Issuu on Google+

Catanzaro il Domani dello Sport

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Domenica 4 Marzo 2012 > euro 1,00 > Anno XV Nr. 59

Oggi fari puntati sul derby capitolino all’insegna di un equilibrio latente

KLOSE LA SPERANZA INFORMAZIONE

Si chiudono le elezioni per il rinnovo delle cariche Inpgi a pag. 2

CROTONE

Pareggio in extremis per la squadra rossoblu in svantaggio fin dai primi minuti a Bari

a pag. 3

REGGINA

Deludente pareggio degli amaranto al Granillo contro un Ascoli oltremodo rinunciatario

a pag. 4

CATANZARO

É il giorno del match contro il Perugia. Il presidente Cosentino chiama i tifosi a raccolta

a pag. 5


2 il Domani dello Sport

Domenica 4 Marzo 2012

CRONACA CALABRIA

LA CALABRIA LA PIÙ VOTANTE INFORMAZIONE Oggi si chiudono le elezioni dell’Istituto Nazionale Previdenza Giornalisti

COMUNALI

Annamaria Principe del Fli “Coalizione per il rilancio città”

«S

E’

Carlo Liguori

la Calabria la regione con la più alta percentuale di votanti per il rinnovo degli organi statutari dell’Inpgi. Dopo quattro giorni di voto elettronico, per il Consiglio Generale delle Gestione Principale (Inpgi 1), hanno votato 3772 giornalisti attivi su 23.928 aventi diritto al voto pari al 15,76% e 1018 pensionati su 5180 (19,65%). Per il Collegio Sindacale della Gestione Principale 1 (che comprende giornalisti attivi e pensionati) hanno votato, invece, in 4467 su 29.108 (15,35%). Infine per la Gestione Separata (Inpgi 2) hanno votato per il Comitato Amministratore 3406 giornalisti su 29.407 (11,58%) e per il Collegio Sindacale 3330 su 29.407 (11,32%). Nel dettaglio regionale, diffuso ieri dall’Istituto, per il Consiglio Generale delle Gestione

Principale (Inpgi 1), in Calabria hanno votato 209 giornalisti dei 389 aventi diritto, pari al 53,73 per cento. Al secondo posto la Sicilia con 429 votanti su 1008 (42,56%), al terzo la Campania con 540 votanti su 1422 (37,97%) che ha preceduto le Marche (121 su 386

I giornalisti chiamati al voto per il rinnovo delle cariche all’interno del loro istituto previdenziale pari al 31,35%) e la Puglia (221 su 728 pari al 30,36%). In coda la Valle d’Aosta (7 su 79 pari all’8,86%), la Lombardia (612 su 6740 pari al 9,08%) e l’Emilia Romagna (124 su 1348 pari al 9,2%).

Sempre la Calabria è in testa alla classifica delle elezioni per il Collegio Sindacale dell’Inpgi 1, con 201 votanti su 427 pari al 47,07%. Al secondo posto la Sicilia con 421 votanti su 1149 (36,64%), che precede la Campania con 571 votanti su 1569 pari al 36,39%. Nei Pensionati il primo posto spetta, invece, alla Campania con 57 votanti su 147 (38,78%) davanti alla Puglia (29 su 81 pari 35,8%) e alla Calabria (12 su 38 pari al 31,58%). È la Sicilia a guidare, invece, la classifica delle Elezioni del Comitato Amministratore della Gestione Separata (Inpgi 2) con 361 votanti su 1283 pari al 28,14%. Stesso numero di votanti (361) in Campania, ma con un numero di elettori maggiore (1392) per una percentuale del 25,93%. Al terzo posto la Calabria con 147 votanti su 651 pari al 22,58%. Sempre la Sicilia guida la classifica dei votanti per il Collegio Sindacale dell’Inpgi 2: 358 votanti su 1283 pari al 27,9%. Oggi e domani, chi non ha votato on line potrà farlo personalmente nei seggi, istituiti in ognuna delle venti Circoscrizioni, che rimarranno aperti interrottamente dalle ore 10 alle ore 20.

I giornalisti della nostra regione i più puntuali al voto elettronico e poi ai seggi per gli importanti rinnovi all’Inpgi

i consolida e si arricchisce della presenza di altri soggetti politici che guardano con interesse ed attenzione all’area moderata di centro, costituita da Fli, Mpa-Ad, Api e Udc, come l’unica realtà in grado di garantire alla città di Catanzaro il rilancio del ruolo di Capoluogo di Regione». Lo afferma in una nota Annamaria Principe di Fli. «Le forze politiche presenti hanno raggiunto una sintesi unitaria su un progetto politico di ampio respiro e, nel corso della riunione, è stata individuata, da parte di tutti i partiti, una rosa di nomi - si legge nella nota - rappresentativi della società civile e del mondo della politica, per la scelta del candidato a sindaco che dovrà farsi carico di questo progetto, il cui nominativo verrà reso pubblico, dopo la conferma della disponibilità dei candidati, nel corso di un’apposita riunione congiunta di tutte le forze moderate che si terrà il prossimo lunedì alle ore 18, presso la sede dell’Udc in via San Nicola». Erano presenti a questo incontro per FLI il coordinatore provinciale Annamaria Principe e quello cittadino Antonio Marasco, per Mpa-Ad il coordinatore provinciale Fabio Celia, il coordinatore cittadino Maria Adelaide Scarfone ed il dirigente del partito Leo Pallone, per Api il coordinatore provinciale Pietro Romeo e quello cittadino Ivan Corea, per l’Udc il segretario cittadino GianlucaTassone.

il Domani dello Sport Direttore GUIDO TALARICO Direttore responsabile ORLANDO ROTONDARO Caporedattore FRANCESCO PUNGITORE Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda - 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda - 88044 Marcellinara (CZ) Testata reg. trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche

già il Domani

PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC.SERRAMONDA - 88044 MARCELLINARA (CZ) TEL. 0961/023922 FAX 0961/903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h.Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 Corsi di formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - necrologio euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella - 87040 MONTALTO U. (Cs) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 ORLANDO ROTONDARO


Domenica 4 marzo 2012 il Domani dello Sport

3

SPORT CALABRIA

UN OTTIMO PAREGGIO CROTONE I rossoblù conquistano in extremis un meritato pareggio al San Nicola

U

Luca Ogrilio

n brutto Bari continua a stentare fra le mura amiche e non riesce a dare continuità alla sua corsa verso i playoff. L'undici di Torrente, infatti, impatta per 1-1 al San Nicola dopo un brutto match dominato da tanti errori individuali come quello grossolano di inizio gara del portiere ospite Bindi che ha propiziato il vantaggio dei galletti. Nel finale, però, ci ha pensato il brasiliano Calil ha siglare il gol del giusto pareggio per i calabresi. IL MATCH - La partita con ritmi blandi e il primo episodio degno di nota è quello da “Mai dire gol” che sblocca il match: su un innocuo retropassaggio di Maiello, il portiere crotonese Bindi controlla male e si fa scavalcare dal pallone che lentamente termina in rete per il vantaggio del Bari. Il Crotone non reagisce e il Bari controlla prima di pungere al 20' con Forestieri che dal limite cerca il destro a giro non inquadrando lo specchio della porta di Bindi. Due minuti dopo ben più pericolosa l'occasione che capita a Claiton: sugli sviluppi di un corner, Bogliacino serve in profondità il difensore brasiliano che, a tu per tu con il numero uno ospite, cerca la precisione sparando però alto. L'unico squillo dei calabresi nel primo tempo arriva al 28'

quando una percussione di Sansone sulla sinistra premia il rimorchio di Calil stoppato ad un passo dal pareggio dall'ottimo Lamanna che, in tuffo, chiude lo specchio della porta al numero sette rossoblù. L'ultima azione notevole del primo tempo arriva al 35' con una gran botta da fuori respinta in tuffo da Bindi. Il primo parziale si chiude così con il fortuito vantaggio biancorosso. La ripresa parte con un colpo di testa di Scavone (47') su corner che termina alto. I galletti non cercano il colpo del ko e, seppur timidamente, l'undici di Drago prova a impensierire il Bari: al 53' è Mazzotta che impegna da fuori area Lamanna che si disimpegna bene in tuffo mentre al 58' è Calil a sprecare un'occasionissima sparando centrale dal cuore dell'area dopo uno svarione di Claiton che rinvia male di testa su un cross da sinistra del solito Sansone. Lo stesso asse si ripropone al 65' quando l'attaccante brasiliano spreca malamente l'ennesimo sprint del compagno sparando altissimo di sinistro dal dischetto del rigore dopo un rifornimento da sinistra. Il Bari, però, non riesce a tenere il pallino del gioco, arretra troppo e all'86' il Crotone pareggia: imbucata centrale per Calil che, a tu per tu con Lamanna, questa volta fa centro siglando il gol del pareggio. Tre minuti dopo gli ospiti hanno anche l'occasione per far proprio il match: lo stesso Calil vince un paio di rimpalli in area e prova la conclusione di sinistro sul secondo palo che, per fortuna del Bari, non trova la porta. E' l'ultimo sussulto di un brutto match chiusosi con un giusto pareggio LA SVOLTA DELLA PARTITA - Il Crotone ha regalato il gol al Bari grazie ad una papera del suo portiere ma la chiave del match è stato il timore di vincere dei biancorossi: nella ripresa, infatti, il Bari ha arretrato troppo il suo baricentro e ha permesso agli ospiti di prendere campo e trovare il gol del pareggio, un pareggio molto utile e meritato per la squadra di Drago che interrompe la serie negativa in trasferta e si propone per un ritorno nelle zone tranquille della classifica.


4 il Domani dello Sport

Domenica 4 marzo 2012

SPORT CALABRIA

ABBIAMO SBAGLIATO TANTO REGGINA Gregucci non cerca scuse dopo il pareggio del Granillo contro l’Ascoli

G

Carlo Liguori

regucci non è molto allegro in sala stampa dopo il mezzo passo falso contro l’Ascoli. «In sede di presentazione di questa partita ho detto che questa era la peggiore squadra che noi dovevamo affrontare in questo momento. Avevamo una strada: cercare di innescare i nostri attaccanti con palla per terra, con un palleggio veloce e preciso. Non siamo stati né veloci né precisi: l'Ascoli non concede spazi, su palla frontale chiude benissimo. Noi non potevamo nemmeno alzare la palle, non l'avremmo presa mai. E capitalizza al meglio le poche palle gol che ha, parte in campo aperto con giocatori

che hanno gambe. La partita si è complicata. i miei difensori sono stati bravi, abbiamo concesso poco. Poi c'è stata la reazione, generosa più che organizzata. A un certo momento ho provato ad allargare Ragusa a destra mettendo un attaccante, ma poi ho avuto un altro problema cinque o sei minuti

Il tecnico amaranto in sala stampa: «Lo sapevo, l’Ascoli era la peggiore sqadra per noi in questo momento»

dopo. L'abbiamo raddrizzata con il cuore, con l'anima, con l'istinto. Non ci siamo dati per vinti. Ho visto squadre forti affrontare l'Ascoli e giocare malissimo, perché ti fa giocare male: se non sei veloce e non inneschi gli attaccanti, mandandoli nell'uno contro uno, fai fatica. C'è da fare un appunto: la qualità del palleggio non è stata eccelsa». «L'episodio del rigore? Le nostre panchine sono lontane, ancora non l'ho visto. Io sto dentro una buca, il posto più scomodo del Granillo e non ho visto». «Sotto il profilo tecnico-tattico abbiamo sbagliato tanto. Alla fine abbiamo avuto un'opportunità per vincerla: avremmo avuto un grande slancio. Ci sono i meriti

Nicolas Viola guarda già alla sfida di Bari «Fondamentale non perdere, ci rifaremo»

N

icolas Viola, l’autore del gol del pareggio su calcio di rigore per la squadra reggina gurda già alla partita contro il Bari. «Sapevamo di trovare un avversario agguerrito, e dopo il vantaggio siamo stati bravi a reagire. Anche se purtroppo non siamo riusciti a vincere. Il nostro gioco si sviluppa sulle fasce e se si gioca meno sugli esterni andiamo in difficoltà: il vento e la difesa a undici dietro la linea della palla dell'Ascoli hanno acuito i problemi». «Oggi non si doveva perdere, per come s'era messa la partita. In un momento difficile, non l'avremmo mai vinta questa partita: avremmo perso». «Essendo una squadra giovane, a volte pecchiamo sotto il profilo dell'esperienza più che della personalità. Dobbiamo crescere». «Secondo me vincere a Bari riporterebbe l'entusiasmo visto dopo il Pescara. Il pari con l'Ascoli ci dà un po' di noia, ma andiamo a Bari per giocarcela tranquillamente».

comunque dell'Ascoli». «Per attaccare una difesa schierata devi guadagnare il campo giocando. E non abbiamo fatto un grande scorrimento palla, oggi». «Raddoppiare le fasce? Ci ho provato a Castellammare e siamo tornati pieni di pallini. Oggi per essere efficaci dovevamo essere fluidi. Il vento nel primo tempo ha alterato la manovra, noi abbiamo avuto poca qualità nello scorrimento. Poi ti innervosisci, lasci molto campo agli avversari, ma i miei difensori sono stati bravi». «Il migliore a organizzare il gioco era Emerson e non era questione di avere qualità, ma di velocizzare e innescare le ali. Eravamo speculari all'A-

«L’Ascoli ti fa giocare male. Ho visto squadre che vanno per la maggiore capirci poco contro i marchigiani» scoli, dopo 10' del secondo tempo ho provato a rischiare, perché con Ragusa e Rizzato avrei lasciato soli i miei tre difensori. Con la qualità sugli esterni, però, serviva anche qualità nel servire proprio loro. A volte si punta sullo sfinimento dell'avversario, ma il pallone non l'abbiamo controllato bene, l'abbiamo rincorso. Se Nicolas si avvicina ai 25-30 metri è pericoloso, ma serve anche un apporto di

qualità che è mancato. Alzare la palla, il modo migliore per guadagnare il campo, oggi era impossibile». «Gli interni di metà campo a volte dovrebbero aprire il gioco, occupando spazi avanti per favorire il passaggio sugli attaccanti. Oggi non hanno mai aperto, andando in bocca al quinto difensore dell'Ascoli. E quindi abbiamo fatto fatica». No, non è allegro Gregucci come nel dopopartita dell’Adriatico.

«Alzare la palla, il modo migliore per guadagnare campo, oggi era impossibile. Non siamo riusciti ad aprire il gioco»


Domenica 4 marzo 2012 il Domani dello Sport

5

SPORT CALABRIA

TUTTI AL CERAVOLO!

CATANZARO Appello del presidente Cosentino per riempire lo stadio in ogni ordine di posto

«I

Andrea Splendore

l big-match contro il Perugia regalerà a Catanzaro una grande giornata di sport e di spettacolo. Al “Ceravolo” si giocherà una sfida d’altri tempi, che senza dubbio meriterebbe categorie superiori, come dimostra l’annunciata presenza di giornalisti e operatori dell’informazione da tutta Italia e anche da diversi paesi europei. Mi aspetto uno stadio colorato di giallorosso e gremito di tifosi in ogni settore. Voglio che la squadra in campo senta il calore e la passione dei tifosi e conquisti una vittoria importante per puntare alla vetta del campionato». E’ quanto afferma il presidente dell’U.S. Catanzaro, Giuseppe Cosentino, alla vigilia della partita casalinga contro la capolista Perugia. «Al “Ceravolo” – continua il presidente Cosentino – dovranno arrivare tante famiglie, donne, ragazzi, per incitare le Aquile e regalare anche sugli spalti un grande spettacolo ai tifosi ospiti, che saranno accolti con grande

correttezza e fair-play». «Grazie a questo straordinario gruppo di ragazzi guidati da un grande mister, Ciccio Cozza, – conclude Cosentino - e grazie alla mentalità vincente della nuova Uesse, dopo anni di amare delusioni i tifosi hanno ritrovato l'orgoglio di sventolare le bandiere giallorosse e di indossare la sciarpa del Catanzaro sette giorni su sette. Domani è la partita più importante. Serve una vittoria. Il pareggio favorirebbe il Perugia e portereb-

«Andiamo ad incitare le Aquile. Voglio allo stadio tante famiglie. Dovrà essere una giornata di grande festa dello sport»

be la squadra umbra verso la promozione diretta. Ma le Aquile torneranno ad essere l’orgoglio di tutta la Calabria:

è questa una promessa che non deluderemo! Forza Catanzaro!». E a proposito della gara Catanzaro-Perugia, la società U.S. Catanzaro ricorda che è stata indetta la giornata “Tutti allo Stadio”, per cui non saranno validi abbonamenti, tessere omaggio e accrediti rilasciati a vario titolo. Per gli abbonati sono comunque riservati particolari sconti. Data l’elevata richiesta di biglietti d’ingresso, per evitare lunghe file si consiglia ai

tifosi di acquistare il ticket in una delle diverse prevendite (le informazioni sui prezzi e le prevendite sono consultabili sul sito ufficiale della società www.uscatanzaro1929.com). Per evitare problemi e ritardi nell’accesso allo stadio “Ceravolo” nella giornata di domenica, si raccomanda inoltre ai tifosi di fare ingresso nei settori già a partire dalle ore 13, anche perché saranno effettuati rigidi controlli ai tornelli da parte del personale addetto.

IL BIG MATCH

Perugia all’esame Catanzaro per rimanere saldo in vetta

I

l 31° turno di 2ª Divisione Girone B propone oggi per il Perugia la sfida più importante della stagione: ad ospitarlo è il Catanzaro, secondo in classifica con la Vigor Lamezia a 5 punti dai biancorossi, ma con una gara in più da giocare. I Grifoni possono contare sull’apporto di almeno 400 tifosi chiamati a far sentire la loro voce in uno stadio pieno e contro una squadra che, reduce da

7 vittorie e un pari, vuole continuare a far bene. Il tecnico Battistini è consapevole della difficoltà del compito ma assicura il massimo impegno da parte dei suoi che vogliono allungare la (loro) miglior serie positiva del campionato - 19 giornate e, guarda caso, proprio dal ko del Curi per mano del Catanzaro stesso - e il sogno di promozione-diretta in 1ª Divisione. «Sarà una bella partita e su

questo non c’è dubbio, poiché i nostri avversari hanno un modo di giocare particolare che unisce la grande forza fisica all’ottimo palleggio e a grandi qualità tecniche. Ma qualunque sarà il risultato finale, poi ci saranno da affrontare altre 10 partite e con 30 punti in palio il campionato sarà tutto da giocare» ha detto Battistini. Il Perugia tornerà in campo mercoledì in casa contro la Vibonese.


6 il Domani dello Sport

Domenica 4 marzo 2012

SPORT NAZIONALE

SIAMO CONTRO L’AMNISTIA

CALCIOSCOMMESSE Ancora prese di posizione dal convegno dell’Ussi

«S

Luigi Enrico

iamo contro ogni amnistia ma ci sono norme premiali per chi collabora facendo emergere gli illeciti sportivi. Contestare la responsabilità oggettiva è un tormentone, ma è un male necessario». Lo ha affermato il direttore generale della Figc, Antonello Valentini, secondo il quale «in questa stagione c’è già un effetto deterrente del nostro lavoro» in quanto sono state fatte «solo quattro segnalazioni di scommesse anomale per gare di prima e seconda divisione». Valentini ne ha parlato a Bari partecipando ad un convegno organizzato venerdì scorso dall’Ussi (Unione Stampa sportiva Italiana) sul calcio pulito. Erano presenti, tra gli altri ospiti, il presidente nazionale dell’Ussi, Luigi Ferrajolo, e il vice presidente del Coni, Luca Pancalli. «L’illecito di cui stiamo discutendo - ha spiegato nel suo intervento Valentini - è diverso rispetto a quello tradizionale e si presenta come un fenomeno

sportiva non può ordinare perquisizioni, intercettazioni, né disporre di misure cautelari o controlli bancari». In risposta, Luigi Ferrajolo ha evidenziato come «tra gli ultimi tre grandi scandali del calcio italiano, quello degli anni

Figc, Valentini: «Contestare la responsabilità oggettiva è un tormentone, ma è un male necessario»

dirompente. Grazie alla sinergia con il Ministero dell’Interno abbiamo attivato una Unità investigativa sulle scommesse sportive (di cui faccio parte io)

e un gruppo ispettivo sulle scommesse». «Allo stesso tempo - ha detto ancora il direttore generale - bisogna anche considerare che la giustizia

Ottanta, Calciopoli e quest’ultimo sul calcioscommesse, il peggiore sia stato il secondo, perché interno al sistema». E’ stato quindi il turno di Luca Pancalli che ha assicurato che «il calcio è pulito ma bisogna scommettere su un percorso che tenga conto delle contaminazioni derivanti dall’ambito sociale nel quale si muove il sistema sportivo, che non può essere

lasciato solo. L’amnistia? Intollerabile e offensiva». Per quanto riguarda, invece, il dopo Milan-Juventus e tutte le polemiche intorno al gol/non gol di Muntari, il vice presidente del Coni ha sottolineato che «è stato ipocrita aspettarsi da Gigi Buffon un comportamento diverso nella querelle della rete di Muntari, mentre il mondo della stampa è complice nell’innalzamento dell’asticella della tensione, con un eccesso di scrupolo che potrebbe non giovare». Si è poi espresso il presidente della Lega calcio di Serie B, Andrea Abodi, che ha fortemente elogiato il comportamento etico del calciatore del Gubbio Simone Farina e dell’Ascoli nel denunciare le presunte irregolarità. Infine Fabio Poli, esperto di marketing sportivo e partner di Studio Ghiretti & Associati, ha mostrato una scheda dalla quale emerge evidentemente che le società di “betting” «rappresentano con le sponsorizzazioni il primo sostenitore economico del calcio continentale».

MONDIALI 2014

Il Brasile ricusa Jerome Valcke

Il Brasile non ha preso bene le pesanti critiche rivoltegli da Jerome Valcke, il segretario generale della Fifa che da Londra ha duramente rimproverato gli organizzatori per i ritardi («Sono indietro su tutto, meriterebbero un calcio nel sedere»). In risposta, il Ministro dello sport brasiliano, Aldo Rebelo, ha annunciato in una conferenza stampa che «il governo non accetterà più di avere il segretario generale come interlocutore per la Fifa. Valcke ha criticato la situazione delle strutture ricettive per i turisti e la mancata approvazione della normativa speciale sulla Coppa del mondo».

BRASILE

Il cinese Zhizhao passa al Corinthians

Chen Zhizhao, centrocampista cinese del Nanchang Hengyuan, è stato acquistato dal Corinthians come «strategia di marketing» per rafforzare i legami del club paulista con la Cina e rilanciarne l’immagine internazionale. «Al Corinthians, nonostante il fatto di essere attualmente il maggior club brasiliano, manca una vera dimensione internazionale, siamo poco conosciuti all’estero - ha dichiarato Luis Paulo Rosenberg, vicepresidente del club ai cronisti sportivi brasiliani - Il primo passo l’abbiamo fatto, con il contratto a Ronaldo Fenomeno, e adesso invece abbiamo deciso di puntare sulla Cina». Il presidente del club paulista, Mario Gobbi, sostiene nel sito del Corinthians di voler

stabilire con la Cina «una collaborazione profonda e durevole», annunciando la creazione del Corinthians-China. L’arrivo di Zhizhao è sì un’iniziativa di marketing rivolta al gigante orientale, ma è anche molto di più: «Non vogliamo sfruttare 15 minuti di celebrità, vogliamo essere tra i primi a impostare un discorso serio con il mondo calcistico cinese, i primi passi di una lunga marcia, come diceva Mao». Il 23enne mediano, già ribattezzato Zizao, è stato presentato venerdì, alla presenza di una trentina di cronisti dei mass mdia cinesi, nella sede sociale del club dove ha presentato la sua maglia numero 200 in omaggio ai 200 anni dell’immigrazione cinese in Brasile.


Domenica 4 marzo 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT NAZIONALE

PRESIDENTI D’ACCORDO SERVE RIFONDAZIONE LEGA CALCIO SERIE A

Decisa all’unanimità la riforma della governance. Beretta resta fino al 30 giugno

T

utti d’accordo. I presidenti delle società di calcio di serie A hanno deciso all’unanimità che la Lega debba rifondarsi, negli uomini e nei ruoli decisionali. Questo l’esito di una giornata cominciata coi nervosismi di una mozione di sfiducia al presidente Beretta presentata da 8 società, che peraltro non aveva la minima possibilità di passare, tra toni aspri e un pò di baruffa tra esponenti dell’una e dell’altra parte, compresi gli ammonimenti di Andrea Agnelli («è sciocco cambiare presidente ora»). Tutti soddisfatti. Cellino e Zamparini che denunciavano l’immobilismo colpevole. Paolillo, disposto a rischiare perfino il commissariamento pur di mettere mano alle riforme. E tutti gli altri che volevano

fitta serie di appuntamenti. Il primo è fissato per giovedì 8 marzo: il Consiglio deve cominciare a elaborare le proposte di modifiche da sottoporre all’Assemblea, già convocata per il 16 marzo con all’ordine del giorno il completamento del Consiglio con le nomine dei due consiglieri mancanti, il vicepresidente, posto lasciato vacante da Rosella Sensi, e quello disponibile dopo la retrocessione della Sampdoria. Un sacco di lavoro, soluzioni a problemi che finora non sono state trovate. «Il dato soddisfacente - dice Beretta - è la ritrovata unità, d’altra parte le necessità di modifiche alla governance erano chiaramente emerse. È un passo indietro la revisione dei poteri tra consiglio, assemblea e presidente? Non so, quello che è certo è che all’Assemblea restano di sicuro tutte le decisioni sulla ripartizione delle risorse economiche». Per dirla con Beretta parte adesso un cantiere interessante. Ad essere pessimisti non è un

Deve cambiare lo statuto per dare più poteri al Consiglio e al Presidente, togliendone una fetta all’Assemblea sovrana lasciare Maurizio Beretta al suo posto fino a riforme compiute. «L’assemblea della Lega di A ha deciso all’unanimità di procedere alla riforma della governance della Lega nel più breve tempo possibile - si legge in un comunicato - e

comunque nell’ambito della corrente stagione sportiva, quindi entro il 30 giugno 2012». Tempi stretti?, tempi sufficienti come ritiene Beretta? Dipende da cosa e quanto si vuole cambiare. Di sicuro deve cambiare lo statuto. Per dare più poteri al Consiglio e al presidente che adesso non ne hanno, togliendone una fetta all'Assemblea sovrana. Ed è sicuramente un ritorno al futuro, un ripensamento visto che in passato si era fatto esattamente il contrario. E poi va deciso se il presidente debba continuare ad essere un esterno o possa tornare a farlo un presidente magari affiancato da un tecnico, magari a turno. Insomma, ipotesi tante, un vero e proprio foglio bianco che i presidenti debbono cominciare a riempire con una

CURIOSITA’

Giovedì 8 marzo, lo Juventus Stadium ospita per la prima volta la Primavera Nella sua finora breve storia, lo Juventus Stadium sta per vivere un altro momento importante. Dopo tante partite della Prima Squadra di Antonio Conte, la casa bianconera è pronta ad aprire le porte anche alla Primavera. Giovedì 8 marzo, alle ore 20.30, si gioca Juventus-Roma, finale d’andata della Coppa Italia Tim Cup di categoria. Una sfida che si prospetta interessante, vista la recente finale della Viareggio Cup (vinta 2-1 dalla squadra di Baroni) in cui si è visto un livello tecnico molto alto in entrambe la squadre. Il club torinese ha deciso per l’ingresso gratuito ai tifosi. Per l’accesso agli spalti sarà però necessario l’utilizzo di biglietti nominativi che verranno distribuiti nei giorni precedenti la gara.

buon segno che il cantiere della nuova Lega A rischi di ridiventare una sorta di “Fabbrica del Duomo”. «Si è fatto tanto in questi due anni - rivendica Beretta si è affrontata la rivoluzione Copernicana della legge Melandri e dato sicurezza al calcio con il rinnovo dei diritti tv che assicurano il futuro. Ma è giusto non ancorarsi in modo rigido ai meccanismi esistenti, ma guardare ad una evoluzione continua».

Beretta: «... non so, quello che è certo è che all’Assemblea restano di sicuro tutte le decisioni sulla ripartizione delle risorse economiche»

Hawk-Eye e GoalRef, si testano i futuri “nemici” del gol fantasma

D

ue tecnologie per contrastare il fenomeno dei gol fantasma - l’inglese Hawk-Eye (Occhio di falco), basato sull’uso di telecamere, e la tedesca GoalRef che utilizza un pallone con microchip - sono state ammesse al test dall’International Board della Fifa - l’organo garante dei regolamenti - riunitosi a Londra in questi giorni. La decisione finale sull’eventuale adozione di un sistema tecnologico di controllo sulla linea di porta sarà presa il 2 luglio a Kiev, in occasione di una sessione speciale. Altri sei sistemi sono stati scartati dopo una serie di esperimenti condotti in Svizzera. «Questo è un importante passo avanti per noi, ma è importante condurre i test - le parole del segretario generale della Football Association - il sistema che si sceglierà dovrà essere preciso, altrimenti non avrebbe senso». Nella stessa occasione si deciderà anche sull’hijab. Ci sono pressioni per rimuovere il divieto - introdotto nel 2007 per motivi di sicurezza - ed autorizzare l’uso del velo islamico durante le partite nazionali ed internazionali. La guerra è ancora lunga ma questa può considerarsi una piccola battaglia vinta da parte del presidente della Fifa, Joseph Blatter, da sempre sostenitore dell’introduzione delle tecnologie per i cosiddetti «gol fantasma». «Non vogliamo che si ripetano gli episodi dell’ultimo Mondiale. Credo di poter convincere il Board che noi dobbiamo fare un passo avanti con la tecnologia. Non possiamo più permetterci soltanto di aspettare e vedere» aveva detto il giorno prima Blatter al quale non va ancora giù quanto avvenuto in Sudafrica nei quarti tra Inghilterra e Germania, con il gol negato a Lampard. Nonostante la resistenza dell’Uefa di Michel Platini, la Fifa dunque procede spedita verso il cambiamento. «Platini non vuole la tecnologia, ma io non voglio più assistere - ha concluso - a un Mondiale e vedere un problema di questo genere. Mi farebbe morire».


8

TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Esecuzioni Imm. n.41/02 R.G.E. G.E. Dr.ssa Francesca Sicilia Professionista Delegato: Avv. Mimmo Pugliese Lotto n.1: Immobile fabbricato sito in Oriolo, Via Roma censito in catasto al fg. 32 p.lla 1241 sub 1, fg. 32 p.lla 1241 sub 2 fg. 32 p.lla 1241 sub 3. Prezzo base: €. 62.800,00 Vendita senza incanto: 04/05/2012 Vendita con incanto: 03.05.2012 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: Avv. Mimmo Pugliese Presentare le offerte entro h. 13.00 del giorno precedente la vendita presso lo studio del Professionista delegato. Maggiori informazioni presso lo studio sito in San Basile alla Via Roma 60 - tel. 0981/35471 cell. 329/3307477 ***** Esecuzioni Imm. n. 106/91 R.G.E. G.E. Dr.ssa Teresa Reggio Professionista Delegato: Dr. Corrado Sabatino Lotto Unico: Porzioni di fabbricato sito in Comune di San Donato di Ninea, via Mussolini. -Locale al piano terra; -Appartamento posto al primo piano; -Appartamento posto al piano secondo. Prezzo base: €. 29.437,50 Vendita senza incanto: 08.05.2012 Vendita con incanto: 10.07.2012 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: Dr. Corrado Sabatino Presentare le offerte entro h. 13.00 dei giorni precedenti le vendite presso lo studio del Professionista delegato Dr. Corrado Sabatino, dottore commercialista in Castrovillari in via Roma, n.163. Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari in via Roma, n.163. Tel e fax 0981/22802 cell. 340/5671898.

TRIBUNALE DI CATANZARO Procedura esecutiva n.158/06 R.G.Espr. Il Giudice dell'esecuzione, dott.ssa Giovanna Gioia, con provvedimento reso all’udienza del 09 novembre 2011, ha disposto la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto unico: immobile sito nel comune di Borgia (CZ) in catasto al fl. 11, mapp 46 sub. 8 al prezzo base di €. 122.400,00; ha fissato per la presentazione delle offerte d'acquisto il termine del 27.03.2012 ore 12,00; ha fissato per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a €. 1.000,00, l'udienza del 28.03.2012 ore 9,30; ha disposto che le offerte d'acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro — Procedura n. 158/06 portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L'immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall'aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica; L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo d'acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall'aggiudicazione; Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle esecuzioni immobiliari del Tribunale di Catanzaro

TRIBUNALE DI LOCRI - UFFICIO ESECUZIONI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, D.r SERGIO MALGERI, nella Procedura Esecutiva n. 28/96 R. Es. promossa da BANCA ANTONVENETA all’udienza del 28.10.2011, HA DISPOSTO PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO N. 1: “Unità immobiliare per civile abitazione posta al primo piano (2° f.t.) di fabbricato a più elevazioni, sito in Marina di Gioiosa Jonica, c/da Cerchietto, 12, riportata nel catasto fabbricati di Marina di Gioiosa Jonica al fgl. 10, p.lla 549 sub 3, Cat. A/3, Cl. 2 (consistenza vani 6,5).” Prezzo base del lotto: Euro 96.824,00 Deposito per cauzione: 10% Deposito per spese: 15% LOTTO N. 2: “Unità immobiliare costituita da lastrico solare posta al secondo piano (3° f.t.) di fabbricato a più elevazioni, sito in Marina di Gioiosa Jonica, c/da Cerchietto, 12, riportata nel catasto fabbricati di Marina di Gioiosa Jonica al fgl. 10, p.lla 549 sub 6, Cat. lastrico solare (consistenza 155 mq).”

Domenica 4 Marzo 2012

Prezzo base del lotto: Euro 30.324,00 Deposito per cauzione: 10% Deposito per spese: 15% PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO La vendita senza incanto, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 27.04.2012, con la RIDUZIONE DI 1/5+1/5, alle seguenti condizioni: entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari “NON TRASFERIBILI” intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 25.05.2012, con la RIDUZIONE DI 1/5+1/5 (come per l’udienza senza incanto), alle seguenti condizioni: ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.asteimmobili.it www.portaleaste.it - www.aste.eugenius.it • CUSTODE GIUDIZIARIO: Avv. RODOLFO FURFARO (Tel. 0964.235026). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 29 febbraio 2012 - CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA - P.E. 28-1996 1)L’immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2)ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma cpc); 3)entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne

compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6)l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9)l’udienza di vendita senza incanto è fissata per il giorno (VEDI SOPRA), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10)in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11)in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13)in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14)il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15)maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri ; 16)la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17)la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata, a cura del custode giudiziario con costo a carico del creditore procedente o degli altri creditori, ovvero a carico della Custodia, se in attivo - autorizzando il custode giudiziario al prelievo degli importi necessari per la pubblicità dal libretto della procedura - sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lotti (invitando ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fat-

tura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + mensili Qu Economia e Asteinfoappalti + siti Internet, nei quali la pubblicazione dell’ordinanza avrà luogo unitamente alla relazione di stima, www.asteimmobili.it - www.portaleaste.it www.aste.eugenius.it; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18)ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (VEDI SOPRA) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19)in particolare, ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta; all’esterno della busta il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito ; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20)la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22)se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23)l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, da presentarsi nelle forme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 25)su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 26)se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 27)alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc. IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE 0961.023931


10 il Domani dello Sport

Domenica 4 Marzo 2012

SPORT NAZIONALE

ENRIQUE CONTRO REJA

ROMA-LAZIO Secondo derby tra i due tecnici, con Luis che medita il “pareggio”

O

Massimiliano Venzi

re 15, Stadio Olimpico, derby Roma-Lazio. Dopo il 2-1 dell’andata per i biancocelesti che mise fine al digiuno di vittorie (4 sfide di fila) di Edy Reja, il “cugino” Luis Enrique cerca il riscatto per pareggiare i conti con il tecnico friulano e, a riguardo, nella conferenza stampa della vigilia della stracittadina, dice che «dal primo giorno in cui sono arrivato so che il derby è una partita molto speciale, in cui non si giocano solo 3 punti. Tutto il tifo aspetta questa partita e ho dato il rinforzo sia a me che alla squadra per arrivare nelle migliori condizioni». Il derby può essere la partita della svolta? «Non lo so - ha detto il tecnico spagnolo, - sono preoccupato di tutto quello che posso controllare: ho detto che è una partita speciale e importante per noi, la stiamo preparando al 100% pensando a come essere superiori ad un avversario che è forte, che è in classifica davanti a noi e sta facendo un ottimo campionato. Conosciamo le difficoltà, ma sono ottimista riguardo a domani. Può essere una svolta ma non è la partita più importante della mia carriera». Lo è certo per la Roma che, staccata di 7 punti dalla Lazio, deve vincere per rientarre nella corsa al 3° posto. «Se perdiamo, scivoliamo a 10 punti dalla Lazio. Se vinciamo, andiamo a -4. Io penso ai 3 punti, sono il mio obiettivo», dice il tecnico spagnolo che continua: «Mancano ancora 13 partite alla fine del campionato: possiamo arrivare terzi, ma possiamo arrivare anche sesti o settimi. Vedremo: alla fine, contano i risultati. Sappiamo che è una partita difficile, ma sono ottimista. Ho grande fiducia, non deve esistere la paura. Mi aspetto che la Roma sia superiore a livello di gioco di squadra e spero che anche le nostre individualità siano superiori a quelle della Lazio». Il tifo giallorosso attende il

Reja: «... è una gara diversa, la sento da inizio settimana e la notte non dormo benissimo... mi auguro che non sia il mio ultimo derby»

derby con particolare trepidazione. Bisogna riscattare il ko dell’andata e dare ossigeno alla classifica. «Quando sono in strada, sento quasi tutte cose positive. La Roma è prontissima per il derby, sono pronti anche gli infortunati perché questa partita si gioca con il cuore e con la passione. Sarà importante controllare la testa. Il derby è una partita unica, stimolante, e la squadra è prontissima. Non deve esistere la paura. Per tutta la settimana ho pensato a come far male alla Lazio - ha sottolinea-

Enrique: «... so che il derby è una partita speciale... può essere una svolta ma non è la gara più importante della mia carriera»

to Enrique, costretto a preparare la sfida sapendo di non poter contare, inoltre, sugli squalificati Cassetti, Gago e Osvaldo -. Voglio vedere la squadra con lo stesso spirito delle ultime 4 partite giocate in casa». Chiusura su De Rossi e la sua esclusione a Bergamo: «Quando sono arrivato, sapevo quale comportamento la mia squadra avrebbe dovuto tenere in campo e fuori. Ho detto che mi sarebbe piaciuto il rispetto di due cose e nessuno si è opposto. Non è cambiato nulla e sarà così fino a quando sarò il tecnico della Roma. Sbaglierò tante volte, ma sempre restando coerente con le mie idee. Non ho nessun problema con nessun calciatore: non dobbiamo essere d’accordo su tutto, i giocatori pensano prima a sé e poi alla squadra. Io sono l’allenatore, devo pensare prima al gruppo e tengo fede alle mie idee. Se De Rossi, o chi per lui, dovesse arrivare nuovamente in ritardo alla riunione tecnica, finirebbe nuovamente in tribuna. Non mi piacciono le regole, ma la Roma

CALCIOSCOMMESSE

Ungheria, direttore sportivo del Reac si toglie la vita U

n’altra tragedia ha colpito il mondo del calcio, accendendo ancor più i riflettori sulla vicenda delle partite truccate in Ungheria: venerdì si è suicidato il direttore sportivo del Reac, club iscritto al campionato di serie B. Robert Kutasi, 48 anni, si è tolto la vita dopo che sei calciatori della sua squadra sono stati arrestati dalla polizia la settimana scorsa nell’ambito dell’in-

chiesta sulle partite truccate. Il ds Kutasi, che svolgeva varie funzioni anche nella Federazione calcio ungherese, combatteva da anni il fenomeno delle scommesse clandestine. «I miei allievi mi hanno fregato e manipolato, rovinando la mia vita», aveva detto qualche giorno fa a un giornale sportivo. Due giorni fa si è lanciato da una finestra di un prefabbricato sito alla

periferia di Budapest. La procura un-gherese indaga su un giro di partite truccate fra il 2007 e il 2009, un’inchiesta connessa con quella sulle scommesse clandestine in corso in Italia. In totale sono state arrestate in Ungheria 19 persone fra giocatori e allenatori. Gli indagati ricevevano dai 1.000 ai 2.500 euro per una partita il cui risultato veniva truccato.

ne ha bisogno per diventare una squadra vincente». Anche Edy Reja sottolinea il valore di questo derby: «Ha un’importanza fondamentale per i 3 punti ma anche per l’ambiente, spero che la Lazio regali altre gioie come quelle dell’andata. A noi interessano i punti per allontanare un avversario che può essere molto pericoloso. Un risultato positivo aumenterebbe la percentuale per raggiungere l’obiettivo 3° posto che vogliamo a tutti i costi centrare». L’odierno potrebbe essere l’ultimo derby con la Lazio di Reja, il cui contratto scadrà il prossimo giugno. «Questo non si può mai dire, nel calcio possono cambiare tante cose e mi auguro che non sia il mio ultimo derby, per quello che stiamo facendo e per la crescita di questa squadra. Poi mancano 3 mesi alla fine del campionato e si vedrà. Quando sarà il momento ci incontreremo e vedremo se le strade si separeranno o se si potrà fare un discorso di continuità, ma ora pensiamo al

derby che è molto sentito». La Lazio dovrà fare a meno di Konko e di Radu, non convocati. «Siamo abituati a questa emergenza, ma abbiamo sempre dimostrato di avere un’ottima rosa e ottimi valori. Chiunque scenderà in campo darà il massimo, sono convinto che i ragazzi faranno una grande prestazione», dice ancora Reja che nutre massimo rispetto per il progetto della Roma di Enrique, «un tecnico che apprezzo e stimo molto per l’equilibrio che ha dimostrato e soprattutto per la filosofia di gioco diversa da quella di molte squadre italiane. Buona parte della squadra partecipa alla fase offensiva e spesso così sono riusciti a vincere, esprimendo un calcio frizzante e gradevole. Poi è chiaro che questo può anche creare loro qualche problema in contriopiede». Poi si confessa e dice: «Per me è una partita diversa, la sento da inizio settimana e la notte non dormo benissimo. Conosco l’importanza del derby e come si vive a Roma. È un po’di tempo che sono qui, tante volte è finita male ma la vittoria agli ultimi secondi dell’andata è uno dei più bei momenti della mia carriera. La situazione è cambiata, è inutile negarlo, rispetto a qualche mese fa. Il tifoso è più vicino al tecnico e questo dà serenità e fiducia». E conclude: «E’un derby da giocare con il cuore e anche con la testa e la gara d’andata ci ha insegnato molto».


Domenica 4 marzo 2012 il Domani dello Sport 11

TOTOGUIDA SCOMMESSE N’castle-Sunderland

Roma-Lazio

«1»

«X»

2,00

3.30

ITALIA 1ª Divisione Girone A

Taranto, tira aria di «Goal». Ternana «2» l clou è tra il Taranto in frenata da 3 gare e la Pro Vercelli col pieno da altrettante: in palio il 2° posto, piace il «Goal». Per la Ternana si prevede il ritorno al «2» a Pisa, dove l’«Under» è molto forte. Tra le altre gare da tenere d’occhio segnaliamo Benevento-Como per il quale il segno «1» non dovrebbe essere in discussione e Foligno-Sorrento dove giocheremo senza mezze misure il

I

segno «2» ma non tralasceremmo il pareggio in «Under» come possibile sorpresa. Pronostico che riserviamo anche ad AvellinoMonza.

Il pronostico di TS Avellino-Monza Benevento-Como Taranto-Pro Vercelli Pisa-Ternana

X/Under 1/No Goal Goal 2/Under

Le possibili sorprese Foligno-Sorrento

X/Under

I nostri consigli di gioco MISTA VINCITA GLOBALE:

9 GARE 2280.24 Euro

Correzione di 0-1-2 errori sulle 9 partite 0 err.=8 cinquine; 1 err.=3/4 cinquine; 2 err.=1 cinquina

Saragozza-Villarreal Parma-Napoli Cardiff-West Ham Benevento-Como Fiorentina-Cesena Udinese-Atalanta Tottenham-Man. Utd Huelva-Barça B Trapani-Siracusa Saragozza-Villarreal Parma-Napoli Cardiff-West Ham Benevento-Como Fiorentina-Cesena

2 X Under 1 1

2.30 3.30 1.80 1.75 1.50

8

CINQUINE

2.30 3.30 1.80 1.75 1.50 1.70 2.45 2.30 2.00

2 X Under 1 1 1 2 1 1

Saragozza-Villarreal Parma-Napoli Cardiff-West Ham Udinese-Atalanta Trapani-Siracusa

2 X Under 1 1

2.30 3.30 1.80 1.70 2.00

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

236.69 Euro

306.58 Euro

Saragozza-Villarreal Parma-Napoli Udinese-Atalanta Tottenham-Man. Utd Huelva-Barça B

2 X 1 2 1

2.30 3.30 1.70 2.45 2.30

Saragozza-Villarreal Cardiff-West Ham Tottenham-Man. Utd Huelva-Barça B Trapani-Siracusa

2 Under 2 1 1

2.30 1.80 2.45 2.30 2.00

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

479.88 Euro

307.94 Euro

Saragozza-Villarreal Benevento-Como Fiorentina-Cesena Udinese-Atalanta Trapani-Siracusa

2 1 1 1 1

2.30 1.75 1.50 1.70 2.00

Con 6 euro puntati la vincita è di

135.48 Euro Parma-Napoli Fiorentina-Cesena Tottenham-Man. Utd Huelva-Barça B Trapani-Siracusa

X 1 2 1 1

Parma-Napoli Cardiff-West Ham Benevento-Como Huelva-Barça B Trapani-Siracusa

X Under 1 1 1

3.30 1.80 1.75 2.30 2.00

Con 6 euro puntati la vincita è di

315.59 Euro 3.30 1.50 2.45 2.30 2.00

Cardiff-West Ham Benevento-Como Fiorentina-Cesena Udinese-Atalanta Tottenham-Man. Utd

Under 1 1 1 2

1.80 1.75 1.50 1.70 2.45

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

368.19 Euro

129.89 Euro

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

TERNANA TARANTO (-3) PRO VERCELLI CARPI SORRENTO (-2) BENEVENTO (-2) LUMEZZANE TRITIUM AVELLINO FOGGIA (-2) PISA COMO (-2) REGGIANA (-2) SPAL (-4) MONZA VIAREGGIO (-1) PAVIA FOLIGNO (-4)

52 47 43 42 42 35 35 33 32 30 30 30 27 22 21 18 14 13

15 14 12 12 12 11 10 9 9 8 7 9 8 7 4 5 2 4

33 28 33 35 32 33 22 22 26 24 23 32 27 21 21 16 23 18

24 24 23 24 24 24 24 24 23 24 24 24 24 24 24 24 24 24

7 8 7 6 8 4 5 6 5 8 9 5 5 5 9 4 8 5

2 2 4 6 4 9 9 9 9 8 8 10 11 12 11 15 14 15

IN CASA V N P

14 9 13 19 19 29 22 26 30 23 23 36 32 28 34 37 40 35

9 9 7 9 8 5 5 3 7 3 5 5 4 5 2 3 2 3

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(24ª GIORNATA) Carpi -PARTITE Avellino DEL 25-02 Como - Pisa Foggia - Tritium Lumezzane - Foligno Monza - Viareggio Pavia - Spal Pro Vercelli - Reggiana Sorrento - Benevento Ternana - Taranto

(25ª GIORNATA) Avellino - Monza 04-03 Benevento - Como “ “ Foligno - Sorrento “ “ Reggiana - Foggia “ “ Spal - Carpi “ “ Taranto - Pro Vercelli “ “ Tritium - Lumezzane “ “ Viareggio - Pavia “ “ Pisa - Ternana 05-03

BENEVENTO LUMEZZANE REGGIANA FOLIGNO PRO VERCELLI TERNANA SORRENTO COMO PISA TARANTO

REGGIANA MONZA BENEVENTO COMO FOLIGNO SORRENTO PRO VERCELLI FOGGIA CARPI PISA

TARANTO SPAL PAVIA SORRENTO VIAREGGIO CARPI TERNANA PRO VERCELLI MONZA BENEVENTO

VIAREGGIO CARPI SPAL AVELLINO TARANTO FOGGIA MONZA PAVIA COMO LUMEZZANE

0-0 1-2 0-1 3-0 0-3 1-0 2-0 2-0 1-1

30

35 COMO 2-0 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 0-3 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ . . .

FOLIGNO SORRENTO REGGIANA FOGGIA PISA SPAL BENEVENTO VIAREGGIO TRITIUM

2-2 = 0-2 ▼ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-2 ▼ . . .

27 FOGGIA 2-0 ▲ 0-2 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = 1-1 = 0-2 ▼ . . .

PRO VERCELLI PISA MONZA COMO VIAREGGIO TRITIUM REGGIANA FOLIGNO AVELLINO

1-1 1-0 1-2 1-2 2-0 0-1

FOGGIA MONZA PISA BENEVENTO REGGIANA TARANTO AVELLINO TRITIUM FOLIGNO

SORRENTO TARANTO CARPI MONZA FOLIGNO SPAL VIAREGGIO LUMEZZANE TERNANA

6 5 3 10 7 11 8 12 11 13 13 15 15 12 20 16 18 14

AVELLINO PISA TRITIUM VIAREGGIO SORRENTO CARPI MONZA PRO VERCELLI TERNANA FOGGIA

FOLIGNO COMO TERNANA BENEVENTO REGGIANA PAVIA LUMEZZANE SORRENTO FOGGIA PRO VERCELLI

SPAL TARANTO VIAREGGIO TRITIUM LUMEZZANE PAVIA COMO CARPI SORRENTO MONZA

▼ ▼ ▲ ▼ .

43 1-1 = 1-1 = 4-1 ▲ 3-0 ▲ 2-0 ▲ . Rin. . . .

0-2 0-2 1-2 0-0 2-2 1-0

17 16 19 26 19 17 10 11 17 11 14 15 13 14 11 9 10 11

= ▲

.

18 PAVIA 0-3 ▼ 2-0 ▲ 0-2 ▼ 0-0 = 0-2 ▼ 3-0 ▲ . . .

0 1 1 1 1 3 3 4 3 5 4 4 5 4 6 6 8 5

30

.

47 PRO VERCELLI 0-0 = 2-0 ▲ 1-0 ▲ 0-0 = 1-1 = 1-1 = . . .

3 2 4 3 3 3 5 5 1 4 2 3 2 3 4 3 3 4

RETI F S

TRITIUM TERNANA AVELLINO SPAL PISA MONZA FOGGIA LUMEZZANE PRO VERCELLI COMO

14

PISA

▼ ▼

AVELLINO FOGGIA PRO VERCELLI TRITIUM LUMEZZANE COMO TERNANA BENEVENTO REGGIANA

▼ = = ▲ . . .

V

FUORI N P

6 5 5 3 4 6 5 6 2 5 2 4 4 2 2 2 0 1

4 2 6 1 3 3 3 5 5 3 1 6 0 6 1 5 4 6 4 3 7 4 2 6 3 6 2 8 5 5 1 9 5 6 1 10

RETI F S 16 12 14 9 13 16 12 11 9 13 9 17 14 7 10 7 13 7

8 4 10 9 12 18 14 14 19 10 10 21 17 16 14 21 22 21

REGOLAMENTO Promossa direttamente la 1ª. Dalla 2ª alla 5ª ammesse ai play-off per il 2° posto promozione. Retrocede direttamente l'ultima. Dalla 14ª alla 17ª al playout per stabilire le altre 2 squadre retrocesse. In caso di arrivo a pari punti vale lo scontro diretto

21

32 MONZA 1-0 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 0-2 ▼ 0-0 = . Rin. . . .

REGGIANA PRO VERCELLI FOGGIA PAVIA TRITIUM VIAREGGIO AVELLINO TARANTO SPAL

0-2 ▼ 1-1 = 2-1 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ 0-3 ▼ . . .

42

13 SORRENTO 2-2 = 1-1 = 0-1 ▼ 1-1 = 2-2 = 0-3 ▼ . . .

PAVIA COMO TARANTO AVELLINO REGGIANA BENEVENTO FOLIGNO SPAL CARPI

2-0 ▲ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ . . .

42

22 CARPI 0-0 = 0-2 ▼ 2-1 ▲ 0-0 = 0-1 ▼ 2-1 ▲ . . .

VIAREGGIO LUMEZZANE PAVIA TERNANA TARANTO AVELLINO SPAL REGGIANA SORRENTO

3-0 1-1 2-1 1-1 1-1 0-0

BENEVENTO CARPI TERNANA PISA SPAL FOLIGNO TRITIUM PAVIA VIAREGGIO

30 TERNANA 0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-4 ▼ 0-0 = 0-2 ▼ 2-1 ▲ . . .

TRITIUM FOLIGNO LUMEZZANE CARPI BENEVENTO TARANTO PISA AVELLINO PAVIA

= ▲ = = = . . .

35

33 LUMEZZANE 0-2 ▼ 1-0 ▲ 1-2 ▼ 0-0 = 1-3 ▼ 1-0 ▲ . . .

0-2 1-1 0-1 2-0 0-0 3-0

▼ = ▼ ▲ = ▲ . . .

52 2-0 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ 1-1 = . . .

«UNDER» Taranto Foggia Pisa Ternana Tritium Lumezzane Pro Vercelli Sorrento Spal Viareggio Avellino Foligno Monza Reggiana Carpi Benevento Pavia Como

19 (9-10) 18 (9-9) 18 (7-11) 17 (8-9) 17 (9-8) 16 (11-5) 16 (9-7) 16 (8-8) 15 (7-8) 15 (7-8) 14 (6-8) 14 (8-6) 14 (6-8) 14 (6-8) 13 (5-8) 12 (6-6) 10 (8-2) 8 (4-4)

«OVER» Como Pavia Benevento Carpi Foligno Monza Reggiana Avellino Spal Viareggio Lumezzane Sorrento Pro Vercelli Ternana Tritium Foggia Pisa Taranto

16 14 12 11 10 10 10 9 9 9 8 8 7 7 7 6 6 5

(8-8) (5-9) (5-7) (8-3) (4-6) (6-4) (5-5) (5-4) (5-4) (5-4) (2-6) (4-4) (3-4) (4-3) (3-4) (3-3) (4-2) (3-2)

«GOAL» Como Pavia Monza Reggiana Foggia Benevento Tritium Avellino Carpi Foligno Pisa Pro Vercelli Sorrento Spal Ternana Taranto Viareggio Lumezzane

17 14 13 13 12 11 11 10 10 10 9 9 9 9 9 7 7 6

(8-9) (5-9) (7-6) (6-7) (7-5) (5-6) (7-4) (5-5) (6-4) (6-4) (4-5) (2-7) (5-4) (5-4) (5-4) (4-3) (4-3) (2-4)

«NO GOAL» Lumezzane Taranto Viareggio Pisa Sorrento Spal Ternana Carpi Foligno Pro Vercelli Avellino Benevento Tritium Foggia Monza Reggiana Pavia Como

18 (11-7) 17 (8-9) 17 (8-9) 15 (7-8) 15 (7-8) 15 (7-8) 15 (7-8) 14 (7-7) 14 (6-8) 14 (10-4) 13 (6-7) 13 (6-7) 13 (5-8) 12 (5-7) 11 (5-6) 11 (5-6) 10 (8-2) 7 (4-3)


12 il Domani dello Sport Domenica 4 marzo 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA 1ª Divisione Girone B IL TURNO SUCCESSIVO

Il pronostico di TS

(25ª GIORNATA)

Barletta-Triestina 1/No Goal Frosinone-Andria X/Under Portogruaro-Cremonese 1/Goal Trapani-Siracusa 1/Under

Barletta - Triestina Carrarese - Bassano Feralpisalo’ - Latina Frosinone - Andria Pergocrema - Spezia Portogruaro - Cremonese Prato - Piacenza Trapani - Siracusa Virtus Lanciano - Sudtirol

BARLETTA PRATO ANDRIA VIRTUS LANCIANO LATINA BASSANO SUDTIROL TRIESTINA TRAPANI FERALPISALO’

FROSINONE SPEZIA SUDTIROL PRATO VIRTUS LANCIANO TRIESTINA CARRARESE ANDRIA LATINA TRAPANI

04-03 “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “

Le possibili sorprese Feralpisalò-Latina

1/Under

35 TRIESTINA 3-1 ▲ 1-2 ▼ 2-2 = 1-1 = 1-0 ▲ 2-3 ▼ . . .

VIRTUS LANCIANO SIRACUSA ANDRIA CARRARESE LATINA FROSINONE BARLETTA PORTOGRUARO PERGOCREMA

CREMONESE BARLETTA TRIESTINA TRAPANI PRATO CARRARESE FROSINONE VIRTUS LANCIANO LATINA

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

TRAPANI SIRACUSA (-5) SPEZIA PERGOCREMA (-2) CREMONESE (-6) SUDTIROL PORTOGRUARO BARLETTA CARRARESE V. LANCIANO (-1) FROSINONE PRATO TRIESTINA ANDRIA LATINA BASSANO PIACENZA (-6) FERALPISALO’

49 40 38 38 35 35 35 35 34 33 30 28 27 24 23 22 21 18

15 13 10 12 12 9 9 9 9 9 8 7 8 5 5 5 7 3

45 31 28 29 32 27 28 29 32 24 26 23 33 26 26 15 25 14

27

CARRARESE

LATINA PORTOGRUARO TRAPANI TRIESTINA ANDRIA FROSINONE BASSANO SPEZIA PIACENZA

▼ = ▼ = ▼ . . .

24

30 ANDRIA 1-2 ▼ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 0-0 = 2-1 ▲ 1-0 ▲ . . .

3-0 0-2 1-1 0-3 2-2 1-2

Classifica

4 6 8 4 5 8 8 8 7 7 6 7 3 9 8 7 6 9

5 5 6 8 7 7 7 7 8 7 10 10 13 10 11 12 10 12

24 22 22 30 21 21 24 27 26 24 29 26 37 34 32 30 37 27

34 BASSANO 0-1 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 3-0 ▲ 0-2 ▼ 0-1 ▼ . . .

PERGOCREMA

0-1 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = 1-2 ▼ 1-2 ▼ 2-0 ▲ . . .

24 24 24 24 24 24 24 24 24 23 24 24 24 24 24 24 23 24

7 9 6 5 8 6 4 6 7 5 6 4 6 5 4 3 3 1

3 2 5 3 1 3 6 4 3 5 2 3 2 3 3 3 4 5

16 20 14 14 23 16 15 16 19 12 17 11 22 15 18 6 14 8

7 7 6 17 13 10 11 11 6 8 13 10 17 13 17 16 20 15

FERALPISALO’

▼ ▼

SUDTIROL TRAPANI PORTOGRUARO SIRACUSA PERGOCREMA PIACENZA LATINA BASSANO BARLETTA

▲ = ▼ ▲ . . .

FROSINONE PIACENZA SIRACUSA CREMONESE TRAPANI VIRTUS LANCIANO PERGOCREMA CARRARESE PORTOGRUARO

1 2 1 4 3 3 2 2 1 1 3 4 5 4 6 7 5 6

RETI F S

22 0-1 1-3 1-0 0-0 0-1 1-0

38 SPEZIA 1-0 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ 0-0 = 3-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

BASSANO LATINA SUDTIROL PRATO FERALPISALO’ SIRACUSA SPEZIA PIACENZA TRIESTINA

PERGOCREMA CREMONESE LATINA SUDTIROL BARLETTA PORTOGRUARO CARRARESE FERALPISALO’ SIRACUSA

IN CASA V N P

V

FUORI N P

8 4 4 7 4 3 5 3 2 4 2 3 2 0 1 2 4 2

1 4 3 1 4 5 2 4 4 2 4 4 1 6 5 4 2 4

4 3 5 4 4 4 5 5 7 6 7 6 8 6 5 5 5 6

RETI F S 29 11 14 15 9 11 13 13 13 12 9 12 11 11 8 9 11 6

17 15 16 13 8 11 13 16 20 16 16 16 20 21 15 14 17 12

REGOLAMENTO Promossa direttamente la 1ª. Dalla 2ª alla 5ª ammesse ai play-off per il 2° posto promozione. Retrocede direttamente l’ultima. Dalla 14ª alla 17ª al play-out per stabilire le altre 2 squadre retrocesse. In caso di arrivo a pari punti vale lo scontro diretto.

23

18 LATINA 0-2 ▼ 1-2 ▼ 0-0 = 0-1 ▼ 0-3 ▼ 2-2 = . . .

CARRARESE PERGOCREMA BASSANO BARLETTA TRIESTINA PRATO FERALPISALO’ FROSINONE ANDRIA

1-0 1-1 0-1 1-1 2-2 0-1

SIRACUSA CARRARESE FERALPISALO’ SUDTIROL PIACENZA BASSANO CREMONESE TRIESTINA SPEZIA

= = ▼ ▲ . . .

«GOAL» .

PORTOGRUARO 35 CREMONESE

=

15 (9-6) 14 (7-7) 14 (4-10) 12 (7-5) 11 (6-5) 11 (5-6) 10 (4-6) 10 (5-5) 9 (6-3) 9 (6-3) 9 (4-5) 9 (5-4) 9 (2-7)

.

0-1 ▼ 0-2 ▼ 0-0 = 1-0 ▲ 0-0 = 0-1 ▼ . . .

= ▼ =

19 (8-11) 18 (10-8) 17 (8-9) 15 (6-9) 15 (7-8) 15 (7-8) 15 (8-7) 15 (10-5) 15 (8-7) 14 (8-6) 14 (7-7) 14 (7-7) 13 (6-7)

«OVER» Triestina Piacenza Trapani Frosinone Andria Carrarese Barletta Pergocrema Cremonese Latina Prato Siracusa Spezia

.

38 2-1 1-0 1-1 0-0 0-1 1-0

«UNDER» Feralpisalo’ Bassano Portogruaro Cremonese Latina Prato Siracusa Spezia Sudtirol Barletta Pergocrema Virtus Lanciano Andria

ANDRIA BASSANO PIACENZA SPEZIA SIRACUSA TRAPANI PORTOGRUARO PRATO VIRTUS LANCIANO

35 1-0 3-1 0-1 0-0 3-1 2-4

▲ ▲ ▼ = ▲ ▼ . .

Andria Barletta Frosinone Latina Triestina Spezia Sudtirol Carrarese Portogruaro Prato Siracusa Trapani Virtus Lanciano

17 15 14 14 13 12 12 11 11 11 11 11 11

(8-9) (6-9) (9-5) (8-6) (8-5) (4-8) (5-7) (5-6) (7-4) (6-5) (4-7) (4-7) (6-5)

.

«NO GOAL»

PRATO BARLETTA VIRTUS LANCIANO FROSINONE PERGOCREMA ANDRIA LATINA PIACENZA CREMONESE SUDTIROL

28 PIACENZA 1-3 ▼ 0-0 = 1-0 ▲ 0-0 = 2-1 ▲ 1-0 ▲ . . .

TRAPANI SPEZIA CREMONESE PORTOGRUARO FERALPISALO’ PRATO VIRTUS LANCIANO PERGOCREMA CARRARESE

21

49 SIRACUSA

TRAPANI

0-3 ▼ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 0-0 = 2-2 = . Rin. . . .

3-0 ▲ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 4-2 ▲ . . .

PIACENZA FERALPISALO’ CARRARESE ANDRIA SPEZIA CREMONESE SIRACUSA BARLETTA FROSINONE

PORTOGRUARO TRIESTINA SPEZIA FERALPISALO’ CREMONESE PERGOCREMA TRAPANI SUDTIROL BASSANO

40

35

VIRTUS LANCIANO 33 SUDTIROL

1-0 ▲ 2-0 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ 1-3 ▼ 1-2 ▼ . . .

TRIESTINA PRATO BARLETTA FROSINONE SPEZIA SUDTIROL PIACENZA ANDRIA CREMONESE

0-3 ▼ 0-0 = 2-2 = 0-0 = 0-1 ▼ . Rin. . . .

FERALPISALO’ FROSINONE PERGOCREMA BASSANO PORTOGRUARO BARLETTA VIRTUS LANCIANO SIRACUSA PRATO

2-0 ▲ 2-1 ▲ 0-1 ▼ 0-0 = 0-1 ▼ 3-2 ▲ . . .

Bassano Feralpisalo’ Cremonese Pergocrema Carrarese Piacenza Portogruaro Prato Siracusa Trapani Spezia Sudtirol Virtus Lanciano

17 (11-6) 16 (7-9) 15 (6-9) 15 (8-7) 13 (6-7) 13 (6-7) 13 (5-8) 13 (5-8) 13 (9-4) 13 (7-6) 12 (8-4) 12 (7-5) 12 (5-7)

Pron.

1

X

2

1 1 1X 1X 1X 1 1 1 X12 1 2X 1X2 1 1

51 52 45 45 44 54 47 45 34 42 19 37 41 48

30 31 38 35 38 36 33 30 36 32 37 33 32 32

19 17 17 20 18 10 20 25 30 26 44 30 27 20

Pron. 0-2 3

N. Partite 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Bologna-Novara Fiorentina-Cesena Lecce-Genoa Roma-Lazio Siena-Cagliari Udinese-Atalanta Benevento-Como Taranto-Pro Vercelli Portogruaro-Cremonese Reggiana-Foggia Pergocrema-Spezia Trapani-Siracusa Virtus Lanciano-Sudtirol Inter-Catania

I SISTEMI INTEGRALI E RIDOTTI N. Partite 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Bologna-Novara Fiorentina-Cesena Lecce-Genoa Roma-Lazio Siena-Cagliari Udinese-Atalanta Benevento-Como Taranto-Pro Vercelli Portogruaro-Cremonese Reggiana-Foggia Pergocrema-Spezia Trapani-Siracusa Virtus Lanciano-Sudtirol Inter-Catania

9 4 1 7 13 10 12 14 3 6 2 11 8 5

30 30 15 25 45 35 45 45 15 25 15 35 30 30

40 30 20 30 35 35 35 33 35 30 35 35 40 30

4

5+

25 25 35 35 15 25 15 20 30 35 30 25 25 25

5 15 30 10 5 5 5 2 20 10 20 5 5 15

GRUPPO 1

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Bologna-Novara Fiorentina-Cesena Lecce-Genoa Roma-Lazio Siena-Cagliari Udinese-Atalanta Benevento-Como Taranto-Pro Vercelli Portogruaro-Cremonese Reggiana-Foggia Pergocrema-Spezia Trapani-Siracusa Virtus Lanciano-Sudtirol Inter-Catania

Bologna-Novara Fiorentina-Cesena Udinese-Atalanta Avellino-Monza Taranto-Pro Vercelli Portogruaro-Cremonese

GRUPPO 2

N. Partite

Lecce-Genoa Roma-Lazio Siena-Cagliari Reggiana-Foggia Trapani-Siracusa Virtus Lanciano-Sudtirol

GRUPPO 3

CONCORSO N. 20 DEL 4/3/2012

Inter-Catania Benevento-Como Pergocrema-Spezia

1 1 1

1X 1 1X

1 1 1 1 1

1X

1X

1 1 1X

1 1X 1-0, 2-0, 2-1

IL SISTEMA RIDOTTO - 3 tr, 5 dp - col. 82 - e 41,00

6 DOPPIE Col. 32 Rid. 7

7 DOPPIE Col. 128 Rid. 16

9 DOPPIE Col. 512 Rid. 64

1 TR-4 DP Col. 48 Rid. 8

1 1 1X 1X 1X 1 1 1 X1 1 2X 1X 1 1

1 1 1X 1X 1X 1 1 1 X1 1 2X 1X 1X 1

1 1 1X 1X 1X 1 1 1X X1 1X 2X 1X 1X 1

1 1 1X 1 1X 1 1 1 X12 1 2X 1X 1 1

1 TR-6 DP 3 TR 5 DP Col. 192 Rid. 24 Col. 864

1 1 1X 1X 1X 1 1 1 X1 1 2X 1X2 1X 1

Rid. 0-5 errori - Garanzia 1 “13”

1 1 1 1 1 1 1 1 1X 1X 1 1 1X X X X 1X X X 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1X X 1 X X12 X X 1X2 1 1 1 1 2X1 2 1X2 2 1X2 1 1 1 1X 1 X X 1 1 1 1

1 1 1 1 1 1 1 1 X 1 2 1 1 1

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X X 1 1 1 1 1 1 X 1 X 1 1 X 1 1 X X 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X X X 12 12 12 1X2 12 X X 1 1 1 1 1 1 1 1X 1X2 2 2 2 1X 1X2 1 1 X2 X2 1 X2 X2 1 1 1 1 X 1 1 1 1 1 1 1 1 1

1 1 1 1 1 X 1 1X X 1 1 1 1 1 1 1 X X 1 1 1X 2 1 X2 X X 1 1

1 1 X 1 X 1 1 X X 1 2 1 1 1

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X X X X 1 1 X 1 1 1 1 1 1 1 1 X X X 1 X 1 X X 1 X 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X X 1 1 X X 1 1 1 12 12 12 12 X X X 12 X X 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1X 1X 2 2 1X 1X 2 1X 1X 2 X2 1 X2 1 X2 1 X2 1 1 X2 X 1 1 X 1 X X 1 1 X 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1


Domenica 4 marzo 2012 il Domani dello Sport 13

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA 2ª Divisione Girone A

Mantova, Frutti per salvarsi i cambia ancora in casa-Mantova per cercare di dare una scossa all’ambiente e soprattutto alla squadra sempre più pericolosamente coinvolta nella zona-playout. Da poco entrato in società come direttore tecnico, Roberto Boninsegna ha subito agito come da suo incarico, scegliendo il nuovo allenatore dei biancorossi al posto dell’esonerato Valigi. Si tratta di Sauro Frutti, ex attaccante degli anni ‘70 e ‘80 e fino a qualche mese fa sulla panchina dei Virgiliani come secondo di Archimede Graziani. Per Frutti la missione è la salvezza e, guardando al prossimo futuro, la delicata sfida interna con il Treviso. Per sua fortuna la squadra veneta non sta attraversando il suo miglior momento, reduce com’è da 5 trasferte in cui ha raccolto solo 3 pari, e quindi c’è fiducia in

S

LECCO

Casale-Montichiari 1/No Goal Cuneo-Valenzana 1/h Mantova-Treviso X/Goal Rimini-Savona 1/Under

La possibile sorpresa Alessandria-San Marino

1

IL TURNO SUCCESSIVO (28ª GIORNATA) Alessandria - San Marino 04-03 Bellaria Igea - B. a Buggiano “ “ Casale - Montichiari “ “ Cuneo - Valenzana “ “ Lecco - Sambonifacese “ “ Mantova - Treviso “ “ Poggibonsi - Renate “ “ Pro Patria - Giacomense “ “ Rimini - Savona “ “ Virtus Entella - Santarcangelo“ “

CUNEO MANTOVA RENATE SAVONA MONTICHIARI POGGIBONSI LECCO PRO PATRIA VALENZANA

35 GIACOMENSE

LECCO 3-0 ▲ POGGIBONSI 1-1 = BORGO A BUGGIANO4-2 ▲ CUNEO 3-0 ▲ TREVISO 2-2 = VALENZANA 2-1 ▲ GIACOMENSE . SAMBONIFACESE . VIRTUS ENTELLA .

MONTICHIARI SAVONA SAN MARINO CASALE LECCO VIRTUS ENTELLA PRO PATRIA VALENZANA SANTARCANGELO

2-2 0-1 1-1 1-2 0-1 0-3

= ▼ = ▼ ▼ ▼ . . .

30 2-2 = 0-2 ▼ Rin. . 1-3 ▼ 1-2 ▼ 2-0 ▲ . . .

PT G

PARTITE V N P

CASALE SAN MARINO RIMINI CUNEO TREVISO (-2) SANTARCANGELO VIRTUS ENTELLA POGGIBONSI RENATE B. A BUGGIANO PRO PATRIA (-13) ALESSANDRIA (-2) SAVONA (-4) BELLARIA IGEA GIACOMENSE MONTICHIARI (-2) MANTOVA SAMBONIFACESE VALENZANA LECCO

50 47 47 44 43 40 39 39 36 36 35 34 33 32 30 29 28 24 18 17

14 8 5 39 22 7 14 5 7 50 31 10 14 5 7 30 24 9 13 5 9 41 37 7 12 9 5 41 24 6 12 4 11 31 25 9 10 9 8 37 25 8 11 6 9 38 32 7 9 9 9 28 28 7 10 6 11 35 37 7 13 9 5 40 25 6 9 9 9 31 33 6 9 10 8 32 28 7 8 8 10 30 34 4 7 9 10 34 41 5 8 7 12 31 39 3 6 10 10 26 36 3 6 6 15 26 46 4 4 6 16 20 39 4 3 8 16 18 52 1

27 26 26 27 26 27 27 26 27 27 27 27 27 26 26 27 26 27 26 27

34 SAN MARINO

ALESSANDRIA

Il pronostico di TS

17 SAMBONIFACESE 24

PRO PATRIA 0-3 ▼ CASALE 2-2 = CUNEO 0-2 ▼ POGGIBONSI 0-1 ▼ GIACOMENSE 2-1 ▲ BORGO A BUGGIANO0-1 ▼ SAMBONIFACESE . MONTICHIARI . SAN MARINO .

PRO PATRIA

un esito positivo. Per noi non più dell’«X». Altra società in difficoltà è il Savona, sempre più vicino all’addio dal panorama calcistico per un incredibile fallimento e con l’ennesima asta per la sua acquisizione rimasta deserta.

Classifica

BORGO A BUGGIANO2-1 ▲ VIRTUS ENTELLA 0-0 = CASALE 1-1 = RIMINI 2-1 ▲ CUNEO 1-1 = TREVISO 1-3 ▼ SAN MARINO . MANTOVA . BELLARIA IGEA .

TREVISO BELLARIA IGEA GIACOMENSE RENATE SAVONA CUNEO ALESSANDRIA RIMINI LECCO

CASALE

50 MONTICHIARI

BELLARIA IGEA 1-3 LECCO 2-2 ALESSANDRIA 1-1 GIACOMENSE 3-1 RIMINI 0-0 RENATE 0-0 MONTICHIARI TREVISO BORGO A BUGGIANO

MANTOVA

= = ▲ = = . . .

RIMINI SANTARCANGELO VALENZANA POGGIBONSI ALESSANDRIA CASALE BELLARIA IGEA SAVONA SAN MARINO TREVISO

47 1-0 ▲ 2-1 ▲ Rin. . 4-1 ▲ 3-1 ▲ 1-1 = . . .

29

43

SAN MARINO 0-1 ▼ RENATE 0-1 ▼ BORGO A BUGGIANO0-1 ▼ VALENZANA Rin. . PRO PATRIA 2-2 = ALESSANDRIA 3-1 ▲ MANTOVA . CASALE . RIMINI .

47 SAVONA 0-3 ▼ 1-0 ▲ Rin. . 1-2 ▼ 0-0 = 1-1 = . . .

IN CASA V N P

GIACOMENSE 2-2 = BORGO A BUGGIANO2-3 ▼ VIRTUS ENTELLA 1-1 = SAMBONIFACESE 1-0 ▲ VALENZANA 0-1 ▼ SANTARCANGELO 0-0 = CASALE . LECCO . CUNEO .

28 TREVISO

RENATE 2-2 = SAMBONIFACESE 1-0 ▲ VIRTUS ENTELLA 0-3 ▼ BELLARIA IGEA Rin. . BORGO A BUGGIANO2-3 ▼ SAVONA 0-1 ▼ TREVISO . ALESSANDRIA . POGGIBONSI .

RETI F S

VALENZANA GIACOMENSE SAMBONIFACESE VIRTUS ENTELLA SAN MARINO MANTOVA RIMINI POGGIBONSI RENATE

33 0-0 = 2-0 ▲ 2-1 ▲ 2-2 = 1-3 ▼ 1-0 ▲ . . .

4 4 0 2 4 0 4 3 4 2 4 3 5 7 5 5 6 3 3 6

3 0 3 4 3 4 1 3 3 5 3 5 2 2 3 5 4 7 6 6

RETI F S 18 34 18 19 19 21 25 19 17 17 19 20 18 14 20 13 14 15 16 12

10 15 9 16 13 11 9 11 11 14 12 21 10 13 16 15 16 20 22 26

V

FUORI N P

7 4 5 6 6 3 2 4 2 3 7 3 2 4 2 5 3 2 0 2

4 2 1 7 5 4 3 5 5 2 4 7 5 7 3 6 5 6 4 6 5 2 6 4 5 6 1 8 4 7 2 7 4 6 3 8 3 10 2 10

CASALE 3-1 ▲ SAN MARINO 1-2 ▼ MANTOVA Rin. . CUNEO 3-1 ▲ RIMINI 1-1 = SANTARCANGELO 0-2 ▼ BORGO A BUGGIANO . RENATE . ALESSANDRIA .

12 16 15 21 11 14 16 21 17 23 13 12 18 21 25 24 20 26 17 26

ALESSANDRIA MONTICHIARI TREVISO PRO PATRIA MANTOVA LECCO BELLARIA IGEA VIRTUS ENTELLA CASALE

44 VALENZANA

CUNEO

2-2 = 2-0 ▲ 0-3 ▼ 1-3 ▼ 1-1 = 1-1 = . . .

SAVONA RIMINI TREVISO SANTARCANGELO MONTICHIARI PRO PATRIA CUNEO GIACOMENSE SAMBONIFACESE

39 RENATE

POGGIBONSI VIRTUS ENTELLA SANTARCANGELO PRO PATRIA RIMINI LECCO SAMBONIFACESE RENATE SAVONA MANTOVA

21 16 12 22 22 10 12 19 11 18 21 11 14 16 14 18 12 11 4 6

REGOLAMENTO Promosse direttamente le prime 2. Dalla 3ª alla 6ª ammesse ai play-off per il 3° posto promozione. Retrocedono direttamente le ultime 3. La quart'ultima e la quint'ultima disputano un play-out per stabilere la 4ª retrocessa. La vincente del play-out disputerà un ulteriore spareggio con la vincente del play-out del girone B per stabilire l'ultima retrocessa in serie D. A pari punti vale lo scontro diretto

32 B. A BUGGIANO 36

BELLARIA IGEA

SAMBONIFACESE LECCO PRO PATRIA BELLARIA IGEA ALESSANDRIA SAN MARINO VALENZANA SANTARCANGELO MONTICHIARI

RETI F S

0-3 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = Rin. . 1-0 ▲ 3-0 ▲ . . .

MANTOVA TREVISO SAMBONIFACESE SANTARCANGELO SAN MARINO CASALE POGGIBONSI BELLARIA IGEA SAVONA

1-2 3-2 1-0 2-4 3-2 1-0

▼ ▲ ▲ ▼ ▲ ▲ . . .

18 0-0 = 0-1 ▼ Rin. . 0-2 ▼ 1-0 ▲ 1-2 ▼ . . .

36 2-2 = 1-0 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ 1-4 ▼ 0-0 = . . .

VIRTUS ENTELLA 39 SANTARCANGELO 40 POGGIBONSI 3-0 MANTOVA 3-0 ALESSANDRIA 0-0 MONTICHIARI 1-1 SAVONA 2-2 GIACOMENSE 0-2 SANTARCANGELO BORGO A BUGGIANO PRO PATRIA

▲ ▲ = = = ▼ . . .

RIMINI POGGIBONSI RENATE VALENZANA MONTICHIARI BELLARIA IGEA VIRTUS ENTELLA CUNEO GIACOMENSE

3-0 ▲ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 0-0 = 2-0 ▲ . . .

Statistiche 2ª Div/A «UNDER» Renate 18 Santarcangelo 18 Savona 18 Casale 17 Borgo a Buggiano16 Alessandria 15 Bellaria Igea 15 Montichiari 15 Sambonifacese 15 Mantova 14 Poggibonsi 14 Pro Patria 14 Rimini 14 Treviso 14 Valenzana 14

(10-8) (8-10) (10-8) (10-7) (9-7) (5-10) (9-6) (9-6) (8-7) (8-6) (9-5) (7-7) (6-8) (7-7) (5-9)

«OVER» Cuneo San Marino Lecco Giacomense Pro Patria Virtus Entella Alessandria Mantova Montichiari Poggibonsi Rimini Sambonifacese Treviso Valenzana Bellaria Igea

16 16 15 14 13 13 12 12 12 12 12 12 12 12 11

(8-8) (9-7) (9-6) (7-7) (6-7) (8-5) (9-3) (5-7) (4-8) (4-8) (6-6) (6-6) (6-6) (8-4) (4-7)

«GOAL» Alessandria 18 (11-7) Cuneo 17 (8-9) Bellaria Igea 16 (10-6) San Marino 16 (10-6) Savona 16 (8-8) Borgo a Buggiano15 (6-9) Montichiari 15 (7-8) Giacomense 14 (6-8) Treviso 14 (8-6) Poggibonsi 13 (6-7) Lecco 12 (8-4) Mantova 12 (6-6) Renate 12 (4-8) Pro Patria 11 (4-7) Rimini 11 (5-6)

«NO GOAL» Santarcangelo 20 Casale 17 Valenzana 17 Pro Patria 16 Sambonifacese 16 Virtus Entella 16 Lecco 15 Renate 15 Rimini 15 Mantova 14 Poggibonsi 13 Borgo a Buggiano12 Giacomense 12 Montichiari 12 Treviso 12

(9-11) (10-7) (8-9) (9-7) (9-7) (8-8) (5-10) (10-5) (7-8) (7-7) (7-6) (8-4) (7-5) (6-6) (5-7)


14 il Domani dello Sport Domenica 4 marzo 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA 2ª Divisione Girone B

Catanzaro, gara della verità ome avevamo previsto, il Catanzaro non è andato oltre il pari a Chieti nel recupero di mercoledì scorso, rallentando la sua corsa alla promozione-diretta. Certo, passare dallo 0-2 al 2-2 finale è merito della tenacia e irriducibilità della squadra abruzzese, ma non si può escludere che i ragazzi allenati da Ciccio Cozza non avessero pensato, a un certo punto, di risparmiare energie in vista della sfida dell’anno contro il Perugia capolista. Da un lato il 2° miglior rendimento casalingo, dall’altro il maggior numero di vittorie esterne: all’andata i giallorossi espugnarono il Curi ma furono i Grifoni a dominare, stavolta potrebbe finire in parità. Non si è risparmiato, invece, nel midweek il Chieti che ora va a Melfi per riprendere a vincere e a sperare in un piazzamentoplayoff: «2» con non poche difficoltà, visto che di fronte si troverà una squadra disperata dopo il ko di mercoledì nello scontro diretto con l’Isola Liri. Quest’ultima

C

FANO

Il pronostico di TS Arzanese-Isola Liri 1/Under Catanzaro-Perugia X/Under Giulianova-Paganese X2 L’Aquila-Celano 1/Over Melfi-Chieti 2/No Goal

La possibile sorpresa

▲ ▼ ▲ = . . . . .

= . ▼ = = = . . .

PARTITE V N P

RETI F S

IN CASA V N P

PERUGIA 64 29 19 7 3 46 20 10 CATANZARO 59 28 17 8 3 44 19 11 VIGOR LAMEZIA 59 28 17 8 3 41 19 11 L’AQUILA 51 28 13 12 3 30 15 6 PAGANESE 47 29 12 11 6 32 25 9 GAVORRANO 45 29 12 9 8 46 36 7 CHIETI 45 28 13 6 9 39 29 8 ARZANESE 42 29 10 12 7 36 37 7 APRILIA 40 28 11 7 10 43 35 7 AVERSA NORM. (-1) 35 27 9 9 9 22 23 8 GIULIANOVA (-2) 34 28 10 6 12 33 36 6 FONDI 32 28 9 5 14 28 34 7 FANO (-5) 31 27 10 6 11 34 35 5 CAMPOBASSO (-2) 31 27 8 9 10 27 31 4 NEAPOLIS (-2) 29 29 7 10 12 31 40 3 MILAZZO 28 28 6 10 12 24 32 4 VIBONESE 27 29 6 9 14 32 43 4 ISOLA LIRI (-2) 23 28 6 7 15 29 40 5 EBOLITANA (-1) 23 28 6 6 16 22 46 4 MELFI (-4) 21 27 6 7 14 30 41 5 CELANO 16 28 4 4 20 23 56 4 Ogni settimana una squadra RIPOSA -99 0osserverà 0 0un turno 0 0di riposo 0 0

APRILIA

40 AVERSA NORM. 35

MILAZZO 2-2 CELANO 3-1 VIBONESE 0-2 PAGANESE 3-0 FANO 1-1 PERUGIA 0-2 AVERSA NORMANNA CATANZARO EBOLITANA

= ▲

CATANZARO

59 PERUGIA

▼ ▲ = ▼ . . .

CAMPOBASSO GIULIANOVA NEAPOLIS CATANZARO RIPOSA MELFI APRILIA L’AQUILA FANO

2-1 ▲ Rin. . 0-1 ▼ 0-1 ▼ Rin. . 2-2 = . . .

3 2 4 7 4 5 5 4 3 4 2 4 3 3 6 6 5 5 3 3 3 0

2 0 0 1 2 2 2 4 3 2 5 4 4 6 5 5 5 5 6 5 8 0

RETI F S 29 24 25 16 20 23 22 19 25 17 15 23 15 12 16 14 13 19 15 15 14 0

14 6 8 7 11 14 12 19 15 9 14 16 13 17 19 15 15 16 22 13 26 0

ARZANESE L’AQUILA NEAPOLIS PERUGIA CHIETI VIBONESE CELANO ISOLA LIRI VIGOR LAMEZIA RIPOSA

V

FUORI N P

9 6 6 7 3 5 5 3 4 1 4 2 5 4 4 2 2 1 2 1 0 0

4 6 4 5 7 4 1 8 4 5 4 1 3 6 4 4 4 2 3 4 1 0

1 3 3 2 4 6 7 3 7 7 7 10 7 4 7 7 9 10 10 9 12 0

RETI F S 17 20 16 14 12 23 17 17 18 5 18 5 19 15 15 10 19 10 7 15 9 0

6 13 11 8 14 22 17 18 20 14 22 18 22 14 21 17 28 24 24 28 30 0

REGOLAMENTO Promosse direttamente le prime 2. Dalla 3ª alla 6ª ammesse ai playoff per il 3° posto promozione. Retrocedono direttamente le ultime 3. La quart’ultima e la quint’ultima disputano un playout per stabilere la 4ª retrocessa. La vincente del play-out disputerà un ulteriore spareggio con la vincente del play-out del girone A per stabilire l’ultima retrocessa in serie D. A pari punti vale lo scontro diretto.

23

42 ISOLA LIRI 2-2 = 1-0 ▲ 1-1 = 0-3 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

NEAPOLIS GAVORRANO L’AQUILA VIGOR LAMEZIA GIULIANOVA MELFI ARZANESE CHIETI FONDI

(31ª GIORNATA) Aprilia - Aversa Normanna 04-03 Arzanese - Isola Liri “ “ Catanzaro - Perugia “ “ Ebolitana - Vibonese “ “ Fano - Milazzo “ “ Gavorrano - Vigor Lamezia “ “ Giulianova - Paganese “ “ L’Aquila - Celano “ “ Melfi - Chieti “ “ Neapolis - Fondi “ “ RIPOSA - Campobasso “ “

APRILIA CATANZARO L’AQUILA GAVORRANO GIULIANOVA CAMPOBASSO FANO EBOLITANA MELFI

GAVORRANO APRILIA GIULIANOVA CATANZARO ARZANESE L’AQUILA FANO VIBONESE MELFI

28

GAVORRANO

2-2 = 1-2 ▼ Rin. . 2-1 ▲ 1-3 ▼ 1-1 = . . .

CELANO FONDI ISOLA LIRI MILAZZO VIBONESE CHIETI VIGOR LAMEZIA PAGANESE PERUGIA

16 0-2 ▼ 1-3 ▼ 0-2 ▼ 0-3 ▼ 2-1 ▲ . . . .

64

EBOLITANA

0-0 = 1-1 = 1-1 = 3-1 ▲ 2-1 ▲ 2-0 ▲ . . .

CATANZARO MELFI FANO FONDI CAMPOBASSO VIBONESE MILAZZO APRILIA RIPOSA

45 VIGOR LAMEZIA 59

GIULIANOVA

EBOLITANA 1-0 ▲ MILAZZO 2-1 ▲ FANO 4-1 ▲ AVERSA NORMANNA1-0 ▲ CELANO 3-0 ▲ CHIETI 2-2 = PERUGIA . APRILIA . CAMPOBASSO .

MELFI

2-0 ▲ 2-2 = 3-1 ▲ 1-2 ▼ 3-2 ▲ 0-2 ▼ . . .

PAGANESE CAMPOBASSO ARZANESE GIULIANOVA NEAPOLIS APRILIA CATANZARO VIBONESE GAVORRANO

0-2 ▼ 1-3 ▼ 0-0 = 1-3 ▼ 1-1 = 2-1 ▲ . . .

FONDI 1-0 VIBONESE 4-1 PAGANESE 2-0 ISOLA LIRI 3-1 NEAPOLIS 1-0 GAVORRANO ARZANESE CHIETI AVERSA NORMANNA

21 CHIETI

VIBONESE 1-1 EBOLITANA 3-0 AVERSA NORMANNA2-2 ISOLA LIRI 1-2 RIPOSA Rin. CHIETI GIULIANOVA MILAZZO FONDI Rin.

= ▲ = ▼ . . . . .

RIPOSA NEAPOLIS ARZANESE L’AQUILA GAVORRANO CATANZARO MELFI ISOLA LIRI VIGOR LAMEZIA

▲ ▲ ▲ ▲ ▲ . . . .

45 Rin. . 2-0 ▲ 3-0 ▲ 0-0 = 2-0 ▲ 2-2 = . . .

MELFI PAGANESE VIGOR LAMEZIA APRILIA GAVORRANO ARZANESE EBOLITANA PERUGIA CELANO

1-1 = 1-1 = 1-4 ▼ 2-0 ▲ 2-3 ▼ 1-2 ▼ . . .

47

34 PAGANESE

FANO 0-2 ▼ AVERSA NORMANNARin. . PERUGIA 1-3 ▼ MILAZZO 3-1 ▲ CELANO 2-0 ▲ ISOLA LIRI 1-1 = PAGANESE . MELFI . L’AQUILA .

NEAPOLIS

27

23 VIBONESE 0-1 ▼ 0-3 ▼ 2-4 ▼ 0-2 ▼ 1-3 ▼ . . . Rin. .

PERUGIA VIBONESE FONDI VIGOR LAMEZIA APRILIA L’AQUILA GIULIANOVA GAVORRANO NEAPOLIS

29 FONDI

ISOLA LIRI 2-0 ▲ ARZANESE 0-1 ▼ CHIETI 0-2 ▼ AVERSA NORMANNA1-0 ▲ PERUGIA 1-2 ▼ VIGOR LAMEZIA 0-1 ▼ FONDI . CAMPOBASSO . PAGANESE .

VIGOR LAMEZIA GAVORRANO PAGANESE L’AQUILA EBOLITANA NEAPOLIS RIPOSA ISOLA LIRI MELFI

Statistiche «UNDER» L’Aquila 21 Aversa Normanna 20 Paganese 20 Fondi 19 Milazzo 19 Perugia 19 Campobasso 18 Vigor Lamezia 18 Arzanese 16 Catanzaro 16 Celano 16 Ebolitana 16 Giulianova 16 Aprilia 15 Gavorrano 15 Neapolis 15 Vibonese 15

(10-11) (10-10) (10-10) (9-10) (10-9) (8-11) (7-11) (9-9) (9-7) (8-8) (9-7) (7-9) (8-8) (4-11) (7-8) (8-7) (10-5)

«OVER»

IL TURNO SUCCESSIVO

51 CELANO

ARZANESE 2-2 MILAZZO Rin. FONDI 0-2 ISOLA LIRI 0-0 CHIETI 0-0 PAGANESE 1-1 CELANO AVERSA NORMANNA GIULIANOVA

PT G

Gavorrano-Vigor Lamezia 1X

31 MILAZZO

GIULIANOVA 2-0 CATANZARO 1-4 EBOLITANA 4-2 APRILIA 1-1 RIPOSA Rin. MILAZZO CELANO AVERSA NORMANNA CAMPOBASSO Rin.

L’AQUILA

ha così interrotto una lunghissima astinenza da 3 punti ma ora ha poche posibilità di prendere continuità, dovendo sfidare l’Arzanese vogliosa di rilancio dopo lo stop di Celano e ancora fiduciosa in un posto-playoff: «1». Segno che giochiamo contro lo stesso Celano opposto fuori a L’Aquila.

Classifica

0-0 1-1 1-0 0-2 0-3 1-1

= = ▲ ▼

Chieti Fano Gavorrano Isola Liri Melfi Neapolis Vibonese Aprilia Arzanese Catanzaro Celano Ebolitana Giulianova Perugia Vigor Lamezia Campobasso Fondi

14 (7-7) 14 (5-9) 14 (7-7) 14 (7-7) 14 (5-9) 14 (6-8) 14 (4-10) 13 (9-4) 13 (6-7) 12 (5-7) 12 (6-6) 12 (6-6) 12 (5-7) 10 (7-3) 10 (6-4) 9 (6-3) 9 (6-3)

«GOAL» Arzanese Fano Gavorrano Neapolis Vibonese Giulianova Chieti Melfi Milazzo Paganese Aprilia Isola Liri Perugia Campobasso Catanzaro Celano Vigor Lamezia

18 18 18 17 17 16 15 15 15 15 14 14 14 13 13 12 12

(7-11) (8-10) (10-8) (8-9) (6-11) (6-10) (9-6) (5-10) (8-7) (8-7) (7-7) (7-7) (9-5) (6-7) (5-8) (6-6) (7-5)

▼ = . . .

32 0-1 ▼ 2-2 = 0-1 ▼ 2-0 ▲ 2-0 ▲ . . . Rin. .

«NO GOAL» Aversa Normanna 19 (9-10) Fondi 19 (7-12) L’Aquila 18 (9-9) Ebolitana 17 (6-11) Celano 16 (9-7) Vigor Lamezia 16 (8-8) Catanzaro 15 (8-7) Perugia 15 (6-9) Aprilia 14 (6-8) Campobasso 14 (7-7) Isola Liri 14 (8-6) Paganese 14 (7-7) Chieti 13 (6-7) Milazzo 13 (7-6) Giulianova 12 (7-5) Melfi 12 (8-4) Neapolis 12 (6-6)


Informazione pubblicitaria


il domani