Issuu on Google+

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Giovedì 05 Gennaio 2012 > euro 1,00 > Anno XV Nr. 4

Bel biglietto da visita di Pato, che risolve l’amichevole col Psg di Ancelotti tornando a segnare dopo quasi 40 giorni

Parigi val bene un gol

SERIE A Vidal"invita"ilconnazionale PizarroaTorino:«Quialla Juventussonosicurochesi troverebbebene» a pag. 7

SERIE A

REGGIO

VIBO

Il terzo è quello giusto: «Con Mutti vedo un Palermo più sereno. E sono più sereno anche io». Il "mangia-allenatori" Zamparini loda il clima di casa sua a pag. 7

Il consigliere regionale Bruno Censore chiede alla giunta una più equa distribuzione dei servizi sanitari che coinvolga di più il Vibonese a pag. 13

Esenzione per cinque anni dalle tasse camerali per le imprese che denunciano il pizzo, l’iniziativa della Camera di commercio reggina a pag. 12


Giovedì 05 Gennaio 2012 il Domani dello Sport

2

SPORT A Dubai all’esordio sulla nuova panchina l’ex tecnico di Parma e Milan steccato dall’ex pupillo

ANCELOTTI stopPATO Fardelli in fuga: Iaquinta e Maxi verso la Premier

Roberto Carli

:: già il Domani :: REDAZIONE Direttore GUIDOTALARICO Direttoreresponsabile ORLANDOROTONDARO Capiredattori FRANCESCOPUNGITORE(Nazionale) ANGELOROSSI(Napoli) MAURIZIOZUCCARI(Cultura) Garantedellettore FRANCOESPOSITO >RedazioneRoma Tel.06.45427170/71 ViaArchimede,201-00197ROMA roma@ildomani.it >RedazioneNapoli Tel.081.19103955 ViaAntiniana,59-80078POZZUOLI(NA) redazione@ildomanidinapoli.it >RedazioneCalabria Tel.0961.023922 Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&PEditoriSRL-Tel.0961.023922 Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) Testatareg.trib.Czn.64del15/7/1997 R.O.C.Numero5606 Latestatafruiscedeicontributistatalidirettidicuialla Legge7agosto1990n.250eseguentimodifiche PUBBLICITA’ Nazionale,localeegiudiziaria ILSOLE24ORESPASYSTEM DirettoreGeneraleGianniVallardi SedediNapoli CorsoUmbertoI,7-80138Napoli Tel.081.5471111 SedeCalabria Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) Tel.0961.023922 ClassificataeterritorialeNapoli SEATPAGINEGIALLE Tel.335.6505556 Tariffaamodulo46x19mmh.Commercialeeuro 103,00-Occasionaleeuro129,00-Corsidi formazioneeuro129,00-R.P.Q.euro78,00necrologioeuro77,00cad.Economicieuro0,62a parola.Supplementocolore:40% DISTRIBUZIONE:Sodip MediaServices(Calabria) CENTROSTAMPA:LITOSUDSRL ViaCarloPesenti,130-00156ROMATel.06.4121031 STABILIMENTOTIPOGRAFICODEROSE C/daPantoniMarinella-87040MONTALTOU. (Cs)-Tel.0984.934382 Responsabiledeltrattamentodati Dlgs96/2003-OrlandoRotondaro

DUBAI - Se Pato era un sogno proibito di Carlo Ancelotti, probabilmente da questa sera lo sarà ancora di più. Perché il brasiliano ha scelto il sipario migliore per mettersi in mostra e convincere definitivamente il PSG, decidendo l’amichevole che vedeva di fronte i transalpini al Milan nella calda cornice di Dubai. Gli sono bastati 4’ e un tocco facile facile su imbeccata di Ibrahimovic. Il gol decisivo, quello che ha guastato la prima di "Carlò" sulla nuova panchina. Il gol che forse potrebbe convincere definitivamente gli sceicchi a puntare su di lui. Massimiliano Allegri schiera il tridente più offensivo possibile con Robinho a supporto di Pato e Ibrahimovic. Ma Gattuso parte dalla panchina e lascia posto al centrocampo titolare con Aquilani, Nocerino e Van Bommel. Novità in difesa, dove a destra c’è De Sciglio e a sinistra Taiwo, mentre in mezzo giocano Thiago Silva e Mexes con Amelia tra i pali. CarloAncelottiripartedalmoduloche fece le fortune del suo Milan, l’al-

bero di Natale. In prima linea c’è Hoarau data l’indisponibilità di Gameiro, mentre sulla trequarti si muovono Pastore e Nené. Per il resto, si segnalano Sirigu tra i pali e la presenza dell’ex juventino Sissoko in mediana con Bodmer e Jallet. Una novità importante rispetto al centrocampo della gestione Kombouaré. Soltanto panchina per Lugano, mentre l’ex romanista Menez è out per infortunio. Pato avrà anche tutti i difetti di questo mondo. Non si applicherà molto tatticamente, sarà distratto e poco concentrato. Ma non si può dire che non abbia il tempismo. L’uomo che va sempre in gol nelle occasioni importanti, anche questa volta si è ripetuto andando a segno nell’occasione che "lavorativamente" parlando potrebbe valergli un contratto faraonico. Passano quattro minuti, infatti, e il Milan è già in vantaggio. Triangolo fantastico tra Pato e Ibrahimovic, con lo svedese che generosamente restituisce palla al brasiliano. E l’osservato speciale

non sbaglia da un passo. Il PSG reagisce d’orgoglio e al 15’ ci prova con Pastore, che chiude con un tiro di prima una bella azione di Hoarau e Nené. Il Milan inizia a gestire il gioco, limitandosi a qualche fiammata offensiva con De Sciglio a destra. Proprio da un crossdelgiovane terzino arriva l’unica altra occasione del Diavolo,conNocerino che colpisce una traversa piena in rovesciata. Tutto il resto è noia o quasi, fatta eccezione per una gran conclusione da fuoridiNenésulla quale Amelia fa buona guardia. Ancelotti non è troppo soddisfatto e si va all’intervallo sull’1-0 milanista. Poi non succede più nulla e il risultato condanna Ancelotti alla prima stecca sulla nuova panchina.

Senza più spazio nella Juventus, per Vincenzo Iaquinta si profila un futuro in Premier League ma ancora una volta con una maglia bianconera. Secondo il Daily Mial l’attaccante juventino sta valutando l’offerta del Newcastle, che avrebbe già trovato l’accordo con la Juventus. Anche un altro attaccante della Serie A potrebbe trasferirsi presto in Inghilterra: si tratta di Maxi Lopez per il quale il Fulham ha già presentato un’offerta di 12 milioni di euro al Catania (Daily Mirror). Attivo soprattutto il Manchester United alla riapertura del mercato: il primo obiettivo si chiama Granit Xhaka dell’Amburgo. Perse le speranze di arrivare a Wesley Sneijder, Sir Alex Ferguson vuole arrivare al giovane talento svizzero che però piace anche all’Amburgo. In uscita viceversa il centrocampista irlandese Darron Gibson, coinvolto anche lui nella «cena proibita» costata 200mila sterline di multa a Wayne Rooney (Metro). Nessuna cessione eccellente per il Chelsea: Frank Lampard non si muoverà. È stato lo stesso centrocampista inglese a smentire una sua partenza dallo Stamford Bridge, dove però è sempre più improbabile l’arrivo di Gary Cahill.

IN BREVE

> IRA MOURINHO

> SORRENTINO

> FENOMENO MALATO

«Alla fine del primo tempo avrei voluto cambiare tutti e 11 i titolari se avessi potuto». Parole di fuoco targate Josè Mourinho che dopo la partita vinta in rimonta da 0-2 a 3-2 contro il Malaga ha scatenato tutta la sua rabbia contro la squadra per il brutto primo tempo fatto vedere al Santiago Bernabeu in Coppa del Re. Il portoghese ha definito «spazzatura» i primi 45’ dei suoi che nella ripresa si sono però riscattati grazie ai cambi e ai gol segnati in dieci minuti da Khedira, Higuain e Benzema. Un Mourinho furioso costretto a stravolgere la squadra dopo la figuraccia andata in scena nella prima parte della gara contro il Malaga. «Avrei voluto fare i primi cambi già prima dell’intervallo - ammette l’ex Inter - anche se non mi piace farlo. Nello spogliatoio sono stato chiaro e ho chiesto di buttar via tutto il primo tempo».

«Il coinvolgimento del Chievo nel calcioscommesse ci fa ridere. Osvaldo è un campione, Stekelenburg tra i migliori portieri in Europa, Luis Enrique ha grande personalità: contro questa Roma serve un Chievo perfetto». A scansare i dubbi sul Chievo emersi dall’indagine sul calcio scommesse della procura di Cremona e ad anticipare i temi del match di domenica prossima tra Chievo e Roma è il portiere del club veneto Stefano Sorrentino, intervenuto ai microfoni di Radio Manà Manà Sport. «Prima della pausa contro la Lazio abbiamo fatto un’ottima partita, la migliore dell’anno fuori casa -spiega il numero uno-, purtroppo però non siamo riusciti a vincere. Sinceramente ad un certo punto ho temuto di prendere un gol al primo tiro subito nello specchio nellaporta,fortunatamente così non è andata».

Ronaldo ha contratto la dengue. Lo ha reso noto su Twitter lo stesso ex giocatore, precisando che si «sta riprendendo» dalla malattia febbrile acuta. Il virus dengue viene trasmesso all’uomo attraverso la puntura della zanzara Aedes aegypti (occasionalmente Aedes albopictus ). La malattia è trasmissibile anche ai primati attraverso zanzare forestali. Si ipotizza che i primi serbatoi dei virus furono le scimmie e da esse, successivamente, l’infezione si distribuì, attraverso i vettori, agli uomini. In una foto resa nota in uno dei tre mini-messaggi diffusi in queste ore, Ronaldo appare seduto in bermuda in un letto di un’ospedale. «Mi sto riprendendo, iero ho avuto la febbre alta. Ora cercherò di riposare per poter staremeglio»,affermainun altro mini-blog, mentre sul primo messaggio scriveva «maledetto moscerino».


Giovedì 05 Gennaio 2012 il Domani dello Sport

3

TOTOGUIDA SCOMMESSE Cordoba - Espanyol

Valencia - Siviglia

«1»

«X»

2,60

3,40

SPAGNA Liga

Per il Barça il derby contro l’Espanyol vvio di 2012 (non contando i facili impegni di Copa del Rey) molto diverso per Real Madrid e Barcellona. La “Casa Blanca” ospita il Granada, che fuori casa ha fatto scalpi importanti e ha quasi sempre “chiuso” il gioco, dando vita ad ampia maggioranza di «Under» e «No Goal»; al Bernabeu, però, il suo destino pare segnato. Il Barcellona ha invece da affrontare il derby contro l'Espanyol che, a parte il massacro dell'anno scorso (5-1 per i blaugrana), ha visto spesso regnare l'equilibrio nel passato recente (1 vittoria a testa e 2 pareggi nelle quattro sfide precedenti). Consigliamo il segno «2»,

A

certo, ma senza esporsi eccessivamente e senza fare di questo match una base per i sistemi. Nessuna delle altre partite sembra avere esito scontato. Betis, Santander, Malaga e Levante possono certamente battere, in casa, il modesto Gijon, il Saragozza ultimo in graduatoria, un Atletico Madrid veramente da “mani nei capelli” fuori casa quest'anno, e un Maiorca visto in leggera crescita ma cui è difficile dar credito in casa delle “Granotas”, pur sempre nette al quarto posto nonostante l'evidente inversione di forma, soprattutto esterna - vedi ruolino. Per il resto, sono solo azzardi o tentativi di quota. Quello che ci

I nostri consigli di gioco 9 GARE 3820.53 Euro

MISTA VINCITA GLOBALE:

Correzione di 0-1-2 errori sulle 9 partite 0 err.=8 cinquine; 1 err.=3/4 cinquine; 2 err.=1 cinquina

8 CINQUINE

Cordoba-Espanyol 1 U. Madeira-Atletico CP 1 Valencia-Siviglia X Wycombe-Huddersfield 2 Le Mans-Valenciennes Gol Liverpool-Oldham Under Burton A.-Accrington 1 Crewe-Plymouth 1 Southend-Port Vale 1 Cordoba-Espanyol 1 U. Madeira-Atletico CP 1 Valencia-Siviglia X Wycombe-Huddersfield 2 Le Mans-Valenciennes Gol

2.60 2.45 3.40 1.80 1.95

2.60 2.45 3.40 1.80 1.95 3.00 2.15 2.00 1.90

Cordoba-Espanyol 1 2.60 U. Madeira-Atletico CP 1 2.45 Valencia-Siviglia X 3.40 Liverpool-Oldham Under 3.00 Southend-Port Vale 1 1.90

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

501.73 Euro

814.77 Euro

Cordoba-Espanyol 1 2.60 U. Madeira-Atletico CP 1 2.45 Liverpool-Oldham Under 3.00 Burton A.-Accrington 1 2.15 Crewe-Plymouth 1 2.00

Cordoba-Espanyol Valencia-Siviglia Burton A.-Accrington Crewe-Plymouth Southend-Port Vale

1 X 1 1 1

2.60 3.40 2.15 2.00 1.90

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

542.34 Euro

476.67 Euro

Cordoba-Espanyol 1 Wycombe-Huddersfield 2 Le Mans-Valenciennes Gol Liverpool-Oldham Under Southend-Port Vale 1

2.60 1.80 1.95 3.00 1.90

Con 6 euro puntati la vincita è di

343.32 Euro U. Madeira-Atletico CP Le Mans-Valenciennes Burton A.-Accrington Crewe-Plymouth Southend-Port Vale

1 Gol 1 1 1

U. Madeira-Atletico CP Valencia-Siviglia Wycombe-Huddersfield Crewe-Plymouth Southend-Port Vale

1 X 2 1 1

2.45 3.40 1.80 2.00 1.90

Con 6 euro puntati la vincita è di

376.05 Euro 2.45 1.95 2.15 2.00 1.90

Valencia-Siviglia X Wycombe-Huddersfield 2 Le Mans-Valenciennes Gol Liverpool-Oldham Under Burton A.-Accrington 1

3.40 1.80 1.95 3.00 2.15

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

257.61 Euro

508.03 Euro

Classifica

PT G

R. MADRID BARCELLONA VALENCIA LEVANTE OSASUNA SIVIGLIA MALAGA ESPANYOL ATH. BILBAO ATL. MADRID BETIS GETAFE GRANADA MAIORCA R. SOCIEDAD RAYO VALLECANO VILLARREAL SP. GIJON SANTANDER SARAGOZZA

40 37 33 29 25 24 24 23 22 19 19 19 19 18 17 16 15 15 14 10

16 13 16 11 16 10 16 9 16 6 16 6 16 7 16 7 16 5 16 5 16 6 16 5 16 5 16 4 16 4 16 4 16 3 16 4 16 2 16 2

seduce di più è l'«1» di Real Sociedad-Osasuna; la formazione di Pamplona ha otto punti e dieci posizioni in più degli avversari, ma questi ultimi restano su cinque prestazioni positive consecutive e non vanno sottovalutati.

IL TURNO PRECEDENTE Barcellona - Rayo Vallecano Ath. Bilbao - Saragozza Maiorca - Getafe Siviglia - R. Madrid Sp. Gijon - Espanyol Atl. Madrid - Betis Granada - Levante Osasuna - Villarreal Santander - R. Sociedad Valencia - Malaga

R. MADRID OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO

SANTANDER GRANADA MALAGA MAIORCA VILLARREAL ATH. BILBAO R. SOCIEDAD SARAGOZZA OSASUNA GETAFE

ESPANYOL VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA

PARTITE V N P

4-0 2-1 1-2 2-6 1-2 0-2 2-1 2-1 0-0 2-0

1 2 4 1 3 3 2 5 7 3 6 4 3 6 2 7 7 4 4 7 1 9 4 7 4 7 6 6 5 7 4 8 6 7 3 9 8 6 4 10

56 50 26 25 21 18 20 17 23 23 17 17 10 15 16 17 13 16 11 13

15 8 16 19 28 17 22 20 19 27 22 23 16 22 23 25 23 27 21 31

La possibilie sorpresa R. Sociedad-Osasuna 1

IL TURNO SUCCESSIVO Levante - Maiorca Malaga - Atl. Madrid R. Madrid - Granada R. Sociedad - Osasuna Santander - Saragozza Betis - Sp. Gijon Espanyol - Barcellona Getafe - Ath. Bilbao Rayo Vallecano - Siviglia Villarreal - Valencia

SANTANDER ATH. BILBAO SARAGOZZA MAIORCA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL

14 SARAGOZZA 0-0 = 1-3 ▼ 1-2 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = 0-0 = . . .

SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SANTANDER GETAFE LEVANTE

23 BARCELLONA 0-0 = 0-0 = 1-2 ▼ 1-2 ▼ 4-2 ▲ 2-1 ▲ . . .

4-0 ▲ 0-0 = 1-2 ▼ 0-4 ▼ 1-3 ▼ 1-3 ▼ . . .

6 8 6 6 5 5 5 4 3 5 3 4 3 3 2 2 3 2 2 2

Real Madrid-Granada 1/hcp Betis-Sporting Gijon 1 Espanyol-Barcellona 2/Goal Santander-Saragozza 1

40 GRANADA 7-1 ▲ 3-2 ▲ 4-1 ▲ 3-0 ▲ 1-3 ▼ 6-2 ▲ . . .

IN CASA V N P

Il pronostico di TS

ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE RAYO VALLECANO LEVANTE R. MADRID ESPANYOL BETIS MALAGA

RAYO VALLECANO 16 SIVIGLIA R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA BARCELLONA ATL. MADRID SP. GIJON SIVIGLIA GRANADA MAIORCA

RETI F S

MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS

07-01 “ “ “ “ “ “ “ “ 08-01 “ “ “ “ “ “ “ “

19 0-0 1-0 1-0 2-2 0-1 2-1

= ▲ ▲ = ▼ ▲ . . .

10 2-2 = 0-4 ▼ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-2 ▼ . . .

37 2-2 = 4-0 ▲ 0-1 ▼ 4-0 ▲ 5-0 ▲ 3-1 ▲ . . .

24 0-0 = 1-2 ▼ 1-0 ▲ 3-0 ▲ 0-1 ▼ 2-6 ▼ . . .

0 1 2 0 3 1 1 1 4 3 1 3 4 3 3 1 3 2 4 2

1 0 1 1 0 3 1 2 2 1 3 1 2 3 2 4 1 5 2 4

RETI F S 29 39 18 15 13 15 13 9 15 18 9 9 7 9 7 9 10 7 4 6

V

10 0 11 5 5 14 9 9 11 7 10 6 6 9 7 8 8 11 5 12

LEVANTE VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA

MALAGA BETIS SANTANDER VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA

R. SOCIEDAD RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS MALAGA VILLARREAL SANTANDER OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID

BETIS MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA

GETAFE ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA SANTANDER

VILLARREAL ESPANYOL BETIS MALAGA SANTANDER R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON

FUORI N P

7 3 4 3 1 1 2 3 2 0 3 1 2 1 2 2 0 2 0 0

1 3 1 2 4 5 2 1 3 1 0 1 0 3 2 3 3 1 4 2

RETI F S

REGOLAMENTO

Le prime 4 in 1 27 5 Champions 1 11 8 League. La 5ª e 2 8 5 la 6ª in Europa 4 10 14 League 3 8 23 insieme alla 1 3 3 vincente della 5 7 13 Coppa del Re di 5 8 11 Spagna. 2 8 8 6 5 20 Retrocedono le 6 8 12 ultime 3. In caso 6 8 17 di arrivo a pari 5 3 10 punti si tiene 3 6 13 conto degli 5 9 16 scontri diretti. 4 8 17 6 3 15 4 9 16 4 7 16 6 7 19

29 MAIORCA 0-2 ▼ 2-3 ▼ 4-0 ▲ 0-5 ▼ 1-0 ▲ 1-2 ▼ . . .

SIVIGLIA SANTANDER ATH. BILBAO GRANADA SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO

18 0-0 2-1 1-1 2-2 1-0 1-2

GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD

R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD SANTANDER VALENCIA

19 2-3 ▼ 3-2 ▲ 1-4 ▼ 3-1 ▲ 2-4 ▼ 0-2 ▼ . . .

25 1-7 ▼ 0-0 = 2-1 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 2-1 ▲ . . .

19 SP. GIJON 0-0 = 0-1 ▼ 2-3 ▼ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 2-0 ▲ . . .

SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS MALAGA VILLARREAL

15 2-2 = 2-1 ▲ 0-4 ▼ 0-3 ▼ 3-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

19 ATH. BILBAO 3-2 ▲ 1-2 ▼ 1-0 ▲ 0-3 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA MAIORCA SANTANDER SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID

15 VALENCIA 0-0 = 1-0 ▲ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ . . .

LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA

▼ .

17 OSASUNA 0-4 ▼ 0-0 = 3-2 ▲ 3-2 ▲ 1-1 = 0-0 = . . .

= ▲ . .

24 ATL. MADRID 0-0 = 3-1 ▲ 2-1 ▲ 2-3 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ . . .

= ▲ =

22 2-2 2-1 0-1 1-1 1-1 2-1

=

Statistiche

E’ il Granada la squadra in testa agli «Under» «UNDER» Granada Betis Santander Maiorca Rayo Vallecano Valencia Villarreal Ath. Bilbao Getafe R. Sociedad Siviglia Espanyol Levante Malaga Saragozza Atl. Madrid Osasuna Sp. Gijon Barcellona R. Madrid

12 10 10 9 9 9 9 8 8 8 8 7 7 7 7 6 6 5 4 3

(7-5) (4-6) (7-3) (5-4) (3-6) (4-5) (4-5) (4-4) (6-2) (4-4) (2-6) (3-4) (3-4) (2-5) (5-2) (4-2) (3-3) (5-0) (1-3) (0-3)

«OVER» R. Madrid Barcellona Sp. Gijon Atl. Madrid Osasuna Espanyol Levante Malaga Saragozza Ath. Bilbao Getafe R. Sociedad Siviglia Maiorca Rayo Vallecano Valencia Villarreal Betis Santander Granada

13 12 11 10 10 9 9 9 9 8 8 8 8 7 7 7 7 6 6 4

(7-6) (8-4) (4-7) (5-5) (5-5) (4-5) (4-5) (5-4) (3-6) (5-3) (2-6) (3-5) (7-1) (4-3) (4-3) (5-2) (3-4) (3-3) (1-5) (2-2)

«GOAL» Ath. Bilbao Osasuna Maiorca Sp. Gijon Valencia Espanyol Getafe R. Madrid R. Sociedad Atl. Madrid Malaga Rayo Vallecano Siviglia Betis Levante Santander Saragozza Villarreal Barcellona Granada

13 10 9 9 9 8 8 8 8 7 7 7 7 6 6 6 6 6 4 4

(7-6) (4-6) (6-3) (4-5) (6-3) (3-5) (3-5) (6-2) (3-5) (4-3) (4-3) (3-4) (6-1) (3-3) (2-4) (2-4) (2-4) (3-3) (0-4) (3-1)

▲ ▼ = = ▲ . . .

33 2-0 ▲ 2-3 ▼ 2-1 ▲ 2-1 ▲ 1-2 ▼ 2-0 ▲ . . .

«NO GOAL» Barcellona Granada Betis Levante Santander Saragozza Villarreal Atl. Madrid Malaga Rayo Vallecano Siviglia Espanyol Getafe R. Madrid R. Sociedad Maiorca Sp. Gijon Valencia Osasuna Ath. Bilbao

12 12 10 10 10 10 10 9 9 9 9 8 8 8 8 7 7 7 6 3

(9-3) (6-6) (4-6) (5-5) (6-4) (6-4) (4-6) (5-4) (3-6) (4-5) (3-6) (4-4) (5-3) (1-7) (4-4) (3-4) (5-2) (3-4) (4-2) (2-1)


4 il Domani dello Sport Giovedì 05 Gennaio 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE ISRAELE Ligat Al

Ironi Kiryat, «1» facile per restare in vetta alla classifica

Il pronostico di TS Ironi K. - Ironi R. 1 hand. M. Petah Tikva - Ashdod 2 Bnei - H. Petah Tikva«Under» B. Jerusalem - M. NetanyaX

Le possibili sorprese Akko - H. Haifa X2 Beer Sheva - H. Tel Aviv X

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(19ª GIORNATA)

(20ª GIORNATA) B. Jerusalem - M. Netanya 07-01 Bnei Yehuda - H. Petah Tikva “ “ H. Akko - H. Haifa “ “ H. Beer Sheva - H. Tel Aviv “ “ H. Ironi Kiryat - H. Ironi Rishon “ “ M. Petah Tikva - FC Ashdod “ “ M. Tel Aviv - H. R.H.I. Nir 08-01 M. Haifa - Bnei Sakhnin 09-01

Bnei Sakhnin M. Tel Aviv 1-3 PARTITE DAL -31-12 AL 02-01 H. Ironi Rishon - M. Haifa 4-2 H. Petah Tikva - M. Petah Tikva 1-0 H. R.H.I. Nir - H. Beer Sheva 3-3 H. Tel Aviv - H. Akko 2-1 M. Netanya - Bnei Yehuda 1-0 H. Haifa - B. Jerusalem 3-0 FC Ashdod - H. Ironi Kiryat 0-0

25 H. HAIFA

H. AKKO H. IRONI KIRYAT M. PETAH TIKVA BNEI YEHUDA B. JERUSALEM H. BEER SHEVA H. TEL AVIV H. HAIFA M. NETANYA H. PETAH TIKVA

1-2 ▼ 4-0 ▲ 1-4 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 1-2 ▼ . . .

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

H. IRONI KIRYAT FC ASHDOD H. TEL AVIV BNEI SAKHNIN (-2) M. TEL AVIV M. NETANYA H. R.H.I. NIR BNEI YEHUDA M. HAIFA H. AKKO M. PETAH TIKVA H. BEER SHEVA H. HAIFA B. JERUSALEM H. IRONI RISHON H. PETAH TIKVA (-9)

42 36 35 31 30 29 27 26 26 25 21 18 17 17 15 10

12 10 10 10 9 8 7 7 7 7 5 5 4 4 3 4

23 26 33 30 29 27 23 20 33 30 17 19 18 12 21 15

17

M. TEL AVIV M. HAIFA H. IRONI KIRYAT M. PETAH TIKVA BNEI YEHUDA B. JERUSALEM H. AKKO H. TEL AVIV H. BEER SHEVA

0-0 = 0-3 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 1-1 = 0-3 ▼ . . .

BNEI YEHUDA H. IRONI RISHON B. JERUSALEM BNEI SAKHNIN H. AKKO H. R.H.I. NIR H. TEL AVIV M. TEL AVIV H. HAIFA

1 3 4 6 7 6 6 7 7 8 8 11 10 10 10 8

8 18 12 21 22 24 25 17 30 25 28 33 24 27 39 23

H. R.H.I. NIR M. TEL AVIV M. HAIFA H. IRONI KIRYAT M. PETAH TIKVA BNEI YEHUDA B. JERUSALEM H. AKKO H. TEL AVIV

3-1 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 0-2 ▼ 2-1 ▲ 3-3 = . . .

M. HAIFA H. IRONI KIRYAT M. PETAH TIKVA BNEI YEHUDA B. JERUSALEM H. AKKO H. BEER SHEVA H. HAIFA M. NETANYA

5 8 7 6 5 4 3 4 4 4 3 2 2 2 2 3

3 1 3 1 2 2 4 3 3 2 2 2 3 3 4 2

RETI F S

1 1 0 3 2 4 3 2 2 3 4 5 5 4 4 5

9 17 24 19 14 14 13 12 16 14 10 8 12 8 11 9

V

5 6 3 10 7 14 11 6 12 10 16 16 15 11 14 10

29

BNEI YEHUDA H. BEER SHEVA B. JERUSALEM H. AKKO H. TEL AVIV H. HAIFA M. NETANYA H. PETAH TIKVA FC ASHDOD H. IRONI RISHON

35

FUORI N P

7 2 3 4 4 4 4 3 3 3 2 3 2 2 1 1

0-2 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 1-0 ▲ . . .

18 H. TEL AVIV

H. BEER SHEVA

2-0 ▲ 3-1 ▲ 0-1 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ 3-0 ▲ . . .

6 6 5 3 3 5 6 5 5 4 6 3 5 5 6 7

17 M. NETANYA

B. JERUSALEM M. PETAH TIKVA BNEI YEHUDA H. BEER SHEVA H. AKKO H. TEL AVIV H. HAIFA M. NETANYA H. PETAH TIKVA FC ASHDOD

19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19

IN CASA V N P

3 5 2 2 1 3 2 2 2 2 4 1 2 2 2 5

RETI F S

0 2 4 3 5 2 3 5 5 5 4 6 5 6 6 3

14 9 9 11 15 13 10 8 17 16 7 11 6 4 10 6

3 12 9 11 15 10 14 11 18 15 12 17 9 16 25 13

«UNDER»

REGOLAMENTO Le prime 8 ai playoff, le altre 8 al play-out. La vincente del titolo in Champions, la 2ª e la 3ª dei playoff in Europa League con la vincente della Coppa d’Israele. Retrocedono le ultime 3 dei playout. A pari punti vale la diff. reti.

Bnei Yehuda H. Ironi Kiryat H. Haifa H. Petah Tikva B. Jerusalem H. Tel Aviv H. Beer Sheva H. R.H.I. Nir M. Petah Tikva FC Ashdod M. Netanya Bnei Sakhnin H. Ironi Rishon

1-2 ▼ 0-0 = 0-1 ▼ 3-1 ▲ 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

BNEI SAKHNIN H. R.H.I. NIR M. TEL AVIV M. HAIFA H. IRONI KIRYAT M. PETAH TIKVA BNEI YEHUDA B. JERUSALEM H. AKKO

2-1 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 2-0 ▲ 0-0 = . . .

H. AKKO H. TEL AVIV H. HAIFA M. NETANYA H. PETAH TIKVA FC ASHDOD H. IRONI RISHON BNEI SAKHNIN H. R.H.I. NIR

1-2 ▼ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 1-3 ▼ 4-2 ▲ . . .

FC ASHDOD H. BEER SHEVA BNEI SAKHNIN H. R.H.I. NIR M. TEL AVIV M. HAIFA H. IRONI KIRYAT M. PETAH TIKVA BNEI YEHUDA

12 12 10 10 10 9 9 8 8 8 7 7 6

(5-7) (6-6) (6-4) (3-7) (3-7) (5-4) (4-5) (5-3) (4-4) (5-3) (3-4) (5-2) (4-2)

«GOAL» M. Netanya M. Haifa H. Ironi Rishon H. Akko M. Tel Aviv Bnei Sakhnin FC Ashdod H. R.H.I. Nir M. Petah Tikva Bnei Yehuda H. Beer Sheva H. Haifa H. Petah Tikva

H. IRONI KIRYAT 42 H. IRONI RISHON 15

3-0 ▲ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 1-1 = 2-1 ▲ . . .

(6-8) (7-7) (6-7) (7-6) (6-6) (5-7) (4-7) (6-5) (4-7) (5-5) (6-4) (4-5) (7-2)

«OVER» H. Akko M. Haifa Bnei Sakhnin H. Ironi Rishon M. Tel Aviv FC Ashdod M. Netanya H. Beer Sheva H. R.H.I. Nir M. Petah Tikva B. Jerusalem H. Tel Aviv H. Haifa

26 H. PETAH TIKVA 10 1-3 ▼ 3-0 ▲ 4-1 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ 0-1 ▼ . . .

14 14 13 13 12 12 11 11 11 10 10 9 9

14 13 12 11 10 9 9 9 9 8 8 8 8

(6-8) (6-7) (5-7) (5-6) (4-6) (4-5) (4-5) (6-3) (5-4) (4-4) (5-3) (5-3) (4-4)

«NO GOAL»

M. PETAH TIKVA 21 FC ASHDOD B. JERUSALEM H. AKKO H. TEL AVIV H. HAIFA M. NETANYA H. PETAH TIKVA FC ASHDOD H. IRONI RISHON BNEI SAKHNIN

0-0 = 0-4 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = 0-1 ▼ 0-1 ▼ . . .

H. IRONI RISHON BNEI SAKHNIN H. R.H.I. NIR M. TEL AVIV M. HAIFA H. IRONI KIRYAT M. PETAH TIKVA BNEI YEHUDA B. JERUSALEM

36 2-1 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 2-1 ▲ 1-1 = 0-0 = . . .

H. HAIFA M. NETANYA H. PETAH TIKVA FC ASHDOD H. IRONI RISHON BNEI SAKHNIN H. R.H.I. NIR H. BEER SHEVA M. HAIFA

I 10 numeri più in ritardo

BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

Rit. 75

69 76

58 36 59 30 24 47 49 55 57

46

41

37

35

35

35

34

64

59

51

47

46

43

41

39

71 54 36 85 56 50 32 55 76 13

Rit. 80

77

75

52

13 85 27 30

47

41

41

39

36

47

6

50 69 20 57

73 25 30 12 54

8

75 51 22 65

Rit. 74

55

72

54

61

48

8

43

52

Rit. 108 76

46

45

43

41

43

36

42

35

40

35

36 64 56 33 72 43 27 62 53 85

Rit. 87

67

56

54

54

53

52

50

49

45

54 79 84 78 31 64 45 70 25 50

Rit. 75

57

52

68 61 50

Rit. 64

57

53

45

43

9

12 70 22 14 53 33

45

45

43 44

39 43

37 39

36 39

36 38

64 67 73 57 17 34 54 11 27 16

Rit. 97

71

62

48

45

43

21 31 78 59 69 64

Rit. 95

80

70

65

61

55

42

39

5

16

50

50

39

36

8 20

49

47

6 11 51 87 40 68 21 79 22 56

Rit. 97 Rit.

37

36

35

33 38 72 83 47 62 64

2

24 31

8

54

M. NETANYA H. PETAH TIKVA FC ASHDOD H. IRONI RISHON BNEI SAKHNIN H. BEER SHEVA M. TEL AVIV M. HAIFA H. IRONI KIRYAT

2-0 0-0 1-1 1-1 0-1 3-3

26 BNEI SAKHNIN

M. HAIFA

H. TEL AVIV H. HAIFA M. NETANYA H. PETAH TIKVA FC ASHDOD H. IRONI RISHON BNEI SAKHNIN H. R.H.I. NIR M. TEL AVIV

= = = ▼ = . . .

I 10 numeri più frequenti

14 10 41 85 89 12 18 74 48 49

Rit. 82

0-2 ▼ 1-1 = 1-0 ▲ 1-2 ▼ 3-1 ▲ 3-1 ▲ . . .

27

0-3 ▼ 1-3 ▼ 2-1 ▲ 1-3 ▼ 1-1 = 2-4 ▼ . . .

31 2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-0 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 1-3 ▼ . . .

H. PETAH TIKVA FC ASHDOD H. IRONI RISHON H. BEER SHEVA H. R.H.I. NIR M. TEL AVIV M. HAIFA H. IRONI KIRYAT M. PETAH TIKVA

13 12 12 11 11 11 11 10 10 10 10 9 8

(6-7) (4-8) (7-5) (5-6) (4-7) (5-6) (6-5) (6-4) (6-4) (4-6) (4-6) (5-4) (4-4)

10eLOTTO

LOTTO

80 9

30 H. R.H.I. NIR

M. TEL AVIV

H. Ironi Kiryat B. Jerusalem H. Tel Aviv Bnei Yehuda H. Beer Sheva H. Haifa H. Petah Tikva Bnei Sakhnin FC Ashdod H. R.H.I. Nir M. Petah Tikva M. Tel Aviv H. Akko

50

5

5

49 5

43 4

40 4

4

3

3

33 3

BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

14 41 57

Freq. 16

16

38 62

Freq. 18

17

16

1

16

5

15

4

16

30 25 14 28

Freq. 18

17

78 4

Freq. 20

17

16

16

86 90 17

15

I 10 numeri più in ritardo

20 11 15 30 46 48 15

14

14

83 37 42 16

2

15

3

14

5

14

14

6 59

15

14

7

17 43 75

15

3

17 21 36 71 80 14

14

15 14

15

14

15 14

15

14

14

15 14

NELLA SESTINA 50 89 70 66 27 76 19 34 22 64 RITARDO 53 47 46 37 35 33 33 32 31 29

Il sistema 13 numeri Ridotto a garanzia di due “4” con 5 numeri Combinazioni 26 € 13,00 Pronostico: 5, 9, 26, 27, 28, 41, 44, 51, 56, 68, 71, 77, 85

83 64

5

42

3

19 16

11

9

8

12 25 33 38 78 8

8

8

8

8

I 10 numeri più frequenti NUMERO 86 FREQUENZA 14

9

15 37 31 49 21 27 28 61

13

13

13

12

12 11

11

11

11

79 14 78 62 19 31 38 43 56 82

Freq. 17

14

14

14

14

14

12 22 76 40 51

3

55

9

30 64

Freq. 20

16 17

16 17

15 16

15

14

14

13

13

14 13

41 49 58 47 55 12 22 59 74 85

Freq. 20

18

17

16

16

15

52 25 42 15 24 46

Freq. 17

16

16

15

15

15

15

3

14

15

15

6

12 38

14

14

15 14

70 60 84 14 32 33 41 52 82 18

Freq. 18

16

58 9

Freq. 18

17

16

15

15

15

15

15

16

14

37 53 67 17 18 35 40 60 17

17

16

15

15

15

36 25 27 29 50 57 76 89

Freq. 19

15

15

15

15

2 80

15

15

15

37 12 14 38 42 78

6

30 43 3

Freq.130 121 121 120

15

15 14

14

120 119 118 117 116 115

SUPERENALOTTO I 10 numeri più in ritardo

NUMERO RITARDO

I 10 numeri più frequenti NELLA SESTINA 90 54 49 45 74 67 69 21 32 38 FREQUENZA 42 41 40 39 37 35 34 33 33 33

5

9 26 27 28 85

5 27 51 68 77 85

9 28 51 68 71 85

5

9 26 51 56 71

5 28 41 51 71 77

26 27 28 41 51 68

5

9 27 41 68 71

5 44 56 71 77 85

26 27 44 51 71 85

5

9 28 56 68 77

9 26 28 41 44 56

26 27 56 68 71 77

5

9 41 44 51 85

9 26 41 71 77 85

26 28 51 56 77 85

5 26 27 41 44 77

9 26 44 51 68 77

27 28 41 56 71 85

5 26 28 44 68 71

9 27 28 44 71 77

28 41 44 68 77 85

5 26 41 56 68 85

9 27 41 51 56 77

41 44 51 56 68 71

5 27 28 44 51 56

9 27 44 56 68 85

Il sistema 15 numeri Garanzia di due “8” con 10 numeri Combinazioni 20 - € 20,00 Pronostico: 9, 12, 14, 15, 19, 22, 26, 31, 38, 43, 47, 62, 64, 68, 81 9 9 9 12 9 12 12 12 9 9 12 15 9 9 9 9 9 12 9 9

12 12 14 15 14 14 14 14 14 12 14 19 12 14 14 22 12 14 12 12

14 15 19 22 15 26 19 15 15 15 19 22 19 15 15 26 14 15 14 15

15 19 22 26 19 31 22 19 26 19 22 26 26 19 19 31 22 22 15 19

22 22 38 31 26 38 31 31 31 22 26 31 31 22 22 38 26 31 19 26

26 47 43 38 38 43 38 38 38 31 38 43 47 38 26 43 31 43 22 38

47 62 47 47 47 47 62 43 43 38 43 47 62 43 31 47 43 47 26 43

62 64 64 64 62 62 64 47 62 43 62 62 64 47 43 62 47 62 31 64

68 68 68 68 64 68 68 64 64 62 64 64 68 62 68 64 62 64 38 68

81 81 81 81 68 81 81 81 81 68 68 81 81 81 81 81 64 68 47 81


Giovedì 05 Gennaio 2012 il Domani dello Sport

5

TOTOGUIDA SCOMMESSE SQUADRE Classifica

Italia Lega 2

Brescia, rischio grosso a Scafati Il pronostico di TS B Scafati-Brescia 1 rescia non riesce a mantenere la testa della classifica insieme a Reggio Emilia a causa della sconfitta casalinga rimediata da Piacenza, e con Scafati potrebbe centrare il secondo passo falso consecutivo.

2 1 2 2

Bologna-Brindisi Forlì-Pistoia Ostuni-Jesi R. Imola-R. Emilia

IL TURNO PRECEDENTE (13ª)

IL TURNO SUCCESSIVO (14ª)

C. Latte Bs - Morpho Pc 77-95 Fileni Jesi - Aget Imola 78-74 Giorgio Tesi Pt - Scafati 108-97 S. Antimo - Assi Ostuni 57-71 Sigma Barcellona - Prima Veroli 69-53 Tezenis Vr - Marcopoloshop Fc 93-73 Trenkwalder Re - Biancoblu Bo 91-87 RIPOSA: Enel Br

Aget Imola - Trenkwalder Re 05-01 Assi Ostuni - Fileni Jesi “ “ Biancoblu Bo - Enel Br “ “ Marcopoloshop Fc - Giorgio Tesi Pt “ “ Morpho Pc - S. Antimo “ “ Prima Veroli - Tezenis Vr “ “ Scafati - C. Latte Bs “ “ RIPOSA: Sigma Barcellona

10 FILENI JESI

ASSI OSTUNI CASA

1

5

465 516 PF

PS

4 2 443 468 BIANCOBLU BO 82-71 ▲ PRIMA VEROLI 84-107 ▼ SIGMA BARCELLONA73-107 ▼ SCAFATI 75-74 ▲ RIPOSA Rin. . TRENKWALDER RE 83-88 ▼ TEZENIS VR 72-79 ▼ S. ANTIMO 71-57 ▲ FILENI JESI . FUORI

4

2

3

2

479 461 PF

1

1

5

485 458 PF

CASA

4

2

5

504 537 PF

PARTITE PUNTI V P F S 9 3 991 914 9 4 1042 1028 8 4 970 972 7 5 973 887 7 5 1026 941 7 4 896 850 7 5 894 876 6 6 922 903 6 6 930 966 5 7 891 920 5 7 971 1003 5 7 908 984 4 8 926 961 3 9 954 984 2 10 831 936

IN CASA V P 6 0 6 1 5 2 5 1 6 0 4 2 3 3 5 1 5 1 3 2 5 1 1 5 3 2 1 4 2 5

PUNTI F S 496 420 582 529 573 567 512 427 542 438 479 461 441 450 489 436 485 458 367 359 498 474 465 516 404 388 408 420 504 537

FUORI V P 3 3 3 3 3 2 2 4 1 5 3 2 4 2 1 5 1 5 2 5 0 6 4 2 1 6 2 5 0 5

PUNTI F S 495 494 460 499 397 405 461 460 484 503 417 389 453 426 433 467 445 508 524 561 473 529 443 468 522 573 546 564 327 399

10 TRENKWALDER RE 18

AGET IMOLA CASA

3

2

2

5

367 359 PF

8 ENEL BR

BIANCOBLU BO CASA

3

2

1 6 ASSI OSTUNI C. LATTE BS FILENI JESI S. ANTIMO AGET IMOLA SCAFATI MORPHO PC TRENKWALDER RE ENEL BR FUORI

404 388 PF

PS

522 573 71-82 ▼ 67-73 ▼ 88-76 ▲ 70-86 ▼ 79-71 ▲ 87-97 ▼ 70-76 ▼ 87-91 ▼ .

1

4

408 420 PF

3

441 450 PF

CASA

12

5

1

489 436 PF

CASA

5

1

0 6 PRIMA VEROLI MORPHO PC S. ANTIMO AGET IMOLA FILENI JESI C. LATTE BS ENEL BR TEZENIS VR GIORGIO TESI PT FUORI

498 474 PF

0 ▼

496 420 PF

CASA

0

1 5 AGET IMOLA TRENKWALDER RE TEZENIS VR ASSI OSTUNI PRIMA VEROLI BIANCOBLU BO RIPOSA GIORGIO TESI PT C. LATTE BS FUORI

CASA

6

1

18

582 529 PF

542 438 PF

CASA

PS

484 503 81-62 ▲ 77-79 ▼ 83-70 ▲ 74-75 ▼ 96-78 ▲ 97-87 ▲ Rin. . 97-108 ▼ .

PS

3 3 460 499 C. LATTE BS 95-79 ▲ FILENI JESI 68-81 ▼ MORPHO PC 78-75 ▲ TRENKWALDER RE 43-91 ▼ TEZENIS VR 74-69 ▲ SIGMA BARCELLONA66-81 ▼ PRIMA VEROLI 90-82 ▲ SCAFATI 108-97 ▲ MARCOPOLOSHOP FC . FUORI

14 C. LATTE BS 6

PS

3 3 495 494 SIGMA BARCELLONA77-83 ▼ SCAFATI 79-77 ▲ ENEL BR 67-71 ▼ GIORGIO TESI PT 91-43 ▲ S. ANTIMO 74-73 ▲ ASSI OSTUNI 88-83 ▲ FILENI JESI 78-85 ▼ BIANCOBLU BO 91-87 ▲ AGET IMOLA .

PS

473 529 76-94 ▼ 87-93 ▼ 72-64 ▲ 72-77 ▼ 89-87 ▲ 85-87 ▼ 93-92 ▲ 73-93 ▼ .

SCAFATI

PS

1 5 433 467 S. ANTIMO 85-66 ▲ SIGMA BARCELLONA84-78 ▲ SCAFATI 70-83 ▼ RIPOSA Rin. . GIORGIO TESI PT 69-74 ▼ ENEL BR 76-69 ▲ ASSI OSTUNI 79-72 ▲ MARCOPOLOSHOP FC93-73▲ ▲ PRIMA VEROLI . FUORI

6 ▲

FUORI

MARCOPOLOSHOP FC 10 GIORGIO TESI PT

PS

4 2 453 426 FILENI JESI 85-70 ▲ S. ANTIMO 66-56 ▲ TRENKWALDER RE 71-67 ▲ MORPHO PC 71-63 ▲ C. LATTE BS 70-77 ▼ TEZENIS VR 69-76 ▼ MARCOPOLOSHOP FC92-93 ▼ RIPOSA Rin. . BIANCOBLU BO . FUORI

PS

2 5 546 564 MARCOPOLOSHOP FC94-76▲ ▲ ASSI OSTUNI 107-84 ▲ AGET IMOLA 89-98 ▼ C. LATTE BS 87-88 ▼ SCAFATI 78-96 ▼ RIPOSA Rin. . GIORGIO TESI PT 82-90 ▼ SIGMA BARCELLONA53-69 ▼ TEZENIS VR . FUORI

14 3

6 TEZENIS VR

PRIMA VEROLI CASA

CASA

CASA

PS

524 561 SCAFATI 62-81 ▼ RIPOSA Rin. . PRIMA VEROLI 98-89 ▲ MARCOPOLOSHOP FC77-72▲ ▲ BIANCOBLU BO 71-79 ▼ MORPHO PC 69-89 ▼ C. LATTE BS 75-64 ▲ FILENI JESI 74-78 ▼ TRENKWALDER RE . FUORI

PS

0 5 327 399 TEZENIS VR 66-85 ▼ ENEL BR 56-66 ▼ MARCOPOLOSHOP FC64-72 ▼ BIANCOBLU BO 86-70 ▲ TRENKWALDER RE 73-74 ▼ FILENI JESI 75-70 ▲ SIGMA BARCELLONA50-76 ▼ ASSI OSTUNI 57-71 ▼ MORPHO PC . FUORI

G 12 13 12 12 12 11 12 12 12 12 12 12 12 12 12

Ogni settimana, a rotazione, una squadra osserva un turno di riposo

PS

445 508 ENEL BR 70-85 ▼ GIORGIO TESI PT 81-68 ▲ BIANCOBLU BO 76-88 ▼ SIGMA BARCELLONA82-73 ▲ MARCOPOLOSHOP FC87-89 ▼ S. ANTIMO 70-75 ▼ TRENKWALDER RE 85-78 ▲ AGET IMOLA 78-74 ▲ ASSI OSTUNI . FUORI

PS

417 389 RIPOSA Rin. . MARCOPOLOSHOP FC93-87▲ ▲ GIORGIO TESI PT 75-78 ▼ ENEL BR 63-71 ▼ SIGMA BARCELLONA Rin. . AGET IMOLA 89-69 ▲ BIANCOBLU BO 76-70 ▲ C. LATTE BS 95-77 ▲ S. ANTIMO . FUORI

12

5

14 S. ANTIMO

MORPHO PC CASA

CASA

TRENKWALDER RE GIORGIO TESI PT C. LATTE BS SIGMA BARCELLONA SCAFATI MORPHO PC ENEL BR TEZENIS VR FILENI JESI AGET IMOLA MARCOPOLOSHOP FC ASSI OSTUNI BIANCOBLU BO PRIMA VEROLI S. ANTIMO

PT 18 18 16 14 14 14 14 12 12 10 10 10 8 6 4

16

5

2

573 567 PF

PS

3 2 397 405 GIORGIO TESI PT 79-95 ▼ BIANCOBLU BO 73-67 ▲ RIPOSA Rin. . PRIMA VEROLI 88-87 ▲ ENEL BR 77-70 ▲ MARCOPOLOSHOP FC87-85▲ ▲ AGET IMOLA 64-75 ▼ MORPHO PC 77-95 ▼ SCAFATI . FUORI

Informazione pubblicitaria

BASKET


6 il Domani dello Sport Giovedì 05 Gennaio 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE - Serie A1 VOLLEY Italia maschile - Campionato con formula all'italiana con gironi di andata e ritorno. Vi partecipano 14 squaLa M. Roma rischia forte REGOLAMENTO dre. Le prime 8 della classifica del girone di andata disputeranno i Quarti di Finale di Coppa Italia. Le prime 12 della classifica finale della Regular Season partecipano ai Play Off Scudetto, le ultime 2 retrocedono in A2. al PalaTiziano contro P P T R la Pallavolo Padova SQUADRE P G V P Classifica F S 3-0 3-1 3-2 2-3 1-3 0-3 ARTITE

UNTI

IPO DI

ISULTATO

T

14 ITAS TN

ANDREOLI LT CASA

3

3

1 5 PARADISO MB COPRA PC M. ROMA VOLLEY LUBE MC CALLIPO VV CASA MO PALLAVOLO PD CMC RA ITAS TN FUORI

12 PF

10 1-3 3-2 2-3 0-3 3-0 1-3 1-3 1-3

2

3

7

PF

4

3

15 SISLEY BL 3-2 UMBRIA S. GIUSTINO 3-0 ANDREOLI LT 3-2 MARMI LANZA VR 3-1 ITAS TN 1-3 CMC RA 3-1 COPRA PC 0-3 PARADISO MB 2-3 PALLAVOLO PD FUORI

CASA

PS

16

5

1

17

5

PF

PS

6 0 18 UMBRIA S. GIUSTINO 3-0 CASA MO 3-0 CMC RA 3-0 CALLIPO VV 3-1 M. ROMA VOLLEY 3-1 BRE BANCA CN 3-2 SISLEY BL 3-1 MARMI LANZA VR 3-0 ANDREOLI LT FUORI

▼ ▲ ▼ ▼ ▲ ▼ ▼ ▼ .

M. ROMA VOLLEY CASA

11

32

17 PALLAVOLO PD 13

CASA

PS

11 ▲ ▲ ▲ ▲ ▼ ▲ ▼ ▼ .

6

8

PF

2

3

UMBRIA S. GIUSTINO 10 COPRA PC CASA

1

5

8

PF

2

4

10 ITAS TN 0-3 M. ROMA VOLLEY 0-3 BRE BANCA CN 1-3 CASA MO 2-3 MARMI LANZA VR 1-3 PARADISO MB 2-3 LUBE MC 1-3 PALLAVOLO PD 3-1 COPRA PC FUORI

17

CASA

PS

15 ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▲ .

▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ .

18

4

9

PF

1 5 8 CALLIPO VV 3-2 ANDREOLI LT 2-3 MARMI LANZA VR 3-0 PARADISO MB 2-3 CMC RA 0-3 SISLEY BL 0-3 M. ROMA VOLLEY 3-0 BRE BANCA CN 1-3 UMBRIA S. GIUSTINO

25 CHEBANCA MI

5

3

18

14

PF

PS

4 4 16 18 BCC CASTELLANA G. 3-1 ▲ SIR PG 1-3 ▼ C. RURALE CANTU’ 3-1 ▲ CLUB ITALIA RM 3-2 ▲ CHEBANCA MI . FUORI

▼ ▼ ▲ ▼ ▼ ▲ ▼ .

14

▼ ▼ ▼ ▲ ▼ .

1

7

10

22

PF

PS

0 8 NGM S.CROCE MOLFETTA AIELLO CORIGLIANO CHEBANCA MI GLOBO SORA FUORI

8 24 1-3 ▼ 2-3 ▼ 1-3 ▼ 0-3 ▼ .

4

4

15

17

PF

PS

4 4 18 16 C. RURALE CANTU’ 3-1 ▲ CHEBANCA MI 2-3 ▼ BCC CASTELLANA G. 1-3 ▼ CARIGE GE 2-3 ▼ GEOTEC IS . FUORI

18

13

PF

PS

6 2 21 14 EDILESSE RE 3-1 ▲ NGM S.CROCE 3-2 ▲ GHERARDI C. CAST. 3-0 ▲ C. RURALE CANTU’ 3-0 ▲ AIELLO CORIGLIANO . FUORI

CASA

28

5

3

17

14

PF

PS

4

4

16 13 SEGRATE 1-3 ▼ CLUB ITALIA RM 3-0 ▲ SIDIGAS ATRIPALDA 3-0 ▲ BCC CASTELLANA G. 2-3 ▼ C. RURALE CANTU’ . FUORI

24 GEOTEC IS

NGM S.CROCE CASA

31

3

CASA

19

4

4

17

16

PF

PS

2 6 13 20 CLUB ITALIA RM 3-1 ▲ GHERARDI C. CAST. 3-1 ▲ SEGRATE 3-1 ▲ SIDIGAS ATRIPALDA 2-3 ▼ NGM S.CROCE . FUORI

18

PF

4

2

2

3

11

PF

2

5

8 CMC RA 3-1 PARADISO MB 2-3 COPRA PC 0-3 M. ROMA VOLLEY 1-3 UMBRIA S. GIUSTINO 3-1 CALLIPO VV 2-3 CASA MO 2-3 ITAS TN 0-3 LUBE MC FUORI

0

MARMI LANZA VR

PS

6

16 LUBE MC 2-3 CMC RA 3-0 UMBRIA S. GIUSTINO 3-1 SISLEY BL 3-1 PALLAVOLO PD 3-2 ITAS TN 2-3 PARADISO MB 3-0 COPRA PC 3-1 CASA MO

CASA

15 ▲

5

7 GLOBO SORA

C. RURALE CANTU’ CASA

CASA

29 CASA MO

FUORI

Nessun problema per la capolista Segrate contro il fanalino di coda CASA

BRE BANCA CN

PS

12 ▼

- Serie A2 VOLLEY Italia maschile

AIELLO CORIGLIANO

32 30 29 26 18 17 17 16 14 13 11 11 10 8

CASA

11

2

FUORI

▼ ▼

11

1

9 CASA MO 2-3 SISLEY BL 0-3 CALLIPO VV 0-3 CMC RA 3-2 BRE BANCA CN 2-3 LUBE MC 0-3 ANDREOLI LT 3-1 UMBRIA S. GIUSTINO 1-3 M. ROMA VOLLEY FUORI

5 ▲

ITAS TN LUBE MC BRE BANCA CN CASA MO PARADISO MB CALLIPO VV M. ROMA VOLLEY SISLEY BL ANDREOLI LT MARMI LANZA VR COPRA PC PALLAVOLO PD UMBRIA S. GIUST. CMC RA

12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12

3

11 11 10 10 7 6 6 4 4 4 3 3 3 2

CASA

PS

12

1 1 2 2 5 6 6 8 8 8 9 9 9 10

35 34 34 31 23 23 22 23 22 19 17 17 18 14

26

6

1

18

7

PF

PS

4 1 13 PALLAVOLO PD 3-2 ITAS TN 0-3 LUBE MC 1-3 UMBRIA S. GIUSTINO 3-2 SISLEY BL 3-2 ANDREOLI LT 3-1 MARMI LANZA VR 3-2 CALLIPO VV 3-0 BRE BANCA CN FUORI

▼ ▲ ▲ ▲ ▲ ▼ ▲ ▲ .

13 LUBE MC 13

CASA

PS

17 ▲ ▼ ▼ ▲ ▼ ▼ ▼ .

IL TURNO SUCCESSIVO (17ª) Aiello Corigliano - CheBanca Mi 05-01 BCC Castellana G. - Energy R. Loreto “ “ C. Rurale Cantu’ - Globo Sora “ “ Edilesse Re - Gherardi C. Cast. “ “ Molfetta - Club Italia Rm “ “ NGM S.Croce - Geotec Is “ “ Sidigas Atripalda - Segrate “ “ Sir Pg - Carige Ge “ “

6

1

20

8

PF

PS

7 2 24 14 AIELLO CORIGLIANO 1-3 ▼ SIDIGAS ATRIPALDA 3-1 ▲ NGM S.CROCE 3-1 ▲ GLOBO SORA 3-2 ▲ ENERGY R. LORETO .

1

7

7

22

PF

PS

1 7 CHEBANCA MI ENERGY R. LORETO SIR PG SEGRATE GHERARDI C. CAST. FUORI

5 23 1-3 ▼ 1-3 ▼ 0-3 ▼ 0-3 ▼ .

1

7

7

23

PF

PS

1

7

8 23 SIR PG 0-3 ▼ BCC CASTELLANA G. 1-3 ▼ GLOBO SORA 0-3 ▼ GEOTEC IS 3-2 ▲ SEGRATE . FUORI

▲ ▲ ▲ .

PF

PS

6 ▲ ▼ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ .

Le possibili sorprese 1 (3-2) 1 (3-1)

27

7

1

21

13

PF

PS

3 5 14 18 GHERARDI C. CAST. 0-3 ▼ EDILESSE RE 3-1 ▲ MOLFETTA 1-3 ▼ SIR PG 3-2 ▲ BCC CASTELLANA G. . FUORI

CASA

5

4

19

15

PF

PS

5 2 18 9 ENERGY R. LORETO 3-0 ▲ GEOTEC IS 1-3 ▼ CHEBANCA MI 0-3 ▼ MOLFETTA 3-0 ▲ EDILESSE RE .

38

7

1

22

PF

6 2 18 GLOBO SORA 3-1 CARIGE GE 3-2 GEOTEC IS 1-3 EDILESSE RE 3-0 SIDIGAS ATRIPALDA FUORI

6

3

12

PF

3

3

.

Le possibili sorprese 2 (2-3) 2 (2-3)

Andreoli Lt-Itas Tn M. Roma-Pallavolo Pd

12

CASA

PS

13

2 (1-3) 1 (3-1) 2 (0-3) 1 (3-0)

18

5

1

15

PF

11 PS

2 4 8 ANDREOLI LT 3-1 MARMI LANZA VR 3-2 SISLEY BL 0-3 COPRA PC 3-2 LUBE MC 2-3 UMBRIA S. GIUSTINO 3-2 BRE BANCA CN 0-3 M. ROMA VOLLEY 3-2 CALLIPO VV

15 ▲

FUORI

▼ ▲ ▲ ▼ ▼ ▲ ▲ ▼ .

▲ ▼ ▲ ▼ ▲ ▼ ▲ .

4

12 PF

11 2-3 3-0 3-0 1-3 2-3 3-0 1-3 0-3

12

CASA

PS

12

8 1

5

8

PF

1 5 MARMI LANZA VR BRE BANCA CN ITAS TN PALLAVOLO PD COPRA PC M. ROMA VOLLEY CALLIPO VV ANDREOLI LT SISLEY BL

▼ ▲ ▼ ▼ ▲ ▼ ▼ .

PS

6 1-3 0-3 0-3 2-3 3-0 1-3 0-3 3-1

FUORI

16 15 ▼ ▼ ▼ ▼ ▲ ▼ ▼ ▲ .

REGOLAMENTO - La 1ª è promossa in A1. Dalla 2ª all'11ª ai playoff per stabilire la seconda promossa in A1. L'ultima retrocede in B1. Dalla 12ª alla 15ª al playout per determinare la altre 2 retrocesse.

SQUADRE Classifica SEGRATE BCC CASTELLANA G. SIR PG CHEBANCA MI MOLFETTA GHERARDI C. CAST. GLOBO SORA CARIGE GE ENERGY R. LORETO AIELLO CORIGLIANO NGM S.CROCE GEOTEC IS CLUB ITALIA RM C. RURALE CANTU’ EDILESSE RE SIDIGAS ATRIPALDA

PT 38 37 34 31 31 30 28 27 27 25 24 19 17 7 5 4

G 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16

PARTITE V P 13 3 13 3 10 6 11 5 10 6 10 6 9 7 9 7 10 6 9 7 8 8 6 10 5 11 1 15 2 14 2 14

SET F S 40 18 44 22 39 24 39 27 37 25 37 24 33 27 36 32 35 31 34 32 33 33 30 36 24 38 18 46 12 45 15 46

31 CLUB ITALIA RM

MOLFETTA 6

2

22

9

PF

PS

4 4 15 16 CARIGE GE 3-0 ▲ C. RURALE CANTU’ 3-2 ▲ ENERGY R. LORETO 3-1 ▲ GHERARDI C. CAST. 0-3 ▼ CLUB ITALIA RM . FUORI

CASA

17

2

7

13

PF

3 4 11 GEOTEC IS 1-3 GLOBO SORA 0-3 CARIGE GE 2-3 AIELLO CORIGLIANO 2-3 MOLFETTA FUORI

34 CARIGE GE

SIR PG 5

2

19

10

PF

PS

5 4 20 14 SIDIGAS ATRIPALDA 3-0 ▲ AIELLO CORIGLIANO 3-1 ▲ EDILESSE RE 3-0 ▲ ENERGY R. LORETO 2-3 ▼ CARIGE GE . FUORI

▼ ▲

Il pronostico di TS Umbria SG-Copra Pc BreBanca Cn-Casa Mo Marmi L. Vr-Lube Mc Callipo Vv-Paradiso Mb

16 CMC RA

2

2 4 M. ROMA VOLLEY PALLAVOLO PD PARADISO MB BRE BANCA CN CASA MO COPRA PC ITAS TN LUBE MC CMC RA

PS

0 0 0 1 4 3 3 1 1 4 4 4 3 4

17 PARADISO MB

3

SISLEY BL

CASA

12 ▲

0 1 0 1 0 1 2 3 4 1 2 2 3 4

11 COPRA PC 2-3 LUBE MC 3-1 PALLAVOLO PD 3-0 ITAS TN 1-3 ANDREOLI LT 0-3 MARMI LANZA VR 3-2 CMC RA 3-0 CASA MO 0-3 PARADISO MB

CASA

FUORI

CASA

1 0 2 0 1 2 1 4 3 3 3 3 3 2

FUORI

2 (0-3) 1 (3-1) 2 (1-3)

Castellana G.-Loreto Corigliano-Milano

2 3 3 4 4 3 2 0 1 2 1 1 2 0

CALLIPO VV

CASA

Il pronostico di TS Atripalda-Segrate Perugia-Genova Cantù-Sora

4 SEGRATE

SIDIGAS ATRIPALDA CASA

5 GHERARDI C. CAST. 30

EDILESSE RE CASA

7

5 1 16 BRE BANCA CN 3-2 CALLIPO VV 1-3 CASA MO 3-1 ANDREOLI LT 3-0 PARADISO MB 3-2 PALLAVOLO PD 3-0 UMBRIA S. GIUSTINO 3-1 SISLEY BL 3-0 MARMI LANZA VR

CASA

FUORI

30

BCC CASTELLANA G. 37 ENERGY R. LORETO CASA

18

3 4 3 2 3 1 2 0 1 2 0 1 1 1

FUORI

0

6 4 4 4 0 2 2 4 2 0 2 1 0 1

CASA

9

6

FUORI

10 13 15 16 26 25 24 24 27 30 29 30 32 31

IL TURNO SUCCESSIVO (13ª) Andreoli Lt - Itas Tn 05-01 Bre Banca Cn - Casa Mo “ “ Callipo Vv - Paradiso Mb “ “ M. Roma Volley - Pallavolo Pd “ “ Marmi Lanza Vr - Lube Mc “ “ Sisley Bl - CMC Ra “ “ Umbria S. Giustino - Copra Pc “ “

CASA FUORI

23 PS

15 ▼ ▼ ▼ ▼ .

27

4

4

18

18

PF

PS

5

3

MOLFETTA SEGRATE CLUB ITALIA RM NGM S.CROCE SIR PG

18 14 0-3 ▼ 2-3 ▼ 3-2 ▲ 3-2 ▲


Giovedì 05 Gennaio 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT Intanto il tecnico confessa: «Non avrei voluto affrontare il Napoli proprio ora»

«Con Mutti il Palermo è più sereno» Zamparini loda il clima di casa sua

Andrea Cruzzo «Con Mutti vedo un Palermo più sereno. E sono più sereno anche io».IlpresidenteMaurizioZamparini ha ritrovato la tranquillità da quando Bortolo Mutti siede sulla panchinarosanero.Il2012comincia con la sfida contro il Napoli: «Sarà la partita del Regno delle Due Sicilie», dice Zamparini a Radio Kiss Kiss Napoli. «Le città sono sorelle, i presidenti sono fratelli e mi auguro di assistere ad una bella partita dove il migliore possa ovviamente vincere», aggiunge. Il Palermo non vive un momentofelicissimo.«Siamoconsci che ci mancano 3-4 elementi di grande spessore, siamo una fase non buona per quanto concerne gli infortunati. Ma le gare tra Palermo e Napoli sono state sempre belle, agonistiche ma corrette e sono certo che assisteremo ad

una bella partita», dice il numero 1 del club rosanero. «L’obiettivo del Palermo? Questo è un anno di transizione: il nostro obiettivo è di resta re nella parte sinistra della classifica. Partita dopo partita vogliamo crescere per modellare il Palermo del prossimo anno, che sarà decisamente più ambizioso», afferma prima di soffermarsi sui temi, veri o presunti, di mercato. «Pinilla alla Fiorentina? Assolutamente no. Il calciatore ora deve pensare alla famiglia e credo che domenica non ci sarà contro il Napoli, ma certamente non andrà via da Palermo», dice blindando l’attaccante cileno. A giugno, proprio dal Napoli, potrebbe arrivare un difensore. «Aronica a giugno? Mi piace, è sanguigno, un grande marcatore. Ho fatto un elogio al calciatore, a giugno ci penseremo», afferma. Da escludere, invece, la cessione di Balzaretti al

Il presidente ha trovato tranquillità con il cambio di allenatore. Il 2012 comincia con il Napoli: «La gara delle due Sicilie» Napoli: «È una bufala. Sono amico di De Laurentiis e quando il presidente vuole un mio calciatore mi chiama direttamente sul cellulare. Non avendomi chiamato, vuol dire che è davvero una bufala». «Come prima squadra con cui confrontarmi come nuovo tecnico del Palermo avrei preferito affrontare un avversario diverso dal Napoli. So delle difficoltà cui an-

drò in contro nella gara di domenica sera, l’emozione per questo match sarà tanta ma cercherò di contenerla». Lo confessa a Radio Crc l’allenatore del Palermo, Bortolo Mutti, parlando della prossima sfida di campionato. «Ho accettato l’incarico di allenare il Palermo con entusiasmo e mi impegnerò al massimo per far crescere questa società. Il Napoli è tornato a livelli eccelsi grazie a Mazzarri e a De Laurentiis, ora il club azzurro è stimato e temuto da tutti. Il presidente azzurro è davvero un uomo capace e ambizioso ed hafattoungranlavoroperriportare il Napoli tra le grandi. Il Napoli non ha mai fatto risultato a Palermo, spero che domenica non si rompa questa tradizione». «L’attacco del Napoli è di un valore indiscusso. Dovremo lavorare con grande attenzione per cercare di tenergli testa ma in generale tutto il Napoli ha una struttura importante. De Sanctis è un portiere affidabile e tutti i calciatori azzurri sono validi -aggiunge il tecnico rosanero-. Il Palermo è un gruppo di ragazzi giovani, alcuni devono ancora maturare e diventare protagonisti del campionato italiano. La società deve maturare e crescere ma i progetti e la voglia di fare bene non mancano». «La Champions ha portato via energie al Napoli ma in questo periodo credo che il club azzurro si possa attrezzare per recuperare posizioni in campionato. Mi dispiace non avere a disposizione per il match di domenica sera alcuni fra i giocatori più importanti nella rosa del Palermo». ha concluso Mutti.

NEWS > BRYANT TRASCINATORE

> IPPICA IN CRISI

> ATLETICA

Dopo che qualcuno già affiggeva i manifesti per il ritrovamento del campione scomparso, ecco che torna il miglior Kobe Bryant e i Lakers si impongono su Houston. Il campionato di basket Nba si accende: il quintetto californiano supera 108-99 i Rockets grazie alla prova super della sua stella in campo. Bryant ritrova infatti lo smalto al tiro e chiude il match con 37 punti, 8 rimbalzi e 6 assist. Bynum mette a referto 21 punti e 22 rimbalzi, mentre Gasol si limita a 14. Nelle fila di Houston il migliore è stato Lowry con 22 punti e 10 rimbalzi. Nelle altre gare, vittoria in rimonta (da meno 19) per Chicago che grazie al canestro di Deng nel finale riesce a superare Atlanta 76-74: gli Hawks hanno messo in difficoltà i Bulls per tutta la gara, ma poi Rose (30 punti) e Deng (21) hanno recuperato il match.

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania e il Capo di Gabinetto Michele Corradino hanno incontrato questa mattina il Commissario e il Direttore Generale dell’Unire/Assi Claudio Varrone e Francesco Ruffo Scaletta per una disamina della situazione nella quale versa il settore ippico. I rappresentanti dell’Ente hanno illustrato le posizioni espresse dalla filiera e le iniziative in atto in questi giorni, tra le quali le recenti proteste delle categorie. «Intendo avviare un confronto con il Ministero dell’Economia individuando il percorso più appropriato, valutando anche l’opportunità di un riassetto organico da perseguire con iniziative legislative. Invito i rappresentati dell’Ente a proseguire gli incontri e il confronto avviati con la filiera tutta», ha dichiarato il ministro Catania.

È iniziato ieri a Castelporziano, presso la sede del Centro Sportivo della Guardia di Finanza, il tradizionale raduno dei migliori giovani della nostra atletica, che la Federazione organizza ogni anno nel periodo delle vacanze scolastiche per le festività Natalizie. Indisponibile la Scuola di Formia, dove sono iniziati i lavori di rifacimento del manto della pista di atletica, la scelta della Fidal per questo importante appuntamento è caduta sulla struttura delle Fiamme Gialle, ove già si svolgono periodicamente i raduni Federali assoluti di marcia, salti e lanci, e tutto lo staff gialloverde si è attivato da giorni per garantire un proficuo soggiorno agli oltre 80 atleti.

Vidal chiama Pizarro: «Qui si sta bene» «È sbagliato pensare che il Milan sia l’unico avversario per lo scudetto». Arturo Vidal tiene alta la guardia nello spogliatoio della Juventus. Il centrocampista culeno, alla prima stagione in bianconero, è uno dei perni della formazione di Antonio Conte. «Con Pirlo e Marchisio formiamo un centrocampo fortissimo, è vero, ma in Europa ci sono il Barcellona, il Real Madrid... E in Italia devo dire che è davvero ottimo quello dell’Udinese», dice Vidal dal ritiro

invernale della squadra a Dubai. L’ambientamento in Serie A non ha comportato problemi per l’ex giocatore del Bayer Leverkusen. «In Italia sto benissimo, mi sento a casa», dice. «Era il mio sogno giocare in Italia in una grande squadra e ora sono in quella più importante del paese. Quando ho ricevuto la chiamata, sapevo che non avrei giocato in Champions League, ma non era importante e ora stiamo lavorando sodo per qualificarci per il prossimo anno», aggiunge. La Vecchia Signora, dopo due stagioni anonime, si è riproposta ad alti livelli e ha chiuso il 2011 in vetta alla classifica, in compagnia del Milan. La corsa al tricolore, dice Vidal, coinvolge anche altre squadre. «Non ci sono solo Milan e Juve da tenere d’occhio, ma anche l’Inter, l’Udinese, che è molto forte come abbiamo visto nell’ultima partita, il Napoli, la Roma... sarebbe un errore pensare che l’unico avversario sia il Milan», ripete. Rispetto alla Bundesliga, il campionato italiano è ben diverso: «Qui c’è molta più tattica e poi, giocando nella Juve, tutte le partite sono complicate, perchè contro di noi ogni squadra dà il massimo. Nel Leverkusen c’era molta meno pressione».


8

TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Fallimento n. 583 G.E. Dr. Giancarlo Maggiore Professionista Delegato: Avv. Mimmo Pugliese Lotto Unico: Stabilimento composto da: a) corte esterna a servizio dello stabilimento; b) reparto lavorazione; c) palazzina adibita ad uffici e mensa; d) locale pesa; e) locale adibito ad officina e centrale Enel; f) deposito oli; g) deposito attrezzi, sito in Corigliano Calabro, C.da Chiubbica. Prezzo base: euro. 291.066,75 Vendita senza incanto: 28/02/2012 Vendita con incanto: 07/03/2012 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: Avv. Mimmo Pugliese con studio sito in San Basile alla via Roma, 60. Presentare le offerte entro h13.30 dei giorni precedenti le vendite presso lo studio del Professionista delegato sito in San Basile alla via Roma, 60. Maggiori informazioni presso lo studio sito in San Basile alla via Roma, 60. Tel. 0981.35471 Cell.329.3307477. ***** Esecuzioni Imm. n. 151/1993 R.G.E. G.E. Dr.ssa Francesca Sicilia Professionista Delegato: Avv. Alessandra Fortunato Lotto Uno: Terreno rustico sito in agro del Comune di Mottafollone (CS) alla località "Cerzeto". Prezzo base: euro. 8.029,00 Lotto Due: Terreno rustico sito in agro del Comune di San Sosti (CS) alla località "Acqua Masseria". Prezzo base: euro. 13.697,00 Vendita senza incanto: 21/02/2012 Vendita con incanto: 28/02/2012 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: Avv. Alessandra Fortunato, studio sito in Castrovillari, alla Piazza Indipendenza, 13. Presentare le offerte entro h13.00 dei giorni precedenti le vendite presso lo studio del Professionista delegato sito in Castrovillari, alla Piazza Indipendenza, 13. Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari, alla Piazza Indipendenza, 13. Tel. 0981.22847, fax 0981.21040, PEC alessandra.fortunato4093@postecertificate. gov.it

TRIBUNALE DI CATANZARO IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Song Damiani Nella procedura esecutiva 121/08 RGE ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto unico: TERRENO IN CHIARAVALLE: in catasto al F. 35 P.lla 566; Euro 5.738,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 cpc è stata fissata per il giorno 22.2.2012. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 cpc, in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità nonché un Assegno Circolare "Non Trasferibile" intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n........" di un importo pari al 10 % del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 2.000,00 L’aggiudicatario dovrà versare, in Cancelleria, il prezzo d’acquisto- dedotta la già versata cauzione- entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art. 498 cpc entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte

Giovedì 5 Gennaio 2012

d’acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - il Domani Catanzaro 27.12.2011 Il Giudice dott. Song Damiani

TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il Giudice dell’Esecuzione, Dott. SERGIO MALGERI, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 47/99 promossa da CARICAL ora INTESA GESTIONE CREDITI SPA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 27. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO UNICO: Unità immobiliare sita nel Comune di Siderno contrada Vennarello costituita da un primo fabbricato composto da un piano terra e da un primo piano in pessimo stato di conservazione riportato alla partita 6809, foglio di mappa 22, particella 30, di are 00.00.22; da un secondo fabbricato ad un piano fuori terra adibito a civile abitazione riportato alla partita 6809, foglio di mappa 22 particelle 30 e 137 di are 00.00.65 in ditta ........................, e da un terreno edificabile adiacente riportato alla partita 76963, foglio di mappa 22, particella 47, seminativo arborato classe 2^, di are 00.01.20 in ditta .......................... Prezzo base del lotto: Euro 38.553,51 Deposito per cauzione: Euro 3.855,35 Deposito per spese: Euro 5.783,03 PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 24,02.2012, con la RIDUZIONE DI 1/5+1/5, alle seguenti condizioni: entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 23.03.2012, con la RIDUZIONE DI 1/5+1/5, alle seguenti condizioni: ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere infe-

riori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 22 dicembre 2011 - CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA - P.E. 5-1998 1)L’immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2)ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma cpc); 3)entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4)l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5)l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6)l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7)l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8)l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9)l’udienza di vendita senza incanto è fissata per il giorno (VEDI SOPRA), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze,

AsteInfoappalti e' un Progetto a cura della Mediatag coordinamento area Calabria

ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10)in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11)in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12)in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13)in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14)il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15)maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri ; 16)la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17)la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata, a cura del custode giudiziario con costo a carico del creditore procedente o degli altri creditori, ovvero a carico della Custodia, se in attivo - autorizzando il custode giudiziario al prelievo degli importi necessari per la pubblicità dal libretto della procedura - sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lotti (invitando ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + mensili Qu Economia e Asteinfoappalti + siti Internet, nei quali la pubblicazione dell’ordinanza avrà luogo unitamente alla relazione di stima, www.asteimmobili.it - www.portaleaste.it www.aste.eugenius.it; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18)ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (VEDI SOPRA) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19)in particolare, ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta; all’esterno della busta il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito ; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; unitamente

info 0961. 023931


9 all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20)la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21)le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22)se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23)l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24)ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, da presentarsi nelle forme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 25)su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 26)se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 27)alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc. IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE ***** CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO ai sensi del combinato disposto dagli art. 490 e 570 c.p.c. Che Il Giudice dell’Esecuzione, Dr. Pollicino, letti gli atti della Procedura Esecutiva n.67/98 promossa da BANCA COMMERCIALE ITALIANA. DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni iviv previste nei punti da 1 a 28. DESCRIZIONE IMMOBILI: VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA. PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l’ordinanza di vendita allegata al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e573 cpc, avverrà all’udienza del 01.03.2012 alle seguenti condizioni: con ribasso di 1/5+1/5+1/5 entro ore 12 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; L’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno...non sarà consentito annotare nes-

Giovedì 5 Gennaio 2012

sun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è presentata; L’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto da versare con assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; Le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; L’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: il residuo prezzo detratto l’importo cauzione già versato; l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; Il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenza di cui all’art. 587 cpc co II ( richiamato dall’art. 574 III co cpc). PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO. (Per le condizioni complete vedere l’ordinanza di vendita - punti da 1 a 28- riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571,572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 03.05.2012 con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita alle seguenti condizioni: con ribasso di 1/5+1/5+1/5 ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: 3% DEL PREZZO BASE; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Sito internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. Estratto conforme per uso pubblicità. Esatte euro 14,62 per bollo - euro 10,62 per diritti. Locri, 27/09/2011 Il Cancelliere TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che Il Giudice dell’Esecuzione, DR. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 67/98 promossa da BANCA COMMERCIALE ITALIANA. ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1^ LOTTO Unità immobiliare ad un piano fuori terra in cattivo stato di manutenzione sita nel Comune di Locri contrada Basilea riportata nel NCT al foglio di mappa 11 particella 172 ente urbano di are 00.00.92 Prezzo base del lotto: euro 18.076,00 Deposito per cauzione: euro 1.807,60 Deposito per spese: euro 2.711,00 2^ LOTTO Unità immobiliare a due piani fuori terra sita nel Comune di Locri contrada Basilea riportata nel NCEU alla partita 324 foglio di mappa 11 particella 90 sub 1 cat. A/4 classe 1^ vani 1,5 e sub 2 cat. C/1 classe 2^ mq.23 in ditta ...; alla partita 2011 foglio di mappa 11 particella 169 cat.A/4 classe 1^ vani 6,5 in ditta ... proprietario per ½, ... proprietaria per ½. Prezzo base del lotto: euro 64.557,00 Deposito per cauzione: euro 6.455,70 Deposito per spese: euro 9.684,00 CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA l’immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2)ognuno, tranne il debitore, è ammesso ad offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma, cpc); 3)entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da

marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente: A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore al prezzo base indicato poc’anzi, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; C) l’indicazione delle volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; D) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si terrà implicitamente ricollegato, nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; E) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; F) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; G) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonchè l’indicazione della partita Iva; H) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; I) la sottoscrizione dei genitori esercenti la potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4)l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5)l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6)l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7)l’offerta si considera irrevocabile, ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 572 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 573 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8)l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi, il giorno fissato, presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9)l’udienza di vendita è fissata per il giorno (VEDERE SOPRA NELL’ODIERNO VERBALE), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà,nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla procedura e vincolato all’ordine del giudice dell’esecuzione; 13)in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri;

AsteInfoappalti e' un Progetto a cura della Mediatag coordinamento area Calabria

16) la presente ordinanza dovrà essere affissa, almeno 45 venti giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’articolo 568 cpc; C) il sito internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lorri (invitando all’uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonchè mediante pubblicazione per una volta su PROGGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare; A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 096420732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’articolo 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’articolo 572, terzo comma, ovvero per il caso, in fine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es. gara in aumento che non tenuta per mancanza di adesioni: art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (VEDERE SOPRA NELL’ODIERNO VERBALE) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) in particolare ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopra indicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale, e nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita iva; in tale istanza dovrà anche essere indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, fermo restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte d’acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 c.p.c.) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione. 25) su tali offerte, il Giudice, verificante la regolarità, indice la gara, cui possono partecipare, oltre agli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24);

info 0961. 023931


10 26) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; 27) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc. ***** CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il Giudice dell’Esecuzione, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 69/1990 promossa da ITALFONDIARIO SPA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 27. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO 1: Unità immobiliare adibita a garage facente parte di un complesso immobiliare costituito da un corpo di fabbrica di cinque piani fuori terra e piano interrato e da corpi di fabbrica staccati a due piani di cui uno interrato, sito nel Comune di Locri alla via G. Marconi, riportato nel NCEU del medesimo Comune alla partita 2871, foglio 19, particella 1083 sub 2, pt interno1, cat. C/6, classe 3.a, mq19, rendita catastale £ 110.200 PREZZO BASE D’asta: Euro 7.850,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 785,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 1.177,00 LOTTO 2: Unità immobiliare adibita a garage facente parte di un complesso immobiliare costituito da un corpo di fabbrica di cinque piani fuori terra e piano interrato e da corpi di fabbrica staccati a due piani di cui uno interrato, sito nel Comune di Locri alla via G. Marconi, riportato nel NCEU del medesimo Comune alla partita 2871, foglio 19, particella 1083 sub 45, piano scantinato, interno 6, cat. C/6, classe 2.a, mq18, rendita catastale £ 88.200 PREZZO BASE D’asta: Euro 5.784,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 578,40 DEPOSITO PER SPESE: Euro 868,00 LOTTO 3: Unità immobiliare adibita a garage facente parte di un complesso immobiliare costituito da un corpo di fabbrica di cinque piani fuori terra e piano interrato e da corpi di fabbrica staccati a due piani di cui uno interrato, sito nel Comune di Locri alla via G. Marconi, riportato nel NCEU del medesimo Comune alla partita 2871, foglio 19, particella 1083 sub 51, piano scantinato, interno 9 cat. C/6, classe 2.a, mq16, rendita catastale £ 76.400 PREZZO BASE D’asta: Euro 5.165,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 516,50 DEPOSITO PER SPESE: Euro 775,00 LOTTO 4: Unità immobiliare adibita a garage facente parte di un complesso immobiliare costituito da un corpo di fabbrica di cinque piani fuori terra e piano interrato e da corpi di fabbrica staccati a due piani di cui uno interrato, sito nel Comune di Locri alla via G. Marconi, riportato nel NCEU del medesimo Comune alla partita 2871, foglio 19, particella 1083 sub 52, piano scantinato, interno 10 cat. C/6, classe 2.a, mq18, rendita catastale £ 88.200 PREZZO BASE D’asta: Euro 5.784,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 578,40 DEPOSITO PER SPESE: Euro 865,00 LOTTO 5: Unità immobiliare adibita a garage facente parte di un complesso immobiliare costituito da un corpo di fabbrica di cinque piani fuori terra e piano interrato e da corpi di fabbrica staccati a due piani di cui uno interrato, sito nel Comune di Locri alla via G. Marconi, riportato nel NCEU del medesimo Comune alla partita 2871, foglio 19, particella 1083 sub 57, piano scantinato, interno 15 cat. C/6, classe 2.a, mq16, rendita catastale £ 78.400 PREZZO BASE D’asta: Euro 5.165,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 516,50 DEPOSITO PER SPESE: Euro 775,00 LOTTO 6: Unità immobiliare adibita a garage facente parte di un complesso immobiliare costituito da un corpo di fabbrica di cinque piani fuori terra e piano interrato e da corpi di fabbrica staccati a due piani di cui uno interrato, sito nel Comune di Locri alla via G. Marconi, riportato nel NCEU del medesimo Comune alla partita 2871, foglio 19, particella 1083 sub 60, piano scantinato, interno 18 cat. C/6, classe 2.a, mq. 30, rendita catastale £ 147.000 PREZZO BASE D’asta: Euro 9.813,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 981,30

Giovedì 5 Gennaio 2012

DEPOSITO PER SPESE: Euro 1472,00 LOTTO 7: VENDUTO LOTTO 8: Unità immobiliare adibita a garage facente parte di un complesso immobiliare costituito da un corpo di fabbrica di cinque piani fuori terra e piano interrato e da corpi di fabbrica staccati a due piani di cui uno interrato, sito nel Comune di Locri alla via G. Marconi, riportato nel NCEU del medesimo Comune alla partita 2871, foglio 19, particella 1083 sub 67, piano scantinato, interno 23 cat. C/6, classe 2.a, mq 32, rendita catastale £ 156.800 PREZZO BASE D’asta: Euro 10.845,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 1.084,50 DEPOSITO PER SPESE: Euro 1.627,00 LOTTO 9: VENDUTO LOTTO 10: Unità immobiliare adibita a garage facente parte di un complesso immobiliare costituito da un corpo di fabbrica di cinque piani fuori terra e piano interrato e da corpi di fabbrica staccati a due piani di cui uno interrato, sito nel Comune di Locri alla via G. Marconi, riportato nel NCEU del medesimo Comune alla partita 2871, foglio 19, particella 1083 sub 69, piano scantinato, interno 6, cat. C/6, classe 2.a, mq 18, rendita catastale £ 88.200 PREZZO BASE D’asta: Euro 5.784,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 578,40 DEPOSITO PER SPESE: Euro 868,00 LOTTO 11: Unità immobiliare adibita a garage facente parte di un complesso immobiliare costituito da un corpo di fabbrica di cinque piani fuori terra e piano interrato e da corpi di fabbrica staccati a due piani di cui uno interrato, sito nel Comune di Locri alla via G. Marconi, riportato nel NCEU del medesimo Comune alla partita 2871, foglio 19, particella 1083 sub 70, piano scantinato, interno 70, cat. C/6, classe 2.a, mq18, rendita catastale £ 88.200 PREZZO BASE D’asta: Euro 5.784,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 578,40 DEPOSITO PER SPESE: Euro 868,00 PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 24.02.2012, con la RIDUZIONE DI 1/5, alle seguenti condizioni: entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 23.03.2012, con la RIDUZIONE DI 1/5, alle seguenti condizioni: ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto ( in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito.

Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it CUSTODE GIUDIZIARIO: Avv. LOREDANA BADOLATO (Tel. 349.7180867) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 22 dicembre 2011 - CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA - P.E. 69-1990 1)L’immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2)ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma cpc); 3)entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4)l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5)l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6)l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7)l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8)l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9)l’udienza di vendita senza incanto è fissata per il giorno (VEDI SOPRA), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10)in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non

AsteInfoappalti e' un Progetto a cura della Mediatag coordinamento area Calabria

potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11)in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12)in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13)in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14)il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15)maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri ; 16)la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17)la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata, a cura del custode giudiziario con costo a carico del creditore procedente o degli altri creditori, ovvero a carico della Custodia, se in attivo - autorizzando il custode giudiziario al prelievo degli importi necessari per la pubblicità dal libretto della procedura - sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lotti (invitando ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + mensili Qu Economia e Asteinfoappalti + siti Internet, nei quali la pubblicazione dell’ordinanza avrà luogo unitamente alla relazione di stima, www.asteimmobili.it - www.portaleaste.it www.aste.eugenius.it; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18)ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (VEDI SOPRA) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19)in particolare, ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta; all’esterno della busta il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito ; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente;

info 0961. 023931


11 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21)le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22)se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23)l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24)ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, da presentarsi nelle forme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 25)su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 26)se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 27)alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc. IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE ***** CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO ai sensi del combinato disposto dagli art. 490 e 570 c.p.c. Che Il Giudice dell’Esecuzione, Dr. Pollicino, letti gli atti della Procedura Esecutiva n.81/95 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI. DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni iviv previste nei punti da 1 a 27. DESCRIZIONE IMMOBILI: VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA. PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l’ordinanza di vendita allegata al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e573 cpc, avverrà all’udienza del 01.03.2012 alle seguenti condizioni: con ribasso di 1/5+1/5+1/5 entro ore 12 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; L’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno...non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è presentata; L’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto da versare con assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che, a cu-

Giovedì 5 Gennaio 2012

ra dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; Le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; L’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: il residuo prezzo detratto l’importo cauzione già versato; l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; Il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenza di cui all’art. 587 cpc co II ( richiamato dall’art. 574 III co cpc). PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO. (Per le condizioni complete vedere l’ordinanza di vendita - punti da 1 a 27- riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571,572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 03.05.2012 con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita alle seguenti condizioni: con ribasso di 1/5+1/5+1/5 ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: 3% DEL PREZZO BASE; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Sito internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. Estratto conforme per uso pubblicità. Esatte euro 14,62 per bollo - euro 10,62 per diritti. Locri, 22/12/2011 Il Cancelliere CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 81/95 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: Diritti vantati, in ragione di 1/2, sul terreno sito nel Comune di Siderno, loc. Lamia, riportato nel NCT alla partita 75280, foglio di mappa 24, particella 72, seminativo classe 1^ di are 00.74.30, particella 73 attualmente terreno di sedime e particella 74 di are 00.71.70, in ditta ... proprietaria per 1/2, .... proprietaria per 1/2, .... proprietaria per 1/2, ... proprietario per 1/2 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 23.478,00 DEPOSITO PER CAZIONE: Euro 2.347,80 DEPOSITO PER SPESE: Euro 3.522,00 CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA l’immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2)ognuno, tranne il debitore, è ammesso ad offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma, cpc); 3)entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente: A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore al prezzo base indicato poc’anzi, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; C) l’indicazione delle volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; D) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si terrà implicitamente ricollegato, nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del

pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; E) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; F) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; G) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonchè l’indicazione della partita Iva; H) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; I) la sottoscrizione dei genitori esercenti la potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4)l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5)l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6)l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7)l’offerta si considera irrevocabile, ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 572 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 573 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8)l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi, il giorno fissato, presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9)l’udienza di vendita è fissata per il giorno (VEDERE SOPRA NELL’ODIERNO VERBALE), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà,nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla procedura e vincolato all’ordine del giudice dell’esecuzione; 13)in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa, almeno 45 venti giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’articolo 568 cpc; C) il sito internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del tribunale o dal predetto custode;

AsteInfoappalti e' un Progetto a cura della Mediatag coordinamento area Calabria

17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lorri (invitando all’uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonchè mediante pubblicazione per una volta su PROGGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare; A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 096420732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’articolo 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’articolo 572, terzo comma, ovvero per il caso, in fine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es. gara in aumento che non tenuta per mancanza di adesioni: art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (VEDERE SOPRA NELL’ODIERNO VERBALE) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) in particolare ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopra indicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale, e nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita iva; in tale istanza dovrà anche essere indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, fermo restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte d’acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 c.p.c.) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione. 25) su tali offerte, il Giudice, verificante la regolarità, indice la gara, cui possono partecipare, oltre agli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 26) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; 27) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc.

info 0961. 023931


12 il Domani dello Sport Giovedì 05 Gennaio 2012

IN CALABRIA L’iniziativa della Camera di commercio di Reggio Calabria a favore degli imprenditori

Niente tasse camerali per cinque anni per le imprese che denunciano pizzo ed estorsioni

di Cesare Giraldi CATANZARO - Le imprese di Reggio Calabria che non si piegheranno al racket saranno esentate dal pagamento del diritto annuale. In pratica imprenditori, commercianti e artigiani vittime di reati di estorsione, corruzione e usura che hanno denunciato i loro aguzzini e hanno collaborato con l’autorità giudiziaria usufruiranno per cinque anni di un contributo annuale come rimborso di quanto dovuto e versato come tassa camerale. L’iniziativa rientra nel programma pluriennale della Camera di Commercio di Reggio Calabria "Impresa legale e sicurezza partecipata: perché no?", che ha l’obiettivo di costruire frontiere della legalità valorizzando l’etica, la legalità e la trasparenza e di creare una rete fra tutti i soggetti del territorio coinvolti. I primi imprenditori a ottenere l’agevolazione, è scritto in una nota, saranno Tiberio Bentivoglio, comproprietario insieme alla moglie della "Sanitaria Sant’Elia" di Reggio Calabria, Salvatore d’Amico, titolare dell’"Informatica d’Amico" di Reggio Calabria, e Fi-

lippo Cogliandro, chef e proprietario del ristorante "L’Accademia" di Lazzaro. Sono tre imprenditori reggini, è scritto nella nota, simbolo della lotta contro le’ndrine che impongono il pizzo. Tutti e tre sono stati segnalati da Liberaesonopromotoridi"Reggio

libera Reggio. La libertà non ha pizzo, un’associazione che si oppone al racket e alla ’ndrangheta. «La Camera di Commercio di Reggio Calabria - ha sostenuto il presidente Lucio Dattola - è dalla parte dei reggini chescelgono la via della legalità. Per questo ha

voluto rispondere concretamente all’appello dell’associazione Libera di sostenere gli imprenditori che hanno avuto il coraggio di rompere ilsilenzio, denunciare e costituirsi parte civile dei processi esponendo se stessi e familiari a rischi e pericoli per riscattare la nostra terra. Il percorso di denuncia e di coerenza è difficile, ma è l’unica strada per smuovere le coscienze in una città dove la maggior parte degli imprenditori afferma di non essere mai stato coinvolto in episodi di racket o di usura dichiara. Secondo un’indagine del 2011 - prosegue la nota - la maggior parte degli imprenditori intervistati afferma di nonessere mai stato coinvolto in episodi di racket (92,5%) o diusura (98,2%). Invece secondo SoS impresa il 70% delle imprese a Reggio sono coinvolte nel pizzo e, secondo il rapporto Eurispes 2011, la provincia reggina è una delle province italiane con il più alto indice di rischio usura (97,1%)».

Unioncamere rivela: l’economia calabrese è in ritardo rispetto alla media nazionale CATANZARO - Il "Dossier Economia", il rapporto sugli scenari di sviluppo delle economie locali italiane per il 2012 realizzato da Unioncamere Nazionale e Prometeia, rileva per la Calabria e per le regioni del Sud un divario territoriale marcato rispetto alle altre regioni d’Italia". Lo afferma Lucio Dattola, vice presidente Unioncamere Calabria. Tra i principali indicatori espressione del divario figura il valore aggiunto pro capite, a prezzi correnti nel 2012 per provincia, che vede quelle calabresi ben oltre la metà della graduatoria nazionale. La classifica attesta le province di Catanzaro 77/ma in graduatoria con 16.929 euro, Cosenza 85/ma con 15.344 euro, Reggio Calabria 90/ma con 15.004 euro, Vibo Valentia 97/ma con 14.271 euro, Crotone 102/ma con 13.078 euro. «Nelle previsioni 2012 - afferma Dattola - l’Italia evidenzia un Pil negativo (-0,5) e la Calabria (-0,9). Ulteriore dato significativo è il previsto calo dei consumi delle famiglie calabresi (-0,8), in linea con il dato del Mezzogiorno (-0,7) ma distante rispetto alle previsioni della media nazionale (-0,2). Componente negativo della domanda interna sono gli investimenti fissi lordi previsti in regione, con un dato negativo pari a (-1,4) mentre confortante è il previsto incremento delle esportazioni di beni verso l’estero (+ 2,1), in linea con la medianazionale(+2,0)». A.B


Giovedì 05 Gennaio 2012 il Domani dello Sport 13

IN CALABRIA La richiesta del consigliere regionale del partito democratico, che attacca la giunta

Censore chiede una più equa distribuzione dei servizi sanitari che coinvolga il vibonese

Giuseppe Scopelliti

di Cesare Giraldi «La nuova rete delle Case della salute disegnata dal presidente Scopelliti poco prima di Natale cancella inesorabilmente Pizzo e Soriano dai siti che con decreto erano stati scelti per la realizzazione delle Case della salute». Questa è la denuncia del consigliere regionale del Pd, Bruno Censore. «Viene così ulteriormente annullata - aggiunge - la possibilitàperilvibonesedidarecorpoad un vero e proprio progetto di riforma sanitaria che allo stato marginalizza una popolazione che è costretta a guardare altrove per trovare riferimenti sanitari. Non ci sono più motivi per pensarla diversamente, né tanto meno per sperare che per la sanità vibonese ci sia una concreta visione di riforma volta a far fronte alle esigenze di un territorio che è fortemente marginalizzato nelle strutture e neiservizi.Nonsonopiùtollerabili le ciniche passerelle ed i trionfalistici proclami del presidente Scopelliti, o di qualche suo accoli-

to, che fanno capolinea in questo territorio per dispensare rassicurazioni sul futuro della sanità vibonese, se non altro perché alle loro parole fanno immediatamente seguito documenti e fatti che dispongono il contrario di quello che hanno precedentemente detto».

Se ci fosse vera attenzione per la provincia di Vibo, spiega Censore, da parte della Giunta non ci sarebbe bisogno di sollecitare la revisione del grossolano errore che si sta compiendo cancellando la riconversione degli ospedali in Case della salute che un precedente de-

creto aveva previsto per il vibonese. «Qui non si tratta della solita difesa dei campanili - prosegue Censore ma della credibilità di un piano di equa distribuzione di servizi sanitari e socio-assistenziali. Non prevedere alcuna struttura sanitaria complementare per il territorio di Vibo, come potrebbero essere le Case dellasalute, significa avvalorare l’idea che si vuol lasciar morire questa provincia che dei proclami e delle passerelle ormai non sa più che farsene». «Forse, l’ennesima promessa di Scopelliti - conclude - sarà quella di pensare ad una Casa della salute per il vibonese, rimodulando i fondi ballerini del Par Fas, se mai verranno restituiti al Mezzogiorno, ben sapendo che l’elenco delle cose promesse con quelle risorse è già fin troppo lungo».

Bruno Censore

Scopelliti chiede al governo più attenzione per il settore dei trasporti al Sud CATANZARO - Il governatore calabrese Giuseppe Scopelliti denuncia l’assenteismo del governo sul settore dei trasporti nel Sud e chiede maggiore attenzione: «Nell’ultimo incontro con il governo avevo già evidenziato il problema ma vedo che all’interno dell’esecutivo continua a regnare l’indifferenza sul problema dei trasporti per il Sud». Lo afferma, in una dichiarazione, il presidente della Regione Calabria. «Io, come presidente - aggiunge - non posso ignorare l’appello dei cittadini e delle istituzioni locali che reclamano il problema di un forte isolamento. Questo non è il miglior biglietto da visita di un Governo da cui ci aspettiamo risposte ma che continua a chiederci solo sacrifici. Inviterò i parlamentari della Calabria a farsi sentire ma anche ad azioni incisive se non si verificheranno le condizioni per affrontare in maniera definitiva il problema. Le Ferrovie dello Stato dice ancora Scopelliti - facciano la loro parte e aumentino i collegamenti anziché eliminarli. In questo momento di crisi, l’Italia non si può permettere di continuare a rimanere un Paese a due velocità, vietando al Sud la giusta ambizione allo sviluppo che porta ricchezza e lavoro».

NEWS L’Asp di Catanzaro assume 164 nuove unità L’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, nell’ambito della rimodulazione del personale e della riorganizzazione aziendale, ha varato il piano delle assunzioni per il 2012 sulla base, per la prima volta di uno studio sulle dotazioni organiche e i carichi di lavoro di tutti i servizi sanitari sia ospedalieri che territoriali. «Finalmente

l’Azienda - ha affermato il direttore generale, Gerardo Mancuso - si è dotata di uno strumento innovativo e tecnicamente corretto, che consente di censire i dipendenti e adibirli all’espletamento delle proprie mansioni, evitando che compari e comparucci vadano in servizi improduttivi o che vengano adibiti ad

Porcino: bene l’accordo tra comune e Acquereggine attività improprie. Questo è il motivo per il quale nella nostra azienda la carenza di personale è confinata solo ad alcuni dirigenti medici e agli operatori socio-sanitari». Il piano predisposto dall’Asp prevede l’assunzione di 164 unità di personale per tutta la provincia di Catanzaro e per tutte le discipline. Si tratta, nello specifico, di 53 operatori socio-sanitari, 35 medici, sei fisioterapisti, 14 tecnici, quattro ostetriche, sei ingegneri e dirigenti e 25 infermieri professionali. «Il dato degli infermieri professionali - ha concluso Mancuso con una punta d’orgoglio - sconfessa tutto quello che si dice e che qualche sindacato sostiene circa la carenza di personale infermieristico».

A.N

REGGIO CALABRIA - «L’accordo sottoscritto dall’amministrazione comunale con la società Acquereggine ha unduplice significato positivo che vorrei rimarcare: quello occupazionale, con la salvaguardia di numerosi posti di lavoro equello strategico, poiché viene assicurato alla cittadinanza un servizio primario di fondamentale importanza». Lo sostiene, in una dichiarazione, il vicesindaco di Reggio Calabria, Demetrio Porcino. «Tale accordo aggiunge - è un segnale tangibile della capacità amministrativa di questo ente e del sindaco Arena che scaturisce da un’interlocuzione continua tra le partiapprocciatesi al problema con enorme senso di responsabilità e con la ferma volontà di trovare una soluzione favorevole all’azienda ed ai cittadini. Bisogna ripartire dunque con la consapevolezza che, nonostante il

momento particolarmente difficile, la classe dirigente che guida palazzo San Giorgio ha le idee chiare rispetto ai percorsi virtuosi da intraprendere al fine di vincere le sfide che ci attendono. L’obiettivo è quello di esportare questo tipo di rivisitazione contrattuale anche alle altre società partecipate del Comune perché, come ha dichiarato anche il sindaco, tutto il sistema con le societa miste dovrà essere rivisto. La questione Acquereggine - dice ancora Porcino dà avvio alla stagione, già ampiamente annunciata nei mesi scorsi, dicontenimento della spesa del Comune. Azione che passa dalla rivisitazione dei contratti con le miste, su cui già da tempo il sindaco è impegnato in prima persona e che dovrà assicurare adeguati standard qualitativi e quantitativi dei servizi erogati».


14 il Domani dello Sport Giovedì 05 Gennaio 2012

DALL'ITALIA E DAL MONDO Protesta contro il progetto del premier Monti di incontrarli separatamente

La Cgil accusa il governo Vuole spaccare i sindacati Roberto Carli ROMA -La Cgil avverte il governo: «Non convochi i sindacati separatamente. Gli incontri separati stile Sacconi rendono solo tutto più complicato e più lungo». Metodo che non cambia dopo le critiche del sindacato: è confermata la strada degli «incontri bilaterali», indicano fonti dell’esecutivo. I sindacati chiedono un confronto vero, concertazione. E difendono i risultati e il modello di discussione tra le parti sociali dell’accordo dello scorso 28 giugno, il primo unitario dopo anni di divisioni e accordi separati.Èlastradasucui«andare avanti»ancheperilPresidentedella Repubblica, Giorgio Napolitano, che da Napoli evidenzia il ruolo dei sindacati («difendono una certa visione degli interessi generali del Paese e non soltanto interessi di categoria») e accenna al confronto che si aprirà sul mercatodellavoroancheconuninvito a «ripensare gli ammortizzatori sociali». Il fronte sindacale appare compatto nel chiedere al governo un confronto che non sia limitato ad un semplice giro di consultazioni. Su questa linea comune la Cgil fa un passo avanti: al sindacato guidato da Susanna Camusso non piace il metodo degli incontri bilaterali che partiranno dalla prossima settimana con i ministri Elsa Fornero e Corrado Passera sulla riforma del mercato del lavoro; ed accennando allo «stile Sacconi» sembra anche sembra temere che possa riaccendersi quel clima di divisionichela Cgilpiùvolte avevaim-

Fincantieri stop aereo a Genova

I sindacati chiedono un confronto vero, difendono i risultati e il modello di discussione dell’ accordo unitario del lo 28 giugno scorso putato anche al metodo di confronto dell’ex ministro del Lavoro. Inoltre l’Europa può attendere: «continuare a farci dettare i tempi da Bruxelles è un altro errore». I sindacati chiedono chiarezza anche sul perimetro del confronto auspicando che si allarghi a tutti i temi al centro dell’azione del governo. Subito una lista di priorità, chiede la Cgil: fisco, cre-

scita, lavoro, produttività, rappresentanza; e pensioni, capitolo che per il sindacato non è chiuso. Dal Pd il segretario Pier Luigi Bersani chiede che «la questione del metodononimpediscadiaffrontare la sostanza della questione», e avverte:«Veniamodaun’esperienza di divisione del mondo del lavoro che non ha portato a nulla. Ora voglio credere che nessuno voglia rompere il punto di coesione e di equilibrio raggiunto il 28 giugno». «Al di là della forma, per la Cisl conta la sostanza»: Raffaele Bonanni garantisce così che «se il governo vuole avviare una fase esplorativa propedeutica ad un negoziato vero, la Cisl non si sottrarrà». Serve concertazione «altrimenti il Paese va a rotoli», serve «un patto sociale», ribadisce. Men-

tre «non serve a nessuno introdurre nel dibattito elementi polemici di divisione che fanno riferimento all’azionedelprecedentegoverno» con il quale la Cisl «ha sempre dialogato e ha ottenuto risultati concreti». Anche per il numero uno della Uil, Luigi Angeletti, «ciò che conta è che il governo ascolti e accolga il merito delle proposte sindacali»; e nello spirito dell’intesa del 28 giugno (l’invito di Napolitano «è del tutto condivisibile», dice) alcentrodelconfrontodevonorestare la bassa produttività ed i e bassi salari, e le tasse sul lavoro che frenano crescita e occupazione. «Sono questi - dice Angeletti - i problemi su cui, al di là della forma degli incontri, vogliamo confrontarci con il Governo». «La modalità degli incontri bilaterali

GENOVA - Mentre a Palermo gli operai di Fincantieri bloccano la circolazione stradale, con gravi disagi per il traffico, partenze a rischio all’aeroporto di Genova occupato dai lavoratori dello stesso gruppo che protestano contro la riorganizzazione del gruppo. «I check-in sono regolari - spiega il direttore generale dello scalo, Paolo Sirigu - ma i varchi dei controlli sono bloccati e la tensione tra i passeggeri sta crescendo». Per scongiurare il rischio, ci sono state trattative tra la direzione dell’aeroporto, l’Enac, la Prefettura di Genova e i manifestant, con lo scalo è presidiato dalle forze dell’ordine. E così alcuni voli sono stati dirottati in mattinata. L’aereo per Roma è partito con nove passeggeri, saliti prima dell’inizio del blocco, gli altri passeggeri sono stati portati in pullman a Milano Linate, insieme a quelli del volo per Trieste. Arrivi e partenze da e per Londra sono stati spostati su Pisa, il volo per Instanbul su Milano Malpensa. Altri voli potrebbero essere dirottati nelle prossime ore.

E adesso vola anche l’inflazione Il Paese verso recessione certa ROMA - A dicembre, secondo le stime preliminari, l’indice nazionale dei prezzi al consumo registra un aumento dello 0,4 per cento rispetto al mese precedente e del 3,3 per cento su base annua. Lo rivela l’Istat. Il tasso di inflazione medio annuo per il 2011, sulla base delle stime preliminari, è pari al 2,8 per cento, in sensibile accelerazione rispetto all’1,5 per cento registrato per il 2010. A dicembre l’inflazione di fondo, calcolataalnettodeibenienergetici e degli alimentari freschi, è stabile al 2,4 per cento. Al netto dei soli beni energetici, il tasso di crescita tendenziale dell’indice dei

prezzi al consumo scende al 2,3 per cento dal 2,4 per cento di novembre. Sull’inflazione pesa in modo particolare il prezzo relativo ai beni energetici, che registrano un aumento congiunturale molto sostenuto (1,7 per cento), con un tasso di crescita tendenziale pari al 13,7 per cento (+13,8 per cento a novembre). L’aumento su base mensile dei prezzi di settore è dovuto agli incrementi registrati rispetto ai beni energetici non regolamentati (carburanti), che crescono del 2,9 per cento rispetto a novembre e del 16,1 rispetto a dicembre 2010. Il prezzo della

benzina aumenta dell’1,9 per cento sul mese precedente, mentre il relativo tasso di crescita tendenziale scende al 15,8 per cento (dal 16,6 di novembre). Il prezzo del gasolio per mezzi di trasporto segna un rialzo congiunturale del 5,6 per cento e cresce su base annua del 24,3 per cento (in accelerazione dal 21,1 per cento del mese precedente). In aumento su novembre risulta anche il prezzo degli altri carburanti (+1,6 per cento), il cui tasso di incremento tendenziale, tuttavia, mostra un marcato rallentamento (+3,5 per cento, dal +8,4 per cento di novembre).


Giovedì 05 Gennaio 2012 il Domani dello Sport 15

DALL'ITALIA E DAL MONDO Il Presidente dell’Eurogruppo esprime tutta la sua preoccupazione

Juncker: Ue in recessione E le Borse vanno in barca Carlo Bassi ROMA - La cancelliera tedesca Angela Merkel incontrerà a Berlino mercoledì il premier italiano Mario Monti. "La situazione dell’eurozona e lo sviluppo economico dell’Europa": saranno questi i temi al centro dell’incontro della cancelliera tedesca Angela Merkel e del premier italiano Mario Monti, mercoledì 11 gennaio a Berlino. Lo ha spiegato il portavoce del governo tedesco George Streiter a Berlino, rispondendo a una domanda dei giornalisti alla conferenza stampa del governo. Ieri Jean-Claude Juncker, presidente dell’Eurogruppo e premier del Lussemburgo, ha lanciato un appello a ’’fare presto’’. ’’L’Europa e’ sull’orlo della recessione’’. Per Juncker, l’Europa deve agire in modo adeguato al rallentamento economico. Parlando alla radio tedesca Ndr, Juncker ha dichiarato che la zona dell’euro è sull’orlo di una recessione la cui ampiezza potenziale resta sconosciuta. "Deve essere ancora determinata", ha detto, provocando un immediato tonfo in Borsa. Sui mercati hanno pesato anche i dati sull’inflazione in deciso rialzo e ormai prossima al tre per cento in Europa. Su Milano, che è arrivata a perdere il 2% ha pesato anche il tonfo del 9% di Unicredit. La Germania ha collocato sul mercato Bund decennali con scadenza a gennaio 2022 per 4,057 miliardi di euro con un rendimento medio all’1,93%. In asta c’erano Bund per 5 miliardi di euro e sono arrivate richieste per

Polemica su permesso di soggiorno

Poco più di un mese fa il trilaterale

Il premier Monti va a Berlino per un incontro bilaterale con Angela Merkel Intanto continua la guerra sulle entrate dei parlamentari 5,142 miliardi, accettate 4,057 miliardi. Il tasso è sceso all’1,93% dall’1,98%. Anche il Portogallo ha collocato un miliardo di euro in titoli del Tesoro a tre mesi e mezzo, al di sotto però del massimo della forchetta prevista per questa emissione e a un tasso di interesse in calo rispetto alla precedente operazione simile tenuta a dicembre. Il tasso

d’interesse si è attestato al 4,346% contro il 4,873% per un miliardo di euro a tre mesi piazzato il 7 dicembre scorso. In Italia intanto continua la polemica sugli stipendi dei parlamentari. Poche ore dopo l’articolo sul Corriere della Sera che dimostrava come i nostri guadagnino il 60 per cento in più degli altri in Europa, è uscita la valutazione della commissione di studio secondo la quale«tenendocontodeidifferenti regimi fiscali, l’ammontare netto dell’indennità parlamentare risulta inferiore rispetto a quello percepito dai componenti di altri Parlamentipresiariferimento».Lanota dell’ufficio stampa della Cameraha lasciato perplessi molti e fatto gridare di giubilo i nostri politici. L’indennità parlamentare

in valori netti dei deputati italiani non è superiore a quella dei colleghi di Francia e Germania. Anzi, secondo dati elaborati dalla Camera, è leggermente inferiore: nel nostro Paese l’indennità è di circa5000eurocontroi5030della Francia, i 5100 della Germania e i 5400 dell’Austria. Inferiore invece nei Paesi Bassi dove l’indennità degli onorevoli si ferma a 4600 euro. Ma i critici calcolano tutte le entrate, compresi tutti i viaggi gratis i telefoni e i contributi vari a cominciare dall’indennità per i portaborse che asseritamente molti parlamentari intascano in buona parte.A scatenare le polemiche tra i Poli è stato il confronto tra le indennità in Italia e nel resto dell’Ue: dai dati risulta che i deputati e senatori italiani si mettono in tasca il

ROMA - C’è la crisi economica, va dunque ripensato il contributo chiesto agli stranieri per il rilascio del permesso di soggiorno. È quanto spiegano i ministri dell’Interno, Anna Maria Cancellieri e della Cooperazione internazionale e l’integrazione, Andrea Riccardi, che hanno avviato una valutazione sul tema. Cancellieri e Riccardi, spiega il Viminale, «hanno deciso di avviare un’approfondita riflessione e attenta valutazione sul contributo per il rilascio e il rinnovo dei permessi di soggiorno degli immigrati regolarmente presenti in Italia, previsto da un decreto del 6 ottobre 2011 che entrerà in vigore a fine gennaio». Eliminare il contributo chiesto agli stranieri per il rilascio del permesso di soggiorno «sarebbe, inaccettabile, incomprensibile ed iniquo, nonché un atto di discriminazione al contrario nei confronti dei cittadini italiani, che invece devono pagare per ogni atto pubblico che richiedono», contrattacca l’ex ministro dell’Interno, Roberto Maroni.

L’italoamericano sfiora il colpo È battuto per otto voti soltanto NEW YORK - Straordinario successo del conservatore religioso di origine italiana Rick Santorum (nella foto) nella prima sfida elettorale tra repubblicani: l’"outsider" è riuscito a raggiungere il battistrada Mitt Romney che chiude la volata dell’Iowa vincendo con uno scarto di otto voti appena e avendo anche il fiato sul collo del radicale libertario Ron Paul. Mai, in passato, questa consultazione era stata in bilico fino all’ultimo: con più del 99 per cento dei suffragi scrutinati, l’italo-americanoSantorumeraavantidiappena quattro voti (29.968 contro 29.964). Alla fine Romney li ha

recuperati e lo ha preceduto di pochissimo. Alle loro spalle Ron Paul, Newt Gingrich, Rick Perry e Michelle Bachmann. L’ex governatore del Massachusetts, parlando a tarda sera ai suoi supporter (ieri mattina in Italia), si è congratulato con l’avversario, se non altro per il prodigioso recupero messo a segno negli ultimi giorni. Il "caucus" che tradizionalmente apre la stagione delle primarie per la scelta del candidato repubblicano che a novembre sfiderà Barack Obama conferma che l’elettorato di destra è profondamente diviso. Il popolo conservatore che ha te-

nuto le sue assemblee in scuole, biblioteche,palestreechiese,hariversato quasi la metà dei suoi consensi su due candidati radicali che difficilmenteriuscirannoaconquistare la maggioranza dei consensi a livello nazionale, mentre Romney, il leader appoggiato con energia dalla macchina del partito repubblicano e dall’establishment economico conservatore, non va oltre il 25 per cento dei consensi. Il vero problema repubblicano è quindi quello di trovare un candidato unico che sappia raccogliere tutti i consensi, cosa che al momento appare piuttosto difficile.


E' IN EDICOLA IL NUOVO


il domani