Page 1

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Sabato 03 Dicembre 2011 > euro 1,00 > Anno XIV Nr. 333

Domani il derby Uesse - Vigor. Cosentino il più motivato

LA CARICA DEL PRESIDENTE ASSITUR Dopo il successo in terra pugliese, le ragazze di Matozzo devono dare continuità anche in casa Arriva la capolista a pag. 18

VOLO VIRTUS La squadra di Lamezia contro Vibo per il terzo derby stagionale C’è da riscattare l’ultima amara sconfittaa pag. 17

FISIODINAMIC La struttura è nata 22 anni fa per volontà di Luigi Nicotera e Lina Ferraro a Lamezia Situata in via Trento oltre mille metri quadrati, messi a completa disposizione dei suoi iscritti a pag. 19

LA VISITA Ieri il Ministro Clini in Calabria. Ha parlato delle soluzioni alla emergenza rifiuti ed ha presentato con il Governatore CalabriaInnova alle pagg. 28 e 29

’NDRANGHETA

REGIONE

Criminalità, politica Ieri la riunione del Consiglio. Si e giustizia è tornati sul L’avvocato Minasi sarebbe il consigliere tema della sanità dei Gallico e avrebbe Il Presidente Scopelliti: favorito i contatti dei boss in carcere «Il Piano di rientro va attuato» con i "soldati" a pag. 30

a pag. 31


2 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

SPORT

IL FATTO IN UN CLICK La notizia del giorno raccontata in immagini Euro 2012 Girone durissimo Spagna, Croazia e Irlanda L’Italia è stata inserita nel gruppo C insieme alla Spagna campione del mondo e d’Europa, l’Irlanda di Giovanni Trapattoni e la Croazia nella fase a gironi degli Europei del 2012 di Polonia e Ucraina. È l’esito del sorteggio effettuato ieri a Kiev. «Volevamo evitare Trapattoni...». È il primo commento di Cesare Prandelli, dopo il sorteggio. «La Spagna è fortissima, alla prima dovremo arrivare preparati mentalmente ha aggiunto il ct azzurro, a RaiSport - Trapattoni ha subito stemperato la tensione: voleva andare in ritiro a Montecatini, ha detto che cambierà». Prandelli invece ribadisce che spera di avere «Cassano e Rossi» all’Europeo e ufficializza: il ritiro sarà a Cracovia. Si comincia l’8 giugno con Polonia-Grecia a Varsavia, si finisce il 1 luglio a Kiev con la finalissima. Il sorteggio di Euro 2012 ha assegnato all’Italia Spagna, Irlanda e Croazia. Di seguito il calendario (gli orari sono ancora da ufficializzare) PRIMO TURNO Gruppo A venerdì 8 giugno match n.1: a Varsavia (ore 18) Polonia-Grecia n.2: a Breslavia (ore 20.45) Russia-Repubblica Ceca martedì 12 giugno n.9: a Breslavia (18) Grecia-Repubblica Ceca n.10: a Varsavia (ore 20.45) Polonia-Russia Sabato 16 giugno n.17: a Varsavia (20.45) Grecia-Russia n.18: a Breslavia (20.45) Repubblica Ceca-Polonia - Gruppo B sabato 9 giugno n.3: a Karkov (18) Olanda-Danimarca n.4: a Leopoli (20.45) Germania-Portogallo mercoledì 13 giugno n.11: a Leopoli (18) Danimarca-Portogallo n.12: a Karkov (20.45) Olanda-Germania domenica 17 giugno n.19: a Karkov (20.45) Portogallo-Olanda n.20: a Leopoli (20,45) Danimarca-Germania - Gruppo C domenica 10 giugno n.5: a Danzica (18) Spagna-ITALIA n.6: a Poznan (20.45) Rep. d’Irlanda-Croazia giovedì 14 giugno n.13: a Poznan (18) ITALIA-Croazia n.14: a Danzica (20.45) Spagna-Rep. d’Irlanda lunedì 18 giugno n.21: a Danzica (20.45) Croazia-Spagna n.22: a Poznan (20.45) ITALIA-Rep. d’Irlanda - Gruppo D Lunedì 11 giugno n.7: a Donetsk (18) Francia-Inghilterra n.8: a Kiev (20.45) Ucraina-Svezia venerdì 15 giugno n.15: a Kiev (18) Svezia-Inghilterra n.16: a Donetsk (20.45) Ucraina-Francia martedì 19 giugno n.23: a Kiev

(20.45) Svezia-Francia n.24: a Donetsk (20.45) Inghilterra-Ucraina QUARTI DI FINALE giovedì 21 giugno n.25: a Varsavia (20.45) prima gr.A-seconda gr.B venerdì 22 giugno n.26: a Danzica (20.45) prima gr.B-seconda gr.A sabato 23 giugno n.27: a Donetsk (20.45) prima gr.C-seconda gr.D domenica 24 giu n.28: a Kiev (20.45) prima gr.D-seconda gr.C SEMIFINALI mercoledì 27 giugno n.29: a Donetsk (20.45) vincente n.25-vincente n.27 giovedì 28 giugno n.30: a Varsavia (20.45) vincente n.26-vincente n.28 FINALE domenica 1 luglio n.31: a Kiev (20.45) vincente n.29-vincente n.30. Dalla Spagna campione del mondo e d’Europa in carica, all’Irlanda allenata da Giovanni Trapattoni: è un girone da brividi quello che il sorteggio Uefa ha riservato all’Italia di Cesare Prandelli nell’Europeo dell’anno prossimo. Gli azzurri non hanno avuto fortuna, in una configurazione che ha riservato solo al gruppo A concorrenti leggere, e nel B il girone della morte (Olanda, Danimarca, Germania e Portogallo). Il C, tra Danzica e Poznan, è invece il raggruppamento di Spagna, Italia, Irlanda e Croazia. Esordio il 10 giugno a Danzica contro le furie rosse, che eliminarono gli azzurri ai rigori all’ultimo Europeo; poi la Croazia a Poznan (14 giugno). Chiusura quattro giorni dopo, ancora a Poznan, proprio contro la squadra allenata da Trap, vecchio maestro di Prandelli negli anni Juve: potrebbe essere la partita decisiva. Intanto Prandelli ha confermato: il ritiro azzurro sarà a Cracovia, per rimanere in Polonia lungo tutta la prima fase. Poi, se gli azzurri si qualificheranno, incroceranno prima o seconda del gruppo D, quello di Ucraina, Svezia, Francia e Inghilterra. «L’Italia è molto forte e ci ha appena battuto». Vicente Del Bosque, ct della Spagna, commenta il sorteggio dei gironi di Euro 2012. Le furie rosse, detentrici del titolo, sono state inserite nel gruppo C con l’Italia, l’Eire e la Croazia. «È un sorteggio complicato, ma con 16 squadre molto forti - dice Del Bosque - sarebbe stato difficile in ogni caso. Vista la situazione, va bene giocare 3 partite in Polonia senza affrontare la Germania». «Nel girone c’è l’Italia, una Nazionale con pedigree. E due squadre forti come Irlanda e Croazia».


4 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

SPORT IL DUELLO Vigilia anomala per i due allenatori di Napoli e Lecce: niente conferenze stampa

SILENZIO, SI GIOCA Walter l’inquieto aspetta risposte

Eusebio il precario all’ultima spiaggia

Fabrizio Piccolo NAPOLI - Fosse per lui, l’eccezione potrebbe essere anche la regola. Doversi presentare ai media alla vigilia di una gara, per Mazzarri è sempre stato un sottile fastidio. Nulla di personale, per carità, ma vorrebbe pensare solo alla partita. La conferenza è sostanzialmente una perdita di tempo prezioso per uno maniacale come lui. Un appuntamento necessario di cui farebbe volentieri a meno. Ecco perchè non s’è dispiaciuto affatto ieri di potersi concentrare solo sul campo. Porte chiuse a Castel Volturno e sotto con la preparazione della partita con il Lecce. Aspetta risposte importanti, WalterOne. Ricorrerà ad un turnover massiccio, pensando alla gara di mercoledì prossimo in Champions col Villarreal e le "riservissime" stavolta non devono tradirlo. Dà fiducia, Mazzarri. E vorrebbeessereripagato.Difronte si ritroverà quel Di Francesco che è a un passo dall’esonero. Un maestro, Mazzarri, per l’allenatore del Lecce: «Era pignolo anche da giocatore - ha detto recentemente Di Francesco - Non lasciava nulla

Mazzarri chiede una prova d’orgoglio alle seconde linee oggi al San Paolo e spera in interventi sul mercato invernale da parte della società

Gli amici di Eusebio nel momento del bisogno si trasformano. Di Francesco lo ha capito già nell’ultima gara di campionato, quando il suo fraterno compagno Vincenzo Montella gli ha dato una "coltellata" andando a vincere col suo Catania a Lecce. Ora la storia rischiadiripetersi:conMazzarriiltecnico dei salentini ha un feeling antico: a Empoli, 23 anni fa quand’erano giocatori - dividevano la stessa stanza. Hanno fatto anche affari insieme, nella cittadina toscana. Stasera però, solo uno potrà esultare. Gara decisiva per Mazzarri, questo Napoli-Lecce, certo. Ma ancor di più per Di Francesco. Con quegli occhialini che gli conferiscono un’aria da intellettuale prestato per caso al pallone, vede da vicino lo "spettro" dell’allontanamento. Altro che messaggio di incoraggiamento, la

Mazzarri in allenamento

al caso. Programmava tutto quello che doveva fare con grande serietà. Ha lavorato benissimo sia a livello psicologico che fisico. Il Napoli corre in un modo incredibile. E dovendo giocare su due fronti importanti, il turnover è il segreto, perciò non criticatelo quando cambia qualcosa». E cambierà sì, Mazzarri. Sperando di non doversene pentire, perchè la vittoria in campionato manca dal 2-0 all’Udinese ed è datata 26 ottobre. Oltre alle risposte dal campo, l’inquieto Walter aspetta però anche altre novità. Ovvero dal mercato. Decisivo sarà il match con gli spagnoli, se si va agli ottavi di Champions qualcuno a gennaio dovrà arrivare. Mese decisivo su tutti i fronti, insomma, questo dicembre. C’è solo da aspettare. E in silenzio, si aspetta meglio. Di Francesco in panchina

Gara decisiva per Di Francesco Sa che a Fuorigrotta contro gli azzurri una sconfitta potrebbe costargli la panchina dirigenza giallorossa è stata chiarissima nel suo messaggio cifrato: «Di Francesco non rischia. Chiaro che se però dovessimo perdere anche a Napoli dovremo fare delle considerazioni». Sfiducia a orologeria, insomma. Il mare di Napoli è uno spettacolo sempre, ma sempre di ultima spiaggia si tratta. EccoperchèDiFrancescohadisertato la conferenza di vigilia. Ha preferito concentrarsi sul campo, badando solo alla tattica e a motivare un gruppo semi-depresso per i risultati che non arrivano. E che potrebbero costargli l’esonero se non arrivassero neanche a Napoli. S’aggrappa ai numeri positivi, il tecnico del Lecce. In casa la sua squadra è un colabrodo: un sol punto in sei partite, ma fuori si trasforma. Sette punti conquistati finora in trasferta, basterebbe confermare il trend e strappare un punticino al San Paolo per salvare la panchina e ricominciare a crederci. Tutt’altro che facile, però. E se nel momento del bisogno non puoi neanche contare sugli amici, beh, il compito diventa ancora più arduo.. FA.PI.

GLI ARBITRI

Stasera c’è anche Inter-Udinese Lazio-Novara posticipo di lunedì NAPOLI - Questo il programma con gli arbitri e gli assistenti della quattordicesima giornata di serie A che, dopo l’anticipo di ieri tra Genoa e Milan, si chiuderà col posticipo di lunedì tra Lazio e Novara.

L'arbitro Romeo di Verona fischierà stasera al San Paolo

STASERA, ORE 20.45 Inter-Udinese: Gervasoni di Mantova (Maggiani-Marzaloni /Giannoccaro)

Napoli-Lecce : Romeo di Verona (Dobosz e Paseri/Ciampi) DOMANI ORE 12.30 Catania-Cagliari : Bergonzi di Genova (Viazzi-Liberti/De Marco) DOMANI, ORE 15 Bologna-Siena: Mazzoleni di Bergamo (Cariolato-Meli/ Giacomelli) Chievo-Atalanta : Pinzani di Empoli (Petrella-De Luca/Rocchi)

Fiorentina-Roma : Damato di Barletta (Tonolini-Padovan/Brighi) Juventus-Cesena : Doveri di Roma (Bianchi-De Pinto/Russo) DOMENICA, ORE 20.45 Parma-Palermo : Banti di Livorno (Galloni-Paganessi/Irati) LUNEDI, ORE 20.45 Lazio-Novara: Gava di Conegliano (Preti-Iannello/Tommasi)


Sabato 03 Dicembre 2011 il Domani dello Sport

5

SPORT L’ex Napoli potrebbe fare da regista nel 4-3-3 di Conte, per la prima volta privo del centrocampista

Juve, Pazienza se manca Pirlo

Carlo Brangia

:: già il Domani :: REDAZIONE Direttore GUIDOTALARICO Direttoreresponsabile ORLANDOROTONDARO Capiredattori FRANCESCOPUNGITORE(Nazionale) ANGELOROSSI(Napoli) MAURIZIOZUCCARI(Cultura) Garantedellettore FRANCOESPOSITO >RedazioneRoma Tel.06.45427170/71 ViaArchimede,201-00197ROMA roma@ildomani.it >RedazioneNapoli Tel.081.19103955 ViaAntiniana,59-80078POZZUOLI(NA) redazione@ildomanidinapoli.it >RedazioneCalabria Tel.0961.023922 Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&PEditoriSRL-Tel.0961.023922 Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) Testatareg.trib.Czn.64del15/7/1997 R.O.C.Numero5606 Latestatafruiscedeicontributistatalidirettidicuialla Legge7agosto1990n.250eseguentimodifiche PUBBLICITA’ Nazionale,localeegiudiziaria ILSOLE24ORESPASYSTEM DirettoreGeneraleGianniVallardi SedediNapoli CorsoUmbertoI,7-80138Napoli Tel.081.5471111 SedeCalabria Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) Tel.0961.023922 ClassificataeterritorialeNapoli SEATPAGINEGIALLE Tel.335.6505556 Tariffaamodulo46x19mmh.Commercialeeuro 103,00-Occasionaleeuro129,00-Corsidi formazioneeuro129,00-R.P.Q.euro78,00necrologioeuro77,00cad.Economicieuro0,62a parola.Supplementocolore:40% DISTRIBUZIONE:Sodip MediaServices(Calabria) CENTROSTAMPA:LITOSUDSRL ViaCarloPesenti,130-00156ROMATel.06.4121031 STABILIMENTOTIPOGRAFICODEROSE C/daPantoniMarinella-87040MONTALTOU. (Cs)-Tel.0984.934382 Responsabiledeltrattamentodati Dlgs96/2003-OrlandoRotondaro

TORINO - La Juventus affronterà il Cesena senza poter contare, per la prima volta dall’inizio della stagione, sulle geometrie di Andrea Pirlo, squalificato per un turno dal Giudice sportivo in seguito alla partita contro il Napoli. L’avvio di stagione del regista ha impressionato tutti, facendo parlare di una rinascita. Per la sua difficile sostituzione sono due le soluzioni al vaglio da Antonio Conte: 4-3-3 con Pazienza al posto dell’ex rossonero, oppure 4-2-4 con Vidal ed il rientrante Marchisio in mediana ed il duo Pepe-Estigarribia sugli esterni. Nell’undicititolaredegliospitifarà

Impresa quasi impossibile per la squadra di Ficcadenti: l’unica vittoria del Cesena in casa della Juventus - su tredici precedenti - è stata ottenuta a tavolino per 2-0, il 22 novembre 1987

In alternativa il tecnico potrebbe riproporre il 4-2-4 con Vidal e il rientrante Marchisio in mediana e il duo Pepe Estigarribia (sempre più apprezzato) sugli esterni invece il suo rientro il recuperato (ed ex juventino) Candreva, che verrà impiegato sulla trequarti. In medianasaràassentelosqualificato Ceccarelli, probabile la confermadiMartinhoinsiemeaGuanae Parolo.Sullafasciadestradidifesa mancherà Comotto, vittima di un problema muscolare alla coscia destra: spazio dunque al giovane Luca Ricci; al centro rientra dal primo minuto Rodriguez in coppia con Von Bergen. In attacco, al fianco dell’altro ex della partita, Adrian Mutu, si contendono la maglia da titolare Bogdani e Malonga.SqualificatoRavaglia,in panchina andrà Calderoni.

Con la Juve che non perde mai, neanche quando al San Paolo finisce (per due volte) sotto di due gol, laquadradiFiccadentièchiamata all’impresa. Oltre alla classifica lo confermano le statistiche. Basti pensare che l’unica vittoria del Cesena in casa della Juventus - su 13 precedenti - è stata ottenuta a tavolino per 2-0 il 22 novembre 1987. I romagnoli infatti si videro privare di Sanguin, colpito da un petardo lanciato dalla curva juventina quando le squadre rientravano negli spogliatoi a fine primo tempo, quando i padroni di casa erano in vantaggio per 2-1. L’arbitro era Romeo Paparesta di Bari. La Juventus è imbattuta dallo scorso 15 maggio quando, in serie A, venne sconfittaper 0-1a Parma.Nelleseguenti 13 partite prese in esame tutte di serie A - lo score bianconero è di 7 vittorie e 6 pareggi. L’ultimo gol ufficiale subito dal Cesena in campionato risale allo scorso 6 novembre quando venne sconfitto in casa per 0-1 dal Lecce. L’autore del gol leccese fu Cuadrado al 56’: da allora si contano i restanti 34’ di quel match, più le intere partite vintecontroBologna(1-0esterno), Genoa (2-0 casalingo)eGubbio (3-0 casalingo in coppa Italia), per un totale di 304’ di inviolabilitàassoluta. Il Cesena è una delle tre squadre della serie A 2011/12, assieme ad Atalanta e Fiorentina, ad aver finora segnato con il minor numero di giocatori diversi: appena 4. I quattro bianconeri andati finora in gol sono stati Candreva, Guana, Mutu e Parolo, tutti presenti in campo domani pomeriggio.

Fiorentina-Roma Cerci out, ma c’è Jovetic con Gila FIRENZE - Lesione di primo grado al muscolo retto femorale: è il verdetto degli accertamenti diagnostici a cui Alessio Cerci è stato sottoposto oggi dopo l’infortunio riportato nel pomeriggio di giovedì durante la partitella d’allenamento con il Montelupo. Il giocatore della Fiorentina, fra l’altro uno di quelli multati dalla società per aver fatto le ore piccole la scorsa settimane in un locale a Firenze, potrà riprendere l’attività fra 7-10 giorni. Salterà quindi la gara con la sua ex squadra, e probabilmente anche la trasferta con l’Inter. Sicuro assente anche Natali: il centrale difensivo dovrà infatti scontare un turno di squalifica, al suo posto verrà impiegato Nastasic. Delio Rossi, ancora in cerca della prima vittoria da allenatore viola il calendario in effetti non è stato benevolo, avendolo messo di fronte al Milan in casa e al Palermo in trasferta ritrova però Stevan Jovetic, che ha completamente recuperato dalla lieve lesione muscolare. Il montenegrino agirà nel ruolo di seconda punta al fianco di Gilardino, con Lazzari a supporto sulla trequarti. Conferma per Vargas nel reparto mediano, il peruviano giocherà insieme a Behrami e Montolivo.

IN BREVE

> COPPA ITALIA

> CALCIOSCOMMESSE

La Coppa Italia entra nel vivo: concluso l’ultimo turno di qualificazione, scendono finalmente in campo anche le ultime otto squadre, ovvero le migliori classificate dello scorso campionato di Serie A, che giocheranno di diritto in casa l’incontro unico degli ottavi di finale. Ieri sono state definita date e orari delle sfide: si comincia l’8 dicembre con Juventus-Bologna (ore 21), Palermo-Siena è stata fissata per martedì 13 dicembre, stesso orario. Lazio-Verona si giocherà martedì 10 gennaio alle 21, mentre mercoledì 11 gennaio sono in programma UdineseChievo (ore 17.30) e Roma-Fiorentina (20.45). Il NapoliincontreràilCesena giovedì 12 gennaio, alle 21. Milan-Novara si giocheràmercoledì18gennaio alle 21, chiude Inter-Genoa, giovedì 19 gennaio, alle 21. I quarti si disputeranno dal 25 gennaio.

Proroga delle indagini su Bari-Livorno per la procura della Federcalcio guidata da Stefano Palazzi: l’ha concessa la Corte di giustizia della Figc. L’inchiesta su Bari-LivornodiCoppaItaliadelloscorsodicembre,era stata avviata dalla procura di Bari su denuncia di un bookamaker austriaco che segnalava flussi anomali di puntate sul risultato. Al tempo dell’apertura del fascicolo, la procura federale aveva chiesto a Bari l’acquisizione delle carte, ma la trasmissione non era stata possibile poiché gli atti giudiziari erano ancora coperti dalsegretoistruttorio.Così Palazzi ha chiesto e ottenuto la proroga dei termini dell’indagine. Al fascicolo aperto in Figc sono state inoltre aggiunte le altre tre partite su cui indaga la magistratura di Bari, ovveroBari-Chievo,Parma-Bari e Bologna-Bari, tutte della scorsa stagione.

SERIE B, la 18ª giornata ARBITRO

CLASSIFICA

Albinoleffe-Nocerina

15:00

Di Paolo

Crotone-Sassuolo

15:00

Ostinelli

Empoli-Ascoli

15:00

Cervellera

Juve Stabia-Gubbio

15:00

Candussio

Livorno-Verona

15:00

Velotto

Modena-Vicenza

15:00

Gavillucci

Padova-Torino

15:00

Calvarese

Pescara-Grosseto

15:00

Nasca

Varese-Brescia

15:00

Merchiori

Reggina-Sampdoria

18:00

Tozzi

20:45

Gallione

Torino 38 Pescara 33 Sassuolo 32 Padova 31 Verona 31 Reggina 28 Varese 25 Sampdoria 24 Grosseto 23 Juve Stabia 21 Cittadella 21 Livorno 20 Crotone 20 Bari 20 AlbinoLeffe 19 Empoli 18 Vicenza 18 Brescia 18 Modena 16 Nocerina 14 Gubbio 14 Ascoli 8

OGGI

LUNEDÌ Bari-Cittadella

Penalità: Ascoli -10, Juve Stabia -4, Crotone -1, Bari -2 ANSA-CENTIMETRI


6 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

SPORT

Le ultime gioie

Napoli-Lecce story in otto fotogrammi Foto1Stagione 2006-2007:si sognala matematica promozione:in curvaBspuntauna coreografiaumana chefaràstoria. Foto2L’esultanza diCalaiòdopoil gol-lampoche decideràlagara conilLecce(1-0 nel2006-2007)

1

Foto3Stagione 2008-2009: Hamsikfesteggiail golchesbloccala garaconipugliesi.

2

3

Foto 4 Pazienza segna il suo primo gol in A (2008-2009). Foto 5 Denis realizza il 3-0al Lecce (2008-2009) Foto 6 Il salvataggio di Grava sulla linea dell’anno scorso

6

4

Foto 7 Siamo all’ultimo secondo di recupero nella gara della passata stagione. Cavani prende pallada Garganoe comincia a zig-zagare, poi si ferma, poi riparte conun’accelerata incredibile e scocca il tiro che s’insaccherà all’incrocio deipali per ilgol-partita con il Lecce Foto 8 L’esultanza quasiin trance del Matador dopo la straordinaria prodezza che decise l’incontro coni giallorossi salentini. Unodei gol piùbelli segnati da Cavani l’anno scorso conla maglia azzurra 7

8

5


Sabato 03 Dicembre 2011 il Domani dello Sport

7

SPORT Il Lecce non ha dimenticato l’1-0 dell’anno scorso

Che brutti ricordi a Napoli per Mesbah Stefano Grandi LECCE - Non l’abbiamo dimenticato noi, impossibile farlo. Ma non l’hannodimenticatoneancheloro. Quel Napoli-Lecce dello scorso anno di diritto è entrato nella galleria delle partite della memoria. Un concentrato di emozioni uniche, in pochi minuti. Prima quel salvataggio sulla linea di Grava su

Corvia, quando ormai tutti erano rassegnati al gol del Lecce. Poi all’ultimo secondo di recupero la prodezza di Cavani per l’urlo di una città intera. Il centrocampista algerinodelLecceDjemalMesbah c’era. E non ha dimenticato: «Dovremo avere bene a mente la gara che facemmo lo scorso anno a casa loro, dove fummo puniti solo alla fine da un gran gol di Cavani».

Cavani: nessuno al Lecce ha dimenticato il suo gol dell'anno scorso

HA DETTO «Dovremo avere bene a mente la gara della scorsa stagione quando fummo puniti nel recupero da Cavani» Anche perchè un’altra sconfitta per il Lecce sarebbe una condanna pesante, vista la situazione di classifica: «Siamo in un momento difficile, dobbiamo tutti alzare la testa e pedalare di più. Bisogna essere aggressivi e cominciare a fare punti che servono alla nostra classifica. La gara che ci aspetta a Napoli è importante e difficile, loro sono un gruppo che si conosce bene, ma anche gli azzurri avranno delle difficoltà: di fronte ci sarà una squadra compatta ed aggressiva». Di Francesco rischia l’esonero, Mesbah lo difende: «Nel calcio quando le cose non vanno bene è quasi normale che venga

L'algerino del Lecce Djamel Mesbah

messo in discussione il tecnico, ma, secondo me, nella nostra situazione è colpa di tutti. Il mister sta facendo bene il suo lavoro, poi sta a noi una volta in campo raccogliere i punti». L’ultimo pensiero è per il Pocho: «Secondo me il giocatore più pericoloso del Napoli è Lavezzi, anche se hanno grandi giocatori in tutti i reparti. Guai però a pensare ad un Napoli con la testa alla Champions torneremo a Lecce con zero punti». I CONVOCATI - il tecnico del Lecce Di Francesco ha convocato 21 giocatori. Confermato il recupero di Mesbah e di Cuadrado; questo l’elenco: Esposito, Giandonato,

«Il giocatore più pericoloso per me è Lavezzi, Guai a pensare che abbiano la testa alla Champions: finirebbe male» Cuadrado, Obodo, Corvia, Mesbah,Ferrario,Strasser,Diamoutene, Di Michele, Bergougnoux, Grossmuller, Piatti, Muriel, Julio Sergio, Brivio, Oddo, Tomovic, Pasquato, Benassi, Bertolacci.


8 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

SPORT

Anastasi beffa Berruto cambiando il palleggio e inserendo Jarosz. Nowakowski fa il resto

PASTICCIO AZZURRO L’Italia butta via due set e viene stesa al tie-break Lorenzo Ligas TOKYO - Vincere contro la Polonia avrebbe significato il quasi automatico terzo posto. Invece no. Il 3-2 (17-25, 20-25, 25-23, 25-21, 15-12) subito dai polacchi di Anastasi brucia per questo e per quell’altromotivo:eravamoavanti 2-0 e gli avversari avevano il morale a terra. Il primo set è stato il più bel primo set giocato dagli azzurri in questo mondiale. Giusto il tempo di registrare il muro sulle diagonali di Bartman e di togliere gli attacchi di Savani dal ghiaccio ed ecco servito il 25-18 più autorevole che si potesse desiderare, come a dire ai primi in classifi-

C. RONALDO cerca casa in Italia La star del Real Madrid Cristiano Ronaldo cerca casa sul Lago di Como, scrive El Pais, riprendendo una notizia già pubblicata dalla stampa italiana. Il giocatore portoghese ha dato mandato a una agenzia di trovargli una residenza italiana dai cinque milioni di euro in su. «Non ci hanno dato limiti di spesa o di tempo per trovarla», ha indicato il titolare dell’agenzia. Finora gli sono stati proposti - secondo El Pais - un castello da 7 milioni di euro, una proprietà con tre ville, un laghetto artificiale e uno zoo. Il giocatore del Real, nato in un quartiere povero di Madeira, aspira a diventare vicino di casa di George Clooney, David Beckham e Elton John, che già sono proprietari di ville sul Lago di Como.

ca: «La festa è finita». Nel secondo set poi la Polonia perde la bussola e, dopo un buon avvio, s’innervosisce commettendo falli a ripetizione per un totale, sommando il primo set e l’inizio del secondo, di 11 falli su 12 attacchi. Poi, nel terzo periodo, è arrivato il grande regalo: sei servizi sbagliati su 10 punti polacchi. Di fronte a tanta generosità laPolonia ringraziaper un quarto set che conduce dall’inizio alla fine, dimostrando di essere più matura del previsto e di saper resistere ai rigurgiti di rimonta azzurri. Oltre all’elettroshock in fin di vita, la sfida sulle panchine è decisiva: Anastasi inserisce Jarosz per Kurek (murato vivo nei primi due set) ed un palleggio che sappia, a differenza del nostro, servire il primo tempo. Detto fatto, il centrale Nowakowski si trasforma in una macchina letale che non riusciamo a fermare mai nemmeno pregando. Esattamente come avevamo sofferto Podrascanin contro la Serbia all’Europeo, perdiamo un’altra partita decisiva nel confronto tra i centrali. Il pass per Londra si allontana, ma è ancora possibile: bisogna vincerle tutte e sperare in un favore, proprio di Anastasi, contro il Brasile.

Il pass per Londra si allontana, ma è ancora possibile: bisogna vincerle tutte e sperare proprio nella Polonia

> I COMMENTI

‘‘

Il ct la spiega così: abbiamo sbagliato troppe battute Una prestazione dai due volti quella dell’Italia: nella prima metà del match alcuni degli azzurri si sono esaltati: Savani in attacco e a muro, Zaytsev schiacciando e servendo bene e ricevendo discretamente, Mastrangelo bloccando gli attacchi avversari. Nella seconda parte il solo Zaytsev è rimasto sullo stesso livello, gli altri sono calati. Lasko, molte volte decisivo nel torneo, ha fatto il suo, senza grandi acuti. «Se leggiamo i numeri della gara, non troviamo nessuna spiegazione della nostra sconfitta - l’analisi del ct azzurro Berruto - Non abbiamo giocato bene alcuni momenti chiave, quelle che si sono rivelate le situazioni importanti. All’inizio del quarto set abbiamo sbagliato troppe battute e commesso un numero eccessivo di errori. Ora ci rimangono due partite che cercheremo di vincere. Possiamo fare solo esperienza di quello che è successo e guardare avanti». «Incredibile che ci sia successa una cosa del genere in una partita così importante - il commento di Michal Lasko - Dal terzo set in poi non siamo più riusciti a giocare con continuità». Amareggiato anche Ivan Zaytsev: «Sono davvero scontento della nostra partita. Abbiamo perduto una gara tanto importante dopo essere stati in vantaggio di due set. Loro con l’ingresso di Ruciak e Jarosz hanno sistemato ricezione e cambio palla. Lì la partita è girata».

BREVI DI CALCIO > SUPERCLASICO

> SUPERSQUALIFICA

> SUPERBLINDATO

Il difensore del Barcellona Gerard Piquè potrà giocare contro il Real Madrid nel superclasico di Liga del 10 dicembre: la commissione disciplinare della federcalcio non lo ha punito infatti con una doppia sospensione per il cartellino giallo che secondo la stampa madrilena avrebbe forzato nella partita di sabato contro il Rayo. La Commissione ha inflitto al fidanzato di Shakira solo una giornata per avere accumulato cinque cartellini gialli. Salterà quindi la partita di sabato con il Levante, ma sarà in campo contro il Real al Bernabeu. Sabato l’arbitro lo aveva ammonito all’84mo per avere perso tempo nel calciare - in 36 secondi - una punizione. La stampa e la tifoseria vicine al Real Madrid lo avevano accusato di avere fatto apposta, per smaltire i cartellini gialli prima della partita con il Levante ed essere sicuro cosi di giocare al Bernabeu, e avevano chiesto che fosse punito non con una giornata di sospensione, come previsto per avere fatto il pieno di ammonizioni, ma con due per condotta antisportiva.

Colpisce l’arbitro facendogli cadere il fischietto che poi calpesta con rabbia. Questo comportamento è stato pagato a caro prezzo dal calciatore Francesco Vecchi della società River Pieve, formazione di Pieve Fosciana (Lucca), che è stato squalificato dal giudice sportivo della Federcalcio toscana per 24 mesi (fino al primo dicembre 2013). Il fatto è avvenuto nel corso dell’incontro casalingo con il Fornoli (2-1), gara valida per il campionato dilettanti di 2/a categoria (girone C), quando Vecchi, espulso per aver offeso l’arbitro, «improvvisamente - afferma la motivazione espressa dalla giustizia sportiva - lo colpiva violentemente all’avambraccio facendogli cadere a terra il fischietto, poi, dopo averlo spinto appoggiandogli le mani sul petto facendolo indietreggiare, lo calpestava con rabbia. Trattenuto dal capitano della squadra avversaria, il calciatore lucchese tentava di venire a contatto con il direttore di gara offendendolo e minacciandolo ripetutamente».

«Non sarò esonerato, anche se non vinco». Andre Villas-Boas si sente tranquillo sulla panchina del Chelsea. Il tecnico portoghese sta vivendo un periodo a dir poco complesso alla guida dei blues: la squadra zoppica in Premier League, rischia di uscire dalla Champions League ed è già fuori dalla Carling Cup. Nonostante tutto ciò, il portoghese è convinto che il patron Roman Abramovich non perderà la pazienza. «Mi è stato garantito che non sarò esonerato, la dirigenza mi sostiene in pieno», dice Villas-Boas, blindato da un ricco contratto triennale, alla vigilia dell’importante match di campionato in programma oggi sul campo del Newcastle.


Sabato 03 Dicembre 2011 il Domani dello Sport

9

TOTOGUIDA SCOMMESSE Newcastle-Chelsea

Napoli-Lecce

«1X»

«X»

1,74

4,50

ITALIA Serie A

Svolta obbligata per l’Inter di Ranieri

G

iornata “spezzatino” partita già ieri sera con l’anticipo tra Genoa e Milan. Si prosegue stasera con InterUdinese, che potrebbe rappresentare una svolta per la squadra nerazzurra. Il segno «1» sul quale ci sbilanceremo, si gioca a 2.10. L’Udinese è comunque bene non sottovalutarla, ma difficilmente la squadra di Guidolin vincerà al Meazza. Il pareggio di questo confronto si gioca a 3.20. Sabato sera va in scena un NapoliLecce sul quale si deve andare cauti; l’«1» è largamente il segno più probabile, ma il Napoli, distratto dalla decisiva partita di Villarreal dalla quale dipende la qualificazione agli ottavi di Champions,

potrebbe inciampare ancora. Il pari vale 4.50. Pareggio in vista in Catania-Cagliari e BolognaSiena, e un pari potrebbe venir fuori anche a Firenze dove la Roma difficilmente ripeterà gli errori commessi contro l’Udinese. Segno «1» abbastanza scontato in Juve-Cesena e nel posticipo Lazio-Novara, e occhio ai colpi esterni di Palermo e Atalanta contro Parma e Chievo.

Con 6 euro puntati la vincita è di

124.68 Euro Newcastle-Chelsea Portsmouth-Coventry Reggina-Sampdoria Cercle Brugge-Kortrijk Napoli-Lecce

1X 1 X2 1 1

Le possibili sorprese Chievo - Atalanta Parma - Palermo

2 2

8 CINQUINE

1.74 1.75 2.35 2.20 1.20 1.47 1.90 1.35 2.10

1X 1 1/h 1 2 X2 1 1 1

Newcastle-Chelsea Portsmouth-Coventry Rangers-Dunfermline Reggina-Sampdoria Inter-Udinese

1X 1 1/h X2 1

1.74 1.75 2.35 1.47 2.10

Con 6 euro puntati la vincita è di

Newcastle-Chelsea Rangers-Dunfermline Cercle Brugge-Kortrijk Napoli-Lecce Inter-Udinese

1X 1/h 1 1 1

1.74 2.35 1.90 1.35 2.10

Con 6 euro puntati la vincita è di

75.78 Euro

145.37 Euro

1X 1 2 X2 1

1.74 2.20 1.20 1.47 2.10

Portsmouth-Coventry Rangers-Dunfermline Blackburn-Swansea Napoli-Lecce Inter-Udinese

1 1/h 1 1 1

1.75 2.35 2.20 1.35 2.10

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

93.59 Euro

169.29 Euro

Portsmouth-Coventry Sp. Gijon-Real Madrid Cercle Brugge-Kortrijk Napoli-Lecce Inter-Udinese

1 2 1 1 1

1.75 1.20 1.90 1.35 2.10

5 3 3 4 1 5 2 5 3 0 3 5 5 5 2 4 2 4 3 2

0 2 2 2 5 3 5 3 4 7 5 4 2 4 5 5 7 6 7 8

22 27 15 16 16 17 15 14 14 15 10 14 16 11 14 10 10 14 6 9

10 14 6 9 15 11 14 18 14 20 16 11 15 13 17 11 18 21 13 19

4 5 6 2 6 2 3 3 3 4 3 3 3 1 2 3 1 2 1 0

Rangers-Dunfermline Blackburn-Swansea Sp. Gijon-Real Madrid Reggina-Sampdoria Cercle Brugge-Kortrijk

1/h 1 2 X2 1

2.35 2.20 1.20 1.47 1.90

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

74.66 Euro

114.36 Euro

2 2 0 2 0 3 1 2 2 0 2 1 3 4 1 2 0 2 3 1

0 0 0 2 0 1 2 1 0 2 1 2 0 1 2 1 4 2 3 5

RETI F S

V

FUORI N P

14 5 19 4 12 1 5 5 16 6 9 6 10 8 7 5 8 3 10 5 6 4 11 5 6 3 3 5 4 6 9 4 4 9 9 10 5 7 5 12

3 2 1 4 0 2 2 1 1 1 1 0 2 2 2 0 2 0 1 2

LECCE JUVENTUS ROMA FIORENTINA NOVARA CESENA MILAN SIENA INTER

RETI F S

REGOLAMENTO

Le prime 3 in 0 8 5 Champions 2 8 10 League. 2 3 5 La 4ª e la 5ª in 0 11 4 Europa League 5 0 9 insieme alla 2 8 5 vincente della 3 5 6 Coppa Italia. 2 7 13 Retrocedono le 4 6 11 5 5 15 ultime 3. 4 4 12 In caso di arrivo 2 3 6 a pari punti si 2 10 12 tiene conto degli 3 8 8 scontri diretti. 3 10 11 4 1 7 3 6 9 4 5 11 4 1 6 3 4 7

3 1 3 2 1 2 1 3 1 0 1 4 2 1 1 2 2 2 0 1

15 MILAN

GENOA

0-0 = 2-2 = 2-1 ▲ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 0-2 ▼ . . Rin. .

Già

PALERMO LECCE PARMA ROMA CATANIA FIORENTINA CHIEVO GENOA BOLOGNA

24 3-0 4-3 4-1 3-2 4-0 0-0 4-0

ata t u disp

▲ ▲ ▲ ▲ ▲ = ▲

L’Udinese è ultima nella classifica degli «Over» «UNDER» Cesena Udinese Bologna Fiorentina Lecce Siena Cagliari Palermo Chievo Juventus Lazio Napoli Roma Atalanta Catania Novara Genoa Inter Milan Parma

10 10 9 8 8 8 7 7 6 6 6 6 6 5 5 5 4 4 4 4

(5-5) (4-6) (3-6) (3-5) (4-4) (3-5) (4-3) (3-4) (4-2) (2-4) (4-2) (3-3) (2-4) (5-0) (3-2) (3-2) (2-2) (2-2) (2-2) (3-1)

. .

«OVER» (14ª GIORNATA) Genoa - Milan 02-12 Inter - Udinese 03-12 Napoli - Lecce “ “ Bologna - Siena 04-12 Catania - Cagliari “ “ Chievo - Atalanta “ “ Fiorentina - Roma “ “ Juventus - Cesena “ “ Parma - Palermo “ “ Lazio - Novara 05-12

Con 6 euro puntati la vincita è di

Newcastle-Chelsea Blackburn-Swansea Sp. Gijon-Real Madrid Reggina-Sampdoria Inter-Udinese

7 7 7 6 6 4 5 4 4 5 4 3 5 3 4 3 3 2 2 2

(13ª GIORNATA) Udinese Roma25-11 AL 27-11 2-0 PARTITE- DAL Atalanta - Napoli 1-1 Lazio - Juventus 0-1 Lecce - Catania 0-1 Novara - Parma 2-1 Cagliari - Bologna 1-1 Cesena - Genoa 2-0 Milan - Chievo 4-0 Palermo - Fiorentina 2-0 Siena - Inter 0-1

145.79 Euro 1.74 1.75 1.47 1.90 1.35

12 12 12 12 12 12 12 12 11 12 12 12 12 12 11 12 12 12 12 12

IN CASA V N P

Napoli - Lecce 1/Goal Bologna - Siena X Catania - Cagliari X Fiorentina - Roma X2 Genoa - Milan 2/Goal

9 GARE 943.52 Euro

1.74 1.75 2.35 2.20 1.20

26 24 24 22 19 17 17 17 15 15 15 14 14 14 14 13 11 10 9 8

RETI F S

IL TURNO SUCCESSIVO

Newcastle-Chelsea Portsmouth-Coventry Rangers-Dunfermline Blackburn-Swansea Sp. Gijon-Real Madrid Reggina-Sampdoria Cercle Brugge-Kortrijk Napoli-Lecce Inter-Udinese 1X 1 1/h 1 2

JUVENTUS MILAN UDINESE LAZIO PALERMO NAPOLI ROMA CATANIA GENOA PARMA CHIEVO SIENA ATALANTA (-6) CAGLIARI INTER FIORENTINA BOLOGNA NOVARA CESENA LECCE

PARTITE V N P

IL TURNO PRECEDENTE

Correzione di 0-1-2 errori sulle 9 partite 0 err.=8 cinquine; 1 err.=3/4 cinquine; 2 err.=1 cinquina

Newcastle-Chelsea Portsmouth-Coventry Rangers-Dunfermline Blackburn-Swansea Sp. Gijon-Real Madrid

PT G

Il pronostico di TS

I nostri consigli di gioco MISTA VINCITA GLOBALE:

Classifica

17 LECCE

NAPOLI PARMA CAGLIARI UDINESE CATANIA LAZIO ATALANTA JUVENTUS LECCE NOVARA

CATANIA INTER FIORENTINA LAZIO NAPOLI MILAN CHIEVO LECCE CAGLIARI ATALANTA

FIORENTINA CESENA CATANIA JUVENTUS GENOA CHIEVO MILAN PALERMO ROMA INTER

PARMA NAPOLI ATALANTA MILAN CESENA LAZIO UDINESE NOVARA PALERMO CAGLIARI

1-2 0-0 2-0 1-2 0-0 1-1 3-3

▼ = ▲ ▼ = = = . .

GENOA MILAN PALERMO NOVARA CESENA ROMA CATANIA NAPOLI LAZIO

8

SIENA NAPOLI CESENA LAZIO ATALANTA INTER BOLOGNA CATANIA PARMA

13 ROMA 0-0 = 2-2 = 1-2 ▼ 1-0 ▲ 0-1 ▼ 0-0 = 0-2 ▼ . .

LAZIO PALERMO GENOA MILAN NOVARA LECCE UDINESE FIORENTINA JUVENTUS

15 PALERMO 2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-4 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 1-2 ▼ . .

MILAN ROMA LECCE UDINESE BOLOGNA JUVENTUS FIORENTINA PARMA CESENA

CATANIA CHIEVO ATALANTA JUVENTUS CAGLIARI SIENA UDINESE FIORENTINA GENOA

NOVARA LAZIO CHIEVO ATALANTA PALERMO CESENA CAGLIARI SIENA MILAN

14

CHIEVO

0-0 0-0 1-1 0-3 0-1 1-2 1-1

= = = ▼ ▼ ▼ = . .

JUVENTUS INTER BOLOGNA SIENA FIORENTINA CATANIA MILAN ATALANTA UDINESE

17

JUVENTUS

1-2 ▼ 1-0 ▲ 1-2 ▼ 2-3 ▼ 2-0 ▲ 2-1 ▲ 0-2 ▼ . .

CHIEVO GENOA FIORENTINA INTER PALERMO LAZIO NAPOLI CESENA ROMA

19 0-3 ▼ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 3-1 ▲ 0-3 ▼ 2-0 ▲ . .

1-2 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = 1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-0 ▲ . . Rin. .

2-0 ▲ 0-2 ▼ 1-0 ▲ 3-1 ▲ 1-3 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = . .

0-0 3-0 0-2 1-0 2-1 0-2 2-0

CAGLIARI CESENA NOVARA CHIEVO UDINESE ATALANTA INTER BOLOGNA GENOA

UDINESE PARMA INTER BOLOGNA CAGLIARI SIENA NAPOLI CHIEVO CATANIA

= ▲ ▼ ▲ ▲ ▼ ▲ . .

14 0-0 2-0 1-1 4-1 1-2 2-2 0-1

= ▲ = ▲ = ▼

14 = ▲ = ▼ ▲ = = . .

26 CESENA 0-0 = 2-2 = 2-1 ▲ 2-1 ▲ 3-0 ▲ 1-0 ▲ 3-3 = . .

FIORENTINA SIENA CAGLIARI PARMA LECCE BOLOGNA GENOA JUVENTUS PALERMO

9 0-0 0-2 1-1 0-2 0-1 1-0 2-0

▲ ▲ = ▲ ▲ = ▼ . .

BOLOGNA UDINESE SIENA LECCE ROMA GENOA PARMA LAZIO NAPOLI

▼ = ▼ ▼ ▲ ▲

10 0-2 0-3 1-1 1-1 0-2 0-1 2-1

Atalanta Novara Catania Inter Juventus Parma Roma Cagliari Genoa Lazio Milan Napoli Bologna Chievo Siena Lecce Cesena Fiorentina Palermo Udinese

9 8 7 7 7 7 7 6 6 6 6 6 5 5 5 4 3 3 3 2

(3-6) (4-4) (4-3) (2-5) (4-3) (3-4) (5-2) (2-4) (2-4) (3-3) (3-3) (3-3) (2-3) (2-3) (2-3) (3-1) (3-0) (2-1) (3-0) (1-1)

=

. .

22 NOVARA 2-1 2-0 1-1 3-0 1-0 0-0 0-1

(5-3) (3-5) (1-6) (3-4) (3-4) (3-4) (3-4) (2-4) (4-2) (2-4) (3-3) (4-2) (2-3) (3-2) (3-1) (2-2) (3-1) (2-1) (2-0) (2-0)

«GOAL»

.

0-0 2-1 1-1 1-3 1-0 2-2 1-1

8 8 7 7 7 7 7 6 6 6 6 6 5 5 4 4 4 3 2 2

▼ .

15 ATALANTA 0-0 = 0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-4 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 0-4 ▼ . .

LAZIO ROMA BOLOGNA CATANIA CAGLIARI PARMA NAPOLI JUVENTUS NOVARA LECCE

ATALANTA NOVARA NAPOLI PALERMO SIENA PARMA ROMA INTER CHIEVO

24

11 SIENA

BOLOGNA

0-0 = 3-4 ▼ 0-2 ▼ 1-1 = 1-0 ▲ 1-2 ▼ 0-1 ▼ . .

17 CAGLIARI 2-1 ▲ 2-2 = 1-1 = 2-1 ▲ 0-4 ▼ 1-2 ▼ 1-0 ▲ . .

14 UDINESE

INTER

Milan Parma Atalanta Catania Genoa Inter Novara Chievo Juventus Lazio Napoli Roma Cagliari Palermo Fiorentina Lecce Siena Bologna Cesena Udinese

▼ ▼ = = ▼ ▼ ▲ . .

«NO GOAL» Udinese Cesena Fiorentina Palermo Lecce Bologna Chievo Siena Cagliari Lazio Milan Napoli Catania Genoa Juventus Parma Roma Inter Novara Atalanta

10 9 9 9 8 7 7 7 6 6 6 6 5 5 5 5 5 4 4 3

(5-5) (4-5) (4-5) (3-6) (3-5) (3-4) (4-3) (4-3) (4-2) (3-3) (4-2) (3-3) (2-3) (3-2) (2-3) (3-2) (1-4) (3-1) (2-2) (3-0)


10 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

TOTOGUIDA SCOMMESSE Premier League

Per Villas Boas c’è l’ostacolo Newcastle

D

iverse succulente opportunità di gioco nel turno numero 14 di Premier League. Il palinsesto torna a proporre un “clou” in apertura: alle 13.45 italiane di sabato, NewcastleChelsea, partita in cui le quote (3,70 per l’«1», un eccezionale 1.75 per la doppia «1X») riflettono una fiducia nella squadra di Villas-Boas che franca-

IL TURNO PRECEDENTE (13ª GIORNATA) Arsenal - Fulham Bolton - Everton Chelsea - Wolverhampton Man. Utd - Newcastle Norwich - QPR Stoke - Blackburn Sunderland - Wigan West Brom. - Tottenham Liverpool - Man. City Swansea - Aston Villa

1-1 0-2 3-0 1-1 2-1 3-1 1-2 1-3 1-1 0-0

IL TURNO SUCCESSIVO (14ª GIORNATA) Aston Villa - Man. Utd 03-12 Blackburn - Swansea “ “ Man. City - Norwich “ “ Newcastle - Chelsea “ “ QPR - West Brom. “ “ Tottenham - Bolton “ “ Wigan - Arsenal “ “ Everton - Stoke 04-12 Wolverhampton - Sunderland “ “ Fulham - Liverpool 05-12

mente non comprendiamo, se non considerando l’impatto del blasone. Andiamo con fiducia dalla parte dei Magpies, chi ha fegato sull’«1», gli altri sulla doppia “in”, e speriamo bene. Cinque partite alle 16 italiane, con Manchester City-Norwich da «No Goal» (1.70) più che da «1», per il quale non c’è quota; Blackburn-Swansea da «1» anche a 2.20 (!); Tottenham-Bolton da valutare dopo aver assistito alla terribile débâcle in Europa League; WiganArsenal da «Over» (non oltre l’1.65); e l’ingiocabile Qpr-West Bromwich, con gli ospiti di casa falcidiati dagli infortuni. Sfalsata di due ore e mezzo, chiude il pomeriggio la bellissima Aston Villa-Manchester United, che rischia di trasformarsi in una specie di abdicazione per i Red Devils, nel caso mancassero i tre punti. Non è escluso che vada proprio così; se amate il rischio l’«1X» è oltre la pari, e comunque non è male il «No Goal» a 2,10. Domenica, EvertonStoke, dove i padroni di casa a 1.65 sono correttamente quotati e dovrebbero farcela, e la difficile Wolves-Sunderland. Monday Night è Fulham-Liverpool, da «Under» (1.72).

Il pronostico di TS Newcastle-Chelsea 1X Blackburn-Swansea 1 Man. City-Norwich No Goal Aston Villa-Man. U. No Goal Everton-Stoke 1 Fulham-Liverpool Under

Le possibili sorprese Wolves-Sunderland

X

Classifica

PT G

MAN. CITY MAN. UTD TOTTENHAM NEWCASTLE CHELSEA LIVERPOOL ARSENAL ASTON VILLA EVERTON NORWICH QPR STOKE SWANSEA WEST BROM. FULHAM SUNDERLAND WOLVERHAMPTON WIGAN BOLTON BLACKBURN

35 30 28 26 25 23 23 16 16 16 15 15 14 14 12 11 11 9 9 7

13 11 13 9 12 9 13 7 13 8 13 6 13 7 13 3 12 5 13 4 13 4 13 4 13 3 13 4 13 2 13 2 13 3 13 2 13 3 13 1

RETI F S

2 0 43 3 1 30 1 2 26 5 1 19 1 4 28 5 2 17 2 4 26 7 3 16 1 6 15 4 5 19 3 6 14 3 6 13 5 5 12 2 7 12 6 5 15 5 6 15 2 8 13 3 8 12 0 10 19 4 8 17

1-1 = 2-0 ▲ 1-4 ▼ 1-2 ▼ 2-2 = 3-2 ▲ 0-2 ▼ 0-0 = .

STOKE NORWICH LIVERPOOL MAN. CITY EVERTON SUNDERLAND SWANSEA NEWCASTLE ASTON VILLA

EVERTON BLACKBURN ASTON VILLA MAN. UTD WOLVERHAMPTON QPR NEWCASTLE LIVERPOOL NORWICH

2-0 4-0 4-1 6-1 3-1 3-2 3-1 1-1

▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ = .

SUNDERLAND MAN. UTD SWANSEA LIVERPOOL BLACKBURN ASTON VILLA ARSENAL QPR MAN. CITY

1-1 2-0 1-1 1-6 1-0 1-0 1-0 1-1

2-1 0-2 3-1 1-1 3-3 2-3 1-2 2-1

ASTON VILLA FULHAM BLACKBURN CHELSEA TOTTENHAM MAN. CITY STOKE NORWICH WEST BROM.

1-1 0-6 1-1 1-0 1-3 2-3 3-2 1-2

= ▼ = ▲ ▼ ▼ ▲ ▼ .

FULHAM SUNDERLAND WOLVERHAMPTON ASTON VILLA LIVERPOOL ARSENAL BOLTON TOTTENHAM QPR

TOTTENHAM ASTON VILLA BOLTON NEWCASTLE FULHAM WOLVERHAMPTON BLACKBURN SUNDERLAND ARSENAL

1-2 0-2 1-3 0-1 0-2 1-3 3-3 2-1

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ = ▲ .

BOLTON TOTTENHAM SUNDERLAND STOKE CHELSEA WEST BROM. NORWICH FULHAM WIGAN

1-2 ▼ 1-2 ▼ 0-2 ▼ 2-2 = 1-3 ▼ 3-1 ▲ 1-2 ▼ 0-3 ▼ .

NORWICH WEST BROM. ARSENAL BOLTON ASTON VILLA MAN. UTD FULHAM WIGAN WOLVERHAMPTON

▲ ▲ ▲ =

3-0 1-2 2-1 3-1 5-3 3-0 2-1 1-1

3 10 7 5 11 6 5 6 8 10 9 8 2 9 9 9 10 11 19 13

FUORI N P

5 4 5 3 3 4 2 0 3 1 3 1 0 2 1 1 1 1 2 0

2 2 1 3 1 0 1 5 0 2 0 1 2 1 3 2 1 1 0 4

NEWCASTLE BLACKBURN WOLVERHAMPTON TOTTENHAM WIGAN STOKE EVERTON MAN. CITY MAN. UTD CHELSEA

▼ ▲ = = ▼ ▼ ▲

TOTTENHAM

= ▲ ▲ ▼ ▼ ▲ ▼

23

EVERTON

MAN. CITY LIVERPOOL CHELSEA FULHAM MAN. UTD NEWCASTLE WOLVERHAMPTON BOLTON STOKE

▼ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ =

11 = ▼ = ▼ .

9 3 9 7 6 6 18 11 8 11 15 15 14 11 7 6 13 13 12 17

Le prime 4 in Champions League. La 5ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa d’Inghilterra e alla vincente della Coppa di Lega. Retrocedono le ultime 3. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

CHELSEA STOKE NORWICH WOLVERHAMPTON BOLTON LIVERPOOL MAN. UTD ASTON VILLA BLACKBURN

14 1-4 2-0 1-3 2-2 3-1 0-0 0-1 0-0

26 CHELSEA 3-1 2-1 2-2 1-0 3-1 2-1 1-3 1-1

▲ ▲ = ▲ ▲ ▲ ▼ = .

SWANSEA BOLTON EVERTON QPR ARSENAL BLACKBURN LIVERPOOL WOLVERHAMPTON NEWCASTLE

▼ ▲ ▼ = ▲ = ▼ = .

25 4-1 5-1 3-1 0-1 3-5 1-0 1-2 3-0

▲ ▲ ▲ ▼ ▼

0-2 ▼ 0-2 ▼ 1-3 ▼ 3-1 ▲ 0-1 ▼ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 2-0 ▲ .

MAN. UTD SWANSEA FULHAM ARSENAL NEWCASTLE BOLTON QPR BLACKBURN EVERTON

▼ ▼ ▲ ▼ ▼ ▲ ▼ ▼ .

15 1-1 0-2 2-0 1-3 1-3 0-5 2-3 3-1

=

2-1 2-0 1-1 1-1 2-0 0-0 2-1 1-1

Napoli-Lecce Crotone-Sassuolo Juve Stabia-Gubbio Padova-Torino Pescara-Grosseto Wigan-Arsenal

(5-6) (5-6) (7-3) (4-6) (4-5) (4-5) (4-5) (5-3) (3-5) (4-3) (2-5) (5-2) (3-4) (3-3) (3-3) (4-2) (3-3) (2-4) (4-1) (2-2)

(6-5) (3-7) (6-3) (3-6) (4-5) (3-5) (4-4) (3-5) (3-4) (6-1) (4-3) (4-3) (4-3) (3-4) (3-3) (4-2) (3-3) (4-2) (3-3) (1-3)

«NO GOAL»

▼ ▼ ▼ ▼ ▲

23

WOLVERHAMPTON EVERTON MAN. UTD NORWICH WEST BROM. SWANSEA CHELSEA MAN. CITY FULHAM

11 11 10 10 9 9 9 8 8 7 7 7 7 6 6 6 6 6 5 4

Norwich 11 Blackburn 10 Chelsea 9 Man. City 9 Newcastle 9 Arsenal 8 Aston Villa 8 Tottenham 8 Bolton 7 Liverpool 7 Man. Utd 7 Sunderland 7 Wigan 7 Wolverhampton 7 Everton 6 Fulham 6 QPR 6 Stoke 6 West Brom. 6 Swansea 4

.

0-0 = 6-0 ▲ 0-2 ▼ 1-3 ▼ 2-0 ▲ 1-3 ▼ 0-0 = 1-1 = .

(5-4) (2-6) (3-4) (3-4) (4-3) (5-2) (3-3) (2-4) (4-2) (2-4) (3-3) (2-3) (4-1) (3-1) (2-2) (2-2) (0-3) (2-0) (1-1) (1-1)

«GOAL»

9 0-3 1-5 3-1 0-2 1-3 5-0 1-2 0-2

9 8 7 7 7 7 6 6 6 6 6 5 5 4 4 4 3 2 2 2

«OVER» Bolton Man. City Chelsea Tottenham Arsenal Blackburn Wolverhampton Norwich West Brom. Newcastle QPR Sunderland Wigan Aston Villa Everton Man. Utd Stoke Swansea Fulham Liverpool

▼ ▲

28 BOLTON ARSENAL CHELSEA WIGAN SUNDERLAND SWANSEA STOKE WEST BROM. EVERTON TOTTENHAM

«UNDER» Liverpool Fulham Aston Villa Man. Utd Stoke Swansea Everton Newcastle QPR Sunderland Wigan Norwich West Brom. Arsenal Blackburn Wolverhampton Chelsea Bolton Man. City Tottenham

▲ .

12 LIVERPOOL

WEST BROM. QPR STOKE EVERTON WIGAN TOTTENHAM SUNDERLAND ARSENAL LIVERPOOL

▼ ▲

24 11 14 9 9 8 13 6 8 7 9 3 4 6 4 5 5 4 10 11

REGOLAMENTO

16 STOKE

FULHAM

▼ =

RETI F S

7 SWANSEA

2-1 ▲ 2-1 ▲ 2-2 = 2-1 ▲ 3-1 ▲ 3-1 ▲ 2-0 ▲ 3-1 ▲ .

WIGAN ARSENAL NEWCASTLE BLACKBURN QPR FULHAM ASTON VILLA WEST BROM. BOLTON

=

0 0 1 1 2 2 3 2 3 3 4 4 4 3 3 3 5 5 4 3

1-3 ▼ 0-4 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 3-3 = 0-1 ▼ 3-3 = 1-3 ▼ .

.

1-2 2-2 1-2 2-0 2-2 0-1 0-0 1-2

19 19 12 10 19 9 13 10 7 12 5 10 8 6 11 10 8 8 9 6

16

.

WOLVERHAMPTON 11 SUNDERLAND LIVERPOOL NEWCASTLE WEST BROM. SWANSEA MAN. CITY WIGAN EVERTON CHELSEA SUNDERLAND

= ▼

14

9 ARSENAL

WIGAN

0 1 1 0 2 0 1 1 3 2 2 2 1 4 2 3 3 3 6 5

V

NEWCASTLE MAN. CITY QPR TOTTENHAM NORWICH CHELSEA WIGAN STOKE SWANSEA

= ▲

.

0-0 2-2 2-0 2-1 0-2 0-3 2-1 1-3

0 1 0 2 0 5 1 2 1 2 3 2 3 1 3 3 1 2 0 0

RETI F S

BLACKBURN

.

15 WEST BROM.

QPR

6 5 4 4 5 2 5 3 2 3 1 3 3 2 1 1 2 1 1 1

30

35 NORWICH

MAN. CITY

IN CASA V N P

12 13 16 12 17 12 23 17 16 21 24 23 16 20 16 15 23 24 31 30

16 MAN. UTD

ASTON VILLA QPR WIGAN MAN. CITY WEST BROM. SUNDERLAND NORWICH TOTTENHAM SWANSEA MAN. UTD

PARTITE V N P

GRUPPO 1

INGHILTERRA

▲ ▲ = = ▲ = ▲ = .

Swansea Fulham QPR Stoke West Brom. Bolton Everton Liverpool Man. Utd Sunderland Wigan Wolverhampton Arsenal Aston Villa Chelsea Man. City Newcastle Tottenham Blackburn Norwich

9 7 7 7 7 6 6 6 6 6 6 6 5 5 4 4 4 4 3 2

(6-3) (2-5) (3-4) (3-4) (4-3) (4-2) (3-3) (1-5) (3-3) (3-3) (2-4) (3-3) (4-1) (2-3) (1-3) (3-1) (2-2) (2-2) (3-0) (1-1)

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Inter-Udinese Napoli-Lecce Albinoleffe-Nocerina Crotone-Sassuolo Empoli-Ascoli Juve Stabia-Gubbio Livorno-Verona Modena-Vicenza Padova-Torino Pescara-Grosseto Varese-Brescia Reggina-Sampdoria Blackburn-Swansea City QPR-West Bromwich

Pron.

1

X

2

N. Partite

1X 1 X21 X1 1 1 1 1X X1 1 1X2 1 1 1

39 78 30 36 51 56 49 41 37 46 35 46 50 57

35 18 36 38 35 32 34 36 42 35 34 36 35 29

26 4 34 26 14 12 17 23 21 19 31 18 15 14

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Inter-Udinese Napoli-Lecce Albinoleffe-Nocerina Crotone-Sassuolo Empoli-Ascoli Juve Stabia-Gubbio Livorno-Verona Modena-Vicenza Padova-Torino Pescara-Grosseto Varese-Brescia Reggina-Sampdoria Blackburn-Swansea City QPR-West Bromwich

Pron. 0-2 3 11 6 3 9 7 5 13 8 10 1 12 14 4 2

35 25 15 30 25 30 45 30 35 15 45 45 30 15

35 30 35 40 30 30 35 40 35 20 35 33 30 35

4

5+

25 35 30 25 35 25 15 25 25 35 15 20 25 30

5 10 20 5 10 15 5 5 5 30 5 2 15 20

GRUPPO 3

N. Partite

GRUPPO 2

CONCORSO N. 99 DEL 3/12/2011 - IL PRONOSTICO TECNICO

Albinoleffe-Nocerina Empoli-Ascoli Livorno-Verona Modena-Vicenza Varese-Brescia Reggina-Sampdoria Inter-Udinese Blackburn-Swansea City QPR-West Bromwich

1

1

1

1X X2

1X

1 X2

X2 X2 1 1X

1 1X 1 1X 1X

1X

1-1; 2-1; 2-2


Sabato 03 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 11

TOTOGUIDA SCOMMESSE BELGIO Jupiler Pro League

L’Anderlecht sotto l’1.20: è la giornata dell’allungo decisivo? IL TURNO PRECEDENTE (15ª

GIORNATA) Standard L. - Mechelen 3-2 PARTITE DAL 25-11 AL 27-11 Cercle B. - Lokeren 1-1 Beerschot - Kortrijk 0-1 Lierse - FC Bruges 0-1 St. Trond - OH Leuven 2-1 Waregem - Anderlecht 2-3 Westerlo - Mons 2-1 Gent - Genk 2-0

Il pronostico di TS Anderlecht-OH Leuven 1 Cercle-Kortrijk 1 Standard-Gent 1X Westerlo-Bruges 2 Waregem-Lokeren Under

La possibile sorpresa 1

St. Trond-Mons

WESTERLO STANDARD L. WAREGEM ST. TROND ANDERLECHT OH LEUVEN MONS FC BRUGES MECHELEN

0-0 0-2 2-1 0-2 0-4 3-1 1-2 0-1

= ▼ ▲ ▼ ▼ ▲ ▼ ▼ .

PT G

ANDERLECHT GENT FC BRUGES STANDARD L. CERCLE B. KORTRIJK GENK MONS BEERSCHOT LOKEREN MECHELEN OH LEUVEN WAREGEM LIERSE ST. TROND WESTERLO

35 32 28 28 27 24 23 20 18 17 15 14 13 12 10 10

IL TURNO SUCCESSIVO

LOKEREN KORTRIJK CERCLE B. BEERSCHOT WESTERLO GENT WAREGEM STANDARD L. LIERSE

0-2 0-1 1-2 2-2 1-0 2-6 1-1 2-3

ANDERLECHT FC BRUGES ST. TROND MECHELEN OH LEUVEN MONS LOKEREN KORTRIJK GENK

Già

15

ST. TROND

GENT CERCLE B. BEERSCHOT LIERSE STANDARD L. WAREGEM ANDERLECHT OH LEUVEN MONS

▼ ▼ = ▲ ▼ = ▼ .

PARTITE V N P

15 11 15 10 15 8 15 8 15 7 15 7 15 6 15 5 15 4 15 4 15 4 15 4 15 2 15 2 15 2 15 2

2 2 4 4 6 3 5 5 6 5 3 2 7 6 4 4

2 3 3 3 2 5 4 5 5 6 8 9 6 7 9 9

RETI F S 32 38 28 22 19 21 28 28 25 21 18 17 14 10 22 13

2-3 1-1 4-2 2-2 2-3 2-0 1-1 0-1

OH LEUVEN ANDERLECHT LOKEREN MONS FC BRUGES KORTRIJK WESTERLO GENT BEERSCHOT

1-1 0-1 1-3 2-0 5-4 2-2 3-0 0-2

ata t u disp =

=

=

▼ .

10 MONS 3-4 2-2 2-4 2-0 1-1 0-0 1-3 2-1

▼ = ▼ ▲ = = ▼ ▲ .

FC BRUGES LOKEREN KORTRIJK GENK GENT BEERSCHOT LIERSE WESTERLO ST. TROND

IN CASA V N P

13 18 18 20 13 18 22 25 23 23 30 29 21 19 36 28

18 GENK

BEERSCHOT

(16ª GIORNATA) Beerschot - Genk 02-12 Cercle B. - Kortrijk 03-12 Lierse - Mechelen “ “ St. Trond - Mons “ “ Waregem - Lokeren “ “ Westerlo - FC Bruges “ “ Anderlecht - OH Leuven 04-12 Standard L. - Gent “ “

12 MECHELEN

LIERSE

Classifica

1-2 3-3 3-1 0-2 1-1 0-2 2-1 1-2

6 6 5 7 4 5 4 5 3 1 3 3 2 1 1 2

1 0 1 1 4 1 3 3 4 2 1 2 3 4 2 2

RETI F S

0 2 1 0 0 1 1 0 1 4 3 2 3 2 4 4

22 21 16 15 12 12 15 22 13 6 8 12 9 5 14 11

6 7 7 5 7 6 6 11 8 10 9 11 11 6 19 14

23

CERCLE B.

=

▼ .

STANDARD L. ST. TROND MECHELEN OH LEUVEN WAREGEM ANDERLECHT FC BRUGES LOKEREN KORTRIJK

20

WAREGEM

KORTRIJK WESTERLO LIERSE STANDARD L. CERCLE B. ST. TROND MECHELEN ANDERLECHT LOKEREN

▼ ▼ ▲ ▲ = ▲

= ▲ ▼ = ▼ ▲ ▼ .

V

FUORI N P

5 4 3 1 3 2 2 0 1 3 1 1 0 1 1 0

1 2 3 3 2 2 2 2 2 3 2 0 4 2 2 2

RETI F S

2 1 2 3 2 4 3 5 4 2 5 7 3 5 5 5

10 17 12 7 7 9 13 6 12 15 10 5 5 5 8 2

7 11 11 15 6 12 16 14 15 13 21 18 10 13 17 14

27 KORTRIJK 0-0 2-2 2-1 2-0 1-1 1-0 0-1 1-1

=

WAREGEM MECHELEN MONS FC BRUGES LOKEREN GENK GENT BEERSCHOT CERCLE B.

= ▲ ▲ = ▲ ▼ = .

▲ = ▼ = = = ▼ .

10 10 9 8 8 7 7 7 7 6 6 6 6

(5-5) (6-4) (4-5) (4-4) (4-4) (4-3) (5-2) (4-3) (3-4) (1-5) (3-3) (4-2) (2-4)

«OVER» Mechelen Mons St. Trond Anderlecht Genk Gent OH Leuven FC Bruges Beerschot Standard L. Westerlo Kortrijk Lokeren

24

10 10 10 9 9 9 9 8 8 8 8 7 7

(4-6) (6-4) (5-5) (6-3) (5-4) (4-5) (5-4) (3-5) (3-5) (4-4) (5-3) (3-4) (3-4)

«GOAL» Mons Beerschot Mechelen OH Leuven FC Bruges Lokeren St. Trond Waregem Gent Standard L. Anderlecht Cercle B. Genk

17

MECHELEN MONS GENK GENT KORTRIJK WESTERLO BEERSCHOT CERCLE B. WAREGEM

Cercle B. Lierse Waregem Kortrijk Lokeren FC Bruges Beerschot Standard L. Westerlo Anderlecht Genk Gent OH Leuven

0-1 ▼ 1-0 ▲ 1-3 ▼ 2-1 ▲ 4-1 ▲ 2-2 = 0-4 ▼ 1-0 ▲ .

13 LOKEREN 1-0 1-1 1-2 0-1 1-1 0-0 1-1 2-3

«UNDER»

REGOLAMENTO Le prime 6 ai play-off per la Champions League. Dalla 7ª alla 14ª ai play-off per l’Europa League. La vincente della Coppa del Belgio in Europa League. Le ultime due ai play-out. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto del numero di vittorie.

2-0 ▲ 3-3 = 3-1 ▲ 1-3 ▼ 1-4 ▼ 4-2 ▲ 1-1 = 1-1 = .

13 12 11 11 10 10 10 10 9 9 8 8 8

(8-5) (5-7) (5-6) (7-4) (3-7) (4-6) (6-4) (6-4) (4-5) (4-5) (4-4) (5-3) (3-5)

«NO GOAL»

10 FC BRUGES

WESTERLO LIERSE WAREGEM OH LEUVEN ANDERLECHT MECHELEN LOKEREN GENK MONS FC BRUGES

0-0 1-1 1-1 1-2 0-1 2-4 0-3 2-1

= = = ▼ ▼ ▼ ▼ ▲ .

MONS BEERSCHOT GENT KORTRIJK GENK STANDARD L. CERCLE B. LIERSE WESTERLO

2-1 1-1 2-0 1-2 4-5 1-2 1-0 1-0

28

ANDERLECHT

BEERSCHOT GENK STANDARD L. WESTERLO LIERSE CERCLE B. ST. TROND WAREGEM OH LEUVEN

= ▲ ▼ ▼ ▼ ▲ ▲ .

35 OH LEUVEN 3-2 1-0 5-0 2-1 4-0 0-1 3-1 3-2

▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▼ ▲ ▲ .

GENK GENT WESTERLO CERCLE B. BEERSCHOT LIERSE STANDARD L. ST. TROND ANDERLECHT

14 1-1 1-6 1-1 0-2 3-2 1-3 1-3 1-2

=

CERCLE B. LIERSE ANDERLECHT WAREGEM ST. TROND FC BRUGES OH LEUVEN MECHELEN GENT

▼ = ▼ ▲ ▼ ▼ ▼ .

I 10 numeri più in ritardo BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

Rit. 61

57

9

55

58 43

1

37

73 34

7

68

62

56

55

34 71 54 36 16

Rit. 88

66

33

32

31

31

63

61

44

50

48

2

85 80 70 35

42

13 46 85 27 67 30

Rit. 94

75

62

73 1

24

Rit. 60

54

52

53

8

55

7

25 30 12

43 46

47

38

58

34 36 64 75

Rit. 102 73

38

40

40

37

36

6

50 69

6

54 8

33

8

56 33 72 43 27 40

40

32

29

40

42

32

29

34

41

43

34

45

39

31

38

29 57 28 54 68 66 79 40 84 6

Rit. 139 68

61

60

43

39

41 60 16 40 68

7

4

61 69 62

Rit. 56

56

66

55

61

50

50

47

44

43

38

43

36 41

64 58 67 37 73 26 19 25 45 36

Rit. 83

65

57

48

48

45

41

41

38

35

21 50 31 33 78 86 70 11 59 19

Rit. 81

76

66

59

56

55

53

51

51

48

6 90 62 30 81 47 28 11 41 51

Rit. 83 Rit.

70

57

53

51

48

43

40

37

36

73 48 78 50 52 72 10 19 46 81 9

8

= ▲

ST. TROND OH LEUVEN FC BRUGES LOKEREN MONS MECHELEN KORTRIJK GENK STANDARD L.

▼ ▲ = ▲ ▲ ▲ .

4-3 6-1 0-2 3-1 1-1 6-2 4-0 2-0

▲ ▲ ▼ ▲ = ▲ ▲ ▲ .

9 8 7 7 7 7 6 6 5 5 5 5 4

(5-4) (4-4) (3-4) (3-4) (5-2) (2-5) (4-2) (4-2) (4-1) (3-2) (1-4) (2-3) (2-2)

8

6

5

5

4

4

I 10 numeri più in ritardo

I 10 numeri più frequenti

36 20 85

68 14 10 26 61 41 34 85 19 53

Rit. 70

0-0 2-0 0-5 1-0 1-1 2-1 3-1 3-2

32

10eLOTTO

LOTTO 80 62

28 GENT

STANDARD L.

Kortrijk Lierse Anderlecht Cercle B. Genk Westerlo Gent Standard L. FC Bruges Lokeren St. Trond Waregem Mechelen

4

4

BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

57 5

11 14 24 46 20 30 25 33 15

15

15

14

14

13

38 4

42 62

1

59 81

5

83 32

Freq. 19 Freq. 18

16 17

15 17

17

16

16

30 25 14 17 73 90

Freq. 18

17

78 4

Freq. 19

17

15

15

15

15

21 33 56 71 15

15

15

15

16

15

7

18 23 28

14

3

14

15

13 14

14

14

6

17 79

14

14

14 14

15

15

15

15

14

14

14

14

14

14

12

12

11 11

10

10

9

I 10 numeri più frequenti NUMERO 31 FREQUENZA 13

38 23 48 76

3

13

11 11

12

12

12

9

12 76 22 55 40 51 30 64 20 31

Il sistema

41 49 30 55 12 47 58 70 74 85

16 numeri

17

16

16

25 12

6

46 52 13 24 30 42 43

Garanzia di un “8” con 10 numeri e 1 fissa: 3 Combinazioni 21 - € 21,00

Freq. 21 Freq. 21 Freq. 18

17

17

16

16

16

16

15 15 16

15 15 15

14 15 15

14 15 15

13 15 15

13 15 15

70 14 84 16 33 41 52 60 74 50

Freq. 17

16

16

15

15

9 37 53 58 67

Freq.18

17

17

17

16

15

15

1

40 60 35 76

15

15

15

15

36 25 13 50 51 66 86 89

Freq. 19

17

15

15

15

14

14

14

2 57

15

15

14

37 12 30 38 14 42 78

6

3 43

Freq.128 126 123 122

15

15

14

118 118 118 115 114 114

I 10 numeri più frequenti

NELLA SESTINA 31 49 42 51 50 20 89 70 6 28 RITARDO 47 47 43 41 39 36 33 32 30 28

NELLA SESTINA 54 90 45 49 74 67 69 38 32 79 FREQUENZA 40 40 39 39 37 34 34 33 33 32

Il sistema

12 14 20 27 37 90

12 27 64 73 84 90

14 37 64 73 81 90

13 numeri

12 14 20 64 66 81

12 37 41 64 81 84

20 27 37 41 64 73

Ridotto a garanzia di 2 “4” con 5 numeri Combinazioni 26 € 13,00

12 14 27 41 73 81

12 45 66 81 84 90

20 27 45 64 81 90

12 14 37 66 73 84

14 20 37 41 45 66

20 27 66 73 81 84

12 14 41 45 64 90

14 20 41 81 84 90

20 37 64 66 84 90

12 20 27 41 45 84

14 20 45 64 73 84

27 37 41 66 81 90

12 20 37 45 73 81

14 27 37 45 81 84

37 41 45 73 84 90

12 20 41 66 73 90

14 27 41 64 66 84

41 45 64 66 73 81

12 27 37 45 64 66

14 27 45 66 73 90

Pronostico: 12, 14, 20, 27, 37, 41, 45, 64, 66, 73, 81, 84, 90

8 36 82 10 33 32 41 34 46 40 24 15

25 30 56 11

11

11

79 37 38 62 78 10 14 22 31 36

Freq. 16

SUPERENALOTTO I 10 numeri più in ritardo

NUMERO RITARDO

Pronostico: 2, 3, 22, 38, 42, 47, 51, 57, 59, 63, 66, 71, 75, 76, 79, 90 3 2 3 2 3 2 3 2 3 2 3 2 2 3 2 3 3 2 2 2 2

22 3 22 3 42 3 22 3 38 3 38 3 3 38 3 22 22 3 3 3 3

38 38 38 38 47 22 38 22 47 22 47 22 22 42 22 42 38 42 42 38 22

42 51 51 42 51 42 47 42 57 38 51 47 38 57 47 47 42 51 47 42 38

57 63 57 47 57 51 57 59 59 42 59 51 51 59 57 51 47 57 59 47 42

63 66 59 51 59 66 66 63 63 47 63 57 57 63 59 59 59 59 63 51 47

66 71 63 66 66 75 71 66 71 51 66 63 59 71 63 63 66 66 75 57 51

71 75 66 71 71 76 75 71 75 59 75 71 75 76 66 71 71 71 76 63 57

75 76 76 79 75 79 76 75 76 71 79 79 79 79 76 76 76 75 79 66 75

79 79 79 90 79 90 90 90 90 79 90 90 90 90 79 90 90 76 90 90 76


12 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

TOTOGUIDA SCOMMESSE SPAGNA Liga

Valencia e Siviglia per un ambo di «1» a Liga spagnola ha preso una sua precisa direzione che porta dritta al Real Madrid di Josè Mourinho. Non inganni la classifica. Virtualmente i punti di vantaggio sul Barcellona sono sei. Per il momento i catalani beneficiano dell'anticipo disputato contro il Rayo Vallecano e vinto di goleada. Nel prossimo turno la capolista promette di continuare la propria marcia. Se non è riuscito a bloccarla l'Atletico - che pure nel derby era passato in vantaggio e avrebbe potuto mirare al colpaccio se non fosse stato penalizzato da una situazione da rigore più espulsione non si vede come possa riuscirci lo Sporting Gijon. Magari si può discutere sull'opportunità di puntare sull'handicap, ma il “2” in questo match appare una certezza. Così come non dovrebbe sfuggire il successo al Barcel-

lona in casa contro il Levante. Per i ragazzi di Guardiola (nella foto Sanchez) l'avversario non è certo semplice e anche in questo caso forse per una volta non ci saranno goleade. Tuttavia, non ce la sentiamo di consigliare qualcosa di diverso dalla vittoria dei padroni di casa. Il turno dovrebbe essere favorevole anche al Valencia che ospita l'Espanyol e punta deciso verso la vittoria. Favorito anche il Siviglia contro il Getafe, anche se quest'ultimo dopo avere steso il Barcellona ha acquistato fiducia (ma in trasferta questa squadra vale poco).

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

L

(14ª GIORNATA) Getafe 1-0 PARTITE- Barcellona DAL 26-11 AL 28-11 R. Madrid - Atl. Madrid 4-1 Rayo Vallecano - Valencia 1-2 Ath. Bilbao - Granada 0-1 Betis - R. Sociedad 2-3 Espanyol - Osasuna 1-2 Levante - Sp. Gijon 4-0 Maiorca - Santander 2-1 Saragozza - Siviglia 0-1 Malaga - Villarreal 2-1

Il pronostico di TS Sp. Gijon-Real Madrid 2 Barcellona-Levante No Goal Valencia-Espanyol 1 Siviglia-Getafe 1 Real Sociedad-Malaga X

La possibilie sorpresa Maiorca-Athletic Club

2

(15ª GIORNATA) Barcellona - Levante 03-12 Santander - Villarreal “ “ Sp. Gijon - R. Madrid “ “ Valencia - Espanyol “ “ Atl. Madrid - R. Vallecano 04-12 Granada - Saragozza “ “ Maiorca - Ath. Bilbao “ “ Osasuna - Betis “ “ R. Sociedad - Malaga “ “ Siviglia - Getafe 05-12

Classifica

PT G

R. MADRID BARCELLONA VALENCIA LEVANTE MALAGA SIVIGLIA OSASUNA ATH. BILBAO ESPANYOL ATL. MADRID RAYO VALLECANO VILLARREAL GETAFE MAIORCA BETIS GRANADA R. SOCIEDAD SP. GIJON SARAGOZZA SANTANDER

34 31 27 26 23 21 18 17 17 16 16 14 13 13 13 12 12 12 10 9

1-0 3-0 0-0 1-0 5-0 2-2 4-0 0-1 4-0

0-1 1-2 2-0 2-1 1-1 2-2 2-1 0-4

Bella doppietta per Alexis Sanchez contro il Rayo

▲ = ▲ ▲ = ▲ ▼ ▲

▼ ▼ ▲ ▲ = = ▲ ▼

= = = ▼ ▲ ▼ ▲ ▼ .

46 42 21 23 17 13 16 19 10 18 15 11 14 10 12 5 12 12 12 9

10 7 13 12 16 10 25 16 15 20 19 19 19 17 19 12 20 21 27 20

BETIS MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA

ESPANYOL BETIS MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON

6 7 4 5 5 4 3 2 3 4 2 3 3 3 2 1 1 2 2 1

26 1-0 3-0 3-0 3-2 0-2 0-2 2-3 4-0

▲ ▲ ▲ ▲ ▼ ▼ ▼ ▲ .

34 4-0 4-1 4-0 3-0 1-0 7-1 3-2 4-1

▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ .

SANTANDER ESPANYOL BETIS MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA BARCELLONA

1-1 0-1 2-0 2-0 0-2 4-0 0-0 1-2 0-4

13 ATH. BILBAO 2-2 = 1-1 = 1-1 = 1-2 ▼ 0-5 ▼ 0-0 = Sos. . 2-1 ▲ .

R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA MAIORCA

1-2 0-2 0-0 2-3 0-1 0-4 0-0 3-2

▼ ▼ = ▼ ▼ ▼ = ▲ .

GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS SANTANDER VILLARREAL R. SOCIEDAD

= ▼ ▲ ▲ ▼ ▲ = ▼ ▼

17 2-1 3-1 1-1 3-0 1-1 2-2 2-1 0-1

▲ ▲ = ▲ = = ▲ ▼ .

12 MALAGA

R. SOCIEDAD ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS MALAGA

1 1 2 3 4 2 3 4 6 5 6 5 6 5 8 6 7 7 7 6

IN CASA V N P

16 RAYO VALLECANO 16 0-0 0-0 1-1 0-3 3-1 2-3 3-2 1-4

MAIORCA OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA SANTANDER ATH. BILBAO

.

ATL. MADRID SIVIGLIA GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO

1 4 3 2 2 6 6 5 2 4 4 5 4 4 1 3 3 3 4 6

12 R. MADRID

SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID

13 11 14 9 13 8 13 8 13 7 13 5 13 4 13 4 13 5 13 4 14 4 13 3 13 3 12 3 13 4 12 3 13 3 13 3 13 2 13 1

RETI F S

31 LEVANTE

BARCELLONA SP. GIJON SANTANDER SIVIGLIA GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE RAYO VALLECANO

PARTITE V N P

3-2 0-3 0-4 0-2 2-1 0-0 3-1 2-1

0 1 2 0 0 1 3 3 1 3 1 2 3 2 1 3 3 2 2 3

0 0 1 1 1 2 0 2 2 0 3 1 1 2 3 2 2 3 3 2

RETI F S

V

28 7 34 0 14 10 14 5 12 8 10 8 9 3 12 9 5 7 15 4 8 5 9 7 8 6 7 6 7 9 2 3 4 5 6 6 6 11 3 5

5 2 4 3 2 1 1 2 2 0 2 0 0 0 2 2 2 1 0 0

RAYO VALLECANO BARCELLONA ESPANYOL SIVIGLIA BETIS GRANADA MALAGA MAIORCA VILLARREAL

SIVIGLIA

ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SANTANDER GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE

▼ ▼ ▲ = ▲ ▲ .

▼ ▼ = ▲ = ▼ ▼

SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS MALAGA SANTANDER

14 2-2 0-0 0-3 0-3 2-0 0-0 1-0 1-2

27 ESPANYOL 1-0 1-1 1-1 1-0 3-1 2-0 2-3 2-1

▲ = = ▲ ▲ ▲ ▼ ▲ .

R. MADRID RAYO VALLECANO SANTANDER BETIS MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA

VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA

= ▼ ▲ = ▲ ▼ = ▲ .

LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL SANTANDER MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA

= ▲ = = ▼ = ▼ ▲ .

MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA

▼ ▲ = ▲ ▼ .

▼ ▲ ▲ ▲ ▼ =

= ▲ ▼ ▼ ▼ = ▼ ▼ .

13 0-1 1-4 0-2 0-1 0-1 0-0 0-1 2-3

10 9 9 8 7 7 7 7 7 7 6 6 6 5 5 5 5 5 4 3

(6-4) (4-5) (3-6) (3-5) (3-4) (5-2) (4-3) (5-2) (2-5) (3-4) (3-3) (2-4) (4-2) (3-2) (1-4) (3-2) (4-1) (5-0) (1-3) (0-3)

«OVER» Barcellona R. Madrid Atl. Madrid Malaga Osasuna Saragozza Sp. Gijon Ath. Bilbao Levante R. Sociedad Espanyol Getafe Santander Siviglia Villarreal Maiorca Rayo Vallecano Valencia Betis Granada

10 10 8 8 8 8 8 7 7 7 6 6 6 6 6 5 5 5 4 2

(7-3) (6-4) (4-4) (5-3) (3-5) (3-5) (2-6) (4-3) (4-3) (2-5) (3-3) (2-4) (1-5) (5-1) (3-3) (3-2) (3-2) (4-1) (2-2) (0-2)

«GOAL» Ath. Bilbao Getafe Osasuna Sp. Gijon Valencia Maiorca R. Madrid R. Sociedad Siviglia Atl. Madrid Espanyol Levante Malaga Rayo Vallecano Santander Saragozza Betis Villarreal Barcellona Granada

10 7 7 7 7 6 6 6 6 5 5 5 5 5 5 5 4 4 3 2

(5-5) (3-4) (2-5) (3-4) (5-2) (4-2) (5-1) (2-4) (5-1) (3-2) (2-3) (2-3) (3-2) (2-3) (2-3) (2-3) (2-2) (2-2) (0-3) (1-1)

▼ ▼ ▼ ▼ = ▼ ▼ .

13 2-3 0-0 0-0 2-2 1-3 3-2 1-2 1-0

«UNDER» Granada Betis Rayo Vallecano Valencia Espanyol Getafe Maiorca Santander Siviglia Villarreal Ath. Bilbao Levante R. Sociedad Atl. Madrid Malaga Osasuna Saragozza Sp. Gijon Barcellona R. Madrid

= ▼

10 2-2 2-0 0-3 0-1 1-3 2-2 0-4 0-1

21 GETAFE 0-0 2-1 0-0 2-2 1-2 0-0 1-2 1-0

= ▼

.

18 BETIS 2-2 1-3 3-0 2-2 2-0 1-7 0-0 2-1

=

17 0-4 1-0 1-0 1-0 1-2 0-0 0-0 1-2

12 SARAGOZZA 0-1 ▼ 0-0 = 0-2 ▼ 0-1 ▼ 2-1 ▲ 0-0 = Sos. . 1-0 ▲ .

OSASUNA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS

=

.

GRANADA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA SANTANDER MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA

REGOLAMENTO

9 VILLARREAL 1-1 0-3 0-1 2-2 1-0 0-0 1-3 1-2

VALENCIA GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL

RETI F S

Le prime 4 in 1 18 3 Champions 1 8 7 League. La 5ª e 1 7 3 la 6ª in Europa 2 9 7 League 3 5 8 insieme alla 0 3 2 vincente della 3 7 22 Coppa del Re di 2 7 7 Spagna. 4 5 8 5 3 16 Retrocedono le 3 7 14 ultime 3. In caso 4 2 12 di arrivo a pari 5 6 13 punti si tiene 3 3 11 conto degli 5 5 10 scontri diretti. 4 3 9 5 8 15 4 6 15 4 6 16 4 6 15

1 3 1 2 2 5 3 2 1 1 3 3 1 2 0 0 0 1 2 3

SANTANDER

23 ▼

FUORI N P

▼ = = = ▼ ▲ ▼ ▲ .

«NO GOAL» Barcellona Granada Betis Rayo Vallecano Villarreal Atl. Madrid Espanyol Levante Malaga Santander Saragozza R. Madrid R. Sociedad Siviglia Getafe Maiorca Osasuna Sp. Gijon Valencia Ath. Bilbao

11 10 9 9 9 8 8 8 8 8 8 7 7 7 6 6 6 6 6 3

(8-3) (5-5) (4-5) (4-5) (4-5) (4-4) (4-4) (4-4) (3-5) (4-4) (5-3) (1-6) (4-3) (2-5) (4-2) (3-3) (4-2) (4-2) (2-4) (2-1)


Sabato 03 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 13

SPORT

LA CITTÀ

All’Università dell’Orientale gli studenti di Lingue ottimisti per il match contro il Villarreal

«Lo spagnolo non è difficile» Nicola Sellitti NAPOLI - Azzurro contro giallo. La sfida del Napoli a Lecce e Villarreal è anche un duello tra colori primari. Gli studenti dell’Università Orientale avvertono Mazzarri e soci: il successo sui giallorossi nell’anticipo di campionato in programma stasera al San Paolo è l’unica password d’accesso per affrontare con entusiasmo la trasferta spagnola. «C’è il rischio che gli azzurri sottovalutino l’impegno, mai hanno giocato bene prima di una gara di Champions League. Dove si deve vincere, perché i biscottoni sanno prepararli anche all’estero» riflette Mario Agozzino, che frequenta il corso di Scienze Politiche. Tra i consigli al tecnico azzurro per la partita con i pugliesi c’è un turno di riposo per El Pocho Lavezzi: «Serve la sua esplosività contro gli spagnoli, si è affaticato molto tra Manchester City, Atalanta e soprattutto Juventus. Farei prender fiato anche ad altri 4-5 titolari, un turnover sul modello Chievo, siamo a un passo dall’impre-

sa, non possiamo fallire». D’accordo anche Gennaro Vitaliano : «Passare il turno sarebbe un sogno. E i punti persi in campionato sinora non scalfiscono il grande cammino stagionale del Napoli. Gli altri tifosi ricordano gli azzurri così forti in passato in Europa?». Riccardo Botteghella è iscritto al corso di Laurea in Lingue. Il Vil-

Marina Tinto «Con il Lecce e in Champions sarà devisivo il Pocho Lavezzi Anche Hamsik è in grande ripresa»

larreal evoca brutti spettri. «L’anno scorso ho visto la gara di ritorno di Europa League contro i gialli in un pub di Valencia. Una delusione enorme, eravamo migliori di loro, dimostrandolo per oltre metà gara. Stavolta andrà meglio e passeremo il turno. Per poi affrontare il Barcellona. È destino, vanno riscattati i cinque gol subitinell’amichevoleestiva».Per arrivare in forma al Madrigal stasera serve un ampio turnover: «Il Napoli sia coerente con le scelte operate a inizio stagione, con preferenza per la Coppa. Si dia fiducia ad alternative come Dzemaili, Santana, Mascara, che potrebbero esplodere come Pandev». Per Marina Tinto , studentessa di Psicologia, il doppio successo con Lecce e Villarreal passa attraverso le accelerazioni di Lavezzi: «Pocho decisivo, anche Hamsik è in grande ripresa. E il Matador Cavani segnerà le reti della qualificazione». Dall’Orientale alla facoltà di Lettere della Federico II. La passione azzurra unisce gli atenei napoletani. «Conto le ore della

Gennaro Vitaliano «Passare il turno sarebbe un sogno E i punti persi in campionato non scalfiscono il giudizio globale» gara di Vila Real, non vanno sprecate troppe energie stasera. I titolarichiudanolagaraneiprimi sessanta minuti per poi sostituire alcuni big. Con Maggio e Campagnaroinpanchina»spiegaMattia Cuozzo . I fratelli Vincenzo e Giosuè Di Maria sono tifosi milanisti che si augurano il passaggio delturnoazzurroinCoppa.Eche vedrebbero con piacere Marek Hamsik al fianco di Ibrahimovic e Pato: «Calciatore moderno e intelligente - dice Giosuè - farà la carriera di Lampard». Per Vincenzo lo slovacco «è il giocatore più tecnico del Napoli, non capisco come possa essere criticato».


14 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

SPORT IL RITRATTO Negli Allievi di Liguori spiccano le doti del centravanti, classe ’95

Barone ha i quarti di nobiltà per diventare re dei bomber IL PARERE

‘‘

Il talent-scout Massimo Pipolo scommette sulle sue qualità

«Vincenzo è un attaccante moderno, perché ha la struttura fisica della prima punta e il fiuto del gol di un opportunista, uno alla Inzaghi per intenderci». Massimo Pipolo, talent scout della Fedele Management, mette il dna calcistico di Barone sul vetrino del microscopio e sviscera i filamenti. «Vincenzo vive per il gol, ondeggiando sempre sul filo del fuorigioco. È un giocatore - continua l’osservatore - che riesce ad abbinare a questa caratteristica anche una tecnica di base di buon livello ed una capacità di dialogare nello stretto con il compagno, liberando spazi importanti. Deve, però, migliorare tatticamente». «Diverse volte - spiega Pipolo - il desiderio di esser nel vivo del gioco lo porta troppo lontano dalla porta, da quei sedici metri dove può e sa essere decisivo. Vedendolo giocare da diversi anni, son convinto che sia perfetto come terminale centrale in un attacco a tre o come prima o anche seconda punta in una linea offensiva di un 4-4-2».

Barone in azione

Marco Giordano NAPOLI - Nascere a pochi passi dal San Paolo ti fa scorrere dentro un fluido che si condensa in una macchia sulla pelle, quella che volgarmente, ed efficacemente, è chiamatalavoglia.Edèunavoglia di azzurro, una voglia di stare attaccato ad un pallone, indossando una maglietta di quel colore che è un tuffo tra cielo e mare. E quella di Vincenzo Barone, classe ’95, potrebbe essere la storia di tanti altri ragazzi che nascono accanto al San Paolo, in quella Fuorigrotta, culla di tanti sogni e di qualche delusione. GLI ESORDI - È così che Vincenzo scende in strada e calcia i primi palloni sotto lo sguardo vigile di mamma Marianna e di papà Francesco. Uno svago, nulla di più, perché a casa c’è una scala di valori ben definita, scandita da una profonda religiosità. Poi, un amico di famiglia inizia a consi-

Sta frequentando l’istituto Bernini la stessa scuola di Fuorigrotta dove studiava un altro scugnizzo: Fabio Cannavaro gliare, suggerendo di iscrivere il Vincenzo in una scuola calcio. Il piccolo non sta nella pelle, la passione è un’attrazione che lascia poco spazio alle remore. Così come pochissimi sono i dubbi sul ruolo. IL RUOLO - Barone è un attaccante, di razza. Due-tre anni dove il calcio si divide con i primi anni di scuola, ma resta un addentellato, un divertimento per restare in salute e fare amicizia. Poi, però, qualche osservatore sgrana gli occhi di fronte a quel ragazzino che

ma.gi.

Il tecnico degli Allievi, Nicola Liguori

non sbaglia un pallone sotto rete, che ha un senso della porta fuori dal comune per uno della sua età. Ed arrivano provini, complimenti ed ammiccamenti. Ma Barone senior è uno ben piantato a terra, uno che lavora per la

sua famiglia e che non conosce il lusso del volopindarico. Quasi stoppa le prime velleità del figlio. Ma la chiamata del Napoli è una di quelle che davvero non si può rifiutare. La trafila è quella classica, connotata sempre dalla stessa caratteristica: il gol. Arrivano tantissime reti, quelle che valgono la riconferma anno per anno ed un posto da

IN CAMPO La Primavera ospita il Gubbio, i Berretti a Benevento

Il tecnico della Primavera, Sormani

I ragazzi di Sormani a caccia di un successo scaccia-crisi dopo il pesante ko di sabato col Bari Torna Fornito dalla squalifica Ballottaggio davanti tra Romano e Scielzo

NAPOLI - Si torna in campo per vincere. Perché stanno piovendo critiche, anche eccessive su questa Primavera. Oggi, alle 14.30, sul campo di Frattamaggiore si scende in campo contro il Gubbio. Una sfida che dirà poco in termini di classifica, molto potrà far capire sullo stato mentale di una squadra reduce da una pesante sconfitta a Bari. Il tecnico Dodo Sormani ha lavorato sulla parte tattica, cercando di far quadrare i meccanismi di questa formazione, cercando di trovare l’olio giusto per far girare a dovere un 4-3-3 fatto di possesso palla e di grande densità in ogni zona del campo. Mancherà il solo Jacopo Dezi: per il talentino ex Giulianova c’è ancora da aspettare prima di tornare a calcare i terreni di gioco. Così, la start-line dovrebbe prevedere Crispino tra i pali, Allegra e Nicolao sulle fasce, con Di Falco e Celiento centrali. Iuliano sarà il play in mediana, con Palma, Pesce, Fornito (che rientra dalla squalifica) ed Esposito a giocarsi le altre due maglie

in mediana. In attacco l’unico ballottaggio è tra Romano e Scielzo, con Signorelli e Roberto Insigne a dare qualità al reparto offensivo. Il Gubbio è penultimo con nove lunghezze, ad un solo punto dagli azzurrini a quota dieci. Gara d’alta classifica, invece, per la Berretti di Felice Mollo. I baby si giocano la vetta della graduatoria in casa del Benevento. I sanniti sono avanti di due lunghezze. In caso di vittoria, gli azzurrini scavalcherebbero i giallorossi, artigliando il primo posto del Girone F. Si gioca in casa della capolista: priva, però, dell’allenatore che l’ha trascinata in alto. Carmelo Imbriani, ex del Napoli, è approdato alla guida della prima squadra, lasciando la guida tecnica della Berretti. Sarà una gara molto tesa, una partita che vale più dei tre punti messi in palio dal calendario. Ma.Gio.

titolare con tutti gli allenatori. L’INCONTRO CON LIGUORI - Fino ad arrivare agli Allievi Nazionali, fino a riabbracciare Nicola Liguori come mister ed un progetto tecnico che ti mette tanto nelle gambe e nella testa. Ma l’altra metà dell’universo della vitadiVincenzoBaroneèquelladi chi corre verso un sogno, ma che ha bisogno, allo stesso tempo, di restare ben saldo sulla terra. Così, l’istituto Bernini è il crocevia per imparare una professionalità che sarà sempre utile. LA SCUOLA - Con uno stimolo in più: i banchi sono gli stessi frequentati anche da Cannavaro. Che poi è tornato sempre lì, a Fuorigrotta. In un’altra scuola, quella che ti mette di fronte ad un esame diverso ogni settimana, con sessantamilaprofessoriagiudicarti. Vincenzo Barone sta gettando le basi per godersi, un giorno, la più bella commissione che possa mai valutarti, in novanta minuti più recupero.

Vive per il gol Può giostrare da prima punta o da attaccante esterno nel 4-4-2 Deve migliorare solo tatticamente


il Domani dello Sport

28

Sabato 03 Dicembre 2011

Altri Sport Lo sport in tv 10.20 13.15 15.00

15.00 15.25

15.55

Pallavolo: CdM M (Giappone-Italia) Eurosport Sci di fondo: CdM M e F (Sprint TL) Sky Sp. 2 Tennis: WilliamsWilliams vs. Pennetta-Schiavone Sky Calcio Calcio: Serie B Sky Sp. 3 Calcio: Bundesliga (Bayern MonacoWerder Brema) Calcio: Premier Sky S. 1 Ligue (Manchester Sky Sp. 2

16.00

18.25

19.00 20.30 20.45

City- Norwich) Basket: Serie A (Virtus Roma-Pepsi Caserta) Sky Sp. 3 Calcio: Premier Ligue (Aston VillaManchester Utd) Eurosport Sci Alpino: CdM M (SuperG) Eurosport Sci Alpino: CdM F (Discesa libera) Sky Sp. 1/MP Calcio: Serie A (Napoli-Lecce) La7

BASKET Scalabrine lascia la Benetton per tornare alla Nba

TENNIS Rafa Nadal polverizza Monaco in Coppa Davis

Brian Scalabrine lascia la Benetton Treviso e torna negli Stati Uniti. La società veneta ufficializza l’addio del lungo, che torna in patria in vista dell’inizio della Nba. Alla luce del nuovo scenario Usa, con la imminente riapertura del campionato Nba, la Benetton Basket ha accolto la richiesta del giocatore.

Rafa Nadal dà alla Spagna il punto dell’1-0 nella finale di Coppa Davis contro l’Argentina a Siviglia. Nel primo singolare, Nadal ha sconfitto Juan Monaco per 6-1, 6-1, 6-2. Nel secondo singolare la Spagna ha schierato David Ferrer. L’Argentina, invece, ha puntato su Juan Martin Del Potro.

FORMULA 1 L’associazione dei team perde due pezzi del circus, battaglia per il rinnovamento

TENNIS Le Williams oggi a Milano

Ferrari e Red Bull, addio alla Fota Lucia Ginevra

MILANO - Le sorelle Williams a Milano per disputare, oggi, il doppio di esibizione contro la Schiavone e la Pennetta. Un evento molto atteso in Italia. Ieri è stato il giorno dello sbarco in Italia: le Williams sono atterrate all’aeroporto di Malpensa alle 10.30. La loro giornata è continuata con un pranzo insieme a Giorgio Armani, all’Armani Hotel. Poi, visita al nuovo showroom dello stilista in via Borgonuovo accompagnate da Roberta Armani, nipote di Giorgio. Alle 16, la conferenza stampa. Subito dopo, allenamento all’Harbour Club per prepararsi alla sfida. Oggiè il giorno della grande sfida, a partire dalle 15.30. Non solo il doppio Italia-Usa, ma anche quattro esibizioni singolari. Con la Schiavone e la Pennetta poi andranno a mangiare del pesce e finire la serata in discoteca. Domenica, alle 10, è prevista la partenza da Milano, destinazione Miami. Si concluderà così la 48 ore delle sorelle WIlliams in Italia. Ad organizzare l’evento Ernesto De Filippis, promoter per Mca Events insieme al comune di Milano: «Nessuna tennista al mondo - dice de Filippis al Corriere della Sera ha l’appeal delle Williams, neppure la numero uno al mondo, Carole Wozniacki. Ecco perché alle migliori italiane non potevamo opporre le migliori in assoluto. Due vere dive: nessun artista italiano viaggia a quei livelli stratosferici».

ROMA - La Ferrari ufficializza l’uscita dalla Fota, l’associazione deiteamdiFormula1.IlCavallino haannunciatoladecisione«difficile e meditata a lungo» con una nota sul proprio sito. «Ferrari ha comunicato al Presidente Martin Whitmarsh la propria uscita dalla Fota, l’associazione che riunisce le squadre partecipanti al Campionato del Mondo di Formula 1», sileggenellanotadiMaranello.«È stata una decisione difficile e meditata a lungo, presa a malincuore dopo aver analizzato l’attuale situazione di stallo su alcuni degli argomenti che furono alla base della nascita dell’associazione, di cui la Ferrari stessa, attraverso Luca di Montezemolo, fu ideatrice e promotrice: non fu certo un caso che lo stesso Presidente della casa di Maranello abbiaricopertol’analogacaricanella Fota fino al termine del 2009, prosegue la Ferrari. «Alcuni dei maggiori successi ottenuti in questi anni dall’associazione delle squadre, anche in collaborazione con la Fia, sono stati ottenuti in termini

di riduzione dei costi, il che ha portato significativi benefici per tutti, grandi e piccoli team. La Ferrari è stata in prima fila su questo fronte ancorprimadellanascitadellaFota e intende rimanerci per assicurare la sostenibilità dello sport a lungo termine», dice il Cavallino prima di evidenziare che «ora però si rende necessario imprimere una nuova accelerazione perchè la spinta propulsiva della Fota

si è ormai esaurita, nonostante il lavorosvoltodall’attualePresidente, Martin Whitmarsh, sia stato eccellente, sempre rivolto a trovare un punto di accordo fra le diverse posizioni in modo da raggiungere il bene comune». La Ferrari fa sapereche«continueràalavorareinsieme alle altre squadre per rendere più efficace ed efficiente l’attuale accordo sul controllo dei costi, per modificarlo e renderlo più

stringente su determinati aspetti come l’aerodinamica, per riequilibrarlo su altri, come i test, e per allargarlo anche ad aree che non sono attualmente coperte, come il motore». «La Formula 1 - prosegue la nota - sta attraversando, come tutto il mondo del resto, una fase molto delicata. La volontà della Ferrari è di lavorare insieme a tutte le parti in causa per il futuro di uno sport che rappresenti la massima espressione tecnologica dell’automobilismo sportivo. Dobbiamo tornare a far sì che la Formula 1 ad essere davvero una palestra per la ricerca tecnologica avanzata per trasferirne i risultati sulle vetture Granturismo». «E poi - conclude la Ferrari - non dobbiamo dimenticarci che questo sport deve diventare più fruibile e più vicino al pubblico e, inoltre, non può rimanere l’unico sport professionistico dove sia praticamente impossibile allenarsi». Si è poi appreso in giornata che anche la scuderia Red Bull, oltre alla Ferrari, ha deciso di uscire dall’associazione che riunisce tutti i team di Formula 1.

BREVI MOTORI - Pastor Maldonado correrà con la Williams anche nel 2012. Il team britannico ha confermato il pilota venezuelano anche per la prossima stagione del Mondiale di F1. Maldonado ha corso quest’anno il suo primo campionato del mondo e ha conquistato un solo punto grazie al decimo posto nel Gp del Belgio. «Sono molto contentodipotercontinuare a correre con la Williams, darò il massimo per aiutare il team e spingeremo per tornare a lottare per le prime

posizioni in griglia», le parole di Maldonado. «È stata una stagione difficile per noi ma a livello personale ho avuto la possibilità di imparare e crescere. Sono convinto che i passi fatti quest’anno permigliorarelanostracompetitività daranno frutti nel 2012 e nelle stagioni successive. Sono emozionato di essere parte di questo progetto e di rappresentare il popolo del Venezuela in F1», aggiunge. Secondo Frank Williams, team principal della scuderia, «Pastor ha dimostrato quest’anno di

non essere solo veloce ma anche costante e di avere un buon passo di gara». Il venezuelano, aggiunge Williams, «giocherà un ruolo importante nel 2012». La Williams ha inoltre ingaggiato come pilota di riserva il finlandese Valtteri Bottas. Rimane incerto, invece, il futuro di Rubens Barrichello. GOLF-MatteoManassero, 79° con 144 colpi (72 72, +4), ed Edoardo Molinari, 87° con 145 (70 75, +5), sono usciti al taglio, caduto a 142 (+2), nell’UBS Hong Kong Open, penultimo torneonelcalendariodell’European Tour che si sta disputando sul percorso dell’Hong Kong Golf Club (par 70) a Fanling. Sono rimasti al comando con 133 colpi, sette sotto par, il nordirlandese Rory McIlroy (64 69) e lo spagnolo Alvaro Quiros (64 69), e si sono portatiinterzaposizionecon 134(-6)ilthailandesePanupol Pittayarat e lo scozzese

Richie Ramsay. In quinta con135(-5)l’ibericoMiguel Angel Jimenez, il neozelandese Danny Lee e l’altro thailandese Pariya Junhasavasdikul, in ottava con 136 (-4) l’australiano Marcus Fraser, il danese Soren Kjeldsen, l’austriaco Martin Wiegele, lo svedese Peter Hanson e l’inglese David Horsey, che era in vetta insieme a McIlroy e a Quiros dopo 18 buche. Hanno recuperato l’inglese Ian Poulter, 21° con 139 (-1), il thailandese Thongchai Jaidee, 29° con 140 (par), e

lo statunitense John Daly, 53° con 142 (+2). HOCKEY - I risultati della National hockey league (Nhl): Carolina Hurricanes New York Rangers 3-5; Washington Capitals - Pittsburgh Penguins 1-2; Winnipeg Jets - Phoenix Coyotes 1-0; Dallas Stars Ottawa Senators 3-2; Calgary Flames - Columbus Blue Jackets 3-4; Vancouver Canucks - Nashville Predators5-6;SanJosèSharks - Montreal Canadiens 4-3; Los Angeles Kings - Florida Panthers 2-1.


16 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

SPORT In un’intervista su puntonet il presidente delle aquile è sembrato più deciso di Mascaro. Domani la partita

Derby: Cosentino il più motivato CATANZARO - Una simpatica intervista parallela quella effettuata dal sito «uscatanzaro.net», ai due presidenti di Vigor e Catanzaro, Paolo Mascaro e Giuseppe Cosentino, e pubblicata ieri. Dalla stessa emergono particolari curiosi, come quello in cui alla domanda: In quale occasione pensa: è davvero bello fare il presidente? Mascaro afferma «Praticamente mai. Fare il presidente di una società di calcio, specie oggi, è un atto di follia» mentre Cosentino la pensa esattamente al contrario rispondendo:«Sempre, di questi tempi. Grazie alle vittorie e l’entusiasmo per i risultati della squadra. Ho deciso di venire a fare calcio a Catanzaro per passione, non certo per business visti i soldi che stiamo spendendo». La stessa domanda, posta al contrario (in quale occasione pensa che sia davvero difficile fare il presidente?), dà ragione invece a chi, come chi scrive, consigliava al presidente Cosentino di non fidarsi troppo degli imprenditori catanzaresi. Ecco infatti la sua risposta: «Quando sento i catanzaresi che si riempiono la bocca della squadra, della serie A, ma poi quando vai a bussare alle porta degli imprenditori perché offrano il loro contributo alla causa del Catanzaro ti aprono in pochi. O quando tifosi adulti comprano i biglietti da 1 euro riservati ai ragazzi e cercano di entrare allo stadio. E poi magari sono gli stessi che si lamentano perché i biglietti sono più cari...» Davvero disarmante. Ma la cosa per fortuna non fa passare l’entusiasmo al presidente che poi risponde «Il Catanzaro

I NUMERI UNO

Il presidente della Vigor Paolo Mascaro

Il presidente della Vigor Lamezia alla domanda «In quale occasione pensa è davvero bello fare il presidente di una squadra di calcio» ha rispostoin maniera categorica «mai» Agli antipodi invece il Cosentino pensiero, decisamente più entusiasmante

non c’entra niente con questi campionati. Voglio fare del mio meglio qui perché questa squadra non può continuare a giocare su certi campi». Ed è proprio questo il Cosentino che più ci piace: determinato e ambizioso, come i veri tifosi giallorossi. Intanto le due città sono in trepida attesa del derby di domani. Catanzaro Lamezia ovvero due realtà separate da soli 35 km. Eppure per entrambe le tifoserie quando le due squadre giocano contro si pone sempre lo stesso problema: come organizzarsi per assistere alla partita in assoluta tranquillità. Purtroppo anni addietro alcuni episodi spiacevoli da ambo le parti hanno contribuito ad aumentare una tensione assurda fra due realtà che quotidianamente vedono i residenti dei due centri recarsi per motivi di lavoro verso l’una o l’altra città. Questa volta il clima sembra non essere quello degli anni scorsi. La "guerra" contro Catanzaro capoluogofomentatadaqualcunosolo per loschi fini elettorali è scemata e forse questa volta potremo assistere a una sana giornata di sport con i classici sfottò sportivi che se simpatici danno il giusto clima al derby. Anche le due società guidate da validi dirigenti stanno contribuendo a smorzare la tensione evitando dichiarazioni sopra le righe. C’è anche la politica che cerca di rasserenare gli animi. Il sindaco Gianni Speranza ha invitato il suo collega Michele Traversa e il presidente della provincia Wanda Ferro alla partita di domenica con lo scopo di vivere una giornata d’amicizia. Giornata particola-

re quella di domenica, infatti in mattinata le vie di Lamezia saranno attraversate da ciclisti che ricorderanno le vittime decedute il 5 dicembre dell’anno scorso. Una tragedia che colpì tutta la nazione e che catanzaresi e lametini potranno ricordare insieme. Per la trasferta di domenica i tifosi giallorossi dovranno essere muniti di tessera del tifoso. La richiesta di alcuni club giallorossi di organizzare la trasferta recandosi con gli autobus dell’amministrazione comunale o delle FCL non ha ancora trovato risposte. Il sindaco

Traversa avrebbe reperito gli autobus ma sembrerebbe che gli autisti non vogliano affrontare la breve trasferta per non precisati motivi. Diversa invece la questione dei mezzi dell’azienda municipalizzata di Catanzaro. La risposta data al sindaco sarebbe che gli autobus non possono percorrere tragitti extra urbani anche se nel 2006 proprio i mezzi dell’AMC accompagnarono in tutta tranquillità 500 tifosi giallorossi che si recarono a Lamezia Terme. Pochi i biglietti venduti a Catanzaro per adesso. E’ evidente

che i sostenitori attendono le modalità su come raggiungere la Città della Piana. Alcuni lo faranno in macchina e probabilmente se non dovessero essere concessi gli autobus è possibile che di concerto con le Forze dell’Ordine si organizzi un raduno per partire tutti insieme seguendo un percorso obbligato con gli agenti di sicurezza a fare da scorta. La giornata di oggi sarà decisiva per sapere come organizzarsi. C. P.


Sabato 03 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 17

SPORT Ferraro e compagni dovranno riscattare l’ultima amara sconfitta

La Volo Virtus Lamezia contro Vibo per il terzo derby stagionale Antonello Iovane LAMEZIA TERME - Il cartellone della ottava giornata di campionato di volley serie B2 girone I prevede l’incontro, tutto interno in terra calabra, tra la Callipo Sport Vibo Valentia e la Volo Virtus Lamezia. Per la compagine lametina si tratterà del suo terzo derbystagionale,ilsecondoconsecutivo. L’esordio di campionato, infatti, è avvenuto sul campo del Catanzaro, incontro perso nettamente per tre set a zero, medesimo risultato rimediato dai virtusini, tra le mura amiche del Palasparti, una settimana fa nel match contro il Cosenza. Porfida e compagniscenderannosulparquetdel Palavalentia per cercare di interrompere il trend negativo nei derby, e smentire il detto popolare non c’è due senza tre. Un compito non facile poiché entrambe le squadrearrivanoall’appuntamento di questo sabato dopo due pesanti sconfitte, pronti a darsi battagliasottoreteperconquistarepunti importanti per migliorare la propria classifica. Nello specifico la Callipo Sport è ferma a quota otto punti, quart’ultima in classifica con tre vittorie e quattro sconfitte, l’ultima delle quali con la capolista AS Pallavolo Messina, una delle due squadre ancora imbattute nel torneo. La squadra vibonese nelle partite casalinghe non ha avuto un buon inizio di campionato. Nei tre match precedenti, infatti, solo tre punti scaturiti, sconfitta netta per tre set a zero a parte, grazie ad una vittoria ed una sconfitta, entrambe ottenute al tie break. Il coach Clau-

La Next Atlas riceve la visita del Nicotera

La formazione lametina guidata dal coach Ninì Colloca

dio Torchia ha l’intenzione di conseguireilbottinopienoperallontanarsi dalla zona retrocessione superando in classifica proprio la compagine lametina. Volo Virtus che, con i suoi dicei punti, frutto di tre partite vinte e quattro perse, punta da una parte ad allontanarsi

Una vittoria permetterebbe alla formazione biancorossa di abbandonare le zone calde della graduatoria.

dalla zona calda e non farsi, quindi,coinvolgerenellalottapermantenere la categoria, dall’altra non perdere troppo terreno dalla zona Play Off promozione, composta al momento dal duo Lauria – Giarratana che hanno in cascina già diciotto punti. «La sconfitta con il Cosenza ci è servita per riflettere, speriamo di concretizzare qualcosa di positivo in questo derby con Vibo Valentia». Sono le parole di mister Colloca che avrà il compito di spronare costantemente i suoi ragazzi,vistiunpo’troppodistratti nell’ultimo match casalingo dove hanno giocato una pallavolo modesta. Un miglioramento necessario, suggerito anche dai dati statistici della squadra che pos-

siede una quota punti di 0,9579 derivante da una superiorità dei punti subiti, 546, in rapporto ai punti fatti, 523. Medesimo andamento per la quota set, 0,8462, risultatoditredicisetpersicontrogli undici vinti. Per Ferraro e compagni l’ideale sarebbe ripetere la prestazione messa in campo in casa del Trapani che portò alla vittoria piena della Volo Virtus, unici tre punti conquistati fuori casa a fronte delle due sconfitte con il già citato Catanzaro ed il Ragusa. La partita sarà diretta da Savaglio Maria Elena, primo arbitro, assistita dal secondo arbitro Belcastro Francesco di Cosenza.

LAMEZIA TERME - Per la Next Atlas Volley, oggi pomeriggio, presso la Palestra Agraria di Savutano, l’ultima partita davanti al proprio pubblico prima della sosta natalizia. Si tratta di uno scontro davvero importante per il prosieguo del campionato. La formazione lametina attualmente quarta in classifica si ritroverà di fronte, infatti, la propria prima inseguitrice, il Nicotera. 14 punti per gli ospiti, 15 punti per i padroni di casa. Obiettivo dei Lametini conquistare l’intera posta in palio sia per mantenere le distanze da una diretta concorrente, sia per non perdere contatto con il vertice che dista soltanto tre punti e anche per salutare nel migliore dei modi i propri sostenitori. Per i gialloblù soliti problemi in formazione. Ogni partita infatti non è facile sostituire l’opposto Giuseppe Ferraiuolo, infortunatosi dopo appena due giornate. Per il giocatore lametino frattura del piatto tibiale, la speranza dei compagni e dei vari sostenitori dei gialloblù è di poterlo rivedere in campo nel nuovo anno. Vanessa Paola

Cercheranno di dar continuità ai propri risultati le ragazze di coach Grandinetti LAMEZIATERME-Oggipomeriggio presso la Palestra Gatti andrà di scena l’incontro tra la Volley Lamezia e la Conad Palmi. Le ragazze guidate da mister Giancarlo Grandinetti cercheranno di dare continuità alla mini serie di risultati positivi dell’ultimo periodo. La squadra è infatti reduce da tre vittorie negli ultimi tre incontri. Un ottimo momento quello che stanno vivendo attualmente le atlete lametine dopo un inizio di campionato non entusiasmante, decisamente in salita. Nelle prime quattro partite erano, infatti, arrivate quattro sconfitte e la conquista di appena due punti. A difesa Volley

della squadra della Città della Piana va detto che il calendario non ha aiutato la Lamezia Volley costringendola immediatamente alle sfide più complicate. Nelle prime quattro giornate si sono ritrovatedifrontelequattroformazioni candidate alla vittoria finale del campionato. La rotta comunque è stata ormai invertita ed ora è inutile ripensare a ciò che è stato ma bisogna solo guardare avanti e cercare di ottenere da questa stagione più soddisfazioni possibili. Ricordiamo che la formazione della Volley Lamezia è composta per lo più dalle stesse ragazze che lo scorso anno hanno ottenuto la

promozione dalla Serie D. Le uniche novità in rosa sono rappresentate dalla banda Mary Trapuzzano che ritorna alla corte di coach Giancarlo Grandinetti e dal libero Monica Mannarelli proveniente dal Pescina. Per il prossimo incontro saranno tutte disponibili ad eccezione dell’ancora assente per infortunio, Simona Cirifalco. La giocatrice, infatti, si è fatta male durante la scorsa stagione ed in estate è stata operata al ginocchio. Il suo recupero tuttavia e fortunatamente per la formazione lametina è ormai quasi completato. v.p.


18 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

SPORT VOLLEY SERIE A2

Dopo il successo in terra pugliese, l’Assitur deve dare continuità anche in casa

Ed ora non fermatevi più M.S.S. Vigilia di un incontro importante per l’ Assitur Corriere Espresso Soverato del presidente Matozzo. Domani, infatti, al Pala Scoppa sarà di scena la capolista del campionato Banca Reale Yoyogurt Giaveno, compagine piemontese che si trova prima con ventidue punti all’ attivo, frutto di otto vittorie su altrettante gare disputate, di cui solamente due vinte al tie – break.Sullacarte,dunque,unasfidada“missionimpossibile”,perle ragazze di coach Marco Breviglieri; tuttavia, le cavallucce marine negli anni passati ci hanno abituato a prestazioni impressionanti dal punto di vista del gioco e del risultato ( basta ricordare la scorsa stagione il secco tre a zero inflitto al Loreto, allora terza forza del campionato, oppure il tre a zero al Crema ) ; con il pubblico del Pala Scoppa, poi, si sa che alla fine tutto èpossibile;sicuramentequelloche verrà sarà tutto guadagnato per le calabresi ioniche che proprio davanti al pubblico amico, presente in buona parte anche domenica scorsa in Puglia, possono giocarsela contro qualsiasi avversario. Quella piemontese è una grande squadra,guidatadauncoachmolto esperto, un calabrese doc quale

Desiree Glod

Le giocatrici dell'Assitur Soverato

è Bruno Napolitano che, ricordiamo, nello scorso campionato, ha stravinto meritatamente la serie A2 con il Parma. La società del Giaveno ha costruito in estate una formazione per salire direttamente in A1, e dispone di giocatrice di assoluto rilievo che in questi campionati fanno veramente la differenza. L’ Assitur di coach Breviglieri sta preparando la gara nel migliore dei modi, sperando anche nel recupero di qualche giocatricechemancadaalcunesettimane nella formazione del coach emiliano. Le ragazze si sono allenate con molta determinazione e voglia di fare bene, con il morale alto dopo la bella prova vittoriosa di San Vito dei Normanni, e domani contro la capolista vogliono, giustamente, giocarsi le loro carte, pur sapendo di avere di fronte una squadra importante. Grande tifo sono pronti a fare tutti i sostenitori dell’ Assitur; si prevedono infatti arrivi anche da fuori Soverato per assistere a quella che sarà certamente una bella partita a prescin-

dere dal risultato finale; gli ultras, preparano le ultime coreografie e non mancheranno i soliti tamburi assordanti e le trombe per accompagnare le azioni di Moncada e compagne. Intanto siamo riusciti

Questa domenica al Pala Scoppa sarà di scena la capolista del campionato Banca Reale Yoyogurt Giaveno a raggiungere telefonicamente, il coach degli ospiti Bruno Napolitano che lo scorso anno ha fatto i compimenti alla squadra del presidente Matozzo. “riflettori saranno puntati su di noi - esordisce coach Napolitano, calabrese doc e pertanto in vista di questo autentico tour de force che ci vedrà impegnati tre volte nell’arco di una

settimana cercheremo di far frontealleinsidiechesipresenteranno. Cominciamo con la trasferta più lunga di questo torneo, consapevoli di dover affrontare una squadra agguerrita e galvanizzata dalle ultime due vittorie conseguite. Giocare sul campo di Soverato non sarà facile, loro avranno il supporto del loro caloroso pubblico. Noi dobbiamo continuare ad applicarci come sappiamo, senza dover accusare troppo la pressione. Nel corso del’allenamento congiunto disputato giovedì a Novara ho potuto trarre delle importanti indicazioni, stiamo lavorando in un clima di grande ottimismo, ma sappiamo che per portare a casa l’ennesimo risultato positivodovremoveramentedisputare una partita perfetta". Anche in casa Assitur si attende la gara con serenità e fiducia ; sono due le ex di turno in questa gara, entrambe con la casacca biancorossa, la regista Moncada e la schiacciatrice venezuelana Glod, che nella scorsa stagione erano in Piemonte

a Giaveno. “Affrontiamo una squadra forte – commenta Elisa Moncada – che ha come obiettivo finale la vittoria del campionato. Noi siamo reduci dalla bella prova diSanVitodoveabbiamoottenuto tre punti importanti per la nostra classifica;ovviamenteciteniamoa far bene davanti ai nostri tifosi, che sicuramente come sempre, ci staranno vicino. Ci siamo allenate bene in questa settimana e domani vogliamo fare una bella partita anche se sappiamo che non sarà facile. Adesso ci aspettano tre partite delicate in appena una settimana e dobbiamo fare più punti possibili per migliorare la posizione in classifica”.AnchelavenezuelanaDesiree Glod spera in una buona gara; “ speriamo di fare bene domani contro Giaveno; loro sono forti in tutti i reparti e stanno facendo bene in questo campionato; sicuramente non sarà facile, ma ce la metteremo come sempre tutta per cercare di raggiungere un buon risultato, davanti al nostro pubblico chesarànumerosocomesempre”. L’ Assitur, domani mattina, svolgerà la consueta seduta di rifinitura che servirà a coach Breviglieri per sciogliere gli ultimi dubbi sulla formazione.

Elisa Moncada


Sabato 03 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 19

SPORT MONDO GYM La struttura è nata 22 anni fa per volontà di Luigi Nicotera e Lina Ferraro a Lamezia

FISIODINAMIC PALESTRE Una passione per lo sport Antonello Iovane LAMEZIA TERME - L’A.S. Fisiodinamic Palestre nasce nel novembre del 1989 dalla passione per lo sport di Luigi Nicotera e Lina Ferraro ed in questi ventidue anni, grazie al talento dei numerosi atletichel’hannoqualificata,èdivenuta una delle realtà sportive maggiormente presente e più importante della città di Lamezia Terme. Situata in via Trento, nel cuore della città, in ampi locali, oltre mille metri quadrati, messi a completa disposizione dei suoi iscritti, i quali hanno la possibilità di scegliere e praticare molteplici attività sportive tra quelle offerte dalla palestra. Nell’ambito della ginnastica, ad esempio, è possibile seguire corsi formativi, di diminuzionedelpeso,attivitàfisicariabilitativa, posturale e dolce con un occhio di riguardo per i diversamente abili, prevedendo per essi degli appositi percorsi di ginnastica. La Fisiodinamic è aperta anche per i patiti di minibasket, minivolley e squash oltre che ai “classici” cultori dello step, aerobica e fitness. Menzione a parte va per il corso di Body Bulding, in cui la palestra si è distinta per aver organizzato stage con il campione Alessandro Galli o con Markus Ruhl, già campione del mondo della specialità, nell’ambito della manifestazione “Grand Prix Nazionale di Body Building- Città di Lamezia Terme”. Novità della stagione 2011/2012 sono lo Yoga, il Muay Thai Kick Boxing, antica tecnica

Uno scorcio della Fisiodinamic

Gli istruttori della Fisiodinamic Palestre Mariaconcetta Fedele, Lina Ferraro, Luigi Nicotera e Francesca De Luca

di lotta thailandese, la pedana basculante, il centro “Seven Toning” ed il TaiChi Chuan. Quest’ultima è un’antica arte marziale cinese basata sul concetto taoista di Ying-Yang, l’eterna alleanza degli opposti. Nato come sistema di autodifesa, Tai Chi Chuan significa letteralmente "suprema arte di combattimento", si è trasformato nel corso dei secoli in una raffinata forma di esercizio per la salute ed il benessere. La pratica del Tai Chi Chuan consiste principalmente nell’esecuzione di una serie di movimenti lenti e circolari che ricordano una danza silenziosa, ma

che in realtà mimano la lotta con un opponente immaginario. La pratica attenta e costante di queste tecniche, rende il corpo più agile e armonioso migliora la postura ed ha un effetto benefico sul sistema nervoso e sulla circolazione. Alla Fisiodinamic,inoltre,siballa.L’attività fisica, infatti, è possibile realizzarla anche muovendo il proprio corpo a tempo di musica, avendo la possibilità di scegliere il ritmo più confacente alle proprie tecniche di danza. Sono presenti, infatti,corsi di ballo per tutti i gusti, dal classico al moderno, dal liscio ai balli più esotici, come i caraibici

Un momento di "Cose di danza" 2011

ed il latino americano, fino ad i balli sociali. Un ampio salottino posto all’ingresso, adornato dai tanti trofei di cui la palestra è insignita, rende poi la Fisiodinamic anche un luogo di aggregazione in cui gli atleti hanno la possibilità di socializzare. Diversi gli appuntamenti organizzati durante l’anno. Un esempio ne è “Cose di Danza”, il concorso nazionale di danza, un galà di danza classica, moderna, jazz e contemporanea svoltosi con il beneplacito del CSEN, Centro Sportivo Educativo Nazionale, che nell’ultima edizione ha visto la presenza del Maestro Michele Vil-

lanova, primo ballerino al Teatro la Scala di Milano. Il Christmas Fitness, iniziativa praticamente nata insieme alla palestra, che quest’anno, però, trasloca da Lamezia a Chiaravalle. «Un’altra occasione persa per la città» afferma Luigi Nicotera, il quale non ha ottenuto dal Comune l’esiguo finanziamento richiesto,«oltretutto si avranno notevoli disagi organizzativi per lo spostamento di centinaia di atleti, soprattutto giovanissimi». Eppure le capacità organizzative e la qualità delle iniziative son state ampiamente dimostrate dalla Fisiodinamic con stage di danza tenuti da grandi maestri e coreografi come Erika Silgoner, Steve La Chance, famoso al pubblico dei giovanissimi per la sua partecipazione come giudice al talent show “Amici”, o Little Phil, uno dei più grandi talenti dell’ Hip Hop moderno a livello mondiale, che ha lavorato con alcune delle più celebri star quali: Mariah Carey, Britney Spears, Backstreet Boys, Justine Timberlake, solo per citarne alcuni.

Situata in via Trento, nel cuore della città, in ampi locali, oltre mille metri quadrati, messi a completa disposizione dei suoi numerosi iscritti


20 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

DALL'ITALIA E DAL MONDO Evasione, la Gdf rivela: record a Rimini con 165 milioni di euro Nella provincia di Rimini nel 2011 sono stati evasi 141.988.777 euro di imposte dirette, 23.272.941 di Iva. Il dato è stato reso noto dal comandate provinciale della Guardia di Finanza di Rimini, colonnello Mario Venceslai, nel corso della presentazione della campagna contro l’evasione fiscale ideata

dalla Provincia di Rimini. L’iniziativa è stata presentata in un incontro con la stampa dal presidente della provincia, Stefano Vitali, e dal colonnello Venceslai. Per sensibilizzare i cittadini nei confronti di un fisco consapevole, si prevede quindi l’affissione di un manifesto dal titolo "Futuro. Scomparso per eva-

sione fiscale", che a partire dal 5 dicembre verrà affisso nei 27 comuni della provincia, per un totale di 1.700 copie. E per renderepiùincisivalacampagnailcolonnello Venceslai ha fornito i dati aggiornati al novembre di quest’anno sull’attività del comando provinciale della Guardia di Finanza.

Emersi alcuni dettagli della manovra. Colpiti i ceti più ricchi. Schifani: tutto pronto entro Natale

Ecco la super tassa sui beni di lusso

Cesare Giraldi La scure del governo Monti cominciaarivelarsi.Alcunideidettagli che andranno a comporre il provvedimento finanziario che sarà varato lunedì prossimo dal Consiglio dei ministri sono trapelati nelle ultime ore. La novità più sensazionale, ma in parte aspettata, è quella di una super-tassa sulle barche e i beni di lusso. Questa misura all’insegna dell’equità andrebbe ad aggiungersi alla patrimoniale o super-Ici sulle seconde e terze case, su cui si sta studiando un meccanismo di riserva per lo Stato, cioè una parte del gettito dovrà essere riversata dai Comuni all’Erario. E proprio in merito a tale ipotesi l’associazione nazionale dei comuni ha

Schifani: «Noi da parte nostra, come Parlamento siamo pronti a garantire al governo l’approvazione definitiva della manovra prima di Natale» espresso il suo dissenso: «I comuni sono pronti a collaborare con il Governo», a fare la loro parte di ulteriori sacrifici, «ma vorremmo che il presidente del Consiglio ci considerasse parte della soluzione del problema, e non il problema, perchè le cicale non siamo noi». Lo ha detto il presidente nazionale dell’Anci Graziano Delrio, parlan-

do al direttivo dell’Anci Marche a Porto Sant’Elpidio (Fermo). In questi ultimi mesi, ha ricordato Delrio, «i comuni hanno subito tagli enormi ai trasferimenti per il sociale e i trasporti pubblici, ma sono stati capaci di risparmiare miliardi di euro, mentre le amministrazioni centrali hanno continuato a fare le cicale». Un problema serio, ha aggiunto il sindaco di Reggio Emilia, «perchè quando si parla di rigore è necessario che i sacrificisianosuddivisiinmaniera seria: a partire dalle amministrazioni centrali». Nel pacchetto manovradilunedìdovrebbeesserci anche l’aumento delle aliquote Irpef di 2 o 3 punti per gli scaglioni oggi al 41 e 43% che passerebbero cosìal43e45%.Ilprovvedimento, che sarà rilevante e dovrebbe assicurare circa i due terzi delle risorse, come indicato anche all’Europa nella promessa di impegni eloaborata dall’italia, contiene anche la reintroduzione dell’Ici sulla prima casa, con un’aliquota più bassa di quella vecchia e un’ampia manovrabilità per i Comuni: fermo il valore della rendita, si agirà sulla percentuale di adeguamento o sul moltiplicatore per allargare la base imponibile dell’imposta. Non solo. L’innovazione e la informatizzazione diventerà obbligatoria: la parte relativa alle entrate contiene anche l’obbligo di fatturazione elettronica per tutti e la ri-

BREVI La stima: in Italia in 11 mln navigano con smartphone Riparte Vinoforum, gusti e tradizioni del vino Fino a pochissimi anni fa oggetto per pochi, oggi gli smartphone sono diffusi in maniera sempre più capillare: il 50% dei telefoni cellulari posseduti dagli italiani sono ’intelligentì e nelle vendite questi hanno nettamente superato i modelli meno evoluti.SitrattadidatiNielsenaggiornati al terzo trimestre 2011 e illustrati oggi allo Iab SeminaraFieramilanocity,dai quali emerge anche che gli italiani che ’naviganò con lo smartphone sono 11 milioni. «Sonogià20milioniglismartphone - spiega Salvatore Ippolito, presidente Vicario di Iab Italia - e quasi 11 milioni, secondo i dati Audiweb più

aggiornati, le persone che mensilmente navigano su internet dal cellulare». Se si considera poi che ad andare in rete sono circa 27 milioni di persone, la quota di chi lo fa dal proprio dispositivo mobile è quasi la metà, e «tradueotreanni-affermaIppolito - potrebbe esserci il sorpasso, secondo alcune previsioni».

Uno smartphone

Il7el’8dicembreperlaprima volta Vinòforum, manifestazione enogastronomica, si presenta con un’edizione invernale: "Vinòforum Class". Nel cuore di Villa Borghese a Roma, Casina Valadier, che per due giorni ospiterà una selezionedi90etichettedelle più prestigiose aziende italianeeinternazionali.Oltreagli spazi dedicati alle eccellenze enologiche,sicelebral’incontro tra il sigaro e rinomati distillati. Un salotto nel quale si approfondiranno le tecniche didegustazionedeisigaridella tradizione italiana in abbinamento a grandi etichette di distillati.VinòforumClass,incollaborazione con Cappiello

Design, icona di stile e cultura nelcampodell’interiordesign, ridisegna le diverse aree di Casina Valadier attraverso le opere degli artisti Fabrizio Di Nardo e Piero Orlando di Officina Materica che hanno fatto della tecnologia e dell’artigianato una forma d’arte sperimentando,grazieagliutensili della tradizione, la trasformazione del legno multistrato.

duzione della soglia per la tracciabilità (probabilmente a 500 euro). Ma un incoraggiamento al premier è arrivata anche dal presidente del Senato Renato Schifani: «La manovra è fondamentale e va adottata lunedì, non si può ulteriormente indugiare». Lo ha riferito a margine di un incontro a Palermo, svoltosi ieri. «Noi da parte nostra, come Parlamento - ha concluso - siamo pronti a garanti-

re al governo l’approvazione definitiva della manovra prima di Natale». «Ha fatto bene il presidente del Consiglio ad ascoltare, girare l’Europa, sentire i partner e a confrontarsi con le parti sociali - ha aggiunto Schifani - dopo di che verrà il momento delle decisioni e vanno adottate inequivocabilmente.Sarannodecisionidure,ioloso, ma nell’interesse del Paese occorre chiedere a tutti responsabilità».

Dai partiti sostegno a Monti «L’ho già detto a Washington, totale appoggio al governo Monti, aspetto come tutti le misure di lunedì». A ribadire il sostegno al nuovo esecutivo è stato l’ad di Fiat Sergio Marchionne, parlando a Bruxelles. Il sostegno a Mario Monti «è assoluto», ha ribadito Marchionne, parlando con i giornalisti a Bruxelles, sottolineando «l’impegno serio da parte di una persona che conosco, forse l’unica che ha una credibilità internazionale per chiudere il cerchio con i mercati internazionali». L’ad di Fiat non ha però voluto commentare le misure che il governo dovrebbe varare lunedìprossimo:«Giudicareilsuooperato è prematuro, credo che farà bene, bisogna avere fiducia nella sua saggezza e nella sua esperienza, avrà il sostegno mio e della Fiat». E se da una voce prestigiosa dell’imprenditoria italiana viene un sostegno a Monti, anche dal mondo della politica arriva un consenso trasversale. Il Pdl «non porrà paletti, nè farà trattative», ma al premier Mario Monti chiederà che il pacchetto di misure anti-crisi varate dal Cdm di lunedì siano equilibrate e non determinino «uno scontro sociale». Lo ha sottolineato il segretario del Pdl, Angelino Alfano, in una conferenza stampa in via dell’Umiltà. «Andremo domani (oggi per chi legge, ndr) alle 12 da Monti - annuncia il segretario del partito - assieme a Cicchitto e Gasparri e andremo all’incontro con

Angelino Alfano

grandeaperturadispirito,perchèessendo la manovra il cuore dell’esistenzadelgovernostesso,ilsuoprovvedimento centrale, non possiamo certo metterlo in dubbio». Alfano precisa: «È chiaro che siccome non si tratta di provvedimenti economici che non possono essere incolori e inodori, vogliamo capire qual è il colore e l’odore delle misure, ma senza porre paletti o avviare negoziazioni e trattative, perchè Monti deve avere tutta l’apertura possibile in questo momento». «Sia chiaro, però - avverte Alfano- che il Pdl difenderà ovviamente, sia nell’incontro di domani con Monti, che nel dibattito con l’opinione pubblica, le sue idee e i suoi programmi». Alfano si augura che «il provvedimento del governo possa essere equilibrato e non crei uno scontro sociale, perchè la sfida vera di questo governo è dare risposte urgenti ai mercati». Diverso invece il posizionamento dell’Udc, che sosterràlemisuredelgovernoinmateria economica anche se saranno interventi «impopolari». Lo ha ribadito Pier Ferdinando Casini, auspicando un «riequlibrio generazionale» del sistema pensionistico a favore dei giovani. Anche il Pd promette approvazione. E oggi Pierluigi Bersani incontrerà il premier Mario Monti alle 21. A illustrare la manovraalpaesecipenseràlostesso Monti, che martedì sarà ospite di Bruno Vespa a "Porta a porta".


Sabato 03 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 21

DALL'ITALIA E DAL MONDO «Contro la crisi l’Europa è impegnata in una maratona, dove non vince il più veloce. Il momento più difficile è al trentesimo km e chi vince non è quello che parte più veloce, ma quello che è attento a tutto il percorso»

Crisi, l’avviso della Merkel Gli eurobond non bastano Andrea Morrone Quello di ieri della Cancelliera tedesca Angela Merkel al Bundestag è stato un discorso che ha analizzato politicamente le condizioni di crisi in cuio versano gli stati europei. «Contro la crisi l’Europa è impegnata in una maratona, dove non vince il più veloce. Il momento più difficile è al trentesimo km ha detto la cancelliera usando la metafora - e chi vince non è quello che parte più veloce, ma quello che fa attenzione a tutto il percorso». Tutto sommatola cancelliera si è detta ottimista sulla strada intrapresa per una soluzione della crisi. A fianco a lei il cancelliere austriaco Werner Faymann. La soluzione, secondo la Merkel, è nell’unione fiscale, di cui si è comunciato a dibattere dopo la sua proposta di qualche giorno fa: «Non ci limitiamo a parlare di Unione fiscale, ma cominciamo a crearla. Serviranno regole molto severe, almeno per i paesi della zona euro». Per la Merkel infatti i politici sono responsabili di avere sbagliato nello gestire le finanze pubbliche europee: «la politica ha fallito per molti anni», ha detto criticando le spese eccessive. Per questohapropostolaCortediGiustizia Europea che abbia il potere di punire le violazioni delle regole di stabilità dell’eurozona, sottolineando che i giudici sarebbero «indipendenti dall’influenza politica». Per gli errori compiuti i politici in Europa hanno «perso di credibilità», ha ammesso ancora la Merkel. «Abbiamo bisogno di una disciplinafiscaleeunmeccanismo effettivo di gestione delle crisi così dobbiamo cambiare i trattati o crearne di nuovi». Il cancelliere ha comunque espresso la convinzione che l’euro sopravviverà a questa crisi: «l’euro sta affrontando il suo più grande test, e sta provando il suo valore - ha detto - è stabile». A questo proposito, la Merkel ha ricordato il ruolo della Banca Centrale Europea e l’importanza di rispettarne l’indipendenza: «la Bce - ha detto - è diversa dalla Federal Reserve, il suo ruolo è stabilizzare il valore dell’euro».

L’appello:«Non ci limitiamo a parlare di Unione fiscale, ma cominciamo a crearla. Serviranno regole molto severe» Quello che è certo, secondo la Merkel, è che gli eurobond sono una soluzione che non paga nel lungo termine: «Gli eurobond non sono un contributo alla soluzione della crisi. Chi non ha ancora capitocheglieurobondnonsonounrimedio a questa crisi non ha capito la natura di questa crisi», ha continuato la Merkel. Un passaggio durante il quale la cancelliera è stata interrotta dalle risate di alcuni deputati dell’opposizione, in particolare dei Verdi. «Devo ripetere?», ha replicato la Merkel. «Non abbiamo l’intenzione - ha continuato -siamoancoramoltolontanienon è affatto possibile per la nostra costituzione,fardecidereecontrolla-

re da un’istituzione europea le nostre entrate e le nostre spese». E fino a quando - ha aggiunto - «questo non è la situazione il dibattito sugli eurobond è chiuso». «Gli eurobond adesso - ha concluso - non sono un contributo alla crisi». le perole della Merkel sono state pronunciate all’indomani dell’intervento del presidente francese Nicolas Sarkozy, che aveva ipotizzato la rifondazione Ue. Non sono mancati i commenti dall’Italia. «L’Italia deve fare fino in fondo la sua parte con sacrifici ripartiti fra tutte le forze sociali e con interventi in molteplici direzioni fra cui le pensioni e anche quelli riguardanti la crescita. Tutto ciò che si può farealivellonazionalerischiaperò di essere vanificato se non si modifica il quadro europeo sovrastante, dagli eurobond al mutamento del ruolo della Bce». Di altro avviso la vicepresidente della Camera Rosy Bindi, del Pd: «Spero che il dualismo Merkel-Sarkozy sia un rilancio della dimensione comunitaria dell’Europa perchè non è pensabile che la crisi europea si possa risolveresemplicementenelrapporto tra due capi di Stato».

Siria, l’Onu denuncia un tragico record ben 56 bambini uccisi a novembre Con 56 vittime, novembre è stato il mese che ha registrato il più alto numero di bambini e minorenni uccisi dalla repressione in Siria. Lo ha ha denunciato oggi a Ginevra il professore brasiliano Paulo Pinheiro, presidente della Commissione internazionale di inchiesta indipendente sulla Siria istituita dal Consiglio Onu sui diritti umani. «I bambini non sono stati risparmiati dalle violenze», ha affermato. Stando a «fonti attendibili», dallo scoppio delle rivolte in marzo ad oggi, «307 bambini sono stati uccisi dalle forze dello Stato, di cui 262 maschi e 45 femmine. E novembre è stato finora il mese più mortale con 56 vittime», ha detto Pinheiro in un intervento alla sessione straordinaria del Consiglio Onu per i diritti umani sulla Siria. Altri sono stati posti in detenzione e torturati», ha aggiunto. E intanto la commissione internazionale di inchiesta indipendente sulle violazioni dei diritti umani in Siria ha detto di aver in parte aggirato il negato accesso al Paese deciso da Damasco ricorrendo a Skype: «Abbiamo avuto colloqui con 223 vittime e testimoni».

Turchia, la rivelazione di una fonte Erdogan donerà 300 milioni ad Hamas Il premier turco Recep Tayyep Erdogan avrebbe invitato segretamente ad Ankara il primo ministro del governo della Striscia di Gaza, Ismail Haniye, per donare al movimento islamico di Hamas un finanziamento da 300 milioni di dollari. A rivelarlo è una fonte della dirigenza di Hamas da Gaza al giornale kuwaitiano ’al-Seyassah’. Secondo la fonte, «questo finanziamento servirà a salvare il movimento islamico dalla bancarotta finanziaria causata dall’embargo israeliano e dalla forte diminuzione degli aiuti inviati dall’estero». Ankara avrebbe apprezzato gli sforzi di Hamas per cambiare sede del suo ufficio politico da Damasco verso un altra città della regione e avrebbe risposto positivamente alle richieste di aiuto del gruppo islamico, invitando Haniye per un incontro. «La visita è stata per ora rinviata», ha concluso la fonte.

NEWS

Russia, Migliori (Ocse): ancora lento il processo di democratizzazione

Egitto, i fratelli musulmani vincono nel quartiere copto del Cairo

Unusosistematicodellerisorseamministrative:è ilfenomeno«piùpreoccupante»dellacampagna elettoralerussaperilvotolegislativodel4 dicembrerilevatofinoradagliosservatori internazionalidell’Osce,comehadettoRiccardo Migliori(Pdl),cheguidaladelegazioneitaliana dell’Organizzazioneperlacooperazioneela sicurezzaeuropea.«C’èunaidentificazionetralo StatoeRussiaUnita(dicuièleaderilpremier VladimirPutin),conunatendenzaadomologareil votoafavoredelpartitodominantedoveè possibile,nellefabbriche,nellescuole,negliospedali»,spiegaMigliori,cheinquesti giornihaincontratoinsiemealladelegazioneOsce,traglialtri,dirigentideipartiti, esponentidell’opposizione(compresol’excampionemondialediscacchiGarry Kasparov),ilvicepresidentedellaDumaAleksandrBabakov.Miglioriammetteche dalleultimeelezionilegislativedel2007«nonsonostatifattigrandipassiinavanti»,a partiredall’obbligoperunpartitodiottenerelaregistrazionedaministerodigraziae giustizia.«Maledomandechecidobbiamofareèsecisonostatimiglioramentinel pluralismodeimediaeseèpossibileunaevoluzionedelsistemapolitico»,osserva. «Alcuninostriinterlocutorirussisostengonochetra5-10anniesisteràun parlamentoconunadestraeunasinistra,forseconunaspaccaturadiRussiaUnita. Quindic’èunaprospettivaditipoeuropeo»,prosegue.Quantoalrischiodibrogli, Miglioriritieneche«unamanipolazionedelvotoèdifficileincittàcomeMoscaeSan Pietroburgo»,maipotizzachepossaesserepiùfacilenellerepubblichecaucasiche.

L’Egitto comincia a fare i conti con un risultato elettorale che potrebbe seriamente modificare gli equilibri politici che si sono creati dopo la rivoluzione della primavera araba. Nel quartiere a forte presenza copta di Shubra al Cairo i Fratelli musulmani hanno ottenuto il 40% dei voti, seguiti dal blocco egiziano, coalizione di partiti liberali e laici, col 30% e dai salafiti di el Nour, che hanno incassato il 15% dei voti. È quanto scrive il sito online Youm 7. In attesa che la commissione elettorale egiziana annunci in serata, alle 20, le 19 in Italia, i risultati del primo turno delle elezioni legislative in nove governatorati, continuano le indiscrezioni dell’esito del voto sui media online. Secondo al Ahram online la coalizione salafita avrebbe incassato il 20% dei voti e secondo alcune fonti i salafiti con il partito dei Fratelli musulmani, Giustizia e libertà, potrebbero già portare a casa 120 dei 168 seggi in palio nel primo turno, il cui ballottaggio è previsto per lunedì 5 dicembre. Stando alle indiscrezioni riportate da al Ahram sono andati male gli esponenti dell’ex partito di Hosni Mubarak ma anche nomi noti della rivoluzione. Non sarebbeo passati al ballottaggio George Ishak, fondatore del movimento di opposizione Kifaya (basta), attivo già durante Mubarak, e Gamila Ismail, attivista da tempo e ex moglie del candidato presidenziale nel 2005 Ayman Nour.


www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it | www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

22 TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME ESTRATTO BANDO PER LA VENDITA DEL RAMO DI AZIENDA CONCERNENTE L'ATTIVITÀ COMMERCIALE DI VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI SITA IN VIA DELLE VITTORIE 29/31 DI LAMEZIA TERME. Il dott. Paolo Cosentino, nominato dal Presidente del Tribunale di Lamezia Terme, dott. Giuseppe Spadaro, liquidatore giudiziario della società _____, con provvedimento datato 23.06.2011, comunica che il giorno 16.12.2011 ore 12.00 procederà alla vendita del ramo di azienda, relativo all'attività di vendita di prodotti alimentari, sito in Lamezia Terme via delle Vittorie 29/31. L'importo della cessione è di euro 25.672,00 (venticinquemilaseicentosettantadue/00). Per ricevere il bando integrale, avere informazioni e/o visionare l'attività commerciale rivolgersi al liquidatore giudiziario - dott. Paolo Cosentino vico I Garibaldi, n. 4 - 88046 Lamezia Terme, tel 0968/448823 348/7358129; email cosentinopaolo@tiscali.it Gli interessati dovranno presentare la domanda di partecipazione, corredata dalla documentazione prevista dal bando, entro le ore 12.00 del giorno 15.12.2011. Il liquidatore giudiziario dott. Paolo Cosentino °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART. 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n° 53/2010 R.G.E., promossa da Atradius Credit Insurance N.V. con ordinanza emessa il 12.10.2011, ha disposto la vendita senza incanto del lotto unico, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l'udienza dell'1 febbraio 2012 ed ha fissato, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto del medesimo lotto sempre nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l'udienza del 15 febbraio 2012: lotto unico - "appezzamento di terreno agricolo di mq. 6940 sito in San Pietro a Maida, località Boschi, destinato ad uliveto e vigneto, riportato nel NCT al foglio 8, p.lla 553"; SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL G.E. HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: Quanto alla vendita senza incanto, da effettuarsi al prezzo base di euro 14.062,25: - ciascun offerente, ai sensi dell'art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l'offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione

Sabato 3 dicembre 2011

di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - l'offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; - in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta; - L'OFFERTA È IRREVOCABILE, SALVO CHE: 1. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - L'OFFERTA NON È EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - all'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell'offerente o degli offerenti l'aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l'applicazione delle previsioni di cui all'art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull'offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l'applicazione dell'art. 573, comma 2, c.p.c.; - in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l'accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A." - filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d'ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; QUANTO ALL'EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI: - essa deve aver luogo al prezzo base di euro _14.062,25; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 1.200,00; - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubbli-

il Domani co o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la per-

| AsteInfoappalti dita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del giorno 31 gennaio 2012, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; - è fissata, per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell'art. 573 c.p.c., l'udienza dell'1 febbraio 2012, ore 9.30 e segg.; NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 14 febbraio 2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - è fissata, per il giorno _15 febbraio 2012, ore 9.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.;

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria Il Sole 24 Ore - Info 0961.023922


www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it | www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

23 - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, 12 ottobre 2011 Il Cancelliere °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n° 24/2010 con ordinanza emessa il 26.10.11 ha disposto la vendita senza incanto del lotto unico nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per il 01.02.2012, ed ha fissato per il caso in cui la stessa non abbia luogo la vendita con incanto del medesimo lotto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l'udienza del 15.02.2012; lotto unico - "piena proprietà di un appartamento per civile abitazione ubicato nel Comune di Nocera Terinese, C.da Marina De Luca, posto al piano secondo, di mq 50, composto di due camere, soggiorno con angolo cottura, bagno e due balconi; l'immobile è censito nel NCEU del predetto Comune al fg 32, p.lla 197 sub 15 cat. C/3 classe 2 consistenza vani 3,5, rendita catastale e 180,76" Prezzo base euro.33.150,00; SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA SENZA INCANTO Quanto alla vendita senza incanto, da effettuarsi al prezzo base di euro 33.150,00 per il lotto unico; - ciascun offerente, ai sensi dell'art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l'offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - l'offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; - in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a sog-

Sabato 3 dicembre 2011

getto diverso da quello che sottoscrive l'offerta; - L'OFFERTA È IRREVOCABILE, SALVO CHE: 1. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - L'OFFERTA NON È EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - all'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell'offerente o degli offerenti l'aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l'applicazione delle previsioni di cui all'art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull'offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l'applicazione dell'art. 573, comma 2, c.p.c.; - in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l'accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A." - filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d'ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; QUANTO ALL'EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI: - essa deve aver luogo al prezzo base di euro 33.150,00 per il lotto unico; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 5 %, - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice

il Domani fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria;

| AsteInfoappalti IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 31.01.2012, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; - è fissata, per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell'art. 573 c.p.c., l'udienza del 01.02.2012, ore 9,30.00 e segg.; NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 14.02.2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - è fissata, per il giorno 15.02.2012 ore 9,30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 26.10.2011 Il funzionario giudiziario L. Bonaddio °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria Il Sole 24 Ore - Info 0961.023922


www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it | www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

24 EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n° 29/2010 con ordinanza emessa il 26.10.11 ha disposto la vendita senza incanto del lotti 1 e 2 nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 01.02.2012, ed ha fissato per il caso in cui la stessa non abbia luogo la vendita con incanto dei medesimi lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l'udienza del 15.02.2012 lotto uno - "piena proprietà di porzione di caseggiato con superficie commerciale di mq 134, posta al secondo piano di un edificio di maggiore consistenza e costituita da ingresso, tre camere, piccolo wc, piccolo ripostiglio e sottotetto, ubicato nel comune di Soveria Mannelli C.so Garibaldi 202 censito nel NCEU al fg 8 p.lla 600 sub 3 vani 2 e fg 8 p.lla 602 sub 9 vani 1”, lotto due - "piena proprietà di abitazione indipendente con superficie commerciale di mq 471, posta su tre piani fuori terra oltre seminterrato e sottotetto, ubicata nel comune di Soveria Mannelli C.so Garibaldi 275 censita nel NCEU al fg 8 p.lla 991 sub 1, sub 2 e sub 3”, SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA SENZA INCANTO Quanto alla vendita senza incanto, da effettuarsi al prezzo base di euro 60.300,00 per il lotto uno e euro 317.925,00 per il lotto 2; - ciascun offerente, ai sensi dell'art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l'offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - l'offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; - in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta; - L'OFFERTA È IRREVOCABILE, SALVO CHE: 1. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - L'OFFERTA NON È EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non

Sabato 3 dicembre 2011

presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - all'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell'offerente o degli offerenti l'aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l'applicazione delle previsioni di cui all'art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull'offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l'applicazione dell'art. 573, comma 2, c.p.c.; - in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l'accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A." - filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d'ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; QUANTO ALL'EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI: - essa deve aver luogo al prezzo base di euro 60.300,00 per il lotto uno ed euro 317.925,00 per il lotto 2; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 5 %, - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni,

il Domani occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della

| AsteInfoappalti presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 31.01.2012, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; - è fissata, per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell'art. 573 c.p.c., l'udienza del 01.02.2012, ore 9,30.00 e segg.; NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 14.02.2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - è fissata, per il giorno 15.02.2012, ore 9,30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione su un libretto postale di deposito giudiziario intestato al debitore e recante il numero della presente procedura esecutiva (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 26.10.11 Il funzionario giudiziario L. Bonaddio °°°°°°°°°° R.E. n° 84/2008 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Letti gli atti del procedimento e sciolta la riserva assunta all'udienza del 23 settembre 2009; Preso atto dell'istanza di vendita formulata dal creditore procedente; rilevato che custode del bene pignorato è l'esecutato; considerato che la natura e la destinazione di tale cespite, unitamente alla carenza di ele-

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria Il Sole 24 Ore - Info 0961.023922


www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it | www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

25 menti probatori da cui poter evincere il concreto pericolo di un deterioramento del cespite nelle more della definizione della procedura di vendita, inducono a ritenere che la sostituzione del debitore con un terzo quale custode giudiziario non sia allo stato, indefettibile, ex art. 559, comma 4, c.p.c., come novellato dalle leggi 80/2005,263/2005 e 51/2006, fermo restando l'obbligo dello stesso di rendere il conto della gestione, ex artt. 560 e 593 c.p.c.; ritenuto di poter condividere e prendere a fondamento del prosieguo della procedura le conclusioni della relazione dell'esperto, in ordine sia alla individuazione del compendio immobiliare che alla stima del relativo valore di mercato; ravvisate, pertanto, le condizioni per procedere, ai sensi degli artt. 569, 571 e 576 c.p.c. come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, al prezzo base di euro 103.000,00, (al netto delle spese di regolarizzazione urbanistica, pari ad euro 3.016,00) alla vendita coattiva del seguente bene: lotto unico - "appartamento sito in Lamezia Terme, Sambiase, via Palermo, n° 47, piano primo, composto da cucina-pranzo, tre stanze, un bagno, un ripostiglio e balcone, oltre a un vano ripostiglio ricavato nel sottoscala del piano terra, per una superficie lorda di mq. 120,30. L'immobile è riportato nel NCEU al foglio 83, p.lla 1134, sub 2, cat.A/3, classe 1, vani 5"; EVIDENZIATO QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO CHE

- Ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo procuratore legale anche a norma dell'art. 579, ultimo comma, presentando presso la cancelleria delle esecuzioni immobiliari, dichiarazioni, in regola con il bollo, contenente l'indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; - L'OFFERTA È IRREVOCABILE, SALVO CHE: 1. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - L'OFFERTA NON È EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - L'offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l'offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - Detta dichiarazione, deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - In caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare offerte in aumento; - All'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - In ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - Evidenziato che la vendita agli incanti deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 103.000,00 - Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 4.000,00 - Ogni concorrente, per essere ammesso

Sabato 3 dicembre 2011

all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - All'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare offerte in aumento; - Con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane spa", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - In ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; FISSA IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO - Per la presentazione presso la Cancelleria delle esecuzioni immobiliari delle offerte di acquisto ex art. 571 c.p.c. dell'immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fino alle ore 13,00 del giorno 31 Gennaio 2012, con le modalità e il prezzo base di cui sopra ridotto di 1/4; - Per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art.572 c.p.c. ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura ad una, l'udienza del giorno 1 Febbraio 2012 ore 9,30 e segg. FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO - Per la presentazione presso la cancelleria delle esecuzioni immobiliari dell'istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 13,00 del giorno 14 Febbraio 2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra ridotto di 1/4; - Per il giorno 15 Febbraio 2012, ore 9,30 e segg., la vendita ai pubblici incanti dell'immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; STABILISCE, ALTRESI', CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita 1 nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiu-

il Domani dicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa" 2; in mancanza si provvederà a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell'aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; DISPONE, QUANTO ALLA PUBBLICITÀ IN FUNZIONE DELLA VENDITA, CHE: - su impulso del procedente, sia predisposto l'avviso di vendita, da pubblicare all'albo dell'Ufficio; - a cura, rischio e spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.) del medesimo soggetto, sia data pubblicità: - in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta del creditore, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, e della relazione di stima dell'esperto sul sito internet www.asteimmobili.it almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - il creditore procedente, possa, inoltre, dare pubblicità della presente ordinanza, a sua cura ed ove lo ritenga opportuno: - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), con pubblicità muraria, da effettuarsi nei Comuni di Lamezia Terme e di ubicazione degli immobili, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - a sue spese (non rimborsabili neppure ex art. 2770 cod. civ.), ad un'ulteriore forma di pubblicità dal medesimo prescelta, da eseguirsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - la pubblicità muraria e l'ulteriore pubblicità prescelta sono dichiarate sin da ora non necessarie ai fini dell'esperibilità della vendita; - della prova della pubblicità elettronica e a mezzo stampa - da depositarsi in cancelleria almeno dieci giorni prima delle vendite sia fatto carico al creditore procedente o surrogante; AVVERTE fin d'ora le parti che, ove all'udienza fissata per la celebrazione dell'incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di applicare immediatamente - e cioè a quella stessa udienza - l'art. 591 cod. proc. civ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, in quello stesso contesto sentendo le parti e provvedendo sulla disposizione dell'amministrazione giudiziaria o sulla fissazione di una nuova vendita. DÀ ATTO Di non disporre, allo stato, la sostituzione del custode per le motivazioni innanzi espresse. ORDINA All'esecutato di presentare il conto di gestione, ex art. 560 e 593 cpc a far data dal pignoramento, con espresso avviso che in caso di inottemperanza, l'omissione sarà valutata ai fini dell'eventuale nomina di un custode esterno. Lamezia Terme 19 ottobre 2011 Il Giudice dell'esecuzione F.to Dott.ssa Adele Foresta

TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il Giudice dell'Esecuzione, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 73/2009 promossa da ITALFONDIARIO SpA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell'allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO n. 1: "Capannone di circa 700 mq. ed uffici di circa 43 mq. censiti al Catasto Fabbricati del Comune di Siderno al foglio

| AsteInfoappalti 28, mappale 366, c.da Oliveto, P.T., Cat. D/7, unità immobiliari edificate su un'area censita al Catasto Terreni (del Comune di Siderno) al foglio 28, mappale 366, ente urbano di mq. 4210" - PREZZO BASE D'ASTA: Euro 329.024,74 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO n. 2: "Abitazione con superficie coperta di circa 170 mq, posta al PT di un fabbricato (edificato su un terreno di 830 mq) di 4 piani f.t., composta da ingresso principale e ingresso secondario, corridoio, piccola lavanderia ricavata in un angolo del corridoio (lato ingresso secondario), salone, salotto, tre camere, bagno, bagnetto secondario a servizio di una delle camere, ripostiglio (in prossimità dell'ingresso secondario), cucina e piccola cantina con un unico ingresso dai locali cucina; con annesso box auto; abitazione e cortile sono censiti al C.F. del Comune di Siderno al foglio 27 mappale 178 sub 2 graffato il sub 4, C.da Scinà, Cat. A2, classe 2, vani 10; box auto censito al C.F. del Comune di Siderno, foglio 27, mappale 178 sub 3, c.da Scinà, Cat. C/6, classe 4, mq. 11" - PREZZO BASE D'ASTA: Euro 98.101,37 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l'ordinanza di vendita (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui si procederà all'esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all'udienza del 27.01.2012, alle seguenti condizioni: - entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; - l'offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; - l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all'offerente, che, a cura dell'offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - le offerte in aumento, nel caso di cui all'art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato; - l'importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l'ordinanza di vendita (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all'udienza del 24.02.2012, con il prezzo riportato nell'ordinanza di vendita alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall'art. 580 cpc; - l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria Il Sole 24 Ore - Info 0961.023922


www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it | www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

26 presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITÀ. Locri, 01 aprile 2011 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 73/2009 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE, … OMISSIS …, - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell'art. 569 cpc, con il metodo dell'incanto, alle seguenti condizioni: 1) L'immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima dell'Ing. Pasquale ANTICO (relazione depositata il 25.03.2011) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l'indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l'indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull'apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell'immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l'offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l'esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l'effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti la potestà e l'autorizzazione del giudice tutelare ove l'offerente sia un minore; 4) l'offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà

5)

6)

7)

8)

9)

10)

11) 12)

13)

14)

15)

Sabato 3 dicembre 2011

esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente, che a cura dell'offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; l'offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l'offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; l'offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l'incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l'offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all'esame delle offerte; l'udienza di vendita è fissata per il giorno 27.01.2012, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all'esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l'ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all'art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. in caso di mancata aggiudicazione, l'importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; in caso di aggiudicazione, l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione; in caso di aggiudicazione, inoltre, l'offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'esecuzione), e nello stesso termine, l'importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all'uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co., cpc); maggiori informazioni potranno essere

il Domani

16)

17)

18)

19)

20)

acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all'Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell'art. 555 cpc; B) il valore dell'immobile determinato a norma dell'art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l'avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di LOCRI, SIDERNO, ROCCELLA JONICA, CAULONIA, RIACE (invitando all'uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all'udienza di vendita; B) l'attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; ove si debba procedere all'incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d'acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell'art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall'art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d'ora per l'udienza del 24.02.2012 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; la domanda di partecipazione all'incanto dovrà riportare le complete generalità dell'offerente, l'indicazione del codice fiscale e, nell'ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere

| AsteInfoappalti prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l'offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell'incanto; 22) se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d'incanto (art. 584 cpc) e se l'offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all'art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all'incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l'aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l'aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l'incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all'art. 591 cpc (amministrazione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi,… OMISSIS… LOCRI, 28 MAGGIO 2011 F.to IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria Il Sole 24 Ore - Info 0961.023922


27 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

IN CALABRIA ’NDRANGHETA La criminalità calabrese in Toscana. Sei persone arrestate e 10 conti sequestrati

Scoperto giro internazionale di abiti falsi di Anna Bolle Le mani della ’ndrangheta anche sull’industria del falsoin Toscana. Sei persone arrestate, decine di conti correnti e oltre 30mila capi d’abbigliamentocontraffattidielevata fattura sequestrati sono il bilancio dell’operazione "Rubamazzo", scattata all’alba di ieri, con la quale i militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Arezzo e del Gico del Nucleo di Polizia Tributaria di Firenze hanno smantellato un’organizzazione criminale, a carattere transnazionale e con ramificazioni su tutto il territorio nazionale, dedita alla produzione e al commercio di ingentissimi quantitativi di capidi abbigliamento e accessori con griffe contraffatte. A capeggiarla C.G.F., 45 anni, e F.D., di 42, entrambi della provincia di Vibo Valentia, ed entrambi affiliati a note cosche della ’ndranghetacalabrese,gli"AnelloFiumara" di Filadelfia e i "Mancuso" di Limbadi, arrestati dai finanzieri insieme ad altri 4 componenti del sodalizio, residenti invece in Campania, in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del Tribunale di Firenze su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia. Le indagini hannoconfermatocomenegliultimi tempi il fenomeno della contraffazione sia ormai divenuto fonte di investimento privilegiato anche per la criminalità organizzata. Gli affiliati alla ’ndrangheta finiti in manette per gestire i rapporti commerciali e risolvere eventuali difficoltà si servivano della forza intimidatrice derivante dal loro vincolo di appartenenza alla "casa madre", facendo ricorso in molti casi a minacce e violenze. Non solo: sempre grazie al loro spessore criminale i due sono stati in grado di tessere accordi con altri gruppi, legati alla criminalità organizzata campana, specializzati nella produzione di capi d’abbigliamento e calzature contraffatte Moncler, Timberland e Nike, finalizzati al

"Rubamazzo" Smantellata organizzazione criminale, a carattere transnazionale e con ramificazioni su tutto il territorio nazionale "baratto" della merce di rispettiva produzione. Per questi motivi, nei confronti di C.G.F. e F.D., la Dda fiorentina ha configurato la specificaaggravantedeireaticommessi con metodo mafioso. Le indagini, durate oltre un anno, hanno permesso alle Fiamme gialle di ricostruire l’intera filiera del falso, partendo da diversi sequestri di carichi di merce contraffatta operati lungoleprincipaliarteriedicomunicazione della provincia di Arezzo. Da li’, grazie ad una paziente e meticolosa attività di indagine -

svolta mediante appostamenti, pedinamenti, l’intercettazione di oltre 60 utenze telefoniche, mirati accertamenti bancari ed il coordinamento con le polizie degli altri Paesi europei - si è pervenuti all’individuazione dell’organizzazione. Organizzazione capace di produrre in Turchia enormi quantitativi di capi d’abbigliamento e calzature contraffatte (recanti per lo più i marchi "La Martina" e "Ralph Lauren"), assai elastica, priva di stabili basi e depositi, che faceva viaggiare le merci in tempi rapidissimi e limitatamente ai quantitativi ordinati dalla clientela. In tal sensorisultavadeterminantelacopertura documentale fornita da società di comodo costituite ad hocperimportareicapicontraffatti, attraverso varie rotte, sia in Italia che in altri Paesi europei, come Spagna, Austria, RegnoUnito, Olanda e Germania. Per eludere eventualicontrolli,gliappartenenti al sodalizio erano ben attenti a comunicare di persona, incontrandosi prevalentemente in alcuni locali dell’aretino, o con i più

avanzati mezzi tecnologici e preferivano noleggiare gli automezzi allorquando era necessario effettuare trasporti su gomma. Ecco perchè i finanzieri hanno preferito monitorare plurime spedizioni di merce contraffatta, mutuando modalità investigative tipiche del settore degli stupefacenti, le cosiddette "consegne controllate". Oltre 50 i commercianti indagati.

Ex assessore comunale Laria respinge le accuse: mai illeciti CATANZARO - Ha respinto le accuse sostenendo di non aver mai commesso illeciti, Caterina Laria, l’ex assessore del Comune di Catanzaro nella giunta di centrodestra in carica fino al 2005. Laria, cheèdifesadall’avvocatoGiancarlo Pittelli, è stata sentita ieri mattina nel processo in cui è imputata per il reato di concussione. Durante l’interrogatorio l’ex assessore ha risposto alle domande del pubblico ministero, Gerardo Dominijanni, e del suo difensore sostenendo di non aver mai chiesto segnalato persone che assunzioni. L’ex assessore comunale aria è accusata di aver chiesto alla Fondazione Città Solidale, che si occupa di as-

sistenza ai disabili, di effettuare l’assunzione di alcune persone da leisegnalateincambiodiunaserie di provvedimenti amministrativi per un progetto comunale. L’inchiesta che ha portato al processo é scaturita dopo una denuncia

presentata alla Procura dai vertici della Fondazione. Al termine dell’interrogatorio di Caterina Laria il processo é stato aggiornato al 30 gennaio prossimo.

RIFIUTI

Restano in carcere i veritci della Enertech I giudici del tribunale della libertà di Catanzaro hanno rigettato le richieste di scarcerazione nei confronti dei vertici della Enertech, la società che gestisce la discarica del capoluogo calabrese. I ricorsi riguardavano il proprietario della Enertech, Stefano Gavioli, 54 anni, di Venezia, detenuto in carcere; l’amministratore della società Enrico Prandin, di 49, di Rovigo, ed il legale dell’azienda, Giancarlo Tonetto, di 56, di San Donà di Piave (Venezia),

entrambi ai domiciliari. I tre sono stati arrestati nelle settimane scorse nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Catanzaro sulle presunte irregolarità nella gestione della discarica di Catanzaro. Agli indagati vengono contestati a vario titolo i reati di associazione per delinquere finalizzata all’evasione fiscale ed alla violazione delle norme ambientali. Si conoscerà nei prossimi giorni, invece, la decisione dei giudici del tribunale della libertà sulla richiesta di dissequestro della discarica. L’impianto è stato sequestrato dopo che i carabinieri del Noe perché il percolato prodotto dai rifiuti veniva scaricato nel fiume Alli per poi finire in mare. cm


28 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

IN CALABRIA Ieri il Ministro dell’Ambiente è stato in Calabria per incontrare il Governatore

Emergenza rifiuti, Clini e Scopelliti: lavoro comune sulla differenziata di Carmela Mirarchi

REGGIO CALABRIA - Il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, è arrivato a Reggio Calabria, dove al palazzodelConsiglioregionale,sta incontrando il presidente della Giunta calabrese, Giuseppe Scopelliti. All’incontro sono presentiancheilneocommissarioper l’emergenza rifiuti in Calabria, Vincenzo Speranza, ed il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto. Il presidentedellaRegione,Scopelliti, ha affrontato con il Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, le questioni ambientali. «Con il Ministro - ha detto Scopelliti-abbiamoconcordatounaserie di iniziative di prossima attuazione per avviare in maniera decisa la raccolta differenziata almeno nei grandi centri urbani della Calabria, migliorando così la vita delle comunità. Abbiamo le idee molto chiare e potremo in pochissimo tempo attivare tutte le risorse, comunitarie, nazionali e regionali, per affrontare con determinazione questo problema». Il presidentedelConsiglioregionale, Francesco Talarico, nel suo intervento, ha parlato «di questione ambientale frutto di pesantissime eredità che sono certo, grazie all’impegnodelpresidenteScopelliti e del Ministro Clini, potrà trovarerisposte efficaci». «Ci siamo impegnati con il presidente Scopelliti a definire un piano di lavoro comune che abbia come obiettivo quello di realizzare una infrastruttura permanente in Calabria per la raccolta differenziata e per la valorizzazione dei rifiuti»o ha affermato il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini a margine della conferenza stampa

In Calabria il minor aumento delle imprese

di presentazione del Progetto CalabriaInnova. «E’ un passo avanti molto importante - ha aggiunto Clini - non soltanto per gestire il ciclo dei rifiuti, ma anche per creare un ciclo economico come avviene in quasi tutti i paesi europei ed in molte regioni italiane. Capisco il momento delicato della Calabria.Quello che mi preme è di non farmi intimidire dai momenti delicati. Abbiamo, come Governo, tempi brevi e dobbiamo affrontare sfide importanti. Questa è una di quelle e la voglio affrontare senza paura». Secondo Clini, «il settore dell’Ambiente è stato già penalizzato drammaticamente con la legge di stabilità. Il mio impegno è quello di legare le misure ambientali con le misure per la crescita, come per la raccolta differenziata. Essa deve diventare, tendenzialmente, una attività economica positiva. E così le misure che stiamo predisponendo per la protezione dell’ambiente sono orientate in questa direzione. Credo che

questa chiave di lettura ci consentirà di aumentare la capacità di intervento. Ma nello stesso tempo voglio ricordare che la protezione dell’ambiente non è soltanto di interesse pubblico. E’ un interesse di tutta la comunità, comprese le imprese private. Stiamo lavorando ad un partenariato forte con le imprese per fare in modo che insieme si lavori soprattutto per trarre risorse aggiuntive dall’uso sostenibile delle risorse naturali e delle risorse energetiche». «Il ponte sullo Stretto di Messina è un’opera interessante dal punto di vista dell’ingegneria, ma dobbiamo capire sé è nelle priorità nello sviluppo del nostro Paese. Siccome dobbiamo scegliere - ha aggiunto Clini - e dobbiamo capire dove allocare le risorse per favorire la crescita, non so se possiamo considerare la realizzazione del Ponte sullo Stretto un’opera prioritaria. Su questo abbiamo bisogno di valutare». «Il carbone è un combustibile fossile ad alto

contenuto di carbonio. L’obiettivo che abbiamo a livello europeo è quello di legare l’utilizzazione del carbone solo allo stoccaggio delle emissioni di carbonio». Lo ha detto a Reggio Calabria il Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, rispondendo ad una domanda dei giornalisti sul progetto di centrale acarboneaSalineJoniche.«Questa procedura - ha aggiunto Clini richiede un’altra tecnologia che si chiama "carbon capture storage, chesignificacatturadelcarbonioe suo stoccaggio in siti sicuri. Si tratta diuna tecnologia non ancora disponibile in termini industriali e che è in fase di sperimentazione. Si tratta di capire, quindi, qual è la proposta che viene formulata nel caso del progetto ipotizzato a Saline Ioniche. In ogni caso, siccome sono un tecnico, non ho informazioni e non posso rispondere. Cercherò di avere tutte le informazioni e solo dopo sarò in grado di fare le mie valutazioni».

All’Abruzzo va il primato dell’aumento del numero delle imprese con un tasso del +3,8% nei primi 10 mesi di quest’anno. A chiudere la graduatoria Piemonte e Calabria. E’ quanto emerge dal bilancio della dinamica imprenditoriale diffuso da Unioncamere in occasione della 134esima Assemblea dei presidenti delle Camere di commercio - Consiglio generale di Unioncamere. Dopo un anno di crescita modesta, registrano una espansione del tessuto imprenditoriale anche la Basilicata (+3% da gennaio a ottobre 2011 contro il +0,5% dei primi 10 mesi del 2010) e l’Umbria (con un +2,3%). Valle d’Aosta e Friuli Venezia Giulia chiudono invece la classifica, aumentando le imprese registrate alle Camere di commercio di solo lo 0,1%. Nel confronto con il 2010, sono soprattutto il Piemonte e la Calabria le regioni che, in termini relativi, mostrano crescite meno consistenti: +0,2% in Piemonte contro il +1% dei primi 10 mesi del 2010; +0,7% la Calabria contro il +1,5% dell’anno scorso.

Anna Bolle

NEWS

Fatto il punto sulle emergenze di Maierato, Gimigliano e della frazione di Janò

L’iniziativa "Natale con il gusto naturale" per promuovere i prodotti regionali

IldirigentegeneraledelDipartimentoregionaleInfrastruttureeLavoripubbliciGiovanniLaganà,in qualitàdicoordinatoredellastrutturadisupportoalCommissarioperleemergenzeidrogeologiche verificatesiinCalabrianellestagioniinvernali2008/2009/2010,hapresiedutounariunionetecnica conleAmministrazionicomunalidiCatanzaro,GimiglianoeMaierato.Nelcorsodell’incontroèstato fattoilpuntosullostatodiattuazionedelleattivitàdistudio,indaginiemonitoraggio,nonchésulle procedureattivatedaiComuniperilpresidioterritorialedelleareediMaierato,Gimiglianoedella frazioneIanòdellacittàdiCatanzaro,tralepiùcolpitedaglieventialluvionalidifebbraio2010.«Il sistemadipresidioemonitoraggiodeisitidiMaierato,GimiglianoedellafrazioneIanòdellacittàdi Catanzaro,interessatidallegravisituazionididissestocausatedaglieventialluvionalidelmesedi febbraiodelloscorsoanno-hacommentatoilPresidentedellaRegioneGiuseppeScopellitiprevedelacollaborazioneinsinergiadellestrutturetecnicheregionali,comunaliedeicentridi ricerca,rappresentandocosìunmodellod’interventounico,attivatoinviasperimentaleperlaprima voltainCalabriache,acostirelativamentecontenuti,consentiràdioperareunadrasticariduzionedei livellidirischio».Durantel’incontroèemersochesonostatiistituitiipresiditerritorialidelleareein questione,aisensideglispecificiprotocollid’intesastipulatitrailPresidentedellaRegione,Giuseppe Scopelliti,inqualitàdiCommissariodelegatoperilsuperamentodell’emergenza,lesingole Amministrazionicomunali,ilsettoreregionalediProtezionecivile,ilCentrofunzionalemultirischi regionalepressol’ArpacaledisuddettiCentridicompetenza.Nelcorsodellariunione,sonostate stabiliteulteriorimisureperassicurarelamassimatempestivitàdiattivazionedeipresidiela condivisionedidatieinformazioni,tantoinrelazioneall’attività"intempodipace"cheinemergenza.

Continua la promozione dei prodotti calabresi d’eccellenza al centro dell’iniziativa "Natale con il gusto naturale" organizzata dall’assessorato regionale all’Agricoltura in prossimità delle festività natalizie."Natale con il Gusto Naturale" è lo slogan dell’iniziativache ha lo scopo, come sottolineato dall’assessore Michele Trematerra, di «avvicinare i calabresi ai prodotti autentici della tradizione agricola regionale, mettendo al centro i produttori». Gli eventi organizzati a partire dallo scorso 27 novembre a Crotone e destinati a chiudersi il 18 dicembre a Reggio Calabria, interesseranno tutti i capoluoghi di Provincia: il 4 dicembre, infatti, la manifestazione sarà a Catanzaro Piazza Dogana, l’11 dicembre Cosenza Lungo Crati e il 15 Dicembre Vibo Valentia Piazza Martiri di Ungheria infine il 18 a Reggio Calabria Via Miraglia. In occasione della prima tappa, nella città di Pitagora, le dieci aziende presenti, i consorzi e le associazioni, che rappresentavano il paniere delle prelibatezze locali calabresi, hanno potuto far degustare e vendere i proprio prodotti. Dalle 11 del mattino fino alle 20 inoltrate, nel villaggio allestito sul corso principale di Crotone, si sono registrate migliaia di presenze rispondendo pienamente alle aspettative della Regione Calabria e di tutti i promotori dell’evento. Gli appuntamenti itineranti, inseriti in un più ampio ambito di programmi già avviati, hanno lo scopo di valorizzare il patrimonio agroalimentare della nostra regione, presentando sotto la cornice istituzionale la parte migliore della Calabria. La prossima tappa del tour itinerante natalizio, sarà quella di Catanzaro Lido dove l’organizzazione arriverà domani n piazza "Dogana", per respirare l’aria del Natale.

rc

mc


Sabato 03 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 29

IN CALABRIA L’assessore Caligiuri: si tratta di una opportunità per la ricerca scientifica «L’attenzione della politica si sta sempre più concentrando la ricerca scientifica. Ma più che di risorse il problema è di coordinamento delle risorse. E’ovvio che dalla ricerca dipenderà la qualità del futuro e la competitività delle imprese e delle nazioni. La situazione è storicamente debole, lo confermano, il numero degli addetti, gli investimenti pubblici delle imprese e il numero dei brevetti, che pesa solo per 0,05% a livello nazionale. Allora conviene innanzitutto creare la rete regionale della ricerca. Una rete che non c’é e che bisogna creare». Lo ha detto l’assessore regionale alla Cultura, Mario Caligiuri, nel corso della presentazione a Reggio Calabria del progetto Calabriainnova cui ha partecipato il Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini. «Da una parte - ha aggiunto Clini - c’é la necessità di rendere efficaci gli investimenti e dall’altra quella di creare una struttura con professionalità permanenti che non si sostituisca ma affianchi l’attività delle nostre quattro Università e degli 11 centri di ricerca del Cnr presenti in Calabria. La ricerca è soprattutto una grande opportunità». «Pensiamo di affidare la presidenza della Commissione per la selezione dei ricercatori ha detto ancora Caligiuri - a Sandra Savaglio, scenziata ed astrofisica di fama internazionale di origini calabresi. La sede di CalabriaInnova sarà a Cosenza in una prestigiosa sede messa a disposizione dal sindaco Mario Occhiuto. Ad aprile, poi, emaneremo i bandi per la selezione delle imprese. In tre anni contiamo di coinvolgere tutte le imprese calabresi con oltre cinque dipendenti». Secondo Umberto De Rose, presidente di Fincalabra, «Calabriainnova consente di valorizzare le eccellenze calabresi», mentre Enzo Mo, direttore generale di Area Scienze Park, ha sostenuto che il progetto «non si pone in una logica di colonizzazione. Il nostro supporto a questo territorio aiuterà al Calabria e rompere il circolo vizioso della sua marginalità economica, che non vuol dire marginalità culturale, ma che a lungo andare può diventare reale».

Area Science Park e Regione realizzeranno un incubatore a sostegno del sistema delle imprese

Si punta su CalabriaInnova Clini: produrrà crescita di Carmela Mirarchi REGGIOCALABRIA-«Sulprogetto CalabriaInnova la Regione sta investendo molto, non solo in termini di risorse finanziarie, ma soprattutto per arricchire la nostra terra di risorse umane e competenze eccellenti a servizio dello sviluppo e del sistema delle imprese». E’ quanto ha tra l’altro affermato il Presidente della Giunta regionale, Giuseppe Scopelliti, nel corso della conferenza stampa svoltasi all’auditorium Calipari alla presenza del ministro dell’Ambiente Claudio Clini, che è anche presidente della società Area Science Park. «L’obiettivo - ha continuato Scopelliti - è di aprire un mondo nuovo in un settore strategico per il futuro. La nostra regione e Area Science Park realizzeranno un incubatore a sostegno del sistema delle imprese calabresi, in cui iniettaredosiconsistentidiinnovazione scientifica e di modelli di organizzazione. In questa operazione saranno coinvolti trentotto giovani specialisti che io voglio definire broker dell’innovazione, le cui capacità intellettuali saranno a disposizione delle imprese che intendono arricchire il loro know-how,estendendocosìlaloro presenza sui mercati. Un progetto che apporterà significativi indicatori di crescita al sistema delle imprese in termini di fatturato e di reddito e amplierà le potenzialità di occupazione. Ci prepariamo, dunque, a formare un capitale umano in grado di orientare concretamente gli indirizzi imprendi-

Il Ministro Clini

toriali - ha detto ancora il Presidente della Regione - a testimonianza della nostra caparbietà e coerenza politica nel mettere in atto gli indirizzi programmatici preannunciati ad inizio di questa legislatura». Secondo il presidente del Consiglioregionale,FrancescoTalarico, «il progetto CalabriaInnova ha natura strategica ed eleverà la conoscenza come supporto di crescita della nostra terra. In passato sono state spese ingenti risorse in questaregione,magliindicatoridi ritorno hanno fatto sempre segnare saldi negativi. Adesso si aprono nuoviscenarichevannocoltieche potranno finalmente segnare con il marchio della qualità le imprese e i prodotti calabresi». «Il progetto

CalabriaInnova in qualche modo si colloca in una prospettiva di crescita di una economia emergente all’interno dell’Italia, con la capa-

Si tratta di un progetto che apporterà significativi indicatori di crescita al sistema delle imprese in termini di fatturato e di reddito e amplierà le potenzialità di occupazione

cità di dare energia al nostro Paese» ha detto invece il Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini. «In Italia - ha aggiunto - abbiamo bisogno di energia per fare fronte alla competizione internazionale. Per questo dico che è importante ricorrere alle nostre economie emergenti». Secondo Clini, "il Progetto CalabriaInnova può rappresentare l’infrastruttura per supportare una linea di sviluppo dalle grandi possibilità di crescita, anche in una regione come la Calabria in cui mancano le infrastrutture. Così come è avvenuto in India, dove c’é stato uno sviluppo assolutamente incomprensibile in riferimento alle infrastruttur».

BREVI AGROALIMENTARE

FORESTALI

INFANZIA

L’assessore all’Agricoltura: pronti investimenti per 40 milioni di euro

Le precisazioni di Trematerra sulla Cassa Integrazione: scopo è la razionalizzazione

Paola Bianchi è il nuovo Presidente dell’UNICEF Italia

L’Assessore regionale all’Agricoltura Michele Trematerra ha espresso profonda soddisfazione in ordine alla pubblicazione della graduatoria definitiva della "Misura 123" del PSR Calabria 2007-2013. «Ciò costituisce - ha affermato - un importantissimo risultato dell’attività Amministrativa del Dipartimento Agricoltura, avendo messo in atto tutte le sinergie necessarie, coinvolgendo le autorità Comunitarie e Ministeriali, le Organizzazioni di Categoria ed i tecnici. Solo grazie a questo approccio partecipato si è potuto centrare tale obiettivo. Oltretutto è stata assicurata massima garanzia agli imprenditori che avevano già effettuato gli investimenti. Questo risultato regionale consentirà l’erogazione di circa 20 milioni di euro a beneficio delle imprese agroalimentari calabresi, che equivarranno ad investimenti nel settore per oltre 40 milioni di euro».

L’Assessoreregionaleall’AgricolturTrematerra è intervenuto sul provvedimento di entrata in Cassa Integrazione relativa agli Operai Idraulico Forestali in servizio presso l’Afor ed i Consorzi di Bonifica. «Il provvedimento - ha affermato l’Assessore Trematerra - si inserisce in un più ampio quadro di interventi tesi alla razionalizzazione del lavoro e delle risorse finanziarie per il rilancio del settore. L’attuale Governo Regionale ritiene di strategica importanza la riorganizzazione e la valorizzazione del settore tant’è che l’iter legislativo, che coinvolge anche le politiche della montagna, è stato da tempo proficuamente avviato e dovrebbe portare alla tanto attesa approvazione della legge di riforma. L’avvio della cassa integrazione guadagni per fine fondi rappresenta pertanto solo una tappa del ben più articolato percorso ».

Paola Bianchi, già Vicepresidente e membro del Consiglio Direttivo dell’UNICEF Italia ricoprirà da oggi, per i prossimi quattro mesi, le funzioni di Presidente del Comitato Italiano per l’UNICEF. Succede in questo ruolo a Vincenzo Spadafora nominato Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza. «Sono davvero orgogliosa del ruolo prestigioso che mi accingo a ricoprire» dichiara Paola Bianchi. «Lo svolgerò con passione e nel rispetto dello spirito della Convenzione sui Diritti dell’Inanzia e dell’Adolescenza, a tutela dei bambini di tutto il mondo e in continuità con l’azione del mio predecessore Vincenzo Spadafora, che nel ruolo di Garante Nazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza sono certa saprà dare un contributo decisivo e determinante all’attuazione delle politiche per l’infanzia in Italia».

cm

rc

Rosa Voci

cm


30 il Domani dello Sport Sabato 03 Dicembre 2011

IN CALABRIA

Minasi aiutava i boss in carcere Era il consigliere dei Gallico di Carmela Mirarchi MILANO - «E’ sereno ed è assolutamente pronto a difendersi». Lo ha dichiarato l’avvocato Lino Terranova, difensore di Vincenzo Minasi il legale arrestato durante il blitz contro la ’Ndrangheta, coordinato dalla Dda milanese, che ha portato in carcere tra gli altri il giudice Vincenzo Giuseppe Giglio, il consigliere regionale della Calabria Francesco Morelli, due fratelli Lampada e Leonardo Valle. Minasi, in carcere a Opera è stato interrogato giovedì pomeriggio per circa due ore e come ha riferito il suo difensore, «ha risposto alle domande fornendo le sue spiegazioni su tutti i passaggi dell’ordinanza che lo riguardano». Vincenzo Minasi, intanto, in cella sta leggendo e rileggendo il provvedimento di arresto del gip anche per prepararsi l’interrogatorio che molto probabilmente dovràsostenerelaprossimasettimana davanti al procuratore aggiunto Ilda Boccassini e ai pm Paolo Storari e Alessandra Dolci, titolari dell’inchiesta. Interrogatorio - come ha spiegato l’avvocato Terranova - che sarà molto più approfondito di quello di garanzia. Vincenzo Minasi, da quanto si è saputo, si trova ad

Opera dove dovrebbe essere anche monitorato, in quanto ha problemi cardiaci, e avrebbe già subito due interventi. Non è escluso che dopo l’interrogatorio da parte dei pm, la sua difesa possa chiedere gli arresti domiciliari». L’avvocato Vincenzo Minasi, avrebbe avuto, secondo l’accusa, il ruolo di "trait d’union" fra gli affiliati alla cosca Gallico, finiti in carcere, e i loro "sodali rimasti in libertà". Lo si legge nel decreto di fermo disposto due giorni fa dal procuratore della Repubblica, Giuseppe Pignatone, l’aggiunto Michele Prestipino e i pm Roberto Di Palma e Giovanni Musarò. Secondo il provvedimento Minasi, accusato anche di associazione per delinquere di stampo mafioso, «per aver concretamente contribuito, pur senza farne formalmente parte, al rafforzamento, alla conservazioneedallarealizzazionedegli scopi dell’ndrangheta operativa in provincia di Reggio Calabria e sul territorio nazionale ed estero, avrebbe favorito in particolare la cosiddetta cosca Gallico, e a questo proposito nel decreto si legge che «in un momento particolarmente critico per la cosca», quello successivo agli arresti del 25 luglio dell’anno scorso, «Minasi fungeva da trait d’union tra i detenuti e i sodali rimasti in libertà co-

municando a questi ultimi i messaggi che riceveva nel corso dei colloqui ai quali partecipava come difensore di fiducia». Secondo gli inquirenti lo scorso 2 luglio avrebbe riferito a Vincenzo Gesuele Misale «una disposizione impartita da Teresa, Domenico e Carmelo Gallico (i primi due in carcere e l’altro irreperibile) dicendogli che doveva attivarsi per cedere i terreni di proprietà della cosca (...) in quanto vi era il concreto rischio che fossero individuati e sequestrati dall’autorità giudiziaria». Era il "consigliere" della cosca Gallico di Palmi e agli affiliati ha fornito un «un contributo decisivo», prima «partecipando attivamente all’operazione di intestazione fittizia di numerosi terreni, poi coordinando l’attività di tutti i sodali in un momento particolarmente critico», successivo all’ar-

resto di numerosi esponenti dell’associazione, avvenuto il 25 maggio 2010. E’ l’accusa contestata dalla Dda di Reggio Calabria nel provvedimento di fermo nei confronti dell’avv. Vincenzo Minasi. Nel decreto di fermo, firmato dal procuratore di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, dall’aggiunto Michele Prestipino e dai pm Roberto Di Palma e Giovanni Musarò, vengono riportate una serie di intercettazioni, ambientali e telefoniche: in una, del 21 gennaio 2010, il legale, scrivono i pm, parlando della costituzione di una società, «affermava in maniera inequivocabile che la stessa era stata realizzata al preciso fine di eludere la normativa in materia di misure di prevenzione patrimoniali». Quindi aggiungeva, che la neces-

sità di costituire una società negli Stati Uniti era dovuta al fatto che in Svizzera «per i reati di mafia non c’é neanche il segreto bancario», per cui l’Autorità elvetica avrebbe dato alle autorità italiane "tutto a carte scoperte". Di conseguenza, prosegue nel dialogo intercettato dalla Dda, «l’unica cosa è stata di fare la società Americana e sapete perché? Perché qui possono arrivare, ma qui non arrivano. Perché non arrivano? Perché qui non hanno il certificato capito? per cui arrivano alla società, ma non al proprietario della società. Perché abbiamo fatto tutto questo? Perché: primo, non dobbiamo fare atti in Italia. Secondo, non dobbiamo girare soldi. Terzo, se ci paga estero su estero mettiamo i soldi dove vogliamo, senza dirlo a nessuno». C’é anche una piccola agenda con gli impegni e i contatti di Francesco Morelli, il consigliere regionale del Pdl della Calabria, arrestato nell’ operazione coordinata dalla Dda milanese contro la ’ndrangheta, tra il copioso materiale sequestrato dagli investigatori nell’ ambito dell’operazione che ha portato in carcere, tra gli altri, il giudice Vincenzo Giuseppe Giglio, l’avvocato Vincenzo Minasi, i fratelli Lampada e Leonardo Valle. Da quanto si è saputo, nelle perquisizioni effettuate durante gli arresti gli investigatori hanno rinvenuto a casa del politico, oltre a documenti relativi a una delle società dei Lampada e di cui lui aveva una quota, anche un’agenda che potrebbe essere preziosa per il proseguimento delle indagini.


Sabato 03 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 31

IN CALABRIA REGIONE In apertura della seduta il Presidente Talarico è intervenuto in merito all’arresto di Morelli

La protesta dei sindaci per salvare l’ospedale di Soveria Mannelli

In Consiglio torna il tema sanità «Il Piano di rientro va attuato» di Carmela Mirarchi

REGGIO CALABRIA - Diciotto sindaci, con tanto di fascia tricolore, hanno presidiato ieri, assieme ad alcuni cittadini, l’ingresso principale di Palazzo Campanella. Rappresentano le 24 comunità che gravitato attorno all’ospedale di Soveria Mannelli. «Ci avevano assicurato afferma il sindaco di Soveria Giuseppe Pascuzzi - che saremmo stati ricevuti. Invece abbiamo ricevuto la disdetta di qualsiasi incontro, sia con il presidente del Consiglio Francesco Talarico, che con il presidente della Regione e commissario straordinario per la sanità Giuseppe Scopelliti. Siamo a Reggio per difendere un ospedale che non può essere ridotto a distrettuale, che come è stato detto al "tavolo Massicci", non significa assolutamente nulla». A Reggio sono giunti i sindaci di Bianchi, Carlopoli, Cicala, Colosimi, Conflenti, Decollatura, Falerna, Gimigliano, Gizzeria, Martirano, Martirano Lombardo, Miglierina, Motta S. Lucia, Nocera Terinese, Panettieri, Pedivigliano, Platania, Taverna, Tiriolo, San Pietro Apostolo, Serrastretta, Scigliano, Soveria Mannelli, Sorbo San Basile, in rappresentanza delle popolazioni residenti nei territori montani e pre-montani, con il supporto dei comitati spontanei di cittadini, costituitisi nei Comuni di Acri, San Giovanni in Fiore, Sorbo San Basile e Soveria Mannelli. Chiedono la qualificazione degli ospedali di montagna secondo il modello di struttura ospedaliera di tipo generale. «L’ospedale di Soveria Mannelli - sottolinea il sindaco Pascuzzi - deve tornare ad essere ospedale generale. Oggi persino il Pronto soccorso è inadeguato, perché dopo le ore 14 non ci sono più medici rianimatori, e c’é il rischio reale che una qualsiasi emergenza non possa essere affrontata, mentre il più vicino ospedale è a 40 km di distanza». Hanno intenzione di protestare e applaudiranno durante i lavori del Consiglio regionale sulla sanità avviato la scorsa seduta e sospeso a causa dell’abbandono dell’aula da parte dei consiglieri regionali di minoranza.

Il Consiglio regionale si è aperto con una comunicazione del presidente Francesco Talarico in merito ai provvedimenti giudiziari della procura della Repubblica di Milano che coinvolgono il consigliere regionale Francesco Morelli. «Il nostro auspicio è che il consigliere Morelli possa chiarire la sua posizione, dimostrando la sua estraneità ai fatti che gli vengono contestati. Dobbiamo saper distinguere tra l’Istituzione, che è garanzia di legittimità per tutti, i singoli nei comportamenti quotidiani, e i partiti, che sono chiamati a fare attenzione nel comporre le loro liste e debbono saper rinunciare a qualche consenso quando non è assicurata la massima trasparenza. E’ necessario, in questo momento di difficoltà, unire le energie e le risorse disponibili, mettere in campo tutte le sinergie possibili, tra apparatidelloStato,entilocali,politica, con un’attenzione ai messaggi significativi della Chiesa di Calabria,saldopuntodiriferimento in un contesto sociale a volte fatto di ritardi, silenzi e paure. Ci auguriamo ha concluso - che vengano messe in campo iniziative che isolino le minoranze che producono il malessere e facciano emergere le potenzialità, le risorse e le virtù della stragrande maggioranzadeicittadini,cheèfattadi persone perbene, laboriose e che hanno a cuore il riscatto e il rilanciodellanostraterra».Dopoledichiarazioni si è subito passati dibattito sulla sanità che era stato interrotto durante la precedente sedu-

ta. Numerosi gli interventi, soprattutto dai banchi dell’opposizione. Per il consigliere Scalzo, del Pd, «c’é pericolo di desertificazione deiservizisulterritorio,eperquesto occorre recuperare urgentemente il ruolo dei medici di base». Enzo Ciconte, rivolto al presidente della Giunta regionale Scopelliti hachiesto«diinterromperelecontinue procedure di nomina dei direttorigenerali in attesa delladefinizione del Piano di rientro. Sul sistema sanità - ha detto Ciconte emerge una insufficienza di informazionema,daibanchidell’opposizione ci sono professionalità ed esperienze che possono essere utilizzate affinché questo delicato settore possa riprendere il giusto cammino». Ciconte infine ha posto in evidenza «il pericolo dell’erogazione degli stipendi degli ultimi due mesi al personale del polo oncologico». Il consigliere Bruno Censore, Pd, ha rilanciato nel suo intervento il potenziamento dell’ospedalediTropea.«Voglioricordare - ha detto Censore - che la manifestazione di qualche mese fa

era stata organizzata da numerosi sindaci del comprensorio del Poro e guidata dall’arcivescovo di Mileto. Dopo quella giornata, nulla è cambiato. Tutt’altro, tenuto conto che le risorse premiali che lo Stato ha liberato per le altre regioni per la Calabria invece sono ancora bloccate». Il consigliere Carlo Guccione, Pd, ha affermato che «l’approvazione del Piano di rientro può essere una buona occasione per rompere con talune gestioni del passato». Guccione, inoltre, ha detto che attorno al reale stato debitorio della Calabria in passato non sono stati forniti numeri corretti. «Bisogna costruire -

«La razionalizzazione della rete ospedaliera la si sta interpretando come una riduzione indiscriminata degli ospedali»

ha proseguito - un sistema sanitario in cui i calabresi nutrano effettiva fiducia poiché é ancora alta la cifra che ogni anno la Regione sborsa per la cosiddetta emigrazione sanitaria. Sul piano politico però - ha detto Guccione - è necessario segnalare la mancanza dei risultati della Giunta guidata da Scopelliti come peraltro è stato certificato durante l’ultima riunione del Tavolo Massicci. E’ necessario dunque - ha concluso mettere in campo ogni iniziativa utile affinché le risorse della premialitàpossanoesseresvincolatee messe a disposizione della Calabria». La replica finale del Presidente della Giunta regionale, Giuseppe Scopelliti, nella sua qualità di Commissario straordinario per la sanità,haconclusoillungodibattito in Consiglio regionale. «Ho ascoltato con attenzione - ha esordito Scopelliti gli interventi di tutti i colleghi, ma non ho ascoltato un riferimento alla mia relazione, in gran parte tecnica, dettagliata e precisa dedicata allo stato della sanità in Calabria. Ma volevo anche aggiungere che il piano di rientro di cui si è molto parlato non è soggetto a bocciatura o ad approvazione, può essere solo soggetto all’attuazione. E’ un atto già approvato da tempo». Un ultimo dato Scopelliti l’ha dedicato alla spesafarmaceutica,cheèdiminuita a livello nazionale del 6,4% ed in Calabria ha superato il 14% solo considerando i mesi da giugno a settembre 2011.«Un risparmio che per l’intero anno sarà di circa 131 milioni di euro».

BREVI LARATTA

ISTRUZIONE

REGIONE

Il deputato Pd: che fine ha fatto il bando per le imprese di FinCalabra?

Il portale "Scuola mia" supera il 60% degli istituti calabresi registrati

Liquidati i fondi per le aziende sanitarie ospedaliere calabresi

«Lo scorso mese marzo, allo scadere del Bando Pacchetti integrati di agevolazione, che metteva a disposizione 40 milioni di euro a favore delle industrie calabresi, l’assessore Caridi affermava che, in tre mesi, Fincalabra avrebbe concluso il lavoro d’istruttoria,garantendotempirapidiperaiutarele imprese in un tale momento di crisi». A sostenerlo è il deputato del Pd Franco Laratta. «Oggi, trascorsi 9 mesi da quella affermazione - prosegue Laratta - non si vede lo straccio di una graduatoria e le imprese sono costrette ad aspettare e lentamentemorire.EppureFincalabrasembravaessere partita per dare alle Pmi calabresi risposte adeguate e soprattutto rapide. Dicembre 2011 è arrivato ed è passato oltre un anno dall’apertura dell’avviso pubblico. Nessuna graduatoria, nessun esito delle valutazioni. Ma ci chiediamo: cosa fa il presidente di Fincalabra De Rose?».

Il sito del Ministero dell’Istruzione "Scuola mia" ha superato il 60% degli istituti scolastici calabresi registrati. Soddisfatto del risultato l’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri il quale riferisce che "al 30 novembre 317 scuole calabresi su 506 si sono registrate al portale. Si tratta del 62,65% di tutti gli Istituti regionali. In pratica, in poche settimane siamo passati dal 10 al 60 per cento. «Un risultato lusinghiero che - afferma Caligiuri - testimonia l’interessedellescuolecalabresiversolenuove tecnologie». Il progetto del Miur semplifica le relazioni amministrative tra famiglie e istituzioni scolastiche. Il portale "Scuola Mia" è un sito internet all’interno del quale sono disponibili diversi servizi online. Si presenta in modo molto semplice e facilita la consultazione delle informazioni.

L’assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione nazionale e comunitaria, Giacomo Mancini, comunica che il settore ragioneria ha messo in liquidazione la somma di 271.682.529 euro per l’erogazione alle Aziende sanitarie e ospedaliere della quota del Fondo sanitario regionale a destinazione indistinta, prevista per il mese dinovembre 2011. «La Giunta regionale - ha sottolineato l’assessore Mancini - è a lavoro per garantire ai calabresi un servizio sanitario efficiente e l’impegno di queste somme, per incrementare l’attivita’ delle Aziende sanitarie e ospedaliere dell’intero territorio regionale, ne è una ulteriore prova». L’importo del fondo è ripartito in due sub-impegni: 226.929.247 euro in favore delle Aziende sanitarieprovincialie44.753.282euroinfavore delle Aziende ospedaliere.

cm

rc

Rosa Voci

cm


il domani  

Edizione del 03 Dicembre 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you