastico, tutti potranno degustare una grande varietà di ricette gastronomiche a base di mele. Questa iniziativasi svolgerà a partire dalle 18:30 e sarà inserita in un programmatelevisivodiCityOnegrazie alla collaborazione della Conduttrice Maria Aiello e della stessa emittente televisiva.Ad “Una mela per la vita” è legata anche la raccolta fondi conSMSsolidale.Finoal12ottobre, inviando un messaggio dal cellulare personale al numero 48543, si potranno donare 2 euro tramite gli operatoriTim,Vodafone,Wind,3eTelecom Italia. A quest’ultimo, inoltre, si potrà anche telefonare e scegliere se donare 2 o 5 euro. E presso le 533 filiali Cariparma sparse per tutta l’Italia continua l’iniziativa “Aiutaci con una donazione a fermare la Sclerosi Multipla“, sul territorio nazionale o tramite home banking sarà possibile effettuare un bonifico “zero spese“ sul conto corrente n. 49222234 intestato a FISM – Fondazione Italiana Sclerosi Multipla.La sclerosi multipla è una grave malattia del sistema nervoso centrale, cronica, invalidante ed imprevedibile, che colpisce principalmente la fascia di età tra i 20ei30anni;cioèigiovaninelpieno delle proprie energie e nel periodo della vita più ricco di progetti. I fondi raccolti con “Una Mela per la Vita” contribuirannoasostenerelaricerca scientifica e in parte saranno destinati alla Sezione Provinciale di Catanzaro sita a Lamezia Terme in Via Basilio Sposato (Località Savutano) che garantisce da anni alle persone con sclerosi multipla servizi di segreteria sociale, supporto domiciliare,

“Giù le mani dai bronzi”, iniziativa domani a Reggio Calabria attività ricreative e di socializzazione, telefono amico, servizi di trasporto con automezzi attrezzati, fisioterapiaeincontridigruppoeindividuali con i nostri psicologi. E Per “Una mela per la vita” Servono Supereroi come te. E’ la campagna di reclutamento volontari in AISM per tutti quelli che vogliono dedicare un po’ di tempo per la lotta alla sclerosi multipla. Per aderire numero verde AISM 800 138292 . • LAMEZIA TERME (Cz) Gran Premio azienda agricola Statti L’Asd Sporting Lamezia, sotto l’egida della Federazione ciclistica italiana, in collaborazione con l’azienda agricola Statti di Lamezia Terme, organizzail"2°Granpremioazienda agricola Statti" in data 11 ottobre . Località di ritrovo e operazioni di partenza: Azienda agricola Statti, Via del Progresso, Tenuta Lenti, dalle ore 8.00alle ore 9.30.Partenzaore 10.00. Tipo di gara: Cross Country Categorie: Master Tutte + Enti + Extraregionali.Circuitochiusoall’interno dell’Azienda Agricola Statti secondo regolamento tecnico federale di Km. 5,500 da ripetere n. 7 volte. Circuito sterrato misto - vallonato con arrivo su asfalto. Premiazione presso azienda agricola Statti. • LAMEZIA T. (Cz) Stagione di prosa Programma Teatro comunale Politeama di Lamezia Terme, stagione diprosa2009/2010,direzioneartistica Angela Dal Piaz: sabato 14 e domenica 15 novembre 2009 , nuovo allestimento, Komiko production in collaborazionecon Augusteo produzioni Uomo e Galantuomodi Eduardo De Filippo, con Francesco Paolantoni, Nando Paone e con Fulvia Carotenuto,Patrizia Spinosi, Tonino Taiuti e la partecipazione di Mimmo Esposito, musichePaolo Coletta, costumi Silvia Pollidori, regia Armando Pugliese; sabato 28, domenica 29 novembre 2009 , in esclusiva per la Calabria, compagnia Bustric snc di Sergio Bini Nuvolo scritto da Sergio Bini con la collaborazione di Gianfilippo Pedote, con Sergio Bini inarteBustric,sonorizzazioneBenni Atria,musiche a cura di Roberto secchi,organizzazione Alda Vanzini; sabato 28 (matinèe), domenica 29 (pomeridiana) novembre 2009 , in esclusiva per la Calabria, cartellone stagione teatro ragazzi 2009-2010, compagnia Bustric snc di Sergio Bini, Pierino e il lupo, musica di SergioProkofiev,conSergioBiniinarte Bustric, ideazione scenica Bustric; lunedì 7, martedì 8 dicembre 2009 , Teatro de Gli Incamminati, Vita di Galileo di Bertolt con Franco Branciaroli e con Giancarlo Cortesi, Nicola Ciulla, Daniele Griggio, Giorgio Lanza, Dora Romano, Alessandro Albertin, Giulia Beraldo, Tommaso Cardarelli, Emanuele Fortunati, Jacopo Venturiero, Nicole Vignola, scene Pier Paolo Bisleri, costumi Elena Mannini, musiche Germano Mazzocchetti,luciGigiSaccomandi, regia Antonio Calenda; sabato 12, domenica 13 dicembre 2009 , Khora srl Amleto di William Shakespeare traduzione di Eugenio Montale con Alessandro Preziosi e con Mino Manni, Francesco Biscione, Giovanni Carta, Ugo Maria Morosi, Carla Cassola, Silvia Siravo, Marco Trebian, Simone Ciampi, Marco Zingaro,Marco Trebian, Yaser Mohamed, Vito Facciola,

Giovanni Carta, Yaser Mohamed, scene Andrea Taddei, costumi Silvia Polidori, disegno luci Valerio Tiberi, musiche Massive attack e Zero Pm, riduzione, adattamento e regia Armando Pugliese. Sabato 19, domenica 20 dicembre2009 , nuovo allestimento, produzione I due della città delsole srl Lafortunaconl’effemaiuscola,commedia in 2 parti diEduardo De Filippo e Armando Curcio, con Luigi De Filippo e conStefania Ventura, MicheleSibilio, Marisa Carluccio, FelicianaTufano, Paolo Pietrantonio,Marianna Mercurio, GiorgioPinto,LucaNeuroni,Alberto Pagliarulo,Flavio Furno, scene Salvatore Michelino, costumi Maria Laura di Monterosi, regia di Luigi De Filippo; sabato 16, domenica 17 gennaio 2010, produzione Indie Occidentali srl, Col piede giusto, una commedia di Angelo Longoni, con Amanda Sandrelli, Blas Roca Rey, Eleonora Ivone, Simone Colombari, scene Alessandra Panconi e Leonardo Conte, costumi Marco Maria della Vecchia, disegno luci Stefano Stacchini, regia Angelo Longoni; mercoledì 27, giovedì 28 gennaio 2010 , in esclusiva per la Calabria, produzioni teatrali Paolo Poli culturale con il contributo di Regione Toscana sistema regionale dello spettacolo - Ministero per i beni e le attività culturali - direzione generale per lo spettacolo dal vivo, Sillabari, due tempidiPaoloPoli,liberamentetratti da Goffredo Parise con Paolo Poli, e con Luca Altavilla, Alfonso De Filippis, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco,scene EmanueleLuzzati, costumi Santuzza CalÏ, consulenza musicale Jazqueline Perrotin, coreografie Alfonso De Filippis, regia Paolo Poli; sabato 6, domenica 7 febbraio 201 0, artisti riuniti, Il giuoco delle parti, di Luigi Pirandello con Geppy Gleijeses, Marianella Bargigli, e con Leandro Amato, Massimo Cimaglia, Antonio Ferrante, Franco Ravera, FerruccioFerrante,AntonellaFamiliari, Francesco Pupa, Francesco Sgrò, regia Elisabetta Courir; giovedì 18, venerdì 19 febbraio 2010, il teatro Eliseo - Arca Azzurra teatro- Ministerodei benie delle attivit‡ culturali Regione Toscana - teatro comunale Niccolini - Comune di San Casciano Val di Pesa, Le conversazioni di Anna K, liberamente ispirato a La metamorfosi di Franz Kafka, con Giuliana Lojodice, e con Massimo Salvianti, Giuliana Colzi, Lucia Socci, Dimitri Frosali, Andrea Costagli, Alessio Venturini, scene DanieleSpisa,costumiGiulianaColzi, luci Marco Messeri, musica originale e adattamento Vanni Cassori e Jonathan Chiti, testo e regia Ugo Chiti; sabato 27, domenica , 28 febbraio2010,nuovoallestimento,produzione teatro e società, La strana coppia, di Neil Simon, con mariangela D’Abbraccio, Elisabetta Pozzi, e con Silvana De Santis e altri 4 attori, scene Alessandro Chiti, musiche Daniele D’Angelo, luci Luigi Ascione, costumi Maria Rosaria Donadio, regia Francesco Tavassi. • MARCELLINARA (Cz) Convegno sulla sicurezza stradale Domenica 18 ottobre , con inizio alle ore 17.00, presso il palazzo baronale di Marcellinara, si terrà un convegno sulla "Sicurezza Stradale" organizzato dal Comitato provinciale Popolari Liberali per il Pdl. A

moderare i lavori, curati dai relatori Giacobbe Perri, presidente Ara e coordinatore territoriale del lametino dei Popolari liberali per il Pdl; dall’assessore al Comune di Marcellinara Antonio Montoro e da don Mimmo Battaglia, il segretario provinciale dei Popolari Liberali per il Pdl Mario Gentile. Interverranno al meeting, tra gli altri, il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti; il presidente della provincia di Catanzaro Wanda Ferro; l’assessore ai Trasporti della regione Calabria Giaimo; il vicepresidente delConsiglio provinciale di Catanzaro Emilio Verrengia; il capogruppo del Pdl del consiglio prov. Mario Magno; il Capo compartimento dell’Anas Giovanni Laganà;il questore di Catanzaro Artuto De Felice; il Prefetto diCatanzaroSandroCalvosa,Caterina Salerno per il Csv, il vescovo della Diocesidi Catanzaro mons. Ciliberti eilvescovodellaDiocesidiLameziaTermemons.LuigiAntonioCantafora. Concluderà l’importante incontroil sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri, CarloGiovanardi. • REGGIO CALABRIA Bottega equo e solidale Riparte l’attività della bottega equo e solidale di Reggio Calabria, con un calendario di proposte ampie e interessanti.Dallavisitaguidatain bottega, per scoprire i prodotti realizzati nel rispetto dei diritti umani, ai banchetti in città. Il tutto è accompagnato da un’ampia scelta di prodotti disponibilipressolasedeinviamonsolini 12, realizzati nel sud del mondo, ma anche nella nostra terra di Calabria,secondoiprincipidelcommercio equo e solidale. La bottega attivada circa15 anni è una organizzazione no profit fondata a Reggio Calabria da soci volontari, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini adunamaggioreattenzioneallecondizioni di vita e di lavoro dei popoli del Sud del mondo, promuovendo il commercio equo e solidale come strumento concreto per la costruzione di un’economia di giustizia. Tra le principali attività l’associazione si occupa di attività di informazione, sensibilizzazione, formazione e didattica sui temi dell’economia solidale e dell’intercultura, in collaborazione con scuole, istituti formativi, cooperative e gruppi parrocchiali.Permaggioriinformazioni e prenotare la visita in bottega basta contattare i soci volontari al numero telefonico 0965 26482 al numero telefonico 0965 26482 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00. • REGGIO C. "Cinema Ambiente & Paesaggio" Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Calabria Film Commission ha deliberato di affidare all’artista reggino Demetrio Casile la direzione artistica della terza edizione del festival "Cinema Ambiente & Paesaggio" che si terrà a Reggio Calabria fino al 10 ottobre2009 . • REGGIO CALABRIA Centro di aggregazione Arghillà Apre il Centro di aggregazione Arghillà, per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni, giovani dai 14 ai 18 anni, dove si svolgeranno attività ricreative, sportive, artistiche, musicali, teatrali, feste ed altro, ad Arghillà (Reggio Calabria), di fronte la parrocchia di Sant’Aurelio Vescovo (ex locali Camera di Commercio). Giorni e

oraridiapertura:dasettembre2009, lunedì, martedì, mercoledì, venerdì, fascia: 6-13 anni ore 16.30 -18.00; fascia: 14 - 18 anni ore 18.00 - 19.30. • REGGIO CALABRIA "Giù le mani dai Bronzi" Una grande manifestazione popolareperdirenoaltrasferimento dei bronzi di Riace e per dire si ad un progetto di promozione e valorizzazione dei due guerrieri e del Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria. Saranno questi i temi dell’iniziativa promossa congiuntamente dal PdCI e dal PRC che si svolgerà venerdi 9 ottobre alle ore 19 davanti al Museo Nazionale in Piazza De Nava.L’organizzazione della manifestazione è stata annunciata stamattina nel corso della Conferenza stampa congiunta che PdCI e PRC hanno tenuto a Reggio Calabria, con la partecipazione dei Segretari Regionali dei due Partiti, Michelangelo Tripodi e Antonino De Gaetano. Alla manifestazione sono invitati a partecipare partiti politici, associazioni, circoli, sindacati, esponenti della società civile e del mondo culturaleetutticittadinicheriterranno opportuno dare il proprio sostegno attivo alla sacrosanta battaglia contro lo scippo che si vuole perpetrare ancora una volta ai danni della città di Reggio Calabria. Oggi più che mai è in gioco il futuro della città. Per questo è necessario che tutti coloro i quali hanno davvero a cuore gli interessi di Reggio si uniscano in questa battaglia per dire con forza che i bronzi non si toccano. Nessuno può pensare di prendere in giro un’intera città con operazioni verticistiche che trovano l’appoggio di una destra che è ormai diventata succube di tutti i voleri romanichecomeinquestocasorappresentano una beffa per la città. • REGGIO CALABRIA Premio Anassilaos per la poesia E’ stata prorogata al 15 ottobre la data di scadenza del Premio Anassilaos Edito ed Inedito per la Poesia 2009 promosso dall’Associazione Culturale Anassilaos. Lo comunica la Presidenza dei Premi. Restano invariati i termini del bando e l’indirizzo cui dovranno essere invariati gli elaborati (Associazione Culturale Anassilaos, Casella Postale 191 – 89100ReggioCalabria).Ilconcorso, che si articola nelle sezioni Poesia inedita (fino a un massimo di tre liriche) e Poesia edita (volume di liriche pubblicato nel quadriennio 2006/2009), si propone di valorizzare la poesia in lingua italiana. La consegna dei premi, inserita nelle manifestazioni del Premio Anassilaos di Arte Cultura e Scienze (novembre 2009), si terrà a Reggio Calabria. Il bando completo può essere richiesto alla Segreteria organizzativa del Premio (Telefono 333.3998510; e.mail ass.anassilaos@libero.it). • REGGIO CALABRIA "Il trionfo dell’amore" E’ organizzato per domenica 25 ottobre , alle ore 16.00, presso la sala Pitasi,ViaProvincialen°10aMosorrofa di Reggio Calabria, il 1° raduno nazionale la grande festa dell’unione della coppia "Il trionfo dell’amore". Programma: ore 16.00, raduno partecipanti; ore 16.30, cocktail di benvenuto;ore17.00,introduzioneserata a cura di do.ro.; ore 17.15, inter-


APPUNTAMENTI CALABRIA

Giovedì 8 Ottobre 2009 il Domani 45 SEGNALARE A: FAX 0961.903801 EMAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Prosegue fino al 31 ottobre la mostra di pittura “Parole ad arte” in programma a Taverna

Lezioni di Campus a Rende IL CARTELLONE vento del prof. Giuseppe Livoti, critico d’arte; ore 17.30, interventi autorità; ore 18.00, S. benedizione; ore18.30,consegnapremiconintermezzi musicali; ore 19.30, ringraziamenti; ore 19.45, cena; a seguire serata danzante. Info: 0965/324353 328/0952637. • RENDE (Cs) "Lezioni di Campus" Ritorna fino al 10 ottobre “LEZIONI DI CAMPUS”, il tradizionale appuntamento dell’UniCal conglistudentidelleultimeclassidegli istituti superiori calabresi, che anche quest’anno sarà ospitato nel Palacus all’interno del Centro Sportivo Universitario.“LEZIONI DI CAMPUS” è una delle iniziative più importanti dell’“interscambio” culturale con il territorio che l’Università della Calabria promuove tradizionalmente con l’obiettivo di presentare la propria offerta didattica e lepeculiaritàorganizzativeediservizio che ne fanno un unicum in Italia.Anche per l’edizione 2008, saranno numerosi gli Istituti superiori della regione che faranno visita al Campus di Arcavacata e agli stand informativi che le Facoltà di Economia,FarmaciaeScienzedellaNutrizione e della Salute, Ingegneria, Lettere e Filosofia, Scienze Matematiche,Fisichee Naturali,e ScienzePolitiche hanno allestito all’interno del Palacus.Qui, i ragazzi avranno la possibilità di conoscere ogni aspetto della loro auspicabile carriera di studenti all’interno dell’Ateneo di Arcavacata e riceverannole informazioni necessarie per affrontare con consapevolezza la scelta che tra pochi mesi, terminata l’esperienza della scuola superiore, saranno chiamati a compiere.Lo scorso anno (ma il numero è costante da diverso tempo), sono stati circa 20 mila, in rappresentanza di 120 Istituti d’Istruzione Superiore, gli studenti che hanno partecipato a “Lezioni di Campus”.

“Muoversi”, dodicesima edizione del concorso fotografico a Tiriolo • SAN LUCA (Rc) Premio giovani 2009 Premio giovani 2009 Segnare/Disegnare. L’accademia nazionale di San Luca rilancia il suo tradizionale premio giovani che quest’anno sarà dedicato al disegno. Si svolgerà in due mostre consecutive: una prima mostra collettiva ( 19 ottobre - 6 novembre 2009 ) di tutti i partecipanti tra i quali saranno selezionati sei concorrenti, due per classe,cheparteciperannoaunaseconda mostra ( 27 novembre - 15 gennaio 2010 ) in cui ogni selezionato presenterà i suoi lavori in una esposizione personale contemporanea a quella degli altri finalisti. Tra questi verranno segnalati i tre vincitori del Premio (uno per classe) che, nello stesso giorno dell’inaugurazionedellasecondamostra( 27novembre ), saranno ufficialmente proclamati e riceveranno 5.000 Euro ognuno per l’acquisto di un’opera per le collezioni dell’Accademia. • SAN PIETRO MAGISANO (Cz) Mostra fotografica Venerdì9 ottobre, ore 18.30,inaugurazione mostra fotografica "La devozionedellaMadonnadellaLuceinun cammino lungo 400 anni" presso Santuario Madonna della Luce; sabato 10 ottobre, apertura mostra fotografica dalle ore 9.30 alle 16.00; santa messa alle ore 16.30, seguirà una breve processione con la statua di San Pietro. • SAN PIETRO MAGISANO (Cz) "Fiera di Trinchise" A San Pietro Magisano nei giorni 10 e 11 ottobre, si svolgerà la tradizionale "Fiera di Trinchise".

• SIDERNO (Rc) Ottobre piovono i libri Dopo il grande successo della scorsa edizione anche quest’anno l’attività culturale di “OTTOBRE PIOVONO LIBRI 2009” della Biblioteca e della Mediateca di Siderno si fa molto intensa e interessante. La campagna • ROSSANO (Cs) promossa dal Centro per il Libro e la Memorial Graziano Lettura della Direzione Generale per A causa del maltempo il Memorial le Biblioteche, gli Istituti Culturali e il Arturo Graziano, giunto alla sua 4 Diritto d’Autore del Ministero dei Beedizione slitta a domenica 11 otto- ni e le Attività Culturali, in stretta sibre 2009 . La decisione è stata presa nergia con la Conferenza delle diconcertodagliorganizzatori,dalle Regioni e delle Province Autonome, Forzedell’Ordinee dalComuneviste l’Unione delle Province d’Italia e l’Asle copiose pioggie degli ultimi giorni. sociazione Nazionale dei Comuni tendea promuoveree a darevisibilità ROSSANO (Cs) a tutte le manifestazioni dedicate alla "Settimana della cultura d’impresa" lettura e ai libri che si svolgono sul Il primo vicepresidente del Parla- territorio Italiano fino al 31 ottobre mento Europeo, Gianni PITTELLA .Il programma continua con la presarà a Rossano, la prossima dome- sentazione delRomanzo in lingua nica 22 novembre, per partecipare grecanica “I Anévasi” (L’Ascesa) del all’importante evento “FASHION & Prof. SalvinoNucera edito da FOOD ALLE RADICI DELL’ELE- Qualecultura prevista per giovedì GANZA E DEL SAPORE”, organiz- 22ottobre alle ore 17.00 in cui interzato dall’Art Director Fabio ZUM- verranno come Moderatore il ProfesPANO, presso il prestigioso Concio sore Domenico Minuto, storico e coAMARELLI ed in partnership con me relatori la prof.ssa Francesca Netutto lo staff della Fabbrica e del Mu- ri, critico letterario e il Prof. Gaetano seoStoricodell’omonimafamosaLi- Briguglio, docente in pensione.Ottoquirizia. L’originale evento si inseri- bre Piovono Libri incontra anche i sce nell’ambito della “SETTIMANA Bambini delle Scuole elementari DELLA CULTURA D’IMPRESA”, classi IV e V, e i ragazzi delle Scuole promossa da CONFINDUSTRIA Medie di Siderno, coinvolgendoli in nazionale, in collaborazione con un “Percorso di Educazione al RiMUSEIMPRESA e finalizzato a te- spetto per l’Ambiente”.Questa iniziastimoniare l’impegno degli impren- tiva prevede degli incontri settimanaditori italiani nel campo della cultu- li per tutto il mese in cui si parlerà di raedasostegnodellacrescitadeiter- ambiente attraverso la collaboraritori nell’intera Penisola. zione dell’Assessorato all’ambiente della Prov. Di Reggio Calabria e della

Città di Siderno, l’AFOR (Azienda per la forestazione Regione Calabria), il Corpo Forestale, Tartanet (Centro per il recupero delle tartarughe marine,Brancaleone),ilComitato per l’Ambiente Costa dei Gelsomini, il WWF, Legambiente e l’A.T.A. Club (Amici del Turismo e dell’Ambiente).Tuttele attivitàsi svolgono presso la Biblioteca e la Mediateca “Armando la Torre” in via Turati a Siderno. • SOVERATO (Cz) Asso di Quadri Asso di quadri presenta: opere in permanenza ad olio e serigrafiadel maestro Franco Azzinari. Presso Asso di Quadri si ammirano le opere di F. Scarpino, Mimmo Rotella, Salvatore Fiume, Gonzaga, Carlo Franchi(allievo di Fiume), De Michelis, Romano Mussolini, Treccani e altri artisti. Info: 0961/996618. • SOVERATO (Cz) Influenza, informazione L’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro ha organizzato nei giorni 7, 8 e 9 ottobre alcuni incontri di formazione/informazione rivolti agli insegnanti referenti alla salute delle scuole, per “mettere a fuoco” il fenomeno “pandemia influenzale” da virus A (H1N1)v. Si registra, infatti, un eccessivo allarmismo nella popolazione generale che rischia di compromettere il benessere specialmente nell’ambiente scolastico, dove la raccomandazione di “lavarsi le mani” viene da qualcuno intesa come la necessità di disinfettare continuamente le mani, banco, penne e matite con salviettine imbevute di amuchina e si guarda con sospetto il bambino e l’insegnante che starnutiscono o hanno il raffreddore. Il virus A (H1N1)v è aggressivo? E’ possibile prevenirne la diffusione nelle scuole? Qualicomportamentiadottare?Cosa fare se un insegnante, un operatore scolastico o uno studente presentano i sintomi influenzali? E’ necessario un esame specifico per formulare la diagnosi?Perrispondereaquestedomande, sciogliere dubbi e rassicurare sull’andamento attuale della pandemia influenzale scendono in campo i medici dell’ASP di Catanzaro di diverse discipline (igienisti, pediatri, infettivologi, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta) che saranno protagonisti dei 4 focus: “Influenza A (H1N1)v”, che si terranno mercoledì 7 ottobre alle ore 10,00 presso la Sala convegni del 3° Circolo Didattico “Don Milani” di Lamezia Terme, giovedì 8 ottobre a Catanzaro e venerdì 9 ottobre a Soverato e SoveriaMannelli.Gli incontriinizieranno con una descrizione delle caratteristiche della pandemia influenzale (epidemiologia, diagnosi, profilassi e terapia), quindi saranno illustrate le raccomandazioni emanate congiuntamente dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e, infine, si aprirà un dibattito in cui si darà voce agli insegnanti perché abbiano direttamente dal mondo della Sanità le giuste risposte ai loro bisogni. • TAVERNA (Cz) Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di SanDomenicoechiesadiSantaBarbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fon-

dazioniegruppi(min30pers.).Ilservizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 - 368/7376942 329/9149079 347/8871177www.calabriaguide. it. • TAVERNA (Cz) "Parole ad Arte", mostra Fino al 31 ottobre 2009 nello storico ComplessoMonumentalediSanDomenico,sededelMuseoedellaGalleria d’Arte Contemporanea di Taverna (Cz), è visitabile la mostra "Parole ad Arte", trenta dipinti, installazioni, polimaterici, libri opera, di noti artisti, tra gli altri, quali: Mirella Bentivoglio, Vincenzo Accame, Luciano Caruso, Simona Weller, William Xerra, Mario Parentela e Valiero, appositamente selezionati dalla Collezione d’Arte Contemporanea del museo che ha promosso e organizzato la rassegna nell’ambito dell’ottava edizione di "Vis Musicae" e per la prossima quarta edizione di "Ottobre Piovono Libri". La mostra dedicata all’affascinantetemadella"PoesiaVisiva" è curatada Giuseppe Valentino, direttore dell’Istituzione Culturale del Comunedi Taverna; visitabile tutti i giorni, da martedì a domenica, dalle ore9.30 alle 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00, chiuso il lunedì. • TIRIOLO (Cz) "Muoversi", concorso fotografico L’Associazione videofotografica "l’Obiettivo" Onlus di Tiriolo, con il patrocinio dell’Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), dell’Uif (unione Italiana Fotoamatori) della Comunità Montana dei Monti Reventino-TirioloeMancuso,delComune di Tiriolo - Assessorato alla Cultura, del mensile Turismo in Calabria-Magazine, da Photo4U, dal Residence Due Mari e da numerosi altri partner, organizza in occasione del 12° anno associativo, la 12ª edizione del Concorso Fotografico Nazionale edizione digitale Città di Tiriolo dal titolo "Muoversi, - un viaggio nel movimento totale, dal movimento estremo al quotidiano vivere, una riflessione, un’interpretazione, unaletturasinteticadelmovimentoa 360 gradi". Il concorso prevede che ogni concorrente inviifino a 4 foto digitali all’indirizzo di posta elettronicaconcorsi@asobiettivo.itentro e non oltre il 29 novembre 2009 . Le foto in concorso, saranno valutateda una giuria di esperti, nominata dall’Associazione,ilcuigiudizioè insindacabile. Numerosiipremi daassegnare ai vincitori; si parte da un premio in denarodieuro.250,00 per il primo classificato, per arrivare a euro 100,00 perilterzoclassificato;altripremisaranno assegnati nel corso dellamanifestazione. Partedell’incassosaràdevolutoinbeneficenza all’Aism. • TORRE DI RUGGIERO (Cz) "Valle dell’Ancinale" Sesta edizione “ Valle dell’Ancinale” Storia, Tradizioni, Sapori.Pro Loco Torre di Ruggiero, Provincia di Catanzaro, Pro Loco Chiaravalle C.le. presentano la sesta edizione “Valle dell’Ancinale”. Sala conferenze delSantuario Torre di Ruggiero (cz) 10 ottobre 2009 . Programma:Ore 16.00 Convegno: “Normativeperlavalorizzazionedelle potenzialitàesistenti nel territorio della Valle dell’ Ancinale”.

(Agricoltura,pastorizia,turismo,turismo religioso, agriturismo, forestazione,ambiente, cultura, artigianato e tradizioni ). PORGE IL SALUTO: DonMaurizio Aloisi (Rettore del Santuario). COORDINA: Mario Barbieri(Pres. Pro Loco Torre di Ruggiero ). RELAZIONERANNO: Santo Sestito,Consigliere Provinciale. “Rilancio economico del comprensorioattraverso la valorizzazione dei prodotti tradizionali d.lgs 173/98 eD.M. 350/99”. DR. Vincenzo Maletta, “Forestazione-Ambiente”. GiuseppeRotiroti,“Presidenteconsorzio valorizzazione e tutela nocciola diCalabria”. DOTT.SSA. Giustina Aceto, “ Come il turismo religioso puòessere volano di sviluppo di un territorio”. DR. Antonio Molinaro, “Finanziamentimicroimpreseedassunzioni dipendenti”. DR. Vincenzo Cerminara“Valorizzazionedelterritorio attraverso i finanziamenti alle imprese”. INTERVERRANNO: Piero Aiello (Onorevole),Bruno Censore (Onorevole). Wanda Ferro (Pres. Prov. Catanzaro ), Giuseppe Barilaro (Pres. Cons.Prov. Vibo Valentia),NicolinoMontepaone(Assessore Prov. Catanzaro ), Salvatore Garito, (Assessore Prov. Catanzaro), Giuseppe Maida, (Cons.Prov. di Catanzaro ), Giampaolo Bevilacqua, (Cons. Prov. Vibo Valentia ), Pasquale Fera ( Pres. Comunità Montana delle Serre), Enzo Bruno (Pres. Comunità Montana Fossa del Lupo) . ED I SINDACI DI: Mongiana, Spadola, Brognaturo, Simbario, Vallelonga, San Nicola da Crissa, Capistrano, Monterosso, Serra San Bruno, Torre di Ruggiero, Chiaravalle Centrale,Cardinale,Argusto,Gagliato, San Vito sullo Jonio, Cenadi, Olivadi, Centrache, Satriano, Petrizzi,Davoli, Soverato. CONCLUDE I LAVORI: Michele Traversa (Onorevole). A conclusione deilavori,degustazionediprodottitipici. • VIBO VALENTIA Settimana della Conciliazione In sintonia con il sistema camerale nazionale, la Camera di Commercio di Vibo Valentia celebra dal 19 al 24 ottobre p.v. la sesta edizione della Settimana della Conciliazione e per l’occasione,ilserviziosaràcompletamente gratuito per coloro che ne faranno richiesta presentando domanda all’ente nel corso della stessa settimana. L’iniziativa è finalizzata a promuovere questo strumento alternativo e intelligente che dà certezza al diritto rispondendo prontamente a una domanda di giustizia efficiente ed efficace. Laconciliazioneè,infatti,perstruttura, tempi e costi, un istituto particolarmente semplice, agile e conveniente di risoluzione delle controversie attraverso il ricorso a tecniche che privilegiano il confronto e la conservazione delle relazioni e dei rapporti commerciali. • ZAGARISE (Cz) Concerto di Tullio De Piscopo Sabato 10 ottobre, ore 21 piazza Aldo Moro, concerto di Tullio De Piscopo. L’appuntamento musicale è organizzatodalComunediZagarise, sindaco Pietro Raimondo, dalla regione Calabria, dalla Provincia di Catanzaro e dalla Comunità montana presila catanzarese.


46

il Domani

Giovedì 8 Ottobre 2009

APPUNTAMENTI CALABRIA C’è grande attesta per l’esibizione della vincitrice dell’ultima edizione di Amici che presenterà il suo ultimo disco

Oggi Alessandra Amoroso live

Al Warner Village Cinemas Due Mari maxischermi per l’intero concerto

C

’è grande attesa per l’esibizione live di Alessandra Amoroso, vincitrice dell’ultima edizione di "Amici" di Maria de Filippi, che salirà sul palco del Limelight di Milano oggi alle ore 20, per presentare il suo ultimo disco Senza Nuvole. Dieci inediti incentrati sul tema dell’amore a cui hanno collaboratomusicistied autoridi grande rilievo come Cesare Chiodo e Diego Calvetti.Anche Warner Village Cinemas Due Mari sarà il protagonista di questo straordinario evento proiettando live via satellite sui suoi maxischermi l’intero concerto.Con questa iniziativa, la cantante salentina sarà la prima artista italiana a diffondere in diretta la propria musica e il proprio show case in tutti i 14 multiplex del circuito Warner Village Cinemas, un’occasione che fino ad ora hanno avuto solo gli artisti di fama internazionale.Gli spettatori,oltre a godersi lo spettacolo nel confort conlapotenzasuggestivadell’audio dolby surround e la definizione del formato digitale, avranno la possibilità di comunicare con la giovane cantante che risponderà a tutte le domande e curiosità inviatele tramite sms ed in tempo reale dai suoi numerosissimi fan.Dopo i successi registrati per le proiezioni dei concerti live di artisti come Eltohn John e Amy Winehouse, Warner Village Cinemas rinnova le proposte extracinematografiche all’inter-

no di tutti i suoi multiplex. L’appuntamento è fissato, quindi, oggi alle ore 20 presso il Warner Village Cinemas Due Mari per ascoltare dal vivo Alessandra Amoroso ed i

brani del suo ultimo album Senza Nuvole, in un concerto che regalerà sicuramente tante emozioni. Un appuntamento da non perdere per giovani e meno giovani.


il Domani Giovedì 8 Ottobre 2009 47

SPETTACOLI-TV CANALE

06:30 CARTONI ANIMATI Beethoven 06:45 CARTONI ANIMATI 08:55 SITUATION COMEDY Happy days 09:30 TELEFILM A-team 10:20 TELEFILM Starsky e Hutch 11:20 TELEFILM The sentinel 12:15 NEWS Secondo Voi 12:25 Studio aperto 12:58 NEWS Meteo 13:00 NEWS Studio sport Anticipazioni 13:02 NEWS Studio sport 13:40 CARTONI ANIMATI 14:30 TELEFILM Futurama 15:00 MINISERIE Gossip girl 15:55 TELEFILM Il mondo di Patty 16:50 SITUATION COMEDY Icarly 17:25 CARTONI ANIMATI 18:28 Studio aperto Anticipazioni 18:30 Studio aperto 18:58 NEWS Meteo 19:00 NEWS Studio sport 19:25 TELEFILM I simpson 19:50 SITUATION COMEDY Love bugs II loading 20:00 SITUATION COMEDY Love bugs II 20:10 GIOCO Il colore dei soldi 21:10 FILM La fabbrica di cioccolato Un film di Tim Burton. Con Johnny Depp, Freddie Highmore, Helena Bonham Carter, David Kelly, Deep Roy, Missy Pyle, Sandra Darnell, Christopher Lee, AnnaSophia Robb, Noah Taylor Genere: Fantastico Durata 106 min. USA, Gran Bretagna 2005

23:30 SHOW Chiambretti night Solo per numeri uno 01:45 Studio aperto La giornata 02:00 REALITY SHOW Talent 1 player 02:40 Media shopping 03:00 TELEFILM Dark angel 03:40 Media shopping 03:55 FILM Non si deve profanare il sonno dei morti 05:25 TELEFILM La famiglia Bradford

06:00 Rai News 24 Morning News 06:30 Il caffè di Corradino Mineo 07:30 TGR Buongiorno Regione 08:00 Rai News 24 Morning News 08:15 La Storia siamo noi 09:15 Verba Volant 09:20 Cominciamo Bene Prima 10:00 Cominciamo Bene 12:00 Tg 3 12:25 Chièdiscena 12:45 Le storie Diario Italiano 13:10 TELEFILM Terra nostra 14:00 Tg Regione 14:20 Tg 3 14:50 TGR Leonardo 15:00 TGR Neapolis 15:10 Tg 3 Flash LIS 15:13 CONTENITORE Trebisonda 15:15 TELEFILM Zorro 16:00 NEWS TG3 Ragazzi 16:05 CARTONI ANIMATI Cacciatori di draghi 17:00 Cose dell’altro Geo 17:50 Geo & Geo 18:10 Meteo 3 19:00 Tg 3 19:30 Tg Regione 20:00 Blob 20:10 SHOW Le storie di Agrodolce 20:35 SOAP OPERA Un posto al sole 21:05 Tg 3 21:10 FILM Nella morsa del ragno 22:55 Parla con me 00:00 Tg 3 Linea Notte 00:10 Tg Regione 01:00 Appuntamento al cinema 01:10 Magazzini Einstein 01:40 La musica di Raitre 02:15 Fuori orario. Cose mai viste 02:20 Rai News 24 02:40 Next I-II parte 03:40 Riflettendo con... 03:45 Usa 24 H 04:10 Dentro la notizia 04:15 Magazine tematico

06:00 Prima pagina 07:55 NEWS Traffico 07:57 NEWS Meteo 5 07:58 NEWS Borse e monete 08:00 Tg5 Mattina 08:15 CARTONI ANIMATI Pixie e Dixie 08:40 SHOW Mattino cinque 10:00 Tg5 Ore 10 11:00 Forum 13:00 Tg5 13:39 NEWS Meteo 5 13:41 SOAP OPERA Beautiful 14:10 SOAP OPERA Centovetrine 14:45 TALK SHOW Uomini e donne 16:15 REALITY SHOW Amici 16:55 Pomeriggio Cinque 18:00 Tg5 5 minuti 18:05 CARTONI ANIMATI Tommy & Jerry 18:50 GIOCO Chi Vuol essere milionario 19:44 Tg5 Anticipazione 19:45 GIOCO Chi Vuol essere milionario 20:00 Tg5 20:30 NEWS Meteo 5 20:31 SHOW Striscia la notizia La Voce dell’influenza 21:10 TELEFILM Dr. House Medical division Dr. House - Medical Division (House, M.D.) è una serie televisiva statunitense, incentrata attorno al ruolo del dottor Gregory House, un medico poco convenzionale ma dotato di grande capacità ed esperienza, a capo di una squadra di medicina diagnostica presso il fittizio ospedale universitario PrincetonPlainsboro Teaching Hospital, nel New Jersey.

23:30 NEWS Terra! 00:31 TELEFILM Telefilm 01:30 Tg5 notte 01:59 NEWS Meteo 5 02:00 SHOW Striscia la notizia 02:32 Media shopping 02:45 REALITY SHOW Amici 03:27 Tg5-notte-replica 03:56 NEWS Meteo 5 notte 03:58 TELEFILM Telefilm 05:31 Tg5-notte-replica

RETE 06:35 Media shopping 07:05 SITUATION COMEDY Tutti amano Raymond 07:30 TELEFILM Quincy 08:30 TELEFILM Hunter 09:45 SOAP OPERA Febbre d’amore 10:35 TELEFILM Giudice Amy 11:30 Tg4 Telegiornale 11:38 NEWS Vie d’italia Notizie sul traffico 11:40 TELEFILM Wolff un poliziotto a Berlino 12:30 TELEFILM Detective in corsia 13:25 Anteprima tg4 13:30 Tg4 Telegiornale 13:54 NEWS Meteo 13:58 Tg4 Telegiornale 14:05 Sessione pomeridiana: il tribunale di forum 15:10 TELEFILM Hamburg distretto 21 16:10 SOAP OPERA Sentieri 16:30 FILM Una nave tutta matta 18:45 Anteprima tg4 18:55 Tg4 Telegiornale 19:19 NEWS Meteo 19:23 Tg4 Telegiornale 19:35 TELEFILM Tempesta d’amore 20:30 TELEFILM Walker Texas Ranger 21:10 FILM Basic Instinct 2 Un film di Michael Caton-Jones. Con Sharon Stone, David Morrissey, Charlotte Rampling, David Thewlis, Stan Collymore, Hugh Dancy, Vee Vimolmal, Kata Dobó, Keith How, Genere: Thriller, Durata 113 min. USA 2006 Catherine Tramell è tornata. Trasferitasi dagli Stati Uniti a Londra viene accusata dell'omicidio di un uomo dall'ispettore di Scotland Yard Washburn. Affidata per la perizia psichiatrica al dottor Glass, noto analista che in passato ha però lasciato libero un uomo che avrebbe poi massacrato la propria fidanzata, la scrittrice fa di tutto per sedurlo.

23:35 SHOW Cinema festival 23:40 FILM Munich 02:50 FILM B.B. e il cormorano / Bags Banny e il cormorano 04:15 SHOW Peste e corna e gocce di storia 04:20 SHOW Ieri e oggi in tv

06:00 Tg La 7 / Meteo / Oroscopo / Traffico 07:00 Omnibus 09:15 Omnibus Life 10:10 NEWS Punto Tg 10:15 Due minuti un libro 10:20 Movie Flash 10:25 TELEFILM Matlock 11:25 Movie Flash 11:30 TELEFILM Ispettore Tibbs 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 Sport 13:00 TELEFILM Hardcastle and McCormick 14:00 FILM Duello nell’Atlantico 16:00 Movie Flash 16:05 TELEFILM Stargate 17:05 Atlantide. Storie di uomini e di mondi 19:00 TELEFILM The District 1 20:00 Tg La7 20:30 Otto e mezzo 21:10 FILM L’ultimo dei Mohicani 23:30 SHOW Victor Victoria 00:35 Tg La7 00:55 Movie Flash 01:00 Otto e mezzo 01:40 TELEFILM Alla corte do Alice 2 02:40 Due minuti un libro 02:45 CNN News

1

ITALIA

06:00 VIDEOFRAMMENTI Cercando Cercando 06:15 Tg 2 Sì Viaggiare 06:25 Capitani in mezzo al mare 06:55 Quasi le sette 07:00 Cartoon Flakes 07:25 CARTONI ANIMATI 09:45 Tracy e Polpetta 10:00 TG2 punto.it 11:00 SHOW I Fatti vostri 13:00 Tg 2 Giorno 13:30 Tg2 Costume e società 13:50 Medicina 33 14:00 Il fatto del giorno 14:45 Italia sul due 16:10 TELEFILM 90210 16:50 SHOW Scalo 76 Talent 18:05 TG 2 Flash L.I.S. 18:10 Rai Tg Sport 18:30 Tg 2 19:00 REAL TV X Factor 19:35 TELEFILM Squadra Speciale Cobra 11 20:25 GIOCO Estrazioni del Lotto 20:30 Tg 2 20.30 21:05 TALK SHOW Annozero 23:20 TG 2 23:35 Palco e Retropalco 23:36 TEATRO Il sangue e la neve 00:45 Il cartellone di Palco e retropalco 00:50 Tg Parlamento 01:00 TELEFILM Dead Zone 01:40 REAL TV X Factor 02:10 Meteo 2 02:15 Appuntamento al cinema 02:25 TELEFILM La piovra 03:25 Inconscio e magia 03:35 VIDEOFRAMMENTI Cercando cercando 04:00 TELEFILM Gli occhi di Simona 04:05 I nostri problemi 04:10 Tempo Reale 04:15 NET.T.UN.O 05:00 Classici della Psicologia 05:45 Tg2 Costume e società

CINEMA

06:00 Euronews 06:05 Anima Good News 06:10 TELEFILM La nuova famiglia Addams 06:30 Tg 1 06:45 Unomattina 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 07:35 TG Parlamento 08:00 Tg 1 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 10:00 Verdetto Finale 10:50 Appuntamento al cinema 11:00 Occhio alla spesa Eleonora Daniele 11:30 Tg 1 conduce 12:00 SHOW La prova del cuoco Unomattina e da quest’anno sarà 13:30 Telegiornale coadiuvata da 14:00 Tg 1 Economia Michele Cucuzza che così torna in 14:10 SHOW Festa Italiana tv dopo 10 anni 16:15 SHOW La vita in diretta 16:50 TG Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 Che tempo fa 18:50 QUIZ L’eredita’ 20:00 Telegiornale 20:30 SHOW Affari tuoi 21:10 SERIE TV Don Matteo 7 23:15 Tg 1 23:20 TALK SHOW Porta a porta 00:55 Tg 1 Notte 01:25 Che tempo fa 01:30 GIOCO Estrazioni del Lotto 01:35 Appuntamento al cinema 01:40 Sottovoce 02:10 Fuoriclasse canale Scuola-Lavoro Il conduttore di Porta a Porta 02:40 VIDEOFRAMMENTI Bruno Vespa SuperStar 03:15 FILM Arrivano i bersaglieri 05:10 VIDEOFRAMMENTI Homo ridens 05:45 Euronews

06:10 Il mio finto fidanzato 07:40 Ortone e il mondo dei Chi 09:10 Katyn 11:15 Il seme della discordia 12:40 Funny Games - Possiamo iniziare? 14:35 Il mio finto fidanzato 16:05 Ortone e il mondo dei Chi 17:35 Nick e l'amnesia di Natale 19:10 Lui, lei e Babydog 20:45 SKY Cine News - Rubrica 21:00 Il ritorno di Mr. Ripley 22:55 Love guru 00:25 Nick e l'amnesia di Natale 01:55 The Ice Harvest 03:25 Cuccioli sulla neve

07:00 Wake Up! 09:00 Into the Music 12:00 MTV the Most 13:00 Next 13:30 SHOW The Hills 14:00 MINISERIE Reaper 15:00 MUSICA Made 16:00 Flash 16:05 Into the Music 17:00 Flash 17:05 Into the Music 18:00 Flash 18:05 SHOW Lovetest 19:00 Flash 19:05 SHOW Busted 19:30 SHOW Room Raiders 20:00 Flash 20:05 SERIE TV Greek 21:00 SITUATION COMEDY Scrubs 22:00 MINISERIE Reaper 23:00 Flash 23:05 SHOW True Life 00:00 MUSICA Lo zoo di 105 00:30 SHOW Jackass 01:00 Brand: New Videos 02:00 Into the Music 03:00 Insomnia 05:40 News

Ortone e Il Mondo Dei Chi (Horton Hears a Who!) Regia Jimmy Hayward Scen.ra Ken Daurio, Cinco Paul Durata 01:28:00 Genere Animazione Il bizzarro elefante Ortone un giorno avverte un debole grido d'aiuto provenire da un minuscolo granello di polvere che fluttua nell'aria. In realtà, nel granello si cela la Città dei Chi non So, dove vivono i microscopici Chi governati dal Sinda-chi. Per proteggere la minuscola comunità, Ortone non esiterà a mettersi contro i suoi vicini. Dopo tutto, il suo motto è: "una persona è sempre una persona, non importa quanto sia piccola".


il domani  

Edizione del 08 Ottobre 2009

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you