Issuu on Google+

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Martedì 07 Febbraio 2012 > euro 1,00 > Anno XV Nr. 35

La Roma chiude l’accordo con De Rossi che annuncia: resto qui per vincere

MISTER 10 MILIONI

CICLISMO

TOTOGUIDA

Doping,Contadorcolpevole perdeToureGiro squalificato2anni matra6mesitornainsella

La vittoria del Lione un classico sicuro Barca e Bilbao in attesa della finale da pag. 4

a pag. 11

LAVORO

CATANZARO

L’assessore regionale Stillitani annuncia le nuove modalità e i termini per i corsi di formazione per gli operatori sanitari

Scalzo e Sel si oppongono al ricorso presentato dalla Destra al Tar contro lo scioglimento del Comune dopo le dimissioni di Traversa

a pag. 13

a pag. 12

MALTEMPO Nord al gelo e neve al Sud ma adesso scatta anche il piano d’emergenza per le forniture del gas a pag. 15


2 il Domani dello Sport Martedì 07 Febbraio 2012

SPORT De Rossi ha mantenuto la promessa firmando per la Roma: tutti i dettagli del contratto

L’uomo da 10 milioni di euro

Eva Canta

:: già il Domani :: REDAZIONE Direttore GUIDOTALARICO Direttoreresponsabile ORLANDOROTONDARO Capiredattori FRANCESCOPUNGITORE(Nazionale) ANGELOROSSI(Napoli) MAURIZIOZUCCARI(Cultura) Garantedellettore FRANCOESPOSITO >RedazioneRoma Tel.06.45427170/71 ViaArchimede,201-00197ROMA roma@ildomani.it >RedazioneNapoli Tel.081.19103955 ViaAntiniana,59-80078POZZUOLI(NA) redazione@ildomanidinapoli.it >RedazioneCalabria Tel.0961.023922 Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&PEditoriSRL-Tel.0961.023922 Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) Testatareg.trib.Czn.64del15/7/1997 R.O.C.Numero5606 Latestatafruiscedeicontributistatalidirettidicuialla Legge7agosto1990n.250eseguentimodifiche PUBBLICITA’ Nazionale,localeegiudiziaria ILSOLE24ORESPASYSTEM DirettoreGeneraleGianniVallardi SedediNapoli CorsoUmbertoI,7-80138Napoli Tel.081.5471111 SedeCalabria Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) Tel.0961.023922 ClassificataeterritorialeNapoli SEATPAGINEGIALLE Tel.335.6505556 Tariffaamodulo46x19mmh.Commercialeeuro 103,00-Occasionaleeuro129,00-Corsidi formazioneeuro129,00-R.P.Q.euro78,00necrologioeuro77,00cad.Economicieuro0,62a parola.Supplementocolore:40% DISTRIBUZIONE:Sodip MediaServices(Calabria) CENTROSTAMPA:LITOSUDSRL ViaCarloPesenti,130-00156ROMATel.06.4121031 STABILIMENTOTIPOGRAFICODEROSE C/daPantoniMarinella-87040MONTALTOU. (Cs)-Tel.0984.934382 Responsabiledeltrattamentodati Dlgs96/2003-OrlandoRotondaro

ROMA - «Abbiamo raggiunto con Daniele De Rossi un accordo che prevede un contratto dal 2012 al 2017 per un compenso lordo di 10 milioni all’anno, più una serie di bonus che riguardano le presenze nelle varie competizioni che gli obbiettivi. Il contratto non prevede nessuna clausola rescissoria. La Roma ha anche un accordo con il calciatore per sfruttare il 50 per cento dei diritti di immagine del calciatore». Lo ha detto il direttore generale della Roma, Franco Baldini, chiarendo i termini del rinnovodelcontrattodi DanieleDeRossi. «Quello che mi ha spinto è la passione per questa squadra e questa gente. Mi sono reso conto che quello di cui ho bisogno sta qui». Così Daniele De Rossi ha spiegato la decisione di rinnovare il contratto che lo lega alla Roma per i prossimi 5 anni a 10 mln lordi a stagione. «Ho bisogno della Roma per giocare in un certo modo». «È una scelta di cuore, ma ancheditesta,nonrimangoperfare il turista, c’è una componente affettiva ma io credo molto in

questo progetto e mi aspetto molto da questa società». Daniele De Rossi è rimasto a Roma, non solo per affetto ma anche per vincere e lo dice chiaramente, puntando su LuisEnriqueesullanuovasocietà. «Scudetto? Credo che il progetto lo preveda, non so dire in quanto tempo, non ho 20 anni davanti a me per attenderlo. io voglio che questo sia l’unico anno in cui partiamo in seconda linea». «L’anno scorso qualcosa è mancato, e io volevo zittire la gente che parlava di me come di un giocatore in calo a 27 anni. Credo che anche a livello tattico ho trovato un allenatore che mi valorizza tanto, non faccio il ruffiano, ma mi ha dato responsabilità e motivazioni». Daniele De Rossi elogia così, parlando del rinnovo del contratto, di Luis Enrique. «Avevo sentito che l’amore nei miei confronti era un pò scemato - aggiunge il giallorosso e avevo pensato di andare altrove, ma non mi vedevo in altri palcoscenici». De Rossi ha ammesso che «il percorso per arrivare ala firma del contratto è stato un pò

più lungo, con alti e bassi anche a livello mio personale, e qualche indecisione l’ho avuto». «Il contratto è stato l’ostacolo nella prima parte della stagione - spiega il centrocampista della Roma -, c’è stato da discutere molto e sulla cifra non volevo fare sconti. Ho sentito mille persone ma ho scelto come alla fine ho sempre saputo che avrei scelto». Quanto alle prospettive «spero in 5 anni di tornare a lottare per lo scudetto, la Champions non lo so». «Totti non mi ha mai pressato, ma è stata fondamentale la sua immagine di uomo felice a Roma, lui finirà la sua carriera qui - dice De Rossi parlando del capitano romanista - è impossibile raggiungere i suoi record, ma fare il suo percorso rende felici. Essere amato da tutti fuori, e essere decisivi in campo. Ho una grande voglia di mettere qualcosa in bacheca». Per il rinnovo del contratto «mi hanno convinto ma non solo a parole: la Roma ha le idee molto chiare». «Quella di De Rossi era una situazione pesante? Per me no, è sempre stato il pensiero del giocatore rimanere a Roma per tutta la vita. La Roma gli ha rinnovato il contratto, purtroppo c’è stata questa situazionenell’ultimo anno, ma questa del rinnovo è una buona notizia». Sono le parole del tecnico della Roma, Luis Enrique sull’accordo raggiunto tra la società e il centrocampista per i prossimi cinque anni. Di sicuro, comunque, dopo il 4 a zero all’Inter e la conferma di Capitan Futuro, sulla Capitale è tornato il sereno.

Marotta attacca: la Juve merita arbitri migliori TORINO - «Il rigore? È un argomento che ho ripreso a fine gara. Ho voluto puntualizzare la difficoltà di non potersi confrontare con l’organo tecnico ed ho richiamato solo ad una maggiore attenzione, credo sia nei miei doveri. L’attenzione che richiedevo era quella di designazioni più appropriate per una squadra come la Juve prima in classifica. Mi riferisco all’inesperienza dell’arbitro non ad incapacità o altro». Il direttore generale della Juventus, Beppe Marotta torna a parlare, a Radio Anch’Io Sport, del rigore negato ai bianconeri, per un netto fallo di mano di Vergassola, contro il Siena. Marotta ha chiesto al designatore arbitrale Stefano Braschi maggiore attenzione nelle designazioni, e Braschi ha risposto che tutte le squadre meritano rispetto, spiegazione che non ha convinto il dg della Juve. «Se mi ha convinto Braschi? Non più di tanto. Quando hai il talento calcistico, questo talento può giocare in prima squadra anche a 16 anni, ma se hai giocatori di media levatura, devono fare esperienza in provincia e questo vale anche per gli arbitri. Quando c’è la prima della classe con tutta la pressione mediatica che comporta si richiede grande attenzione ed esperienza».

IN BREVE

> TOMMASI

> MONDONICO

> RAIOLA

Ampliare la pausa invernale e ridurre le gare in notturna. Sono queste le priorità dell’Assocalciatori come ha sottolineatoilpresidenteDamianoTommasi.«Purtroppo il calendario è intasato per il gran numero di partite, che comportano un ridotto numero di allenamenti. Noi non partecipiamo alla stesura dei calendari, li subiamo. Al di là della sosta invernale, che abbiamo ottenuto negli scorsi anni e che dovrebbe essere ampliata per evitare partite come quelle a cui stiamo assistendo, abbiamo detto che si potrebbe iniziare prima il campionato, come si fa in altri paesieuropei,eampliarela pausa invernale anche per evitare gli infortuni che ci sono in questo periodo», ha spiegato il presidente dell’Aic a Radio Anch’Io Sport. «I presidenti spingono, invece, per ridurre la sosta invernale che dovrebbe essere ampliata».

«Il calcio è uno sport della strada, non lo facciamo diventare uno sport da giocare a trenta gradi nei palazzetti...». Emiliano Mondonico va in controtendenza rispetto ai suoi colleghi della serie A che si sono lamentati del maltempo e avevano chiesto di non giocare le gare di domenica scorsa. Il tecnico del Novara, tornato nel massimo campionato anche dopo un serio problema di salute, si dice felice di stare in panchina e anche di essersi ricreduto sulla qualità del calcio italiano. «Da fuori sembra una serie Ascarsa-diceMondonico ospite di Radio lo sport -, invece ho affrontato il Chievo e il Cagliari e ho trovato due squadre con grande gioco. Mi sono ricreduto,lesquadreitaliane sono diventate più forti e non sono frutto del caso le treinChampionselaqualificazione dell’Italia agli europei».

«C’è stato un episodio prima della reazione di Zlatan: Aronica ha colpito Nocerino con una manata, Ibra ha visto e per difendere il suo compagno ha reagito in quel modo. Non mi spiego come anche Aronica non meritasse l’espulsione, ma va bene così. Comunque Zlatan è molto sereno e il gesto di è solo un atto di difesa verso i suoi compagni, nulla di più. Adesso pagherà per questo, ma non sarà un problema, è abituato a prendersi le sue responsabilità, poi sappiamo tutti che è più bello, per un arbitro, espellere Zlatan e non Aronica». Lo ha detto Mino Raiola, agente di Zlatan Ibrahimovic, nel programma Diretta Stadio, in onda su 7 Gold, sull’espulsione del giocatore nella partita con il Napoli. Sul futuro di Ibrahimovic Raiola ha dichiarato: «Io credo che sia difficile che Zlatan vada da Mourinho».


4 il Domani dello Sport Martedì 07 Febbraio 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE Lierse-Lokeren «Under»

Oliveirense-Academica «X»

1.77

3,10

Coppa Italia - Semifinali

Milan-Juve: «Under»

Milano - Stadio Meazza - Mercoledì 8/2 ore 20.45

Il Napoli va a Siena per ipotecare in anticipo la finale: «2» con fiducia er uno strano scherzo del destino, le semifinali di Coppa Italia pongono di fronte, in un appassionante duello lungo 180’, le due squadre che stanno lottando per lo scudetto: Milan e Juve. Un motivo d’interesse in più in una sfida che, comunque, avrebbe promesso scintille visto che i bianconeri vanno a caccia dell’ambita stella d’argento, prevista per chi arriverà a quota 10 trofei, mentre i rossoneri cercano di rinverdire un successo che manca ormai da 9 anni. Oltre al fatto che dovrà sfruttare il fattore campo, il Milan vorrà vendicare la cocente sconfitta rimediata all’Olimpico in campionato (2-0 con doppietta nel finale di Marchisio). Ma non avrà certo vita facile. La sensazione è

P

che verrà fuori una gara assai tattica. Il primo consiglio, quindi, è quello di puntare sull’«Under». In alternativa piacciono i risultati esatti di 1-0 o 1-1. L’altra sfida è sicuramente meno gloriosa ma non meno importante visto che sia per Siena che per Napoli rappresenta un’opportunità storica oltre che la strada per entrare dalla porta principale in Europa League. In campionato, poche settimane fa è andato in scena un combattutissimo 1-1 al Franchi. Stavolta è probabile che gli azzurri cerchino di chiudere anticipatamente i conti ma non sarà facile anche perché e probabile che il campo non sia in condizioni ottimali. Rimane però la fiducia nei partenopei: «2» con risultati di 0-2 o 1-2 da tentare.

I nostri consigli di gioco MISTA VINCITA GLOBALE:

9 GARE 2435.76 Euro

Correzione di 0-1-2 errori sulle 9 partite 0 err.=8 cinquine; 1 err.=3/4 cinquine; 2 err.=1 cinquina

8 CINQUINE

Rennes-Evian 1 Holstein Kiel-Dortmund 2/Hc Birmingham-Portsmouth Goal Southamptom-Millwall 1/Hc Swindon-Barnet 1 Lierse-Lokeren Under Dunfermline-Kilmarnock X Oliveirense-Academica X Athl.Bilbao-Mirandes 1 Rennes-Evian 1 Holstein Kiel-Dortmund 2/Hc Birmingham-Portsmout Goal Southamptom-Millwall 1/Hc Swindon-Barnet 1

1.73 1.58 1.80 2.70 1.55

1.73 1.58 1.80 2.70 1.55 1.75 3.30 3.15 1.28

Rennes-Evian 1 Holstein Kiel-Dortmund 2/Hc Birmingham-Portsmout Goal Lierse-Lokeren Under Athl.Bilbao-Mirandes 1

1.73 1.58 1.80 1.75 1.28

Con 9 euro puntati la vincita è di

Con 9 euro puntati la vincita è di

203.85 Euro

109.11 Euro

Rennes-Evian 1 Holstein Kiel-Dortmund 2/Hc Lierse-Lokeren Under Dunfermline-Kilmarnock X Oliveirense-Academica X

1.73 1.58 1.75 3.30 3.15

Con 9 euro puntati la vincita è di

492.27 Euro Rennes-Evian 1 Southamptom-Millwall 1/Hc Swindon-Barnet 1 Lierse-Lokeren Under Athl.Bilbao-Mirandes 1

1.73 1.80 3.30 3.15 1.28

Con 9 euro puntati la vincita è di

410.19 Euro 1.73 2.70 1.55 1.75 1.28

Con 9 euro puntati la vincita è di

160.56 Euro Holstein Kiel-Dortmund 2/Hc Swindon-Barnet 1 Dunfermline-Kilmarnock X Oliveirense-Academica X Athl.Bilbao-Mirandes 1

Rennes-Evian 1 Birmingham-Portsmout Goal Dunfermline-Kilmarnock X Oliveirense-Academica X Athl.Bilbao-Mirandes 1

Holstein Kiel-Dortmund 2/Hc Birmingham-Portsmout Goal Southamptom-Millwall 1/Hc Oliveirense-Academica X Athl.Bilbao-Mirandes 1

1.58 1.80 2.70 3.15 1.28

Birmingham-Portsmout Goal Southamptom-Millwall 1/Hc Swindon-Barnet 1 Lierse-Lokeren Under Dunfermline-Kilmarnock X

1.80 2.70 1.55 1.75 3.30

Con 9 euro puntati la vincita è di

Con 9 euro puntati la vincita è di

322.60 Euro

430.68 Euro

I rossoneri conducono 29-20 in 87 precedenti al Meazza La “storia” del match Negli 87 precedenti ufficiali tra le due squadre a Milano il bilancio è di 29 successi rossoneri (ultimo 3-0, nella serie A 2009/10), 38 pareggi (ultimo 1-1, nella serie A 2008/09) e 20 vittorie bianconere (ultima 2-1, nella serie A 2010/11). Terzo confronto tecnico ufficiale tra Conte ed Allegri: il bilancio è di 1 vittoria casalinga per parte.

I nostri consigli Da tentare il segno «X» Ris. finale

X U/O

Under G/NG

Goal Ris. esatto 1-1

Siena - Stadio Artemio Franchi - Giovedì 9/2 ore 20.45

Siena Napoli

Calendario e risultati ■ Ottavi di finale Juventus - Bologna Palermo - Siena Lazio - Verona Udinese - Chievo Roma - Fiorentina Napoli - Cesena Milan - Novara Inter - Genoa

■ Quarti di finale dts dcr

dts

2-1 4-7 3-2 1-2 3-0 2-1 2-1 2-1

1 2 3 4

Juventus - Roma Milan - Lazio Chievo - Siena Napoli - Inter

■ Semifinali

3-0 3-1 0-1 2-0

and.

rit.

5 Milan - Juventus 08/02 21/03 6 Siena - Napoli 08/02 21/03 Vinc. 5 - Vinc. 6

Gli azzurri non vincono al Franchi da ben 66 anni La “storia” del match Sono 8 i precedenti ufficiali tra le due squadre in Toscana con bilancio di 3 affermazioni del Siena (ultima 2-1, nella serie A 2008/09), 3 pareggi (ultimo 1-1, nella serie A 2011/12) e 2 successi del Napoli (ultimo 4-1, nel misto A/B 1945/46). Secondo confronto ufficiale assoluto tra Sannino e Mazzarri dopo l'1-1 di Siena in campionato lo scorso 22 gennaio.

I nostri consigli Si può prendere il «Goal»

■ Finale (gara unica) 20/05

Ris. finale

2 U/O

Over G/NG

Goal Ris. esatto 1-2

FA Cup

DFB Pokal

Replay del quarto turno: i Saints la base migliore

Il Bayern vuole rilanciarsi a Stoccarda

ettimana di “replay” in FA Cup per allineare la competizione al quinto turno - cioè gli ottavi di finale. Lo Sheffield Wednesday ha una discreta possibilità in casa: ospita un Blackpool di categoria superiore, ma ha l’inerzia dalla sua: azzardiamo il segno «1» o la doppia “in”. Padroni di casa chiaramente favoriti in Southampton-Millwall, mentre l’«Over» pare la migliore alternativa al «2» nella gara tra “Boro” e Sunderland.

S

Il pronostico di TS Southampton-Millwall Sheffield W.-Blackpool Middlesb.-Sunderland

4° TURNO

Watford-Tottenham Hotspur Everton-Fulham QPR-Chelsea Liverpool-Man. Utd Blackpool-Sheffield W. Derby County-Stoke C. Bolton-Swansea C. Leicester C.-Swindon Sheffield Utd-Birmingham Hull City-Crawley West Bromwich-Norwich 1 Millwall-Southampton 1 Stevenage-Notts County 2 Brighton-Newcastle Utd Sunderland-Middlesbro’ Arsenal-Aston Villa

0-1 2-1 0-1 2-1 1-1 0-2 2-1 2-0 0-4 0-1 1-2 1-1 1-0 1-0 1-1 3-2

Con 9 euro puntati la vincita è di

306.51 Euro 1.58 1.55 3.30 3.15 1.28

Milan Juventus

REPLAY Sheffield W.-Blackpool 07/02 Southampton-Millwall “ ” Middlesbro’-Sunderland 08/02

ovendo trovare una coppa nazionale a cui si ispira la DFB Pokal, il pensiero va alla FA Cup. Indubbiamente l’approccio delle tedesche alla manifestazione è molto differente rispetto a quello che ad esempio le riservano le nostre squadre. Tutto da seguire quindi il turno di quarti di finale, gara unica. La gara più interessante è tra Stoccarda e Bayern Monaco. Nessune delle due sta brillando, optiamo per la qualità, da «2» al 90’. Gara molto tesa a Berlino: l’Hertha con Skibbe non sta azzeccando un colpo, il M’Gladbach potrebbe pagare lo stress di un campionato di vertice: aria di supplementari, da «X» al 90’. Il Dortmund di questi tempi non dovrebbe avere problemi a Kiel: troppa differenza con l’Holstein. Infine l’Hoffenheim, favorito con il Greuther.

D

OTTAVI DI FINALE Bochum-Bayern Monaco 1-2 Norimberga-Greuther 0-1 Hoffenheim-Augsburg 2-1 F. Dusseldorf-B. Dortmund dcr4-5 Hertha B.-Kaiserslautern 3-1 Holstein Kiel-Mainz 05 2-0 Stoccarda-Amburgo 2-1 M’Gladbach-Schalke 04 3-1

QUARTI DI FINALE Holstein Klel-B. Dortmund 07/02 Hoffenheim-Greuther 08/02 Hertha B.-M’Gladbach “ ” Stoccarda-Bayern Monaco “ ”

Il pronostico di TS Stoccarda - Bayern Kiel - Dortmund Hoffenheim -Greuther

2 2 1

Le possibili sorprese Hertha - M’Gladbach

1


Martedì 07 Febbraio 2012 il Domani dello Sport

5

TOTOGUIDA SCOMMESSE Coppa del Re

Coppa di Lega

Barça e Ath. Bilbao La vittoria del Lione in attesa della finale... un classico sicuro l’ultimo atto prima della finalissima. E’ Salvo clamorosi avvenimenti, è in pratica già tutto scritto in merito ai nomi delle due squadre che la giocheranno. I parziali delle semifinali d’andata - presi in pieno da “Il pronostico di TS” - dicono e spingono in maniera chiara Barcellona e Athletic Bilbao al duello finale. I blaugrana hanno attraversato momenti migliori, rispetto a quello attuale in cui non schiacciano più nessuno e fanno fatica ad evitare di subire gol. L’1-1 di Valencia gli regala un buon vantaggio ma non escludiamo che possa ripetersi il «Goal». Un segno fisso può essere l’«X/h». Ancor più sicura pare, invece, la qualificazione dei Leones a cui potrebbe anche andar bene un pari contro la rivelazione Mirandes: per la quota può provarsi l’«X».

■ Ottavi

and.

rit.

0-0 2-1 2-0 3-2 2-0 4-0 2-1 1-0

0-4 0-4 1-1 1-0 1-6 2-1 2-4 1-2

Albacete - Ath. Bilbao Alcorcon - Levante Mirandés - R. Santander Real Madrid - Malaga Real Sociedad - Maiorca Barcellona - Osasuna Cordoba - Espanyol Valencia - Siviglia

■ Quarti di finale

and.

rit.

3-2 2-0 1-2 4-1

1-2 1-0 2-2 3-0

Espanyol - Mirandés Ath. Bilbao - Maiorca Real Madrid - Barcellona Valencia - Levante

■ Semifinali

and.

rit.

1-2 1-1

7/2 8/2

Mirandés - Ath. Bilbao Valencia - Barcellona

ante blasonate, ma anche tante sorprese si Tapprestano a giocare gli ottavi di finale della Coppa di Francia. Tra le squadre blasonate ovviamente il Psg, che cerca la grande doppietta con il campionato: la trasferta a Dijon non è facile ma comunque alla portata degli uomini di Ancelotti: «2», si può provare per la quota alta il segno «X» con handicap. Molto interessante la sfida tra Lione e Bordeaux: fattore tecnico e ambientale, pronostico per i padroni di casa. Volendo trovare una sorpresissima, si può tentare la «X» al 90’ del Marsiglia sul campo del Bourg. Differenza tecnica enorme, ma i marsigliesi stanno tirando su tutti i fronti. Altro consiglio: Lille che passa a Valenciennes ed Evian a Rennes.

Lione - Bordeaux Valenciennes - Lille

Barcellona-Valencia X/h-Goal

Le possibili sorprese

1 2

Bourg - Marsiglia

Un “doppio” Llorente piega il Mirandes

X

LOTTO I 10 numeri più in ritardo 58 59 24 47 55 74 90 14 12

4

30 64 70 72 79 16 3

40

40

40

47 37

46 37

44

25 2

49

61

48

8

49

37

44 34

43 32

36 85 56 50 32 76 59 81 84 67

Rit. 89

66

61

57

55

53

49

85 27

6

69 51

3

59 53 73 18

Rit. 90

86

61

57

49

48

25 30 54 51 22 65

Rit. 69

68

60

50

49

49

70

66

63

78 45 70 50

Rit. 59

43

4

18 81 83

46

38

46

45

4

45 70

49

7

72 34 43 35 19

68 50

9

14 53 33 84 25 21 82 53

53

52

47

38 44

64 57 17 16 77 79 87 81

Rit. 111 62

78 64

Rit. 84

69

43

41

39

2 33

50

5

38 12 66 32 14 39 47 38

6 11 56 46 13

3

18 73 38 78

44

41

40

6

19 33 36 90 7

7

6

5

4

4

4

38 4

37

34

84 70 50 67 8

39

34

39

40

47

37

39

41

Rit. 111 68

61

44

41

32

59

64

45

35

34

50

59

39

36

51

67

40

38

44

56 42

40

41

42

53

Rit. 78

Rit.

43

45

64 56 27 53 50 13 47

Rit. 81

48

4

36 3

BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

14 20 57 15 30 41

Freq. 18

5

11 46 4

18

17

15

15

15

14

38 59

1

37 83

5

75 29 42 62

3

14 17 43 7

Freq. 17

17

16

16

16

25 30 28 49 75

Freq. 17

16

78 86

4

81 90 17 21 36

17

15

15

14

15

14

16

18

15

15

17

Freq. 18

16

15

14

14

15 14

79 14 38 78 82 27 62 74

Freq. 18

17

15

15

15

14

12 22 76 51 55 74

Freq. 20

17

16

15

15

15

14 14 15

13 14 14

5 42

13

13

7 23

14

14

3

40 54 37

14

14

13 14

13 13

17 numeri Ridotto a garanzia di un “4” con 5 numeri e 1 fissa: 50 Combinazioni 35 € 17,50 Pronostico: 12, 19, 20, 21, 22, 35, 41, 47, 52, 53, 63, 74, 75, 78, 79, 87

87 87 87 87 87 87 87 87 87 87 87 75

9

NUMERO 37 FREQUENZA 17

26 28 80

15

12

15

13

13

13 12

16

16

15

15

14

14

14

14

14

Freq. 18

16

15

15

15

15

15

15

14

14

9 37 58 17 53 77 18 60 76 1

Freq. 17

17

17

16

16

16

15

15

15

14

27 36 70 29 50 57 76 80 86 2

Freq. 18

16

15

15

15

15

37 12 42

17

1

43

6

14 44 78 3

Freq.135 120 119 117

15

15

14

116 115 115 115 115 113

35 47 21 22 41 41 47 35 22 22 47 50

50 50 50 50 50 50 50 50 50 50 50 52

53 53 78 52 52 75 75 52 53 63 74 75

74 63 79 63 74 79 78 79 78 75 79 78

20 20 20 20 21 21 22 22 35 41 47

21 21 22 22 22 35 50 50 50 50 50

41 50 35 47 35 41 52 53 63 52 52

47 53 41 50 47 50 63 63 74 53 53

50 74 50 74 50 63 74 78 75 63 75

63 75 53 78 52 79 79 79 78 78 79

12

12

Il sistema Garanzia di tre “7” con 10 numeri e una fissa: 35 Combinazioni 21 - € 21,00

60 70 18 32 44 52 82 84 33 37

9

15 23 31 61 86 9

46 75 79 83

14

9

I 10 numeri più frequenti

3

Freq. 18

19 19 20 20 21 22 35 20 21 21 41 41

10 10

52 15 25 42 43

14

I 10 numeri più frequenti 50 50 50 79 79 78 78 79 79 75 74 63

11

18 numeri

16

12 12 12 12 12 12 12 19 19 19 19 19

21 35 35 75 63 74 75 78 52 74 63 50

90 31 58 30 38 41

12

13

16

16

Il sistema

20 22 22 50 53 50 53 74 50 63 53 20

2

22 15

16

17

NELLA SESTINA 90 54 49 45 74 67 32 69 55 38 FREQUENZA 44 41 41 39 37 36 35 34 34 34

19 19 21 47 50 47 52 63 47 52 50 19

25 66 32

16

18

NELLA SESTINA 89 70 76 64 5 65 59 8 39 57 RITARDO 61 60 47 43 41 40 39 37 37 37

12 12 20 41 41 41 50 50 41 50 47 12

I 10 numeri più in ritardo NUMERO RITARDO

41 47 49 12 22 55 58 85 20 38

Freq. 21

SUPERENALOTTO I 10 numeri più in ritardo

Cheyrou (Marsiglia)

10eLOTTO

I 10 numeri più frequenti

55

Rit. 96

Strade R. - Evian TG 07/02 Quevilly - Orléans “ ” Dijon - PSG “ ” Bourg P. - Olympique M. 08/02 Valenciennes - Lille “ ” Châteauroux - Tours/Montpel. “ ” Grazélec Ajaccio - Drancy “ ” Olympique L. - Bordeaux “ ”

0-4 3-2 0-2 0-1 2-1 1-2 3-4 1-2 1-0 0-2 4-5 1-0 0-2 3-1 3-1 0-1

Le possibili sorprese

Ath. Bilbao-Mirandes X/Goal

Rit. 71

OTTAVI DI FINALE

Sablé - PSG Bourg Peronn. - Ajaccio Limoges - Drancy Compiègne - Lille Dijon - Istres Niort - Orléans Créteil - Bordeaux dcr Auxerre - Châteauroux Quevilly - Angers Valence - Evian TG Nice - Strade Rennes dcr Gazélec - Troyes Luçon - Olympique Lyon Valenciennes - Bastia Olympique M. - Le Havre Tours - Montpellier

Il pronostico di TS

Il pronostico di TS

BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

SEDICESIMA FINALE

Pronostico: 4, 9, 11, 15, 16, 23, 25, 32, 36, 42, 44, 45, 53, 54, 63, 68, 82 4 9 4 9 4 11 4 4 4 9 4 11 9 4 9 16 16 4 4 9 4

15 11 11 15 9 15 11 11 9 11 9 15 11 15 16 23 23 11 9 11 9

25 15 25 35 11 23 15 23 15 16 15 23 23 16 23 25 35 15 15 16 16

35 25 32 36 16 25 16 32 25 25 23 32 25 25 25 32 36 16 16 35 23

36 32 35 44 35 35 32 35 35 32 25 35 32 32 35 35 42 23 23 36 32

42 35 44 45 42 36 35 42 42 35 35 44 35 35 36 36 44 35 32 42 35

53 42 45 53 44 42 36 45 44 36 44 53 36 42 45 53 53 44 35 45 42

54 45 53 63 53 45 44 54 53 63 54 54 42 45 53 54 63 45 36 54 44

63 54 63 68 54 53 45 68 63 68 63 68 44 68 54 63 68 63 53 63 45

68 63 82 82 68 82 54 82 82 82 82 82 68 82 68 82 82 68 63 82 54


6 il Domani dello Sport Martedì 07 Febbraio 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE INGHILTERRA League 1

Wednesday, salto in alto nel gelo orse per via di una qualità dei terreni di gioco superiore a quelli di League Two, in questo campionato si è tirata in porto qualche gara in più. Il Carlisle ha piegato il Chesterfield, sempre più inguaiato; con identico punteggio di 2-1 il Wednesday ha regolato lo Yeovil e il Wycombe battuto il Tranmere saltando fuori, per ora, dalla “relegation zone”. Pari infine tra Huddersfield e MK Dons: per i padroni di casa, 60 minuti perfetti e 20 orribili. Oggi due recuperi: piace il pari in Bournemouth-Exeter, l’«1» in StevenageOldham.

F

Il pronostico di TS Tranmere-Preston X Stevenage-Carlisle Over Sheffield-Wycombe 1 Chesterfield-Charlton 2

Le possibili sorprese Hartlepool-Bournemouth X

(29ª GIORNATA)

(30ª GIORNATA)

ROCHDALE HARTLEPOOL STEVENAGE TRANMERE WYCOMBE BURY CHARLTON NOTTS COUNTY SCUNTHORPE BOURNEMOUTH

TRANMERE BRENTFORD YEOVIL ROCHDALE BOURNEMOUTH HUDDERSFIELD WYCOMBE PRESTON CARLISLE CHARLTON

Brentford - Oldham 11-02 Chesterfield - Charlton “ “ Exeter - Sheffield W. “ “ Hartlepool - Bournemouth “ “ Leyton O. - Huddersfield “ “ MK Dons - Bury “ “ Rochdale - Notts County “ “ Sheffield U. - Wycombe “ “ Stevenage - Carlisle “ “ Tranmere - Preston “ “ Walsall - Colchester “ “ Yeovil - Scunthorpe “ “

24 NOTTS COUNTY 37 0-2 ▼ 1-5 ▼ 0-0 = 0-3 ▼ 3-0 ▲ Rin. . . . .

HUDDERSFIELD BOURNEMOUTH MK DONS PRESTON WALSALL STEVENAGE ROCHDALE EXETER HARTLEPOOL

32 PRESTON 2-2 = 1-2 ▼ 0-0 = 1-2 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ . . .

PARTITE V N P

RETI F S

CHARLTON SHEFFIELD W. HUDDERSFIELD SHEFFIELD U. MK DONS STEVENAGE CARLISLE BRENTFORD BOURNEMOUTH BURY NOTTS COUNTY HARTLEPOOL COLCHESTER PRESTON LEYTON O. OLDHAM TRANMERE YEOVIL EXETER WYCOMBE WALSALL SCUNTHORPE ROCHDALE CHESTERFIELD

64 57 55 53 49 45 45 40 40 38 37 37 36 36 35 32 32 27 27 26 25 25 24 23

19 17 14 16 13 12 12 10 11 11 10 10 9 10 9 8 8 6 6 7 4 4 5 5

53 53 57 52 53 43 43 38 35 36 43 36 37 41 30 32 30 33 24 37 26 34 27 34

BRENTFORD

EXETER

IL TURNO SUCCESSIVO

Rin. Rin. 2-1 Rin. Rin. 1-1 Rin. Rin. Rin. Rin. 2-1 2-1

PT G

CHARLTON TRANMERE WALSALL HUDDERSFIELD WYCOMBE PRESTON OLDHAM COLCHESTER CARLISLE

IL TURNO PRECEDENTE Bournemouth PARTITE- Exeter DEL 04-02 Bury - Hartlepool Carlisle - Chesterfield Charlton - Rochdale Colchester - Sheffield U. Huddersfield - MK Dons Notts County - Stevenage Oldham - Leyton O. Preston - Brentford Scunthorpe - Walsall Sheffield W. - Yeovil Wycombe - Tranmere

Classifica

ROCHDALE WYCOMBE LEYTON O. NOTTS COUNTY YEOVIL BRENTFORD TRANMERE HARTLEPOOL SHEFFIELD U.

2-2 1-2 1-1 0-0 1-0 Rin.

= ▼ = = ▲ . . . .

36 1-1 = 3-2 ▲ 0-2 ▼ 0-0 = 1-2 ▼ Rin. . . . .

YEOVIL CHESTERFIELD HARTLEPOOL OLDHAM CHARLTON BOURNEMOUTH SHEFFIELD W. NOTTS COUNTY BURY

LEYTON O. STEVENAGE CARLISLE CHESTERFIELD PRESTON COLCHESTER OLDHAM HUDDERSFIELD BOURNEMOUTH SCUNTHORPE

SHEFFIELD U. CARLISLE YEOVIL BURY CHARLTON SCUNTHORPE COLCHESTER WYCOMBE HUDDERSFIELD PRESTON

WALSALL BURY BOURNEMOUTH BRENTFORD CARLISLE NOTTS COUNTY SCUNTHORPE COLCHESTER OLDHAM WYCOMBE

28 29 29 27 28 27 28 28 28 28 28 28 27 28 28 26 29 29 28 29 28 27 28 29

7 6 13 5 10 9 9 10 7 5 7 7 9 6 8 8 8 9 9 5 13 13 9 8

2 6 2 6 5 6 7 8 10 12 11 11 9 12 11 10 13 14 13 17 11 10 14 16

40 OLDHAM 0-2 ▼ 2-2 = 0-0 = 2-3 ▼ 5-2 ▲ Rin. . . . .

CHESTERFIELD HUDDERSFIELD EXETER LEYTON O. STEVENAGE BRENTFORD WALSALL MK DONS TRANMERE

TRANMERE CHARLTON HARTLEPOOL SCUNTHORPE MK DONS YEOVIL EXETER STEVENAGE CHESTERFIELD

20 8 37 10 29 9 28 10 32 6 25 6 44 7 35 5 35 5 45 5 40 6 36 4 41 5 48 5 39 4 37 5 36 5 48 5 40 4 55 5 34 3 43 2 49 3 51 3

32

NOTTS COUNTY WYCOMBE OLDHAM BRENTFORD TRANMERE MK DONS LEYTON O. SHEFFIELD U. STEVENAGE

53 WYCOMBE 2-3 ▼ 4-0 ▲ 3-0 ▲ 0-1 ▼ Rin. . Rin. . . . .

BOURNEMOUTH HUDDERSFIELD PRESTON ROCHDALE BRENTFORD TRANMERE SHEFFIELD U. YEOVIL WALSALL

25 COLCHESTER 1-2 ▼ 2-2 = 0-0 = 1-1 = 0-1 ▼ Rin. . . . .

MK DONS SCUNTHORPE CHESTERFIELD LEYTON O. SHEFFIELD U. WALSALL BRENTFORD YEOVIL ROCHDALE

0 1 1 2 1 3 3 5 6 5 2 8 4 6 7 5 3 8 5 8 6 6 5 6

28 29 26 33 25 21 26 22 14 17 23 14 24 23 14 16 14 19 13 19 14 20 17 14

CHESTERFIELD

57

HARTLEPOOL

▲ ▼ =

SCUNTHORPE ROCHDALE EXETER SHEFFIELD W. CARLISLE BURY BOURNEMOUTH PRESTON NOTTS COUNTY

2-1 0-1 2-2 3-1 1-1 2-1

▲ = ▲ . . .

MK DONS

2-2 = 6-0 ▲ 1-0 ▲ 3-2 ▲ 1-1 = 1-1 = . . .

COLCHESTER CARLISLE NOTTS COUNTY STEVENAGE SHEFFIELD W. HUDDERSFIELD BURY CHARLTON OLDHAM

26

STEVENAGE

0-2 ▼ 0-6 ▼ 2-3 ▼ 3-0 ▲ 2-5 ▼ 2-1 ▲ . . .

LEYTON O. ROCHDALE SCUNTHORPE MK DONS NOTTS COUNTY OLDHAM CARLISLE SHEFFIELD W. HUDDERSFIELD

36 0-1 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 1-0 ▲ Rin. . . . . .

V

FUORI N P

9 11 14 7 14 5 16 6 14 7 14 6 23 5 20 5 17 6 20 6 15 4 16 6 25 4 28 5 20 5 16 3 11 3 25 1 15 2 25 2 19 1 26 2 22 2 18 2

OLDHAM EXETER LEYTON O. COLCHESTER BOURNEMOUTH CARLISLE CHARLTON BURY SHEFFIELD W.

35 HUDDERSFIELD 55 1-0 ▲ 1-4 ▼ 1-1 = 2-0 ▲ 0-1 ▼ Rin. . . . .

5 3 5 2 6 4 4 5 2 3 5 2 5 3 4 3 7 2 5 2 6 6 6 5

RETI F S

1-1 = 0-1 ▼ 0-0 = Rin. . Rin. . . . . .

27 SHEFFIELD W. 1-1 = 2-0 ▲ 0-0 = 0-0 = 0-1 ▼ Rin. . . . .

IN CASA V N P

YEOVIL EXETER SHEFFIELD U. TRANMERE BURY PRESTON SHEFFIELD W. SCUNTHORPE WYCOMBE COLCHESTER

RETI F S

2 2 25 11 3 5 24 23 8 1 31 15 3 4 19 12 4 4 28 18 5 3 22 11 5 4 17 21 5 3 16 15 5 4 21 18 2 7 19 25 2 9 20 25 5 3 22 20 4 5 13 16 3 6 18 20 4 4 16 19 5 5 16 21 1 10 16 25 7 6 14 23 4 8 11 25 3 9 18 30 7 5 12 15 7 4 14 17 3 9 10 27 3 10 20 33

REGOLAMENTO Promosse direttamente le prime 2. Dalla 3ª alla 6ª ammesse ai play-off per l’ultimo posto disponibile. Retrocedono le ultime 4. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto, in primis, della differenza reti poi, eventualmente, del maggior numero di gol segnati.

23 CHARLTON 1-1 = 0-2 ▼ 1-1 = 2-1 ▲ 1-0 ▲ 1-2 ▼ . . .

BRENTFORD SHEFFIELD W. SHEFFIELD U. EXETER BURY ROCHDALE CHESTERFIELD MK DONS TRANMERE

64 2-0 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 1-1 = Rin. . . . .

37 BOURNEMOUTH 40 1-2 ▼ 2-0 ▲ 0-0 = 2-2 = 4-0 ▲ Rin. . . . .

WYCOMBE WALSALL NOTTS COUNTY TRANMERE CHESTERFIELD EXETER HARTLEPOOL LEYTON O. ROCHDALE

49 BURY 1-0 ▲ Rin. . 1-1 = 2-4 ▼ 1-1 = 1-1 = . . .

WALSALL SHEFFIELD U. YEOVIL ROCHDALE CHARLTON HARTLEPOOL MK DONS CHESTERFIELD EXETER

45 CARLISLE 0-1 ▼ 5-1 ▲ 1-1 = 4-2 ▲ Rin. . Rin. . . . .

SHEFFIELD U. LEYTON O. MK DONS WALSALL HARTLEPOOL CHESTERFIELD STEVENAGE TRANMERE BRENTFORD

27 SCUNTHORPE 1-1 = 0-4 ▼ 2-1 ▲ 2-3 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

HARTLEPOOL COLCHESTER STEVENAGE SHEFFIELD W. SHEFFIELD U. WALSALL YEOVIL ROCHDALE LEYTON O.

2-0 ▲ 2-2 = 2-1 ▲ 2-1 ▲ 0-1 ▼ Rin. . . . .

«UNDER» Walsall Charlton Exeter Oldham Brentford Colchester Tranmere Leyton O. Stevenage Bournemouth Chesterfield Huddersfield MK Dons Preston Rochdale Hartlepool Wycombe Bury Scunthorpe Sheffield U. Yeovil Sheffield W. Notts County Carlisle

19 17 17 17 16 16 16 15 15 14 14 14 14 14 14 13 13 12 12 12 12 11 10 9

(10-9) (8-9) (9-8) (10-7) (8-8) (7-9) (11-5) (8-7) (6-9) (7-7) (10-4) (8-6) (7-7) (6-8) (6-8) (9-4) (7-6) (5-7) (5-7) (3-9) (5-7) (5-6) (5-5) (3-6)

«OVER» Carlisle Notts County Sheffield W. Yeovil Bury Wycombe Chesterfield Hartlepool Huddersfield Scunthorpe Sheffield U. Bournemouth MK Dons Preston Rochdale Leyton O. Tranmere Brentford Stevenage Charlton Colchester Exeter Oldham Walsall

19 18 18 17 16 16 15 15 15 15 15 14 14 14 14 13 13 12 12 11 11 11 9 9

(11-8) (8-10) (9-9) (10-7) (8-8) (8-8) (4-11) (5-10) (7-8) (9-6) (11-4) (6-8) (6-8) (8-6) (8-6) (7-6) (4-9) (7-5) (7-5) (5-6) (7-4) (5-6) (3-6) (5-4)

38 2-1 ▲ 0-3 ▼ 3-2 ▲ 0-3 ▼ 1-1 = Rin. . . . .

45 3-2 ▲ 4-1 ▲ Rin. . 1-1 = 0-4 ▼ 2-1 ▲ . . .

25 2-1 ▲ 1-1 = 1-1 = 1-3 ▼ Rin. . Rin. . . . .

«GOAL» Scunthorpe Chesterfield Notts County Sheffield W. Carlisle Huddersfield MK Dons Walsall Wycombe Yeovil Colchester Preston Bournemouth Bury Stevenage Tranmere Brentford Charlton Leyton O. Rochdale Hartlepool Oldham Sheffield U. Exeter

21 19 19 19 18 17 17 17 17 17 16 16 15 15 15 15 14 14 14 14 13 13 12 9

(13-8) (7-12) (10-9) (8-11) (11-7) (10-7) (8-9) (8-9) (8-9) (9-8) (11-5) (8-8) (6-9) (8-7) (7-8) (6-9) (7-7) (7-7) (8-6) (9-5) (3-10) (5-8) (6-6) (5-4)

LEGENDA La classifica del NO GOAL è “reciproca” (contraria) rispetto a quella del GOAL ed è consultabile su TS in edicola


Martedì 07 Febbraio 2012 il Domani dello Sport

7

TOTOGUIDA SCOMMESSE SCOZIA Premier League

C. di Scozia, Rangers distratti e il Dundee United li sbatte fuori! on si è giocato in campionato, ma quanto visto in coppa ha il suo peso. Il Dundee United ha sbattuto fuori i Rangers espugnando Ibrox con facilità: un secco 2-0 che ribadisce il momento non facile dei Gers, privati del bomber Jelavic dal mercato di gennaio. Bene invece Celtic e Motherwell, anche se quest’ultimo affrontava nel Morton un avversario di livello infimo. Due le sorprese, sotto forma di pareggi esterni per il Ross County e il Queen Of The South in casa di St. Mirren e Aberdeen. Mercoledì recupero Hearts-Celtic, dove tentare il «2» secco che può proiettare i biancoverdi a +4.

N

Il pronostico di TS Celtic-Inverness 1 Hibernian-Aberdeen 1X Kilmarnock-Hearts 1/Under St.Johnstone-Dundee Utd 1X St. Mirren-Motherwell 2/Over

La possibile sorpresa Dunfermline-Rangers

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

CELTIC RANGERS MOTHERWELL HEARTS ST. JOHNSTONE ABERDEEN DUNDEE UTD KILMARNOCK ST. MIRREN INVERNESS HIBERNIAN DUNFERMLINE

59 58 41 35 35 29 27 27 27 26 18 17

19 18 12 10 10 7 6 6 6 7 4 4

48 47 31 30 32 27 33 27 25 30 24 26

24 25 24 24 24 25 24 23 25 24 24 24

2 4 5 5 5 8 9 9 9 5 6 5

3 3 7 9 9 10 9 8 10 12 14 15

59 INVERNESS

CELTIC

2-1 ▲ 1-0 ▲ 3-0 ▲ 2-1 ▲ 2-0 ▲ Pos. . . . .

KILMARNOCK RANGERS DUNFERMLINE DUNDEE UTD ST. MIRREN HEARTS INVERNESS HIBERNIAN MOTHERWELL

ABERDEEN HIBERNIAN ST. JOHNSTONE MOTHERWELL HEARTS ST. MIRREN CELTIC DUNFERMLINE RANGERS

IN CASA V N P

16 10 14 9 29 5 18 8 27 4 30 5 38 3 34 5 36 4 40 4 45 1 53 0

1 4 3 0 1 5 4 4 3 3 4 4

26

1 0 4 4 7 3 5 3 5 5 7 7

RETI F S 26 26 13 23 14 17 12 20 13 13 12 13

V

6 8 13 9 17 11 13 19 14 16 21 31

DUNFERMLINE

2-1 ▲ 1-1 = Rin. . 1-0 ▲ 1-0 ▲ 0-0 = . . .

ST. JOHNSTONE CELTIC HIBERNIAN KILMARNOCK MOTHERWELL ABERDEEN RANGERS INVERNESS ST. JOHNSTONE

FUORI N P

9 9 7 2 6 2 3 1 2 3 3 4

1 0 2 5 4 3 5 5 6 2 2 1

2 3 3 5 2 7 4 5 5 7 7 8

RETI F S 22 21 18 7 18 10 21 7 12 17 12 13

REGOLAMENTO Le prime 2 in Champions League. La 3ª e la 4ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa di Scozia. Retrocede l’ultima. In caso di arrivo a pari punti vale la differenza reti.

10 6 16 9 10 19 25 15 22 24 24 22

17 RANGERS 0-3 ▼ 0-3 ▼ 2-3 ▼ 3-0 ▲ 1-3 ▼ 0-1 ▼ . . .

ST. MIRREN CELTIC MOTHERWELL ST. JOHNSTONE ABERDEEN HIBERNIAN DUNFERMLINE KILMARNOCK INVERNESS

Statistiche

Il Celtic in fuga solitaria «UNDER» Hearts Rangers Celtic St. Mirren Aberdeen Hibernian Kilmarnock St. Johnstone Dundee Utd Inverness Motherwell Dunfermline

58 1-2 ▼ 0-1 ▼ 3-0 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 4-0 ▲ . . .

18 ABERDEEN

HIBERNIAN

1-3 ▼ 1-1 = 1-3 ▼ 3-2 ▲ 2-3 ▼ 0-4 ▼ . . .

DUNDEE UTD INVERNESS HEARTS DUNFERMLINE ST. JOHNSTONE RANGERS ABERDEEN CELTIC KILMARNOCK

35 DUNDEE UTD

ST. JOHNSTONE IL TURNO SUCCESSIVO

(25ª GIORNATA)

(26ª GIORNATA) Celtic - Inverness 11-02 Dunfermline - Rangers “ “ Hibernian - Aberdeen “ “ Kilmarnock - Hearts “ “ St. Johnstone - Dundee Utd “ “ St. Mirren - Motherwell “ “

DUNFERMLINE KILMARNOCK INVERNESS RANGERS HIBERNIAN MOTHERWELL DUNDEE UTD ABERDEEN DUNFERMLINE

29

3-0 ▲ 2-0 ▲ Rin. . 1-2 ▼ 3-2 ▲ 2-3 ▼ . . .

HIBERNIAN ST. MIRREN ABERDEEN CELTIC MOTHERWELL KILMARNOCK ST. JOHNSTONE ST. MIRREN HEARTS

KILMARNOCK

1-2 ▼ 0-0 = 2-1 ▲ 0-0 = 1-1 = 1-0 ▲ . . .

INVERNESS HEARTS DUNDEE UTD KILMARNOCK RANGERS DUNFERMLINE HIBERNIAN ST. JOHNSTONE ST. MIRREN

CELTIC ST. JOHNSTONE ST. MIRREN ABERDEEN DUNFERMLINE DUNDEE UTD HEARTS RANGERS HIBERNIAN

27

ST. MIRREN

3-1 ▲ 2-2 = 1-2 ▼ 1-2 ▼ 1-1 = Rin. . . . .

RANGERS DUNDEE UTD KILMARNOCK HEARTS CELTIC INVERNESS MOTHERWELL DUNDEE UTD ABERDEEN

27 HEARTS 1-2 ▼ 0-2 ▼ 2-1 ▲ 0-0 = 0-3 ▼ Rin. . . . .

MOTHERWELL ABERDEEN HIBERNIAN ST. MIRREN INVERNESS CELTIC KILMARNOCK MOTHERWELL DUNDEE UTD

27 MOTHERWELL 2-1 ▲ 2-2 = 1-2 ▼ 2-5 ▼ 0-2 ▼ 0-0 = . . .

HEARTS RANGERS INVERNESS DUNDEE UTD DUNFERMLINE ST. JOHNSTONE ST. MIRREN HEARTS CELTIC

18 (7-11) 14 (7-7) 13 (5-8) 13 (6-7) 12 (6-6) 12 (7-5) 12 (5-7) 12 (7-5) 11 (8-3) 11 (7-4) 11 (6-5) 7 (2-5)

«GOAL» Dundee Utd Inverness Hibernian St. Mirren Aberdeen Dunfermline Kilmarnock Rangers Motherwell St. Johnstone Celtic Hearts

X2

IL TURNO PRECEDENTE Aberdeen - Dunfermline 1-0 PARTITE DAL 28-01 AL 08-02 Dundee Utd - Kilmarnock Rin. Inverness - St. Mirren 0-0 Motherwell - St. Johnstone 3-2 Rangers - Hibernian 4-0 Hearts - Celtic Pos.

Classifica

35 2-0 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ 5-2 ▲ 0-1 ▼ Pos. . . . .

17 (7-10) 15 (7-8) 13 (7-6) 13 (5-8) 12 (6-6) 12 (6-6) 12 (7-5) 10 (7-3) 9 (4-5) 9 (4-5) 8 (5-3) 6 (3-3)

«DISPARI» Inverness Motherwell Aberdeen Dunfermline St. Johnstone St. Mirren Celtic Hibernian Kilmarnock Rangers Hearts Dundee Utd

41 0-2 ▼ 0-3 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 3-1 ▲ 3-2 ▲ . . .

14 14 13 13 13 13 12 11 11 11 10 9

(7-7) (8-6) (6-7) (4-9) (5-8) (7-6) (8-4) (5-6) (7-4) (4-7) (6-4) (5-4)

Basket - Eurocup

La Benetton Treviso in aria di bis La vittoria sul filo di lana contro la Lokomotiv Kuban può restituire fiducia ai veneti ittoria a sorpresa (e sul filo di lana) per Treviso, decisamente sfavorita alla vigilia della gara contro la Lokomotiv di Kuban. La Benetton è stata capace, pur soffrendo, di ribaltare il pronostico e di conquistare punti preziosi, che le hanno consentito di portarsi alla pari con le compagne del gruppo L. In teoria, il fattore campo dovrebbe aiutare stasera contro la Lokomotiv che scende a far visita alla compagine veneta. Non è escluso quindi che si assista al successo dei nostri connazionali. Valencia in odor di vittoria contro il Nymburk dopo il successo in esterna della

V

scorsa settimana: «1» per gli spagnoli in casa. Anche il Khimki Mosca può riportare la quarta vittoria su quattro partite disputate nella gara di ritorno contro il Donetsk, nonostante l’impegno non sia casalingo ma in trasferta. I Gravelines potrebbero invece recuperare terreno sul Vef Riga.

Il pronostico di TS Treviso-Lok. Kuban

1

Valencia-Nymburk

2

Donetsk-K. Mosca

2

Gravelines-VEF Riga

1

Alba B.-L. Rytas

2

Gruppo I

1ª giornata Gravelines - Valencia VEF Riga - CEZ Nymburk 2ª giornata CEZ Nymburk - Gravelines Valencia - VEF Riga 3ª giornata VEF Riga - Gravelines CEZ Nymburk - Valencia

SQUADRE

PARTITE V P 3 0

241

223

1

2

208

0

3

186

3

2

VEF RIGA

2

3

GRAVELINES

0

3

77-65 57-65 80-71 64-69 68-61 68-81

4ª giornata Buducnost - Banvitspor Spartak S.P. - Nova Mesto 5ª giornata Nova Mesto - Banvitspor Spartak S.P. - Buducnost 6ª giornata Buducnost - Nova Mesto Banvitspor - Spartak S.P.

PT 6

G 3

4

3

PARTITE V P 3 0 2

1

SQUADRE

4ª giornata 75-86 Asvel - Aris 48-73 Donetsk - Khimki Mosca 5ª giornata 81-74 Khimki Mosca - Aris 86-80 Donetsk - Asvel 6ª giornata 77-60 Aris - Donetsk 68-55 Asvel - Khimki Mosca PARTITE V P 3 0

07/02 “ ” 21/02 “ ” 28/02 “ ”

PUNTI F S 227 183

PT 6

G 3

DONETSK

4

3

2

1

222

217

232

ARIS SALONICCO

2

3

1

2

199

214

226

ASVEL VILLEURB.

0

3

0

3

215

249

Gruppo L

CALENDARIO E CLASSIFICA

1ª giornata Banvitspor - Nova Mesto Buducnost - Spartak S.P. 2ª giornata Spartak S.P. - Banvitspor Nova Mesto - Buducnost 3ª giornata Banvitspor - Buducnost Nova Mesto - Spartak S.P.

BANVIT

28/02 “ ”

1

4

SPARTAK S.P.

21/02 “ ”

1ª giornata Asvel - Donetsk Aris - Khimki Mosca 2ª giornata Donetsk - Aris Khimki Mosca - Asvel 3ª giornata Aris - Asvel Khimki Mosca - Donetsk

KHIMKI MOSCA

CEZ NYMBURK

VALENCIA

07/02 “ ”

CALENDARIO E CLASSIFICA

PUNTI F S 229 183

G 3

SQUADRE

La Benetton Treviso in azione nella Coppa Europea

4ª giornata 63-69 Valencia - CEZ Nymburk 81-91 Gravelines - VEF Riga 5ª giornata 79-62 Valencia - Gravelines 80-49 CEZ Nymburk - VEF Riga 6ª giornata 78-61 Gravelines - CEZ Nymburk 71-80 VEF Riga - Valencia PT 6

Gruppo K

Gruppo J

CALENDARIO E CLASSIFICA

07/02 “ ” 21/02 “ ” 28/02 “ ”

CALENDARIO E CLASSIFICA

1ª giornata Treviso - Alba Berlino Lokomotiv K. - Lietuvos Rytas 2ª giornata Alba Berlino - Lokomotiv K. Lietuvos Rytas - Treviso 3ª giornata Lietuvos Rytas - Alba Berlino Lokomotiv K. - Treviso

PUNTI F S 226 196

LOKOMOTIV KUBAN

216

206

SQUADRE

4ª giornata 72-64 Alba Berlino - Lietuvos Rytas 07/02 “ ” 81-67 Treviso - Lokomotiv K. 5ª giornata 79-84 Lietuvos Rytas - Lokomotiv K. 21/02 “ ” 78-69 Alba Berlino - Treviso 6ª giornata 86-75 Lokomotiv K. - Alba Berlino 28/02 “ ” 70-71 Treviso - Lietuvos Rytas PARTITE V P 2 1

PUNTI F S 235 217

PT 4

G 3

LIETUVOS RYTAS

4

3

2

1

231

225

BUDUCNOST

2

3

1

2

187

197

BENETTON TREVISO

4

3

2

1

212

212

NOVA MESTO

0

3

0

3

197

227

ALBA BERLINO

0

3

0

3

218

242


8

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME Ufficio Esecuzioni Immobiliari R.E. n. 88/2010 AVVISO DI VENDITA BENI IMMOBILI PIGNORATI SI RENDE NOTO CHE IL GIUDICE DELL’ESECUZIONI Nella procedura esecutiva immobiliare R.E. n. 88/2010 con ordinanza emessa il 21.12.2011, preso atto dell’istanza di vendita formulata dal creditore procedente, ha disposto alle stesse condizioni della precedente ordinanza con riduzione di ¼ del prezzo base d’asta la vendita coattiva dei seguenti beni: lotto uno - "piena proprietà di terreno edificabile di mq 3.160 con sovrastante capannone adibito a deposito al piano terra e ad uffici al primo piano, costruito abusivamente e non sanabile urbanisticamente, sito in località Mortella del Comune di Gizzeria. Il capannone è censito al NCEU al foglio 36, p.lla 710, categ. C/2 di mq. 204; il terreno è censito nel NCT al foglio 36, p.lle 1432,1433,1434. I costi di demolizione del capannone sono già stati considerati nella determinazione del prezzo di stima"; lotto due - "quota pari ad ½ della proprietà di fondo agricolo in agro di Gizzeria, località Guardiola doi 9.880 mq. Interessato da smottamenti ed in parte coltivato ad uliveto; censito nel NCT al foglio 24, p.lle 162,412,413,415,417", rilevato che occorre fissare i termini per la presentazione delle offerte di acquisto senza incanto, la successiva udienza per l’esame delle stesse e, per il caso in cui non abbia per qualsiasi motivo luogo la vendita senza incanto, fin d’ora la data per gli incanti; evidenziato, quanto alla vendita senza incanto che: ciascun offerente ai sensi dell’art. 571 comma 1 c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art 579, comma 3 c.p.c.(il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma1 c.p.c.) presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene e del lotto) cui l’offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. F. cod.civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso ( ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); l’offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta; l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al depo-

Martedì 07 Febbraio 2012

sito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell’offerente o degli offerenti, l’aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l’applicazione delle previsioni di cui all’art. 572, commi 2 e 3 c.p.c. in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull’offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l’applicazione dell’art. 573, comma 2 c.p.c. in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire mediante l’accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato ala procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A." - filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, ancheregolamentare,concernentelasottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d’acquisto; fin dora si prevede che, quando l’offerta è presentata con le modalità alternative, il termine di versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; evidenziato, quanto all’eventuale, successiva vendita agli incanti, che: essa deve aver luogo al prezzo ridotto di un ¼ di euro 254.842,50; quanto al lotto 1, e di euro 11.227,50 quanto al lotto 2; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 5%; ognuno, ai sensi dell’art.579, comma 1, c.p.c. tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente , a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1 c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. F. cod.civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta: all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita all’incanto; le buste saranno aperte all’udienza stabilita alla presenza degli istanti,la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta

secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di conto, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto,ovel’offerente,regolarmentepresente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria. a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c. prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui a norma dell’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3 c.p.c. l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del giorno 03.04.2012, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 04.04.2012, ore 9.30 e segg.; FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO. per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del giorno 17.04.2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; per il giorno 18.04.2012, ore 9.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; STABILISCE, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione su un libretto postale di deposito giudiziario intestato al debitore e recante il numero della presente procedura esecutiva ( qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4 D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto della banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e

AsteInfoappalti e' un Progetto a cura della Mediatag coordinamento area Calabria

spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; DISPONE, QUANTO ALLA PUBBLICITÀ IN FUNZIONE DELLA VENDITA, CHE: su impulso del procedente, sia predisposto l’avviso di vendita, da pubblicare all’albo dell’Ufficio; a cura, rischio e spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.) del medesimo soggetto, sia data pubblicità in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta del creditore, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, sulla rivista periodica "Aste Info Appalti", pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, e della relazione di stima dell’esperto sul sito Internet individuato ai sensi dell’art. 173 ter disp.att. c.p.c. di cui è data notizia in Cancelleria, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto’, il creditore procedente possa, inoltre, dare pubblicità della presente ordinanza, a sua cura ed ove lo ritenga opportuno: a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), con pubblicità muraria, da effettuarsi nei Comuni di Lamezia Terme e di ubicazione degli immobili, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; a sue spese (non rimborsabili neppure ex art. 2770 cod. civ.), ad un’ulteriore forma di pubblicità dal medesimo prescelta, da eseguirsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; la pubblicità muraria e l’ulteriore pubblicità prescelta sono dichiarate sin d’ora non necessarie ai fini dell’esperibilità della vendita; ella prova della pubblicità elettronica e a mezzo stampa - da depositarsi in cancelleria almeno dieci giorni prima delle vendite - sia fatto carico al creditore procedente o surrogante; AVVERTE fin d’ora le parti che, ove all’udienza fissata per la celebrazione dell’incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di applicare immediatamente - e cioè a quella stessa udienza l’articolo 591 cod. proc. civ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, in quello stesso contesto sentendo le parti e provvedendo sulla disposizione dell’amministrazione giudiziaria o sulla fissazione di una nuova vendita. Lamezia Terme 21.12.12 Il Giudice dell’esecuzione dott.ssa Adele Foresta.

TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO ai sensi del combinato disposto dagli art. 490 e 570 c.p.c. Che Il Giudice dell’Esecuzione, Dr. Davide Lauro, letti gli atti della Procedura Esecutiva n.85/97 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI SPA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni iviv previste nei punti da 1 a 28. DESCRIZIONE IMMOBILI: VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA. PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l’ordinanza di vendita allegata al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e573 cpc, avverrà all’udienza del 05/04/2012 alle seguenti condizioni: con ribasso del prezzo base di 1/5+1/5+1/5 Sino alle ore 12 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vensita senza incanto; L’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno...non sarà consentito anntare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offer-

info 0961. 023931


9 ta è presentata; L’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto da versare con assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; Le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; L’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: il residuo prezzo detratto l’importo cauzione già versato; l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; Il mancato versamento del prezzo residuo nei terminiindicaticomporteràladecadenzadall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenza di cui all’art. 587 cpc co II ( richiamato dall’art. 574 III co cpc). PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO. (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l’ordinanza di vendita allegata al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571,572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 07/06/2012 con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita alle seguenti condizioni: con ribasso del prezzo base di 1/5+1/5+1/5 ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: 3% DEL PREZZO BASE; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Sito internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleira Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. Estratto conforme per uso pubblicità. Esatte euro 14,00per bollo - euro 10,62 per diritti. Locri, 12/01/2012 Il Cancelliere LOTTO 1: Unità immobiliare per civile abitazione sita secondo piano di un fabbricato a quattro piani fuori terra, sito nel Comune di Grotteria, alla via Marcinà Inferiore, riportata nel NCEU alla partita 2446, foglio di mappa 45, particella 192 sub 7, cat. A/2, classe 2^, vani 7, r. £. 875.000, in ditta ......... Prezzo base del lotto Euro 50.612,78 Deposito per cauzione Euro 5.061,28 Deposito per spese Euro 7.591,92 LOTTO 2: Unità immobiliare sita al secondo piano di un fabbricato a quattro piani fuori terra, sito nel Comune di Grotteria, alla via Marcinà Inferiore, riportata nel NCEU alla partita 2446, foglio di mappa 45, particella 192 sub 8, cat. A/2, classe 2^, vani 7, r. £. 875.000, in ditta ..................... Prezzo base del lotto Euro 50.612,78 Deposito per cauzione Euro 5.061,28 Deposito per spese Euro 7.591,92 LOTTO 3: Unità immobiliare sita al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra, sito nel Comune di Grotteria, alla via Marcinà Inferiore, riportata nel NCEU alla partita 2446, foglio di mappa 45, particella 192 sub 3, cat. A/2, classe 1^, vani 4, r. £. 420.000, in ditta ................................ Prezzo base del lotto Euro 27.113,99 Deposito per cauzione Euro 2.711,40 Deposito per spese Euro 4.067,10 LOTTO 4: Unità immobiliare destinata a garage sita al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra, sito nel Comune di Grotteria, alla via Marcinà Inferiore, riportata nel NCEU alla partita 2446, foglio di mappa 45, particella 88 sub 2, cat. C/6, classe 2^, mq. 17, r. £. 71.400, in ditta ................... Prezzo base del lotto Euro 4.389,88 Deposito per cauzione Euro 438,99 Deposito per spese Euro 658,48 CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA l’immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima DA intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2)ognuno, tranne il debitore, è ammesso ad offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma, cpc); 3)entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni

Martedì 07 Febbraio 2012

immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente: A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore al prezzo base indicato poc’anzi, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e se in regime di comunione legale del coniuge; C) l’indicazione delle volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; D) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si terrà implicitamente ricollegato, nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; E) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; F) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; G) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonchè l’indicazione della partita Iva; H) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; I) la sottoscrizione dei genitori esercenti la potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4)l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5)l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6)l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7)l’offerta si considera irrevocabile, ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 572 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 573 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8)l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi, il giorno fissato, presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9)l’udienza di vendita è fissata per il giorno (VEDERE SOPRA NELL’ODIERNO VERBALE), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà,nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla procedura e vincolato all’ordine del giudice dell’esecuzione; 13)in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa, almeno 45 venti giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555

cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’articolo 568 cpc; C) il sito internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lotti (invitando all’uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonchè mediante pubblicazione per una volta su PROGGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare; A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 096420732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’articolo 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’articolo 572, terzo comma, ovvero per il caso, in fine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es. gara in aumento che non tenuta per mancanza di adesioni: art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (VEDERE SOPRA NELL’ODIERNO VERBALE) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) in particolare ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopra indicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale, e nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita iva; in tale istanza dovrà anche essere indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, fermo restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte d’acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 c.p.c.) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione. 25) su tali offerte, il Giudice, verificante la regolarità, indice la gara, cui possono partecipare, oltre agli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 26) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; 27) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc.

AsteInfoappalti e' un Progetto a cura della Mediatag coordinamento area Calabria

CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e570 c.p.c. che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 74/2000 promossa da ITALFONDIARIO SpA. DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l’ordinanza di vendita del 25.07.2008 - punti da 1 a 28 - allegata al presente avviso): La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 05/04/2012 alle seguenti condizioni: da ridurre 1/4+1/4 entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno...non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l’ordinanza di vendita del 25.07.2008 - punti da 1 a 28 - allegata al presente avviso): Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 07/06/2012, con il prezzo da ridurre di 1/4+1/4 riportato nell’ordinanza di vendita, alle seguenti condizioni: ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Sito internet sul quale e’ pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it CustodeGiudiziario:avv.DanielaLOGOZZO(tel. 0964/51694) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. Estratto conforme per uso pubblicita’, Esatte: Euro 43,86 (n. 3 marche) per bollo - Euro 10,62 per diritti. Locri, 11.02.2011 Il Cancelliere ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI SEZIONE CIVILE - ESECUZIONI R.Es. Imm.: 74/2000 Il Giudice dell’Esecuzione, letti gli atti ed a scioglimento della riserva di cui all’udienza del 25.7.2008; vista la richiesta del creditore procedente di fissare le vendite; appurato che è avvenuto il deposito della stima da parte dell’esperto; ritenuto che, dovendosi disporre per la prima vol-

info 0961. 023931


10 ta la vendita dei beni pignorati: le modalità da seguire debbono essere quelle introdotte dal nuovo testo dell’art. 589 cpc; deve essere disposta la sostituzione del debitore nella funzione di custode, non essere stata né dedotta né provata l’inutilità della sostituzione (artt. 559 e 560 cod. proc. civ.); rilevato che nel presente procedimento non sono intervenuti creditori sforniti di titolo, talché non occorre fissare anche l’udienza per la verificazione dei rispettivi crediti; posto che la richiesta di riduzione del pignoramento (depositata soltanto all’udienza), in attesa delle dovute controdeduzioni di Italfondiario spa, suggerisce di limitare l’ordine di vendita al solo immobile indicato dal debitore, con riserva del provvedimento di liberazione degli altri cespiti all’udienza di rinvio; DISPONE La sostituzione del debitori nell’ufficio di custode dei beni pignorati per la causali di cui in premessa e nomina quale nuovo custode, non essendo disponibile l’I.V.G., l’Avv. D. Logozzo, con studio in Gioiosa Jonica, via Maratà 62/F, tel. 0964/51694 al quale fa obbligo di far pervenire a quest’ufficio una preventiva relazione circa la situazione degli immobili costituenti il compendio pignorato e di depositare in seguito il rendiconto della gestione alle scadenze di legge nonché ad ogni richiesta del creditore procedente o di quest’ufficio; autorizza, altresì, il custode a gestire attivamente ed economicamente i beni staggiti ricavandone rendite e profitti ed esercitando le azioni previste dalla legge necessarie per conseguirne la libera disponibilità, comprese l’immediata liberazione dell’immobile pignorato (art. 560 co III cpc) e l’adempimento degli oneri pubblicitari con costo a carico del creditore procedente; il custode dovrà altresì curare che le persone interessate all’acquisto prendano visione dei beni pignorati, avendo cura di evitare che tra le stesse vi possano essere forme di contatto (es. prevedendo delle turnazioni negli accessi, che avverranno singolarmente); DISPONE procedersi alla vendita dei seguenti immobili. DESCRIZIONE LOTTO UNICO: "diritto di piena proprietà su di un alloggio di mq. 113 calpestabili con balconi, sito in Marina di Gioiosa Jonica, via Montezemolo, censito al Nuovo Catasto Edilizio e Urbano di Reggio Calabria al foglio 17,particella 253, sub 40, cat. A/3, classe 3.a, vani 6,5" PREZZO BASE: Euro 113.900,00 CAUZIONE: 10% DEL PREZZO STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’Ing. E. Fragomeni) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica e strutturale del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma c.p.c.); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo per partecipare alla vendita senza incanto, contenente: A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedu-

Martedì 07 Febbraio 2012

ra cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; C) l’indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; D) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; E) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; F) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; G) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: H) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; I) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l’offerta si considera irrevocabile, ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita è fissata per il giorno 5.2.2009, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di

deposito bancario intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Gioiosa Jonica e Marina di Gioiosa Jonica (invitando all’uopo il creditore ad allegare copia di . 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 096420732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 27.03.2009 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovràdepositare,sino all’inizioeffettivodell’udienza di vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto do-

AsteInfoappalti e' un Progetto a cura della Mediatag coordinamento area Calabria

vrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. L’udienza di vendita senza incanto si terrà al fine di valutare la richiesta di riduzione ex-art. 496 cod. proc. civ., in ordine alla quale ITALFONDIARIO è espressamente invitata a formulare le sue deduzioni. Si comunichi. LOCRI, 25.7.2008 FIRMATO IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE DOTT. DAVIDE LAURO

info 0961. 023931


Martedì 07 Febbraio 2012 il Domani dello Sport 11

SPORT Il corridore spagnolo è stato sanzionato per la positività al clenbuterolo nel Tour de France del 2010

Cade anche l’idolo Contador SUPER BOWL I New York Giants battono i New England Patriots per 21-17

Rocco Tassone ROMA - Il Tribunale d’arbitrato sportivo (Tas) ha squalificato per 2 anni Alberto Contador. Il corridore spagnolo è stato sanzionato per la positività al clenbuterolo nel Tour de France del 2010. La squalifica, al termine di un procedimento di quasi 18 mesi, decorre dalla Grande Boucle di 2 anni fa, vinta proprio dall’iberico. Contador potrà tornare a correre il 5 agosto di quest’anno. Dovrà saltare, quindi, il prossimo Tour de France. L’atleta, inoltre, viene privato del successo conquistato nel Tour 2010 e in quello ottenuto al Giro d’Italia 2011. Tali provvedimenti sono destinate a modificare l’albo d’oro delle due corse: la maglia gialla del Tour de France 2010 dovrebbe passare al lussemburghese Andy Schleck, il vincitoredelGiro2011dovrebbediventare Michele Scarponi. Contador, che a questo punto non potrà partecipare nemmeno alle Olimpiadi

diLondra2012,hasemprespiegato la positività facendo riferimento all’assunzione di carne contaminata. La versione ha convinto la federciclismo spagnola, che ha assolto il corridore. La vicenda è approdata al Tas per il ricorso dell’Unione ciclistica internazionale (Uci) e dell’Agenzia mondiale antidoping (Wada). L’Uci, in una nota, accoglie con soddisfazione l’epilogo di una vicenda «lunga e dolorosa per il ciclismo». Il presidente Pat McQuaid evidenzia comunque che «questo è un giorno triste per il nostro sport. Qualcuno potrebbe pensare ad una vittoria, ma non è affatto così. Non ci sono vincitori quando si tratta di doping: ogni caso, a prescindere dalle caratteristiche, è sempre un caso di troppo». Michele Scarponi si dice dispiaciuto per Alberto Contador e, commentando la sentenza del Tas che ha squalificato il corridore spagnolo per due anni, spiega che dal punto di vista professionale «questa deci-

L’atleta viene così privato del successo conquistato nel Tour 2010 e in quello ottenuto al Giro d’Italia 2011 sione non cambia il valore dei risultati ottenuti fino a ora e dei miei obiettivi futuri». Contador sarà spogliato del successo ottenuto al Giro d’Italia 2011 che passerà a Scarponi, secondo nella classifica generaledella’corsarosàloscorso anno. «Con la mia squadra, la Lampre-ISD,prendoattodelledecisioni degli organi preposti a valutare il caso Contador. Dal punto di vista umano mi dispiace molto per Alberto», dice Scarponi in una dichiarazione affidata al sito internet teamlampreisd. «Per quanto riguarda l’aspetto profes-

sionale,questadecisionenoncambia il valore dei risultati ottenuti fino a ora e dei miei obiettivi futuri», conclude Scarponi. Il Tas, si legge sul sito del Tribunale, tecnicamente fa partire la squalifica dal 25 gennaio 2011, data in cui gli organi inquirenti della federciclismo spagnola chiesero lo stop di 1 anno. Ai 2 anni di sanzione vanno sottratti i 5 mesi e 19 giorni di sospensione provvisoria scontati da Contador tra il 2010 e il 2011: la pena, quindi, termina il prossimo 5 agosto. Il collegio giudicante, presieduto dall’israeliano Efraim Barak, ha esaminato 4000 pagine di documentazione. Il Tas ritiene che la tesi della contaminazione da cibo e quella legata ad un’autoemotrasfusione, come sostenuto da Uci e Wada, fossero entrambe «possibili spiegazioni in linea teorica» ma «ugualmente improbabili». Il Tas ritiene che la presenza di clenbuterolo nelle urine sia da attribuire all’assunzione di un integratore alimentare.

ROMA - Un poker gigante. I New York Giants battono i New England Patriots per 21-17 nel 46° Super Bowl a Indianapolis e sono i campioni della National Football League. La franchigia della Grande Mela conquista il quarto titolo della propria storia con un successo molto simile, se non identico, a quello del 2008. Ancora sconfitti i Patriots,ancorauntouchdowndecisivo nel finale e, soprattutto, ancora una prova magistrale di Eli Manning che ha vinto il confronto diretto con Tom Brady. Il quarterbackdiNewYorkèilmigliorgiocatore della serata, è l’MVP (Most Valuable Player) della notte che offre spettacolo in campo e fuori: le squadre lottano per l’anello destinato ai campioni, nell’intervallo è Madonna in versione Cleopatra a infiammare il pubblico del Lucas

Oil Stadium con il suo concerto di 13 minuti. Davanti ai teleschermi, i quasi 200 milioni di spettatori restano incollati al divano fino alla fine. Le pause del match sono dominate dagli spot pubblicitari creati per l’occasione speciale e mandati in ondaneglislotdi30«acquistatiper 3,5 milioni di dollari: spiccano quello della Fiat Abarth con dialoghi in italianoeconilcameodiClintEastwood nel nuovo commercial Chrysler. Tra un break e l’altro, si arriva all’epilogo della partita, cominciata con il break iniziale dei Giants (9-0) e proseguita con la rimonta dei Patriots (17-9). Con due field goal del kicker Lawrence Tynes, New York riduce le distanze (17-15) nel terzo periodo. A compiere il miracolo vero, però, secondo il copione deveessereManning.Eilnumero10, che chiuderà il match con 30/40 per296yarde1meta,nondelude. Orchestra un drive impeccabile da 88 yard che viene coronato dal touchdown di Ahmad Bradshaw: il running back firma il 21-17 con 58" ancora sul cronometro.


12 il Domani dello Sport Martedì 07 Febbraio 2012

IN CALABRIA Continua la polemica relativa al commissariamento del comune di Catanzaro e ai risvolti giudiziari

Scioglimento del Comune, Scalzo e Sel contro il ricorso presentato dalla Destra di Cesare Giraldi CATANZARO - Il prossimo candidatodelcentrosinistraasindacodi Catanzaro, Salvatore Scalzo, il coordinamento provinciale di Sinistra Ecologia e libertà ed il candidato consigliere alle scorse elezioni comunali per Sel, Giuseppe Pisano, si sono costituiti dinanzi al Tar della Calabria contro il ricorso presentatodalcentrodestracontro il decreto del Prefetto che aveva sospeso il consiglio comunale e nominato il commissario. Scalco ed il coordinatore provinciale di Sel, Fernando Miletta, sono assistiti dagli avvocati Francesco e GiuseppePitano.Nell’opposizione - secondo quanto ha reso noto l’avv. Francesco Pitaro - viene chiesto al Tar la "dichiarazione di inammissibilità del ricorso proposto da centrodestra (non essendo stato notificato agli altri consiglieri comunali) e comunque il rigetto del ricorso per infondatezza". Nel corso dell’atto di intervento, infatti, gli avv. Francesco e Giuseppe Pitaro hanno rilevato la "legittimitàecorrettezzagiuridicadell’atto prefettizio di sospensione del

Michele Traversa

Agedi, l’associazione dei bambini usa i beni confiscati alle cosche

Salvatore Scalzo

consiglio e di nomina del commissario. Traversa ha rassegnato, documentalmente e inequivocabilmente, prima ancora che il Consiglio strumentalmente lo dichiarasse decaduto, le proprie dimissione

e ciò determina, ex lege, l’atto dovuto del Prefetto di sospensione del Consiglio e di nomina del Commissario". L’udienza per la trattazione della domanda cautelare di sospensione del de-

creto del Prefetto è fissata dinanzi al Tar per il giorno 10 Febbraio. Scalzo ha affermato che "la mia costituzione nel giudizio promosso davanti al Tar dal centrodestra è stata dettata dalla necessità di chiedere al Giudice il rispetto della legge e delle regole e di impedire che il centrodestra possa, artatamente e senza che ve ne siano i presupposti, continuare a gestire il comuneelacosapubblicaneldelicato periodo che precede le elezioni già fissate per il 7 e 8 Maggio violando in tal modo il principio della par condicio che deve governare le competizioni elettorali". Per Miletta "l’arrogante ostinazione con la quale il centrodestra ha affrontato una questione tanto delicata è la dimostrazione plastica della volontà di voler condizionare il corretto svolgimento delle prossime elezioni amministrative.

- Un appartamento di 126 metri quadrati confiscato alla cosca Libri in via definitiva nel 2007 è stato assegnato dall’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati all’Associazione genitori di bambini e adulti disabili (Agedi) di Reggio Calabria. La cerimonia di consegna si è svolta stamane alla presenza del direttore dell’Agenzia nazionale, Giuseppe Caruso, e del sindaco di Reggio Calabria, Demetrio Arena. Nella struttura, ubicata sul mare lungo la costa ionica reggina, verrà realizzato un progetto di natura sociale in favore di persone diversamente abili. L’Agedi opera, infatti, nei settori dell’assistenza sociale, sociosanitaria e nella formazione e tutela dei diritti civili, con particolare riferimento a quelli del mondo della disabilità. "Vorrei sottolineare - ha detto la Presidente dell’Agedi, Maria Mirella Gangeri - la grande sensibilità dell’Amministrazione comunale di Reggio Calabria e del nostro sindaco verso questa nostra particolare realtà. Da genitori sappiamo quanto sia difficile gestire la disabilità ed apprezziamo enormemente gli sforzi fatti. Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che si stanno prodigando per noi". Il sindaco Arena ha evidenziato che "questo è un giorno importante non solo per la nostra città ma credo per l’intero Paese. L’iniziativa odierna è una rappresentazione materiale della vittoria della legalità e della giustizia sulla Mafia.".


Martedì 07 Febbraio 2012 il Domani dello Sport 13

IN CALABRIA L’assessore regionale alle Politiche del lavoro ha spiegato ieri come la regione interverrà per istruire le professionalità

Operatori sanitari, Stillitani annuncia temini e modalità della formazione di Cesare Giraldi CATANZARO L’assessore regionale al Lavoro e alla Formazione professionale, Francescantonio Stillitani, ha presentato, nel corsodiunaconferenzastampa,le nuove modalità di monitoraggio e controllo dello svolgimento dei corsi di formazione e l’avvio dei percorsi formativi, avviati dalla Regione, per la qualifica degli operatori socio sanitari occupati (Oss). All’incontro con i giornalisti, chesièsvoltoaCatanzaronellasede dell’assessorato, erano presenti - informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta - anche il dirigente generale del dipartimento Bruno Calvetta e la dirigente del settore Formazione professionale, Concettina di Gesu. "Per l’attività dicontrollo-ha spiegatoStillitanisarà installato un sistema di trasmissione video collegato con il dipartimento che consentirà una più approfondita verifica sul regolare svolgimento delle attività formative e che stravolge il meccanismo di controllo dei corsi. Questo perché la formazione, attraverso gli enti accreditati, è una cosa seria e, pertanto, è necessario sfatare l’opinione corrente che parla di corsi di formazione fantasma e di truffe generalizzate. Una convinzione questa, che non giova assolutamenteaglientiformativiseri e all’immagine della Regione". "Il controllo video dei corsi di formazione - ha detto ancora Stillitani s’inserisce in una evoluzione concettuale della formazione professionale a cui ormai bisogna dare unruoloprioritarioperqualificare e preparare i nostri giovani ad af-

Casa Serena a Cassano, incontro con la Cgil per tutelare i lavoratori

Francescantonio Stillitani

frontare meglio il loro futuro lavorativo". Attraverso questo nuovo sistema di video sorveglianza sarà, quindi, possibile monitorare in qualunque momento della giornata, tramite PC, Iphone e Ipad, il corretto svolgimento dei corsi di formazione. Il progetto sarà avviato con l’inizio dei corsi. Un percorso formativo necessario nel rispetto della normativa che obbliga le strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali ad avere al proprio interno personale specificatamente qualificato. Altrimenti, tali operatori non specializzati rischierebbero di essere licenziati. Nello specifico, il corso di formazione per operatori socio sanitari occupati ha una durata di mille ore, una dotazione finanziaria di circa 25 milioni di euro e prevede un totale di 1699 allievi suddivisi per le cinque province calabresi; le

agenzie formative selezionate sono 37, i corsi 317 da svolgersi in 126 strutture. Secondo l’assessore Stillitani "si tratta di un’iniziativa che rappresenta una svolta epocale nel rapporto tra la Regione e gli enti di formazione seri e professionali, quegli enti, cioé, che non hanno paura di essere controllati e monitorati. Questa qualificazione serve ad elevare la qualità del servizio delle strutture socio-assisten-

ziali e socio-sanitarie calabresi, elevando la qualità professionale del personale non medico che vi lavora. L’obiettivo prioritario è quello di scongiurare l’eventuale perdita del posto di lavoro degli operatorinonqualificatie,proprio per questo, il progetto è stato apprezzato dagli uffici della CommissioneEuropea".Stillitanihainfine annunciato un altro corso di formazione per 500 operatori.

Guccione attacca il Piano casa: «Si tratta di un condono» CATANZARO - "Il Piano Casa 2 varato nel corso dell’ultima seduta del Consiglio regionale dalla Giunta-Scopelliti rappresenta una sorta di ’condono mascherato’ che produrrà effetti devastanti su un territorio già martoriato dagli eventi alluvionali verificatisi in questi ultimi anni". E’ quanto ha affermato il consigliere regionale del Pd, Carlo Guccione, intervenendo nel corso della conferenza stampa promossa dal Gruppo regionale del Pd. "Già il Piano Casa 1 varato dalla giunta Scopelliti nell’agosto del 2010 - ha aggiunto Guccione - si è rivelato un vero e proprio fallimento, poiché non ha prodotto nessun

tipo di beneficio economico e occupazionale. Sul piano della legittimità costituzionale, inoltre, esso suscita forti dubbi e perplessità, anche alla luce del fatto che il Consiglio dei Ministri svoltosi il 20 gennaio 2012 ha impugnato il Piano Casa 2 della Regione Sardegna a causa di diversi profili di illegittimità costituzionale che insisterebbero nell’eccesso di competenze della Regione su ambiti dello Stato e, in particolare, per gli interventi in deroga alle previsioni dei regolamenti edilizi e degli strumenti urbanistici comunali vigenti ed in deroga alle vigenti disposizioni normative regionali che sono previste an-

che nel Piano Casa 2 della Regione Calabria". "Per rimettere in moto l’edilizia in Calabria - ha proseguito il consigliere - c’é bisogno di unpiano straordinario di investimenti di tutte le risorseregionali disponibili e destinate all’edilizia sociale per rispondere sia al grande fabbisogno abitativo che all’occupazione. La Giunta-Scopelliti deve uscire dai soliti proclami eapprontare finalmente provvedimenti ed atti amministrativi chesiano davvero finalizzati a rilanciare l’edilizia, lo sviluppo e l’occupazione nella nostra regione". S.M

Carlo Guccione

CASSANO ALLO JONIO - Si è svolto presso la Prefettura di Cosenza un incontro per analizzare la situazione che si è venuta a creare dopo alcune intimidazioni subite dai lavoratori dell’Istituto Casa Serena di Cassano allo Jonio. All’incontro hanno partecipato i rappresentanti della Cgil comprensoriale, i rappresentanti del comune di Cassano e la rappresentanza legale dell’Istituto Casa Serena. Il segretario comprensoriale della Cgil, Angelo Sposato, il componente della Fp-Cgil Calabria, Domenico Regina, ed il segretario comprensoriale della Fp, Gino Diminco, in una nota congiunta, hanno affermato che "tali azioni intimidatorie miravano mediante minacce reiterate a indurre i lavoratori alle dimissioni. L’episodio di estrema e preoccupante gravità successo a Cassano è stato immediatamente denunciato dal sindacato territoriale ed è stato segnalato anche al Ministero dell’Interno attraverso i vertici della Cgil Nazionale. La Prefettura ha rassicurato durante l’incontro che a seguito della denuncia sono partite tutte le misure investigative necessarie e di repressione per individuare ogni responsabilità circa l’accaduto, misure che verranno monitorate e attenzionate dal palazzo di Governo e presso la Città di Cassano". "Durante l’incontro - aggiungono - si sono individuate alcune misure per tutelare la sicurezza dei lavoratori". B.U


14 il Domani dello Sport Martedì 07 Febbraio 2012

DALL'ITALIA E DAL MONDO Continua la polemica: dalla Cancellieri e la Fornero il carico da undici

Monti attenua sul posto fisso Ma le sue ministre insistono Elisa Rossellini ROMA - Se il premier Mario Monti corregge il tiro sul posto fisso, ci pensano due signore ministro a rincarare la dose e togliere dubbi su quel che pensa l’esecutivo. «Noi italiani siamo fermi al posto fisso nella stessa città di fianco a mamma e papà», dice il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri in una intervista a Tgcom24. Per il ministro sul posto fisso «è nata una querelle frutto di una fretta d’interpretazione». «Il mondo moderno ha grandi esperienza di mobilità, noi viviamo nella cultura del posto fisso. Il mondo sta cambiando, come avviene nei paesi emergenti». Insomma, aggiunge, «dobbiamo fare un salto, ma non demonizziamo. Monti ha voluto sdrammatizzare, non è stato fatto per mancanza di rispetto verso nessuno». La polemica sul posto fisso è legata al tema dell’articolo 18 che il governo non ritiene essere un tabù. Monti il 2 febbraio scorsoaMatrixdichiaròcheilposto fisso è monotono scatenando una ridda di polemiche salvo poi precisare che la sua frase poteva prestarsi a equivoci. E fioccano le reazioni. Il ministro dell’Interno spiega la Rete della Conoscenza il network promosso da Unione degli Studenti e Link-Coordinamento universitario.- evidentemente non conosce i dati sull’emigrazione degli italiani. Nell’Unione Europea l’Italia è ormai il secondo Paese - dopo la Romania - per cittadini emigranti. Sono tantissimi i giovanicoinvoltidalfenomenomigratorio, sia interno che estero.

Grecia: va troppo piano, rischia molto

Due ministre senza peli sulla lingua (Foto LaPresse)

«Il mondo moderno ha grandi esperienze di mobilità, noi viviamo nella cultura del posto fisso. Il mondo sta cambiando, come nei paesi emergenti» Ministro Cancellieri,altro che posto fisso a casa con mamma e papà. I giovani italiani emigrano anche troppo!». A rincarare la dose sulla polemica giovani-posto fisso (e di traverso quella sull’art.18), arriva l’intervento del ministro del Lavoro, Elsa Fornero, all’inaugurazione dell’annoaccademicodell’Università degli Studi di Torino: «Bisog-

na spalmare le tutele su tutti, non promettere il posto fisso che non si può dare. Questo vuol dire fare promesse facili, dare illusioni». «Non vogliamo che non esista la possibilità di licenziare, ma che chi è stato licenziato sia aiutato dalle istituzioni e dall’azienda di trovare in tempi ragionevoli una nuova occupazione» ha spiegato ancora il ministro Fornero. «Stiamo lavorando - ha spiegatola Fornero - per eliminare le flessibilità cattive e limitare quelle forme di abuso che ci sono state. Ma c’è un’altra parte di flessibilità, quella buona, che implica che un’azienda possa avere bisogno di un alleggerimento del personale per motivi di riorganizzazione». Intanto ieri il presidente del Consiglio Berlusconi ha incontrato ieri il

segretario generale dell’Ocse Angel Gurria. Commentando il momento economico: «È particolarmente importante che qualcuno come l’Ocse, con grande autorevolezza internazionale, possa dare una parola di conforto e di speranza a tutti i soggetti in un momento in cui le singole categorieeigruppidiinteressesisentono a disagio perché il governo chiede nell’interesse della crescita queste riforme non sempre gradevoli e gradite, ma dalle quali vengono benefici di crescita senza dover aspettare troppo». E tornando alle liberalizzazioni, attualmente in discussione in Parlamento, Monti ribadisce che «non è una mania di persecuzionedelgovernoquelladi chiamare tutte le categorie a sperare nella crescita di tutti rinun-

ROMA - «La Grecia ha già superato la data limite che la Ue le aveva dato sulla chiusura delle trattative con i creditori privati per la ristrutturazione del debito, un ritardo che non si può ignorare. Lo ha detto un portavoce della Commissione Ue. «Speravamo di vedere decisioni (l’accordo con la troika sulle riforme, ndr) nel weekend, in modo da poter convocare un Eurogruppo, che dovrà dare il via libera ai nuovi aiuti, per mercoledì», ha detto il portavoce del commissario Ue agli Affari economici e monetari Olli Rehn. «Tutte le parti sono pronte a fare il massimo, ma c’è un ritardo che non si può ignorare, e ora speriamo solo di poter vedere gli impegni necessari per far avanzare la situazione», ha detto il portavoce, spiegando che l’Eurogruppo è pronto a riunirsi non appena l’intesa sarà sul tavolo. Oggi, intanto, sciopero generale di 24 ore indetto dai due maggiori sindacati greci dei settori pubblico e privato, Adedy e Gsee. Protestano contro il nuovo piano di austerity che il governo di Atene sta discutendo.

Alemanno attacca disperato Cancellieri: basta polemiche ROMA - Nessuna "polemica personale con il sindaco di Roma". Il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri chiude così il botta e risposta innescato dal primo cittadino della Capitale sull’emergenza neve. Dopo le accuse alle Protezionecivile,GianniAlemannoèintervenuto alla trasmissione "Mattino Cinque" tirando in ballo la titolare del Viminale: «Il ministro Cancellieri ha dato degli appelli alla popolazione soltanto sabato, con due giorni di ritardo, quindi credo che fosse male informata in quella situazione - ha detto -. Poi è chiaro che un ministro fa il suo mestiere e difende le strutture che Gianni Alemanno si difende a palate

devesovrintendere».Alemannoha quindi assicurato che "Roma domani sarà in ordine e in grado di funzionare". La nevicata dei giorni scorsi sulla Capitale "non si registrava dal 1985 e non si è trattato di pochi centimetri di neve, bensì 70 cm e la nostra città non è strutturalmenteattrezzataaquestotipo di emergenza. La Protezione civile non è riuscita ad avvertirci in tempo e in modo adeguato" ha sostenuto ancora il sindaco, all’indomanidellefrizioniconilcapodella Protezione Civile Franco Gabrielli sulla gestione dell’emergenza. «C’è stato un segnale inadeguato da parte della Protezione civile e io

credo che questa vada profondamente riformata. Io rimetterei la Protezione civile sotto il ministero degli Interni perché ha bisogno di essere strettamente collegata con le altre funzioni di questo ministero, perché oggi la Protezione civile non ha né i mezzi né la volontà amministrativa di intervenire quando le emergenze si fanno gravi». Subito dopo Cancellieri in una intervista a Tgcom 24 ha spiegato: «Ho visto che il servizio di soccorso ha funzionato molto bene, siamo stati in stretto contatto con i prefetti. Vorrei far sapere che tanta gente che ha lavorato e si è impegnata per quest’emergenza».


Martedì 07 Febbraio 2012 il Domani dello Sport 15

DALL'ITALIA E DAL MONDO Temperature polari nelle grandi città del nord e scoppia l’allarme per gli alti consumi di gas

L'unico modo di muoversi

Ci si scalda con le polemiche Intanto nevica, salgono i morti

Roberto Carli ROMA - Le temperature sono rigidissime da nord a sud e il maltempofa registrare altre tre vittime: un camionista, trovato morto all’interno del suo mezzo, in Abruzzo, lungo la strada statale 690 Avezzano-Sora;unuomo,forseun extracomunitario quarantenne, trovato morto in un casolare abbandonato nel mantovano, probabilmente a causa del freddo, e un anziano di 84 anni morto da alcuni giorni a Campomarino Lido (Campobasso). Una valanga è caduta in val di Slingia, poco lontano da passo Resia in Alto Adige. Vi sarebbe un disperso. La perturbazione che sta assediando l’Italia nonaccennaamollarelapresa,da nordasud.Ilcapoluogolombardo si è risvegliato con una temperatura di -10 gradi e ghiacchio su auto e strade. Piccoli tamponamenti e due incidenti più seri, ma senza feriti gravi. Per quanto riguarda la capitale, il sindaco Alemanno ha fatto sapere che "Roma è funzionante, ci prepariamo a riaprire tutto domani mattina". A Torino sveglia con meno 15. Comincia a diventare critica la situazione sul fronte del gas. «Dalla Russia e dalla Francia sono diminuiti i flussi, ma la situazione è ben monitorata», ha detto il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera. «Siamo in emergenza e abbiamo reagito aumentando le importazioni di gas dall’Algeria e dal nord Europa attraverso la Svizzera. Quindi non abbiamo problemi fino a mercoledì», ha detto a Radio 24 l’amministratore

Elisabetta II da 60 anni sul trono

Il vero problema, caro Sindaco (Foto LaPresse)

«È emergenza e abbiamo reagito aumentando le importazioni di gas da Algeria e nord Europa». Ma si parla di razionare delegato dell’Eni, Paolo Scaroni. LaCommissioneeuropeaèincontatto con le autorità italiane ed è pronta a valutare misure di aiuto, se si rendessero necessarie. ha indicato una portavoce di Bruxelles. Italia, Romania e Germania hanno flussi diminuiti dalla Russia. La presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, è "preoccupata" sulla situazione della fornitu-

re di gas all’Italia. E’ quanto ha detto a margine di un conferenza, aggiungendo "bisogna mettere mano alle riserve di gas, non si può agire solo sulle imprese". La Protezione civile ha diramato un nuovo allerta meteo per segnalare l’arrivo di piogge al Sud e neve fino a quote di pianura su Emilia Romagna, Abruzzo, Molise, Marche, Campania e Puglia. Più a lungo termine, a partire da venerdì prossimo, nuova ondata gelida in arrivo dalla Russia. E ancora rischio neve a Roma. Cielo sereno e nessuna nevicata ma il freddo è polare. A Trento e Bolzano le minime sono a -10 e la massima non supera lo zero. Le temperature più basse in Val Pusteria, con -20 a Brunico e -18 a Dobbiaco.InVald’Aostsatemperature

di molti gradi sotto lo zero, ma anche sole dappertutto. Ad Aosta il termometro ha fatto segnare nella notte -11,5 gradi e all’aeroporto CorradoaeroportoGex,nellaperiferia Est della città, quasi -15 gradi. Il minimo segnalato dalle rete meteorologica regionale è -20,6 gradi a Punta Helbronner (Courmayeur) a 3.460 metri di altitudine. In Piemonte, il maltempo è caratterizzato non più dalla neve, ma dal gelo; le situazioni più criticherestanonelcuneese.Temperature siberiane in gran parte della Lombardia e in particolare in Valtellina e in Valchiavenna: a Trepalle (Sondrio), il termometro segnava -35 alle 8. - 31 a Livigno (Sondrio). In Veneto freddo glaciale, con cielo sereno e minime che hanno toccato i -25 gradi a Pian di

LONDRA - Sessant’anni da regina. La preziosa tappa l’anniversario di Diamanti scatta oggi per Elisabetta II, che il 6 febbraio del 1952 si svegliò giovanissima sovrana di quel che ancora era un impero. Il padre, Giorgio VI, morì infatti all’improvviso nella notte. Per marcare la vigilia di questa pietra miliare per la famiglia reale e il Regno Unito sua maestà e il principe Filippo si sono recati alla chiesa di West Newton, parte della tenuta di Sandringham, per attendere a una funzione. Per Elisabetta è un vero e proprio strappo alla regola. Quest’anno, in agenda, oltre alla funzione, c’era anche una visita alla scuola elementare locale, dove la regina ha ricevuto in dono diversi mazzi di fiori e gli auguri dei suoi sudditi. La piccola ’deviazione’ non è altro che un minuscolo antipasto di quel che verrà: a giugno si prevedono infatti festeggiamenti indimenticabili - marcati da 4 giorni di vacanze. Il calendario è stato scelto così da tenere insieme due eventi: la successione, appunto, e l’incoronazione vera e propria, avvenuta nel giugno del 1953.

L’ondata di gelo arriva in Africa Anche lì tanti disagi e polemiche ROMA - Metà Algeria resta ancora ostaggio dell’ondata di freddo e neve che si è abbattuta, ormai da tre giorni, e che ha provocato molti decessi (soprattutto causati dal malfunzionamento di stufe, oltre che da incidenti stradali per il ghiaccio) e, insieme, lo scatenarsi delle polemiche su quella che il quotidiano el Watan (spesso critico verso le istituzioni) definisce la "incredibile inerzia" del governo. Secondo le ultime notizie, la situazione è critica soprattutto in Cabilia e nella regione degli altipiani, dove, in mancanza di interventi delle autorità, si fanno i conti con la perdurante mancanza di Stadio di Porto Said

energia elettrica e con le strade bloccate. Cosa che sta rendendo impossibile l’approvvigionamento delle comunità locali di generi alimentari e del carburante, sia per gli automezzi che per i generatori. La rabbia delle gente è rivolta allo Stato che, dicono gli abitanti delle località isolate, si limita a raccogliere le lamentele e a nient’altro. Una situazione eccezionale (era dal 2005 che non si registravano temperature così base, così come nevicate di tale intensità), dicono i cittadini, richiederebbe risposte eccezionali, che invece non arrivano. In Tunisia è una corsa contro il tempo, per soccorrere gli occu-

panti di almeno 200 autovetture che da ieri mattina sono bloccate dalla neve ad Ain Draham. Nonostante l’impiego massiccio di vigili del fuoco e di uomini della Protezione civile, mentre le strade d’accesso ad Ain Draham sono state liberate, la località dove si trovano intrappolati gli automezzi non è stata ancora raggiunta dalle unità di soccorso. Alcuni degli automobilisti hanno lanciato un sos attraverso le radio. Una delle persone bloccate, a Radio Mosaique, ha detto di temere per la vita dei tanti bambini che si trovano, con i genitori, intrappolati nelle vetture.



il domani