Issuu on Google+

Sabato 02 Luglio 2011

Anno XIV - Numero 180

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

SCANDALI

SPORT

Quei voli gratis che imbarazzano D’Alema e il Pd nell’affare Pronzato

ECONOMIA Manovra, stretta sul pubblico e sugli enti locali. Sfiorata la Casta

Ciccio Cozza: calciatore girovago ma con Reggio nel destino

a pag » 4

a pag » 6

a pag » 24

Cocaina e marijuana a fiumi a Villaggio Palumbo, una delle località turistiche calabresi più note

Stroncato un giro di spaccio in Sila Eseguite 18 misure cautelari emesse dal gip di Crotone, Gloria Gori, su richiesta del procuratore Raffaele Mazzotta L’INTERVENTO

Una sfida: anticipare il cambiamento di Daniele Capezzone

Tra gli arrestati c’è anche Vincenzo Manfreda, di 35 anni, che a Villaggio Palumbo lavorava come guardiano. L’attività di spaccio si concentrava nei fine settimana Lo spaccio aveva luogo anche nei locali pubblici di Mesoraca a pag » 20

IL PDL RIPARTE DA ALFANO

Le Regioni sul piede di guerra contro la manovra

portavoce Pdl

Il Consiglio Nazionale del Pdl ha scritto una pagina coraggiosa, che conferma la capacità del centrodestra di scommettere sull’innovazione, di anticipare per noi stessi il cambiamento e la modernizzazione che vorremmo per il Paese. Ora, insieme ad Angelino Alfano, si apre per tutti noi una sfida enorme e appassionante, nella quale tutti abbiamo il dovere di metterci in gioco accanto e a supporto del segretario del partito. Rilanciare l’azione del Governo, in particolare su economia e tasse; far crescere un partito che ha solo due anni di vita; rimetterci in sintonia con la parte più dinamica della società italiana, quella che rischia sul mercato; far vivere insieme laici e credenti, senza che nessuno si senta ospite o tollerato. Sono sfide che richiedono un impegno sincero, generoso, di tutte le persone libere e responsabili nel Pdl.

POLITICA

Berlusconi: lui è la persona giusta ROMA - Silvio Berlusconi "investe" Angelino Alfano nuovo segretario politico del Pdl e subito dalla platea dell’auditorium della Conciliazione dove si svolge il consiglio nazionale, scatta un applauso. Il Cavaliere lo chiama e lui sale sul palco per la standing ovation. Tra i flash dei fotografi il premier alza il braccio di Alfano in segno di vittoria. «Non c’è nessun dubbio, Alfano è la persona giusta, non è un menzognero» scandisce il Cavaliere che saluta emozionato.

Le Regioni sono sul piede di guerra dopo l’approvazione in Consiglio dei ministri della manovra correttiva. Tra gli enti sui quali sono stati scaricati buona parte dei costi dell’intervento di Tremonti, infatti, ci sono proprio le Regioni. E vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni, dal tavolo del Pd riunito a Firenze per parlare di federalismo, ha criticato con veemenza questa scelta: «Sulla manovra del Governo serve un’operazione verità e il presidente del Consiglio deve dire ai cittadini italiani quali servizi la Repubblica italiana è in grado di assicurare: è un colpo pesantissimo peraltro a chi è più debole. In questa manovra non c’è alcun segnale di sostegno alla crescita. Il problema in questo Paese, sono le politiche del lavoro». a pag » 8

IL COMMENTO

Questa Manovra è inaccettabile: troppe tasse di Pierluigi Bersani segretario del Pd

Si mettono in giro specchietti per le allodole, i Suv e queste cose simpatiche, ma questa è una botta micidiale, è una vera bomba a orologeria sul 2013-2014. E’ una manovra inaccettabile sotto il profilo sociale. Pensare di tagliare 10 mld ai sistemi locali, dopo averne tagliati altrettanti in questi due anni, vuol dire che su sanità e servizi si mette un peso insostenibile. Mi stupisco che questa non sia la prima notizia, sono scandalizzato. Nel periodo in cui si parla di federalismo si sta organizzando la tomba delle autonomie. ma al di là delle autonomie, qui si parla in concreto di servizi e di tasse perché questi 9 mld non potrai tagliarli sulla pelle della gente e quindi ci sarà un’ulteriore tassazione come già avviene in questi mesi. Non è aumetata l’Rc auto, non sono aumentate le mense? Se Tremonti vuol mettere le tasse le metta lui, non costringa i sindaci a metterle. Per quanto riguarda i costi della politica, noi abbiamo delle proposte, a cominciare dall’abolizione dei vitalizi ai parlamentari. Se vogliono fare sul serio noi faremo gli emendamenti. Il governo porrà la fiducia sulla manovra? Questo non sarebbe un modo serio di procedere. Berlusconi cerchi di essere serio e risponda al Paese di quel che sta succedendo. Non c’è tempo per le diplomazie: hanno portato l’Italia con il cappio al collo, non hanno fatto niente e ora promettono il pareggio di bilancio con tagli e basta. E’ una politica economica questa qua? (Asca)


2

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI LA NOTA Nessuna leva per uscire dalla crisi di Giuseppe Politi*

Ancora una volta ci troviamo davanti ad una vergognosa misura che premia i furbi delle quote latte. Un provvedimento che ormai prelude ad un condono tombale. La manovra economica del governo è fatta solo di tagli pesanti e indiscriminati, di nuove imposte ed è assolutamente priva di una strategia di rilancio dell’economia e del sistema imprenditoriale italiano. Gli interventi sul debito per le imprese agricole in difficoltà sono un elemento positivo, ma da soli non risolvono i problemi che restano gravi. Come per gli incentivi fiscali ai giovani imprenditori, che non possono dare reali prospettive di crescita. Sulle quote latte si è comunque passato ogni limite. Con l’interruzione delle riscossioni delle multe da parte di Equitalia, senza, peraltro, indicare chi dovrà procedere in sua sostituzione, dal governo è venuto un ennesimo regalo a chi non ha rispettato le regole, mentre è stata umiliata la stragrande maggioranza degli allevatori onesti,

che si sono attenuti alle leggi. Un vero e proprio schiaffo alla legalità che, proprio nella vicenda delle quote latte, troppe volte è stata calpestata. Una questione che si trascina dal 1984 e per la quale si è accumulato un debito nei confronti dell’Ue di oltre 4 miliardi di euro. Così ogni contribuente italiano si è trovato a pagare un conto da oltre 170 euro a testa per via della cattiva applicazione del regime delle quote latte nel nostro Paese. Più volte abbiamo sostenuto che sulle quote latte va rispettata la legalità. Bisogna tutelare gli allevatori che hanno operato nella legalità e che hanno investito molto anche in qualità. Non solo abbiamo ripetuto alla noia l’esigenza di far ritornare

al più presto il settore lattiero alla normalità e di fornire strumenti idonei ai produttori, che, purtroppo, stanno vivendo una fase molto difficile. La risposta del governo è stata sempre la stessa: i furbetti sull’altare, gli onesti produttori nella polvere. Un atteggiamento disgustoso. Ma è tutto il complesso della manovra che non ci convince affatto. Anzi, siamo profondamente delusi. Non troviamo traccia di validi provvedimenti strutturali che possono garantire una ripresa dello sviluppo. E’ vero che la situazione è alquanto complessa e che servono misure rigorose, ma è altrettanto vero che ogni intervento va coniugato con l’equità e con la garanzia di dare alle

L’imprenditoria, in particolare, quella agricola, ne esce mortificata. Si allontanano in maniera preoccupante sia la competitività che lo sviluppo, che sono indispensabili per rilanciare il nostro Paese

imprese le certezze per il futuro. La manovra del governo va, invece, nella direzione opposta: unicamente colpi di scure e una lotta agli sprechi e all’evasione non adeguata. L’imprenditoria, in particolare, quella agricola, ne esce mortificata. Si allontanano in maniera preoccupante sia la competitività che lo sviluppo, che sono indispensabili per rilanciare il nostro Paese. Per l’agricoltura, ancora in difficoltà, non ci sono prospettive. Se si escludono gli interventi, pur importanti, sui debiti delle imprese in grave difficoltà, e gli sgravi fiscali dei giovani, di cui bisogna valutare l’efficacia, lo scenario resta negativo. Le aziende fanno i conti con onerosi costi produttivi, contributivi e burocratici, con prezzi all’origine non remunerativi e con redditi praticamente falcidiati. Siamo in presenza di misure confuse che di sicuro non risolveranno il problema della spesa pubblica, né assicureranno alle imprese le leve per uscire dall’attuale congiuntura. *presidente della Cia

DONNE CHE CONTANO di Carmela Mirarchi

Marella Burza guida "Lady Enterprise" Marella Burza è stata eletta presidente delle giovani imprenditrici Calabresi . Il Gruppo si propone di sviluppare delle attività che riguarderanno le donne, ma non solo, anche perché l’intendimento del Comitato è quello di affrontare le tematiche, e soprattutto avviare un confronto con tutti gli imprenditori e con la società civile ed economica. E’ stato proposto di realizzare di un vademecum che contenga la sintesi delle principali azioni e normative già operanti a favore delle donne imprenditrici, con valutazione ed approfondimento di quali ulteriori iniziative proporre agli interlocutori istituzionali. Porre al centro di ogni attività la formazione ritenendola fondamentale e miliare per una reale qualificazione delle risorse umane su cui fare affidamento per le iniziative da intraprendere. Il turismo come risorsa da rilanciare, su cui gravita ogni iniziativa ed attività economica, se si intenderà concretamente realizzare ed avviare un profondo sviluppo della realtà calabrese. Infine le giovani imprenditrici si sono date appuntamento per organizzare una serie di incontri con le altre donne, rappresentanti di altre organizzazioni ed altre realtà economiche. Questo per confrontarsi e per favorire il più possibile l’impegno delle donne nella realtà economica regionale. Le giovani donne di Confindustria Calabria lavoranoa proposte concrete ed interessanti per sviluppare l’imprenditoria femminile nella nostra regione. Il gruppo Lady Enterprise è parte integrante delcomitato regionale, che saprà raccogliere e portare, nelle sedi istituzionale, le proposte che arriveranno dalle imprenditrici.

Amore che vieni, amore che vai. E’ proprio il caso di dirlo. Elisabetta Canalis e Bobo Vieri di nuovo insieme? C’è chi ci crede. E se a pronosticarlo è il re del gossip, Alfonso Signorini, dobbiamo per forza dargli retta. Pura sensazione o il direttore di “Chi” sa qualcosa che a noi sfugge?

www dloi.matin.i

Rb:C T:eigra.6n1tzaon4971d-r.95e-l7::

li Domani

R:oO :ersgtC aidpleoalirm t uc5onai6zne.0r6::

Puàbtcibl

Eodteri T&PEdsotlrir

Derizoine

GdcuoTiarl Amoam ertsni

GdcuoTiarl O anldroRotndersao(prones)albi

Redazoine

GusieppG eanpgà(e)tuacblibl AeoD sliG earnPo(rduM ctanage)r CneasinM efrzao()laurl

FarncescoPucon(eatgrpoi)zisevir M oZzciua(ciproaierduoacetr)ul Calbari 0T9e.6l19.968F0a2|0x9613.098239

a@ bcialrdlom itian.i Roma 0T64e.5l42717F0/a1|0x64.5427172

orma@ dlom itian.i apa@ um ntintdeom il.iani @ iratdom riel.iani @ odnreazitdom il.iani

Satm bilienotTpiogarcoifDeRose coanrdtPaM an-loetainlri 8704M 0oU utgfnaC lfto(s)

ogeD treG nieadV:rnliali oD ernziaeimva:iam rtsni M avioneo29trs01a-,149M anloi

MedaiatgSpa FarncboAuaidnrzcseito() vapS eno(lrD satoineia)l

DerizoineRedazoineAmmnsiartzoine LS ocae.rmonZdM eo-anC (ldaIir.aczl)rel 09T.6el19.968F0ax29|619.03801 RomA Vacm irhied2e0R 1(m) 064T.e5l42717F0ax16|9/.9700312 ietrdiiaslutcbrdieLofuaitsenrit Laelgacglud7eaigo1st992n05,0

09.8etl49-34382

CoondraimenoAterC aabilr

m SoC isneaoiTrbclv(a)oleurnlti

Recetalopfitainf-cxie-mali

CenorStatmpa

Sloie2l4OerSpaSysetm

S ocale.rmonZdM eo-anC (ldaIir.aczl)rel 0T9e.6l19.96802

etandecro4mlpieor Fa0x9619.03421/903784 wo@ n|ftwitiwmai.gm tda.geitdei m affTo4aidro6um :l m 1x9mmh.

Commeaecluroi103O 0,0-coasneialuo1r1L4e0g,e0-al SenetnzA euo1pri2pta9C 0Flod,0m -riosiroanzieuor 129R 0PQ ,0-.euo7.r8N 0,0-eocergliuo7r70,0cad.

Econoem uo06cri,2paao.rl Supepm l enoC 4t0oer% :l

Secvreiespantresrhpi LumR s(aom A-TPae)rs GdcuoTEiaS ertdlipR(aoma) Lap-erseaTn(gocie-fta)rgnizrif nR Vo(ieolm M I-ab)neiaorl Mo-EeiaS rtdcievsr S dàC tesoalsi SpeaN kerewtokr FoaenuoidrapltnzeiI FondoanziFeaFeruotr FondoanziFeom rchie FondoanziR eoma


4

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

ITALIA Spuntano nelle indagini del nucleo valutario sull’affaire Pronzato e Morichini, amici di Bersani e di D’Alema

Quei voli gratis a cura dell’amico indagato di Carlo Bassi ROMA - Il caso Pronzato si sta allargando a macchia d’olio e con un certo imbarazzo nel Partito democratico del quale Franco Pronzato consigliere dell’Enac era figura non minore (consigliere di Pierluigi Bersani quando questi era al governo) e poi responsabile trasporti del Pd, carica dalla quale si è dimesso. Pronzato è stato arrestato per aver "venduto" tratte aeree ed è stato interrogato in carcere a Genova l’altro ieri ma il risultato dell’interrogatorioèstatosegretare. L’imbarazzo nasce anche dal coinvolgimento di Vincenzo Morichini, già comproprietario della barca a vela di Massimo D’Alema, dopo che è emerso come il presidente del Copasir ed ex Presidente del Consiglio, abbia usufruito di non meno di cinque voli gratuiti da parte della compagnia aerea coinvolta nella faccenda. Daniela Reggiani, portavoce di Massimo D’Alema, spiega così: «Si tratta di cinque passaggi aerei nel 2010, che ci sono stati offerti in situazioni di lavoro circoscritte e particolari. A voler essere precisi, Vincenzo Morichini ci informò di essere in una società che dispo-

neva di un aereo. E che quell’aereo sarebbe stato a disposizione se il Presidente ne avesse avuto bisogno in casi eccezionali». Morichini, l’ex comproprietario della barca di D’Alema, sessantaseienne è ora indagato per corruzione e frode. L’uomo vicino a Massimo D’Alema e quello vicino a Pier Luigi Bersani nella stessa inchiesta, dalla quale spunta anche un pizzino con nomi di politici e accanto relative somme di denaro. Soltanto indagato il primo, Vincenzo Morichini, a in carcere il secondo, Franco Pronzato, che del segretario del Pd fu consulente dal 1999 al 2001 quando questi era ministro dei Trasporti. Stessa accusa: corruzione. Una tangente da 40mila euro che il consigliere di amministrazione dell’Enac Franco Pronzato avrebbe incassato, tramite Morichini (destina-

Nota su Libero Gianluigi Paragone: una lodevole iscrezione e tuttavia in stridente contrastro con la liberalità «quando gli indagati sono di destra»

tario di metà dell’importo) per agevolareunapiccola compagnia aerea low cost di diritto britannico, la Rotkopf Aviation, in un appalto per il collegamento tra Roma Urbe e l’isola d’Elba. L’indagine romana del pm Paolo Ielo riguarda appalti che una serie di aziende che orbitano nell’area del Pd avrebbero ottenuto grazie alla mediazione di Morichini. Ed è stato proprio l’ex amministratore del consorzio di agenzie Ina Assitalia di Roma, imprenditore da sempre vicino all’ex premier, a inguaiare Pronzato con le sue dichiarazioni autoaccusatorie rese nel corso di un interrogatorio, lo scorso 8 giugno. Il resto lo hanno fatto le intercettazioni e i sequestri di documenti effettuati dal nucleo valutario della Finanza. Dalle 48 pagine dell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Elvira Tamburelli, Morichini non esce bene e lo stesso giudice sembra criticare il fatto che la Procura non ne abbia chiesto misure restrittive. Anche sulle intercettazioni massimo riserbo: come fa notare sul quotidiano Libero Gianluigi Paragone, una lodevole discrezione e tuttavia in stridente contrastro con la liberalità di trascrizioni di altri giudici «quando gli indagati sono di centrodestra».

Oggi i funerali di Elisa Claps: attese più di 10mila persone, è lutto cittadino POTENZA - Sono attese tra le 10 e le 15mila persone stamani in piazza San Bosco a Potenza - dove il sindaco Vito Santarsiero ha proclamato il lutto cittadino - per i funeralidi Elisa Claps, la giovane potentina scomparsa diciotto anni fa ritrovata nel sottotetto della chiesa parrocchiale. Ieri presPer l’assassinio di Elisa è so l’Aula magna del Liceo classico Orazio stato rinviato a giudizio Flacco, che Elisa è stata allecon rito abbreviato per l’8 frequentava, stita la camera ardente, novembre Danilo Restivo per chiunque volesse porgere un ultimo salucondannato all’ergastolo to ad Elisa. In polemica con la chiesa locale, sol’altro ieri in Inghilterra spettata di un comportamento ambiguo per tutti quegli anni, la famiglia ha voluto funerali in piazza. La data era stata fissata da tempo, una volta ottenuto finalmente il nulla osta delle autorità ed è quindi un caso, per quanto emblematico, che l’evento si tenga ad appena 48 ore dalla condanna all’ergastolo a Danilo Restivo, unico imputato della morte di Elisa. Nel leggere la sentenza, dopo il verdetto di colpevolezza emesso da una giuria di doci person, il giudice Burnett della Corte della corona di

Winchester ha detto a Restivo: «Non uscirai più di prigione per questo crimine... del tutto simile a quello di Elisa Claps...». La giovane fu rinvenuta cadavere nel sotto tetto della chiesa della città il 18 marzo del 2010, ben 17 anni dopo la sua scomparsa. Per tutti quegli anni, fino al ritrovamento dei poveri resti proprio nella chiesa dove era stata vista per l’ultima volta, e poi nell’ultimo anno mamma Filomena e il fratello Gildo hanno continuato ad accusare Restivo con l’aiuto della trasmissione di Rai3 Chi l’ha visto? Il ragazzo potentino che oggi ha 39 anni - si era trasferito in Inghilterra ma anche in quel Paese, secondo la giustizia britannica, non ha rinunciato a quelle strane fissazion, pedinare e assillare le ragazze e tagliare loro ciocche di capelli. Finché - grazie anche alla collaborazione con l’Italia - non si è ritrovato coinvolto nell’odiosa uccisione di una sua vicina di casa a Bournemouth, nel 2002. E colpirono subito i particolari dell’uccisione di Heather Barnett, una sarta con due figli di 11 e 14 anni trovata morta in casa con il cranio sfondato, orrende mutilazioni al seno e ciocche di capelli nelle mani. Cab

COSA NOSTRA Gaetano Riina arrestato Aveva ereditato il ruolo del fratello, dice la Dda PALERMO - I carabinieri del gruppo di Monreale, insieme ai Ros, hanno arrestato ieri il fratello di Totò Riina considerato il suo erede di fatto al comando del mandamento di Corleone e dell’intera Cosa Nostra. Con lui in manette altri tre elementi su ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip del Tribunale di Palermo. Gli indagati sono a vario titolo accusati di associazione per delinquere di tipo mafioso ed estorsione. L’operazione, denominata "Apice", coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo, è nata da una articolata attività di indagine condotta dai carabinieri di Corleone e dal Ros dal 2008 a oggi. Gaetano Riina, 79 anni, è stato arrestato nella sua casa di Mazara del Vallo: non ha opposto alcuna resistenza. Il fratello del capo mafia ha precedenti per associazione mafiosa e traffico di stupefacenti che risalgono alla fine degli anni ’80. Il blitz è scattato all’alba tra Corleone, Bagheria e Mazara del Vallo. Anche gli altri tre arrestati apparterrebbero al mandamento di Corleone. L’indagine, durata tre anni, è stata coordinata dal procuratore aggiunto della Dda di Palermo, Ignazio De Francisci, e dal pm, Marzia Sabella. L’inchiesta ha permesso di delineare gli assetti del mandamento colpito, negli ultimi anni, dagli arresti dei leader storici e da numerosi sequestri di beni. L’indagine ha messo n luce il ruolo centrale mantenuto dal mandamento di Corleone nonostante l’arresto dei capi storici, grazie anche alla guida dell’anziano corleonese Gaetano Riina (nato nel 1933 a Corleone ma residente a Mazara del Vallo). Gli altri arrestati sono Alessandro Correnti (nato nel 1972 a Palermo ma residente a Corleone), Giovanni Durante (nato a Palermo nel 1954 e residente a Bagheria) e Giuseppe Giuseppe (nato e residente a Corleone nel 1978).


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani

ITALIA Commosso il ministro 40enne col "santino" del 1994, quando scese in politica

Alfano incoronato a furor di popolo segretario del Pdl di Roberto Carli ROMA - Angelino Alfano è ufficialmente il primo segretario politico nazionale del Pdl. È stato eletto per alzata di mano, dopo che l’assemblea del consiglio nazionale aveva votato la modifica all’articolo 16 dello statuto, con un solo voto contrario. Il Guardasigilli 40enne (ma dovrà lasciare l’incarico) ha esordito nel suo discorso di investitura al Consiglio nazionale del partito dopo la entusiastica presentazione da parte di Silvio Berlusconi, mostrando tutta la propria emozione («non è una debolezza farlo», ha chiosato) ed esibendo il "santino" della sua prima campagna elettorale, quella per l’elezione del Consiglio provinciale di Agrigento nel 1994. Già allora, decidendo a 23 anni di aderire a Forza Italia, Alfanocredevanelbipolarismo,nell’opportunità di far scegliere agli elettori «chi governa e con quale alleanza». Dopo il "grazie di cuore" ai tre coordinatori, Alfano ha espresso un ringraziamento particolare a Claudio Scajola e

Altero Matteoli. «Oggi che sono su questo podio, ho la consapevolezza che altri avrebbero meritato più di me di starci al posto mio. E se qualcuno diciassette anni fa mi avesse chiesto ’tu pensi di arrivare a quel podio’, avrei risposto: ’non credo proprio’». «Se mi chiedete se credo ancora in ciò in cui credevo, dal bipolarismo, alla riforma dello Stato, dalla libertà dall’oppressione fiscale, all’occidente, al leader con il sole in tasca, la risposta è ’ci credo con tutto me stesso, con tutta la forza di cui dispongo’» «Siamo stati riformatori in tempo di crisi, abbiamo chiesto sacrifici sostenibili per non far pagare domani ai nostri figli il costo salatissimo di un paese al disastro» ha detto ancora Alfano facendo il punto sui risultati di questi ultimi anni di governo, sottolineando che il governo di centrodestra ha fatto «tutto quello che era possibile, tutto ciò che la crisi ci ha permesso di

fare, non tutto ciò che vorremmo: siamo in tempo di formiche e non di cicale».Ma non solo. «Dobbiamo dare una chance anche ai più giovani che quel benessere vogliono conquistarselo e per questo dobbiamo diventare il partito del merito e del talento... dobbiamo investire sulla capacità lavorativa dei nostri ragazzi. Il precariato fa sì che non si possa avere una casa, sposare, avere figli, con conse-

«Lei aveva sempre detto che il partito era insieme monarchico e anarchico. Purtroppo lei si è annoiato di fare il monarca, ma altri non si sono annoiati di fare gli anarchici»

«Lei è stato perseguitato dalla giustizia, perché non è possibile che fino a 58 anni non abbia fatto niente e poi le sia stato addebitato di tutto» (Foto LaPresse)

(Foto LaPresse)

guente calo demografico. Per questo dobbiamo mettere al centro dell’azione di governo la politica della casa». Occorre «lanciare una grande Costituente popolare con chi è disponibile ad avviarsi su questa strada» ha detto ancora il neosegretario politico del Pdl, sottolineando che dagli interlocutori di centro non si aspettano risposte «né questo pomeriggio né domattina: non è un telequiz. Abbiamo anche i voti parlamentari senza di loro». Poi una serie di punti fermi: «Nel partito servono regole e sanzioni. Non è possibile che uno del Pdl, a cui non piace un candidato sindaco, si faccia una propria lista ‘Coca cola’". Se vuole fare la lista ‘Coca cola’ resti con quella per tutta la vita e poi vediamo dove arriva». Quindi, rivolgendosi a Berlusconi, il neo segretario ha ricordato: «Lei aveva sempre detto che il partito era insieme monarchico e anarchico. Purtroppo lei si è annoiato di fare il monarca, ma gli altri non si sono annoiati di fare gli anarchici». Alfano ha poi ammonito: «Dobbiamo lavorare per costruire un grande partito degli onesti. Lei è stato perseguitato dalla giustizia, perché non è possibile che fino a 58 anni non abbia fatto niente e poi gli sia stato addebitato di tutto». Ma - ha aggiunto incassando un lungo applauso dalla platea - «con onestà, visto che parliamo di nuovo inizio, occorre dire che se Berlusconi è un perseguitato, non tutti lo sono». Infine, ha confermato le proprie dimissioni da Guardasigilli non appena il codice antimafia e la semplificazione dei riti saranno approvati.

Notevole il contrasto fra le critiche dei politici nostrani e quelle dell’agenzia

Standard & Poor’s: la manovra potrebbe non bastare dei Carlin ROMA -Piovno critiche e commenti sulla manovra economica varata giovedì sera dal Consiglio dei ministri. Ed è difficile districarsi fra i commenti dettati dal puro spirito campanilistico - quelli della politica naturalmente - e quelli dettati al contrario da un’analisi dei numeri. E sono i secondi quelli che - essendo dettati da valutazioni puramente economiche e finanziarie - preoccupano di più. Come il giudizio di Standard & Poor’s l’agenzia internazionale di rating secondo la quale nonostante la manovra correttiva dei conti pubblici, «restano sostanziali rischi per il piano di riduzione del debito principalmente a causa della debole crescita». In una nota di commento diffusa poche ore dopo le prime notizie sui contenuti veri della manovra (per un quadro riassuntivo vedi a pagina 6), . Standard & Poor’s fa sapere che le possibilità che l’agenzia tagli in futuro il rating sovrano sull’Italia restano una su tre, nonostante le misure

correttive relative al periodo 2011-2014.In altre parole se la manovra avrà effetti sulla spesa pubblica con appropriati tagli, resta il problema della crescita del Paese. Standard & Poor’s plaude alle misure per contenere gli aumenti salariali nel settore pubblico e la spesa pensionistica contenute nella manovra correttiva. Ma l’agenzia di rating avverte che il governo «rischia di essere troppo ottimista sull’efficacia delle misure contro l’evasione fiscale», e un lungo stallo politico potrebbe contribuire a far sforare i conti pubblici». È già la seconda volta in un mese che l’agenzia la butta sulla instabilità politica - che agli economisti puri non sembra essere nell’ambito del suo vero mestiere - ma quando parla di nude cifre ammette: «Se messe in pratica, le misure per anticipare l’età del pensionamento nel 2014 anziché nel 2015 rinforzano l’opinione che l’Italia ha passività fra le più basse in Europa legate all’invecchiamento della popolazione». Del resto anche a Bruxelles hanno apertamente riconosciuto che i nostri interventi sulle pensioni ci han-

no messo nelle condizioni migliori per fronteggiare l’invecchiamento della popolazione e i conseguenti oneri per il sistema economico. Bene anche gli accordi stretti fra i sindacati e Confindustria, definiti da S&P un «importante passo in avanti verso la flessibilità salariale». I commenti dall’Italia sono tutti fortemente politicizzati, secondo una tendenza - brutta - ormai fortemente radicata a dispetto degli appelli del Presidente della Repubblica. L’ l’opposizione attacca frontalmente. Secondo Pier Luigi Bersani ad esempio, si tratta di una ’’bomba ad orologeria’’ innescata da ’’impreparati’’, nonostante Giulio Tremonti avesse anticipato le critiche ricordando in conferenza stampa: chiunque si troverà qui nel 2013-14 dovrà fare questo (intendendo il percorso tracciato di rientro dei conti) e non ha alternative. In altre parole ormai è Bruxelles che detta le regole dei conti in ordine.Ma, dall’Italia dei valori fino all’Udc di Pierferdinando Casini, lo stesso discorso: la manovra si ripercuote sulle future

generazioni. Secondo Casini si tratta di una ’’sconfitta annunciata che scarica sul futuro governo gli oneri’’. Duro il giudizio dei due capigruppo dell’Idv Felice Belisario e Massimo Donadi che accusano l’esecutivo di «aver dato uno schiaffo al Parlamento e preso in giro gli italiani».

5


6

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

ECONOMIA

Due milioni di disoccupati. Un po’ meglio le donne, male tra i 15 e i 24 anni: 29,6% nel I° Trim.

ROMA – Il tasso di disoccupazione a maggio sale all’8,1%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto ad aprile (quando era pari all’8%), ma in calo su base annua di 0,5 punti (a maggio 2010 era pari a 8,6%). A rilevarlo è l’Istat in base ai dati destagionalizzati e alle stime provvisorie. Il numero complessivo dei disoccupati torna quindi sopra la soglia dei 2 milioni, attestandosi precisamente a quota 2,011 milioni, registrando un aumento rispetto ad aprile dello 0,8% (+17 mila unità). In aumento la componente disoccuppata maschile, mentre diminuisce quella femminile. Per quanto riguarda gli occupati, questi sono 22.914mila unità, in aumento dello 0,1% (21mila unità) rispetto ad aprile. Nel confronto con lo stesso mese dell’anno precedente

l’occupazione cresce dello 0,2% (+34mila unità). L’aumento riguarda la sola componente femminile. Su base annua il numero di disoccupati diminuisce del 6,5% (-139 mila unità). Se si considera il primo trimestre invece il tasso di disoccupazione scende portandosi a quota 8,6% (era 9,1% nel primo trimestre 2010). Per la prima volta dall’inizio del 2008, il numero dei disoccupati «registra una riduzione su base tendenziale (-5,2%, pari a -118.000 unità). La discesa riguarda sia gli uomini sia soprattutto le donne e si concentra nel centro-nord». Ma ancora una volta ciò non accade a favore dei giovani: nella fascia di età compresa tra i 15 e i 24 anni il tasso di disoccupazione è salito infatti al 29,6% dal 28,8%, con un picco del 46,1% per le donne del Mezzogior-

no. È il tasso più alto dal 2004, in base a confronti annui. In confronto al recente passato, infine, la riduzione dei lavoratori con contratto a tempo indeterminato è molto più contenuta (-0,1%, pari a -19mila unità), mentre continua a crescere il numero dei dipendenti a termine (+4,1%, pari a 84mila unità), in gran parte nell’industria.

pendi dei parlamentari saranno parificati a quelli europei. Stretta sulle assenze dei dipendenti pubblici. Controlli immediati se la «malattia» si verifica nelle giornate precedenti o successive a quelle non lavorative. Confermati il blocco delle assunzioni e il congelamento degli stipendi nella Pa. Pesante l’intervento sulla spesa pubblica: a livello centrale, con la "spending review" e i costi standard per i ministeri, e a livello locale con la stretta da 9,6 l’Ice (l’Istituto per il commerrcio estero): miliardi per Regioni, Province e Comuni. il personale si ridurrà di almeno 200 Viene confermata per tutto il 2012 la deunità (attualmente l’Istituto impiega tassazione del salario di produttività, 1200 persone, 600 in Italia e 600 all’este- mentre sarà istituito un forfait fiscale al 5%, (per Tremonti «il più ro), gli attuali uffici in Italia conveniente d’Europa»), passeranno dagli attuali 14 Liberalizzazione che riguarda le imprese a 2, uno a Roma e uno a fatte dai giovani fino a 35 Milano, mentre gli sportelli degli orari dei anni per cinque anni. nei Paesi stranieri passeGraduale l’aumento ranno sotto il coordina- negozi nelle città dell’età di pensionamenmento del ministero degli turistiche, forfait to delle donne del settore Esteri (le varie ambasciate privato: il primo gradino fungeranno da "Casa Ita- fiscale al 5% per 5 di soli tre mesi in più è lia"). Poco coraggiosi i tagli ai anni per imprese di previstonel2020,mentre solo nel 2032 si arriverà costi della politica. Il finanunder 35 e graduale all’allineamento ziamento pubblico ai partiuomo-donna a 65 anni. ti sarà decurtato di un altro aumento dell’iva Ritorna dal prossimo an10%,saràistituitol’election no il ticket, sia sulle visite day, che accorperà le ele- in tre anni specialistiche e sugli esazioni nazionali e amminimi diagnostici (10 euro) strative (esclusi invece i referendum, che per Costituzione devo- che sui codici bianchi del pronto soccorno essere autonomi). Gli «aerei blu», sa- so (25 euro). ranno riservati al capo dello Stato, al pre- Altre due importanti novità. Nei comuni sidente della Camera, a quello del Sena- di interesse turistico e nelle città d’arte, in to, a quello del Consiglio e al presidente via sperimentale, gli esercizi commerdella Corte costituzionale, mentre gli al- ciali non saranno pi�� tenuti a rispettare tri ministri ne potranno usufruire solo gli orari di apertura e chiusura, la chiusuper viaggi istituzionali all’estero. Le auto ra domenicale e festiva e la mezza giorblu: in futuro ne avranno diritto i presi- nata di chiusura infrasettimanale. Ridenti, ma non quello della Corte costitu- spuntato anche il riordino della rete dei zionale e comunque non si potranno usa- carburanti (parte di un ddl sulla concorre quelle superiore a 1.600 di cilindrata, renza rimasto nel cassetto): gli impianti fatte salve le esigenze di sicurezza. Gli sti- di distribuzione dei carburanti potranno vendere alimenti, bevande, quotidiani, periodici e sigarette, ed entro un anno vi sarà l’obbligo di aprire pompe self-service con pagamento anticipato in tutti gli impianti, che dovranno essere funzionanti anche nelle ore in cui è presente il gestore. Sanatoria fiscale per le liti sotto i 20mila euro, per ridurre il numero delle pendenze giudiziarie, sanzioni più severe su scommesse clandestine e per chi fa giocare minori. A partire dal prossimo anno si potrà destinare il 5Xmille per la tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali.

Manovra, stretta sul pubblico e sugli enti locali. Sfiorata la Casta

Sul decreto si porrà la fiducia perché, ha detto Berlusconi, sono attesi «moltissimi emendamenti» di Gaia Mutone ROMA – Ieri mattina le ultime limature ad opera del gabinetto del ministro Tremonti, poi, forse già lunedì prossimo, la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale. Dopo di che la manovra approderà all’esame di Palazzo Madama per tornare alla Camera prima della pausa estiva e incassare rapidamente il via libera definitivo; la conferenza dei capogruppo di Montecitorio ha già calendarizzato al 25 luglio prossimo l’approdo in Aula del Ddl di conversione. Confermato innanzitutto l’ammontare della manovra: 47 miliardi da suddividersi nella seguente maniera: 1,5 nel 2011, 5,5 nel 2012, 20 nel 2013 e altri 20 nel 2014. Alcuni punti sono ancora in via di definizione. È il caso ad esempio dell’imposta sul trading bancario: pare che a seguito della rivolta degli operatori della Borsa il ministero dell’Economia stia valutando l’ipotesi di sostituire il prelievo del 35% inizialmente pensato Tremonti: «Ci sono con una addizionale del 7%. tutte le norme di Sembra invece aumento delle entrate confermatal’imposta di bollo dello e di riduzione della 0,15% sulle transafinanziarie. spesa pubblica, per zioni Confronto ancora aperto anche sulla centrare tanto su sovrattassa per le quest’anno, quanto auto di grande sul prossimo triennio cilindrata, quelle superiori ai 225 tutti gli obiettivi» chilowattora, pari a 301 cavalli. Non solo Suv, quindi ma anche Sav, crossover e monovolume particolarmente potenti come la jeep Grande Cherokee, le Range Rover, e poi le Bentley, le Maserati, le Aston Martin, le Corvette e, ovviamente, le Ferrari. Una cosina «di pochissimo conto», ha detto il

presidente Berlusconi in conferenza stampa aggiungendo che nel corso della campagna elettorale «si era detto: "una delle imposte da eliminare è il bollo auto", non è che è aumentato, ma per le grandi auto, quelle con cilindrata molto elevata - ha spiegato il Cavaliere -, ci sembrava logico, visto che il possesso testimonia una grande capacità di spesa». Leggera la delega fiscale, con alcune indicazioni di massima e l’impegno - ha garantito Tremonti - di arrivare alle tre aliquote (20, 30 e 40%). Nessun aumento

7,7%

È il rapporto tra deficit e Pil nel I° trimestre 2011; 0,8 punti percentuali in meno rispetto allo stesso periodo del 2010 (all’8,5%) dell’Iva, ma soltanto la «revisione graduale delle attuali aliquote, tenendo conto degli effetti inflazionistici prodotti da un aumento». Graduale (entro i prossimi tre anni) la tassazione delle rendite, senza considerare i Bot, che arriverà al 20%. E ora il capitolo risparmio. Non scomparirà, come aveva chiesto Confindustria, ma verrà fortemente ridimensionato


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani

7

ESTERI La Corte suprema dello Stato di New York ha concesso la libertà all’ex direttore del Fmi, ai domiciliari da maggio con l’accusa di stupro

La cameriera ha mentito Strauss-Kahn torna libero di C.Brangia ROMA - Dopo sei settimane trascorse agli arresti domiciliari, da ieri pomeriggio l’ex direttore del Fondo monetario internazionale Dominique Strauss-Kahn è tornato in libertà. La svolta clamorosa arriva a pochi giorni dall’inizio del processo, previsto per il 18 luglio. Contro di lui un’accusa infamante, che gli aveva fatto temere la possibilità di trascorrere in galera i prossimi 74 anni: stupro. Ma, come aveva rivelato New York Times la sera precedente (in Italia era già l’alba di venerdì) citando due inquirenti che avevano richiesto l’anonimato, l’inchiesta svolta dalle autorità giudiziarie di Manhattan si sta rivelando «un disastro», ed il «caso è sull’orlo di sbriciolarsi». Dichiarandosi sempre innocente davanti ai giudici, il francese aveva ammesso da subito di aver avuto un rapporto sessuale con una cameriera nella suite dell’Hotel Sofitel di New York, dove quel 14 maggio si trovava in veste privata, come sarebbe poi peraltro stato dimostrato dalle tracce di dna raccolte dalla scientifica. Ma la difesa aveva evidenziato che la stessa ricostruzione della polizia non stava in piedi, non configurava l’aggressione denunciata dalla donna: il sesso c’era stato dunque, ma era stato un atto consenziente. E d’altra parte dimostrare davanti a una giuria popolare come impone il diritto americano - la natura di un rapporto è difficile, e non a caso il 90% delle cause di violenza sessuale vengano risolte con il patteggiamento: in assenza di prove evidenti il processo è una sfida sulla credibilità tra i due protagonisti. E proprio sul concetto di credibilità rischia di andare in frantumi tutta l’inchiesta, poiché la (presunta) vittima dell’aggressione, sarebbe tutt’altro che una madre «musulmana modello», come l’aveva dipinta il suo avvocato nei primi giorni dello scandalo, e dal mezzogiorno di quel sabato di maggio ha mentito in ripetute occasioni, fornendo versioni contraddittorie. Dopo l’inizio delle indagini, gli inquirenti hanno passato al setaccio i trascorsi e il comportamentodiOphelia(questo il nome dietro il quale si cela l’identità della cameriera, 32enne originaria della Guinea), e l’hanno scoperta essere una donna dal passato e forse dal presente a dir

Strauss-Kahn potrà riavere indietro la cauzione (un milione di dollari e il titolo di proprietà di un’abitazione da 5 milioni), sarà soggetto però a restrizioni sui viaggi

poco movimentato, con incongruenze e bugie che ne avrebbero minato la credibilità: «falle» scriveva il Nyt, che non riguardano l’aggressione ma piuttosto la sua vita privata. L’accusatrice di Strauss-Kahnavevaraccontatodi aver subito altre violenze in passato, ma non lo ha riportato nei documenti presentati alle autoritàamericaneperrichiedere asilo, né c’è alcun riferimento alla mutilazione genitale che la cameriera ha detto di aver subito in Africa. La donna, inoltre, ha sempre sostenuto di essere intestataria di un’unica utenza telefonica, ma la polizia ha accertato che pagava bollette da centinaia di dollari al mese a cinque differenti compagnie telefoniche. Poi, soprattutto,c’èunatelefonata:nel giorno stesso in cui ci sarebbe stato lo stupro la donna chiamò un amico che si trovava in carcere con cui discusse dei possibili "be-

Dopo un mese di indagini gli inquirenti hanno scoperto incongruenze nel passato e nel presente della presunta vittima, che hanno minato la credibilità nefici" che sarebbero potuti derivar da quell’incontro al Sofitel. La conversazione venne registrata dalle autorità penitenziarie, e l’uomo, legato a traffici di droga, fa parte di un gruppo di persone che hanno versato sul conto della cameriera 100mila dollari in due anni. Depositi che arrivano dalla Georgia, dall’Arizona, dalla Pennsylvania e anche da New York: gli investigatori ipotizzano che si tratti di un’operazione di riciclaggio di denaro. L’accusa di stupro ne esce ovviamente indebolita: la donna potrebbe aver inventato l’aggressione per denunciare il numero uno del Fondo monetario internazionale, e d’altra parte il fatto che fosse conosciuto al Sofitel come un cliente particolare non era un segreto per nessuno. Analogamente la difesa guidata da Ben Brafman, l’avvocato che aveva fatto assolvere Michael Jackson dall’accusa terribile di pedofilia, aveva assunto un esercito di investigatori privati per scavare nel passato dell’accusatrice. Gli 007 hanno lavorato nel Paese d’origine della cameriera e poi nel Bronx, dove viveva da gennaio con la figlia 15enne, in un appartamento che la Harlem Community Aids United mette a disposizione di persone affette dal virus Hiv. Una missione che ha portato a dei risultati: gli avvocati del francese hanno chiesto e ottenuto dal giudice Michael Obus della Corte Suprema dello stato di New York un’udienza straordi-

naria, essendo caduti i presupposti di fuga e di reiterazione di un reato tutto da dimostrare. E ieri con i procuratori hanno raggiunto un accordo per la liberazione: Strauss-Kahn si è dichiarato disponibileadosservaredeterminate condizioni e potrà riavere indietro la cauzione depositata - un milione di dollari in liquidi più il titolo di proprietà di un’abitazione a Washington, valutato a 5 milioni - e sarà soggetto a restrizioni per i viaggi. Così da ieri Dsk è tornato in libertà, proprio nel «giorno dopo la designazione di Christine Lagarde al suo posto al Fondo monetario internazionale», come ha osservato la vicepresidente socialista del Consiglio regionale dell’Ile-de-France, la regione di Parigi, Michele Sabban. Secondo la dirigente del partito, «questi elementi erano certamente noti da tempo» e «confermano che l’idea di una macchinazione diventa plausibile». Strauss-Kahn era il candidato socialista più quotato per vincere le primarie e raggiungere la presidenza fino al giorno del suo arresto il 14 maggio, e allora qualcuno ipotizzò addirittura che il presidente francese Nicolas Sarkozy fosse il deus ex machina, interessato a mettere fuori gioco un rivale politico pericoloso. E anche una volta travolto dallo scandalo, l’allora direttore dell’Fmi ha potuto contare sul supporto di un nocciolo duro di sostenitori. Non (solo) suoi colleghi del Fondo, né politici garantisti sulle due sponde dell’Atlantico, ma soprattutto cittadini francesi: secondo un sondaggio del 18 maggio, il 57% dei parigini riteneva (e quindi a maggior ragione adesso) che quello che era il principale sfidante di Sarkozy nella corsa all’Eliseo del 2012 fosse stato vittima di un complotto. In Francia si è guardato con sospetto anche all’esposizione mediatica: il numero uno del Fondo era stato ripreso dalle telecamere ammanettato al commissariato di Harlem, disfatto nel volto e nell’abito. Un trattamento che, nella storia, non era stato riservato nemmeno ai peggiori criminali: in rarissimi casi le telecamere sono ammesse all’interno delle aule statunitensi. «Era in testa e rappresentava l’unico in grado di battere Sarkozy: il linciaggio mediatico gli è stato fatale e lui è già politicamente morto» diceva in quei giorni la sua collega Karime Guillaumain. Ora invece lo sgretolamento delle accuse potrebbe anche farlo tornare in lizza per la guida del Partito socialista: ieri, apprese le rivelazioni del Nyt, la Sabban ha chiesto la «che venga sospeso il procedimento delle primarie per lasciargli il tempo di esprimersi». Dopo un nuovo colpo di scena la curva politica di Dsk, definita anzitempo una parabola, potrebbe risalire con quello che sarebbe un epico ritorno.

Venezuela Chavez ha ammesso: «Sono stato operato per un tumore, non so ancora quando torno» ROMA - Il presidente del Venezuela Hugo Chavez ha chiarito qual è la sua reale condizione di salute, che lo tiene lontano dal suo Paese da quasi un mese. Il leader del movimento bolivariano si trova a Cuba, precisamente all’Avana, dove l’8 giugno scorso era stato ricoverato d’urgenza durante la sua visita, per sottoporsi ad un intervento chirurgico, motivo ufficiale: un ascesso pelvico.Da allora però Chavez è riapparso pubblicamente solo due volte, lui che ogni domenica trascorreva l’intera giornata in tv su tutti i canali del Venezuela e parlava alla radio tutti i giorni, e la scarsità di notizie sulla sua condizione, unita alla mancanza di certezze sulla sua data di rientro ha fatto nascere molte ipotesi su quale potesse essere il suo reale stato di salute, evidentemente più grave di quanto era stato reso noto. Questo, oltretutto, mentre tra i confini venezuelani, con un atto definito incostituzionale da alcuni giuristi e dall’opposizione, la maggioranza del parlamento impediva che il vicepresidente, Elias Jaua, assumesse provvisoriamente Il presidente venezuelano Hugo Chavez il potere, consentendo invece che fosse il presidente a governare il Paese "a distanza". Così ieri Chavez è uscito allo scoperto, e ha ammesso di aver essere stato operato per un cancro. È stato lo stesso presidente venezuelano, alle 21 ora locale (in piena notte italiana) ad annunciare di avere un tumore che lo ha costretto a subire due operazioni nelle ultime settimane. Il tumore è stato trovato effettivamente dopo l’operazione per l’asportazione dell’ascesso pelvico: «una serie di test hanno confermato l’esistenza di un tumore con cellule cancerose, per il quale è stato bisogno di un secondo intervento» che , ha puntualizzato Chavez, «ha permesso l’estrazione totale del tumore», operazione «importante», che «non ha avuto complicazioni» e con un successivo decorso «soddisfacente». Ma non ha detto quando ritornerà: deve rimanere a Cuba «per proseguire il cammino verso la piena guarigione».


8

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

PRIMO PIANO

Le Regioni sul piede di guerra contro la manovra economica

Vasco Errani

di Cesare Giraldi ROMA - Le Regioni sono sul piede di guerra dopo l’approvazione in Consiglio dei ministri della manovra correttiva. Tra gli enti sui quali sono stati scaricati buona parte dei costi dell’intervento di Tremonti, infatti, ci sono proprio le Regioni. E vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni, dal tavolo del Pd riunito a Firenze per parlare di fe-

deralismo, ha criticato con veemenza questa scelta: «Sulla manovra del Governo serve un’operazione verità e il presidente del Consiglio deve dire ai cittadini italiani quali servizi la Repubblica italiana è in grado di assicurare: è un colpo pesantissimo peraltro a chi è più debole. In questa manovra non c’è alcun segnale di sostegno alla crescita - ha aggiunto Errani -. Il problema in questo Paese, sono le politiche del lavoro, per le donne, per i disoc-

«In questa manovra non c’è alcun segnale di sostegno alla crescita - ha aggiunto Errani - il problema in questo Paese, sono le politiche del lavoro»

cupati. Su questo, non c’è niente. Dopodiché si fa un intervento pesantissimo sulle Regioni e gli enti territoriali, ma il problema non sono le Regioni o i Comuni, sono i servizi». E subito si infittisce l’agenda dei governatori per discutere sul testo prima della votazione in Parlamento: «Parleremo la settimana prossima con il Governo, siamo pronti a confrontarci sull amanovra, a far parte di uno sforzo comune, ma bisogna dire qual è la direzione di marcia. Tra i Paesi Ocse - ha ricordato Errani - siamo al penultimo posto per spesa sociale. C’è il problema della spesa pubblica, certamente, ma nel 2008 c’erano 2,4 mld a spesa sociale, nel 2011 500 milioni, l’anno prossimo 300. Nel 2014 saremo a zero. È un intervento insostenibile per i cittadini». Giovedì in conferenza delle Regioni era stato dato proprio un primo giudizio, che è unanime e di forte preoccupazione rispetto a una politica che, a detta dei governatori, va in direzione oggettivamente opposta alle scelte che con l’altra mano si finge di fare quando si parla di federalismo fiscale. Errani non si placa e ribadisce: «I cittadini devono sapere che con questa manovra i servizi sono a rischio. Si dice che non ci sono stati tagli ai servizi sociali: e quelli che abbiamo subito dal 2008 ad oggi? Tagli che hanno colpito i servizi per gli anziani, per i bambini, per le famiglie».

Giulio Tremonti

D’accordo con lui anche il presidente dell’Unione delle province italiane Giuseppe Castiglione. Secondo quest’ultimo la manovra mette a rischio la riforma e si ostacola la ripresa del Paese: «Dobbiamo riqualificare la spesa e rilanciare gli investimenti, ma serve un confronto serio e serrato tra Governo, Regioni ed Enti locali per apportare quei correttivi che servono». Castiglione ed Errani lanciano un appello congiunto al governo: «è il momento di fermarsiariflettere:abbiamodavanti sei mesi di proroga, usiamoli per ragionare». Un ultimo passaggio lo hanno dedicato alla riforma parlamentare: «Serve una Camera delle Autonomie», ha detto Errani. «Solo con la Camera delle Autonomie i territori saranno davvero rappresentati», ha detto Castiglione.


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani

9

PRIMO PIANO Gioia Tauro, L’italia dei valori si prepara all’incontro del 5 luglio

Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale della Calabria

Il dibattito sui tagli ai costi della politica arriva anche in Calabria e il consigliere del Partito democratico fa il suo appello all’Assemblea

Battaglia, Pd: riportiamo i consiglieri a quaranta di Cesare Giraldi REGGIO CALABRIA - Il taglio dei costi alla politica è un ergomento che non riecheggia solo sui tavoli romani, ma anche nei consessi regionali. Dopo la mancata stretta che ci si aspettava sui benefit dei parlamentari è tornata la proposta di ridurre anche il numeor e i costi dei consiglieri regionalei. «È passato più di un anno dall’inizio della legislatura regionale. Il tempo giusto per avviare una riflessione su come funziona il Consiglio regionale, sulla sua composizione, e quindi mettere mano ad alcune modifiche statutarie. Dal 2005 il numero dei Consiglieri regionali è stato portato da 40 a 50 (più del 20%). Sei anni dopo possiamo serenamente e in piena coscienza prendere atto che nessun beneficio è venuto da quella scelta: né al Consiglio e alla sua funzionalità, né ai calabresi». Lo ha affermato, in una nota, il consigliere regionale del Pd Demetrio Battaglia. In questo stesso periodo, tra l’altro, secondo Battaglia si è assistito a una diminuzione significativa dei componen-

ti dei Consigli comunali e provinciali (meno 20%), mentre cresce il dibattito che punta a una riduzione drastica del numero dei componenti della Camera e del Senato italiani. Insomma, è decisamente fondato l’argomento che mentre si pensava a un ridimensionamento delle rappresentanze istituzionali la Calabria andava in direzione opposta a quella necessaria. Oggi il problema, secondo Battaglia, va posto con serenità e senza strumentalizzazioni da parte di alcuno, anche perché tutto o quasi tutto il mondo attuale della politica calabrese fupartecipe di quell’aumento, che sicuramente era supportato da finalità e obbiettivi positivi.

«Questo - sostiene il consigliere regionale Demetrio Battaglia - è il momento d’intervenire con gli aggiustamenti istituzionali»

«Questo, invece - sostiene ancora Battaglia - è il momento d’intervenire con gli aggiustamenti istituzionali. Manca ancora un periodo lungo alla fine della legislatura regionale e nessuno può sospettare che nella riduzione dei consiglieri vi sia una qualche ricerca di vantaggi o svantaggi politici e personali per qualcuno. Si potrebbe intanto ripristinare, a partire dallaprossima legislatura, il numero di 40 consiglieri, ponendo nel contempo mano alla riduzione delle commissioni, perché sono troppe e anche per togliere alibi a chi sostiene che lariduzione dei consiglieri ne comprometterebbe la funzionalità». Funzionalità e prestigio politici restano i problemi principali: «Ovviamente, rafforzati dal fatto che mostrare al resto dell’Italia una Regione virtuosa anziché inutilmente sprecona fa crescere la nostra forza politica di fronte ai governi e al paese. Credo che le forze politiche calabresi possano con spirito positivo, innovativo e responsabile aprire una tranquilla discussione, anche su questi temi , per delineare la Regione del futuro».

REGGIO CALABRIA - Sostenere il porto di Gioia Tauro e renderlo strategico e competitivo. Questa la parola d’ordina anche per l’Italia dei valori. Ignazio Messina, responsabile nazionale degli enti locali per l’Idv lo ha ribadito ieri in una nota: «Seguiamo con molta attenzione la vicenda relativa alla crisi del porto di Gioia Tauro e sosterremo la tesi che il Governo faccia più del possibile per Solo una prospettiva garantire l’occupazione e anzi di aumentare le opportu- di uno sviluppo nità attraverso misure che intermodale e della veda le compagnie di trasporto navale tornare ad uti- logistica, secondo lizzare il Porto di Gioia Tauro». L’incontro del 5 luglio a Giordano, potrà dare Roma sarà seguito con parti- garanzie di sviluppo colare attenzione e l’auspicato accordo tra le parti sarà sostenuto con vigore. «Ci tengo a ricordare che Idv fu, in tempi non sospetti, impegnata lo scorso anno a difendere il porto di Gioia con due interrogazioni parlamentari che ho presentato per sapere dal Governo qual era la reale volontà su Gioia Tauro, che ha un assoluto vantaggio competitivo rispetto agli altri hub nel Mediterraneo». Anche Giuseppe Giordano rinnova ancora una volta la solidarietà personale, istituzionale e del partito ai lavoratori del porto di Gioia Tauro. «Come in tempi non sospetti manifestavamo la preoccupazione per le sorti del porto e denunciavamo l’indifferenza della politica regionale e nazionale, oggi - puntualizza Giordano - a maggior ragione

Una nave carica di containers al porto di Gioia Tauro

chiediamo con forza un tavolo permanente degli attori istituzionali, sociali e sindacali che porti ad un crono programma affidabile ed efficace sulle scelte che interesseranno l’intera area portuale e che fermino i minacciati licenziamenti». Solo una prospettiva di uno sviluppo intermodale e della logistica, secondo Giordano, potrà dare garanzie di sviluppo.

Oggi Lella Golfo illustra a Reggio la sua legge sulle quote rosa REGGIO CALABRIA - All’indomani dell’approvazione della legge sulle quote di genere nei consigli di amministrazione delle società quotate in Borsa e controllate, l’onorevole calabrese del Popolo della libertà e presidente della Fondazione Marisa Bellisario lella Golfo, prima firmataria della legge terrà una conferenza stampa oggi 2 Luglio alle ore 10 a Reggio Calabria presso la sala commissione del Consiglio regionale. All’incontro parteciperanno, tra gli altri, il presidente della provincia Giuseppe Raffa, il sindaco di Reggio Calabria, Demetrio Arena, il capogruppo Pdl alla Regione Luigi Fedele e una delegazione calabrese della Fondazione Marisa Bellisario. Nel corso della conferenza stampa, l’onorevole Golfo spiegherà di dettagli del testo definitivo che entrerà in vigore tra un anno e gli effetti che il

provvedimento avrà sulla governance non solo delle società quotate ma dell’enorme bacino di società controllate dalle pubbliche amministrazioni. La legge, definita unanimemente epocale, arriva all’approvazione il 28 giugno dopo due anni di serrato confronto in Parlamento e di acceso dibattito presso la stampa e l’opinione pubblica. Si ricorda tra gli altri l’ostacolo proveniente dalle stesse file del centrodestra da parte della componente più cattolica. Ma oggi la Golfo ha vinto la sua battaglia. La conferenza sarà anche l’occasione per la deputata reggina per parlare del lungo e spesso difficile iter e della campagna di mobilitazione che lei stesso ha avviato in tutta Italia per giungere al risultato finale. C.G

Lella Golfo


10

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

IN CALABRIA L’assessore regionale al Lavoro ha presieduto la tavola rotonda sul tema organizzata di concerto con la Commissione regionale per l’emersione del lavoro non regolare e con Italia Lavoro

Buoni lavoro, Stillitani: «Disponibili ancora risorse per 15 milioni di euro» di Vania Notaro CATANZARO - L’assessore regionale al Lavoro e alla Formazione profssionale, Franscantonio Stillitani, ha presieduto la tavola rotonda sul tema "I buoni lavoro: strumento efficace per il lavoro regolare" organizzata di concerto con la Commissione regionale per l’emersione del lavoro non regolare e con Italia Lavoro. Alla riunione hanno preso parte Benedetto Di Iacovo, presidente della Commissione emersione; i rappresentanti regionali di Confagricoltura, Ni-

cola Cilento, Confindustria, Francesco Cava, Confcommercio, Napoleone Guido; Luigi Sculco dell’Inps, Vincenzo Belmonte dell’Inail e Pino Rito presidente Ebit Calabria. Ha introdotto Domenico Bova, rappresentante area sviluppo e occupazione Italia Lavoro, ente interno al ministero omologo, con il quale l’assessore Stillitani ha instaurato un rapporto di collaborazione volta a risolvere i problemi del mondo del lavoro in Calabria. Tra le finalità della tavola rotonda anche quella di diffondere e sponsorizzare in maniera più capillare i co-

siddetti voucher, che nonostante siano stati istituiti nel 2008 non sono stati utilizzati, tant’é che sono disponibili ancora risorse per 15 milioni di euro. «Sono convinto - ha dichiarato Stillitani nel suo intervento - che nella maggior parte dei casi le aziende non regolarizzano i propri lavoratori, non per la volontà di evadere, ma perché incontrano numerose difficoltà burocratiche. Il nuovo meccanismo, invece, permetterà alla imprese o a semplici cittadini, che hanno intenzione di avvalersi delle prestazioni di un lavoratoreoccasionale,divelociz-

Regione, Consiglio: Nunnari nuovo portavoce del presidente Talarico REGGIO CALABRIA - Domenico Nunnari è il nuovo portavoce del presidente del Consiglio regionale della Calabria, Francesco Talarico. «Figura prestigiosa e nitida del migliore giornalismo e dell’intellettualità della nostra terra, Domenico "Mimmo" Nunnari contribuirà certamente ad elevare i contenuti della comunicazione istituzionale pertinenti alle res«Figura prestigiosa ponsabilità del presidente del e nitida Consiglio». La presidenza del del migliore Consiglio giornalismo regionale nell’annunciare la nomie dell’intellettualità na scrive: «Il giornalista e docente della nostra terra» universitario Domenico Nunnari, è il nuovo portavoce del presidente del Consiglio regionale della Calabria, France-

sco Talarico. Nunnari ha recentemente lasciato la Rai, dopo più di trent’anni trascorsi nell’azienda pubblica radiotelevisiva, prima in Calabria, dove è stato responsabile dei servizi giornalistici fino al 1999 e, successivamente, a Roma, dove ha svolto per più di dieci anni l’incarico di vicedirettore nazionale della Tgr, la testata per l’informazione regionale, con deleghe in dieci regioni, dal Nord al Sud. Si è anche occupato delle trasmissioni Rai per il Mediterraneo e ha realizzato documentari e reportage sulla realtà sociale e culturale del Mezzogiorno. Da alcuni anni, ha alternato l’attività giornalistica e di scrittore con l’insegnamento universitario, prima all’Università di Messina, dove ha insegnato Teoria e tecnica del Linguaggio giornalistico nella Facoltà di Lettere e Filosofia e, successivamente, all’Università per Stranieri ’Dante Alighieri’ di Reggio Calabria, dove ha insegnato Sociologia del processi culturali e comunicativi».

zare le procedure di regolarizzazionedellavoratore,assicurandogli gli oneri previdenziali ed infortunistici. Il tema del lavoro riveste un ruolo di primo piano nell’attivitàdell’amministrazioneScopelliti. Gli obiettivi principali restano quelli di regolarizzare il lavoro nero, diminuire sensibilmente il precariato e aumentare il più possibile il livello occupazionale». A tale proposito, Domenico Bova ha giudicato positivamente l’introduzione dei "buoni lavoro" ed ha detto che «la direzione imboccata dall’assessore Stillitani con questa iniziativa va proprio nella direzione di far emergere il lavoro nero e nello stesso tempo di sensibilizzare i giovani all’importanza della previdenza sociale ed assicurativa». I "buoni lavoro" sono rivolti principalmente alla famiglie, ai privati, agli imprenditori, che intendono avvalersi delle prestazioni di un lavoratore occasionale, che può essere un pensionato, uno studente, un disoccupato, un lavoratore cassintegrato o in mobilità, uno straniero con permesso di soggiorno e, in alcuni casi, un dipendente pubblico o privato. I buoni lavoro, per un valore complessivo ognuno di 10 euro, di cui 7,50 destinati al lavoratore e 2,50 per oneri previdenziale e infortunistici, possono essere acquistati nelle sedi Inps, in quelle delle banche popolari e presto anche nelle tabaccherie. Il lavoratore occasionale avrà la possibilità di riscuotere l’importo negli uffici postali o nelle stesse banche. Si tratta, in sostanza, di uno strumento validissimo e di un metodo alternativo per pagare il lavoro occasionale e accessorio in

Franescantonio Stillitani

quei settori dove più si annida il lavoro nero. I buoni, prosegue la nota, avranno, quindi, il vantaggio di agevolare l’occupazione saltuaria sotto il profilo della legalità e della trasparenza. I settori dove i voucher possono trovare maggiore diffusione sono quelli dell’agricoltura, del turismo o nell’ambito dei servizi alla persona. Settori dove non é facile quantificare la necessità di lavoratori per pochi giorni. Il meccanismo dei voucher è semplice, ma molto efficace: il lavoratore viene paga-

«Il nuovo meccanismo permetterà di velocizzare le procedure di regolarizzazione del lavoratore con oneri previdenziali e infortunistici» to con i buoni, che incorporano già una quota di tasse pagate, Inps e Inail compresi. Il prestatore d’opera si vede assicurata sia la copertura previdenziale, sia quella contro gli infortuni e non deve pagare le imposte sul reddito incassato perché ha già provveduto il datore di lavoro. L’introduzione dei voucher è stata giudicata positivamente dei rappresentanti delle organizzazioni presenti alla tavola rotonda, che hanno manifestato la valenza dell’iniziativa, impegnandosi a sponsorizzarne l’utilizzo, ognuno per i propri enti di competenza.


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani 11

IN CALABRIA Istituto tecnico a Polistena, Caligiuri: «Un salto di qualità per la Calabria»

L'assessore regionale alle Attività produttive Antonio Caridi

L’assessore regionale alle Attività produttive Antonio Caridi illustra l’attività svolta dal programma “La Regione con i Cittadini”

Regione, avviate iniziative a tutela dei consumatori di Francesco Zaccaro CATANZARO - L’assessore regionale alle Attività produttive Antonio Caridi illustra l’attività svolta dall’assessorato, il quale, nell’ambito dell’attuazione del programma denominato "La Regione con i Cittadini", finanziato dal ministero dello Sviluppo Economico, ha concordato con le Associazioni dei Consumatori iscritte nell’elenco regionale una successione d’interventi che rispondono alle linee progettuali per lo sviluppo di una politica di informazione e formazione del cittadino-consumatore. «L’assessoratoregionale,infatti,attraverso più iniziative, intende favorire la capacità dei cittadini di acquisire, comprendere e integrare le informazioni disponibili in materia di consumerismo e di promuovere una figura di consumatore cosciente e possibilmente organizzato, in grado di compiere scelte consapevoli in relazione ai propri diritti e alle proprie responsabilità. In un anno, tra il 2010-2011, sono stati raggiunti obiettivi importanti, quali ad

esempio l’attivazione di un numero verde -800274444: punto di ascolto che ha messo in funzione sul territorio una rete di servizi in grado di informare correttamente e nel contempo rendere consapevoli i consumatori nell’esercizio dei loro diritti. Il numero verde che, dopo una breve pausa dovuta alla messa a punto di alcuni aspettisquisitamente organizzativi, ha ripreso il suo regolare servizio con la partecipazione di alcune associazioni dei consumatori che rispondono alle chiamate telefoniche dalle 9 alle 13,30 dal lunedì al venerdì. Vi è poi un altro gruppo di Associazioni che si occupano della formazione-informazione direttamente con le

Caridi: «Tutto per venire incontro alle esigenze dei turisti che transiteranno da e per l’aeroporto di Lamezia Terme»

scuole e cureranno altresì la realizzazione della "seconda guida" del Consumatore. Un terzo raggruppamento di Associazioni avvierà, invece, da oggi, primo luglio, le attività dello "Sportello Informativo" presso l’aeroporto di Lamezia Terme che sarà operativo tutti i giorni, escluso il giovedì e i giorni festivi, dalle 9 alle 18. «È la prima volta - dichiara l’assessore Caridi - che tale attività viene ideata e posta in essere dall’Assessorato che la mette tra le iniziative positive per venire incontro alle esigenze, alle richieste dei viaggiatori, dei turisti che, specie in questi mesi, transiteranno da e per l’Aeroporto di Lamezia Terme». Inoltre, attraverso il programma approvato e finanziato dal Ministero, si è contribuito a mantenere viva l’attività propria delle Associazioni mediante le sedi-sportello funzionanti su tutto il territorio regionale. «Tutti - ha sottolineato Caridi - possiamo avere la nostra piccola parte d’influenza ed esercitarla, basta conoscere i propri diritti e farli valere anche mediante le singole scelte maturate secondo il proprio convincimento».

Anga Calabria, rinnovato il Consiglio regionale LAMEZIA TERME - Rinnovato il consiglio regionale dell’Anga Calabria, l’Associazione nazionale dei giovani agricoltori di Confagricoltura. L’assemblea si è riunita nella sede di Confagricoltura Calabria a Lamezia Terme giovedì scorso e ha eletto alla presidenza per il prossimo triennio Raffaele M. Maiorano, già presidente della sezione provinciale dell’Anga di Crotone. A coadiuvare Maiorano, che succede a Rocco Mazza, è stato nominato vicepresidente, Anna Cortose, presidente della sezione di Vibo Valentia. In consiglio anche Gabriella Martilotti, presidente Anga Cosenza e Patrizia Morano, presidente Anga Reggio Calabria. «L’agricoltura deve tornare ad essere mot-

rice del sistema economico regionale e con l’Anga intendiamo rendere le giovani imprese ancora più efficienti, competitive e orientate al mercato», ha detto il neo presidente calabrese dell’Associazione giovani agricoltori. «Allo stesso tempo - ha proseguito Maiorano - , sarà nostro obiettivo mantenere sempre un costante filo diretto anche con i giovani appartenenti alle altre organizzazioni imprenditoriali. Per questo motivo, già da ora, intendiamo porre ufficialmente le basi per creare un tavolo di coordinamento tra giovani imprenditori nelle province e soprattutto nella regione».

CATANZARO - L’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri ha commentato la presentazione del primo Istituto tecnico superiore della Calabria "Pegasus" che avrà sede nell’Istituto industriale Michele Maria Milano di Polistena, diretto da Franco Mileto. «La Calabria - ha detto Caligiuri - era una delle poche regioni d’Italia a non averecostituitogliIstitutitecnici superiori. Adesso la L’Istituto "Pegasus" scuola della nostra regione fa un deciso salto di qualità col- avrà sede nell’Istituto legandosi con il mondo del industriale Michele lavoro». La presentazione si è tenuta presso nel salone Maria Milano delle feste del Comune di Polistena, dove, oltre all’asses- diretto da sore Caligiuri, sono interve- Franco Mileto nuti, tra gli altri, il direttore dell’Ufficio scolastico regionale Francesco Mercurio; la rappresentante della Conferenza dei rettori delle Università italiane, Francesca Giannessi, e il pedagogista, e già sottosegretario di Stato all’Istruzione, Luciano Corradini. Dagli interventi, è detto in un comunicato, è emersa la portata fortemente innovativa di quella che è stata definita «la nuova frontiera della formazione calabrese»: scuole speciali di tecnologia basate su percorsi di alta formazione dopo il diploma, paralleli e alternativi alla laurea, con notevoli ricadute occupazionali ed economiche. Infatti, gli Its sono centri di formazione e ricerca tecnologica nei quali cooperano insieme scuola, università, imprese e istituzioni pubbli-

Polistena

che. L’istituto "Pegasus", la cui realizzazione è stata possibile grazie ad un finanziamento iniziale della Giunta regionale, presieduta da Giuseppe Scopelliti, sarà orientato sulla mobilità sostenibile e si prefigge di creare figure professionali altamente specializzate nel settore della logistica.

A cura: M ediatag Spa coord. area Calabria

E nti Pubblici e Istituzioni G li annunci sono presenti sul sito w w w.aste.eugenius.it

AM M INISTRAZIONE PROVINCIALE DI CATANZARO P IAZ ZA R O S S I - TE L. 0 9 61/8411 - FAX . 0 9 61/84 650 E S TR ATTO AV V IS O E S ITO G A R A N . 47/2010 Ai sensi del D .lgs 163/200 6, si rende noto che nelle date 28.12.2010 e 3 0.05.2011 è stata esperita la procedura aperta (n. 47/010) per l’affidam ento dei lavori di intervento integrato di ripristino dell’officiosità idraulica del fium e Am ato ed affluenti. C odice operativo 11.041- codice intervento C Z 014. La gara è stata aggiudicata con il criterio del prezzo più basso, inferiore a quello a base di gara, determ inato m ediante offerta a prezzi unitari (art. 81 com m a 1 e 82 com m a 3) del D .lgs. 163/200 6 e ss.m m .ii.) con esclusione delle offerte in aum ento e con la valutazione di congruità delle offerte anom ale ai sensi degli arti. 8 6-878 8-8 9 del D .lgs. 163/200 6). D eterm ina di aggiudicazione n. 3726 del 10.0 6.2011- C U P C 55D 10000000002- C IG 0564716262. O fferte ricevute n. 58 ditte escluse 8 - Im presa aggiudicataria C ostruzioni srl - ribasso del 52,23 6% - Im porto netto di aggiudicazione € 524.4 84,8 8 com presi oneri di sicurezza - tem po di esecuzione lavori 3 6 0 giorni - R.U .P. Ing. Francesco Augruso - D irettore dei lavori: Ing. Pierluigi M ancuso. L’elenco com pleto delle ditte partecipanti alla gara è stato inserito nell’avviso integrale dell’avvenuto esperim ento pubblicato all’albo pretorio dell’Ente e sul sito: Internet w w w.provincia.catanzaro.it. Il presente avviso è stato pubblicato sulla G .U .R.I. in data 27.0 6.2011. (n. 75 V^ serie speciale). Il D irigente D ott. Antonio Russo


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani 13

CRONACHE La cittadina presilana ricorda il cantautore, compositore e attore italiano

Omaggio a Mino Reitano con il Festival canoro di Pentone di Luigi Petronà CATANZARO Lo ricordano tutti. E tutti continuano ad averlo nel cuore. Mino Reitano, il ragazzo di Fiumara, il cantautore, compositore e attore italiano. L’uomo esuberante e vitale, non se l’è scordato proprio nessuno. E’ a lui che l’Amministrazione comunale di Pentone, ha inteso dedicare la seconda edizione del "Festival canoro città di Pentone". Un iniziativa delll’assessore alla Cultura e al Turismo del comune di Pentone, Francesco Citriniti che segue il richiamo di innumerevoli persone provenienti da ogni angolo della Calabria, nonchè lo straordinario successo dello scorso Festival canoro dedicato al grande artista calabrese. Lo ricordiamo, Beniamino Reitano, ma per tutti, Mino nacque a Fiumara, nella provincia di Reggio Calabria, nel 1944. E’ da sempre stato considerato un’icona della musica nazional-popolare dell’intero stivale. Nelle sue canzoni, Mino parlava dell’amore romantico, ma anche del Meridione e dello sradicamento dell’emigrante. Autore delle musiche di quasi tutte le canzoni da lui incise, ha scritto, anche, brani per altri artisti. Il più noto è quello scritto per la straordinaria voce di Ornella Vanoni, "Una ragione di più", che è stato considerato un ever-

green della musica leggera italiana. Ha partecipato ben sette volte al Festival di San Remo, nel 1967 con "Non prego per me", due anni dopo con "Meglio una sera piangere da solo". Nel 1974 si è posizionato al quinto posto della classifica sanremese con "Innamorati", mentre nel 1988 è arrivato al sesto posto con "Italia". Nel 1990 cantò "Vorrei" e due anni più tardi, "Ma ti sei chiesto mai". Nel 2002 fu l’ultima volta che partecipò al Festival con "La mia canzone". Pertanto, dopo il "Tributo a Mino Reitano" dell’estate 2009 e la prima edizione del Festival dell’esta-

Il ragazzo di Fiumara vive nel cuore della gente. Per lui la seconda edizione del "Festival canoro città di Pentone" previsto per il prossimo 18 agosto

te 2010, l’Amministrazione comunale della cittadina presilana, presieduta dal sindaco, Raffaele Mirenzi, ha voluto dare continuità all’azione di valorizzazione del "ragazzo di Fiumara", in quanto esempio della calabresità positiva nel mondo. E’ in questa direzione che nasce la seconda edizione del "Festival canoro città di Pentone", in ricordo a Mino Reitano, che si svolgerà il prossimo 18 agosto, alle 21, in Piazza Salerno. La manifestazione, vedrà, anche quest’anno, l’eccezionale partecipazione della figlia del grande cantautore iataliano, Grazia e dell’Amministrazione comunale di Fiumara. Il "Festival canoro città di Pentone" è una manifestazione che nel ricordo di Reitano, intende, allo stesso tempo, mettere in luce le capacità artistiche dei giovani calabresi, al fine di proiettarli oltre regione. La seconda edizione del Festival prevede due pre serate in cui verranno selezionati i partecipanti al concorso, i quali, per arrivare alla serata conclusiva, che vedrà la presenza di un disco grafo, dovranno passare al vaglio di una giuria.

L’amministrazione comunale di Pentone ha inteso dare continuità all’opera di valorizzazione del ragazzo di Fiumara, in quanto esempio della calabresità positiva Il cantautore Mino Reitano

In bicicicletta tra le vie di S. Maria e le strade di Lido Partenza per "Amici in bici" promossa da Acli Zarapoti

CATANZARO Pronti. Partenza. Via. In bicicletta tra le strade di Santa Maria e le vie di Catanzaro Lido. E’ prevista per domani mattina con inizio alle 9,30 e partenza da Piazza Procopio del quartiere Santa Maria, la diciannovesima pedalata ecologica "Amici in bici", la manifestazione ciclistica promossa dall’associazione Acli Zarapoti. L’evento è diventato nel corso degli anni un appuntamento fisso per chiunque, bambini, ragazzi, adulti e anziani che, in sella alla propria amata amica bici, partecipano alla pedalata, che quest’anno partirà dal

quartiere Santa Maria e arriverà fino a Catanzaro Lido. Il percorso prevede una lunga tappa e si snoderà lungo via Calvario, via Casolini, viale Isonzo, Corvo, Via Magna Grecia, via Fiume, Lungomare di Catanzaro Lido, Porto di Lido, Località Giovino, Pineta di Giovino. Sarà qui che la carovana ciclistica si fermerà e potrà rinfoccillarsi con il pranzo offerto dall’organizzazione. Inoltre, i bambini potranno prendere parte a diverse attività ludiche ideate appositamente per loro. Il rientro nel quartiere di Santa Maria è previsto per le 17-17,30, con percorso analogo alla partenza tranne per l’attraversamento di Catanzaro Lido che interessa via Progresso. Il numero dei partecipanti è di circa

Genitori e figli: concluso il corso di ArtiTerapie di Anna Viscomi CATANZARO Dopo 60 ore di formazione si è concluso il primo progetto Programma operativo nazionale che ha visto l’ufficializzazione delle ArtiTerapie integrate in un percorso ministeriale. Questo ha consentito a 16 genitori e 14 bambini di realizzare un lavoro basato sulla conoscenza dei propri stili comunicativi con se stessi e con gli altri.Il progetto realizzato all’interno dell’Istituto comprensivo Don Milani è iniziato nel mese di marzo e si è concluso nei giorni scorsi svolgendosi in tre laboratori: danzaterapia a sfondo comunicativo relazionale, arteterapia e movimento autentico a sfondo emozionale.Tutti molto delicati in cui i bambini hanno vissuto la piacevole sensazione di costruire qualcosa di speciale con i propri genitori e al tempo stesso i genitori hanno sperimentato un modo nuovo, creativo e giocoso per relazionarsi con i propri figli. I laboratori sono stati condotti dalla dott.ssa Elena Sodano danzaterapeuta Apid in team con la psicologa Giusy Genovese e l’educatrice Alessandra Cacia in supporto con i tutor scolastici Giusy Marazziti e Rosanna Zaccone. Durante il percorso formativo sono stati valorizzati gli aspetti emotivi affettivi e creativi di ogni corsista e si è cercato di far riscoprire nell’adulto genitore quel bambino che è in sé, quel bambino che in fondo ha anch’esso vissuto in un ambiente scolastico, che ha giocato, colorato, gioito.I genitori si sono messi coraggiosamente in gioco anche entrando in contatto con il proprio corpo attraverso il movimento libero e al tempo stesso i più piccoli si sono divertiti entrandoincontattoconigenitori.

150 ciclisti. E intanto si pensa alla prossima edizione. Infatti, il prossimo anno sarà l’occasione per festeggiare il ventesimo anno della nascita della manifestazione che ha carattere promozionale cicloturistica non agonistica. di Luigi Petronà

Alcuni ciclisti


14

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

CRONACHE Confermata la certificazione di qualità al S.Anna Hospital CATANZARO - E’ stata confermata da Dnv Italia la certificazione di qualità del S.Anna Hospital di Catanzaro ai sensi della norma Iso9001:2008, ultima edizione dello standard più diffuso per la certificazione di sistemi di gestione per la qualità. Il Centro regionale di alta specialità del

cuore venne certificato per la prima volta nel 2007 e due anni dopo fu tra le prime aziende calabresi ad adeguarsi, con largo anticipo rispetto alle scadenze di conformità, alla nuova disciplina Iso 9001:2008. Nel corso dell’ultima verifica, gli ispettori di Dnv Italia, l’Agenzia internazionale con sede a Oslo, non hanno registrato ano-

malie di primo grado, quelle cioé relative al mancato rispetto della normativa cogente; né anomalie di secondo grado, quelle di gravità inferiore ma da rimuovere in ogni caso, per evitare che possano diventare di primo grado. Di contro, sono emerse una serie di positività e quelli che, in gergo, vengono definiti "spunti di mi-

glioramento". «Sul fronte diagnostico e terapeutico - è scritto in una nota della struttura sanitaria - i verificatori hanno registrato i costanti investimenti dell’azienda nel campo dell’innovazione tecnologica e le conseguenti, numerose novità: la messa a regime della cosiddetta sala ibrida, la nuova sala di emodinamica, le nuove apparecchiature per anestesia,circolazioneextracorporea e analisi di laboratorio, i nuovi letti operatori. Hanno anche preso atto dell’introduzione di metodiche fortemente innovative, come

l’impianto di valvola aortica transcatetere (Tavi) e la cardiochirurgia mini invasiva. La messa a regime della sala ibrida multifunzionale - scrivono i verificatori nel loro rapporto finale - ha come primo beneficio tangibile la possibilità di disporre di una equipe multidisciplinare che con un team approach ha la possibilità di valutare, individuare e mettere in atto le soluzioni migliori per il paziente». Rosa Voci

Lo ha stabilito Traversa giovedì al termine di una riunione: stop al degrado

Entro 10 giorni la città dovrà essere completamente ripulita CATANZARO - Entro 10 giorni la città dovrà essere completamente ripulita, e andranno rimosse tutte le situazioni di degrado igienico-ambientale dei quartieri. E’ quanto è stato stabilito giovedì pomeriggio al termine della riunione convocata dal sindaco Michele Traversa e dall’assessore all’Ambiente Franco Nania, cui hanno preso parte il direttore operativo del Comune di Catanzaro Pasquale Costantino, il dirigente del settore Ambiente Giuliano Siciliano, i tecnici comunali, i rappresentanti delle società Catanzaro Servizi (Giuseppe Grillo), Aimeri Ambiente (Maria Pia Chiarella e Gaetano Bruni) e Ambiente & Servizi (Gregorio Tassoni), con i rispettivi staff tecnici. Quello elaborato dal sindaco Traversa è un vero e proprio piano d’intervento straordinario, che vedrà una task force di operai e operatori ecologici aggredire le situazioni di degrado del territorio, anche con il supporto di ditte esterne. Il piano prevede la suddivisione del territorio cittadino in tre macro-aree - Nord, Centro e Sud - nelle quali saranno realizza-

ti interventi di pulizia delle strade, falciatura dell’erba, cura del verde, raccolta dei rifiuti solidi urbani e degli ingombranti, raccolta differenziata,disinfestazioneederattizzazione. Nella zona Sud, dove sono già in corso interventi nell’area di Giovino e di Catanzaro Marina, si darà priorità ai quartieri Pistoia, Corvo e Aranceto, che versano in condizioni di particolare criticità sotto il profilo igienico e sanitario. «La pulizia e il decoro della città - ha detto il sindacoTraversa-sonoargomen-

tiparticolarmentesentitidaicittadini. Oggi ci troviamo ad affrontare una situazione molto grave, che si ripercuote negativamente sulla qualità della vita e sulla salute pubblica. Noi vogliamo dare un forte segnale di impegno e di determinazione nel risolvere questo problema, e per questo concentreremo il nostro impegno per riportare tutti i quartieri in condizioni igieniche e ambientali degne di un capoluogo di regione» Anna Bolle

Quello elaborato dal sindaco Traversa è un vero e proprio piano d’intervento straordinario, che vedrà una task force di operai e operatori ecologici aggredire le situazioni di degrado del territorio

Aperto il tesseramento 2011- 12 dell’Interclub Catanzaro CATANZARO - E’ aperto il tesseramento 2011-2012 dell’Inter club di Catanzaro. Nato nel 2004 per volontà di un gruppo di amici decisi a far rivivere il club che negli anni 90 era già esistente in città, il club guidato dal Presidente Antonio Gianfranco Villella si è radicato nel territorio diventando un punto di riferimento per tutti gli interisti. Presente in molte trasferte europee fra le quali Londra, Barcellona, Madrid, Dubai, Monaco di Baviera, nelle trasferte italiane di Catania, Palermo, Lecce, Bari e in tante partite al Meazza il club nella scorsa stagione calcistica contava 113 soci senior e 19 soci junior. Anna Bolle

Camera di commercio, convegno su "Terapie assistite con gli animali" CATANZARO - Le Terapie Assistite con gli animali sono praticate in tutto il mondo da oltre vent’anni. Dati scientifici hanno messo in luce le indubbie potenzialità terapeutiche di una adeguata relazione uomo/ animale, opportunamente controllata da una équipe multidisciplinare. Il convegno, che si terrà il 4 luglio presso al sede della Camera di Commercio, si propone di porre attenzione alle Terapie Assistite con gli Animali e aprire un dibattito con tutti i soggetti interessati sia sui metodi sia sui risultati raggiunti sino ad oggi.


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani 15

CRONACHE La replica a Giuseppe Calabretta: dopo averne di fatto progettato il recupero l’Assessore del nostro movimento ha monitorato i lavori

Opposizione rinuncia all’eventuale vicepresidenza delle Commissioni

Cnc: Porto, rivendichiamo il nostro forte impegno di Carmela Mirarchi CATANZARO - «Il neo assessore Giuseppe Calabretta esordisce con la presente Amministrazione nella sua attività ai Lavori Pubblici in modo quanto meno inelegante. E non ne comprendiamo le ragioni. Infatti, in merito alla vicenda del Porto di Catanzaro, registriamo un suo atteggiamento aspramente pregiudizievole rispetto al nostro movimento, quasi come se temesse di essere scavalcato oppure oscurato sull’argomento. Eppure pensavamo, e tuttora pensiamo, di essere stati molto chiari in merito». E’ quanto si legge in una nota del Direttivo di Catanzaro nel cuore. «Riteniamo che le notizie vadano date al netto della propaganda e delle strumentalizzazioni: sul Porto abbiamo rivendicato il nostro fortissimo impegno, avvalorato da atti concreti e lavori effettuati, laddove di contro decenni di false promesse hanno ingannato la cittadinanza. Ricordiamo al neo assessore Calabretta, che il 12 novembre 2008 l’Assessorato al Turismo della passata Amministrazione dava il via alla conferenza dei servizi con determinazione n. 5557; che con delibera 632 del 26 novembre 2008 venivano approvate le linee tecniche del progetto preliminare; che con delibera 392 del 5 agosto 2009 veniva sottoscritto con il Ministero competente la realizzazione del progetto. Progettazione che, da sola, ha un valore di almeno 500 mila euro. Quindi - continua la nota - dopo aver, di fatto, progettato il recupero del porto di Catanzaro, l’Assessore, espressione

del nostro movimento, per 3 anni ha monitorato costantemente l’andamento dei lavori, i quali hanno, purtroppo, subìto un rallentamento a causa delle mareggiate del 11 dicembre 2008 e del 14 gennaio 2009. Quanto all’eredità dei fondi lasciata, ricordiamo al neo assessore Calabretta, che troverà in cassa 1 milione di euro dei Pisu, 5,5 milioni di euro dell’Apq realizzato grazie al precedente Assessorato Regionale all’Agricoltura che stranamente è rimasto bloccato fino ad oggi alla Regione per mancanza di una "semplice" firma. E, infine, 1,5 milioni di euro della misura Fep 3.3 e relativo piano di gestione che prevede: l’illuminazione del porto, l’impianto di distribuzione dei carburanti, le banchine galleggianti ecc. Se oggi, quindi, esiste un progetto definitivo lo si deve a "Catanzaronelcuore".Stiamoparlando di fatti già avvenuti e tangibili, non di promesse per il futuro. Insomma se una strada oggi è già tracciata lo si deve a chi si è impegnato con passione, dedizione e amore per la città. Siamo consapevoli - aggiunge la nota - che la riconoscenza è una categoria a molti sconosciuta, ma bisognerebbe almeno giudicare i fatti con onestà intellettuale, per evitare di cadere in una manifesta e goffa

scorrettezza come quella in cui è incorso il neoassessore ai Lavori Pubblici Calabretta. L’assoluta libertà di pensiero con cui il nostro movimento si esprime, slegata da qualsiasi pregiudizio, ci ha permesso di compiacerci per la continuità amministrativa mostrata dal sindaco Traversa rispetto alla "pratica Porto" e all’ottimo intervento attuato poche settimane fa presso il sottosegretario Misiti. La stessa libertà di pensiero, scevra da qualsiasi pregiudizio, ci piacerebbe fosse presente in tutti, con serenità. Sul Porto siamo convinti che l’attuale amministrazione saprà fare molto bene, sia grazie al sindaco Traversa che all’assessore Calabretta. Su questa importate opera pubblica, dal dopoguerra a oggi, ci sono molte azioni criticabili, e qualcuna apprezzabile. Ci sono colpe e ci sono meriti. E sono bipartisan. Pertanto,cipiacerebbe,semplicemente, che la "politica" sapesse valutare tali differenze e riconoscere chi si è impegnato. Senza gelosie - conclude il Movimento ma in assoluto spirito di collaborazione per lo sviluppo della città. Continuando,quindi,l’innegabile lavoro fatto negli anni passati, portandolo finalmente a termine».

CATANZARO - I consiglieri di opposizione, dopo la riunione di ieri sulla composizione delle commissioni consiliari, hanno deciso di rinunciare alla eventuale vicepresidenza degli stessi organismi. «La decisione - affermano in una nota - è scaturita dopo che la maggioranza si è detta disponibile a concedere la vicepresidenza soltanto di alcune commissioni, quelle ritenute, da parte loro, meno importanti. Una chiusura - proseguono - che stride con l’atteggiamento di collaborazione dimostrato da entrambi gli schieramenti per la scelta del presidente e del vicepresidente del Consiglio e che in qualche modo mina la possibilità di riequilibrare il grande scarto esistente, in fatto di numeri, tra le due coalizioni. A nostro avviso - aggiungono - non è possibile distinguere tra commissioni di serie A e commissioni di serie B, considerato che tutte si occupano dei problemi riguardanti la città. E’ per questo che abbiamo deciso di rinunciare a quello che, secondo la maggioranza, sarebbe stato una sorta di contentino. Ciò non significa che verrà meno il nostro impegno, tutt’altro: rafforzeremo la nostra presenza reale e non simbolica - concludono - nell’esercizio democratico del nostro ruolo».

Anna Bolle

F IT TA S I S TA N Z E S IN G O LE a m t.3 00 dall’O spedale Pio X (C z) - A p p artam e n to ristru ttu rato - Te rm o au to n o m o co n tu tti i co m fo rt - P e r stu d e n te sse o la vo ra trici Per inform azioni chiam a il

33 4/1 875277

Nominati i presidenti delle Commissioni consiliari CATANZARO - Le commissioni consiliari permanenti convocate dal presidente del Consiglio, Ivan Cardamone, secondo un apposito calendario di lavoro, hanno proceduto alla nomina dei Presidenti e dei loro vice come di seguito specificato. Solo la Commissione urbanistica ha aggiornato i lavori a lunedì prossimo 4 luglio alle ore 12. Gli uffici di presidenza delle commissioni risultano così composti: 2^ Commissione Igiene del territorio -Sanità-Ambiente: Camerino Mario Presidente e BonacciFedericovicepresidente;3^ Commissione Bilancio - Finanze-Patrimonio-Programmazione Elia Giulio Presidente e Mungo

Giampaolo vicepresidente; 4^ Commissione Aa.gg.- Contenzioso- Servizi demografici: Polimeni Marco Presidente e Guerriero Roberto vicepresidente; 5^ Commissione Servizi sociali Casa: Guerriero Roberto Presidente e Rizza Roberto vicepresidente; 6^ Commissione P.i.-Edilizia scolastica-Cultura-Beni culturali-Biblioteche-Archivi: Bonacci Federico Presidente e Chiarella Francesco vicepresidente; 7^ Commissione Sport-Tempo libero-Turismo-Parchi e giardini-Verdeattrezzato:Angotti Antonio presidente e Polimeni Marco vicepresidente; 8^ Commissione Lavori pubblici-Prote-

zione civile: Galante Francesco Presidente e Costanzo Sergio vicepresidente; 9^ Commissione Annona-Attivita’ economiche: Ciciarello Rolando Presidente e Leone Francesco vicepresidente; 10^ Commissione Polizia urbana- Personale: Merante Giovanni Presidente e Corsi Antonio vicepresidente; 11^ commissione Affari istituzionali: Riccio Eugenio Presidente e Renda Giuliano vicepresidente ; 12^ Commissione Decentramento: Renda Giuliano Presidente e Galante Francesco vicepresidente.

rc

F IT TA S I C atanzaro C entro U so Foresteria P re stig io so im m o b ile lo ft in d ip e n d e n te d i m q 70 , e le g an te m e n te ristru ttu rato , fin e m e n te arre d ato e clim atizzato , p re ce d e n te m e n te ab itato d a fu n zio n ari d i Istitu to d i C re d ito .

Per inform azioni chiam a il

33 4/1 875277


16

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

CRONACHE Netto l’invito di Ferdinando Imposimato presidente onorario della Corte di cassazione

Legalità, convegno a Soverato «Guai a chi si sottrae alla legge» di Carmela Mirarchi SOVERATO - «Guai a chi vuole sottrarsi alla legge»: è netto l’invito di Ferdinando Imposimato, in passato magistrato e parlamentare, ora Presidente onorario della Corte di Cassazione e direttore dell’Osservatorio Eurispes sulla criminalità organizzata, al convegno della Fondazione don Caporale "Legalità, giustizia, politica", svoltosi a Soverato. Un confronto a più voci, ai massimi livelli, che prosegue il lavoro della Fondazione presieduta da Fulvio Scarpino sulla costruzione di una radicata cultura antimafia da diffondere nella società. A Soverato una nuova tappa, con un percorso formativo (al punto che l’evento era accreditato con 4 crediti da parte del Consiglio dell’Ordine degli avvocati) che i relatori del convegno hanno fatto lievitare con un’esposizione ai più alti livelli degli intrecci tra politica, giu-

stizia e legalità. Imposimato è stato netto: «Quando - ha detto - non funziona la giustizia non funziona nemmeno l’economia e non ha alcun senso questa accusa che viene fatta di questi tempi ai magistrati di condizionare la politica». Altrettanto netto il suo giudizio sui progetti di riforma di cui si parla: «Sono riforme - ha detto tra le più sconvolgenti». Luigi Riello, sostituto procuratore generale presso la Corte di Cassazione, in passato membro del Csm per 5 anni (iniziò la sua carriera facendo il pretore a Rogliano) ha parlato di «riforme strumentali. Non riguardano l’efficienza della giustizia e del resto, per parlare di cose concrete, la separazione delle funzioni esiste già da 5 anni». Ma è stato sul tema della legalità che Riello è andato oltre. «In alcuni casi parlare di legalità può essere una giagulatoria, l’antimafia non si fa con le declamazioni. Ha ragione don Ciot-

ti. Basta con le parole cui non seguono i fatti». Antonio Esposito, presidente di sezione della Corte di Cassazione, intervenuto a chiusura del convegno dopo il prof. Francesco Bruno, si è soffermato sul ruolo di magistrati e forze dell’ordine nei successi contro la criminalità organizzata ("il governo - ha detto l’alto magistrato non c’entra proprio nulla") e sul controllo di legalità è stato nettissimo nel suo no alla legge - bavaglio e alla querelle giustizialismo garantismo ha risposto così: «Il problema non é quello ma è la politica che deve fare fino in fondo il suo compito. La democrazia vive nel sistema dei controlli». Un saluto finale ha portato il presidente del Consiglio Regionale, Francesco Talarico, che ha ricordato tutte le iniziative assunte dall’assemblea dall’inizio di legislatura sul tema della legalità e del contrasto alla mafia.

Sequestrata una discarica abusiva vicino all’ospedale di Chiaravalle C. CHIARAVALLE CENTRALE - I militari della Guardia di Finanza di Soverato hanno individuato e sottoposto a sequestro, neipressi dell’ospedale di Chiaravalle Centrale, un’area di circa 30.000metriquadrati mq su cui insistono alcuni capannoni ed edifici industriali in stato di abbandono con coperture in eternit nonchè un depositoincontrollato dirifiuti, speciali e non. Sul posto è stata riscontrata la presenza di fonti altamente inquinanti, quali materiali ferrosi, fusti metallici, batterie usate, carcasse di autovetture nonchè ingenti quantità di lastre di eternit. L’operazione ha portato alla denuncia di quattro persone, tre delle quali proprietarie del terreno, responsabili di esercizio abusivo dell’attività di raccolta e gestione di rifiuti pericolosi e speciali. Anna Bolle


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani 17

CRONACHE

La notte di Emma Marrone Il 5 luglio allo Stadio LAMEZIA TERME - Continua il successo di Emma Marrone, la giovanissima artista salentina che, dopo la vittoria al talent show di Maria De Filippi Amici 9, ha già pubblicato due dischi, Oltre e A me piace così, che hanno raggiunto subito i vertici delle classifiche nazionali. Per chi ama la voce potente, la grinta e l’energia di questa giovanissima cantante, l’appuntamento è il 5 luglio

allo Stadio D’Ippolito di Lamezia Terme. La nostra città è stata infatti scelta come unica tappa al sud per il tour della Marrone. L’evento, che porterà in città centinaia di fans provenienti da tutto il centro Sud, si presta ad essere, dopo i concerti di Ivana Spagna e Roberto Vecchioni che si sono tenuti in occasione delle feste patronali, uno dei live più importanti della stagione estiva lametina. La

star porterà sul palco i brani che l’hanno resa famosa da Calore a Meravigliosa, fino ai più recenti Cullami e Io sono per te l’amore. La performance della Marrone durerà circa due ore: due ore di intense emozioni che scorrono sul filo dei dieci decibel.

rc

Scopelliti al Giovanni Paolo II per lo spostamento del reparto di rianimazione

Tdm: continuano le parate delle false inaugurazioni di Carmela Mirarchi LAMEZIA TERME - «Oggi grandi pulizie all’Ospedale Giovanni Paolo II di Lamezia Terme per la visita del Governatore Scopelliti prevista per lunedì per tenere una conferenza ed inaugurare, ancora una volta, il nulla se non uno spostamento del reparto di rianimazione già esistente. Non basta spostare reparti per ridare efficienza ad un ospedale sempre piu’ in affanno per mancanza di personale sanitario». Lo dichiara la responsabile del TdM (Tribunale del malato) di Lamezia Terme Anna Maria De Fazio. «Il Governatore - dichiara - dovrebbe invece trascorrere una giornata in questo Ospedale per rendersi conto di quanto effettivamente venga considerato il malato in questa parte di territorio che tanto lo ha votato credendo ciecamente alle inutili promesse elettorali tipici dei politici di questo nero periodo che sta attraversando

l’Italia ed il Meridione in particolare. Oggi quell’elettore, che prima usufruiva di tanti servizi , è costretto ad emigrare ancora una volta, - aggiunge - come tribunale dei diritti del malato, denunciamo la carenza cronica di personale che si accentuerà sempre di più con le finanziarie prossime venture i cui tagli richiederanno un management sempre più attrezzato e capace di organizzare tutto il territorio calabrese non agendo a macchia di leopardo, favorendo determinati territori a

LAMEZIA TERME - Con un concerto memorabile di Roberto Vecchioni si è aperta giovedì sera a Lamezia Terme, terza città della Calabria, la rassegna di eventi estivi della Provincia di Catanzaro. Oltre ventimila persone, arrivate da tutta la regione, hanno gremito la storica Piazza della Cattedrale e l’enorme Corso Numistrano per assistere a un concerto davvero indimenticabile. Due ore e trenta di emozioni con un Vecchioni in forma straordinaria che, per una sera, ha fatto registrare numeri ed entusiasmo da rockstar. L’evento voluto da Wanda Ferro, presidente della Provincia di Catanzaro, per aprire l’estate lametina, era inserito in "Fatti di Musica Radio Juke Box", la rassegna del miglior live d’autore diretta e organizzata da Ruggero Pegna. Vecchioni è salito sull’immenso palcoscenico allestito nei pressi della Cattedrale alle 21.30 in punto, accolto da un applauso interminabile e

scapito di altri. Una cieca organizzazione regionale, - continua - non proiettata sul futuro prossimo, non diminuirà i costi dell’emigrazione sanitaria ma accentuerà il disagio anche in quei presidi ospedalieri che oggi sembrano godere buona salute. Tagli finanziari e blocco del Tour over del personale sanitario peggioreranno ulteriormente la situazione se non si provvederà ad organizzare al meglio il sistema».

Trasporto rifiuti pericolosi, in manette 2 lametini LAMEZIA TERME - Giovedì 30 giugno, i carabinieri della stazione di hanno arrestato Massimo Bevilacqua classe ’76 e Alfredo Bevilacqua classe ’77, entrambi residenti a Lamezia Terme e con precedenti penali, per recupero e trasporto illecito di rifiuti speciali pericolosi. I militari, nell’ambito di attività più ampie volte a contrastare i reati in materia ambientale connessi all’emergenza nel settore dei rifiuti, operavano posti di controllo alla circolazione stradale e fermavano un autocarro con a bordo i due arrestati. All’atto del controllo sono stati scoperti a bordo del mezzo rifiuti

Oltre 20mila persone a Lamezia per il concerto di Vecchioni

speciali consistenti in un’ingente quantità di materiale ferroso, che venivano sottoposte a sequestro unitamente all’autocarro. Si è proceduto così all’arresto dei due, che sono stati accompagnati presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Soverato per gli accertamenti di rito, dove, su disposizione dell’autorità giudiziaria, hanno trascorso la notte in attesa del giudizio per direttissima, tenuto ieri mattina, al termine del quale il giudice del tribunale di Catanzaro ha convalidato l’arresto. rc

da striscione su cui c’era scritto "Vecchioni Ministro della Cultura". Quello di giovedì a Lamezia è stato un autentico tributo a un artista che, con la vittoria a Sanremo, ha raggiunto l’apice della popolarità e della stima da parte di un pubblico di tutte le età che ne ha riscoperto anche i vecchi e intramontabili successi. Accompagnato dai suoi bravissimi musicisti, Lucio Fabbri, chitarre, mandolino e violino, Roberto Gualdi, batteria, Massimo Germini, chitarre, Stefano Cisotto, tastiere, Erosa Cristiani, pianoforte e fisarmonica, Antonio Petruzzelli, basso, Vecchioni ha dato vita a un concerto trascinante e coinvolgente. Tra un brano e l’altro, sono stati tanti anche gli argomenti che Vecchioni ha toccato a modo suo, con acutezza e ironia, dalla cultura ai problemi dei giovani, da quelli dell’universo femminile allapolitica,dispensandocomplimentianche alla presidente della Provincia Wanda Ferro, seduta a terra davanti alle transenne: «Un grazie alla Provincia, per avermi voluto qua. La politica, quando è fatta da persone perbene e trasparenti, capaci di promuovere la cultura vera, va al di là delle posizioni politiche!». La Ferro, soddisfatta per l’incredibile successo della serata, ha ricambiato: «Vecchioni è una miscela di musica, poesia, cultura, intelligenza, onestà intellettuale, per questo riesce a superare con la sua arte ogni steccato ideologico». C. Mirarchi


18

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

CRONACHE È quanto emerge dal Rapporto sull’innovazione presentato all’Università della Calabria

Unical, crescono le iniziative legate al trasferimento tecnologico in Calabria di Carmela Mirachi COSENZA - Crescono le iniziative imprenditoriali legate all’innovazione e al trasferimento tecnologico in Calabria. E’ quanto emerge dal Rapporto sull’innovazione ed il trasferimento tecnologico sull’attività svolta dal Liaison Office (Lio) presentato all’Università della Calabria nel corso di un incontro all’interno del quale si è fatto anche il punto sul "cantiere delle idee" della business competition Start Cup Calabria 2011 attualmente in fase di svolgimento. Riccardo Barberi, coordinatore scientifico del Lio e delegato del rettore alla Ricerca ed al Tt, ha evidenziato i risultati che si stanno ottenendo nel settore della ricerca e dell’innovazione tecnologica attraverso le attività come la Start Cup Calabria. «Si tratta di iniziative - ha detto che consentono di costruire qualcosa di solido e, come abbiamo avuto modo di riscontrare con i dati e l’analisi dei resoconti riferiti alle aziende incubate, gli spin-off e le idee che da qui sono passate in termini di progettualità aziendale e brevetti, questa è l’unica realtà nella quale il trasferimento tecnologico e l’innovazione vengono proiettati a livello internazionale. In questa azione - è stato spiegato nel cor-

so dell’incontro - è fondamentale l’apporto che il gruppo dPixel, nella qualità di partner fornisce nell’attività della Start Cup che offre l’opportunità alle nuove idee imprenditoriali presentate in questa competizione di acquisire valore aggiunto e proporsi agli investitori privati, quali i fondi di seed o venture capital. Il rettore dell’Unical Giovanni Latorre ha sottolineato l’importanza di entrare nella nuova economia "non con beni e servizi - ha detto - ma con tecnologie mature che sappiano generare una iniezione di nuova conoscenza e capacità a far nascere nuove imprese aggiungendo anche la capacità di attrarre operatori esterni che sappiano sostenere i risultati raggiunti». E’ intervenuto anche il presidente della Fondazione Carical Mario Bozzo secondo cui «una competizione tra idee ad alto valore innovativo rilancia la cultura del merito perché prevede rigidi

criteri di selezione ma soprattutto ha un valore non solo culturale ma anche etico che si scontra contro il pressapochismo e la improvvisazione». All’incontro hanno partecipato anche il presidente di Confindustria Cosenza, Renato Pastore e l’assessore comunale di Cosenza Geppino De Rosa.

Nell’incontro si è fatto il punto sul "cantiere delle idee" della business competition Start Cup Calabria 2011 attualmente in fase di svolgimento

Il rettore ha sottolineato l’importanza di entrare nella nuova economia «non con beni e servizi ma con tecnologie mature che sappiano generare una iniezione di nuova conoscenza»

ACQUAFORMOSA - Il sindaco di Acquaformos a, Giovanni Manoccio, in una nota, critica la gestione dei richiedenti asilo e dei rifugiati da parte del Governo. «Ad Acquaformosa dice Manoccio - da circa cinque mesi si sta sviluppando un’esperienza di accoglienza e di integrazione con tre famiglie di rifugiati. Il primo nato di quest’anno,in paese è un piccolo nigeriano di nome Giovanni. I bambini sia asiatici che africani frequentano l’asilo e le scuole, in questi giorni anch’essi stanno giocando nelle squadre di calcio per un torneo amatoriale. Ho fatto questa premessa per parlare e denunciare come lo Stato e la Regione stanno gestendo l’emergenza Immigrati di questa stagione. A livello nazionale esiste una rete di progetti definiti Sprar che vengono gestiti dal Ministero degli Interni in collaborazione con l’Anci nazionale. Le famiglie vengono ospitate in appartamenti e gli operatori curano le pratiche quotidiane. L’emergenza attuale - aggiunge Manoccio - non è stata gestita col sistema di protezione Sprar bensì con la Protezione civile nazionale, che poi ha demandato a quelle Regionali lo smistamento delle circa 20.000 persone che negli ultimi mesi sono sbarcati nelle coste italiane. La scelta del sistema non è neutrale è risponde sicuramente ai tanti diktat che la Lega-Nord ha lanciato negli ultimi mesi».

r.c.

«Rifiuti, commissariare i morosi» COSENZA - Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, chiede «al Prefetto di Cosenza, Cannizzaro, di commissariare tutti quei comuni morosi, che non pagano le ditte addette alla raccolta dei rifiuti che a tutt’oggi aspettano ancora di avere corrisposte spettanze arretrate per oltre 60 milioni di euro»! «L’emergenza rifiuti, prima che esploda anche nella provincia di Cosenza e in Calabria con conseguenze devastanti, va affrontata con provvedimenti straordinari, ad iniziare dal problema dei comuni morosi nei confronti delle ditte addette alla raccolta della spazzatura. E’ grave, inaccettabile oltre che illegale, consentire a questi comuni di riscuotere dai cittadini contribuenti la tassa sui rifiuti, usufruire

Immigrazione, ad Acquaformosa un progetto di integrazione

del servizio di raccolta della spazzatura e non corrispondere poi le somme dovute alle ditte addette alla raccolta dell’immondizia. Il Prefetto per evitare che la situazione degeneri come a Napoli deve nell’ambito dei suoi poteri utilizzare tutti gli strumenti che la legge gli mette a sua disposizione, ad iniziare dal commissariamento di tutti quei comuni morosi e inadempienti. Ricordo che in Campania i comuni inadempienti in tema di raccolta dei rifiuti possono, per disposizioni del Governo Centrale, essere addirittura sciolti. Diritti Civili chiede che in Calabria vengano quantomeno immediatamente commissariati». C.Mirarchi

Protesta nel carcere di Rossano ROSSANO - Il personale della polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Rossano si è astenuto dal consumare il pranzo. Stessa protesta verrà messa in atto dalle guardie in servizio nel turno pomeridiano, che non consumeranno la cena. In una nota il personale di polizia penitenziaria mette in evidenza «il disinteresse da parte delle Istituzioni locali e della Prefettura ai gravosi problemi che affliggono la Casa di Reclusione di Rossano. Le organizzazioni classificano l’atteggiamento posto in essere dal Ministero della Giustizia e dal Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria degno di essere associato a quello dei latitanti che sfuggono dalle proprie responsabilità». Gli agenti in servizio a Rossano, attraverso

le sigle sindacali, avevano chiesto un incontro urgente al Ministro alla Giustizia, Angelino Alfano per sollecitare «la rivisitazione della pianta organica, l’integrazione dell’organico destinato alla gestione dei terroristi e la liquidazione degli arretrati dello straordinario e delle missioni». cm


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani 19

CRONACHE Alcuni sindaci hanno incontrato il Presidente della Commissione sugli errori sanitari

«Ospedale di Rogliano, prioritaria la tutela del diritto alla salute»

Abusi sessuali su figlia di sei anni, 40enne arrestato

di Carmela Mirarchi ROGLIANO - «Nelle scelte relative al Piano di rientro, resta prioritaria l’attenzione per la tutela del diritto alla salute dei cittadini. Gli interventi, dunque, vanno finalizzati, oltre che al recupero del disavanzo, anche al migliore utilizzo possibile delle strutture sanitarie esistenti», è quanto dichiarato dal Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori sanitari e i disavanzi sanitari regionali, l’on. Leoluca Orlando, in merito al possibile ridimensionamento della funzionalità del presidio ospedaliero SantaBarbaradiRogliano.L’argomento è stato illustrato al Presidente stesso, da una delegazione di sindaci, in rappresentanza dei diciotto comuni interessati al funzionamento della sopracitata struttura sanitaria. A seguito dell’incontro la Commissione ha scritto al Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti e al Sindaco di Rogliano Giuseppe Gallo. «Nella invarianza dei costi, confermo l’orientamento unanimemente espresso in simili circostanze dalla Commissione e volto a considerare prioritaria l’atten-

«La delegazione dei sindaci ha sottolineato l’importanza del ripristino del citato nosocomio quale stabilimento della Azienda Ospedaliera di Cosenza: tale provvedimento consentirebbe il pieno utilizzo della struttura»

zione per la tutela del diritto alla salute dei cittadini, e quindi a finalizzare gli interventi del Piano di rientro, oltre che al doveroso recupero del disavanzo e al contenimento delle spese, anche al migliore utilizzo possibile delle strutture sanitarie esistenti» si legge nella lettera inviata da Orlando. «Al riguardo - si legge ancora nella lettera - la delegazione dei sindaci ha sottolineato, in particolare, l’importanza del ripristino del citato nosocomio quale stabilimento della Azienda Ospedaliera di Cosenza: tale provvedimento consentirebbe, da una parte, il pieno utilizzo di una struttura dotata di significative attrezzature, tecnologie e professionalità, oltre che strutturalmente a norma secondo la normativa vigente; dall’altra, permetterebbe di fornire una più adeguata offerta sanitaria alla comunità della zona e, al tempo stesso, di ridurre gli indici di sovraffollamento che si registrano presso

Riunione coordinamento provinciale Pd COSENZA - Si è tenuta a Camigliatello Silano una riunione dei segretari e coordinatori dei circoli del Partito Democratico della provincia di Cosenza. «Una riunione - è detto in un comunicato - ampia e partecipata il cui scopo, come sostenuto dal commissario regionale, sen. Adriano Musi, è quello di dare regole certe alla vita organizzativa del partito e costruire un percorso congressuale per ridare autonomia e organismi democraticamente eletti al Pd calabrese e cosentino. Ben 21 coordinatori e segretari di circolo hanno preso la parola e la quasi totalità degli intervenuti si è detta d’accordo con il percorso politico ed organizzativo proposto dal sen. Musi. Diciassette sono stati, invece, coloro che

pure iscritti a parlare hanno rinunciato al loro intervento visto il protrarsi della discussione per poter offrire al sen. Musi la possibilità di concludere la riunione fissando insieme il percorso politico organizzativo. Vista l’ampia partecipazione e il successo dell’iniziativa, alla luce dei molti iscritti a parlare che per questioni di tempo hanno dovuto rinunciare - conclude il comunicato - il coordinatore provinciale, Bruno Villella, ha proposto la riconvocazione di una nuova assemblea da tenersi in una diversa area territoriale della provincia non oltre la fine di luglio».

C.Mirarchi

l’ospedale dell’Annunziata di Cosenza, con conseguenti problemi organizzativi, ritardi e disfunzioni nell’erogazione dei servizi sanitari».

L’argomento è stato illustrato da una delegazione di sindaci in rappresentanza dei 18 comuni interessati al funzionamento della struttura sanitaria. A seguito dell’incontro la Commissione ha scritto al presidente della Regione

COSENZA - La Procura della Repubblica di Cosenza ha disposto l’arresto di un uomo di 40 anni, accusatodi aver abusato sessualmente di sua figlia, di soli sei anni. Il fatto sarebbe stato raccontato dalla stessa bimba, figlia di genitori separati. La bambina, la cui testimonianza sarebbe stata giudicata attendibile, avrebbe chiesto alla mamma, quando stava con lei, perchè anche lei non la toccava come faceva il suo papà. Una sua maestra avrebbe poi confermato che la bimbain alcuni casi avrebbe avuto atteggiamenti a dir poco strani. Il padre, che avrebbe tra poco dovuto trascorrere un periodo di vacanza con la bimba, è stato pertanto arrestato, per evitare che si potesse reiterare il fatto.

r.c.

Pastore ucciso a Roma, altri 2 fermi ROMA - Erano cinque i componenti del "branco" che la sera del 19 giugno aggredì e uccise a colpi di pala e bastonate Sabatino Onofri, un 78enne pastore romano. A conclusione di dieci giorni di indagini, i carabinieri della Compagnia Roma Eur hanno individuato e fermato altri 3 cittadini romeni che avrebbero preso parte al pestaggio: subito dopo l’omicidio i militari avevano già arrestato altri due loro connazionali, di 25 e 45 anni, il primo mentre stava tentando di lasciare il paese a bordo di un autobus diretto in Romania. Grazie alla collaborazione dei colleghi del Comando provinciale di Cosenza, è stato possibile arrivare all’identificazione degli altri tre presunti responsabili, due 19enni e un

23enne, tutti incensurati, che avevano trovato rifugio sulle montagne del capoluogo calabrese in attesa di rimpatriare in treno. Al momento del fermo, il 23enne - figlio del primo arrestato - si trovava proprio alla stazione ferroviaria di Cosenza in procinto di salire su un treno che gli avrebbe consentito di continuare la fuga, mentre: due più giovani sono stati fermati nella provincia di Cosenza. I particolari saono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa alla procura di Roma.

Rosa Voci


20

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

CRONACHE Le persone arrestate: Vincenzo Manfreda; Vincenzo Mantia; Pietro Brizzi; Vincenzo Ruberto; Giuseppe Ruberto; Francesco Buonvicino; Sergio Mirabelli; Domenico Manfreda; Elio Gerardo Ceraudo OPERAZIONE VICOLO STRETTO Lo smercio anche nei locali di Mesoraca

Spaccio di droga in un villaggio turistico, 18 ordinanze cautelari di Carmela Mirarchi CROTONE -I carabinieri del Comando provinciale di Crotone e della Compagnia di Petilia Policastro hanno scoperto una vasta attività di spaccio di droga (marijuana e cocaina) che aveva luogo a Villaggio Palumbo, una delle località turistiche più note della Sila, arrestando i componenti dell’organizzazione che la gestiva. i militari hanno eseguito, complessivamente, 18 misure cautelari (nove arresti e nove obblighi di soggiorno) emesse dal gip di Crotone, Gloria Gori, su richiesta dela procuratore Raffaele Mazzotta e del pm Ivan Barlafante. Tra gli arrestati c’é anche Vincenzo Manfreda, di 35 anni, che a VillaggioPalumbolavoravacome guardiano. L’attività di spaccio si concentrava nei fine settimana e neiperiodidellefestivitànatalizie. Lo spaccio aveva luogo anche nei locali pubblici di Mesoraca, un centro vicino a Villaggio Palumbo. Sono state dunque tutte eseguite le ordinanze di custodia cautelare e di obbligo di dimora emesse nell’ambito dell’operazione Vicolo stretto sull’attività di spaccio di droga che sarebbe stata svolta a Villaggio Palumbo, in

Sila. Le persone arrestate, oltre a Vincenzo Manfreda, sono Vincenzo Mantia, di 50 anni; Pietro Brizzi (45); Vincenzo Ruberto (26); Giuseppe Ruberto (25); Francesco Buonvicino (30), Sergio Mirabelli (39); Domenico Manfreda (40) e Elio Gerardo Ceraudo (43). L’obbligo di dimora o di presentazione alla polizia giudiziaria è stato disposto nei confronti di Massimo Lentini, di 26 anni; Vincenzo Castagnino (33); Davide Saporito (39); Salvatore Miletta (31); Santo Gigliotti (25); Carmine Ferrazzo (22); Felice Porchia (27); Francesco Pasquale (21) e Annunziato Porchia (21). L’accusa nei confronti delle persone coivolte nell’operazione é di traffico e spaccio in concorso di sostanze stupefacenti, marijuana e Cocaina, reati commessi dall’ot-

Il nome particolare dell’operazione trae origine dalla zona di spaccio: gli angusti e stretti vicoli di Mesoraca

tobre del 2009 al febbraio del 2010. L’indagine ha preso le mosse da una costola dell’operazione "Mala Erba" che nel marzo scorso ha portato all’arresto di 21 soggetti coinvolti in una rete di spaccio di sostanze stupefacenti nel comune di Cotronei: proprio da una conversazione captata dagli investigatori su uno dei soggetti coinvolti nell’operazione, che si lamentava del calo di affari nella zona per colpa dell’arrivo, a Villaggio Palumbo, di un nuovo spacciatore, è partita la nuova indagine. Dall’analisi delle conversazioni e grazie a numerosi servizi di pedinamento, si è così risaliti al gruppo criminale che gestiva l’attività di spaccio che aveva la propria zona principale di spaccio tra i vicoli del centro storico di Mesoraca ed a Villaggio Palumbo ed era retta da Vincenzo Manfreda cugino di Vincenzo Manfreda Vincenzo, di 46 anni, già coinvolto nella precedente operazione, e da Vincenzo Ruberto. Il nome particolare dell’operazione trae origine dalla zona di spaccio preferita per eludere i controlli delle forze dell’ordine: gli angusti e stretti vicoli di Mesoraca che erano ritenuti un dedalo di protezione da occhi indiscreti per gli illeciti traffici.

Il crotonese Alfano D’Alfonso è alla guida della Dia ROMA - Il Dirigente Generale di Pubblica Sicurezza, Dr. Alfonso D’Alfonso, ha ieri rilevato, dal Generale di Corpo d’Armata dell’Arma dei Carabinieri Antonio Girone, nel rispetto del "criterio di rotazione" che caratterizza il particolare Organismo investigativo a connotazione "interforze", la titolarità della Direzione Investigativa Antimafia (Dia). Lo si apprende da una nota della Dia. D’Alfonso, che, quale ultimo incarico, dal 28 dicembre 2009 ha diretto, presso il Ministero dell’Interno, l’Ispettorato di Pubblica Sicurezza "Viminale", e’ nato a Santa Severina ed è coniugato e padre di tre figli. Laureato in Giurisprudenza e in possesso dell’abilitazione all’esercizio dell’attività forense, è entrato a far parte dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza nel settembre 1974, venendo da subito preposto ad incarichi di spiccato profilo operativo in aree particolarmente sensibili sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica, in particolare in Sardegna, nella provincia di Oristano, e, successivamente, in Calabria, nelle province di Reggio Calabria e Catanzaro. In tale contesto, particolarmente degna di nota l’attività svolta in Aspromonte presso il Nucleo Antisequestri, nel cui ambito ha coordinato numerose indagini, tra cui quelle che hanno condotto alla liberazione di una vittima di sequestro nella locride, nonchè all’arresto di taluni degli autori del sequestro delgiovane Cesare Casella. Trasferito, nel novembre 1989, in Roma, presso la Direzione Centrale della PoliziaCriminale, ha,quindi, svolto nella Capitale diversi, delicati incarichi, tra i quali quelli disimpegnati nell’ambito del Servizio Anticrimine. Nel marzo 1995 ha assunto la titolarità del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica di Roma, e, nel gennaio 2001, la reggenza del Servizio Polizia Scientifica della Direzione Centrale della Polizia Criminale. Rilevanti i risultati conseguiti attraverso gli accertamenti tecnico-scientifici per assicurare alla giustizia i responsabili degli omicidi di Marta Russo e del Professor Massimo D’Antona.

Anna Bolle

Vicepresidente Antonella Stasi : a breve incontro sulle royalties nel Crotonese CROTONE - La Vicepresidente della Regione Antonella Stasi interviene in merito alla vicenda delle ‘royalties’ per i Comuni della costa ionica della provincia di Crotone. «Il mancato perfezionamento dell’Accordo di Programma - ha dichiarato la Vicepresidente Stasi - ha prodotto dei danni ingenti al territorio crotonese». Obiettivo prioritario del protocollo d’intesa, era quello di avviare l’iter per la sottoscrizione e la successiva attuazione di un Accordo di Programma per lo sviluppo dell’occupazione e delle attività economiche e il miglioramento ambientale nei territori afferenti i comuni di Crotone, Isola Di Capo Rizzuto, Cirò Marina, Strongoli Crucoli, Cirò, Cutro, Melissa, attraverso

l’utilizzo delle risorse complessivamente disponibili a valere sulle Royalties sul Contratto Quadro di prestito con la Banca Europea degli Investimenti. «Ma la quota a valere sulla Programmazione Regionale Unitaria 2007/2013 pari a 64.520.396 euro, di fatto non è mai stata formalmente individuata. A bilancio sono pertanto disponibili, ad oggi, 64.520.396 euro. Questo vuol dire che la cifra promessa dalla precedente Giunta regionale non è stata mai formalizzata, pertanto ad oggi non esiste. Per i fondi aggiuntivi, ovvero gli ulteriori 64milioni, se i programmi ed i progetti presentati dai Comuni saranno di rilevanza e con importanti ricadute economiche sui territori, potranno essere valutati se realiz-

zabili all’interno della nuova programmazione regionale sui fondi Fas, le cui risorse, come sappiamo ad oggi non sono disponibili». A seguito del citato protocollo i Comuni si erano impegnati, tra l’altro a provvedere alla redazione di un piano dettagliato degli interventi, contenente l’oggetto e la descrizione degli stessi, i tempi di realizzazione e relativi costi, ed all’ottenimento della verifica di coerenza del piano degli interventi attraverso un documento preliminare alla progettazione, alla redazione e approvazione delle fasi di progettazione preliminare, comprese le relative indagini. Solo cinque degli otto Comuni hanno prodotto schede progettuali/progetti preliminari e da un sommario esame risultano evidenti pro-

blemi di coerenza con la programmazione regionale e con i vincoli relativi al contratto di prestito con la Bei. «Le risorse previste, ed oggi disponibili - ha aggiunto la Vicepresidente - potrebbero essere un primo impulso alla ripresa infrastrutturale del Crotonese, ma sappiamo bene che non sono utilizzabili come bancomat. A tal proposito conclude la Vicepresidente Antonella Stasi - sarà organizzato nei prossimi giorni presso l’ufficio di presidenza, un tavolo interdipartimentale regionale con i sindaci interessati al fine di chiarire e procedere con una soluzione condivisa ed immediata». rc


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani 21

CRONACHE BOLOGNA - Sul tavolo di casa, avvolto da un panno, un fucile mitragliatore d’assalto AK-74, creato per le truppe dell’ex Unione Sovietica. L’arma, simile ad un kalashnikov è stata sequestrato mercoledì a Rioveggio di Monzuno, nell’Appennino bolognese, durante un’operazione della prima sezione criminalità organizzata della squadra Mobile della Polizia. Tre persone sono state arrestate con l’accusa di possesso di arma da guerra, e sulla vicenda sono in corso indagini, coordinate dal pm Francesco Caleca per capire come dovesse essere utilizzata e per-

Mitra in casa, arrestati a Bologna 3 vibonesi ché un’arma di quel tipo Si tratta di Sacha Fortuna, 32 anni e di sua moglie, Caterina Cutrullà, 33, entrambi originari di Vibo Valentia e di Pierluigi Sorrentino, 21, nato a Orzinuovi in provincia di Brescia. Tutti e tre hanno a loro carico piccoli precedenti. Dopo aver ricevuto una segnalazione, gli agenti della squadra Mobile si sono appostati vicino alla

Coltivava marijuana in un terreno vicino casa, arrestato un 26enne

villetta dove risiedono i tre, in un piccolo borgo a Rioveggio. Quando questi sono rientrati in casa, sono stati bloccati e l’appartamento è stato perquisito. Oltre al mitra sono stati sequestrati anche diversi accessori tra i quali 154 proiettili compatibili. Rosa Voci

In un incontro è stato ipotizzato l’utilizzo di immobili confiscati alla ’ndrangheta

Provincia e Libera insieme per la legalità, iniziative ed eventi di Carmela Mirarchi VIBO VALENTIA - La Provincia e l’associazione Libera insieme per promuovere iniziative congiunte a favore della cultura della legalità. È quanto è stato deciso ieri nel corso di un incontro tra una rappresentanza del coordinamento provinciale dell’associazione nazionale contro la mafia fondata da don Luigi Ciotti e il presidente dell’Amministrazione Francesco De Nisi. Alla riunione hanno partecipato il presidente vibonese di Libera mons. Giuseppe Fiorillo, don ToninoVattiata, Alfredo Mercatante, Antonio Lavorato e il consigliere provinciale Barbara Citton, promotrice dell’incontro. Nel corso del faccia a faccia è emersa una forte volontà di collaborazione al fine di promuovere una serie di progetti di grande valenza sociale. In particolare, è stato ipotizzato l’utilizzo di alcuni immobili confiscati alla ’ndrangheta, l’organizzazione di un grande evento celebrativo contro le mafie con cadenza annuale e il coinvolgimento dei giovani, nonché un percorso educativo a favore della legalità da promuovere nelle scuole vibonesi. Idee che hanno preso forma concreta nel corso del colloquio, ma che verranno ufficializzate una volta definiti tutti i dettagli e dopo il coinvolgimento della Prefettura,

dell’Ufficio provinciale scolastico e degli assessorati competenti, che avverrà nei prossimi giorni. «Dalla Provincia c’è massima attenzione alle proposte di Libera, che rappresenta una risorsa culturale e sociale di grande importanza per la crescita di questo territorio - ha sottolineato De Nisi -. In un momento come questo, poi, contraddistinto da uno stillicidio quotidiano di attentati e intimidazioni, favorire iniziative che possano promuovere il rispetto della legalità e contribuire alla formazione di una coscienza comune che rigetti i fenomeni mafiosi, è ancora più qualificante per l’azione dell’Amministrazione provinciale». Soddisfazione per gli esiti dell’incontro sono stati espressi da tutti i partecipanti. In particolare, mons. Fioril-

lo ha ringraziato De Nisi per la sensibilità dimostrata e si detto certo della possibilità di istaurare una forte sinergia progettuale e operativa con Provincia.

Sarà organizzato un grande evento celebrativo contro le mafie con cadenza annuale e il coinvolgimento dei giovani

FILADELFIA - Detenzione illegale e coltivazione di sostanze stupefacenti, con queste pesanti accuse giovedì gli uomini della Stazione Carabinieri di Filadelfia, con il supporto del personale del Gruppo Operativo Calabria di Vibo Valentia, hanno tratto in arresto Gianfranco Mancari, operaio dell’85 residente nel comune. Gli uomini dell’Arma, nel primo pomeriggio, si sono presentati presso la sua abitazione dopo che lo avevano sorpreso, pochi minuti prima, per le vie del paese, in possesso di alcuni grammi di marijuana.I CarabinieridellaCompagniadi Vibo Valentia, che nelle ultime settimanehannoulteriormente intensificato i controlli in tutta la zona, si sono immediatamenteinsospettitiquandohanno scoperto la dose di stupefacente trasportata dal giovane ed hanno deciso di approfondireilcontrolloperquisendol’appartamentodove il giovane vive. Un’attività minuziosa che si è estesa anche ad alcuni terreni vicini di sua proprietà.Non ci è voluto molto ai militari dell’Arma per risalire alla provenienza della canapa indiana che l’uomo aveva con se.Infatti i Carabinieri hanno scoperto, nascosti in un sottoscala dell’appartamento, oltre 20 gr di marijuana già essiccati e pronti per la vendita, inoltre, a poca distanza, ben mimetizzate sotto un albero e circondate da piante di ortaggi per renderne difficile l’individuazione anche con l’elicottero, i militari della Benemerita hanno trovato 1 kg di marijuana posta in essiccazione e ben 10 piante di canapa indiana, alte sino a 2,5 metri e pronte per la raccolta. Immediato l’arresto del giovane ed il sequestro di tutto lo stupefacente che, in vista della stagione estiva e del notevole afflusso di turisti nella zona, sarebbe potuto facilmente essere smerciato in pochi giorni fruttando un lauto guadagno. Le piante sono state tutte quante estirpate sino alla radice e, dopo la pesatura, gli oltre 9 kg di droga, di ottima qualità e molto ricercata sul mercato illegale, sono stati messi sottochiave in attesa dell’ordine di distruzione. Ora il giovane dovrà rispondere delle accuse mossegli da una cella del carcere di Lamezia Terme dove è stato subito trasAnna Bolle

Incendiato un capannone agricolo

Perseguitava la ex fidanzata, denunciato

VIBO VALENTIA - Ignoti hanno dato alle fiamme,nella tarda serata di giovedì, un casolare agricolo di proprietà di R.I, 50 anni, bracciante agricola. Il fatto è avvenuto intorno alle 22,30 a Pizzoni, un comune del vibonese, in localitïà Angelo a poca distanza del centro abitato. Ad accorgersi dell’accaduto il marito della donna che ha chiamato subito i carabinieri della stazione di Vazzano e i vigili del fuoco di Serra San Bruno i quali hanno spento le fiamme. All’interno del manufatto vi erano degli attrezzi e dei prodotti agricoli andati distrutti.

SPILINGA - I carabinieri hanno denunciato a Spilinga C.R., di 22 anni,disoccupato, con precedenti di polizia, responsabile di atti persecutori nei confronti dell’ex fidanzata, G.E., di 19 anni, residente a Ricadi, casalinga. Le indagini dei carabinieri hanno permesso di accertare che C.R., dopo la separazione decisa dalla vittima a causa di continui maltrattamenti ed angherie a cui era sottoposta, dal mese di ottobre 2010 metteva in atto azione persecutoria con telefonate anonime, minacce e pedinamenti.

rc

rc


22

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

CRONACHE La città reggina presa come paradigma della ricerca "Immigrazione e conflitto sociale"

Cgil: «C’è il il rischio di nuove Rosarno, il Sud è una polveriera» di Carmela Mirarchi ROMA - I fatti di Rosarno del gennaio dello scorso anno, come quelli di Castel Volturno, «non sono casi isolati ed episodici ma il frutto di equilibri distorti che permangono non solo in quelle stesse aree colpite dalla rivolta degli immigrati ma in tante altre parti del paese: potenziali nuove Rosarno che specie in alcune zone del Mezzogiorno sono vere e proprie polveriere» Lo sostine la Cgil. E prendendo come paradigma il caso Rosarno, l’Ires Cgil - in collaborazione con il dipartimento Mezzogiorno e l’ufficio Immigrazione della Cgil insieme con le categorie Flai e Fillea - ha realizzato una ricerca sul territorio dal titolo "Immigrazione, sfruttamento e conflitto sociale". Una vera e propria mappatura delle aree a rischio del paese da dove emerge che le provincie di Caserta, di Crotone e di Napoli, sono le prime tre nella classifica tra le quindici provincie a maggiorpropensione rischio di conflittualità sociale. La rivolta degli immigrati di Rosarno, come quella di Castel Volturno, non ha infatti una genesi casuale, «non è una mera questione di ordine pubblico in cui affiorano d’improvviso gravissimi atti di razzismo e xenofobia», come spiega la ri-

Potenziali rischi investono in successione le provincie di Siracusa, Ragusa, Caltanissetta, Reggio Calabria, Salerno, Catania, Trapani, Foggia, Taranto, Palermo, Agrigento e Lecce

Strage di Duisbrurg, oggi le battute finali del processo davanti alla Corte d’assise

cerca, ma è il prodotto di una serie di fattori, di "equilibri distorti". Profondi squilibri territoriali e di sviluppo che vanno ricercati nella «crisi economica, nelle condizioni di lavoro particolarmente dure al limite della schiavitù, in un sistema d’impresa in cui la contrazione delcosto del lavoro è l’unica risposta per migliorare la competitività e in cui il peso del sommerso è sempre maggiore, nelle connivenze con la criminalità organizzata e nella mancanza di controlli da parte delle istituzioni».Lamappaturaprodottadall’Ires sui territori a rischio di conflittualità sociale è quindi il frutto dell’aggregazione di quattro indici che corrispondono alla qualità dello sviluppo economico, dello sviluppo occupazionale, sociale e dell’insediamento della popolazione straniera. La combinazione di questi quattro indici, calcolati a livello provinciale, ha prodotto la classifica delle quindici provincie italiane a maggior propensione rischio di conflittualita’ sociale. Oltre le citate Caserta, Crotone e Napoli, potenziali rischi investono in successione le provincie di Siracusa, Ragusa, Caltanissetta, Reggio Calabria, Salerno, Catania, Trapani, Foggia, Taranto, Palermo, Agrigento e Lecce. «Ciò che risulta chiaro dalla ricer-

LOCRI - E’ giunto alle battute finali il processo davanti ai giudici della Corte d’assise di Locri nei confronti di 14 persone coinvolte nella faida di San Luca culminata il 15 agosto 2007 con la strage Duisburg in cui furono uccise sei persone. Per oggi è previsto l’intervento dell’ultimo difensore. Poi prenderà la parola la pubblica accusa per la replica. I giudici, qualora la difesa decidesse di non contro replicare, potrebbero entrare in camera di consiglio già domani sera. Se l’udienza di oggi dovesse prolungarsi, è già stata fissata una nuova data per lunedì prossimo. Ieri, intanto, sono intervenuti gli avvocati Eugenio Minniti, difensore di Francesco Pelle, detto "Ciccio Pakistan", e Diamante Ceci, legale del presunto boss Franco Vottari, detto "Ciccio u frunzu", genero del

ca - sostengono le segretarie confederali della Cgil, Vera Lamonica e Serena Sorrentino - è che la qualità del lavoro e della vita stessa degli immigrati è un paradigma imprescindibile per valutare la qualità sociale di un territorio». I fatti di Rosarno, aggiungono Lamonica e Sorrentino, «devono essere il punto di riferimento per determinare quelle politiche sull’immigrazione, sul lavoro sommerso e sulla legalità per produrre un complessivo miglioramento della qualità sociale».

«I fatti di Rosarno devono essere il punto di riferimento per determinare quelle politiche sull’immigrazione, sul lavoro sommerso e sulla legalità per produrre un complessivo miglioramento della qualità sociale»

bossAntonioPelle,"’ntonigambazza’’, morto per un infarto nel novembre del 2009 dopo essere stato arrestato il giugno precedente dopo 9 anni di latitanza. Minniti ha sollecitato l’assoluzione del suo assistito sostenendo che non ci sono prove che Francesco Pelle sia stato il mandante dell’agguato nel quale, il 25 dicembre 2006, fu uccisa Maria Strangio e ferite altre quattro persone tra le quali un bambino di 5 anni. Stessa richiesta è stata fatta da Ceci che ha evidenziato a sua volta la mancanza di prove nei confronti di Vottari, ritenuto dall’accusa uno degli organizzatori della missione di morte del Natale 2006.

r.c.

Miss Italia, ieri le prove sul palco e l’anteprima REGGIO CALABRIA - L’Arena Ciccio Franco di Reggio Calabria da ieri è il punto d’attrazione principale: qui sarà possibile vedere le finaliste di Miss Italia nel Mondo 2011 impegnate nelle prove in attesa della serata di Raiuno lunedi’ 4 luglio. Dal Palazzetto dello Sport, dove hanno provato nei giorni scorsi, le miss si sono infatti trasferite sul Lungomare del capoluogo calabro e, sotto la guida dei due conduttori, Pupo ed Elisa Isoardi, stanno lavorando per realizzare uno spettacolo unico. «E’ sicuramente stancante provare sul palco, soprattutto il pomeriggio, ma da anche le sue soddisfazioni vedere il coinvolgimento della gente che passa e ci da supporto!», dice Theresa Longo, Miss Italia Nord America. «"Sono molto emozionata! - dice Ludovica Colombotto Miss Italia Principato di Monaco - siamo entrate nel vivo del concorso. I giorni sono davvero volati qui in Calabria. Mi sto divertendo tantissimo e non rimpiango più di aver rinunciato a partecipare al matrimonio di Alberto diMonaco e Charlene Wittstock come traduttrice e interprete». Le prove sono andate avanti tutto il giorno, fino a sera inoltrata. Su Raiuno, ieri sera, è stata trasmessa l’anteprima "Miss Italia nel Mondo sono io", alle ore 23.20, condotta da ElisaIsoardi. Si sono cominciate a scoprire le storie che queste 40 bellezze internazionali "portano" nelle loro valigie. Storie diverse, ma anche molto simili. Al termine dell’Anteprima è stato aperto il televoto. Carmela Mirarchi


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani 23

CRONACHE La richiesta è stata avanzata dal gip dai magistrati della Dda di Catanzaro

Bombe in Procura, perizia su elementi dell’accusa di Carmelo Morise REGGIO CALABRIA - Una perizia approfondita che serva a cristallizzare tutti gli elementi di accusa; è quella chiesta al gip dai magistrati della Dda di Catanzaro nell’ambito dell’inchiesta sulle bombe fatte esplodere lo scorso anno contro la Procura generale di Reggio e l’abitazione del procuratore generale Salvatore Di Landro, e sull’intimidazione al procuratore di Reggio, Giuseppe Pignatone, con un bazooka fatto trovare davanti la sede della Dda reggina. L’udienza per l’incidente probatorio è stata fissata dal gip per l’8 luglio prossimo. In quella data, il giudice affiderà una serie di incarichi che riguarderanno tutti gli elementi acquisiti nell’inchiesta che ha portato all’arresto di 4 persone, ritenute mandanti ed esecutori della strategia della tensione. Un’inchiesta che ha avuto un impulso decisivo dalle dichiarazioni del boss pentito Antonino Lo Giudice, che si è autoaccusato di essere il mandante ed ha chiamato in causa il fratello Luciano ed altre due persone: Antonio Cortese, ritenuto l’esperto di esplosivo della cosca, e Vincenzo Puntorieri, legato allo stesso Cortese, accusati dell’esecuzione materiale dell’attentato. Le perizie riguarderanno alcuni capi d’abbigliamento trovati a casa di Cortese e Puntorieri che sarebbero compatibili con quelli indossati dai due attentatori ripresi da una telecamera al momento di sistemare l’ordigno (composto da una bombola di gas collegata a dell’esplosivo) lasciato davanti la Procura generale ed i resti delle stesse bombe fatte esplodere il 3 gennaio 2010 davanti all’ingresso della Procura generale ed il 26 agosto davanti al portone dell’abitazione di Di Landro, oltre al bazooka fatto ritrovare davanti la sede della Dda. Accertamenti saranno

Pasqaule Tripodi: fare chiarezza sul rilancio dell’ aeroporto

compiuti anche sulla cabina telefonica dalla quale Cortese, secondo l’accusa, ha avvertito il 113 della presenza del lanciamissili, e sulla registrazione della telefonata per avere la certezza che a chiamare sia stato proprio Cortese. Cortese e Puntorieri saranno sottoposti anche a perizia antropometrica per confrontare i dati ottenuti con il video della Procura generale. L’incidente probatorio riguarderà anche il ciclomotore Honda SH300 sequestrato ad uno degli arrestati e dello stesso modello di quello che si vede nel video dell’attentato alla Procura generale. Alla stessa perizia sarà sottoposto un ciclomotore identico che era stato sequestrato in una fase precedente dell’inchiesta, antecedente alle dichiarazioni di Lo Giudice, e che vedeva coinvolti, come presunti autori, esponenti della cosca Serraino di Reggio Calabria, quat-

REGGIO CALABRIA - «Sulla Sogas, la società di gestione dell’aeroporto dello Stretto, dopo tante divagazioni di parte, è giunto il momento di fare chiarezza ed evitare inutili quanto fuorvianti divaricazioni». Lo sostiene, in una nota, il consigliere regionale Pasquale Tripodi. «Qui non si tratta aggiunge - di gettare la croce su un Presidente e un Consiglio di Amministrazione, che con capacità ed onestà intellettuale si sono fatti carico di salvare una società decotta comunicando tempestivamente a tutti i soci un piano industriale, dimezzando le perdite gestionali, preparando il previsto pareggio di bilancio del 2015, incrementando, in assenza d’incentivi pubblici, il numero dei passeggeri. Si tratta di stabilire se l’aeroporto Tito Minniti debba finalmente rappresen-

tro dei quali sono stati raggiunti da avviso di garanzia. I quattro sono ancora formalmente indagati per le bombe di Reggio e con la richiesta di incidente probatorio sul ciclomotore la Dda di Catanzaro intende chiarire definitivamente la loro posizione.

L’udienza per l’incidente probatorio è stata fissata dal gip per l’8 luglio. Il giudice affiderà una serie di incarichi che riguarderanno tutti gli elementi acquisiti nell’inchiesta

«Monastero Visitazione, prosegue il lavoro per il polo culturale» di Maria Speziale REGGIO CALABRIA - «La consegna dei lavori di recupero e di restauro del Monastero della Visitazione da partedel Sindaco Arena, avvia a conclusione la scelta politica delle Giunte Scopelliti di contribuire a creare nella città un polo culturale capace di consolidare l’ambizioso progetto di fare di Reggio una città d’arte». E’ quanto afferma il consigliere regionale Candeloro Imbalzano ("Scopelliti Presidente"), che prosegue: «Accanto al Museo Civico, la volontà di destinare definitivamente una parte importante della struttura ad unaPinacoteca, apre prospettive di grande interesse per lo sviluppo naturale turistico della cità’, soprattutto inrelazione alla proposta di legge da noi presentata da qualche mese in Consiglio regionale di istituire proprio a Reggio Calabria la Pinacoteca regionale della Calabria». Per Imbalzano «la posizione strategica del Monastero, la possibilità di realizzare un parcheggio costituiscono motivi ulteriori per quella che noi riteniamo la scelta più giusta per una prestigiosa sede da destinare alla fruizione di importanti opere d’arte». Anna Bolle

tare una infrastruttura decisiva ed essenziale della Città Metropolitana dello Stretto e conseguentemente attivare le necessarie e appropriate politiche di rilancio. Significa che non è la Sogas, ma la politica che deve svolgere il ruolo di attore primario della programmazione; significa che spetta al Ministero delle Infrastrutture, di concerto con la Regione, e le istituzioni locali delle due città dello Stretto aprire nuovi scenari nelle relazioni tra la sponda siciliana e quella calabrese. E che spetta alla politica domandarsi perché sono miseramente fallite le proposte di collegamento marittimo diretto tra l’aeroporto di Reggio e la Città di Messina. Non sfugge a nessuno, infatti, che senza un bacino di utenza ben servito di oltre un milione di persone, senza col-

legamenti stabili e agevoli, gli annunci restano solo chiacchiere, pannicelli caldi e non si conclude mai nulla di serio. Le scelte della politica, in questo campo - sostiene ancora Tripodi non possono essere propagandistiche, né servono interventi improvvisati; tutte le iniziative, semmai, devono rientrare in un preciso disegno di rafforzamento strutturale e strategico già abbondantemente prefigurato, ma mai adeguatamente supportato nelle sedi decisionali regionali e ministeriali»

r.c.


24

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

SPORT Il Consiglio Direttivo della Lega Pro ha valutato la documentazione presentata e tra qualche giorno darà il suo responso definitivo

CATANZARO CALCIO Bisognerà attendere per l’iscrizione al campionato di Roberto Mirarchi CATANZARO - Per sapere se il CatanzaroCalcio2011sarà iscritto ufficialmente al prossimo campionato di Lega Pro 2 Divisione, ci sarà d’attendere ancora qualche giorno. Al momento è iscritto con riserva. Il Consiglio Direttivo della Lega Pro, che si è riunito ieri e sulla base della documentazione prodotta dai club ha certificato che 70 società, di cui 29 di 1° Divisione e 41 di 2° Divisione hanno compiutamente adempiuto all’iscrizione al campionato competente. Sono 16 i club che hannopresentatoladomandadiiscrizione non completa e fra questi c’è il Catanzaro Calcio 2011 S.r.l.. Quattro sono le società che non hanno neanche presentato domanda e quindi sono escluse a priori. L’acquisizione del ramo d’azienda della società giallorossa in via definitiva per come impone la F.I.G.C. è stato risolto. Infatti, la nuova società nella giornata di ieri, con un giorno di ritardo (regolamenti federali) per mezzo dell’avvocato Arcangelo De Caro, ha presentato l’istanza per l’aggiudicazione definitiva al giudice fallimentare Giovanna Gioia, allegando un titolo di 60 mila euro. Il giudice ha, quindi, rilasciato l’attestazione definitiva di acquisto. Affinché il Catanzaro Calcio possa acquisire il diritto di partecipare al campionato è necessario che la nuova società si accolli tutti i debiti sportivi esistenti in Federazione e anche se essi sono oggetto di contenzioso fra le parti, la Figc vuole essere garantita sino a quando non ci sarà una sentenza definitiva.Sull’ammontaredell’importocomplessivo e sul surplus, cioè sulla

Ciccio Cozza: calciatore girovago ma sempre con Reggio nel destino

differenza esistente fra quelli stimati dal curatore e quelli esistenti in Figc c’è una differenza che si aggira attorno ai 300 mila euro. Giuseppe Cosentino e Carmelo Romeo avrebbero presentato in Federazione due fidejussioni per un ammontare di circa 600 mila euro che coprirebbero i debiti sportivi e previdenziali stimati dal curatore. E necessario chiedersi adesso se la fidejussione integrativa Cosentino l’ha fatta, la farà, oppure no. Una data importante (prima di quelle dove la Covisoc comunicherà le squadre che potranno

Giuseppe Cosentino e Carmelo Romeo avrebbero presentato due fidejussioni per un ammontare di circa 600 mila euro

opporre ricorso all’esclusione entro il 12 luglio) è quella del 5 luglio prossimo. Infatti, è previsto un Consiglio Federale Straordinario dove sicuramente si discuterà anticipatamente anche della questione Catanzaro. La pratica iscrizione non ha frenato tutti gli aspetti tecnici e le trattative che il DG Romeo stava conducendo. Confermata la voce che dovrebbe essere Ciccio Cozza l’allenatore, i nomi più gettonati per vestire la casacca giallorossa in attacco sono quelli di Domenico Zampaglione del Chievo, ultimo campionato nella Valle Grecanica, di Antonio Lamenza (1990), nell’ultima stagione al Poggibonsi in prestito dalla Reggina, di Andrea Picone (1991), ultimo campionato a Barletta in Prima Divisione e di Roberto Cortese che nell’ultima stagione ha militato nella Paganese. Per puntellare la difesa oltre al portiere Melillo dell’Ascoli ci sono Andrea Camilleri della Ternana e Gaetano Ungaro del Cosenza.

CATANZARO - Sarà quindi, quasi certamente, Francesco “Ciccio” Cozza il primo allenatore del nuovo Catanzaro. Ma pur esordiente come allenatore, Ciccio Cozza ha invece alle spalle una ottima carriera di calciatore, iniziata proprio nel vivaio della Reggina per poi passare giovanissimo al Milan; da quì alla Reggiana, che il 18 settembre 1994 lo fa debuttare in Serie Riassumiamo in breve A. Dopo due stagioni in Serie la lunga carriera B con Vicenza e Lucchese passa al Cagliari in Serie A. calcistica di colui che Dal 1997 al 1999 è al Lecce, sarà quasi certamente un anno in A e due in B. Nel gennaio 1999 Cozza torna al- il primo tecnico del la Reggina, e conquista la promozione in A. Dopo il pri- nuovo Catanzaro moannocostellatodiinfortuni, Cozza trova una discreta continuità di presenze. La Reggina tuttavia retrocede in B dopo lo spareggio perso contro il Verona. Cozza è tra i protagonisti nell’immediato ritorno in Serie A dei reggini, e nelle successive due stagioni veste la fascia di capitano, centrando la salvezza. Nel 2004-2005 viene acquistato dal Genoa ma a gennaio è ceduto al Siena in comproprietà per tornare alla Reggina l’anno successivo in prestito; a Reggio Calabria Cozza conquista ancora la salvezza. Riscattato dal Siena, torna in toscana nella stagione 2006-2007. Nel luglio 2007 fa il percorso inverso, tornando alla Reggina. Resta in Calabria fino all’estate 2009, dopodichè passa alla Salernitana,dovechiudelacarrieradacalciatore.

Nessuna riforma nel Campionato Nazionale Dilettanti Ora è ufficiciale: la Serie D rimarrà a 9 gironi con un organico di 162 squadre. Lo ha deciso il Comitato Interregionale che organizza a stagione sportiva, 2011/2012 - secondo gli indirizzi fissati dalla L.N.D. - il Campionato Nazionale di Serie D, il cui organico è determinato in base al titolo sportivo acquisito dalle Società nella stagione sportiva 2010/2011 e corredato dai requisiti di carattere organizzativo richiesti dalla F.I.G.C. Al Campionato Nazionale di Serie D - articolato su 9 gironi composti da 18 squadre ciascuno - partecipano le seguenti Società: - n. 4 Società retrocesse dal Campionato di Seconda Divisione al termine della passatastagione sportiva 2010/2011;n. 122 Società che hanno mantenuto il diritto sportivo all’ammissione, all’esito della passatastagione sportiva 2010/2011; - n. 35 Società pro-

mosse dai Campionati Regionali di Eccellenza al termine della passatastagione sportiva 2010/2011; - n. 1 Società di Eccellenza vincente la Coppa Italia Dilettanti - fase nazionale - della passata stagione sportiva 2010/2011.In caso di vacanza di organico per la stagione sportiva 2011/2012, nel Campionato di Serie D verrà mantenuto il numero di Società siccome definito all’esito delle procedure di ammissione al Campionato medesimo. Qualora la vacanza di organico del Campionato di Serie D, anche a seguito di "ripescaggi" al Campionato di Seconda Divisione per la stagione sportiva 2011/2012, risultasse superiore a cinque unità, si procederà al completamento dell’organico fino al raggiungimento di un numero massimo di 162 Società partecipanti al suddetto Campionato.

clap


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani 25

MAPPAMONDO

Cancro: ne fanno parte persone leali e sicure, che sono legate alla tradizione come fossero parte di essa. I loro umori e anche i propositi possono essere mutevoli come il pianeta dominante del segno, la Luna Ecco cosa hanno in serbo per noi le stelle per oggi sabato 2 luglio: Ariete, Giornata da dedicare all’ amore e magari alla famiglia; Toro, ottima giornata per voi. Avrete il tempo di mettere a posto un pò di cose; Gemelli: novità in vista, tenete stretto il portafogli; Cancro, sarete davvero insopportabili, nessuno riuscirà a capire cosa volete; Leone, ottime possibilità e occasioni; Vergine, piccoli acciacchi ma a gonfie vele in amore; Bilancia, mille impegni e poco tempo per portarli al termine; Scorpione, potete finalmente staccare la spina; Sagittario, frenetici e confusionari; Capricorno, non tirare troppo la corda; Acquario, sarete al centro dell’ attenzione della persona amata; Pesci, le tensioni si allontanano e finalmente potete vedere l’orizzonte, puntate dritto all’obiettivo.

Liv Tyler (1 luglio 1977) - Modella e attrice americana


26

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

CARTELLONE “ReggioNonTace” con le donne di Calabria Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CATANZARO XIX pedalata ecologica "Amici in bici" Domenica 3 luglio , avrà luogo la XIX pedalata ecologica "Amici in bici", manifestazione ciclistica promossa dall’associazione Acli Zarapoti, con partenza alle 9.30, da piazza Domenico Procopio (Santa Maria). Il percorso si snoderà da piazza Procopio lungo via Santa Maria, via Calvario, via Casolini, viale Isonzo, Corvo, Via Magna Grecia,viaFiume,LungomarediCatanzaro Lido, Porto di Lido, Località Giovino, Pineta di Giovino. CERVA Riunione Gal Valle del Crocchio Il Gal Valle del Crocchio invita alla riunione che si terrà mercoledì 6 luglio,alleore17.00,pressolaPalestra della Scuola Media di Cerva, per discutere sulla creazione della “SocietàdiDistrettodellaValledelCrocchio”, che conduca alla tutela, conservazioneevalorizzazionedelpatrimonio storico, culturale, architettonico, geologico, naturalistico del territorio. LAMEZIA TERME Convegno "Associazionismo e Politiche Sociali" La Sezione Fidapa di Lamezia Terme compie 40 anni e intende celebrare l’evento il 9 luglio , con un convegno che si terrà al Teatro Grandinetti su “Associazionismo e Politiche Sociali". Il convegno vedrà la partecipazione corale delle Sezioni Fidapa della Calabria e la presenza autorevole dei vertici nazionali della Federazione, nonché dei rappresentantiistituzionalidiComune,Provincia e Regione, e di relatori competenti. Nel corso del convegno sarà anche presentato il volume La Fidapa e Lamezia Terme. Quarant’anni insieme pubblicato per l’occorrenza. Attività estive minori anziani disabili Anche quest’anno, l’Amministrazione comunale di Lamezia Terme promuove un programma di attività estive pensate per i minori, gli anziani ultra sessantacinquenni e le persone diversamente abili. L’avviso pubblico per la partecipazione del progetto da parte degli organismi impegnati nel sociale è stato reso noto sul sito internet del Comune. Le attività, si svolgeranno da giugno ad ottobre . Per ulteriori informazioni, gli interessati potranno rivolgersi all’ufficio Politiche Sociali su corso Numistrano, dalle ore 8.30 alle 11.30 nei giorni di lunedì, martedì e giovedì e dalle 15.30 alle 17.30 solo il giovedì oppure potranno telefonare ai numeri 0968-207608/613 e 0968-207614/615. LOCRI 22^ edizione della Mostra Mercato del Radioamatore Si apre sabato 16 luglio , la 22esima edizione della Mostra Mercato del Radioamatore, dell’elettronica e del computer, che si terrà presso i locali

Il movimento ReggioNonTace ricorda l’appuntamento del 3 luglio a Polsi dedicato alle Donne di Calabria. Le modalità di partecipazione all’iniziativa sono due: una carovana di auto che partirà da Reggio Calabria con un ultimo breve tratto a piedi e una escursione di circa 4 ore. Percorso in macchina: Il programma della giornata prevede un primo raduno dei partecipanti presso Piazza Garibaldi alle ore 7,30 dal quale tutti insieme si partirà per raggiungere il Bivio di Montalto (ore 9 circa), ed incontrarsi con eventuali altri gruppi non partiti da Reggio. Alle ore 9,15 si proseguirà per Montalto giungendo alle ore 10,45 nella zona adibita ad eliporto (località Tri arii) e si percorrerà l’ultimo tratto a piedi fino a Polsi con arrivo previsto per le 11,30 circa. Alle ore 12.00, inizierà l’incontro con la lettura di un documento ed interventi liberi e programmati. Alle ore 13,30 ci si fermerà per il pranzo (al quale ognuno dovrà provvedere in autonomia). Alle ore 15.00 ci saranno dei momenti di festa, con suonate di organetto e tamburello e letture relative al tema delle donne di ‘ndrangheta e delle donne calabresi. Percorso a piedi: L’itinerario a piedi, guidato dal Cai, seguirà l’antico sentiero che i pellegrini provenienti dal’area reggina utilizzavano per raggiungere Polsi. La prima metà dell’itinerario, lasciato Montalto, si svolge nel bosco di faggio che si alterna a radure. Raggiunto il Piano dei Riggitani il sentiero inizia a scendere più ripidamente seguendo, in alcuni tratti, l’antica mulattiera per Polsi. A sinistra abbiamo la frana di San Francesco e a destra il Vallone della Madonna. La vegetazione diviene più rada e costituita da esemplari isolati di quercia. La mulattiera ormai diruta rende meno agevole questo ultimo tratto. Giunti ad una recinzione una scaletta consente di entrare nella via Crucis che agevolmente raggiunge Polsi nei pressi di un castagno secolare e della fontana del-

dell’istituto scolastico “Maresca” di Locri fino a domenica 17, dalle ore 9.00alleore13.00,epomeriggiodalle 15.30 alle 20.00. Il classico appuntamento è organizzato dalla Cisar, associazione Nazionale Radioamatori sezione di Locri, con il patrocinio della Città di Locri. MONTALTO UFFUGO "Settimo in passerella" Oggi , alle ore 20.30, presso v.le Trieste Settimo, si terrà "Settimo in passerella" con il patrocinio del Comune di Montalto Uffugo, 2^ edizione di moda, spettacolo, cultura e

gela Misiano); seguirà la conversazione del 13 luglio , “Sull’arte scultorea espressa dal reggino Pitagora (relatore prof. Daniele Castrizio); il 20 luglio , infine, si parlerà della cosiddetta“Questioneomerica”affrontata attraverso una analisi dei diversi contesti geografico, filologico e iconografico che caratterizzavano lo Stretto e la Reggio arcaica (relatore prof. Franco Mosino). SAN SOSTENE MARINA Presentazione libro di Luigi Aloisio Giorno 9 luglio , alle ore 18.00, Via delle Magnolie, Traversa Via delle Ortensie, Claudio Landi presenterà illibro“EnergieRinnovabili.Tuttigli incentivi e come ottenerli” autore avv. Luigi Aloisio e tratterà dello sviluppo delle energie rinnovabili in Europa e nei Paesi Asiatici. Porgerà i saluti Patrizia Linda Cecaro. Interverranno: Luigi Aloisio; Wanda Ferro; Francesco Talarico. Seguirà un aperitivo

le Viole. Saranno di supporto all’escursione la Stazione Aspromonte del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico del Club Alpino Italiano e la Stazione di Soccorso Alpino della Guardia di Finanza. Ambedue le strutture operano in Aspromonte, da oltre 10 anni la prima e più di recente la seconda, intervenendo per la ricerca, il soccorso ed il salvataggio di vite umane in zone impervie ed ostili. La prima è costituita da volontari ed ha una base operativa presso il rifugio Pidima concesso dal comune di Scilla. La seconda è invece costituita da militari con base a Gambarie. Altrettanto importante la collaborazione offerta dal Dirigente Provinciale di Reggio dr. Domenico Cordova dell’Azienda Foreste Regionali che, con la collaborazione del Direttore dei lavori dr. Nirta e del capo operaio Murdaca Francesco, ha curato il recupero dell’ultimo tratto di sentiero la cui fruibilità era resa problematica dalla rigogliosa vegetazione.Gli operai forestali hanno inoltre in-

dividuato, concordemente alle indicazioni del rettore del Santuario di Polsi don Pino Strangio, ed allestito una aiuola per ospitare l’albero di castagno che ReggioNonTace pianterà in occasione dell’iniziativa. Il castagno, presente a Polsi da millenni ed ancora visibile in esemplari monumentali, rappresenta una delle colture che ha sostenuto le esigenze alimentari delle popolazioni montane tanto da essere definito “il pane dei poveri”. L’albero è stato offerto dalla Ditta Vivaio Franco di Condofuri Marina. Ricordiamo inoltre che al termine del cammino saranno con noi il vescovo di Locri Morosini e alcuni rappresentanti della procura e delle ffoo. Hanno già aderito all’iniziativa Adriana Musella presidente di Riferimenti,RosannaScopellitipresidente della Fondazione Scopelliti e Mimmo Martino dei Mattanza che per l’occasione ha composto una nuova tarantella che ci farà ascoltare in prima assoluta il 3 luglio.

solidarietà. L’iniziativa ha lo scopo di promuovere e valorizzare il territorio. Conduce Andrea De Iacovo.

quale omaggio e segno di ricordo verso i caduti di quella imbarcazione e verso tutti coloro che hanno perso la vita per l’Unità d’Italia.

MONTEBELLO JONICO 70° anniversario affondamento "Laura C." Giorno 3 luglio , alle ore 10.00, presso la foce del torrente Molaro - Saline Joniche, si terrà un importante manifestazione, organizzata dalla Pro-Loco di Saline. Si tratta del 70° anniversario dell’affondamentodellanaveLauraCacui parteciperanno numerose autorità. Un gruppo ci circa 100 di Sub porterà nel fondo del mare una corona

REGGIO CALABRIA Ciclo di conversazioni estive Promosso,dall’associazioneculturale “Il laboratorio di Teagene”, un ciclo di conversazioni estive sullo “stretto necessario”. Il lido Pepy’s ospiterà gli eventi culturali. Il primo appuntamento, programmatoperil6luglio,alleore19.30,riguarderà la “Navigazione astronomica di Ulisse nello Stretto” (a relazionare sarà la professoressa An-

SOVERATO Manifestazione vini e storie della Calabria Manifestazione della condotta Slow Food Soverato versante Jonico. Quest’anno è previsto un incontro che verrà condotto come salotto di conversazione,perascoltarelestorie delle aziende, curato da Marisa Gigliotti, Giovanni Gagliardi, Saveria Sesto, Pier Francesco Multari. Questo incontro si terrà domenica 3 luglio2011,dalle18.00alle19.00,in apertura della manifestazione, presso la sala del ristorante Miramare. Dopo le 19.00, saranno aperte le degustazioni al pubblico sul terrazzo della struttura Miramare. Durante la manifestazione sarà allestita l’esposizione, dei vini in abbinamento alla collezione delle foglie di viti della Calabria di Saveria Sesto, Silvia Sesto e Graziella Cantafio. Convegno, da Pitagora a Damanhur “Da Pitagora a Damanhur, similitudini filosofiche per un messaggio culturale di pace, dialogo e tolleranza: ecologia ambientale, mentale, corporale”. E’ il tema del convegno che si svolgerà a Soverato venerdì 8 luglio , alle ore 18.30, presso la sala convegni dell’Hotel Nocchiero, in Piazza Maria Ausiliatrice. L’iniziativa è promossa e organizzata dal costituendocircoloculturale“L’Accademia di Platone”. Il programma prevede l’introduzione di Francesco Pungitore, sul tema “Nuove comunità spirituali e antica filosofia della Magna Graecia”. Seguiranno le relazioni di: Silvio Palombo, che svilupperà il suo intervento su “Damanhur: una moderna eco-società sostenibile”; Giuseppe Barbera, che parlerà di “Pitagora e Pitagorismo”; Eugenio Fizzotti, che interverrà sul tema “Ricerca di Dio e senso della vita”; Giovanni De Giorgio, che si soffermerà su “L’individuo come unità umana: la visione omeopatica”. Modererà l’incontro il giornalista Antonio Capria.


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani 27

CARTELLONE Il Tour del Mulino Bianco approda a Scalea Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CARIATI Estate Ragazzi 2011 Parte l’Estate Ragazzi 2011. L’Amministrazione Comunale assessorato ai servizi sociali ripropone anche quest’anno, la realizzazione di questo progetto col fine di offrire alle famiglie un’opportunità di intrattenimento e di cura dei figli nel periodo estivo.Ilperiodovafinoavenerdì29 luglio , dalle ore 9.00 alle 13.00. La richiesta di adesione, da compilare sul modulo disponibile presso l’Ufficio relazioni con il pubblico, devono essere consegnate direttamente al Comune-AreaComunicazioneUrp. Info: 0983/9402205 - 9402223 oppure a: urp.cariati@asmepec.it CATANZARO Manifestazione "L’Incanto dei libri" Manifestazione "L’Incanto dei libri". Quest’iniziativa, voluta dall’assessorato alla cultura della Rregione Calabria, dal Comune di Catanzaro e dalla Biblioteca Comunale, prevede diversi incontri con i bambini d’età prescolare e scolare e si svolgerà non solo in Biblioteca, ma anche in altri posti quali: Villa Trieste, reparti pediatrici dell’Ospedale Pugliese-Ciaccio,ambulatoripediatrici e asili. La cooperativa "Incanto" metterà in scena, giovedì 14 luglio , ore 18.30, "La bella e la Bestia" presso il Chiosco Villa Trieste. Martedì 19 luglio , "La spada nella roccia", ore 18.30, presso il Chiosco Villa Trieste. Happyhour al Marca Presso il Marca, Museo delle Arti Catanzaro, anche a luglio si terranno diversi appuntamenti il 7, il 14 e il 21 ; un buon drink e qualche stuzzichino tutto compreso nel biglietto della mostra a soli 3 euro, i primi tre giovedì di luglio con gruppi diversi ma di grande qualità. Il 7 luglio , saràlavoltadiVoiceLink.Il14luglio , suonerà Peppe Fonte. Si chiude il 21 luglio , con il concerto del gruppo “Le Hibou”. “Granfondo dei due mari” Si terrà a Catanzaro il 3 luglio , la “Granfondo dei due mari”, gara di ciclismo aperta a tutte le categorie amatoriali la cui partenza e il cui arrivo sono previsti a Catanzaro. La gara toccherà molti importanti centri della provincia, e quest’anno si vestirà del tricolore dell’Unità d’Italia. Alle ore 9.00, la partenza dall’Eurospin su viale Magna Greci, mentre l’arrivo è previsto alle ore 12.30, in piazza Prefettura. XIII motoraduno d’epoca Il 17 luglio 2011 , a S.Elia si terrà il XIII° motoraduno d’epoca regionale V° memorial Giovanni Critelli. Ore 8.00, iscrizione presso Piazza Ss Maria Assunta in S. Elia. Ore 11.00, chiusura iscrizione, benedizione moto e motociclisti, partenza dalla piazzetta del motociclista, bivio termine, Pentone, bivio Cafarda. Diga del Passante, bivio Semaforo, Villaggio Racise, Villaggio Mancuso. Ore 13.30, pranzo al ristorante "Hotel Sila", estrazione lotteria, chiusura manifestazione e saluti

Arriva a Scalea, da oggi al 5 luglio , il Tour di Mulino Bianco, il progetto di educazione alimentare per informare e sensibilizzare gli italiani verso una corretta e sana alimentazione, che in due anni ha già toccato oltre 80 tra le più belle città italiane e ospitato oltre 500.000 visitatori. Le attività del Tour di Mulino Bianco, a sostegno dell’educazione alimentare e di sane abitudini come la colazione e la merenda all’italiana, hanno trovato il supporto del Comune di Scalea, che ha deciso di patrocinare l’iniziativa, con il particolare supporto degli assessorati al Commercio e al Turismo e Istruzione, retti, rispettivamente, da Franco Galiano e Giuseppe Forestieri. “Da tre anni il Tour di Mulino Bianco riscuote grande interesse in giro per l’Italia e ha accolto il sostegno di molte istituzioni locali, attente al lavoro che Mulino Bianco porta avantiperpromuovereunacorretta e sana alimentazione. Il patrocinio concesso dal Comune per questa importante tappa del Tour di Mulino Bianco è una ulteriore conferma in tal senso ed per noi un incoraggiamento a proseguire il lavoro nel-

la stessa direzione” – afferma Elena Bernardelli, Direttore Marketing Bakery Italia di Barilla. L’accogliente struttura itinerante del Mulino visiterà le più belle piazze del Paese, toccando 30 città da fine marzo a novembre 2011. Il Mulino è aperto a tutti coloro che sono interessati ad intraprendere un’interessante esperienza alla scoperta delle origini della nostra tradizione alimentare e dell’importanza dell’equilibrio nutrizionale, con particolare attenzione alla Colazione all’italiana e alla Buona Merenda. Durante ogni tappa, all’interno della struttura del Mulino, i visitatori possono accedere ai contenuti del progetto e partecipare ad alcune attività, come ad esempio conoscere qual è la propria tipologia di risveglio - morbido, leggero, allegro o energico - grazie a un simpatico e veloce test. Possono così gustare la colazione più vicina al proprio modo di iniziare la giornata ricevendo un vassoio corrispondente al proprio profilo di risveglio con biscotti e brioche Mulino Bianco. Il Tour è anche l’occasione per scoprire l’ultima novità di Mulino Bianco:

CETRARO Summer Tour di Radio Jukebox Dopo il grande successo per la tappa del Summer Tour di Radio Jukebox, nuova tappa prevista per giorno 11 luglio 2011 a Cetraro (Cs) con la vincitrice Nazionale Elisa Grassi del Nuovi Talenti Festival e gli Sugarfree.

ché l’opera più votata tra quelle ambientatenellaprovincia catanzarese, per la quale è prevista la pubblicazione da parte della Provincia di Catanzaro.

COSENZA Incontro con Isabella Marchiolo L’ultimo romanzo di Isabella Marchiolo,Nomed’arteGoran,saràpresentato lunedì 4 luglio , alle ore 18.00, presso la libreria Ub!K. Insieme all’autrice interverranno il giornalista Valerio Giacoia e il cantautore Daniele Moraca. CROPANI II edizione di “Parole nel Vento” Conclusa la prima fase di selezione dei lavori, entra nel vivo la seconda edizione di “Parole nel Vento”, il premioletterarioindettodallaProvincia di Catanzaro e dedicato ad opere ineditedinarrativa.Laserataconclusiva si terrà oggi nella splendida cornice della piazza del Duomo di Cropanisuperiore.Inoccasionedellaserata, che sarà condotta da Maria Grazia Capulli, volto noto del Tg2 nazionale, saranno altresì premiati il secondo e il terzo classificato, non-

FRASCINETO X Raduno Nazionale della Vespa Mancano poche settimane all’apertura ufficiale del Decimo Raduno Nazionale del la Vespa, un evento messo a punto dal Vespa Club di Castrovillari. A Frascineto (Cs), dove si terrà la manifestazione, fervono i preparativi per accogliere al meglio i vespisti proveniente da tutte le regioni d’Italia per vivere insieme una straordinaria occasione e condividere la passione comune per la mitica due ruote di Pontedera. Il raduno si svolge in due giornate, tra il 16 e il 17 luglio .Madrina dell’evento sarà Maria Perrusi, Miss Italia 2009. La bellissima ragazza di Fiumefreddo Bruzio parteciperà alla serata di galadigiorno16chevedràl’elezione di “Miss Vespa sotto le stelle”. Lo spettacolo sarà condotto dall’attrice Daniela Fazzolari. LAMEZIA TERME A Lamezia Terme un bambino da Oscar Il più giovane bambino al mondo che a soli 10 anni esegue il triplo sal-

“Storie di Frutta al Cucchiaio”: una cremosa purea di frutta che abbraccia tanti gustosi pezzetti di vera frutta. In una comoda e pratica coppetta, tutto il gusto e la bontà della frutta per ogni momento della giornata. Il Tour di Mulino Bianco ospita al suo interno attività di “edutainment”, pensate per imparare giocando, dedicate ai bambini di età scolare. Proprio ai più piccoli e alle loro attività è rivolta particolare attenzione. I bambini possono partecipare al laboratorio Mani in Pasta e al teatro “Alla scoperta dei segreti degli Amici del Mulino”, due programmi nati per far vivere un’esperienza di educazione alimentare divertente e istruttiva. Mani in pasta, consente ai bambini di scoprire più da vicino gli ingredienti naturali e conoscere il loro corretto utilizzo nella preparazione di una merenda buona, sana ed equilibrata. Lo chef farà un’introduzione sull’origine degli ingredienti e sulle loro caratteristiche, dopodiché accompagnerà i bambini, vestiti come dei veri chef con grembiulino e cappello, nell’attività creativa e manuale, dall’impasto alla realizzazione di biscotti. Nel Teatro “Alla scoperta dei segreti degli Amici del Mulino” i bimbi vanno alla scoperta insieme ad un animatore di tante curiosità legate all’origine degli ingredienti, i loro differenti utilizzi, l’orto e le caratteristiche degli alimenti che trovano sulla loro tavola. L’edizione 2011 del Tour di Mulino Bianco si arricchisce di una nuova attività che ha come protagonista il mondo del pane. All’interno del Mulino Bianco è inoltre previsto uno spazio permanente dedicato ai bambini dove poter disegnare e colorare. Il Mulino Bianco sarà a Scalea in Piazza Aldo Moro con i seguenti orari: 9.00-13.15 /17.00-20.30.

to mortale entrando così a far parte del guinnes dei primati, è Maicol e fa parte del cast del circo Orfei che sarà presente a Lamezia Terme fino al 5 luglio , con il doppio spettacolo dal titolo di Orfei più il circo Brasiliano. Rassegna “Cinema d’estate” Domenica 25 settembre 2011, si svolgerà la Marcia Perugia-Assisi per la pace e la fratellanza dei popoli a cinquant’anni dalla prima Perugia-Assisi organizzata, con lo stesso slogan, da Aldo Capitini il 24 settembre 1961. E’ in preparazione a tale evento, a cui siamo invitati a partecipare, che Amnesty International e Pax Christi propongono anche quest’anno la consueta rassegna “Cinema d’estate”.Programma delle serate: martedì 5 luglio , ore 21.00, 14 kilometros di Gerardo Olivares. Venerdì 8 luglio , ore 21.00, Miral di Julian Schnabel. Martedì 12 luglio , ore 21.00, Bonhoeffer di Eric Till. La rassegna si terrà presso il Cortile Casa Canonica del Carmine, Via R. Sanzio, 2 a Lamezia Terme, Sambiase. LOCRI Amare Locri: al via spiaggia pulite Avrà inizio nel giorno di domenica 3 luglio 2011 la campagna di sensibi-

lizzazionepromossada“AmareLocri”. L’aggregazione “Amare Locri” dà appuntamento, a chi vorrà partecipare, per le ore 6.00 di domenica 3 luglio, in Piazza Nosside (Lungomare di Locri), da dove prenderà l’avvio lapuliziadellaspiaggialatoSud,l’attività si protrarrà per circa tre ore. MAIDA "Milo e il Tesoro del Libro" Domenica10luglio,dalleore17.00, al Centro Commerciale "Due Mari", "Milo e il tesoro del libro" a spasso con la Melevisione. Con indovinelli, canzoni e filastrocche la strega VaranaeMiloCotognoracconteranno la fiaba del Mago Bibliomane, spiegando in maniera divertente i meravigliosi tesori che la lettura può regalare a piccoli e grandi. REGGIO CALABRIA Finale di Miss Italia nel Mondo Pupo ed Elisa Isoardi condurranno il 4 luglio , su Raiuno, da Reggio Calabria, la finale di Miss Italia nel Mondo, il concorso delle figlie dei nostri emigrati giunto alla 21.a edizione e che per la prima volta arriva al sud. Programma: Giorno 3 luglio , conferenza stampa sulla Finale. Giorno 5 luglio , servizi fotografici alla vincitrice e conferenza stampa conclusiva. Giorno 4 luglio , serata finale. Conduce Pupo con la partecipazione di Elisa Isoardi. Regata interregionale Laser e seconda prova della Calabria Basilicata Oggi e domenica 3 luglio , circa cinquanta imbarcazioni tra Laser e Optimist saranno presenti nello specchio d’acqua antistante il Lungomare, organizzati dal Circolo Velico Reggio, per disputare le regate regionali del Laser e la seconda prova della Coppa Calabria Basilicata della classe Optimist. Leregatesonovalideperlaselezione zonale Optimist per il Campionato NazionaleJuniores,CoppaPrimavela e Coppa del Presidente per i Cadetti, mentre per i Laser vale per il recupero della Prova che non è stata disputata in località “Le Castella”. CALABRIA Selezioni nazionali per il 54° Zecchino d’oro Sonogiàcento,mailnumeroèdestinato a salire ancora, i bimbi iscritti alle selezioni per il 54° Zecchino d’oro, in programma la prossima settimana in Calabria con un fitto calendario: domenica 3 luglio a Caulonia Marina (RC) (parrocchia deiSS.SilvestroeBarbara,inpiazza Sant’Antonio) e lunedì 4 luglio a Soverato (CZ), (locali della Pro-loco nell’Istituto Geometri in via Trento e Trieste, sempre con gli stessi orari). Il regolamento e le modalità di iscrizione sono consultabili sul sito www.selezionizecchinodoro.it. Per informazioni, chiamare la segreteria dell’Antoniano diBologna, telefono 051.3940206


28

il Domani

Sabato 02 Luglio 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

Gemma Testa De Angelis

La fondatrice di Acacia: «Le opere d’arte della nostra corposa collezione pronte per il nuovo Mac di Milano»

Le alleanze virtuose di Gemma Testa Valentina Cavera Gemma De Angelis Testa è un nome di fama internazionale sul palcoscenico del collezionismo italiano. La sua avventura è iniziata proprio frequentando esibizioni indimenticabili, nei vent’anni trascorsi con il marito Armando Testa. Ad esempio la Biennale di Venezia e Documenta, la mostra d’arte moderna e contemporanea che si tiene a Kassel in Germania, erano appuntamenti imperdibili.

La sua avventura è iniziata frequentando esibizioni indimenticabili nei vent’anni trascorsi con il marito, il pubblicitario Armando Testa Dapprima, la frequentazione delle mostre era alimentata solamente dall’estasi meravigliosa scaturita dall’approccio visivo; solo dopo la morte del marito, nel ’92, Gemma ha intavolato il suo disegno di collezionista, strutturando anche l’archivio monografico di Armando Testa. La prima opera acquistata è stata “The vengeance of Achilles”, (1962) di Cy Twombly. La collezione ora stima l’ammontare di quattrocento opere, eseguite da maestri internazionali quali Cragg, Spalletti, Kiefer, Vezzoli e molti altri, al fianco di quelle create da artisti emergenti ed è tutt’ora un sogno per molti poterla ammirare. Ciò che preme alla collezionista è, come lei stessa afferma, «la necessità di sostenere i giovani, non solo artisti in senso stretto ma l’intero sistema artistico, comprese le gallerie. Amo tutti quegli artisti in grado di colpirmi, di toccarmi mentalmente ed emotivamente», dichiara. Nel 2003 fonda l’associazione

Il primo lavoro acquistato è stato “The vengeance of Achilles”, (1962) di Cy Twombly. La collezione ora stima l’ammontare di quattrocento opere eseguite da grandi maestri Maurizio Cattelan, La nona ora

Acacia, amici arte contemporanea italiana, della quale è tuttora presidente. Oggi ne fanno parte un centinaio di soci, tra i quali noti collezionisti. Il progetto nasce per incentivare il sistema d’arte contemporanea in funzione della futura apertura milanese del Mac, il nuovo museo d’arte contemporanea. Infatti riveste un ruolo fondamentale e di primaria importanza la collezione di opere di giovani artisti italiani che sta prendendo forma e sarà donata all’atteso museo realizzato da Daniel Libeskind. Acacia si sviluppa in modo disinteressato, per il bene dell’artista e della comunità, una sorta di mecenatismo collettivo. Come racconta: «Penso che il collezionista non debba limitarsi all’acquisto di opere per puro

Un'opera di Francesco Vezzoli

godimento privato, ma assumere un ruolo propositivo nella diffusione dell’arte contemporanea in modo da incentivare un reale dialogo tra i vari protagonisti del sistema. Credo che oggi una grossa fetta del collezionismo italiano e milanese in particolare, sia stato assorbito dagli stilisti e dalle case di moda internazionali che agiscono attraverso le proprie fondazioni. Si tratta di un collezionismo diverso dal concetto di mecenatismo al quale mi rivolgo. Voglio dire che un tempo la Chiesa era il mecenate per eccellenza e più tardi, dal Rinascimento in poi, lo furono i nobili. I grandi progetti artistici richiedono ingenti somme di denaro; per esempio le fondazioni Prada e Trussardi possono fare fronte a progetti economi-

«Penso che il collezionista non debba limitarsi all’acquisto di opere per puro godimento privato, ma assumere un ruolo attivo nella diffusione dell’arte» camente molto impegnativi, donando memorabili mostre alla città. Oggi come ieri per alcuni il mecenatismo è un segno di visibilità, di ricchezza e di potenza». La Testa De Angelis continua sostenendo: «Acacia si è perfettamente inserita come un anello mancante nel sistema dell’arte contemporanea, quello di congiunzione tra pubblico e privato rappresentato dai collezionisti stessi, in quanto nel nostro caso assumono un ruolo pubblico agendo in senso collettivo e non per scopi personali». Si può affermare che Acacia sia la prima associazione nata per valorizzare l’arte contemporanea in sé e gli artisti italiani che si muovono attorno a Milano. In questi anni l’associazione ha lottato per custodire una collezione, accostata a prestiti e donazioni, in un luogo appropriato a una metropoli così accesa di culture differenti. Nel corso del suo decollo e del suo percorso successivo, ha sempre collaborato, a seconda del momento, con


Sabato 02 Luglio 2011

il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA L’associazione e i progetti futuri Acacia nasce nel 2003 grazie all’intraprendente passione di Gemma De Angelis Testa. Oggi collaborano al progetto un centinaio di soci, tra i quali noti collezionisti, per promuovere l’apertura del museo di Arte contemporanea a Milano attraverso una corposa donazione di opere e un dialogo perpetuo con le istituzioni. L’associazione stimola l’idea di un collezionismo attivo che include in un’unica sfera la dimensione pubblica e quella privata affinché l’arte contemporanea sia promossa, valorizzata e conservata. Acacia cura eventi culturali e oltre ad organizzare mostre in più edizioni come quella intitolata Invito, assegna annualmente anche premi prestigiosi: il premio artisti emergenti, Acacia ti fa volare e il premio omonimo. Gli artisti premiati nel corso degli anni sono in parte gli stessi che fanno parte della collezione. Si ricordano, tra gli altri, Mario Airò, Shane Campbell, Maurizio Cattelan, Roberto Cuoghi, Paola Pivi, Marcella Vanzo, Francesco Vezzoli, Nico Vascellari e Lara Favaretto, la vincitrice 2011. www.acaciaweb.it.

Lara Favaretto, I poveri sono matti, 2005

fiere ed eventi nazionali e internazionali. In questi ultimi anni l’associazione ha inoltre partecipato a interessanti incontri collettivi, come tavole rotonde, lezioni universitarie e convegni e si è affiancata a istituzioni universitarie e manifestazioni speciali, come il festival di arte contemporanea di Faenza. Acacia si snoda, così, in varie maglie. I soci hanno la possibilità di visitare mostre, collezioni private e manifestazioni internazionali. Molti di essi si possono ritenere “collezionisti attivi”, poiché non solo si interessano vivacemente agli eventi di Acacia ma hanno dato i natali a musei e fondazioni. Anche il gusto personale dei collezionisti crea una certa varietà. La collezionista si sente attratta da ogni espressione artistica contemporanea, mentre altri soci sono focalizzati su videoarte e fotografia. La collezione Acacia è stata esposta la prima volta a palazzo Nicolosio Lomellino, la sede del Fai ligure a Genova, e a breve sarà esibita anche a Milano. In pratica è quella che sarà visibile al Mac, anche se la collezione è tuttora “in progress”. Vi è un altro segmento parallelo ai progetti di Acacia che si protrae dal 2008: l’adesione al programma di residenze per artisti Vir, Viafarini in residence a Milano, che dà la possibilità ogni anno a un artista diverso di ricevere una borsa di studio. Il premio Acacia è sicuramente il mezzo principale del quale si serve l’associazione per promuovere l’arte contemporanea. Nasce lo stesso anno dell’apertura di Acacia, nel 2003, e viene assegnato annualmente per la cifra iniziale di ventimila euro. Gli artisti non sono solamente supportati da questo premio ma anche dall’opportunità di farsi conoscere in esibizioni successive attraverso personali nei musei. I giovani artisti premiati non si candidano spontaneamente ma vengono selezionati tra quanti si sono messi in mostra in importanti musei e istituzioni. La giuria si compone di curatori e collezionisti, comunque soci dell’asso-

Gli artisti non sono solamente supportati da questa manifestazione ma anche dall’opportunità di farsi conoscere in esibizioni successive attraverso personali nei musei ciazione. Proprio grazie alla determinazione della sua presidente, la collezione ha preso corpo pian piano e con la speranza che l’idea della possibile realizzazione del Mac, anche se inizialmente sembrava solo un sogno. Oggi come oggi, la collezione si compone di una ventina di opere: un insieme di sculture, dipinti e installazioni. Gli artisti sono Mario Airò, Shane Campbell, Maurizio Cattelan, Roberto Cuoghi, Francesco Gennari, Sabrina Mezzaqui,

Lara Favaretto, ''Lost & found'', 2010

Marzia Migliora, Adrian Paci, Paola Pivi, Grazia Toderi, Luca Trevisani, Marcella Vanzo, Francesco Vezzoli e Nico Vascellari. L’edizione del 2011 ha premiato Lara Favaretto, artista concettuale, che si impone con un’opera realizzata in situ per l’associazione. Si tratta di “No one knows about persian cats”: una serie di tubi innocenti o “residui”, “derelitti”, come ama chiamarli l’artista, disposti l’uno accanto all’altro in una sequenza armonica. Proprio come le canne di un organo, però, quei tubi ricordano che all’interno della

musicalità risiede anche la dissonanza, resa reale con il rivestimento di uno di essi di lana verde, nello spezzarsi di un’immagine sempre uguale a sé stessa. Giocando con i colori della ruggine e con le sue sfumature, l’installazione si sviluppa sul suolo. In essa il tempo scorre, senza vie d’uscita. Questo lavoro è stato ispirato dal viaggio in India avvenuto nel 2005, nel quale l’artista si è confrontata con gracili ponteggi, anche se efficienti, con la caducità delle costruzioni, con la varietà dei colori e la naturalità del quotidiano. Gemma De Angelis Testa si sofferma sulla Milano del contemporaneo. «È una città sempre in evoluzione dove il privato fa comunque la parte del leone. Pensiamo alle gallerie, alle fondazioni private e, perché no, alle associazioni come la nostra che propongono continuamente mostre e progetti di alto livello in grado di sopperire alla grave deficienza di un museo di arte contemporanea. Negli ultimi anni c’è stato un maggiore impegno delle istituzioni e una grande volontà di fare sistema ma non si può improvvisare, l’arte richiede competenza e professionalità. Come più volte ho ribadito, per poter godere di credibilità trovo auspicabile introdurre a Milano un direttore artistico di fama internazionale che cominci fin da ora a proporre un programma di mostre, prendendo contatti con i musei all’estero per instaurare un dialogo più serrato». Gemma De Angelis Testa nasce a Salerno il 2 marzo 1959. A Milano, dove vive, studia da autodidatta pittura e fotografia. Instancabile viaggiatrice, dopo il matrimonio con Armando Testa, noto pubblicitario e artista, si trasferisce a Torino. Con lui collabora anche alla realizzazione di manifesti e progetti di grafica. Dal 1983 al 1992, Gemma è direttrice della casa di produzione Ardo film e collaboratrice del Giornale dell’arte. Collezionista fin dagli anni Ottanta, nel 2003 Gemma fonda l’associazione Acacia della quale è la presidente.


il Domani Sabato 2 Luglio 2011 31

SPETTACOLI-TV C A NA L E

01:40 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:45 - FILM Fuoco su di me con Omar Sharif, Massimiliano Varrese, Marc Fiorrini regia di Lamberto Lambertini 03:25 - TELEFILM La omicidi 05:00 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 05:45 - NEWS Euronews

ITALIA 06:15 - TELEFILM Media shopping 06:30 - TELEFILM Zoey 101 06:45 - CARTONI ANIMATI Il trenino Thomas 07:10 - Le avventure degli orsetti del cuore 07:20 - CARTONI ANIMATI Scooby doo 07:50 - CARTONI ANIMATI Doraemon 08:05 - Petali di stelle per Sailor Moon 08:35 - CARTONI ANIMATI Spongebob 08:50 - CARTONI ANIMATI Spongebob 09:10 - CARTONI ANIMATI Ben 10: forza aliena 09:35 - CARTONI ANIMATI Iron man 10:05 - CARTONI ANIMATI Cattivik 10:15 - CARTONI ANIMATI Cattivik 10:25 - RUBRICA Tv moda 11:00 - SITUATION COMEDY True Jackson, Vp 11:55 - SITUATION COMEDY Sonny tra le stelle 12:25 - TELEGIORNALE Studio aperto 12:58 - NEWS Meteo 13:00 - NEWS Studio sport - anticipazioni 13:02 - NEWS Studio sport 13:30 - SPORT Grand prix moto 13:55 - Campionato mondiale motociclismo 15:00 - SPORT Grand prix - Prove sintesi 15:10 - SPORT Campionato mondiale motociclismo 16:00 - NEWS Speciale Studio Aperto 18:30 - TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 - NEWS Meteo 19:00 - SITUATION COMEDY Tutto in famiglia 19:30 - I flintstones in Viva Rock Vegas con M. Addy, S. Baldwin, J. Collins - regia di B. Levant 21:10 - Sky high - Scuola di superpoteri con K. Russell, K. Preston regia di Mike Mitchell 23:10 - Apocalypse: l'Apocalisse con M. S. Anderson, G. Beauvais, T. Benskin regia di J. Lafia 02:20 - RUBRICA Tv moda 03:00 - TELEVENDITA Media shopping 03:15 - Lucky Luke (Daysy Town) con T. Hill, N. Morgan, R. Barliant - regia di Ted Nicolaou 04:35 - La mamma dei Dalton (Lucky Luke) Western con T. Hill, N. Morgan, F. Sperberg regia di Richard Schlesinger (Italia) - 1991 05:25 - FILM TV Il treno fantasma (Lucky Luke) Western con T. Hill, N. Morgan, A. Vigoda regia di Ted Nicolaou (Italia) - 1991

06:00 - RUBRICA Fuori orario 07:00 - Rai Educational - Radio G.R.E.M. 07:30 - Rai Educational- Magazzini Einstein 08:30 - RUBRICA Rai Educational - A ruota libera 08:50 - RUBRICA Rai Educational - A ruota libera 08:55 - FILM Nuove frontiere (Il confine della paura) con John Wayne, Ray Carrigan, Jennifer Jones - regia di George Sherman 09:50 - RUBRICA Speciale Franco e Ciccio 10:15 - I due figli di Trinità con F. Franchi, C. Ingrassia regia di R. Kean (O. Civirani) 11:45 - RUBRICA I due sudisti 12:00 - TELEGIORNALE TG3 12:25 - RUBRICA TGR Il Settimanale 13:00 - RUBRICA La Grande Storia Magazine 13:55 - RUBRICA Appuntamento al cinema 14:00 - TELEGIORNALE TG Regione 14:20 - TELEGIORNALE TG3 14:50 - RUBRICA Rai Sport - Mont des Alouettes 15:15 - TELEGIORNALE TG3 LIS 17:55 - TELEFILM Un caso per due 18:55 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 19:00 - TELEGIORNALE TG3 19:30 - TELEGIORNALE TG Regione 20:00 - RUBRICA Blob 20:20 - TELEFILM I misteri di Murdoch - 3 21:05 - FILM TV John Rabe con Ulrich Tukur, Daniel Brühl, Steve Buscemi - regia di Florian Gallenberger (Francia, Cina, Germania) - 2009 23:25 - TELEGIORNALE TG3 23:40 - TELEGIORNALE TG Regione 23:45 - RUBRICA Un giorno in Pretura 00:45 - TELEGIORNALE TG3 00:55 - RUBRICA TG3 Sabato notte 01:10 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:20 - RUBRICA Fuori Orario. Cose (mai) viste 01:30 - San Girolamo con Everaldo Pontes, Hamilton Vaz Pereira, Helena Ignez - regia di Júlio Bressane (Brasile) - 1999 03:20 - Death in the land of encantos con Roeder, Kalila Aguilos, Sophia Aves - regia di Lav Diaz (Filippine) - 2007

06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico 07:57 - NEWS Meteo 5 08:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Mattina 09:05 - TELEFILM Sophie 10:05 - TELEFILM Sophie 11:00 - RUBRICA Forum 13:00 - TELEGIORNALE Tg5 13:39 - NEWS Meteo 5 13:40 - SITUATION COMEDY Il mammo 14:10 - MINISERIE Io non dimentico 16:30 - FILM TV Sette settimane in Italia Commedia con Kai Wiesinger, Liane Forestieri - regia di Klaus Knoesel (Germania) - 2003 18:10 - Pomeriggio Cinque Collection 19:44 - TELEGIORNALE Tg5 - Anticipazione 20:00 - TELEGIORNALE Tg5 20:39 - NEWS Meteo 5 20:40 - SHOW Paperissima sprint Per la terza volta alla conduzione la brasiliana più simpatica della Tv italiana: Juliana Moreira, affiancata dal pupazzo Gabibbo. Gag inedite si alterneranno a una selezione di filmati esilaranti provenienti da tutto il mondo: video amatoriali con protagonisti bambini, animali, piccoli incidenti domestici, matrimoni, imprese sportive e molto altro. La prima edizione di Paperissima Sprint risale al 1990 e nasce su Italia 1 come uno speciale di Paperissima.

21:10 - SHOW Ciao Darwin 6 - La regressione 00:00 - MINISERIE United States of Tara 00:30 - MINISERIE United States of Tara 01:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Notte 01:30 - NEWS Meteo 5 01:31 - SHOW Paperissima sprint 02:12 - FILM TV Bella da morire - Thriller con Bo Derek, Jack Scalia - regia di Fritz Kiersch (USA) - 1993 04:01 - TELEFILM Joan of Arcadia 05:15 - TELEGIORNALE Tg5-notte-replica 05:44 - NEWS Meteo 5 notte 05:45 - TELEVENDITA Media shopping

RETE 06:30 - TELEVENDITA Media shopping 06:45 - TELEVENDITA Media shopping 07:20 - SITUATION COMEDY Vita da strega 07:50 - TELEFILM Kojak II 08:30 - SHOW Vivere meglio 10:00 - TELEFILM Giudice Amy 10:50 - RUBRICA Ricette di famiglia 11:25 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 11:30 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 11:55 - NEWS Meteo 11:59 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 12:00 - NEWS Vie d'italia - Notizie sul traffico 12:02 - TELEFILM Piu' forte ragazzi 13:00 - TELEFILM Distretto di polizia 13:52 - TELEFILM Poirot I 16:00 - TELEFILM Monk 18:00 - RUBRICA Pianeta mare 18:45 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 18:55 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:19 - NEWS Meteo 19:23 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:35 - TELEFILM Tempesta d'amore 20:30 - TELEFILM Siska 21:10 - TELEFILM Criminal intent 23:00 - TELEFILM Law & Order: unita' speciale 23:55 - TELEFILM 24 01:35 - TELEGIORNALE Tg4 night news 01:58 - SHOW Ieri e oggi in tv special 03:57 - FILM L' assassino e' ancora tra noi regia di Camillo Teti (Italia) - 1985 05:19 - TELEVENDITA Media shopping 05:30 - TELEGIORNALE Tg4 night news 05:36 - SHOW Come eravamo 05:50 - TELEFILM Giornalisti

06:00 - TELEGIORNALE Tg La7/meteo/oroscopo/traffico - Informazione 06:55 - RUBRICA Movie Flash 07:00 - ATTUALITÀ Omnibus 07:30 - TELEGIORNALE Tg La7 09:50 - RUBRICA Bookstore 11:00 - RUBRICA Prossima fermata - Best 11:35 - TELEFILM Ultime dal cielo 13:30 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 13:55 - TELEFILM Dio vede e provvede 16:00 - RUBRICA Movie Flash - di cinema 16:05 - FILM Mollo tutto con Renato Pozzetto, Barbara D'Urso, Tamara Donà - regia di José Maria Sanchez (Italia) - 1995 18:05 - Jack Hunter e il tesoro perduto di Ugarit Avventura con Ivan Sergei, Joanne Kelly, Susan Ward - regia di Terry Cunningham 20:00 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 20:30 - RUBRICA Chef per un giorno 21:30 - TELEFILM L'ispettore Barnaby 23:30 - TELEFILM New Tricks 00:30 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 00:40 - SHOW m.o.d.a. 01:20 - RUBRICA Movie Flash 01:25 - FILM Dietro la porta chiusa con Joan Bennett, Michael Redgrave - regia di Fritz Lang (USA) - 1948 03:15 - RUBRICA La7 Colors

1

Rubrica settimanale di Raiuno che si occupa di cinema e fiction televisiva puntando le telecamere sui set e i backstage delle produzioni. Al timone, Gigi Marzullo, che guida i telespettatori nel mondo della produzione italiana e internazionale di film e fiction tv attraverso le interviste ai suoi protagonisti, spesso ospiti in studio: produttori, attori, registi, sceneggiatori, critici.

06:00 - TELEFILM Affari di pancia 06:20 - TELEFILM The class - Amici per sempre 06:40 - TELEFILM 8 semplice regole 07:00 - Cartoon Flakes Weekend 07:01 - CARTONI ANIMATI Gargoyles 07:20 - RUBRICA Art Attack 08:05 - CARTONI ANIMATI Rahan 08:30 - CARTONI ANIMATI Inazuma Eleven 08:55 - TELEFILM Rebelde Way 09:20 - RUBRICA Social King 10:15 - Sulla Via di Damasco - di religione 10:45 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 10:50 - RUBRICA Quello che 11:30 - TELEFILM Il nostro amico Charly 12:10 - TELEFILM La nostra amica Robbie 13:00 - RUBRICA TG 2 GIORNO 13:30 - RUBRICA Sereno Variabile Estate 14:00 - RUBRICA Top Of The Pops 2011 16:00 - TELEFILM Squadra Speciale Stoccarda 16:45 - TELEFILM Sea Patrol 17:30 - RUBRICA Aspettando il Palio di Siena 18:00 - NEWS TG 2 L.I.S. 18:05 - EVENTO Il Palio di Siena 20:00 - CARTONI ANIMATI Classici Disney 20:25 - GIOCO Estrazioni del lotto 20:30 - TELEGIORNALE TG2 -20.30 21:05 - La vendetta dell'assassino - Thriller con K. Wackernagel, M. Koeberlin - regia di A. Senn 22:45 - TELEFILM Brothers & Sisters 23:35 - TELEGIORNALE TG 2 23:50 - RUBRICA TG 2 - Dossier 00:30 - TG 2 - Storie. I racconti della settimana 01:15 - RUBRICA TG 2 Mizar 01:35 - RUBRICA TG 2 Sì, Viaggiare 01:55 - RUBRICA TG 2 Eat Parade 02:10 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 02:15 - RUBRICA Appuntamento al cinema 02:20 - RUBRICA Stracult 03:45 - RUBRICA Secondo canale 04:15 - Università Telematica Internazionale 04:16 - RUBRICA Istituzioni di Economia Politica e Politica Economica (Ind. Aziendale)

CINEMA

06:00 - RUBRICA Quello che 06:10 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 06:30 - RUBRICA Unomattina Estate Weekend 07:00 - TELEGIORNALE TG 1 08:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:30 - TELEGIORNALE TG 1 L.I.S. 09:50 - RUBRICA SETTEGIORNI 10:40 - RUBRICA Appuntamento al cinema 10:45 - TELEFILM Un ciclone in convento 11:30 - TELEFILM Don Matteo 6 13:30 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 14:00 - RUBRICA Linea Blu 15:30 - DOCUMENTARIO Quark Atlante Immagini dal pianeta 15:55 - RUBRICA A sua immagine 18:50 - GIOCO Reazione a catena 20:00 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 20:30 - TELEGIORNALE Rai Tg Sport 20:35 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 21:10 - FILM Ricette d'amore con Sergio Castellitto, Martina Gedeck, Maxime Foerste - regia di Sandra Nettelbeck 23:10 - RUBRICA I Nostri Angeli 00:25 - TELEGIORNALE TG1 - NOTTE 00:35 - PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 00:40 - RUBRICA Cinematografo Speciale

08:00 Una notte al Museo 2: La fuga 09:45 Manolete 11:20 Please Give 12:50 A-Team - Speciale 13:05 The Karate Kid - La leggenda continua 15:25 Bright Star 17:30 Cado dalle nubi 19:15 Una notte al Museo 2: La fuga 21:00 Sky Cine News - Resident Evil: Afterlife 21:10 Genitori & figli - Agitare bene prima... 23:05 Apocalypto 01:30 I Borgia - Speciale 01:50 La regina dei castelli di carta 04:15 Blindness - Cecita'

07:00 - NEWS News 07:05 - MUSICA Only Hits 08:00 - SHOW MTV Days First Night 10:00 - MUSICA Mtv World Stage 10:30 - MUSICA Mtv World Stage 11:00 - MUSICA MTV Top 10 12:00 - FILM Hackers 14:00 - NEWS Speciale MTV News 15:00 - SHOW When I Was 17 15:30 - SHOW When I Was 17 16:00 - NEWS MTV News 16:05 - SHOW Navigator 16:30 - SHOW Teen Cribs 17:00 - NEWS MTV News 17:05 - SHOW Teen Mom 2 18:00 - NEWS MTV News 18:05 - SHOW Made 19:00 - NEWS MTV News 19:05 - TELEFILM Hard Times 20:00 - REPORTAGE Il Testimone 21:00 - NEWS MTV News 21:05 - RUBRICA My Supersweet 16 21:30 - My Supersweet World Class 22:00 - TELEFILM Jersey Shore 23:00 - TELEFILM Blue Mountain State 00:00 - SHOW MTV Days First Night 02:00 - MUSICA Party Zone 05:45 - TELEGIORNALE News

Una notte al museo 2: la fuga Un film di Shawn Levy. Con Ben Stiller, Amy Adams, Owen Wilson, Bill Hader, Hank Azaria. Genere: Comme dia Durata: 102 min. USA, Canada 2009. Larry Daley non è più il guardiano del Museo di Storia Naturale, ha fatto fortuna e ora è un giovane imprenditore. Eppure, come all’inizio del film precedente, non è troppo soddisfatto e sente che qualcosa gli manca. Quel qualcosa che trova nelle sue sempre più sporadiche visite al vecchio museo. Ma non è più tempo di statue di cera e plastiche, il Museo di Storia Naturale si sta infatti sbarazzando delle vecchie ricostruzioni come delle piccole miniature. Imballate in casse da viaggio simili alla bara con cui viaggia Nosferatu le vecchie attrazioni sono destinate all’archivio federale dello Smithsonian Museum di Washington. Per uno scherzo della solita scimmietta però assieme alle statue viene imballata anche la tavola egizia che ha il potere di animarle e che, portata a Washington, darà vita a tutto lo Smithsonian Museum compreso Kahmunrah, fratello di quell’Ahkmenrah combattuto e sconfitto nel primo episodio.



il domani