Page 1

Domenica 08 Agosto 2010

Anno XIII - Numero 216

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

FRANE

ESODO

Loiero sulle accuse di Bertolaso: quali sono le decisioni non attuate?

REGIONE

Scoppia l’estate, è una domenica da “bollino nero” in tutta Italia

a pag » 9

Nicolò: adesso si rimetterà in moto l’asfittica economia calabrese

a pag » 3

a pag » 10

Il sistema utilizzato per aggirare il pagamento del ticket nelle strutture pubbliche del Reggino è stato scoperto dai finanzieri

Sanità, la truffa delle false esenzioni Uno degli indagati risultava proprietario di ben 12 appartamenti, ma certificava uno stato di indigenza L’INTERVENTO

Difendo le mie ragioni rispetto all’elezione di Antonio Scalzo

Le persone beneficiarie di esenzioni, mediante l’autocertificazione e sovente facendo leva sul dato dell’età, attestavano situazioni di indigenza e disagio che, all’esame dei finanzieri, si sono rivelate assolutamente inesistenti a pag » 4

LO SCONTRO E’ SUL PIL Olio, Coldiretti: una alleanza tra produttori e ristorazione

di Franco Amendola ex consigliere regionale del Pd

Sono state depositate le motivazioni con le quali il Tribunale di Catanzaro ha rigettato il ricorso da me presentato avverso la proclamazione a consigliere regionale di Antonio Scalzo la cui elezione, a mio avviso, è inficiata per la sussistenza di una causa di ineleggibilità non rimossa nei termini di legge. Quest’ultimo, infatti, quale direttore del Cera-Arpacal con contratto a tempo determinato ha richiesto nello scorso mese di febbraio la concessione di aspettativa. Tale circostanza è chiaramente contra legem in quanto l’aspettativa non è applicabile al tipo di rapporto di lavoro di cui Scalzo era titolare. Nel ricorso si è evidenziato che proprio dalla condizione di subordinazione di Arpacal...

Bonaiuti: quanti corvi nell’opposizione! ROMA - Scontro tra maggioranza e opposizione sui dati di crescita del Pil diffusi dall’Istat. E’ solo «il tentativo patetico di un governo che non ha fatto nulla per contrastare la crisi», afferma il presidente dei deputati Idv Donadi. «Ma che belle piume nere hanno gli esponenti della sinistra», controbatte il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Bonaiuti.

CATANZARO - «La Calabria è tra i protagonisti nella filiera dell’olio extra vergine al 100% e i produttori che stanno facendo bene la propria parte chiedono una alleanza con la ristorazione calabrese». È quanto si afferma in una nota della Coldiretti Calabria. «Sono nove i soggetti - afferma il presidente regionale di Coldiretti, Pietro Molinaro - tra cooperative e organizzazioni di produttori che associano oltre 3.800 imprese agricole con 25 filiere certificate (che imbottigliano e vendono olio calabrese al 100%) che hanno aderito al progetto della Coldiretti di una filiera tutta agricola e italiana e al Consorzio 100% qualità italiana promosso dall’Unione nazionale produttori olivicoli (Unaprol) in collaborazione con il Ministero delle Politiche agricole ed agroalimentari».

segue a pag » 2

a pag » 14

REGGIO CALABRIA Al Comune lo scontro ormai è durissimo tra il sindaco e la “sua” maggioranza a pag » 11

IL COMMENTO

Piano per il Sud solo annunci e niente soldi di Gianni Pittella vicepresidente vicario del Parlamento europeo

Siamo alla quarta o quinta edizione del piano per il Sud, uno specchietto per le allodole per preparare la campagna elettorale e per tentare di rianimare il governo ancora per qualche mese. La riprogrammazione di 80 miliardi dei fondi destinati dalla Ue e dallo Stato alle regioni del Sud, annunciata per pura propaganda, rischia di determinare un enorme spreco di risorse e di comportare una lunga paralisi della spesa in conto capitale, nonché un ulteriore colpo non solo alla ripresa ma anche alle prospettive di crescita potenziale. Per il periodo 2007-2013 il governo Prodi e l’allora ministro Bersani erano riusciti a stanziare per il Mezzogiorno 120 miliardi, i ministri Fitto e Tremonti ci dovrebbero spiegare intanto che fine avrebbero fatto i 40 miliardi che mancano all’appello. Lo stesso ministro dell’Economia ha denunciato poco tempo fa i ritardi nella spesa fin qui realizzata a metà periodo di programmazione, accollando le responsabilità alle Regioni cialtrone del Sud ma omettendo di dire che anche i finanziamenti a disposizione dei ministeri sono fermi e che il disimpegno di 28 miliardi di fondi Fas ha bloccato l’avvio e la portata di tutti i progetti presentati. L’utilizzo dei fondi europei è vincolato a procedure, controlli e a impegni di investimento nazionali che non possono essere disattesi o cambiati senza trattative, impensabili da avviare a metà programmazione, se il governo vuole veramente tornare a occuparsi delle sorti del Mezzogiorno istituisca una cabina di regia con la Ue e le Regioni per velocizzare le procedure.


2

il Domani Domenica 08 Agosto 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI L’INTERVENTO di Franco Amendola Difendo le mie ragioni rispetto all’elezione di Scalzo ... rispetto alla Regione Calabria deriva la configurabilità della causa di ineleggibilità in capo a Scalzo qualificabile, a tutti gli effetti, come dipendente della Regione e che per non incorrere nelle prescrizioni di legge avrebbe dovuto rassegnare le dimissioni dall’incarico. Secondo le valutazioni dei giudici di prima istanza, invece, l’Arpacal non si può definire in concreto ente dipendente della Regione in quanto tale tipo di rapporto si sostanzierebbe, distinguendosi dalla vigilanza, "per l’esistenza di un vasto e penetrante potere di ingerenza nell’attività dell’ente subordinato". E’ una sentenza che sulla base di queste motivazioni lascia interdetti. E’ incomprensibile il ragionamento che ha portato i giudici a questa conclusione, considerato che sia legge istitutiva che il regolamento dell’Arpacal fanno esplicito e incontestabile riferimento alla condizione giuridica di ente strumentale della Regione definendo, in maniera dettagliata e sc-

rupolosa, le singole attività e gli obiettivi da raggiungere. In particolare, e in questo concordiamo con l’impostazione seguita dal Tribunale, il potere di ingerenza della Regione si sostanzia non solo con l’attività di vigilanza e controllo ma anche e, soprattutto, con la solare determinazione di compiti ed ambiti di operatività dell’Arpacal. Per tale ragione avevamo già specificato nel ricorso che la legge istitutiva dell’Agenzia agli art. 8 (Controllo) e 14 (Programma annuale di attività) specificano che la Giunta e il Comitato regionale di indirizzo (di cui fanno parte il presidente della regione e gli assessori regionali all’ambiente, sanità e industria) approvano sia l’attività economica e gestionale che l’attività annuale dell’Arpacal. In aggiunta sottolineiamo che il potere di ingerenza della Regione è totale, fino al punto di arrivare, ed è questione dibattuta in questi giorni, alla proposta della stessa giunta regionale della

DAL NOSTRO INDIGNATO SPECIALE

di Carlo Bassi

Chi è il cretino che lo chiama il Belpaese? Dunque, nel nostro Paese, dove notoriamente si vive sicuri, funziona così. Decidi di uscire per sbrigare alcune faccende: fuori dal portone, mi conviene a destra o a sinistra? Primo consiglio, pensaci bene. A destra, continuerai la tua vita serena, magari a lottare con le bollette, ma con la gioia dei tuoi bambini piccoli; a sinistra - come in Sliding doors, quel magnifico e inquietante film - potresti trovarti di fronte un energumeno toccato, mai visto in vita tua, che ti massacra di botte perché lo ha lasciato la fidanzata. Il caso, direte. Certo, magari vivi a Napoli, c’è il sole, c’è il mare, ci sei tu. Mi faccio un giretto sulla circumvesuviana e una giornata al mare. Su che vagone salgo? Pensaci bene. E’ di nuovo come in Sliding doors: davanti una vita tranquilla, magari con la banca che ti telefona ma con una bella tintarella. Dietro o in mezzo, una camera mortuaria. Dipende dal macchinista o da un cellulare, o da qualche cretino che ha messo un sasso (capita, capita). Non è molto diverso se decidi di farti una gita in auto. Attento, 130, distanza di sicurezza, macchina in perfetto stato, frecce a tutto spiano, neanche il viva voce, che non ti assicura contro la distrazione. Ma non dipende da te. Pensaci bene: dietro l’angolo c’è uno che si è fatto di tutto quello che ha trovato, magari ha pippato l’anticalcare e s’è bevuto sto mondo e quell’altro.Bam. Di nuovo la camera mortuaria. Beh, dici tu, almeno li beccano e non escono più. Errore: sei morto e pure per niente. Domani sono fuori e ricominciano. Io e il polpo Paolo accettiamo scommesse.

definitiva soppressione della stessa Agenzia. E’ del tutto evidente, quindi, che ad una serena valutazione non poteva sfuggire la reale condizione di totale subordinazione dell’Arpacal rispetto alla Regione che, tra le altre cose, non solo finanzia con fondi propri l’intera attività ma autorizza le assunzioni di personale, le convenzioni con altri enti istituzionali regionali o nazionali, la nomina dello stesso direttore generale.In definitiva la Regione determina chiaramente il processo formativo della volontà dell’Agenzia sia in termini di carattere generale che nei singoli atti attraverso forme di intervento e controllo estese al merito delle deliberazioni assunte dall’Agenzia. Ancora più singolare appare, poi, il richiamo che si fa, a sostegno del ragionamento ispiratore della sentenza, alla più recente giurisprudenza di legittimità con l’elencazione di una serie di sentenze della Cassa-

zione Civile che non riguardano in nessuno dei casi evidenziati Agenzie regionali per l’Ambiente ma solo ed esclusivamente Consorzi di vario tipo ai quali la Regione partecipa, è opportuno evidenziarlo, assieme ad altri soggetti pubblici e privati. E’ non è questo il caso. Si tratta, dunque, di un parallelismo assolutamente improponibile che i giudici di Appello, ai quali mi rivolgerò nei termini di legge, non mancheranno di evidenziare e sanare ristabilendo i giusti principi e il rispetto delle normative in materia elettorale che sono stati, a mio avviso, palesemente violati.

Franco Amendola


Domenica 08 Agosto 2010

il Domani

3

PRIMO PIANO NAZIONALE

Scoppia l’estate, weekend da “bollino nero” ovunque

di Renzo Massi ROMA - Traffico intenso su tutta la Penisola nel week end agostano. Ieri un’ora di attesa a Villa San Giovanni per gli imbarchi verso la Sicilia. Un’ora di attesa anche in uscita dall’Italia verso la Francia al traforo del Monte Bianco. La situazione si è stabilizzata con 9 chilometri di coda, dai 21 di ieri mattina, in uscita verso la Slovenia alla barriera Lisert di

Trieste. Riaperto il passante di Mestre. Traffico molto intenso in direzione Sud, sulla A-3 Salerno-Reggio Calabria e utilizzo delle due corsie esclusivamente in direzione Sud tra Padula e Lauria. Ritardi, oscillanti tra i 15 minuti ed un’ora e cinquanta, hanno interessato l’aeroporto romano di Ciampino, affollato di vacanzieri, sette voli della compagnia Ryanair. A causarli, a quanto si è appreso, è stato il rallentamento delle operazioni di accetta-

zione per i passeggeri per via della caduta del sistema informatico operativo della stessa compagnia. Come conseguenza, le operazioni di check-in sono state condotte ricorrendo ad un sistema manuale o al sistema informatico Arco, in uso ad altre compagnie aeree. I voli che hanno subito i ritardi sono stati quelli diretti a Trapani, Valencia, Cagliari, Madrid, Charleroi e Londra. Disagi e proteste da parte di molti passeggeri. Questo fine settimana, ha registrato la Polstrada, il traffico è stato più intenso rispetto allo scorso sabato, che pure era segnalato con il bollino nero. Giornata di traffico intenso anche all’aeroporto di Fiumicino. Per l’esodo di agosto, aerostazioni, sia in zona partenze che arrivi, sono state affollate di vacanzieri. La stima complessiva, di partenze e di arrivi, per questo fine settimana è di 340-360 mila passeggeri. Da gruppi organizzati con tour operator, a comitive di giovani, a famigliole con bambini, c’è un po’ di tutto nel via vai frenetico che vivacizza i punti d’informazione, le aree dei check-in e degli imbarchi. Solo ieri, a far salire il termometro dell’esodo, sono stati i numerosi voli charter programmati nell’arco della giornata: cinque rispettivamente per Creta, Ibiza e Sharm El Sheikh, quattro per Mars Al Alam, due per Rodi e Mikonos, e poi quelli per Kos, Palma de Mallorca, Mahe ed anche Dab-

ba City, nel nord Egitto, e Lourdes. Lo scalo romano, in quest’ultimo periodo, sta reggendo all’ impatto del forte traffico, che viaggia stabilmente su numeri alti, come testimoniato dal nuovo primato assoluto di traffico fatto segnare domenica 1 agosto, quando sono transitati, fra arrivi epartenze,137.973passeggeri.Si è trattato del record storico. Il

Ieri un’ora di attesa a Villa San Giovanni per gli imbarchi verso la Sicilia. Un’ora di attesa anche in uscita dal Monte Bianco precedente era stato fatto registrare il 17 agosto 2008 quando nello scalo erano transitati 135.417 passeggeri. Si sono imbarcati sul traghetto della Tirrenia Nuraghes, infine, salpato a pieno carico, i viaggiatori che da venerdì sera si trovavano sui moli del porto di Civitavecchia a causa della mancata partenza per un guasto tecnico della motonave Clodia, ultima corsa utile per Cagliari. Gli altri passeggeri, diretti ad Olbia, sono ripartiti dopo aver rifiutato la proposta di un viaggio alternativo di 10 ore.


il Domani

|

AsteInfoappalti

4

Domenica 8 Agosto 2010

TRIBUNALE DI CATANZARO

TRIBUNALE DI CROTONE

Sezione Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’esecuzione dott. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n. 13/97 R.G.E. ORDINA Procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti immobili: LOTTO 2) quota ideale di 1/2 della proprietà del fondo agricolo in Amato, in località “Andreis”, di Ha 13.64.65. In catasto terreni al foglio 13 con i mappali 203, 211, 217, 218, 219, 220, 222, 224, 389, 401, 402, 403, 404, 405,406, 407, 408, 409, 410, 411, 414, e nel foglio n. 14 in mappale n. 1 - Prezzo base d’asta euro 14.300,00 LOTTO 5) magazzino di mq. 30, avente struttura portante in muratura in Amato località “Acquasanta”. In catasto al foglio 16 con il mappale 244 sub. 1 - Prezzo base d’asta euro 2.325,94 LOTTO 9) terreno in Marcellinara in località “Rugo” di Ha. 1.31.20. In catasto al foglio 4 mappali n. 11, 12 e 15 - Prezzo base d’asta euro 33.809,62 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 6 ottobre 2010, ore 9.30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 cpc in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente dovrà depositare in cancelleria la propria offerta, entro le ore 12 del giorno precedente l’udienza sopra fissata, con una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Aumento minimo in caso di gara euro 1.000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare, in cancelleria, il prezzo di acquisto dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento saranno poste a carico dell’aggiudicatario. La presente ordinanza deve altresì pubblicarsi per estratto, oltre che nelle forme di legge, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte di acquisto, mediante le seguenti inserzioni: Quotidiano “Il Domani”; www.aste.eugenius.it; mensile “Aste”.

Esecuzioni Imm. n. 10/2006 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Professionista Delegato: Lotto: 1° Piena ed intera proprietà di terreno sito in Rocca di Neto, località Piano del Pero, esteso circa mq. 8.000, riportato in N.C.T. al fol. 18 p.lla 99. Sul terreno iniste struttura non ultimata in cemento armato di circa mq. 675,00. Prezzo base: 1° lotto euro 79.101,00 Rilancio: 1° lotto euro 1.000,00 Vendita senza incanto: 06.10.2010 Vendita con incanto: 13.10.2010 Le vendite saranno effettuate presso il proprio Ufficio sito nel Tribunale di Crotone. Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la data di vendita. Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it o in alternativa rivolgersi presso l’avv. Rosanna Macrini (tel. 0962/26922).

°°°°°°°°°° Sezione Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’esecuzione dott. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n. 166/87 R.G.E. ORDINA Procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti immobili: LOTTO 2) immobile in Sorbo San Basile, in Catasto al foglio 51 particella 65 - Prezzo base d’asta euro 60.000,00 LOTTO 3) immobile in Sorbo San Basile, in Catasto al foglio 51 particella 66 - Prezzo base d’asta euro 132.000,00 LOTTO 4) immobile in Sorbo San Basile, in Catasto al foglio 51 particella 67 - Prezzo base d’asta euro 170.000,00 LOTTO 5) immobile in Sorbo San Basile, in Catasto al foglio 51 particella 93 - Prezzo base d’asta euro 185.000,00 LOTTO 6) immobile in Sorbo San Basile, in Catasto al foglio 51, particelle 92, 40, 55, 56; foglio 60 particelle 8 e 200 - Prezzo base d’asta euro 160.000,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 6 ottobre 2010, ore 9,30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 cpc in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente dovrà depositare in cancelleria la propria offerta, entro le ore 12 del giorno precedente l’udienza sopra fissata, con una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Aumento minimo in caso di gara euro 2.000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare, in cancelleria, il prezzo di acquisto dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. La presente ordinanza deve altresì pubblicarsi per estratto, oltre che nelle forme di legge, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto mediante le seguenti inserzioni: quotidiano “Il Domani”, rivista “Aste” e sito internet www.aste.eugenius.it.

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

°°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 82/2002 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Professionista Delegato: Lotto: 1° Quota pari a 1/2 dell’appartamento sito in Crotone in via Firenze 134/B quarto piano scala b censito al NCEU al fg 45, p.lla 698 sub. 49. Prezzo base: 1° lotto euro 39.600,00 Rilancio: 1° lotto euro 500,00 Vendita senza incanto: 06.10.2010 Vendita con incanto: 13.10.2010 Le vendite saranno effettuate presso il proprio Ufficio sito nel Tribunale di Crotone. Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la data di vendita. Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 38/2001 promossa da MPS, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: “Unità immobiliare per civile abitazione posta al quarto piano di un fabbricato a cinque piani fuori terra sito nel Comune di Bianco alla via Iatrò, riportato nel NCEU alla partita 1000146, foglio di mappa 13, particella 135 sub 32, Cat. A/3, classe 3°, vani 4,5, in ditta … usufruttuaria per 7/24, … proprietario” PREZZO BASE DEL LOTTO Euro 24.170,00 DEPOSITO PER CAUZIONE Euro 2.417,00 DEPOSITO PER SPESE Euro 3.625,00 L’incanto avverrà, con il prezzo RIBASSATO DI 1/5, all’udienza del 24.09.2010, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, ENTRO LE ORE 12,00 DEL GIORNO ANTECEDENTE L’INCANTO, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a Euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 24.09.2010. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 04 agosto 2010 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZlONI IMMOBILlARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, DR. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 54/97 promossa da CARICAL. SI RENDE NOTO ORDINA LA VENDlT A CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO - Terreno sito nel Comune di

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

www.asteannunci.info | www.aste.eugenius.it www.asteinfoappalti.it | www.astepress.it

Caulonia riportato nel NCT alla partita n. 13123 foglio di mappa 116 particella 66 seminativo irriguo classe 2^ di are 00.48.20 Prezzo base del lotto euro 33.569,70 Deposito per cauzione euro 3.356,97 Deposito per spese euro 5.647,00 L’incanto avverrà, con il prezzo da ridurre di 1/5, all’udienza del 07/10/2010 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede ed in secondo esperimento in data ------ alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. - Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: Euro 1.000,00. - L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 07/10/2010. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 20.07.2010 Esatte Euro 14,62 per bollo - Euro 6,20 per diritti Il Cancelliere

TRIBUNALE DI PAOLA AVVISO DI VENDITA ALL’INCANTO (artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore commercialista con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 2123/04/2007, vista l’ordinanza di vendita n. cron. 1632, emanata dal Giudice dell’Esecuzione dott.ssa Maria Luisa ARIENZO in data 18-24 marzo 2005 con cui è stata disposta la vendita all’incanto dei beni pignorati nel procedimento esecutivo n. 285/97 R.E.I. (cui è riunita la proc. 79/99 REI) e sono state delegate le relative operazioni, visti gli artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c., visti i provvedimenti del 14-20/10/2009 e 18/06/2010 RENDE NOTO che il giorno 27 settembre 2010 alle ore 13,30 presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà l’incanto in distinti lotti dei beni oltre descritti. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. Gli immobili vengono venduti liberi da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Ciascun offerente, per poter essere ammesso all’incanto, dovrà presentare, presso il sopra indicato studio, entro le ore 12.30 del giorno feriale precedente l’incanto (escluso il sabato), domanda di partecipazione all’incanto, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione,una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base d’asta in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all’ordine del sottoscritto professionista delegato. Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell’art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n.

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

385), l’aggiudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all’istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 20 dalla data dell’aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L’aggiudicatario, entro il termine perentorio di 40 giorni dall’aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, il saldo del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione, dedotta la prestata cauzione, nonché l’eventuale saldo delle spese, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. In caso di inadempimento l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto dal diritto, con conseguente perdita della cauzione a titolo di multa salvo l’eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell’art. 587 c.p.c.. I partecipanti all’asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell’immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’inizia consultabili sul sito dell’ABI (http://www3.abi.it/AsteImm/) . I partecipanti all’asta sono pertanto invitati a contattare, qualora vi abbiano interesse, le banche convenzionate.. Una copia del presente verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c, altra copia verrà pubblicata sull’edizione domenicale del quotidiano “Il Domani della Calabria”, sul Mensile “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it; l’incanto sarà inoltre pubblicizzato tramite affissione nel Comune ove sono situati gli immobili. Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Delle eventuali visite dovrà essere data comunicazione al professionista Delegato. A norma dell’art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relative alla vendita saranno espletate presso lo studio del professionista delegato. BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO NEL COMUNE DI BELVEDERE MARITTIMO (CS) LOTTO 4 (quota D in perizia- scheda conclusiva allegati G): locale garage posto al piano terra alla via Umbero Boccioni n. 25, (ex via G. Fortunato) della superficie netta di mq. 28, confinante a nord con garage di prop. di C. S., a sud con garage di proprietà C. C. e ad ovest con spazio condominiale. Catasto Fabbricati del Comune di Belvedere Marittimo, foglio 22, p.lla 393 sub 1, z.c. 2, Categ C/6, cl. 1, consistenza 27 mq, rendita euro 61,36. Prezzo a base d’asta euro 6.881,28 (seimilaottocentoottantuno/28). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). LOTTO 5 (quota E in perizia- scheda conclusiva allegati G): appartamento per civile abitazione, sito in via Umberto Boccioni n. 25, (ex via G. Fortunato) del comune di Belvedere Marittimo, costituito da soggiorno, cucina, n. 2 bagni, n. 2 stanze da letto, corridoio di disimpegno ed ampio attico, confinante a sud, est e nord con proprietà C.S.. Catasto fabbricati del comune di Belvedere Marittimo foglio 22, p.lla 393 sub 7, piano 3, Categ A/3, CL. 2, Z.C. 2, consistenza 5 vani, rendita euro 219,49. Locale cantina della superficie lorda coperta di mq. 9,60 confinante ad est con muro cieco a sud con proprietà C.C. e a nord ed ovest con proprietà C.S.. Catasto fabbricati del Comune di Belvedere Marittimo foglio 22 p.lla 393, subalterno 8, categ C/2, cl. U, z.c. 2, cons mq. 9, piano T, rendita euro 27,89. Prezzo a base d’asta euro 48.103,42 (quarantottomilacentotre/42). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). Ai sensi e per gli effetti della legge 47/85 e della normativa vigente, dalla perizia del C.T.U. in atti, ed alle quali espressamente si rinvia, risulta che: - per i beni ubicati in via U. Boccioni sono state rilasciate licenza edilizia in data 20/03/1975 e concessione edilizia in sanatoria in data 14/03/1978 prot. 1487; - la realizzazione del fabbricato non ha avuto rispondenza alla previsione della licenza edilizia del 20/03/1975 e ciò per realizzazione abusiva del piano attico. In data 14/03/1978, tuttavia, è stata rilasciata concessione edilizia in sanatoria. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso l’ aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. sull’edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all’art. 40, VI comma, della citata legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Si pubblichi nelle forme di cui sopra. Cetraro li 21/06/2010 Il Professionista delegato Dott. Fernando Caldiero

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

5

Domenica 8 Agosto 2010 °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA ALL’INCANTO (artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore commercialista, con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 2123/04/2007, vista l’ordinanza di vendita n. cron. 406, emanata dal Giudice dell’Esecuzione dott.ssa Maria Luisa ARIENZO in data 25/11/2005 con cui è stata disposta la vendita all’incanto dei beni pignorati nel procedimento esecutivo n. 40/94 R.E.I. e sono state delegate le relative operazioni, visti gli artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c., visti i provvedimenti del 30/09-02/10/2009 e del 2122/07/2010 RENDE NOTO che il giorno 18 ottobre 2010, alle ore 11.30, presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà l’incanto in un unico lotto del bene oltre descritto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Ciascun offerente, per poter essere ammesso all’incanto, dovrà presentare, presso il sopra indicato studio, entro le ore 12.30 del giorno feriale precedente l’incanto, escluso il sabato, domanda di partecipazione all’incanto, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione,una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base d’asta in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all’ordine del sottoscritto professionista delegato. Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell’art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l’aggiudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all’istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 40 dalla data dell’aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L’aggiudicatario, entro il termine perentorio di 40 giorni dall’aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, il saldo del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione, dedotta la prestata cauzione, nonché l’eventuale saldo delle spese, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. In caso di inadempimento l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto dal diritto, con conseguente perdita della cauzione a titolo di multa salvo l’eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell’art. 587 c.p.c.. I partecipanti all’asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell’immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’inizia consultabili sul sito dell’ABI (http://www3.abi.it/AsteImm/) . I partecipanti all’asta sono pertanto invitati a contattare, qualora vi abbiano interesse, le Banche convenzionate. Una copia del presente verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c, altra copia verrà pubblicata sull’edizione domenicale del quotidiano “Il Domani della Calabria”, sul Mensile “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Delle eventuali visite dovrà essere data comunicazione al professionista Delegato. A norma dell’art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relati-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

ve alla vendita saranno espletate presso lo studio del professionista delegato. BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO Appartamento sito nel comune di Fiumefreddo Bruzio (CS) alla Via Petto dell’Olmo, composto da soggiorno cucina e bagno al piano terra, tre camere da letto e bagno al primo piano, con relativi disimpegni e due terrazzi, nonché lastrico solare e corte, confinante con proprietà M., con spazio condominiale, con Proprietà P. e con proprietà C.. Riportato al catasto fabbricati del comune di Fiumefreddo Bruzio foglio 21 particella 290 sub 1, cat A/3 classe 3 vani 6,5 r.c. euro 419,62, particella 290 sub 2 lastrico solare, foglio 21 part. 290 sub 3 area urbana (giardino). Prezzo a base d’asta euro 62.382,08 (sessantaduemilatrecentoottantadue/08) . Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). Ai sensi e per gli effetti della legge 47/85 e della normativa vigente, dalla perizia del C.T.U. in atti, ed alle quali espressamente si rinvia, risulta che i lavori di costruzione del fabbricato, furono autorizzati con L.E. n° 2789 del 28/12/73 e terminati in data 15.09.78, lo stesso alla data del sopralluogo era conforme a detta licenza edilizia. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso l’ aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. sull’edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all’art. 40, VI comma, della legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Si pubblichi nelle forme di cui sopra. Cetraro li 28/07/2010 Il Professionista delegato Dott. Fernando Caldiero °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA ALL’INCANTO (artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore commercialista con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 2123/04/2007, vista l’ordinanza di vendita n. cron. 1618., emanata dal Giudice dell’Esecuzione dott.ssa Maria Luisa ARIENZO in data 11-24/03/2005 con cui è stata disposta la vendita all’incanto dei beni pignorati nel procedimento esecutivo n. 174/92 R.E.I. e sono state delegate le relative operazioni, visti gli artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c., visto i provvedimenti del 13/0703/08/2009, 29/06/2010 e 21-22/07/2010 RENDE NOTO che il giorno 18 ottobre 2010, alle ore 12,30 presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà l’incanto in distinti lotti dei beni oltre descritti. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Ciascun offerente, per poter essere ammesso all’incanto, dovrà presentare, presso il sopra indicato studio, entro le ore 12.30 del giorno feriale precedente l’incanto (escluso il sabato), domanda di partecipazione all’incanto, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione,una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base d’asta in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all’ordine del sottoscritto professionista delegato.

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

www.asteannunci.info | www.aste.eugenius.it www.asteinfoappalti.it | www.astepress.it

Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell’art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l’aggiudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all’istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 40 dalla data dell’aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L’aggiudicatario, entro il termine perentorio di 40 giorni dall’aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, il saldo del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione, dedotta la prestata cauzione, nonché l’eventuale saldo delle spese, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. In caso di inadempimento l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto dal diritto, con conseguente perdita della cauzione a titolo di multa salvo l’eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell’art. 587 c.p.c.. I partecipanti all’asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell’immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’inizia consultabili sul sito dell’ABI (http://www3.abi.it/AsteImm/). I partecipanti all’asta sono pertanto invitati a contattare, qualora vi abbiano interesse, le Banche convenzionate. Una copia del presente verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c, altra copia verrà pubblicata sull’edizione domenicale del quotidiano “Il Domani della Calabria”, sul Mensile “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Delle eventuali visite dovrà essere data comunicazione al professionista Delegato. A norma dell’art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relative alla vendita saranno espletate presso lo studio del professionista delegato. BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO (LOTTO N. 1 IN PERIZIA): appartamento per civile abitazione, in Cetraro (CS) alla Via L.De Seta n. 73, ubicato al 1° piano, facente parte di un fabbricato a n. 4 piani fuori terra, composto da n. 6 vani e bagno. Confini: Via L. De Seta, fabbricato proprietà M., corte comune, fabbricato proprietà eredi Z.. Catasto fabbricati del Comune di Cetraro foglio 46, p.lla 261 sub 5, via Luigi De Seta n. 73, p. 1°, categ A/3, vani 7,0, R.C. euro 325,37. Prezzo a base d’asta euro 29.065,25 (ventinovemilazerosessantacinque/25). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). (LOTTO N. 2 IN PERIZIA): Magazzino adibito a forno al piano terra, ubicato in Cetraro (CS) alla Via L.De Seta n. 71, facente parte di un fabbricato a n. 4 piani fuori terra. Confini: Via Luigi De Seta, fabbricato proprietà M., terrapieno, Fabbricato proprietà eredi Z.. Catasto fabbricati del Comune di Cetraro foglio 46, p.lla 261 sub 9, Via Luigi De Seta n. 71, p. T, Categ C/3, CL. 3, mq. 67, RC euro 252,60. Prezzo a base d’asta euro 21.539,27 (ventunomilacinquecentotrentanove/27). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). Ai sensi e per gli effetti della legge 47/85 e della normativa vigente, dalla perizia del C.T.U. in atti, ed alle quali espressamente si rinvia, risulta che: - il fabbricato in via L. De Seta, riportato in catasto al foglio 46 p.lla 261 ricade in zona residenziale A del vigente PRG; - la zona suddetta è compresa sin dal 1959 all’interno del centro abitato; - l’obbligo della licenza edilizia per la costruzione di nuovi fabbricati nei centri abitati è stata istituita dall’art. 31 della legge 17/08/1942, n. 1150. - l’esecutato ha dichiarato, in occasione del sopralluogo del ctu, che gli immobili sono stati costruiti prima del 1942. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso l’ aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. sull’edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all’art. 40, VI comma, della citata legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Custode dei beni è stata nominata la dottoressa Angela Pighini- telefono: 0982/686981. Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Si pubblichi nelle forme di cui sopra. Cetraro li 28/07/2010 Il Professionista delegato Dott. Fernando Caldiero °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA ALL’INCANTO (artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

commercialista con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 2123/04/2007, vista l’ordinanza di vendita n. cron. 6516, emanata dal Giudice dell’Esecuzione dott.ssa Maria Luisa ARIENZO in data 29-30/06/2004 con cui è stata disposta la vendita all’incanto dei beni pignorati nel procedimento esecutivo n. 261/89 R.E.I. e sono state delegate le relative operazioni, visti gli artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c., visti i provvedimenti del Sig GE del 1517/04/2009, 22-24/07/2009, 1721/12/2009, 7-9/04/2010 e 06/07/2010 RENDE NOTO che il giorno 18 ottobre 2010, alle ore 9.30 presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà l’incanto in un unico lotto del bene oltre descritto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Ciascun offerente, per poter essere ammesso all’incanto, dovrà presentare, presso il sopra indicato studio, entro le ore 12.30 del giorno feriale precedente l’incanto, (escluso il sabato) domanda di partecipazione all’incanto, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione,una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base d’asta in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all’ordine del sottoscritto professionista delegato. Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell’art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l’aggiudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all’istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 40 dalla data dell’aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L’aggiudicatario, entro il termine perentorio di 40 giorni dall’aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, il saldo del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione, dedotta la prestata cauzione, nonché l’eventuale saldo delle spese, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. In caso di inadempimento l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto dal diritto, con conseguente perdita della cauzione a titolo di multa salvo l’eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell’art. 587 c.p.c.. I partecipanti all’asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell’immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’inizia consultabili sul sito dell’ABI (http://www3.abi.it/AsteImm/) . I partecipanti all’asta sono pertanto invitati a contattare, qualora vi abbiano interesse, le banche convenzionate.. Una copia del presente verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c, altra copia verrà pubblicata sull’edizione domenicale del quotidiano “Il Domani della Calabria”, sul Mensile “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it; l’incanto sarà inoltre pubblicizzato tramite affissione nel Comune ove sono situati gli immobili. Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Delle eventuali visite dovrà essere data comunicazione al professionista Delegato. A norma dell’art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relative alla vendita saranno espletate presso lo stu-

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

6

Domenica 8 Agosto 2010 dio del professionista delegato. BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO locale commerciale adibito a trattoria sito in localita’ Campora San Giovanni fraz. di Amantea (CS) su v.le Europa all’incrocio dei semafori, composto a piano terra da: sala ristorante, una saletta, una cucina, due bagni ed un terrazzo esterno. Totale superficie interna mq. 222,91; totale superficie terrazzo esterno 151,118. totale superficie complessiva mq. 374,028. Confina per tutti e quattro i lati con la corte comune del fabbricato dei germani S. C. L., V., M. . Catasto fabbricati comune di Amantea foglio 33/b particella 632 sub 6 p. t. . Prezzo a base d’asta euro 88.735,83 (ottantottomilasettecentotrentacinque/83). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). Ai sensi e per gli effetti della legge 47/85 e della normativa vigente, dalla perizia del C.T.U. in atti, ed alle quali espressamente si rinvia, risulta che: Per l’immobile sono stati rilasciati i seguenti titoli/autorizzazioni: concessione edilizia n. 775 anno 1987; concessione edilizia in sanatoria n. 61 del 28/09/198; autorizzazione n. 384 del 31/05/2000 (scaduta come termine per la non esecuzione dei lavori da un anno dal rilascio); certificato di agibilità in data 07/04/1990; dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico alla legge n. 46/1990. Sul PRG risulta zona vincolata di rispetto stradale dove non si possono realizzare volumi ma eventualmente la copertura del terrazzo superiore. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso l’aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. sull’edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all’art. 40, VI comma, della citata legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Custode del bene è stato nominato il dott. Michele Gagliardi - tel 0982/426031. L’immobile è occupato. Si pubblichi nelle forme di cui sopra. Cetraro 12/07/2010 Il Professionista delegato Dott. Fernando Caldiero °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA ALL’INCANTO (artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore commercialista con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 2123/04/2007, vista l’ordinanza di vendita n. cron.404 emanata dal Giudice dell’Esecuzione dott.ssa Maria Luisa ARIENZO in data 25/11/2005-30/01/2006 con cui è stata disposta la vendita all’incanto dei beni pignorati nel procedimento esecutivo n. 131/1994 R.E.I. e sono state delegate le relative operazioni, visti gli artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c., visti i provvedimenti del Sig. G.E. del 2630/10/2008, 23/10/2008, 26/05/2009, 20/11/2009, 7-9/04/2010 e 6/07/2010 RENDE NOTO che il giorno 18/10/2010, alle ore 10,30 presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà l’incanto in un unico lotto del bene oltre descritto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Ciascun offerente, per poter essere ammesso all’incanto, dovrà presentare, presso il sopra indicato studio, entro le ore 12.30 del

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

giorno feriale precedente l’incanto, escluso il sabato, domanda di partecipazione all’incanto, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione,una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base d’asta in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all’ordine del sottoscritto professionista delegato. Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell’art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l’aggiudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all’istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 20 dalla data dell’aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L’aggiudicatario, entro il termine perentorio di 40 giorni dall’aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, il saldo del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione, dedotta la prestata cauzione, nonché l’eventuale saldo delle spese, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. I partecipanti all’asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell’immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’iniziativa sono le seguenti: - Banca Monte dei Paschi di Siena s.p.a, Filiale di Paola (Direzione di Reggio Calabria - Settore prodotti Retail- Viale Calabria angolo Vico Sant’Anna -89131 Reggio Calabria Tel. 0965/353465/478/468; - Unicredit Banca s.p.a., agenzia Unicredit di Cosenza, 127 ang. Tagliamento, Corso Mazzini. I partecipanti all’asta sono pertanto invitati a contattare, qualora vi abbiano interesse, le su indicate Banche. Una copia del presente verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c, altra copia verrà pubblicata sull’edizione domenicale del quotidiano “Il Domani della Calabria”, sul Mensile “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it; l’incanto sarà inoltre pubblicizzato tramite affissione nel Comune ove sono situati gli immobili. Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Delle eventuali visite dovrà essere data comunicazione al professionista Delegato. A norma dell’art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relative alla vendita saranno espletate presso lo studio del professionista delegato. BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO Appartamento in Santa Maria del Cedro (CS) alla Frazione Marcellina, al piano primo, interno 3, già identificato in catasto con scheda 3716/78, confinante con area condominiale per due lati e vano scala. Catasto fabbricati del comune di Santa Maria del Cedro, foglio 1, particella 853 sub 5, via Marcellina, piano primo, interno 3, categ A/3, classe 2, consistenza vani 4,5, rendita euro 395,09. Prezzo a base d’asta euro 11.289,23 (undicimiladuecentoottantanove/23). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). Ai sensi e per gli effetti della legge 47/85 e della normativa vigente, dalla perizia del C.T.U. in atti, ed alle quali espressamente si rinvia, risulta che: il fabbricato di cui è parte l’unità immobiliare posta in vendita è stato realizzato con concessione edilizia n° 74 rilasciata dal Sindaco di Santa Maria del Cedro in data 23/05/1978 ed è conforme ad essa. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso l’ aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. sull’edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all’art. 40, VI comma, della citata legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Si pubblichi nelle forme di cui sopra e si notifichi ai sensi di legge. Cetraro li 12/07/2010 Il Professionista delegato Dott. Fernando Caldiero °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA ALL’INCANTO (artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore commercialista con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 2123/04/2007, vista l’ordinanza di vendita n. cron. 9348, emanata dal Giudice dell’Esecuzione dott.ssa Maria Luisa ARIENZO in data 22/10/04-05/11/04 con cui è stata disposta la vendita all’incanto dei beni

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

www.asteannunci.info | www.aste.eugenius.it www.asteinfoappalti.it | www.astepress.it

pignorati nel procedimento esecutivo n. 208/95 R.E.I. e sono state delegate le relative operazioni, visti gli artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c., visto i provvedimenti del 30/092/10/2009,13-14/01/2010, 26-30/03/2010 e 02-05/07/2010 RENDE NOTO che il giorno 11 ottobre 2010, alle ore 17,00 presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà l’incanto in un unico lotto del bene oltre descritto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Ciascun offerente, per poter essere ammesso all’incanto, dovrà presentare, presso il sopra indicato studio, entro le ore 12.30 del giorno feriale precedente l’incanto, escluso il sabato, domanda di partecipazione all’incanto, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione,una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base d’asta in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all’ordine del sottoscritto professionista delegato. Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell’art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l’aggiudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all’istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 40 dalla data dell’aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L’aggiudicatario, entro il termine perentorio di 40 giorni dall’aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, il saldo del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione, dedotta la prestata cauzione, nonché l’eventuale saldo delle spese, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. In caso di inadempimento l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto dal diritto, con conseguente perdita della cauzione a titolo di multa salvo l’eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell’art. 587 c.p.c.. I partecipanti all’asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell’immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’inizia consultabili sul sito dell’ABI (http://www3.abi.it/AsteImm/). I partecipanti all’asta sono pertanto invitati a contattare, qualora vi abbiano interesse, le banche convenzionate. Una copia del presente verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c, altra copia verrà pubblicata sull’edizione domenicale del quotidiano “Il Domani della Calabria”, sul Mensile “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it; l’incanto sarà inoltre pubblicizzato tramite affissione nel Comune ove sono situati gli immobili. Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Delle eventuali visite dovrà essere data comunicazione al professionista Delegato. A norma dell’art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relative alla vendita saranno espletate presso lo studio del professionista delegato. BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO appartamento, ubicato in Tortora (CS), loc.tà Larderia, fabbricato C int. 5 e int. 6 con corte esclusiva di pertinenza, come derivante dall’unificazione delle unità immobiliari pignorate (int. n° 5/6), ubicato al piano terra e piano primo di un fabbricato per civile abi-

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

tazione, denominato C facente parte di un più ampio complesso edilizio. L’appartamento consta di piano terra: soggiorno-pranzo, cucina e bagno di servizio (mq. 76 di sup. lorda); piano primo: tre camere, vano pluriuso e due bagni (mq 86,50 di sup. lorda); per un totale di mq 162,50 di sup. lorda, cui si aggiungono mq 153,70 di sup. lorda di corte esclusiva. Catasto fabbricati del comune di Tortora int. 5: foglio 40 part. 699 sub 5 (appartamento cat A/3, cl 4, vani 6), foglio 40 part. 700 sub 25 (corte) e sub 27 (corte), rendita euro 526,79; int. 6: foglio 40 part. 699 sub 6 (appartamento, cat A/3 cl 4, vani 6) e foglio 40 part. 700 sub 26 (corte), rendita euro 526,79. Confini N.E.: fabbricato C app. int. 4; N.O.-S.O.: area i proprietà della c. a.u.; S.E.: fabbricato B corte int. 6 ed area condominiale. Prezzo a base d’asta euro 28.049,41 (ventottomilazeroquarantanove/41). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). Ai sensi e per gli effetti della legge 47/85 e della normativa vigente, dalla perizia del C.T.U. in atti, ed alle quali espressamente si rinvia, risulta che: “non sono in atto pratiche di rilascio di concessioni edilizie in sanatoria, ma si può affermare che la posizione urbanistica dei cespiti in oggetto risulta essere regolare, pur non essendo gli stessi esattamente conformi agli elaborati di progetto presentati” … “a seguito delle modifiche apportate … gli originari appartenenti (int. 5/6) sono oggi unificati in un unica unità immobiliare avente unico accesso alla corte di pertinenza ed unica scala di distribuzione interna” ... “si fa presente, infine, che occorre eseguire le variazioni catastali conseguenti … ed all’unificazione dei due appartamenti”. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso l’aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. sull’edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all’art. 40, VI comma, della legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Si pubblichi nelle forme di cui sopra. Cetraro li 07/07/2010 Il Professionista delegato Dott. Fernando Caldiero °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA ALL’INCANTO (artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore commercialista con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 2123/04/2007, vista l’ordinanza di vendita n. cron. 84, emanata dal Giudice dell’Esecuzione dott.ssa Brunella CONVERSO in data 510/01/2007 con cui è stata disposta la vendita all’incanto dei beni pignorati nel procedimento esecutivo n. 18/88 cui è riunita la n. 186/88 R.E.I. e sono state delegate le relative operazioni, visti gli artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c., visto i provvedimenti del Sig. G.E. del 16/01/2009, 15-18/01/2010, 7-9/04/2010 e 29/06-06/07/2010 RENDE NOTO che il giorno 11 ottobre 2010 alle ore 15,30 presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà l’incanto in un unico lotto del bene oltre descritto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Ciascun offerente, per poter essere ammes-

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

7

Domenica 8 Agosto 2010 so all’incanto, dovrà presentare, presso il sopra indicato studio, entro le ore 12.30 del giorno feriale precedente l’incanto, escluso il sabato, domanda di partecipazione all’incanto, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione,una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base d’asta in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all’ordine del sottoscritto professionista delegato. Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell’art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l’aggiudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all’istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 40 dalla data dell’aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L’aggiudicatario, entro il termine perentorio di 40 giorni dall’aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, il saldo del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione, dedotta la prestata cauzione, nonché l’eventuale saldo delle spese, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. I partecipanti all’asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell’immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’inizia consultabili sul sito dell’ABI (http://www3.abi.it/AsteImm/). I partecipanti all’asta sono pertanto invitati a contattare, qualora vi abbiano interesse, le Banche convenzionate. In caso di inadempimento l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto dal diritto, con conseguente perdita della cauzione a titolo di multa salvo l’eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell’art. 587 c.p.c.. Una copia del presente verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c, altra copia verrà pubblicata sull’edizione domenicale del quotidiano “Il Domani della Calabria”, sul Mensile “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it; l’incanto sarà inoltre pubblicizzato tramite affissione nel Comune ove sono situati gli immobili. Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Delle eventuali visite dovrà essere data comunicazione al professionista Delegato. A norma dell’art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relative alla vendita saranno espletate presso lo studio del professionista delegato. BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO Piena proprietà di un fabbricato in Tortora (CS) allaVia Blanda, articolato in tre piani fuori terra, P.T-1-2, avente la consistenza catastale di 5 vani, in catasto fabbricati del Comune di Tortora Foglio 30 particella 280 via Blanda n. 45, PT-1-2, Categ. A/4, cl. 2, vani 5, rendita euro 232,40 e quota pari ai 5/8 della piena proprietà di un terreno in Tortora (CS), in catasto terreni del comune di Tortora foglio 30 p.lla 163, esteso Ha 0.39.80 uliveto, cl. 3, R.D. euro 8,22 R. A euro 12,33. Il tutto confinante con Via Blanda e Demanio Forestale da tre lati. Dal Certificato di destinazione urbanistica rilasciato dal comune di Tortora in data 21/07/2008 risulta che il terreno ha la seguente destinazione urbanistica: a) strumento urbanistico in vigore: Piano strutturale Comunale approvato con decreto n. 2120 del 24/02/2005; b) destinazione urbanistica: Foglio 30, p.lla 163

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

“E4- Verde di Tutela”, minore consistenza “B1 Satura”; c) Vincoli: Vincolo sismico- Vincolo idrogeologico d) Prescrizioni: Zona “B1-satura” Prezzo a base d’asta euro 8.377,01 (ottomilatrecentosettantasette/01). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 200,00 (duecento/00). Ai sensi e per gli effetti della legge 47/85 e della normativa vigente, dalla perizia del C.T.U. in atti, ed alle quali espressamente si rinvia, in merito al fabbricato risulta che: - l’esecutato in varie epoche ha eseguito ampliamenti senza nessuna autorizzazione degli enti preposti; - per rendere l’immobile secondo la prescrizione della legge sismica, lo stesso dovrà essere sottoposto ad adeguamento sismico mediante applicazione di rete metallica elettrosaldata alle pareti ed eventuali rifacimenti di parte dei muri portanti; - i lavori sono allo stato rustico. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso l’ aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. sull’edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all’art. 40, VI comma, della citata legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Custode del bene è il rag Aniello del Gatto tel- fax 0982/971115. L’immobile, da quanto comunicato dal custode, è nella disponibilità dell’esecutato, libero e non in locazione. Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Si pubblichi nelle forme di cui sopra. Cetraro li 12/07/2010 Il Professionista delegato Dott. Fernando Caldiero °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA ALL’INCANTO (artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore commercialista con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 2123/04/2007, vista l’ordinanza di vendita n. cron. 4788, emanata dal Giudice dell’Esecuzione dott.ssa Maria Luisa ARIENZO in data 07-10/05/2004 con cui è stata disposta la vendita all’incanto dei beni pignorati nel procedimento esecutivo n. 110/94 R.E.I. e sono state delegate le relative operazioni, visti gli artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c., visti i provvedimenti del 1°/07/2009, 12/12/2009, 18-23/03/2010 e 2930/06/2010 RENDE NOTO che il giorno 11 ottobre 2010, alle ore 16,00 presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà l’incanto in un unico lotto del bene oltre descritto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

www.asteannunci.info | www.aste.eugenius.it www.asteinfoappalti.it | www.astepress.it

esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Ciascun offerente, per poter essere ammesso all’incanto, dovrà presentare, presso il sopra indicato studio, entro le ore 12.30 del giorno feriale precedente l’incanto (escluso il sabato), domanda di partecipazione all’incanto, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione,una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base d’asta in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all’ordine del sottoscritto professionista delegato. Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell’art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l’aggiudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all’istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 20 dalla data dell’aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L’aggiudicatario, entro il termine perentorio di 40 giorni dall’aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, il saldo del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione, dedotta la prestata cauzione, nonché l’eventuale saldo delle spese, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. In caso di inadempimento l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto dal diritto, con conseguente perdita della cauzione a titolo di multa salvo l’eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell’art. 587 c.p.c.. I partecipanti all’asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell’immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’inizia consultabili sul sito dell’ABI (http://www3.abi.it/AsteImm/). I partecipanti all’asta sono pertanto invitati a contattare, qualora vi abbiano interesse, le Banche convenzionate. Una copia del presente verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c, altra copia verrà pubblicata sull’edizione domenicale del quotidiano “Il Domani della Calabria”, sul Mensile “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Delle eventuali visite dovrà essere data comunicazione al professionista Delegato. A norma dell’art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relative alla vendita saranno espletate presso lo studio del professionista delegato. BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO NEL COMUNE DI SANGINETO (CS) ALLA LOCALITÀ LE CRETE, VIA IGNAZIO GIUNTI N. 18: Appartamento con corti esclusive posto al piano primo interno 3, facente parte di un fabbri-

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

cato a carattere residenziale, costituito da n. 2 appartamenti al piano primo e da due attività commerciali al piano terra. La superficie complessiva dell’appartamento, al lordo delle murature, è di mq. 109,00. La superficie scoperta, destinata a corte di pertinenza esclusiva (terrazzo) è di mq. 46,30; la corte esclusiva è di mq. 178 totali di cui mq. 61, 00 sono costituiti da una unità immobiliare realizzata con struttura portante in legno, destinata ad attività commerciale. L’appartamento confina a nord appartamento proprietà G. A., ad est proprietà G. R., a sud con strada comunale mentre la corte e la unità immobiliare adibita ad attività commerciale confinano a nord con attività commerciale G.A., ad est con proprietà G.R., a sud con strada comunale e ad ovest con lungomare di Sangineto. Catasto fabbricati del Comune di Sangineto foglio 24 p.lla 602 sub 3 piano primo, int. 3, z.c. 1, Categ A/3, classe 1, consistenza vani 6, rendita euro 291,28 (appartamento) e foglio 24 p.lla 605 (la corte dove insiste l’unità destinata ad attività commerciale) Prezzo a base d’asta euro 56.320,00 (cinquantaseimilatrecentoventi/00). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). Ai sensi e per gli effetti della legge 47/85 e della normativa vigente, dalla perizia del C.T.U. in atti, ed alle quali espressamente si rinvia, risulta che: il fabbricato di cui è parte il cespite in vendita ha visto la realizzazione previa concessione edilizia -n.prot. 96 del 5/5/1974; - in data 23/12/1975 è stato rilasciato certificato di abitabilità; - l’appartamento in vendita non trova rispondenza con gli elaborati progettuali di cui alla licenza edilizia sopra indicata e precisamente è stato ampliato il terrazzo lato mare e ci sono piccole modifiche interne e prospettiche; - non ci sono procedimenti amministrativi in corso; - l’unità immobiliare adibita ad attività commerciale è stata realizzata con struttura portante in legno, con un’autorizzazione comunale n. 4863 del 23/12/1993; tale struttura non è conforme alla detta autorizzazione pertanto in data 17/03/1994 è stato emesso verbale da parte della polizia municipale n. 1/94 dove si verbalizzavano le opere abusive; successivamente in data 23/05/1994 è stato elevato ulteriore verbale n. 3/94 ; infine è stata rilasciata autorizzazione in sanatoria n. 2657 del 10/07/1997 per le opere precedentemente verbalizzate ma con la precisazione che doveva essere ripristinato lo stato dei luoghi originario entro e non oltre il 30/09/1997; - a tutt’oggi lo stato dei luoghi non è stato ripristinato e l’immobile dove si svolge l’attività commerciale non è conforme agli elaborati allegati all’autorizzazione in sanatoria, pertanto è da ritenersi non regolare sotto il profilo amministrativo. - l’appartamento è utilizzato dagli esecutati come abitazione mentre la corte esclusiva è utilizzata dagli stessi esecutati come attività commerciale a carattere stagionale. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso l’ aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. sull’edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all’art. 40, VI comma, della citata legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Si pubblichi nelle forme di cui sopra. Cetraro li 07/07/2010 Il Professionista delegato Dott. Fernando Caldiero

Info 0961 996802


8

il Domani Domenica 08 Agosto 2010

PRIMO PIANO CALABRIA I reati contestati vanno dalla truffa aggravata ai danni del Servizio sanitario nazionale al falso ideologico commesso in atto pubblico

False esenzioni dal ticket denunciate 278 persone di Vito Raimondo REGGIO CALABRIA - La Guardia di finanza ha denunciato in provincia di Reggio Calabria 278 persone per truffa al servizio sanitario nazionale. I reati contestati vanno dalla truffa aggravata ai danni del Servizio sanitario nazionale al falso ideologico commesso da privato in atto pubblico. Le denunce sono state fatte nell’ambito di un’inchiesta, denominata "Easy Ticket" riguardante falsi indigenti che, secondo l’accusa, sono riusciti ad ottenere prestazioni sanitarie gratuite gra-

zie a false autocertificazioni che attestavano stati di disagio economico inesistenti. Il danno erariale è valutato in alcune migliaia di euro. Gli assistiti, secondo quanto riferito dalla Guardia di finanza, avrebbero fatto domanda di esenzione dal ticket per motivi legati all’età ed all’apparente disagiata situazione familiare e reddituale. Nel corso delle indagini sono state esaminate oltre seimila ricette mediche riferite al 2005 i cui elementi sono stati incrociati dapprima con i dati anagrafici del nucleo familiare di appartenenza dell’ammalato e successivamente

con le informazioni dell’Anagrafe tributaria. I comuni nei quali si è verificato il maggior numero di casi di frode sono Melito Porto Salvo, Montebello Ionico, Condofuri e Bova Marina. C’è anche il proprietario di 12 appartamenti, tutti ubicati a Condofuri (Reggio Calabria), tra le 278 persone denunciate dalla Guardia di finanza per le false esenzioni dal ticket. L’uomo ha 65 anni ed aveva presentato un’autocertificazione attestando falsamente il proprio stato di indigenza. Tra gli altri denunciati alcuni proprietari di auto di grossa cilindrata.

Sanità, guardie giurate ridotte all’ospedale Annunziata di Cosenza COSENZA - Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, candidato a sindaco di Cosenza alle elezioni amministrative del 2011, promotore della proposta di legge per l’istituzione del Garante della Salute della Calabria, approvata, all’unanimità, dal consiglio regionale della Calabria il 30 giugno 2008, in una nota critica il provvedimento del commissario dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, Gangemi, che ha ridotto di 15 unità il CORBELLI: numero delle Guardie giurate provvedimento in servizio all’Ansbagliato e assurdo nunziata, parla di «provvedimento che mette a rischio sbagliato e assurdo, che mette a rila sicurezza schio la sicurezza del personale e l’incolumità del personale e medicoeparamedico», definisce la situazione dell’Ospedale civile di Cosenza «drammatica, una polveriera

che rischia di esplodere, con conseguenze gravi, soprattutto durante questa estate per la assoluta carenza di organico e per il notevole aumento dei ricoveri» e rivolge, a questo proposito, un appello al presidente della Regione, e responsabile della sanità calabrese, Giuseppe Scopelliti. Corbelli, che da anni si batte per questa ed altre gravi problematiche sanitarie della regione, dopo aver «constatato personalmente le enormi difficoltà, gli ostacoli, che devono quotidianamente affrontare e superare medici e paramedici, costretti a sobbarcarsi un carico di lavoro immane, per far funzionare un ospedale che è uno dei più importanti presidi sanitari dell’intera Calabria. Uno dei problemi dell’Annunziata è anche quello della sicurezza. I recenti episodi di aggressione e violenza ai danni di operatori sanitari dell’ospedale di Rossano (e non solo) anziché portare al potenziamento delle misure di sicurezza hanno prodotto il taglio di 15 guardie giurate all’Annunziata di Cosenza. Come è pensabile garantire la sicurezza e il controllo dei diversi reparti se si tagliano diciotto vigilantes? E’ così che si vuole rilanciare e potenziare l’Annunziata? E’ con questi tagli assurdi che si pensa di risanare gli enormi debiti della sanità? Il taglio anche sulla sicurezza è purtroppo l’ennesima conferma dell’abbandono dell’Annunziata, che continua la sua lenta agonia nell’assoluta indifferenza, o peggio, volontà politica, di ridimensionarlo, di cancellarlo. Chiedo al Presidente Scopelliti di intervenire per il caso dell’Annunziata, di rispondere all’appello che di recente gli hanno indirizzato oltre 100 medici del nosocomio bruzio, di revocare il provvedimento di riduzione delle guardie giurate, di potenziare il servizio di vigilanza all’ospedale civile cosentino, per permettere agli operatori sanitari di poter operare al meglio, in condizioni di sicurezza per dare risposte e assistenza ai tantissimi pazienti».


Domenica 08 Agosto 2010

il Domani

9

PRIMO PIANO CALABRIA L’assessore regionale Tallini: «La passata giunta regionale non è stata capace di concentrare i propri sforzi sulle reali criticità del territorio, preferendo disperdere le già insufficienti risorse»

Loiero replica alle accuse di Bertolaso: «Quali sono le decisioni non attuate?» di Gaia Mutone CATANZARO - «Bertolaso, in conferenza stampa, ieri, ha detto che il precedente governo regionale soffriva di una serie di difficoltà all’interno della sua struttura di Protezione civile e che non riusciva ad attuare le decisione assunte. Siamo costretti ad assistere a dichiarazioni vaghe di esponenti del Governo nazionale e regionale con l’unico scopo di fare breccia nell’opinione pubblica». È quanto afferma, in una nota, l’ex presidente della Regione, Agazio Loiero,

che, al contrario, difende il lavoro della sua Giunta. Secondo Loiero, Bertolaso si contraddice poiché le critiche mosse alla precedente amministrazione non quadrerebbero con ciò che lo stesso capo della Protezione Civile aveva detto nel corso delle riunioni dettate dalle scorse emergenze regionali. Loiero chiede, chiamando in causa anche il suo rappresentante, prof. Pasquale Versace, incaricato di coordinare la struttura regionale, «quali sono state le decisioni assunte e poi non attuate», dato che precedentemente non vi aveva mai fatto al-

cun riferimento. La Regione da parte sua - continua Loiero - ha semprefattopresente«l’impossibilità ad attuare i programmi per la mancataerogazionedifondisempre solo promessi da parte dello Stato». Altro punto controverso riguarderebbe il mancato coinvolgimento, secondo Bertolaso, dellerealtàlocali,accusarigettata dall’ex governatore che pone una controdomanda: «quali sarebbero queste realtà locali non consultate? Sa bene Bertolaso, come lo sanno i sindaci e i presidenti delle Amministrazioni provinciali, che nelle emergenze non è stato fatto

Magno: ricordiamo l’ex governatore per le sue promesse incompiute CATANZARO – «Il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso ha posto l’accento recentemente sui ritardi dell’ex Presidente della Regione Agazio Loiero, il quale, ancora una volta, replicando all’esponente del Governo, ha perso una buona occasione per stare in silenzio ed evitare di ricordare ai calabresi le sue promesse incompiute». A dichiararlo è stato il consigliere regionale del Pdl Mario Magno che delinea la "tattica" politica di Loiero: «Scopelliti è riu«Scopelliti è riuscito a scito a rendere rendere operativi i primi operativi i primi interventi per interventi per Ianò, Ianò, Gimigliano e Maierato. L’ex Gimigliano e Maierato Presidente si erogando i contributi dimentica che, per iniziare dalle ai Comuni» problematiche relative al Piano

degli interventi dell’Opcm 3741/2009, fu effettuato il censimento delle sole spese per somme urgenze, "dimenticando" volutamente tutte le altre voci di fabbisogno previste dall’ordinanza (autonoma sistemazione, contributi ai privati, contributi alle imprese). Ciò, evidentemente, per la ricerca di un "rapporto" stretto con i Comuni». Sui fondi statali dell’Opcm - continua Magno - «per le somme urgenti, pur disponibili, non furono trasferiti ai Comuni entro fine legislatura poiché la tattica era quella di tenere "in ostaggio" i Sindaci, in vista delle elezioni. Il Presidente Scopelliti - aggiunge - poco dopo l’insediamento, ha firmato l’Ocd 7/3741/2009, erogando i contributi ai Comuni». Altro punto di scontro con l’ex governatore è la L.R. 4/97, meglio definitiva "Legge organica di protezione civile", mai attuata nella parte relativa alla costituzione del Comitato regionale ed il Comitato tecnico-scientifico della Protezione Civile.

nulla che non abbia coinvolto in prima persona i sindaci e i presidenti delle Province, quasi sempre individuati, concordemente al DipartimentonazionaledellaProtezione Civile, quali enti attuatori del Commissario delegato, cosa peraltro facilmente desumibile dalle stesse ordinanze». Loiero attacca il governo sulla gestione dell’emergenza causata, lo scorso febbraio, dalla frana di Maierato, ricordando in occasione dell’incontro con il capo della Protezione civile a Lamezia Terme, la «difficoltà dello stesso Bertolaso a spiegare agli amministratori presenti, molti dei quali avevano subito quattro alluvioni, in poco più di un anno, come mai il Governo nazionale si era completamente dimenticato della Calabria,anchesecontinuamente sollecitato dalla Regione, non erogando neppure gli scarsi fondi previsti per l’emergenza nelle ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri». Ancora oggi, a sei mesi di distanza, - prosegue Loiero - le cifre indicate oggi dal sottosegretario sono di gran lunga inferiori a quelle riferite da lui

stesso nelle riunioni di Lamezia. Sempre che verranno effettivamente erogate». Alle dichiarazioni di Loiero replica a sua volta l’onorevole Tallini, l’attuale assessore regioanle al Personale, che sintetizza così il suo pensiero: «L’ex presidente Loiero è rimasto ormai solo nel disperato tentativo di difendere il fallimentare operato della sua giunta. Dopo la patetica autodifesa sul dissesto della sanità, ecco ora un nuovo tentativo di mistificare la realtà in materia di protezione civile e salvaguardia del territorio. All’ex presidente Loiero non sono andate giù le critiche, peraltro molto garbate , che il sottosegretario Guido Bertolaso ha ieri rivolto alla passata gestione della Protezione Civile regionale». Per Tallini, la precedente giunta ha preferito «disperdere in mille rivoli le già insufficienti risorse», mentre il presidenteScopelliti«avvierà,diconcerto con i Comuni interessati, piani di interventi strutturali che possono già contare su un finanziamento di 6 milioni e 500 mila euro».


10

il Domani Domenica 08 Agosto 2010

PRIMO PIANO CALABRIA Il segretario generale di Confartigianato Crotone chiede ai parlamentari calabresi un intervento di rideterminazione delle tariffe pagate dagli artigiani per sanare «un’assurda sperequazione»

Premi Inail, Lucà: «Urge la riforma strutturale per sanare lo squilibrio» di Benedetto Lupis CROTONE-«ConfartigianatoImprese Crotone condivide convintamente quanto sostiene il presidente confederale Guerrini. La nostra organizzazione - afferma Salvatore Lucà, segretario generale di Confartigianato Crotone - vuole sollecitare, all’Inail e anche al Governo tramite i parlamentari calabresi, un intervento strutturale e consistente di rideterminazione delle tariffe pagate dagli artigiani per sanare l’assurda sperequazione che oggi vede i nostri imprenditori versare con-

tributi 3 volte superiori rispetto alle prestazioni ricevute dall’Istituto. La riduzione è tanto più necessariainconsiderazionedell’ottimo andamento della Gestione dell’artigianato presso l’Inail frutto dell’impegno delle imprese artigiane per garantire la sicurezza sul lavoro. Speriamo che l’annuncio del presidente dell’Inail Marco Fabio Sartori circa la riduzione dei premi, secondo quanto previsto dalla Legge Finanziaria 2007, si concretizzi non altro per i risultati positivi della Gestione Inail artigianato. E’ improrogabile una revisione tariffaria che ten-

ga conto dell’andamento delle rispettive gestioni per porre rimedio all’insopportabile divaricazione tra i premi versati dagli imprenditori all’Istituto e le prestazioni ricevute. In questo comparto registriamo un vero paradosso a cui le nostre imprese purtroppo sono abituate. Infatti in questi anni, grazie ai positivi risultati dell’impegno delle imprese artigiane per garantire la sicurezza sul lavoro, la Gestione dell’artigianato presso l’Inail ha evidenziato un avanzo di gestione estremamente elevato che non viene utilizzata né per aumentare le

Nicolò: adesso si rimetterà in moto l’asfittica economia calabrese REGGIO CALABRIA - «Rimettere in moto l’asfittica economia calabrese rilanciando l’edilizia di qualità che scommette su efficienza energetica, sicurezza ed interventi architettonici ed ambientali migliorativi». E’ il commento del vicepresidente del Consiglio regionale, Alessandro Nicolò (Pdl), in merito al Piano Casa licenziato dall’Assemblea nell’ultima seduta prima della pausa estiva. Nicolò rivolge «un plauso al Presidente della IV Commissione Ambiente, Alfon«C’è una particolare so Dattolo, per attenzione verso i centri avere rispettato la tabella di marcia storici e le aree di chel’organismosi era dato e per maggiore pregio averecolmato,nei ambientale e fatti, un ritardo normativo rispetpaesaggistico» to a tutte le altre regioni italiane.

Mi preme sottolineare anche il rilievo sociale del provvedimento che intende, tra l’altro, dare una risposta ai bisogni abitativi delle famiglie in condizioni di particolare disagio economico e sociale». «Questa legge, come tutte le altre che il Consiglio sta varando - prosegue Nicolò - rappresenta l’esplicazione di un programma politico, quello stilato dal presidente Giuseppe Scopelliti e fortemente sostenuto dal centrodestra, che ha individuato, tra i diversi settori prioritari d’intervento, anche il lavoro e l’ambiente. Il provvedimento, frutto peraltro di un lavoro paziente ed oculato dell’assessore Pino Gentile, esalta l’idea di creare gradevolezza residenziale, scongiurando con risolutezza speculazioni e scempi ambientali e sempre nel rispetto del territorio con particolare attenzione verso i centri storici e le aree di maggiore pregio ambientale e paesaggistico». Secondo il vicepresidente il Piano approvato costituisce un aiuto certo per le famiglie calabresi.

prestazioni, né per ridurre il costo del lavoro, né per finanziare azioni e progetti volti ad accrescere la sicurezza sui luoghi di lavoro. Così, nonostante la reale diminuzione degli infortuni testimoniata dall’Inail stesso e nonostante questa situazione gestionale ampiamente positiva, i nostri imprenditori continuano ad avere il costo assicurativo più alto rispetto agli altri settori economici. Perchè succede questo? Poi si continua a dichiarare a destra e a manca che le piccole imprese artigiane sono attenzionate in modo positivo, nella pratica però non è cosi se d’altra parte si continua su questo trend. I nostri imprenditori in questi ultimi anni stanno dedicando veramente un’attenzione

Salvatore Lucà

particolare al comparto sicurezza, ma i risultati per le aziende continuano ad essere più negativi che mai, dal momento che malgrado le cospicue risorse investite per garantire all’utenza e ai dipendenti e collaboratori la massima sicurezza, le tariffe ci catalogano tra i più tartassati».

«Bisogna porre rimedio alla forte divaricazione tra i premi versati dagli imprenditori all’Istituto e le prestazioni ricevute»


Domenica 08 Agosto 2010

il Domani 11

PRIMO PIANO CALABRIA Proposta di legge per la bonifica da contaminazioni da amianto REGGIO CALABRIA - Il consigliere regionale Salvatore Magarò ha presentato una proposta di legge per regolamentare la bonifica degli stabilimenti, delle strutture e dei territori contaminati da amianto. «Com’è noto ormai da anni e scientificamente acclarato - afferma Magarò - l’amianto, quando sottoposto al logorio del tempo o ad alterazioni di tipo chimico-fisico, ha effetti grave-

mente cancerogeni e costituisce un silenzioso, temibile pericolo per la salute pubblica. Fin dal 1992 è stata emanata una legge quadro nazionale che demandava alle regioni il compito di predisporre le iniziative necessarie a tutelare e salvaguardare la popolazione dai rischi derivanti dall’amianto, ma la Calabria risulta, a tutt’oggi, ancora sprovvista di uno strumento di pianifica-

zione in materia. Per questo ho elaborato un testo legislativo che istituisce il Piano regionale amianto per la Calabria e disciplina le modalità di rimozione dei fattori di rischio indotti dall’amianto mediante la bonifica di siti, impianti, edifici e manufatti in cui viene rilevata la presenza della fibra nociva». Il progetto normativo prevede specifiche azioni di sostegno.

Conferenza stampa a palazzo S. Giorgio con il presidente del consiglio comunale ed i consiglieri di maggioranza, alla presenza di numerosi assessori

A Reggio lo scontro è durissimo tra il sindaco e la maggioranza di Marco Lo Cicero REGGIO CALABRIA - E’ sempre più alto il livello dello scontro al Comune di Reggio Calabria, tra il sindaco Giuseppe Raffa e la maggioranza di centro destra. In una conferenza stampa a palazzo San Giorgio, il presidente del Consiglio comunale Aurelio Chizzoniti ed i consiglieri di maggioranza Giovanna Cusumano, Antonino Nicolò e Monica Falcomatà, alla presenza di numerosi assessori, hanno illustrato i contenuti di un documento in cui censurano il comportamento dell’attuale primo cittadino "cui è stato affidato il solo compito - ha sostenuto Chizzoniti parlando a nome degli altri esponenti - di proseguire l’esperienza politica iniziata 8 anni fa da Giuseppe Scopelliti". Chizzoniti ha rammentato che il passaggio di consegne dopo l’elezione di Scopelliti a Governatore della Calabria, è avvenuta sulla base di una scelta tecnica, che individua nel vice sindaco appunto, la persona alla quale affidare, in mancanza del "responsabile politico", l’esecuzione dei progetti politici a suo tempo individuati e concordati all’interno della maggioranza. "Siamo qui - ha aggiunto - per difendere un progetto politico di straordinaria intensità, ricco di contenuti e di straordinari risultati. C’è da chiedersi qual è l’interesse vero a smontare un giocattolo che funzionava abbastanza bene e mi occuperò personalmente di verificarlo". La procedura delle dimissioni, per Chizzoniti, "non è estensiva a chi sindaco non è". Altro appunto fatto al sindaco facente funzioni Raffa quello "di sottrarsi a qualsiasi confronto con la maggioranza, che ha più volte chiesto un incontro, ma soprattutto di riportare da Roma, dal confronto avuto assieme a Giuseppe Scopelliti con il coordinatore nazionale Verdini, cose totalmente diverse dalla verità dei fatti". "Il problema vero - ha concluso Chizzoniti - non sono le dimissioni di Raffa, ma la sua intenzione di deviare da un determina-

to progetto politico per abbracciarne un altro di cui nessuno ha, al momento, conoscenza". Nel documento, i firmatari (Sergi, Romeo, Putortì, Serranò, Falcomatà, Marcianò, Curatola, Agliano, Polimeni, Strati, D’Ascoli, Nicolò, Pangallo, Savio, Cusumano, Ripepi, Sciarrone, Chizzoniti , Morisani e Flesca), chiedono al sindaco facente funzioni "di rivedere la posizione assunta, ritirando responsabilmente le dimissioni per proseguire con la medesima squadra burocratico-amministrativa, nel-

la scia di un indelebile percorso tracciato da Giuseppe Scopelliti". Intanto i movimenti politici si susseguono anche in altri ambiti. Giuseppe Gervasi, avvocato di Monasterace, sarà il candidato al Consiglio provinciale di Reggio Calabria nel collegio dello Stilaro. L’annuncio è stato dato nel corso di una manifestazione promossa da Idv nella Mediateca comunale di Riace. L’iniziativa, riferisce una nota di Idv, cui ha partecipato il commissario regionale del partito, Ignazio Messina, responsabile nazionale Enti locale, si è

aperta con l’intervento del vicecoordinatore provinciale di Reggio Calabria, Antonio Marrapodi, secondo il quale "la manifestazione è stata organizzata a Riace per la sintonia del partito con il progetto Riace che l’amministrazione guidata dal sindaco, Domenico Lucano, sta portando avanti da anni". A dare il benvenuto ai partecipanti alla conferenza è stato il sindaco di Riace, Domenico Lucano, "che ha espresso apprezzamento - è detto nel comunicato - per Italia dei valori per le aperture su alcune tematiche, con parti-

colare riferimento alla raccolta delle firme per i referendum sul nucleare e sull’acqua bene comune. Ma Lucano, seduto tra i rappresentanti locali e nazionali di Idv, al fine di non fare sorgere dubbio alcuno, ha inteso rimarcare le proprie distanze con qualsiasi formazione politica, ripetendo di appartenere al partito di Peppino Impastatato, al partito che non c’è". Ha dichiarato, invece, di aderire ad Idv l’assessore comunale di Riace Giuseppe Gervasi (omonimo del candidato alle provinciali).


14

il Domani Domenica 08 Agosto 2010

201oL1i6uVlgrdneì

IMPRESE E LAVORO

li Domani

P R IM O P IA N O

- di una squadra di priErrani: i tagli sono squilibrati, non interrom piam o il lavoro che stiam oMolinaro facendo mari soggetti economici che non

Olio, Coldiretti: serve l’alleanza Mtraanovra, le Reegioni non m ollano i produttori la ristorazione di Andrea M orrone R O M A - La m anovra com incia a essere discussa in Parlam ento, m a le R egioni non m ollano e continuano a cercare di essere soddisfatte nelle loro richieste: «D a qui a quando arriveranno le conseguenze di questa m anovra ci sarà tem po di lavorare; noi non rinunciam o a cercare di cam biarla». C osì si è espresso il presidente della C onferenza delle R egioni, V asco E rrani, arrivando ieri alla sede della C onferenza per VascoEarni l’inizio dei lavori. E rrani continua Errani: «Da a m antenere ferm a la sua linea: «I qui a quando tagli sono squilibrati», ha ripetu- non viene quindi conferm ata da nessuno, anche to. R oberto C ota, G overnatore se i toni la lasciano sem pre "annusare". Anche arriveranno le del Piem onte, haeorganizzazionidiproduttoriche invece espresso dall’altra parte del tavolo sono arrivati com di Vania Notaro enti l’atteggiam ento costruttivo associano oltre 3.800piacim imprese ag-per Molinaro: soddisfazione: «È un docum ento «Sono novedelle conseguenze positivo: non si parla R egioni. ricolepiù condi 25 filiere certificate restiCATANZARO - «La tuzione è tradeleghe i soggetti Il m inistro apporti contra le R egioni R affaele (che imbottigliano oliodei R delle e si im posta e vendono della m anovra Calabria i protagonisti nella filiera dell’olio detto: «Saluto con favore la ritrovata al 100%) che ha hanno il confronto concalabrese il G overno in Fitto cooperative e al 100% e i produtci extra saràvergine tem po unità di intenti delle R egioni nella prosecuzione aderito progetto Coldiretti m odo costruttivo, nonal con un della tori che stanno facendo diun confronto costruttivo con il G di una filiera e ita- organizzazioni m uro bene controlam uro: questa è latutta via agricola dioverno che di propria lavorare» parte chiedono una per parte sua, a questo confronto, non ha m ai lianaReoberto al Consorzio qualità da seguire».al-M entre For- 100% leanza con la ristorazione m ancare laproduttori propria pienache disponibilità». italiana promosso dall’Unione m igoni,calabG overnatore della Lom - fatto rese». È quanto si afferma unacauto: Le decisioni nazionale produttori olivicoliassunte unanim em ente dalla C onfebardia,inva «Le R egioni associano oltre 3.800 notacontinuano della Coldiretti renza con delleil R egioni sono, secondo lui, una in collaborazione a mCalabria. arciare unite e a(Unaprol) ritenere insoste«Sono nove i soggetti - afferma buona notizia che si aggiunge a quellacon altrettanMinistero delle Politiche agricole nibile questa m anovra. Poi il chiediam oal governo imprese agricole presidente regionale di Coldiretti, to im portante per il sistem a paese rappresentata agroalimentari». di aprire finalm ente il tavolo suled federalism o». Pietro 25 filiere certificate» voto favorevole del Senato alla m anovra. «La della puntaciurm avanzata - prosegue LaMolinaro dicotom -iatra tracooperative leghisti e resto a dal

una criticità, più accentuata rispetto al passato, che li spinge a svolgere una attenta analisi della relativa filiera di produzione. Alcuni dati - aggiunge Molinaro - ci dicono che in Calabria viene utilizzato olio di cocco nelle fritture all’insaputa del cittadino consumatore al quale invece dobbiamo far conoscere e far gustare olio d’oliva extravergine nostrano

solo per numeri, rappresentano nel comparto il meglio dell’agroalimentare calabrese e che stanno operando cospicui investimenti per promuovere la cultura del vero prodotto targato 100% qualità italiana. Una regione come la Calabria, seconda produttrice di olio in Italia e terza in Europa, per storia, cultura eCO capaSEN ZA - Il centrodestra si prepara alle cità imprenditoriali dalle am forti e m inistrative del prossim o anno e con i radicate tradizioni olearie, non Per il «Siam presidente m igliori auspici. o pronti a conquistapoteva rimanere al palo dopo re idue com uni di C osenza, C rotone e C atanzadellae Coldiretti avvenimenti che hanno contrasro alle prossim elezioni am mCalabria inistrative in segnato una vera svolta in C alabria «valorizzare con nostri candidati a sostegno il nostro olio direzione del mercato quali: la ridelle liste di centrodestra. U ltim o atto per forma dell’organizzazione di definitivam significa ente anche spazzare il Pd e il centrosimercato del 2005 ed nistrailda questa terra». Lo ha afferm ato M imantenere undel m ovim ento regolamento per l’etichettatura chele Filippelli, presidente dell’olio che ha imposto l’obbligo politico "Scom ode Presenze". paesaggio unico«Sindaci con codi indicare sulle etichette l’origine m e Salvatore Perugini - prosegue - m eritadelle olive molite che rappresenta effetti sostenibili e bocciati no di essere ricandidati e di essere un mutamento storico per l’Euroda un popolo feroce che per cinque anni ha benefici sull’ambiente» pa e che interpreta il bisogno di si- subire dovuto l’incapacità am m inistrativa, curezza e trasparenza dei cittadila paralisi burocratica e l’inefficienza dei ni». Il presidente della Coldiretti sem plici servizi a causa di una scelta scelleLa dicotom ia «ancora Calabria ricorda che applicando la regola del ’poco, ratapere di rinnovata fiducia». sistono zone grigie fatte di etichetma buono’, riconsegnando al C om e avvenuto con Peppe Scopelliti alla coi leghisti te contraffatte, oli di semi colorati consumatore il gusto della buona R egione, secondo Filippelli, anche questa ad arteviene ed indebitamente ed inop-il Pdl tavola ed un prodottoasano e pre-di non volta troverà candidati sindaco portunamente spacciati come oli zioso». giovane età e di alta professionalità con conferm ata extravergine, artifici più disparati qualità m «Preservareevalorizzareilnostro orali al di sopra di ogni sospetto. sul prodotto, per offrire un prezzoinfatti, olio -con conclude Molinaro signifim a i toni la «Solo, una sinergia tra-com uni, concorrenziale ’da gassosa’ sugli ca anche mantenere un paesagregione e governo nazionale - ha concluso lasciano scaffali della distribuzioneFilippelli orga- gio con effetti sostenibili e - si unico potrà continuare a realizzare nizzata. Non dimentichiamo che benefici sull’ambiente e, in una quel progetto di rilancio che punta a rende"annusare" da una indagine il 74/% dei terra come la nostra questoregione non è re,connon solo sulla carta, la C alabria sumatori prediligono prodotti sicuramente cosa da poco conto». d’E uropa». locali, tipici e di qualità ed hanno

m a abbassano i toni col G overno

5

Filippelli: il Pdl punta sui giovani per le am m inistrative


Domenica 08 Agosto 2010

il Domani 15

IMPRESE E LAVORO Il segretario generale chiede a Scopelliti di creare le condizioni per il successo del progetto di sviluppo

Unioncamere, Romeo: «Poli di innovazione, una scommessa per il futuro della Calabria» di Donatella Romeo* LAMEZIA TERME - L’attuale crisi economica, ancora in atto, comporterà già nel breve periodo una ridistribuzione complessiva della ricchezza con pesanti implicazioni economiche e soprattutto sociali. Solo attraverso l’innovazione possiamo accettare questa sfida con ottimismo e sufficiente spirito costruttivo è anche per questo che assume particolare importanza la nascita dei poli regionali di innovazione approvati dalla Giunta Scopelliti su proposta dell’assessore alla cultura Caligiuri. Ma i tanti soldi messi a disposizione «Essere della giunta da soli non saranno sufficienti se non incompetitivi seriti in un azione politica più ampia.La prima dosignifica manda che dovremmo esplorare porci è come creare le condizioni affinché la Calabria diversi modi diventi un luogo nel quale sia possibile fare impresa di approcciarsi innovativa. Un modo per ai problemi ed comprendere è chiedersi perché determinate aree essere capaci geografiche hanno più successo nello sviluppo indudi proporre striale e tecnologico. È soluzioni chiaro che le ragioni sono molteplici ma i fattori culnuove» turali sono dominanti. Si prenda in considerazione il successo di Silicon Valley in California, che ancora oggi può essere considerata per molti versi il luogo più innovativo del pianeta; in analogia con altri esempi di sviluppo industriale italiani come i distretti la Silicon Valley ha tra le caratteristiche strutturali una fitta rete sociale che collega vari attori dell’innovazione. I dati e le performance italiane, invece, mostrano una condizione strutturale di insuffi-

Il segretario generale di Unioncamere Donatella Romeo

ciente attenzione del sistema economico nei confronti delle opportunità legate agli investimenti in innovazione; condizione che si accentua analizzando le performance innovative del sistema imprenditoriale «I nuovi Poli di calabrese che segnalano difficoltà a dar vita a nuovi modelli di business vincenti. innovazione Essere competitivi significa esplorare avranno successo diversi modi di approcciarsi ai problemi, essere capaci di proporre soluzioni nella misura in cui nuove; solo quelle imprese e quei territosapranno ri che saranno capaci di offrire servizi caratterizzati da elementi specifici nuovi diventare potranno avere l’ambizione di vedersi riconosciuto un vantaggio competitivo ri- luoghi dove spetto ai concorrenti. La struttura proil sapere e duttiva della Calabria popolata di circa 200 mila piccole imprese non è incom- il capitale sociale patibile con la capacità di generare innovazione e di attrarre innovatori. Occorre possano fare però costruire adeguate piattaforme tecla differenza» nologiche materiali ed immateriali per offrire contesti culturali, istituzionali, scientifici e imprenditoriali adatti a promuovere lo sviluppo delle innovazioni e il diffon-

dersi dei processi di trasferimento tecnologico. Fondamentale appare l’interazione con la pubblica amministrazione che deve tornare ad indirizzare i processi di sviluppo del sistema produttivo scommettendo sulla qualificazione della spesa pubblica e sulla misurazione dei risultati con elementi di premialità. La storia ci insegna che l’innovazione ha una forte tendenza ad essere locale. Divengono di importanza cruciale le reti come meccanismo che consente di sviluppare forme di collaborazione e interazione complesse e di generare e alimentare una convergenza di contributi diversi e variegati. L’eterogeneità è una caratteristica fondamentale per avere innovazione, un sistema sociale poco interconnesso è un forte handicap. Ma non è solo la quantità dei contatti ad essere importante. Reti sociali primitive impediscono alle persone che hanno idee di incontrarsi tra loro così come reti sociali troppo stabili e omogenee riproducono e alimentano i rapporti tra persone troppo simili per funzionare come generatori di diversità. A questo devono servire i nuovi poli di innovazione, devono diventare degli incubatori di sviluppo, dei luoghi di eccellenza della Calabria. Ma nella visione è necessario far rientrare non solo tutte le organizzazioni e le istituzioni del mondo della ricerca ma anche l’insieme delle infrastrutture economiche, sociali e culturali. I Poli devono essere i catalizzatori delle esternalità positive prodotte dall’azione degli operatori sia pubblici, sia privati. I nuovi Poli di innovazione avranno successo nella misura in cui sapranno diventare luoghi dove il "sapere" ed il "capitale sociale" possano fare la differenza. Questa è la scommessa che ci aspettiamo dal governatore per il futuro della Calabria, una scommessa difficile forse solo un’utopia ma se non siamo disposti ad ammettere la possibilità di fallire non potremo mai creare le condizioni per il successo. *segretario generale Unioncamere Calabria

Ance, Cava: «La nuova legge rimette in moto l’edilizia» CATANZARO - Il Consiglio regionale della Calabria il 4 agosto scorsoha definitivamente varato la Legge sul Piano Casa 2, dopo un iter difficile ed approfondito. È una legge - ha dichiarato il presidente dei costruttori calabresi, Francesco Cava - che rimette in moto l’edilizia - quanto meno quella delle piccole imprese - e che consente ai cittadini di ampliare le cubature delle proprie unità resi-

denziali. Come Ance regionale, avevamo espresso il nostro apprezzamento al testo licenziato dalla Giunta regionale su cui si era registrata un’ampia convergenza anche nel confronto successivo in Commissione consiliare. Molti gli spunti importanti anche se, naturalmente sarà necessario un comportamento uniforme sul territorio da parte degli Enti locali per garantire l’efficacia della sua applica-

zione». «Dopo oltre una anno ed un commissariamento sul tema ha dichiarato Cava - si è giunti dunque alla conclusione. Ci lascia però un po’ perplessi l’emendamento proposto dalla stessa maggioranza che ponendo un tetto alla cubatura ammissibile ai benefici di legge ne ha di fatto depotenziato e circoscritto l’azione. In ogni caso aspetteremo - ha ribadito Cava di leggere il testo definitivo nella speranza di non vedere, dopo tante discussioni e divisioni, la montagna partorire il topolino. In ogni caso mi auguro che il Piano Casa possa far parte di un pacchetto complessivo di provvedimenti e di iniziative di cui necessita il comparto dell’edilizia per il suo rilancio e per i quali gli assessori al ramo ed il Presidente della Giunta

hanno mostrato grande attenzione e disponibilità. Sistema di pagamento alle imprese, aggiornamento del prezzario per i lavori pubblici, revisione del quadro territoriale paesaggistico, housing sociale, programma di piccole e medie opere immediatamente cantierabili sono i temi sui quali -

Il presidente di Ance Calabria Francesco Cava

ha concluso Cava - ci confronteremo alla ripresa dei lavori, dopo la pausa estiva, per cercare di dare risposte e prospettive ad un settore, come quello delle costruzioni, strategico ed importante per lo sviluppo dell’intera economia regionale».


16

il Domani Domenica 08 Agosto 2010

SANITà & LAVORO

di Gaia Mutone

L’Inps individua i casi in cui indennità e occupazione sono compatibili L’Inps con la Circolare n. 107 pubblicata il 5 agosto 2010, aggiorna le istruzioni impartite con la Circolare 179/02, le cui disposizioni sono da considerare superate, con qualche eccezione. In particolare, lo svolgimento di una attività lavorativa, autonoma o subordinata, durante il periodo di cassa integrazione non comporta, necessariamente, la perdita dell’integrazione. L’incompatibilità fra l’erogazione dell’indennità e la percezione di un reddito non è pertanto, assoluta ma va considerata a seconda delle situazioni che, nell’attuale complessità dei rapporti di lavoro, possono verificar-

si. Dal voucher al part-time: non è possibile continuare a fruire dell’integrazione salariale se il lavoratore passa ad un nuovo rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, in quanto viene meno il rapporto che dava titolo all’integrazione. Qualora il rapporto originario non cessa si possono verificare casi di cumulabilità, sia parziale, sia totale. L’onere della prova: spetta al lavoratore interessato dimostrare l’effettivo guadagno che l’attività ha prodotto nell’arco temporale di sospensione del rapporto di lavoro subordinato. Solo con tale prova l’Inps provvederà a erogare l’eventuale differenza .

Occhio. È proprio il caso di dirlo. Giro di vite del ministero della Sanità sugli occhialini 3D per la visione di spettacoli cinematografici . Il ministro Ferruccio Fazio ha inviato agli esercenti della sale cinematografiche, ai Dipartimenti di prevenzione delle Asl ed al comando dei Carabinieri per la tutela della Salute (Nas) una nuova circolare alla luce delle nuove considerazioni espresse dal Consiglio superiore della sanità. Nel testo si specifica che, sebbene sia comunque preferibile che gli occhialini 3D siano monouso, laddove non sia possibile sostituirli ogni volta, questi siano attentamente disinfestati applicando appropriati processi di pulizia e disinfezione. Inoltre, nei casi in cui si preveda il riutilizzo degli occhiali da parte di utenti diversi, dovranno essere adottati protocolli di pulizia specifici per ogni singola tipologia di occhiale, anche in relazione alle caratteristiche dei materiali con cui sono realizzati data la diversità degli occhialini in commercio. Spetterà ai produtto rifornire le indicazioni in merito e le relative garanzie. «Con questa circolare - ha dichiarato Fazio- abbiamo voluto tute-

Al cinema anche con gli occhialini 3D usati, basta che siano disinfettati

lare la salute dei cittadini e contestualmente si è evitato di penalizzare gli operatori commerciali». Si impone ormai, data la grande diffusione delle pellicole che richiedono una visione tridimensionale, una speciale attenzione ai possibili rischi di trasmissione di infezioni e il ministero ha auspicato che le tecniche produttive possano evolvere garantendo, ove possibile, l’approccio monouso,

ancora il più sicuro. Le case produttrici degli speciali occhialini dovranno garantire che le procedure di pulizia assicurano l’assenza di microrganismi e parassiti patogenie anche il confezionamento delle lenti 3D dovrà per questo seguire accorgimenti altrettanto rigidi. Ora il punto sarà capire se costeranno meno gli usa e getta cinesi o quelli riutilizzabili ma da pulire.


Domenica 08 Agosto 2010

il Domani 17

BANDI & AVVISI DI GARA

Bando di gara a procedura aperta per l’aggiudicazione dei lavori di ammodernamento e potenziamento della S.P. n. 16 Stefanaconi-Fondo Valle Mesima Amministrazione Provinciale di Vibo Valentia Scadenza: 1 settembre 2010 ore 12,00 Contatti : Per informazioni tel. -0963- 997378 fax 0963/997282 e-mail: domenicovardaro.sua@provincia.vibovalentia.it

N. 48/2010 Oggetto: Lavori di ammodernamento e potenziamento della S.P. n. 16 Stefanaconi- Fondo Valle Mesima. In esecuzione della determinazione a contrarre n. 224 del 23-7-2010 adottata dal Dirigente del settore VII° - Stazione Unica Appaltante, si bandisce gara con procedura aperta per i lavori di cui in oggetto. Codice Cup: E87H08000290001 Codice Cig: 0517071C791. Stazione appaltante aggiudicatrice: Amministrazione Provinciale di ViboValentia - Via C. Pavese - tel. 0963/997378 Fax 0963/997282. 2. Procedura di gara: procedura aperta, così come definita dall’art. 3, comma 37, del D.Lgs. 12/04/2006, n. 163 e smi, nel rispetto di quanto previsto dagli artt. 54 e 55 del medesimo D.Lgs., da esperire secondo il procedimento di cui agli artt. 81 e 82, comma 2, lett. a) del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. in quanto compatibile con il Capitolato Generale d’Appalto dello Stato dei Lavori Pubblici. Saranno ammesse soltanto offerte di ribasso, mentre saranno escluse offerte alla pari edofferte in aumento.

3. Luogo, Descrizione, Importo complessivo dei lavori, Oneri per la sicurezza e Modalità di pagamento delle prestazioni:

3.1 Luogo di esecuzione: Comune di Stefanaconi. Nel caso sia richiesto da parte delle imprese il sopralluogo per la visita dei luoghi, lo stesso potrà effettuarsi il Martedì e Giovedì dalle ore 9:00 alle ore 13:00, previo appuntamento telefonico al numero 0963/997277 - Responsabile del procedimento: ing. Maria Giovanna Conocchiella; 3.2 La qualificazione delle Imprese, singole o riunite, avverrà con le modalità previste dal D.P.R. n.34/00 "Regolamento recante istituzione del sistema di qualificazione per gli esecutori di lavori pubblici. 3.3 Importo complessivo dei lavori a base di gara (compresi oneri per la sicurezza): euro.226.020,51 (diconsi euro duecentoventiseimilazeroventi/51) di cui Euro 222.680,31(diconsi Euro duecentoventiduemilaseicentoottanta/31) soggetti a ribasso d’asta;

3.6 modalità di determinazione del corrispettivo: a misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 53 comma 4 e 82, comma 2, lettera a), del dlgsvo 163/2006 e s.m.i.. 4.Criterio di aggiudicazione: Prezzo più basso determinato mediante massimo ribasso sull’elenco prezzi posto a base di gara, ai sensi dell’art. 89 del D.P.R. 21/12/1999,n. 554, con l’applicazione dell’art. 122 comma 9 e art. 86 comma 1 del citato decretolegislativo n. 163/2006 e smi. Nel caso di offerte in numero inferiore a dieci non siprocederà ad esclusione automatica, ma la Stazione Appaltante ha comunque la facoltà di sottoporre a verifica le offerte che presentino un carattere anormalmente basso rispetto alla prestazione (art.86, comma 3, D.Lgs. n.163/2006 e smi. 5. Termine di esecuzione: giorni 180 (centoottanta) naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori: 6. Condizioni di carattere economico dell’appalto: Ai sensi dell’art.133 del Dlgsvo 163/2006 e smi non è ammessa la revisione prezzi e non si applica il primo comma dell’art. 1664 del cc.. In ogni caso si fa riferimento al citato art. 133 e smi; Sono a carico della stazione appaltante tutte le tasse, imposte,ecc. presenti e future,escluse: l’Iva, per la quale l’aggiudicatario avrà diritto di rivalsa a norma di legge, le spese contrattuali (verbali di gara e contratto) e conseguenti di pratica che dovranno essereversate dall’aggiudicatario a richiesta dell’Amministrazione e che rimarranno ad esclusivo carico dell’appaltatore in caso di risoluzione o revoca a qualsiasi titolo del contratto. 8 Termine, Indirizzo di ricezione, Modalità di presentazione e data di apertura delle offerte: 8 a) termine 1 settembre 2010 alle ore 12,00; 8 b) indirizzo: Amministrazione Provinciale - Stazione Unica Appaltante - Via C. Pavese -Vibo Valentia; 8 c) modalità: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara ; 8 d) esame documenti ed apertura offerte: seduta pubblica presso sede Amministrazionesita in Via C. Pavese alle ore 10,00 e seguenti del giorno 2 settembre 2010; In caso di necessità per eventuali verifiche delle autocertificazioni prodotte dalle impresepartecipanti alla gara la fissazione della seconda seduta verrà comunicata ai concorrenticon affissione all’albo pretorio dell’Ente. Il bando ed il disciplinare di gara sono, altresì, disponibili sul sito Internet www.provincia.vibovalentia.it, sul sito della Regione Calabria www.regione.calabria.it. Si precisa che ai sensi dell’art. 74 comma 3 del dlgs 163/2006, e smi, l’utilizzo dei moduli predisposti quale schema di domanda non è obbligatorio a pena di esclusione dalla gara a condizione che siano ugualmente trasmesse tutte le dichiarazioni in essi richieste erilasciate nelle forme previste dalle vigenti disposizioni richiamate nei moduli. 12. Finananziamento: Fondi di cui alla legge 296/2006.13.

3.4 oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso: €. 3.340,20 (diconsi Euro tremilatrecentoquaranta/20); 3.5 Lavorazioni di cui si compone l’intervento: categoria prevalente OG3 - Classifica I riferita all’intero importo dei lavori in appalto.

Pagamenti: Il pagamento dei lavori sarà effettuato con le modalità previste dal capitolato speciale d’appalto.

*Il testo integrale del bando è disponibile su www.regione.calabria.it nella sezione "Bandi e avvisi di gara" alla voce "Amministrazioni Varie"


18

il Domani Domenica 08 Agosto 2010

IL DOMANI DELLA CULTURA

Stefano Benni

Roccella jazz fest, trent’anni di musica Nella cittadina calabrese dal 13 al 21 agosto torna la kermesse più attesa dell’estate con Rumori mediterranei Mattia Marzo Roccella jazz compie trent’anni e celebra il meglio della musica jazz in questa nuova edizione di Rumori mediterranei sottotitolata «Memorie future». Dal 13 al 21 agosto Roccella Jonica accoglierà il festival con performance dal vivo nel Convento dei Minimi, nell’Auditorium comunale e nel Teatro al Castello oltre che a Reggio Calabria. La kermesse è organizzata dall’associazione culturale Jonica Onlus e ha affidato la direzione artistica a Paolo Damiani che ha detto: «Trenta anni di storia ci impongono di ragionare su ciò che abbiamo creato, di "ricordare". Questa memoria va valorizzata lavorando su progetti futuri, sono come delle fondamenta su cui edificare la città-festival dei prossimi anni». Anche quest’anno il calendario è ricco di nomi noti del jazz ed è arricchita dalla nuova sezione "cinema" che propone il 13 agosto alle 20.00 un’anteprima nazionale de "Io sono Tony Scott" di Franco Maresco sulla vita del famoso jazzista. Il film racconta la vita del clarinettistasiculo-americanoAnthonyJoseph Sciocca ed è stato realizzato in un arco di tempo di tre anni. Tony Scott divenne, alla fine degli anni ’40, il più grande clarinettista del jazz moderno e il film ne ripercorre la vicenda musicale e personale, raccontando sessant’anni di jazz, di incontri umani e artistici incredibili. La proiezione sarà preceduta alle 19.00 dallo spettacolo "Cinico Jazz" con Daniele Ciprì e Franco Maresco e con l’attore Franco Scaldati, musica di Salvatore Bonafede al piano e Gabriele Mirabassi al clarinetto. Sabato 14, al Convento dei Minimi di Roccella Jonica, si esibirà nel pomeriggio il sassofonista Mirko Guerrini e la Concert band di Meliccucco, mentre in serata, al Porto Turistico delle Grazie, suoneranno i Sandro Deidda Martucci Jazz quartet, nell’ambito del Premio nazionale delle arti e a seguire "Il vino all’opera" con Antonello Salis, Furio Di Castri, Michele Rabbia, Mauro Ottolini e Giovanni Maier. Nella stessa serata a Reggio Calabria ci saranno due eccezionali concerti: in apertura il duo formato da Enrico Pieranunzi

Paolo Damiani: «Trenta anni di storia ci impongono di ragionare su ciò che abbiamo creato, di ricordare Questa memoria va valorizzata lavorando su progetti futuri» al pianoforte e Joey Baron alla batteria e a seguire il pianista Chucho Valdes & the Afro-Cuban Messengers. Domenica 15 agosto si celebrerà "Ferragosto in Jazz" a Roccella Jonica. Nel pomeriggio, al Convento dei Minimi, si esibirà la pianista Rita Marcotulli con l’attore-regista Rocco Papaleo e in serata al Porto Turistico delle Grazie, ci sarà "Eptagroove" diretto da Marco Tamburini e a chiudere il gruppo francese gli Ozma, presentato in collaborazione con Afijma (Association des festivals innovants en jazz et musiques actuelles) che incoraggia e promuove concerti per artisti emergenti.

Roy Hargrove

Ancora musica d’autore il pomeriggio di lunedì 16 agosto quando, all’Auditorium comunale, ci sarà "La ruota senza fine: lo Zodiaco della vita" con Enrico Pieranunzi al pianoforte e Marco Pesatori, uno dei principali studiosi di astrologia, voce recitante. In serata al Teatro al Castello Diego Amador Group, band di flamenco tradizionale e d’avanguardia impreziosito da elementi jazz. La sua esibizione sarà arricchita dal "Cante Gitano" di cui Amador è anche portavoce. A seguire Roy Hargrove Quintet, gruppo appartenente alla generazione che si rivelò al grande pubblico durante gli anni novanta. Si ripar-

tirà il pomeriggio di martedì 17 agosto, all’Auditorium Comunale, con "Il vino è meglio dell’Aglio", testo di Aldo Gianolio, con Stefano Bicocchi in arte "Vito" voce recitante, Antonello Salis pianoforte e fisarmonica, Furio Di Castri al contrabbasso. In serata invece, al Teatro al Castello, ci sarà lo spettacolo "Cirko Guerrini", progetto del musicista fiorentino Mirko Guerrini incentrato sull’idea di gioco in musica. A seguire Diane Schuur Quartet, artista definita come la nuova "First lady" del jazz internazionale, una delle più grandi voci del jazz mondiale. Mercoledi 18 agosto nel pomeriggio all’Auditorium Comunale "Libere Forme In Movimento" con Stefano Battaglia al pianoforte, Michele Rabbia alle percussioni e Teri Weikel in una performance di danza. In serata al Teatro al Castello gli Indigo Trio che riunisce tre talenti assoluti della contemporanea musica afroamericana. Ancora giovedì 19 agosto all’Auditorium Comunale, "Storie e suoni dell’isola di Hermosa", con Fulvio Soriga voce e Gianni Peresson voce, chitarra e live electrinics. In serata al Teatro al Castello Paolo


Domenica 08 Agosto 2010

il Domani 19

IL DOMANI DELLA CULTURA Mostra-mercato al teatro Castello

Roccella Jonica

Damiani presenterà "Pane e tempesta" Band, ospite Paul McCandless, polistrumentista americano degli Oregon. A seguire Steve Kuhn Trio con ospite Ravi Coltrane, figlio del leggendario John Coltrane. Venerdi 20 agosto all’Auditorium Comunale "Va’ fuori straniero" con Stefano Benni voce recitante e Danilo Rea al pianoforte. In serata al Teatro al Castello il supertrio composto da Eddie Gomez al contrabbasso, Salvatore Bonafede al pianoforte e Billy Hart alla batteria. Rumori Mediterranei-Roccella Jazz, chiuderà sabato 21 agosto con un concerto nel pomeriggio all’Auditorium Comunale intitolato "La via dolorosa", progetto di Enzo e Lorenzo Mancuso con Gilda Buttà e Luca Pincini. Per chiudere in serata al Teatro al Castello, programma completamente dedicato alla reinterpretazione di un progetto che ha segnato la storia del festival di Roccella, "Roccellanea" con alcuni dei musicisti coinvolti nel progetto trenta anni fa. Il quartetto Trionfale con Gunter Baby Sommer alla batteria, Manfred Schoof alla tromba, Gianluigi Trovasi al sassofono e Barre Phillips al contrabbasso. La popolarità, il talento, la personalità, sono peculiarità sufficienti per inquadrare il valore dei musicisti che formano questo gruppo, che in altri tempi sarebbe stato "all stars". Quindi la celebrazione di "Roccellanea trenta anni dopo" con Gianluigi Trovesi sassofono, Paolo

Fresu tromba e Paolo Damiani violoncello. Una breve suite che vuole essere un omaggio alla storia del Festival di Roccella. A concludere il Roccella Jazz festival tre virtuosi della musica contemporanea: il trombettista Paolo Fresu, il pianista Omar Sosa e il percussionista Trilok Gurtu. Tre voci musicali uniche per uno speciale progetto che combina elementi musicali tradizionali e moderni, provenienti da Italia, India e Cuba.

Il meglio della musica jazz in questa nuova edizione di Rumori mediterranei dal titolo Memorie future

Paolo Damiani

Chucho Valdes

Paolo Fresu

Oltre alla kermesse musicale, dal 16 al 21 agosto si svolgerà, nei pressi del Teatro al Castello, la mostra-mercato dell’enogastronomia e dell’artigianato locale di qualità,patrocinatadall’assessorato regionale alle Attività produttive e dall’assessorato provinciale all’Agricoltura. Partecipa anche la condotta Slow Food Reggio Calabria - Area Grecanica. Nei 60 stand della mostra, e anche nelle altre sedi indicate nel programma del festival, si potranno degustare e acquistare i prodotti locali tipici. Saranno tenuti anche, nell’ex Convento dei Minimi, seminari sul vino e sull’olio condotti da esperti del ramo e per i quali è necessaria l’iscrizione (gratuita). I seguenti ristoranti faranno ai frequentatori del Festival uno sconto del 15 % sui pasti a base di prodotti locali : Lido delle Stelle, Ranch Sound, Ristorante del Porto, Bistrot, Beach Club, Lido Mediterraneo, Lido il Gabbiano, Belvedere, Lido Dogana, La Cascina, Pineta, Exclusive.


20

il Domani Domenica 08 Agosto 2010

IL DOMANI DELLA CULTURA Al via l’undicesima edizione del Lucania film festival, in programma dal 10 al 13 agosto nel comune lucano Tra gli ospiti Giobbe Covatta, il compositore Rocco De Rosa, Rocco Papaleo e la Marco Da Silva band

A Pisticci la kermesse cinematografica dedicata alle persone e ai luoghi Maria Luisa Prete In programma dal 10 al 13 agosto a Pisticci (Matera) l’undicesima edizione del Lucania film festival. Come da tradizione non solo proiezioni ma anche workshop, incontri, dibattiti, musica, spettacoli teatrali, dj set, wine and fruit party, come recita il richiamo sull’home page del sito ufficiale (www.lucaniafilmfestival.com). La manifestazione si definisce "festival delle persone e dei luoghi", nascendo con l’intento di creare un’atmosfera familiare tra il pubblico e gli addetti ai lavori che da tutto il mondo giungono nelle sale cinematografiche a cielo aperto di Pisticci e di altre cittadine lucane. Interessante il programma di proiezioni, tra lungometraggi e corti di autori emergenti e non. Ogni serata, sarà poi arricchita da importanti ospiti. Il festival si apre la notte di San Lorenzo con un evento speciale: il pianista e compositore lucano Rocco De Rosa, animerà uno spettacolo di grande lirismo, interpretando al pianoforte Il Monello, il capolavoro di Chaplin. Il rapporto tra musica e cinema o in genere, tra musica e immagini ha da sempre caratterizzato la ricerca musicale di Rocco De Rosa. Non a caso le sue musiche sono state scelte da registi quali Olmi, Moretti e Maselli. L’undici agosto alla presenza del regista lucano Rocco Papaleo, verrà proiettato il film Basilicata coast to coast, una commedia musicale, un viaggio denso di imprevisti e di incontri inaspettati che porta una combriccola di musicisti a mettersi in

Come da tradizione non solo proiezioni ma anche workshop incontri, dibattiti, musica spettacoli teatrali, dj set wine and fruit party

viaggio per partecipare al Festival del teatro-canzone di Scanzano Jonico, attraversando a piedi la Basilicata, dal Tirreno allo Ionio, lungo il tragitto che dà il titolo al film. Il viaggio avrà per tutti un valore terapeutico. Ospite all’undicesima edizione del Lucania film festival il 12 agosto, il comico e attore Giobbe Covatta. E il 13, per la serata conclusiva, arriverà a Pisticci il Marco Da Silva band, quartetto romano capace di far rivivere le scosse della "musica del bacino", regalando al pubblico uno spettacolo di energia, qualità, coinvolgimento fisico ed emotivo. Questi gli eventi speciali e gli ospiti più attesi anche se i veri protagonisti della kermesse saranno le pellicole,documentariecortometraggi sempre di grandissima qualità. La mission dell’evento è promuovere l’audiovisivo e e i presupposti di questa nuova edizione sembrano confermalo.

Un'immagine della scorsa edizione del Lucania film festival

Giobbe Covatta

Radici, ad agosto il Pollino balla sulle note della musica etno-folk La manifestazione nasce con l’intento di creare un’atmosfera familiare tra pubblico e addetti ai lavori che giungono da tutto il mondo

Silvia Novelli Al via la decima edizione di Radici festival del Pollino, in programma a Viggianelli (Potenza) il 9 e 10 agosto. La rassegna di musica etnica è diventata nel tempo un importante e seguitissimo appuntamento musicale. Ogni anno propone nomi di spicco del panorama della musica etno-folk diventando una vetrina delle nuove proposte e della riscoperta delle tradizioni musicali, con l’obiettivo di coniugare musica e intrattenimento alla promozione turistica del parco nazionale del Pollino. Ecco gli ospiti dell’edizione 2010: il 9 agosto allo stadio comunale il grande ritorno della Bandabardò e il 10 il gruppo argentino del La Zurda. L’associazione Volta la carta, da quattro anni porta avanti un’importante iniziativa in collaborazione con l’etichetta discografica Mk Records. Si tratta di Radici etno contest, il primo concorso di musica etnica on-line che si concluderà con l’esibizione delle tre band emergenti che hanno totalizzato più voti on-line: i sardi Almamediterranea, i calabro-bolognesi Nuju e i palermitani Matrimia. «Radici festival ha cercato in questi anni - spiega il presidente dell’associazione Adalberto Corraro - di ritagliarsi uno spazio indipendente tra tutti i festival che si

Alcuni componenti della Bandabardò

svolgono in Italia riscuotendo ampi successi grazie ad alcuni semplici ingredienti: area campeggio attrezzata, paesaggi suggestivi e incontaminati, possibilità di alloggiare a buon prezzo e di usufruire di pacchetti vacanza che spaziano dal rafting al trekking, oltre che la qualità dell’offerta musicale» Tra le attività collaterali: RadiciTrekking (escursioni e rafting nelle gole del fiume Lao; info: www.laosrl.it); RadiciBook che vedrà l’importante presentazione del volume sui fatti de L’Aquila Protezione civile Spa di Alberto Puliafito(Alibertieditore);RadiciRedWine (stands di prodotti tipici e degustazione dei vini del Pollino e un’area campeggio attrezzata) Info: www.radicifestival.it.


Domenica 08 Agosto 2010

il Domani 21

IL DOMANI DELLA CULTURA

Ennio Flaiano con l'autore

Ennio Flaiano, un paese d’arabeschi L’Italia, Roma, il successo, l’amore: dialogo sull’aldiqua dall’Aldilà con lo scrittore scomparso nel 1972 Maurizio Zuccari Caracollando, se ne viene avanti lemmelemme, sigaretta alla bocca e cappello sbieco. Squadra l’interlocutore da dietro le lenti, quasi sorpreso di trovarsi lì, in aperta campagna, faccia a faccia con l’intervistatore imbarazzato, titubante se allungare la mano e ritrovarsi a stringere quella d’uno spirito. Così preferiscono tenersela in tasca l’uno, ferma sul taccuino l’altro. Finché Ennio Flaiano cicca a terra, spezza il silenzio: «Beh, allora la facciamo, ‘sta cosa? Forza, che non ho molto tempo. Ho detto che sarei rientrato prima di sera. Se tardo in portineria mi fanno un sacco di storie. Sono un po’ rigidi, su questo». Capisco, non si preoccupi. Ma forse preferiva dalle sue parti, o a Fregene, al mare. «Mannò, allora tanto valeva farla al cimitero di Maccarese, con Lelè e Rosetta. Poi le mie parti, guardi, tra scuole e collegi non saprei dirle quali siano. Forse Roma, ma è peggio di quand’ero vivo. No, qui stiamo più tranquilli, anche se fa un po’ fresco. Ma tanto ci spicciamo subito, no?». Dieci minuti. Vogliamo cominciare proprio da Roma? Com’è, rispetto ai tempi della Dolcevita? «Odiabile, da quando è diventata l’enorme garage del ceto più medio d’Italia. Però resta inconoscibile, si rivela nel tempo e mai del tutto. Ha un’estrema riserva di mistero e c’è ancora qualche oasi. Certo, mica come quando la giravo di notte con Vincenzo Cardarelli e Guglielmo Santangelo, due maestri di indignazione e di vita. Eh, lì ho conosciuto i primi scrittori, i primi artisti. Lì ho capito che l’arte è un investimento di capitali, la cultura è un alibi. Ci credevano i giovani che facevano la fame come noi, spesso, le donne che ci facevano compagnia, qualche volta. Altri tempi. Pasolini li aveva capiti, ha anticipato tutti. Lui è stata la scimmia che ha aperto la gabbia alla tigre. All’antica tigre italiana dei cessi, dei casini, dei corpi di guardia, dei goliardi e, tutto sommato, dei

Ho capito che l’arte è un investimento di capitali, la cultura è un alibi Ci credevano i giovani che facevano la fame come noi, spesso, le donne che ci facevano compagnia, a volte turpi porcaccioni. Ma neanche lui avrebbe immaginato una Roma così fascistibile». Prego? «Massì, fascistibile. Vede, in Italia il fascismo si divide in due categorie: i fascisti e gli antifascisti. Poi ci sono i fascistibili, cioè quelli che tirano a campare, non capiscono, fanno finta o guardano altrove. Sempre pronti a saltare sul carro del vincitore, il nostro sport nazionale. I fascistibili, appunto. Fascisti plausibili, inconsapevoli. Ce ne sono più oggi che nel 1922. E guardi che me ne intendo, ho fatto anch’io la marcia su Roma, da collegiale, su un treno pieno di avanguardisti. E pure la guerra d’Etiopia, senza sparare un colpo, certo, mica come Montanelli che le sparava grosse. Io non ero comunista perché non me lo potevo permettere. E poi la guerra è un happening, vogliono

Ennio Flaiano

esserci tutti, e questo spiega il successo che ha sempre avuto. Se non altro quell’esperienza mi è servita per buttare giù Tempo di uccidere, con cui ho vinto lo Strega del ‘47, il primo. E, badi, non era come adesso, portano certi libri... E poi oggi basta un usciere che faccia la voce grossa da Milano, mica serve il capoccia, quello che gira coi sottotacchi e le ballerine. Non c’è niente da fare, gli italiani sono irrimediabilmente fatti per la dittatura. Sarà perché questa ha questo di buono: sa farsi amare. Però l’italiano in sé resta un personaggio comico, è un tentativo della natura di smitizzare se stessa. Piglia un italiano e mettilo al Polo Nord. Aggiunge qualcosa di comico, no?». Senta, visto che c’è parliamo un po’ dell’Italia. Siamo sempre il Belpaese? «Pare una banalità,

ma l’avrò detta cinquant’anni fa: l’Italia sarà non come l’avranno fatta i governi, ma come l’avrà fatta la televisione. È brutto dire: io l’avevo detto, ma è così. L’Italia continua a essere il paese dove la linea più breve fra due punti è l’arabesco:%u2008si vive in una rete d’arabeschi, oltre che virtuale. Paesi molto più piccoli o importanti hanno una loro verità, qui ce ne sono infinite. E per certi italiani l’inferno è quel posto dove si sta con le donne nude e coi diavoli ci si mette d’accordo». E non è così? «Non proprio. Le dico solo questo: chi rifiuta i sogni deve masturbarsi con la realtà. Però resto dell’avviso che in Italia la situazione politica è grave ma non è seria. Oddio, forse un po’ lo è». Dobbiamo preoccuparci? «Guardi, la stupidità ha fatto progressi enormi. È un sole che non si può più guardare fissamente. Proprio grazie ai mezzi di comunicazione di adesso non è più nemmeno la stessa, si nutre di altri miti, si vende moltissimo, ha ridicolizzato il buon senso, spande il terrore intorno a sé. Comunque la stupidità degli altri mi affascina sempre, ma preferisco la mia». Quest’anno si è celebrato il suo centenario: ha visto le feste, il successo delle sue opere? «Se si riferisce ai miei libri me li hanno appioppati quasi tutti dopo morto, i film... Comunque, se parliamo del successo alla moda, si ottiene con la pubblicità e si paga con la prostituzione alla folla. L’altro, ottenuto col merito e pagato con l’indifferenza, annoia il grosso pubblico e pure gli altri». Rimpianti? «Qualcuno. Che vuole, i giorni indimenticabili della vita sono cinque o sei in tutto, gli altri fanno volume. Può bastare? Non vorrei trovare chiuso, sarebbe una seccatura». L’ultima domanda: su cosa non ha cambiato idea? «Ah, beh, resto convinto che in amore bisogna essere senza scrupoli, non rispettare nessuno. All’occorrenza essere capaci di andare a letto con la propria moglie». Ecco, avrei finito. Vogliamo salutarci con un: coraggio, il meglio è passato? «Questo lo dice lei».


Domenica 08 Agosto 2010

il Domani 23

CARTELLONE MArteLive Calabria, Writing Day a Catanzaro Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari AMARONI Fiera dei Mestieri 2010 Organizzata da Comune di Amaroni e Camera di Commercio di Catanzaro Centro Storico Oggi Stand gastronomici con specialità tipiche calabresi. BELVEDERE MARITTIMO "Bellum Videre Alternative Fest" Si svolgerà nei giorni 12, 14 e 16 agosto nella piazza G. Amellino di BelvedereMarittimo,lasecondaedizione del primo festival della costa tirrenica,organizzatodai giovanidel luogo, con il patrocinio del Comune di Belvedere. BORGIA Intersezioni 5 Fino al 3 ottobre , presso il parco archeologico di Scolacium (Borgia, Catanzaro),eMarcaCatanzaroacura di Alberto Fiz si terrà la mostra catalogo Electa. Roccelletta di Borgia "Brachetti & Friends" Scenario d’eccezione e "Riccio d’Argento" del celebre maestro orafo calabrese Gerardo Sacco, premio assegnato ai migliori live d’autore dell’anno,oggiperArturoBrachetti, lo straordinario illusionista e trasformista che porterà il suo nuovo show, "Brachetti & Friends", in prima assoluta in Calabria tra i reperti e le opere d’arte del teatro all’aperto del Parco Archeologico Scolacium di Roccelletta di Borgia, nei pressi di Catanzaro Lido. L’evento promosso da Ruggero Pegna, con la collaborazione della Provincia di Catanzaro, nel quadro della sua ventiquattresima edizione della rassegna del miglior live d’autore italiano, farà tappa, eccezionalmente, in uno dei musei all’aperto più suggestivi del mondo. BOVA Xª edizione Bovarche "Cvvx- Country Vua Version Ten" Oggi , alle ore 19.30, partendo dalla chiesa dello Spirito Santo, inaugurazione mostra Bovarche "CvvxCountry Vua Version Ten". Direzione artistica: Angela Pellicanò. CAULONIA Kaulonia tarantella Festival 11 Agosto ore 11,30 presso l’Aula Consiliare del Comune di Caulonia, Conferenza stampa con Le Autorità locali del Comune, Provincia e Regione,ilDirettoreArtisticodelFestival, Eugenio Bennato, e rappresentanti della CNI MUSIC. Durante la conferenza sarà presentato il Festival e i progetti in programma. 23 Agosto ore 11,30 presso l’Aula Consiliare del Comune di Caulonia, conferenza stampa per l’inizio del Festival. Saranno presenti il DirettoreArtisticoEugenioBennatoegliartisti in cartellone. Per eventuali info per la conferenza dell’11 agosto potete rivolgermi a Massimo Bonelli di CNI Music al 3461365800. CORTALE Festival Jazz & Vento 9 Agosto .-Aperitivo in jazz;-Cortale Summer Jazz Quintet guest F.Bearzatti (produzione originale);-Fabrizio Bosso in "Round about Miles" con F.Bearzatti, Martux Dj, Eivind Aarset, Aldo Vigorito (esclusiva estiva mondiale):-Jam session in piazza. 10 Agosto .-Aperitivo in Jazz nei ruderi dell’antica abbazia di Sant’Anna;-Magicaboola Brass

Oggi , dalle ore 10.00, presso l’Area Poligiovino di Catanzaro Lido, località Giovino, andrà in scena il Writing Day: una giornata interamente dedicata al mondo dei writers,ultimogiorno di selezione prima della finale di MArteLive Calabria. L’evento - promosso con il contributo della Provincia di Catanzaro ed il patrocinio degli assessorati alla Cultura della Regione Calabria e del Comune di Catanzaro – chiamerà a raccolta numerosi artisti dei graffiti chiamantiaconfrontare il loro estro e la loro creatività in performance estemporanee. I muri del Poligiovino si trasformeranno in poche ore in veri e propri dipinti a cielo aperto ispirati al tema dei tattoo e dello sport, per rappresentare al meglio l’area circostante. Band itinerante per il borgo;-Jazz&Vento lab Orchestra (produzione originale);-Enrico Rava New Quintet feat Gianluca Petrella con G.Guidi, P.Leveratto, F. Sferra; -Jam session sotto le stelle. Verrano inoltre organizzati dei seminari tenuti dai maestri del Cesm (Centroetneo di studi musicali) nell’antico palazzo del pittore ottocentesco Andrea Cefaly. CROPANI “Premio Mar Jonio 2010” dieci anni di riconoscimenti prestigiosi Venerdì 13 Agosto 2010, a Cropani Superiore, alle ore 21, si terra’ la cerimonia di assegnazione del "Premio Mar Jonio 2010" giunto alla decima edizione. CROTONE "Spettacolo - Spettacolo" E’ il caso di dirlo: quello di domenica sarà "un doppio spettacolo" Domenica 8 agosto 2010 alle ore 21,30 a Crotone, nell’Anfiteatro della Villa Comunale, si svolgerà una manifestazione di grande rilievo dal titolo "Spettacolo Spettacolo" con la regia di Tommaso Zevola. DIAMANTE Concerto per Lilli Passerà dal Teatro dei Ruderi di Cirella, il 18 agosto 2010, la magia della musica di Pino Daniele, concerto organizzato dalla Fondazione Lilli. FUSCALDO MARINA Presentazione dei risultati ottenuti per i lavoratori del settore pesca Martedì 10 agosto , alle ore 10.00, presso i locali de “Il Raggio Verde” si terrà la conferenza stampa indetta perlapresentazionedeirisultatiottenuti per i lavoratori del settore pesca sugli ammortizzatori sociali in deroga attivati per il mancato reddito causato dalla nota vicenda della cosiddetta nave del veleni. GASPERINA Esposizione Nicola Raspa Fino al 15 agosto , nei locali di Via Mazzini 9/A, con il patrocinio del Co-

I writers che parteciperanno al Wri- luoghi “non convenzionali”, che alla ting Day si giocheranno l’accesso al- realizzazione di momenti di aggregala finale regionale di MArteLive zionesocialeediscambiopropositivo di idee e progetti culturali. L’evento della finale regionale, i cui dettagli saranno resi noti nei prossimi giorni, prevede l’allestimento di un vero e proprio “villaggio multimediale” con gazebi e tendostrutture dove si svolgeranno le performancelivedituttigliartisti che hanno superato le selezioni nelle tre provincie calabresi. In particolare, i primi tre classificatidellaselezione al Poligiovino approderanno alla finale regionale in cui sarà decretato l’unico vincitore che rappresenterà la Calabria alla finale Nazionale della decima edizione di MArteLive in programma a Roma nel mese di settembre. Calabria, programmata per fine MArteLive Calabria si prepara, dunmese. MArteLive Calabria rappre- que, ad una nuova giornata ricca di senta il primo concorso che offre passione e divertimento, sperimenun’importante vetrina nazionale agli tando nuovi spazi d’azione creativi e artisti emergenti calabresi, contri- affermandosi quale punto di riferibuendo sia alla diffusione dell’arte in mento per i giovani talenti. mune,ilpittoreNicolaRaspaespone nuove opere.

Luisa Corna si esibirà in concerto in Piazza Dante, oggi alle ore 21,30.

LOCRI Fino al 12 Equinozio di Architettura Corte del Palazzo di Città Inaugurazione DESIGN X TERRITORI BIDBORSA IDEA DEL DESIGN Corte Palazzo di Città

PAOLA Beach Volley Around the World Dal 5 ad oggi, si terrà il Beach Volley Around the World. Il programma prevede: cerimonia d’apertura con esibizione di beach volley e spettacolo di cabaret, 2x2 maschile e femminile, in serata inizio 3x3 misto notturno; oggi , 3x3 free (di pomeriggio); oggi , semifinali e finali dei vari tornei.Tutteleseratesarannoallietate da gruppi musicali e cabarettisti di Zelig.Per info: 348/6260734 348/3576938.

Oggi - Torneo Internazionale Tennis Femminile Città di Locri V^ Edizione - Circolo Garden Club - incontridiqualificazione-MostradelMaestro Antonio Maria Garufi "QUANDOL’ARTEDIVENTASPETTACOLO" P.zza Nassiriya dalle 17.00 alle 22.00 Festa Patronale SS Immacolata - ore 22.00 Fanfara dei Bersaglieri - ore 00.30 Spettacolo "LE FONTANEDANZANTI"lungomare Piazza Nosside Mostra Personale di Pittura SEGNI DI PAESAGGIO INFORMALE di Primerano Salvatore Palazzo Nieddu del Rio dalle ore 18.00 alle ore 21.00 MAIDA Due Mari Summer Festival Programma Due Mari Summer Festival, presso il centro commerciale "Due Mari": oggi e il 28 agosto , ore 21.00, "Balliamoinsieme?",estatedanzantecon V&V dance school. Il 14 agosto , ore 19.00, "Stessa spiaggia...stesso mare". Giorno 8 agosto , ore 19.00, "Bruce Ketta", direttamente da Zelig. Dal 16 al 26 agosto , "Pepp’Art", esposizioni, degustazioni e laboratori, a base di peperoncino. MARINA DI GIOIOSA JONICA Inaugurazione del laboratorio di produzione di Cangiari Martedì 10 agosto , alle ore 16.45, presso il laboratorio di produzione Made in Goel si terrà la cerimonia di inaugurazione del laboratorio di produzione di Cangiari, fashion brand etico e sociale nato dal Consorzio Sociale Goel. MIRTO CROASIA Concerto Live di Luisa Corna

tello S. Angelo, Collettiva di Pittura:espongono I. Sapia, R. Rizzuti,e R. Scalise. SAN VITO SULLO IONIO "Riscoprendo il borgo tra...arte, gastronomia, artigianato pregiato, antichi mestieri" 13 e 14 Agosto, dalle ore 21 in poi e giorno 14 concluderanno il tutto I MARASA’ in Concerto. SERRASTRETTA Serrastretta nel Tempo Un suggestivo e affascinante viaggio nella Serrastretta di fine Ottocento, tra le caratteristiche viuzze, gli strettissimi vicoli e gli incantevoli scorci del suo centro storico. La dodicesima edizione, che prenderà il via il 10 e 11 Agosto , ha in serbo alcune interessanti novità mai viste negli anni precedenti Calabresi nel Mondo L’Associazione Internazionale Calabresi nel Mondo ha organizzato per martedì 10 agosto 2010 alle ore 19:00 presso il Teatro Comunale di Soverato (CZ) sito in via C. Amirante il Meeting dei Calabresi nel Mondo. E’ prevista la partecipazione di rappresentanti delle Comunità Calabresi in Italia e nel Mondo SOVERIA SIMERI Festa della birra - oggi L’unica, l’originale, la più grande, bella e divertente della Calabria . All’internodelriccoprogrammadella serata uno spazio di rilievo sarà occupatodall’esibizionedeiModena City Ramblers, band storica del "combat folk" italiano che approderà in Calabria dopo il successo dell’undicesimo album "Onda libera". STALETTI’ "NottediNote...Live"alBlancaCruz Beach Village Programma: sabato 14 agosto , ore 23.30, Soul Mind Band, soul dance 70/80; sabato 21 agosto , ore 23.30, Liano Concolino, voce e tastiere; sabato 28 agosto , ore 23.30, New Talent.

REGGIO CALABRIA The Lemmings in concerto Lunedi 9 agosto alle 22,00 sul palco del Csoa "A. Cartella" si esibirà la band romana dei Lemmings, in attesa dell’uscita, a settembre, del nuovo singolo/video "Non Suono Indie", già disponibile in download gratuito su Kataweb.

TAVERNA "Estemporanea di pittura della Sila piccola". Oggi , dalle 9:30 fino alle 17:30 si terrà la V edizione dell’evento. Alle 10:30 l’Assessore all’ecologia del Comune diBotricello,SalvatoreProcopio, terrà il seminario di protezione ambientale "L’uomo e il suo rifiuto".

ConferenzastampaconMariaGrazia Cucinotta e Danny Quinn Maria Grazia Cucinotta e Danny Quinn, impegnati nelle riprese del film The Opening che si sta girando anche in provincia di Reggio, terranno con il presidente Giuseppe Morabito e l’assessore provinciale Santo Gioffrè una conferenza stampa martedì 10 agosto , alle ore 11.30, presso la sala conferenze del Palazzo Storico della Provincia.

TIRIOLO IVª Edizione del Festivalband Si terrà il 21 agosto , in Piazza Gioacchino da Fiore ("Quartiere") la Quarta edizione del Festivalband, il concorso musicale per band emergenti suddiviso in due categorie: Junior e Senior. Le iscrizioni sono aperte fino al 20 luglio. Per informazioni: 339/7229717 www.festivalbandtiriolo.tk festivalband2007@libero.it

ROSSANO Rossano la Bizantina....d’estate 2010 Ogni sabato e domenica fino al 28 agosto,ore19.00/24.00,pressol’AnfiteatroVialeMediterraneo-mercatinoartigianato a cura ass. Creare Insieme con Fantasia. Fino ad oggi , ore 20.00/22.00- Castello S.Angelo, Collettiva di Pittura Fino al 10 agosto , ore 20.00/22.00, Castello S. Angelo Mostra di Pittura Collettiva "I colori della Pace" a cura Scuola D’Arte di Milena Crupi. Fino ad oggi , ore 20.00/22.00- Cas-

TROPEA Tropea Film Festival L’appuntamento cinematografico, ormai ampiamente consolidato, vedrà la presenza di Giuseppe Tornatore proprio il 17 agosto alle ore 21,25, giorno d’apertura. VIBO VALENTIA Selezione “Miss maglietta bagnata” Oggi , presso il Tropea Village 2010, si terrà l’unica selezione in Calabria della 19^ edizione “Miss maglietta bagnata”.


il domani  

Edizione del 08 Agosto 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you