Issuu on Google+

Catanzaro il Domani dello Sport

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Venerdì 2 Marzo 2012 > euro 1,00 > Anno XV Nr. 57

In vista del derby il capitano giallorosso rassicura i tifosi

TOTTI: CI SARÒ ROMA-LAZIO

Sabatini: non pensiamo agli assenti, ma a chi gioca a pag. 6

CATANZARO

Lettera aperta al futuro Sindaco del capoluogo, la grande occasione per il rilancio

a pag. 2

REGGINA

La squadra amaranto si domanda se può lottare per il ritorno nella massima divisione

a pag. 5

NAPOLI

De Magistris: io e De Laurentiis andiamo perfettamente d’accordo praticamente su tutto

a pag. 7


2 il Domani dello Sport

Venerdì 2 marzo 2012

CRONACA CALABRIA

LA GRANDE OCCASIONE LETTERE A “IL DOMANI” - Lettera aperta al futuro Sindaco di Catanzaro

B

Fabio de Furia

asta tattiche, basta nomi blasonati, l’interesse per un nuovo corso dell’amministrazione cittadina, passa inevitabilmente da capacità e lungimiranza, bisogna concentrarsi su obiettivi concreti favorendo le spinte che provengono dal tessuto imprenditoriale in un momento come questo bisogna parlare di programmi e progetti. Bisogna individuare e saper ben interpretare le linee di sviluppo di cui la città ha bisogno. Il candidato a sindaco dovrà essere ben consapevole che partirà dalla nostra città, capoluogo di regione la vera sfida, che trascinerà fuori dal tunnel il futuro della nostra regione e delle nostre imprese. Non più vecchia città della burocrazia, ma un capoluogo a perimetro allargato, aperto all’orizzonte dell’europa e dell’economia globale tenendo insieme crescita economica ed coesione sociale. Alla base delle scelte che la politica cittadina prenderà ci deve essere un modo di lavorare, di concentrare, di procedere insieme. Abbiamo l’occasione di cambiare pelle. Lo spettacolo della politica. Il mondo dell’economia che è fatto di uomini e di donne che hanno le stesse responsabilità di cittadini, ma anche di operatori economici sia da un lato ovviamente combattuto dalla consapevolezza che le norme vanno rispettate, che la politica segue il suo corso, che quindi bisogna soltanto avere la pazienza di attendere, che poi alcuni eventi assumono la caratteristica di spettacolo, possiamo rammaricarci ma fa parte di una società moderna. Però accanto a questo c’è una grande stanchezza che comunque questo insieme di fatti di eventi di spettacoli distragga dai problemi della società dell’economia del lavoro e penso che questo secondo elemento è un elemento in forte crescita. 1) Bisogna ritrovare un percorso. La sfida che ci troviamo di fronte sarà quello di trovare non un nome, ma un metodo e non solo di succes-

so, un metodo strutturato che faccia emergere nel suo progetto le specificità territoriali. 2)Concentrarsi su alcuni punti di forza. Gli indicatori economici consentono una chiara individuazione dei settori più dinamici a Catanzaro: ICT,Sanità,Turismo, Servizi culturali e Tempo Libero e per questo dobbiamo realizzare un ampio ventaglio di offerta in questi comparti, la nostra forte soft economy. Costruire una grande rete di relazioni terziarie e tecnologiche, di turismo, di arte di cultura più che un mercato convenzionale manifatturiero. Dobbiamo essere un vero elemento apripista e laboratorio positivo per l’Italia. 3)Ma esistono alcuni comparti dove il peso del pubblico è eccessivo. Vale per Catanzaro, per la regione Calabriaè un problema strutturale per l’intero paese, bisogna ridurre la presenza degli enti locali in economia. La concorrenza rappresenta la vera opzione per il futuro. Più cresce il peso dei settori protetti più questi condizionano la scelta di politica economica. In secondo luogo si deve semplificare le strutture di indirizzo nelle quali sono presenti le agenzie e le società di promozione. La terza via è una forte assunzione di responsabilità comune sia per la costruzione che per la gestione delle infrastrutture di mobilità. 4)Sollecita forti obiettivi per una città da circa 100.000 abitanti. da qui passa il grande problema,guardi se non riusciamo a recuperare competitività territoriale come potremmo pensare di sostenere le imprese unico motore per lo sviluppo, bisogna adeguarsi con grandi progetti di sviluppo, in sinergia con altri territori . Le voglio dare un dato le 20 aree metropolitane esistenti detengono l’80% dell’economia mondiale, faccia un po lei. 5)Quindi aree metropolitane, rimane favorevole all’abolizione delle Province. Guardi io credo sia un tema molto delicato al di là dei comprensibili

atti di protezione corporativa che si stà perseguendo in Italia. Più che di abolizi arlerei di aggregazione, altrimenti rischiamo di generare ancora più confusione. Le province sono frutto di un esigenza storica di metà ‘800 e per varie necessità, le aveva ritagliato un ruolo importante. Ma il mondo oggi è cambiato è aumentato il potere legislativo della Regione e l’influenza sulla politica, economia e gestione del territorio E’ aumentata l’influenza delle politiche Comunitarie (UE) (soggetto di riferimento è la Regione) sul tessuto locale. L’evoluzione tecnologica permette di comunicare in modo sempre più semplice e meno costoso. E’ necessario ottimizzare l’impiego delle risorse economiche disponibili. Serve più coraggio.

6)Dia un’indicazione ai candidati, alcuni progetti per lo sviluppo. Reti infrastrutturali e mobilità Adeguare la rete infrastrutturale e gestionale nel sistema dei trasporti del nostro territorio alla crescita della domanda. Integrare le politiche di sviluppo urbano, economico e sociale del territorio. Creare reti di servizi in grado di favorire il trasferimento modale. Pianificare e promuovere la realizzazione del network di reti infrastrutturali integrate. Ripensare il sistema di Governance dei trasporti e della mobilità. Sanità Operare con discontinuità rispetto al passato per disegnare una nuova Sanità, basata su pochi elementi caratterizzanti: • Separazione tra la funzione di committenza e quella di erogazione delle prestazioni

CATANZARO

«Non condividiamo canditatura sindaco ma disposti a trattare»

“I

l movimento Azione Popolare, prende atto delle considerazioni politiche e programmatiche di massima ricavate dai lavori della riunione e si dichiara interessata ad approfondire il progetto politico proposto che dovrebbe rappresentare l'eventuale coalizione, ma disconosce la firma di tale comunicato solo nell'indicazione del futuro candidato a sindaco”. E' quanto afferma, in una nota, Giuseppe Apostoliti, componente del coordinamento del movimento Azione popolare, in relazione “al comunicato stampa - riporta la nota - a firma di autorevoli partiti e movimenti civici circa la con-

divisione di questi soggetti sulla candidatura di Sergio Abramo alla guida della città di Catanzaro”. “Noi stiamo lavorando da oltre un mese prosegue Apostoliti- alla composizione di forze e risorse umane che possano garantire successo e partecipazione attiva all'interno di una coalizione, che sia capace di restituire alla città di Catanzaro la dignità e il ruolo che le spetta. Pur dichiarando di non condividere pienamente la figura di Sergio Abramo come quella da candidare, al Pdl e a tutti coloro i quali stanno interloquendo con questa forza politica, Azione Popolare lascia una porta aperta”.

CROTONE

• Libero arbitrio del cittadino • Innovazione gestionale • Veloce e forte sviluppo dell’assistenza territoriale • Blocco degli accreditamenti RSA • De-burocratizzazionee semplificazione normativa Turismo Diffondere un nuovo orientamento per la creazione e lo sviluppo di un’offerta turistica in grado di: • soddisfare le nuove esigenze della domanda; • contrastare il fenomeno della stagionalità; • integrare i diversi turismi che l’area Metropolitana è capace di proporre. Integrare e coordinare tutte le iniziative con la valorizzazione dei segmenti turistici più tradizionali quali quello archeologico, storico, culturale e religioso. Aumentare la capacità di mettere in rete i diversi livelli di destinazione turistica e la molteplicità delle iniziative promozionali. Integrare il turismo con gli altri settori produttivi e commerciali anche per contribuire a determinare un’identità territoriale unitaria della Regione. Interventi per il rilancio dell’economia • Fondo di Rotazione per la patrimonializzazione delle PMI • Fondo di Garanzia sui pagamenti della P.A. • Fondo Rotativo per le PMI. • Banda larga • Energia da fonti rinnovabili • Miglioramento dei tempi di pagamento per tutti i crediti vantati dai fornitori di beni e servizi • Razionalizzare le procedure urbanistiche, edilizie ed ambientali • Small Business Act (SBA) • Programmazione negoziata • Poli produttivi • Retidi imprese • Tavolo interassessorile

Liberate Rossella, il grido si leva dal Consiglio Comunale “Vogliamo levare anche la voce di Crotone per la liberazione di Rossella”. E' quanto si afferma in un messaggio approvato dal Consiglio comunale di Crotone e letto, in apertura della seduta odierna, dal presidente, Arturo Crugliano. Appello sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune con la foto di Rossella Urru fino al giorno della sua liberazione. “Il messaggio ha lo scopo è detto in un comunicato di associare la voce della città di Crotone alle tante che si stanno levando per chiedere la liberazione di Rossella Urru. “Il Consiglio Comunale, il sindaco, la Giunta, l'Amministrazione Comunale e la città di Crotone - si afferma nel messaggio - si uniscono all'appello che sta giungendo da tutto il Paese per la liberazione di Rossella Urru, la cooperante italiana rapita nell'ottobre scorso in Algeria, di cui non si hanno notizie. Non possiamo restare indifferenti di fronte alla sorte di una volontaria la cui unica colpa è quella di aver voluto dedicare la propria vita a chi soffre. Il nostro appello è 'liberate Rossella'”.

il Domani dello Sport Direttore GUIDO TALARICO Direttore responsabile ORLANDO ROTONDARO Caporedattore FRANCESCO PUNGITORE Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda - 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda - 88044 Marcellinara (CZ) Testata reg. trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche

già il Domani

PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC.SERRAMONDA - 88044 MARCELLINARA (CZ) TEL. 0961/023922 FAX 0961/903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h.Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 Corsi di formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - necrologio euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella - 87040 MONTALTO U. (Cs) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 ORLANDO ROTONDARO


Venerdì 2 marzo 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

STANZIATI 11 MILIONI REGGIO CALABRIA I fondi per la ristrutturazione del Museo della Magna Grecia

«A

Carlo Liguori bbiamo reperito, in un gioco di squadra con il Governo nazionale, i fondi necessari per ultimare i lavori di ristrutturazione ed ammodernamento del Museo nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria». A darne notizia - informa una nota dell'ufficio stampa della Giunta è il presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti. “Il Cipe aggiunge - valuterà l'assegnazione di sei milioni di euro, che si aggiungeranno ai cinque 5 milioni già previsti dalla Regione Calabria, per completare i lavori dell'opera». «Nei mesi scorsi - dice ancora Scopelliti - avevo inviato una lettera al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, chiedendo un suo personale interessamento. Tutto questo concertato col sindaco di Reggio, Demetrio Arena, che ha seguito insieme a me, gli sviluppi della vicenda. A dicembre, inoltre, avevo indirizzato una richiesta al Ministro della Coesione Territoriale, Fabrizio Barca, e chiesto un impegno del Ministro dei Beni Culturali,

Lorenzo Ornaghi, proprio per sensibilizzare ulteriormente il Governo nazionale allo stanziamento di questa cifra da parte del Cipe per un'opera individuata quale grande attrattore culturale per il Mezzogiorno e per il territorio regionale, nonché un fondamentale richiamo per i turisti di tutto il Mondo». «L'opera di ristrutturazione del Museo Nazionale di Reggio Calabria, per l'alta valenza del patrimonio artistico afferma ancora Scopelliti - è stata inserita nell'Unità di Missione per le celebrazioni del 150 anni dell'Unità d'Italia e per carenza di fondi non è stata completata nei tempi previsti. A seguito dei numerosi incontri avuti con il

L’annuncio dello stanziamento dei fondi (6 milioni aggiunti ai precedenti 5) dal presidente della Regione Scopelliti

Ministro Barca ho fatto presente questa necessità, al fine di completare i lavori e rendere una più completa fruizione del Museo da parte dei visitatori, restituendo alla città di Reggio un grande patrimonio storico e culturale. All'interno del prestigioso edificio, progettato dal celebre architetto Piacentini, sono infatti custoditi, reperti archeologici di inestimabile valore, riconosciuti in tutto il mondo quali capolavori universali dell'arte classica e che necessitano, ora più che mai, di una più ampia valorizzazione. Gli interventi prevedono un nuovo ed innovativo allestimento museale,

comprensivo della sala speciale per il Bronzi di Riace e la realizzazione di impianti tecnologici ed attrezzature specialistiche connesse. Il progetto definitivo, oltre ai 6 milioni di euro che saranno assegnati dal Cipe, si avvale di ulteriori 5 milioni di euro da noi già individuati su fondi della Regione e questo per l'alta valenza dell'opera museale, che si spera di poter riconsegnare alla fruizione nel prossimo autunno. Stiamo lavorando per recuperare ulteriori risorse che serviranno a realizzare degli interventi per migliorare le aree museali adiacenti, rendendo ancora più prestigioso e moderno

il Museo. Nazionale». Secondo Scopelliti, «la certezza del completamento dei lavori è un altro segno tangibile dell'impegno e dell'operosità di chi, innamorato della propria terra, tende a realizzare interventi che possono far crescere il territorio calabrese. Il Museo Nazionale di Reggio Calabria, una volta riaperto, rappresenterà un fiore all'occhiello non solo per la nostra regione, ma per l'intero patrimonio artistico dell'Italia. Ai prestigiosi tesori dell'arte classica in esso custoditi, che non sono solo i Bronzi di Riace ma anche la preziosa collezione di Pinakes, le due teste bronzee del Filosofo e di Basilea, il Kouros, il gruppo dei Dioscuri, ricche collezioni di gioielli e monete, saranno realizzati degli interventi interni che esalteranno la permanenza dei visitatori e dei turisti". "Nelle prossime settimane - ha concluso Scopelliti - terremo una conferenza stampa a Reggio Calabria nel corso della quale verranno illustrati tutti gli interventi di ristrutturazione effettuali e da effettuare al Museo Nazionale della Magna Grecia».


4 il Domani dello Sport

Venerdì 2 marzo 2012

SPORT CALABRIA

DI MARIA OUT 3 TURNI

HINTERREGGIO Per la difficile trasferta di Messina fuori anche Eseola e Franceschini

S

N. Vibonese: a Eboli non si deve sbagliare

Giuseppe Mosca

ono ben tre le giornate di squalifica comminate al tecnico dell’HinterReggio, Gaetano Di Maria, che dunque sarà costretto a non essere presente in panchina domenica prossima, quando la sua squadra giocherà al San Filippo di Messina. Il comunicato ufficiale del Giudice Sportivo della Lega

«S

La capolista dovrà fare a meno del tecnico per tre giornate. Gaetano Di Maria reo di aver offeso il direttore di gara Nazionale Dilettanti recita che al tecnico dell’HinterReggio è stata comminata tale pena dopo che «allontanato per avere rivolto all’arbitro espressione gravemente offensiva, nell’abbandonare il terreno di gioco si rivolgeva al direttore di gara con espressioni irriguardose». A Messina, out anche Eseola e Franceschini. Per il club reggino, anche 600 euro di multa «per avere propri soste-

La Reggina interessata al centrocampista Lepore

T

roppo presto per parlare di calciomercato, se si fa eccezione per i calciatori in regime di svincolo. Chi ha il contratto in scadenza a giugno, può già firmare accordi preliminari con altre società. Franco Lepore, centrocampista del Varese, non ha ricevuto offerte di rinnovo da parte della sua attuale società ed è dunque

libero di valutare altre proposte. Già a gennaio è stato avviato un discorso con la Reggina non concretizzatosi nell’immediato ma riproponibile appunto per il 2012/13. Tuttavia sarebbe stato Fausto Pari, attuale direttore sportivo del Modena, a mostrare il maggior interesse per l’esterno classe ’85.

nitori lanciato in campo un'asta di plastica della lunghezza di circa un metro e mezzo che, tuttavia, non colpiva alcuno». Per quanto riguarda la gara tra Acri e Interpiana, non disputata per la mancata presentazione dei reggini, il Giudice ha deciso di rimandare la decisione, visto che la società biancoverde ha inviato una serie di documenti che giustificano l'assenza sul campo della squadra cosentina.

i lavora su tutti i fronti, anche e soprattutto sul piano mentale, per evitare cali di tensione e per ritrovare la strada giusta che ci dovrà condurre alla salvezza»: è questo il primo commento di Elio Ferrante, tecnico di una Vibonese che prova a mettere da parte le ultime due sconfitte ed a ripartire con un certo vigore. L’analisi dell’allenatore rossoblù è la seguente: «Abbiamo perso diversi punti per errori arbitrali e anche per errori dei singoli, dovuti pure ad una certa inesperienza. La nostra poteva essere una classifica ben diversa, ma i risultati dicono tutt’altro. Ci prendiamo le nostre colpe e andiamo avanti, consapevoli di non poterci permettere ulteriori passi falsi. Domenica scorsa abbiamo avuto qualche defaillance, però ancora una volta gli episodi non sono stati dalla nostra parte».

Ripubblichiamo a grande richiesta le fasi d’acquisto per la gara di domenica

G

li abbonati potranno usufruire del diritto di prelazione sul tagliando solo ed esclusivamente presso la biglietteria dello Stadio Ceravolo nella giornata di VENERDI’ 2 Marzo 2012, con orario continuato dalle ore 09:30 alle ore 19:00. I non abbonati potranno usufruire della vendita libera presso la biglietteria dello Stadio Ceravolo da SABATO 3 a DOMENICA 4 MARZO 2012, con orario continuato dalle ore 09:30 fino ad inizio gara di Domenica 4 Marzo 2012, mentre le ricevitorie autorizzate potranno effettuare la prevendita libera, non agli abbonati, per l’intera settimana. In appendice l’elenco delle prevendite autorizzate: “Ricevitoria “ROTUNDO ” in Piazzale Stazione (zona Samà di Catanzaro) - “ESSEMME MUSICA ” in via San Giorgio, 5 (zona San Giovanni), Catanzaro “GIVOVA STORE ” in via Francesco Paglia, 37 (zona Stadio), Catanzaro - “BAR COLLANDO ” in via Caprera, 148 (zona Catanzaro Lido). Sono sospese tessere ed omaggi a vario titolo fin qui rilasciati. Gli abbonati potranno usufruire del diritto di prelazione sul tagliando solo ed esclusivamente presso la biglietteria dello Stadio Ceravolo nella giornata di VENERDI’ 2 Marzo 2012, con orario continuato dalle ore 09:30 alle ore 19:00. I non abbonati potranno usufruire della vendita libera presso la biglietteria dello Stadio Ceravolo da SABATO 3 a DOMENICA 4 MARZO 2012, con orario continuato dalle ore 09:30 fino ad inizio gara di Domenica 4 Marzo

2012, mentre le ricevitorie autorizzate potranno effettuare la prevendita libera, non agli abbonati, per l’intera settimana. In appendice l’elenco delle prevendite autorizzate: “Ricevitoria “ROTUNDO ” in Piazzale Stazione (zona Samà di Catanzaro) - “ESSEMME MUSICA ” in via San Giorgio, 5 (zona San Giovanni), Catanzaro “GIVOVA STORE ” in via Francesco Paglia, 37 (zona Stadio), Catanzaro - “BAR COLLANDO ” in via Caprera, 148 (zona Catanzaro Lido). Sono sospese tessere ed omaggi a vario titolo fin qui rilasciati.


Venerdì 2 marzo 2012 il Domani dello Sport

5

SPORT CALABRIA

DOTTOR JEKYLL O HYDE? REGGINA Riflessione dopo la trasferta di Pescara e prima del match con l’Ascoli

D

Andrea Splendore

ottor Jekyll o mister Hyde? Qual è il vero volto della Reggina? Siamo a marzo, si dovrebbe conoscere già da un pezzo. Eppure, questa Reggina (come in parte anche quella dello scorso anno) “gioca” con l’alternanza dei due volti. A Castellammare di Stabia, amaranto in versione Hyde; a Pescara, invece, Jekyll. Sabato al Granillo contro l’Ascoli, molto probabilmente, sarà tutto diverso. Nel senso che ora la Reggina è consapevole di avere una duplice “personalità”. Gregucci ha sperimentato l’antidoto, la cavia è stata Zeman. Inutile che il tecnico boemo si nasconda dietro «ai troppi demeriti del Pescara». Capitan Bonazzoli & Company all’Adriatico hanno giocato come ha chiesto il mister: hanno corso (in maniera intelligente), hanno picchiato (quando c’era da picchiare), hanno sviluppato le loro trame di gioco con lucidità, sono arrivati spesso al tiro e hanno chiuso (quasi) tutti gli spazi a Immobile, Insigne e compagnia bella, per poi ripartire e colpire. Mettendo in campo lo stesso cinismo che nel girone d’andata portò all’inatteso doppio successo a Livorno e a Brescia. Il 3-5-2 di Gregucci contro i biancoazzurri di Zeman ha espresso tutti i requisiti richiesti dal tecnico, con quella “fisarmonica” tra i

reparti che ha funzionato alla perfezione. Tutto l’opposto di una settimana prima: contro la Juve Stabia è andata in scena una Reggina spaventata e attendista ed è finita come sappiamo tutti. Detto questo, è scontato che la partita contro i bianconeri non sarà tanto “facile” come potrebbe far pensare la classifica o l’ottima prestazione amaranto di venerdì scorso. Reggina-Ascoli non sarà una partita come le altre. Non tanto per i precedenti

tra le due squadre (sebbene l’andata non abbia lasciato un buon ricordo). Nemmeno per l’avversario in sé, che è sì una squadra quadrata, ma non ha nulla di straordinario. Il problema della Reggina sabato potrebbe essere la stessa Reggina. I limiti di continuità e quindi di personalità mostrati nel corso delle 28 partite fin qui disputate consigliano prudenza nelle valutazioni (tanto da parte della stampa, quanto della tifoseria e di tutto il contesto amaranto in

generale). E, a scanso di equivoci, non sarebbe stata certo la conferma di mister Breda ad evitare che si potesse arrivare a questo “sdoppiamento”. Mi dispiace per i sostenitori accaniti di Roberto (persona eccellente), ma il cambio al timone della squadra era ormai necessario. L’equilibrio visto sul campo di Pescara ci deve essere anche nella testa dei calciatori e nelle parole di tutto l’ambiente. Prima di dire che la Reggina vera è quella vista contro Zeman,

dovranno passare altre 5 partite: una più importante dell’altra. Ascoli, Bari, Livorno, Varese e Brescia. Le prossime gare saranno le tappe principali per l’approdo ai play-off della ciurma di Gregucci. Non che le altre non siano fondamentali. Alt! Da qui alla fine saranno tutte delle finali (frase scontata, ma è la pura verità). Però è questo il momento giusto per colpire. Per dimostrare che la Reggina non cicca neppure le cosiddette “facili” e che, al contempo, sa gestire pure le dirette concorrenti. L’ideale sarebbe arrivare alla trasferta di Varese con un bel carico di autostima, convinzione e soprattutto di punti. Giocarsela a tu per tu per il sesto posto non sarà altro che simulare i play-off. Ma andiamo per ordine, senza correre. Quella di sabato prossimo, tanto per la Reggina quanto per l’Ascoli, potrebbe rivelarsi una partita da dentro o fuori: ascolani con l’obiettivo salvezza, Reggina intenta a centrare i play-off. Una sorta di testa-coda di obiettivi. La Reggina, dopo qualche battuta a vuoto, ha dimostrato che (quando vuole) sa essere una formazione quadrata in tutti i reparti, cinica e pronta a giocarsela con tutti. Tutto dipende da quale dei due volti assumeranno i giocatori e anche il mister: dottor Jekyll o mister Hyde? La posta in palio è troppo alta per rischiare di mandare in campo Hyde.


6 il Domani dello Sport

Venerdì 2 marzo 2012

SPORT NAZIONALE

NOI NON ABBIAMO PAURA VERSO ROMA-LAZIO Il direttore sportivo giallorosso fa sentire la sua voce

«I

Carlo Liguori

l derby? Noi non ci arriviamo alla grande. Arriviamo da una sconfitta rovinosa e abbiamo moderatamente paura, una quota sufficiente per farci raccogliere attenzione e qualità per essere all'altezza». Con l'avvicinarsi della sfida alla Lazio, in programma domenica pomeriggio, in casa Roma sale la tensione e la preoccupazione per una partita che potrebbe essere fondamentale per il futuro del “progetto” giallorosso. Ad esternare lo stato d'animo che si vive a Trigoria in questi giorni è il direttore sportivo, Walter Sabatini, convinto comunque che la gara dell'Olimpico «sarà una bella partita, le motivazioni sono feroci da entrambe le parti». «Le assenze? Il derby non è mai la partita degli assenti, è la partita di chi gioca - sottolinea Sabatini, evitando di dare peso alle squalifiche di Cassetti, Gago e Osvaldo -. Chi andrà in campo sarà all'altezza. Noi confidiamo nella nostra squadra, confidiamo sul fatto che voglia concretizzare la sua idea di gioco in un'occasione importante, siamo molto fiduciosi». Nonostante i tanti passi falsi commessi in stagione (l'ultimo a Bergamo contro l'Atalanta) che hanno spinto Sabatini a parlare di mediocrità. «Il fatto che ci stiamo consegnando alla mediocrità è una mia osservazione ammette il ds intervistato da SkyTg24 -, siamo tutto e il contrario di tutto, abbiamo fatto partite straordinarie e in altre siamo andati meno bene». «Dobbiamo stare attenti, abbiamo dato l'impressione di essere a volte grandi e a volte mediocri - aggiunge -. Stiamo facendo un passo in quella direzione, ma questa squadra

vamente quello dell'allenatore». La Roma dovrà fare a meno di Gago, Osvaldo e Cassetti. «Ma il derby non è mai la partita degli assenti. Entrambe le squadre hanno delle assenze ma chi va in campo sarà all'altezza. La nostra squadra sta ancora costruendo

Borini resterà a Roma, siamo comproprietari del cartellino del giocatore e siamo d’accordo con il Parma» un'idea di gioco e confidiamo nel fatto che la concretizzi proprio ora in occasione di un appuntamento così importante, siamo molto fiduciosi», prosegue Sabatini. Secondo il ds della Lazio, Igli Tare, il progetto della Roma non è vincente. ha un grande rigore morale e una grande forza per riportarsi sulla strada della grandezza». Una strada che porta Sabatini a rifiutare l'idea dell'anno di transizione: «Non penso che stiamo deludendo le attese, in embrione si è vista un'idea di grande Roma, perché di idea si tratta. Quando definiremo l'idea che abbiamo di noi stessi, diventeremo una squa-

Il DS Sabatini: «Le assenze? Il derby non è mai la partita degli assenti, è la partita di chi gioca e noi siamo pronti»

«Mi dispiace di dover dire che in qualche maniera ci stiamo impegnando per dargli ragione, ma questa è una sua opinione ardita e anche pericolosa perché il calcio fa la storia e vedremo cosa succederà». Il dirigente giallorosso si sofferma anche sull'esordio positivo di Borini in nazionale nella sfida persa dagli azzurri contro gli Usa: «Come al solito ha dato la sua impronta di grande vivacità. Fabio è elettricità pura, è il suo modo di giocare a calcio. Siamo contenti di come ha approcciato questa esperienza straordinaria e devo dire che Luis Enrique ha fatto con lui un grandissimo lavoro: gli abbiamo dato una promessa e l'ha trasformata in una quasi certezza, anche se deve continuare a lavorare duro». «Borini resterà a Roma? Certo, siamo comproprietari del contratto del giocatore e siamo d'accordo con Leonardi», risponde. «Ci sarà il rinnovo a giugno, poi discuteremo l'anno prossimo».

dra forte e competitiva. Lo siamo già in qualche misura e mi prendo il rischio di dire che lo dimostreremo domenica». Un insuccesso con la Lazio, d'altronde, renderebbe ancor meno stabile la posizione di Luis Enrique sulla panchina giallorossa. Soprattutto dopo la decisione di punire De Rossi con la tribuna per un lieve ritardo alla riunione tecnica. «Le cose che si dicono su di noi ci fanno apparire come una congrega di fondamentalisti - conclude Sabatini -. Non è così, siamo gente molto tollerante. Poche cose dobbiamo fare, dobbiamo costruire qualcosa insieme e i calciatori lo sanno. Osvaldo dice che lui non avrebbe lasciato fuori De Rossi per un ritardo? So cosa ha detto, ma non vale il parere di Osvaldo, vale esclusi-

SCOMMESSE Lunedì a Roma si discute sulla legalità nel mondo del calcio

VERSO LONDRA Petrucci: «De Laurentiis vince a Londra e fa da apripista»

Il calcio scommette sulla legalità. È questo lo slogan che lunedì, alle 11,30 presso la Scuola Superiore di Polizia di Roma (via Pier della Francesca, 3), aprirà un incontro organizzato dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza del ministero dell'Interno, l'Interpol e la Federazione Italiana Gioco Calcio. Sono attesi gli interventi del presidente e del segretario generale dell'Interpol, Khoo Boon Hui e Ronald K. Noble, del Capo della Polizia, prefetto Antonio Manganelli, dei presidenti del Coni e della Figc, Giovanni Petrucci e Giancarlo Abete. È prevista, inoltre, la partecipazione di Detlen Zenglein, responsabile FIFA del sistema di allerta contro le scommesse illecite, e di Raffaele Ferrara, direttore generale dell'Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato. L'evento, dedicato ai dirigenti ed ai team manager delle squadre di serie A, B e Lega Pro, è il primo di una serie di iniziative formative che discendono da un memorandum d'intesa firmato tra Interpol e ministero dell'Interno.

«De Laurentiis ha un compito: fare da apripista per le Olimpiadi di Londra e deve vincere a Londra. Glielo affido oggi: sia lui il primo a vincere». Lo ha detto Gianni Petrucci, presidente del Coni, in merito alla partita di ritorno degli ottavi di Champions Chelsea-Napoli, in programma il 14 marzo. «Ha un compito importante che non è solo quello del Napoli - ha affermato - ma di tutto lo sport». Quella del Napoli, ha sottolineato, è «una bella squadra con un un bravo allenatore, però, la forza del Napoli è il suo presidente, per me il numero uno perchè è lui che ha portato il Napoli a questi livelli». «Sono importanti giocatori e allenatori - ha aggiunto - ma senza De Laurentiis il Napoli non poteva vivere questo sogno». Sulla possibilità di un nuovo stadio per la squadra, Petrucci dice di essere «vicino a De Laurentiis. Quello che fa lui io gli sarò vicino».


Venerdì 2 marzo 2012 il Domani dello Sport 7

SPORT NAZIONALE

De Magistris: «Io e Aurelio siamo in perfetto accordo» NAPOLI

«D

Il Sindaco di Napoli e il Presidente De Lauretiis si sono incontrati alla prima del film di Verdone isaccordo di idee tra me e De Laurentiis? Se qualcuno vuole mettere in disaccordo il sindaco ed il presidente del Napoli ben venga perchè io mi diverto di più. Posso dire che c'è un'intesa piena nei rapporti tra il Comune e la società calcio Napoli. Andremo a rinnovare la Convenzione, c'è intesa sul fatto che si realizzerà il nuovo stadio e lo si farà in cooperazione». Sono le parole del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, a Radio Crc, sullo stadio di Napoli e con i rapporti tra il comune e la società. «Stasera vedrò il presidente in occasione della presentazione del film di Carlo Verdone per cui non c'è disaccordo ma confronto. Il confronto è necessario per fare la scelta migliore. Poi, è normale che ci sarà sempre qualcuno che non sarà d'accordo ma è giusto anche così perchè tutte le opinioni sono legittime. Lo stadio? Trovo corretto che si apra un dibattito tra cittadini, stampa e media perchè stiamo per realizzare lo stadio dei prossimi 50 anni. Il dato certo è che noi vogliamo realizzare lo stadio, ma ovviamente non è facile perchè non si tratta di costruire una fontanella. Bisogna mettere in campo un'iniziativa importante dal punto di vista economico, mettere insieme pubblico e privato, ragionare con il presidente Aurelio De Laurentiis, fare una scelta che non sia solo stadio ma che rappresenti un punto di riferimento come i grandi stadi di oggi a livello europeo». Il primo cittadino vuole un progetto di uno stadio dove «devono andare i giovani, ci devono essere delle iniziative culturali e commerciali. Siamo già in una fase non di idee ma in una fase

operativa. Concretamente stiamo lavorando già da prima di Natale perchè la nostra intenzione è quella di realizzare lo stadio prima della fine del mio mandato. Questo significa partire al più presto». Sulla nuova Convenzione tra il comune e il Napoli il sindaco è chiaro. «Sicuramente rinnoveremo la Convenzione con la società ed il presidente poi, come sarà formulata dipenderà dall'opzione che sceglieremo ossia se ristrutturare il San Paolo o costruire uno stadio nuovo. La Convenzione scade nel 2014 ma la rinnoveremo sicuramente quest'anno. È importante che ci sia l'intesa piena di rinnovare la Convenzione nell'interesse della città, dei tifosi e della società. Vogliamo contribuire affinchè la società calcio Napoli sia una delle più forti a livello mondiale e che il calcio sia uno strumento per rilanciare la nostra città che si è rimessa in movimento e che adesso viene apprezzata», sottolinea De Magistris. «Siamo tutti emozionati quando pensiamo al San Paolo. Ricordo quando scendevo a piedi dal Vomero per vedere le partite, la stessa emozione la provavo quando il Napoli giocava al Collana. Qualunque sia l'op-

“Il San Paolo non si tocca a prescindere dall’eventuale nuovo stadio. Quando entriamo lì siamo tutti emozionati»

zione -ricorda il primo cittadino di Napoli-, il San Paolo rimarrà una struttura sportiva. Qualunque sia la scelta, questa soddisferà i tifosi napoletani. Da quando sono Sindaco di Napoli ed anche durante la campagna elettorale la richiesta unanime dei tifosi partenopei è quella di avere un nuovo stadio perchè il San Paolo, così com'è non regge. Dobbiamo assolutamente trovare una soluzione, sono una persona determinata e lo stadio è una priorità. Rilanciare uno stadio può significare valorizzare gli altri sport, valorizzare un momento di attrazione per i giovani, costituire un luogo di riunione».

Anche Petrucci: «C’è carenza di impianti sportivi a Napoli»

De Laurentiis: «Mazzarri resta con noi e Tabarez si faccia gli affari suoi»

«M

azzarri accostato all'Inter? C'è un contratto, non è questo il momento di parlare di queste cose. Sono le voci dei tifosi alimentate dai media, che devono riempire i giornali di contenuti anche malsani e non veritieri». Così Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, commentando le voci che accostano il nome del tecnico Walter Mazzarri al club nerazzurro. «Il rapporto con Mazzarri va avanti in modo perfetto, così come il rapporto del tecnico con i calciatori e con la città di Napoli. Credo che il suo mandato col Napoli non dovrebbe esaurirsi con la fine di questo campionato ma semmai il prossimo anno», aggiunge il presidente del club partenopeo ai microfoni di Sky Sport 24. «Anzi -sottolinea- a volte gli ho senti-

to anche dire che gli piacerebbe rimanere coinvolto in questo progetto in modo più importante anche nel futuro. Le porte sono aperte e le discussioni ci saranno, ma quando non ci sarà il pensiero rivolto alla prossima partita. A maggio si potrà parlare di futuro e fare mille illazioni». Il tecnico replica anche al ct dell'Uruguay, Oscar Tabarez, secondo il quale Cavani dovrebbe lasciare Napoli per andare a giocare in una grande di Spagna o Inghilterra: «Tabarez guardi in casa propria. Cavani in Inghilterra o in Spagna? Bisogna che lo paghino bene». E sugli obiettivi del Napoli in campionato: «Dobbiamo lottare per arrivare tra le primi cinque, certo se il Napoli arrivasse terzo sarebbe bellissimo e un grande traguardo”.

A

proprosito di impiantistica e di programmi per la costruzioni di nuove aree sportive nel capolougo partenopeo anche il Coni fa sentire la sua autorevole voce: «C'è carenza di impianti sportivi a Napoli ma, è un problema di fondi». Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Petrucci intervenendo a Napoli allo stadio militare 'Alberico Albreccì per la sottoscrizione della convenzione di uso condiviso dello stadio tra il Coni e il ministero della Difesa. Prima che avesse inizio la manifestazione il presidente Petrucci ha risposto alle domande dei cronisti. Sulla questione della carenza di impianti a Napoli il presidente del Coni Petrucci ha sottolineato che «se i fondi non ci sono non si possono fare miracoli, tutti conoscono la situazione. Il momento è fin troppo problematico. È chiaro che vorremmo tanti impianti sportivi ma la realtà è questa».


8

TRIBUNALE DI CATANZARO Prima sezione civile Procedura esecutiva n. 13/93 R.G. Espr. Il Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Giovanna Gioia, visti gli atti, dispone procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: lotto 4 quota pari a 1/3 di terreno edificatorio Carrefita in San Vito Ionio, in catasto al foglio 9 p.lle 404, 407, 480; al prezzo di € 19.713,00; lotto 5 quota pari a 1/3 di appartamento in San Vito Ionio Corso Umberto 63, in catasto al foglio 10 p.lla 329 sub 13 e 332 al prezzo di euro 1.587,00; gli immobili venduti nello stato di fatto e di dirittop in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella cancelleria di questo tribunale, L'offerente depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell'immobile. Fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 13.03.2012 ore 12,00, le offerte devono contenere un assegno recante un importo almeno pari al 10% del prezzo base d'asta. L'udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l'eventuale gara fra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata per il 14.03.2012., con aumento minimo in caso di gara di euro 100,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico dell'aggiudicatario. Il Giudice

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME Causa civile iscritta al n° 1856/2008 RGAC Giudice : Dr. Marino Reda Il Giudice, a scioglimento della riserva assunta all'udienza del 07.12.2011, letti gli atti del citato procedimento civile con ad oggetto "divisione di beni non caduti in successione" instaurato da “omissis”, ha emesso la seguente ORDINANZA DI VENDITA ALL'INCANTO esaminate le richieste avanzate da parte attrice; -rilevato che non risultano prodotte richieste da parte dei condividenti in ordine ad eventuale acquisto diretto; -considerato che per l'udienza del 07.12.2011 non sono state prodotte istanze di partecipazione all'asta; -reputato che sussistono le condizioni per procedere alla fissazione di una nuova vendita all'incanto, così come richiesto dalle parti, con l'applicazione della riduzione di un quarto rispetto al valore accertato, nonché precedentemente fissato con ordinanza del 06.06.2011; -visti gli artt. 503, 576, 591 e 788 c.p.c. ORDINA Che si proceda alla vendita all'incanto del seguente immobile, nello stato di fatto e di diritto in cui esso si trova, quale risulta dalla perizia agli atti del fascicolo, cui si fa integrale riferimento in questa sede, anche con riferimento alla condizione edilizia ed urbanistica dei beni: “ terreni e fabbricati ormai inagibili posti in zona edificatoria del Comune di Lamezia Terme. All'interno di detti terreni sono presenti diversi fabbricati industriali in disuso, in pessimo stato di manutenzione, e non utilizza bili direttamente anche per la presenza di elementi di copertura contenenti amianto. I beni immobiliari vengono rappresentati in pianta nella Tavola 1 riportata nell'allegato B dove si identificano le particelle catastali tutte riportate nel foglio di mappa n. 25 dell'ex Comune di Nicastro. I terreni quindi possono essere divisi in tre grandi categorie: 1) quelli edificabili per un totale di 10.325 mq circa di cui una quota parte pari a 2650 mq ricadenti nella fascia di rispetto ferroviario; 2) quelli potenzialmente edificabili, ma ricompresi nella fascia di rispetto ferroviario, per un totale di 2049mq; 3) quello compreso nella fascia di rispetto fluviale per la quale occorrerebbe per edificare il nulla osta preventivo della Sovrintendenza Ambientale Regionale. I fabbricati tutti fatiscenti e in pessimo stato manutentivo, hanno una superficie complessiva di circa 1200 mq, e non sono idonei direttamente ad ospitare attività industriali o residenze domestiche. TERRENI . Particella n. 4: terreno ad uso pascolo di superficie pari a circa 696 mq in prossimità della linea ferrata e ricadente per intero entro la fascia di rispetto per la quale occorre il Nulla Osta dell’esercente (Ferrovia dello Stato S.P.A.) per poter consentire la costruzione di manufatti. Comunque la superficie della particella può essere utilizzata nella determinazione della volumetria edificabile se non dovesse essere impiegata a tale scopo; . Particella n. 5: terreno ad uso pascolo di superficie pari a circa 449 mq in prossimità della linea ferrata e ricadente quasi per intero entro la fascia di rispetto per la quale occorre il Nulla Osta dell’esercente (Ferrovia dello Stato) per poter consentire la costruzione di manufatti. Comunque la superficie della particella può essere utilizzata nella determinazione della volumetria edificabile anche se non dovesse essere impiegata a tale scopo;

Venerdì 2 Marzo 2012

.Particella n. 211: terreno incolto di superficie pari a circa 610 mq in prossimità della linea ferrata e ricadente quasi per intero entro la fascia di rispetto per la quale occorre il Nulla Osta dell’esercente (Ferrovia dello Stato) per poter consentire la costruzione di manufatti. Comunque la superficie della particella può essere utilizzata nella determinazione della volumetria edificabile anche se non dovesse essere impiegata a tale scopo; . Particella n. 212: terreno ad uso pascolo di superficie pari a circa 220 mq in prossimità della linea ferrata e ricadente per intero entro la fascia di rispetto per la quale occorre il Nulla Osta dell’esercente (Ferrovia dello Stato) per poter consentire la costruzione di manufatti. Comunque la superficie della particella può essere utilizzata nella determinazione della volumetria edificabile anche se non dovesse essere impiegata a tale scopo; . Particella n. 9: terreno di superficie pari a 1720 mq formalmente indicato come coltivato ma, di fatto, ormai occupato da una parte del fabbricato dell’ex sansificio. Il terreno ricade interamente in area edificabile ma deve essere prevista la demolizione del fabbricato esistente (rappresentato nelle fotografie dal n. 1 alla n. 10 nell’allegato A); Particella n.22: terreno ad uso seminativo irriguo della superficie di 8558 mq, ricadente interamente in area edificabile. Allo stato non è occupata da fabbricati ed è costituita da seminativo arboreo e pascolo. Per una quota parte di 2650 mq ricade entro la fascia di rispetto per la quale occorre il Nulla Osta dell’esercente (Ferrovia dello Stato) per poter consentire la costruzione di manufatti. Comunque la superficie della particella può essere utilizzata interamente nella determinazione della volumetria edificabile anche se non dovesse essere impiegata a tale scopo; .Particella n.21: formalmente è terreno incolto per una superficie di 660 mq circa ricadente nella fascia di rispetto fluviale del Torrente Canne per la quale l’edificabilità è subordinata al rilascio del Nulla Osta da parte della Sovrintendenza Ambientale della Calabria. La particella è stata erosa dall’ampliamento dei margini del Torrente Canne e dall’occupazione di fatto da parte del Comune con una tubazione fognaria a servizio della popolazione viciniore. Anche in questo caso si può considerare la superficie nel calcolo della volumetria edificabile anche se la particella non verrà ad opere edilizie per la presenza di fatto della rete fognaria. FABBRICATI. Particelle n. 6,8 e 10: sono formalmente classificate come fabbricati rurali ma di fatto gli stessi non esistono più e quindi sono assimilabili ai terreni originariamente circostanti. Sono tutte di piccola superficie che quindi è stata sommata nei valori dei terreni;. Particella n. 7 Sub 2 e sub 3: sono i fabbricati che vengono meglio rappresentati nella planimetria catastale del Catasto Fabbricati in Tavola 2 nell’Allegato B. Si tratta dell’opificio propriamente detto e di un fabbricato accessorio con funzione di deposito rappresentati nelle fotografie dalla n. 1 alla n. 10 in Allegato A. All’interno ci sono tracce della fornace per la produzione della sansa che ormai è ridotta ad un mero simulacro di se stessa e mancano del tutto le apparecchiature necessarie al suo funzionamento ed al confezionamento del prodotto finito. Mancano inoltre le parti del magazzino destinate allo stoccaggio delle merci prima e dopo la lavorazione. Le tettoie esterne e le parti seminterrate presentano vistosi degradi delle strutture portanti in muratura che, visto il periodo di costruzione (immediato dopoguerra) non rispondono sicuramente ai moderni requisiti antisismici che ne potrebbero consentire l’eventuale riutilizzo a seguito di semplice manutenzione ordinaria. La loro superficie è di circa 1200 mq con diversi locali a diverse altezze variabili da 4 a 10 metri indicate nella pianta riportata in allegato B della Relazione Tecnica. DETERMINA Il prezzo base dell’incanto in €. 2.500.000,00 Il deposito della cauzione in €. 250.000,00 L’aumento minimo da parte da apportare alle offerte pari a €. 25.000,00 DISPONE Che la pubblicità dell’incanto avvenga almeno quaranta giorni prima della data fissata per l’incanto, sia nelle forme ordinarie, sia mediante affissione di manifesti murali in quindici punti della città di Lamezia Terme. Pone a carico di parte attrice l’onere di anticipare, provvisoriamente, le spese di pubblicità e di adempiere alle relative formalità DISPONE Che l’incanto abbia luogo presso il Tribunale alle ore 12.00 del giorno 30.04.2012 nell’aula di udienza del sottoscritto Giudice. Ogni concorrente deve presentare, entro le ore 13.00 del giorno 23.04.2012, nella cancelleria di questo giudice, istanza di partecipazione in carta bollata e depositare, nelle forme dei depositi giudiziari, la somma di € 250.000,00 (pari al 10% del prezzo base) a titolo di cauzione. Il termine per il versamento del residuo prezzo non potrà essere superiore ai sessanta giorni dalla aggiudicazione. Entro il medesimo termine a pena di decadenza l’aggiudicatario dovrà versare, nelle forme dei depositi giudiziari, il 20% del prezzo di aggiudicazione a titolo di deposito per le presumibili spese di trasferimento. Le spese relative alla vendita ed al passaggio

di proprietà sono poste a carico dell’aggiudicatario, unitamente alle spese di eventuali sanatorie o condoni ed alle eventuali spese di cancellazione di pignoramenti ed ipoteche. Gli offerenti indichino il proprio codice fiscale, dichiarino la propria residenza ed eleggano il proprio domicilio nel Comune di Lamezia Terme. Lamezia Terme, 20 gennaio 2012. Il Giudice Fto Dott. Marino Reda Depositato in Cancelleria oggi 23.01.2012 Funzionario Giudiziario fto. Antonella Anna Priolo

TRIBUNALE DI LOCRI - UFFICIO ESECUZIONI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, dr. SERGIO MALGERI, nella Procedura Esecutiva n. 37/2003 R. Es. Imm. promossa da INTESA GESTIONE CREDITI S.p.A. all’udienza del 28.10.2011 HA DISPOSTO PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: “Appartamento posto al secondo piano di un fabbricato di quattro piani fuori terra adibito a civile abitazione, ubicato in Marina di Gioiosa Jonica (RC), in via Giacomo Matteotti n. 26, riportato in catasto al foglio 17, p.lla 691, Cat. A/3, classe 2, vani 6, rc 291,28” Prezzo base d’asta: Euro 88.368,00 Deposito per cauzione: Euro 8.836,80 Deposito per spese: Euro 13.255,20 VENDITA CHE AVVERRA’ ALLE SEGUENTI PRINCIPALI CONDIZIONI: LA VENDITA SENZA INCANTO, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, AVVERRA’ ALL’UDIENZA DEL 27.04.2012, con la riduzione di 1/5+1/5+1/5 del prezzo base d’asta. Entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto con l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non potrà essere inferiore al prezzo base indicato poc’anzi. l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene oggetto dell’offerta; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari al 10% del prezzo offerto, da versare con assegni circolari “NON TRASFERIBILI” intestati all’offerente, da inserirsi, a cura dell’offerente, nella medesima busta contenente l’offerta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto nei pimtu 12 e 13 dell’ordinanza di vendita (ovvero deposito entro 60 gg. dall’aggiudicazione del residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, e dell’importo complessivo per le spese collegate alla vendita, all’uopo comunicato dalla cancelleria e necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento); il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); OVE SI DEBBA PROCEDERE AI SENSI DEGLI ARTT. 571,572 E 573 C.P.C., LA VENDITA AL PUBBLICO INCANTO AVVERRA’ ALL’UDIENZA DEL 25.05.2012, CON IL PREZZO RIDOTTO COME NELLA UDIENZA SENZA INCANTO (del 27.04.2012). ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza e la perdita della cauzione di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito.. Siti Internet sui quali sono pubblicati l’ordinanza di vandita e la relazione di stima: www.portaleimmobili.it www.portaleaste.it www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. - Custode Giudiziario: Avv. FRANCESCO PUGLIESE ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 20 febbraio 2012 - CONDIZIONI DI VENDITA

IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA - P.E. 37-2003 1)L’immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2)ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma cpc); 3)entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4)l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5)l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6)l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7)l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8)l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9)l’udienza di vendita senza incanto è fissata per il giorno (VEDI SOPRA), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10)in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11)in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12)in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13)in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14)il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione,


9 ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15)maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri ; 16)la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17)la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata, a cura del custode giudiziario con costo a carico del creditore procedente o degli altri creditori, ovvero a carico della Custodia, se in attivo - autorizzando il custode giudiziario al prelievo degli importi necessari per la pubblicità dal libretto della procedura - sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lotti (invitando ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + mensili Qu Economia e Asteinfoappalti + siti Internet, nei quali la pubblicazione dell’ordinanza avrà luogo unitamente alla relazione di stima, www.asteimmobili.it - www.portaleaste.it www.aste.eugenius.it; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18)ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (VEDI SOPRA) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19)in particolare, ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta; all’esterno della busta il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito ; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20)la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21)le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22)se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23)l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24)ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, da presentarsi nelle

Venerdì 2 Marzo 2012

forme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 25)su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 26)se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 27)alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc. IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE ***** Cancelleria Esecuzioni Immobiliari SI RENDE NOTO ai sensi del combinato disposto degli art.490 e 570 c.p.c., che, Il Giudice dell’Esecuzione, dr Sergio MALGERI, nella procedura esecutiva N. 59/2005 promossa da BANCA CARIME SPA all’udienza del 23/09/2011 ha disposto procedersi alla vendita dei seguenti beni immobili: DESCRIZIONE IMMOBILI: LOTTO 1: Immobile costituito da magazzino, sito in Marina di Gioiosa Jonica, angolo via I maggio e via C. Alberto, riportato al NCEU al foglio 20 – particella 469 – sub 1 – piano terra PREZZO BASE: € 86.000,00; CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO 2: Immobile costituito da alloggio (mq circa 98,00), sito in Marina di Gioiosa Jonica, angolo via I maggio e via C.Alberto, riportato al NCEU al fg 20 – particella 469 – sub 3 – piano terzo fuori terra PREZZO BASE: € 89.662,50; CAUZIONE: 10% DEL PREZZO Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, CON IL il pubblico incanto avverrà all’udienza del 27/04/2012 con il prezzo sopra riportato 23/09/2011 /ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta: unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art.580 c.p.c.; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza e las perdita della cauzione di cui all’art.587cpc in caso di mancato deposito. SITI INTERNET sui quali sono pubblicate l’ordinanza di vendita e la relazione di stima: www.asteimmobili.it, www.portaleaste.it, www.aste.eugenius.it CUSTODE GIUDIZIARIO: Avv. GROLLINO Comuni per l’affissione sono: Gioiosa Jonica/Marina di Gioiosa J/Roccella Jonica Si avvisa che maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Locri, 20/02/2012 Il Cancelliere f.to Antico CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA – REG. ESEC n°…… l’immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo e nella consistenza indicata nell’ultima perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art.579, ultimo comma, cp.c.); entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diriti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contente: A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che a pena di inefficacia, non può essere inferiore al prezzo base indicato poc’anzi, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso

il codice fiscale) proprio e – se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione di avvalersi, ove ne sussistono i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato, nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo di pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA; I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art.174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazioni delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti la potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possano condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; l’offerta si considera irrevocabile, ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art.573 cpc.); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art.572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi, il giorno fissato, presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; l’udienza di vendita senza incanto è fissata per il giorno (vedi sopra) e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt.572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cod. proc. civ. (ove vi siano più offerte); in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art.573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE; in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg.60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzioni; in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà, la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art.587 co II cpc.(richiamato dall’art.574, III co., cpc); maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri, oppure presso il custode giudiziario; la presente ordinanza dovrà essere affissa, almeno 45 venti giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria –nel rispetto del combinato disposto degli artt.490 e 570 cpc- e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art.555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Iternet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata, a cura del custode giudiziario, con costo a carico del creditore procedente o degli altri creditori, ovvero a carico della Custodia, se in attivo – autorizzando il custode giu-

diziario al prelievo degli importi necessari per la pubblicità dal libretto della procedura- sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in Cui è contenuta la descrizione dei lotti (invitando all’uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + mensile Qui Economia e AsteInfoappalti + SitiIternet nei quali la pubblicazione dell’ordinanza avrà luogo unitamente alla relazione di stima, www.asteimmobili.it - www.portaleaste.it www.aste.eugenius.it, in particolare: A fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria , fino all’udienza di vendita, B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale al n. 096420732; ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art.571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’articolo 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es. gara in aumento che non è tenuta per mancanza di adesioni: art.573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (vedi sopra) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; in particolare, ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta; all’esterno della busta il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possano condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria –Ufficio Esecuzioni Immobiliari- di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale, e nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA; in tale istanza dovrà anche essere indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura del nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato depositoad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, da presentarsi nelle forme di cui all’art.571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4) ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art.584 c.p.c.) e se l’offerta non sarà accompagnata da deposito da una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; su tali offerte il giudice, verificatane la regolarità, indice la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al predente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art.591-----------------------------------------------------------------------------------------------IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE


10 il Domani dello Sport

Venerdì 2 marzo 2012

SPORT NAZIONALE INGHILTERRA

A 101 giorni dall’Europeo non si sa chi siederà sulla panchina inglese

D

opo tre settimane dalle dimissioni di Fabio Capello l'Inghilterra è ancora alla ricerca del suo successore, ma la sconfitta contro l'Olanda - a 101 giorni dall'Europeo - impone scelte risolute e rapide. Ciò nonostante il parere unanime di un'intera nazione, dai giocatori ai tifosi passando attraverso i media, la Fa non ha ancora preso contatti con Harry Redknapp che resta l'unica candidatura credibile e praticabile per la panchina dei tre leoni. Se l'amichevole di mercoledì contro l'Olanda, la prima del dopo-Capello, era un'audizione per Stuart Pearce, la sua bocciatura va

oltre la sconfitta. Come lui stesso ha ammesso al termine della partita: «Mi piacerebbe andare agli europei. Ma non ho l'esperienza necessaria per ricoprire il ruolo di ct full-time dopo l'estate. La mia disponibilità a tempo, sono un traghettatore in attesa che la Fa prenda le sue decisioni. All'indomani del divorzio da Capello, il presidente David Bernstein non aveva escluso alcuna soluzione, né sulla nazionalià né sulla durata d'incarico del prossimo commissario tecnico. All'epoca potevano sembrare tatticismi in attesa di un annuncio imminente. Nonostante il nome di Redknapp continui ad essere in

testa, con largo margine, nelle preferenze dei bookmakers (quotato 1/6) e del pubblico (mercoledì a Wembley si è visto più di uno striscione per il manager degli Spurs), la Fa non lo ha ancora avvicinato né ha preso contatti con il presidente del Tottenham Daniel Levy. Forse preoccupata dalle condizioni che imporrà il primo e dalle richieste economiche del secondo. Redknapp è disposto ad assumere subito l'incarico ma pretende di restare sulla panchina di White Hart Lane almeno fino al termine della stagione. Un impegno part-time, dunque, per i prossimi due mesi e mezzo.

INAUGURATO LO STADIO VERSO EURO 2012 Con lo 0-0 contro il Portogallo taglio del nastro per il nuovo impianto

FRANCIA

Nessun bacio tra Giroud e Debuchy Non ci sarebbe stato nessun bacio sulla bocca tra Olivier Giroud e Mathieu Debuchy dopo il gol dell'1-0 della Francia sulla Germania, ieri sera, a Brema. Un bacio sulla bocca a Debuchy? «No, l'ho semplicemente ringraziato. Sono una persona molto affettuosa. Ma per il resto, non esageriamo», ha detto Giroud al quotidiano Le Parisien, che lo interrogava appunto sull'esultanza, con bacio, mostrata dopo il gol. «Sono un uomo felice. Speravo proprio di segnare. Se fosse stato per me - ha aggiunto l'attaccante - avrei fatto tre giri di campo, ma ho visto che gli altri compagni restavano più sobri, così non ho fatto eccessi». La squadra di Laurent Blanc ha poi vinto per 2-1.

H

a superato l'esame il nuovo stadio nazionale di Varsavia, realizzato per gli Europei di calcio di giugno e inaugurato ufficialmente ieri sera con l'amichevole Polonia-Portogallo. Dai media traspare oggi ampia soddisfazione per la nuova struttura, anche se è evidente la delusione per lo 0-0 registratosi sul campo. Per la prima partita ufficiale ci si aspettava un pò di più da parte dei padroni di casa. «Ho sempre sognato per Varsavia uno stadio così bello», ha detto Wojciech Walosinski, 87 anni, uno dei tifosi più anziani presenti ieri sera allo stadio. Nel lontano 1944 Walosinski partecipò all'insurrezione di Varsavia contro gli occupanti nazisti. «Ho lottato anche perchè nel mio paese ci fossero stadi come questo», ha aggiunto Walosinski. Ieri sera hanno funzionato al meglio tutti i servizi della nuova struttura, mentre la polizia ha fatto sapere che non si sono registrati incidenti nè problemi di traffico. «I cittadini hanno dimostrato grande disponibilità ad accettare le misure necessarie a garantire la sicurezza», ha detto un portavoce della polizia. L'apertura dello stadio da 58 mila posti, la cui costruzione cominciò nel settembre 2008, è stata rimandata ben due volte per ritardi e problemi tecnici scoperti nel corso dei lavori. Si tratta di una struttura modernissima, sorta sulla riva destra della Vistola, estesa su una superficie di 20 ettari, dove dal 1955 sorgeva il vecchio stadio della capitale, costruito con le

macerie raccolte in questo posto nel dopoguerra a seguito della demolizione dell'80% delle case di Varsavia distrutte dai nazisti per rappresaglia all'insurrezione del 1944. Per rinforzare il terreno poco stabile, le fondamenta del nuovo stadio sono state poggiate su 7 mila pali di cemento armato. La struttura è stata realizzata con il significativo contributo dell'industria italiana: i 72 pali esterni, alti 30 metri e di 40 tonnellate di peso ciascuno, provengono dagli stabilimenti della Cimolai con sede a Pordenone. Sullo scheletro esterno costituito dai pali è sospesa la struttura del tetto,

compresa la cuspide centrale, alta 70 m e di 100 tonnellate di peso. Il costo della costruzione, secondo le le stime di oggi, è stato di 1,752 miliardi di zloty (424 milioni di euro). Per garantire ieri sera la sicurezza nella zona dello stadio sono state chiuse alcune strade nella zona e diversi mezzi pubblici hanno seguito percorsi alternativi. La zona è stata sorvegliata da alcune migliaia di agenti di polizia, molti dei quali in borghese. Massiccio anche il servizio di sicurezza garantito all'interno dello stadio. Nello stadio di Varsavia è in programma per l'8 giugno

prossimo la cerimonia di apertura di Euro 2012, uno dei quarti di finale (21 giugno) e la semifinale (28 giugno). La finale di Euro 2012 si giocherà invece l'1 luglio a Kiev, la capitale dell'Ucraina che organizza l'Europeo insieme alla Polonia. L'Italia giocherà la prima partita con la Spagna il 10 giugno a Danzica. Le altre città polacche che ospiteranno il torneo sono Breslavia e Poznan, mentre in Ucraina si giocherà anche a Donetsk, Kharkov e Leopoli. tare pagina: «Ora bisogna resettare, essere pronti per il derby e per il prosieguo della stagione».


Venerdì 2 marzo 2012 il Domani dello Sport 11

TOTOGUIDA SCOMMESSE Benfica - Porto «1» 2,40

Blackpool-Hull «1»

2.10

ITALIA

Classifica

Serie Bwin

Il Pescara minaccia il Sassuolo onservato il primato, malgrado la sconfitta a Brescia, il Toro cerca punti pesanti a Grosseto. Gara ricca di insidie, meglio orientarsi sull’«Under». Il Sassuolo, nel frattempo è seriamente minacciato dal Pescara che cerca l’aggancio nel tentativo di dimenticare lo scivolone con la Reggina. Gli uomini di Zeman sembrano essersi, però, arruginiti per colpa del maltempo, piace la «X». Il Verona sostiene un importante esame per le proprie ambizioni a Genova con la Samp: «X2» da tentare. Il Padova prova a rimettersi in modo per non perdere terreno nella

corsa play-off. L’AlbinoLeffe è inferiore, «1» assai probabile. Un segno che piace anche per Varese-Vicenza, considerato anche il periodo negativo dei veneti, e nei due derby regionali di giornata, Empoli-Livorno e Juve Stabia-Nocerina. La possibile sorpresa? Il «2» del Cittadella.

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(28ª GIORNATA)

(29ª GIORNATA) Varese - Vicenza 02-03 Bari - Crotone 03-03 Empoli - Livorno “ “ Grosseto - Torino “ “ Juve Stabia - Nocerina “ “ Modena - Cittadella “ “ Padova - Albinoleffe “ “ Pescara - Sassuolo “ “ Reggina - Ascoli “ “ Sampdoria - Verona “ “ Gubbio - Brescia 05-03

C

PARTITE DAL 18-02 AL 20-02 Albinoleffe - Pescara 1-1 Ascoli - Grosseto 0-2 Brescia - Modena 0-0 Juve Stabia - Reggina 2-1 Livorno - Bari 1-2 Nocerina - Cittadella 0-1 Padova - Empoli 1-1 Sassuolo - Varese 0-0 Verona - Gubbio 1-0 Vicenza - Crotone 1-1 Torino - Sampdoria 2-1

MODENA BARI PESCARA BRESCIA ALBINOLEFFE GUBBIO CITTADELLA PADOVA CROTONE NOCERINA

PESCARA EMPOLI MODENA CROTONE ALBINOLEFFE REGGINA SASSUOLO JUVE STABIA CITTADELLA BRESCIA

SAMPDORIA LIVORNO GUBBIO GROSSETO ALBINOLEFFE TORINO VERONA EMPOLI SASSUOLO ASCOLI

Il pronostico di TS Varese - Vicenza Empoli - Livorno Juve Stabia - Nocerina Padova - AlbinoLeffe Pescara - Sassuolo

Le possibili sorprese Sampdoria - Verona Modena - Cittadella

TORINO PADOVA SASSUOLO VICENZA BRESCIA NOCERINA MODENA PESCARA GROSSETO

1-1 = 0-1 ▼ 0-0 = 4-1 ▲ 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

52 SASSUOLO 2-0 ▲ 3-1 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 0-2 ▼ . Rin. . . .

VICENZA VERONA CITTADELLA BARI VARESE ASCOLI PESCARA SAMPDORIA ALBINOLEFFE

4-2 2-0 0-0 2-1 0-0 0-0

JUVE STABIA SASSUOLO GROSSETO PADOVA ASCOLI GUBBIO SAMPDORIA TORINO VICENZA

CROTONE TORINO LIVORNO ALBINOLEFFE GUBBIO SASSUOLO VICENZA EMPOLI PADOVA

EMPOLI PESCARA BRESCIA CROTONE REGGINA PADOVA LIVORNO SAMPDORIA VARESE BARI

JUVE STABIA VERONA CROTONE BRESCIA LIVORNO REGGINA NOCERINA PESCARA ASCOLI TORINO

PADOVA REGGINA CITTADELLA BARI VERONA EMPOLI ALBINOLEFFE MODENA BRESCIA VARESE

REGGINA

▲ ▲

PADOVA GROSSETO GUBBIO EMPOLI JUVE STABIA PESCARA ASCOLI BARI LIVORNO

= ▲ = = . .

2-0 0-2 2-0 0-0 2-0 1-0

VARESE

55

.

37 VERONA 1-1 = 0-0 = 1-0 ▲ 1-0 ▲ 1-2 ▼ . Rin. . . .

2 2

37

26 CITTADELLA 1-0 ▲ 1-3 ▼ 0-0 = 0-0 = 0-2 ▼ . Rin. . . .

1 1 1 1 X

TORINO SASSUOLO VERONA PESCARA PADOVA VARESE REGGINA BRESCIA BARI (-2) SAMPDORIA CITTADELLA GROSSETO JUVE STABIA (-4) LIVORNO VICENZA CROTONE (-1) GUBBIO MODENA ALBINOLEFFE EMPOLI ASCOLI (-7) NOCERINA

54

GUBBIO

ASCOLI SAMPDORIA REGGINA VARESE VERONA MODENA BRESCIA NOCERINA CROTONE

▼ ▲ = ▲ ▲ . . .

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

56 55 54 52 46 45 42 42 39 37 37 37 36 30 29 28 26 26 25 24 23 18

16 15 16 16 13 12 11 11 11 8 10 9 11 7 6 6 6 5 5 6 8 3

34 36 37 56 39 34 47 30 34 32 33 30 38 30 31 29 26 25 28 32 28 34

28 28 28 27 27 28 28 28 28 27 28 28 27 28 28 28 28 27 28 27 28 28

8 10 6 4 7 9 9 9 8 13 7 10 7 9 11 11 8 11 10 6 6 9

4 3 6 7 7 7 8 8 9 6 11 9 9 12 11 11 14 11 13 15 14 16

SASSUOLO ASCOLI TORINO CITTADELLA LIVORNO CROTONE VARESE GROSSETO VERONA

SAMPDORIA NOCERINA VARESE JUVE STABIA VICENZA BARI EMPOLI ALBINOLEFFE REGGINA

BRESCIA LIVORNO ASCOLI BARI TORINO CITTADELLA JUVE STABIA GUBBIO MODENA

GROSSETO BARI VARESE SAMPDORIA PESCARA MODENA PADOVA LIVORNO SASSUOLO

25 0-1 ▼ 0-2 ▼ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 0-0 = . . .

GUBBIO VICENZA NOCERINA VERONA GROSSETO SASSUOLO REGGINA JUVE STABIA SAMPDORIA

23 2-1 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 0-0 = . . .

42

26 BRESCIA 1-2 ▼ 0-0 = 1-3 ▼ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 2-0 ▲ . . .

NOCERINA EMPOLI JUVE STABIA CITTADELLA MODENA TORINO GUBBIO PADOVA PESCARA

2-0 2-0 0-0 2-0 0-0 1-0

6 7 6 6 5 8 4 5 8 5 4 4 3 4 2 3 0 2 2 2 5 2

REGOLAMENTO Le prime 2 in A. Dalla 3ª alla 6ª ai play-off, a meno che tra la 3ª e la 4ª non ci siano almeno 10 punti di distacco. Le ultime 3 retrocedono direttamente. La 18ª e la 19ª al play-out, a meno che non abbiano almeno 5 punti di distacco. A parità di punti valgono gli scontri diretti.

4 4 13 10 5 1 16 8 3 4 16 14 3 5 27 24 3 5 22 19 4 3 24 15 6 5 21 17 5 3 14 10 3 4 20 15 6 3 16 13 4 6 12 15 5 5 14 19 4 6 14 18 5 5 18 15 6 6 18 23 5 6 13 19 4 10 9 27 6 7 11 22 4 8 14 20 2 9 13 20 3 6 17 21 4 7 15 22

0-1 ▼ 2-0 ▲ 3-1 ▲ 1-1 = 1-2 ▼ 2-1 ▲ . . .

VARESE JUVE STABIA PESCARA EMPOLI GROSSETO VICENZA BARI MODENA GUBBIO

28 1-2 ▼ 2-2 = 1-2 ▼ 1-1 = 2-2 = 1-1 = . . .

56

37 TORINO 1-0 ▲ 0-0 = 0-2 ▼ 0-1 ▼ 2-2 = 2-0 ▲ . . .

CITTADELLA VARESE VICENZA NOCERINA SAMPDORIA BRESCIA GROSSETO VERONA JUVE STABIA

1-1 = 0-0 = 1-0 ▲ 3-1 ▲ 2-1 ▲ 0-1 ▼ . . .

I nostri consigli di gioco MISTA VINCITA GLOBALE:

9 GARE 1670.75 Euro

Correzione di 0-1-2 errori sulle 9 partite 0 err.=8 cinquine; 1 err.=3/4 cinquine; 2 err.=1 cinquina

Bastia - Boulogne Guingamp - Amiens Bochum - D. Dresda Blackpool - Hull Anversa - Waasland Eindhoven-Agovv Dukla Praga-Slovacko Derry City-Bohemians Benfica - Porto Bastia - Boulogne Guingamp - Amiens Bochum - D. Dresda Blackpool - Hull Anversa - Waasland

1 1 1 1 1

1.50 1.75 2.00 2.10 1.95

8

CINQUINE

1.50 1.75 2.00 2.10 1.95 1.42 1.90 1.60 2.40

1 1 1 1 1 Over 1 1 1

Bastia - Boulogne Guingamp - Amiens Bochum - D. Dresda Eindhoven-Agovv Benfica - Porto

1 1 1 Over 1

1.50 1.75 2.00 1.42 2.40

Con 9 euro puntati la vincita è di

Con 9 euro puntati la vincita è di

212.84 Euro

177.13 Euro

Bastia - Boulogne Guingamp - Amiens Eindhoven-Agovv Dukla Praga-Slovacko Derry City-Bohemians

1 1 Over 1 1

1.50 1.75 1.42 1.90 1.60

Bastia - Boulogne Bochum - D. Dresda Dukla Praga-Slovacko Derry City-Bohemians Benfica - Porto

1 1 1 1 1

1.50 2.00 1.90 1.60 2.40

Con 9 euro puntati la vincita è di

Con 9 euro puntati la vincita è di

112.18 Euro

216.69 Euro

Bastia - Boulogne Blackpool - Hull Anversa - Waasland Eindhoven-Agovv Benfica - Porto

1 1 1 Over 1

1.50 2.10 1.95 1.42 2.40

Con 9 euro puntati la vincita è di

RETI F S

39 CROTONE

ALBINOLEFFE REGGINA VERONA SAMPDORIA CROTONE ASCOLI TORINO VICENZA CITTADELLA

18

FUORI N P

BARI

GROSSETO

0-2 ▼ 2-2 = 0-1 ▼ 1-1 = 1-3 ▼ 0-1 ▼ . . .

V

8 10 11 15 10 10 19 16 16 10 21 17 17 18 16 18 12 20 22 25 17 29

30

42 ASCOLI 1-4 ▼ 0-0 = 3-1 ▲ 3-2 ▲ 1-2 ▼ 2-0 ▲ . . .

21 20 21 29 17 10 26 16 14 16 21 16 24 12 13 16 17 14 14 19 11 19

1-1 = 2-2 = 1-3 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = 1-2 ▼ . . .

46 ALBINOLEFFE 4-1 ▲ 1-0 ▲ 1-3 ▼ 0-0 = 1-1 = . Rin. . . .

0 2 2 2 2 4 3 5 5 3 5 4 3 7 5 5 4 4 5 6 8 9

MODENA ALBINOLEFFE PADOVA NOCERINA SASSUOLO LIVORNO CROTONE REGGINA EMPOLI

36 NOCERINA 0-2 ▼ 2-2 = 0-0 = 1-2 ▼ 2-1 ▲ . Rin. . . .

4 5 3 1 4 5 3 4 5 7 3 5 3 4 5 6 4 5 6 4 3 5

RETI F S

2-4 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ 1-4 ▼ 1-1 = 1-1 = . . .

24 LIVORNO 0-2 ▼ 0-2 ▼ 1-1 = 2-3 ▼ 1-1 = . Rin. . . .

18 10 18 8 25 10 39 10 29 8 25 4 36 7 26 6 31 3 23 3 36 6 36 5 35 8 33 3 39 4 37 3 39 6 42 3 42 3 45 4 38 3 51 1

29

45 VICENZA 2-1 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 0-0 = . . .

IN CASA V N P

207.24 Euro

Guingamp - Amiens Bochum - D. Dresda Blackpool - Hull Derry City-Bohemians Benfica - Porto

1 1 1 1 1

1.75 2.00 2.10 1.60 2.40

Con 9 euro puntati la vincita è di

279.42 Euro

= ▲ = ▲ . . .

Guingamp - Amiens Anversa - Waasland Dukla Praga-Slovacko Derry City-Bohemians Benfica - Porto

1 1 1 1 1

1.75 1.95 1.90 1.60 2.40

Bochum - D. Dresda Blackpool - Hull Anversa - Waasland Eindhoven-Agovv Dukla Praga-Slovacko

1 1 1 Over 1

2.00 2.10 1.95 1.42 1.90

Con 9 euro puntati la vincita è di

Con 9 euro puntati la vincita è di

246.49 Euro

218.76 Euro

«UNDER» Sassuolo Brescia Grosseto Sampdoria Torino Bari Cittadella Livorno Modena Vicenza Ascoli Gubbio Varese Verona Albinoleffe Crotone Padova Nocerina Reggina Empoli Pescara Juve Stabia

21 19 18 18 18 17 17 17 17 17 16 16 16 16 14 14 14 13 13 12 10 9

(10-11) (8-11) (10-8) (10-8) (9-9) (8-9) (6-11) (9-8) (7-10) (10-7) (9-7) (9-7) (9-7) (10-6) (7-7) (5-9) (9-5) (7-6) (4-9) (6-6) (5-5) (4-5)

«OVER» Juve Stabia Pescara Empoli Nocerina Reggina Albinoleffe Crotone Padova Ascoli Gubbio Varese Verona Bari Cittadella Livorno Vicenza Grosseto Modena Torino Brescia Sampdoria Sassuolo

18 (10-8) 17 (8-9) 15 (8-7) 15 (8-7) 15 (9-6) 14 (7-7) 14 (9-5) 13 (5-8) 12 (5-7) 12 (5-7) 12 (4-8) 12 (5-7) 11 (5-6) 11 (8-3) 11 (5-6) 11 (4-7) 10 (4-6) 10 (5-5) 10 (5-5) 9 (7-2) 9 (3-6) 7 (5-2)

«GOAL» Nocerina Pescara Reggina Crotone Empoli Juve Stabia Vicenza Albinoleffe Ascoli Bari Modena Verona Cittadella Livorno Padova Sampdoria Gubbio Sassuolo Torino Grosseto Varese Brescia

20 20 19 18 18 17 17 16 15 15 15 15 14 14 14 14 13 13 13 12 11 9

(11-9) (9-11) (11-8) (11-7) (10-8) (10-7) (8-9) (9-7) (7-8) (7-8) (7-8) (7-8) (9-5) (6-8) (6-8) (6-8) (5-8) (7-6) (7-6) (6-6) (3-8) (4-5)

«NO GOAL» Brescia Varese Grosseto Gubbio Sassuolo Torino Cittadella Livorno Ascoli Bari Padova Sampdoria Verona Albinoleffe Modena Vicenza Crotone Juve Stabia Empoli Reggina Nocerina Pescara

19 (11-8) 17 (10-7) 16 (8-8) 15 (9-6) 15 (8-7) 15 (7-8) 14 (5-9) 14 (8-6) 13 (7-6) 13 (6-7) 13 (8-5) 13 (7-6) 13 (8-5) 12 (5-7) 12 (5-7) 11 (6-5) 10 (3-7) 10 (4-6) 9 (4-5) 9 (2-7) 8 (4-4) 7 (4-3)


12 il Domani dello Sport Venerdì 2 marzo 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE GERMANIA Zweite Liga IL TURNO SUCCESSIVO (24ª GIORNATA) Bochum - Dynamo Dresda 02-03 Duisburg - Greuther F. “ “ Ingolstadt 04 - Union Berlino “ “ Al. Aachen - Paderborn 03-03 Karlsruhe - F. Dusseldorf “ “ Braunschweig - H. Rostock 04-03 Eintracht F. - E. Cottbus “ “ Erzgebirge - Francoforte “ “ Monaco 1860 - St. Pauli 05-03

BOCHUM F. DUSSELDORF FRANCOFORTE H. ROSTOCK ST. PAULI UNION BERLINO GREUTHER F. DYNAMO DRESDA PADERBORN DUISBURG

AL. AACHEN ERZGEBIRGE BRAUNSCHWEIG ST. PAULI E. COTTBUS H. ROSTOCK F. DUSSELDORF PADERBORN GREUTHER F. UNION BERLINO

EINTRACHT F. GREUTHER F. ST. PAULI BRAUNSCHWEIG F. DUSSELDORF FRANCOFORTE PADERBORN E. COTTBUS H. ROSTOCK DYNAMO DRESDA

Il pronostico di TS Monaco 1860 - St. Pauli Duisburg - Greuther Braunschweig - H. Rostock Eintracht - Cottbus

1 2 X 1

Le possibili sorprese Aachen - Paderborn Karlsruhe - F. Dusseldorf

X X

30 DYNAMO DRESDA 29 1-1 = 2-0 ▲ 2-1 ▲ 1-2 ▼ 4-2 ▲ 2-6 ▼ . . .

2-1 ▲ 2-2 = 3-1 ▲ 0-4 ▼ 2-2 = 2-0 ▲ . . .

E. COTTBUS H. ROSTOCK GREUTHER F. UNION BERLINO PADERBORN DUISBURG BOCHUM INGOLSTADT 04 EINTRACHT F.

21 PADERBORN 1-1 = 1-1 = 2-1 ▲ 1-1 = 0-0 = 0-0 = . . .

H. ROSTOCK F. DUSSELDORF UNION BERLINO GREUTHER F. DYNAMO DRESDA EINTRACHT F. AL. AACHEN BOCHUM INGOLSTADT 04

46 E. COTTBUS 0-0 = 0-2 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = 6-1 ▲ 2-4 ▼ . . .

DYNAMO DRESDA DUISBURG MONACO 1860 AL. AACHEN KARLSRUHE ERZGEBIRGE EINTRACHT F. BRAUNSCHWEIG F. DUSSELDORF

2-0 3-2 3-2 1-5 2-2 4-2

Classifica

PT G

PARTITE V N P

GREUTHER F. EINTRACHT F. ST. PAULI PADERBORN F. DUSSELDORF MONACO 1860 UNION BERLINO BRAUNSCHWEIG BOCHUM DYNAMO DRESDA E. COTTBUS AL. AACHEN FRANCOFORTE DUISBURG INGOLSTADT 04 ERZGEBIRGE KARLSRUHE H. ROSTOCK

47 46 46 46 45 41 34 32 30 29 27 21 21 20 20 20 19 16

14 5 4 53 20 10 13 7 3 52 26 7 14 4 5 42 24 8 13 7 3 39 26 7 12 9 2 46 24 8 13 2 7 45 29 8 10 4 9 38 37 8 8 8 7 27 25 4 9 3 11 34 40 6 8 5 10 40 41 6 7 6 10 23 35 3 3 12 8 20 28 2 4 9 10 24 45 1 5 5 13 27 36 4 4 8 11 25 42 3 4 8 10 18 36 2 5 4 14 24 46 4 2 10 11 19 36 2

DUISBURG KARLSRUHE E. COTTBUS FRANCOFORTE H. ROSTOCK ST. PAULI DYNAMO DRESDA GREUTHER F. UNION BERLINO BOCHUM

46

KARLSRUHE

DUISBURG MONACO 1860 ERZGEBIRGE BRAUNSCHWEIG E. COTTBUS FRANCOFORTE F. DUSSELDORF ST. PAULI H. ROSTOCK

▲ ▲ ▼ = ▲ . . .

27

ERZGEBIRGE

1-2 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ 2-0 ▲ . . .

AL. AACHEN INGOLSTADT 04 KARLSRUHE MONACO 1860 BRAUNSCHWEIG E. COTTBUS FRANCOFORTE F. DUSSELDORF ST. PAULI

23 23 23 23 23 22 23 23 23 23 23 23 23 23 23 22 23 23

RETI F S

EINTRACHT F. UNION BERLINO DYNAMO DRESDA PADERBORN INGOLSTADT 04 BOCHUM DUISBURG AL. AACHEN MONACO 1860

0 4 2 4 2 1 1 4 1 3 4 6 7 2 5 4 2 6

47

20 GREUTHER F. 3-1 ▲ 1-1 = 1-2 ▼ 2-4 ▼ 0-1 ▼ 0-2 ▼ . . .

IN CASA V N P

BOCHUM PADERBORN INGOLSTADT 04 EINTRACHT F. MONACO 1860 AL. AACHEN KARLSRUHE ERZGEBIRGE E. COTTBUS

UNION BERLINO BOCHUM DUISBURG INGOLSTADT 04 EINTRACHT F. KARLSRUHE ERZGEBIRGE MONACO 1860 BRAUNSCHWEIG

10 9 15 11 12 12 9 12 18 16 19 14 19 14 13 13 21 18

ST. PAULI ERZGEBIRGE F. DUSSELDORF FRANCOFORTE GREUTHER F. H. ROSTOCK UNION BERLINO DYNAMO DRESDA PADERBORN

FUORI N P

4 6 6 6 4 5 2 4 3 2 4 1 3 1 1 2 1 0

5 3 2 3 7 1 3 4 2 2 2 6 2 3 3 4 2 4

2 3 3 2 1 5 6 4 6 7 6 5 6 7 8 6 9 7

RETI F S 17 26 17 18 20 19 16 12 15 15 11 9 14 12 11 9 10 4

10 17 9 15 12 17 28 13 22 25 16 14 26 22 29 23 25 18

REGOLAMENTO Promosse le prime 2. La 3ª al play-off con la terz’ultima della Bundesliga. Retrocedono direttamente le ultime 2. La terz’ultima al play-out. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

1-0 ▲ 1-1 = 1-1 = 1-1 = 0-0 = 2-1 ▲ . . .

FRANCOFORTE GREUTHER F. PADERBORN DYNAMO DRESDA BOCHUM MONACO 1860 INGOLSTADT 04 DUISBURG AL. AACHEN

4-0 ▲ 0-5 ▼ 2-3 ▼ 4-0 ▲ 2-4 ▼ 0-1 ▼ . . .

16

BRAUNSCHWEIG 32 H. ROSTOCK

1-1 = 2-3 ▼ 1-1 = 1-1 = 1-2 ▼ 0-0 = . . .

MONACO 1860 AL. AACHEN EINTRACHT F. KARLSRUHE ERZGEBIRGE ST. PAULI H. ROSTOCK E. COTTBUS FRANCOFORTE

20 FRANCOFORTE 21 1-1 = 1-1 = 1-2 ▼ Rin. . 1-1 = 0-2 ▼ . . .

36 26 25 21 26 26 22 15 19 25 12 11 10 15 14 9 14 15

V

INGOLSTADT 04 20 UNION BERLINO 34

0-0 = 5-0 ▲ 1-3 ▼ 5-1 ▲ 0-0 = 6-2 ▲ . . .

19 F. DUSSELDORF 45 1-3 ▼ 1-3 ▼ 2-1 ▲ 0-0 = 2-0 ▲ 1-2 ▼ . . .

2 0 2 1 1 2 3 3 5 3 4 3 4 6 3 4 5 4

RETI F S

0-3 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 0-0 = 1-1 = 0-0 = . . .

BRAUNSCHWEIG KARLSRUHE E. COTTBUS ERZGEBIRGE F. DUSSELDORF UNION BERLINO ST. PAULI FRANCOFORTE GREUTHER F.

0-2 ▼ 2-2 = 1-2 ▼ 4-2 ▲ 0-0 = 1-2 ▼ . . .

46

41 ST. PAULI

MONACO 1860

0-4 ▼ 0-2 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = 1-6 ▼ 2-1 ▲ . . .

PADERBORN DYNAMO DRESDA BOCHUM DUISBURG AL. AACHEN INGOLSTADT 04 BRAUNSCHWEIG EINTRACHT F. KARLSRUHE

3-0 ▲ 3-1 ▲ 2-0 ▲ Rin. . 2-1 ▲ 1-0 ▲ . . .

INGOLSTADT 04 EINTRACHT F. AL. AACHEN BOCHUM DUISBURG BRAUNSCHWEIG MONACO 1860 KARLSRUHE ERZGEBIRGE

0-1 ▼ 2-0 ▲ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 0-0 = . . .

«UNDER» Al. Aachen E. Cottbus Erzgebirge Braunschweig H. Rostock F. Dusseldorf Ingolstadt 04 Paderborn Francoforte Karlsruhe St. Pauli Bochum Eintracht F. Union Berlino

16 (6-10) 15 (7-8) 14 (7-7) 13 (6-7) 13 (6-7) 12 (4-8) 12 (8-4) 11 (7-4) 10 (8-2) 10 (4-6) 10 (3-7) 9 (5-4) 9 (5-4) 9 (6-3)

«OVER» Dynamo Dresda Monaco 1860 Duisburg Greuther F. Bochum Eintracht F. Union Berlino Francoforte Karlsruhe St. Pauli Paderborn F. Dusseldorf Ingolstadt 04 Braunschweig

18 16 15 15 14 14 14 13 13 13 12 11 11 10

(9-9) (9-7) (7-8) (9-6) (7-7) (6-8) (6-8) (4-9) (7-6) (9-4) (5-7) (7-4) (3-8) (5-5)

«GOAL» Dynamo Dresda F. Dusseldorf Eintracht F. Ingolstadt 04 St. Pauli Duisburg Francoforte Karlsruhe Paderborn Bochum Erzgebirge H. Rostock Monaco 1860 Al. Aachen

17 (10-7) 17 (8-9) 15 (7-8) 15 (6-9) 15 (9-6) 13 (5-8) 13 (7-6) 13 (6-7) 13 (7-6) 12 (6-6) 12 (6-6) 12 (8-4) 12 (7-5) 11 (6-5)

«NO GOAL» E. Cottbus Greuther F. Al. Aachen Braunschweig Union Berlino Bochum H. Rostock Duisburg Erzgebirge Francoforte Karlsruhe Monaco 1860 Paderborn Eintracht F.

13 (6-7) 13 (7-6) 12 (5-7) 12 (5-7) 12 (10-2) 11 (6-5) 11 (4-7) 10 (7-3) 10 (4-6) 10 (5-5) 10 (5-5) 10 (4-6) 10 (5-5) 8 (4-4)

TRIS CAMPO PARTENTI

I NOSTRI SISTEMI

MILANO TROTTO - PR. CONTINGENT FEE - m. 2660 VENERDÌ 2 MARZO - ORE 18.30 metri

driver

clas.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

2620 » » » » » » » » 2640 » » » » » » »

G. Longobardo I. Petronelli F. Martinelli G. Schettino S. Mattera Jr G. Lombardo Jr L. Besana L. Guzzinati E. Vessichelli S. Carro Santo Mollo R. Vecchione F. Restelli P. Gubellini D. Nuti T. Di Lorenzo A. Greppi

14 3 12 9 15 8 10 16 4 6 7 11 5 13 17 1 2

Possibili Per la quota Da escludere

MALINDINA IARDA FOREST DI POGGIO NAUTICA WISE MALDONADO NINGUNO NELLO DEL SILE LATIN LOVER CUP LUPIN BIP REALM OF FANCY LO SCIA NISKITY NKONO NEXT WIND ECLISSE DOMAR MAGIC'S CLUB NAXOS BI

Probabili in terna

N. cavallo

Tris - Sistema per 11 cavalli

Quarté - Sistema per 9 cavalli

Sistema sviluppato con 2 biglietti T3 (cavalli nell’esatto ordine di arrivo)

Sistema sviluppato con 6 schede T4 (cavalli nell’esatto ordine di arrivo)

14-3 12-9-15-8 10-16-4-6-7

Un vincente e 0-1 piazzato 1-2 piazzati 0-1 piazzato (max 3° posto)

F P S

14-3-12 9-15-8 10-16-4

1 vincente e 1-2 piazzati 1-2 piazzati 0-1 piazzato

€ 40.00 1° Arr. 2° Arr. 3° Arr.

14-3 14-3-12-9-15-8 14-3-12-9-15-8

€ 76.50

1° Arr. 14-3 2° Arr. 12-9-15-8 3° Arr. 10-16-4-6-7

€ 20.00

€ 20.00

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

14-3-12 14--12 14-3-12-9-15-8 9-15-8

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

14-3-12 9-15-8 14-3-12 9-15-8 € 9.00

€ 13.50

Quinté - Sistema per 10 cavalli

€ 150.00

Sistema sviluppato con 2 schede T5 (cavalli nell’esatto ordine di arrivo) 14 3-12-9-15-8 10-16-4-6

F P S

Vincente F 3-4 piazzati P 0-1 piazzato (max 4° posto) S

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

14-3-12 14-3-12 9-15-8 10-16-4

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

€ 13.50

€ 13.50

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr. 5° Arr.

14 3-12-9-15-8 3-12-9-15-8 3-12-9-15-8 3-12-9-15-8-10-16-4-6 € 90.00

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr. 5° Arr.

14 3-12-9-15-8 3-12-9-15-8 10-16-4-6 3-12-9-15-8

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr. € 60.00

14-3-12 9-15-8 14-3-12 10-16-4 € 13.50

14-3-12 14-3-12 10-16-4 9-15-8

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

14-3-12 10-16-4 14-3-12 9-15-8 € 13.50


Venerdì 2 marzo 2012 il Domani dello Sport 13

TOTOGUIDA SCOMMESSE INGHILTERRA League Championship

Turno-trappola Birmingham base na trappola dietro l’altra nel palinsesto della 34ª giornata di League Championship. Forse vanno escluse le gare interne di Birmingham e Crystal Palace, per il resto si rischia. L’«X» di LeedsSouthampton è la quota migliore da prendere.

U

Il pronostico di TS Birmingham-Derby 1 Crystal P.-Peterborough 1 Blackpool-Hull City Over Doncaster-Brighton X2

La possibile sorpresa Leeds-Southampton

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

SOUTHAMPTON WEST HAM READING BLACKPOOL BIRMINGHAM CARDIFF BRIGHTON MIDDLESBRO’ HULL LEEDS BURNLEY LEICESTER CRYSTAL P. BARNSLEY DERBY C. IPSWICH WATFORD PETERBOROUGH MILLWALL NOTTINGHAM F. BRISTOL CITY COVENTRY PORTSMOUTH (-10) DONCASTER

62 61 57 55 54 53 53 53 51 49 47 45 44 42 42 40 40 38 34 31 31 28 26 25

18 18 17 15 15 14 15 14 15 14 14 12 11 12 12 12 10 10 8 9 8 7 9 6

61 51 41 56 51 50 39 38 31 52 45 43 33 45 33 50 36 51 34 28 28 29 33 27

BLACKPOOL

55 HULL

8 7 6 10 9 11 8 11 6 7 5 9 11 6 6 4 10 8 10 4 7 7 9 7

7 7 9 8 8 7 10 7 10 12 14 11 10 15 14 16 13 14 15 19 18 19 14 18

32 13 32 9 27 9 43 9 30 10 39 10 33 9 34 6 25 9 48 8 40 6 37 7 30 5 52 8 42 8 60 7 50 7 52 7 45 5 50 4 52 4 46 7 34 7 52 4

RETI F S

V

FUORI N P

2 2 37 12 4 3 25 15 4 4 24 14 4 3 26 15 6 1 24 8 2 3 31 20 4 3 26 14 8 3 17 15 2 5 19 13 2 6 25 25 5 6 26 19 4 5 24 18 8 2 17 10 2 7 29 27 2 6 20 16 1 7 28 23 4 6 24 26 2 6 31 25 6 6 18 21 3 10 14 27 4 8 15 23 4 6 22 19 4 4 19 11 6 5 12 16

5 9 8 6 5 4 6 8 6 6 8 5 6 4 4 5 3 3 3 5 4 0 2 2

6 3 2 6 3 9 4 3 4 5 0 5 3 4 4 3 6 6 4 1 3 3 5 1

5 4 5 5 7 4 7 4 5 6 8 6 8 8 8 9 7 8 9 9 10 13 10 13

RETI F S 24 26 17 30 27 19 13 21 12 27 19 19 16 16 13 22 12 20 16 14 13 7 14 15

20 17 13 28 22 19 19 19 12 23 21 19 20 25 26 37 24 27 24 23 29 27 23 36

REGOLAMENTO Promosse direttamente le prime 2 classificate. Dalla 3ª alla 6ª ammesse ai play-off per il terzo posto disponibile. Retrocedono le ultime 3. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto, in primis, della differenza reti poi, eventualmente, del maggior numero di gol segnati.

X COVENTRY CARDIFF PORTSMOUTH DONCASTER WEST HAM BRISTOL CITY HULL DERBY C. PETERBOROUGH

BIRMINGHAM

Crystal Palace, una delle poche certezze della giornata

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(33ª GIORNATA)

(34ª GIORNATA) Blackpool - Hull 02-03 Barnsley - Nottingham F. 03-03 Birmingham - Derby C. “ “ Crystal P. - Peterborough “ “ Doncaster - Brighton “ “ Ipswich - Bristol City “ “ Leeds - Southampton “ “ Leicester - Coventry “ “ Millwall - Reading “ “ Portsmouth - Middlesbro’ “ “ Watford - Burnley “ “ Cardiff - West Ham 04-03

Derby C. -DAL Leicester 0-1 PARTITE 23-02 AL 13-03 Birmingham - Nottingham F. 1-2 Brighton - Ipswich 3-0 Bristol City - Blackpool 1-3 Burnley - Millwall 1-3 Coventry - Barnsley 1-0 Doncaster - Peterborough 1-1 Middlesbro’ - Reading 0-2 Portsmouth - Leeds 0-0 Watford - Southampton 0-3 West Ham - Crystal P. 0-0 Cardiff - Hull Rin.

33 32 32 33 32 32 33 32 31 33 33 32 32 33 32 32 33 32 33 32 33 33 32 31

IN CASA V N P

LEEDS SOUTHAMPTON BARNSLEY HULL LEICESTER NOTTINGHAM F. DERBY C. BURNLEY COVENTRY

DONCASTER HULL READING CRYSTAL P. BLACKPOOL LEEDS PETERBOROUGH BRIGHTON NOTTINGHAM F. WEST HAM

2-1 ▲ 3-1 ▲ 1-1 = 3-1 ▲ 1-4 ▼ 3-1 ▲ . . .

DONCASTER PORTSMOUTH BRISTOL CITY BIRMINGHAM BRIGHTON BLACKPOOL LEEDS IPSWICH CARDIFF

54 DERBY C. 4-1 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ 0-0 = Rin. . 1-2 ▼ . . .

BARNSLEY NOTTINGHAM F. MILLWALL READING SOUTHAMPTON LEICESTER BIRMINGHAM BLACKPOOL WATFORD

25 BRIGHTON

51 0-0 = Rin. . 3-0 ▲ 0-0 = 0-0 = . . . Rin. .

42 2-3 ▼ Rin. . 0-0 = 0-1 ▼ 0-4 ▼ 0-1 ▼ . . .

53

CRYSTAL P. LEICESTER LEEDS MILLWALL HULL IPSWICH DONCASTER CARDIFF PORTSMOUTH

1-1 = 1-0 ▲ 2-1 ▲ 2-2 = 0-0 = 3-0 ▲ . . .

45 COVENTRY

28

0-0 = Rin. . Rin. . 1-3 ▼ 2-3 ▼ 1-1 = . . .

BARNSLEY DERBY C. WATFORD BIRMINGHAM BURNLEY PORTSMOUTH COVENTRY NOTTINGHAM F. MIDDLESBRO’ SOUTHAMPTON

CRYSTAL P. BRIGHTON MIDDLESBRO’ DONCASTER BRISTOL CITY WATFORD WEST HAM PETERBOROUGH COVENTRY BURNLEY

IPSWICH WEST HAM COVENTRY MIDDLESBRO’ PORTSMOUTH CARDIFF BRIGHTON BRISTOL CITY SOUTHAMPTON HULL

42 NOTTINGHAM F. 31 3-2 ▲ 1-2 ▼ 1-3 ▼ 0-2 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ . . .

BURNLEY DERBY C. WATFORD MIDDLESBRO’ COVENTRY BIRMINGHAM BARNSLEY DONCASTER MILLWALL

0-2 ▼ Rin. . 1-1 = 1-2 ▼ 2-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

44 PETERBOROUGH 38 1-1 = 0-0 = Rin. . 2-2 = 4-0 ▲ 0-0 = . . .

PORTSMOUTH BURNLEY WEST HAM CARDIFF BRISTOL CITY DONCASTER CRYSTAL P. MILLWALL BLACKPOOL

40 BRISTOL CITY 5-1 ▲ 3-2 ▲ Sos. . 1-0 ▲ 3-0 ▲ 0-3 ▼ . . .

READING LEEDS HULL CRYSTAL P. PETERBOROUGH BLACKPOOL IPSWICH LEICESTER CARDIFF

0-3 ▼ 1-1 = Rin. . 1-3 ▼ 3-0 ▲ 1-1 = . . .

31 0-1 ▼ 0-3 ▼ 0-3 ▼ 2-2 = 0-3 ▼ 1-3 ▼ . . .

Il Leeds ha interrotto una serie di 6 Over consecutivi «UNDER» Portsmouth Hull Crystal P. Reading Coventry Middlesbro’ Brighton Barnsley Burnley Derby C. Leicester Millwall Nottingham F. Watford Cardiff Southampton West Ham Birmingham Bristol City Doncaster Peterborough Leeds Blackpool Ipswich

23 22 21 21 20 20 19 17 17 17 17 17 17 17 16 16 16 15 15 15 13 12 11 10

(11-12) (10-12) (11-10) (10-11) (10-10) (13-7) (8-11) (7-10) (9-8) (8-9) (8-9) (10-7) (10-7) (7-10) (5-11) (7-9) (8-8) (10-5) (8-7) (11-4) (4-9) (6-6) (7-4) (4-6)

«OVER» Blackpool Ipswich Leeds Peterborough Bristol City Birmingham Southampton Barnsley Burnley Cardiff Doncaster Millwall Watford West Ham Derby C. Leicester Nottingham F. Brighton Coventry Middlesbro’ Crystal P. Reading Hull Portsmouth

22 22 21 19 18 17 17 16 16 16 16 16 16 16 15 15 15 14 13 12 11 11 9 9

(9-13) (11-11) (10-11) (11-8) (8-10) (7-10) (10-7) (10-6) (8-8) (10-6) (4-12) (7-9) (10-6) (8-8) (8-7) (8-7) (7-8) (8-6) (7-6) (4-8) (4-7) (7-4) (6-3) (4-5)

«GOAL»

LEEDS BIRMINGHAM BRISTOL CITY BRIGHTON COVENTRY DONCASTER PORTSMOUTH SOUTHAMPTON HULL MIDDLESBRO’

PORTSMOUTH PETERBOROUGH HULL BLACKPOOL IPSWICH BARNSLEY LEEDS MIDDLESBRO’ READING BRIGHTON

49 SOUTHAMPTON 62 1-4 ▼ 3-0 ▲ 1-2 ▼ 1-2 ▼ 3-2 ▲ 0-0 = . . .

CARDIFF BIRMINGHAM BURNLEY WEST HAM DERBY C. WATFORD LEEDS IPSWICH BARNSLEY

26 MIDDLESBRO’ 3-0 ▲ Rin. . 1-1 = 0-1 ▼ 0-2 ▼ 0-0 = . . .

LEICESTER CRYSTAL P. IPSWICH NOTTINGHAM F. MILLWALL READING PORTSMOUTH BARNSLEY LEEDS

1-1 = 0-0 = 2-0 ▲ 1-1 = 4-0 ▲ 3-0 ▲ . . .

53 2-2 = 0-0 = Sos. . 2-1 ▲ 3-1 ▲ 0-2 ▼ . . .

LEICESTER MIDDLESBRO’ BRIGHTON CARDIFF WATFORD BIRMINGHAM DERBY C. COVENTRY BRISTOL CITY READING

WATFORD MILLWALL BARNSLEY NOTTINGHAM F. LEICESTER CRYSTAL P. SOUTHAMPTON BURNLEY WEST HAM DERBY C.

2-2 = 0-1 ▼ 2-1 ▲ 2-3 ▼ Rin. . 1-0 ▲ . . .

BLACKPOOL IPSWICH READING LEEDS NOTTINGHAM F. BARNSLEY LEICESTER CRYSTAL P. BIRMINGHAM

40 BURNLEY 2-0 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 3-2 ▲ 0-4 ▼ 0-3 ▼ . . .

NOTTINGHAM F. PETERBOROUGH SOUTHAMPTON BARNSLEY READING MILLWALL WATFORD BIRMINGHAM CRYSTAL P.

1-2 ▼ 2-3 ▼ 0-2 ▼ 2-1 ▲ 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

47 2-0 ▲ 1-1 = 0-2 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 1-3 ▼ . . .

MILLWALL WATFORD WEST HAM DERBY C. BRIGHTON MIDDLESBRO’ BURNLEY READING PETERBOROUGH NOTTINGHAM F.

CARDIFF SOUTHAMPTON BLACKPOOL LEICESTER PETERBOROUGH IPSWICH WEST HAM BRIGHTON BRISTOL CITY HULL

34 READING 0-2 ▼ 1-2 ▼ 0-0 = 2-2 = 1-3 ▼ 3-1 ▲ . . .

BRISTOL CITY DONCASTER COVENTRY DERBY C. BURNLEY MIDDLESBRO’ MILLWALL PORTSMOUTH LEICESTER

53 WEST HAM 1-1 = 1-3 ▼ 1-2 ▼ 3-1 ▲ 0-3 ▼ . . . Rin. .

IPSWICH MILLWALL PETERBOROUGH SOUTHAMPTON BLACKPOOL CRYSTAL P. CARDIFF WATFORD DONCASTER

57 1-0 ▲ Rin. . 2-0 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 2-0 ▲ . . .

61 1-5 ▼ 2-1 ▲ Rin. . 1-1 = 4-1 ▲ 0-0 = . . .

Peterborough Cardiff Leeds Barnsley Blackpool Ipswich Birmingham Burnley Doncaster Leicester Coventry Southampton Bristol City Watford West Ham Middlesbro’ Crystal P. Derby C. Millwall Nottingham F. Brighton Portsmouth Reading Hull

24 21 21 20 20 18 17 17 17 17 16 16 15 15 15 14 13 13 13 13 12 12 11 10

(11-13) (10-11) (11-10) (12-8) (9-11) (9-9) (7-10) (9-8) (7-10) (8-9) (9-7) (7-9) (7-8) (10-5) (8-7) (7-7) (7-6) (7-6) (6-7) (6-7) (6-6) (6-6) (6-5) (5-5)

«NO GOAL» Brighton Hull Reading Millwall Portsmouth Crystal P. Derby C. Nottingham F. Bristol City Middlesbro’ Watford Coventry Southampton West Ham Burnley Birmingham Leicester Doncaster Ipswich Barnsley Blackpool Leeds Cardiff Peterborough

21 21 21 20 20 19 19 19 18 18 18 17 17 17 16 15 15 14 14 13 13 12 11 8

(10-11) (11-10) (11-10) (11-9) (9-11) (8-11) (9-10) (11-8) (9-9) (10-8) (7-11) (8-9) (10-7) (8-9) (8-8) (10-5) (8-7) (8-6) (6-8) (5-8) (7-6) (5-7) (5-6) (4-4)


14 il Domani dello Sport Venerdì 2 marzo 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE FRANCIA Ligue 2

Bastia a distanza di sicurezza lmeno per il momento, il Bastia è a distanza di sicurezza. Il Reims infatti, in zona promozione grazie ad un rendimento interno pressochè perfetto, è incappato nella prima sconfitta interna: nel posticipo sembrava tutto facile per i biancorossi, avanti dopo pochi minuti, ma Lemoigne e Fauvergue hanno ribaltato il risultato a favore del Sedan. Il Bastia non dovrebbe avere eccessivi problemi a conquistare l’intera posta contro un Boulogne. Il Reims in trasferta a Chateauroux difficilmente andrà oltre il pari, tra Metz e Clermont è sfida tra compagini che stentano a trovare la via della rete: la logica indica l’esito

«Under». Insomma, sembra esserci spazio per ritorni dalle retrovie. Tours-Troyes è gara tra squadre in forma (piace il pari), il Sedan può sfruttare fattori tecnico e ambientale per la gara contro il Monaco. Occasione interessante anche per il Nantes: gara da salto di qualità con il Le Havre, pronostico per gli atlantici. Infine una sorpresa: Le Mans-Istres «1X».

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(25ª GIORNATA)

(26ª GIORNATA)

A

Amiens 1-1 PARTITE- Tours DAL 24-02 AL 27-02 Angers - Bastia 1-1 Boulogne - Chateauroux 0-1 Clermont - Nantes 0-0 Istres - Metz 1-0 Le Havre - Guingamp 3-1 Lens - Arles 0-0 Monaco - Laval 2-1 Troyes - Le Mans 2-1 Reims - Sedan 1-2

LAVAL ISTRES TROYES METZ REIMS AMIENS MONACO LENS ANGERS ARLES

SEDAN

Informazione pubblicitaria

LE MANS METZ ISTRES LE HAVRE TROYES REIMS MONACO BOULOGNE ANGERS

Bastia - Boulogne Tours - Troyes Metz - Clermont Nantes - Le Havre

1 X «Under» 1

La possibile sorpresa Chateauroux - Reims

Arles - Angers Bastia - Boulogne Chateauroux - Reims Guingamp - Amiens Laval - Lens Le Mans - Istres Metz - Clermont Sedan - Monaco Tours - Troyes Nantes - Le Havre

CLERMONT MONACO AMIENS BOULOGNE ANGERS ARLES LAVAL BASTIA GUINGAMP

37 MONACO 0-2 ▼ 2-0 ▲ 1-1 = Rin. . 1-2 ▼ 2-1 ▲ . . .

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

BASTIA REIMS CLERMONT TROYES SEDAN NANTES ISTRES TOURS CHATEAUROUX LE HAVRE LAVAL GUINGAMP LENS METZ ANGERS ARLES LE MANS BOULOGNE MONACO AMIENS

46 41 41 38 37 36 36 34 34 33 33 32 30 29 28 27 25 25 23 20

13 7 5 12 5 7 12 5 7 10 8 6 10 7 7 10 6 8 10 6 9 9 7 9 10 4 11 8 9 7 9 6 8 9 5 10 7 9 8 8 5 10 7 7 9 6 9 9 6 7 10 5 10 9 4 11 9 3 11 10

40 33 29 27 37 32 35 28 25 28 29 26 27 17 27 21 22 24 23 19

ARLES REIMS LE HAVRE BOULOGNE CLERMONT MONACO LENS ANGERS AMIENS LAVAL

BASTIA Il pronostico di TS

33 LENS 2-1 ▲ 0-3 ▼ Rin. . Rin. . 3-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

Classifica

AMIENS LENS BASTIA ARLES ANGERS LAVAL SEDAN GUINGAMP TOURS

LE HAVRE CLERMONT TROYES MONACO REIMS ANGERS BOULOGNE LENS AMIENS

25 24 24 24 24 24 25 25 25 24 23 24 24 23 23 24 23 24 24 24

27 ANGERS 2-2 = 1-1 = 2-1 ▲ Rin. . 2-1 ▲ 0-0 = . . .

TROYES REIMS AMIENS LENS MONACO BASTIA ARLES LAVAL SEDAN

46 BOULOGNE 1-0 ▲ 1-2 ▼ 5-1 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 1-1 = . . .

TOURS AMIENS ARLES LENS GUINGAMP CHATEAUROUX BASTIA SEDAN NANTES

IN CASA V N P

21 23 20 26 31 25 32 26 37 24 30 31 30 21 29 31 24 27 35 26

8 9 6 8 5 8 6 7 6 5 7 5 5 4 4 5 4 3 2 2

4 1 2 3 3 2 4 4 2 6 2 4 5 2 4 4 2 5 7 6

0 1 3 1 4 2 3 2 4 1 3 3 3 5 4 3 5 4 4 4

RETI F S 27 21 12 17 16 21 17 22 14 19 18 15 18 10 14 14 11 12 12 10

10 9 8 7 14 8 13 11 14 10 13 10 14 13 12 14 11 12 16 10

V

FUORI N P

5 3 6 2 5 2 4 2 4 3 2 4 2 4 3 1 2 2 2 1

3 4 3 5 4 4 2 3 2 3 4 1 4 3 3 5 5 5 4 5

5 6 4 5 3 6 6 7 7 6 5 7 5 5 5 6 5 5 5 6

RETI F S 13 12 17 10 21 11 18 6 11 9 11 11 9 7 13 7 11 12 11 9

11 14 12 19 17 17 19 15 23 14 17 21 16 8 17 17 13 15 19 16

REGOLAMENTO Promosse le prime 3. Retrocedono le ultime 3. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto, in primis, della differenza reti e poi, eventualmente, del maggior numero di reti segnate

28

02-03 “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ 05-03

30 2-1 ▲ 2-2 = 1-1 = Rin. . 1-1 = 0-0 = . . .

23 2-1 ▲ 2-2 = 0-1 ▼ 1-2 ▼ Rin. . 2-1 ▲ . . .

METZ LE MANS CLERMONT NANTES ISTRES BOULOGNE REIMS TROYES LE HAVRE

LE MANS SEDAN CHATEAUROUX NANTES METZ LE HAVRE TROYES ISTRES CLERMONT REIMS

TOURS BOULOGNE NANTES ISTRES CLERMONT LE HAVRE AMIENS TROYES REIMS MONACO

34 REIMS 1-1 = 1-0 ▲ 2-1 ▲ 0-3 ▼ 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

ARLES ANGERS GUINGAMP LAVAL BASTIA SEDAN CHATEAUROUX TOURS LE MANS

25 1-3 ▼ 0-1 ▼ 1-2 ▼ Rin. . 1-1 = 0-1 ▼ . . .

25 ISTRES 2-0 ▲ 0-1 ▼ Pos. . Rin. . 3-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

LAVAL GUINGAMP SEDAN TOURS CHATEAUROUX METZ LE MANS NANTES CLERMONT

34 TROYES 3-1 ▲ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 2-1 ▲ 0-0 = 1-1 = . . .

ANGERS LAVAL BASTIA GUINGAMP SEDAN LE MANS TOURS CHATEAUROUX METZ

41 2-2 = 3-0 ▲ 3-2 ▲ Rin. . 0-1 ▼ 1-2 ▼ . . .

36 1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ . . .

38 3-2 ▲ 3-0 ▲ 1-5 ▼ Rin. . 2-1 ▲ 2-1 ▲ . . .

19 (7-12) 17 (9-8) 16 (5-11) 16 (8-8) 15 (9-6) 15 (7-8) 15 (8-7) 14 (6-8) 14 (7-7) 14 (9-5) 14 (6-8) 13 (7-6) 13 (6-7) 13 (4-9) 12 (8-4) 12 (7-5) 11 (7-4) 11 (6-5) 10 (6-4) 8 (4-4)

«OVER» Istres Laval Chateauroux Monaco Sedan Angers Lens Nantes Reims Tours Arles Clermont Guingamp Bastia Boulogne Le Havre Troyes Amiens Le Mans Metz

2-3 ▼ 0-3 ▼ Rin. . 1-1 = Rin. . 1-1 = . . .

15 15 13 13 13 11 11 11 11 11 10 10 10 9 9 9 9 7 7 4

(7-8) (8-7) (5-8) (6-7) (6-7) (4-7) (6-5) (6-5) (7-4) (7-4) (6-4) (4-6) (3-7) (7-2) (3-6) (5-4) (4-5) (3-4) (3-4) (4-0)

«GOAL»

X1

CHATEAUROUX

«UNDER» Metz Amiens Bastia Le Mans Boulogne Le Havre Troyes Arles Clermont Guingamp Tours Lens Nantes Reims Angers Chateauroux Monaco Sedan Istres Laval

GUINGAMP NANTES ISTRES REIMS TROYES BOULOGNE LE HAVRE AMIENS MONACO LENS

METZ CHATEAUROUX SEDAN LAVAL LE MANS NANTES ISTRES CLERMONT LE HAVRE TROYES

NANTES GUINGAMP TOURS LE MANS CHATEAUROUX METZ CLERMONT LE HAVRE ISTRES BOULOGNE

32 AMIENS 2-0 ▲ 1-2 ▼ 2-3 ▼ Rin. . 1-1 = 1-3 ▼ . . .

MONACO BOULOGNE LENS ANGERS LAVAL TOURS GUINGAMP ARLES BASTIA

29 CLERMONT 1-1 = 0-2 ▼ Rin. . Rin. . 0-0 = 0-1 ▼ . . .

LENS BASTIA CHATEAUROUX ARLES TOURS NANTES METZ LE MANS ISTRES

36 LE HAVRE 0-2 ▼ 1-0 ▲ Pos. . 3-0 ▲ 0-0 = 0-0 = . . .

BASTIA ARLES SEDAN LE MANS TOURS GUINGAMP NANTES METZ CHATEAUROUX

20 1-2 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = Rin. . 1-3 ▼ 1-1 = . . .

41 1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ Rin. . 1-2 ▼ 0-0 = . . .

33 0-1 ▼ 1-1 = Rin. . 1-3 ▼ 0-0 = 3-1 ▲ . . .

Istres Sedan Laval Monaco Amiens Bastia Tours Troyes Angers Boulogne Chateauroux Clermont Le Havre Reims Arles Guingamp Le Mans Lens Nantes Metz

19 (9-10) 16 (7-9) 15 (8-7) 14 (7-7) 13 (5-8) 13 (8-5) 13 (9-4) 13 (6-7) 12 (6-6) 12 (5-7) 12 (6-6) 12 (5-7) 12 (7-5) 12 (7-5) 11 (6-5) 11 (5-6) 11 (4-7) 11 (6-5) 10 (4-6) 6 (4-2)

«NO GOAL» Metz Nantes Arles Chateauroux Guingamp Lens Bastia Boulogne Clermont Le Havre Le Mans Reims Tours Amiens Angers Troyes Monaco Laval Sedan Istres

17 (7-10) 14 (8-6) 13 (6-7) 13 (6-7) 13 (7-6) 13 (7-6) 12 (4-8) 12 (7-5) 12 (6-6) 12 (5-7) 12 (7-5) 12 (4-8) 12 (4-8) 11 (7-4) 11 (6-5) 11 (6-5) 10 (6-4) 8 (4-4) 8 (5-3) 6 (4-2)


Informazione pubblicitaria


il domani