Issuu on Google+

Giovedì 5 Marzo 2009 Euro 1,00 Anno XII - Numero 63

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 27 a pag. 36) LAMEZIA TERME Una splendida griffe emergente nello spazio dedicato ai nuovi talenti CHIARAVALLE Progetto Officina, Idee per la Cultura e Amnesty

I grandi successi di Elena Vera Stella “I Diritti umani vanno a scuola” LAMEZIA TERME — Reduce dai grandi succes-

si di “MilanoVendeModa”, fiera leader nel settore abbigliamento, Elena Vera Stella dopo essere stata apprezzata come nuova griffe emergente nello spazio dedicato ai nuovi talenti, Place du Charme, ora si concentra sul prossimo appuntamento. A PAGINA 27

COSENZA

Targato Partyzan A PAGINA 27

CHIARAVALLE — “L’Officina: Idee per

la Cultura”, Amnesty International, in collaborazione con la Commissione Giustizia, Pace e Salvaguardia del Creato della Diocesi di CatanzaroSquillace, realizzeranno il progetto “I Diritti umani vanno a scuola”.

REGGIO

Filarmonici calabresi A PAGINA 28

A PAGINA 28

SANITA’ Il disavanzo va oltre il 2001-2007. A sottolinearlo è il Sole 24 Ore, che evidenzia le difficoltà di monitoraggio della Regione

Nel 2008 deficit da 250 milioni in su La Commissione Serra-Riccio suggerisce misure drastiche su personale, farmaceutica e ospedali CATANZARO — Il disavanzo boom

della sanità calabrese non è solo un fatto “storico”. Anche il 2008 chiude all’insegna di un forte disavanzo: con un deficit - stimato per difetto - pari a 250 milioni, che si aggiungono al miliardo e 700 milioni di debito accertato sempre in via provvisoria e al ribasso per l’arco 2001-2007. Il dato è riportato dal Sole 24 Ore, nell’articolo di Roberto Turno pubblicato il 3 marzo. Il quotidiano economico mette in luce anche un altro aspetto: la Regione non ha saputo «produrre la documentazione conclusiva dell’attività accertativa del debito». A PAGINA 14

COSENZA Il leader nazionale dell’Udc arriva nella città bruzia

IL PUNTO SULLE CALABRESI

L’Udc a carte scoperte

Il Melfi dà una mano alla Vigor Lamezia...

COSENZA — C’ha pensato il prestigioso quotidiano di Confindustria a levare gran parte di suspense al pomeriggio cosentino di Pierferdinando Casini. Il leader nazionale dell’Udc quello che doveva dire in materia di strategie non lo dirà perché sta scritto sul Sole 24 Ore.

A PAGINA 24

SOVERATESE Alla sbarra i presunti fiancheggiatori di due latitanti legati al clan Gallace-Novella

Mythos, dodici giudizi abbreviati SOVERATO — Si terranno il 6 mag-

gio i dodici giudizi abbreviati per altrettanti presunti fiancheggiatori di due latitanti sfuggiti all'operazione “Mythos”, diretta contro il clan Gallace-Novella di Guardavalle. Comparsi tutti davanti al Gup hanno chiesto e ottenuto di essere giudicati con il rito alternativo, che in caso di condanna comporta lo sconto di pena di un terzo. A PAGINA 26

VIBO VALENTIA

Teatro, istanza rigettata A PAGINA 16

CATANZARO

Tenta il suicidio dal viadotto

CATANZARO

Il Polo della Legalità A PAGINA 20

A PAGINA 19

di Valter Leone

l netto successo del Melfi sul Manfredonia nel recupero giocato ieri pomeriggio, lancia due messaggi molto chiari: i lucani si confermano la squadra più in forma del girone di ritorno, i pugliesi quella più in crisi. Basta dare uno sguardo alla classifica delle ultime sette partite: l’undici di Palumbo ha conquistato ben 16 punti, gli stessi della capolista Cosenza ed entrambe guidano questa particolare graduatoria chiusa proprio dal Manfredonia, che nella seconda parte del campionato ha guadagnato soltanto 4 punti. Proprio la crisi dei pugliese dà un po’ di ossigeno alla Vigor Lamezia. Infatti, nonostante le cinque sconfitte consecutive, i biancoverdi rimangono a due sole lunghezze dall’ultimo posto utile per agganciare i playout per poi giocarsi la permanenza in Seconda divisione nella coda del campionato. Al momento rimane questo l’obiettivo primario per Pierini, visto che la salvezza diretta è lontana ben dieci punti, dove staziona l’Igea a quota 27. Ecco che la battuta d’arresto del Manfredonia dovrebbe ridare fiducia a tutto l’ambiente che ruota attorno alla Vigor, a patto che si cominci a registrare una inversione di tendenza rispetto al recente passato. Le prossime due giornate, quelle che porteranno all’ultima sosta della stagione, potrebbero proporre un’istantanea molto più nitida proprio in proiezione del successivo rush finale. Prendete proprio la Vigor: domenica sarà di scena a Cassino e la settimana dopo a Lamezia arriverà il Manfredonia per uno scontro diretto che si annuncia di quelli mozzafiato.

I

CONTINUA A PAGINA 43


2 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Bianca e in via d’estinzione Tigri protette dallo zoo

Arcore, picchetto di fronte alla villa di Berlusconi

Per i felini è sempre più difficile sopravvivere in libertà a Bangkok perchè prede ambite dell’uomo

La protesta è stata organizzata dai vigili urbani La Soccer Cup di Lagos

Colpi di testa al femminile Con fischi, grida e cartelli i vigili urbani appartenenti al Sulpm hanno manifestato ieri mattina per chiedere una riforma che li renda ’polizia locale’

La calciatrice Line Roddik colpita dalla palla nel corso del match contro gli USA

La contesa si è accesa per il controllo dei territori nella parte nord orientale dell’isola asiatica

Guerra civile in Sri Lanka Forze governative contro i militari indipendentisti

I guadagni offerti dal commercio illegale le rende preziose. Il pericolo più grave rimane il bracconaggio, per rifornire di ossa e organi di tigre la medicina tradizionale cinese e la produzione di afrodisiaci. Estinte nel mondo già tre delle otto sottospecie esistenti

In quel negozio africano i film sono tutti taroccati

Molte case di produzione non distribuiscono più i loro prodotti in Burkina Faso a causa delle copie pirata

Un commerciante di elettronica nel suo negozio nella capitale del Burkina Faso. La pirateria di film e musica è molto forte nel paese e crea danni economici alle major

I segni della devozione non solo nell’anima

Un carro armato dell’esercito cingalese avanza verso le zone dove ancora resistono le ultime sacche di ribelli appartenenti al gruppo Tamil Eelam

In Afghanistan Grossi sbadigli al mercato si vota il 3 agosto Seul si fida della tecnologia No a richiesta Karzai Andamento positivo in borsa per l’Asia

Il presidente voleva votare il prossimo mese

Sul pavimento le prove delle duemila preghiere al giorno, per decine di anni, del monaco tibetano Hua Chi

Gli investitori guardano alla Cina della tecnologia con molta speranza Valdis Dombrovskis ha formato ieri il nuovo governo. A fronte della crisi arriva un prestito di 7,5 miliardi da Fmi e Ue

Da anni ogni mattina prima dell’alba il fedele si reca nel tempio Tongren nella provincia di Qinghai in Cina per pregare, sempre nello stesso posto. Ormai sono evidenti le impronte impresse nel legno dove mette i piedi e si inchina fino a toccare il suolo con la fronte

Acquisti in un supermercato di Riga. Solo il 6% dei lettoni pensa che la situazione finanziaria delle famiglie sia stata buona a gennaio (il mese prima era il 9%)

Una donna afghana coperta dal burqa cammina a Kabul

Emergenza Lettonia Solo il 6% della popolazione pensa positivo sulla crisi


ASTEINFOAPPALTI il giornale piĂš imitato www.aste.eugenius.it

E’ in distribuzione il nuovo numero con oltre 80 pagine di offerte immobiliari Asteinfoappalti: il giornale che ti trova casa


4 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano Il nodo delle pensioni sarà affrontato con le parti sociali

ROMA - Il governo non ha ancora deciso, la materia sarà discussa con le parti sociali e in Consiglio dei ministri. Il titolare del Welfare, Maurizio Sacconi, assicura che la questione dell’aumento dell’età per la pensione di vecchiaia delle donne nel pubblico impiego è ancora da definire e che, oltre a ciò, nessuna riforma complessiva è all’ordine del giorno. Ma, intanto, i sindacati scendono in campo uniti nel bocciare il progetto di innalzamento a 65 anni. A partire dai leader di Cgil e Cisl, Guglielmo Epifani e Raffaele Bonanni che, dopo mesi di disaccordi, si ritrovano sul-

Le pensioni ricompattano il sindacato

Donne e pensione di vecchiaia L'aumento graduale degli anni dell'età pensionabile per le donne nella pubblica amministrazione previsto dalla bozza inviata dal Governo alla Commissione europea 65

60

61

62

64

63

“No ai 65 anni per le donne” 65

58 2008

2009

2010

2011

2012

2013

2014

2015

2016

2017

2018

Le lavoratrici, che matureranno entro il 31 dicembre 2009 i requisiti previsti dalla normativa vigente, potranno chiedere all'ente di appartenenza la certificazione del loro diritto alla pensione secondo le regole attuali ANSA-CENTIMETRI

Opere pubbliche contro la crisi Pronti 16 miliardi Dal Ponte sullo Stretto alla Salerno Reggio Calabria

ROMA - Il governo accelera sulle infrastrutture. Contro la crisi anche le opere pubbliche, piccole o grandi che siano, possono infatti essere un volano di sviluppo e ripresa. Domani, ha annunciato l’esecutivo alle parti sociali convocate a Palazzo Chigi, arriverà quindi al Cipe un piano di opere cantierabili entro sei mesi per un investimento complessivo di 16 miliardi di euro. Al tavolo non si è potuto però fare a meno di parlare anche di ammortizzatori sociali, priorità assoluta per sindacati e Confindustria che, pur avendo apprezzato l’intesa interistituzionale tra governo e Regioni, chiedono un allargamento della platea e una immediata erogazione dei sostegni ai lavoratori. Dall’esecutivo una prima apertura c’è stata e riguarda i collaboratori a progetto che lavorano con continuità con un unico datore di lavoro. La loro condizione «sta a cuore» al governo visto che - hanno ricordato i ministri

scuterà in Consiglio dei ministri», da dove «deve passare» la decisione. Così come la materia sarà affrontata «nei prossimi giorni con gli attori sociali, in un tavolo ad hoc», ha assicurato il ministro, non appena «avremo chiaro qual è lo spazio di merito che ci consente la sentenza della Corte di giustizia europea». Sentenza, hanno ribadito lo stesso Sacconi ed il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, alla quale l’Italia deve adeguarsi «prima che scattino le pesanti infrazioni». Da Bruxelles, intanto, fanno sapere di attendere a stretto giro il piano dell’Italia.

mia reale puntando sulle infrastrutture. Al pre-Cipe di oggi e al Comitato ufficiale di domani sarà esaminata una lista di opere «immediata-

mente cantierabili», ha spiegato il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli, estrapolata dal piano triennale da 44 miliardi di euro.

Nella sala verde di palazzo Chigi la riunione fra il governo e le parti sociali All'incontro, per l'esecutivo c’erano fra gli altri i ministri Giulio Tremonti, Renato Brunetta, Maurizio Sacconi, Altero Matteoli, Claudio Scajola e Raffaele Fitto e il sottosegretario Gianni Letta Presente anche Emma Marcegaglia (a sx) per Confindustria

dell’Economia e del Lavoro, Giulio Tremonti e Maurizio Sacconi - nei provvedimenti sugli ammortizzatori in deroga sono già state previste

delle tutele ’una tantum’. Non è escluso che possano quindi arrivare anche nuove misure. In attesa di rendere operativo l’ac-

L’attesa degli incentivi auto ha pesato sul dato negativo di gennaio

Domanda in affanno, i consumi non ripartono ROMA - Nessun segnale di ripresa per i consumi, che anzi continuano a ridursi confermando il permanere di una «fase critica». A lanciare l’allarme è Confcommercio, che attraverso il proprio indicatore dei consumi segnala a gennaio una riduzione tendenziale del 4,6% in quantità, il terzo peggior risultato da un anno a questa parte, nonchè la dodicesima variazione negativa da gennaio 2008. A pesare sono soprattutto auto e moto, in attesa dell’effetto degli incentivi governativi, mentre è ancora ininfluente il rallentamento dell’inflazione. Un dato previsto dalle associazioni dei consumatori, che tornano a chiedere con urgenza

la stessa linea e respingono il progetto sia nel merito sia nel metodo. No anche da Uil e Ugl, per i quali la discussione è possibile se alla base si prevede il principio della volontarietà. La scelta volontaria per le dipendenti pubbliche di andare in pensione cinque anni più tardi rispetto ad oggi è la questione dirimente anche per il Pd. «Non è stata inviata alcuna bozza all’Ue», nè il governo ha intenzione di presentare un emendamento al disegno di legge Comunitaria, ora al Senato, ha detto Sacconi, sottolineando che del tema «se ne di-

la riduzione immediata dei prezzi per rilanciare la domanda. Il calo di gennaio, «decisamente più negativo» rispetto a quello di dicembre (ma anche rispetto al -1,1% di gennaio 2008), «conferma come i consumi non solo siano ancora in una fase critica ma, per il momento, non traggano nemmeno benefici dal rallentamento dell’inflazione», afferma Confcommercio. A ridursi è soprattutto la domanda di beni (-6,4%), cui si è aggiunta, per il terzo mese consecutivo, una riduzione della domanda per i servizi (-0,3%). Particolarmente negativi i consumi di beni e servizi per la mobilità (-24,8% su base annua): sugli acqui-

sti di autovetture e motocicli, in particolare, hanno pesato, oltre alle difficoltà che da tempo interessano il settore a livello mondiale, anche le attese degli incentivi del Governo, che dovrebbero cominciare a produrre effetti positivi solo nei prossimi mesi. Male è andata anche ai beni e servizi per la casa (-3,5%), con elementi di particolare difficoltà per i mobili; ai beni e servizi ricreativi (-1,7%), mentre in controtendenza vanno i concorsi a pronostici; ai beni e servizi per la cura della persona (-1,2%). Nell’abbigliamento e calzature (-1,3%), come previsto - rileva Confcommercio - la stagione dei saldi, seppure relativa-

cordo sugli ammortizzatori (le Regioni potrebbero essere pronte la prossima settimana), il governo si concentra sul sostegno all’econo-

Gli acquisti Variazioni % di quantità rispetto allo stesso mese dell'anno prima A GENNAIO 2009

A DICEMBRE 2008

-4,6

TOTALE

-1,4 -1,7 -3,7

Servizi ricreativi

+0,3

Alberghi, ristoranti... Auto, benzina...

-1,8 -24,8 -5,8

+4,4 +9,1

Telefoni, internet... Farmaci, cosmetici...

-1,2

Scarpe, vestiti...

-1,3

Bollette, arredi... Alimentari Fonte: Confcommercio

+0,9 -3,9 -3,5 -3,4 -1,4 -2,1 ANSA-CENTIMETRI

Confcommercio segnala a gennaio una riduzione tendenziale del 4,6%

mente favorevole per i volumi acquistati, non ha potuto invertire il trend decrescente della spesa di medio periodo. Tengono solo le comunicazioni (+4,4%) e i servizi di ristorazione (+0,3%), mentre per quanto riguarda alimentari e bevande, nonostante l’ulteriore flessione di gennaio (-1,4%), si segnala una «tendenza alla stabilizzazione dei consumi delle famiglie, fortemente compressi nel 2008». L’allarme di Confcommercio non sorprende i consumatori che tornano a chiedere misure urgenti per far ripartire i consumi, a partire dalla riduzione dei prezzi di almeno il 20%.


il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 5

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Bankitalia rivede le stime al ribasso: -2,6%

Il Pil può scendere ancora

ROMA - La flessione del Pil nel 2009 in Italia potrebbe arrivare fino al 2,6%. La stima arriva dal vicedirettore generale di Bankitalia, Ignazio Visco. Intervenuto in una cerimonia alla Sapienza, Visco ha ricordato come nel Bollettino Economico di gennaio Bankitalia “indicava una flessione per il 2009 pari al 2% e una ripresa della crescita allo 0,5%”. “In realtà - ha aggiunto il banchiere centrale - i dati pubblicati dall’Istat sono risultati per questo trimestre ancor più negativi. È un riflesso di una sottostima nel modello dell’evoluzione della domanda mondiale. Tenendone mec-

canicamente conto e mantenendo il profilo di graduale ma continua uscita dalla crisi implicito nell’esercizio previsivo di gennaio, si vede come da una caduta del Pil del 2% si passi per quest’anno a una caduta del 2,6%”. Dall’Italia al resto d’Europa l’allarme resta. La situazione è grave e sta colpendo duramente le famiglie e le imprese europee: così il presidente della Commissione Ue, Josè Manuel Barroso, fotografa l’acuirsi di una crisi finanziaria con conseguenze sempre più pesanti sull’economia reale. Con le banche che continuano a non erogare il credito

I tassi europei dal debutto dell'Euro Euribor (a tre mesi)

Massimo storico 9 ottobre

Bce (riferimento)

5,39%

Infrastrutture Giuseppe Maria Reina, il Ponte sullo Stretto, la SalernoReggio e la statale Jonica. Gran parte dei fondi sarà infatti destinata

4 3,5 3

è anche il motore del terremoto ai vertici che sta scuotendo la società. Quanto al dopo Mangoni, in pole resta Marco Staderini, ex ad di Lottomatica. Ma su questo Alemanno non si sbilancia. «Dipende dal Cda - si è limitato a dire ieri -. Il Comune ha intenzione di attuare un grandissimo piano di rilancio dell’Acea e l’azienda è destinata a conquistare nuove quote di mercato». Oltre che alla Borsa, l’addio di Mangoni non è piaciuto agli analisti: Cheuvreux ha abbassato il giudizio sul titolo, Santander parla di mossa «ispirata da ragioni politiche», e per Unicredit «non è chiaro cosa succederà adesso». Ma malumore arriva

2,5

IERI

1,78%

2

Minimo storico 1999

2000

2001

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

1,5

'09

ANSA-CENTIMETRI

proprio al sud: c’è «l’impegno di ripartire le risorse per l’80% al Sud e questo - ha spiegato - segna un’inversione di tendenza rispetto al pas-

L’Acea va giù in Borsa dopo l’uscita dell’ad Mangoni ROMA - Piazza Affari non premia le ’grandi manovre’ in atto su Acea. All’indomani dell’addio dell’ amministratore delegato Andrea Mangoni, l’utility capitolina crolla in Borsa: il titolo ha toccato un picco negativo a 7,75 euro, segnando un calo del 12%, per poi chiudere con un ribasso del 9,88%. Una delle peggiori performance della seduta odierna. Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, minimizza: «Un contraccolpo in Borsa in una fase di transizione è normale. Non sono preoccupato», ha commentato ieri a nome del Comune che, con il suo 51%, è il primo azionista di Acea e che, di fatto,

5 4,5

Domani al Cipe un piano di interventi subito cantierabili

Nell’elenco, che potrebbe subire qualche modifica dell’ultimo minuto, figurano tra le altre opere, come sottolineato dal sottosegretario alle

5,5

sato. Riguardo alla sola parte di risorse pubbliche, pari a circa 8,5 miliardi, la suddivisione tra Nord e Sud è invece fifty-fifty». Il Cipe si occuperà infatti anche di grandi opere del Nord: risorse sono previste per la Brebemi (Brescia- Bergamo-Milano), la Pedemontana, il terzo valico, l’alta velocità Milano-Treviglio, alcune opere della Milano Expo. «Siamo qui per ascoltare quelle che a vostro giudizio sono le priorità e le indicazioni», ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, rivolgendosi alle organizzazioni dei lavoratori e delle imprese presenti all’incontro di Palazzo Chigi. E le indicazioni non sono mancate: per Confindustria è essenziale non solo far partire le grandi opere ma anche «le piccole», ha sottolineato la presidente Emma Marcegaglia. Occorre concentrare gli interventi su alcuni elementi che «permettano la sopravvivenza di imprese e lavoratori per uscire dalla crisi con un sistema imprenditoriale più forte», ha sottolineato Marcegaglia.Per l’Ugl è invece necessario non dimenticare il Sud, mentre il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, ha chiesto soprattutto «rapidità» e che il governo «mantenga fede agli impegni presi». Il segretario della Uil, Luigi Angeletti, ha richiesto certezze sugli investimenti e Fulvio Fammoni della Cgil, al tavolo al posto di Guglielmo Epifani, ha invece proposto di «dare la priorità alle opere immediatamente cantierabili, velocizzando la spesa». Per Confindustria, l’accordo sugli ammortizzatori «è positivo ma ora bisogna definire tempi e modi per renderlo operativo».

Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno

soprattutto dal gruppo franco-belga Suez, secondo azionista di Acea (circa 10%), che boccia senza mezzi termini l’addio di Mangoni. «È molto sorprendente e non capisco una

decisione che va contro gli interessi dei soci di minoranza», ha detto Jean-Luis Chaussade, amministratore delegato di Suez Environment e componente del Cda di Acea. Suez, insomma, non condivide affatto la strada imboccata dal Comune, che, tra l’altro, rimette in discussione la possibilità di creare una joint venture tra la stessa Acea e Suez-Gaz De France per la vendita congiunta di elettricità e gas. Intanto circolano voci sia su altre, possibili defezioni dal consiglio d’amministrazione, che danno in uscita Dino Piero Giarda, sia sulla convocazione di un cda straordinario a breve (forse martedì).

La stima al ribasso arriva dal vicedirettore generale di Bankitalia, Ignazio Visco

necessario e «numeri preoccupanti» sul fronte dell’occupazione: nel 2009 sono 3,5 milioni i posti di lavoro a rischio, con un calo dell’occupazione pari all’1,6% e un aumento della disoccupazione fino al 10% nel 2010. Si tratta di cifre inquietanti, sottolinea Bruxelles, tanto da fare temere un autunno molto caldo in Europa. E sullo sfondo c’è il fantasma della bancarotta per alcuni Paesi dell’Ue. Per oggi intanto dalla Banca centrale europea è atteso un nuovo taglio dei tassi di interesse di mezzo punto percentuale, taglio che porterà il costo del denaro all’1,5%.

E’ boom tra i colletti bianchi

Cassa integrazione di volata Febbraio nero con un + 553% La cassa integrazione Milioni di ore di Cig autorizzati ad inizio 2009 e variazione rispetto agli stessi periodi del 2008 a febbraio

MLN DI ORE

VARIAZIONE

a gennaio-febbraio

MLN DI ORE

VARIAZIONE

ordinaria per l'industria

25,9 +553,1

straordinaria per l'industria

12,8

+44,8

22,5

+26,6

3,8

+29,4

6,2

+17,2

per l'edilizia In totale Fonte: Inps

42,5 +169,7

43,3 +443,2

72,0 +131,7 ANSA-CENTIMETRI

ROMA - Riparte a febbraio la corsa alla cassa integrazione. Nel mese scorso, secondo i dati Inps, sono state autorizzate 25,9 milioni di ore, contro le 3,9 milioni di ore dello stesso mese dello scorso anno, con un incremento del 553,17%. Tra gestione industria (ordinaria e straordinaria) ed edilizia nel febbraio 2009 le ore autorizzate sono state 42,5 milioni, cioè il 169,7% in più rispetto al febbraio 2008. Se si confronta il primo bimestre (gennaio più febbraio) 2009 con lo stesso periodo dello scorso anno l’incremento di ore autorizzate è stato del 131,7% (per un totale di 72 milioni di ore). Scomponendo il dato emerge l’aumento eccezionale del ricorso alla cassa integrazione ordinaria per quanto riguarda la gestione industria: a febbraio come detto -sono state autorizzate 25,9 milioni di ore, contro le 3,9 milioni di ore dello stesso mese dello scorso anno, con un incremento del 553,17%. Se si fa il confronto sul primo bimestre dell’anno l’incremento sullo stesso periodo del 2008 è del 443,26%. Più contenuto l’aumento della cassa integrazione straordinaria (sempre per la gestione industria): nel febbraio 2009 sono state autorizzate 12,8 milioni di ore, contro le 8,9 del febbraio 2008, con un incremento del 44,8% che spalmato sul primo bimestre dell’anno diventa +26,65% (22,5 milioni di ore di cigs nei primi due mesi del 2009, contro i 17,8 milioni del gennaio-febbraio 2008). Secondo le tabelle diffuse dall’Inps per la cig a febbraio, rispetto allo stesso mese dello scorso anno, si ha un +682,49% tra gli impiegati e un +536,48% tra gli operai. Stesso trend anche per la cassa integrazione straordinaria: +53,70% tra gli impiegati e +42,49% tra gli operai.

Il crollo del petrolio ridà fiato al portafoglio

Risparmi per 280 euro a famiglia tra bollette e carburanti ROMA - Il calo del prezzo del ne Industria del Senato. «Nel corpetrolio e la diminuzione dei so dell’intero anno 2009, il comconsumi legata alla plesso dei risparmi crisi dovrebbero probabili, ha detto comportare un riBella, potrebbe amsparmio per spese montare a 19,6 micomplessive di enerliardi di euro per le gia, tra bollette e imprese e a 6,74 micarburanti, di 280 liardi di euro per le euro a famiglia nel famiglie. Quest’ulti2009. Lo ha detto il Il pieno costa meno mo ammontare imresponsabile delplicherebbe un giol’Ufficio Studi della Confcom- vamento di minori spese obbligamercio, Mariano Bella, nel corso te per le famiglie pari a 280 euro di un’audizione alla Commissio- per singolo nucleo».


6 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità A Khartoum sfilano in centinaia per il leader incriminato

Sostiene l’incriminazione il Nobel per la pace Desmond Tutu

Dieci Ong espulse dal paese Protesta all’Onu di Ban Ki-moon

KHARTOUM - Nella capitale centinaia di persone sono scese in strada a sostegno del presidente incriminato, con cartelli di protesta e urlando slogan contro i giudici.

ROMA - L’incriminazione è stata sostenuta da uno dei leader storici del continente, l’arcivescovo anglicano sudafricano e Nobel per la pace Desmond Tutu.

IL CAIRO - Espulse dal Sudan 10 organizzazioni internazionali, accusate di cooperazione con la Corte Penale Internazionale. Proteste del segretario Onu, Ban Ki-moon.

E’ responsabile di 300.000 morti e 2,5 milioni di sfollati nella regione La Corte dell’Aja spicca un mandato per Bashir, presidente del Sudan Un tribunale per novanta paesi

Le competenze della Cpi

L’AJA - La Corte penale internazionale (Cpi) è stata istituita con il Trattato firmato a Roma il 17 luglio 1998 da 120 paesi. È stata ufficialmente varata l’11 aprile 2002, ha sede all’Aja ed attualmente i Paesi che hanno proceduto alla ratifica sono oltre 90. Giurisdizione: non retroattiva, giudica solo per fatti avvenuti dopo la sua entrata in funzione, il 1 luglio 2002. È complementare alle giurisdizioni degli stati aderenti e non può sostituirsi alle magistrature nazionali. Procedura: agisce sulla base di un procedimento di uno stato membro o d’ufficio della procura dello stesso Cpi su denuncia di governi, di organizzazioni non governative o su indicazione del Consiglio di sicurezza dell’Onu. L’azione penale “ex officio” del procuratore è controllata da una Camera preliminare. Composizione: la figura centrale è il procuratore. I giudici sono 18, appartengono a stati membri (non più di un giudice per paese) e restano in carica nove anni. Competenze: giudica casi di genocidio, crimini di guerra e contro l’umanità, inclusi i reati di sterminio, schiavitù, torture, violenza, persecuzione per motivi razziali, etnici o religiosi, deportazione, razzismo. Il Sudan non ha aderito alla Corte penale internazionale.

UncolpevoleperilDarfur Ora dipende dagli I numeri della tragedia stati incarcerare IL CONFLITTO 2003 il governo centrale e processare Dal di Khartoum sostiene le milizie dei nomadi “janjawid” il responsabile irregolari (demoni a cavallo), contro i gruppi L’AJA - La Corte penale internazionale dell’Aja (Cpi) ha ordinato l’arresto del presidente del Sudan Omar Hassan el Bashir per crimini di guerra e per crimini contro l’umanità commessi in Darfur, senza però accogliere l’imputazione di genocidio che la Camera dei giudici, a maggioranza, ha ritenuto non essere stata provata. Il mandato - il primo della Cpi che colpisce un capo di Stato ancora in carica - è eseguibile da subito e la Corte ha rivolto un appello al governo del Sudan e agli Stati a cooperare perchè Bashir venga al più presto arrestato e messo in carcere in attesa del processo. Con questa richiesta, la Cpi entra in una fase cruciale: se riuscirà a fare arrestare el Bashir, la sua credibilità non sarà più messa in discussione, se fallirà, il rischio è un passo indietro per la giustizia internazionale. «Il fatto che Omar al Bashir eserciti le sue funzioni di capo di Stato non esclude le sue responsabilità criminali e non gli garantisce immunità », ha detto la portavoce della Cpi Laurence Blairon. Soddisfatto anche il procuratore della Cpi, il giudice argentino Luis Moreno-Ocampo, che ha visto accolto l’impianto generale del suo capo di imputazione, secondo il quale el Bashir si è reso responsabile di una campagna di terrore e violenza condotta in Darfur contro i movimenti di opposizione al governo del Sudan, che ha colpito

ribelli legati alle tribù sedentarie, che chiedono autonomia e investimenti per la regione RIFUGIATI VITTIME DAL 2003

2.000.000

LIBIA

CIAD

Khartum Darfur

300.000

LA REGIONE Il Darfur (in arabo “terra dei Fur”) è una regione del Sudan che si estende per 500mila km2 (poco meno della Francia). Perse la sua autonomia ad opera dei turco-egiziani e poi, definitivamente, dei britannnici nel 1916

IL PRESIDENTE AL BASHIR Indagato nel luglio 2008 per genocidio, crimini di guerra e crimini contro l’umanità per il conflitto del Darfur, ieri la corte dell'Aja ne ha autorizzato l'arresto

EGITTO

ERITREA

I REATI CONTESTATI SUDAN ETIOPIA

AFRICA

UGANDA

KENYA

Crimini contro l'umanità Uccisioni Sterminio Trasferimento forzato Torture Stupri

Crimini di guerra Attacco intenzionale contro la popolazione civile Saccheggi ANSA-CENTIMETRI

migliaia di cittadini innocenti, tra l’aprile del 2003 e il luglio 2008. La Camera della Corte ha ritenuto

che ci siano prove «fondate» per perseguire Bashir per cinque crimini contro l’umanità (uccisione,

sterminio, trasferimento forzato, tortura e stupro) e per due crimini di guerra (attacchi intenzionali

contro la popolazione civile e saccheggio). Per cinque anni, le forze armate e la milizia Janjawid han-

Oggi a Bruxelles la riunione dei ministri degli esteri dell’alleanza, attesa anche la Clinton

La Nato guarda a Kabul e riapre a Mosca

La sede Nato a Bruxelles

BRUXELLES - Ripresa delle relazioni formali con la Russia ed esame della situazione in Afghanistan alla luce del nuovo corso imboccato dall’amministrazione statunitense: questi i due argomenti all’ordine del giorno della

riunione dei ministri degli Esteri della Nato che si tiene oggi a Bruxelles, dove interviene per la prima volta il nuovo segretario di Stato Usa, Hillary Clinton. Salvo colpi di scena, il Consiglio darà luce verde alla ripresa di “normali” relazioni con Mosca dopo sei mesi di interruzione in seguito al conflitto russo-georgiano dell’agosto scorso. Una normalizzazione che dovrebbe portare alla convocazione di un Consiglio straordinario Nato-Russia da tenere prima dell’estate prossima. Fonti Nato ricordano che la ripresa di normali relazioni con Mosca non significa dimenticare quanto accaduto la scorsa estate. Ma anche alla luce del nuovo corso dell’amministrazione Obama, c’è la consapevolezza che la ripresa del

dialogo risponde agli interessi comuni. Sul tema Afghanistan Hillary Clinton avrà modo di illustrate il nuovo approccio “integrato” statunitense, dove alla componente militare si affiancano quella civile e quella regionale, da realizzare attraverso il coinvolgimento dei Paesi vicini. Oltre che con la Russia sarà necessario verificare la possibilità di instaurare un dialogo costruttivo con l’Iran, un fronte sul quale l’Italia si trova in prima linea. Ieri intanto la Nato ha accolto con sollievo e soddisfazione la decisione della commissione elettorale afghana di confermare per agosto lo svolgimento delle elezioni per il nuovo presidente. A Bruxelles arriverà anche il ministro degli Esteri israeliano uscente Tzipi Livni.

Il mandato - il primo che colpisce un capo di Stato in carica - è eseguibile da subito e la Corte ha chiesto al Sudan di cooperare perchè Bashir venga arrestato in attesa del processo

no ucciso, distrutto e saccheggiato villaggi, provocando almeno 35 mila vittime tra i civili e causato la morte di un numero di persone compreso tra 80.000 e 265.000. Oltre due milioni e mezzo i rifugiati, centomila dei quali morti nei campi per fame, malattia e stenti. I giudici hanno però ritenuto a maggioranza che le prove presentate da Moreno-Ocampo non siano sufficienti per credere che «il governo del Sudan abbia agito con specifico intento di distruggere, in tutto o in parte, i gruppi Fur, Masalit e Zaghawa». «La cosa più importante ora è assicurare el Bashir alla giustizia», ha commentato Moreno-Ocampo. «Il Sudan non è un paese fallito e ha l’obbligo di rispettare la richiesta della Corte». La Cpi non dispone di alcuna forza di polizia propria e dipende dalla volontà degli Stati per l’esecuzione dei mandati di arresto. Se la richiesta della Cpi non venisse applicata, la Corte potrà rimettere la questione nelle mani del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Il Consiglio, peraltro, potrebbe avvalersi della facoltà di chiedere il «congelamento» del mandato di arresto per 12 mesi. Nessuna richiesta di questo tipo è per ora pervenuta all’Aja. La Corte ha reagito alle accuse giunte da Karthoum di sentenza politicizzata, chiarendo che la Cpi è un organismo «solo giudiziario, che parla la sola lingua della legge».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 7

Attualità

I fidanzati assaliti nel parco della Caffarella riconoscono i due romeni Ulteriori approfondimenti scientifici dopo l’esito negativo del Dna

Aggressori inchiodati dalle foto Alemanno esorta: “Indagini serrate Niente giustizia sommaria”

Racz Karol, il romeno arrestato a Livorno mentre viene trasferito in carcere dalla Quetura di Roma. La ragazzina violentata ha riconosciuto anche Alexandru Isztoika Loyos

ROMA - Karol Racz, «faccia da pugile», era stato riconosciuto dai fidanzatini aggrediti il giorno di San Valentino, nel parco della Caffarella a Roma. I due, ancor prima che Racz fosse rintracciato a Livorno, la notte del 18 febbraio scorso, lo avevano individuato in un album di sette foto segnaletiche fornite dagli uomini della Squadra mobile. Il dato emerge da un lungo comunicato diffuso ieri pomeriggio dal procuratore di Roma Francesco Ferrara e dal questore Giuseppe Caruso, che ieri mattina si sono incontrati per fare il punto sull’inchiesta relativa allo stupro alla luce dei risultati negativi del Dna. Un responso che procura e questura confermano, affermando che gli esami svolti «hanno dato, con riferimento ai reperti fino a questo momento analizzati, esiti negativi e contrari e pertanto sono stati avviati sia approfondimenti scientifici sia investigativi». I risultati finali saranno consegnati al pm Vincenzo Barba entro la fine della settimana. Gli inquirenti, comunque, puntano a fare chiarezza, affermando che «tutta l’attività investigativa sia stata orientata alla ricostruzione di quanto accaduto e dalla ricerca della verità. Sono stati infatti gli stessi organi inquirenti ad accogliere, doverosamente, tanto gli elementi a sostegno delle ipotesi accusatorie che quelli favorevoli agli indagati nel pieno rispetto delle rego-

zione ferroviaria di Monte Mario e condotto in Questura. Qui, alla presenza anche di poliziotti romeni, il giovane viene interrogato per ore e, «immediatamente dopo l’effettuazione del prelievo di saliva si legge - ha iniziato a fare le prime ammissioni circa il suo coinvolgimento nella vicenda, fornendo indicazioni sulle modalitàdella consumazione del reato, chiamando in correità Karol Racz». Una confessione totalmente «videoregistrata». Nell’interrogatorio, prosegue la nota, «l’indagato ha reso una serie di dichiarazioni circa il suo diretto coinvolgimento nella violenza sessuale fornendo molti particolari sulla sua condotta e su quella di Racz. Detti particolari erano conformi a quelli forniti dalle due vittime». Nel corso delle perquisizioni fatte nella baracca dove i due romeni vivevano sono stati trovati pantaloni con macchie «ematiche». Inoltre «gli indagati non avevano in uso schede telefoniche e per tanto non è stato possibile individuare tracce elettroniche» mentre sono in corso «attività su un telefono cellulare sequestrato a Alexandru Isztoika Loyos, privo di sim card». Per Gianni Alemanno: «Non dobbiamo fare giustizia sommaria ma trovare i responsabili, che devono pagare fino in fondo. Servono - ha aggiunto - indagini serrate, dure ma fatte in maniera precisa”.

le processuali». Nel comunicato, inoltre, viene ricostruita tutta l’attività di indagine scattata dopo la denuncia fatta dai fidanzatini. «Nessun dubbio sui riconoscimenti - spiegano gli inquirenti - fatti dai ragazzi. Nella giornata del 15 febbraio la ragazza ha visionato alcune fotografie selezionate sulle base delle indicazioni fornite in sede di identikit».Tra

queste ha riconosciuto «senza ombra di dubbi» uno dei due violentatori per Alexandru Isztoika Loyos, il biondino. Il fidanzato ha riconosciuto, secondo gli inquirenti, con certezza un «altro soggetto che nell’immediatezza è stato però escluso essendosi accertato che all’epoca dello stupro era in Romania». Il pomeriggio del 17 febbraio Loyos viene fermato nei pressi della sta-

Il ricorso giudicato “inammissibile” Colpevolezza confermata ad entrambe le donne Vanna Marchi dovrà tornare in carcere per associazione a delinquere finalizzata alla truffa

Per la teleimbonitrice e la figlia oltre 9 anni di reclusione

Nessun amuleto a salvarla Vanna Marchi in carcere

ROMA - Gli amuleti non hanno salvato Vanna Marchi dalla condanna definitiva a 9 anni e 6 mesi di reclusione emessa dalla Seconda sezione penale della Cassazione. I Supremi giudici hanno, infatti, dichiarato «inammissibile» il ricorso presentato dalla ’teleimbonitrice’ contro la sentenza pronunciata dalla Quarta Corte d’Appello di Milano il 27 marzo 2008. È diventata definitiva anche la condanna a 9 anni, 4 mesi e 9 giorni di reclusione per Stefania Nobile, figlia della Marchi. Confermata la colpevolezza anche di Francesco Campana - ex compagno della Marchi - che ha ricevuto la convalida dei 3 anni di reclusione che gli erano stati inflitti e che non sconterà perchè coperti dall’indulto. Tutti e tre sono stati ritenuti colpevoli di associazione a delinquere finalizzata alla truffa per televendita.

Le code costano agli automobilisti italiani 40 miliardi di euro Perseguita 16enne: arresto per stalking. Manette anche in Campania

Anche il traffico pesa sul portafoglio Foto porno nella buca delle lettere ROMA - Code e rallentamenti non sono solo dannosi per i nervi degli automobilisti che rimangono intrappolati nel traffico cittadino, ma anche per le loro tasche. Ammonta infatti a oltre 40 miliardi di euro il costo del tempo perso in città a causa del traffico e della congestione stradale. La stima è dell’Automobile Club d’Italia (Aci), che ha condotto un’indagine in 4 città campione (Roma, Milano, Torino e Genova). Lo studio si è basato su rilevazioni dirette effettuate a gennaio e sull’analisi dei dati provenienti dai dispositivi di localizzazione Gps installati a bordo dei veicoli assicurati con polizze satellitari. Secondo la ricerca, romani e milanesi trascorrono quasi 21 giorni all’anno all’interno della propria vettura per gli spostamenti urbani (rispettivamente 503 e 498 ore). La situazione migliora lievemente nei centri di minori dimensioni: 450 le ore passate in auto dai torinesi, 380 dai genovesi. E se la durata media degli spostamenti nelle rispettive città è di circa 60 minuti, la metà, sottolinea l’Aci, viene persa in code e rallentamenti. Il tempo sprecato nel traffico, secondo l’Aci, ammonta in particolare a 252 ore per i romani, 237 per i milanesi, 180 per i torinesi e 178 per i genovesi e ha un costo non indifferente per gli automobilisti: rispettivamente 650, 642, 440 e 408 euro. L’indagi-

A Roma sono 252 le ore sprecate nei rallentamenti Info-viabilità al via ne è stata illustrata ieri durante l’inaugurazione della Centrale di Informazione sulla mobilità stradale ’Luce Verde-Infomobilità Roma’, un servizio via radio che, secondo il presidente dell’Aci Enrico Gelpi, «se fosse adottato dalle maggiori amministrazioni locali del Paese, consentirebbe agli auto-

mobilisti italiani un risparmio di tempo valorizzabile in 16 miliardi di euro». Fonti primarie del servizio, precisa l’Aci, sono le Polizie locali, che nel loro presidio continuo del territorio forniscono un flusso costante di informazioni sul traffico e sugli elementi di criticità della viabilità. Nella centrale di Luce Verde vengono poi monitorati tramite telecamere i punti nevralgici della rete stradale urbana, e realizzati bollettini audiovideo e testi da inserire su una piattaforma applicativa accessibile via Internet.

La coppia osteggiata dai genitori, gravi le condizioni

Fidanzatini tentano il suicidio VICENZA - Hanno bevuto della soda caustica perchè le famiglie osteggiavano la loro storia d’amore e ora sono ricoverati in prognosi riservata negli ospedali di Padova e Vicenza. Protagonisti della vicenda due fidanzatini di origini indiane: lui ha 20 anni, fa l’operaio ed è residente a Zimella (Verona); lei solo 15 e abita con la famiglia a Montebello (Vicenza). Secondo quanto riferito ieri dalla Polizia, all’origine del gesto vi sarebbe la contrarietà delle due famiglie, da tempo residenti in Italia, all’unione tra i due ragazzi. Dopo essersi allontanati dalle rispettive abitazioni, i due fidanzatini hanno raggiunto in auto la zona di Camisano (Vicenza) e qui hanno ingerito un prodotto a base di soda caustica, mescolato ad un succo di frutta. Colto da malore, il giovane è sceso dall’auto e ha chiesto aiuto ai titolari di una trattoria, che hanno fatto intervenire i soccorsi. Le maggiori preoccupazioni riguardano proprio le condizioni del ragazzo, ricoverato a Padova, che i sanitari giudicano particolarmente gravi, mentre la quindicenne, sia pure in prognosi riservata, non sarebbe in pericolo di vita.

PREZZA (L’AQUILA) - Un uomo di 59 anni, Antonio Frattaroli originario di Prezza (L’Aquila), è stato arrestato dai carabinieri di Pratola Peligna (L’Aquila) con l’accusa di stalking. L’uomo da oltre tre mesi recapitava quasi giornalmente, a una sedicenne del posto, lettere con esplicite richieste di prestazioni sessuali dietro compenso di denaro. Nelle lettere che depositava nella cassetta delle poste, inseriva anche ritagli di riviste pornografiche. La trappola dei carabinieri è scattata ieri mattina quando l’uomo è stato bloccato mentre ’imbucava’ l’ennesima proposta oscena alla ragazza. In questo caso le proponeva una richiesta di prestazione sessuale in cambio di 1000 euro. Nella successiva perquisizione domiciliare i carabinieri hanno recuperato le riviste pornografiche dalle quali l’uomo aveva ritagliato le immagini che ha poi consegnato alla ragazza. Dopo le formalità di rito l’uomo che è accusato di atti persecutori (stalking), ingiurie continuate e tentata prostituzione minorile, è stato rinchiuso nel carcere di Sulmona a disposizione della magistratura. Arresto per stalking anche in Campania: le manette sono scattate per un 65enne della penisola sorrentina. Per mesi ha inseguito, minacciato, perfino ferito al viso con una lametta una donna. La storia di persecuzione inizia due mesi

Abruzzo e Campania teatri di nuovi casi di stalking

fa. È allora che la vittima, in Costiera per motivi di lavoro, inizia a subire i primi pesanti tentativi di approccio. il 65enne riesce a scoprire i suoi movimenti, il suo numero di telefono. A metà gennaio, la raggiunge in un luogo da lei frequentato, tenta di bloccarla e la ferisce al volto con una lametta. È allora che la vittima si rivolge ai carabinieri e denuncia l’episodio. I militari identificano il responsabile e riferiscono immediatamente alla Procura di Torre Annunziata, fornendo alla vittima indicazioni su tutte le precauzioni da adot-

tare per la sua sicurezza in caso di ulteriori violenze. Ma a distanza di qualche giorno M. C. ricomincia con le persecuzioni. I primi di febbraio arriva persino a minacciare con un coltello la donna per costringerla, invano, a salire in auto con lui. Poi, la svolta. Un maresciallo donna dell’Arma in abiti borghesi, fingendosi amica della vittima la accompagna in uno dei luoghi da lei frequentato abitualmente. Passeggiano insieme, poi si dividono e quando lui cerca di nuovo di bloccarla, i carabinieri lo hanno arrestato.


8 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Bene le prove generali con i giornalisti

Dario Franceschini dice tutto a Matrix

Sul sistema anti-pianisti frenano solo 19 deputati

“Salvo il Pd alle Europee Ed a ottobre saluto tutti”

ROMA - Il nuovo sistema anti-pianisti che entrerà in vigore la prossima settimana è stato sperimentato ieri a Montecitorio da una cinquantina di giornalisti. Al termine della seduta, lo stesso presidente della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini, si è recato negli uffici per ritirare il nuovo tesserino e farsi rilevare le minuzie delle sue impronte digitali.Al momento ci sono 19 deputati «obiettori» che rifiutano di utilizzare il nuovo sistema di votazione che sarà utilizzato a partire da martedì 10 marzo.

ROMA - Il segretario del Pd Dario Franceschini ribadisce che non intende candidarsi al congresso del Pd in programma a ottobre, e questa scelta lo rende «più libero» nell’esercizio del suo mandato. «Il mio mandato - ha detto alla trasmissione Matrix - è a termine e di garanzia. Ho un compito che se riuscissi a portare a termine sarebbe importante», e cioè quello di far «tenere» il partito alle Europee e di preparare il congresso di ottobre. «Arrivato lì non ho intenzione di ricandidarmi, anche perchè sarebbe innaturale».

Il sistema di votazione elettronico

Franceschini è succeduto a Veltroni

Gli uomini di Gianfranco Fini avvertono: non diventeremo una correntuccia di serie B I nodi dei coordinatori e i dubbi sul metodo di elezione del leader del nuovo Pdl

An e Fi al congresso da carissimi nemici Dopo il Cavaliere un triumvirato formato da Bondi, Verdini e La Russa ROMA - La road map per il Pdl sottoscritta da Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini ben più di un mese fa avrebbe dovuto portare entro metà febbraio allo statuto del nuovo soggetto politico, con largo anticipo sul congresso fondativo di fine marzo. A tre settimane dalle assise le regole sono tutte da limare e restano abbozzate in un’intesa preventiva di tre pagine. Abbondano invece schermaglie e distinguo tra Forza Italia ed Alleanza Nazionale. Basti sentire Ronchi (An): “Non saremo una correntuccia di Forza Italia”. E la grana del giorno - mentre resta aperta la questione della acclamazione o elezio-

Ritarda l’intesa sulle regole Raggiunto solo un accordo di massima

Giudicate di facciata le “aperture” della maggioranza

Biotestamento, è braccio di ferro Resta lontano un testo condiviso ROMA - A ridosso dell’inizio del voto in commissione Sanità del Senato, oggi, la maggioranza modifica il disegno di legge sul testamento biologico per venire incontro alle richieste di una parte dello stesso schieramento di centrodestra, ma la reazione - pur con accenti diversi - viene accolta da critiche e perplessità. Il Senato ha deciso di far slittare l’approdo del ddl in aula (ora fissato al 18 marzo) per permettere alla commissione di licenziare il testo. Le modifiche non toccano il controverso tema dell’idratazione e dell’alimentazione artificiali, che per il Pdl - salvo ne per alzata di mano di Silvio Berlusconi - è relativa al ’triumvirato’ che affiancherà il Cavaliere e rende-

Al caffè Gambrinus di Napoli si può firmare davanti a un notaio il testamento biologico

rare eccezioni - non possono mai essere sospese. Ma introducono qualche novità che però non soddisfa l’opposizione. E una nor-

rà operative le decisioni assunte dal presidente una volta sentito l’esecutivo. Resta ferma infatti la

ma della maggioranza sulle cure palliative, bocciata e rispuntata fuori, ha esacerbato ancora di più il confronto che prosegue oggi.

soluzione dei tre coordinatori con pari funzioni, scelti tra i componenti di un Ufficio di presidenza eletto

con lista bloccata al congresso del 27 marzo. Nulla quaestio sui nomi: sono quelli dei due coordinatori di

Forza Italia ed Alleanza Nazionale, Denis Verdini ed Ignazio La Russa, e del ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi, che ha annunciato l’intenzione di volersi dimettere «perchè sarebbe impossibile gestire due ruoli così importanti». La questione crea qualche problema, perchè La Russa, che è anche ministro della Difesa, ha già detto con chiarezza che lui invece non si dimetterà, creando malumori in Forza Italia. Il punto è però che il premier Berlusconi preferirebbe che Bondi restasse ministro. E intanto i vertici di Forza Italia e quelli di An si lanciano avvertimenti dalle colonne dei giornali.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 9

Attualità

Irruzione di uomini armati nella sede della compagnia “Naftogaz” All’origine la disputa tra presidente Iushenko e premier Timoshenko

Scontro tra poteri forti sul gas ucraino Attrice della televisione afghana

Non si mette il velo Le uccidono il marito

Una donna afghana fotografata al seggio elettorale

KABUL - Per oltre vent'anni il palcoscenico è stato la sua vita. Ora è diventato l'ombra della morte. Paween Mushtakhel, attrice e volto noto della tv afghana, non si dà pace: «Ho ucciso mio marito con il mio lavoro», ripete con il volto scuro di dolore, riferisce il Times. A dicembre, suo marito è stato assassinato davanti casa dopo mesi di avvertimenti. Lui non si era piegato, non ci pensava proprio a proibire alla moglie di andare in tv. E gli estremisti gliel'hanno fatta pagare. Da allora lei, rimasta vedova a 41 anni con due figli, vive nel terrore, in fuga. Paween non è la sola donna nel mirino. Negli ultimi 18 mesi i talebani hanno ristabilito una presenza significativa nel 75% del territorio afghano. E man mano che le loro restrizioni intaccano il relativo liberalismo delle città, sono molte le donne lavoratrici a temere per la propria vita. «L'atmosfera è cambiata», constata amara Paween che ha stilato una lista di professioni ad alto rischio: parlamentari, attiviste di Ong, giornaliste, medici, insegnanti, attrici, cantanti e ballerine.

Sequestrato anche il contratto con Gazprom per forniture all’Europa MOSCA - Con un blitz spettacolare, degno più di thriller che di una inchiesta, una ventina di uomini incappucciati, armati e vestiti di nero, appartenenti ai servizi di sicurezza ucraini (Sbu), ha perquisito ieri la sede della società energetica statale ’Naftogaz’ sequestrando una serie di documenti, tra cui il recente contratto con Gazprom per le forniture di gas. Si tratta di un nuovo capitolo della guerra del gas tra Kiev e Mosca, legato al duello di potere tutto ucraino tra il presidente Viktor Iushenko e la premier Iulia Timoshenko. Ma il colosso russo teme che possa avere ripercussioni più ampie: ad esempio il mancato rispetto della prossima scadenza, il 7 marzo, del pagamento di 400 milioni di dollari da parte di Naftogaz, fino al transito stesso del metano russo verso il vecchio continente attraverso l’Ucraina, come ha lasciato intendere anche Serghei Davidenko, capo del dipartimento legale di Naftogaz.Tutto è iniziato in tarda mattinata, quando l’irruzione dello Sbu è stata scambiata alla Neftogaz come un tentativo di sconosciuti armati di prendere possesso della sede dopo aver neutralizzato la security senza aver mostrato alcun documento di riconoscimento. Poi i servizi di sicurezza, che rispondono a Iushenko, hanno precisato che

Uomini dei servizi di sicurezza entrano nella sede ucraina di Naftogas

si trattava di una perquisizione nell’ambito di una inchiesta aperta lunedì sulla «presa di possesso» da parte di Naftogaz di 6,3 miliardi di metri cubi di gas destinati al transito, per un valore stimato di 870 milioni di euro. Metano sottratto a “RosUkrenergo”, l’opaca società di intermediazione per metà di Gazprom e per metà di personaggi che alcuni analisti ritengono legati a Iushenko, nonostante le sue ripetute smentite. La Timoshenko ha più volte accusato tale società di corruzione ed è riuscita ad abolirla nel recente accordo

sul gas tra Mosca e Kiev, peraltro criticato da Iushenko come una sconfitta. In tale contesto, il blitz di ieri sembra a molti osservatori un tentativo dello stesso Iushenko e del suo entourage di riaprire la partita del gas, alla quale è fortemente legata la campagna elettorale per le presidenziali di inizio 2010, nella quale i due ex alleati della rivoluzione arancione si ritroveranno rivali. Uno scenario avallato dalla Timoshenko: «solo politici o giornalisti ingenui possono pensare che i servizi segreti abbiano agito senza

l’ordine del presidente». Il capo dello Stato sembra scommettere sul fallimento dell’accordo con Mosca, tanto da sostenere oggi attraverso la sua segreteria che Naftogaz non ha i soldi per pagare Gazprom. La società energetica ucraina, invece, ha replicato di aver già versato l’80% della somma. Intanto il Paese, paralizzato dall’ingovernabilità, continua ad affondare: il rischio di un default si avvicina, la disoccupazione e l’inflazione galoppano e il governo perde ministri per strada (finanze e, ieri, esteri).

La provocazione di uno chef scienziato americano: “La pasta si può fare in meno acqua e risparmiare un bel po’ di energia”

La pastasciutta ecologica va cucinata a freddo

Ma i guru della buona tavola non sembrano d’accordo sui risultati NEW YORK - Dagli americani in fatto di spaghetti siamo abituati ad aspettarci di tutto. Un aneddoto su tutti quello che circolava qualche anno fa, con un manuale di cucina che spiegava ai poco esperti come capire quando gli spaghetti erano cotti, rivelando che bastava lanciarne un filo contro le piastrelle della cucina, e se restava attaccato era l’ora di scolarlo. Anche la notizia che giunge oggi sembra destinata a suscitare almeno l’ilarità tra i gourmet di casa nostra. «Butta la pasta, ma in meno di metà dell’acqua e a freddo»: dal New York Times una lezione per cucinare gli spaghetti, stavolta in versione “ecologica”. Una provocazione: la proposta di Harold McGee, chef e scienziato, ai guru della cucina italiana negli Usa è apparsa blasfema. McGee, doppia laurea a Yale e al CalTech e che da anni scrive sull’incrocio tra scienza e cucina, sostiene, dopo aver provato a casa sua, che «si può cuocere la pasta in molto meno acqua e risparmiare un bel pò di energia» tenendo

Ospite in Italia a un convegno sugli ogm

L’uomo che ha battuto il gigante del biotech ROMA - "Da un giorno all'altro non potevamo più coltivare le nostre piante". E questo perchè "la nostra colza era stata contaminata da piante geneticamente modificate della Monsanto, che per via dei brevetti era diventata automaticamente proprietaria delle nostre piantagioni". Questa la storia di Percy e Louise Schmeiser, coppia di agricoltori canadesi 'colpiti' dagli Ogm. Nel 1998 nei campi di Schmeiser sono state trovate piante geneticamente modificate, e invela pentola meno minuti sopra i fornelli. «Gli americani cucinano 500 mila tonnellate all’anno, ogni minuto conta», ha scritto il cuoco, secondo i cui calcoli il risparmio in BTU potrebbe essere di migliaia di miliardi di unità all’anno, pari

a 500 mila barili di petrolio o 10-20 milioni di dollari: «Cifre significative anche se di questi tempi sembrano piccole gocce nel mare», ha scritto lo chef-scienziato nella sezione Dining. Il metodo McGee prevede di cuocere la pasta a freddo e in meno

della metà dell’acqua prescritta dai libri di cucina. Salare, buttare gli spaghetti, portare a bollore. Mescolare ogni tanto per evitare che la pasta si attacchi. Tempo totale di cottura: 18 minuti. Da leccarsi i baffi, sostiene McGee, o quasi: «Aggiungen-

ce di scuse si è visto chiedere da Monsanto 120 mila dollari canadesi per "aver utilizzato impropriamente e senza licenza" tecnologie Ogm di proprietà della multinazionale. Schmeiser si rivolge alla giustizia, e la vicenda diventa un caso. Alla fine la Corte federale "stabilisce che non dovevamo pagare multe alla società, ma conferma che il brevetto della Monsanto è valido, ovunque arrivi il gene su forme di vita superiori", cioè, spiega, "tutto ciò che nasce da semi". do un pò d’olio, sembrava normale». Il cuoco afferma di non essere stato il primo a sperimentare con la cottura in poca acqua: lo fanno i siciliani in Sicilia e in America e i genitori di bambini impazienti di andare a tavola. C’è poi lo chef

Incrocio tra scienza e cucina. Harold McGee, con una doppia laurea a Yale e al CalTech, da anni ne scrive

francese Alain Ducasse che cucina le penne su un battuto di aglio e cipolla e erbe aromatiche aggiungendo il brodo poco a poco come un risotto. A ogni buon conto McGee ha sottoposto il procedimento ad alcuni guru della cucina italiana negli Usa e le reazioni non sono state esattamente entusiaste. Lidia Bastianich, matriarca di una dinastia di chef e padrona di alcuni tra i migliori ristoranti “tricolori” di New York, è sbottata: «Mia nonna l’avrebbe giudicato blasfemo. Io lo trovo curioso». E Marcella Hazan, la romagnola che 40 anni fa svelò alle massaie americane i segreti di tortellini e pappardelle: «Mi fa felice che la gente esplori nuove strade». Entrambe hanno provato sui loro fornelli. La Bastianich ha giudicato fattibile diminuire di un terzo l’acqua: «Ma per favore, che la pentola bolla». Quanto alla Hazan, si è ritrovata a dover mescolare tutto il tempo: «Risparmieremo energia al pianeta, ma a me è sembrato per nulla conveniente».


10 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

L’educazione civica torna in classe: 33 ore di lezione

Docenti precari In dieci anni il raddoppio

ROMA - Saranno 33 le ore di lezione nell’arco dell’anno all’insegnamento di cittadinanza e Costituzione nelle scuole italiane. Lo ha annunciato il ministro dell’Istruzione, Gelmini ieri mattina a Palazzo Chigi. Oltre che di Costituzion si parlerà anche di educazione stradale, con particolare attenzione al patentino per il motorino, di educazione ambientale, in collaborazione con le organizzazioni ambientaliste e di corretta alimentazione, sulla quale c’è già un canale di collaborazione aperto con Coldiretti. L’obiettivo è quello «stimolare la partecipazione attiva degli studenti a tutti i livelli. Abbiamo coinvolto le consulte provinciali, che molto stanno facendo su legalità, educazione ambientale, educazione stradale».

MILAN - Nell’ultimo decennio i docenti precari della scuola sono più che raddoppiati; a seguito dell’arrivo di stranieri nello stesso periodo si è incrementato il numero di alunni e studenti, Anche se solo al Nord, mentre è sceso quello degli iscritti al Sud e dei docenti di ruolo. I dati sono stati presentati ieri dal ministero dell’Istruzione attraverso un corposo e dettagliato rapporto da 243 pagine dal titolo «10 anni di scuola statale: dati, fenomeni e tendenze del sistema d’istruzione». Per i corsi superiori: i ragazzi hanno confermato la corsa ai licei (+27%). Hanno tenuto bene i professionali (+13%). Mentre i tecnici, che ieri il ministro Gelmini ha detto di voler rilanciare, hanno fatto registrare una flessione del 7%.

Alunni alle prese con la Costituzione I genitori dicono sì ROMA - Il Moige, Movimento Italiano Genitori, segue con interesse e attenzione l’esordio all’interno del percorso formativo dei nostri ragazzi di temi importanti quali lo studio della Costituzione, del rispetto per l’ambiente, di sani stili di vita e della sicurezza stradale. «Auspichiamo che l’attivazione della nuova disciplina Cittadinanza e Costituzione riesca a offrire maggiore consapevolezza ai nostri ragazzi in merito al rispetto degli altri e della società intera», afferma Bruno Iadaresta, responsabile Scuola del Moige. «Riteniamo che attraverso un coinvolgimento attivo delle famiglie si riesca a garantire un reale coordinamento educativo che permetta ai ragazzi di vivere con coerenza il percorso didattico».

A 25 anni l’ideatore vive attorniato dagli avvocati. Gli serviranno perchè insegnanti, sindacati e benpensanti gli hanno già dichiarato guerra

Un sito, con i prezzi, per fare i compiti Studenti somari della Francia unitevi Tullio Giannotti

PARIGI - Studenti somari e svogliati di tutta la Francia unitevi, da oggi non dovrete più sgobbare sulle equazioni rinunciando a uscire con gli amici: il sito ’www.faismesdevoirs.com’ (fammi-i-compiti o faccio-i-compiti) ti sgombra il campo per soli 5 euro. L’iniziativa - perfettamente lecita, secondo il giovane ideatore - sta suscitando una rivolta. «Se non ci riesci...ci pensiamo noi», strizza l’occhio una specie di studentello con la faccia a forma di sole e gli immancabili occhiali da Harry Potter. Venticinque anni, Stephane Boukris, patron di ’Staaff’ e ideatore e realizzatore dell’impresa, vive attorniato da un pool di sette avvocati. Gli serviranno, perchè insegnanti e genitori, sindacati e benpensanti gli hanno già dichiarato guerra. Lui sorride, assicura che «è tutto legale» e sostiene che la crociata è dovuta al fatto che la sua è un’idea nuova e provocatoria. Non tutto, sul sito, costa 5 euro. Per tale irrisoria somma lo staff di studenti delle Grandes Ecoles francesi che sono dietro le quinte di faismesdevoirs.com si limita a spiattellare la soluzione - entro 24 ore - di un problema di

Bullismo in treno

Il responsabile controbatte: “Perfettamente legale”

“Sei un gay Ed ora lo scrivi”

Il ministro Xavier Darcos, che si dice nettamente contrario a iniziative del genere

matematica articolato in un massimo di tre domande. Se si tratta, per esempio, di un tema di storia, serve il doppio. Un problema di matematica composto da tre domande: 5 euro. Un tema di storia: 10 euro. Quattro esercizi di fisica: 25 euro. Tesina di geografia ''chiavi in mano'': 30 euro. ''Non ci

riesci? Ci siamo noi'' è lo slogan della nuova iniziativa, che si vanta di aver semplicemente trasferito sul web una pratica antica che si sviluppa nei corridoi durante la ricreazione. Ci sono poi i forfait: 25 euro per quattro esercizi di fisica, 30 per una dissertazione di geografia ’chiavi in mano’. Si può arri-

vare anche a 80 euro, ma in quel caso si ottiene il massimo: la preparazione di una tesina in grado di intrattenere per mezz’ora l’insegnante, che resterà a bocca aperta immaginando che il suo svogliato allievo ha toccato vertici del genere. Fra le 24 e le 72 ore, qualsiasi compito viene svolto e consegnato

Ansia a Buseto Palizzolo in provincia di Trapani. La famiglia dice: “Un miracolo”

Non ha voglia di andare a scuola e si “sente male” I genitori insistono e lui salta dal balcone: illeso Il dirigente scolastico non mostra compassione: “Rifiuta le regole” BUSETO PALIZZOLO (TRAPANI) - Per non andare a scuola ha finto di sentirsi male come avrebbe fatto altre volte, ma di fronte all’insistenza dei genitori abituati alle intemperanze del figlio, il bambino, appena 8 anni, è corso verso il balcone, ha aperto la serranda e si è buttato. Un volo di tre metri davanti agli occhi terrorizzati di padre e madre, che accorsi fuori dall’abitazione, al primo piano di un edificio a Buseto Palizzolo (Trapani), hanno gridato al miracolo quando hanno visto che il loro bambino era rima-

Un volo di tre metri davanti agli occhi di padre e madre al primo piano di un edificio a Buseto Palizzolo (Trapani)

sto illeso. Il bimbo è stato ricoverato, ma le sue condizioni non destano alcuna preoccupazione; ha una prognosi di cinque giorni. Della vicenda si stanno occu-

pando i carabinieri. Il piccolo è già stato ascoltato dagli assistenti sociali, che consegneranno una relazione al comune. Gli investigatori stanno cercando di capire

i motivi che hanno spinto il bambino a gettarsi dal balcone dell’appartamento, in un paese di poco più di tre mila abitanti. Francesco Navarra, dirigente scolastico dell’istituto frequentato dal piccolo, descrive l’alunno come «poco propenso ad adattarsi alle regole, sia a scuola che a casa». «Anche con i compagni sostiene - ha avuto un rapporto conflittuale: dall’eccessivo attaccamento al rifiuto dei contatti». Per il dirigente, tuttavia, «non si prevedeva assolutamente un gesto così grave».

al richiedente, questa la garanzia di Boukris. Il capolavoro, però, Boukris l’ha compiuto sul punto più difficile: trovare un modo di far pagare gli adolescenti su Internet. Ed ecco spuntare carte prepagate disponibili in sei punti vendita (per ora) parigini. Se si hanno 30 euro in tasca, ad esempio, invece di spenderli al cinema o in videogiochi, i ragazzi potranno investirli in una carta che faciliterà loro i successivi pomeriggi. «Il carattere un pò insolente, provocatorio è completamente voluto - spiega il giovane imprenditore - è una bella trovata e fa arrabbiare perchè è una novità». Il dibattito, però, ha già coinvolto il ministro Xavier Darcos, che si dice nettamente contrario a iniziative del genere, ed ha guadagnato le pagine più prestigiose: «Scandale.com» tuona l’editoriale di Le Monde, criticando non soltanto il sito che fa i compiti, ma tutto «un business» del sostegno scolastico che quantifica in «40 milioni di ore di ripetizione per un mercato stimato fra uno e due miliardi di euro». Quanto agli insegnanti che insorgono perchè - dicono - viene in tal modo vanificato il loro lavoro e la preparazione degli studenti corre gravi rischi, Boukris risponde che «alla fine uno può farsi dare una mano a casa, ma quando ci saranno i compiti in classe i ragazzi saranno da soli». E poi aggiunge impertinente: «ho ricevuto una ventina di candidature di insegnanti, che vogliono arrotondare lo stipendio...».

BARI - Veniva preso di mira da alcuni compagni di scuola per la timidezza e le buone maniere sempre mostrate in pubblico. Il 12 febbraio scorso quattro di loro sono andati ben oltre: allo studente, quindicenne, hanno bruciacchiato giubbotto e pantaloni, lo hanno costretto a firmare un foglio con la frase ’sono omosessuale’, poi hanno chiamato al telefono i suoi genitori dicendo di averlo sequestrato e pretendendo 50 euro per il presunto rilascio. Quattro studenti della provincia di Bari uno diciottenne da poco, uno di 17 anni e due di 16 - sono stati denunciati per concorso in violenza privata, minacce, danneggiamento seguito da incendio e procurato allarme. L’episodio di bullismo, secondo quanto accertato dagli investigatori dopo la denuncia sporta dai genitori della vittima, è accaduto a bordo di un vagone delle Ferrovie del Sud Est. Secondo indiscrezioni, nessuno dei presunti ’bulli’ sarebbe compagno di classe del quindicenne. Per raggiungere la scuola, un istituto professionale, vittima e aggressori prendevano semplicemente lo stesso treno, nel Barese. Oltre al racconto del ragazzino, gli investigatori hanno raccolto la testimonianza di una persona che ha assistito alla scena in cui al quindicenne venivano bruciacchiati il giubbotto e i pantaloni che indossava. Dopo il gioco col fuoco, non ancora soddisfatti, i presunti ’bulli’ lo hanno costretto a firmare un foglio dove c’era scritto ’sono omosessuale’, per poi togliergli di mano il telefonino. Quindi hanno chiamato i suoi genitori dicendo loro di aver sequestrato il figlio e chiedendo 50 euro per il riscatto, soldi alla fine mai incassati. Ma i genitori del quindicenne, ovviamente preoccupati, si sono presentati alla fermata del treno e poi sono andati dai carabinieri.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 11

Cronache in breve Corona a giudizio per le foto a Trezeguet TORINO - Il Gup di Torino Emanuela Gai ha rinviato a giudizio Fabrizio Corona. È’ accusato di estorsione e violazione della privacy. Il «fotografo dei vip» è accusato di aver preteso 25 mila euro dal calciatore della Juventus David Trezeguet perchè non venissero pubblicate immagini che ritraevano il bianconero all’uscita di una discoteca in compagnia di una ragazza. Prima udienza il 10 giugno.

La Johansson si è sposata con Ryan Reynolds ma l’ha detto solo a cose fatte “Sono molto gelosa della mia privacy e non voglio essere un modello per nessuno”

Peschereccio italiano sequestrato in Libia MAZARA DEL VALLO - Un motopesca della flotta di Mazara del Vallo (Trapani), il «Chiaraluna» con dieci uomini di equipaggio (sei tunisini e quattro italiani), è stato sequestrato da una motovedetta libica. L’imbarcazione è stata intercettata a circa quaranta miglia a nord della costa nordafricana, in una zona che le autorità di Tripoli indicano come acque di competenza libica. Del sequestro è stato informato via radio l’armatore.

Incidente d’auto E’ grave Nencini VITERBO - È stato operato per un polmone perforato nell’ospedale Belcolle di Viterbo, il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Riccardo Nencini, rimasto ferito in un incidente stradale ieri nei pressi del casello di Orte. I due uomini di scorta, anche loro gravemente feriti, sono stati trasportati uno nell’ospedale di Terni e l’altro, più grave, al Policlinico Gemelli di Roma. Nencini ha subito anche un forte trauma cranico.

Mostra a Calenzano di bambole e soldatini FIRENZE - Saranno più di 100.000 i pezzi in mostra al secondo ’Salone del soldatino e delle bambola d’epoca’ che si svolgerà sabato 14 e domenica 15 marzo prossimi al Centro congressi ’Delta Florence’ di Calenzano con oltre 200 gli espositori. Lo rendono noto gli organizzatori.

Discarica abusiva di 65mila mq TARANTO - Un’area di 65.000 metri quadrati utilizzata come discarica abusiva è stata scoperta e sequestrata della Guardia di finanza nelle campagne di Martina Franca (Taranto). Nella discarica erano state stoccate oltre 300 tonnellate di rifiuti speciali e pericolosi tra cui eternit, pneumatici, materiale ferroso e plastico.

CATANZARO - Alcuni fantocci “impiccati” ai lampioni di corso Mazzini, la via principale di Catanzaro: è la forma scelta da un’associazione di destra per protestare contro i tassi di interesse bancari elevati. Su ogni fantoccio c’è un cartello con la scritta: «Soffocato dagli interessi, stop all’usura legale, stop alle banche killer». Sui muri di alcune banche del centro cittadino, inoltre, sono stati affissi manifesti con la scritta «La banca uccide, lo Stato guarda». I manifesti sono siglati con la croce celtica. L’iniziativa, secondo quanto si è appreso dalle forze dell’ordine, sarebbe dell’associazione ’Casa Pound’ che già in passato, a livello nazionale, ha promosso manifestazioni contro le banche e il caro mutui. Una protesta rafforzata in questi mesi di pesante crisi economica in Italia e nel mondo.

Giochi del Mediterraneo Canottaggio a Piediluco ROMA - I prossimi Giochi del Mediterraneo interesseranno, almeno per una disciplina, anche l’Umbria. Il Commissario straordinario, Mario Pescante, ha infatti giudicato inadeguato il lago di Bomba (Chieti) per la disputa delle gare di canottaggio, annunciando che queste si disputeranno invece nelle acque del lago di Piediluco, a Terni, distante 177 chilometri dal villaggio degli atleti fissato a Chieti.

Violentò il figlio Condannato a 8 anni FIRENZE - Un artigiano fiorentino di 67 anni è stato condannato a otto anni di carcere dal tribunale da Firenze, con perdita della potestà genitoriale e liquidazione di 50.000 euro di risarcimento, per violenza sessuale sul figlio minorenne. La sentenza è stata emessa ieri dal tribunale di Firenze. Tre gli episodi di abuso contestati all’uomo, tra il 2000, quando il figlio aveva 10 anni, e il 2006.

Fantocci impiccati contro il caro tassi

Anziani uccisi dalla stufa difettosa Scarlett Johansson è la protagonista del fim in uscita “La verità è che non gli piaci abbastanza”

Scarlett la misteriosa

ROMA - È’ molto gelosa della sua privacy Scarlett Johansson che ha dato la notizia del suo matrimonio con l’attore Ryan Reynolds soltanto a nozze avvenute. «Non parlo mai della vita privata. Posso raccontare i pensieri dell’attrice Scarlett, ma sono molto gelosa di quelli della ragazza Scarlett. Vengo assunta per fare un lavoro, non sono un modello da imitare», ha dichiarato l’attrice al settimanale ’Tu Style’, da ieri in edicola. Considerata la nuova musa di Woody Allen, a soli 24 anni ha già

Iran, 10 impiccati in un solo giorno

girato 30 film. Spesso, però, non risulta simpatica, soprattutto alla donne. Protagonista del film ’La verità è che non gli piaci abbastanza’, afferma: «Questo film non è fatto di zucchero e panna montata. Racconta di relazioni che non funzionano e ne analizza, sia pure con leggerezza, i motivi. Non cerca di vendere la solita favola di un tizio, - prosegue Johansson - che in realtà è un principe in incognito, che lavora in una caffetteria e che si innamora della donna delle pulizie. Non è affatto consolatorio».

Mar Morto più stretto Panettiere in crisi Apre oggi a Milano La colpa è dell’uomo si mette a spacciare il Festival dei dialetti

TEHERAN - Dieci persone condannate per traffico di droga sono state impiccate in un solo giorno in una città nell’ovest dell’Iran, Kermanshah. Altri due uomini giudicati colpevoli di appartenere a un gruppo armato separatista sunnita sono stati impiccati nella città di Zahedan. Queste 12 impiccagioni portano ad almeno 66 le esecuzioni capitali avvenute dall’inizio dell’anno in Iran.

TORINO - «Mi dispiace, ho dovuto mettermi a spacciare droga per sbarcare il lunario, nessuno viene più a comprare il pane». Ha motivato così ai carabinieri di Torino, la sua nuova attività di coltivatore di marijuana e spacciatore, un panettiere in difficoltà economica. Si tratta di Vito Sciatti, 40 anni, di Gassino Torinese. Aveva costruito una vera e propria piccola serra in casa, dentro un armadio appositamente rivisto, per coltivare la marijuana «e cercare così di far fronte alla crisi, almeno per un po’».

Scossa di terremoto tra Emilia e Toscana FIRENZE - Un evento sismico di magnitudo 1.9 è stato lievemente avvertito intorno alle 9.30 di ieri dalla popolazione nella zona del Casentino, al confine tra Emilia Romagna e Toscana. Lo rende noto la Protezione civile. Le località prossime all’epicentro sono Verghereto e San Pietro in Bagno, nella provincia di Forlì-Cesena, e Bibbiena e Chiusi della Verna, nell’Aretino. Dalle verifiche effettuate dalla sala situazione Italia del dipartimento della Protezione civile non risultano danni a persone o cose.

CENGIO (SAVONA) - Una coppia di anziani di Cengio, in Valbormida, è stata uccisa dal monossido di carbonio che si è sprigionato nella loro abitazione, in via Due Giugno, per il cattivo funzionamento della stufa. Le vittime sono Elio Fererro, 75 anni, e Irene Sattanino, 81 anni. La coppia abitava al quarto piano di un palazzo di edilizia popolare. È stata la figlia, poco dopo le 22 di martedì sera, dopo aver tentato ripetutamente di contattare i genitori al telefono, a trovarli privi di vita, riversi sul pavimento della cucina. Inutili i tentativi da parte dei vigili del fuoco, dei carabinieri e del personale medico di rianimarli.

Mar Morto sempre più “piccolo”

ROMA - Il Mar Morto si sta pericolosamente restringendo: i livelli delle sue acque stanno infatti calando per mano dell’uomo, a causa dello sfruttamento anche a fini indutriali. Il lago ha così perso, solo negli ultimi 30 anni, un volume pari a 14 chilometri cubi di acqua. Il Mar Morto è un lago situato tra Israele e la Giordania, corrispondente al punto più profondo della Terra, 398 metri sotto il livello del mare. Deve il nome alla sua estrema salinità.

ROMA - Un festival dedicato ai dialetti delle regioni italiane: è quello che si apre oggi, fino al 9 marzo, a Milano attraverso la messa in opera di 22 eventi. Ad organizzare l’iniziativa, intitolata ’Volgar’eloquiò, la regione Lombardia e il Piccolo Teatro. Molti gli artisti e intellettuali coinvolti nel festival: tra questi figura anche l’attore napoletano Toni Servillo, che il 9 marzo terrà un recital su brani essenzialmente partenopei alla Basilica di San Marco. Nella stessa giornata Marco Paolini porterà al Teatro Dal Verme brani dell’area veneto-friulana.

Ubriaco a tutta velocità Atterraggio d’emergenza Gli ritirano la patente per aereo Nato a Trapani PISA - Un uomo di 24 anni di San Miniato (Pisa), è stato bloccato dalla polizia stradale mentre,martedì pomeriggio intorno alle 18, percorreva in auto a 150 km/h la FI-PI-LI con un tasso alcolemico 4 volte superiore al limite consentito. In auto gli agenti hanno trovato una bottiglia di limoncello mezza vuota e diverse lattine di birra. L’uomo è stato denunciato e gli è stata ritirata la patente.

TRAPANI - Atterraggio di emergenza nell’aeroporto di Trapani Birgi per un aereo Nato che aveva comunicato di avere un problema al carrello. Il velivolo è atterrato circondato da mezzi della sicurezza con i lampeggianti accesi. La manovra è avvenuta senza particolari problemi. Lo scalo aveva predisposto le misure previste in questi casi, ma non è stato necessario attivarle.


12 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

LOTTO & SUPERENALOTTO

A CURA DI PASQUALE SANTILIO*

La ruota siciliana è stata protagonista di un prestigioso risultato

Palermo, 16-87 vinto a colpo! ROMA - In questa occasione, desideriamo proporvi per ogni ruota previsioni mirate e ristrette da seguire solo per due estrazioni, vale a dire quella di giovedì 5 e per sabato 7 marzo.

Come potete osservare dal box che ospita questi pronostici, vi proponiamo per ogni compartimento un ambo ed una cinquina. I numeri che formano l’ambo sono da giocare anche per

ambata; gli stessi si ripetono anche nella cinquina che deve essere seguita per le sorti di ambo, terno, quaterna e cinquina sulla ruota di riferimento. A vostra discrezione, potete

Le previsioni valide per le prossime 2 estrazioni Bari

1-37

Napoli

1-19-37-55-73

40-48 17-37-40-47-48

Cagliari 71-79 71-72-77-78-79

Palermo 17-37 17-37-57-84-90

Firenze 22-37 22-37-42-77-82

Roma

22-85 17-22-37-85-88

Genova 4-6

Torino

22-49 17-22-37-49-90

Milano

4-6-44-66-90

48-49 40-43-46-48-49

Venezia 65-85 15-35-37-65-85

giocare la cinquina di una ruota anche su Tutte solo per terno, quaterna e cinquina. Vi ricordiamo che l’ambo con cinque numeri paga un premio pari a circa 25 volte la cifra giocata, il terno rende 425 volte la somma puntata, la quaterna 16.000 volte e la cinquina poco meno di 6 milioni ciò che abbiamo scommesso. Ogni pronostico è stato elaborato su base statistica, poiché abbiamo raggruppato gli elementi di convergenza tra le serie più ritardate di ogni singola ruota. Il gioco va abbandonato al conseguimento della prima vincita realizzata nei tempi e con le modalità ora indicate.

I numeri su fondo grigio ed in bianco sono da giocare per ambata e ambo secco. Ogni cinquina, invece, va giocata per ambo, terno, quaterna e cinquina.

I dieci numeri più in ritardo BARI CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA NAZIONALE TUTTE

N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT.

22

25

57

69

76

80

81

2

42

64

54

51

51

51

46

44

41

40

38

19

72

21

89

8

24

27

85

33

62

71

63

61

56

52

47

43

39

38

38

30

37

58

47

51

3

21

66

86

18

86

64

58

49

45

44

43

38

38

37

83

42

17

16

77

44

9

21

24

35

91

72

65

52

51

46

44

43

43

41

27

36

43

73

59

48

78

70

46

83

83

70

56

52

50

48

45

43

41

40

9

1

47

42

77

21

4

78

11

50

96

70

56

49

47

46

45

45

44

43

70

44

72

27

17

78

57

56

54

49

89

67

63

59

50

48

43

42

40

38

38

57

21

75

26

81

15

84

78

14

80

71

66

55

53

49

47

46

41

39

49

22

33

14

59

90

4

15

84

43

84

57

41

37

37

35

34

34

33

32

15

65

77

82

59

7

34

58

35

73

72

64

60

60

53

44

43

40

36

36

84

23

41

49

57

59

32

35

37

60

66

64

61

57

57

44

43

42

42

41

37

17

22

85

21

27

46

48

49

40

7

6

5

5

4

4

4

4

4

3

N UM. FREQ. UM. CAGLIARI FNREQ . N UM. FIRENZE FREQ. N UM. GENOVA FREQ. N UM. MILANO FREQ. N UM. NAPOLI FREQ. UM. PALERMO FNREQ . N UM. ROMA FREQ. N UM. TORINO FREQ. N UM. VENEZIA FREQ. UM. NAZIONALE FNREQ . N UM. TUTTE FREQ.

BARI

ritardate ed altre fortemente scompensate. Per tanto, non sono molti gli spunti statistici a cui far riferi-

Il sistema è valido per il concorso odierno

76-79-23-8-58-36-53

76-79-23-8-58-36-2

76-79-23-8-58-36-5

76-79-23-8-58-36-29

76-79-23-8-58-36-22

76-79-23-8-58-36-88

76-79-23-8-58-36-44

76-79-23-8-58-36-9

76-79-23-8-58-36-12

76-79-23-8-58-36-48

Ogni combinazione è composta da sette numeri e costa euro 3,50. Sono giocate integrali anche dette matematiche.

45

Jackpot previsto di

44

14

22

8

13

19

33

17

16

15

15

14

14

14

14

58

47

15

42

73

43

56

81

17

74

19

17

16

16

16

15

15

15

14

14

14

33

32

89

1

9

20

62

88

40

17

17

16

16

15

15

15

15

15

14

68

74

14

22

64

79

4

5

7

12

17

17

16

16

16

16

14

14

14

14

17

16

8

53

54

65

66

82

7

24

17

16

15

15

15

15

15

15

14

14

13

16

80

23

2

81

20

51

64

19

20

19

18

17

16

16

15

15

15

14

35

62

40

42

61

63

88

47

75

80

16

16

15

15

15

15

15

14

14

14

20

55

63

28

72

34

53

84

9

71

18

17

17

16

16

15

15

15

14

14

79

9

14

19

82

51

28

30

31

48

17

16

16

16

16

15

14

14

14

14

8

83

27

84

42

73

9

18

22

32

17

17

16

16

15

15

14

14

14

14

25

27

39

26

17

20

33

76

15

18

20

17

17

16

15

15

15

15

14

14

88

74

42

20

71

9

46

82

51

13

123

121

118

114

113

112

112

112

111

110

74

Cadenze

Fig. R.A. R.S. F.A. F.S.

mento per l’individuazione e la selezione di buoni numeri. In questa circostanza, come potete osservare dal box in questo spazio, abbiamo deciso di proporvi un piccolo sistema composta da 10 giocate di 7 numeri ciascuna per una spesa pari a euro 3,50. Sono combinazioni matematiche dove la sestina composta da 76-79-23-8-58-36 funge da base. Gli altri numeri ruotano nell’ambito del sistema e, come è facile immaginare, alla sortita di almeno tre numeri fissi potremo assicurarci vincite multiple. Per non parlare di esiti straordinari se dovessimo avere la fortuna di centrare quattro o tutte e cinque le fisse da noi previste. Buona fortuna a tutti voi.

IN SESTINA

42

78

17

1 0 0 3 0 0 2 1 0

1 2 3 4 5 6 7 8 9

11 10 9 9 11 8 9 11 9

21 20 10 22 20 19 20 18 12

2304 2275 2312 2345 2263 2310 2351 2326 2310

I ritardi attuali e storici così come le frequenze, di un elemento di ciascuna delle 9 serie figurali, nella sestina.

Decine

77

81

N UM. RIT.

0 1 2 3 4 5 6 7 8

1 2 0 0 0 1 1 0 1

8 13 9 14 11 11 8 11 13

18 21 21 22 17 18 19 14 12

2323 2263 2163 2235 2253 2256 2362 2407 2534

I ritardi attuali e storici, così come le frequenze, di un numero di ciascuna delle 10 decine, nella sestina.

36

53

57

37

5

59

22 46 72

70

66

51

49

46

44

40

37

35

84 3

83 66 87 79

76

3

90

85

12

25.300.000,00 €

I dieci numeri più frequenti IN SESTINA

N UM. FREQ.

88

81

Cad. R.A. R.S. F.A. F.S. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 0

2 0 2 0 0 1 0 3 0 0

12 13 11 13 9 12 10 10 12 12

18 14 18 19 23 10 13 18 13 16

2147 2096 2106 2056 2087 2085 2028 2080 2042 2069

I ritardi attuali e storici così come le frequenze, di un elemento di ciascuna delle 10 cadenze, nella sestina.

Dec. R.A. R.S. F.A. F.S.

I dieci numeri più in ritardo

Così l’ultimo concorso: 39

50

20

Figure

Abbiamo elaborato una sestina su base statistica

20

61

Dieci giocate integrali dal costo di euro 3,50 ciascuna

Con 76-79-23-8-58-36 sfidiamo il sincronismo ROMA - Gli ultimi concorsi hanno determinato lo sfaldamento di alcune tra le formazioni tradizionali più

NAZIONALE 12 25 83 26 39

* Direttore responsabile di SuperLotto

I dieci numeri più frequenti

35

SUPERENALOTTO

ESTRAZIONE N. 27 DEL 3/3/2009 BARI 77 33 13 86 89 CAGLIARI 13 15 70 36 67 FIRENZE 39 64 34 75 5 GENOVA 51 86 10 12 7 MILANO 20 23 79 61 60 NAPOLI 45 5 60 67 12 PALERMO 74 16 41 87 32 ROMA 42 31 76 24 52 TORINO 23 11 56 65 12 VENEZIA 81 83 18 89 90

276 266 263 263 260 260 256 256 256 255

Super

Lotto in edicola lunedì e venerdì


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 13

Speciale

Scienza

Contro il melanoma allo studio una crema solare ai broccoli

Italiani scoprono cellule complici dell’infarto

Due ampie collaborazioni internazionali, nel cui ambito la popolazione del Verona Heart Study si è rivelata utilissima per la scoperta di tali nuovi marcatori

ROMA - Un gruppo di ricercatori dell’Università di Verona ha scoperto il coinvolgimento di un tipo di cellule immunitarie conosciute nelle allergie, i globuli bianchi eosinofili, nell’infarto. Si tratta di due ampie collaborazioni internazionali, nel cui ambito la popolazione del Verona Heart Study si è rivelata utilissima per la scoperta di tali nuovi marcatori. Uno studio ha portato alla scoperta di 9 pezzi di Dna associati all’infarto precoce. L’altro, coordinato dal gruppo islandese DeCode, ha invece svelato il coinvolgimento di un particolare tipo di globuli bianchi che circolano nel sangue ed infiltrano i tessuti, vale a dire gli eosinofili. Il numero di queste cellule, determinato a sua volta da alcuni geni isolati dallo studio veronese, può avere un peso nella genesi dell’arterosclerosi e, dunque, nell’infarto. La scoperta di questi marcatori genetici offrirà nuovi strumenti di diagnosi e cura contro questo big killer.

Ron, 73 anni, ha subito un intervento di chirurgia sperimentale all’ospedale oftalmico Moorfield di Londra sette mesi fa

Vede grazie ad Argus II Si chiama così l’occhio bionico che ha restituito la vista a un inglese LONDRA - Perse la vista trent’anni fa, adesso riesce a vedere bagliori di luce grazie ad un occhio bionico. Ron, 73 anni, ha subito un intervento di chirurgia sperimentale sette mesi fa all’ospedale oftalmico Moorfield di Londra. Ora, racconta alla Bbc, riesce a seguire le strisce bianche sull’asfalto e persino a sistermarsi i calzini utilizzando l’occhio bionico ribattezzato Argus II. Quindi una sorta di ’occhio bionico’ sperimentale ha consentito di tornare a vedere parzialmente ad inglese di 73 anni, che era completamente cieco da 30 anni. Lo scrive la stampa britannica, sottolineando che Ron (il cognome non è stato reso noto) può ora vedere ritornare a vedere dei flash di luce e scegliere due calzini di colore uguale. Come si scriveva, Argus II è il nome dell’occhio artificiale, sviluppato dall’americana Second Sight. E’ costituito da una minuscola telecamera montata sugli occhiali che trasmette immagini ad una retina artificiale fatta con un reticolo di ellettrodi che mandano messaggi al nervo ottico e al cervello. Le sperimentazioni sono state condotte su 18 pazienti in tutto il mondo: Ron è uno dei tre non vedenti cui è stato impiantato questo sistema all’ospedale oftalmico Moorfields di Londra, sette mesi fa. «Mi hanno detto, e luce sia, ed è arrivata la luce - racconta alla Bbc, che ieri sera ha trasmesso un programma dedicato alla sua vicenda. Per trent’anni non ho visto assolutamente nulla, è stato tutto nero. Ma ora arriva la luce. Mi dà gradi diversi di luce, abbastanza da farmi riconoscere calzini bianchi, grigi, o neri. È un grande onore e privile-

Come funziona l'occhio bionico

I dati della ricerca dell’Univesità di Palermo 3

Com'è fatto il dispositivo impiantato su due non vedenti al Moorfields Eye Hospital di Londra 1

Una mini-telecamera montata sugli occhiali cattura le immagini

Le immagini eleborate sono poi inviate a un ricevitore e da questo ad un dispositivo elettronico impiantato chirurgicamente sulla retina retina

3 1 al nervo ottico 4

2 4

2

Queste sono trasmesse a un microprocessore inserito in un apparecchio portatile

Gli elettrodi del dispositivo stimolano la retina del paziente (bypassando i fotorecettori danneggiati) e utilizzano il nervo ottico per portare l'immagine al cervello ANSA-CENTIMETRI

gio poter prendere parte a un esperimento del genere. Spero che il risultato consenta di ridare la vista a gente come me che è completamente cieca». Ron perse la vista quando era quarantenne, a causa di una retinite pigmentosa, una malattia eredita-

ria che causa la progressiva cecità. Lyndon da Cruz, il chirurgo oftalmico che ha fatto l’intervento, dice che l’occhio bionico è un enorme passo avanti: «Ci sentiamo incoraggiati dai risultati dei test. Gli impianti sono stati stabili e funzionanti per oltre 6 mesi, con una visione

costante generata dal sistema». La sperimentazione, dice, è solo all’inizio, e durerà altri 2 anni. Per Gregorire Cosendai, di Second Sight, la tecnologia dev’essere migliorata, e tra 50 anni «persone come Ron dovrebbero essere in grado di leggere».

Le case nei mesi invernali sono vere “camere a gas”

ROMA - Le case nei mesi invernali si trasformano in vere e proprie «camere a gas» con alti tassi di biossido di azoto e benzene e diventano una delle principali cause di insorgenza di allergie nei ragazzi palermitani. È il risultato di una ricerca realizzata dall’Università di Palermo insieme all’istituto di Biologia e immunologia molecolare del Cnr, impegnati in un progetto biennale finanziato da Arpa Sicilia e coordinato da Giacomo De Leo, direttore del dipartimento dell’Ateneo. L’indagine è stata svolta su 2150 bambini palermitani, trecento dei quali seguiti 24 ore al giorno con badge-rilevatori per individuare le responsabilità principali nella manifestazione di rinite e asma. Nei soggetti in cui le allergie si manifestano sin da giovanissimi, con problemi respiratori, è stata rilevata una stretta dipendenza tra la predisposizione genetica e l’esposizione ad alte densità di smog e fumo passivo. Il progetto, unico in Italia per vastità di campione, è stato presentato ieri mattina nella sede dell’Arpa- Sicilia. «Questo studio è la prova dell’importanza della collaborazione tra le istituzioni - afferma il rettore Lagalla -, da incentivare con la costruzione di una cittadella comune della ricerca. L’Università si pone come laboratorio e idee e moltiplicatore di iniziative». «Un esempio virtuoso aggiunge il direttore dell’Arpa Marino - di come possono essere spese bene le risorse pubbliche. Duecentomila euro per quattro anni, per sostenere il lavoro di tre unità e creare una rete di rilevamento dei pollini a disposizione di tutta la cittadinanza».

Lo stato finale del benessere è un toccasana per chi è sano, dal Polo Nord al Polo Sud. Lo dice uno studio di 140 Paesi

Più si è felici e più si sta bene in salute... o è il contrario?

Un vecchio eschimese felice

ROMA - La felicità è un toccasana per la salute, dal Polo Nord al Polo Sud: infatti, senza distinzione di etnia e condizioni economiche del paese di provenienza, le persone che provano emozioni positive stanno meglio in salute, anche se vivono in condizioni di povertà. È quanto emerge da uno studio condotto in oltre 140 paesi, presentato al meeting annuale della American Psychosomatic Society in corso a Chicago. «Sappiamo da tempo che le emozioni giocano un ruolo importante sulla salute fisica - ha dichiarato Sarah Pressman della University of Kansas - ma tutte le ricerche in questo senso erano state svol-

te finora solo nei paesi industrializzati e non potevamo dire nulla sul fatto che stati d’animo come felicità e tristezza potessero avere un impatto anche sulla salute delle persone povere, gravate da problemi materiali come mangiare o trovare un tetto». I ricercatori Usa hanno risposto a questa domanda coinvolgendo oltre 150.000 adulti di oltre 140 paesi rappresentativi del 95% delle popolazioni mondiali. Hanno chiesto loro di descrivere i propri sentimenti, di dire se si sentissero felici, divertiti, tristi, preoccupati. Poi i ricercatori hanno esaminato il loro stato di salute e chiesto loro infor-

mazioni sullo stato economico e sociale. È emerso che persino lo stato d’animo di coloro che quotidianamente lottano con fame e povertà produce un effetto sul loro stato di salute. Anzi, le emozioni positive sono un viatico per la buona salute soprattutto per le persone povere, che quotidianamente devono lottare per le proprie necessità primarie come procurarsi cibo e acqua. In sostanza, lo studio dimostra che i sentimenti positivi (come la felicità) hanno un effetto sulla salute ancora più potente della soddisfazione dei bisogni primari: le emozioni positive migliorano in ogni caso lo stato di salute degli individui.


Pag. 14

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Giovedì 5 Marzo 2009

SANITA’ Il disavanzo va oltre il 2001-2007. A sottolinearlo è il Sole 24 Ore, che evidenzia le difficoltà di monitoraggio della Regione

Nel 2008 deficit da 250 milioni in su La Commissione Serra-Riccio suggerisce misure drastiche su personale, farmaceutica e ospedali CATANZARO — Il disavanzo boom

della sanità calabrese non è solo un fatto “storico”. Anche il 2008 chiude all’insegna di un forte deficit, stimato per difetto 250 milioni, che si aggiungono al miliardo e 700 milioni di debito accertato sempre in via provvisoria e al ribasso per l’arco 2001-2007. Il dato riferito all’anno scorso è riportato dal Sole 24 Ore nell’articolo di Roberto Turno pubblicato il 3 marzo. Il quotidiano economico mette in luce anche un aspetto che è insieme tecnico e politico: secondo quanto emerge dal tavolo romano dedicato alla sanità calabrese, la Regione non ha saputo «produrre la documentazione conclusiva dell’attività accertativa del debito», fornendo appena una «documentazione in bozza e non ancora conclusiva dello stato delle cose dei conti» grazie all’advisor incaricato dal governo. Anche il nostro giornale, del resto, ha riportato la notizia delle bacchettate che i dirigenti dell’assessowww.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

rato alla Sanità hanno ricevuto dai livelli ministeriali per la poca chiarezza contabile sui dati trasmessi dai manager delle aziende e per via di un monitoraggio della spesa (anche quella accentrata dalla Regione) che è ancora da perfezionare. Per quanto riguarda, poi, il disavanzo del 2008, stando a quanto risulta dal Sole anche negli ultimi scorci di legislatura non si è fatto abbastanza per porre freno alla spesa. Ma tant’è, i tempi stringono e il ministro Sacconi pensa seriamente all’ipotesi di commissariare la sanità della Regione: stavolta in forme più drastiche rispetto al ruolo del commissario per l’emergenza sanitaria incarnato da Vincenzo Spaziante. Nel giro di pochi giorni, forse un paio di settimane, se ne saprà di più su eventuali decisioni dall’alto. Intanto il ministro, incontrando l’altroieri il governatore Agazio Loiero, ha concesso uno spiraglio di apertura alla Regione, che in tempi

“principalmente” su tre settori: prestazioni ospedaliere, farmaceutica, beni e personale. La Calabria assorbe gran parte della spesa sanitaria per i ricoveri in ospedale e la commissione SerraRiccio nel suo dossier sottolinea che i tassi di ospedalizzazione sono “maggiori rispetto alla media nazionale”: l’obiettivo è potenziare le strutture ambulatoriali del territorio e la prevenzione, con i relativi vantaggi economici che ne deriverebbero. Anche la spesa farmaceutica deve essere tenuta a bada, rientrando nell’elenco dei punti critici stilato dalla Commissione. Venendo al personale, l’organo ispettivo istituito a fine 2007 con decreto dell’allora ministro Livia Turco suggerisce che vengano assunte “decisioni drastiche” nel senso del “blocco del turnover per il ruolo amministrativo: blocco “peraltro favorito dall’accorpamento delle Aziende sanitarie locali”.

Nella gamma delle decisioni di cui sopra rientrano, per la Commissione Serra-Riccio, la riconversione “prioritaria” dei piccoli ospedali (“quelli con un numero di posti letto inferiori alle 50 unità”), il contenimento dei costi per le prestazioni erogate dal privato “accreditato / convenzionato”, il blocco della crescita della spesa complessiva per l’acquisizione di beni e servizi. Il conto alla rovescia è iniziato già da un pezzo. Alla Regione, ai politici e ai tecnici, il compito di concludere in fretta l’“operazione verità” sui conti e predisporre un piano di rientro credibile agli occhi del governo. La speranza è che tagliando su fonti di spreco e prestazioni improprie si possano migliorare, come prevede la stessa Regione, i servizi di prevenzione, l’assistenza territoriale e le strutture di lungodegenza per una sanità più vicina ai bisogni (veri) dei malati.

Il capogruppo dell’Udc alla Regione: «Inserire la struttura in un piano dei servizi socio-assistenziali»

blematiche sanitarie anche in questi quattro anni di legislatura». «Piena solidarietà - aggiunge Trematerra - ai tanti lavoratori che a volte con spirito di abnegazione ed a costo di molti sacrifici si sono fatti in quattro per garantire i servizi agli ammalati, ma è chiaro che ciò che occorre e presto è una soluzione complessiva dei problemi che ancora permangono e l’inserimento dell’importante struttura di Serra d’Aiello in un Piano di rilancio dei servizio socio-assistenziali».

L’assessorato alla Sanità

stretti dovrà elaborare un “piano industriale” da presentare al Governo secondo una logica di condivisione. Sicuramente - è detto in una nota della Regione - si dovrà incidere

Trematerra: «Rilanciare il Papa Giovanni» SERRA D’AIELLO — Ipg, atto fi-

nale. O quasi. E mentre a colpi di battaglie giudiziarie si cerca di far continuare a far esistere la struttura sanitaria, i lavoratori mostrano continui segni di insofferenza atti a salvaguardare il proprio posto di lavoro. Non ultimo quello organizzato dinanzi al tribunale di Paola dei giorni scorsi. Ieri era stato il sindaco di Serra, Antonio Cuglietta a lanciare l’ennesimo

grido d’allarme. Ora a puntare il dito contro la gestione sanitaria da parte della Regione Calabria ci pensa il consigliere regionale dell’Udc Michele Trematerra. «Mentre va in onda su tutte le reti l’incapacità della Regione Calabria nella gestione della sanità e si attendono decisioni ultimative da parte del Governo - dice Trematerra in una nota - non si può che rimanere basiti dinanzi ai pro-

blemi che angustiano i lavoratori dell’Istituto Papa Giovanni di Serra d’Aiello». Secondo il capogruppo dell’Udc, si tratta di una struttura che con la sua storia e il suo carico di problematiche «denuncia l’assenza di una seria programmazione della sanità. E che, con il tira e molla che si è avuto circa le soluzioni che si erano prospettate, testimonia l’assenza di governo delle pro-

Dai Popolari europei bordate al Governo regionale: «La vicenda giustifica il commissariamento»

Chiappetta: «Regione unica assente» CATANZARO — «Si chiudono alcu-

ni pazzi in una casa, per dare ad intendere che quelli di fuori sono savi, la rudezza di questa frase di Montesquieu è evidente ma, proporzionalmente, essa contiene una grande ed emblematica verità». E’ quanto afferma, in una nota, il consigliere regionale Gianpaolo Chiappetta secondo cui «le vicende di questi giorni intorno ai destini del Papa Giovanni ci indicano infatti come forse gli ospiti di quella struttura, che hanno evidenti e conosciuti problemi, non siano i soli ad essere lontani da comportamenti razionali, controllati e soprattutto aderenti alla realtà». «E’ necessario - prosegue Chiappetta, capogruppo dei Popolari europei verso il Pdl - andare oltre il perbenismo fatto di carità, oltre quelle parole politically correct che, ineccepibili nella forma, sono prive di contenuti e di autentica condivisione. Sulla struttura di Serra d'Aiello si è consumata una pagina vergognosa della recente storia calabrese, miserie umane si sono unite a furbizie delinquenziali, il coraggio di una iniziale scelta di carità si è, nelle battute finali, trasformato in un irrefrena-

bile desiderio di avida ricchezza». «Per fortuna - sostiene ancora il consigliere regionale - l'iniziativa assunta dalla magistratura ha consentito di rendere evidente una situazione umanamente insostenibile e cristianamente intollerabile, ai giudici si è unita la volontà con la quale la Curia di Cosenza ha manifestato la propria determinazione nel voler individuare una soluzione sostenibile; chi è oggettivamente assente è la Regione alla quale, evidentemente poco importa della riqualificazione della struttura, degli ospiti in essa alloggiati, dei 600 lavoratori che vi prestano servizio, delle comunità interessate». «Non conoscendo nel dettaglio le soluzioni di cui si discute in questi giorni relativamente al Papa Giovanni - sostiene ancora Chiappetta - l'unica cosa che è possibile e necessario fare riguarda l'assunzione di responsabilità politica; aggiungo come utile e necessario il lavoro della commissione Sanità che, significativamente, dovrebbe immediatamente recarsi a visitare la struttura e li tenere una pubblica ed aperta seduta. La vicenda del Papa Giovanni è tale che da sola giustifica la volontà e

l'intenzione, palesata in questi giorni, di procedere al commissariamento della sanità calabrese e l'incontro avuto dal presidente Loiero con il ministro Sacconi fornisce altri motivi». (Ansa).

Francesco Ciampa

(AtPress)

Idv e la Statuto regionale Il segretario regionale Aurelio Misiti e il consigliere regionale Maurizio Feraudo presenteranno oggi la proposta di legge di Italia dei Valori per la modifica dello Statuto della Regione. Una conferenza stampa è in programma per le ore 10,45, a Reggio Calabria, nella sala Giuditta Levato del Consiglio regionale. (Agi)


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 15

CALABRIA PROVINCIALI Pierferdinando Casini oggi a Cosenza per ufficializzare la candidatura di Occhiuto alla presidenza

Carte scoperte, l’Udc corre in solitudine Per i centristi conviene farsi corteggiare al rialzo nella fase del ballottaggio COSENZA — C’ha pensato il prestigioso quotidiano di Confindustria a levare gran parte di suspense al pomeriggio cosentino di Pierferdinando Casini. Il leader nazionale dell’Udc arriva al ridotto del teatro Rendano per una conferenza stampa (ore 16) ma quello che doveva o poteva dire in materia di strategie o alleanze elettorali in foto finish non lo dirà perché sta scritto e da ieri sul Sole 24 Ore. Corsa solitaria e prestigiosa per il cavallo di razza Roberto Occhiuto. Lo Scudo punta per il momento in splendida solitudine la poltrona della presidenza della Provincia di Cosenza e non devono passare inosservati dettagli e messaggi in codice. Occhiuto, unitamente a Vietti a Torino, De Poli a Padova e Galletti a Bologna (come riportato dal Sole 24 Ore) fa parte per così dire dei diamanti da esporre in bella vista su scala nazionale. Teste di ponte tirate a lucido con le quali l’Udc prova ad avanzare il più possibile prima di rendersi conto che aria tira in giro. Il sondaggio Ipr Marketing del resto dà ragione alla politica di Casini che è abile a dividere in tre ma non equamente il timone delle strategie politiche. CATANZARO — Il consigliere re-

gionale Domenico Tallini, dei Popolari Europei Verso il Pdl, in una interrogazione, chiede alla Giunta di sapere «quali scelte strategiche e politiche intende attuare per contrastare il fenomeno della dispersione scolastica». Tallini chiede anche di sapere «quali iniziative urgenti intendono adottare per evitare il protrarsi dell’attuale fase di stallo che impedisce l’utilizzo di risorse necessarie al recupero di centinaia e centinaia di giovani che altrimenti, attraverso il fenomeno della dispersione scolastica, rischiano l’emarginazione sociale in una regione come la Calabria ad alto tasso di criminalità». L’esponente dei Popolari europei verso il Pdl, nell’interrogazione rivolta al presidente Agazio Loiero e agli assessori Mario Maiolo

Pierferdinando Casini

Se in Abruzzo l’Udc se n’è stato per fatti suoi e in Sardegna ha fatto merenda con il Pdl a Firenze, tanto per capirci, è in procinto di far patti con il Pd (ma senza Rifondazione). E ancora se a Bologna non disprezza incoraggiamenti a Guazzaloca che sappiamo bene da che parte sta in Campania sta per dire di no ad un’alleanza organica con il Pdl. Una e trina a conti fatti la danza strategica di Casini che se proprio però deve

scegliere e piazzare il meglio che c’ha in cassaforte, fa correre in solitudine lo Scudo. E così è andata per la Provincia di Cosenza, d’improvviso esposta mediaticamente nella bacheca nazionale dell’Udc. La sfida alla poltrona di Oliverio passa quindi per test strategico e da tenere in debita considerazione all’interno del panorama nazionale. Cosenza come Bologna, la città di Casini. E che sia lo stesso leader nazionale a battezzare l’ingresso in campagna elettorale di Occhiuto dice più o meno tutto circa l’impegno che metterà il partito per portare alla cassa la cifra più alta a disposizione. Si assopiscono quindi a due passi dal fischio d’inizio le speranze di Pdl

Per Pd e Pdl si assopiscono le speranze di poter contare su un alleato da 10% in squadra

Roberto Occhiuto

e Pd di avere un alleato da 10% in squadra. C’hanno provato fino all’ultimo, da una parte e dall’altra. Un pressing asfissiante giocato a tutto campo sia da Gasparri e Quagliarello che da D’Alema e Franceschini. Obiettivo comune quello di convincere Casini che la Provincia di Cosenza vale in realtà più di mezza Regione 2010 e che allearsi oggi vuol dire farlo automaticamente poi domani. E proprio questo ha scoraggiato Ca-

DISPERSIONE SCOLASTICA Il consigliere regionale rivolge una interrogazione alla Giunta

Tallini: «Quali scelte strategiche?» e Domenico Cersosimo, afferma che «negli anni più recenti sono state attivate valide opportunità formative a favore di ragazzi svantaggiati e soggetti a rischio di emarginazione sociale: come ad esempio i corsi per l'obbligo formativo, inseriti nel sistema della formazione professionale. Di recente la gestione delle risorse finanziarie per far fronte a tale fenomeno, che ha evidenti ripercussioni negative sull’intero territorio regionale come la devianza giovanile la micro-criminalità e la delinquenza minorile, sono stati assegnati all'assessorato della Pubblica Istruzione». «Da ottobre 2008 - prosegue presso i Centri per l'impiego ca-

Domenico Tallini

labresi sono pervenute circa 700 nuove adesioni a tali corsi, a conferma dell'esistenza di un forte fabbisogno formativo e di una

L’organismo consiliare ha deciso di rinviare le valutazioni sull’agenzia in attesa di ulteriore relazione

necessità a cui ancora la Regione non ha dato risposta. Da oltre quattro mesi centinaia e centinaia di giovani chiedono di poter rientrare nel sistema formativo per assolvere all’obbligo scolastico, professionalizzandosi per non restare emarginati ed esclusi dalla società». «I ragazzi - prosegue Tallini che abbandonano prematuramente gli studi, determinati dalla percentuale della popolazione fra i 18 e i 24 anni con al più la licenza media, che non ha concluso un corso di formazione professionale riconosciuto dalla Regione di durata superiore ai 2 anni e che non frequenta corsi scolastici o svolge attività formative, so-

sini a “concedere” Occhiuto alla prima occasione. Troppo presto e troppo fumo in giro per drizzare le antenne sulla corsa per la Regione del dopo Loiero. Il Pdl è ancora un contenitore da riempire e non è facile dialogare con chi non ha neanche titoli per farlo e puntare sul Pd, i sondaggi parlano chiaro, è poco più che una crociera sul Titanic, al momento. Meglio allora far finta di niente, oggi come oggi. Rende di più e si finisce per farsi corteggiare al rialzo in un eventuale ballottaggio. Impantanarsi non conviene e hai visto mai che uno dei due blocchi nel frattempo perde la pazienza e si sgretola a granellini. Tutto può essere di questi tempi. Occhiuto è pronto per l’occasione, in ogni caso. E c’è da giurarci che la sua sarà una campagna elettorale per temi e non per slogan. Aperta a tutto e a tutti. Di partito ovviamente ma con calamite bipartizan, pronte a pescare delusi da una parte e dall’altra. È il refrain dell’Udc stagione 2009, del resto. I numeri non condannano fin qui la tattica e Cosenza poi promette scintille e sorprese, fino in fondo. Domenico Martelli

no in Calabria attualmente circa il 18% mentre, secondo le indicazioni europee, tale valore si dovrebbe mantenere sotto il 10%. Nonostante le centinaia di richieste, l'assessorato alla Formazione e Lavoro non ha mai provveduto in tal senso per l'attivazione di corsi specifici. La politica intrapresa in questi ultimi anni dalla Regione in materia di formazione professionale non è stata indirizzata all'inclusione sociale ed agli obblighi di Lisbona, tesa ad investire sulla formazione e sullo sviluppo delle risorse umane, aumentando e migliorando gli investimenti in capitale umano per la crescita e l'occupazione». «La Regione - conclude Tallini non ha utilizzato tutti i fondi a disposizione, previsti nella programmazione 2000-2006, vista anche la proroga concessa dalla Commissione Europea».

Arpacal sotto la lente della II Commissione

Trasporti, Adiconsum Cisl: «Vogliamo treni nuovi e sicuri»

REGGIO CALABRIA — La seduta della seconda Commissione regionale “Bilancio, programmazione economica ed attività produttive”, si è conclusa con l’audizione del direttore generale dell’Arpacal, Vincenzo Mollace. L’organismo ha approvato i Bilanci di previsione delle Aterp della provincia di Crotone e di Reggio Calabria per l'anno finanziario 2009; l’assestamento del Bilancio di previsione per il 2008 nonché il Bilancio di Previsione per il 2009 dell’Ardis di Catanzaro. Infine, sono stati licenziati i rendiconti generali dell’Azienda Calabria Lavoro, relativi agli esercizi finanziari 2001, 2002, 2003 2004 e 2005. «Particolarmente impegnativa dichiara, in una nota, il presidente della II commissione Pierino Amato - l'audizione del direttore generale dell'Azienda Calabria Lavoro, Daniela De Blasio, poiché è stato portato a compimen-

CATANZARO — Il segretario generale dell’Adiconsum Cisl Calabria, Romolo Piscioneri, interviene sui temi del trasporto. «Gli utenti e viaggiatori - spiega - che quotidianamente si spostano sull’intero territorio regionale, hanno bisogno e richiedono treni nuovi, confortevoli, sicuri e veloci, così come avviene nel resto del Paese. Spostarsi, rientra tra i diritti alla mobilità e nessuno può metterlo in dubbio, anche quando le tentazioni manageriali tendono a tagli drastici, non sempre giustificabili in ragione di un semplice esercizio di bilancio. L'alta velocità che non supera i confini campani - fa rilevare - già dimostra come a monte vi sono scelte che escludono il Sud dall'adeguamento della rete ferroviaria, sia pur in presenza di strategie europee che dettano precise condizioni per una diversa mobilità». In Calabria, secondo Piscioneri, «si viaggia su mezzi e

to un lavoro di vero e proprio risanamento finanziario e amministrativo. Infatti, si è trattato di definire la rendicontazione dei bilanci che vanno dal 2001 al 2005. L’intera Commissione ha fortemente stigmatizzato l’assenza vera e propria di certezze nell'amministrazione dell'ente considerato che si è proceduto all'approvazione dei rendiconti dopo 8 anni dalla loro scadenza. L'attuale gestione dell'azienda ha prodotto un vero e proprio lavoro di ricostruzione amministrativa e di risanamento finanziario». «Nel corso della seduta - prosegue Amato -, abbiamo avuto modo di ascoltare anche il direttore generale dell'Arpacal, professor Vincenzo Mollace, che ha relazionato sul piano di assestamento 2008 dell’Agenzia e sullo stesso piano di attività dell'Arpacal. La valutazione è stata aggiornata in attesa di una ulteriore relazione da parte dell'ente».

In merito ai lavori il consigliere Bruno Censore (Pd) dichiara: «Alla luce del ruolo e delle funzioni strategiche che l’Arpacal riveste in materia di protezione ambientale, è auspicabile che la Commissione possa meglio approfondire le funzioni ed i servizi attraverso una relazione conoscitiva sulle attività erogate dall’ente. L'obiettivo è quello di favorire percorsi e processi che vadano nella direzione di valorizzare l'importante ruolo assegnato all’Agenzia, scongiurando, come spesso è accaduto in passato, di affidare a terzi, attività che rientrano nei compiti istituzionali e ordinari dell’Arpacal. Tutto questo alla luce della lettura dei dati di bilancio che indicano la carenza di entrate proprie e per scongiurare che in futuro un ente di tale portata possa diventare l'ennesimo carrozzone regionale con tanti dipendenti e poche attività».

infrastrutture da Medio Evo, carenti sotto ogni punto di vista. Non si interviene efficacemente sul rifacimento della rete ferroviaria compromessa dalle mareggiate e dalle erosioni pregiudicando il regolare utilizzo e la normale portabilità dei treni. E anche laddove si interviene non si pensa alle necessità dei pendolari con l'attuazione di servizi sostitutivi realmente rispondenti alle esigenze di chi per lavoro e per necessità deve ogni giorno attraversare il nostro territorio. Si lascia al totale abbandono l'intera rete a binario unico e senza elettrificazione che costeggia tutta la fascia ionica che va da Reggio Calabria a Taranto. Si combina male, nel metodo e nella sostanza, l'assetto organizzativo che interessa l'attraversamento dello stretto Messina con costi elevati e orari inadeguati. Pensiamo che la politica debba agire velocemente».


16 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA TEATRO COMUNALE La decisione è arrivata dal Consiglio di Stato che ha respinto la richiesta di sospensione della sentenza del Tar

Rigettata l’istanza del Comune di Vibo E’ esagerato definire la vicenda come un ulteriore fallimento della giunta Sammarco? VIBO VALENTIA — Vibo Valentia città senza teatro, a dispetto delle sue tradizioni culturali, città che non avrà un teatro! La vicenda relativa alla costruzione del nuovo teatro comunale – incredibile, paradossale, tragica per le sorti socio-culturali della città – subisce un altro, ulteriore smacco con una nuova decisione che si abbatte sull’esecutivo comunale che con masochistica pervicacia insiste nelle sue prese di posizione puntualmente smentite dai fatti (e questa del teatro non è la sola) procurando oltremodo un danno economico alla casse comunali, oltre al danno beffardo d’immagine di una giunta che a nome della città si intestardisce in errori e riceve sonore bocciature manco fosse

il classico studente volenteroso ma privo di intelligenza che pur impegnandosi nello studio non rende perché non è in grado di apprendere. Cos’è nuovamente accaduto in beffa alle posizioni dell’amministrazione comunale? Il Consiglio di Stato ha rigettato l'istanza del Comune con la quale veniva richiesta la sospensione della sentenza del Tar Calabria di annullamento degli atti relativi alla pratica in oggetto (la costruzione del nuovo teatro comunale). Peraltro lo ha fatto anticipando quella che sarà poi la sua decisione sul merito e dando fin da ora completamente ragione ai privati ricorrenti. In pratica, tanto per essere chiari, il Comune, malgrado ed a dispetto di

qualunque cavillo giuridico scovato dal suo legale, ha torto, ha torto marcio fino a sconfinare nel grottesco. Come giudicare questa vicenda? E’ esagerato definirlo un ulteriore fallimento che registra la giunta Sammarco e che, purtroppo, si ripercuote negativamente sulla città e sui vibonese tutti? In un paese normale, civilmente avanzato, chi dovrebbe trarne le conclusioni ed agire di conseguenza? Esiste ancora a Vibo Valentia, ed in chi in questa città ha ruoli di responsabilità, quel sano senso della vergogna che un tempo faceva arrossire ed a capo chino costringeva all’uscita di scena l’incauto protagonista? Maurizio Bonanno

VIBO VALENTIA Una pattuglia della Polstrada ha fermato un senegalese con patente di guida falsa

Immigrazione clandestina, un arresto VIBO VALENTIA — Nella nottata di

ieri, alle ore 03,00, una pattuglia della Sezione Polstrada di Vibo Valentia in servizio sulla autostrada A/3 Sa-Rc, all’altezza della progressiva chilometrica 361 carreggiata nord agro del comune di Francica non distante dallo svincolo delle Serre, procedeva al fermo di un’utilitaria con targa provvisoria per esportazione, condotta dal cittadino senegalese Wagne Salan, di anni 31, con a bordo al-

tro connazionale regolarmente soggiornante sul territorio italiano e domiciliato a Gioiosa Jonica. Dal controllo del veicolo emergeva l’assenza della copertura assicurativa per cui veniva immediatamente posta sotto sequestro, mentre gli occupanti venivano accompagnati presso la Sezione per ulteriori accertamenti. L’extracomunitario Wagne Salan, che nella circostanza esibiva patente di guida senegalese risultata contraffat-

ta, dopo l’effettuazione delle foto segnaletiche e il riscontro delle impronte digitali, veniva tratto in arresto per aver falsamente attestato la propria identità ai sensi della nuova normativa sull’immigrazione clandestina contenuta nel Pacchetto Sicurezza varato dal governo. A suo carico, inoltre, risultava pendente un decreto di espulsione dal territorio italiano redatto dal Prefetto di Reggio Calabria nel 2007 e mai ottemperato.

VIBO VALENTIA Il diretivo regionale del Movimento Sociale si è riunito per discutere del tesseramento

Fiamma Tricolore si prepara alle elezioni VIBO VALENTIA — Le prossime ele-

zioni, amministrative ed europee, ed il tesseramento sono stati gli argomenti del direttivo regionale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore riunitosi al 501 hotel di Vibo Valentia, presieduto dal segretario regionale Salvatore Restuccia, presente anche il dirigente nazionale Domenico Russo ed il presidente del collegio regionale dei revisori dei conti Raffaele Bruno. Restuccia ha messo in evidenza l’attività svolta in favore

del rilancio della Fiamma Tricolore in tutta la regione, «specie in un momento à ha detto – così particolare per il futuro della destra italiana, dopo che An ha praticamente abdicato confluendo nel PdL». Nel corso della riunione, è emersa la necessità, visto lo sbarramento al 4% imposto dalla legge elettorale, di chiamare a raccolta tutte le forze che fanno riferimento alla destra sociale, «opera è stato comunque evidenziato - che già da tempo è iniziata con le assem-

blea svolte finora a Vibo Valentia, Verona, Cosenza, Massa». Il direttivo regionale a poi deliberato di procedere con il primo appuntamento che vedrà nella prossima settimana il congresso provinciale di Catanzaro. Si è approvata, infine, la circolare applicativa sul tesseramento 2009, che sarà notificata agli attuali commissari delle federazioni provinciali della Calabria. Ma. Bo.

IN BREVE Pizzo, oggi seminario Tortora, il consigliere Montesano torna al suo incarico di basso e batteria consigliere di minoranza nonché ex vice sindaco Mario Moncon due grandi maestri Iltesano, ritorna sul consiglio comunale che si è tenuto martedì PIZZO — L'associazione musicale

Beat in collaborazione con il Pentagramma di Pino Puzzello, ha organizzato un seminario di basso e batteria con i maestri Giovanni De Sossi e Vittorino Naso. Il seminario si terrà questo pomeriggio dalle ore 15 alle ore 20 presso il Fairy Well in Contrada Marinella a Pizzo e si concluderà con una sessione live degli stessi maestri; l’ingresso è gratuito. «È bello - afferma Massimo Russo, presidente dell’associazione ed organizzatore del seminario - poter mettere a disposizione delle giovani leve vibonesi il talento e l’esperienza oramai riconosciuta a livello nazionale ed internazionale di maestri come De Sossi e Naso. Spesso tutti noi siamo attratti dai nomi di musicisti del panorama internazione e sottovalutiamo le grandi competenze ed il livello davvero alto raggiunto da nostri concittadini. Le iscrizioni hanno il costo di eur015,00 per gli iscritti al Beat e di 20,00 per i partecipanti esterni. Ma. Bo.

3 marzo, obiettando sulla sua legittimità. Secondo il consigliere «si governa impropriamente e anche questo consiglio comunale è da considerarsi illegittimo, in quanto il numero legale non è stato rispettato. Nonostante tutto si continua a deliberare con efficacia. Questa poca chiarezza - continua Montesano – mette in mostra che la maggioranza fa scompiglio delle più elementari leggi che ne dovrebbero regolare il corretto svolgimento». Montesano fa appello al segretario comunale affinché «dia una risposta chiara ed esaustiva a quanto sta accadendo, applicando la legge. E' la seconda volta che un consiglio comunale si svolge in maniera illegale. Non si può più né tollerare, né sottacere e una presa di posizione è d'obbligo». A far discutere è stato anche l'intervento del neo – segretario del Partito Democratico, Francesco Martino, che secondo Montesano «non poteva essere effettuato perché il consiglio non era stato sospeso». In conclusione, il consigliere ha voluto ribadire la sua posizione ««fin dalle prime diatribe interne, la maggioranza ha sempre preso le distanze dalla minoranza purgandone i componenti e impossibilitandone la sua rappresentanza. Chiedere o pretendere una sinergia mi sembra abbastanza anomalo». Tutto ciò metterebbe in mostra il carattere “anarchico” che ormai si è insediato nel governo tortorese.

Vibo, Basile sul Teatro Comunale: Ennesima violazione delle regole VIBO VALENTIA — Domenico An-

tonio Basile sulla vicenda del teatro: «Giorni addietro, assistendo ad un pregevole convegno su “Sicurezza e Legalità nelle Politiche di Sviluppo Locale” organizzato dalla Fondazione Nuova Italia, e per essa dal Sen. Bevilacqua, con la partecipazione di tutte le Autorità variamente interessate all’argomento, ho avuto modo di ascoltare da parte di tanti, e specificamente da parte dei rappresentanti degli Enti Locali Territoriali, l’accorato appello alla legalità come strumento ineludibile di buona amministrazione e quale condizione – anzi pre-condizione – per l’implementazione sul territorio di concrete ed efficaci politiche di sviluppo. Non si può che essere perfettamente d’accordo. Ma, oltre che a parole, la legalità bisogna praticarla. Rinviando ad una successiva occasione l’analisi più puntuale del delicato argomento, ritengo sia il caso di sottolineare, nell’ambito del presente ragionamento dedicato all’esito delle iniziative adottate dal Comune di Vibo Valentia relativamente alla questione del Teatro Comunale, quanto da tempo vado sostenendo in relazione al ruolo ed alla funzione della pubblica amministrazione intesa quale macchina erogatrice di governo locale. È fuor di dubbio, infatti, che se il privato cittadino ha il dovere di tenere comportamenti improntati alla perfetta liceità, per la pubblica amministrazione l’obbligo è ancor più stringente in relazione alle ricadute che qualsiasi sua manifestazione di volontà, assunta sia in termini autoritativi che anche più semplicemente nell’ambito della sua pur presente attività privatistica, ha sull’opinione pubblica. Ciò vale in relazione, da un lato, alla disparità di trattamento che potrebbe ingenerarsi fra qualche cittadino privilegiato di serie A e molti altri trattati da emarginati di serie B, e molto di più, dall’altro, quale esplicazione di un modello operativo perverso che potrebbe trovare spiacevoli emulatori. Per la pubblica amministrazione, e soprattutto per quella avvertita come la più vicina dai cittadini, e cioè per Comune, Provincia ed altri Enti presenti sul territorio, la pratica della legalità comporta anche la pratica della piena legittimità. In altri termini, il Comune, la Provincia, gli altri Enti, hanno il dovere di rispettare la legge non solo sotto l’aspetto sostanziale ma anche in relazione ai suoi aspetti formali. E veniamo al caso odierno: ancora una volta l’Amministrazione Comunale di Vibo Valentia soccombe in una causa amministrativa essendole stata rigettata l’istanza con la quale aveva chiesto al Consiglio di Stato di sospendere cautelativamente la sentenza n. 1501/08 con la quale il Tar Calabria, nel condannarla, aveva annullato tutti gli atti, compresi quelli di approvazione

del progetto e di acquisizione coattiva delle occorrenti aree, relativi alla procedura per la costruzione del Teatro Comunale. Si potrebbe obiettare: e cosa mai sarà successo? Ordinariamente le cause si vincono o si perdono, e perderne una in più, a parte le spese legali, non è certo la fine del mondo! Del resto la giurisdizione amministrativa è stata istituita proprio perché la pubblica amministrazione può sbagliare! E liquidare così come assolutamente ordinario quanto si registra a Vibo Valentia. Purtroppo, invece, non è questa la fattispecie: il Comune di Vibo Valentia, da quando si è insediata la Giunta guidata dal Sindaco Sammarco, sta sistematicamente violando la legge su argomenti decisivi nelle politiche di governo locale. Nel caso odierno, l’aspetto che va sottolineato – e che è stato evidenziato dai cronisti più attenti – è la motivazione con la quale il Consiglio di Stato con l’ordinanza 1087/09 pronunziata il 24 febbraio u. s. ha respinto l’istanza cautelare del Comune: “Considerato che vanno condivise le motivazioni della sentenza di I grado”. Ciò significa, non solo, che la citata ordinanza è da leggere già come decisione definitiva di merito, ma anche che lo stesso giudizio di merito è stato abbondantemente anticipato. Ed infatti, peraltro contrariamente al solito, il Giudice Amministrativo di appello non si è trincerato dietro espressioni prudenziali tipo “appaiono condivisibili, ad un sommario esame, le motivazioni della sentenza appellata”, ma ha improntato la sua pronunzia alla perentorietà: “vanno condivise le motivazioni della sentenza di I grado”. Per di più la decisione odierna riguarda solo aspetti che, sebbene importantissimi, sono limitati alla sfera prettamente amministrativa (anche se già il giudice di primo grado aveva sancito che l'annullamento delle deliberazioni comunali travolgeva anche la procedura di aggiudicazione del relativo appalto di costruzione): da quello che finora si é potuto appurare sussistono anche altri, ed altrettanto rilevanti, problemi, come quello legato alla singolarità di una procedura di aggiudicazione dell'incarico professionale di progettazione direzione lavori Cosa dovrebbe comportare tutto questo: il Sindaco, preso atto della avventatezza delle sue scelte e della inconcludenza delle iniziative assunte, dopo aver chiesto scusa per il disturbo arrecato ai cittadini e prima che lo sfascio della cttà superi la soglia del non ritorno, dovrebbe rassegnare le sue irrevocabili dimissioni, non essendovi una sola ragione per continuare a fare danni ed essendovene invece più che a sufficienza per ridare agli elettori il diritto di scegliere amministratori fattivi e capaci. Ma questo presuppone un paese normale, parlando di persone normali. Purtroppo sembra proprio che Vibo Valentia, allo stato, non versi in queste condizioni».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 17

CALABRIA DIAMANTE L’ennesimo appello del sindaco, Ernesto Magorno, alla Regione Calabria, affinchè risolva l’iter burocratico

«Porto, proseguire la costruzione» Per gli ambientalisti, invece, dovrebbero essere sospese le iniziative di avvio dei lavori DIAMANTE — Un excursus ricco

di insidie, quello che sta accompagnando la realizzazione dell’approdo di Diamante. Un porticciolo che ha registrato una serie di colpi di scena, dal sequestro dell’area portuale, avvenuta alcuni anni fa, sino ad arrivare ai via libera da parte degli organi competenti. Bando già realizzato e affidata la gestione, ma che ancora lamenta l’ulteriore tassello burocratico da parte della Regione Calabria. Ed appunto all’ente regionale era indirizzata l’ennesima lettera del primo cittadino, Ernesto Magorno nella quale si chiedeva di porre in essere tutte le iniziative necessarie, affinché, in tempi brevi, venisse definito l’iter amministrativo. Il sindaco è certo: non si può più tollerare oltre il procrastinarsi della realizzazione di un’opera di così rilevante importanza per l’economia turistica locale. Insomma

stando ai dati in possesso dell’amministrazione per la ristrutturazione ed completamento del molo ricovero natanti da diporto e la successiva gestione nel territorio di Diamante mancherebbe poco. Finito l’iter burocratico ora si attende l’assegnazione dei lavori e la concessione demaniale alla società che dovrà provvedere alla costruzione del porto. In tale contesto ovviamente non si può non tenere conto del ricorso straordinario accolto dalla presidenza della repubblica. In merito è stata aperta un’istruttoria sulla base alle documentazioni spedite dagli ambientalisti. Istruttoria che poi passerà al vaglio del Consiglio di Stato. Gli ambientalisti hanno quindi invitato il responsabile regionale del procedimento a sospendere ogni iniziativa di avvio dei lavori in vista della sentenza defi-

nitiva del Consiglio di Stato. Lo stesso invito è stato inviato all’assessore alle politiche territoriali della Regione Calabria Michelangelo Tripodi. Secondo gli ambientalisti esistono delle palesi bocciature riguardo al sito dove dovrebbe sorgere il porto. Una viene dalla soprintendenza dei beni ambientali di Cosenza, l’altro dal Ministero dell’Ambiente. Divieti di cui, secondo gli ambientalisti, non si è assolutamente tenuto conto, andando palesemente contro le direttive iniziali dell’appalto che non permettevano alcun cambiamento progettuale dell’opera presentata, per cui tutte le successive varianti sono da considerarsi nulle, in quanto esistenti su vincoli paesaggistici più volte evidenziati sia dalla soprintendenza che dal ministero. Antonello Troya

AtPress

Orsomarso, Asp: i medici generici presteranno servizio nel comune ORSOMARSO — «I medici di Medi-

cina Generale che operano nel territorio in cui ricade il Comune di Orsomarso sono in condizione di prestare il loro servizio a un numero di cittadini di gran lunga superiore a quello della popolazione residente. Questa la motivazione per la quale è impossibile, secondo quanto stabilito dal Contratto collettivo Nazionale di Lavoro, considerare Orsomarso zona carente». Il Comitato Aziendale per la Medicina Generale dell'Asp di Cosenza interviene così sulla questione che aveva registrato anche la disponibilità di un medico di medicina generale di un altro Comune ad attivare un ambulatorio nel piccolo centro pedemontano tirrenico.

«Allo stato attuale - spiega una nota del Comitato Aziendale - Orsomarso ricade nell'ambito territoriale costituito dai seguenti comuni: Aieta, Belvedere Marittimo, Buonvicino, Diamante, Grisolia Maiera', Papasidero, Praia a Mare, Santa Domenica Talao, S. Maria del Cedro, S. Nicola Arcella, Scalea Tortora e Verbicaro. Un ambito in cui operano ben 40 medici di Medicina Generale, di cui 29 non hanno raggiunto il massimale di scelta previsto dalla convenzione vigente fissato a1500 assisti. Nessuna volontà, dunque, di penalizzare la comunità che, al contrario, potrà usufruire della disponibilità sul suo territorio di un maggior numero di studi professionali». AtPress

VALLELONGA La scoperta è avvenuta nell’ambito di un servizio di sorveglianza sul territorio

Auto rubata trovata bruciata dalla Forestale VALLELONGA — Agenti del Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di Vallelonga (Vv), nell’ambito di un servizio di sorveglianza sul territorio finalizzato alla prevenzione generale ed alla repressione di illeciti ambientali, hanno rinvenuto lungo la strada comunale “Melia”, in agro del comune di Vallelonga, un’automobile completamente incendiata risultata rubata il giorno prima nel vicino comune di Spadola. Il ri-

trovamento dell’auto è avvenuto nel primo pomeriggio del 1° marzo scorso, quando una pattuglia composta da personale del Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di Vallelonga, percorrendo, durante un servizio di controllo del territorio, la strada comunale “Melia” nelle campagne del territorio comunale di Vallelonga, ha notato una carcassa di automobile quasi completamente distrutta dalle fiamme. Gli agenti della Fo-

restale hanno quindi proceduto ad effettuare un’accurata ispezione dell’autovettura, una Lancia Lybra Station Wagon, riuscendo a decifrare il numero di targa e a risalire, previa consultazione di banca dati, all’intestatario dell’automezzo in questione. Da accertamenti successivi, si è scoperto che la predetta auto era stata rubata il giorno prima nel centro urbano di Spadola ed il suo furto era stato regolarmente denunciato.

L’auto ritrovata

Truffa, segnalate quattordici persone

Vibo Valentia, sindacato polizia: senza uomini siamo abbandonati

ZAMBRONE — Il Nucleo Mobile della Tenenza di Tropea ha effettuato accertamenti in ordine alle posizioni reddituali, comunicate nelle dichiarazioni sostitutive unificate della situazione economica (modelli Isee), presentate presso il Comune di Zambrone, al fine di ottenere, per l’anno 2008, le prestazioni economiche socio-assistenziali previste per le persone che versano in condizioni disagiate. L’indagine, intrapresa nel mese di gennaio dell’anno in corso e da

VIBO VALENTIA — «Gli uomini e le donne che indossano la divisa e lavorano in Calabria ed in particolare a Vibo Valentia si sentono abbandonati». E' quanto scritto in un documento del Sindacato autonomo di Polizia (Sap) della provincia di Vibo Valentia. «La nostra denuncia - prosegue il documento sindacale - lo sappiamo è sicuramente forte, ma negli ultimi anni la politica di destra e di sinistra ha proclamato impegno e promesse per la sicurezza salvo poi ritrovarsi a

ZAMBRONE L’indagine della Finanza ha interessato il sussidio previsto per le prestazioni economiche socio-assistenziali

poco conclusasi, ha interessato le domande presentate entro il 31 ottobre del 2008 per il sussidio previsto per la medesima annualità. L’inchiesta dei finanzieri, concentrata sulle autocertificazioni presentate dai 32 soggetti classificatisi nella graduatoria finale stilata dal Comune di Zambrone, ha consentito di appurare che ben 14 di essi si sono resi responsabili del reato di falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico, finalizzata alla truffa. Infatti, pro-

prio attraverso la presentazione di false dichiarazioni relative alle posizioni reddituali dei propri nuclei familiari, i soggetti beneficiari hanno scientemente indotto in errore l’ente pubblico ottenendo l’erogazione di un indebito contributo, ovvero di una quota superiore a quella realmente spettante. Tali violazioni hanno di fatto danneggiato quei soggetti richiedenti che hanno presentato istanze conformi alle prescrizioni di legge.

vedere nel corso degli anni un depauperamento delle risorse destinate al comparto sicurezza. La politica deve fare quanto promesso, ma soprattutto deve prendere coscienza di quello che significherebbe abbandonare la lotta che si svolge ogni giorno in Calabria nonostante le limitate risorse umane e logistiche. Alla politica viene pertanto richiesto un forte impegno che riconosca la dignità professionale a tutti gli operatori della Polizia calabrese».


18 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA REGGIO CALABRIA Sette esemplari, dopo circa due secoli di assenza, vengono reintrodotti grazie alla volontà dell’Ente Parco

Il capriolo italico torna in Aspromonte L’iter è iniziato nel 2003 con uno studio di fattibilità che ha permesso di verificare le condizioni idonee REGGIO CALABRIA — Dopo circa due

secoli torna in Aspromonte, grazie alla volontà dell’Ente Parco, il “capriolo italico”. Lunedì 2 marzo u. s. sono stati rilasciati 7 animali, provenienti dalla Maremma toscana, area nella quale da anni vengono studiate le caratteristiche genetiche delle popolazioni presenti. La reintroduzione di questi 7 esemplari giunge a conclusione di un lungo iter, che ha preso avvio nel 2003, e rappresenta la seconda fase di un’operazione iniziata nell’autunno 2008 con il rilascio di cinque esemplari. I caprioli introdotti appartengono geneticamente al ceppo “italico”, una razza le cui origini sono millenarie, ma oggi in via di estinzione.

«Il Parco Nazionale dell’Aspromonte ha fortemente voluto questo progetto» spiega Antonino Morabito, Consigliere dell’Ente «con la convinzione che questo progetto rappresentasse una occasione non soltanto di arricchimento delle proprie biocenosi, ma anche uno strumento di crescita e confronto culturale con la popolazione locale». «Tutto è iniziato nel 2003 - spiega Lilia Orlandi, responsabile dell’Area Fauna di Dream Italia, la Società incaricata del Progetto - con uno studio di fattibilità durato due anni, che ha permesso di verificare la sussistenza delle condizioni idonee per affrontare un progetto di reintroduzione, analizzando sia le caratteristiche ambientali del territorio del Parco, sia i poten-

ziali fattori limitanti di diversa natura, quali la presenza di cani vaganti, il pascolo eccessivo, il bracconaggio». La Comunità scientifica nazionale, nelle numerose occasioni di incontro sul tema della conservazione del capriolo italico, ha individuato nel Parco Nazionale dell’Aspromonte, con i suoi 65mila ettari di territorio, un’area prioritaria di intervento. Le uniche zone in Italia in cui sopravvive il capriolo originario italico sono la Tenuta Presidenziale di Castelporziano (Roma), l’Orsomarso (Cs) nel Parco nazionale del Pollino e la Foresta Umbra nel Gargano; si tratta, tuttavia, di aree non in grado di fornire soggetti fondatori a causa delle basse densità e delle difficoltà di prelievo. L’unica area in grado di fornire animali, di re-

CASTROVILLARI Soddisfatte le segreterie provinciali dei sindacati per il risultato raggiunto

«Gli uffici Afor non chiuderanno» CASTROVILLARI — «La decisione ri-

guardante la mancata chiusura degli uffici territoriali dell'Afor di Castrovillari e Rossano viene vissuta dal territorio e dai lavoratori come una vittoria delle ragioni, del lavoro e delle esigenze di sicurezza dei cittadini». E' quanto scrivono le segreterie comprensioriali e provinciali di Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil, Snaf Fna, Confsal. «Le organizzazioni sindacali ed i lavoratori sono infatti convinti - si legge ancora - della validità del decentramento amministrativo, che avvicina le istituzioni ai cittadini e consente un governo del territorio e delle emergenze dal basso, piuttosto che da un livello distante dalle reali esigenze. L'esperienza ultratrentennale maturata da questi uffici riguardo le azioni di contrasto al dis-

sesto idrogeologico e all'emergenza incendi - si aggiunge - merita riconoscenza da parte di tutti i cittadini perche ha rappresentato una delle poche concrete realtà di contrapposizione al degrado territoriale, convalidato dagli ultimi eventi che hanno toccato buona parte della calabria. tutto ciò, grazie all'opera di tutte le maestranze forestali (ormai di un bacino in esaurimento) che nel corso degli anni, anno operato in modo da salvaguardare il territorio, con la regimazione a monte delle acque piovane costruzione di gradoni, briglie ed altro. All'interno dei rimboschimenti con cure colturali adeguate che hanno impedito grossi disastri ambientali come incendi, frane e purtroppo gli investimenti nel settore sono carenti, e continuando ad operare

in questo modo, del nostro polmone verde rimarrà esclusivamente solo un ricordo, senza continuare nel solco di quella tradizione proggettuale ed operativa che ha rappresentato quella risorsa che prima veniva mensionata» I lavoratori ed il sindacato, pertanto, «prendono atto dell'impegno, in qualità di capofila, delle amministrazioni comunali di Castrovillari e Rossano, e di tutte le altre amministrazioni comunali che sono intervenute, per aver svolto positivamente una azione di contrasto alla spoliazione, da un punto di vista amministrativo e di capacita' di intervento, di questo nostro territorio, peraltro mai apparso agli onori della cronaca per operatività di governo per le emergenze ambientali». (Agi)

CRONACA Operazione della polizia tributaria nei confronti di un appartenente alla cosca di Sibari

’Ndrangheta, maxi sequestro di euro SALERNO — Un maxi-sequestro di

svariate decine di milioni di euro ai danni di un esponente della 'ndragheta calabrese è in corso da ieri mattina da parte degli uomini del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Salerno in diverse parti del paese. L'uomo, attualmente detenuto, era stato anche collaboratore di giustizia ma non aveva smesso i suoi traffici illeciti. In base ad un accordo che il padre dell'inquisito, capo 'ndragheta della Piana di Sibari,

deceduto, aveva preso a suo tempo con i vertici della nuova camorra organizza di Raffaele Cutolo, gli appartenenti alla sua cosca erano autorizzati a fare traffici in Campania ed in particolare nel salernitano anche perchè per metà suo figlio aveva origini proprio nel capoluogo campano. In diversi anni di "attivita'" il giovane aveva messo su più di trenta aziende utilizzando i proventi delle attività criminali svolte dalla cosca di suo padre in Calabria. Bar, note

aziende di commercializzazione del caffè, videogiochi, security nei locali, una vastissima gamma merceologica con sedi principalmente a Salerno, nell'Agro nocerino e nella Valle dell'Irno, ma anche a Roma, Pescara, Crotone. Oltre 35 aziende che in queste ore sono perquisite dagli uomini della Guardia di Finanza. Gli inquirenti stimano che queste società abbiano conseguito illecitamente beni per circa 30 milioni di euro.

cente individuazione, si trova a cavallo tra la provincia di Grosseto e Siena, nella Toscana meridionale. Ed è grazie all’impegno della Provincia di Grosseto ed in particolare dell’Assessore alla caccia Gian Carlo Bastianini, che si è potuto procedere al rilascio di caprioli italici in Aspromonte. ««Quello dell’Aspromonte» spiega Sandro Nicoloso, tecnico faunistico di Dream «è uno dei progetti di reintroduzione più ambiziosi, a causa delle difficoltà tecniche e logistiche che lo caratterizzano. Le lunghe distanze di trasferimento dalle aree di origine a quelle di destinazione sono, per esempio, ritenute particolarmente critiche per la buona riuscita di tutta l’operazione. Per questo motivo, la maggior parte degli animali rilasciati nel pri-

mo anno saranno muniti di radiocollare satellitare che consentirà in tempo reale il monitoraggio della sopravvivenza e dell’adattamento al nuovo habitat». «Il successo della prima sessione di rilascio avvenuta nell’autunno scorso, successo che sicuramente si ripeterà per questa fase di rilascio» prosegue Antonino Siclari, Responsabile del Progetto per conto dell’Ente Parco, «è in gran parte dovuto all’appoggio della popolazione locale. L’Ente Parco ha, infatti, promosso ed organizzato numerosi momenti di divulgazione e di formazione nei confronti del mondo venatorio e di tutta la comunità aspromontana, consapevole che il loro coinvolgimento avrebbe rappresentato un elemento chiave per la riuscita dell’intero progetto».

NOTIZIE IN BREVE Vibo Valentia, controlli antidroga nelle scuole I militari della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia, con il supporto delle unità cinofile del Gruppo Operativo Calabria, hanno effettuato una serie di controlli all'interno dell'istituto commerciale del capoluogo. In particolare gli uomini del Nucleo operativo e Radiomobile hanno passato al setaccio le aule e le stanze della scuola per verificare che nessuno vi avesse introdotto stupefacenti. Gli uomini dell'Arma, al termine dell'attività che è durata oltre 2 ore e che ha permesso di passare al setaccio l'intero istituto superiore, hanno potuto accertare l'assenza di droga all'interno dell'edificio. «L'attivita' di oggi - si legge in una nota - si inquadra in un generale rafforzamento dell'attivita' preventiva dell'Arma dei Carabinieri nell'intera provincia vibonese ed ha lo scopo di scongiurare lo spaccio di sostanze stupefacenti in particolare tra i giovani, troppo spesso vittime di questo fenomeno. Inoltre i servizi pianificati ed effettuati giornalmente vogliono dimostrare la costante vicinanza degli uomini della Benemerita ai ragazzi e la stretta collaborazione che esiste tra l'Arma dei Carabinieri ed il corpo docente degli istituti scolastici della provincia». Reggio Calabria, convegno sul Lido Comunale e la Torre Nervi Nuccio Pizzimenti, esponente di Forza Italia e portavoce dell’Associazione degli “Amici del Lido e della Torre Nervi” di Reggio Calabria comunica l’evento dell’importante convegno sul Lido comunale: “Quali Prospettive per il Futuro? Corigliano Calabro, cade in un dirupo e muore Un uomo, R. L., di 79 anni è morto in un incidente avvenuto mentre stava raccogliendo della legna nelle campagne di Corigliano Calabro. L'uomo, probabilmente a causa di un malore, è caduto in un dirupo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco che hanno recuperare il corpo. Cosenza, avviata cattura cani randagi La sinergia tra il Comune di Cosenza e l'Azienda Sanitaria Provinciale ha permesso la tempestiva cattura di nove cani randagi (sette nella zona di Serra Spiga e due in Via Popilia) che, in branco, stazionavano sul territorio provocando disagi ai residenti. Com'è noto, il Comune, sulla base delle segnalazioni dei cittadini, deve comunicare la necessità dell'intervento all'Asp, cui spetta il compito della cattura dei randagi. Dopo la cattura, è il Comune a dover dare la disponibilità al ricovero nel canile sanitario per i trattamenti prescritti e provvedere poi al trasferimento nel canile rifugio. Le catture proseguiranno nei prossimi giorni.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 19

CALABRIA CATANZARO — Nel primo pomeriggio

di martedì si è sfiorata l’ennesima tragedia sul viadotto Bisantis, dove una catanzarese di 50 anni ha tentato di suicidarsi. Un gesto estremo scaturito probabilmente da una delusione sentimentale della donna che aveva già provato, solo pochi giorni addietro, a togliersi la vita. Anche in quel caso, così come si è verificato ieri, l’intervento dei poliziotti in servizio sulle Volanti, allertati dalla locale sala operativa del 113, è stato provvidenziale. Quando gli

CATANZARO Nel primo pomeriggio di martedì si è sfiorata l’ennesima tragedia sul viadotto Bisantis

Tenta il suicidio, salvata in extremis Agenti sono arrivati sul viadotto la signora si era già arrampicata sulla ringhiera protettiva manifestando con frasi inequivocabili la propria volontà di lasciarsi cadere giù. Gli operatori, senza perdere tempo, l’hanno subito

raggiunta e afferrata dalle braccia riuscendo così a salvarla. Sul posto poco dopo è sopraggiunta un’ambulanza del 118 con personale sanitario a bordo che, constatando lo stato di alterazione psichica della donna, ha dispo-

sto il suo accompagnamento presso l’ospedale per prestarle le cure necessarie. Il gesto estremo sarebbe scaturito da una delusione sentimentale della donna che aveva già provato, solo pochi giorni addietro, a togliersi la vita.

PROSTITUZIONE MINORENNE Davanti al giudice ieri la dott.ssa Oliverio che ebbe brevemente in cura la ragazza prima che la vicenda divenisse nota

Sotto processo la madre e la zia Ad aprile la deposizione della giovanissima, a maggio sarà la volta della difesa. La sentenza è attesa per giugno CATANZARO — Sfilano i testi dell'accusa al processo a carico di L. S. ed R. S., entrambe di Botricello, nel catanzarese, rispettivamente madre e zia di una minorenne che secondo l'accusa sarebbe stata da loro costretta a prostituirsi. Le due donne rispondono proprio di induzione e sfruttamento della prostituzione aggravato dai legami di parentela e dalla minore età della vittima, che attualmente si trova in una casa protetta. Davanti al Collegio presieduto dal giudice Antonio Saraco (a latere Emanuela Folino ed Emma Sonni), ieri, è comparsa prima di tutto la dottoressa Oliverio, la psicologa che ebbe brevemente in cura la minorenne prima che la vicenda giudiziaria che la riguarda divenisse nota, con l'arresto da parte dei carabinieri di presunti clienti della tredicenne, nonché delle due attuali imputate.

Tra la fine di gennaio e i primi di febbraio del 2008 la dottoressa vide la ragazzina tre volte e, secondo quanto ha spiegato, fu proprio la madre di quest'ultima a condurla da lei, su consiglio del neurologo. La Oliverio, come ha precisato ieri rispondendo a specifiche domande del pubblico ministero d'udienza, Vincenzo Capomolla, nonché del difensore delle imputate, l'avvocato Luigi Falcone, non ebbe modo di riscontrare alcun presunto disagio dovuto ad una situazione come quella descritta nel quadro dell'accusa, bensì le difficoltà di relazionarsi agli altri che la minore aveva, secondo la psicologa, per via delle condizioni familiari dovute al fatto che il padre era andato via e che la famiglia versava in grosse difficoltà economiche. Al microfono si sono succeduti poi diversi carabinieri in servi-

zio alla Compagnia di Sellia Marina, che si occuparono delle indagini (coordinate dal pm Alessia Miele) e che hanno ricostruito le tappe più importanti dell'inchiesta, tra cui gli arresti in flagranza di due presunti clienti cui, secondo le accuse, la 13enne sarebbe stata venduta per incontri sessuali dalla madre e dalla zia i cambio di pochi euro. Si tratta di Giovanni Romano, di 65 anni, e Gregorio Marasci, di 80 anni, che sono stati precedentemente condannati a quattro anni di reclusione ciascuno. Il tribunale, alla fine, ha stabilito un calendario di udienze che prevede, il 29 aprile, l'audizione degli ultimi due testi d'accusa nonché della minore presunta vittima, la quale sarà sentita con tutte le cautele del caso; il 20 maggio le deposizioni dei testi della difesa; il 17 giugno le discussioni, poi la sentenza.

Catanzaro, ordinanza sui dehors crescono i malumori degli esercenti CATANZARO — Crescono le per-

plessità degli esercenti di Catanzaro dopo l'ordinanza dell'amministrazione comunale che ha, di fatto, azzerato la possibilità di somministrare alimenti ai tavolini posti fuori dai locali. Un impedimento che, secondo alcuni titolari dei locali, penalizza le strutture che da tempo pagano regolarmente l'occupazione del suolo pubblico e che, pur volendo mettersi in regola con le autorizzazioni sanitarie necessarie, hanno dovuto fare i conti con la mancanza di un regolamento comunale ad hoc. L'ordinanza del Comune, che coinvolge tutti i settori commerciali, punta su regole

più rigide e precise per l'occupazione del suolo pubblico, per la somministrazione e l'esposizione di alimenti. Una opportunità, secondo gli esponenti di palazzo de Nobili, per dare regole certe; un blocco improvviso dei servizi secondo gli esercenti. Tutto questo mentre nella seduta della giunta comunale in programma ieri, si sarebbe dovuto approvareil regolamento per i dehors, le strutture degli esercizi pubblici situate su suolo pubblico con annessi gli arredi. Intanto in città crescono le perplessità degli esercenti di dopoquesta ordinanza dell' amministrazione comunale.

Approvato il recupero del ponte sulla Fiumarella

Catanzaro, fantocci impiccati sul corso contro il caro tassi

CATANZARO — La giunta comunale,

CATANZARO — Alcuni fantocci “im-

CATANZARO La Giunta ha dato il suo consenso anche allo schema del rendiconto dell’esercizio finanziario 2008

importante per la viabilità nel quartiere - ha subito forti danni per il forte vento e le abbondanti precipitazioni delle scorse settimane, in particolare il distacco, in molti punti, del calcestruzzo. I ferri di armatura risultano in avanzato stato di corrosione. Per il recupero della struttura, è stata impegnata la somma di 70mila euro. Gli altri interventi di somma urgenza riguardano: l’eliminazione delle situazioni di pericolo create dall’ostruzione della rete fognaria a Lido e S: Maria, la frana di via Di Bona, le infiltrazioni nella sala macchine della funicolare, i danni alla rete di illuminazione, al lungomare, eliminazione infiltrazioni palazzo di giustizia e auditorium “Casalinuovo”.

riunitasi sotto la presidenza del sindaco Rosario Olivo, ha approvato dopo la relazione dell’assessore Giuseppe Marcucci - lo schema del rendiconto relativo all’esercizio finanziario 2008. L’esecutivo ha poi approvato sedici perizie per lavori di somma urgenza per un ammontare complessivo di circa 700mila euro: si tratta di interventi straordinari per fare fronte ai danni provocati dalle varie ondate di maltempo che hanno colpito la città. Tra gli interventi più significativi, l’approvazione del progetto esecutivo per il recupero strutturale del ponte sul torrente Fiumarella, all’altezza del centro abitato di Santa Maria. Come è noto, il ponte sulla Fiumarella - struttura molto CATANZARO — Si è tenuta ieri, davanti al giudice distrettuale di Catanzaro, Tiziana Macrì, l'udienza preliminare per le sei persone coinvolte nell'operazione antimafia denominata "Omnia 2" ed accusate di usura ed estorsione aggravate dal metodo mafioso. Gli indagati sono ritenuti affiliati al clan Forastefano di Cassano allo Ionio (Cs). Il sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Vincenzo Luberto, ha chiesto che tutti vengano rinviati a giudizio al termine della sua requisitoria, cui sono seguite le discussioni degli avvocati (tra cui Cesare Badolato, Eugenio Donadio, Roberto Le Pera, Mario Rosa). Per conoscere la decisione del gup si tornerà in aula lunedì mattina. Rischiano di finire sotto processo Domenico Forastefano, 44 anni, suo cugino Vincenzo Forastefano, indicato come il boss dell'omonima cosca, ed il fratello di quest'ultimo Antonio Forastefano; Salvatore Lio-

piccati” ai lampioni di corso Mazzini, la via principale di Catanzaro: è la forma scelta da un'associazione di destra per protestare contro i tassi di interesse bancari elevati. Su ogni fantoccio c'é un cartello con la scritta: «Soffocato dagli interessi, stop all'usura legale, stop alle banche killer». Sui muri di alcune banche del centro cittadino, inoltre, sono stati affissi manifesti con la scritta “La banca uccide, lo Stato guarda”. I manifesti sono siglati con la croce celtica. L'iniziativa, secondo quanto si è appreso dalle forze dell'ordine, sarebbe di movimenti che già in passato, a livello nazionale, hanno promosso manifestazioni contro le banche e il caro mutui.

CATANZARO Si è tenuta ieri l’udienza nei confronti dei presunti affiliati al clan Forastefano di Cassano allo Ionio

Processo Omnia, rinviati 6 indagati ne, 31 anni; Salvatore Maritato, 38; Giovanni Battista Santagata, 30. Tutti sono stati destinatari di un'ordinanza cautelare eseguita dai carabinieri con il blitz "Omnia 2", lo scorso aprile tra Cosenza e Forli'.

Proprio a Forli' si trova l'azienda dell'imprenditore, originario di Reggio Calabria e sposato con una donna di Cassano allo Ionio, che sarebbe stato tra le vittime del gruppo e che, stanco delle vessazioni conti-

nue, denunciò i suoi aguzzini. L'operazione "Omnia 2" fece seguito all'altra, battezzata "Omnia", che nel luglio scorso portò in carcere circa 60 persone ed al sequestro dei beni per oltre 50 milioni di euro nei con-

CATANZARO Il protagonista è un 26enne di Borgia che avrebbe preteso il contante per comprare stupefacenti

Estorceva soldi ai genitori, a giudizio CATANZARO — E' una difficile storia di violenze rivolte da un giovane ai suoi genitori per ottenere i soldi necessari ad acquistare la droga quella approdata, ieri, nell'aula del giudice dell'udienza preliminare di Ca-

tanzaro, Antonio Battaglia. Il protagonista, G. B., 26 anni, di Borgia, è stato rinviato a giudizio per rispondere delle accuse di estorsione e maltrattamenti in famiglia, mentre il znon luogo a procedere» è sta-

to sentenziato per le rimanenti contestazioni di coltivazione di stupefacenti. Secondo un copione d'accusa non raro, il giovane, in diverse occasioni, avrebbe preteso con la forza da sua madre e suo padre le

fronti di presunti affiliati ai "Forastefano", con contestazioni che vanno dall'associazione per delinquere di stampo mafioso, al traffico di droga, usura, estorsioni (lo scorso 14 novembre 34 giudizi abbreviati scelti dagli indagati si sono conclusi con 30 condanne, 3 assoluzioni, e gli atti relativi alla posizione del consigliere regionale Franco La Rupa restituiti alla Procura per una riformulazione delle imputazioni). somme necessarie per procurarsi gli stupefacenti, qualche volta facendo loro del male, tanto che in passato fu sottoposto anche a trattamento sanitario obbligatorio. Un dato, quest'ultimo, che l'avvocato Salvatore Gullì, difensore di G. B., ha sottolineato asserendo che il giovane sarebbe da considerare incapace di intendere e volere, e chiedendo una perizia che, però, non è stata disposta.


20 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO La struttura proposta dall’Amministrazione Penitenziaria della Calabria è propedeutica all’istituzione nel capoluogo dell’Isspe

Passi in avanti per il Polo della Legalità La ristrutturazione dell’immobile concesso al Comune è al primo posto tra gli interventi “ritenuti indispensabili” CATANZARO — Passi in avanti per la costituzione, in località “Pistoia”, del Polo della Legalità proposto dall’Amministrazione Penitenziaria della Calabria, struttura propedeutica all’istituzione nel Capoluogo dell’Isspe (Istituto superiore di studi penitenziari). Il provveditore regionale dell’Amministrazione Penitenziaria, dott. Paolino Quattrone, ha infatti inserito la ristrutturazione e l’adeguamento funzionale dell’immobile concesso dal Comune di Catanzaro al primo posto tra gli interventi “ritenuti indispensabili” nel programma triennale degli interventi inviato al Ministero della Giustizia. Il dott. Quattrone ne ha dato comunicazione al prefetto dott. Sandro Calvosa e al sindaco Rosario Olivo, precisando che la decisione finale spetta al Dipartimento centrale dell’Amministrazione Penitenziaria. La spesa prevista per l’adeguamento tecnico dell’immobile ammonta a 900mila euro. Per realizzare l’opera si prevedono 200 giorni lavorativi. Il sindaco Olivo - che sta seguendo personalmente la vicenda - ha insistito sulla necessità di istituire il Presidio di legalità in una delle zone a rischio della città. «Ora - ha detto il primo cittadino - ci attendiamo risposte conseguenti dal Ministero della Giustizia». E, a tal proposito, ha ufficialmente informato dello stato della pratica i parlamentari ca-

tanzaresi, chiedendo loro di sostenere a livello centrale la richiesta di finanziamento per il completamento dell’opera. L’accordo raggiunto dal sindaco con il Provveditorato prevede la presenza di un apparato di grande visibilità, costituito dal personale del corpo di polizia penitenziaria che effettuerà un accurato controllo del territorio, anche grazie a dispositivi di videosorveglianza. L’immobile di località Pistoia ospiterà l’intero staff del Provveditorato regionale dell’Amministrazione Penitenziaria, attualmente sistemato in un edificio privato di via Cortese, ma diventerà anche sede della Cor, la centrale regionale di coordinamento, un sistema di collegamento centralizzato, dotato di impianti, monitor, sala trasmissioni per la visualizzazione e il coordinamento degli automezzi dell’Amministrazione. In questo ambito, a Pistoia sarà installata anche la nuova postazione per il sistema integrato Tetra, ovvero un servizio di telecomunicazioni digitale per le cinque forze di polizia, il cui progetto è stato promosso dal Ministero dell’interno e che vede la Calabria come regione pilota. La restante parte del fabbricato ò- come ha specificato il Provveditore Quattrone - ospiterà l’ufficio regionale della formazione e aggiornamento dei quadri dirigenti e direttivi appartenenti al corpo di polizia penitenziaria

che opererà in collaborazione con l’Università Magna Grecia. Si pensi che in Calabria sono in servizio circa 2mila appartenenti al corpo di polizia penitenziaria. Ma i corsi di formazione - come ha specificato il direttore dell’ufficio del personale, dott. Angela Paravati - riguarderanno anche i 300 appartenenti al comparto “ministeri” e il personale di vari enti. Unitamente a queste unità di dipendenti, vengono coinvolti nelle attività formative anche i volontari, gli appartenenti al Terzo settore, ai Sert, alle comunità terapeutiche, ovvero tutte quelle figure che quotidianamente offrono la loro preziosa collaborazione al complesso e variegato mondo penitenziario. Da non sottovalutare il fatto che un rilevante numero di dipendenti dell’Amministrazione Penitenziaria e di persone comunque coinvolte nelle attività di formazione o di funzionamento della centrale Cor e del sistema Tetra fruirà dei servizi commerciali e di ristorazione dei quartieri a sud della città. Il Provveditore Quattrone nei prossimi giorni si recherà a Roma per discutere con i vertici del Dipartimento le modalità per l’attivazione del Presidio di Legalità a Catanzaro. In attesa, ovviamente, che si sblocchi anche la questione dell’Isspe, la cui presenza nel Capoluogo rappresenterebbe un fattore aggiunto di notevole importanza.

Esposito: convocazione consiglio comunale, sono d’accordo con la posizione di Cimino CATANZARO — Il consigliere co-

munale di minoranza Sinibaldo Esposito è intervenuto, con una nota, sulle polemiche relative alla convocazione del Consiglio comunale. «La posizione espressa con chiarezza dall’amico Franco Cimino è identica alla mia - dichiara Esposito -, più volte ed in più sedi, e su svariati argomenti, esposta. Essa si articola su tre direzioni, tutte convergenti sulla necessità di restituire forza e prestigio ad una città che via via negli ultimi tempi li sta perdendo. La prima è, lo ribadisco, quella di fare del Consiglio Comunale e delle sue articolazioni il luogo in cui non solo sia garantito il regolare confronto fra le parti, maggioranza ed opposizione, che proprio nel Consiglio trovano pari dignità, ma l’occasione per realizzare sui problemi della città l’unità che noi andiamo cercando da tanto tempo. La seconda è fare chiarezza su una grave e persistente crisi politica che complica l’attività dell’esecutivo, indebolisce l’azione del Sindaco, e di fatto paralizza la vita amministrativa dell’Ente, aggravando le conse-

Tallini: «La conferenza dei capigruppo Criminalità, Riccio e Nisticò: denota mancanza di cultura istituzionale» «Intervengano i parlamentari» CATANZARO — «La convocazione di una conferenza dei capigruppo, per discutere l’eventualità di dedicare una seduta del consiglio comunale al problema dell’ordine pubblico ed alla sicurezza, arriva con grande ritardo e denota mancanza di cultura istituzionale atteso che, per le notizie di cronaca nera di questi ultimi giorni, la convocazione urgente del consiglio comunale è diventata da tempo atto dovuto» si legge in una nota del consigliere Comunale Domenico Tallini. «Soprattutto - prosegue la nota -, dopo che sulla stampa alcune illazioni giornalistiche, hanno adombrato il dubbio circa la presenza di forze politiche presenti all’interno del consiglio comunale che avrebbero remato contro la eventuale convocazione del più alto consesso cittadino. Anche su quest’ultimo aspetto, pensiamo di essere stati chiari come sempre, chiedendo pubblicamente e con urgenza una seduta del consiglio comunale per discutere della questione Rom e delle case occupate abusivamente, nonché della sicurezza più in generale, cosa che avrebbe dovuto fare l’intero consiglio con in testa il suo massimo rappresentante qual è il Presidente del Consiglio Passafaro. Ritengo, pertanto, di condividere la posizione del collega Cimino che nella sostanza ritengo voglia significare il fatto che sulla questione si è già perso molto tempo e che pertanto la conferenza dei capigruppo, per valutare l’opportunità di convocare il consiglio con all’o. d. g. la questione sicurezza, può rappresentare un’ulteriore occasione per quanti non hanno alcun interesse affinché il delicato argomento possa trovare la dignità di una discussione au-

torevole. La conferenza dei capigruppo è prevista per legge solo per consentire alle forze politiche di valutare gli argomenti da iscrivere all’o. d. g. e l’ordine degli stessi. Nel caso specifico - conclude -, essendo argomenti già scontati e si conosce l’unico punto da iscrivere all’ordine del giorno e da trattare invito il Presidente del Consiglio Passafaro a non cincischiare ulteriormente e convocare rapidamente una seduta di Consiglio Comunale».

CATANZARO — «Da qualche mese a questa parte purtroppo anche Catanzaro è uscita dal limbo in cui era vissuta per troppo tempo, scontrandosi con una realtà triste» si legge in una nota di Eugenio Riccio e Carlo Nisticò, consiglieri comunali. «Gran parte - prosegue - del tessuto sociale è intriso di criminalità e non si tratta più solo di un'emergenza purtroppo, ma di una condizione di vita che avvelena la quotidianità . Fatto salvo l'ottimo lavoro delle Forze di Polizia locali, il proble-

ma non è più circostanziato nei confini provinciali, ma riguarda tutti. Chiediamo alla delegazione parlamentare catanzarese che fine ha fatto la proposta di creare nella città Capoluogo una sede staccata del Reparto Mobile di Polizia. Tutto questo - concludono ricordiamo a costo zero. Ma soprattutto chiediamo, laddove l'impiego dell'esercito abbia dato risultati positivi in termini di diminuzione della criminalità nelle città , di pensare ad un'ipotesi del genere anche per Catanzaro».

guenze dei grossolani errori compiuti anche per la smodata voglia di utilizzare spazi comunali per la sistemazione degli equilibri interni alla maggioranza. La terza è data dalla necessità di far fronte con la massima urgenza a problemi che stanno minando la sicurezza dei cittadini e umiliando le stesse istituzioni. Accanto a queste - continua - né prima né dopo, si trova la necessità di far fronte alla grave emergenza economica e strutturale determinata dai recenti fenomeni atmosferici che hanno davvero messo in ginocchio la città specie a sud. Dinanzi a tale contesto la maggioranza, o almeno quello che resta di essa, si occupa soltanto delle vicende interne ai partiti che la compongono ed al passaggio da un punto all’altro dello schieramento di alcuni suoi consiglieri. E non solo, si risponde picche alla nostra reiterata disponibilità a dare ogni contributo per risolvere i problemi dei cittadini. Sono mesi che chiediamo la convocazione del Consiglio Comunale e nulla, neppure sul terreno della cortesia istituzionale, c’è stato risposto. L’unica tardiva risposta, debole quanto furbesca, è la convocazione dei capi gruppo per discutere di tutto e di più, qualcuno pensando di scaricare le gravi responsabilità che reca con sé. Noi non ci stiamo, o meglio non consentiamo più questo misero gioco a nascondino. La città non perdonerebbe neppure noi. Non si perda tempo, e si vada subito al Consiglio Comunale. La nostra eventuale presenza - conclude - alla conferenza dei capi gruppo sarà solo per ribadire tutto ciò, oltre che per un atto di correttezza istituzionale».

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Tagliamento Auto concessionaria Mercedes-Benz

CERCA

1

Elettrauto diagnostico qualificato con esperienza nel settore Per colloquio inviare curriculum a:

salvatore.vizzari@tagliamentoauto.it tel. 0968 751844

AZIENDA LEADER NEL SETTORE DI VENDITE ORGANIZZAZIONE E RAPPRESENTANZE DI MACCHINE EDILI INDUSTRIALI E STRADALI

R I C E R C A •

1 FIGURA (VENDITE ESTERNE FULL-TIME) DIPLOMA SUPERIORE - MAX 25 ANNI ANCHE SENZA ESPERIENZA

PER INFORMAZIONI telefonare al cell. 338.8455646 o inviare e-mail: panettasal@libero.it ZONA INDUSTRIALE MARCELLINARA - CZ


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 21

CALABRIA CATANZARO La nota del Consigliere provinciale Nicola Armignacca per gli interventi dell’amministrazione comunale

«Tante anomalie su Corso Mazzini» «Ma il vero scempio del decoro urbano si sta consumando nel Complesso Monumentale del San Giovanni» CATANZARO — «Sono improntati eufemisticamente alla superficialità ed al pressapochismo gli interventi che l’Amministrazione Comunale di Catanzaro ha già effettuato o sta realizzando nel centro storico della città Capoluogo di Regione» si legge in una nota del Consigliere Provinciale Nicola Armignacca. «Basta passeggiare sul Corso Mazzini - prosegue un tempo il salotto buono della città, per accorgersi di “anomalie” plastiche e cromatiche, che forse non hanno eguali. La prima evidenza che balza subito all’occhio è l’evoluzione delle fioriere. Chi non ricorda i fusti simili a lavatrici color acciaio che hanno fatto bella mostra di sé per qualche mese, evolvendosi poi nelle attuali in legno di color verde pisello? Posizionate nel periodo natalizio, con tanto di stelle di natale all’interno, hanno suscitato la curiosità dei Catanzaresi. Questo finchè non ci si è accorti che le amene fioriere, tipiche per colore e fattezze delle località di mare o dei villaggi di montagna, sono divenuti ornamento fisso e non estemporaneo di Corso Mazzini. Giunti a Piazza Prefettura è possibile scorgere in terra il tracciato stradale, realizzato con gli ultimi lavori di restyling, per identificare le fondamenta di un antico edificio sacro della città. Un intervento sacrosanto se non fosse per il fatto che le due vetrine, realizzate con l’intento di rendere visibili le preesistenze storiche, creano una pesante condensa che insieme alle lesioni dei vetri, rendono impossibile la visione sottostante, segno evidente dell’inadeguatezza del materiale utilizzato. A ciò - continua - si aggiungano i quattro fori ai lati delle vetrine per dei paletti inseriti e poi subito rimossi e le lastre di ferro, degne di un cantiere di periferia, che avrebbero dovuto coprire alla vista i manufatti, e che divenute “mobili” costituiscono un vero pericolo per l’inciampo dei passanti. Poco più avanti un’altra incompiuta: la piazzetta Garibaldi con il manto stradale non terminato, con una “colata” di asfalto nero. Ma il vero scempio del decoro urbano del centro storico della città,

Le anomalie di Corso Mazzini

si sta consumando nel Complesso Monumentale del San Giovanni, sotto gli occhi increduli e forse un po’ rassegnati dei Catanzaresi. La realizzazione immotivata di fioriere fortemente asimmetriche e massicce restringendo la carreggiata della rampa di accesso alla terrazza renderanno davvero difficile l’accesso ai mezzi motorizzati e impossibile agli autoarticolati. Pertanto a meno che l’Amministrazione Comunale non abbia pensato al nolo di un elicottero, le opere d’arte e le pesanti attrezzature per l’allestimento di mostre all’interno del complesso monumentale dovranno essere trasportate con diversi mezzi meccanici e nel peggiore dei casi a “spalla”.

Infelicissima anche la scelta ed il posizionamento dei frangivento: in vetro e ferro che già presenta evidenti tratti di ruggine. Una barriera verde con apertura a visuale, forse, sarebbe stata più appropriata e meno “invasiva”. Scelte davvero poco oculate che rappresentano una sfregio al cuore del centro storico della città. Il tutto a spese, naturalmente, del cittadino contribuente. Sarebbe interessante conoscere sull’argomento anche l’opinione delle associazioni politico-culturali che negli anni passati hanno condotto battaglie per la cura ed il decoro del tessuto urbano e del centro storico catanzarese facendone un proprio vessillo».

SICUREZZA - Ordine del giorno in Provincia Ordine del giorno sull’ordine pubblico per la zona Catanzaro Sud. E’ stato presentato dai consiglieri provinciali Verrengia ed Armignacca e sottoscritto da tutti i gruppi consiliari sia di maggioranza che di minoranza. «I recenti fatti di occupazioni abusive di alloggi di Erp - scrivono - gli atti delinquenziali e di cronaca nera, il grave fatto di sangue che ha registrato l’uccisione del giovane Massimiliano Citriniti, come la punta di un iceberg, hanno evidenziato i gravissimi problemi di ordine pubblico e di sicurezza che si registrano nei quartieri di Pistoia, Fortuna, Aranceto e Corvo della Città di Catanzaro. Storie di illegalità diffusa e soprusi che la popolazione residente è costretta a subire, uno stato palpabile di tensione e di grave disagio sociale che i cittadini vivono, di cui la Politica deve farsi carico, proponendo ed attuando di concerto con le istituzioni operanti sul territori, Comune, Provincia, Regione, Aterp, Questura, Prefettura, Forze dell’Ordine, mondo dell’Associazionismo e del Privato Sociale, quelle soluzioni idonee e operative. Riteniamo non più procrastinabile un intervento della Deputazione Parlamentare della provincia di Catanzaro presso il Governo centrale perché vengano fornite le risorse necessarie per l’attuazione del Pon Sicurezza proposto dall’Amministrazione Comunale di Catanzaro».

CATANZARO — «Procede a gran ritmo il programma di messa in sicurezza degli edifici scolastici approvato dalla Giunta Provinciale nei mesi scorsi per un investimento totale di oltre 4 milioni di euro: tra gennaio e febbraio sono state aggiudicate le prime gare d’appalto ed a breve saranno in corso interventi su numerose scuole della provincia» si legge in una nota della provincia di Catnzaro. «Si parte con il miglioramento strutturale del Liceo Classico Galluppi di Catanzaro - prosegue la nota -, investimento complessivo di 580mila euro, gara d’appalto aggiudicata alla ditta Luigi Alfieri Costruzioni su progetto approvato nel novembre scorso e redatto dall’ufficio tecnico provinciale che assumerà la direzione

CATANZARO Primo intervento al Liceo Classico Galluppi investimento complessivo di 580mila euro

CATANZARO — «Sono stati assegnati i lavori per il ripristino e la messa in sicurezza della strada provinciale 157 che collega il quartiere S. Maria di Catanzaro con viale Europa, interessata da una grossa frana proprio nei giorni di forti piogge che si sono riversate in tutto il territorio calabrese» si legge in una nota del consigliere provinciale, Ivan Cardamone. «E’ stato necessario - prosegue - effettuare tutti i dovuti rilie-

CATANZARO Ivan Cardamone sull’arteria che collega il quartiere S. Maria con viale Europa

Edilizia scolastica, l’impegno della Provincia dei lavori. Sempre a Catanzaro opere di manutenzione straordinaria sono in avvio nella succursale dell’Istituto Industriale Scalfaro di via Cirimele: sul progetto dei tecnici interni ingegner Vincenzo Coppola e geometra Franco Greco per 490mila euro di spesa, l’aggiudicazione è andata alla ditta Fulciniti Vincenzo. Per quanto riguarda Lamezia Terme è stata aggiudicata la realizzazione di un laboratorio di costruzione nell’area dell’Istituto per Geometri, che consentirà il trasferimento

degli attuali laboratori in una sede adeguata: 220mila l’importo dei lavori affidati con pubblico incanto alla ditta Emilio Fanello Costruzioni. Sempre a Lamezia la ditta Rotondo provvederà al recupero delle facciate esterne dell’Istituto Einaudi, 126mila euro complessivi, mentre per quanto attiene alla manutenzione straordinaria del Liceo Classico Fiorentino, 150mila euro di spesa totale, i lavori sono stati aggiudicati alla ditta Giannotti Vincenzo. Nei prossimi giorni, sempre nella città

della Piana, partiranno le opere di ripristino degli infissi dell’Ipsia per circa 75mila euro di spesa. A Soverato sono in dirittura d’arrivo le procedure per la manutenzione straordinaria dell’Istituto Alberghiero, 120mila euro di investimento pari a quello previsto per le opere complementari approvate sull’Istituto per Geometri. Per la gran parte degli edifici scolastici si è già ottemperato alle previsioni di legge, per cui gli interventi in corso saranno effettuati nella città di Lamezia

«Assegnati i lavori della strada 157» vi da parte dei tecnici e geologi per verificare le condizioni del luogo e la portata della frana al fine di programmare il dovuto intervento. All’inizio della prossima settimana si darà inizio ai lavori come già con-

cordato con il settore tecnico della Provincia di Catanzaro e la ditta aggiudicataria del lavoro. La messa in sicurezza della zona a monte interessata dalla frana consentirà l’apertura della circolazione a senso

unico alternato tale da consentire ai residenti e non di poter raggiungere agevolmente il quartiere S. Amria che Viale Europa. Il settore tecnico della Provincia di Catanzaro sta già programmando l’intervento

Terme all’Ipsia Da Vinci, al Liceo Classico Fiorentino ed all’Istituto Tecnico Commerciale De Fazio, a Catanzaro all’Istituto Commerciale Pacioli, ed infine all’Ipsia ed Liceo Scientifico di Girifalco ed all’Ipsaa di Soveria Mannelli». Alla soddisfazione dell’assessore al ramo Giacomo Matacera si aggiungono le dichiarazioni del Presidente Wanda Ferro: «Numerosi investimenti con le scuole provinciali che diventano un grande cantiere aperto: approfitteremo della pausa estiva per tutte quelle lavorazioni che potrebbero interferire con l’attività scolastica e confidiamo nella certa collaborazione del corpo docente, degli studenti e degli operatori scolastici in questa prima fase che comporterà qualche disagio». a valle della frana interessato da un cedimento dello stesso manto stradale, al quale si darà esecuzione successivamente. Via Tagliamento è una via principale di collegamento sia per i residenti del quartiere Corace che per un collegamento diretto tra S. Maria e Viale Europa. Sicuramente - conclude - nelle future programmazioni dell’ente Provincia dovrà rientrare un potenziamento della via Tagliamento».


22 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Alle 17 al complesso monumentale del San Giovanni l’appuntamento dedicato all’eroina nata dalla penna di Santo Gioffrè

Oggi l’incontro su Artemisia Sanchez L’autore ha riportato alla luce una tragedia ambientata negli anni in cui la Calabria tentava di uscire dal passato feudale CATANZARO — Una donna che lotta con tutte le forze per la modernizzazione della sua terra contro l’oscurantismo intellettuale dei proprietari terrieri disposti a tutto per non perdere i propri privilegi. E’ Artemisia Sanchez, l’eroina nata dalla penna di Santo Gioffrè, che dopo lo straordinario successo ottenuto in tv con la fiction che l’ha vista protagonista (interpretata da Michelle Bonev, affiancata da Fabio Fulco, per la regia del calabrese Ambrogio Lo Giudice), approderà nella sua veste bibliografica al complesso monumentale del San Giovanni. L’assessorato alla Cultura del Comune ha infatti organizzato insieme alla Biblioteca comunale Filippo De Nobili la presentazione del romanzo di Santo Gioffrè, da cui è stato tratto lo sceneggiato televisivo, che si terrà oggi alle ore 17.00. Dopo i saluti del sindaco di Rosario Olivo e dell’assessore alla Cultura Antonio Argirò, il giornalista Vincenzo De Virgilio introdurrà il lavoro di Gioffrè. Previsti gli interventi di Raimonda Bruni del Circolo di Lettura della Biblioteca De Nobili e di Franco Santopolo, esperto di Economica Agraria. Nel corso dell’incontro sono previste anche alcune letture tratte da “Artemisia Sanchez” a cura di Ketty Galiano, del Circolo di Lettura della De Nobili. All’incontro sarà presente l’autore, Santo Gioffrè. Santo Gioffré (Seminara, Reggio Calabria 1954), medico, è aiuto ostetrico presso l’ospedale di Palmi; attivo in politica fin dall’adolescenza, attualmente è assessore ai Beni e alla Attività Culturali e alla Protezione Civile

della Provincia di Reggio Calabria. Appassionato di ricerca storica sul passato della sua terra, è stato tra l’altro promotore della rievocazione annuale dell’entrata trionfale del corteo di Carlo V a Seminara. Il romanzo. Nella primavera del 1785 a Seminara, in Calabria, un sacerdote di nobili origini viene ferito in un agguato. Un fatto registrato dalle cronache dell’epoca che Santo Gioffré, storico e romanziere per passione, ha ritrovato mentre si documentava su un terremoto che aveva sconvolto quel territorio. Chi ha colpito il prelato? E soprattutto, perché? Gioffré ha indagato tra carte vecchie di oltre due secoli, riuscendo a riportare alla luce una tragedia di amori e potere negli anni difficili in cui la Calabria tentava di uscire dal passato feudale sotto la spinta delle idee illuministe. Tra i primi ad appoggiare lo spirito razionalista dei tempi nuovi c’è proprio don Angelo Falvetti. L’aggressore ha dunque voluto punire il prelato per aver tradito la propria nascita aristocratica? Si è trattato di una vendetta politica? O di vendetta d’amore? Perché don Angelo ha amato una donna bellissima, Artemisia Sanchez, giovane e ribelle rampolla della più potente famiglia di Seminara. E lei la vera protagonista di questo racconto che, nella miglior tradizione del romanzo storico, fonde realtà e immaginazione. Sullo sfondo di una società in fermento, alle soglie della rivoluzione industriale, si consuma questa storia di sacrilegio e redenzione, ennesimo terreno di scontro tra il Bene e il Male.

CATANZARO Un professionista avrebbe chiesto l’annullamento della pianta organica degli esercizi del settore

Farmacie, il Comune si rivolge al Tar CATANZARO — Il Comune si costituirà

davanti al Tar della Calabria nel giudizio promosso da una farmacista per ottenere l’annullamento della delibera con cui il Consiglio comunale ha approvato la nuova “Pianta organica delle sedi farmaceutiche”. La giunta ha affidato a quattro legali dell’Ente (Anna Maria Paladino, Ida Paladino, Santa Durante e Annarita De Siena) l’incarico di tutelare gli interessi dell’Amministrazione. Il ricorso è stato proposto sia contro l’Amministrazione

«La costituzione nel giudizio rappresenta un atto doveroso a difesa di una delibera democratica»

comunale, sia contro la Regione Calabria, sia contro nove titolari di farmacie della città. Palazzo De Nobili ha precisato che la costituzione nel giudizio rappresenta un atto doveroso a difesa di una delibera assunta democraticamente dal Consiglio comunale con cui - dopo un condiviso e utile confronto con l’Ordine dei farmacisti e le associazioni di categoria - si è finalmente messo ordine nella delicata materia e si è razionalizzato un servizio di estrema utilità per la popolazione.

CATANZARO La manifestazione ha ricevuto il patrocinio della Adoi e sarà presieduta da Giancarlo Valenti

Convegno “Dermatologia senza confini” CATANZARO — Nella giornata del 7 Marzo 2009 si terrà presso l’Hotel Guglielmo di Catanzaro il 1° Convegno “Dermatologia senza confini”. La manifestazione, presieduta dal dott. Giancarlo Valenti Direttore dell’unità operativa di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, ha ricevuto il patrocinio della Adoi (associazione dermatologi ospedalieri italiani) e si inserisce in un più ampio am-

bito nazionale di studio e confronto tra cultori della materia. La giornata sarà dedicata ad importanti campi della patologia dermatologica in particolare focalizzerà l’attenzione sul melanoma e sulla psoriasi, patologie di frequente riscontro nella popalazione, e vedrà l’apporto scientifico di esperti provenienti da vari centri della penisola oltre che specialisti della nostra regione. Il centro Dermatologico dell’azien-

da “pugliese-Ciaccio” ha ormai ampliato le sue strutture e ricevuto importanti innovazioni tecnologiche che lo hanno proposto tra i più importanti centri nazionali di dermatologia ricevendo nel contempo significativi riscontri quali la nomina del suo direttore, il dott. Valenti, come consigliere nazionale dell’Adoi e l’inserimento del centro in importatnti programmi di studio internazionali sulla Psoriasi e sul melanoma.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 23

CALABRIA CATANZARO La Fp Cgil non sarebbe soddisfatta dell’incontro di ieri in Prefettura. Il sindacato è preoccupato per il futuro dei lavoratori

Ambiente & Servizi, confermato lo sciopero «A fronte di 3.250.000 euro di credito accertato sono stati recuperato solo 234.000 euro circa» CATANZARO — «A conclusione del-

l'incontro di raffreddamento del conflitto tenutosi ieri in Prefettura la delegazione della Fp Cgil non si ritiene per nulla soddisfatta dell'esito dell'incontro» si legge in una nota di Bruno Talarico. «Pertanto prosegue - si conferma la prima intera giornata di sciopero già indetta per il prossimo nove marzo dei lavoratori di Ambiente & Servizi. L'azienda non ha rassicurato il sindacato sul paventato dissesto dell'impianto societario, per come emerso nell'incontro di primo livello del 25/2/2009, il quale lungi dall'essere scongiurato fa si che la decisione di confermare lo sciopero sia dettato anche dal recupero dei crediti nei confornti dei co-

muni costituenti l'ambito. A fronte di 3.250.000 euro di credito accertato e pregresso l'azienda allo stato ha recuperato, per ora solo virtualmente in quanto sembra che siano stati emessi i relativi mandati, solo 234.000 euro circa, una goccia nell'oceano, se si considera che nulla è dato sapere in ordine alla erogazione della mensilità di febbraio 2009 e delle code contrattuali. Ma ciò che preoccupa il sindacato - conclude la nota è il mantenimento del livello occupazionale che allo stato ha un futuro quanto mai incerto». E' confermata dunque la giornata di sciopero dei dipendenti di Ambiente e Servizi indetta dalla Fp-Cgil di Catanzaro per lunedì 9 marzo.

Catanzaro, alla Caserma Pepe una mostra per ricordare il centenario del sisma del 1908

CATANZARO La nota della Fp Cgil e della Uil Pa sul decreto: «Si interferisce con i diritti costituzionali»

«Proteste lavoratori, una riforma censurabile» CATANZARO — «Non possiamo ri-

manere inermi di fronte alla tracotanza ed arroganza del Governo, mostrata con l’approvazione del Ddl di riforma dello sciopero, tra l’altro censurabile dal punto di vista del rispetto della Carta Costituzionale» si legge in una nota di Bruno Talarico Enzo Cantafio della Fp Cgil e della Uil Pa. «Ci sono cose prosegue - che nel testo sono assolutamente inaccettabili quali l'adesione preventiva dei lavoratori prima di uno sciopero, perché vuol dire poter discriminare la libera scelta del lavoratore e rendere lo sciopero parzialmente inutile, così come non va bene la soglia del 20% per confermarlo. E' come se per un referendum nazionale dovessero votare 20 mln di persone per poter promuovere un'iniziativa. Come organizzazioni sindacali siamo stati sempre attenti anche ai diritti dei cittadini, che giustamente chiedono forme meno selvagge di astensione dal lavoro che non comprimano il diritto del singolo alla mobilità, ma è del tutto evidente che la riforma di fatto opera un’esagerata ed abnorme compressione del diritto di protesta. Non deve, infatti, sfuggire che proprio il Codacons si smarca dall’azione del Governo.

Come Fp Cgil e Uil Pa, territoriali di Catanzaro, ribadiamo la nostra profonda contrarietà ad un atto che nei fatti evidenzia la messa in opera di regime dal sapore nostalgico al quale ci opponiamo con ferma convinzione, a difesa di quei principi basilari delle moderne democrazie soprattutto dell’Italia postfascista. L’interferenza violenta nell’ambito di diritti costituzionali, conquistati dopo venti anni di feroce repressione, costituisce la punta più avanzata e deprecabile di un atteggiamento antidemocratico avviato da questo Governo, all’indomani delle recenti consultazioni. Infatti, cade sotto gli occhi di tutti che, con uno stillicidio di leggi autoritarie sono stati avviati altri in-

quietanti processi di espropriazione e contrazione di altri importanti momenti democratici di confronto con le Parti Sociali quali il diritto alla Salute, all’Istruzione, ad un equo trattamento economico, al ruolo delle Famiglie nella società e ad una corretta interpretazione della parità uomo donna nel trattamento pensionistico dei lavoratori dipendenti. Tutti - conclude la nota - principi inalienabili che le Centrali Sindacali bene avrebbero fatto a tutelare in forma unitaria ed in stretto collegamento con la classe lavoratrice anziché attenuare, in qualche caso, il proprio potenziale rivendicativo, fors’ anche perché timorati dalla preponderanza e prepotenza dell’attuale Potere Legislativo».

Tavolo di conciliazione «A seguito della proclamazione di sciopero - si legge in una nota -, dichiarato dalla Fast-FerroVie Settore Appalti Ferroviari, consistente in una prima protesta di 8 ore per il giorno 9 marzo 2009 dalle ore 9.00 alle 16.59 motivata dal fatto che da più mesi i lavoratori della Saes non percepiscono le spettanze stipendiali, il Prefetto di Catanzaro ha convocato le parti per esperire il tentativo obbligatorio di conciliazione così come previsto dalla legge 146/90. Al tavolo sono stati convocati, oltre ai responsabili della Saes Spa l'Amministratore Delegato di Trenitalia, il responsabile Trenitalia Calabria e l'Os Filt Appalti Ferroviari unitamente alla Fast-FerroVie». I lavoratori della Saes avrebbero proclamato lo sciopero in quanto da mesi non percepirebbero i salari.

CATANZARO Il seminario organizzato dalla Cgil si è svolto ieri presso il Benny hotel La mostra alla Caserma Pepe

CATANZARO — La Caserma PepeBettoia ha aperto alla città, ospitando nei locali della biblioteca una mostra di cartoline e documenti per ricordare, in occasione del centenario, il disastro sismico che interessò la regione Sicilia e la Calabria nel 1908. L’iniziativa è stata voluta dal Comando militare esercito Calabria e dal Dopolavoro ferroviario di Reggio Calabria, per rimarcare il concetto del ricordo di quanti furono colpiti dall’evento. Ieri inaugurazione alla presenza del sindaco Olivo, dell’assessore Argirò, del dott. Covani e del Comandante del Comando militare esercito Calabria, Colonnello Salvatore Rampulla. La mostra durerà fino al 27 marzo.

Convegno sui volti del precariato CATANZARO — Si è svolto ieri presso il

Benny hotel di Catanzaro il seminario organizzato dalla Cgil sul precariato. Tema dell’incontro: “I volti e le voci del lavoro precario in Calabria: idee e proposte della Cgil”. In tanti sono intervenuti all’interessante appuntamento che ha visto come relatori: Antonio Cimino, segretario generale Nidil Cgil Calabria; Sergio Genco, segretario generale Cgil Calabria; Mario Maiolo, assessore regionale alla programmazione ed alla politiche del lavoro; Claudio Treves, coordinatore del dipartimento mercato del lavoro Cgil nazionale; Filippo Trizio, della segreteria generale Nidil Cgil nazionale. Il tema affrontato ha visto tutti impegnati ad analizzare la difficile situazione del lavoro nella nostra regione.

I relatori


24 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME Sabato l’importante incontro in cui saranno affrontati diversi temi, ad iniziare dalla grave crisi economica e sociale

Diliberto concluderà l’assemblea del Pdci Tripodi: « L’Italia è divisa in due e Berlusconi vuole farla da padrone mettendo a rischio la democrazia» LAMEZIA TERME — Ritorna in Cala-

bria il Segretario nazionale del Pdci, on. Oliviero Diliberto, che concluderà l’Assemblea Regionale organizzata dalla Segreteria regionale del partito in programma per il prossimo sabato 7 marzo, alle ore 16, presso la sala conferenze del Centro Servizi Avanzati Agroalimentare di Lamezia Terme. Tanti gli argomenti sul tappeto ad iniziare dalla grave crisi economica e sociale che investe il capitalismo mondiale, che sta colpendo pesantemente il nostro Paese e che «penalizza ulteriormente il Sud e la Calabria sempre più isolati e penalizzati dalla politica antimeridionalista ed antipopolare che il Governo Berlusconi sta portando avanti insieme alle forze del centrodestra. Una politica che sta demolendo lo stato sociale, che calpesta quotidianamente i diritti fondamentali dei cittadini, contro la quale i Comunisti Italiani si battono con iniziative di grande impatto a cominciare dalla petizione popolare a sostegno di cinque proposte di legge che rappresentano

una forte denuncia politica e che ha già ottenuto una larghissima adesione». Dalla difesa della scuola pubblica a quella del salario, dalla lotta alla precarietà a quella del conflitto di interessi e del diritto alla casa. «Sabato a Lamezia faremo il punto della situazione - spiega il segretario regionale del Pdci, Michelangelo Tripodi - consapevoli della nostra forza e dell’azione politica che stiamo portando avanti in questa fase difficile, di crisi drammatica e di emergenza economica e sociale. Stiamo assistendo all’aumento vertiginoso della cassa integrazione, alla crescita esponenziale del numero dei disoccupati e dei precari. Ai continui e vergognosi tagli del Governo centrale alle infrastrutture e ai trasporti che stanno isolando sempre più il Mezzogiorno e la Calabria dal resto del Paese. Dati molto pesanti dal punto di vista sociale che finiscono per pagare come sempre i lavoratori e le fasce più deboli della popolazione a cui il governo Berlusconi non riesce a dare risposte se non quella di prendere ai

Oliviero Diliberto

poveri per dare ai ricchi come mai è successo nella storia della nostra Repubblica. Non a caso i problemi drammatici non riguardano più solo le classi popolari, ma anche il cosiddetto ceto medio che sta vivendo un periodo

buio, di grandissima difficoltà. Un’Italia divisa in due e dove Berlusconi vuole farla da padrone mettendo a rischio la democrazia». «Ma noi non ci stiamo - prosegue Michelangelo Tripodi -. Le significative iniziative che abbiamo messo in campo a livello regionale e nazionale dimostrano che la battaglia politica dei Comunisti Italiani è ripresa con forza e con determinazione all’insegna dei valori che hanno fatto grande ed importante in Italia la storia dei comunisti e della sinistra. Una storia che non potrà mai essere cancellata dall’arroganza e dall’agire antidemocratico della banda di Robin Hood al contrario capitanati da Berlusconi e targati Lega Nord. I consensi che abbiamo e stiamo riscontrando testimoniano, infatti, che a meno di un anno dalle elezioni una larghissima fetta dell’opinione pubblica è già stanca della politica portata avanti dal centrodestra che sta demolendo lo stato sociale e di un’opposizione servile e praticamente inesistente in Parlamento. E’ un dovere quindi reagire a

questo situazione drammatica continuando a stare accanto ai cittadini e rivendicando i tanti diritti calpestati. E’ un obbligo continuare a battersi con forza a difesa della democrazia, della giustizia, dei salari, della sanità e della scuola pubblica, per il miglioramento delle politiche sociali». «Mai come ora - conclude il segretario regionale del Pdci - la battaglia contro questo Governo deve essere condotta a viso aperto, a 360 gradi, per restituire dignità alla politica, sconfiggere le logiche clientelari e spartitorie, proporre un cambiamento vero e di sinistra. Per questo l’assemblea di sabato rappresenta un altro importante e fondamentale momento di confronto. Lo faremo con il segretario nazionale Diliberto per ribadire e rilanciare con forza la nostra azione programmatica in vista anche delle prossime scadenze elettorali, iniziando dalle prossime elezioni europee che, nonostante il vergognoso sbarramento elettorale del 4 % voluto dall’asse Pdl-Pd, ci vedranno sicuri protagonisti».

«A fine mese il congresso del Pdl»

De Biase: intitolare il Politeama al compianto Franco Costabile

LAMEZIA TERME — «Nei giorni 27, 28 e 29 marzo, la nascita del Pdl sarà sancita a Roma, presso i padiglioni della nuova fiera. Una scelta politica che mi vedrà partecipare quale delegato nell’assemblea nazionale. Uno slancio di generosità ed una comune sensazione di entusiasmo, propria di chi si appresta ad una grande impresa, che deve contagiare l’intero Popolo della Libertà» si legge in una nota di Salvatore De Biase, coordinatore Provinciale Popolari europei verso il Pdl. «Ci riferiamo in particolare prosegue - all’impegno e allo sforzo che si chiede alle classi dirigenti dei due movimenti e partiti di origine, Forza Italia e Alleanza Nazionale, e a quanti hanno aderito al progetto Berlusconiano, che si apprestano al coronamento formale di un sogno e di una intuizione politica di grande respiro. Anche per questo, soprattutto per la motivazione di fondo che è all’origine del progetto di nascita di un centrode-

LAMEZIA TERME — «Preso atto che in questi giorni, abbiamo assistito, con trasporto alla riapertura dello storico Teatro Politeama» si legge nell’interrogazione del consigliere De Biase al sindaco. «Che emerge - prosegue -, la necessità di dare alla città, un opportuno ricordo, di una figura ermetica, di rilevanza nazionale, rappresentata dal Poeta Franco Costabile. Che la memoria del poeta Sambiasino, non può, essere limitata all’intitolazione, di una strada secondaria cittadina. Che la valenza culturale dello scomparso Poeta Costabile, figlio di una poesia Ermetica, chiusa e volutamente complessa, pregna, di un senso di solidutine e stati d’animo contrastanti, molto vicina ed ispirata al poeta Ugaretti, suo professore di Letteratura Contemporanea, troverebbe, una opportuna dimensione, con l’intitolazione della struttu-

LAMEZIA TERME De Biase sarà presente a Roma all’evento che sancirà la nascita del partito

stra europeo che oggi guida saldamente il Paese, suonano stonati i distinguo e le prese di posizione di chi tenta, in questa promettente vigilia congressuale, un autonomo posizionamento o suggerisce in modo estemporaneo regole e metodi di confronto che hanno già ottenuto l’elaborazione e gli approfondimenti necessari. Il Congresso non sancisce una fusione per incorporazione ne tantomeno un “innesto” tra partiti e storie diverse che hanno inciso profondamente nella vita dell’Italia repubblicana. Non serve neppure per esaltare - come pure Forza Italia meriterebbe e come probabilmente un giorno le riconosceranno i testi di storia politica - l’idea della “rete” anti-comunista che Berlusconi lanciò subito dopo la scomparsa dei grandi partiti della Prima Repubblica, spazzati via dai giudici di Mani Pulite. Quella eredità trasformata e plasmata in un moderno movimento di popolo

che ha raccolto la migliore tradizione del cattolicesimo liberale e del riformismo socialista assieme alla cultura laica che fu dell’antico partito repubblicano, si arricchisce oggi dell’apporto della più moderna destra europea, quella italiana, che è cresciuta nel consenso, nell’organizzazione e nel cuore di milioni di cittadini, a partire dalle giovani generazioni. Il Popolo della Libertà -conclude - nasce come una grande speranza di futuro, aprendosi a chi chiede alla politica di stare al fianco dei cittadini e di rappresentarne istanze e bisogni senza ma trascurare i valori e i comuni ideali che ci distinguono. Il Pdl - conclude - non è solo alternativo alla sinistra nelle sedi rappresentative, nelle assemblee elettive, nelle istituzioni o nei banchi parlamentari. Il Pdl è consapevole di una profonda e inalienabile diversità, che non ammette svendite o compromessi e che si racchiude nel valore supremo della libertà».

ra teatrale comunale. Che come disse Ugheretti, bisogna evitare di far spegnere il ricordo “a poco a poco come il tuo cuore, la rosa nel bicchiere, si è spenta per cantare una storia tragica per sempre” ma anzi far vivere le future generazioni, nella memoria, degli uomini che hanno rappresentato la nostra città nel mondo, traboccando cultura e sentimento. Tutto ciò premesso, si impegna il sig. sindaco: A rispondere a norma di regolamento - concude -, in forma orale, al fine di informare quali provvedimenti si intenderà avviare, a breve, a medio e a lungo termine, sulla proposta fin qui esposta, eventualmente dando immediato mandato alla Commissione Toponomastica, se lei lo riterrà opportuno, di provvedere all’approvazione della delibera di intitolazione del Teatro Politeama, al compianto Poeta Franco Costabile».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 25

CALABRIA OMICIDIO CARUSO Nel processo a carico di Paul Apetrei divergono totalmente le teorie dei consulenti tecnici della pubblica accusa e quelle della difesa

I periti chiariranno la dinamica del delitto Il lametino fu ucciso il 23 maggio del 2007, in una zona isolata, a pochi passi dallo stadio Antonio Carlei LAMEZIA TERME — Sarà un collegio di periti nominati dalla Corte d'assise di Catanzaro, giorno 18 marzo, a stabilire quale possa essere stata l'esatta dinamica degli eventi che hanno portato alla morte del lametino Francesco Caruso, ucciso il 23 maggio del 2007, in una zona isolata, a pochi passi dallo stadio "Antonio Carlei" di Lamezia Terme. Al processo che si sta tenendo a carico di Paul Apetrei, rumeno di 25 anni, imputato per l'omicidio volontario di Caruso, infatti, divergono totalmente le teorie dei consulenti tecnici della pubblica accusa da una parte, e della difesa dall'altra, in merito alla compatibilità delle condizioni del cadavere con la storia che lo stesso imputato raccontò, parlando di una presunta lite avvenuta perché Caruso avrebbe preteso dal giovane rumeno prestazioni a sfondo sessuale. All'epoca delle in-

dagini, Apetrei, cui la polizia arrivò nel giro di 24 ore dal fatto di sangue, dato che il giovane utilizzò il cellulare di Caruso portato via assieme all'anello del morto, negò di aver commesso il delitto, ma ammise di essere stato in compagnia del sessantenne titolare di un laboratorio artigianale, ed anche di essere andato con lui per consumare una pizza nel luogo in cui fu trovato cadavere, accanto alla sua Punto. Qui, nel corso della lite sfociata dalle presunte avances che Caruso gli avrebbe fatto, Apetrei ha detto di aver colpito l'uomo con due pugni, prima di allontanarsi per fare ritorno a piazza D'Armi, punto di ritrovo degli stranieri, senza avere idea che l'altro fosse morto. Il 18 marzo dunque la nomina dei periti nominati da parte della Corte d'assise di Catanzaro per stabilire quale possa essere stata l'esatta dinamica degli eventi.

Lamezia, continua la stagione del teatro dei ragazzi dal titolo “U cuntu e lu cantu” LAMEZIA TERME — Continua la sta-

gione di teatro ragazzi 2008/2009 organizzata dal teatrop in collaborazione con il Comune di Lamezia Terme con il titolo “U cuntu e lu cantu” o meglio storie e favole raccontate a giovani e giovanissimi spettatori da attori, cantastorie e ragazzi. In questo mese ci saranno due spettacoli il primo del gruppo Experimenta teatro di Reggio Calabria dal titolo “Oggi le co(s) miche”, Adattamento da le Cosmicomiche di Italo Calvino 5/6/7 marzo, consigliato per i ragazzi delle scuole elementari. Il secondo del gruppo di Milano Ideazione Gruppomom con lo spettacolo “ Wow” Il circo dei linguaggi, ispirato ad Alice nel paese delle meraviglie di L. Carrol 25/26/27/ marzo, consigliato ai ragazzi delle scuole medie superiori. “Oggi le co(s) miche” è uno spettacolo dove In uno spazio e in un tempo senza limiti vive il personaggio narrante un individuo indefinito, con un nome impronunciabile Qfwfq, già presente nell’universo milioni e mi-

liardi di anni fa. L’invenzione fantastica di Calvino prende spunto da dati scientifici precisi, dalle scoperte dell’astronomia e delle scienze moderne, che meglio orientano e divertono l’ascoltatore. Pur essendo spazio e tempo indefinibili, siamo sempre noi qui, sul nostro pianeta i protagonisti di questi racconti fatti per scoprire il piacere di pensare raccontando. “Wow” Il circo dei linguaggi”, dove Alice entra in un mondo non troppo diverso da quello che conosce, anche se le figure che lo abitano sono apparentemente più bizzarre di quelle che forse ha incontrato nella sua vita. Figure che sono impegnate a non dirsi nulla, a giocare con il potere dei sentimenti e delle relazioni, a strutturare filosofie esistenziali, ad andare in corto circuito. Così Alice incontra un teatrino della crudeltà, dove il non-senso non è un tuffo nell’infanzia spensierata, un’innocua uscita dalla realtà, ma una continua rimessa in gioco dell’intensità del corpo che esprime tutto l’isterismo della realtà.

LAMEZIA TERME Il progetto Integra nasce all’interno dell’assessorato alle Politiche sociali retto da Elvira Falvo

Apre il nuovo sportello “migranti - casa e lavoro” LAMEZIA TERME — Parte da Lamezia il progetto “Integra”, il nuovo sportello “migranti - casa e lavoro” che ha come scopo la messa in rete dei sevizi di orientamento e informazione all’immigrato collocando i servizi esistenti, valorizzando le esperienze e attivando nuove risorse capaci di migliorare e potenziare i servizi; fornire prestazioni capaci di soddisfare i bisogni di accesso dei migranti al mercato delle abitazioni e di valorizzazione delle professionalità in modo da agevolare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro e inserimenti lavorativi; favorire la promozione e sensibilizzazione di una cultura diffusa della tutela dei diritti umani dei migranti promuovendo processi di partecipazione sociale attiva da parte di giovani e volontari a tutti i livelli sociali e culturali. Un progetto importante e ambizioso, che nasce all’interno dell’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Lamezia Terme retto dall’assessore Elvira Falvo e da una iniziativa dell’Arci Lamezia/Vibo. Un progetto, indirizzato ai tanti “ospiti” che hanno scelto Lamezia e il lametino per cominciare una nuova vita lontano dalla loro terra d’origine, e che ha coinvolto, oltre che la regione Calabria e il Comune capofila della città della Piana, anche le Amministrazioni di Falerna, Maida, Curinga e San Pietro a Maida (il Comune di Gisseria ha scelto la misura dedicata ai minori ndr). Più istituzioni che si uniscono e che fanno rete per far fronte alle problematiche che gli oltre 3mila immigrati sparsi sul territorio in questione sono costretti ad affrontare. In primis, la regolarizzazione, la questione abitativa e quella lavorativa. Da qui, come annunciato ieri in conferenza stampa dell’assessore comunale al ramo Elvira Falvo, dal sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza e dai colleghi di San Pietro a Maida e Curinga, rispettivamente Arena e Ferraro; dal coordinatore del progetto Antonio Scaramuzzino (Arci); dal presidente Arci Lamezia/Vibo Ivan Falvo D’Urso; dai mediatori cultura-

li Ammar Fatnassi e Alessandra Cugnetto, «l’avvio di una politica di raccordo con chi fa parte del comprensorio lametino e assieme formare una rete per raggiungere obiettivi di maggiore grandezza». «Con il coinvolgimento del Terzo Settore ed in particolare con l’Arci e la cooperativa Inrete - ha precisato ancora l’assessore Falvo - si sta portando avanti un progetto di grande rilevanza. Siamo riusciti a portare a casa un piano di lavoro valido, finanziato dalla regione Calabria per circa 50milioni di euro che ha previsto comunque una minima compartecipazione dei Comuni aderenti, e che sono un esempio di come attrezzarsi per intercettare risorse economiche utili alla collettività. Questo però, ci tengo a precisarlo - ha poi concluso la Falvo - è solo uno dei tanti interventi in programma messi in atto da questo assessorato per colpire un bisogno così cogente. Infatti, anche un altro progetto è stato finanziato, questa volta solo dal Comune di Lamezia, ed è un progetto che si occupa dell’accoglienza ai rifugiati e dell’integrazione che è stato approvato e partirà a breve. Quest’ultimo, denominato “progetto Sprar”, insieme alla predisposizione di altri due progetti rivolti agli immigrati, chiudono il percorso di attenzione e di interventi a favore degli immigrati e che comprendono anche l’assegnazione di borse - lavoro ed incentivazioni delle imprese

straniere». Un albero con tante braccia, dunque, per mettere al centro le persone, i loro diritti e la loro dignità così come hanno già fatto, nel loro piccolo, il comune di San Pietro a Maida dove da sempre forte è stata la presenza migratoria, così come sta facendo il Comune di Curinga che intende migliorare i rapporti e l’integrazione sociale degli stranieri residenti nella Comunità, così come sta facendo il Comune di Lamezia, capofila di questo progetto condividendone i termini e le peculiarità ma, soprattutto, investendo nella solidarietà. Con queste stesse parole il sindaco di Lamezia, Gianni Speranza, ha voluto mettere in evidenza il perché dell’avvio di questo percorso che come tanti altri, è stato capace di “coinvolgere in un rapporto di uguaglianza completa, anche gli altri Comuni del circondario”. Un progetto che va nella direzione di una crescita anche culturale, nella convinzione che “più solidarietà vuol dire maggiore sicurezza”. E questo, spiega anche il perché l’Amministrazione Speranza ha sempre optato per un centro di solidarietà piuttosto per la conservazione del già esistente Centro temporaneo di permanenza (Ctp) oggi Cie, Centro di identificazione ed espulsione, che più che un centro “è un vero e proprio carcere” per gli stranieri che giungono in città”. Antonietta Bruno

L’orario degli sportelli Gli sportelli front - office saranno aperti a Lamezia Terme e nei Comuni partecipanti nei seguenti orari: A Lamezia Terme presso ex Informagiovani Corso Numistrano ogni lunedì alle ore 16.00 alle ore 19.00; ogni martedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e ogni giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 (Tel. 0968/2071). A Lamezia Terme presso Arci in via Giolitti, 10 ogni giovedì dalle ore 16.00 alle ore 19.00 A Falerna presso Servizi sociali piazza Municipio, ogni 1° giovedì del mese dalle ore 9 alle ore 12 A Maida presso Servizi demografici via Garibaldi, 138 ogni 3° giovedì del mese dalle ore 9 alle ore 12 A Curinga presso Delegazione municipale di Acconia, Piazza San Giovanni, ogni 1° giovedì del mese dalle ore 16.00 alle ore 19.00 A San Pietro a Maida presso servizi sociali di Viale I Maggio, ogni 3° giovedì del mese dalle ore 16.00 alle ore 19.00.


26 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA PROCESSO MYTHOS Comparsi davanti al giudice hanno chiesto e ottenuto di essere giudicati con la modalità che comporta lo sconto di pena di un terzo

Rito abbreviato per 12 imputati Per tutti gli indagati sono contemplati diversi reati con l’aggravante della mafiosità SOVERATO — Si terranno il 6 mag-

gio i dodici giudizi abbreviati per altrettanti presunti fiancheggiatori di due latitanti sfuggiti all'operazione “Mythos”, diretta contro il clan Gallace-Novella di Guardavalle. Comparsi tutti davanti al giudice dell'udienza preliminare distrettuale di Catanzaro, Antonio Battaglia, hanno chiesto e ottenuto di essere giudicati con il rito alternativo, che in caso di condanna comporta lo sconto di pena di un terzo su quella da irrogare, e tra due mesi, dunque si terranno le discussioni del pm antimafia Gerardo Dominijanni e dei difensori. Si tratta di Rosetta Costa, 36 anni, di Guardavalle, moglie dell'ex latitante Raffaele Barletta; Anna e Giuseppina Calzone, 41 e 39 anni, entrambe di Vibo Valentia; Teresa Lo Bianco, 32 anni, di Vibo; Carmela Mantegna, 79 anni di Vibo; Salvatore Musolino, 52 anni, di Santa Caterina Jonio; Lorenza Tripodi, 50 anni, di Briatico; Maurizio Tripodi, 49 anni, di Mongiana; Salvatore Tri-

podi, 54 anni, di Mongiana; Maria Assunta Bevilacqua, 51 anni, di Verzino; Raffaele Piperissa, 54 anni, e Giuseppina Racheli, 42 anni, entrambi di Badolato. Lo stesso giudice Battaglia, lo scorso 8 ottobre, ha rinviato a giudizio altri undici coimputati, per i quali il processo avrà inizio il 29 aprile davanti al tribunale collegiale di Catanzaro. Si tratta di Raffaele Barletta, 52enne di Guardavalle; suo cognato, Alessandro Costa, 27enne di Guardavalle; un altro cognato di Barletta, Luigi Pasquino, 41 anni, di Guardavalle; Domenico Malvaso, 28 anni, di Rosarno; Vincenzo Rositano, 58 anni, di Sinopoli; Agazio Salerno, 40 anni, di Guardavalle; Cosimo Tripodi, 50 anni, di Vibo; Gaetana Tripodi, 44 anni, di Vibo; Giacinto Tripodi, 50 anni di Vibo; Tatiana Tripodi, 23 anni, di Vibo; Carmela Barletta, 46 anni, di Guardavalle. Per tutti e 23 indagati la richiesta di rinvio a giudizio in cui sono contemplati, complessivamente, il concorso in favo-

reggiamento personale, concorso in procurata inosservanza di pena, minacce, e detenzione illegale di armi, il tutto con l'aggravante della "mafiosita'", poiché i fatti sarebbero stati commessi «al fine di agevolare l'attività del sodalizio mafioso denominato Gallace-Novella» è arrivata dal sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, Gerardo Dominijanni, che ha coordinato le indagini relative alla latitanza di due delle sette persone che non furono rintracciate nel corso del maxi-blitz, scattato la notte fra il 21 e il 22 settembre del 2004, quando l'Arma dei carabinieri eseguì 57 provvedimenti di custodia cautelare (47 in carcere, 10 ai domiciliari) emessi contro altrettanti presunti affiliati alla "piovra del Soveratese". I fuggiaschi erano Francesco Taverniti e Raffaele Barletta, che finirono in manette molto tempo dopo, e precisamente il 25 ottobre del 2005 il primo, ed il 23 febbraio del 2007 il secondo.

A rappresentare l’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace il parroco di Montepaone e quello di Stalettì

Pregiudicati ritrovano una borsa e la consegnano ai carabinieri SOVERATO — Nonostante aves-

sero alle spalle dei precedenti penali, non hanno esitato a consegnare ai Carabinieri una borsa da donna ritrovata su una panchina, con all'interno denaro contante, documenti, carte di credito, chiavi e vari oggetti personali. E' accaduto a Soverato, sulla costa ionica Catanzarese, dove un gruppo di giovani noti alle forze dell'ordine ha notato la borsa che era stata dimenticata su una panchina. Senza esitazione il gruppetto ha consegnato la borsa alla vicina stazione dei Carabinieri, dove il legittimo proprietario ha potuto recuperarla poco dopo, non senza esprimere il proprio ringrazia-

A Soverato alcuni giovani noti alle forze dell'ordine ha notato la borsa che era stata dimenticata su una panchina mento alle persone che avevano recuperato la borsa consegnandola ai militari dell'Arma.

Convegno regionale sul Vangelo di San Paolo

Simeri Crichi, l’opposizione: Edison non rispetta gli accordi

CATANZARO — Il parroco di Montepaone don Bernardo Marasco e quello di Stalettì, don Roberto Corapi, insieme al diacono Domenico Spasari, hanno rappresentato l’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace al convegno regionale sul Vangelo di San Paolo in San Pio da Pietrelcina, svoltosi a Reggio Calabria e che ha visto la partecipazione dei gruppi di San Pio della Calabria. Don Bernardo e don Roberto vi hanno preso parte rispettivamente in qualità di coordinatore e vice-coordinatore diocesani. A rappresentare il Comune di Reggio, l’assessore comunale al Lavoro e Attività produttive Candeloro Imbalzano, che ha portato i saluti del sindaco Giuseppe Scopelliti. Il coordinatore regionale dei gruppi, don Ezio Limina, ricordando le parole di San Paolo ha invitato i fedeli a essere imitatori di Cristo e a pregare dando un segnale di speranza per la terra di Calabria. All’assemblea è intervenuto anche padre Marciano Morra, segretario generale dei gruppi di

SIMERI CRICHI — Il mancato rispetto della convenzione sottoscritta tra il Comune di Simeri Crichi e la Edison, che ha realizzato una centrale a turbogas nella cittadina del Catanzarese, e' al centro di un'interrogazione presentata dal gruppo consiliare di opposizione guidato da Franco Primo. In particolare, l'opposizione di centrosinistra evidenzia che «la centrale è in esercizio da oltre due anni e la ricaduta occupazionale è lontana dagli obbiettivi fissati nella convenzione, approvata dal Consiglio comunale nel novembre 2002, che ha accolto interamente il protocollo d'intesa che il Comune aveva stipulato con la Falck nell'agosto del 1999». L'opposizione evidenzia nell'interrogazione che «secondo la convenzione, la Edison, con impianto a regime, avrebbe dovuto garantire l'assunzione di 80 unità alle

I parroci al convegno

San Pio e superiore del convento di San Giovanni Rotondo. La relazione principale è stata svolta dall’arcivescovo Domenico Umberto D’Ambrosio, presidente dell’Opere San Pio e direttore generale dei gruppi di preghiera, il quale citando il brano degli Atti degli Apostoli, “Approdammo da Siracusa, da lì costeggiando arrivammo a Reggio”, ha sottolineato il passaggio di San Paolo da Reggio Calabria. «La fede dei calabresi ha aggiunto mons. D’Ambrosio - è

autentica ed è stata rafforzata dal passaggio di San Paolo». Il convegno si è concluso con una celebrazione eucaristica in cattedrale presieduta da mons. Vittorio Mondello, arcivescovo metropolita di Reggio Calabria-Bova. Il compito di diffondere nella Chiesa di Catanzaro-Squillace il prezioso messaggio scaturito dal convegno di Reggio ora spetta a don Bernardo e don Roberto. Salvatore Taverniti

AMARONI La seduta consiliare è stata dedicata alla discussione di argomenti posti all’ordine del giorno dalla minoranza

Approvata la proposta di un parco eolico AMARONI — Il consiglio comunale di

Amaroni, presieduto dal sindaco Luigi Foderaro, ha approvato la proposta di realizzazione di un parco eolico, come richiesto dalla società Amaroni Energia. Il consesso civico ha anche integrato la delibera consiliare di tre anni fa, indicando i luoghi dove dovranno essere collocate le pale eoliche. Il consiglio ha poi proceduto alla presa d’atto della nuova normativa sul conferimento degli incarichi di studio, consulenza, ricerca BELCASTRO — “Tommaso: dalla vi-

ta della scuola, alla scuola della vita”. E’ il tema della seconda edizione del concorso letterario- figurativo su Tommaso D’Aquino per tutti gli alunni di Belcastro e dei paesi vicini. L’iniziativa è dell’Istituto comprensorio di Belcastro, dirigente scolastico Antonio Mazza, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e della Parrocchia San Michele

e collaborazione nella pubblica amministrazione, che vengono ridotti come richiamato dall’art 46 del cosiddetto “decreto Brunetta”. La seduta consiliare è stata, quindi, dedicata in larga parte alla discussione su una serie di argomenti posti all’ordine del giorno su richiesta dei consiglieri di opposizione Arturo Bova, Teresa Lagrotteria e Luigi Ruggiero e su cui si è aperto un acceso dibattito tra maggioranza e minoranza: dalla viabilità urbana e rurale, alla situa-

zione dell’associazione “Amami (Amaroni mieli italiani) ”, alla valorizzazione dei beni patrimoniali comunali, alla necessità di interventi per le case popolari, al problema del cimitero. Per quanto riguarda, in particolare, l’associazione “Amami”, i consiglieri comunali di minoranza ne hanno messo in risalto la situazione di stallo dovuta alle dimissioni, da circa un anno, del suo presidente.

proprie dipendenze, oltre al personale delle imprese addette alla manutenzione. Inoltre, avrebbe favorito la nascita di attività indotte creando, così, ulteriori occasioni di lavoro. Da quanto è possibile sapere scrive il gruppo consiliare comunale - sembra che le assunzioni siano circa quaranta e che il progetto concordato con la Ciccolella per l'impianto florovivaistico sia in alto mare. A fronte di tale quadro, non si hanno notizie di iniziative tendenti a sollecitare l'incremento dell'occupazione». Per questo il gruppo di opposizione ha inteso «richiamare la responsabilità del sindaco circa la verifica del rispetto degli impegni assunti dalla Edison proprio sull'aspetto occupazionale, che è stato determinante per la scelta di incentivare la nascita dell'area industriale di Simeri Crichi».

Da ieri tre pazienti lametini fanno l’emodialisi a Soveria SOVERIA MANNELLI — Si sono presentati ieri mattina per il loro primo turno di emodialisi i tre pazienti lametini che da ieri hanno iniziato il loro trattamento nel reparto dell’ospedale di Soveria. Non era possibile che il trattamento continuasse nel presidio lametino, poiché il terzo turno, praticamente quello notturno, è stato sospeso dall’Azienda sanitaria provinciale come meglio precisato giorni fa attraverso un

comunicato della direzione. Ora il reparto di emodialisi dell’ospedale cittadino è praticamente arrivato al punto di saturazione, in pratica non c’è più posto per altri eventuali pazienti, visto che, tutti i sedici posti disponibili sono al completo. Il reparto che conta su tre medici e 5 infermieri, continua a fornire il suo prezioso servizio a quanti in questo comprensorio, ma anche oltre, richiedono questo tipo di assistenza.

“Tommaso: dalla vita della scuola, alla scuola della vita”

terarie e un docente di arte. La premiazione avverrà domenica 22 marzo: tre targhe immortaleranno i pensieri spesi per l’autore della “Summa theologica”, una grandiosa sintesi tra pensiero greco e pensiero cristiano, un’opera che ha avuto grande risonanza anche nella Commedia di Dante. Belcastro non dimentica il suo Tommaso D’Aquino.

Salvatore Taverniti

Il tema della seconda edizione del concorso per tutti gli alunni di Belcastro e dei paesi vicini Arcangelo. La tematica ha poco di casuale perché qui, dal sindaco Ivan Ciacci in giù, sono tutti arciconvinti che San Tommaso, il più grande cervello filosofico e teologico dell’età medie-

vale, abbia avuto i natali tra il mar Jonio e la Sila piccola, proprio nel paese medievale dal bellissimo e maestoso castello. Gli alunni possono presentare elaborati in prosa o in poesia o cimen-

tarsi con il linguaggio iconico: il tutto va trasmesso alla scuola di Belcastro entro il 14 marzo. La commissione è formata dal Sindaco, dal Parroco, dal Dirigente scolastico, da due docenti di materie let-

Vincenzo Bubbo


Pag. 27

APPUNTAMENTI il Domani

Giovedì 5 Febbraio 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

LAMEZIA TERME Dopo il grande successo di MilanoVendeModa, un altro importante evento per la stilista calabrese

Elena Vera Stella agli Oscar della Tv A lei l’arduo compito di consigliare e creare il look giusto per i protagonisti della kermesse LAMEZIA TERME — Reduce dai grandi successi di MilanoVendeModa, fiera leader nel settore abbigliamento, Elena Vera Stella dopo essere stata apprezzata come nuova griffe emergente nello spazio dedicato ai nuovi talenti, Place du Charme, ora si concentra sul prossimo appuntamento. Sulla scia dei tanti successi nati da collaborazioni con il mondo dello spettacolo, anche quest’anno, infatti, torna al prestigioso Oscar della Tv “premio regia televisiva” la stilista lametina è ormai nota anche come la stilista ufficiale di altri programmi Rai. Dopo tante fortunate presenze in Rai, anche questa volta, Elena Vera Stella ha sbaragliato la concorrenza ed ha conquistato il suo ruolo nella 49° edizione dell’Oscar dellaTv. Più pomposo che mai, il programma come sempre si avvale della magnifica cornice del Teatro Ariston a Sanremo. Sarà trasmesso in diretta, in prima serata, il prossimo 8 marzo, su Rai1, con la conduzione di Carlo Conti, accompagnato dalle 4 ereditiere e Daniele

Elena Vera Stella con alcuni dei più bravi presentatori italiani

Piombi. A lei l’arduo compito di consigliare e creare il look giusto alla sfilza di dive della tv e dello spettacolo in genere, che saranno presenti. Una grande quantità di abiti di alta sartoria saranno protagonisti, e renderanno ancora più avvenenti le divine che li indosseranno tra cui anche le show girls Bruscoli e Gianrusso già note al pubblico come madrine del programma “I Migliori Anni”. Persino lo staff fisso del programma, l’intera orchestra composta da 36 elementi, coristi, direttori d’orchestra, due vallette…e le ereditiere, vestono gli originali Elena Vera Stella, tra i bagliori del color oro e l’eleganza del nero… abiti scintillanti e glamour per un’occasione speciale in cui l’eleganza fa da padrone! Tutto naturalmente frutto della sapiente opera sartoriale de “La Maison”, il laboratorio che a Lamezia Terme crea sotto la totale direzione della stilista, tutti i capi artigianali e rigorosamente pezzi unici.

Publicist pronti ad infiammare la pista

La manifestazione “Mare d’Inverno” Appuntamento d’impegno ambientale

COSENZA — Per il prossimo appuntamento targato Partyzan, questa sera alle 22 nello spazio Zabriskie dell’Unical, si consigliano scarpe running e battito cardiaco accelerato. Sì, perché i Publicist sono pronti ad infiammare la pista mescolando elementi electro, new disco e punk funk. Il progetto Publicist si identifica con il batterista Sebastian Thomson (conosciuto in band come Trans Am, Weird War, and Dead Kids), che ha recentemente collaborato con Ian F. Svenonius, una delle massime autorità del post-punk di Washington DC, leader dei Nation Of Ulysses prima e dei Make-Up poi. I due incarnano, quindi, la gloriosa collisione di Trans Am e Make Up. Aprirà il concerto la band nostrana Vinsent, interessante formazione composta da Mi-

REGGIO CALABRIA — La manifestazione “Mare d’Inverno” è l’appuntamento di Fare Verde per ricordare a tutti che il mare e le spiagge, con i loro problemi, esistono per dodici mesi all’anno e non solo durante il periodo estivo. E’ una occasione, non solo per lanciare un grido di allarme contro l’indifferenza e per l’impegno attivo di ognuno di noi in difesa del mare, ma anche per verificare lo stato di salute dei nostri litorali, le cause del loro inquinamento e per stilare il consueto censimento dei rifiuti più invadenti. Oggi alle ore 10.30 presso l’antisala del Consiglio di Palazzo San Giorgio è indetta una conferenza stampa di presentazione della manifestazione che avrà luogo, invece, giorno 7 marzo 2009. Questa manifestazione si caratterizza per la simultanea azione di pulizia sia del tratto di spiaggia interessato sia dei fondali ad esso antistanti mediante l’impiego del nucleo

COSENZA Per il prossimo appuntamento targato Partyzan, questa sera alle 22 nello spazio Zabriskie dell’Unical

I Publicist

Si balla con elementi electro, new disco e punk funk

chele Alessi (Captain Quentin) alla chitarra, Yandro Estrada (Camera 237) alla batteria e voci e di Alessandro Ruvio (Rubber Soul) al basso, pianoforte e voci.

BADOLATO Un’iniziativa per chiudere la raccolta fondi a sostegno del reparto di pediatria del "Pugliese-Ciaccio"

Basta poco per... sensibilizzazione e solidarietà BADOLATO — In programma per il

prossimo sabato 7 marzo a Badolato la manifestazione di beneficienza “Basta poco per... ”. Dalle ore 16.30 in poi, presso il Centro Polifunzionale di Badolato M. na (Cz) si terrà un'importante iniziativa socio-culturale a chiusura della raccolta fondi di beneficenza a sostegno del Reparto di Ematologia ed Oncologia Pediatrica del "PuglieseCiaccio" di Catanzaro, promossa e portata avanti da circa tre mesi dal Comitato "8 Marzo" di Badolato. L'evento si pone altresì a chiusura delle celebrazioni annuali del Centenario della Festa Internazionale delle Donne e si articolerà secondo il seguente programma: alle ore 16.30 accoglienza, alle ore 17 incontro - dibattito sul tema "sensibilizzazione e solidarietà". Se-

guiranno i saluti istituzionali del Rag. Nicola Parretta, Sindaco di Badolato e le relazioni a cura della Dott. Caterina Consorino, Direttrice U. O. Ematologia Oncologia Pediatrica A. O. Pugliese Ciaccio, Catanzaro; del Dott. Pasquale Nisticò, medico chirurgo e oncologo. Gli interventi programmati sono inoltre del Dott. Nicola Lentini, medico chirurgo, responsabile Consultorio Familiare nonchè Membro del Comitato “8 Marzo”. Modera i lavori il Dott. Giacomo Leuzzi, medico di base. L'incontro-dibattito sarà seguito dall'atto di donazione ufficiale che verrà sottoscritto dalla Dott. ssa Consorino (per conto del Reparto) e da un membro del Comitato "8 Marzo". La donazione - che è stata realizzatta anche e soprattutto grazie al coinvolgimento

di tanti commercianti, sponsor, singoli cittadini, enti pubblici ed associazioni socio-culturali di tutto il comprensorio - consta di n.10 poltrone regolabili che verranno ubicate in sale di riposo apposite del Reparto per i genitori/familiari che trascorrono il proprio tempo (sopratutto la notte) ad assistere i piccoli pazienti stando quotidianamente al loro fianco. L'inziativa "Basta poco per... " si concluderà poi con un buffet finale e con una serie di spettacoli musicali che vedranno protagonisti gli allievi dell'Orchestra Musicale "Campanella" di Badolato, i musicisti calabresi Schiavone e Pisani guidati dal cantante dei Marasà Mimmo Audino, e da un gruppetto di giovanissimi musicisti badolatesi coordianati dal circolo letterario "N. Caporale".

sommozzatori di Fare Verde Calabria e dei volontari dell’associazione subacquea e di protezione ambientale Abyss di Reggio Calabria. Alla manifestazione del 7 marzo 2009 prenderanno parte alcune scolaresche della città. Attesa l’importanza e l’attualità dell’argomento, si confida nella più ampia diffusione della notizia e partecipazione attiva sia alla conferenza stampa che nel prosieguo dell’iniziativa.

Oggi alle ore 10.30 presso l’antisala del Consiglio di Palazzo San Giorgio è indetta una conferenza stampa


28 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA CHIARAVALLE Nei mesi di marzo e aprile un progetto rivolto agli studenti delle quarte e quinte classi degli istituti superiori

“I Diritti umani vanno a scuola” Cinque conversazioni tenute dal professor Scerbo in occasione dei 60 anni della dichiarazione universale CHIARAVALLE — L’Associazione

culturale “L’Officina: Idee per la Cultura”, la sezione di Amnesty International di Catanzaro, in collaborazione con la Commissione Giustizia, Pace e Salvaguardia del Creato della Diocesi di Catanzaro-Squillace, realizzerà, nei mesi di marzo e aprile 2009 il progetto “I Diritti umani vanno a scuola”. L’iniziativa è rivolta agli studenti delle quarte e quinte classi degli istituti superiori di Chiaravalle Centrale. Si tratta di progetto articolato in cinque conversazioni tenute dal professore Alberto Scerbo, ordinario di Filosofia del diritto presso l’Università “Magna Graecia” di Catanzaro, e dal dottor Alessio Rauti, ricercatore presso la cattedra di Diritto costituzionale dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Il primo appuntamento è fissato per sabato 7 marzo, presso l’ aula magna dell’Istituto tecnico inREGGIO CALABRIA — Dopo quattro

edizioni di straordinario crescente successo, il Comune di Reggio Calabria e Minerva si sono attivati anche quest’anno per rinnovare l’attesissimo appuntamento con il Reggio Calabria Film Festival. La rinomata e imperdibile kermesse di respiro nazionale ospiterà i personaggi più noti e ricercati del cinema italiano presente e passato, proseguendo nella tradizione recente che ha visto a Reggio, tra gli altri, solcare il memorabile tappeto rosso: Pupi e Antonio Avati, Giancarlo Giannini, Massimo Boldi, Libero De Rienzo, Diego Abatantuono, Raoul Bova, Carlo Delle Piane, Francesca Neri, Massimo Ghini, Giovanni Veronesi, Carlo Verdone,

dustriale, con le quinte classi Itis e con il ricercatore Alessio Rauti. Presso lo stesso luogo si proseguirà: sabato 14 marzo, con le quinte classi del Liceo scientifico che incontreranno il professor Alberto Scerbo; sabato 21 marzo le quarte classi dell’Itis converseranno con il dottor Alessio Rauti; sabato 28 marzo le quarte classi del Liceo converseranno con il professor Alberto Scerbo. Nella prima settimana di aprile, anche le quarte e le quinte dell’istituto professionale per l’Agricoltura, prenderanno parte al progetto sui Diritti umani. Tutti gli incontri si svolgeranno dalle ore 11 alle ore 13. È previsto, anche, un appuntamento conclusivo che vedrà la partecipazione di tutti i ragazzi. L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle manifestazioni per i 60 anni della Dichiarazione Universali dei Diritti Umani e della Costituzione della Repubblica Ita-

liana e si propone di mantenere vivi nei ragazzi i principi che ne sono scaturiti e che hanno consentito all’umanità di fare grandi passi in avanti. Principi che però non vanno mai considerati acquisiti una volta per sempre, ma costantemente difesi e declinati. Il progetto “I Diritti umani vanno a scuola” consiste in un percorso di informazione e formazione, finalizzato a stimolare la curiosità dei giovani partecipanti sui temi dei valori universalmente condivisi, fondamentali per la pacifica convivenza dei popoli. Ai ragazzi sarà offerto uno spunto di confronto tra gli articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo ed i principi della Costituzione italiana. I dettati normativi saranno letti ed esplicati con un taglio didascalico, di facile ed intuitivo apprendimento. Al termine del percorso sarà consegnato ai ragazzi il “Passaporto dei diritti Umani”.

Il Festival “Una voce per lo jonio” riparte con le nuove selezioni BADOLATO — Dopo i successi della 1ª e 2ª Edizione riparte il Festival “Una voce per lo jonio”, legato da quest’anno al circuito dei “Grandi festival italiani”. Una Voce per lo Jonio rappresenterà infatti la Calabria tra i Festival canori più importanti in Italia. I vincitori dei vari festival regionali si affronteranno nelle semifinali e finali nazionali che decreteranno il vincitore assoluto. Tante le novità a partire dalla Direzione Musicale affidata al Maestro Vince Tempera e dal Produttore Discografico Enzo Miceli alla ricerca di un giovane talento da produrre sul mercato discografico nazionale.

Nelle passate edizioni il Festival "Una Voce per lo Jonio" ha avuto in giuria importanti nomi della musica quali michele fischietti (già vocal coach del programma televisivo di Raidue Xfactor, scopritore, insieme a Simona Ventura di Giusy Ferreri) nonchè artisti internazionali del calibro di Cheryl Porter, la cantante americana regina del gospel; ed ancora presenti in giuria i corrispondenti delle maggiori testate giornalistiche regionali, radio e tv. Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il 30 maggio 2009. Iscrizioni anche online sul sito www. unavoceperlojonio. it

Dal 22 aprile la quinta edizione L'esordio dei “Red Basica” del “Reggio Calabria Film Fest” al “Beat Club” di Cosenza Federico Moccia, Enzo Iacchetti, Amos Gitai, Morgan. Il suggestivo e grandiosamente accogliente Teatro Francesco Cilea accoglierà incontri con gli autori, proiezioni, dibattiti, workshop: approfondimenti che mirano alla valorizzazione e scoperta del nostro cinema e dei suoi protagonisti. La formula di creare un dialogo continuo tra addetti ai lavori e pubblico, peculiarità del festival, si è rivelata vincente e continuerà ad essere il punto di forza anche di questa edizio-

ne. Nonostante la popolarità della manifestazione e la celebrità dei suoi protagonisti, grande attenzione sarà rivolta ai giovani e agli autori emergenti. Riparte, infatti, alla sua terza edizione, il concorso Corto Raro, che porterà alla premiazione di tre finalisti. I tre corti vincitori saranno inoltre raccolti in un’antologia e distribuiti dal Gruppo Editoriale Minerva/RaroVideo. www. rarovideo. com. Per scaricare il regolamento e il modulo di iscrizione www. rcfilmfest. it

COSENZA — Si terrà oggi alle

ore 18 presso il Beat Club di Cosenza, su Corso Telesio, la conferenza stampa di presentazione dell'esordio discografico dei Red Basica “Les premiers plaisirs” (MkRecords/Venus). La conferenza stampa-incontro sarà moderata da Stefano Cuzzocrea (giornalista e scrittore) Interverranno i Red Basica: Mirko Onofrio, Gianfranco De Franco, Massimo Garritano,

Giuseppe Sergi, Giuseppe Oliveto, Massimo Palermo; Francesca Bozzo (ass. politiche giovanili comune di Cosenza); Maria Luisa Bigai (drammaturga e attrice); Marco Verteramo (per Mk Records). La Band eseguirà, in una versione unica ed insolita, il singolo “Free Not to Believe” e dopo si intratterrà con gli ospiti per un aperitivo. Michela Vellone

PIZZO CALABROIn programma per oggi il corso organizzato dall’Associazione Musicale Beat e dal Pentagramma REGGIO CALABRIA La presentazione del volume della musicologa Teresa Chirico

Due vibonesi per un seminario di basso e batteria Filarmonici calabresi dell’800 PIZZO CALABRO — L'Associazione Musicale Beat in collaborazione con il Pentagramma di Pino Puzzello, organizza un seminario di basso e batteria con i maestri Giovanni De Sossi e Vittorino Naso. Il seminario si terrà oggi dalle ore 15 alle ore 20 presso il Fairy Well – Contrada Marinella – Pizzo e si concluderà con una sessione live degli stessi maestri (ingresso gratuito). «E’ bello poter mettere a disposizio-

ne delle giovani leve vibonesi il talento e l’esperienza oramai riconosciuta a livello nazionale ed internazionale di Maestri come De Sossi e Naso - afferma con orgoglio Massimo Russo, Presidente dell’Associazione e organizzatore del seminario -. Spesso tutti noi siamo attratti dai nomi di musicisti del panorama internazione e sottovalutiamo le grandi competenze ed il livello davvero alto raggiunto da nostri concitta-

dini. Naso e De Sossi rappresentano un punto di riferimento a cui spero tutti i giovani talenti vibonesi possano ispirarsi, veri esempi positivi di una terra che aspetta solo di essere adeguatamente valorizzata». Le iscrizioni al corso hanno il costo di euro 15,00 per gli iscritti all’Associazione beat e di euro 20,00 per i partecipanti esterni. Par maggiori informazioni e iscrizioni 340/3578147.

CROTONE Nell’ambito della rassegna “Percorsi”, organizzata dalla Provincia, in scena sabato prossimo

Le Puppini Sisters al teatro Apollo CROTONE — L’esibizione delle Puppini Sisters a Crotone, fissato per sabato 7 marzo al teatro Apollo, è il vero e proprio evento della rassegna “Percorsi”, organizzata dalla Provincia di Crotone. Una serata all’insegna della buona musica, dello swing, delle cover di brani famosi come “Wuthering Heights” di Kate Bush o come “Tu vuò fa l’americano” di Renato Carosone Il trio è stato fondato da Marcella Puppini, bolognese trasferitasi a Londra, dove ha conosciuto Stephanie O'Brien e Kate Mullins. Le Puppini sono affiancate da una band di tre membri, composta da Martin Kolarides

alla chitarra, Henry Tyler alla batteria e alle percussioni e Nick Pini al contrabbasso. Marcella, Stephanie e Kate, famose in tutto il mondo, dopo avere spopolato in Inghilterra saranno a Crotone nel corso una breve tournèe italiana, provenienti dai teatri di Canada, Stati Uniti, Francia, Svizzera, Germania, Grecia. La serata del 7 marzo, con inizio a partire dalle ore 21 coincide praticamente con la festa della donna. La data dello spettacolo è stata scelta anche per suggerire un modo originale e piacevolissimo di vivere la ricorrenza al di fuori dei soliti schemi e delle canoniche abitudini. Elevatissi-

mo è lo spessore artistico dello spettacolo che le Puppini Sisters proporranno a Crotone. Uno scintillio di colori, acconciature e misés, un trionfo del vintage, un simpaticissimo viaggio in allegria attorno ai classici della musica di tutto il mondo riadattati con raro virtuosismo canoro dal formidabile trio inglese di cantanti a cappella. Per assistere all’evento i biglietti d’ingresso, il cui costo varia dai 10 euro per la poltronissima ai 4 euro per la galleria, saranno posti in vendita a partire dalle ore 10,00 di sabato 7 marzo presso il botteghino del teatro Apollo a Crotone.

REGGIO CALABRIA — Sarà pre-

sentato domani alle ore 17 presso la Sala Nicholas Green del Consiglio Regionale, nel corso di un incontro promosso dall'Associazione Culturale Anassilaos e dalla Associazione ContrapPunti Onlus il volume della musicologa Teresa Chirico, docente di Storia ed Estetica della Musica presso il Conservatorio Licio Refice di Frosinone, “Filarmonici in marcia/Bande, Scuole di musica e Associazionismo musicale in Calabria nell'Ottocento”, un’opera preziosa, frutto di anni di ricerche, che colma un vuoto poichè le bande nel nostro paese sono state sempre considerate, come nota l'Autrice, “figlie di un dio minore” e come tali trascurate e ignorate dalla musicologia, anche se la lo storia è stata determinante per diffondere l'amore per la musica in tutti i ceti sociali e nei centri piccoli e grandi della penisola, come dimostra la diffusione, quasi capillare di bande, in Calabria, regione nella quale non vi è città o paese che non abbia avuto un proprio complesso bandistico. Certo il repertorio delle bande comprendeva musica militare, ballabili, pot-pourri, fantasie che erano anche e soprattutto trascrizioni e reinterpretazioni di brani d'opere le quali consentivano di far conoscere la musica operistica. L'autrice, avvalendosi di un importante corpus documentario conservato presso gli archivi calabresi e l'Archivio centrale dello Stato, segue nel volume le tracce delle antiche bande musicali,

associazioni musicali e scuole di musica in Calabria da Nord a Sud della regione (Cosenza, Catanzaro, Reggio Calabria) ricostruendone le vicende, a partire dall'anno di fondazione, seguendone l'iter storico e culturale. Di particolare rilievo, per quel che riguarda la provincia e la città di Reggio Calabria, la ricostruzione delle vicende della scuola di musica dell'Orfanotrofio di Reggio, nata nel 1829, e il nascere, nel 1836, sempre a Reggio, di una banda municipale. Sempre nel capoluogo l'autrice ricostruisce la presenza di bande militari e di Filarmoniche. In provincia la Chirico evidenzia le vicende musicali a Palmi e poi la presenza di formazioni bandistiche in numerosi centri, a Radicena, a Seminara, tra le prime bande calabresi fondata nel 1818, e poi ancora Bagnara, che fu uno dei primi centri e dotarsi di una scuola di musica nel 1822, e poi Polistena, la cui banda nacque nel 1835, Santa Eufemia, Cinquefrondi, Fiumara. Gioiosa Jonica, Siderno, Cittanova. Bivongi, Gerace, Rosarno, Sinopoli, Varapodio, Grotteria, Stilo, San Giorgio Morgeto, Melito, ed altre ancora che rivelano un'attenzione per la musica che stupisce se confrontiamo la realtà dell'Ottocento con la situazione attuale. All'incontro interverrà la Dr. ssa Maria Pia Mazzitelli, dell'Archivio di Stato di Reggio Calabria e l'Ensamble di Fiati dell'Associazione Culturale ContrapPunti Onlus di Reggio Calabria diretto dal M° Maurizio Managò.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 29

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La Compagnia Cavea in “Non ti pago” di Eduardo De Filippo in scena il 7 marzo a Castrovillari

“Il palcoscenico della vita” a Cassano Ionio IL CARTELLONE

“La porta magica”, progetto di didattica museale a Catanzaro

AMANTEA (Cs) - “Donne in musica” Per l'8 marzo e per tutti quelli che pensano debba essere una festa condivisa Le Clarisse di Amantea presentano "Donne in Musica" con il trio Cèsar Cui: Iride Varani al Flauto, Mariella Veltri al Violino, Francesca Infante al Pianoforte. Dopo il concerto lo chef delle Clarisse conquisterà i vostri palati con: Turbarte di spatola su carciofini, conchiglie di mare all'astice, barchetta di branzino con bouquet di verdura, dessert alle mimose. Il dopo cena, altrettanto variopinto, al pianoforte in vostra compagnia. Euro 35,00 vini esclusi. Prenotare allo 0982-42033. Informazioni: www.palazzodelleclarisse.com.

la volta de “Il Colosso di Rodi” (1960) di Sergio Leone con Rory Calhoun; mentre il 23 marzo la retrospettiva chiuderà i battenti con “Ercole alla conquista di Atlantide” (1961) diretto da Vittorio Cattafavi con Reg Park.

al pianoforte; giovedì 26 e venerdì 27 marzo “Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; venerdì 3 e sabato 4 aprile, “Momix - Bothanica”. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; giovedì 9 aprile,“Ludovico Einaudi”, piano solo; venerdì 17 aprile, “La Serena”, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; giovedì 23 aprile, “Domenico Codispoti” in concerto; il 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; l’8 e il 10 maggio, “High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Sabato 21 novembre 2009, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio 2009, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso.

CASSANO I. (Cs) - “Il palcoscenico della vita” La Compagnia teatrale Les Enfants Terribles e l’Associazione Cassano Città Teatro organizzano il laboratorio teatrale “Il palcoscenico della vita” nel periodo marzo-maggio. Il Laboratorio sarà svolto a Cassano Ionio, nella sede della Compagnia Les Enfants Terribles in vicoletto Marsala e sarà condotto da Audrey Chesseboeuf. E’ rivolto a persone con età superiore ai 14 anni ed è strutturato con un incontro settimanale di 3 ore ogni lunedì dalle 16.30 alle 19.30 ed è condotto da AuBADOLATO (Cz) - Iniziativa socio-culturale Sabato 7 marzo 2009, dalle ore 16.30 in poi, presso il Centro drey Chesseboeuf. Il primo incontro del laboratorio è fissato per il giorno 9 marzo 2009 alle ore 16.30 nella sede di Les EnPolifunzionale di Badolato M.na (Cz) si terrà un'importante fanta Terribles a Cassano Ionio. iniziativa socio-culturale a chiusura della raccolta fondi di beneficenza a sostegno del reparto di Ematologia ed Oncologia Pediatrica del "Pugliese-Ciaccio" di Catanzaro, pro- CASTROVILLARI (Cs) - Spettacoli Primafila mossa e portata avanti da circa tre mesi dal Comitato "8 Mar- Prosegue la VII edizione di Primafila a Castrovillari, preszo" di Badolato. L'evento si pone altresì a chiusura delle ce- so il Teatro Sybaris-Protoconvento Francescano, fino al 7 lebrazioni annuali del Centenario della Festa Internaziona- marzo (ore 21.30). Programma: sabato 7 marzo, Compa- CATANZARO - Marca, attività per le scuole le delle donne. gnia Cavea in “Non ti pago”di E. De Filippo. Fino a maggio all’interno del nuovo museo cittadino si svolgerà un inedito progetto di didattica museale, “La porta magica”, pensato per le scuole del territorio. Si vuole così proBAGNARA C. (Rc) - Premio Mia Martini CATANZARO - “I lilt you”, campagna volontariato porre il Marca come centro educativo permanente attraAll’insegna del ventennale di “Almeno tu nell’universo” che Ha avuto inizio la campagna Volontariato 2009 “I lilt you”, che verso laboratori creativi, trasformando una visita episodica la grande Mia Martini ha lasciato, prende il via la 15ª edi- consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che posal museo ed alle mostre temporanee in un’esperienza che zione del Premio Mia Martini, ideato nel 1995 dal regista Ni- sano essere parte integrante della Sezione Provinciale Lilt di abbia un reale valore educativo. Info: lab.mediterreano Romeo e organizzato dall’Associazione Cultura e Spet- Catanzaro. Il volontario è una risorsa preziosa che, ogni gior- neo@gmail.com, 338/4216232, 347/5025375. tacolo di Bagnara Calabra in ricordo dell’artista scompar- no, attraverso piccoli gesti contribuisce alla mission Lilt: vinsa. Un evento che nel corso degli anni ha acquistato un’im- cere il cancro attraverso la prevenzione, ma anche prendersi portanza notevole nel panorama musicale italiano ed euro- cura del malato oncologico, alleviandone le sofferenze e con- CATANZARO - Presentazione libro peo, diventando un punto di riferimento per tantissimi gio- dividendone la gioia della guarigione. Non servono compe- Fare Rete, la rete delle associazioni, presentanooggi, alle ore vani artisti in cerca di una passerella di qualità per potersi tenze specifiche, basta avere più di 18 anni e qualche ora di 18.00, presso il centro polivalente per i giovani - in via Fonesprimere in musica.La formidabile macchina organizzati- tempo da dedicare per aiutare chi ha bisogno. Ci sono tanti mo- tana Vecchia, il libro 'Ndrangheta "Boss luoghi e affari delva della manifestazione, capitanata da Nino Romeo e dalla di per essere volontario Lilt, dall’assistenza al malato, alla dif- la mafia più potente al mondo" di Francesco Forgione. Ne responsabile organizzativa Silvana Bonadonna, sta già met- fusione della cultura della prevenzione, all’organizzazione de- discutono con l'autore già presidente della commissione tendo a punto una serie di novità per l’edizione 2009 che ve- gli eventi, sono tante le possibilità attraverso cui puoi offrire il parlamentare antimafia, Fabrizio Scarfone e il dott. Vittorio drà come protagonisti indiscussi le “Nuove Proposte per tuo contributo e donare speranza ed una migliore qualità di vi- Mete; modera: Tommaso Migliaccio. l’Europa”, provenienti dalle numerose audizioni in corso ta al malato oncologico. Diventare volontario Lilt è semplice, nelle varie regioni italiane e in alcune città dell’Europa. Il basta contattare il numero verde 800-998877 dal lunedì al veprimo incontro artistico si terrà a Bagnara Calabradal 6 all’8 nerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 o visitare il sito www.lilt.it CATANZARO - “Faust di Goethe”, conferenza marzo, alla presenza dell’intera commissione artistica. Il oppure telefona al numero 0961725026, dal lunedì al venerdì Oggi, alle ore 17,30, al Politeama, Maurizia Maiano terrà Premio Mia Martini è patrocinato dalla Regione Calabria, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Da una conferenza sul tema” Faust di Goethe”. La professoresdall’assessorato al Turismo, dall’Amm. Provinciale di Reg- oggi è anche disponibile il sito ufficiale della sezione provin- sa Maiano è insegnante di Lingua e Civiltà Straniera Tedegio e dal Comune di Bagnara. Informazioni: www.premio- ciale di Catanzaro, raggiungibile all’indirizzo www.liltcz.it. Il sca presso il Liceo Linguistico Fermi di Catanzaro Lido. La miamartini.it - www.myspace.com/premiomiamartini. portale, realizzato dal webmaster Domenico Concolino, si conferenza è organizzata dalla stessa Associazione del Polipresenta con una grafica semplice, accattivante ed intuitiva, teama insieme con il Rotary Club di Catanzaro, presieduto come una vetrina sulle nostre iniziative e una “web-brochure” dal dott. Emilio Rocca, nell’ambito del progetto: “I giovedì CASSANO I. (Cs) - Proiezione film che illustra come aiutarci e contattarci. Inoltre, al vecchio in- del teatro: il romanzo europeo”. Franco Brescia, presidenNel teatro comunale di Cassano Jonio, in provincia di Co- dirizzo e-mail si affianca ora: info@liltcz.it.Info: 0961725026 te dell’Associazione Amici del Politeama. senza, per la stagione cinematografica 2009, fino al 29 mar- o liltcz@libero.it -3208603557 - lilt.cz.press@gmail.com. zo, vengono proiettati 5 film storico - mitologici per non diCATANZARO - Settimana della donazione del sangue menticare e riguastare pellicole che hanno fatto la storia del cinema. L’iniziativa, che si avvale dell’organizzazione di CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Oggi, dalle ore 8 alle ore 12, Palazzo De Nobili, ospiterà la Francesco La Vitola e Sergio Rodilosso, intitolata “Kolossal Di seguito il programma al completo della stagione teatra- “Settimana della donazione del sangue”, promossa dall’Ufall’Italiana”, si propone proprio di rivisitare, attraverso al- le 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 apri- ficio nazionale per il servizio civile, in collaborazione con il cuni film rappresentativi dell’intero filone peplum, che con le: venerdì 6 marzo “Puppini Sisters live. See the fabulous”; c coordinamento interassociativo dei volontari italiani del il fascino antico del loro contenuto, hanno cullato l’immagi- martedì 10 e mercoledì 11 marzo, “Faust” di Johann Wolf- sangue. La raccolta di Palazzo De Nobili è stata organizzanario ed i sogni di più generazioni. Il programma prevede: gang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; dome- ta dalla presidente dell’Avis comunale, Olga Anania e dal l’8 marzo, a partire dalle ore 19 si proietterà “Ercole e la Re- nica 15 marzo “Mare notrum”. Concerto del trio Poalo Fre- suo vice, Salvatore Saverino. I prelievi saranno effettuati da gina di Lidia” (1959) diretto da Pietro Francisci con Steve su, Richard Galliano e Jan Lundgren; Giovedì 19 marzo personale medico e paramedico autorizzato dal centro traReevs, Sylvia Lopez e Sergio Fantoni; il 21 marzo, poi, sarà “Recital” di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic sfusioni dell’Azienda ospedaliera”Pugliese – Ciaccio”.


30 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“L’ambiente: risorsa o emergenza?”, convegno il 9 marzo nella Città dei Tre Colli

“Attraverso il sipario” a Catanzaro IL CARTELLONE

“Polizia, la sicurezza è anche donna”, convegno a Palazzo De Nobili

CATANZARO - La Caserma Pepe apre alla città La Caserma Pepe-Bettoia apre alla città, ospitando nei locali della biblioteca, in una iniziativa del tutto nuova ed inattesa, una mostra di cartoline e documenti per ricordare, in occasione del centenario, il disastro sismico che interessò la Regione Siciliana e quella Calabrese nel 1908. Una iniziativa, questa, voluta e perseguita dal Comando Militare Esercito “Calabria”, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Catanzaro e del Dopolavoro Ferroviario di Reggio Calabria, per rimarcare il concetto del ricordo di quanti furono colpiti dall’evento. La mostra dureràfino al 27 marzo incluso e orari di apertura al pubblico saranno: dalle ore 09.00 alle ore 12.00 (dal lunedì al giovedì); dalle ore 16.00 alle ore 18.00 (dal lunedì al giovedì); dalle ore 09.00 alle ore 12.00 ( il venerdì). CATANZARO - Presentazione romanzo Oggi alle ore 17,00 nel Complesso Monumentale del San Giovanni sarà presentato il romanzo di Santo Gioffrè “Artemisia Sancez “. La manifestazione sarà introdotta dai saluti del sindaco on.le Rosario Olivo e dell’assessore alla Cultura, Antonio Argirò. L’introduzione è stata affidata al giornalista Vincenzo De Virgili. Previsti gli interventi della professoressa Raimonda Bruno, del Circolo di lettura della Biblioteca Comunale “Filippo de Nobili” e del dott. Franco Santopolo, esperto di Economia Agraria. Ketty Galiano, del Circolo di Lettura, “Filippo de Nobili”, leggerà alcuni brani del romanzo ambientato nella Seminara della fine del ‘700, specchio di una Calabria feudale in cui le novità vengono presentate alle masse incolte come macchinazioni diaboliche.

a a-

CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: marzo: venerdì 6 marzo, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, sestetto d'archi di Amburgo, Alina Komissarova, violino; Joanna Rundberg, violino; Sonia Reuter, viola; Antje Dampel, viola; Roberto Trainini, violoncello; Joannes Krebs, violoncello; venerdì 20 marzo, ore 20.00, presso Basilica Immacolata, orchestra da camera I solisti di Sofia, Plamen Djurov, direttore. Aprile: venerdì 16 aprile, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; venerdì 24 aprile 2009, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: venerdì 8 maggio,ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle. CATANZARO - “Attraverso il sipario” Il teatro Incanto e il teatro Hercules di Catanzaro, in collaborazione con Uilt nazionale e Uilt Calabria, presentano “Attraverso il siparo”, 3 giorni di studio e formazione 6 - 7 - 8 marzo. Possibilità di scelta fra 2 corsi: “Il training dell'attore”, tenuto da Roberta Raineri, presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (Parco dei Principi) Catanzaro; “I fondamentali del teatro: da Shakespeare a Pirandello”, tenuto da Loretta Giovannetti, presso il Teatro Hercules, viale degli Angioini (ingresso Italcementi) Catanzaro. Gli stages sono rivolti ad attori, appassionati di teatro ed a chiunque voglia avvicinarsi a questo mondo. Costi: 60,00 euro ospiti, 35,00 euro per soci Uilt. Possibilità di pernottamento e pasti a costi agevolati, su richiesta. Per informazioni e iscrizioni: 320/2516302339/3363334, oppure recarsi presso il teatro Incanto o il teatro Hercules, o mandare una mail a info@associazioneincanto.it. CATANZARO - “Gestione dei rischi ambientali” “Strumenti di gestione dei rischi ambientali e relative opportunità per le imprese”. Questo il tema di un interessante convegno in programma venerdì 6 marzo, con inizio alle ore 15.30, presso la Sala delle Conferenze della Camera di Commercio di Catanzaro. Interverranno: Giuseppe Spagnuolo, presidente della Banca Credito Cooperativo Centro Calabria, che, nell’occasione, presenterà il volume di Amedeo Polisicchio dal titolo: “Un nuovo indicatore ambientale”, edito dallo stesso Istituto di Credito; Wanda Ferro, presidente della Provincia di Catanzaro; Andrea Rocco, della Willis Italia, oltre ad Amedeo Polisicchio, autore del libro. Le conclusioni, dopo il dibattito, saranno tratte da Paolo Abramo, presidente della Cciaa di Catanzaro, organizzatrice dell’evento. CATANZARO - “Polizia, la sicurezza è anche donna” Il Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia, vuole rendere omaggio alle donne Operatrici della Polizia di Stato ri-

cordando simbolicamente una collega morta nel compimento del suo dovere, Emanuela Loi, agente della scorta del Giudice Borsellino deceduta il 19 luglio del 1992 in via D’Amelio a Palermo. La Segreteria Regionale della Calabria e quella Provinciale di Catanzaro del Coisp, in collaborazione con il Comune di Catanzaro, l’assessorato alle Pari Opportunità e con la Regione Calabria, l’Ufficio della Consigliera di Parità, sabato 7 marzo nella sala concerti del Comune di Catanzaro, alle ore 10,00, promuoverà il convegno: “Polizia, la sicurezza è anche donna. Contributi e analisi di una storia italiana”. Introdurranno Tommasina Lucchetti, assessore alle Pari Opportunità del Comune di Catanzaro, Maria Stella Ciarletta, consigliera di Parità della Regione Calabria. Dopo i saluti del sindaco di Catanzaro Rosario Olivo, del presidente della Provincia Wanda Ferro, del questore di Catanzaro Arturo De Felice, di Giuseppe Brugnano, responsabile politico dell’Ufficio Stampa del Coisp, interverranno: Berenice Brutto, dirigente della Polizia di Stato in quiescenza, Caterina La Vecchia, operatrice della Polizia di Stato, Dorina Bianchi, senatore del Pd, Jole Santelli, deputato del Pdl, Caterina Naso, dirigente della Polizia di Stato, un'atleta nazionale femminile delle Fiamme Oro. Modererà la giornalista Olga Iembo, mentre le conclusioni saranno affidate a Franco Maccari, segretario generale del Coisp. CATANZARO - “Dermatologia senza confini” “Dermatologia senza confini”. La manifestazione, presieduta dal dott. Giancarlo Valenti, direttore della Soc di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, ha ricevuto il patrocinio della Adoi (associazione dermatologi ospedalieri italiani) si terrà a Catanzaro, sabato 7 marzo. L'importante convegno verrà presentato dalla Direzione Aziendale e dallo stesso direttore dr.Valenti, nella conferenza stampa, che si terrà il 5 marzo 2009 alle ore 11,30 presso la Biblioteca del P.O.Pugliese. CATANZARO - Fiaccolata di solidarietà Sabato 7 marzo,si terra una fiaccolata di solidarieta per Massimiliano Citriniti il giovano ucciso da un rom presso Le fornaci. Alle ore 19.30 sarà deposta una corona e verrà acceso il cero pasquale,invece alle ore 20.30 in piazza Garibaldi a Catanzaro Lido partirà la fiaccolata fino alla tomba di Massimiliano dove verrà celebrata una messa in suo suffragio. CATANZARO - Incontro sulle costellazioni familiari Terzo incontro sulle costellazioni familiari: il 7 marzo, presso l'hotel Niagara a Catanzaro Lido, alle ore 9.00. Il seminario con la conduttrice dott.ssa Paola Felici, sarà preceduto da un incontro gratuito ed orientativo venerdì 6 marzo, alle 17.30, aperto a tutti. CATANZARO - La Giornata della Donna L'Associazione Dopolavoro Ferroviario di Catanzaro Lido organizza per domenica 8 marzo "la Giornata della Donna", una gioiosa serata con tanta musica, balli divertimento e un ricco buffet. Dalle ore 21.00, presso la sede in Via Crotone,42 - Catanzaro Lido. Infoline: www.dlfcatanzaro.org 0961738431. CATANZARO - Circolo Placanica, iniziative Il Circolo di cultura "Augusto Placanica" presenta il calendario delle prossime attività del circolo: domenica 8 marzo, ore 17.00, (in sede) le donne che fanno la storia, proiezione del film Letter to Anna. La storia della morte di Anna Politkovskaja; lunedì 9 marzo, ore 17.30, (in sede), riproposta e commento de La città invisibile di Italo Calvino a cura di Ketty Galiano. CATANZARO - “L’ambiente: risorsa o emergenza?” Il Lions Club "Catanzaro Host", presieduto dal dr. Oscar Tommasini, ha organizzato per lunedì 9 marzo 2009 alle ore 16:30, nell'Aula Magna dell'Itis "Scalfaro" di Catanzaro sita in Piazza Matteotti, il convegno "L'Ambiente: risorsa o emergenza?". Il convegno gode del patrocinio dell'Arpacal e della Direzione Nazionale della Protezione Civile. Dopo i saluti del presidente del Club Lions, Dr. Oscar Tommasini, del Commissario Straordinario dell'Arpacal, Prof. Vincenzo Mollace, e del Direttore Scientifico dell'Arpacal, Dr. Antonio Scalzo, sono previste quattro relazioni tecniche con le quali l'Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente della Calabria) focalizzerà su altrettante tematiche ambientali. L'introduzione dei lavori sarà a cura del dott. Franco Scarpino, coordinatore compartimento 3 - Ambiente e Territorio del Distretto 108 YA del Lions. L'ing. Raffaele Niccoli, dirigente del Centro Funzionale Multirischi di Arpacal, relazionerà su "I rischi naturali in Calabria: ruolo e competenze del Centro funzionale Multirischi dell'Arpacal"; il Dr. Emilio Cellini, Dirigente del Servizio Bionaturalistico del Dipartimento provinciale ArpacaI di Crotone, relazionerà su "Il controllo e monitoraggio dell'ambiente marino costiero. La campagna di baneazione 2009"; il Dott. Cosimo Talla-

rino, del Nodo Emas/Ecolabel dell'Arpacal, discuetrà de "Gli acquisti eco-sostenibili: i marchi di qualità ambientale". La Dr.ssa Domenica Ventrice, del Centro d'Eccellenza di Tossicologia Alimentare dell'Arpacal, relazionerà invece su "La sicuerzza e tracciabilità degli alimenti: la rete dei laboratori Arpacal". Dopo l'intervento della Dr.ssa Antonella Scalzo, in rappresentanza della Direzione Nazionale della Protezione Civile, concluderà i lavori l'Avv. Prof. Giuseppe Iannello, Past Governatore del Distretto 108 YA e Presidente dell'ordine degli Avvocati di Catanzaro. CATANZARO - Masciari d’Essai 2009 Programma Masciari d'Essai 2009. Cineforum: 10 marzo 2009, ore 17.30-20.00-22.15, Racconti da Stoccolma; 17 marzo, ore 18.00-20.00-22.00, Il giardino di limoni; 24 marzo, ore 18.00-20.00-22.00, Baby love; 31 marzo, ore 18.0020.00-22.00, Katyn; 7 aprile, ore 18.00-20.00-22.00, L'ospite inatteso; 14 aprile, ore 18.00-20.00-22.00, Home. Musica d'essai: 3 marzo, ore 17.00-18.30, laboratorio sulla chitarra a dodici corde; ore 21.00, concerto di sola chitarra acustica a dodici e sei corde. Ingresso euro 5, Maurizio Angeletti. Teatro d'assai: 1 aprile, ore 21.00, Alle radici di e con Chiara Saiella, regia di Stefano Thermes, ingresso euro 5. Premio Raffaele Romeo il 21 aprile, ore 21.00, ingresso gratuito. Aperitivo tutte le sere dalle ore 19.00. Ingresso proiezioni euro 4; abbonamento euro 30 (l'abbonamento include l'ingresso al concerto e all'evento teatrale). Info: 0961/728390. CATANZARO - “Nuova forma di studio legale” A Catanzaro, in data10 marzo 2009, alle ore 15,30, presso la Sala Consiliare della Provincia si svolgerà un incontro-dibattito sul tema "Una nuova forma di studio legale nell'ottica del client service", nel corso del quale verrà presentata la nuova formula di studio legale del progetto A.L.T., Assistenza Legale per Tutti. Il progetto sarà presentato dagli avv.ti Cristiano Cominotto e Francesca Passerini, che hanno ideato il network, nonché dagli avv.ti Pasquale Barbieri, Patrizia Barbieri e Maria Francesca Cosco e dal Dott. Stefania La Rocca, che per primi hanno avviato l'iniziativa nel territorio calabrese, aprendo uno studio in via Spasari, nel centro di Catanzaro. Il primo studio legale su strada in Italia a distanza di un anno dalla sua nascita raggiunge oggi quota 10, con nuovi studi nelle città di Milano (2 sedi), Roma (2 sedi), Napoli, Rimini, Livorno, Catanzaro, Potenza ed Olbia. La prima consulenza è gratuita, i clienti si ricevono anche senza appuntamento e le tariffe sono chiare e trasparenti: partito da Milano, a seguito del decreto Bersani, da un'idea degli avv.ti Cristiano Cominotto e Francesca Passerini (31 gennaio 2008 a Milano), oggi è una rete nazionale. Il progetto coinvolge più di 60 affermati avvocati, che condividono la volontà di unirsi in un network tutto italiano, che tuteli il cittadino, offrendo lo stesso standard qualitativo in qualsiasi città si trovi, rendendo così più accessibile a tutti l'assistenza legale. Gli studi sono operativi in diverse città d'Italia e la rete cresce al ritmo di uno studio al mese (sono più di 1000 ad oggi le richieste di adesione). CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. 13-15 marzola compagnia del Teatro Incanto in "The best family (a famigghja d'e besti)", testo e regia di F.Passafaro; 22 marzo,Gli amici del teatro popolare di Amantea in "Il mio funerale", testo e regia di M.Ruggiero; 27 e 29 marzo, l'Ass. Cult. ATRJ di Roccella Jonica in "Cicciu u pacciu",testo di M.P.Battaglia, regia di P.Carella; 5 aprile, l'Ass. Cult. Confine Incerto in "Racconti dal resto del mondo", drammaturgia di E.Bianchi, regia di E.Capicotto;19 aprile,Compagnia teatro Hercules in "A scacammi n'atra", testo di Nino gemelli, regia di P.Procopio; 1-3-8-10-15-17-22-24 maggio, la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it.

CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling” presenta il programma 2008/2009 che viene riportato di seguito: per l'improvvisa scomparsa della vice presidente Florida Cilurzo della’associazione Adol (Amici Dell'Opera Lirica),si comunica che la serata del 14 marzo delle ore 17,30 presso il Circolo Unione, è modificata nel seguente modo: “Ricordo del maestro Florida Cilurzo”. Il 18 aprile 2009 ore 17,30 presso Circolo Unione incontro su "Grandi Scene da Opere Verdiane". Per ragioni organizzative la prevista messa in scena de "La Serva Padrona" di Pergolesi prevista per il mese di maggio 2009 all'auditorium Casalinuovo avverrà nel prossimo anno sociale, in data da stabilire.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 31

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Partirà il 28 marzo il ciclo di seminari dal titolo “Approfondimenti penalistici” a Catanzaro

“Flowers”, mostra a Cosenza IL CARTELLONE

Stage di hip-hop con l’insegnante Maura Paparo a Cropani Marina

CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partirà il prossimo 28 marzo il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: ad inaugurarlo, il 28 marzo, il Presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane, prof. avv. Oreste Dominioni, che interverrà sul tema “L’ammissione della prova scientifica nel processo penale” e il prof. avv. Giovanni Flora, ordinario di diritto penale nell’Università di Firenze, su “Progresso scientifico, giudizio di causalità e giudizio di responsabilità per colpa”. Gli incontri proseguiranno secondo il seguente calendario: 3 aprile 2009, “L’ascolto del minore: uso dell’evidenza scientifica nell’acquisizione e valutazione della testimonianza nel processo penale”, prof. avv. Luisella De Cataldo Neuburger (Docente di psicologia giuridica e presidente della Società di Psicologia Giuridica) e Prof. Giuliana Mazzoni (Docente di Psicologia nell’Università degli Studi di Hull, Gran Bretagna); 17 aprile 2009, “Scienza, pseudoscienza e fantascienza nelle indagini criminalistiche di medicina legale”, Prof. Dott. Francesco Introna (Professore ordinario di Medicina Legale e delle Assicurazioni nell’Università degli Studi di Bari) e “Difensore e prova tecnica, tra insidie metodologiche e suggestioni valutative”, prof. avv. Leonardo Iannone (Presidente della Camera Penale di Trani – Docente di Diritto Penitenziario nell’Università degli Studi di Bari); 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009, “Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò (Professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà il 13 giugno, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”. CATANZARO - Corse Club autostoriche, riunione E’ convocata l’assemblea ordinaria dei soci del Catanzaro Corse Club Autostoriche presso la sede sociale a Catanzaro, palazzo Aci , viale dei Normanni 99, per martedì 31 marzo 2009 alle ore 15 in prima convocazione ed alle ore 16 in seconda convocazione. CATANZARO - Franco Battiato al Politeama Franco Battiato e il suo tour “Live in Theatre 09”, il 31 marzoal Politeama di Catanzaro. Per info contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it. CHIARAVALLE (Cz) - Recital di Lello Arena Il 7 marzo, al teatro Tempo Nuovo, alle ore 18.00, recital di Lello Arena.

COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it.

COSENZA - Teatro Rendano, stagione di prosa Stagione di prosa 2008/2009 presso il teatro comunale "A. Rendano" di Cosenza. Oggi, ore 21.00, venerdì 6 marzo, ore 21.00, Placet musical "Cenerentola" con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo, regia di Massimo Romeo Piparo; il 14 marzo, ore 21.00, il 15 marzo, ore 18.00, Gershwin spettacoli "Un Paese di gente per bene" con Gian Antonio Stella e Bebo Storti;il 21 marzo, ore 21.00, il 22 marzo, ore 18.00, Teatro Stabile delle Marche "Casa di bambola - L'altra Nora" da Henrik Ibsen con Lunetta Savino. COSENZA - In scena “Omparty” Venerdì 6 marzo, ore 21.00, al teatro dell’Acquario, Omparty. A Leon Pantarei etnojazz project soulgroove. Leon Pantarei, tabla, bendir, hand percussion, voice; Feat. Luca Aquino, trumpet; Pasqualino Fulco, acoustic guitar, guitar sinth, el. guitar; Roberto Cherillo, piano, organ. Ingresso 10 euro. COSENZA - “Flowers”, mostra Vertigo arte presenta per la giornata della donna la mostra di Martina Roberts dal titolo "Flowers", presso la sede Vertigo centro internazionale per la cultura e le arti visive, dal 7 al 30 marzo. Testi poetici di Francesca Serragnoli sui “Flowers” accompagnano la stampa di una grafica dell’artista. Inaugurazione sabato 7 marzo, ore 18.00. Accompagnerà l’inaugurazione della mostra una partecipazione poetica di Anna Petrungaro e Franco Gordano. COSENZA - Aereoporto di Sibari, riunione Il presidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio ha già convocato per le ore 10,30 di sabato 7 marzo, presso la sede dell’Amministrazione, una riunione a livello istituzionale per discutere della realizzazione dell’aeroporto di Sibari. Alla riunione hanno assicurato la presenza gli assessori regionali ai Lavori Pubblici Luigi Incarnato ed al Turismo Damiano Gagliardi. Parteciperanno ancora il sindaco di Cosenza Salvatore Perugini; il presidente della Camera di Commercio Giuseppe Gaglioti; il sindaco di Cassano Gianluca Gallo; i sindaci della Sibaritide; i rappresentanti delle forze produttive e delle associazioni di categoria. COSENZA - Weekend in Sila L'associazione, senza scopo di lucro, Calabria Trekking di Catanzaro che ha come scopo la scoperta dei paesaggi e della cultura della montagna calabrese organizza per i giorni 7 e 8 marzo un weekend nel Parco Nazionale della Sila con pernottamento presso l'albergo Silvia Brutium in località Buturo. Per aderire all'iniziativa o per ulteriori informazioni: 339/2003678 e-mail marinafichera@alice.it.

COSENZA - “Spazio Unico”, mostra di pittura La Galleria Marano di Cosenza propone, l’8 marzo, la mostra dal titolo “Spazio Unico” a cura di Tiziana Vommaro. In esposizione i lavori di Maria Credidio e Luigia Granata. COSENZA - Ornella Vanoni al Teatro Rendano “Cantante intellettuale” che sottolinea tramite l’interpretazione e i gesti tutti i testi delle sue canzoni, Ornella Vanoni sarà giorno 11 marzo 2009 a Cosenza presso il Teatro Rendano alle ore 21:00. Quasi tutto esaurito al Teatro Rendano e la Iacobino Team, organizzatrice dello spettacolo, ricorda che i punti vendita per l’acquisto dei biglietti sono “Inprimafila” e “Bar Tosti”. Per ulteriori info 0984 71048 o visitando il sito www.iacobinoteam.com.

COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: lunedì 23 e martedì 24 marzo, Andrea Giordana "L'Otello"; Domenica 5 aprile, Tosca D'Aquino "Ogni anno punto e a capo"; Venerdì 17 e giovedì 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; Sabato 16 e domenica 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: Venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; Giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; Giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - Falime, prima edizione Dal 27 al 30 marzo il quartiere fieristico Cupole geodetiche di Cosenza ospiterà nella sua area espositiva la prima edizione di Falime. L’appuntamento, grazie alla collaborazione delle diverse associazioni di categoria Confartigianato, Cna, Camera di Commercio conta di organizzare a Cosenza diversi espositori del settore alimentare, provenienti da tutta la penisola, produttori di alimenti, attrezzature e tecnologie per la ristorazione.

COSENZA - Anteprima stagione di prosa Teatro comunale A. Rendano, anteprima stagione di prosa. Mercoledì 1 aprile in programma il concerto di Franco Battiato. COSENZA - Edilmediterranea, quarta edizione Il 3-4-5 aprileil quartiere fieristico Cupole geodetiche di Cosenza ospiterà nella sua area espositiva la quarta edizione di Edilmediterranea. L’ormai consolidato appuntamento conta di replicare il successo della precedente edizione che, forte dei suoi 100 espositori, provenienti da tutta la penisola, e grazie ad una mirata campagna di comunicazione, ha attirato oltre 8.000 visitatori, tra cui: ingegneri, architetti, imprese edili, rivenditori di materiale edile, attestandosi tra le manifestazioni più visitate in ambito regionale. CROPANI M. (Cz) - Stage di hip hop La scuola di danza “Time for dancing”, diretta in Cropani Marina dalla coreografa e ballerina Giulia Perri, organizza stage di hip-hop con Maura Paparo di “Amici”, programma televisivo di Maria De Filippi. Per informazioni e adesioni telefonare al numero 3395980519 oppure 3337011799.


32 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Il Sabato del Villaggio”, prosegue la rassegna di incontri tra letteratura e filosofia nella Città della Piana

“Una scuola per cantare...” a Lamezia IL CARTELLONE

“Ditegli sempre di sì”, spettacolo al teatro Apollo di Crotone

CROPANI (Cz) - Giornata nazionale del B&B Anche quest'anno, dopo il successo delle prime due edizioni, in mille città e luoghi d'Italia, sabato 7 marzo 2009, si celebrerà la Giornata nazionale del B&B. Un'iniziativa che vedrà coinvolti migliaia di Bed and Breakfast, pronti a concedere la notte del 7 marzo gratis a quanti vorranno trascorrere un weekend all'insegna dell'ospitalità familiare. Tra questi anche il Bed and Breakfast “Bruno” in località Difesa di Cropani Marina. Per info 3331254640 – 3343637094. CROTONE - Café Philosophique Otto torri sullo Jonio, d’intesa con Intercultura Crotone, annuncia il secondo appuntamento del 2009 con i Caffè Filosofici itineranti. Il 54esimo Café Philosophique, il primo in questo territorio, è fissato per venerdì 6 marzo, alle ore 17.30, presso il “Columbus” innovative bar sul Lungomare/Via Cristoforo Colombo n.93 a Crotone, dal titolo “Lo shock interculturale può salvare i calabresi?”. Tra gli altri, oltre a rappresentanti del mondo della scuola, dei media cittadini e provinciali e di tutte le forze dell'ordine, hanno confermato la loro partecipazione Clara Albani, direttrice dell'ufficio per l’Italia del Parlamento Europeo; Marco Tosi, responsabile Nazionale Afs intercultura; il prof. Nicola Colaianni, università di Bari; Cataldo Perri, artista dell’Identità e vice sindaco di Cariati (Città del Meeting Euromed); Geneviève Makaping, antropologa (Università della Calabria); Pierluigi Balzano, presidente Giovani Confindustria Crotone; Peppino Vallone, sindaco di Crotone; Bruno Cortese, sindaco di Santa Severina (Borgo della Sapienza - Progetto Pitagora Mundus); Davide Gravina, sindaco di Fuscaldo (Borgo della Sapienza, Progetto Pitagora Mundus); l’on. Armando Veneto, Eurodeputato; Dorina Bianchi, senatrice, Se. Il Prefetto di Crotone – Luigi Varratta, il presidente della Provincia Sergio Iritale. Parteciperanno, inoltre, gli studenti stranieri del progetto Intercultura, le famiglie ospitanti, i presidi ed i docenti delle scuole coinvolte. Modera: Lenin Montesanto.

CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone: martedì 17 e mercoledì 18 marzo, teatro stabile di Calabria Geppy Gleijeses, Gennaro Cannavacciuolo, Lorenzo Gleijeses e la partecipaziopne di Gigi De Luca "Ditegli sempre di sì" di Eduardo De Filippo regia di Geppy Gleijeses; Giovedì 2 e venerdì 3 aprile, Tunnel produzioni, Alessandro Siani "Per tutti revolution" regia di Mimmo Esposito; Sabato18 e domenica 19 aprile,Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta regia di Patrick Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: Giovedì 26 e venerdì 27 marzo, teatro stabile di Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di O. Guerrieri, regia di Emanuela Giordano. L’inizio degli spettacoli è previsto alle 20.30.

to le: ni.it

CROTONE - Progetto Gonxha Si è svolto il terzo appuntamento del Progetto Gonxha, realizzato dall’associazione Meklaie al fine di consentire agli interessati un’esperienza di volontariato in terra di missione. I prossimi appuntamenti sarannoil 29 marzo, alle ore 19.00, con l’assemblea generale Meklaie presso la sala Sant’Agostino della parrocchia Santa Rita di Crotone ed il 4 aprile, con il IV incontro del Progetto Gonxha presso sede Meklaie (via T. Campanella, 6, Crotone) alle ore 17.00.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 settembre. FRANCAVILLA A. (Vv) - Assemblea in lingua russa Domenica 22 marzo nella Sala delle Assemblee dei Testimoni di Geova a Francavilla Angitola (in provincia di Vibo Valentia), ubicata in località Cedonio, si terrà l’assemblea speciale di un giorno in lingua russa. LAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato va in scena il movimiento latino. Il ristorante è aperto anche a pranzo con menù a prezzo fisso. Info: 0968/53459.

LAMEZIA T. (Cz) - Convegno sui rifiuti Oggi, alle 16.00, al Grand Hotel Lamezia di Lamezia Terme si terrà il convegno “Moderne tecniche di termovalorizzazione dei rifiuti solidi urbani e industriali per la produzione di energia”, organizzato da Italplasma e coordinato dal dottor Luciano Bardari, managing director della Minerva Impianti & Costruzioni. Il convegno affronterà la delicata questione ambientale dello smaltimento dei rifiuti e illustrerà le proprietà della “torcia al plasma”, un impianto del trattamento di pirolisi di qualsiasi tipo di rifiuto mediante di una torcia ad arco al plasma che, con la sua altissima temperatura, trasforma i rifiuti solidi non differenziati in materiale inerte vetrificato e in gas di sintesi utili ad alimentare un generatore di corrente. Nel corso del dibattito interverranno: il professor J. Louis Circeo, principal research scientist director, plasma research dell’Università di Atlanta, sulla Gassificazione al plasma di rifiuti solidi urbani; il professor Mauro Marchetti, research manager del Cnr istituto di chimica biomolecolare, sezione di Sassari, sul potenziale ruolo della torcia al plasma nel ciclo integrale dei rifiuti; l’ingegner Ollo Ritter, della Inwatec Baltic Service di Tallin, il cui intervento sarà incentrato sulla “Waste gasification technology: real projects and problems”; il professor Daniele Menniti, docente di sistemi elettrici dell’Università della Calabria, che parlerà di crescita demografica, sviluppo e risorse energetiche e ambiente. Modererà l’incontro Nadia Donato, giornalista. LAMEZIA T. (Cz) - “Una scuola per cantare...” “Una scuola per cantare…canta la donna” è il filo conduttore della giornata dedicata alla donne che si terrà oggialle ore 15,30 nell’auditorium dell’istituto “Tommaso Campanella” di Lamezia Terme. La manifestazione, inserita nell’ambito del progetto aeree a rischio e a forte processo immigratorio messo a punto dalla scuola, prevede la testimonianza di alcune donne lametine, momenti di intrattenimento musicale, canto e citazioni filosofiche. In particolare, dopo il saluto del dirigente scolastico dell’istituto “Campanella” Giorgio Mercuri, gli studenti della scuola interpreteranno “Il ritorno delle streghe” e “La musica canta la poesia”. Seguiranno le testimonianze di alcune donne lametine che racconteranno la loro storia professionale, in particolare interverranno la ricercatrice Amalia Bruni, la giornalista professionista Luigina Pileggi, l’imprenditrice Anna Maria Persico, l’insegnante Anna Cardamone e la giornalista pubblicista Susanna Mannella. Seguiranno gli interventi delle professoresse Michela Cimmino, responsabile del progetto, e Saveria Sesto, tutor del progetto insieme a Roberto Caroleo. Coordinerà la studentessa Luana Talarico. Le conclusioni sono affidate alla presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro. Nel corso della manifestazione, interamente realizzata dalle studentesse della scuola, sono previste inoltre le esibizioni della “Campanella’s band, e del coro polifonico “Tommaso Campanella”. Il tutto sotto la direzione artistica di Pasquale Scaramuzzino e Chiara Praticò. La manifestazione dedicata alle donne si concluderà con un brindisi finale e degustazione di prodotti tipici realizzati dalle donne della cooperativa sociale “Mani del Sud”. LAMEZIA T. (Cz) - “Il Sabato del Villaggio” Prosegue la rassegna di incontri tra letteratura e filosofia «Il Sabato del Villaggio» che sabato 7 marzo alle ore 18.00, nella cornice dell’Auditorium dell’Istituto Magistrale di Lamezia Terme, vedrà protagonista il più volte ministro e sottosegretario di Stato Willer Bordon. Un appuntamento su un tema tra i più dibattuti degli ultimi tempi, «La “Casta” della Politica», cioè i peccati piccoli e grandi della nostra classe politica e il suo rifiuto di qualunque azione moralizzatrice. LAMEZIA T. (cz) - Assemblea regionale PdCi Sabato 7 marzo, ore 16.00, presso il centro servizi avanzati a Lamezia Terme, si terrà l'assemblea regionale del PdCi. Con i Comunisti. Per ricostruire un progetto di alternativa, di cambiamento e di progresso. Introduce: Michelangelo Tripodi, segretario regionale PdCi; conclude: Oliviero Diliberto, segretario nazionale PdCi. LAMEZIA T. (Cz) - Donna, giornata internazionale Il Cgsi Provvisorio Regionale Calabria annuncia che organizzerà la “La I edizione regionale della Giornata Internazionale della Donna” in collaborazione con l’ Ens Regione Calabria che si terrà il 8 marzo alle ore 9,30 presso il ristorante “Gran Hotel Lamezia” a Lamezia (di fronte la stazione ferroviaria). Nel pomeriggio il programma prevede i momenti dedicati allo spettacolo “California Dream Man”, la sorpresa e il regalo ricordo per tutte le donne presenti fino alla conclusione fissata per le ore 17,30. Il pranzo presso il ristorante è riservato solo ed esclusivamente alle donne.

LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale comunale “Dalla pagina alla scena”, “Grandi interpreti fra parole e musica” e “L’arte della commedia”, saranno i tre temi che caratterizzeranno la nuova stagione teatrale promossa dal Comune di Lamezia Terme. Una stagione che va a completare e rafforzare tutta una serie di iniziative culturali intrecciate con i grandi eventi di “Teatro ragazzi”, degli appuntamenti con la musica jazz, di quelli inseriti nella stagione di prosa e in quella concertistica, e che vedranno ufficialmente la luce il prossimo 26 febbraio quando lo storico teatro Politeama di Lamezia, aprirà finalmente i battenti. Programma: Tullio Solenghi con “L’ultima radio” il 12 e 13 marzo; Lunetta Savio e Paolo Bessegato con “45 giri di parole d’amore” il 19 e 20 marzo; Caterina Casini, Simona Marchini e Lucia Poli in “Pazze”il 24 e 25 marzo; Elisabetta Pozzi in “Annie Wobbler” di Arnold Wesker il 30 e 31 marzo; la Compagnia attori e tecnici in “Rumori fuori scena” di Michael Frayn il 4 e 5 aprile; Erica Blanc e Gianfelice Imparato in “Niente sesso siamo inglesi” di Anthony Marriot & Alistair Foot il 14 e 15 aprile ed in chiusura di stagione con il teatro del carretto il “Pinocchio” di Carlo Collodi. Si è aperta la campagna abbonamento della stagione teatrale al Politeama che verrà inaugurata il 27 febbraio prossimo con la presenza dell’amatissimo Luca Zingaretti, meglio conosciuto come il commissario Montalbano. Dopo 60 anni circa dall’esordio sancito dalla proiezione del film Oliver Twist e dopo 47 anni dalla chiusura, il Politeama torna a vivere con la piece di Luca Zingaretti “La sirena” dal racconto «Lighea» di Tomasi di Lampedusa. Le operazioni di sottoscrizione degli abbonamenti si svolgeranno al teatro Umberto tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. La prevendita abbonamenti è libera. Info: ufficio Cultura del Comune di Lamezia Terme 0968 207278 - biglietteria 339 6933320 - www.comune.lameziaterme.cz.it,www.teatroalamezia.it. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale Ricrii Prosegue la stagione teatrale Ricrii. Programma: 13 marzo, "Il volto e la notte" scuola lab Scenari Visibili;18 marzo, "Made in Italy" Babilonia Teatri con Valeria Raimondi, Enrico Castellani, Premio Scenario 2007; 22 marzo, "Attese" perfotext Tetraedro Teatro in regia Francesco Cerra; 4 aprile, "La nuova colonia" Spazio Teatro, regia Gaetano Tramontana. Gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Umberto con inizio alle 21.00. Info: www.scenarivisibili.it - info@scenarivisibili.it - 0968/22547 - 392-8249508. Biglietti: Intero euro 12. Ridotto euro 10. Studenti euro 5. Abbonamenti: Intero euro 60. Ridotto euro 50. Studenti euro 25. LAMEZIA T. (cz) - Concerto Scott henderson trio Sabato 21 marzo, ore 21.00, presso il teatro Politeama, concerto Scott henderson trio by Lamezia jazz. Scott Henderson, chitarra; John Humphery, basso; Alan Hertz, batteria. Ingresso: biglietto unico euro 25, posto libero. Info: 0968/442864 - 339/8309044. LAMEZIA T. (Cz) - Club Juve, trasferta a Roma Il club Juventus Lamezia Terme organizza la trasferta a Roma del 21 marzoin pulman. Prenotarsi entro il 12 marzo, telefonando al 333/4586171 o recandosi in sede via XX Settembre 93, tutti i mercoledì dalle ore 17.00 alle ore 18.00.

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival E’ partito il Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “FiatLancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: sabato 21 marzo, al teatro Umberto, in scena il chitarrista Scott Henderson alla guida della sua Blues Band Henderson. Sabato 28 marzo sempre all’Umberto, Buster Williams 4tet presenterà “Something More”. Coordinatore artistico dell’evento, Tommaso Colloca. Attività parallele alla rassegna. 17 gennaioalle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato 7 febbraio, alle ore 18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. L’ 1 febbraio, ore 10.00, Yara Records Catanzaro, Workshop di Basso elettrico - Docente Pippo Matino. 13 febbraio ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 339/8309044; oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica bequadro@bequadro.it.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 33

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Come uno scandalo al sole” con Isabella Russinova in scena il 14 marzo a Paola

“Studio sulle serve” a Reggio IL CARTELLONE

Mostra sul centenario del terremoto nella Città dello Stretto

LAMEZIA T. (Cz) - Concorso diocesano La Fondazione Centro Culturale Paolo VI di Lamezia organizza un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia. La traccia riguarda il tema «San Paolo apostolo, la globalizzazione e i giovani lametini costruttori di speranza» ed è indirizzato agli alunni frequentanti le scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. Le sezioni previste sono tre: elaborati scritti di qualsiasi genere letterario, ogni forma di creazione artistica e creazioni multimediali o fotografie. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre il 31 marzopressola sede della Fondazione Centro Culturale Paolo VI, presso la Curia Vescovile di Nicastro, Via Lissania, 2 ed in ogni plico dovrà essere inserita una scheda che riporti generalità e recapito del concorrente. A fine concorso, sarà premiato il primo lavoro di ogni sezione, con la somma di euro 400,00 entro il 30 giugno 2009.

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, mostra-evento “Oggettinstabili II edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia Terme - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Il luogo della mostra sarà reso noto entro oggi. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu. MAIDA (Cz) - Iniziativa Lilt I volontari della Lilt, Sezione Provinciale di Catanzaro, nell’ambito delle iniziative “in rosa” saranno presenti il prossimo8 marzopresso il Centro Commerciale “Due Mari” di Lamezia Terme dalle ore 16.00 in poi, per festeggiare insieme alle donne questo giorno dedicato esclusivamente a loro. Alle donne verranno fatti dei piccoli doni e saranno distribuiti vari opuscoli informativi sulla prevenzione oncologica e sulla diagnosi precoce. Questa manifestazione sarà un pensiero in più rivolto all’universo femminile, per ricordare a tutte l’importanza della salute come sinonimo di bellezza interiore ed esteriore. MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura del 12 e 13 marzo con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d´autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che

premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti inizieranno alle ore 21.00. Info: 0968.441888 - www.ruggeropegna.it. PALMI (Rc) - “Olioveritas”, convegno Giorno 20 marzo, alle ore 16.30, presso la casa della cultura, si terrà il convegno internazionale "Olioveritas" olio d'oliva, la tutela della qualità: confronto con alcuni paesi del bacino del mediterraneo. Saluti: Rocco Rotolo, presidente Apor soc. coop.; Ennio Gaudio, sindaco di Palmi; Domenico Fazari, presidente Primolio; Giuseppe Zimbalatti, dipartimento Distafa Università Mediterranea Reggio Calabria; Enzo Perri, direttore del Craiol Cosenza; Armando Veneto, Europarlamentare; Antonio Scali, assessore all’agricoltura della Provincia di Reggio Calabria; Nunzio Lacquaniti, assessore Comune di Palmi; interventi programmati: Rosario Franco, divulgatore agricolo specializzato in olivicoltura - Arssa, su "Risultati raggiunti nel triennio di programmazione con il Reg. Ce n° 2080/05."; Antonio Lauro, Carmelo Orlando, divulgatori agricoli specializzati in olivicoltura - Servizio marketing - Arssa su "L’evoluzione della normativa comunitaria in materia di etichettatura dell’olio di oliva."; Rosario Barresi, direttore dell'ispettorato centrale per il controllo della qualità dei prodotti agroalimentari - Ufficio di Cosenza, su "Le nuove normative sull’origine."; Ourida Abidat, Giuseppe Spinelli, Amal Chabi, Lamia Louadj, su "Normative di etichettatura dell’olio di oliva in Algeria."; Ezziden Abusriwel, Antonio Dattola, Sihem Fellah, su "Le normative di etichettatura: confronto fra Maghreb e Europa."; conclusioni: Claudio Di Rollo, presidente Cno Scarl; Mario Pirillo, assessore all’agricoltura Regione Calabria.

concorso è gratuita. PIZZO (Vv) - Centro storico, dibattito Un incontro per discutere del centro storico è previsto per le ore 15 di oggi nei locali del Museo della Tonnara. Un appuntamento che avrà la prerogativa di un colloquio tra il Comune e gli operatori economici, ai quali verrà illustrato il nuovo piano della mobilità urbana con l’introduzione di nuovi sistemi di parcheggio. REGGIO C. - Mostra sul centenario del terremoto La mostra sul centenario del terremoto, realizzata a Villa Zerbi in collaborazione con la facoltà di Architettura della Mediterranea, avrebbe dovuto chiudere i battenti domenica 25 gennaio, ma il successo decretato da oltre cinquemila visitatori e soprattutto la grande affluenza dei giovani studenti delle scuole elementari, medie e superiori provenienti anche dalla provincia reggina e da Messina ha determinato l’Amministrazione comunale a prorogarne l’apertura sino all’otto di marzo. Tra filmati d’epoca e recenti, foto d’epoca della collezione Nesci e dell’archivio Alinari, progetti per il Memoriale e un Monumento alla catastrofe, video istallazioni e strumenti per la registrazione dei sismi, ampia è la documentazione offerta ai visitatori. Tra tutti l’oggetto presso cui si ferma l’attenzione e l’immagine fotografica scattata da molti è costituito dalla lettiga d’epoca in legno di recente restaurata e gentilmente concessa in prestito dall’Ospedale “Tiberio Evoli” di Melito.Grande interesse di pubblico hanno conseguito anche le manifestazioni parallele organizzate nella sala conferenze che ha visto la presenza dell’artista sardo Ciriaco Campus, autore della “pressa di Reggio”, videoproiezione di migliaia di immagini fotografiche degli ultimi cinquant’anni della città. Il Circolo Rotary Reggio nord ha dato luogo ad un interessante incontro per promuovere la realizzazione di un luogo della memoria- come propone un’ampia sezione della mostra- nelle due città, da erigere sia come ricordo di quanti- decine di migliaia- hanno perso la vita in quei tremendi istanti, sia come simbolo della rinascita delle due città. In chiusura l’Editore Città del sole ha presentato ad un folto pubblico e alla stampa quattro sue recenti edizioni sul tema del terremoto con un piacevole intermezzo nel quale si è espresso il talento dei giovani attori della Compagnia "Officine joniche delle arti" che hanno recitato brani dell’opera teatrale “frammenti tellurici” di Domenico Loddo. Grande è stata l’attenzione della stampa e dei media per questo evento come per tutte le manifestazioni che la Commissione per il centenario del 1908, presieduta dall’Assessore Antonella Freno, ha realizzato e programmato per tutto il 2009. Con alcune piccole varianti che certamente incontreranno l’interesse dei visitatori e altri appuntamenti pomeridiani la mostra proseguirà quindi, sempre con ingresso libero e secondo l’orario consueto dal martedì alla domenica dalle nove alle tredici e dalle sedici alle venti e potranno essere prenotate le visite guidate per le scuole e i gruppi al numero 0965-810591 e al 328-1918030.

PAOLA (Cs) - “Paola in scena”, programma Programma stagione teatrale "Paola in scena" 2008/2009. Sabato 14 marzo, "Come uno scandalo al sole" con Isabella Russinova e Pietro Longhi; lunedì 30 marzo, "L’appartamento è occupato" con Paola Gassman; lunedì 6 aprile, "Quaranta ma non li dimostra" con Luigi De Filippo. La stagione teatrale, a decorrere dal 22 dicembre, prevede due spettacoli al mese, per un totale di otto rappresentazioni. Il costo dell’abbonamento è pari ad euro 120,00 in platea, e ad euro 100,00 in galleria. La prevendita si effettua, tutti i giorni esclusi il mercoledì e il giovedì, al botteghino del teatro Odeon dalle 16.30 alle 21.30 (info REGGIO C. - Stagione teatrale “Zattere” Presso la sala SpazioTeatro fino al 29 marzo, Zattere, sta333/494394 – 331/3887161 - www.paolainscena.it). PETRONA’ (Cz) - “Una poesia per la donna” In occasione della settima giornata della donna che si terrà il prossimo 7 marzo presso palestra comunale, l'Associazione Insieme onlus, indice il I concorso letterario "Una poesia per la donna" in lingua italiana e in vernacolo. Info: www.insiemeonlus.altervista.org - 3337673975. La partecipazione al

gione teatrale 2009. Programma: venerdì 6, sabato 7 marzo, ore 21.00; domenica 8 marzo, ore 18.15, Argómm Teatro "Studio sulle serve" da “Les Bonnes” di Jean Genet con Romeo Martel, Francesco Mazza, Luigi Povelato, regia di Francesco Mazza; venerdì 20, sabato 21 marzo, ore 21.00, Tetraedro Teatro, "Attese", regia di Francesco Cerra; sabato 28 marzo, ore 21.00; domenica 29 marzo, ore 18.15, Piccolo Teatro Umano - Nino Racco "Canzone" di e con Nino Racco.


34 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Concerto sinfonico con il maestro Veronesi in programma il 12 marzo al Teatro Cilea

“L’altra metà della mela” a Reggio IL CARTELLONE

Proiezione di un video sull’ambiente nella Città dello Stretto

REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma fino al 10 novembre: il 12 marzo, concerti sinfonici - M° Veronesi; sabato 21e domenica 22 marzo, Ballet de “Les parentes terribles” (danza) - produzione in collaborazione con il Teatro dell’opera di Roma; venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 marzo, Teatro Bellini di Napoli Masaniello; venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 aprile, “I due della Città del sole” (prosa) - “Quaranta ma non li dimostra”; giovedì 9e sabato10 aprile, concerti sinfonici - M° Moranti; mercoledì 15 e giovedì 16 aprile, Candoco dance company London (danza) - Double bill; sabato 18 e lunedì 20 aprile, Werther (lirica); domenica 26, 27e 28 aprile, Teatro stabile di Calabria - (prosa) - Ditegli di sì; sabato 9 maggio, serata d’onore: “I più grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingressofino a sabato l7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. REGGIO C. - Teatro Primo, stagione teatrale Presentata a Palazzo San Giorgio una rassegna teatrale organizzata dall’Associazione Teatro Primo. Durante il mese di marzo sono previsti quattro spettacoli, tra i quali un musical, che coinvolgono note associazioni teatrali reggine quali “SpazioTeatro” e “The sparkling diamonds”. La prima rappresentazione è prevista per oggi, per il 6 e 7 marzocon “L’altra metà della mela”, commedia brillante di Enzo Consoli; il 13, 14, e 15 marzo, sarà in scena “La nuova colonia”, di Pirandello; il 20, 21 e 22 marzo si entrerà nell’atmosfera Newyorkese con il musical “Broadway Show”; si chiude il 27, 28 e 29 marzo con “Traditi”, atto unico di Paola Ponti. REGGIO C. - Programma “Ambiente Giovane” Con il programma Ambiente Giovane l’Associazione Ambientalista Accademia Kronos Calabria intende coinvolgere i giovanissimi nell’attivismo ecologico. E lo fa attraverso incontri presso la Sala Consiliare della Circoscrizione di Santa Caterina, Vito e San Brunello, sita in Via Santa Caterina 10, in tre giovedì, oggi, 12, e 19 marzo, a partire dalle ore 16,30. Nel corso degli incontri (rivolti a studenti della Facoltà di Agraria e degli Istituti tecnici ed agrari) saranno proiettati alcuni video realizzati dalla stessa Associazione, opportunamente presentati ed illustrati. Dopo il successivo dibattito tutti i partecipanti si trasferiranno presso Il Tipico (la cui sala riunioni è comunemente utilizzata dall’Associazione per le Assemblee dei Soci), dove potranno gustare alcuni dei più noti prodotti tipici locali. Sono state intanto programmate le prossime attività: dopo l’adesione al programma sociale del CIAC ed alla Giornata delle Ferrovie Dimenticate a Palmi, si svolgerà, domenica 8 marzo, un’escursione a Pietrapennata ed a Palazzi; domenica 22 marzo si terrà una visita a Pizzo Calabro e presso il Lago dell’Angitola, sempre con partenza alle 8,30 da Piazza Indipendenza. Nella Assemblea di programmazione si sono tenute le elezioni del nuovo Consiglio Direttivo della Sezione reggina della Sede Regionale AK. Nuovo Presidente è stato eletto Giovanni

Crocè, Vice Presidente è stata confermata Angela Agostino Zangari, Segretario Demetrio Calafiore, Responsabile Scientifico è stato riconfermato Angelo Vazzana, Consigliere Delegato per Villa San Giovanni Moreno Caricato, ed infine Consigliere Delegato di AK per la Spagna Alessandro Gioffrè d’Ambra. Antonio Pizzo, Presidente uscente, è stato eletto all’unanimità Presidente Onorario. REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Febbraio:oggi, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione di Santa Caterina, proiezione video su ambiente (Ambiente giovane); oggi, ore 19.30, presso il tipico, assaggio prodotti tipici (Ambiente giovane);giovedì 12, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, proiezione video su ambiente (Ambiente giovane); giovedì 12, ore 17.30, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro con giovani stranieri (Giovani insieme); giovadì 12, ore 20.00, presso il tipico, assaggio prodotti tipici (Ambiente giovane); giovedì 19, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro giovani reggini e stranieri (Giovani insieme); giovedì 26, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, presentazione programma socio-culturale per stranieri (Pscs); aprile: domenica 5, ore 8.00, escursione culturale (Pscs). Gerace + museo d'arte moderna Santa Barbara di Mammola, valorizzazione dei borghi antichi e delle strutture museali locali (MusaBa); giovedì 16, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs, proiezione video, programmazione visite; domenica 19, ore 8.00, escursione culturale (Pscs), Gallicianò, area di cultura Grecanica, chiesa ortodossa, conoscenza e valorizzazione tradizioni, arte e culinaria grecanica (Kumelca); lunedì 20, ore 17.00, presso il tipico, riunione club Unesco Re Italo; giovedì 23,ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; dal 30 aprile al 3 maggio, assemblea nazionale federazione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturale; domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri;giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno 2009: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs).

REGGIO C. - Psico bar, incontri La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia che riunisce attorno alla dimensione psicologica professionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: oggi: “Marte e Venere a confronto” - Psicologia dell'universo maschile e femminile, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); martedì 17 marzo: “L’apparenza inganna?”- Stereotipi e pregiudizi sociali, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); giovedì 26 marzo: “Uno, nessuno, centomila” - La comunicazione e le relazioni nell’era di internet, con la partecipazione della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 07 aprile: “Crimini di famiglia” - Aspetti psicologici e giuridici dei delitti familiari, con la partecipazione della dott.ssa D. Belmondo (psicologa) e della dott.ssa A. Foti (avvocato, giornalista pubblicista); giovedì 16 aprile: “Quando l’amore fa male” - Dipendenza affettiva, gelosia ed ossessioni nelle relazioni di coppia, con la partecipazione del dr G. Romeo (medico, psicologo, psicoterapeuta) e della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 28 aprile: “Ho fame di...?” - Il rapporto tra il cibo e le emozioni, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); giovedì 07 maggio: “Ecce homo” - L’autostima ed il rapporto con se stessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti . Psico-bar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Info: 328.1918853/347.9673649 - www.cooperativaimep.it - Prenotazioni: urp@cooperativaimep.it. REGGIO C. - Pari opportunità, incontro Venerdì 6 marzo, il consigliere delegato alle pari opportunità Giovanna Cusumano e gli assessori Antonella Freno e Tilde Minasi, incontreranno nel salone polifunzionale del centro direzionale, dalle 10 alle 12, le dipendenti del Comune di Reggio Calabria. Sarà un momento di riflessione sulle tematiche relative alle pari opportunità con particolare attenzione alle iniziative promosse per le donne nel nostro territorio cittadino ed a quelle progettate dal Comune. Nel corso dell’incontro le dipendenti dell’amministrazione di Palazzo San Giorgio potranno esprimere le proprie opinioni e dare suggerimenti. All’iniziativa parteciperà il sindaco Giuseppe Scopelliti che porgerà i saluti ai presenti. REGGIO C. - Cattura Provenzano, dibattito Nell'ambito del progetto didattico Zep (zone di educazione prioritaria) che il coordinamento Riferimenti promuove nelle zone a rischio criminalità del paese, il 6 marzo, presso il cinema Teatro Odeon di Reggio, avrà luogo un incontro dibattito sula cattura di Bernardo Provenzano. Ospiti delegazioni di studenti dele scuole di Reggio Calabria e provincia. Interlocutori dei ragazzi saranno gli autori della cattura del boss. Renato Cortese, capo dela squadra mobile di Reggio Calabria, all'epoca responsabile della catturandi di Palermo e il magistrato Michele Prestipino. A moderare l'incontro: Adriana Musela, presidente di Riferimenti. Il dibattito sarà preceduto dala proiezione del cortometraggio "Scacco al re" prodotto dalla Rai con le immagini originali della cattura.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 35

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Al via con “Fra-Intendimenti... d’amore” la seconda stagione teatrale a San Pietro a Maida

Luca Carboni al Teatro Cilea IL CARTELLONE

Fiorella Mannoia in concerto il 12 marzo al teatro Garden di Rende

REGGIO C. - “Tango in rosa” Altafiumara resort & Spa in collaborazione con l’associazione culturale T&T Tango Argentino di Reggio Calabria organizza sabato 7 marzo, in occasione della festa della donna, “Tango in rosa al Castello del Mito”. L’offerta comprende: 1 cena (primo, secondo, contorno, dessert, 1/4 vino, 1/2 minerale) ore 21.00; 1 lezione di tango (Primi passi) con i maestri Dino e Dina Toscano; 1 milonga e, aspettando la mezzanotte dell’8 marzo, Tango in rosa. Euro 33,00 per persona. Offerta Tango in rosa con pernottamento e prima colazione a partire da euro 105,00 per persona in camera doppia. Prenotazioni e informazioni: www.altafiumarahotel.it 0965/759804 - 0965/759566.

duettare con i maggiori artisti italiani. La sua nuova tournèe teatrale dal titolo “Piu di me tour 2009” toccherà i maggiori teatri della penisola. Anche la Calabria è pronta ad ospitarla precisamente nella Città di Reggio Calabria nel bellissimo Teatro Cilea il 6 aprile, l’evento sarà organizzato dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e la Nova Star Italia.I tagliandi che sono già in vendita, sono divisi in quattro ordini di posti, posti: primo ordine euro 48,00 comprende tutta la platea e palchi di primo livello; posti di secondo ordine euro 40,00 palchi di secondo livello, posti di terzo ordine euro 35,00 palchi di terzo livello, e loggione euro 25,00. Tutti i prezzi elencati sono compresi di prevendita. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di telefono di rete fissa: 0965/312701- 0961- 761471 - 0965/5936441; o ancora consultare il sito www.essemmemusica.it.

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma:martedì 10 marzo, martedì 21 aprile, martedì 9 giugno.

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: mercoledì 15 aprile 2009, ore REGGIO C. - Consiglio regionale 17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraIl Consiglio regionale tornerà a riunirsi il prossimo giovedì ria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 13 maggio 2009, ore 17.00-19.00, 12 marzo. autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; merREGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni coledì 10 giugno, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così al- parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio, l’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli ore 17.00 - 19.00, autore Calogero, relatore parte letteaspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edi- raria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dotlizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tor Paolo Praticò. tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): la dott.ssa Marilena Sica tratterà la secondaconversazione, sui Paesaggi dell’anima, sempre presso la Biblioteca, il 18 marzo 2009.Il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 maggio, il 17 giugno, il 23 settembre, il 21 ottobre, il 25 novembre, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro.

REGGIO C. - Luca Carboni in concerto E’ partita ufficialmente la prevendita per il concerto di Luca Carboni che si terrà il prossimo 23 marzo al teatro Cilea di Reggio Calabria. Unica data per tutta la regione, la data in riva allo Stretto è organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e dalla Nuova Star Italia e rientra nelle tappe previste dal nuovo tour del cantautore bolognese, che inizierà il 2 marzo al Teatro Filarmonico di Verona e che toccherà i principali teatri italiani. I concerti del tour, compreso quello del 23 marzo a Reggio Calabria, seguiranno il nuovo album “Musiche ribelli”, uscito lo scorso 16 gennaio (RCA/Sony Music), raccolta in cui l’artista emiliano rilegge alcuni brani simbolo degli anni ’70, realizzando un personalissimo omaggio a grandi cantautori di quel decennio.Luca Carboni sarà accompagnato sul palco, per una parte del concerto, anche dalla chitarra e dalla voce di Riccardo Sinigallia con cui duetterà in “La casa di Hilde” e “Ho visto anche degli zingari felici”, brani tratti dall’album uscito a gennaio che vede il cantautore romano anche in veste di coproduttore. La band che si esibirà insieme a Luca Carboni è composta da: Antonello Giorgi (batteria e percussioni), Ignazio Orlando (basso), Fabio Anastasi (pianoforte e tastiere), Mauro Patelli(chitarre) e Vincenzo Pastano (chitarre). Durante i concerti Carboni proporrà inoltre brani tratti dall’ultimo album e dal suo repertorio passando da una dimensione acustica ad una più elettrica. L’acquisto dei biglietti per il concerto di Reggio Calabria può essere effettuato online, attraverso il sito del teatro Francesco Cilea e il circuito TicketOne; oppure basta rivolgersi allo stesso teatro Cilea (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/312701), o alla Boutique Taxi (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/332383). Per informazioni consultare il sito internet: www.essemmemusica.it. REGGIO C. - Ornella Vanoni al Teatro Cilea “Più di me ” è il titolo dell’ultimo capolavoro di Ornella Vanoni, l’artista milanese che in questo ultimo album si vede

REGGIO C. - “Reggio Calabria film fest” Al via la 5a edizione del “Reggio Calabria film fest retrospettiva sul cinema italiano”. Appuntamento a Reggio Calabria dal 22 al 25 aprileal Teatro Comunale Francesco Cilea. Sarà assegnato il premio "Corto raro" al miglior cortometraggio pervenuto. RENDE (Cs) - “Ndrangheta”, giornata di studio “‘Nrangheta: l’educazione e le istituzioni per un progetto comune. Le proposte del Centro Studi sull’Intelligence dell’Università della Calabria alla Commissione Parlamentare Antimafia”. È questo il titolo della giornata di studio che si terrà venerdì 6 marzo, dalle ore 8,30 alle ore 18.30 presso l’Aula Magna dell’Università della Calabria ad Arcavacata di Rende. È possibile partecipare alla giornata di studi pensata e realizzata dal dipartimento di Scienze dell’Educazione, col patrocinio della Commissione Parlamentare Antimafia ed in collaborazione con la Fondazione “Italia domani”, registrandosi dalle ore 8.30 alle ore 9,00, ora di inizio dei lavori. Interverranno per portare il proprio saluto il Rettore dell’Università della Calabria Giovanni Latorre, il Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia Raffaele Perrelli ed il Direttore del Dipartimento di Scienze dell’Educazione Viviana Burza. La sessione del mattino prevede alle ore 9,30 l’introduzione da parte di Mario Caligiuri - coordinatore del Centro Studi sull’Intelligence e alle ore 10 “Le proposte” su “L’educazione” a cura di Giuseppe Spadafora; de “La famiglia e la patria potestà” di Viviana Burza; Per una sanità “sana” a cura di Giuseppe Romano; de “I beni confiscati” di Valerio Giardina; de “Il riciclaggio” di Giuliano Ricca; e su “Le Intercettazioni” di Luciano Romito.

RENDE (Cs) - Fiorella Mannoia in tour Fiorella Mannoia con il suo nuovo tour teatrale, aprirà il giovedì 12 marzo 2009 al teatro Garden di Rende e venerdì 13 marzo 2009 al Teatro Cilea di Reggio Calabria, la XXIII edizione della rassegna “Fatti di musica Radio Juke Box 2009” ideata e diretta dal promoter Ruggero Pegna. L’evento sarà abbinato alla “lotta alle leucemie e linfomi dell’amena”. La vendita dei biglietti dei concerti di Fiorella Mannoia a Rende e Reggio Calabria sarà possibile in tutte le prevendite autorizzate elencate al sito www.ruggeropegna.it (Cosenza: Inprimafila e Bar Tosti; Rende: Teatro Garden; Reggio Calabria: Boutique Taxi. Quattro i prezzi dei biglietti: euro 44.50 poltronissima, euro 38,50 poltrona, euro 33,50 ed euro 27,50 per palchi e galleria. Per informazioni consultare il numero di telefono di rete fissa di seguito riportato 0968.441888.

trale 2009, presso il teatro San Marco, Teatro per tutti a Teatro. Programma: 16 marzo, Paola Quattrini - Ray Lovelock "I ponti di Madison Country" tratto dall'omonimo romanzo di Robert James Waller; adattamento Lorenzo Salveti con R. Rigillo, A.Marverti, M.G.Laurino; scene Bruno Buonincontri; costumi Bartolomeo Giusti; musiche di Armando Trovajoli; regia Lorenzo Salveti; (Unica data in Calabria); 27 marzo, ente nazionale del balletto-balletto di Roma "Lo schiaccianoci", con la partecipazione straordinaria di Andrè De La Roche; regia e coreografia Mario Piazza; musiche Petr Il ic Cajkovskij; nuovo libretto ed elaborazione drammaturgica, Riccardo Reim; 17 aprile, Adolfo Adamo in "Serendipity" con Chiara Pavoni; musiche E.Cupellini, C.Rizzuti; scenografia N.Tornello; regia di A.Adamo, (Unica data in Calabria); 22 aprile, compagnia Corrado Abbati in collaborazione con associazione internazionale operetta Trieste con gli allestimenti dell’ente lirico teatro G. Verdi Trieste presentano: "Al cavallino bianco" di Hans Muller e Erik Charell; musiche di Ralph Benatzky; orchestra dal vivo - direttore Marco Fiorini;adattamento e regia Corrado Abbati (Unica data in CalabriaCampagna abbonamenti: abbonamento poltronissima, euro 80.00; abbonamento poltrona euro 60.00; abbonamento speciale “Carta Giovani” euro 40.00; speciale abbonamenti famiglia: due abbonamenti interi (poltronissima o poltrona) danno diritto ad un abbonamento omaggio per un figlio di età inferiore a 14 anni. A tutti gli abbonati verrà offerto l’ingresso gratuito per lo spettacolo “Serendipity" del 17 aprile. Biglietti: platea poltronissima euro 20.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltronissime) euro 35,00; platea poltrona euro 15.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltrona) euro 25,00; galleria euro 10.00; cinque con (Per gruppi di sei) euro 50,00. Acquisto biglietti presso il Teatro San Marco tre giorni prima di ogni spettacolo.Biglietti spettacolo “Serendipity” del 17 aprile; platea (posto unico) euro 10.00; galleria (posto unico) euro 5.00. Informazioni generali sulla stagione duemilanove saranno presenti nella rete internet ai seguenti indirizzi: \n www.rossano.eu - www.generazionefutura.com - www.sibarinet.it - www.teatro.org www.jblasa.com; e-mail: ufficio stampa@rossano.eu; info@generazionefutura.com; 360/39.56.26; 0983/529.224. Tutti possono usufruire gratuitamente del servizio di prenotazione telefonica. La prenotazione bloccherà le poltrone fino ad un giorno prima dello spettacolo, trascorso questo tempo se i biglietti non verranno ritirati le poltrone verranno rivendute. SAN PIETRO A M. (Cz) - “Il teatro è vita” E’ al via la II stagione teatrale “Il teatro è vita”. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Pier Giorgio Frassati” di San Pietro a Maida in collaborazione con: l’Aido (Associazione Italiana Donazione Organi); l’Atec (Associazione Trapiantati Epatici Calabresi); la Proitalia (Dipartimento Cultura e Donazione Organi), con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro e sostenuta dalla Mediabet. Questi gli appuntamenti previsti: 28 marzo 2009“Fra-Intendimenti…D’Amore” di Davide Cavuti con Nathalie Caldonazzo ed Edoardo Siravo; 18 aprile 2009 “Volare” di Dario D’Ambrosi con Dario D’Ambrosi e Lorenzo Alessandri e per finire sabato 30 maggio 2009 “Concerto del Complesso Bandistico Giovanni Paolo II” di San Pietro a Maida”. L’Ingresso è gratuito. SANT’ONOFRIO (Vv) - Agricoltura biologica, corso L'Icea istituto certificazione etica e ambientaleorganizza il corso "La nuova regolamentazione dell'agricoltura biologica in Europa" Reg Ce 834/07 - Reg. Ce 889/08, oggi,presso il centro di documentazione Igea. Il corso è finalizzato all'aggiornamento di tecnici controllori, consulenti ed operatori specializzati. Alla conclusione del seminario sarà consegnato ad ogni partecipante attestato di partecipazione al corso. I partecipanti al corso devono avere una conoscenza generale delle metodologie e delle norme vigenti in agricoltura biologica. Il corso sarà supportato da dispensa cartacea e dvd multimediale. Orario: 9.00 - 13.00; 13.00 - 18.00. Costo euro 20,00, contributo volontario per la copertura dei costi di elaborazione e stampa del materiale didattico. Modalità di pagamento: versamento in contanti. Info sede del corso: 0963/267215.

SCALEA (Cs) - Global beat moviment Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., serata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un mix di tarantella, pizzica, ska e reggae.

SETTINGIANO (Cz) - Booling Center Il Booling Center, aperto durante la settimana tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e merROSSANO (Cs) - Stagione teatrale, programma coledì"Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica"ProLa città di "Rossano la bizzantina" presenta la stagione tea- mozione coppia", sabato "Birillo rosso".


36 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Esposizione di due nuove opere di Mattia Preti al Museo Civico di Taverna

“Risate al 23° piano” a Soverato IL CARTELLONE

La sesta edizione del premio letterario “Armando La Torre” a Siderno

SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito www.movidacommunity.it. SIDERNO (Rc) - Premio “Armando La Torre” E’ indetta la sesta edizione del Premio Letterario Città di Siderno “Armando La Torre” che si articola nelle sezioni di narrativa e saggistica. Il premio, patrocinato dal Comune di Siderno, dalla Regione Calabria e dalla Provincia di Reggio Calabria, gode del riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Regolamento: narrativa, si partecipa con opere di narrativa scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2008 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; saggistica: si partecipa con opere di saggistica scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2007 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; giuria: le opere saranno esaminate da una giuria tecnica composta da autorevoli esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile. Per partecipare gli autori e/o le Case Editrici devono fare pervenire le opere, con l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e l'indicazione della sezione per la quale concorrono, entro la data del 30 aprile 2009 al seguente indirizzo: Premio letterario Città di Siderno presso Aldo De Leo Via C.Battisti, 75 - 89048 Siderno (Rc). La partecipazione al premio comporta la piena accettazione del presente bando. SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Al Bar Mario: mercoledì dott. why; giovedì isa e il suo karaoke; venerdì drug queen francys; sabato, fadingf roods in concerto; domenica, tesy voice superkaraoke. Venerdi 13 marzo, San remo drug queen su prenotazone tavoli info 3280715176 - www.bar-mario.com. SOVERATO (Cz) - Orchestra Provincia di Catanzaro Concerto dell’Orchestra della Provincia di Catanzaro che vedrà protagonisti il sestetto d’Archi di Amburgo e gli Archi dell’Orchestra la Grecìa. Il programma musicale prevede l’esecuzione delle seguenti composizioni: G. Ph Telemann, Concerto in sol magg. per viola, archi e basso continuo TWV 51:G9; F. Schubert, Rondò in la magg. per violino e archi D 438; P. I. Tschaikowski, Andante cantabile dal Quartetto n. 1 Op. 11 per violoncello e archi; K. Atterberg, Suite n. 3 per violino, viola e archi Op. 19 n. 1; P. I. Tschaikowski, Serenade per orchestra d’archi in do magg. Op. 48. Il concerto si terrà a Soverato (Cz), Salone Parrocchia dell’Immacolata, oggi ore 19.30. SOVERATO (Cz) - “Integrazione in acqua” Oggi, alle ore 10,00, presso la piscina comunale di Isca si svolgerà la manifestazione di avvio del progetto “Integrazione in acqua” proposto da questo Istituto di Istruzione Superiore e finanziato dall’Amministrazione provinciale di Catanzaro. Il progetto prevede lo svolgimento, da marzo a maggio 2009, di un corso di nuoto, in orario curriculare, per alunni normodotati (76) e per alunni diversamente abili (24) frequentanti le scuole statali di Soverato. Alla manifestazione di avvio del progetto, dalla forte valenza educativa e sociale, presenzieranno: il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria, dott. Francesco Mercurio; il presidente della Provincia di Catanzaro dott.ssa Wanda Ferro; il Coordinatore dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Catanzaro dott. Giacomo Coluccio; l’assessore alla P.I. della Provincia di Catanzaro dott. Giacomo Matacera; il Responsabile del Servizio per le attività motorie, fisiche e sportive:dell’USP dott. Rosa-

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801

rio Mercurio; il dirigente del settore Pubblica Istruzione della Provincia di Catanzaro dott.ssa Anna Perani; il Presidente del Cip (Comitato italiano paraolimpico); il Sindaco di Soverato dott. Raffaele Mancini; il Sindaco di Isca Pierfrancesco Mirarchi. I dirigenti scolastici del distretto 11 di Soverato; i genitori degli alunni diversamente abili coinvolti nel progetto; i docenti di sostegno e di educazione fisica degli alunni coinvolti nel progetto; autorità civili e religiose del soveratese.

SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: sabato 7 marzo, Claudio Insegno “Risate al 23° piano” di Neil Simon; sabato 21 marzo, Gaia De Laurentis “Sottobanco” regia Claudio Beccaccini; Sabato 4 aprile Tosca D’Aquino “Ogni anno punto e a capo” di Eduardo De Filippo; giovedì 16 aprile, Sorelle Marinetti “Non ce ne importa niente regia Max Croci”; sabato 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; domenica 3 maggio Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia del Grillo. Programma: domenica 15 marzo, sarà la volta di un cast di straordinari interpreti per rievocare il percorso umano e artistico della Dietrich, che per decenni e fino ai nostri giorni ha sollecitato l’immaginario collettivo. “Marlene”, ultima fatica di Giuseppe Manfridi e novità assoluta della stagione teatrale in corso, vede in scena, per la regia di Maurizio Panici, un’intensa Pamela Villoresi, accompagnata, tra gli altri, da Orso Maria Guerrini e David Sebasti. Domenica 22 marzo, sarà la volta de “L’amore mio non può”. Nel settantennale delle leggi della vergogna razzista, una strepitosa Manuela Kustermann trasforma in poesia una realtà maledettamente violenta. Dall’omonimo romanzo di Lia Levi uno spettacolo applauditissimo. Concluderà la stagione, a partire da sabato 25 aprile, la nuova produzione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione precedente possono confermare il posto telefonando o lasciando un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato "teatrodelgrillo@libero.it". SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 3338002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 368/7376942 - 347/1094691 - 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Do-

menico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Per ulteriori informazioni telefonare: 0961/34618 - 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it. VIBO V. - Coppa Italia di Kickboxing Oggi, alle ore 11, nella sala giunta dell’Amministrazione provinciale di Vibo Valentia, verrà presentata alla stampa la coppa Italia di Kickboxing. L’importante avvenimento sportivo, infatti, si terrà quest’anno il 7 e l’8 marzo al Palasport di Vibo Valentia Marina e vedrà impegnati più di 800 atleti delle discipline semi e light contact. All’incontro con i giornalisti parteciperanno il presidente della Provincia Francesco De Nisi, l’assessore allo Sport Gianluca Callipo che ha promosso l’evento e il vicepresidente della Federazione italiana di Kickboxing Giorgio Lico. CALABRIA - Concorso enologico internazionale La curiosità degli eno-appassionati per le bottiglie originali da inserire nelle proprie collezioni si unisce in una formula di marketing territoriale innovativa con il web. Per l’edizione 2009 de “La Selezione del Sindaco”, il concorso enologico internazionale che elegge il vino-simbolo delle Città del Vino di tutta Italia (dal 22 al 24 maggio, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Trento; info www.selezionedelsindaco.it), la piccola produzione d’eccellenza italiana sbarca sul web e punta all’e-commerce: per conoscere o acquistare le originali bottiglie dell’unica rassegna internazionale che prevede la partecipazione congiunta dell’azienda e del comune in cui sono localizzati i vigneti, riservata ai vini Docg, Doc e Igt con una produzione tra le 1.000 e le 50.000 bottiglie, basterà un click su www.dilloconilvino.it. Questo è l’obiettivo di un accordo che le Città del Vino hanno sottoscritto con il nuovo portale www.dilloconilvino.it che prevede la partecipazione al concorso senza oneri per le aziende che si associano al servizio.

CALABRIA - Cunta Calabria L’Associazione Culturale “Compagnia Teatrale Vibonese” di Vibo Valentia presenta la seconda edizione di “Cunta Calabria”. La Calabria si racconta attraverso il teatro popolare e non solo. Il programma: venerdì 6 marzo 2009, “Gruppo Teatrale Anoiano”. Venerdì 20 marzo 2009, Gruppo Teatrale “Giangurgolo” di Gioia Tauro“U muru”. Ingresso pubblico alle ore 20.30 – Sipario ore 21.00.

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 37

Sport

MANCHESTER CITY

AMICHEVOLE

Maradona alla presidenza e Messi in campo Le voglie dell’emiro

Il Milan si impone sull’Al-Sadd 2-1 firmato Pato e Antonini

Coppa Italia L’Inter mette a rischio il prosieguo nella competizione Ferraris in tripudio per le prodezze dei “gemellini” Cassano-Pazzini: 3-0 Con l’Udinese riecco Juan e Cicinho Il n.10 lamenta dolore al ginocchio

Alla squadra con il pubblico colpevole anche lo 0-3 a tavolino

Francesco Totti, bandiera giallorossa

Ashley Cole fu fischiato in Spagna

Totti ancora out Il capitano forse torna per l’Arsenal

Proposta Uefa Partita sospesa con cori razzisti

ROMA - Ancora senza Totti, ma con Juan e Cicinho. La Roma continua la preparazione in vista dell’anticipo di sabato pomeriggio con l’Udinese. Per Spalletti la buona notizia arriva da i due difensori brasiliani, tornati ad allenarsi in gruppo. A preoccupare la Roma è sempre il ginocchio destro di Totti, che a questo punto sembra sempre più in dubbio per la sfida con l’Udinese. Sperando in un recupero per l’Arsenal, la gara a cui il capitano tiene particolarmente. Già costretto a saltare l’infuocata partita con l’Inter, sta facendo di tutto per tornare a disposizione nel ritorno degli ottavi di Champions. Vito Scala, il preparatore atletico di Totti, non si sbilancia: «È’ difficile parlare di tempi, ad oggi avverte ancora dolore a causa di un’infiammazione».

VARSAVIA - L’Uefa chiederà agli arbitri di sospendere le partite (almeno quelle sotto l’egida della confederazione calcistica europea) in caso di cori razzisti. Lo ha detto il direttore della comunicazione dell’ente William Gaillard. «Siamo coscienti del fatto che il razzismo dagli stadi non può certo sparire in una notte - ha detto Gaillard - e crediamo che per stroncare questo fenomeno ci vogliano misure drastiche. Fermare le partite è una di queste, e provocherebbe anche una penalizzazione per la squadra il cui pubblico si rende responsabile di certi comportamenti: infatti verrebbe data la sconfitta a tavolino per 3-0». Gaillard ha parlato in occasione del convegno «Uniti contro il razzismo» tenutosi a Varsavia.

Distrazioni nerazzurre Giampaolo Pazzini, resuscitato a Genova, sigla una doppietta nella serata più brutta dell’Inter

La grinta dei padroni di casa piega gli ospiti Sampdoria (3-5-2): Castellazzi 7,5; Campagnaro 6,5 (29’ st Da Costa sv), Gastaldello 5, Raggi 6; Padalino 6,5, Sammarco 6, Palombo 6,5, D. Franceschini 6, Pieri 6; Pazzini 7,5 (20’ st Stankevicius 6), Cassano 7 (40’ st Bellucci sv). (Fiorillo, Accardi, Ferri, Dessena, Ziegler). All. Mazzarri 7 Inter (3-4-3): Toldo 5,5; Rivas 4 (1’ st Maicon 5,5), Materazzi 5,5, Cordoba 4,5; J. Zanetti 6; Vieira 5,5, Muntari 5, Maxwell 5 (15’ st Crespo 6,5); Mancini 5, Adriano 6, Balotelli 5,5 (19’ st Obinna 6). (Orlandoni, Cambiasso, Stankovic, Jimenez). All. Mourinho 5 Arbitro: Saccani di Mantova 5,5 Marcatori: 9’ pt Cassano, 30’ pt e 42’ pt Pazzini Espulsi: al 14’ st Gastaldello (S) per doppia ammonizione. Ammoniti: Cordoba, Balotelli, Materazzi, J. Zanetti. GENOVA - La serata magica della Sampdoria si chiude con un roton-

Provvedimenti anche per Balotelli e De Rossi

L’intervento della Federazione Deferito il mister portoghese

ROMA - Dopo le polemiche, il giudizio della Federcalcio: le parole di Josè Mourinho, ma anche le provocazioni di Mario Balotelli e le accuse di Daniele De Rossi, hanno messo in moto la giustizia sportiva, con il deferimento dell’attaccante e dell’allenatore dell’Inter e del centrocampista della Roma da parte del procuratore della Figc Stefano Palazzi. La Federcalcio martedì aveva fatto capire di non gradire, e di non esser disposta a veder ’incendiare’ il campionato nella sua fase cruciale: «Alimenta solo tensioni». Oggi l’ad bianconero Jean Claude Blanc ha chiesto di «abbassare i toni e dimostrare tutti più senso di responsabilità». Da parte sua il presidente dell’Inter Massimo Moratti non ha voluto commentare le parole («è lo stile Inter») con cui martedì Ranieri aveva bollato la conferenza stampa di Mourinho. Sulla quale ha invece detto la sua il presidente della Sampdoria Riccardo Garrone: «In un’attività sportiva come quella del calcio da un fiammifero si possono scatenare le fiamme». ««Mourinho? Dice quello che pensa. Poi magari pensa anche male, nel senso che pensa diversamente dagli altri. E la stampa gli dà grosso spazio, anche se dice una banalità», il disincantato commento di Zdenek Zeman. do 3-0 rifilato ai campioni d’Italia. L’Inter, svogliata e deconcentrata, viene presa a schiaffi dalla premiata ditta Cassano - Pazzini. Ma sono tutti i blucerchiati a girare a mille, sfruttando la testa altrove degli ospiti, imbarazzanti in difesa (Rivas disastroso), inconsistenti a cen-

trocampo, invisibili in attacco. Dinanzi a Toldo si aprono praterie dove Cassano infila palloni e Pazzini detta passaggi e profondità. E così è facile segnare tre reti in 45’ anche alla squadra più forte d’Italia. Il vantaggio arriva grazie alla gentile concessione di Rivas, che

si fa rubare palla da Cassano al limite dell’area, consentendo al funambolico barese di superare Toldo con un pregevole tocco sotto (9’). Chi si aspettava la reazione furente dei campioni d’Italia, è rimasto deluso. La Samp attacca, l’Inter affonda. E al 30’ ecco il

raddoppio. Pieri crossa, Pazzini di testa infila il 2-0. Ma le brutte notizie per gli ospiti non finiscono qui. A tre minuti dall’intervallo, ancora Cassano protagonista assoluto. Punta Rivas, saltandolo come un paletto, e taglia l’intera area con un passaggio in profondità sul

A sinistra, Josè Mourinho. L’allenatore ieri sera si è dovuto inchinare con i suoi alla voglia e alla determinazione dei blucerchiati

quale si avventa Padalino, ma Toldo si oppone da campione, per poi piegarsi al tap in vincente di Pazzini. Mourinho in panchina ride nervosamente. Tre a zero e tutti negli spogliatoi. Nella ripresa entra Maicon al posto dell’impresentabile Rivas. Adriano prova la botta dalla distanza, ma la mira è alta (10’). Al 14’ Gastaldello, già ammonito, fa una bruttissima entrata su Balotelli. Saccani non ci pensa su e lo butta fuori. Samp in dieci. Mourinho prova ad approfittarsene. Dentro Crespo. Ma al 17’ c’è paura per Balotelli (che in un’azione precedente aveva colpito violentemente con il corpo un palo della porta di Castellazzi), che stramazza a terra tutto solo a centrocampo, sostituito da Obinna. Crespo di testa (25’) chiama Castellazzi a una grande parata. Ancora l’estremo blucerchiato protagonista negli assalti finali degli interisti. Ma il fortino resiste.


38 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Calcio Il commissario tecnico punta su Inter, Juventus e Roma Sul bianconero: “Se prende la cittadinanza e gioca bene è dei nostri”

InChampionsLippivotaItalia “Passaporto e convoco Amauri”

La Fota scende in pista per stravolgere il Circuito

ROMA - Modifiche al format delle qualifiche, aggiustamenti al sistema di assegnazione dei punti, cambi di gomme obbligatori, accesso ai dati dei team (conversazioni radio tra muretto dei box e piloti comprese) più spazio libero per i fan: sono alcune delle proposte che l’associazione delle squadre che partecipano al Mondiale di Formula 1 (la Fota) presenterà ufficialmente oggi a Ginevra. «Tutte queste idee hanno un unico fine: rendere la Formula 1 commercialmente sostenibile, più vicina alle esigenze ambientalistiche, più interessante per gli spettatori, per le tv e per il pubblico di internet», fanno sapere dalla Fota. L’associazione dovrebbe proporre già per il Mondiale 2009 cambiamenti come quello sulla distribuzione dei punti, anche se non è chiaro se verrà accettata l’idea delle «medaglie» avanzata più volte da Bernie Ecclestone.

“Europa importante per la Nazionale” Il 12 agosto match con la Svizzera ROMA - Amauri italiano vestirà la maglia della nazionale se giocherà bene, mentre Roma, Juve e Inter passeranno il turno se nel ritorno degli ottavi di Champions saranno la 100%. Ci sono almeno un paio di ’se’ nel futuro di Lippi, ma il ct azzurro è fiducioso per quanto riguarda il calcio italiano, e non solo quello della sua nazionale. «Amauri? So che la moglie è diventata italiana - ha detto il ct azzurro - lui deve ancora diventarlo. Se lo diventerà vedrò: se gioca bene lo chiamo se non gioca bene non lo chiamo». C’è scetticismo sul cammino di Juve, Roma e Inter in Champions, dopo l’andata degli ottavi nel confronto con le inglesi. Ma Lippi la vede diversamente: «Dipende solo dalle squadre italiane, se si presentano al 100% del loro potenziale tecnico, piscologico e atletico a parere mio passano tutte e tre. Se si presentano come per esempio è successo alla Roma a cui mancavano 5 o 6 giocatori importanti è un altro conto. Questa cosa - ha ammesso Lippi - è successa onestamente anche all’Arsenal, ma le nostre squadre soffrono maggiormente per una questione di automatismi. Il risultato è comunque ribaltabile, è tut-

Formula1 Novità già dal Mondiale 2009

Tennis Da venerdì sfida di Coppa Davis

Lo scoglio Slovacchia Azzurri verso i playoff Marcello Lippi vuole bissare il trionfo di Germania 2006

to in ballo». Se le italiane dovessero uscire tutte e tre? «Se uscissero tutte e tre dopo che ne sono uscite già tre dalla Uefa non sarebbe una bella cosa per il calcio italiano e neanche per me, perchè una delle maniere per preparare i giocatori dal punto di vista psicologico con l’esperienza internazionale sono certamente le coppe internazionali». Insomma, sarebbe certo anche una

brutta botta per la nazionale. Critiche nei confronti di Manchester, Chelsea,e Arsenal e Liverpool («non sono l’espressione del calcio inglese, sono l’espressione di un calcio globalizzato dove a partire dai proprietari, dagli allenatori alla stragrande maggioranza dei calciatori, non ce ne sono di inglesi») e un tentaivo di rassenerare il panorama calcistico italiano dopo il terremoto

Mourinho: «E’ un ottimo allenatore ha ricordato - apprezzato da tutti. Però ricordo quel che ho già detto, il mese di marzo è decisivo per tutti i club, si decide una stagione fatta di grandi sacrifici e per forza di cose gli animi sono già riscaldati. Sarebbe opportuno che gli addetti ai lavori, soprattutto i più importanti, mantenessero i toni sereni. Questo è il mio pensiero».

Basket Si punta a terminare la stagione MotoGp Test sorprendente per il pilota della Ducati in Qatar

CAGLIARI - Si svolgerà oggi alle ore 12 presso la sala consiliare del Comune di Cagliari il sorteggio di Italia-Slovacchia, sfida di Coppa Davis in programma da venerdì a domenica sulla terra rossa e valida per il secondo turno del Gruppo I zona Europa-Africa. Il capitano Corrado Barazzutti ha convocato Andreas Seppi, Potito Starace (foto), Fabio Fognini e Flavio Cipolla. In caso di successo, l’Italia giocherà i playoff promozione per il tabellone mondiale dal 18 al 20 settembre. In caso di sconfitta, invece, disputerà, sempre a settembre, uno spareggio-salvezza.

Basket Belinelli ok con i Warriors Caos Solsonica Rieti Super-Stoner non acciglia Rossi Houston stende Toronto Club in liquidazione La sua Yamaha non lo ha deluso nonostante Bargnani ORLANDO - Non è bastata l’ennesima prestazione super di Andrea Bargnani ai Toronto Raptors per evitare il ko sul campo di Houston (107-97) nel turno di Nba giocato nella notte di martedì. Il romano ha collezionato 25 punti in 33 minuti di gioco. Successo esterno, invece, per i Golden State Warriors di Marco Belinelli (13 punti in 17 minuti di gioco), che si sono imposti 118-94 in casa di Minnesota.

Terzo posto assoluto per Valentino “Frenati dalle basse temperature”

Situazione difficile per i giocatori

ROMA - Il crollo in borsa dell’Acea, sponsor della Solsonica Rieti, rende ancora più nero il quadro del club del presidente Gaetano Papalia. La società, martoriata dalle difficoltà economiche, ha già comunicato la messa in liquidazione e la vendita del titolo sportivo a fine stagione. Questo quanto stabilito nel corso dell’ultimo consiglio di amministrazione. Quindi, senza novità da qui al 30 marzo (data in cui il Cda si riconvocherà ed è fissato un controllo della commissione tecnica della Federazione), il prossimo 18 maggio saranno formalmente avviate le procedure di liquidazione. Una situazione critica. Che ha già determinato ‘ammutinamenti’ all’interno della squadra. Dopo l’improvvisa cessione di Patricio Prato (passato a Cantù), Jiri Hubalek e Vangelis Sklavos hanno disertato le sedute di allenamento di martedì. «Sono stati spinti dai loro procuratori - ha sottolineato il presidente Papalia - a loro volta allarmati dalle ultime voci. Purtroppo paghiamo la ‘latitanza’ della Regione e il mancato intervento dell’Acea, per 850mila euro di introiti in meno». La società ha garantito l’attività fino a fine stagione per tutelare il corretto svolgimento del campionato.

ROMA - Nei tre giorni di test in Qatar Casey Stoner è stato molto brillante, ma non basta questo a mettere di cattivo umore Valentino Rossi. Se il rivale della Ducati ha mostrato le grandi potenzialità della sua GP9, il campione del mondo in carica della classe Moto Gp si è detto soddisfatto del suo terzo posto assoluto. Rossi e la sua Yamaha hanno registrato il miglior tempo con 1’56.972, passando ben 75 volte dal via, ma rimanendo 1.2 secondi lontano dalla crono di Stoner e due decimi dal compagno di squadra Jorge Lorenzo. «Non siamo messi male. Siamo terzi e vicini a Lorenzo. Stoner è molto veloce - ha commentato Rossi - ma non sono affatto preoccupato perchè abbiamo le idee chiare sul nostro pacchetto e credo che nel giro di un mese, quando le temperature saranno più elevate, saremo pronti. Questa non è esattamente la pista che meglio si adatta alle mie caratteristiche, ma la gara dovrà finire diversamente rispetto allo scorso anno. Credo

Rugby Parisse sminuisce le polemiche

Mai contro lo staff Parola di capitano Valentino Rossi in sella alla sua moto

che le cose a Jerez andranno decisamente meglio». Colpa dunque del freddo, se i tempi sono saliti: «Nella prima parte delle prove eravamo abbastanza veloci, ma più tardi, quando le temperature sono scese, abbiamo iniziato a perdere grip. Ho iniziato una simulazione di gara ma ero sempre più lento, così ho deciso di concentrarmi

sul setting». Dunque, il campione pesarese traccia un bilancio tutto sommato positivo della tre giorni di prove di Losail. Certo, il canguro della Ducati, continuasse su questi ritmi forsennati, impensierirebbe in maniera particolare. Ma c’è ancora tempo per migliorarsi. E il primo a saperlo è proprio lui, Valentino Rossi.

ROMA - «La mancanza di risultati è frustrante per tutti noi, ma continueremo a lavorare con quell’impegno e quell’armonia che hanno sempre contraddistinto il nostro gruppo». Così Sergio Parisse, capitano dell’Italia di rugby, in un momento così difficile che si era sparsa anche la voce di una lettera da parte di qualche giocatore, indirizzata al presidente federale Giancarlo Dondi, per criticare lo staff tecnico, a cominciare dal ct Nick Mallett. «Si tratta di un’eventualità che non è mai stata presa in considerazione da nessuno di noi».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 39

SPORT La squadra di Orlandi prepara il match-salvezza allo stadio di Via del Mare

S E R I E

A

REGGINA

REGGIO CALABRIA — L’ultimo

treno per la salvezza passa dal “Via del mare”. La Reggina sa che a Lecce non può sbagliare. Quella di domenica prossima sarà l’ultima occasione per rientrare davvero in corsa per la permanenza in serie A. Per la formazione di Nevio Orlandi non c’è alternativa alla conquista dei tre punti, perché solo un successo consentirebbe di azzerare, o quasi, il gap rispetto alle dirette concorrenti. A cominciare dai salentini che si manterrebbero così ad una sola lunghezza di vantaggio e di fatto verrebbero risucchiati nel vortice del fondo della classifica. La sfida contro il Lecce rappresenta il confronto tra le due squadre che hanno il peggiore score stagionale. Non lo dicono solo le posizioni in graduatoria, ma anche e soprattutto i gol realizzati e quelli subiti. Reggina e Lecce hanno segnato rispettivamente 21 e 22 reti. C’è chi ha fatto di meno (Chievo e Siena) ma compensando con un maggiore equilibrio difensivo. Sotto questo profilo, gli amaranto - purtroppo non temono confronti: la rete difesa da Campagnolo e Puggioni è stata perforata 44 volte in 26 partite. Un disastro. Certo, i giallorossi pugliesi non possono sorridere, avendo subito appena tre gol in meno. Al di là del dato preciso, sta di fatto che la sfida di domenica metterà di fronte due squadre che dimostrano di non essere sufficientemente attrezzate per affrontare un campionato difficile come questo. Non è questione di singoli, per carità. Non si può pensare di attribuire la responsabilità di

2ª D I V I S I O N E

VIBONESE

VIBO VALENTIA — Agli allenamenti, sul manto erboso del Luigi Razza, agli ordini di Angelo Galfano, non hanno risposto i tre infortunati: Pirrone, Bianciardi e Melis. Possibile? Soprattutto a proposito di Pirrone, già assente dai campi di gioco da tre settimane, possibile che non si riescono a recuperare? Fa una smorfia Carlo Sposato, storico massaggiatore della Vibonese che di muscoli ed atleti ne ha visti in quantità indescrivibile. Soprattutto riguardo all’incidente di Pirrone il suo volto si fa serio e non nasconde la preoccupazione: «Non è stata solo la distorsione, che è già una cosa complicata, ma il resto che è capitato al giocatore, una vera sfortuna, che ha complicato la situazione ed allungato i tempi di recupero». Proviamo a ribattere, ma il massaggiatore interviene spiegando con un esempio molto chiaro: «Pirrone si è infortunato nel derby a Catanzaro, proprio la stessa domenica dell’incidente al milanista Kakà. Si è trattato dello stesso tipo di incidente, con in più la complicazione che ho appena descritto. Dunque, se Kakà, con tutto il sostegno di uno staff medico che al

Reggina, col Lecce è vietato sbagliare Bisogna vincere...

Una seduta d’allenamento della Reggina. In alto a destra, mister Nevio Orlandi.

tutto a Cirillo, per uno o due errori. Evidentemente ci sono problemi di fondo e il progetto tecnico allestito da queste società si sta rivelando finora deficitario, al limite del fallimentare. Sulla

Reggina ha pesato maledettamente la parentesi nefasta della gestione Pillon. Le cifre sono impietose: se si eccettua il pareggio di Cagliari, la squadra amaranto ha attraversato un periodo di

completo blackout. Non è un caso che, appena tornato in sella, Orlandi abbia fatto punti con chiunque. E’ vero, non si vince da tre mesi. Ma è anche vero che una squadra così frustrata psicologi-

camente è comunque riuscita a bloccare Roma, Milan e Fiorentina, battendosi alla pari con queste big e recriminando in più di una circostanza. A Lecce, alla Reggina “basterà” (si fa per dire) giocare con la stessa grinta e la stessa concentrazione dimostrate qualche giorno fa contro i viola. Certo, non mancano le difficoltà, legate soprattutto agli infortuni. Si è fermato anche Cirillo per una sospetta distorsione alla caviglia sinistra. Campagnolo, Santos, Barreto e Vigiani non sembrano nelle condizioni di recuperare, mentre Hallfredsson e Rakic hanno svolto ieri lavoro differenziato. Non sono al top neanche Lanzaro, Costa e Brienza, che oltre al lavoro col gruppo hanno sostenuto un allenamento specifico in palestra. Sulla formazione che verrà contrapposta a quella del pericolante Beretta non sono state tratte particolari indicazioni dalla sgambatura di ieri pomeriggio. Da oggi i cancelli del “Sant’Agata” saranno off limits ai non addetti ai lavori. Intanto una brutta tegola si è abbattuta sullo staff societario: il medico sociale Pasquale Favasuli, al quale rivolgiamo l’augurio di una pronta guarigione, è stato infatti sottoposto ad una serie di accertamenti clinici per dei problemi cardiaci. Angela Latella

Problemi di formazione per mister Galfano in vista della trasferta di domenica

LEONE dalla prima

Pirrone, Bianciardi e Melis in dubbio per Manfredonia scure per gli infortunato rossoblù. Intanto, una nota positiva – finalmente! - viene dal giudice sportivo: solo un’ammonizione e nessuna squalifica per Galfano e Peppe Moro entrambi espulsi domenica scorsa da un arbitro che ad un certo punto è sembrato andare fuori testa. Sorride l’allenatore rossoblù: «Meno male – esclama – altrimenti alla beffa si aggiungeva il danno. Avevo solo esclamato, certo ad alta voce, per un fallo. Mai, mai potrà capitarmi di essere offensivo verso un arbitro: non è nel mio carattere. Era stata un’espulsione ingiusta ed esagerata. Per fortuna il giudice sportivo, evidentemente ben informato dal referto arbitrale, non ha preso provvedimenti gravi. Lo stesso dicasi per il mio secondo. Peppe Moro lo conoscete tutti: è una persona di grande signorilità, figurarsi se possa fare qualcosa che infastidisca un arbitro. Il quel momento stava solo dando disposizioni in campo ed era stato frainteso». Beh, che dire? Tutto è bene quel che finisce bene. Almeno in questo caso.

Niente di decisivo, per carità ma i prossimi centottanta minuti potrebbero segnare una svolta fondamentale in chiave salvezza, anche perché un’altra calabrese, la Vibonese, potrebbe tornare in quel lombo di classifica al riparo da qualsiasi temporale: prima la trasferta a Manfredonia e dopo l’Igea Virtus al “Razza”. In uno strano gioco del destino, la squadra di Palma si gioca una importante fetta di futuro proprio contro un pezzo di Calabria: Vibonese prima e Vigor Lamezia dopo. Sembra proprio il caso di dire: l’unione fa la forza! Ai prossimi centottanta minuti, anche se per obiettivi opposti, guardano con particolare interesse le altre due sorelle di Calabria. La capolista Cosenza dopo l’insidiosa trasferta di Aversa arriverà alla sosta accompagnato dall’atteso big match del San Vito con il Gela. Un doppio turno che potrebbe dare qualche risposta in più in chiave primo posto. Il Catanzaro, scavalcato proprio dai siciliani al secondo posto, ospiterà prima il Monopoli che conserva ancora una flebile speranza di agganciare il quinto posto e poi farà visita al Pescina che proprio quel posto a cui ambisce anche il Cassino non ha nessuna intenzione di mollare.

Maurizio Bonanno

Valter Leone

Milan sarà eccezionalmente superiore, non è ancora tornato in campo, e ripeto che Pirrone ha avuto altre complicazioni, non è il caso di rammaricarsi più di tanto se il nostro giocatore ancora non ce la fa a rientrare…». Ma – proviamo ad insistere – domenica a Manfredonia? La risposta di Carlo Sposato è una smorfia ancora più prolungato che non lascia sperare niente di buono. Poco più in là, l’allenatore Angelo Galfano non nasconde tutto il suo rammarico: «L’assenza di Pirrone pesa, pesa molto su questa squadra! Malgrado on abbia nulla da rimproverare a chi finora è sceso in campo – spiega Galfano – Pirrone è insostituibile per le sue caratteristiche e la squadra ne risente, eccome… Pensate al lavoro doppio che si devono sobbarcare Ruscio, che per caratteristiche non è un costruttore di gioco, e Di Mauro, che con Pirrone al fianco sarebbe sgravato di certi compiti e potrebbe spingere la squadra con ben altra libertà di movimento giovandosene tutta l’impostazione della partita. Quando si giudica una gara – esclama, quasi fosse una riflessione ad alta voce – bisogna tenere conto di questi fatto-

ri. Sono tre settimane che Pirrone manca alla Vibonese ed è un peso notevole che grava su tutta la squadra». E c’è il rischio di non poter schierare nemmeno Bianciardi e Melis. E’ di nuovo Carlo Sposato a spiegare la situazione: «La botta che ha preso Bianciardi è stata forte e in una posizione, a livello toracico, sempre pericolosa. Il giocatore è forte ed in grado di recuperare, con il nostro sostegno il dolore si può considerare già superato, però…». Ecco spuntare quel “però” che riporta alla ribalta le preoccupazioni: «Però, la posizione della botta crea problemi di carattere respiratorio che in una partita sono fondamentali. Solo alla fine della settimana potremo capire se la botta è completamente assorbita e se si può azzardare il suo impiego». Diversa la situazione di Melis: «Quando ad essere colpiti sono i muscoli – è la spiegazione del caso – bisogna essere pazienti, aspettare fino all’ultimo per capire se il giocatore è pronto oppure no. Forzare i tempi potrebbe provocare ricadute ancora più pericolose». Insomma, quadro a tinte


40 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA L’ottimismo del giovane centrocampista giallorosso, Fabio Mangiacasale

«Avanti per la nostra strada» CATANZARO

Futuro da protagonista: da catanzarese voglio contribuire alle fortune delle Aquile

CATANZARO — Sono passati tre

giorni, ma Fabio Mangiacasale ancora non ha digerito l’ottima occasione sprecata domenica scorsa in quel di Scafati; una ghiotta occasione che avrebbe consentito al Catanzaro, dopo dieci minuti dal fischio d’inizio della seconda parte del match, di portarsi in vantaggio. «Non mi rassegno – ha sottolineato il giovane calciatore, catanzarese doc, ritornato all’inizio di stagione alla casa madre, dopo alcuni campionati giocati a Taranto e Castrovillari – e sono molto rammaricato di quanto accaduto». Vogliamo ricordare l’azione incriminata che ancora oggi fa discutere? «Errore a parte, nell’occasione non sono stato, tanto per cambiare, fortunato. Sull’assist di Tomi, infatti, un preciso rasoterra, la palla, nel momento in cui stavo per toccarla e spedirla in rete, si è alzata, per cui ho sbagliato, mandandola a lato. Ripeto, un vero peccato, perché altrimenti staremo a parlare di un incontro diverso». Nel primo tempo sei stato sempre vivo nell’azione, anche se la squadra, in genere, è poi venuta meno in fase di concretizzazione. «Diciamo che nei primi quarantacinque minuti di gioco, giusto anche i suggerimenti del mister, abbiamo cercato di allargarci sulle fasce, considerato anche che i nostri avversari erano disposti in campo con un 4-3-3. Anzi, una cosa che a molti è sfuggita, su un lancio di Gimmelli, il collaboratore di linea dell’arbitro ha segnalato un inesistente fuori di gioco di Iannelli; su detto lancio proprio io ero tutto solo davanti a portiere avversario. Certamente non si può ragionare con il senno di poi, ma chissà che, già nel primo tempo, potevamo andare in vantaggio. In ogni caso Scafati appartiene al passato, ricordando comunque che la formazione campana ha sempre fatto CATANZARO — E’ piena mobilitazione per riportare il grande pubblico sugli spalti del “Nicola Ceravolo”. Da inizio settimana, in città, si sta facendo largo uno slogan che appare con sempre maggiore frequenza. Specificatamente c'è scritto “Ma a dominica cchi faciti ala casa? Jamma Ja Tutti alu stadiu”, con tanto di traduzione: “Ma domenica cosa fate rimanendo a casa? Suvvia... rechiamoci tutti allo stadio”. Nella giornata di ieri, la società giallorossa ha diffuso un comunicato in merito, indicendo tra l’altro la “domenica rosa”: “In occasione dell’incontro casalingo con il Monopoli, in programma domenica 8 marzo p. v. – si legge -, l'Fc Catanzaro invita i propri sostenitori a gremire numerosi gli spalti del "Nicola Ceravolo" per spingere i ragazzi di mister Provenza verso la conquista degli obiettivi che tutto l'ambiente auspica. Per sensibilizzare ulteriormente i tifosi giallorossi è stato coniato, al riguardo, uno slogan che, in questi giorni, ha fatto capolino in città”. “Inoltre –

A sinistra, un’azione di gioco durante un match del Catanzaro allo stadio “Nicola Ceravolo”. Sopra, un primo piano del giovane centrocampista gialorosso, Fabio Mangiacasale.

delle gare casalinghe il suo fortino. Il fatto di essere usciti con un pareggio, lo stesso non va affatto buttato via, considerato soprattutto l’andamento dell’incontro». Persistono in ogni caso le carenze offensive. «Effettivamente è un periodo grigio, anche perché, quando non riusciamo ad impostare la manovra, non siamo tanto brillanti, non dimenticando qualche assenza di troppo. E poi, diciamola tutta fino in fondo, si drammatizza per il pareggio solo perché il Gela ha vinto in trasferta o il Cosenza ha superato la gara interna con il Noicattaro. Certo, se rapportiamo il tutto, il ragionamento forse ci può stare, anche se svilisce il comportamento tenuto fino a questo momento da una squadra, che, in ventiquattro giornate ha perso soltanto una volta».

Quasi uno sfogo del giovane catanzarese, che comunque vede roseo l’immediato futuro del “suo” Catanzaro. «Per il momento va bene così. Sin da domenica prossima tutti i componenti la rosa saranno a disposizione del mister, compreso Max Caputo che, scontate le due giornate di squalifica, è pronto a darci una grossa mano, avendo lui firmato molte delle nostre vittorie. C’è soltanto da augurarsi che non solo Caputo, ma gli altri attaccanti torneranno a prendere confidenza con la porta avversaria ed eventualmente anche Fabio Mangiacasale”. Intanto c’è sempre da guadagnare un posto in squadra. «Non è una novità; siamo in ventisei a comporre la rosa e tra l’altro è pronto Corapi, che ha ancora molto da dare, per non parlare che molto presto ritornerà Antonio Montella.

Diciamo quindi che la concorrenza non può servire che da stimolo, per cui, per quel che riguarda, mi alleno con il massimo impegno per essere sempre pronto ad una eventuale chiamata del mister. Da catanzarese, poi, voglio contribuire alle fortune del Catanzaro, non fosse altro per ricambiare la fiducia a chi mi ha dato la grossa opportunità di rivestire la gloriosa casacca giallorossa». Guardando la classifica, c’è da riprendersi nell’immediatezza la seconda posizione e soprattutto consolidarla in attesa, magari, di qualche situazione favorevole. «Mancano ancora dieci gare al termine del campionato, con trenta punti quindi in palio. Due settimane addietro, siamo stati noi a recuperare punti al Gela, così come la settimana scorsa al Cosenza. Ora, per via di alcuni risultati, si è verifica-

to il contrario. Diciamo che in tal senso si andrà avanti magari fino all’ultima giornata, visto l’evolversi dei risultati stessi ogni giornata di calendario. Tutto ciò porta alle conseguenze che il Catanzaro dovrà trarre il massimo da tutte le gare ancora in programma, indipendentemente se gioca in casa oppure in trasferta. Un Catanzaro, quindi, che deve andare avanti per la propria strada, pensando esclusivamente a se stesso. E’ stato sempre detto che la forza della squadra stà nel gruppo, un gruppo che, per la verità, lavora sin dal 19 luglio dello scorso anno, senza mai calare di intensità. Del resto soltanto così si spiegano le ventuno giornate di imbattibilità, che hanno portato la squadra agli allori non solo italiani, ma addirittura europei». Mario Mirabello

NOTIZIARIO Prosegue la preparazione in vista della gara col Monopoli

Concentrati sul match di domenica Montella si è aggreato al gruppo... prosegue il comunicato -, in occasione della festa della donna, è stata indetta la "domenica rosa". Infatti, per il match CatanzaroMonopoli sarà consentito l'accesso gratis delle donne allo stadio, nei settori di curva "Massimo Capraro" e tribuna laterale”. Sulla stessa lunghezza d’onda si pone l’accorato invito degli Ultras Catanzaro: “In occasione dell’incontro casalingo con il Monopoli, gli Ultras Catanzaro per l’ennesima volta chiamano a raccolta il popolo giallorosso. Torniamo allo stadio, torniamo a colorare il Ceravolo! A poche partite dal termine del

campionato invitiamo chiunque ha a cuore le sorti del Catanzaro Calcio a non mollare. Giunti a questo punto non dobbiamo far venire meno il nostro sostegno, in questi momenti i veri tifosi si contraddistinguono lottando insieme alla squadra, è troppo facile salire sul carro dei vincitori a giochi conclusi”. Per quanto concerne il lato prettamente sportivo, ieri mattina, la squadra s’è riunita al “Curto” per svolgere il consueto allenamento del mercoledì. Parte atletica e tattica sono state il menù della mattinata di lavoro delle Aquile. Tutti presenti all’appello.

Al gruppo s’è aggregato anche Iannelli che, martedì, era in permesso. Antonio Montella s’è allenato a parte, proseguendo il suo lavoro di recupero. Oggi, nel corso dell’amichevole contro la formazione “berretti”, mister Provenza inizierà a provare l’undici che domenica sfiderà il Monopoli. Pescina-Catanzaro. Come si sa, la Lega di C per la partita in oggetto ha messo, da tempo, in vendita i diritti televisivi. Quest’ultimi, nella giornata di giovedì, sono stati acquistati dall’emittente satellitare “Conto Tv”. Vittorio Ranieri

Mister, Nicola Provenza


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 41

SPORT 2ª D I V I S I O N E

Tutti gli effettivi a disposizione di mister Toscano. Oggi test in famiglia

COSENZA

COSENZA — Primo caldo a Co-

senza ma nessuna sosta nella preparazione alla sfida di Aversa. La primavera alle porte nella città dei Bruzi e una squadra al completo che si prepara per una sfida che minaccia di essere un crocevia fondamentale per la promozione. Il 19 ottobre al San Vito finì due ad uno per i rossoblù con doppietta di Polani e il Cosenza riprese il cammino interrotto nella sconfitta contro il Noicattaro della domenica precedente. L’Aversa Normanna è un cantiere aperto come dimostra l’impressionante numero di calciatori che sono passati in maglia granata durante la stagione in corso: quarantotto, non è uno scherzo, sono gli uomini che sono arrivati in Campania per vincere il campionato prima, e adesso per cercare di centrare una salvezza che appare molto complicata. Nessuno ad inizio campionato avrebbe pensato di ritrovare l’Aversa Normanna nella condizione attuale eppure se il campionato fosse finito il primo marzo, la squadra ora allenata da Sergio, sarebbe costretta a giocarsi la salvezza nei play out. Ma se l’Aversa è un cantiere sempre aperto, il Cosenza non è certo un posto dover non si lavora per raggiungere la perfezione. Ieri al San Vito tutti gli effettivi

2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — La sconfitta rimediata dal Manfredonia a Melfi (3-0 per i lucani) nel recupero della 6ª giornata del girone di ritorno, ha portato uno spiraglio di luce e con esso un sospiro di sollievo a Lamezia. Le distanze dal punultimo posto, infatti, rimangono due e dunque la Vigor di Pierini è in piena corsa per agganciare il treno dei play-out. Una notizia accolta positivamente nell’entourage biancoverde e anche, naturalmente, dalla tifoseria che domenica sera appariva alquanto rassegnata dopo l’ennesima sconfitta interna con l’Andria. A questo punto bisogna ricaricare le batterie e affrontare al meglio il Cassino nella difficile trasferta in terra laziale. Le ultime due prestazioni, quella appunto con i pugliesi e, ancora prima, con il Catanzaro, in verità - al di là del risultato - lasciano ben sperare. L’alchemico Pierini ha dimostrato in queste due settimane di saper lavorare, soprattutto, saper parlare ai giocatori. Ergo, le motivazioni ci sono tutte e - come più volte ribadito dallo stesso tecnico biancoverde - bisogna solo crederci e non abbattersi. Notiziario. Ieri doppia seduta d’allenamento al “Carlei”. Migliorano le condizion di Ciminari mentre appare difficile il recupero di Pascuccio. Il problema più “serio” per la Vigor è, dunque, il reparto difensivo. Fuori

Rossoblù pronti per la trasferta campana di Aversa

Difensori rossoblù impegnati in un match. Sopra, il portiere Ambrosi.

si sono allenati sotto gli ordini di Toscano, Napoli e Bruni. Le buone notizie che provengono dall’infermeria fanno star tranquilli tutti. Si sono rivisti in gruppo anche quelli che per precauzione avevano tirato un po’ il fiato, ossia Ambrosi, Morelli, Polani e Galantucci. I problemi fisici che li hanno afflitti sono oramai un ricordo. Soprattutto ci fa piacere constatare il ritorno all’attività agonistica di Massimo Morelli: il Mastino di piazza Loreto è apparso molto in palla e potrebbe esser preso in considerazione per una maglia da titolare, anche se sulla fascia destra Alessandro Bernardi sta facendo davvero bene in quest’annata. Nell’allenamento di ieri oltre alla parte prettamente atletica gestita come al solito dalle sapienti indicazioni del prof Bruni, si è vista una squadra che ha lavorato sul possesso palla prima e sulle ripartenze dopo. Nella prima parte legata alla gestione della sfera in spazi ristrettissimi (al contrario di ieri quando la squadra si è dedicata al possesso palla in spazi grandi), si doveva toccare la palla

Galoppo in famiglia al “D’Ippolito”. Mentre si riaccendono le speranze dopo la sconfitta del Manfredonia contro il Melfi nel recupero di ieri...

Oggi prove anti-Cassino E mister Pierini punta sul recupero di Ciminari

non più di due volte e scaricare al compagno libero. Nella seconda parte invece gli uomini di Toscano dovevano uscire dalla difesa senza spazzare la palla: pressati i difensori dovevano essere bravi ad imbastire un’azione passando dai centrocampisti e andando poi alle punte senza spazzare con i lanci lunghi a cui spesso Braca e Moschella domenica si sono affidati. Oggi solita “due porte” in famiglia nella quale si vedrà un po’ meglio quale sarà l’undici che andrà in Campania per continuare il cammino verso la promozione. Carmelo Grandinetti

per squalifica Di Donato e Filippi, il tecnico dovrà colmare una casella importante e quindi si spera nel rientro dell’esperto Ciminari. A Cassino sarà un’altra dura battaglia e, galvanizzata dalla sconfitta del Manfredonia, la Vigor dovrà cercare di fare punti anche in vista dello scontro diretto proprio contro la compagine pugliese che si terrà al “D’Ippolito” domenica 15 marzo. Tornando alla preparazione, oggi il consueto test infrasettimanale previsto allo stadio di via Marconi alle 14,30. Pierini nell’annunciata “partitella”in famiglia proverà schemi e uomini per affrontare il Cassino. Venerdì, invece, è prevista una sola seduta d’allenamento alle ore 14,30, sempre presso lo stadio “Carlei” e sabato la rifinitura. r. s.

La nuova classifica

A sinistra, il difensore biancoverde Ciminari che domenica potrebbe tornare titolare. Sopra, il tecnico della Vigor Lamezia, Pierini.

Ieri si è giocato il recupero della 6ª giornata del girone di ritorno tra Melfi e Manfredonia conclusosi con il risultato di 3-0 per i lucani. Questa la nuova classifica del giorone “C” di Seconda divisione: 1 Cosenza 53 2 Gela 46 3 Catanzaro 45 4 Pescina VdG 38 5 Andria Bat 38 6 Cassino 33 7 Monopoli 31 8 Noicattaro 30 9 Vibonese 29 10 Scafatese 29 11 Melfi 28 12 Barletta 28 13 Igea Virtus 27 14 Aversa Normanna 25 15 Isola Liri 24 16 Val di Sangro 22 17 Manfredonia 19 18 Vigor Lamezia 17


AsteInfoappalti

42 www.aste.eugenius.it ::

Giovedì 5 Marzo 2009 TRIBUNALE DI CATANZARO Prima sezione civile Procedura esecutiva n. 77/05 R.G. Espr. II Giudice dell’esecuzione, dott. Giuseppe Cava. All’udienza del 4/02/2009; Dispone la vendita senza incanto con riduzione di un quarto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto unico “secondo piano di fabbricato in Catanzaro in catasto al fg. 68 part. 47 sub 2, 3, 4 oltre a quota ideale di 1/4 su corte in catasto al fg. 68 part. 47” al prezzo base di euro 195.000.00: fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 21/04/2009; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 5.000,00, l’udienza del 22.04 09 ore 9.30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro - Procedura n.77/05” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti in relazione alle prescrizioni del D.M. Attività produttive n. 37/08; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di Sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva; Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet “www.aste.engenius.it” e diffusione sul quotidiano “Il Domani”, con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile per difetto di interesse ad agire in executivis. Manda alla cancelleria di provvedere all’avviso previsto dagli artt. 490 e 570 c.p.c. Dispone che nelle suddette forme di pubblicità siano omessi l’indicazione delle generalità del debitore e di ogni altro dato personale idoneo a rivelare l’identità del medesimo ovvero di soggetti terzi estranei alla procedura. Catanzaro, 4.02.09 il Giudice Dott. Giuseppe Cava °°°°°°°°°° che il Giudice dell’Esecuzione dott. Cava, nella procedura esecutiva n.19/86 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto 1) unità immobiliare in Caraffa in catasto al fg.6 part.102 sub.2 al prezzo base di euro 21.375,00; lotto 2) immobile in Caraffa in Catasto al fg. 6 part.364 sub.2 al prezzo base di euro 3.714,00 Gli ímmobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano,sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 22.04.2009 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 cpc in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo,fotocopia dei documento d’identità nonché un Assuno Circolare “Non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n. 19/86” di un importo pari al 10% del prezzo base o dei prezzo offerto a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 3.000,oo. L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria,il prezzo d’acquisto dedotta la già versata cauzione entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva Si dispone che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicati entro il termine di quarantacinque giorni, oltre che nelle forme di legge, mediante le seguenti inserzioni www. eugenius.it Il Domani °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Procedura esecutiva n. 11/05 R.G.Es. Il Giudice dell’Esecuzione, dott. Giuseppe Cava, vista la richiesta di vendita, dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: Lotto 1: Villa sita in Catanzaro Via Solferino 26 identificata in catasto al fg 83 mapp. 232 sub. 2,3,4,5, al prezzo di euro 445.297,50; fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 21.04.2009 ore 12.00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 5.000,00, l’udienza del 22.04.2009 ore 9,30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro - Procedura n. 11/05” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva; Dispone che il creditore onerato degli adempimenti pubblicitari provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano “Il domani”. Catanzaro, 17.02.2009 Il Giudice F.to Giuseppe Cava °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile II Giudice dell’ esecuzione, dott.ssa Maria Carmela Andricciola, ha pronunciato la seguente ORDINANZA nel procedimento n. 66/07 R.G.E. pendente tra BNL E DISPONE procedersi alla vendita senza incanto dei beni seguenti: lotto 1: tre locali, uno ad uso commerciale e due ad uso deposito siti in un complesso edilizio composto da due fabbricati in Catanzaro, quartiere Lido, loc. Tiriorello, in catasto 101 p.lla 812 sub. 19, 27, 42 prezzo euro 275.400,00

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato Tribunale di Catanzaro proc. n.66/07 portante un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, entro le ore 12 del giorno 29.04.2009, restando a carico del procedimento le spese di trasferimento. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 e.p.e. è fissata in data 28.04.2009. Aumento minimo in caso di gara euro 3000,00 L’aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quotidiano “Il Domani.”, nella rivista Aste e sul sito internet wWw.aste.eugenius.it almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte. Manda alla Cancelleria per guanto di competenza. °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Procedura esecutiva immobiliare n. 105/07 Il Giudice dell’esecuzione, dott. Giuseppe Cava, dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto unico “unità immobiliare in Palermiti in catasto al fg. 15 part. 476 sub. 1” al prezzo base, ridotto di 1/4, di euro 8.510,40 (si rappresenta che l’unità è inagibile; cfr. relazione dell’esperto stimatore depositata in cancelleria); fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 21.04.2009 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 1.000,00, l’udienza del 22.04.2009 ore 9,30; Dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro - n. 105/07” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello strato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva; Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per l presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet “www.aste.eugenius.it” e diffusione sul quotidiano “Il Domani”, con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile per difetto di interesse ad agire in executivis. Manda alla cancelleria di provvedere all’avviso previsto dagli artt. 490 e 570 c.p.c. Dispone che nelle suddette forme di pubblicità siano omessi l’indicazione delle generalità del debitore e di ogni altro dato personale idonea a rivelare l’identità del medesimo ovvero di soggetti terzi estranei alla procedura. Catanzaro, 4.2.2009 Il Giudice f.to Giuseppe Cava °°°°°°°°°° PRIMA SEZIONE CIVILE UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Il Giudice dell’Esecuzione, dott. Giuseppe Cava, letti gli atti della procedura esecutiva n.97/2000 R.G. Espr.; all’esito dell’udienza nella quale le parti chiedevano la vendita del compendio pignoratizio ad eccezione dei lotti già venduti; visto l’art. 569 c.p.c. e dato atto dell’avvenuto adempimento delle formalità pubblicitarie disposte e dell’avvenuto avviso agli aventi diritto della istanza di vendita.; ritenuto di dovere procedere nell’espropriazione mediante vendita senza incanto con riduzione di un quarto rispetto a quello stabilito nella precedente ordinanza e con spese di trasferimento a carico dell’aggiudicatario; letti gli artt. 570 e seg c.p.c.; dispone la vendita senza incanto, con riduzione di un quarto rispetto a quello stabilito nella precedente ordinanza e con spese di trasferimento a carico dell’aggiudicatario dei beni residui assoggettati ad espropriazione e così individuati: vedi foglio allegato* gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c.è fissata per il giorno 22 aprile 2009, alle ore 9,30; Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente, per essere ammesso alla vendita, dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno precedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenuto della domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità nonché un assegno circolare “NON TRASFERIBILE” intestato a “TRIBUNALE DI CATANZARO, proc. n. …” di importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale, oltre al 20% per presumibile importo delle spese di trasferimento. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico dell’aggiudicatario.. Si dispone a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art. 498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte di acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - sul sito internet: www. Eugenius. it.; - sul quotidiano Il Domani e sul free press “Aste”, nel mese antecedente quello della vendita; Catanzaro 4.2.2009 Il Giudice Dott. Giuseppe Cava FOGLIO ALLEGATO: - Lotto 1 - Appartamento in Borgia (CZ) censito al N.C.E.U. del Comune di Borgia alla partita 1002151, in testa a: … Proprietà per 1000/1000 in comunione legale dei beni; con i seguenti identificativi: N.C.E.U. - Comune di Borgia, Fog. 10 - P.lla 704 - Sub 3, ctg A/3, Cl 2^, vani 4,5, R.C. euro 278,89, alla Via Umberto I - Piano: 2; VALORE IMMOBILE: euro 46.688,00 (Euro quarantaseimila seicentottantotto/00). - Lotto 2 - Locale magazzino - box auto censito al N.C.E.U. del Comune di Borgia alla partita 1001291, in testa a: …, e … - Coniugi in regime di comunione legale dei beni; con i

A CURA DELLA

MEDIATAG

-

-

-

-

-

seguenti identificativi: N.C.E.U. - Comune di Borgia, Fog. 10 - p.lla 700 - Sub 4, Ctg C/2, CI 1^, Cons. 19 mq, R.C. euro 15,7, Via Solferino n. 8 - Piano: T; VALORE IMMOBILE: euro 2.406,00 (Euro duemila quattrocentosei/00) Lotto 3 - Appartamento in Borgia censito al N.C.E.U. del Comune di Borgia alla Partita n. 1002456, in testa a: … (Proprietà per 10/30); … (proprietaria per 2/3 in comunione legale dei beni); … (Usufrutto per 1/3); con i seguenti identificativi: N.C.E.U. - Comune di Borgia, Fog. 10 - P.lla 887 - Sub 2, Ctg A/4, CI 1^, Vani 3, R.C. euro 102,26, (P.12), n.1, n. 3 - Via Campanella, n. 1, n. 3; VALORE IMMOBILE: euro 20.532,00 (Euro ventimilacinquecentotrentadue/00). Lotto 6 - Immobile in Sellia Marina censito al N.C.E.U. del Comune di Sellia Marina in testa a: … (Proprietà 1000/1000 in regime di comunione legale dei beni); con i seguenti identificativi: N.C.E.U. - Comune di Sellia Marina, Fog. 17 - P.lla 442 - Sub 5, Zc 1^ Ctg A/3, CI 3^, Vani 3,5, R.C. euro 198,84, Contrada Ruggero - Piano 2; VALORE IMMOBILE: euro 17.382,00 (Euro dicessettemilatrecentottantadue/00). Lotto 7 - Immobile in Sellia Marina censito al N.C.E.U. del Comune di Sellia Marina in testa a: … (Proprietà 1000/1000 in regime di comunione legale dei beni); con i seguenti identificativi: N.C.E.U. - Comune di Sellia Marina, fog. 17 - P.lla 442 - Sub 6, Zc 1^ Ctg A/3, CI 3^, Vani 3,5, R.C. euro 198,84 - Contrada Ruggero - Piano: 2; VALORE IMMOBILE: euro 17.382,00 (Euro dicessettemilatrecentottantadue/00). Lotto 8 - Mansarda in Sellia Marina censita al N.C.E.U. del Comune di Borgia in testa a: … (Proprietà 1000/1000 in regime di comunione legale dei beni); con i seguenti identificativi: N.C.E.U. - Comune di Sellia Marina Fog. 17 - P.lla 441 - Sub 5, Zc 4, Ctg A/3, CI 2^, Vani 3,5, R.C. euro 180,76 Contrada Ruggero Piano: 2; VALORE IMMOBILE: euro 16.425,00 (Euro sedicimilaquattrocentoventicinque/00). Lotto 9 - Mansarda in Sellia Marina censita al N.C.E.U. del Comune di Borgia in testa a: … (Proprietà 1000/1000 in regime di comunione legale dei beni); con i seguenti identificativi: N.C.E.U. - Comune di Sellia Marina, fog. 17 - P.lla 441 - Sub 6, Zc 4, Ctg A/3, CI 2^, vani 3,5, R.C. euro 180,76, Contrada Ruggero - Piano: 2 VALORE IMMOBILE: euro 16.425,00 (Euro sedicimilaquattrocentoventicinque/00).

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI procedura esecutiva n°.59/1992 R.G.E. richiesta da Intesa Gestione Crediti SpA si rende noto che il giorno 22 aprile 2009 ore 12.00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al Giudice delle Esecuzioni, si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 8.109,15 per il primo lotto prezzo base: euro 13.475,14 per il secondo lotto ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare nella Cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima della data fissata per l’incanto. primo lotto: euro 810,91 per cauzione e euro 1.621,83 per spese secondo lotto: euro 1.347,51 per cauzione e euro 2.695,02 per spese l’aumento minimo da apportarsi alle offerte è di euro 633,53 per il primo e di euro 1.052,75 per il secondo lotto. L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Entro il termine di trenta giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva (quaranta giorni dalla vendita) l’aggiudicatario dovrà versare nelle forme dei depositi giudiziari il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione. Maggiori informazioni in cancelleria. ELENCO BENI IMMOBILI: PRIMO LOTTO: quota pari ad 1/3 dell’apprtamento sito in Lamezia Terme, già Nicatsro, via S. Miceli n. 20, posto al 5^ piano, composto nell’intero di vani 5.5, riportato nel NCEU del Comune di Nicastro al foglio 24, particella 744 sub 29 SECONDO LOTTO: porzione del complesso edilizio sito in Gizzeria (CZ) loc. Marinella, facente parte della palazzina n. 2, costituita dall’appartamento al piano terra rialzato lato nord-est, contraddistinto dal numero interno 14, composto da un ingresso soggiorno, una cucina, un disimpegno in cui è ricavato un angolo cottura, bagno e giardino veranda, per una superficie utile coperta di mq. 34, oltre a mq. 76 di superficie utile scoperta; accede all’appartamento il diritto di passaggio sulla strada privata che si diparte dalla SS18. Lamezia Terme, Il Cancelliere (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI procedura esecutiva n° 181/1993 R.G.E. si rende noto che il giorno 22.04.2009 ore 12.00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al Giudice delle Esecuzioni, si procederà alla vendita con incanto dei beni immobili elencati in calce alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 8.243,48 per il primo lotto ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare nelle forme dei depositi giudiziari nella Cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima della data fissata per l’incanto le seguenti somme: primo lotto: euro 10% per cauzione e euro 20% per spese l’aumento minimo da apportarsi alle offerte è di euro 516,46; l’aggiudicatario dovrà provvedere a sue cure e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Entro il termine di trenta giorni dall’avvenuta vendita l’aggiudicatario dovrà versare nelle forme dei depositi giudiziari il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione. Maggiori informazioni in cancelleria. ELENCO BENI IMMOBILI: PRIMO LOTTO: unità immobiliare in Lamezia Terme Sambiase sito alla Via Catanzaro n. 1 e n. 3 composta da un edificio di tre piani fuori terra destinato a civile abitazione; esso si compone di un vano al piano terra adibito a magazzino - legnaia, di un vano al primo piano e di un vano al sottotetto sovrastante, per una superficie coperta complessiva di mq. 68.00, oltre a mq. 2,40 di balcone ed a mq. 18 di magazzino; l’immobile è allo stato fatiscente e con tetto pericolante; è distinto al NCEU del predetto comune censuario alla partita 104, foglio di mappa 75, particelle 193 sub 1 piano terra e 193 sub 2 primo paino, cat. A6, classe terza; il piano sottotetto è stato realzizzato abusivamente ed è sanabile entro 120 giorni dalla comunicazione del Decreto di trasferimento mediante il pagamento della somma di euro 2.844,64 (pari a £. 5.508.000), già detratta dal prezzo base d’asta. Lamezia Terme lì IL CANCELLIERE (C/1) f.to Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI procedura esecutiva n° 9/1987 R.G.E. richiesta da Intesa Gestione Crediti SpA

Per informazioni 0961 996802

si rende noto che il giorno 22 aprile 2009 ore 12.00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al Giudice delle Esecuzioni, si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce, alle seguenti condizioni:prezzo base: euro 203.211,38 per il primo lotto A1 euro 48.918,95 per il secondo lotto A2 euro 53.942,72 per il terzo lotto B1 euro 87.575,54 per il quarto lotto B2 ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare nella Cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima della data fissata per l’incanto le seguenti somme: primo lotto: euro 20.321,13 per cauzione e euro 40.642,26 per spese secondo lotto: euro 4.891,89 per cauzione e euro 9.783,78 per spese terzo lotto: euro 5.394,27 per cauzione e euro 10.788,54 per spese quarto lotto: euro 8.757,55 per cauzione e euro 17.515,10 per spese l’aumento minimo da apportarsi alle offerte è di euro 15.875,89 per il primo lotto; euro 3.821,78 per il secondo lotto; euro 4.214,28 per il terzo lotto; euro 6.841,87 per il quarto lotto L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Entro il termine di sessanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva (settanta giorni dalla vendita) l’aggiudicatario dovrà versare, nelle forme dei depositi giudiziari, il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione. Maggiori informazioni in cancelleria. ELENCO BENI IMMOBILI: Lotto A1: avente una consistenza di 267,30 mq costituito dalla quota parte dei magazzini posta a quota 0,00 e -0,36 per un valore commerciale di euro 317.517,70 (£.614.000.000) circa; dal punto di vista urbanistico le difformità da imputare, rispetto al progetto assentito sono: un decremento della superficie edificata sul lato sud, una diversa distribuzione interna degli ambienti e la modifica di tutti gli infissi (porte, finestre, vetrate) in termini ubicazionale e di numero. Per tali difformità è sufficiente corrispondere un’oblazione pari a euro 1.032,91 (£.2.000.000) che è quella prevista per la “Tipologia 7” della Legge 47/85 che permette la sanatoria di tutti gli abusi non comportanti aumento ai volume aspetto a quello assentito. Lotto A2: avente una consistenza di 104,73 mq costituito dalla quota parte dei magazzini posta a quota +2,35 e +2,05 per un valore commerciale di euro 76.435,62 (£.148.000.000) circa; dal punto di vista urbanistico le difformità da imputare, rispetto al progetto assentito sono: una diversa distribuzione interna degli ambienti e la modifica di tutti gli infissi (porte, finestre, vetrate) in termini ubicazionale e di numero. Per tali difformità è sufficiente corrispondere un’oblazione pari a euro 1.032,91 (£.2.000.000) che è quella prevista per la “Tipologia 7” della Legge 47/85 che permette la sanatoria di tutti gli abusi non comportanti aumento ai volume aspetto a quello assentito. Lotto B1 - Interno 10: avente una consistenza di 132,43 mq, individuato dalla particella 897 sub 12 per un valore commerciale di euro 84.285,51 (£.163.199.500) circa; dal punto di vista urbanistico le difformità da imputare, rispetto al progetto assentito, sono: - sul lato Nord è stata realizzata una superficie non residenziale pari a m 6,80x1,50=10,20 mq rispetto a quella assentita pari a m 6,80x3,10=21,08 mq con un decremento di superficie non residenziale di 10,88 mq a cui corrisponde un pari incremento della superficie residenziale; - sul lato Sud è stato realizzato una superficie non residenziale non assentita pari a m 2,44x1,50=3,66 mq; - sul lato Ovest è stata realizzata una superficie non residenziale pari a m 4,60x1,10=5,06 mq rispetto a quella assentita pari a m 4,70x1,65=7,755 mq con un decremento di superficie non residenziale di 2,10 mq; su tale lato però è stata incrementata la superficie residenziale attraverso la realizzazione di un corpo avanzato dalle dimensioni di m 7,30x0,90=6,57 mq; - una diversa distribuzione interna degli ambienti e la modifica di tutti gli infissi (porte, finestre, vetrate) in termini ubicazionale e di numero. Per tali difformità è sufficiente corrispondere: - un’oblazione pari a euro 1.032,91 (£.2.000.000) che è quella prevista per la “Tipologia 7” della Legge 47/85 che permette la sanatoria di tutti gli abusi non comportanti aumento ai volume aspetto a quello assentito; - un’oblazione di euro 730,44 (£.1.414.329) per l’aumento della superficie residenziale e non rispetto a quelle assentite; tale importo scaturisce da un’oblazione di euro /mq 37,18 (£/mq 72.000) per come previsto dalla “Tipologia 1” della legge 47/85. Infatti nello specifico sì ha mq (10,88÷6,57+0,6 x3,66) x euro /mq37,18= euro 730,44 (£1.414.329) - un costo costruzione di euro /mcl 1,58 (£.3.050) in più edificato e quindi pari a euro /mc 1,58x52,35 = euro 82.71 (£160.149). Lotto B2 - Interno 11: avente una consistenza di 215,00 mq, individuato dalla particella 897 sub 13 per un valore commerciale di euro 136.837,42 (£.264.954.200) circa; dal punto dì vista catastale non si deve procedere ad alcuna variazione. Dal punto di vista urbanistico le difformità da imputare, rispetto al progetto assentito, sono: - sul lato Nord è stata realizzata una superficie non residenziale pari a m 4,80x1,50+11,30x1,50 = 24,15 mq rispetto a quella assentita pari a m 17,40x3,10=53,94 mq con un decremento di superficie non residenziale di 29,79 mq a cui corrisponde un pari incremento della superficie residenziale; - sul lato Est è stata realizzata una superficie non residenziale pari a 7,10x1,50=10,65 mq rispetto a quella assentita pari a m 10,90x1,50=16,35 mq con un decremento di superficie non residenziale pari a 5,70 mq; sullo stesso lato però è stata realizzata una superficie non residenziale non assentita pari a m 5,50x1,50=8,25 mq; - una diversa distribuzione interna degli ambienti e la modifica di tuffi, gli infissi (porte, finestre, vetrate) in termini ubicazionale e di numero. Per tali difformità è sufficiente corrispondere: - un’oblazione pari a euro 1.032,91 (£.2.000.000) che è quella prevista per la “Tipologia 7” della Legge 47/85 che permette la sanatoria di tutti gli abusi non comportanti aumento di volume rispetto a quello assentito; - un’ oblazione di euro 1.291,63 (£.2.500.945) per l’aumento della superficie residenziale e non rispetto a quelle assentite; tale importo scaturisce da un’oblazione di euro /mq 37,18 (£/mq 72.000) per come previsto dalla “Tipologia 1” della legge 47/85. Infatti nello specifico si ha: mq (29,79÷0,6x8,25)x euro /mq37,18 = euro 1.291,63 (£.2.500.945). - un costo costruzione di euro /mc 1,58 (£.3.050) in più edificato e quindi pari a euro /mc 1,58x89,37= euro 141,20 (£.273.401). Si precisa, altresì, che per ottenere la suddivisione tra l’interno 10 e l’interno 11 e rendere separati i due appartamenti, è necessario realizzare una parete divisoria in laterizi forati avente le dimensioni di metri 2,00x3,00 nonché le opere varie di finitura connesse e necessarie a rendere il manufatto eseguito a perfetta regola d’arte. E’ necessario, altresì, realizzare un’ulteriore parete divisoria della stessa tipologia, dalle dimensioni di metri 1,50x3,00, nell’interno 11 al fine di separare tale appartamento da quello individuato dall’interno 12. RIEPILOGO OBLAZIONI Lotto A1: euro 1.032,91 (£2.000.000)


AsteInfoappalti

43 www.aste.eugenius.it ::

Giovedì 5 Marzo 2009 Lotto A2: euro 1.032,91 Lotto B1: euro 1.846,06 Lotto B2: euro 2.465,74 Lamezia Terme lì

(£2.000.000) (£.3.574.471) (£.4.774.338) IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi

°°°°°°°°°° N. 70/1997 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO DOTTOR GIANLUCA PERRELLA Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURA ESECUTIVA DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella procedura esecutiva N. 70/97 R.E. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 18/04/2007 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c. a seguito di istanza di vendita formulata dal creditore procedente Banca di Credito Coop.di Curinga e Lametino; Considerato che sono andati deserti i precedenti esperimenti d’asta e che quindi non appare opportuno ridurre ulteriormente il prezzo base; Visto l’art. 569 c.p.c. AVVISA che in data 27 aprile 2009 alle ore 11,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto dei seguenti immobili: LOTTO N. 1: Quota di comproprietà, pari a 2/18 (due diciottesimi) dell’intero dell’appezzamento di terreno posto nel Comune di Lamezia Terme, sezione Sambiase (Catanzaro), località “Canneto-Chianta”, nel suo intero di circa Ha.3.21.80 (ettari tre, are ventuno e centiare ottanta); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Lamezia Terme, sezione Sambiase (Catanzaro), con le indicazioni: • foglio di mappa 77: - particella 51, uliveto di classe 2, are 14.90, rend.dom: euro 8,46, rend. Agr. euro 5,39; - particella 98, uliveto di classe 3, ha. 1.87.00, rend.dom: euro 62,78, rend. Agr. euro 57,95; - particella 128, vigneto di classe 2, are 19.10,rend.dom: euro 24,66, rend. Agr. euro 9,86; - particella 295, seminativo di classe 2, are 38.90, rend.dom: euro 14,06, rend. Agr. euro 4,02; - particella 296, seminativo di classe 3, are 61.90, rend.dom: euro 15,98, rend. Agr. euro 4,80. In base al Piano Regolatore Generale del Comune di Lamezia Terme, il sopra descritto terreno ha le seguenti prescrizioni: “SOTTOZONA FV” “area urbana per la fruizione collettiva” della quale è prevista la sistemazione a giardini autonomi, prevalentemente alberati dotati di attrezzature per il gioco dei bambini e dei ragazzi. Prezzo Base euro 9.000,00 (euro novemila virgola zero zero). Cauzione euro 900,00 (euro novecento virgola zero zero). Aumento minimo euro 450,00 (euro quattrocentocinquanta virgola zero zero). LOTTO N. 2: Quota di comproprietà, pari a 2/18 (due diciottesimi) dell’intero dell’appezzamento di terreno posto nel Comune di Lamezia Terme, Nicastro (Catanzaro), località “Guerrieri”, nel suo intero di circa are 97.90 (are novantasette e centiare novanta); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Lamezia Terme, sezione Nicastro, al • foglio di mappa 8: - particella 208, seminativo di classe 4, are 67.40, rend.dom: euro 6,96, rend. Agr. euro 3,83; - particella 212, pascolo di classe 2, di are 25.90, rend.dom: euro 2,14, rend. Agr. euro 1,07; - particella 254, pascolo di classe 2, di are 04.60, rend.dom: euro 0,38, rend. Agr. euro 0,19. In base al Piano Regolatore Generale del Comune di Lamezia Terme, il sopra descritto terreno ha le seguenti prescrizioni: “SOTTOZONA FV” “area urbana per la fruizione collettiva” della quale è prevista la sistemazione a giardini autonomi, prevalentemente alberati dotati di attrezzature per il gioco dei bambini e dei ragazzi. Prezzo Base euro 3.000,00 (euro tremila virgola zero zero). Cauzione euro 300,00 (euro trecento virgola zero zero). Aumento minimo euro 150,00 (euro centocinquanta virgola zero zero). LOTTO N. 3: Piena proprietà degli immobili posti in Comune di Lamezia Terme. Sezione Sambiase (Catanzaro) alla località “Canneto”, e precisamente: - intero fabbricato per civile abitazione a tre piani fuori terra oltre a mansarda e piano scantinato, non annesso circostante terreno. Il fabbricato è costituito da un locale magazzino e da n. 3 appartamenti di cui uno sviluppantesi su due piani (piano 2° e mansarda) ed è riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Lamezia Terme, sezione censuaria di Sambiase (Catanzaro), con le indicazioni: • foglio di mappa 77: particelle - 144/sub. 2, Contrada Canneto n.80, piano S, zona censuaria 1, cat. C/2, classe 2, consistenza mq. 42, rend cat. euro 58,57; 144/sub. 3-6 (già particella 144/sub.3), Contrada Canneto, piano S-T, zona censuaria 1, cat. A/3, classe 3°, vani 7,5, rend cat. euro 484,18; 144/sub. 4, contrada Canneto, piano 1°, zona censuaria 1, in corso di costruzione. 144, sub. 5, contrada Canneto, piano 2-3, zona censuaria 1, in corso di costruzione. Il descritto fabbricato insiste sul terreno già rappresentato nel corrispondente Catasto Terreni del Comune di Lamezia Terme, sezione Sambiase, con le indicazioni: foglio di mappa 77, particella 144, ente urbano di are 2.08. Il terreno annesso al descritto fabbricato si identifica nel corrispondente Catasto Terreni del Comune di Lamezia Terme, sezione Sambiase, con le indicazioni: • foglio di mappa 77, particella:145, uliveto cl.2°, Ha.1.17.02, rend. dom. euro 66.58, rend agr. euro 42,31. In base al Piano Regolatore Generale del Comune di Lamezia Terme, il sopra descritto terreno ha le seguenti prescrizioni: “SOTTOZONA FV” “area urbana per la fruizione collettiva” della quale è prevista la sistemazione a giardini autonomi, prevalentemente alberati dotati di attrezzature per il gioco dei bambini e dei ragazzi. Prezzo Base euro 225.000,00 (euro duecentoventicinquemila virgola zero zero). Cauzione euro 22.500,00 (euro ventiduemila cinquecento virgola zero zero). Aumento minimo euro 11.250,00 (euro undicimila duecentocinquanta virgola zero zero). LOTTO N. 4: Quota di comproprietà pari a 2/15 (due/quindicesimi) dell’intero dell’appezzamento di terreno sito nel Comune di Lamezia Terme, sezione Sambiase (Catanzaro), località “Chianta”, nel suo intero di are 37.00 (are trentasette e centiare zero); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Lamezia Terme, sezione censuaria di Sambiase (Catanzaro), con le indicazioni: • foglio di mappa 84, particelle 42, uliveto di classe 1, are 17.60, redd.dom- euro 13,18, redd.agr. euro 6,82; 189, uliveto di classe 1, are 19.40, redd.dom- euro 14,53, redd.agr. euro 7,51; In base al Piano Regolatore Generale del Comune di Lamezia Terme, il sopra descritto terreno ha le seguenti prescrizioni: “ZONA FS” “area urbana ad organizzazione morfologica specialistica per la fruizione collettiva a prevalenza di strutture edificate da realizzare mediante nuovo impianto. Prezzo Base euro 3.975,00 (euro tremila novecentoset-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

tantacinque virgola zero zero). Cauzione euro 397,50 (euro trecentonovantasette virgola cinquanta). Aumento minimo euro 198,75 (euro centonovantotto virgola settantacinque). LOTTO N. 5: Quota di comproprietà, pari a 2/30 (due/trentesimi) dell’intero dell’appezzamento di terreno sito nel Comune di Lamezia Terme, Sambiase (Catanzaro), località “Canneto”, nel suo intero di Ha.1.83.45 (ettari uno are ottantatre e centiare quarantacinque); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Lamezia Terme, sezione censuaria di Sambiase (Catanzaro), con le indicazioni: • foglio di mappa 77, particelle 130, pascolo di classe 1, ha. 1.18.70, redd.dom. euro 9,20, redd. agr. euro 6,13; 146, seminativo di classe 3, are 64.75, redd.dom. euro 16,72, redd. agr. euro 5,02; In base al Piano Regolatore Generale del Comune di Lamezia Terme, il sopra descritto terreno ha le seguenti prescrizioni: “SOTTOZONA FV” “area urbana per la fruizione collettiva” della quale è prevista la sistemazione a giardini autonomi, prevalentemente alberati dotati di attrezzature per il gioco dei bambini e dei ragazzi. Prezzo Base euro 3.750,00 (euro tremila settecentocinquanta virgola zero zero). Cauzione euro 375,00 (euro trecentosettantacinque virgola zero zero). Aumento minimo euro 187,50 (euro centotottantasette virgola cinquanta). LOTTO N. 6: Piena proprietà dell’appezzamento di terreno, con entrostante fabbricato rurale, sito nel Comune di Lamezia Terme, Sambiase (Catanzaro), località “Chianta”, nel suo intero di circa are 35.20 (are trentacinque e centiare venti); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Lamezia Terme, sezione censuaria di Sambiase (Catanzaro), con le indicazioni: • foglio di mappa 77, particelle 142, fabbricato rurale, di are 0.60; 143, vigneto di classe 2, di are 6.10, redd.dom. euro 7,88, redd.agr. euro 3,15; 699 (già 141/b), uliveto di classe 2, are 19.70, redd.dom. euro 11,19, redd.agr. euro 7,12; 700 (già 346/b), uliveto di classe 1, are 08.80, redd.dom. euro 6,59, redd.agr. euro 3,41;. In base al Piano Regolatore Generale del Comune di Lamezia Terme, il sopra descritto terreno ha le seguenti prescrizioni: “SOTTOZONA FV” “area urbana per la fruizione collettiva” della quale è prevista la sistemazione a giardini autonomi, prevalentemente alberati dotati di attrezzature per il gioco dei bambini e dei ragazzi. Prezzo Base euro 10.500,00 (euro diecimilacinquecento virgola zero zero). Cauzione euro 1.050,00 (euro millezerocinquanta virgola zero zero). Aumento minimo euro 525,00 (euro cinquecentoventicinque virgola zero zero). LOTTO N. 7: Piena proprietà dell’appezzamento di terreno, sito nel Comune di Lamezia Terme, S.Eufemia Lamezia (Catanzaro), località “Varrà”, nel suo intero di circa are 28.60 (are ventotto e centiare sessanta); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Lamezia Terme, sezione censuaria di S.Eufemia Lamezia (Catanzaro), con le indicazioni: • foglio di mappa 26, particella 222, semin. Irrig. di classe 2, are 28.60, redd.dom. euro 11,08, redd.agr. euro 3,69. In base al Piano Regolatore Generale del Comune di Lamezia Terme, il sopra descritto terreno ha le seguenti prescrizioni: “AREA AGRICOLA DI RISERVA” Prezzo Base euro 4.500,00 (euro quattromila cinquecento virgola zero zero). Cauzione euro 450,00 (euro quattrocentocinquanta virgola zero zero). Aumento minimo euro 225,00 (euro duecentoventicinque virgola zero zero). - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto ing. Pasqualino Nicotera da Lamezia Terme, che può essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile presso i locali dell’Associazione mentre l’ordinanza è consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e sul quotidiano “ Il Domani” della Calabria. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 23 febbraio 2009 il notaio delegato f.to dottor Gianluca Perrella CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12.00 del giorno 22 aprile 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta. Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione. L’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per

A CURA DELLA

MEDIATAG

la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del Giudice Tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del Registro delle Imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. - nel caso in cui l’offerente fosse interessato all’acquisto di uno solo, indifferentemente, tra più lotti di beni simili (es. box) posti in vendita dalla medesima procedura in una stessa udienza, potrà fare offerta valida per più lotti, dichiarando di volerne acquistare però uno solo. In tal caso, se si renderà aggiudicatario di uno dei lotti, non sarà obbligato all’acquisto dei lotti successivi. All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese; L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. L’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale; In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario; che se occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione dell’immobile sarà effettuata a cura del custode giudiziario ove nominato. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l’aggiudicazione dovrà essere versata nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato a me sottoscritto Notaio quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI procedura esecutiva n° 1/1997 R.G.E. Richiesta da MPS SPA si rende noto che il giorno 22.04.2009 alle ore 12.00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al Giudice delle Esecuzioni, si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 18.000,00 per il primo lotto euro 17.600,00 per il secondo lotto euro 2.000,00 per il terzo lotto euro 2.000,00 per il quarto lotto Ogni concorrente per essere ammesso all’incamto, dovrà depositare nelle forme dei depositi Giudiziari nella cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima della data fissata per l’incanto, il 10% del prezzo base d’asta a titolo di cauzione, nonché altro 20% a titolo di deposito per il presumibile importo delle spese di trasferimento. L’aumento minimo da apportare all’offerta è, sin d’ora, fissato nella misura del 5% del prezzo base d’asta. L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Entro il termine di sessanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva (settanta giorni dalla vendita) l’aggiudicatario dovrà versare, nelle forme dei depositi giudiziari, il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione. Maggiori informazioni in Cancelleria ELENCO BENI IMMOBILI: PRIMO LOTTO: appartamento al secondo piano fuori terra di un fabbricato di maggiore consistenza, sito in Lamezia Terme, Loc. Ginepri, interno 9, scala “D”, individuato in

Per informazioni 0961 996802

N.C.E.U. al foglio 23, part. 289, sub 50, in corso di costruzione. SECONDO LOTTO: appartamento al secondo piano fuori terra di un fabbricato di maggiore consistenza, sito in Lamezia Terme, Loc. Ginepri, interno 10, scala “D”, individuato in N.C.E.U. al foglio 23, part. 289, sub 52, in corso di costruzione. TERZO LOTTO: posto auto al piano seminterrato di un fabbricato di maggiore consistenza, sito in Lamezia Terme, Loc. Ginepri, individuato in N.C.E.U. al foglio 23, part. 289, sub 161. QUARTO LOTTO: posto auto al piano seminterrato di un fabbricato di maggiore consistenza, sito in Lamezia Terme, Loc. Ginepri, individuato in N.C.E.U. al foglio 23, part. 289, sub 162. Lamezia Terme, IL CANCELLIERE (C/1) f.to Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI procedura esecutiva n°.19/1992 R.G.E. richiesta da MPS SpA si rende noto che il giorno 22.04.2009 ore 12.00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al Giudice delle Esecuzioni, si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 37.187,52 per il primo lotto prezzo base: euro 1.507,22 per il secondo lotto ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare nelle forme dei depositi giudiziari nella Cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima della data fissata per l’incanto le seguenti somme: primo lotto: euro 10% per cauzione e euro 20% per spese secondo lotto: euro 10% per cauzione e euro 20% per spese l’aumento minimo da apportarsi alle offerte è di euro 1.032,91 per il primo lotto e di euro 154,94 per il secondo lotto; l’aggiudicatario dovrà provvedere a sue cure e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Entro il termine di trenta giorni dall’avvenuta vendita l’aggiudicatario dovrà versare nelle forme dei depositi giudiziari il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione. Maggiori informazioni in cancelleria. ELENCO BENI IMMOBILI: PRIMO LOTTO: terreno avente superficie catastale di are 3.60, identificato alla particella 265 (ex 265/a) del foglio di mappa 26 dell’ex Comune di Nicastro, sul quale insiste il fabbricato sito nel comune di Lamezia Terme, c.da Scinà n. 97, attualmente non accatastato. Esso è composto, al piano terra da un ingresso con scala, cucina - soggiorno, bagno, ripostiglio, terrazzo coperto e garage (non rifinito); al primo piano salotto, tre stanze da letto, bagno e cucina; annessa al fabbricato vi è una piccola porzione di terreno avente una superficie catastale di centiare 3.00 riportata in catasto terreni alla particella 492 (ex 43/b) al foglio di mappa 26 dell’ex comune di Nicastro. La superficie lorda dell’abitazione (piano terra e primo piano) è di circa 202 mq.; del terrazzo e de balconi di circa 30 mq. e del magazzino di circa 22 mq. L’edificio non è conforme alla vigente normativa urbanistica ed è sanabile mediante il pagamento della somma di £.8.365.000 circa (pari ad euro 4.320,16 circa), già detratta dal prezzo base d’asta entro 120 giorni dalla notifica del Decreto di trasferimento. SECONDO LOTTO: terreno sito nel comune di Lamezia Terme, loc. Ciambrisi, identificato catastalmente nel comune censorio di Lamezia Terme sez. Nicastro, riportato al foglio di mappa n. 67, p.lla 543 (ex 295/b) esteso are 9.60, censito come seminativo irriguo, attualmente è incolto. Nel piano regolatore generale attualmente adottato ricade in “zona ad uso agricolo”, nel piano di fabbricazione risulta ricadere in zona territoriale omogenea con destinazione urbanistica. Lamezia Terme lì IL CANCELLIERE (C/1) f.to Bruna Bernardi °°°°°°°°°° N. 59/2003 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR SEBASTIANO PANZARELLA Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva n.59/2003 proposta da “BANCA ANTONIANA POPOLARE VENETA S.p.A.” Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 19 aprile 2007 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; Considerato che non appare opportuno ridurre ulteriormente il prezzo base; Visto l’art. 569 c.p.c AVVISA che in data 28 aprile 2009 alle ore 11,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto del seguente immobile: LOTTO UNICO: In territorio del comune di Nocera Terinese alla località “Marina de Luca”, porzione immobiliare facente parte del fabbricato condominiale avente accesso dalla S.S. 18, n° 36/B, e precisamente l’appartamento per civile abitazione ubicato al piano primo, distinto con il numero int. 2 (due), composto da vani catastali quattro e mezzo; riportato nel corrispondente Catasto Fabbricati con le indicazioni: • foglio di mappa n. 45, particella 124/sub. 3, Contrada Marina de Luca, piano 1°, int.2, cat.A/3, cl.2°, vani 4,5, rend. cat. euro 232,41. PREZZO BASE: euro 50.062,50 (Euro Cinquantamila zero sessantadue virgola cinquanta) CAUZIONE: euro 5.006,25 (euro cinquemila zero zero sei virgola venticinque) AUMENTO MINIMO: euro 2.503,13 (euro duemila cinquecentotre virgola tredici) - L’immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - Il bene di cui sopra è meglio descritto nella relazione di stima a firma dell’esperto architetto Maria Rosa Sorrentino, che può essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti”del mese antecedente la vendita e sul quotidiano “Il Domani” della Calabria. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima,


44 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT CATANZARO Si è svolto presso la palestra Coni, il Campionato Regionale di serie C di ginnastica ritmica

Piccole stelle alla Kines GINNASTICA

La società sportiva locale si è aggiudicata il 1°e il 3°posto della graduatoria finale

CATANZARO — Si è svolto a Catanzaro,

domenica 22 febbraio 2009, presso la palestra Coni, il Campionato Regionale di serie C di ginnastica ritmica. Di fronte ad una eccezionale cornice di pubblico, degna delle migliori occasioni, si sono fronteggiate le migliori compagini calabresi di questa disciplina sportiva. La Società Sportiva Kines di Catanzaro, rispettando la tradizione, ormai consolidata, di leader in Calabria ha vinto la competizione aggiudicandosi, oltre che il primo posto, anche il 3° posto nella graduatoria finale con un’altra rappresentativa di giovanissime atlete. Al posto d’onore si è classificata la squadra delle ginnaste della Società Kolbe di Palmi (Rc). La squadra vittoriosa è stata rappresentata, nel parterre di gara, dalle ginnaste: Canino Fabiana, Gentile Grazia, Pupa Annamaria e Rotella Ivana. L’altra squadra della Società Kines classificatasi al terzo posto, è stata rappresentata dalle atlete: Di Leo, Molinaro e Stella. La competizione non ha avuto storia e le atlete della Kines hanno avuto la meglio su tutte le altre formazioni, grazie all’impegno, alla bravura ed alla determinazione delle proprie ginnaste. Un lavoro lungo e meticoloso, condotto sapientemente, ormai da mesi, dal tecnico federale Natalya Mylnikova che, con molta perizia sta portando le ginnaste della Società Kines a primeggiare in territorio calabrese ma, nel contempo, a farsi rispettare anche in competizioni più difficili quali i vari Campionati Interregionali e Nazionali sia nello sport di squadra che nelle

A Reggio Calabria il 1° trofeo Challenger “Bronzi di Riace”

Le ginnaste Kines sul podio

gare individuali. La concentrazione delle ginnaste è stata determinante per il loro successo. Il pubblico ha potuto apprezzare ed applaudire le esibizioni di gruppo e le esibizioni individuali a corpo libero, con le clavette, con il nastro, con il cerchio e con la palla. Bravissime le tre ginnaste che hanno dimostrato di avere innate doti di eleganza, producendosi in esercizi difficoltosi dove, le loro capacità acrobatiche si sono magicamente integrate con le specificità coreografi-

che richieste dal regolamento. Il prossimo impegno, sicuramente più difficile, sarà la competizione interregionale che si terrà a Catania nel mese di marzo. Giustamente soddisfatto il Presidente del sodalizio catanzarese, Antonio Cristiano, che, con questa ulteriore affermazione, sta ricreando, unitamente allo staff tecnico e dirigenziale, le migliori condizioni per portare la Kines di Catanzaro, nuovamente ai vertici della ginnastica che conta.

REGGIO CALABRIA — Il Circolo Nautico Reggio ha organizzato il “1° Trofeo Challenger Bronzi di Riace”. Si svolgerà nelle acque antistanti il “Lungomare Falcomatà” di Reggio Calabria con inizio previsto per le ore 10 del 22 marzo prossimo. Partenza ed arrivo saranno disposti nel tratto di mare prospicente l’Arena “Ciccio Franco”, ed il percorso permetterà, grazie a dei "cancelli" (passaggi obbligati), posti in prossimità di Calamizzi e del Golfo di Pellaro, di essere perfettamente fruibile dal grande pubblico. La regata è "open" cioè aperta ad imbarcazioni d'altura e di mini altura, consentendo così la partecipazione ad un folto numero di partecipanti e la costituzione di una nutrita flotta che aggiungerà spettacolo allo spettacolo. La formula di questa prima edizione è però più articolata rispetto alla singola gara; il vincitore, infatti, non potrà conservare il trofeo, che verrà definitivamente aggiudicato solo dopo aver vinto per tre an-

ni la regata, sulla falsa riga della ben nota Coppa Rimet. Altra rilevante iniziativa è quella che "obbligherà" gli equipaggi ad ospitare un allievo della scuola vela, clausola del regolamento questa, che evidenzia la grande voglia di condividere questo importante evento e di trasformarlo in un volano che possa collegare l'attività turistica, quella agonistica ed il grande serbatoio costituito dai giovani timonieri che da pochi anni si confrontano col meraviglioso mondo della vela. La giornata sportiva sarà seguita da un'altrettanto ricca premiazione che si terrà, senza soluzione di continuità, dopo gli arrivi delle imbarcazioni, presso i confortevoli ed accoglienti locali del Circolo Nautico Reggio in via Naz. le Pentimele n 14, nel corso di un variegato "buffet-cena" con musica dal vivo ed una grande voglia di raccontarsi una meravigliosa giornata di sport ed aggregazione. r. s.

AsteInfoappalti www.aste.eugenius.it :: personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 17 febbraio 2009 il notaio delegato dottor Sebastiano Panzarella CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Le offerte di acquisto dovranno essere presentate entro le ore 12,00 del giorno 23 aprile 2009, busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta; Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione. L’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno cir-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

colare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese. L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime SpA, San Paolo IMI-Banco di Napoli SpA, Banca Popolare di Crotone, Banca Monte dei Paschi di Siena SpA, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario; ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme.

A CURA DELLA

MEDIATAG

OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l’aggiudicazione dovrà essere versta nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. TRIBUNALE CIVILE DI PAOLA AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE Il Cancelliere sottoscritto rende noto che il Giudice dell’esecuzione dott.ssa Brunella Converso nella procedura esecutiva N.323/94 R.E.I. promossa da Intesa Gestione Crediti Spa ha ordinato la vendita all’incanto, in due lotti, per il giorno 21/04/2009 alle ore 12,00 dinanzi a sè, nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, del seguente bene immobile, oggetto del pignoramento de quo e nello stato di fatto e diritto in cui si trova e per come meglio descritto dalla consulenza tecnica estimativa in atti: I N B E LVE DE R E M. MO LOC .P IANO LA D ON NA E PIÙ PRECISAMENTE: Lotto N.1:Terreni riportati nel NCT del Comune di Belvedere M.mo al fol.4 p.lla 511 con superficie di mq. 520, p.lla 524 con superficie di mq. 600; Prezzo base d’asta euro 6.307,84 (seimilatrecentosette/84) Lotto N.2: Terreno riportato nel NCT del Comune di Belvedere M.mo al foglio 5, p.lla 136 con superficie di mq.2.100,00; Prezzo base d’asta euro 9.461,76 (novemilaquattrocentosessantuno/76). Le condizioni di vendita sono le seguenti: Ogni offerente dovrà presentare domanda di partecipazione in bollo (completa dei propri dati anagrafici e fiscali);e dovrà prestare cauzione pari al 30% del prezzo base (così distinto: 10% a titolo di cauzione, 20% a titolo di spese presuntive di vendita) mediante assegni circolari trasferibili (emessi da istituti bancari su Paola) intestati agli stessi offerenti, da depositare nella

Per informazioni 0961 996802

Cancelelria Esecuzioni Immobiliari entro le ore 13,00 del giorno precedente la vendita. Nel corso della gara la misura minima dell’aumento da apportarsi alle offerte sarà di: - euro 100,00 (cento/00) per il lotto n.1; - euro 200,00 (duecento/00) per il lotto n.2; con obbligo di rilancio sul prezzo base. Il prezzo di aggiudicazione dovrà essere versato, previa deduzione della cauzione, entro trenta giorni dalla provvisoria aggiudicazione, nelle forme dei depositi e prestiti giudiziari delle PP.TT. di Paola, intestato a se stesso e vincolato all’ordine del G.E.; In caso di inadempimento il medesimo sarà dichiarato decaduto dal diritto, con perdita della cauzione a titolo di multa salva l’eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell’art.587 c.p.c., Ai sensi dell’art.580 c.p.c. all’offerente che non divenga aggiudicatario saranno restituite le somme depositate a titolo di cauzione e spese; Tutte le spese relative alla vendita, comprese le imposte e tasse, inerenti al passaggio di proprietà, sono a carico dell’aggiudicatario. Paola,08/01/09. Il cancelliere B3 s. (Dr.Carlo Sbano) TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA Estratto per pubblicazione Reg. Gen. 38/95 Procedura di espropriazione immobiliare promossa da I.G.C Estratto di ordinanza di vendita per pubblicazione ex art. 490 c.p.C, Si rende noto che il giudice dell’esecuzione ha disposto di procedersi alla vendita dei seguenti beni immobili: 1) LOTTO UNICO: Diritto reale di proprietà sull’appartamento per civile abitazone sito in Serra San Bruno localìtà La Prisa al terzo piano, quarto fuori terra interno 9 composto da ingresso corridoio due camere da letto, soggiorno, cucina. e bagno, oltre due terrazzi e due pertinenze poste sullo steso piano e adibite deposito di mq 116,53 lordi, netti mq 95,87, oltre due terrazzi di mq. 27,01. In catasto al fg 4 p.lla 584 sub 13 çat A/3 Prezzo a base d’asta euro 15.330,95 STABILISCE per la vendita con incanto l’udienza del 28 aprile 2009 con le seguenti modalità: le offerte in aumento non possono essere inferiorei ad euro 774,63 ciascun offerente dovrà depositare, entro le ore undici del giorno precedente la vendita unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto un somma pari al 20% del prezzo base di cui il 10% a titolo di cauzione el il 10% per presumibili spese di vendita, mediante deposito su libretto bancario inestato alla procedura. entro 60 giorni dall’aggiudicazione definitiva l’aggiudicatario dovrà depositare il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo della cauzione, su libretto ordinario di risparmio vincolato al G.E. o se ne ricorrono i presupposti dovrà avvenire, previa autorizzazione del G.E. direttamente a favore dell’Istituto di Credito Fondiario Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del tribunale Vibo Valentia 19 novembre 2008 Il Cancelliere


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 45

SPORT OR. S. FRANCESCO CATANZARESE

2 4

Marcatori: I tempo: 10’ Romano, 16’ Corea; II tempo: 12’, 25’ Lanciano, 16’ Alessio, 29’ D’Elia. Oratorio San Francesco: Madia, Atteritano, Alessio, Cordua, Romano, Cordilla, Mannarino, Oliviero. All. Federico. Catanzarese: Patruno, Lanciano, Cipparrone, Mardente, Voci, Corea, Carnevali, Bruni, Virgolino, D’Elia. All. D’Elia / Lanciano. Arbitri: Alessi di Taurianova e Colistra di Vibo Valentia. Note: Ammonito: Cordilla (Oratorio San Francesco). SAN GIOVANNI IN FIORE — Grazie ad un magistrale secondo tempo, la Catanzarese Stefano Gallo espugna il terreno dell’Oratorio San Francesco, conquistando tre punti pesantissimi per la classifica, che vede appunto la formazione giallorossa al primo posto della graduatoria. A cinque giornate dal termine, i conti in casa catanzarese incominciano a quadrare; certamente ci sarà da lottare ancora e non poco, ma Mardente e compagni hanno dimostrato tutta la loro compattezza per puntare al salto di categoria. Ritornando al match, dopo avere chiuso la prima frazione di gioco in parità, la Catanzarese, grazie soprattutto alla prestazione di Lanciano, che ha dimostrato ancora una volta di essere davvero il leader di questa squadra, ha nel secondo tempo macinato gioco, imponendo alla gara ritmi vertiginosi che hanno messo in chiara difficoltà i locali, comunque degni di elogio per il loro agonismo, oltre che per alcune ottime giocate di Romano, il migliore per la prima formazione. Cronaca. La prima vera e propria azione di gioco del catanzarese Mardente, che, in velocità, serviva un diagonale al compa-

S. G. ROSARNO ATLETICO P.

9 7

Marcatori: I tempo: 5’, 9’ Celia, 10’ Cacia, 11’, 21’ Fazzari D., 17’, 31’ Cannizzaro A., 20’ Quaranta, 12’ Ambrosio, 25’ Zurlo; II tempo: 20’ Quaranta, 24’ Cannizzaro A., 25’, 30’ Celia, 31’, 33’ Fazzari D. San Giuseppe Rosarno: Pileio, Versace, Valenzisi, Quaranta, Fazzari D., Varone, Oppedisano, Cannizzaro A., Porretta, Tortora. All. Cannizzaro A. Atletico Panarea: Scerbo (1’ s. t. De Santis A.), Critelli, Scozzafava N., Scozzafava A., De Santis G., Ambrosio, Pastori, Zurlo, Cacia, Trapasso. All. Rotundo. Arbitri: Prisma di Crotone e Rose di Cosenza. ROSARNO — L’Atletico Panarea ritorna a casa con una sconfitta condizionata da una serie di fattori. Una sconfitta che allontana inesorabilmente dalla testa della classifica la formazione allenata da Toni Rotundo, che ora dovrà recuperare ben cinque punti alla capolista Catanzarese Stefano Gallo, che, a sole cinque giornate dalla fine del campionato, risultano essere un gap troppo ampio per pensare di poterlo colmare. Non rimane, quindi, nient’altro da fare che impegnarsi al massimo per centrare un posto nei play off, cercando di occupare la migliore posizione possibile nella griglia delle contendenti. Quanto alla gara, la stessa inizia, inevitabilmente, a ritmi molto alti da entrambe le squadre, per via delle ridotte dimensioni del campo di gioco. Numerose le azioni da rete da una parte e dall’altra, ma al 5’ ci pensa Celia a portare in vantaggio i suoi: gran tiro dalla distanza e palla sotto la traversa. Passano appena quattro minuti ed è ancora Celia a correggere in rete una corta respinta del portiere Pileio, su precedente tiro di Pastori. Nemmeno il tempo di mettere palla al centro e Cacia ru-

CALCIO A 5 - SERIE C1/M Sul terreno dell’Oratorio San Francesco, conquistati tre punti pesanti per la classifica

La Catanzarese al primo posto Un incontro concluso positivamente grazie ad un magistrale secondo tempo gno di squadra Voci, la cui conclusione finiva sul palo. Erano comunque i padroni di casa a portarsi in vantaggio al minuto 10 per merito di Romano, che batteva l’estremo difensore ospite Patruno con un forte angolato tiro da fuori area. La reazione dei catanzaresi si concretizzava, alcuni minuti dopo, con il pareggio, che portava la firma di Corea, veloce a chiudere di piatto un invito in diagonale di Lanciano. Nulla di importante da segnalare fino al termine dei primi trenta minuti di gioco, se non una conclusione del solito Mardente, neutralizzata da Madia. Ripresa, senza dubbio, più determinata e ricca di spunti di gioco, alcuni dei quali davvero pregevoli. Al 5’ Lanciano (bravo nella fase difensiva, altrettanto in quella offensiva) trovava sulla sua strada un grande Madia, che si superava, spedendo in calcio d’angolo una conclusione da distanza ravvicinata. Nulla poteva, però, l’estremo difensore silano al 12’, sul tiro angolato dello stesso Lanciano, scagliato da posizione decentrale. Non ci stavano i padroni di casa, che si riportavano in avanti con Romano, alla cui conclusione si opponeva il sempre attento portiere giallorosso Patruno. Al minuto 16’ l’Oratorio San Francesco portava il risultato sul due a due; a realizzare la rete del momentaneo pa-

reggio Alessio, a conclusione di una azione di Romano, che pescava in diagonale il compagno di squadra, lesto a mettere la palla in fondo al sacco della porta catanzarese. La rete locale scuoteva gli ospiti catanzaresi, che prendevano il pallino del gioco, senza più mollarlo. Iniziava così l’assalto giallorosso alla porta silana, con i vari Voci, Corea e Cipparrone, i cui tiri si perdevano di poco a lato. Centrava invece la porta al 25’ Lanciano, con un imprendibile tiro libero, che s’infilava alla sinistra del portiere locale, un tiro libero concesso per un fallo (il sesto) di Atteritano su Corea. I conti li chiudeva, in ogni caso, al 29’ D’Elia, da due minuti entrato sul terreno di gioco. Su lancio con le mani del portiere Patruno, il giocatore –co- allenatore, spalle alla porta, si girava colpendo la sfera al volo, che finiva, tra gli applausi del pubblico presente sugli spalti, nell’angolo, alla sinistra del portiere Madia. Un degno finale per una gara giocata all’insegna dell’agonismo, ma corretta al massimo per tutto l’arco della stessa. «Un incontro importante per la nostra classifica – ha sintetizzato a fine gara il direttore generale Rino Valentino -, dalla quale la squadra dovrà trarre nuovi stimoli per un finale che si preannuncia al cardiopalma». Mario Mirabello

Sconfitto, sul campo del San Giuseppe Rosarno, il quintetto di Rotundo

L’Atletico pensa ai playoff ba palla sulla linea di metà campo, s’invola tutto solo verso la porta avversaria per poi depositare in rete la palla del tre a zero. I padroni di casa, sospinti da un numeroso e rumoroso pubblico, provano a reagire ed infatti all’11’ accorciano le distanze con Fazzari D. che, dopo un batti e ribatti un area avversaria, trova lo spiraglio giusto per andare a segno. Gli ospiti, però, sembrano non accusare il colpo e ristabiliscono immediatamente le distanze: questa volta è Ambrosio a scaricare in porta un potente destro sul quale nulla può il bravo Pileio. Tutto sembra andare per il verso giusto agli uomini di mister Rotundo ed invece d’un tratto la squadra cambia repentinamente atteggiamento, divenendo fin troppo rinunciataria e vulnerabile. Ne approfittano i padroni di casa, ristabilendo, in soli tre minuti, (dal 17 al 20’), la parità, grazie alla reti di Cannizzaro A., con un tiro molto angolato dal limite dell’area, di Quaranta ed ancora di Fazzari D., lasciati inspiegabilmente soli al centro dell’area. Al 25’, però, Celia e compagni hanno uno scatto d’orgoglio e riescono a riportarsi in vantaggio con Zurlo, che deposita in rete dopo aver saltato in dribbling il portiere avversario. Al 30’ accade un episodio alquanto strano: il portiere Scerbo rilancia lungo con le mani in direzione di Zurlo, appostato al limite dell’area avversaria, che colpisce la palla di testa quel tanto che basta per beffare il portiere avversario proteso in una goffa uscita. L’arbitro fischia, gli ospiti esultano, ma qualche secondo dopo ci si accorge che lo stesso arbitro aveva fischiato un fallo (presunta gomitata) di Zurlo nei confronti dello stesso portiere. Sesto fallo e tiro libero che Canniz-

zaro A. trasforma per il cinque pari. Nel secondo tempo le squadre viaggiano su un binario di sostanziale equilibrio per circa venti minuti, creando, entrambe, azioni pericolose, prontamente sventate dai due portieri Pileio e De Santis A., quest’ultimo subentrato ad inizio ripresa al collega Scerbo. Al 20’ si rompono gli equilibri, con il San Giuseppe Rosarno che passa in vantaggio con il giovane Quaranta che, dalla lunga distanza, lascia partire un fendente che termina la sua corsa sotto l’incrocio dei pali alla sinistra di De Santis A., rimasto immobile nella circostanza. Al 24’, Cannizzaro A. sigla, con un gran tiro, la rete del doppio vantaggio rosarnese, che sembra chiudere i giochi, quando, invece si riaccende la voglia dei catanzaresi che riescono, con uno scatto d’orgoglio, a riequilibrare le sorti della gara siglando due reti in successione con Celia, abile a sfruttare due calci piazzati dal limite dell’area, al 25’ e al 30’. Nel primo dei tre minuti di recupero concessi dal duo arbitrale, si verifica un altro episodio alquanto singolare: il portiere Pileio, nel battere una rimessa dal fondo, commette l’errore di farlo direttamente con i piedi. Tale errore dovrebbe essere sanzionato con un calcio di punizione dal limite dell’area per gli avversari, ed invece gli arbitri chiedono che venga restituita la palla allo stesso per ripetere la battuta, dalla quale ne nasce il passaggio a Fazzari D., che si dimostra abile a trasformarlo nella rete dell’otto a sette, che diventa nove a sette, grazie ancora a Fazzari D., che beffa, con un pallonetto in rovesciata, De Santis A. M. M.

Risultati (XXI giornata) San Giuseppe Ros.-Atletico Panarea Gallinese-Maestrelli Zona 2002-Fata Morgana Kroton-Mimmo Polistena Mirto-Carpe Diem Cs Oratorio San Fr. -Catanzarese Rende-Siderno

9-7 5-2 1-4 1-1 5-3 2-4 4-5

Classifica generale Catanzarese 43, Fata Morgana*40, San Giuseppe Rosarno 39, Atletico Pamarea 38, Gallinese 34, Mirto 30, Carpe Diem Cs 29, Maestrelli, Zona 2002 28, Oratorio San Francesco* 26, Kroton 23, Mimmo Polistena 20, Siderno 19, Rende 16. * una partita in meno Prossimo turno Fata Morgana-Carpe Diem Cs Siderno-Gallinese Atletico Panarea-Kroton Catanzarese-M irto Rende-Oratorio San Fr. Maestrelli -San Giuseppe Ros. Mimmo Polistena-Zona 2002

Per la Zona 2002 al PalaGallo poker subito dal Fata Morgana ZONA 2002 FATA MORGANA

1 4

Marcatori: I tempo: 4’ Frascà, 5’ Curcio,14’ Calafiore; II tempo: 20’ Casile, 23’ Arcano. Zona 2002: Esposito, Carpino, Curcio, Rocca, Fratto, Sabato, Pignanelli, Aversa. All. Fratto. Fata Morgana: Spanti, Cardi, Frascà, Catanzaro, Casile, Palamara, Oliva, Calafiore, Arcano. All. Politi. Arbitri: Suriano e Santoro di Paola. Note: Ammonito: Calafiore (Fata Morgana). CATANZARO — A confronto le due

formazioni “juniores”. Se da parte della Fata Morgana la situazione è diventata già da parecchie settimane di stallo, con l’uscita definitiva di quasi tutti i componenti la rosa, improvvisa (fino ad in certo punto) è stata invece la decisione dei giocatori locali, tecnico compreso, di non scendere in campo contro la Fata Morgana. Ciò dopo che l’ennesima riunione tenutasi nella serata di venerdì sera, che, evidentemente, ha confermato dissapori ed incomprensioni tra la società e la squadra tutta. Stà di fatto che al “Pala Gallo” si è assistito ad un’altra giornata nera per quanto concerne il calcio a cinque, con tutto il dovuto rispetto per i giovani, catanzaresi e reggini all’unisono, che hanno dato vita ad un incontro con ritmi medio blandi, ciò dopo una prima frazione di gioco più o meno equilibrata. Nei secondi trenta minuti sono stati invece gli ospiti a prendere le redini del gioco, aumentando il bottino delle reti, nonostante un Esposito in vena di prodezze, sicuramente il migliore in campo in senso assoluto. Per la Fata Morgana, tre punti che consentono alla stessa, almeno per il momento, di rimanere nella alte sfere della classifica, mentre per i catanzaresi della Zona 2002 un’ennesima battuta di arresto (la settima solo in questo girone di ritorno), che fa precipitare la squadra in piena zona plaj-out. A cinque giornate dalla fine del torneo spetterà ora al presidente Riverso prendere una definitiva decisione: fare ritornare la normalità nella squadra oppure portare a termine il campionato con i giovani, con tutte le conseguenze possibili ed immaginabili.

Quanto alla cronaca della gara, ospiti subito in avanti con Casile, che, per ben due volte, si vede neutralizzare dal portiere locale altrettanti conclusioni dalla distanza ravvicinata. Al 4’ il vantaggio dei reggini: Frascà approfitta di un buco della difesa per freddare il difensore catanzarese. Vantaggio che, comunque, sfuma nel giro di sessanta secondi, quando Curcio lascia partire un bel diagonale che si insacca alle spalle della porta reggina. Al minuto 11 grossa opportunità di Casile di riportare in vantaggio la propria formazione, ma la sua conclusione, da buona posizione, finisce alta sulla traversa. E’ comunque il preludio al gol del uno a due, che giunge al 14’ e che porta la firma di Calafiore, lesto a correggere in rete un preciso assist del compagno di squadra Casile. Tre minuti dopo Aversa costringe il portiere ospite ad un difficile intervento, imitato, nell’immediatezza, dall’estremo difensore catanzarese Esposito, bravo ad opporsi alle conclusioni, nell’ordine, di Casile, Caridi e Frascà. Nella ripresa ancora in evidenza il numero uno catanzarese Esposito sui tiri di Carpino e Casile. Al 19’ Aversa lancia il compagno di squadra Carpino che, a tu per tu con Spanti, non riesce a mettere la sfera in rete. Su capovolgimento di fronte sono invece gli ospiti reggini a calare il tris, con un gran diagonale di Casile, cui nulla può, questa volta, il portiere locale, costretto, tre minuti più tardi, a raccogliere dal fondo della rete il pallone del definitivo quattro a uno, scagliato da Arcano a porta sguarnita, dopo una respinta dello stesso Esposito su una precedente conclusione di Caridi. Nel primo dei due minuti di recupero i catanzaresi potrebbero dimezzare le distanze, ma il tiro libero, calciato centralmente da Fratto, viene neutralizzato da Spanti. Ed a proposito di Fratto, un plauso al giocatore – allenatore catanzarese che, nonostante la non più giovane età, è rimasto in campo, con autorevolezza, per tutta la durata del match. Un esempio, senza dubbio significativo, che deve fare riflettere la società catanzarese, nel tentativo di salvare il salvabile. M. M.


46 Giovedì 5 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI - TV - COSTUME - TURISMO

The perfect one bra lo stile di Heidi NEW YORK — Altro che pose sexy e

mise iper succinte. la bella ed affascinante Heidi Klum si trasforma in una sorta di scienziato pazzo. Sveste i panni sexy ed eleganti nei quali siamo abituati a vederla sulle passarelle di tutto il mondo o davanti agli obiettivi di numerosi fotografi per un camice bianco. Tanta ironia, occhiali spessi come fondi di bottiglia e un trapano in mano, eccola all'opera per dare vita alla sua creazione: il reggiseno perfetto, che neanche a dirlo si chiama “the perfect one bra” e porta la firma di Victoria Secret’s. Heidi Klum è comparsa in foto su Amica, Cosmopolitan, Elle, Esquire, FHM, Glamour, GQ, KulturSpiegel, Mademoiselle, Marie Claire, Max, Photo, Self, Spiegelreporter, Sports Illustrated, Stern, Tatler, Time Out, Victoria's Secret catalog, Vogue (edizioni inglese, tedesca e francese) e W. Ha preso parte nelle campagne pubblicitarie di American Express, Givenchy, Finesse, INC, Kathleen Madden, Katjes, Nike, Otto, Peek&Cloppenburg, Swatch e Victoria's Secret. È comparsa come guest star in Sex and the City, The Weber Show, Malcolm, Ella Enchanted - Il magico mondo di Ella e Il diavolo veste Prada. Heidi è comparsa sui francobolli in Spagna e in Austria. Dal 2004 conduce Project Runway, reality show trasmesso in America da channel Bravo e in Italia da sky vivo. A 35 anni compiuti viene considerata tuttora da molti la donna più bella del mondo.


il Domani Giovedì 5 Marzo 2009 47

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:05 RUBRICA Anima Good News 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 Tg 1 06:45 ATTUALITÀ Unomattina 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 07:35 Tg Parlamento 08:00 Tg 1 08:20 Tg 1 Le idee 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 10:00 RUBRICA Verdetto Finale 10:50 RUBRICA Appuntamento al cinema 11:00 RUBRICA Occhio alla spesa 11:25 Che tempo fa 11:30 Tg 1 12:00 GIOCO La prova del cuoco 13:30 Telegiornale 14:00 Tg 1 Economia 14:10 RUBRICA Festa italiana 16:15 ATTUALITÀ La vita in diretta 16:50 Tg Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 18:50 QUIZ L'Eredità 20:00 Telegiornale 20:30 GIOCO Affari tuoi 21:10 MINISERIE Butta la luna 2 23:15 Tg 1 23:20 ATTUALITÀ Porta a Porta 00:55 Tg 1 Notte 01:25 Tg 1 Le idee 01:30 Estrazioni del Lotto 01:35 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:40 RUBRICA Sottovoce 02:10 RUBRICA Fuoriclasse canale Scuola-Lavoro 02:40 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 03:10 FILM TV Il Maresciallo Rocca 2: Il mistero dello scheletro con Gigi proietti 05:20 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 05:45 ATTUALITÀ Euronews

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

06:00 VIDEOFRAMMENTI Videocomic 06:20 Tg 2 Medicina 33 06:25 REAL TV X Factor 06:55 RUBRICA Quasi le sette 07:00 RUBRICA Cartoon Flakes 09:15 RUBRICA Il Cercasapori 09:45 RUBRICA Un mondo a colori Files 10:00 Tg2punto.it 11:00 TALK SHOW Insieme sul Due 13:00 Tg 2 Giorno 13:30 Tg 2 Costume e società 13:55 Tg 2 Medicina 33 14:00 REAL TV X Factor 14:45 RUBRICA Italia allo specchio 16:15 TALK SHOW Ricomincio da qui 17:20 TELEFILM Law & Order I due volti della giustizia 18:05 Tg 2 Flash L.I.S. 18:10 NEWS Rai Tg Sport 18:30 Tg 2 19:00 REAL TV X Factor 19:35 TELEFILM Squadra speciale Cobra 11 20:25 Estrazioni del Lotto 20:30 Tg 2 20.30 21:05 ATTUALITÀ Annozero 23:20 Tg 2 23:35 VARIETÀ Palco e Retropalco 00:55 Tg Parlamento 01:05 REAL TV X Factor 01:35 RUBRICA Almanacco 01:40 Meteo 2 01:45 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:55 RUBRICA Speciale cronaca 02:45 TELEFILM Un Siciliano in Sicilia 02:55 Tg 2 Costume e società 03:10 RUBRICA Inconscio e magia 03:20 ATTUALITÀ Cercando Cercando 03:40 Tg 2 Mizar 03:50 DOCUMENTARIO In Oman lungo la via dell'incenso 04:00 RUBRICA Gli occhi di Simona 04:10 RUBRICA I nostri problemi 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:00 RUBRICA Affetti e relazioni interpersonali 05:45 Tg 2 Costume e società

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

08:00 Tg 5 Mattina 08:40 ATTUALITÀ Mattino Cinque 09:55 REAL TV Grande Fratello 10:00 Tg 5 Ore 10 10:05 ATTUALITÀ Mattino Cinque 11:00 RUBRICA Forum 13:00 Tg 5 13:40 SOAP OPERA Beautiful 14:05 REAL TV Grande Fratello 14:10 TELEROMANZO CentoVetrine 14:45 TALK SHOW Uomini e donne 16:15 REAL TV Amici 16:55 ROTOCALCO Pomeriggio Cinque 18:00 Tg5 minuti 18:05 ROTOCALCO Pomeriggio Cinque 18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario? 20:00 Tg 5 20:30 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 21:10 SHOW Scherzi a parte 23:40 RUBRICA Terra 00:45 RUBRICA Nonsolomoda Globish News 01:30 Tg 5 Notte 01:59 Meteo 5 02:00 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 02:35 TELEVENDITA Mediashopping 02:45 REAL TV Amici 03:30 REALITY SHOW Grande Fratello 04:13 TELEFILM Squadra emergenza 05:30 Tg 5 Notte

LA 7 06:00 Tg La 7 07:00 RUBRICA Omnibus 09:15 ATTUALITÀ Omnibus Life 10:10 TELEGIORNALE Punto Tg 10:15 RUBRICA Due minuti un libro 10:20 RUBRICA Movie Flash 10:25 TELEFILM Jeff & Leo Gemelli detective 11:25 RUBRICA Movie Flash 11:30 TELEFILM Matlock 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM L'ispettore Tibbs 14:00 FILM Forget Paris 16:00 RUBRICA Movie Flash 16:05 TELEFILM MacGyver 17:05 RUBRICA Atlantide, Storie di uomini e di

mondi 19:00 TELEFILM JAG 20:00 Tg La7 20:30 ATTUALITÀ Otto e mezzo 21:10 TELEFILM Crossing Jordan 23:40 TELEFILM Sex and the city 00:10 TELEFILM L word 01:10 Tg La7 01:30 RUBRICA Movie Flash 01:35 ATTUALITÀ Otto e mezzo 02:15 TELEFILM Alla corte di Alice 02:50 ATTUALITÀ CNN News 03:15 RUBRICA Due minuti un libro 03:20 NEWS CNN News<

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

06:15 TELEFILM Still Standing 06:35 CARTONI ANIMATI Draghi e draghetti 06:50 CARTONI ANIMATI Fragolina 07:05 CARTONI ANIMATI Doraemon 07:20 CARTONI ANIMATI Spicchi di cielo tra baffi di fumo 07:50 CARTONI ANIMATI Alla ricerca della valle incantata 08:15 CARTONI ANIMATI Evviva Palmtown 08:30 CARTONI ANIMATI Scooby Doo 09:00 SITUATION COMEDY Hope & Faith 09:30 TELEFILM Ally McBeal 11:20 TELEFILM Più forte ragazzi 12:15 RUBRICA Secondo voi 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 12:58 PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 13:00 NEWS Studio Sport 13:40 CARTONI ANIMATI I cavalieri dello zodiaco I capitoli di Hades Inferno 14:05 CARTONI ANIMATI One piece tutti all'arrembaggio 14:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 15:00 TELEFILM Paso Adelante 15:50 TELEFILM Smallville 16:40 TELEFILM Malcom 17:40 CARTONI ANIMATI Spiders riders 18:00 CARTONI ANIMATI Twin princess Principesse gemelle 18:15 CARTONI ANIMATI Spongebob 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 18:58 PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 19:00 NEWS Studio Sport 19:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 19:50 SITUATION COMEDY Camera Café Ristretto 20:05 SITUATION COMEDY Camera Café 20:30 GIOCO La ruota della fortuna 21:10 FILM Spider-Man 2 23:45 SHOW Chiambretti night Solo per numeri uno 01:30 NEWS Studio Sport 01:55 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata 02:10 MUSICALE Talent 1 Player 02:30 TELEVENDITA Shopping By Night 02:50 SERIE TV I Soprano 03:40 TELEVENDITA Shopping By Night 03:55 FILM Decoys 05:25 NEWS Studio Sport 05:50 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata

MTV 07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:30 MUSICA Love Test 12:30 MUSICALE Chart Blast 13:30 REALITY SHOW Run's House 14:00 REAL TV Room Raiders 14:30 GIOCO Next 15:00 MUSICALE TRL Total Request Live 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE Into the Music 17:00 TELEGIORNALE Flash 17:05 MUSICALE Into the Music 18:00 TELEGIORNALE Flash

18:05 SHOW Made 19:00 TELEGIORNALE Flash 19:05 MUSICALE Chart Blast 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 TELEFILM Reaper 21:00 SERIE TV Kebab for Breakfast 22:00 REAL TV The Hills 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 SHOW Central Station 23:30 CARTONI ANIMATI South Park 00:30 MUSICALE Brand: New Videos 01:30 MUSICALE Into the Music 03:00 MUSICALE Insomnia 05:40 TELEGIORNALE

IL FILM DI OGGI

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

08:00 ATTUALITÀ Rai News 24 Morning News 08:15 RUBRICA La storia siamo noi 09:15 RUBRICA Verba volant 09:20 RUBRICA Cominciamo bene Prima 10:00 RUBRICA Cominciamo bene 12:00 TELEGIORNALE Tg 3 12:25 RUBRICA Tg 3 Chièdiscena 12:45 ATTUALITÀ Le storie Diario italiano 13:05 TELENOVELA Terra nostra 14:00 Tg Regione 14:20 Tg 3 14:50 RUBRICA TGR Leonardo 15:00 RUBRICA TGR Neapolis 15:10 Tg 3 Flash LIS 15:15 RUBRICA Trebisonda 15:20 DOCUFICTION Serious Jungle 16:00 NEWS GT Ragazzi 16:30 RUBRICA Melevisione 17:00 GIOCO Cose dell'altro Geo 17:50 RUBRICA Geo & Geo 18:15 Meteo 3 19:00 Tg 3 19:30 Tg Regione 20:00 ATTUALITÀ Blob 20:10 TELEROMANZO Agrodolce 20:35 TELEROMANZO Un posto al sole 21:05 Tg 3 21:10 FILM Out of Reach 22:35 TELEFILM Day Break 23:25 SHOW Parla con me 00:00 TELEGIORNALE Tg 3 Linea notte 00:10 TELEGIORNALE Tg Regione 01:00 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:10 RUBRICA Cult Book 01:40 RUBRICA La musica di Raitre 02:20 RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste 02:25 RUBRICA Rainotte 02:40 RUBRICA Next 03:00 Rai News 24 03:10 RUBRICA Next 03:30 TELEGIORNALE Rai News 24 03:40 RUBRICA Riflettendo con... 03:45 Usa 24 H 04:00 Rai News 24 04:15 ATTUALITÀ Magazine tematico 04:30 Rai News 24 04:45 ATTUALITÀ Magazine tematico 05:00 Rai News 24

06:35 TELEVENDITA Mediashopping 07:10 TELEFILM Quincy 08:10 TELEFILM Hunter 09:00 TELEFILM Nash Bridges 10:10 SOAP OPERA Febbre d'amore 10:30 SOAP OPERA Saint Tropez Pettegolezzi 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:38 NEWS Vie d'Italia Traffico 11:40 SOAP OPERA My Life 12:40 TELEFILM Un detective in corsia 13:30 Tg 4 Telegiornale 13:46 Meteo 14:05 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di Forum 15:10 TELEFILM Wolff Un poliziotto a Berlino 15:30 SOAP OPERA Sentieri 16:10 FILM Detective's Story 16:55 NEWS Tgcom Attualità 16:58 NEWS Vie d'Italia Traffico 18:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 20:30 TELEFILM Walker Texas Ranger 21:10 SOAP OPERA Tempesta d'amore 23:25 FILM In ostaggio 01:55 SHOW Stasera a teatro 02:00 MUSICALE Clip Parade 8 Music Line 09 Speciale 02:40 FILM L'uccello migratore 04:15 RUBRICA Peste e corna e gocce di storia

OGGI IN TV Spider-Man 2 Italia 1 ore 21,10 Titolo originale: Spider-Man 2 Nazione: Usa Anno: 2003 Genere: Avventura/Azione Durata: 127' Regia: Sam Raimi Cast: Tobey Maguire, Kirsten Dunst, Alfred Molina, James Franco, Willem Dafoe, Vanessa Ferlito Peter Parker sta ancora cercando di trovare l'equilibrio giusto tra il suo essere un tranquillo studente, gentile ed educato e la sua nuova identità di 'super eroe'. Nel frattempo deve fare i conti con il brillante dottor Otto Octavus, che si è trasformato nel micidiale Dr. Octopus, una terribile creatura piena di tentacoli, deve sfuggire alla vendetta del suo ex-amico Harry Osborne (figlio del dott. Norman Osborne/Goblin, il precedente rivale di Spider-Man) e deve riuscire a confessare il suo amore a Mary Jane, che ha cambiato vita, lavora come attrice e ha un nuovo fidanzato...

In ostaggio Rete 4 ore 23.25

Regia: Pieter Jan Brugge Cast: Robert Redford, Helen Mirren, Willem Dafoe, Alessandro Nivola, Melissa Sagemiller, Matt Craven, Wendy Crewson, Diana Scardwid Titolo originale The Clearing. Genere: Drammatico Produzione: USA, Germania 2004 Presentato al Sundance Film Festival, è la prima regia di un produttore progressista (Insider), ispiratosi a un fatto di cronaca olandese: un ricco industriale americano viene rapito da un grigio contabile disoccupato, suo ex dipendente, che lo costringe a marciare nei

95’

boschi, in cerca di una improbabile vendetta o rivincita, mentre l'FBI, chiamata in ritardo dalla moglie – che teme una fuga d'amore – butta per aria la sua bella villa e la sua privacy. Due attori efficaci a confronto in uno psycho thriller basato proprio sull'incontro-scontro di 2 personaggi caratterizzati da contraddizioni e conflitti interiori: il primo ha successo, soddisfazioni, ricchezza e si sente sconfitto; il secondo ha perso tutto il poco che aveva, ed è roso dall'invidia e dall'ammirazione. Sceneggiato con grande acume nei dialoghi da Justin Haythe.



il domani