Issuu on Google+

Sabato 6 Settembre 2008 Euro 1,00 Anno XI - Numero 246

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 30 a pag. 41) SIMERI CRICHI Band e cantanti da tutta la nazione sono arrivati da qualche giorno in Calabria

CATANZARO Prosegue il viaggio alla scoperta della notte

Music Village, ecco i nuovi talenti Tatto, la passione del dj SIMERI MARE — Band e cantanti da tutta la na-

zione sono arrivati in Calabria per prendere parte a Music village, la manifestazione organizzata da Vittorio Sassudelli, titolare dell'Event Sound Promotion. Sponsor dell’iniziativa: Sony, Roland ed Heineken. Partners principali: Beat magazine, Click ’n roll rockol e Rockoff. A PAGINA 30

CATANZARO — Prosegue il nostro viaggio all’interno dei locali notturni per conoscere meglio i personaggi che mettono in moto il popolo dei nottambuli, i re della consolle, coloro che scelgono di fare le ore piccole in compagnia di un pubblico per ballare fino all’alba!

IL VERDETTO

Già indicati i più bravi A PAGINA 31

CATANZARO

Delirio tour a dicembre A PAGINA 33

A PAGINA 32

Dal presidente della Regione messaggio a Sovrintendenza e general contractor: «Avanti o prenderò le mie decisioni. Lo stop ci porterà al fallimento»

Cittadella, l’ultimatum di Loiero Protocollo di intesa contro le infiltrazioni mafiose. Il prefetto: al setaccio nomi e società CATANZARO — Va bene la straordina-

Il governatore: deluso da Calderoli

ria valenza dei ritrovamenti archeologici a Germaneto. Ma la Cittadella regionale s’ha da fare «altrimenti prenderò le mie decisioni». E’ fermo il presidente della Regione, Agazio Loiero, che volgendo il pensiero al general contractor e alla Sovrintendenza sottolinea la necessità di accelerare i tempi. Anche perché «altrimenti la Regione rischia il fallimento» per via del costo dei fitti. L’ultimatum è scattato ieri in Prefettura, in occasione della firma del protocollo di intesa per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose nei lavori di realizzazione dell’opera. A PAGINA 16

CATANZARO — «Sì, sono un po’ deluso». Il presidente della Regione non nega l’amaro in bocca nel vedere che la bozza sul federalismo presentata giovedì agli enti locali non rispecchia lo spirito di apertura manifestato da Calderoli in visita martedì scorso a Catanzaro.

A PAGINA 17

La firma del protocollo, ieri, in Prefettura

CALCIO DILETTANTI Ieri la conferenza stampa a Catanzaro per l’avvio della nuova stagione

I calendari di Eccellenza e Promozione CATANZARO — Una grande cerimonia

si è svolta nella mattinata di ieri per la presentazione dei campionati dilettantistici 2008/2009 di Eccellenza e Promozione. La gremita sala conferenza della piccola “Coverciano della Calabria” ha visto la presenza, tra gli altri, del vice presidente della Lega Nazionale Dilettanti Sandro Morgana e del presidente Lnd-Cr Calabria, prof. Antonio Cosentino (nella foto). A PAGINA 48

CATANZARO

Stadio Ceravolo Ieri il sopralluogo

LND

All’interno uno speciale ALLE PAGINE 49, 50 e 51

A PAGINA 45

SOVERATO

Matacera si è dimesso Teo Sinopoli vice sindaco SOVERATO — «Il vice sindaco Pie-

tro Matacera ha annunciato le sue dimissioni. Al suo posto verrà ufficialmente nominato, nella giornata di lunedì, l’attuale assessore comunale al Turismo Teo Sinopoli. Ringraziamo Pietro Matacera per quello che ha fatto in questi anni. A lui formuliamo i migliori auspici per il futuro». Con questa scarna dichiarazione, il sindaco Raffaele Mancini ha confermato l’avvio di una nuova fase politico-amministrativa in città. La poltrona di “numero 2” della coalizione di centrodestra torna, dunque, allo Scudocrociato con Teo Sinopoli (nella foto). A PAGINA 23

IL PUNTO SULLE CALABRESI

Porte socchiuse, chiuse, aperte... di Vittorio Ranieri

orte aperte, chiuse, socchiuse e tifosi da trasferta in versione-Unni (il riferimento è alle tribù barbariche guidate da Attila). La settimana che svolge al termine ci ha regalato diversi spunti sul fronte sicurezza dentro e fuori gli stadi. Come se non bastasse l’eco suscitata dalla “gita” fuori porta dei supporter napoletani a Roma e l’apprensione per le condizioni del “Ceravolo” di Catanzaro, dove le porte chiuse sono diventate una consuetudine, dulcis in fundo ecco il derby di Vibo Valentia vietato al pubblico. Una decisione forte, anche drastica, che nessuno si aspettava ma che, probabilmente, non deve stupire più di tanto. E ciò in virtù delle condizioni del settore ospiti del “Luigi Razza”, dei pessimi rapporti tra supporter cosentini e vibonesi e di quelli che sono, oramai, i poteri nelle mani degli organi di pubblica sicurezza. Sino a qualche tempo fa, solo la diretta-tv per motivi di pubblica sicurezza era l’eccezione. Adesso, i derby (e non solo) sul piccolo schermo sono routine accompagnati, poi, da prescrizioni per le tifoserie. Prefetti e Questori, ora, possono decidere di non mettere a repentaglio l’ordine pubblico o l’incolumità di spettatori e agenti. Ora sì che possono farlo. I tempi son cambiati e il calcio del dopoRaciti non è più lo stesso. C’è poi l’Osservatorio per le manifestazioni sportive del Viminale che ha fatto dell’inflessibilità la sua norma di comportamento. Tutto vero, anche giusto. Ma vallo a spiegare ai tifosi che la domenica vorrebbero lasciare a casa poltrona, telecomando e le dirette-sky per seguire e tribolare da vicino per la squadra del cuore. In questi giorni, nella realtà calabrese della Seconda divisione dove (particolare non trascurabile) ci sono ben tre capoluoghi di Provincia e un centro grosso come Lamezia Terme la domanda sorge spontanea. Per caso, si viaggia verso una stagione di derby giocati a porte chiuse o, magari, socchiuse, ergo non aperte a tutti?

P


2 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini The Women stupisce Los Angeles nella sera della sua prima

Usa più tranquilli l’uragano Ike perde potenza

Grande folla di pubblico alla presentazione del remake del film di Cukor del 1939

Secondo gli esperti ora è sceso a livello tre Nella settimana dedicata

Moda giapponese sugli scudi Secondo il Il “National Hurricane Center” di Miami, l’uragano Ike, si abbatterà nei primi giorni della settimana sulla Florida. Già fissate alcune contromisure

Continua con grandi consensi la settimana della moda del Sol Levante

Secondo i responsabili della struttura la Vespa era uno degli oggetti più desiderati nel secondo dopo guerra

Nella sezione del dopoguerra del museo di Singapore c’è anche una vespa italiana

Il film narra la storia di quattro amiche della New York altolocata, che si trovano ad affrontare il dramma del tradimento del marito di una di loro. Nella foto le protagoniste Debra Messing, Jada Pinkett Smith, Meg Ryan e Annette Bening

La festa delle mongolfiere colora i cieli della Repubblica Ceca

Si svolge nella cittadina di Tabor e come ogni anno ha attirato appasionati da ogni angolo del globo

Nella foto il momento conclusivo della gara di quest’anno. Numerosi i partecipanti che si sono sfidati nei cieli della Repubblica Ceca. Ottima risposta anche da parte del pubblico

Ecco i figli di Snuppy il primo cane clonato

La sezione in cui è esposta si intitola “Weapons of Mass Desire: Design and Consumption in the Aftermath of WWII” e mira a mostrare come era il mondo dopo il 1945

Trovano due aquile reali Nello zoo tedesco di Monaco oramai senza vita appare per la prima volta Ina nel giardino di casa La cucciola di foca ha appena sei settimane

E’ successo in Austria alla famiglia Schneider

I nove cucciolotti sono frutto della prima riproduzione riuscita di un “replicante” canino

La piccola foca, nella foto, è stata esposta al pubblico per la prima volta Le ultime elezioni si svolsero nel ‘92 lasciando il paese nella guerra civile

La nascita dei cuccioli avvenuta a maggio in Corea del Sud ha rappresentato un grande passo avanti per la scienza, poiché è stato dimostrato che anche un cane clonato come Snuppy può riprodursi, seppur mediante l’inseminazione artificiale

Nella foto a fianco il capo dell’opposizione Isaias Samakuva, mentre stà per depositare il proprio voto nell’urna. Il governo attuale è in carica da ben 29 anni

Secondo un biologo i due uccelli avrebbero sbattutto contro la casa uccidendosi

Dopo sedici anni l’Angola torna al voto con 8 milioni di elettori


4 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Molti esperti la propongono come ausilio didattico

Per imparare in classe ci vuole la Tv

I ragazzi imparerebbero più in fretta alcune materie se guardassero programmi come Quark

Riabilitata la Tv: va vista anche a scuola

ROMA - Inserire la tv tra le materie scolastiche per imparare a guardarla in modo corretto. Lo ritengono possibile 6 esperti su 10, interpellati sul ruolo del piccolo schermo tra i più giovani. È quanto emerge da uno studio promosso da Comunicazione Perbene.Per il 67% dei pedagogisti, psicologi e studiosi, bisognerebbe dare vita ad apposite lezioni che insegnino come «guardare» la tv. Per alcuni (32%) dovrebbe diventare una vera e propria materia di studio, mentre un 54% la propone come supporto didattico, accanto a libri di testo e spiegazioni dell’insegnante. Per l’italiano e la letteratura, ad esempio, il 61% nomina la trasmissione

Per il 67 per cento degli specialisti sì a lezioni sull’uso del piccolo schermo

di Rai3 «Per un pugno di libri», per la storia «Quark» (47%), citato anche per le scienze dal 78%, mentre un aiuto per la geografia potrebbe arrivare da «Pianeta mare» (secondo il 49% degli intervistati).

I salassi partono con la scuola dell’obbligo e dipendono anche dal grembiule Il simbolo dell’era Gelmini ha visto lievitare il suo prezzo anche del 40 per cento

Tasche vuote per libri e quaderni Le associazioni dei consumatori: “No allo zinale finché costa così” ROMA - Comincia la scuola e deflagra il caro-tutto: libri, corredi scolastici e, quest’anno, per «l’effetto Gelmini» anche i grembiuli. Chi ha i figli iscritti alla prima elementare deve fare i conti con la griffe-mania, un fenomeno, difficilmente arginabile, che certamente non contribuisce a mantenere gonfio il portafoglio. Da Nord a Sud i «remigini» tiranneggiano e mamme e papà più spesso che volentieri soccombono. Cedono su zaini, astucci, diari, ma almeno sul grembiule... abbiano uno scatto d’orgoglio. A chiederlo sono le associazioni dei consumatori che, visto il lievitare dei prezzi dello «zinale» (aumenti del 40%), tornato in auge grazie alla giovanissima ministra dell’istruzione, invitano i genitori a scioperare e a non comprarlo finché i prezzi non saranno tornati ragionevoli. Un’indagine dell’Ansa in tre città (Torino, Firenze e Palermo) fa un po’ di conti. Il costo che una famiglia torinese deve sostenere per il «debutto» scolastico oscilla tra i 70 e i 210 euro, grembiule incluso. I prezzi più bassi si trovano negli ipermercati appena fuori del centro: qui si possono portare a casa, ad esempio, 10 biro a 2 euro e 60 contro i 35 cents per una biro acquistata in centro. Anche per i corredi tutto incluso (astuccio a tre zip con penne, squadrette e colori) i prezzi variano dal minimo di 7 euro nell’ipermercato al massimo di 35 nella cartoleria più «in». In centro gli zainetti variano dai 35 euro per gli articoli in saldo agli 80 dei nuovi arrivi, mentre nell’ipermercato si trovano anche a 35 euro, che siano di Barbie, Dragon Ball o «no logo». Il prezzo più alto trovato all’ipermercato (spicca per l’eccezionalità), è il maxi astuccio (vuoto) di High School Musical: ben 20 euro. Anche a Firenze bilanci familiari a dura prova. Libri e materiale didattico costeranno alle famiglie toscane il 5,3% in più rispetto all’anno scorso. Secondo Confesercenti Toscana l’impennata dei prezzi investe tutti i gradi della scuola dell’obbligo, condizionata dall’aumento dei listini alla produzione

Ecco quando si ricomincia

In Lombardia la prima campanella

Ultimi giorni per riempire il carrello della spesa con un corredo scolastico

del 6,9%. Per ogni studente saranno spesi dai 210 ai 250 euro, con punte di 380 euro se il kit per la scuola è firmato. Risparmiare, tuttavia, è possibile. Basta girare per

cartolerie, negozi di grande distribuzione e anche supermercati fiorentini per accorgersi come i prezzi varino a seconda dell’esercizio e degli sconti applicati. Scenden-

do al Sud la musica non cambia. «I palermitani comprano meno sostiene il presidente provinciale di Federcartolai, Rocco Billeci ma acquistano prodotti più cari e

griffati». Il costo medio che una famiglia sosterrà quest’anno per mantenere un figlio che frequenta la prima elementare è di circa 117 euro.

ROMA - Il primo giorno di scuola dell’anno «Gelmini»: cade già lunedì per gli alunni della Lombardia, mentre l’ultima regione a far risuonare la campanella sarà la Sicilia il 17. L’anno scolastico degli alunni lombardi sarà inoltre il più lungo, terminando il 16 giugno 2009, contro il 6 giugno di Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna. A rispondere all’appello saranno quasi 9 milioni di alunni italiani, poco meno di 8 milioni nelle scuole statali; gli stranieri dovrebbero essere poco più di 600mila. Undici le festività previste: primo novembre, 8 dicembre, 25 e 26 dicembre, primo e 6 gennaio, lunedì di Pasqua, 25 aprile, primo maggio, 2 giugno e la festa del Santo Patrono, data diversa a seconda delle varie località. Gli esami di Stato, per la scuola secondaria di secondo grado inizieranno il 25 giugno; per la scuola secondaria di primo grado il 18 giugno.

Roma la più proibitiva (500 euro a singola), seguita da Milano e Firenze a pari merito (400 euro)

E all’università c’è anche il caro-affitti Si cerca casa da privati perché gli alloggi creati da Regioni e atenei sono insufficienti

ROMA - Con l’inizio del nuovo anno accademico ritorna la corsa agli alloggi per gli studenti fuori sede. Ogni anno sono messe a disposizione residenze da parte delle università, delle aziende regionali e degli istituti religiosi. Stando ai dati del ministero dell’istruzione relativi al 2007, le regioni con il più alto numero di fuorisede sono Lombardia (circa 94mila su 200mila totali), Lazio (circa 75mila su 185mila), EmiliaRomagna (circa 80mila su 121mila) e Veneto (circa 59mila su 92mila). In tutti questi casi il numero di posti letto totali messi a disposizione è nettamente inferiore a quel-

Per gli universitari fuorisede c’è il problema di affittare alloggi a prezzi convenienti. Quasi un’impresa a Roma, Milano e Forenze, le più care in Italia

lo di chi studia fuori dalla propria regione d’origine: 10mila per la Lombardia, 6mila per l’Emilia-Romagna, 4.200 per il Lazio e 5.030 per il Veneto. Ci sono, poi, regioni come Valle d’Aosta e Molise, in cui non c’è alcun posto letto messo a disposizione. In

nessuna delle altre regioni, inoltre, i posti letto sono sufficienti a soddisfare la domanda dei fuori sede. La conseguenza inevitabile è che si ricorre sempre più alle offerte di alloggi privati. E a riproporsi è il vecchio problema di affitti in nero e sempre

più alti. In base ai siti dedicati agli studenti, al vertice della classifica delle città più care ci sono Roma, Milano e Firenze. Se nella Capitale il costo medio di una stanza singola è di 500 euro, a Milano e Firenze la media è di 400. A seguire Bologna, che, con un costo medio di 350 euro, è la città universitaria più cara dell’Emilia-Romagna. Più economiche sono Umbria, Marche, Abruzzo e Molise: occorrono mediamente 200 euro per una singola. Più abbordabili si rivelano, infine, le città meridionali: a parte Napoli (300 euro), per le altre città si oscilla tra i 200 euro e i 150 euro.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 5

Primo piano

La Finanza indaga su tre aziende che compravano prodotti scaduti per riciclarli e venderli

“Truccavano” gli scarti da gustosi formaggi

PIACENZA - Nel formaggio grattugiato finivano gli scarti. Prodotti scaduti o avariati, ma anche vermi ed escrementi di topo. Materiale destinato alla zootecnia, che veniva, invece, venduto ad aziende del settore lattiero caseario che li trasformavano in formaggio a fettine e grattugiato. È lo scenario che la Guardia di Finanza di Cremona ha prospettato ai sostituti procuratori della Repubblica di Cremona e Piacenza, Francesco Messina e Antonio Colonna, al termine di un’indagine che nel tempo ha già portato a tre arresti e sette denunce a piede libero. Tre le aziende che, secondo le accuse, acquistavano il formaggio avariato per poi “riciclarlo”, la Delia di Monticelli d’Ongina (Piacenza), la Tra.De. di Cremona e la Megal di Novara. Trenta milioni di euro il presunto giro d’affari accertato in due anni di indagini dai militari delle Fiamme Gialle cremonesi, coordinati dal colonnello Mauro Santonastaso. Dodicimila tonnellate di merce ricevuta da 60 aziende fornitrici e lavorata nel solo periodo delle indagini, 3mila di queste rivendute “in nero”. Gli arrestati - nella prima tranche delle indagini - sono stato l’allora titolare della Tra.De., il responsabile della catena di produzione e il direttore dello stabilimento. Ma le indagini hanno, poi, condotto i finanzieri verso Piacenza, allo stabilimento di Monticelli d’Ongina (comune della Bassa vicino ai confini tra Piacenza e Cremona), dove gli scarti venivano lavorati, mischiandoli a prodotto fresco, e trasformati - secondo l’ipotesi accusatoria - in formaggio grattugiato, poi venduto sul mercato italiano ed europeo. In questa fase delle indagini sono stati denunciati a piede libero il legale rappresentante dell’azienda piacentina - un ex-sottufficiale dell’Arma, in servizio fino a pochi anni fa nel Cremonese - e il veterinario dell’Asl di Piacenza che avrebbe certificato la “bontà” del prodotto finale messo in commercio. Durante le indagini delle Fiamme Gialle avrebbero trovato un timbro dell’Asl di Piacenza che, secondo le accuse, sarebbe stato “dimenticato” dal veterinario negli uffici dello stabilimento di Monticelli d’Ongina. Nei confronti di quest’ultimo, all’accusa di adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari con pericolo per la salute pubblica, contestata a tutti gli indagati, si sarebbe aggiunta quella di falso in atto pubblico. Il caso ha, ovviamente, sollevato una nube di polemiche. Pesanti le accuse mosse dal segretario nazionale della Flai-Cgil Antonio Mat-

Gli abili autori della mega truffa avrebbero mosso 30 milioni di euro Produzione di formaggi Tre aziende finiscono nel mirino della Finanza per truffa alimentare Prodotti caseari Gli indagati compravano scarti e prodotti scaduti e ne facevano formaggi

tioli: «Le imprese la devono smettere di continuare a muoversi con un silenzio complice, le istituzioni e gli organismi competenti devono svolgere il ruolo che gli compete, la distribuzione deve pretendere la certificazione che attesti la rintracciabilità della materia prima, la certificazione della filiera e la garanzia della salubrità del prodotto. Non può più continuare in que-

sto modo». E ci va giù pesante anche Coldiretti Emilia Romagna: «Chiudere con decisione le porte a tutti i tentativi di frode e sofisticazione per tutelare i consumatori e difendere l’immagine dei tanti formaggi italiani, in primis il Parmigiano Reggiano e Grana Padano, che rappresentano l’immagine dell’Italia nel mondo».

L’immissione sul mercato di partite di formaggio avariato non comporta, però, un pericolo per la salute. Lo sottolinea il sottosegretario alla Salute Francesca Martini, che ricorda di «essere intervenuta sull’argomento in questione già dal 4 luglio» chiedendo, «informazioni alla Procura di Cremona allo scopo di procedere all’eventuale ritiro dal commercio dei prodot-

ti». Il 4 agosto, la Procura ha comunicato di non poter essere nelle condizioni di fornire quanto richiesto poichè la fase delle indagini preliminari non era ancora conclusa. «Comunque - aggiunge - si ha motivo di ritenere che, se la stessa Procura avesse ravvisato un rischio per la salute pubblica, avrebbe tempestivamente attivato le procedure del sistema di allerta, attra-

verso gli Uffici competenti del Ministero del Lavoro, Salute e politiche sociali, quale punto di contatto comunitario». Martini ricorda di aver già disposto un intervento del Nas a luglio su tutte le ditte che intrattenevano rapporti commerciali con quelle oggetto di indagine. A livello comunitario, il Sottosegretario ha sollecitato un intervento normativo sul settore.

Professore condannato Copiò le tesi degli alunni

Le centraliniste dell'ospedale di Legnano, licenziate dopo sei anni di lavoro, manifestano per rivendicare i propri diritti

Singolare protesta contro il licenziamento per le centraliniste dell’ospedale di Legnano

Spogliarelliste per avere un lavoro MILANO - Nude, sia pure con una iconografia casta. Così hanno deciso di manifestare 9 delle 11 centraliniste licenziate dall’ospedale di Legnano dopo sei anni di occupazione interinale. Hanno voluto puntare sulla “provocazione”, esibendosi in uno strip-tease “vestito”, con tanto di lenzuolone bianco - su cui proiettare le ombre prodotte da una retroilluminazione - e sottofondo musicale sulle note del “Nessun Dorma” di Puccini cantato da Pavarotti. Al Teatro della Cooperativa, in zona Niguarda a Milano, erano presenti 9 delle 11 donne che hanno perso il lavoro e che sono assistite dal sindacato Rdb-Cub. Milena, Paola, Cristina, Laura, Anna, Connie, Antonella, Daniela e Cristiana - tutte diplomate alle

superiori, una laureata in Scienze Politiche, età fra i 30 e i 50 anni, molte mamme - avevano il volto teso ma la volontà di denunciare «la situazione generalizzata del precariato». E a confermare la loro denuncia nella sala erano presenti molti giornalisti, che hanno solidarizzato con le manifestanti, nel limbo delle collaborazioni e dei contratti a termine. Soprattutto le centraliniste, che prendevano servizio in un call center per informazioni e prenotazioni a cui fanno capo quattro strutture ospedaliere, hanno voluto sottolineare - vestite in kimono dopo la breve performance artistica - che «al di là della nostra condizione soggettiva di disoccupate è la legge Brunetta, nota in gergo come legge antifannulloni, che

ha buttato sulla strada noi e tanti altri». «Dal 20 giugno - hanno proseguito - è stato esteso al pubblico impiego il divieto di prorogare il lavoro a chi ha svolto 3 anni di occupazione nell’arco di 5. In pratica si elimina il precariato eliminando i precari». Le lavoratrici hanno reso noto che saranno ricevute martedì dall’assessore al Lavoro della Provincia di Milano, Bruno Casati e che «l’amministrazione dell’ospedale ha consigliato loro di fare le “brave” in cambio di un impiego in una impresa di pulizie». Sul palco è stato esposto lo striscione «A.A. Vendesi precarie» sullo stile di quello uscito su Youtube ed è stato pubblicizzato lo sciopero nazionale dei precari indetto dal sindacato di base per il 19 settembre.

Denunciato capotreno che aveva molestato una passeggera senza biglietto

Due sicari a bordo di una moto gli hanno sparato quattro colpi di pistola

BOLOGNA - Un capotreno di 53 anni, di trollo del biglietto. Il dipendente di Trenitaorigine campana ma residente a Milano, è lia, quando ha capito che la giovane non stato denunciato dalla Polfer per aver prete- aveva il tagliando, ha spiegato alla donna so una prestazione sessuale che se voleva evitare le conda una passeggera scoperta La ragazza di 27 anni seguenze del mancato pagaa viaggiare su un treno sen- era stata costretta mento del biglietto poteva za biglietto. L’uomo è stato ad avere un rapporto appartarsi con lui per una sospeso in via cautelativa prestazione sessuale. Prestacon il “controllore” da Trenitalia. La donna, zione effettivamente consuuna ragazza nigeriana di 27 anni regolare mata poco dopo - sempre stando al racconin Italia, stava viaggiando sull’Eurostar Mi- to della donna - in un locale appartato in lano-Lecce, quando - transitando nella zo- uno scomparto nella parte posteriore del na di Reggio Emilia - è incappata nel con- convoglio.

CASERTA - Un pregiudicato, Ferdinando pito da quattro proiettili il pregiudicato ha Vitale, di 39 anni, originario di Cardito (Na- proseguito la corsa in direzione dei comuni poli), ma residente a Crispano, è stato ucci- limitrofi del Casertano e, giunto davanti al so con numerosi colpi di picomando dei vigili urbani di stola da due sicari in sella a La vittima un 39enne S.Arpino, si è fermato invouna moto. L’agguato è avve- pregiudicato di Napoli cando aiuto. L’uomo è stato nuto al confine tra Fratta- Ucciso per vendetta soccorso da un vigile e tramaggiore (Napoli) e San’Arsportato nell’ospedale dove o per uno sgarro pino, in provincia di Caserè morto poco dopo il ricoveta. I killer hanno esploso numerosi colpi ro. Vitale aveva numerosi precedenti per mentre il pregiudicato, anch’egli in sella a reati contro il patrimonio e la persona. Non una moto, transitava in una zona periferica si esclude che Vitale sia stato ucciso dalla di Frattamaggiore. Nonostante sia stato col- camorra per vendetta o per uno sgarro.

Pretende sesso per stracciarle la multa Muore ammazzato in un agguato di camorra

ROMA - Aveva pubblicato un libro con alcuni capitoli copiati dalle tesi di laurea di due studenti, di cui era stato il relatore. Ma il professore - in provincia di Trento - è stato beccato dai suoi alunni e alla fine ha subito un procedimento penale con una condanna confermata anche dalla Seconda sezione penale della Cassazione. Il professore era stato così condannato dal tribunale di Trento a risarcire i due studenti ingannati con circa mille euro ciascuno. Ma gli “alunni provetti” non si sono arresi e hanno fatto anche ricorso in appello.La Corte d’Appello di Trento, nel 2007, aveva condannato il “professore copione” anche a 7 mesi di reclusione e al risarcimento di 3mila euro alle parti civili, perchè aveva tentato di partecipare a un concorso universitario a Trento con lo stesso libro. Nel ricorso in Cassazione il professore ha tentato di giustificarsi dicendo che non poteva trattarsi di violazione del diritto d’autore, perchè le parti delle tesi copiate non avevano le caratteristiche di novità “e originalità”, ma costituivano una mera opera compilativa. Ma gli Ermellini non si sono fatti convincere dalla tesi del docente, evidenziando come: «Già i giudici di merito avevano reso in modo logico ed esaustivo la motivazione» e avevano correttamente rilevato che l’imputato non solo aveva copiato il contenuto, ma aveva fatto proprio un «copia e incolla effettuato dai floppy disk usati dagli studenti e consegnati insieme alla tesi al ricorrente loro professore».


6 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

La donna era impegnata con un terzo figlio

Il fatto a Trieste, l’automobilista ha chiamato soccorso

ROVIGO - «Lui ha dato la vita per i miei figli e non potrò mai sdebitarmi». È’ sconvolta la madre dei due bambini di 8 e 10 anni di Trecenta (Rovigo) salvati in mare dall’uomo che poi è stato stroncato da un infarto per lo sforzo. I due bambini avevano approfittato, per fare il bagno, di un momento di distrazione della madre, che era alle prese con il fratellino più piccolo, e adesso lei non sa darsi pace. I suoi figli sono vivi, ma la gioia per lo scampato pericolo è offuscata dal dolore per l’ ’eroè che ha dato la vita per loro.

TRIESTE - Insegue il pallone con cui stava giocando nel cortile dei nonni, ma viene investito da un’ automobile. Così, Davide, di 9 anni, è morto ieri alla periferia di Trieste. La tragedia ha avuto come teatro una tranquilla zona periferica della città, sulla via che, dal Cimitero di Sant’anna, conduce all’abitato di Kolonkovec. Il bambino è stato investito e trascinato per almeno 15 metri. L’allarme è stato dato direttamente dall’automobilista sotto choc per l’accaduto, dopo essere sceso dall’auto. Il ragazzino è morto all’istante.

“La mamma non si dà pace Impossibile sdebitarmi”

Travolto da un’auto a 9 anni mentre corre dietro al pallone

Primo Romeo Priotti, il salvatore dei bimbi

Il dramma alla periferia di Trieste

Quando ha notato i bimbi di 8 e 10 anni in difficoltà nelle acque del Po un uomo di 56 anni si è tuffato insieme ad un altro bagnante e li ha soccorsi. Appena tornato a riva si è accasciato

Salva due fratelli nel fiume e muore d’infarto Erano sfuggiti al controllo della madre Ora stanno bene ROMA - È’ morto per salvare due bambini che stavano annegando: i piccoli stanno bene, ma Primo Romeo Priotti, 56 anni, è stato colpito da infarto, arresto cardiocircolatorio acuto, che lo ha stroncato poco prima di raggiungere la riva nel comune di Porto Tolle, Rovigo. L’uomo, di Adria ma residente a Milano, era in vacanza con la moglie nella casa di famiglia a Bottrighe, un grosso centro nel rodigino. Ieri mattina è andato al mare lì vicino, sulla spiaggia di Boccasette laddove il Po sfocia nell’Adratico. Si tratta di un arenile frequentato per la maggior parte da perso-

La spiaggia di Boccasette a Porto Tolle teatro del dramma

A Siracusa un animatore riuscì a recuperare 5 giovani

Lunga la lista degli eroi per caso che non hanno esitato a dare la vita ROMA - Simili episodi di eroismo sono stati numerosi negli ultimi anni. ecco i principali: - 30 luglio 2003: un sacerdote muore dopo aver salvato sette ragazzi che facevano il bagno a Termoli, dove erano in gita con un gruppo parrocchiale. - 13 agosto 2004 Una donna di 34 anni annega a San Giovanni a Teduccio (Napoli) dopo aver salvato i figli (7, 10 e 13 anni). - 25 agosto 2006 Una baby sitter honduregna di 27 anni annega dopo aver salvato una bambina di 10 anni all’Argentario. - 8 giugno 2007 Un uomo di 30 anni, anine del luogo, raggiungibile percorrendo una strada in una zona disabitata che si snoda tra campi, lagu-

In provincia di Siracusa un animatore salvò cinque giovani e poi morì

matore in un villaggio turistico a Noto (Siracusa), muore dopo avere salvato, uno per volta, cinque ragazzi che stavano annegando.

ne e valli da pesca. Ha visto due bambini in difficoltà al largo, 30 metri dalla riva, non

- 21 luglio 2007 - Un bosniaco di 31 anni annega dopo aver salvato due bambini di sette e dieci anni a Jesolo (Venezia).

riuscivano a rientrare e stavano annegando, si è gettato con un altro bagnante per salvarli e ci è riusci-

to. I piccoli, una bimba di dieci anni e un bambino di otto, che erano sfuggiti per un attimo al con-

trollo della mamma impegnata con il bimbo più piccolo, ora stanno bene. L’uomo invece ha avuto un malore poco prima di raggiungere la riva: è stato soccorso, ma era troppo tardi. Già il primo referto medico - spiegano in Questura a Rovigo - era chiaro : arresto cardiocircolatorio acuto. La salma è per questo già a disposizione dei familiari. L’uomo - ha raccontato la moglie agli agenti di polizia di Porto Tolle - aveva avuto in passato qualche piccolo disturbo al cuore, ma non gli avevano dato particolarmente peso. Lo sforzo e la concitazione potrebbero essergli stati fatali.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 7

Attualità

Stefano Borgonovo, l’ex centravanti di Como, Milan e Fiorentina, è solo l’ultimo esempio L’attaccante esclude collegamenti con lo sport e afferma: ricomincerei tutto da capo

Incubo sclerosi sul mondo del calcio Guariniello indaga su possibili cause quali il doping e tossicità sui campi ROMA - ’Mi rifiuto di pensare che la mia è una malattia del calcio. Anzi, se potessi, scenderei in campo a giocare’. Lo dice Stefano Borgonovo, l’ex goleador affetto dalla Sla, in un’intervista realizzata su Sky dall’ex calciatore Massimo Mauro. Borgonovo, che è stato centravanti di Como, Milan e Fiorentina, rivela anche l’intenzione di far nascere una fondazione a suo nome. Ha anche aperto una scuola calcio, che esiste tutt’ora. Eppure, nonostante le sue parole pronunciate con incrdibile serenità d’animo, il dubbio, il terribile dubbio esiste: nel calcio «sembrerebbe esserci qualche fattore specifico» in grado di esporre i giocatori alla sclerosi laterale amiotrofica, meglio nota con il nome di morbo di Gehrig. Lo ha detto il magistrato torinese Raffaele Guariniello, impegnato nelle indagini sulle possibili connessioni tra lo sport professionistico e questa malattia degenerativa del sistema nervoso. «Si è visto che tra i calciatori professionisti si muore sei volte di più di Sla rispetto alla popolazione generale», ha detto Guariniello, intervistato sempre da Sky Sport 24. In base alle parole di Guariniello, che ha avviato le indagini raccogliendo una denuncia della vedova dell’ex giocatore della Fiorentina, Bruno Beatrice (vedi altro servizio, ndr), il calcio è la disciplina sportiva più colpita dal morbo:

La Sclerosi laterale amiotrofica (Sla) IN CONDIZIONI NORMALI

“Su di lui terapie e metodi sospetti”

CON LA MALATTIA IN ATTO La Sla è una malattia che porta alla degenerazione dei motoneuroni

I motoneuroni sono cellule che dal midollo spinale conducono ai muscoli i comandi, ricevuti dal cervello, per il movimento

La scomparsa dei motoneuroni causa una progressiva atrofia muscolare I muscoli volontari non ricevono più i comandi del cervello e si atrofizzano

Il muscolo si contrae permettendo i movimenti volontari del corpo

La conseguenza è una paralisi progressiva dei quattro arti e dei muscoli deputati alla deglutizione e alla parola ANSA-CENTIMETRI

«Abbiamo fatto un confronto con i dovuti ai colpi di testa e l’uso di ciclisti ed i giocatori di pallacane- sostanze tossiche per il mantenistro», ha affermato l’ex accusatore mento dei campi di gioco». della Juventus nel processo di To- Attualmente sono 35 i calciatori rino al club bianconero, «ed in deceduti per il morbo che porta il nessuna di queste discipline si so- nome di Lou Gehrig, leggenda del no verificati casi di Sla. baseball nei New York Yankees e Stiamo facendo primo sportivo iluno studio sui giolustre a morire, catori di rugby, ma nel 1941, per la allo stato attuale malattia degeneranon ci sono casi». tiva su cui indaga Guariniello ha Guariniello. spiegato che «semIntanto è stato decibrerebbe esserci so che Fiorentina qualche fattore e Milan si affrontespecifico» in grado ranno mercoledì 8 di connettere il calottobre allo stadio cio alla Sla: «E’ Stefano Borgonovo Franchi di Firenze quello che stiamo in una gara di becercando di capire. Le ipotesi su neficenza per Stefano Borgonovo. cui stiamo lavorando di più sono Il ricavato della partita verrà devol’uso di sostanze dopanti, i micro- luto in beneficenza per finanziare traumi agli arti inferiori e quelli le ricerche sulla Sla e le due socie-

tà in un comunicato hanno invitato i tifosi a intervenire. L’allenatore del Milan, Carlo Ancelotti, e il suo vice, Mauro Tassotti, compagni dello stesso Borgonovo nella squadra rossonera che fu campione d’Europa e del mondo nel 1989/90, sono addolorati: «Spiace sempre vedere un amico così, in una situazione difficile ha detto Ancelotti. La possibilità di poter vivere nella malattia con determinazione, carattere, forza e cattiveria contraddistingue Borgonovo. Il modo in cui lui vive, con la sua famiglia, la sua malattia, sono proprio sinonimo di forza, di determinazione, di voglia di guarigione». «Sono state immagini forti, abbastanza scioccanti per tutti, quelle mandate in onda - ha aggiunto Tassotti - Per noi che lo conosciamo e, credo, anche per chi non lo conosce».

Per la moglie di Beatrice il marito morì di pallone FIRENZE - «Spero con tutto il cuore che Stefano Borgonovo sia il primo calciatore a guarire dalla Sla; anche io come sua moglie Chantal spero nel miracolo, ma pensare che la sua malattia sia stata causata da una fatalità, dal destino, no. Non ci credo e non ci crederò mai. Io il calcio non lo assolvo». Lo dice Claudia, la figlia di Bruno Beatrice, il calciatore morto a 37 anni per leucemia mieloide e sulla cui vicenda a Firenze è stata chiusa un’inchiesta sui legami tra malattia e la cura a cui venne sottoposto il calciatore per una pubalgia. Tra gli indagati c’è l’ex tecnico dei viola Carlo Mazzone. Claudia ha commentato l’intervista rilasciata a Sky da Stefa- Bruno Beatrice nella Ternana no Borgonovo. Nell’intervista Borgonovo si rifiuta di pensare che la sua è una malattia del calcio. «Non sono un medico - insiste Claudia che dopo la morte del padre ha costituito un’associazione per le vittime del doping ma credo che le cause di certe malattie che colpiscono i calciatori vadano ricercate in pratiche mediche o paramediche, come l’abuso di medicinali o di altri mezzi o sistemi terapeutici o di allenamento. Mio padre è morto per questi motivi e non auguro a nessuno di finire come lui». La pensa diversamente Luciano Lombardi, fratello di Adriano, il calciatore ex Avellino morto nel novembre 2007 per la sclerosi laterale amiotrofica (Sla), il cosiddetto morbo di Lou Gehrig. «Anche mio fratello Adriano mi ripeteva continuamente, nonostante la sofferenza per la malattia, che non era stato il calcio a causargli la Sla» sostiene Luciano.

L’esperimento di 46 italiani per testare gli effetti da carenza di ossigeno

Sospeso anestesista che soccorse un bimbo annegato

Una spedizione di medici e alpinisti che si sottoporranno a test scientifici

TORINO - È stato sospeso il medico anestesista che, lo scorso 29 agosto, ha soccorso Lorenzo Appierto, il bimbo di 2 anni annegato nella piscina di casa sua a Rivarossa, nell’hinterland torinese. Lo ha deciso la direzione generale dell’Azienda ospedaliera Cto-Maria Adelaide, in accordo con il direttore del 118, dopo che una lettera anonima inviata ad alcuni organi di informazione accusa il personale dell’elisoccorso di essere intervenuto sul posto senza i necessari medicinali salvavita. «Sono emerse rilevanti incongruenze si legge in una nota dell’Azienda ospedaliera - tra il tipo di intervento effettuato e quanto desumibile dal rapporto clinico redatto dal suddetto sanitario al termine dell’intervento». La sospensione però, precisa l’azienda ospedaliera, «non avvalora e non ha alcuna relazione diretta con un possibile nesso causale tra modalità dell’intervento di soccorso e decesso del piccolo Lorenzo». «La lunghezza del periodo intercorso tra permanenza e ritrovamento del corpo in acqua e intervento rianimatorio (40 minuti) - si legge ancora - è stata tale da rendere disperata la possibilità di un recupero alla vita qualsiasi potesse essere l’impiego di farmaci presenti e non presenti sul posto». Sulla vicenda, sono state aperte due inchieste interne dall’azienda ospedaliera, una sull’assenza del farmaco salvavita e l’altra relativa alla lettera anonima.

Sull’Everest per combattere ictus e infarto MILANO - Svelare i segreti di malattie come ictus e infarto in un laboratorio naturale allestito sulle cime del monte Everest. È quanto puntano a fare 46 italiani tra medici, bio-ingegneri e alpinisti, che si sottoporranno a diversi test scientifici ad alta quota per capire come l’ossigeno possa innescare i meccanismi che sono alla base delle malattie cardiovascolari. E, quindi, contribuire alla ricerca di una possibile cura. La spedizione, chiamata Progetto Highcare, partirà il 9 settembre ed è organizzata dall’Istituto Auxologico italiano e dall’Università Bicocca di Milano, con il sostegno del Club Alpino italiano e della Regione Lombardia. La sua durata è di un mese per i 36 volontari e di due mesi per i dieci alpinisti che fanno parte del gruppo, in tutto equamente suddivisi tra maschi e femmine e di età compresa tra i 18 e i 65 anni. «Molte delle variazioni fisiologiche che avvengono alle alte quote - spiega Gianfranco Parati, primario di cardiologia all’ Auxologico e ricercatore capo del Progetto Highcare - sono causate dalla diminuzione della pressione atmosferica, che conduce a ipossia e a ipossemia (carenza di ossigeno). Lo studio dell’ipossia in alta quota è importante non solo perchè permette di comprendere meglio i meccanismi di adattamento all’alta quota, ma anche perchè questa condizione potreb-

be servire da modello per esplorare la fisiopatologia di alcune malattie croniche connesse con l’ipossia dei tessuti, come lo scompenso cardiaco, la malattia polmonare ostruttiva cronica, l’ipertensione arteriosa associata alle apnee notturne e l’obesità severa, e per provare l’efficacia di alcuni interventi

terapeutici, sia farmacologici che non, utili a curarle». Il periodo in cui si svolgerà la spedizione, che ha un budget complessivo di circa un milione di euro (attrezzatura e organizzazione logistica comprese) non è però il più adatto, e per questo la salita dei ricercatori, che porteranno in spalla le attrezzature necessarie per allestire il laboratorio ad alta quota, potrebbe essere più difficile del previsto. Causa del ritardo i permessi per accedere all’Everest dal versante del Tibet, concessione che il governo cinese ha negato, spiega Parati, «per

Una ricerca ad alta quota che avrà la durata di un mese

motivi ecologici». Il percorso degli italiani seguirà quindi la via del Nepal, e dalla capitale Kathman-

du saliranno progressivamente verso il campo base dove eseguiranno i loro esperimenti.

La denuncia di un giovane contro l’ordine di Udine, vane le perquisizioni dei carabinieri nell’istituto

Subisce abusi dai salesiani per sei anni

Gli istituti salesiani fondati nel 1932

UDINE - Avrebbe subito per sei anni violenze sessuali in un istituto salesiano e una volta diventato maggiorenne, ha lasciato la struttura e ha deciso di denunciare gli abusi. L’episodio

sarebbe accaduto a Udine, dove la Procura del- ricordato che «si tratta di una indagine complesla Repubblica ha aperto una inchiesta che si sa e molto delicata». Gli istituti dei salesiani a annuncia molto complessa e difficile. Il ragaz- Udine sono stati fondati nel 1932 da don Guzo, secondo quanto si è appreso, era stato accol- glielmo Biasutti. All’inizio la struttura accoglieto dai salesiani quando aveva 12 anni. Le vio- va ragazzi bisognosi e orfani ed erano tutti ospilenze, secondo il suo racconto, ti dell’istituto. Dal 1960 le vasarebbero cominciate subito e Accolto nel convento rie strutture cominciarono ad durate per sei anni. Ieri i Cara- dodicenne, il ragazzo accogliere anche giovani semibinieri di Udine hanno perquiconvittori la cui presenza sopora maggiorenne sito l’istituto salesiano dove il quella dei convittori. Ogha deciso di parlare piantò ragazzo era ospite, alla ricerca gi gli allievi delle varie scuole di riscontri. Il padre responsabile del centro sono tutti esterni. L’istituto salesiano ’Bearzi’ di dei Salesiani non ha voluto dire nulla limitando- Udine - dove, secondo quanto si è appreso, si si a precisare che i Carabinieri non hanno trova- sarebbero consumate le violenze - è noto anche to nulla di quanto cercavano. Gli uomini del- per una molto intensa attività sportiva e cultul’arma hanno solo confermato il sopralluogo e rale praticata dai ragazzi.


8 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Oltre mille i clandestini nascosti nei boschi della costa nord del Paese Sarkozy chiuse 6 anni fa il centro d’accoglienza ma non fu una soluzione

La Francia che nega i suoi migranti Creati in periferia quartieri-dormitorio per operai temporanei

Mosca “ghettizza” i lavoratori stranieri MOSCA - Mosca vara i primi «ghetti» per gli immigrati temporanei: il primo è stato costruito nel quartiere di Xhoxhlovka, nella periferia meridionale della capitale russa, e accoglierà 1.800 lavoratori provenienti dalla Turchia. I nuovi inquilini, riferisce il quotidiano ’Izvestia’, vivranno in prefabbricati di lamiera e condivideranno in quattro una stanza con letti a castello e un bagno. Nei quartieri-dormitorio sarà possibile trovare alloggio pagando mensilmente 200 rubli (circa cinque euro e mezzo) a testa, contro i 20.000 necessari per affittare un monolocale anche in zone malfamate. Ma, a giudicare dalle foto, più che ad appartamenti i locali riservati agli immigrati somigliano a celle carcerarie, suscitando perplessità anche sulla capacità di far fronte al rigore dell’inverno russo. I rappresentanti delle varie comunità etniche immigrate avevano manifestato il loro dissenso già a fine luglio, quando la proposta era stata approvata dalle autorità moscovite. La loro preoccupa-

Nuove case per immigrati

zione è che i quartieri si trasformino in zone degradate, governate dalla criminalità e facile bersaglio degli attacchi razzisti. La costruzione dei ’ghetti’ renderebbe inoltre ancora più difficile l’integrazione degli immigrati nel tessuto sociale russo e aumenterebbe la diffidenza nei loro confronti del resto della popolazione. La pensa diversamente il governo di Mosca, secondo cui i quartieri dormi-

Richiedentil’asilo inattesadipartire perla GranBretagna

A garantire la sopravvivenza degli immigrati gli aiuti volontari PARIGI - Nel 2002, l’allora ministro degli Interni francese Nicolas Sarkozy decideva la chiusura del centro d’accoglienza di Sangatte a Calais, principale porto transalpino sulla Manica, e annunciava fiero: «ho risolto il problema dei rifugiati». Sei anni dopo, però, denuncia un rapporto del Coordinamento francese per il diritto all’asilo (Cfda), i fatti provano che la presunta soluzione non ha funzionato. «Il rapporto - spiega Patrick Delouvin, rappresentante di Amnesty international nel Coordinamento francese per il diritto all’asilo - mostra quanto sia ancora critica la situazione dei migranti sulla costa nord della Francia. Abbiamo scelto di pubblicarlo ora, alla vigilia della conferenza europea sul diritto d’asilo che si terrà lunedì a Parigi, proprio per attirare l’attenzione su questo problema, che non è solo locale ma internazionale». Secondo il rapporto, i clandestini che popolano il litorale della Manica e del mare del Nord sono oltre 1.000, forse 1.500. «Più o meno lo stesso numero di sei anni fa - precisa Vincent Lenoir, coordinatore dell’associazione di assistenza Salam - in fondo a Calais i richiedenti l’asilo in attesa di partire per la Gran Bretagna c’erano già prima che aprisse il centro di Sangatte, era assurdo credere che bastasse chiuderlo per farli andare via». L’unica differenza, aggiunge, è che ora si vedono meno. «Gli afghani e i pachistani costruiscono piccoli ripari di fortuna in un bosco nei pressi del porto, ormai soprannominato ’la giungla’, mentre gli afri-

torio, costruiti con denaro pubblico a imitazione di quelli provvisori che sorgono generalmente nei cantieri, sarebbero la giusta soluzione all’enorme afflusso di lavoratori provenienti dalle zone più povere dell’ex impero sovietico, spesso vittime di aggressioni razziste. Secondo i promotori, la vita degli immigrati sarebbe resa più confortevole dalla creazione di questi quartieri, che sarebbero costantemente sotto la sorveglianza delle forze dell’ordine per proteggere i loro abitanti dagli attacchi xenofobi degli skinhead. La costruzione di questi ’ghetti’ per immigrati è prevista anche in altre zone della periferia sud di Mosca, e alle autorità rionali della capitale russa è stato ordinato di identificare almeno un’area del loro territorio da riservare agli immigrati temporanei. Altri ’quartieri-prefabbricati’ sono previsti in un prossimo futuro anche a S.Pietroburgo e dovrebbero essere costruiti con denaro proveniente dal settore pubblico e da imprese edili locali.

Il mondo arabo nel mirino

Il culto musulmano

PARIGI - È finita un’altra volta nelchè, a loro dire, tutti gli altri motivi la bufera la giustizia francese, quelallegati alla richiesta di rinvio erala «laica e repubblicana» rivendicano stati respinti, mentre quello del ta nelle dichiarazioni ufficiali. DoRamadan sarebbe alla fine stato acpo il clamoroso caso delle nozze cettato. Una decisione, ripetono, fra due musulmani annullate per“aberrante”. Nella loro richiesta di chè la ragazza non era vergine, c’è rinvio, gli avvocati dell’imputato il forte sospetto che un processo hanno messo in luce “gli obblighi per diverse rapine sia stato rinviato dietetici e culturali che si impongoperchè uno degli imputati osserva no” al loro cliente musulmano a il Ramadan. Il caso ha fatto gridare Un imputato del caso di rapina osservava il Ramadan causa del Ramadan. Al momento allo scandalo ed ha suscitato una dell’interrogatorio “sarà reduce da vera rivolta nel mondo laico. Tanto 14 giorni di digiuno”, hanno preciche a metà giornata di ieri, il procusato nell’istanza di rinvio, quindi ratore generale di Rennes, chiama“non nella piena capacità di difento in causa, ha ritenuto opportuno dersi, di attenzione vigile e di convocare una conferenza stampa espressione”. Yann Choucq, uno per «smentire» che la festa del Radegli avvocati del collegio di difemadan, nel senso dell’osservanza di un digiu- nard Bernard de la Gatinais, questo il nome sa, ha invocato l’articolo 1 della costituzione no che avrebbe ottenebrato la vigilanza e del procuratore generale del tribunale di Bre- sulla “non discriminazione e il rispetto delle minato la resistenza di uno degli imputati, tagna a Rennes, ha anzi affermato che se credenze”, precisando che “il ramadan, da non è stato la causa principale del rinvio. La accogliere la richiesta di rinvio per il “moti- un punto di vista fisiologico, mette le persodecisione sarebbe stata adottata per una se- vo del ramadan sarebbe stato totalmente con- ne in uno stato di debolezza fisica”. “D’altra rie di elementi, ma a far pendere la bilancia trario a tutti i principi repubblicani di laici- parte - continua il legale - non capisco tutto della giustizia verso l’ennesimo rinvio di un tà”. Gli avvocati di parte civile, però, ancora questo rumore mediatico. È consuetudine processo a sette imputati per diverse rapine indignati e furiosi per il rinvio a gennaio con ottenere rinvii per feste ebraiche o altro, così commesse a Saint-Malo nel 2001 non sareb- la formula pass-partout della “migliore am- come non ci sono udienze a Natale o a Pabe stata la condizione di presunta maggiore ministrazione della giustizia” si dicono “stu- squa. Che, forse, ci sono religioni più rispettadebolezza del musulmano osservante. Leo- piti per questo dietrofront”. Protestano per- bili di altre?”.

Rinvio processo per Ramadan Il mondo laico in rivolta

cani preferiscono rifugiarsi negli ’squat’ del centro di Calais: vecchie fabbriche, palazzi abbandonati o cantieri chiusi». A garantire la loro sopravvivenza, gli aiuti distribuiti da associazioni e gruppi cattolici. «Ogni forma di assistenza qui viene dalla società

civile - racconta ancora Lenoir -. Lo Stato non dà alcuna forma di finanziamento, riceviamo solo qualcosa da Regione e Dipartimento, ma è davvero molto poco». Sono invece ampiamente finanziati i dispositivi di sicurezza nella zona del porto di Calais: ogni anno, cal-

cola sempre il Cfda, vengono spesi circa dodici milioni di euro per «pattugliamenti regolari, tecnologie sofisticate e barriere costantemente rinforzate». Nella sola città costiera i poliziotti impegnati nella lotta all’immigrazione clandestina sono cinquecento, e le operazioni

di sgombero e controllo nelle aree tradizionalmente occupate dagli ’esiliati’ sono continue. «Gli interventi di polizia hanno soprattutto lo scopo di raccogliere le impronte digitali dei presenti - spiega sempre Vincent Lenoir - per poi eventualmente rinviarli (in base al rego-

lamento di Dublino, per cui un richiedente l’asilo in Unione Europea deve presentare domanda nel primo Paese in cui è entrato) in altri Stati dove sono già stati registrati, in genere Grecia o Italia». Un’ipotesi sgradita per molti rifugiati, che rivendicano il diritto di scegliere dove fermarsi: «È normale - spiega Patrick Delouvin - un iracheno sa che chiedendo asilo in Grecia probabilmente gli sarà negato, quindi cerca in ogni modo di non tornarci. L’impossibilità di scegliere spinge addirittura molti a evitare di fare domanda d’asilo, per paura di essere rispediti in Paesi attraversati in precedenza dove si sono sentiti rifiutati, come Cipro o Malta». Il problema dunque, come denuncia il rapporto del Coordinamento è stato solo nascosto. Nell’area rimangono infatti tantissimi richiedenti l’asilo in attesa di un’occasione per tentare la traversata verso la Gran Bretagna, accampati un pò ovunque nella regione intorno a Calais in alloggi provvisori, tende nascoste tra i campi e case occupate. Provenienti perlopiù da Iraq, Afghanistan e Pakistan, vogliono arrivare oltremanica per raggiungere le famiglie, o semplicemente perchè pensavo lì sia più difficile trovare lavoro. «Fino a quando l’esistenza di questi stranieri resterà negata o mascherata - accusa il Cfda - i responsabili politici continueranno a risparmiarsi lo sforzo di identificare le cause della loro venuta, del loro errare, della loro precarietà e a esonerarsi da ogni ricerca di una soluzione».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 9

Cronache in breve Cade dalla scala Morto operaio ROMA - Un operaio di 40 anni è morto ieri mattina dopo aver avuto un malore che lo ha colto mentre si trovava in cima a una scala dalla quale è precipitato. È successo all’interno dell’istitito di credito del Monte dei Paschi di Siena di via dei Normanni. L’operaio, un elettricista che stava effettuando alcuni lavori di manutenzione, si è accasciato improvvisamente sulla scala, poi è caduto, probabilmente colto da un infarto.

Modelle d’eccezione per la nuova collezione intimo di Heater Thomson I suoi capi “hot” indossati dalle migliori pole dancers di New York

Una ‘mise’ di lusso per lady McCain ROMA - Una mise da 300mila dollari per l’aspirante first lady Cindy McCain martedì alla convention. Lo ha rivelato la rivista Vanity Fair. In particolare, la signora McCain indossava un abito color oro firmato da Oscar de la Renta (3mila dollari), scarpe (600), orologio Chanel (4.500), collana di perle (11-25mila), orecchini (280mila). Michelle Obama aveva fatto furore un paio di mesi fa indossando un abito “low cost” costato circa 142 dollari.

Addio a Mila Schon la signora dell’eleganza MILANO - «Io noto solo il brutto delle cose, eliminandolo rimane il bello» era solita dire Mila Schon, la “signora dell’eleganza”, scomparsa l’altra notte nella sua tenuta vinicola piemontese, a 92 anni. Il suo stile e i suoi capi (nella foto) noti per l’essenzialità e la pulizia delle linee, conquistarono le donne più celebri di un’epoca, da Jacqueline Kennedy a Ira Furstenberg passando per Mina e Marella Agnelli.

Venduta all’asta chitarra di Hendrix LONDRA - Un collezionista americano ha pagato 280.000 sterline (oltre 346.000 euro) per assicurarsi a un’asta una chitarra Fender Stratocaster che fu data alle fiamme da Jimi Hendrix. Hendrix bruciò la chitarra, fatta nel 1965, alla fine di un concerto all’Astoria di Londra, nel marzo 1967.

Corsi di spiritualità per giornalisti stressati MILANO, 5 SET - Un corso di esercizi spirituali per gli operatori dell’informazione e dell’intrattenimento televisivo vessati dallo stress: l’originale iniziativa è del ’Club Santa Chiara’, che ha programmato per due weekend di inizio novembre, in un’abbazia benedettina dei sit-in per ritemprare spirito e corpo dei ‘comunicatori’.

MATERA - Una cartolina postale spedita da Trento nel 1972 - con la classica frase di «saluti» che una persona in vacanza invia a un amico - è stata recapitata a Matera, 36 anni dopo essere stata imbucata, alla famiglia dell’avvocato Michele Pace, dirigente di un ente pubblico con sede in città, che ha deciso di conservarla fra le sue cose più care. La cartolina, con un’immagine del centro storico di Trento, è stata recapitata giovedì presso il vecchio domicilio di Pace. «La cartolina - ha spiegato Pace, non senza qualche ironia sul tempo passato prima di ricerverla - me l’aveva inviata un amico di Matera, a Trento nell’estate del 1972 per una vacanza. Fra l’altro - ha aggiunto - ci siamo persi di vista e mi piacerebbe sapere cosa fa, per incontrarlo e per ricambiare i saluti che egli mi inviò 36 anni fa e che ho appena ricevuto con immutato piacere».

Agenti britannici come uomo ragno LONDRA - Bombe puzzolenti e addirittura una pistola caricata a colla che blocca il malvivente in fuga a dieci metri di distanza, o una rete appiccicosa che imprigiona i malintenzionati un po’ come la ragnatela dell’Uomo Ragno: ci sono anche queste curiosità nell’arsenale messo a disposizione degli agenti delle varie polizie locali britanniche dal dipartimento scientifico del Ministero dell’interno britannico.

Stizzita per la multa strappa il blocchetto ROMA - In segno di stizza strappò i blocchetti di contravvenzioni dalle mani del vigile che l’aveva multata, a suo parere ingiustamente, gettandoglieli sul volto. Ora un’automobilista romana di 31 anni, F.B., rischia di finire sotto processo per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. L’automobilista a sua volta però ha querelato il vigile accusandolo di averla schiaffeggiata.

La cartolina estiva arriva dopo 36 anni

Scompare bambino Giocava con gli amici Una modella delle modelle “ballerine” scelte dalla stilista americana di lingerie

Lingerie da “strip tease”

Una modella presenta una creazione di Heather Thomson per la collezione Primavera 2009 durante la settimana della moda in corso a New York. La stilista ha preso le migliori pole dancers della città per mostrare la sua nuova collezione di lingerie. Un’idea che la Thomson ha curato nei minimi dettagli: per cominciare, ha indetto una selezione in alcuni locali notturni di New York dove si pratica lap dance ed ha scelto le migliori

otto; in un secondo momento ha affittato il piano terra del West End Cafe vicino Times Square ed ha organizzato lì la sfilata della sua lingerie. Le modelle prescelte erano di ogni colore di pelle e di taglie non uguali. Gli articoli presentati erano realizzati con materiale speciale avente lo scopo di snellire le donne nei punti critici dei fianchi, dei glutei e delle cosce. “Perchè ogni donna ha diritto di sentirsi sexy” dice la Thomson.

ALTAMURA (BARI) - Ha chiesto ai genitori il permesso per scendere in strada e giocare con gli amici ma dopo un po’ la mamma non l’ha più visto e ha chiamato i carabinieri, che hanno trovato il bambino dentro al portone di casa di due suoi compagni di scuola e di gioco. Protagonista dell’episodio, accaduto ad Altamura, è stato Francesco, di 5 anni. Per cercarlo sono state attivate dieci «gazzelle» dell’Arma, un elicottero del nucleo carabinieri di Bari-Palese e un’unità dei carabinieri del nucleo cinofili di Modugno, con i loro cani addestrati per la ricerca di persone scomparse.

I gusti musicali Lo staff di Madonna Il vigile urbano La matematica fondamento in base al carattere invade Ciampino diventa infermiere del linguaggio astrologico LONDRA - I fan della musica india sono chiusi, hanno poca fiducia in sè stessi e sono pigri, mentre chi ascolta il rap tende ad avere un’alta opinione di sè e ad essere estroverso. Una ricerca condotta in Scozia ha provato che un legame tra personalità e gusti musicali esiste davvero e che, a sorpresa, gli amanti della musica classica hanno molto più in comune con i fan dell’heavy metal di quanto si era finora creduto.

NAPOLI - A Cicciano, piccolo centro in provincia di Napoli, è arrivato il vigile urbano che è anche infermiere. I poliziotti municipali presteranno, infatti, nelle prossime settimane, i primi soccorsi a persone colpite da malori, coinvolte in incidenti stradali e domestici. E in più saranno loro ad attivare la catena dei soccorsi per preservare le funzioni vitali. La strumentazione in dotazione dei nuovi vigili infermieri comprende un pallone per la rianimazione, un respiratore, un defibrillatore.

Rapido invecchiamento per la società nipponica TOKYO - Il rapido invecchiamento della società nipponica, dove da anni i decessi superano le nascite, arriva a toccare persino il settore funebre, con il rischio concreto di rimanere a corto di crematori in un futuro non troppo lontano. Secondo le ultime cifre fornite dal ministero della Sanità, nel 2007 i decessi sono stati 1.108.280 - superando ancora una volta le nascite, ferme a 1.089.745 unità - e arriveranno a quota 1,7 milioni già entro il 2040, ben oltre la capacità degli attuali 4.900 crematori attivi nel Paese.

“Material girl” sbarca a Roma

ROMA - È atterrato a Roma, all’aeroporto di Fiumicino, il primo dei tre aerei, compreso un Boeing 747 all cargo con tutti gli strumenti e materiale per la scenografia, che accompagnano lo ‘Sticky and Sweet Tour’ di Madonna. Il volo speciale della popstar, che si esibirà oggi a Roma allo stadio Olimpico nell’unica tappa italiana del tour, è giunto ieri a Ciampino. Sono intanto sbarcate nella Capitale 145 persone appartenenti allo staff.

Amy, prima del concerto 48 bottiglie di whiskey LONDRA - Amy Winehouse colpisce ancora: ha ordinato quarantotto bottiglie del whiskey Jack Daniel’s in vista della sua partecipazione al ’Bestival 2008’, che si svolgerà fino a domenica, nell’isola di Wight. Gli organizzatori del festival britannico considerano eccessiva la richiesta e temono che questa enorme quantità di alcolici possa rovinare l’esibizione della Winehouse, o peggio ancora annullarla.

PAVIA - «La matematica è il fondamento del linguaggio astrologico, che è un linguaggio preciso» dice l’astrologo Marco Pesatori, ospite del festival dei saperi di Pavia, illustrando il rapporto che intercorre tra la sua disciplina e il tema scelto come filo conduttore della kermesse. «La matematica è fondamentale in astrologia, basta pensare alle distanze angolari tra i pianeti nel tema natale, ai sestili, che sono di 60 gradi, alle opposizioni, di 180, al trigono, di 120». C’è poi un aspetto quasi esoterico dove entra in gioco la matematica: «il cerchio, diviso in 12 settori, crea delle strane combinazioni - nota Pesatori - il numero 1, legato all’Ariete, che apre lo zodiaco, rappresenta la vita, il ’big bang’, la potenza, l’apparizione. Se è vero che l’1, energico e solare, è il principio, diventa lecito chiedersi cosa ci sia prima, e il cerchio zodiacale ci dice che c’è il 12, ossia i Pesci, che rappresentano la potenzialità assoluta, l’infinito, l’indeterminato». Allo stesso modo, funzionano gli opposti: «il 6, la Vergine, è l’opposto del 12 e ne rappresenta l’inconscio, l’altro con l’A maiuscola». In astrologia, si rovescia anche il teorema proposto dal premio Strega Paolo Giordano: “per le stelle, i numeri primi non soffrono affatto di solitudine”.


10 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Economia

Potrebbero essere almeno 5 milioni i clienti pronti ad abbandonare i due gestori

Un 2008 nero per le famiglie, lo dice il rapporto Coop sui consumi

Tim e Vodafone nel mirino Per stare meglio bisogna aspettare il 2009 dopo i nuovi piani tariffari ROMA - Scatta la diffida dell’Autorità per le Tlc sui nuovi piani tariffari varati da Tim e Vodafone. L’organismo di vigilanza guidato da Corrado Calabrò ha avvertito i due operatori telefonici che devono adottare tutte le misure necessarie per garantire agli utenti un’informativa trasparente e il diritto di recesso senza penali. Al centro della decisione del Garante, i ritocchi tariffari annunciati ad agosto, su cui la stessa Agcom aveva già avviato un’ispezione, decisa a fare chiarezza sulle modalità di comunicazione scelte dalle due società e sulla completezza delle informazioni. Intanto Altroconsumo prevede che 5 milioni di utenti di telefonia mobile non accetteranno le nuove condizioni e sono pronti a cambiare operatore, mantenendo il vecchio numero. Prima Tim (il 9 settembre) e poi Vodafone (il primo ottobre) faranno partire i rincari e le nuove tariffe annunciate il mese scorso con un sms ai propri clienti: all’aumento di 3 centesimi al minuto per dieci profili tariffari deciso da Tim, Vodafone risponderà con lo scatto alla risposta fisso a 16 centesimi. Ma secondo l’Agcom c’è stato un difetto di trasparenza e comunicazione, che va sanato.

La promessa del commissario Fantozzi

Decollo a novembre per la nuova Alitalia Partito il confronto governo-sindacati Rinviato a lunedì il nodo degli esuberi

ROMA - Procede «positivamente» il confronto tra Governo e sindacati sul piano di salvataggio di Alitalia e riprenderà lunedì con un incontro tra le sigle dei lavoratori e la Compagnia aera italiana (Cai) per affrontare la questione degli esuberi. Lo ha affermato il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, a margine del tavolo al Ministero del Lavoro. E La Nuova Alitalia potrebbe decollare il primo novembre. A dirlo è il commissario straordinario Augusto Fantozzi, che comunque tiene a precisare che «c'è ancora tanta di strada da fare». Intanto il Tribunale ha accertato l'insolvenza della compagnia,

PREZZO RIF 0,88

VAR % P. RIF +0,53

PREZZO ULT 0,85

2.476

2,04

-1,83

2,02

-1,22

2,03

670

11,20

-2,41

11,09

-3,25

11,11

29

5,19

-2,00

5,15

-2,79

5,13

ACOTEL GROUP

107

ACQUE POTABILI

ACEA ACEGAS-APS

70,51

-3,25

71,00

-1,74

71,10

105

2,11

-1,45

2,08

-2,94

2,09

ACSM

16

1,37

-2,64

1,39

-1,14

ACTELIOS

84

6,83

-1,37

6,70

-2,56

6,80

AEDES

1.155

1,12

-7,18

1,13

-3,42

1,13

AEFFE

48

1,32

-1,27

1,34

-0,30

1,32

1

7,84

-6,62

7,84

-6,62

7,84

17

17,99

-0,56

18,01

0,00

18,01

AEGON AEROPORTO FIRENZE AHOLD KON AICON

0

8,85

0,00

8,85

0,00

0,82

-7,09

0,81

-5,51

0,80

15

3,69

-3,93

3,65

-4,72

3,65

ALERION

60

0,67

-2,37

0,68

-1,22

0,69

ALITALIA

0

0,45

0,00

0,45

0,00

0,00

ALLEANZA ASS AMPLIFON ANIMA ANSALDO STS ARENA ASCOPIAVE ASTALDI

0

65,00

0,00

65,00

0,00

0,00

2.193

6,44

-2,59

6,43

-1,47

6,41

45

108,37

-4,01

106,88

-3,66

107,08

2,29

+0,70

2,31

+5,18

1.440

1,19

-1,41

1,18

-1,75

1,19

10,30

-0,63

10,20

-0,47

10,25

491

0,06

-6,70

0,06

-7,96

0,06

87

1,50

-2,66

1,50

-2,54

1,50

256

5,25

-3,46

5,10

-3,98

5,11

ATLANTIA

4.175 2.910

8,66

-3,28

8,65

-2,27

8,66

475

10,72

-4,05

10,59

-3,41

10,59

16

21,35

-4,90

21,24

-4,54

21,20

1.298

5,86

-2,17

5,88

+0,93

5,91

7

80,13

-1,09

80,00

-1,24

80,00

118

4,67

-2,46

4,72

-0,51

4,72

AXA AZIMUT B INTERM-15 CV 1,5% BANCA GENERALI BANCA IFIS BANCA IFIS 04-09 CV BANCA INTERMOBILIARE

17,15

-2,99

17,06

-2,90

35

8,11

-1,42

8,17

+0,18

8,08

1

99,10

-0,20

99,10

-0,20

99,10

20

4,09

-0,90

4,08

-0,61

4,05

BANCA ITALEASE

1.473

5,46

-4,11

5,42

-2,73

5,42

5.292

12,31

-3,96

12,35

-1,07

12,34

34

11,17

-5,34

11,19

-5,28

11,14

12

38,41

-3,71

38,27

-3,92

38,16

BASF BASICNET BASTOGI SPA BAYER

85

1,66

-2,76

1,66

-2,01

1,66

274

0,07

-8,84

0,07

-4,53

0,07

12

52,81

-1,55

52,37

-2,11

52,09

BB BIOTECH

23

56,84

-1,22

56,79

-1,23

56,20

BCA CARIGE

1.232

2,22

-3,28

2,23

-0,58

2,22

TITOLO BNP PARIBAS BOERO BARTOLOMEO

0,00

2,61

-1,47

2,61

-2,03

2,60

-1,06

34,81

+0,69

35,00

BP-10 CV

17

99,63

+0,06

99,59

+0,07

99,67

7,83

-1,63

7,78

-0,90

7,77

D’AMICO

49

0,32

-2,17

0,32

-0,62

0,32

DADA

BULGARI

6,96

DAIMLER

BUONGIORNO

220

0,93

-3,59

0,92

-3,13

0,92

DAMIANI

1.594

13,51

-3,40

13,37

-2,64

13,35

BUZZI UNICEM

CAIRO COMMUNICATION CALTAGIRONE

CAMPARI

737

5,89

-1,74

5,87

-0,89

5,87

0

0,69

0,00

0,69

0,00

0,00

0,78

-0,71

0,79

+0,06

0,79

CARRARO

1,75

-2,72

1,75

-1,91

1,75

CARREFOUR

6,05

-1,79

6,17

+0,33

6,19

CATTOLICA ASS CDC

BCA POP MILANO BCO BILBAO VIZ ARG

4.959

6,83

CELL THERAPEUTICS

79

4,55

-3,02

4,58

-1,10

4,59

2

34,60

-3,24

34,58

-3,30

34,50

717

31,63

-3,74

31,30

-2,58

31,26

18

1,94

-0,41

2,01

+1,47

2,03

674

1,30

-5,47

1,30

-4,92

1,30

2,58

-2,24

2,55

87

3,76

-1,26

3,79

+0,40

3,82

6,33

-3,36

6,38

ESPRINET

471

3,23

-6,95

3,15

-5,21

3,15

-2,97

0,75

-0,61

0,72

EUROFLY

60

0,83

-2,76

0,83

-2,11

0,84

1,12

-4,20

2,31

-4,51

2,31

-3,71

2,30

63

44

11,21

-1,45

11,11

-2,59

11,27 39,47

EUROTECH

160

3,93

-1,53

3,90

-1,16

3,91

EUTELIA

127

0,66

-4,65

0,66

-2,71

0,65

18

0,20

+0,05

0,20

-1,92

0,20

EVEREL GROUP EXPRIVIA

129

1,12

-3,93

1,12

-2,77

1,12

-3,99

12,02

-5,64

12,06

FIAT PRIV

901

7,19

-6,08

7,13

-4,07

7,22

47,77

0,00

47,77

0,00

0,00

FIAT RISP

791

7,12

-7,04

7,05

-3,49

7,07

DATA SERVICE

33

2,06

-2,05

2,02

-2,97

2,02

FIDIA

55

5,40

-1,93

DATALOGIC

34

6,18

-0,91

6,19

-0,31

6,19

FIERA MILANO

77

6,09

-0,73

6,06

-1,16

6,05

DE’LONGHI

43

2,81

-1,09

2,75

-3,35

2,79

FILATURA DI POLLONE

3

0,56

-0,32

0,56

0,00

0,56

DEA CAPITAL

84

1,85

-1,86

1,84

-1,97

1,84

FINARTE CASA D’ASTE

16

0,33

+1,05

0,33

-1,49

0,33

DEUTSCHE BANK

11

56,91

-3,93

57,08

-2,69

57,08

3.607

17,57

-3,30

17,43

-2,29

17,40

DIGITAL BROS DMAIL GROUP DMT DUCATI MOTOR HOLD

6,85

-2,24

6,84

-1,01

16

4,63

-1,53

4,63

-1,28

4,63

1,10

+0,73

1,12

+1,00

1,12

CEMENTIR HOLDING

410

3,97

-4,45

3,93

-3,18

3,93

7

11,24

-3,45

11,20

-3,53

11,20

CENTRALE LATTE TO

11

2,32

+0,30

2,43

+4,98

2,43

EDISON EDISON R

E.ON

-4,84

1,12

12,16

DIASORIN

39,90

-4,11

0

DEUTSCHE TELEKOM

4

1,12

569

46

CEMBRE

-1,64 -4,10

0,73

1,80

DANIELI & C RISP NC

0,75

2,57 6,40

4

17,42

DANONE

-4,92

28

-9,11

6,86

0,74

PREZZO ULT 2,25

-2,50

9,26

-4,99

VAR % P. RIF -0,49

-5,89

2,45

0,73

PREZZO RIF 2,24

1,79

-2,07

168

VAR % P. UFF -2,89

39,47

-0,44

CAMFIN

PREZZO UFF 2,22

875

165

ERGO PREVIDENZA

NR CONTR 72

17,52

6,86

3,71

TITOLO ERG RENEW

-2,29

2,47

4,79

PREZZO ULT 13,70

-6,40

-1,27

-0,80

VAR % P. RIF -2,84

1,79

-2,07

+0,08

PREZZO RIF 13,70

18,08

6,92

3,72

VAR % P. UFF -3,84

60

2,46

4,79

PREZZO UFF 13,76

905

7

-0,62

26

6,41

-3,33

NR CONTR 10

DANIELI & C

69

-1,41

21

14,08

9,30

-2,35

3,72

4.849

-2,31

-3,78

6,97

4,68

CAPE LIVE

-1,15

9,38

-2,97

6

0,00

6,42

123

7,02

34

CALTAGIRONE EDIT

2,37

14,15

RNC

CAD IT

0,00

-4,06

2.431

CSP INT IND CALZE

BUZZI UNICEM

0,00

-0,83

CREDITO VALTELLINESE

389

2,37

6,42

CREDITO ARTIGIANO CRESPI

BREMBO

110,81

14,21

0,00

TITOLO CREDIT AGRICOLE

BRIOSCHI

0,00

BCA PROFILO

4,75%

0,00

PREZZO ULT 60,10

34,68

-0,70

201

25,00

VAR % P. RIF -2,41

25,00

2,40

799

PREZZO RIF 60,24

12

111,27

BCA POP ETRUR-LAZIO

0

VAR % P. UFF -3,51

46

0

BCA POP INTRA

PREZZO UFF 60,73

BONIFICHE FERRARESI

5

BCA MPS

NR CONTR 237

BOLZONI

BCA CARIGE-13CV 1,5% BCA FINNAT

12.073 (-1,37)

27.567 (-2,36)

BCA CARIGE R

BCA POP DI SPOLETO

Giornata da dimenticare per la Borsa di Milano che ha chiuso l’ultima seduta della settimana con gli indici in deciso calo, in scia ai rinnovati timori di crisi che stanno colpendo i principali mercati occidentali. E così mentre i mercati del Vecchio Continente hanno mandato in fumo altri 140 miliardi di euro, che vanno a sommarsi ai 170 bruciati alla vigilia, il Mibtel ha contribuito sul conto perdendo il 2,28% a 21.241 punti. Pesante anche lo S&P/Mib (-2,36% a 27.567 punti). È Stmicroelectronics (-5,67% a 8,15 euro) il peggior titolo di Piazza

17,05

BANCO POPOLARE BANCO SANTANDER

25.766 (-2)

21.241 (-2,28)

2,32

19 1.074

AUTOGRILL SPA AUTOSTRADA TO-MI

ziati». Sul sito anche l’apertura di uno sportello di ascolto dei cittadini e lavoratori. «Apriamo, dunque, una corrispondenza e chi ha in corso un progetto di miglioramento si mostri, ce lo faccia sapere», ha spronato Brunetta. Dunque, niente più premi per il solo fatto «di essere presenti: è il minimo!», ha affermato il ministro spie-

0,00

390

ALITALIA-10 CV 7,5%

lità di incrementare i 2,8 miliardi previsti per il rinnovo come chiedono i sindacati, si è limitato a rispondere che «al momento è così: è quanto stabilito dal Dpef, dal decreto 112 e dalla bozza di finanziaria che abbiamo cominciato a discutere». * PREMI SOLO AI PIÙ BRAVI «La prossima settimana - ha detto il ministro - avremo il regolamento di un concorso per chiedere a tutti gli uffici che hanno un progetto di miglioramento, riduzione costi, soddisfazione del cliente e aumento della produttività di farcelo conoscere. Saranno valutati ed eventualmente finan-

1,39

ALCATEL-LUCENT

ALLIANZ

Il ministro, che ieri ha messo online i primi cento casi di storie di successo delle amministrazioni, ha prospettato un autunno intenso: entro la prima decade di ottobre ci saranno i nuovi dati sull’assenteismo riferiti a settembre («ne vedremo delle belle») e proseguirà la lotta contro gli sprechi: la prossima settimana saranno sempre online i dati sulle consulenze 2007. C’è poi la partita contrattuale. L’auspicio è che il contratto si chiuda entro l’anno così che gli aumenti siano in busta paga dal 2009 inaugurando anche il nuovo meccanismo dei premi. E alle insistenze dei giornalisti sulla possibi-

MIDEX

VAR % P. UFF -2,57

ROMA - Scatta la fase due della riforma della pubblica amministrazione. Dopo il bastone contro i fannulloni - che, comunque, non si ripone perchè i controlli proseguiranno - è il momento della carota, con premi non più a pioggia ma solo ai più bravi e che saranno corrisposti con la contrattazione integrativa. Lo ha detto - in una conferenza stampa - il ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, annunciando anche una stretta sui permessi per assistere i disabili. La normativa, infatti, ha osservato, «nel tempo si è prestata ad abusi infiniti».

ALL STARS

PREZZO UFF 0,86

Stretta nei permessi MannaiaBrunetta sul pubblico impiego

MIBTEL

A2A

NR CONTR 118

come richiesto dall'ex presidente di Alitalia, Aristide Police. Ora, in sostanza, potrà essere presentata la richiesta di autorizzazione per effettuare tutte le procedure burocratiche, compresi i pagamenti di debiti contratti dall'Alitalia prima della sua nomina a commissario.

35% non è in grado di pagare le bollette. Ma ad essere ottimista è il presidente di Coop Italia, Vincenzo Tassinari, che dice: «Lo Tsunami dell’inflazione che ha travolto i consumi è passato e all’orizzonte si intravede una schiarita con un tasso che potrebbe scendere sotto la soglia del 2%, già nel corso del 2009». Nel complesso, spiega lo studio, i consumi resteranno stagnanti nel 2008 con solo una marginale ripresa nel 2009 seguita da un’accelerazione nel 2010 che riporta la dinamica della spesa sui tassi osservati nell’ultimo biennio. In particolare e la maglia nera tra i Paesi europei in termini di perdita del potere d’acquisto va all’Italia, preceduta soltanto dalla Germania, mentre non sono da meno Francia e Spagna.

Il ministro: la norma si è prestata ad abusi infiniti

S&P/MIB

TITOLO A.S. ROMA

Avviato il confronto su Alitalia

MILANO - È uno scenario a tinte fosche quello dipinto dal tradizionale Rapporto Coop su «Consumi e distribuzione» per il 2008, tanto da parlare per la prima volta di crisi globale dell’economia mondiale. Uno scenario questo che andrà comunque migliorando nel corso del prossimo anno con un tasso d’inflazione che scenderà sotto la soglia del 2 per cento. Intanto, però, bisognerà rassegnarsi a un 2008 in rosso caratterizzato da un’ inflazione che viaggia a un ritmo crescente del 4 per cento, da prezzi in forte tensione e consumi in decisa contrazione. Il che si traduce in Italia con il 70% delle famiglie che si sente «povero» e con un numero crescente di nuclei familiari (passati dal 10% al 18%) che dichiarano difficoltà nell’acquisto di generi alimentari, mentre il

FASTWEB FIAT

FINMECCANICA FMR ART’E’

786

19,93

-1,32

19,81

-0,43

19,86

21.413

10,45

-6,20

10,36

-3,07

10,39

2

5,44

6,36

-1,77

-1,47

6,36

-1,96

5,40

6,36

7

11,03

-3,85

10,98

-3,17

10,98

113

14,40

-2,12

14,27

-2,79

14,28

17

3,82

-2,10

3,81

-3,11

3,83

FONDIARIA-SAI R FORTIS

0

9,40

0,00

9,33

0,00

0,00

FRANCE TELECOM

8

19,58

-1,65

19,48

-1,96

19,40

2,47

-0,04

2,49

-0,92

2,49

47

5,93

-4,09

5,89

-4,04

5,91

341

21,10

-2,50

21,16

-0,70

21,19

FONDIARIA-SAI

3.063

18,77

-2,31

18,81

-0,86

18,80

743

12,79

-1,94

12,79

-0,23

12,73

139

1,70

0,00

1,70

+0,06

1,70

FULLSIX

8

2

38,13

-1,12

38,11

-1,01

38,11

GABETTI

80

1,38

-7,51

1,37

-6,31

1,38

1.740

1,31

-1,72

1,31

+0,54

1,31

GAS PLUS

11

7,22

-1,08

7,23

-1,03

7,21

1,40

-0,85

1,40

-0,36

1,40

GDF SUEZ

0

39,05

0,00

39,00

0,00

17

0,00

BCO DESIO BRIA RNC

18

5,23

-3,01

5,32

-1,39

5,35

CERAMICHE RICCHETTI

19

1,59

-3,64

1,60

-3,16

1,60

BCO DESIO BRIANZA

50

5,45

-1,80

5,45

-0,82

5,41

CHL

73

0,28

-2,46

0,28

-2,26

0,28

EEMS

203

2,10

-5,31

2,09

-3,77

2,09

GEFRAN

49

4,28

-3,28

4,42

+1,19

4,35

47

24,89

-1,11

24,64

-2,80

24,64

GEMINA

861

0,86

-0,21

0,85

+1,24

0,85

42

2,00

-2,48

2,03

-0,25

2,02

2

0,77

0,00

0,77

0,00

0,00

10.276

22,21

-3,06

21,95

-3,47

21,94

BCO SARDEGNA RISP

10

14,00

-1,68

14,00

-1,13

14,00

BEGHELLI

40

0,72

-2,35

0,72

-1,33

0,72

CIR-COMP IND RIUNITE CLASS EDITORI

BENETTON GROUP BENI STA 2011 CV2,5% BENI STABILI BIALETTI INDUSTRIE BIESSE BMW

843

7,61

-2,97

7,58

-2,38

7,62

24

90,59

-0,18

90,45

-0,01

90,44

599

0,73

-1,75

0,73

-1,59

0,73

CICCOLELLA

COBRA COFIDE SPA

0,58

COMUNE MI-A2A 09 CV

353

7,85

-3,78

7,87

-0,77

7,89

CR BERGAMASCO

8

27,63

-2,75

27,60

-2,58

27,62

23

0,59

-2,76

0,58

-3,68

CREDEM

33

1,32

-3,29

1,32

-2,37

1,31

EL.EN

2.251

1,68

-2,27

1,67

-1,53

1,68

ELICA

34

4,72

-1,09

3,79

-2,90

3,78

-0,50

3,78

ENEL

9.515

5,99

-3,15

5,91

-2,96

5,92

0,70

-2,16

0,70

-1,59

0,70

ENGINEERING

16

23,33

-0,72

23,31

+0,26

23,31

GEWISS

16.837

20,59

-3,47

20,25

-2,83

20,22

GR EDIT L’ESPRESSO

1,00

-1,86

0,99

-2,02

1,00

ENI

+0,25

4,75

GENERALI ASS

EMAK

30 187

59

4,74

GEMINA RISP PORT NC

8

107,61

-0,95

107,22

-1,18

107,10

34

26,60

-3,94

26,50

-2,43

26,50

ENIA

275

7,04

-1,52

7,00

-2,02

7,00

1.404

6,47

-4,53

6,43

-3,60

6,38

ERG

1.473

12,56

-3,61

12,49

-2,25

12,51

GEOX

1.718

7,86

-4,74

7,78

-3,21

25

3,83

-1,14

3,91

+0,80

3,91

667

1,82

-2,09

1,83

-0,98

1,83

7,76

GRANITIFIANDRE

23

6,19

-0,67

6,26

+0,16

6,15

GREENERGYCAPITAL

13

0,67

-3,50

0,67

-2,90

0,00


il Domani Sabato 6 Settembre 2008 11

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Economia

I dati da uno studio promosso dalla Banca d’Italia

Più soldi solo ai meritevoli In rete le prime 100 eccellenze

Lavoro e figli non vanno d’accordo Lascia il posto una mamma su cinque Va meglio se la neo madre ha lo Stato come datore o se ci sono i nonni

Il ministro della Funzione pubblica Renato Brunetta, che ieri ha messo online i primi cento casi di storie di successo delle amministrazioni, ha prospettato un autunno intenso sul fronte del pubblico impiego

gando che l’obiettivo non era solo la campagna di moralizzazione del lassismo, seppure necessaria, ma ora va premiata la gente che lavora «bene, con coscienza e che fa gli interessi dei cittadini che sono i clienti finali». I premi saranno individuali e d’ufficio. * BASTA ABUSI ASSISTENZA DISABILI Basta con le furbizie

ROMA - Un quinto delle donne lavoratrici in Italia smette di lavorare la nascita del figlio. Lo afferma uno studio della Banca d’Italia dedicato alle decisioni lavorative delle neomadri dopo la nascita di un figlio. I due terzi circa di quelle che abbandonano - secondo lo studio dichiarano di averlo scelto volontariamente, soprattutto per la difficoltà di conciliare vita familiare e lavoro. La partecipazione al mercato del lavoro si riduce significativamente per le neomamme nei primi tre anni di vita del bambino, senza poi aumentare negli anni successivi, segnala la ricerca che studia in particolare le decisioni lavorative delle neomadri nei due anni suc-

consente l’assistenza. «A legge data - ha aggiunto - ci saranno delle precisazioni restrittive, è una norma che si è prestata a contenziosi». Brunetta ha riferito che lo stesso sindacato su questo esprime una valutazione positiva perchè per colpa di qualcuno si rischia di penalizzare le effettive necessità. Le modiche saranno contenute nel collegato al decreto 112 sulla manovra economica. * LA LEGGE 104 La 104 del 1992 è la legge-quadro per «l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate» e si occupa, con le successive integrazione del 2000 e 2001, di tutti gli ambiti di vita dei disabili, dalla nascita all’integrazione scolastica, dai mezzi di trasporto alle agevolazioni per casa e fisco. In particolare, la legge si occupa anche delle astensioni e dei permessi lavorativi retribuiti per i genitori o i parenti di un disabile. Per avere diritto alla norma più diffusa, quella che prevede permessi per tre giorni al mese, è necessario essere in possesso del certificato di handicap con connotazione di gravità. La norma prevede agevolazioni lavorative per i familiari che assistono persone con handicap e per gli stessi lavoratori con disabilità.

nell’avvalersi della legge 104 sull’assistenza ai diversamente abili in sè «meritoria», ha detto il ministro che ha emanato una circolare restrittiva. Obiettivo: migliorare i servizi per i diversamente abili e colpire i furbi, cioè quelli che sfruttano la legge per farsi le vacanze. Tra le restrizioni la limitazione del legame di parentela che

Lavorare fuori casa e fare la madre non sempre riesce

cessivi alla nascita di un figlio. Ma l’ aiuto dei nonni dimezza addirittura il tasso di abbandono e il rischio di essere fuori dal mercato del lavoro. La probabilità di uscita dal mercato del lavoro aumenta significativamente per le mamme sotto i 24 anni e per quelle con un grado di istruzioni inferiore, rileva ancora il Working paper di Bankitalia. Essa

E’ accaduto sull’espresso Lecce-Roma

Cambieranno da zona a zona

BARI - Per l’assenza del personale addetto alla distribuzione delle lenzuola, i passeggeri del treno espresso 956 Lecce-Roma giovedì non hanno potuto usufruire del servizio cuccette, nonostante avessero acquistato il biglietto comprendente questo servizio, e il disservizio è stato comunicato ai viaggiatori solo poco prima della partenza. Lo denuncia la sezione pugliese del Movimento Difesa Cittadini (Mdc), che ha inviato una lettera a Trenitalia chiedendo che vengano adottati provvedimenti disciplinari nei confronti dei responsabili del disservizio. La lettera è stata inviata per conoscenza anche al ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli, e all’assessore regionale della Puglia ai Trasporti, Mario Loizzo. Per il movimento l’episodio «denota un grave disprezzo nei confronti delle esigenze dei viaggiatori».

ROMA - Mentre il prezzo del petrolio continua a scendere, e a pochi giorni dalle nuove polemiche innescate dalle associazioni dei consumatori sul caro-benzina, si fa strada una sorta di ’federalismo’ applicato ai carburanti. Sia Esso che Shell, infatti, hanno varato una nuova politica di prezzi tarata su scala provinciale. Una via che potrebbe dare dei risultati sul fronte della concorrenza, aiutando la discesa dei prezzi. Le due compagnie petrolifere hanno scelto di abbandonare il prezzo consigliato nazionale, cioè il prezzo indicato come riferimento a tutti i gestori della propria rete, passando a un listino provinciale. Benzina e gasolio, quindi, potrebbero avere costi diversi a seconda della provincia in cui è collocata l’area di servizio in cui si fa rifornimento. La decisione di Esso è scattata giovedì. Shell, invece, aveva già deciso da tempo.

Mancano le lenzuola Prezzi dei carburanti Sul treno niente cuccette su base provinciale

NR CONTR 2

PREZZO UFF 0,35

VAR % P. UFF -5,14

PREZZO RIF 0,35

VAR % P. RIF -5,14

PREZZO ULT 0,00

SABAF

35

17,41

+0,25

17,52

+0,45

17,59

SADI SERVIZI INDUSTR

18

1,29

-1,75

1,30

-1,89

1,30

SAES GETTERS

87

14,82

-1,35

15,05

+0,24

14,96

SAES GETTERS RISP NC

48

13,48

-1,42

13,47

-1,09

13,61

TITOLO S.S. LAZIO

MIN Dollaro US

TITOLO GRUPPO COIN GUALA CLOSURES HERA I GRANDI VIAGGI I.M.A

NR CONTR 130

PREZZO UFF 2,89

VAR % P. UFF -1,37

PREZZO RIF 2,89

VAR % P. RIF -1,67

PREZZO ULT 2,90

TITOLO KAITECH

1,4340 153,2900

Sterlina Inglese

0,8054

0,8139

SANOFI

Franco Svizzero

1,5814

1,5919

SAP

1 € = 1,4255 $

NR CONTR 8 101

PREZZO UFF 0,32

VAR % P. UFF -0,71

PREZZO RIF 0,32

VAR % P. RIF -0,40

PREZZO ULT 0,32

TITOLO NAVIGAZ MONTANARI

-0,05

4,28

0,00

4,28

KME GROUP

0,78

-0,94

0,79

-0,33

0,79

NEGRI BOSSI

2,08

-4,19

2,08

KME GROUP RSP

4

1,12

+2,95

1,07

-0,65

1,07

NICE

1,07

-2,36

1,10

L’OREAL

1

68,50

-1,48

68,50

-2,14

68,50

9,4893

11,0950

11,1870

Dollaro Singapore

2,0422

2,0545

241,0200

242,4100

11,3540

11,5100

3,4029

3,4583

SIAS-17 CV 2,625% SIEMENS SMURFIT SISA SNAI SNAM RETE GAS SNIA SNIA 3% CV 2010 SO PA F

NOKIA CORPORATION

NR CONTR 186 77

PREZZO UFF 3,09 0,51

VAR % P. UFF 0,00 -3,80

PREZZO RIF 3,09 0,50

VAR % P. RIF +0,03 -2,00

PREZZO ULT 3,09

+0,48

2,92

STEFANEL RISP NC

-10,54

14,25

STMICROELECTRONICS

0,66

TAS

-2,25

0,82

TELECOM IT MEDIA R

0,00

3,08

TELECOM IT-10 CV1,5%

LOTTOMATICA

1.807

21,11

-0,98

21,09

-0,61

21,05

3.271

1,87

-2,15

1,86

-0,85

1,86

TELECOM ITALIA

245

14,01

-0,38

13,97

-0,20

13,91

0

22,56

0,00

22,56

0,00

0,00

TELECOM ITALIA R

871

1,50

-5,71

1,49

-2,74

1,49

TELEFONICA

LUXOTTICA GROUP

3.238

17,54

-3,35

17,43

-1,40

17,42

0

72,08

0,00

72,08

0,00

0,00

PHILIPS

0

2,60

0,00

2,60

0,00

0,00

PIAGGIO

PERMASTEELISA

0,83

-4,63

0,82

-3,71

0,82

MAIRE TECNIMONT

506

3,21

-4,92

3,19

-4,07

3,20

3.712

3,61

-2,44

3,57

-1,00

3,56

MANAGEMENT E C

32

0,74

-0,67

0,74

-1,20

0,00

PIRELLI E C

2

9,00

0,00

9,00

0,00

0,00

MARCOLIN

42

1,65

-0,06

1,62

-0,61

1,65

PIRELLI E C RISP POR

1.119

7,57

-3,84

7,56

-1,40

7,57

MARIELLA BURANI F.G

249

15,15

-1,14

15,11

-0,86

15,13

MARR

375

5,60

-0,32

5,62

+0,14

5,60

15

4,38

-2,71

4,36

-5,49

4,36

6.624

4,74

-4,24

4,68

-3,57

INDESIT COMPANY RNC

0

7,24

0,00

7,24

0,00

0,00

ING GROEP

4

21,27

+0,95

21,90

+3,94

21,90

MEDIACONTECH

INTEK

7

0,57

+0,14

0,57

-0,35

0,57

MEDIASET S.P.A

PININFARINA SPA

7,17 0,05

-3,00

0,05

-2,60

0,05

0,11

-5,05

0,10

7,00

-4,52

-3,77

0,10

72

0,10

-3,26

0,10

-1,61

0,10

627

6,65

-3,43

6,51

-3,41

6,44

0

87,63

0,00

87,22

0,00

0,00

20

69,53

-3,92

68,85

-3,12

68,58

2

2,20

+2,66

2,20

+2,80

3,57

-2,27

3,58

-1,05

3,58

4,09

-1,52

4,06

-1,77

4,06

57

0,43

-2,00

0,43

-1,55

0,43

1

94,50

+0,52

94,50

+0,52

94,50

55

0,38

-1,70

0,38

-1,54

0,38

32

63,11

-4,23

62,61

-4,53

62,50

136

3,88

-1,67

3,86

-1,40

3,85

2,63

-4,40

2,62

-1,17

TELECOM ITALIA MEDIA

664

3,60

0,00

3,60

0,00

0,00

8,27

-6,13

8,15

-5,67

8,14

140

23,16

+6,19

22,73

+1,75

22,05

4

0,12

-1,79

0,12

-1,79

0,00

18

111,42

+0,07

111,26

-0,04

111,26

9.868

1,05

-3,58

1,04

-2,99

1,04

0,13

-2,75

0,13

-1,77

3.168

169

0,81

-3,83

0,80

-2,47

0,80

0

16,93

0,00

17,02

0,00

0,00 15,78

6,72

-3,08

6,69

-3,19

6,73

TENARIS

9.913

16,17

-5,08

15,81

-4,53

0,45

-5,19

0,45

-2,15

0,45

TERNA

2.326

2,61

-2,03

2,59

-1,71

0,43

-3,34

0,42

-3,60

0,42

1.109

13,66

-3,20

13,68

+0,17

13,74

POLIGRAF. S. F

19

14,83

-1,62

14,80

-1,71

14,80

POLIGRAFICI EDIT

44

0,64

-5,03

0,63

-6,80

0,64

TREVI FIN IND

4,68

POLTRONA FRAU

60

1,13

-3,58

1,13

-0,62

1,13

TREVISAN COMETAL

0,81

-7,94

0,83

-5,68

0,83

MEDIOBANCA

4.757

9,54

-3,93

9,51

-2,34

9,51

PPR

5,74

-0,69

5,76

+0,61

5,75

MEDIOLANUM

2.239

3,06

-1,51

3,09

+1,01

3,07

PREMAFIN FIN HP

13.757

3,75

-2,50

3,73

-0,98

3,73

MEDITERRANEA ACQUE

16

3,25

-1,49

3,23

-3,18

3,25

PREMUDA

1.554

3,42

-2,40

3,40

-1,02

3,40

MELIORBANCA

21

3,16

+0,03

3,17

+0,09

3,17

PRIMA INDUSTRIE

43

0,13

-1,19

0,13

-1,56

0,13

MID INDUSTRY CAPITAL

2

19,00

0,00

19,00

0,00

0,00

PRYSMIAN

0,13

2,59

TISCALI

3.352

1,47

+0,34

1,45

+1,47

1,45

TOD’S

1.687

41,56

-3,53

40,05

-5,90

40,00

TOTAL

0

80,75

0,00

80,75

0,00

0,00

TXT E-SOLUTIONS

127

1,30

-2,84

1,30

-1,06

1,31

UBI BANCA

7

1,29

+0,54

1,29

+0,39

1,29

UNI LAND

137

17,49

-2,27

17,60

-0,14

17,59

UNICREDIT

2.610

16,69

-1,78

16,58

-1,06

16,54

UNICREDIT RSP

15

44,77

-3,66

44,81

-1,36

44,47

1.199

12,84

-4,83

12,87

-1,33

12,82

172

1,68

-5,13

1,66

-3,71

1,66

18

8,80

-2,73

8,66

-3,78

8,81

3.836

14,71

-2,40

14,67

-1,17

14,65

257

1,43

-4,23

1,43

-0,97

1,42

19.896

3,67

-2,78

3,66

-1,77

3,65

77

3,94

-3,69

3,97

-2,41

3,95

1,00

+4,92

1,00

+5,26

0,00

MILANO ASS ORD

1.214

3,33

-3,76

3,32

-1,86

3,32

25

0,38

-2,35

0,39

-2,97

0,39

UNILEVER

1

20,24

+1,81

20,24

+1,47

20,24

226

2,94

-18,32

2,86

-15,82

2,92

MILANO ASS RISP PORT

37

3,46

-1,62

3,45

-1,12

3,43

RCS MEDIAGROUP

378

1,68

-4,66

1,67

-2,28

1,68

UNIPOL

2.291

1,68

-1,47

1,69

-0,18

1,69

IRCE

11

2,47

-3,96

2,44

-5,49

2,44

MIRATO

46

6,97

-1,44

7,00

-0,37

6,98

RCS MEDIAGROUP RSP

115

1,24

-4,60

1,23

-4,51

1,23

UNIPOL PRIV

1.069

1,28

-2,44

1,28

-0,85

1,28

IRIDE

490

1,76

-3,55

1,75

-2,83

1,74

MITTEL

6

3,98

-0,77

4,00

-0,67

3,97

RDB

16

2,89

-1,67

2,94

+0,31

2,84

VIAGGI DEL VENTAGLIO

84

0,36

+0,25

0,36

+0,11

0,36

ISAGRO

107

4,76

-3,35

4,82

+0,75

4,82

MOLMED

7

1,90

-0,16

1,90

-0,26

1,90

RECORDATI ORD

272

4,61

-2,76

4,59

-1,44

4,62

VIANINI INDUSTRIA

2

2,67

-2,05

2,67

-1,22

2,67

0

INVEST SVILUPPO MED IPI

IT HOLDING IT WAY ITALCEMENTI

7

RATTI

0,40

0

69

7

2,63

11.145

220

188

0,00

344 2.316

2.366

PIRELLI&C REAL E

7,00

+7,50

2,93 14,11

-1,99

MAFFEI SPA

26 305 3.248

0,39

-2,08 -10,49

3,08

LVMH

-3,36

37,54

+3,15

STEFANEL

2,92 14,25

0,82

3,56

10,50

0,38

0,50

33 237

0,66

1,89

-1,64

3,95

-0,45

0,17

10,50

0,81

-2,65

-1,82

-1,64

-0,75

-2,17

-2,00

10,50

0,80

3,08

3,56

3,28

5

-2,73

0,83

0,17

-3,42

0,79

0,66

-2,11

-1,68

3,28

116

SORIN

11

-1,46

37,54

-4,13

89,00

40

-3,49

45,95

46,22

-2,14

3,32

-3,34

29

3,57

-1,72

-1,64

37,54

+1,37

PANARIAGROUP

1,91

46,29

1

3,96

OMNIA NETWORK

0,17

8 1.024

89,00

OLIDATA

12

0,00

-2,24

1,40

166

22,97

-3,85

+0,53

1,70

IMM LOMBARDA

1,19

4,02

4,48

IL SOLE 24 ORE

-4,45

25,00

88,32

-0,85

PARMALAT

-3,69

10

-2,80

3,56

1,20

40

-3,09

-3,86

22,99

-3,85

130

1,41

3,56

-5,44

25,00

SOGEFI

1,70

-6,66

1,19

23,27

1

SOPAF 2012 CV3,875%

4,49

3,60

1.097

SOL

-1,13

135

-1,32

10.453

SOCOTHERM

-2,80

LAVORWASH

INTESA SANPAOLO RSP

9,4671

Dollaro HongKong

-3,02

LANDI RENZO

4,02

INVEST E SVILUPPO

SEAT PAGINE GIALLE R

1,40

14,52 14,44

-4,02

INTESA SANPAOLO

8,0102

1,70

-0,80 -2,05

4,02

INTERPUMP GROUP

7,4574

7,9630

4,53

14,59 14,50

-6,13

INTEK R

7,4530

Corona Norvegese

SCHIAPPARELLI

5

-0,45 -5,68

4,07

INDESIT COMPANY

Corona Danese

SAVE SEAT PAGINE GIALLE

3

14,69 14,57

164

2,1456 24,9190

SAT

1.552

70

IMMSI

2,1315 24,7590

SARAS

SOCIETE GENERALE

-1,82

2.163

IMPREGILO

1,5290

Zloty Polacco

-3,55

1.954

IMPREGILO RP

1,5115

Fiorino Ungherese

4,28

-2,93

Dollaro Canadese

Rand Sudafrica

1,08

1,89

1,7705

Corona Svedese

2,12

392

1,7372

SAIPEM SAIPEM RISP CV

SIAS

43

IFI PRIV

IGD

Dollaro Australiano

Corona Ceca

17

IFIL IFIL RISP

SAFILO GROUP

1,4200

Dollaro Neozelandese

1.314

LA DORIA

MAX

150,7100

Yen Giapponese

Affari nell’ultima seduta dell’ottava. Male poi Seat Pg (-4,52% a 0,10 euro) e tra gli industriali Geox (-3,21% a 7,78 euro). Nuova seduta di passione in Borsa per Telecom Italia (-2,99% a 1,03 euro) dove ha rivisto i livelli più bassi degli ultimi dieci anni (gennaio ’98), in scia anche all’andamento penalizzante del comparto europeo delle telecomunicazioni. Tra gli altri titoli del settore poco mossa Fastweb (-0,43% a 19,81 euro), mentre Tiscali è salita dell’1,47% a 1,45 euro.

addirittura triplica per le neomadri che al momento del concepimento lavoravano a tempo determinato, mentre è più bassa per le neomamme che lavorano nel settore pubblico. Ciò è probabilmente dovuto sia all’alto costo-opportunità di abbandono sia alla maggiore flessibilità consentita dall’impiego pubblico, soprattutto in termini di orari.

0,44

-3,59

0,43

MONDADORI EDIT

381

3,76

-3,22

3,74

-1,94

3,74

RENAULT

60,67

0,00

60,67

0,00

0,00

VIANINI LAVORI

14

7

4,70

+0,32

4,65

-0,94

4,65

MONDO TV

32

4,77

-3,52

4,77

-2,47

4,77

RENO DE MEDICI

79

0,27

-1,83

0,27

-2,57

0,27

VITTORIA ASS

2.553

9,94

-2,54

9,98

+0,10

9,97

MONRIF

14

0,71

-1,06

0,71

-0,28

0,71

REPLY

16

21,17

-1,76

21,16

-1,49

21,09

7,72

141

0,43

-4,54

ITALCEMENTI RISP

344

MONTEFIBRE

12

0,44

RETELIT

ITALMOBILIARE

247

47,67

-4,58

47,38

-2,93

47,14

MONTEFIBRE R

29

0,42

-1,35

0,42

-1,68

0,42

RICHARD-GINORI 1735

ITALMOBILIARE RNC

511

35,03

-1,74

35,55

+1,48

35,53

MUNICH RE

5

103,84

-2,60

103,63

-2,80

103,64

62

1,06

-1,03

1,05

-1,41

1,06

MUTUIONLINE

3

4,26

-1,00

4,25

-1,23

4,25

JUVENTUS FC

7,68

-2,98

7,78

+0,80

0,45

-1,65

0,44

-3,19

RISANAMENTO RWE

73

0,52

-2,18

0,52

-2,55

8,74

-2,56

8,66

-0,87

8,66

70

10,42

-2,62

10,41

-2,03

10,48

VITTORIA-16 CV FIX/F

0

268,00

0,00

268,00

0,00

0,00

0,52

VIVENDI

5

25,69

-0,04

25,03

-2,61

25,03

0

0,40

0,00

0,41

0,00

0,00

ZIGNAGO VETRO

9

4,20

-1,57

4,20

-0,69

4,26

551

1,16

-4,78

1,12

-4,67

1,13

ZUCCHI SPA

2

2,41

-0,08

2,41

-0,08

0,00

3

69,02

-1,68

69,32

-0,59

68,00

ZUCCHI SPA RISP NC

0

3,22

0,00

3,22

0,00

0,00


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

12 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani TRIBUNALE DI CATANZARO Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il Cancelliere comunica che il G.E,, dott Giuseppe Cava, nella procedura esecutiva n.290/96 RGE ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto 1: quota di 1/2 di appartamento sito in Badolato, Via Manzoni. In catasto al foglio 26 p.lla 468 sub.6. Prezzo base Euro 11.520,00. Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 29.10.2008. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice contenente domanda di partecipazione in bollo, fotocopia del documento d’identità unitamente ad assegno circolare N.T. intestato a “Tribunale di Catanzaro - procedura n.........” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti l’aumento minimo è fissato in Euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico dell’aggiudicatario. Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di 45 giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla pubblicazione della presente ordinanza nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano “Il Domani” e sulla rivista ASTE. Catanzaro 11.6.2008 °°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il Cancelliere comunica che il G.E,, dott. Luigi Cavallo, nella procedura esecutiva n.66/05 RGE ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: immobile sito in Catanzaro, quartiere Santa Maria, viale Cassiodoro B/8, piano seminterrato, mq.63, in catasto al foglio 74, p.lla 310 sub.9. Prezzo base: Euro 34.545,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 5.11.2008. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice contenente domanda di partecipazione in bollo, fotocopia del documento d’identità unitamente ad assegno circolare N.T. intestato a “Tribunale di Catanzaro - procedura n.........” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti l’aumento minimo è fissato in Euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva. Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di 45 giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla pubblicazione della presente ordinanza nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano “Il Domani” e sulla rivista ASTE. Catanzaro °°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. Cavallo Nella procedura esecutiva n.82/1997 R.G.E. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: lotto n.1 - quota pari a 1/2 di una appartamento sito in Borgia alla località Roccelletta, int.E, con annesso giardino e riportato in catasto al foglio 45 particella 72 sub 5 - prezzo base Euro 15.906,00. Lotto n.2 - quota pari a 1/2 di un appartamento sito in Sorbo San Basile alla località Vaccaro, int.3 e riportato in catasto al foglio 7 particella 61 sub 3 - prezzo base Euro 6.329,00. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritti in cui si trovano sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 5/11/2008 ore 9,30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita e il nome del giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un assegno circolare “non trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. N. 100/1989” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in Euro 500,00 per entrambi i lotti. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art. 498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto.

PROGETTO

A CURA DELLA

Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: www.aste.eugenius.it Il Domani Catanzaro, 28 luglio 2008 °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Ufficio Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’esecuzione, dott. Luigi Cavallo, letti gli atti della procedura esecutiva n.60/84 R.G. Espr. in pregiudizio di …omissis…; letti gli artt.570 e ss. C.p.c. DISPONE la vendita senza incanto, alle modalità seguenti, dei beni assoggettati ad espropriazione e così individuati: Lotto unico: Terreno “Ciulareni‰” in Chiaravalle C.le, identificato in catasto al foglio7, particelle 66, 67, 103, 104, al prezzo base di euro 16.527,00 Gli immobili sono meglio descritti nella relazione di consulenza tecnica consultabile in Cancelleria e che si considererà interamente conosciuta dagli offerenti e dall‚aggiudicatario. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 22.10.2008. Nella medesima data è fissata l‚udienza ex art.569 cpc in mancanza di offerte di acquisto. Ciascun offerente per essere ammesso all‚incanto dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno precedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione in bollo, fotocopia documento d’identità, nonché assegno circolare non trasferibile intestato a TRIBUNALE DI CATANZARO PROCEDURA N. … di importo pari al 10% del prezzo offerto, a titolo di cauzione. In caso di pluralità di offerte l’aumento minimo è fissato in Euro 500,00. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Spese di trasferimento a carico della procedura esecutiva. Catanzaro, Il Giudice Dott. Luigi Cavallo TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 - CPC NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 100/1999 R.E. SI RENDE NOTO Che il giudice dell’esecuzione nella procedura esecutiva n°100/1999 R.E. promossa da XXXXXXX XXXXXXX con ordinanza del 14/05/2008 ha disposto la vendita senza incanto, in più lotti dei seguenti beni immobili nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano PRIMO LOTTO “Terreno con annesso rudere di fabbricato rurale sito nel comune di Lamezia Terme, contrada Maso Piro della frazione Zangarona; sul terreno sono presenti vari alberi di agrumi. Il rudere, insistente sulla particella 557, quasi completamente raso al suolo, è adibito a pollaio. In catasto il Terreno è riportato al foglio di mappa n. 23, particella 557 di are 051 e particella 560/a di are 2,38”. prezzo base d’asta euro. 1.950,75 SECONDO LOTTO “Pezzature di terreno site nel comune di Lamezia Terme, località Suveri della frazione Zangarona, coltivate ad uliveto, tranne che per una porzione della particella 17, ove sono presenti vari alberi di agrumi. Le pezzature sono riportate in catasto al foglio di mappa n. 28, particella 12 are 3.60, particella 15 di are 69,90 particella 16 di are 34,20, particella 37 di are 39,90 e particella 17 di are 7,70 l’estensione totale è di circa mq 15530. prezzo base d’asta eurouro 68.265,00 Gli interessati a presentare offerta di acquisto possono esaminare il bene in vendita chiedendo di accedere all’immobile, previa preventiva comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicati dal combinato disposto ex artt. 519 e 174 cpc. L’immobile sopra indicato e meglio descritto nelle relazioni dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento FISSA La vendita senza incanto per il 15/10/2008 ore 09;30 presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso che la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l’incanto per il 29/10/2008 ore 09;30 al prezzo base d’asta così come sarà determinato, ai sensi dell’art. 568 cpc, in data 15/10/2008 all’esito della vendita senza incanto. Ogni concorrente per essere ammesso all’incanto deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi). All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale). In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l’istanza di partecipazione da presentarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento deve essere depositato l’assegno circolare non trasferibile, intestato a “Poste Italiane S.p.a.” tramite cui effettuare il versamento della cauzione in ragione di un decimo del prezzo base d’asta. In ogni caso le spese di trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. L’offerta di acquisto è irrevocabile, salvo che: il giudice ordini l’incanto, siano decorsi 120 gg dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 14/10/2008 per la vendita senza incanto; e termine fino alle ore 13:00 del 28/10/2008 per la

MEDIATAG

vendita con incanto; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base. Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione. L’aggiudicatario dovrà versare: a) la differenza del prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane S.p.a.” b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo-catastale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria. L’aggiudicatario dovrà provvedere a proprie spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria. Lamezia Terme, 01/07/2008 F.to IL CANCELLIERE C1 °°°°°°°° AVVISO DI VENDITA Procedura n. 15/99 Registro Esecuzioni Immobiliari Il professionista delegato AVV. ALESSANDRO CORTESE, con studio legale in Piazzetta Nicastro n. 18 di Lamezia Terme, nella procedura esecutiva promossa da CARICAL S.p.A (ora Italfondiario S.p.A.), visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 27.02.2008 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; ritenuto necessario fissare, ai sensi dell’art. 591 c.p.c., una nuova vendita dei beni pignorati; visti gli artt. 569 e 576 c.p.c. AVVISA che in data 14 NOVEMBRE 2008, ore 17. presso lo studio legale del professionista delegato, sito in Piazzetta Nicastro n. 18, piano 2°, di Lamezia Terme (Telefono 0968.201407) si procederà alla vendita con incanto dei seguenti immobili: LOTTO UNICO: Appartamento per civile abitazione, facente parte del 2° fabbricato sito in Lamezia Terme alla Via Pitagora traversa, con accesso da Via Marconi, ubicato al piano quarto (sottotetto), int. 5, scala A. Superficie netta di mq 132,35, composto da quattro vani, un ripostiglio, una cucina e due servizi igienici. Identificazione catastale all’U.T.E. del Comune di Lamezia Terme, Sezione di Sambiase: Foglio: 84; particella: 475; sub 8; zona censuaria: 1; categoria: A3; classe: 2; consistenza: 6,5 vani; rendita: euro 352,48. Il bene risulta occupato dai debitori. PREZZO BASE: euro 127.000,00 (euro centoventisettemila/00). Rilancio minimo: euro 6.500,00 (euro seimilacinquecento/00). Per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo dell’importo sopra indicato. I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’Arch. Rosa Viceconte del 18.11.2004, che deve essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La stessa è consultabile presso lo studio del professionista delegato dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle ore 19, previo avviso telefonico, e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Si avvisa, in ogni caso, che la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dal luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. La pubblicità, le modalità di presentazione delle offerte e le condizioni della vendita sono regolate come segue. A norma dell’art. 579 ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art 579, ultimo comma, c.p.c.; le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del 13 NOVEMBRE 2008. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì di ogni settimana, negli orari d’ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; l’offerente dovrà presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente - a pena di inefficacia -: l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto - che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita -, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta ed ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi), oltre a copia di valido documento d’identità dell’offerente e, se necessario a valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione (es. procura speciale o certificato camerale); in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; all’offerta, dovrà essere allegata una fotocopia del documento d’identità, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato - avvocato Alessandro Cortese , a titolo di cauzione, per un importo non inferiore al decimo del prezzo base d’asta come sopra determinato, pena l’inefficacia. Detta somma sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto; l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni eco-

Per informazioni 0961 996802

nomiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al cd. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali delle banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’art. 571, comma 2, c.p.c.; l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571, comma 3, c.p.c.; le modalità di vendita all’incanto sono regolate dagli artt. 581 e seguenti c.p.c.; il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall’aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS spa agenzia di Lamezia Terme; in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. Offerte in aumento di un quinto: a norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte d’acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto, l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al professionista delegato. Lamezia Terme, 30.07.2008 Il Professionista Delegato Avv. Alessandro Cortese °°°°°°°° IL CANCELLIERE DELL’UFFICIO ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI RENDE NOTO Che il giudice dell’esecuzione dott. Alessandro Brancaccio nella procedura di espropriazione immobiliare n. 43/2000 R.E. con provvedimento del 29/5/2008 ha disposto procedersi alla vendita senza incanto del seguente bene: LOTTO UNICO - Quota parte pari a ∏ della piena proprietà di un terreno a destinazione urbanistica sito nel Comune di Lamezia Terme, località Carrà Cola, riportato nel N.C.T. al foglio 49 particella 502 classe 2 are 8,40. PREZZO BASE D’ASTA: Euro 14.700,00 La vendita avrà luogo avanti il giudice dell’esecuzione nell’aula delle pubbliche udienze del Tribunale all’udienza del 5 NOVEMBRE 2008 ore 9,30 e segg.. Ogni offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579 ultimo comma c.p.c. presentano presso la cancelleria entro le ore 13,00 del giorno 4 novembre 2008 dichiarazione in regola con il bollo contenente l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene cui si riferisce l’offerta e di ogni altro elemento utile per la valutazione dell’offerta. Detta dichiarazione, da depositarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento, deve recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale). In caso di dichiarazione presentata da più soggetti deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. All’offerta deve essere allegato assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane S.p.a. tramite cui effettuare il versamento della cauzione in misura non inferiore al decimo del prezzo proposto. L’offerta è irrevocabile salvo che il Giudice ordini l’incanto oppure siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. In caso di offerte di acquisto in misura superiore a una il giudice inviterà gli offerenti comparsi ad una gara sulle offerte medesime. Con il suddetto provvedimento del 29/5/2008 il giudice, nel caso la vendita senza incanto non abbia luogo, ha fissato vendita con incanto per l’udienza del 19 novembre 2008 ore 9,30 e segg. Al prezzo base di Euro 14.700,00 con offerta minima in aumento di Euro 600,00. Ogni offerente, tranne il debitore è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579 ultimo comma c.p.c. presentando presso la cancelleria entro le ore 13,00 del giorno 18 novembre 2008 istanza di partecipazione in regola con il bollo contenente l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto e del bene cui si riferisce l’offerta. Detta istanza da depositarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento, deve recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale). In caso di istanza di partecipazione presentata da più soggetti deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l’istanza deve essere depositato assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane S.p.a. tramite cui effettuare il versamento della cauzione in ragione di un decimo del prezzo base di asta. Con riferimento ad entrambe le vendite l’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione, mediante assegno


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 13 circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane S.p.a.; in mancanza si procederà a norma dell’art. 587 c.p.c... Le spese di trasferimento restano a carico dell’aggiudicatario al quale sono riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. L’immobile è meglio descritto nella relazione di consulenza tecnica consultabile in Cancelleria ed è posto in vendita a corpo e non a misura e nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. Soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento ai sensi dell’art. 586 c.p.c.. Lamezia Terme, 18 luglio 2008 IL CANCELLIERE F.to Bruna Bernardi TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione, Dr. Davide Lauro, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 1/99 promossa da BANCA COMMERCIALE ITALIANA. ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO Unità immobiliare per civile abitazione posta al secondo piano di un fabbricato a tre piani fuori terra sito nel Comune di Stignano contrada Favaco riportato nel N.C.E.U. al foglio di mappa 20 particella 227 sub 7 P2 cat. A/3 classe 2^ vani 4,5 Prezzo base del lotto: Euro 35.100,00 Deposito per cauzione: Euro 3.510,00 Deposito per spese: Euro 5.265,00 L’incanto avverrà, con il prezzo GIA’ RIDOTTO DI 1/5+1/5 E DA RIDURRE DI 1/5+1/5, all’udienza del 02.10.2008 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data — ——alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all’inizio effettivo dell’udienza di, vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: Euro 1.300,00. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il proseguio all’udienza del 02.10.2008. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 02.09.2008 Esatte: Euro 14,62 per bollo - Euro 6,20 per diritti. °°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 182/89 promossa da CARICAL, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: “Diritto di proprietà sui seguenti immobili in Casignana: - terreno in località Palazzi, limitante con strada comunale, composto dalle particelle n. 141-142252-253 del foglio di mappa n.. 14; - fondo rustico in c/da palazzi riportato al catasto alla particella 38 del foglio di mappa n. 14 classato uliveto ma di fatto completamente incolto; - fabbricato rurale attualmente adibito a deposito attrezzi, riportato al foglio di mappa n. 14 particella 6 classata come fabbricato rurale di are 01.40; - terreno riportato al foglio di mappa n. 14, particella 71, are 8.26.90, seminativo ma di fatto pascolo cespugliato, di ha 8.26.90; - terreno riportato al foglio di mappa n. 14, particella 92, are 14,63, classata vigneto ma di fatto completamente incolta quindi da considerarsi pascolo cespugliato, e particella 140, are 4,70 seminativo; - terreni riportati foglio di mappa n. 13 (località Costa delle pecore), particelle 42 e 52; - fabbricato ubicato sulla particella n. 13, foglio di mappa n. 14, a due piani f.1. e seminterrato, in condizioni di abbandono” Prezzo base d’asta: Euro 126.000,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese: 15% del prezzo L’incanto avverrà, con il prezzo sopra indicato, all’udienza del 24.10.2008, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base, eventualmente ribassato; Ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno anteriore all’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base sopraindicato da imputarsi per il 10% a titolo di cauzione e 15% a titolo di spese presuntive di vendita, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari “non trasferibili” intestati all’offerente. L’aggiudicatario dovrà dichiarare la propria residenza ed eleggere domicilio in Locri ai sensi dell’art. 582 c.p.c., posto che in mancanza le notificazioni e le comunicazioni saranno eseguite presso la Cancelleria; L’aggiudicatario, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, dovrà depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 24.1 0.2008 ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICIT A’. Addi, 09 luglio 2008

PROGETTO

A CURA DELLA

TRIBUNALE CIVILE DI PALMI Avviso d’Asta Procedimento di esecuzione immobiliare n.ro 101/02 promosso da: INTESA BC GESTIONE CREDITI Il notaio Maria Tripodi, con studio in Polistena alla via Cavour n.ro 5, delegato dal Giudice dell’Esecuzione Immobiliare con provvedimento del 19 dicembre 2005; Avvisa in data 10 novembre 2008 alle ore dieci e minuti trenta, (10.30), presso i locali dell’intestato Tribunale (aula delle pubbliche udienze denominata Aula Corte di Assise) si procederà alla vendita al pubblico incanto dell’immobile di seguito descritto: LOTTO UNICO: Ubicazione: terreno, ubicato in località “Acquabianca” di Rosarno a circa tre Km dal centro abitato. Consistenza: fondo rustico di ettari 1.63.88, coltivato ad agrumi. Diritto da vendere: intero. Stato di possesso: libero. Vincoli urbanistici: secondo il vigente P.R.G. del Comune di Rosarno il bene ricade in zona “E1” agro coltivato. Servitù attiva di passaggio: il bene gode di servitù di passaggio pedonale e carrabile per l’accesso alla Strada Statale n.ro 281. Servitù passiva di passaggio: il bene è gravato, in favore di altri fondi, da servitù di passaggio pedonale e carrabile per l’accesso alla strada statale n.ro 281. Altre servitù: il bene è gravato, inoltre, da servitù di elettrodotto e metanodotto. Altri vincoli: la parte proprietaria si è obbligata ad assicurare la permanenza dell’agrumeto riconvertito e ristrutturato nel corso dell’anno 1994 ai sensi del regolamento CEE n.ro 2058/88, per un periodo di anni venti dalla riconversione, a provvedere a sue spese al diradamento quando questo si renderà necessario ed a trasmettere tali obblighi ai suoi aventi causa in caso di trasferimento a qualsiasi titolo. Prezzo base d’asta euro 82.217,60 (ottantaduemiladuecentodiciassette/60). Il bene di cui sopra meglio descritto nelle relazioni del C.T.U. agli atti, alle quali si fa espresso rinvio, sarà posto in vendita al prezzo base indicato, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. Le offerte in aumento ammissibili non potranno essere inferiori ad euro 1.000,00 (mille). Ciascun offerente, non oltre le ore dodici (12.00) del giorno precedente l’incanto (Venerdì), dovrà depositare una somma pari al 20% del prezzo base per cauzione con assegno circolare (Banca Antoniana Popolare Veneta filiale di Polistena), intestato al notaio e recante il numero della procedura, da depositarsi presso lo studio di quest’ultimo, unitamente ad apposita domanda di partecipazione all’asta. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 (sessanta) giorni dall’incanto il prezzo dell’aggiudicazione detratta la cauzione versata, a mezzo di assegno circolare “non trasferibile” intestato al notaio e recante il numero della procedura esecutiva. Ulteriori informazioni potranno essere acquisite presso lo studio del Notaio Delegato. Polistena, 25 agosto 2008. Maria Tripodi notaio in Polistena °°°°°°°° Avviso d’Asta Procedimento di esecuzione immobiliare n.ro 126/93 promosso da: CARICAL Il notaio Maria Tripodi, con studio in Polistena alla via Cavour n.ro 5, delegato dal Giudice dell’Esecuzione Immobiliare con provvedimento del 13 dicembre 2005; Avvisa in data 10 novembre 2008 alle ore dieci e minuti trenta, (10.30), presso i locali dell’intestato Tribunale (aula delle pubbliche udienze denominata Aula Corte di Assise) si procederà alla vendita al pubblico incanto dell’immobile di seguito descritto: LOTTO UNICO -In Rizziconi, nel pieno centro edificato in prossimità di tutti i servizi di prima necessità, quindi in una posizione assolutamente favorevole e precisamente alla via Giovanni Verga angolo viale Aldo Moro, fabbricato in cemento armato composto da un piano cantinato di mq. 75 (settantacinque); un piano terra organizzato a livelli sfalzati con cortile retrostante ed un piano primo anch’esso organizzato a livelli sfalzati della superficie complessiva di mq. 185 (centottantacinque) circa, per metà ultimato e per metà in corso di costruzione. Diritti di proprietà pari all’intero. Prezzo base d’asta euro 77.824,00 (settantasettemilaottocentoventiquattro/00). Il bene di cui sopra meglio descritto nelle relazioni del C.T.U. agli atti, alle quali si fa espresso rinvio, sarà posto in vendita al prezzo base indicato, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. Le offerte in aumento ammissibili non potranno essere inferiori ad euro 1.000,00 (mille). Ciascun offerente, non oltre le ore dodici (12.00) del giorno precedente l’incanto (Venerdì), dovrà depositare una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) su due distinti Assegni Circolari “non trasferibili” (Banca Antoniana Popolare Veneta filiale di Polistena), intestati al notaio e recanti il numero della procedura, da depositarsi presso lo studio di quest’ultimo, unitamente ad apposita domanda di partecipazione all’asta. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 (sessanta) giorni dall’incanto il prezzo dell’aggiudicazione detratta la cauzione versata, a mezzo assegno circolare “non trasferibile” intestato al notaio e recante il numero della procedura esecutiva. Ulteriori informazioni potranno essere acquisite presso lo studio del Notaio Delegato. Polistena, 25 agosto 2008. Maria Tripodi notaio in Polistena °°°°°°°° Ufficio Fallimentare Fallimento n.1117/01 Il Curatore del fallimento rende noto che il Giudice Delegato dott.ssa Laura De Rentiis con ordinanza del 31.05.2008 ha disposto la vendita con incan-

MEDIATAG

to dei seguenti beni immobili, che si terrà nella stanza dello stesso Giudice presso il Tribunale Civile di Palmi alla via Roma n. 28 in data 30.10.2008. LOTTO 1: Comune di San Pietro di Caridà, Corso Umberto I - laboratorio per arti e mestieri al piano seminterrato, della superficie commerciale di circa 92,00 m2, identificato nel Catasto Fabbricati al foglio 8 con la particella 660 sub 3 (quota pari a 14/90 dell’intero). LOTTO 2: Comune di San Pietro di Caridà, rione Convento - terreno edificabile della superficie catastale complessiva di 510,00 m2, identificato nel Catasto Terreni al foglio 9 con le particelle 442, 443 e 353 (intero delle particelle 442 e 443, quota pari a 2/3 dell’intero della particella 353). LOTTO 3: Comune di Serrata, località “Tulupa”, Via di nuova apertura - deposito ad una sola elevazione fuori terra, con due corti di pertinenza; il tutto ha una superficie commerciale complessiva di circa 86,00 m2 ed è identificato nel Catasto Fabbricati al foglio 20 con la particella 376 (quota pari a 2/3 dell’intero). LOTTO 4: Comune di Serrata, località “Chiusa” - piccolo fondo rustico, coltivato ad olivo, di are 23.70, identificato nel Catasto Terreni al foglio 24 con la particella 517 (quota pari a 2/3 dell’intero). LOTTO 5: Comune di Laureana di Borrello, Via Strano - deposito al piano seminterrato, della superficie commerciale di circa 316,00 m2, identificato nel Catasto Fabbricati al foglio 27 con la particella 282 sub 12 (quota pari a 2/3 dell’intero). LOTTO 6: Comune di Laureana di Borrello, Via Monte Rosa - autorimessa al piano terra, della superficie commerciale di circa 16,00 m2, identificata nel Catasto Fabbricati al foglio 29 con la particella 695 sub 10 (quota pari a 2/3 dell’intero). LOTTO 7: Comune di Serrata, Via delle Rimembranze - abitazione al piano terra, della superficie commerciale di circa 88,00 m2, con ingresso autonomo, identificata nel Catasto Fabbricati al foglio 20 con la particella 192 sub 4 (usufrutto sull’intero). LOTTO 8: Comune di Serrata, Via delle Rimembranze - appartamento al secondo piano (3° f.t.), della superficie commerciale di circa 254,00 m2, con ingresso autonomo, identificato nel Catasto Fabbricati al foglio 20 con la particella 192 sub 7 (usufrutto sull’intero). 1) i beni saranno posti in vendita, a corpo e non a misura, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, quali risultano dalla perizia di stima del dr Antonio Zinnato, depositata nel fascicolo fallimentare, alla quale si fa integrale riferimento per quanto non disposto nella presente ordinanza; 2) il seguente prezzo base per il lotto 1: euro 4.122,00 (oltre IVA se dovuta), con obbligo di primo rilancio sul prezzo base di euro 50,00; 3) il seguente prezzo base per il lotto 2: euro 30.380,00 (oltre IVA se dovuta), con obbligo di primo rilancio sul prezzo base di euro 200,00; 4) il seguente prezzo base per il lotto 3: euro 15.044,00 (oltre IVA se dovuta), con obbligo di primo rilancio sul prezzo base di euro 100,00; 5) il seguente prezzo base per il lotto 4: euro 5.404,00 (oltre IVA se dovuta), con obbligo di primo rilancio sul prezzo base di euro 50,00; 6) il seguente prezzo base per il lotto 5: euro 54.268,00 oltre IVA se dovuta), con obbligo di primo rilancio sul prezzo base di euro 300,00; 7) il seguente prezzo base per il lotto 6: euro 3.499,00 (oltre IVA se dovuta), con obbligo di primo rilancio sul prezzo base di euro 50,00; 8) il seguente prezzo base per il lotto 7: euro 18.769,00 (oltre IVA se dovuta), con obbligo di primo rilancio sul prezzo base di euro 100,00; 9) il seguente prezzo base per il lotto 8: euro 52.426,00 (oltre IVA se dovuta), con obbligo di primo rilancio sul prezzo base di euro 300,00; 10) coloro che intendono partecipare all’asta, dovranno far pervenire in busta chiusa alla Cancelleria dell’ufficio fallimentare, entro le ore 12.00 del giorno antecedente alla data fissata per la vendita, una dichiarazione sottoscritta contenente: 11) l’impegno irrevocabile ed espresso dell’offerente a partecipare all’asta indetta, a pena di perdita della cauzione in caso di mancata partecipazione 12) alla domanda di ammissione di vendita deve essere allegato, a titolo di deposito per cauzione e spese, un assegno circolare intestato alla Curatela fallimentare per le seguenti somme: - 10% del prezzo offerto a titolo di cauzione; - 15% del prezzo offerto quale somma corrispondente all’ammontare approssimativo delle spese di procedura e di vendita (tra cui l’IVA, quando è dovuta). Tali spese sono, in via presuntiva, ricomprese nel versamento del 15%, pertanto sono fatte salve eventuali successive integrazioni; Per maggiori informazioni rivolgersi presso la Cancelleria Fallimentare o presso il Curatore avv. Marco Aniello Esposito, via N. Pizi n. 23 - Palmi (RC), tel. 0966.24921. TRIBUNALE DI PAOLA AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE CON INCANTO Espropriazione immobiliare N. 295//94 promossa da: BANCA DI ROMA SPA IL DOTT. FILIPPO MAGURNO NOTAIO IN DIAMANTE Delegato, ai sensi dell’art.591 bis cpc, dal Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Paola, con ordinanza delL’1/12/1999, notificata in data 13/12/1999 RENDE NOTO CHE A) Il giorno 1 OTTOBRE 2008 alle ore 12,00 PRESSO IL SUO STUDIO IN DIAMANTE, Corso Vittorio Emanuele - Galleria San Biagio si procederà alla VENDITA CON INCANTO, IN UN UNICO LOTTO, DEGLI IMMOBILI SOTTO DESCRITTI, CON ULTERIORE RIDUZIONE DI UN QUINTO DEL PREZZO BASE D’ASTA. B) Tutte le attività che ai sensi degli artt. 576 e segg. c.p.c. debbono essere compiute in cancelleria o davanti al giudice dell’esecuzione o dal cancelliere o dal giudice dell’esecuzione, saranno effettuate dal Notaio delegato presso il proprio studio in Diamante al Corso Vittorio Emanuele snc. C) Ogni offerente esclusivamente il giorno precedente l’incanto entro le ore 12.00 dovrà presentare la propria domanda di partecipazione, in carta legale con l’indicazione completa dei propri dati anagrafici, codice fiscale e del regime patrimoniale di cui alla legge 151/75, presso lo studio del notaio incaricato e contestualmente depositare il 10% del prezzo base d’asta per cauzione e il 20% del prezzo base per acconto spese presumibili di trasferimento, mediante due distinti assegni circolari intestati al Notaio delegato. Se offerente è una persona fisica dovrà allegare alla domanda fotocopia di un documento

Per informazioni 0961 996802

di identità e del codice fiscale ed estratto per riassunto dell’atto di matrimonio o un certificato di stato libero; se Società o persona giuridica, certificato del registro delle imprese per la verifica dei poteri; se cittadino straniero, non facente parte della Comunità europea, certificato di cittadinanza ed eventualmente permesso o carta di soggiorno per la verifica della condizione di reciprocità. In caso di intervento a mezzo rappresentante volontario si dovrà allegare originale o copia autentica della procura speciale notarile; in caso di avvocato che presenti offerta per persona da nominare, la riserva di nomina dovrà essere effettuata nell’istanza di partecipazione all’incanto. D) Nel termine perentorio di giorni 10 dall’aggiudicazione provvisoria, sarà possibile fare altre offerte di acquisto purchè di importo superiore di almeno 1/6 il prezzo già raggiunto nell’incanto. Tali offerte vanno fatte a norma dell’art. 571 c.p.c. ed alla gara che si aprirà potrà partecipare anche l’aggiudicatario provvisorio senza presentare nuove domande o prestare cauzione. E) L’aggiudicatario definitivo nel termine di giorni 30 dall’aggiudicazione dovrà corrispondere il saldo del prezzo di acquisto dedotta la cauzione già versata nonchè l’eventuale saldo delle spese di cui all’art. 591 bis n.5 cpc. (di registrazione, trascrizione, catastali, cancellazione trascrizioni pignoramenti e iscrizioni ipotecarie, onorario al Notaio) presso il Notaio delegato, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati allo stesso Notaio. In caso di inadempienza, decadrà dal diritto e perderà la cauzione a titolo di multa con l’obbligo di pagare la differenza di cui alla 2^ parte dell’art. 587 cpc. F) L’incanto si svolgerà secondo le modalità di cui all’art. 581 c.p.c. e in caso di asta deserta ogni creditore entro 10 giorni può fare istanza di assegnazione a norma dell’art. 589 c.p.c.. G) Il presente avviso sarà notificato, a mezzo ufficiale giudiziario ai creditori iscritti e non intervenuti ai sensi dell’art. 498 c.p.c..e resterà affisso per tre giorni consecutivi all’albo del Tribunale di Paola e sarà pubblicizzato mediante l’ affissione murale nel comune dove sono ubicati gli immobili e la pubblicazione sulla edizione domenicale de quotidiano “ Il Domani della Calabria”, sul mensile “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it; IMMOBILI IN VENDITA LOTTO UNICO COMUNE DI LONGOBARDI Catasto Terreni del Comune di Fiumefreddo Bruzio Partita 9046 foglio n.49: - particella 420, località Palaserra; are 29.15, seminativo arborato classe 3;r.d. £ 8.745; r.a. 4.955; - particella 421, località Palaserra, are 45.97, seminativo arborato classe 3,r.d. £.13.791, r.a. £.7.814; Partita 9686 foglio n.49: - particella 307, località Salice, are 33.80, uliveto, classe 2 r.d. £.15.210 r.a £18.590; - particella 310, località Salice, are 13.20, querceto, classe 1, r.d. £.4.690, r.a. £.660; - particella 58, località Fiorino, ha. 1.60.20, bosco ceduo, classe 2. r.d. £.8.010, r.a. £.4.806; - particella 419 sub2 porzione di fabbricato rurale, privo di rendita,località Palaserra; - particella 500 (sostituisce la particella 461 per duplicazione) località Palaserra, are 6.40, seminativo arborato, classe 3, r.d. £.1.920, r.a.£.1.088; Partita 11269 foglio n.49: - particella 35 località Palaserra, ha.1.30.70, seminativo arborato, classe 3, r.d. £.39.210, r.a. £.22.219; - particella 423 località Palaserra, are 23.90, seminativo arborato, classe 3, r.d. £.7.170, r.a. £.4.063; - particella 8 località Palaserra, are 14.80, bosco ceduo, classe 3, r.d.£.296, r.a. £.296; - particella 4 località Palaserra, are 1.00; fabbricato rurale, privo di rendita; - particella 6 località Palaserra, are 8.90, classe 1, r.d. £. 1.691, r.a. £. 534. I terreni, incolti, hanno una estensione di circa mq. 46.702,5. Il fabbricato rurale a due piani foglio 49, particella 4, occupa una superficie di mq. 42,00 circa, mentre la porzione di fabbricato rurale, particella 419/2 ha una superficie di mq. 66,00 circa. Entrambi i fabbricati - in stato di abbandono e di stabilità precaria esistono verosimilmente sin dall’impianto del catasto e, pertanto, sono compatibili con le norme urbanistiche vigenti. I terreni ricadono per intero in Z.T.O. “E” (Agricola) secondo gli indici edilizi risultanti dal Certificato di destinazione urbanistica allegato agli atti e rilasciato dal Comune di Longobardi in data 16/07/1999. Tale destinazione urbanistica ad oggi risulta invariata. I beni pignorati risultano essere liberi, non gravati da usufrutto, servitù, vincoli o altre formalità pregiudizievoli per le quali non sia possibile ottenere l’ordine di cancellazione. PREZZO BASE D’ASTA EURO 39.253,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 1.000,00 Gli immobili sono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano e per come meglio descritti nella consulenza tecnica di ufficio redatta a cura del dr. geom. Francesco Fedele che potrà essere consultata presso lo studio del Notaio delegato al quale potranno chiedersi direttamente maggiori informazioni telefonando ai numeri 0985/8176087561) Diamante 28 agosto 2008 Il Notaio Delegato Dott. Filippo Magurno °°°°°°°° AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE CON INCANTO Espropriazione immobiliare N. 14/92 promossa da: INTESA GESTIONE CREDITI SPA IL DOTT. FILIPPO MAGURNO NOTAIO IN DIAMANTE Delegato, ai sensi dell’art.591 bis cpc, dal Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Paola, con ordinanza del 26 ottobre 2005 e notificata in pari data RENDE NOTO CHE A) Il giorno 1 OTTOBRE 2008 alle ore 10,00 PRESSO IL SUO STUDIO IN DIAMANTE, Corso Vittorio Emanuele - Galleria San Biagio si procederà alla VENDITA CON INCANTO IN LOTTI SEPARATI E CON RIDUZIONE DI UN QUINTO DEL PREZZO BASE D’ASTA, DEGLI IMMOBILI SOTTO DESCRITTI. B) Tutte le attività che ai sensi degli artt. 576 e segg. c.p.c. debbono essere compiute in cancelleria o davanti al giudice dell’esecuzione o dal cancelliere o dal giudice dell’esecuzione, saranno effettuate dal Notaio delegato presso il proprio studio in Diamante al Corso Vittorio Emanuele snc. C) Ogni offerente esclusivamente il giorno precedente l’incanto entro le ore 12.00 dovrà presentare la propria domanda di partecipazione,


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

14 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani in carta legale con l’indicazione completa dei propri dati anagrafici, codice fiscale e del regime patrimoniale di cui alla legge 151/75, presso lo studio del notaio incaricato e contestualmente depositare il 10% del prezzo base d’asta per cauzione e il 20% del prezzo base per acconto spese presumibili di trasferimento, mediante due distinti assegni circolari intestati al Notaio delegato. Se offerente è una persona fisica dovrà allegare alla domanda fotocopia di un documento di identità e del codice fiscale ed estratto per riassunto dell’atto di matrimonio o un certificato di stato libero; se Società o persona giuridica, certificato del registro delle imprese per la verifica dei poteri; se cittadino straniero, non facente parte della Comunità europea, certificato di cittadinanza ed eventualmente permesso o carta di soggiorno per la verifica della condizione di reciprocità. In caso di intervento a mezzo rappresentante volontario si dovrà allegare originale o copia autentica della procura speciale notarile; in caso di avvocato che presenti offerta per persona da nominare, la riserva di nomina dovrà essere effettuata nell’istanza di partecipazione all’incanto. D) L’incanto si svolgerà secondo le modalità di cui all’art. 581 c.p.c. e in caso di asta deserta ogni creditore entro 10 giorni può fare istanza di assegnazione a norma dell’art. 589 c.p.c.. E) Nel termine perentorio di giorni 10 dall’aggiudicazione provvisoria, sarà possibile fare altre offerte di acquisto purchè di importo superiore di almeno 1/6 il prezzo già raggiunto nell’incanto. Tali offerte vanno fatte a norma dell’art. 571 c.p.c. ed alla gara che si aprirà potrà partecipare anche l’aggiudicatario provvisorio senza presentare nuove domande o prestare cauzione. F) Il credito azionato dall’Istituto Bancario procedente è un credito fondiario, sicchè, ai sensi dell´art. 41 comma 5 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l´aggiudicatario ha la facoltà di subentrare, senza autorizzazione del Giudice dell’Esecuzione, nel contratto di finanziamento fondiario, purchè entro quindici giorni dalla data di aggiudicazione definitiva (venticinque giorni dall’incanto) paghi al creditore fondiario le rate scadute, gli accessori e le spese; l’aggiudicatario definitivo che non intenda avvalersi della facoltà di subentrare, a norma dell’art. 41 5° della citata legge, nel contratto di finanziamento, dovrà: a) versare direttamente all´Istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni venti dalla data in cui l´aggiudicazione diviene definitiva,la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. b) depositare nel termine di giorni 30 dall’aggiudicazione definitiva presso il Notaio delegato l’eventuale eccedenza del saldo prezzo di aggiudicazione sul credito fondiario, dedotta la cauzione già versata, nonché l´eventuale saldo delle spese di cui all’art. 591 bis n.5 cpc. (di registrazione, trascrizione, catastali, cancellazione trascrizioni pignoramenti e iscrizioni ipotecarie, onorario al Notaio), mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati allo stesso Notaio. In caso di inadempienza, decadrà dal diritto e perderà la cauzione a titolo di multa con l’obbligo di pagare la differenza di cui alla 2^ parte dell’art. 587 cpc. G) E’ data la possibilità, per i partecipanti all’asta, di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70-80% del valore dell’immobile (come stimato nella perizia) a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’iniziativa sono: 1) Banca Monte Paschi di Siena Spa, filiale di Paola (Direzione di Reggio CalabriaSettore Prodotti Retail - viale Calabria Angolo Vico S. Anna,89131 Reggio Calabria, tel. 0965-353465/478/468; 2) Unicredit Banca Spa, Agenzia Unicredit di Cosenza, 127 ang. Tagliamento, Corso Mazzini. I partecipanti alla aste, sono, pertanto, invitati a contattare le sedi delle agenzie o filiali come sopra indicate. H) Il presente avviso sarà notificato, a mezzo ufficiale giudiziario ai creditori iscritti e non intervenuti ai sensi dell’art. 498 c.p.c..e resterà affisso per tre giorni consecutivi all’albo del Tribunale di Paola e sarà pubblicizzato mediante l’ affissione murale nel comune dove sono ubicati gli immobili e la pubblicazione sulla edizione domenicale de quotidiano “ Il Domani della Calabria”, nonchè sul mensile “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it; IMMOBILI IN VENDITA I LOTTO Nel Comune di TORTORA (CS): Complesso turistico-alberghiero in Via Sirimarco,47, composto da n. 7 corpi di fabbrica, realizzati sui lati estremi dell’appezzamento di terreno su cui sorge l’intera struttura immobiliare e al centro del quale è ubicato un ampissimo spazio destinato a verde comune e ritrovo, con annesse piscine e piantumato con alberi di altro fusto. Nel corpo centrale, contraddistinto con il numero “1” sono situati i servizi comuni al complesso turistico(reception, sala ristorante, bar, cucina, camere albergo ecc.); con il numero “2” è indicato il corpo di fabbrica destinato a impianti tecnologici e servizi ed il residence con numerazione delle camere “600”; con il numero “3” è indicato il corpo di fabbrica destinato a residence e suddiviso in quatto lotti, con camere che vanno dalla numerazione “200” a quella “500”; con il numero “4” è indicato il corpo di fabbrica destinato a residence con numerazione delle camere “ 100”; con il numero “5” è indicato il corpo di fabbrica destinato a magazzini; con il numero “6” è indicato il corpo di fabbrica destinato a deposito ed impianti; con il numero “7” è indicato il corpo di fabbrica ancora incompleto. Censito nel N.C.E.U alla partita catastale 1589, in ditta al debitore esecutato, foglio 47, particella n. 177, via Sirimarco 47, piano T-1-2-3-4-1/ST, z.c. 1, Cat. D/2, rendita euro 87.943,00 00. PREZZO BASE D’ASTA EURO 3.645.910,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 10.000,00 II LOTTO Nel Comune di Tortora(CS): Complesso turistico destinato a discoteca all’aperto, in via Sirimarco, attualmente Via Aldo Moro, composto da una pista da ballo, un bar con forno per pizzeria, locale magazzino, un deposito e servizi. La struttura sorge su un unico lotto di terreno della superficie di mq. 3.090, recintato per il suo perimetro da un muro di cinta in muratura con due cancelli di ingresso. Riportato nel N.C.E:U del Comune di Tortora alla partita catastale n. 1588, in ditta al debitore esecutato, foglio 47, part. 105, via Sirimarco, piano T, Z.C. 1, Categ. D/8, rendita euro 2.059. Mentre il suolo su cui insiste la struttura è censito nel N.C.T. al foglio 47, p.lla 105 Ente Urbano. PREZZO BASE D’ASTA EURO 61.680,00 -

PROGETTO

A CURA DELLA

OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 2000,00 In relazione alla legge 47/85 e successive modifiche e integrazioni, risulta - giusta attestato rilasciato dall’Ufficio Tecnico - Area Urbanistica del Comune di Tortora in data 22/02/2008 - che l’intero complesso immobiliare oggetto di vendita è stato realizzato in virtù delle seguenti autorizzazioni rilasciate dal medesimo Ente: 1) nulla osta per esecuzioni di lavori edili n 13/68 del 16/04/1968 e n. 52/70 del 22/12/1970; 2) assenso preliminare per la costruzione rilasciato il 24/6/71; 3) nulla osta per l’esecuzione di lavori edili n. 19/71 del 3/08/71, n.39/73 del 16/06/73, n.44/73, n. 45/73 e n. 46/73 del 13/07/73; 4) concessione per l’esecuzione di lavori edili n. 3767 del 14/06/1989 (pratica edilizia n. 53/89); 5) concessione edilizia gratuita n. 5678 del 27/7/94 (pratica edilizia n.67); 6) autorizzazione edilizia n. 66 (prot. N. 1958 U.T) del 25/07/2000; 7) licenza di agibilità rilasciata il 25 luglio 1973; I beni pignorati sopra descritti, costituenti l’intero complesso turistico- alberghiero sono gestiti da due diversi gestori e non risultano gravati da formalità pregiudizievoli per le quali non sia possibile ottenere l’ordine di cancellazione Essi sono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano e per come meglio descritti nella consulenza tecnica di ufficio redatta a cura dell’Ing. Francesco Cauteruccio che potrà essere consultata presso lo studio del Notaio delegato al quale potranno chiedersi direttamente maggiori informazioni telefonando ai numeri 0985/81760-87561). Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16,30 alle ore 18.30, salvo diverso orario da concordarsi con il Notaio delegato. Diamante lì 28 agosto 2008 IL NOTAIO Dott. Filippo Magurno °°°°°°°° AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE CON INCANTO Espropriazione immobiliare N. 93/95 promossa da: CA.RI.CAL spa (oggi Italfondiario spa) IL DOTT. FILIPPO MAGURNO NOTAIO IN DIAMANTE Delegato, ai sensi dell’art.591 bis cpc, dal Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Paola, con ordinanza dell’11 novembre 2005 e notificata in data 28/11/05 RENDE NOTO CHE A) Il giorno I OTTOBRE 2008 alle ore 11,00 PRESSO IL SUO STUDIO IN DIAMANTE, Corso Vittorio Emanuele - Galleria San Biagio si procederà alla VENDITA CON INCANTO, IN LOTTI SEPARATI E CON RIDUZIONE DI UN QUINTO DEL PREZZO BASE D’ASTA, DEGLI IMMOBILI SOTTO DESCRITTI. B) Tutte le attività che ai sensi degli artt. 576 e segg. c.p.c. debbono essere compiute in cancelleria o davanti al giudice dell’esecuzione o dal cancelliere o dal giudice dell’esecuzione, saranno effettuate dal Notaio delegato presso il proprio studio in Diamante al Corso Vittorio Emanuele snc. C) Ogni offerente esclusivamente il giorno precedente l’incanto entro le ore 12.00 dovrà presentare la propria domanda di partecipazione, in carta legale con l’indicazione completa dei propri dati anagrafici, codice fiscale e del regime patrimoniale di cui alla legge 151/75, presso lo studio del notaio incaricato e contestualmente depositare il 10% del prezzo base d’asta per cauzione e il 20% del prezzo base per acconto spese presumibili di trasferimento, mediante due distinti assegni circolari intestati al Notaio delegato. Se offerente è una persona fisica dovrà allegare alla domanda fotocopia di un documento di identità e del codice fiscale ed estratto per riassunto dell’atto di matrimonio o un certificato di stato libero; se Società o persona giuridica, certificato del registro delle imprese per la verifica dei poteri; se cittadino straniero, non facente parte della Comunità europea, certificato di cittadinanza ed eventualmente permesso o carta di soggiorno per la verifica della condizione di reciprocità. In caso di intervento a mezzo rappresentante volontario si dovrà allegare originale o copia autentica della procura speciale notarile; in caso di avvocato che presenti offerta per persona da nominare, la riserva di nomina dovrà essere effettuata nell’istanza di partecipazione all’incanto. D) L’incanto si svolgerà secondo le modalità di cui all’art. 581 c.p.c. e in caso di asta deserta ogni creditore entro 10 giorni può fare istanza di assegnazione a norma dell’art. 589 c.p.c.. E) Nel termine perentorio di giorni 10 dall’aggiudicazione provvisoria, sarà possibile fare altre offerte di acquisto purchè di importo superiore di almeno 1/6 il prezzo già raggiunto nell’incanto. Tali offerte vanno fatte a norma dell’art. 571 c.p.c. ed alla gara che si aprirà potrà partecipare anche l’aggiudicatario provvisorio senza presentare nuove domande o prestare cauzione. F) Il credito azionato dall’Istituto Bancario procedente è un credito fondiario, sicchè, ai sensi dell´art. 41 comma 5 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l´aggiudicatario ha la facoltà di subentrare, senza autorizzazione del Giudice dell’Esecuzione, nel contratto di finanziamento fondiario, purchè entro quindici giorni dalla data di aggiudicazione definitiva (venticinque giorni dall’incanto) paghi al creditore fondiario le rate scadute, gli accessori e le spese; l’aggiudicatario definitivo che non intenda avvalersi della facoltà di subentrare, a norma dell’art. 41 5° della citata legge, nel contratto di finanziamento, dovrà: a) versare direttamente all´Istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni venti dalla data in cui l´aggiudicazione diviene definitiva,la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. A tal fine l’istituto di credito è invitato a far pervenire, prima dell’asta, presso lo studio del notaio delegato, la nota di precisazione del suo credito, indicante la somma che dovrà essere versata dall’aggiudicatario e le modalità di versamento; b) depositare nel termine di giorni 30 dall’aggiudicazione definitiva presso il Notaio delegato l’eventuale eccedenza del saldo prezzo di aggiudicazione sul credito fondiario, dedotta la cauzione già versata, nonché l´eventuale saldo delle spese di cui all’art. 591 bis n.5 cpc. (di registrazione, trascrizione, catastali, cancellazione trascrizioni pignoramenti e iscrizioni ipotecarie, onorario al Notaio), mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati allo stesso Notaio. In caso di inadempienza, decadrà dal diritto e perderà la cau-

MEDIATAG

zione a titolo di multa con l’obbligo di pagare la differenza di cui alla 2^ parte dell’art. 587 cpc. E’ data la possibilità, per i partecipanti all’asta, di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70-80% del valore dell’immobile (come stimato nella perizia) a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’iniziativa sono: 1) Banca Monte Paschi di Siena Spa, filiale di Paola (Direzione di Reggio CalabriaSettore Prodotti Retail - viale Calabria Angolo Vico S. Anna,89131 Reggio Calabria, tel. 0965-353465/478/468; 2) Unicredit Banca Spa, Agenzia Unicredit di Cosenza, 127 ang. Tagliamento, Corso Mazzini. I partecipanti alla aste, sono, pertanto, invitati a contattare le sedi delle agenzie o filiali come sopra indicate. H) Il presente avviso sarà notificato, a mezzo ufficiale giudiziario ai creditori iscritti e non intervenuti ai sensi dell’art. 498 c.p.c..e resterà affisso per tre giorni consecutivi all’albo del Tribunale di Paola e sarà pubblicizzato mediante l’ affissione murale nel comune dove sono ubicati gli immobili e la pubblicazione sulla edizione domenicale de quotidiano “ Il Domani della Calabria”, nonchè sul mensile “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it; IMMOBILI IN VENDITA Nel Comune di SCALEA (CS) ALLA LOCALITA’ IMPRESA-PERATO: n. 8 unità immobiliari, facenti parte del complesso residenziale denominato “POGGIO FIORITO IV”,a circa m.700 dal mare e dallaSS.18.. I corpi di fabbrica contenenti le suddettunità abitative hanno forma rettangolare con due lati costituenti le facciate principali ed altri due in comune con altre unità a formare delle ville quadrifamiliari. Esse hanno tutte uguali dimensioni di superficie interna e diversa superficie dei giardini. Ogni unità ha un accesso indipendente attraverso il giardino privato. Essi risultano censito nel N.C.E.U del Comune di Scalea alla partita catastale 12246, foglio 17 e precisamente: LOTTO I°: appartamento piano terra e primo di mq. 60, con terrazzo di mq.21 e con corte-giardino, sub 5, di mq.230. Censito in Catasto al foglio 17,part. 415 sub.1-5,Z.C 2,, piano T-1, Cat. A/7,cl.2, vani 5,rendita euro 322,79, località Perato, piano T-1, int. 1 edificio A.In ditta al debitore esecutato per l’intera proprietà.PREZZO BASE D’ASTA EURO 55.580,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 1000,00 LOTTO II°: appartamento piano terra e primo di mq. 60, con terrazzo di mq.21 e con corte-giardino, sub 6, di mq.150. Censito in Catasto al foglio 17,part. 416 sub.2-6,Z.C. 2,, Cat. A/7,cl.2, vani 5 rendita euro 322,79, località Perato, piano T-1, int. 2 edificio F. In ditta al debitore esecutato per l’intera proprietà.PREZZO BASE D’ASTA EURO 49.980,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 1000,00 LOTTO III°: piano terra e primo di mq. 60, con terrazzo di mq. 21 e con corte-giardino, sub 7, di mq.110. Censito in Catasto al foglio 17,part. 416 sub 3 -7, Z.C.2, cat. A/7,cl.2, vani 5, rendita euro 322,79 località Perato, piano T-1, int. 3 edificio F.In ditta al debitore esecutato per l’intera proprietà.PREZZO BASE D’ASTA EURO 47.180,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 1000,00 LOTTO IV°: appartamento piano terra e primo di mq. 60, con terrazzo di mq.21 e con corte-giardino, sub 5, di mq.80. Censito in Catasto al foglio 17,part. 418 sub.1-5, Z.C.2, cat. A/7,cl.2, vani 5, rendita euro 322,79, località Perato, piano T-1, int 1 edificio E. In ditta al debitore esecutato per l’intera proprietà.PREZZO BASE D’ASTA EURO 45.080,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 1000,00 LOTTO V°: appartamento piano terra e primo di mq. 60, con terrazzo di mq.21 e con corte-giardino, sub 6, di mq.85. Censito in Catasto al foglio 17,part. 419 sub2-6, Z.C. 2,, cat. A/7,cl.2, vani 5, rendita 322,79, località Perato, piano T-1 int. 2.In ditta al debitore esecutato per l’intera proprietà.PREZZO BASE D’ASTA EURO 45.430,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 1000,00 LOTTO VI°: appartamento piano terra e primo di mq. 60, con terrazzo di mq.21 e con corte-giardino, sub 7, di mq.130. Censito in Catasto al foglio 17,part. 419 sub.3-7, Z.C.2, cat. A/7,cl.2, vani 5, rendita euro322,79, località Perato, piano T-1, int. 3.In ditta al debitore esecutato per l’intera proprietà.PREZZO BASE D’ASTA EURO 48.580,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 1000,00 LOTTO VII°: appartamento piano terra e primo di mq. 60, con terrazzo di mq.21 e con corte-giardino, sub 5, di mq.85. Censito in Catasto al foglio 17,part. 420 sub.1-5, Z.C. 2, cat. A/7,cl.2, vani 5, rendita euro 322,79, località Perato, piano T-1 int. 1 edificio D. In ditta al debitore esecutato per l’intera proprietà.PREZZO BASE D’ASTA EURO 45.430,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 1000,00 LOTTO VIII°: appartamento piano terra e primo di mq. 60, con terrazzo di mq.21 e con corte-giardino, sub 35, di mq.110. Censito in Catasto al foglio 17,part. 420 sub.3-7, Z.C. 2, cat. A/7,cl.2, vani 5, rendita euro 322,79, località Perato, piano T-1 int. 3 edificio D.In ditta al debitore esecutato per l’intera proprietà.PREZZO BASE D’ASTA EURO 47.180,00 OFFERTA MINIMA DI AUMENTO EURO 1000,00 - Tutte le unità immobiliari costituenti i singoli lotti sono composti da un ingresso-soggiorno, bagno, cucina, camera da letto e terrazzo al piano terra e da una camera da letto matrimoniale ed un bagno al piano primo. I due piani sono collegati da una scala interna.In relazione alla legge 47/85 e successive modifiche e integrazioni, risulta - giusta CTU depositata in attiche l’intero complesso edilizio in cui sono ubicati gli immobili pignorati fa parte di un piano di lottizzazione denominato “Poggio Fiorito”, approvato con Decreto Regionale n. 1784 del 05/08/1980.I singoli edifici sono stati autorizzati con regolare concessione edilizia n. 833 del 18/11/1988 e sono stati costruiti secondo la normativa degli strumenti urbanistici vigente nel comune di Scalea e quindi commerciabili ai sensi della citata legge. I certificati di conformità del Genio Civile di G)

Per informazioni 0961 996802

Cosenza sono stati rilasciati, il primo in data 09/07/1989 prot.11888 ed il secondo in data 06/04/1990 prot.5537. L’attestato di conformità del Sindaco del Comune di Scalea è stato rilasciato in data 21/05/1990. Le singole unità immobiliari sopra descritte, ad eccezione della particella 416 sub 3 risultano concesse in locazione temporanea e gestite dal custode nominato dal Giudice delle Esecuzioni del Tribunale di Paola nella persona del Rag. Francesco Giuseppe Falbo con studio in Paola alla Via Nazionale n. 149 - tel e fax 0982/589717- cui ci si potrà rivolgere per ulteriori informazioni in merito. Le stesse unità immobiliari non risultano gravate da vincoli o altre formalità pregiudizievoli per le quali non sia possibile ottenere l’ordine di cancellazione. Esse sono poste in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano e per come meglio descritte nella consulenza tecnica di ufficio redatta a cura dell’Ing. Liliana Maria Ferraro che potrà essere consultata presso lo studio del Notaio delegato al quale potranno chiedersi direttamente maggiori informazioni telefonando ai numeri 0985/81760-87561). Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16,30 alle ore 18.30, salvo diverso orario da concordarsi con il nominato Custode e con un preavviso di almeno sette giorni. Diamante lì 28 agosto 2008 IL NOTAIO Dott. Filippo Magurno °°°°°°°° - Sezione prima AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE CON INCANTO CAUSA CIVILE R.G.A.C. n.181/1989 La dottoressa Giuseppina GRECO residente in San Lucido (CS) alla Via Strada R, n. 19, viste le ordinanze, di vendita del 20 marzo 2008 emantata dal Sig. Giudice Dott. Antonio Baldassarre e di delega del 14 maggio 2008 emanata dal Signor Giudice Dott. Raffaele Miele, con cui è stata disposta la vendita dei beni immobili per cui è causa civile la n. 181/1989 R.G.A.C. e sono state delegate alla sottoscritta professionista le operazioni di vendita nonché quelle successive all’incanto, ivi comprese le formalità di registrazione, trascrizione e voltura catastale, nonché gli adempimenti di cui all’art.591 bis, per come in ordinanza, RENDE NOTO che il giorno 31 ottobre 2008 alle ore 15.00 presso il proprio Studio sito in San Lucido (CS) alla Via Strada “N” n. 26, si svolgerà l’incanto del terreno ubicato nel Comune di Fuscaldo CS), alla Località Messinetti, della piena proprietà ed in un unico LOTTO: BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO Lotto unico: Terreno sito nel Comune di Fuscaldo Marina (CS), Valle S.Maria nelle adiacenze della Località “Messinetti”, per la superficie complessiva di Ha 2.1240 (escludendo la p.lla 108 b del lotto di terreno per mq 1150 già assegnata con sentenza per come in perizia c.t.u.), distante dal mare mt 150, confinante ad Ovest con la nuova SS. 18 e a Sud con strada comunale per la Contrada Cariglio, sul quale sono state realizzate le seguenti strutture rurali: A) un fabbricato adibito ad abitazione, a due piani di circa 60,00 mq ciascuno; B) corpo di fabbrica di circa mq 22,00 realizzato tra il preesistente fabbricato e quello del punto A);C) corpo di fabbrica preesistente part. 109 ma modificato; D) stalla di mq 31; E) porcilaia di mq. 9,80; F) stalletta di mq 18,00; G)corpo di fabbrica per rimessa di macchine e attrezzi di mq. 20,00; H- L) corpo di fabbrica per fienile di mq 105;00; I) stalla di circa mq 37,00; M) tettoia di mq. 60;00; N) porcilaia di mq. 35;00. Identificato nel Catasto Terreni del Comune di Fuscaldo (CS), foglio 26 p.lle: - 108 (terreno di Ha 1.0030) - 109 (fabbricato rurale Ha 0.0190) - 110 (terreno di Ha 0.9910) - 112 ((terreno di Ha 0.1110, zona ricevuta in permuta nel 1972, come da CTU in atti) Nel P, R. G. del Comune di Fuscaldo (CS) l’area di terreno interessato ricade in zone a diversa destinazione urbanistica, meglio evidenziato nella CTU in atti. Il prezzo base (ridotto di un quinto) è di euro 298.258,94 (Euro duecentonovantottomiladuecentocinquantotto/94) - di cui euro 270.776,00 per terreno ed euro 27.482,94 per strutture agricoleLe offerte in aumento, con primo rilancio obbligatorio, non potranno essere inferiori ad euro 2.000,00 (Euro duemila/00) (provv. del giudice datato 28.05.2008). Ciascun interessato, per poter essere ammesso all’incanto, dovrà presentare presso lo Studio del professionista delegato come sopra indicato, entro dieci giorni prima della data fissata per l’incanto, domanda di partecipazione all’asta e depositare a titolo di cauzione un assegno circolare non trasferibile intestato “ Causa Civile R.G. n. 181/89 - delegato D.ssa G.GRECO” per un importo pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione, unitamente ad ulteriore 10% del prezzo base in conto spese con le medesime modalità. L’aggiudicatario nel termine perentorio di 30 giorni dall’aggiudicazione dovrà versare a mani del professionista delegato il saldo del prezzo di aggiudicazione detratto quanto versato a titolo di cauzione, pena la perdita di tale importo, ed integrare la somma dovuta per spese entro trenta giorni dalla vendita. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura. Maggiori informazioni possono essere fornite dal professionista delegato (tel. 0982-84652). Una copia del presente avviso viene affisso ex primo comma dell’art. 490 c.p.c., altra copia viene pubblicata sul quotidiano IL DOMANI DELLA CALABRIA, sul mensile ASTE di Catanzaro e sul periodico “Il MERCATONE”, mentre sul sito www.aste.eugenius.it vengono pubblicati l’avviso, la perizia a stralcio e l’ordinanza di vendita. L’avviso di vendita è altresì trasmesso alla Cancelleria Civile del Tribunale di Paola (CS) per l’inserimento nel fascicolo d’ufficio. Si pubblichi ai sensi di Legge. San Lucido (CS), 31 luglio 2008 Il professionista delegato Giuseppina Greco- Dottore Commercialista


Pag. 16

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

Sabato 6 Settembre 2008

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

Il governatore mostra il muso duro a contraente generale e Sovrintentenza. «Se non si va avanti la Regione rischia il fallimento»

Cittadella, l’ultimatum di Loiero Siglato in Prefettuta un protocolo d’intesa contro i tentacoli della criminalità sull’opera CATANZARO — La Cittadella va difesa dai tentacoli della criminalità e da ogni pastoia che ne rallenti la corsa. E non ci sono tombe e scavi archeologici (la necropoli magro greca rinvenuta di recente a Germaneto) che possano mandare in fumo il progetto. «Altrimenti, con i 14 miliardi delle vecchie lire l’anno che paghiamo per i fitti la Regione è votata al fallimento». Il presidente della Regione, Agazio Loiero, è chiaro e fermo parlando al neo prefetto Sandro Calvosa. Che ieri alla presenza dei giornalisti riceve il governatore per sottoscrivere insieme (e con il contraente generale “Regione Futura”) il protocollo di intesa per la prevenzione e repressione delle infiltrazioni mafiose nei lavori di realizzazione degli uffici regionali a Germaneto. I termini di tutela della nuova “casa” della Regione li offre per primo il prefetto, alla sua prima firma con il governatore: «E’ un’opera di grande importanza - 62 milioni di euro,

www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

“Ogni anno 14 miliardi di lire per pagare i fitti”

La firma del protocollo in prefettura

ricorda il rappresentante del Governo - e credo si possa dire che con questa intesa (sottoscritta per Regione Futura dal vicepresidente della società, Piero Caselli, ndr) non ci sfuggirà nulla». E infatti - nella logica di continui scambi di informazioni tra società, Prefettura, Regione e “unitamente alle forze dell’ordine” - «monitoreremo costantemente tutte le fasi prescindendo da ogni importo e passando al setaccio

ogni acquisto e ogni nome». Anche Loiero sottolinea lo slancio garantista: «Di solito - scandisce poco prima di sorseggiare un caffè col prefetto - questi accordi vengono siglati da noi, il fatto di essere qui è perciò un grandissimo segno della vocazione di per sé legalitaria di una Regione spesso al centro delle tempeste». Oltre all’aspetto legalitario, Loiero sottolinea altre ragioni per cui non

bisogna mollare su «un’opera di importanza strategica» per la Calabria. C’è intanto il dato oggettivo dei quattrini che ogni anno vanno via dalle casse regionali. In totale 14 miliardi di vecchie lire l’anno che vanno ad alimentare «interessi anch’essi leciti» di palazzinari e affini. Interessi - e qui l’altro dato - «che però devono finire per rompersi in una Calabria che col federalismo fiscale deve stare in competizione con le altre Regioni» e che quindi deve cambiare “in maniera radicale” il suo approccio con la sua spesa storica. Poi, nell’ottica del governatore, si tratta di portare avanti l’idea di Germaneto come punto di raccordo dell’intera Calabria. Perché - viene sottolineato - quell’area centrale della regione diventa punto di riferimento per i bisogni burocratici ma non solo. Di mezzo infatti c’è anche la sanità: «Stiamo costruendo la Cittadella vicino il policlinico universitario, dove abbiamo reparti di ec-

cellenza assoluta», avverte Loiero. Che non risparmia un annuncio scandito tra le righe: «Stiamo rafforzando la chirurgia, anche la chirurgia toracica, e da un anno sottolinea - siamo in trattativa con alcuni professionisti», luminari che potrebbero offrire il loro contributo alla Calabria. Insomma, una buona dose di argomentazioni pro Cittadella che, tra parole distese e confidenziali segnate dal “tu” col prefetto, si sposa al decisionismo di affermazioni che sanno di ultimatum: «Siamo fermi da oltre un anno e - come ho detto al titolare dell’azienda e alla Soprintendenza (alle prese coi reperti magno greci del V secolo avanti Cristo) - laddove vi sono degli scavi che non hanno valore o aree in cui non si trova nulla, si deve costruire. Altrimenti prenderò le mie decisioni». Dunque, «è, sì, importante tenere in considerazione tutto ciò che la storia ci porta indietro». Ma il vento federalista del Nord e le esigenze di frenare i conti pubblici, lascia intendere il governatore, valgon bene (qualche?) passo indietro dal fronte dell’archeologia. Francesco Ciampa

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa

Il prefetto Calvosa: certi Germaneto, tra cultura che non ci sfuggirà nulla e scommessa politica CATANZARO — La Prefettura dovrà monitorare ogni anello della catena e

passare al setaccio ogni nome, ogni società, ogni parte della complessa macchina di appalti e subappalti chiamata a mettere in piedi la Cittadella. A titolo di esempio ci fermiamo al punto 1 del protocollo di intesa siglato ieri mattina in prefettura. Punto in cui è precisato che la Regione Futura Srl, in qualità di contraente generale, dovrà comunicare tempestivamente alla Prefettura tutti i dati relativi a società e imprese, “anche con riferimento ai loro assetti societari”, cui intende affidare l’esecuzione dei lavori o di cui intende avvalersi nell’affidamento di servizi, noli o trasporti. Il monitoraggio dovrà riguardare anche i servizi “per la fornitura di materiali facenti parte integrante del ciclo produttivi o comunque strettamente inerenti ala realizzazione dell’opera”. Ed ecco la vasta gamma di prestazioni che dovranno finire sotto l’occhio vigile della Prefettura tramite conferimento di dati da parte del general contractor. Si va, sempre a mo’ di esempio, dal trasporto di materiale a discarica, allo smaltimento di rifiuti, alla fornitura e/o trasporto terra, alla fornitura e/o trasporto di calcestruzzo, ai servizi di guardianìa dei cantieri. Insomma, raggi x a trecento sessanta gradi. Perché «non dovrà sfuggire nulla», afferma convinto il prefetto Calvosa accogliendo il governatore tra un “tu” amichevole e una tazza di caffè.

CATANZARO — Questa volta la via dell’Istmo tra Jonio e Tirreno di cui parla Aristotele, sembra turbare alquanto il presidente della Regione. Il 30 maggio Loiero aveva dato notizia del ritrovamento archeologico nei pressi dei cantieri della Cittadella solo a margine di una conferenza stampa, dedicata ai bandi per il sostegno all’occupazione. E aveva altresì precisato che «la natura dei ritrovamenti, ancorché di grande rilievo (una necropoli del V secolo a. C.), non pone a rischio il progetto della Cittadella, in quanto tutti i reperti trovati sono delocalizzabili»: si individuava nel 15 settembre la data per l’avvio della palificazione. L’ultimatum di ieri, invece, fa capire che forse le cose non sono tanto semplici, almeno non nei termini perentori presentati a fine maggio ai giornalisti. Comunque vada, si tratterà di salvaguardare al meglio quei tesori dell’archeologia che rappresentano testimonianza viva della civiltà magro greca in Calabria, nella Valle del Corace, tra Skilletion e Terina. Loiero a maggio ipotizzò la creazione di un museo proprio all’interno della Cittadella. Vedremo col tempo cosa succederà, e se, e in che modo, la cultura (e il patrimonio che la simboleggia) andrà di pari passo con lo spirito “funzionale” (oltre che con la scommessa politica) della Cittadella.

f. cia.

f. c.

Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

Cosenza, il comandante della Gdf ha ricevuto il prefetto Fallica COSENZA — A pochi giorni dal suo insediamento, il prefetto della provincia di Cosenza, Melchiorre Fallica, ha visitato ieri mattina il comando provinciale della Guardia di finanza. Dopo gli onori di rito resi da un picchetto in armi della caserma “Domenico Fazio” di viale Sergio Cosmai, il neo-prefetto è stato ricevuto dal colonnello Alessandro Primavera e dagli altri ufficiali del capoluogo cosentino. Nel rivolgergli il saluto di benvenuto - anche a nome di tutto il personale dipendente - «il comandante provinciale ha illustrato al prefetto - si legge in una nota della Gdf - i principali settori d’intervento nei quali gli uomini delle Fiamme gialle sono quotidianamente impegnati. Sono state, in particolare, tratteggiate - prosegue la nota - le linee di azione sviluppate, non solo a contrasto delle frodi fiscali, ma anche nel campo dei finanziamenti pubblici in considerazione dei rilevanti effetti negativi che esse producono sul tessuto economico della provincia cosentina per la mancata realizzazione degli obiettivi di crescita e di occupazione. Sul fronte dell’ordine e della sicurezza pubblica - si apprende ancora nella nota -, l’ufficiale ha poi fatto cenno ai servizi di vigilanza del territorio che, realizzati attraverso il "117" e con l’impiego delle altre componenti specializzate (baschi verdi e unità cinofile), costituiscono un efficace presidio della legalità. Rinnovando l’impegno a proseguire anche per il futuro».

Concessionaria esclusiva di pubblicità tel. 0961.996802 fax 0961.903421-903784 Sede legale: località Serramonda di Marcellinara


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 17

CALABRIA FEDERALISMO

Loiero annaspa davanti alla bozza rimasta in diversi punti inalterata nonostante il faccia a faccia a Catanzaro

Il governatore: deluso da Calderoli Resta il nodo della quantificazione del fabbisogno riferito ai livelli essenziali CATANZARO — «Sì, sono un po’ delu-

so». Il presidente della Regione non nega l’amaro in bocca nel vedere che la bozza sul federalismo - presentata giovedì agli enti locali - non rispecchia lo spirito di apertura manifestato da Calderoli in visita martedì scorso a Catanzaro per il faccia faccia col governatore. «Ho visto la bozza e, dei cinque punti che il ministro aveva accettato, mi pare che non tutti siano entrati», lamenta Loiero incalzato dai giornalisti. Analoghe osservazioni sul Sole 24 Ore: «Non sottovaluto l’attenzione manifestata dal ministro nei confronti delle regioni meridionali, tuttavia - dichiara ieri sul quotidiano economico - alcune delle nostre richieste che Calderoli aveva detto di condividere ancora

oggi non le ritroviamo». «Le Regioni - sostiene Loiero sul Sole riproponendo il concetto alla stampa locale - chiedevano, e io l’ho ribadito martedì al ministro, che si prendesse come termine di riferimento per quantificare il fabbisogno per il finanziamento dei livelli essenziali (sanità, assistenza e istruzione) quello della Regione con maggiore capacità fiscale, ovvero la Lombardia, invece delle media di tre regioni. Ma l’ultima versione del testo non offre risposte limitandosi a dire che si può prendere una, tre o addirittura sei Regioni». «Questa non scelta - osserva Loiero sul Sole - è anche indicativa di un atteggiamento politico. Non vorrei che qualcuno pensasse di poter presentare un decreto manifesto, riservandosi

poi di riempirlo di contenuti, magari non condivisi, in una fase successiva». Parole, quest’ultime, che svaniscono allorché il presidente si intrattiene con la stampa regionale a margine della visita in Prefettura per la firma del protocollo di intesa sulla Cittadella. A Catanzaro, infatti, prevale la diplomazia: «Sì sono un po’deluso, ma forse la nuova bozza non era stata preparata dagli uffici del ministro, o forse ciò fa parte di una strategia: forse è stata presentata la bozza precedente per una modifica alla presenza di tutte le Regioni». Il mistero con ogni probabilità sarà svelato a giorni, quando Loiero sarà a Roma per un nuovo faccia a faccia con il leghista. Francesco Ciampa

SCUOLA Maria Grazia Laganà (Pd) critica il decreto legge voluto dal governo Berlusconi

«Buio per l’istruzione pubblica» ROMA — «E’ forte la preoccupazione che le disposizioni in materia di organizzazione della scuola, previste dal decreto legge n. 112 del 25 giugno 2008», perché «aprono ad uno scenario buio per il futuro della scuola pubblica». E’ quanto dichiara in una nota Maria Grazia Laganà Fortugno (Pd), componente commissione Difesa. «Lo lasciano presagire - prosegue - gli obiettivi e i contenuti dello stesso decreto. Enormi sono i tagli delle risorse finanziarie ed è abbastanza chiaro che l’obiettivo che si vuole raggiungere con questa manovra del governo è quello dello smantellamento della scuola pubblica, che si vuole rendere sempre più povera e sempre più schiava. La misura del governo in carica -sostiene Laganà - sembra puntare esclusivamente a realizzare ingenti economie di spesa. I problemi che ne deriveranno saranno davvero numerosi: classi sovraffollate, chiusura di scuole, notevoli disagi per i socialmente deboli. Qualora il governo non dovesse fermare detti tagli la situazione della scuola sarà davvero drammatica. Come sempre - sottolinea la parlamentare - la scuola continua a pagare un conto che, se da un lato, giustifica l’opera di correzione di qualche spreco registratosi in passato, dall’altro raggiunge severità tanto elevate da rischiare ripercussioni sull’effettiva garanzia del diritto allo studio. Il rischio aumenta ulteriormente nel Sud del Paese, dove la scuola è la sola ancora capace ad aiutare apparati sociali meno fortunati a superare le difficoltà legate ad un certo disagio per via del radicamento storico dei fenome-

ni legati alla criminalità organizzata, alle nuove povertà economiche e culturali, alle minori opportunità. La scuola pubblica - ricorda Laganà - ha sempre garantito i principali valori, che sono condivisi dalla società nazionale. Difendiamo la scuola pubblica, la scuola di tutti e per tutti, come spazio pubblico di confronto in cui convivono ragazze e ragazzi di origine sociale diversa, di razza e religione diverse, insegnanti di differenti culture e idee politiche, perché una scuola dequalificata, con un’offerta formativa povera, perché mancano spazi, laboratori, biblioteche, risorse economiche, insieme all’assenza di altri servizi: trasporti inefficienti, la mancanza di prospettiva di un futuro sicuro e dignitoso per i giovani, rendono i piccoli paesi del Meridione, e della Calabria in particolare, paesi di poveri e anziani, paesi fantasmi, spettri di una società in via di estinzione, dove l’unica a rimanere, pur passando i secoli, sembra essere la famigerata ‘onorata società’. Auspico, pertanto, e mi impegnerò per questo nelle sedi opportune, non solo che vengano rivisti i criteri e i parametri di formazione delle classi, e che venga incrementato il numero degli insegnanti, ma anche che vengano incrementati i trasferimenti da parte dello Stato agli istituti scolastici, in particolare a quelli operanti in territori considerati a rischio, affinché - conclude Laganà - la scuola pubblica possa continuare ad adempiere al compito e al ruolo che la Costituzione le assegna: la promozione dllo sviluppo della persona umana e la difesa dei valori».

UNIVERSITA’ L’eurodeputato Donnici contesta le procedure di ammissione agli atenei

«Test di ingresso: una vergogna» COSENZA — «E’inaccettabile che si continui a criminalizzare solo l’Università di Catanzaro. I test d’ingresso ai nostri atenei sono una vergogna nazionale. Non si selezionano i migliori, ma soltanto i più raccomandati». Durissima la presa di posizione sulle prime risultanze delle prove ai test d’ingresso alle Università italiane da parte dell’eurodeputato Beniamino Donnici (Alde), che annuncia un’interrogazione al Parlamento europeo e chiede l’immediato intervento del Ministro. «Non sappiamo se verrà confermatala la notizia di fonti attendibili che in alcuni Atenei tra i quali l’Università Cattolica di Roma siano stati sequestrati i test e annullate le prove - ha aggiunto Donnici - ma non c’è dubbio alcuno, anche per nostra diretta esperienza, che andrebbero fatte verifiche rigorose dappertutto. In ogni caso, se non si trova una soluzione diversa al problema del numero chiuso, superando questi test fasulli, per il futuro dovremo chiedere la vigilanza dei carabinieri durante le prove». «Ai test per medicina alla Cattolica - ha denunciato Donnici - la stragrande maggioranza dei diplomati di scuola media supe-

Beniamino Donnici

“Siamo fuori dagli standard europei basati sui risultati dei primi anni”

riore col massimo dei voti e curricula eccellenti è stata esclusa, mentre sono stati ammessi candidati che hanno stentato a conseguire il diploma. Sono solo coincidenze? E come si fa a non sentirsi presi in giro quando si legge che per decidere l’ingresso a medicina nelle Università statali si pongono quesiti sui contatori elettrici, sull’erede dello stilista Valentino oppure sulla margotta che per chi non lo sapesse è un innesto botanico. A questo fa da contrappeso il Trasimeno che viene considerato un lago del Lazio anziché nell’Umbria». «La verità amara conclude Donnici - è che siamo fuori dagli standard europei dove la selezione viene fatta sulla base dei risultati dei primi anni di corso ed è indispensabile che di questo tenga conto il progetto di riforma». «Andremo a fondo a queste vicende - annuncia Donnici - perché non è difficile immaginare il grande business che si nasconde dietro questi esami col trucco che hanno trasformato un Paese di eccellenza culturale come l’Italia in un vergognoso raccomandificio in cui la si misura non il merito dello studente ma la potenza del suo protettore».

E il ministro torna all’attacco: ancora cannoni del centralismo ROMA — «Era evidente che alla ripresa dei lavori sarebbero tornati a suonare i cannoni del centralismo e le sirene del falso federalismo, con un unico obiettivo: affossare il federalismo e salvare così le loro poltrone, il loro potere e il loro bottino». Torna sui toni forti il ministro per la Semplificazione normativa, Roberto Calderoli. «Tanto - prosegue il ministro in una nota - basta continuare a ripetere che il federalismo costa o che una zona del paese ne verrebbe penalizzata rispetto alle altre! Ma per portare questi attacchi strumentali utilizzano non il testo di una proposta di legge, e i conti fatti sui relativi articoli, ma un testo usato come base di lavoro, e su cui tutti possono portare le proprie proposte, e su questo vanno a fare questi conti. E persino su articoli di cui si dice chiaramente che il testo è ancora in via di definizione! In particolare - afferma ancora l’esponente leghista - rispetto alla tenuta dei conti, oltre alle misure elaborate dal ministro Tremonti, nel testo sono state inseriti tre articoli di salvaguardia proposti, e subito introdotti, dal ministro Brunetta, per poter realizzare il federalismo che porti ad un riduzione dei costi e conseguentemente, poi, ad una riduzione della pressione fiscale e proprio a riguardo il mio asso nella manico si chiama appunto Renato Brunetta: con lui ho lo certezza che nulla verrà duplicato. E anche la sterile polemica rispetto alla presunta penalizzazione delle grandi città, rispetto al numero dei loro abitanti, non sarebbe neppure nata se si avesse avuto la bontà di attendere la versione definitiva dell’articolo 12, che attribuisce questa maggiore autonomia a tutti i comuni capoluogo delle aree metropolitane indipendentemente dal numero di abitanti, con

Roberto Calderoli

“Solo attacchi strumentali. Il testo vero sarà quello che andrà in Consiglio dei ministri” buona pace di Bari, Venezia e delle altre. Mi spiace - dichiara ancora Calderoli - che un testo su cui lavorare venga utilizzato invece dai vari soggetti di Governo come oggetto di anticipazioni giornalistiche: il testo, quello vero, sarà quello che andrà in Consiglio dei Ministri, per poi andare alla Conferenza unificata. Su quel testo - conclude il ministro - accetterò critiche e rilievi, ma non è corretto sparare su scarabocchi “del luglio”».

RICERCAPERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

SPA

RICERCA PER LA ZONA DI CATANZARO E PROVINCIA

NR. 3 AGENTI PUBBLICITARI/AMBOSESSO PER LA VENDITA DI SPAZI PUBBLICITARI SUI MEZZI IN CONCESSIONE: IL DOMANI DELLA CALABRIA, QUIECONOMIA, ASTEINFOAPPALTI, PROGETTO CALABRIACITY SI RICHIEDE: DISPONIBILITÀ IMMEDIATA PROVENIENZA DAL SETTORE TITOLO DI STUDIO SUPERIORE. ETÀ MAX 35 ANNI

OFFRESI:

ZONA E PORTAFOGLIO CONSOLIDATO ALIQUOTE PROVVIGIONALI DI SICURO INTERESSE INQUADRAMENTO DI LEGGE ( ENASARCO) ANTICIPI PROVVIGIONALI MENSILI COMMISURATI ALLE EFFETTIVE CAPACITA‚ DEL CANDIDATO

SOLO SE INTERESSATI INVIARE CURRICULUM VITAE AL NR. 0961/903421 E TELEFONARE AL NUMERO 0961.996802 ATTENDERE E COMPORRE IL 4 DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 12.00, CHIEDERE DELLA SIGNORA GIULIA, PER FISSARE L’APPUNTAMENTO SELETTIVO. ASTENERSI PERDITEMPO. LE SELEZIONI SARANNO GESTITE DIRETTAMENTE DALL’AZIENDA.


18 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA L’assessore Vincenzo Spaziante risponde alla Cgil chiedendo collaborazione per il rilancio del settore. «Basta chiusure»

«Sanità, un malato che ha bisogno di tutti» «Non giochiamo a scaricare le responsabilità sugli operatori con meriti» CATANZARO — «Desta francamente

stupore la presa di posizione dei dirigenti regionali della Funzione pubblica della Cgil, sindacato con cui vogliamo continuare ad avere un rapporto fattivo e di collaborazione piena, convinti come siamo che di fronte alle tante emergenze storiche della sanità calabrese siano necessarie un’azione corale e la collaborazione di tutti i soggetti che operano nel settore, che devono raccordarsi con le esigenze e i bisogni, che vanno privilegiati, che vengono dai cittadini e dalla società calabrese». Lo afferma in una nota l’assessore regionale alla Sanità, Vincenzo Spaziente. «Com’è noto - prosegue -, il Piano sanitario è in discussione al Consiglio regionale che ha previsto nella sua sovranità, anche per le urgenze ripetutamente evidenziate dal presidente Loiero, la sua approvazione in tempi rapidissimi. Questo, in una stagione che ci vede impegnati a sostenere una dura battaglia diretta a evitare che il disegno di riforma federalista ci penalizzi ingiustificatamente. Il Piano sanitario - sottolinea Spaziante - pone le basi per l’integrazione socio-sanitaria nella logica sposata dal governo regionale, che s’ispira ai più moderni principi assistenziali e vuol dar vita in Calabria ad una sanità che affronta i problemi e li risolve. In questo quadro, si sta già ora concretamente lavorando a migliorarlo per meglio coordinare i momenti di assistenza socio-sanitaria, proprio perché sociale e sanitario siano in perfetta continuità, come ci pare chieda anche la Cgil. Stiamo lavorando col convincimento di dover riconoscere al territorio ed ai suoi soggetti sociali una funzione strategica nell’individuazione di bisogni e risposte. A questo sforzo saranno chiamati a operare, sia in sede di elaborazione che nella sua attuazione, enti locali, associazioni sociali e di categoria; operatori sanitari prima di tutto. Le preoccupazioni della Cgil, che chiede un attento controllo sull’attuazione del Piano, corrispondono - secondo Spaziante esattamente alla nostre preoccupazioni, che abbiamo peraltro già espresso in diverse occasioni. Non mi pare si possa sostenere che giochiamo a scaricare le responsabilità sulle categorie che operano meritoriamente, spesso in modo eccellente, nella sanità assumendo sulle proprie spalle fatica, sforzi e responsabilità. Abbiamo individuato, quando è sembrato necessario e nella speranza di ridurre i rischi a zero per il futuro, fatti particolari che vanno valutati con le garanzie a cui tutti hanno diritto. Nient’altro. I sindacati sanno quanto sia difficile e drammatica la situazione che abbiamo ereditato e che ora tutti insieme dobbiamo fronteggiare. Siamo fortemente condizionati dalla scarsezza delle risorse e dal debito pregresso che ri-

CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA Il Consiglio regionale, la Conferenza dei Presidenti dei Gruppi, l’Ufficio di Presidenza e il Presidente del consiglio regionale, partecipano al dolore che ha colpito il consigliere regionale Antonio Pizzini per la scomparsa della sorella

SILVIA Reggio Calabria, 05.09.2008

I segretari della Cgil Veraldi e Mammoliti ribattono a Spaziante e al capogruppo Pd, Adamo

«Le riforme non sono più rinviabili»

Vincenzo Spaziante

“Lavoriamo per certificare i debiti” schia di ridurre le nostre possibilità. Vanno bloccati sprechi - avverte l’assessore - e fatte scelte razionali. E’ il nostro impegno. Voglio sottolineare che proprio su questo versante, che condiziona tutto il resto, stiamo lavorando impegnandoci come mai era accaduto in passato. Per fare l’inventario finalmente certo dei debiti accumulati nella sanità nel corso di tanti anni stiamo lavorando senza spasimo. Fino a qualche settimana fa, i sindacati lo ricorderanno certamente anche se di questo non c’è traccia nel documento della Cgil, era convincimento comune che mai e poi mai si sarebbe riusciti a portare a termine questo processo di accertamento finanziario che, ripeto, condiziona tutto il resto. Di tutto questo siamo consapevoli. Per capire quanto fosse grave la situazione non abbiamo aspettato i lavori della Commissione Serra-Riccio, il cui prezioso contributo si muove in un alveo che avevamo già individuato e che ora ci stiamo sforzando di percorrere: con tutte le difficoltà e le resistenze che sono facilmente immaginabili. Non a caso - rimarca Spaziante l’emergenza assistenziale è stato uno dei grandi filoni su cui s’è mosso l’assessorato, un’emergenza tutta da costruire sulla base dei bisogni effettivi, verificati attraverso le competenze specifiche e professionali degli operatori sociosanitari. La sanità è un grande malato che ha bisogno di tutti. Non servono le condanne generiche né la confusione né, tantomeno, le chiusure. Per questo - conclude l’assessore - Giunta regionale e assessorato continueranno a ricercare condivisione, confronto e collaborazione con tutte le energie disponibili a portare avanti questa grande battaglia di civiltà che è il risanamento del settore».

CATANZARO — «Riscontriamo con apprezzamento, rispetto alla nostra azione di denuncia, la disponibilità dell’assessore Spaziante, che verificheremo nel merito e dichiariamo fin da ora la nostra disponibilità a contribuire al miglioramento dell’assistenza sanitaria nella nostra regione, dispiegando una forte azione concertativa». Pronta la replica a Spaziante dai segretari della Cgil Luigi Veraldi e Raffaele Mammoliti. «Nel frattempo - dichiarano i sindacalisti in una nota - ricordiamo al Capogruppo del Consiglio regionale del Pd (Adamo, ndr) che l’attuale governo è ormai in carica da 3 anni e che ad oggi possiamo contare solo su una elaborazione politica ferma alla proposta di Piano sanitario approvata dalla Giunta regionale e nel mentre, non abbiamo alcuna notizia in merito all’attività di manutenzione dello stesso testo a cura della competente Commissione consiliare e né abbiamo certezze sugli esiti della trattazione in Consiglio regionale: visto che, in materia ed in più occasioni la discussione è stata rinviata e con essa anche la conseguente decisione. Prendiamo atto per come viene riferito dal capogruppo del Pd che la Commissione ha già programmato le audizioni, anche se rimane comunque il dubbio se le stesse riguarderanno il Piano sanitario o il Piano degli interventi e dei Servizi sociali. La Cgil - prosegue la nota - non mancherà, come sempre, di dare il proprio contributo a difesa di

L’assessorato regionale alla Tutela della salute

“Il federalismo lo si affronti con la buona politica” interessi generali e trasparenti rivendicando pertanto un Sistema Sanitario Regionale più efficiente, più integrato, più adeguato e possibilmente più pubblico. Conosce il capogruppo del Pd, come ha potuto verificare in tantissimi anni della sua attiva presenza in Consiglio regionale e nel Governo Regionale, la serietà e la capacità di denuncia e di proposta della Cgil regionale. Siamo sicuri che il capogruppo del Con-

siglio regionale del Pd favorirà al massimo il coinvolgimento e la partecipazione per costruire quel consenso necessario che serve per rendere efficaci le scelte di ammodernamento “riformista” che non sono più rinviabili. Infine esprimiamo la nostra forte preoccupazione per la stagione della riforma federalista che rischia di penalizzarci ulteriormente e che deve essere affrontata con la pratica della buona politica e delle scelte oculate, con la capacità di programmare e di spendere bene le risorse per realizzare obiettivi strategici di sviluppo e non certo per raggiungere target di spesa, come ancora oggi, purtroppo, si continua allegramente a fare».

L’Ugl Sanità bacchetta le aziende sanitarie: «Inutili duplicazioni dei servizi. Colpi di mano prima del Psr»

«Asp fuori dalle politiche di contenimento» CATANZARO — «Siamo alle soglie di un’importante riforma del sistema regionale sanitario. La discussione sul Psr prosegue lesta ed è auspicabile che in tempi brevi il Consiglio regionale approvi questo strumento da consegnare alle direzioni generali delle Asp e delle Ao per una pianificazione improntata alla razionalizzazione e al contenimento dei costi. Ma purtroppo - è detto in una nota della segreteria regionale Ugl Sanità e del segretario regionale vicario, Giuseppe Romano - come al solito, le direzioni generali delle Asp stanno cercando di varare assetti organizzativi fondendo i vari atti aziendali delle disciolte Aziende sanitarie, senza alcun riguardo al richiamo dettato dalla politica di contenimento dei costi e di

Poste Italiane, vento di sciopero

Sergio Franco (Cgil): «Tagli selvaggi» Le segreterie nazionali dei sindacati Slp Cisl, Failp Cisal e Ugl Com hanno proclamato una prima azione di sciopero delle prestazioni straordinarie di tutti i lavoratori di Poste Italiane da lunedì 8 settembre a martedì 7 ottobre. «Questa grave decisione chiarisce Sergio Franco segretario regionale del Slp Cisl - giunge al termine di un lungo periodo nel quale l’Azienda si è ostinata, tra l’altro, a non dare risposte alle rivendicazioni riguardanti le difficili condizioni di lavoro nei settori Recapito e Sportelleria, ma Poste è sorda ed arrogante e nega l’esistenza delle criticità nei servizi erogati al pubblico. Non condividiamo - prosegue il sidnacalista la politica aziendale, esplicitata nel recente Piano industriale, rinunciataria, poco ambiziosa, con strategie mirate solo allo status quo, tesa solo a chiudere strutture - da noi le Filiali di Castrovillari e Locri, con un centinaio di quadri ed operatori a rischio - e taglio selvaggio di altri posti di lavoro».

“Non scordiamo di considerare il federalismo” inutili duplicazioni (o triplicazioni) di servizi sanitari ed amministrativi. Questo colpo di mano che le direzioni delle Asp regionali stanno portando avanti, prima dell’adozione della nuova legge di Psr, va esattamente contro il dettato normativo della Legge regionale n. 9/2007 dove al comma 4 dell’art. 7 prevede che i precedenti atti aziendali adottati dalla Giunta regionale restano in vigore, per quanto applicabili, per non oltre sei mesi dall’insediamento dei nuovi organi delle Asp. Secondo il decreto legge 502/92“Sono organi dell’azienda il direttore generale e il collegio sindacale”. I direttori generali delle Asp sono stati nominati dalla Giunta regionale a gennaio di quest’anno e pertanto il termine dei sei mesi fissato dalla normativa è abbondamente scaduto. Non dobbiamo dimenticare - avvertono dall’Ugl che dobbiamo fare i conti con il federalismo che di fatto azzera il sistema sanitario concepito come universale ed unitario e lo porta verso una pluriframmentazione di tanti “sistemi sanitari”. La scelta federalista si scontra, a seconda della regione, con i due principi che sono la sussidiarietà ed il welfare. Il primo principio garantisce il controllo dei singoli nei riguardi dell’autorità so-

vraordinata; tanto più il potere di partecipazione del cittadino alla spesa sanitaria della regione è forte tanto maggiore sarà il valore che otterrà in servizi da parte dei Comuni, Province, Regioni e Ssr. Nel caso, invece, del welfare la nostra regione si troverà in affanno in quanto dovremo rispondere alle seguenti domande: come garantire un’assistenza adeguata per il crescente numero di anziani non autosufficienti? Quale Sistema Sanitario atto a soddisfare i bisogni mettiamo in piedi? Come conciliare vita familiare e vita professionale? Quali politiche per le giovani generazioni? Quali aiuti concreti possono ottenere le famiglie? Come promuovere la “prossimità” e combattere l’esclusione da isolamento? Se non saremo pronti con delle pesanti riforme strutturali nel campo delle salute - avvertono dal sindacato - perderemo la sfida che ci permetterà di rinascere come regione pronta a confrontarsi con le altre su un piano di parità e di capacita tecnica, economica e culturale. L’Ugl invita il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero e l’assessore Spaziante a vigilare sulle Asp affinché non si ipotizzino assetti organizzativi retaggio di passati atti aziendali prima della nuova legge di Psr. Solo con il nuovo Psr si potranno adottare atti aziendali che vanno verso il soddisfacimento dei bisogni essenziali di assistenza dei cittadini nel rispetto del federalismo e di proiettarci verso una la vera regione facente parte dell’Europa unita».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 19

CALABRIA ROCCELLA JONICA

In manette è finito il 69enne Domenico Femia

Scoperto dai carabinieri l’ennesimo bunker ROCCELLA JONICA — Si è conclusa con un provvedimento di arresto domiciliare l’operazione condotta a Roccella Jonica, in contrada Calcinara, dai carabinieri e che ha portato alla scoperta di un bunker. I militari hanno effettuato una perquisizione domiciliare in un complesso residenziale costituito da più abitazioni di proprietà di Domenico Femia, 69 anni, di Marina di Gioiosa Jonica, pensionato, noto alle forze dell’ordine, legato da vincoli di parentela con il latitante Salvatore Coluccio, 41 anni, ricercato per associazione mafiosa e stupefacenti, inserito nell’elenco dei 100 catturandi più pericolosi per fatti di criminalità organizzata e altri gravi delitti. Durante la perquisizione i carabinieri hanno rinvenuto “un bunker in perfetto stato di manutenzione, costituito da un vano dell’ampiezza 1,50 metri di larghezza per 2,5 metri di lunghezza per 2,5 metri di altezza, ricavato dietro la parete di un locale adibito a dispensa, sito al pianterreno dietro al vano cucina. Al manufatto, dotato di corrente elettrica e di impianto d’illuminazione e aerazione, con all’interno una branda e un materasso, si poteva accedere attraverso l’azionamento di un congegno meccanico costituito da un cavo d’acciaio che, scorrendo su delle apposite guide, consentiva dal bagno poco distante di comandare a distanza l’apertura a scatto della serratura”. I militari dell’Arma proseguendo nella perquisizione, all’interno della camera da letto hanno trovato, dietro una finta presa elettrica a muro, una pistola semiautomatica marca Beretta, modello 70, con matricola abrasa, calibro 7,65, perfettamente funzionante, completa di due serbatoi della capacità di otto colpi ciascuno e complessivamente di 31 cartucce. Domenico Femia è stato quindi arrestato per detenzione illegale di arma comune da sparo e successivamente posto agli arresti domiciliari dal pm della Procura di Locri, considerati lo stato di salute e l’età avanzata. CROTONE — Il Nucleo investigativo

di polizia forestale e ambientale di Crotone, congiuntamente ai reparti dei Comandi stazione forestali di Petilia Policastro, Santa Severina e Cotronei hanno arrestato cinque persone, colte in flagranza di reato, intente a tagliare e a trafugare nel contempo il relativo materiale legnoso. In particolare si tratta di tre italiani (uno di Mesoraca e due di Petilia Policastro) e due rumeni alle dipendenze degli stessi, già noti agli uomini del Cfs, per episodi analoghi, identificati in: M. M. di anni 36 di Mesoraca di professione, allevatore; V. G. di anni 56 di Petilia Policastro, coniugato, allevatore; N. A. di anni 50 di Petilia Policastro; B. IL, nato a Rachitoasa (Romania) di anni 22 domiciliato a Petilia Policastro presso l’ovile di V. G.; L N., nato a Pudu Turcului (Romania) di anni 22, domiciliato a Mesoraca. Gli investigatori del Cfs, avendo notato delle tracce impresse di recente sul terreno di un autocarro, si sono diretti verso la località “Cugno di Marco”, dove si stavano verificando i furti, infatti venivano subito individuate, bloccate e identificate i cinque. Sul posto vi era anche l’autocarro che veniva utilizzato per il trasporto della legna tagliata e un camion. Gli autori dei furti, all’atto dell’arresto, munite di tutto punto di motosega, avevano appena abbattuto due grosse piante di Cerro allo stato verde e stavano procedendo al taglio della legna in pezzi di circa 50 centimetri, per caricar-

Cocaina negli slip, in manette

Trentenne arrestato a Cosenza I carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Cosenza hanno tratto in arresto Luigi Cozza, 30 anni, già noto alle forze di polizia per i numerosi precedenti penali. I militari, a seguito di un controllo, hanno rinvenuto negli slip del giovane tre grammi di cocaina e un’altra piccola dose, di cui si era disfatto alla vista dei Carabinieri, è stata recuperata dal pavimento. La perquisizione, avvenuta dopo un piccolo inseguimento, durante il quale i militari hanno anche sfondato a spallate il portone di casa dell’uomo, è stata estesa anche al domicilio di Cozza, dove sono stati trovati altri quattro grammi di cocaina, già confezionati in dosi da un quarto, pronti alla cessione. Rinvenuti anche oltre mille euro in contanti, un bilancino di precisione ed un piatto in ceramica cosparso di tracce di cocaina, nonché materiale vario per il confezionamento. L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Cosenza.

Arrestati ladri d’auto

Operazione della polizia di Reggio

Ancora un bunker trovato dai carabinieri nella Locride

Due persone considerate “professionisti del furto” sono state arrestate la scorsa notte dalla polizia a Reggio Calabria in due distinti episodi. Il primo arresto ha riguardato un nomade con precedenti specifici che è stato bloccato mentre si apprestava, nella zona degli Ospedali riuniti, a rubare una Fiat Uno. Si tratta di Mario Bevilacqua, 39 anni, bloccato dai poliziotti dopo un inseguimento, interventi sul posto dopo una segnalazione al 113. Il secondo episodio è avvenuto a pochi metri dal palazzo della Questura ed ha avuto come protagonista Domenico Mercuri, 45 anni, con precedenti di polizia. Il piantone, attraverso il sistema di video sorveglianza, ha notato che davanti alla sede della polizia era parcheggiata una Smart al cui interno vi era una persona che armeggiava. L’intervento degli agenti ha provocato la fuga dell’uomo che è stato bloccato dopo un inseguimento. All’interno dell’auto i poliziotti hanno poi rinvenuto apparecchiature elettroniche e arnesi atti allo scasso.

Scoperta una piantagione di marijuana

Due arresti a Cosenza Una vasta piantagione di marijuana è stata scoperta dalla polizia di Stato della questura di Cosenza nella zona di Castrovillari. Scoperte circa 500 piante e sequestrati 400 chilogrammi di sostanza stupefacente. A seguito dell’operazione, sono state anche arrestate due persone.

Intimidito Liborio Piscitelli?

Presidente del Consorzio Sibari Un incendio la scorsa notte ha distrutto la Lancia Y appartenente alla fa-

Domenico Femia

miglia di Liborio Piscitelli, presidente dell’associazione “Consorzio SibaL’uomo è un ri città del mare” cui nel 2006 l’amministrazione comunale di Cassano Ionio ha affidato la gestione del mega villaggio turistico della Jonio coparente di sentino Marina di Sibari. Sul caso indagano i carabinieri della Tenenza che privilegiano la pista dolosa per spiegare l’accaduto, pur Salvatore Coluccio, dinonCassano, escludendo altre ipotesi. nell’elenco dei 100 Tenente Montemagno a Reggio latitanti più Carabinieri, trasferito da Vibo pericolosi Da oggi il tenente Marco Montemagno, comandante

Crotone, sgominata dal Cfs la gang del furto della legna

del Norm della Compagnia dei carabinieri di Vibo Valentia, lascerà l’ incarico, per raggiungere la città di Reggio Calabria, dove andrà ad assumere il delicato comando della III sezione Nucleo operativo, sezione catturandi. Era arrivato a Vibo Valentia circa tre anni fa, esattamente il 26 agosto del 2005, con il grado sottotenente.

Donna ferita durante un litigio

Interrogato il marito a Sibari Una donna, M. E., 43 anni, di Terranova da Sibari, è stata ferita nel corso di una lite familiare. La donna ha litigato con il marito per futili motivi ed è stata colpita con delle forbici. I carabinieri sono intervenuti e hanno soccorso la donna le cui condizioni non destano preoccupazione. Il marito della donna è stato accompagnato negli uffici della caserma dei carabinieri dove viene interrogato.

Cariati, vigili urbano suicida?

Si sarebbe sparato con una pistola Parte della legna rubata

li e trasportarli su di un camion. Si è proceduto al sequestro di due autocarri, entrambi risultati di proprietà di V. G., di un camion, delle motoseghe e delle attrezzature di taglio, risultate di proprietà di M. M, nonché di un grosso cumulo di legna giacente a terra, nei pressi di un ovile, e messi a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Le indagini hanno fatto emergere che gli arrestati avevano messo su un vero e proprio sistema per eludere i controlli e non essere perse-

guiti, infatti portavano con se delle bolle di acquisto di legna che esibivano puntualmente in sede di controllo, però non avevano fatto i conti con gli uomini del Corpo forestale dello Stato, i quali mediante tecniche di comparazione sulle ceppaie delle piante abbattute, hanno stabilito con assoluta certezza che la legna non era legalmente detenuta, bensì di provenienza furtiva, appartenente proprio dalla zona dove erano avvenuti precedentemente i furti.

Un agente della polizia municipale di Cariati si è ucciso ieri sparandosi con la pistola d’ordinanza. L’uomo, 53 anni, sposato e padre di due figli, si è seduto su una panchina davanti alla chiesa di San Cataldo e si è sparato. Secondo quanto si è appreso, pare che l’uomo, negli ultimi tempi, soffrisse di depressione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. «Il Sindaco e l’amministrazione comunale - è scritto in una nota - si uniscono, commossi, al grande dolore che in queste ore colpisce soprattutto i familiari e gli amici. La squadra comunale perde oggi un suo membro ed alla tristezza umana si aggiunge anche quella di quanti non rivedranno più un amico ed un collaboratore. L’intera comunità di Cariati è affranta per quanto accaduto e saprà testimoniare quel rispetto che, in questi momenti e in queste circostanze, è richiesto a ogni essere umano».


20 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME

Un ordigno rudimentale esplode in via Garibaldi e manda in aria la saracinesca di un locale

Racket, bomba in pieno centro Danni ingenti alle auto parcheggiate e alle abitazioni. Indagano polizia e carabinieri di Antonio Cannone LAMEZIA TERME — La mano del racket torna prepontente a farsi “sentire” in pieno centro città. Erano le 14, 00 in punto quando un rudimentale ma potente ordigno è esploso in via Garibaldi, in pieno centro storico a Lamezia est. La tremenda deflagrazione ha rotto il silenzio e la quiete di un pomeriggio assolato. In un orario oltremodo insolito per siffate azioni criminali. L’ordigno è stato collocato alla base di una saracinesca di un locale, peraltro sfitto, e dove fino a un paio di anni fa vi era ubicato un negozio d’abbigliamento. Secondo quanto si è appreso, il locale sarebbe di proprietà di un esercente della zona che gestisce un negozio di tabacchi poco distante dal luogo dove si è verificata l’esplosione di ieri. La forte esplosione ha provocato ingenti danni alle auto parcheggiate, mandando in frantumi i vetri di diverse a abitazioni attigue all’ex negozio d’abbigliamento. Subito dopo l’esplosione, in via Garibaldi sono giunti i Vigili del fuoco, insieme ad alcune gazzelle dei carabinieri e pattuglie della

Nelle foto i danni causati dall’esplosione della bomba ieri pomeriggio in via Garibaldi a Lamezia Terme.

polizia che hanno avviato le indagini. Appena qualche giorno fa la rapina all’ufficio postale in via Aldo Moro; ieri l’esplosione in via Garibaldi. Rigurgiti, evidentemente, di una criminalità mai doma e che torna a far sentire il peso della sua inquietante oppressione sul tessuto economico lametino. Una realtà, purtroppo, che nonosante i numerosi successi della procura e delle forze dell’ordine, continua ad essere vittima delle

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

SPA

è la concessionaria di pubblicità esclusiva dei mezzi : AsteInfoappalti QuiEconomia il Domani della Calabria QuiSardegna Nord e di un qualificato sistema internet come www.aste.eugenius.it | www.calabriacity.com | www.ildomani.it Inoltre rappresenta, per la Calabria, importanti gruppi editoriali nazionali . Nel quadro di un programma di sviluppo della Divisione Pubblicità locale

ricerca

nr. 5 SALES ACCOUNT/ambosessi per le province di

Catanzaro | Vibo Valentia | Crotone | Cosenza | Reggio Calabria ai quali verrà affidato un importante elenco clienti da sviluppare, per prodotto di vendita, nella provincia di competenza. Ricerchiamo diplomati o neolaureati, brillanti e responsabili con spiccate capacità relazionali che dimostrino costanza e tenacia nel raggiungimento degli obiettivi. Offriamo:  la possibilità di entrare in un’azienda innovativa e che da sempre forma i migliori venditori del settore attraverso formazione e supporto costante sul campo;  un importante compenso provvigionale con erogazione di anticipi mensili commisurato alle effettive capacità.  incentivi al raggiungimento degli obiettivi;  mandato Agente Enasarco  sede di lavoro: Calabria Si richiede:  disponibilità all’iscrizione all’Albo Agenti e auto propria.  SEDE DI LAVORO: province di Catanzaro, Vibo Valentia, Crotone, Cosenza, Reggio Calabria  DIVISIONE AZIENDALE: Vendite Pubblicità Locale  TIPOLOGIA CONTRATTO: Agente di Commercio Inviare dettagliato curriculum vitae a : Mediatag Spa - Selezione Fax : 0961.903421 | Email: info@mediatag.it Località Serramonda- Zona Ind.le , 88040 Marcellinara (Cz) Ai sensi degli articoli n°1 L.903/77 e n°4 L.125/91 questo annuncio è diretto a candidati dell’uno e dell’altro sesso. Informativa ai sensi del D. Lgs 196/2003. La gestione dei dati avviene nel pieno rispetto del D. Lgs 196/2003 ed in qualsiasi momento l´Interessato potrà esercitare i diritti di cui all´articolo 7.

QUESTO AVVISO È DEDICATO ALLE AZIENDE

Gli annunci di

Ricerca Personale Qualificato

organizzazioni criminali che si dividono il controllo del territorio nei tanti quartieri cittadini. Quanto è accaduto ieri pomeriggio è davvero sconvolgente. In pieno centro e in pieno giorno ci si può “imbattere” in una bomba passeggiando ignari lungo un marciapiede, in quello che sembrava essere un tranquillo pomeriggio d’estate e che poteva, invece, trasformarsi in una vera e propria strage.

La reazione del sindaco

Speranza preoccupato: poteva causare una tragedia

Alle aziende costano poco Questo spazio ha un costo di euro 250,00 + iva per 10 giorni consecutivi. Telefona subito per prenotare l’inserzione al numero 0961/996802 ed invia il testo per fax al numero 0961/903421 o tramite posta elettronica e-mail:info@mediatag.it

Mediatag pubblicità una grande area di comunicazione al servizio delle aziende Gianni Speranza

Affermata azienda trasporti intermodali

SELEZIONA

Figure Commerciali Inviare curriculum presso

Studio Zago via Digione n° 11 35138 Padova (PD)

LAMEZIA TERME — E il sindaco di

Lamezia Terme, Gianni Speranza, a Viterbo da ieri mattina per impegni politici molto importanti, appena appresa la notizia della bomba esplosa in via Garibaldi a Lamezia et, ha espresso «il suo turbamento e quello dell’Amministrazione comunale per questo fatto gravissimo avvenuto in pieno centro e in pieno giorno che avrebbe potuto causare una tragedia». Il sindaco che sta seguendo la vicenda da lontano, in contatto con le forze dell’ordine e con gli assessori che su sua indicazione si sono riuniti, appena rientrerà a Lamezia domani sera porterà la solidarietà alle persone colpite, agli abitanti della zona e agli operatori economici. Fiducioso della solerte azione della magistratura e delle forze dell’ordine, fa sapere, inoltre, che nelle prossime ore si valuteranno, insieme alla Giunta, le iniziative politiche-istituzionali da intraprendere.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 21

CALABRIA Critiche della Fisascat Cisl: «E’ tempo di rilanciare i due comparti» Riunione a Palazzo Alemanni fra Regione e Province

tempi più stretti «Turismo e commercio Rifiuti, per le nuove discariche immobilismo regionale» Monitoraggio costante dei problemi più urgenti LAMEZIA TERME — «Turismo e Commercio potrebbero essere i due settori trainanti dell’economia calabrese ma la Regione Calabria da troppo tempo rinvia l’adozione di scelte strategiche per rilanciare i due comparti». E’ quanto si legge in una nota del segretario generale regionale Fisascat Cisl, Gianluca Campolongo che invoca una nuova legge sul commercio e un piano di rilancio per il turismo. «E’ assurdo - prosegue - che ancora la nostra Regione non sia riuscita a dotarsi di una legge regionale sul commercio che metta al centro il concetto di liberalizzazione. Serve, oggi più che mai, una nuova norma in materia che regolamenti le aperture domenicali, disciplini parchi commerciali, outlet, farmers market e distretti del commercio e che, soprattutto, dia risposte su incentivi, procedure e fissi spazi e limiti per la diffusione delle superfici di vendita. Senza dimenticare, poi, la valorizzazione delle produzioni tipiche calabresi e la riqualificazione professionali degli operatori commerciali. Ecco perché come Fisascat Cisl chiediamo, all’assessore regionale Francesco Sulla di accelerare il processo di revisione della legge regionale sul commercio, prevista per fine ottobre ma di cui ancora non si sa nulla. Non si può più procrastinare l’adozione di un provvedimento diventato indispensabile per segnare l’inizio di una nuova stagione per il commercio calabrese. Per quanto riguarda il turismo, invece è impensabile che si continui da anni ad andare avanti con la

«Da anni ad andare avanti con la politica del “si lavora per superare l’emergenza”» politica del “si lavora per superare l’emergenza”. In una Regione come la Calabria che per le sue caratteristiche orografiche e per la ricchezza del suo patrimonio naturale potrebbe vivere di turismo 12 mesi all’anno

è mortificante assistere ogni anno ai soliti problemi e ritardi. Basta con i depuratori malfunzionanti, la mancanza dei piani spiaggia, l’abbandono della montagna e la carenza di infrastrutture. La Fisascat-Cisl invita pertanto l’assessore regionale al Turismo Damiano Guagliardi a realizzare, nel più breve tempo possibile, come annunciato, un piano organico per il turismo che veda il massimo coinvolgimento di tutti gli attori del settore quindi anche delle organizzazioni sindacali, che punti all’offerta di servizi efficienti, sulla formazione del personale che opera nel settore e al miglioramento della capacità attrattiva della nostra Regione, anche nella prospettiva della creazione di nuovi posti di lavoro».

La riunione a Palazzo Alemanni

CATANZARO — Nuova riunione ope-

Fi, Giancarlo Pittelli si dimette da coordinatore regionale CATANZARO — Il coordinatore regionale di Forza Italia, l’on. Giancarlo Pittelli, si è dimesso dall’incarico di coordinatore. Lo ha fatto con una lettera al coordinatore nazionale del partito di Berlusconi, Denis Verdini, in cui Pittelli, tra l’altro, motiva il suo gesto con la volontà di volersi dedicare, compatibilmente con l’impegno di parlamentare, alla sua

Volontà di dedicarsi alla sua professione di avvocato professione di avvocato. Pittelli è infatti uno dei più noti penalisti calabresi, con uno studio a Catanzaro ed uno a Roma. (Ansa)

rativa presieduta dal presidente della Regione Calabria Agazio Loiero sul tema dei rifiuti in Calabria e in particolare sulla realizzazione dei nuovi impianti di discarica. All’incontro che si è svolto nella sede della Giunta regionale di Palazzo Alemanni hanno preso parte anche il commissario all’emergenza ambientale, prefetto Goffredo Sottile, l’assessore regionale all’Ambiente Silvio Greco e i presidenti delle province di Cosenza e Crotone: Mario Oliverio e Sergio Iiritale. Presenti anche il direttore generale al dipartimento Ambiente Giuseppe Graziano e il segretario generale della Regione Nicola Durante. Nel corso dei lavori è stata fatta un’analisi molto

Il tavolo si continuerà a riunire con scadenze settimanali dettagliata dell’attuale quadro generale in tema di rifiuti e fissate alcune scadenze per quanto riguarda la realizzazione di nuovi impianti di smaltimento. È stato ribadito un impegno congiunto di tutte le parti attraverso anche un monitoraggio costante dei problemi più urgenti. Il tavolo, è stato deciso, si continuerà a riunire con scadenze settimanali per seguire il percorso operativo tracciato e superare definitivamente le questioni più scottanti, ormai non più rinviabili.

«Liberiamo la Calabria dal malaffare» Loiero incontra De Felice: Plauso di Laratta e Laganà alla decisione di De Rose di espellere 92 imprenditori ROMA — «Bravo De Rose, ma vai a

fondo, c’è molta corruzione, connivenza e contiguità con ambienti malavitosi nell’imprenditoria calabrese. Ma ci sono anche tanti imprenditori onesti che meritano fiducia e sostegno per aver creato lavoro in una terra difficile e in parte ostile come la Calabria». Secondo il deputato del Pd Franco Laratta, «la decisione del presidente di Confindustria Calabria è forte e coraggiosa, forse con un po’ di ritardo rispetto a quella di Confindustria Sicilia. Ma, bene, ora andiamo avanti così. Liberiamo la Calabria da corruzione, malaffare e contiguità, che vede troppo spesso insieme il peggio della politica, degli imprenditori e della malavita stringere rapporti per il controllo di grandi flussi di denaro pubblico e di appalti milionari. Complice una burocrazia corrotta e il peggio della massoneria. Tutti insieme come vampiri per lucrare e fare affari, a danno di tante persone oneste di una Regione che non ce la farà mai a decollare se non si libera dalla corruzione e dal malaffare». Anche per il deputato Maria Grazia Laganà Fortugno «la decisione dei vertici di Confindustria Calabria e del suo presidente, Umberto De Rose, di fare pulizia nell’associazione, RIACE — «Voglio ringraziare pubblicamente, anche a nome dei sindaci di Stignano, Piero Sasso, e di Caulonia, Ilario Ammendolia, il presidente della Giunta regionale, Agazio Loiero, per le parole che ha espresso nei nostri confronti e per la sua vicinanza morale». A dichiararlo il sindaco di Riace, Domenico Lucano. «Quanto il presidente ha espresso nei nostri confronti - ha ag-

“Non ci si può definire imprenditori agendo contro la legalità, vivendo in forme di collusione” va salutata con tutti gli apprezzamenti possibili. L’espulsione di circa cento suoi associati è un gesto forte che indica però la strada intrapresa anche in Calabria, che finalmente è quella del riscatto. Non

ci si può definire imprenditori agendo contro la legalità, vivendo in forme di collusione o di assoggettamento al potere delle cosche della ’ndrangheta. L’imprenditore giusto non può vivere nell’illegalità. E non è questo solo un fatto di incompatibilità con l’associazione. Ora bisogna proseguire senza tentennamenti. L’applicazione del principio del codice etico nazionale deve servire ad abbattere timidezze ed eventuali silenzi. E gli industriali calabresi devono continuare ad essere sempre i primi ad affermare il significato vero dell’associazionismo, inteso come adesione spontanea e mirata al bene e allo sviluppo della propria terra. Prenda esempio da ciò la politica».

Il Nuovo Psi si riorganizza Al termine dei lavori della segreteria nazionale si è svolto l’incontro fra il segretario Nuovo Psi della federazione regionale Calabria e il capogruppo Nuovo Psi in Consiglio regionale alla presenza del segretario nazionale Stefano Caldoro, il vicesegretario Umberto Caruso e il coordinatore della segreteria nazionale Antonino Di Trapani. È stata ribadita - ricordano Adolfo Collice, segretario regionale Nuovo Psi e Francesco Galati, capogruppo regionale Nuovo Psi - la centralità del ruolo del partito in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. Si è convenuto di rilanciare in Calabria una più forte iniziativa unitaria che coinvolge tutte le strutture territoriali. Tutte le strutture di Partito convocheranno gli organi statutari per il loro definitivo assetto, in particolare per Catanzaro resta confermata la fiducia agli attuali organi dirigenti della Federazione.

rapporti stretti con la Polizia

Il presidente Loiero e il questore De Felice

CATANZARO — Il presidente della Re-

gione Calabria Agazio Loiero ha ricevuto ieri mattina, nella sede della Giunta a Palazzo Alemanni, la visita del neo questore di Catanzaro, Arturo De Felice, insediatosi pochi giorni addietro. Lo rende noto l’ufficio del portavoce. Durante l’incontro che si è svolto in un clima di estrema cordialità, è stata fatta una disamina a 360 gradi dei problemi del Capoluogo di Regione e della Provincia. Loiero e De Felice si sono detti d’accordo nell’intensificare la si-

IMMIGRAZIONE Il sindaco di Riace ringrazia il presidente della Regione «per la sua vicinanza morale»

«Con Loiero riscoperta l’anima della Calabria» giunto - mi e ci riempie di orgoglio perché scava nelle radici dell’animo della nostra terra, considerato pure che viviamo un momento particolare per l’immigrazione». «Non è un fatto solito - ha

proseguito - che un presidente si esprima in questo modo, considerati anche i rischi e le fragilità dei nostri territori che registrano una forte disoccupazione. Decisioni di questo genere, infatti, pa-

gano dal punto di vista etico e umano, ma non certamente da quello politico». «Con le sue parole - ha concluso Lucano - Loiero dimostra che la Calabria riscopre la sua vera anima che è quel-

Disamina a 360 gradi sui problemi del Capoluogo di Regione nergia tra la Regione e la Polizia di Stato, ribadendo il massimo impegno per quanto riguarda la collaborazione nelle iniziative di contrasto all’illegalità e al controllo del territorio. Iniziative che saranno avviate fin da subito. la della terra di accoglienza e non di ’ndrangheta. E’ come se la situazione che stiamo fronteggiando fosse diventata una questione a carattere regionale». A Riace, intanto si continua a lavorare in attesa che, così come comunicato al sindaco dai responsabili del servizio centrale rifugiati, «entro dieci giorni - ha detto Lucano - si completi l’arrivo dei 200 immigrati che stiamo attendendo».


22 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA FEDERALISMO Fabio Lagonia (Catanzaro nel cuore): «Tuteliamo l’unità della nazione»

Catanzaro

«Trovare la via italiana»

Meloni: servono i fondi comunali per la segnaletica

«Partecipiamo al dibattito per evitare ricette dall’alto» CATANZARO — Riceviamo e pubbli-

chiamo: «La sussidiarietà orizzontale sia l’ingrediente principe della ricetta federalista. L’Italia è un paese troppo piccolo per pretendere una forma federale dello Stato: si potrebbe ricercare diversamente l’efficienza del Paese piuttosto che introdurre riforme che - in un certo qual senso e comunque la si veda - indeboliranno la percezione unitaria della nazione senza garantire concretamente migliori servizi al cittadino. Ma giacché il dibattito è in corso, è auspicabile giungere a soluzioni federaliste consone alla realtà italiana, senza scimmiottare esperienze che non ci appartengono. La recente visita fatta a Catanzaro dal ministro per la Semplificazione legislativa, il leghista Roberto Calderoli, introduce anche la nostra regione nel dibattito nazionale sul Federalismo. Sono trascorsi poco più di quindici anni da quando la Lega Nord, per prima, proponeva il federalismo quale soluzione vincente per il rilancio del Paese, sebbene l’interesse di quel movimento guardasse esclusivamente al Nord; oggi che la Lega ha acquisito ampi spazi di potere e di governo il discorso sul federalismo, giocoforza, viene proposto dagli stessi leghisti in termini di rilancio economico e sociale per l’intera nazione e non soltanto a salvaguardia di parte di essa. Siccome persiste il dualismo Nord-Sud, dove il Sud è paradossalmente “svantaggiato”, dobbiamo comprendere

Un panorama di Catanzaro

come e quale sia la migliore ricetta federalista possibile affinché la Calabria tragga beneficio. E’ una vicenda che ci interessa tremendamente e, se non vogliamo che ci venga calato tutto dall’alto, dobbiamo fornire contributi di idee e partecipare al dibattito in corso con consapevolezza. Persino il governatore Agazio Loiero, notoriamente posto agli antipodi della Lega Nord, pochi giorni fa ha definito ineludibile il passaggio federalista per l’Italia. A questo punto, se federalismo deve essere, bisognerebbe seriamente modularlo in funzione delle condizioni del nostro Paese, eliminando in primis il rischio di qualsivoglia soverchia pretesa atta ad accentuare le differenze fra

Nord e Sud. In altri termini sarebbe triste introdurre una riforma federalista che lasciasse al suo destino i territori più “difficili” in nome di un falso efficientisimo che andrebbe a premiare con fin troppa facilità le regioni con condizioni pre-esistenti di vantaggio, queste ultime - fra l’altro - determinate anche grazie all’apporto di braccia e menti del Mezzogiorno. A mio parere gli ingredienti necessari per un “federalismo all’italiana” risiedono nella sussidiarietà orizzontale: ciò garantirebbe l’affrancamento dello Stato dall’eccessivo centralismo e libererebbe risorse giacché l’esagerato intervento pubblico soffoca ambiti di intervento che potrebbero essere svolti meglio dalla società ci-

CATANZARO — «Un ente parco pubblico/privato per una realizzazione congiunta del parco costiero di Giovino. E’ quanto suggerisce in una nota il consigliere provinciale e comunale Sergio Costanzo rivolgendosi al presidente della Provincia ed al sindaco di Catanzaro «Non è più tollerabile - dichiara Costanzo - concepire una città turistica fatta di soli eventi e di pubblicità su tutti i media non valorizzando, con idonea progettualità e sinergie con altri enti, quelle aree che possano donare alla città capoluogo e, nello specifico, alla “marina” una accelerazione per rendere più confortevole la permanenza dei turisti stanziali ed itineranti nel polmone verde a sud

Catanzaro, Costanzo: un parco per la pineta di Giovino

CATANZARO — «Il consigliere co-

“Catanzaro Marina”, ancora bordate a De Gaetano

munale De Gaetano si avventura a mezzo stampa in una nuova sua nota, che chiaramente dimostra che (come la Giunta Olivo) il confuso e/o il disinformato è proprio lui e non il Movimento Catanzaro Marina”». Questa la nuova replica del Movimento Catanzaro Marina alla nuova nota del consigliere comunale De Gaetano. «Oltre a non aver prodotto nulla per Catanzaro Marina, caro consigliere - si legge nella nota - lei cerca (non riuscendoci) affannosamente di comunicare “ai marinoti” che la Giunta Olivo ha fatto attraverso una serie di opere, di Catanzaro Marina, una Miami del Sud Italia. Ciò che non considera è che proprio perché siamo abbondantemente documentati è facilissimo smentire le sue “sgangherate” argomentazioni. In ordine alla “querelle” lottizzazioni di Giovino, il Movimento Catanzaro Marina - prosegue la nota -, non ha mai cambiato la propria idea, esprimendola chiaramente fin da quella pubblica assemblea (in cui lei evidentemente era distratto), da lei citata, idea ribadita più volte ed an-

della città. Una progettualità attenta a cogliere le innumerevoli fonti finanziarie a tutti i livelli assicurandosi nel contempo una gestione attenta, qualificata e non estemporanea. La Povincia di Catanzaro, ed il parco della biodiversità è un chiaro esempio, sicuramente non si sottrarrebbe ad una sinergia con il Comune di Catanzaro che all’attualità poco o niente ha fatto per rendere questa area fruibile dai residenti, dagli sportivi e dai turisti che dalla primavera ad autunno inoltrato stazionano

che negli scorsi giorni sulla stampa. L’aver “preferito” lo scontro con i lottizzatori, piuttosto che l’incontro e la coniugazione delle posizioni pubbliche con quelle private, ha prodotto la “cosiddetta” fuga di capitali privati che avrebbe prodotto, se ben gestita dal Comune (così come in tutte le alte parti del mondo) la ricchezza dell’area e nuovi e veri progetti di sviluppo e di turismo. O vuole farci credere che gli hotel, gli alberghi, i delfinari delle “mille e una notte” li realizzerete con capitali pubblici? Le ricordiamo, se mai non se ne fosse accorto, che è in atto in Italia un qualcosa che si chiama “federalismo fiscale”, che produrrà (positivamente) per la nostra regione meno ruberie, più amministratori capaci e concreti ed il definitivo tramonto di certi personaggi politici che hanno fatto dell’immobilismo la loro arte e ragione di vita. Ma la sua confusione - sono an-

anche con camper nell’area senza per altro trovare quei servizi che in altre località al contrario sono presenti. L’ allocazione di tavolini, fontanelle, giochi ludici, servizi igienici, area per camper, percorsi sportivi, un anfiteatro, un museo del mare all’aperto, un laghetto artificiale, un punto di osservazione della fauna stanziale e migratoria nei pressi del torrente castace, la presenza qualificata di personale, la improcrastinabile delimitazione dell’area attraverso recinzione in legno onde impedire

cora le bordate del movimento - rasenta la malafede, quando attribuisce alla Giunta Olivo dei “miracoli” per Catanzaro Marina. Sulla vicenda del Porto di Casciolino, e sul suo completamento, notiamo che non ha potuto fare altro che darci ragione, atteso, caro consigliere che dopo aver perso i finanziamenti statali del Ministero delle Infrastrutture, lei si accontenta di “assicurazioni” provenienti in maniera non meglio specificata dalla Regione e di non meglio identificati finanziamenti comunitari dei Por. Le rammentiamo che i porti si fanno con i soldi e non con le assicurazioni e/o con le promesse. In ordine a ciò che la Giunta Olivo avrebbe poi prodotto per Marina, è tanta la sua confusione e la scarsa informazione, derivante evidentemente dalla mancata documentazione, che lei attribuisce alcuni progetti in itinere alla nuova amministrazione comunale.

vile e dai cosiddetti corpi intermedi. Una soluzione così ipotizzata riuscirebbe a contenere il potere politico entro limiti accettabili e lascerebbe spazio alla libertà dei singoli, aprendo la società all’efficienza, alla libertà, alla responsabilità, al merito. I meccanismi di responsabilizzazione e premiali della buona amministrazione immaginati da Calderoli nella sua visita a Catanzaro sono da perseguire, se saranno davvero elaborati. E sono da garantire i diritti di tutti attraverso una perequazione totale e reale, senza trucchetti o difficoltà per il Sud. In altri termini ritengo valida una riflessione sul possibile riassetto federale dello Stato purché ciò non si traduca nel trasferimento dal governo centrale a quello regionale non già delle virtù ma dei vizi dello Stato. Sarebbe una beffa! Spazzando via l’ingerenza e l’interferenza centralista anche su cose che la società civile può fare da sé si otterrebbe un sistema davvero alternativo all’assistenzialismo ed alla burocrazia. L’obiettivo deve essere la coesione sociale nazionale fondata sulla libertà, sulla solidarietà degli individui, sulla responsabilità. Ciò si può attuare ripensando innanzitutto i livelli di governo esistenti, iniziando per esempio dalla eliminazione delle Province e di tantissimi altri enti statali e parastatali». Fabio Lagonia, presidente del Movimento civico “CatanzaroNelCuore” l’accesso ad autoveicoli di varia natura, ed altresì l’imprescindibile sistemazione della strada di accesso battezzata dai marinoti “strada della polvere”». «Credo - sottolinea ancora il consigliere comunale - che sia importante, al di là della visione politica del sottoscritto, che tale proposta riceva da parte di tutti i cittadini, associazioni e soggetti vari qualunque tipo di idea e collaborazione finalizzata al raggiungimento del risultato finale, ovvero la costituzione effettiva del “Parco Costiero di Giovino”. A tal proposito è stata aperta una apposito indirizzo di posta elettronica parcogiovino@libero. it dove si raccoglieranno tutti i suggerimenti in tal senso indirizzati». Si guardi l’Urban 2, cui la Giunta Abramo aveva avuto meritatamente accesso e li troverà la copertura della Fiumarella, mentre nei vecchi piani triennali troverà il rifacimento della rete idrica e fognaria. Per ciò che riguarda il nuovo depuratore - è detto ancora nella nota -, la Regione ha stanziato solo la metà dei soldi occorrenti, l’altra metà, le ricordiamo che li dovrà mettere qualche partner privato (capitali privati caro De Gaetano, quelli che lei e i suoi amici “cubani” avete rifiutato a Giovino). In ordine, poi, al piano parcheggi, l’unico parcheggio già pronto chiavi in mano (Via Carlo V°) che la vecchia amministrazione aveva progettato, è stato “perso” grazie alla inconcludenza politica della Giunta Olivo. In ordine poi al sistema di trasporto urbano su ferro ed alla “nascita” di facoltà umanistiche nel centro storico (ci risulta che il Ministero dell’Istruzione non abbia dato alcun via libera al Rettore Costanzo), sognare qualcosa di irrealizzato, fa parte di quel mondo di Oz in cui lei e la Giunta Olivo, vivete e vorreste far vivere i marinoti ed i catanzaresi».

«Attingere al fondo di riserva comunale per risolvere l’atavico problema della segnaletica stradale». E’ quanto chiede il vice presidente della Prima Circoscrizione Massimiliano Meloni, che rivolge direttamente il suo appello al sindaco del capoluogo, Rosario Olivo, e alla sua Giunta, sollecitando il prelievo «di una quota del bilancio da destinare alla segnaletica, individuando sul territorio della prima circoscrizione e sull'intera città, le situazioni più critiche e pericolose cui porre rimedio». La condizione di stallo venutasi a creare, non è infatti un problema da sottovalutare, considerando che soprattutto nel territorio indicato dallo stesso Meloni «la segnaletica verticale non ha mai subito interventi da parte dell'ufficio competente, nonostante le continue sollecitazioni da parte del sottoscritto». «Discorso differente - prosegue il consigliere - va invece fatto in riferimento alla segnaletica orizzontale (le strisce stradali, tanto per intenderci), interessata da vari interventi in momenti diversi. In un primo tempo sono state, infatti, create le strisce pedonali davanti alle sole scuole, mentre in un secondo momento l’intervento è stato esteso alle arterie principali della città. Il punto è che ciò che manca è una significativa presa di posizione sulle strade secondarie, dove nessun lavoro è stato effettuato, non perché ne mancasse l'utilità, ma perché sono andati esauriti i fondi destinati a questa tipologia di interventi». «Difatti - prosegue Meloni -, va segnalato che, ad oggi, su numerose vie della città esistono segnali deteriorati dagli agenti atmosferici e perciò per niente leggibili. Ad esempio, su Via Luigi Rossi, di fronte l’ospedale Pugliese, esiste un divieto d'accesso talmente deteriorato che la strada viene utilizzata a doppio senso, con pericolo per chi scende nel giusto senso di marcia e per pedoni e residenti della zona». «In realtà - sottolinea Meloni - gli interventi da effettuare nel territorio della Prima sarebbero molti altri. Andrebbero modificati dei sensi di marcia in più strade, sia nel quartiere Pontepiccolo che a Gagliano, ma è chiaro che la mancanza dei segnali, rende vani i nostri buoni propositi. Non sono pochi i paletti che attendono di veder apposti i segnali di cui sono sprovvisti». Il nucleo centrale della questione, che il consigliere Meloni non nasconde, «è che finché non verrà approvato, da parte del consiglio, il prossimo bilancio comunale, non si potrà fare nessun tipo di intervento, in quanto i fondi a disposizione sono andati esauriti». «Non c'è altra soluzione - conclude se non quella di utilizzare il fondo di riserva, il cui nome tende proprio a sottolineare il fatto che debba essere utilizzato in caso di necessità e qualora i fondi messi a disposizione nel bilancio comunale per un determinato capitolo, si siano rivelati insufficienti».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 23

CALABRIA CATANZARO Coinvolte 33 persone nell’ambito dell’inchiesta su presunte irregolarità edilizie

Parco Romani, udienza rinviata CATANZARO — E’ stato rinviato al 15 ottobre l’inizio dell’udienza preliminare nei confronti di 33 persone indagate nell’ambito dell’inchiesta su presunte irregolarità nell’iter per la realizzazione del parco commerciale e direzionale “Romani” a Catanzaro. Il rinvio dell’udienza preliminare è stato deciso dal Gip, Adriana Pezzo, a causa di problemi nella no-

CATANZARO

tifica alle parti della data di fissazione dell’udienza preliminare. Ieri mattina il pm, Andreana Ambrosino, che ha sostituito in aula il titolare dell’indagine, Luigi De Magistris, ha preso atto dei problemi circa la notifica degli atti e non si è opposta alla richiesta di rinvio avanzata da alcuni dei difensori degli indagati. I reati per i quali De Magistris aveva chiesto

il rinvio a giudizio sono abuso d’ufficio, truffa e violazioni alle norme sull’edilizia. Il centro commerciale, che è ancora in fase di costruzione e per il quale è previsto un investimento di 60 milioni di euro, nel corso delle indagini era stato anche sequestrato, ma il tribunale del riesame di Catanzaro lo dissequestrò. (Ansa)

Il tribunale di Catanzaro

Maxi operazione della Polizia nei quartiere a sud della città. Identificate 200 persone e fermati 120 automezzi

Aranceto e Lido controllati a tappeto In manette è finito un 29enne rom trovato in possesso di cocaina ed eroina CATANZARO — Il questore di Catan-

zaro Arturo De Felice ha predisposto per la tarda serata di giovedì un maxi controllo di Polizia, protrattosi poi per tutta la notte, che ha interessato la zona sud della città, in particolare modo l’Aranceto e Catanzaro Lido. Dalle ore 21.30 circa le vie d’accesso dei due quartieri sono state “filtrate” da numerosi posti di controllo effettuati, con un notevole dispiegamento di forze, da una cinquantina di agenti che hanno identificato oltre 200 persone e fermato 120 automezzi. Controlli a tappeto anche lungo la statale 106 e sul lungomare dove, per meglio garantire la sicurezza stradale, gli operatori hanno sottoposto a verifica, con l’uso dell’etilometro e dei precursori, numerosi automobilisti. I poliziotti, nel corso dell’operazione, si sono recati nelle abitazioni di tutti gli arrestati domiciliari e sorvegliati speciali residenti in zona effettuando inoltre varie perquisizioni domiciliari a carico di noti pluripregiudicati. Al vaglio degli inquirenti anche la regolarità di alcuni esercizi pubblici che ha portato alla denuncia all’autorità giudiziaria di un esercente sprovvisto di licenza per la sua attività di internet point e al sequestro, con contestuale contestazione amministrativa, di alcune apparecchiature automatiche tipo “slot machine”, detenute in numero

Catanzaro, arrestati cinque rom

Tensioni durante il processo

superiore a quello autorizzato, da parte di un altro gestore di un locale d’intrattenimento. Sempre martedì, gli agenti della Squadra volanti hanno sequestrato 46,3 grammi di cocaina, già suddivisa in 141 dosi pronte da smerciare, e sei dosi di eroina dal peso di 1,2 grammi, detenuti da Alessandro Passalacqua, 29enne di etnia rom, il quale è stato arrestato ed accompagnato nel carcere di Siano. L’uomo è stato bloccato nelle vicinanze del campo nomadi di Germaneto e nella circostanza l’operazione di Polizia giudiziaria è stata resa difficile dall’intervento di un gruppo di rom che,

inveendo contro gli Agenti, hanno cercato di impedirne l’arresto. Solo grazie alle capacità operative dei poliziotti si è potuto evitare il verificarsi di uno scontro diretto e l’allontanamento senza ulteriori conseguenze della Volante con il fermato a bordo. Il questore Arturo De Felice, soddisfatto per l’esito complessivo dell’attività di Polizia svolta, ha espresso i suoi particolari compiacimenti per l’alta professionalità dimostrata agli uomini della Squadra volante intervenuti a Germaneto proponendoli per un adeguato riconoscimento ufficiale.

CATANZARO Fra i tempi provinciali, si è discusso anche di Stazione unica appaltante

Primo incontro fra Wanda Ferro e il nuovo prefetto CATANZARO — E’ ripresa a pieno ritmo l’attività amministrativa e istituzionale dell’Ente di Palazzo di Vetro dopo la breve pausa di agosto. Nei giorni scorsi il Presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro ha ricevuto, presso la sede di piazza Luigi Rossi, il nuovo Prefetto di Catanzaro Sandro Calvosa, insediatosi nel capoluogo dal 20 di agosto. Si è trattato di un incontro molto cordiale e proficuo, all’interno del quale i rappresentanti delle istituzioni hanno affrontato diversi temi relativi al territorio provinciale. È stato rinnovato l’impegno reciproco di portare a termine le procedure per la creazione della Stazione unica appaltante, strumento strategico per intervenire nel delicato settore degli appalti pubblici e in grado di dare sostegno concreto in ambito amministrativo ai piccoli comuni, con una ricaduta positiva anche nell’ottica della legalità e della sicurezza. Il presidente Ferro ha illustrato in breve al prefetto Calvosa le linee guida del programma amministrativo della Provincia con particolare riferimento alle iniziative in corso ed

a quelle che seguiranno nell’immediato futuro. È stata anche l’occasione per un invito formale alla ormai prossima riapertura del Parco dei Folletti presso il Parco cittadino, iniziativa che

conferma l’impegno nel sociale ed a sostegno delle famiglie dell’Ente provinciale che in pochi mesi ha restituito alla città uno spazio importante per il divertimento dei più piccoli.

«Ripulire il quartiere Stratò»

La richiesta di Sergio Costanzo «Un intervento urgente di diserbo e pulizia nell’area compresa tra Via Cilea, Via Bellini e Via Serrao (quartiere Stratò) che allo stato risulta invasa da sterpaglie e rifiuti vari e che causa gravi disagi e problemi alla pubblica incolumità». E’ quanto invoca il consigliere comunale Sergio Costanzo (nella foto) in una lettera inviata al sindaco della città. «L’intervento (urgente) che si richiede - fa presente - è per dare risposta alle giuste lagnanze degli abitanti della zona che da un anno circa non registrano effettuato alcun diserbo stante la mancata individuazione di chi “proprietario” di tale area e quindi “obbligato” a tale intervento necessario e non più procrastinabile. Su mia segnalazione negli anni scorsi sono stati effettuati dei piccoli ma importanti interventi, anche perché la fitta vegetazione è diventata habitat naturale per qualsiasi specie di animali, topi, serpenti ma soprattutto insetti portatori di malattie infettive. Lo stato e l’aspetto di abbandono che “offre” tale zona sicuramente non è un bel biglietto di visita per la città capoluogo di Regione».

Tensioni e minacce ci sono state ieri mattina nelle adiacenze dell’aula del tribunale di Catanzaro dove era in corso il processo per direttissima per due rom arrestati ieri nel capoluogo. Alcuni familiari degli arrestati erano all’esterno dell’aula e improvvisamente hanno iniziato a protestare minacciando anche alcuni carabinieri in servizio. Per evitare che la situazione degenerasse sono intervenuti numerosi agenti della polizia di Stato che hanno allontanato i rom dall’aula. Tre persone sono state accompagnate negli uffici della questura di Catanzaro dove sono state sottoposte ad accertamenti per ricostruire la dinamica di quanto accaduto. Già giovedì, in occasione dell’arresto di Alessandro Passalacqua, per il quale ieri mattina c’era l’udienza, si erano verificati problemi perché alcuni suoi familiari hanno cercato di impedire l’arresto. Passalacqua è stato arrestato perché trovato con 46 grammi di cocaina, già suddivisa in 141 dosi, ed un grammo di eroina, suddiviso in sei dosi. Il questore di Catanzaro, Arturo De Felice, ha espresso soddisfazione per la professionalità dimostrata dagli agenti che hanno partecipato all’operazione per l’arresto e per quelli che sono intervenuti ieri mattina al tribunale. Cinque rom, dei quali non si sono apprese le generalità, sono stati arrestati dagli agenti della polizia di stato a Catanzaro per aver minacciato alcuni carabinieri in servizio nel tribunale del capoluogo. L’episodio è avvenuto mentre era in corso un processo per direttissima nei confronti di due rom arrestate giovedì. Nel corso del processo i familiari dei due arrestati hanno iniziato a protestare minacciando i carabinieri ed altri esponenti delle forze dell’ordine che erano in servizio nel palazzo di giustizia. Per porre fine alle proteste sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato che hanno accompagnato in questura una decina di rom cinque dei quali sono stati arrestati. (Ansa)

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI

VENDESI ATTIVITA’ COMMERCIALE ADIBITA A BAR Per informazioni chiamare al numero

338/9096746

FITTASI STANZE SINGOLE IN APPARTAMENTO RISTRUTTURATO TERMO AUTONOMO • TUTTI I CONFORT

PER STUDENTI/ESSE O LAVORATORI/TRICI A MT.300 DALL’UNIVERSITA’ DI CZ E DALL’OSPEDALE DI PIO X INFO

334 1875277


24 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO

Il consigliere comunale Elia ai colleghi di maggioranza

«Sosteniamo Tassoni ha favorito la F. C.» CATANZARO — «Cari colleghi, va confermato pieno sostegno all’assessore ai Lavori pubblici Tassoni che ha finora operato con trasparenza, assiduità e competenza». E’ l’appello che il consigliere anziano Giulio Elia lancia ai colleghi consiglieri di maggioranza al Comune di Catanzaro. «E’ vero prosegue - che ogni suo sforzo, unito a quello dell’assessore allo Sport Gatto, non ha evitato la disputa della prima partita di campionato allo stadio “Nicola Ceravolo” in assenza di pubblico ma è altrettanto vero che l’amministrazione comunale ha favorito la nascita della F. C. Catanzaro, l’ha sostenuta e la sostiene con risorse pubbliche». «Detto questo, in favore della loro persona e della funzione cui essi assolvono, è con seria preoccupazione - continua Elia - che invito i consiglieri di maggioranza a restare uniti e ad agire in modo coeso per difendere e incrementare i numerosi risultati dei primi due anni dell’amministrazione Olivo, che non ha ancora esaurito le sue risorse di credibilità. Invito tutti - prosegue il consigliere comunale - a superare i contrasti causati da futili motivi o da “pruriti” ed egoismi

Palazzo De Nobili

personali, a evitare che le critiche e le situazioni, che generano contrasti di natura politica, vengano lanciate, dalle pagine dei giornali, come siluri devastanti contro la maggioranza. A considerare non più accettabili atteggiamenti politicamente irresponsabili e ambigui, che indeboliscono la maggioranza, bloccano le decisioni e la produzione di fatti concreti. Un invito alla riflessione - è detto ancora nella missiva - va, soprattut-

to, ai colleghi consiglieri del Partito democratico, perché gravati dal peso di una doppia responsabilità: garantire stabilità alla coalizione e sostenere il programma del sindaco. Ciò che accade nel gruppo consiliare del Partito democratico, in quanto composto da 15 elementi, influisce senza alcun dubbio - avverte ancora Elia sulla stabilità ed anche sulla reputazione politica della maggioranza. In effetti è difficile che l’opinione pubblica ci possa accordare lo status di maggioranza politica se non si riesce ad agire in modo coeso al proprio interno. Importanti scelte strategiche ci attendono in Consiglio, una in particolare, che può essere definita, per il grande valore politico che racchiude, la “madre” di tutte le scelte: il Piano strutturale comunale e il proprio “figlio” il Pot, che avranno il fine di ridisegnare l’uso e lo sviluppo urbanistico del territorio. Per fare questo occorre recuperare al più presto disciplina e corretto senso politico e comprendere che un sindaco oltre che essere capo dell’amministrazione è anche capo di una maggioranza politica e che le due figure “simul stabunt et simul cadunt”».

CATANZARO Alcuni lavori di riqualificazione al centro di una pesante contestazione politica

«Quello scempio di Piazza Roma» CATANZARO — Il consigliere comu-

nale Domenico Tallini attacca: «Un ennesimo, negativo esempio di come l'attuale maggioranza politica, intende nei fatti, rendere “accogliente” la nostra città è rappresentato dall'arredo urbano che, da qualche giorno, è stato realizzato in Piazza Roma». «Un ulteriore scempio urbano scrive - un tipico esempio di cattivo gusto e di assoluta mancanza di sensibilità culturale nell'affrontare i delicati problemi che attanagliano il centro storico cittadino. Quanto appena rilevato, costituisce l'ultima ferita inferta da questa maggioranza politica al comune, in uno dei punti nevralgici della parte storica della nostra città. Alle fioriere cilindriche in acciaio satinato che ricordano i contenitori dei nostri olivicoltori, sono state aggiunte anonime panchine in legno ed acciaio intervallate da cubi in cemento misto a graniglia colorata che configurano uno spazio in stridente contrasto con il preesistente: il tutto saldamente ancorato, con rovinosi interventi di foratura, sul lastricato della pavimentazione in basalto di recentissima istallazione. L'equilibrio formale già esistente nella stessa piazza alla fine dell'800, avrebbe dovuto suggerire più confacenti soluzioni.!!! La delusione è grande e la speranza di poter invertire questa negativa tendenza diventa ardua perché si comprende la vastità e complessità delle componenti culturali, politiche, burocratiche, istituzionali che, in tal senso, dovrebbero consapevolmente modificare il loro “agire” quando si interviene in uno spazio urbano fortemente caratterizzato e caratterizzante come quello di cui si parla. Nel merito, si domanda, quali indicazioni ha fornito sul progetto (se esiste un progetto) la locale Soprintendenza dai BB. AA. e SS., in applicazione del codice dei beni culturali e del paesaggio (D. lgs. del 22 Gennaio 2004 n°42 e s. m. ed i.)? L'amministrazione comunale, tra l'altro, dispone di un Regolamento per la gestione dei propri beni immobili (anche demaniali come le

strade e le piazze) e di un Regolamento per l'arredo urbano. Nel merito, detti regolamenti sono stati scrupolosamente osservati? Del dissennato intervento di “arredo” eseguito in Piazza Roma, quale contributo hanno offerto i numerosi Dirigenti comunali, Ingegneri ed Architetti coinvolti? E quello del Comando di Polizia Municipale, per quanto attiene al traffico veicolare e pedonale in tal modo sconvolto? Esiste un progetto esecutivo di arredo urbano esteso all'interno del centro storico che tenga conto di quanto già realizzato con la pavimentazione e quant'altro? Con quale procedura di gara sono stati svolti i lavori di fornitura e messa in opera dell'arredo di che trattasi? La commissione di gara

di quali figure professionali era composta? Nel merito il Sindaco Rosario Olivo ha gravi responsabilità sull'accaduto perché, aldilà delle risposte più o meno esaustive che potranno essere fornite alle domande sopra formulate, la bruttura realizzata è sotto gli occhi di tutti e provoca sdegno e vergogna. Peraltro, la maggior parte delle sopra indicate componenti culturali, politiche, burocratiche, istituzionali, sono state individuate e scelte dal Sindaco Olivo: a sua immagine somiglianza (politica ovviamente). Il Sindaco Olivo deve prendere altro dell'ulteriore brutta figura fatta e disporre una rapida rimozione di quanto realizzato risarcendo la collettività catanzarese dei danni subiti, non solo d'immagine».

PIAZZA ROMA/2 - “Una gimkana?” «Da qualche giorno i catanzaresi che passano per Piazza Roma possono osservare la soluzione adottata dal Comune per creare un’isola pedonale e per regolamentare la circolazione veicolare. Non conosciamo i nomi degli esecutori dell’intervento (anche se qualche paternità politica viene fatta circolare nei corridoi di Palazzo De Nobili) ma propendiamo a credere che se non si sia trattato di personale e professionisti in stato di ebbrezza alcoolica, gli Uffici comunali abbiano voluto creare, con quella caotica ed incomprensibile dislocazione delle panchine, un percorso da gimkana, nel qual caso chiediamo ufficialmente di conoscere la data in cui tale gara sportiva si svolgerà e le modalità per iscriversi». Così scrive l’Osservatorio per il decoro urbano. «Delle due l’una, non può essere altrimenti - continua la nota - perché tutti, ma proprio tutti i cittadini catanzaresi, con il loro innato e proverbiale spirito sarcastico, fanno a gara nello sbellicarsi dalle risate e nel trovare la battuta più piccante per descrivere lo scempio che è stato realizzato con quelle sedute disordinatamente avvitate sul recente basolato e ad altezza del biossido di carbonio degli scarichi autoveicolari, con quei cubi in pietra che non si capisce quale funzione possano svolgere e con gli ormai famigerati lattoni a fungere da improbabili e malinconiche fioriere. Piazza Roma, la vecchia, cara, bella e famosa piazza che nostalgiche foto d’epoca ci aiutano a ricordare nel suo artistico lastricato e con la storica fontana monumentale, l’antico colle di San Trifone che vide schierate le truppe che resistettero al lungo assedio posto alla Città nel 1528, ha subito un attacco di una violenza inaudita, è stata snaturata, è stata violentata. Basta, è giunto il momento di bloccare questi personaggi che si aggirano negli uffici comunali con il deliberato intento di colpire la Città e [.. ] far sì che venga rimossa quell’accozzaglia infame di presunti arredi urbani».

CATANZARO

Il Pd: pieno sostegno a Olivo Il gruppo del Pd del Comune di Catanzaro riunitosi sotto la presidenza del capo gruppo Alcide Lodari, conferma pieno sostegno al sindaco e alla giunta che hanno operato finora con trasparenza e assoluta competenza; difende i numerosi risultati dei primi due anni dell’amministrazione olivo, che non ha ancora esaurito le sue risorse di credibilità e di impegno per l’attuazione del programma “Catanzaro città accogliente”, dichiara di essere d’accordo con il sindaco per un ottimizzazione dell’azione amministrativa nel prosieguo della consiliatura. Ritiene che le critiche che generano contrasti debbano essere affrontate e sanate nelle opportune sedi partitiche, anche al fine di rilanciare il radicamento sul territorio del Partito Democratico e superare le difficoltà in cui si trova oggi il Pd dopo l’esito elettorale. Il gruppo si impegna ad intensificare il dialogo ed i rapporti con le altre forze della maggioranza che hanno contribuito alla vittoria del sindaco, al fine di definire assieme le scelte strategiche per il futuro della città il gruppo programmerà a breve insieme agli assessori degli incontri tematici per trovare le migliori risposte possibili da dare ai bisogni della città.

CATANZARO

Lo Monaco (Pd): l’ora della chiarezza Comunicato di Massimo Lo Monaco, componente dell’esecutivo provinciale del Pd di Catanzaro. «Non è più procrastinabile - scrive - un confronto di partito che metta la parola fine alle fibrillazioni registrate all’interno del gruppo dei democratici al Comune, nell’interesse di un’amministrazione che sta producendo risultati importanti, e nel rispetto dei cittadini di Catanzaro, coloro che hanno assegnato al Sindaco Olivo il compito di governare la città». Lo Monaco si fa portavoce del condiviso malessere generato all’interno del partito guidato dall’on. Pietro Amato, dopo i recenti malumori espressi da alcuni consiglieri comunali. «l Pd - scrive ancora Lo Monaco - sta diventando lentamente il soggetto politico che tutti noi abbiamo scelto di rappresentare, prendendo forma e sostanza, grazie anche all’ottimo lavoro svolto dal coordinatore provinciale Amato. Per chi crede nel progetto democratico diventa difficile digerire le polemiche e i confronti accesi apparsi sulla stampa, perché se è vero che l’amministrazione Olivo è composta da elementi alla prima esperienza istituzionale, è altrettanto concreta la presenza di veterani della politica, che ben conoscono il ruolo che il partito deve avere quando esistono delle perplessità personali. Queste, all’interno di un partito, possono essere ascoltate ed accolte, se valide, dopo un confronto chiaro e democratico. I consiglieri comunali del Pd - prosegue Lo Monaco - ben sanno quanto sia importante rispecchiarsi in una comune identità di partito per riuscire ad ottenere gli ottimi risultati fin qui raggiunti dal governo Olivo. Pertanto, non sono ammissibili gli atteggiamenti assunti dopo la pausa estiva, perché è lecito interpretare negativamente tali comportamenti, attribuibili solo ad interessi personali, quasi se si rappresentasse un movimento civico invece che il Pd. Inoltre, in virtù delle norme costituzionali, credo che ci sia poco rispetto nei confronti della figura del Sindaco, eletto direttamente dai cittadini e per tale ragione avente piena responsabilità sulle scelte prese per il bene della città. Non può passare la legge del 21° - dice ancora Lo Monaco - e nessun consigliere può esercitare pressioni sul Sindaco, facendo richieste di incarichi di sottogoverno o esprimendo ambizioni del tutto personali, magari riportando all’interno dell’amministrazione frustrazioni inappagate, pensando di essere determinante per la sopravvivenza del governo comunale. Sono certo che il coordinatore Amato opererà per un’imminente riunione di partito, durante la quale mi auguro che emergano tali contrasti e si discutano democraticamente i vari problemi emersi nel Comune. Sarà decisamente l’occasione giusta per fare definitiva chiarezza, innanzitutto confermando, ma sarà sicuramente così, di essere Pd. Da questo si deve partire. I diciannove consiglieri che hanno formalmente costituito il gruppo dei democratici in Consiglio, devono ora assumersi le proprie responsabilità e manifestarsi, perché se qualcuno non vuole essere più parte del Pd può dirlo liberamente, cosicché si costituisca come movimento civico e rientri nella minoranza. Il sindaco Olivo deve andare avanti e se non potrà farlo con la maggioranza dei 21, sarà capace di proseguire con quella parte di minoranza che ad oggi si è rivelata responsabile sulle scelte fatte per il bene di Catanzaro. Il Pd ha bisogno di conquistare la fiducia dei cittadini, perché è una scommessa politica seria e capace di contribuire al vero cambiamento della città, per questo è inammissibile proseguire su questa linea. Il Pd non può più tollerare i problemi interni alla maggioranza, quindi non consentirà a pochi consiglieri di paralizzare l’attività amministrativa a danno dei cittadini. Vogliamo essere credibili - ha concluso Lo Monaco - pertanto che ognuno si assuma le proprie responsabilità e agisca con serietà, nel rispetto dei valori democratici che tutti noi abbiamo scelto autonomamente di rappresentare».

CATANZARO

Via Falluc, pulizia dei canaloni «A giorni da parte del Comune sarà espletato il bando di gara per la pulizia dei canaloni per la raccolta della acque bianche di competenza». Lo rendo noto il consigliere provinciale del Pdl, Vittorio Cosentino che aveva segnalato, appunto, nei giorni scorsi «la pulizia dei condotti e fra questi quello che attraversa via dei conti Falluc», al dirigente settore lavori pubblici del Comune, con il quale, insieme ad alcuni funzionari comunali, aveva effettuato un sopralluogo nella zona. Perlustrazione dalla quale emerge è emersa spiega Cosentino, «la gravità in cui versa quel canalone» e quindi «a necessità di un intervento per rimuove - aggiunge - lo stato di degrado in cui versa non solo per la presenza di erbacce, ma anche di alcuni scarichi fognari che dal punto di vista ambientale rappresentano una emergenza da rimuovere individuando eventualmente che scarica senza la necessaria autorizzazione». Cosentino nel ringraziare «l’impegno che l’ufficio lavori pubblici profonde nella soluzione dei problemi che segnale» sottopone all’attenzione del Comune «la necessità di installare nella fase terminale del canalone della barriere di protezione al fine di impedire che qualche pedone e qualche automobilista nel percorre la strada sterrata vi finisca dentro».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 25

CALABRIA CROTONE Ferito con un colpo di pistola a una gamba il 18enne Francesco Oliverio

Sparatoria notturna sul lungomare CROTONE — Un giovane crotonese di 18 anni, Francesco Oliverio, con precedenti per rapina e detenzione di armi, è rimasto ferito da un colpo d’arma da fuoco a una gamba esploso da persone rimaste finora ignote. L’episodio è avvenuto nella serata di giovedì sul lungomare di Crotone; il giovane, tuttavia, si è presentato intorno alle 22 all’ospedale di Cariati (Cosenza) dove è stato medicato e giudicato guaribile in die-

REGGIO CALABRIA

ci giorni ma ha rifiutato il ricovero. Ai carabinieri del posto che lo hanno interrogato, Oliverio ha riferito di essere stato colpito in circostanze misteriose mentre si trovava in un lido della frazione Torretta di Crucoli (Crotone). I militari si sono recati a Torretta ma non hanno trovato alcun riscontro alla sua versione dei fatti. Dalle indagini avviate contemporaneamente dai Carabinieri e dalla Polizia di Stato di Crotone e

andate avanti per tutta la notte, è emerso invece che la sparatoria sarebbe avvenuta a Crotone intorno alle ore 20 di martedì sul lungomare Gramsci. Ieri mattina, infatti, agenti della Questura sono tornati sul posto e hanno rinvenuto due bossoli di pistola calibro 22, uno dei quali inesploso. Le indagini sull’episodio sono condotte dai Carabinieri della compagnia di Crotone. (Agi)

Il lungomare di Crotone

L’esponente politico a Catona difende “Italiani europei” dai cattivi pensieri: «E’ una fondazione culturale»

D’Alema: «Non c’è alcuna corrente» «Il Pd ha perduto le elezioni ed è normale discutere e cercare nuove vie» REGGIO CALABRIA — Finalmente si è parlato di politica. In Calabria non accadeva da tempo. Una sorta di ritorno al passato quando le “mezze calzette”, al massimo, rimanevano dietro le quinte. A riportare la politica (con la P maiuscola) in riva allo Stretto ci ha pensato Massimo D’Alema, in una afosa serata d’inizio settembre parlando a diverse migliaia di persone, in prevalenza giovani, che assiepavano l’Arena “Alberto Neri” di Catona. Il Mezzogiorno e la Calabria in particolare chiedono il ritorno al protagonismo delle classi politiche che la globalizzazione ha ridotto a semplici espressioni localistiche. Merito del ritorno a Reggio di Massimo D’Alema, in parte, va attribuito al movimento “A testa alta per la Calabria”, nato in occasione delle primarie per l’investitura dei vertici del Pd (grave errore le scelte verticistiche di Walter Veltroni), che si identifica nell’azione politica del presidente del Consiglio regionale Giuseppe Bova e, crediamo, nella stragrande maggioranza degli ex diessini poi transitati nel Pd. Ad un giornalista che ha chiesto all’ex ministro degli Esteri del Governo Prodi se la maCOSENZA — Il prefetto di Cosen-

za, Melchiorre Fallica, ha fatto visita ieri mattina all’Università della Calabria. A dare il benvenuto al neo rappresentante del Governo, che era accompagnato dalla sua assistente, Rachele Celebre, sono stati il rettore, Giovanni Latorre, e il direttore amministrativo, Bruna Adamo. «Le porto il saluto dell’intera comunità di Arcavacata - ha esordito Latorre - composta da ben trentacinquemila studenti, da un corpo docente di circa 900 unità e da altrettanti dirigenti e impiegati, i quali, mio tramite, Le formulano gli auguri più sentiti affinchè la Sua attività sia caratterizzata dal conseguimento di positivi risultati. Il suo lavoro nella sede di Crotone, in cui ha presto servizio prima di essere trasferito nella nostra Provincia - ha continuato il Rettore dell’UniCal - ha posto in luce le sue qualità e la Sua notevole esperienza, elementi che, sono certo, sapranno caratterizzare il Suo impegno anche nella nostra realtà». Il rettore Latorre ha, infine, ricordato a Fallica come i rapporti tra l’Università della Calabria e la Prefettura di Cosenza siano stati caratterizzati negli ultimi anni da una proficua e costante collaborazione, anche in rapporto al funzionamento del Comitato di Garanti istituito dall’Ateneo per controllare la corretta finalizzazione dei proventi

più che del Partito democratico. Il Pd ha perduto le elezioni. Sta lavorando per rilanciare la sua azione ed approfondire la sua riflessione sulla società italiana. E’ normale che quando una forza politica perde le elezioni discute e cerca nuove vie». L’arrivo di D’Alema al “Med fest, Mezzogiorno e saperi” ha svegliato dal torpore il popolo della sinistra: non soltanto quanti, nonostante la sconfitta credono ancora di mandare definitivamente a casa Berlusconi, ma anche nei giovani, molti dei quali giunti da altre province della Calabria. Nell’incontro con i giornalisti, Massimo D’Alema non ha risparmiato critiche alla politica governativa, iniziando dai tagli alla scuola. «E’ molto grave - ha sottolineato - che il Governo stia tagliando l’impegno pubblico per l’istruzione. L’annuncio della riduzione di 87 mila insegnanti ed il ritorno al maestro unico è contro ogni logica pedagogica. Evidentemente è soltanto un modo per risparmiare sull’istruzione dei bambini. Ed in questo quadro ci sono anche queste considerazioni infelici sul Mezzogiorno. Ma c’è soprattutto la scelta di un Governo che taglia la spe-

sa per l’istruzione che dovrebbe essere invece il principale investimento di un paese che vuole competere, che vuole crescere». E se sulle critiche mosse da Arturo Parisi al governo ombra del Pd, D’Alema si è limitato a pronunciare un semplicissimo “ingeneroso”, quando ha affrontato il problema del federalismo ha impugnato la spada. «Questo Governo ha iniziato il suo percorso tagliando gli investimenti pubblici nel Mezzogiorno». Per l’on. Massimo D’Alema il Governo, con la sua politica, continua a danneggiare questa parte del Paese. «E’ stata la prima scelta, la prima operazione economica dell’Esecutivo compresi gli investimenti per le strade in Calabria. E’ un Governo - ha ribadito - che concretamente sposta risorse verso il centro - nord. La logica è questa. In fondo il federalismo di cui parla la Lega ha come principale obiettivo quello di spostare le risorse verso il centro nord. Credo che l’impronta antimeridionale è chiarissima e la destra meridionale ha un ruolo totalmente subalterno nella maggioranza berlusconiana».

COSENZA Stretta di mano fra il rappresentante di Governo e il rettore Latorre

a Cosenza è come stare a casa. Sono certo anch’io che qui riuscirò a trovare le condizioni giuste per fare in modo che il mio impegno possa caratterizzarsi secondo gli obiettivi che mi sono prefissato e le aspettative di questo territorio. Quanto al Comitato di Garanti per il 5x1000 - ha concluso Fallica - è per me un onore farvi parte e contribuire, così come i miei predecessori hanno fatto, alla riuscita di questa meritoria iniziativa». Il rettore Latorre e il prefetto Fallica si sono quindi confrontati, per grandi linee, sulla complessità dei problemi che interessano il territorio, all’interno del quale l’Università svolge un ruolo importante. Latorre, in particolare, ha posto l’accento sulla necessità che lo sviluppo fatto registrare dall’Università in questi decenni venga integrato al più presto dalla soluzione dei complessi problemi legati alla viabilità e ai trasporti, che ancora risultano insufficienti. «Quando questa fondamentale dotazione sarà disponibile - ha concluso Latorre - l’UniCal finalmente potrà essere raggiunta con facilità dagli studenti e da quanti quotidianamente mantengono rapporti con essa, ed assumere quella centralità strategica, in rapporto al territorio, che oggi viene molto condizionata da questa grave carenza infrastrutturale».

L’incontro di Reggio Calabria

nifestazione di Reggio Calabria, in qualche modo, serva per “ufficializzare” le correnti, Massimo D’Alema è stato tanto ironico quanto fermo: «La domanda mi lascia interdetto. Non abbiamo creato alcuna corrente. Questa è una iniziativa di giovani universitari. Presiedo una fondazione culturale che è nata 11 anni fa, quindi non all’interno del Pd. E’ un’associazione culturale che affianca il lavoro della Fondazione italiani

europei, un’associazione di cui fanno parte molte persone che non sono iscritte al Partito democratico. Nessuno si iscriverebbe ad una corrente di cui non fa parte. Con a “Testa alta per la Calabria” abbiamo un progetto culturale e di ricerca. Tutti quelli che vogliono contribuire ed avvicinarsi sono i benvenuti. L’adesione è libera”. Massimo D’Alema vola alto: «Ad essere sincero - dice - a noi interessa parlare del Paese

Il prefetto in visita all’Unical derivanti dal 5x1000 (borse di studio per gli studenti), Comitato - composto dall’Arcivescovo di Cosenza, dal presidente del Tribunale e dal Presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Cosenza - del quale Latorre ha invitato a far parte anche il nuovo Prefetto. «Sono lieto - ha detto Fallica prendendo la parola - di fare la sua conoscenza e dell’Università che guida, della quale conosco gli importanti sviluppi e le performance che è riuscita a registrare in questi anni, affermandosi tra le migliori realtà universitarie italiane. Sono un meridionale anch’io - ha proseguito il prefetto Fallica - un meridionale di Catania e per me stare

LAMEZIA TERME

Preferenze alle politiche l’Udc raccoglie le firme

Il rettore Latorre e il prefetto Fallica

LAMEZIA TERME — Oggi alle 18 su corso Numistrano l’Udc organizza la rac-

colta delle firme per la proposta di legge di iniziativa popolare sulla reintroduzione del voto di preferenza per l’elezione della Camera dei Deputati. Un progetto a cui necessitano 50.000 sottoscrizioni per approdare in Parlamento ed iniziare l’iter istituzionale, che se dovesse dare esito positivo assegnerebbe all’elettore la possibilità di scegliersi un candidato, e non solo il partito, tra i quanti si presentano per il rinnovo dei due rami parlamentari. Il contrario, dunque, di quanto avviene al momento, dove l’elettore può solamente porre il segno sul partito che direttamente favorisce i primi della lista. L’obiettivo dell’Udc è raggiungere il quorum prima dei sei mesi previsti per legge e darne comunicazione già nelle festa del partito che si terrà a Chianciano Terme dall’11 al 14 settembre.

Antonio Latella


26 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Ieri l’assise dell’ente intermedio che ha affrontato diversi punti all’ordine del giorno. Dibattito acceso in Aula

Provincia, scontro sui debiti fuori bilancio Proposta dalla maggioranza una commissione ad hoc. Critiche del centrosinistra CATANZARO — Un consiglio provinciale, quello di ieri, con all’ordine del giorno diversi argomenti che hanno innescato un dibattito acceso tra i componenti della maggioranza e della minoranza. Dieci per l’esattezza gli argomenti portati in discussione e tre quelli sfociati in una lunga disamina con numerosi interventi prima di essere portati a votazione. Una maggioranza compatta e favorevole all’approvazione dei vari punti e una minoranza compatta nell’astensione o nell’esprimere voto contrario. Sorvolando il primo punto, quello dell’approvazione del verbale relativo alla precedente seduta, che è stato votato all’unanimità, la prima parte della discussione ha visto impegnata l’assise nell’affrontare un tema, nell’ultimo periodo, molto discusso: i debiti fuori bilancio. Su questo terreno, tra maggioranza e opposizione, ci sono stati interventi di vario tipo e pareri divergenti. Per il presidente dell’Ente Intermedio, Wanda Ferro, «appare chiara la necessità di costituire una nuova commissione capace di stabilire i criteri adatti per affrontare queste pratiche. Molte di esse, spesso, non sono correlate dalla giusta documentazione». Specificando più volte che i debiti fuori bilancio, diventano tali solo quando c’è stato un pronunciamento da parte del tribunale, il presidente ha espresso la volontà di far sì che entro i primi di otto-

bre si possa costituire una commissione adeguata. Dall’opposizione, la creazione di questo nuovo collegio, non è stata vista con occhio favorevole. Enzo Bruno, capogruppo del Pd, ha rimarcato l’inutilità e lo spreco di tempo e risorse nel creare «una nuova commissione, quando la commissione bilancio può benissimo assolvere - ha spiegato - a questo compito perché già conosce il problema». Per l’esponente del Pd servono, invece altri metodi per risolvere la questione dei debiti fuori bilancio: «Serve - ha aggiunto - maggiore chiarezza. Non si può più andare avanti in questo modo e continuare a prendersi beffa dei creditori. Come consiglieri - ha rimarcato - abbiamo il diritto di sapere quanti sono i debiti che sono a posto, quanti sono da mettere in regola e a quanto ammontano, altrimenti la Provincia andrà a pagare tre volte di più di quanto dovrebbe in realtà corrispondere». Amedeo Mormile, consigliere provinciale dell’Mpa, ha messo in evidenza che la ricognizione dei contenziosi va valutata seriamente, mentre Pietro Putame (Pd), ha ricordato come, il problema dei debiti fuori bilancio sia un problema che «si trascina dal passato e che si deve smettere con la politica di accantonare i debiti dal passato evitando di aggravare l’Ente di spese ulteriori». Tanti altri interventi si sono susseguiti, come quello del consi-

Le schermaglie sono continuate anche sugli altri argomenti

L’aula consiliare e, sotto, il presidente Wanda Ferro

ENZO BRUNO: «Abbiamo il diritto di sapere quanti sono i debiti a posto, quanti quelli da mettere in regola e a quanto ammontano»

gliere e presidente della commissione bilancio, Michele Rosato e del consigliere Pasqualino Ruberto che ha offerto il proprio contributo per agevolare questo percorso facendo alcune proposte: istituire una commissione speciale di lavoro, creare un protocollo specifico per controllare in maniera cronologica le pratiche monitorandone l’iter. A fine discussione si è proceduto alla votazione dei vari debiti fuori bilancio, licenziati a maggioranza, con l’opposizione completamente astenuta, eccetto Pino Maida (Pd) che ha espresso voto contrario dichiarando di voler, così, mettere in evidenza il suo disappunto. Nel corso della seduta, il presidente del consiglio, Peppino Ruberto, ha poi comunicato il nuovo assetto consiliare, a seguito della decisione di Pasqualino Ruberto di uscire da Fi e quindi dal Pdl. Il dibattito è proseguito con vari interventi, tra cui quello del capogruppo dell’Unione di Centro, Emilio Verrengia, che ha proposto, ai consiglieri di maggioranza e di minoranza, di interessarsi della questione del ripristino del posto di polizia di Catanzaro Sala che è stato chiuso. Punto condiviso da entrambi gli schieramenti, come quello del regolamento per la concessione di contributi e sovvenzioni per il quale è stata rimandata la discussione. Maria Teresa Folino

Solidarietà a quanti hanno perso il lavoro e a quanti sono a rischio, soprattutto gli insegnanti di sostegno

«Asisp, azienda inutile?» Scuola, protesta contro la Gelmini CATANZARO — E sem-

Enzo Bruno e Piero Amato

CATANZARO — E anche sulla questione dell’Asisp, l’azienda speciale provinciale, il dibattito è stato molto acceso. Da una parte il presidente Ferro ha sottolineato come, con la modifica dello statuto e con l’approvazione del bilancio «si dovrebbero risparmiare circa 150mila euro. E, a chi ha sollevato la questione dell’inutilità dell’azienda, ha ricordato «l’importanza di un’azienda come questa che gestisce un impianto importante come il Poligiovino, che ha bisogno di manutenzione a 360 gradi, del Parco delle Biodiversità e del museo Marca». Ma ha ricordato anche come, tramite l’azienda speciale ci può essere la «possibilità di fare tanto altro per il territorio e valorizzare altre strutture, come il museo di Squillace o lo stadio Carlei di Lamezia Terme e tante altre strutture che vanno mantenute vive». Anche sul punto sollevato da Enzo Bruno, sui tagli che impone la finanziaria, Wanda Ferro, ha assicurato «che la Provincia guarderà con grande attenzione a ciò che sarà il risparmio dell’ente, ma l’Asisp - ha aggiunto - è

un’idea vincente che non può essere abbandonata solo perché si pensa che le perdite che l’azienda ha, poi vengono ripianate dall’Ente Intermedio». Ricordando, a questo proposito, che sono numerose le perdite delle altre aziende che vengono ripianate da altri Enti. Anche il consigliere Santo Sestito (Pdl) ha ricordato l’importanza di un’azienda come l’Asisp come punto positivo per la Provincia. Di parere nettamente contrario, il consigliere Cosimo Femia (Pd), che la ha giudicanta uno sperpero di danaro pubblico e un onere per la Provincia. «Garantire emolumenti - ha proseguito così cospicui a chi la gestisce, senza sapere che risultati si otterranno, non è un fattore positivo che può andare bene. Dalla maggioranza è arrivata subito la replica di Amedeo Mormile che ha giudicato gli interventi dell’opposizione «strumentali e fatti solo per tenere alta la tensione». Le modifiche sono state approvate a maggioranza. Ma. Te. Fo.

pre nel consiglio di ieri, non poteva mancare un tema caldo come quello dei tagli alla scuola. Tema che, sia a livello nazionale sia a livello regionale, sta tenendo l’attenzione alta sulle possibili conseguenze che si potrebbero verificare se il decreto Gelmini venisse approvato e diventasse legge. Su questo tema, maggioranza e opposizione, con le dovute differenze, hanno espresso solidarietà a quanti hanno perso il lavoro e a quanti sono a rischio, soprattutto gli insegnanti di sostegno. E proprio, una delegazione, di La protesta di ieri questi ultimi ha assistito al consiglio di ieri portando livello dei servizi. Nei vari istiin aula un cartellone rivolto al tuti del territorio - ha proseguiministro Gelmini: “Maria Stella to - tantissimi ragazzi diversaGelmini, ministro della Pubbli- mente abili, bisognosi di magca Distruzione, meriti cinque in giori attenzioni rispetto ad altri, condotta”... saranno privati di una guida Il consigliere Verrengia è inter- esperta che finora li ha seguiti. venuto esprimendo la propria A nostro avviso - ha dichiarato preoccupazione e quella di Do- la disfunzione originata dal menico Greco, «per la grave si- Provveditorato è frutto di una tuazione determinatasi dopo il cattiva interpretazione delle didrastico ridimensionamento rettive impartite dal ministero degli insegnanti di sostegno, de- dell’Istruzione. Altrimenti non ciso dal Csa di Catanzaro in os- si spiegherebbe il fatto che nelsequio alle disposizioni di una le altre province sono più o mecircolare ministeriale. Il com- no rimaste invariate le unità imprensorio del capoluogo - ha ag- piegate. Il dato dell’hinterland giunto Verrengia - verrà forte- catanzarese e lamentino non mente penalizzato da una scelta pare essere giustificato da esuche mette in seria difficoltà cir- beri». Anche le insegnanti di soca 150 famiglie, nelle quali stegno, intervenute al consiglio, verrà meno un posto di lavoro, e hanno fatto notare come la vita abbassa in maniera cospicua il dell’insegnante sia dura «ma -

hanno scritto su un volantino quella delle insegnanti catanzaresi lo è ancora di più». Dalla minoranza è stato fatto poi notare che «le scelte politiche porteranno alla perdita di 70mila posti di lavoro», non trattandosi, quindi, di una scorretta applicazione delle direttive ministeriali ma di ciò che il decreto 112/2008 prevede. «Il provvedimento più preoccupante - hanno aggiunto - riguarda l’accorpamento delle scuole con meno di 600 alunni. I piccoli comuni, soprattutto quelli di montagna dovranno dire addio alle scuole. Un vero disastro - hanno concluso - che fa saltare il diritto all’istruzione pubblica garantito dalla costituzione». Ma. Te. Fo.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 27

CALABRIA LAMEZIA TERME Su iniziativa di Tonino Leone, attorno allo stesso tavolo il Comune, la Provincia e la Regione

«Ambiente, serve un impegno sinergico» Ribaditi gli sforzi per uscire dall’emergenza. Ma servono fondi per i depuratori LAMEZIA TERME — “Dall’emer-

genza a nuove occasioni di sviluppo: mare pulito, riqualificazione ambientale, sviluppo del litorale, nuovo impegno e ruolo delle istituzioni”. Punti fermi dai quali partire per scongiurare una nuova estate rovinata da inquinamenti e disastri ambientali. Con questi intenti il “Comitato per lo sviluppo della costa lametina”, presieduto da Tonino Leone e nato all’incirca tre anni dall’esigenza dei residenti di località Ginepri di porre maggiore attenzione alla riqualificazione del litorale, ha incontrato i rappresentanti politici comunali, provinciali e regionali. Un incontro di “fine estate” ma a stagione non ancora terminata, per fare il punto sulla situazione e programmare in tempo le attività future. Idee e programmi da mettere bene in chiaro con impegni precisi da portare avanti nei prossimi mesi ed arrivare preparati ad affrontare la stagione calda del 2009 in modo sereno e senza più ricorrere a soluzioni tampone che oltre all’esborso di denaro pubblico, provocano non pochi disagi tanto ai lametini quanto ai vacanzieri. «Oggi cambia la fisionomia di questo comparto ambientale - ha esplicitato il presidente Leone - ed oltre a programmare lo sviluppo enumerando anche le emergenze, dobbiamo tenere conto anche di un punto politico forte. Noi siamo pienamente convinti che Lamezia ha tutti i numeri per potere progredire ma difficile sarà se gli sforzi non LAMEZIA TERME — Riceviamo e

pubblichiamo. «Presenti il sindaco di Lamezia, l’on. Lo Moro, il vicepresidente della Provincia, Maurizio Vento, l'ex vice presidente Mario Magno e molti assessori di Lamezia in località Marinella si è discusso di sviluppo della costa, di inquinamento ambientale, del depuratore di Lamezia e dei rifiuti in mare in questo periodo estivo, ormai trascorso. Sia Maurizio Vento e sia Mario Magno (presentato come capo gruppo del Pdl in Consiglio) hanno descritto la non funzionalità dell'impianto di Lamezia, la presenza dei fanghi biologici nell'impianto da oltre dieci anni, i lavori, e quindi la spesa, disposti dall'ex Commissario Prefetto Montanaro risultati inutili, visto che i fanghi sono stati ritrovati ancora nell'impianto. Ebbene, e mi ha fatto piacere aver ascoltato che l'impianto di depurazione di Lamezia Terme dalla nuova Amministrazione Provinciale è stato trovato in condizioni disastrose ed ho condiviso quasi in toto quanto hanno riferito, tranne il fatto dei “dieci anni”: l'impianto di depurazione di Lamezia Terme convertito nel 1993 (anno di ultimazione dei lavori) è stato messo in funzione con ordinanza del sindaco (dott. ssa Lo Moro) il due agosto del 1994 e il grosso problema di smaltimento dei fanghi fu risolto in via provvisoria con la requisizione di grosse vasche nell'area ex Sir e della discarica costruita all'interno della piattaforma depurativa. L'impianto, nonostante fosse stato trasformato da industriale ad urbano e non progettato per una città come Lamezia, fino al mese di settembre del 2000 ha regolarmente funzionato e i reflui in uscita hanno rispettato sempre i valori tabellari (secondo legge) degli inquinanti. Col passaggio della gestione all'Ufficio del Commissario delegato, prima, e dell'Ato 2, poi, en-

Provincia di Catanzaro, Maurizio Vento. Comune, Provincia e Regione, pertanto, a fare la propria parte. «Il Comune per quanto di sua competenza, la Provincia perché non c’è sviluppo turistico se non c’è un mare pulito, la Regione che si deve prendere le proprie responsabilità istituzionali stabilendo compiti precisi ed erogando quanto necessario per uno sviluppo reale e programmato». Nella serata degli impegni pubblici, tanti gli intervenuti al tavolo dei relatori come, appunto, il vicepresidente Vento che ha pubblicamente ribadito l’impegno da parte dell’Ente intermedio circa la risoluzione del problema del mare sporco partendo dalla sistemazione e rivisitazione degli

I relatori e il pubblico

si compiranno assieme». Uno sforzo comune che vada nella direzione di un accordo serio che secondo i componenti del Comitato, si dovrà tradurre in un progetto generale di riqualificazione con finanziamenti certi per avviare e portare a termine i lavori necessari che vertono tanto sulla pineta litorale quanto sul fiume Bagni che va messo in sicurezza togliendolo dal vincolo di esondabilità. Per questo ed altro, ancora una volta, Leone e i due vice del Comitato per lo sviluppo della costa lametina, hanno chiamato all’appello il sindaco di Lamezia Terme, l’assessore al ramo Francesco Muraca, i capigruppo dei partiti in consiglio comunale nonchè il vicepresidente della

Antonietta Bruno

LAMEZIA TERME L’ing. Cimino ricorda le vicende degli impianti

«Le posizioni anomale... del nostro centrodestra»

Nella foto a lato, l’impianto di depurazione di Lamezia. In alto, l’ing. Giovanni Cimino, già assessore comunale nella precedente Giunta del sindaco Speranza.

trambi diretti, governati, amministrati dal centro destra l'impianto di Lamezia Terme ha smesso di funzionare e non esiste impianto che possa funzionare a percentuale (oggi secondo il vice presidente Vento la prima linea funziona al 70% e la seconda sta funzionando): funziona se gli inquinanti rientrano nei limiti tabellari! Perchè, altrimenti, il Dirigente del Settore Ambiente della Provincia, dott. ssa Sozzi, non revoca l'atto di

impianti. «Proprio pochi giorni fa ha comunicato Maurizio Vento ai convenuti - il presidente Wanda Ferro ha investito del problema il Governo ed a breve avremmo un incontro con i tecnici per cercare di trovare i fondi che servono per rimettere in funzione tutti gli impianti di depurazione senza dover più gestire l’emergenza». Stesso impegno, è stato preso dal Comune di Lamezia Terme che, sulla questione ambiente, per bocca dell’assessore Muraca, ha parlato di «problematica complessa». «Non molto tempo fa - ha infatti ricordato il membro di Giunta - abbiamo avuto due Consigli comunali molto partecipati sulla depurazione e sui rifiuti, e su entrambi la linea del Comune è stata chiara e precisa. Sulla questione dei rifiuti attuando una terza vasca che al momento sembra l’unica alternativa da perseguire, e sulla depurazione riappropriandoci dell’impianto per affidarlo alla gestione della Multiservizi. Unica soluzione anche questa, per chiarire bene le eventuali responsabilità future e non parlare più in estate di emergenze ambientali». L’indicazione più idonea, dunque, è quella un’attenzione sinergia sul territorio da parte di tutte le istituzioni a cominciare dalla regione che deve essere presente sia dal punto di vista degli aiuti economici che delle competenze e tecnologie da mettere in campo.

revoca di autorizzazione allo scarico dell'impianto? Di questo atto non se ne è discusso! La seconda linea del depuratore non ha funzionato e non funzionerà mai. A livello progettuale è errata. Mi chiedo: perchè per mesi l'Amministrazione Provinciale (presidente Traversa) mi ha contestato la non funzionalità dell'impianto? Perchè alla segreteria tecnica dell'Ato 2 non ha mai chiesto di eseguire un controllo serio sulla esecuzione della ge-

stione dei depuratori da parte della ditta? Ad essa, invece, voleva affidare la gestione dell'intero sistema idrico “cosiddetto Integrato”!) e perchè alla stessa Segreteria tecnica dell'Ato 2, che, se non erro, aveva il controllo della direzione dei lavori disposti dal prefetto Montanaro, non chiede un resoconto della regolarità dei lavori, se proprio Mario Magno ha riferito di lavori inutili e di sperpero? Quanto dovrei essere soddisfatto! Ma

non lo sono, perchè se fossi stato subito ascoltato da tutti, dal centro destra soprattutto, non si sarebbero persi mesi ed anni per intervenire sull'impianto e sicuramente si sarebbe alleggerito il peso dell'inquinamento estremo sul territorio ed in mare. Ritengo che gli uomini politici del centro destra, come Mario Magno, Maurizio Vento ed altri, prima di continuare a discutere della non funzionalità degli impianti e di inquinamento (sui quali si concorda), visto la precedente posizione a livello provinciale e le responsabilità nella conduzione dell'Ufficio del Commissario Delegato (con l'on. Nisticò, prima, e con l'on. Chiaravalloti, poi nella qualità di Commissari Delegati), debbano chiedere scusa dei danni arrecati sul territorio e soprattutto in mare (nel quale probabilmente è da ritenere che vi siano finite molte quantità di fanghi, se a tutti i cittadini non verranno forniti dati certi sui luoghi di avvenuto smaltimento) e debbano spiegare le motivazioni politiche della loro nuova posizione in materia di inquinamento. Allora tutte le forze politiche, le autorità giudiziarie e di polizia tutte e gli Enti interessati, indipendentemente dai colori politici degli amministratori, debbano unirsi per affrontare nel migliore dei modi il problema e dare risposte certe. Il problema, soprattutto, dell'inquinamento e della sporcizia del nostro mare, come già dichiarato, non è facile che venga risolto dai soli Enti territoriali e regionali e neppure dal solo Stato Italiano; è un problema che, ormai, interessa tutto il Mare Nostrum e gli Stati che vi si affacciano, debbano iniziare a pensare ad una Conferenza degli Stati del Mediterraneo per discutere e programmare il Suo disinquinamento. Utopia? Lancio, per la seconda volta, attraverso le testate dei Giornali questo appello!». Ing. Giovanni Cimino


28 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SOVERATO Ufficializzata ieri la prima fase del rimpasto di Giunta al Comune. L’Udc torna a rioccupare la seconda carica dell’esecutivo

Matacera lascia. Sinopoli vice sindaco Il plauso di Salvatore Riccio: «Gli accordi tra i partiti sono stati rispettati» SOVERATO — «Il vice sindaco Pietro Matacera ha annunciato le sue dimissioni. Al suo posto verrà ufficialmente nominato, nella giornata di lunedì, l’attuale assessore comunale al Turismo Teo Sinopoli (Udc). Ringraziamo Pietro Matacera per quello che ha fatto in questi anni. A lui formuliamo i migliori auspici per il futuro». Ieri, con questa scarna dichiarazione, il sindaco Raffaele Mancini ha confermato l’avvio di una nuova fase politico-amministrativa in città. La poltrona di “numero 2” della coalizione di centrodestra torna, dunque, allo Scudocrociato. Una battaglia vinta per il capogruppo consiliare centrista, Salvatore Riccio, e il coordinatore cittadino, Francesco Manti. «Esprimiamo la nostra soddisfazione per l’epilogo di questa verifica - ha dichiarato Riccio. - Un nostro uomo di punta viene gratificato per il lavoro positivo che ha svolto in questi anni. Inoltre, è stata finalmente ristabilita quella chiarezza che l’Udc ha sempre posto alla base degli accordi elettorali». La battuta polemica è, ovviamente, indirizzata al vice sindaco dimissionario. Matacera, infatti, era stato nominato “delfino” di Mancini alla luce di un patto di maggioranza che assegnava ad ogni partito le relative caselle di Giunta. Ai post democristiani toccava, per l’appunto, il vice sindaco. Nel corso degli ultimi mesi, però, Pietro Matacera ha lasciato l’Udc per passare con il nuovo movimento dei Popolari Europei, fondato dall’onorevole Pino Galati. SOVERATO — «Un ministro le-

ghista doveva venire in Calabria per spiegare il Federalismo? E dove sono andati a finire i nostri deputati e senatori?». Il quesito è posto dal portavoce di “Soverato nel Cuore”, Giovanni Sgrò. Il giovane e dinamico artefice del movimento d’opinione ha affondato i colpi nel corso di una breve conversazione sull’argomento. «Cal-

Teo Sinopoli

Dunque, ha tenuto la carica in seno all’esecutivo ma si è spogliato della casacca che lo legittimava (politicamente) a sostare su quella poltrona. Da quel momento in poi sono partiti i primi venti di fronda, sfociati nella richiesta di verifica e nel rimpasto, oggi in corso d’opera. Rimpasto che si chiuderà definitivamente quando anche il Pri vedrà esaudite le sue richieste: il riconoscimento del gruppo e l’assegnazione di un assessorato. In settimana si vedrà. Nel frat-

Salvatore Riccio

SOVERATO Antonello Gagliardi lancia pesanti strali contro la maggioranza di centrodestra

«Ma questa città resta sgovernata» SOVERATO — «Sindaco e maggio-

ranza continuano a non dare risposte. Intanto assegnano assessorati senza specificare le rispettive deleghe. Come fossero caselle del “Monopoli”. Ma con quale beneficio per la città?». Il commento, molto duro, è del consigliere comunale d’opposizione Antonello Gagliardi. «Sui cantieri del palazzetto niente, sulla gestione del teatro niente. - sottolinea - Continuo a sollecitare chiarimenti ma nessuno è in grado di darmi risposte. Come sempre, del resto. Le uniche volte che il sindaco, o chi per lui, si è degnato di replicare, ho sentito solo ironie e battute nei miei confronti. Adesso neanche quelle! Adesso non mi possono di-

Antonello Gagliardi

re nemmeno che passo da un partito all’altro visto che loro hanno fatto di tutto e di più in questa vicenda del rimpasto. C’è chi è passato da Fini ai Popolari Europei, per finire con Forza Italia. Chi ha

lasciato Pino Galati per An. Un rimescolamento generale. Ed è difficile ipotizzare che si sia realizzato senza un “regista”. Il problema serio e reale, che tutti i cittadini hanno di fronte, è che la città non è governata da anni. Speriamo che qualcuno si decida ad intervenire sui parcheggi. In Prefettura c’è un esposto di 5 pagine che chiede come sia possibile che un servizio sia gestito senza convezione tra consiglio comunale e società privata! Una riflessione va fatta. Ma nessuno mi risponde. Adesso chiederemo un consiglio comunale ad hoc per palazzetto, teatro e parcheggi. Vogliamo lavorare adesso prima della prossima estate per vedere di risolvere questi problemi».

SOVERATO La visita di Calderoli come spunto per mettere alla berlina i nostri parlamentari

Gianni Sgrò: chi difende lo Stato Sociale? deroli è stato in Calabria - ha sottolineato - per dimostrare quanto sia efficace la riforma proposta dal Nord per ammodernare lo Stato. Condivisibili o meno, gli argomenti del mini-

stro sono stati al centro di un serrato confronto con il Governatore Loiero. In questo scenario, hanno brillato per la loro assenza in nostri deputati e senatori, di entrambi gli schiera-

menti. Li abbiamo sentiti e letti solo a distanza di ore, per mezzo di dichiarazioni stampa. Ma non sono scesi in mezzo alla gente. La popolazione calabrese vuole capire, vuole sapere. Ci

tempo, Sinopoli si gode il meritato momento di gloria. «Devo ringraziare tutto il partito - sottolinea il neo vice sindaco - il segretario cittadino, i vertici regionali e provinciali, il mio capogruppo. Ringrazio il collega di Giunta Vincenzo Arcidiacono, che da poco ha aderito al nostro gruppo e ha dato ancora più forza alle nostre istanze. La vicenda si è conclusa secondo gli auspici condivisi dall’intera maggioranza. Del resto, il documento ufficiale firmato nei giorni scorsi dai consiglieri del centrodestra e dalle segreterie di partito parlava chiaro. La correttezza delle posizioni ha dimostrato ancora di più la compattezza di questa amministrazione. Ringrazio, chiaramente, il sindaco Raffaele Mancini che mi ha onorato ulteriormente della sua fiducia. Un pensiero, infine, a Pietro Matacera. Nulla di personale con lui. La questione è stata sempre posta in termini solamente politici. Sicuramente la sua figura resterà nella storia amministrativa di questa città. Oltre ad aver stabilito un record di longevità amministrativa, ha lavorato in Giunta con dignità e onestà. Oggi ricevo questo testimone che mi impone di intensificare ancora di più il mio impegno, sempre rivolto ad operare per il bene di Soverato e nel rispetto di quei concittadini che alle ultime Comunali mi hanno premiato, numerosissimi, tanto da indicarmi come il primo degli eletti». Francesco Pungitore

auguriamo davvero che il federalismo metta da parte questo vecchio modo di intendere la politica, fatto solo di demagogia. Di certo, sarebbe stato bello ascoltare qualche nostro parlamentare impegnato nella difesa dello stato sociale, dei diritti dei più deboli. Parole scomparse anche dal vocabolario della sinistra. E non è una cosa di cui andare fieri».


PAGINA 31

Contrada Guido - Sellia Marina - tel. 0961.961495 www.contradaguido.it


Pag. 30

APPUNTAMENTI il Domani

Sabato 6 Settembre 2008

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

MUSIC VILLAGE/1 Sino al 13 settembre in 800 si esibiranno davanti ai grandi della discografia, pronti a dare consigli

A Simeri, alla ricerca di nuovi talenti La giuria: «A parte le esibizioni c’è il discorso dello scouting. Valutiamo gruppi su cui investire» SIMERI MARE — Band e cantanti da tutta la nazione sono arrivati in Calabria per prendere parte a Music village, la manifestazione organizzata da Vittorio Sassudelli, titolare dell'Event Sound Promotion. Sponsor dell’iniziativa: Sony, Roland ed Heineken. Partners principali: Beat magazine, Click ’n roll rockol e Rockoff. L'evento si divide in un due parti: la prima, dal 30 agosto al 6 settembre, dedicata alla categoria giovane e la seconda, dal 7 al 13 settembre, rivolta ai gruppi e ai cantanti che hanno già una ricca esperienza nel settore musicale. La manifestazione si sta svolgendo a Simeri mare, nella bellissima struttura di Costa Simeri oro. Music village nasce per organizzare un momento di confronto e di formazione musicale utile ai tanti giovani artisti che vogliono intraprendere la strada del professionismo. I punti di riferimento per i musicisti emergenti sono attualmente davvero pochi e questo evento nasce proprio per aiutare, chi davvero ama questo mondo, a comprenderne le dinamiche. La manifestazione ha però anche il grande merito di mettere in contatto i talenti con i personaggi principali del mondo della discografia. Si tratta in pratica di una vera e propria fiera della musica in cui ognuno è libero di presentare il proprio progetto davanti a degli esperti disposti a dare consigli. Una vetrina che ha portato alcune band, negli anni scorsi, ad ottenere dei veri e propri contratti discografici. «La manifestazione dura due settimane - ci spiega una delle responsabili, Alessia Achielli -. Durante la mattina tutti possono partecipare a seminari su temi relativi al mondo della musica, mentre pomeriggio e sera sono totalmente dedicate alle esibizioni. Il lavoro della Event Sound Promotion dura un anno. Ci sono le selezioni e poi le manifestazioni finali in Calabria e in Trentino. Quest'anno a Simeri mare ci saranno più di 800 persone per Music Village. Tanti i gruppi che hanno avuto importanti opportunità lavorative grazie alla partecipazione a questo evento: Jola Urlo, Rock Ubilk e i De Wankies. I ragazzi vengono qui ad esibirsi davanti ad una giuria seria e preparata. Per loro sono fondamentali i consigli degli esperti». La commissione artistica è effettivamente di prim'ordine: Vittorio Sassudelli, Franco Zanetti (direttore di rockol), Annalaura Avanzi (avvocato specializzato in diritto musicale),

Antonio Notaro (titolare dell'etichetta Renilin), Daniele Persoglio (produttore dei Finley e talent scout), Enrico Maria Magli (Consulente e programmatore di All music), Federico Montesanto (amministratore Pirames international srl), Heller (titolare di hellestation), Ilaria Perrone (A&R Sony Bmg), Ilich Rausa (Titolare dell'etichetta: Rude records: Sun eats hours e Gogol Bordello), Lucio Contini ( titolare dell'etichetta Maninalto records: Vallanzaska), Massimo Luca (Smoking production, produttore e storico chitarrista di Battisti), Nicolò Zaganelli (Ufficio stampa Artevox), Paola Palma ( Smoking production, top records e Dingo music) Paolo Gentile (Produttore e organizzatore di eventi), Ronny Aglietti (bassista, fonico e produttore,

Gli organizzatori al lavoro

Music village è una vetrina per i giovani talenti ed ha il grande merito di mettere in contatto i musicisti con i personaggi del mondo della discografia

I seminari

La giuria

Ronny'studio), Simona Gamba (Mtv) e Simone Pradi ( Pr e web&Loyalty Communications Doityourself). «A parte le esibizioni c'è il discorso dello scouting - ci raccontano Massimo Luca, Paolo Gentile e Ilich Rausa -. Noi cerchiamo gruppi meritevoli e negli anni precedenti ne abbiamo trovati molti. Ad esempio gli Ubik che sono nella scuderia di Cecchetto. Quest'anno invece ci sono i Nemesi e per loro siamo sicuri si aprirà una bella strada dopo Music Village. I gruppi si esibiscono anche in parco libero avendo così l'opportunità di conoscersi. Questo ha portato negli anni a collaborazioni anche fra artisti di diverse città. La musica spesso è una chimera. Ci vuole tanta umiltà e volontà per arrivare in alto. A Music village ognuno presenta il pro-

Sono state presentate ai ragazzi anche: Rockoff, Primosumille e Pirames

Le opportunità del digitale

Nemesi

SIMERI MARE — Tante le iniziative che sono promosse durante Music village, tutte con l’obiettivo di coinvolgere i giovani musicisti in manifestazioni che danno loro l’opportunità di emergere. Primo fra tutti il Music village Academy che si terrà all’inizio dell’estate 2009. Dopo il successo della prima edizione nel cuore del Salento, associazione giovanile Net Fun e la Event Sound Promotion organizzano la seconda edizione di “Music village Academy”: una vera scuola di musica concentrata nel tempo di una settimana con i corsi tenuti dagli insegnanti della Rocktv school e da musicisti del progetto Rezophonic di Mario Riso. L’iniziativa è sostenuta dalla RockTv school; i corsi sono infatti tenuti da insegnanti competenti e musicisti attivi nella scena rock italiana. Durante l’evento i partecipanti saranno divisi in base alla materia prescelta: canto, chitarra, batteria, tastiera e bassi. Per saperne di più www. espromotion. it/musicvillageacademy. Altra importante iniziativa è PrimosuMille. Un concorso, la cui terza edizione si terrà nel 2009, indetto da Franco Zanetti ed organizzato da Associazione Puntomusic in collaborazione con l’associazione MgBresica. Infowww. primosumille. com. Per le migliori band del panorama italiano sono state presentate a Music village due progetti che sicuramente possono essere d’aiuto a chi vuole emergere nel mondo della musica: Pirames, un servizio che da l’opportunità di distribuire digitalmente i lavori musicali sui migliori negozi di musica del web; Rockoff, il sito dedicato alle band emergenti.

Herjan

prio progetto e noi diamo i giusti consigli per dare l'opportunità a tutti di migliorare. Un'evento che in tanti amano perchè crea visibilità». In Italia ci sono molti concorsi e festival musicali, Music village non è uno di questi. Al contrario è un vero scuola di musica dove ognuno può mostrare il proprio talento e la propria voglia di emergere. Il consiglio degli esperti ai giovani talenti è quello di «non chiedere tutto al sistema ma impegnarsi seriamente per raggiungere l'obiettivo». Ma Music village non si concluderà per tutti il 13 settembre. I migliori progetti verranno infatti presentati dopo l’evento anche a professionisti del settore che collaborano costantemente con questa iniziativa della Event Sound Promotion come: Alberto Motta (Talent scout), Alex Forniti ( Stout music etichetta indipendente), Alessandro Cesqui (label manager dell’etichetta Novunque), Bob Slaton (Milano Lab), Claudio Buja (direttore Universal Music Publishing), Claudio Ferrante (Carosello records), Daniele Grasso (Musicista e produttore), Dario Guglielmetti (Titolare di Tube Records), Demetrio Sartorio (manager delle Vibrazioni), Emanuela Colli (Warner), Eugenio Cervi (Venus dischi), Marco Trentacoste (chitarrista e produttore), Federica Ceppa (Mtv), Gianluca Soresi (Ricordi Bmg), Livio Magnini (chitarrista e produttore dei Bluvertigo), Marcello Balestra (Warner music Italia), Max Zanotti (Deasonika), Max Urbinati (Goo Music e Macc Studios), Marco Giorgi (compositore), Massimo bonelli (Cni), Max Brigante (Rock tv e Radio 105), Pietro Camonchia (manager Linea 77), Salvatore Lanzillotta (Universo Records), Enrico Romano (A&r Emi - Virgin), Gabriele Minelli (A&r Emi Virgin), Marco Riso (rock tv), Luca Fantone (Sony Bmg) e molti altri. Da sottolineare la mancanza quest’anno di gruppi catanzaresi alla manifestazione. Unico rappresentante della provincia il fotografo Federico Losito, che si occupa di fotografare ogni momento dell’evento ed in particolare le esibizioni sul palco. «I ragazzi della nostra città - dichiara - dovrebbero darsi da fare per emergere. Il problema è che pochi hanno voglia di “muoversi”». Tutte le foto dell’evento sono disponibili anche suwww. myspace. com/lositofederico o su www. federicolosito. it. Carmela Mirarchi


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 31

APPUNTAMENTI CALABRIA MUSIC VILLAGE/2 La giuria della manifestazione ha eletto i più bravi di quest’anno. Tanti i generi musicali protagonisti

I migliori? Nemesi, Maladama e Lycosa Per i ragazzi che prediligono lo street rock si preannuncia una carriera molto importante SIMERI MARE — Music Village, la

manifestazione che si sta svolgendo presso il Club Costa Simeri oro e che terminerà il 13 settembre, non è un concorso ma una fiera della musica. Tanti i personaggi del settore che osservano i partecipanti e che sono pronti a dare consigli per aiutare i talenti a migliorarsi. E’ ovvio però che questi incontri in alcuni casi danno vita a collaborazioni importanti. Una vera opportunità per i tanti che partecipano alla manifestazione anche per essere notati dai discografici. Massimo Luca e Paolo Gentile ci hanno presentato i due gruppi che di più hanno convinto la giuria in questa edizione: i Nemesi e i Maladama. A questi si affianca un terzo gruppo di musica folk, fra i migliori per la giuria, e tra i più attuali secondo noi, viste le tendenze della musica in questi ultimi anni. Si tratta dei Lycosa di Lesina in provincia di Foggia. La band è composta da cinque ragazzi tra i 16 e i 20 anni: Matteo Orlando(tastiera e voce), Leonardo Campagna (chitarra acustica), Nicola Schiavone (Tomorra, tamburello), Francesco Moselli (Chitarra battente) e Primiano Augelli (chitarra, mandolino e voce). Il loro genere è il folk salentino, garganico e partenopeo che riesce, durante le loro magnifiche esibizioni live, a coinvolgere moltissimo gli spettatori. La band nasce nel 2005 con un genere molto diverso, soprattutto rock e pop, poi i cinque giovanissimi musicisti decidono di cambiare strada e di avvicinarsi alla musica tradizionale. Iniziano così i concerti in Pu-

GRUPPO

RUGA

Nemesi

glia, Molise e Campania. Per loro Music village è«un’opportunità per migliorarsi». Per ascoltarli www. myspace. com/lycosa. Gruppo su cui al giuria punta molto sono i Nemesi, che sicuramente avranno da qui a poco una seria opportunità nel difficile mondo della musica. I Nemesi sono: Alberto Riva, Daniele Ferrara, Gilberto valsecchi, Claudio Pellegrino, Alessio Gentile. Il loro viene definito uno street rock che spazia dall’elettronica, all’hip hop sino al rock puro. Questi giovani ragazzi hanno già alle spalle una lunga serie di concerti live in Italia e Svizzera e partecipano per la terza volta a Music village. «Qui il pubblico è selezionato - ci raccontano - e le critiche fondate». Il loro sogno? Aprire un concerto dei Defto-

Lycosa

nes, gruppo nu metal statunitense. Per ascoltarli www. myspace. com/ nemesirox. Siamo sicuri li ritroveremo presto a i vertici del panorama musicale internazionale. Diversa la storia dei Maladama, band giudicata «la migliore con i Nemesi». Il gruppo è composto da Marco Vermia, Luigi Caprara, Tiziano Conicella e Roberto Parava. Il loro è un rock incondizionato. Non amano molto i live e preferiscono trascorrere le loro giornate in sala prove a migliorarsi. Tante le influenze: dal Breat rock a De Andrè. Per loro Music village è «la migliore manifestazione musicale». Il loro sogno? Vivere di musica. Per ascoltarli www. myspace. com/maladama Carmela Mirarchi

Maladama

ERRE EMME AUTO

SRL

via Conti Falluc snc - Catanzaro tel. 0961.751188 - e-mail: erreemme@tataitalia.it

in collaborazione con

Arilli Motors via Acquabona - (KR) tel. 0962.905486

Brogna Auto 4x4 viale Affaccio, 171 - Vibo V. tel. 0963.991838

Autochiara by Lamezia Gomme via del Progresso - Lamezia T. (CZ) tel. 0968.456686

Autocentro di Cariati Antonio piazza Municipio - Cirò Marina (KR) tel. 0962.35910

Grandinetti Aldo Automobili via Maigret - Soveria Mannelli (CZ) tel. 0968.662348


32 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA CATANZARO Prosegue il nostro viaggio all’interno dei locali notturni per conoscere meglio i re della consolle che animano la regione

Alessio Veraldi è il mitico Dj Tatto «I miei genitori vivono assieme a me questa passione; mio padre ha fatto il cantante» CATANZARO — Prosegue il nostro

viaggio all’interno dei locali notturni per conoscere meglio i personaggi che mettono in moto il popolo dei nottambuli, i re della consolle, coloro che scelgono di fare le ore piccole in compagnia di un pubblico pronto a ballare fino alle prime luci dell’alba! Abbiamo incontrato Alessio Veraldi, uno dei dj più conosciuti della zona, meglio noto come Tatto, che alle nostre domande ha risposto così... Quando hai iniziato a suonare? «Grazie a mio padre, Antonio Veraldi, ed alla sua passione per la musica sono subito entrato a contatto con sonorità anni '60 '70 '80. Nel 1993 tra i vinili ho trovato una cassetta di Bob Marley & the Wailers e mi sono innamorato della canzone "Redemption song". Da quel momento è partito il mio eterno amore per la musica nera come l’Hip Hop, il Soul, il Funk e il Reggaeton. Ho fatto parte come Mc(rapper) del primo gruppo Hip Hop della città “Zona Stok” ed in seguito sono diventato beatmaker, ovvero produttore musicale di alcuni rapper catanzaresi e di un gruppo di Milano “Linea2”. Nel 1997 sono stato scelto da una casa discografica italiana per un progetto che poi è stato bloccato per “cause sanremesi”. Dal 2001 invece è nata in me la voglia di far ascoltare i miei dischi per far conoscere un genere musicale che nella nostra provincia era ancora poco presente. Ricordo che il primo locale in cui suonai è stato lo “Zula” di Pietragrande di cui conservo ancora stupendi ricordi». REGGIO CALABRIA — Il prossimo

13 settembre il quadro della Madonna della Consolazione, patrona e protettrice di Reggio Calabria, lascerà il suo Santuario dell’Eremo per essere accompagnato alla Chiesa Cattedrale. Tale straordinario evento è preceduto dalla celebrazione dei sette sabati che sono iniziati il 2 agosto scorso. Nell’approssimarsi della grande festa continuiamo a proporre stralci della storia della tradizione della Madonna della Consolazione, fin dalle origini. Lo scritto è di padre Giuseppe Sinopoli, Superiore del locale Convento Cappuccino, parroco moderatore della Basilica, giornalista pubblicista. Il quadro della Madonna Tra devozione e ricerca La devozione del popolo reggino verso la Vergine Maria, Madre della Consolazione, è davvero singolare. Sono tantissime le persone che, nel corso dell’anno, salgono, alla spicciolata o in gruppo, al Santuario dell’Eremo per sostare un po’ con Lei e chiedere una carezza consolatrice per sé o per i propri cari. Preghiere semplici, formulate, quasi sempre, nella più assorta intimità dello sguardo e del cuore. In occasione dei tradizionali sette sabati il flusso dei devoti e dei pellegrini, che ricorrono alla Madonna della Consolazione, aumenta progressivamente al punto da non trovare posto nella Basilica. Impressionante, poi, la folla che accompagna la sacra Effigie, portata a spalla, nella sontuosa cornice della vara, da circa 120 portatori, dal Santuario dell’Eremo alla Cattedrale. Si rivivono, in questo commovente pellegrinaggio, i momenti più significativi della storia del popolo reggino, specie quelli meno felici (peste, terremoti, carestie, invasioni, tumulti, guerre, malattie…), durante i quali la Vergine Maria ha svolto un ruolo così

Pensavi di fare questo lavoro già da bambino? «Sin da piccolo era vivo il mio interesse per la musica e per i locali notturni; il mio sogno è sempre stato quello di produrre musica e un giorno ritrovarmi dietro la consolle di uno dei bellissimi disco club della nostra città, dando tutto me stesso a chi mi avrebbe ascoltato. Questo mio desiderio si è avverato suonando al “Rebus” e al “Blu”». Pensi che sia una vera e propria professione? «Quando si parla di arte non mi piace associarla ad una professione. Io fondamentalmente penso che l’importante sia essere professionali e onesti verso lo staff con cui collabori e il pubblico che ti segue; occorre conservare il valore infinito che ha la musica per ognuno di noi e il suo potere di farci vivere ogni stato d’animo... cercando di evolversi sempre». Come vivono i tuoi genitori questa tua passione di nome musica? «I miei genitori vivono assieme a me questa passione; mio padre ha fatto il cantante in gruppi come “Le Anime” ed avendo vissuto la “beat generation” può capirmi: dal suono non potrò mai distaccarmi perché mi ha reso ciò che sono… semplicemente Tatto! Penso che per fare questo tipo di scelte devi comunque avere alla base una sicurezza economica, un lavoro che ti faccia vivere la realtà di tutti i giorni». Perchè Tatto... un nome singolare? «E’ un nome d’ arte, in realtà mi chiamo Alessio Veraldi. Ho scelto il nome

Tatto in primis poiché questo è il mio senso preferito... amo l’arte e toccare i colori e i materiali delle opere artistiche mi rende felice, e poi perché ho le mani sempre calde... ed il resto vi invito a scoprirlo!» Come vivi di notte: quindi al contrario? «Non è sempre facile perché gli orari sono davvero sfasati ma questo non è che un particolare trascurabile di fronte l’immensa energia che ti trasmette il pubblico della notte. Rimango dell’opinione che bisogna operare anche di giorno ma... io preferisco la notte e il suo fascino indescrivibile». In quali locali hai suonato? «Ho suonato sia in discoteche che in piccoli club come: il Versus(1995), il Caligula (1995), il Pantarey (1996), lo Zula Fashion (2001), il Valentino (stagione 2002), il Tangoo (blacknight 2002), l’Etnica (estate dal 2003 al 2006), il Terzo Millennio (inverno 2003), lo Zula Cafè (inverno 2004), il Porto Rhoca ( estate dal 2004 al 2006), il Discovery (capodanno 2003), il Pyramid Club (capodanno 2004), il Calaghena (capodanno 2005-2006), lo Zara Factory (inverno/estate 2005), lo Z-One (2005), la Casita (2006), il Sesto Senso (20062007), l’Ophelia (2007), il Baraonda (2007), il Jamaika (estate 2007), il Blu 70 (estate 2007/08), il No Màs (stagione 2007/08), il Discoverystar (capodanno 2007), l’Ovile "We love friday"(2008) e naturalmente al Rebus!» Quale è stato il disco più richiesto?

«Il disco più richiesto durante la sessione black commerciale è stato sicuramente “Funky Bahia” di Sergio Mendes; invece durante l’introduzione, a inizio serata, non possono mancare le tracce di artisti come Erika Badu, R Kelly, Angie Stone, Mary J Blige e altri ancora… Non tralasciando mai un genio come Michael Jackson». La stagione volge al termine. Progetti per il futuro? «Per quanto riguarda i miei progetti futuri in questo caso risponderò in maniera scontata… Ci sono delle “idee” ma è ancora presto per parlarne, anche se di solito si dice “squadra che vince non si cambia”! Di sicuro penseremo sempre al pubblico proponendo qualità e divertimento! Forse tornerò alle produzioni musicali… Intanto mi sto occupando della grafica di alcuni Myspace che produco personalmente. Per chi volesse sapere di cosa si tratta e per conoscere i miei progetti futuri può visitare l’indirizzo: www. myspace. com/tattosoul. Come ultima cosa non posso dimenticare di ringraziare alcune persone per la buona riuscita di questa meravigliosa estate: tutto lo staff del Rebus e del Blu, quindi Claudio Battaglia noblesse oblige, il mio compagno di viaggio Gianluca Napoli, Mariafrancesca e Natalia, Stefano Mandrake, Mely e Mony, Moulin Beach ed infine i miei genitori per il loro supporto... Grazie a tutti!»

REGGIO CALABRIA Il prossimo 13 settembre la festa dedicata alla Madonna della Consolazione

dente approssimazione selettiva e l’inesattezza stilistica, trascrive il primo versetto del primo capitolo del Libro della Genesi. La trascrizione è stata sottoposta all’attenzione del noto studioso e specialista in lingua greca e latina, prof. Franco Mosino, il quale, dopo averla attentamente esaminata, ha controfirmato l’esattezza della lettura, che in italiano si traduce: “In principio Dio creò il cielo (e la terra). Ma la terra era informe e deserta”. Riguardo al contenuto del cartiglio, si evidenziano tre righe (poste, peraltro, sulla parte angolare di sinistra in alto), di cui alla prima si legge con chiarezza: “Opus fieri con…; alla seconda: Andria C...; e alla terza: pitturi; poco più in basso, e spostata un tantino sulla destra, la data: 1547. Si sta cercando di ricostruire, attraverso accorgimenti strumentali e scientifici, la parte mancante del contenuto dello stesso cartiglio. Nella “copia conforme all’originale eseguita dal Pittore Vakalis Dem. (Demetrio) nell’anno 1972 per ordinazione del Superiore del Convento P. Mariano Stilo”, sul cartiglio si legge Andria Capriolo. La “C”, che segue il nome Andria (oggi Andrea), corrisponderebbe, pertanto, alla lettera iniziale del cognome del pittore reggino, le cui notizie sul paese natio, sulla data di nascita e di morte e sulla sua identità artistica si rivelano ancora scarsissime, frammentarie e ipotetiche, e quindi, tutte da verificare. C’è, inoltre, da precisare che il dipinto, contrariamente a quanto affermato da alcuni studiosi, non è stato realizzato su un’unica tavola, bensì su un piano composto da quattro tavole, non di dimensioni perfettamente uguali. Ma possiamo essere certi che questo popolare quadro, tanto caro al cuore dei reggini, sia stato riprodotto dall’originale veramente dal pittore Nicolò Andrea Capriolo?

Alessio Veraldi

Alessio: «Ricordo che il primo locale in cui suonai è stato lo “Zula” di Pietragrande di cui conservo i ricordi. Il mio desiderio era quello di suonare al “Rebus” e al “Blu”»

La devozione del popolo alla Vergine premuroso e provvidenziale che il popolo reggino l’ha voluta eleggere sua Patrona e Protettrice. Quel viso dolcissimo e teneramente materno della Vergine seduce ed incanta da sempre chiunque lo incontra, provocando emozioni indimenticabili. Un incontro che perpetua questo coinvolgente, speciale e fruttuoso legame spirituale e umano, e che, sovente, allarga l’orizzonte dell’approfondimento e della ricerca, anche dal punto di vista storico ed artistico, forse per un mag- Il quadro della Madonna della Consolazione giore bisogno di appartenenza. po di contribuire alla rinascita spiSpecialisti, studiosi e semplici de- rituale del clero e della popolaziovoti si sono già cimentati in merito, ne, come viene evidenziato nelle scoprendo notizie interessanti e opere, rispettivamente, di Tommacontroverse e ipotizzandone altre so Vitriolo (1840) e di Mons. Antoda verificare. Si è cercato, per nio Maria De Lorenzo (1885). esempio, di accertare l’epoca di Non si conosce ancora né l’esatta realizzazione, lo stile, la postura, le provenienza e né la destinazione fidimensioni e l’autore dell’origina- nale, dopo che Camillo Diano l’ale piccolo quadro, di cui si sa solo veva ottenuto in dono per aver fatche si trovava nella cappelletta di to realizzare una copia, con l’agGiovan Bernardo Mileto, il primo giunta di san Francesco d’Assisi e benefattore dei cappuccini, allor- di sant’Antonio di Padova, corriquando il vescovo Gerolamo Cen- spondente al quadro attuale, le cui telles li aveva invitati, nel 1533, a misure non s’identificano con trasferirsi da Sant’Angelo di Valle- quelle riportate nei testi degli spetuccio a Reggio Calabria, allo sco- cialisti e degli studiosi, e cioè 120

cm per lato, disegnando un quadrato. In realtà il quadro accusa cm 129,05 di larghezza e cm 135,00 di altezza, esclusa la cornice protettiva in ferro (con la cornice in ferro, infatti, esso misura cm 137,06 di larghezza e cm 143,00 di altezza). Interessante la lettura iconografica che ha elaborato Caterina Marra, la quale da tempo si dedica in questo settore. Una lettura a tutto campo, senza naturalmente trascurare l’elemento ispiratore sia artistico che devozionale. Nella circostanza ci si è soffermati sulla scritta che appare sulle pagine aperte del libro che sorregge san Francesco d’Assisi, e su quanto si riesce a leggere sul cartiglio, posto sotto la base del trono, sul quale siede la Madonna della Consolazione con nelle braccia il Bambino Gesù. Le parole scritte sulle pagine del libro di san Francesco ci hanno rivelato che non si tratta, come da opinione generale, del libro della Regola, bensì della Bibbia. Infatti vi si legge testualmente: “In Principio Creavit Deus Celum. Terra Auctem Erat Inanis Et Vacua”. L’autore dell’opera, pur con l’evi-

Rita Macrì


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 33

APPUNTAMENTI CALABRIA CATANZARO Buone notizie per la tappa calabrese del nuovo esilarante spettacolo di Beppe Grillo in programma a dicembre

Delirio tour, parte la vendita dei biglietti Il promoter Pegna ringrazia il Comune per gli sforzi organizzativi e logistici CATANZARO — Buone notizie per la tappa calabrese del “Delirio Tour”, il nuovo esilarante spettacolo di Beppe Grillo in programma per giorno 10 dicembre alle ore 21.15 al Palacorvo di Catanzaro. «Ho avuto ampie assicurazioni da parte dell'assessore Danilo Gatto - ha comunicato il promoter Ruggero Pegna - che la situazione degli impianti e della manutenzione del palasport rientrerà a breve nella normalità. L'assessore si sta prodigando affinchè la struttura possa avere tutti i requisiti necessari richiesti. Pertanto la data calabrese del tour di Grillo si potrà svolgere regolarmente a Catanzaro. La vendita dei biglietti partirà lunedì 22 settembre in tutte le prevendite autorizzate. Ringrazio l'assessore Gatto e

tutta l'amministrazione per la disponibilità dimostrata e lo sforzo per la veloce soluzione del problema». Beppe Grillo, intanto, spiega così il suo nuovo spettacolo in attesa del debutto del 27 settembre al Palasport di Fabriano. «Il Paese è in pieno delirio. I nostri dipendenti in Parlamento sono dentro un manicomio. Tra di loro si capiscono, ma non sanno più cos’è la realtà. La confondono con i loro interessi privati o di partito. Il futuro sono le centrali nucleari, gli inceneritori, i parcheggi, i ponti sugli stretti, il tunnel in Val di Susa, il digitale terrestre e la magistratura al guinzaglio. Sono deliri alla veltrusconi. Le chiamano posizioni dialoganti. Dipendiamo dall’estero per l’energia e non sfruttiamo le rinnovabili. Di-

pendiamo dall’estero per i beni alimentari e asfaltiamo i campi di grano. Abbiamo uno dei più grandi debiti pubblici del mondo e regaliamo cinque miliardi di euro alla Libia. L’Egitto importa dall’Ucraina il pane e noi Chernobyl. La Russia minaccia ritorsioni nucleari per la Georgia e le basi atomiche americane con 90 testate nucleari le abbiamo noi, a Ghedi Torre e ad Aviano. I pazzi non sanno di esserlo e credono che i veri pazzi siano i sani di mente. Non abbiamo alternative alla democrazia fai da te, all’autogoverno, al presidio del territorio, alla partecipazione a ogni decisione che riguarda la collettività. Fuori dal delirio, dentro la realtà». (info: 0968.441888 - www. ruggeropegna. it)

SIANO IN FESTA Prosegue la manifestazione sportiva nel quartiere del capoluogo di regione

Ditta Santise e Warriors vincenti su tiro di un Pellegrino in ombra. La Ditta Santise, si organizza meglio nel reparto difensivo e non concede più nulla fino al termine della partita. Alla fine è il solito Mazza, autore di una cinquina, e un altro gol di Gagliardi D. a chiudere i conti per la serata. Ora la semifinale è molto vicina.

CATANZARO — La seconda giornata

del girone B del torneo Siano in festa, è stata caratterizzata dalle vittorie della Ditta Santise e dei Warriors. Ne risulta una classifica cortissima che vede in lizza tre formazioni per due posti in semifinale. I prossimi match, vedono i lanciatissimi Ditta Santise affrontare l’ormai eliminato J Team, mentre si tratta di vero e proprio spareggio tra Warriors e Blu Angels, con i primi che possono godere di un punto in più in classifica, ma sarà una partita in cui può succedere di tutto. Poco probabile che J Team, riesca ad annullare i più quotati J Team, nonostante i vistosi progressi visti ieri.

DITTA SANTISE BLU ANGELS

WARRIORS J TEAM Vincenzo Fera

10 3

D. Santise: Rotundo, Gagliardi D, Santise, Ruffa, Cacia, Mazza, Gagliardi R. Blu Angels: Amelio, Iozzo, Faragò, Capilupi, Benenati, Montesano A., Pellegrino, Montesano F., Arcuri Marcatori: Gagliardi D. 31’, 32’, 48’ - Cacia 38’, 43’ - Mazza 11’, 16’, 47’, 52’, 57’ - Iozzo 19’, Faragò’ 8’ Un tempo per parte. All’inizio partono meglio i Blu Angels, per nulla intimoriti dei campioni in carica, che con un ispirato Faragò crea due azioni pericolose che vanno vicine al gol. Le azioni portate avanti dagli uomini del presidente Montesano A. sono come un tamburo battente, ma portano solo ad un palo a portiere battuto colpito da Arcuri dalla distanza. Bisogna attendere l’ottavo, quando Faragò con un preciso tiro indirizza la palla sotto l’incrocio dei pali per il vantaggio dei Blu Angels. Tre minuti dopo, Mazza riesce a trovare il pareggio su calcio piazzato. Ma è un Blu Angels che gioca meglio, anche se capitola di nuovo con Mazza al sedicesimo. Cosciente dei propri mezzi i Blu Angels, acciuffano subito il pareggio. Al diciannovesimo la Ditta Santise si ferma per protestare su un presunto fallo; ne approfitta Iozzo per presentarsi da solo davanti a Rotundo e batterlo. Sul due a due, riescono a trovare anche la rete del meritato vantaggio. Al ventiduesimo, su calcio d’angolo, la palla colpisce un difensore per poi carambolare in rete. Si va al riposo sul tre a due per i Blu Angels. Nella seconda frazione di gioco, i Blu Angels vanificano quello che di buono avevano finora costruito. Appaiono confusi e la Ditta Santise non è stata certo a guardare. In trenta minuti serve un passivo di otto a zero, con una squadra rigenerata nella ripre-

Francesco Longo

Vincenzo Mazza

Antonio Montesano

sa. Sia iniza subito con un uno-due, nel giro di un minuto, che spezza subito i sogni di gloria dei Blu Angels. L’autore della doppietta è Gagliardi D., con la seconda rete che arriva addirittura di testa su preciso invito di Cacia. Ed è quest’ultimo ad aumentare il divario tra le due squadre. Al trentottesimo volè del centravanti in maglia gialla, palo interno e rete. La risposta avversaria non si fa attendere con una traversa e un salvataggio sulla linea ad opera di Ruffa

6 3

Warriors: Colosimo C., Colosimo L., Longo, Scicchitano, Tiriolo, Cenescriti, Masciari, Montesano J Team: Sestito, Fera G., Posella, Caracciolo, Fera V., Grotteria, Minisi Marcatori: Posella 3’ - Tiriolo 16’ Montesano 18’ - Longo 25’, 37’ - Minisi 33’ -Scicchitano 38 ’- Colosimo L. 57’ - Sestito 59’ I Warriors faticano più del solito per liquidare la pratica J Team. Nel derby di S. Janni luci e ombre. Da una parte il successo proietta i blu verso un’ambita qualificazione, ma con un gioco senz’altro da rivedere Dall’altra il rammarico di aver disputato sicuramente un’ottima partita, ma che ha portato ancora una volta pochi frutti a Posella e compagni. Certo è che in questo periodo non sono affatto assistiti dalla dea bendata. Parte bene J Team che trova il vantaggio con Posella, abile a scaricare in rete da posizione favorevole. I Warriors accusano il colpo ed è per pura fortuna che non subiscono altre reti. Invece al sedicesimo arriva il pareggio di Tiriolo e appena due minuti dopo il vantaggio con Montesano, con l’azione più classica del calcio a cinque. Seguono fasi concitate di gioco che vedono i due portieri poco impegnati, fino al venticinquesimo, quando Longo porta sul tre a uno la propria squadra. All’inizio della ripresa il J Team si fa sotto per riacciuffare la partita, riducendo le distanze con Misiti. I Warriors incredibilmente concedono ampi spazi, sfruttati dagli avversari ma con azioni non concretizzate grazie ai numerosi interventi del baluardo dei Warriors Colosimo C., capace di respingere i numerosi attacchi degli avanti avversari. Per fortuna dei blu che giungono come una manna dal cielo le marcature di Longo e Scicchitano a scongiurare ogni possibile pericolo. Chiudono i conti Colosimo L. e il portiere dei J Team, che allo scadere, su calcio di punizione trova un bel gol sotto l’incrocio dei pali, a ridurre le distanze. Al triplice fischio a gioire sono i Warriors, ma quanta fatica!

TAVERNA

Capolavori al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la Collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare da oggi nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un pregevole bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S. Domenico e S. Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. IL museo civico è visitabile tutti i giorni tranne il lunedì con orari 9,3012,30 e 16,00-19,00.

REGGIO CALABRIA

Festival dello Stretto I migliori protagonisti nel corso degli anni della Notte della Taranta sbarcano al Festival dello Stretto, le due manifestazioni a caratterizzazione etnica del Sud italia, per il 2008 hanno un comune denominatore artistico: l’omaggio alla Pizzica. L’edizione del Festival dello Stretto di quest’anno si presenta come una delle migliori in assoluto con un ulteriore chicca costituita dalla splendida Piccola orchestra La Viola, piccola solo nel nome essendo costituita da oltre 20 elementi come musicisti, in cui è prevalente la sezione degli organettisti, che ne costituisce la quasi totalità. Un segnale per il Sud, quello veicolato dalla musica etnica, che negli ultimi anni è riuscito ad indicare e sviluppare, coinvolgendo decine di migliaia di ragazzi, una propria ben definita identità musicale, che la distingue e la caratterizza ormai in tutto il mondo, alla stregua del tango per gli Argentini, del Fado per il Portoghesi o della samba per i Brasiliani. Grazie alla propria musica etnica il Sud può rivitalizzare le energie sopite, prendendo spunto dagli esempi positivi e vincenti sviluppati nel corso degli anni dai due grandi eventi. L’edizione del Festival manterrà come ogni anno la sua collocazione nello scenario costituito dal Lungomare della Città di Reggio Calabria, con inizio previsto per le ore 21.00 con la splendida apertura della Piccola Orchestra La Viola. Nata nel 1994, da un’idea di Alessandro Parente (direttore e compositore) e Antonella Costanzo (voce solista) e dall'incontro di musicisti delle province di Roma, Latina e Frosinone, La Piccola Orchestra La Viola, formazione di ispirazione popolare con influenze mediterranee, è considerata uno tra i gruppi più inediti nel panorama della world music italiana. L’Orchestra ha ideato e messo in scena una moltitudine di spettacoli ai quali hanno partecipato: Peppe Barra, Daniele Sepe, Lino Cannavacciuolo, Dan Moretti, Vincenzo Zitello, Riccardo Tesi, Piero Ricci, Fratelli Mancuso, Alfio Antico, Hector Ulises Passarella, Mosshen Kasirossafar, Mario Salvi, Nando Citarella, Roberto Tombesi, Massimo Carrano, Paolo Bonfanti, Fabrizio Poggi, Maria Rosaria Omaggio, Arnoldo Foà. Alessandro Parente, ne è il direttore e compositore. Erede in via diretta di un patrimonio culturale legato in particolare alla tradizione dell’organetto, svolge attività didattica e di ricerca nell’ambito della sperimentazione timbrica dello strumento. In occasione del Giubileo del 2000 scrive le musiche de: “Il Sultano di Babilonia e la prostituta” nel Cd “L’infinitamente piccolo” di Angelo Branduardi con Franco Battiato. La voce solista dell’orchestra è Antonella Costanzo, diplomata in canto. Il cantare a piedi scalzi è un ritorno all’antico dove il contatto diretto con le vibrazioni di Madre Terra diventa fondamentale per la forza e il calore della sua voce, a volte teatrale e a volte popolare evocando così, i colori del mediterraneo. Ha collaborato con Nicola Piovani, Vincenzo Cerami e Lello Arena nella “Compagnia della luna” in “Canti di scena” e “Signor Novecento”; con Giancarlo Schiaffini in “Tautovox”; e con Teresa De Sio nel disco “Primo viene l’amore”… Dopo la Viola seguiranno gli Alla bua dominatori incontrasti sul web con una rappresentazione live al Festival dello Stretto dei brani più caratteristici della tradizione pugliese tra cui Pizzicarella e Lu rusciu de lu mari. Nascono dalle esperienze più tradizionali della cultura musicale salentina, si sono formati tra le ronde della storica festa di San Rocco a Torrepaduli, nelle notti itineranti del canto a Santu Lazzaru, nelle tipiche feste nelle curti fatte di vino, voci spiegate e incessabili tamburelli. Qui si sono uniti i componenti, ragazzi provenienti da vari paesi del Salento (da Casarano a Collepasso, da Racale fino alla grica Sternatia), con la comune coscienza di sentire propria l’eredità della musica popolare, appresa direttamente nelle proprie case, con la grande passione di suonarla, di tramandarla e di divulgarla. Alla Bua è una locuzione raccolta presso anziani del sud Salento, che la utilizzavano come ritornello per accompagnare i canti di lavoro o d’amore. Il significato lo dà, sembrerebbe, l’antica lingua grica (veramente antica, trattandosi di basso salento, e non della zona detta oggi Grecìa, circoscritta entro una decina di comuni, e ben distante da Alliste, luogo di questa scoperta): Alla Bua starebbe per medicina alternativa, altra cura. A seguire Mimmo Epifani & gli Epifani Barbers sette tra i migliori musicisti della tradizione pugliese che accompagnano Epifani unanimemente riconosciuto come il miglior mandolinista Italiano. Mimmo Epifani è considerato dalla critica uno tra i migliori musicisti e conoscitori di musica etnica di livello internazionale per le innovazioni tecniche di improvvisazione applicate al suo strumento, il mandolino, nonché per la tecnica della mandola alla “barbiere”, tecnica così chiamata perché veniva insegnata in un salone da barbiere a San Vito dei Normanni (Brindisi).


34 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Prosegue fino a domani la Fiera del Pollino in programma presso la nuova area mercatale di Castrovillari

Sagra degli antichi sapori a Catanzaro IL CARTELLONE

“Trekking del brigante, un’escursione tra storia, natura...” a Camigliatello

BADOLATO (Cz) - Festa del Partito Democratico Prima festa del partito Democratico il 19 e il 20 settembre 2008 a Badolato Marina, in Piazza Tropeano.Ci saranno giochi popolari, dibattiti politici e stands gastronomici. Chiusura della festa il 20 settembre alle ore 21.00 con il concerto del gruppo Parafonè. Info: 338/2839619.

BELVEDERE M. (Cs) - Passeggiata per obesi A Belvedere Marittimo sabato 13 settembre si svolgerà la terza edizione la passeggiata antidiscriminazione delle persone obese che si terrà a Belvedere Marittimo. La Passeggiata è promossa anche quest’anno dall’organizzazione no-profit Demetra Onlus e dal Centro Antiobesità dell’Istituto Ninetta Rosano, Casa di Cura Tricarico di Belvedere Marittimo che, ormai da sette anni, si occupa di affrontare e trattare questa patologia, curando anche gli aspetti socio-culturali che ne conseguono. BORGIA (Cz) - Oasi protetta a S. Andrea, incontro Il progetto per l'istituzione di un'oasi protetta a Sant'Andrea dello Jonio sarà il tema di una conferenza stampa organizzata dal Fondo per l'Ambiente Italiano (Fai) e Intesa Sanpaolo con Italia Nostra, Legambiente e Wwf Italia.L'iniziativa si svolgerà il 10 settembre al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Alla conferenza stampa parteciperanno: il dirigente generale assessorato all'Ambiente della Regione, Giuseppe Graziano; il presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro; il sindaco di Sant'Andrea Apostolo dello Jonio, Maurizio Lijoi; il direttore della filiale di Soverato della Banca Intesa Sanpaolo, Francesco Macrina. La presentazione del progetto è affidata ad Antonio Falcone, responsabile dell'iniziativa. Sono previsti gli interventi anche del responsabile nazionale aree protette e territorio di Legambiente, Antonio Nicoletti; il responsabile del Wwf della Calabria, Pino Paolillo; il consigliere nazionale di Italia Nostra, Teresa Liguori, ed il responsabile del progetto TartaCare dell'Università della Calabria, Antonio Mingozzi. I lavori saranno moderati dal direttore generale culturale del Fai, Marco Magnifico. BOVALINO (Rc) - Centenario di Mario La Cava Giusto cento anni fa nasceva a Bovalino, Reggio Calabria, Mario La Cava, uno degli scrittori maggiormente rappresentativi del Novecento, di cui quest’anno ricorre anche il ventennale della morte. Per ricordarne la figura e l’opera sono in programma diverse manifestazioni. Il giorno della nascita dello scrittore, l’11 settembre, nella casa di Bovalino, dove visse e lavorò, su iniziativa della famiglia La Cava si terranno una mostra fotografico-documentaria, un concerto, e un ricordo ad opera di amici e studiosi. Contemporaneamente all’Università di Pécs, Dipartimento di Italianistica, si terrà una tavola rotonda, voluta dal prof. Luigi Tassoni, con la partecipazione di contemporaneisti italiani e ungheresi, sul tema: La Cava e la narrativa europea. Quindi l’assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro ha organizzato per il 6 e 7 ottobre due giornate in omaggio a Mario La Cava, all’Auditorium Casalinuovo, ore 17.30, nel corso delle quali, presenti il figlio dello scrittore, Rocco La Cava, e l’editore Florindo Rubbettino, il prof. Luigi Tassoni e la prof.ssa Milly Curcio presenteranno il volume inedito di racconti di La Cava, da loro curato, e corredato da due saggi di lettura, I racconti di Bovalino (Rubbettino editore). Inoltre verrà proiettato il filmato Mario La Cava: l’arte della semplicità, che con il testo di Luigi Tassoni e la regia di Mario Foglietti venne prodotto dalla Regione Calabria nel 1985.

BRATTIRO’ (Vv) - Raduno fan club Nomadi Sabato 27 settembre, dalle ore 20.30, festa raduno "Fans club-Solo Nomadi" presso la piazza centrale. CAMIGLIATELLO S. (Cs) - Trekking del brigante Trekking del brigante, un’escursione tra storia, natura, musica ed gastronomia è in programma a Camigliatello domenica 7 settembre 2008, pedalando lungo l’altipiano un itinerario per conoscere la grande ricchezza floristica e faunistica che si è sviluppata intorno ai due impianti idroelettrici dell’Enel. Gli appuntamenti si ripeteranno per gli interi mesi di settembre e ottobre. Per ulteriori informazioni è possibile contattare i numeri telefonici di seguito riportati: Altipiani 339/2642365; 347/0648588. CASSANO (Cs) - Tam Tam teatro Ripartono gli incontri di teatro, arte e musica con il rinomato Tam Tam, arrivato quest’anno alla sua quarta edizione. Programma spettacoli: oggi, ore 21.30 Piazza Pie-

de dell’Ulivo concerto di Francesco Camattini. CASTROVILLARI (Cs) - “Italiani... che commedia” Cinema in città nel segno della Commedia all’italiana. La rassegna cinematografica “Italiani… che commedia!” , con ingresso gratuito, a cura della Mediateca e della Biblioteca “Umberto Caldora” che andrà avantisino al 6 di ottobre con sei films, grazie al patrocinio dell’Amministrazione comunale - assessorato alla Cultura, verrà aperta ufficialmente alle ore 21 nel Cortile di Palazzo Cappelli il 6 settembre all’inizio della “Notte bianca” della città di Castrovillari, voluta dall’Amministrazione municipale - assessorato al Turismo e Spettacolo.Oggi si inizierà, così, con la proiezione del film “I soliti ignoti” di Mario Monicelli per passare alunedì 8 settembre con “La grande guerra” dello stesso regista. Lunedì 15 settembre, sempre nello stesso Cortile, luogo della Rassegna, sarà la volta di “Una vita difficile” di Dino Risi, mentre lunedì 22 settembre verrà proiettato ”Il sorpasso” dello stesso cineasta. Lunedì 29 settembre sarà proposto “Divorzio all’italiana” di Pietro Germi e lunedì 6 ottobre “C’eravamo tanto amati” di Ettore Scola chiuderà la rassegna che si prefigge di rivisitare la cosiddetta “commedia all’italiana”, genere cinematografico sorto negli anni ’50 del Novecento e sviluppatosi nei successivi anni '60 e '70, mietendo tanto successo ed interesse che si incontra ancora oggi.

CASTROVILLARI (Cs) - Fiera del Pollino Fino al 7 settembre, la nuova area mercatale, ubicata vicino il Polisportivo, accoglierà la I fiera del Pollino - città di Castrovillari, con entrata gratuita per il pubblico. L'iniziativa è organizzata in collaborazione con la fiera dei Due Mari. CASTROVILLARI (Cs) - Manifestazioni estive A Castrovillari sono in corso i festeggiamenti in onore della Madonna della Pietà che proseguiranno fino a domenica 14 settembre. Programma: oggi, Notte bianca tra il Centro storico, canal Greco e rione Civita, 7 settembre Miss e Mister Castrovillari;14 settembre nel Protoconvento, la finale di Miss Golden Girl nella quale prenderà vita anche un’interessante serata di moda. CATANZARO - Esposizione di Mimmo Rotella Fino a domenica 28 settembre, presso il museo Marca, esposizione delle opere di Mimmo Rotella su lamiera. L'esposizione è curata da Alberto Fiz, organizzata in collaborazione con la fondazione Mimmo Rotella. CATANZARO - Animazioni estiva per minori Il Comune di Catanzaro, assessorato alle Politiche sociali, comunica che è partito il servizio di animazione estiva per il tempo libero, dedicato ai minori dai 6 ai 14 anni del Comune di Catanzaro e dei Comuni appartenenti ai distretti n° 1 e n° 2 dell’Asp di Catanzaro. Le attività socio-ludico-ricreative si svolgeranno sul litorale balneare di Catanzaro Lido. E’ prevista la partecipazione di n. 540 minori, appartenenti in via prioritaria alle fasce più deboli che sarà suddivisa in tre turni (n° 180 minori a turno) della durata di 12 giorni così di seguito indicati: 3° turno fino a oggi. Le domande di partecipazione, scaricabili sul sito www.comunecatanzaro.it, vanno presentate presso la sede del settore politiche sociali in Via Fontana Vecchia n°50 - Catanzaro o presso le sedi comunali degli altri comuni. Per ulteriori informazioni è possibile contattare i numeri telefonici di rete fissa di seguito riportati: 0961/881510 - 0961/881507 0961/881508.

CATANZARO - Campus Nuoto La Catanzaro Servizi e l’Asd Gruppo Polisportivo Catanzaro nell’ambito del rilancio dell’impianto sportivo di Pontepiccolo hanno promosso un’iniziativa di importante valenza sociale e sportiva, consistente in un Campus nel periodo fino al 12 settembre. Il campus prevede l’utilizzo dell’impianto sportivo natatorio di Pontepiccolo, affinché i giovani dai 5 ai 10 anni possano apprendere le fondamentali nozioni della disciplina del nuoto e dell’attività sportiva in genere. Si espleterà dal lunedì al venerdì ore 9.00 - 17.00 al costo simbolo di euro 50,00. L’attività prevede nella mattinata l’utilizzo degli spazi d’acqua, con l’assistenza da parte di tecnici federali per l’apprendimento dei rudimenti della disciplina natatoria, successivamente i ragazzi saranno trasferiti con gli scuolabus dell’Amc presso il Parco della Biodiversità dove dopo la pausa pranzo che si terrà

presso il bar con annessa sala ristoro all’interno del parco, proseguiranno con l’attività fisica all’aperto propedeutica al nuoto. CATANZARO - “Per l’occupazione femminile...” È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, n.175 del 28 luglio 2008, il provvedimento con il quale il Comitato nazionale di parità e pari opportunità nel lavoro ha formulato per il 2008 il “Programma-obiettivo per la promozione dell’occupazione femminile, per il superamento delle disparità salariali e nei percorsi di carriera, per il consolidamento di imprese femminili, per la creazione di progetti integrati di rete”. I soggetti finanziabili sono i datori di lavoro pubblici e privati, le cooperative e i loro consorzi, i centri di formazione professionale accreditati, le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali, le associazioni. L’ufficio della consigliera regionale di Parità, ha attivato, nello specifico, uno sportello informativo presso la propria sede di Catanzaro, via Gioacchino da Fiore 86. Lo sportello sarà aperto ogni lunedì dalle ore 10 alle ore 12.

CATANZARO - Sagra degli antichi sapori La Provincia di Catanzaro e l’Associazione “A Gramigna” di Catanzaro presentano la “Sagra degli antichi sapori” oggi alle ore 20.30 presso il parco giochi del quartiere Aranceto a Catanzaro. CATANZARO - 110 anni con Maria Ss delle Grazie Poste italiane sanciranno i 110 anni della tradizionale ricorrenza della festa di Maria Ss delle Grazie con un apposito annullo filatelico. E’ una delle iniziative che faranno da corollario ai festeggiamenti, in programma nel quartiere di Pontegrande oggi e domenica 7 settembre, organizzati dal comitato presieduto dal parroco don Antonio Vasapollo che si è avvalso della collaborazione di Antonio Truglia e Michele Lavecchia per il coordinamento delle manifestazioni civili del programma. Manifesto che prevede: oggi, ore 21.30, commedia in vernacolo catanzarese rappresentata dalla compagnia “La Tranvia”. Manifestazione realizzata in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune; domenica 7, ore 21.30: spettacolo “Ora Zero Liwe” con il gruppo “Mister muscolo” patrocinato dalla Regione. Il programma religioso di domenica 7 prevede: alle ore 7.30 S. Messa officiata da don Antonio Vasapollo. Alle ore 8.30 la processione della Vergine per le vie di Piterà, Ianò e Pontegrande centro. La cerimonia proseguirà nel pomeriggio con inizio alle ore 16.30 quando la Statua della Madonna delle Grazie sarà portata a spalle nella zona sud che comprende i quartieri: Vincenzale, Bambinello Gesù e Villa Bli. CATANZARO - Partito Democratico, conferenza Lunedì 8 settembre, alle ore 12.00, nella sede del Partito Democratico di Catanzaro - via Spasari -, Nunzia Colosimo, Franco Citriniti, Carlo Scalfaro e Nicola Ventura dell'Area culturale di aderenti e simpatizzanti del Pd "La ragione e il tempo" terranno una conferenza stampa di presentazione del "Seminario di formazione culturale e politica" dedicato alle giovani generazioni, ma comunque aperto per tutti gli interessati ad una concezione alta della politica. CATANZARO - Presentazione “Palio del ciuccio” Il presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro, l’assessore provinciale all’Agricoltura, Nicola Montepaone, nel corso di una conferenza stampa prevista per martedì 9 settembre, alle ore 10.00, nella sala giunta della Provincia (secondo piano), presenteranno, la quarta edizione del “Palio del Ciuccio” di Guardavalle.

CATANZARO - Abbonamenti Politeama Il calendario della campagna abbonamenti del Teatro Politeama di Catanzaro per la stagione 2008-2009 è stato definito nel dettaglio. Programma: 10 settembre, chiusura delle conferme dei vecchi abbonati “generali” e “prosa”; dall’11 settembre al 20 ottobre campagna nuovi abbonamenti “generali”; dall’11 settembre al 28 novembre campagna nuovi abbonamenti “prosa”; dal 20 ottobre al 7 novembre campagna abbonamenti “jazz”; dal 20 ottobre al 7 gennaio campagna abbonamenti “danza/balletto”; dal 20 ottobre al 7 novembre,campagna abbonamenti Ateneo (riservato agli iscritti delle Università, dell’Accademia Belle Arti e del Conservatorio musicale); dal 20 ottobre al 20 novembre campagna abbonamenti stagione Teatro Masciari. Il botteghino del Politeama è aperto dalle 10.00 alle 13.00 e alle 16.30 alle 19.00. Sono già disponibili le brochure dei programmi del Politeama e del “Politeama al Masciari”.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 35

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“St.art”, una quattro giorni di festival di teatro a partire dall’ 11 settembre nella Città dei Tre Colli

“La Notte Piccante” a Catanzaro IL CARTELLONE

Presentazione del volume “Gli alberi” a Corigliano Calabro

CATANZARO - “St.art”, festival di teatro Presentato, presso il Complesso Monumentale San Giovanni, lo “St.art ” festival di teatro - Edizione Straordinaria - Città di Catanzaro. Il festival che si articolerà in quattro giornate di spettacoli, nei giorni 11, 13, 14 e 18 settembre, dalle ore 20.30 presso il chiostro del Complesso Monumentale San Giovanni, ospiterà un’importante sezione dedicata al teatro danza e teatro fisico circense. I seminari di queste importanti discipline artistiche si terranno fino a 18 settembre. Personalità riconosciute in campo internazionale, quali Marta Ruiz proveniente da Bogotà, e l’artista italiana Momo, saranno tra i protagonisti della rassegna. Programma: fino al 18 settembre 2008, presso il Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro, dalle ore 20.30 in poi. Fino al 12 settembre, stage di danza teatro: tecnica del corpo-elastico lo stage è rivolto a danzatori e attori, profesionisti e non. Dal 16 al 18 settembre, stage di Circo Teatro Urbano “Alla conquista dei barili”, laboratorio intensivo di Nouveau Cirque e Teatro di strada itinerante, spettacoli eventi.11 settembre, teatro canzone, dalle 20.30 concerto: Hand Bass & String (Catanzaro), oncerto: Momo in Trio (Roma). 13 settembre, danza teatro dalle 20.30 spettacolo: Penelope (Bogotà), spettacolo: Didone (Roma). 14 settembre,teatro dalle 20.30 spettacolo “Su ogni pallottola un nome” (Catanzaro). Il 18 settembre, teatro circense, spettacolo: Lenz - La scimmia di Goethe. Per ulteriori informazioni tel.: 0961.74.39.12 - email czstartfest@alice.it - www.confineincerto.it/start.html - www.edizionestraordinaria.eu.

CATANZARO - Gloria Gaynor in concerto Gloria Gaynor, a Catanzaro in un concerto ad ingresso gratuito venerdì 12 settembre 2008 in piazza Prefettura. Due schermi giganti, uno in piazza Garibaldi, e il secondo in piazza Grimaldi saranno a disposizione dei cittadini che vorranno seguire l’evento. L'organizzazione è della Essemmemusica di Maurizio Senese in collaborazione con l'associazione Senza offesa. Nel pomeriggio di venerdì 12 settembre, la signora Gaynor incontrerà la stampa nei locali dell'Hotel Ashley di Lamezia Terme (località Marinella). L'appuntamento è per le ore 17.30.

Per informazioni sul concerto di venerdì 12 settembre a Catanzaro, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese visitando il sito internet di seguito indicato www.essemmemusica.it. CATANZARO - Manifestazioni Zarapoti Il comitato Festa S. Maria di Zarapoti di S. Maria di Catanzaro organizza una serie di manifestazioni per la festa patronale del 12, 13 e 14 settembre. Programma festeggiamenti: venerdì 12 settembre, ore 21.30, Commedia in Vernacolo; sabato 13 settembre, ore 21.30, Spettacolo Musicale con il gruppo "I Catanza" con Tony Reale direttamente dagli studi di Canale 5; domenica 14 settembre 2008, alle ore 21.30, serata di cabaret con Salvatore Gisonna Tempisti dei Sogni. CATANZARO - Festa della Madonna della Pietà L'associazione culturale “Il Fondaco” organizza sabato 13 e domenica 14 settembre, la festa della Madonna della Pietà. Programma religioso: domenica 14, ore 16.30, processione, con partenza dalla Chiesa di San Giuseppe (Piano casa), della statua della Madonna della Pietà per le vie del quartiere accompagnata dalla banda musicale “Tiriolo dei due mari”; ore 18.30, ss.ma Messa solenne animata dalla corale “Mater Redemptionis” e presieduta da Se Rev.ma Mons. Antonio Ciliberti; ore 19.30, inaugurazione chiesa della Pietà. Programma civile: sabato 13 settembre 2008, ore 16.00, torneo di tresette e briscola a coppie; ore 18.00, giochi popolari a squadre: corsa dei sacchi/ delle candele/ con una gamba sola, a pignata e il tiro alla fune; alle ore 21.00 è invece i programma l’esibizione del gruppo “duo Piciciaos”; domenica 14 settembre 2008, ore 9.30, giochi dei bambini e caccia al tesoro; ore 21.00, gran concerto bandistico “Tiriolo dei due mari”; ore 24.00, spettacolo pirotecnico. CATANZARO - Cover band Laura Pausini I Resta In Ascolto Live - CoverBand Laura Pausini, suoneranno domenica 14 settembre, con inizio alle 21.30, in piazza, a Pontepiccolo.

CATANZARO - Master canoro La Sound Music, in collaborazione con l'Academy Italian Music, organizza il master di perfezionamento canoro con Michele Fischietti, vocal coach di Xfactor che si terrà nella città di Catanzaro il19 settembre.Per iscrizioni e informazioni contattare il 328/2971162. L' or-

ganizzazione è curata da Francesco Davoli. CATANZARO - Armonie d’arte festival Armonie d'arte festival, direttore artistico Chiara Giordano, presso il parco archeologico Scolacium di Roccelletta di Borgia, Le Castella Crotone, complesso monumentale S. Giovanni Catanzaro, luglio- settembre 2008. Programma: presso il complesso S. Giovanni a Catanzaro venerdì 19 settembre 2008, alle ore 21.00, Il sorriso e la poesia. Nel 150° anniversario della nascita di Eduardo Scarpetta omaggio di Mariano Rigillo al pianoforte Maria Sbeglia produzione di Armonie d'arte; giorno 26 settembre, alle ore 21.00, presso il complesso S. Giovanni, Una donna per sempre. Nel 100°anniversario della nascita omaggio ad Anna Magnani. Interventi e testimonianze di noti critici e di personaggi che hanno conosciuto o lavorato con la Magnani. CATANZARO - “La Notte Piccante” Ritorna la magia de “La Notte Piccante”. Il prossimo 20 settembre il centro storico di Catanzaro tornerà nuovamente ad animarsi con stand, shopping no stop ed eventi culturali e musicali. La manifestazione realizzata dall’Assessorato al Turismo del Comune, guidato da Roberto Talarico, nella scorsa edizione calamitò il favore di duecentomila visitatori. E quest’anno, visto il successo ottenuto e il ritorno mediatico, si prevede, addirittura, un afflusso maggiore. Prendendo spunto dalle tonalità e specificità locali, la kermesse avrà come filo conduttore il colore rosso tipico e identificativo della tradizione catanzarese nel suo complesso, ed enogastronomico in particolare, i cui massimi rappresentanti saranno ancora una volta il peperoncino, “u morzeddhu” ed il buon vino locale. La Notte Piccante vivacizzerà tutti i “vichi” e le piazze del centro storico cittadino arroccato sugli storici tre colli. La Dea del peperoncino è pronta a svolazzare sui catanzaresi e su tutti coloro invaderanno gioiosamente Catanzaro. “Agli altri piace Bianca… a noi piace Piccante” questo lo slogan della prima festa più cult della Calabria. “Sei bellissima”, invece, quello che quest’anno promuoverà la nuova edizione de “La Notte Piccante”.

CATANZARO - “Premio note piccanti” La Sound Music di Francesco Davoli in collaborazione con L'Academy Italian Music e con il patrocinio del Comune di Catanzaro, organizzano il concorso canoro "Premio Note Piccanti" che si terrà nel centro storico di Catanzaro nella giornata di sabato 20 settembre 2008 in occasione della notte piccante. Le iscrizioni per partecipare sono gratuite e la giuria sarà composta da noti produttori discografici nonchè da esperti del settore. La direzione artistica è curata da Francesco Davoli. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero telefonico di seguito riportato: 328/2971162. CATANZARO - Non ti pago, la commedia La Compagnia teatrale "Vecchi Giovani" di Catanzaro presenta lo spettacolo dal titolo “Non ti pago!”. Si tratta di una commedia di Eduardo De Filippo. Una commedia in tre atti modernizzata nel testocon la regia di Maurizio Chiefalo. Programma: sabato 27 settembre 2008 loc. Corvo Catanzaro. Inizio spettacolo ore 21.30. CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Politeama 2008/2009: 23/25 ottobre, Il Barbiere di Siviglia. Nuovo allestimento fondazione Politeama Catanzaro, regia Mimmo Calopresti con la partecipazione di Nino Frassica; 7 novembre, Cristina Zavelloni Quartet - Idea. Una proposta musicale carica di energia incentrata sul jazz; 8 novembre, Danilo Perez Trio - special guest Lee Konitz al sax; 15 novembre, Messa da Requiem per soli cori e orchestra. Roma Sinfonietta Orchetsra diretta da Francesco Lanzillotta e nuovo coro lirico sinfonico romano diretto da Stefano Cucci; 29/30 novembre, Il letto ovale di Ray Cooney - John Chapman. Con Maurizio Micheli, Maria Laura Baccarini e Pierluigi Misasi; 5 dicembre, Tu mi fai girar. Tour 2008 di Patty Pravo; 12 e 14 dicembre, Turandot, produzione del teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria; 22/23 dicembre, Massimo Ranieri, Canto perché non so nuotare.... da 40 anni. Los how è accompagnato da un orchetsra tutta al femminile; 1 gennaio, concerto di Capodanno - Moscow State Radio and Tv Symphony orchestra; 5/6 gennaio, Il giorno della Tartaruga - commedia musicale di Garinei e Giovannini. Con Chiara Noschese e Christian Ginepro; 9/10 gennaio, Miguel Angel Zotto, Il ritorno di Buenos Aires Tango. Partner di Zotto Daiana Guspero e 13 ballerini; 14/15 gennaio, Portami tante rose. it il Musical, di Maurizio Costanzo

ed Enrico Vaime. Con Valeria Valeri e i ragazzi di Amici; 27/28 gennaio, Madre coraggio di Bertold Brecht. Con Isa Danieli; 3/4 febbraio, Poveri ma belli, un’idea di Pietro Garinei e Guido Lombardo, con Bianca Guaccero, Antonello Angiolillo e Michele Canfora; 12 febbraio - Giselle di Jules - Henri Vernoy de Saint - Georges e Thèophile Gautier - corpo di ballo del maggio musicale fiornentino; 18/19 febbraio - La strada di Tullio Pinelli e Bernardino Zapponi, con Massimo Venturiello e Tosca, tratta dall’omonimo film di Federico Fellini; 22 febbraio - Lo Schiaccianoci di Pyotr Ilyich Tchaicovsky. Balletto nazionale di Sofia; 6 marzo - Puppin Sisters live. See the fabulous; 10/11 marzo - Faust di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; 15 marzo - Mare notrum. Concerto del trio Poaolo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; 19 marzo - Recital di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; 26/27 marzo, Due dozzine di rose scarlatte di Aldo de Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; 3/4 aprile, Momix - Bothanica. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; 9 aprile, Ludovico Einaudi, piano solo; 17 aprile, La Serena, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; 23 aprile, Domenico Codispoti in concerto; 4 maggio, serata d’onore. Tributo ad Armando Trovajoli. Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; 8/10 maggio, High School Musical. Il Politeama al Masciari: 21 novembre, Tutto quello che le donne (non) dicono, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, Completamente spettinato con Paolo Migone; 22 gennaio, Outlet, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio, Per tutti Revolution di Alessandro Siani e Francesco Albanese. Con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Concerto Vinicio Capossela Concerto esclusivo di Vinicio Capossela al Politeama di Catanzaro il 22 novembre novembre 2008, per la sua unica data fra Calabria e Sicilia confermata al momento. L’evento rientra fra gli spettacoli fuori abbonamento e le prevendite inizieranno alla fine di settembre. CINQUEFRONDI (Rc) - Motoraduno nazionale Il 27 e 28 settembre, 1° Motoraduno nazionale "Città di Cinquefrondi", una manifestazione che è giunta al 5° anno con un crescendo di pubblico e di motociclisti provenienti da tutta la Regione e dalle regioni limitrofe. Ciò che caratterizza il M.R. è lo spettacolo del sabato sera con la presenza quest'anno del cabarettista Claudio Batta (Zelig e Belli Dentro), la presenza delle Miss Motors dell'Agenzia Royal Communications, la cena a base di salsiccia e fagioli offerta a tutti i motociclisti iscritti, la musica dal vivo dei "Mercedes-Band" e il pranzo della Domenica strettamente casereccio cucinato dalle sapienti mani delle donne dell'Associazione "Pro Busale". CORIGLIANO C. (Cs) - Presentazione libro Appena fresco di stampa sarà presentato oggi alle ore 20.00, in anteprima al pubblico, presso il Teatro Valente di Corigliano, il volume “Gli alberi”, terza edizione dell’antologia “Tra cielo e terra” pubblicato dalla Casa Editrice Ferrari Editore di Rossano, in collaborazione col Cai. La presentazione avverrà nell’ambito del Festival della Fotografia di Corigliano, organizzato dall’Associazione Corigliano per la Fotografia. Una terza tappa del percorso intrapreso dalla Casa Editrice Ferrari di favorire l’educazione ambientale attraverso la poesia, che dopo quella dedicata al mare e alla montagna, si impreziosisce dei versi di poeti di caratura nazionale, quale Alda Merini, TommasoBinga e Corrado Calabrò, solo per citarne alcuni. Come non mancano le poesie degli studenti del Liceo Classico di Rossano e di un gruppo di studenti dell’università di Bari. Emozioni in versi che si fondono con le splendide immagini degli alberi della terra di Calabria, particolari unici immortalati da fotografi di eccezione, come Mario Cresci che oltre ad essere tra gli ospiti del Festival della Fotografia di Corigliano, ha anche fornito la foto di copertina del volume. All’appuntamento saranno presenti la curatrice dell’antologia Anna Lauria, l’editore Settimio Ferrari.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


36 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Prosegue fino al 23 settembre il cartellone “Ci facciamo in quattro per l’estate” nella Città dei Bruzi

Peperoncino festival a Cosenza IL CARTELLONE

Prende il via domani il “Corigliano Calabro fotografia 2008”

CORIGLIANO (Cs) - “Corigliano Calabro Fotografia” Il "Corigliano Calabro Fotografia 2008" è ospitato nelle sale del Castello Ducale e ha richiamato in queste edizioni fotografi prestigiosi come Gianni Berengo Gardin, Franco Fontana, Ferdinando Scianna, Mimmo Jodice, Francesco Cito, Mario Dondero, Enrico Bossan, Giorgia Fiorio, Jeff Dunas, Pierre Devin, Ken Damy, Letizia Battaglia, Shobha, Claude Nori. Denis Curti e quest'anno, tra gli altri, Paolo Pellegrin e Mario Cresci. Oltre alle diverse esposizioni dei vari fotografi il Festival (che ha la direzione artistica di Gaetano Gianzi e Cosmo Laera) prevede anche quest'anno una ricca settimana di workshop, incontri, conferenze e videoproiezioni, queste ultime organizzate dall’Accademia delle Belle Arti di Catania. L’appuntamento è a partire dal 7 settembre e fino al 9. Per ulteriori e più specifiche informazioni è possibile inviare una mail all’indirizzo di posta eletrronica: ufficiostampa@coriglianoperlafotografia.it; o in alternativa visitare il sito internet di seguito indicato www.coriglianoperlafotografia.it.

COSENZA - “Fattoria aperte in Sila” Torna l’iniziativa patrocinata dalla Provincia di Cosenza, “Fattorie aperte in Sila”, giunta alla sua terza edizione. Quest’anno le fattorie rimarranno aperte ogni sabato e domenica dalle ore 9.00 alle ore 19.00 fino al 28 settembre e, su prenotazione, dal lunedì al venerdì, dall'alba al tramonto. COSENZA - “Ci facciamo in 4 per l’estate” Più di 60 spettacoli dislocati su tutto il territorio cittadino, dal centro storico alla città nuova, alle frazioni. E' il cartellone di "Ci facciamo in 4 per l'estate", promosso dall'assessorato allo Spettacolo di Palazzo dei Bruzi insieme alle quattro circoscrizioni per il periodo che va fino al 23 settembre. COSENZA - Festival del tango argentino Fino al 7 settembre si terrà a Cosenza il I Festival Internazionale di Tango Argentino organizzato dall’Associazione culturale CalabriaTango con il patrocinio della Provincia di Cosenza e del Comune di Cosenza e sarà caratterizzato da spettacoli, incontri culturali oltre che da lezioni e stages per tutti gli appassionati di questa danza. Sulla scia della 2a edizione del “Tango&Benessere” svoltosi nella cornice di Capo Vaticano lo scorso maggio, l’associazione CalabriaTango propone quest’ anno, in linea con le più importanti associazioni di tango italiane, un festival di rilevanza internazionale con maestri quali: Javier Rodriguez e Andrea Missè direttamente da Buenos Aires e la maestra Cesira Miceli, cosentina di nascita, che vive e lavora a Bologna ma la cui arte è riconosciuta in tutto il mondo tanguero. Il festival terminerà domenica 7 settembre quando il tango invaderà la centrale isola pedonale di Corso Mazzini con la tradizionale milonga all’aperto, si ballerà tra le opere dell’artista argentino Salvador Gaudenti, all’interno del Map (Museo all’aperto). COSENZA - “Itinerari verdi a cavallo” Nell’ambito delle manifestazioni programmate per il mese di settembre dall’assessorato al Turismo di Palazzo dei Bruzi, guidato da Maria Rosa Vuono, si svolgerà oggi la giornata country dedicata agli “Itinerari verdi a cavallo” promos-

sa dall’Associazione Nazionale Giacche Verdi, sezione di Cosenza. L’iniziativa, che si inserisce nel cartellone della più ampia manifestazione “Visibile città alla luce del sole”, si prefigge non solo la valorizzazione degli itinerari turistici percorribili a cavallo, ma anche lo scopo di avviare i bambini dai cinque anni in su al mondo del cavallo, creando i presupposti per un turismo sostenibile da praticare in un contesto gioioso ed allegro. Il programma prevede la partenza degli itinerari verdi alle ore 8.00 dal maneggio “Il destriero” di Contrada Lecco a Rende, dove ha sede l’Associazione Giacche Verdi. I cavalli dell’Associazione cui si potranno unire altri cavalieri, previo contatto con i responsabili delle Giacche Verdi (telefono: 3334435336; referente: dott.Francesco Ciliberti), proseguiranno lungo il fiume fino alla Stazione delle ferrovie della Calabria con arrivo previsto intorno alle ore 11.00. Da questo momento in poi inizierà il percorso cittadino che comprende il passaggio dei cavalli attraverso l’isola pedonale di Corso Mazzini, Piazza Bilotti, Viale degli Alimena, via Montesanto, Corso Umberto e Piazza dei Bruzi. Davanti al Municipio i cavalieri saluteranno il sindaco Salvatore Perugini e l’assessore al Turismo Maria Rosa Vuono per poi terminare il loro percorso in Villa Vecchia, dopo aver attraversato Corso Telesio. Nel pomeriggio, alle ore 16.00, sempre nella Villa Vecchia, è previsto il “battesimo della sella” per i bambini dai cinque anni in su. La manifestazione è aperta a tutti i cosentini che vi vorranno prendere parte e che vorranno unirsi ai cavalieri dell’Associazione “Giacche Verdi”. L’unico accorgimento è quello di iscriversi preventivamente telefonando al numero sopra indicato.

COSENZA - “Visibile città alla luce del sole” L’iniziativa “Visibile città alla luce del sole” è pensata, dall’assessore Vuono, per ridare slancio e linfa al centro storico. Appuntamento significativo è quello previsto oggi alle ore 11.00 nell’area della Confluenza dei Fiumi: la giornata country dedicata agli “Itinerari verdi a cavallo” promossa dall’Associazione Nazionale Giacche Verdi. COSENZA - “La Calabria delle libertà” Si terrà la prossima domenica 7 settembre 2008 la Convention “La Calabria delle Libertà” che vedrà la partecipazione delle forze politiche del centro-destra calabrese per dibattere sulle nuove prospettive del nascente Partito delle Libertà e sulla costruzione di un programma di governo che, a partire dal livello amministrativo locale fino a quello regionale, dovrà mirare ad aggregare nuove energie e raccogliere idee e contributi di tutte quelle forze che vogliono rappresentare un’alternativa ai governi locali e regionali del centro-sinistra calabrese. COSENZA - Proiezione del film d’agosto Dopo il successo dell’anteprima nazionale tenutasi il 3 giugno scorso al cinema Citrigno di Cosenza, due nuove proiezioni per il film “Agosto” del giovane regista cosentino Giovanni Luca Gargano: l’ 8 settembre, alle ore 21.30, in piazza XV Marzo (piazza della Prefettura), e il 9 settembre, alle ore 21.00, ad Aprigliano. La proiezione di lunedì 8 settembre in Piazza XV Marzo si inserisce nell’ambito dell’iniziativa “Visibile città alla luce del sole”, promossa dall’Assessore al turismo ed alle attività economiche e produttive del Comune di Cosenza Maria Rosa Vuono.Quella del 9 settembre è pro-

mossa, invece, dal comune di Aprigliano.La produzione del film “Agosto” è patrocinata dall’Unisu, Università telematica delle Scienze umane “Niccolò Cusano” e prodotto dalla società Arbalak, in collaborazione con Professional Service, Bunny’s House di Cosenza e la Macromajorafilms di Roma. COSENZA - Peperoncino festival, presentazione Tanta comicità, profumi e sapori piccanti. Questo promette la sedicesima edizione del Peperoncino Festival in programma a Diamante, in provincia di Cosenza, dal 10 al 14 settembre. Come sempre tutto si svolgerà all’aperto senza biglietto d’ingresso. Per cinque giorni la città sarà letteralmente invasa dal popolo dei «peperoncinomani» che, nonostante la crisi, arriveranno numerosi da ogni parte d’Italia e anche dall’estero. Le previsioni parlano di centocinquantamila presenze nelle cinque giornate. L’Amministrazione comunale, in questi giorni, è alle prese con i problemi logistici. Parcheggi, navette e servizi sono gli argomenti delle riunioni operative. L’Accademia del peperoncino definisce gli ultimi dettagli di un programma che anche quest’anno si preannuncia ricco di novità. Tutto come sempre sarà ispirato dal sottotitolo del festival che parla di «arte, cultura e gastronomia in salsa piccante». Negli stand leccornie piccanti vecchie e nuove in arrivo da tutta Italia. Dal Messico dieci aziende con le loro specialità. Dall’Inghilterra piante e varietà di peperoncini con Jim Buckland il « patron » della «Chili fiesta» che si fa a Chichester. A lui sarà dedicata la serata di sabato col «gemellaggio piccante». Ospite d’onore S.E. Edward Chaplin, console britannico a Roma. Record di mostre, otto in tutto. E in più un’istallazione nella piazza principale, «Le lenzuola di Elisabetta» che ricordano l’antica tradizione di Calabria per la quale i giovani sposi dovevano esporre al pubblico la testimonianza di un amore consumato e di una verginità senza dubbi. Tre i convegni con i riflettori accessi per «Prostata e peperoncino», relatore d’eccezione il prof. Michele Gallucci dell’Universita di Roma.Sul lungomare farà bella mostra la collezione di peperoncini di Massimo Biagi che, con i suoi ottocento esemplari, è la più importante del mondo. I «laboratori del gusto» si occuperanno di piatti con Fabio Campoli, lo chef di Uno Mattina e soprattutto di vino per scegliere i migliori abbinamenti con le pietanze piccanti.Lo spettacolo è assicurato da “Stradateatro” la rassegna internazionale di teatro di strada, dal campionato di satira «Vignette sul ring» e da Gianni Pellegrino che ancora una volta condurrà la finalissima del Campionato Italiano mangiatori di peperoncino. Con i partecipanti tutti uniti per battere il campione in carica Angelo Schiavo che mangiando 520 grammi di “spezia piccante” ha vinto per due anni consecutivi ed è intenzionato a fare tris. A far ridere ci pensanno soprattutto i cabarettisti di Zelig che presentano lo spettacolo « Comici per la Dreher » con Leonardo Manera in veste di presentatore, assieme a Gioele Dix, Gigi e Ross, Teresa Mannino, Claudia Pennoni, Luca Medici alias Checco Zalone e i gruppi musicali «I Militi Ignoti» e «Gli inadatti». Con le loro vignette ci faranno sorridere, Altan, Disegni, Passepartout, Vauro e dieci disegnatori appena arrivati dalla Cina con la mostra «Dalla Cina con umore». Per gli amanti della tradizione anche un megaspettacolo di fuochi d’artificio che la premiata ditta Forestiero brucerà dalla «spiaggia grande»a conclusione del gemellaggio con l’Inghilterra. Il programma completo e tutti i dettagli saranno illustrati in una conferenza stampa a Catanzaro il 9 settembre alle ore 11 nel salone dell’assessorato regionale all’Agricoltura.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 37

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Le emozioni non si cancellano”, ottava edizione della rassegna di cinema d’autore nella Città della Piana

Festa di fine estate a Lamezia Terme IL CARTELLONE

“Back to Cropalati”, iniziativa mercoledì 10 e giovedì 11 settembre

COSENZA - “Insegnare e apprendere a sud...” “Insegnare e apprendere a Sud….lavorare a Nord”, idee e proposte per l’anno che verrà. E’ il tema del dibattito in programma l’11 settembre, alle ore 16.30, nel salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi. L’iniziativa è promossa dal Cidi (Centro d’Iniziativa Democratica degli Insegnanti) di Cosenza in collaborazione con l’Assessorato alla Scuola e Pubblica Istruzione di Palazzo dei Bruzi. I lavori dell’incontro saranno aperti dalla presidente del Cidi di Cosenza Assunta Morrone. Parteciperanno l’assessore alla Scuola e Pubblica Istruzione del Comune di Cosenza Maria Lucente che parlerà di “Enti locali e scuola”, Caterina Gammaldi, componente del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione che interverrà su “La pubblica istruzione nelle politiche scolastiche e nei provvedimenti normativi” ed il Prof.Giuseppe Trebisacce dell’Università della Calabria, il cui intervento riguarderà “La tradizione pedagogica a Sud”. Al dibattito sono stati invitati a partecipare docenti, dirigenti scolastici, studenti, genitori, amministratori locali, rappresentanti delle forze sociali e delle associazioni professionali degli insegnanti e dei dirigenti.

COSENZA - Gradinate in scena Il 18 settembre, nello splendido scenario delle scalinate di via Calabria, a Cosenza, si terrà la dodicesima edizione di “Gradinate in scena”. La manifestazione, organizzata da Franco Totera e da Franco Giordano, vedrà diversi artisti all’opera: da Claudio Lippi a Lola Ponce, da Anna Oxa ad Al Bano, da Ron a Natalia Estrada. Per quest’anno è prevista la presenza di rappresentanti prestigiosi del mondo circense internazione. Franco Giordano presenterà i capi in esclusiva della collezione autunno-inverno 2008 dei più grandi stilisti mondiali. CROPALATI (Cs) - “Back to Cropalati” Ritornare nei Centri Storici, rivitalizzare i borghi riscoprendo ed investendo sull’identità, destagionalizzare la complessiva offerta socio-culturale e turistica, preferire suggestioni l’arte, la creatività e più in generale lo spessore culturale e la qualità ai cliché televisivi o alle tante mode del momento. Privilegia queste quattro fondamentali direzioni “Back to Cropalati”, l’ambizioso progetto socio-culturale e artistico ideato da Peppe Voltarelli e promosso, con convinzione ed impegno, dall’Amministrazione comunale del piccolo e prezioso borgo di Cropalati. Mercoledì 10 e giovedì 11 settembre saranno due giornate per stimolare una vera e propria emigrazione al contrario.

CROTONE - Corsi di perfezionamento in musica La società Beethoven Acam organizza i corsi estivi di perfezionamento "Crotone in musica", fino al 7 settembre. Docenti: Maria Pia Tricoli, pianoforte; Giacomo Fuga, pianoforte; Antonio De Rose, chitarra; Luigi Pellicanò, chitarra; Massimo Mazzone, clarinetto; Marino Cappelletti, clarinetto; Giuseppe Nese, flauto; Giuseppe Arnaboldi, violino e didattica violinistica; Hyo Soon Lee, canto; Maria Rosa Romano, musicoterapia e propedeutica musicale; Fernando Romano, esercitazioni orchestrali, analisi e critica musicale. Svolgimento corsi, al villaggio Capiccolo, C. Rizzuto. Info: 0962/900848.

CROTONE - Manifestazione velistica La manifestazione velistica, giunta alla sua II edizione, organizzata dalla Lega navale di Crotone, dallo Yachting club Crotone e dall'associazione Maresport, ha preso il via.Sempre per quanto riguarda le regate d'altura la Lega navale ha stilato il calendario delle manifestazioni che si terranno fino al termine dell’estate. Oggi, trofeo Le Castella, il 7 settembre, la Cooking cup, la regata dei Dioscuri, che toccherà Le Castella, la foce del fiume Neto e Crotone. Da venerdì 19 al 21 settembre 2008, si terrà, invece, la regata Taranto Crotone, sponsorizzata da Italia Nostra.

Torre e Donato Semeraro), sotto la supervisione del Direttore Artistico Vincenzo Calvosa, Maestro del Complesso Bandistico “Vincenzo Longo” Città di Laino Borgo. A conclusione delle esibizioni in concorso, quella, attesissima, della Banda Musicale dei Vigili del Fuoco di Roma, in programma per il 13 settembre.

DIAMANTE (Cs) - Raduno nazionale 500 Il 14 settembre il “Raduno nazionale Mitica 500” a Diamante. Programma: ore 10.00 parco del Corvino, ritrovo e iscrizioni; ore 11.00 giro turistico, Diamante, Cirella, Diamante; ore 12.00 cocktail a Cirella sulla scogliera del Tartana Club; ore 13.00 Maierà, ristorante di Aligia; pranzo con specialità piccanti, premiazioni; ore 19.00 lungomare e lungofiume Peperoncino Festival; ore 22.00 megapalco sul mare Comici per la Dreher, Zelig Cabaret; ore 24.00 estrazione lotteria del Peperoncino, primo premio fiat 500 pop 1.2 superaccessoriata.

LAMEZIA T. (Cz) - Teatro Magna Graecia Teatro e cinema a Lamezia sotto le stelle, Teatro Magna Graecia , presso il parco archeologico Abbazia di S. Eufemia, programma fino all’8 settembre: oggi, The prestige di Christopher Nolan; lunedì 8 settembre, Lettera da iwo jima di Clint Eastwood. Biglietto adulti euro 3,00; under 18 - over 65 euro 2,50.

GAMBARIE (Rc) - 5° Motoraduno d’Aspromonte V Motoraduno Gambarie d’Aspromonte (2° Nazionale) in riva allo Stretto fino a domenica 7 settembre. GUARDAVALLE (Cz) - Guardavalle estate Il Comune di Guardavalle, in collaborazione con la Provincia di Catanzaro, assessorato alla Cultura, Turismo, Sport e Spettacolo, presenta il cartellone "Guardavalle estate 2008". Fino al 12 settembre, 5ª edizione del torneo "Memorial per una stella" a Guardavalle Marina; 9,10, 11 settembre, per le vie del borgo chitarra battente organizzata dalla Pro loco centro anziani a Guardavalle centro; 12,13,14 settembre, palio del ciuccio, organizzato dalla Pro loco presso l'agriturismo Fassi a Guardavalle. JEVOLI (Vv) - Festa Beata Vergine dell’Addolorata Festa della Beata Vergine dell’Addolorata: oggi, ore 21.00, commedia teatrale; domenica 7, ore 21.00, concerto di Francesca Guido.

LAINO BORGO (Cs) - Grande musica bandistica Laino Borgo celebra la IV edizione della grande musica bandistica, fino al 13 settembre la IV edizione del Festival delle Bande Musicali di Rossella Regina. Organizzato dall'Associazione Musicale “Vincenzo Longo”, con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale della neo Città di Laino Borgo, il Festival, che già in passato ha portato nel ridente borgo dell'alto cosentino importanti complessi bandistici, vedrà 4 grandi formazioni musicali contendersi l'ambita Medaglia d'Argento Presidente della Repubblica. Programma (ore 21.00, Piazza Navarro): oggi il Corpo Bandistico Municipale Città di Canicattìni Bagni; il 12 settembre il Gran Concerto Bandistico Città di Bracigliano. A valutare le quattro esibizioni in concorso una giuria di qualità formata da tre docenti del Conservatorio di Vibo Valentia (i Maestri Antonella Barbarossa, Presidente di giuria, Antonio La

LAMEZIA T. (Cz) - Le emozioni non si cancellano “Le emozioni non si cancellano” , rassegna di cinema d'autore VII edizione 2008, fino all'8 settembre, a Lamezia Terme nel Castello Normanno - Svevo.

LAMEZIA T. (Cz) - Festa di fine estate “Festa di fine estate” oggi a Lamezia Terme, in Piazza San Domenico, dalle ore 18.00 in poi. Sarà possibile ascoltare il coro dei bambini proposto dall’Associazione culturale “Musica È” di Lamezia Terme, visitare i quattro stand delle associazioni che hanno promosso il progetto: lo stand del Csv della Provincia di Catanzaro e lo stand specifico del progetto “Oltre il limite. Il dono e la gratuità per promuovere l’inclusione sociale delle persone con disabilità”. Saranno offerte ai presenti calde crispelle e dolci realizzati dalla nuova Associazione di Volontariato “Walking Together”, nata per sostenere organizzazioni internazionali ed in particolare il Centro “Gossace” che ospita bambini orfani e sieropositivi. Il Centro è promosso e gestito da persone, esse stesse sieropositive al virus Hiv o malate di Aids, ed opera nel distretto di Mokono in Uganda. In seconda serata si esibiranno gli animatori di strada “La Gurfata” della Cooperativa Mistya di Locri ed inoltre musica e allegria.

LAMEZIA T. (CZ) - Festa del gelato artigianale Il Comune di Lamezia Terme in collaborazione con l'associazione culturale - musicale - ricreativa "Le ali della musica" organizza: oggi, "La festa del gelato artigianale" in piazza Diaz. All'interno della serata si esibirà il gruppo Italian Bee-Gees ... e ancora, un momento di forte simpatia con I Fichi d'India ovvero il celebre duo comico originario di Varese, composto da Bruno Arena e Massimiliano Cavallari. LAMEZIA T. (CZ) - Cinema d’estate La Tavola della pace, insieme al Coordinamento nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani e a centinaia di organizzazioni della società civile e di Comuni, Province e Regioni hanno deciso di promuovere il 2008 “Anno dei diritti umani”. Dopo le proiezioni proposte a luglio riprende la rassegna Cinema d’estate con il seguente programma: martedì 9 settembre – “Il colore della libertà” di B. August, 2006 (117’) - Memorie del carceriere di Nelson Mandela. Le proiezioni inizieranno alle ore 21.00 presso il Cortile Casa Canonica del Carmine, Via R. Sanzio, a Lamezia Terme – Sambiase. In caso di pioggia le proiezioni si terranno nel salone interno.


38 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“I Tesori del Mediterraneo” in programma fino a domani a Reggio Calabria

“Progetto Musicampo” a Lamezia IL CARTELLONE

I Calabria Logos in concerto domani sera a Pazzano

LAMEZIA T. (Cz) - Progetto musicampo Il progetto musicampo presentato da Ama Calabria alla Regione ai sensi dell’avviso pubblico Por Calabria 2000-2006 – Misura 3.6 ”Prevenzione della dispersione scolastica e formativa” azione 3.6 b è stato approvato ed avrà luogo a Lamezia dal 9 al 14 settembre 2008. Al progetto, cui partecipano come soggetti aderenti il 1°, 2° e 4° Circolo didattico di Lamezia Terme, prenderanno parte 60 allievi, 20 per ciascun circolo. Il corso sarà preceduto nei primi di settembre da una serie di incontri tra i responsabili del progetto, i dirigenti scolastici dei circoli coinvolti ed i genitori degli allievi. LAMEZIA T. (Cz) - “Giornata dedicata all’arte” Il 4 ottobre a Lamezia Terme l’associazione 400KC e Aleph Arte - inserite nell’importante cartellone nazionale consultabile al sito www.amaci.org - promuovono una giornata dedicata all’arte contemporanea nel cuore del centro storico della città. MAGISANO (Cz) - In scena l’Accademia Brucia L'accademia Brucia, storico gruppo di musica leggera Italiana, suonerà a San Pietro in Magisanol’8 settembrealle ore 21.30 in piazza in occasione della festa patronale accompagnando il famoso tastierista e cantante già dei Dik-Dik, Roberto Parlotto, in una rivisitazione dei più famosi brani degli anni 60-70. La formazione attuale è composta da Walter Costantino alla batteria, Pasquale Mastroianni tastiere, Pietro Aldieri chitarra, Filippo Scicchitano al basso, e Mary Carmen Paola Rossana voci e cori.

NARDO DI PACE (Rc) - Povia in concerto Povia in concerto sabato 20 settembre, ore 21.30, in piazza a Ragonà di Nardo di Pace. Spettacoli (ad ingresso gratuito) organizzato dal comitato feste, con la Puntieri management di Vittorio Puntieri. Ulteriori informazioni: 334/5978797 - www.puntierimanagement.com. OLIVADI (Cz) - Programma estate 2008 L'associazione culturale Olivadese presenta il programma Estate 2008. Mercoledì 24 settembre, ore 18.00, presso la chiesetta incontro con Marco Travaglio. PAZZANO (Rc) - Calabria Logos in concerto Ultime battute del tour estivo targato 2008 del gruppo di musica etnica Calabria Logos. La compagine cosentina sarà di scena a Pazzano, in provincia di Reggio Calabria, la sera di domenica 7 settembre 2008. Nell'appuntamento, fissato per le ore 22.00, verrà presentato "Ancora sud", un lavoro scritto e diretto da Carlo Grillo. Si esibiranno: Carlo Grillo (chitarra classica, battente e voce); Antonio Grillo (tammorre e voce); Carlo Mercuri (flauto e sax); Fausto Guido (fisarmonica); Cristian Berardi (basso); Elena Tosi (corista); Carmela Ciardullo (voce narrante). Ulteriori informazioni: www.calabrialogos.it.

PENTONE (Cz) - Estate pentonese 2008 L'associazione turistica Pro Loco di Pentone, con la collaborazione il patrocinio dell'amministrazione provinciale di Catanzaro, la Comunità Montana della PreSila catanzarese, il Comune di Pentone, l'Unione Nazionale Pro Loco d'Italia e la parrocchia San Nicola di Bari comunica le manifestazioni turistiche, attrattive, fiere ed attività socio-culturali e religiose che si svolgeranno nel Comune di Pentone, nei mesi di agosto e settembre 2008. Ogni mercoledì di fine mese, nel corso principale del paese ha luogo il consueto mercato-fiera. Verranno organizzate diverse manifestazioni turistiche tornei (carte-dama-scacchi), concorsi (balcone fiorito - dolci) mostre ed escursioni per intrattenere i turisti e valorizzare il paese. Presso la sede della Pro Loco in Corso De Laurenzi sarà possibile ritirare materiale pubblicitario e visitare una mostra della Civiltà Contadina. Programma: oggi "Giornata dell'arte" "Concorso Regionale Performance di Pittori" Tema 2008: Pentone e gli Antichi Mestieri e Baby Painting. Festa della Madonna delle Grazie dal 7 al 14 settembre; 11 settembre ore 20.00 "Le luminarie", ore 21.00 Spettacolo per i bambini animati dai mimoclown "La Pallina Rossa" M. Scarpa www. pallinarossa, com; 12 settembre ore 20.00 "Le Luminarie", ore 20.30 Corteo delle "Litanie Lauretane", ore 22.00 Gran Concerto Bandistico "Città di Chieti" diretto dal M° Gerardo Garofano; 13 settembre ore 20.30 Corteo delle "Litanie Lauretane", ore 22.00 Gran Concerto Bandistico "Città di Chieti" diretto dal M° Gerardo Garofalo; 4 settembre ore 21.30 concerto di Fabio Concato; ore 24.00 Spettacolo di fuochi pirotecnici della ditta Bevilacqua di Albi; 15 settembre ore 21.00 Piazza Mons. V. Tarantino tradizionale festa dell'emigrante, "La Corrida" , scenette - premiazione pittori, emigranti e concorso “Il Balcone Fiorito” ecc.

Adorazione Eucaristica: ore: 08.15 - 10.00 (tutti i venerdì vigiliari fino al 12 settembre) ; inizio Settenario (7 settembre) Sante Messe: ore: 07.30 - 17.30 e 19.00; Vigilia 7°sabato (12 settembre) Veglia di preghiera mariana: ore: 21.00: Presiede Sua Ecc. Mons. Vittorio Mondello, Arcivescovo Metropolita di ReggioCalabria-Bova Concelebrazione Eucaristica: ore: 23.00: Presiede fra Giuseppe Sinopoli; 7°sabato e conclusione Settenario (sabato 13 settembre 2008) Celebrazione Eucaristica: ore: 00.00: Presiede il Ministro Provinciale della Provincia deiFrati Minori Cappuccini di Calabria. Veglia di preghiera: ore: 01.00-03.15: Animazione a cura dei Frati Cappuccini Sante Messe: ore: 03.30 - 04.30 - 05.30 Concelebrazione Eucaristica: ore: 06.30: Presiede Sua Ecc. Mons. SalvatoreNunnari, Arcivescovo Metropolita di Cosenza-Bisignano Processione: ore: 08.00: l’effigie di Santa Maria Madre della Consolazione viene accompagnata processionalmente in Cattedrale. REGGIO C. - I tesori del Mediterraneo Illustrato nei dettagli, nel corso di una conferenza stampa tenuta nei giorni scorsi, il ricco programma dell’evento “I Tesori del Mediterraneo”, che, organizzato dall’associazione “Nuovi Orizzonti”, animerà il Lungomare di Reggio Calabria fino a domenica 7. Alla conferenza stampa, tra gli altri, sono stati presenti l’assessore comunale al Turismo e Spettacolo, Enzo Sidari, e la presidente del sodalizio promotore Natalia Spanò.

REGGIO C. - “Progetto insieme” Il Centro Giustizia Minorile per la Calabria e la Basilicata, con la collaborazione delle Comunità e dei Gruppi Appartamento in convenzione che aderiscono al Progetto Insieme, ha previsto per il secondo anno consecutivo un Campo scuola per minori a rischio provenienti REGGIO C. - Archeologia e paesaggi dal Porthmòs dal circuito penale. Il Campo si farà a Cucullaro di GamIl Cai presenta la mostra “Arheologia e paesaggi dal barie in Aspromonte, fino all’8 settembre 2008. Porthmòs alla Sila” Silva Tauricana a cura di R. Agostino e M. M. Sica presso il Museo di Reggio fino al 30 otREGGIO C. - Settembre Anassiaos tobre. L’associazione culturale Anassilaos presenta il programma di settembre 2008 fino al 28 settembre: marREGGIO C. - Aegyptiaca: dal Nilo allo Stretto tedì 9 settembre 2008 ore 21.00 Chiostro San Giorgio La mostra "Aegyptiaca: dal Nilo allo Stretto" sino al 28 al Corso “Filosofi(estate) 2008”, incontro sul tema “Insettembre, arricchirà le sale del terzo piano del Museo troduzione alla filosofia orientale”, interviene il Dr. Nazionale della Magna Graecia di Reggio Calabria. Giuseppe D’Agostino, in apertura “Omaggio a Lucio Battisti (5 marzo 1943/9 settembre 1998) nel 10° anniversario della scomparsa”; giovedì 18 settembre 2008 REGGIO C. - Festa della montagna ore 21.00 presso il Chiostro San Giorgio al Corso, inL'ente Parco Nazionale dell'Aspromonte ha pianificato contro con l’autore, Carmelo Santonocito, “Più in via definitiva l'edizione 2008 della festa della monta- profondo del mare” (Falzea Editore), relaziona il Prof. gna. Nel contesto delle manifestazioni che si svolgeran- Daniele Castrizio, sarà presente l’autore; martedì 23 no fino a domenica 7 settembre, si valorizzeranno i pro- settembre ore 21.00 presso il Chiostro San Giorgio al dotti artigianali, quelli tipici, la tradizione etnica nonché Corso “Filosofi(estate) 2008”, conclude gli incontri di le risorse locali nella loro interezza. Filosofi(estate) 2008 la Prof. ssa Vincenzina Mazzuca cin una conversazione sul tema “Galilei e Bruno alle origini della cosmologia moderna”. Si concludono gli REGGIO C. - “I sette sabati” Incontri al Chiostro Estate 2008 e comincia la normaPresso la basilica Santuario Parrocchia “Eremo” di Reg- le programmazione, domenica 28 settembreore 19.30 gio Calabria fino al 13 settembre la celebrazione dei set- presso la Chiesa San Giorgio al Corso, con “I Papi del te sabati in onore di S. Maria Madre della Consolazio- XX Secolo/Anniversari Omaggio a Giovanni Paolo I ne. Programma: dal 1°al 6°sabato fino a oggi Sante Mes- (Albino Luciani) nel 30°anniversario della morte (1978 se: ore: 05.30 - 06.30 - 07.30 - 08.30 - 09.30 - 17.30 e 19.00 30 settembre 2008), Immagini e letture”.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 39

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Riunione sull’incontro di pugilato tra Francesco Versaci e Maurizio Lovaglio nella Città dello Stretto

“Festival dello Stretto” a Reggio IL CARTELLONE

Scuola estiva internazionale fino al 12 settembre a Rende

REGGIO C. - Memorial Luigi Bordini La Federazione Italiana Dama, in collaborazione con l’Asd Circolo Damistico “Nuovi Orizzonti” di Reggio Calabria, con il patrocinio della Provincia, del Comune di Reggio Calabria e della Sovrintendenza Archeologica della Calabria, organizza il 2° Memorial Luigi Bordini, il torneo nazionale di dama valevole per la classifica Elo e la Coppa Italia Fid. A contendersi il titolo saranno oltre cento partecipanti provenienti da tutta Italia in particolare il giovane nazionale reggino Gerardo Pititto, il Gran Maestro e plurititolato Mario Fero, il Campione Italiano in carica, il Maestro Paolo Faleo di Aosta, che ad ottobre sarà impegnato a Pechino nella prima edizione delle Olimpiadi della Mente (Beijing 2008), e tanti altri big del damismo italiano e internazionale. I primi due classificati avranno diritto di ammissione diretta al Campionato Italiano Assoluto 2008. Una due giorni che prevede anche una serie di eventi collaterali organizzati per promuovere l’attività damistica e la valenza culturale, ludica e sportiva in ricordo del dirigente reggino Luigi Bordini, attraverso una manifestazione che si propone di essere una vetrina per il capoluogo reggino e l’intero territorio calabrese. Oggi, dopo un breve giro turistico cittadino, nella sala conferenze del Museo Nazionale di Reggio Calabria, verrà organizzato un convegno storico-culturale sul gioco della dama, sport della mente, praticato fin dall’antichità e che nei prossimi mesi, per la prima volta nella storia, approderà a Pechino ove si disputeranno le Olimpiadi dei Giochi della Mente. Oggi, ore 9.00, mini-giro turistico della Città di Reggio Calabria, 10.15, convegno storico-culturale: “Il gioco della dama dall’antichità alle moderne olimpiadi”, 11.00, visita del Museo Nazionale di Reggio Calabria, 15.00, inizio gara; domenica 7 settembre, ore 8.30, ripresa gioco, 13.45, pausa pranzo; 14.45, ripresa gioco e disputa dei restanti turni; 15.30, inizio gioco gruppi esordienti e ragazzi, 18.30, premiazione.

REGGIO C. - Presentazione libro Il Circolo culturale “Giuseppe Calogero” e il Centro Studi “F. Grisi” lunedì 8 settembre alle ore 18.30 organizzano la presentazione del libro “La libertà rubata del giudice Pasquale Ippolito” (Città del Sole Edizioni, 2008). Introdurrà l’incontro l’on. Natino Aloi e interverranno Salvatore Di Landro, S. procuratore generale presso la Corte di Appello di Reggio Calabria, e Michele Madera, docente di Diritto Penale. Sarà presente l’autore, Pasquale Ippolito, presidente della Corte di Assise di Appello di Reggio Calabria, e l’editore Franco Arcidiaco. REGGIO C. - Festival dello Stretto Venerdì 12 settembre 2008, alle ore 21.00, presso il Lungomare di Reggio Calabria, con ingresso libero, i migliori protagonisti della “Notte della Taranta” ospiti all’ottava edizione del Festival delo Stretto con una chicca in più da non perdere: La Piccola Orchestra la Viola composta da oltre 20 elementi. REGGIO C. - Incontro di pugilato Nemmeno il tempo di tornare dalle ferie e l’Amaranto Boxe unitamente all’organizzazione di Rosanna Conti Cavini hanno definito il programma della grande riunione che si terrà lunedì 15 settembre nell’impianto all’aperto dell’ “Arena dello Stretto” dedicata a Ciccio Franco, sul lungomare di Reggio Calabria. La riunione è imperniata sul vacante titolo tricolore dei pesi mediomassimi tra il reggino Francesco Versaci, pupillo ventiduenne di Umberto e Rosanna Conti Cavini, e il torinese ventiseienne Maurizio Lovaglio. Versaci, già campione del Mediterraneo Wbc, ha davanti a sé la sua seconda occasione per cingere anche la corona italiana. Le emozioni della serata di Reggio, che coincide con le feste patronali della città calabrese, non sono limitate all’ incontro di Versaci, ma prevedono altri grandi protagonisti, tra cui

alcuni tra i migliori prodotti della boxe italiana, che sono in attesa di combattere per titoli di assoluto prestigio. Copertina per il welter Michele Di Rocco, il campione umbro per il quale si attende al più presto una grande chance internazionale, che a Reggio affine le sue armi e il suo temperamento contro un avversario tutt’altro che di comodo, l’ungherese Laszlo Komjathi, già avversario quattro anni fa di Zoff per il titolo europeo dei leggeri e due volte di Michele Delli Paoli, sempre con una cintura internazionale in palio. Più recentemente Komjathi ha impegnato i vari Giuseppe Lauri, Willy Blain, Amir Khan e Gianluca Branco, ossia alcuni tra i migliori pugili a livello europeo. Reduce da due vittorie nel mese di agosto, Komjathi si presenta quindi allenato e determinato a rendere la vita difficile nei sei round che lo vedranno opposto a “The King” Di Rocco. Detto che anche il sottoclou dilettantistico si annuncia interessante, con almeno due altri pupilli della Amaranto Boxe come i massimi Graziano Calabrò e Angelo Trimboli, la riunione avrà inizio alle ore 20,30, mentre è naturalmente prevista la diretta su Rai Sport Più con commento affidato a Mario Mattioli e a Nino Benvenuti. Sul sito www.amarantoboxe.it potranno essere seguiti tutti gli aggiornamenti curati direttamente dal direttore sportivo Carmelo Regolo, nonché si potrà venire a conoscenza del programma dettagliato dell’evento con foto, locandina, brochure della manifestazione. RENDE (Cs) - Scuola estiva all’Unical Presso il dipartimento di Fisica dell’Università della Calabria (cubo 31/c – IV°piano) è in corso di svolgimento, fino venerdì 12 settembre, una scuola estiva internazionale sul tema: “A multidisciplinary study of uplift and deformation in the Calabrian Arc (Studio multidisciplinare del sollevamento e della deformazione nell’arco calabro)”, organizzata dai professori: Ignazio Guerra, dell’Università della Calabria, e Alberto Malinverno, del Lamont Earth Observatory della Columbia University di New York.


40 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Festa in onore della Madonna delle Grazie a partire da domani a Torre di Ruggiero

“Il mio canto libero” a Sellia Marina IL CARTELLONE

Luca Barbarossa atteso a Satriano Marina la sera del 27 settembre

ROCCELLA J. (Cs) - Bellezze d’Italia, finale Nel calendario "Bellezze d'Italia" in programma la finalissima regionale che si terrà all’hotel Parco dei Principi di Roccella Jonica oggi e il 7 settembre. Sarà presente la commissione nazionale del casting, e direttamente da New York, Paul De Luna, fotografo ufficiale del calendario nazionale "Bellezze d'Italia", che lunedì 8 settembre, effettuerà il primo scatto del calendario alla vincitrice della finale regionale nella location di Marina di Gioiosa Jonica. ROSSANO (Cs) - “Memorial Arturo Graziano” Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento nel ricordo di Arturo Graziano, con la terza edizione del Memorial a lui dedicato. Il “III Memorial Arturo Graziano”, che si svolgerà domenica 7 settembre, è organizzato dalla famiglia Graziano in collaborazione con l’Associazione Sportiva Ciclistica “Team Ruote Quadrate” ed è patrocinato dal Comune di Rossano e dalla Comunità Montana Sila Greca.

SATRIANO (Cz) - Luca Barbarossa in concerto Luca Barbarossa in concerto, il 27 settembre, presso il centro storico. L’appuntamento è organizzato dal Comune. L’ingresso è libero.Per ulteriori informazioni contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese al numero 335/5244393 o visitare il sito internet www.essemmemusica.it. SCALEA (Cs) - Corso sul pane In occasione del campionato nazionale pizzaioli d’Italia, il corso teorico - pratico per professionisti, amanti e/o semplici appassionati su “Il pane: tecniche di produzione e cottura nel forno a legna”, a cura della Dott.ssa Simona Lauri. Programma: giovedì 2 ottobre (ore 9.00 – 15.00) presso Hotel Parco dei Principi a Scalea (Cs), Programma: metodi di panificazione: diretto corto, indiretto con biga, indiretto con poolish, indiretto con madre, metodica corretta di produzione della biga, Vantaggi/Svantaggi dell’utilizzo della biga, difficoltà operative e gestionali, confronto tra diverse metodiche di produzione; impasto diretto, biga, poolish, madre, realizzazione pratica di alcuni pani con l’utilizzo della metodica indiretta con biga e cottura nel forno a legna. Quota di partecipazione 50,00 euro. Per ulteriori e più dettagliate informazioni ed iscrizioni è possibile contattare la Elvis Santaromita Villa; o visitare il sito internet www.elvissantaromita.it; o telefonare ai numeri di seguito indicati: 334/3866703 - 329/ 5797312 - 339/2758084. SELLIA M. (Cz) - “Reggae summer 2008” Kaya bar, a Sellia Marina loc. Riva Chiara presenta la rassegna "Reggae Summer 2008", dj resident DoctaP in collaborazione con Kissusenti Reggae Movement, ingresso libero. Programma: tutte le domeniche pomeriggio "Simmer down" roots ska rub & dub Robbie e DoctaP ai controlli. SELLIA M. (Cz) - “Il mio canto libero” Oggi, alle ore 21.00, nella Piazzetta Mare di Sellia Marina, l’Amministrazione comunale di Sellia Marina organizza lo spettacolo “Il mio canto libero” protagonisti del quale saranno i solisti dell’Accademia Musicale Fryderyk Chopin presieduta dal M°Elvira Mirabelli, la Schola Cantorum Santa Cecilia, i danzatori Alessia Lioi e Daniele Fasano. Conduttrice della serata Simona Palaia.

SERRASTRETTA (Cz) - Mirò in concerto Sabato 13 settembre, in occasione della festa patronale a Serrastretta, la Vip Music di Massimo Marramao presenta Andrea Mirò in concerto. SETTINGIANO (Cz) - Promozioni “Bowling Center” Durante i mesi estivi il “Bowling Center” pratica le seguenti promozioni estive: tutte le sere più giochi meno paghi; giovedì e domenica promozione coppia. SIDERNO (Rc) - Presentazione libro Oggi, alle ore 18.30, Claudio Ciccarone e Luca Dalisi presentano il libro “La bibliotecaria” al Centro Commerciale La Gru, Statale 106 Jonica.

SIDERNO (Rc) - Regata di Ulisse La prima “Regata di Ulisse Città di Siderno”, organizzata dall’Associazione Culturale “Ulisse 2004” circolo di Si-

derno, in collaborazione con Associazione Locride Impresa e la Fondazione “Gianluca Congiusta” si terrà, nello specchio di mare antistante il lungomare domenica 7 settembre. Questa prima edizione della “Regata di Ulisse” è anche un memorial per ricordare Alba Lucia, Federica, Alessio, Valentina e Gianluca Programma domenica 7 settembre: ore 09.00 Riunione giuria ed equipaggi presso scivolo barche pescatori; ore 10.00 manifestazione; ore 12.00 premiazione. SIMERI C. (Cz) - Music Village A Simeri Crichi la IX edizione di “Music Village”, l’evento che unisce la musica emergente e il mondo della discografica a cui prenderanno parte musicisti provenienti da tutta Italia, scelti da un team di esperti del settore durante le selezioni live che hanno coinvolto numerose città italiane. Gli Sciaradha e i giovanissimi The Mistery Machine rappresenteranno la Calabria all'evento. Prossime edizioni: Music village categoria giovani fino a oggi a Simeri Crichi; Music Village dal 6 al 13 settembre a Simeri Crichi. La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione Giovanile Net4Fun in collaborazione con Event Sound Promotion. SOVERATO (Cz) - Ad Asso di Quadri... Asso di quadri presenta opere in permanenza ad olio e serigrafia del maestro Franco Azzinari. Si potranno ammirare le opere di Mimmo Rotella, Salvatore Fiume, Gonzaga, Carlo Franchi; De Michelis; Romano Mussolini; Treccani; e altri artisti. Info: 0967/23706 349/8203817 - 347/7192337. SOVERATO (Cz) - “L’Ippocampo d’oro” Puntieri con il patrocinio dell'Amministrazione comunale di Soverato ed in collaborazione con CalabriaWebTv.it, il Domani.it, Gm agency, soveratoweb.it, Studio Network presentano "L'Ippocampo d'oro" 1° festival della canzone che si terrà a Soverato giorno 11, 12 e 13 settembre. SOVERIA M. (Cz) - La Rosa nel Bicchiere La Rosa nel Bicchiere suggerisce una serie di appuntamenti all’insegna del connubio cultura-gastronomia. “Degusto” propone un percorso di riscoperta dei prodotti della cucina calabrese, nazionale e internazionale. Xfood ci guida in un intrigante viaggio tra ambiente, antropologia e cronaca calabrese. La Rosa nel Bicchiere Beach coniuga gastronomia, buona musica e...relax. È gradita la prenotazione al numero 0968/666668 – 349 6886589. Oggi, taglieri di formaggi piemontesi, vino: Freisa dell’azienda Crotin e Barbera dell’azienda Fontanafredda ore 20.30 (costo della cena euro 25,00); degusto, il 13 settembre, la bistecca fiorentina, vino: Drumo Muratori ore 20.30 (costo della cena euro 35,00); degusto il 20 settembre, taglieri di formaggi piemontesi, vino: Freisa dell’azienda Crotin e Barbera dell’azienda Fontanafredda, ore 20.30 (costo della cena euro 25,00); inoltre tutti i giorni menù alla carta: taglieri: tanti deliziosi formaggi, affettati, crostini, verdure grigliate...e vino da gustare all’aperto, costo della cena euro 15.00; barbecue: tutto il necessario (carni, aromi,vini) per poterti sbizzarrire in deliziosi barbecue all’aperto costo della cena euro 20.00; Piscina: mezza giornata euro 7,00; intera giornata euro 10,00. Light lunch in piscina (primo piatto, insalata ricca, frutta, una bevanda); oppure insalata ricca, caprese, prosciutto, una bevanda) euro 15.00. SQUILLACE (Cz) - Visite al centro storico L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria mette tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico di Scolacium Borgia. Per ulteriori e più dettagliate informazioni: 0961/34618 368/7376942 - 347/1094691 - 320/0473698 - www.calabriaguide.it. STALETTI’ (Cz) - “Bye, bye estate...” Ultimo appuntamento per il Villablanca di Stalettì oggi con il party di chiusura "bye,bye estate...".

STALETTI’ (Cz) - Slalom Magna Graecia Si terrà il 14 settembre, il 1° slalom della Magna Graecia "Copanello-Staletti" che si snoderà lungo i 13 tornanti della strada provinciale 52. La competizione si svilupperà con il seguente programma: sabato 13 settembre, con inizio alle ore 14.00, si effettueranno le ve-

rifiche sportive e tecniche presso la scuola media statale di Stalettì; domenica 14 settembre, con inizio alle ore 10.30, la competizione ufficiale con tre manches, di cui una di ricognizione. STALETTI’ (Cz) - Congresso medico V Congresso nazionale Associazione Geriatri Extraospedalieri “Il geriatra territoriale e la gestione delle comorbidità: tra specificità di competenze e complessità” a Copanello, presso il Villaggio Guglielmo, dal 2 al 5 ottobre 2008.

TAVERNA (Cz) - “La barca e la scia”, mostra Fino al 25 settembre nello storico Complesso Monumentale di San Domenico, sede del Museo e della rinnovata Galleria d’Arte Contemporanea di Taverna, la mostra di Giuseppe Macchione - “La barca e la scia”, promossa ed organizzata, nell’ambito della quarta edizione della manifestazione europea “La notte dei Musei 2008”. L’evento curato da Giuseppe Valentino, Direttore del Museo Civico di Taverna, è patrocinato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese; dalla Direzione dei Musei di Francia; dal Consiglio d’Europa; dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali; dall’Icom International e dal Comune di Taverna. La mostra resterà aperta sino al 25 settembre e sarà visitabile tutti i giorni, da martedì a domenica, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00, chiuso il lunedì. TAVERNA (Cz) - Suola delle fate Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con la “piccola scuola estiva delle fate” giunta oramai alla quinta edizione che si svolgerà a Villaggio Mancuso (località Monaco), nella sede del Centro Visita - Museo Verde, dall’8 al 12 settembre 2008. Per ulteriori informazioni rivolgersi al Gal Valle del Crocchio - Segreteria Scuola Estiva, 0961/965615, da lunedì a venerdì, dalle 9.30 alle 12.30.

TORRE DI R. (Cz) - Visite al santuario diocesano Presso il santuario diocesano "Santa Maria delle Grazie" ha avuto inizio l'anno giubilare. Tappe: oggi/9 settembre, festa della Natività di Maria; 8 settembre, 150° anniversario della consacrazione del Santuario; 19/21 settembre, colloquio internazionale di Mariologia. TORRE DI RUGGIERO (Cz) - Spettacolo musicale Domenica 7 settembre, alle ore 21.30, al santuario, con ingresso gratuito, spettacolo organizzato dal comitato feste con la Puntieri Management di Vittorio Puntieri della banda musicale Città di Lecce. Info: 334/5978797 - www.puntierimanagement.com". TORRE DI RUGGIERO (Cz) - Madonna delle Grazie Tre giorni di grande festa a Torre di Ruggiero in onore della Madonna delle Grazie nell’anno giubilare per il 150° anniversario della ricostruzione del Santuario e della comparsa della fonte prodigiosa. In queste settimane la preparazione spirituale dell’evento è stata affidata ai Padri cappuccini del convento di Chiaravalle e culminerà nei giorni 7 e 8 settembre con la presenza di eminentissimi prelati. Il 7 settembre alle ore 10.30 presiederà la Santa Messa mons. Antonio Cantisani, arcivescovo emerito di Catanzaro-Squillace, mentre la sera, alle 18.30, sarà la volta di mons. Luigi Cantafora, vescovo di Lamezia Terme. Il giorno successivo la comunità torrese e i pellegrini si riuniranno attorno a S. E. Mons. Antonio Ciliberti, arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, che presiederà l’Eucarestia alle ore 10.30. Invece, il 9 settembre, giorno della festa, alle 11.30, il parroco don Maurizio Aloise animerà la solenne processione con la statua della Madonna delle Grazie per le vie del paese. TORRE DI RUGGIERO (Cz) - Fiordaliso in concerto Fiordaliso in concerto martedì 9 settembre, alle ore 21.30, al Santuario con ingresso gratuito.Spettacolo organizzato dal comitato feste con la Puntieri Management di Vittorio Puntieri. Iinfo: 334/5978797 - www.puntierimanagement.com.

VIBO V. - “Venerdì della Dante Alighieri” Con la presentazione dei "Venerdì della Dante Alighieri", ha preso il via l'attività di un antico comitato provinciale culturale. Il programma prevede: il 19 settembre, sarà la volta dello scrittore calabrese Sharo Gambino,il 24 ottobre, Alfredo D'Agostino parlerà di "Messianismo: storia, religione, letteratura"; quindi, il 21 novembre, Lorenzo Meligrana tratterà il tema "Tra lingua e dialetti", il ritorno del dialetto nell'opera di Mario Roperto "Addoccussì va 'u mundu".


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 41

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Parte oggi da Francavilla Marina la settima edizione del “Settembre culturale”

“Premio Maurizio Grande” in Calabria IL CARTELLONE

“Sotto i cieli di Rino Gaetano” questa sera a Mammola

CALABRIA - Eventi nella Riviera dei Gelsomini Eventi, manifestazioni e feste popolari nella Riviera dei Gelsomini fino al 30 settembre: fino all’8 settembre, a Siderno, festeggiamenti in onore di Maria Ss di Portosalvo organizzati da Pro Loco e Amministrazione comunale; fino al 7 settembre, a Pazzano, festa di San Rocco organizzata dall’Amministrazione comunale;fino al 7 settembre, a Bruzzano, festa di Maria Ss della Catena organizzata dall’Amministrazione comunale; il 7 settembre a Mammola, in piazza Ferrari, alle ore 22.00, festa di San Nicodemo con concerto di Orietta Berti organizzata dalla Pro Loco; l’8 settembre, a Siderno, in piazza Portosalvo alle ore 22.00, concerto di Paolo Meneguzzi organizzato dalla Pro Loco e dall’Amministrazione comunale. CALABRIA - In scena i Tributo live Il 7 settembre ad Arena (Vv), 27 settembre a Badolato m.n (Cz) saranno di scena i Tributo live. CALABRIA - Premio Maurizio Grande Il "Premio Internazionale Maurizio Grande" annuncia la sua quinta edizione in programma dal 25 al 27 novembre 2008 a Reggio Calabria e a Cosenza (Università della Calabria). Istituito e promosso dal Circolo del Cinema "Charlie Chaplin" di Reggio Calabria, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio della Regione Calabria, il Premio vede, anche in questa quinta edizione, la partecipazione del Dams dell'Università della Calabria.Il premio, riservato a saggisti e critici cinematografici, è internazionale e la sua finalità è rivolta all'eccellenza nel campo degli studi filologici e storici.Il premio ha due sezioni: saggi editi in lingua italiana, saggi editi in lingua francese. Per ognuna delle sezioni viene assegnato un premio di 1.500,00 euro. La giuria è composta da: Gioia Costa, direttrice del festival "Esplor/azioni", Bruno Fornara, critico cinematografico, direttore editoriale Cineforum e docente presso la scuola Holden di Torino; Jean

Paul Manganaro, docente di Letteratura italiana contemporanea presso l'Università Charles de Gaulle di Lille ; Enrico Magrelli, critico cinematografico; Pietro Montani, docente di Estetica presso l'Università La Sapienza di Roma; Nicola Petrolino, Vice presidente circolo del cinema "C. Chaplin" di Reggio Calabria; Claudio Scarpelli, presidente circolo del cinema "C. Chaplin" di Reggio Calabria.Per l'edizione 2008 la giuria del Premio ha deciso di premiare: per la sezione saggi editi in lingua italiana Veronica Pravadelli per "La grande Hollywood" Marsilio; per la sezione in lingua francese la giuria ha deciso di non assegnare alcun premio.

CALABRIA - Slalom e cronoscalata La scuderia Aspromonte ha iscritto a calendario sei gare di slalom ed una cronoscalata. Le manifestazioni sono state incluse e ratificate nel calendario nazionale Csai. Programma: penultimo appuntamento stagionale il 21 settembre, con la disputa della S. Stefano - Mannoli; e la stagione targata "Scuderia Aspromonte" si concluderà con il 15° slalom "Città di Montebello" il 26 ottobre. CALABRIA - “Sotto i cieli di Rino Gaetano” I "Tributo live" cover band di Rino Gaetano, presentano "Sotto i cieli di Rino Gaetano": oggi a Mammola (Rc). Inizio concerti ore 22.00. Ingresso gratuito. Info: tributolive@libero.it. CALABRIA - Dj-set Mino Stella Il dj Mino stella presenta i suoi prossimi Dj-sets: venerdì 19 settembre, A Turra de' Briganti, Migliuso (Cz); venerdì 26 settembre EsSensum, Il Casale, Feroleto Antico (Cz), venerdì 21 novembre EsSensum meets Diagonal Jazz in "Dj for dj", Il Casale - Feroleto Antico (Cz).

CALABRIA - Urologia, campagna di prevenzione L’Urologia fa strada, fa tappa a Catanzaro, Lamezia Terme e Cosenza. La campagna di prevenzione è organizzata dalla società italiana di urologia per festeggiare i cento anni della sua fondazione. L’appuntamento è a Cosenza oggi, in piazza dei Bruzi, dalle ore 10.00 alle 20.00, con il dottor De Giacomo; a Lamezia, oggi, su Corso Numistrano, dalle 10.00 alle 20.00, con il dottor Zoccali; a Catanzaro, il 7 settembre, su Corso Mazzini, dalle ore 10.00 alle 20.00, con il dottore Damiani. CALABRIA - “Settembre culturale” Parte oggi da Francavilla Marittima la settima edizione del “Settembre Culturale- Valle del Raganello/ La poesia al femminile”. L’evento è organizzato da “Il Musagete”, con il patrocinio della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza e dei quattro comuni della Valle del Raganello, (Francavilla Marittima, San Lorenzo Bellizzi, Cerchiara di Calabria e Civita); e in collaborazione di Aljon Editrice e Tele A1 di Corigliano.Questo è il calendario degli appuntamenti: Francavilla Marittima, oggi ore 19.00, ex chiesa (C.da Silva), manifestazione “La visione della rosa” - Petali (di)versi dell’universo femminile. Per l’occasione sarà distribuita una plaquette che raccoglierà alcuni brani dell’universo letterario femminile degli ultimi due secoli. La manifestazione sarà improntata sulla lettura di questi brani da parte di alcune lettrici d’eccezione. San Lorenzo Bellizzi, sabato 13 settembre 2008, ore 19.00, Sala consiliare, presentazione del libro di poesia della poetessa lucana Maria Pina Ciancio, “La ragazza con la valigia” (LietoColle). Cerchiara di Calabria, domenica 14 settembre, ore 19.00, Sala Convegni (ex Scuole Medie), “La stagione della condivisione - Viaggio nel pensiero femminile”. Civita, venerdì 19 settembre 2008, ore 19,00, Museo Etnico Arbresh, Novecento - La figura e l’opera di Gabriela Mistral, (reading). Francavilla Marittima, sabato 20 settembre 2008, ore 21.00, presso l’ex chiesa (C.da Silva), Premio Valle del Raganello –Donna dell’anno 2008, cerimonia di premiazione.


42 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

LA RICORRENZA

DALLA GERMANIA

Due anni fa se ne andava il “gentiluomo” Facchetti

Frank Ribery pronto a rientrare da sabato prossimo Il Bayern sorride

Lippi prepara i suoi per l’incontro di stasera sul terreno di Cipro E lo fa con prudenza: “Non ci ingannino le apparenze”

“L’Italia sa come si vince” Alex Del Piero sta recuperando ma non ci sarà dal primo minuto

“Nella manica” del commissario si nascondono ben tre moduli

Francesco Grant

FIRENZE - Due anni e due mesi dopo, Marcello Lippi riparte dalle sue certezze: «Questa Italia sa come si fa». Non per il mito e nemmeno per la storia: la Nazionale Campione del Mondo, lasciata dal ct il 9 luglio 2006 a Berlino e da ritrovare oggi a Larnaca, va a specchiarsi nelle acque della piccola Cipro per i tre punti, obiettivo assai più semplice ma molto concreto verso la qualificazione ai Mondiali 2010. La prima partita vera dopo la parentesi amichevole con l’Austria offre oggettivamente un avversario leggero come brezza di mare; almeno stando alla classifica Fifa che colloca i ciprioti alla posizione numero 65, incastrati tra Bahrein e Burkina Faso. Alla favola di un terzomondismo calcistico il commissario tecnico non vuol però credere, e non «per cercare alibi»; semplicemente, non è la sua Italia quella ingannabile dalle apparenze.«Il campo stretto, il prato poco erboso, lo stadio non pienissimo: non giocheremo al Maracanà, non troveremo il fondo dell’Olimpico o le folle di San Siro: ma non dobbiamo lasciarci ingannare, snobbare l’avversario è da persone non intelligenti. E invece intelligenza e rispetto degli avversari son sempre state le doti di questa Nazionale», sottolinea Lippi. Certo, c’è il precedente statistico dell’Italia di Bearzot fermata sull’1-1 nell’83, o i più recenti exploit ciprioti contro Irlanda (5-2) e Galles (3-1); e poi la novità dell’ Anorthosis qualificato alla Champions, nel gruppo dell’Inter. Di qui a parlare di avversario tecnicamente preoccupante, però, ce ne corre. Piuttosto, la cautela e la cura con le quali Lippi ha preparato la sfida di oggi - studiata a fondo anche la formazione dei ciprioti - sono la conferma della

Il ct Marcello Lippi durante l’allenamento con gli azzurri

Il primo impegnato con l’Irlanda, il secondo con gli inglesi

“Nuovo” debutto in panchina per Trapattoni e Fabio Capello ROMA - Oggi sarà giornata la giornata degli esordi ufficiali anche di due vecchie conoscenze del calcio italiano. In primis, c’è quel eterno giovane di Giovanni Trapattoni, che esordirà sulla panchina dell’Irlanda affrontando la Georgia di Kaladze e soprattuto di Cuper in una partita del gruppo 8, quello dell’Italia. La gara verrà disputata sul campo neutro di Magonza, voglia di ricominciare esattamente da due anni fa («ma anche l’Europeo fa parte dell’esperienza di questo gruppo, non si può sempre vincere»).Tuttavia Lippi sa che per la riunificazione della sua squadra non bastano chiacchiere e tavoli, servono risultati concreti. «I discorsi li porta via il vento, ora contano solo i fatti», è il motto del ct di Viareggio, pronto ad aggiungere

vista la crisi nel Caucaso, nella terra tedesca tanto amica del Trap. Sarà anche la prima ufficiale di Fabio Capello sulla panchina dell’Inghilterra, impegnato a Barcellona contro l’Andorra. Nel girone degli azzurri, c’è attesa anche per il debutto del Montenegro come nazione indipendente. La squadra di Vucinic e Jovetic aspetta la Bulgaria. un tocco di toscanità a chi pensava a un riferimento al greco Eolo: «...e le biciclette i livornesi». Pungente ma col sorriso, come un carro allegorico di Viareggio: questa è l’Italia gradita a Lippi, che ha ricevuto a Coverciano l’augurio dell’ amico-tifoso Andrea Bocelli, visita in ricordo scaramatico del precedente-pre Mondiale: «Vogliamo fortissimamente difendere quel ti-

tolo vinto due anni fa, e il primo passo sono i tre punti a Cipro». E come a Germania 2006, il ct ha prefigurato un’Italia in grado di cambiare in corsa. «Abbiamo tante armi, le useremo tutte - l’unico riferimento alla probabile formazione - Il che vuol dire cominciare in un modo, proseguire in un altro, e addirittura forse finire in un altro ancora. Esattamente come al Mondiale». Del Piero, dopo l’allarme rosso di giovedì, ha recuperato dal suo risentimento muscolare, anche se «non ha spinto al cento per cento»: parte per Cipro, potrebbe essere disponibile già da oggi, ma l’impressione è che per lui sia serata da panchina, se non altro in via precauzionale e pensando alla Georgia mercoledì a Udine. Non per questo Lippi rinuncerà al 4-3-3, all’occasione trasformabile in campo in un 4-4-2.Toni-Gilardino insieme sono soluzione di peso per un primo cambio, con Camoranesi-Pirlo-De Rossi a centrocampo attorno al centravantiboa potrebbero muoversi sulle fasce Di Natale e Iaquinta. Aquilani l’alternativa per uno schieramente meno spregiudicato.«Ma noi abbiamo caratteristiche molto offensive, accanto ad altre meno offensive e a quelle difensive», è la criptica sottolineatura del ct. La filosofia, ribadisce d’altra parte Lippi, «è quella di far parte di un progetto, non di giocare la prima o la seconda mezzora». Le probabili formazioni CIPRO (4-4-2): Georgallides, Okkarides, Christou, Nicolau, Charalambous, Charalambides, Makridis, Aloneftis, Pavlou, Michael, Konstantinou. All.: Anastasiadis. ITALIA (4-3-3): Buffon, Zambrotta, Cannavaro, Gamberini, Grosso, Camoranesi, Pirlo, De Rossi, Di Natale, Toni, Iaquinta (18 Gilardino).

Gli Azzurri impegnati in un primo sopralluogo del campo al loro arrivo sull’isola

Il Papadopoulos? Un terreno difficile L’ultimo allenamento della squadra azzurra a Coverciano prima della partenza in direzione Cipro

Solo oggi pomeriggio verranno assegnate le maglie di gioco numerate dall’1 al 18 LARNACA (CIPRO) - La Nazionale italiana di calcio è arrivata ieri a Larnaca, intorno alle 19 di ieri. Il charter proveniente da Pisa è atterrato poco dopo le 20:30 ora locale (19:30 in Italia), e gli azzurri si sono subito recati con il pullman allo stadio Papadopoulos, l’impianto da diecimila posti costruito nel 1974 che oggi alle 20 e 45 italiane

ospiterà la partita. Si è trattato esclusivamente di un sopralluogo, per vedere le condizioni del terreno di gioco, che si preannunciano

difficili. L’ultima rifinitura si svolgerà questa mattina, e sarà quella l’occasione in cui il Ct Marcello Lippi scioglierà i suoi ultimi dubbi

sulla formazione. I 18 giocatori i cui nomi saranno inclusi nella lista da consegnare all’arbitro dovranno avere numeri di maglia dall’1 al 18: è per questo motivo che, contrariamente al solito, il Club Italia ha rinviato a domani l’assegnazione delle maglie, che sarà indicativa di chi dei 22 azzurri andrà in tribuna. Per oggi previsto il tutto esaurito.

Il portiere scommette sull’Italia Poi nega i 75milioni offerti dal Manchester

“Sfida forte ma siamo pronti” Buffon contagiato dal suo ct FIRENZE - Questa sera si farà sul serio contro Cipro e Gianluigi Buffon dice a chiare lettere il suo pensiero: «Vogliamo andare a giocarci un altro Mondiale. Bissare Germania 2006 non sarà facile, ma noi vogliamo fare qualcosa di importante per riaccendere la passione verso di noi». Il Lippi bis comincia con il doppio appuntamento di Cipro e Udine con la Georgia. «Ho ritrovato lo stesso Lippi di due anni fa - dice Buffon - con la stessa voglia di vincere e la stessa carica di sempre». Contro Cipro non sarà una passeggiata: «Noi siamo pronti - prosegue il portiere azzurro - sappiamo che incontreremo delle difficoltà, loro sono in crescita, ma noi siamo pronti». Il portiere della Juve risponde poi a chi gli ricorda della maxi-offerta del Manchester City, disposto a pagare

per lui 75 milioni di euro: «È una fantasia giornalistica non credo che arriverà mai un’offerta simile,ma in caso contrario credo che la Juve ci penserebbe”.

Mourinho intanto si gode anche gli ex infortunati

A Locarno l’Inter ha scoperto Quaresma Numeri, assist e tanta generosità MILANO - Ottima prova per Ricardo Quaresma che fa il suo esordio sul campo allagato del Locarno e rimette a posto un’amichevole che l’Inter stava perdendo contro una squadra in fondo

alla classifica della serie B svizzera. Sotto di due gol a metà della ripresa, la squadra di Mourinho ringrazia il portoghese che, con il suo colpo di esterno destro, prima mette sulla testa di Cordoba un pallone solo da spingere in rete e poi provoca il rigore siglato da Cruz grazie a un ingenuo colpo di mano di un difensore. I 90’ giocati dall’ultimo arrivato in maglia nerazzurra alla fine sono il motivo di maggior soddisfazione per l’Inter, che ritrova anche i suoi infortunati di lungo corso, cioè Samuel e Cordoba, oltre a tanti acciaccati come Materazzi, Dacourt e Vieira. Dentro anche alcuni giovani della Primavera e Mourinho si sbizzarrisce con gli esperimenti: Materazzi viene addirittura schierato come centravanti.

Ieri possibile incontro con la società londinese

Scartati Mancini e Di Canio spunta Donadoni per il West Ham LONDRA- Oltre a Roberto Mancini, anche Gianfranco Zola e Roberto Donadoni sono in lizza per la panchina del West Ham. Dopo le dimissioni di Alan Curbishley il direttore sportivo del club inglese, l’ex ds del Brescia Gianluca Nani, è alla ricerca di un tecnico capace di riportare il sereno ad Upton Park al termine di un’estate segnata dai continui scontri tra l’ex manager e la dirigenza. Dopo aver rimandato Roberto Mancini e Paolo Di Canio, scartati il primo per ragioni economiche, il secondo per la scarsa esperienza come

allenatore, i londinesi potrebbero andare su Donadoni che ieri è stato visto a Londra per un possiblie colloquio con i dirigenti.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 43

Sport

Massa vola davanti a tutti. Raikkonen sbanda ma è secondo Hamilton resta a guardare al terzo posto. Oggi alle 14 le qualifiche

Ferrari padrona nelle libere di Spa Sopra Massa durante le prove libere di ieri sul circuito di Spa.A fianco l’espressione non certo felice di Hamilton dopo che si è visto mettere dietro dalla “rosse” sotto la perplessità di Raikkonen

Le due “rosse” sono state le più veloci nelle prove del Gp del Belgio SPA-FRANCORCHAMPS (BELGIO) Tutto come previsto. A Spa, dopo la giornata dedicata alle prove libere del GP del Belgio, la Ferrari è davanti a tutti grazie ad un Felipe Massa che conferma di essere in splendide condizioni. Il brasiliano è il più veloce grazie ai tempi del mattino, in cui le monoposto hanno corso in condizioni accettabili, anche se non sotto il sole. Peggio è andata infatti nel pomeriggio, visto che dopo circa 30 minuti un pò di pioggia caduta ha condizionato il lavoro dei piloti. Se Massa ha fatto sorridere la Ferrari, Kimi Raikkonen sicuramente un pò meno. Secondo nella prima sessione, nella seconda è stato costretto a interrompere le prove per una uscita di pista: è andato a sbattere con il posteriore della sua monoposto contro le barriere di protezione perdendo l’alettone posteriore. Raikkonen, evidentemente innervosito dalle critiche ricevute nelle ultime settimane, ha girato un pò troppo velocemente nella corsia dei box. E per questo è stato multato addirittura in un paio di occasioni. La prima per averla percorsa a 71,9 km/h (2.400 euro di multa), la seconda a 74,2 (2.500 euro). Praticamente per tutti i tempi vanno considerati quelli del mattino visto che nessuno è poi riuscito a migliorarsi. Per questo la McLaren ha piazzato al terzo e quarto posto Lewis Hamilton e Heikki Kovalainen. Quinto tempo, invece, per Fernando Alonso. Nella prima sessione Massa ha fermato il crono sull’1’47”284, 0”339 meglio di Raikkonen, 0”594 più rapido di Hamilton e 0”648 di Kovalainen. Nel finale è caduta un pò di pioggia ma senza creare problemi ai piloti. Nel pomeriggio, invece, la pioggia è

stata più insistente. L’acqua è cominciata a cadere dopo poco più di trenta minuti. Poco prima, proprio in previsione, un pò tutti i protagonisti sono

scesi in pista con gomme nuove cercando di sfruttare le condizioni del tracciato fino a quel momento accettabili. Complice, forse, la pista scivolosa

Raikkonen è finito contro le protezioni, dopo aver ottenuto come miglior tempo 1’49”328, il quinto del pomeriggio. Pochi istanti dopo uno sfortunatissimo Giancarlo Fisichella ha causato l’interruzione delle prove. Con la sua Force India è infatti finito su dell’acqua portata in pista dagli pneumatici usati come protezione e colpiti dalla Ferrari di Raikkonen. A spuntarla è stato Fernando Alonso, quasi rabbioso negli ultimi istanti delle prove. Lo spagnolo della Renault ha infatti girato in 1’48”454. Un tempo, però, lontanissimo da quello di Massa dopo la prima ora e mezzo di prove. Alle sue spalle proprio il brasiliano (1’48”504), terzo e quarto tempo per Kovalainen (1’48”740) e Hamilton (1’48”805). Oggi dalle 14 le qualifiche in diretta su Sky Sport2 e Raidue.

Su di giri il brasiliano: “La macchina risponde bene ai nuovi assetti”

E’ stata scarcerata e ora farà servizio sociale

La sprinter Marion Jones salda il debito con la legge

SAN ANTONIO (TEXAS, USA)- Marion Jones è stata scarcerata. L’ex sprinter statunitense ha lasciato il centro correzionale di San Antonio alle ore 15 italiane di ieri: ha scontato sei mesi di carcere per avere mentito alle autorità federali degli Usa in due distinte inchieste: sull’uso di doping nella vicenda Balco e nel caso degli assegni falsi emessi insieme all’ex marito Tim Montgomery. Ora dovrà svolgere quattrocento ore l’anno di servizi sociali per due anni. E dire che la storia era cominciata con la confessione in lacrime davanti alle telecamere, la restituzione delle medaglie olimpiche, la condanna al carcere e, ora, la libertà ritrovata, dopo aver rischiato una condanna fino a cinque anni. La Jones era stata la figlia prediletta dello sport statunitense, è diventata l’icona di chi vince barando.

Ha battuto il Grosseto alla prima gara di semifinale

“In odor” di finale il Bologna baseball BOLOGNA - La Unipol Bologna batte la Montepaschi Grosseto 2-1, dopo quattro inning supplementari, in gara-1 della semifinale della Coppa Italia di baseball. Alla Montepaschi non sono bastati i 12 strikeout di Cooper nelle prime sei riprese. In svantaggio al terzo, dopo il pareggio al sesto, i bolognesi hanno avuto la meglio al tredicesimo, con una base e un singolo a Mazzuca concessi da Leonardo D’Amico, grazie a una palla non trattenuta dal ricevitore Galli. Stasera il secondo incontro (passa il turno chi vince 2 volte).

La Nazionale si avvicina alle qualificazioni

Il basket femminile lanciato verso l’Europa SCHIO - Galvanizzata dalla netta vittoria contro la Finlandia (68-52), la Nazionale femminile di basket torna oggi in campo, a Schio (ore 19), nel penultimo impegno valevole per le qualificazioni agli Europei del 2009. Avversaria di turno la Bosnia, battuta 63-58 lo scorso 20 agosto. Un successo stasera consentirebbe alle azzurre di rimanere in corsa per ottenere il ripescaggio come migliore terza dei quattro gironi.

Prolungato di un anno il contratto con i giapponesi

La speranza del finlandese: “Vorrei il bel tempo”

Capirossi resta in sella alla “sua” Suzuki

SPA-FRANCORCHAMPS - E’ iniziato bene il fine settimana di Felipe Massa e della Ferrari. Il brasiliano è stato il più veloce nelle libere del GP del Belgio: «La macchina si comporta bene e risponde positivamente ai cambiamenti di assetto apportati dice Massa - abbiamo sperimentato diverse soluzioni e ora dobbiamo analizzare i dati per trarre le dovute conclusioni. Credo che stiamo andando nella giusta direzione».Kimi Raikkonen, invece, non ha ancora motivi per tornare a sorridere nonostante si tratti di una pista a lui favorevole. Finendo fuori a trenta minuti dal termine della sessione. «In occasione dell’uscita di pista alla curva 9- ha spiegato- ho toccato il cordolo e sono finito in testacoda e poi contro le barriere. Peccato, perchè già prima, quando avevo messo le gomme nuove, era iniziato a piovere e avevo perso un pò di tempo. Vorrei provare di più la pista asciutta, è comunque chiaro che le condizioni meteorologiche giocheranno un ruolo determinante».

ROMA - Loris Capirossi e l’australiano Chris Vermeulen hanno prolungato per un altro anno il loro contratto con la Suzuki. Capirossi, 35 anni, tre volte campione del mondo (due volte nella 125 e una nella 250), ha conquistato 99 podi (29 vittorie) in 277 gare; è attualmente nono in campionato con 86 punti. Vermeulen, 26 anni, è stato vice campione del mondo di Superbike prima di approdare in MotoGp e vincere il suo primo Gran premio su una 4 tempi a Le Mans nel 2007.


44 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT Test ieri pomeriggio contro la squadra cosentina. In evidenza Corradi e Stuani che firmano una doppietta

S E R I E

A

Sei gol ai dilettanti del Rende REGGINA

REGGIO CALAB RIA — Prove generali in vista del Torino. La Reggina, nella settimana della sosta del campionato dovuta agli impegni della nazionale - e ad organico ormai definito dopo i tre mesi di calciomercato, cerca di collaudare il suo gioco. Lo fa contro il Rende, squadra che milita tra i dilettanti. Un match, questo, voluto ed organizzato dal titolare della ditta Onze che è sponsor tecnico della squadra da anni, Giuseppe Turano. Allo stadio “Marco Lorenzon” della cittadina cosentina, l'incontro è terminato 6 a 1 a favore della Reggina con reti di Corradi, che ne ha realizzate 2, Stuani, anch’egli autore di una doppietta, Di Gennaro, Sestu, mentre per il Rende si è trattato di un'autorete di Cosenza. Anche nel corso di questa amichevole Orlandi ha optato per il modulo 4 - 4- 2 con Campagnolo tra i pali, Lanzaro, Valdez, Cirillo e Costa in difesa, Vigiani, Tognozzi, Cascione e Sestu a centrocampo, Di Gennaro e

2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — Seduta tecnico-tattica ieri pomeriggio allo stadio Carlei. La Vigor Lamezia si appresta, domani, ad affontare il temibile Pescina nella seconda giornata del campionato. Intanto, come già ricordato ieri, la situazione degli infortunati resta sempre allarmante. Quasi sicuramente il duttile Ciotti non sarà della partita dopo la distorsione alla caviglia destra, durante la partitella del giovedì contro la Fortitudo Lamezia. Mister Ammirata, tanto per “cambiare”, per l’ennesima volta dovrà fare di necessità virtù. Ergo, nella compagine che scenderà in campo contro la squadra abruzzese ci saranno ancora tanti giovani. Per fortuna che i vari Scalese, Clasadonte, Rondinelli, Ianni, Caruso e via discorrendo - tutti provenienti dalla Berretti - hanno dimostrato, in questo inizio di torneo, di farsi valere. Tanto che ieri la società ha confermato il massimo impegno nella valorizzazione dei giovani, in occasione di un incontro con la stampa avvenuto nel corso del pomeriggio. Detto ciò, per domani il tecnico

contato il ferimento alle tifoserie ospiti che rischiano di restare sempre a casa. Se lo chiedono in tanti e, archiviata la decisione per il derby di Vibo Valentia, la mente vola già a Cosenza-Vigor Lamezia in programma il 14 settembre. Come si presenterà il San Vito per l’occasione? Con o senza tifosi? Nel frattempo, domani si gioca… finalmente! Per ventiquattrore i pensieri

S

Mister Nevio Orlandi: buone indicazioni dal punto di vista fisico Corradi in attacco. La gara ha dunque dato la possibilità al trainer di vedere all’opera alcuni elementi, soprattutto i neo acquisti Di Gennaro e Sestu, entrambi come detto andati a rete. E’ stato proprio l'attaccante proveniente dal Genoa a sbloccare il risultato al terzo minuto del primo tempo, dopo uno scambio con Corradi. Quest'ultimo si è reso protagonista in diverse occasioni sia in azioni personali sia fornendo assist ai compagni. Le più importanti al 5’, con un tiro che è finito di poco a lato; al 14’ con un colpo di testa finito fuori; al 23’ sempre di testa all’indirizzo di Costa, il cui tiro è stato però bloccato anche se con difficoltà dal portiere di casa Marchese. E naturalmente in occasioni delle reti: al 38’ su palla messa dentro da Costa che Corradi ha insaccato di testa e al 42' su assist di Di Gennaro. L’altro protagonista è stato Stuani, con le reti realizzate al 22’ del secondo tempo grazie ad un tiro al volo di

L’attaccante della Reggina, Corradi

destro e al 40' con una palla servita da Cascione a pochi metri dal portiere che l'attaccante sudamericano non ha esitato ad insaccare. Per mister Nevio Orlandi la gara con il Rende è stata proficua. «Dal punto di vista fisico - ha spiegato il trainer - ho visto dei miglioramenti da parte dei ragazzi. Era importante vedere all'opera di Gennaro e Sestu e soprattutto come questi potevano entrare nei meccanismi di squadra. Le risposte sono state interessanti. Al di là dell'amichevole, questa per noi è stata una giornata intensa. Abbiamo avuto la possibilità di far visita al nostro sponsor, il cui proprietario dimostra sempre la sua vicinanza nel corso dell'anno, e di radicare ulteriormente il nostro nome al territorio venendo a contatto con una realtà come quella di Rende, alla cui società auguro di approdare al più presto in serie professionistica». Angela Latella

Anche domani contro il Pescina i biancoverdi schiereranno molti under. Infermeria sempre colma

Ancora i giovani protagonisti Oggi seduta di rifinitua. Ammirata scioglie le ultime riserve Selezione giovanile della “Lega Pro” Presto i primi impegni

A sinistra una seduta d’allenamento allo stadio provinciale “Carlei”. Sopra, il centrocampista della Vigor Lamezia, Ciotti.

siciliano dovrebbe contare sul recupero di Ciminari, già impiegato giovedì. Probabile il ritorno in panchina di Riccobono e Lopetrone. Ancora assenti, i vari Amita, Pascuccio, Di Do-

nato e Angotti che ne avrà per almeno due mesi. Mentre per l’attacco, Ammirata quasi certamente si affiderà alla coppia, Manca-Ragatzu. Tuttavia, le ultime riserve sull’undici da man-

dare in campo, saranno come sempre sciolte - o quasi - solo al termine della rifinitura di stamattina. r. s.

RANIERI dalla prima andranno soltanto al calcio giocato. A quel calcio giocato che potrebbe regalare una seconda divisione con le calabresi nel ruolo di regine. Catanzaro e Cosenza possono (e vogliono) essere protagoniste. Vibonese e Vigor Lamezia, dal canto loro, hanno tutti i mezzi (e la volontà) per stupire. La prima giornata di cam-

pionato ci ha consegnato quattro squadre in gran salute. Domani, tuttavia, urgono conferme. La prima trasferta dell’anno, si sa, suscita sempre curiosità. E in casa catanzarese e cosentina c’è interesse per capire la forza delle due squadre lontano dalle mura amiche. Occhio, però, agli avversari. Manfredo-

nia (nel caso dell’Fc) e Vibonese (per la squadra di Mimmo Toscano) sono compagini da prendere con le molle. E non si tratta di una frase fatta. Il tutto mentre la Vigor affila le armi per la sfida col Pescina. A giugno, le due squadre, per poco, non si sono incrociate nella finale play-off. Ma adesso è un’altra storia. Calcio

FIRENZE — Sta per essere varata la nuova selezione giovanile della Lega Pro che ha un doppio impegno in questa stagione: concludere il Challenge Trophy cominciato lo scorso anno (manca da disputare Italia-Inghilterra che dovrebbe svolgersi il 12 novembre) e cominciare la nuova Mirop Cup col primo impegno previsto il 1° ottobre in Ungheria. Allo scopo di allestire una formazione competitiva per entrambi gli impegni, il Ct Veneri, coadiuvato come al solito da Ripari, chiamerà a Coverciano 36 giocatori di prima e seconda divisione per il 17 settembre, ed altri 36 per il 18. Il segretario della selezione, Franco Cassi ha specificato che la maggioranza dei convocati sarà della classe 1988, ma non mancheranno elementi dell’89 e del ’90. I convocati per il 17 dovranno essere a Coverciano entro le ore 11,30 per il pranzo previsto alle 12 e andranno in campo a formazioni contrapposte alle 14,30. Stesso programma per i convocati del giorno 18.

d’inizio, domani, alle ore 15. Finalmente si gioca. Al termine di una settimana di polemiche, chiacchiere e perplessità, il calcio giocata si riprende il suo spazio per poi lasciare il campo (dopo il novantesimo) a gioie e malumori. L’attesa sta quasi per finire in questo “Sabato del villaggio” della Seconda divisione… Vittorio Ranieri


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 45

SPORT 2ª D I V I S I O N E

QUESTIONE STADIO Ieri mattina al Ceravolo sopralluogo della Commissione di vigilanza

De Felice: siamo a buon punto CATANZARO

Le parole del questore fanno ben sperare. Col Cassino si potrebbe giocare a porte aperte

CATANZARO — «Siamo a buon punto».

Le parole del questore di Catanzaro, Arturo De Felice, rafforzano la convinzione che la prossima gara casalinga (in programma il 14 settembre col Cassino) si possa finalmente giocare a porte aperte. Proprio per fare il punto della situazione, ieri mattina, le più alte cariche istituzionali della città hanno svolto un sopralluogo al “Ceravolo” per valutare lo stato di avanzamento dei lavori necessari a ridare l’agibilità all’impianto. Come ha tenuto a precisare De Felice, si è trattato, in realtà, di un incontro propedeutico all’imminente convocazione del Goss e a quella che sarà la riunione tecnico-operativa convocata per martedì mattina (alle ore 11) nei locali della Questura. Sostanzialmente, proprio martedì potrebbe giungere l’atteso disco verde per la disputa delle partite a porte aperte o, come dir si voglia, socchiuse (in virtù della capienza ridotta a 7.499 posti). Al vecchio “Militare” erano presenti il sindaco, Rosario Olivo, il vicesindaco nonché assessore ai Lavori pubblici, Antonio Tassoni, l’assessore allo Sport, Danilo Gatto, mentre per la Commissione di Vigilanza erano presenti il questore di Catanzaro, Arturo De Felice, la dottoressa Marinella Giordano. A rappresentare il Catanzaro calcio sono intervenuti il socio, Giuseppe Soluri, il dg Gianni Improta ed il responsabile per la sicurezza, geometra Rotundo. Presenti anche il presidente della commissione consiliare allo sport del Comune di Catanzaro, Giuseppe Iole ed il geometra Luigi Franco (responsabile dei lavori allo stadio). Il questore è apparso fiducioso (seppur con grande cautela) in vista della riapertura del “Ceravolo” al pubblico: «Siamo a buon punto. Sia il Comune che la società si sono adoperati per portare a compimento i requisiti necessari richiesti dall’Osservatorio nazionale delle manifestazioni sportive. Siamo quindi ad un passo dal traguardo. Se sono ottimista o pessimista? Solamente realista. Metà degli obiettivi, o per meglio dire delle prescrizioni imposte dall’osservatorio sono state raggiunte. Mi riferisco al servizio steward e all’allestimento della zona di prefiltraggio per il settore ospiti. Da verificare la completezza delle apparecchiature per la videosorveglianza e la biglietteria elettronica per la quale occorre tastare la bontà dei palmari che sostituiranno, per il momento, i tornelli». Quindi, come anticipato nell’edizione di ieri CATANZARO — Cresciuto nelle giovanili del Bari, pur essendo nato in quel di Pisa, ha conosciuto la serie B proprio con i “galletti” disputando appena otto gare. Poi la lunga trafila: in C1 con Lanciano, Teramo, Martina ed in C2 con Andria, Viterbese e Noicattaro, società questa ultima di provenienza. Si tratta di Alessandro Armenise, classe 1984, nato centrocampista utilizzato poi da difensore esterno. Subito una precisazione dell’interessato. «Sono pisano di nascita, ma mi considero un sudista, perche nelle vene scorre sangue pugliese, anche se ho male digerito, una volta approdato nella serie cadetta, non avere potuto dimostrare le mie doti tecniche. Sono in ogni caso vaccinato, anche perché, come noto, il calcio è alquanto strano; si tratta, infatti, di una ruota che gira continuamente. Ora sono felice di indossare una maglia prestigiosa come quella giallorossa e di trovarmi al cospetto di un pubblico caldo, come constatato personalmente lo scorso campionato, calcando il terreno del Ceravolo con la mia ex squadra, il Noicattaro appunto». Mister Provenza nella gara inaugurale di domenica scorsa contro l’Aversa Normanna ti ha schierato difensore di fascia, quella sinistra per la precisione.

Nel servizio fotografico le immagini del sopralluogo di ieri allo stadio Ceravolo. Presenti, fra gli altri, il sindaco, Rosario Olivo, l’assessore allo Sport, Danilo Gatto, il questore di Catanzaro, Arturo De Felice. Per l’Fc, Giuseppe Soluri e il dg, Gianni Improta

del nostro giornale, manca qualcosina, ma soltanto qualcosina (ci riferiamo alla biglietteria elettronica per quanto concerne palmari e server) perché ci sia l’atteso nulla osta. Le autorità presenti, tra l’altro, hanno convenuto la necessità di un ulteriore sforzo collettivo per accelerare i tempi per garantire la disputa a porte aperte di Catanzaro-Cassino che, detto per inciso, potrebbe essere il big match della terza di campionato. Nella mattinata del “Ceravolo” non è passato inosservato l’attivismo del sindaco. Il primo cittadino di Catanzaro ha spiegato dettagliatamente al Questore quella che è l’intricata matassa del “Ceravolo”, fornendo tutte le delucidazioni del caso. Al termine del sopralluogo, Rosario Olivo s’è intrattenuto coi giornalisti presenti. Dopo aver

ringraziato il questore per la disponibilità mostrata ha ricordato: «Già in occasione del mio primo incontro con De felice era stato toccato l’argomento-stadio poiché il calcio riguarda la vita sociale a tutti i livelli. Desidero sottolineare come adesso si stia realizzando un intervento strutturale per il “Ceravolo” che ha eguali col passato. E ciò nonostante la situazione drammatica, dal punto di vista economica, che si vive in Italia. Per rendere sicuro lo stadio abbiamo speso quasi sei miliardi delle vecchie lire. Siamo ormai allo sprint finale per raggiungere l’obiettivo». Non è mancato un riferimento alle contestazioni rivolte a lui e a Danilo gatto, nei giorni scorsi, dagli ultrà e da alcuni club organizzati: «Cosa rispondo ai tifosi? La tifoseria del Catanzaro – ha sottoli-

neato Olivo - è fatta anche da padri di famiglia che allo stadio portano i propri figli, augurandosi di vivere l’evento sportivo nella più assoluta sicurezza. A chi ha chiesto le dimissioni dell’assessore Gatto, rispondo che i padri di famiglia non sono venuti a bussare alle nostre porte chiedendoci di andar via. Anzi, hanno capito che si può anche saltare una o due partite se ci si sta adoperando per la sicurezza e l’incolumità delle persone. Gli attacchi rivolti a me e a Gatto sono strumentali». Capitolo lavori per il maquillage del “Ceravolo”. Sempre ieri mattina, s’è appreso che, alla luce degli intoppi burocratici dovuti anche al periodo feriale, le ruspe della ditta Genovese faranno ufficialmente il loro ingresso nell’impianto catanzarese lunedì 15 settembre. Da quel

momento, partirà la corsa contro il tempo per consegnare l’opera entro sessanta giorni. Inizialmente, si metterà mano agli ingressi dello stadio con l’installazione dei tornelli. Diario di bordo. Si viaggia verso la riconferma dell’undici che, nell’esordio di campionato, ha battuto l’Aversa Normanna. Ieri mattina, il tecnico Provenza ha insistito sull’aspetto tattico, provando diverse situazioni di gioco anche su palle inattive. Per quanto concerne il lato atletico, s’è lavorato sulla velocità. Assenti Cardascio, Frisenda e Diarrà. La rifinitura di stamattina sgombrerà gli ultimi dubbi sulla formazione antiManfredonia. Subito dopo pranzo è prevista la partenza per la Puglia.

L’INTERVISTA I propositi di Alessandro Armenise: pronti a ripetere la prova contro l’Aversa

stesso propone parecchie squadre di alto livello, Catanzaro compreso, naturalmente. Diciamo che ci sarà bagarre, anche se alla fine la promozione se la giocheranno quelle formazioni che, sino all’ultimo impegno di campionato, avranno mantenuto integre le forze, senza abbassare i ritmi. Superfluo aggiungere che il Catanzaro, come già detto, ha tutte le carte in regola per esserci, forte di un gruppo bene amalgamato, con i così detti giocatori anziani prodighi di consigli verso i colleghi più giovani». Le prospettive di Alessandro Armenise. «Sono da poco arrivato a Catanzaro, dove ho trovato un ambiente ideale per un giocatore come me che ha tanta voglia di emergere. Speriamo di non deludere le aspettative che società e tecnico hanno riposto. Ho firmato due anni di contratto, giusto in tempo per ritornare, magari, tra i cadetti». Ritrovando chissà il Bari, questa volta da avversario. «Nel calcio mai dire mai! Certamente, per quel che mi riguarda, sarebbe come destarmi da un bel sogno». E chi lo dice che il sogno non possa diventare realtà?

«A Manfredonia per vincere!» «E’ un ruolo congeniale, tenuto soprattutto conto delle mie caratteristiche. Preferisco infatti giostrare piuttosto indietro che in avanti, anche se mi attengo sempre a quelle che sono le direttive del tecnico. Posso solo aggiungere che sulla fascia sinistra possiamo fare bene, alla luce che sia io che Tomi siamo due elementi molto simili. Diciamo che entrambi ci compensiamo, fermo restando che ogni singolo giocatore dà sempre il massimo per rendersi utile alla squadra. Mi pare del resto di averne dato un saggio sia domenica scorsa, che nella gara infrasettimanale di Coppa contro la Vibonese». Un gruppo compatto e sempre disponibile potrà essere l’arma vincente per un campionato d’avanguardia. «Certamente sono ottimi requisiti che lasciano bene sperare. Sappiamo tutti, in ogni caso, che dobbiamo lavorare ed anche parecchio se vogliamo raggiungere determinati traguardi. Ecco allora che non dovrà mancare l’impegno giorno per giorno, anche perché siamo ben consci che, per fare punti, ogni incontro

Alessandro Armenise

va affrontato come una finale vera e propria, aggiungendo anche che una piazza come quella di Catanzaro l’attuale categoria stà davvero stretta». Domani la prima trasferta, abbastanza insidiosa almeno sulla carta. «Andiamo a Manfredonia consci di quelle che sono le nostre possibilità, che, diciamolo pure, sono anche tante. E’ chiaro che troveremo un avversario molto agguerrito, forte del successo esterno ottenuto nel derby sul campo dell’Andria. Noi non siamo di meno: vogliamo ripetere la buona prestazione offerta domenica scorsa, puntando decisamente alla vittoria. Non sarà facile, ma ce la metteremo proprio tutta, anche perché nel successivo turno casalingo di campionato vorremmo presentarci al nostro pubblico a punteggio pieno». Che campionato sarà questo appena iniziato. «A differenza della passata stagione, dove tutti gli addetti ai lavori puntavano giustamente sul Benevento per un ruolo da protagonista, prevedo un torneo abbastanza equilibrato, alla luce che lo

Vittorio Ranieri

Mario Mirabello


46 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

DERBY A PORTE CHIUSE Ieri le motivazioni ufficiali della prefettura. Rimangono dubbi e perplessità

Quando il calcio è monco VIBONESE

VIBO VALENTIA — Sulla questione stadio la parola fine la mette il prefetto. Alle 15 e 36 minuti di venerdì 5 settebbre, - dunque – a quarantottore dall’incontro – giunge, infatti, in redazione il comunicato n° 8 della prefettura, con il quale si rende noto l’ordine impartito dal prefetto di Vibo Valentia, Ennio Mario Sodano. E’ in questa ordinanza che vengono elencati i motivi per i quali il prefetto di Vibo Valentia ha dato ordine che il derby di domenica si giochi a porte chiuse. Cerchiamo di capire. Innanzitutto, la stella polare di questo provvedimento è la determinazione dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive e quella del Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive che invitava il prefetto a “valutare la possibilità di adottare la prescrizione della disputa della gara in assenza di spettatori”. L’ordinanza del prefetto parla, quindi, di “vizi strutturali dell’impianto”, sottolineando, poi, che la Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo ha constatato “il permanere di vizi dell’impianto che, in occasione del previsto incontro di calcio Vibonese-Cosenza, potrebbero incidere sulla corretta gestione dell’ordine e della sicurezza pubblica”. Ma ciò che ha colpito l’attenzione dell’umile cronista che si è trovato a leggere questo documento è un altro punto sul cui significato ancora chi scrive sta riflettendo e che si riporta testualmente, con l’augurio che ai VIBO VALENTIA — Riceviamo e

pubblichiamo dal parlamentare europeo, Domenico Antonio Basile il seguente intervento sul deby Vibonese-Cosenza a porte chiuse. A Vibo Valentia, finora, nel gioco del calcio non si sono mai registrati episodi di violenza tali da poter, neanche lontanamente, sospettare l’esistenza di una tifoseria violenta o ipotizzare la pericolosità dello stadio. Eppure esistono delle rivalità “ufficiali” del calcio Vibonese, come quella “storica” con il Vigor Lamezia o quella un po’ più recente con quel Cosenza che dobbiamo affrontare domenica prossima. E mai, ripeto ancora una volta mai, tali rivalità hanno oltrepassato i confini di quello che può essere considerato sopportabile, limitandosi a cori, minacce ed altre manifestazioni verbali - certamente spesso offensivi ma, come dicevo, stiamo parlando di tifo calcistico - per raggiungere al massimo il tentativo (peraltro assolutamente non riuscito) di abbattimento delle recinzioni

Sul match il parere di Ruscio: sarà comunque una bella gara, aperta a ogni risultato ogni partita. L’impegno deve essere sempre uguale ed intenso, perché il campionato è lungo a noi abbiamo il dovere di presentarci in campo con la stessa preparazione, ogni domenica ed in ogni partita». Sì, certo, ma un derby ha sempre un sapore in più… «Ed in questo caso, ci stiamo preparando con particolare attenzione e con quella umiltà che impone il rispetto dell’avversario ma anche la consapevolezza dei nostri mezzi». Beh, come capitano, sentirai una maggiore responsabilità… «Certo, ma non perché sono il capitano. Perché ogni partita deve essere affrontata sempre con impegno e concentrazione. Beh, poi c’è questa strana situazione di dover giocare senza il sostegno dei nostri tifosi e questo non è un bene. Non è bello per il calcio, per questo sport». Indubbiamente, il tuo ruolo assume maggiore peso in una squadra che annovera tanti giovani, l’esempio di quelli di maggiore esperienza è importante. «Sì, me ne rendo conto. Però, non è esattamente il caso nostro. È vero, ci sono tanti giovani, ma sono ragazzi preparati, bravi, che provengono da società importanti, alcune anche di serie A, quindi anche a loro non manca l’esperienza: sanno come vivere questi momenti. Ed è stato facile fare subito gruppo, essere già squadra». Capitan Ruscio coglie, quindi, l’occasione per spiegare come si sta vivendo questo inizio di stagione in ca-

sa Vibonese. Appare decisamente soddisfatto. «Con il mister – spiega – stiamo facendo un ottimo lavoro, sin dal ritiro. E finora tutto è filato liscio, ogni cosa sta andando bene, non ci sono differenze tra i più giovani ed i più esperti. Il clima è quello giusto: ci troviamo tutti bene. E così si lavora bene. Proprio per questo sono convinto che sarà questa una bella stagione per la Vibonese. Poi, Ruscio riflette su questo inizio di campionato con in calendario subito sfide difficili: “A Gela è andata bene, ora tocca al Cosenza. Non abbiamo nemmeno il tempo di rifiatare ed ecco che, dopo Melfi, siamo chiamati ad un altro derby ospitando qui il Catanzaro. Indubbiamente un avvio di campionato durissimo, ma non credo ci si debba preoccupare: questo è il campionato e, presto tardi, ci tocca incontrare tutte le squadre, che sia all’inizio o alla fine del girone non può fare grande differenza». Contro il Cosenza che partita sarà? «Bella, aperta. Noi siamo una squadra che cerca il gioco, che non si chiude. Faremo la nostra partita e faremo di tutto per imporci, se il Cosenza resta imbrigliato nei nostri schemi, alla nostra aggressività, ce la giocheremo, e chissà…». Pronostico aperto? «Sicuramente. Loro sono forti, ma noi non ci presenteremo in campo timorosi, tutt’altro…».

L’INTERVENTO J’accuse dell’onorevole Basile: frustrate le legittime aspettative dei tifosi vibonesi

Si è limitato a impedire la trasferta della tifoseria milanista, analogamente a quanto è stato fatto per la partita PotenzaGallipoli nel cui stadio non potranno accedere i tifosi della squadra pugliese in considerazione degli scontri fra tifoserie che si sono verificati (per davvero e non per finta come nel caso di Vibo Valentia) lo scorso anno. Ed allora, chi non è in grado di assumersi le responsabilità riconnesse alla propria funzione limitandosi ad adottare provvedimenti che, nella loro penalizzante atipicità, costituiscono un alibi per l’incapacità di saper gestire situazioni che coinvolgono interessi ed aspettative collettive, se ne vada a casa: Qui a Vibo vogliamo che a giocare siano i calciatori e non il rappresentante del Governo. Ed a dirglielo dovrebbe essere anche la società, rifiutandosi di far scendere in campo la squadra a queste ingiuste, ingiustificate ed ingiustificabili condizioni dettate dal prefetto.

lettori possa apparire più chiaro: “Atteso che, come segnalato dal questore, oltre che per i vizi strutturali dell’impianto, la gestione degli ospiti appare estremamente problematica a causa della distanza della stazione ferroviaria dallo stadio e dell’insidia del percorso, nonché dell’assenza di collegamenti; viste le informazioni fornite dalle autorità di pubblica sicurezza di Cosenza, che non escludono che gruppi di tifosi possano comunque decidere di raggiungere la città di Vibo Valentia, atteso che tale rischio appare tanto più reale in considerazione dell’estrema vicinanza fra le due città”. Che vuol dire? Che i tifosi vibonesi non possono vedersi la partita per-

ché lo stadio non è stato costruito vicino a una stazione ferroviaria? Che i derby aperti al pubblico saranno solo quelli tra città di diverse regioni, o per essere più sicuri, di diversa nazionalità? C’è qualcosa che non si riesce a capire! Comunque sia, il calcio giocato resta: monco, violentato (dai facinorosi, ma anche dai pavidi), ferito. E così, sia pure a porte chiuse, questo benedetto primo derby tutto calabrese tra Vibonese e Cosenza si giocherà come da calendario e gli atleti, con professionalità e serietà, si stanno preparando alla sfida. Per Giovanni Ruscio è il suo primo derby da capitano. Come ti stai preparando a questo derby? «Come sempre – risponde – come

«Ma a che gioco giochiamo?» di separazione per sconfinare dal settore assegnato. Ma anche in questo caso, la circostanza (gara di ritorno del campionato 2004-2005) non si verificò nello stadio di Vibo Valentia ma nello stadio di Cosenza. Volutamente ricordo l’epoca di questo presunto precedente di quattro anni fa fra le due tifoserie perché quanto è successo da allora ad oggi avrebbe dovuto essere illuminante e guidare il Prefetto su una decisione diversa poi assunta di far disputare l’incontro a porte chiuse. Infatti, successivamente alla giornata dei “mancati scontri”, nel corso dello stesso campionato le due squadre si affrontarono ancora una volta senza che si verificasse il benché minimo incidente. Questo terzo incontro, quello di play-oOff decisivo per la promozione, venne giocato nello stadio “Luigi Razza” di Vibo Valentia alla

presenza di oltre tre mila spettatori, con una nutrita rappresentanza di tifosi ospiti, e si concluse con la vittoria, e la conseguente promozione di categoria, della squadra di casa. Nessun incidente, come dicevo, certamente per la bravura e la competenza degli addetti all’ordine pubblico, ma anche per la sportività ed il senso di responsabilità delle due tifoserie e per le condizioni di particolare sicurezza dello stadio. Oggi invece, a quattro anni da questo presunto precedente, il prefetto di Vibo Valentia, quello stesso prefetto che non perde occasione per interessarsi di questioni che non gli competono (ad esempio partecipando a meschine congiure politiche comunali), preferisce lavarsi le mani, frustrare le legittime aspettative dei tifosi Vibonesi (che mai, ripeto ancora una volta mai, si sono abbandonati ad

atti violenti), sacrificare gli interessi di una Società Sportiva (che, sebbene a fatica stante le note difficoltà economiche, riesce comunque ad assicurare alla città una più che dignitosa presenza nel mondo del calcio professionistico), e dopo aver dovuto fare marcia indietro rispetto alla sua prima ipotesi di impedire l’accesso allo stadio per motivi di pubblica incolumità (in forza della mancanza della certificazione di agibilità poi superata dall’ordinanza comunale), ordina lo svolgimento a porte chiuse del tanto atteso evento sportivo. Con questo metodo, cosa avrebbe dovuto, allora, disporre il Prefetto di Genova in previsione della partita Genoa-Milan per la quale l’Osservatorio del ministero dell’Interno per le Manifestazioni sportive ha espresso simile preoccupazione?

COSENZA Nella formazione di Toscano tutti disponibili per l’incontro di domani

E i silani pensano alla vittoria COSENZA — E c’è attesa anche a Cosenza per il derby di domani. Certo, la delusione è tanta anche nella tifoseria silana. Ma tant’è, bisogna prendere atto della decisione e sperare in tempi migliori. Anche dal capoluogo bruzio, tuttavia, sorgono dubbi sulle prossime trasferte in occasioni degli altri derby con le squadre calabresi. Così come, ad oggi, naturalmente non è dato sapere se la società

rossoblù potrà inviare biglietti a Lamezia Terme in in vista del secondo consecutivo derby, quello di domenica 14, quando al San Vito arriverà la Vigor di Fofò Ammirata. Intanto, lo stato di salute della compagine di Mimmo Toscano sempre al top. Come ricordato ieri, i guai muscolari di Polani e Spinelli non preoccupano più di tanto. Ergo, dovrebbero far parte della formazione che scenderà in

campo nel deserto del “Luigi Razza”. Mister Toscano. comunque, continua a ripetere che la squadra del collega Galfano è un’autentica mina vagante e per questo occorre fare molta attenzione. Il Cosenza, punta decisamente alla vittoria per dare seguito alla prova offerta contro il Barletta domenica scorsa. r. s.

Una seduta d’allenamento del Cosenza

Maurizio Bonanno

On. Domenico Antonio Basile


48 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT DILETTANTI Una grande cerimonia si è svolta nella mattinata di ieri a Catanzaro per la presentazione dei massimi campionati dilettantistici

I calendari di Eccellenza e Promozione Il presidente Cosentino: «La violenza dopo la morte di Licursi non è scomparsa ma deve essere allontanata» CATANZARO — Una grande cerimonia si è svolta nella mattinata di ieri per la presentazione dei campionati dilettantistici 2008/2009 di Eccellenza e Promozione. La gremita sala conferenza della piccola “Coverciano della Calabria” ha visto la presenza del vice presidente della Lega Nazionale Dilettanti Sandro Morgana, del presidente Lnd-Cr Calabria, prof. Antonio Cosentino, del segretario della Lnd-Cr Calabria, dott. Saverio Mirarchi, della grande maggioranza del consiglio direttivo del comitato regionale, del Componente del Comitato Nazionale Aia, Emilio Selicorni e del presidente del Cra Calabria dell’Associazione Italiana Arbitri, a moderare i lavori il giornalista Danilo Colacino. Ad aprire la cerimonia il presidente Cosentino che ha portato i saluti del presidente Carlo Tavecchio, in questi giorni impegnato con la Nazionale maggiore nella trasferta di Cipro dove gli Azzurri disputeranno il match del girone di qualificazione ai mondiali del Sudafrica. E’ stata quindi la volta del vice presidente della Lnd, Sandro Morgana che ha ricordato di «essere alla fine del quadriennio olimpico che credo sia stato per tutta l’area sud della Lnd davvero importante. Ora è necessario risolvere le grandi questioni, ad iniziare dall’impiantistica sportiva che rispetto alle altre aree è del tutto disagiata, delle problematiche finanziarie e, per concludere, la violenza che purtroppo vige in tutto il mondo del calcio, sia esso dilettantistico o professionistico. Ho preso parte nei giorni scorsi a Roma ad un incontro con i vertici del mondo calcistico e le forze dell’ordine, e posso dire che c’è l’intenzione di fare un distinguo tra i tifosi buoni e quelli cattivi che vanno decisamente isolati. Da una ricerca stilata nella mia regione, la Sicilia, è emerso che la maggior parte degli incidenti nei diversi rettangoli di gioco riguardano i principali attori di questo mondo, dal presidente al giocatore. Ricordando Licursi voglio dirvi... pensateci! La guerra ai violenti, ad ogni modo, rimane una precisa posizione della Lnd - prosegue Morgana -. Voglio infor-

In alto il tavolo dei relatori, a lato il presidente della Lnd-Cr Calabria, Antonio Cosentino

LE DATE DEL CAMPIONATO Inizio campionato 14 settembre 2008 ore 15.30 Sosta per le Palme e Pasqua 5-12 aprile Fine campionato 26 aprile DATE PRESUNTE PLAY OFF ECCELLENZA I turno andata sabato 2 maggio 2009 I turno ritorno mercoledì 6 maggio 2009 Finale andata domenica 10 maggio 2009 Finale ritorno domenica 17 maggio 2009 DATE PRESUNTE PLAY OUT ECCELLENZA Andata domenica 3 maggio 2009 Ritorno domenica 10 maggio 2009 marvi che ci siamo dotati di un nostro pallone ufficiale, che non è obbligatorio da usare come nel mondo professionistico, ma consentirà di avere agevolazioni a chi lo acquista. Agevolazioni che saranno concesse anche a chi deciderà di utilizzare l’erbetta sintetica sui rettangoli di gioco. Un modo con cui la Lnd vuole avviare un percorso di identificazione del calcio dilettantistico». «La Lnd-Calabria oggi

DATE PRESUNTE PLAY OFF PROMOZIONE I turno andata domenica 3 maggio 2009 I turno ritorno domenica 10 maggio 2009 Finale andata domenica 17 maggio 2009 Finale ritorno domenica 24 maggio 2009 DATE PRESUNTE PLAY OUT PROMOZIONE Andata domenica 3 maggio 2009 Ritorno domenica 10 maggio 2009

conta oltre 700 società - prosegue il presidente Cosentino -, la violenza dopo la morte di Licursi non è scomparsa ma ha dato modo di siglare una sorta di patto tra le società e la Lnd che è andato abbastanza bene sia grazie alla classe arbitrale sia grazie alle indicazioni fornite dai dirigenti nei confronti delle “giacchette nere” che è stata positiva. La violenza deve essere allontanata, questo uno degli obiettivi che questo comitato si è posto, così come lo è la grave carenza di impiantistica sportiva che in qualche modo deve avere una soluzione definitiva. Stiamo, inoltre, cercando di evitare i troppi “cambi di casacca” dei giocatori - e ammonisce - non imitiamo i professionisti! La squadra va fatta all’inizio e non nel corso della stagione! Altra importante novità che entrerà sin da subito in vigore riguarda l’accredito delle televisioni locali. Qualora mancasse l’autorizzazione ai media in questione la società ospitante sarà sanzionata. Importante è ricordare che l’autorizzazione non costa nulla. Aiutateci a fare un calcio pulito in ricordo di Licursi». A rappresentare la classe arbitrale il Componente del Comitato Nazionale Aia, Emilio Selicorni e il presidente del Cra Calabria Franco Falvo. Quest’ultimo ha ricordato l’importante full immersion precampionato dei fischietti calabresi di Eccellenza e Promozione in corso di svolgimento a Gizzeria Lido. Selicorni ha, invece, sottolineato «il grande lavoro - afferma - per far migliorare i nostri ragazzi. Bisogna ora dimenticare gli importanti risultati raggiunti nella passata stagione agonistica per fare ancora meglio. L’arbitro è un uomo - ha concluso -, un uomo che lavora e che può sbagliare».

A Scalea, Africo e Promosport la coppa disciplina Per dare una maggiore valenza all’ambita coppa un cospicuo assegno alle società vincitrici CATANZARO — Prima della presentazione dei campionati, come di consueto, sono stati assegnati i premi disciplina conquistati nella passata stagione agonistica. «Chi gioca lealmente è sempre vincitore», ha dichiarato il dott. Saverio Mirarchi, segretario della Lnd-Cr Calabria, prima di consegnare gli importanti riconoscimenti alle squadre che si sono particolarmente distinte nei diversi tornei. «Importante novità di questa stagione - ha proseguito Mirarchi - sono i cospicui assegni alle società che hanno vinto il premio disciplina. Ciò per evitare piccole somme a pioggia e dare una maggiore valenza all’ambita coppa». Le squadre vincitrici della stagione 2007/2008 che hanno ritirato l’assegno in formato ”maxi“ e il trofeo sono state in Eccellenza lo Scalea, in Promozione A l’Africo mentre in Promozione B la Promosport. Al termine della premiazione la Lnd-Calabria ha voluto fornire un piccolo vademecum da ricordare prima di scendere in campo: 1) fare di ogni incontro sportivo, indipendentemente dalla posta e

La consegna dei premi alla Promosport (Promozione A)

La consegna del premio allo Scalea (Eccellenza)

dalla virilità della competizione, un momento privilegiato, una specie di festa; conformarsi alle regole e allo spirito dello sport praticato; rispettare gli avversari; accettare le decisioni arbitrali o dei giudici sportivi, sapendo che hanno diritto all’errore ma fanno tutto il possibile per non commetterlo; evitare le cattiverie e le aggressioni negli atti e nel-

le parole; non usare artifici o inganni per ottenere il successo; rimanere degno della vittoria, così come nella sconfitta; aiutare chiunque; portare aiuto ad ogni sportivo ferito o la cui vita sia in pericolo; essere un vero ambasciatore dello sport aiutando a far rispettare tali principi. c. v.

L’ambita coppa all’Africo (Promozione B)

Claudia Vellone


presenta

1ª GIORNATA

Il Calendario 2008 di Eccellenza 2009

(14/09/08) - (04/01/09)

BOVALINESE - ROSSANO ACRI - AMANTEA C.C. VATICANO - CUTRO GALLICESE - SAMBIASE MELITESE - PALMESE PRAIA - BELVEDERE TAURIANOVESE - O. BAGAL ROCCELLA - SCALEA

2ª GIORNATA

3ª GIORNATA

4ª GIORNATA

5ª GIORNATA

6ª GIORNATA

(21/09/08) - (11/01/09)

(28/09/08) - (18/01/09)

(05/10/08) - (25/01/09)

(12/10/08) - (01/02/09)

(19/10/08) - (08/02/09)

BELVEDERE - MELITESE

BELVEDERE - PALMESE

AMANTEA - MELITESE

BELVEDERE - AMANTEA

AMANTEA - SAMBIASE

AMANTEA - GALLICESE

BOVALINESE - SCALEA

CUTRO - GALLICESE

BOVALINESE - TAURIANOVESE

CUTRO - MELITESE

CUTRO - BOVALINESE

ACRI - CUTRO

O. BAGALADI - BOVALINESE

ACRI - O. BAGALADI

O. BAGALADI - GALLICESE

O. BAGALADI - ROCCELLA

C.C. VATICANO - O. BAGALADI

PALMESE - ROCCELLA

C.C. VATICANO - ROCCELLA

PALMESE - C.C.VATICANO

PALMESE - TAURIANOVESE

GALLICESE - ROSSANO

ROSSANO - PRAIA

GALLICESE - SCALEA

ROCCELLA - BOVALINESE

ROSSANO - ACRI

MELITESE - SAMBIASE

SAMBIASE - BELVEDERE

MELITESE - ROSSANO

ROSSANO - BELVEDERE

SAMBIASE - PRAIA

PRAIA - AMANTEA

SCALEA - ACRI

PRAIA - CUTRO

SCALEA - PRAIA

SCALEA - C.C. VATICANO

ROCCELLA - TAURIANOVESE

TAURIANOVESE-C.C.VATICANO

SAMBIASE - PALMESE

TAURIANOVESE - ACRI

7ª GIORNATA

8ª GIORNATA

(26/10/08) - (15/02/09)

(02/11/08) - (22/02/09)

BELVEDERE - CUTRO

C.C.VATICANO - ACRI

BOVALINESE - C.C. VATICANO

CUTRO - SAMBIASE

ACRI - ROCCELLA

O. BAGALADI - MELITESE

AMANTEA - PALMESE

PALMESE - BOVALINESE

GALLICESE - TAURIANOVESE

ROCCELLA - GALLICESE

MELITESE - SCALEA

ROSSANO - AMANTEA

PRAIA - O. BAGALADI

SCALEA - BELVEDERE

SAMBIASE - ROSSANO

TAURIANOVESE - PRAIA

9ª GIORNATA

10ª GIORNATA

(09/11/08) - (01/03/09)

(16/11/08) - (08/03/09)

BELVEDERE - O. BAGALADI

BOVALINESE - GALLICESE

ACRI - BOVALINESE

C.C.VATICANO - PRAIA

AMANTEA - CUTRO

CUTRO - ROSSANO

GALLICESE - C.C. VATICANO

O. BAGALADI - SAMBIASE

MELITESE - TAURIANOVESE

PALMESE - ACRI

PRAIA - ROCCELLA

ROCCELLA - MELITESE

ROSSANO - PALMESE

SCALEA - AMANTEA

SAMBIASE - SCALEA

TAURIANOVESE - BELVEDERE

11ª GIORNATA

12ª GIORNATA

13ª GIORNATA

14ª GIORNATA

15ª GIORNATA

(23/11/08) - (15/03/08)

(30/11/08) - (22/03/09)

(07/12/08) - (29/03/09)

(14/12/08) - (19/04/09)

(21/12/08) - (26/04/09)

BELVEDERE - ROCCELLA

BOVALINESE - MELITESE

BELVEDERE - BOVALINESE

BOVALINESE - SAMBIASE

BELVEDERE - GALLICESE

AMANTEA -O. BAGALADI

ACRI - PRAIA

AMANTEA - ROCCELLA

ACRI - BELVEDERE

AMANTEA - BOVALINESE

CUTRO - PALMESE

C.C. VATICANO - BELVEDERE

CUTRO - O. BAGALADI

C.C. VATICANO - AMANTEA

CUTRO - ROCCELLA

GALLICESE - ACRI

O. BAGALADI - ROSSANO

MELITESE - ACRI

GALLICESE - MELITESE

MELITESE - PRAIA

MELITESE - C.C. VATICANO

PALMESE - GALLICESE

PRAIA - GALLICESE

O. BAGALADI - SCALEA

PALMESE - O. BAGALADI

PRAIA - BOVALINESE

ROCCELLA - SAMBIASE

ROSSANO - TAURIANOVESE

PRAIA - PALMESE

ROSSANO - C.C. VATICANO

ROSSANO - SCALEA

SCALEA - CUTRO

SAMBIASE - C.C. VATICANO

ROCCELLA - ROSSANO

SAMBIASE - ACRI

SAMBIASE - TAURIANOVESE

TAURIANOVESE - AMANTEA

SCALEA - PALMESE

TAURIANOVESE - CUTRO

SCALEA - TAURIANOVESE


presenta

1ª GIORNATA

2008 . A 2009

Il Calendario di Promozione

(14/09/08) - (04/01/09)

MONTALTO U. - FUSCALDO CORIGLIANO - TORRETTA L. S. CARIATESE - S. S. RENDE MIRTO C. - RAFF. NICASTRO PAOLANA - LUZZESE C. 99 PROMOSPORT - SCHIAVONEA MONGRASSANO - SERSALE TIRIOLO MARTELL. - TORTORA

GIR 2ª GIORNATA

3ª GIORNATA

4ª GIORNATA

5ª GIORNATA

6ª GIORNATA

(21/09/08) - (11/01/09)

(28/09/08) - (18/01/09)

(05/10/08) - (25/01/09)

(12/10/08) - (01/02/09)

(19/10/08) - (08/02/09)

FUSCALDO - MONGRASSANO

C. MONTALTO U. - R. NICASTRO

FUSCALDO - PROMOSPORT C.

C. MONTALTO U. - CORIGLIANO

CORIGLIANO - MONGRASSAN.

LUZZESE C. - PROMOSPORT

CORIGLIANO - MIRTO CROSIA

LUZZESE C. - TIRIOLO M.

L.. S. CARIATESE - FUSCALDO

FUSCALDO - TIRIOLO MARTEL.

R. NICASTRO - CORIGLIANO

L.. S. CARIATESE - LUZZESE C.

MIRTO CROSIA - C. MONTALTO

PAOLANA - R. NICASTRO

LUZZESE C. - SCHIAVONEA

S. S. RENDE - TIRIOLO M.

PAOLANA - FUSCALDO

NICASTRO - MONGRASSANO

PROMOSPORT - TORRETTA

MIRTO C. - PAOLANA

SCHIAVONEA C. - CARIATESE

PROMOSPORT C . - SERSALE

SCHIAVONEA - S. RENDE

S. S. RENDE - LUZZESE C. 99

R. NICASTRO - PROMOSPORT

SERSALE - PAOLANA

S. S. RENDE - TORTORA

SERSALE - CARIATESE

MONGRASSANO - MIRTO C.

SERSALE - S. S. RENDE

TORRETTA - C. MONTALTO U.

MONGRASSANO - TORRETTA

TORRETTA - PAOLANA

SCHIAVONEA C. - TORTORA

TORRETTA - L.. S. CARIATESE

TORTORA - MIRTO CROSIA

TIRIOLO - SCHIAVONEA

TORTORA - CORIGLIANO

TIRIOLO M. - SERSALE

TORTORA - C. MONTALTO U.

7ª GIORNATA

8ª GIORNATA

(26/10/08) - (15/02/09)

(02/11/08) - (22/02/09)

L.. S. CARIATESE - R. NICASTRO

C. MONTALTO U. - PAOLANA

LUZZESE C. 99 - TORTORA

CORIGLIANO - PROMOSPORT

PAOLANA - CORIGLIANO

FUSCALDO - SCHIAVONEA C.

PROMOSPORT - MIRTO CROS.

MIRTO C. - L.. S. CARIATESE

S. S. RENDE - FUSCALDO

R. NICASTRO - TIRIOLO MART.

MONGRASSANO - MONTALTO

SERSALE - LUZZESE C. 99

SCHIAVONEA C. - SERSALE

TORRETTA - S. S. RENDE

TIRIOLO MART. - TORRETTA

TORTORA - MONGRASSANO

9ª GIORNATA

10ª GIORNATA

(09/11/08) - (01/03/09)

(16/11/08) - (08/03/09)

L.. S. CARIATESE - CORIGLIANO

MONTALTO U. - CARIATESE

LUZZESE C. 99 - FUSCALDO

CORIGLIANO - TIRIOLO MART.

PAOLANA - MONGRASSANO

FUSCALDO - SERSALE

PROMOSPORT - MONTALTO U.

MIRTO CROSIA - S. S. RENDE

S. S. RENDE - R. NICASTRO

R. NICASTRO- SCHIAVONEA C.

SCHIAVONEA C. - TORRETTA

MONGRASS. - PROMOSPORT

SERSALE - TORTORA

TORRETTA - LUZZESE C. 99

TIRIOLO M. - MIRTO CROSIA

TORTORA - PAOLANA

11ª GIORNATA

12ª GIORNATA

13ª GIORNATA

14ª GIORNATA

15ª GIORNATA

(23/11/08) - (15/03/09)

(30/11/08) - (22/03/09)

(07/12/08) - (29/03/09)

(14/12/08) - (19/04/09)

(21/12/08) - (26/04/09)

FUSCALDO - TORTORA

C. MONTALTO U. - S. S. RENDE-

FUSCALDO - RAFF. NICASTRO

MONTALTO U. - LUZZESE C. 99

FUSCALDO - CORIGLIANO

CARIATESE - MONGRASSANO

CORIGLIANNO - SCHIAVONEA

CARIATESE - PROMOSPORT C.

CORIGLIANO - SERSALE

LUZZESE - MONGRASSANO

LUZZESE C. - RAFF. NICASTRO

MIRTO CROSIA - LUZZESE C 99

LUZZESE C. 99 - CORIGLIANO

L.. S. CARIATESE - TORTORA

S. S. RENDE - PROMOSPORT

PROMOSPORT C. - PAOLANA

PAOLANA - L.. S. CARIATESE

S. S. RENDE - MONGRASSANO

MIRTO CROSIA - FUSCALDO

SCHIAVONEA C. - PAOLANA

S. S. RENDE - CORIGLIANO

RAFF. NICASTRO - SERSALE

SCHIAVONEA C. - MONTALTO U.

PAOLANA - S. S. RENDE

SERSALE - MONTALTO UFF.

SCHIAVONEA - MIRTO CROSIA

MONGRASSANO - TIRIOLO M.

SERSALE - MIRTO CROSIA

PROMOSPORT C. - TIRIOLO M.

TIRIOLO M. - L. S. CARIATESE

SERSALE- TORRETTA

TORRETTA - FUSCALDO

TIRIOLO MARTELL.. - PAOLANA

RAFF. NICASTRO - TORRETTA

TORRETTA - MIRTO CROSIA

TIRIOLO M. - C. MONTALTO U.

TORTORA - PROMOSPORT C.

TORRETTA - TORTORA

MONGRASS. - SCHIAVONEA

TORTORA - RAFF. NICASTRO


presenta

1ª GIORNATA

2008 . B 2009

Il Calendario di Promozione

(14/09/08) - (04/01/09)

BOCALE C. - BADOLATO BRANCALEONE - N. GIOIESE GUARDAVALLE - NATILE 2003 I. C. RIZZUTO - COM. LAZZARO LOCRI A. C. - SAN GREGORIO MARINA GIOIOSA - SIDERNO SERRESE - AFRICO SOVERATO V. - REGGIOSUD

GIR 2ª GIORNATA

3ª GIORNATA

4ª GIORNATA

5ª GIORNATA

6ª GIORNATA

(21/09/08) - (11/01/09)

AFRICO - BRANCALEONE

(28/09/08) - (18/01/09)

(05/10/08) - (25/01/09)

(12/10/08) - (01/02/09)

(19/10/08) - (08/02/09)

BOCALE C. - NUOVA GIOIESE

AFRICO - LOCRI A. C.

BOCALE CALCIO - LOCRI A. C.

AFRICO - BOCALE CALCIO

BADOLATO - GUARDAVALLE

COMP. LAZZARO - AFRICO

BADOLATO - MARINA GIOIOSA

C. LAZZARO - REGGIO SUD

BADOLATO - SERRESE

COMP. LAZZARO - SERRESE

GUARDAVALLE - SAN GREGOR.

BRANCALEONE - BOCALE C.

GUARDAVALLE - BRANCAL.

BRANCALEONE - SOVERATO V.

NATILE 2003 - SOVERATO V.

I. C. RIZZUTO - REGGIOSUD

NATILE 2003 - I. C. RIZZUTO

I. CAPO RIZZUTO - BADOLATO

LOCRI A. C. - GUARDAVALLE

NUOVA GIOIESE - LOCRI A. C.

LOCRI A. C. - BRANCALEONE

N. GIOIESE - GUARDAVALLE

M. GIOIOSA - SAN GREGORIO

NATILE 2003 - COMP. LAZZARO

REGGIOSUD - MAR. GIOIOSA

MAR. GIOIOSA - NATILE 2003

REGGIOSUD 2004 - SERRESE

SERRESE - NATILE 2003

N. GIOIESE - MARINA GIOIOSA

SAN GREGORIO - BOCALE C.

SERRESE - SIDERNO

SAN GREGORIO - SOVERATO V.

SIDERNO - AFRICO

REGGIO SUD 2004 - SIDERNO

SOVERATO V. - BADOLATO

SIDERNO - COMP. LAZZARO

SOVERATO V. - N. GIOIESE

SAN GREGORIO - I. C. RIZZUTO

SIDERNO - I. CAPO RIZZUTO

7ª GIORNATA

8ª GIORNATA

(26/10/08) - (15/02/09)

(02/11/08) - (22/02/09)

COMP. LAZZARO - BADOLATO

AFRICO - GUARDAVALLE

GUARDAVALLE - BOCALE C.

BADOLATO - SIDERNO

I. CAPO RIZZUTO - N. GIOIESE

BOCALE CALCIO - SOVERATO V.

M. GIOIOSA - BRANCALEONE

BRANCALEONE - I. C. RIZZUTO

REGGIOSUD 2004 - AFRICO

LOCRI A. C. - MARINA GIOIOSA

SERRESE - SAN GREGORIO

NATILE 2003 - REGGIOSUD

SIDERNO - NATILE 2003

NUOVA GIOIESE - SERRESE

SOVERATO V. - LOCRI A. C.

SAN GREGORIO - C. LAZZARO

9ª GIORNATA

10ª GIORNATA

(09/11/08) - (01/03/09)

(16/11/08) - (08/03/09)

COMP. LAZZARO - N. GIOIESE

AFRICO - SOVERATO V.

I. CAPO RIZZUTO - LOCRI A. C.

BADOLATO - NATILE 2003

MARINA GIOIOSA - BOCALE C.

BOCALE C. - I. CAPO RIZZUTO

NATILE 2003 - AFRICO

BRANCALEONE - C. LAZZARO

REGGIOSUD 2004 - BADOLATO

GUARDAVALLE - MAR. GIOIOSA

SERRESE - BRANCALEONE

LOCRI A. C. - SERRESE

SIDERNO - SAN GREGORIO

NUOVA GIOIESE - SIDERNO

SOVERATO V. - GUARDAVALLE

SAN GREGORIO - REGGIOSUD

11ª GIORNATA

12ª GIORNATA

13ª GIORNATA

14ª GIORNATA

15ª GIORNATA

(23/11/08) - (15/03/09)

(30/11/08) - (22/03/09)

BADOLATO - AFRICO

AFRICO - MARINA GIOIOSA

(07/12/08) - (29/03/09)

(14/12/08) - (19/04/09)

(21/12/08) - (26/04/09)

BADOLATO - NUOVA GIOIESE

BOCALE C. - REGGIOSUD 2004

AFRICO - NUOVA GIOIESE

COMP . LAZZARO - LOCRI A. C.

BOCALE C. - COMP. LAZZARO

C. LAZZARO - GUARDAVALLE

BRANCALEONE - BADOLATO

BADOLATO - LOCRI A. C.

I. C. RIZZUTO - GUARDAVALLE

BRANCALEONE - REGGIOSUD

I. C. RIZZUTO - MAR. GIOIOSA

GUARDAVALLE - SIDERNO

C. LAZZARO - M. GIOIOSA

MAR. GIOIOSA - SOVERATO V.

GUARDAVALLE - SERRESE

NATILE 2003 - BRANCALEONE

I. CAPO RIZZUTO - AFRICO

NATILE 2003 - BOCALE CALCIO

NATILE 2003 - SANGREGORIO

LOCRI A. C. - SIDERNO

REGGIOSUD 2004 - LOCRI A. C.

LOCRI A. C. - NATILE 2003

REGGIOSUD - GUARDAVALLE

REGGIOSUD 2004 - N. GIOIESE

NUOVA GIOIESE - NATILE 2003

SAN GREGORIO - AFRICO

MARINA GIOIOSA - SERRESE

S. GREGORIO - BRANCALEONE

SERRESE - BOCALE CALCIO

SAN GREGORIO - BADOLATO

SERRESE - SOVERATO V.

N. GIOIESE - SAN GREGORIO

SERRESE - I. CAPO RIZZUTO

SIDERNO - BRANCALEONE

SOVERATO V. - I. C. RIZZUTO

SIDERNO - BOCALE

SOVERATO V. - C. LAZZARO

SIDERNO - SOVERATO V.


52 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Dalla prossima settimana ancora novità e uno sforzo maggiore per venire incontro alle aspettative dei nostri numerosi lettori

Da martedì una nuova “Piazza” Spazio quotidiano dedicato agli annunci liberi. In vetrina la Calabria che lavora “La Piazza” cambia. La fortunata rubrica del “Domani”, dedicata alla piccola economia, da martedì prossimo, 9 settembre, presenterà una serie di novità destinate ad aumentare il gradimento dei lettori. Innanzitutto, gli sforzi si moltiplicheranno per offrire una finestra quotidiana agli annunci gratuiti di chi vende, compra, scambia, cerca. Insomma, si farà di tutto per rendere più vivo e dinamico questo grande luogo d’incontro. Una “piazza” per l’appunto, capace di mettere in contatto soggetti diversi e tutti accomunati dalla legittima voglia di trovare l’occasione giusta. Da lunedì 15, come di consueto, proporremo lo speciale di oltre 20 pagine con gli approfondimenti e i pubbliredazionali delle piccole e medie imprese calabresi: dal più piccolo artigiano e operatore commerciale alle aziende più grandi e strutturate. Un modo per dare spazio e voce all’economia del territorio, alla gente che lavora, agli imprenditori che con grande sacrificio tengono aperte le loro attività. “La Piazza” si conferma, pertanto, uno strumento molto utile, quindi, per conoscere quanto di positivo si muove in un territorio, per apprendere novità interessanti. Uno spazio libero al servizio dei semplici cittadini e di quanti, rifiutando atteggiamenti parassitari e attendisti, dedicano la loro vita al lavoro, magari al prezzo di grandi sacrifici. Con l’aiuto e il coinvolgimento di tutti, “La Piazza” continuerà a crescere.

ANNUNCI - DI TUTTO UN PO’ - ABITAZIONE- mobile su ruote coibentata 5 posti letto soggiorno servizi vendesi: 333-3208062 - ARMADIO - laccato bianco metri due - quattro ante ottimo prezzo. Per info: 335-7535149 - ARREDO CASA - vendo due poltrone con tavolinetto da salotto come nuove. Per info 333-3952113 - ARREDO CASA - vendo 5 porte in legno. Affare. Contattare il 349-7810858 - ANTENNA - vendo antenna Gps esterna (nuova) euro 50. Tel. 3388144510 - AUDIO - noleggio impianti audio e sistema videoproiezioni per convegni, riunioni, meeting e comizi. Tel. 368-3187350 - AUDIO - vendo cd karaoke con oltre 25.000 basi aggiornatissime, tutte con testo karaoke sincronizzato da suonare su computer o tastiere solo 50 euro. Tel.328-5303898 - BADOLATO MARINA -villa immersa nel verde, 200 mt. dal mare, ben arredata e confortevole. Lavatrice, tv, 12-15 posti letto disponibile da giugno a settembre. Tel. 338- 3962325 - BORGIA - fittasi settembre \ giugno per studenti facoltà farmacia di Roccelletta di Borgia, automuniti. Tel. 349-6625582 lapiazza@ildomani.it

Coupon di prenotazione annuncio L’inserto de “il Domani” in uscita ogni lunedì Spett.le T&P Editori, si prega di voler pubblicare gratuitamente il seguente annuncio in “La Piazza”, rubrica del giornale quotidiano “Il Domani della Calabria”. Vi comunico, inoltre, che siete sollevati da ogni eventuale responsabilità circa i dati personali inseriti sul presente coupon oltre che per i contenuti dell’inserzione stessa.

Gli annunci possono essere così spediti: a) A mezzo fax al numero telefonico 0961/903801; b) A mezzo e-mail all’indirizzo: lapiazza@ildomani.it; c) A mezzo posta ordinaria all’indirizzo: Il Domani, rubrica La Piazza - località Serramonda - zona industriale Marcellinara (CZ); d) Consegna diretta, da lunedì a sabato mattina, ore 9.30-18.00, presso lo stesso indirizzo.

Scegli la Sezione (es. Auto-Moto; Case; Hardware; ... Vedi elenco pubblicato a lato): TESTO DA PUBBLICARE (max 35 parole) - OBBLIGATORIO IN STAMPATELLO

“La Piazza” fornisce solo ed esclusivamente un servizio gratuito e non interviene in alcun modo e in alcuna forma nelle eventuali trattative che dovessero intercorrere tra potenziali venditori e acquirenti.

SEZIONI DISPONIBILI Auto - Moto - Nautica Automobili - Moto - Motorini - Accessori - Ricambi - Nautica Hardware e Software PC - Mac - Periferiche - Componentistica - Software Inserire il recapito telefonico, cellulare o fisso, nel testo dell’annuncio (obbligatorio)

Per la casa Arredamento - Edilizia / Sanitari / Riscaldamento - Elettrodomestici e Casalinghi - Fai da te e giardinaggio - Traslochi & C.

DATI PERSONALI (obbligatorio)

Firma leggibile

Cognome e Nome

Case e Attività Commerciali Vendita e affitti, uso abitazione e uso commerciale Viaggi, Sport e Tempo libero Intrattenimenti - Sport - Viaggi - Strumenti musicali - Bici - Fitness Nautica - Dischi - Cd musicali - Libri - Fumetti - Francobolli - Monete

Via Città

Prov.

E-mail

Tel.

Tipo documento di riconoscimento

Audio - video e Telefonia Audio - Video - Telefonia - Proiettori - Home theatre Di tutto un po’ Salute - Animali domestici - Finanziamenti - Altro non previsto Cerco e offro lavoro

N. Doc.

Carta d’identità

Patente

C.A.P.

Passaporto

Data rilascio (gg/mm/aa)

Autorità che ha rilasciato il documento Autorità che ha rilasciato il documento I dati vengono raccolti dall’Azienda in conformità a quanto previsto del D. L. gs 196/2003. Il trattamento dei dati, che sarà effettuato anche con mezzi informatici, ha come finalità la soddisfazione degli utenti. I dati forniti verranno utilizzati esclusivamente per raggiungere le finalità espresse dal contesto in cui li si fornisce. Le richieste di cancellazione da “La Piazza” degli annunci pubblicati vengono accettate ed eseguite solo a seguito di apposito invio a “il Domani”, da parte degli interessati, di Raccomandata PP.TT. a.r. - La cancellazione dell’annuncio avverrà nella prima uscita utile dalla data di ricezione.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 53

ANNUNCI LIBERI SPECIALE CASA

- AFFITTASI - CATANZARO - Fittasi in Via Bambinello Gesù Catanzaro appartamento nuovo, arredato, termo autonomo, 2 stanze + cucina-soggiorno, ben collegato con autobus Amac, anche per Germaneto. [Per info:: 339-7803596 o 333-5236521] - CATANZARO - vicino ospedale Civile, affittasi ad impiegata o studentessa camera singola in appartamento signorile - Arredo nuovo. [Per info: 334-8282473] - CATANZARO- lido fittasi appartamento mesi estivi, zona porto vista mare composto da 3 camere più servizi. [Per info: 0961-738151 O 335-320997] - CATANZARO- via E. de Riso, eventualmente arredato, appartamento termoautonomo mq. 130 più terrazzo (cucina abitabile, dispensa, due vani, ampio salone, posto auto). Prezzo da concordare. [Per info: 338-8646549] - CATANZARO- E. de Riso, a studenti o uso ufficio appartamento arredato e termoautonomo e/o singole stanze. Prezzo da concordare. [Per info: 338-8646549] - CATANZARO- affittasi magazzino in via Teti Pontepiccolo solo uso deposito e a privati mq. 20 eventualmente soppalcabile già disponibile euro 220 mensili [Per info: 335- 5804234]

-ISOLE EOLIE - Vulcano. In parco residence turistico fronte mare, con sorgenti termali, affitto settimanalmente un monovano arredato con angolo cottura, servizi, terrazzo coperto, tv. Tel. 095-934180/331-6376558 -TAORMINA - bilocale in residence di 50 mq. Composto da : cucina/soggiorno, camera da letto, bagno, terrazzo con vista panoramica, posto auto. Tel. 3488920053. -TAVERNA - Villaggio Mancuso - appartamento via della Serenità (circonvallazione), Residence “Coop. La Pineta 2000”, edif. 19, composto da grande cucina-soggiorno con caminetto, 3 camere da letto, doppi servizi, barbecue, ampio giardino con posti auto. Arredamento completo e di ottima qualità, rifiniture di lusso. Garage di 20 mq. Vendesi anche solo appartamento. Tel. 0961-921235, ore pasti. -TAVERNA - si vende in Sila in località Pantane del comune di Taverna locale adibito a ristorante pizzeria di mq 210 circa. Arredato e completo di licenza commerciale con avviamento e annesso piazzale per il parcheggio di oltre 600 mq, eventualmente edificabile (Zona Bt1) prospiciente la ss 179 per Villaggio Mancuso. Il prezzo è di 260mila euro compreso anche l’immobile. Per info 392-6167207 -TROPEA - residence “Le Palme” vendo appartamento in residence con piscina, tennis e animazione.Tel. 0968-200319/336-870353 APPARTAMENTI IN FITTO

- CATANZARO- affittasi appartamento loc Giovino giugno-settembrea200mtdalmareancheper15ggmax 6 persone arredato [Per info 320-8648990]

-BADOLATO MARINA -villa immersa nel verde, 200 mt. dal mare, ben arredata e confortevole. Lavatrice, tv, 12-15 posti letto disponibile da giugno a settembre. Tel. 338- 3962325

- CATANZARO- fittasi appartamento ristrutturato, tre stanze ampie luminose con accessori, fronte Complesso San Giovanni. Uso studio professionale o medico. [Per info 338-4688877]

-BORGIA - fittasi settembre \ giugno per studenti facoltà farmacia di Roccelletta di Borgia, automuniti. Tel. 349-6625582

- CATANZARO- floc. Germaneto nei pressi dell'università e del policlinico Mater Domini fittasi stanze singole–doppie o intero appartamento di nuova costruzione con posto auto composto da: entrata soggiorno - due camere – cucina – bagno . [Per info 333-6298565] - CATANZARO -fittasi a Germaneto vicino policlinico e università2stanzeointeroappartamentoarredatodi nuova costruzione e con posto auto. composto da 2 stanze bagno - cucina - entrata - soggiorno. [Per info 333-6298565] - CATANZARO - fittasi magazzino 60 mq. pluriaccessoriato (tv, risc.aut., citofofo, bagno e antibagno-soppalco. Uso (no strumenti rumorosi): deposito,ufficio-laboratorio, altro. Via Cagliari 15/c-adiacenze chiesa Padre Pio. [Per info 340-9304526] -CATANZARO - lido Casciolino, fittasi locale p.t. entrata indipendente per uso ufficio-studio, finemente rifinito. Condizionamento e riscaldamento autonomo. Predisposto Adsl. [Per info: 0961-33732 / 340-6782253] -CATANZARO - affittasi appartamento ottime condizioni, zona Lido centro, vista mare, da settembre a giugno. [Per info e prenotazioni 0961-738151 oppure 335-320997]

- CASTELSARDO - unico paese della Sardegna rimasto intatto dal medioevo con ancora le alte cinta murarie, privato offre in affitto anche settimanalmente 2 appartamenti nuovissimi vicini al mare situati nel residence del porto turistico del paese tel.: 079-280630 - CATANZARO - lido, centro. Fittasi da ottobre a giugno appartamento. Per info: 320-7917831 / 329-8753604.

-SOVERATO- fittasi anche settimanalmente appartamento luglio bene arredato. Condizionatori, tv 50 m dal mare. 4 posti letto. [Per info: 339-6007772] -SOVERATO- fittasi luglio appartamento in villa con giardino, doppi servizi, una camera da letto, soggiorno, cucina, ampio salone, vista mare. Posti letto tre quattro. [Per info: 328-2852023] -SOVERATO- fittasi anche settimanalmente appartamento luglio ben arredato condizionatori, tv, 100 metri dal mare - 6 posti letto. [Per info: 339-6007772] -SOVERATO- appartamento 100 metri dal mare, affittasi luglio - agosto 5/6 posti letto, lavatrice, climatizzato. [Per info: 360-281056] -ISCAMARINA-fittasivillaalmareindipendente,sudue piani e composta da ampio salone, 3 camere letto, cucina, doppi servizi, 4 balconate e immenso giardino con alberi da frutto. [Per info: 320-3672584 o 334-8282473] -SOVERATO- fittasi mesi estivi appartamento a 100 metri dal mare, due vani letto, soggiorno, cucinotto. [Per info 320-9044539] - SOVERATO - fittasi loc. Cittadella appartamento nuovo non arredato: tre stanze cucina salone doppi servizi ripostiglio terrazzo panoramico. euro: 450.00. [Per info: 340-6127541]

- CATANZARO - via Schipani: prestigioso mini appartamento composto da soggiorno, cucina, camera da letto, bagno, termoautonomo, climatizzato. Entrata indipendente, posto macchina in strada privata. (no studenti). Tel (o.p.) 0961-722413/ 340-5978020

- SQUILLACE -affittasi appartamento ammobiliato tutto l'anno Squillace Lido n. 2 camere da letto - cucina abitabile - soggiorno - salotto - bagno - lavanderia - posto macchina. [Per info: 329-1720932]

- CATANZARO - via Bianco adiacente Regione Calabria appartamento 4 vani doppi servizi termo autonomo euro 550,00. Nuovo, posto macchina. Per info: 335-487387

- SOVERATO - fittasi appartamento periodo estivo ben arredato, climatizzatori, 100 m dal mare. [Per info: 339-6007772]

- CATANZARO - affittasi locale commerciale in centro storico, via Spasari mq. 50 con servizi ed arredato o non, con licenza o senza, richiesta euro1200,00 mensil Per info: 392-1311913 / 349-3737911 - CATANZARO - lido affittasi, zona Casciolino, mini appartamento mansardato arredato per max 2 persone, euro 400,00 Per info: 333-4292879 o.p.

- CATANZARO - fittasi mansarda loc. Giovino arredata tuttol'annocucinasoggiorno,duevani,sanitariposto auto con cancello automatico. [Per info: 338-5676485, ore pasti]

-CATANZARO - zona Pontepiccolo, fittasi appartamento signorile e arredato composto da due camere, accessori e due terrazzini. Per info: 320-3672584 / 0961726027

- CATANZARO - affittasi via Fontana Vecchia (pressi Tribunale), monolocale con bagno, termoautonomo, al primo piano, uso ufficio o abitazione. [Per info: 338-6260206]

-CATANZARO - A Cavita in via Barlaam da Seminara affitto appartamento di mq. 110 con posti auto. Anche a studenti. Per info: 338-8160349

-CATANZARO - affittasi zona Lenza (Gagliano) monolocale arredato, un posto letto, posto auto, a studenti, dottorandi, lavoratori fuori sede. [Per info 0961-770683 / 329-3033573]

-CATANZARO - fittasi appartamento Via Z. Bianco nr.13 - 2° piano adiacente Regione Calabria , 4 vani doppi accessori, sgabuzzino e posto auto- termoautonomo. Per info: 335-487387

-CATANZARO - lido loc. Fortuna a soli 10 minuti dall'università fittasi camere a studentesse universitarie recentemente ristrutturate,finemente arredate, e climatizzate, l'appartamento è servito da tutti i mezzi pubblici, prezzo affare. [Per info 328-6143133]

-CATANZARO - centro, zona San Leonardo, fittasi appartamento mq 170, doppio ingresso, posto auto, anche ammobiliato - oppure uso ufficio. Per info: 3683948807 / 333-2127961

- RENDE - fittasi a studentesse universitarie a CommendadiRende(Cs)viaCiroMenotti,26n.2postiletto in camera doppia appartamento di n. 4 posti letto soggiorno,due camere letto, cucina,bagno, balcone. Palazzo di recente costruzione [Per info 339-3134105 / 329-3725793]

- SOVERATO - fittasi bilocale PT, 04 posti letto, vicinissimoalmare,agoeuro2.000,00, periodi01/16 -17/31 euro 1200,00 17/31, sett euro 600 mensili. aria climatizzata, lavatrice, cisterna acqua autonoma. [Per info:329-2935872]

- CATANZARO - lido, via Trapani. Affittasi a studentesse appartamento arredato di nuova costruzione. Prezzo interessantissimo. Tel. 339-2868119.

-CATANZARO- lido viale Magna Grecia affitto camere per studentesse o impiegate singole e posti letto. Appartamento nuovo luminoso riscaldamento. Per info: 333-4695385

-CATANZARO - affitasi a studenti, dottorandi, lavoratori fuori sede, appartamento indipendente completamente arredato composto da 3 vani accessori e 3 posti letto situato all’ingresso di Gagliano Centro.Preferibilmente ore pasti. [Per info 0961-774228]

- SOVERATO - fittasi mini appartamento con vista mare, giardino condominiale e posto auto. A meno di 700 metri dalla splendida scogliera di Pietragrande. Tre posti letto . Periodo agosto-settembre. [Per info:338-2042136]

- S. ANDREA - fittasi in S. Andrea Marina (Cz) -vicinanza mare- mese luglio appartamenti composti da due stanze da letto, bagno, cucina, accessoriati lavatrice. Prezzi convenienti. [Per info: (sig.ra Speranza) 0967-45385]

- CATANZARO - Siano fittasi appartamento arredato 23 posti letto, cucina/soggiorno, vano letto, bagno, capiente ripostiglio con finestra. Termoautonomo, climatizzato. [Per info: 347-7032078]

-CATANZARO - affitasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova stazione ferroviariadi Germaneto. Solo studenti [Per info 349-1448769]

- BASSO IONIO -

-ISCAMARINA-fittasivillaalmareindipendente,sudue piani e composta da ampio salone, 3 camere letto, cucina, doppi servizi, 4 balconate e immenso giardino con alberi da frutto. [Per info: 320-3672584 o 334-8282473] - SANTA CATERINA SULLO IONIO - fittasi appartamento con giardino. Climatizzato 6-8 posti letto. [Per info: 339-6007772]

- CATANZARO - fitto appartamento a Lido da settembre a giugno. Tel. 320-8648990 - CATANZARO - San Leonardo, fittasi locale seminterrato, 3 vani con bagno, ristrutturato per uso studio o ufficio. Per info tel. 334-9506955 - CATANZARO - fitto stanza in appartamento signorile: cucina, doppio soggiorno, 3 camere da letto, lavatrice, lavastoviglie. Di fronte Funicolare intermedia. 200 euro comprese spese condom. Max serietà. Tel. 3382599072 - CATANZARO - fittasi nel quartiere S. Maria in via Risorgimento,adiacente corso principale locale commerciale Mq 29 con 2 vetrine,climatizzato, ottime rifiniture. Tel. 0961- 61622 - CATANZARO - fittasi in via Pugliese (ospedale militare) appartamento arredato, 2 vani + bagno e cucina abitabile a studenti o impiegati. Tel. 0961722668/725957 ore pasti - CATANZARO - fittasi appartamento autonomo di 126 mq ca posto su 2 livelli, composto da: 2 stanze, 2 bagni, 1 lavanderia, 1 cucina e soggiorno. Niente condominio. Termoautonomo. Tel. 339-6573468 -CATANZARO - fittasi miniappartamento arredato Centro Storico, nei pressi del Complesso S. Giovanni, entrata indipendente, piccola terrazza, angolo cottura e bagno Per info: 339-5005700 / 360-234262 -CATANZARO - fittasi via Barlaam da Seminara, magazzini varia metratura. Per info: 328-3640058 - 0961772683 -CATANZARO - affittasi zona Materdomini di Catanzaro (pressi scuola Einaudi), in condominio privato, appartamento-mansarda mq 70 arredato, 2 stanze, cucina, bagno e un posto auto.Per info: 338-6260206 - CATANZARO - loc. Giovino a 150 mt. dal mare mansarda: cucina/soggiorno, bagno, 2 vani, posto auto. Arredato. Tutto l’anno dal mese di Settembre. Tel. 3396798514 - CATANZARO - via Milelli appartamento uso ufficio, 4 vani e accessori. Tel. 338-2240707 - CATANZARO - fittasi in località Fortuna appartamento arredato 3 camere e servizi. Tel. 333-4503553 ore pasti. - CATANZARO - via Anile, appartamento arredato 4 camere e servizi, per studenti e impiegati. Massimo 2 persone. Tel. 338-2420906 - CATANZARO - via De Gasperi, appartamento uso abitazione o ufficio di 230 mq, 6 camere: ampio salone, cucina, tripli servizi. Tel. 335-5266785 - CATANZARO - viale Crotone, appartamento uso ufficio di 80mq c. a. primo piano nuovo, composto da ampio ingresso, 3 stanze e servizio. tel: 340-3559396 ore ufficio - CATANZARO - lido, viale Crotone, app. to di 80mq primo piano nuovo, composto da ampio ingresso, angolo cottura + soggiorno, 3 stanze e servizio. Tel. al 340 -3559396 ore uff.

Trattativa privata

- CATANZARO - fittasi appartamentoristrutturato-arredato nuovo-tutti confort-termo autonomo-per studentesse o lavoratrici a 300mt dall'ospedale e dall'università - stanze singole. Tel. 338-7510600

doppi servizi, termoautonomo, posto auto e cortiletto. Per info: 0961-774532 / 339-863070

- CATANZARO - lido, viale Messina, app. to uso ufficio di mq 50 c. a. piano rialzato, composto da 2 vani e servizio. tel: 340 3559396 ore uff.

-CATANZARO - via E. de Riso, 1-2 posti letto in appartamento arredato di 150 mq, già abitato da 2 ragazze, composto da 3-4 camere letto, cucina, soggiornopranzo, salone, 2 bagni, termoautonomo. Uso abitazione ad impiegate o studentesse. Cell. 388-1816352 - CATANZARO - fittasi appartamento-mansarda di 70 mq zona Materdomini di Catanzaro (vicino scuola Einaudi), ad impiegate o studentesse. 2 stanze,cucina,bagno e 2 posti auto in condominio privato. info: 338-6260206 - CATANZARO - fittasi stanza doppia e 3 stanze singole in appartamento con soggiorno, cucina e doppi servizi. Zona ospedale Pugliese. Tel. 338-7645880 o 0961-33468

- CATANZARO - lido, fittasi appartamento mesi estivi, zona porto vista mare. Composto da 3 camere + servizi. Per informazioni Tel. 0961-738151 / 335-320997 - CATANZARO - lido, fittasi a studenti posti letto in appartamento di recente ristrutturazione in via Lungomare (accanto Baraonda) di circa 100 mq con cucina abitabile, bagno e vista sul mare. Prezzi interessanti. Info 320-7626396 / 0961-791033

- LAMETINO - FALERNA- lido e Tropea fitto settimanalmente appartamento in residence - piscina - tennis animazione: offerte speciali per il mese di luglio. [Per info: 0968-453095]

-CATANZARO - centro, zona Duomo, fittasi appartamento 3 vani indipendente, ristrutturato, arredato,

- CATANZARO- lido, Casciolino, via Magellano, periodo settembre-giugno, tre posti letto in appartamento arredato. Tel. 0961-738089 (o.s.) / 320-76840491

- ALTO IONIO -

-CATANZARO- lido affittasi, mini appartamento mansardato arredato per max 2 persone, euro 450,00 tel. 348-3207188 o.p.

-LAMEZIA TERME - fittasi garage di mq. 40 circa completamente autonomo con ingresso privato in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme. Ideale per 2 autovetture. [Per info: 338-7311650]

-SIMERI MARE- Villaggio Eucaliptus. Fittasi mesi estivi villetta sul mare composta da due camere, servizi, ampia veranda coperta, giardino, condizionatori d'aria. [Per info: 320-3672584 o334-8282473]

- CATANZARO - fittasi a studenti, dottorandi, lavoratori fuori sede, appartamento indipendente completamente arredato composto da 3 vani accessori e 3 posti letto situato all’ingresso di Gagliano Centro. Tel 0961-774228 ore pasti.

-LAMEZIA TERME- fittasi locale di mq. 140 circa adibito ad uffici aperti al pubblico in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Ideale per attività di finanziaria. [Per info: 338-7311650]

-BOTRICELLO - fittasi mensilmente annualmente prestigiosi appartamenti sul mare ammobiliati e climatizzati composti da due stanze da letto due bagni un ampio soggiorno cucina. te: [Per info 328-2067606]

- CATANZARO - fitto appart. V.le De Filippis composto da tre camere, cucina abitabile, wc, ripostiglio e ampie verande. Tel. 333-3218034

-LAMEZIA TERME - fittasi seminterrato di mq. 400 circa da adibire ad uso archivio e/o autorimessa in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Munito di impianto antincendio certificato. [Per info: 338-7311650]

Trattativa privata

- CATANZARO - a Sant’Elia, via Colace, fittasi appartamento in villa su due livelli mq 140 ben rifinito con caminetto e gazebo. Tel. 333-6327759


54 Sabato 6 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI - TV - COSTUME - TURISMO MISS ITALIA Una delle bellissime calabresi in gara a Salsomaggiore esprime le sue emozioni a pochi giorni dalla finale

Erika si racconta: «Credo nei sogni» Dal 9 settembre le serate su Rai Uno. Si può votare da casa con televoto e sms SALSOMAGGIORE — «Credo nei sogni. Credo in Miss Italia». Erika Romeo, Miss Rocchetta Bellezza Calabria, si racconta in vista delle finali di Miss Italia in programma a Salsomaggiore. E’ nata il 3 febbraio del ’90 a Reggio Calabria, dove vive. Alta m.1,75, segno zodiacale Acquario, capelli castani e occhi color marrone, ha due fratelli. Ha conseguito la maturità scientifica e si è iscritta alla facoltà di Scienze della Comunicazione. Vuole diventare attrice. La miss è tifosissima della Reggina (ma preferisce Luca Toni) ed è fan di Antonello Venditti. «Una cosa da fare al più presto? - si chiede Erika - Paracadutarsi in luoghi suggestivi come quelli calabresi». In bocca al lupo! Intanto, cresce l’attesa per le quattro serate televisive su Raiuno, con il ritorno di Carlo Conti e una giuria di 60 ragazzi. Ecco in breve lo svolgimento delle quattro serate. Il 9 settembre le 100 ragazze vengono divise in gruppi di 25 per rappresentare quattro temi: lo sport, la fiction tv, il cinema, la moda (con abiti dello stilista Ermanno Scervino). Al termine sono votate ogni volta da una giuria tecnica, da una giuria composta da 60 giovani, ragazzi e ragazze della stessa età delle miss (18-26 anni), e dal pubblico da casa tramite il televoto (16477) e gli Sms (48444). Attraverso un meccanismo (12 ”promosse”, otto momentaneamente “bocciate”, cinque “sospese”) si arriva alla conclusione della puntata con il passaggio alla seconda serata di 60 miss. Ospite musicale è Giusy Ferreri. Nel “quadro” della moda interviene Giulia Quintavalle, medaglia d’oro a Pechino (judo); in quello dedicato alla fiction, l’attore Massimo Ghini; per il cinema, il ballerino Kledi Kadiu, mentre Stefano Masciarelli vestirà i panni che nel cinema furono di John Travolta nel musical ”Hairspray”. La seconda serata è in programma l’11 settembre. Partite in 100, le ragazze in gara sono 60, ma stasera saranno impegnate soltanto in 30 (in dieci sfide a tre al termine delle quali 15 si qualificano per la serate finale di sabato prossimo). Le miss non sono a conoscenza delle prove che sono chiamate a svolgere e l’improvvisazione quindi ha una parte essenziale. Al termine delle dieci sfide, avremo dieci ragazze che passano il turno, dieci bocciate e dieci sospese (queste ultime vengono nuovamente sottoposte a votazione e solo cinque di esse accedono alla serata di sabato). Complessivamente, delle 30

in gara stasera, 15 diventano finaliste. Terza serata il 12 settembre. Lo svolgimento è lo stesso della seconda puntata con le altre 30 ragazze in gara che, ugualmente, sono divise in gruppi di tre per sostenere le sfide. Si segue lo stesso percorso di eliminazione e alla fine di queste ultime due puntate avremo così 30 miss promosse e 70 bocciate (40 nella prima, 15 nella seconda e 15 in quella di stasera). Quarta serata il 13 settembre. Prima della finale vengono riammesse in gara dieci miss tra le 70 escluse: quattro sono scelte dalla giuria, composta, con il presidente, da Alfonso Signorini, Enrico Lucherini, Federico Moccia, Giovanna Ralli, Roberta Lanfranchi, Pietro Taricone, Silvana Giacobini, Giulia Arci; quattro dal gruppo di 60 giovani presenti anche nelle tre puntate precedenti; due, infine, vengono estratte a sorte (“anche la fortuna nella vita ha un suo ruolo”, spiega Carlo Conti, direttore artistico della manifestazione e conduttore delle serate di Miss Italia). Per il titolo concorrono quindi 40 ragazze. Sono cinque le sessioni di eliminazione: da 40 miss a 20, da 20 a dieci, da dieci a cinque, da cinque a due, da due a una, la vincitrice. Al momento in cui rimangono in gara in cinque, le miss indossano abiti dello stilista Ermanno Scervino.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 07:00 RUBRICA Sabato & Domenica Estate 09:15 RUBRICA Settegiorni 10:05 RUBRICA Appuntamento al cinema 10:15 TELEFILM Un ciclone in convento 11:45 TELEFILM Lady Cop 12:40 TELEFILM La signora in giallo 13:30 Telegiornale 14:00 RUBRICA Lineablu 15:30 RUBRICA Speciale Moda & Cinema 16:15 RUBRICA Dreams Road 17:00 Tg 1 17:15 RUBRICA A sua immagine 17:45 RUBRICA Speciale Easy Driver 18:50 GIOCO Reazione a catena 20:00 Telegiornale 20:30 Qualficazioni Mondiali 2010 Calcio 23:05 Tg 1 23:10 RUBRICA Cinematografo 00:05 DOCUMENTI O protagonisti o nessuno 01:00 Tg 1 Notte 01:15 Estrazioni del Lotto 01:20 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:25 FILM La vera leggenda di Tony Vilar 02:55 ATTUALITÀ Pioggia sporca 03:30 FILM Il distinto gentiluomo 05:10 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 05:50 RUBRICA Agenzia RiparaTorti

06:00 DOCUMENTARIO Le grotte dell'Etna 06:25 Tg 2 Eat Parade 06:40 RUBRICA L'avvocato risponde 06:45 RUBRICA Inconscio e magia 07:00 SITUATION COMEDY Girlfriends 08:00 Tg 2 Mattina 08:20 SITUATION COMEDY Joey 09:00 Tg 2 Mattina 09:05 RUBRICA Random 10:30 Tg 2 Mattina L.I.S. 10:35 RUBRICA Quello che 11:15 FILM Una squadra di classe 13:00 Tg 2 Giorno 13:25 RUBRICA Pit Lane 14:00 Gran Premio del Belgio di Formula 1 Automobilismo 15:30 FILM TV Grosso guaio a River City Commedia 17:10 RUBRICA Sereno variabile 18:00 Tg 2 18:10 TELEFILM Squadra Speciale Cobra 11 Sezione 2 18:55 TELEFILM Squadra speciale Cobra 11 19:50 CARTONI ANIMATI Warner Show 20:15 CARTONI ANIMATI Tom & Jerry Tales 20:25 Estrazioni del Lotto 20:30 Tg 2 20.30 21:05 FILM TV La vendetta ha i suoi segreti Thriller 22:40 TELEFILM 4400 23:30 RUBRICA Sabato sprint 00:15 Tg 2 00:25 Tg 2 Dossier Storie 01:15 Tg 2 Mizar 01:45 Meteo 2 01:50 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:00 DOCUMENTARIO Dal Pacifico all'Atlantico alla scoperta del Costa Rica 02:15 MINISERIE Un cane sciolto 2 03:10 VARIETÀ Cercando cercando 03:25 Tg 2 Mizar 03:55 RUBRICA Alla gallina abbuffata 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:45 RUBRICA Quarto potere 05:50 VARIETÀ Scanzonatissima

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

06:00 RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste 07:00 RUBRICA Magazzini Einstein 08:00 RUBRICA Diario di famiglia 08:30 RUBRICA Explora Science Now! 09:00 FILM Pensando a te 10:30 CARTONI ANIMATI Cacciatori di draghi 11:00 RUBRICA Il videogiornale del Fantabosco 11:45 CARTONI ANIMATI I cartoni dello Zecchino d'Oro 12:00 Tg 3 12:25 ROTOCALCO TGR L'Italia de il settimanale 12:55 RUBRICA Correva l'anno 14:00 Tg Regione 14:20 Tg 3 14:50 RUBRICA TGR Bell'Italia 15:20 RUBRICA Sabato Sport 15:25 Arrampicata (Rock Master) Sci alpino 15:50 Paraolimpiadi di Pechino Olimpiadi 16:30 Campionato Europeo Euro disabili Sci nautico 17:00 Coppa Placci Ciclismo 17:30 RUBRICA Magazine Champions League 18:55 Meteo 3 19:00 Tg 3 19:30 Tg Regione 20:00 ATTUALITÀ Blob a Venezia 20:30 FILM Forrest Gump 22:55 Tg 3 23:05 Tg Regione 23:15 FILM Il diavolo e l'acquasanta 00:45 Tg 3 00:55 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:05 RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste 01:10 FILM Death in the Land of Encantos

08:00 Tg 5 Mattina 08:50 DOCUMENTARIO Mondo perduto 09:20 TELEFILM Circle of Life 10:30 FILM Cara insopportabile Tess 13:00 Tg 5 13:40 MINISERIE Il sangue e la rosa 15:40 MINISERIE E poi c'è Filippo 17:40 FILM TV Incompreso Drammatico 20:00 Tg 5 20:30 SHOW Veline 21:10 VARIETÀ Ciao Darwin L'anello mancante 00:00 SERIE TV Angela's Eyes 01:00 Tg 5 Notte 01:30 SHOW Veline 02:00 TELEVENDITA Mediashopping 02:10 Tg 5 02:40 TELEVENDITA Mediashopping 02:55 FILM Auto Focus 05:25 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 05:30 Tg 5

07:25 ATTUALITÀ Omnibus estate 2008 08:25 TELEFILM The Practice Professione avvocati 09:20 RUBRICA L'intervista 09:50 DOCUMENTARIO I segreti dell'archeologia 10:30 FILM Era una notte buia e tempestosa... 12:30 Tg La7

clismo 18:00 FILM Protocol 20:00 Tg La7 20:30 DOCUMENTARIO Big Game 21:10 SERIE TV Miss Agathe Con lei non si scherza 23:05 FILM Saturn 3 00:55 Tg La7

12:55 NEWS Sport 7

01:20 TELEFILM Deadwood

13:00 TELEFILM In tribunale

02:20 MINISERIE Angels in

con Lynn 14:00 FILM La notte dei generali

06:50 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 06:55 TELEFILM Le nuove avventure di Flipper 07:50 CARTONI ANIMATI Tom & Jerry Kids 08:05 CARTONI ANIMATI Fragolina dolcecuore 08:20 CARTONI ANIMATI Bratz 08:35 CARTONI ANIMATI Grandi uomini per grandi idee 09:00 CARTONI ANIMATI Mermaid Melody Principesse sirene 09:30 CARTONI ANIMATI Il laboratorio di Dexter 09:45 CARTONI ANIMATI Scuola di polizia 10:15 CARTONI ANIMATI Yu-gi-oh GX 10:40 CARTONI ANIMATI Bernard 10:45 TELEFILM H2O: Just Add Water 11:20 TELEFILM Più forte ragazzi 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 NEWS Studio Sport 13:35 NEWS Tgcom Attualità 13:37 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 13:40 SITUATION COMEDY La vita secondo Jim 14:05 FILM TV Ragazze nel pallone La rivincita Commedia 16:00 FILM TV Soccer Girl Un sogno in gioco Commedia 18:00 SITUATION COMEDY A casa di Fran 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 19:05 COMICHE Mr. Bean 19:25 FILM Quanto è difficile essere teenager! 21:10 FILM Una pazza giornata a New York 23:05 FILM Frankenfish Pesci mutanti 00:50 NEWS Studio Sport 01:15 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 01:20 RUBRICA Ciak Speciale 01:30 TELEVENDITA Shopping By Night 01:55 FILM L'innocenza del diavolo 03:25 FILM La casa nera 04:50 TELEFILM Dark Angel 05:35 NEWS Studio Sport

MTV

16:50 WSBK 2008 Motoci-

America 03:20 ATTUALITÀ CNN News

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Summerhits 12:30 MUSICALE Hitlist Italia 14:00 MUSICALE TRL on Tour 15:00 CARTONI ANIMATI Inuyasha 15:30 REALITY SHOW Parental Control 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE Summerhits 17:00 TELEGIORNALE Flash 17:05 REALITY SHOW Operazione Soundwave 17:30 SHOW My Own 18:00 TELEGIORNALE Flash

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

LA 7 06:00 Tg La7

il Domani Sabato 6 Settembre 2008 55

18:05 Mtv Race Day Atletica leggera 18:30 MUSICALE Mtv Sunset 19:00 TELEGIORNALE Flash 19:05 MUSICALE TRL on Tour 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 REAL TV Two A Days 21:00 SHOW The Fabulous Life of 22:00 SHOW All Access 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 MUSICALE MTV Day 2007 00:30 RUBRICA Making the Video 01:00 MUSICALE Yo! 02:00 MUSICALE Party Zone

06:10 Tg 4 Rassegna stampa 06:25 SITUATION COMEDY Vita da strega 06:55 TELEVENDITA Mediashopping 07:25 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 07:30 MINISERIE Quattro piccole donne 09:30 MINISERIE Il principe del deserto 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:40 RUBRICA Fornelli d'Italia 12:40 TELEFILM Doc 13:30 Tg 4 Telegiornale 14:00 FILM TV Nero Wolfe e sua figlia Giallo 16:00 SERIE TV Psych 18:00 RUBRICA Donnavventura 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 TELEFILM Renegade 21:30 TELEFILM Criminal Intent 23:20 TELEFILM Il commissario Moulin 01:20 Tg 4 Rassegna stampa 01:35 SHOW Ieri e oggi in Tv special 03:15 TELEVENDITA Mediashopping 03:30 FILM TV Disposta a tutto Drammatico 05:05 TELENOVELA Terra nostra 2 La speranza

OGGI IN TV Una pazza giornata a New York Italia 1 ore 21,10 Regia: Dennie Gordon, 2004 Nazione: Stati Uniti Durata: 91' Genere: commedia CAST: Mary-Kate Olsen, Eugene Levy, Ashley Olsen, Andy Richter La diciassettenne Jane è iperansiosa e determinata a vincere una borsa di studio per la Oxford University grazie a al discorso che deve presentare davanti al board di una fondazione speciale, invece sua sorella gemella Roxy è una ribelle rockettara che spera di infilarsi nel backstage delle riprese di un video per far arrivare il suo demo ai produttori. Ma tutti i loro progetti vanno a monte e le ragazze sono costrette ad allearsi quando nella confusione Jane perde la sua agenda con tutti gli appunti del discorso e si ritrovano nel bel mezzo di un traffico illegale di musica pirata.

IL FILM Forrest Gump DI OGGI Rai 3 ore 20.30 142’ Regia: Robert Zemeckis Anno: 1994 Nazione: Stati Uniti d'America CAST: Mykelti Williamson, Michael Humphreys, Gary Sinise, Robin Wright Penn, Sally Field, Tom Hanks Nato e cresciuto in un paesino dell'Alabama, Forrest Gump, che alla scarsa intelligenza accoppia la generosità del cuore, riesce a laurearsi perché è un campione di corsa, diventa un eroe in Vietnam, fa i miliardi, per caso, con la pesca dei gamberi, diventa una specie di guru, è ricevuto da tre presidenti alla Casa Bianca, sempre per caso provoca lo scandalo Watergate, dopo anni di attesa sposa il suo

grande amore che gli dà un figlio e muore di qualcosa che assomiglia all'Aids. Tratto dal romanzo di Winston Groom che è stato sottoposto a un lavaggio hollywoodiano è un film che, come scrisse un critico americano, non ti fa pensare ma sentire, oppure ti fa pensare al modo con cui si sente. Bravissimo T. Hanks, idiota gentile anche nei minimi dettagli. Efficaci gli effetti speciali con nuove tecniche di editing digitale che consentono a R. Zemeckis di inserire Hanks in vecchi telegiornali accanto a Nixon, Kennedy, Johnson, John Lennon e di moltiplicare le comparse davanti al Lincoln Memorial di Washington. 6 Oscar: film, regia, attore protagonista, sceneggiatura, effetti speciali, montaggio.



il domani