Page 1

Lunedì 8 Giugno 2009 Anno XII - Numero 156

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA

Euro 1,00

DIAMANTE

CATANZARO

VIBO VALENTIA

Ambientalisti contro i lavori della Guardiola

Catanzaro capitale Obiettivo da perseguire

Mega discarica abusiva scoperta dai carabinieri

Il movimento del Tirreno punta il dito sulla “zona blu”

Anche la Confesercenti si schiera a favore

Il sito si estende per oltre 5.000 metri quadrati

di Antonello Troya > Pag 24

> Pag 16

di Carmen Mirarchi > Pag 32

IL FATTO Domenica di sangue nel tratto della Statale compreso tra Reggio e Melito Porto Salvo. Scontro tra una Fiat Uno e una moto

Drammatico incidente sulla 106, tre morti Perdono la vita Francesco Vadalà di 86 anni, la moglie Natalina Curatola, di 88 e il centauro, Pasquale Latella di 36 anni MELITO PORTO SALVO — Tre persone sono morte e una quarta è rimasta ferita gravemente in un incidente stradale avvenuto sulla statale 106 jonica, nei pressi di Melito Porto Salvo, nel Reggino. Per cause ancora in corso di accertamento una moto si è scontrata contro una automobile. I due occupanti della moto ed una delle due persone che era a bordo dell'automobile sono morte all'istante. Il ferito, che era a bordo dell'automobile, è in gravi condizioni ed è stato trasportato nell’ospedale di Reggio Calabria.

LAMEZIA TERME Inviate bollette Tarsu già scadute LAMEZIA TERME — Grave denuncia dei consiglieri comunali del Pdl, Mario Magno e Salvatore De Biase. Ai cittadini lametini sosto state inviate bollette Tarsu già scadute. > Pag 20

PAOLA

> Pag 18

Lavori pubblici in piena fase attuativa PAOLA — In attesa che si sblocchi la situazione relativa al Porto turistico cittadino, l’Amministrazione comunale di Paola, sta portando a compimento quanto avviato nel settore dei lavori pubblici.

L’EDITORIALE

Grande astensione grande preoccupazione di Guido Talarico

Come ampiamente pronosticato la tornata elettorale per le elezioni europee (e amministrative italiane) conclusasi ieri sera è stata caratterizzata da un forte astensionismo. Al momento in cui abbiamo scritto non vi erano dati politici significativi se non appunto quello del numero dei votanti, sceso in modo più che evidente. Tutte in negativo sono infatti risultate le proiezioni che davano un meno 6 % per le europee, un meno 4 % alle provinciali e un meno 3 % alle comunali. Potranno variare i decimali ma è del tutto evidente che il dato emblematico di questo voto è l’alta astensione. Il non voto appare del resto come una scelta netta. Un segnale di disillusione, se non di delusione, nei confronti dell’Europa dei politici e dei burocrati. Basti pensare che circa 200 milioni di europei, su un totale di 375 milioni di aventi diritto, non ha votato per comprendere l’entità del distacco tra la popolazione e le istituzioni comunitarie. Commentando i risultati, il premier polacco ha ricordato che ai tempi dell’Unione Sovietica in quasi tutti i paesi della “cortina di ferro” il non voto era l’unico modo per esprimere dissenso. Il paragone è certamente un po’ forzato ma allo stesso tempo calzante. In Europa così come in Italia, non andando alle urne gli elettori hanno voluto esprimere disapprovazione verso il modo di fare politica e di gestire la cosa pubblica dell’attuale nomenclatura. Un segnale grave che non deve essere sottovalutato perché sancisce il consolidamento di una tendenza negativa e boccia di fatto un’intera generazione di politici e burocrati. E’ il segnale di una malattia che ha colpito l’Unione Europea, il più grande sistema democratico del mondo. E le malattie, se non curate, portano alla morte. Proprie come accadde all’Unione Sovietica.

di Silvia Navarra > Pag 25

LA FOTO DEL GIORNO Europee, Nicolas Sarkozy e Carla Bruni alle urne In Calabria alle 19 aveva votato il 41,8%

SPORT/2ª Divisione

Si è votato in tutta Europa per il rinnovo del Parlamento dell’Unione. Nella foto, Nicolas Sarkozy con la moglie Carla Bruni alle urne. L’affluenza calabrese alle 19,00 di ieri era attestata al 41,8%. I seggi si sono chiusi alle 22,00. Oggi le operazioni di scrutinio.

CATANZARO — Ennesima delusione per il Ca-

di Carmen Mirarchi > Pag 11

di Vittorio Ranieri > Pag 42

Play-off, Catanzaro sconfitto tanzaro in una semifinale play-off. I giallorossi di Provenza sono stati sconfitti in casa dal Pescina che ha espugnato il “Ceravolo” per 3-2.

APPUNTAMENTI/CATANZARO

POLLINO

Da oggi al via il terzo Memorial Massimo Suraci

Il “polo degli alberi bianchi”, scommessa vincente

CATANZARO — Il 3° Memorial "Massimo Suraci", torneo di calcio a cin-

que, si svolgerà a partire da oggi fino al prossimo 30 giugno presso il "Palagallo" di località "Corvo", per rendere vivo il ricordo del caro amico "Massimo", scomparso prematuramente all’età di 50 anni.

SIBARI — Tre “Poli” naturali calabresi potranno accedere al Programma operativo interregionale: il Polo degli Alberi Bianchi, che va da Sibari al golfo di Policastro, nel parco del Pollino, il Polo dei Giganti e delle Fate e il Polo delle Montagne Blu.

di Rita Macrì > Pag 43

> Pag 27


2 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

D2.0 DALLA RETE AL DOMANI Alziamo la voce, lettere al Direttore

roma@ildomani.it

Le tariffe della nuova Alitalia, una iattura per la Calabria

Guido Talarico

È uno stupido, con lui non ci torno Caro Direttore Talarico, il mio fidanzato mi ha lasciato. Lui legge il Domani e allora voglio dirgli pubblicamente che penso che lui sia uno stupido (penso di peggio ma non lo posso scrivere). Si è fatto raggirare da promesse di una che non le manterrà. Si pentirà, ma non me lo prendo più indietro. Grazie per avermi fatto dire cosa penso di lui.

Egregio Direttore, l’emarginazione della Calabria si vede anche da piccole cose, che poi tanto piccole non sono. Le scrivo perché ho da lamentarmi della questione tariffe aeree. La cosiddetta "nuova Alitalia" è di fatto un monopolista che si comporta come tale imponendo a chi viene in Calabria tariffe altissime, tutt’altro che abbordabili. Mi capita di viaggiare spesso per motivi di lavoro e dunque ho potuto constatare sul mio portafoglio quanto siano aumentati i costi e quanto sia diminuita l’offerta. In una regione già in grave ritardo rispetto al resto del Paese come la nostra questo peggioramento dei trasporti aerei è una vera iattura, perché ne aggrava l’isolamento e il sottosviluppo. Ed il dramma è che non vedo reazione o denunce da parte né della politica né tantomeno del mondo delle associazioni. Mi augurerei che almeno il nostro conterraneo Antonio Catricalà, presidente dell’Antitrust, prendesse in esame il caso dei servizi Alitalia da e per la Calabria. Cordiali saluti, Avv. Stefania Conidi

La risposta Gentile Avv. Conidi, ha ragione quando dice che il tema dei trasporti è particolarmente importante per una regione come la nostra, e ha altrettanto ragione quando dice che le tariffe aeree nell’ultimo anno sono decisamente aumentate. Per completezza d’informazione occorre però ricordare che l’offerta generale dei nostri aeroporti è nel suo complesso migliorata (Lamezia sta diventando uno scalo internazionale di discreta importanza) e che la Regione ha di recente finanziato le società di gestione aeroportuali proprio per favorirne la crescita. Tuttavia il problema rimane. Dunque fa bene a dolersene e ad auspicare una più forte reazione della nostra classe dirigente e delle autorità di controllo competenti. Dal canto nostro, ci impegnamo a girare al più presto questa sua agli uffici dell’Antitrust. Cordiali saluti,

Carmen C.

Il Ponte non è una esigenza del popolo Caro Direttore, invece di andare a caccia di voti con le promesse folli sul "rilancio del nucleare" e sul benedetto Ponte sullo Stretto, il monarca fotogenico pensasse alle vere esigenze del suo popolo. Per quanto ancora ci terremo politici malati di onnipotenza?

Guido Talarico

"Noi ci mettiamo il cuore" ma ci rimettiamo i soldi Caro Direttore, che cosa ha prodotto la campagna pubblicitaria della Regione Calabria che ha impiegato Rino Gattuso come testimonial? Io penso un bel nulla. Penso anche che i nostri cari amministratori pubblici non capiscano niente di comunicazione e non sappiano neppure quale sia la differenza tra pubblicità e promozione. Io sono certo che l’investimento fatto non abbia prodotto alcunché (e loro naturalmente si sono ben guardati dal misurare i risultati della iniziativa come invece avrebbe fatto una qualsiasi azienda privata) e che se i soldi li avesse dovuti cacciare l’assessore al turismo o il presidente della giunta di tasca propria non avrebbero speso neppure un euro. Ma siccome paga pantalone… Per attrarre i turisti occorre fare capire che in Calabria ci sono luoghi ed eventi che meritino lo sforzo di una visita. Che “noi ci mettiamo il cuore” (cosa per altro tutta da dimostrare) non importa a nessuno. Guardate la campagna fatta sui giornali nazionali dal Trentino. Quella si che promuove il prodotto. Da noi la solita vuota ed inutile retorica. Cordialmente, Gianluca Cassadonte (Soverato)

Marco B. (RC)

Matitate - Il meglio di ieri

Centri commerciali, chi li vuole? Signor Direttore, faccio il negoziante da 35 anni. Nella mia vita ho fatto solo questo mestiere, mettendo da parte pochi soldi ma riuscendo a mantenere con onore la mia famiglia. Mio malgrado, sto guardando con preoccupazione tutti questi centri commerciali che nella provincia di Catanzaro stanno spuntando come funghi e che di fatto hanno distrutto la categoria, e hanno svuotato città e paesi. Ora quelli che hanno deciso di andare lì dentro a mettere su le loro attività mi dicono che anche per loro le cose vanno male, che i guadagni promessi non si vedono. Io lo sapevo e lo dicevo da tempo. I centri commerciali, qui in Calabria, fanno la fortuna di chi li costruisce non di chi ci lavora dentro. Ma mi dicevano, anche un mio figlio, che sono vecchio, che il centro commerciale è moderno invece. Che il commercio va in quella direzione adesso, che i giovani vogliono quel tipo di struttura, che è più economico, più adatto ai ritmi di oggi. Forse in altre parti d’Italia sarà pure così, ma in Calabria non mi pare che si abbia tutta questa voglia di modernità. Sarò anche vecchio, ma stupido non sono. E oggi lo posso dire. La ringrazio anticipatamente per la pubblicazione. Enzo Scicchitano (CZ)

Dadaumpa Da Espresso.it

Da Liberazione.it

Dicono che Fiorello si sia formato come cantastorie facendo l’animatore in un villaggio turistico di Simeri Crichi. E poi dicono che in Calabria non c’è una grande scuola politica…

Inviaci i tuoi commenti, le tue opinioni, le tue "denunce" all'indirizzo di posta elettronica roma@ildomani.it. Le migliori "lettere al direttore" saranno pubblicate ogni lunedi su Il Domani

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro stampa

Direzione Guido Talarico Massimo Tigani Sava (sviluppo) Orlando Rotondaro (responsabile) Redazione Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio D’Agostino (proto) *** redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it sport@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it tel. 0961.996802 | fax 0961.903801/927 www.ildomani.it

T&P Editori srl

Il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Benedetta Geronzi (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) regi. Trib. n. 64 del 15-7-1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 , n. 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 fax 0961.903421/784 info@mediatag.it Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

Services e partnership Lumsa (Roma) - Graphic Coop (Siena) Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Italpress (Palermo) - Lapresse (agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera - Settimio News Il Cristallo sas - AT Press - Ediratio Media Services - Città del Sole sas Speaker Network - Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro - Fondazione Roma


4 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

PRIMO PIANO 4J BHHSBWB JM CJMBODJP EFJ CBNCJOJ NPSUJ OFM SPHP EFMMnBTJMP JO .FTTJDP

2VBTJ JM  EFHMJ FHJ[JBOJ Ã BGGFUUP EBMMn&QBUJUF $

#BHOP EJ TBOHVF USB IPUFM BE "DBQVMDP 4QBSJ DPJ /BSDPT  NPSUJ

&n TBMJUP B BMNFOP  NPSUJ JM CJMBODJP EFMMnJODFOEJP EJ WFOFSEÇ B )FSNPTJMMP

*M   EFHMJ FHJ[JBOJ Ã BGGFUUP EB FQBUJUF $ EJDF JM NJOJTUSP EFMMB TBOJU»

4QBSBUPSJB USB HMJ IPUFM BE "DBQVMDP DPJ /BSDPT %PQP  PSF  WJUUJNF

%BMMB 'SBODJB BSSJWBOP J  EBUJ USBTNFTTJ EBMMn"JSCVT QSJNB EFM HJBMMP *OUBOUP JFSJ Mn"UMBOUJDP IB SFTUJUVJUP BMUSJ RVBUUSP DBEBWFSJ EJ QBTTFHHFSJ

-nVMUJNP NFTTBHHJP EFM WPMP  o$BCJO WFSUJDBM TQFFEp QPJ TVMMB UFMFNFUSJB EFMMnBFSFP "JS 'SBODF Ã DBMBUP JM TJMFO[JP PARIGI - Ventiquattro segnali automatici di anomalie trasmessi dall’Airbus A330 in quattro minuti, dalle 2.10 alle 2.14 (le 4 in Italia): il primo - ’Auto flt ap off’ - indica che il pilota automatico è stato disattivato dai piloti o dal computer; l’ultimo, alle 2.14 - ’Cabin vertical speed’ - segnala che la cabina ha subito una depressurizzazione, un ingresso anormale di aria esterna. Entrambe le ipotesi erano emerse nell’intervista del Corriere Nazionale ad Andrea Purgatori, all’indomani della tragedia. E cioè che un aereo così moderno comunica non solo attraverso le scatole nere, ma dialoga costantemente con la casa madre e che se non ci sono state comunicazione e richieste di sos da parte dei piloti poteva esserci stata una repentina depressurizzazione a poterlo spiegare. Infatti dopo quei segnali più niente, e resta il mistero sulle cause del crash dell’aereo dell’Air France in volo lunedì scorso da Rio de Janeiro a Parigi con 288 persone a bordo. E’ il domenicale francese Le Journal du dimanche a pubblicare la sequenza di messaggi Acars (Aircraft communication addressing and reporting system) trasmessi automaticamente alle stazioni a terra di Air France via radio o satellite: messaggi brevi, simili a sms, relativi al funzionamento dei motori e alle prestazioni dell’aereo. In assenza delle scatole nere - il cui recupero si annuncia difficile - sono questi messaggi a fornire indizi su quello che è avvenuto all’interno della cabina di pilotaggio durante i fatali ultimi quattro minuti. Intorno alle 2 di lunedì scorso, l’aereo entra in una zona di forte turbolenza, come annuncia il comandante nel suo ultimo messaggio radio, e viene attivato il sistema Acars. Alle 2, quasi simultaneamente, vengono inviati 14 messaggi automatici in meno di un minuto: il primo indica la disattivazione del pilota automatico, i successivi segnalano varie anomalie ai comandi di volo, l’assenza dei sistemi di assistenza elettronica incaricati di mantenere la stabilità dell’aereo. Quindi, in rapida successione, gli schermi di controllo vanno in panne, così come il controllo automatico delle velocità dei reattori. Alle 2.11, anomalie vengono segnalati su due strumenti cruciali, l’Adiru e l’Isis: il primo calcola i dati che permettono all’aereo di determinare la sua posizione e la sua velocità, il secondo mostra l’altitudine, l’assetto di volo, l’inclinazione, quando gli schermi di controllo non funzionano più. E’ qui che appare «l’incoerenza nelle diverse velocità misurate», secondo il Bea, l’ ufficio incidenti aerei che indaga sul disastro. Così, in questo momento - scrive Le Journal du Dimanche - i piloti non si orientano più: di giorno possono avere

7FSUJDF NPOEJBMF EFMMF DPNQBHOJF BFSFF

5SBGGJDP BFSFP JO DSJTJ EPNBOEB JO QJDDIJBUB (JMDFNBS 5BCPTB B TJOJTUSB F .VOIP[ B EFTUSB J QPSUBWPDF EJ NBSJOB F BFSPOBVUJDB NJMJUBSF CSBTJMJBOF " TJOJTUSB J SFTUJ EFMMn"JSCVT OFMMn"UMBOUJDP

la linea dell’ orizzonte come punto di riferimento, ma di notte e in mezzo alle nubi «i piloti sono diventati probabilmente ciechi». All’interno della cabina tutto sta diventando rapidamente difficile: dalle 2.12 alle 2.13 altri messaggi - ’F/Clt prim1 fault’ e ’F/Clt sec11 fault’ - segnalano che i due computer che danno gli ordini ai comandi di volo entrano in panne. Poi, alle 2.14, l’ultimo, drammatico - ’Cabin vertical speed’ - indica che c’è una depressurizza-

zione nella cabina. Cadono le maschere ad ossigeno, e i piloti devono far discendere l’aereo il più presto possibile fino a un’altitudine in cui l’ aria torna ad essere respirabile. Le Journal du dimanche si chiede: «Hanno tentato di farlo? Ne hanno avuto il tempo?». Così il mistero dell’Airbus A330 continua: si è disintegrato in volo - per la depressurizzazione o un’esplosione - o nello schianto nell’Oceano? I militari brasiliani intanto hanno recuperato in

mare altri quattro cadaveri dei passeggeri dell’Airbus Air France precipitato nell’Atlantico. Lo ha reso noto l’edizione online del O Globo, precisando che sono stati avvistati anche altri corpi. Un portavoce dell’aeronautica, Henry Munhoz, ha sottolineato che in queste ore sono stati avvistati ’centinaia di oggetti’ sui quali non vi è ormai più dubbio che appartenessero all’aereo Air France del quale si erano perse le tracce.

KUALA LUMPUR - La domanda nel settore dei viaggi aerei potrebbe calare ulteriormente nonostante i primi segni di una economia globale più stabile, e le prospettive di una ripresa sembrano assottigliarsi per quest’anno. Lo hanno riferito i dirigenti del settore riuniti al vertice mondiale delle compagnie aeree. La domanda per i voli cargo potrebbe essersi stabilizzata, ma una ripresa è improbabile a meno che non si riprenda la domanda negli Stati Uniti, secondo quanto ha dichiarato l’amministratore delegato di Korean Air,il maggiore vettore di aerei cargo del mondo. “Penso che abbiamo toccato il fondo”, ha detto a Reuters Cho Yang Ho. Il costruttore di aerei europeo Airbus dice di mantenere il suo target di vendite per il 2009 di 300 ordinativi, ma sarà più difficile rispettarlo. Il vertice annuale della International Air Transport Association (Iata) è iniziato con una nota triste, a causa del disastro aereo della settimana scorsa, ancora non spiegato, che ha riguardato un Airbus A330-200 dell’Air France, che si è aggiunto alle preoccupazioni per un settore industriale colpito dalla crisi finanziaria e dalla volatilità dei prezzi del petrolio. Ma diversi dirigenti di linee aeree difendono senza indugio l’aereo. “E’ un aereo sicuro, è un buon aereo”, ha detto Chew Choon Seng, amministratore delegato di Singapore Airlines, che ha ordinato 16 A330-200. “Non bisogna saltare alle conclusioni”.

*M DPSQP TFO[B WJUB EJ 3BKFFW .PUXBOJ Ã TUBUP SJOWFOVUP JFSJ OFMMB WJMMB EFMMP TDJFO[JBUP JO $BMJGPSOJB

5SPWBUPNPSUPJMHFOJPEJ(PPHMF &nHJBMMPTVMQSPGEFMMnBMHPSJUNP 3BKFFW .PUXBOJ  BOOJ Ã TUBUP JM HFOJP DIF IB JOWFOUBUP MnBMHPSJUNP EJ (PPHMF

&SB JO QJTDJOB "ODPSB NJTUFSJPTF MF DBVTF EFM EFDFTTP /PO TBQFWB OVPUBSF Washington - E’ giallo sulla morte del genio di Google. Rajeev Motwani, il 47enne professore della Stanford University ha un nome che non dice molto ai più. Invece Motwani era il genio di Google, quello che inventò l’algoritmo che tutti noi usiamo ogni giorno per le ricerche su Google, appunto. Lui il 'mentore' dei fondatori del motore di ricerca, Larry Page e Sergey Brin, è stato trovato morto nella piscina della sua villa di Atherton, in California. Ancora non sono chiare le cause della morte del professore. Gli investigatori americani sembrano propendere per l’ipotesi dell' incidente, perché secondo le prime indiscrezioni Motwani non sapeva nuotare.

Nato a Jammu, in India, si era trasferito in America per studiare. Il suo primo obiettivo fu prendere un dottorato in “Computer science” a Berkeley. Non era famoso come Larry Page e Sergey Brin, ma le sue ricerche matematiche o sugli algoritmi hanno giocato un ruolo chiave nella nascita e nello sviluppo di Google. E’ stato lo stesso Sergey Brin a

rendere omaggio al suo ex professore, tornando ad aggiornare il suo blog dopo un lungo silenzio: “Oggi, qualsiasi parte di tecnologia si stia usando, c’è una buona probabilità che dietro ci sai una parte di Rajeev Motwani”. “Quando io e Larry cominciammo a lavorare insieme alle ricerca che avrebbe portato alla nascita di Google Rajeev era con noi, per supportarci e guidarci nella sfida, sia dal punto di vista tecnico sia da punto di vista organizzativo” ha concluso Brin riconoscendo ufficialmente quanto del resto entrambi i soci del motore di ricerca sono andati ripetendo in questi anni. Un portavoce dell’università di Stanford - ricordando come il lavoro di Motwani abbia influenza-

to la creazione dell’algoritmo di ricerca utilizzato da Google ad esempio - ha spiegato che le cause della morte non sono ancora del tutto chiare. Alcuni amici hanno riferito che il professore non sapeva nuotare, ma aveva in programma di imparare. Una delle ipotesi, poiché era solito lavorare fino a notte inoltrata, è che sia caduto accidentalmente

nella piscina dopo essere uscito nell’oscurità. Ipotesi che per un personaggio così in vista e così importante per quanto riguarda il background del web sembra davvero poco probabile. Che sia stato spinto dentro la piscina? Ma soprattutto, perché? Che avesse scoperto nuovi e più importanti algoritmi?


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani LunedĂŹ 8 Giugno 2009 5

PRIMO PIANO

&n BOEBUB QFHHJP EPWF OPO TJ SJOOPWBWBOP MF BNNJOJTUSB[JPOJ MPDBMJ

*O UVUUB &VSPQB BGGMVFO[B BM NJOJNP TUPSJDP "MMF VSOF JM   EFHMJ BWFOUJ EJSJUUP 'V EFM   MB NFEJB USB JM  F JM 

"M WPUP DJSDB MB NFUÂť EFHMJ BWFOUJ EJSJUUP

BRUXELLES - L’affluenza alle elezioni europee del 2009 in tutti i Paesi dell’Ue è stata del 43,24%, il minimo storico anche rispetto al 44,4% della media dei votanti calcolata tra il 2004 e il 2007 (quando hanno votato Romania e Bulgaria). Lo ha reso noto il Parlamento europeo. Tornando all’Italia i dati delle 19 danno un'affluenza al 52,86%, in calo rispetto al 2004. Come previsto, l'astensionismo già nella prima giornata di votazioni è stato maggiore dove non si votava anche per le elezioni amministrative. Alle 19 per le elezioni comunali l'affluenza era al 64,29%. Per le provinciali al 56,84%. PiÚ in generale si conferma in forte calo l’affluenza alle urne per le Euro-

%BJ QSJNJ EBUJ EFM 7JNJOBMF BODIF Mn*UBMJB OPO GB FDDF[JPOF

pee: la percentuale dei votanti alle 22, in base ai dati del Viminale relativi a circa metà dei comuni interessati, è infatti pari al 62,3%: si tratta di circa 9 punti percentuali in meno rispetto al dato omologo delle europee 2004 (71,6%).

*M QSJNP JOTUBOU QPMM SFBMJ[[BUP TVCJUP EPQP MB DIJVTVSB EFJ TFHHJ EÂť BM QBSUJUP EJ NBHHJPSBO[B JM  QFS DFOUP DPNF USBHVBSEP NBTTJNP NFOUSF JM 1E PTDJMMB USB JM  F JM  *M DPNNFOUP EJ .BMBO

o1EM PL BODIF DPO JM p

'SBODFTDIJOJ SJVOJTDF J TVPJ o"TQFUUJBNP J CBMMPUUBHHJp

*M RVBESP FVSPQFP

'FTUFHHJBOP DFOUSPEFTUSB F 7FSEJ

4BOESP .BSDIJ

ROMA - Popolo delle Libertà tra il 39 e il 43%; Partito democratico tra il 37 e 31%. E ancora: Lega Nord tra 6,5 e 10,5%, Italia dei Valori tra il 5 e l'8%; Udc tra il 3,7e il 5,7%; Sinistra e Libertà tra il 2 e il 4%; Prc-Pdci-Sinistra europea tra l'1 e il 3%; ; Lista Bonino Pannella tra l'1 e il 3%. Sono queste le forbici dei possibili risultati elettorali secondo gli istant poll diffusi da La 7 subito dopo la chiusura dei seggi ieri sera alle 22 su un campione dell’ 80% dei votanti. Lo spoglio, per quanto riguarda le Europee, ha preso il via immediatamente (per le amministrative si procederà a partire dalle 14 di oggi). Poco dopo le 22 Dario Franceschini ha riunito alla Camera una quarantina di dirigenti del partito a cominciare dalla segreteria. Presenti i capigruppo e i big del Pd a cominciare da Massimo D’Alema e Pier Luigi Bersani. Franceschini ha voluto ringraziare tutti per l’impegno profuso in campagna elettorale e pur senza commentare i dati delle rilevazioni demoscopiche, ha sottolineato come dai consensi giunti al Pd in questa campagna elettorale il progetto del Pd tiene, conferma la sua validità. Nel corso della riunione si è deciso inoltre di fissare per il 29 giugno la data della direzione del partito in cui verrà fatta una compiuta analisi del voto e si avvierà di fatto la fase precongressuale. L’Idv di Antonio Di Pietro ha atteso i risultati organizzando un rinfresco all’Hotel Majestic di via Veneto a Roma, mentre la Lega si è riuita nella sue sede di via Bellerio. Il Pdl ha aspettato i risultati nella sede nazionale di via dell’Umiltà a Roma, dove sin dalla chiusura dei seggi sono arrivati il coordinatore Denis Verdini, Maurizio Gasparri, Maurizio Lupi, Osvaldo Napoli e Barbara Saltamartini. Lucio Malan, senatore del Pdl e segretario di presidenza di palazzo Madama, in una nota ha affermato intorno alle 22.30: Anche prendendo per buona l’improbabile parte bassa della forchetta degli instant poll, il risul-

*M TFHSFUBSJP 1E 'SBODFTDIJOJ

tato del Pdl è il migliore degli ultimi 50 anni per qualsiasi partito. Solo la Dc degli anni ’40 e ’50 superò il 40%. Dopo il 1958 nessuno ci

è piÚ riuscito. Un risultato comunque storico, dunque, per il partito di Silvio Berlusconi. PiÚ soddisfatto, sin dalle prime battute della

notte elettorale, il commento di Pannella: Il bilancio di questa campagna di lotta è straordinario. Lasciamo dare le cifre, poi ne fare-

$BPT QFS MnBSSJWP EFMMB HJPWBOF BM DFOUSP EFM DBTP #FSMVTDPOJ

$nĂƒ /PFNJ JM TFHHJP DIJVEF NAPOLI - Arriva Noemi Letizia (nella foto), per la prima volta ieri alle urne, elegante e accompagnata dai genitori: per lei viene chiuso il seggio di Portici (Napoli), mentre procede al voto. Poi la ragazza, senza dire una parola, va via scortata dai vigili urbani fino ad una Marcedes. Per tutto il tempo è caos, con giornalisti ed elettori che protestano animatamente, urla e spintoni. Alla fine c’è chi se la prende con gli agenti: ÂŤVergogna, scortate un cittadino!Âť. I momenti di trambusto provocati dalla comparsa della ragazza al centro del caso scoppiato per l’amicizia con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, dopo che il premier aveva partecipato alla sua festa di 18 anni, lo scorso aprile, sono ripresi con un cellulare e la scena viene venduta al migliore offerente. Una signora sulla cinquantina strappa la scheda. Lo racconta una coetanea di Noemi. ÂŤAnche io votavo per la prima volta. Ho visto una signora sulla cinquantina, che ha strappata la sua scheda urlando indignata: ’ma chi è questa? Basta, io col voto ho chiuso’. Qualche scatto immortala la ragazza, subito fuori dall’urna, dove con Noemi c’erano la madre Anna Palumbo e il padre Benedetto Letizia: la giovane indossa un top nero da sera, ha i capelli sciolti e grandi occhiali da sole. Un rappresentante di lista riferisce di aver denunciato altre ÂŤstranezzeÂŤ alla sezione numero 62 dove ha votato la ragazza di Casoria. ÂŤHo mandato personalmente via la migliore amica di Noemi, una giovane ancora minorenne. Sostituiva irregolarmente una rappresentante di lista e girava col cartellino nel seggio. Sul fatto segnalato ai vigili, è stato presentato anche un esposto in procuraÂť.

mo tesoro qualunque esse sianoÂť. Pannella lo ha detto intervenendo poco prima della chiusura delle urne a Radio Radicale.

ROMA - Una forte astensione e una vittoria dei partiti popolari, conservatori o di destra contro i socialisti e le formazioni di centrosinistra, una buona affermazione complessiva dei Verdi: questo l'esito delle elezioni Europee nei 27 paesi dell’Unione in base ai primi dati disponibili. In molti Paesi Ue trionfano inoltre formazioni euroscettiche o di estrema destra. Si delinea chiaramente quindi un risultato complessivo negativo per i socialisti europei. Stasera, è una serata molto difficile per i socialisti di numerosi paesi d’Europa, ha riconosciuto con amarezza il capogruppo socialista uscente al Parlamento europeo, Martin Schulz. Con un messaggio ai militanti socialisti via video da Berlino, Schulz ha assicurato che i socialisti continueranno a battersi per una democrazia sociale in Europa.


6 LunedĂŹ 8 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

ATTUALITĂ€

%JFDJNJMB JUBMJBOJ TPGGSPOP EJ EFSNBUJUJ MFHBUF BMMnVTP QSPMVOHBUP EFJ UFMFGPOJOJ

$FMMVMBSJ EnVMUJNB HFOFSB[JPOF QSPWPDBOPMnBMMFSHJBBMOJDIFM 1FS MB CJHJPUUFSJB FTJTUPOP JOWFDF SFHPMF QSFDJTF TV RVFTUJ NFUBMMJ ROMA - Sono ormai oltre 10 mila gli italiani che soffrono di dermatite da telefono cellulare, scatenato dal nichel o, meno spesso, dal cromo nelle parti metalliche del telefonino a contatto con la pelle di viso e orecchio. Metalli presenti, secondo uno studio americano, in almeno la metà dei telefonini. Nonostante esistano norme europee che ne regolano le quantità massime in alcuni prodotti, come la bigiotteria, questo non avviene per i cellulari. PiÚ colpiti proprio i giovanissimi che li usano per piÚ di un’ora e mezza al giorno. Il dato sarà presentato all’84esimo Congresso Nazionale della Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse (SIDe-

* HJPWBOJ RVFMMJ DIF QJĂ” EJ BMUSF DBUFHPSJF EJ QFSTPOF TUBSFCCFSP QJĂ” UFNQP BM UFMFGPOJOP TPOP RVFMMJ QJĂ” B SJTDIJP DPOUSB[JPOF EJ BMMFSHJF DBVTBUF EBM DPOUBUUP EFM OJDIFM P EFM DSPNP DPO MnPSFDDIJP P DPNVORVF DPO JM WJTP

MaST), che si terrĂ  a Firenze la prossima settimana. ÂŤSono sempre piĂš numerosi i casi di pazienti che arrivano dal derma-

tologo con una dermatite localizzata intorno all’orecchio e sull’orecchio stesso - rivela Torello Lotti, presidente del Congresso e neoe-

letto presidente dell’International Society of Dermatology - e i segni sono quelli di una dermatite da contatto classica: arrossamento,

prurito, vescicole. La causa è la presenza di nichel o, in forma minore, dal cromo nelle parti metalliche del telefonino a contatto con

la pelle di viso e orecchio. Secondo un’indagine di ricercatori della Brown University del Rhode Island un telefonino su due contiene nichel nel metallo attorno allo schermo, nella tastiera, nel logo. Le normative della Comunità Europea impongono limiti ai contenuti di nichel in alcuni prodotti, ad esempio la bigiotteria, ma non esistono regole specifiche per i telefoni cellulari - prosegue Annarosa Virgili, direttrice della Clinica Dermatologica dell’Ospedale Universitario Sant’Anna di Ferrara.

" 3PNB %n"OHJĂ? MnPODPMPHP EFMMF DVSF B  HSBEJ "DDPSEP $POTPS[JP F NJOJTUFSP EFMMP 4WJMVQQP FDPOPNJDP JODFOUJWJ QFS  NJMJPOJ EJ FVSP

5VNPSJ OFJ CBNCJOJ -n"TUJ TQVNBOUF QSPOUP B SJDPORVJTUBSF Mn*UBMJB MB NPSUBMJU TJ SJEVDF 4J QFOTB BM mNFUPEP DMBTTJDPn EFHMJ $IBNQBHOF ROMA - Una cura sempre piÚ efficace e rispettosa del bambino, rivolta a 360 gradi, capace di guardare alla vita dopo il tumore e alla sua famiglia; perchÊ la malattia quando ti piomba addosso non colpisce solo una persona che sta crescendo ma mette in crisi tutti coloro che gli stanno attorno: è stata questa la stella polare che ha orientato la lunga vita professionale di Giulio D’Angiò, uno dei padri dell’oncologia pediatrica mondiale, 60 anni meravigliosi, spesi a combattere i tumori infantili. D’Angiò, americano di origini italiane, ha 87 anni e nonostante l’età continua a varcare con la passione di sempre il portone d’ingresso dell’università di Philadelphia e a ricordare che la cura da sola non basta, serve dell’altro. Corporatura piccola, occhi vispi, un papillon colorato e un sorriso disarmante, sono i caratteri che accompagnano i suoi 60 anni di lavoro dedicati con la moglie, anche lei oncologa, allo studio e all’assistenza, alternando ore di ricerca nei laboratori al letto dei piccoli pazienti, al colloquio con i familiari. In questi giorni D’Angiò è a Roma per sostenere una delle numerose associazioni dei genitori dei bambini malati (’Io domani’ del Policlinico Umberto I di Roma) che sono nate nel nostro paese per aiutare la ricerca, per colmare le carenze e le lentezze della sanità pubblica nell’assistenza e nell’innovazione. Ma anche per infondere fiducia e passione agli operatori sanitari che sono attorno ai piccoli malati e alle loro famiglie. D’Angiò è testimone dei progressi degli ultimi 40 anni: se negli anni Sessanta si registrava globalmente soltanto una sopravvivenza del 15% in tutti i tipi di tumore pediatrico, attualmente il tasso di sopravvivenza globale è passato al 70%. E questi risultati sono stati ottenuti grazie all’uso coordinato di protocolli di cura fondati su tre armi: chirurgia, radioterapia e farmaci, cosÏ come terapie di supporto antinfettive, emotrasfusionali. Lavorare con i bambini - spiega mi ha insegnato l’importanza della cura totale, del sostegno a 360 gradi non solo medico ma anche psicologico ed umano al bambino e alla famiglia, e mi ha insegnato a non concentrarmi solo sulla guarigione ma anche su quale adulto diventerà quel bambino; la cura non è tutto; la mia attenzione in questi 60 anni è stata rivolta anche a minimizzare le terapie perchè il bambino possa diventare un adulto normale.

* QSPEVUUPSJ EFMMF CPMMJDJOF EPMDJ QVOUBOP B NJMJPOJ EJ CPUUJHMJF WFOEVUF

"TUJ TQVNBOUF B VO QVOUP EJ TWPMUB HSB[JF B GPOEJ DPODPSEBUJ DPM NJOJTUFSP EFMMP 4WJMVQQP FDPOPNJDP & DJ TJ QSFQBSB BM NFUPEP oDIBNQFOJPTFp

.BSJB (BCSJFMMB (JBOOJDF

passate dalle 12,3 mln di bottiglie del 2007 alle 9,7 mln nel 2008. Quest’anno - ha aggiunto Ricagno - stiamo puntando molto sul recupero del mercato italiano sul quale lo scorso anno non sono stati fatti investimenti. Per incentivare promozione e vendite il Consorzio dell’Asti ha da spendere 27 milioni di euro in quattro anni frutto di un contratto di programma siglato con il ministero dello Sviluppo Economico. Soldi - ha proseguito il presidente - che useremo per sviluppare la promozione sul mercato italiano e sui mercati esteri, in particolare Stati Uniti e Germania. Ma il rilancio passa anche attraverso uno sviluppo della ricerca sulle pratiche enologiche. Già da qualche anno alcune aziende al posto del metodo MartinottiCharmat (quello usato per il 90% degli spumanti italiani) usano per la spumantizzazione di una selezionata parte della produzione il metodo champenoise o classico, un metodo che applicato all’Asti richiede tecniche particolarmente elaborate dato il notevole contenuto zuccherino dell’uva moscato bianco che dà all’Asti un aroma intenso e il suo netto sentore di miele. Col metodo champenoise - spiega Ricagno - si possono ottenere bottiglie dalla vita piÚ lunga, capaci di mantenere una stabilità di aromi e gusto per almeno 2-3 anni. La sperimentazione potrebbe segnare una svolta nella storia dell’Asti iniziata nel 1865 quando Carlo Gancia, dopo aver appreso i segreti dai cugini francesi, tornato nel Monferrato produsse il Primo Spumante Italiano.

ROMA - Arrestare il trend negativo del mercato italiano, migliorare i successi sull’estero, rilanciare la produzione, investire in promozione, incentivare la sperimentazione sul metodo classico. Sono questi gli obiettivi che Paolo Ricagno, neo eletto presidente del Consorzio per la tutela dell’Asti, si è posto per il 2009. Obiettivi impegnativi soprattutto dopo un 2008 gravato da significative perdite sul mercato interno, recuperate in parte sui mercati esteri, Germania e Russia in testa. L’obiettivo del 2009 - ha detto Ricagno - è quello di portare la produzione globale da 88 milioni di bottiglie, fra Asti spumante Docg e Moscato d’asti Docg, a 100 milioni, aumentando il fatturato, che nel 2008 ha raggiunto circa 50 milioni di euro. Un impegno forte lo dedicheremo al mercato italiano dove puntiamo di ritornare ai volumi di vendita di cinque anni fa quando superavamo ampiamente i 16 milioni di bottiglie di solo Asti Spumante. Lo scorso anno l’Asti ha risentito della crisi globale soprattutto sul mercato Italiano dove, fra gennaio e dicembre, si sono perse piÚ di due milioni di bottiglie passate dalle circa 15,6 milioni vendute nel 2007 ai 13,5 milioni del 2008. A compensare in parte le perdite sul mercato interno è stato il miglioramento delle vendite sul mercato europeo passato dalle dai 43,2 milioni di bottiglie del 2007 ai 45,4 milioni del 2008. Significativi in particolare gli aumenti delle vendite in Russia

(+22,4%) e in Germania (+8,49%) che con quasi 17 milioni di bottiglie (esattamente 16,9) è diventato il primo mercato per l’Asti

Docg, seguita dall’Italia e dagli Stati Uniti, altro mercato sul quale la crisi ha picchiato duro registrando un crollo delle vendite del 21,16%,

$MBTTJGJDB SFHJPOBMF EFMMnBTTPDJB[JPOF JO EJGFTB EFHMJ BOJNBMJ

.FOP EJ  TQJBHHF QFS DBOJ B GSPOUF EJ DFOUJOBJB EJ IPUFM ROMA - Sono solamente 58 gli stabilimenti balneari in Italia attrezzati per ospitare i cani nelle loro spiagge e sono pochissime le spiagge pubbliche attrezzate, mentre sono diverse centinaia gli alberghi in tutta Italia che accettano di ospitare anche cani ed altri piccoli animali domestici sia nelle località turistiche che nelle città d’arte e in quelle di affari. In notevole crescita anche gli agriturismi. I dati sono rilevati dall’Aidaa, l’associazione italiana difesa animali e ambiente. In prima fila nella classifica delle spiagge amiche l’Emilia Romagna e la Toscana.

"MDVOJ DBOJ TVMMB TQJBHHJB


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 7

ATTUALITÀ

6OB EPOOB HSBWJTTJNB QFS MB USPNCB EnBSJB DIF IB TDPOWPMUP 7FOFUP F 'SJVMJ

"M /PSE EJTBTUSP NBMUFNQP %FDJOFEJ GFSJUJ FTGPMMBUJ 3PCFSUP .BSUJOJ

TREVISO - Si lavora senza sosta, in Veneto e in Friuli Venezia Giulia, il giorno dopo l’ondata di maltempo che ha fatto registrare nel solo trevigiano 200 sfollati, 28 feriti di cui uno grave, 15 case totalmente inagibili e ben centinaia di interventi dei vigili del fuoco in entrambe le regioni. Bisogna infatti mettere in sicurezza le costruzioni più colpite e dare alloggio a chi è rimasto senza casa così come permettere, al più presto, la ripresa dell’attività nelle aziende manifatturiere e agricole. In Veneto, mentre le prime stime parlano di danni per centinaia di milioni di euro, con l’agricoltura in ginocchio, il governatore Giancarlo Galan annuncia che la Regione chiederà al Governo lo stato di crisi per le zone colpite, mentre il ministro per le Politiche agricole Luca Zaia assicura l’impegno suo e dell’esecutivo. Ieri vertice a Vallà, frazione di Riese Pio X letteralmente rasa al suolo, tra Prefetto, carabinieri, protezione civile, vigili del fuoco e sindaci della zona, per stabilire le modalità operative. Nel corso della riunione si è deciso di verificare ogni singola situazione di precarietà abitativa e industriale e di stimare i danni. Restano 200 le persone costrette a lasciare le proprie case e a trovare ospitalità da parenti e amici. Mentre la corrente elettrica - 50 i tecnici Enel all’opera fin da ieri - è stata in parte ripristinata. Di urgente resta l’intervento sul traliccio dell’elettrodotto Sandrigo-Udine da 380 mila volt. Nel frattempo, là dove non arriva energia elettrica, si provvede con gruppi elettrogeni. La Provincia, da parte sua, individuerà le discariche dove conferire i detriti mentre alle forze dell’ordine è stato dato incarico di contrastare eventuali fenomeni di sciacallaggio. Sul fronte sanitario, sono gravi ma stazionarie le condizioni della donna di 62 anni colpita da un pilone dell’energia elettrica abbattuto dal forte vento. Dopo essere stata sottoposta nella serata di sabato ad un delicato intervento neuro-chirurgico all’ospedale di Treviso, resta nel reparto di terapia intensiva mentre la sua prognosi rimane riservata. In Friuli Venezia Giulia, invece, si è avviata la bonifica dall’amianto in una vasta area industriale di Zoppola (Pordenone). I pompieri hanno lavorato a lungo anche per ripristinare numerose coperture di case spazzate via dal vento. Alcune squadre sono intervenute inoltre nella caserma Leccis di Or-

$FOUP NJMJPOJ EJ EBOOJ BMMnBHSJDPMUVSB TFDPOEP MB $JB * EBOOJ DBVTBUJ EBMMB USPNCB EBSJB B 7BMMB EJ 3JFTF 1JP 9 JO QSPWJODJB EJ 5SFWJTP *FSJ WFSUJDF B 7BMM» GSB[JPOF MFUUFSBMNFOUF SBTB BM TVPMP QFS TUBCJMJSF MF NPEBMJU» PQFSBUJWF

cenico Superiore, dove è caduto un muro di contenimento, che però non ha provocato feriti. Stamattina è previsto un summit tra l’assessore alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia e i Sindaci delle zone maggiormente colpite. Intanto la Protezione civile avverte che sul nord d’Italia è ancora previsto maltempo per i prossimi giorni: il bollettino parla di

una perturbazione atlantica già attiva sul nord Italia, che comporterà condizioni di marcata instabilità. Campi in ginocchio e situazione gravissima soprattutto in Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori. «Ammontano a decine di milioni di euro i danni», scrive la

Cia. «Tantissime coltivazioni di frutta e ortaggi sono andate completamente distrutte», pesantissime le conseguenze anche per i vigneti, il grano e il mais. Stalle e serre sono state spazzate via da trombe d’aria. Una cifra precisa «al momento è difficilmente calcolabile - si sottolinea - ma è facile che si arrivi anche a cento milioni di euro». La Cia sollecita un «pron-

to e adeguato finanziamento del Fondo nazionale di solidarietà per le calamità naturali». Una misura «indispensabile» per permettere agli agricoltori di assicurarsi contro le conseguenze provocate dalle avversità atmosferiche. «Il governo deve capire che tale Fondo sottolinea la Cia - è uno strumento indispensabile e, quindi, va trovata al più presto una valida soluzio-

ne». Il maltempo ha avuto così effetti dirompenti soprattutto nel settore ortofrutticolo. Oltre che per i frutteti, «conseguenze drammatiche si sono avute per gli ortaggi che in questo periodo cominciano ad essere abbondanti nei campi a cielo aperto». Danni, in particolare, per le colture di melanzane, pomodori, zucchine e insalate.

1SFGFUUP OFJ HVBJ QFS MF OP[[F EFMMB GJHMJB

" TDVPMB JOUBOUP Ã TDBUUBUB VOB WFSB F QSPQSJB HBSB EJ TPMJEBSJFU» QFS BJVUBSF MB SBHB[[B

*M .JOJTUFSP EFMMn*TUSV[JPOF BNNFUUF MnVDSBJOB VOB EJSFUUJWB EFM NJOJTUSP (FMNJOJ OP

4FO[B DPEJDF GJTDBMF MBNBUVSJU» ÃVOHJBMMP NAPOLI - Non potrà sostenere l’esame di maturità perchè non ha il codice fiscale. Così per una ventenne ucraina immigrata irregolare il sogno di diplomarsi rischia di infrangersi per sempre. La vicenda accade a Napoli ed è raccontata dal quotidiano Il Mattino, che tuttavia ieri sera è stato corretto da una nota del Ministero dell’Interno secondo cui non ci sono ostacoli a che la studentessa sostenga l’esame di maturità. Ed è giallo. Ma andiamo con ordine. La ragazza, Daria, come scrive il quotidiano «Il Mattino», è una studentessa diligente che frequenta l’ultimo anno del liceo linguistico «Margherita di Savoia»: i suoi docenti e lo stesso dirigente scolastico si stanno adoperan-

do per trovare una soluzione ma l’appuntamento con l’esame è ormai imminente. A richiedere il possesso del codice fiscale per sostenere l’esame di maturità è una recente direttiva, di maggio, del ministro dell’Istruzione Gelmini ma lei, Daria, che per mantenersi agli studi fa anche la badante e la baby sitter, non ha quel tesserino di plastica perchè è clandestina. Lei, che parla sei lingue, sogna di iscriversi all’ università in Italia. A Napoli vive insieme ai genitori: la madre fa le pulizie ad ore, il padre il saldatore. A scuola è scattata una vera e propria gara di solidarietà per aiutarla mentre i suoi compagni pensano di inoltrare una petizione. Ieri però lo stesso ministe-

.BNNB QFS MB TFTUB WPMUB GB DBVTB BM OPTPDPNJP F DIJFEF NJMB FVSP EJ SJTBSDJNFOUP

ro dell’Istruzione, dell`Università e della Ricerca con una nota ha precisato: non c’è nessun motivo di legge per cui la ragazza di Napoli non possa affrontare l’esame di maturità, dato che - precisa - il codice fiscale serve solo per l’anagrafe degli studenti, per entrare nella base informativa del ministero, ma nulla vale riguardo alla possibilità di sostenere l’esame di maturità. «Nel caso in cui uno studente fosse, per qualsiasi motivo, sprovvisto del codice fiscale, verrebbe semplicemente escluso dalla base informativa del ministero, senza alcuna conseguenza per la sua privacy né per la sua possibilità di sostenere l`esame di Maturità».

*OHFTTBUVSB BMMB NBOP EFTUSB QFS MB GJHMJB EFMMB QSJODJQFTTB $BSPMJOB EJ .POBDP

4J GB TUFSJMJ[[BSF NB SFTUB BODPSB JODJOUB $IBSMPUUF $BTJSBHIJ GFSJUB JO VO JODJEFOUF TRIESTE - Si fa sterilizzare dopo aver avuto il donna ha partorito il sesto bambino. I coniugi quinto figlio, ma resta incinta per la sesta hanno dapprima chiesto un risarcimento danvolta e chiede così un risarcimento di 220 ni al centro servizi condivisi dell’Azienda sanitaria competente, che però ha mila euro all’Ospedale. respinto l’istanza. Da qui la La vicenda - resa nota dal &SB SJDPSTB decisione di citare in giudizio Messaggero Veneto - è avvenu- BMMnPTQFEBMF l’ospedale al Tribunale civile ta a Tolmezzo (Udine), dove EPQP MB OBTDJUB di Tolmezzo. Secondo la difeuna coppia friulana ha citato EFM RVJOUP GJHMJP sa dell’Azienda sanitaria, invein giudizio il locale nosocomio, responsabile di non aver eseguito effica- ce, non ci sarebbe stata una violazione contratcemente la legatura di una delle due tube tuale, in quanto la donna ha firmato il cosiddella donna. La scoperta è avvenuta all’ospe- detto «consenso informato» sui rischi della dale di San Daniele del Friuli (Udine), dove la non riuscita dell’intervento di sterilizzazione.

VERBANIA - Una leggera ferita a una ma- Ghiffa, un paese sulle sponde del Lago Magno è stata riportata da Charlotte Marie Po- giore, lungo la statale 34. Charlotte di Monameline Casiraghi, 23 anni, figlia della prin- co era su una vettura, condotta da un autista, su cui stava viaggiando cipessa Carolina di Monaco insieme a un uomo. All’uscie di Stefano Casiraghi, in un &n TUBUB NFEJDBUB ta del parcheggio della pizzeincidente stradale avvenuto BM QSPOUP TPDDPSTP ria Zì Rosaria l’auto ha urtal’altra sera in provincia di EJ 7FSCBOJB to una Fiat Panda. Alla giovaVerbania, nel Piemonte F TVCJUP EJNFTTB ne donna i medici in servinord-orientale. La giovane, con una microfrattura alla mano sinistra, è zio al pronto soccorso hanno applicato una stata medicata al pronto soccorso dell’ospe- ingessatura alla mano sinistra; la prognosi, dale di Verbania e, quindi, è stata dimessa. secondo quanto si è appreso, non dovrebbe L’incidente si è verificato nel territorio di essere superiore alla ventina di giorni.

*M QSFGFUUP EJ 1PUFO[B -VJHJ 3JDDJP JO VOB GPUP EJ SFQFSUPSJP

PESARO - Il prefetto di Potenza Luigi Riccio è indagato per aver organizzato in prefettura, quando ricopriva lo stesso incarico a Pesaro, il banchetto di nozze della figlia. È quanto riportato da QN Il Resto del Carlino nell’edizione di ieri, secondo cui la procura pesarese avrebbe iscritto Riccio nel registro degli indagati con l’accusa di peculato. Riccio avrebbe utilizzato il Palazzo Ducale, sede della prefettura, in un giorno di chiusura. Nell’invito, a 200 ospiti, veniva chiaramente indicata la sede del ricevimento. Dell’episodio, che risale al 21 giugno del 2008, si sta interessando anche la Corte dei Conti. Il pubblico ministero aveva chiesto l’archiviazione del fascicolo, ma il gip di Pesaro vorrebbe vederci più chiaro prima di accogliere la richiesta.


8 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

ATTUALITÀ

-B SBHB[[B TJ FSB SJGVHJBUB OFM CBS QFS TGVHHJSF BMMF CPUUF EFM DPNQBHOP -nBWWFOUPSF QSFTFOUF OFM MPDBMF Ã TUBUP BDDPMUFMMBUP EBMMnVPNP JOGVSJBUP

.VPSF QFS EJGFOEFSMB EBM GJEBO[BUP -nBHHSFTTPSF TJ Ã EBUP BMMB GVHB NB Ã TUBUP CMPDDBUP B QPDIF DFOUJOBJB EJ NFUSJ EBM MVPHP EFM EFMJUUP EBJ DBSBCJOJFSJ TVCJUP BMMFSUBUJ

-nBHHSFTTPSF TJ Ã EBUP BMMB GVHB NB Ã TUBUP QSFTP EBJ DBSBCJOJFSJ 4BOESP .BSDIJ

FERRARA - Lo criticavano al bar perché aveva picchiato la fidanzata. Lui ha perso la testa e con un coltello ha ucciso un cliente che neppure conosceva. L'omicidio è avvenuto la notte scorsa a Ferrara. Il responsabile è stato arrestato; alle domande dei giudici non vuole rispondere ma sono tanti i testimoni che lo accusano. "Eravamo una decina nel bar di via Foro Boario. Quello è entrato come una furia e ha piantato il coltello nella pancia di Massimo solo perché lui è stato il primo a pararglisi davanti", dicono i testimoni. La vittima è Massimo Ferraresi, mentre l’aggressore, arrestato dai carabinieri con l’accusa di omicidio è David Bisella, di Castelmassa in provincia di Rovigo il quale da alcuni mesi abitava a casa della fidanzata, proprio in via Foro Boario poco lontano dal bar Shell dove è cominciata la lite che è sfociata nell’uccisione. Tutto è cominciato poco dopo la mezzanotte quando la fidanzata di Bisella è entrata nel locale con i segni evidenti delle percosse subite dal compagno che è conosciuto nel bar e negli ambienti del quartiere come un uomo rissoso, incline a menare le mani e con precedenti per rissa. Quasi tutti gli avventori del locale, in tutto una decina di persone in quel momento, alla vista della

ragazza le hanno parlato spingendola a lasciare quell’ uomo violento. Proprio mentre la conversazione era in corso è arrivato Bisella che ha cominciato ad inveire contro diversi avventori che stavano criticando il suo comportamento. Ne è nata una rissa con Bisella che ha colpito alcuni di loro; a loro volta gli avventori attaccati hanno reagito colpendo più volte

al volto Bisella. L’uomo allora dopo le percosse subite, ha abbandonato il locale dove è ritornato poco dopo armato però di un coltello da cucina con una lama lunga 20 centimetri. Gli avventori del bar ed i conoscenti della ragazza lo hanno visto arrivare e gli sono andati incontro. A quel punto Bisella ha estratto il coltello e colpito Ferraresi solo perchè è stato il

primo a pararsi davanti a lui, spingendogli con forza la lama nel torace. Mentre gli amici lo soccorrevano, l’aggressore si è dato alla fuga, ma è stato bloccato a poche centinaia di metri dal luogo del delitto dai carabinieri allertati dopo l’aggressione. Ferraresi è morto durante il trasporto all’ospedale. Bisella durante l’interrogatorio del magistrato che conduce l’inchiesta, il Pm Filippo di Benedetto, non ha voluto rispondere a nessuna domanda. Nel Ferrarese appena poche ore prima si era conclusa un’altra storia torbida. Da anni molestava una decina di donne tra Portomaggiore e Ferrara con pedinamenti, telefonate, sms e lettere oscene con immagini pornografiche. E solo grazie alla nuova legge contro lo stalking è stato possibile per la Polizia postale di Ferrara e i carabinieri di Portomaggiore arrestare Cristian Matteucci, 36 anni, allevatore che abita a Ostellato, dove ora si trova agli arresti domiciliari. Matteucci, accusato di stalking e violenza privata, da tempo molestava in ogni modo donne e ragazze. I messaggi hard venivano spediti per posta o inseriti personalmente nelle buche delle lettere. E in alcuni casi l’ uomo li avvolgeva attorno a bottiglie di plastica che lanciava poi nel giardino delle sue vittime.

%B WFOFSEÇ TDPSTP TJ FSBOP QFSTF OPUJ[JF EFMMP TDBMBUPSF (JVMJBOP %F .BSDIJ VOB WJUB QFS MB NPOUBHOB Ã TUBUP USPWBUP TVMMn"OUFMBP

/FM $VOFFTF QFSEPOP MB WJUB BMUSJ EVF FTDVSTJPOJTUJ

5SPWBUP DBEBWFSF JM SF EFMMF %PMPNJUJ %F .BSDIJ GJOJUP JO VO DSFQBDDJP

ROMA - Montagna killer: tre i morti registrati ieri. Due nel Cuneese e uno nel Bellunes, Giuliano De Marchi, il ’re delle Dolomiti’, disperso da venerdì e trovato ieri cadavere in un crepaccio sull’Antelao. Nel cuneese, in poche ore, due escursionisti italiani hanno perso la vita in due distinti incidenti. Nel primo, avvenuto intorno alle 11.30, Pietro Lorenzo Ravozzi, 60enne di San Michele di Mondovì, è scivolato per 300 metri lungo un canalone della Valle Gesso mentre era in compagnia di un gruppo di escursionisti. L’altro incidente mortale si è verificato un’ora più tardi, lungo il canale Lourousa. Vincenzo Secondo, 56enne originario di Genova, di professione medico, stava facendo un’escursione assieme a un compagno, quando è precipitato in un canalone per oltre 600 metri.

*M QN Ã DPOWJOUP DIF JM NFEJDP QFSVHJOP TJB TUBUP VDDJTP NB OPO IB FMFNFOUJ

"SDIJWJBUP OFM  TFO[B JQPUFTJ EJ SFBUP F SJBQFSUP PMUSF TFUUF BOOJ GB JM QSPDFTTP Ã PSB DIJVTP

$BMB JM TJQBSJP TVM NJTUFSP /BSEVDDJ PERUGIA - Archiviato nel 1985 senza ipotesi di reato e riaperto oltre sette anni fa dalla procura di Perugia per indagare su un presunto omicidio legato alle vicende del «mostro di Firenze», il fascicolo sulla morte di Francesco Narducci è ora chiuso. Il gip Marina De Robertis ha infatti accolto la richiesta del pubblico ministero Giuliano Mignini di prosciogliere i quattro indagati non essendoci elementi sufficienti a sostenere un eventuale giudizio. Un provvedimento che riguarda il giornalista Mario Spezi, l’ex farmacista di San Casciano Francesco Calamandrei e due pregiudicati che erano stati accusati di essere coinvolti nel delitto. I quattro si sono comunque sempre proclamati totalmente estranei alla vicenda. Secondo la ricostruzione del pm, Narducci fu vittima di un omicidio. In particolare sarebbe stato ucciso perchè in qualche modo coinvolto nelle vicende del «mostro di Firenze». Il cadavere di Narducci - gastroenterologo di 36 anni - venne trovato il 13 ottobre del 1985 nel lago Trasimeno dove era uscito in barca, cinque giorni dopo la sua scomparsa. All’epoca gli investigatori ipotizzarono un annegamento accidentale e l’indagine venne archiviata (la famiglia ha sempre parlato di un suicidio o di un incidente,

2VBUUSP JOEBHBUJ F OJFOUF QSPWF QFS MB GJOF EFM QSPGFTTJPOJTUB escludendo comunque qualsiasi collegamento con le vicende fiorentine). Nel 2002 il pm Mignini riaprì però il fascicolo dopo che nel corso di un’indagine su un giro di usura la polizia si era imbattuta in minacce a sfondo esoterico e sulla morte di un medico al Trasimeno. Il magistrato ritenne infat-

ti che il riferimento fosse a Narducci, vittima - secondo la sua ricostruzione - di un omicidio essendo stato in qualche modo coinvolto nelle vicende del «mostro». Mignini fece anche eseguire l’autopsia sul corpo (non compiuta nel 1985) dalla quale sono emersi secondo gli inquirenti - elementi tali da avvalorare la pista del delitto avvenuto per strozzamento (circostanza che sarebbe sarebbe ritenuta attendibile dal gip nel provvedimento con il quale ha prosciolto i quattro indagati). Alla richiesta di archiviazione del

fascicolo per omicidio si erano però ora opposti il padre e il fratello del medico, parti offese nel proce-

dimento, chiedendo che fossero «stabilite con assoluta certezza» le cause della morte, allontanando

"WFWB BNNB[[BUP VOB DPNQBFTBOB F GFSJUP HSBWFNFOUF JM NBSJUP EPQP BTQSF MJUJ QFS VO BHSJUVSJTNP JO 4BSEFHOB

6O JOGBSUP GFSNB MB GVHB EFMMnPNJDJEB

* DBSBCJOJFSJ BSDIJWJBOP JM DBTP

CAGLIARI - È’ di un uomo ricercato dal 18 marzo scorso, Sandro Melis, di 51 anni, di Sant’Andrea Frius, con l’accusa di aver assassinato una compaesana in un agriturismo, il

corpo trovato accanto ad una chiesa di Flumini perchè Melis si opponeva ai progetti di ampliadi Quartu nella tarda mattinata di ieri. L’identi- mento dell’agriturismo. ficazione di Melis, che secondo il medico lega- Secondo i Carabinieri del Comando provinciale sarebbe morto per una crisi cardiaca, è stata le di Cagliari Melis avrebbe trovato rifugio nella zona residenziale della parte orientale confermata grazie alle impronte digitali. del golfo di Cagliari. L’ipotesi Melis si era reso irreperibile &n TUBUP JM EFTUJOP più probabile è che il ricercato subito dopo l’omicidio di Masia morto per infarto e i conoria Rosaria Cireddu, di 51 an- B TUSPODBSF MB GVHB scenti abbiano trasportato il ni, uccisa con quattro colpi di EFM FOOF corpo vicino alla chiesa per farpistola nel suo agriturismo a MBUJUBOUF EB NFTJ lo trovare. Sant’Andrea Frius. Il marito, Luciano Cappai, di 54 anni, era stato Finisce così nella maniera forse più imperevdiferito con tre colpi di pistola e si era salvato bile una vicenda che aveva sollevato grande fingendosi morto, indicando poi ai Carabinieri sgomento nella zona ma che non sembrava destinata a trovare una soluzione, vista la fuga il nome dello sparatore. L’uomo aveva raccontato che il litigio era nato di Melis. E invece ci ha pensato il destino.

così qualsiasi sospetto di collegamenti con il «mostro». Nei prossimi mesi sarà invece definita l’udienza preliminare, davanti al gip Paolo Micheli, a carico di una ventina di persone, tra le quali gli stessi congiunti di Narducci, per le quali lo stesso pm Mignini ha chiesto il rinvio a giudizio con l’accusa, a vario titolo, di aver preso parte a un tentativo di depistaggio delle indagini sulla morte di Narducci. Un procedimento che riguarda tra l’altro un presunto scambio di corpi in occasione del recupero del cadavere. Nei giorni scorsi si è svolta l’udienza preliminare con il confronto tra i consulenti di accusa e difesa. I consulenti dell’accusa hanno ribadito quanto già sostenuto in seguito all’autopsia svolta nel 2002 sul corpo del giovane medico perugino e che individua la causa in una asfissia meccanica violenta prodotta da costrizione al collo (strozzamento o strangolamento) secondo una «volontà omicidiaria». Per gli esperti dell’accusa, quindi, il cadavere ripescato a Sant’Arcangelo nell’ ottobre 1985 non era quello del medico perugino. Tesi completamente diverse quelle sostenute, invece, dagli esperti della difesa. Per loro Francesco Narducci morì per un evento accidentale o perchè suicidatosi nelle acque del Trasimeno. L’udienza è stata rinviata al 17 giugno.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani LunedĂŹ 8 Giugno 2009 9

ECONOMIA

5SBTQPSUP BFSFP -nVUJMF UPSOFSÂť TPMP OFM 

"MJRVPUB BM  TVJ SFEEJUJ BMUJ *O (C EBM 

KUALA LUMPUR - AndrĂ  giĂš oltre le attese, giĂ  pessimistiche, previsioni il bilancio 2009 del trasporto aereo nel mondo. Rendendo note le nuove stime, oggi, il direttore generale e ad della Iata, Giovanni Bisignani, illustrerĂ  dati che - ha preannunciato - saranno ’sostanzialmente peggiori’ delle ultime previsioni. Ăˆ ÂŤdifficile immaginareÂť che il bilancio del settore possa tornare in utile prima del 2011, avverte Bisignani. Il manager italiano (dal 2002 alla guida dell’associazione che rappresenta le principali 230 compagnie aeree, il 93% del traffico aereo mondiale) aprirĂ  oggi a Kuala Lumpur, in Malaysia, l’assemblea annuale della Iata e il summit del trasporto aereo mondiale (World Air Transport Summit).

ROMA - La stretta fiscale sui redditi alti, che scatterà in Gran Bretagna dal 2010 portando l’aliquota dal 40 al 50% sui contribuenti piÚ ricchi, spaventa le stelle del calcio d’oltremanica che sono ora alle prese con un dribbling piÚ complesso: quello per evitare di pagare troppe tasse. A rivelare i timori dei calciatori britannici è un approfondimento contenuto su Fiscooggi.it, braccio operativo del fisco italiano. La ragione dei timori è da ricercare nell’aumento dell’aliquota marginale, quella piÚ alta, dall’attuale 40% al 50%, in pratica 10 punti percentuali in piڝ: un maggior prelievo che scatterà dal 2010 soltanto per i redditi piÚ elevati, oltre le 150mila sterline, circa 175mila euro.Nella foto il ministro dell’economia, Darling

5SB 6OJDP F *DJ JM 'JTDP CBUUF DBTTB ROMA - Contribuenti alla cassa per le tasse: giugno è il mese clou per il Fisco con il 16 data che concentra le scadenze di Unico e Ici. Proroga in arrivo invece per i contribuenti sottoposti agli studi di settore. Per commercianti e artigiani, infatti, considerato che solo da poco hanno avuto la modulistica a disposizione, la scadenza dovrebbe essere spostata al 6 luglio. La data nera del contribuente è comunque il 16 giugno, giorno in cui scade il termine per il versamento in un’unica soluzione o come prima rata delle imposte Irpef e Irap a titolo di saldo per il 2008 e di primo acconto per il 2009, per il versamento dell’acconto Ici per il 2009 (solo seconde case, abitazioni date in locazione, uffici, negozi, etc) e per i versamenti Iva.

o$J TPOP MF SJTPSTF QFS BGGSPOUBSF MB DSJTJp MP EJDF JM QSFTJEFOUF EFMMn*OQT .BTUSPQBTRVB $POUJ JO TBMVUF HSB[JF BODIF BMMB MPUUB BMMnFWBTJPOF .B 'FEFSDPOTVNBUPSJ BM[B MB WPDF

.BOOBJB TVMMF QFOTJPOJ EJ JOWBMJEJU *M  SFWPDBUP NJMB J DPOUSPMMJ ROMA - L’Inps dispone delle risorse necessarie per affrontare la crisi economica, lo ha sottolineato il presidente Antonio Mastrapasqua, a Telecamere, su Rai Tre. Nel 2008 l’Inps ha erogato 1,4 milioni di assegni di disoccupazione e i cassintegrati sono stati 700mila, ha ricordato, sottolineando che se l’Istituto ha potuto chiudere il bilancio 2008 con un avanzo di 11,2 miliardi lo si è dovuto pure alla lotta all’evasione contributiva e precisando inoltre che il 12% delle pensioni di invalidità sono state revocate. Parlando degli stanziamenti straordinari messi a disposizione dal governo, il presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua ha assicurato: ci sono le risorse per affrontare la crisi che l’Italia sta vivendo. La vasta lotta all’evasione contributiva- ha proseguito- ha permesso di incassare piÚ di 5 miliardi dal recupero dei crediti pregressi e dare 200 mila assicurati in piÚ all’Istituto, che è la piÚ grande azienda di servizi d’Europa, e non ha problemi di liquidità e stabilità finanziaria. A proposito dei controlli eseguiti fino ad ora sulle pensioni di invalidità, Mastrapasqua ha spiegato che quest’anno l’Istituto ha come obiettivo 200mila verifiche

* QSF[[J B NFUSP RVBESP

I numeri del 2008

$BTB BM NBSF 1VHMJB F 4JDJMJB MF QJĂ” HFUUPOBUF

I dati resi noti dal presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua

11,2 milioni l'avanzo di bilancio 5 miliardi l'incasso dal recupero dei crediti pregressi

1,4 milioni gli assegni di disoccupazione erogati dall'Istituto

700 mila i cassintegrati 200 mila gli assicurati in piĂš all'Istituto

12% le pensioni di invaliditĂ  revocate

200 mila le verifiche in programma per l'anno 2009

2,5 milioni gli invalidi civili assistiti ANSA-CENTIMETRI

sui 2,5 milioni di invalidi civili assistiti. E ha parlato anche dell’enorme contenzioso legale dell’Istituto, chiarendo che sono in

4BSFCCFSP JO TBMVUF J DPOUJ EFMMn*OQT

atto misure per ridurre il fenomeno. Una ventata di ottimismo che non è passata sotto silenzio. Anzi, ha sollevato la reazione for-

te del numero uno di Federconsumatori. Federconsumatori dunque invita il presidente dell’Inps - secondo cui in Italia ci sono le risorse per superare la crisi - a non fare politica per edulcorare la realtà di un Paese che vive una situazione drammatica.

"MDVOJ DSFEJUPSJ EFMMB DBTB BNFSJDBOB IBOOP DIJFTUP MnJOUFSWFOUP EFJ HJVEJDJ

'JBU$ISZTMFS EFDJEFS MB $PSUF TVQSFNB 6TB 4FDPOEP J GJSNBUBSJ EFM SJDPSTP MnJOUFTB QFOBMJ[[FSFCCF J QJDDPMJ PCCMJHB[JPOJTUJ ROMA - Si sposta davanti la Corte suprema degli Stati Uniti la vendita di Chrysler alla Fiat. Un nuovo passo della battaglia legale contro l’accordo è stato fatto da alcuni fondi pensione dell’Indiana che hanno depositato, poco prima della mezzanotte di sabato, un ricorso d’urgenza chiedendo di ritardare la vendita delle migliori attività della casa automobilistica controllata da GM in bancarotta alla cordata guidata dal Lingotto e di cui fanno parte anche sindacati e governi di Usa e Canada. Questo nuovo ricorso è stato presentato dopo che, venerdÏ scorso,

'JBU QVĂ? VTDJSF EBMMnBGGBSF DPO MB DBTB BNFSJDBOB TF OPO TJ DIJVEF FOUSP JM  HJVHOP

la Corte d’appello di New York a cui si erano rivolti alcuni creditori di Chrysler contro l’accordo aveva approvato l’operazione, che aveva già avuto il via libera dal giudice fallimentare la scorsa settimana. La corte d’appello aveva

comunque fissato il closing dell’operazione a oggi pomeriggio, dando ai fondi pensione il tempo per fare ricorso alla Corte suprema, dopo che, comunque, le argomentazioni erano state respinte in entrambi i gradi di giudizio.

I fondi dell’Indiana - che detengono obbligazioni Chrysler per 42 milioni di dollari su un totale di 6,9 miliardi - sostengono che l’accordo è incostituzionale poichè favorisce i grandi creditori a scapito dei piccoli. Inoltre, i fondi ritengono che il ministero del Tesoro statunitense abbia fatto un uso abusivo della legge adottata dal Congresso per la ristrutturazione di attività in crisi allo scopo di finanziare la ristrutturazione di Chrysler. Ad avviso dei fondi, si tratta di questioni di rilevanza nazionale. Fiat può uscire dall’affare se non si chiude entro il 15 giugno.

Il presidente Rosario Trefiletti, vorrebbe chiedere al presidente dell’ente di previdenza, Antonio Mastrapasqua, se anche per il precariato che viene allontanato dal ciclo produttivo si mantiene il reddito o se il potere di acquisto dei cassaintegrati rimane identico. Noi sappiamo di no rileva Trefiletti - come, peraltro, afferma Bankitalia, aggiunge il presidente dell’associazione dei consumatori affermando che il reddito risulta del 30% in meno per chi va in cassa integrazione, causando perdite al potere di acquisto delle famiglie: di 492 euro annui in generale, 850 euro annui per quelle a reddito fisso ed addirittura di 800-1.000 euro al mese per i nuclei direttamente colpiti dal licenziamento. Trefiletti chiede anche se per i disoccupati vi sia un assegno di disoccupazione, come peraltro, in una situazione come questa, sarebbe stato giusto e corretto. Ma forse il presidente dell’Inps alludeva al fatto che il Governo, a cui tanto plaude, ha ridotto la tassazione attraverso i nuovi studi di settore a commercianti ed artigiani. La prossima volta - afferma Trefiletti - soprattutto in fase elettorale, stia piÚ attento al suo ruolo di tecnico poichè già troppi fanno politica edulcorando la realtà, facendo solo del male ad un Paese che boccheggia tra un pil a -5% e ad una contrazione dei consumi, al contrario di ciò che si sostiene, catastrofica.

ROMA - Crisi o non crisi, l’acquisto della casa al mare, all’avvicinarsi dell’estate, sembra non passare mai di moda. A mutare semmai è la geografia delle preferenze. Ăˆ quanto rivela Immobiliare.it, uno dei siti noti per gli annunci di settore, secondo il quale le mete piĂš gettonate sono la Puglia - soprattutto le zone del Gargano e del Salento, che hanno fatto registrare rispettivamente un incremento del +17% e +13% nelle richieste di acquisto di seconde case - e la Sicilia, con Messina, Catania e Siracusa e tutta la costa Orientale (dove si registrano aumenti che variano dal +9% al +11%). La richiesta, e di conseguenza anche i prezzi di vendita, cala invece in Liguria (-5% nella zona delle Cinque terre) e in Sardegna (-4% in Costa Smeralda). ÂŤL’andamento dei prezzi e delle richieste riflette un nuovo interesse per aree del nostro Paese che fino ad oggi erano meno conosciute, mentre il calo in Liguria o in Sardegna è da imputare al normalizzarsi di un incremento che, negli scorsi anni, aveva raggiunto livelli troppo altiÂť, afferma Immobiliare.it. All’acquisto di seconde case sono interessate soprattutto le famiglie con figli, residenti in aree metropolitane. Per queste la seconda casa, oltre a un investimento, rappresenta anche un modo per risparmiare sulla spesa delle vacanze che, in alberghi o villaggi, andrebbe moltiplicata per il numero di componenti della famiglia. I costi al metro quadro variano dai 1.410 euro della Basilicata (Metaponto) ai 5.170 euro della Liguria (Cinque Terre). Ci vogliono invece 3.850 euro per acquistare un metroquadrato in Versilia, e 2.970 euro per diventarne proprietari sulla Riviera Romagnola. PiĂš economica la costa marchigiana (2.710 euro al metroquadro nella Riviera del Conero) e quella calabrese (1.450 euro in Costa degli Dei e 1.600 in Costa Viola).


10 LunedĂŹ 8 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CRONACHE IN BREVE "VUP HJĂ” EB DBWBMDBWJB .VPSF VOB FOOF

%PQP o4DIFS[J B 1BSUFp TJ SJCVUUB OFMMB NJTDIJB UFMFWJTJWB BODPSB B GJBODP EJ 5FP .BNNVDDBSJ $IF EJ MFJ EJDF TB DBOUBSF F CBMMBSF EFWF TPMP DPODFOUSBSTJ QJĂ” TVM MBWPSP F NFOP TVM HPTTJQ

ROMA - Una ragazza di 19 anni è morta dopo aver perso il controllo dell’auto che è precipitata da un cavalcavia alto 20 metri a Roma. E’ accaduto nella zona della Magliana. Ferito gravemente il passeggero, un giovane di 21 anni. L’auto, dopo aver sfondato il guard-rail, si è schiantata al suolo e i soccorritori si sono trovati davanti un ammasso di lamiere da cui hanno estratto vivo solo il ragazzo.

WASHINGTON - Se a Roma i lavori di scavo di solito fanno emergere reperti archeologici, a Washington quando entrano in azione le ruspe il rischio è che salti fuori qualche segreto di Stato. Ăˆ quello che sta accadendo in questo periodo con i lavori per l’estensione della metropolitana, che hanno fatto venire alla luce misteriosi cavi in fibra ottica che fanno parte di reti segrete gestite dalle agenzie d’intelligence. Gli episodi, secondo quanto rivela la stampa americana, si stanno moltiplicando ora che i lavori per il prolungamento della metropolitana si concentrano nell’area di McLean, un sobborgo della Virginia alle porte di Washington, a due passi da Langley, dove si trova il quartier generale della Cia. Vengono chiamati ’black wire’, cavi di solito in fibra ottica che non figurano in nessuna mappa ufficiale.

$PDBJOB JO PTQFEBMF %PNJOJDBOP JO NBOFUUF ROMA - Un cittadino di origine dominicana di 34 anni di cui non sono state rese note le generalità, è stato arrestato dai carabinieri a Roma perchÊ sorpreso a spacciare cocaina, non a pazienti o personale medico, ma ai suoi abituali clienti, nell’ospedale San Pietro sulla Cassia. Il pusher dominicano aveva abbandonato da giorni il suo consueto luogo di spaccio, sempre sulla via Cassia, per fornire cocaina a gente della sua comunità.

4J NBTUVSCB TVM USFOP "SSFTUBUP NPMFTUBUPSF ROMA - Si è abbassato i pantaloni denudandosi e cominciando a masturbarsi davanti ad una ragazza di 25 anni che stava andando alla toilette sul treno regionale Albano-Roma, sabato sera intorno alle 22. La giovane è tornata in lacrime a sedere, confidando al fidanzato il fatto, e questi è intervenuto per allontanare il maniaco, G.F. di 60 anni senza fissa dimora. L’uomo è stato arrestato per lesioni, resistenza e atti osceni.

5FOUBOP GVSUP EnPMJP B DFOUSBMF JESPFMFUUSJDB ROMA - Erano intenti ad estrarre olio idraulico da alcuni grossi pistoni che comandano la chiusura delle paratie della centrale idroelettrica ÂŤAcea ElectrabelÂť di Saracinesco, vicino a Subiaco (Roma). Due italiani, sono stati arrestati da una pattuglia dei Carabinieri della locale Compagnia. I militari avevano notato un taglio nella recinzione esterna e hanno notato due individui con due grosse taniche.

3JTTB B CPUUJHMJBUF "SSJWB MnBOUJTPNNPTTB #FMFO BGGJBODIFSÂť 5FP .BNNVDDBSJ OFMMB DPOEV[JPOF EJ 4BSBCBOEB DIF EB EPNBOJ TJ USBTGFSJTDF TV $BOBMF 

4DBSDFSBUF $POUSBEB /VPWB SJDIJFTUB CATANIA - Una nuova richiesta di differimento della pena è stata avanzata dal legale di Bruno Contrada al Tribunale di sorveglianza di Palermo. L’avvocato Giuseppe Lipera motiva la nuova richiesta con la sentenza della Cassazione che ha annullato con rinvio una precedente decisione negativa dei giudici siciliani, l’aggravarsi del quadro clinico dell’ex 007, e la buona condotta da lui tenuta.

5JSB GVPSJ MB QJTUPMB QFS MJUF EJ USBGGJDP ROMA - Aveva minacciato con una pistola, dopo uan lite per motivi di viabilità, un automobilista. I poliziotti della Squadra Mobile di Roma e del Reparto Volanti, hanno cosÏ arrestato L.A. 51 anni incensurato, trovato in possesso di un’arma illegalmente detenuta con matricola abrasa.

1SPWPDB JODJEFOUF F UFOUB EnJNQJDDBSTJ CUNEO - Dopo aver provocato un incidente stradale, un disoccupato di 34 anni si è dato alla fuga e poi ha tentato il suicidio. A impedirgli di morire è stato l’intervento dei carabinieri. Ăˆ successo a Busca. I militari lo hanno trovato appeso a una fune legata a una trave del cortile. L’uomo era scappato perchĂŠ senza patente e ubriaco.

4DBWJ NFUSĂ? B 8BTIJOHUPO 4DPQFSUF GJCSF PUUJDIF $JB

#FMFO MB CFMMB EJ 4BSBCBOEB ROMA - La conduzione di Sarabanda, con un occhio a Striscia la Notizia. Dopo Scherzi a parte, Teo Mammucari si butta a capofitto in altri progetti. E incomincia proprio dal quiz musicale lanciato da Enrico Papi, che da oggi alle 18.50, si trasferisce su Canale 5, la rete ammiraglia di Mediaset. Mammucari sarà in coppia con Belen, di cui dice: Le ho detto di concentrarsi piÚ sul lavoro e meno sul gossip. Sa cantare e ballare e per lei Sarabanda è un’ottima occasione. Deve essere cosciente che la

carriera è nelle sue mani. Anche se a volte ci dimentichiamo che ha solo 24 anni. Adesso che Scherzi era andato bene, è una bella sfida per me affrontare il preserale, dice il conduttore che non balla, non canta come Belen, ma è autore della sigla Muoviti, su cui però l’inventore del tormentone Anvedi come balla Nando, non vuole approfondire. Indiscrezioni lo danno in pole position per Striscia la Notizia. Sono in panchina, spiega Mammuccari. Striscia ha già suoi conduttori.

PALERMO - Una cruenta e sanguinosa rissa a colpi di bottiglie è stata sedata sabato pomeriggio dalla polizia a Catania. Gli agenti sono intervenuti al villaggio Ippocampo di Mare San Giuseppe La Rena, dove era segnalata una rissa fra un numero imprecisato di cittadini romeni, alcuni dei quali recanti vistose ferite di armi da taglio con fuoriuscita di sangue. Sono intervenute anche due unità cinofile specializzate in tattiche antisommossa. Lo spettacolo presentatosi agli occhi degli operatori è subito apparso particolarmente cruento: sul selciato che portava ai fatiscenti locali in cui si stava consumando la rissa c’erano sparse abbondanti e vistose tracce di sangue.

1VOUP EB VOB [FDDB #SBDDJBMF DPO [BGGJSJ 3VCB BM EJTUSJCVUPSF /JFOUF FTFRVJF B DIJ NVPSF VO PQFSBJP SFHBMP EFM QSFNJFS #PUUF EBM CFO[JOBJP GB TQBSHFSF MF DFOFSJ PALERMO - Un operaio tedesco di 45 anni, Michael Zimer, è morto a causa di una puntura di zecca trascurata a Carlentini, nel siracusano. L’uomo - come riferiva il quotidiano ’La Sicilia’ - viveva con la moglie tedesca e i tre figli in un fabbricato di proprietà del patrigno. Secondo quanto appurato dai carabinieri l’uomo da alcuni giorni accusava dolori e febbre altissima e non era ricorso ai medici.

PERUGIA - Ha rubato l’incasso di un distributore di carburante, in un’area di servizio lungo la E45, ma è stato bloccato dal gestore - nel corso di una violenta colluttazione - e poi arrestato dai carabinieri. Si tratta di un italiano di 36 anni, residente nella regione, già noto alle forze di polizia. L’episodio è avvenuto nei pressi di Deruta, lungo la carreggiata Sud della E45. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di rapina ed è stato rinchiuso nel carcere di Perugia.

(JÔ EBMMP TDPPUFS (SBWF FOOF CUNEO - Un quindicenne di Camerana, in provincia di Cuneo, è ricoverato in grave condizioni nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Croce di Cuneo dove è giunto ieri notte poco dopo le due con un trauma cranico riportato dopo essere sbadato con lo scooter su cui viaggiava. L’incidente è avvenuto sulla provinciale Saliceto Monbasiglio, che il giovane stava percorrendo su di un motorino sembra prestatogli da un’amica: dai primi accertamenti il giovane è risultato privo del patentino necessario per guidare lo scooter.

-B TQPTB NPTUSB JM SFHBMP

CINTO EUGANEO (PADOVA) - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è stato testimone alle nozze del presidente del Veneto, Giancarlo Galan, con Sandra Persegato. Il premier ha regalato alla sposa un prezioso bracciale anni Cinquanta di zaffiri e brillanti. L'altro testimone era Marcello Dell'Utri. Il gioiello lo ha mostrato la stessa neo-sposa ai gioranlisti che le chiedevano appunto quale fosse stato il dono di nozze del Cavaliere.

'BMTP BNJDP EFM OJQPUF TGJMB HJPJFMMJ BE BO[JBOB SESTO FIORENTINO (FIRENZE) - Fingendosi un amico del nipote, un giovane è riuscito a entrare in casa di una donna di 77 anni rubandole i gioielli. E’ accaduto a Sesto Fiorentino (Firenze). La donna scesa dall’autobus si è sentita chiamare ’zia, zia...’ dal giovane che poi l’ha avvicinata e le ha fatto vedere un computer dicendole che era del nipote e che doveva consegnarlo e lei gli ha permesso di accompagnarla a casa.

GROSSETO - Spargere le ceneri di un defunto o conservare l’urna in un luogo diverso dal cimitero comporta la privazione delle esequie ecclesiastiche. Poichè è segno di una scelta compiuta per ragioni contrarie alla fede cristiana. CosÏ scrive il vescovo di Pitigliano, Sovana e Orbetello Mario Meini in una lettera inviata ai parroci della diocesi del Grossetano. Il vescovo raccomanda ai parroci di essere vigili.

1BSBDBEVUJTUB FOOF QSFDJQJUB TV VOnBVUP AREZZO - Un paracadutista di 70 anni è finito sopra il tetto di un’automobile in sosta, alla periferia di Arezzo, mentre era in fase di atterraggio riportando fratture agli arti e una lesione spinale. L’uomo, assieme ad altri paracadutisti, si era lanciato da un piccolo aereo, sopra l’area dell’aeroporto di Molin Bianco a Arezzo. Probabilmente a causa di un colpo di vento, l’uomo è finito sul tetto di un’auto parcheggiata a fianco di un hangar dell’aeroporto. Soccorso è stato trasportato dal 118 al San Donato e trasferito alle Scotte di Siena.


Pag. 11

CALABRIA il Domani

Lunedì 8 Giugno 2009

www.ildomani.it

ELEZIONI Nel capoluogo si è registrato un calo netto dei votanti. Migliore il dato relativo a Cosenza e Crotone dove si sceglieva il nuovo presidente della Provincia

A vincere è stato l’astensionismo Dopo una bollente e velenosa campagna elettorale i primi dati relativi a poche sezioni. Oggi il dato finale CATANZARO — Scarsa affluenza alle

urne per questa tornata elettorale in cui i cittadini erano chiamati a scegliere i propri rappresentanti a Strasbrugo. Ben 156 inoltre i comuni calabresi dove si sono svolte anche le elezioni amministrative. Due le province che invece si rinnoveranno, Crotone e Cosenza dove si è forse per questo registrata una partecipazione più alta rispetto al resto della regione. I cittadini sono attratti, a leggere i dati, molto di più essere chiamati ad eleggere il nuovo consiglio provinciale e soprattutto il nuovo Presidente dell’Ente intermedio che i propri rappresentanti in Europa. Dopo una bollente e velenosa campagna elettorale oggi i primi dati, anche se lo sfoglio delle schede è partito ieri alle 22. Fredda la partecipazione dei cittadini nel capoluogo dove si andava a votare solo per scegliere i “big” che occuperanno una poltrona a Strasburgo. Alle 19 il dato era addirittura del 29,1% contro il 41,8 della regione. Alla precedenti elezioni europee il dato nel capoluogo era stato del 66,5% contro il 59,9 della regione. Dall’altronde si sa che ancora le Europee non sono molo sentite dai calabresi che si avvicinano spesso solo alla cosiddetta politica locale, i cui risvolti sono ben noti. Gli ultimi dati nazionali di ieri hanno fatto registrare un calo di affluenza di oltre sei punti rispetto al dato omologo delle europee 2004, (alle 19 il dato era del 52,9% contro il 57,5%), più alto il dato delle comunali (alle 19 era del 64%). Già da sabato 6 giugno i dati erano poco incoraggianti per le elezioni europee: avevano votato solo il 17,8 % degli aventi diritto. La percentuale per le provinciali è stata di due punti in meno rispetto alla omologa rilevazione delle precedenti elezioni. Buona l’affluenza laddove si votava per il rinnovo del consiglio comunale, comunque sempre lievemente in calo rispetto precedenti omologhe. Le operazioni di voto si sono chiuse definitivamente ieri sera alle ore 22. Già ieri è cominciato lo scrutinio relativo alle elezioni europee. Oggi alle 14 vi sarà lo sfoglio delle schede nell'ordine, per le provinciali e per le comunali. Per le elezioni europee sono state chiamati al voto in Italia oltre 49 milioni di elettori, mentre le elezioni amministrative interessano quasi 33 milioni e mezzo di elettori. Carmela Mirarchi

EUROPEE 2009 IL VOTO IN CALABRIA Liste

Voti

%

PDL

443

35,89

PD

374

30,30

UDC

106

8,58

Voti

%

Uniti nell’Ulivo

272.638

27,19

Alleanza Nazionale

155.195

15,48

Forza Italia

130.703

13,03

Udc

95.843

9,56

90

7,29

Socialisti Uniti

70.648

7,04

Di Pietro

86

6,96

Rif. Comunista

58. 159

5,80

Pri

38.518

3,84

La Destra

60

4,86 Udeur

38.203

3,81

Verdi

26.813

2,67

Sinistra e Libertà

32

2,59

Liberal

14

1,13

Comunisti It.

25,492

2,54

Bonino

12

0,97

Di Pietro

23.418

2,33

Alt. Sociale

12.711

1,26

Fiamma

9

0,72 Fiamma

12.613

1,25

Bonino

9.246

0,92

Lega Nord

2.627

0,26

Forza Nuova

5

0,40

Lega Nord

3

0,24

Elettori: Percentuale Votanti: Sezioni pervenute:

1.780.317 66,76% 17 su 2.405

Alle urne anche Loiero e Wanda Ferro — Anche il Governatore della Regione Calabria, Agazio Loiero (Pd) e il Presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro (Pdl) si sono recati ieri alle urne per scegliere il loro candidato al Parlamento europeo di Strasburgo.

Liste

PRC

Ieri il Governatore e il Presidente della Provincia di Catanzaro hanno espresso la loro preferenza

CATANZARO

EUROPEE 2004 IL VOTO IN CALABRIA

Elettori: 1.751.433 Percentuale Votanti: 66,76% AGENZIA PARTNER TELECOM ITALIA (GESTIONE OFFERTA ICT A VALORE AGGIUNTO), ricerca AGENTI BUSINESS in CALABRIA. Si richiede: - preferibilmente esperienza nel settore ITC - Orientamento a lavorare per obiettivi Si offre: - Incentivi e premi al raggiungimento degli obiettivi - Formazione qualificata e aggiornamento continuo - Gestione clienti di sicuro interesse Si prega di inviare curriculum dettagliato, con autorizzazione al trattamento dati (Dlgs 196/03), a: info@terinet.it – fax 06.98380605


12 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

CALABRIA La PAC rappresenta il 40% del bilancio UE, con 55 miliardi di euro nel 2009 ed analogo importo previsto nel bilancio 2010

Politica Agricola Comune, è il momento delle scelte Gli Stati membri sono chiamati a decidere in merito alle modifiche da applicare al PSR ROMA - La PAC, pilastro storico della costruzione europea, rappresenta circa il 40% del bilancio totale dell’UE, con quasi 55 miliardi di euro nel 2009 ed analogo importo previsto nel progetto di bilancio 2010. Nelle prossime settimane dovranno essereadottateledecisioninazionali che la riforma della PAC (denominata "Health check", ovvero "verifica del suo stato di salute") ha deliberatamente lasciato di competenza degli Stati membri. Le decisioni nazionali riguardano le seguenti, varie problematiche.

euroall’anno,oppureunasuperficie ammissibile minima di 1 ettaro per azienda. Si tratta di fissare la soglia sotto la quale non si accederebbe agli aiuti, pur avendone diritto. Ciò in quanto i micropagamenti rappresentano un costo significativo per le burocrazie nazionali e comunitarie senza peraltro rappresentare un vantaggio significativo per i produttori agricoli. In Italia già esiste una soglia di 100 euro sotto la quale non si erogano aiuti. Ora bisogna confermare o eventualmente modificare tale soglia.

a) Sviluppo rurale . Entro il 30 giugno pv occorre provvedere alla notifica alla Commissione UE della rivisitazione del Piano Strategico Nazionale (PSN) e della conseguente modifica dei Piani di Sviluppo Regionali (PSR). In tema di sviluppo rurale, la riforma della PAC ha introdotto nuovi traguardi ampliando la politica stessa alle cosiddette “nuove sfide” che sono: cambiamenti climatici, energie rinnovabili, gestione delle risorse idriche, biodiversità, ristrutturazione del settore lattiero-caseario. Per lo sviluppo rurale sono in arrivo risorse aggiuntive, che per la Calabria si teme siano sottodimensionate

e) Completamento del disaccoppiamento . La riforma della PAC del 2003 aveva “disaccoppiato” gli aiuti diretti corrisposti agli agricoltori, cioè i pagamenti non erano più vincolati alla produzione di un particolare prodotto. Nondimeno, alcuni Stati membri hanno scelto di mantenere una parte dei pagamenti “accoppiati” (cioè vincolati alla produzione). In considerazione dell’entrata a regime del pagamento disaccoppiato, la Commissione tende ad eliminaregliaiutiaccoppiati,integrandoli pienamente nel regime di pagamento unico. Occorrerà quindi decidere se applicare il disaccop-

In tema di sviluppo rurale, la riforma della PAC ha introdotto nuovi traguardi ampliando la politica stessa alle “nuove sfide” che sono: cambiamenti climatici, energie rinnovabili, gestione delle risorse idriche, biodiversità, ristrutturazione del settore lattiero-caseario. Per lo sviluppo rurale sono in arrivo risorse aggiuntive, che per la Calabria si teme siano sottodimensionate rispetto alle attese rispetto alle attese. In effetti dalla proposta di ripartizione, che nei prossimi giorni sarà portata al vaglio dei Presidenti delle Regioni per la definitiva approvazione, emerge una penalizzazione generalizzata per le regioni del Sud ed un marcato vantaggio per quelle del centro-nord. Il budget complessivo da ripartire tra tutte le regioni ammonta a circa 1,4 miliardi di euro, di cui 693 milioni a carico del bilancio comunitario (FEARS) e 702 milioni

di quota nazionale. Per alcune regioni del nord (Emilia, Lombardia, Veneto) si profila un aumento della percentuale di riparto dell’8% circa, mentre per la Calabria la percentuale di riparto si ridurrebbe del 3,55%. Tutto dipende dai criteri di riparto che si vorrebbero adottare e che verrebbero stravolti rispetto a quelli storici, adottati per assegnare i fondi PSR 2007/2013. Per quanto concerne la Calabria, di fronte ad una previsione di circa 60 milioni di euro di sola quota comunitaria, che la regione potrebbe ottenere se venissero impiegati i criteri storici consolidati, cambiando i criteri ed adottando quelli proposti dal Ministero i fondi assegnati si ridurrebbero a 32 milioni di euro circa come quota comunitaria. Una riduzione rispetto alle attese di circa il 50%; analoga riduzione si avrebbe anche sulla quota nazionale. Le «nuove sfide» dello sviluppo rurale rischiano pertantodirestaregravementemarginalizzate se la proposta dovesse passare tal quale. La commissione Agricoltura della Conferenza Stato-Regioni ha già approvato a maggioranza questa proposta. Si tratta, tuttavia di un accordo provvisorio che dovrà essere esaminato dai Presidenti delle Regioni per la ratifica conclusiva. Occorre che i responsabili della politica agricola regionale in sede di Conferenza Stato-Regioni facciano sentire la loro voce forte e chiara per ottenere una correzione di rotta. Altrimenti si consumerebbe uno strappo rispetto

ad un modus operandi ormai consolidato e accettato e verrebbe infranto un principio elementare di solidarietà verso le regioni convergenza (le ex obiettivo 1), quelle cioè che

Per quanto concerne la Calabria, di fronte ad una previsione di circa 60 mln di euro di sola quota comunitaria, che la regione otterrebbe se venissero impiegati i criteri storici, cambiando i criteri ed adottando quelli del Ministero i fondi assegnati si ridurrebbero a 32 mln di euro circa come quota comunitaria. Una riduzione del 50% rispetto alle attese; analoga riduzione si avrebbe anche sulla quota nazionale hanno una maggiore necessità di interventi proprio nel settore dello sviluppo rurale al fine di colmare le differenze strutturali e le ataviche arretratezze. b) Regionalizzazione degli aiuti . Si tratta di decidere se sia il caso di lasciare il contributo ai beneficiari calcolato sulla media storica degli aiuti percepiti, oppure se introdurre un aiuto uniforme a livello di regioni.

c) Applicazione dell’art. 68 del regolamento (CE) n. 73/2009 ovvero sostegno ai settori con problemi specifici (cosiddette misure “articolo 68”) . Per mitigare le conseguenze del disaccoppiamento, la riforma Fischler ha introdotto la possibilità per gli Stati Membri di trattenere dagli aiuti diretti una quota per l’erogazione di un pagamento supplementare (anche accoppiato) per tipi specifici di agricoltura, di comparti o regioni in difficoltà o per incentivare l’utilizzo di strumenti innovativi di gestione del rischio e per produzioni diqualitàimportantiperl’ambiente. Tema centrale è questo dell’ articolo 68 del regolamento comunitario, che prevede la possibilità di prelevare fino al 10% degli aiuti diretti. La prima ipotesi predisposta dal Ministero dell’Agricoltura prevede un budget di circa 350 milioni. Alle assicurazioni in agricoltura andrebbero circa 200 milioni, alle misure di tipo accoppiato sarebbe invece destinato un budget di 150 milioni da dividere tra sette settori (carni bovine, ovini, latte, tabacco, olio d’oliva, zucchero e grano duro). La scadenza per comunicare le scelte dell’Italia a Bruxelles è fissata al 31 luglio 2009. d) Pagamenti minori . Al fine di semplificare e ridurre gli oneri di gestione dei pagamenti diretti, agli Stati membri è concessa la facoltà di stabilire un importo minimo dei pagamenti, inferiore a 250

Al fine di semplificare e ridurre gli oneri di gestione dei pagamenti diretti, agli Stati membri è concessa la facoltà di stabilire un importo minimo dei pagamenti, inferiore a 250 euro all’anno, oppure una superficie ammissibile minima di 1 ettaro per azienda. Si tratta di fissare la soglia sotto la quale non si accederebbe agli aiuti, pur avendone diritto. In Italia già esiste una soglia di 100 euro sotto la quale non si erogano aiuti piamento anche a quelle produzioni agricole finora rimaste fuori come, ad esempio, la trasformazione dei foraggi essiccati, le colture proteiche ecc. Tranne che per lo sviluppo rurale, la cui scadenza è il 30 giugno, per tutte le restanti problematiche da b) ad e) le relative decisioni andranno prese e notificate a Bruxelles entro il 31 luglio pv. Camillo Caruso camillo.caruso@tiscali.it

C.O.BO. Società Cooperativa C.da Difesa 88021 BORGIA (CZ) P.IVA 01269540793 AI SIGG.RI SOCI LORO SEDI

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA I Soci della Cooperativa “C.O.BO.” sono convocati in Assemblea ordinaria in prima convocazione il giorno 29 giugno 2009, alle ore 9,30 presso la sede della cooperativa sita alla C.da Difesa in Borgia, per trattare del seguente Ordine del giorno 1. relazione dell’Amministratore Unico sul bilancio dell’esercizio 2008. Esame del bilancio e delibere relative; 2. lettura del verbale di revisione; 3. deliberazioni inerenti la molitura delle olive campagna 2009/2010; 4. varie ed eventuali. Qualora nella riunione di prima convocazione del giorno 29 giugno 2009, risultasse insufficiente il numero dei Soci presenti prescritto dal vigente Statuto Sociale per la valida costituzione dell’Assemblea, questa è sin d’ora convocata in Seconda convocazione per il giorno 30 giugno 2009 alle ore 18,0, stessa sede con il medesimo ordine del giorno Borgia, 04/06/2009

Il Presidente Antonio Riillo

Prevedendo di non poter raggiungere il quorum necessario per la validità dell’assemblea in prima convocazione, si pregano i Sigg. Soci di intervenire alla riunione in seconda convocazione.


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 13

CALABRIA La sfida dell’architetto Mario Cucinella: 100 mq per 100 mila euro, di design e alimentata da pioggia, vento e sole. È il progetto "Casa 100K"

La rivoluzione della casa ricaricabile Tra un anno il primo esemplare di "Carbon negative building" nascerà in Piemonte. Ma ogni Comune italiano è un potenziale cliente di Ludovico Casaburi ROMA - Dietro ogni rivoluzione, c’è una grande idea. Immaginate una casa. Grande 100 metri quadrati, che costi 100 mila euro tondi tondi, che sia a basso impatto ambientale, che sia ricaricabile come un cellulare grazie al sole e a materiali hi-tech e anche ad alto livello di design. «Una casa tipo Ikea. Portare lo stile nella vita quotidiana è democrazia», dice Mario Cucinella, l’architetto che è dietro il progetto "Casa 100K", che più che un sogno, è una realtà all’orizzonte, dato che a Settimo Torinese, di qui a un anno vedrà la luce. Intervistato dalla rivista Wired, il 48enne architetto nato a Palermo ma cresciuto a Genova - dove ha fatto parte del team di Renzo Piano - quindi passato per Parigi e adesso di base a Bologna, ha svelato i retroscena di un progetto che ha tutta l’aria di essere anticonformista e, appunto, rivoluzionario. «Un’idea», dice, che gli è venuta per «provare a dare qualcosa di diverso a un mercato che propone solo edilizia speculativa». La "Casa 100K" è stata presenta-

«Tutto il mondo costruito, l’abitare, consuma e produce molta più Co2 dei trasporti e dell’industria, settori che da anni, monitorati, hanno preso l’impegno a ridurre l’inquinamento. L’abitare invece è fermo, forse perché l’energia di un edificio non si vede, non ha valore estetico. Ma se diventasse un’opportunità creativa, una nuova forma di bellezza?» ta la prima volta nel 2007, all’alba della devastazione che i mutui subprime avrebbero causato a mezzo mondo. Al tempo, il mercato immobiliare italiano quotava un alloggio standard di 100 metri quadrati 263.600 euro. «Tutto il mondo costruito, l’abitare», ha spiegato Cucinella a Wired, «consuma e produce molta più anidride carbonica dei trasporti e dell’industria, settori che da anni sono monitorati e hanno preso l’impegno a ridurre il loro inquinamento. L’abitare invece è fermo, forse anche perché l’energia di un edificio non si vede, non ha un valore estetico, dunque è snobbata. Ma se diventasse un’opportunità creativa, una nuova forma di bellezza?». Cucinella si è fatto allora due conti: «La spesa media mensile di una famiglia è di 2461 euro (fonte Istat). Di questi, il 5 per cento, dunque 123 euro, sono destinati a combustibili ed energia elettrica. Soltanto in elettricità il consumo medio per unità abitativa è di circa 3000 chilowattora all’anno. Se la singola casa diventa una piccola centrale produttrice di energia, con 70 metri quadrati di tetto piano a disposizione per un impianto fotovoltaico, in alcune zone d’Italia particolarmente soleggiate si arriva a coprire totalmente il fabbisogno». Ed ecco fatto: tra alloggio e consumi energetici (i quali produco-

Immagine 3D della "Casa 100K"

no 6200 kg di Co2 all’anno), con l’edilizia tradizionale in vent’anni si spendono 300.500 euro. Il progetto Cucinella si ferma a 81mila euro (considerando gli incentivi governativi "conto energia"), senza nemmeno un chilo di emissioni. «Ho analizzato pure uno studio del Wwf e della Makno», continua Cucinella: «Alla voce risparmio energetico, noi italiani siamo secondi solo agli svedesi. Non siamo distratti come si dice, ma ci serve una prospettiva diversa. Che potrà arrivare quando ci sarà un decreto che riconosca il valore del fotovoltaico: in quel momento non avremo più un mercato di nicchia ma un movimento di massa. La gente capirà e apprezzerà la possibilità di pagare metà del mutuo con un’abitazione trasformata in una micro centrale di energia». La cosa semplice ovviamente non è, e l’archittetto della rivoluzione passa gran parte del suo tempo anche a corteggiare costruttori ed enti locali. La "Casa 100K", del resto, è un progetto nato per la gente, che ammicca alle amministrazioni pubbliche, i piccoli comuni per iniziare - come quello di Settimo Torinese

un rettangolo da abitare. Il fatto che lo abiti tu lo rende diverso da quello che abito io. Mi diverto un mondo a presentare il progetto perché alla fine c’è sempre chi mi dice: "Architetto, è pure bella questa casa!". È bello poterla personalizzare, è bello sapere che il cemento più leggero impiegato (frutto degli studi e del lavoro svolto in collaborazione con Italcementi) nulla toglie alla privacy: al contrario è un’altra fonte di risparmio perché è fatto di materiali da riciclo e migliora la prestazione termica di circa il 25 per cento. Soprattutto è bello avere una casa propria per cui non ci si è dovuti indebitare follemente. E, quando fiL'architetto Mario Cucinella nalmente anche in Italia ci sarà l’obbligo di di car sharing, pensando a quan- certificare le prestazioni, le case to spazio tolgono al verde i par- costruite così avranno un altro e cheggi, e di un orto condomi- più alto valore. Nascerà un mercato nuovo». niale gestito dagli inquilini. Spazi comuni? «Si pensi al para- Ecco dunque come la "Casa dosso del trapano. Lo abbiamo 100K", è il caso di dirlo, "funtutti in casa, per usarlo dieci mi- ziona": l’impianto solare fotovolnuti al mese se va bene. Utilizza- taico e termico sul tetto copre la re senza possedere è la chiave di totalità dei consumi della strutvolta per abbattere costi e spre- tura, le vetrate che ne coprono le chi energetici», sostiene Cucinel- superfici sfruttano al meglio il la. «La mia proposta è a misura calore del sole anche in inverno di desiderio», ribadisce. «Io ti dò e garantiscono tanta luce naturaappunto - che ci metterebbero la spesa iniziale. La casa da 100mila euro ha molti spazi comuni, è suggerita la condivisione delle spese collettive, si parla persino

Immagine 3D del lato-strada del progetto di Cucinella

le a scapito di quella elettrica, mentre la protezione dalla radiazione solare è resa possibile da schermature esterne mobili. Un serbatoio è deputato alla raccolta dell’acqua piovana, pompe di calore a sonde geotermiche verticali o ad acqua di falda pensano a riscaldamento e raffreddamento e se c’è la possibilità di sfruttare anche il vento, turbine eoliche di ultima generazione, «belle da vedere e installabili in giardino», possono dare il loro contributo. Il "bello da vedere" non è un concetto che Cucinella esprime a caso. In Italia e non solo, una delle prime cose a cui mettere fine è «l’edilizia orrenda», dice. «Rottamiamola. È un mercato immenso, una vera sfida economica. E non si tratta del ritorno a un regionalismo dell’architettura», conclude Cucinella - del quale gli ultimi progetti di edifici sono il CSet Building a Ningbo in Cina, l’Ecobuilding a Podgorica in Montenegro e la sede della 3M a Pioltello - «ma semmai di interpretare meglio il rapporto tra costruzioni e clima. È possibile trasformare un edificio da consumatore a produttore di

«La mia proposta è a misura di desiderio. Io ti dò un rettangolo da abitare. Il fatto che lo abiti tu lo rende diverso da quello che abito io. È bello poterla personalizzare, è bello sapere che il cemento più leggero impiegato nulla toglie alla privacy: è anzi un’altra fonte di risparmio perché è fatto di materiali da riciclo e migliora la prestazione termica del 25%» energia? E con quali linguaggi si affronterà la realizzazione di un edificio così? Saremo capaci di sovrapporre al tema della qualità dell’architettura quello di un migliore e più razionale utilizzo dell’energia?». La chiave di tutto «è instaurare un rapporto più equilibrato con l’ambiente circostante. Dato che è il cittadino in prima persona che produce energia, dovrà farlo in modo pulito e onesto, se vorrà che i suoi figli crescano sani». Un po’ come tornare indietro nel tempo: «Ieri si viveva nel rispetto dell’ambiente perché non si poteva fare altrimenti, oggi, con le energie rinnovabili, stiamo ritornando a farlo per necessità, per non inquinare. Secondo me, ciò porterà gli uomini non solo ad essere vicini alla natura, ma anche tra loro. Il "cohousing", il non delegare ai grandi fornitori, porterà gli abitanti di un quartiere a interagire e a socializzare in maniera più profonda». Nell’attesa che altri comuni italiani decidano di accettare la sfida proposta da Cucinella, a Settimo Torinese, nella zona che il piano regolatore riservava a progetti di edilizia sperimentale, i lavori procedono, ed entro un anno, nella sede che un tempo fu della Siva, la fabbrica di vernici diretta da Primo Levi, saranno costruiti i primi 50 alloggi. «Il passaparola», secondo l’architetto, «farà il resto».


Pag. 15

il Domani

Lunedì 8 Giugno 2009

CATANZARO

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

In centinaia sono intervenuti alla manifestazione organizzata interamente dal Coni e dal suo competente staff tecnico

A Lido la Giornata nazionale dello sport Sgromo: «Un successo come ogni anno. Iniziative come questa sono fondamentali» CATANZARO — Catanzaro e la sua “Giornata Nazionale dello Sport” non potevano non sorprendere quanti si siano trovati ad attraversare il lungomare di Catanzaro Lido. Organizzata interamente dal Coni, Comitato Provinciale di Catanzaro, e dal suo competente staff tecnico, la “Giornata Nazionale dello Sport” ha intrattenuto centinaia di sportivi ed amanti dello sport, che sono stati impegnati a cimentarsi nelle numerose discipline sportive proposte dalle Federazioni e dagli Enti di Promozione Sportiva aderenti. Supportato come consuetudine, ormai, dall’Amministrazione Provinciale il Coni,

Il comitato del Coni (sotto) e i ragazzi che hanno partecipato alla manifestazione

al baseball, dalla pallavolo al basket passando per il calcio, tutti gli sport hanno trovato la giusta dimensione. Un’attrattiva particolare l’ha esercitata il go kart, che ha scorazzato, liberamente, sul ponte senza creare disordini e restando nel settore motori una magnifica esposizione di moto d’epoca ha affascinato tutti i passanti. Non mancano le arti marziali col Wushu ed il Taekwondo i cui allievi danno prova di preparazione e competenza attraverso simulazioni di combattimento e forme. Stand informativi invece per le discipline di armi sportive e da «Un successo come ogni anno sottolinea il presidente del Coni, Comitato Provinciale di Catanzaro, Avv. Antonio Sgromo . La diffusione dello sport è molto importante per la crescita dei ragazzi e queste giornate servono appunto a far conoscere ed amare lo sport a chi non ce l’ha sotto casa e non può apprezzarlo!». Motivo conduttore di quest’anno è, appunto, “Lo sport ed i giovani” promosso attraverso il claim “Un gioco da ragazzi”. Uno sport, dunque, che deve essere visto sempre attraverso e con occhi da ragazzi, scevro da ogni forma di agonismo e compromessi, pulito e leale come i giovani!

Comitato Provinciale di Catanzaro, ha trovato in questa occasione, come nelle passate edizioni, il pieno appoggio del Comune di Catanzaro, con il quale è prevista una più intensa cooperazione per il futuro, e della

Proloco di Catanzaro Lido. Chiusa al traffico, dal cavalcavia a Piazza Brindisi, la strada antistante il lungomare si è trasformata in un vero e proprio campo sportivo, dove, dopo una corsa in bicicletta, dalle bocce

caccia e per la vela, mentre la federazione di pesca sportiva e attività subacquee, oltre ad illustrare attraverso video promozionali le proprie attività, ha allestito una vera e propria piscina per la pesca.


16 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ CATANZARO CAPITALE Francesco Viapiana, Presidente Confesercenti: un momento fra i più importanti e significativi della storia politica cittadina

«Grande obiettivo da perseguire uniti» «E’ l’iniziativa che ci voleva e siamo ben lieti che sia stata presentata in Senato da un leghista» Due manifestazioni di lirica dedicate a Puccini. L’idea è del Circolo di Cultura Augusto Placanica

Al Casalinuovo "Miracoli in musica" di Franco Brescia CATANZARO — Ancora una volta Ca-

tanzaro si apre a manifestazioni di grande prestigio e di alto spessore culturale. Presso l'Auditorium "Casalinuovo" sono infatti previste due serate di lirica: la prima, giovedi 11 giugno, dedicata alle più famose arie del repertorio verdiano e la seconda, venerdi 12, dedicata ai brani celebri di quello pucciniano. A queste due serate si è dato un tema: "Miracoli in musica" Appuntamento all'Opera. Come si potrà notare dai cartelloni esposti in tutta la città. Si tratta di una iniziativa che si inserisce nelle attività del Circolo di Cultura "Augusto Placanica", associazione che cerca di ampliare continuamente gli orizzonti delle sue attività spaziando dalla letteratura alla formazione storico-politica, dai problemi ambientali alla musica colta, dall'economia alla politica internazionale. Ovviamente tale iniziativa ha trovato una sponda immediata ed entusiasta nelle Istituzioni locali che mostrano continuamente di avere a cuore tutto ciò che riguarda la cultura. La Provincia e il Comune di Catanzaro hanno reso possibile l'attuazione delle due serate con una disponibilità che fa onore ai rispettivi gruppi dirigenti, politici e amministrativi. La Provincia ha consentito, con il suo contributo, la realizzazione dell'importante spettacolo, mentre il Comune, per il tramite dell'Assessorato alla Cultura, ha messo a disposizione tutti i supporti tecnici e logistici dei quali c'era necessità. In effetti, l'iniziativa non è di poco conto se si considera che gli artisti raggruppati a Catanzaro possiedono titoli professionali prestigiosi ai quali si aggiungono esperienze lavorative di

alto livello. La recente interpretazione del ruolo di Gilda nel Rigoletto di Verdi, proposto in Piazza della Signoria a Firenze, ha ulteriormente dimostrato le notevoli doti del soprano Barbara Luccini che unisce alla raffinata tecnica vocale una imponente presenza scenica e un'eccellente capacità trainante per il pubblico. Il baritono Mauro Bonfanti è stato allievo privato del Maestro Pavarotti, privilegio che il Maestro concedeva, dopo accurata selezione, a solo cinque allievi per anno. Il tenore Marco Voleri ha interpretato più di quaranta ruoli operistici in Italia e all'estero, lavorando con prestigiosi maestri d'opera e di regia come Strehler. Il pianista Damyan Tudzharov, specializzato presso l'Accademia di " S. Cecilia " di Roma, ha svolto una intensa attività concertistica sia come solista che come accompagnatore. In ultimo, ma forse al primo posto per importanza, è da sottolineare il fatto che l'iniziativa è particolarmente rivolta ai giovani con l'intento di avvicinarli ad un genere musicale che, a torto, essi ritengono noioso e non consonante con i loro gusti. Ma, trattandosi della esecuzione di notissime opere liriche si ha motivo di ritenere che i concerti attrarranno, come sovente accade, di più il pubblico adulto, quello che "riempie" il Politeama quando vanno in scena specie i grandi autori italiani famosi in tutti il mondo: Verdi e Puccini. Nelle serate de "I miracoli in musica", alla prima saranno eseguiti dei brani tra i più celebri di Verdi. Dalla "Traviata" saranno eseguite, infatti, Preludio atto I, Un di felice eterea, E' strano sempre libera, Di Provenza. Mentre da "Rigoletto si eseguirà: E' il sol dell'anima, Caro Nome, La donna è mobile, Tutte le fe-

Alessandro Parisi è il nuovo coordinatore provinciale Pri CATANZARO — «Alla luce della cresci-

ta del Pri su tutto il territorio provinciale, il Coordinatore regionale Oscar Ielacqua, su sollecitazione del Segratario nazionale On. Francesco Nucara, ha convocato il Coordinamento Provinciale per evidenziare la necessità di un ampliamento di tale organismo. «Il Coordinamento provinciale si legge in una nota di Pasqualino Mastroianni del Coordinamento provinciale Pri - originariamente composto da tre membri è stato quindi allargato con nuovi componenti ed all’esito della prima riunione, tenutasi presso i locali della sede provinciale del partito, sita in S. Eufemia Lamezia, è stato indicato quale nuovo coordinatore provinciale l’Avv. Alessandro Parisi, il quale, eletto all’unanimità dei componenti il coordinamento provinciale, nell’esprimere la sua più profonda gratitudine al coordinatore provinciale dimissionario Avv. Armando Chirumbolo, per il proficuo lavoro svolto durante il suo mandato, ha manifestato grande soddisfazione per i risultati raggiunti dal Partito Repubblicano nella provincia di Catanzaro e si è dichiarato orgoglioso di entrare alla guida un partito storico che, nel corso di tutti questi anni, ha saputo adeguarsi alle molteplici evoluzioni politiche, pur mantenendo ferma la propria

Alessandro Parisi

ideologia ed identità politica. Il Partito Repubblicano - conclude - è aperto a tutti coloro che vogliono impegnarsi in politica avendo alle spalle un partito politico in cui ancora esiste una struttura di partito improntata a regole di democrazia ed a valori ben definiti. Il Partito Repubblicano, così, intende portare avanti la linea politica del partito nazionale aprendo sempre più ai giovani ed alle donne e mirando ad aprire sezioni nei più importanti comuni della provincia di Catanzaro».

ste al tempio, Ah si vendetta. Inoltre: altre arie: Monologo di Ford da "Falstaff", Ma se m'è forza perderti da "Un ballo in maschera" e Morte di Rodrigo da Don Carlos. Nella serata successiva, quella verdiana" dalla "Bohème" saranno eseguiti: Valzer di Musetta, Mimì... speravo di trovarvi qui, O Mimì tu più non torni, "O soave fanciulla" che chiuderà le due serate. Durante la serata pucciniana, inoltre, non potevano mancare le arie della Tosca, tra le più celebri: E lucevan le stelle, Vissi d'arte, Te Deum. Ma, anche altre arie tratte da " Gianni Schicchi", da "Manon Lescaut" e da "La rondine". Come si evince è un cartellone di tutto rispetto, certamente molto accattivante. Per le "due serate" è prevista una minima partecipazione alla spesa da sostenere per la loro realizzazione. Infatti, viene richiesto un biglietto d'ingresso, nelle seguenti misure: Posto unico per la singola serata Euro 10. Abbonamento per le due serate Euro 15. Studenti Euro 5 a serata. I biglietti, sono acquistabili direttamente al botteghino dell'Auditorium o tramite prenotazione telefonica al numero 329/7320679. Infine: gli spettacoli avranno inizio alle ore 21,00, con ingresso alle ore 20,30.

CATANZARO — «Il disegno di legge “Catanzaro Capitale” presentato giovedì mattina presso l’aula consiliare del Comune di Catanzaro è indubbiamente da ascriversi fra i momenti più importanti e significativi nella storia politica cittadina. Infatti è stato infranto un tabù a causa del quale per troppo tempo si sono taciute, o volutamente nascoste, le anomalie presenti nella nostra regione mentre la politica ha soprasseduto con eccessiva superficialità ai tanti scippi subiti dal capoluogo regionale e alle innumerevoli mutilazioni» si legge in una nota di Francesco Viapiana, Presidente Confesercenti Catanzaro. Tutto questo nel tempo ha prodotto un capoluogo debole e quindi una regione debole. «Ma la sferzata - continua - data da chi ha avuto il merito di proporre il disegno di legge tendente a restituire dignità e ordine all’assetto istituzionale della regione ed alla sua “capitale”, è un impulso positivo che ora dovrà essere colto e capitalizzato dalla classe politica nella sua interezza. Pertanto salutiamo con grande favore questa iniziativa che è da ritenersi un atto indispensabile per la crescita e lo sviluppo ordinato della Calabria e del suo capoluogo. E’ l’iniziativa che ci voleva e siamo bien lieti che sia stata pensata da qualcuno, presentata in Senato da un senatore

«E’ stato infranto un tabù a causa del quale per troppo tempo si sono taciute le anomalie presenti nella nostra regione» leghista (Enrico Montani) e supportata già da una buona parte della politica locale come abbiamo avuto modo di constatare in occasione della conferenza stampa di giovedì 4 giugno. A questo punto - conclude - l’auspicio che facciamo è quello di vedere tutti assieme, gli esponenti della destra e quelli della sinistra, come anche le associazioni, gli imprenditori e la società civile, tutti uniti nel perseguire in modo concorde questo grande obiettivo di crescita del territorio calabrese attraverso la giusta dignità riconosciuta al suo capoluogo e attraverso un vantaggio fiscale fornito al mondo produttivo».

l’azienda informa

Aumenta subito i tuoi guadagni con la “PIATTAFORMA MULTIMEDIALE” Hai un bar, edicola, tabacchi, internet point, ristorante o possiedi la partita iva? Aumenta subito i tuoi guadagni con la PIATTAFORMA MULTIMEDIALE Avviso importante per i titolari o i gestori di Bar, edicole, tabaccherie, internet point, ristoranti e possessori di partita iva. Ad Agosto ricomincia il Campionato di Calcio. Entra nel Mondo delle Scommesse e dei Servizi. Aumenta subito i tuoi guadagni: Attiva la nostra Piattaforma Multimediale ed erogherai: • Gratta e Vinci on-line • Scommesse Sportive • Skill Games • Poker on-line • Ricariche Telefoniche • Ricariche Digitale Terrestre • Carte Telefoniche Nazionali ed Internazionali • Pagamento Bollettini e Utenze • Bonifici Nazionali ed Internazionali • Servizio Corriere Espresso • Visure Commerciali e Catastali • Slot Machines Avrai un GUADAGNO dal 2% al 50% dell’utile netto. - Nessuna fideiussione - Investimento minimo - Rientro garantito

REQUISITI RICHIESTI affidabilità morale ed economica. Contattaci per una visita presso il tuo esercizio commerciale senza impegno. Info: Agenzia Hiram di Sardo Bruzzese C/so G. Pepe, 39 - 88069 - Squillace (Catanza-ro) Telefono e Fax: 0961 914253 Cellulari: 320 7531434, 320 6178441, 334 3501125 E-mail: agenzia_hiram@libero.it.


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 17

CATANZARO CITTÀ Il 31 maggio è stata una giornata all’insegna dello sport a contatto con la natura e del divertimento all’aria aperta

Rotundo trionfa al trofeo Pineta di Siano La manifestazione mira a fare emergere i valori di una zona che spesso è sottovalutata CATANZARO — Giornata all’insegna dello sport a contatto con la natura e del divertimento all’aria aperta, domenica scorsa 31 maggio, presso la Pineta di Siano dove si è tenuto il IV Trofeo Pineta di Siano di corsa campestre, organizzato e curato dall’Associazione 361 gradi. Nonostante il tempo incerto e minaccioso, un vivace pubblico ha fatto da cornice alla manifestazione, che da quattro anni è un ritrovo per appassionati di corsa campestre e il cui obiettivo è quello di promuovere lo sport all’aria aperta e l’utilizzo sostenibile del Parco Li Comuni, dai più conosciuti come Pineta di Siano. La Pineta di Siano penalizzata per tanti anni dalla presenza disastrosa della discarica comunale di Catanzaro, sta rivivendo da alcuni anni sotto una nuova veste. «Il trofeo sta diventando una manifestazione importante per far vivere e conoscere intensamente la Pineta di Siano ed è un momento d'incontro durante il quale viene promossa la cultura dello sport inteso come mezzo di aggregazione e socializzazione» afferma Antonio Astorino, Presidente dell’Associazione 361 gradi. «La manifestazione - continua - mira a fare emergere i valori della Pineta, in particolare il valore ambientale e paesaggistico, spesso sottovalutati, coinvolgendo numerosi cittadini, spesso ignari delle bellezze contenute all’interno di questo immenso parco naturale, che possono constatare, anche percorrendo il percorso della gara, l’importanza della Pineta come patrimonio naturale catanzarese. Quindi quale migliore occasione di trascorrere una domenica all’aria aperta dopo un inverno piovoso, come quello trascorso, tra boschi e sentieri, per conoscere le bellezze della Pineta di Siano?». «La storia insegna - continua - che molte discipline sportive, tra cui la corsa, nacquero come mezzo per esplorare l'ambiente; ci si impegnava nell'alpinismo, nel canottaggio, nel podismo sempre per curiosità prima che per mettere in mostra le capacità atletiche. La corsa campestre è una specialità impegnativa e ricca di fascino nella quale l'atleta è a diretto contatto con l’ambiente naturale e cerca di sfidarlo, superando tratti fangosi, salite, discese, buche ed ostacoli naturali. La partenza della corsa alle ore 10 è avvenuta dal piazzale posto in prossimità del Giardino Botanico, perla naturalistica dell’intero parco, caratterizzato dalla presenza di centinaia di essenze arboree e sculture vegetali, nonché di un teatro al-

La partenza della gara e tutti i protagonisti

l’aperto, sconosciuto ai tanti in quanto aperto solo nei giorni feriali e chiuso nei giorni di festa. La corsa si è svolta lungo un percorso di circa 3 km, costituito da una pista in terra battuta che si articola lungo le

curve di livello del Colle Rovette (o Rovèto). La pista, in questo periodo rigogliosa di vegetazione è caratterizzata da una notevole varietà di piante e fiori dai colori vivaci e si affaccia su suggestivi panorami costi-

tuiti dalle valli di Simeri Crichi e Magisano. All’arrivo sono stati premiati tutti i concorrenti per la partecipazione ed è stato nominato Rotundo Francesco vincitore del IV Trofeo Pineta di Siano. I primi 10 concor-

renti arrivati sono stati: Rotundo Francesco, Rubino Vitaliano, Labius Joseph, Lezzi Domenico, Sacco Mario, Murgano Salvatore, Ceravolo Bernardo, Sacco Andrea, Tomaselli Luca, Corapi Luigi.


18 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

CATANZARO PROVINCIA E SOVERATO SOVERATO Cilurzo dei Popolari europei: le elezioni avrebbero avuto un peso politico in città se ci fosse stata la preferenza unica

«Alimentate ad arte le tensioni» «Tanto a vincere sarà come al solito il Partito dell’astensionismo, per la “buona pace” di tutti» SOVERATO — «Il presidente Silvio Berlusconi si è posto con queste elezioni l’obiettivo di diventare il primo gruppo all’interno del Parlamento Europeo nel Partito popolare europeo. Ed è in questo contesto che nasce la mia analisi. In gergo calcistico quando la Nazionale di calcio gioca in campo Internazionale tutti i campanilismi devono necessariamente essere messi da parte pertanto lo scopo condiviso di chi rappresenta riferimento per questo partito deve essere perseguito al di la delle divisioni interne» si legge in una nota di Vincenzo Cilurzo. «Se in città la corsa alla preferenza si è fatta - continua Cilurzo -, da quanto leggo, “così accesa” di certo non sono io che devo chiarirne gli aspetti e sicuramente non deve chiarirli chi ha cercato di agire anche a livello mediatico in tutta coscienza e responsabilità. Probabilmente qualcuno ha alimentato ad arte le tensioni che non ci toccano per il solito personale individualismo. Altra considerazione. Non c’è nulla di più inverosimile, per i possibili risvolti a livello locale, di queste consultazioni. L’atteggiamento -prosegue - è di quelli di chi pensa che dall’altra parte vi siano interlocutori così ingenui da non capire che le tre preferenze abbiano favorito a monte accordi tra i tre gruppi consiliari di maggioranza così da triplicare i voti del proprio rappresentante. Ovvio che per un risultato scontato in partenza, per le ormai note ostilità nei confronti dei Popolari Europei, tali elezioni avrebbero potuto SOVERATO — Quando si parla di turismo, non possono mancare le nuove realtà dell’offerta che in questi ultimi cinque anni si sono affacciate nel territorio calabrese. Con l’avvicinarsi della stagione estiva, ancor più emerge l’attenzione sui preparativi, le attese, le previsioni, l’intraprendenza che oggi più che mai, in concomitanza con la crisi diffusa, non deve mancare. AmiCalabria B&B, l’associazione soveratese che promuove da anni una tipologia speciale di ricettività, il bed and breakfast, si prepara ad accogliere le numerosissime richieste che perverranno, come ogni anno ed in proporzione variabile relativa al territorio, con l’inizio delle vacanze. «Precisiamo che

«Non c’è nulla di più inverosimile, per i possibili risvolti a livello locale, di queste consultazioni» avere un peso politico in città se ci fosse stata la preferenza unica e quindi il voto su un singolo candidato cosa che avrebbe reso attendibile il confronto. Detto questo nessuna “fuga dalla realtà” e nessuna “ingessatura” e tranquilli mai stato così in “buona pace”, politicamente parlando, come adesso. Dalla realtà fugge chi continua a imporre con aria da “potestà” l’idea di un Pdl a Soverato senza I Popolari Europei - sottolinea Cilurzo - e garantisco il mio stile sarà e continuerà a essere “diretto” ed ad oltranza. L’ingessatura è dettata in momenti, come nella fattispecie, da circostanze di opportunità dettate dalla logica di situazioni che richiedono, con spirito di sacrificio, un tale atteggiamento. Probabilmente - conclude - questa logica qualcuno che si vanta di fare politica e lancia accuse di mediocrità non la conosce. Politici che si rendono quotidianamente artefici e protagonisti di questa mediocrità. Tanto comunque a vincere sarà come al solito il Partito dell’astensionismo. In questo caso per la “buona pace” di tutti».

BORGIA Il progetto Pon è stato cofinanziato dal Fse e dal Ministero su iniziativa dell’istituto “G. Sabatini”

Concluso “Competenze per lo sviluppo” BORGIA — Manifestazione conclusiva dei progetti Pon “Competenze per lo sviluppo”, cofinanziati dal Fse e dal Ministero dell’Istruzione, su iniziativa dell’istituto comprensivo “G. Sabatini” di Borgia. L’avvio è stato dato dalle esibizioni musicali da parte degli alunni che hanno seguito i corsi di strumento musicale. L’orchestra dell’istituto, coordinata dal docente Iemmallo, ha eseguito diversi pezzi, tra cui l’Inno di Mameli e l’Inno alla gioia di Beethoven. Si è entrati subito dopo nel vivo della manifestazione con la presentazione dei corsi extrascolastici Pon appena conclusi. Presenti tra gli altri il sindaco di Borgia Rijllo e l’assessore Bruno, il dirigente scolastico, Luigi Antonio Macrì, ha sottolineato l’importanza di una riflessione conclusiva sui corsi extrascolastici Pon appena conclusi, che hanno consentito un notevole arricchimento del piano dell’offerta formativa del “Sabatini” a tutto beneficio degli alunni e della comunità. Il docente Angelo Gagliardi, facilitatore del piano d’istituto, ha illustrato nel dettaglio i corsi realizzati nell’ambito delle azioni e degli obiettivi di questo piano integrato degli interventi per l’anno scolastico 2008/09 mettendo in risalto l’impatto estremamente positivo di questi interventi sui circa 150 alunni che ne hanno usufruito. La manifestazione si è conclusa con la consegna degli attestati finali a tutti i corsisti. Salvatore Taverniti

I relatori

Gli studenti

SOVERATOAmiCalabria B&B si prepara ad accogliere le richieste che perverranno con l’inizio delle vacanze

I bed and breakfast pronti per l’estate alcuni B&B - commenta il presidente dell’associazione Vittoria Camobreco - ubicati sulla costa, hanno intrapreso il cammino verso una dilatazione dell’attività lavorativa. Sulla costa di Soverato questi bed and breakfast, lavorano in tutte le stagioni, ricevendo domanda diversificata che può essere identificata come business, lavoro, m ricorrenze, studio, oltre naturalmente alla domanda per vacanza in senso stretto. E’ il caso del B&B La Villa di Soverato,

splendida dimora situata in zona residenziale e circondata da un panoramico giardino che grazie alla bellezza della struttura e al garbo dell’ospitalità, lavora continuativamente. Ricordo anche Casa delle rose e La Baia dell’Ippocampo, altri due splendidi esempi di ricettività a carattere familiare, sempre disponibili e situati in punti strategici della città». Sono numerosi i bed and breakfast aderenti ad Amicalabria, partendo

da Botricello fra entroterra e costa e finendo a Badolato. Presto ci saranno nuove adesioni che allargheranno ancora di più il ventaglio dell’offerta qualificata e sicura. Fra queste il bed and breakfast “Iriis” a Montepaone Lido, una dimora a duecento metri dal mare immersa nel verde di un ordinato e verde giardino. La luminosità e l’ampiezza dei locali costituiscono le caratteristiche principali di questo B&B che si aggiunge agli altri, fornendo una opportunità

in più ai turisti e non solo, per fermarsi in questa cittadina marina a vocazione turistica e con un centro storico interessante e ricco di tradizioni. «L’obiettivo di AmiCalabria è da sempre quello di ampliare le possibilità ricettive diffuse, tipologie fra le più ideali per Soverato e il territorio, in sinergia con le strutture alberghiere con i quali l’associazione collabora - ribadisce Camobreco - infatti AmiCalabria ospita nel suo carnet di offerta ricettiva anche l’hotel Il Nocchiero di Soverato». Per questa estate ormai alle porte, i bed and breakfast, si preparano ad accogliere i numerosissimi ospiti che risiederanno per le vacanze nelle varie dimore.


Pag. 19

il Domani

Lunedì 8 Giugno 2009

L AMEZIA

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomanionline.it

La mostra-evento organizzata dall’Associazione 400KC di Caterina Misuraca e Carlo Carlei all’interno del restaurato Palzzo Nicotera

Inaugurata “StazionImpossibili” Presenti, l’assessore Iovene, il consigliere regionale Talarico e il presidende della Provincia, Ferro LAMEZIA TERME — E’ stata inaugurata sabato sera alla presenza di molte autorità politiche cittadine, la seconda edizione di OggettInstabili, “Moti Urbani StazionImpossibili”, mostra ideata e curata dall’Associazione culturale 400KC. Location speciale dell’evento, il prestigioso Palazzo Nicotera in piazza Tommaso Campanella. L’iniziativa è stata presentata da Caterina Misuraca, insieme a Carlo Carlei ideatori della manifestzione. Accanto a loro, l’assessore comunale, Andrea Iovene, il consigliere regionale Francesco Talarico e il presidente della Provincia, Wanda Ferro. L’evento vede la partecipazione di 65 tra artisti e architetti italiani e stranieri. In larga parte grandi nomi del panorama italiano e internazionale che hanno contribuito a scrivere un’importante pagina di storia dell’arte contemporanea. Nell’anno in cui l’intero Paese rende omaggio al movimento più avanguardistico della storia italiana, il Futurismo, l’idea di Misuraca e Carlei di 400KC è intanto di proseguire con la strada intrapresa nel 2007 “PontileLamezia Nuove Ipotesi” (che puntò i riflettori sul relitto ex Sir tutt’ora traccia evidente di un clamoroso fallimento industriale) ovvero di arte che guarda e si interroga sul territorio. Arte che non si erge a rimedio ma si propone come alternativa alla decadenza perpetrata da crepe che deturpano la salubrità estetica della città. Inoltre l’omaggio al Futurismo è soprattutto nel dinamismo dell’impresa “OggettInstabili”: vedere le “cose” da un lato diverso dall’ovvia rassegnazione. Quel dinamismo che può portare ad un capovolgimento della realtà: luoghi di degrado che diventano spazi creativi. StazionImpossibili è partita dall’osservazione oggettiva della precarietà dei quattro nodi ferroviari (Sant’Eufemia, San Pietro Lametino, Sambiase e Nicastro) e quindi dalla considerazione che i simboli del “movimento cittadino” siano “oggetti immobili”. Da qui la sollecitazione a “dare forma al

Nel servizio fotografico, l’inaugurazione della mostra-evento StazioniImpossibili all’interno del restaurato Palazzo Nicotera a Lamezia est.

movimento” ipotizzando nuove forme di mobilità urbana mettendo in relazione il mondo dell’architettura con l’arte a 360gradi. Un evento straordinario - che ha il contributo del critico Teodolinda Coltellaro - che metterà a confronto grandi nomi del settore con giovani emergenti del territorio. nel corso della presentazione, Caterina Misuraca ha messo tra l’altro come l’iniziativa è una sorta di “fotografia della città”, nel suo im-

mobilismo attraverso oggettivi punti di criticità che possibilmente dovranno essere rimessi in moto. Quindi un primo assunto è il risanamento partendo dalle quattro stazioni, strutture da sempre lasciate al declino. E poi c’è tutto quello che ancora non c’è… Ci sono i binari dell’utopia attraverso cui si intenderà dare forma alla mobilità sociale attualmente inesistente. E dovrà essere comunque una mobilità – tra reale e im-

possibile, senza limiti – per un territorio frammentato, distante e sconosciuto ai suoi stessi abitanti. Muovendosi lungo il fascinoso itinerario progettuale potranno incontrarsi interrogativi altrettanto suggestivi: che identità avranno queste stazioni? Come potranno essere riscattate? Il movimento muterà l’aspetto urbano della città: segnaletica, colori, arredo urbano… etc… Ogni partecipante, in base alla sezione prescelta

potrà quindi optare per l’interesse nei confronti dell’intero spazio urbano, dunque disegnando il movimento… o concentrare il suo sguardo solo sulle stazionimpossibili partendo dai 4 oggettinstabili. Moti urbani è dunque da considerare come una rivoluzione a tutti gli effetti perché la città sarà osservata, ripensata e scossa in ogni suo angolo con la creatività.

Elenco partecipanti Architettura: 2RVS, Alessia Maida, Archgrom, Futuri progetti urbani, Free way, Hov, Livia Costantino, Luca Gatto, Studio Manna – Muto, Marco Agazzi, Marisa Gigliotti, Mind the gap, Sala2 architettura, Visioni distorte, Studio Amadio, Lento e Associati, Studio Regio. Design: 13 Ricrea. L’arte e l’attualità della ricerca: Francesco Guerrieri, Andrea Chiesi, Pippo Altomare, Jose Louis Simon, Salvatore Dominelli, Max Marra, Antonio Puija Veneziano, Katie Orton, Calogero Barba, Giuseppina Riggi, Caterina Arcuri, Ketrine Jaqueline Bottellini, Michele De Luca, Massimo Maselli, Giulio De Mitri, Alessia Certo-Giulia Vannucci, Francesco Antonio Caporale, Alfredo Granata, Angelo Maggio, Ugo Piergiovanni, Pino Barillà, Claudio Angione, Chiara Basciano, Rosa Spina, Lillo Giuliana, Franco Spena, Nicola Spezzano Paolo Viterbini, Francesco Cerra. L’arte e il territorio: Chiara Basciano, Ester e Carlo Pontoriero, Caterina Vesci, Fred Maida, Gianni Vesci, Fernando Cimorelli, Giuseppe Villella, Caterina Bettiga e Giusy Pallone, Gianluca Raso, Giulio Manglaviti, Marcello Balistrieri, Francesco Villella, Sabrina Gamberale. Street Art: Luigi Giudice (g. loois), Antonio Cagnetto, Interplay Art Group, Lorenzo Guizzetti, Simone Vesci.

Le Stazioni dell’Arte Da liunedì scorso è stato avviato anche l’allestimento di 7 stazioni d’arte che invaderanno di moti creativi il centro città. Le stazioni sorgeranno in piazza Ardito, piazza Stocco, piazza San Domenico, piazza Bovio, corso Numistrano e corso Nicotera. L’idea è di arte che guarda e dialoga col territorio uscendo dai musei confrontandosi con le urgenze della realtà nel tentativo di esprimere nuove idee e possibili strade per superare criticità.

Patrocini e partner La mostra evento OggettInstabili seconda edizione - Moti urbani stazionimpossibili – è patrocinata da Regione Calabria, Provincia di Catanzaro, Comune di Lamezia Terme, Ordine degli Architetti di Catanzaro. E vede la partecipazione di Emmedue Srl, Multiservizi Spa, Lamezia Europa Spa.

AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO Iscrizione albo associativo n. 0/391

Per gestire il tuo condominio con efficenza, puntualità e trasparenza. Telefonare al n. 366.5016373

r. l.


20 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

CITTÀ E LAMETINO IL CASO Grave denuncia di Mario Magno e Francesco De Biase del Pdl. J’accuse contro l’Amministrazione comunale e Equitalia

“Quelle bollette già scadute...” Inviate ai cittadini il 5 giugno fatture Tarsu da pagare entro il 31 maggio LAMEZA TERME — Incredibile ma ve-

sa, che sarà conteggiato sulla prossima bolletta, riferito agli interessi maturati ed al ritardato pagamento, non per loro colpa o negligenza ma per un invio tardivo da parte della società di riscossione del bollettino. Chiediamo al sindaco Gianni Speranza e all’assessore alle Finanze - esortano Magno e De Biase - se sono a conoscenza di tale situazione e qualora non lo fossero di adoperarsi con un intervento immediato su Equitalia al fine di far dilazionare la scadenza della prima rata almeno al 15 giugno, al fine di poter consentire ai cittadini di effettuare il pagamento con tranquillità e di non incorrere nelle maggiorazioni previste per legge. Inoltre chiediamo al sindaco, considerato che sul sito del comune non vi è trac-

cia, di sapere se si è provveduto a comunicare agli uffici e quindi ai cittadini le esenzioni Ici, votate favorevolmente dal consiglio comunale in occasione dell’esame del bilancio di previsione 2009, riguardanti il blocco del pagamento per i proprietari dei terreni dell’area Api fino all’approvazione del piano e l’esenzione Tarsu per le giovani coppie che abitano in appartamenti di proprietà dei genitori. Ci dispiace - concludono Magno e De Biase - ancora una volta dover intervenire per segnalare una ennesima distrazione del Sindaco e della Giunta ma è dovere del centro-destra che sta all’opposizione essere vigili a difesa dei cittadini e delle famiglie».

CONFLENTI Mariano Marotta interviene ancora sulla questione viabilità nell’Alto Lametino

nalismo) per sollevare i problemi inascoltati dei cittadini che le istituzioni non riescono a risolvere o non prendono in considerazione. Mi fa molto piacere che D’Assisi abbia richiesto pubblicamente l’attenzione del presidente Wanda Ferro, perché vuol dire che anche lui si è accorto della difficoltà del territorio…seppur con 5 mesi di ritardo. Inoltre conclude Marotta - ci tengo a sottolineare che la decisione della foto da affiancare all’articolo non è stata mia, ma della redazione. In ogni caso, sono in possesso di numerose foto che riguardano anche lo stato delle strade provinciali».

ro. A Lamenzia ormai accade di tutto. «Ancora una volta - denunciano il capogruppo del Pdl, Mario Magno e il consigliere Francesco De Biase presso l’Amministrazione comunale la confusione regna sovrana, lo avevamo denunciato già in passato e purtroppo siamo costretti ad intervenire ancora una volta al fine di tentare di evitare un ulteriore danno perpetrato alle spalle dei cittadini ignari. I fatti: nella giornata del 5 giugno 2009 sono pervenute alle famiglie di Lamezia Terme i bollettini per il pagamento della Tarsu inviate da Equitalia con la scadenza di pagamento della prima rata al 31 maggio 2009. Questo ritardo nella notifica dell’avviso comporterà per le famiglie un aggravio di spe-

CONFLENTI — «Leggo con stupore della risposta a un mio articolo da parte del consigliere provinciale Emilio D’Assisi». Così, Mariano Marotta replica a D’Assisi in merito alla questione viabilità nell’Alto Lametino. «Quello che mi stupisce - prosegue Marotta -è che la risposta arriva a distanza di un mese dalla pubblicazione dell’articolo, “stranamente” a ridosso delle elezioni, in piena campagna elettorale. Quello che temevo si è avverato: l’interesse delle istituzioni nei confronti dei problemi della popolazione, arriva solo quando è il momento di chiedere voti ai cittadini. Mi rendo conto che gli eventi atmosferici di cui è stata protagonista

Il capogruppo del Pdl Mario Magno che, insieme a Franesco De Biase, ha denunciato l’incredibile anomalia delle bollette Tarsu.

«Mi stupisce la replica di D’Assisi» (suo malgrado) la nostra regione tra dicembre e gennaio, sono stati eventi straordinari e imprevedibili. Ma anche quando la situazione è tornata alla normalità (fino a oggi), nessun intervento è stato posto in essere, né dalla Provincia di Catanzaro né dal Comune di Conflenti (a eccezione delle operazioni per rimuovere il fango dal centro della sede stradale). Il mio articolo, infatti, non voleva essere un attacco alla Provincia, ma a tutte le istituzioni preposte alla

viabilità. La situazione è sotto gli occhi di tutti, le strade versano in condizioni assolutamente precarie, e invito tutti coloro fossero interessati a fare un giro da queste parti. Non pretendo di avere la bacchetta magica, infatti non ho avuto la presunzione di candidarmi alle elezioni promettendo tutto il bene possibile per le comunità del comprensorio. Chi, al contrario, ha deciso di aspirare ad una carica politica, ottenendo la fiducia dei cittadini, è tenuto a dare

delle risposte, se necessario anche con l’ausilio “della magia”. Inoltre, la mia non è una polemica costruita a tavolino, ma lo sfogo di un cittadino che – come tanti altri – ogni mattina deve fare sacrifici per arrivare sul posto di lavoro, affrontando strade con buche, dissestate, con erba alta ai margini e una segnaletica assolutamente scarsa. Ammetto di aver scritto per far “rumore”, ma un rumore che serve (così come vuole l’etica del buon gior-

r. l.

r. l.

Oggi lunga maratona musicale dell’Istituto Guzzi

Legalità, è nato a Lamezia Terme l’Osservatorio “dar voce a cittadini”

LAMEZIA TERME — Oggi pomeriggio

LAMEZIA TERME — E’ nato a La-

All’importante iniziativa, realizzata da Ama Calabria, parteciperanno decine di studenti

al tetro Umberto con inizio alle ore 15,00 e proseguimento fino alle ore 20,00 avrà luogo una maratona musicale a cura degli allievi dell’Istituto musicale “Sebastiano Guzzi” di Lamezia Terme. Questa importante istituzione didattica realizzata da Aama Calabria con il sostegno dell’Amministrazione comunale, opera da sei anni con piena soddisfazione degli allievi, dei genitori e degli amministratori che sono tutti orgogliosi di avere realizzato a Lamezia Terme un polo di formazione musicale di cui si avvertiva forte il bisogno. L’Istituto, che è convenzionato con il conservatorio statale di Musica “Fausto Torrefranca” di Vibo Valentia ha al momento 180 allievi suddivisi in numerose

classi strumentali e vocali ed al suo interno contempla anche attività di perfezionamento e formazione che sono state riconosciute dal ministero dell’Istruzione. L’iniziativa odierna a cui parteciperanno decine di studenti vuole essere per gli studenti un’opportunità di esibirsi in pubblico e, quindi, formarsi anche da questo punto di vista e contestualmente consentire di conoscere a quanti lo desiderino, i risultati di un anno di lavoro. La maratona musicale di oggi pomeriggio vedrà impegnati gli allievi della classe di clarinetto del maestro Gaetano Bongarzone, di canto Nazzarena Patania, delle classi di chitarra Maestri Angela Ferraro, Claudio Fittante, Sergio Uccello e Vittorio Viscomi, delle classi di percussioni

Maestri Massimo Russo e Alessandro Sirianni, delle classi di violino Maestri Fabrio Ditto e Gianluca Iemmallo e delle classi di pianoforte Michele Campo, Chiara Macrì, Antonio Matarazzo, Ferruccio Messinese, Francesca Scicchitano, Roberta Tartaglia, Damian Tudzharov e Rosy Villella. Cinque ore di buona musica diurante le quali gli appassionati del settore potranno ascoltare gli allievi dell’Istituto Musicale “Sebastiano Guzzi” e rendersi conto come questa importante istituzione culturale contribuisca con i suoi risultati alla migliore formazione dei giovani lametini ed al tempo stesso costituisca polo di aggregazione sulla città della piana di quanti sono interessati ad una significativa formazione musicale.

mezia, l’Osservatorio sull’illegalità a cura della Casa della Legalità e della Cultura. «Nel corso di quest'anno e mezzo di vita - è scritto in una nota diverse sono state le segnalazioni di cittadini relative ad alcune zone di particolare degrado ambientale nella nostra città. Da qui è nata l’inchiesta sul degrado ambientale relativa ai mesi di aprile e maggio 2008, ma soprattutto grazie a queste segnalazioni è stato possibile intervenire con comunicati stampa e video di denuncia. Da oggi la Casa della Legalità e della Cultura darà voce a tutti quei cittadini che sono stanchi dell'illega-

lità diffusa che esiste nella nostra città, ma che per qualsiasi motivo non possono denunciare situazioni di degrado, sprechi e abusi edilizi, violenze, reati ambientali. Il nostro osservatorio prosegue la nota - si prefigge lo scopo di sollecitare, periodicamente, le autorità locali affinché possano intervenire sulle situazioni segnalate. In un’ottica di tutela ambientale rientra anche l'istituzione di un punto di raccolta di cellulari usati funzionanti e non funzionanti nell'ambito della campagna “Abbiamo tanti progetti appesi ad un filo a cura della Magis». r. l.


Pag. 21

il Domani

Lunedì 8 Giugno 2009

COSENZA

Service a cura di Ediratio e AT Press - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

Lo scalo di Trenitalia, già penalizzato ampiamente per scelte aziendali e commerciali, da un anno è sprovvisto di un turno notturno della Polizia ferroviaria

Di notte è “far west” a Vaglio Lise Con il presidio 24 ore su 24 dal ‘95 al 2008 reati sulle dita di una mano ma in un anno decine e decine di atti vandalici e rapine COSENZA — Vaglio Lise assomiglia sempre più al Far West. L'intero immobile è di proprietà di Rti (Rete ferroviaria italiana) che intende disfarsene mettendola in vendita pezzo per pezzo senza clamore per evitare le possibili reazioni locali. Del progetto originario ormai non è rimasto quasi niente. Chiuse le officine per la manutenzione delle locomotive, e forse vendute anche gli immobili, diradate le corse di lunga percorrenza, eliminate i treni notturni è rimasto solo una sagoma in disfacimento che di notte assume la forma di un fantasma che produce una atmosfera da incubo agli incauti che si avventurano nei paraggi. A questo contribuisce l'abolizione del servizio di sorveglianza notturna della Polfer, che non ha più un numero di poliziotti sufficienti a garantirlo. Né migliore si presenta la situazione sotto il profilo della pulizia: l'intera area versa nel degrado più totale. Soprattutto nei piani inferiori la spazzatura copre ogni spazio disponibile. La mancanza di sicurezza non è una impressione, ma un dato di fatto incontrovertibile. Entrata in servizio il 31 maggio 1987 in sostituzione del vecchio scalo posto nel centro cittadino, in concomitanza con l'apertura della nuova ferrovia per Paola, nei primi vent'anni della sua esistenza si sono verificati solo pochi episodi criminali - e di piccola criminalità, che si possono contare sulle dita di una mano. Negli ultimi due anni vi è stato un aumento vertiginoso non solo nel numero, ma nella gravità degli episodi. Questo potrebbe anche essere la conseguenza di un aumento della criminalità, tanto che anche la stazione di Paola è stata interessata a episodi di devastazione vandalistica che la presenza della Polfer non è riuscita ad evitare. Ma diverse sono le condizioni e le dimensioni del problema con un movimento di treni, passeggeri e merci notevolmente più elevati. All'assenza della vigilanza da parte della Polfer si aggiunge la mancanza di video-sorveglianza, per cui la notte l'intera area diventa una terra di nessuno, un'area off-limits. Varie sono state le ipotesi di rivitalizzazione del complesso immobiliare, una dei più vistosi monumenti allo spreco presenti sul territorio. Giacomo Mancini aveva pensato ad un centro commerciale e qualche insegna bucherellata ne conserva memoria, ma nessuno ha mai più tentato di rea-

La stazione ferroviaria di Vaglio Lise

lizzare. Per non parlare del Ferhotel, l'albergo dei ferrovieri mai utilizzato mentre sta cadendo a pezzi e costituisce un pericolo per i passanti. Faceva parte del progetto iniziale che voleva Vaglio Lise una delle stazioni più grandi d'Europa per trasformare Cosenza in snodo ferroviario. Ogni tanto Rfi ritorna con qualche altra brillante idea per tacitare le proteste. Qualche anno fa si era prospettata l'ipotesi di trasformare la stazione nel mausoleo delle vittime della strada cedendola alla Fondazione Luigi Guccione. Anche questa ipotesi si è rivelata una bufala, di cui non si è mai più sentito parlare. Qualche giorno fa è stata la volta di Trenitalia a lanciare l'ennesima provocazione con il progetto ''Cosenza Merci City Logistic'', prontamente sponsorizzata dall'Assessorato alla mobilità e trasporti del Comune di Cosenza, Agostino Conforti. Secondo questa ipotesi Vaglio Lise dovrebbe diventare un importante scalo merci dove far confluire i cargo in transito nella direttrice Nord-sud, che nelle intenzioni dei proponenti del progetto dovrebbe diventare un imprescindibile punto di riferimento per lo sviluppo della città e dell'area urbana più in generale. "Questa Amministrazione ha avuto molti incontri con Trenitalia, che gestisce l'esercizio, e con la società,

Il presidente della Provincia Oliverio a proposito del sistema bancario

«Credito da “usura legalizzata”... »

Polizia Ferroviaria in affanno

sempre nell'ambito di Trenitalia, che ne ha la proprietà. Abbiamo fortemente resistito alla tentazione dei proprietari di trasformare questo luogo, convinta che esso debba mantenere la sua identità, migliorandola", dice Salvatore Perugini. La deriva di Cosenza come scalo ferroviario nasce dalla sua marginalità rispetto alle grandi direttrici di traffico e le promesse di Trenitalia e della collegata Rfi non possano essere mantenute. Oreste Parise

COSENZA — Usura male cronico e maledetto di Cosenza. Nella valle del Crati si concentra una percentuale imbarazzante di cravattari, un fenomeno che ha lasciato feriti sul campo. Il sistema del credito non è esente da colpe gravi, in materia. Gli ultimi dati del Cerved, pubblicati non molti giorni fa da “Il Sole 24 ore”, confermano la saracinesca abbassata per le imprese locali da parte del credito. Mario Oliverio, presidente della Provincia, negli ultimi giorni è tornato sull’argomento sottolineando proprio l’importanza strategica delle banche in questo delicatissimo momento per le imprese. «Nel primo trimestre di quest'anno - ha detto Oliverio - i fallimenti ammontano ad oltre il 50% in più rispetto a quelli registrati nello stesso periodo dell'anno scorso e di questi, più della metà, riguardano le piccole imprese che fanno registrare una perdita finanziaria di oltre tredici euro su ogni diecimila euro di fatturato. Se a ciò si aggiunge l'atteggiamento quasi vessatorio di un sistema bancario che, proprio in questi giorni, sta provve-

Organizzata dall’Asp di Cosenza nelle Terme Luigiane esperti a confronto sulle diverse tecniche da adottare

senza si è svolta nelle Terme Luigiane di Guardia Piemontese la la “giornata medica” che ha avuto come tema dominante gli aggiornamento in medicina estetica. «Oggi la medicina estetica si è trasformata essenzialmente in una vera medicina preventiva, che non si occupa piu' soltanto dell'inestetismo fine a se stesso, ma che opera una valutazione globale del paziente da cui trae spunto per un'educazione preventiva. L'approccio globale medico-estetico non di rado scopre malattie non diagnosticate in precedenza». È appunto un passaggio della relazione del dottor Emanuele Bartoletti, direttore scientifico del servizio ambulatoriale di medicina estetica dell'ospedale Fatebenefratelli dell'i-

sola Tiberina di Roma. I lavori si sono poi sviluppati sulla base di dieci relazioni scientifiche suddivise in due sessioni di lavoro che hanno avuto come tema: “Soprappeso, adiposità localizzate, cellulite”; “Invecchiamento cutaneo: terapie preventive e correttive”. «In passato - ha rilevato il dr. Emanuele Bartoletti - solo le classi privilegiate si rivolgevano alla Medicina estetica. Attualmente l'identikit del paziente di Medicina estetica si configura in un soggetto sempre più consapevole che la Medicina estetica non è una «medicina per l'estate», né un'esclusiva di una classe abbiente. Oggi, chi si rivolge al medico estetico appartiene prevalentemente ad una fascia di età più ampia, a strati sociali piu' vari e meno d’elite, per migliorare la qualità della vita relativa alla

propria età e mantenere negli anni il proprio benessere psico-fisico». Per la dott.ssa Nadia Fraone, del “Fatebenefratelli”di Roma, il soprappeso e' la conseguenza di un apporto elevato di calorie che il corpo non può consumare. Si tratta di un problema sempre più frequente perché si fa sempre più una vita sedentaria e ci si alimenta sempre più in modo eccessivo. Una diagnosi scrupolosa è fondamentale per la scelta dell'intervento correttivo idoneo. La Medicina Estetica propone un programma di educazione alla salute e di prevenzione dell'invecchiamento generale e cutaneo, qualificandosi come una Medicina per la qualità della vita. Inutle sottolineare che l'importanza di questa nuova disciplina è aumentata rapidamente in questi ultimi anni.

r.c.

MEDIATAG RICERCA SU COSENZA

La “giornata della medicina estetica” COSENZA — Promossa dall’asp di Co-

dendo a sostituire la commissione del massimo scoperto con un nuovo costo di servizio (di fatto sostitutivo) e che, in alcuni casi, obbliga le imprese a pagare anche in mancanza di utilizzo di linee di credito accordate, ben si comprende la grave crisi che rischia di soffocare l'economia calabrese e cosentina». «Di fronte a queste forme di “usura legalizzata” - prosegue Oliverio - ci siamo molto battuti in questi anni, erogando fino ad un milione e duecentomila euro per garantire l'accesso al credito alle piccole e medie imprese attraverso i Confidi e stanziando quattro milioni di euro per la costituzione, insieme alla Camera di commercio di Cosenza, di una delle prime Banche di garanzia del Paese». «Tutto ciò - conclude Oliverio - mentre il governo di centrodestra continua a sbandierare solo annunci e proclami ed i deputati ed i senatori della maggioranza del governo Berlusconi non muovono un dito a favore dell'economia calabrese e cosentina».

Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Cosenza e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Cosenza città, Cosenza area Jonio, Cosenza area Tirreno Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica:.......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: ..... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


22 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

COSENZA COSENZA — Non occorreva mica

Cassandra per vaticinare rischi di brogli. È bastato Franco Laratta. Che ha anticipato tutta la bagarre con un’agenzia uscita il primo giorno della kermesse elettorale. I problemi, dunque, sono due. Da un lato l’astensionismo. Perché, anche questa volta molti hanno preferito il mare, complice una bella giornata. Dall’altro, chi al mare ha deciso di rinunciare completamente. Sin troppo per passare inosservato. Parliamo dei rappresentanti di lista, nominati -com’è anche giustosulla base di un rapporto fiduciario di natura politica a prescindere dall’elemento “territoriale”. Tant’è che sono abilitati a votare nel collegio dove fanno i rappresentanti, anche se non vi risiedono. Tanto tuonò Laratta che piovve? Non si sa. Certo è che non ha tuonato da solo. Gli hanno fatto buona compagnia Mario Oliverio e, per andare fuori dalla provincia, Sergio Iritale. Forse non è stato un nubifragio.Ma qualche goccia la si è vista. Sabato pomeriggio, in un seggio del centro storico il primo (o, almeno, uno dei primi) a votare sarebbe stato un rappresentante di lista non residente nel centro storico. Che subito dopo sarebbe andato via. Quanto è bastato per far scattare l’allarme in un solerte presidente di seggio. Sembrerebbe, infatti, che il rappresentante in questione, come la maggior parte dei rappresentanti, non fosse residente nella zona del seggio. Il rischio di un doppio voto, in casi come questi, potrebbe essere ben più che una semplice ombra. Bastano due certificati elettorali. E procurarseli non è impossibile. Basta aver “perso” il proprio, chiedendo per tempo un duplicato. Che uscirebbe al netto dei timbri precedenti. Nessuna Cassandra, quindi. Oliverio e Laratta sono bastati. Tornando all’episodio, il presidente di seggio ha tentato una forma rudimentale di controllo incrociato “preventivo”, te-

Dopo le denunce di Oliverio e Laratta alcuni seggi sono andati letteralmente in tilt. E i rischi di brogli permangono

Quando un voto vale (?) doppio L’ufficio elettorale provinciale ha emanato una circolare. Fino alle 19 affluenza del 50,3% Singolare iniziativa di Franco Corbelli (Diritti civili) per agevolare il voto ai disabili

Una pedana mobile per il voto

Seggi bollenti e non solo per il gran caldo

lefonando al seggio di residenza di quello e di altri rappresentanti. Ma, proiettando il problema su scala quantomeno cittadina, sorge spontaneo l’interrogativo. È possibileapplicare questo meccanismo di “controllo” su una trentina di seggi su cui insistono ben 38 liste? Se si considera che ogni lista può nominare due rappresentanti (un ufficiale e un supplente) per seggio, è facile capire che la faccenda diventa quantomeno complicata. Dunque, nella giornata di sabato, in seguito a queste e ad altre denunce, si è mosso, in fretta e furia, su stimolo del prefetto, l’ufficio elettorale provinciale, che ha emanato una circolare rigorosissima. Anzi, draconiana. Votare in due seggi, ai rap-

presentanti di lista, non è assolutamente concesso. Neanche se esprimono il voto per due elezioni diverse. Un’ipotesi non accademica, isto che in alcuni comuni si sono svolte, contestualmente, le amministrative locali. È chiaro che ricorrere a questi trucchi è un signor reato. Quindi, ad esporsi, sarebbe solo chi è abituato a fare di peggio. Un’ipotesi che abbassa di molto il fattore di rischio. Ma il problema è un altro. I controlli incrociati (che di sicuro vi saranno), possono essere effettuati solo dopo il voto. Nel frattempo, se si fa la paradossale ipotesi di un meccanismo applicato su scala, il danno è stato fatto. E punire non vuol dire rimediare. Saverio Paletta

COSENZA — Dopo tante polemiche, c’era da aspettarsi qualcosa. Ci si riferisce all’ultima trovata di Franco Corbelli, l’irrequieto leader del Movimento diritti civili. Erano due settimane che insisteva sulla necessità di consentire il voto ai disabili al 100%. Due settimane buone che polemizzava con gli uffici elettorali di vari enti locali perché attivassero le procedure e i mezzi (previsti dalla legge) per consentire il voto ai disabili. Di fronte a un nulla di fatto, sul quale, tanto per cambiare, ha lanciato gli ultimi strali quando la campagna elettorale era già giunta in zona Cesarini, ha deciso di intervenire, mettendo mano al proprio portafoglio. Non ha risolto tutti i problemi , per carità. Ma, almeno a Sartano, una frazione di Torano, qualcosa è riuscito a farla: ha fatto realizzare una pedana a proprie spese per consentire ai disabili costretti alla sedia a rotelle di poter recarsi al seggio elettorale, sito nella scuola elementare del luogo. Corbelli non perde occasione per puntare il dito nella nota con cui commenta il gesto: «Mi sono battuto per far rispettare il diritto al voto (di fatto purtroppo ancora oggi negato) a casa alle persone disabili gravi, al 100%, in molti casi anziani, soli e paralizzati. Le mie denunce e i miei appelli sono caduti nel vuoto. Le istituzioni ai vari livelli non sono intervenute. Il Parlamento è

stato sordo e cieco di fronte a queste richieste legittime, a questi diritti sacrosanti. Per questo, accogliendo la richiesta di alcuni cittadini sartanesi, ho deciso di far realizzare a mie spese una pedana, per abbattere questa barriera architettonica e permettere cosi ai disabili costretti alla sedia a rotelle di potersi recare nel seggio elettorale, situato nell'edificio scolastico di Sartano, ed esercitare il loro diritto al voto. Sono diversi i disabili che grazie a questa pedana per la prima volta potranno recarsi al seggio elettorale e votare. In particolare questa pedana (che abbatte l'ostacolo di una scalinata) che resterà a disposizione della scuola, servirà poi in futuro (ed è quello che in tanti auspicavano e mi avevano chiesto a Sartano) per permettere ad una giovane donna, portatrice di handicap e impossibilitato a deambulare, mamma di una bambina che frequenta la Primaria, di potersi recare regolarmente a scuola per partecipare alle riunioni del consiglio d'istituto, agli incontri con i genitori, ai consigli di classe e per andare trovare la sua bambina, quando vuole. Sono contento che almeno nell'edificio scolastico di Sartano quelle barriere architettoniche siamo riusciti ad abbatterle. Spero che tutte le Istituzioni capiscono che i diritti dei disabili vanno difesi e rispettati». d.m.

Anche una dedica alla Martini nei dipinti dell’artista cosentina in mostra fino all’11 Rappresentata l’ultima opera dello storico sul filosofo cosentino

Le tele di Francesca Amendola premiate in memoria di Mia

Con Martirano va a teatro il Telesio progressista

COSENZA — Le sue tele… appena

COSENZA — Difficile pensare che un filosofo possa avere una vita privata. Eppure proprio questo è il campo in cui Coriolano Martirano, storico cosentino autore di tonnellate di volumi su Cosenza e la Calabria, è andato a scavare. Ne è uscito fuori un ritratto che poco somiglia ai mezzibusti che al filosofo sono stati dedicati. Il pensiero, insomma, nasce anche dalle pulsioni più semplici della quotidianità. che, ben più delle opere filosofiche, si prestano alla rappresentazione plastica del palcoscenico. "Telesio l'Innovatore", questo il titolo dell'opera teatrale scritta dallo storico Coriolano Martirano e rappresentata dalla Compagni diretta dal registra Graziano Olivieri nel corso del convegno organizzato dal Rotary di Cosenza per celebrare, come ha sottolineato il Presidente Giancarlo Principato con un intervento denso di riferimenti storici, il V centenario della nascita del filosofo cosentino. La scena dell'opera si apre con una indagine condotta da un Padre Domenicano giunto a Cosenza subito dopo la morte del primo degli uomini nuovi, su iniziativa della Inquisizione per indagare nel contesto di un processo di beatificazione sulla vita del Filosofo. L'indagine mira a conoscere la quotidianità della vita del Pensatore. Vengono scoperti amori e delusioni: la passione giovanile per una fanciulla di Padova, gli ostacoli familiari posti per sal-

uno sguardo e ci si sente immediatamente rapiti, traslati, immersi in un'altra dimensione. I colori, caldi, mediterranei del nostro tempo, sembra quasi ti riportino altrove. Il giallo oro, il rosso, il blu. Sono questi i colori che usa mentre dipinge. Francesca Amendola, pittrice di notevole spessore artistico, calabrese, di Longobardi, vincitrice di premi prestigiosi, tra cui anche quello dedicato a Mia Martini e il Premio Internazionale Giovani Stilisti a Riccione. Tele che emozionano e che ricordano artisti tra cui Henry Matisse, per il gioco di movimenti e di colori e Gustav Klimpt per via dell'oro impresso sulle figure. Un percorso artistico di tutto rispetto, visto che i suoi capolavori hanno destato un certo effetto e anche una personale interpretazione da parte di critici d'arte di altissimo livello, quali Sgarbi, Francesco Politano e John Spike, critico d'arte inglese. Francesca Amendola, presente ormai da tanti anni in varie mostre collettive, espone nella sua personale una serie di quadri che ci offrono un'interessante documentazione della sua "vis creativa", ed una voglia di comunicare le sue emozioni, le sue sensazioni quando ha tra le mani i suoi pennelli. Politano, poeta, Scrittore e critico letterato dice di lei: "i suoi lavori sono un mix di antico, "trasmettono" un originale, intima vibrazione di sentimento,

La mostra di Francesca Amendola

cogliendo il vero senso della vita. Lei con i suoi colori scava, nell'apparenza delle cose per scoprirne i nodi più segreti". La giovane artista longobardese, mette al centro della sua arte, il silenzio,la natura e l'uomo, riuscendo a cogliere cose che non si vedono, e che spingono ad interrogarsi sul vero senso della vita. Henri Matisse, diceva che il colore, forse ancor più del disegno rappresenta una liberazione dell'anima. Da un'osservazione attenta, è questa l'impressione che si ha dell'artista, un susseguirsi di

emozioni segnate dai colori, dalle linee e dalle forme, tra dolore e gioia, in un esplosione di luci. Le sue opere si possono trovare in numerose collezioni private, senza dimenticare che anche la Rai ha dedicato ampi spazi alle sue attività artistiche. Chi vorrà ammirare i suoi capolavori potrà visitare in questi giorni le sale del Coni a Cosenza che resteranno esposte fino all'11 di giugno. Susanna Battipede

Un inedito ritratto del pensatore è andato in scena al Rotary vaguardare il ruolo del giovane laureando, la sua disperazione, il rientro forzato a Cosenza, l'esilio nella Grancia di Seminara. Ed ancora l'ascesa a Sindaco del Sedile Casentino, l'inciucio con la comunità ebraica per consentire a Cosenza di restare Città Libera, il matrimonio per salvare le sorti della Famiglia. E, capolavoro diplomatico, il connubio tra mondo cattolico e mondo laico per convincere la cultura ufficiale ad approvare l'apertura delle porte dell'Accademia alle nuove correnti culturali. Dallo scintillante dialogo la figura di Telesio emerge in tutta la sua umanità. Alla rappresentazione è seguita una dettagliata conferenza di Martirano al quale unitamente al regista Olivieri il Rotary ha conferito il "Telesio d'argento". La manifestazione ha destato l'interesse del qualificato pubblico che ha tributato all'autore del testo e agli attori un lungo e prolungato applauso. Un altro tassello, dunque, si aggiunge alla storia della nostra città. Concepita, una volta tanto (ma Martirano, prolifico anche nella divulgazione, per queste cose non si fa certo pregare), per essere fruita non solo e non tanto da una ristretta cerchia di appassionati o di studiosi. Ma per arrivare a un pubblico più vasto. Con la speranza che non si debba aspettare un altro centenario perché nasca un filone.


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 23

COSENZA RENDE — L'iscrizione all'Università della Calabria era stata un'espressa volontà di mia madre, che non voleva che mi allontanassi molto dai miei luoghi d'origine e soprattutto da lei. L'Università era sorta da poco, ma godeva di un'ottima reputazione; annoverava tra i suoi docenti, tanti nomi illustri che costituivano il riferimento culturale del Paese. La scelta della facoltà di Ingegneria fu forse spontanea, forse indotta dagli echi dei movimenti femministi che raggiungevano, seppure smorzati, anche la provincia. Allora aleggiava l'opinione, che le pari opportunità si mettessero in gioco, anche sulla scelta di studi, professioni e mestieri tradizionalmente maschili. Oggi so bene quanto sia elevato il prezzo di ciò. Cominciai a frequentare l'Università della Calabria in una piovosa giornata di novembre degli anni '70 e le prime settimane di vita universitaria, lontana da casa, furono piuttosto dure. Ero stata educata molto rigidamente e rarissime volte ero stata lontana dalla casa paterna. Le ragazze di buona famiglia, allora, uscivano poco. Frequentavano il liceo, studiavano molto e nel tempo libero, leggevano, ricamavano e ingemmavano la loro formazione con il rigoroso studio del pianoforte e, più di rado, della danza classica. Forse anche quell'anno c'era stata un'alluvione. Erano anni bui per l'Italia e per la Calabria. L'Italia era attanagliata dalla morsa degli Anni di piombo. La Calabria era offesa dal sequestro di persona a scopo d'estorsione: il crimine più aberrante che sia mai stato concepito e perpetrato. Noi studenti, con la spensieratezza tipica dei vent'anni, a quelle tragedie pensavamo poco. Le nostre giornate scorrevano stancanti e veloci, tra lezioni, esami, scioperi dei bus, lunghe file per i bollini-mensa, spensieratezze giovanili e i tradizionalissi-

I metri cubi di cemento all’Unical, la versione moderna del campus che negli anni Settanta era tutt’altra cosa

Chi insegna oggi nei cubi postmoderni del campus ha conosciuto “pane e salame” e una Calabria assai dura

Tra le colline di Arcavataca è cresciuta una generation mi ed evergreen gavettoni. Al secondo anno scelsi l'indirizzo economico-organizzativo e cominciai a studiare l'economia d'azienda. Non fu una scelta semplice; forse un pò incosciente. Sapevo poco del mondo imprenditoriale: era troppo alieno dai contesti di lavoro che io conoscevo e che sussistevano nella Calabria di allora, che aveva, da poco, cominciato a inseguire il sogno

dell'industrializzazione. La mia tesi di laurea, avente come oggetto la valutazione economicofinanziaria dell'energia solare, fu lunga, innovativa, sperimentale, laboriosa, tanto da risultare meritevole di 3 prestigiosi premi di laurea. I tempi, dominati dall'opulenza degli anni '80, però, non erano maturi per l'energie alternative. Forse, e sperabilmente, lo sono oggi.

L'avvio all'insegnamento universitario venne de plano: avevo sempre amato lo studio. Non lo considero un diritto, né un dovere: è un piacere. A tre anni avevo imparato, quasi da sola, a leggere e a declamare la poesia dedicata a “Valentino vestito di nuovo come le brocche del biancospino...”. Anche la mia maestra, al completamento delle scuole elementari, aveva concluso il giudi-

zio molto lusinghiero con “È instancabile nelle ricerche”. E ricordo ancora quanto lo fossi; senza fotocopiatrici e tanto meno Internet. Il precariato non è stato semplice e non è stato neppure breve. Altrettanto posso dire dei passi successivi. Nonostante la mia alfieriana volontà e una tenacia talvolta irragionevole. Così sono trascorsi cinque lustri: tra lezioni, esami, tesi di laurea; convegni e conferenze nazionali e internazionali; con una riforma che con l'istituzione della laurea breve, ricorda la formazione che sussisteva nel 1800, quando Ferdinando I, “per grazia di Dio re delle due Sicilie... per esami a rigore eseguiti e per legali documenti di moralità”, conferiva il “primo livello di approvazione”. Il tutto ingemmato dall'umorismo e dalla sagacia degli studenti e dalla collaborazione operosa di tanti assistenti. A tutto ciò ho aggiunto i soggiorni di studio all'estero, nelle business school e nelle grands écoles, a studiare le nuove frontiere dell'economia d'azienda, ma anche E. Zola che in solo rigo, nella metà dell'800, aveva sancito quei principi del commercio moderno, che sono tuttora validi; nonché Saint-Exupery che aveva affidato al piccolo principe l'illustrazione, quanto mai suggestiva e pregnante, dell'essenza del marketing. Oggi, sono grata all'Università della Calabria, per il privilegio che mi dà di spendere una vita tra i libri, per l'opportunità che mi ha offerto di sviluppare network internazionali; per le tutte occasioni che mi ha fornito, affinché io potessi comunicare ai miei allievi, con le parole e nei fatti, in accordo con Cartesio, che “non basta avere una bella mente; è importante utilizzarla bene”.

Antonella Reitano docente associato di Economia all’Unical


24 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

PROVINCIA DI COSENZA DIAMANTE Il Mat punta il dito su alcuni interventi che stanno interessando la zona attraverso la realizzazione di uno stabilimento balneare

Ambientalisti contro i lavori alla Guardiola «Abbiamo avvertito la soprintendenza dei beni ambientali, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta» DIAMANTE – Il movimento ambientalista del Tirreno punta il dito su alcuni lavori che riguardano la zone della Guardiola blu. “Pensavamo – scrivono in una nota che fosse un tempio dedicato al Dio Nettuno data la sua estrema vicinanza alla scogliera ed al mare ed invece è tutt’altro : è uno stabilimento balneare. Il guaio è che si trova su una delle scogliere più belle della nostra costa tirrenica in una zona chiamata la Guardiola in località Riviera Blu. Avevamo subito avvertito la Soprintendenza dei Beni Ambientali, appena ci siamo accorti dei primi lavori il 13 maggio scorso, senza ottenere alcuna risposta. Avevamo avvertito anche i Vigili urbani che avevano effettuato, in quella stessa data, anche a seguito di ricorsi di privati della zona, un sopralluogo che aveva rilevato delle difformità con il progetto e le leggi vigenti bloccandolo e sequestrandolo. Poi il colpo di scena. E’ la stessa Procura di Paola che lo sblocca dando la possibilità che lo scempio paesistico ed ambientale continui. E’ il paradosso completo. Un paese che si è vista sequestrata, dalla Procura di Paola e dalla Soprintendenza una piazzetta a Cirella per due gradini fuori progetto, che si vede sequestrato da mesi aree demaniali dove si svolgeva da venti anni il mercato, adesso sblocca un ecomostro visibile e materiale che sta nascendo su una scogliera e a pochi metri dal mare !! Chiediamo

IN BREVE

Diamante

«Chiediamo alla sopritendenza di non fidarsi dei progetti e di intervenire direttamente sul posto»

all’Amministrazione Comunale di opporsi al dissequestro impugnando la stessa battaglia che si sta facendo contro il mostro di largo Savonarola e il villaggio ai Ruderi di Cirella ; Chiediamo alla Soprintendenza dei beni ambientali di non fidarsi dei progetti in suo possesso e di fare un sopralluogo sul posto per rendersi conto visivamente dello strappo che sta avvenendo ad uno dei paesaggi più belli del nostro paese”.

S C A L E A - A s c u o l a d i c o r t i v i n c e “A n c o r a n o n abbastanza” “A.N.A. Ancora non abbastanza”, è il titolo del corto che ha vinto l’Oscar per la migliore attrice protagonista alla VII rassegna di cortometraggi “A scuola di corti”, rivolta agli Istituti scolastici di Cosenza e provincia. La ragazza si chiama Naomi Cozzitorti, ha appena frequentato la I D del Liceo scientifico “P. Metastasio” di Scalea e ha ottenuto l’importante statuetta su un lavoro difficile e un tema altrettanto impegnativo, quale è quello dell’anoressia. Il riconoscimento lo condivide, naturalmente, con la docente Sonia Benedetto, che ha coordinato il progetto, e gli studenti Alessandra Silvestri, Costanza Di Marco, Francesco Pandolfi, Giuseppe Garufi e Paolo Savanelli, i quali hanno anche curato le riprese, il montaggio e il resto. La scena è stata girata in una galleria della stazione ferroviaria: Naomi vi è entrata, da sola, esprimendo il deserto e l’angoscia interiori di chi vive il dramma dell’anoressia; poi, è uscita finalmente dal tunnel, tendendo per mano un amico. L’Oscar al corto del Liceo di Scalea è stato consegnato qualche giorno fa a Castrolibero, presso l’Anfiteatro “V. Tieri”, durante la manifestazione conclusiva, patrocinata dal Comune, dalla Consulta degli studenti, l’Usp di Cosenza. Erano presenti, oltre al sindaco Orlandino Greco, anche i docenti coordinatori e gli studenti dell’Itas Nitti, e del Liceo scientifico Scorza di Cosenza, dell’Itis di Fagnano Castello, del Liceo scientifico di Rogliano, del Pizzini, del Liceo scientifico Galilei e dell’IPSSAR di Paola, dell’IIS di Amantea, del Liceo scientifico di Cetraro, del Liceo classico di Rende. I ragazzi nell’ultima fase dell’anno scolastico si sono avvalsi di un corso di formazione sulle tecniche del corto con un regista e uno sceneggiatore a Paola, presso il Pizzini, e presso il Pezzullo di Cosenza. Il progetto era coordinato da Rosa Amendola. A Castrolibero, il giorno della premiazione, il Pizzini di Paola ha vinto il maggior numero di Oscar su un corto dal titolo “TV killer”. Tania Paolino

Antonello Troya

BELVEDERE – Il “laboratorio per la democrazia” in una nota apparsa nei giorni scorsi sul sito de “L’altrasinistra” ha espresso soddisfazione per la buona riuscita dell’incontro –confronto con i candidati a sindaco: Enrico Granata - lista Belvedere Libera, Raffaela Sansoni - lista Insieme, Mauro D’Aprile lista L’Orizzonte, tenutosi mercoledì 3 giugno presso l’anfiteatro comunale di Belvedere M.mo. “Un’occasione speciale – si legge nel documento - per presentare ai cittadini, in una forma diretta i candidati a sindaco della nostra città, rendendo più vero e naturale il rapporto tra Istituzione(sindaco) –cittadini. L’iniziativa in favore della cittadinanza di Belvedere e della “sana politica”, della politica che rifiuta le degenerazioni, della politica che rifiuta i personalismi e della politica che rifiuta tutti le strumentalizzazioni ha visto i candidati alla carica di sindaco confrontarsi sui programmi, far conoscere meglio le loro future

BELVEDERE Il laboratorio per la democrazia esprime soddisfazione per l’incontro con i tre candidati

SERRA D’AIELLO – Dopo lo sgom-

SERRA D’AIELLO Ancora non si conosce appieno il futuro della struttura e dei malati trasferiti

bero dell’Istituto “Papa Giovanni XXIII” di Serra d’Aiello, in molti si chiedono che fine abbiano fatto i tanti ammalati in esso ricoverati. Il giorno in cui il provvedimento emesso dalla Procura di Paola era diventato effettivo, i degenti dell’Istituto erano stati dislocati in altre strutture della Provincia, tra cui quelle di Cassano, San Giovanni in Fiore, Corigliano, San Sosti, San Marco Argentano. L’elenco non conteneva, però, i loro nomi ma solo il numero dei degenti consegnati alle nuove sedi. Per molti dei parenti rintracciarli è stata un’altra odissea. Il tutore di uno di questi, che preferisce rimanere nell’anonimato per ovvie ragioni, ci ha raccontato come già qualche giorno prima del blitz, quasi avendone il sentore, aveva sollecitato l’Azienda Sanitaria Provinciale e l’Istituto di Serra d’Aiello a comunicargli l’eventua-

Il confronto, “un’occasione speciale” Una iniziativa a favore della cittadinanza e della sana politica quella che rifiuta le degenerazioni i personalismi e chi strumentalizza

Belvedere Marittimo

an.tr.

Il silenzio regna sul Papa Giovanni XXIII le trasferimento del parente, cosa da concordare insieme per evitargli ulteriori danni psicologici. Il giorno del blitz il nostro poveretto era finito all’ospedale di San Marco Argentano, mentre il tutore tartassava invano di telefonate le varie autorità coinvolte nel trasferimento. Finalmente, era venuto a conoscenza che si trovava a S. Marco; lo aveva subito raggiunto, trovandolo, tutto sommato, in buone condizioni fisiche. Per fortuna, proprio nel corso di questa visita, era sopraggiunta presso l’ospedale di San Marco la Commissione della Direzione sanitaria dell’ASP, presieduta dal dott. Scalzo, il quale si era immediatamente attivato per un ulteriore

Il Papa Giovanni

scelte politiche ed amministrative, chiarire la loro idea di cosa è opportuno fare nei prossimi cinque anni per migliorare la condizione e la qualità di vita dei cittadini belvederesi . È un obiettivo in cui abbiamo creduto realmente e che ci si augura continuerà nel tempo. Le domande che Il laboratorio per la democrazia ha sottoposto ai candidati alla carica di Sindaco riguardavano : il territorio, la qualità dell’ambiente e le opere pubbliche comunali, i servizi comunali, la trasparenza delle attività amministrative, l’informazione e comunicazione in favore dei cittadini, il rilancio della qualità della vita, lavoro, attività sociali, sportive e culturali. Le domande escludevano volutamente sia il Castello Aragonese che il Centro storico perchè temi “abusati” in campagna elettorale e verso i quali la cittadinanza attende fatti e realizzazioni concrete ormai da anni”.

trasferimento del malato. Era stata individuata, quindi, quale nuova struttura di ricovero la Casa protetta di Bonifati, specializzata nella cura degli ammalati psichiatrici. Questa struttura, esistente da pochi anni, pare sia tenuta in ottime condizioni. Da allora il parente fa spesso visita all’ammalato, che si è già adattato ed esce, accompagnato, anche a fare qualche giro in paese: “Tutto sommato, sta bene, sembra non aver risentito molto del cambiamento, sicuramente grazie alla disponibilità e alla celerità del Direttore Sanitario, dott. Scalzo, e alla cura e attenzione che gli vengono adesso rivolte a Bonifati”, ha affermato il tutore. Il personale di questa

struttura tipo casa – famiglia, realizzata dal Comune di Bonifati, andrebbe però incrementato; i suoi operatori socio – sanitari effettuano turni di tre, quattro ore, il resto del tempo i degenti rimangono con gli ausiliari. “Il provvedimento di sgombero è stata un’altra triste pagine nella storia del Papa Giovanni – commenta il parente – tuttavia, per come mi è stato spiegato, si è reso necessario, in quanto da almeno due giorni i fornitori avevano interrotto i rifornimenti di medicinali e viveri e i degenti rischiavano di rimanere senza cure e affamati. Adesso che gli ammalati hanno trovato una nuova sistemazione, il mio pensiero va ai tanti lavoratori, che stanno pagando le scelte infami di chi ha gestito per anni l’Istituto: essi hanno lo stesso diritto di essere difesi come gli ammalati e i loro tutori”. Tania Paolino


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 25

PROVINCIA DI COSENZA PRAIA A MARE - Fabiola Fioretti è

la nuova Responsabile del Patronato INCA. Subentra a Leo Cazzolato fuoriuscito da giorni dal Patronato della CGIL. Così è stato definito nel corso della riunione con il gruppo dirigente del territorio che la Segreteria CGIL, presente il Segretario Generale Orlando Bonadies, ha tenuto nei giorni scorsi a Scalea unitamente al Direttore Comprensoriale del Patronato Francesco Lo Frano e al Coordinatore del Tirreno Franco Mazza. Per la CGIL e per l’INCA, Fabiola Fioretti costituisce la scelta più valida per competenza ed esperienza professionale a cui affidare un incarico di grande responsabilità quale la direzione del Patronato Zonale della CGIL da cui passa l’azione di assistenza e tutela di migliaia di lavoratori e pensionati. Per la CGIL, che intende rafforzare la

PRAIA A MARE Subentra a Leo Cazzolato. «Una valida scelta per competenza ed esperienza»

Patronato Inca, alla guida Fabiola Fioretti propria presenza nel territorio ridislocando in esso le migliori competenze per rappresentare al meglio i bisogni di lavoratori, precari, giovani, disoccupati e pensionati, la funzione di tutela che svolge quotidianamente il Patronato, unita a quella degli altri servizi (CAAF, Ufficio vertenze, ALPA) rappresenta l’asse lungo cui intende rilanciare un’ampia ed efficace azione di difesa e di tutela dei diritti nel campo del lavoro pubblico e privato, a cui ha deciso far corrispondere un adeguato ruolo di direzione. Peraltro, l’acuirsi della crisi che investe il Paese aggravata delle inadeguatezze ed insufficienze del Praia a Mare

Governo a rilanciare l’economia e a sostenere i redditi delle famiglie, rende ancor più necessaria la presenza di una CGIL pienamente attestata ed attrezzata a rappresentare a 360° gli interessi di lavoratori e pensionati vittime privilegiate della crisi ed anche, di un “mercato del bisogno” a cui attingono clientele politiche, faccendieri e pseudo patronati con pochi scrupoli e con molti interessi di lucro. Alla nuova Responsabile del Patronato INCA e ai suoi colleghi dei Servizi presenti nelle Camere del Lavoro del Tirreno in questi mesi impegnati in un’intensa attività di assistenza previdenziale, fiscale e contrattuale, va dunque l’augurio di un proficuo ed intenso lavoro in nome dei diritti e della loro piena esigibilità. Martino Ciano

PAOLA In attesa che si sblocchi la situazione relativa al porto turistico l’amministrazione comunale sta portando a termine quanto programmato

Lavori pubblici in piena fase attuativa L’assessore Cataldo: «Ampliamento rete fognaria, ristrutturazione mercato coperto e recupero immobili» PAOLA - In attesa che si sblocchi la situazione relativa al Porto turistico cittadino l’amministrazione comunale sta portando a compimento quanto avviato nel settore dei lavori pubblici. Tante sono le opere in cantiere. Dal Santuario al centro storico per finire sul lungomare. Come ci riferisce l’assessore ai LlPp, Roberto Cataldo, sono in fase di completamento la ristrutturazione del mercato coperto di via Nazionale, la realizzazione di un centro per l’accoglienza per i turisti, la riqualificazione di piazza sette canali, la valorizzazione del torrente Fiumarella con percorsi pedonali e aree attrezzate, nonché il recupero di un immobile a Piano Torre per destinarlo a Casa degli anziani e quelli tra via Cilea e corso Roma concernenti parcheggio e congiungimento tra le due arterie. Sono in corso anche i lavori di ampliamento della rete fognaria in diverse contrade cittadine, quelli di potenziamento dell’illuminazione pubblica, la realizzazione di una nuova arteria di congiungimento tra Sant’Agata e la Piazzetta. Altri lavori sono già stati finanziati e sono pronti a partire tra cui il Pit, il potenziamento dell’impianto di depurazione, il sottopasso per il santuario, il museo di San Francesco, la manutenzione straordinaria delle strade interne cittadine, i VERBICARO – Sistema turistico lo-

cale dell’Alto tirreno cosentino: il presidente della Comunità montana di Verbicaro, Gennaro Marsiglia, lancia un accorato appello affinchè la regione confermi la proroga del bando. Un modello di governance istituzionale reale che parte da lontano e trova condivisione negli Enti che hanno aderito al progetto strategico “Golfo Amico”, nella prospettiva di ottenere il riconoscimento di “polo turistico emergente” nell’area naturalistica interregionale comprendente per un verso la splendida costiera per l’altro i Parchi nazionali del Pollino, Cilento e Val D’Agri che di fatto rappresentano il più esteso sistema ambientale protetto d’Europa. Soddisfatto Gennaro Marsiglia, presidente della comunità montana alto tirreno ed appennino Paolano, capofila di ben 18 comuni che stanno aderendo. Il bando regionale emanato il 16 aprile

IN BREVE

Paola

lavori di riqualificazione recupero e valorizzazione dei centro storici, la sistemazione area Santuario per bancarelle. In totale opere per 30 milioni di eu-

ro a cui si aggiungono quelle realizzate da altri enti di 25 milioni di euro.

PRAIA A MARE - La porta della Calabria diventa una tesi di Laurea A soli tre anni dalla sua partenza, il progetto d’informazione e di accoglienza turistica che vede coinvolte le Pro Loco del Basso Golfo di Policastro, diventa argomento per una tesi triennale all’UNICAL di Cosenza. La neo laureata è Marcella Francese di Praia a Mare che dopo aver partecipato al primo progetto informativo nel 2006 come volontaria, è entrata successivamente nel 2008 nel servizio Civile UNPLI di stanza all’associazione Pro Loco Praia a Mare e ha realizzato una tesi il cui argomento di discussione è stato il Progetto “La Porta della Calabria”. Il progetto realizzato in collaborazione con le Pro Loco di Aieta San Nicola Arcella e Tortora con capofila Praia a Mare è stato il primo passo verso una reale collaborazione intercomunale fra enti, collaborazione tangibile nei numeri di questo progetto che si rinnova nel 2009 per il quarto anno consecutivo. Informare ed accogliere il turista con una uniformità d’informazione per non confonderlo, accogliere sotto un unico simbolo ed un'unica metodologia ha significato muovere gli interessi del turista dalla spiaggia a luoghi interni e percorsi panoramici di particolare attrazione, ma anche dirigerli verso luoghi d’arte o di culto spesso snobbati da chi preferisce una spiaggia assolata. La collaborazione tra le quattro Pro Loco del basso golfo ha prodotto con il tempo numeri e dati raccolti negli anni attraverso sondaggi e commenti dei turisti dei quattro comuni, dati trasformati dalla segreteria dell’associazione Pro Loco San Nicola e riportati nella tesi della dott.ssa Francese. Ovviamente la soddisfazione dei quattro Presidenti che hanno collaborato con la neo laureata è stata tanta anche perché alla discussione della stessa era presente il Prof. Romita docente UNICAL sempre molto vicino al mondo delle Pro Loco. Una copia del manoscritto sarà depositato presso la neonata biblioteca nazionale dell’UNPLI a Roma. mar.cia.

Silvia Navarra

VERBICARO L’appello per i finanziamenti era stato lanciato dal presidente dell’ente montano, Marsiglia

Il sistema turistico attende il bando dall’assessorato al turismo della regione calabria, apre aspettative e prospettive di sviluppo in un comparto “vitale” per l’economia dei 18 comuni aderenti parte ricadenti nella riviera dei cedri parte nel parco del Pollino. Due anni di attività, al servizio di un progetto di sviluppo del turismo balneare, collinare e montano di qualità, di chi fa turismo, dei turisti fidelizzati nella costiera una prospettiva concreta, attualizzabile nella rete dei “centri storici” condensata in nove itinerari tematici, già finanziati dalla regione Calabria, inclusa Scalea con il suo “palazzo del turismo”. I numeri ci sono tutti in requisiti di qualità territoriale, attrattività, capacità ricettiva. Più

Gennaro Marsiglia

del 10% dei flussi turistici dell’intera regione Calabria, concentrati nella breve costiera che “esplode”, straordinariamente, nell’area del Parco del Pollino. Il sistema turi-

stico locale dell’alto tirreno cosentino interessa un ambito territoriale composto dai Comuni dell’alto tirreno situati in posizione strategica, tra il mare ed il Parco del Pollino, accomunati da affinità di carattere storico, antropologico e geografico. Questi comuni, nell’ultimo biennio, hanno trovato un importantissimo elemento di coesione e omogeneità, in virtù dei progetti di sviluppo che hanno condiviso. “Siamo certamente in territori d’eccellenza, afferma Marsiglia, che possiedono, al contempo, la specificità di una fantastica costiera, vocata al turismo - con una frequentazione estiva che da sola supera il 10% dei flussi turistici regionali - e la specificità comune al-

le grandi aree protette, dove l’integrità e la bellezza dei contesti favoriscono l’escursionismo, lo sport naturalistico, l’immersione nella natura, la didattica ambientale. Un contesto caratterizzato dalla presenza di elementi di attrattività turistica, balneare, naturale e culturale, di beni architettonici ed archeologici – conclude Marsiglia già in parte recuperati alla pubblica fruizione, di prodotti tipici dell’agricoltura con produzioni d’eccellenza esclusive quali il cedro, produzioni artigianali prestigiose quali la terracotta, il rame, il legno, il ferro battuto, il vetro artistico, le lavorazioni in vimini”. L’appello rivolto alla regione Calabria dal presidente, Gennaro Marsiglia, è che serve una proroga per far si che il lavoro fin qui svolto non vada disperso o svalutato con la presentazione a stretto giro del bando. Emilia Manco


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 27

PROVINCIA DI COSENZA CORIGLIANO Promosso dall’amministrazione comunale sarà gestito dalla cooperativa sociale “Sinergie”

Borse di studio per portatori di handicap CORIGLIANO - Oggi si darà av-

vio alla seconda edizione del progetto “borse lavoro per portatori di handicap” , promosso dal Comune di Corigliano Calabro e gestito dalla Cooperativa Sociale Sinergie, a seguito di aggiudicazione di bando di gara. Una iniziativa particolarmente importante che riguarda lo stato sociale del territorio. Il progetto, che vede come destinatari n. 10 soggetti diversamente abili, mira all’inserimento lavorativo degli stessi nel contesto sociale, tappa essenziale per garantire inte-

grazione sociale, qualità di vita nonché autonomia e partecipazione attiva del soggetto nelle scelte che lo riguardano. Gli stessi, selezionati in base ad un bando comunale, sono stati esaminati da una Commissione tecnica riunitasi all’ASP di competenza, che ne ha identificato i criteri di partecipazione nonché l’abbinamento con le ditte che avevano precedentemente manifestato disponibilità a questa iniziativa. Il progetto sarà suddiviso in due periodi di durata pari a tre mesi, e ciascun periodo ve-

drà impegnati cinque borsisti. A tal proposito il Commissario Prefettizio del Comune di Corigliano Calabro, dott.ssa Paola Galeone, esprime particolare soddisfazione ed interesse all’iniziativa, già egregiamente realizzata dalla Cooperativa Sociale Sinergie durante la I annualità, quale momento di concertazione e di lavoro in rete tra realtà ed Istituzioni con professionalità, impegni e competenze differenti ma con l’obiettivo comune di operare secondo principi di empowerment e di cooperazione.

IN BREVE MORMANNO - Bocconotto da guinnes dei primati Si e' conclusa ieri sera a Mormanno la prima Festa del Bocconotto, che ha visto arrivare nel borgo del Pollino esperti gastronomici, e anche tanti appassionati e golosi di dolci, per gustare il tradizionale dolce tipico. Si tratta di un dolce di pastafrolla, dalla forma affusolata, riempito di mostarda o marmellata, del peso standard di circa 65 grammi e del diametro di circa 4 centimetri. Questo recita la ricetta titpica, tramandata oralmente dal 1700. L'amministrazione comunale e la Pro Loco di Mormanno hanno voluto anche spingere i partecipanti a tentare un record: realizzare il bocconotto piu' grande della storia. Non e' stato ufficialmente omologato come guinness, essendo il tentativo considerato un po' come una prova generale, ma lo stesso si e' realizzato un dolce davvero enorme, che ha sfiorato i due quintali di peso. Ben nove persone vi hanno lavorato per 8 ore, impiegando 60 kg di farina, 56 kg di marmellata di ciliegie e poi una quantita' indefinita di strutto, uova e limone. Alla fine, con una grande festa, il bocconotto e' stato tagliato e mangiato. Non ne e' rimasta neanche una briciola. Appuntamento all'anno prossimo, quando davvero si tentera' di entrare nel Guinness dei Primati.

POLLINO L’area compresa tra Sibaritide e Pollino è candidata dalla Regione per accedere al Poin - Programma operativo interregionale

Il “polo degli alberi bianchi”, scommessa vincente Si tratta di territori di assoluta integrità e bellezza, che gravitano attorno a parchi e aree protette POLLINO – Tre “Poli” naturali

calabresi potranno accedere al Programma operativo interregionale: si tratta del Polo degli Alberi Bianchi, che va da Sibari al Golfo di Policastro, nel parco del Pollino, del Polo dei Giganti e delle Fate, da Isola Capo Rizzuto alla Sila Piccola, sulle orme della Magna Grecia, del Polo delle Montagne Blu, spostandosi da Locri a Reggio Calabria, attraverso i percorsi d'Aspromonte. Tre grandi aree, dalla spiccata capacità di attrazione naturale e culturale e dalle caratteristiche storico-ambientali, candidate dalla Regione Calabria per accedere al Poin (Programma operativo interregionale). Già i nomi scelti per queste località evocano suggestioni infinite. Si tratta, infatti, di territori di assoluta integrità e bellezza, che gravitano intorno a parchi e aree protette, che si sceglie di valorizzare insieme alle proprie porte d'accesso naturali. L'archeologia, la storia, le tradizioni e le identità culturali presenti si offrono perfettamente a un tipo di turismo storico-naturalistico che va sempre più affermandosi nel panorama nazionale e internazionale. “Le candidature - spiegano Mario Maiolo, assessore alla Programmazione Comunitaria e Damiano Guagliardi, assessore al Turismo - nascono dagli indirizzi

CORIGLIANO – Grande successo per “Un Anno Insieme”, la manifestazione di fine anno scolastico della Scuola Secondaria di I Grado “ToscanoErodoto” – tra arte, musica e cultura. Dopo il saluto iniziale del dirigente scolastico, prof. Antonio Pistoia, sono stati consegnati attestati e premi agli alunni che si sono distinti nel corso dell’anno, ottenendo riconoscimenti in vari concorsi, manifestazioni e gare sportive, primi fra tutti gli studenti che sono risultati tra i primissimi posti nei campionati di atletica, a livello regionale e nazionale. Nell’accogliente sala del Centro Studi il Seme, dove si è svolta la serata, sono stati anche esposti i lavori più riusciti degli alunni che hanno frequentato durante l'anno scolastico il “Laboratorio Artistico”. L’esibizione della Piccola Orchestra Orpheus, è stato forse il momento più atteso e coinvolgente della manifestazione. Formata da bambini e ragazzi dai 9 ai 14 anni di età, in preva-

Il Parco del Pollino

Cirella, muore sessantacinquenne mentre lavora nel proprio terreno DIAMANTE – E’ stato trovato privo di vita nel terreno che stava lavorando di sua proprietà. E’ successo ieri mattina ad un uomo 65enne del posto che per cause naturali è venuto a mancare proprio mentre era intento a lavorare nel suo terreno ubicato a Cirella di Diamante. L’allarme è stato dato dai vicini che si sono subito accorti della situazione. Sul posto sono subito intervenuti i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che accertare la morte naturale dell’uomo e i carabinieri della stazione di Diamante unitamente a quelli della Compagnia di Scalea, agli ordini del capitano Luca Giandominici, per i rilievi del caso. E. M.

del Programma Operativo Regionale 2007-2013 e tendono a valorizzare non quelle che sono le emergenze e le criticità, ma quelle che sono le eccellenze calabresi riconosciute dalla rete interregionale e che hanno presentato proposte progettuali credibili e sostenibili”. Il programma europeo Pon destinato alla Calabria e alle altre tre Regioni dell'obiettivo Convergenza (Campania, Puglia e Sicilia) prevede un finanziamento complessivo di oltre un miliardo di euro che verrà ripartito tra le varie Regioni . È di circa 900 milioni di euro invece l'importo del Programma Attuativo Interregionale Nazionale (Pain) da destinare a tutte le regioni meridionali candidate, tra cui la Calabria. Il parco con le sue porte d'accesso naturali, i centri storici, le tradizioni culturali ed enogastronomiche, se immaginato come unico sistema di offerta naturalistica, culturale e scientifica, presenta straordinarie potenzialità turistiche. In particolare si rivolge a quel segmento crescente, valutato in Europa tra il venti e il venticinque percento del flusso complessivo, definito come eco-turismo.

CORIGLIANOGrande successo per la manifestazione di fine anno della scuola secondaria di I grado

“Un anno insieme” con l’Orpheus lenza della Scuola Media Erodoto di Corigliano Scalo, l'orchestra è il risultato del progetto String School, una scuola di musica gratuita nata nel 2003 dalla collaborazione tra la Scuola Secondaria di I Grado Toscano-Erodoto e l'Associazione Musicale Cluster di Corigliano, con l’obiettivo di creare un’orchestra d’archi stabile. L'iniziativa viene portata avanti con pazienza e dedizione dai maestri Eugenio Conforti e Anna Paola De Luca, convinti che la presenza della musica nella scuola, in forme e modi adeguati alle varie fasce di età, rappresenti un importante passo per la realizzazione di un luogo dove possano felicemente incontrarsi razze, culture, religioni, suoni e saperi. È importante dare più spazio alla mu-

Il gruppo Orpheus

IN BREVE R O G G IAN O G RAVI NA Crollo sp 114, poche le indiscrezioni emerse Poche le indiscrezioni emerse dopo l’acquisizione degli atti da parte dei carabinieri di Roggiano Gravina, in merito al crollo della strada provinciale 114. Una circostanza è stata accertata, e cioè che entrambi i tratti di strada erano stati precedentemente oggetto di lavori di manutenzione. I Carabinieri del locale Comando Stazione avevano subito avviato indagini d'iniziativa sull'accaduto, per verificare se i lavori, realizzati da una ditta di Cosenza, fossero stati eseguiti a regola d'arte e se gli organi deputati alle verifiche ed ai controlli avessero adempiuto fedelmente alle loro mansioni, nella considerazione che la somma stanziata ammontava a circa 100 mila euro. I militari, grazie ad una delega d'indagine ottenuta dal Sostituto Procuratore della Repubblica Del Bene, titolare delle indagini, hanno acquisito tutta la documentazione inerente all'intervento manutentivo; i progetti, le relazioni tecniche, i verbali di collaudo. Gli accertamenti, secondo quanto si apprende, non sono terminati, le indagini proseguono per acclarare le modalità di effettuazione dei lavori.

sica nella scuola, perché tutti imparino a godere la più nobile e naturale espressione di ogni essere umano. La musica è impegno, fatica, disciplina; ma è anche gioia e emozione. Sviluppa il cervello, fa amare gli altri, educa e forma come nient'altro. L’Orchestra Orpheus ha sfoderato un ricco repertorio musicale, frutto di un intero anno di studio e di prove: ricordiamo, fra l’altro, il celebre Inno alla Gioia, inno ufficiale dell’Unione Europea, tratto dall’ultimo tempo della Nona Sinfonia di Beethoven, La Primavera, dai quattro concerti dedicati alle stagioni del grande maestro italiano del primo Settecento, Antonio Vivaldi, e Momento Musicale, una fresca composizione di Eugenio Conforti per pianoforte e archi, caratterizzata da scale veloci e leggere con gli archi che creano un tappeto sonoro di grande effetto "coreografico", presentata per la prima volta in pubblico ed interpretata al pianoforte dal piccolo Alessio Algieri.


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 27

PROVINCIA DI COSENZA CORIGLIANO Promosso dall’amministrazione comunale sarà gestito dalla cooperativa sociale “Sinergie”

Borse di studio per portatori di handicap CORIGLIANO - Oggi si darà avvio alla seconda edizione del progetto “borse lavoro per portatori di handicap” , promosso dal Comune di Corigliano Calabro e gestito dalla Cooperativa Sociale Sinergie, a seguito di aggiudicazione di bando di gara. Una iniziativa particolarmente importante che riguarda lo stato sociale del territorio. Il progetto, che vede come destinatari n. 10 soggetti diversamente abili, mira all’inserimento lavorativo degli stessi nel contesto sociale, tappa essenziale per garantire inte-

grazione sociale, qualità di vita nonché autonomia e partecipazione attiva del soggetto nelle scelte che lo riguardano. Gli stessi, selezionati in base ad un bando comunale, sono stati esaminati da una Commissione tecnica riunitasi all’ASP di competenza, che ne ha identificato i criteri di partecipazione nonché l’abbinamento con le ditte che avevano precedentemente manifestato disponibilità a questa iniziativa. Il progetto sarà suddiviso in due periodi di durata pari a tre mesi, e ciascun periodo ve-

drà impegnati cinque borsisti. A tal proposito il Commissario Prefettizio del Comune di Corigliano Calabro, dott.ssa Paola Galeone, esprime particolare soddisfazione ed interesse all’iniziativa, già egregiamente realizzata dalla Cooperativa Sociale Sinergie durante la I annualità, quale momento di concertazione e di lavoro in rete tra realtà ed Istituzioni con professionalità, impegni e competenze differenti ma con l’obiettivo comune di operare secondo principi di empowerment e di cooperazione.

IN BREVE MORMANNO - Bocconotto da guinnes dei primati Si e' conclusa ieri sera a Mormanno la prima Festa del Bocconotto, che ha visto arrivare nel borgo del Pollino esperti gastronomici, e anche tanti appassionati e golosi di dolci, per gustare il tradizionale dolce tipico. Si tratta di un dolce di pastafrolla, dalla forma affusolata, riempito di mostarda o marmellata, del peso standard di circa 65 grammi e del diametro di circa 4 centimetri. Questo recita la ricetta titpica, tramandata oralmente dal 1700. L'amministrazione comunale e la Pro Loco di Mormanno hanno voluto anche spingere i partecipanti a tentare un record: realizzare il bocconotto piu' grande della storia. Non e' stato ufficialmente omologato come guinness, essendo il tentativo considerato un po' come una prova generale, ma lo stesso si e' realizzato un dolce davvero enorme, che ha sfiorato i due quintali di peso. Ben nove persone vi hanno lavorato per 8 ore, impiegando 60 kg di farina, 56 kg di marmellata di ciliegie e poi una quantita' indefinita di strutto, uova e limone. Alla fine, con una grande festa, il bocconotto e' stato tagliato e mangiato. Non ne e' rimasta neanche una briciola. Appuntamento all'anno prossimo, quando davvero si tentera' di entrare nel Guinness dei Primati.

POLLINO L’area compresa tra Sibaritide e Pollino è candidata dalla Regione per accedere al Poin - Programma operativo interregionale

Il “polo degli alberi bianchi”, scommessa vincente Si tratta di territori di assoluta integrità e bellezza, che gravitano attorno a parchi e aree protette POLLINO – Tre “Poli” naturali

calabresi potranno accedere al Programma operativo interregionale: si tratta del Polo degli Alberi Bianchi, che va da Sibari al Golfo di Policastro, nel parco del Pollino, del Polo dei Giganti e delle Fate, da Isola Capo Rizzuto alla Sila Piccola, sulle orme della Magna Grecia, del Polo delle Montagne Blu, spostandosi da Locri a Reggio Calabria, attraverso i percorsi d'Aspromonte. Tre grandi aree, dalla spiccata capacità di attrazione naturale e culturale e dalle caratteristiche storico-ambientali, candidate dalla Regione Calabria per accedere al Poin (Programma operativo interregionale). Già i nomi scelti per queste località evocano suggestioni infinite. Si tratta, infatti, di territori di assoluta integrità e bellezza, che gravitano intorno a parchi e aree protette, che si sceglie di valorizzare insieme alle proprie porte d'accesso naturali. L'archeologia, la storia, le tradizioni e le identità culturali presenti si offrono perfettamente a un tipo di turismo storico-naturalistico che va sempre più affermandosi nel panorama nazionale e internazionale. “Le candidature - spiegano Mario Maiolo, assessore alla Programmazione Comunitaria e Damiano Guagliardi, assessore al Turismo - nascono dagli indirizzi

CORIGLIANO – Grande successo per “Un Anno Insieme”, la manifestazione di fine anno scolastico della Scuola Secondaria di I Grado “ToscanoErodoto” – tra arte, musica e cultura. Dopo il saluto iniziale del dirigente scolastico, prof. Antonio Pistoia, sono stati consegnati attestati e premi agli alunni che si sono distinti nel corso dell’anno, ottenendo riconoscimenti in vari concorsi, manifestazioni e gare sportive, primi fra tutti gli studenti che sono risultati tra i primissimi posti nei campionati di atletica, a livello regionale e nazionale. Nell’accogliente sala del Centro Studi il Seme, dove si è svolta la serata, sono stati anche esposti i lavori più riusciti degli alunni che hanno frequentato durante l'anno scolastico il “Laboratorio Artistico”. L’esibizione della Piccola Orchestra Orpheus, è stato forse il momento più atteso e coinvolgente della manifestazione. Formata da bambini e ragazzi dai 9 ai 14 anni di età, in preva-

Il Parco del Pollino

Cirella, muore sessantacinquenne mentre lavora nel proprio terreno DIAMANTE – E’ stato trovato privo di vita nel terreno che stava lavo-

rando di sua proprietà. E’ successo ieri mattina ad un uomo 65enne del posto che per cause naturali è venuto a mancare proprio mentre era intento a lavorare nel suo terreno ubicato a Cirella di Diamante. L’allarme è stato dato dai vicini che si sono subito accorti della situazione. Sul posto sono subito intervenuti i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che accertare la morte naturale dell’uomo e i carabinieri della stazione di Diamante unitamente a quelli della Compagnia di Scalea, agli ordini del capitano Luca Giandominici, per i rilievi del caso. E. M.

del Programma Operativo Regionale 2007-2013 e tendono a valorizzare non quelle che sono le emergenze e le criticità, ma quelle che sono le eccellenze calabresi riconosciute dalla rete interregionale e che hanno presentato proposte progettuali credibili e sostenibili”. Il programma europeo Pon destinato alla Calabria e alle altre tre Regioni dell'obiettivo Convergenza (Campania, Puglia e Sicilia) prevede un finanziamento complessivo di oltre un miliardo di euro che verrà ripartito tra le varie Regioni . È di circa 900 milioni di euro invece l'importo del Programma Attuativo Interregionale Nazionale (Pain) da destinare a tutte le regioni meridionali candidate, tra cui la Calabria. Il parco con le sue porte d'accesso naturali, i centri storici, le tradizioni culturali ed enogastronomiche, se immaginato come unico sistema di offerta naturalistica, culturale e scientifica, presenta straordinarie potenzialità turistiche. In particolare si rivolge a quel segmento crescente, valutato in Europa tra il venti e il venticinque percento del flusso complessivo, definito come eco-turismo.

CORIGLIANO Grande successo per la manifestazine di fine anno della scuola secondaria di I grado

“Un anno insieme” con l’Orpheus lenza della Scuola Media Erodoto di Corigliano Scalo, l'orchestra è il risultato del progetto String School, una scuola di musica gratuita nata nel 2003 dalla collaborazione tra la Scuola Secondaria di I Grado Toscano-Erodoto e l'Associazione Musicale Cluster di Corigliano, con l’obiettivo di creare un’orchestra d’archi stabile. L'iniziativa viene portata avanti con pazienza e dedizione dai maestri Eugenio Conforti e Anna Paola De Luca, convinti che la presenza della musica nella scuola, in forme e modi adeguati alle varie fasce di età, rappresenti un importante passo per la realizzazione di un luogo dove possano felicemente incontrarsi razze, culture, religioni, suoni e saperi. È importante dare più spazio alla mu-

Il gruppo Orpheus

IN BREVE R O G G IAN O G RAVI NA Crollo sp 114, poche le indiscrezioni emerse Poche le indiscrezioni emerse dopo l’acquisizione degli atti da parte dei carabinieri di Roggiano Gravina, in merito al crollo della strada provinciale 114. Una circostanza è stata accertata, e cioè che entrambi i tratti di strada erano stati precedentemente oggetto di lavori di manutenzione. I Carabinieri del locale Comando Stazione avevano subito avviato indagini d'iniziativa sull'accaduto, per verificare se i lavori, realizzati da una ditta di Cosenza, fossero stati eseguiti a regola d'arte e se gli organi deputati alle verifiche ed ai controlli avessero adempiuto fedelmente alle loro mansioni, nella considerazione che la somma stanziata ammontava a circa 100 mila euro. I militari, grazie ad una delega d'indagine ottenuta dal Sostituto Procuratore della Repubblica Del Bene, titolare delle indagini, hanno acquisito tutta la documentazione inerente all'intervento manutentivo; i progetti, le relazioni tecniche, i verbali di collaudo. Gli accertamenti, secondo quanto si apprende, non sono terminati, le indagini proseguono per acclarare le modalità di effettuazione dei lavori.

sica nella scuola, perché tutti imparino a godere la più nobile e naturale espressione di ogni essere umano. La musica è impegno, fatica, disciplina; ma è anche gioia e emozione. Sviluppa il cervello, fa amare gli altri, educa e forma come nient'altro. L’Orchestra Orpheus ha sfoderato un ricco repertorio musicale, frutto di un intero anno di studio e di prove: ricordiamo, fra l’altro, il celebre Inno alla Gioia, inno ufficiale dell’Unione Europea, tratto dall’ultimo tempo della Nona Sinfonia di Beethoven, La Primavera, dai quattro concerti dedicati alle stagioni del grande maestro italiano del primo Settecento, Antonio Vivaldi, e Momento Musicale, una fresca composizione di Eugenio Conforti per pianoforte e archi, caratterizzata da scale veloci e leggere con gli archi che creano un tappeto sonoro di grande effetto "coreografico", presentata per la prima volta in pubblico ed interpretata al pianoforte dal piccolo Alessio Algieri.


30 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

CROTONE CITTÀ La nota della segreteria di Ubaldo Schifino: il 6 giugno è stato distribuito un volantino con l’invito a non votare per il candidato del Pd

«Campagna elettorale diffamatoria» «Occorre che siffatti episodi di malcostume politico siano immediatamente isolati» CROTONE — «La campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio provinciale di Crotone del 2009 è stata non solo luogo di scontro personale con gratuite ed infondate e strumentali accuse, dove peraltro si sono consumate - in violazione alle norme che impongono la sospensione di ogni attività elettorale dopo la mezzanotte del venerdì che precede l’apertura dei seggi - volgari ed denigratorie iniziative di propaganda elettorale, con evidenti intenti diffamatori» si legge in una nota della segreteria politica di Ubaldo Schifino. «Il volantino “fai da te” distribuito il 6 giugno 2009, notte tempo, con l’invito a non votare per il candidato Presidente alla provincia di Crotone per il Partito Demo-

cratico, l’On. Ubaldo Schifino, a firma di sedicenti “cittadini onesti” continua la nota - riecheggia i toni, le accuse, la virulenza, la propaganda, l’insulto e la calunnia, il dileggio e la diffamazione che sono stati finora utilizzati ed hanno costituito la griglia “programmatica” di ben individuati settori del neoqualunquismo politico locale. Nel mentre si respingono al mittente tutte le accuse contenute nel foglio clandestino, sottolineando che l’On. Ubaldo Schifino, nell’esercizio delle attività pubbliche e nello svolgimento degli alti ruoli istituzionali cui più volte è stato chiamato a ricoprire si è sempre distinto per essere stato un servitore del pubblico interesse ed un amministratore rigoroso e capace.

a mezzo stampa, ancora reiterando la violazione sancita per legge del silenzio preelettorale - proseguivano manifestazioni di inaudita intolleranza e di violenza verbale nei confronti di candidati e di sostenitori della coalizione di centrosinistra che sostiene quale candidato a Presidente per il Partito Democratico, l’On. Schifino. La gravità dei fatti suesposti, che non hanno precedenti nella storia democratica e civile della città di Crotone e del suo territorio, che è stato sempre punto di riferimento della qualità del confronto politico in Calabria e nel Mezzogiorno, pur serrato, segnala il clima di imbarbarimento che taluni settori vogliono imprimere al confronto politico-elettorale e si incari-

cano così di indicarne chiaramente le responsabilità. Tuttavia - ben consapevoli di dovere operare perché il clima politico civile e tollerante venga ripristinato nella città di Crotone e nel suo territorio e al quale non rinunceremo e che anzi difenderemo in tutte le sedi legittimate e nell’opinione pubblica - occorre che siffatti episodi di malcostume politico siano immediatamente isolati e dei responsabili se ne occupi, altrettanto con immediatezza, l’Autorità Giudiziaria preposta. A tal fine l’On. Ubaldo Schifino - conclude la nota - ha già dato mandato ai propri legali perché avviino le iniziative più appropriate al fine di tutelare i diritti della persona e la sua immagine pubblica».

CROTONE — Si svolgerà il prossimo ve-

Al convegno si discuterà della tutela del consumatore e delle garanzie dell’imprenditore

gli avvocati ed all’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della Provincia di Crotone. «Ancora una volta la Camera di commercio di Crotone è attenta alla tematica della regolazione del mercato ed in particolare della tutela del consumatore - sono le parole del Presidente della Camera di commercio di Crotone Fortunato Roberto Salerno -. Il Convegno si propone di approfondire la tematica delle garanzie legali nella vendita di beni di consumo in relazione alla disciplina introdotta recentemente dal codice del consumo sulle pratiche commerciali scorrette, anche in campo bancario. Riteniamo sia fondamentale aggiornarsi su argomenti di grande attualità come quello in questione».

nerdì 12 giugno alle ore 15.30, presso la sala convegni de “Il convivio di Hera” via per Capocolonna - Crotone, il convegno sul tema “Vendita di beni di consumo e pratiche commerciali sleali. La tutela del consumatore e le garanzie dell’imprenditore” organizzato dalla Camera di Commercio e dall’Adiconsum di Crotone. L’incontro ha lo scopo di approfondire la tematica delle garanzie legali nella vendita di beni di consumo, in relazione alla neo-introdotta disciplina delle pratiche commerciali scorrette nel codice del consumo. Dopo il saluto del Presidente dell’Ente camerale Fortunato Roberto Salerno e del Responsabile Adiconsum di Crotone Giuseppe Grisafi, in-

Di talché nessuna “lezione di buona amministrazione” può essere impartita all’Onorevole Ubaldo Schifino, né ad altri, tantomeno da sedicenti “cittadini onesti “ che alla trasparenza preferiscono la clandestinità e l’anonimato. Ulteriore segno del clima ostile e dell’ostruzionismo politico praticati nella competizione elettorale è dato ulteriormente coglierlo nel mancato rispetto degli spazi elettorali riservati alle liste e ai candidati a quale i rappresentanti della coalizione di centrosinistra si sono attenuti in aderenza alle prescrizioni elettorali. Anche nella giornata di ieri - prosegue - mentre regolarmente, si svolgevano le operazioni di voto, venivano non solo diffuse notizie false e tendenziose

Incontro sul commercio sleale trodurranno i lavori il Segretario Regionale Adiconsum Romolo Piscioneri e l’Amministratore delegato Arag Spa Assicurazioni Ole Neuhaus. Seguiranno gli interventi dei relatori. In particolare, Cristiano Iurilli (Università degli Studi di Roma) interverrà sul tema “Le garanzie nella vendita dei beni di consumo ed il codice civile”. Quindi, la parola passerà a Raffaella Grisafi sul tema “I capisaldi della nuova disciplina sulle pratiche commerciali sleali ed il codice del consumo”. La pa-

rola passerà ai rappresentanti di Adiconsum nazionale Raffaele Caracciolo e Fabio Piccolini i quali relazioneranno rispettivamente su “Le pratiche sleali e la disciplina delle garanzie della vendita dei beni di consumo nel settore della vendita degli autoveicoli” e “Il nuovo diritto dei consumatori: il contratto, la conciliazione, la tutela collettiva. Le pratiche scorrette nel settore bancario e finanziario”. La serie degli interventi sarà chiusa dall’esperto di Diritto delle Assicurazioni e Tute-

la Legale Nicola De Cantis che tratterà il tema “L’assicurazione sui rischi derivati da responsabilità da inadempimento nella vendita dei beni di consumo e la assicurativa tutela legale”. Le conclusioni saranno affidate al Segretario Generale Adiconsum Paolo Landi. Nell’occasione dell’incontro verrà presentato il nuovo volume “Il nuovo diritto dei consumatori” Edizioni Giappichelli 2009. La partecipazione al Convegno darà diritto a tre crediti formativi per gli iscritti all’Ordine de-


32 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

VIBO VALENTIA CITTÀ AMBIENTE I Carabinieri con il supporto dei colleghi dell’8° elinucleo hanno trovato in località Aeroporto un vero e proprio tappeto di rifiuti di 5.000 mq

Rinvenuta una mega discarica abusiva Richiesta subito la bonifica della zona ed il ripristino, se mai possibile, di una parvenza di normalità VIBO VALENTIA — I carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia, con il supporto dei loro colleghi dell’8° elinucleo del capoluogo, hanno rinvenuto quella che si può tranquillamente classificare come una delle più grandi discariche abusive mai realizzate e scoperte nella provincia di Vibo Valentia e forse in tutta la Calabria. Il sito si estenderebbe per oltre 5.000 metri quadrati. Su questo ampio territorio hanno operato i militari della Stazione Carabinieri di Filandari. La scoperta della struttura abusiva è stata fatta dalla Benemerita in località Aeroporto di Vibo Valentia. Grazie alla guida dei velivoli del nucleo elicotteri del capoluogo i carabinieri hanno scoperto come un vasto terreno sito alle spalle della Ss 18 era stato illegalmente adibito a vero e proprio centro di smaltimento di ogni tipo di rifiuto inquinante e pericoloso per l’ambiente. Nel momento in cui sono giunti sul posto gli investigatori della Compagnia Carabinieri si sono trovati davanti uno spettacolo desolante. A perdita d’occhio si estendevano oltre 20 tonnellate di rifiuti di ogni genere, lastre di eternit, carcasse di veicoli, resti di elettrodomestici, calcinacci, imballaggi, pneumatici e materiali plastici vari. Tutta l’area era coperta di un vero e proprio tappeto di rifiuti

La discarica abusiva rinvenuta dall’Arma

che era arrivato quasi ad ostruire il corso del vicino torrente Levrisi, diretto affluente del Trainati che, a distanza di una manciata di chilometri, sfocia nel mare di Vibo Marina. Una scena incredibile, con il terreno ed il torrente completamente contaminati dai rifiuti ammassati da anni nell’area, che versava in condizioni di totale abbandono con le poche piante presenti ormai morte a causa dei liquami e delle sostanze disciolte nel terreno, i cui residui già si potevano notare scorrere nella corrente del corso d’acqua verso il mare. Immediatamente gli uomini della Benemerita hanno deciso

di circoscrivere l’area e ad apporre i sigilli alla zona che è stata dichiarata sotto sequestro. Contemporaneamente sono state avviate le comunicazioni ai competenti organi per la bonifica della zona ed il ripristino, se mai possibile, di una parvenza di normalità. Grazie alla sinergica azione dell’Arma è stato rinvenuto ancora una volta l’ennesimo scempio ambientale che, per anni, ha portato i suoi nefasti effetti fin sulla costa del capoluogo minando seriamente la salute dei cittadini e l’intero ecosistema della zona. Carmela Mirarchi

ASP A comunicare la notizia è il Commissario Rubens Curia: sarà fondamentale per le neoplasie mammarie AMBIENTE Il commento dell'assessore regionale Silvio Greco

Carcinoma, ecco il nuovo sistema di rilevazione «I calabresi devono vigilare» VIBO VALENTIA — Rubens Curia, com-

missario dell’Asp di Vibo Valentia, ha comunicato che l’Asp dispone da oggi, di un moderno ed avanzato sistema portatile di rilevazione di radioisotopi, strumento che consente di poter eseguire la metodica di ricerca intraoperatoria del linfonodo sentinella, indispensabile per il trattamento delle neoplasie, in particolare per il carcinoma della mammella, permettendo di selezionare le pazienti che necessitano di una linfoadenectomia ed evitando la procedura invasiva alle pazienti dove sono assenti metastasi linfonodali. Responsabile del servizio è Carlo Talarico, specialista di Chirurgia endocrina e della mammella all’Asp, che vanta una notevole e collaudata esperienza attraverso stage formativi presso le

scuole universitarie di Perugia e Terni. «Il quotidiano impegno volto a migliorare la qualità dei servizi nel campo della prevenzione - spiega Rubens Curia - ci permette oggi di contare sull’acquisizione di una metodica chirurgica tecnologicamente avanzata e che ridurrà sensibilmente le fughe verso altri centro specializzati nel delicato campo della prevenzione dei carcinoma mammari. È una notizia che torna più che utile per il nostro territorio e che nel contempo conferma quanto sia indispensabile agire in virtuosa sintonia con le altre realtà sanitarie della regione». «L’impegno e la competenza del chirurgo Carlo Talarico e di tutto il personale che opererà in questa direzione assicura una nuova speranza aggiunge il massimo responsabile del-

la sanità vibonese - nei confronti di chi da tempo era costretto a raggiungere sedi anche oltre regione per affrontare e superare patologie di questa portata». L’acquisizione di questo tipo di tecnologia, accompagnata da un complesso percorso formativo del personale presso reparti universitari di riferimento e in collaborazione con la Medicina nucleare dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, integra e completa l’offerta che l’Asp di Vibo Valentia. Il trattamento chirurgico delle neoplasie mammarie verrà eseguito, secondo le più recenti ed adeguate linee guida, da personale adeguatamente formato e dotato di concreta esperienza di settore. Maurizio Bonanno

VIBO VALENTIA — «Le continue individuazioni di discariche abusive e illegali, feriscono profondamente la Calabria onesta. Quest'ulteriore scoperta provoca sgomento ma nello stesso tempo ci rassicura rispetto alle capacità investigative delle Forze dell'Ordine». Lo afferma in una nota l'assessore regionale all'ambiente e tutela delle acque, Silvio Greco, circa il sequestro di una discarica abusiva nel vibonese. «Intendo infatti esprimere - aggiunge innanzitutto il mio apprezzamento per la brillante operazione svolta dall'Ottavo Elinucleo dell'aeroporto di Vibo Valentia, e dai Carabinieri della stazione di Filandari, convinto anche del fatto che solo con il rinnovato impegno di noi tutti nella nostra

regione simili scoperte non avvengano più». «L'Assessorato Regionale all'Ambiente da me diretto - prosegue Greco - seguirà con la massima attenzione l'evolversi delle indagini riguardanti questa scoperta, stando sempre vicino alla cittadinanza, giustamente allarmata, e alle Istituzioni locali. Sarà mia cura far predisporre un piano di caratterizzazione per arrivare a una rapida bonifica dei territori. E' necessario però che i calabresi vigilino sull'integrità del nostro territorio, segnalando tempestivamente alle forze dell'ordine tutti quei movimenti di mezzi e persone sospette; in quanto la salvaguardia della nostra salute è strettamente legata alle forme di inquinamento provocate da queste discariche».


PAGINA 10

Contrada Guido - Sellia Marina - tel. 0961.961495 www.contradaguido.it


Pag. 34

REGGIO

Lunedì 8 Giugno 2009

il Domani

Service a cura di Speaker Network - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

ELEZIONI La gente ha disertato le urne per tutta una serie di ragioni che non è difficile comprendere. Scarso il fascino delle Europee

Il dato più rilevante è l’astensionismo C’è disaffezione dalla politica tout court e scarsa fiducia in chi governa e nell'opposizione La scarsa partecipazione alla consultazione che si è svolta nello scorso fine settimana è apparsa ancora più evidente in quei centri in cui si è votato solo per Strasburgo. Altrove l'affluenza alle urne ha fatto registrare percentuali basse sì, ma non disastrose: è stato l'effetto-traino delle amministrative. Quando si tratta di eleggere il sindaco o il presidente della Provincia, c'è una maggiore mobilitazione che nasce spontaneamente da un'ovvia presa d'atto: gli enti locali salvaguardano gli interessi più diretti ed immediati delle comunità che rappresentano. Sullo sfondo resta la ragione forse fondamentale di questo disimpegno. E' la disaffezione dalla politica tout court, la scarsa fiducia che i cittadini ripongono sia in chi governa, sia in chi controlla dall'opposizione. "Sono tutti gli stessi", sembrano aver sentenziato gli elettori: l'unico vero orientamento politico espresso chiaramente dagli italiani.

di Antonio Latella REGGIO CALABRIA — Il dato più ri-

levante di questa tornata elettorale è indiscutibilmente legato all'astensionismo. La gente ha disertato le urne per tutta una serie di ragioni che non è difficile comprendere. In primo luogo, le Europee non hanno mai esercitato un particolare fascino popolare. E' così nelle democrazie più civili ed evolute tra quelle dei 27 Stati dell'Unione: figuriamoci nella disastrata Italia e, a fortiori, nel disilluso Mezzogiorno. I cittadini percepiscono un'enorme distanza tra la loro realtà e le istituzioni comunitarie. Il Parlamento, poi, è un organo che svolge funzioni limitate, prettamente di indirizzo politico e di controllo. Tutto questo determina un'idea "inutile" del voto europeo: un sentimento diffuso, contrastato da quei pochi candidati che stimolano un vasto elettorato. REGGIO CALABRIA — Il rinnovo dei Consigli comunali e l'elezione dei sindaci, in provincia di Reggio, ha interessato 25 Comuni, tutti al di sotto dei quindicimila abitanti. Rispetto alla consultazione per il rinnovo del Parlamento europeo, in questi centri del Reggino, l'affluenza alle urne è stata maggiore, considerata la caratteristica della consultazione che ha interessato queste piccole comunità. I Comuni interessati al voto amministrativo sono stati Agnana Calabra, Benestare, Bianco, Brancaleone, Canolo, Cardeto, Cittanova, Condofuri, Feroleto della Chiesa, Giffone, Maropati, Martone, Montebello Ionico, Oppido Mamertina, Platì, Riace, Roccella Ionica, Samo, San Giovanni di Gerace, San Roberto, San Pietro di Carità, Santa Cristina d'Aspromonte, Sant'Alessio d'Aspromonte, Scido e Stignano. Ad Agnana Calabra due le liste: "Nuovi Orizzonti" ed "Insieme per crescere" a sostegno delle candidature a sindaco di Natalino Cusato e Caterina Furfaro; anche a Benestare gli elettori di questo centro hanno scelto i candidati presenti in due liste: "Vivere Benestare" con Rosario Rocca candidati a sindaco ed "Insieme per Benestare" in appoggio a Rosario Macrì. Tre le liste per il rinnovo del consiglio comunale di Bianco: "Primavera per Bianco" con Pasquale Cavallaro candidato a sindaco; "Bianco prima di tutto" a sostegno di Domenico Pulitanò; "Concentrazione popolare Bianco" che ha sostenuto la candidatura di Francesco Oliva alla carica di primo cittadino; stesse liste anche a Brancaleone: "Uniti per lo sviluppo di Brancaleone" in appoggio ad Agostino Belcastro, "Progetto Brancaleone" con Domenico Tuscano candidato a sindaco, e "Rinascita civica" a sostegno di Francesco Moio. A Canolo l'elettorato è stato chiamato a scegliere tra i due candidati a sindaco Rosita Femia ( appoggiata dalla lista "Unione e progresso") e Francesco Franconeri ( sostenuto da "Democrazia e lavoro); i cittadini di Cardeto, invece, sono stati chiamati a scegliere il loro sindaco tra Sebastiano Vadalà, appoggiato della lista PD, e Pietro Fallanca sostenuto

AMMINISTRATIVE 2009 Si è votato in ben venticinque Comuni della provincia

Buona affluenza nel Reggino

Il presidente del consiglio regionale Giuseppe Bova

due contendenti sono Nicola Limoncino ( Rif. Comunista) e Giorgio Imperitura ("Insieme per Martone"). A Montebello Ionico la sfida ha riguardato Antonio Guarna ("Confronto e pregresso") e Giuseppe Cuzzucoli ("La goccia"); ad Oppido Mamertina Giuseppe Rugolo ("Arcobaleno"), Bruno Barillaro ("Insieme per Oppido"), Domenico Giannetta (Pdl). A Platì: Rosario Sergi ("Per ricominciare insieme") e Michele Strangio ("Platì per l'Europa"); a Riace: Domenico Lucano ("Alla luce del sole") e Franco Salerno ("Uniti per Riace"). A Roccella Ionica gli elettori sono stati chiamati a scegliere tra Giuseppe Certomà ("Roccella prima di tutto"), Pino Mazzaferro ("Roccella Democratica"), Giuseppe Manti ("Per la rinascita di Roccella"), Claudio Belcastro ("Fiamma per Roccella"). Il nome del nuovo sindaco di Samo uscirà tra Giuseppe Bruzzaniti ("Pace e libertà") e Pietro Bartolo ("Insieme si può"); due i contendenti a San Giovanni di Gerace: Giuseppe

Gullace ("Seminatore per il bene") e Giovanni Pittari ("Insieme per S. Giovanni di Gerace"). A San Roberto un solo candidato a sindaco, Roberto Vizzari ("Insieme per S. Roberto"). Il responso delle urne indicherà chi tra Mario Masso ("Insieme per il futuro"), Carmelo Moricca ("Il futuro nelle tue mani") e Antonio Vigliarolo ("Punta inalto") guiderà il comune di San Pietro di Caridà. Gli elettori di Santa Cristina in Aspromonte sono stati chiamati a scegliere tra Domenica Gangemi ("Bilancia") e Francesco Tallarida ("Insieme per cambiare"); quelli di Sant'Alessio tra Stefano Ioli Calabrò e Carmelo Romeo, entrambi sostenuti da una lista civica; quelli di Scido tra Matilde Fazio ( "Rinascita scidese") e Giuseppe Zampogna ("Nuovo orizzonte"); mentre a Stignano ci sono Pietro Sasso (Civitas) e Franco Candia ("Il timone al centro"). Dei 25 Comuni del Reggino dove si è votato per il rinnovo della amministrazioni solo il comune di Platì era stato sciolto per mafia, mentre negli altri si è votato per fine consiliatura o per dimissioni anticipate del sindaco o della metà più uno dei componenti il civico consesso. Ant. Lat.

MEDIATAG RICERCA SU REGGIO CALABRIA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Reggio C. e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Reggio Calabria città Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse. Il sindaco Giuseppe Scopelliti

dai Popolari Europei. Corsa a tre per la carica di sindaco a Cittanova: Silvio Gangemi ("Per un nuovo inizio"), Francesco De Matteis ("Cittanova protagonista") ed Alessandro Cannatà ("Per Cittanova"); volata a tre per la guida del comune di Condofuri: Giovanni Nucera ( "Civiltà e progresso"), Antonio Pizzi ( "Per Condofuri"), Antonino Caccamo ("Rinnovare insieme"). Tre i contendenti anche a Feroleto della Chiesa: Francesco Papa ("Il so-

• le"), Giuseppe Mileto ("L'aquilone"), Giuseppe Grande ("Spighe di grano"). Gli elettori di Giffone sono stati chiamati a votare per quattro aspiranti alla carica di sindaco: Paolo Sibio ( "A fronte alta per Giffone"), Giuseppe Spanò ( PdL), Aristodemo Alvaro ( "Insieme per costruire"), Giuseppe Lombardi ("Rialzati Giffone"). Uno tra Stefano Calabrò ("Colomba") e Carmelo Romeo ( "Tre spighe di grano") sarà il sindaco di Maropati, mentre a Martone i

• •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica: ......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: .... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 35

REGGIO CALABRIA CITTÀ E PROVINCIA CRONACA Domenica di sangue nel tratto della statale compreso tra Reggio e Melito Porto Salvo. Grave scontro tra una Fiat Uno ed una moto

Incidente sulla 106, tre morti e un ferito Perdono la vita Francesco Vadalà, la moglie Natalina Curatola e il centauro, Pasquale Latella MELITO PORTO SALVO — Domenica di sangue sulla 106 nel tratto compreso tra Reggio e Melito Porto Salvo. Il bilancio è pesante: tre morti ed un ferito grave. Lo scontro tra una Fiat Uno, guidata da un anziano con accanto la moglie, ed una moto con in sella due centauri è avvenuto tra l'abitato di S. Elia ed Annà di Melito Porto Salvo ( km 27,500). Erano quasi le diciotto, quando l'utilitaria guidata da Francesco Vadalà, 86 anni, con a fianco la moglie Natalina Curatola, di 88 anni, si è scontrata con una moto condotta da Pasquale Latella, 36 anni, con un secondo passeggero sul sellino posteriore, Pietro Maria Ambrosio di 31 anni. Un urto tremendo che non ha concesso alcuna possibilità di sopravvivenza ai coniugi Valadà ed al centauro. Il secondo viaggiatore della moto, Ambrosio, invece, è stato prima ricoverato presso l'ospedale "Tiberio Evoli" di Melito, poi, per la gravità delle ferite riportate nell'urto, è stato trasferito ai "Riuniti" di Reggio, dove i medici del presidio ospedaliero si sono riservati la prognosi. In serata il 31enne è statto tresferito a Catanzaro. All'incidente hanno assistito numerosi automobilisti che a quell'ora rientravano in città dopo una giornata al mare. Per Vadalà, la moglie e Pasquale Latella, i primi soccorsi, nulla hanno potuto. Per i rilievi si sono portati gli agenti della polizia stradale, i vigili del fuoco e numerose ambulanze private e del 118. REGGIO CALABRIA — Applausi a scena aperta per i ragazzi della scuola media “Zagari” di Palmi, attori per un giorno ne “Il gigante egoista” di Oscar Wilde. La rappresentazione si è svolta nella sala parrocchiale della “Sacra Famiglia” alla presenza del dirigente scolastico, prof. Privitera, degli insegnanti e di tantissimi spettatori. Lo spettacolo, che si è svolto con l'ausilio della tecnologia tipica del musical, ha riscosso grande successo. Apprezzate sia l'esibizione dei piccoli attori che la bellezza dei costumi, perfettamente consoni alla scenografia e realizzati anche grazie alla collaborazione dei genitori degli alunni. Il dirigente scolastico ha espresso la sua soddisfazione per il buon esito dell'evento, sottolineando la "capacità e la disponibilità degli insegnanti che hanno realizzato la produzione artistica nell'ambito delle

TAURIANOVA I due ragazzi volevano raggiungere la Costa Azzurra

Fuitina termina in ospedale RTAURIANOVA — Si è conclusa all'O-

Sul posto anche i carabinieri della compagnia di Melito Porto Salvo. Secondo i primi risultati delle indagini, Vadalà (che abitava a Melito Porto Salvo), da una stradina laterale, si è immesso sulla 106, proprio mentre, da Reggio in direzione Melito, sopraggiungeva la moto condotta da Pasquale Latella (che abitava a Pellaro). Lo scontro è stato tanto inevitabile quanto violento. Con le conseguenze che, probabilmente, sarebbero potute diventare ancora più drammatiche di quanto non lo siano state in questa circostanza di sangue. L'incidente ripropone la sicurezza del sistema stradale calabrese ed in particolare di quello reggino. La Statale 106, denominata "strada

della morte", necessita di interventi radicali, soprattutto per via dell'abusivismo che ha prodotto, per mancanza di controlli, decine e decine di svincoli non autorizzati che aumentano la pericolosità di un tracciato non certo adatto a smaltire i flussi di traffico. E mentre oggi si parla di grande infrastrutture, come il Ponte sullo Stretto, i governi romani si dimenticano dei veri problemi della Calabria ed usano l'idea del grande manufatto tra le due sponde dello Stretto come la favola per impedire a calabresi e siciliani di rivendicare il diritto ad infrastrutture primarie e, soprattutto, sicure. Antonio Latella

spedale civile di Bordighera la fuga d'amore di due studenti della Piana di Gioia Tauro: lui 22 anni, lei 17. La storia d'amore dei due giovani - che vivono con le rispettive famiglie in un centro dell'hinterland di Taurianova da quando è stata scoperta dalla famiglia di lei, sarebbe stata osteggiata. In casi del genere, si sa come vanno a finire le cose: o i due "piccioncini" si allontanano oppure si vedono di nascosto meditando la classica “fuitina”. Alla fine, considerata l'impossibilità di frequentarsi, i due ragazzi hanno deciso di mettere tutti sul fatto compiuto, per poi, come succede da questa parti, coronare il loro sogno d'amore con il “matrimonio riparatore”. Però per fare questo, bisogna prima allontanarsi da casa e costringere le famiglie ad accettare la nuova situazione. E così i due sono partiti dal paese d'origine con destinazione Costa Azzurra. Una terra lontana dalla loro Calabria, dove, probabilmente, avrebbero potuto contare su parenti o amici, appartenenti alla folta colonia reggina di questa località francese. Un viaggio lungo, probabilmente faticoso e, ovviamente, stressante dal punto di vista psicologico. I due “colombi”, però, lungo il tragitto per raggiungere la Francia, hanno avuto un

PALMI Gli alunni hanno interpretato con grande successo “Il gigante egoista” di Oscar Wilde

Gli studenti della “Zagari” attori per un giorno I ragazzi della scuola media “Zagari” di Palmi, attori ne “Il gigante egoista” di Oscar Wilde. La rappresentazione si è svolta nella sala parrocchiale della “Sacra Famiglia” alla presenza del dirigente scolastico

La ragazza per via di una faringite è stata costretta a recarsi nel nosocomio di Bordighera contrattempo: la ragazza, alle prese con una fastidiosa influenza e conseguente faringite, ha dovuto far ricorso alle cure mediche. E così il ragazzo l'ha accompagnata all'ospedale di Bordighera. Nel nosocomio della cittadina ligure, i medici dopo averla visitata le hanno prescritto degli antipiretici. Al tempo stesso hanno avvisato i carabinieri intervenuti in ospedale con i militari del Nucleo radiomobile. Negli uffici della locale compagnia, al capitano Micillo, i ragazzi hanno raccontato la loro storia. I due, dopo aver contattato le famiglie, sono stati convinti a rientrare a Taurianova, dove, sperano di poter vivere la loro storia alla luce del sole. Anto. Lat.

attività proprie dell'istituto con grande sacrificio personale". Tra i presenti allo spettacolo, anche il consigliere provinciale Giovanni Barone il quale ha spiegato come «proprio in queste capacità didattiche e nella qualità di apprendimento sta la differenza qualitativa dei giovani di Palmi». La rappresentazione ha visto anche interi brani recitati in lingua inglese, a dimostrazione anche delle abilità acquisite dai piccoli studenti. Particolarmente commossi gli insegnanti che hanno permesso la realizzazione dell'opera: le professoresse Maria Grazia Barreca e Maria Rosaria Catalano, che si sono occupate della regia, ed il professor Domenico Mammoliti per la consulenza musicale. Un intrattenimento conviviale tra insegnanti, alunni e genitori ha concluso la serata. a. l.


36 LunedĂŹ 8 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT

1-": 0'' */ -&(" 130

4".1%03*"

5JGPTJ EFM 7JBSFHHJP DPOUSP MnBSCJUSP 'JTDIJ BODIF B $PMMJOB DIF FSB JO USJCVOB

*M QSFTJEFOUF (BSSPOF F MF TUSBUFHJF EFM DMVC o.BSPUUB SFTUB TJDVSP $BTTBOP BM p

*M EPUUPSF EFHMJ TQBHOPMJ BWSFCCF SBHHJVOUP JM GVPSJDMBTTF JO #SBTJMF #FSMVTDPOJ GSFOB o/VMMB Ăƒ EFDJTPp NB JM QBTTBHHJP TFNCSB DIJVTP *M HJPDBUPSF EFMMn*OUFS TDIFSOJUP EB BMDVOJ UJGPTJ EFMMB 3PNB

5FOTJPOF OFJ QMBZ PGG EJ TFSJF # 4DPOUSJ QSJNB EFM EFSCZ UPTDBOP

#BMPUFMMJ BODPSB PHHFUUP EJ DPOUFTUB[JPOF

-nBMMFOBUPSF EFM #SFTDJB "MCFSUP $BWBTJO

#BOBOF F TGPUUĂ? #BMPUFMMJ BODPSB QSFTP EJ NJSB

&NQPMJ#SFTDJB  (SPTTFUP DJ DSFEF  BM -JWPSOP

ROMA - Sfottò, qualche coro e due banane lanciate a mò di scherno. Il giocatore dell’Inter e dell’Under 21, Mario Balotelli, è stato oggetto sabato sera nella capitale di una contestazione da parte di un gruppo di tifosi della Roma. L’attaccante neroazzurro era in compagnia di altri giocatori della Nazionale Under 21, tra cui Domenico Criscito e Sebastian Giovinco per prendere parte a un evento, quando è stato avvicinato da alcuni tifosi giallorossi che lo hanno preso di mira con cori e il lancio di due banane facendo poi perdere le loro tracce. Ai carabinieri giunti dopo pochi minuti, il calciatore ha spiegato che si è trattato di un episodio da nulla e che non intende sporgere denuncia.

ROMA - Empoli e Brescia hanno chiuso sull’1-1 la semifinale d’andata dei playoff della serie B di calcio. Toscani in vantaggio al 6’ con Lodi, poi Baronio pareggia al 24’. Tensione al termine della gara tra gli ultrà delle due squadre. Nell’altra semifinale di andata il Grosseto piega 2-0 il Livorno: in gol Freddi al 24’ e Abruzzese al 41’ del secondo tempo. Il derby toscano si apre con un gruppo di supporter del Livorno che ha aggredito un tifoso della squadra avversaria nei pressi dello stadio. Il gruppo è riuscito a raggiungere la zona di fronte allo stadio dove c’è l’ingresso della curva nord, quella riservata al tifo locale, e ha iniziato a tirare bottiglie, sedie e anche le transenne usate per delimitare la zona di accesso.

1PDIF PSF TFQBSBOP JM CSBTJMJBOP F EBM 3FBM .BESJE

*M 3FBM WJTJUB ,BLÂť %B 'PSMBO B %[FLP 1FS JM .JMBO Ăƒ UFNQP EJ QFOTBSF BJ TPTUJUVUJ MILANO - L’annunciata telefonata di oggi con Berlusconi sarĂ  solo una formalitĂ . KakĂ  sarĂ  un giocatore del Real Madrid, perchè pare davvero improbabile un clamoroso coupe de theatre che allunghi la storia del brasiliano con il Milan. ÂŤDel mio futuro parlerò a breveÂť, ha detto sabato KakĂ , dopo la partita con l’Uruguay. E in Spagna sono sicuri che oggi, quando si presenterĂ  alla conferenza stampa programmata nel ritiro della Selecao, sarĂ  tempo di annunci. A quel punto, probabilmente, avrĂ  giĂ  sostenuto le visite mediche con il capo del dipartimento medico del Real, il dottor Juan Carlos Hernandez, che lo ha raggiunto in Brasile perchè Florentino Perez, presidente delle Merengues, non vuole perdere altro tempo. Silvio Berlusconi ha tentato di tenere vive le speranze dei tifosi rossoneri fino all’ultimo, assicurando che oggi avrebbe parlato al telefono con KakĂ  per

"EEJP TPMP QFS  NJMJPOJ MB +VWF QVOUB %n"HPTUJOP

1SJNF NBOPWF EJ NFSDBUP *CSB JOOBNPSBUP EFM #BSĂ‚B

*CSB TFNCSB BWFS GSFUUB EJ UPHMJFSTJ MB NBHMJB EFMMn*OUFS

conoscere la sua volontà. Ma, dopo il blitz di Adriano Galliani martedÏ a Madrid, la trattativa è da considerarsi perfezionata. Anche se il Premier, uscendo ieri pomeriggio dal seggio elettorale, ha detto a un gruppo di tifosi che nulla è ancora deciso. Ma quasi certa-

mente dopo sei stagioni in rossonero, il 27enne di Brasilia traslocherĂ  con i suoi colpi di classe al Santiago Bernabeu. Si dice che non avesse alcuna fretta di cambiare aria, ma di certo non si tratta di una spiacevole condanna. FirmerĂ  un quinquennale da quasi 10 mi-

ROMA - Si apre la settimana che potrebbe portare diversi ’big’ a salutare il calcio italiano. Se l’addio di Kakà al Milan dopo sei anni sembra ormai cosa fatta, lontana dalla soluzione appare l’operazione che coinvolge di Zlatan Ibrahimovic. In questo caso è il giocatore a scalpitare per cambiare aria. Lui stesso ha indicato la destinazione preferita ed il Barcellona non se l’è fatto ripetere. GiovedÏ scorso nella città catalana si sono incontrati i presidenti Moratti e Laporta. Secondo indiscrezioni riferite dalla stampa sportiva spagnola, sull’altro piatto della bilancia il n.1 nerazzurro avrebbe chiesto di mettere non solo Etòo, ma anche il cartellino di Andreas Iniesta, vecchio pallino di Josè Mourinho. Difficile però che il Barcellona si privi di un tale nome. Certo è che l’Inter non valuta Ibrahimovic meno di 70 milioni di euro. La Juventus è ormai ad un passo dal centrocampista dell’Udinese Gaetano D’Agostino, nonostante un ultimo tentativo di inserirsi da parte della Fiorentina. Capitolo allenatori. In serie A restano due caselle vuote, quelle di Lazio e Siena. Quasi certo l’addio di Rossi, con pretendenti Ballardini e Giampaolo, dopo la rottura con il Siena. Il club toscano il tecnico lo cerca in casa: sarà Baroni o Cappellacci. lioni netti (uno piÚ dell’ingaggio attuale) piÚ il 50% dei diritti d’immagine. Da questo affare (il secondo piÚ caro nella storia del calcio dopo i 70 milioni spesi dal Real per Zidane) la società del presidente del Consiglio incasserà circa 68 milioni di euro, utili a ripianare il

rosso di bilancio. La telefonata tra Berlusconi e il giocatore, dunque, sarĂ  solo una formalitĂ . Mentre un incontro previsto fra il premier e Galliani sarĂ  cruciale per dare forma al Milan con Leonardo in panchina e senza KakĂ  in campo. Innanzitutto bisogna decidere come

#VGGPO BNBSP o4F J DBNQJPOJ WBOOP WJB WJODFS JM NFOP TDBSTPp gestire la vicenda di Pirlo, oggetto di un corteggiamento serio da parte del Chelsea, pronto a sborsare 30 milioni. Poi si parlerà dei rinforzi. Per difesa e centrocampo si pensa ai brasiliani Alex Silva, dell’Amburgo, e Hernanes, del San Paolo. Il grosso dubbio riguarda l’attacco. Il primo nella lista è Forlan, che con l’Atletico Madrid ha appena conquistato la Scarpa d’Oro. PiÚ economici sono Pizarro del Werder Brema, Kanoutè del Siviglia e Dzeko, 22 anni, bosniaco, sorpresa dell’ultima Bundesliga con 26 reti. Sui movimenti di mercato Buffon non ha dubbi: L’anno prossimo se ne vedranno delle belle. La Juve ha fatto buoni acquisti, abbiamo preso giocatori giusti - ha commentato su Cannavaro e Diego - Ibra e Kakà? Non so se le altre si stanno indebolendo, va a finire che sarà una lotta tra chi è meno scarso, di sicuro l’anno prossimo se ne vedranno delle belle.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani LunedĂŹ 8 Giugno 2009 37

SPORT

4DIFSNB 'JPSFUUP JOEJWJEVBMF BHMJ "TTPMVUJ

5FOOJT *O GJOBMF MP TWJ[[FSP USBWPMHF 4PEFSMJOH JO USF TFU 0SB Ăƒ VOP EFJ TFJ DIF IBOOP WJOUP J RVBUUSP USPGFJ EFMMP 4MBN

'FEFSFS FOUSB OFMMB TUPSJB 5SJPOGP BM 3PMBOE (BSSPT

TIVOLI - Valentina Vezzali ha conquistato il titolo del fioretto individuale femminile agli Assoluti di scherma che si sono conclusi ieri nella città di Tivoli. La poliziotta di Jesi, 34 anni, ha battuto in finale Arianna Errigo per 15-14. La mancina del centro sportivo Carabinieri si è anche portata avanti 6-3 nel primo tempo e 13-8 nel secondo, ma l’olimpionica ha recuperato in entrambi i casi. Si tratta del tredicesimo titolo individuale per la Vezzali in diciassette anni, a partire dalla vittoria del 1992. Nelle semifinali la Vezzali aveva battuto Serena Teo per 9-4 e la Errigo aveva superato Marta Cammilletti per 15-9. Nei quarti di finale Margherita Granbassi si è ritirata, proprio contro la Vezzali, quando era sotto 7-0 per un infortunio: la Granbassi ha subito una distorsione all’indice della mano destra e ha dovuto abbandonare.

*O MBDSJNF EPQP JM USJPOGP o"EFTTP QPUS� HJPDBSF JO QBDFp ROMA - TabÚ infranto e lacrime di gioia: Roger Federer conquista Parigi ed entra nella storia. Il numero 2 del ranking diventa re per la prima volta sulla terra rossa francese, sconfiggendo per 6-1 7-6 6-4 lo svedese Robin Soderling, aggiudicandosi cosÏ il trofeo del Roland Garros, l’unico che mancava nella sua straordinaria bacheca. Lo svizzero è diventato il sesto giocatore nella storia del tennis ad aver conquistato tutti e quattro i tornei dello Slam, il primo dieci anni dopo Andre Agassi: gli altri sono Fred Perry, Donald Budge, Rod Laver e Roy Emerson. Un successo inseguito e raggiunto al quarto tentativo: per tre volte, in finale contro Rafael Nadal, Federer era caduto sotto i colpi dello spagnolo. Stavolta però che il maiorchino numero uno del mondo non c’era (ma c’era chi lo aveva eliminato), Federer si è tolto un bel peso ed ha vinto il trofeo che gli mancava. E alla fine il pianto di gioia mentre risuonavano le note dell’inno svizzero la dicono lunga sulle aspettative riposte nella tappa francese dello Slam. Posso considerarla la vittoria piÚ importante della mia carriera - ha detto il campione - Ora non avrò piÚ pressioni e potrò giocare in pace per il resto della

7BMFOUJOB OPO TJ GFSNB QJĂ” 4VP JM USFEJDFTJNP UJUPMP

$JDMJTNP "M %FMGJOBUP QSFDFEF $POUBEPS

&WBOT EB DSPOPNFUSP 7JODF MB QSJNB UBQQB 3PHFS 'FEFSFS JFSJ IB DPORVJTUBUP JM Ăž UPSOFP EFM (SBOEF 4MBN SBHHJVOHFOEP 1FUF 4BNQSBT

mia carriera. La finale è tutta a senso unico: in un quarto d’ora lo svizzero è subito 4-0: Soderling sembra quasi rassegnato a ruolo di vittima designata e la prima frazione si chiude 6-1 in soli 23 minuti. PiÚ equilibrato il secondo set, un pò disturbato dalla pioggia. Avanti due set a zero lo svizzero sente il traguardo vicino: Federer trema solo per un attimo quando servendo per il match in

vantaggio per 5-4 concede una palla-break ma annullato il pericolo due punti piÚ tardi può festeggiare. Sul 2-1 Federer nel secondo set con Soderling al servizio uno spettatore irrompe sul centrale e si dirige subito verso lo svizzero. L’uomo viene bloccato dal personale della sicurezza e il match riprende. Questa è stata la quinta finale di fila in uno Slam (19 il computo totale), la sua quarta finale con-

secutiva a Parigi: eguagliati Borg (1978-1981), Lendl (1984-1987) e Nadal (2005-2008); ad un passo dal record assoluto di Lacoste (1925-1929). Vincendo il suo 14esimo Slam Roger ha eguagliato il record di Pete Sampras. Da sottolineare che l’unico giocatore capace di battere Federer in una finale Slam è stato Nadal (Roland Garros 2006, 2007, 2008; Wimbledon 2008 ed Australian Open 2009).

%VCCJ TVJ UFNQJ EFM HJBNBJDBOP $POGFEFSBUJPOT o0EJP RVBOEP J DBMDJBUPSJ WFOHPOP EFGJOJUJ DPTÇp

#PMU QFSEF MF TUBGGF $BOOBWBSP SFDVQFSB MB HVJEB B[[VSSB o-FXJT Ăƒ (FMPTPp .B UVPOB o/PO TPOP VO NFSDFOBSJPp

*M QJĂ” WFMPDF EFM NPOEP TVJ  F  NFUSJ

FRANCOFORTE (Germania) - Usain Bolt non ha gradito per niente le esternazioni di Carl Lewis, che aveva sollevato dei dubbi sulla progressione dei tempi che hanno portato il giamaicano a essere il piÚ veloce del mondo sui 100 e sui 200 metri. Ho sentito quello che ha detto. Mi sembra quello che dicono anche altre persone. Ho l’impressione che certa gente sia gelosa dei successi degli altri. Siamo controllati cosÏ spesso - ha detto Bolt al quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung, a una domanda sulle affermazioni del ’figlio del vento’ - Sono stato controllato 30 o 40 volte l’anno scorso e cinque o sei quest’anno. I prelevatori sono implacabili, mi hanno controllato anche quando sono andato a far visita a mia zia in Florida. La gente può dire quello che le pare - ha continuato amareggiato il tricampione olimpico So che sono bravo e che sono corretto e quindi non mi formalizzo. Tutto quello che so sul doping l’ho appreso dalla televisione. Non ho mai visto qualcuno doparsi, nè mi è stato mai proposto.

FIRENZE - Ibrahimovic e Kakà vanno via, Cannavaro torna. Se qualcuno fa i conti di quanto perda il calcio italiano, tra loro non c’è di certo Marcello Lippi - per il quale il rientro del capitano azzurro alla Juve è un favore -, e tanto meno il diretto interessato: Almeno sono piÚ simpatico, la battuta con la quale Cannavaro si è ripreso l’Italia, compresa quella azzurra. A due presenze dal record assoluto di presenze in nazionale (Paolo Maldini è a 126, lui con 124 ha la Confederations davanti per superarlo), su una sola cosa il difensore ha ammesso di non accettare scherzi. Mi arrabbio quando si parla dei calciatori come mercenari - dice da Coverciano E vale ovviamente anche per me: sono andato via da Torino perchè alla Juve serviva una cessione del genere, diciamo che è stato interesse di tutti e due. E torno con il consenso della società: guadagnando meno, tra l’altro. E allora, dove è il mercenario?. La settimana di riposo prima di ritrovarsi in azzurro è servito a prepararsi alla tourneè sudafricana nella quale Cannavaro troverà avversari come Brasile, Stati Uniti, forse Spagna; scoprirà un paese nuovo (sono al mio terzo mondiale, l’ambiente pesa, come ha insegnato Giappone-Corea: vediamo cosa ci offre di bello questo paese); ma soprattutto ritroverà un’Italia proiettata in avanti. Stiamo costruendo il futuro - spiega Cannavaro - rispetto al 2006 c’è stato un cambio generazionale: non c’è piÚ Nesta, Totti, Del Piero, Materazzi e Inzaghi. Ma il calcio italiano offre sempre qualcosa, ed ecco Santon, Rossi, Montolivo. Intanto 50 uomini vegliano sulla sicurezza degli azzurri giorno e notte. Tra la sorveglianza compresi anche dei reparti speciali

I convocati PORTIERI Amelia Buffon De Sanctis

Palermo Juventus Galatasaray

Cannavaro Chiellini Dossena Gamberini Grosso Legrottaglie Santon Zambrotta

Real Madrid Juventus Liverpool Fiorentina Lione Juventus Inter Milan

DIFENSORI

CENTROCAMPISTI Camoranesi De Rossi Gattuso Montolivo Palombo Pirlo

Juventus Roma Milan Fiorentina Sampdoria Milan

Gilardino Iaquinta Pepe Quagliarella Rossi Toni

Fiorentina Juventus Udinese Udinese Villareal B. Monaco

ATTACCANTI

ANSA-CENTIMETRI

NANCY (FRANCIA) - Cadel Evans ieri ha vinto la prima tappa del 61/o Giro del Delfinato, una cronometro individuale di 12,1 km disputata a Nancy. L’australiano si è imposto con il tempo di 15’36� ed è il primo leader della classifica generale. Alle sue spalle si sono classificati due spagnoli: Contador, secondo a 8� e Valverde, terzo a 23�. Ottima prova per l’azzurro Vincenzo Nibali (che si è posizionato quinto a 34�), mentre Ivan Basso è giunto ad un minuto. Oggi la 2/a tappa da Nancy a Digione di 228 km.

3VHCZ 0HHJ BMMFOBNFOUP TVM DBNQP

*UBMJB8BMMBCJFT TDPOUSP BMMF QPSUF MELBOURNE - Prosegue la preparazione dell’Italia in Australia, dove sabato 13 sfiderà i Wallabies nel primo test match del tour estivo nell’emisfero sud. Ieri i giocatori convocati da Nick Mallett (foto) hanno dedicato la giornata al recupero dal lungo viaggio dall’Italia. Oggi la Nazionale tornerà ad allenarsi in campo ed in palestra prima di trasferirsi domani pomeriggio a Canberra.

#PYF *M WFOFUP TJ BSSFOEF BM QSJNP SPVOE

#SBODBMJPO OPO DF MB GB 4PQSBGGBUUP EB #SBFINFS ROMA - Antonio Brancalion non ce la fa a diventare campione europeo dei mediomassimi:il detentore, il tedesco Juergen Braehmer, lo mette ko al primo round. L’incontro è durato 83�: Brancalion, colpito duro da una combinazione destro-sinistro dopo pochi secondi, è stato contato tre volte dall’arbitro prima che questi decretasse la fine del match. Per Braehmer si tratta delle 33/a vittoria (27/a prima del limite) contro 2 sconfitte. Settima sconfitta su 41 match (32 vittorie e 2 pari) per il pugile veneto.


38 LunedĂŹ 8 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT

'PSNVMB  7FUUFM TCBHMJB MnJOHMFTF MP JOGJMB F WJODF *M TFTUP TVDDFTTP WBMF JM SFDPSE EJ $MBSL F 4DIVNJ

#VUUPOTJ SJQFUF #SBXO QBESPOB BODIF JO 5VSDIJB ISTANBUL - Il solito Jenson Button. Che ormai ha le mani sul Mondiale: soltanto lui può perdere il suo primo titolo in carriera. La conferma arriva da Istanbul, dove il britannico porta a casa la vittoria, la sesta su sette gare stagionali, come Jim Clark (1965 a bordo della Lotus) e Michael Schumacher (1994 con la Benetton e 2004 con la Ferrari). Per un filo d’erba, o meglio, per un tappeto di erba sintetica, beffa Sebastian Vettel dopo appena una curva, vola in testa e non si fa piÚ riprendere. Il tedesco della Red Bull, infatti, in uscita di curva finisce sul cordolo e prende in pieno anche l’erba sintetica lasciando cosÏ strada a un sorpasso inevitabile della Brawn di Button. Da quel momento il leader del Mondiale ha preso il largo, girando su tempi eccezionali (nei primi dieci giri, per sette volte il piÚ veloce è stato il suo). Ora Button ha 61 punti e, con il contemporaneo ritiro del compagno di squadra Rubens Barrichello al giro numero 48, suo diretto inseguitore, per problemi al cambio (primo ritiro stagionale per il team di Ross Brawn) ha ora 26 punti di vantaggio in classifica sul secondo.

Un’enormità. Soprattutto vista la concorrenza di ieri, assolutamente inesistente. Perchè la Ferrari era arrivata in Turchia piena di fiducia, con una nuova versione della F60 (dopo quella di Barcellona e Montecarlo) piena di novità aerodinamiche. E invece si è dovuta accontentare di un sesto posto con Felipe Massa e di un nono con Kimi Raikkonen. Il brasiliano perde cosÏ l’occasione di vincere per la quarta volta di fila su questa pista, ma probabilmente si sarebbe accontentato di qualche posizione in meno. Non abbiamo avuto un buon passo - ha detto il brasiliano - Abbiamo visto che ci sono squadre piÚ competitive di noi, fare piÚ di cosÏ era difficile, abbiamo fatto il massimo che potevamo. Il futuro? Dobbiamo essere fiduciosi, dobbiamo spingere la squadra a lavorare. Deludente anche Raikkonen. Non è stata certamente la gara che ci aspettavamo o che volevamo fare - dice invece il finlandese - Il primo giro è stato decisivo, in negativo, per me. Ho avuto un contatto con Alonso, ho danneggiato l’alettone toccando la ruota posteriore della Renault e ho perso aderenza, oltre che posizioni

-nBCSV[[FTF EFMMB 5PZPUB TPSSJEF o4JBNP UPSOBUJ DPNQFUJUJWJp

5SVMMJ CBUUF VO DPMQP o&n CFMMP MPUUBSF EJ OVPWP QFS JM WFSUJDFp

-B 5PZPUB EFMMnBCSV[[FTF

ISTANBUL - Reduce da due gare deludenti (tredicesimo a Montecarlo e ritirato a Barcellona), seguite al podio in Bahrain, Jarno Trulli ha ritrovato ieri una Toyota competitiva e ha chiuso al quarto posto il Gran Premio di Turchia. Sono felice per la gara e per la performance della macchina, ha detto il pilota abruzzese. Abbiamo lavorato in maniera durissima per restituire la macchina alle vecchie prestazioni ed è stato bellissimo tornare lÏ davanti e lottare per il

podio. La squadra merita un grandissimo applauso per i miglioramenti registrati dalla monoposto e un grazie va anche agli ingegneri per il passo avanti fatto sulla partenza. E’ stato incredibile, alla prima curva avevo guadagnato due posizioni, poi purtroppo ho lottato con un problema ai freni e ne ho ceduta una, ha spiegato Trulli. Avevo cominciato il weekend con buone sensazioni e ora sono felicissimo di essere tornato a competere per le prime posizioni.

#BSSJDIFMMP GVPSJ 4POP  J QVOUJ DIF MP TFQBSBOP EBM MFBEFS preziose. Al pit stop ho cambiato musetto e la situazione è migliorata. Ma non si poteva piÚ recuperare, semplicemente perchè non siamo abbastanza veloci. E poi la McLaren, che nelle libere aveva dato segnali di risveglio, per poi crollare nelle qualifiche (Lewis Hamilton è uscito nel Q1 per la seconda volta di fila): alla fine il campione è soltanto tredicesimo. Inevitabile, quindi, il settimo podio di fila del pilota britannico che in un solo anno si sta togliendo piÚ soddisfazioni di quanto fatto fino ad oggi (aveva vinto una sola gara nel 2006, in Ungheria). A Vettel è invece mancata... la pioggia. Il giovane pilota tedesco della Red Bull non è riuscito a ripetere l’impresa di Monza nel 2008 e della Cina que-

st’anno: in due gare sotto la pioggia, riuscÏ a vincere dopo essere partito dalla pole position, questa volta si è dovuto accontentare di un terzo posto alle spalle del compagno di squadra Mark Webber, risalito fino al secondo posto grazie al gioco delle soste. Per il resto, il nulla. Nelle retrovie, infatti, succede poco o niente se si esclude il quarto posto di un ottimo Jarno

Trulli con una Toyota che ha dato segnali incoraggianti di ripresa. Tanti colpi di scena in avvio di gara, con protagoniste, nel bene e nel male, le Brawn GP. Button beffa dopo un solo giro Vettel che commette un grave errore finendo sul cordolo (e sull’erba sintetica) in uscita di curva. Da quel momento la gara è completamente nelle mani del britannico che pren-

de letteralmente il largo. Va male, anzi malissimo, al compagno di squadra Rubens Barrichello. La sua monoposto al via resta praticamente ferma in griglia (problemi con la frizione, poi con il cambio) e scivola dalla terza alla tredicesima posizione. Difficoltà in casa Ferrari: Raikkonen si tocca con Alonso e danneggia l’ala anteriore mentre Massa è sesto. Dietro il bra-

*M CSJUBOOJDP IB HJÂť JM .POEJBMF JO UBTDB o-B NPOPQPTUP Ăƒ TUBUB JNNFOTBp *M UFEFTDP

o-B NJB BVUP TDBOEBMPTBN *M EPNJOBUPSF BQQMBVEF MB Q ISTANBUL - Outrageous. Scandalosa. Jenson Button definisce cosÏ la BGP001, la Brawn Gp che l’ha condotto, anzi che lui ha condotto alla vittoria del Gp di Turchia, quinta gara nella storia dell’Istanbul Park e settima della stagione. Scandalosamente, oltraggiosamente perfetta, la macchina concepita dallo staff diretto da Ross Brawn, l’ex stratega della Benetton e della Ferrari e ora testa pensante della scuderia britannica motorizzata Mercedes e nata dalle ceneri della Honda. Definizione geniale e calzante per un capolavoro tecnico: di questo passo, Button riporta in Gran Bretagna il titolo piloti in fretta e furia. Anche se si usasse il sistema a medaglie, con altre tre vittorie sarebbe già iridato. Quella parola l’ha gridata dall’abitacolo via radio al box. E in effetti anche la sua vittoria,in Turchia, è stata ’outrageous’: SÏ, l’ho sentita ieri come la migliore macchina che ho potuto guidare quest’anno. Siamo stati velocissimi in altre occasioni eppure la macchina non era proprio vestita attorno al mio stile. Ma qui è stata immensa. Lo è stata davvero. Devo gridare un gigante-

Le classifiche PILOTI 1

JENSON BUTTON (Ing)

61

2

Rubens Barrichello ( Bra)

35

3

Sebastian Vettel (Ger)

4

Mark Webber (Aus)

27,5

5

Jarno Trulli (Ita)

19,5

6

Timo Glock (Ger)

7

Nico Rosberg (Ger)

8

Felipe Massa (Bra)

29

13 11,5 11

COSTRUTTORI 96

1

BRAWN GP

2

Red Bull

56,5

3

Toyota

32,5

4

Ferrari

20

5

McLaren

13

6

Williams

11,5

sco grazie a ciascuno del team. Continua a crescere, a migliorare. Non so se questo circuito sia piĂš adatto alla macchina di altri. Penso che sia dovuto alla quantitĂ  di gom-

ma che c’è sull’asfalto. Forse ha aiutato davvero la mia Brawn Gp. Che ripeto è stata fantastica. Avrei voluto avere tutti i ragazzi della scuderia sul podio. C’era uno dei miei

ingegneri ma tutti se lo sarebbero meritati perchè hanno fatto un grandissimo lavoro. Sabato aveva detto che avrebbe ribaltato le statistiche e sarebbe stato il primo a


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani LunedĂŹ 8 Giugno 2009 39

SPORT

+FOTPO #VUUPO JOGJMB 7FUUFM F WPMB WFSTP MB WJUUPSJB OFM HSBO QSFNJP EJ *TUBOCVM " EFTUSB 'MBWJP #SJBUPSF EFMMB 3FOBVMU NFOUSF TJ SFDB BMMB SJVOJPOF EFJ UFBN

CosÏ in Turchia ORDINE D’ARRIVO Pos.

tempo

1Ëš JENSON BUTTON (Ing/Brawn Gp)

1h26'24"848

2Ëš Mark Webber (Aus/Red Bull-Renault)

a 6"714

3Ëš Sebastian Vettel (Ger/Red Bull-Renault)

7"461

4Ëš Jarno Trulli (Ita/Toyota)

27"843

5Ëš Nico Rosberg (Ger/Williams-Toyota)

31"539

6Ëš Felipe Massa (Bra/Ferrari)

39"996

7Ëš Robert Kubica (Pol/Bmw-Sauber)

46"246

8Ëš Timo Glock (Ger/Toyota)

46"959

9Ëš Kimi Raikkonen (Fin/Ferrari)

50"246

10Ëš Fernando Alonso (Spa/Renault)

1'02"420

11Ëš Nick Heidfeld (Ger/Bmw-Sauber)

1'04"327

12Ëš Kazuki Nakajima (Gia/Williams-Toyota)

1'06"376

13Ëš Lewis Hamilton (Ing/McLaren-Mercedes)

1'20"454

14Ëš Heikki Kovalainen (Fin/McLaren-Mercedes)

PROSSIMO GRAN PREMIO 21 GIUGNO

1 giro

G. BRETAGNA Silverstone

Ore

14.00

siliano proprio lo spagnolo della Renault, Kubica, Raikkonen, Nakajima. Button, intanto, prende il largo: dopo un paio di giri ha già 1’’4 su Vettel. Paradossalmente si può dire che il GP finisce qui, almeno per le posizioni di vertice. L’unica incognita resta Vettel. Che dopo la prima sosta ai box, quindicesimo giro, inizia a ridurre il divario dal britannico. Al ventesimo

giro, infatti, si porta a 3’’2 dalla testa della corsa, al numero 23 addirittura a poco piÚ di 1’’. Al venticinquesimo giro l’unica grande occasione per il tedesco: Button va largo in curva, prima del rettilineo, ma il giovane pilota della Red Bull non riesce ad approfittarne. Per altre due tornate riesce a stare attaccato agli scarichi di Button, fino al momento della seconda so-

P EFMMB 3FE #VMM o+FOTPO FSB JNQSFOEJCJMFp

sta (giro numero 27). Partito molto leggero, almeno rispetto a chi gli era vicino, Vettel è sulla strategia delle tre soste. Al rientro è terzo alle spalle di Button e Webber. Vettel resta sulla sosta in piÚ, strategia che non lo favorisce e non riesce a riprendersi la posizione alle spalle di Button. Si torna in pista il 21 a Silverstone per la prevedibile festa a Jenson Button.

5VUUJ VOJUJ DPOUSP J UBHMJ WPMVUJ EB .PTMFZ

* QJMPUJ TJ BMMFBOP DPO J UFBN SJCFMMJ o7PHMJBNP TPMUBOUP JM NFHMJPp ISTANBUL - Se la Fota ha perso due pezzi nella sua protesta contro le novità regolamentari imposte dalla Fia di Max Mosley, la Williams e la Force India, in compenso ha dalla sua parte pubblico, gran parte della stampa, e ora anche i piloti. Se si esclude i quattro che corrono per i due team che per qualche ragione hanno finito per iscriversi al mondiale senza riserve, rimasti altrove per ovvie ragioni, i piloti delle scuderie ribelli, guidate dalla Ferrari, si sono schierati senza se e senza ma con la Formula 1 Team Association. Si sono incontrati di primo mattino all’Istanbul Park con i ’team principals’ delle scuderie Fota, per parlare dalla crisi in corso tra Federazione e squadre. Al termine Jarno Trulli, uno dei rappresentanti della Gpda, il sindacato dei piloti, si è detto in assoluta sintonia con i costruttori. Siamo totalmente solidali con la Fota - ha detto Trulli - Se non ci saranno novità la prossima settimana, si arriverà inevitabilmente a una scissione. Noi piloti siamo tutti d’accordo che faremo parte della competizione che i team Fota sceglieranno di disputare nel 2010. Finora eravamo rimasti fuori dalla politica ma ora abbiamo chiesto alla Fota di spiegarci la situazione, cosa sta succedendo. Siamo tutti d’accordo che faremo parte della competizione che i team Fota sceglieranno di disputare nel 2010. Max Mosley deve capire che non si può fare un campionato senza le squadre che contano, che hanno fatto la storia della F1. E che se non darà risposte alle richieste inevitabilmente ci sarà una scissione. Che nessuno vuole, nè i team nè i piloti. Come Gpda tra l’altro

riteniamo che le regole di Mosley, il taglio dei budget, il low cost, non tengano conto della sicurezza dei piloti. Siamo tutti d’accordo su questo. Questo prima della gara, quando qualcuno ha messo in giro maliziosamente una voce secondo cui i piloti sarebbero stati addirittura pronti a boicottare il Gp turco. Cosa senza senso, anche perchè sarebbe stato assurdo farlo prima che Mosley rispondesse le eventuali ma classiche picche. Al termine della gara, Mark Webber, presidente Gpda, dal palco del podio ha ribadito: Sosteniamo completamente la Fota. Noi vogliamo gareggiare con i mi-

%PNFOJDBMJ NBTUJDB BNBSP QFS JM SJTVMUBUP EFMMF SPTTF o$J BTQFUUBWBNP NPMUP EJ QJĂ” EB RVFTUP XFFL FOEp

NFOUF QFSGFUUBp -B EFMVTJPOF EFMMB 'FSSBSJ SPQSJB TRVBESB o5SF QVOUJ TPOP QPDIJp 'FTUB HSBOEF JO DBTB #SBXO (Q DPO MB WJUUPSJB EJ #VUUPO MB TDVEFSJB QSFOEF JM MBSHP JO FOUSBNCF MF DMBTTJGJDIF

vincere a Istanbul senza partire dalla pole position. Ma è stato favorito al primo giro da un errore di Sebastian Vettel: Ero già contento di essere rimasto secondo. Partivo

dal lato sporco della griglia. Sebastian si è coperto sull’interno e mi ha sorpreso che andasse sulla parte sporca, perchè non mi sembrava una buona idea. Mi sono messo in coda per metà giro e poi Vettel è andato largo all’uscita della curva 10 ed è stata lÏ la mia possibilità. E’ difficile superare qui. Siamo stati incollati per tutto il rettilineo e ho capito che non avrei mai potuto sorpassarlo in quel punto. Lo start è stato ok - risponde Vettel sono rimasto in testa ma poi ho perso la macchina tra la curva 9 e la 10 del primo giro. E’ stato un mio errore. E’ stato un pasticcio, ma penso che anche senza quell’errore non ci sarebbe stata una grande differenza, visto che Jenson era semplicemente troppo veloce. Dopo ho pensato che sarebbe stato meglio cambiare strategia e passare a due soste, ma non è stato cosϝ.

o#JTPHOB DBQJSF QFSDIĂƒ MB NBDDIJOB Ăƒ QFHHJPSBUB EBMMF QSPWF BM (Qp ISTANBUL - ÂŤTre punti non sono buoni puntiÂť. Felipe Massa non riesce, anche se cerca di far buon viso a cattiva sorte, ad accontentarsi di un sesto posto nella gara che lo ha visto dominatore assoluto delle ultime tre edizioni. Dopo la deludente qualifica, aveva detto che dal settimo posto della griglia non partiva certo per vincere e che sarebbe stato importante a quel punto fare buoni punti. Mentre la Brawn Gp di Button vola e la Red Bull di Webber e Vettel insegue, la Ferrari arranca. ÂŤCertamente ci aspettavamo di piĂš da questo weekend premette Stefano Domenicali - dopo quello che avevamo visto fino a sabato mattina, quando il livello di competitivitĂ  era piuttosto buono. Dobbiamo capire perchè la prestazione della macchina si è evoluta negativamente nei tre giorni. Il passo di gara non era all’altezza non

/BPNJ $BNQCFMM OFM CPY 'FSSBSJ TPQSB ,JNJ 3BJLLPOFO

solo dei migliori, ma anche delle altre squadre. Dopo il via eravamo sesti e noni, siamo arrivati in fondo sesti e noni. Mi sembra che ciò spieghi tutto, sintetizza Dome-

nicali. Il problema forse era il carico aerodinamico. Siamo peggiorati nel Q1, siamo diventati meno competitivi. E’ scontato che sia la Brawn a vincere il mondiale.

gliori team, con i migliori piloti, con le migliori macchine. Crediamo nella forza dell’unità delle scuderie. Siamo uniti e solidali. Kimi Raikkonen: Siamo tutti sulla stessa posizione. Vogliamo batterci tra i migliori e con i migliori. Felipe Massa è piÚ esplicito: Non diciamo bugie. Non ci interessa disputare un campionato che non esprima il meglio. Vogliamo lottare al massimo livello e speriamo che chi conta, che chi comanda trovi una soluzione. Le otto squadre della Fota sono le piÚ importanti, sono la storia della F1. Se decidono di fare un altro campionato io sarò insieme a loro.

o*NQBSBSF EBHMJ FSSPSJ QFS OPO GBMMJSF BODPSBp

)BNJMUPO SBTTFHOBUP )B JO NFOUF HJ JM  ISTANBUL - Il Re ha ormai abdicato. Complice un Jenson Button imprendibile, ma anche una crisi che sembra non voler piÚ lasciare la McLaren, Lewis Hamilton pensa già al 2010. A Istanbul, settimo GP dell’anno, è finito addirittura tredicesimo dopo una qualifica ancora una volta pessima (per la seconda volta di fila non è riuscito a superare il Q1). Dobbiamo analizzare bene la macchina - ha detto il campione del mondo britannico - In pista spingiamo, io ho fatto del mio meglio... Congratulazioni a Jenson, avrei voluto essere davanti con lui a lottare. Dobbiamo imparare da questa stagione per evitare di commettere gli stessi errori il prossimo anno. Il decimo posto è quello che ci meritiamo - ha detto invece Fernando Alonso - Le nostre difficoltà si sono viste, non siamo mai stati veloci. Ma nella prossima gara, a Silverstone, miglioreremo. Ma anche per lui è sempre tempo di parlare di futuro. Quasi alla noia, il suo nome viene accostato alla Ferrari. In piÚ sabato sarà a Le Mans per seguire la 24 Ore in compagnia di Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari e suo estimatore.


40 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT

4BMBEJOP WPMB B )FOHFMP 4VQFS FTPSEJP JO MVOHP

)B WJOUP MB HBSB DPO MB NJTVSB EJ  MB NJHMJPSF QSFTUB[JPOF NPOEJBMF EFMMnBOOP

1BMMBDBOFTUSP JO DSJTJ 4BDSJQBOUJ FTPOFSBUP QFS NPUJWJ EJ CVEHFU

-B 4DBWPMJOJ oUBHMJBp BODIF JM DFOUSP "LJOEFMF $PUUP TJ BMMFOB BMMnBQFSUP

1VHOJ TPUUP JM DJFMP OFM NJUJDP #SPOY 4UFGBOP 4BDSJQBOUJ OPO Ã QJÔ MnBMMFOBUPSF EFMMB 4DBWPMJOJ 1FTBSP 1FS NPUJWJ EJ CVEHFU Ã TUBUP BMMPOUBOBUP BODIF JM HJPDBUPSF "LJOEFMF

*M QPSUPSJDBOP .JHVFM $PUUP TJ BMMFOB B /FX :PSL QFS JM NPOEJBMF EFJ XFMUFS

o.J QJBDF QFSDIÃ Ã DPNF NF *OUFSQSFUB MP TQPSU USBTNFUUFOEP HJPJB EJ WJWFSF F QPJ TB QSFOEFSTJ JO HJSPp

"NNJSB[JPOF BE BMUB WFMPDJU» *M TVEBGSJDBOP 1JTUPSJVT IB DPNF JEPMP 7BMFOUJOP 3PTTJ

6O  USF OVMMJ F VO TBMUP QBTTBUP IBOOP DPNQMFUBUP MB TFSJF EFM QBOBNFOTF PMJNQJPOJDP F JSJEBUP EFMMB TQFDJBMJU» 4VCJUP EJFUSP MP TUBUVOJUFOTF %XJHIU 1IJMMJQT BUUFSSBUP B     ,FOFOJTB #FLFMF JOWFDF IB BCCBOEPOBUP MB HBSB EFJ  NFUSJ

'SBOL 4DIMFDL MFBEFS BM (JSP EFM -VTTFNCVSHP

*M DPSSJEPSF EFMMB 4BYP #BOL TJ Ã QJB[[BUP PUUBWP OFMMnVMUJNB UBQQB EFMMB DPSTB EJ   LN

"MMF TQBMMF EFM DJDMJTUB JO DMBTTJGJDB HFOFSBMF TJ Ã QJB[[BUP JM UFEFTDP "OESFBT ,MPFEFO "TUBOB TUBDDBUP EJ p 5FS[P QPTUP QFS .BSDP .BSDBUP 7BDBOTPMFJM

B np

(IJBDDJP CPMMFOUF EB GJOBMF %FUSPJU B VO QBTTP EBMMB HMPSJB

5SB HMJ TQPSUJWJ 7BMFOUJOP 3PTTJ †Ã VOP EFJ NJFJ QSFGFSJUJ– -P IB EFUUP 0TDBS 1JTUPSJVT B (SPTTFUP QFS QSFQBSBSF J .POEJBMJ DIF TJ UFSSBOOP B #FSMJOP BE BHPTUP

*M FOOF LJDLFS EFHMJ *OEJBOBQPMJT $PMUT

"EBN 7JOBUJFSJ TPUUP J GFSSJ 0QFSBUP BM GJBODP EFTUSP

4VMMF PSNF EJ QBQ» *M QJDDPMP 'PSFNBO EFCVUUB BMMB HSBOEF

*M QSPCMFNB GJTJDP UPSNFOUBWB JM DBNQJPOF EJ GPPUCBMM EB VO BOOP

(FPSHF *** B TY  BOOJ F  LH IB CBUUVUP QFS LP BM QSJNP SPVOE $MZEF 8FBWFS

*M GJHMJP EJ (FPSHF NBOEB LP 8FBWFS

* 3FE 8JOHT CBUUPOP  J 1JUUTCVSHI 1FOHVJOT F WFEPOP EB WJDJOP JM UJUPMP DPOEVDPOP MB TFSJF 

*M DBNQJPOF EFM .JMBO DPJOWPMUP JO VO QSPHFUUP EJ TPMJEBSJFU» B GBWPSF EFJ HJPWBOJ JO 4VEBGSJDB

* %FUSPJU 3FE 8JOHT TJ TPOP BHHJVEJDBUJ HBSB  CBUUFOEP JO DBTB J 1JUUTCVSHI 1FOHVJOT  F PSB TPOP B VOB TPMB WJUUPSJB EBM UJUPMP EFMMB /IM -F SFUJ TPOP TUBUF TFHOBUF EB $MFBSZ 'JMJQQVMB ,SPOXBMM 3BGBMTLJ F ;FUUFSCFSH OFM TFDPOEP (BSB  TJ HJPDB EPNBOJ B 1JUUTCVSHI

-nPMBOEFTF EFM .JMBO QBSMB DPO MnFY QSFTJEFOUF EFM 4VEBGSJDB /FMTPO .BOEFMB *M DBMDJBUPSF SPTTPOFSP Ã EB TFNQSF JNQFHOBUP JO QSPHFUUJ EJ TPMJEBSJFU»

$BMDJBUPSF EBM DVPSF EnPSP $MBSFODF 4FFEPSG BM MBWPSP QFS MB GPOEB[JPOF .BOEFMB


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 41

SPORT L’INTERVISTA A colloquio con l’ex tecnico amaranto che parla dello sfortunato campionato

S E R I E

B

Le recriminazioni di Orlandi REGGINA

REGGIO CALABRIA — L’amarezza per la retrocessione non l’ha ancora del tutto smaltita. Per Nevio Orlandi non è facile archiviare una stagione tormentata, il cui epilogo ha cercato invano di scongiurare. E a distanza di oltre dieci giorni dalla sentenza del campionato, l’allenatore amaranto, che sarà sostituito da Novellino, prova a fare una disamina del torneo. Un’analisi a 360 gradi che parte dal ritiro precampionato. «La stagione è iniziata male già la scorsa estate – ammette Orlandi-. Prima l’infortunio di Cozza, poi quello di Brienza. Ed infine le varie partenze: quella di Fabiano, per esempio, che è rimasto con noi dieci giorni e poi ha preferito andar via. Stessa cosa per Aronica. Questi sono stati i primi segnali di una stagione non positiva. Poi, proprio nel momento in cui la squadra aveva iniziato ad avere un certo equilibrio a campionato avviato, ci sono stati altri infortuni importanti: quelli di Vigiani e Corradi che ci hanno comportato qualche problema di troppo». Oltre agli infortuni, secondo lei quali sono i motivi che hanno contribuito alla retrocessione? «I troppi errori individuali. Sia in fase difensiva che in quella offensiva. Da una parte sono venuti a mancare i gol, dall’altra ne abbiamo incassati davvero troppi. E questo non sicuramente per la superiorità degli avversari, quanto, ripeto, per gli errori individuali che ci hanno fatto subire spesso non solo reti ma anche

2ª D I V I S I O N E

«La stagione è iniziata male già la scorsa estate. Poi infortuni e troppi errori individuali...»

L’ex allenatore della Reggina Nevio Orlandi parla della sfortunata stagione della squadra amaranto culminata con la retrocessione in serie B.

sconfitte. A questo, poi, si deve aggiungere anche un pizzico di sfortuna». Anche lei, come il presidente Lillo Foti, è rimasto deluso dall’atteggiamento di qualche giocatore in particolare? «Ci aspettavamo qualcosa di più, da parte di tanti. Ma tutti - me compreso - abbiamo dato meno rispetto a ciò che in realtà avremmo potuto e dovuto dare». Qual è stata la svolta in negativo del-

la stagione? «Credo la partita casalinga col Chievo. Ovviamente io non ero alla guida della squadra. I clivensi, quando sono venuti a Reggio, occupavano l’ultimo posto della classifica e vincendo al Granillo ci hanno agganciati. Il Chievo, in quella circostanza, ha avuto quello slancio importante che l’ha portato fuori dalla zona bassa della classifica, salvandosi». Nel corso della stagione, è stato più volte bersagliato dalla stampa.

«L’idea che mi sono fatto è che i giornalisti, spesso e volentieri, vanno a simpatia, soprattutto nei confronti di determinati giocatori. Spesso si è criticato il fatto che facessi giocare questo piuttosto che quel calciatore. Forse si dimentica che il lavoro dell’allenatore consiste, tra l’altro, anche nello scegliere di mandare in campo chi sta meglio dal punto di vista fisico e chi sotto il profilo psicologico ha più motivazioni rispetto ad un altro. Insomma, la formazione si decide soprattutto a conclusione di una valutazione complessiva di tutta una settimana». C’è dell’altro, però, che mi ha in un certo senso infastidito nel corso della stagione. Che cosa? «L’avermi attribuito solo il ruolo di osservatore. E’ vero, lo sono stato, ma solo i sei mesi prima che prendessi in mano la squadra nella passata stagione. Ci tengo a ribadire che, nel corso della mia carriera, ho sempre allenato. Ho seguito tutti i corsi a Coverciano, insieme a personaggi del calibro di Ancelotti, Conte e Zenga, giusto per fare qualche nome. Io alleno dal 1989. Sono stato nel settore giovanile della Reggina, poi per due anni sono stato alla guida del Potenza. Poi vice allenatore di Gustinetti e Bolchi nell’anno della prima promozione in serie A. Ho fatto da secondo a Colomba. Infine sono andato a Vittoria, dove ho preso una squadra ultima in C2 e ho vinto il campionato, conquistando la promozione in serie C1. Nel corso della lunga esperienza nel settore giova-

nile amaranto, ho cresciuto gente come Cozza, Morabito, Perrotta, Cirillo e Belardi. E quest’anno ho fatto esordire giovani come Adejo, Viola, Camilleri, Basso, Carmona, Marino». Quale il momento più bello e quale il più brutto nel corso di questa sua esperienza in prima squadra? «La sensazione più bella è sicuramente legata alla salvezza dell’anno scorso, ottenuta durante la gara in casa contro l’Empoli. Ho provato un’emozione fortissima, soprattutto quando ho visto i miei figli – Davide e Luana - entrare nello spogliatoio. Ho letto nei loro occhi l’orgoglio nei miei confronti. Quella più brutta è naturalmente la retrocessione, con due momenti in particolare: il primo risale alla sconfitta di Napoli (3–0 al San Paolo). Era l’una di notte: il presidente Lillo Foti ed io eravamo fuori dall’albergo a chiederci in cosa stessimo sbagliando, ci sentivamo impotenti a risolvere la situazione. Il secondo momento invece è stato il pesante ko di Genova». Qual è il futuro di Nevio Orlandi? «Ho già parlato col presidente, il quale mi ha confermato non solo la sua stima nei miei confronti, ma anche disponibilità. Da sempre sono un uomo della società. Quella attuale è una fase di stand by: vedremo se ci sarà per me un progetto all’interno dell’azienda o se arriverà qualche richiesta dall’esterno. In questo caso la valuteremo insieme». Angela Latella

La squadra di mister Galfano esce vittoriosa (1-2) dalla decisiva sfida contro la Val di Sangro

La Vibonese è salva! VIBONESE

ATESSA — La Vibonese ribalta i pro-

nostici della vigilia (già lo aveva fatto nella gara di andata) e condanna al ritorno in quarta serie la Val di Sangro. Va in scena ad Atessa il capolavoro degli uomini di Galfano che, dimenticando il vantaggio acquisito all'andata, mostrato subito un approccio diverso dagli abruzzesi che probabilmente speravano di far affidamento sulla migliore posizione in classifica al termine della stagione regolare. L'allenatore rossoblù imposta tutt'altro che una partita difensiva. Anzi, la Vibonese si mostra più aggressiva del solito nel 4-3-3 di partenza, basato sul tridente Melis-Taua-Di Franco, sulle geometrie di Pirrone posizionato nel mezzo del reparto nevralgico del campo e sulla capacità difensiva dei quattro in linea, mai troppo impensieriti dagli avanti avversari sistemati in campo con lo stesso modulo dei calabresi. Il tridente varato da Petrelli è decisamente meno incisivo, anche perché Memmo sembra avere le batterie scariche e dalle retrovie i suggerimenti verso l'area di rigore si contano con il contagocce. Contava solo vincere per la Val di Sangro che, invece, incassa quasi a freddo la rete di Di Franco al 3' pt, causata da un rinvio maldestro della retroguardia locale immediatamente catturato da Di Mauro. Quest'ultimo apre sul lato debole della difesa di casa (la sinistra) per l'esterno offensivo che supera l'incolpevole Ameltonis con una preciso diagonale dal limite sul lato opposto. Partita in di-

I rossoblù capovolgono il pronostico. Decisive le reti di Di Franco e Taua VAL DI SANGRO VI BON ESE

1 2

Marcatori: 3’ pt Di Franco (V), 42' st Ruggiero (VDS), 49’ st Taua Val Di Sangro (4-3-3) : Ameltonis 7; Del Grosso 5 Sensi 6 Paolacci 7 Mangoni 6,5; Ruggiero 7 Sireno 6 Campli 5 (4' st Fiorotto 7,5); Grillo 5 Memmo 5 (4' st Alessandri' 6,5) Cherchi 5,5 (30' st Perfetti sv). In panchina: Leacche, Rogato, Curcio, Epifani. Allenatore: Petrelli. Vibonese (4-3-3) : Amabile 7,5; Ranellucci 7 Orefice 5,5 Bianciardi 6 (43' st Scozzesese sv) Bica Bodan 7; Ruscio 7,5 Pirrone 7 Di Mauro 7,5; Melis 6 (11' st Polito 6) Taua 8 Di Franco 7 (33' st Sgambato sv). In panchina: Bastiera, Kulenthilan, Genesio, Oudira. Allenatore: Galfano Arbitro: Baratta di Salerno. Note: al 31' st Grillo (VDS) sbaglia un rigore (parato). Spettatori circa 1200 con una 70 di ospiti. Espulso: 32' st Orefice (V) per doppia ammonizione. Ammoniti: Di Franco (V), Ruscio (V), Orefice (V), Del Grosso (VDS), Bica Bodan (V), Fiorotto (VDS), Sireno (VDS). Angoli 5 a 4 per il Val di Sangro. Rec.: pt 4', st 5'. Mister Angelo Galfano ha condotto la Vibonese alla salvezza

scesa per una Vibonese che può giocare sul velluto. La risposta della Val di Sangro, infatti, è alquanto confusionaria e dettata prevalentemente dalla disperazione. Devono segnare due reti gli azzurri che all'ottavo im-

pensierisco Amabile solo con un cross di Mangoni, bloccato con una certa disinvoltura dall'estremo difensore. Si gioca su ritmi bassi, con un predominio territoriale sterile dei padroni di casa che provano a ren-

dersi pericolosi con una deviazione aerea di Paolacci fuori misura. Proprio il difensore è provvidenziale qualche istante nel rendere innocua una incursione di Pirrone, pronto a calciatore a colpo sicuro. E’ perico-

losa in contropiede la Vibonese che non trema su una conclusione dalla distanza di Sireno, nettamente fuori misura. Nella seconda frazione il tecnico Petrelli getta nella mischia Fiorotto. L'attaccante, al 10' st, fermato dall'arbitro al momento di pareggiare per un dubbio fuorigioco, e' il pericolo numero uno per la difesa calabrese che tutto sommato regge. Al 18' st, sull'altro versante, Ameltonis è prodigioso nell'anticipare in uscita bassa uno scatenato Taua. Passa qualche minuto e Fiorotto negli ultimi sedici metri aggancia con il tacco uno spiovente e in precario equilibrio conclude alto sulla traversa. E' il momento del massimo sforzo per la Val di Sangro che poco dopo la mezz'ora spreca la chance pareggio con Grillo che dal dischetto (fallo su Fiorotto) si fa ipnotizzare da Amabile bravo a deviare sul fondo. La rete della speranza, però, è rimandata per la Val di Sangro. Fiorotto è l'ultimo ad arrendersi e al 42' dopo aver superato in dribbling cinque avversari serve al centro Ruggiero che non sbaglia. Potrebbe crollare in extremis la Vibonese che ha il merito di crederci e non disunirsi tanto da trovare in pieno recupero la deviazione fortuita di petto di Taua su punizione di Di Mauro. Comincia la festa per i calabresi, mentre è il momento dei processi per una Val di Sangro pasticciona e confusionaria, cui non è bastata la reazione d’orgoglio nella ripresa. Italpress


42 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

SPORT 2ª D I V I S I O N E

LA CRONACA Ancora una volta play-off fatali per i giallorossi. Il Pescina passa al Ceravolo per 3-2

Il Catanzaro eliminato CATANZARO

CATANZARO — Dalla gioia al dolore.

Dalla gioia, da quella che era la quasi certezza di avere in pugno il biglietto per la finale a un vero e proprio dramma sportivo. Il tutto in concomitanza con la roulette russa dei play off. Ancora una volta, quindi, gli spareggi promozione si rivelano una beffa per il Catanzaro. E da ieri, si sprecano gli accostamenti tra il match col Pescina e quel Catanzaro-Sora datato 17 giugno 2001. Troppe similitudini tra i due incontri con un solo risultato in comune: l’ennesima delusione per il pubblico di fede giallorossa. Nel pomeriggio del “Ceravolo”, a festeggiare e ad uscire tra gli applausi è stato il Pescina. Compagine tosta e quadrata quella abruzzese, che non s’ è tirata indietro neanche dopo il gol del vantaggio catanzarese? griffato? Iannelli. Gli episodi, un pizzico di fortuna (vedi anche arbitraggio) ed una diversa tenuta mentale hanno fatto sì che a raggiungere, in finale, il Gela sia stato il Pescina. All’Fc, invece, il compito di recitare i? mea culpa’del caso. La cronaca. A inizio gara, squadre schierate in campo in maniera pressoché speculare. Provenza e Perrone optano per il consueto 4-4-2. Le Aquile presentano così lo stesso undici di Avezzano. Nulla da fare, invece, per Max Caputo, costretto a saltare anche gara-2 dei play off. Parte bene il Catanzaro che, all’8’, si fa vedere dalle parti di Bifulco con un gran tiro di Tomi (su punizione dai 40 metri) che termina di poco alto sulla traversa. Al 15’, ci prova Antonio Montella al termine di un? azione personale. La sua conclusione sorvola la traversa. Al 18’, la rete giallorossa. Azione insistita sulla destra, A. Montella serve Corapi, in area di rigore la sfera finisce sui piedi di Iannelli che si libera del diretto avversario e batte imparabilmente a rete. Il “Ceravolo” viene giù come ai vecchi tempi, con la caparbietà di Ianelli che viene premiata. L’Fc, praticamente, ha in tasca il biglietto per la finale. Gli abruzzesi sembrano alle corde, ma, lentamente, si riorganizzano. Al 24’, la replica ospite è affidata a De Angelis che manda alle stelle da buona posizione. Non passa nemmeno un minuto e al “Ceravolo” colpisce ancora una volta colui che è la bestia nera dell’Fc: Bettini. Il bomber bianconverde scatta sul filo del fuorigioco (lancio di De Angelis) e, approfittando di una dormita della difesa giallorossa, con un pallonetto liftato batte Mancinelli. Pescina nuovamente in corsa per la finale. Il Catanzaro sembra accusare il colpo e impiega qualche minuto per reagire. Pian pianino, però, le Aquile spinte da

Iannelli illude. Poi il bomber Bettini e Piva stendono le Aqule. Inutile il gol di Montella nel finale CATANZARO PESCINA

2 3

Marcatori: al 18’ pt Iannelli (Cz), 25’ pt Bettini (Pe), 38’ st Piva (Pe), 45’ st Bettini (Pe), 48’ st A. Montella (Cz) Catanzaro (4-4-2) : Mancinelli 5; F. Montella 5, Di Maio 6, Gimmelli 6, Ciano 5.5 (dal 42? st Frisenda sv); Corapi 5 (dal 42? st Falomi sv), Berardi 5, Zaminga 5.5, Tomi 5; Iannelli 6 (dal 25’ st Mangiacasale sv), A. Montella 5.5. A disp.: Parisi, Di Meglio, Pippa, Benincasa. All. Provenza 5. Pescina Vdg (4-4-2) : Bifulco 6.5 (dal 1? st Merletti 6); Locatelli 6, Petitto 6.5, Blanchard 6.5, Piva 6.5; Rosamilia 5.5 (dal 29’ st Pietrobattista sv), Giordano 5.5, De Angelis 6.5 (dal 25’ st Laboragine sv), Cruciani 6.5; Arcamone 6.5, Bettini 7. A disp.: Pomponi, Miale, Silvestri, Censore. All. Perrone 7. Arbitro: Barbiero di Vicenza 5.5. Note: Pomeriggio estivo, terreno in buone condizioni. Spettatori 7.500 circa, incasso non comunicato. Presente anche una sparuta rappresentanza di tifosi ospiti. Ammoniti: F. Montella, Mancinelli, Iannelli (Cz), Petitto, Locatelli (Pes). Espulso al 36’ st Giordano (Pe) per proteste. Angoli: 4-1 per il Catanzaro. Recupero: 3’; 7’.

Sopra, la curva dei tifosi giallorossi. A sinistra la punizione di Piva. Accanto l’attaccante Iannelli.

un pubblico commovente e prese per mano dai propri centrocampisti iniziano a macinare in gioco. Nel giro di tre minuti, creano altrettante pallegol. Al 36’, è Bifulco a strozzare in gol l’urlo del gol del “Ceravolo”. Su corner battuto da Corapi, il colpo di testa di Gimmelli viene respinto da un prodigioso intervento del portiere ospite. Sul proseguimento dell’azione, è un rimpallo (su Blanchard) a negare la rete all’Fc, col pallone che si spegne in angolo. Al 39’, conclusione da fuori

area di Corapi ma Bifulco (ancora una volta) fa buona guardia. Dopo pochi istanti dall’inizio del secondo tempo, un colpo di testa di Giordano crea un po’ di apprensione alla difesa giallorossa. Col passare dei minuti, il tatticismo e la paura di scoprirsi la fanno da padrona. Mister Perrone, al 25’, si gioca il tutto per tutto, gettando nella mischia Laboragine (al posto di De Angelis). Il Pescina passa a un offensivo 4-3-3. Provenza risponde sostituendo Iannelli con Mangiacasale.

Corapi va così a dare un mano in avanti ad Antonio Montella. Il Catanzaro dà l’impressione di limitarsi a controllare la partita coi bianco verdi incapace di sfondare. Però, la beffa è solo dietro l’angolo. Al 36’, punizione dai 20 per gli abruzzesi. Schema su palla inattiva e il Pescina va in rete ma il gioco era fermo. Come dire, tutto da rifare. Vibranti proteste ospiti e a farne le spese è Giordano che viene espulso. Batte Piva e fa centro. Delirio ospite e psicodramma nell’am-

biente giallorosso. Saltano gli schemi e la concentrazione. Al 45’, Bettini trova una prateria dinanzi a sé e deposita in rete il gol dell’1-3. In pieno recupero, A. Montella sigla il 2-3 ma è troppo tardi. Play off ancora indigesti per il Catanzaro. E ora è il momento dei “se”, dei “ma”, dei processi e di quel che poteva essere e non è stato. Di certo, una brutta botta per l’universo a tinte giallo e rosse. Vittorio Ranieri

A sinistra le lacrime di Corapi. Al centro la gioia dei giocatori e dirigenti abruzzesi. Qui, sopra, il dg del Catanzaro Impronta esce dal terreno di gioco contestato dai tifosi dei distinti.


Pag. 43

APPUNTAMENTI il Domani

Lunedì 8 Giugno 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

CATANZARO Un torneo di calcio a cinque organizzato presso il “Palagallo” in località Corvo per rendere vivo il ricordo di un caro amico prematuramente scomparso

Partirà oggi il Terzo Memorial “Massimo Suraci” «Un piccolo gesto per sentirsi vicini ad una persona che rimarrà sempre nei cuori di chi ha avuto la fortuna di conoscerla» CATANZARO — Roberto Tallarigo,

Gianluigi Mardente, Daniele Fruggi, Francesco Mardente e Giovanni Maria Tallarigo sono i promotori del 3° Memorial "Massimo Suraci", un torneo di calcio a cinque che si svolgerà a partire da oggi e fino al prossimo 30 giugno presso il Palazzetto dello Sport, "Palagallo" , in località "Corvo", per rendere vivo il ricordo del caro amico "Massimo", scomparso prematuramente all’età di 50 anni. Roberto Tallarigo ha spiegato: «Sono state molteplici le difficoltà quest’anno per poter ottenere la disponibilità del "Palagallo", ma la forza d’animo delle persone di buona coscienza, la disponibilità dei responsabili, degli addetti ai lavori, dei dirigenti e non per ultimi degli impiegati, ha fatto sì che tutto ciò possa essere realizzato. Tanti gli sponsor che hanno preso a cuore l’iniziativa; in molti hanno voluto dare il loro contributo, alcuni senza neppure voler essere menzionati, per sentirsi vicino in qualche modo, con un piccolo gesto, ad una persona che rimarrà sempre nei cuori di chi ha avuto la fortuna di conoscerla». Con le lacrime agli occhi, il cognato Roberto Tallarigo, uno degli organizzatori della manifestazione, ha evidenziato: «In quanto ad amicizia Massimo non lasciava mai a desiderare: aveva sempre una parola di conforto per tutti e non conosceva la negatività». Sedici le squadre che si sfideranno a partire dalle ore 19,00 di questa sera con due turni. Farà da cornice alla premiazione prevista per giorno 30 giugno lo spettacolo dei fuochi pirotecnici offerti

Una foto scattata nel corso della precedente edizione

dall’armeria Pilò. «Vorrei ricordare il gesto molto emozionante che la squadra vincitrice il primo anno ha compiuto nei confronti di Antonella Loprete, moglie del caro Massimo, alla quale è stato donato il trofeo di primi classificati» ha raccontato Roberto Tallarigo che promette: «Anche quest’anno ci sarà da divertirsi: proprio come avrebbe voluto il nostro Massimo grazie ad un evento bellissimo; momenti in cui Massimo è qui tra noi, non fisicamente, forse, ma sono sicuro lui ci sia e magari in questo momento mi starà guardando e scuotendo la testa, con il suo leggero sorrisetto, starà dicendo: “Compà, si sempa u stessu, sulu tu potivi fara sti cosi, sulu a ttia ti potia venira sta fantasia, non cangi mai”. Credo sia felice di vederci qui; se fosse presente “grazie” sarebbe l’unica parola che riuscirebbe a dire: “Grazie è un termine che rac-

Massimo Suraci

chiude tutto il bene ed il rispetto che ho per voi; grazie a chi mi ha stimato, e credetemi sono tanti; questo si evince dalla vostra massiccia presenza, al mio terzo memorial; grazie a mia madre, che anche da grande ha sempre continuato a darmi buoni consigli; grazie ai miei colleghi di lavoro, che mi hanno stimato, non tanto per la mia preparazione professionale, ma soprattutto per la mia disponibilità, la mia stima e l’umiltà nei loro confronti; grazie a mio fratello ed alle mie sorelle, che mi hanno voluto bene e che, come me, sono sempre attenti ai più bisognosi; grazie ai miei suoceri ed ai miei cognati, che mi hanno accettato come figlio i primi e come fratello i secondi. Per me sono sempre stati la mia seconda famiglia. Grazie alla mia amata Antonella, una moglie con la quale ho condiviso tutto: indimenticabile la gioia

immensa data dalla nascita dei nostri figli. Grazie ad Azzurra, la mia bambina, per essere cresciuta con sani principi e per avermi dato la soddisfazione e la possibilità di capire quanto possa essere grande l’amore di un padre per la propria figlia. Grazie ad Edddy, che, come per la sorella, mi ha dato la possibilità di riuscire ad esaudire tutto quello che mi chiedeva, riuscendo a riempire il mio cuore di immensa gioia. Un ultimo grazie và a tutti voi, che con la vostra presenza, avete voluto sottolineare quanto sia grande il vostro amore per il calcio, ma soprattutto, avete voluto farmi capire quanto bene, stima ed amore avete e continuerete ad avere per me. Grazie a tutti da Massimo”. Queste credo siano le parole che Massimo avrebbe usato per ringraziarci».

COSENZA L’associazione “Handicap e non solo...” ha promosso in occasione dei dieci anni di attività una commeda in vernacolo di Barbara Bruni e Antonio Conti

occhi fino ad ammettere che la presenza di handicap è in ognuno di noi, sia se corriamo scalzi sull'erba fresca, sia se siamo immobilizzai su una “carrozzina”. Bisogna prendere atto che l'uomo è di per sé un essere imperfetto a prescindere da qualsiasi condizione personale, fisica, sociale, etnica ed è limitato nonostante conservi le proprie capacità ed i propri pregi anche perché: “...è parte di una società handiccapata”.

Antonella Loprete e Roberto Tallarigo

In scena al teatro Morelli: “E’ cchijù vicinu u’ denti du’ parenti” COSENZA — Oggi alle ore 20:30 presso il Teatro Morelli di Cosenza l'Associazione teatrale “Handicap e non solo…”, in occasione dei dieci anni di attività artistica e sociale, presenta l'opera in vernacolo “E' cchijù vicinu u' denti du' parenti” commedia in due atti di Barbara Bruni e Antonio Conti che narra la tragicomica storia di un vecchio arteriosclerotico, Carlo Mantovani, che vive con il figlio Nicola il cui handicap gli reca da sempre seri problemi di deambulazione. La vi-

cenda si svolge nel giorno del settantacinquesimo compleanno del vecchio Carlo Mantovani che per opera del destino, riceve una notifica di sfratto. Trovare una soluzione congrua sarà la missione di Nicola, dal momento che il povero padre ha solo brevi intervalli di lucidità. L'associazione culturale“Handicap e non solo…”nasce, dunque, dieci anni or sono, dall'esigenza di abolire le barriere architettoniche mentali di coloro i quali si ostinano a ri-

tenere il disabile assolutamente incapace. Il palcoscenico è da sempre, nel pensiero associativo il luogo ideale, per dimostrare che gli handicap non appartengono ai soli soggetti “diversamente abili”, ma costituiscono una costante con la quale l'uomo deve quotidianamente convivere; l' “altrove” privilegiato per denunciare quelle situazioni che puntualmente si presentano sul cammino dell'individuo e che troppo spesso sono la negazione della sua personalità; lo strumento efficace per diffondere messaggi che vanno al di là della rappresentazione teatrale e che mirano a sensibilizzare le coscienze di coloro che non riconoscono nella libertà il valore più grande dopo quello della vita. Il lavoro artistico-culturale nel corso dei 10 anni è stato apprezzato e premiato, oltre che dal pubblico, da diverse personalità competenti le cui autorevoli critiche hanno dato fiducia e spinta per andare avanti. Qualcuno ha definito il loro modo di fare teatro: “...semplice, di facile comunicabilità, fluido nell'azione, da far prendere parte alla psicologia della scena fino a viverla e a sentirla come vera”; è proprio questo il messaggio che si vuole lanciare attraverso le commedie teatrali: “tra-

smettere vicende della quotidianità e sdrammatizzare anche le situazioni più difficoltose rendendole comprensibili, buffe...”. Solo la rimozione di quelle barriere mentali, che rendono le coscienze errate, potranno levare il velo dagli

Rita Macrì


44 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA L’associazione “Libera”, in collaborazione con l’Istituto che forma i giovani del posto nel campo della ristorazione, invita tutti a partecipare alla serata

Cena della Legalità all’Alberghiero di Le Castella Un’iniziativa pensata per raccogliere fondi, ma anche per stare insieme, riflettere, conoscere i prodotti delle cooperative sociali LE CASTELLA — Libera - associa-

zioni, nomi e numeri contro le mafie, in collaborazione con l’Istituto Alberghiero di Le Castella, organizza una Cena della legalità, con lo scopo di raccoglie fondi destinati a sostenere le attività di Libera nella provincia di Crotone. Lo rende noto un comunicato stampa, che spiega nel dettaglio l’iniziativa prevista per il prossimo venerdì, 12 giugno. Una delle finalità della cena è, appunto, quella della raccolta fondi: «Parte del ricavato - spiega il testo - permetterà la realizzazione di alcuni interventi di miglioramento del Cela (Centro di Educazione alla Legalità e Ambiente) sito nel comune di Cutro, adiacente al Villaggio Porto Kaleo. Come in molti sanno - precisa la nota - si tratta di una struttura confiscata alla mafia e data in gestione al Wwf di Crotone, che periodicamente, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Cutro ed altre associazioni di volontariato, organizza, oltre alle colonie estive per i bambini, eventi di sensibilizzazione ed informazione sui temi della legalità e della tutela ambientale». La “Cena della legalità” si svolgerà presso l’Istituto Alberghiero di Le Castella. «La raccolta di fondi - spiega ancora la nota stampa - non sarà l’unico scopo della serata, che vuole essere anche un’occasione per parlare e confrontarsi sui proLUZZI - Si è conclusa nei giorni scorsi, nella chiesa Santa Maria Assunta in Sambucina, l'iniziativa “Giornata dedicata all'abate Gioacchino da Fiore” organizzata dall'associazione “Insieme per Luzzi” presieduta da Pasquale Smurra e dal Comune. L'abbazia del XII secolo d.C, avvolta in una fitta vegetazione, è stata il teatro ideale per celebrare la spiritualità del religioso florense che circa 800 anni or sono pare si sia rifugiato presso la chiesa. L'evento, alla sua seconda edizione, si è sviluppato attorno ad un affascinante intreccio tra religione e filosofia. Due saperi, spesso contrastanti, ma che sulla figura di Gioacchino hanno trovato un loro armonioso accordo. L'impegno intellettuale del “dies” gioachimita è culminato, alle 17.30, nel convegno “L'attualità del pensiero di Gioacchino da Fiore” con i ROGLIANO - Il Liceo scientifico

statale ‘P. Metastasio’ di Scalea ha vinto la terza edizione di ‘ Tutti acCorti al Centro Storico’ – concorso video riservato alle scuole secondarie della provincia di Cosenza. Il primo premio è stato assegnato infatti a ‘Questioni Meridionali’ – un corto che ha evidenziato un buon livello di regia, sceneggiatura e recitazione. In seconda e terza posizione si sono piazzati, rispettivamente -‘Cronaca di una vertigine’ del Liceo classico ‘G. da Fiore’ di Rende e ‘Quando il fiume tace’ dell’I.T.C.G.T. ‘G. Falcone’ di Acri. La qualità della colonna sonora e l’intervista come forma d’inchiesta sono valse, invece, una men-

blemi della criminalità organizzata, che sono la causa principale del mancato sviluppo economico e culturale del nostro territorio». La serata inizierà alle ore 18.00 con la proiezione del film documentario “La

Burchielli e Mauro Parissone, i due autori e registi di "H24", vincitori di numerosi riconoscimenti, fra cui il "Flaiano" ed il premio "Ilaria Alpi", hanno realizzato questo docu-film per fare il punto della situazione.

Gruppo Abele di Torino. Le immagini ritraggono non soltanto il coraggioso prete, la cui figura rappresenta un esempio per tutti, ma anche i parenti delle vittime di mafia. Come dice don Ciotti nel film, "La

memoria ha un costo”. A 15 anni dalle stragi di Capaci e di via D'Amelio, in cui furono massacrati i giudici Giovanni Falcone, Paolo Borsellino ed i loro agenti di scorta, Roberto

Gli autori sono tornati nei luoghi dove i due magistrati siciliani vennero uccisi ed hanno intervistato i ragazzi della associazione "Libera", presieduta da don Luigi Ciotti, fondatore del

memoria ha un costo" ed il documentario, realizzato con tecniche cinematografiche, testimonia la rinnovata vitalità della Chiesa e della società civile più impegnata. Il video che

Si è conclusa con successo nei giorni scoresi l’iniziativa organizzata dall’Associazione “Insieme per Luzzi”

Giornata dedicata a Gioacchino da Fiore preziosissimi contributi di due grandi studiosi: il presidente del “Centro studi Gioachimiti di San Giovanni in Fiore” il professore Riccardo Succurro e lo storico Vincenzo Napolillo. Al termine del convegno sono stati premiati con una borsa di studio: il componimento scritto di Anna Immacolata Tenuta della scuola media “Genesio Coppa”, il dipinto su tela di Valentina Espositodell'Istituto Statale d'Arte ed il lavoro di gruppo del 5. ginnasio sez. B del Liceo Classicodi Luzzi. Ha avviato la manifestazione Smurra presentando la scaletta della giornata e le motivazioni della giornata. Ha poi ceduto la parola alla neo laureata Maria Pia Polizzo che ha

messo la sua tesi di laurea a servizio della collettività illustrando una nuova esegesi della produzione “artistico-letteraria” di Gioacchino da Fiore. La dottoressa Polizzosi è soffermata sul“Liber Figurarum”, tra le opere più interessanti del mistico calabrese per la “dimostrazione visualizzata e simbolica” della storia sacra e dei suoi slanci profetici. «Lo stile pittorico utilizzato nelle sue miniature – ha aggiunto la dottoressa - è di una estrema semplicità coloristica in quanto strettamente legata alla tradizione figurativa cistercense di cui il sacerdote eredita le regole strutturali». È emersa, inoltre, l'influenza che l'abate eser-

citò sulla storia dell'arte italiana. Gioacchino, infatti, avrebbe addirittura ispirato Michelangelo nella raffigurazione della volta della Cappella Sistina. Dopo l'analisi accademica, l'assessore alla Pubblica Istruzione Jessica Ciardullo ha spiegato «gli intenti su cui si poggia l'iniziativa promossa dal Comune. Ovvero dare impulso alla cultura locale favorendo l'incontro e l'assimilazione della storia antica con il mondo scolastico. È per tale motivo che abbiamo deciso di istituire un concorso per gli studenti di Luzzi particolarmente attenti all'argomento». Significativo anche l'intervento del sindaco Manfredo Tedesco che ha preceduto la messa uffi-

ROGLIANO E’ stato assegnato all’Istituto di Scalea il premio “Tutti acCorti al Centro Storico”

Il Liceo “Metastasio” ha vinto il concorso video zione speciale a ‘ Volontariamoci Incontro’ prodotto dall’Istituto Tecnico Industriale ‘A. Monaco’ di Cosenza. All’iniziativa, che ha inteso premiare studenti che con la realizzazione del cortometraggio hanno fatto emergere in maniera creativa la loro visione della realtà e quella attinente alle tematiche più importanti, hanno partecipato anche l’I.T.A.S. ‘A. Nitti’ di Cosenza con il corto ‘La Testimone’ – il Liceo scientifico ‘G. Galilei’ di

Il primo premio è stato assegnato a ‘QuestionMeridionali’, un corto che ha evidenziato un buon livello di regia, sceneggiatura e recitazione

Trebisacce con ‘A Message in a bottle’ – l’I.P.S.S.S. ‘L. Da Vinci’ di Cosenza con ‘Noi … domani a Cosenza per il recupero e la valorizzazione del centro storico!’ – il Liceo scientifico ‘G.B. Scorza’ di Cosenza con ‘Il baule’ e, fuori concorso, l’Istituto di Cultura Superioe ‘A. Guarasci’ di Rogliano con ‘Lotta contro il silenzio’. Promosso dall’associazione culturale ‘Zahir’ con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Cosenza – assessorato alla Cultura e dal-

verrà proiettato durante la serata di venerdì a Le Castella, raccoglie, inoltre, immagini inedite delle stragi del 1992 e di quella di via Carini, in cui perse la vita il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, nominato prefetto di Palermo. «Seguiranno - spiega poi il comunicato - gli interventi dei rappresentanti istituzionali. Il menu, predisposto dagli allievi dell’Alberghiero, sarà preparato con prodotti di Libera Terra e del Commercio Equo e Solidale. Libera Terra sostiene e promuove prodotti straordinari, frutto del lavoro di giovani che, riunitisi in cooperative sociali, coltivano ettari di terra confiscati ai boss della mafia. «Queste terre - si legge nella nota -, restituite alla collettività, sono tornate produttive e divenute volàno di un circuito economico sano e virtuoso, nel rispetto delle tipicità e delle tradizioni del territorio, applicando i principi dell’agricoltura biologica, per un consumo consapevole: perché anche in questo modo è possibile sconfiggere la mafia». Per aderire all’iniziativa e partecipare alla “Cena della Legalità” potete contattare il coordinatore di Libera di Crotone ai seguenti recapiti: 329.3958360 - 333.2417556; oppure inviare un e mail a info@ceadelmarchesato.com indicando un vostro recapito telefonico. Rosalba Paletta

ciata dal Mons. Agostino. «Ho sostenuto per due anni l'iniziativa culturale - dichiara il sindaco - per condividere con i territori interessati dal passagio di Gioacchino (Celico e San Giovanni in Fiore) un percorso culturale comune, finalizzato alla valorizzazione dell'altopiano silano e dei suoi itinerari sacri di singolare bellezza». Il primo cittadino intende «far risaltare il fascino dell'abbazia di Sambucina ed incentivare il turismo religioso con ricadute positive per il Comune di Luzzi». Nello stesso tempo Tedesco auspica che «prima della prossima edizione l'associazione “Insieme per Luzzi” stringa i contatti con il “Centro internazionale Studi Gioachimiti” per dare un respiro più ampio alla manifestazione locale». La mattinata si è conclusa con il consueto omaggio floreale al “cippo” che ricorda l'abate. l’assessorato alla Cultura del Comune di Rogliano, l’evento si è svolto presso la sala Sant’Ippolito di Rogliano. Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore comunale alla Cultura, Mario Altomare, per la buona riuscita dell’iniziativa e la qualità del lavoro emerso. «Sono entusiasta per quanto scaturito dalle proposte in concorso, che – ha detto Altomare – costituisce dimostrazione concreta della sensibilità e del talento dei giovani studenti cosentini, che anche in questa circostanza hanno saputo riempire la manifestazione di interessanti contenuti». R.P.


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 45

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Festa di inaugurazione e di consegna del nuovo porto il 13 giugno a Cariati

“Abbasta ma è màsculu” a Bagnara Calabra IL CARTELLONE

La seconda edizione del “Torneo dell’Amicizia” a Catanzaro

BAGNARA C. (Rc) - “Abbasta ma è màsculu” Per la rassegna teatrale organizzata dall’Associazione Argos, il 13 giugno, alle ore 21,00 circa, Piero Procopio con la sua Compagnia Associazione Hercules replica “Abbasta ma è màsculu”, due atti in calabrese dello stesso Piero Procopio. Cast: Antonella Apa, Piero Procopio, Vanessa Curto, Tonino Angeletti, Stella Surace, Biagio Bianco e Gregorio Mirarchi. Trucchi e costumi: Angela Rotella. Fonica: Francesco Iacopino. BAGNARA C. (Rc) - Sagra dell’Alalunga La Città Bagnara si prepara per la seconda Sagra dell’Alalunga – Festa del Mediterraneo. Per ciò che concerne l’evento in sé, è riconfermata la partecipazione e la preziosa collaborazione dei Pescatori bagnaresi della Cooperativa Maria di Porto Salvo, i quali saranno protagonisti indiscussi della serata finale del 5 luglio. Si prevedono altre collaborazioni da parte di cooperative e associazioni calabresi. L’evento prevederà oltre agli appuntamenti sportivi, anche altri di natura culturale, sociale e d’intrattenimento che presto saranno rese note su www.sagradellalalunga.it. Alla riunione del gruppo “Le Bagnarote”, si è discusso soprattutto sul metodo dell’ospitalità nella nostra città, ed inoltre scelta comune è stata quella di far assaporare al visitatore tutte le tradizioni, culinarie e non, tipiche della città del basso tirreno. BAGNARA C. (Rc) - Gran Galà del Pescespada L’ultima domenica di luglio si terrà a Bagnara Calabra la 44 edizione del Gran Galà del Pescespada. La manifestazione ideata dall’Associazione turistica Pro Loco, patrocinata dalla Regione Calabria, dalla Provincia di Reggio Calabria e dal Comune di Bagnara Calabra, ha l’obiettivo di promuovere una delle più antiche tradizioni del territorio, la caccia del pescespada, e valorizzare la gastronomia locale. Falk, ballo in piazza, momenti culturali e degustazione animeranno i giorni del gran galà per rivivere le antiche tradizioni bagnaresi legate al mare e contribuire alla rievocazione, per non dimenticare le antiche origini marinare. La manifestazione prevede la collaborazione del Consorzio Turistico “Costa Viola” delle Pro Loco e sarà seguito dalla Protezione Civile e dalle forze dell’ordine “Aquile di Gioia Tauro”. Tra le novità la manifestazione prevede la filodiffusione sul corso principale a creare un’atmosfera unica nella cittadina e la collaborazione artistica di Otello Profazio, cantautore italiano nonché cantautore dialettale calabrese di genere folk. L’Associazione ha inoltre pensato di sorteggiare 5 kg del prelibato pesce tra chi acquisterà il biglietto della sagra, attendendo il gran finale del galà. Biglietti famiglia e special soci unpli saranno acquistabili nei giorni precedenti direttamente presso la sede dell’associazione. L’appuntamento è per le ore 18.00 in Piazza Matteotti. A far da cornice a quest’evento parteciperanno diversi produttori locali con stand e area de gustative di prodotti locali. Le televisioni a diffusione regionale danno una notevole rilevanza a tale avvenimento, che rappresenta non solo un immancabile appuntamento gastronomico con squisite pietanze a base del prelibato pesce, preparate ad arte da

esperti cuochi, ma anche un importante e significativo mo- CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 mento di crescita culturale e sociale. Programma al completo della stagione 2008/2009 del BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino Giorno 1-2 agosto, presso il lido "Le dune bianche", 3° memorial "Paolo Musolino", torneo internazionale di scacchi. Consegna di borse di studio e computers a studenti delle scuole elementari e medie della Locride. Tra tutti gli scolari delle scuole elementari e medie presenti alla cerimonia di premiazione del 2 agosto, purchè regolarmente accompagnati da almeno un genitore, verranno sortegiati due computers supplementari donati personalmente dal presidente dell'associazione. Si ricorda che il 30 giugno, è la data limite per l'invio online, a cura degli insegnanti e dirigenti scolastici, della domanda di partecipazione al bando per le borse di studio ed i computers riservati a studenti delle scuole elementari e medie dei 42 comuni della locride. BOTRICELLO (Cz) - Aspiranti miss, selezioni La Roma Touirng di Francesco Corea esclusivista per la provincia di Catanzaro 2009, comunica che sono aperte le iscrizioni per tutte le eventuali partecipanti al gran galà di selezione per le aspiranti miss. Tale evento si svolgerà oggi presso il Copacabana di Botricello. Per ulteriori informazioni ed iscrizioni contattare il 338-7699009 oppure scrivere a maria.ciambrone@libero.it. L' iscrizione è gratuita. CAPOCOLONNA (Kr) - “Il mio mare lo voglio pultito” Ha preso il via, nel tratto compreso tra Casarossa e Capocolonna, il progetto “Il mio mare lo voglio pulito” per la pulizia dei fondali e delle spiagge dell’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto”. All’iniziativa prendono parte, oltre alla Provincia e all’Amp, la Capitaneria di Porto, le imbarcazioni della piccola pesca di Crotone, i Diving e il Wwf provinciale di Crotone. Le altre date sono: la terza giornata il prossimo 13 giugno nel tratto che va da Capo Cimiti a Capo Rizzuto e la quarta e ultima giornata il 14 giugno nel tratto che va da Capo Rizzuto a Praialonga. Il progetto prevede la pulizia delle spiagge e dei fondali dell’Area marina protetta con utilizzo delle imbarcazioni della piccola pesca mediante raccolta e trasporto di materiale di risulta nei centri di raccolta differenziata. I rifiuti lasciati sulle spiagge e specialmente quelli gettati in mare costituiscono un problema per l'ambiente oltre che un messaggio di incuria e inciviltà. Obiettivo di questa campagna è quello di ripulire i litorali e i fondali marini dell’Area Marina Protetta affiancando all'attività di raccolta dei rifiuti marini e dei litorali quella della prevenzione e della sensibilizzazione dei cittadini. Il lavoro di ricerca e individuazione da eseguire esula dai normali interventi di bonifica e riguarda grandi quantità di rifiuti scaricati in mare da imbarcazioni, la cui consistenza sarà accertata solo in fase di raccolta. CARIATI (Cs) - Nuovo porto, inaugurazione Rinviata al 13 giugno, presso l’area portuale di Cariati, la festa pubblica di inaugurazione e di consegna del nuovo Porto di Cariati ai cittadini ed a tutti i concittadini del territorio.

Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: il 21 novembre, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Corsi di preparazione per l’università Sono aperte le iscrizioni ai corsi di preparazione ai test per l’ammissione al primo anno di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia, Professioni sanitarie. Info line Form Service: 0961/792770. CATANZARO - Il venerdì “Gira intorno a te” Ogni venerdì presso il Girasole Country Club, via Lucrezia della Valle 102/3 Catanzaro sono organizzati party a tema sotto la denominazione comune di "Gira intorno a te!". Ulteriori informazioni: 347/0379298 - Per la prenotazione dei tavoli chiamare, dalle ore 16:00, 0961.752545. CATANZARO - Torneo dell’Amicizia L’Associazione Sportiva Dilettantistica Casciolino 2007 con la collaborazione dell’assessore allo Sport Danilo Gatto, organizza per l’anno 2009 la II Edizione del Torneo dell’Amicizia riservato alla categoria Esordienti 11 Vs 11. La manifestazione si svolgerà presso il campo in erba sintetica dello stadio A. Curto di Catanzaro Lido fino al 27 giugno 2009 con la disputa di tre partite giornaliere e inizio alle ore 16.00. Da evidenziare che nella precedente edizione, vista la presenza alla finalissima di numerosi osservatori di società professionistiche, i calciatori Pasquale Mattia Ottobre (classe ’95) premiato quale miglior calciatore assoluto della manifestazione e Davide Perri (classe ’96), il primo tesserato della Società F.C. Catanzaro Lido 2004 di Maurizio Caglioti ed il secondo in prestito in occasione della manifestazione, sono stati visionati e di conseguenza acquistati rispettivamente dalla Società F.C. Torino Alcio e Parma Calcio dove quest’anno hanno disputato il campionato dei Giovanissimi Regionali con ottimi risultati. Info: 338-3239850 oppure 345-4782044.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


46 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Mi para ajeri”, commedia scritta e diretta da Massimiliano Riccio nella Città dei Tre Colli

Festa del pane a Catanzaro IL CARTELLONE

Concerto di Marco Carta ad agosto all’Area Magna Graecia

CATANZARO - Uffici controlli e territoriali Avvio per oggi della Direzione provinciale di Catanzaro: la nuova struttura è composta da un ufficio controlli e da due uffici territoriali, e subentra agli attuali uffici locali di Catanzaro e Lamezia Terme, assorbendone anche le competenze. L’Ufficio controlli, articolato in un’area accertamento e in un’area legale, è dedicato alle funzioni di controllo e di accertamento, e di contenzioso tributario. Gli Uffici territoriali di Catanzaro e Lamezia Terme cureranno l’informazione e l’assistenza ai contribuenti ed alcune tipologie di accertamento diverse da quelle affidate all’ufficio controlli. Talune attività di controllo sostanziale saranno espletate presso la sede di Lamezia Terme mentre i ricorsi avverso gli atti della DP potranno essere presentati in entrambe le sedi.

CATANZARO - Appuntamenti Ra. Gi. Tre gli appuntamenti che attendono l’Associazione Ra.Gi. Onlus di Catanzaro nel prossimo mese di giugno. Tre date molto importanti per l’Associazione che dal 2002 è impegnata nel settore socio-sanitario e non solo.Venerdì 12 giugno 2009 ore 17,00 presso l’Auditorium “G. Pellicanò”, Fondazione Betania Onlus Catanzaro, seminario di studi e presentazione del volume “Se la cura è una danza” a cura del prof. Vincenzo Bellia. L’Associazione Ra.Gi Onlus avrà il piacere e l’onore di ospitare per la prima volta in Calabria il professor Vincenzo Bellia autore, tra gli altri, anche del libro “Se la cura è una danza”. Sabato 13 giugno 2009 dalle ore 09:30 alle 17:30, reparto di Radioterapia dell’Ospedale “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, laboratorio introduttivo alla danzaterapia espressivo-relazionale “Corpo tra corpi” condotto dal Prof. Vincenzo Bellia. Il laboratorio è aperto a un massimo di 20 persone. La quota di partecipazione è di euro 50,00. Si rilascia alla fine attestato di partecipazione. Per informazioni rivolgersi ai seguenti numeri di telefono: 333-4893092 – 338-9155521- 0961752158 oppure all’indirizzo mail : info@ra-gi.org" info@ra-gi.org.

CATANZARO - “Matrimonio e viscuvati” Al Teatro Hercules, viale degli Angioini, mercoledì 10 giugno 2009 ore 21,00, “Matrimoni e viscuvati”, due atti in dialetto calabrese di Piero Procopio. Cast: Stella Surace, Antonella Apa, Piero Procopio, Franco Bisurgi, Biagio Bianco, Vanessa Curto, Gori Mirarchi, Vincenzo Pitingolo e con Mico Ammendolia. Regia: Piero Procopio. Foni- CATANZARO - “La Calabria di moda” ca: Francesco Iacopino. Nell’ambito del progetto Sim Calabria, progetto interregionale di azioni integrate a supporto del sistema moda, CATANZARO - Scuola “P. Galluppi”, rassegna l’Imed - Istituto Mediterraneo del Design, in collaborazioAttesissima la rassegna culturale di fine anno degli alun- ne con la Regione Calabria, dipartimento 10 - Lavoro, Poni dei corsi A, B, C, D della Scuola media “P. Galluppi”, litiche della Famiglia, Formazione Professionale, Coopeche daranno variegati saggi delle loro competenze e abi- razione e Volontariato, organizza il prossimo venerdì 12 lità raggiunte. Si tratta di pièce teatrali e di kermesse ca- giugno ore 17.00 il forum “La Calabria di moda”. L’evento nore. Saranno presenti: il sindaco di Catanzaro, dott. Ro- presenta i risultati del progetto Sim Calabria, tra cui una sario Olivo, l’arcivescovo Metropolita di Catanzaro- sfilata di abiti progettati dagli studenti del Master in proSquillace, Sua Eccellenza Rev.ma Monsignor Antonio Ci- gettazione della Moda, nonché i risultati della ricerca dei liberti, il presidente della Provincia di Catanzaro, dott.ssa fabbisogni formativi in Calabria, del settore Moda. Un picWanda Ferro, l’assessore al Turismo del Comune di Ca- colo rinfresco conclusivo sarà l’occasione per scambiare tanzaro, dott. Roberto Talarico, l’assessore alla Cultura qualche opinione ed incontrare gli attori del progetto, rapdel Comune di Catanzaro, dott. Antonio Argirò, il diri- presentanti istituzionali ed aziende del settore. Il Forum si gente scolastico dell’Itis “E. Scalfaro” di Catanzaro, prof. svolge presso la sede, sita in via dei Conti Falluc, 70/A, Gregorio Teti, il Vice-Questore di Catanzaro, dott.ssa Ma- 88100 Catanzaro. E’ richiesta la conferma della prenotarinella Giordano, la sociologa, funzionario di Prefettura, zione, salvo esaurimento posti, telefonando allo dott.ssa Pina Minervini, la psicologa, coordinatrice cen- 0961.769629. Il programma dettagliato ed ulteriori inforsono disponibili all'indirizzo tro famiglia di Catanzaro, dott.ssa Marzia Colace, la pe- mazioni dagoga, docente del Liceo Classico “P. Galluppi” di Ca- web.me.com/imedcz/SIM/SIM.html. tanzaro, dott.ssa Valeria Santelia. Programma dal 10 al 12 giugno 2009: 10 giugno ore 20,00 – rappresentazione CATANZARO - Accademia Fryderyk Chopin teatrale “Sogno di una notte di mezz’estate”; 11 giugno, L’Accademia musicale “Fryderyk Chopin” di Sellia Marina ore 19,30, rappresentazione teatrale tratta da “I Malavodiretta dal M° Elvira Mirabelli organizza presso l’Auditoglia”; recita di poesie; commedia in vernacolo “Ridge e rium dell’Accademia nei giorni 12 e 13 giugno 2009 il maTorne a Catanzaro”; rappresentazione teatrale tratta da ster class “Viaggio nella vocalità dalla tecnica all’interpre“La Locandiera”; 12 giugno, ore 18,00 – proiezione di un tazione secondo il metodo Voicecraft tenuto dal M° Grazia cortometraggio sul bullismo e dibattito sulla tematica del Di Michele e dal M° Gabriella Scalise (docenti di canto delcortometraggio; 12 giugno, ore 20,00 – spettacolo “Un la trasmissione Amici di Maria De Filippi). Venerdi 12 giumondo d’amore tra musica e poesia”. gno 2009, auditorium Accademia Musicale Fryderyk Chopin , ore 15:00 - seminario sul rivoluzionario metodo di tecCATANZARO - Serate dedicate a Verdi e a Puccini nica vocale Voicecraft e sull’interpretazione; ore 16:30/20:00, lezioni di canto; ore 21:30 Santa Fè Beach – Programma delle due serate monografiche organizzate Catanzaro Lido, concerto dei partecipanti. Sabato 13 giupresso l'auditorium Casalinuovo. Si tratta di una seleziogno 2009, ore 9:00/13:30 e 15:00/20:00, lezioni di canto e ne d'arie d'opera intepretate da un soprano, un tenore e suggerimenti sulla performance artistica effettuata. Sono un baritono accompagnati da un pianoforte. L'11 giugno, previsti allievi effettivi ed uditori. Scadenza iscrizioni per sarà dedicato a Verdi, mentre il 12 giugno, sarà la volta di il master a numero chiuso mercoledì 10 giugno 2009 (farà Puccini. Il prezzo d'ingresso è di 10 euro per ogni singola fede la data di registrazione). Info: tele/fax 0961-1916239 serata. L'ingresso per entrambe le serate è di 15 euro. L'in- cell. 348 0980689 - amfc@libero.it web - www.accadegresso per studenti è di 5 euro a serata. Giovedì 11 giu- miachopin.it. gno, serata Verdiana, I parte: Preludio atto I da "La Traviata"; Un di felice eterea da "La Traviata" soprano tenore; Monologo di Ford da "Falstaff" baritono; E' CATANZARO - “Oltre la nostalgia, l’amore” strano...sempre libera da "La Traviata" tenore; Ma se m'è Sabato 13 giugno, ore 18.30, presso il teatro Incanto Parco forza perderti da "Un ballo in maschera" tenore; E' il sol dei principi a Catanzaro Sala “Oltre la nostalgia, l'amore” dell'anima da "Rigoletto" soprano tenore; II parte: Di Pro- Palummella opera teatrale scritta e diretta da Franco Galvenza da "La Traviata" baritono; Caro nome da "Rigolet- lelli. Con gli attori, i mimi e la troup tecnica del teatro In to" soprano; La donna è mobile da "Rigoletto" tenore; canto; i maestri cantanti e musicisti dell'associazione il guMorte di Rodrigo da "Don Carlo" baritono; Tutte le feste sto del bello; le coreografie e le stelle della scuola di danza al tempio...Ah sì vendetta da "Rigoletto" soprano barito- Riccardo La Croce danza. Prenotazioni: 320/2516302. no. Venerdì 12 giugno, serata Pucciniana I parte: Valzer di Musetta da "La Bohème" soprano; Monologo di Schicchi da "Gianni Schicchi" baritono; E lucevan le stelle da CATANZARO - “Mi para ajeri”, commedia "Tosca" tenore; Mimì...speravo di trovarvi qui da "La Sabato 13 giugno, ore 21.00, e domenica 14 giugno, ore Bohème" soprano baritono; Tra voi belle da "Manon Le- 18.30, presso l'auditorium A. Casalinuovo di Catanzaro, scaut" tenore; O mio babbino caro da "Gianni Schicchi" l'associazione Ottantotto100 Sensi artistici presenterà la soprano; II parte: La canzone di Doretta da "La Rondine" commedia "Mi para ajeri" scritta e diretta da Massimiliano soprano; O Mimì tu più non torni da "La Bohème" tenore Riccio con: Laura Crisafi; Giuseppe Grillo; Massimiliano baritono; Firenze è come un albero fiorito da "Gianni Riccio; Antonio Pastina; Irene Longo e Francesca Pucci. Schicchi" tenore; Vissi d'arte da "Tosca" soprano; Te Deum Audio a cura di Mirko Mustari, luci a cura di Antonio Orda "Tosca" baritono; O soave fanciulla da "La Bohème" so- lando, musiche originali di Massimiliano Riccio; scenoprano tenore. grafia a cura di Salvatore Leone, Giuseppe Marcellino, An-

tonio Orlando; direzionedi scena di Francesca Pucci. Ingresso 8,00 euro. CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partito il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: il ciclo di incontri si concluderà il 13 giugno, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”. CATANZARO - Programma Pro loco Programma 2009 della Pro loco Cz: 13 giugno: festa del pane nei pressi della chiesa del Monte dei morti dove tradizionalmente si celebra la festa di S. Antonio; 25 giugno 2009: Ragazzi Erasmus in città; 25 giugno 2009: partecipazione al concorso ippico; 16 luglio 2009: Festa di S. Vitaliano. CATANZARO - Rassegna di giovani concertisti L’Accademia Musicale “Fryderyk Chopin” presieduta dal M° Elvira Mirabelli, organizza la XVIII Rassegna internazionale di giovani concertisti che si terrà il 20 e 21 giugno 2009 presso la Sala Concerti di Palazzo De Nobili in Catanzaro. Agli artisti che si saranno particolarmente distinti sarà offerta la possibilità di accedere direttamente alla Serata Finale della XII selezione internazionale Fryderyk Chopin che si terrà nel maggio 2010 e che metterà in palio borse di studio, premi speciali, trofei, inserimento nel sito internet www.accademiachopin.it . Termine scadenza iscrizioni 18 giugno 2009. Info: amfc@libero.it - www.accademiachopin.it - Tele/fax 09611916239 - 348 0980689. CATANZARO - Marco Carta in tour La Media Service di Maurizio Rafele in prossimità dell’estate prepara l’organizzazione del Marco Carta in tour. Il vincitore del 59°Festival di Sanremo Marco Carta terrà il suo concerto a Catanzaro Lido il 7 agosto 2009 presso il Centro Polifunzionale “Magna Graecia “. Per info: Maurizio Rafele 334/2637312 - www.mauriziorafele.it. CATANZARO - Concerto di Claudio Baglioni, prevendite “Gran Concerto – Qpga” di Claudio Baglioni all’Area Magna Graecia di Catanzaro Lido il 23 agosto. La data, organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese, rientra nel nuovo tour del celebre cantautore romano, che torna ad esibirsi dopo lo straordinario successo dell’ultimo record-tour “Tutti qui”. Anche a Catanzaro Baglioni presenterà una formula fortemente innovativa e altamente spettacolare con la quale, per la prima volta, sarà la dimensione live ad anticipare i contenuti di un album ancora inedito: il nuovo doppio cd del musicista, che verrà pubblicato dopo l’estate e che sarà possibile scoprire e ascoltare integralmente nell’esecuzione dal vivo. I biglietti per il concerto all’Area Magna Graecia potranno essere acquistati presso le abituali prevendite di tutta la regione, con i seguenti prezzi per singolo posto a sedere: poltronissima (posti numerati) 58,50 euro, poltrona (posti numerati) 48,50 euro, gradinate (non numerate) 38,50 euro. I costi sono comprensivi di prevendita. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese visitando il sito internet www.essemmemusica.it oppure telefonare al numero di seguito riportato 327.7705335.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 47

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Qualificare l’acquisizione di beni e servizi per migliorare l’assistenza e razionalizzare la spesa” a Copanello

“Di catrame e di anima”, mostra a Cosenza IL CARTELLONE

MiniMaratona della Magna Graecia domenica 21 giugno a Cirò Marina

CASIGNANA (Rc) - Nomadi in concerto Domenica 16 agosto, alle ore 21.00, Nomadi in concerto a Casignana (Rc). In piazza centrale con ingresso gratuito. CHIARAVALLE (Cz) - Concerto di Enrico Ruggeri Concerto di Enrico Ruggeri il 22 agosto a Chiaravalle, in occasione della festa del patrono con inizio alle ore 21.30, presso il centro storico con ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335. CIRO’ (Kr) - Minimaratona della Magna Graecia Domenica 21 giugno 2009 si svolgerà a Cirò Marina, la I MiniMaratona della “Magna Graecia”, corsa amatoriale su strada, organizzata dalla nuova associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", nata con l’obbiettivo di organizzare manifestazioni sportive, culturali, formative e ricreative del comprensorio calabrese. La manifestazione sportiva prevede un percorso dai 10km ai 18Km (ancora da definire il chilometraggio esatto). Il giorno della gara è fissato per domenica 21 giugno 2009, in alternativa in caso di maltempo si terrà domenica 28 giugno. Per le iscrizioni e tutti gli aggiornamenti fino ad inizio manifestazione si può visitare il sito www.minimaratona.it. COPANELLO (Cz) - Convegno “Qualificare l’acquisizione di beni e servizi per migliorare l’assistenza e razionalizzare la spesa”. E’ il tema di un convegno organizzato dall’Associazione Provveditori Economi della Calabria, con il patrocinio della presidenza della Regione Calabria, dell’assessorato alla Salute, della Provincia di Catanzaro, del Comune di Catanzaro, dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, Crotone, Reggio Calabria , dell’Azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro, dell’Azienda Ospedaliera Mater Domini di Catanzaro, dell’Ordine dei Medici di Catanzaro, dell’Università Magna Graecia di Catanzaro e della Camera di Commercio di Catanzaro. Per tre giorni, precisamente dall’11 al 13 giugno prossimi, esperti, studiosi, provveditori economi della Calabria e di altre regioni d’Italia si ritroveranno nell’Hotel Villaggio Guglielmo di Copanello, di alcuni aspetti legati, appunto, alla gestione del sistema sanitario. Anche perché spiega Aldo Corea, presidente Apec, già dirigente dell’Azienda Ospedaliera Pugliese – Ciacco.

COSENZA - “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura” “Il talento, la qualità creativa e lo spirito artistico legati alle radici del Mediterraneo, che si esprimono in modo diffuso e variegato, devono poter trovare, anche attraverso iniziative come quella che inauguriamo questa sera, l’energia per proiettare nel mondo l’immagine reale e veritiera della nostra terra. La tempra che esprimiamo deve diventare ambizione per liberarci dai falsi e negativi stereotipi, restituendo l’identità culturale che ci ha caratterizzato per secoli”. Così

il presidente della Provincia Mario Oliverio ha salutato l’inaugurazione della mostra “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura”, questo pomeriggio, al taglio del nastro presso la Galleria d’Arte Provinciale Santa Chiara sita nella città di Cosenza, in Salita Liceo, che rimarrà aperta al pubblico fino a lunedì 15 giugno prossimo. COSENZA - “Di catrame e di anima” Salvatore Anelli in “di catrame e di anima”, fino al 9 giugno 2009. Ritorna a Vertigo Salvatore Anelli, con una personale che, come la precedente di due anni fa, propone ancora una commistione questa volta non con altri artisti, ma con sedici poeti sul tema del teschio. Una cinquantina di opere in cui il teschio, icona dell’arte di tutti i tempi, anche letteraria evidentemente, viene declinato in singolarissime e svariate forme, dal disegno a carboncino, catrame e pigmenti vari, a materiali dipinti, incisi che danno vita a vere e proprie sculture e installazioni, a tecniche digitali, dove i versi dei poeti non sono semplici corollari, ma parte integrante e funzionale, che Anelli, come sempre nelle sue operazioni di coinvolgimento, riesce a rispettare e rappresentare il lavoro altrui senza tradirne l’essenza, e nello stesso tempo creare la sua opera originale, sicura e nella fattispecie conturbante. E’ infatti con prepotente vigore che le opere s’impossessano dell‘ampio spazio candido di Vertigo avvolgendolo oltre che nel fascino delle sapienti composizioni in una pervasiva speculazione concettuale sul contributo di arte e poesia nell’attuale disagio della nostra civiltà. La mostra è corredata da un dvd dell’artista a cura di Orazio Garofalo e lettura delle poesie di Alessandra Romeo, allegato alle prime cento copie del catalogo in libreria.In catalogo: testi di P. Aita, A. Basile, R. Granafei, L. M. Patella e P. Ruffilli. Presentazione in pieghevole di Franco Gordano. La mostra sarà prossimamente presentata alla galleria la nube d’OOrt via Principe Eugenio Roma. Info: Vertigo Centro Internazionale di ricerca per la Cultura e le Arti Visive ContemporaneeVia Rivocati 63, 87100 Cosenza, tel. e fax 0984 75212 e-mail: vertigoarte@libero.it, www.vertigoarte.org.

rama italiano, differenti per geografie, formazione e linguaggi visivi, accomunati dall'idea-progetto del piatto, “simbolo di ricchezza e di nuova vita nei tempi passati che si tinge in questa occasione – come scrive il curatore dell'evento Angela Sanna – di nuovi significati generando curiosità negli artisti contemporanei e offrendo loro nuovi spunti di sperimentazione. La rassegna è frutto di sinergie di queste tre realtà artistiche che operano da anni nell'ambito della ricerca e della sperimentazione visiva con linguaggi afferenti alle dinamiche fenomenologiche del contemporaneo, dimostrando singolarmente l'impegno culturale in una Regione spesso priva di quegli apporti vitali necessari per la divulgazione dell'arte contemporanea.Catalogo in galleria Vertigo Centro Internazionale di ricerca per la Cultura e le Arti Visive Contemporanee, Via Rivocati 63, 87100 Cosenza, tel. e fax 0984 75212 e-mail: vertigoarte@libero.it, www.vertigoarte.org. COSENZA - “Regine d’Africa”, mostra di pittura E’ stata inaugurata, nella splendida sala della galleria d’Arte Artequadri, Piazza XXV luglio, Cosenza , la mostra di dipinti dell’artista cosentino Massimo Melicchio, dal titolo “ Regine d’Africa”. In mostra, in anteprima nazionale, 25 dipinti ( oli su tela , di varie dimensioni) , realizzati per l’occasione. La mostra, terminerà sabato 13 giugno. Orari : da lunedì a sabato dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle ore 16,30 alle 20,00. Ingresso libero. Info: www.massimomelicchio.it.

COSENZA - Radio Ciroma presenta... Radio Ciroma 105.7 presenta: Ctrl + Alt + Canc Riavvia il Sistema, sabato 13 giugno, in P.zza Toscano ore 22.00, proiezione "Come un uomo sulla terra" (http://comeunuomosullaterra.blogspot.com) - Campagna nazionale Io non respingo, a seguire dj set; venerdì 19 giugno, presso la palestra all'aperto via Milelli, ore 22.00, The Bone Machine in concerto (www.thebonemachine.it) special guest Think for Yourself; sabato 27 giugno, in P.zza Toscano, ore 21.00, presentazione del libro "Anarchy in the COSENZA - Opera in vernacolo Eu" di Alex Foti (Agenzia X 2009); ore 22.00, L’Associazione teatrale "Handicap e non solo…", in occa- concerto/proiezione - Free Radicals sonorizzano "Tempi sione dei 10 anni di attività artistica e sociale, oggi, alle ore Moderni" di Charlie Chaplin. Per info: 0984/28250 20.30, presso il Teatro Morelli di Cosenza, presenta l'opera www.ciroma.org - info@ciroma.org. in vernacolo "E' cchijù vicinu u' denti du' parenti" commedia in due atti di Barbara Bruni e Antonio Conti che narra la tragicomica storia di un vecchio arteriosclerotico, Carlo Mantovani, che vive con il figlio Nicola il cui handicap gli a questa rubrica, inviare una e-mail reca da sempre seri problemi di deambulazione.

Per segnalare un appuntamento

COSENZA - “Il festino degli dei” Il festino degli dei, diciotto sapori d'artista, dal 9 al 30 giugno 2009. Curatore Angela Sanna. Inaugurazione 9 giugno 2009 ore 18.30, Galleria Verigo. La rassegna è promossa e organizzata dal Centro per l'arte contemporanea “Open Space” di Catanzaro, dal Centro “Angelo Savelli” di Lamezia Terme e dall’Associazione “Vertigo” di Cosenza. Tre istituzioni calabresi per l'Arte Contemporanea, unite nella progettazione di una particolare, atipica e significativa rassegna che vede la presenza di diciotto noti artisti del pano-

all’indirizzo di posta elettronica

appuntamenti@ildomani.it o un fax al numero 0961-903801 ALMENO QUARANTOTTO ORE PRIMA DELLO SVOLGIMENTO DELL’EVENTO


48 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Mi ritorni in mente”, spettacolo dedicato alle canzoni e ai video di Lucio Battisti a Cotronei

“Quiz & Go” a Crotone IL CARTELLONE

Festa in onore di S. Antonio di Padova a Cropani Marina

COSENZA - InPrimaFila, eventi Nuovi eventi da InPrimaFila, orario apertura agenzia: lunedì - venerdì, 9.30-13.00/16.30 - 19.30; sabato ore 9.3013.00. U2, disponibilità di biglietti per la seconda data; posticipato al giovedì 18 giugno, ore 21.15, presso Cineteatro Garden - Rende Cs, Cristiano De Andrè, De Andrè canta De Andrè, poltronissima euro 33,50; poltrona euro 27,50; distinti euro 27,50; galleria euro 19,50; mercoledì 3 giugno, ore 20.30, presso Teatro Morelli - Cosenza, Trio Cesar Cui con Iride Varani flauto; Mariella Veltri violino; Francesca Infante pianoforte, prossimamente in vendita; lunedì 15 giugno, ore 20.30, presso Teatro Morelli - Cosenza, Lello Arena prossimamente in vendita; lunedì 29 giugno, ore 21.30, Piazza XV Marzo (Piazza Prefettura) Cosenza, Claudio Baglioni in gran concerto - Qpga, I settore numerato euro 58,50; II settore numerato euro 48,50; III settore non numerato euro 38,50; tribuna non numerato euro 38,50; martedì 7 luglio, ore 20.00, mercoledì 8 luglio, ore 20.00, presso Stadio San Siro Milano, U2 disponibilità di biglietti per la seconda data. COSENZA - Associazione Jonica, stagione Una stagione concertistica ricca di grandi artisti, quella organizzata dall’Associazione Culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza. Programma: il 15 giugno al Teatro “A. Rendano, LELLO ARENA incanterà il pubblico con ‘O CUNTO D’O SUDATO”, traduzione in chiave partenopea dell’ Histoire du Soldat di Ramuz su musica di Igor Stravinskij con: Lello Arena, Yari Gugliucci, Biancamaria D’amato, Barbara Giordano e l’ orchestra dal vivo “Officina Musicale” composta da otto elementi diretta da Orazio Tuccella. Mercoledì 15 ottobre al Teatro Rendano in scena la formazione rumena dei Taraf de Haidouks che presenta il suo nuovo progetto originale dedicato ai compositori classici che si sono ispirati a temi delle musiche tradizionali: “MASKARADA”. Eseguiranno brani di Bartok, Khachaturian, Ketelbey e Manuel de Falla, "re-tziganizzati" alla propria maniera. Il 25 novembre al teatro Morelli un TRIO LIRICO composto da Vincenzo Nizzaro, baritono; Pamela Chiriaco, soprano e Giuseppe Di Stefano, tenore accompagnati al pianoforte dal m° Amelia Aguglia. Sempre a novembre al teatro Morelli in data ancora da definire andrà in scena l’operetta “MY FAIR LADY” un musical del 1956 di Alan Jay Lerner, autore del libretto su musiche di Frederic Loewe, adattato dall´opera Pigmalione di George Bernard Shaw. Lunedì 21 dicembre 2009 al teatro Rendano l’HARLEM GOSPEL CHOIR, uno dei più importanti cori gospel del mondo.Il 27 dicembre 2009 arriverà sul palco del teatro Rendano il balletto più rappresentato durante le festività natalizie: “LO SCHIACCIANOCI” su musiche di Tchaikovsky nell’allestimento del Russian State Ballet Of Volga. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20,30. Il costo dell’abbonamento per i 12 appuntamenti è di132 euro. COTRONEI (Cs) - “Mi ritorni in mente” Tonino Trapasso presenta: “Mi ritorni in mente”, spettacolo dedicato alle canzoni ed ai video di Lucio Battisti. Domenica 14 giugno a Cotronei, inizio spettacolo, ore 21.30. La band è formata da : Tonino Trapasso voce, Lucio Ranieri pianaforte e tastiere, Ciccio Vescio basso, Nicola Durante batteria, Luciano Calabrese chitarre, Francesca Piccirillo ,Serena Cristofaro e Annarita Ippolito vocalist. Per info: 3406729524. CROPANI M. (Cz) - Festa di S. Antonio di Padova Sabato 13 giugno, a Cropani Marina si terrà la festa "S. Antonio di Padova" 2009 . Programma: ore 21.30, concerto de "Il Giardino dei semplici"; ore 24.00, spettacolo di fuochi pirotecnici. CROTONE - Personale di Silvio Vigliaturo Fino al 30 agosto il Mack – Museo d’Arte Contemporanea di Crotone dedica una personale all’artista e maestro della vetro-fusione Silvio Vigliaturo. Le svariate tematiche affrontate in questa mostra attestano dell’enorme curiosità che ha contraddistinto tutto il percorso artistico di Vigliaturo, ed in particolare quello degli ultimi anni. Ogni sala del museo è infatti caratterizzata da un’installazione o da un insieme di opere legate da uno stesso tema, tutte, ad ogni modo, riflessi di un pensiero vivace, attento e capace di dare un’interpretazione critica del presente in cui viviamo. Testimonianza lampante di ciò sono la serie di dipinti dal significativo titolo Dispersone=Dispero-

nie+Persone e l’installazione Babele, Torre dell’Amore?; che ci restituiscono la lettura problematica che l’artista da dell’uomo contemporaneo e della sua incapacità di instaurare rapporti significativi, costantemente circondato dai suoi simili e tuttavia disperso, preda del caos dei moderni baccanali, vere e proprie affermazioni di una confusione che sembra intridere ormai ogni aspetto della nostra vita quotidiana. Le due sculture in vetro dal titolo Vibrazioni Musicali e La Ballerina ci regalano, invece, un tributo allo spirito di leggerezza, alla vitalità e alla poeticità di quei corpi capaci di diventare suoni e accenti, all’eleganza della danza e all’armonia della musica che per l’artista sono un tutt’uno inscindibile. Un’altra sala accoglie i Segni di luce, sculture in vetro che rappresentarono i XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006, di cui Vigliaturo fu unico testimonial artistico.Vi sono ancora i Monoliti, maestosi risultati delle ultime innovative ricerche fatte dall’artista sulle infinite possibilità espressive del vetro. Ma ad essere il vero centro di questa mostra è il Mediterraneo, di cui Vigliaturo fa propri i colori caldi ed intensi tipici delle sue coste, attraverso la costruzione in vetro con parti mobili ritraente la pianta del fico d’india – vero e proprio emblema della mediterraneità – e l’ acqua del mare, che l’artista appare in grado di includere all’interno delle proprie sculture in vetro. Vigliaturo è un illusionista che, soffiando nel vetro, sembra saper rendere densa, solida, ogni singola particella d’acqua, pur mantenendone inalterata la fluidità, tanto che le stesse figure dei suoi personaggi sembrano fluttuare in un mare che ne trasforma i lineamenti restituendoli incredibilmente sinuosi e armonici, come, appunto, le onde delicate del Mediterraneo. CROTONE - Concerto duo da camera Mercoledì 10 giugno alle ore 20,00 presso la Biblioteca del liceo classico “Pitagora”, si terrà il concerto del duo da camera composto dal tenore Maurizio Guerra, e dal pianista Francesco De Siena nell’ambito delle iniziative promesse dall’associazione E20 Music. CROTONE - Farmer Market Il Farmer Market, il mercato dei contadini all’insegna dei prodotti tipici e di qualità a prezzo contenuto riaprirà nelle giornate di domenica 14 e 21 giugno, non più di mattina, ma nel pomeriggio. CROTONE - “Quiz & Go” Si svolgerà dal 14 giugno al 5 luglio “Quiz & Go”, la più grande caccia al tesoro in automobile che si sia mai svolta sulle strade italiane. La manifestazione, promossa dall’Aci in collaborazione con la Rai e l’Automobile Club di Crotone, si articola in una serie di prove provinciali che daranno accesso a selezioni regionali e alla finale nazionale nel Centro di Guida Sicura Aci di Vallelunga, alle porte di Roma. L’evento, organizzato da “In Lucina Associati” ripropone in chiave moderna l’Autoradioraduno degli anni ’60 e unisce alle emozioni di una gara di regolarità il fascino della riscoperta turistica del territorio crotonese, all’insegna di una nuova cultura della mobilità più sicura e responsabile. “Quiz and Go” è una gara sportiva a punteggio, il cui regolamento è stato scritto da Aci-Csai Commissione Sportiva Automobilistica Italiana. Partecipare è facile. Tutti possono prendere parte all’evento a bordo della propria auto in qualità di piloti, copiloti o accompagnatori. E’ sufficiente formare un equipaggio di almeno due persone dotate di un telefono cellulare. Il giorno della gara arriverà per sms un indovinello con gli indizi della prima delle quattro tappe da completare durante la giornata. Raggiunta la prima tappa, si riceve un nuovo indizio sul cellulare per la destinazione successiva, e così via. Ogni messaggio rappresenta un enigma da risolvere, un territorio da esplorare e una meta da conquistare. Chi risponderà correttamente al maggior numero di quesiti proseguirà nel gioco. Non ci sono limiti di tempo per lo svolgimento della prova: non è una corsa. L’evento si svolge su strade aperte al traffico, nel rispetto delle norme di circolazione e dei limiti di velocità. Le domande del gioco riguardano anche il Codice della Strada e le tecniche di guida sicura. Le iscrizioni dovranno avvenire entro il 13 giugno 2009 presso la sede dell’Automobile Club di Crotone, viale Leonardo Gallucci 31-33 in Crotone e nelle sue delegazioni, nelle agenzie.

le forze dei vigili urbani e della prociv; le associazioni promotrici delle manifestazioni As Bicincittà, Uisp, As Verde Azzurro, sono in stretto contatto con quelle locali per la miglior riuscita delle iniziative così programmate: Strongoli Marina per il 21 giugno, con la collaborazione con il moto club; invece per Isola Cr e, Cutro, Torretta di Crucoli tra 17 maggio o 31, o altre date in maggio o giugno, con i diversi soggetti storici dell’organizzazione locale.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 settembre. GIOIOSA M. (Rc) - Grignani in concerto Concerto di Gian Luca Grignani a “Gioiosa Marina” il 12 agosto. L'evento è organizzato dall'Amministrazione comunale di Gioiosa Marina, si svolgerà presso il centro storico, avrà inizio alle ore 21.30 con ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese visitando il sito internet www.essemmemusica.it oppure telefonare al numero di seguito riportato 327.7705335. LAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato con il movimiento latino. Aperto anche a pranzo con menù a prezzo fisso. Info: 0968/53459. LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “OggettInstabili” Seconda edizione di OggettInstabili, “Moti Urbani StazionImpossibili”, mostra ideata e curata dall’Associazione culturale 400KC. Location speciale dell’evento sarà il prestigioso Palazzo Nicotera in piazza Tommaso Campanella a Lamezia Terme che riaprirà le porte dopo un lungo periodo di restauro. L’evento vedrà la partecipazione di 65 tra artisti e architetti italiani e stranieri. In larga parte grandi nomi del panorama italiano e internazionale che hanno contribuito a scrivere un’importante pagina di storia dell’arte contemporanea. Nell’anno in cui l’intero Paese rende omaggio al movimento più avanguardistico della storia italiana, il Futurismo, l’idea di Caterina Misuraca e Carlo Carlei di 400KC è intanto di proseguire con la strada intrapresa nel 2007 “PontileLamezia Nuove Ipotesi” (che puntò i riflettori sul relitto ex Sir tutt’ora traccia evidente di un clamoroso fallimento industriale) ovvero di arte che guarda e si interroga sul territorio. Arte che non si erge a rimedio ma si propone come alternativa alla decadenza perpetrata da crepe che deturpano la salubrità estetica della città. Inoltre l’omaggio al Futurismo è soprattutto nel dinamismo dell’impresa “OggettInstabili”: vedere le “cose” da un lato diverso dall’ovvia rassegnazione. Quel dinamismo che può portare ad un capovolgimento della realtà: luoghi di degrado che diventano spazi creativi. StazionImpossibili è partita dall’osservazione oggettiva della precarietà dei quattro nodi ferroviari (Sant’Eufemia, San Pietro Lametino, Sambiase e Nicastro) e quindi dalla considerazione che i simboli del “movimento cittadino” siano “oggetti immobili”. Da qui la sollecitazione a “dare forma al movimento” ipotizzando nuove forme di mobilità urbana mettendo in relazione il mondo dell’architettura con l’arte a 360gradi. Un evento straordinario - che ha avuto il contributo del critico Teodolinda Coltellaro - che metterà a confronto grandi nomi del settore con giovani emergenti del territorio. Alcuni appuntamenti: sabato 14 giugno ore 20, Teatro in mostra. Laboratori di didattica per bambini (ogni pomeriggio attività - già in corso - con alcuni bambini del quartiere), convegno e tavola rotonda tra artisti (data da definire).Patrocini e partner. La mostra evento OggettInstabili seconda edizione - Mori Urbani Stazioni Impossibili – è patrocinata da Regione Calabria, Provincia di Catanzaro, Comune di Lamezia Terme, Ordine degli Architetti di Catanzaro. E vede la partecipazione di Emmedue Srl, Multiservizi Spa, Lamezia Europa Spa. Per ulteriori informazioni: 338/3985193

CROTONE - “Quanto è bello pedalare...” Sempre sotto lo slogan "quanto è bello pedalare sotto questo sole tra le vie della propria città" con un cappellino e una t-shirt con il logo della manifestazione 2009, mentre il traf- - 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu fico urbano è limitato alle auto e la sicurezza garantita dal- - carlo@400kc.eu.


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 49

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Cena della legalità”, iniziativa venerdì 12 giugno a Le Castella. Luca Carboni a Pentone

“Sentieri del Suono” a Palizzi IL CARTELLONE

Il primo “Etnica Lamezia Festival” domenica 28 giugno

LAMEZIA T. (Cz) - Etnica Lamezia Festival Si svolgerà domenica 28 giugno, lungo corso Numistrano, a Lamezia Terme, la prima edizione dell’Etnica Lamezia Festival. La manifestazione, fortemente voluta dal primo cittadino Gianni Speranza, organizzata dunque dall’Amministrazione comunale, sarà una vera e propria festa di musica popolare: a partire dalle ore 19.00 la via principale del Comune della Piana ospitera’ le note di alcuni fra i piu’ famosi e applauditi gruppi musicali calabresi. Sul palco si succederanno i Marasa’, gli Hantura, i Terra di Calabria, i QuartAumentata e Mimmo Cavallaro con il suo Taran Project. Ma l’Etnica Lamezia Festival non finisce qui: a chiudere la kermesse di musica popolare ci sara’ il concerto di Eugenio Bennato. La serata, ad ingresso rigorosamente gratuito, sarà presentata dall’inedito duo formato da Antonio Tavella e Piero Procopio, in questa occasione nell’insolita veste di conduttore. Tutti i gruppi che si esibiranno sul palcoscenico dell’Etnica Lamezia Festival, riceveranno l’omaggio di un’opera del maestro orafo Michele Affidato. I riconoscimenti verranno consegnati dal sindaco Speranza insieme all’on. Francesco Talarico. Il programma dettagliato della manifestazione sarà illustrato nei prossimi giorni in una conferenza stampa di presentazione dell’evento. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica - 327.7705335. LAMEZIA T. (Cz) - Marco Carta in concerto Concerto di Marco Carta a Lamezia il 12 settembre. L'evento, organizzato dall'associazione “Le Ali Della Musica”, si svolgerà in Piazza Diaz alle ore 21.30 con ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335. LE CASTELLA (Kr) - “Cena della legalità” Libera associazioni, nomi e numeri contro le mafie, in collaborazione con l’Istituto Alberghiero di Le Castella, organizza una “Cena della legalità”, con lo scopo di raccoglie fondi destinati a sostenere le attività di Libera nella provincia di Crotone. Una parte dei fondi sarà inoltre utilizzata per la realizzazione di alcuni interventi di miglioramento del Cela (Centro di Educazione alla Legalità e Ambiente) sito nel comune di Cutro, adiacente al Villaggio Porto Kaleo. La “Cena della legalità” si svolgerà il giorno venerdì 12 giugno presso l’Istituto Alberghiero di Le castella. La raccolta di fondi non sarà l’unico scopo della serata ma si tratterà di una occasione di parlare e confrontarsi sui problemi della criminalità organizzata che sono la causa principale del mancato sviluppo economico e culturale del nostro territorio. La serata inizierà alle

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801

ore 18.00 con la proiezione del film documentario “La me- all’artigianato, oltre che alla danza e alla musica, l’occamoria ha un costo” e successivamente seguiranno gli in- sione di ripercorrere la vita dei nostri paesi ormai quasi terventi dei rappresentanti istituzionali. abbandonati. Programma: incontri con i suonatori locali sulla danza e sugli strumenti tradizionali; pranzi e cene con prodotti tipici e suono d’accompagnamento; inLIMBADI (Vv) - Dolcenera in concerto terventi storico–culturali sull’area grecanica e visione Domenica 2 agosto, alle ore 21.00, Dolcenera in concerto film; visite nelle contrade per la lavorazione del pane, a Limbadi (Vv). Lo spettacolo si terrà in piazza e l’ingresso produzione ricotta, tessitura al telaio a mano, intaglio sarà gratuito. grecanico del legno; a banda Pilusa, passeggiate musicali nelle vie del Borgo - i Catoi saranno aperti; serate dedicate al canto tradizionale e Sonu a Ballu con i suonatori LOCRI (Rc) - “Giugno locrese” e cantori dell'area. Per partecipare la prenotazione è obAl via la 43esima edizione del “Giugno Locrese”. Nei pros- bligatoria. Il numero massimo dei partecipanti è 15 persimi giorni sul sito del Comune si potrà accedere ai bandi. sone. Il costo totale è di 180 euro e comprende tre perIl concorso culturale si richiama alle edizioni precedenti. nottamenti nelle case ristrutturate del Borgo di Palizzi Per l’edizione 2009 del Giugno Locrese sono previste le ca- tre pranzi e tre cene tipiche, spostamenti in pulmino/autegorie di poesia in lingua e in vernacolo; la categoria del- to. Info e prenotazioni: sentieridelsuono@gmail.com la “estemporanea di pittura”; la categoria del concorso fo- www.leradicidelsuono.blogspot.com. tografico. Confermato anche il premio “Umberto Ferraro” con le cinque sezioni: Politica, Cultura, Giustizia, Imprenditoria, Giornalismo. La serata conclusiva sarà condotta PALMI (Rc) - Grignani in concerto dalla giornalista Anna La Rosa, e si svolgerà domenica 28 Gian Luca Grignani in concerto a Palmi il 22 agosto. L'egiugno 2009 nel corso di una serata ufficiale che sarà tenu- vento è organizzato in occasione della sagra del pesce ta nella corte del Palazzo di Città. Stocco, organizzata da Stocco & Stocco presso il centro storico con inizio alle ore 21.30 con ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme MusiLOCRI (Rc) - Fiorella Mannoia in concerto ca di Maurizio Senese www.essemmemusica.it Fiorella Mannoia con il suo “ In Movimento Tour 2009”, 327.7705335. sarà presente anche in Calabria, sul lungomare di Locri il 2 agosto. Il concerto è organizzato dall’Amministrazione Comunale, assessorato al Turismo, e avrà inizio alle 21.30. PENTONE (Cz) - Luca Carboni in concerto Ingresso libero. Per ulteriori informazioni Esse Emme Mu- Luca Carboni in concerto il 12 agosto a Pentone. L'evensica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it . to è organizzato in occasione dei festeggiamenti della festa del patrono, si svolgerà presso il centro storico,con inizio alle ore 21.30, ingresso libero. Per qualsiasi inforLOCRI (Rc) - Concerto di Pino Daniele mazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio È partito il 14 aprile da Genova “ L’electric jam” European Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al Tour 2009 di Pino Daniele. Il tour toccherà le maggiori città 327.7705335. italiane ed europee, la città di Locri ospiterà la tappa calabrese il prossimo 7 agosto. Il concerto è organizzato dall’Amministrazione comunale, assessorato ala Turismo. L’e- POLISTENA (Rc) - Sud Sound System vento si svolgerà presso il Lungomare con inizio alle ore A Polistena il 3 agosto “I Sud Sound System” in concer21.30 ad ingresso libero. Per ulteriori informazioni Esse to. L'evento è organizzato dall'Amministrazione comuEmme Maurizio Senese www.essemmemusica.it. nale, assessorato al Turismo, in occasione dell’Estate a Polistena con ingresso libero e inizio alle ore 21.30. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme MusiMONTALTO U. (Cs) - Nomadi in concerto ca di Maurizio Senese visitando ilsito internet www.esIl 15 agosto alle ore 21.00, Nomadi in concerto a Montalsemmemusica.it; oppure contattando il seguente numeto Uffugo (Cs).In Piazza con ingresso gratuito, in occasioro telefonico 327.7705335. ne del concerto saranno presenti i fans club di Brattirò (Vv) "Solo Nomadi" e di Mesoraca (Kr) "Nomadi - Il viaggio continua". PALIZZI (Rc) - “Sentieri del Suono” Il 26, il 27 e il 28 giugno 2009, “Sentieri del Suono”. Con questa iniziativa si vuole valorizzare il nostro territorio. Non esportare, ma portare le persone nei luoghi stessi della musica e della tradizione, rendere il visitatore protagonista in momenti di pratiche di vita quotidiana, nel pieno rispetto di un mondo che sta scomparendo. Si vuole offrire attraverso itinerari legati alla cultura, all’enogastronomia,

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


50 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Giovedì 11 giugno, all’Università della Calabria, appuntamento con il “FestivArt”

Marco Carta in concerto a Rende IL CARTELLONE

Giornata mondiale del Rifugiato, iniziative a Reggio Calabria

L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” di Reggio Calabria e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: il 10 giugno 2009, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; il 15 REGGIO C. - Programma Anassilaos luglio 2009, ore 17.00 - 19.00, autore Calogero, relaMartedì 9 giugno ore 19,00 Chiesa San Giorgio al Corso, tore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte inaugurazione della Mostra di opere del XV Concorso psicologica il dottor Paolo Praticò.

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma: 9 giugno 2009.

Anassilaos “Danila Pizzimenti e Roberta Rocca” di pittura, grafica, fotografia e scrittura riservato agli allievi delle Scuole Medie. Giovedì 11 giugno ore 17,30 Sala Nicholas Green, consiglio regionale della Calabria congiuntamente con il Life Alignment Institute e La Feluca Centro Medico conferenza sul tema “I campi elettromagnetici e la salute. Terapia vibrazionale: una nuova via per il benessere dell'uomo e dell'ambiente" con l’intervento del Dott. Jeff Levin. Venerdì 12 giugno ore 17,30 Salone dei Lampadari Palazzo San Giorgio, presentazione del volume “Neanderthal a Reggio Calabria” di Cinzia Antonella Marra, docente di Paleontologia presso il Dipartimento di Scienze dell'Antichità dell'Università degli Studi di Messina, 1° volume della Collana “Preistorie di Calabria” promossa dall’editore Laruffa. Interviene il Sindaco Dott. Giuseppe Scopelliti. Partecipano il Prof. Luigi Caminiti, filosofo, il Dr. Roberto Laruffa, il Prof. E. N. Maschenko, studioso di paleontologia, Tito Tropea, Presidente Anassilaos Giovani. Conduce e modera Dott. Stefano Iorfida, Presidente Associazione Anassilaos. Martedì 16 giugno ore 18,00 Sala San Giorgio al Corso, “La Provincia di Reggio Calabria (Calabria Ultima Prima) nei documenti d’archivio”. Conversazione del Dott. Fabio Arichetta, ricercatore e cultore di storia. Venerdì 19 giugno ore 21,00 Sala San Giorgio al Corso, IV Serata Futurista. Incontro sul tema “Chimica e futurismo tra letteratura e scienza". Interverrà il Dott. Francesco Cardone. Martedì 23 giugno ore 18,00 Sala San Giorgio al Corso, “Posso vantarmi di essere la donna più ignorante e meno istruita che abbia osato diventare scrittrice” (Jane Austen). Jane Austen (1775/1817) “Ragione e sentimento”( Sense and Sensibility) conversazione di Ileana Sidari e Amanda Tympani dell’Anassilaos Giovani. Mercoledì 24 giugno 2009 ore 20,00 Piazza Chiesa Santissimo Salvatore, nel 30° Anniversario della Ordinazione Sacerdotale di Don Antonio Morabito (1979/2009) Incontro sul tema:“La Parrocchia del Santissimo Salvatore e il suo territorio” . Intervengono Dott. Francesco Arillotta e Mons. Antonino Denisi, Componenti della Deputazione di Storia Patria per la Calabria. Conduce Dott. Stefano Iorfida, Presidente Associazione Anassilaos. Conclude Don Antonio Morabito, Parroco Chiesa Santissimo Salvatore e Vicario Giudiziale Aggiunto Tribunale Ecclesiastico Regionale Calabro. Conclude l’Associazione Le Febiadi con Intrattenimento e balli sociali. Giovedì 25 giugno ore 19,00 Chiesa San Giorgio al Corso, chiusura dell’Anno Paolino 2008/2009. “Circumlegentes devenimus Rhegium” (Atti, 28, 13) Conversazione del Prof. Alfredo FOCA’ sulla presenza di San Paolo a Reggio Calabria. Venerdì 26 giugno ore 19,00 Chiesa San Giorgio al Corso, chiusura dell’Anno Paolino 2008/2009. Cerimonia di consegna dei Premi “Danila Pizzimenti e Roberta Rocca” del XV Concorso Anassilaos di Pittura, grafica, fotografia e scrittura, riservato agli allievi delle Scuole Medie. Sabato 27 giugno ore 19,00 Chiesa San Giorgio al Corso, chiusura dell’Anno Paolino 2008/2009. congiuntamente con Centro Internazionale Scrittori della Calabria Concerto per violino ed organo con l’intervento del Prof. Eugenio Picozza, ordinario di Diritto Amministrativo presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma Tor Vergata (organo) e del Maestro Renato Riccardo Bonaccini, docente principale di violino presso il Conservatorio G. da Venosa di Potenza e componente dei Filarmonici di Roma.

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia...

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801

REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 17 giugno 2009, il 23 settembre 2009, il 21 ottobre 2009, il 25 novembre 2009, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro. REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Giugno 2009: mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs). REGGIO C. - Pallavolo: Italia-Stati Uniti Il 19 giugno sarà una data importante per la città di Reggio Calabria, che proprio a due giorni dall’inizio dell’estate tornerà sotto i riflettori della pallavolo mondiale ospitando il big match tra l’Italia e la nazionale degli Stati Uniti campione olimpica in carica, valido per l’edizione 2009 della World League. Ventidue gli azzurri convocati per la manifestazione da coach Anastasi, che intende aprire un nuovo ciclo dopo il quarto posto conquistato nell’ultima Olimpiade. Solo quattro sono infatti gli atleti reduci dall’esperienza di Pechino, vale a dire Vermiglio, Birarelli, Gavotto e Martino. A questi vanno aggiunti i rientranti Cernic, Sintini, Lasko, Savani, Manià e Sala. L’elenco dei convocati è completato da Saitta, Travica, Cazzanica, Buti, De Togni, Fortunato, Piscopo, Della Lunga, Maruotti, Parodi, Zaytsev e Bari. Tanti volti nuovi dunque, che proprio nella World League muoveranno i primi passi in nazionale. E la città dello Stretto sarà sicuramente pronta ad accogliere i loro beniamini nella sfida al sestetto statunitense, che si disputerà al PalaPentimele. REGGIO C. - Giornata mondiale del Rifugiato Il 20 giugno, Giornata Mondiale del Rifugiato, si terranno in tutta Italia delle iniziative per gridare un forte No alle attuali politiche sull’immigrazione. Fulcro delle varie manifestazioni sarà il rilascio dei “Permessi di Soggiorno in Nome di Dio”, simbolica provocazione promossa dai Missionari Comboniani di Castel Volturno (Ce): un’azione che parte dal diritto di ogni persona ad esistere, ad essere rispettata nella sua umanità, nella sua ricerca di vita democratica e libertà. Anche Reggio Calabria aderisce a questa giornata di mobilitazion. REGGIO C. - Premio Anassilaos per la poesia

L’Associazione Culturale Anassilaos, nell’ambito del XXI Premio Anassilaos di Arte Cultura Economia e Scienze bandisce il Premio Anassilaos per la Poesia. Al Concorso possono partecipare autori di qualsiasi nazionalità con opere in lingua italiana. Esso si articola nella Sezione Poesia inedita, che prevede l’invio di massimo di tre liriche e nella Sezione Poesia edita per raccolte pubblicate nel quadriennio 2006/2009. E’ ammessa la partecipazione a più sezioni. Gli elaborati (per la poesia inedita) e i volumi (per la poesia edita) dovranno essere spediti al seguente indirizzo: Associazione Culturale Anassilaos, Casella Postale 191 – 89100 Reggio Calabria, entro e non oltre il 20 settembre 2009. E’ prevista una quota di partecipazione. La Giuria, allargata agli Amici dell’Associazione Culturale Anassilaos, si compone di esperti e studiosi di poesia. I premi consistono, per ambedue le sezioni, nella somma di euro 500,00 più una targa artistica per i primi classificati e in targhe per gli altri. L’Associazione si riserva di segnalare liriche e volumi particolarmente significativi, per i quali saranno assegnati diplomi e medaglie. La consegna dei premi, inserita nelle manifestazioni del Premio Anassilaos di Arte Cultura e Scienze (dall’ 1 al 14 novembre 2009), si terrà a Reggio Calabria. Per informazioni inviare una e.mail (ass.anassilaos@libero.it) o telefonare alla Segreteria organizzativa e pubbliche relazioni (333.3998510). REGGIO C. - “Cinema Ambiente & Paesaggio” Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Calabria Film Commission ha deliberato di affidare all’artista reggino Demetrio Casile la direzione artistica della terza edizione del festival “Cinema Ambiente & Paesaggio” che si terrà a Reggio Calabria dal 6 al 10 ottobre 2009. RENDE (Cs) - “Il filo di Sophia” Progetto culturale "Il filo di Sophia". Martedì 9 giugno, alle ore 19.00, presso l'aula F2 (cubo 18/C, dipartimento di filosofia) si svolgerà una conferenza stampa per rendicontare i risultati raggiunti dal progetto in questi mesi e proiettarsi verso il futuro. A seguire ci sarà la proiezione del film di Sorrentino "Le conseguenze dell'amore" ed il solito apprezzato rinfresco. RENDE (Cs) - FestivArt Il prossimo appuntamento con Festivart è fissato per giovedì 11 giugno alle ore 20.45 all’anfiteatro Cams, nell’area polifunzionale dell’Università della Calabria, dove si terrà il concerto dal titolo “Euphoria Show”. Suoneranno le musiciste Marna Fumarola e Suvi Valjus (violini), Hildegard Kuen (viola) e Michela Munari (violoncello), in arte “Quartetto Euphoria”. RENDE (Cs) - Marco Carta in concerto Sarà Marco Carta ad animare, al Centro Commerciale Metropolis, la notte di Piazza dei Miracoli il prossimo 18 giugno. La scelta quest’anno nasce dall'altissimo numero di e-mail giunte a seguito dell’iniziativa "scegli tu l'artista".

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 51

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Giornata del donatore 2009... Corri e fai esplodere la vita”, iniziativa a Simeri Crichi

Franco Battiato a Roccella Jonica IL CARTELLONE

“Aspromonte 2”, esercitazione di Protezione civile in programma a Sinopoli

ROCCELLA J. - Concerto di Franco Battiato Franco Battiatoin concerto il 16 luglio a Roccella Jonica. Si tratta dell’unica data in Calabria – organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese – del tour estivo del cantautore siciliano, che ritorna nella nostra regione dopo i successi registrati lo scorso inverno nell’ambito del lungo tour Live in Theatre 2009. ROCCELLA J. (Rc) - Morgan in concerto Dopo il grande successo da X Factor 2009, “ Morgan “ partirà per una tournèe italiana, tantissime le date da nord a sud nei posti più suggestivi della Penisola. Marco Castaldi in arte Morgan, una delle voci più suggestivi della canzone d’autore Italiana, da sempre personaggio atipico, dopo l’esperienza con i “Bluvertigo” farà tappa anche in Calabria, per l’unica data, il prossimo 31 luglio nel meraviglioso scenario dell’anfiteatro, al Castello di Roccella Ionica. I biglietti sono disponibili in tutte le prevendite abituali della Calabria, e avranno tre ordini di posto: settore vip (posti numerati) euro 38.00, settore platea ( posti a sedere non numerati) euro 28.00, settore gradinata euro 20.00, (posto non numerato), i prezzi sono compresi di prevendita. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335. ROCCELLA J. (Rc) - Spettacolo dei Fichi D’India Ritorna il cabaret dei Fichi D’India, dopo il successo della loro tournèe teatrale. I due comici si esibiranno, lunedì 10 agosto, presso l’Anfiteatro di Roccella, lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.30. Tre saranno gli ordini dei posti, “Settore Vip” (posti numerati) euro 25.00, “Settore Parter” (posti non numerati) euro 20.00, Settore “Gradinate” (posti non numerato) euro 15.00, i prezzi sono compresi di prevendita. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335 .

colo teorico e, in generale, su tutti gli aspetti di sicurezza sociale in convenzione internazionale tra Italia, Germania e Svizzera. Se necessario, la conversazione sarà assistita da interprete. Non sono previsti incontri con le istituzioni austriache, ma, per non trascurare le aspettative di quei calabresi che hanno lavorato in Austria, è previsto che i funzionari dell’Inps prendano nota di eventuali richieste e le trasmettano, corredate di nome ed indirizzo del richiedente, alle su citate istituzioni. SAN MARCO A. (Cs) - Concerto di Luca Carboni Concerto di Luca Carboni a San Marco Argentano il 14 agosto. Il concerto si terrà in occasione della festa del patrono presso il centro storico, con inizio alle ore 21.30, ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335. SATRIANO M. (Cz) - Sud Sound System A Satriano Marina il 4 agosto “I Sud Sound System” in concerto. L'evento è organizzato dall’Amministrazione Comunale, assessorato al turismo, in occasione dell’estate Satriano con inizio alle ore 21.30, ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it - 327.7705335. SATRIANO S. (Cz) - Francesco Baccini in concerto Francesco Baccini in concerto il 27 agosto. L'evento è organizzato in occasione dei festeggiamenti della festa del Patrono si svolgerà a Satriano Superiore nel centro storico, con inizio alle ore 21.30, ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335.

giugno, ore 16.00, presso la piazza Martiri a Simeri Crichi. Per ulteriori informazioni contattare i seguenti recapiti telefonici: 368/560945 - 333/9725089. SINOPOLI (Rc) - “Aspromonte 2”, iniziativa Si svolgerà a Gambarie, nel Comune di Santo Stefano d’Aspromonte(Rc), nei giorni 13 e 14 giugno, un’ esercitazione di Protezione Civile, che coinvolgerà tutte le associazioni operanti nel settore nella Provincia di Reggio Calabria. L’iniziativa,denominata “Aspromonte 2” , sarà organizzata dal Csv di Reggio Calabria,sarà gestita dall’associazione Asproverde di Sinopoli, ed avrà il patrocinio della Regione Calabria, della Provincia di Reggio Calabria, della Comunità Montana Versante Tirrenico - Meridionale, del Comune di Sinopoli e del Comune di Santo Stefano d’Aspromonte. L’esercitazione, che ha lo scopo di testare l’addestramento di tutti i volontari reggini, prevede la simulazione di un intervento di soccorso per le strade di Gambarie, a seguito di una violenta tromba d’aria. L’attività, alla seconda edizione, si può scindere in due fasi principali. In un primo momento si realizzerà un campo base nei boschi aspromontani (in località Piani di Petronà, nel Comune di Sinopoli),costituito da una tendopoli che fungerà da alloggio e ristoro per oltre 100 volontari, nonché da punto medico avanzato. Il secondo momento, punto centrale dell’iniziativa, sarà riservato invece all’esercitazione vera e propria: a partire dalle 9.30 di domenica 14 giugno, si simulerà per le strade di Gambarie l’arrivo della tromba d’aria. L’evento calamitoso causerà la caduta di numerosi alberi ed oggetti sulla sede stradale, portando così numerosi feriti. Una vettura, inoltre, colpita da un tronco, precipiterà in una scarpata, con due passeggeri a bordo. Sarà compito dei volontari soccorrere le vittime della tromba d’aria per le strade, recuperare e mettere in salvo i passeggeri della vettura caduti nel burrone e ristabilire il normale flusso della viabilità.

SCALEA (Cs) - Global beat moviment Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., se- SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario rata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un Progamma Bar Mario: ogni mercoldì dott. why; giovedì ROSSANO (Cs) - Torneo di calcio nazionale mix di tarantella, pizzica, ska e reggae. Isa e il so karaoke; venerdì francysdrag queen; domeniII Torneo di Calcio Nazionale Euromediterraneo, a Rossano dal 9 al 13 giugno, organizzato dall'Ac Rossano in collaborazione con il Comunedi Rossano, Provincia di Cosenza e Regione Calabria. ROSSANO (Cs) - Giornate di consultazione Anche quest’anno l’Inps, nell’ambito delle “Giornate internazionali di consultazione”, offrirà agli assicurati l’opportunità di parlare direttamente con i rappresentanti di alcuni enti di sicurezza sociale tedeschi e svizzeri. Questa iniziativa che si terrà secondo il seguente calendario: 16 giugno 2009, dalle ore 09:00 alle 16:00, presso la direzione dell’Inps di Rossano in Via Acqua di Vale, 14; 17 giugno 2009, dalle ore 09:00 alle 16:00, presso la direzione provinciale dell’Inps di Crotone in Via G. Deledda, 1.Queste giornate potranno rappresentare l’occasione per richiedere un estratto della posizione contributiva presso le istituzioni dei suddetti stati esteri oppure ottenere informazioni sul diritto alla pensione, sul suo cal-

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801

ca scandlo con tesy voice superkaraoke.

SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito www.movidacommunity.it.

SOVERATO (Cz) - Dolcenera in concerto Venerdì 14 agosto, alle ore 21.00, Dolcenera in concerto a Soverato (Cz). In piazza con ingresso gratuito.

SOVERATO (Cz) - Vini calabresi in vetrina Il 28 giugno, Slow Food Soverato con il patrocinio ed il contributo di Regione Calabria, Provincia di Catanzaro, Comune di Soverato, organizza Vini Calabresi in vetrina SETTINGIANO (Cz) - Booling Center ed in degustazione, VI edizione 2009. 50 aziende vitiviIl Booling Center, aperto durante la settimana tranne il nicole invitate tra cui quelle incluse nella "Guida al vino lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e quotidiano" Slow Food editore. Info: 0967/22010 mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domeni- 329/1930011 - www.slowfoodsoverato.it.

ca "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso".

SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 3338002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulSIMERI CRICHI (Cz) - Giornata del donatore teriori informazioni contattare i numeri di tel: L'Avis comunale Simeri Crichi con la collaborazione del- 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 l'Amministrazione comunale organizza la giornata del do- 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di natore 2009 ....Corri e fai esplodere la vita.... Sabato 13 giu- seguito riportato www.calabriaguide.it.

SIDERNO (Rc) - Inaugurazione Pro loco Inaugurazione di una delegazione della Pro loco, presso i locali di Palazzo Amato, venerdì 12 giugno, alle ore 18.30, in Piazza San Nicola. Durante la manifestazione saranno presentati i vari attori del settore turistico, tra cui i giovani residenti nell’antico Borgo, che da tempo si stanno impegnando con un lavoro di squadra a riqualificare l’immagine del centro storico per inserirlo nei circuiti turistici Nazionali ed Internazionali, favorendo così l’arricchimento dell’offerta turistica e culturale dell’intero comprensorio.

gno. Programma: ore 15.30, forum sulla donazione di plasmaferesi, relatore G. Guastella; ore 16.30, consegna benemerenze ai donatori; ore 18.00, 2° edizione gara podistica "Stracrichi"; ore 19.30, aperitivo dell'avisino con rinfresco offerto dalle donatrici. SIMERI CRICHI (Cz) - Maratonina Stracrichi L'associazione volontari italiani sangue Avis comunale di Simeri Crichi organizza la 2ª maratonina Stracrichi il 13

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


52 Lunedì 8 Giugno 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“CortoVisione”, seconda edizione del concorso internazionale per cortometraggi a Tiriolo

Mostra di pittura a Taverna IL CARTELLONE

Tropea Film Festival a partire dal 18 agosto al Teatro del Porto

TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 - 368/7376942 - 329/9149079 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. TAVERNA (Cz) - Mostra di pittura E’ stata inaugurata, nello storico Complesso Monumentale di San Domenico, sede del Museo e della Galleria d’Arte Contemporanea di Taverna (Cz), la mostra “Segni, forme, colori e suoni” – opere di Ercole Drei, Lia Drei, Francesco Guerrieri, Elisabetta Gut, Mario Parentela, Gloria Persiani, Alfredo Pino e Marco Samorè, appositamente selezionate dalla Collezione d’Arte Contemporanea del Museo Civico di Taverna; promossa e organizzata, nell’ambito della quinta edizione della manifestazione europea “La notte dei Musei 2009” che prevede inoltre, la presentazione alle ore 21,30 dei concerti jazz : “Jazz Workshop” con la partecipazione straordinaria della cantante Laura Fedele e del gruppo “Luca Cosi Quartet”. Il doppio evento curato da Giuseppe Valentino, direttore del Museo Civico di Taverna è patrocinato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese; dalla Direzione dei Musei di Francia; Unesco; Consiglio d’Europa; Ministero per i Beni e le Attività Culturali; Icom International e Comune di Taverna. La mostra resterà aperta fino al 30 agosto 2009 e sarà visitabile tutti i giorni, da martedì a domenica, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00, chiuso il lunedì. TIRIOLO (Cz) - Concorso per cortometraggi L’ Associazione Culturale Visione, indice la seconda edizione internazionale del concorso per cortometraggi “CortoVisione”. Il concorso è a tema libero. Una sezione è riservata ai cortometraggi stranieri in lingua originale. La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti. Ogni autore può partecipare con una o più opere anche non inedite a tutte le sezioni. I filmati devono essere presentati solo ed esclusivamente su supporto dvd e non avere una durata superiore a 12 minuti titoli compresi. Tutte le opere pervenute, saranno esaminate da un apposita giuria tecnica che sceglierà i 30 migliori cortometraggi che parteciperanno alle serate del festival nel comune di Tiriolo (Catanzaro) alla proiezione pubblica, assisterà una giuria composta da critici ed esperti nonché da una popolare che designeranno il vincitore del 2° festival internazionale Cortovisione, al quale sarà assegnato il premio “CortoVisione 2009 “ Premio speciale per il miglior corto straniero". Termine ultimo per aderire alla manifestazione concorso è il 30 giugno 2009 ( fa fede la data del timbro postale). Tutte le spese di spedizione sono a carico dei partecipanti. Se esplicitamente richiesto i dvd saranno rispediti all’indirizzo del partecipante, altrimenti saranno trattenuti dall’ Associazione Culturale Visione e conservati a solo scopo culturale. Ai 30 finalisti sarà comunicata entro il 15 luglio 2009 con posta elettronica la loro ammissione al festival. I partecipanti possono inviare i loro lavori con relativa scheda d’iscrizione, compilata in tutte le sue parti e firmata a: Festival internazionale Cortometraggio “Cortovisione” - 88056 Titiolo (Cz)

Italia. Per la realizzazione del catalogo del festival si richiede anche una foto scena tratta dal corto o rappresentativa del titolo dell’opera presentata al concorso, in formato jpg a: cortovisione@gmail.com. La serata del 18 prevede la presenza in piazza del regista spagnolo Miguel Ángel Escudero e direttore tecnico della Ace "Agenzia dei Cortometraggi Spagnola" che insieme al regista italiano Antonello Novellino, terranno un work schoop sul cinema corto e nella stessa serata saranno proiettati i cortometraggi in lingua originale stranieri partecipanti al festival sempre nell'arco della serata Antonello Novellino presenterà una retrospettiva di suoi lavori. La giuria del festival sarà presieduta dall'attore catanzarese Paolo Turrà. Attualmente sono moltissimi i partecipanti iscritti al festival sia registi italiani che spagnoli. Al festival collara anche il "Kimuak" dei paesi Baschi. TORTORA - Enrico Ruggeri in concerto Enrico Ruggeri in Concerto a Tortora il 13 agosto, il concerto si terrà presso il centro storico in occasione della festa del patrono con inizio alle ore 21.30 ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335. TROPEA (Vv) - Tropea Film Festival Si sono chiuse il 15 maggio 2009 le iscrizioni alla III edizione della manifestazione cinematografica Tropea Film Festival che si terrà nel Teatro del Porto dal 18 al 23 agosto prossimi. I film iscritti sono stati 211 tra lungometraggi e corti, una cifra davvero interessante a quanto riferiscono gli organizzatori, soprattutto perché quest’anno sono state eliminate due sezioni importanti quali quella dei documentari e dei corti dedicati al mare. Adesso si aspettano i titoli dei finalisti che si contenderanno gli otto premi: Migliore Regia Lungometraggio, Migliore Regia Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Cortometraggio, Migliore Colonna Sonora Originale, Migliore Sceneggiatura Lungometraggio.Intanto, i contatti ed i lavori del Tropea Film Festival, una manifestazione a cura dell’Associazione Culturale Tropeana e della Società Porto di Tropea, continuano incessanti, nonostante le difficoltà economiche e di regressione che si sono abbattute sull’Italia e di converso su tutti i tipi di attività, soprattutto culturali. Ma l’instancabile Presidente, Bruno Cimino, tra tagli di scure e defezioni istituzionali, non demorde, ed anche per questa edizione promette nomi e volti conosciuti e di rilievo che verranno premiati con la Statuetta, opera unica ed originale, creata dalle mani esperte degli artisti della Bottega Mortet a Roma. Ma soprattutto promette film di qualità e di spessore che non potranno che ammaliare il pubblico del Teatro del Porto. Confermata la diretta mondiale della prima e ultima serata del Festival grazie alla tecnologia stream live. Le iscrizioni dei film per partecipare alla seconda edizione del Tropea Film Festival sono state 211. Questi i 36 film finalisti selezionati, di cui cinque lungometraggi e 31 corti, che saranno proiettati al Teatro del Porto di Tropea dal 18 al 23 agosto 2009: lungometraggi: La canarina assassinata - Daniele Cascella; Mar nero - Federico Bondi; Il segreto di Rahil - Cinzia Bomoll; Aisberg - Alexader Cimini; Pochi giorni per capire - Carlo Fusco. Corti: Ti voglio bene assai - Fernando Muraca; Ago di madre - Marco Fisichella; Granosangue - Alberto Gatto; Non succede mai niente - Giorgio Gobbi; Se ci dobbiamo andare andiamoci - Vito Palmieri; Io parlo - Marco Gianfreda; Grigioscuro - Vincenzo Carone; Il cappellino - Giuseppe Marco Albano; La ritirata - Elisabetta Bernardini; I ragazzi che si amano - Tommaso Valente; I colpevoli - Svevo Moltrasio; Al contrario ovvero l'istinto distrugge le regole ovvero Ettore e Marika - Elena L. Pirozzi; Ad arte -Massimo Wertmuller e Anna Ferruzzo; La vita attraverso una porta - Paride Gallo; Alice - Stefano Anselmi; Roma, un giorno - Matteo Botrugno; Esperàndote - Clara Salgado; Ordalìa (dentro di me) - Marco Bonfanti; Il tronco muto Matteo Parenti; Eroico Furore - Francesco Afro de Falco; L’opportunità - Samantha Caselli; L’amore non esiste - Massimiliano Camaiti; Basette - Gabriele Mainetti; Fuera - Michele Bertelli; La migliore amica - Daniele Santonicola; TV - Andrea Zaccariello; L’uomo perfetto - Ivano Fachin; Fuori gioco - Fabrizio Felli; Incisioni - Carlo Tozzi; I passi dell’anima - Matteo Galante; La vita è già finita? - Claudio Lattanzi. Gli otto riconoscimenti ufficiali che verranno assegnati la sera del 23 agosto 2009 ai vincitori, decretati dalla

Giuria presieduta dal Presidente Carlo Freccero, Vice Presidente Melania Di Bella e dal Garante Giuseppe Mazzitelli, sono: Migliore Regia Lungometraggio, Migliore Regia Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Cortometraggio, Migliore Colonna Sonora Originale, Migliore Sceneggiatura Lungometraggio. La conferenza stampa di presentazione del Tropea Film Festival si terrà il 26 giugno 2009 alle ore 17.00 presso lo Yachting Club del Porto di Tropea. Per ulteriori informazioni www.tropeafilmfestival.it. VIBO V. - Premio di laurea “Enzo Barbuto” È trascorso quasi un anno, da quando nell’agosto del 2008 veniva a mancare il Geom. Enzo Barbuto. Con l’intento dunque di ricordarlo, il Gruppo Giovani Imprenditori Edili e Confindustria Vibo Valentia, organizzano la prima edizione del premio di laurea “Enzo Barbuto”, destinato a valorizzare la tesi che meglio sviluppa le tematiche dell’impegno etico e della responsabilità sociale dell’impresa. L’iniziativa intende infatti premiare l’elaborato capace di far emergere il valore di un nuovo modello di impresa che sappia coniugare risultati aziendali con benefici sociali, buone pratiche in materia di impegno etico e responsabilità dell’impresa. Il concorso è rivolto ai laureati degli Atenei della Regione Calabria che abbiano conseguito il diploma di laurea di 2° livello negli anni 2007/2008 e prevede l’assegnazione di un premio in denaro del valore di 2.500 euro, ovvero il sostenimento dei costi per un periodo di stage presso una delle aziende associate Ance e Confindustria Vibo Valentia, della durata di sei mesi. Il bando è consultabile sul sito dell’Associazione all’indirizzo: www.confindustriavv.it e la domanda di partecipazione al concorso dovrà essere inviata entro il 19 giugno alla Segreteria organizzativa del Premio c/o Confindustria Vibo – Viale Affaccio IV trav.n. 6 – 89900 Vibo Valentia. VIBO V. - Assemblea annuale Ordine medici In data 23 giugno 2009 presso l’Hotel San Leonardo Resort, SS 18, Km 434, Località Longobardi di Vibo Valentia, si terrà l’assemblea annuale dell’Ordine dei MediciChirurghi e degli Odontoiatri di Vibo Valentia per l’approvazione del Conto Consuntivo anno 2008, del Bilancio di Previsione anno 2009, per il giuramento professionale dei Neoiscritti e per la premiazione con medaglia d’oro dei Medici che hanno compiuto il 45° anno di iscrizione all’Albo Professionale. Ai lavori assembleali, che saranno diretti dal Presidente dell’Ordine, Dott. Michele Soriano, interverranno anche per portare un loro indirizzo di saluto il Direttore Generale della Azienda Sanitaria Provinciale Dott. Rubens Curia, il Presidente della Federazione Regionale degli Ordini dei Medici della Calabria, Dott. Giuseppe Varrina ed i presidenti degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri della nostra Regione, Dott. Vincenzo Ciconte, Presidente Ordine Catanzaro, Dott. Eugenio Corcioni, Presidente Ordine Cosenza, Dott. Enrico Ciliberto Presidente Ordine Crotone, e Dott. Pasquale Veneziano, Presidente Ordine Reggio Calabria.

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


il Domani Lunedì 8 Giugno 2009 53

CULTURA A breve nei negozi il nuovo cd dell’artista reggae nativo di Palizzi, cresciuto a Milano e "adottato" dalla Giamaica

Alborosie, un calabrese alla corte di Bob Marley Già leader dei Reggae National Tickets, è oggi, paradossalmente, uno degli ultimi puristi della cultura "rastafari" di Ludovico Casaburi ROMA - Le storie della musica a volte lasciano a bocca aperta. Come quella, straordinaria, di un ragazzo classe 1976 nato a Palizzi, in provincia di Reggio Calabria, che venticinque anni dopo, nel 2001, si ritroverà a vivere proprio di musica nella lontana Giamaica, terra promessa del reggae e della cultura rastafariana, e patria del più grande e ispirato "adepto" della stessa sopracitata cultura, Bob Marley. Il calabrese di cui stiamo parlando si chiama Alberto D’Ascola, nome d’arte Alborosie, e tra breve verrà distribuito nei negozi di tutto il mondo il suo secondo album solista, dal titolo "Escape from Babylon". Nel caso di Alborosie, va detto che mai soprannome fu più azzeccato. Proprio nell’alias che ha scelto per diffondere la sua arte, infatti, è celato il fascino della sua storia. Nato come detto in Calabria trentatrè anni orsono, Alborosie si trasferisce presto prima a Milano, poi a

Nel 2001, Alborosie fa un passo che si rivelerà decisivo sia per la sua vita, e sia soprattutto per la sua carriera artistica. Decide infatti di vendere tutto ciò che gli appartiene, compresa l’etichetta discografica che aveva fondato, e utilizza il ricavato per trasferirsi in Giamaica Bergamo. Con il gruppo dei "Reggae National Tickets" diventa uno dei principali esponenti del reggae italiano, genere musicale che da noi ha sempre goduto di una nicchia comunque piuttosto ampia, a prescindere che si fosse al Nord o nel fertilissimo Sud. Nel 2001, l’artista fa un passo che si rivelerà decisivo sia per la sua vita, e sia soprattutto per la sua carriera asrtistica. Decide infatti di vendere

Alborosie durante uno dei suoi concerti

tutto ciò che gli appartiene, compresa l’etichetta discografica che aveva fondato, e utilizza il ricavato per trasferirsi in Giamaica. Giunto nella patria di Bob Marley, le cose vanno tutt’altro che nel verso giusto. Un "bianco" che si presenta con lungih "dreadlocks", la tipica ca-

pigliatura rasta, non può essere certo benvisto: così è, tanto che Alberto nei primi tempi viene pagato per lavoretti negli studi di registrazione locali solo con riso e pollo. Tuttavia ha modo di imparare alla perfezione il "patwah", il dialetto giamaicano, così come può appro-

La copertina dell'ultimo album "Escape from Babylon"

fondirelaconoscenzadelreggaefatto dai nativi, da coloro che l’hanno inventato. Tutto questo gli porta, un po’ alla volta, il rispetto dei musicisti locali, che smettono anche di chiamarlo "Borosie", un termine dispregiativo di cui lui stesso non ha mai voluto

specificare il significato. Grazie al rapporto di fiducia con il produttore e discografico Jon Baker (ex componente della Island Records, etichetta che lanciò Bob Marley in tutto il mondo) incomincia allora a collaborare con gli studi di registrazione GeeJam Studios di Port Antonio, studi dove viene trattata qualsiasi tipo di musica dal rock, al pop fino alla new wave, e dove passano artisti come Manu Chao, Gorillaz, Gwen Stefani, Bjork e altri. Il suo inserimento nel tessuto musicale della Giamaica e della capitale Kingston è completo, e così dopo qualche anno Alborosie può rifondare una sua etichetta indipendente, la Forward Recordings, uno studio di registrazione proprio a Kingston, e tornare alla ribalta, non solo in Giamaica, con singoli quali Herbalist (7’ più acquistato in Inghilterra) e soprattutto Kingston Town. Dopo "Soul Pirate" (2008), il suo secondo album "Escape from Babylon", in uscita in questi giorni, stupi-

Completato con difficoltà il suo inserimento nel tessuto musicale della Giamaica e della capitale Kingston, Alborosie può rifondare una sua etichetta indipendente, la Forward Recordings, uno studio di registrazione, e salire alla ribalta mondiale con singoli quali Herbalist e soprattutto Kingston Town sce per la complessità dei suoni, che riescono nell’impresa di miscelare la tradizione "roots reggae" con melodie che ammiccano al pop. Paradossale che in un’epoca in cui ancheigiamaicanipreferisconocantare di sesso, droga e pistole come i rapper americani, proprio un calabrese si dedichi invece ai temi classici della cultura reggae: la condanna dell’occidente, e la ricerca della pace.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani LunedĂŹ 8 Giugno 2009 55

SPETTACOLI E TV GJMNJOUW 3BJ 08.00 08.20 09.00 09.05 09.30 10.40 11.25 11.30 11.40 13.30 14.00 14.10 15.00

TG1 (Ultime notizie) TG1 LE IDEE (AttualitĂ ) TG1 (Ultime notizie) I TG DELLA STORIA ESTATE (Ultime notizie) TG1 FLASH (Ultime notizie) 14 DISTRETTO APPUNTAMENTO AL CINEMA TG1 (Ultime notizie) LA SIGNORA IN GIALLO TELEGIORNALE (Ultime notizie) TG1 ECONOMIA (Affari) VERDETTO FINALE UN MEDICO IN FAMIGLIA 2

08.00 LOLA E VIRGINIA (Animazione) 08.20 LA LEGGENDA DI TARZAN (Animazione) 08.40 LE AUDACI INCHIESTE DI MISS PRUDENZA (Animazione) 09.25 I LUNNIS (Animazione) 09.40 LA BANDA DI MONICA (Animazione) 09.50 PUCCA (Animazione) 10.10 PROTESTANTESIMO (Religione) 10.40 TG2PUNTO.IT SPECIALE ELEZIONI 11.20 METEO 2 (Ultime notizie) 11.25 AMERICAN DREAMS 12.05 DESPERATE HOUSEWIVES - I SEGRETI DI WISTERIA LANE 13.00 TG2 - GIORNO (Ultime notizie) 13.30 TG2 COSTUME E SOCIETĂ€ (AttualitĂ ) 13.55 TG2 MEDICINA 33 (Salute) 14.00 ITALIAN ACADEMY 2 15.15 BEYOND THE BREAK 16.00 ALIAS (Azione) 16.40 LAS VEGAS 17.30 TG2 - FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 17.35 DUE UOMINI E MEZZO (Sitcoms) 17.55 METEO 2 (Ultime notizie) 18.00 TG2 SPECIALE ELEZIONI (AttualitĂ ) 19.00 7 VITE (Sitcoms) 19.25 PILOTI (Sitcoms) 19.35 SQUADRA SPECIALE LIPSIA (Poliziesco) 20.30 TG2 - 20.30 (Ultime notizie) 21.05 GHOST WHISPERER 21.50 90210 22.50 ELEZIONI EUROPEE 2009 - INTERVISTE (AttualitĂ ) 23.25 TG2 SPECIALE ELEZIONI (AttualitĂ ) 23.40 ADRENALINA BLU - LA LEGGENDA DI MICHEL VAILLANT (Azione) 01.15 TG PARLAMENTO (AttualitĂ ) 01.25 SORGENTE DI VITA (Religione)

08.00 RAI NEWS 24 MORNING NEWS (AttualitĂ ) 08.15 LA STORIA SIAMO NOI (Cultura) 09.15 IL MARITO LATINO (Commedia) 11.00 COMINCIAMO BENE ESTATE (Talk show)

PSF  o-B .FMFWJTJPOFp "QQVOUBNFOUP DPO MF BWWFOUVSF GBOUBTUJDIF EJ 5POJP $BSUPOJP

ALMANACCO METEO 2 (Ultime notizie) APPUNTAMENTO AL CINEMA TG2 COSTUME E SOCIETĂ€. REPLICA (AttualitĂ ) 02.35 SECRETS

CANALE

ITALIA

RETE

08.00 TG5 MATTINA (Ultime notizie) 08.30 FINALMENTE SOLI (Sitcoms) 09.10 L’ISOLA DEI CAVALLI SELVAGGI (Dramma) 11.00 FORUM 13.00 TG5 (Ultime notizie) 13.41 BEAUTIFUL (Telenovela) 14.10 CENTOVETRINE (Telenovela) 14.46 MARITO IN PRESTITO (Commedia) 16.26 POMERIGGIO CINQUE - I PERSONAGGI 18.05 CLAUDIO MARTELLI: IL LIBRO DELLA REPUBBLICA 18.10 TG5 MINUTI (Ultime notizie) 18.15 POMERIGGIO CINQUE - I PERSONAGGI

08.15 BENTORNATO TOPO GIGIO (Animazione) 08.30 GADGET E GADGETTINI (Animazione) 09.00 WILLY IL PRINCIPE DI BEL AIR (Sitcoms) 09.25 XENA PRINCIPESSA GUERRIERA (Fantasia) 10.20 BAYWATCH 11.15 SUPERCAR 12.15 SECONDO VOI (Attualità) 12.25 STUDIO APERTO (Ultime notizie) 13.02 STUDIO SPORT 13.40 DRAGON BALL GT - L’ONDA ENERGETICA DI PAN (Animazione) 14.05 DETECTIVE CONAN (Animazione) 14.30 I SIMPSON (Animazione) 15.00 DAWSON’S CREEK 15.50 IL MONDO DI PATTY (Telenovela) 16.50 HANNAH MONTANA 17.40 BAKUGAN BATTLE BRAWLERS (Animazione) 17.55 GORMITI - IL RITORNO DEI SIGNORI DELLA NATURA (Animazione) 18.10 SPONGEBOB (Animazione) 18.28 STUDIO APERTO ANTICIPAZIONI (Ultime notizie) 19.00 STUDIO SPORT 19.30 I SIMPSON (Animazione) 19.50 CAMERA CAFÉ RISTRETTO (Sitcoms) 20.05 CAMERA CAFÉ (Sitcoms) 20.30 LA RUOTA DELLA FORTUNA (Spettacolo con giochi) 21.10 WIND MUSIC AWARDS 23.30 SCAPPATI CON LA CASSA 00.45 POKER1MANIA 01.40 STUDIO SPORT 02.05 STUDIO APERTO - LA GIORNATA (Ultime notizie) 02.20 TALENT 1 - PLAYER 02.40 MEDIASHOPPING (Acquisti)

08.10 09.00 10.05 10.30 11.30

16.50 17.00 17.50 17.55 18.50 20.00 20.30 21.20 23.05 23.30 01.00 01.30 01.35 01.40 02.10 02.40 03.10 04.10 05.05 05.45 06.05 06.10 06.30 06.45

TG PARLAMENTO (Attualità) TG1 (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) IL COMMISSARIO REX (Poliziesco) L’EREDITÀ TELEGIORNALE (Ultime notizie) AFFARI TUOI GOLD (Spettacolo con giochi) PORTA A PORTA - SPECIALE ELEZIONI EUROPEE 2009 (Attualità) PORTA A PORTA (Attualità) TG1 (Ultime notizie) TG1 NOTTE E TG1 LE IDEE (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) APPUNTAMENTO AL CINEMA SOTTOVOCE (Talk show) RAI EDUCATIONAL REWIND - LA TV A GRANDE RICHIESTA - VISIONI PRIVATE (Cultura) RAINOTTE CREATURA MALIGNA (Orrore) L’INAFFERRABILE RAINER HOMO RIDENS EURONEWS (Ultime notizie) ANIMA GOOD NEWS (Cultura) INCANTESIMO 10 TG1 - CCISS VIAGGIARE INFORMATI (Ultime notizie) UNOMATTINA ESTATE

PSF  o1BQFSJTTJNB 4QSJOUp $POEVDF +VMJBOB .PSFJSB JO DPNQBHOJB EFM (BCJCCP 18.50 20.00 20.31 21.11 23.46 01.30 02.00 02.32 02.45 03.30 03.42 04.13 05.30 06.00 08.00

SARABANDA TG5 (Ultime notizie) PAPERISSIMA SPRINT FRATELLI DETECTIVE (Commedia) MATRIX (AttualitĂ ) TG5 NOTTE (Ultime notizie) PAPERISSIMA SPRINT MEDIASHOPPING (Acquisti) THE GUARDIAN MEDIASHOPPING (Acquisti) TG5 NOTTE (Ultime notizie) SQUADRA EMERGENZA TG5 NOTTE (Ultime notizie) TG5 - PRIMA PAGINA (Ultime notizie) TG5 MATTINA (Ultime notizie)

PSF  o(IPTU 8IJTQFSFSp 5FMFGJMN DPO +BZ .BIS +FOOJGFS -PWF )FXJUU %BWJE $POSBE 01.55 02.00 02.05 02.15

11.40 12.25 13.25 13.30 14.05 15.10 16.10 16.40 17.17 17.24 18.04 18.11 18.45 18.55 19.37 19.50 20.30 21.10 23.15 23.20 00.06 00.13 00.57 01.04 01.15

03.00 03.45 04.00 05.35

SIX FEET UNDER MEDIASHOPPING (Acquisti) I CAMMELLI (Commedia) STUDIO SPORT

03.30 04.20 05.10 05.30 05.35 05.40 06.40

o$FSUJ CBNCJOJp 4VMMB TDJB EJ (PNPSSB

DOC DISTRETTO DI POLIZIA (Poliziesco) ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) SESSIONE POMERIDIANA: IL TRIBUNALE DI FORUM IL FUGGITIVO SENTIERI (Telenovela) UN AMORE SPLENDIDO (Romantico) TGCOM (Ultime notizie) UN AMORE SPLENDIDO (Romantico) TGCOM (Ultime notizie) UN AMORE SPLENDIDO (Romantico) ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) IERI E OGGI IN TV TEMPESTA D’AMORE NIKITA (Azione) SEGRETI CINEMA FESTIVAL (Cinema) CERTI BAMBINI (Dramma) TGCOM (Ultime notizie) CERTI BAMBINI (Dramma) TGCOM (Ultime notizie) CERTI BAMBINI (Dramma) TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) MISSIONE SABBIE ROVENTI (Azione) PESTE E CORNA E GOCCE DI STORIA L.A. DRAGNET (Poliziesco) FEBBRE D’AMORE (Telenovela) TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) SECONDO VOI (Attualità) PESTE E CORNA E GOCCE DI STORIA LA GRANDE VALLATA MEDIASHOPPING (Acquisti)

17.20 WATER HORSE - LA LEGGENDA DEGLI ABISSI (SkyCinema1) NAVIGATOR (SkyCinemaFamily) 17.30 TORBIDE RELAZIONI (SkyCinemaMax) 17.35 LE VERITA’ NASCOSTE (SkyCinemaHits) 18.35 BLADE RUNNER - THE FINAL CUT (SkyCinemaMania) 18.55 MONA LISA SMILE (SkyCinemaFamily) RENDITION - DETENZIONE ILLEGALE (SkyCinemaPiu24) 19.10 NELLA MORSA DEL RAGNO (SkyCinemaMax) 19.15 SHOOT’EM UP - SPARA O MUORI (SkyCinema1) 19.20 VENTO DI PRIMAVERA (SkyCinemaClassics) 19.50 CARDIOFITNESS (SkyCinemaHits) 21.00 I CACCIATORI - THE HUNTING PARTY (SkyCinemaPiu24)

+VCNKC   Rosario ha undici anni. Abita in un condominio di periferia di una Napoli devastata dalla camorra. Fa parte di un branco tra sale giochi, e piccoli reati. Resta il pallone: unica ancora a cui sperare di potersi un giorno aggrappare. &TCOOCVKEQ

-B

PSF 

0SF  o*M DBDDJBUPSF EJ BRVJMPOJp 4LZ DJOFNB  'JMN ESBNNBUJDP DPO , "CEBMMB

7JUUPSJP (BTTNBO JO o*M TVDDFTTPp

+VCNKC   Per combinare speculazioni edilizie in Sardegna, un agente immobiliare non bada ai mezzi, ma perde la stima della moglie e degli amici. Scritta da Ettore Scola e Ruggero Maccari e interpretata da Vittorio Gassman. %QOOGFKC

21.20 22.30

*M NJUJDP BUUPSF WFTUF J QBOOJ EFMMnJOWFTUJHBUPSF

*M SJUPSOP EJ 1JFEPOF OFJ QBOOJ EJ /FSP 8PMGF

MAGNUM P.I. MIAMI VICE (Poliziesco) FEBBRE D’AMORE (Telenovela) ULTIME DAL CIELO (Fantasia) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie)

PSF  o6O BNPSF TQMFOEJEPp 'JMN DPNNFEJB EFM  DPO $BSZ (SBOU F %FCPSBI ,FSS

01.42 03.25

PSF  o8JOE .VTJD "XBSEp "QQVOUBNFOUP NVTJDBMF B QSFNJ $POEVDF 7BOFTTB *ODPOUSBEB

7UC   Un gruppo eversivo tenta di impossessarsi della corazzata Missouri. La nave è munita di missili a testata nucleare. La situazione è esplosiva, ma Casey Rybak, che tutti credono il cuoco di bordo, si scatena contro i terroristi. #\KQPG

3FUF PSF 

12.00 TG3 SPECIALE ELEZIONI (AttualitĂ ) 13.00 COMINCIAMO BENE ESTATE ANIMALI E ANIMALI E... 13.05 TERRA NOSTRA (Telenovela) 14.00 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 14.20 TG3 - METEO 3 (Ultime notizie) 14.50 COMINCIAMO BENE ESTATE ANIMALI E ANIMALI E... 15.00 TG3 FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 15.05 IL GRAN CONCERTO 15.45 TREBISONDA PRESENTA LA TV DEI RAGAZZI (Magazin) 16.00 TG3 GT RAGAZZI (Cultura giovanile) 16.10 MELEVISIONE 16.30 TG3 SPECIALE ELEZIONI (AttualitĂ ) 18.00 GEO MAGAZINE 2009 (Natura) 18.55 METEO 3 (Ultime notizie) 19.00 TG3 (Ultime notizie) 19.30 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 20.00 BLOB (AttualitĂ ) 20.10 AGRODOLCE (Telenovela) 20.35 UN POSTO AL SOLE (Telenovela) 21.05 TG3 (Ultime notizie) 21.10 TRAPPOLA IN ALTO MARE (Azione) 23.00 TGR SPECIALE ELEZIONI (Ambiente) 23.45 TG3 LINEA NOTTE SPECIALE ELEZIONI (Ultime notizie) 02.00 NEWS METEO (Ultime notizie) 02.05 APPUNTAMENTO AL CINEMA 02.30 NEWS METEO (Ultime notizie) 03.00 RAINEWS 24 (Ultime notizie) 03.30 NEWS METEO (Ultime notizie) 03.40 RIFLETTENDO CON... (AttualitĂ ) 03.45 USA 24 H 04.00 NEWS METEO (Ultime notizie) 04.10 DENTRO LA NOTIZIA 04.15 MAGAZINE TEMATICO DI RAINEWS 24

PSF  o1PSUB B QPSUBp TQFDJBMF FMF[JPOJ FVSPQFF  DPOEVDF #SVOP WFTQB

PSF 

o5SBQQPMB JO BMUP NBSFp DPO 4UFWFO 4FBHBM

22.50 22.55 23.10 23.15

00.15 00.20

09.15 10.10 10.15 10.20 10.25 11.25 11.30 12.30 12.55 13.00 14.00 16.00 16.05 17.10 18.05

ROMA - Olimpionico e campione italiano di nuoto, attore cult nella mitica coppia spaghetti western con Terence Hill, amato e popolare anche tra le giovani generazioni che pure hanno visto solo in tv i suoi film evergreen, alla vigilia degli 80 anni, Carlo Pedersoli, meglio noto come Bud Spencer, corona un suo sogno, quello di entrare nei panni di Nero Wolfe. Il grande, in tutti i sensi, attore è da qualche giorno finalmente sul set di un progetto che insegue da molti anni e che finalmente si sta concretizzando. Si tratta dei Delitti del cuoco, 12 puntate in 6 serate, sul set da giugno a ottobre tra Ischia e Roma, in onda nella prossima stagione su Canale 5.

DVSJPTJUÂť EBMMB SFUF "MMFBO[B BOUJ DSJTJ USB 4POZ:PVUVCF

5BSUBSVHIF B SJTDIJP -F BEP[JPOJ JO SFUF

L’industria discografica americana continua a cercare vie d’uscita dalla crisi del settore lanciando nuove iniziative online. L’idea è di utilizzare la popolarità di YouTube per promuovere video musicali.

Il Wwf in soccorso delle tartarughe marine: con una donazione sul sito www.wwf.it/adozioni si riceverĂ  un certificato di adozione.

.D%POBMEnT QBOJOJ F 8J'J HSBUJT I ristoranti McDonald’s di tutta Italia offrono una rete wi-fi illimitata e gratuita per navigare in internet. Il servizio è attivo in 320 ristoranti.

*OUFSOFU WFMPDF JO "SBCJB 'JOF EFM NPOPQPMJP Etihad Atheeb Telecommunications ha comunicato di aver fatto partire il suo servizio di Internet ad alta velocità nelle due maggiori città dell’Arabia Saudita, facendo finire il monopolio di Saudi Telecom.

19.00 20.00 20.30 21.10 23.30 01.20 01.40 01.45 02.25 02.55 03.55

09.00 12.00 13.00 14.00 14.30 15.00 16.00 16.05 17.00 17.05 18.00 18.05 19.00 19.05 19.30 20.00 20.05 21.00 23.00 23.05 00.00 00.30 01.30 03.00 05.40

NE’ ONORE NE’ GLORIA (SkyCinemaClassics) HOT SHOTS! (SkyCinemaMania) IL CACCIATORE DI AQUILONI (SkyCinema1) NEL CENTRO DEL MIRINO (SkyCinemaMax) ALL’INSEGUIMENTO DELLA PIETRA VERDE (SkyCinemaFamily) ASTERIX E OBELIX: MISSIONE CLEOPATRA (SkyCinemaHits) RICOMINCIO DA CAPO (SkyCinemaMania) SOGNI E DELITTI (SkyCinemaPiu24) LA MUSICA NEL CUORE - AUGUST RUSH (SkyCinemaFamily) QUEL CHE RESTA DEL GIORNO (SkyCinemaHits) SPEED (SkyCinemaMax) I COMPLESSI (SkyCinemaClassics) ICON - SFIDA AL POTERE (SkyCinema1) AI CONFINI DEL PARADISO (SkyCinemaMania) I MARITI (SkyCinemaClassics)

OMNIBUS LIFE (Attualità) PUNTO TG (Attualità) DUE MINUTI, UN LIBRO MOVIE FLASH CUORE E BATTICUORE (Poliziesco) MOVIE FLASH MIKE HAMMER TG LA7 (Ultime notizie) SPORT 7 (Ultime notizie) L’ISPETTORE TIBBS IL SUCCESSO (Commedia) MOVIE FLASH STAR TREK (Fantascienza) LA7 DOC DUE SOUTH - DUE POLIZIOTTI A CHICAGO THE DISTRICT (Poliziesco) TG LA7 (Ultime notizie) OTTO E MEZZO (Attualità) SPECIALE TG LA7 (Attualità) GRAZIE AL CIELO SEI QUI TG LA7 (Ultime notizie) MOVIE FLASH OTTO E MEZZO (Attualità) L’INTERVISTA (Attualità) ALLA CORTE DI ALICE DUE MINUTI, UN LIBRO

INTO THE MUSIC CHART BLAST THE FABULOUS LIFE PRESENTS SEX... WITH MOM AND DAD (Reality-TV) NEXT (Reality-TV) TRL TOUR FLASH (Ultime notizie) INTO THE MUSIC FLASH (Ultime notizie) INTO THE MUSIC FLASH (Ultime notizie) CHART BLAST FLASH (Ultime notizie) SEX... WITH MOM AND DAD (Reality-TV) PARENTAL CONTROL (Reality-TV) FLASH (Ultime notizie) LOLLE LA VITA SEGRETA DI UNA TEENAGER AMERICANA FLASH (Ultime notizie) CENTRAL STATION NEUROVISIONE MTV WORLD STAGE INTO THE MUSIC INSOMNIA NEWS (Ultime notizie)


ilDomani  

Edizione del 08 Giugno 2009

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you