Issuu on Google+

Mercoledì 03 Marzo 2010 Anno XIII - Numero 61

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

PDL

FRODI

MAFIA

Scoppia il caso listino Polverini Formigoni presenta ricorso

Si costituisce Colosimo, Scaglia nega tutto, slitta il commissario

Pisanu elogia il governo ma avverte: non culliamoci...

di Roberto Carli a pag » 24

di Carlo Bassi a pag » 25

di Giuseppe Tetto a pag » 6

Otto condanne sono state comminate dal Gup Abigail Mellace a conclusione dei 42 riti abbreviati, 34 le assoluzioni totali. I rinvii a giudizio ordinario sono 27

Why not: prosciolto Loiero, «la fine dell’incubo»

Oltre al governatore uscente prosciolti anche l’ex governatore Giuseppe Chiaravalloti, l’assessore in carica Luigi Incarnato e molti altri IL COMMENTO

Farmers market è Ok

Prosciolto anche Sergio Abramo, consigliere regionale del Pdl ed ex sindaco di Catanzaro, come molti altri coinvolti nell’inchiesta a vario titolo. Fra gli assolti, L’INTERPELLANZA anche Tommaso Loiero, fratello del governatore uscente a pag » 11

FARMERS MARKET

di Luca Zaia ministro per le Politiche agricole

Confrontare Trenitalia sui tagli di Nicodemo Oliverio deputato del Partito democratico

È un passo importante per l’agricoltura, i contadini e i produttori. Ringrazio tutti i Ministri e il presidente del Consiglio per aver compreso l’importanza di un simile provvedimento che ha anche l’effetto di accorciare notevolmente le distanze tra i produttori e i consumatori. Si tratta di una grande modernizzazione per tutto il settore primario. Abbiamo sempre detto che accorciare la filiera è indispensabile sia per la diminuzione dell’inquinamento, anche questo è il chilometro zero, che per abbassare i costi per i consumatori. Il provvedimento, ferme restando le norme in materia di sicurezza alimentare, definisce i principi fondamentali in materia di mercati agricoli riservati alla vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli.

L’apertura del farmer market a Cosenza la scorsa settimana ha provocato critiche e polemiche ma in Italia i farmers market sono una realtà. Una bella realtà che funziona e grazie alla quale diverse famiglie riescono ad arrivare a fine mese. Ecco perché la Coldiretti calabrese ha deciso di puntare sui punti vendita diretti.

segue a pag » 2

di Carmela Mirarchi a pag » 13

Rientrano in azienda i lavoratori sospesi

Scoppia la guerra a Cosenza...

I lavoratori possono rientrare in azienda attraverso una combinazione di ammortizzatori sociali e incentiviallaformazionesvolgendo così un’attività produttiva di beni e servizi purché connessa alla formazione e riqualificazione del lavoratore. Questo non graverà sul bilancio dell’azienda che dovrà soltanto integrare la differenza tra trattamento di sostegno al reddito e retribuzione. di Luana Rocca a pag » 20

Abi: a gennaio 2010 grazie all’Avviso comune 8 miliardi in più di liquidità alle Pmi Da gennaio 2010 le piccole e medie imprese italiane hanno potuto contare su 8 miliardi in più di liquidità: un risultato dovuto al crescente, seppur con relativa intensità, ricorso delle piccole e medie imprese allo stratagemma dell’Avviso comune, la procedura che consente di sospendere i debiti a fronte di un possibile momento di difficoltà frutto dell’accordo firmato il 3 agosto scorso dall’Abi e dalle altre rappresentanze dell’Osservatorio permanente sui rapporti tra banche e imprese alla presenza del ministro dell’Economia Giulio Tremonti. Se si pensa all’ammontare "risparmiato" dalle imprese solo a dicembre 2009, ovvero 7 miliardi, la differenza è più che mai sorprendente: 1 miliardo in più. È questo il dato più evidente emerso dall’ultimo aggiornamento del monitoraggio effettuato da Abi che fotografa l’utilizzo dell’Avviso comune. di Ludovico Casaburi a pag » 5

Rivedere il contratto di servizio con Trenitalia e garantire ai cittadini calabresiadeguaticollegamentiferroviari con il Centro ed il Nord Italia. È quantochiedeil parlamentare del Partito Democratico Nicodemo Oliverio, capogruppo in Commissione Agricoltura alla Camera, in una interrogazione a risposta scritta al Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Altero Matteoli. Oliverio, sollecitato anche dall’assessore regionale ai Trasporti, Demetrio Naccari Carlizzi, che con una lettera ha invitato tutti i senatori e deputati eletti in Calabria a mobilitarsi contro i tagli di alcune tratte, evidenzia che «a partire dal primo marzo scorso sono ufficialmente soppressi i treni ICN761/768 "Scilla" Reggio-Torino e ritorno (sia via Mileto che via Roccella), ICN 751/752 "Tommaso Campanella" Reggio-Milano e ritorno (via Mileto e via Roccella), l’Espresso 823-834 "Freccia del Sud" Agrigento-Milano e ritorno (rimane limitato a Roma), e l’Espresso 1940/1941 "Treno del Sole" Siracusa/Palermo-Torinoe ritorno, con i quali veniva assicurato il servizio agli utenti calabresi per il tratto compresotra Lamezia Terme e il capoluogo dello Stretto, lungo la costiera del Basso Ionio. Questi treni saranno sostituiti da un unico nuovo Espresso con il solo servizio di letti e cuccette sulla tratta Siracusa/Palermo-Torino PN e ritorno, numerato 1943/1944, che in Calabria riprende la traccia dell’ICN 761/768; stessa sorte è prevista per altre 8 corse sul tragitto Lamezia Terme - Reggio Calabria nelle due direzioni lungo il versante tirrenico. segue a pag » 2


2

il Domani Mercoledì 03 Marzo 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL COMMENTO di Luca Zaia Farmers market è Ok Inoltre promuove la domanda e l’offerta dei prodotti agricoli a chilometro zero, provenienti da filiera corta, e dei prodotti agricoli di qualità, nonché lo sviluppo locale e una migliore conoscenza delle caratteristiche dei processi di trasformazione e delle tradizioni produttive. E persegue i seguenti obiettivi: - stabilire i requisiti uniformi e gli standard per la realizzazione dei mercati agricoli riservati alla vendita diretta degli imprenditori agricoli, anche in riferimento alle modalità di vendita e alla trasparenza dei prezzi, alla sicurezza alimentare, alla tracciabilità dei prodotti agricoli e del percorso chilometrico, con preferenza dei prodotti agricoli che abbiano un legame con il territorio di produzione; - promuovere la conoscenza e il consumo di prodotti agricoli ottenuti nel rispetto dell’ambiente o legati alla tradizione e alla cultura rurale; - incentivare, a mezzo delle attività delle pubbliche amministrazioni

L’INTERPELLANZA di Nicodemo Oliverio Confrontare Trenitalia competenti, la diffusione e il successo dei mercati agricoli di vendita diretta nell’interesse dei consumatori finali.

FUORI DAL COMUNE

I treni provenienti dalla Sicilia andranno a sostituire queste corse da Villa San Giovanni, obbligando tutti i viaggiatori in partenza da Reggio Calabria a un cambio di vettura. Questi tagli comporteranno gravissimi, ulteriori disagi, ai cittadini pendolari, oltre che ad una forte penalizzazione della regione dal punto di vista turistico, già poco facilmente raggiungibile a causa della situazione di criticità dei collegamenti stradali e autostradali». Nicodemo Oliverio, quindi, rileva che «il contratto di servizio pubblico per la fornitura di un adeguato collegamento ferroviario della Regione Calabria con il resto del Paese intercorre, a livello nazionale, tra l’azienda Trenitalia e il ministero delle Infrastrutture e trasporti; l’azienda Trenitalia, che gestisce i collegamenti ferroviari, ha tagliato i servizi offerti all’utenza, a seguito di una riduzione dei fondi erogati dal Ministero

PROFONDO NORD

di Carmela Mirarchi

Un progetto di alto valore ambientale e sociale

delle infrastrutture e trasporti nel relativo contratto di servizio; in risposta alle decisioni di Trenitalia e del Governo sono state, inoltre,indette dai sindacati calabresi Filt-Fit-Ugl-Orsa-Fast Ferrovie due manifestazioni di protesta per dire no ai tagli ed agli infiniti disservizi in aumento di anno in anno e che, in questo caso, metterebbero a repentaglio 70 posti di lavoro. La prima si è svolta a Locri e la seconda si svolgerà il 6 marzo di fronte alla stazione di Reggio Calabria Centrale".Alla luce di questa situazione il parlamentare del Partitodemocratico chiede al ministro «è a conoscenza dei gravissimi ulteriori tagli imposti da Trenitalia al servizio ferroviario e se sia consapevole delle conseguenze di suddetta politica che porta sempre di più all’isolamento del Sud dal resto di Italia e d’Europa e quali urgenti azioni intenda intraprendere anche ipotizzando la revisione del contratto di servizio in essere con Trenitalia.

di Alessandro Caruso

Il Nord a scuola di presentazione delle liste

Educazione ambientale ancora al centro dei progetti della nostra regione. Ma l’ultima iniziativa dell’Ente Parco Nazionale della Sila è particolarmente apprezzabile. L’idea è infatti quella di mettere insieme la tutela dell’ambiente, lo sviluppo del turismo scolastico. Lo scopo però è anche quellodi incentivareilturismoperi diversamente abili (anche provenienti dall’estero) e per la terza età. L’Ente Parco ha così recentemente pubblicato i nuovi disciplinari per la concessione di contributi per soggiorni e gite sociali organizzati all’interno delle aree protette della Sila. Gli interventi sono finalizzati a promuovere il turismo scolastico, naturalistico, culturale e sociale nel Parco attraverso l’organizzazione di gite in Sila, alla condizione che i visitatori usufruiscano unicamente delle strutture ricettive ubicate nei Comuni ricadenti nel territorio del Parco. Lo scopo dell’iniziativa è quella di stimolare un processo che svolga un ruolo decisivo nell’affermazione di un modello di relazioni sociali e di educazioneambientalechericonsideriivaloridi un rapporto equilibrato con la natura e l’ambiente, inteso come complesso universo nel quale interagisconopatrimonionaturalistico,storia, cultura e tradizioni.Un progetto che guarda al futuro perché unisce due tematiche che sono e saranno sempre più "fondamentali" per lo sviluppo civile.

I casi Lazio e Lombardia, comunque vadano a finire, hanno fatto emergere delle evidenti negligenze in una pratica che per i partiti è data per assodata: la presentazione delle liste. Sin da quando si frequentano le sezioni da giovani si indottrinano i militanti su tutte le pratiche e le scadenze inderogabili da seguire in un momento delicato come questo. Investimenti di candidati, ambizioni di giovani politici in erba e riconferme di veternai dei consessi del potere non possono rischiare di essere messi in discussione da una sveglia suonata tardi, da un crampo allo stomaco o da irregolarità nella raccolta delle firme. Ebbene questo è successo. E non in Calabria o in Basilicata, ma nei regni della super efficienza burocratica: Lazio, la regione dei palazzi e delle istituzioni nazionali, e in Lombardia, feudo dell’amministrazione e gestione fatte perbene. Nel primo caso si tratta davvero di una sciocchezza. Ormai sembra chiaro che Alfredo Milione si sia attardato ad arrivare negli uffici elet- Renata Polverini torali. La causa è ancora discussa, ma l’ipotesi dell’attacco di fame e del panino prende sempre più piede. In Lombardia la lista Formigoni è stata presentata da 514 firme non valide. In Calabria, invece, tutto è filato liscio questa volta. Mentre a Roma e a Milano, adesso, si parla di un grave deficit di democrazia.

:: www.ildomani.it ::

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

Direzione

T&P Editori srl

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Guido Talarico Massimo Tigani Sava (sviluppo) Orlando Rotondaro (responsabile)

Redazione

Francesco Pungitore (caposervizio) ::Reg. Trib n. 64 del 15 - 7 - 1997::

Recapiti telefonici-fax-email - Calabria Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 - Roma Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.45427172

roma@ildomani.it redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it

Guido Talarico Amministratore

Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (Product Manager) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione Redazione Amministrazione Loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 Roma Via Archimede 201 (Rm) Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.99700312 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


4

il Domani Mercoledì 03 Marzo 2010

PRIMO PIANO

Prove di internazionalizzazione per l’agroalimentare crotonese La Camera di commercio di Crotone ha organizzato una due giorni di incontri per aziende, buyer e giornalisti danesi di Gaia Mutone CROTONE — Non è la Cina, non è l’India, ma la Danimarca. Quando oggi si parla di strategie di internazionalizzazione, infatti, si tende sempre a considerare i nuovi ed enormi mercati asiatici, eppure, le nostre regioni potrebbero trovare molti spazi se fossero in gradoinnanzituttodi difendersi dai concorrenti e dalle contraffazioni che abbondano anche tra i nostri vicini europei. Come? Con il vecchio e sempre valido metodo del "vedere, toccare e conoscere". Lo sanno bene le Camere di commercio, che stanno moltiplicano gli sforzi per promuovere le produzioni delle rispettive regioni.

La Danimarca rappresenta un ponte per gli altri mercati nordici del Baltico sia per la sua forza nella grande distribuzione e nella logistica sia per l’alto livello dei consumi, che consentono di utilizzare il Paese per effettuare test per i nuovi prodotti

90

per cento rispetto alla popolazione danese totale. Questo è il target dei prodotti alimentari di eccellenza considerato dalla Camera di commercio

La Camera di commercio di Crotone ha organizzato due giornate di incontri durante i quali venti aziende crotonesi hanno avuto la possibilità di stringere rapporti commercialicon buyer e operato-

per test su nuovi prodotti ». Per comprendere le ragioni dell’iniziativa, basti solo pensare a questo: la classe media urbana danese, che rappresenta circa il 90% della popolazione, è ormai

chio alle bellezze turistiche e storiche del crotonese, ancora poco conosciute e visitate dagli europei (si calcola infatti che della totalità dei turisti che in un anno sbarcano in Italia, meno del 20% "scen-

noscerne altri, che sicuramente avranno la stessa qualità, così come siamo entusiasti di visitare il territorio in cui vengono prodotti». Solo quella di Cirò e di Melissa rappresenta il 90% della pro-

Romeo: «Purtroppo sono ancora troppe le aziende che affrontano il mercato danese senza la dovuta preparazione e senza le appropriate strategie. Ecco perché tale iniziativa è stata corredata dalla formazione»

Cirò Marina

ri danesi interessati ai prodotti e al territorio calabrese. Come ha spiegato ieri in una conferenza stampa il segretario generale della Camera di commercio di Crotone Donatella Romeo, si tratta di una occasione preziosa per recuperare posizioni nei confronti di alcuni dei concorrenti tradizionali e per superare una condizione di isolamento favorendo una maggiore integrazione tra i produttori stessi e attraverso la partecipazione attiva ad iniziativeche riguardanoPaesi ad alto potenziale di penetrazione, al di là dei mercati di sbocco tradizionali. «Il mercato danese - ricorda la Romeo - rappresentastoricamente un’area commerciale interessante per l’Italia, per la propria dinamicità, per le opportunità offerte e soprattutto per la sua posizione geografica ed il ruolo storico nell’area. Da sempre si sostiene che la Danimarca rappresenta un ponte per gli altri mercati nordici e del Baltico, sia per la forza della grande distribuzione e della logistica, per cui molte aziende scelgono la propria base a Copenaghen per operare sull’intera area scandinava, sia per l’alto livello dei consumi che suggerisce di utilizzare il Paese

da tempo abituata a stili di consumo salutistici e gusti alimentari cosmopoliti, di conseguenza gli operatori del settore agroalimentare e gli operatori commerciali della grande distribuzione sono sempre più interessati a stringere rapporti con realtà produttive di cui si riesca a ricostruire la "filiera" e che possano dare adeguate garanzie ai consumatori. Se a tutto questo si aggiunge anche il prestigio che il marchio del Made in Italy sa dare, si capisce che la strada della promozione e della trasparenza è naturalmente vincente. Nella mattinata di ieri, una delegazione formata da Michael Del Mastro (Del Mastro Aps), Jens Mottlau (Magazzino Foodmarket), Kim Abelstedt Hansen (Smag hvad du vil ha’), Jakob Husted Mogensen, Co-owner (Viniversa), e il giornalista Rolf Madsen, specializzato in enologia, della rivista Berlingske Tidende (www.berlingske.dk) , ha potuto visitare la città di Crotone e alcune zone della provincia, mentre nel corso del pomeriggio si è proceduto con i veri e propri incontri commerciali. Nella giornata di oggi le visite in azienda. Sono inoltre previste escursioni nel territorio della provincia con un oc-

da" sotto Napoli). Altro discorso si può fare a proposito della realtà calabrese dell’alimentare, per niente sconosciuta ai danesi, anzi: in Danimarca non sono rari i casi di gelaterie e ristoranti italiani che hanno ottenuto un notevole successo e a Copenaghen, città da sempre aperta al gusto internazionale, opera da tanti anni un supermercato dove èpossibileacquistareunicamente prodotti italiani. Tra le scorte alcoliche delle moderne famiglie danesiprobabilmentepotrebbero

20

Sono le aziende crotonesi che hanno preso parte agli incontri con i buyer e i giornalisti danesi esserci delle bottiglie di vino di Cirò, un’eccellenza riconosciuta con la certificazione Doc. Rolf Madsen giornalista della rivista Berlingske Tidende, conferma: «Conosciamo già alcuni dei più prestigiosi vini del vostro territorio e siamo molto interessati a co-

duzione vitivinicola calabrese, a ma a questa va aggiunta quella di Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto (anche questa Doc) e i vini Igt di Lipuda e di Val di Neto. Altro tesoro da pubblicizzare maggiormente è l’olio extra vergine di oliva di cui la Calabria è la seconda regione produttrice e che registra ben tre Dop: olio Bruzio, olio di Lametia e appunto quello dell’alto crotonese. Gli sforzi di promozione dovrebbero superarelaframmentazionedella produzionecreandomiglioricondizioni alla diffusione dell’olio anche al di fuori dei confini nazionali (il 25% dell’extra vergine è infatti destinato all’autoconsumo). L’ incoming dalla Danimarca, rivolto al settore agroalimentare ha anche l’obiettivo dichiarato di rendere le aziende calabresi del comparto più consapevoli dell’importanzadellaconoscenza del mercato di riferimento. Come, infatti, conferma la Camera di commercio di Crotone: «Purtroppo vi sono ancora troppe aziende che affrontano il mercato danese senza la dovuta preparazione e senza appropriate strategie. Ecco perché tale iniziativa è stata corredata da una formazione sul mercato di riferimento». Una formazione che, nel mondo di oggi, globalizzato nelle produzioni e nei consumi, ma molto scontento dell’informazione sulle cose, è la carta vincente.


Mercoledì 03 Marzo 2010 il Domani

5

PRIMO PIANO

Riscontri più che positivi dal monitoraggio mensile che l’Abi fa sull’utilizzo dell’Avviso comune, la procedura che consente alle imprese di sospendere i debiti. E le domande sono in crescita

Da gennaio 8 miliardi di liquidità in più alle Pmi, parola dell’Abi berghiero. L’analisi relativa alla distribuzione territoriale delle domande accolte, per sede legale dell’impresa richiedente, evidenzia che il 54,5% delle domande si riferisce a imprese residenti nel nord del Paese. La quota restante riguarda tutto il centrosud. Come già messo in evidenza dai precedenti monitoraggi, l’adesione

di Ludovico Casaburi ROMA - Da gennaio 2010 le piccole e medie imprese italiane hanno potuto contare su 8 miliardi in più di liquidità: un risultato dovuto al crescente, seppur con relativa intensità, ricorso delle piccole e medie imprese allo stratagemma dell’Avviso comune, la procedura che consente di sospendere i debiti a fronte di un possibile momento di difficoltà frutto dell’accordo firmato il 3 agosto scorso dall’Abi e dalle altre rappresentanze dell’Osservatorio permanente sui rapporti tra banche e imprese alla presenza del ministro dell’Economia Giulio Tremonti. Se si pensa all’ammontare "risparmiato" dalle imprese

L’analisi relativa alla distribuzione territoriale delle domande accolte, evidenzia che il 54,5% delle stesse si riferisce a imprese residenti nel nord del Paese. La quota restante riguarda tutto il centrosud

Corrado Faissola, presidente Abi

solo a dicembre 2009, ovvero 7 miliardi, la differenza è più che mai sorprendente: 1 miliardo in più. È questo il dato più evidente emersodall’ultimoaggiornamento del monitoraggio effettuato da Abi che fotografa l’utilizzo dell’Avviso comune. Andando ai numeri: i dati ufficiali dicono che al 31 gennaio 2010 sono state 136.000le domandedelle imprese, per un controvalore complessivo di finanziamenti in essere di 42 miliardi di euro. Nella terza rilevazione, a dicembre 2009 le domande erano state circa 117.000, per un controvalore complessivo di finanziamenti di 37,3 miliardi di euro. Il sistema bancario ha analizzato 128.000 domande (40 miliardi di euro) con i seguenti risultati: è stato già accolto l’80% delle domande (99.000 paria 31,6 miliardi), ancora in corso di esame 21.000

unità (7 miliardi), mentre solo il 2% non è stato accolto (2.700 per 650 milioni di valore). Il presidente dell’Abi, Corrado Faissola, ha sottolineato che «le banche da gennaio hanno lasciato alla disponibilità delle imprese quasi 8 miliardi relativi alle quote di capitale sospese». Guardando alle specifiche categorie d’impresa che hanno presentato le domande spiccano in particolare industria, commercio e settore al-

136

Sono le migliaia di domande realtive all’Avviso comune presentate dalle imprese all’Abi a gennaio 2010

delle banche all’Avviso comune, e dunque la volontà di sostenere il sistema delle imprese nel delicato momento di recessione, è stata puntuale e intensa: al 25 febbraio, le banche e intermediari finanziari che hanno aderito sono 584, pari a 33.555 sportelli (il 98,3% del totale sportelli presenti in Italia).

IN BREVE

Lotta all’evasione, nel 2009 +32% di incasso ROMA - Buone nuove sul fronte dell’eterna lotta all’evasione fiscale: secondo l’Agenzia delle Entrate nel 2009 la stessa avrebbe incassato 1,9 miliardi di euro, vale a dire il 32 per cento in più rispetto all’anno precedente. Quanto alle linee d’azione per l’anno in corso, il direttore vicario dell’Agenzia delle Entrate, Marco Di Capua, ha precisato che «nell’area Marco Di Capua della prevenzione e del contrasto all’evasione punteremo al consolidamento dei risultati raggiunti migliorando ancora l’efficienza e l’efficacia dissuasiva dei controlli». Al fine di verificare i riflessi sui

comportamenti dei contribuenti che sono stati accertati con esito positivo, l’Agenzia ha già avviato uno studio per misurare il grado di adeguamento, in termini di adempimento spontaneo, negli anni successivi, in modo da conoscere quanta parte dell’evasione recuperata si traduce in un incremento della compliance. Per quanto riguarda laquestioneserviziai contribuenti, il direttore vicario Di Capua ha tenuto a ricordare che in questo 2010 «la centralità del rapporto con il contribuente, ancor più che in passato, sarà il punto di riferimento dell’Agenzia».


6

il Domani Mercoledì 03 Marzo 2010

PRIMO PIANO

L’ex ministro dell’Interno nella sua relazione sui rapporti tra mafia e politica riconosce i grandi risultati ottenuti dall’importante lavoro di governo, magistratura e forze dell’ordine

Lotta alla mafia, Pisanu elogia il Governo: «Ora non dobbiamo cullarci sugli allori» di Giuseppe Tetto ROMA - Necessario riconoscere i risultati prodotti dal lavoro dal governo, magistratura e forze dell’ordine nella lotta contro le mafie ma senza cullarci sugli allori e dobbiamo valutare con onestà intellettuale questi risultati. Sono queste le parole del presidente della commissione parlamentare antimafia, Giuseppe Pisanu, nella sua relazione sui rapporti tra mafia e politica. E i numeri lo dimostrano: beni sequestrati e confiscati per un valore che si ag-

gira intorno ai sette miliardi solo in questo primo scorcio di legislatura. «Sono un fatto enorme, una gran cosa, - sottoline Pisanu - ma a parte che tra il sequestro e la confisca possono passare annni, sette miliardi di per se’ sono una cifra grandissima ma non molto rilevanteseparagonatiai120-140 miliardi di fatturato annuo delle organizzazioni criminali». Secondo l’ex ministro dell’interno mentre si intensifica la caccia ai patrimoni illeciti è certo che le mafie prendono, «se non le hanno già prese», le contromisure del

caso, investendo di più all’estero, spostando gli investimenti sulle Borse, sulla finanzia pura, dove è più facile occultare i capitali, e affinando tecniche e procedure di movimentazione delle risorse: «Le grandi organizzazioni non trasferiscono piu’ contanti e assegni, ma titoli di garanzia, coperti da depositi sicuri al muro impenetrabile dei paradisi fiscali». Intanto il governo ha varato a Reggio Calabria un piano antimafia e oramai è imminente la ripartenza dell’esame del discusso provvedimento sulle intercetta-

"No mafia day", Reggio Calabria scende in piazza il 13 marzo REGGIO CALABRIA - Reggio scende in piazza contro il potere della mafia. Il 13 marzo infatti nella citta dello stretto i cittadini daranno vita al "No mafia day" per dire basta alle sempre più strette relazioni fra criminalità organizzata e politica, basta al ricatto del lavoro, al controllo del territorio, al disprezzo del territorio e a un’informazione sempre più sotto assedio. «Le ultime inchieste - è scritto in un comunicato degli orga- dimos«Le inchieste dimostrano nizzatori trano che le cosche siedono nel che le cosche siedono Parlamento. Anin Parlamento. Un segnale cora un segnale che inquietante, che non può inquietante, non può passare sotto silenzio. Copassare sotto silenzio» me non si può taaffermano gli organizzatori cere di fronte alle infiltrazioni delle coschenelleistituzioni locali, nelle società miste, nei grandi appalti, nelle liste per le prossime regionali

e di fronte ai rapporti opachi tra mafia e massoneria, tra cosche e apparati deviati dello Stato. Esiste un gravissimo problema. Il caso della ’ndrangheta deve diventare una priorita’ del Paese». E sono le questioni del precariato e del lavoro nero il vero nodo. Secondo gli organizzatori infatti «che si tratti di migranti ridotti in schiavitù e deportati come è avvenuto a Rosarno o di giovani laureati», un contratto di lavoro resta un miraggio, così come una prospettiva di carriera e di vita indipendente. «Zero controlli, corruzione dilagante, diritti calpestati, un contesto che alimenta il ricatto occupazionale della mafia. A Rosarno - continua il comunicato - esiste un vuoto di democrazia e di agibilità politica di cui occorre farsi carico». E il No mafia day sarà l’occasione per portare l’attenzione sul il grave cancro che afflige tutti o quasi tuttigli imprenditori e i commercianti meridionali implicando la frenata per lo sviluppo economico del territorio: il pizzo. «A cui si aggiungono forme anomale, - si legge nella nota - celate e "legalizzate" di imposizione del racket. Nonostante alcune campagne mediatiche lanciate dalle associazioni di categoria e alcuni singoli significativi casi di ribellione, ancora troppo poco è stato fatto. Serve uno scatto in avanti sul modello di quanto è accaduto in Sicilia». Secondo gli organizzatori per il No mafia day bisogna dire no al Ponte, senza se e senza ma. Ed è indispensabile escludere le cosche dalla torta miliardaria legata a questa maxiopera: il meccanismo attuale, in assenza ancora di un progetto esecutivo, va in tutt’altra direzione. "Da Roberto Saviano a Rosaria Capacchione, da Lirio Abbate a Sandro Ruotolo - conclude la nota le mafie alzano il tiro contro i giornalisti più esposti. Il No Mafia day difende i giornalisti liberi e vuole editori onesti". G.T

zioni. «Noi, come commissione, conclude il presidente della commissione parlamentare antimafia - abbiamo approvato un testo sulla disciplina delle candidature alle prossime elezioni, un’iniziativa solo avviata perché la fase più significativa a quella dei controlli scrupolosi effettueremo dopo il voto. Dobbiamo moltiplicare gli sforzi di tutti sul piano delle inchieste e della individuazione di nuovi strumenti legislativi per potenziare le attivita’ di preven-

Giuseppe Pisanu

zione e contatto specie nei confronti del complesso intreccio tra mafia-politica».

«Le grandi organizzazioni non trasferiscono più contanti e assegni, ma titoli di garanzia» afferma Pisanu


Mercoledì 03 Marzo 2010 il Domani

7

PRIMO PIANO

Il documento è stato presentato ieri dal sindaco Giuseppe Scopelliti e dall’assessore all’Urbanistica Demetrio Porcino

Reggio Calabria, al via il nuovo piano strutturale di Antonio Latella REGGIO CALABRIA Cinquant’anni dopo quello dell’architetto Ludovico Quadroni, il Comune di Reggio si è dotato di un nuovo piano strutturale. Il documento preliminare del PSC è stato presentato ieri a Palazzo San Giorgio dal sindaco Giuseppe Scopelliti e dall’assessore all’Urbanistica Demetrio Porcino, alla presenza dei professori Francesco Karrer e Francesca Moraci, i quali, assieme al prof.

previsioni - dovrebbe concludersi entro sei- sette mesi. "La città, finalmente, ragiona sul proprio futuro", ha sostenuto l’architetto Karrer, per il quale "oggi siamo di fronte ad un quadro di programmazione del territorio". Il documento preliminare presentato ieri - come ha sostenuto l’architetto Francesca Moraci fotografa la "particolarità del

«La città, finalmente, ragiona sul proprio futuro grazie al quadro di programmazione del territorio ", afferma l’architetto Karrer

momento rispetto alle trasformazioni del territorio giunte dopo il Piano Quaroni e gli interventi recenti sul territorio nell’ambito del Decreto Reggio". La filosofia del piano conoscitivo è quella della messa in sicurezza e del riordino del territorio. I progettisti del documento preliminare del PSCnel corso dell’incontro con i giornalisti - hanno espresso critiche

Dopo 3 anni di lavoro il progetto approvato della giunta municipale dovrà ora passare al vaglio del civico consesso per approdare all’esame dell’apposita conferenza per la pianificazione

Loreto Colombo, sono i progettisti della riqualificazione e della programmazione del territorio. Quasi tre anni di lavoro per mettere a punto il progetto che adesso, dopo l’approvazione da parte della Giunta Municipale (avvenuta ieri mattina), dovrà passare al vaglio del Civico Consesso per poi approdare all’esame dell’apposita conferenza per la pianificazione. Trascorsi sessanta giorni, il progetto verrà esaminato dall’apposita commissione consiliare, prima di ritornare in Consiglio per la definitiva approvazione. Il complesso iter - secondo

Giuseppe Scopelliti, Demetrio Porcino, Francesco Karrer, Francesca Moraci e Loreto Colombo

Il documento preliminare offre al cittadino e a tutti gli altri attori sociali un sistema conoscitivo che necessita di essere "veicolato correttamente" dai mass media

alla vigente legge urbanistica regionale, in particolare "sull’obbligatorietàdellaperequazione", ritenendola al "limite del ricorso costituzionale". Il documento preliminare disegna il futuro di Reggio ed offre al cittadino, ma anche a tutti gli altri attori sociali presenti sul territorio, un sistema conoscitivo che, adesso, necessita di essere "veicolato correttamente" dai

«Il progetto preliminare - dice l’architetto Francesca Moraci fotografa la particolarità del momento rispetto alle trasformazioni del territorio giunte dopo il Piano Quaroni e gli interventi recenti sul territorio nell’ambito del Decreto Reggio» mass media. Il progetto dei professori Karrer, Colombo e Moraci, in particolare, definisce la macrozonizzazione della città in sintonia con le sue potenzialità fisiche e le caratteristiche specifiche. Da questa lettura si è giunti alla classificazione del territorio in urbanizzato, urbanizzabile ed agro-alimentare. Tra gli altri suggerimenti contenuti nel documento preliminare del Psc vi è quello della città produttivacon la costituzione di siti industriali e tecnologici dotati di nodi infrastrutturali localizzati nella fascia pedemontana: Bocale, Calopinace, Valanidi, Arghillà - Catona. Il progetto tiene conto della vocazione turistica della città (esempio, la riqualificazione del water-front), di quella culturale (itinerari storici, paesaggistici e archeologici),delle periferie da riqualificare, dell’ambiente attraverso il recupero con progettualità sostenibile, della policentricità e, tra l’altro, della città residenziale con la riqualificazione dei centri storici rionali al fine di favorirne la residenzialità.


8

il Domani Mercoledì 03 Marzo 2010

PRIMO PIANO

All’Antimafia Tonino Gentile difende la lista: «Il Pdl è pulito» ROMA - La questione del codice etico del Pdl applicato nei confronti di La Rupa e Signorelli è finito in Parlamento. Più precisamente in commissione parlamentare Antimafia. A sensibilizzare i colleghi su tale questione è stato Antonio Gentile, senatore Pdl e vicecoordinatore regionale calabrese del partito: «Le liste del Pdl sono pulite io e Scopelliti abbiamo dovuto ricevere minacce pesanti in sede di definizione delle candidature». Sono state queste le parole, pronunciate in commissione, di Antonio Gentile. Il suo è stato un riferimento a quanto successo nella sua regione in merito ai ripensamenti su alcuni nomi nelle liste legate alla candidatura di Scopelliti, in particolare La Rupa e Signorelli, su cui sembra essersi scatenati un vortice mediatico: «Abbiamo dato

vita a un codice etico che è un esempio in Italia e a cui tutti hanno aderito - ha detto Gentile -. Ci sono stati due casi - ha aggiunto il senatore - tra loro diversi. Un giovane candidato di Amantea, che si è già ritirato, figlio di un consigliere regionale indagato che ha sostenuto e fatto approvare il bilancio di Loiero, e un altro candidato, sempre di liste autonome, il cui consenso noi abbiamo rifiutato esplicitamente. Scopelliti non vuole questo candidato - ha chiarito Gentile - e ha chiesto che nessuno lo voti». Gentile si è poi soffermato sulla necessità che la commissione costituisca un comitato ad hoc che monitori la campagna elettorale nel Mezzogiorno: «Il codice etico - ha concluso - dovrà essere applicato senza tentennamenti». Tonino Gentile

A.C

Intervista all’onorevole Elio Belcastro, deputato Mpa e coordinatore della lista Noi Sud. La sua difesa di La Rupa e della sua famiglia è incondizionata

Belcastro: «L’ansia di legalità non diventi una malattia, si rischia di fare errori» Giuseppe Scopelliti

di Alessandro Caruso COSENZA - «Farò di tutto per convincere Antonio La Rupa a ritornare in campo», con questa missione l’onorevole Elio Belcastro, coordinatore della lista Noi Sud, di cui faceva parte il giovane di casa La Rupa prima di ritirarsi, ha chiuso l’incontro svoltosi ieri nel cosentino con i suoi colleghi di partito e Giuseppe Scopelliti. Il candidato presidente del centrodestra è il principale fautore della sentenza che tanto sta facendo discutere all’interno della coalizione. La voce di Belcastro al telefono è provata e lui non ne nasconde il motivo: «Provo grande sofferenza per questa decisione, lo ammetto». Onorevole, partiamo da una considerazione: cosa la infastidisce più di tutto in questa vicenda? «L’atteggiamento di alcuni esponenti della sinistra che stanno facendo di La Rupa un capro espiatorio per denunciare la impresentabilità di alcuni personaggi. Farebbero meglio a guardare al loro interno. Mi risulta che ci siano molti candidati poco raccomandabili». Io pensavo che fosse più infastidito dagli atteggiamentidi esponenti del Pdl. Sono loro ad aver voluto La Rupa fuori dalle liste. «All’interno della lista c’è molto malumore per questa decisione. Credo che Scopelliti sia in torto in merito a questa decisione, ma nonostante questo per ora ribadiamo il nostro sostegno alla sua candidatura alla presidenza». Addirittura? Si corre forse il risc-

hio di un vostro ritiro? «No, non vedo rischi. Ma semplicemente bisogna raccordarsi un po’ meglio». Sa che oggi il senatore Antonio Gentile ha riferito su questo caso in commissione Antimafia difendendo la posizione del Pdl? «Non vorrei che questa ansia di legalitàfossediventataunamalattia. In questo caso rischiamo di considerare gravi delle situazioni che gravi non sono».

è, considera questa situazione non grave? «Esattamente. Stiamo parlando del figlio di una persona che ha subito un rinvio a giudizio nullo per voto di scambio. In tre gradi di giudizio non sono stati trovati gravi indizi a suo carico. Credo proprio che questo processo si concluderàcon un’assoluzione.E in ogni caso stiamo parlando del figlio. Lui è incensurato e un ragazzo perbene, come la sua famiglia, e validissimo su cui mi sento ancora oggi di garantire personalmente».

Da avvocato penalista quale lei

«Credo che Scopelliti sia in torto in merito a questa decisione, ma per ora ribadiamo il nostro sostegno alla sua candidatura»

Il caso La Rupa è scoppiato prima o dopo la presentazione della lista? «Scopelliti si è sempre opposto all’inserimento di questo nome su cui io in persona mi ero speso. È mia la responsabilità dell’inserimento di La Rupa e Scopelliti, dopo la presentazione, ha sollevato il suo parere contrario come aveva fatto anche precedentemente. Anche se secondo me sbagliando».


Mercoledì 03 Marzo 2010 il Domani

9

PRIMO PIANO

Il capogruppo regionale del Pdl, Pino Gentile, ha presentato un’interrogazione urgente a Loiero per il ritiro della delibera che va solo contro gli ammalati

Per il Pdl la delibera sui farmaci Pht è inconcepibile e va ritirata di Luana Rocca {+ AKZ - BOLD } CATANZARO {- AKZ BOLD }È stato reso noto dal capogruppo regionale del Pdl , Pino Gentile, di aver presentato un’interrogazione urgente a Loiero sulla delibera di Giunta n. 81 del 10 febbraio 2010. Tale disposizione «ha disposto con decorrenza immediata la distribuzione dei farmaci Pht e dell’ossigeno liquido da parte della Asp (Agenzia di sanità pubblica) e delle aziende ospedaliere». «Questo è stato deciso in base ai provvedimenti assunti per il rientro del debito sanitario e comporta l’impossibilità per la cittadinanza di poter accedere alle erogazioni di farmaci salvavita e dell’ossigeno liquido direttamente in farmacia. Precisamente dal 1 marzo, tale disposizione, è stata resa operativa ed esecutiva, comportando, però notevoli disagi alla popolazione. Infatti si inizieranno a fare i soliti giri burocratici,abbastanza complicati e tortuosi, per ottenere le autorizzazioni necessarie». «Le farmacie ormai sembrano essere diventate oggetto di persecuzione da parte della Giunta regionale, che pur di non avviare una contrattazione efficace con loro riconoscendo anche il ruolo sociale e istituzionale che hanno, le identifica come responsabili di un dissesto che invece trova i altri sedi i veri colpevoli ». Ed con tutto il buon senso Gentile chiede di ritirare immediatamente la delibera «È inconcepibile che i cittadini calabresi devono pagare le conseguenze dello sfascio della sanità». Non dimentichiamo, infatti, tutti i problemi che la sanità meridionale e, in particolar modo, calabrese, sta avendo da un pò di tempo con tutti i suoi casi di malasanità e il mancati finanziamenti. E nonostante ciò adesso tocca anche agli ammalati muoversi per salvarsi e anche le farmacie, che non hanno nessuna colpa in tutto ciò, «devono essere punite con un’impostazione sovietica del mercato. La nota continua sottolineando che:«Lo stesso centrosinistra che i Italia ha voluto le parafarmacie (presentisul territorio italiano dal 2007 grazie alle liberalizzazioni previste dal decreto legislativo ideatodal ministro Bersani), penalizza gli operatori farmaceutici e il cittadino co-

Laratta contro Scopelliti in una candidatura che non lo convince

stringendo loro a non poter più avere un rapporto diretto con i luoghi tradizionalmente deputati alla cura». In conclusione questo è stato attuato «per risparmiare sulla spesa e nel contempo premia con il 200/100 del risultato della produzione direttori generali come Petramala chechiudono l’esercizio del 2008 con un deficit di 87milioni di euro». Tutto questo, come già riportato ieri nelle colonne del nostro giornale, per il Federforma si «tratta di un pericolosissimo attentato alla salute dei cittadini calabresi perché la delibera in questione porterebbe a rendere di difficile reperimento molti farmaci indispensabili per la salute del cittadino». E anche per Scopelliti questa decisione è grave, poiché lede i diritti soggettivi dei cittadini, la fruibilità immediata di presidi terapeutici e farmaci salvavita e il principio sacrosanto della privacy. «È impensabile che le farmacie calabresi vengono viste come antagoniste nel processo di unitarietà della cura e del contenimento dei costi ». Per Scopelliti la Regione avrebbe dovuto procedere ad una contrattazione con Federfarma.

{+ AKZ - BOLD } CATANZARO {- AKZ - BOLD }E non convince proprio al parlamentare del Pd Franco Laratta la candidatura del sindaco di Reggio Calabria Scopelliti a presidente della Regione. Una candidatura che a suo parere guarda solo gli interessi della sua città ignorando i bisogni del resto della Calabria. «È soltanto sua la responsabilità se le liste che lo sostengono includono candidati che hanno problemi con la giustizia per questione di mafia, o, comunque non sono in sintonia con il codice etico da lui tanto strombazzato» ha detto Laratta nei confronti del rivale. E proprio su questo sottolinea la doppia responsabilità del sindaco, innanzitutto come candidato perché non riesce a controllare, in questo modo, chi un domani potrebbe essere un suo compagno di viaggio e, in secondo luogo, in quanto coordinatore regionale del Pdl . Anche la finta meraviglia su alcune candidature di Scopelliti sempre per Laratta «sembra una recita da teatro parrocchiale perché no può venirsene fuori con una sconfessione postuma che sa tanto di opportunismo politico». Nessuna meraviglia per il parlamentare sull’atteggiamento del sindaco di voler rifiutare i voti di quei candidati « perché è solo un espediente tattico dato che lui sa che i voti li otterrà comunque. Scopelliti sapeva benissimo chi erano i soggetti che si candidavano con lui e quindi era obbligato, anche secondo alcuni esponenti del suo stesso partito, a vigilare su tutto e tutti per evitare che gli venissero segnalati delle presenze indesiderate ». «Il centrosinistra lo sta facendo come lo ha già fatto cinque anni fa, mentre Scopelliti fa il finto tonto e se fa credere di accorgesene solo dopo averli candidati» ha inoltre aggiunto Laratta . E dopo tutto questo, il parlamentare continua a chiedersi « chi potrebbe mai fidarsi di un apirante presidente che sa già di ottenere voti provenienti da determinati ambienti, indicati dal suo stesso partito, come di provenienza mafiosa ».

Naccari:«Il sondaggio di Gentile dà Scopelliti in testa 47%» CATANZARO «In una dichiarazione di ieri, Antonio Gentile, coordinatore regionale del Pdl, ha fatto sapere di aver ricevuto i conti del sondaggio effettuato dall’istituto nazionale a lavoro per «il quotidiano economico d’Europa».Secondo le rilevazioni, Scopelliti sarebbe in testa con un 47 per cento di voti a favore da parte degli elettori, contro il 36 per cento di Loiero e il 12 per cento del candidato indipendente Callipo». A dichiarare ciò è stato l’assessore regionale ed esponente del Pd, Demetrio Naccari Carlizzi che ha aggiunto: « Stupisce che Gentile, anzitutto, abbia queste primizie pur non essendo di sinistra, non essendo un economista e neanche un esperto di statistica. Ma nonostante questo va notato il grande recupero del candidato uscente, dato che fino ad una set-

timana fa Scopelliti veniva dato, da altri sondaggisti, vicini al Partito delle libertà al 53 per cento contro il 35 di Loiero».« Da che il governatore era indietro di 18 punti, con la sola presentazioe delle liste, i candidati che rappresentano il buon Governo degli ultimi cinque anni, hanno recuperato sette punti percentuali in sette giorni. Ora andando avanti di questo passo, arriveremo al 27 marzo con un Loiero che avrà 14 punti avanti e, se si votasse tra un mese e mezzo, sempre lui, sarebbe al 90 per cento». Naccari inoltre, vuole portare a dare maggiore attenzione alla determinazione e alla combattività di Gentile, perché questo denota psicologicamente il timore per il grande recupero che sta effettuando la coalizione di Governo, dal momento in cui una vera coalizione è scesa in

campo. Questo sia perché i calabresi sono in grado di giudicare quanto è stato fatto in questi anni e sia perché appare sempre più chiaro anche ai coordiantori del Pd, come la candidatura Scopelliti sia forte solo in una provincia su 5 e, inoltre, in 4 di queste, il centrosinistra è più radicato rispetto al candidato reggino. E per Naccari «man mano che passano i giorni, il marketing politico di Gianfranco Fini inizia a mostrare i primi buchi, mentre il dispiegamento sul territorio delle liste pro Loiero sta andando ad erodere il consenso pro Scopelliti anche nell’unico vero bastione del candidato ex presidente del Consiglio regionale con la Giunta Chiaravalloti sapendo che ormai, anche a Reggio Calabria Scopelliti inizia a mostrare i primi segni di sofferenza».


10

il Domani Mercoledì 03 Marzo 2010

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Regionali, Ferrando del Pcl chiede al Tar la sospensione CATANZARO - Il Partito comunista dei lavoratori si è rivolto al Tar della Calabria chiedendo l’ammissione della sua lista per le elezioni regionali o, nel caso tale richiesta non venga accolta, la sospensione della consultazione. Lo rende noto il leader del partito, Marco Ferrando, specificando che la richiesta è motivata dall’esclusione dalla competizione elettorale della lista

del Pcl. «Non c’è solo il caso Lazio e Lombardia sostiene - ma anche il caso Calabria. Con una particolarità: mentre altrove si rimprovera alle liste escluse di aver violatola legge, il Pcl calabrese è accusato di averla applicata. La nuova legge elettorale varata dal Consiglio regionale prescriveva esplicitamente che la raccolta delle firme avvenisse sulle sole liste provinciali, essendo sta-

to abolito il listino del candidato presidente». Secondo Ferrando, «la stessa Giunta regionale istruiva, con apposite circolari, l’applicazione della nuova norma. Il Pcl l’ha rigorosamente rispettata consegnando un numero regolare di firme, e una perfetta documentazione, come attesta l’accoglimento delle nostre liste da parte di tutti gli uffici elettorali provinciali».

VERSO IL VOTO Il sindaco di Reggio, candidato alla presidenza, si scaglia contro le lobby politico-affaristiche che hanno saccheggiato le risorse pubbliche

Regionali, Scopelliti: «Serve una rivoluzione partecipativa...» REGGIO CALABRIA - Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti, auspica una svolta per invertirela tendenza che fino ad oggi ha stretto «la Calabria nella morsa delle lobby politico-affaristiche che hanno saccheggiato le risorse pubbliche e soffocato sul nascere le istanze del territorio». Per e Scopelliti, rispetto al resto del Paese, «noi calabresi dobbiamo sopportare uno sforzomaggiore per recuperare i ritardi e cancellare i gravi guasti provocati dall’egoismo delle classi dirigenti e dalla voracità della burocrazia». Per questo ipotizza una «rivoluzione partecipativa» in grado di «frantumare Giuseppe Scopelliti la cristallizzazione di quel potere che risiede nelle mani di pochi e che, in tutti questi anni, ha garantito la gestione di fiumi di danaro disperdendolo in mille rivoli clientelari che nulla hannoprodottosul territorio». Il sindaco di Reggio, poi, indicaalcuni esempi dei guasti prodotti ai danni della Calabria: «Dal sistema delle depurazioni alle risorse idriche, dalle infrastrutture primarieall’efficienzadellaPubblica amministrazione». Ed aggiunge: «Questa classe dirigente equesta burocrazia, più che parte di

un’organizzazionesociale, sono il cuore di un sistema oligarchico. In Calabria - il nostro timore è purtroppo fondato - siamo oltre l’ipotesi weberiana del potere politico ed economico concentrato nelle mani di pochi. Pensiamo ai direttori generali, che oggi non sono - come noi vorremmo che fossero - i protagonisti di un progetto che recepisca le istanze del territorio e, al tempo stesso, rispettosi delle linee programmatiche». Un siffatto scenario, per Scopelliti, richiede «la presenza di una classepolitica che rompa con il passato, che rifiuti l’idea di governi consociativi; una struttura amministrativa giovane e snella; uomini e donne che abbiano una chiara visione sui progetti e gli obiettivi di questo nuovo percorso teso adimpedire decisioni e scelte centraliste. Occorre, dunque, una vera e propria selezione delle classi dirigenti, in grado di superare le degenerazioni della democrazia di massa, i processi perversi della burocratizzazione e la demagogia dei cosiddetti capi carismatici». Ritornando alla necessità di una rivoluzione partecipativa, il sindaco di Reggio Calabria e cabndidato alla presidenza della

Regione, la ritiene un passaggio fondamentale «per avviare un cambiamento epocale che richiede, secondo il nostro modo di intendere la politica e il futuro di questa terra, scelte coraggiose e battaglie dure contro le lobby ed interessi consolidati; uno scontro con i falsi moralisti, i persuasori occulti. Insomma,opporsi con forza e determinazione alle vec-

chie logiche per aprire la strada alle scelte del cambiamento». Questa grande rivoluzione deve passare attraverso tutti gli attori sociali, nessuno escluso. «E’ importante ribadire - conclude - il primato della politica che deve dare gli input ed indicare ipercorsi da seguire, i tempi per l’attuazione di piccole o grandi strategie. Una politica autorevole,

dunque. Caso contrario essa rimane subalterna ad altre componenti sociali e connivente con quel substrato burocratico che difende la cristallizzazione di un sistema affaristico - clientelare a cui spesso la politica si rivolge per ottenere il consenso». Questo, dunque, il pensierio di Giuseppe Scopelliti,candidato alla presidenza della Regione.

Al “Comitato Scopelliti presidente” ora aderisce il gruppo Filippelli. Incontro con Mario Caligiuri CATANZARO - Il gruppo di giovani professionisti che fa capo al ricercatore universitario Michele Filippelli aderisce ufficialmente al comitato "Scopelliti Presidente". Ciò è stato deciso in una riunione con il prof. Mario Caligiuri, coordinatore della campagna elettorale del presidente Peppe Scopelliti. Il gruppo sorto per portare avanti le istanze dei giovani professionisti calabresi impegnati nella ricerca e nello studio fuori dalla regione ma che vogliono spendersi nella loro terra per contribuire al suo sviluppo ed avanzamento ha deciso di dare ufficialmente il proprio appoggio per la elezione dell’onorevole Peppe Scopelliti . «Nella bella manifestazione svoltasi a Lamezia Terme con i giovani, Scopelliti ha declinato i punti fondamentali del suo programma mettendo ai primi posti l’investimento nella cultura,nella ricerca,nella formazione,nel rientro dei giovani cervelli affermando che il progressivo impoverimento umano della splendida regione

calabrese è stato causa dell’arretramento economico, morale, sociale e che da qui bisogna ripartire per invertire la tendenza dando un futuro alle giovani generazioni con la consapevolezza che la Calabria è la regione con il più alto tasso di giovanilità della popolazione italiana ed il più basso per accesso all’alta formazione. Tale situazione comporta un nuovo, evidente, pericoloso classismo sociale determinando grandi diseguaglianze tra chi sa e chi non sa che per secoli ha pesato e discriminato al sud tanti giovani,tante famiglie, dove tutt’ora è presente un problema di formazione continua delle fasce adulte. E’ un dato, per il gruppo Filippelli oramai acquisito che i ragazzi che crescono in famiglie di laureati riescono facilmente negli studi mentre continua a pesare sulle famiglie meno acculturate il dato di abbandono nell’istruzione. Senza avanzamento culturale - conclude la nota - non ci sarà sviluppo ha detto Peppe Scopelliti e noi siamo con lui in questa grande battaglia di civiltà e futuro».

Nicola Adamo: Scopelliti è il responsabile delle liste COSENZA - «Scopelliti non ha giustificazioni. Nella duplice veste di coordinatore Pdl e candidato presidente è il vero responsabile della formazione delle liste di centrodestra». Così, Nicola Adamo del Pd. «Egli - aggiunge - evidentemente ha prima ritenuto di dover ratificare alcune candidature e immediatamente dopo la presentazione ufficiale delle liste ha pensato di mettersi la

coscienza a posto dichiarando il suo non gradimento.Voleva essere un modo per aggiudicarsi, comunque, migliaia di voti e contestualmente lavarsi le mani di ogni responsabilità esponendo cinicamente ancor di più gli stessi candidati oggetto delle polemiche. Insomma, un vero e proprio cinico pasticcio. Ma il pasticcio era inevitabile perché il centrodestra e lo stesso Scopelliti

non hanno mai tenuto una condotta politica lineare sui temi dell’antimafia. Infatti negli anni in cui Scopelliti ha ricoperto l’incarico di assessore e presidente del Consiglio regionale la Regione, ad esempio, non si è mai costituita parte civile nei processi di mafia e non ha mai inteso finanziare il riuso sociale dei beni confiscati alle organizzazioni criminali».


Mercoledì 03 Marzo 2010 il Domani 11

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Regionali, eseguito il sorteggio dei candidati alla presidenza CATANZARO - La commissione elettorale della Corte d’Appello di Catanzaro ha svolto ieri mattina le operazioni di sorteggio per l’ordine delle liste sulla scheda elettorale, in vista delle elezioni regionali del 28 e 29 marzo. Nell’ordine sono stati sorteggiati Pippo Callipo (sostenuto da tre liste), Agazio Loiero (sostenuto da sei liste) e Giuseppe Scopelliti (sostenuto da sette liste). E’ stato

escluso dalla competizioneelettorale il candidato presidente della lista del Partito comunista dei lavoratori, Giuseppe Siclari, per non avere presentato il numero necessario di sottoscrizioni. Lo stesso Siclari ha preannunciato ricorso contro la decisione della commissione elettorale. r.c.

Soddisfatto l’attuale governatore. Scagionato anche Giuseppe Chiaravalloti Due anni per Tonino Saladino ritenuto colpevole solo di abuso d’ufficio

Inchiesta Why Not, Loiero assolto «Finalmente è finito il calvario» CATANZARO - Otto condanne sono state comminate dal Gup Abigail Mellace a conclusione dei 42 riti abbreviati nell’ambito del processo Why not. Trentaquattro le assoluzioni totali pronunciate dal magistrato, tra le quali quelle a favore del presidente della Regione Agazio Loiero, dell’ex governatore Giuseppe Chiaravalloti, del segretario della Giunta Loiero, Nicola Durante, dell’ex assessore della Giunta Chiaravalloti Gianfranco Luzzo, dell’ex assesore della Giunta Loiero, PasqualeMariaTripodi,dell’assesore in carica ai Lavori Pubblici, Luigi Incarnato, Sergio Abramo, consigliere regionale del Pdl ed ex sindaco di Catanzaro, coinvolti nell’inchiesta a vario titolo. Fra gli assolti, ancheTommaso Loiero, dirigente della RegioneCalabria e fratello Tonino Saladino del governatore uscente e Vincenza Bruno Bossio, imprenditrice, moglie del capogruppo regionale del Pd, Nicola Adamo. Le persone rinviate a giudizio con il rito ordinario, che compariranno davanti al Tribunale il prossimo 9 giugno, sono 27. Tra loro, fra gli altri, il consigliere regionale Francesco Morelli (Pdl), l’ex deputato Ennio Morrone (Udeur), gli ex assessori regionali Dionisio Gallo (Udc) e Domenico Basile (Pdl), il capo-

gruppo regionale del Pd, Nicola Adamo.Ventottoiproscioglimenti, fra cui quelli del deputato del Pdl, Giovanni Dima, del capogruppo regionale del Pdl Pino Gentile, dell’eurodeputato Mario Pirillo (Pd) del consigliere regionale del Pdl Alberto Sarra, dell’ex assessore regionale Diego Tommasi. «Finalmente è finito questo calvario. Sapevo di essere innocente ma è bello sentirselo dire da un magistrato terzo, dopo due anni di difficoltà e di sofferenze. Un calvario indicibile. A un giudizio sereno non poteva che finirecosì».Questoilcommentodel presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero. I sostituti procuratori generaliMassimo Lia e Eugenio Facciolla avevano chiesto la condanna di Loiero ad un anno e sei mesi di reclusione per abuso d’ufficio. Gli stessimagistrati avevano chiesto, invece, l’assoluzione, per non avere commesso il fatto, di Loiero per l’accusa di corruzione. Due anni di carcere, invece, per Antonio Saladino, ritenuto colpevole di abuso d’ufficio, mentre è stato assolto dalle accuse di associazione per delinquere, truffa, frode nelle pubbliche forniture e da altre contestazioni nell’ambito del procedimento avviato a suo tempo dalll’allora pm Luigi de Magistris.

La procura generale, che aveva poi avocato l’indagine, aveva chiesto per lui una condanna a 4 anni e mezzo di reclusione. Saladino era considerato al centro del sistema di presunte illegalità ipotizzato dalla magistratura inquirente. L’ex presidente della Regione Calabria, Giuseppe Chiaravalloti, è stato assolto da tutti i reati nel

Agazio Loiero

processo con rito abbreviato Why Not. Per Chiaravalloti, attualmente vicepresidente dell’Authority sulla Privacy, la Procura generale di Catanzaro aveva chiesto la condanna a due anni e due mesi per i reati di truffa e abuso d’ufficio. «Saladino non è un faccendiere». Così, l’avvocato Francesco Gambardella, legale dell’imprenditoreAntonioSaladi-

no.«L’assoluzione - ha aggiunto per associazione e per altri gravi reati di peculato e truffa restituiscono a Saladino la patente di cui lo stesso è meritevole di imprenditore che ha legittimamente operato nell’imprenditoria quale autorevole rappresentante di Obiettivo Lavoro e giammai gestore di un sistema illecito». r.c.

Per la superteste Caterina Merante rinvio a giudizio Il processo avrà inizio il prossimo nove giugno... CATANZARO - Caterina Merante, testimone chiave dell’inchiesta Why Not, è stata rinviata a giudizio dal Gup Abigail Mellace, per rispondere dell’unico capo d’accusa contestatole: una contravvenzione alle leggi in materia di lavoro. Il processo per lei e per le altre 26 persone rinviate a giudizio, avrà inizio il 9 giugno col rito ordinario, davanti al Tribunale collegiale di Catanzaro. Sempre per quanto riguarda Merante, il giudice ha rinviato alla Procura gli atti relativi ad alcuni capi d’accusa che non le erano stati contestati, affinché si verifichino eventuali profili di responsabilità a suo cari- Caterina Merante co. Caterina Merante, principale collaboratrice di Antonio Saladino, già presidente della compagnia delle opere in Calabria, dopo molti anni di lavoronelle società dell’imprenditore lametino, aveva deciso di lasciare il suo posto e di rendere

la propria testimonianza alla procura della Repupblica denunciando un sistema di illegalità che sarebbe ruotato intorno a sa,ladino ed avrebbe coinvolto nuemrosi esponenti delle istituzioni, calabresi e romane. Nelle diverse fasi delle indagini, erano stati iscritti nel registro degli indagati, per poi uscire definitivamente dall’inchiesta con un’archiviazione, l’ex premier Romano Prodi e l’ex ministro Guardasigilli Clemente Mastella. Al termine dell’udienza, la Merante ha dichiarato di non avere «alcuna preoccupazione per il rinvio degli atti alla procura, perché - ha spiegato - ora ho la possibilità di difendermi pienamente affinché non resti alcuna ombra sul mio operato. Ho testimoniato in questa inchiesta - ha aggiunto - solo perché l’ho ritenuto un dovere di giustizia».

Regionali, il Pd è convinto: centrosinistra in ripresa! LAMEZIA TERME - «Si registra una forte ripresa sul piano elettorale per il presidente Loiero e per le forze delcentrosinistra. A pochi giorni dalla presentazione delle liste dei candidati in tutte le province della Calabria si respira un’aria nuova. Apprezziamo molto il senso di responsabilità e lo spirito unitario che ha caratterizzato tutti, rappresentanti delle forze politiche ed esponenti del-

la società civile, nel costruire liste di candidati forti, competitive e trasparenti che rappresentano il valore aggiunto per la vittoria finale del presidente Loiero e delle forze del centrosinistra. Mentre nel centro destra si registra la confusione più totale». Così, in una nota, il gruppo dirigente del Pd calabrese che annuncia per oggi alle ore17,30, nel Centro agroalimentare di Lamezia

Terme, l’avvio ufficiale della campagna elettorale del presidente AgazioLoiero. «Sarà l’avvio di una entusiasmante ed unitaria battaglia politica - è scritto - saranno presentati le linee programmatiche e gli uomini capaci di poterle attuare per darecontinuità al lavoro fin qui svolto dal presidente Loiero e dala sua Giunta». r.c.


12

il Domani Mercoledì 03 Marzo 2010

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Stalking Un arresto nel Cosentino

Operazione della Guardia di finanza alle porte di Lamezia Terme. Emessi quattro obblighi di dimora

Frodi, sequestrato uno stabilimento di acque minerali a Feroleto Antico LAMEZIA TERME - Il nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanzadiCatanzarohanotificato quattro provvedimenti restrittivi, consistenti nell’obbligo di dimora, a carico di altrettanti soci e amministratori di due società beneficiarie di finanziamenti statali e comunitari, procedendo al sequestro di uno stabilimento preposto alla produzione ed all’imbottigliamento delle acque minerali, di quote societarie, di disponibilitàbancariee di una polizza assicurativa, per un valore complessivo stimato in circa 22milioni di euro. Le indagini,avviate nel corso del 2007 su delega della procura dellarepubblica presso il Tribunale di Lamezia Terme, hanno riguardato la "Idro Mineral Beverage Srl", società operante nel settore della produzione e dell’imbottigliamento delle acque minerali, recentemente colpita da un attentato incenmdiario, e la "Mondial Drinks Beverage", società che avrebbe dovuto operare nel settore della produzione e dell’imbottigliamento delle acque minerali ma che non ha mai avviato con-

cretamente la propria attivtà, entrambe con sede legale a Lamezia alle quali, nell’ambito della legge 488/92, sono stati concessi contributi pubblici per circa 9 milioni di euro per la realizzazione di un programma di industrializzazione da attuarsi a Lamezia nelsettore della raccolta e dell’imbottigliamentodelleacquemineralie nella produzione di bibite analcoliche. Le indaginia avrebbero permesso di scoprire un sofisticato meccanismo di frode, ideato dai responsabili delle società beneficiarie dei contributi, imperniato sulla predisposizione di una copiosa documentazione ideologicamente e materialmente non veritiera con riguardo alla fattibi-

TRENI SOPPRESSI Laganà del Pd: Intervenga il ministro Matteoli

lità del progetto proposto, all’entità dei costi sostenuti per avviarlo, alle date di conclusione del programma di industrializzazione e di pagamento delle relative spese, nonché al luogo di svolgimento delle attività lavorative ed all’inerenza dei costi con il progettoin parola. Nel corso delle indaginisarebbestataappuratala produzione e la commercializzazione di un cospicuo quantitativo di acque minerali contenenti il batterio "pseudomonas aeruginosa". La "Idro Mineral Beverage Srl", una delle aziende sequestrate iei mattina dallaGuardia di finanza nell’ambito di un’operazione, denominata incodice "beverage", su una presunta frode ai

CATANZARIO - Sulla grave situazione che si è venuta a creare al Sud per la cancellazione di alcuni treni su tratte essenziali di collegamento con il Nord Italia, la parlamentare calabrese del Partito democratico Maria Grazia Laganà Fortugno ha inviato una nota urgente al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Altero Matteoli, chiedendo «un suo fattivo intervento per la risoluzione del problema. Prima ancora dell’entrata in vigore del nuovo orario ferroviario, che ha confermato la soppressione di numerosi collegamenti ferroviari tra le principali città del nord e quelle calabresi e siciliane, la deputata Laganà Fortugno - si legge in una nota - aveva piùvolte sensibilizzato il Governo e il ministero competente sulla gravitàdi tale decisione. Ma alla luce della risoluzione in atto non si può non considerare

danni dello Stato, il 20 febbraio scorso aveva subito un incendi per cause da accertare, che aveva provocato la quasi totale distruzione dell’opificio. L’episodio si era verificato nel comune di Feroleto Antico alle porte di Lamezia Terme.Gliinquirentievidenziano che i legali rappresentanti della società avevano stipulato una polizza assicurativa che, a titolo di indennizzo per eventi incendiari, consentiva di ottenere una liquidazione fino alla somma di 13.683.000 euro e che il relativo contratto scade oggi. Il sostituto procuratorediLamezia,Domenico Galletta, ha disposto il sequestro preventivo dellapolizza assicurativa stipulata dai legali rappresentanti della società. Le persone indagate nell’inchiesta che ha portato al sequestro sono, complessivamente, 12, per quattro delle quali la procura di Lamezia ha emesso obbligo di dimora. Si tratta, oltre all’amministratrore unico della Idro Mineral Beverage, Gennaro Isabella Valenzi, di tre suoi soci, Saverio Isabella Valenzi, Michele Surace e Andrea Francesco Giordano.

amaramente che soprattutto la Calabria rimane per l’ennesima volta castigata, una regione già pesantemente penalizzata da un insieme di problemi che vanno dal sottosviluppo economico e industriale al dissesto idrogeologico, per non parlare delle attività della criminalità organizzata, che già di per sé generano un insieme nefasto di mali, disservizi e disagi alla popolazione onesta». Al ministroMatteolilaparlamentaredel Pd ha prodotto una elencazione delle soppressioni, sei coppie di treni considerati “Servizi di base” sulle tratte Torino e Milano, e Reggio Calabria-Palermo e viceversa. «Inoltre - fa rilevare - , il nuovo orario prevede un solo collegamento notturno Milano-Palermo e viceversa sul quale sono attivi, però, soltanto i servizi posti letto e cuccette e non quelloposti a sedere. E di tutta evidenza - fa

COSENZA - I carabinieri di San Marco Argentano, in provincia di Cosenza, hanno arrestato per violenza, resistenza ed oltraggio apubblico ufficiale e lesioni personali, denunciandolo anche perstalking, un giovane del luogo, L.C., che era già sotto osservazione per aver infastidito una ragazza. Secondo quanto si è appreso dai militari dell’Arma della stazione cosentina, il giovane ieri si è presentato proprio sotto casa della ragazza. Qui è stato sorpreso dai militari mentre, in preda ad una crisi isterica,urlava e tentava di scavalcare la recinzione dell’abitazione. Il giovane ha cominciato anche ad inveire contro i militari, arrivando all’aggressione fisica e violenta di un carabiniere. Il militare aggredito, sempre stabndo a quanto riferito dall’Arma,hadovutopoiricorrere al Pronto soccorso, dove gli è stata diagnosticata una contusione all’avambraccio, lesioni alla mano e al viso, nonché una distorsione al polso e aanche una piccola emorragia all’occhio sinistro. L.C., arrestato, ha passato la notte in carcere in attesa di giudizio direttissimo. Una vicenda triste che ripropone il tema sempre di grande attualità, legato alle violenze sulle donne.

notare Maria Grazia Laganà Fortugno - che tale fatto penalizza le fasce di popolazione economicamente piu’ deboli che per viaggiare su tali percorsi sono costrette a sostenere costi superiori per utilizzare treni ad alta velocità, oppure il servizio cuccette. Ma la Regione Calabria è stata fortemente penalizzata anche dalla soppressione di tutti i treni delle linee “Antenne” per lo Ionio della Divisione Passeggeri nazionale e internazionale con gravi disagi per la mobilità di coloro che devono effettuare viaggi quotidiani, oppure anche saltuari, da e per le località calabresi situate su tale versante. Oltre ai problemi evidenziati, i tagli effettuati comporterebbero anche la messa in mobilità di circa 80-100 operatori ferroviari e presumibilmente la perdita per un numero non trascurabile di lavoratori dell’indotto».

r.c.


Mercoledì 03 Marzo 2010 il Domani 13

AMBIENTE

Frana a Janò, il sindaco Olivo: «Facciamo il possibile per aiutare i cittadini» CATANZARO - Il sindaco Rosario Olivo ha accompagnato, ieri mattina, il presidente della Commissione Ambiente del Senato Antonio D’Alì e i componenti Francesco Ferrante e Andrea Fruttero, nelle zone della città colpite dal maltempo e minacciate dalle frane. In particolare, assieme al prefetto Giuseppina Di Rosa, al presidente della Regione Agazio Loiero, al presi-

dente della Provincia Wanda Ferro, agli assessori Domenico Iaconantonio e Nicola Sabatino Ventura, al comandante dei Vigili Urbani generale Giuseppe Antonio Salerno e a diversi tecnici comunali, il Sindaco ha illustrato le situazioni di pericolo createsi nei quartieri di Piterà e Janò. Olivo ha spiegato che sono continui i monitoraggi in queste aree per tenere sotto osser-

vazione il movimento franoso e ha auspicato un intervento concreto da parte del Governo che possa rimettere in sicurezza questi luoghi. «Capisco la preoccupazione dei residenti - ha affermato il Sindaco - ma posso assicurare che l’Amministrazione sta facendo il possibile per tutelare la loro incolumità e, nello stesso tempo, per aiutarli in questa fase di emergenza».

La delegazione del Senato si è portata sul luogo della frana per raccogliere i dati Sarà presto stesa una relazione sul fenomeno che ha determinato lo smottamento

A Maierato la Commissione Ambiente D’Ali: «Servono interventi strutturali» di Carmela Mirarchi VIBO VALENTIA - Sopralluogo, ieri mattina, della commissione ambiente del Senato a Maierato, il comune del vibonese minacciato da una grossa frana. La delegazione guidata dal senatore Antonio Dalì, presenti il prefetto Maria Luisa Latella ed il sindaco, si è portata sul luogo della frana e dopo la raccolta di alcuni dati, ha lasciato il paese, riservandosi di stendere una relazione sul fenomeno che ha determinato lo smottamento e sui provvedimenti da intraprendere. Intanto nel piccolo paese sta riprendendo la vita dopo il rientro di quasi tutti gli abitanti. All’appello mancano soltanto qualche centinaio di persone che abitavano nei pressi della frana e per i quali non è stato possibil il ritorno a casa. «Dai rilevamenti che stiamo facendo emerge chiaramente la necessità di interventi strutturali in materia di prevenzione del dissesto idrogeologico» ha detto il presidente della Commissione Ambiente del Senato, Antonio D’Alì, al termine di una riunione svoltasi nella Prefettura di Catanzaro per fare il punto sulla situazione delle frane che nelle scorsesettimanehannointeressato tutto il territorio. D’Alì ed i componenti della Commissione Francesco Ferrante e Andrea Fluttero, hanno compiuto un sopralluogo a Maierato, il paese del vibonese che per alcuni giorni è stato totalmente evacuato, e, successivamente, insieme al presidente della Regione, Agazio Lo-

consapevolezza non sia dimenticata non appena finisce l’emergenza». «Oltre alla questione dell’urbanizzazione - ha detto il senatore Fruttero - va evidenziato che molti danni riguardano la viabilità. Ciò significa che sono connessi alla debolezza del territorio. Tutto ciò sta creando disagi non solo alle persone che sono state costrette ad evacuare, ma anche a coloro che pur essendo rimasti nelle loro case hanno perso la facilità di muoversi. Il che comporta problemi anche al sistema economiiero, nel quartiere Janò di Catanzaro dove ancora ci sono 70 famiglie che vivono fuori dalle loro abitazioni. «Le risorse esistenti ha sostenuto D’Alì - non sono sufficienti, ma siamo convinti che una buona organizzazione delle risorse disponibili può meglio identificare un quadro di interventi strutturali che possano essere un chiaro segnale della volontà di intervenire. A Maierato - ha poi detto il sen. Ferrante - c’é una situazione straordinaria e la frana non è ancora stabile. Però, rispetto a ciò che abbiamo visto a Catanzaro, quella di Maierato è una situazione più di impatto ambientale che di rischio per le abitazioni. Mi preme sottolineare che si sta facendo strada la consapevolezza che il dissesto idrogeologico é peggiorato negli ultimi anni anche perché si è costruito abitazioni e insediamenti industriali dove non dovevano sorgere. Ora bisogna mettersi insieme, tutti quanti, per risolvere il problema. L’auspicio è che questa

In Sila "Dogs on the snow" LORICA - Circa 150 esemplari di siberian husky hanno partecipato alla traversata dell’altopiano silano con slitta condotte da campioni di Sledogg che si è svolta nell’ambito della quarta edizione di "Dogs on the snow. L’iniziativa è stata promossa dalla cooperativa "La Comune Sangiovannese" e dalle Province di Cosenza e Crotone, Ente Parco Nazionale della Sila, Comunità montane Silana e Alto Crotonese, Arssa e da alcuni comuni che ne hanno ospitato le tappe, tra cui San Giovanni in Fiore, Pedace e Cotronei.

co». Alla riunione svoltasi in Prefettura hanno partecipato il prefetto di Catanzaro, Giuseppina Di Rosa, l’assessore regionale all’Ambiente, Silvio Greco, il presidente della Provincia, Wanda Ferro, il sindaco, Rosario Olivo, ed i responsabili provinciali delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco. Olivo ha assicurato che l’Amministrazione sta facendo il possibile per tutelare l’incolumità degli abitanti di Janò e che c’é la volontà di programmare gli interventi necessari per il ripristino del territorio».


14

il Domani Mercoledì 03 Marzo 2010

AGRICOLTURA

Si tratta di un tassello importante del progetto per una filiera agricola tutta italiana di qualità

Farmer market, polemiche a Cosenza In Italia però sono già 500, + 360% di C.M. COSENZA - L’apertura del farmer market a Cosenza la scorsa settimana ha provocato critiche e polemiche ma in Italia i farmer market sono una realtà. Una bella realtà che funziona e grazie alla quale diverse famiglie riescono ad arrivare a fine mese. Ecco perché la Coldiretti calabrese ha deciso di puntare sui punti vendita diretti che non solo fanno risparmiare diverse centinaia di euro l’anno ma sostengono anche gli agricoltori locali tutelando la tradizione calabrese. La Coldiretti sta promuovendo dunque un

progetto per una filiera agricola tutta italiana con l’obiettivo di tagliare le intermediazioni e arrivare ad offrire in tutte le città, attraverso la rete di Consorzi Agrari, cooperative, farmers market, agriturismi e imprese agricole, prodotti alimentari al cento per cento italiani firmati dagli agricoltori al giusto prezzo. Sono oltre 500 i mercati degli agricoltori di Campagna Amica, i cosiddetti farmers market, aperti in tutte le regioni italiane con un aumento del 360 per cento nell’ultimo anno che, ha spiegato la Coldiretti, si aggiungono a 63.600 frantoi, cantine, malghe e cascine dove e’ pos-

sibile comperare direttamente, secondo il rapporto dell’Osservatorio sulla vendita diretta delle aziende agricole promosso da Coldiretti e Agri 2000. L’approvazione del Ddl "recante norme per la valorizzazione dei prodotti agricoli provenientida filiera corta e di qualita’" da parte dell’ultimo Consiglio dei Ministri è importante - conclude la Coldiretti - per accompagnare la crescita di una forma di vendita innovativa che sta incontrando il gradimento dei consumatoriel’interessedegliagricoltori. I cosiddetti farmer market, aperti in tutte le regioni italiane con un aumento del 360 per

Orsomarso (Pdl) con Confesercenti «Vendita diretta non aiuta l’economia» COSENZA - «Il farmer market, non risolleverà le sorti dell’economia». Il dirigente regionale del Pdl Fausto Orsomarso si schiera al fianco del presidente della Confesercenti, Domenico Bilotta «il commercio in città non è affatto in salute» «Quelle del presidente della Confesercenti, Domenico

dell’apertura del market cittadino, evidenziando il suo totale sostegno al presidente Bilotta. «Concordo in pieno - sottolinea Orsomarso - con il presidente Bilotta sull’incapacità dell’Amministrazione di lavorare bene e di delineare le giuste strategie per risollevare le sorti del commercio e, anco-

cento nell’ultimo anno. «Gli acquisti diretti sono una opportunità per il Paese con un aumento della concorrenzache va a beneficio delle imprese agricole e dei consumatori che possono così garantirsi una spesa sicura e di qualità al giusto prezzo» ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel sottolineare che «è anche una occasione per far conoscere e divulgare i veri sapori della tradizione italiana per poterli riconoscere in tutte le altre forme di vendita senza cadere nell’inganno del falso Made in Italy. Si tratta - conclude Marini di un tassello importante del nostro progetto per una filiera agricola tutta italiana che, con il coinvolgimento dei mercati di Campagna Amica, Consorzi Agrari, cooperative, agriturismi e imprese, punta a far arrivare sul mercato prodotti al cento per cento italiani direttamente dagli imprenditori agricoli». Due italiani su tre (67 %) hanno acquistato almeno una volta direttamente dal produttore agricolo, la forma di di-

stribuzione commerciale che ha registrato una crescita nel 2009 battendo nell’alimentare negozi ed ipermercatigrazie ad un incremento dell’11% del valore delle vendite per un totale stimato in 3 miliardi di Euro. Ben il 41%, ha spiegato la Coldiretti, viene speso per l’acquisto di vino in cantina, il 21 per cento per l’ortofrutta, il 14 per cento per formaggi e latte, l’8 per cento per carni e salumi, il 5 per cento per l’olio di oliva e altrettantoperlepianteornamentali. Si tratta - continua la Coldiretti - di un fenomeno in controtendenza rispetto alla crisi generale perché concilia la necessità di risparmiare con quella di garantir-

«Gli acquisti diretti sono una opportunità con un aumento concorrenza che va a beneficio delle imprese agricole» si la sicurezza del cibo. Tra le motivazioni di acquisto dell’indagine Swg / Coldiretti spicca infatti la genuinità (71%) seguita dal risparmio (40%) e dal gusto (26%). Nel 2009 sono saliti a 63.600 con un aumento boom del 64% rispetto al 2001 e del 7 % rispetto al 2008, i frantoi, le cantine, le malghe e le cascine dove è possibile comperare direttamente.

Sloow food su patata ogm: Un passo indietro per l’Ue di cm

Bilotta, sull’apertura del farmer market non sono dichiarazioni catastrofiche, come l’ assessore Vuono vuol far credere, ma semplicemente la chiave di lettura di un malessere che colpisce in prima persona i veri protagonisti della vicenda, i commercianti». Così il candidato al Consiglio regionale interviene sulla polemica

ra, condivido quanto sia esplicita la dimostrazione della tolleranza totale del commercio abusivo di prodotti agricoli attraverso la presenza di camion abusivi che vendono la loro mercanzia indisturbati nelle vie centrali della città, danneggiando senza nessuno scrupolo i punti vendita presenti».

ROMA - Sloow food è intervenuta ieri sulla decisone del Commissario europeo alla Salute e Politica dei consumatori, John Dalli,che ha concesso l’autorizzazione alla coltivazione della patata ogm Amflora, prodotta dalla multinazionale Bayer. «Questapatata,modificataperchécontengauna maggiorpercentuale di amido, segna un passo indietro nel comportamento che l’Europa seguiva dal 1998, guidato innanzitutto dal principio di precauzione ha commentato Roberto Burdese, Presidente Slow Food

Italia -. Slow Food prosegue nella strada di opposizione agli ogm e concorda con le affermazioni del Ministro Zaia, il quale ha sottolineato che nessuno deve mettere in dubbio la sovranità degli Stati membri in tale materia»


Mercoledì 03 Marzo 2010 il Domani 15

UNIVERSITA' E SCUOLA

Attivato il sistema wireless UmG, si naviga liberamente

di Car.Mir. CATANZARO - Un nuovo servizio gratuito è disponibile per tutti gli studenti, il personale ed i visitatori del Campus dell’Università Magna Graecia di Catanzaro: da alcuni giorni, infatti, è stato attiva-

to il sistema di rete wireless per le connessioni senza fili all’interno delle strutture universitarie del Campus. Il Servizio di rete Wireless consente agli studenti, al personale, ai visitatori esterni, di navigare liberamente attraverso i propri dispositivi mobili, quali computer portatile, palmare,

smartphone, netpc, nelle zone coperte dal Servizio, nel rispetto della normativa vigente. Nella rete senza fili sono stati implementati, infatti meccanismi di sicurezza che consentono agli amministratori di rete di individuare eventuali infrazioni al corretto utilizzo della rete senza fili. Le

IN BREVE

Nella rete senza fili sono stati Corso di formazione "I giochi tradizionali" implementati meccanismi di CROTONE - Il Coordinamento di sicurezza che Educazione Motoria, Fisica e Sportiva di Crotone in collaborazione consentono di con la Uiso di Crotone e la Lega e Giochi Tradizionali Calabindividuare infrazioni Sport ria, hanno organizzato, nei giorni aree coperte dal servizio sono le Biblioteche delle Facoltà di Medicina e Chirurgia e di Giurisprudenza, la sala dell’University Club, l’Edificio preclinico delle Bioscienze nei livelli destinati alle aule, sale studio e alle segreterie, le nuove aule del corpo H dell’Edificio delle Bioscienze, le aule, le sale studio e le segreterie dell’Edificio dell’Area giuridica, economica e delle scienze sociali, l’Edificio direzionale che ospita gli uffici amministrativi dell’Ateneo. Grande soddisfazione è stata espressa dal Rettore dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, Professor Francesco Saverio Costanzo, per l’attivazione di questo servizio che testimonia in maniera concreta l’attenzione all’innovazione tecnologica da parte del giovane e dinamico Ateneo del capoluogo calabrese e la qualità del lavoro svolto dal personale del Centro Elaborazione Dati dell’Ateneo per portare a compimento questo nuovo tassello nella gamma dei servizi che il Campus offre agli studenti, agli utenti e al territorio tutto. Per accedere al servizio, l’utente universitario deve attivare la scheda wireless sul proprio portatile e verificare la presenza di segnale, cliccare poi sul browser in dotazione (Internet Explorer, Mozilla, Firefox, Opera, etc.), rispondere "sì" all’accettazione del certificato di sicurezza, attendere la schermata di autenticazione, inserire, infine, la username e la password, secondo le modalità di accesso previste dal Centro Elaborazione Dati d’Ateneo e già utilizzate per gli altri servizi on line. Gli studenti potranno accedere direttamente utilizzando le credenziali della propria casella di posta elettronica (@studenti.unicz.it.). Gli altri utenti potranno inoltrare richiesta di attivazione delle chiavi di accesso al Ced d’Ateneo, ubicato presso il terzo livello dell’Edificio delle Bioscienze del Campus "Salvatore Venuta". Per formulare una richiesta di supporto è possibile inviare una email all’indirizzo support@ced. unicz. it. Informazioni dettagliate sul servizio sono disponibili sul sito internet dell’Ateneo.

scorsi, il corso di formazione per docenti di scuola primaria e secondaria di primo grado sui Giochi tradizionali. Sulla scorta delle esperienze correlate alle "Olimpiadi dei Giochi Tradizionali" di Cosenza che hanno visto la partecipazione di molte comunità scolastiche della Provincia di Crotone e di altre importanti e significative iniziative provinciali e regionali, si è svolto un percorso formativo di primo livello sui Giochi Tradizionali. La proposta dei Giochi Tradizionali con le relative manifestazioni, pur agendo nel recupero delle tradizioni, si configura, oggi, come una delle azioni più innovative e più opportune. Il percorso formativo è stato coordinato dal Prof. Pietro Turano, responsabile della Lega Giochi e Sport Tradizionali Calabria, e componente del Direttivo Nazionale di Lega e dal Prof. Santino Mariano Coordinatore per l’Educazione Fisica e Sportiva dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Crotone. Sono intervenuti in qualità di Formatori: Giuseppe Bevilaqua Presidente Comitato Provinciale Uisp Crotone, Perugino Sicilia Lega Giochi Tradizionali Calabria, Ruggiero Marsico Lega Giochi Tradizionali Calabria, Giuseppe Belcastro Lega Giochi Tradizionali Calabria. Interessanti e mirati gli obiettivi degli organizzatori, che hanno inteso far acquisire agli insegnanti della scuola dell’obbligo, competenze teorico-pratiche di animazione ludico - sportiva sui giochi e sugli sport tradizionali italiani. E’ stata presentata l’illustrazione storica sulla nascita del gioco partendo dalle civiltà più antiche. Dagli Egizi ai Greci e ai Romani, dal Medioevo al Rinascimento e fino ai giorni nostri un fantastico viaggio nelle abitudini ludiche di intere generazioni che si sono succedute sul palcoscenico della storia. In risalto i valori educativi e sociali del "Gioco Tradizionale" richiamando l’attenzione in particolare sul gioco come emulazioneeapprendimentodella vita degli adulti. I bambini possiedono l’istinto del gioco e questa attitudine emerge già in tenera età. Il gioco è una delle componenti principali nella formazione psico-fisica dell’individuo; è occasione di socializzazione e di apprendimento; è formazione ed educazione. Un progetto che si prefigge di valorizzare gli alti valori del gioco tradizionale come momento di socializzazione, strumento di creatività e di recupero della memoria in contrapposizione al moderno proliferare dei giochi informatici di oggi che isolano il bambino dal gruppo.


18

il Domani Mercoledì 03 Marzo 2010

SANITA' E WELFARE

Pdl: «Grave la difesa di Sergi Petramala doveva dire il vero»

di rc CATANZARO- «La dichiarazione di Pantaleone Sergi esprime una voluta ignoranza delle leggi, oppure una evidente malafede che non coinvolge lui come persona ma la Giunta che tenta di difendere: in ambedue i casi è grave che si tenti di spostare la discussione sul caso Petramala, interpretando a proprio piacimento due leggi dello Stato». E’ quanto sostiene,

in una nota, il gruppo del Pdl alla Regione, in merito alla nota di lunedì del portavoce del presidente della Regione Agazio Loiero, sulla posizionedel direttoregenerale dell’Asp di Cosenza, Franco Petramala. «La prima (altro che ultronea)dichiarazionemendacedi Petramala - prosegue la nota - è quella datata 18 gennaio 2008. In quella circostanza, il mendace Dg dell’Asp affermava di non essere mai stato candidato alle elezioni regionali, su un modellino pres-

tampato redatto a cura del dipartimento Tutela della Salute. Per noi, e crediamo che questo principio valga anche a Limbadi,comune tra i più delicati della Calabria, in cui il dott. Sergi è stato Sindaco, si tratta di violazione del Dpr 445/2000 e, del resto, se il Dipartimento Tutela della Salute avesse ritenuto ultronea la postilla non l’avrebbe inserita nel preliminare di contratto. Petramala doveva dire la verità e non dichiarare il falso, come hanno constatato due dirigenti di settore e il dipartimento tutela della salute della stessa Regione Calabria. Lo stesso Dg Andrea Guerzoni ha trasmesso gli atti alla Procura della Repubblicheche ha successivamente richiesto la misura interdittivadallefunzioniall’esamedel gip. Nella fattispecie - prosegue il Pdl - il falso di Petramala é da ascrivere a un dolus malus perpetrato per trarre vantaggio e usufruire di una nomina rispetto alla quale era in condizioni di ineleggibilità.Già una volta Sergi si prestò inopinatamente a certificare l’onestà cristallina di Petramala presenziando ad una confe-

renza stampa a Cosenza insieme ad un signore finito sulla prima pagina del Corriere della Sera per essersi autoassunto. Il D.Lvo 502/92 vieta a chi è stato candidato alle elezioni regionali di poter essere nominato nella stessa circoscrizione: se la Giunta Chiaravalloti, di cui facevano parte i potenti assessori Misiti e Bagarani oggi alleati di Loiero, sbagliò nominando Bruno Amantea (peraltro persona cristallina e perbene, docente universitario) altrettanto ha fatto l’attuale esecutivo. Sergi non sa, infine, che le disposizioni di cui al Dpr 445/2000, meglio noto come decreto Bassanini, prevedono come atto propedeutico una serie di dichiarazioni autocertificate: per cui, ancora una volta si è elevato al rango di docente di diritto procedurale pur non avendone le competenze. Un’ultima annotazione, infine conclude la nota del gruppo del Partito della Libertà - sulla nomina che la giunta Chiaravallotifece a Petramala: alla data del 14 gennaio 2003 la Suprema Corte di Cassazione non aveva ancora emesso la sentenza definitiva sul falso compiuto dall’attuale, speriamo ancora per poco, Dg dell’Asp cosentina ed egli era, all’epoca dei fatti, ancora un cittadino innocente, qualifica che spetta a chiunque si trovi nelle condizioni di subire condanne non ancora definitive».

IN BREVE

Circoli della libertà: Lungro no a ridimensionamente ospedale COSENZA - Sulle polemiche scatenatesi in questi ultimi mesi e sul «pesante quanto inaspettato ridimensionamentodell’ospedale di Lungro» intervengono, con una nota, i Circoli della Libertà del Pollino. «Visto purtroppo quanto stasuccedendo in molti nosocomi di questa provincia, ma inparticolar modo vista la situazione di precarieta’ in cui versa l’ospedale di Lungro e che il reparto di bronco pneumologia siastato, addirittura, trasferito presso il residio sanitario di Castrovillari, - è scritto in una nota - sentiamo il bisogno di intervenire per ribadire che quest’importante strutturasanitaria non deve vedersi sguarnita dei validi servizi, prestazioni che invece offriva sino a poco tempo fa con buoni risultati. Possiamoaffermareconcertezzacontinua la nota - che tra poche settimane,nonappenailcentrodestra andrà, al governo della Regione, l’ospedale di Lungro vedràunmiglioramentodelleprestazioni già presenti ed un ampliamentodei servizi offerti al paziente-utente»

La cultura del ricordo In occasionedel 1° Anniversario della morte della Signora LIDIA SQUILLACE sarà celebrata una messa in suffragio mercoledì 3 marzo alle ore 17.30 nella Chiesetta di Mater Domini a Catanzaro.

dei suoi cari il Signor ARMANDO SARACENO I funerali saranno celebrati mercoledì 3 marzo alle ore 15.00 nella Cappella del Seminario di S. Pio X (ingresso Università) a Catanzaro.

In occasione del Trigesimo della morte del Signor FRANCESCO MUNGO sarà celebrata una messa in suffragio mercoledì 3 marzo alle ore 17.00 nella Basilica dell’Immacolata a Catanzaro.

In occasione del Trigesimo della morte del Signor GIUSEPPE CORAPI sarà celebrata una messa in suffragio giovedì 4 marzo alle ore 15.30 nella Chiesa di S. Maria del Carmelo a Siano (Catanzaro).

E’ volata in cielo MARIAPIA GALLO I funerali saranno celebrati mercoledì 3 marzo alle ore 15.30 nella Chiesa del S. Rosario a Catanzaro Sala. E’ venuto a mancare all’affetto

In occasione del Trigesimo della morte del Signor CARLO BITONTI sarà celebrata una messa in suffragio venerdì 5 marzo alle ore 16.00 nella Chiesa di S. Pio X a Catanzaro.

In occasione del 1° Anniversario della morte della Signora MARIA MANCUSO sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 marzo alle ore 18.00 nella Chiesa del Conventino di S. Antonio rione S. Leonardo a Catanzaro. In occasione del 1° Anniversario della morte della Signora LIDIA SQUILLACE sarà celebrata una messa in suffragio mercoledì 3 marzo alle ore 17.30 nella Chiesetta di Mater DominiaCatanzaro.

Nel Trigesimo del ritorno alla Casa di Dio della Signora EMILIA SPINA GEMELLI sarà celebrata una messa in suffragio lunedì 1 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa della Maddalena a Catanzaro. In occasione del Trigesimo della morte della Signora CONCETTA BATTAGLIA sarà celebrata una messa in suffragio lunedì 1 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa Sacra Famiglia in località Corvo a Catanzaro. In occasione del 1° anniversario della morte della Signora GIUSEPPINA FREGOLA sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.00 nella Chiesa del Carmine a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte della Signora ASSUNTA CERMINARA sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.00 nellaChiesadiPontegrandeaCatanzaro. In occasione del 1° Anniversario della morte della Signora CONCETTA SPAGNOLO sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa di S. Maria Assunta a Gagliano (Catanzaro).

In occasione del trigesimo della morte del Signor ELIO BILOTTA sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa della Maddalena a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte della Signora ELENA BELLINI sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa Nuova di Mater Domini a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte del Signor ANTONINO ROMEO sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 16.00 nella Chiesa Madonna dei Cieli a Catanzaro. In occasione del 1° Anniversariodella morte della Signora MARIA ALFIERI sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa di S. Teresa dell’Osservanza a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte del Signor ANTONIO GULLI’ sarà celebrata una messa in suffragio mercoledì 3 febbraio alle ore 18.00 nella Chiesa Madonna di Pompei a Catanzaro.

Accettazione telefono

0961 996.802 ORARIO: 9,00-13,00 | 15,00-18,00


Mercoledì 03 Marzo 2010 il Domani 19

LAVORO E SINDACATI A3: «Basta mattanza»

L’assise congressuale del comprensorio si svolgerà oggi e domani ad Altomonte. Tanti i temi in campo

Cgil Pollino-Sibaritide-Tirreno, al via V congresso, dibattiti e tavole rotonde di Vania Notaro CASTROVILLARI - «Con La Cgil per difendere il lavoro, liberare i diritti, rilanciare il Mezzogiorno e promuovere il territorio». Questo lo slogan con cui la sigla lancia il V congresso della Cgil comprensoriale Pollino - Sibaritide - Tirreno, che si svolgerà oggi e domani presso il Palazzo dei Giacobini di Altomonte. L’assise congressuale della Cgil comprensoriale, che con i suoi circa 37 mila iscritti è la più numerosa organizzazione della Cgil calabrese, si aprirà oggi alle ore 9 con la relazione di Orlando Bonadies, segretario generale comprensoriale. Dopo i saluti degli invitati, avrà inizio il dibattito, che proseguirà anche nella mattinata di domani. I lavori congressuali saranno presieduti dal segretario generale dellaCgilCalabria,SergioGenco, mentre le conclusioni saranno affidate a Claudio Treves del dipartimento Mercato del Lavoro della Cgil nazionale. Il congresso sarà caratterizzato, oltre che dal dibattito congressuale e dall’elezione degli organismi comprensoriali,

da una tavola rotonda, che si terrà domani pomeriggio,alle ore 17, sempre presso il Palazzo dei Giacobini, sul tema: «Giovani, Mezzogiorno, Sviluppo, Lavoro e

Conoscenza». Seguirà la presentazione del I rapporto sulla condizione giovanile in Calabria dal titolo: «Giovani tra lavoro, istruzione e futuro». Alla tavola roton-

da, coordinata dal giornalista Marcello Barillà, parteciperanno il presidente della Giunta regionale calabrese Agazio Loiero, il presidente dell’amministrazione provinciale di Cosenza Mario Oliverio, il presidente del Parco del Pollino Domenico Pappaterra, la docente dell’Unical Angela Costabile, Orlando Bonadies segretario generale comprensoriale della Cgil Pollino - Sibaritide - Tirreno, Rosario Branda, direttore della Confindustria di Cosenza e Sergio Genco segretario generale della Cgil Calabria.

Domani si discuterà su: «Giovani, Mezzogiorno, Sviluppo, Lavoro e Conoscenza». Seguirà presentazione del I rapporto sulla condizione giovanile in Calabria

GIOIA TAURO - «Basta con la mattanza». È lo slogan col quale i lavoratori delle imprese che hanno in appalto i lavori di ammodernamento dell’A3 Salerno-Reggio Calabria, nel tratto tra Gioia Tauro e Scilla, hanno scioperato ieri per protestare contro i troppi incidenti sul lavoro che hanno avuto come vittime gli operai impegnati nei lavori. La protesta è stata proclamata dai sindacati Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil e si collega ai due incidenti mortali sul lavoro accaduti sabato scorso e due settimane fa. «La situazione - ha detto Mina Papasidero, segretaria comprensoriale della Fillea-Cgil - è diventata intollerabile. Chiediamo l’attuazione urgente di interventi per garantire la sicurezza dei lavoratori. I morti - prosegue la Papasidero - stanno diventando troppi e la sicurezza è assolutamente insufficiente. Gli operai sono costretti a lavorare bel oltre il loro normale turno di servizio con la minaccia del mancato rinnovo del loro contratto. Un vero e proprio ricatto che, come sindacato, non siamo più disposti ad accettare». Per la segretaria della Fillea Cgil «le imprese devono applicare tutte le regole sulla sicurezza e rispettare le procedure, anche se le lavorazioni vengono rallentate, mentre alle autorità spetta il compito di vigilare affinché i protocolli vengano rispettati».

Sergio Genco risponde ai giornalisti

Morti bianche sulla A3, Pdci di Reggio: «Piaga indecente, la magistratura intervenga» di Oriana Tavano

REGGIO CALABRIA - Il Partito dei comunisti italiani di Reggio Calabria aderisce allo sciopero degli operai impegnati nei lavori di ammodernamento dell’A3 Salerno-Reggio Calabria proclamato dalle organizzazioni sindacali Filca-Cisl, Fillea-Cgil e Feneal-Uil a seguito del secondo incidente mortale avvenuto, nel giro di pochi giorni dal precedente, nei cantieri del V° Macrolotto dell’A3. Le vittime, Rocco Palermo e Salvatore Pagliaro: «Due incolpevoli innocenti eroi dei nostri giorni caduti sul lavoro», si legge nella nota della segreteria del Pdci di Reggio. «Tutto ciò non è più ammissibile - afferma il segretario cittadino del Pdci, Ivan Tripodi -. Le famigerate morti bianche rappresentano, ormai, nel nostro paese, una piaga indecente. Davanti a queste tragedie immani, è vergognosamente assordante il silenzio de-

gli esponenti del governo Berlusconi, a partire dal ministro delle Infrastrutture Matteoli, e dell’Anas guidata dall’ineffabile Pietro Ciucci». Il Pdci individua precise responsabilità «di chi, per coprire ritardi e lentezze, chiede ai lavoratori di effettuare turni inumani e massacranti con le pesantissime conseguenze che ne derivano». Il segretario Tripodi ribadisce l’adesione dei Comunisti italiani allo

sciopero e la piena solidarietà ai lavoratori e ai sindacati impegnati, sostiene, «in questa dura e sacrosanta vertenzacherappresentaunaprecisa battaglia di civiltà». Contestualmente Tripodi chiede «l’intervento della magistratura per fare piena luce, colpire e punire, in maniera esemplare, gli eventuali responsabili delle troppe tragedie mortali che si stanno consumando nei cantieri dell’A3 Salerno-Reggio Calabria».


20

il Domani Mercoledì 03 Marzo 2010

APPUNTAMENTI CON IL FISCO Rientro in azienda per i lavoratori in sospensione Rientro attraverso i progetti formativi ed incentivi al datore di lavoro che non graverà sul bilancio I lavoratori, percettori di reddito, possono rientrare in azienda attraverso una combinazione di ammortizzatori sociali e incentivi alla formazione svolgendo così un’attività produttiva di beni e servizi purché connessa alla formazione e riqualificazione del lavoratore. Questo non graverà sul bilancio dell’azienda che dovrà soltanto integrare la differenza tra trattamento di sostegno al reddito e retribuzione. La novità arriva dal decreto del ministero del lavoro n. 49281 del 18 dicembre 2009, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 23 febbraio mettendo in atto una norma contenuta nella legge 102/2009, attraverso la quale per tutto il 2010, i datori di lavoro possono impiegare i lavoratori sospesi in progetti per la formazione o la riqualificazione professionale.

Questo incentivo può essere usufruito dai lavoratori sospesi in cassa integrazione guadagni ordinaria ( Cigo ) ai sensi della legge n. 164/1974; dai lavoratori sospesi in cassa integrazione guadagni straordinaria ( Cigs ) ai sensi della legge n. 223/1991. Ancora i lavoratori sospesi a seguito di stipula di contratti di solidarietà ai sensi dell’art. 1 del decreto-legge n. 726/1984, convertito nella legge n.863/1984 e, infine, dai lavoratori sospesi destinatari della cassa integrazione guadagni in deroga. Il lavoratore quindi potrà rientrare nell’azienda attraverso questi progetti e percepire a titolo retributivo e a carico del datore di lavoro, la differenza tra quanto già percepisce dal trattamento di sostegno al reddito spettante e la retribuzione originaria.Anche l’Inps provvederà ad accantonare per ogni lavoratore coinvolto, la

contribuzione figurativa prevista dalla normativa relativa alla tipologia di sostegno al reddito di cui è titolare il lavoratore stesso.Per il calcolo dell’importo del premio assicurativo Inail , i lavoratori sospesi con la riduzione dell’orario di lavoro, avranno il tasso previsto dalla normativa vigente per le ipotesi di riduzione dell’orario di lavoro.Invece per quanto riguarda i lavoratori sospesi a zero ore, l’importo del premio assicurativo Inail , viene calcolato con riferimento alla retribuzione di ragguaglio pari al minimale di rendita con l’applicazione del tasso di tariffa pari al 5 per mille. Per avere tale beneficio il datore di lavoro deve sottoscrivere uno specifico accordo presso le direzioni regionali o provinciali del ministero del Lavoro.

Le circolari

delle entrate. Le circolari del fisco a seguito di una pronuncia della Suprema Corte non sono vincolanti e quindi non possono essere impugnate davanti ad un giudice. Inoltre il La violazione di circolari ministeriali Consiglio di Stato ha predisposto che le cirnon può essere un motivo di ricorso per colari ministeriali in materia tributaria, soCassazione sotto il profilo della no atti esplicativi e orientativi e non hanno violazione di leggi, non contenendo le una potestà impositiva idonea a comportare stesse norme di diritto. Queste invece souna lesione giuridicamenterilevante in capo no gli «atti unilaterali», in riferimento ai al soggetto passivo del rapporto giuridico quali può essere denunciata per Cassad’imposta che trova la sua fonte nella norma zione solo la violazione dei canoni legali e non nella circolare. Per questo tali atti non di ermeneutica contrattuale quando sopossono essere impugnati davanti al giudino applicabili anche agli atti unilaterali, ce. In conclusione le circolari amministratiossia i vizi di motivazione. Si ricorda che ve sono atti interni della Pa le circolari sono docuche esauriscono la loro effimenti che vengono cacia giuridica nei rapporti emanati dalle varie Le circolari ministeriali tra i suddetti organismi e i Amministrazioni dello loro funzionari e, per quesStato. E anche le circo- non possono essere to, on possono spiegare allari che emana le Agencun effetto giuridico nei zia delle entrate sono impugnabili in quanto confronti di soggetti estradocumentiinmeritoal- sono atti interni e non nei all’Amministrazione e ladeterminazionedelle né acquistare efficacia vinimposte o agli adempi- idonei ad incidere sul colante per quest’ultima. menti in materia tribuDi conseguenza non si taria. Questi possono rapporto tributario estende il controllo di legitcontenere le istruzioni, timità esercitato dalla Corgli ordini di servizio e le direttive imparte di cassazione perché non sono manifestatite per indirizzare l’attività degli enti zione di attività normativa. gerarchicamente inferiori o le direttive per i contribuenti nel caso dell’ Agenzia

Aliquota al 7% Domenica 28 febbraio con la scadenza dei termini per l’adesione allo scudo fiscale con l’aliquota del 6 per cento si è conclusa la prima fase. Ora dal 1° marzo si prosegue con l’aumento dell’imposta del 7 per cento. Questa seconda fase si concluderà il 30 aprile. Si hanno quindi ancora due mesi per regolarizzare o rimpatriare beni e attività detenute illegalmente all’estero. È bene ricordare che se il contribuente si trova di fronte a procedure particolarmente complesse e quindi in presenza di «cause ostative» che impediscono di completare la procedura entro la data stabilita, potrà versare l’aliquota del 7 per cento e successivamente perfezionare la sanatoria entro dicembre. La riapertura dei termini è stata resa definitiva con la conversione in legge del Decreto milleproroghe. Infatti il voto finale per questo provvedimento è arrivato giovedì scorso dal Senato. Il decreto prevede che il ministero dell’Economia e delle Finanze presenti entro il prossimo 15 giugno una relazione sul numero delle operazioni di rimpatrio e regolarizzazione perfezionate al 15 dicembre 2009, al 28 febbraio e al 30 aprile 2010.

Luana Rocca


il Domani Mercoledì 3 Marzo 2010 21

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

CAMBI

CHIUSURA

VAR. %

21.965,82 21.431,41 24.015,55 23.123,56 23.450,47 11.009,70

0,58 0,52 0,99 0,26 0,37 0,63

Euro

METALLI

US $

UK £

USD/on

EURO/gr

1138,20

26,84

17,14

0,406

PLATINO

1588,00

37,8

PALLADIO

452,50

10,95

¥en

1 Euro

1.0

1.3609

0.90890 120.66

ORO

1 US $

0.73440

1.0

0.66770 88.630

ARGENTO

1 UK £

1.0993

1.4970

1.0 132.64

1 ¥en

0.0082835 0.011277 0.0075317

1.0

I TITOLI DI BORSA AZIONI

A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Actelios Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ahold Kon Aicon Alcatel-Lucent Alerion Allianz Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apulia Prontop Arena Arkimedica Arkimedica 2012 Cv5% Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Spa Autostrada To-Mi Autostrade Merid Axa Azimut B Interm-15 Cv 1,5% B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Banca Intermobiliare Banca Italease Banco Popolare Banco Popolare Axocv Banco Popolare Cvxcv Banco Santander Basf Basicnet Bastogi Spa Bayer Bb Biotech Bca Carige Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat Bca Mps Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio Bca Pop Milano Bca Pop Sondrio Bca Profilo Bco Desio Bria Rnc Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili Best Union Company Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Bmw Bnp Paribas Boero Bartolomeo Bolzoni Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia R Bp-10 Cv 4,75% Bper 12 Cv Sub 3,7% Brembo Brioschi Bulgari Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc Cad It Cairo Communication Caleffi Caltagirone Caltagirone Edit Camfin Campari Cape Live Cape Live Cv 5% 2009-2014 Carraro

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

0,774 1,272 7,245 3,925 63,00 1,68 0,8405 3,51 0,237 0,4295 4,7975

-0,13 +0,47 -2,09 +0,00 +1,61 -0,30 -1,46 -0,28 -0,96 +0,82 +1,91

16.30.38 17.30.13 17.30.03 16.30.27 17.30.19 15.34.25 16.30.48 17.30.16 16.30.29 16.21.02 16.54.05

0,772 1,259 7,22 3,85 62,21 1,632 0,8405 3,42 0,2341 0,42 4,7275

0,2725 2,33 0,57 87,10 3,7025 14,43 0,6515

+2,25 +1,30 -1,47 +0,96 -3,01 +0,14 -2,98

16.16.30 16.39.52 16.30.55 17.11.04 17.30.46 17.30.16 16.30.19

0,266 0,2775 0,2775 2,32 2,34 0,569 0,585 0,57 85,86 87,25 3,6725 3,84 3,8375 14,22 14,83 14,59 0,651 0,6735 0,651

0,3845 0,0278 0,6485 100,20 1,561 5,055 17,68 9,255 9,375 18,77 15,02 8,765 91,90 2,73 7,33 7,00 4,275 0,7655 4,6075 0,0915 0,0482 9,695 42,10 1,967 2,065 50,90 50,10 1,916

-2,04 -1,42 +0,00 +0,00 -0,26 -0,39 +1,84 +0,82 +3,31 +0,97 +1,56 +4,35 +2,00 +1,87 +4,71 +0,43 +0,35 +0,46 +1,04 -0,76 -10,24 +2,11 -0,24 +0,26 +0,98 +1,09 +2,04 +0,31

16.30.13 16.30.08 16.30.27 13.52.48 17.30.37 17.30.35 17.30.38 17.30.57 17.30.13 16.10.16 17.09.06 17.30.09 15.08.23 12.51.06 17.30.59 17.30.58 16.30.54 17.30.16 17.30.38 17.30.18 17.30.40 17.13.48 16.50.01 15.48.56 16.01.10 17.02.28 17.30.09 17.30.19

0,3815 0,0275 0,637 100,20 1,55 5,035 17,37 9,075 9,08 18,44 14,68 8,38 90,10 2,675 6,93 6,895 4,25 0,762 4,5025 0,0881 0,0431 9,49 42,10 1,951 2,04 50,60 49,20 1,881

0,39 0,0285 0,65 100,40 1,568 5,14 17,68 9,35 9,39 19,19 15,09 8,77 92,24 2,73 7,34 7,06 4,3825 0,7695 4,635 0,099 0,0595 9,70 42,16 1,974 2,065 51,34 50,10 1,917

116,20 0,5645 1,094 4,34 10,07 3,985 4,4175 7,19 0,605 4,0275 4,0675 10,68 0,442 0,683 5,815 99,20 0,669 1,35 0,508 1,356 6,495 1,04 31,40 54,60

+1,04 -0,70 +0,28 -0,06 +2,08 -0,12 +1,73 +0,91 +0,08 -0,62 +1,18 -0,74 -1,56 +1,41 -0,09 +0,02 +1,52 -3,50 -0,29 -0,29 -1,74 -4,15 +3,02 +0,74

15.35.56 17.30.25 17.30.34 14.42.51 17.30.27 17.30.21 17.30.11 17.30.53 16.30.45 15.09.05 16.30.00 16.20.00 16.30.03 16.30.46 17.30.43 17.19.31 17.30.09 16.30.55 16.01.09 16.14.44 17.30.15 16.30.46 16.39.56 17.30.52

115,05 0,557 1,08 4,2925 9,66 3,9225 4,32 7,085 0,5915 3,9625 3,97 10,63 0,442 0,668 5,75 98,99 0,6535 1,35 0,506 1,356 6,435 1,04 30,80 53,85

116,20 0,569 1,101 1,091 4,34 10,12 9,83 3,9925 3,97 4,44 4,34 7,19 7,15 0,608 0,604 4,0275 4,0675 10,76 0,4535 0,689 0,668 5,91 5,845 99,24 0,6705 0,6655 1,40 0,52 1,37 1,359 6,69 1,145 31,40 54,85 54,11

1,406 31,28 100,41 102,68 4,6075 0,2257 5,84 1,038 9,255 5,79 5,065 2,78 0,981 2,20 1,86 0,2595 7,77 0,395 90,50 2,40

+0,07 17.30.56 1,38 +0,58 16.30.37 31,00 +0,03 +0,67 -0,27 +0,58 +0,17 +2,17 +1,09 +0,00 -0,39 -0,36 +0,00 +0,57 +0,54 +3,39 -0,19 +2,07 +0,00 +0,52

17.05.58 17.08.51 17.30.07 16.30.19 17.30.21 17.30.31 17.30.39 17.30.25 17.30.17 17.30.11 14.37.48 16.30.57 16.30.43 16.30.04 17.30.00 13.26.05 11.12.18 16.30.13

100,40 102,00 4,53 0,2227 5,76 1,004 9,065 5,73 5,05 2,75 0,981 2,16 1,812 0,2515 7,72 0,387 90,50 2,35

0,7845 0,7725 1,275 1,268 7,42 7,39 3,9275 3,9275 64,98 63,15 1,699 1,68 0,87 0,854 3,555 3,52 0,2434 0,242 0,4295 4,825 4,7275

1,435 31,80

0,39 0,0282 0,6485 100,40 1,568 5,045 17,45 9,15 9,09 18,88 8,44 90,10 2,675 7,035 7,02 4,25 4,58 0,0905 0,0501 1,951 2,065 49,20 1,893

31,00

100,60 102,89 4,6475 4,60 0,227 0,2251 5,91 5,85 1,055 9,29 9,20 5,85 5,73 5,145 5,08 2,80 0,981 2,2475 2,16 1,87 1,827 0,2595 0,253 7,83 7,80 0,395 90,50 2,42

AZIONI

Carrefour Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Enia Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Everel Group Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Filatura Di Pollone Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R Fortis France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

35,65 +3,04 17.17.57 35,01 35,65 22,11 +0,55 17.30.11 21,29 22,11 1,865 +0,81 16.20.55 1,861 1,89 1,88 0,4905 +11,73 16.30.26 0,4735 0,505 0,495 4,5725 +1,61 16.14.28 4,4525 4,5725 2,9525 +0,26 17.30.08 2,9025 3,00 3,00 2,54 -2,02 17.30.24 2,49 2,63 0,4215 -1,86 14.47.23 0,4075 0,43 0,43 0,1474 +0,89 16.30.16 0,1448 0,1479 0,146 0,2805 +0,00 16.30.41 0,2805 0,285 0,8195 -0,06 15.51.45 0,80 0,8465 0,82 1,556 -1,83 17.30.00 1,546 1,587 1,581 0,545 -0,91 16.30.53 0,5405 0,564 1,792 +2,46 17.30.44 1,764 1,825 1,767 0,665 -2,21 16.30.21 0,652 0,6795 0,679 0,827 +4,95 16.30.09 0,79 0,829 104,90 +0,34 16.11.01 104,55 104,90 0,973 +1,35 15.48.56 0,9445 0,9755 23,49 +0,00 17.30.32 23,49 23,50 4,945 +2,91 17.30.10 4,7925 4,99 4,8275 11,29 +3,20 17.12.06 11,00 11,33 1,803 -1,80 16.30.33 1,798 1,82 1,82 4,775 -0,78 17.30.32 4,7525 4,835 4,835 0,1993 -0,30 13.53.40 0,1902 0,1997 103,00 -0,09 17.08.30 102,90 103,20 103,20 0,80 +0,00 15.06.36 0,80 0,80 1,214 +0,75 17.30.16 1,191 1,221 4,92 +0,82 17.30.48 4,8425 4,99 4,94 32,04 +2,73 14.59.51 31,60 32,04 0,92 +0,05 17.17.11 0,896 0,92 17,65 +1,03 16.30.11 17,45 17,80 17,74 9,38 +0,86 16.30.14 9,19 9,385 9,36 43,59 +5,67 16.23.58 42,68 44,75 3,975 +1,99 17.30.05 3,9075 4,065 3,09 -0,96 16.30.49 3,0575 3,11 3,11 1,195 +1,19 17.30.21 1,161 1,195 48,23 +1,49 17.23.35 47,21 48,23 9,52 -0,37 17.19.20 9,455 9,565 24,55 +0,78 17.30.08 24,12 24,75 24,40 2,15 +0,00 17.23.37 2,10 2,16 5,70 5,655 5,70 +2,33 17.10.24 5,555 17,48 -0,40 17.30.44 17,30 17,65 17,30 1,018 1,388 1,149 11,23 1,80 3,90 4,0375

+0,49 -0,14 +0,26 -1,06 -1,59 +0,00 +0,50

17.30.23 17.24.59 17.30.51 17.30.21 17.30.25 17.30.48 17.30.21

1,009 1,37 1,139 11,23 1,795 3,85 4,005

1,022 1,018 1,395 1,155 1,14 11,48 1,85 3,90 4,05 4,0175

25,00 16,95 5,35 9,45 0,838 0,93 8,20 2,435 0,2203

+0,24 +0,65 -1,02 +2,44 +1,33 -5,10 +1,11 -0,20 +1,33

17.30.29 17.30.00 17.30.03 17.30.02 16.30.57 16.30.25 17.30.07 17.30.18 16.30.28

24,95 25,45 16,80 16,99 16,80 5,35 5,445 9,20 9,48 9,255 0,8015 0,8655 0,831 0,9225 1,009 1,009 7,88 8,40 8,13 2,44 2,40 2,4825 0,2174 0,2247 0,2175

11,63 6,47 8,665 1,12 14,48 8,25 5,065 5,40 4,25 4,12 0,4555 0,1756 9,67 0,525 10,92 7,60 2,595

+2,65 +2,37 +0,41 +2,00 +0,56 +3,90 +3,58 +2,86 +3,66 +0,49 +0,11 +1,09 +0,31 +0,96 +2,06 +1,88 +1,57

17.30.34 17.30.50 16.32.29 17.30.49 17.30.16 17.30.15 17.30.32 17.30.10 14.34.00 17.30.57 16.30.20 16.23.59 17.30.16 15.21.24 17.30.15 17.30.23 17.30.35

11,31 6,305 8,60 1,087 14,12 7,90 4,865 5,20 4,105 4,06 0,4555 0,1737 9,63 0,525 10,66 7,44 2,545

11,70 11,39 6,60 8,90 1,12 1,094 14,89 14,38 8,275 7,91 5,075 4,8875 5,42 5,20 4,30 4,1375 0,4685 0,1756 0,1737 9,835 9,65 0,5285 10,99 10,75 7,69 7,44 2,61 2,5625

0,416 5,93 27,52 2,0975 0,656 1,53 16,72 5,005 2,735 2,25 3,5325 5,98 4,7525 4,845 1,669 2,6575 0,94

-2,00 -1,98 -2,41 -0,12 +2,10 +4,37 +0,36 -1,48 -0,64 +0,11 +0,79 +0,67 +1,12 -0,92 -0,12 -2,03 -2,59

16.30.32 16.30.55 13.43.29 17.30.37 17.30.35 16.11.52 17.30.55 17.30.31 16.30.04 17.30.02 17.30.53 16.30.39 16.30.54 16.30.12 17.30.44 17.30.15 16.30.23

0,4135 5,90 27,30 2,03 0,6435 1,471 16,56 4,975 2,685 2,18 3,46 5,85 4,70 4,64 1,66 2,64 0,921

0,4215 0,4135 6,12 6,02 28,30 2,0975 0,659 0,646 1,56 16,80 16,65 5,075 5,06 2,76 2,7525 2,28 2,225 3,5325 6,00 4,8725 4,70 4,87 4,87 1,69 2,75 2,735 0,9665

AZIONI

I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iride Isagro It Holding It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridiana Fly Meridie Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup Parmalat Permasteelisa Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Realty Vailog

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

13,19 1,502 0,994 1,661 0,867 2,285 7,945 9,08 8,395 6,92 0,36

+0,08 -0,27 +4,69 -2,86 +1,52 +1,33 -1,91 +4,97 +0,06 +0,51 -1,77

17.30.24 17.30.18 17.09.20 16.30.30 16.30.15 17.30.02 16.27.53 17.30.42 15.44.29 17.23.13 16.30.14

13,05 13,20 13,18 1,498 1,535 0,9495 1,01 1,63 1,727 1,68 0,848 0,875 0,857 2,2375 2,30 2,2575 7,90 8,085 8,635 9,18 8,72 8,015 8,41 8,39 6,79 7,015 6,915 0,36 0,3665 0,3665

3,695 2,6175 2,03 0,067 1,408 1,30 3,29

+0,27 -0,09 +1,00 -2,90 -0,07 -0,84 -0,30

17.30.05 17.30.40 17.30.18 16.30.19 14.08.31 17.30.16 16.47.56

3,645 3,725 3,725 2,595 2,645 2,615 2,0025 2,05 2,0225 0,067 0,0699 0,0687 1,381 1,409 1,299 1,32 1,318 3,2275 3,30

3,51 8,12 4,64 27,35 19,79 1,883 0,8395 0,0901 7,23 2,68 0,361 0,586

+0,29 +0,12 -0,11 +1,64 +2,12 +1,13 -0,47 -6,15 -0,96 -2,54 +0,00 -2,17

13.19.27 17.30.39 17.30.09 17.30.27 17.30.50 16.30.58 17.30.46 16.30.32 17.30.21 16.30.24 16.30.56 14.41.24

3,41 8,045 4,5525 26,90 19,12 1,841 0,83 0,0881 7,23 2,675 0,357 0,5855

2,3175 3,74 13,71 18,83 81,00 2,2975 0,1313 1,433

+1,31 +5,20 +2,70 -4,46 +0,45 +0,99 -2,31 -0,49

17.30.37 17.30.56 17.30.10 17.30.51 14.00.35 17.30.36 16.30.44 16.30.15

2,28 2,42 3,445 3,815 3,53 13,38 13,81 13,42 18,60 19,38 19,10 81,00 81,00 2,28 2,32 2,28 0,1313 0,1325 0,1313 1,381 1,433

6,085 2,93 5,785 7,845 4,235 2,4525 0,1438 0,5025

+0,91 -6,69 +1,31 +2,08 +1,32 -2,48 -3,94 +0,50

17.30.11 6,03 6,13 16.30.18 2,93 3,14 17.30.14 5,72 5,80 17.30.49 7,65 7,87 17.30.23 4,185 4,26 2,52 16.30.29 2,45 16.23.29 0,1427 0,15 16.21.13 0,50 0,5025

1,999 2,22 3,3025 1,714 2,82 0,1609 7,395 0,4575 0,122 0,269 1,27 115,36 5,75 2,1475 2,57

+1,22 +1,49 +0,69 -0,23 -1,23 -1,05 +0,00 -0,97 -0,24 +0,00 -3,42 +1,58 +1,77 +2,87 +2,80

17.30.02 17.30.25 16.30.57 16.30.50 17.30.11 16.18.50 15.17.32 13.20.49 16.10.20 11.43.57 16.30.39 17.12.22 16.46.20 17.21.09 17.30.33

1,955 2,13 3,3025 1,70 2,815 0,1575 7,275 0,4575 0,12 0,269 1,26 115,14 5,65 2,0875 2,52

+0,91 17.23.59

9,77

9,95

0,459

-0,22 15.31.17 0,453

0,47

0,46

1,846 1,902

-0,48 17.30.04 1,81 +0,21 17.30.04 1,891

1,853 1,926

1,853 1,90

9,95

3,52 8,19 8,115 4,67 27,85 19,79 19,40 1,887 0,841 0,8405 0,097 0,0961 7,39 7,35 2,77 2,77 0,365 0,362 0,60

6,03 5,73 7,72 4,185 2,52 0,15 0,50

2,0075 1,984 2,22 3,3825 3,35 1,715 1,70 2,8775 2,8575 0,163 0,1591 7,395 7,275 0,462 0,462 0,1233 0,269 0,269 1,30 115,36 5,75 5,73 2,17 2,57 2,53

22,60 +5,07 16.34.44 22,20 22,60 2,37 2,265 2,36 +4,66 16.30.09 2,2625 5,60 +27,27 16.35.42 4,40 5,60 5,05 2,90 +7,01 16.30.41 2,7425 2,965 2,8125 1,10 1,10 -0,90 16.30.55 1,051 0,3905 +0,90 17.30.57 0,3745 0,394 0,3805 0,4395 -0,11 17.21.46 0,4325 0,4395 0,411 +4,85 17.30.05 0,392 0,411 0,3925 0,44 0,745 87,59 1,70 1,029 0,955 7,215 12,95 0,3185 0,92 1,19 0,761 2,0375 2,18

-1,12 +2,48 +7,47 -3,46 -0,10 +1,49 -0,48 -0,92 +2,25 +0,00 -0,83 -0,91 +0,25 -1,80

16.30.25 17.30.52 14.54.53 16.30.56 16.30.32 16.30.01 14.44.42 17.30.21 16.17.23 16.30.28 17.30.58 17.30.51 9.18.29 16.30.14

0,4355 0,44 0,4355 0,725 0,745 0,7265 86,54 87,59 86,54 1,68 1,78 1,78 1,005 1,029 0,95 0,956 0,95 7,15 7,29 12,86 13,09 13,09 0,313 0,319 0,318 0,90 0,92 0,92 1,155 1,238 1,18 0,756 0,768 2,0375 2,0375 2,18 2,36 2,18


22 Mercoledì 3 Marzo 2010 il Domani

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F Societe Generale Socotherm Sogefi

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

5,45 30,97 0,196 15,37 0,412 0,0821 0,386 0,9555 63,00 0,344 16,00 0,404 5,865 5,20 0,328 24,70

-1,45 +2,21 -2,00 +0,13 -0,48 -1,79 +0,52 -0,31 +0,70 +0,00 +0,06 -1,46 +0,95 +0,58 +6,49 +1,02

17.30.11 13.15.04 17.30.57 17.30.58 16.14.57 16.30.32 16.19.08 13.00.36 15.54.19 15.53.40 17.30.07 16.30.45 17.30.09 17.30.47 16.30.51 17.30.05

5,43 29,76 0,1957 15,19 0,4055 0,082 0,377 0,93 62,80 0,33 15,98 0,398 5,79 5,125 0,309 24,22

54,83 32,14 1,70 9,635 6,485 0,7115 0,162 1,092 5,10 6,43 93,40 65,91 2,3625 3,54 0,0812 51,01 0,12 42,06

+0,06 -1,32 +2,16 +4,50 +0,70 -2,06 +0,25 +0,92 -0,68 +2,39 +0,05 +2,50 +3,73 +0,86 -3,79 +3,16 -1,56 +2,09

16.50.41 13.18.18 17.30.46 16.01.00 16.30.26 16.30.39 17.30.27 17.30.49 16.09.43 17.30.54 17.06.32 16.13.59 16.30.34 17.30.36 16.30.22 16.04.26 16.30.15 17.11.48

54,81 54,99 32,14 33,75 1,657 1,703 1,67 9,16 9,90 9,255 6,35 6,485 0,705 0,72 0,72 0,1617 0,165 0,1617 1,092 1,092 5,10 5,195 6,305 6,45 6,32 93,11 93,84 65,10 65,91 2,2125 2,37 2,27 3,5025 3,54 3,52 0,0802 0,085 0,084 50,00 51,01 50,00 0,119 0,1228 0,1228 41,11 42,06

2,07

+0,24 17.30.00 2,0275

5,54 5,54 30,98 0,205 15,76 15,21 0,419 0,4055 0,085 0,0836 0,394 0,384 0,956 63,00 0,344 0,335 16,01 0,411 5,88 5,205 0,335 0,31 24,78 24,44

2,07 2,0325

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Trevisan Cometal Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass

Ora

Min

Max

Apertura

3,99 65,00 1,404 0,315

-0,12 +0,70 +0,65 +2,11

16.24.58 16.19.35 16.30.10 16.30.08

3,945 64,42 1,386 0,3055

4,00 65,25 1,415 0,34

6,64 1,359 13,70 2,305 0,084 1,064 0,0799 0,7865 17,40 15,92 3,07 3,93 0,1549 49,19 1,249 41,46 11,75

+1,53 -1,02 -3,18 -0,11 -1,41 -0,56 -0,12 -0,57 -0,34 +0,76 +0,33 -3,26 -0,64 +1,51 +1,05 +0,15 +0,00

17.30.51 15.11.28 15.11.44 17.04.43 16.08.37 17.30.52 16.30.31 17.30.51 12.50.48 17.30.00 17.30.39 16.30.15 17.30.26 17.30.39 11.07.43 11.46.18 16.30.03

6,505 1,329 13,70 2,2975 0,084 1,051 0,0785 0,782 17,40 15,62 3,045 3,865 0,1527 48,31 1,249 41,35 11,56

6,665 1,395 13,81 2,3075 0,0841 1,076 0,08 0,796 17,84 16,01 3,075 4,0625 0,1562 49,36 1,249 41,55 11,80

6,55 9,245 109,70 0,7545 1,864 2,58

-0,76 +0,71 +0,00 +0,47 +0,38 -0,39

16.14.21 6,55 6,66 17.30.22 9,10 9,26 9,225 17.30.36 109,55 109,80 109,58 17.30.28 0,745 0,758 0,745 17.30.05 1,839 1,877 1,85 15.48.49 2,54 2,59

0,827 0,554 4,25 1,36 4,24 3,66

1,388 0,32 6,55

0,0841 1,062 0,0791 0,7905 15,75 3,06 4,06 0,1552 48,49

+0,67 17.30.23 0,818 0,832 +1,00 17.30.18 0,544 0,5545 -1,16 13.17.37 4,15 4,25 +0,37 16.30.17 1,36 -1,22 16.30.44 4,20 +0,48 17.30.51 3,5875

11,70

0,825 0,552

1,364 4,28 3,66

Prezzo ultimo contr. Var %

AZIONI

Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2010 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Mid Ind C 2010 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

18,90

Ora

Min

+1,07 17.11.01 18,50 16.30.39 16.53.52 15.52.08 15.48.27 16.58.05 16.59.41 16.30.08 16.11.36

Max

Apertura

19,58

18,94

0,07 0,0468 3,7325 0,035 0,2885 0,393 0,1715 0,126

-1,41 -4,10 -0,47 +0,00 -1,87 -1,01 -7,05 +4,05

0,0685 0,0724 0,0724 0,045 0,05 3,61 3,79 0,0345 0,036 0,288 0,297 0,294 0,39 0,409 0,39 0,1707 0,1846 0,1846 0,1202 0,1266 0,1202

0,0316 0,249 0,011

+4,98 16.30.28 0,0303 0,0316 +0,00 16.58.16 0,24 0,2498 -10,57 16.23.13 0,01 0,0117 0,0105

0,0289 -0,34 16.30.19 0,0276 0,029 0,0276 0,09 -0,44 17.24.28 0,0861 0,0919 0,0895 0,02 +17,65 12.40.17 0,02 0,02 0,02 0,8535 +0,29 17.30.41 0,845 0,87 0,34 +29,77 16.30.22 0,285 0,34 0,31 2,5025 -3,93 17.30.50 2,465 2,55 2,465 5,215 -0,67 17.30.52 5,175 5,28 0,1414 -5,73 16.30.46 0,1385 0,153 0,1426 3,97 +0,51 17.30.03 3,895 3,9775 0,40 -1,60 16.18.52 0,40 0,406 0,406 0,505 -0,88 12.48.40 0,4835 0,505

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Azioni Italia All Stars Allianz Azioni Italia L Allianz Azioni Italia T Arca Azioni Italia Bim Azionario Italia Bim Azionario Small Cap Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Azionario Italia Carige Azionario Italia A Carige Azionario Italia B Carismi Dynamic Italia A Carismi Dynamic Italia B Eurizon Az. Italia 130/30 Eurizon Az. Pmi Italia Eurizon Focus Az. Italia Euromobiliare Azioni Italiane Fondersel Italia Fondersel P.M.I. Fonditalia Eq. Italy R Fonditalia Eq. Italy T Gestielle Italia A Gestielle Italia B Gestnord Azioni Italia Imi-Italy Interfund Eq. Italy Italia Leonardo Italian Opportunity Mediolanum Risparmio Italia Crescita Nextam P. Az. Italia Optima Azionario Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Azionario Crescita A Prima Geo Italia A Prima Geo Italia Y Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia Azion. Italia Small Cap Symphonia Comp.Az.Italia Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pra. Azioni Italia Vegagest Az. Italia A Vegagest Az. Italia B Zenit Azionario I Zenit Azionario R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Alto Azionario Caam Azioni Qeuro Epsilon Qequity Eurizon Az. Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Az. Euro Euroland Intra Azionario Area Euro Leonardo Euro Prima Geo Euro A Prima Geo Euro Y Symphonia Comp. Azionario Euro Ubi Pra. Azionario Etico Ubi Pra. Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro A Vegagest Az. Area Euro B Zenit Eurostoxx 50 Plus I Zenit Eurostoxx 50 Plus R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa Allianz Azioni Europa L Allianz Azioni Europa T Allianz Multipartner Multieuropa Anima Europa

-0,30 +0,38 +0,88 +0,88 +0,87 +0,88 +1,01 +1,25 +0,92 +1,63 +0,86 +0,74 +0,73 +0,44 +0,51 -1,61 -0,88 -1,62 +0,82 +0,95 +1,23 +0,99 +0,99 +0,84 +0,84 +0,92 +0,97 +1,01 +0,95 +0,92 +0,82 +0,47 +0,87 +0,96 +0,95 -1,37 -1,37 +0,79 +0,00 +1,30 +1,02 +1,11 +1,35 +0,72 +0,71 +0,77 +0,81 +0,80 +1,56 +1,04 -0,07 -0,20 -0,21 -1,56 -1,38 +1,37 +1,21 +0,88 -1,36 -1,37 +1,08 +1,37 +1,03 -0,03 -0,03 -1,06 -1,06

-0,36 +0,98 +0,98 -0,43 +0,46

14,843 5,756 4,026 19,693 19,375 18,798 6,677 6,727 16,693 5,05 4,582 5,059 5,12 3,621 3,324 16,168 4,523 11,508 19,068 17,944 14,609 10,587 10,672 12,256 12,539 9,884 21,02 8,273 14,844 8,516 15,77 4,506 5,309 5,372 12,477 13,137 13,462 16,624 5,00 3,51 10,555 5,763 5,483 4,771 5,976 5,995 8,955 8,851

4,352 3,876 13,755 11,929 4,273 24,354 12,716 4,228 5,432 5,154 5,871 6,034 5,425 4,81 5,318 7,055 7,055 4,672 4,648

5,329 15,244 15,048 6,726 3,685

VARIAZ. QUOT.

+0,81 Arca Azioni Europa Bancoposta Azionario Euro +1,26 Bim Azionario Europa +0,44 Bnl Azioni Europa Crescita +0,93 Bnl Azioni Europa Dividendo +1,04 +0,76 Bpvi Azionario Europa Caam Europe Equity -0,42 Carige Azionario Europa A +0,87 Carige Azionario Europa B +0,87 Carismi Dynamic Europe A +0,19 Carismi Dynamic Europe B +0,43 +1,12 Consultinvest Azione Epsilon Qvalue -0,06 -0,63 Eurizon Az. Europa Multimanager -0,88 Eurizon Az. Pmi Europa Eurizon Focus Az. Europa -1,04 +0,84 Euromobiliare Europe Eq. Europa +0,90 Fideuram Master Sel.Equity Europe -0,27 Fondaco Eu Sri Equity Beta +0,86 Fondersel Europa +0,85 Fonditalia Eq. Europe R +0,84 Fonditalia Eq. Europe T +0,85 +0,81 Gestielle Europa A +0,81 Gestielle Europa B +0,76 Gestnord Azioni Europa Imieurope +0,88 +0,87 Iniziativa Europa Interfund Eq. Europe +0,68 Investitori Europa +0,89 +0,87 Laurin Eurostock Mc G.Fdf Europa A -0,31 Mc G.Fdf Europa B -0,32 Mediolanum Amerigo Vespucci +0,42 Mediolanum Europa 2000 +0,25 Nextam P. Az. Europa +0,77 +0,84 Optima Azionario Europa Pioneer Azionario Europa A +1,03 Pioneer Azionario Valore Europa Dis. A +0,99 -1,02 Prima Geo Europa A Prima Geo Europa Pmi A -0,71 -0,70 Prima Geo Europa Pmi Y Prima Geo Europa Y -1,01 +0,80 Ras Lux Equity Europe Sai Europa +0,75 Soprarno Azioni Euro 50 +1,32 Symphonia Europa -0,06 Synergia Az. Europa +0,50 -0,72 Talento Comp. Europa +0,79 Ubi Pramerica Azioni Europa -1,00 Unibanca Azionario Europa Vegagest Az. Europa A +0,99 +0,98 Vegagest Az. Europa B AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME Eurizon Az. Energia E Materie Prime -1,09 AZ. SALUTE Eurizon Az. Salute E Ambiente -0,68 AZ. FINANZA -1,07 Eurizon Az. Finanza +1,81 Fonditalia Euro Financials R +1,81 Fonditalia Euro Financials T AZ. INFORMATICA Eurizon Az. Tecnologie Avanzate -1,00 AZ. ALTRI SETTORI Alpi Risorse Naturali +0,03 Ducato Immobiliare A +0,21 Ducato Immobiliare Y +0,22 Fideuram Master Sel. Eq. Gl. Resources -1,07 Fonditalia Euro Cyclicals R +1,47 +1,47 Fonditalia Euro Cyclicals T +0,96 Fonditalia Euro Defensive R Fonditalia Euro Defensive T +0,96 Fonditalia Euro T.M.T. R +0,97 +0,97 Fonditalia Euro Tmt T Fonditalia Flex. Emerging Mkts R +0,08

8,879 4,183 9,383 11,004 2,725 3,693 4,014 5,239 5,461 4,189 3,96 8,28 4,987 5,353 7,529 7,794 13,168 12,18 8,373 83,134 12,387 8,613 8,681 6,60 6,74 8,047 17,338 6,23 5,491 4,762 3,593 6,125 3,474 5,472 14,085 4,729 2,777 13,97 6,415 10,215 18,543 19,051 10,506 37,995 9,876 3,697 5,112 5,851 112,914 5,326 5,718 4,491 4,534 8,776

14,673

16,932 5,524 5,555 3,776

5,739 8,432 8,662 10,326 9,942 10,032 11,078 11,179 5,287 5,319 2,442

VARIAZ. QUOT.

Fonditalia Flex. Emerging Mkts T Interfund Int.Sec.New Economy Optima Tecnologia Vegagest Mobiliare Re A Vegagest Mobiliare Re B AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Ducato Etico Geo A Ducato Etico Geo Y Eurizon Azionario Intern. Etico Ml Master Series Spec. Eq. Pioneer Cim Global Gold And Mining BIL. AZIONARI Aureo Ff 1classe Crescita Ducato Multimanager Equity 50-100 A Ducato Multimanager Equity 50-100 Y Euromobiliare Dinamico Fonditalia Core 3 R Fonditalia Core 3 T Igm Bilanciato Azion. A Igm Bilanciato Azion. B Imindustria Managers & Co. Comparto 70 Prima Forza 5 A Prima Forza 5 Y Ubi Pra. Portafoglio Aggressivo Ubi Pramerica Privilege 4 BIL. BILANCIATI Abn Amro Master Bilanciato Allianz Multipartner Multi50 Alto Bilanciato Arca Bb Arcacinquestelle Comp.C 50 Aureo Ff 1classe Dinamico Azimut Bilanciato Bancoposta Mix 2 Bim Bilanciato Carige Bilanciato 50 A Carige Bilanciato 50 B Consultinvest Bilanciato Ducato Multimanager Equity 30-70 A Ducato Multimanager Equity 30-70 Y Epsilon Dlongrun Eurizon Bil. Euro Multimanager Eurizon Soluzione 40 Eurizon Soluzione 60 Euromobiliare Bilanciato Fideuram Performance Fondersel Fonditalia Core 2 R Fonditalia Core 2 T Gestielle Global Asset 2 Gestnord Bilanciato Euro Imicapital Internazionale Managers & Co. Comparto 50 Mc G.Fdf Bilanciato A Mc G.Fdf Bilanciato B Mediolanum Elite 60 L Mediolanum Elite 60 S Nextam P. Bilanciato Prima Forza 4 A Prima Forza 4 Y Sai Bilanciato Sai Multi Fund Linea Dinamica Symphonia Largo Symphonia Patrimonio Globale Synergia Bilanciato 50 Ubi Pra. Portafoglio Dinamico Ubi Pramerica Privilege 3 Valori Responsabili Bilanciato Vegagest Sintesi Dinamico BIL. OBBLIGAZIONARI Abn Amro Master Bilan. Obb. Allianz Multipartner Multi20 Arca Te

VARIAZ. QUOT.

+0,04 2,462 Arcacinquestelle Comp.A/B 25 -0,43 31,474 Aureo Ff 1classe Valore -0,39 2,554 Azimut Scudo +0,60 4,019 Bancoposta Investimento Protetto 90 +0,60 4,019 Bnl Protezione Caam Qbalanced +0,14 2,849 Capitale Pià Comparto Bilanciato 30 +0,14 2,917 Carige Bilanciato 30 -0,88 5,534 Carismi Dynamic Mix 15 +0,10 5,101 Carismi Dynamic Mix 30 -1,77 8,196 Euromobiliare Moderato Fonditalia Core 1 R +0,03 3,65 Fonditalia Core 1 T +0,23 3,907 Gestielle Global Asset 1 +0,23 3,961 Managers & Co. Comparto 30 +0,59 31,262 Mediolanum Elite 30 L +0,46 9,687 Mediolanum Elite 30 S +0,45 9,768 Mix +0,51 4,362 Prima Forza 2 A +0,52 4,407 Prima Forza 2 Y +0,17 12,015 Prima Forza 3 A -0,09 4,279 Prima Forza 3 Y -0,08 3,714 Symphonia Adagio -0,08 3,772 Symphonia Bilanciato Equilibrato Italia +0,26 5,058 Synergia Bilanciato 30 -0,24 4,959 Ubi Pra. Bilanciato Euro Rischio Cont. Ubi Pra. Portafoglio Moderato -0,03 17,594 Ubi Pramerica Privilege 1 -0,32 4,712 Ubi Pramerica Privilege 2 +0,16 15,479 Vegagest Sintesi Audace +0,20 30,255 Visconteo +0,18 4,476 OB. EURO GOVERNATIVI BT -0,03 3,894 Allianz Monetario +0,80 23,149 Alto Monetario +0,24 5,895 Arca Mm +0,25 21,717 Bancoposta Monetario +0,62 5,686 Bg Focus Monetario +0,63 5,782 Bim Obb.Breve Termine +0,40 5,017 Bnl Obbligazioni Euro Bt +0,16 4,273 Bpvi Breve Termine +0,16 4,329 Caam Breve Termine -0,07 6,093 Carige Monetario Euro A -0,14 34,491 Carige Monetario Euro B -0,15 6,035 Cividale Forum Iulii Prudenza A -0,38 23,549 Cividale Forum Iulii Prudenza B +0,43 25,934 Consultinvest Breve Termine -0,31 11,65 Cr Cento Monetario Plus -0,34 44,613 Cs Monetario Italia B +0,32 9,826 Cs Monetario Italia I +0,32 9,895 Ducato Fix Euro Bt A -0,05 12,147 Ducato Fix Euro Bt Y +0,56 14,472 Eurizon Focus Obb. Euro Breve Termine +0,17 29,795 Euromobiliare Prudente -0,12 11,988 Fideuram Security +0,19 4,865 Fondersel Reddito -0,18 6,001 Fonditalia Euro Bond Sh.Term R -0,18 4,457 Fonditalia Euro Bond Sh.Term T -0,20 4,99 Fonditalia Euro Currency R -0,18 9,535 Fonditalia Euro Currency T +0,28 5,986 Gestielle Bt Euro A -0,05 4,172 Gestielle Bt Euro B -0,02 4,24 Gestielle Cedola -0,06 3,519 Imi 2000 -0,27 4,364 Interfund Euro Currency -0,15 5,462 Intra Obb. Euro Bt +0,22 5,057 Laurin Money +0,43 5,544 Leonardo Monetario +0,06 5,39 Mediolanum Risparmio Corrente -0,29 5,234 Monetario +0,60 6,421 Nordfondo Obbl. Euro Breve Termine +0,34 5,543 Optima Reddito B.T. Optima Riserva Euro -0,04 9,36 Passadore Monetario -0,12 5,736 Pioneer Monetario Euro A +0,00 16,056 Prima Fix Obbligazionario Bt A

+0,02 +0,06 +0,00 +0,06 +0,12 -0,02 +0,32 +0,35 +0,08 +0,15 +0,14 +0,16 +0,16 +0,01 +0,12 -0,06 +0,02 +0,28 +0,26 +0,28 +0,12 +0,12 -0,10 +0,42 +0,26 +0,36 -0,02 -0,16 -0,26 +0,26 +0,43

+0,04 -0,01 +0,07 +0,02 +0,03 +0,02 +0,03 +0,05 +0,01 -0,01 -0,01 +0,07 +0,07 +0,04 -0,02 +0,03 +0,04 -0,05 -0,05 +0,01 +0,02 +0,01 +0,10 +0,04 +0,04 +0,00 +0,00 +0,03 +0,03 -3,20 +0,00 +0,00 +0,07 +0,03 +0,03 +0,07 +0,02 -0,01 +0,09 +0,02 +0,01 +0,02 +0,04

5,351 4,91 7,519 5,439 22,448 8,526 4,95 5,105 3,976 3,98 6,391 10,267 10,333 8,788 5,172 5,101 9,797 5,676 4,564 4,608 4,855 4,929 5,759 5,317 5,383 5,783 5,792 5,479 5,405 5,458 33,758

15,839 7,071 14,751 6,194 16,348 6,532 7,482 6,289 7,462 11,58 11,341 5,479 5,526 4,994 5,765 7,764 7,819 6,285 6,327 15,259 8,47 9,558 14,162 7,898 7,932 7,86 7,888 7,566 7,616 6,384 16,875 6,678 5,652 6,925 6,069 13,824 12,146 8,976 6,659 5,289 7,14 13,158 10,159

VARIAZ. QUOT.

-0,85 5,132 Soprarno Pronti Termine Synergia Obb Euro B.T. +0,02 5,06 Teodorico Monetario +0,01 7,478 Tesoreria Fondo Per Le Imprese +0,01 6,90 Ubi Pramerica Euro B.T. +0,03 6,735 +0,00 5,743 Unibanca Monetario Valori Responsabili Monetario +0,00 5,861 Vegagest Obb. Euro Breve Termine A +0,07 5,84 Vegagest Obb. Euro Breve Termine B +0,07 5,878 Zenit Monetario I +0,05 7,547 Zenit Monetario R +0,04 7,508 OB. EURO GOVERNATIVI M/L TERM Allianz Reddito Euro L +0,08 32,357 +0,08 31,723 Allianz Reddito Euro T +0,00 4,983 Anfiteatro Bond Corporate Anima Obb. Euro +0,04 7,112 +0,10 8,975 Arca Rr Azimut Reddito Euro -0,06 15,655 Bancoposta Obbligazionario Euro +0,03 6,86 Bim Obb. Euro +0,03 6,855 Bnl Obbligazioni Euro M/Lt +0,07 6,778 Bpvi Obblig. Euro +0,08 6,666 Capitale Pià Comparto Obbligazionario +0,02 5,439 +0,00 10,74 Carige Obbligazionario Euro A -0,01 10,85 Carige Obbligazionario Euro B Carige Obbligazionario Euro L.Termine A +0,04 5,556 Carige Obbligazionario Euro L.Termine B +0,04 5,644 -0,14 5,527 Carismi Bond Euro A Carismi Bond Euro B -0,13 5,584 Ducato Fix Euro Mt A -0,13 7,594 -0,14 7,676 Ducato Fix Euro Mt Y Epsilon Qincome +0,00 7,437 Eurizon Focus Obb. Euro +0,21 14,02 Euromobiliare Reddito +0,09 15,396 Europe Bond +0,05 7,467 Fondaco Euro Gov. Beta +0,15 119,799 +0,19 8,001 Fondersel Euro Fonditalia Euro Bond Long Term R +0,15 7,233 +0,15 7,285 Fonditalia Euro Bond Long Term T Fonditalia Euro Bond Medium Term R +0,13 10,862 Fonditalia Euro Bond Medium Term T +0,12 10,921 +0,11 8,217 Gestielle Lt Euro A Gestielle Lt Euro B +0,12 8,295 +0,07 15,038 Gestielle Mt Euro A Gestielle Mt Euro B +0,07 15,168 Imirend +0,06 9,321 Interfund Euro Bond Long Term +0,16 8,184 Interfund Euro Bond Medium Term +0,12 8,176 Interfund Euro Bond Short Term 1 - 3 +0,01 6,953 +0,03 11,505 Interfund Euro Bond Short Term 3-5 +0,12 5,933 Intra Obb. Euro Italfortune Euro Bonds +0,00 8,42 +0,04 7,55 Leonardo Obbligazionario Mediolanum Euromoney -0,09 6,433 Mediolanum Italmoney +0,06 6,576 Nordfondo Obbl. Euro Medio Termine +0,08 17,287 Optima Obbligazionario Euro +0,09 6,96 +0,29 5,827 Prima Fix Obbligazionario Mlt A -0,04 56,616 Ras Lux Bond Europe +0,16 12,823 Sai Eurobbligazionario +0,04 5,157 Synergia Obb Euro M.T. Ubi Pra. Euro M/L Termine +0,01 6,885 Unibanca Obbligazionario Euro +0,17 5,808 Vegagest Obb. Euro A +0,09 6,496 Vegagest Obb. Euro B +0,09 6,562 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine A -0,10 6,252 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine B -0,10 6,252 +0,18 5,628 Vrg Coro Reddito OB. EURO CORPORATE INV. GRADE +0,00 6,984 Arca Bond Corporate +0,00 102,434 Caam Corporate 3 Anni Caam Corporate Giugno 2012 +0,00 5,098 Carige Corporate Euro A +0,00 6,446 +0,00 6,503 Carige Corporate Euro B Corporate Bond +0,04 7,31

VARIAZ. QUOT.

-0,08 5,313 Ducato Etico Fix Y Ducato Etico Fix A -0,06 5,26 Eurizon Focus Obb. Euro Corporate +0,23 5,574 Eurizon Obb. Euro Corporate Breve Termine+0,07 7,478 Fonditalia Euro Corporate Bond R +0,04 8,35 +0,04 8,389 Fonditalia Euro Corporate Bond T Interfund Euro Corporate Bond +0,04 4,965 Nordfondo Obbligazioni Euro Corporate +0,01 7,563 Pioneer Obbl.Euro Corp.Etico Dis. A +0,00 4,722 Prima Fix Imprese A +0,28 6,434 Prima Fix Imprese Y +0,29 6,507 +0,00 6,533 Sai Obbligazionario Corporate Synergia Obb Corporate +0,00 5,373 +0,03 7,724 Ubi Pramerica Euro Corporate OB. EURO HIGH YIELD Eurizon Focus Obb. Euro High Yield +0,03 7,006 +0,10 13,657 Fonditalia Bond Euro High Yield R Fonditalia Bond Euro High Yield T +0,11 13,709 Interfund Bond Euro High Yield +0,12 7,524 Prima Fix High Yield A -0,01 7,629 Prima Fix High Yield Y +0,00 7,759 OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM Arca Bond Dollari -0,69 8,687 -0,63 5,815 Azimut Reddito Usa -0,65 6,003 Bnl Obbligazioni Dollaro M/Lt +0,29 7,016 Ducato Fix Dollaro A Ducato Fix Dollaro Y +0,28 7,085 -0,69 8,148 Fonditalia Bond Usa R Fonditalia Bond Usa T -0,70 8,20 Gestielle Bond Dollars A -0,44 8,759 -0,45 8,866 Gestielle Bond Dollars B Interfund Bond Usa -0,72 7,08 Nordfondo Obbligazioni Dollari -0,67 13,733 OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI Allianz Reddito Globale L -0,31 15,547 Allianz Reddito Globale T -0,31 15,256 +0,06 7,23 Alpi Obbligazionario Internazionale Alto Internazionale Obb. -0,07 6,132 -0,35 12,419 Arca Bond +0,09 8,005 Aureo Obbligazioni Globale Bim Obb. Globale -0,14 5,78 -0,17 5,81 Bpvi Obblig. Internazionale Carige Obbligazionario Internazionale A -0,26 5,765 Carige Obbligazionario Internazionale B -0,24 5,868 Carismi Bond Internaz. A -0,15 5,853 Carismi Bond Internaz. B -0,23 5,694 Ducato Fix Globale A +0,00 8,147 Ducato Fix Globale Y +0,01 8,218 +0,43 8,376 Eurizon Obb. Internazionali -0,19 8,591 Euromobiliare Intern. Bond -0,27 13,869 Fondersel Internazionale Gestielle Obbligazionario Intern. A -0,31 6,345 -0,29 6,431 Gestielle Obbligazionario Intern. B Imibond -0,44 15,759 Mc G.Fdf Global Bond A -0,02 5,282 Mc G.Fdf Global Bond B +0,00 5,232 Mediolanum Intermoney -0,41 6,39 +0,00 5,338 Ml Master Series Bonds +0,09 6,906 Optima Obb. Euro Global -0,41 9,449 Pianeta Prima Fix Obbligazionario Globale A +0,73 8,835 Prima Forza 1 A +0,16 5,047 Prima Forza 1 Y +0,16 5,078 Sai Obb.Internazionale -0,21 7,912 Ubi Pra. Obbligazioni Globali -0,40 5,657 Vegagest Obb. Internazionale A -0,17 5,724 Vegagest Obb. Internazionale B -0,16 5,781 OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Anfiteatro Global Bond +0,07 5,657 Ubi Pra. Obbligazioni Globali Corporate +0,14 6,669 OB. INTERNAZ. HIGH YIELD Ubi Pra. Obbl. Globali Alto Rendimento +0,16 8,331 OB. YEN -0,04 4,54 Ducato Fix Yen A Ducato Fix Yen Y -0,04 4,576


il Domani Mercoledì 3 Marzo 2010 23

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

Fonditalia Euro Yield Plus R -0,80 9,444 Fonditalia Euro Yield Plus T -0,80 9,499 Interfund Bond Japan -0,73 5,696 OB. PAESI EMERGENTI Arca Bond Paesi Emergenti +0,41 13,003 Bnl Obbligazioni Emergenti -0,13 21,427 Emerging Markets Bond +0,29 5,938 Eurizon Focus Obb. Emergenti -0,02 10,933 Euromobiliare Emerging Markets Bond -0,19 6,755 Fonditalia Bond Global Emerging Markets R+0,51 10,069 Fonditalia Bond Global Emerging Markets T+0,52 10,106 Gestielle Emerging Mkt Bond A +0,42 9,927 Gestielle Emerging Mkt Bond B +0,44 10,082 Interfund Bond Global Emerging Markets +0,48 10,378 Mc G.Fdf High Yield A -0,27 6,992 Mc G.Fdf High Yield B -0,26 5,059 Nordfondo Obbligazioni Paesi Emergenti -0,17 8,428 Optima Obb. Emergent Market -0,24 7,16 Pioneer Obb.Paesi Emergenti Dis. A -0,14 9,421 Prima Fix Emergenti A +0,05 12,551 Prima Fix Emergenti Y +0,05 12,79 Vegagest Obb. Paesi Emergenti A +0,11 7,145 Vegagest Obb. Paesi Emergenti B +0,11 7,236 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI +0,10 6,054 Anima Convertible -0,08 8,934 Azimut Trend Tassi Caam Obbligazionario Euro +0,05 5,474 Consultinvest Obbligaz. Medio Termine +0,04 5,104 Consultinvest Obbligazionario +0,04 5,19 Ducato Fix Convertibili A -0,08 8,702 Ducato Fix Convertibili Y -0,07 8,819 Eurizon Focus Obb. Cedola +0,05 6,105 +0,34 5,377 Eurizon Obb. Etico Fonditalia Inflation Linked R +0,14 13,482 Fonditalia Inflation Linked T +0,14 13,549 Gestielle Obbligazionario Corporate A +0,03 7,023 Gestielle Obbligazionario Corporate B +0,03 7,117 Groupama It. Bond Sel. Fund -0,05 5,755 Interfund Inflation Linked +0,13 13,336 Mediolanum Risparmio Reddito -0,07 10,865 Mediolanum Vasco De Gama +0,27 9,995 Nordfondo Obbligazioni Convertibili +0,23 5,309 Pioneer Cim Euro Convertible Bonds -0,38 5,837 Pioneer Cim Euro Fixed Income -0,10 15,684 +0,03 6,511 Pioneer Obb. Euro Dis. A Ras Lux Short Term $ -0,02 144,548 Ras Lux Short Term Euro +0,04 65,907 Symphonia Comp.Obb. Area Europa -0,04 9,388 Ubi Pra. Obbligazioni Dollari -0,63 4,879 OB. MISTI Alleanza Obbligazionario +0,05 5,545 Alto Obbligazionario +0,03 8,69 Anima Fondimpiego -0,05 19,407 +0,13 8,254 Arca Obb.Europa Azimut Contofondo -0,15 5,208 Azimut Solidity -0,03 7,85 +0,10 5,818 Bancoposta Mix 1 +0,00 5,472 Bim Corporate Mix Bnl Telethon -0,07 5,832 Ca Multimanager Difensiva +0,00 5,00 Capitale Pià Comparto Bilanciato 15 +0,19 5,22 +0,20 5,446 Carige Bilanciato 10 Cividale Forum Iulii Rendita A +0,53 5,467 +0,54 5,582 Cividale Forum Iulii Rendita B Cr Cento Misto Best -0,15 5,844 -0,08 7,904 Eurizon Diversificato Etico Eurizon Rendita -0,25 5,957 Eurizon Soluzione 10 -0,07 6,874 +0,09 4,562 Fucino Dynamic Gestielle Etico Per Ail A +0,25 6,322 Gestielle Etico Per Ail B +0,25 6,367 Intesa Casse Del Centro Protez. Dinamica -0,14 5,666 +0,13 6,052 Leonardo 80/20 +0,08 5,984 Nextam P. Obbligazionario Misto Nordfondo Etico Obbl.Misto Max20% Azioni+0,15 6,601 -0,14 8,08 Pioneer Obbligazionario Piu' Dis. A Sai Multi Fund Linea Prudente -0,29 4,856 +0,09 17,076 Sai Performance Sforzesco +0,08 9,827 Symphonia Patr.Globale Reddito +0,09 7,042 +0,17 5,242 Synergia Bilanciato 15 Total Return Obbligazionario +0,28 4,323 Ubi Pra. Portafoglio Prudente +0,00 6,028 Valori Responsabili Obbligaz. Misto +0,15 6,026 +0,13 5,463 Vegagest Sintesi Moderato +0,07 8,188 Zenit Obb. I Zenit Obb. R +0,06 8,147 OB. FLESSIBILI +0,00 5,303 Arca Cedola Corp. Bond Arca Cedola Corp. Bond Ii -0,02 4,996 Arca Cedola Gov. Euro Bond +0,04 5,104 Arca Cedola Gov. Euro Bond Ii +0,16 4,978 +0,02 5,226 Aureo Cash Dynamic +0,02 6,652 Bg Focus Obbligazionario -0,01 9,963 Bnl Target Return Liquidita' Caam Soluzioni Tassi -0,08 4,944 Cividale Forum Iulii Strategia A +0,32 5,591 +0,33 5,695 Cividale Forum Iulii Strategia B Consultinvest High Yield -0,24 5,494 +0,07 5,456 Consultinvest Monetario +0,04 7,29 Consultinvest Reddito -0,02 18,313 Ducato Fix Rendita A Ducato Fix Rendita Y -0,01 18,583 Euromobiliare Tr Flex 2 +0,03 6,555 +0,02 6,493 Premium Risparmio +0,01 7,895 +0,07 5,964 Ritorni Reali Symphonia Bond Flessibile +0,02 5,098 Ubi Pra. Active Duration +0,07 5,674 Ubi Pramerica Total Return Prudente +0,05 10,519 Vegagest Obbligazionario Flessibile +0,02 5,268 Volterra Tr Obblig. +0,04 5,156 LIQUIDITA' AREA EURO Agora Cash +0,04 5,559 Allianz Liquidita' A +0,00 5,593 Allianz Liquidita' At +0,02 5,069 Allianz Liquidita' B +0,02 5,712 +0,02 5,674 Anfiteatro Tesoreria Anima Liquidita' +0,02 6,61

VARIAZ. QUOT.

Arca Bt +0,03 Arca Bt Tesoreria +0,03 Aureo Liquidita' +0,00 Azimut Garanzia +0,02 Bnl Cash +0,02 Caam Eonia +0,01 Caam Liquidita' +0,00 Carige Liquidita' Euro A -0,02 Carige Liquidita' Euro B -0,02 Carismi Liquidita' B -0,02 Epsilon Cash +0,00 Eurizon Focus Tesoreria Euro A -0,01 Eurizon Focus Tesoreria Euro B -0,01 Eurizon Liquidita' A -0,01 Eurizon Liquidita' B -0,01 Euromobiliare Conservativo +0,01 Euromobiliare Contovivo +0,01 Fideuram Moneta +0,00 Fondaco Euro Cash +0,01 Fondo Liquidita' +0,00 Gestielle Cash Euro A +0,03 Gestielle Cash Euro B +0,03 Mediolanum Risparmio Monetario +0,02 Nextam P. Liquidita' +0,05 +0,03 Nordfondo Liquidita' +0,03 Optima Money Pensplan Invest Cash Fund +0,00 Pioneer Liquidita' Euro A +0,00 Prima Fix Monetario A -0,01 Prima Fix Monetario I -0,01 Prima Fix Monetario Y -0,01 Sai Liquidita' +0,02 +0,03 Symphonia Comp.Monetario Synergia Monetario +0,02 Synergia Tesoreria +0,04 Ubi Pramerica Euro Cash +0,01 Vegagest Monetario A +0,02 Vegagest Monetario B +0,02 Vrg Coro Tesoreria +0,00 LIQUIDITA' AREA DOLLARO Eurizon Focus Tesoreria Dollaro +0,13 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro $ +0,07 FLESSIBILI 8a+ Gran Paradiso +0,27 +0,38 8a+ Latemar 8a+ Monviso -0,08 Abis Flessibile +0,00 Abn Amro Expert A-Rt400 +0,02 Agora Flex +0,07 +0,19 Agora Selection Agora Valore Protetto +0,19 Alarico Re +0,60 Allianz F100 L +0,05 +0,05 Allianz F100 T Allianz F15 L +0,02 Allianz F15 T +0,02 +0,04 Allianz F30 L +0,04 Allianz F30 T Allianz F70 L +0,06 Allianz F70 T +0,06 Anfiteatro Bond Plus +0,00 -0,02 Anfiteatro Conservative Flex Anfiteatro Corporate Absolute Return +0,00 -0,02 Anfiteatro Corporate Bt Anfiteatro Total Return +0,00 +0,05 Anima Fondattivo Aqqua +0,00 Arca Capitale Garantito Dic 2013 +0,04 +0,16 Arca Capitale Garantito Giugno 2013 Arca Corporate Bt -0,02 Arca Rendimento Assoluto T3 +0,10 Arca Rendimento Assoluto T5 -0,21 +0,04 Aureo Defensive -0,06 Aureo Ff 1classe Flessibile Aureo Finanza Etica +0,02 +0,87 Aureo Flex Euro Aureo Flex Italia +0,61 +0,15 Aureo Flex Opportunity Aureo Plus +0,08 Aureo Rendimento Assoluto +0,04 +0,14 Azimut Strategic Trend Azimut Trend +0,36 Azimut Trend America -0,36 Azimut Trend Europa +0,87 +0,86 Azimut Trend Italia -0,08 Azimut Trend Pacifico Bancoposta Centopiu' +0,02 +0,06 Bancoposta Centopiu' 2007 +0,08 Bancoposta Extra Bg Focus Azionario +0,12 Bim Flessibile +0,37 Bnl Target Return Conservativo -0,04 -0,06 Bnl Target Return Dinamico +0,19 Bnpp 100% E Pià Grande Asia +0,08 Bnpp 100% E Pià Grande Europa Bnpp Equipe Attacco +0,07 Bnpp Equipe Centrocampo +0,00 +0,00 Bnpp Equipe Difesa Caam Absolute +0,00 +0,00 Caam Dynamic Allocation +0,04 Caam Equipe 1 +0,02 Caam Equipe 2 Caam Equipe 3 -0,08 Caam Equipe 4 -0,15 +0,00 Caam Eureka China Double Wine Caam Eureka Double Call +0,00 +0,00 Caam Eureka Double Win Caam Eureka Double Win 2013 +0,00 Caam Eureka Dragon +0,00 +0,00 Caam Eureka Ripresa 2014 Caam For. Gar. Em Eq. Recall 2013 +0,00 Caam For.Gar.Eq. Recall 2013 +0,00 Caam For.Gar.Eq. Recall 2014 +0,00 Caam For.Gar.Eq. Recall Due 2013 +0,00 Caam Form. Gar. Em. Mkt Eq. Recall 2014 +0,00 Caam Form. Gar. Merc. Emerg. +0,00 Caam Form. Private Div. Opp. +0,00 Caam Formula Euro Eq. Option 2013 +0,00 Caam Formula Euro Eq. Option Due 2013 +0,00

8,748 5,765 5,715 12,32 22,18 101,97 8,958 6,306 6,362 5,297 6,267 7,657 7,693 7,30 7,47 11,097 11,84 14,615 116,097 7,594 7,045 7,079 5,478 5,822 6,199 6,149 5,927 5,061 8,517 8,61 8,592 11,516 7,421 5,018 5,041 7,284 5,86 5,895 5,635 12,299 16,69

5,214 5,012 5,024 5,608 4,655 6,837 4,815 6,339 4,388 3,984 3,915 5,361 5,288 5,14 5,069 26,887 26,355 7,412 5,285 5,624 5,152 3,30 13,211 4,986 5,163 5,053 5,519 5,126 4,838 5,064 5,368 6,069 9,445 16,765 4,798 5,967 5,562 4,981 18,713 8,638 11,836 14,576 6,165 5,276 5,25 5,209 22,114 3,844 5,005 12,421 5,397 5,081 4,451 4,777 5,429 5,214 5,139 5,243 5,169 5,112 4,715 5,463 5,351 5,516 4,906 6,047 5,143 4,948 4,841 5,174 4,855 4,951 5,661 4,956 4,423 4,438

VARIAZ. QUOT.

Caam Formula Garantita 2012 +0,00 Caam Formula Garantita 2013 +0,00 Caam Formula Garantita Due - 2013 +0,00 Caam Formula Garantita High Diver. 2014 +0,00 Caam Piu +0,02 Caam Premium Power -0,06 Caam Private Alpha +0,00 Caam Qreturn -0,09 Caam Soluzione Azioni +0,02 Caam Strategia 95 +0,00 Carige Flessibile +0,00 Carige Flessibile B +0,02 Carige Flessibile Piu' A +0,02 Carige Flessibile Piu' B +0,00 Carismi Absolute Perf. A -0,02 Carismi Absolute Perf. B -0,02 Carismi Pratico A +0,00 Carismi Pratico B +0,00 Consultinvest Alto Dividendo +0,23 Consultinvest Mercati Emerg. +0,68 Consultinvest Multi Flex +0,25 Consultinvest Plus +0,08 Cr Cento Premium +0,00 Ducato Etico Flex Civita A -0,07 -0,05 Ducato Etico Flex Civita Y Ducato Multimanager Cash Premium A +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus A+0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus Y+0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Y +0,00 Edr Multigestion Trend Global -0,19 Epsilon Qreturn -0,11 Eurizon Focus Garantito 03/13 +0,16 +0,10 Eurizon Focus Garantito 06/12 Eurizon Focus Garantito 09/12 +0,12 Eurizon Focus Garantito 12/12 +0,14 Eurizon Focus Garantito I Semestre 2006 +0,06 Eurizon Focus Garantito I Trimestre 2007 +0,02 Eurizon Focus Garantito Ii Semestre 2006 +0,00 Eurizon Focus Garantito Ii Trimestre 2007 +0,02 Eurizon Focus Garantito Iii Trimestre 2007 +0,00 Eurizon Focus Garantito Iv Trim 2007 +0,06 Eurizon Focus Profilo Dinamico -0,08 Eurizon Focus Profilo Moderato +0,02 Eurizon Focus Profilo Prudente -0,06 +0,05 Eurizon Focus Rend. Assoluto 3 Anni Eurizon Focus Rendimento Ass. 2 Anni +0,02 Eurizon Focus Rendimento Ass. 5 Anni +0,00 Eurizon Obiettivo Rendimento +0,00 Eurizon Team 1 A -0,02 -0,02 Eurizon Team 1 G Eurizon Team 2 A +0,02 Eurizon Team 2 G +0,02 Eurizon Team 3 A +0,00 -0,02 Eurizon Team 3 G Eurizon Team 4 A -0,08 Eurizon Team 4 G -0,10 -0,27 Eurizon Team 5 A -0,27 Eurizon Team 5 G Euromobiliare Real Assets +0,10 Euromobiliare Strategic +0,03 Euromobiliare Strategic Flex +0,02 -0,07 Euromobiliare Tr Flex 3 Euromobiliare Tr Flex 4 +0,01 -0,02 Federico Re Fideuram Master Sel.Absolute Return +0,05 +0,32 Flessibile Fondaco Global Opportunities +0,00 Fondersel Duemila +0,00 +0,62 Fonditalia Flexible Dynamic R Fonditalia Flexible Dynamic T +0,62 Fonditalia Flexible Growth R -0,26 Fonditalia Flexible Growth T -0,26 -0,02 Fonditalia Flexible Income R -0,02 Fonditalia Flexible Income T Fonditalia Flexible Multimanager R +0,01 +0,00 Fonditalia Flexible Multimanager T Fonditalia Flexible Opportunity R -0,06 -0,05 Fonditalia Flexible Opportunity T Formula 1 Alpha Plus 20 +0,26 Formula 1 Conservative +0,15 +0,41 Formula 1 High Risk Formula 1 Low Risk +0,10 Formula 1 Risk +0,35 Gestielle Global Asset Plus +0,00 +0,02 Gestielle Harmonia Dinamico +0,00 Gestielle Harmonia Moderato Gestielle Harmonia Vivace +0,06 +0,04 Gestielle Total Return +0,00 Gestnord Asset Allocation Igm Flessibile A +0,05 Igm Flessibile B +0,07 Interfund System 100 +0,06 +0,00 Interfund System 40 +0,12 Interfund System Flex -0,66 Intra Assoluto Intra Flessibile +0,16 Investitori Flessibile +0,29 +0,31 Kairos Partners Fund Kairos Partners Income +0,01 +1,26 Kairos Partners Small Cap +0,15 Macro F.0. +0,00 Mc G.Fdf Flx Low A Mc G.Fdf Flx Low B +0,00 Mc G.Fdf Flx.High B +0,00 -0,14 Mc G.Fdf Flx.Med. A Mc G.Fdf Flx.Med. B -0,13 +0,43 Nextam P. Flessibile Nordest Sicav -1,49 Ob. Rendimento +0,17 -0,22 Open Fund Ritorno Assoluto Var2 Open Fund Ritorno Assoluto Var4 -0,72 Paritalia Orchestra C +0,00 Pioneer Target Controllo A +0,06 Pioneer Target Equilibrio A +0,10 Pioneer Target Sviluppo A +0,17 Prima Strategia A-Rt 100 A -0,21 Prima Strategia A-Rt 200 A -0,35 +0,11 Prima Strategia A-Rt 50 A Prima Strategia Europa Alto Potenziale A +0,14

5,046 4,875 4,887 4,846 5,591 5,077 4,784 5,485 4,726 4,942 5,184 5,183 4,513 4,555 4,819 4,897 6,075 6,122 3,081 4,866 4,864 5,21 3,805 4,233 4,323 4,733 4,176 4,25 4,793 4,828 6,226 5,158 5,132 5,107 5,119 5,275 5,161 5,244 5,124 5,008 5,187 5,117 5,25 5,433 5,47 5,216 4,848 8,034 5,962 5,962 5,623 5,623 4,67 4,683 3,883 3,897 3,717 3,732 4,107 3,206 13,172 4,566 6,877 5,189 9,144 2,781 94,067 93,393 6,123 6,127 8,807 8,874 8,491 8,522 9,41 9,479 7,795 7,831 6,495 6,506 6,863 6,692 6,506 5,239 5,316 5,268 5,376 13,947 4,688 4,012 4,046 9,458 11,116 10,265 5,711 6,243 6,299 5,571 6,69 9,296 4,03 5,198 5,189 3,68 5,604 3,715 4,665 3,96 5,798 4,49 3,731 72,518 5,297 5,258 21,975 5,121 4,888 16,385 2,184

VARIAZ. QUOT.

Prima Strategia Europa Alto Potenziale Y +0,14 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale A-0,24 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale Y-0,24 Prima Strategia Italia Alto Potenziale A +0,19 Prima Strategia Italia Alto Potenziale Y +0,19 Profilo Best Funds -0,03 Profilo Elite Flessibile -0,05 Sofia Flex +0,00 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 A -0,54 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 B 18/05/09 -0,08 5,092 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 A -0,44 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 B -0,44 Soprarno Contrarian A +0,19 Soprarno Contrarian B +0,19 Soprarno Global Macro A -0,57 Soprarno Global Macro B -0,56 Soprarno Inflazione +1,5% A -0,40 Soprarno Inflazione +1,5% B -0,40 Soprarno Relative Value A -0,17 Soprarno Relative Value B -0,17 Symphonia Asia Flessibile +0,10 Symphonia Comp.Fortissimo +0,44 Symphonia Italia Flessibile +0,59 +0,10 Synergia Total Return -0,17 Total Return Ubi Pra. Active Beta -0,04 Ubi Pra. Alpha Equity +0,02 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato A +0,06 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato B +0,04 Ubi Pra. Total Return Dinamico +0,08 Unibanca Plus +0,00 -0,58 Vegagest Flessibile A Vegagest Mb Absolut -0,07 Vegagest Mb Strategic -0,07 Vegagest Rendimento A -0,02 Volterra Dinamico +0,02 Volterra Tr Glob. +0,04 Vrg Coro Rendimento +0,09 Zenit Absolute Return I -0,13 Zenit Absolute Return R -0,13 Zenit High Trend 0-100 Fdf +0,00 Zenit Zero 100 +0,20 ASSICURATIVI Antonveneta Vita Antonveneta Vita Armonico -0,30 Antonveneta Vita Armonico 2007 -0,31 Antonveneta Vita Attivo -0,40 Antonveneta Vita Attivo 2007 -0,21 -0,63 Antonveneta Vita Azionario Antonveneta Vita Azionario Globale +0,72 Antonveneta Vita Azionario Specializzato -0,10 Antonveneta Vita Bilanciato Euro +0,05 +0,66 Antonveneta Vita Bilanciato Globale Antonveneta Vita Dinamico -0,26 Antonveneta Vita Equilibrato +0,10 +0,01 Antonveneta Vita Euromoneta -0,01 Antonveneta Vita Monetario Antonveneta Vita Obbligazionario +0,17 Antonveneta Vita Obbligazionario Euro +0,14 Antonveneta Vita Obbligazionario Misto +0,00 +0,01 Antonveneta Vita Protetto Antonveneta Vita Protetto 2007 -0,07 +0,02 Antonveneta Vita Sicuro Antonveneta Vita Trend +0,56 -0,26 Antonveneta Vita Trend Dinamico Antonveneta Vita Trend Equilibrato +0,09 Antonveneta Vita Trend Plus +0,56 +0,05 Antonveneta Vita Trend Protetto AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Aurora New Balanced +0,63 Aurora New Bond +0,18 +1,27 Aurora New Share -0,01 Aurora Unietic Aurora Unit Balanced +0,87 +0,40 Aurora Unit Bond Aurora Unit Share +1,03 +1,05 Aurora Winvest Bilanciata Aurora Winvest Dinamica +1,65 Aurora Winvest Prudente +0,42 AXA MPS FINANCIAL Axa Mps Aggressivo +0,62 Axa Mps Carattere Forte +0,18 Axa Mps Fin. Az. Europa +0,42 -0,07 Axa Mps Fin. Az. Giappone -0,08 Axa Mps Fin. Az. Pacifico Axa Mps Fin. Az. Sector +0,41 -1,34 Axa Mps Fin. Az. Top Ten -0,01 Axa Mps Fin. Carattere Attento Axa Mps Fin. Carattere Equilibrato +0,07 Axa Mps Fin. Carattere Sereno +0,07 Axa Mps Fin. Conservativo +0,07 +0,18 Axa Mps Fin. Dinamico -0,81 Axa Mps Fin. Dinamico A Axa Mps Fin. Emerging Markets Equity A -1,85 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Crescente -0,89 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Sviluppo -0,33 +0,04 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Axa Mps Fin. Linea Forte Shield 8 +0,04 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Double +0,06 -0,01 Axa Mps Fin. Mplife 100/1 +0,04 Axa Mps Fin. Mplife 100/2 Axa Mps Fin. Mplife 90/1 +0,02 Axa Mps Fin. Obb.Opportunita' -0,10 -0,08 Axa Mps Fin. Obbligazionario Europa Axa Mps Fin. Secure A -0,09 -0,58 Axa Mps Fin. Usa Equity A BCC VITA Bcc Vita Equity America +2,34 +0,75 Bcc Vita Equity Asia Bcc Vita Equity Europa +3,34 Bcc Vita World Global Bond -0,09 Bipiemme Vita Spa Bpm Az 30 +0,52 Bpm Az 50 +0,90 Bpm Az 80 +1,77 Bpm Az Flex +1,39 +1,88 Bpm Financial Audace Bpm Financial Aurora Dicembre 2002 +0,18

2,196 13,555 13,581 4,677 4,716 5,846 5,501 0,687 5,176

5,214 5,227 3,621 3,625 4,914 4,965 5,477 5,503 5,363 5,412 5,735 2,532 4,939 5,191 2,297 4,713 5,086 5,215 5,231 4,964 5,231 7,336 3,036 2,992 5,379 5,281 5,418 5,311 5,541 5,475 1,245 4,547 11,239 9,705 11,989 9,313 14,074 8,007 9,392 11,064 10,636 13,29 14,551 11,41 11,851 11,812 13,345 12,242 12,547 10,612 12,851 11,571 8,433 10,065 7,153 10,543

10,228 10,048 10,856 10,537 10,011 8,805 8,867 11,287 9,904 12,321 9,638 8,999 8,15 7,205 15,86 6,603 10,196 10,754 10,40 10,755 11,785 10,168 10,924 19,09 10,998 9,112 11,176 10,741 11,832 10,052 10,017 9,56 9,975 11,938 12,813 5,349 4,379 4,858 4,49 5,326

5,85 5,58 5,18 4,39 3,79 5,48

VARIAZ. QUOT.

Bpm Financial Aurora Giugno 2002 +0,18 5,55 Bpm Financial Aurora Marzo 2002 +0,18 5,49 Bpm Financial Aurora Ottobre 2002 +0,18 5,47 Bpm Financial Equilibrato +1,35 4,49 Bpm Financial Fortezza Gennaio 2003 +0,00 5,55 Bpm Financial Geographic Areas +2,28 3,14 Bpm Financial Global Bond -0,49 6,06 Bpm Financial Industrial Sector +2,55 3,22 Bpm Financial Prudente +0,59 5,11 Bpm Financial Riserva Euro +0,00 6,46 Bpm Financial Vita Azionario +2,27 4,50 Bpm Financial Vita Bilanciato +1,48 5,47 Bpm Financial Vita Obbligazionario -0,14 6,94 BNL VITA Bnl Vita Capital Unit 30 -0,44 10,45 Bnl Vita Capital Unit 60 -0,55 8,331 Bnl Vita Capital Unit 90 -0,88 6,304 CARDIF Assicurazioni Spa Cardif Azionario A -1,62 86,135 Cardif Azionario B +2,83 135,966 Cardif Azionario Rimini 2 -1,58 63,297 Cardif Bds Valore Azionario -2,26 96,924 Cardif Bds Valore Bilanciato -0,84 136,368 Cardif Bds Valore Obbligazionario -0,05 179,282 -0,89 123,124 Cardif Bilanciato A +1,44 190,382 Cardif Bilanciato B Cardif Flexible Profilo A -1,59 75,203 Cardif Obbligazionario A +0,07 165,472 Cardif Obbligazionario B -0,29 217,24 Cardif Obbligazionario Misto Rimini 2 +0,09 107,912 Cardif Pargest Globale 60 A +0,75 181,552 Cardif Spazio Effervescente -2,27 108,962 +0,29 173,009 Cardif Spazio Naturale CARIGE VITA NUOVA Carige 3 Garanzie 3 G -0,04 5,183 Carige Dinamicamente Protetta +0,00 5,17 Carige Gestilink Arancione Dinamica +1,22 3,663 Carige Gestilink Blu Moderata +0,97 5,103 Carige Gestilink Verde Prudente +0,30 6,623 Carige Protezione Attiva +0,72 102,94 Cattolica Assicurazioni Cattolica Azionario +1,28 4,02 Cattolica Bilanciato +0,94 4,306 Cattolica Bpbari Freeway Country -0,47 3,421 +0,40 3,505 Cattolica Bpbari Freeway Desert Cattolica Bpbari Freeway Jungle -3,63 0,186 Cattolica Cividale Percorso Azionario +1,24 11,073 Cattolica Cividale Percorso Obbligazionario+0,21 11,319 Cattolica Ferrara Investire Azionario +0,58 3,309 Cattolica Ferrara Investire Obbligazionario +0,07 5,546 Cattolica Fondo Protetto +0,12 5,218 Cattolica Formula Life Azionaria +1,80 4,352 Cattolica Formula Life Bilanciata +1,33 4,741 +1,78 4,508 Cattolica Fuoriclasse Balanced Cattolica Fuoriclasse Bond -0,42 5,469 Cattolica Fuoriclasse Equity +3,77 3,141 +3,74 1,387 Cattolica Fuoriclasse High Tech +0,13 5,532 Cattolica Nuove Rotte Cattolica Obbligazionario +0,38 4,818 Cattolica Progetto Attivo Bond +0,35 4,556 Cattolica Progetto Attivo Equity +1,29 3,694 +0,91 4,319 Cattolica Progetto Attivo Mix Cattolica Soluzione Dinamica +0,85 5,101 +0,15 6,18 Cattolica Soluzione Prudente Cattolica Soluzione Vivace +1,91 3,575 CENTROVITA ASSICURAZIONI Centrovita 6attivo-Orchestra +0,12 72,595 Centrovita 6protetto Regina -0,09 105,47 -0,01 150,649 Centrovita Anni 40 Centrovita Anni 50 +0,09 164,693 Centrovita Anni 60 +0,51 117,213 Centrovita Anni 70 +0,97 116,984 +1,31 92,883 Centrovita Anni 80 +2,83 107,53 Centrovita Azionario Centrovita Azionario Blue +2,79 57,116 +2,89 57,367 Centrovita Azionario Green Centrovita Azionario Plus +2,73 131,129 +1,46 148,039 Centrovita Bilanciato Centrovita Bilanciato Plus +1,47 174,523 Centrovita Eag 2005 +0,00 1.038,80 +0,00 1.049,92 Centrovita Eag 2006 Centrovita Obbligazionario -0,23 188,359 Centrovita Obbligazionario Blue -0,20 123,596 Centrovita Obbligazionario Plus -0,24 209,565 DUOMO PREVIDENZA S.P.A. +0,40 2,029 Duomo Unit Dynamic Unit Moderate +0,08 4,857 GENERTELLIFE S.P.A. -0,03 5,965 Adria Equilibrio Genertellife Aptus 1 +0,75 4,973 Genertellife Aptus 2 +1,40 4,575 Genertellife Aptus 3 +1,92 3,821 +0,17 10,306 Genertellife Bg 2005-2015 +0,11 9,598 Genertellife Bg 2005-2020 +0,32 8,743 Genertellife Bg 2005-2025 Genertellife Bg 2005-2030 +0,28 8,32 Genertellife Bg Azionario 1 +1,91 2,185 +1,74 2,508 Genertellife Bg Azionario 2 Genertellife Bg Bilanciato 1 +1,01 3,906 +0,57 5,11 Genertellife Bg Bilanciato 2 -0,30 7,965 Genertellife Bg Dinamico +1,84 2,828 Genertellife Espansione Genertellife Espansione2000 +1,54 2,841 Genertellife Sviluppo +1,00 4,237 +1,10 3,771 Genertellife Sviluppo2000 Genertellife Tirreno Unit Equilibrio +0,92 5,799 +0,35 5,798 Genertellife Tirreno Unit Protezione Genertellife Tirreno Unit Sviluppo +1,73 5,052 Genertellife Valore -0,06 6,174 Ina Assitalia Ina Fondo Ina Valore Attivo +0,00 4,098 Ina Fondo Valute Estere +0,71 1,139 Ina Nuovo Fondo Ina -0,04 7,831 Intesavita Spa Intesa Vita Accumulazione +0,97 5,199 Intesa Vita Azionario America Growth +2,69 8,32 Intesa Vita Azionario America Value +2,32 9,05 +3,64 20,381 Intesa Vita Azionario Cina Intesa Vita Azionario Europa Growth +1,10 9,63

VARIAZ. QUOT.

Intesa Vita Azionario Europa Value +0,89 10,51 Intesa Vita Crescita +0,35 5,991 Intesa Vita Dinamica +1,45 4,62 Intesa Vita Eurounit Azionario -0,17 3,007 Intesa Vita Eurounit Dinamico -0,12 4,904 Intesa Vita Eurounit Equilibrato -0,02 5,477 Intesa Vita Eurounit Prudente +0,13 6,349 Intesa Vita Gpa Accordo +0,09 680,11 Intesa Vita Gpa Accordo 2 +0,09 653,84 Intesa Vita Gpa Acuto +2,88 387,27 Intesa Vita Gpa Acuto 2 +2,78 329,28 Intesa Vita Gpa Armonia +1,72 503,70 Intesa Vita Gpa Armonia 2 +1,72 443,04 Intesa Vita Gpa Motivo +0,58 622,76 Intesa Vita Gpa Motivo 2 +0,57 585,17 Intesa Vita Monetario Dollaro +0,80 9,10 Intesa Vita Monetario Euro +0,00 10,857 Intesa Vita Obbligazionario Euro +0,00 11,198 Intesavita Gpa Private Bond +0,17 717,31 Intesavita Gpa Private Global Guar. +0,23 580,60 Intesavita Gpa Private Global High +0,51 325,45 +0,25 660,21 Intesavita Gpa Private Global Low Intesavita Gpa Private Global Medium +0,23 532,43 MEDIOLANUM VITA S.P.A. Mediolanum Azionario Dinamismo -0,32 3,408 Mediolanum Azionario Dinamismo Bis -0,31 3,916 Mediolanum Azionario Fedeltà +0,00 2,128 Mediolanum Azionario Lntraprendenza -0,35 3,139 Mediolanum Azionario Lntraprendenza Bis -0,36 3,856 Mediolanum Azionario Protezione -0,07 5,841 Mediolanum Balanced -0,04 4,605 Mediolanum Balanced Bis +0,00 4,684 Mediolanum Country -0,30 3,299 Mediolanum Country Bis -0,34 3,85 -0,05 4,03 Mediolanum Dynamic Mediolanum Dynamic Bis -0,05 4,427 Mediolanum Eurobond Breve Termine -0,01 6,746 Mediolanum Eurobond Opportunita' +0,16 6,806 Mediolanum Eurobond Sviluppo +0,03 6,697 Mediolanum Euroequity Opportunita' -0,34 4,083 Mediolanum Euroequity Protezione -0,06 6,442 -0,32 4,378 Mediolanum Euroequity Sviluppo Mediolanum Moderate +0,04 5,058 Mediolanum Moderate Bis +0,12 5,073 Mediolanum Obb. Breve Termine Bis -0,02 5,532 Mediolanum Obb. Crescita Bis +0,28 5,381 -0,06 5,195 Mediolanum Obb. Evoluzione Bis Mediolanum Obb. Moderazione Bis +0,09 5,467 Mediolanum Obbligazionario Crescita +0,21 6,694 Mediolanum Obbligazionario Liquidita' -0,02 6,656 Mediolanum Obbligazionario Moderazione+0,05 6,602 Mediolanum Opportunity -0,33 3,653 -0,32 3,999 Mediolanum Opportunity Bis -0,02 6,203 Mediolanum Prudent Mediolanum Prudent Bis -0,02 5,502 Mediolanum Sector -0,31 3,257 Mediolanum Sector Bis -0,30 4,053 MILANO ASSICURAZIONI Milano Assicurazioni Previlink Azionario +0,41 2,931 Milano Assicurazioni Previlink Bilanciato +0,28 4,279 Milano Assicurazioni Previlink Monetario -0,02 6,175 Milano Assicurazioni Previlink Obbligazionario+0,05 5,548 RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. Risparmio Crfc Gentile Dinamica -2,25 3,305 Risparmio Crfc Gentile Equilibrata -0,60 5,758 Risparmio Eurolink Cv Dinamico -0,94 12,759 -0,73 12,846 Risparmio Eurolink Cv Equilibrato Risparmio Eurolink Cv Risparmio -0,28 11,883 +0,44 10,842 Risparmio Formula Link In Prima Risparmio Formula Link In Seconda +0,02 9,42 Risparmio Formula Link In Terza -0,48 7,688 Risparmio Gestivita Azionario -0,07 8,499 Risparmio Gestivita Bilanciato +0,24 10,239 +0,64 11,951 Risparmio Gestivita Obbligazionario Risparmio Patavium Ul Dinamico -0,56 7,613 Risparmio Patavium Ul Equilibrato -0,12 8,999 SARA VITA S.P.A. Sara Vita Multistrategy Az.Internaz.G.A +0,10 7,938 Sara Vita Multistrategy Azionario Internazionale +0,22 7,627 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Europeo +0,58 9,214 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Globale +0,49 9,626 +0,00 9,88 Sara Vita Profilo Guardian Unipol Assicurazioni Unipol Uninvest Arcosereno +0,30 119,59 Unipol Uninvest Azioni Piu' +0,50 106,573 +0,45 13,303 Unipol Uninvest Crescita +0,89 12,276 Unipol Uninvest Equilibrio Unipol Uninvest Flessibile +1,09 6,671 +0,49 106,724 Unipol Uninvest Grande7 +0,49 102,283 Unipol Uninvest Grandevita Unipol Uninvest Mach 7 +0,39 110,685 +0,34 103,093 Unipol Uninvest Otto&Mezzo Unipol Uninvest Performance Europa +1,28 7,20 Unipol Uninvest Risparmio +0,10 13,409 Unipol Uninvest Valore +1,39 11,997 ZURICH LIFE AND PENSION +0,08 5,321 Zlap Controllo Zlap Crescita +0,18 6,235 Zlap Equilibrio +0,09 7,394 +0,02 4,695 Zlap Evoluzione Zlap Protezione +0,05 7,843 Zlap Prudenza +0,11 5,652 Zlap Sicurezza +0,02 5,465 Zlap Sviluppo +0,14 3,565


24

il Domani Mercoledì 03 Marzo 2010

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Formigoni fa ricorso

Continua la confusione anche a Milano e si discute sul mancato timbro per le firme della lista Formigoni

Adesso tocca al listino Polverini e c’è chi grida al golpe: fioccano i ricorsi del Pdl di Roberto Carli ROMA - Dopo il caso della lista provinciale di Roma del Pdl, anche il listino di Renata Polverini non è stato ammesso alle elezioni regionali del Lazio dall’ufficio centrale elettorale della Corte d’Appello. Ma al momento, a quanto è dato di capire, l’accettazione è soltanto sospesa in attesa di chiarimenti procedurali. «In pratica - spiega il coordinatore regionale del Pdl, Vincenzo Piso manca la firma del secondo delegato alla presentazione, in questo caso quella di Alfredo Pallone, ma adesso provvederemo a sanare questa situazione nelle prossime ore, con una integrazione». Generalmente, sottolinea Piso, «per la presentazione del listino vengono indicati due delegati,per maggiore sicurezza, ma basta la firma di uno solo. Per il listino della Polverini siamo stati delegati io e il vicecoordinatore Pallone, ma trattandosi in questo caso di una delega congiunta è richiesta la firma di entrambi». Mentre molti organi di stampa davanto per respinta definitivamente la lista, in

una giornata di tensione politica ai massimi livelli, il caso à stato almeno in parte ridimensionato. Ma intanto aveva già provocato reazioni anche esasperate. «Sulla non accettazione del listino di Renata Polverini confido che si tratti di un errore formale. Certo, se mancavano delle firme di cui l’ufficio si è reso conto al momento poteva chiedere subito l’integrazione ai delegati della lista presenti al momento in tribunale». Lo ha detto Luca Malcotti,

Crocifisso: accolto il ricorso dell’ Italia alla Corte europea dei diritti dell’uomo Roc

coordinatore vicario del Pdl di Roma nonché candidato alle prossime regionali. «Mi pare che ci troviamo di fronte ad un attacco concentrico. È in corso un palese tentativo di impedire ad uno schieramento di partecipare completamente alle elezioni. Questo a casa mia si chiama golpe. Francamente mi dispiace che delle persone come Emma Bonino, di cui non condivido nulla e che ho sempre stimato come persona onesta intellet-

tualmente e paladina della difesa della legalità, per calcolo cinico stia sposando la tesi dell’annullamento dell’avversario invece che affrontare il confronto elettorale». «Mi auguro fortemente che possa essere garantito il sacrosanto diritto di voto che dalla Costituzione è previsto per tutti i cittadini». Il richiamo è del presidente del Senato Renato Schifani, che risponde così, a margine di un convegno, a una domanda sulle liste escluse alle Regionali. Schifani si augura che «prevalga sempre, nel rispetto delle regole, la sostanza rispetto alla forma, quando la forma non è essenziale».

«È in corso un palese tentativo di impedire ad uno schieramento di partecipare alle elezioni. Questo a casa mia si chiama golpe»

ROMA - La Corte europea dei diritti dell’Uomo di Strasburgo ha accolto il ricorso dell’Italia contro la sentenza del 3 novembre 2009 relativa al divieto di esposizione del crocifisso nei luoghi e negli uffici pubblici. La notizia è stata immediatamente commentata dal ministro degli Esteri, Franco Frattini,che ha espresso"vivo compiacimento"."Apprendo con vivo compiacimento la notizia dell’accoglimento, da parte della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, della domanda di rinvio davanti alla Grande Camera del caso Lautsi, sull’affissione del crocifissonelle aule scolastiche - ha riferito -. È con soddisfazione che constato che sono stati accolti i numerosi e articolati motivi di appello che l’Italia aveva presentato alla Corte". Il titolare della Farnesina ha poi sottolineato "l’importanza della decisione del governo e dell’impor-

tante lavoro di squadra svolto dalla Presidenza del Consiglio e dal ministero degli Esteri per far valere un principiodi rispettodei valoriprofondi del credo religioso cristiano radicato nella grande maggioranza dei cittadini italiani. Guardiamo ora con fiducia - conclude il titolare della Farnesina - alla successiva tappa del procedimento che si svolgerà presso la Grande Camera della Corte europea

MILANO - La lista di cui è numero uno il governatore uscente della Lombardia Roberto Formigoni ha presentatooggiricorsoall’ufficiocentrale regionale della Corte d’Appello contro l’esclusione decisa l’altro ieri per un difetto di firme. Lo riferiscono fonti legali. L’esclusione, secondo quanto riferitolunedì da fonti giudiziarie, è stata determinata da 514 firme con cui era stata presentata la lista che la Corte d’appello ha ritenuto non valide. A provocare la decisione un ricorso presentato dalla lista Bonino-Pannella. Secondo le fonti, delle 3.935 firme a sostegno del listino di cui Formigoni è capolista, la corte ne ha trovate 514 irregolari. Quelle valide dunque sono state 3.421, sotto la soglia delle 3.500 necessarie. «Il nostro è un esposto argomentato in cui dimostriamo che tutte le firme contestate, nessuna esclusa, sono pienamente legittime», ha detto ai giornalisti Massimo Corsaro, vice coordinatore del Pdl lombardo. Il responso dell’ufficio centrale regionale della Corte d’appello deve arrivare, per legge, entro 48 ore.Sul caos liste è tornato il leader della Lega Umberto Bossi, con un duro commento: «Sono dilettanti allo sbaraglio». Il ministro, interpellato a Montecitorio, non ha voluto aggiungere altro, ma già lunedì aveva espresso il proprio disappunto: «Come si fa a sbagliare a presentare le liste alle regionali?».

dei Diritti dell’Uomo". La vicenda ha la sua origine nel 2002 ad Abano Terme (Padova). Soile Lautsi, cittadina italiana di origine finlandese, ha iniziato una battaglia legale - sostenuta dall’Unione degli atei razionalisti (Uar) - dopo il rifiuto da parte della scuola frequentata dai suoi due figli di togliere il crocifisso dalle aule, sostenendo che si trattasse di una violazione del principio di laicità dello Stato.


Mercoledì 03 Marzo 2010 il Domani 25

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Commissario per Fastweb e Telecom: slitta Proseguono gli interrogatori per il vertiginoso Carosello dell’Iva falsa e il riciclaggio di fondi

Si costituisce Colosimo, mentre Scaglia nega di conoscere i capi di Carlo Bassi MILANO - Il fondatore ed ex ad di Fastweb, Silvio Scaglia, è stato finalmente ascoltato dal gip, e ha negato di aver mai conosciuto Gennaro Mokbel, né Carlo Focarelli e nemmeno il senatore Nicola Di Girolamo.O tantomeno Paolo Colosimo, l’avvocato penalista accusato di aver tenuto i contatti con la ’ndrangheta di Isola Capo Rizzuto, che si è costituito ieri mattina, più o meno mentre Scaglia riferiva al gip Aldo Morgigni, durante l’interrogatorio di garanzia nel carcere romano di Regina Coeli. «Scaglia - ha detto il suo legale, l’avvocato Pier Maria Corso - ha spiegato di non aver mai visto né conosciuto Mokbel. Lui non ha mai visto né conosciuto tutti questi soggetti venuti fuori a vario titolo in questa vicenda, a partire da Di Girolamo». Per quanto riguarda l’imprenditore Carlo Focarelli, chiave di volta nell’inchiesta della Procura di Roma sul riciclaggio, per Scaglia, ha proseguito l’avvocato, «si trattava di un consulente esterno che ha avuto rapporti con qualche dirigente non di alto livello, ma non con Scaglia direttamente». Scaglia, in carcere a Rebibbia da giovedì notte quando è rientrato volontariamente dall’estero dove si trovava al momento dei 56 arresti ordinati dalla nmagistratu-

Inflazione sotto le attese in Italia ed Europa, più 1,2% su base annua

ra, ha chiesto la scarcerazione e in subordine gli arresti domiciliari. All’interrogatorio hanno preso parte, oltre al gip Aldo Morgigni, anche il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e i pm Francesca Passaniti e Giovanni Di Leo. L’ipotesi di reato per Scaglia è quella di associazione per delinquere pluriaggravata finalizzata al riciclaggio transnazionale, al falso in atti pubblici e all’emissione di fatture per operazioniinesistenti. L’avvocato Colosimo si è costituito in Procura, accompagnato dal suo difensore, avvocato Giosuè Naso, per dimostrare la sua estraneità ai fatti che gli vengono contestati nel capo di imputazione dove il suo nome compare in tre capi d’accusa. Il primo è quello che riguarda l’associazione per delinquere transnazionale pluriaggravata. Le altre imputazioni invece si riferiscono ad altri fatti e tra questi l’attività per giungere all’elezione del senatore Nicola Di Girolamo. Un’altra accusa ancora - legata a quello che è ritenuto il disegno criminoso - è quella di intestazione fittizia di beni aggravata dal favoreggiamento per associazione mafiosa. Cioè a Colosimo si contesta d’aver fatto da tramite tra la famiglia mafiosa di Isola Capo Rizzuto retta da Fabrizio Arena. L’aula del Senato voterà oggi sulle dimissioni del senatore del Pdl Nicola Di Giro-

L’aula del Senato voterà oggi sulle dimissioni del senatore del Pdl Nicola Di Girolamo, sul quale pende un ordine di custodia cautelare del gip di Roma per l’inchiesta frodi lamo, sul quale pende un ordine di custodia cautelare del gip di Roma per l’inchiesta su frodi e ricettazioni nella telefonia. Lo ha deciso ieri a maggioranza la conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama, come riferito dal capigruppo del Pdl, Maurizio Gasparri, il quale ha precisato che il suo partito voterà a favore. «Il voto sarà domani verso le 12», ha detto Gasparri, ma il calendario doveva essere ratificato ieri pomeriggio dall’aula, a causadell’opposizionedelcentrosinistra, che vuole votare prima le mozioni sulla decadenza di Di Girolamo da senatore, congelate da oltre un anno. «Il voto sulle dimissioni, proprio per il loro valore sanzionatorio (per Di Girolamo si aprono le porte del carcere, ndr.), è prioritario e viene prima di qualsiasi altra discussione», ha detto Gasparri.

ROMA- Ladecisionesull’eventuale commissariamento per mancata vigilanza, ai sensi del decreto legislativo 231del 2001, di Fastweb e di Telecom Italia Sparkle che senrava destinata, è stata di fatto rimandata. Il giudice per le indagini preliminari di Roma Aldo Morgigni, ha concessoalle due società due giorni di tempo per depositare ulteriore documentazione, riservandosi di decidere sulla richiesta di rinvio dell’udienza sul commissariamento delle due aziende, avanzata dai legali delle società. L’eventuale commissariamento consentirebbe a Telecom Italia Sparkle e a Fastweb la prosecuzione dell’attività sotto la guida di un commissario con compiti e poteri fissati dal giudice, che ne dovrebbe autorizzare eventuali atti di straordinaria amministrazione. Si tratta di una misura che viene di regola applicata per salvaguardare l’occupazione e lo svolgimento di un servizio di pubblica utilità, quando, come in questo caso, l’interruzione dell’attività metterebbe a grave rischio l’una e l’altro, date le dimensioni e l’importanza economica delle società. Ma la questione presenta aspetti economico commerciali di enorme rilevanza. La legge 231 è stata applicata molto raramente e gli esperti discutono da sempre le potenziali terribili conseguenze che una sua applicazione può avere soprattutto su società quotate in borsa. In questo caso, poi, Fastweb è controllata da Swisscom, azienda straniera. La legge ha introdotto il principio della responsabilità oggettiva dell’azienda.

ROMA - Secondo i dati provvisori di Istat, l’indice Nic Secondo un sondaggio Reuters gli economisti si aspettadei prezzi al consumo è salito a febbraio dello 0,1% su vano, sia per il Nic che per il dato armonizzato, un rialzo mese e dell’1,2% su anno, leggermente meno delle pre- dello 0,2% su mese e dell’1,3% su anno. visioni degli analisti. Poco sotto le attese anche l’infla- Gli indici sono un po’ sotto le nostre attese e quelle di zione della zona euro, che secondo la lettura prelimina- consensus, confermano gli analisti che sottolineano, tra re di Eurostat è salita il mese scorso le componenti, il calo congiunturale dello 0,9% su anno dal 1% di gennaio; Per l’anno in corso del comparto trasporti (-0,1%) - proil consenso era per un incremento babilmente legato alla diminuzione dell’1% anche per febbraio. L’anda- le previsioni degli del prezzo del diesel - e l’andamento mento dei prezzi continua quindi a piatto del settore Abbigliamento e calrestare sotto controllo. In Italia a gen- analisti parlano zature. Di solito a febbraio si ha un innaio l’indice Nic aveva mostrato un di una inflazione cremento dei prezzi dopo i saldi di rialzo dello 0,1% in termini congiuntugennaio e con la presentazione delle rali ed era salito dell’1,3% su base an- intorno all’1,% con nuove collezioni: vediamo invece un nua. A febbraio, l’indice armonizzato dato inferiore alle attese che potrebbe Ipca (quello secondo gli starda euro- aumenti solo a fine anno essere dovuto alla debolezza della dopei) è risultato piatto su mese mentre è manda, spiegano gli analisti. salito dell’1,1% su anno (da -1,5%, dato rivisto da -1,4%, e 1,3%, rivisto da 1,4%, del mese precedente). Cab


AsteInfoappalti

26 Mercoledì 3 Marzo 2010 TRIBUNALE DI CATANZARO AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI Procedura esecutiva n. 121/08 R.G. Espr. Il Giudice dell'Esecuzione dott. Giuseppe Cava; dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto nella relazione di stima "terreno in zona B1 del PRG identificato al fg. 35 part. 566 superficie catastale Ha 00.06.80 nel Comune di Chiaravalle Centrale, con R.D. pignorato, pianeggiante, incolto, con libero accesso da strada comunale adiacente" al prezzo base di euro 10.200,00; la valutazione del bene contenuta nella relazione di stima è di euro 10.200,00 (superficie mq 680,00 x euro/mq 15,00); fissa per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti con rialzo minimo non inferiore ad euro 2.000,00 l'udienza del 21.4.2010 ore 9:30; dispone che le offerte di acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - proc. N. 121/08" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto da imputare a cauzione. L'immobile meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova che si intenderà conosciuto dall'aggiudicatario. L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto dedotta la cauzione entro il termine perentorio di sessanta giorni dall'aggiudicazione; le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva. Catanzaro 1.3.2010 Il Cancelliere dott. Aiello Il Giudice dott. Giuseppe Cava °°°°°°°°°° Cancelleria esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dott. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n. 9/1987 R.G.E. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto n.1 - Appartamento in Catanzaro alla via M. Torcia n. 6 in catasto al foglio 27 A particella 517 sub 10 - prezzo base euro 149.625,00. Lotto n.2 - Sottotetto in Catanzaro via M. Torcia in catasto al foglio 27 A particella 517 sub 20 prezzo base euro 4.810,00 Lotto n.3 - Terreno in Settingiano località Vinci e Macchia in catasto al foglio 4 particelle 548, 550, 565, 567, 261, 319 e 114 - prezzo base euro 251.607,00. Lotto n.4 - Terreno in Settingiano località Riato in catasto al foglio 2 particelle 199, 200, 201, 202, 203, 208, 210, 230, 235, 211 - prezzo base euro 80.579,00. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritti in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in cancelleria. L'udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 5/5/2010 ore 9,30. Nella medesima data è fissata l'udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d'acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita e il nome del giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d'identità nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n. 9/1987" di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L'offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato degli immobili. In caso di gara tra più offerenti l'aumento minimo è fissato in euro 5.000,00 per tutti i lotti. L'aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto - dedotta la già versata cauzione entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d'acquisto. Si dispone altresì che l'ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - Il Domani Catanzaro, 22 febbraio 2010 °°°°°°°°°° Il Giudice dell'esecuzione dott.Giuseppe Cava, esaminati gli atti della procedura di espropriazione immobiliare n. 249/93 ORDINA Procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto unico: terreno con sovrastante fabbricato in Badolato, loc. Melinduso, Fol.30,P.lla 404 PREZZO BASE D'ASTA euro 29.314,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano,sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L'udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 21 aprile 2010 ore 9,30. Nella medesima

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

data è fissata l'udienza ex art.569 cpc in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità,nonché assegno circolare non trasferibile intestato a Tribunale di Catanzaro proc. n. 249/93 di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L'offerente,depositando offerta,dichiara di conoscere lo stato dell'immobile. In caso di gara tra più offerenti, l'aumento minimo è fissato in euro 1.000,00. L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo d'acquisto in Cancelleria,dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. °°°°°°°°°° Cancelleria esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dott. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n. 97/1999 R.G.E. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti BENI FACENTI PARTE DI UN FABBRICATO SITO IN SELLIA MARINA ALLA LOCALITÀ DON ANTONIO: Lotto n.8 - Area urbana estesa mq. 32 e riportata in catasto al foglio 19 particella 325 sub 1 prezzo base euro 483,00. Lotto n.9 - Area urbana estesa mq. 82 e riportata in catasto al foglio 19 particella 325 sub 2 prezzo base euro 1.131,00. Lotto n.10 - Area urbana estesa mq. 125 e riportata in catasto al foglio 19 particella 325 sub 3 prezzo base euro 1.724,00. Lotto n.11 - Area urbana estesa mq. 2 e riportata in catasto al foglio 19 particella 325 sub 4 prezzo base euro 29,00. Lotto n.12 - Area urbana estesa mq. 42 e riportata in catasto al foglio 19 particella 325 sub 5 prezzo base euro 566,00. Lotto n.13 - Area urbana estesa mq. 26 e riportata in catasto al foglio 19 particella 325 sub 6 prezzo base euro 360,00. Lotto n.15 - Area urbana estesa mq. 20 e riportata in catasto al foglio 19 particella 325 sub 18 prezzo base euro 277,00. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritti in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in cancelleria. L'udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 21/4/2010 ore 9,30. Nella medesima data è fissata l'udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d'acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita e il nome del giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d'identità nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n. 97/1999" di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L'offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato degli immobili. In caso di gara tra più offerenti l'aumento minimo è fissato in euro 200,00 per tutti i lotti. L'aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto - dedotta la già versata cauzione entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico dell'aggiudicatario. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d'acquisto. Si dispone altresì che l'ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - Il Domani Catanzaro, 29 gennaio 2010 °°°°°°°°°° PRIMA SEZIONE CIVILE Il Giudice dell'esecuzione, dr. ANDRICCIOLA, ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n. 23/99 R.G.E. pendente tra INPS E [ OMISSIS] Visti gli atti, DISPONE Procedersi alla vendita senza incanto dei beni seguenti: - Lotto 1: appartamento sito alla Via Nazionale di Chiaravale C.le, composto da un magazzino sottostrada con accesso indipendente, da tre vani e accessori al piano terra e da cinque vani ed accessori al primo piano per una superficie complessiva di mq 204,00 oltre a mq 19,00 di balconi e a mq 34,00 di

A CURA DELLA

MEDIATAG

terrazzo, in catasto FG. 34, plla 211, sub 3; PREZZO BASE: euro 56.732,49 - Lotto 2: albergo sito alla Via Nazionale di Chiaravale C.le, sviluppato su due piani fuori terra e uno seminterrato per una superficie complessiva di mq 455,00, in catasto FG. 34, plla 204, 210 e 216; PREZZO BASE: euro 134.328,38 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L'offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell'immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta d'acquisto in busta chiusa , entro le ore 12 del giorno precedente l'udienza sotto fissata, unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - "Procedura n. 23/99" portante una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione restando a carico dell'aggiudicatario le spese di trasferimento L'udienza per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 1.000,00 è fissata in data 05/05/2010. Nella medesima data è fissata l'udienza ex art. 569 in caso di mancanza di offerte. L'aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine perentorio di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione, in cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, mediante inserzione sul quotidiano "Il Domani", nella rivista Aste del mese anteriore la vendita nonché sui siti web gestiti da Planetcom www.aste.eugenius.it e www.tribunaledicatanzaro.net e rivista aste. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza Catanzaro, 24/02/2010. TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n° 56/1992 RE, con ordinanza emessa all'udienza del 13.01.2010, ha disposto la vendita con incanto di più lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 21.04.2010; QUARTO LOTTO: porzione del fabbricato sito in San Mango D'Aquino, costituita dall'unita immobiliare al piano terra composta da un locale adibito ad esercizio commerciale per una superficie complessiva di mq. 27,00; riportato al NCEU del predetto comune censuario al foglio di mappa 7, particella 100, subalterno 1; prezzo base d'asta euro 6.693,28; QUINTO LOTTO: porzione del fabbricato sito in San Mango D'Aquino, costituita dall'appartamento che si sviluppa su due livelli: al piano terra si trovano un soggiorno, un bagno, una camera, la cucina, un ripostiglio e due balconi; al primo piano si trovano due camere, un bagno in corso di costruzione ed una terrazza per una superficie complessiva di mq. 178,00 circa, oltre a mq. 75,00 di balconi; riportato in NCEU del predetto comune censuario al foglio di mappa 7, particella 100, subalterno 2; prezzo base d'asta euro 44.709,77 SESTO LOTTO: piccolo appezzamento di terreno in agro di San Mango D'Aquino, riportato al NCT del predetto comune censuario alla partita 1383, foglio di mappa 7, particella 888; prezzo base d'asta euro 1.652,66; SETTIMO LOTTO: appezzamento di terreno in San Mango D'Aquino, esteso Ha. 3.20.80, attualmente coltivato ad uliveto; sul terreno si trova un fabbricato rurale ormai completamente diruto; il tutto è riportato in NCT del predetto comune censuario alla partita 1383 foglio di mappa 6, particelle 8 (di are 81.80), 9 (di Ha. 2.36.80) e 10 (di 2.20); prezzo base d'asta euro 66.271,75; OTTAVO LOTTO: appezzamento di terreno in San Mango D'Aquino, esteso are 62.50 e coltivato a querceto riportato in NCT del predetto comune censuario alla partita 1383 foglio di mappa 6, particelle 11 (di are 27.20) e 70 (di are 35.30); prezzo base d'asta euro 3.873,43. SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA CON INCANTO essa deve aver luogo al prezzo base di euro per il lotto unico, di euro 6.693,28 per il lotto quattro, di euro 44.709,77 per il lotto cinque, di euro 1.652,66 per il lotto sei, di euro 66.271,75 per il lotto sette e di euro 3.873,43 per il lotto otto; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d'asta; ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/6 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte si fanno a norma dell'art. 571 e, prima di procedere alla gara di cui all'art. 573, il Cancelliere da pubblico avviso dell'offerta più alta a norma dell'art. 570 c.p.c.; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 20 aprile 2010, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; è fissata, per il giorno 21 aprile 2010, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per


AsteInfoappalti

27 Mercoledì 3 Marzo 2010 alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 12 febbraio 2010 IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°17/1999 RE, con ordinanza emessa all'udienza del 13.01.2010, ha disposto la vendita con incanto del lotto unico nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per il 21.04.2010; lotto unico - "immobile composto da due locali e da sottotetto non abitabile di remota costruzione, sito in Soveria Mannelli, centro storico, Via Indipendenza, con superficie lorda di complessivi 35 mq., riportato nel NCEU di tale comune al foglio 8, p.lla 688, sub 1004, categoria A/6, classe III."; Valore euro.3.975,00 SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA CON INCANTO essa deve aver luogo al prezzo base di euro per il lotto unico, di euro 3.975,00 per il lotto unico; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d'asta; ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza;

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 20 aprile 2010, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; è fissata, per il giorno 21 aprile 2010, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di

A CURA DELLA

MEDIATAG

subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 12 febbraio 2010 IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n° 38/2009, con ordinanza emessa l'11.02.2010 , ha disposto la vendita senza incanto in un unico lotto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per il 05.05.2010, ed ha fissato per il caso in cui la stessa non abbia luogo la vendita con incanto del medesimo lotto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l'udienza del 19.05.2010; lotto unico - "locale commerciale con annesso magazzino e corte esterna sito in Lamezia Terme, alla via Virgillo, n.2, costituito, a piano terra, dalla corte, uno spazio espositivo, un ufficio, un servizio igienico e, al piano interrato, da un magazzino/officina e da un servizio igienico, per una superficie convenzionale di vendita di mq. 372,78. Il compendio è riportato nel NCEU al foglio 20, p.lla 714, sub 1, cat. C/1, classe 3, e sub 6, cat. C/2, classe 1"; Prezzo base euro 584.000,00; SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA SENZA INCANTO Quanto alla vendita senza incanto, da effettuarsi al prezzo base di euro 584.000,00 per il lotto unico; ciascun offerente, ai sensi dell'art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l'offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); l'offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta; L'OFFERTA È IRREVOCABILE, SALVO CHE: 1. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; L'OFFERTA NON È EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricor-

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

dato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; all'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell'offerente o degli offerenti l'aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l'applicazione delle previsioni di cui all'art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull'offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l'applicazione dell'art. 573, comma 2, c.p.c.; in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l'accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A." - filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d'ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; QUANTO ALL'EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI: essa deve aver luogo al prezzo base di euro per il lotto unico, di euro 584.000,00 per il lotto unico; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 25.000,00; ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società);


AsteInfoappalti

28 Mercoledì 3 Marzo 2010 con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 04.05.2010, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; è fissata, per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell'art. 573 c.p.c., l'udienza del 05.05.2010, ore 12.00 e segg.; NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 18.05.2010, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; è fissata, per il giorno 19.05.2010, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 23 febbraio 2010 IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che Il Giudice dell'Esecuzione, DR. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 22/86 promossa da BANCO DI NAPOLI ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: Ordinanza dl 08.12.2005 Lotto 1: Unità immobiliare in pessimo stato di conservazione facente parte di un fabbricato a due piani fuori terra sito nel Comune di Caulonia, in Vico Astrachello n. 21, riportato al NCEU al foglio 73, particella 374 sub 6, cat A/5, cl 3.a, vani 2,5, r. euro 47,77, sup. mq. 59,00 Prezzo base d'asta euro 9.000,00 Deposito per spese euro. 900,00 Deposito per cauzione euro. 1.350,00 Lotto 2: Terreno sito in Caulonia, località Pecorella, in stato di completo abbandono, riportato in catasto terreno al foglio 56, particelle: - 157, uliveto, cl 2.a, sup. 4.160 mq, r.d. euro 27,93, r.a. euro 13,96; - 158, uliveto, cl 3.a, sup. 2.080 mq, r.d. euro 10,74, r.a. euro 6,45; Prezzo base d'asta 1.248,00 Deposito per spese euro. 124,80 Deposito per cauzione euro. 187,20 Lotto 3: Terreno sito in Caulonia, località Mignolia, in stato di completo abbandono, riportato in catasto terreni al foglio 69, particelle: - 76, uliveto, cl 3.a, sup. 40 mq, r.d. euro 0,21, r.a. euro 0,12; - 77, pasc. arb., cl 2.a, sup. 600 mq, r.d. euro 0,40, r.a. euro 0,15; - 78, sem. arb., cl 3.a, sup. 6.160 mq, r.d. euro 22,27, r.a. euro 11,13; Prezzo base d'asta euro. 1.360,00 Deposito per spese euro. 136,00 Deposito per cauzione euro. 204,00 Lotto 4: Terreno sito in Caulonia, località Schiavello, in stato di completo abbandono, riportato in catasto terreni al foglio 62, particella 62, qualità vigneto, cl. 2.a, sup. 2.570 mq, r.d. euro 23,89, r.a. euro 11,95: Prezzo base d'asta euro. 514,00 Deposito per spese euro 51,40 Deposito per cauzione euro 77,10 L'incanto avverrà, con il prezzo SOPRA INDICATO DA RIDURRE DI 1/5, all'udienza del 23.04.2010 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data --- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: - Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. - Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: Euro 220,00 per il lotto 1, Euro 30,00 per il lotto 2, Euro 30,00 per il lotto 3, Euro 15,00 per il lotto 4. - L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 23.04.2010. Locri, 24.02.2010 Il Cancelliere

A CURA DELLA

MEDIATAG

°°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che Il Giudice dell'Esecuzione, Dr. Davide Lauro, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 50/80 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI SPA ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1^ LOTTO Appezzamento di terreno sito nel Comune di Brancaleone località Maridoli riportato nel NCT alla partita 731 foglio di mappa 3 particella 172 di are 00.24.55 pascolo arborato classe 1^, in ditta … usufruttuaria per 1/3, … proprietaria Prezzo base del lotto: Euro 2.455,00 Deposito per cauzione: Euro 245,50 Deposito per spese: Euro 368,00 2^ LOTTO Appezzamento di terreno sito nel Comune di Brancaleone località Cuzzida riportato nel NCT alla partita 731 foglio di mappa 11 particella 105 seminativo arborato di are 00.36.20 classe 1^; particella 106 seminativo di are 00.22.30 classe 4^; particella 107 pascolo cespugliato di are 00.56.30 classe 1^, in ditta … usufruttuaria per 1/3, … proprietaria Prezzo base del lotto: Euro 4.915,00 Deposito per cauzione: Euro 491,50 Deposito per spese: Euro 737,00 3^ LOTTO Appezzamento di terreno sito nel Comune di Brancaleone località Cuzzida riportato nel NCT alla partita 731 foglio di mappa 12 particella 15 pascolo arborato di are 00.89.70 classe 1^; particella 16 pascolo cespugliato di are 00.93.20 classe 1^; particella 17 uliveto di are 00.46.00 classe 3^; particella 233 pascolo cespugliato di are 00.56.67 classe 1^, in ditta…usufruttuaria per 1/3, … proprietaria Prezzo base del lotto: Euro 13.100,00 Deposito per cauzione: Euro 1.310,00 Deposito per spese: Euro 1.965,00 4^ LOTTO Appezzamento di terreno sito nel Comune di Brancaleone località Monaca riportato nel NCT alla partita 731 foglio di mappa 12 particella 111 pascolo arborato di are 00.38.20 classe 1^; particella 112 seminativo arborato di are 00.80.30 classe 3^; particella 113 uliveto di are 00.30.40 classe 4^; in ditta…usufruttuaria per 1/3, … proprietaria Prezzo base del lotto: Euro 12.200,00 Deposito per cauzione: Euro 1.220,00 Deposito per spese: 1.830,00 5^ LOTTO: VENDUTO L'incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE 1/5+1/5+1/5+1/5, all'udienza del 06.05.2010 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data -- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: - Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12.00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà), mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. - Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: Euro 100,00 per il 1^ lotto, a Euro 150,00 per il 2^ lotto, a Euro 400,00 per il 3^ lotto, 4^ e 5^ lotto. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 30 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 10.02.2010 Esatte: euro 14,62 per bollo - euro 7,10 per diritti Il Cancelliere °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che Il Giudice dell'Esecuzione, DR. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 119/1989 promossa da CARICAL ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: Ordinanza del 26.05.2008. LOTTO 1: "Quota pari ad un quarto di terreni in Caulonia coltivati a querceto, uliveto, agrumeto ad alberi da frutto sparsi nelle località Petrida - San Tommaso - Vignale - Fratelleri - Pezzollo - Tre Donne - Scrungi". In Catasto alla Partita 1444, Foglio 48, part. 131 -155 156 - 184 - 185 - 199 - 201 - 203 - 298 - 344 - 345 e Foglio 62 part. 245 - 246 - 279 - 341. Prezzo base d'asta: euro 18.342,50 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese: 15% del prezzo LOTTO 2: "Porzione di Terreno in Caulonia, contrada Petrida, dove sono situati quattro piccoli corpi di fabbrica (Fabbricato Rurale di 58 mq - ripostiglio in muratura - deposito di derrate agricole - pollaio e porcillaia)". In Catasto alla partita 6118, foglio 48 part. 354. Prezzo base d'asta: euro 44.294,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese: 15% del prezzo L'incanto avverrà, con il prezzo SOPRA INDICATO, all'udienza del 23.04.2010 ore 9.00, davanti a

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data ----- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: b) le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base, eventualmente ribassato; c) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno anteriore all'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 25% del prezzo base d'asta sopraindicato da imputarsi per il 10% a titolo di cauzione e per il 15% a titolo di spese presuntive di vendita, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; g) l'aggiudicatario, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, dovrà depositare il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione; Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Custode giudiziario Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 23.04.2010. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 22.02.2010 Esatte: Euro 14,62 per bollo - Euro 7,10 per diritti Il Cancelliere TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Procedura di Espropriazione Immobiliare N. 43/99 SI RENDE NOTO Che il G.E. con ordinanza emessa in data 19/01/2010 ha disposto la vendita in unico lotto per l'udienza del giorno del 4/05/10 ore 11,00 dei seguenti beni pignorati Lotto n. 1: locale adibito ad uso garage-magazzino ubicato nel comune di Stefanaconi, alla via Speranza sul quale a seguito di progetto di demolizione e ricostruzione è stato realizzato un appartamento per civile abitazione che si sviluppa su due livelli (1° e 2° piano) attualmente il locale a piano terra, che ha accesso indipendente dalla via Speranza 15, è composto da un unico ambiente con annesso piccolo vano adibito a ripostiglio e bagno, per una superficie pari a mq. 53,00. Al piano 1° e 2°, al quale si accede in modo autonomo da via Speranza n. 14, trovano collocazione al piano 1° un angolo cotturasoggiorno/pranzo, ripostiglio bagno e balcone, mentre al 2° piano trovano collocazione n. 3 camere da letto, disimpegno, un bagno e balcone, per una superficie di mq. 111,00, oltre a mq. 9,60 di balconi. L'immobile non risulta accatastato nella sua attuale e reale consistenza, l'unico dato riguarda l'unità immobiliare al piano terra che risulta accatastato nella sua originaria: NCEU del Comune di Stefanaconi al foglio 5 particella 435 cat. A/4 classe 2 vani 3 rendita catastale euro 110,00; confinante con la via Speranza fabbricato proprietà Lo Schiavo, fabbricato proprietà Virdò salvo se migliori. Riferisce il CTU che l'immobile è stato realizzato in base a concessione edilizia in sanatoria n.763 del 14.7.93,ma che in merito alla conformità tra opera realizzata e opera licenziata è emerso che il fabbricato presenta tre elevazioni fuori terra in cui il 2° piano annesso all'unità sottostante e adibito a civile abitazione è completamente abusivo. Esiste domanda di condono edilizio presentata a norma dell'art.39 legge 724/94 presentata dall'esecutato. La pratica non risulta essere definita per carenza documentale. Pervenuto al debitore in virtù di atto di compravendita trascritto presso la Conservatoria dei RR.II. di Catanzaro il 29.1.1996 ai nn. 1982/1737. Prezzo base euro 71.983,00. LOTTO DUE: Locale adibito ad uso deposito magazzino ubicato nel comune di Stefanaconi Via Santa Caterina n. 51, piano terra costituito da un unico ampio locale con annesso vano ripostiglio in un buono stato di manutenzione superficie pari a mq. 52 Ca. Riportato in catasto al foglio di mappa 5, p.lla 686 sub 2 cat. A/6 cl.3 vani 2,5. Prezzo base d'asta euro 13.428,00. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad euro 500,00. Ogni offerente, per poter essere ammesso all'incanto dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 11 del giorno prima dell'udienza fissata per l'incanto, il 10% del prezzo base d'asta a titolo di cauzione nonché altro 15% a titolo di spese, da versarsi su libretto giudiziario intestato alla procedura con vincolo del G.E.. Ulteriori informazioni presso la Cancelleria del Tribunale, Ufficio Esecuzione Immobiliare di Vibo Valentia. Vibo Valentia, lì 28/01/2010 Il cancelliere C2 Dott.ssa Liliana Addesi


Mercoledì 03 Marzo 2010 il Domani 29

CULTURA E ASSOCIAZIONI «V’è l’idea di dimostrare il divertimento degli attori nel recitare e la concezione che la commedia possa essere una festa»

Il Teatro Politeama

In scena, nei giorni scorsi, presso il Teatro Politeama di Catanzaro la commedia di Gabriele Lavia

“Molto rumore per nulla”, una interpretazione shakespeariana di Franco Brescia

CATANZARO - Quella mandata in scena da Gabriele Lavia al Politeama di Catanzaro è una delle tante interpretazioni della commedia di Shakespeare: "Molto rumore per nulla". Anche se, poi, in conclusione la trama, in ogni occasione, normalmente non si discosta dai contenuti dell’opera licenziata dal tragedista inglese intorno al 1600. La variante, invece, riguarda spesso le scene che, per ogni spettacolo allestito, diventano a prova di regista come nel caso dell’allestimento proposto al Politeama per cui Lavia ha operato non solo come regista,ma pure come creatore delle scene e quale contestatario della compagnia teatrale, appunto"Compagnia Lavia - Anagni - Teatro di Roma". Questo di Lavia visto al Politeama, però, aveva qualche variante in più, in quanto l’opera rappresentata si discostava parecchio dai canoni classici finendo, in diverse parti, per assumere la caratteristica della commedia dell’arte.

Un incontro di donne, di storia e di arte a cura dell’Archivio di Stato di Reggio

Anzi, bisogna dire, alcune di queste parti andrebbero addirittura elise in quanto non solo superflue ma pure perché l’elisione renderebbe l’opera teatrale più snella e più godibile, specialmente a coloro i quali hanno avuto modo di leggere la commedia shakespearianae,maggiormente, a coloro i quali hanno una conoscenza più approfondita del teatro elisabettiano. V’è l’idea di dimostrare il divertimento degli attori nel recitare e la concezione che la commedia possa essere una festa, interrotta solamente dalla finta morte di Ero,

«La presenza di musica in scena, di canzoni e accenni di danze riducono l’apparato scenografico a pochi oggetti, come se si osservasse una compagnia amatoriale che prova»

REGGIO CALABRIA - L’Archivio di Stato di Reggio Calabria organizza per domenica 7 marzo alle ore 17,00 la manifestazione al Femminile. Incontro di donne, storia e arte. L’evento focalizza l’attenzione sulla donna soggetto creatore d’arte e sulla donna come soggetto di rappresentazione artistica. Sarà infatti inaugurata una personale dell’artista reggina Eugenia Musolino, cui seguiranno le relazioni di Francesca Neri e Giuseppina De Marco. La conversazione di Francesca Neri ci introduce nel quotidiano culturale della Città prima del terremoto attraverso la figura di una maestra-scrittrice reggina sconosciuta al grande pubblico, Emilia De Franco, che alla vigilia del terremoto pubblicò un volumetto di poesie e un opuscolo sulle donne lavoratrici e madri. Giuseppina De Marco presenta, sul tema "Trascendenza e Eros", immagini di figure femminili, in parte inedite, nell’arte reggina dell’800. La mostra di Eugenia Musolino, presente all’evento, resterà aperta fino al 27 marzo, da lunedì a sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00. L’Archivio di Stato coniuga così una mostra d’arte con opere recenti con la mostra di documenti originali otto-

ridotta anch’essa, però, ad una pura messa in scena. D’altra parte, la presenza di musica in scena, di canzoni e accenni di danze riducono l’apparato scenografico a pochi oggetti, come se si osservasse una compagnia amatoriale che prova. In tutto questovi è troppa esasperazione però, specie nei due personaggi di Benedetto e Beatrice che rappresentano più una macchietta comica - alcune volte di dubbio gusto - che quelli disegnati da Shakespeare nella sua commedia, "Molto rumore per nulla". In particolare, ho trovato magnifico quel monologo dell’attore che impersonava Leonato, nella parte in cui esterna la sua disperazionequandovieneaconoscenza della realtà di disonore che avrebbe vissuto la propria figlia Ero e che si rivelerà, invece, una trama infamante ordita dal perfido Don Juan, il quale, alla fine, pagherà la sua malefatta. In questo monologo esiste tutta la magnificenza del Lavia che conosco. In quell’occasione ho visto il vero Shakespere. Tutto sommato, in definitiva, lo

spettacolo visto al Politeama era di buona fattura, abbastanza curato nei costumi. Era come l’ha definito Lavia: "molto allegro, fresco e divertente. E, infatti, il pubblico, stante l’apparenza interpretata dagli applausi con i quali si è speso, invero ragguardevoli, alla fine ha dimostrato la sua soddisfazione. D’altra parte i contenuti dell’opera del tragedista inglese erano inseriti nel contesto dello spettacolo. Quei contenuti che, invero, costituiscono certo il principale motivo per cui l’opera viene ripetuta da quattro secoli in tutti i teatri del mondo con buona accoglienza e gradimento da parte del pubblico ogni volta presente. Questa commedia andava meglio gustata, però, vivendo nello spirito del teatro elisabettiano. Che ebbe carattere popolare, ma fu e permane intatto un potente veicolo di intrattenimento, di conoscenza e di coinvolgimento emotivo. Fu una produzione letteraria, specie drammaturgica, che fu di notevole qualità e varietà. Andava vista questa commedia mandata in scena al Politeama anche entrando, quindi, nello spirito della raffigurazione delle prime rappresentazioni teatrali dello stesso teatro elisabettiano. Che, dapprincipio e non solo, vennero ospitate in strutture grezze, in pietra o in legno, di ricordo dell’epoca medioevale. E così è stato per lo stesso Shakespeare. Il "Globe", il teatro di Shakespeare, non era dissimile da questo scenario. E il teatro di Shakespeare è quello elisabettiano. Perché egli è il massimo esponente di quel tempo, era e resta uno dei maggiori drammaturghi a livello mondiale che in grande misura contribuì a formare il periodo artistico di maggiore splendore del teatro britannico. Il quale conobbe il declino quando, più tardi, cambiò modello nel sopravvento di testi teatrali indirizzati alle classi popolane e a quelle che formavano l’aristocrazia intellettuale.

centeschi sulla Reggio distrutta dal Terremoto e a noi sconosciuta. Sarà questa un’occasione da non perdere per scoprire angoli e scorci di una città definitivamente scomparsa con la sua identità architettonica.

Un'immagine della città di Reggio Calabria

L’evento focalizza l’attenzione sulla donna come creatore d’arte e sulla donna come soggetto di rappresentazione artistica


Mercoledì 03 Marzo 2010 il Domani 31

APPUNTAMENTI In programma a Catanzaro una manifestazione deidicata alla poesia, alla narrativa, alla saggistica

Premio Vivarium, II edizione A Bagnara Calabra la XVI edizione del premio dedicato a Mia Martini • BAGNARA C. (Cs) "PremioMia Martini" Nei prossimi giorni a Parigi conferenza stampa di presentazione della 16 edizione del Premio Mia Martini. Da Bagnara Calabra, quartier generale del prestigioso Premio, in questi giorni stanno giungendo notizie di grande fermento e di incessanteattività. Tutto in funzione dell’organizzazione della prossima edizione del rinomato evento, che anno dopo anno acquista una rilevanza sempre più importante per il pubblico e gli addetti ai lavori. Ad ascoltare le aspiranti “Nuove Proposte per l’Europa” nei prossimi mesi, sarà una commissione artistica nominata direttamente dal patron Nino Romeo, composta dall’eccellente musicista Mario Rosini (presidente della commissione),dall’ormaistoricogiornalistamusicaleAndreaDirenzo(coordinatoredella commissione), da Giovanna Gilda Severino e dalla già preannunciata vocalist deiMatiaBazar,RobertaFaccani,dasubito entusiasta di far parte della grande famigliadel Premio Mia Martini. Infatti, sia il patron che la responsabile organizzativa Silvana Bonadonna sono sicuri che la preziosa esperienza di un’artista del calibro della Faccani apporterà un grandissimo valore alla nuova edizione e a tutti i giovani artisti. La responsabile organizzativa Silvana Bonadonna, come nel suo stile, non svela nulla di ciò che saranno le sorprese della prossima edizione; preannuncia, però, che nel corso della conferenza stampa di Parigi saranno rese note le novitàchevedrannoprotagonistile“Nuove Proposte per l’Europa”. Il Premio Mia Martini è patrocinato dalla Regione Calabria,dall’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria e Calabria e dal Comune di Bagnara Calabra. Adesso tocca a te! in palio il tuo sogno. • CATANZARO Laboratoriodi musica E’attivo,ognimartedìdalleore16,00alle ore 18,00, nell’Oratorio del Carmine, in via Fiorentino, il Laboratorio sperimentale di musica moderna . Gli appuntamenti rientrano nelle attività culturali 2009/10 dell’Agenzia Regionale Diritto allo Studio Universitario Ardis di Catanzaro e sono indirizzati agli allievi iscritti all’Accademia de Belle Arti di Catanzaro, dell’Università della Magna Grecia e del Conservatorio di Musica di Vibo Valentia, promossi e organizzati dall’Associazione "Promocultura" presieduta dal M° Tommaso Rotella. I laboratori prevedono una serie di incontri di formazione musicale di canto moderno tenuti dalla Prof. ssa Velia Ricciardi e di chitarra e basso elettrico tenuti dal M° Vittorio Accorinti. • CATANZARO Premio Vivarium L’Associazioneculturale“Accademiadei Bronzi”, in collaborazione con le Edizioni Ursini di Catanzaro e Radio Squillace, promuove e organizza la 2ª edizione del premio “Vivarium”di poesia, saggisticae narrativa. La partecipazione è gratuita e il monte-

premi totale è di 6.000 euro. Alla sezione A, dedicata a S.S. Giovanni Paolo II, si partecipa inviando tre poesie inedite in lingua italiana, contenute nei 35 versi, di cuialmenounaatemareligiosooispirata ad argomenti di carattere sociale.Alla sezione B, dedicata a Flavio Magno Aurelio Cassiodoro (Squillace, 490 circa – Monastero di Vivarium 583 circa), si partecipa con un saggio inedito di argomento religioso, storico o sociale, oppure con un testo inedito di narrativa (romanzo o racconti).Ilavorinondovrannosuperare le 200 cartelledattiloscritteformato A4. Gli elaborati dovranno essere spediti in duplice copia, con firma ed indirizzo dell’autore,entroil31marzo2010,unitamente alla scheda di partecipazione che potrà essere scaricata dal sito www.ursiniedizioni.it o richiesta via fax al n. 0961.782980. L’invio dei testi dovrà avvenire solo con posta prioritaria, intestando il plico a “Nuova Accademia dei Bronzi”, Via Sicilia 26 – 88100 Catanzaro. Per eventuali informazioni scrivere a premiovivarium@gmail.com. • CATANZARO Mostra di Antoni Tàpies A una settimana dall’inaugurazione, al Museo Marca è stata inaugurata nella giornata la mostra di Antoni Tàpies, figura centrale nella storiadell’arte contemporanea internazionale, che potrà essere visitatefinoal15marzo. Cinquantaleopereesposteneglispazidel Marca, un gruppo di lavori monumentali, in gran partemai visti in Italia, focalizzati sull’indagine degli ultimi tredecenni: dipinti, sculture, muri, disegni, composizioni grafiche e libri illustrati provenienti da importanti collezioni pubbliche e private italiane e straniere, a testimoniare la straordinaria vitalità dell’artista e l’attualità di una ricerca che ha attraversato tutta l’arte del dopoguerra ponendosi come elemento di costanteautocoscienza. All’inaugurazione ha partecipato, tra gli altri, Juan Manuel Bonet uno dei maggiori esperti internazionali di Antoni Tàpies,storicoe criticod’artecheharicoperto importanti incarichi come la direzionedell’Ivam di Valencia e del Reina Sofia di Madrid. Numerosi sono statii segnalidi un interessamentoe di un forte consenso a questa nuova iniziativa del Marca. Dagli articoli già apparsi su diverse riviste nazionali come Dove e Inside ai ripetuti contatti già avviati dalle maggioritestate italiane. • CATANZARO Adol, stagione2009/2010 Adol,AmiciDell’OperaLirica"JussiBjorling" presenta il programma 2009/2010: 27 marzo 2010, dadefinire; 24 aprile 2010, Grandi scene d’Opera "La pazzia" pressoCircoloUnioneore17.30;22maggio2010,2°incontrosuMozart-DaPonte "Le Nozze di Figaro" presso Circolo Unione ore 17.30. • CATANZARO Festival di Pontegrande

L’Emmeti associazione comunica che si terrà giorno 17 aprile 2010, la VIII edizione del festival canoro di Pontegrande. Quest’annolamanifestazionesisvolgerà presso l’auditorium "Casalinuovo". La quotadi iscrizioneè di euro40,00.Come ogni anno, ad ogni partecipantesarà fornito un dvd del festival e n. 2 fotografie (a scelta). Leiscrizionidovrannopervenire,improrogabilmente, entro e non oltre, il 31 marzo 2010. Al vincitore verrà consegnato il trofeo del festival di Pontegrande. Inoltre, i primi tre classificati parteciperanno di diritto alle semifinali nazionalidelfestivalestivo2010organizzato dall’Asi di Piombino. Per il modulo d’iscrizione, il regolamento ed ulteriori informazioni rivolgersi ai seguenti numeri: 333/3926440 - 328/8103948 334/5825185. • CHIARAVALLE Stagione teatrale L’associazione culturale Tempo Nuovo presenta la stagione teatrale 2010. sabato 13 marzo, "La guerra spiegata ai poveri" di Ennio Flaiano; regia di Francesco Frangipane con Massimiliano Benvenuto, Vanessa Scalera; venerdì 19 marzo, "Vogliamoci tanto bene" testo e regia di Carlo Buccirosso, con Carlo Buccirosso,MariadelMonte;domenica 28 marzo , "Roma ore 11" di Elio Petri; regia di Anna Damiani con Manuela Mandracchia,MariàngelesTorres;sabato 17aprile, "Il rompiballe", di Francis Veber; regia di Franco Procopio con la CompagniaTempo Nuovo.

• LOCRI (Rc) "Locri Fest Jazz" Sei spettacoli, sei serate di grande jazz.La città di Locri ospita, presso la Tenuta Il Palazzo , il primo "Locri Fest Jazz", un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Francesco Macrì . Programma: il 5 marzo , sempre alle 20.30, sarà la volta di Greg Osby & Quartet.Il quarto spettacolo vedrà, il 25 marzo alle 20.30, l’esibizione di Gary Thomas & Quartet. Gli appuntamenti si concluderanno con l’esibizione di Maria Neckam &Quintetil3aprilealleore20.30edinfine, l’11 aprile sarà la volta di Eddie Gomez Trio". Tra le novità del festival l’abbinamento tra la musica e la gastronomia come ha sottolineato l’avvocato Nicola Capogreco, il quale ha precisato che ad ogni spettacolo è previsto, all’interno del costo del biglietto, la degustazionediunpiattoimportantedialtacucina accompagnato da un ottimo vino, tranne che per la prima serata che, iniziando alle ore 18.30, si prevede l’accompagnamento con un aperitivo originale.Ilcostopersingolospettacoloè dieuro20,00,mentrel’abbonamentocosta 90,00 euro.I biglietti e gli abbonamenti di possono prenotare ed acquistarepressol’ufficiostaffdelsindacodiLocri, posto al primo piano del Palazzo di Città. E’ gradita la prenotazionein quan-

to è previsto un limite ai posti a sedere, comprensivi dei tavoli dove gustare le raffinatezze gastronomiche.Per gli organi di stampa è gradita la richiesta di accredito sempre presso l’ufficio staff del sindaco di Locri. • SOVERATO (Cz) "Incontriamocia teatro" “IncontriAmOci a teatro” è il titolo della rassegna 2009/2010 del “Teatro comunale di Soverato”, diretta da Gregorio Calabretta. Di seguito il programmacompleto delle due rassegne: 3 marzo , “Dal Derby al Nuovo” con TeoTeocoli, ore 21.00; 12 marzo , “Le Nozze diFigaro” di Gregorio Calabretta, ore 21.00; 19 marzo , “Ciak si suona” del Classic MoviesQuartetconKatiaRicciarelli,ore 21.00. Primi passi a teatro: 23 gennaio , Don Chisciotte, ore 18.30; 13 febbraio , Odissea, ore 18.30; 13marzo , La favola dell’amore, ore 18.30; 17 aprile, Il magodi OZ, ore 18.30.

• VIBO VALENTIA Seminario sul cinema Il Sistema Bibliotecario Vibonese presentaL’Itala,ilCinematografoAutobiografiadiunanazione:1861-2010,seminario di storia e critica del cinema. Il seminario, che prevede la proiezione di 10 film, oltre a 11 sedute, avrà la durata di 4 mesi, fino a giugno . Gli altri film proiettati saranno: La grande guerra di Mario Monicelli, Roma città aperta di Roberto Rossellini, Ladri di biciclette di Vittorio De Sica, Un maledetto imbroglio di Pietro Germi, I pugni in tasca di Marco Bellocchio, Todo modo di Elio Petri, Bianca diNanniMoretti,L’uomoin piùdiPaolo Sorrentino, Biutiful cauntri di Esmeralda Calabria, Andrea D’Ambrosio e Peppe Ruggiero. Le proiezioni avranno luogo nei seguenti giorni e ai seguenti orari: il 13 febbraio, alle ore 15.00; il 15 febbraio, alle ore 21.00; il 26 marzo, alle ore 21.00; il 27 marzo, alle 18.00; il 29 marzo, alle 21.00; il 29 aprile, alle ore 21.00; il 30 aprile, alle ore 21.00; il 3 maggio, alle 21.00; il 14 maggio, alle ore 21.00. Gli altri incontri sono invece previsti nei seguenti giorni e ai seguenti orari: il 15 febbraio, alle ore 16.00; il 16 febbraio, alle ore 16.00; il 26 marzo, alle ore 16.00; il 29 marzo, alle ore 16.00; il 30 marzo,alleore18.00;il30aprile,alleore 16.00; il 3 maggio, alle ore 16.00; il 4 maggio, alle ore 18.00; il 15 maggio, alle ore 21.00; il 17 maggio alle ore 17.00. Tutte le sedute avranno come relatore Antonio Tricomi,fatta eccezioneper l’ultima,chevedràl’interventodellosceneggiatore cinematografico e televisivo LeonardoMarini.Ilseminarioèapertoatutti. Le domande di ammissione al seminario dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2010 alla segreteria del seminario di storia e critica del cinema, Sistema BibliotecarioVibonese,ViaAbatePignatari - 89900, Vibo Valentia. La partecipazione al seminario è gratuita. Al termine del seminario, a chi avrà assistito alla proiezione di almeno 6 film e abbia preso parte ad almeno 6 incontri, verrà rila-

sciato un attestato di frequenza comprensivo delle firme dei relatori.

• CALABRIA Premio giornalistico Fino al 15 maggio sono aperte le iscrizioni alla Terza Edizione del Premio Giornalistico Gaspare Barbiellini Amidei,rivoltoaigiovanigiornalistisottoi35 anni che abbiano saputo raccontare l’Italiael’Europacontemporaneecongli occhi di chi si affaccia alla professione. Per il 2010 il Premio è rivolto ai servizi giornalistici pubblicati o trasmessi su testate italiane e della Svizzera italiana tra il 1° gennaio 2009 e il 15 maggio 2010, che abbiano riguardato: "Quando la natura si rivolta: la forza degli elementi, l’ambiente violato, le scelte per un pianeta migliore". La Giuria valuterà: il migliorarticolopubblicatosuquotidiani, periodici e web; il miglior servizio radio-televisivo trasmesso da emittenti locali e nazionali. Nella giuria figurano nomi prestigiosi del giornalismo e della cultura, tra i quali Claudio Magris (scrittore), Arrigo Benedetti (regista), FerrucciodeBortoli(CorrieredellaSera),Arturo Colombo (professore universitario), Michele Fazioli (RTSI), Attilio Giordano (La Repubblica), Alfredo Macchi (TG4), Giuseppe Mascambruno (La Nazione), MassimoNava(CorrieredellaSera),Antonio Patuelli (Libro Aperto), Gianni Riotta (Il Sole 24 Ore), Carlo Verdelli (Condé Nast), Andrea Vianello (RAI Tre), e Fulco Pratesi (giornalista e ambientalista, WWF) come Giurato speciale per l’Edizione 2010. Tutta la Giuria sul sito www.barbielliniamidei.it.Il PremioGiornalisticodedicatoallamemoria e all’impegno di Gaspare Barbiellini Amidei è natonel 2008 sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio dell’OrdineNazionale dei Giornalisti, dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, della Federazione NazionaleStampa Italiana, dell’Associazione Ticinese dei Giornalisti e della Città di Lugano, con l’obiettivodi incoraggiareun giornalismolibero,innovativo e di qualità.Innovative le modalità di partecipazione al Premio, interamente on line attraverso ilsito www.barbielliniamidei.itLa cerimonia di consegna del Premio si svolgerà all’Isola d’Elba, tra luglio e agosto 2010, incollaborazioneconilPremioletterario Isola d’Elba - Raffaello Brignetti, il Comune di Marciana e l’APT dell’Arcipelago toscano. • TAVERNA (CZ) Mostra di pittura Sarà visitabile fino all’11 aprile 2010 la grande mostra “Cavalieri, dai templari a Napoleone” allestita a cura di Alessandro Barberio e Andrea Merlotti, nella monumentale reggia di Venaria Reale (Torino), alla quale è stato prestato dal MuseoCivicodiTaverna,inaccordocon l’Amministrazione Comunale e la competenteSoprintendenzadellaCalabria,il capolavoro di Mattia Preti raffigurante “La Predica di S. Giovanni Battista" con l’Autoritrattodell’Artista”.



il domani