Page 1

Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • lunedì 9 luglio 2012 • Settimanale sportivo del lunedì

 APPUNTAMENTO IN EDICOLA LUNEDÌ 27 AGOSTO • CONTINUA A SEGUIRCI SUL SITO WWW.ILCORRIERESPORTIVOPIEMONTE.IT

LEGGI IL CORRIERE SUL NOSTRO SITO: È GRATIS Serie D - Berberi e Ferrando colpi della Novese Ferrauto tra i pali del Borgosesia, Chieri su Scolpis

CALCIOMERCATO

 CESANA-SESTRIERE PER AUTO STORICHE

BONUCCI FA IL TRIS, CREMONESI SECONDO

BALDI O MONTANTE BALLOTTAGGIO BRA

Nel doppio juniores l’alessandrino, in coppia con Licciardi, sconfitto nel match decisivo

 Eccellenza - Super Chisola con Salvalaggio, Picollo e Giordano

Cirillo: più Borgaro che Volpiano. Pinerolo, arriva Monteleone  Promozione - Nalin alla Piscinese Riva, Valzano alla Santenese  Prima categoria - Michele Casu ad Alba, Bono al Real Canavese

MATTEO DONATI IN FINALE A WIMBLEDON

 Servizi a pag. 11-12-13 (nelle foto Montante, Salvalaggio, Ballario e Casu) 

EDITORIALE

IN VETRINA

di Matteo Musso

L’uomo dei sogni

C

i sono tanti aspetti dello sport moderno che allontanano gli appassionati. Il doping sistematico, le scommesse che avvelenano forse più di una flebo, fino alla ricerca costante di indicare in uno sportivo di successo un modello di vita per vendere qualsiasi bene di lusso più o meno inutile. Però poi ti imbatti in storie e personaggi fuori dal comune, che ti sbattono in faccia tutta la loro voglia di fare qualcosa di grande. Persone per cui l’obiettivo non è mai un punto di arrivo, ma solo una tappa per il prossimo successo. Senza se e senza ma, solo con la voglia di abbattere i propri limiti. La notizia sportiva più bella di questo 2012 è arrivata la scorsa settimana: Oscar Pistorius, nato senza i peroni, parteciperà alle prossime Olimpiadi di Londra. Il 25enne sudafricano scenderà in pista nella staffetta 4x400 e nei 400. E pazienza se i soliti esperti siano tornati a porre l’accento sulle sue protesi in fibra di carbonio (aiutano, non aiutano...). Pistorius, l’uomo dei sogni, è un monito per chi ogni giorno butta via il proprio talento per le ragioni più sbagliate e perché arrendersi, in fin dei conti, è più facile che provarci.

twitter@matmusso

SEGUICI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it TUTTO LO SPORT REGIONALE IN RETE

Direttore responsabile: Matteo Musso. Tribunale: reg. n 5734 del 20/10/2003. Stampa: Editrice La Stampa. Redazione: Via La Thuile 50, Torino, 10142. Tel. 011.198.53.222; 011.199.02.614; fax 011.19902510. www.ilcorrieresportivopiemonte.it. Poste italiane. Sped in A.p. 45% - Art 2 comma .20/B L. 662/96. - D.c.b. Torino

ASTI

CANELLI

Piacenza lascia, spazio a Gherlone e Venturini

Pernigotti salvagente, o Virtus Canelli in Eccellenza

 servizi a pag. 3

 servizi a pag. 4

ALBESE

DIESSE

Rava torna presidente, Isoldi ds Ripescaggio in serie D

Borgaro, Fontana ds per Marenco Ruggiero via da Settimo

 Olivetti a pag. 3

 Piolatto a pag. 2

 MERCATO GIOVANILI

 MERCATO PROFESSIONISTI

Cuneo: preso Bianco, idee Mazza e Chieppa Pompa ad Alessandria

Milani al Feralpi Salò Nitride e Miello a Monza con Asta

 Cristian Bunino 

 Daniele Milani 

Pro Vercelli scatenata: dal Lucento Zullo, Di Bella, Esposito e Licciardi; dal Chisola Arposio, Sposato e Bunino Chieri: Brighenti ai ‘96, Ricardo ai ‘97 Atletico Gabetto: Pasciuti alla Juniores

Parlano Denis D’Onofrio, corteggiato da Cuneo e Vda, e Simone Esposito Alessio Vita passa al Vigor Lamezia Dell’Aglio al Toro, che prende anche i ‘96 Cochis, Di Savino e Perrone

 Servizi da pag. 16 a pag. 21

 Servizi a pag. 8 e 9


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

2

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO AIRASCA CUMIANESE  Scuola calcio intitolata a Tassone 

Sorpresa: Dayco torna sponsor Daniele Pallante Airasca

L

’Airasca Cumianese riparte dalla Dayco. Lo storico sponsor dell’Airaschese, che aveva annunciato la chiusura dei rubinetti e gettato ombre sul futuro della società, ci ha ripensato: “Per quest’anno la Dayco ha rinnovato la sponsorizzazione – spiega il vicepresidente Salvatore Margaglione –. Per noi si tratta di un aiuto importante, che dà respiro al nostro budget, già in linea con gli obiettivi prefissati per la prossima stagione”. Come sponsor principale rimane la carrozzeria Millemiglia. Intanto si definiscono le cariche della nuova società, nata dall’unione di Airaschese, Bvp e un “pezzo” del Cumiana: Gianni Panelli presidente, vicepresidenti Giorgio Coccolo (con delega a Cumiana) e Margaglione (con delega alle comunicazioni societarie), Tosco rimane direttore gene-

rale. Della Prima squadra si occuperanno, come responsabili organizzativi, Gerardo Mosca e Sergio Ursei, mentre Franco Vood è confermato come direttore sportivo. Pino Bonasia è il responsabile del Settore giovanile, Pierino Gramolelli della Scuola calcio, Andrea Sblendorio dei Piccoli amici. Capitolo strutture sportive. La Prima squadra, che sarà allenata da Ettore Cellerino, giocherà a Cumiana, dove nascerà anche una nuova Scuola calcio, intitolata a Walter Tassone, ex sindaco mancato qualche anno fa in un incidente stradale: “Ci teniamo molto” sottolinea Margaglione. Ad Airasca giocheranno Settore giovanile e Scuola calcio. Infine l’ipotesi None: “Stiamo valutando se partecipare al bando, perché è richiesto un impegno economico non indifferente. Stiamo parlando con alcuni imprenditori di zona, decideremo con loro cosa fare”.

ATLETICO GABETTO  Non si farà la richiesta di ripescaggio in Eccellenza 

 CUMIANA

Verduci è il responsabile delle giovanili

E il Cumiana? “Il direttivo si è riunito in settimana - spiega Silvia Tedesco, responsabile delle giovanili - il presidente Poli e i consiglieri Ussei e Pretato hanno formalizzato le loro dimissioni. Siamo rimasti in tre, del vecchio direttivo: io, Silvio Manna e il vicepresidente Ugo Gallo. Martedì dovremmo ufficializzare il nuovo assetto societario, vogliamo che entri una persona a darci una mano”. A questo ingresso è legato il futuro della Prima squadra del Cumiana, mentre non ci sono problemi per le categorie di Settore giovanile e Scuola calcio.

H

o deciso, mi fermo all’Atletico Gabetto”. Lorenzo Verduci ha rotto gli indugi e la società di Luciano Ferramosca prova a ripartire anche a livello di Settore giovanile, dopo le tante difficoltà dovute al completo ricambio dello staff. L’ex direttore sportivo della Bruinese ha quindi dato il due di picche al Barracuda, che gli aveva proposto la panchina della Juniores (già andata a Lanzoni, ex Orbassano): “Mi dispiace per il Barracuda – continua Verduci – perché sono amici e sarei andato da loro volentieri. Ma questo è un treno che non posso lasciarmi sfuggire”. Il nuovo arrivo ha già dato una sterzata al mercato dell’Atletico Gabetto, che rischia di non iscrivere gli Allievi ‘96 e, in generale, di presentare squadre meno competitive rispetto a quest’anno, dove è

d.p.

stato raggiunto il record del quinto posto nella classifica del Superoscar. Tanti giocatori, vecchi e nuovi, stanno firmando: nessun problema per le annate ‘99 e ‘98, e c’è qualche idea interessante anche per le due annate Allievi, quelle più in difficoltà, vedi la proposta, per ora solo abbozzata, di unire le forze con il Cumiana per i ‘96.

fatta anche per colpa di playoff organizzati malissimo, con una formula da rivedere e delle spese sproporzionate: anzi, dico subito che se l’anno prossimo andremo ai playoff, non parteciperemo. Inoltre non ha senso, in questa congiuntura economica, rischiare di fare una figuraccia per voler fare un passo più lungo della gamba. Rimaniamo in Promozione e faremo una squadra giovane e di prospettiva”. Ancora da definire l’allenatore che guiderà la squadra. Chiacchierate sono state fatte con con Marenco e Penna (ad oggi il favorito), ma Trinchero scommette: “Per me rimane Ballario”. Per una squadra giovane, serve un allenatore della Juniores capace e collaborativo: il nome giusto potrebbe essere Tony Pasciuti.

NIENTE RIPESCAGGIO Intanto Luciano Ferramosca e Roberto Trinchero - le due anime della società - confermano la volontà di andare avanti insieme anche nella prossima stagione. Ma non in Eccellenza. “Abbiamo rinunciato alla richiesta di ripescaggio - spiega Trinchero - per due motivi. Le categorie vanno conquistate sul campo, noi quest’anno ci siamo andati vicinissimi ma non ce l’abbiamo

DENTRO LE NOTIZIE

Ermelindo Bacchetta tra presente (“che successo i tesseramenti online”) e futuro (“mi ricandido”)

PARLA IL PRESIDENTE REGIONALE DELLA LND

d.p.

VIALLI E MAURO  Mercoledì 11/7 

Matteo Musso Torino

D’AGNELLI

T

ra bilanci dell’annata appena conclusa e proiezioni sulla prossima, il presidente della Lnd regionale Ermelindo Bacchetta è concentrato nel garantire la massima operatività del comitato in uno dei momenti più delicati delle società piemontesi. Per fortuna che, da questo punto di vista, quel grande passo in avanti determinato dal tesseramento online sta confermando le attese: “Si tratta di una svolta epocale e quest’anno abbiamo limato ancora alcune difficoltà della scorsa estate. La procedura ora è più facile e immediata, gli errori sono stati ridotti all’osso e con questo sistema abbiamo garantito la massima regolarità e trasparenza alle operazioni di tesseramento e svincolo. I nostri numeri? Tra tutto, saremo intorno ai 60/70 mila movimenti a stagione”. La crisi che ha colpito ogni strato del nostro Paese tocca inevitabilmente anche il calcio piemontese, ma Bacchetta vede nelle difficoltà un’opportunità per migliorare il sistema calcio dilettantistico: “Innanzi tutto credo che la situazione in Piemonte sia meno negativa di quanto si poteva preventivare. Le fusioni alla fine saranno sei o sette, ma già ora abbiamo circa 15/20 nuove società. Insomma, credo che nelle società e nei presidenti sia prevalso uno spirito di ridimensionamento. Che visti i tempi non può che essere salutare”. Domani il Consiglio regionale si riunirà per verificare le domande di ripescaggio, mentre ad oggi non è ancora possibile valutare ciò che succederà con la Valenzana. Qualora si ripetesse lo scenario già visto con Biellese e Alessandria, e cioè la richiesta di ripartire dall’Eccellenza (ma per questo bisogna aspettare le decisioni del Consiglio federale), Bacchetta non ha dubbi: “Non so cosa succederà, ma di certo posso dire che non ho intenzione di togliere posti alle società dilettantistiche”. Il suo futuro invece Bacchetta lo conosce bene: “Mi ricandido, certo, e gran parte della squadra mi seguirà. Campagna elettorale? No, prima vengono le esigenze delle società”.

 ANDRÀ IN LEGA PRO Rino D’Agnelli pensa in grande. Dopo aver trascorso tanti anni a fare l’osservatore per Empoli e Chievo Verona e aver fondato un’agenzia di procuratori (l’AFM), ora è pronto al salto di categoria. Un’importante società di Lega Pro ha infatti messo gli occhi sul dirigente piemontese, che è pronto ad accettare l’offerta. Per il momento le smentite fioccano, ma secondo voci di corridoio l’affare si farà. E anche a breve. Nei prossimi dieci giorni, D’Agnelli si troverà con la società per firmare il contratto. Per l’ex osservatore di Chievo ed Empoli è pronto un ruolo da direttore dell’area tecnica, con responsabilità nell’area economica. Un bel riconoscimento per un dirigente navigato del calcio nostrano. In bocca al lupo! 

VALENZANA? NON TOLGO POSTI ALLE MIE SOCIETÀ

“La crisi? Nei presidenti è prevalso uno spirito di ridimensionamento”

 Rino D’Agnelli 

In settimana il dg comunicherà la decisione a Lovera Marenco si dimette:“Volevo lavorare diversamente”

A

lmeno per ora, più nessuno che tutti. Il Settimo perde il primo pezzo (nella speranza che sia anche l’unico): Paolino Ruggiero non sarà più il direttore generale. La notizia non ha ancora i sacri crismi dell’ufficialità, ma in settimana, quando sia Lovera che Ruggiero torneranno dalle loro vacanze lampo, l’addio verrà sancito. Nulla di nuovo, in verità, perchè la notizia di un possibile divorzio tra le Violette e l’ex Saluzzo era cosa ormai abbastanza nota. E anche Lovera, proprio la scorsa settimana, aveva in qualche modo sancito questa separazione con quella frase “chi rimarrà in società? Tutti e nessuno”. Oggi, poi, ci sarà un incontro tra Beppe Forte (e forse anche Scola?) e il presidente settimese. E dopo questo incontro, si capirà se il Settimo dovrà cercare anche un direttore sportivo, oltre che un dg.

S

tefano Marenco non è più il direttore sportivo del Borgaro. Al suo posto arriva Fontana, cha lascia l’Ardor San Francesco dopo cinque anni importanti. “Ho parlato con il presidente perchè volevo lavorare in maniera diversa - spiega l’ex tecnico della Saviglianese -. Non abbiamo però trovato l’accordo e allora ho preferito lasciare. Dispiace, perchè è stato un fulmine a ciel sereno”. Di tutt’altro umore, ovviamente, l’ex ds dell’Ardor: “Certe occasioni se non le cogli rischi che non ti si presentino più. Ho parlato dell’opportunità con

Papandrea e di comune accordo abbiamo deciso di farmi partire. Sono contento di approdare al Borgaro, perchè è una società ambiziosa”.

Ha detto “Il presidente mi ha chiesto di far crescere tanti giovani” Già, perchè Piergiorgio Perona (“il presidentissimo” lo definisce Fontana) ha in mente un Borgaro ancora più forte

Festa dei 60 anni Molte squadre, come meteore, nascono e muoiono nell’arco di pochi anni. Ma parlando della Crescentinese non si può sicuramente parlare di una realtà effimera. Sessant’anni, a settembre, “peseranno”,infatti, sulle spalle della società del presidente Buffa. Per l’occasione, il massimo esponente della società è già all’opera per garantire a tutti gli addetti ai lavori e i giocatori una festa degna di tale traguardo. Lunga vita alla Crescentinese, dunque, che in tutti questi anni ha accompagnato il cammino di molti ragazzi del vercellese avvicinandoli in molti casi a realtà calcistiche anche molto importanti. Michele Dicanosa

Nome: Città di Rivoli

Pino Cristiano, nuovo tecnico della Prima squadra, intanto attende sviluppi e indicazioni: la rosa è tutta da fare e capire il budget a disposizione è un elemento alquanto essenziale. Ma anche su questo fronte di risposte per il momento non ce ne sono ancora state. Partito Ruggiero si continua a cercare aiuti per il futuro. Il solo apporto di Lovera - manco a dirlo - non è sufficiente per chiudere la stagione: il famoso mister X è sempre alla finestra, anche se potrebbe essere un palliativo non determinante. E allora si aspetta e si lavora affinchè qualcosa accada. Ma qualcosa di buono. Perchè la diaspora dei ragazzi della Prima squadra c’è stata, tanti ragazzi del Settore giovanile sono migrati in altri lidi e, da oggi, anche il direttore generale (uomo cardine dell’ultima stagione) non c’è più. L’emorraggia va assolutamente fermata al più presto.

CRESCENTINESE  A settembre

Ruggiero se ne va Fontana nuovo ds Pierpaolo Piolatto Settimo

Un anno dopo il derby tra le vecchie glorie di Juventus e Torino, la Fondazione Vialli e Mauro per la Ricerca e lo Sport Onlus è pronta a sbarcare nuovamente sotto la Mole. Ancora allo stadio Olimpico, ma questa volta non per una partita di calcio ma per un concerto benefico per raccogliere fondi per finanziare la ricerca sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica.“SLAncio Di Vita” è il nome dell’evento che si terrà mercoledì 11 luglio e che porterà sul palco molti artisti amati dal grande pubblico: Modà, Gigi D’Alessio, Emma, Anna Tatangelo, Annalisa, Micaela, Jarabedepalo, Get Far. A presentare la serata sarà Paola Perego. La raccolta fondi attraverso la vendita dei biglietti - disponibili nei punti vendita TicketOne oppure sul sito internet www.ticketone.it - servirà ad adottare un progetto scientifico di eccellenza risultato tra i vincitori al terzo Bando di Concorso indetto da AriSLA, la Fondazione Italiana di Ricerca per la SLA.

CVR  Chiesto il ripescaggio in Promozione

SETTIMO  Oggi incontro con Forte: parte anche lui? BORGARO  L’ex Ardor:“Certe occasioni sono uniche” 

Concerto contro la Sla

per l’anno che verrà. “Abbiamo parlato con Perona e lui mi ha detto che vuole fare meglio rispetto all’anno scorso prosegue il nuovo direttore sportivo -. La linea sarà però quella verde: tanti giovani da far crescere con l’aiuto di qualche “vecchio”. Abbiamo già cinque o sei ‘95 pronti, ma ci concentreremo anche sui ‘96”. Il Borgaro quindi si rinnova e lo fa con un uomo di esperienza e che, soprattutto, all’Ardor ha dimostrato di saper lavorare nel mondo del calcio come pochi. La società di Perona è in buone mani.

p. p.

Quello di Rivoli è un progetto di ricostruzione. E la nuova società del dg Azzolina riparte innanzitutto da un nuovo nome: FCD Città di Rivoli. La Prima categoria, dovuta alla retrocessione del Cvr dello scorso anno, è il gradino minimo di ripartenza, ma nelle parole dello stesso Azzolina c’è ottimismo: “Speriamo ancora nel ripescaggio, come Città di Rivoli vorremmo ripartire dalla Promozione”. Anche nel Settore giovanile si sta ripartendo da 0, come sottolinea il responsabile Aldo De Simone, figura storica del calcio rivolese di ritorno dopo l’esperienza a Borgaro: “Stiamo ricostruendo da 0: non saremo competitivi da subito, ma nel giro di due o tre anni vogliamo tornare a essere quello che era il Rivoli fino a poche stagioni fa. Gli allenatori che siamo riusciti a portare qui (Chillè, Brunetti, Graci e Bucci, in ordine di annata dai ‘96 ai ‘99, ndr) sono il punto di partenza per ricostruire una società di grande livello”. Andrea Zunino

CHIERI  Anche Gandini presidente 

Ufficiali le cariche Il Chieri ha definito il proprio organigramma per la stagione sportiva 2012/2013 e lo ha ufficializzato tramite comunicato stampa. Molte le figure nuove entrate in società a partire da Ettore Gandini che andrà ad affiancare sulla poltrona di presidente del sodalizio azzurro Edoardo Benedicenti. Luca Gandini e Luigi Godone saranno insieme a Nanni Manolino e Paul Allegro i vicepresidenti con Daniele Olmi a ricoprire la figura di direttore generale insieme a Massimo Bongiovanni. Sergio Bagnasacco, Armando Cherubin, Romeo Davin, Michele Del Grosso, Paolo Vautretto e Alberto Veglia ricopriranno la carica di consiglieri. Fabrizio Pontremoli sarà il direttore tecnico mentre Giuseppe Perfetti il nuovo direttore sportivo.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

3

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO Emanuele Olivetti Torino

C

ALBESE IL RITORNO DI RAVA  Giancarlo Rosso, confermato sulla panchina della Prima squadra 

on Rava si riparte. Potrebbe essere questo lo slogan del clamoroso (fino ad un certo punto) ritrono alla presidenza di Franco Rava. Ritorno che all’Albese quol dire salvezza. Perchè il vuoto lasciato dall’ex-nuovo patron persisteva ancora negli ultimi giorni. Dopo le dimissioni dell’intero direttivo legato al numero uno di transizione Piero Cornero, le chiavi della società erano tornate a giacere desolate nelle stanze comunali. E dopo il passo indietro dell’ex vicepresidente Ezio Grasso, il quadro che si prospettava all’orizzonte era spettrale. L’iscrizione era fortemente a rischio, fino a quando Rava ha nuovamente preso tutto in mano. “Bisognava fare subito, non ci sarebbe stato nessuno pronto e come al solito ci ho pensato io”, la prima battuta del (ri) neopresidente.

OBIETTIVO SERIE D E l’ingresso è stato in grande stile. Perchè il primo passo della nuova era Rava è stata la richiesta di ripescaggio nella massima serie dilettantistica. I presupposti ci sono tutti: la militanza in D, il florido settore giovanile. Insomma, il progetto potrebbe ripartire dall’alto. Rava è categorico:

“Abbiamo tutti i requisiti, se non ripescano noi non ha senso”. Un Rava insomma prontissimo a ripartire e che parla chiaro: “Voglio creare una squadra buona per tenere la categoria, senza fare follie. Dovremo rappresentare un esempio di coerenza sportiva. Per questo sarà molto importante il discorso sul settore giovanile: bisogna coinvolgere tutte le società albesi il più possibile”.

ISOLDI DIRETTORE SPORTIVO La notizia che da mesi era nell’aria e che avevamo già annunciato sulle nostre pagine nei mesi precedenti ora è ufficiale: Tony Isoldi è il nuovo direttore sportivo dell’Albese. L’ex Libarna arriva ad Alba con grandi propositi. “È una bellissima piazza – esordisce il nuovo diesse - l’obiettivo è quello di fare bene e lavorare con un presidente serio come Rava è uno stimolo in più”. Ovviamente le prime mosse di mercato dipenderanno dall’esito della domanda di ripescaggio. “Ora dobbiamo aspettare e solo dopo aver conosciuto quale sarà il nostro futuro imposteremo il mercato. Non nascondo che però le possibilità di fare nuovamente una Serie D ci sono” afferma Isoldi. È invece fallita l’operazione che avrebbe dovuto portare nella società albese anche Massimo Colla che inzialmente sembrava voler seguire lo stesso Isoldi.

Sembrava ormai un progetto da lasciare in archivio. Invece, la collaborazione tra le squadre giovanili dell’albese partirà già dal prossimo settembre. Si tratta di piccoli passi, ma che fanno ben sperare per il futuro, come racconta il direttore sportivo della GS Ferrero Aldo Chiavarino: “Da settembre le squadre della Scuola Calcio della Ferrero e dell’Albese giocheranno sotto un’unica bandiera – racconta – in modo da poter avere un organico di tecnici e preparatori atletici capaci. Tutto è fatto in previsione di una collaborazione ancora più stretta anche nel settore giovanile, prorpio come avevamo sperato questo inverno”. Chiavarino è ottimista, ma un grande ruolo ha avuto anche il ritorno di Franco Rava alla presidenza dell’Albese: “Rava ha avuto il grande merito di credere da subito nel progetto – commenta Chiavarino – e condivide con noi l’ idea di estendere il progetto ad altre società della zona. Sarebbe positivo creare un vivaio in loco per i biancoazzurri”. Al progetto lavoreranno elementi di entrambe le società. “Tra le due squadre c’è reciproca fiducia, in questo ambiente non è un aspetto secondario” conclude Chiavarino.

hanno collaborato Eugenio Bertone e Giulia Ongaro

DENTRO LE NOTIZIE

Dopo 25 anni Piacenza, Chiesa e Turello pronti a lasciare: arriva Gherlone con Di Franco, Ascoli e Venturini

ASTI • CAMBIA LA PROPRIETÀ

COLLABORAZIONE CON FERRERO

LIBRO  La nuova opera di Pastorin 

FINE DI UN’ERA

Musso - Olivetti Torino

A

sti, finisce un’era. La società biancorossa è pronta a voltare una pagina durata un quarto di secolo. Perché il presidente Piacenza, insieme ai vice Turello e Chiesa, stanno per lasciare le chiavi in mano ad un nuovo gruppo di imprenditori piemontesi. Il consulente d’impresa (nonché presidente di Confimprese Asti) ed ex assessore comunale di Asti, Pier Paolo Gherlone, Massimo Venturini, ex giocatore di serie A, già dirigente a Novara, e Lillo Di Franco, reduce da due stagioni a Como come responsabile del settore giovanile e dall’aver portato la Berretti comasca tra le prime quattro formazioni d’Italia. Inoltre potrebbe aggiungersi anche Nicola Ascoli, 32 anni, ex-giocatore con un passato a Catanzaro, Empoli e Frosinone, nonché cognato di Claudio Marchisio Tutti i diretti interessati, come vuole la prassi, frenano con decisione. A Remo Turello la precedenza: “Siamo pronti a lasciare, la trattativa sarà finita quando arriverà la firma (attesa per lunedì,

 Lillo Di Franco. Sopra: Remo Turello 

mercoledì è fissata la conferenza stampa ufficiale, ndr). Sono un gruppo importante, di gente che ha esperienza, mi sembrano le persone giuste”. E Turello dice quello che pensa, perché non è da ieri che lo zoccolo duro astigiano ha manifestato la sua intenzione di mollare. Anzi, è da qualche anno, ma se alla fine sono sempre

rimasti è proprio perché i gruppi che si sono accostati ai Galletti non convincevano mai a fondo. Questa invece pare essere la volta buona: “Per ora non mi fa nessun effetto particolare chiosa Turello -, è stata un’esperienza lunga e bella, sicuramente la quotidianità del calcio prima o poi mi mancherà, intanto mi prendo una pausa di riflessione”. Anche Massimo Venturini per adesso preferisce non scoprirsi: “Al momento è prematuro dire qualsiasi cosa, a giorni potremo essere più precisi. Faccio parte di un gruppo che sta trattando”. Punto. L’ex dirigente novarese, a lungo braccio destro di Borgo nella società azzurra, sarà il direttore sportivo della nuova compagine societaria. Così a Lillo Di Franco (reduce dalle ottime stagioni con Vanchiglia, Canavese e, appunto, Como) spetterà il ruolo di responsabile del Settore giovanile. Capitolo allenatore: ad oggi Venturini è anche il principale candidato per la panchina astigiana, seguono a distanza Simone Banchieri (ex Pro Patria Berretti) e Stefano Guidoni (ex Juventus Allievi).

Juventus Museum Dopo il grande successo dell’avveniristico Juventus Stadium, a maggio 2012 è arrivata l’apertura di un nuovo gioiello: lo Juventus Museum, il nuovissimo, interattivo e multimediale museo dedicato alla storia della Juve dalla fondazione fi no ai giorni nostri. J Museum, la casa dei ricordi, dei campioni, dei sogni, delle imprese, di tutte le coppe, di tutti i protagonisti. Questo è il libro che racconta il percorso, tra stupori e meraviglie, giochi di memorie e di luci, di un museo che rappresenta l’apoteosi della realtà e della leggenda bianconera. L’autore è il giornalistascrittore Darwin Pastorin, cuore bianconero, oggi direttore di Quartarete.

1982, ITALIA CAMPIONE DEL MONDO Martedì 10 luglio ore 21.00 al Circolo della Stampa in Corso Agnelli 45 a Torino si terrà un incontro per celebrare i 30 anni dalla vittoria Mundial degli Azzurri. Interverrannno Claudio Gentile, Josè Altafini (campione del Mondo nel 1958) e il giornalista Darwin Pastorin. Durante la serata ci sarà anche una video intervista a Paolo Rossi, assoluto protagonista di quel Mondiale che ha fatto sognare milioni di italiani. Si tratta del quarto appuntamento del ciclo: ‘Il Novecento, panorama di un secolo’.

Nuova società, il Lesna Gold Carlo Morizio Torino

 Gentile e Zoff alzano la Coppa del Mondo 1982

U

na fusione vantaggiosa per entrambi: questo è il sunto di quanto avvenuto tra Gold e Borgata Lesna, che dopo tante voci si sono finalmente fuse, per dar vita ad una società più competitiva. Il Lesna Gold, così la nuova denominazione societaria, ha progetti ambiziosissimi per l’anno prossimo ed il suo primo obiettivo sarà andare in Promozione. Eppure questa fusione sembrava proprio non riuscire a farsi, per incomprensioni tra le due dirigenze. Poi la svolta: una stagione alquanto deludente per entrambe le squadre e il tentativo di tornare competitivi, subito. I vantaggi sono evidenti per tutti, il Borgata Lesna appena retrocesso in Terza categoria potrà così giocare in Prima categoria, mentre invece la Gold potrà finalmente avere un settore giovanile. Il tecnico rimarrà Ettore Piras, che già l’anno scorso allenava la Gold. Inoltre stanno per iniziare i lavori di manutenzione dell’impianto e secondo le parole del presidente Francesco Bove si lavorerà puntando molto sul Settore giovanile: ‘’E’ una fusione che non può che produrre vantaggi: così avremo una Prima squadra competitiva ed un ottimo Settore giovanile, adesso iniziamo la nuova stagione con l’obiettivo di vincere’’.

Villalvernia, prendi tutto Derthona verso la scomparsa, si lavora per tenere in vita la tradizione

L

a situazione del Derthona diventa sempre di più un rebus senza una soluzione. Nonostante i tentativi strenui di Tonetto, che le voci degli ultimi giorni voglione sempre convinto a iscrivere la squadra, sembra difficile che il Derthona FBC possa avere realmente un futuro. Altrettanto nebulosa è la strategia del Villalvernia a riguardo. Qualche tempo fa il presidene Mazzariol aveva abbozzato una possibilità di salvare nome e marchio della storica società. Da allora però niente di nuovo. Il Villa dovrebbe aver trasferito la sua sede a Tortona e siglato un accordo con il Dertona per incorporare la società di solo settore giovanile. I condizionali rimangono d’obbligo perchè negli ultimi giorni è diventato da difficile

Scuola calcio a Vood

TRA ORIONE E MADONNA

Di Zazzo - Olivetti Torino

CARMAGNOLA  Responsabile

Cambio al vertice della Scuola calcio per il Carmagnola. Muscolo, responsabile del settore, ha deciso, per motivi personali, di rinunciare all’incarico e ritirarsi dalla dirigenza. Al suo posto ci sarà Luca Vood, che ha già preso in mano la situazione, cominciando a delineare le panchine e i gruppi per la prossima stagione.“Sono stato io – spiega Muscolo – a scegliere Vood come mio successore”.Per i tecnici di Pulcini e Esordienti è stata privilegiata la soluzione interna, dando fiducia ai mister che hanno seguito i ragazzi fin ora, con qualche modifica tra le varie categorie Mariarosa Cagnasso

FUSIONE  Obiettivo Promozione MOVIMENTI A TORTONA  Robiano direttore generale, Sterpi dt 

JUVENTUS MUSEUM di Darwin Pastorin Editore Priuli & Verlucca 96 pagine euro 14,90 Uscita 11 luglio 2012

a impossibile contattare il presidente Mazzariol per avere conferme e le eventuali ufficialità. Il Derthona dovrebbe collaborare in merito al settore giovanile e dilettantisco rientrando nella nuova denominazione Derthona-Villalvernia mentre al Dertona spetterebbe l’onere di occuparsi prevalentemente dell’attività di Scuola calcio e dei Piccoli Amici. Difficile però tenere in vita marchio e nome “con la acca”. Se la società di Flavio Tonetto andasse verso il fallimento, infatti, il nome e il marchio, da regolamento, non si potranno usare per due anni, per poi andare all’asta.

NUOVI INGRESSI Intanto la società di Mazzariol ristruttura il suo organico. Claudio Robiano, dal San Giuliano Vecchio, sarà il nuovo direttore generale, aiu-

tato anceh dal nuovo Responsabile dell’Area Tecnica, Sterpi, proveniente dalla stessa società del nuovo insediato. Reso ufficiale anche il nome del Responsabile del settore giovanile, che sarà Paolo Orlando, nella stagione appena conclusa già nel gruppo organizzativo della Scuola calcio per il Villalvernia.

PANCHINA A SEMINO Finalmente sciolto poi il nodo riguardante la panchina della Prima squadra. Il nuovo allenatore sarà Renzo Semino, ex Novese e nell’ultimo semestre alla guida del Libarna. Una svolta improvvisa. Viste le settimane passate invano era nell’aria che Fasce potesse non continuare, ma Semino è una scelta che ha lasciato tutti spiazzati. Con Fasce intanto è forse già pronto a seguire Gaffeo in quel di Canelli.

Non c’è l’accordo Nulla di fatto. Orione Vallette e Madonna di Campagna non hanno trovato ancora l’accordo per la collaborazione. Oggi sarà la giornata decisiva, visto che in serata è previsto un altro incontro tra le parti per chiudere l’intesa. O si fa o non si fa come sostiene anche il presidente dell’Orione Vallette Zancanaro: “Nulla di fatto nell’ultimo incontro. Domani sera (questa sera, ndr) ci rivediamo per vedere se troviamo l’accordo. Il problema essenzialmente sono le Prime squadre. Se facciamo l’accordo lo facciamo per tutto non solo per il Settore giovanile e la Scuola Calcio. Sinceramente non so come andrà a finire, ma o si conclude o ognuno continuerà per la sua strada”. Ludovico De Donno

PRO MOLARE  Elezione fatta 

Ferrari presidente Non ha riservato sorprese l’elezione del nuovo presidente della Pro Molare. La scelta è caduta infatti su Giordano Ferrari, già vicepresidente della società giallorossa. Ferrari sostituisce Roberto Canepa alla fine del suo mandato biennale. Nel frattempo una variazione tocca anche il River Sesia: il direttore sportivo Beltrame ha lasciato l’incarico per ragioni personali e sarà sostituito dal giovane Simone Imbrici, già diesse a Casaleggio. Approda alla società del patron Marzolo anche l’ex direttore sportivo del Carpignano, Maurizio Dondi, che sostituirà Maurizio Motti come responsabile della Prima squadra. Giulia Ongaro


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

4

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it DENTRO LE NOTIZIE Giulia Ongaro Valenza

CASSINI: “IL SINDACO L PROMETTE IL NUOVO IMPIANTO” OMODEO “NON SONO OTTIMISTA”

 Alberto Omodeo: i suoi vent’anni alla presidenza della Valenzana sono stati riconosciuti con una targa 

a presentazione ufficiale della Valenzana Mado, giovedì scorso in Comune nella città orafa, è stata l’occasione per parlare del futuro del calcio cittadino sotto tutti gli aspetti. La nuova società, nata dalle ceneri della vecchia Valenzana Calcio e dall’ interessamento del GS Mado di Don Abele Belloli, era risaputa da tempo. Non restava che definire l’organigramma della nuova società di Eccellenza, che vedrà Don Belloli come presidente. Assieme a lui un consiglio composto, tra gli altri, da Dario Cassini e Gianluca Tosi (che si occuperanno delle giovanili come avevano fatto già due anni fa

all’Alessandria). Il ruolo di responsabile della prima squadra con funzioni da direttore sportivo è toccato invece a Carlo Frascarolo, uno degli elementi della sponda Valenzana. È stato l’intervento del sindaco Sergio Cassano a riservare una sorpresa. “Il primo cittadino ha promesso (si augura entro un anno) la costruzione di un nuovo impanto sportivo da 1500-1800 posti” racconta Dario Cassini. La nuova struttura dovrebbe sorgere su un lato dell’Expo, impianto espositivo valenzano situato poco fuori dalla città e sede della Fiera del Gioiello. L’ormai ex presidente della rossoblù Alberto Omodeo è però scettico sulla realizzazione del progetto: “Le promesse

sono parole, bisogna vedere se verranno mantenute. Se si facesse però sarebbe una gran cosa, i giovani di Valenza, ai quali si rivolge anche il nuovo progetto sportivo, se lo meriterebbero”. Lo stesso Omodeo aveva più volte tentato di rinnovare l’impianto attuale durante la sua presidenza, senza però riuscirvi. Per lui giovedì anche una targa “per l’ambiziosa e orgogliosa conduzione della società calcistica Valenzana Calcio dal 1992 a oggi”. Il commento di Omodeo è ancora una volta laconico: “Questi vent’anni sono volati. Ora non posso che augurarmi che i nuovi soci che sono subentrati possano fare meglio di me, ero arrivato alla fine di questo percorso”.

FUTURO SGASATO

FUORICAMPO

NICESE  Nessun ingresso in società 

Iscrizione a rischio Alla Nicese tira una brutta aria. La squadra astigiana rischia di non potersi iscrivere al prossimo campionato di Promozione e all’orizzonte non ci sono mani tese verso la dirigenza attuale. Il presidente Luca Delprino è stato chiarissimo: “Fino al 16 luglio aspettiamo che qualcuno bussi alla nostra porta, se entro quella data non ci sarà nessun interessamento saremo costretti a rinunciare all’iscrizione”. Di fatto non c’è stata nessuna trattativa, nè tantomeno qualche personaggio voglioso di dare una mano ad una società che negli anni è sempre riuscita a tenersi in piedi con le proprie gambe. Anche il direttore sportivo Gianluca Gai è dello stesso avviso del massimo dirigente:“Non ci ha contattato nessuno, e se non avverrà a breve la squadra rischia seriamente di non iscriversi”.In ogni caso, anche se la Nicese riuscisse ad iscriversi al prossimo campionato di Promozione non potrà contare su Gai, che ha deciso di interrompere la sua collaborazione con il sodalizio giallorosso: “L’anno prossimo, comunque vada, non farò parte della Nicese. Non solo per i problemi che tutti conosciamo, ma anche per motivi personali, quindi anche se arrivasse l’iscrizione io non sarò più li”.Le strade da percorrere non sono molte, o arriva qualcuno in grado di far respirare le casse societarie o, ipotesi molto meno percorribile, si potrebbe optare per una fusione, magari con la Voluntas Nizza. I ‘cuguni’ della Nicese, però, non sarebbero entusiasti per un eventuale (remota) unione e quindi le probabilità che la Nicese si iscriva al campionato sono poche e sono legate all’arrivo di un ‘Paperon de Paperoni’ che tarda ad arrivare. Daniele Rosa

L’imprenditore spumantiere è l’unica possibilità per far restare in vita il Canelli: in settimana l’incontro con il sindaco LASCARIS  Gallerani:“Stiamo lavorando” 

Le giovanili sono state assorbite dalla seconda società della città Presto potrebbe toccare anche alla Prima squadra

LEGA PRO  Ricci nuovo dg al Vda 

Iscrizione a rischio Emanuele Olivetti Torino

C

PERINGOTTI O VIRTUS Morgano - Piolatto Torino

P

ernigotti oppure la Virtus Canelli in Eccellenza. Il calcio a Canelli non morirà - anche se resterà in vita in modo molto meno glorioso del previsto - anche se bisogna vedere come andrà avanti. In settimana (l’iscrizione chiude il 16 luglio) si dovrà decidere il futuro del Canelli e, al momento, le soluzioni sono solo quelle. Paolo Pernigotti, noto imprenditore locale, andrà a parlare con il sindaco per vedere se ci sono i margini per riuscire a prelevare la squadra. In alternativa, qualora la trattativa con Pernigotti non andasse a buon fine, è già pronto il piano B: cedere il titolo

alla Virtus Canelli, per non perdere la categoria, e fare tutt’al più un’Eccellenza con tanti giovani del posto.

GIOVALINI DEL CANELLI Il Canelli, a livello di Settore giovanile, non esisterà più per quanto riguarda la prossima stagione calcistica. “Da qualche settimana la società non esiste più” conferma Roncon, l’ex segretario del Canelli, “in quanto nessun dirigente o responsabile ha intenzione di confermare la propria presenza in società. Da oggi ha quindi inizio una collaborazione con la Virtus Canelli”. Come confermano Roncon e il segretario della Virtus Canelli, Massimo Dessì, nella prossima

stagione calcistica le giovanili del Canelli saranno mescolate con le giovanili della Virtus, “dando quindi vita a una società più solida” commenta Dessì. “Per quanto riguarda la Prima Squadra e la Juniores del Canelli se non si presenterà nessuno fi no a metà luglio, tempo ultimo per l’iscrizione al campionato, che vorrà prendere in mano le due squadre, il Canelli non esisterà più e si uniranno alla Virtus Canelli”, ha infine confermato il signor Roncon, che collaborerà anche lui con la Virtus. In qualche modo, quindi, questa “fusione” con la seconda squadra di Canelli è già iniziata. Le giovanili sono state unite, la Prima squadra potrebbe farlo presto.

avilli o non cavilli la notizia c’è. Casale e Valle d’Aosta ad oggi non sono iscritte al campionato di Lega Pro Seconda divisione. In attesa che la Covisoc si pronunci sulla regolarità della situazione economico-finanziaria dei club, il Consiglio Direttivo della Lega Pro, che si è riunito in settimana e, sulla base della documentazione prodotta dalle varie società, ha certificato che 61 società, di cui 28 di Prima Divisione e 33 di Seconda Divisione hanno compiutamente adempiuto all’iscrizione al campionato competente. Sono 11 i club che hanno presentato la domanda di iscrizione non idonea e/o non completa, 5 quelle che hanno già alzato bandiera bianca. Tra quelle che sono state, se così si può dire, ammonite ci sono monferrini e valligiani. Fonti vicine alle società parlano appunto di cavilli da poco per risolvere la situazione, anche se pare che, per entrambi i casi, il problema vero potrebbe essere legato alla fidejussione da 300.000 euro da presentare in allegato. Per il Valle un altro scoglio potrebbe essere rappresentato dalla questione campo: alla richiesta recapitata in Lega di poter provvisoriamente giocare al Pistoni di Ivrea mancherebbe il progetto allegato dei lavori in programma sull’impianto di Saint Christophe. Condizione senza la quale la deroga non può essere avvallata. Staremo a vedere. Intanto, se dalla Casale nerostellata non trapelano notizie sui movimenti di Goveani e della sua cordata, qualcosa invece si sta muovendo in Valle. Piomba infatti sulla valle la figura di Franco Ricci. L’ex direttore generale del Derthona è pronto a prendersi la poltrona di dg. L’ufficialità dovrebbe arrivare a giorni. Si aggiunge poi un altro capitolo riguardante l’infinita storia del rinnovo del tecnico Zichella. Giovedì l’incontro tra l’allenatore e il presidente Filippella non ha prodotto la fatidica firma sul contratto. Via allora, di nuovo, alla ridda di voci che vogliono il divorzio imminente se non già fatto. Zichella respinge le illazioni: “Se non abbiamo ancora firmato è perchè, non avendo completato ancora la procedura di iscrizione, non ci sono ancora i documenti ufficiali”. Se così fosse vero lo scopriremo solo nelle prossime e decisive settimane.

A 7 giorni dall’insediamento di Pantano tutto tace Prende il posto del dimissionario Danilo Nicola

S

fino a giovedì alle ore 12. Prima però, c’è ancora la pendenza, e non da poco, riguardante le ultime due stagioni sotto la gestione del presidente uscente Antonio Maiello. Lovisolo e la squadra aspettano ancora diverse mensilità (nei casi più gravi si parla addirittura di 16). L’ex tecnico ha preferito prendersi una settimana di vacanza vista la staticità della situazione. Tanto statica che, un incontro precedentemente fissato con i giocatori per la settimana appena passata, è stato rimandato a questa. Altra questione che parlerà molto chiaramente del futuro termale è quella

legata all’allenatore. La prima scelta è Salvatore Iacolino. C’è stato un incontro mercoledì scorso, in questi giorni il tecnico darà una risposta, qualunque essa sia. “Sto valutando, l’impressione positiva rimane, ma devo ancora pensarci qualche giorno”, il punto del tecnico. La risposta, si diceva, sarà anche premonitrice di quello che potrà essere il nuovo corso. Perchè se Iacolino accetta, evidentemente il progetto è solido e ambizioso. Se rifiuta, i dubbi che già nascono da questa settimana di immobilismo, non farebbero altro che aumentare.

ema.oli.

Michele Dicanosa Fossano

I

nizia un nuovo corso al Fossano, quello che ha portato alla scrivania della presidenza, Franco Graglia. Dopo le dimissioni del presidente Danilo Nicola e la successione del nuovo gruppo dirigenziale, il Fossano riparte per una nuova stagione con un nuovo e sfavillante vestito. Nella società di fatto, non solo l’arrivo del nuovo numero uno, ma anche l’iserimento di molti volti nuovi. Oggi il nuovo gruppo dirigenziale fossanese può contare su più di venti persone inserite in questo progetto. L’obiettivo: non far gravare le spese della società, tutte su una persona sola, cioè il nuovo presidente. Confermato parzialmente lo staff degli anni passati e il rientro di alcune figure già vicine all’ambiente qualche anno fa, la società del neopresidente Graglia, cambia volto per ritornare in auge nel giro di qualche anno. “Ci sono tutti i presupposti per fare bene, il rinnovato sodalizio con la

TAGLIOLESE  Rischia anche il Caltignaga 

Titolo alla Silvanese Dopo l’uscita di scena del Sarezzano nelle scorse settimane un’altra squadra dell’alessandrino dice addio ai campionati dilettantistici. Si tratta della Tagliolese, anch’essa iscritta nella stagione appena conclusa al campionato di Prima Categoria dopo la promozione raggiunta nel 2011. È il segretario Franco Minetto a raccontare le ragioni che hanno portato allo scioglimento dela società. “Il motivo principale è ovviamente economico – spiega – non c’erano i presupposti per affrontare un altro anno. Inoltre, noi siamo sempre stati una squadra totalmente dilettantistica, senza rimborsi, ma alla fine di quest’anno alcuni ragazzi del gruppo storico hanno chiesto un contributo economico che noi non avremmo potuto dare in nessun caso. L’ unica soluzione è stata decidere per lo scioglimento nostro malgrado”.I titoli della Tagliolese non si allontaneranno molto. “Abbiamo ceduto i titoli sportivi e l’iscrizione alla Prima Categoria alla Silvanese, che gioca o pochi km da qui”dichiara Minetto. La Silvanese eviterà così la retrocessione in Terza Categoria a cui era stata condannata dal campionato di quest’anno. Rischio forfait anche per il Caltignaga: non è sicuro, infatti, che la squadra novarese si iscriva alla Prima categoria il prossimo anno, come spiega lo stesso presidente Mario Di Giorgio: “Faremo una riunione in questi giorni per parlare con i giocatori. Il problema non è solo reperire risorse economiche, ma anche umane, che possano farci continuare”. giu.ong.

Acqui, che succede? Graglia presidente arebbe partita da una settimana, ma ancora non ci sono segni di vitalità. Il nuovo corso acquese firmato Alessandro Pantano fatica a decollare. Se la firma sul passaggio di proprietà è arrivata nella giornata di sabato 30 giugno, ad oggi ancora nulla di ufficiale si sa. Con Pantano presidente, Pregnolato dovrebbe essere il direttore generale, mentre all’area sportiva dovrebbe rimanere Gian Stoppino. Ma il condizionale resta d’obblico e ad oggi le questioni sono molte e tutte più o meno spinose. In primis ci sarà da iscrivere la squadra: c’è tempo

Il Lascaris vuole rifarsi il look per ripartire da assoluto protagonista. A Pianezza è imminente l’annuncio per il nuovo campo sintetico e a confermarlo è il direttore generale Gallerani:“Stiamo lavorando per poter dare l’ufficialità. Infatti manca ancora qualche cavillo burocratico, poi potranno partire i lavori”. L’obiettivo della società di Trabucco è di dare un’accelerata al progetto per poter disporre a tutti gli effetti del campo nelle prime settimane di settembre, al via della stagione sportiva. Come dice Gallerani, “al 95 per cento il sintetico si farà” quindi traspare la buona volontà di crescere, ma soprattutto di investire, in questo periodo economicamente difficile. Giulio Comellini

VILLASTELLONE  Dopo un anno

FUTURO IN STALLO  Per Iacolino settimana decisiva FOSSANO  Il nuovo numero uno:“Voglio presto l’Eccellenza” 

Sintetico in arrivo

Juventus Accademy e il lavoro che stiamo facendo ci lascia molto speranzosi per questo nuovo corso”. Queste le parole di Franco Graglia che con il rinnovato sodalizio con la Juventus continuerà ad avere “sostegno esterno” proprio dallo sponsor bianconero, la Balocco. Non solo sodalizi rinnovati, ma anche la rinnovata voglia di riportare nel giro di qualche anno la squadra nel campionato di Eccellenza. “Tra qualche anno sarà Eccellenza – continua Graglia - non nell’immediato, ma è questo l’obiettivo del Fossano”. Nonostante la calma che di solito accompagna queste dichiarazioni, l’acquisto del bomber Alessio Ballario (Pro Dronero) e la conferma di Sellam (cercato da molte squadre), sembra già avvicinare un po’ di più la società all’Eccellenza. Un ambiente familiare dove far crescere i giovani. Sarà questo il nuovo volto del Fossano, che grazie a Franco Graglia ha anche un nuovo interprete per arrivare a raggiungere in tempi brevi questi obiettivi.

Speca torna a casa Marco Speca torna al Villastellone. Dopo un anno lontano dalla società, Speca riprende a tempo pieno, principalmente con il ruolo di Responsabile del Settore Giovanile. “Mi affiancherà per quanto riguarda le squadre che vanno dai Piccoli Amici 2004 agli Esordienti 2000 – spiega il direttore sportivo Giampaolo Benente – sono certo che il suo ritorno in società sarà utile visto che abbiamo deciso di rilanciare molto le squadre giovanili e favorito in tutti i modi l’arrivo di nuovi iscritti”. Speca, però, non rinuncerà ad una panchina, e seguirà anche la squadra dei Pulcini 2003. giu.ong.

CORSI CONI FIG  Anche Milani 

Tre nuovi istruttori Riccardo Milani (già allenatore di Lascaris, Rivarolese, Alessandria e Pro Settimo), Marco Curletti (che è stato preparatore atletico sia del Torino che della Juventus) e Paolo Ricci (anche lui preparatore atletico in serie D ed Eccellenza) sono i tre volti nuovi dei corsi Coni Figc per allenatori.“Abbiamo ampliato la squadra che fa formazione – spiega Marco Pianotti, coordinatore regionale del Settore giovanile e scolastico, l’ente che organizza questi corsi – con tre personaggi conosciuti, preparati e molto radicati sul territorio. Hanno già fatto lezione nel corsi di fine giugno, a Torino e None, curando la parte metodologica, e sono piaciuti molto”. d.p.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012 redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

5


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

6

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • SERIE A Ritorno di fiamma per Jovetic

TORO GILLET E DARMIAN

JUVE

ROBIN VAN PERSIE YES, WE CAN

PRIMI COLPI BRIGHI E MESBAH PROSSIMI OBIETTIVI

R

obbie Van Persie - pare - ha rifiutato la proposta di rinnovo dell’Arsenal e non vuole indossare nessun’altra maglia in Inghilterra. Segnali che avvicinerebbero il bomber olandese alla Juventus: ma il condizionale è d’obbligo, visti gli incredibili costi dell’operazione e soprattutto dell’ingaggio. Una decina di milioni di euro a stagione sono un costo oggettivamente insostenibile, per le casse bianconere. Lo stesso problema riguarda gli altri top player in arrivo dall’estero - Suarez, Dzeko, Higuain e compagnia bella -, mentre potrebbero essere più praticabili piste nostrane: vedi Cavani (con una clamorosa contropartita, come Giovinco e Chiellini) o meglio Jovetic. Il talento della Fiorentina potrebbe essere il giocatore di prospettiva su cui puntare (e Quagliarella potrebbe essere la giusta contropartita tecnica per abbassare il

IN BREVE  SUPERCOPPA A PECHINO La sfida per la Supercoppa italiana Juventus-Napoli 2012 si giocherà allo stadio Nido d’uccello di Pechino l’11 agosto alle 20 locali (le 14 in Italia). 

 AMICHEVOLI Cambio di sede per l’amichevole del primo agosto tra Juventus e Benfica: la gara si svolgerà a Ginevra, in Svizzera, e non a Lisbona come previsto inizialmente. Le altre amichevoli in programma: sabato 28 luglio con l’Herta Berlino nella capitale tedesca, il 4 agosto a Salerno contro gli spagnoli del Malaga, infine il 16 agosto alle ore 17 ci sarà la tradizionale sfida in famiglia a Villar Perosa. 

costo), ma è una seconda punta, che finirebbe per pestarsi i piedi con Vucinic e Giovinco. E sul montenegrino c’è proprio l’Arsenal. Insomma, se in difesa e a centrocampo mancano solo delle valide alternative, l’attacco che darà l’assalto alla Champions rimane un mistero. Capitolo difesa. Lucio è ufficialmente un giocatore della Juventus. L’alternativa al trio titolare è ufficiale, forse

per affrontare la doppia competizione un altro difensore non sarebbe male (Astori se non va in Russia e Capuano, giovane del Pescara tentato anche dal Monaco, sono ipotesi valide). In entrata c’è anche Peluso, esterno dell’Atalanta che potrebbe giocare come centrale di sinistra o come cursore di fascia: i bergamaschi hanno preso Brivio dal Lecce, liberando di fatto l’esterno che piace anche al Manchester City. Proprio quello dell’esterno sinistro è l’altro ruolo su cui Marotta potrebbe intervenire con un nome pesante: Kolarov rimane l’obiettivo principe, calda anche la pista che porta ad Adriano del Barcellona. Infine, visto che Verratti è ormai del Psg, come giovane di prospettiva la Juve sta tornando forte su Omar El Kaddouri, 20enne del Brescia: potrebbe arrivare in comproprietà e andare a farsi le ossa altrove.

COSA MANCA Manca il tormentone top player (ma siamo sicuri che uno come Destro farebbe meno comodo dei vari Van Persie o Jovetic?) N ) e un esterno sinistro da alternare I O N I F I ) F R L a De Ceglie e Giaccherini: EL GLIE BU ORA I V I) Peluso, arriverà, Kolarov CH CE O O ) I (ST I N R E C C (D LA ERI LU U C e Adriano le alternative. N KO CCH Forse un ricambio A (BO I G ( LO NE) a centrocampo I R L I O I P RO IS H) AG ES) e in difesa R Z H A AR ER RC OA (M

3-5-2

B AC (C

A E ISL TEIN S T H LIC

R)

IN PARTENZA Davanti, se arriva il famoso top player, ( qualcuno dovrà necessariamente partire: in lista Quagliarella (che piace alla Fiorentina), Iaquinta, Pepe e anche Matri. Poi ci sono gli esuberi acclarati, come Krasic (Lazio e Fiorentina), Elia (Werder Brema) e Melo (Galatasaray)

MA SAM (A

AL ) VID GBA (PO

IC CI N IC ) VU VET CO JO VIN IO (G

IE RS PE RI) LA) N L T VA (MA IARE L G UA (Q

ACQUISTI TRATTATIVE UFFICIALI IN CORSO

F

inalmente si muove. Gillet e Darmian ufficiali, Brighi e Mesbah quasi, Gazzi e Guberti in avvicinamento: il mercato del Torino inizia ad avere una forma. Il reparto arretrato, in particolare, è quello messo meglio. Gillet, fortemente voluto da Ventura e approdato in granata dopo un lu ngo corteggiamento, è portiere di chiara affidabilità. Piuttosto serve un secondo, perché in rosa c’è solo Gomis. La linea difensiva è quasi fatta. A destra Darmian, di cui è appena stata rinnovata la comproprietà, e D’Ambrosio in alternativa: non proprio il massimo, infatti rimane sotto osservazione Clerc, svincolato dal Nizza. Molto meglio a sinistra, se arriverà Mesbah, ex Lecce e Milan, con cui sembrano mancare solo i dettagli; Parisi è l’alternativa, il rinnovo per una stagione è vicino. In mezzo la certezza di Ogbonna – sempre che il pressing della Roma non giochi brutti scherzi – e Glik, anche se ovviamente servono alternative: si parla di Damiano Ferronetti, svincolato dallUdinese ma cercato anche da Catania e Fiorentina, non è del tutto tramontata la pista che porta a Coda dell’Udinese, Fideleff del Napoli è una valida alternativa, anche se l’obiettivo principe è il cagliaritano Canini, che però costa tanto (3 milioni di euro per un elemento in scadenza nel 2013 sono troppi). L’ultima voce riguarda lo svedese

Pontius Jansson, colosso del Malmoe. In rosa c’è il promettente Filippo Scaglia, classe ‘92 reduce da un’annata positiva nel Bassano in Lega Pro, mentre tra Di Cesare e lo Spezia c’è stato un raffreddamento. In uscita tutto fatto per il passaggio del giovane Marco Chiosa alla Nocerina. In mezzo al campo, regna l’oscurità. In mezzo ci sono solo Basha e Vives, sugli esterni nessuno (Nitride, Miello, Gorobsov, De Feudis, Pagano, Da Silva Barbosa, Suciu, Verdi e Stevanovic, presenti sul sito ufficiale alla voce centrocampisti, forse è meglio non considerarli). Servono quattro esterni e due cen-

4-4-2 ET LL ) GI OM IS (G

E

IAN IO) RM ROS A D MB A (D’

PRO VERCELLI LINEA VERDE DE SILVESTRO OBIETTIVO BJELANOVIC

RESTYLING DEL PIOLA

TRATTATIVA CON TRADA Antonio Trada, titolare della Edilnol di Vigliano, già sponsor dell’Angelico Biella di basket, è sempre più vicino alla Pro Vercelli. Tra il presidente vercellese Massimo Secondo e la nota azienda di Vigliano Biellese (prossima

Prosegue la tabella di marcia dell’amministrazione comunale di Vercelli per mettere a disposizione i finanziamenti necessari per i lavori di adeguamento e rifunzionalizzazione del “Piola” di Vercelli. Nel Consiglio comunale del 28 giugno il sindaco Andrea Corsaro ha proposto un emendamento al bilancio di previsione 2012 per anticipare l’intervento di adeguamento dello Stadio Piola, originariamente previsto per il 2013, e per modificarne il contenuto al fine di adeguare l’impianto sportivo alle necessità derivanti dalla promozione in serie B della Pro.

RITIRO ESTIVO Ufficiali data e luogo del ritiro estivo. Il ritrovo è fissato per lunedì 16 luglio a Vercelli. La squadra svolgerà le visite mediche prima di recarsi nel ritiro di Cantalupa (To) dal 18 al 29 luglio. Dal 31 luglio al 10 agosto invece la squadra soggiornerà a Varallo Sesia (Vc), allenandosi al campo “Bacci” di Roccapietra (frazione di Varallo).

dibilità, Alessio Cerci della Fiorentina. Della Viola piace anche il serbo Lijalic, che ad oggi è l’obiettivo più vicino. E davanti? Meggiorini è un buon rincalzo, Bianchi – se rimane – sarebbe un ottimo titolare. Tanti i nomi che ballano: Maxi Lopez è un sogno (forse) destinato a rimanere proibito, perché costa tanto e ha ancora più estimatori. Si è parecchio complicata anche la trattativa per il fantasista argentino Pato Rodriguez. Forse Floccari e Barreto sarebbero strade più facilmente percorribili, ma serve una decisa accelerata. Infine in uscita c’è Alessandro Sgrigna (32), vicino al trasferimento al Lecce.

COSA MANCA Manca tantissimo: due o tre difensori, due centrocampisti centrali, tutta la batteria degli esterni, fondamentale per il gioco AH SB I) di Ventura, e un paio di colpi ME ARIS in attacco, senza i quali (P l’obiettivo della salvezza I C Z I Z ) A potrebbe LIJ RCI ) GA SHA CE CI U complicarsi (BA U (S

HI IG ) BR IVES (V

E ON ) NS RETO A S R (BA

IN PARTENZA La speranza è che I non parta nessuno, in RT C) BE VI quanto i soli ad avere mercato GU ANO sono Ogbonna (ma i 15 milioni EV ST sparati da Cairo hanno allontanato ( la Roma) e Bianchi, non proprio il centravanti ideale per Ventura. Sul capitano ci sono Fiorentina, Catania e qualche inglese, ma servirebbe una contropartita seria

ad aprire un nuovo punto vendita nel vercellese) si sono già tenuti numerosi incontri, a breve si sapranno i termini dell’accordo: la Edinol occuperà uno spazio sulla maglia, ma non è escluso che lo stesso Trada assuma la carica di vicepresidente.

cato in B. Altra pista porta a Mohamed Coly, 28enne senegalese svincolato dal Taranto: attenzione alla concorrenza di Reggina e Juve Stabia. Sempre là dietro piaciono il centrale Giuseppe Figliomeni del Varese, e il jolly Il difensore dell’AlbinoLeffe, ex Udinese, Matteo Piccinni. Altri nomi sulla lista vercellese sono Andrea Cristiano dell’Albinoleffe e Francesco Cosenza della Reggina. Tutte da valutare le situazioni dei giocatori in scadenza Dan (che potrebbe lasciare il calcio giocato), Armenise e Calvi, così come è in dubbio la conferma di Vinicio Espinal.

NA ON ON) B S OG ANS (J

) IK TI GL NET O RR (FE

SERIE B • EDINOL NUOVO SPONSOR lio De Silvestro è il nuovo colpo del dg Giancarlo Romairone: l’esterno arriva dalla Juventus in prestito, nell’ambito dell’operazioneMasi. Il difensore classe 1992 strappato alla Sampdoria in comproprietà con i bianconeri, si aggregherà al gruppo di Antonio Conte per la prima fase del ritiro; poi verrà girato nuovamente alla Pro Vercelli. Continua la caccia al bomber. Tra i tanti nomi circolati in questi giorni (Simone Guerra dello Spezia, che aveva catturato l’interesse di importanti club ai tempi di Piacenza, Claudio Coralli, rientrato ufficialmente all’Empoli dopo una parentesi non eccezionale con la Cremonese, l’ex Chievo e Novara Pablo Granoche), quello giusto potrebbe essere Sasa Bjelanovic, esperto attaccante croato che ha vestito tante maglie in Italia (Verona, atalanta, Vicenza, Torino, Ascoli le ultime). Non solo bomber, dal Modena potrebbe arrivare un doppio colpo: piacciono Armando Perna (classe ‘81) e Maurizio Ciaramitaro (classe ‘82). È anche vivo l’interesse per Umberto Eusepi, esterno offensivo scuola Roma che ben ha figurato nel Carpi. In difesa servono esterni: uno dei nomi più caldi è quello di Daniele Martinelli, 30enne in uscita da Vicenza, ma l’affare è strettamente legato alla partenza o meno di Marco Pisano, che ha mer-

trali, individuati in Brighi della Roma, che sembra vicinissimo, e Gazzi del Siena, comunque fattibile. Per il 29enne mastino della mediana il Toro ha provato a inserire Rubin, rientrato dal prestito al Bologna, ma i toscani sono fermi sulla richiesta di 3 milioni. Sugli esterni girano pochi nomi: potrebbe tornare Stefano Guberti, che non è stato convocato per il ritiro della Roma. Sansone (Sassuolo) è un obiettivo dichiarato: la settimana scorsa sembrava fatta, ma i tempi dell’operazione si allungano. Più semplice il ritorno di Antenucci, riscattato dal Catania. Resta un sogno, dal momento che ne è stata dichiarata l’ince-

HI I) NC RI N BIA GIO EG (M

ACQUISTI TRATTATIVE UFFICIALI IN CORSO

NOVARA  Scambio Buzzegoli-Porcari 

TESSER RIMANE Il mercato del Novara rimane fermo, ma almeno non c’è da cercare anche l’allenatore. La buona notizia è che Attilio Tesser rimane alla guida degli azzurri. In settimana infatti si era fatta insistente la voce che voleva l’allenatore vicinissimo al Modena (per sostituirlo, si parlava di Colomba, Iachini, Mangia e Bisoli). Ma secca è arrivata la smentita del ds Cristiano Giaretta: “Attilio Tesser non si muove da Novara, resterà il nostro allenatore”. Chi invece è ufficialmente fuori è l’ormai ex direttore sportivo Mauro Pederzoli, che dopo una sola, sfortunata stagione ha rescisso consensualmente il contratto: potrebbe andare alla Fiorentina come talent scout. Mercato. L’unico arrivo degli ultimi giorni è quello di Daniele Buzzegoli, centrocampista dai piedi buoni cercato anche dalla Pro Vercelli, che arriva dallo Spezia in cambio di Filippo Porcari. Ufficiale anche la rescissione di Giuseppe Mascara, che va a prendersi sole e soldi all’AlNasr. Poi qualche rumors. Con la Sampdoria (sempre interessata, come il Chievo, a Marco Rigoni) è stato ipotizzato uno scambio tra Piovaccari e Gonzalez. In prestito dal Parma potrebbe arrivare il portiere del ‘93 Mirko Pigliacelli, fresco di svincolo dalla Roma. Piace anche l’ex difensore del Cittadella Francesco Scardina, svincolato.

PENALIZZAZIONE RIDOTTA DI UN PUNTO La corte di giustizia federale ha parzialmente accolto il ricorso contro la sentenza di primo grado emessa dalla Commissione Disciplinare Nazionale in relazione al primo filone del calcioscommesse, relativo all’inchiesta condotta dalla Procura di Cremona: la società piemontese partirà da -3 (e non da -4) nella prossima serie B.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

7

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • LEGA PRO Il talento argentino è l’obiettivo numero uno dei biancorossi  L’attaccante del Treviso 

 Maurito

Andrea Ferretti

Icardi

CUNEO

GRIGI

SOGNO ICARDI FERRETTI POKER DI RINNOVI PER MARTINI Ludovico De Donno Cuneo

M

aurito Icardi. E’ questo il sogno del Cuneo. L’attaccante argentino classe 1993 della Sampdoria, cresciuto nelle giovanili del Barcellona, è diventato l’obiettivo numero uno fatto di rinnovi per il momento della società biancorossa. Intanto in questa settimana sono state quattro le conferme. Dopo quello del trascinatore biancorosso Enrico Fantini, questa settimana è stata la volta di altri quattro rinnovi contrattuali. Indosseranno la maglia biancorossa ancora la prossima stagione Davide Sentinelli, Marco Cristini, Davide Lodi e Marco Garavelli. Il primo sembrava prossimo al trasferimento al Savona, che insisteva per averlo, ma alla fine ha deciso di restare con grande entusiasmo e di proseguire la sua avventura nella provincia della Granda. Così come

lui avevano preso questa decisione il palermitano Davide Lodi, alla sua terza stagione con il Cuneo, e il fantasista Marco Garavelli, giunto addirittura alla settima stagione con la maglia biancorossa. Stessa sorte per la mezz’ala con il vizio del gol Marco Cristini. Il centrocampista pinerolese è entusiasta di intraprendere la sua settima stagione con la società del presidente Rosso: ”Indubbiamente sono contento del buon esito della trattativa perché per me continuare la mia esperienza in questo club era importante - ha commentato Cristini, come riporta la nota ufficiale del club piemontese -. Intendevo rimanere in questa città, che ormai sento anche un po’ mia, e quindi ho accettato di buon grado il progetto di una società in cui credo e con la quale ritengo di potermi togliere ulteriori soddisfazioni future. Non vedo l’ora di ricominciare per vivere la nuove stimolante avventura che ci

aspetta”. Per tanti rinnovi che arrivano uno che sfugge. Si tratta forse di quello più atteso dai tifosi, dopo il rinnovo del simbolo Enrico Fantini. Il capitano Matteo Longhi, infatti, sarebbe lontano dal rinnovo con il Cuneo, che ha traghettato nelle ultime due stagioni. Il centrocampista in questi sette giorni si è avvicinato tantissimo al Mantova, che vuole a tutti i costi il ragazzo classe 1981. Intanto il capitano prende tempo, ma non smentisce il suo interesse per la squadra lombarda: “Mantova è sicuramente una grande piazza - ha sottolineato Longhi - e per me che sono di Bergamo, rappresenterebbe anche un’ottima soluzione dopo tanti anni in Piemonte. Devo parlare però anche con il Cuneo per capire quali sono le loro intenzioni, per una questione di rispetto per la società dove negli ultimi due anni sono stato il capitano”. Il Mantova, però, non è l’unica

ad aver messo gli occhi sul centrocampista bergamasco. Alla finestra ci sarebbero anche Pro Patria, Giacomense, Poggibonsi e l’Alessandria, che ha l’intenzione di costruire una rosa con l’intento di tentare la scalata alla Prima Divisione. Il Cuneo è attento anche sul mercato ed è alla ricerca di un esterno offensivo e sulla lista ha tre nomi. Il primo è quello di Elia Chianese dello Spezia, tallonato nelle preferenze da Cristian Romanelli del Poggibonsi e da Elio Calderini dell’Aprilia. I biancorossi sono alla ricerca anche di una punta che possa far respirare gli ormai “anzianotti” Varricchio e Fantini. Il Cuneo ha messo gli occhi sul centravanti Marco Guidone, nell’ultima stagione a Foligno. Si parla anche di un interessamento per diversi giocatori del vivaio della Juventus, su tutti il terzino destro Gianluca Carfora e il centrocampista Andrea Schiavone.

I

l giorno dopo la squalifica fino al 31 dicembre rimediata nella semifinale dei playoff contro l’Entella, che grazie ai miei legali è stata ridotta di due mesi, il Casale ha inviato al collegio arbitrale un fascicolo per chiedere lo scioglimento del mio contratto. Un atto, questo, che giudico vile. Io ho ancora un anno di contratto e sono pronto a lavorare per il Casale. Anche adeguando l’ingaggio”. Parole d’amore verso il Casale quelle usate da Buglio in settimana. Il tecnico sarebbe disposto a ritoccare l’ingaggio pur di rimanere in terra piemontese. Tuttavia da quanto trapela da persone vicine alla “nuova” società non sembrerebbe che Buglio sarà il tecnico del Casale

nella prossima stagione, nonostante l’ottimo lavoro fatto in questa travagliata stagione. Il tecnico, però, non potrebbe essere l’unico addio illustre di questo mercato. Potrebbe fare le valigie anche il capitano Riccardo Taddei. L’ex Brescia ha ricevuto proposte allettanti da Pro Patria e Virtus Entella, che vogliono provare la salita in Prima Divisione, ma alla finestra per il bomber, che ha ancora un anno di contratto con i nero stellati, ci sarebbero anche Feralpi Salò e Borgo a Buggiano.

ALESSANDRIA Ancora rinnovi e volti nuovi in casa Alessandria. Per quanto riguarda il primo capitolo nei giorni scorsi c’è stato un rinnovo di

lusso. Ancora per un anno Andrea Servili sarà il portiere dei grigi. L’accordo era già nell’aria e così il portiere classe 1975 inizierà il prossimo mese la sua quinta stagione con la maglia degli orsi. Per quanto riguarda gli arrivi l’Alessandria ha definito in settimana il passaggio del centrocampista Simone Caciagli dalla Giacomense, dove è prossima ad approdare dai grigi il giovane attaccante Jurgen Pandiani. L’Alessandria sarebbe vicina a chiudere altre due trattative. Si tratta del centrocampista Luca Mora, in forza alla Pro Patria, e Andrea Ferretti, attaccante del Treviso, che potrebbe arrivare in Piemonte se gli orsi non dovessero rinnovare con Martini.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

8

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO PROFESSIONISTI

Ufficializzate le panchine del Settore giovanile del Torino: Primavera a Longo, Allievi Nazionali a Fogli e Giovanissimi ‘98 a Menghini

Fioratti al Toro Berretti:“Che emozione” L’ORGANIGRAMMA TECNICO DEL VIVAIO GRANATA  PRIMAVERA Allenatore MORENO LONGO 

 BERRETTI Allenatore CHRISTIAN FIORATTI 

 ALLIEVI NAZIONALI Allenatore ROBERTO FOGLI 

 ALLIEVI FASCIA B Allenatore GIANLUCA MEZZANO 

 GIOVANISSIMI NAZIONALI Allenatore ANDREA MENGHINI 

 GIOVANISSIMI FASCIA B Allenatore ALESSANDRO SPUGNA 

Ludovico De Donno Torino

I

l 17 agosto inizierà una nuova avventura per Christian Fioratti. Dopo le stagioni meravigliose con il Chisola, la J Stars e il Cuneo è arrivato il grande salto per il giovane allenatore. Fioratti infatti, come già avevamo annunciato diverse settimane fa, sarà il nuovo tecnico della Berretti del Torino, dove Massimo Bava, neo responsabile del vivaio granata, ha voluto portarlo con sé. “Dopo tre anni positivissimi sarà un grande salto - commenta il nuovo tecnico della società granata -. Dopo gli anni positivissimi con il Chisola e con la J Stars, quest’anno abbiamo fatto una grande

cavalcata fino ad entrare nelle prime 32 squadre d’Italia”. Nel suo percorso ha incontrato tante persone che gli hanno sempre dato opportunità e rose competitive: “Devo dire grazie a Massimo Bava per avermi portato con lui. Un grazie, però, lo devo dire anche a Renato Carrain della J Stars, a Gigi Calcia del Chisola e ad Oscar Becchio del Cuneo. Tutte persone che mi hanno sempre aiutato a crescere e mi hanno dato l’opportunità di allenare grandi squadre”. Christian Fioratti non ci ha pensato un attimo ad accettare la nuova avventura: “Sarei rimasto molto volentieri a Cuneo. Poi si è aperta questa porta. Entrare in quell’ufficio è

stata una grandissima emozione. C’era la foto della Berretti Campione d’Italia 1991-1992 di cui io facevo parte. Adesso essere dall’altra parte è motivo di grande orgoglio”. Obiettivo futuro? “L’obiettivo è sicuramente quello di costruire un gruppo competitivo e di preparare i ragazzi per un campionato Primavera. Le basi ci sono, perché la squadra dei ‘95 di Longo era più che competitiva e poi ci saranno i ritorni dai prestiti di alcuni giocatori e valuteremo chi tenere e chi no. Sarà un anno da “spugna” anche per me. Dovrò assimilare tutto ciò che ci sarà da imparare, perché sarà un anno nuovo anche per me. Sarà una grande opportunità”.

 Christian Fioratti 

INTERVISTE ESCLUSIVE L’ex granata è corteggiato da Monza, Cuneo e Valle d’Aosta; l’ex bianconero rimarrà in Toscana per meritarsi sul campo una chiamata in A DENIS D’ONOFRIO

ESPOSITO & D’ONOFRIO OBIETTIVO RISCATTO

Attaccante. Nato il 3 luglio 1989. Altezza cm 180 Peso 70 kg. Cresciuto nel Settore giovanile del Torino, dove ha esordito in Serie A il 3 maggio 2009 a Firenze, entrando al 72’ di FiorentinaTorino (1-0). In precedenza, nella Primavera granata, raggiunge la semifinale al Viareggio e realizza 17 gol nel campionato 2008/2009. Nel 2009/2010 passa in prestito al Legnano allenato da Beppe Scienza in Lega Pro Seconda Divisione: gioca 28 gare e realizza 5 reti. Nella stagione successiva segue Scienza al Viareggio (Prima Divisione). In due campionati mette in fila 34 presenze e 5 reti. Attualmente è svincolato.

Simone:“A Grosseto sto benissimo: ora voglio dimostrare quanto valgo” Denis:“Ho bisogno di fare una stagione importante, la categoria non conta”  In alto, da sinistra, Denis D’Onofrio e Simone Esposito 

Matteo Musso Torino

P

rotagonisti indiscussi con le maglie giovanili di Juventus e Torino, Simone Esposito e Denis D’Onofrio stanno cercando di ritagliarsi spazio nel calcio che conta. L’ex bianconero, dopo gli onori e i trofei con la Primavera, non è ancora riuscito a giocare una stagione intera con la stessa maglia. Sei mesi ad Ascoli nel 2010, da gennaio 2011 a dicembre 2011 con la Reggiana e la seconda parte dell’ultima stagione nuovamente in B con la maglia del Grosseto. In totale le presenze sono 36, ma il dato più importante è che Simone si è ripreso la serie cadetta dopo la mezza bocciatura di Ascoli. Merito delle prestazioni con la Reggiana: “L’esperienza in granata è stata positiva perché tutti mi volevano bene, c’era stima nei miei confronti. In questa

stagione sono stato sfortunato perché Zauli, almeno all’inizio, ha deciso di puntare sul 3-5-2 e mi ha tagliato fuori, perciò ho cambiato maglia. Per come si sono poi messe le cose a Grosseto direi che ho fatto bene”. La svolta con la maglia biancorossa è arrivata però con l’esonero di Ugolotti: “Sì, è vero. Perché Statuto mi conosceva già e mi ha dato subito fiducia. Mi ha piazzato fra le linee, in posizione di trequartista nel 4-3-1-2. Nasco come giocatore di fascia, ma da fantasista posso toccare più palloni ed essere al centro della manovra”. Il futuro quindi sarà ancora a Grosseto: “La città è bella e mi trovo benissimo. Vivo da solo ma spesso la mia fidanzata viene a trovarmi. Resto qui e spero di giocare più gare possibili per dimostrare tutto il mio valore”. Che poi è lo stesso obiettivo di Denis D’Onofrio, classe ‘89, esordio in A

con il Toro e tre buone stagioni tra Legnano e Viareggio. Forse la meno positiva è stata l’ultima, ma Denis guarda già oltre senza tuttavia rinnegare il passato: “A Legnano è stata una stagione stupenda dal punto di vista sportivo, decisamente meno da quello societario. Il primo anno a Viareggio ci siamo salvati bene e ho giocato tanto. Quest’anno all’inizio ho avuto qualche problema con Bertolucci, ma poi con l’arrivo di Cuoghi ho trovato più spazio e realizzato gol importanti”. Il Cuneo di Ezio Rossi, il Monza di Asta e il Valle d’Aosta di Zichella lo vorrebbero come punto di riferimento per l’attacco: “Per ora non c’è nulla di definitivo. Con tante società ancora a rischio iscrizione è tutto un po’ fermo. Le categoria conta fino a un certo punto. Io ho bisogno di fare una stagione importante. Andrò dove individuerò le migliori condizioni per me”.

SIMONE ESPOSITO Centrocampista. Nato a Torino il 24 maggio 1990. Altezza cm 171 Peso 62 kg. Esposito è cresciuto nel vivaio della Juventus e ha vinto 2 Tornei di Viareggio. Ha poi esordito in Prima squadra in una gara ufficiale il 10 dicembre 2008 contro il Bate Borisov in Champions League, mentre il 14/1/2009 ha esordito in Coppa Italia contro il Catania. Dopo le vittorie nelle giovanili bianconere, gioca la prima parte del 2010/2011 in Serie B nella fila dell’Ascoli, dove totalizza 5 presenze. Da gennaio 2011 si trasferisce alla Reggiana in Lega Pro Prima Divisione, dove gioca fino a dicembre 2011 totalizzando 27 presenze. A gennaio 2012 arriva a Grosseto, che compra dalla Juve la metà del suo cartellino. Sotto la guida di Statuto scende in campo cinque volte. Salvo sorprese, il prossimo anno giocherà ancora con la maglia del Grosseto.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

9

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • NAZIONALI Bava prende anche Ramazzotti (Borgomanero) e Dell’Aglio (Pro Patria), il Cuneo vuole trattenere Naturale, e prendere Zanellato e Okumador

MILANI AL FERALPI SALÒ  Da sinistra Alessio Vita, Leonardo Spinazzola e Daniele Milani 

VITA A LAMEZIA T ASTA PRENDE NITRIDE E MIELLO SCAGLIA TRA CUNEO E GUBBIO

Matteo Musso Torino orino determinato sia in entrata che in uscita. Dopo aver definito l’organigramma tecnico, Massimo Bava è concentratissimo sul fronte giocatori. Daniele Milani, metronomo del centrocampo della Primavera (‘93), passerà in prestito al Feralpi Salò in Lega Pro Prima Divisione. Alessio Vita (‘93) invece, che in un primo momento doveva restare in Primavera come fuoriquota, è uno dei rinforzi di quest’estate della Vigor Lamezia, dove dovrebbe ritrovare anche Gabriele Franchino, il cui prestito dovrebbe essere rinnovato. Gomis, Barbosa e Diarra disputeranno la prossima stagione tra la squadra di Ventura e quella di Moreno Longo, mentre sono cosa fatta i ritorni di Gyasi e Coccolo. In uscita (sempre in prestito) anche il ‘92 Filippo Scaglia, che dopo l’ottima stagione a Bassano è corteggiato da mezza Lega Pro. In cima alla lista ci sono Cuneo e Gubbio, ma Tonino Asta spera ancora di avere qualche chances

di portarlo a Monza. Arriveranno invece in Brianza altri due ex granata: Umberto Miello (‘92) e Vincenzo Nitride (‘90). Tante richieste nell’ex Serie C anche per il terzino Sperotto (Monza compreso). In entrata invece il Torino sta per concludere le trattive per assicurarsi i chieresi Cochis, Di Savino e Perrone, tutti classe ‘96. Per la Primavera invece si sta lavorando per riportare in Piemonte Pierre Francois Dell’Aglio, quest’anno alla Pro Patria, ma un passato nelle giovanili della Juventus e una stagione al Canavese. Preso anche Ramazzotti (‘94), portiere di belle speranze del Borgomanero. I granata si rinforzano anche nei più piccoli. Dal Cuneo infatti arrivano i ‘98 Guarino e Palermo e il ‘97 Campana. Capitolo Cuneo, dove il direttore generale Oscar Becchio è attivissimo su tutti i fronti. Piacciono molto per la Berretti Zanellato e Okumador (quest’anno al Casale ma entrambi di proprietà della J Stars), così come si vorrebbe trattenere Andrea Naturale, un altro ex bianconero, che però piace

molto alla Primavera della Pro Vercelli. Sempre dalla J Stars arriveranno in biancorosso Gambino (difensore centrale) e Gambardella (attaccante), mentre dal Chisola è imminente l’approdo del terzino sinistro Gallo. In uscita Ladogana, convocato per il ritiro dell’Atalanta Primavera.

ALTRE TRATTATIVE Sbarca al Seregno in Serie D il difensore centrale classe ‘89 Davide Borin, cresciuto nel Settore giovanile della Juventus. La Carrarese è vicinissima dal chiudere due operazioni con la società di corso Galileo Ferraris. Si tratta del terzino Matteo Liviero e dell’esterno destro offensivo Giuseppe Ruggiero, entrambi ‘93. Diverse le trattative concluse in settimana: allo Spezia arriva in prestito il ‘92 Simone Benedetti, Marco Chiosa è ormai per una stagione della Nocerina, Filippo Boniperti (‘91) e Leonardo Spinazzola (‘93) passano in prestito all’Empoli nell’ambito dell’operazione che ha portato in bianconero i baby Kabashi e Rugani.

ALESSANDRIA  Il classe ‘95, dopo l’esperienza a Novara, è pronto per la Berretti dei grigi 

Capocelli rientra alla base Eleonora Cappelluti Torino

A

d Alessandria il responsabile del Settore giovanile Walter Camparo anticipa diverse novità per ciò che riguarda il mercato dei giocatori. “Sono da definire alcune trattative con le società professionistiche della Juventus e del Genoa – spiega il tecnico – ma alcuni nomi sono già certamente parte delle rose del prossimo anno qui ad Alessandria”. Conclusa infatti è la trattativa per il centrale difensivo Tartaglia,

classe 96’, che entrerà a far parte degli Allievi dell’Alessandria; il difensore centrale, ex bianconero, da gennaio a giugno aveva disputato la stagione nella società del Lucento. Rientrano poi ad Alessandria per giocare il prossimo anno il campionato Berretti, Capocelli, annata 95’, da Novara ed il ‘94 Merolla (in prestito all’Acqui in serie D). Da definire sono invece le cessioni dalla Juventus di Marchisio, punta classe ‘95, già in prestito all’Alessandria e del por-

 Valentino Dubois 

tiere annata 96’ Lassandro; stesso discorso per ciò che concerne il portiere 96’ Rovera di proprietà dell’Acqui. Dal Casale rientrerà

Delleani, difensore classe ’97, mentre si stanno per concludere le trattative di riscatto dall’Acqui per l’attaccante La Rocca ed il centrocampista Basile, entrambi classe ’97. Per quel che riguarda i Giovanissimi Nazionali ‘98, entrerà a rafforzare la rosa il portiere Amati dall’Asti e sempre dall’Asti arriverà la punta Dubois, classe ’97 ed ex punto di forza nei Giovanissimi regionali biancorossi. Sarà invece ceduto all’Occimiano il giocatore classe ‘96 Vergnasco.

LA JUVE PESCA ANCORA ALL’ESTERO ECCO NICOLAS CANIZARES

PRIMAVERA DEL NOVARA SI PARTE IL 23 LUGLIO

La Juventus ha messo a segno un altro colpo di mercato. Questa volta però non è un calciatore che andrà a rimpolpare la rosa della squadra Campione d’Italia, bensì il Settore giovanile. La dirigenza bianconera ha prelevato dal Rayo Vallecano un giovane difensore. Si tratta di Nicolas Canizares, più volte convocato nella Nazionale Under 16 spagnola. Inoltre i bianconeri hanno bloccato l’esterno sinistro montenegrino Hasan Pepic (19), in  Beppe Marotta scadenza di contratto con il Karlsruhe. Dal Foligno invece arrivca il giovane Mattelli.

Dopo una stagione positiva, conclusa con l’ottavo posto nel Campionato Primavera girone A, i ragazzi del Novara sono pronti ad incominciare una nuova avventura. Il tecnico per la stagione 2012/13 sarà ancora il confermato Giacomo Gattuso che riprenderà il lavoro sul campo il 23 luglio, data del ritiro ufficiale per la nostra Primavera. La prima parte della preparazione sarà incentrata sul lavoro atletico per verificare le condizioni fisiche dei  Giacomo Gattuso ragazzi. A seguire da vicino la preparazione ci sarà come sempre il responsabile del settore giovanile Mauro Borghetti


10

Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012 redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

11

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • MERCATO ECCELLENZA Zurlo scatenato: arrivano Salvalaggio, Picollo e Giordano. Tra Cirillo e il Volpiano spunta il Borgaro, Monteleone va a Pinerolo, Lucento su Casamassima Pierpaolo Piolatto Torino

T

utto vero. Il Chisola che nasce è una creatura stupenda, che difficilmente potrà puntare solo ad una salvezza tranquilla. Perchè dopo Barison, Viola e Cretazzo - senza dimenticare il giovane Bellando - il ds Damiano Zurlo ha piazzato una tripla da promozione. Andiamoci piano? No, no, andiamoci pure forte. Picollo, Giordano e Salvalaggio sono pezzi importanti, giocatori da 6.5 fisso in pagella. Gente che almeno i playoff punta a farli. Proprio come i vinovesi, proprio come Sangregorio, prodotto del vivaio e molto carico per l’anno prossimo. Tutti avvisati, dunque, nel futuro girone B, che, ad oggi, altre grosse compagini non le vede. C’è la Cheraschese, che però in questa settimana non ha fatto registrare nuovi movimenti se non gli addii di Chiumente (contatto con il Volpiano) e Canavese. C’è, e la stavamo aspettando, anche la Valenzana. Falco, Massaro e Peluso (quest’anno al San Giuliano, ma in passato anche alla Valenzana) sono un garanzia, De Nitto (dal Libarna), Cantiello, Frascarolo, Cincelli (dalla Berretti) e Matteis (dal Mado) sono le scommesse da vincere. Se poi si riuscisse ad arrivare anche anche a Zampella e Marinello (ma il Castellazzo difficilmente li lascerà) allora il processo di rinascita sarebbe completato. Sempre nell’alessandrino,

GRANDE CHISOLA inzia a muoversi il mercato del Libarna e ricomincia, purtroppo, quello del Castellazzo. La squadra di Merlo sta innanzitutto lavorando alle conferme: Manno, Manfredi, Mirone e Pellegrini resteranno e già questi sono acquisti importanti. A questi si aggiungeranno il centrocampista Pergolini e il difensore Balestra, entrambi in uscita dal Villalvernia. Brutte notizie, invece, per Delladonna, perchè Frisone, storico portierone del Castellazzo, potrebbe avere problemi lavorativi. Curino allora ha sondato le ipotesi Basso (Canelli) e De Carolis (San Giuliano Nuovo), mentre, sul fronte giovani, ha chiuso con il ‘94 dell’Alessandria Gabriele Cozza, prezioso jolly difensivo. Grande rebus, invece, il

futuro di Cirillo. Sembrava essersi accordato con il Volpiano, ma in settimana la trattativa si è raffreddata a vantaggio del Borgaro. “I buoni rapporti con l’Alpignano spero che ci aiutino” commenta il nuovo ds Fontana. Già, perchè il problema, oltre all’ingaggio, è legato al cartellino di proprietà dell’Alpignano. Tra stasera e mercoledì la società di Ciancio valuterà le offerte e poi deciderà. La previsione? La squadra di Pallitto è in vantaggio. Ragagnin allora si consolererà con Mandarà (per il momento farà solo il ritiro), Mascolo (attaccante ‘95 del Settimo) e Valenza (esterno ‘94 ex J Stars). Ancora sul mercato il Lucento, che, dopo le conferme di Ussia e Di Gioia, sta provando a trattenere Montagna e sta puntando

un difensore centrale: Casamassima è la priorità, Licciardello l’alternativa. Niente di fatto, invece, con Deideri, con il quale non si è trovato un accordo. Tantì sì li ha invece ottenuti la nuova Airasca Cumianese. Tutti confermati, con i soli Rignanese, Nisticò e Mirimin verso l’addio. In entrata, è fatta con Korreshi, ex bomber dell’Ivest, mentre si raffredda la pista che portava a Bonin. Colpo grosso del ds Salvai che porta al Pinerolo Danny Monteleone, ex attaccante di Rivoli e Acqui. Molto forte l’interesse per il centrocampista Mattia Bellino (conteso dalla Cheraschese) e per Bertello l’ex difensore centrale di Settimo e Santhià. Non si muoverà Lerda, che ha preferito restare, anzichè andare al neopromosso Bene Narzole.

LA RAFFICA FINALE Settimana di ufficialità in casa Sporting Bellinzago, dove firmano Serrao (difensore ex Real Rimini), Leto Colombo e Pantaleo. Su Gambuto e Soncini, il ds Cretaz preferisce temporeggiare, ma ormai è solo più questione di giorni. Il Borgomanero ha ufficialmente presentato la domanda di ripescaggio e continua a lavorare essenzialmente su riconferme e giovani. Nasali non andrà al Bellinzago ma resterà in rossoblù, così come D’Onofrio, mentre è ancora in fase di discussione il futuro di Raimondi, Corteggiano e Giallonardo (su cui c’è il forte interesse del Borgo Vercelli). Zappaterra, rientrato dal prestito, potrebbe fare il primo portiere, Vezzù, dopo un bell’anno

a Baveno, resterà in rosa, con Secci, due stagioni al Borgopal, è stato trovato l’accordo. Il Baveno, persi Comparoli, Bordin, Salvigni, si consolerà con una punta: le idee sono Oliva e Franzetti. L’Aygreville trattiene Lopez e spera in Ollier (che ha problemi di lavoro), prende Apparenza (centrocampista classe ‘95) e Rinaldi (centrocampista del Quincitava), ma lascia Moro, Rovira, Aimone (alla Biellese) e Cerea. Progetto low cost ma di buon valore quello dei lanieri, che dopo Carnaroglio prendono Dossena, Francesco Lanza e Coppo dal Ceversama, oltre a Travaini dalla Dufour, Quatela dall’Ardor e Esanu (‘95), forte esterno d’attacco del Novara. In difesa arriverà uno tra Compa-

TUTTE LE TRATTATIVE DEL GIRONE A SQUADRA/TECNICO

OBIETTIVI

SQUADRA/TECNICO

Apparenza (c), Rinaldi (c)

Moro (c), Rovira (a), Aimone (d), Cerea (d)

-

AIRASCA CUMIANESE (CELLERINO)

BAVENO (Pissardo)

Di Nola (c), Lionello (a)

Comparoli (a), Bordin (d), Salvigni (d)

Oliva (a), Franzetti (a)

BORGARO (Pallitto)

Salafrica (c)

Mandarà (a), Lo Baido (c), Serafino (d)

Cirillo (a), Padoan (a), Canuto (c)

Secci (c)*, Porto (c)*, Massara (d)*, Vezzù (a)*, Zappaterra (p)*

Ramazzotti (p), Leto Colombo (c)

-

Moretto (p)*

Strukelj (p), Spartera (a), Firrarello (c), Fornasino (d)

Giallonardo (a), Anzano (a), S. Agazzone (c), Beltrami (c), Moreo (c), Massimo (a)

BORGO VERCELLI (Rotolo) DOMODOSSOLA (BOLZONI)

-

GALLIATE (Poma)

-

GASSINO SANRAFFAELE (Rista)

Rapisarda (a), Filograno (p)

E. D’Agostino (a), Franzoso (c)

Tuberosa (c)

Panzanaro (d), Pepe (d), Maresca (d), Mandarà (a), Cirillo (a), Giordano (d)

JUNIOR BIELLESE LIBERTAS (CAVALIERE)

Carnaroglio (a), Dossena (c), F. Lanza (d), Coppo (c), Aimone (d), Esanu (a), Quatela (d)

Tunno (p), Maglie (d), Salerno (c), Dalessandro (a), De Rosa (d), Bottone (c)

Travaini (a), Comparone (d), Gallo (d)

LASCARIS (Trabucco)

Lagnese (d), Caciotto (p), Bettega (c)

Rizzo (c), Boraso (c), Troilo (p), Mignano (d), Franco (a), Marangone (d), Mangano (d)

Orilio (c)

Pallante (a), Graziolo (c)

Laboroi (c), Perseghin (p), Romaniello (a), Avetta (d), Malizia (d), Scognamiglio (a)

Bonato (d), Mordenti (p)

Cacciatore (d), Parisi (a), Dalessandro (a)

Falco (d), Massimo (a), Barison (a), Ferone (c), Di Benedetto (d), Fassina (a)

-

-

Pinelli (p), Ahmed (d), Caricato (d), Sorrentino (a), E. D’Agostino (a), Carini (c), Ferretti (d), Pinto (a), Salafrica (c), Nastasi (c)

-

Corvino (c), Soncini (a), Ciana (c), Gambuto (d), A. D’Agostino (a), Bustreo (d)

PRO SETTIMO EUREKA (Fornello)

SETTIMO (CRISTIANO) SPORTING BELLINZAGO (BIGICA)

Murriero (p), Lauro (d), Serrao (d), Pantaleo (c), Leto Colombo (c)

Mordenti (p), Mezzela (d), Bonato (d), De Martini (c),Vasoio (a), Banegas (c), Danini (d)

SPORTING CENISIA (DI GIANNI)

-

-

VOLPIANO (Ragagnin)

Parente (c), Piarulli (p), Boraso (c), Mascolo (a)

De Paola (a), Ariaudo (d)

Non è ancora completo l’organigramma delle panchine di Eccellenza. Pino Cristiano ha firmato a Settimo, Ettore Cellerino è il nuovo tecnico dell’Airaschese. E per lui è la prima esperienza in assoluto: “Sono molto contento di questa grossa opportunità che mi ha dato la società, abbiamo un’ottima struttura ed è un posto dove si può lavorare bene. Punto molto sul gruppo dell’anno scorso, non vedo l’ora di iniziare. È il primo anno che spero che le vacanze finiscano presto”. A Busca, invece, si dimette Michele Magliano. Al suo posto è in vantaggio Roberto Aimo, l’anno scorso alla Juniores dell’Albese.

Korreshi (a)

CESSIONI Rignanese (d), A. Nisticò (d), Mirimin (a)

Montone (d), Lugliengo (d)

OBIETTIVI Bonin (a), Bertello (d)

-

Gai (a)

-

Lerda (d)

BUSCA (AIMO 80%)

-

Monge (d), Parola (a), Gozzo (d), Giordana (c)

-

CANELLI (?)

-

-

-

CASTELLAZZO (Delladonna)

Lorusso (d), Porrata (c), Cozza (d)

CAVOUR (Di Leone)

Pareschi (a), Atteritano (a), Friso (d), Savino (c), Ferroglio (d)

Schina (c), Rosaclot (a), Capobianco (c)

Cirillo (a), Crocco (c)

CBS (Nanni)

Sotgiu (p), Benna (d), Niang (c), Badura (a)

Nebbiolo (p), Poesio (d), Kodra (a), Morrone (a), Quadri (c), Basso (c), Lipari (c)

Ferone (c)

CHERASCHESE (Dessena)

Melle (a), Ammendolea (a), Del Buono (c), Moracchiato (c), Malvicino (d), Shjeftni (d), Marengo (p)

Caria (a), Fici (c), Puglisi (d), Davello (d), Cavaglià (d), Sese (a), Chiumente (d), Canavese (c)

Bellino (c)

CHISOLA (SANGREGORIO)

Barison (a), Bellando (p), Viola (d), Cretazzo (c), Picollo (d), Giordano (c), Salvalaggio (p)

Di Nocca (p), Baritello (d), Abalsamo (a), A. D’Agostino (a), Melle (a), Amatulli (c),v Del Buono (c), Moracchiato (c)

Fassina (a), Favale (a)

LIBARNA (Merlo)

Balestra (d), Pergolini (c)

De Nitto (c)

Magnano (d)*, Di Fede (c), Di Lorenzo (c), Mangano (d), Scrivano (c)*, Lapadula (a), Caria (a)

Panzanaro (d), Abate (c), Visciglia (a), Pareschi (a), Crocco (c), Cirillo (a)

Deideri (c), Casamassima (d), Licciardello (d)

Monge (d), Parola (a), Gozzo (d), Giordana (c), Pepino (d)

Lapadula (a), Dalmasso (d), Bono (d), E. Ballario (a), Fiorentino (a), Modica (d), Chiappello (d)

Ricca (c), Sese (a)

Signoretto (c)*, D. Monteleone (a)

Pepino (d), Bonin (a), Savino (c), Scarsi (d)

Bertello (d), Bellino (c)

De Peralta (a), Bruno (d)

Zen (a), Delfino (c), A. Ballario (a)

Sese (a), Bonelli (c), Dalmasso (c), Tavella (a), Barale (c)

Cenghialta (c)

Amato (c), Piscitelli (a), Benali (c)

Trentinella (a), Bonin (a), Frigerio (a)

Falco (d), Massaro (a), De Nitto (c), Cantiello (a), Frascarolo (c), Cincinelli (d), Matteis (a), Peluso (d)

Fontana (d)

Zampella (d)

Basso (p), De Carolis (p)

-

Tinaglia (a), Marchetti (c)

MONTALTO IVREA (Rizzo)

ACQUISTI

ALBESE (Rosso) BENE NARZOLE (Giuliano)

BORGOMANERO (Erbetta)

PANCHINE

TUTTE LE TRATTATIVE DEL GIRONE B

CESSIONI

AYGREVILLE (Benedetti)

ACQUISTI

rone e Gallo. Il Galliate lascia partire Tinaglia e Marchetti e sta valutando le ipotesi Rapisarda (per l’attacco) e il ‘94 Filograno (per la porta), mentre il Montalto Ivrea, dopo i sì di Pallante e Graziolo, ha incassato il no, almeno per adesso, di Bonato. Sarà decisiva la settimana che inizia per il Borgo Vercelli, che, per ora, ha sfoltito la rosa (via, oltre a Strukelj, Spartera, Firrarello e Fornasino), ma cerca sempre un giocatore per ruolo. Giorni di stasi anche per il Gassino: l’assenza di Mazzi per motivi lavorativi ha bloccato le trattative (l’unico certo è D’Agostino), anche se è stato fatto un sondaggio per Giordano, difensore centrale ex Rivoli. Sarà una Cbs giovane e di matrice biancocerchiata,

la squadra di Nanni: dalla Pro Settimo arrivano in prestito Benna, Niang e Badura. Il Cavour, preso Ferroglio, sta valutando la posizione dei fratelli Mazzone, mentre la Pro Dronero ha chiesto al Torino due promettenti ‘95: l’attaccante esterno Tavella e il centrocampista Barale. Il Bene Narzole, che quasi sicuramente disputerà il campionato di Eccellenza, sta provando a rinnovare con Bittolo Bon e Pregnolato e si tutela con due ‘94 dell’Albese, entrambi difensori centrali: il primo è Montone, il secondo è Lugliengo. È pronta a mettere il primo tassello anche l’Albese di Rosso, indipendentemente che sia serie D o Eccellenza, che ha individuato l’attaccante giusto in Andrea Gai.

LUCENTO (PIAZZOLI)

OLMO (Calandra) PINEROLO (BIANCO) PRO DRONERO (Caridi) SALUZZO (Gambino)

Gelfi (d) Cirillo (a), Chiumente (d), Mandarà (a), Moreo (a), Valenza (a)

VALENZANA-MADO (SCHIAVONE)

-


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

12

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • PROMOZIONE Mauro Borrello nuovo tecnico del San Giuliano Nuovo, Penna in pole per la panchina dell’Atletico Gabetto. Chiaroni al Pianezza di Musso LE PANCHINE DELLA PROMOZIONE 2012/2013

 Sterpi 

Sotto Collimato, in arrivo alla Piscinese Riva

STERPI SALUTA NALIN ALLA PISCINESE Dicanosa - Rosa Torino

C

ontinua ad impazzare il mercato di Promozione, questa settimana non sono mancati i colpi ad effetto, da Nalin (accasatosi alla Piscinese Riva), fino all’addio di Sterpi che ha lasciato la panchina del San Giuliano Nuovo destinazione Villalvernia. Al suo posto siederà Mauro Borrello, a cui spetta il difficile compito di ripetere una stagione esaltante. Ma anche Alessio Ballario, che dopo anni lascia la Pro Dronero per approdare al nuovo Centallo, che punta ad un’annata da ricordare. Il Pianezza di Ivan Musso scommette tutto su Chiaroni (ex Mathi Lanzese), ma sono in arrivo novità sul fronte delle uscite.

BSR GRUGLIASCO La squadra, appena affidata a Ferrari (arrivato dal Settore Giovanile della Cbs), si sta muovendo per trovare i tasselli giusti da affiancare ai senatori. In prima fila ci sono Sansone, classe ‘93 del Lascaris, e un portiere. Tra i pali la scelta dovrebbe ricadere su uno tra Del Boccio, Ferrantino, Nebbiolo e Marco Boetto, anche se il tecnico ex Cbs preferirebbe prenderne due e tra tutti vorrebbe con se Ferrantino. Si cerca anche una punta di peso, capace di andare in doppia cifra, garantendo così i gol necessari per la salvezza.

BVS Alla Bvs stava per cambiare tutto, ma alla fine l’allarme è rientrato e il tecnico per la prossima stagione sarà ancora Lapiccirella, quindi ogni discorso legato al mercato è bloccato. In ogni caso ci saranno tante conferme, una su tutte quella di Lucas Piccolo, bomber di proprietà del Settimo, pronto a tornare alla corte di Lapiccirella dopo una buona stagione. Le violette vorrebbero girare l’attaccante da un’altra parte, ma l’italo-argentino è intenzionato a rimanere alla corte di Lapiccirella, dove ha trovato l’ambiente giusto per far valere le sue qualità.

PIANEZZA Ivan Musso sta cercando di rinforzare la propria squadra per disputare un altro campionato da protagonista. Oltre al rientro in campo di Ortoncelli, che ha saltato gran parte della stagione a causa della rottura del legamento crociato, dal Mathi Lanzese è

arrivato Chiaroni, un tassello molto importante che andrà a puntellare una compagine già molto competitiva. Se in entrata non ci saranno molti nomi da registrare bisognerà prestare maggiore attenzione alle uscite, perché è in arrivo una pioggia di ‘tagli’.

SAN GIULIANO NUOVO Nel giro di pochi giorni il San Giuliano Nuovo del presidente Cesare Ricci delinea la situazione sulla sua panchina per la prossima stagione. La conferma di Pierluigi Sterpi sembrava scontata dopo la convincente stagione passata, ma la sua partenza (e quella di Robiano) destinazione Villalvernia giovanili ha costretto la dirigenza a cercare un nuovo allenatore. Mauro Borello inizierà così il corso da nuovo tecnico proprio sulla panchina alessandrina. Dopo qualche stagione passata ai box il tecnico ex Canelli è chiamato a continuare il ciclo positivo iniziato da Sterpi nel campionato dell’anno scorso. Premiata con la coppa disciplina Promozione, la società del presiCRESCENTINESE dente Buffa si muove in vista dell’inizio della prossima stagione sportiva. A guidare la squadra nel prossimo campionato sarà: Gabriele Mondini. Il neotecnico prenderà il posto di Pairotto. Nella scorsa stagione, Mondini, faceva da secondo proprio al tecnico sotituito. La “promozione” della guida tecnica, arriva in seguito alle decisioni della presidenza di offrire all’ex tecnico, Pairotto, un posto come dirigente. Intanto sul mercato dei giocatori la squadra vercellese ha ceduto al Bra (serie D), un promettente prodotto del vivaio. Matteo Mondino, classe ’94 si aggregherà nella prossima stagione alla squadra vincitrice dello scorso campionato di Eccellenza.

ATLETICO GABETTO Dopo l’addio di Antonio Ballario (destinazione Victoria Ivest), autore di una stagione ricca di

soddisfazioni, la società del presidente Ferramosca è alla ricerca del nuovo tecnico che guiderà la squadra nel prossimo campionato. I nomi seguiti più da vicino sono quelli di Marenco e di Penna. Se per il primo è già arrivata la fumata nera, il secondo, Penna, rimane alla finestra. In questi giorni ci dovrebbe essere la chiusura della trattativa e meno di grandi stravolgimenti, la fumata, questa volta, potrebbe essere bianca.

ATLETICO TORINO BSR GRUGLIASCO BVS CARMAGNOLA CASELLE CENISIA COLLINE ALFIERI CORNELIANO CRESCENTINESE DB NICHELINO FOSSANO GAVIESE NICESE ORIZZONTI UNITED PECETTO PEDONA PERTUSA PIANEZZA PISCINESERIVA PONT DONNAZ REVELLO ROERO SAN MAURO SANDAMIANESE SG CHIERI SG NUOVO STRAMBINESE SUSABRUZOLO VDA CHARVENSOD VENARIA VICTORIA IVEST VIGNOLESE VIRTUS MONDOVÌ

TELESCA FERRARI Lapiccirella Bochicchio Goria STRAZZO Raimondi BROVIA MONDINI BARACCO Curetti Paveto Lesca VINEIS GUARDALBEN Macagno DE MARTINO Musso De Vincenzo Milani Careglio LO NANO BIANCHINI Redento Mogliotti Sterpi Bonello ? GOUSSE FERMANELLI Berta BALLARIO Amarotti Mellano

N.B. in MAIUSCOLO i nuovi allenatori

prossima stagione. Per la difesa sono stati scelti Opsi e Paolo Ragnanese. Intanto, un altro difensore che sembrava in dirittura d’arrivo alla corte di Lo Nano si allontana, Di Benedetto sembra non aver trovato l’accordo che lo avrebbe condotto a Roero. Intanto, sfuma un altro “sogno”, quello dell’attaccante Alberto Gerini che con tutta probabilità continuerà il suo corso ad Airasca.

PISCINESE RIVA Ci voleva qualche squadra che nel girone C di Promozione contrastasse la grande protagonista del mercato, il Roero. Dopo l’approdo di Lo Nano e del suo attacco stellare, anche la Piscinese Riva si assicura i servigi di giocatori importanti in fase di attacco. Nella presentazione della squadra avvenuta nella serata di Venerdì 6 luglio, hanno fatto la loro prima apparizione da giocatori della Piscinese Riva, Marco Nalin (ex Atletico Gabetto), Alessio Citeroni (Roero) e Alessandro Collimato (San Mauro). Non solo giocatori di categoria, ma anche molti giovani sono stati uniti al gruppo della Prima Squadra. In arrivo dal Pinerolo, Brandino e Santoro entrambi classe ’95 e Juri Raffoni in arrivo dal Don Bosco Nichelino. Dal settore giovanile piscinese aggregati anche: Andrea Bertarelli e Luca Varone. Come secondo portiere è stato scelto Simone Andrietto in ritorno da un prestito.

ROERO Il Roero è ancora scatenato sul mercato, la società del presidente Sobrero, continua a costruire una squadra che sicuramente punterà ai vertici della classifica nella

CENTALLO Con la nuova stagione ormai alle porte il Centallo, neopromosso, si muove sul mercato e i nomi che girano sono di quelli che cambiano volto ad una squadra. Arrivano, infatti i fratelli Bortolas (Andrea ed Ermes), l’anno scorso al Cvr Rivoli Giaveno

 Musso, confermatissimo al Pianezza 

FOSSANO Alessio Ballario, bomber della Pro Dronero è il pezzo da novanta della campagna acquisti del Fossano, che dopo aver acquisito giocatori di questa portata potrà puntare ad un campionato da protagonista.

BRANDIZZO La squadra di Conta si prepara ad affrontare il prossimo campionato di Promozione con tante ambizioni, ma anche con molte certezze. I nomi più importanti in arrivo sono quelli di Caricato, Perseghin (confermato dopo il prestito di questa stagione) e Anthony D’Agostino, nel mirino anche di altre squadre, tra cui La Chivasso e Hone Arnad.

 De Vincenzo sarà ancora alla Piscinese Riva 

BOVES I ragazzi di Volcan dopo la straordinaria, e storica, promozione puntano ad una salvezza senza troppe preoccupazioni. Per farlo, però, servono gli acquisti giusti, in quest’ottica il Boves regala al suo tecnico Volcan i servigi di Tallone (che ha rifiutato la corte del Pinerolo) e il difensore Matteo Giordanengo. Con l’arrivo di un attaccante di peso e un centrocampista che garantisca qualità e quantità alla linea mediana il Boves sarebbe a posto per affrontare il prossimo campionato di Promozione.

SANTENESE Ritorno che sa di clamoroso a Santena, per l’attacco i santenesi potrenno puntare di nuovo su Valzano, quest’anno all’Airaschese.

 Telesca, guiderà l’Atletico Torino 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

13

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it Ferrauto sarà il portiere del Borgosesia Bra: presto arriva uno tra Baldi e Montante

FUORICAMPO • SERIE D Emanuele Olivetti Torino

N

Novese Berberi + Ferrando Verbania, arriva Poi  Fabrizio Viassi, 48 anni, allenatore della Novese 

onostante le smentite di rito alla fine il nuovo attaccante della Novese è Otijan Berberi. L’ex Asti, protagonista di un’ottima stagione con 16 gol nella lotta salvezza dei Galletti, è pronto a mettersi al centro dell’attacco di Fabrizio Viassi. Sarà dunque Cardini a sacrificarsi in un ruolo più esterno e lontano dalla porta. L’altro tassello da aggiungere era un difensore centrale di esperienza. Anche qui, puntuali, Traverso e Taverna hanno soddisfatto il tecnico: il nome giusto è quello di Federico Ferrando, genovese classe ‘86, in arrivo dall’Acqui. Dal Vigevano poi c’è il terzino Torti: giovanili alla Valenzana, è un destro naturale già però abituato a giocare anche a sinistra. Sugli scudi anche il Santhià che mette a posto centrocampo e difesa con due colpi in arrivo entrambi dall’Olginatese: Rossi e Rampini. Il primo è un centrocampista offensivo, il secondo un vero e proprio puntero: i direttori Mezza e Barbero stanno stringendo la morsa, l’ufficialità potrebbe arrivare a breve. Intanto l’ex Belleri è vicinissimo al Real Vicenza, neopromosso dopo aver eliminato nella corsa playoff l’Airaschese. Sempre attivo il Borgosesia: il ds Simone Di Battista, come anticipato qualche settimana fa, è pronto a chiudere con Umberto Ferrauto, che con ogni probabilità difenderà i pali della compagine di Vincenzo Manzo. Trovato l’accordo anche con D’Iglio: il promettente centrocampista classe ’92 rimane nella valsesia. Altro tas-

sello in arrivo potrebbe essere Begolo, centrocampista centrale classe ’93 del Cuneo, che se sfumerà l’interesse del Torino, dovrebbe vestire comunque granata, ma quello del Borgo. Abbastanza fermo il Chieri, che nel frattempo vede partire il difensore centrale Grancitelli (con il Villalvernia si dovrebbe essere a un passo dalla firma) e Salvalaggio (cha andrà a difendere i pali del Chisola). Pontremoli e Perfetti rimangono ancorati alle conferme, ancora da mettere nero su bianco, di Santoro, Didu, Manasiev e Conrotto. Per il discorso portiere si punterà sicuramente su un giovane. Il nome più caldo ad oggi è quello del Primavera Juve classe ‘93 Sclopis. Un ‘94 invece per l’attacco potrebbe essere Valfrè del Cuneo. I giovani cuneesi sono però un po’ bloccati, perché Rossi, che non ha ancora molti giocatori in rosa, vorrebbe portarsi in ritiro anche loro: i biancorossi partono il 14, questo potrebbe complicare le trattative, anche se probabilmente non sfumeranno. Stesso discorso per Muceli al Bra. Bra che per l’attacco in settimana punterà forte su uno dei due nomi fatti già in queste settimane: Montante o Baldi. Il direttore sportivo Marco Rizzieri è forte su entrambi, deve solo valutare aspetto economico e tattico per poi andare dritto su uno dei due. Infine il Verbania: ufficializzato con tanto di presentazione il nuovo corso targato Fabio Nisticò, si comincia a lavorare al mercato. Dopo Corteggiano del Borgomanero per la difesa (il giocatore potrebbe anche rimanere alla corte di Erbetta) per l’attacco è spuntata l’idea Poi del Gozzano.

SERIE D 2012/2013

 Gianni Koetting 

ASTI BANCHIERI/VENTURINI ACQUI IACOLINO? BRA Daidola CHIERI Sesia DERTHONA ? GOZZANO BORTOLAS NOVESE Viassi SANTHIA’ Koetting VERBANIA NISTICO’ VILLALVERNIASEMINO NB: in MAIUSCOLO i nuovi.

PRIMA CATEGORIA Europa: ritorna Michele Casu. Ricci cerca Bono, Porneala e Di Bernardo per un super Real Canavese Bertone - Ongaro Torino entamente si entra nel vivo del mercato. Dopo le prime settimane caratterizzate solamente da tante voci, ora le varie società stanno iniziando a centrare i primi colpi di mercato ed alcune rose sono già quasi al completo. In casa Europa si è vicini ad una trattativa che avrebbe del clamoroso. Infatti il patron Balocco è pronto al ritorno di Michele Casu. Il gioiellino che a gennaio era approdato a Corneliano, ritornerebbe ad Alba con un incarico anche nelle giovanili sulla panchina o dei Giovanissimi o degli Allievi fascia B. Intanto dopo le partenze di Nervo a Sommariva Perno, Tagliaferro alla Montatese, e Gianni Casu a Roero, gli arrivi rispondono ai nomi di Balocco (figlio del patron Ezio) e Chiarle. L’intento è anche quello di riportare a casa l’esterno alto Ponzone anche se la buona riuscita dell’ operazione dipenderà dalla volontà o meno del Corneliano di trattenerlo.

POZZO PERDE PEZZI

L

BARONI VUOLE TROGLIA RIS Con la fine dell’avventura a Rivarolo, Baroni sta cercando di portare con sè nella sua nuova esperienza al Colleretto Pedanea, Troglia Ris (anche se non è da escludere l’opzione Pertusa), Streito e Lana. Più difficile invece che possano arrivare anche i fratelli Puddu. In uscita ci sono invece Pastore, i fratelli Baldi, Zanchetta, Gechele e Monte che andranno in blocco al Valchiusella in Seconda. Anche Ivano Buccheri sta provando a far fronte alle partenze di Luzzitelli (che ha chiacchierato con il Cenisia), e del duo Carnio-Castrignano che potrebbero finire insieme al Vanchiglia. In quest’ottica i primi innesti si chiamano Alessandro Nisiticò e il blocco del Villarbasse: Schifano, Griva e Orfano. Proprio il Vanchiglia di De Gregorio oltre agli interessamenti dei due citati sopra

 Francesco Luzzitelli lascia il Pozzomaina insieme a Castrignano e Carnio. Arrivano alla corte di Buccheri Alessandro Nisticò, Schifano, Griva e Orfano 

ha sondato per la punta Moreo e per il 92’ Amodeo difensore di proprietà del Settimo quest’anno ad Airasca.

INFERNOTTO: LOI RIMANE L’ Infernotto di Vittorio Zaino che ufficialmente si è insediato sulla panchina è già vicino a portare con se Isaia e Laurenti, entrambi a Pinerolo ma utilizzati con il contagocce. Ma il vero miracolo dell’ex Pinerolo potrebbe essere quello di trattenere Marco Loi. La volontà del giocatore è quella di restare ma tutto dipenderà se si trasferirà in Val di Susa. Se così non sarà la punta dovrebbe rimanere, rinunciando alla corte del Moretta, che intanto sonda la pista Di Biglio. Rimane però il nodo portiere. Infatti Fossat smette di giocare e la dirigenza sta puntando su uno tra Miretti del Villafranca, Cairus del Luserna e Primo della Piscinese Riva. Il Borgaretto intanto ha ufficializzato gli arrivi del portiere Sampieri del Nichelino Hesperia, di Bruerra da Beinasco e del centrocampista Andronico. Il Villar Perosa oltre alle uscite di Manavella, Bosco

e Turetto, ha quasi chiuso la trattativa per il difensore del Cumiana, Berta. Più difficile è invece la strada che porta al compagno di squadra Brescia per il quale bisogna ancora aspettare la decisione del diretto interessato. Anche la Pro Villafranca prova a calare il colpo da novanta con l’acquisto del centrocampista centrale Baracco dello Spartak San Damiano che dovrebbe alzare il tasso qualitativo.

MALIZIA AL BANCHETTE Il Real Canavese pensa all’eventuale ripescaggio in Promozione. Sono in arrivo dal Bajo Dora Cecchetto e il portiere fuoriquota Bono. Ci sono stati invece contatti con il suo omonimo Francesco Bono, quest’anno al Volpiano. Rinforzeranno la rosa di Ricci anche Porneala (ex Strambino) e Di Bernardo, ex Gioventù Rodallese. Il Banchette dal canto suo ha fatto spese per il nuovo tecnico Giamblanco: in arrivo Scognamiglio e Malizia dal Montalto Ivrea, assieme a Ferrero e Sciartoretto dalla Strambinese. È invece un ex Quincinetto il centrocampista Zanitti. Il Real

Sarre appena retrocesso si è accaparrato Diano e Bouamer del Grand Combin. La squadra di Drudi perde anche Lugon, diretto alla neopromossa Quart. La società di Bergamasco ha confermato il tecnico Brigatino e acquistato un nuovo portiere, Scarabelli dello Charvensod.

Mandello. Lasciano invece Zanetti, Tassini e Parma. Il Sizzano sta cercando dei fuoriquota e intanto ha trovato l’accordo con Pettinato, ‘92 della ex Varalpombiese, mentre il Fenusma ha preso Corniolo, attaccante del Pollein. La squadra di Riboni perde però l’estremo difensore Orru, diretto al Monte Cervino.

VALSESIA A PIEDIMULERA

GASBARRO AL GEM

Il Piedimulera si prepara a fare meglio nella prossima stagione. Sono arrivati Valsesia dal Bellinzago e Petrola dal Domodossola, mentre per la difesa ci saranno Ferrario dallo Stresa e Tamini da Gravellona. Nuovo anche il portiere, Amodei, quest’anno al Baveno. Dopo la probabile uscita di scena del Caltignaga sono molte le squadre novaresi che vogliono i giocatori di Colombo. Prima fra tutte il Momo, dove è già approdato il centrocampista Ceci. Non è escluso che la squadra di Miserotti veda altri arrivi oltre a lui e a Corzolari, portiere ex Tornaco. Arriva dal Caltiganga anche l’attaccante Mancini, primo acquisto del Briona, che si è assicurato anche Robusti e Calgaro del

Nel cuneese tra le squadre più in movimento c’è il neonato Gem Tarantasca, che ha rinforzato l’attacco con Tappero e Gasbarro del Pedona, mentre il nuovo portiere, Testa, arriva dalla Pro Dronero. Difficili trattative per l’Ama Brenta Ceva, che cerca un paio di centrocampisti e dovrà scegliere un portiere tra Seferi del Cherasco e Prato della Nicese. Alla Cameranese di Sardo sono già arrivati Pietrosanti, centrale ex Corneliano, Laudando, attaccante dell’ Altarese (squadra della Prima categoria ligure), ed Esposito, esterno della Cairese. Non è da escludere che Sardo continui a pescare nei dilettanti liguri per rimpiazzare i nomi in uscita, Stefan, Scarzello e

Carozzi. Ampiamente rinnovata la rosa del Racconigi. Arrivano Lisa, centrale ‘91 del Carmagnola, tre centrocampisti, Giordano dal Trofarello, Verre dalla Sommarivese e Mendola dal Moretta, il fuoriquota ‘93 Vinai ex Juniores a Bra e Mendola, quest’anno alla Caramagnese. Movimento anche al Sommariva Perno, che si rinforza in attacco con l’ex Centallo Cardellino, mentre il nuovo portiere sarà Comina della Sommarivese. Proprio da Sommariva Bosco arrivano inoltre Occhetto e Grosso, mentre Ventura era a Caramagna. Rigoni perderà però Empolesi, Bennari e Verney, tutti rientrati all’Albese a fine prestito. Tra le retrocesse il Quincitava si è accaparrato Bosonetto, Mascia e Arliori del Pont Donnaz. Nell’alessandrino l’ Ovada è in grande attività: torna infatti Mirko Siri, centrale difensivo d’esperienza, che verrà affiancato dall’ex Tagliolese Andrea Pini. Arriva dalla Silvanese la nuova punta, Andrea Zito. Pochi acquisti per il Bevingros: sono arrivati Muscarella (ex San Giuliano Nuovo) e Fontana dalla Valenzana Mado.

PRIMA CATEGORIA 2012/2013 A.BOSCHESE ALPIGNANO AMA BRENTA CEVA ARQUATESE ASCA AURORA (AL) BAJO DORA BANCHETTE BARCANOVA BEINASCO BEVINGROS BIANZÈ BIOGLIESE BISALTA BORGARETTO BRIONA CAMERANESE CAMERI CARIGNANO CARLO ALBERTO CASSANO CASTELLETTESE CASTELNOVESE CHIAVAZZESE CIT TURIN COLLERETTO G. PEDANEA COOP DRUENT COSSATO CVR DORMELLETTO DRUENTO DUEEFFE ESPERANZA EUROPA ALBA FENUSMA FONDOTOCE FORTITUDO F.O. FULGOR COSSILA GEM TARANTASCA GENOLA GIAROLE SAN CARLO GOLD CALCIO GRAND COMBIN GRAVELLONA HONE ARNAD INFERNOTTO JUNIOR BORGOMANERO JUNIOR CALCIO LA CHIVASSO LE GRANGE LEINÌ MADONNA DI CAMPAGNA MATHI MOMO MONCALVO MONFERRATO MONTANARO MONTATESE MORETTA NICHELINO NIZZA MILLEFONTI NUOVA SCO OLIMPIA SANT’AGABIO OLYMPIC COLLEGNO ORIONE VALLETTE ORNAVASSESE OVADA PAVAROLO PERTUSIO VALPERGA PIATTO PIEDIMULERA POLLONE PONDERANO POZZOMAINA PRO COLLEGNO PRO MOLARE PRO VILLAFRANCA QUART QUINCITAVA RACCONIGI REAL CANAVESE REAL LEINÌ REAL SARRE RIVAROLESE RIVER SESIA ROMAGNANO SAN GIUSEPPE RIVA SAN PIETRO VAL LEMINA SANDAMIANESE SAVIGLIANESE SAVOIA SETTIMESE SIZZANO SOMMARIVA PERNO SPORTING ROSTA SPORTIVA NEROAZZURRA SPORTIVA NOLESE SUNESE TORNACO TRE VALLI TROFARELLO USAF FAVARI VAL DELLA TORRE VALLE CERVO VALVERMENAGNA VANCHIGLIA VERUNO VESPOLATE VIANNEY VICESE VILLANOVA VILLANOVETTA VILLAR 91 VILLAR PEROSA VIRTUS CUSIO VIRTUS VERCELLI VIRTUS VILLADOSSOLA VOGOGNA

Cadamuro MARRESE Briatore ? Nobili ? Barbieri GIANBLANCO Onorato ? Russo Costanzo Peritore LA PORTA VIALE Mancini Sardo Pasquadibisceglie CAVAGLIA’ Buzzacchino Corrado Magrì Maresca Guglielmi Garau BARONII Stella Inglesi Bollo Ardellia ERMANNI Serale/BOTTERO De Rosa GALLO Riboni Vono Minato VERCELLINO CORDERO GIRAUDO Gamba Piras Drudi Castiglioni ZOPPO ZAINO Giromini Pasino? Lami Bellingeri Petrone Mantegari ? Airaudo Miserotti De Rosa BARILE CARLUCCI Mascarello Perla ZAFFARANA OPPEDISANO D’Urso Vecchio ? Longo Ochetti Tafuri DEZIO Perardi ? Cacello De Marco ROCCO BUCCHERI MIGLIACCIO lbertelli Mensio Brigatini MONETTA Chiarla Ricci Mariani GIRELLI MASSARI Brusati Zamburro Pavaretta Battisti Redento ? Zavattero Adamo Sottile Monti Rigoni CATANIA Livieri? Di Muro Cerrutti Di Stefano Bormida BRUNETTA/GATTI Marocco CALABRÒ Albertini Ricci De Gregorio TOSI Mersoni PALUMBO SANTINI Perotti BIANCHI De Simone Wellman Livorno Vicari Pratini FOTI

NB: in MAIUSCOLO gli allenatori nuovi.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

14 JUVENTUS PRIMI CALCI

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

Juventus Primi Calci e Juventus Soccer School: al via pre-iscrizioni ed iscrizioni: già superata quota 350! JUVENTUS PRIMI CALCI

LA CARICA DEI

Si sono aperte da poche settimane le iscrizioni ed oltre ogni aspettativa si è già superata quota 350. Ben 200 iscritti Juventus Primi Calci e 150 iscritti alle squadre Pulcini Juventus Soccer School Torino. Tutti pronti per affrontare una grande stagione in bianconero. Vista l’esponenziale crescita di iscrizioni da settembre 2012 saranno 6 gli impianti che ospi-

www.rokos.it

teranno gli iscritti, per garantire una copertura sempre più capillare del territorio e rispondere ad una domanda sempre crescente. “Quest’anno abbiamo deciso di anticipare le iscrizioni –ha dichiarato Marco Isnardi, JSS Manager - dando a tutti i nostri ragazzi l’opportunità di assicurarsi un posto per la prossima stagione. Dal tre luglio, poi, abbiamo

350

aperto la possibilità di iscriversi a tutti e, sebbene ci aspettassimo un buon numero di iscrizioni queste prime settimane ci fanno davvero pensare in positivo. Il nostro obiettivo di superare quota 1000 e rendere Torino ancora più bianconera sembra sempre più alla portata di Juventus Soccer School!” Juventus Primi Calci è un progetto rivolto ai bam-

www.lczone.it

www.ricoh.it

bini ed alle bambine (5/7 anni) che con entusiasmo si avvicinano al calcio. Nata dall’esperienza del Modello Juventus Soccer Schools e dallo staff tecnico del Settore Giovanile, questa iniziativa è volta a rendere il sogno e la serietà dei metodi di allenamento Juventus alla portata di tutti. e per consentire ai partecipanti di vivere un’esperienza sportiva unica e di venire

www.buddies.it

a contatto con i sani valori dello Sport. L’Applicazione del Manual JSS di Tutela e Protezione dei Minori e dei programmi tecnici Juventus consentono di sviluppare al meglio le potenzialità di ogni bambino all’interno della famiglia bianconera sin dai primi calci nel rispetto delle fasi dell’eta evolutiva. L’attività non e’ soggetta a selezione.

A CHI È RIVOLTO Il progetto Juventus Primi Calci rivolta a tutti i bambini e le bambine dagli 8 ai 12 anni, la scuola calcio Juventus Soccer School è un progetto nato nel 2004 per dare un’opportunità di formazione seria e di qualità a tutti i giovani torinesi (non è prevista selezione per l’iscrizione). Juventus Soccer School mette infatti al servizio dei suoi giovani tutta l’esperienza del modello JSS, permettendo ai partecipanti di vivere “Juventus” in maniera divertente e sicura, sentendosi parte integrante della grande famiglia bianconera. Al termine del percorso in scuola calcio è possibile continuare a giocare in JSS nelle squadre del settore giovanile J-Stars.

TEAM Gli allenatori Juventus Primi Calci lavorano sullo sviluppo delle abilità tecnico–motorie dei bambini, avendo cura anche dell’aspetto socio-culturale della loro formazione al fine di consentire una crescita globale degli individui. L’obiettivo è far vivere ai partecipanti un’esperienza sportiva unica e di venire a contatto fin dalla giovane età con sani valori dello sport e con i principi cardine sui quali si fonda la formazione giovanile all’interno di Juventus. Tutto il Team è selezionato e formato attraverso i corsi Juventus University

VALORI Anche i corsi “Juventus Primi Calci”, come

www.agenziamoncalieri.inaassitalia.it

www.model-master.com

www.jollysportsrl.com

Abiti fatti

www.abitifatti.com

www.nizza32.com

quelli Juventus Soccer Schools, osservano l’applicazione del Manuale JSS Tutela e Protezione dei Minori.

ISCRIZIONI L’iscrizione potra’ essere effettuata presso: Segreteria impianto “San Remo” (via Alberto Sordi 13) di Grugliasco: martedì, mercoledì e giovedì 17.00 – 19.00 (dal 3 luglio al 26 luglio)

ALLENAMENTO DI PROVA Esiste la possibilità di effettuare 3 allenamenti di prova gratuita, per poter “testare” l’ambiente e il “modello JSS” prima di decidere se finalizzare l’iscrizione; è però ovviamente indispensabile prenotare il proprio allenamento.

IMPIANTI Settimo T.se – c/o Star Five, via R. Luxemburg 5/b. Grugliasco – c/o San Remo 72, via Alberto Sordi 13. Torino – c/o ASD Rogimi, c.so Moncalieri 346 Torino – c/o Impianto Time Out, via Servais 200/3 Torino – c/o Varano Sporting Village, via varano 64 Torino – c/o CUS Torino, via Panetti 30

INFORMAZIONI www.juvesoccerschool.com segreteria@juvesoccerschool.com 9:00 18:00 011-506.31.03 infoline progetti JSS 16:30 19:00 011-707.22.81 segreteria scuola calcio

www.globaltarget.it


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

15

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • XXXII SUPEROSCAR Al Parco Einaudi di San Mauro svelati gironi e calendari per il consueto torneo di inizio stagione

QUANTE NOVITÀ Il torneo inizia venerdì 30 agosto e termina domenica 9 settembre con la festa della Scuola Calcio sul campo della Pro Settimo Eureka. Le finali di Allievi e Giovanissimi si giocano venerdì al Victoria Ivest. Per le categorie Pulcini sono stati introdotti due gironi di playoff. De Donno-Zunino San Mauro

puntuale delle classifiche. Le location dove si dispudue mesi dal calcio terà il Superoscar saranno di inizio della tren- i campi delle società orgataduesima edizione, nizzatrici, ognuna impeil Superoscar si è svelato gnata ad ospitare la prima agli occhi di un folto pubfase di una delle nove cateblico nella cornice del Parco gorie partecipanti (ad ecceEinaudi di San Mauro, sede zione del Sanmauro, dove di una delle giocheranno otto società sia 2001 che organizzatrici Giò Frassinelli 2004). Finali dello storico per il Settore “Grazie a torneo del giovanile e calcio giovaper gli Esortutte le società nile torinese. dienti nel che mi fanno nuovoissimo Protagonista e direttore impianto del divertire” d’orchestra Victoria Ivest, della serata, in Via VeroRoberto nese, mentre Gagna, presidente del per i Pulcini la location comitato organizzatore del designata è stata quella Superoscar, ben coadiu- dello Stadio Eureka, in Via vato dal mitico Giò Frassi- Piave a Settimo. Parziale nelli, da anima anima del novità nella distribuzione torneo e soprattutto autore delle finali, con Giovanis-

A

simi e Allievi che finiranno Venaria e Mirafiori (dopo il venerdì sera, i due fascia 19 anni), la serata ha visto B e gli Esordienti il sabato anche due premiazioni. e i Pulcini, che precedono Trofeo Alessandro Ametis, la premiazione finale, la riservato al vincitore della domenica. Ulteriore novità classifica annuale, assenella struttura del torneo gnato al Chieri e premio per i Pulcini: dai gironi iniMazzariol, per la categoria ziali si qualificherà diret- che agisce spesso nell’omtamente bra dei solamente segretari, a la prima Ramacogi Fredi Gallo classificata, del Chisola e “Un torneo mentre le Cattarello del altre quattro Pozzomaina. da esportare squadre che Calcio di nelle altre andranno alla inizio il 30 di seconda fase agosto, preprovince” eliminatoria miazione il passeranno 9 settembre: attraverso un con le date playoff tra le seconde e le di partenza dei campionati terze dei gironi iniziali. fissate al 22 e 23 settembre, Dopo i complimenti di il Superoscar sarà come rito per Atletico Gabetto ogni anno il degno anti(prima partecipazione al pasto dell’inizio dell’attività Superoscar) e alle rientranti agonistica giovanile.

IL SORTEGGIO ALLIEVI 1996 - VANCHIGLIA (Via Ragazzoni 2, Torino) GIRONE A - Pro Settimo, Volpiano, Lascaris, Alpignano GIRONE B - Chieri, Atletico Gabetto, Cbs, Carmagnola GIRONE C - Lucento, Pertusa,. Borgaro, Settimo GIRONE D - Chisola, J Stars, Venaria, Mirafiori. ALLIEVI FB 1997 - LUCENTO (Corso Lombardia 107, Torino) GIRONE A - Chisola, J Stars, Lascaris, Settimo GIRONE B - Lucento, Atletico Gabetto, Venaria, Alpignano GIRONE C - Chieri, Pertusa, Cbs, Mirafiori GIRONE D - Pro Settimo, Volpiano, Borgaro, Carmagnola GIOVANISSIMI 1998 - BARCANOVA (Via Occimiano 17,Torino) GIRONE A - Chisola, J Stars, Venaria, Carmagnola GIRONE B - Chieri, Pertusa, Borgaro, Settimo GIRONE C - Pro Settimo, Atletico Gabetto, Cbs, Alpignano GIRONE D - Lucento, Volpiano, Lascaris, Mirafiori GIOVANISSIMI FB 1999 - PARADISO (Via Vespucci 1, Collegno) GIRONE A - Pro Settimo, Volpiano, Cbs, Carmagnola GIRONE B - Chisola, Atletico Gabetto, Lascaris, Alpignano GIRONE C - Lucento, Pertusa, Venaria, Mirafiori GIRONE D - Chieri, J Stars, Borgaro, Settimo ESORDIENTI 2000 - IVEST (Via Paolo della Cella 15, Torino) GIRONE A - Lucento, Pertusa, Lascaris, Carmagnola GIRONE B - Chieri, J Stars, Venaria, Settimo GIRONE C - Pro Settimo, Volpiano, Borgaro, Alpignano GIRONE D - Chisola, Atletico Gabetto, Cbs, Mirafiori ESORDIENTI FB 2001 - SANMAURO (Parco Einaudi 3/A, Sanmauro) GIRONE A - Lucento, Pertusa, Lascaris, Settimo GIRONE B - Pro Settimo, Volpiano, Venaria, Mirafiori GIRONE C - Chieri, Atletico Gabetto, Borgaro, Carmagnola GIRONE D - Chisola, J Stars, Cbs, Alpignano PULCINI 2002 - MAD. CAMPAGNA (Strada Bellacomba 219, Torino) GIRONE A - Pro Settimo, J Stars, Cbs, Carmagnola GIRONE B - Chieri, Volpiano, Venaria, Settimo GIRONE C - Chisola, Pertusa, Borgaro, Alpignano GIRONE D - Lucento, Atletico Gabetto, Lascaris, Mirafiori PULCINI 2003 - PRO SETTIMO (Via Piave 8, Settimo Torinese) GIRONE A - Chisola, Volpiano, Cbs, Alpignano GIRONE B - Chieri, Pertusa, Venaria, Settimo GIRONE C - Lucento, Atletico Gabetto, Lascaris, Carmagnola GIRONE D - Pro Settimo, J Stars, Borgaro, Mirafiori PULCINI 2004 - SANMAURO (Parco Einaudi 3/A, Sanmauro) GIRONE A - Pro Settimo, Pertusa, Lascaris, Alpignano GIRONE B - Chieri, Volpiano, Venaria, Carmagnola GIRONE C - Chisola, Atletico Gabetto, Borgaro, Mirafiori GIRONE D - Lucento, J Stars, Cbs, Settimo FINALI - IVEST (Via Paolo Veronese 173/a, Torino) ALLIEVI E GIOVANISSIMI - VENERDÌ 7 SETTEMBRE ALLIEVI FB, GIOVANISSIMI FB - SABATO 8 SETTEMBRE ESORDIENTI ED ESORDIENTI FB - SABATO 8 SETTEMBRE FINALI SCUOLA CALCIO - PRO SETTIMO (Via Piave 8, Settimo) PULCINI 2001, 2003 E 2004 - DOMENICA 9 SETTEMBRE

COPPA GRANDE SLAM • IX MEMORIAL ANGELO FANTON

X

ASPETTANDO MISTER  Ristorto, al tavolo con sua figlia, 

discute con Braiato dopo il sorteggio Sopra: Tiziano Gobbato e Marina Truccero

Manca ancora una società per completare il quadro, ma i calendari sono fatti: dal primo al 16 di settembre tutte le categorie, dagli Allievi ‘96 ai Pulcini 2004, si sfideranno sui campi di Vianney, La Chivasso, Nichelino Hesperia, Pro Collegno, Borgaretto, Cenisia e Pertusa. Su quest’ultimo si terrà la premiazione finale

Dicanosa - Rosa Collegno (TO)

C

i saranno un po’ di sorprese alla Coppa Grande Slam, giunta alla nona edizione del Memorial dedicato ad Angelo Fanton. Mercoledì, nella sede della Pro Collegno, sono stati sorteggiati i gironi, ed è stato presentato il torneo. Cambiano le date e ci sono alcune cose ancora da vedere. Andiamo per gradi: il torneo inizierà il primo di settembre, per finire il 13 per Allievi, Allievi Fascia B, Giovanissimi e Giovanissimi Fascia B, mentre per Esordienti, Esordienti Fascia B e tutte le categorie di Pulcini il Grande Slam finirà il 16 settembre. Per quanto riguarda le sorprese ci sono le defezioni di Pozzomaina e Atletico Torino, che non prenderanno parte al torneo. La notizia ha lasciato tutti un po’ perplessi, ma non ha scoraggiato gli organizzatori, che hanno iniziato il sorteggio con un bigliettino nominato ‘XXX’. C’è ancora qualcosa da definire, ma le date e i calendari sono stati stabiliti. In questa edizione vedremo un Pertusa assente (giocherà il Superoscar) ma comunque al centro della Coppa, dato che tutte le finali si giocheranno sull’impianto di via Genova 161 a Torino. Gli altri campi che ospiteranno i gironi

iniziali sono quelli di Vianney, La Chivasso, Nichelino Hesperia, Pro Collegno, Borgaretto e Cenisia. Tutti andranno all’inseguimento dell’Ardor San Francesco, che nella passata stagione aveva trionfato. La squadra di San Francesco al Campo non è nell’elenco delle 16 partecipanti e quindi non potrebbe bissare il successo della scorsa stagione. A meno che non sia proprio l’Ardor San Francesco il tanto agognato ‘Mister X’ che andrebbe a completare il quadro delle partecipanti. Il tempo c’è, ma come al solito inizia a stringere e la soluzione va trovata a breve giro di posta, come conferma Ristorto: “Ero già convinto di avere tutte le squadre, ma all’ultimo siamo rimasti con una in meno. Ora vedremo come risolvere la situazione, ma penso che a brevissimo potremo dire con certezza chi sarà la sedicesima squadra di questa Coppa Grande Slam”. In attesa di scoprire chi prenderà il posto delle fastidiose ‘XXX’ l’unica certezza è che ci saranno tante sfide ad infiammare i campi del torinese, perché prima dell’inizio dei campionati la tradizione vuole che il Grande Slam e il Superoscar facciano da trampolino di lancio per la nuova stagione. Un torneo a cui non manca nulla attende solo il suo ‘Mister X’.

IL SORTEGGIO ALLIEVI 1996 - VIANNEY (Via Bartoli 19/B,Torino) GIRONE A - Cenisia, Gassino, La Chivasso, XXX GIRONE B - Vianney, Barcanova, N.Hesperia, SF Venaria GIRONE C - Pro Collegno, Bsr Grugliasco, SanMauro, S.Rita GIRONE D - Vanchiglia, V.Ivest, Pool Ciriè, Sp. Rosta ALLIEVI FB 1997 - LA CHIVASSO (Viale Matteotti 11, Chivasso) GIRONE A - Vianney, Bsr Grugliasco, La Chivasso, S.Rita GIRONE B - Vanchiglia, Gassino, Pool Ciriè, Sp. Rosta GIRONE C - Pro Collegno, Barcanova, SanMauro, XXX GIRONE D - Cenisia, Victoria Ivest, N.Hesperia, SF Venaria GIOVANISSIMI ‘98 - N. HESPERIA (Via Berlinguer 40, Nichelino) GIRONE A - Vianney, Bsr Grugliasco, La Chivasso, Sp. Rosta GIRONE B - Pro Collegno, Gassino, Pool Ciriè, SF Venaria

GIRONE C - Cenisia, Barcanova, N.Hesperia, S.Rita GIRONE D - Vanchiglia, V.Ivest, SanMauro, XXX GIOV. FB ‘99 - PRO COLLEGNO (Via Antica di Rivoli 15, Collegno) GIRONE A - Vanchiglia, V.Ivest, Pool Ciriè, SF Venaria GIRONE B - Cenisia, Barcanova, SanMauro, XXX GIRONE C - Vianney, Bsr Grugliasco, La Chivasso, Sp. Rosta GIRONE D - Pro Collegno, Gassino, N.Hesperia, S.Rita ESORDIENTI 2000 - BORGARETTO (Via F.lli Cervi 8, Borgaretto) GIRONE A - Pro Collegno, V.Ivest, N.Hesperia, XXX GIRONE B - Vanchiglia, Barcanova, Pool Ciriè, Sp. Rosta GIRONE C - Cenisia, Gassino, La Chivasso, S.Rita GIRONE D - Vianney, Bsr Grugliasco, SanMauro, SF Venaria

ESO. FB ‘01 - PRO COLLEGNO (Via Antica di Rivoli 15, Collegno) GIRONE A - Vianney, Bsr Grugliasco, SanMauro, S.Rita GIRONE B - Pro Collegno, Barcanova, Pool Ciriè, SF Venaria GIRONE C - Cenisia, V.Ivest, N.Hesperia, XXX GIRONE D - Vanchiglia, Gassino, La Chivasso, Sp. Rosta PULCINI 2002 - CENISIA (Via Revello ,Torino) GIRONE A - Vanchiglia, V.Ivest, La Chivasso, XXX GIRONE B - Pro Collegno, Barcanova, N.Hesperia, Sp. Rosta GIRONE C - Cenisia, Bsr Grugliasco, SanMauro, SF Venaria GIRONE D - Vianney, Gassino, Pool Ciriè, S.Rita PULCINI 2003 - PERTUSA (Via Genova 161,Torino) GIRONE A - Pro Collegno, Barcanova, SanMauro, S.Rita GIRONE B - Vanchiglia, Bsr Grugliasco, Pool Ciriè, Sp. Rosta

GIRONE C - Vianney, V.Ivest, La Chivasso, XXX GIRONE D - Cenisia, Gassino, N. Hesperia, SF Venaria PULCINI 2004 - PERTUSA (Via Genova 161,Torino) GIRONE A - Cenisia, Barcanova, La Chivasso, SF Venaria GIRONE B - Vanchiglia, V.Ivest, Pool Ciriè, XXX GIRONE C - Vianney, Bsr Grugliasco, SanMauro, S.Rita GIRONE D - Pro Collegno, Gassino, N.Hesperia, Sp. Rosta FINALI - PERTUSA (Via Genova 161,Torino) ALLIEVI E ALLIEVI FB - GIOVEDÌ 13 SETTEMBRE GIOVANISSIMI, GIOVANISSIMI FB - GIOVEDÌ 13 SETTEMBRE ESORDIENTI ED ESORDIENTI FB - DOMENICA 16 SETTEMBRE PULCINI 2001, 2003 E 2004 - GIRONE FINALE DI TUTTE LE CATEGORIE DEI PULCINI DOMENICA 16 SETTEMBRE


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

16

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it JUNIORES • DE TULLIO FUTURO IN BIANCONERO Finisce dopo sei mesi l’avventura di De Tullio all’Atletico Gabetto. Dopo Lucento, e appunto la scoietà del presidente Ferramosca, l’attaccante classe ‘95 la prossima stagione vestirà la maglia bianconera del Lascaris. De Tullio decide quindi di seguire il direttore sportivo Carlo Pesce, che l’aveva fortemente voluto a gennaio per rinforzare la rosa di Gianluca Petruzzelli. Da agosto metterà a disposizione gol e tanta buona volontà per il tecnico Balla, sperando di guadagnare anche qualche presenza in Eccellenza.

ALLIEVI • TARTAGLIA TRA ALESSANDRIA E J STARS Il “The Wall” del Lucento abbandona Corso Lombardia. Tra i tanti talenti che lasceranno la società rossoblù c’è anche il difensore Tartaglia. Fino alla scorsa settimana il suo passaggio, insieme a Cannata e Di Bella, all’Alessandria sembrava cosa fatta. Negli ultimi giorni la J Stars si è inserita nella trattativa, spingendo con insistenza per avere sia lui che Francesco Cannata. Di Bella, invece, sarà sicuramente un giocatore degli orsi la prossima stagione, così come Pompa e Zullo andranno alla Pro Vercelli.

ALLIEVI FASCIA B • OROFINO IN COLLINA CON RICARDO Orofino in collina con Massimo Ricardo. L’attaccante la prossima stagione sarà il goleador degli Allievi fascia B del Chieri. Il Chieri, però, non è stata l’unica società a cercarlo visto che si sono fatti sotto diversi club dilettanti, Vanchiglia e Pro Settimo su tutte. L’attaccante però ha ringraziato e ha deciso di seguire il tecnico Ricardo in collina. Non sarà l’unico giocatore dell’Atletico Gabetto a lasciare la società di Ferramosca per approdare al Chieri. La stessa strada la faranno Perruquet, Lupo e Bellan.

GIOVANISSIMI • STELLUTI RINFORZO PER ENZO GROSSO Con i loro gol e le loro giocate hanno trascinato il Ciriè Orbassano dietro le spalle della J Stars. Un’annata splendida per Stelluti e Fiorillo, che l’anno prossimo passeranno sulla sponda bianconera. Saranno le due punte di diamante a servizio di Enzo Grosso per ritentare l’assalto al titolo regionale. Con loro si è mosso anche il centrocampista centrale Pautasso, al quale spetterà il difficile compito di sostituire il regista De Bonis, sempre più vicino ad accasarsi in una squadra professionista.

FUORICAMPO • IL MERCATO DEI GIOCATORI ALLIEVI - Paradiso Collegno, presi Gherbezza, Imbimbo, Mecca, Gaido, Priolo, Perolin, De Angelis e Lorusso In rossoblù anche Pinca, Ceste, Martorano, Petrini, Di Leonardo, Re, Maiani e Piramide Aleksovski, Berutto e Caretto i primi colpi del Chieri. Pro Collegno, in tre dal Pozzo: Lessio, Lupo e Lorenzo Saccullo-Berta nuova coppia gol per il Venaria di Scognamiglio

 D’Alterio 

Potrebbero salutare le Volpi i bomber Caligiuri e Cosenza, destinati a Ivrea e Borgaro Giustizieri e Cogerino i botti del Venaria. Martin alla corte di Cucca Lucento scatenato, arrivano Corona, Rotolo, Damiani, Panero, Vessuti e Di Giglio

ALLIEVI FASCIA B  Testa 

LUCENTO VOLPIANO IPOTESI IL RITORNO D’ALTERIO DI TESTA P

assata la data fatidica del 30 giugno, in cui tutti si sono liberati, si è letteralmente scatenato il mercato delle dilettanti. Tra le sicure protagoniste della prossima stagione ci sarà il nuovo Paradiso Collegno di Casciani, che da zero ha già iniziato a costruire una squadra di livello: l’ossatura di base è già composta, con i portieri Gherbezza dal Barracuda e Montrano dallo Sporting Rosta, i difensori Imbimbo dalla Cbs, Mecca e Gaido dal Lascaris e Peiracchia dall’Atletico Torino, i centrocampisti Priolo dal Lascaris, Xausa dall’Atletico Torino, Perolin dalla Cbs, Fedele dello Sporting Rosta, De Angelis dall’Atletico Torino, mentre per l’attacco hanno già firmato Lorusso del Pozzomaina, Cestone dello Sporting Rosta, Simonetti del Cenisia e Coratella dall’Atletico Torino. Scatenato anche il Lucento che sta cercando di allestire una rosa competitiva per Paolo Gribaudo: dal Chisola arriveranno Pinca e Ceste, che torna in rossoblù, dalla Cbs cambiano aria l’attaccante Martorano e il difensore Petrini, dal Vanchiglia sono in arrivo Di Leonardo e Re, mentre dall’Atletico Gabetto cambierà casacca Maiani. I rossoneri stanno provando a convincere a cambiare casacca D’Alterio del Borgaro anche il centrocampista e l’attaccante Piramide, la squadra che sarà allenata da Gatti perde queste due pedine e le sostituisce con Gentile dal Chisola e Fiore dal Lascaris e inoltre dall’Ardor San Francesco dovrebbe arrivare Bruschi. I bianconeri di Beretti potrebbero perdere anche Poluzzi

che dovrebbe accasarsi al Chieri, dove troverebbe il centrocampista Aleksovski dal Chisola, che sarà seguito anche dai compagni di squadra Berutto e Caretto. Molto attive sul mercato anche Pro Collegno e Volpiano. Terrano la prossima stagione avrà a disposizione dal Pozzomaina il centrocampista Lessio e gli attaccanti Lupo e Simone Lorenzo, dall’Olympic Collegno firmeranno il portiere Battistella e l’esterno Girotto, mentre da sponda San Mauro giungeranno il terzino destro Vanelli e il centrocampista Andrej. Da Collegno partiranno, direzione Pianezza, Beretti e Pia. Le volpi, invece, si sono assicurati la seconda punta del Gassino San Raffaele D’Agostino e l’esterno del Lucento Caldarelli,

mentre hanno perso il portiere Chisoli che dovrebbe andare alla J Stars, che sta tentando Tartaglia e Cannata, quest’anno al Lucento, che la scorsa settimana sembravano ad un passo dall’Alessandria. Non solo Ciccio Vogliotti ha pescato dal Gassino, infatti anche la Pro Settimo ha prelevato dalla stessa società quattro giocatori: l’esterno alto Cofano, i difensori Lancione e Pischedda e l’attaccante Misserianni. Anche Serra al Vanchiglia vuole allestire una squadra che sappia d i r e la sua la prossima stagione. Dal Barcasalus arriverà il centrocampista Bat, che avrà la compagnia in campo di Reposi e Azzouzi (entrambe attaccanti) in arrivo dal Cenisia, mentre dal Centrocampo firmeranno Istoc e Majmeddine. Non sta a guardare neanche il Venaria che ha praticamente chiuso per il centrocampista del Chisola Seminario, il portiere del Borgaro Saporito, l’attaccante del Lucento Saccullo, che dovrebbe fare coppia con Berta in arrivo dal Vanchiglia. Il Pertusa ha prelevato dal Mirafiori Raucci, mentre l’Ivrea ha provato del Santhià Ferrino e Prevosto, che in settimana dovrebbero dare una risposta.

L

ucento grande protagonista di questa prima fase del mercato giocatori, con tantissimi nomi sia in entrata che in uscita per la futura squadra di Rotolo. In arrivo dall’ Alpignano, che il tecnico allenava quest’anno, ci sono tre nomi: Corona, Fabio Rotolo e Damiani (che però è richiesto anche dal Cuneo e soprattutto dalla Pro Vercelli). Altri nomi di spicco sono l’esterno Panero, di proprietà del Toro e lo

 Ferrero A sinistra: Aleksovski 

scorso anno a Venaria, l’attaccante Vessuti dall’Atletico Torino, il portiere Di Giglio dal Venaria, i difensori Granchi dalla J Stars, Ciccariello dal Lascaris, Schiavone dall’Atletico Torino e Ditria dal Rivoli e il centrocampista Chincoli dall’Ivest. Ciliegina sulla torta del mercato potrebbe poi essere

il ritorno di Grossi dal Torino. Tantissime novità anche per il nuovo Chieri di Max Ricardo: il tecnico porta con sè dall’Atletico Gabetto Perruquet, Lupo, Bellan e il bomber Orofino, e rinforza la squadra anche con il portiere Marinaro, il regista Vaira e la punta Didero, tutti e tre in arrivo dalla Bruinese. Altro rinforzo è Capocchiano, proveniente dal Lascaris. Tra gli avversari dei collinari, favoriti d’obbligo, ci sarà la J Stars di Paolo Petrucci, che si gode il trequartista dell’Atletico Torino Salvador e il portiere della Pro Collegno Di Guardo, mentre spera di portare a termine altri tre colpi: per l’attacco Dolce del Lascaris (che piace anche al Chieri) e Bonfiglio dalla Cbs (vicino però anche al Vianney di Gnan). La speranza è di arrivare anche a Mulatero del Cuneo, che potrebbe essere girato ai bianconeri in prestito. Tra le favorite ci sarà anche l’Ivrea che è vicino al bomber del Volpiano Caligiuri e ha provato anche Vignali e Landorni della Junior Biellese, che dovrebbero però restare in banconero. In uscita probabilmente Ottuso, Tabasso e Ferraris, che si trasferirà al Monte

Cervino. Altra protagonista di grande movimenti il Borgaro, che strappa al Venaria il quartetto di ex lucentini Gaglianese, Foti, Malfatto e Cassalia e soprattutto è sempre più vicino a piazzare il doppio colpo per l’attacco Arancio (dalla J Stars) e Cosenza (dal Volpiano). Il Lascaris pesca Celoro, Venturato e Santovito dall’Atletico Gabetto, il portiere Porzio dal Druento e spera di strappare Martin al Vanchiglia. In uscita D’Alessandro e Crovagno. Si rinforza anche il Vanchiglia di Cuccarese, ormai vicinissimo al centrocampista Martin dall’Alpignano e in trattativa con il Torino per avere un difensore (piace Vitrotti, che però sembra destinato a un altro anno di prestito al Chieri). Il Volpiano, che rischia di perdere la sua coppia d’oro Cosenza-Caligiuri, si rinforza con il rientro dal prestito a Casale di Testa, col centrocampista Piovesan dalla J Stars, col terzino sinistro Biccari dal Leinì, e due arrivi dalla Valenzana: l’esterno sinistro Vardè e l’attaccante Bruno. Tanti arrivi anche al Venaria: Giustizieri, attaccante dal Chisola, Cogerino, centrocampista dal Lucento, Nobile, cen-

trocampista dal Pianezza, Simonetta, esterno sinistro dall’Ivest, Viana, portiere dal Lucento, Farisè e Reale, entrambi difensori dall’Ardor San Francesco. Una delle sorprese della stagione, L’Europa di Chicco Lombardi, pesca il portiere Samuele Lano dalla Ferrero e il regista Amico dal Nizza Monferrato. Nel torinese al Pertusa (che perde Aziz, destinazione Cbs) arrivano Dion dal Pool Ciriè, Bertarelli dal Chisola e Muserra dal Vanchiglia, mentre il Vianney prende Faraudo dal Ciriè Orbassano, ed è vicino a tre ex Cbs come Bonfiglio, Verderosa e il portiere Marchio. La Pro Settimo pesca il centrocampista Ferrara dal Vanchiglia, al Barracuda arriva l’attaccante Gravina dal Vianney, mentre l’Atletico Torino ha cercato Casabona del MIrafiori. Per la Pro Collegno i rinforzi sono il centrocampista Foch dalla Bruinese e il difensore ex Pertusa e Cbs Fabio Ferrero, che lo scorso anno ha terminato al Mirafiori. Il Carmagnola infine potrebbe perdere, dopo Tuninetti, anche alcuni giocatori, che vorrebbero seguire il tecnico a Bra: su tutti Desogus e Vigliaturo.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

17

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • IL MERCATO DEI GIOCATORI VERSO LE PROFESSIONISTE - Salutano la collina, destinazione Granda, anche Montalti, Tarantini, Giordano, Gallo e Bandirola I biancorossi contendono al Torino il centrocampista della J Stars ‘98 De Bonis Pro Vercelli, dal Lucento arrivano Pompa e Zullo Fogli pesca dal Chieri: Perrone, Di Savino e Cochis

 Mazza del Pertusa. 

A destra: De Bonis, Pompa e Perrone.

PAGINE A CURA DI LUDOVICO DE DONNO BEATRICE DI ZAZZO DANIELE PALLANTE ANDREA ZUNINO

M

MAZZA

VERSO CUNEO

entre si anima il mercato dilettantistico le professioniste cercano ancora di piazzare qualche colpo, pescando il meglio dai campionati regionali per rinforzare i propri organici. In questa estate uno dei bacini dal quale le prof piemontesi hanno pescato di più è sicuramente il Lucento, i quali talenti di tutte le annate hanno ricevuto offerte. I più ambiti sicuramente i ‘96, con l’esterno d’attacco Zullo e il terzino Di Bella destinati alla Pro Vercelli. Verso l’Alessandria dovrebbero invece spostarsi il difensore Tartaglia, il terzino Pompa e il regista Cannata (conteso però anche dalla J Stars, così come il compagno Tartaglia). Dai ‘97 è ormai ufficiale la partenza di Esposito e Licciardi, rispettivamente attaccante e esterno di centrocampo, anche loro con destinazione Pro Vercelli. I ’97 vercellesi dovrebbero riavere nel proprio organico anche l’esterno La Rocca, di rientro dal prestito al Vianney. Per i propri Giovanissimi nazionali le Bianche casacche avrebbero anche voluto prelevare, sempre dal Lucento, Bassanetti, ma il talen-

tino rossoblù ha deciso di restare alle dipendenze del nuovo tecnico Senatore almeno per un altro anno. Sempre restando in casa Pro Vercelli, gli Allievi ‘96 si rinforzeranno anche con tre arrivi dal Chisola: Arposio, Sposato e Bunino (negli ultimi mesi della stagione alla Juventus). Piace inoltre moltissimo il talento d’attacco Bianco, che ha giocato l’intera stagione con gli Allievi della J Stars, ma sul quale è forte anche l’interesse del Torino. Altro ‘96 conteso dalla Pro Vercelli è il difensore della j Stars Montesantangelo, che piace però moltissimo anche al Cuneo. Sempre per la Pro Vercelli acquisto invece quasi certo per i ’97, con il portiere Capello che lascia la J Stars vice campione regionale. Oltre alla Pro Vercelli, la grande protagonista del mercato è il Cuneo: per i ‘96 arrivi in massa dal Chieri: oltre al già annunciato Montalti, arrivano infatti Tarantini, Giordano, Gallo e il match winner dell’ultima finale regionale di categoria, Umberto Bandirola. Sempre per gli Allievi piacciono anche l’attaccante del Pertusa Mazza, che potrebbe così pro-

vare il salto al profesionismo senza mai aver giocato un campionato regionale, e Chieppa del Mirafiori. Un arrivo anche nei ’97, Barbieri dal Busca, mentre altre grandi manovre sono in corso per il gruppo dei Giovanissimi nazionali ’98. Dal Roletto Val Noce, sorpresa stagionale, arriva l’attaccante Bianco. In bancorosso hanno provato anche i fratelli Cono, classe ’98, rispettivamente portiere e attaccante del Lascaris. Sempre nei ’98 si complica invece un po’ la trattativa per De Bonis: il regista della J Stars, dato già quasi per certo in biancorosso, è stato infatti cercato anche dal Torino, che si è inserito nella trattativa. Sempre in casa Torino, dopo le conferme degli arrivi per gli Allievi di Perrone, Di Savino e Cochis dal Chieri, rientrano alla base dal Lucento i ’96 Cairola e Pasqualotto: nel caso i ragazzi non rientrassero nei piani della società i rossoblù sarebbero ben contenti di rinnovare il prestito. Poche novità invece sull’asse Juventus-dilettanti: di sicuro c’è la conferma i bianconero del ‘99 Naimo, arrivato a dicembre dal Barracuda.

FUORICAMPO • LE PANCHINE DELLE GIOVANILI • GIOVANISSIMI Dalla Pro Collegno approdano alla corte di Marino anche Zanella, Scinavia e Calò Il Lucento pesca dal Settimo due talenti, il regista Conigliaro e il portiere Lazzarato Vuolo è il rinforzo per l’attacco del Borgaro

GIOVANISSIMI FASCIA B

 Salvatore Franco. 

A sinistra: Carbonaro e Conigliaro

PARADISO NARETTO CARBONARO ARRIVANO PER L’ATTACCO I FRANCO U

lteriore rinforzo dalla Juventus per la J Stars di Enzo Grosso: dopo l’arrivo di Manusia (e quelli di Fiorillo, Stelluti e Pautasso dal Ciriè Orbassano) i campioni regionali in carica sono vicini a prendere anche un altro ex Juventino, Corsucci. Il Chisola aggiunge invece al tris prelevato dall’Atletico Gabetto (il portiere Cavaglià, l’attaccante Germinario e il difensore Buscaglia) anche i centrocampisti Tuzza e Potenza rispettivamente da Pool Ciriè e Don Bosco Nichelino. L’Atletico Gabetto, nonostante le perdite di spessore, registra anche tanti nuovi arrivi: il portiere Stella dal Don Bosco Nichelino, il centrocampista Alcaro dalla Cbs, il quartetto dal Ciriè Orbassano composto da Camisassa (attaccante), Gaspanello (difensore), Devalle (difensore) e Ricotta (esterno), il portiere Canavacciolo e l’attaccante Loisi. Si muovono con tanti innesti anche Lascaris e Lucento: in bianconero approdano Peirone

dal Ciriè Orbassano, Bau e Di Ninno dalla Bruinese, la punta Parisi dall’Atletico Torino, il portiere Castagno dall’Alpignano, il difensore centrale Nepote e Turella dalla Valenzana; in Corso Lombardia invece i nuovi innesti per Senatore sono quelli di Gianpalmo, esterno alto dall’Atletico Gabetto, Petitti, portere dal cenisia, Lazzarato, portiere dal Settimo, Conigliaro, centrocampista dal Settimo, e Cravero, figlio del grande Roberto e centrocampista ex Mathi Lanzese. Dopo la conferma di Bassanetti potrebbe inoltre arrivare anche quella di Zichitella, nonostante le insistenti richieste della J Stars. Per la Pro Settimo i rinforzi rispondono al nome di Cecchi e Murdocca, centrocampisti in arrivo dalla J Stars, e di Crepaldi, difensore dalla Valenzana. Al Borgaro il primo nome nuovo per Sini è quello di Vuolo, punta dalle grandi doti in arrivo dall’Ardor San Francesco. Quattro arrivi certi anche per il Paradiso: dalla Pro Collegno

arrivano infatti in massa Zanella, Carbonaro, Scianavia e Calò. Pro Collegno che perde anche Capelli, destinato al Bacigalupo. Il Venaria si rinforza invece con un tris dalla Valenzana: Dangiullo, portiere, Secchieri, centrocampista, e Scorcione, difensore. In arancione arrivano anche i fratelli Pellegrino, il difensore Andrea e il centrocampista Edoardo. Tanti movimenti anche in casa Barracuda: per il partente Turcin, destinato all’Atletico Torino, arrivano il portiere Canu dalla Sardegna, il centrocampista Riva dalla Rivarolese, il terzino sinistro Nicolella dal Pozzomaina e il trio dal Nichelino Hesperia Di Gianni (difensore), Amico (centrocampista) e Visconti (attaccante). Il Volpiano di De Simone prende il difensore Preci dal Vanchiglia, mentre il Leinì si rinforza con Guindani da Ciriè, Quaglia da Borgaro e Cabotti dal Settimo. Rinforzo anche per il Bsr, che pesca Fiorentino dall’Accademia Grugliasco.

L

a categoria esordiente nel Settore giovanile, quella dei Giovanissimi fascia B ‘99, è come spesso accade quella che vede meno movimenti di mercato, almeno in questa prima fase. Chi ha già piazzato diversi colpi è il Lucento di Beppe Naretto, che si è già assicurato i fratelli Alessandro e Salvatore Franco, rispettivamente centrocampista e difensore, dall’Accademia Inter. Altro ex neroazzurro in arrivo è il centrocampista Caroppo, che farà reparto con l’ex Pro Collegno Lo Giudice, l’ex Lascaris Chiavicati e l’ex Vanchiglia Revello. Dal Vanchiglia arriva anche il portiere Alonci, mentre dal Borgaro ci sono il difensore Guidi e l’attaccante Liparotti. La J Stars tratta invece con le profesioniste, con i tagli della Juve Flippone e

Cremonini e quello del Toro Pautassi come possibili arrivi. L’Accademia Inter, oltre alle tre partenze per il Lucento, perde anche il portiere Maraventana, diretto al Lascaris. Due arrivi importanti per il forte gruppo ’99 del Barracuda, con il difensore centrale dell’Atletico Torino Mariani e l’attaccante Esu della J Stars che approderanno alla corte di Ghirardi. Alpone, difensore del River Mosso, approda al Venaria, mentre l’Atletico Gabetto pesca in massa dal Ciriè Orbassano: in arrivo ci sono infatti il portiere Marongiu, il centrocampista Soatto, il difensore Cirillo e gli attaccanti Costante e Canale. Due rinforzi anche per l’Accademia Grugliasco: arrivano infatti Zito dal Bsr Grugliasco e Furcas dal Don Bosco Rivoli.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

18

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • LE PANCHINE DELLE GIOVANILI Il quadro tecnico della Virtus Canelli: Barbero, Liborio, Billia e Ferraris

ALESSANDRIA E ASTI

D

opo la fusione con il Castelnuovo Scrivia sono ormai chiare le idee della Castelnovese. Per la Juniores ci sarà Redi, che porterà avanti il suo gruppo, che aveva ben figurato la scorsa stagione, vincendo il titolo provinciale Allievi. Gli Allievi saranno presi da D’Aglio, che l’anno scorso allenava i giovanissimi della Castelnovese, mentre i Giovanissimi saranno sotto la responsabilità di Basile. Non ci saranno gli Allievi fascia B e i Giovanissimi fascia B, con i migliori elementi di queste annate che giocheranno con la categoria piena. Il responsabile del Settore giovanile sarà Mauro Turco, mentre il direttore sportivo sarà Setti.

REDI, D’AGLIO E BASILE A CASTELNUOVO

ASCA

GIAROLE SAN CARLO

COLLINE ALFIERI

Iniziano a delinearsi i quadri della società alessandrina: la Juniores infatti sarà allenata da Colombo. Non ci saranno le categorie Allievi, Allievi fascia B e Giovanissimi fascia B. Per quanto riguarda i Giovanissimi ci sono ancora molti dubbi ma un’unica certezza: non ci sarà Piras. L’allenatore che l’anno scorso allenava i Giovanissimi dell’Asca nella prossima stagione sarà al Don Bosco Alessandria.

La società alessandrina ha sciolto ogni dubbio in merito alla panchina della Juniores: sarà di nuovo Beppe Fava che già allenava il gruppo lo scorso anno e si occuperà solo di questa categoria. L’indecisione era infatti sulle annate da affidare a Fava che già negli ultimi mesi della scorsa stagione aveva tenuto le redini sia degli Allievi che della Juniores. Il Giarole San Carlo ha anche deciso di iscrivere al prossimo campionato solo le categorie degli Allievi fascia B e Giovanissimi fascia B per il settore giovanile e per la Scuola calcio una squadra di Esordienti e una di Pulcini misti; quest’ultima sarà allenata da Mauro Martinotti, mentre ancora non si conoscono i nomi degli altri allenatori.

Ancora niente di sicuro per quanto riguarda il futuro organigramma delle panchine del Colline Alfieri, tranne qualche nome di tecnici confermati. Come già scritto nelle scorse settimane, le annate degli Allievi fascia B, Giovanissimi e Giovanissimi fascia B dell’Astisport si mescoleranno con quelle del Colline Alfieri, e di conseguenza anche alcuni tecnici si sposteranno di società. Gli unici due nomi sicuri sono quelli di Moretti, che allenerà la Juniores, e di Masi, che allenerà gli Allievi ’96.

AURORA “Tutto in famiglia”, si potrebbe dire, dato che per l’Aurora Calcio le panchine del prossimo anno consistono in uno scambio di categorie tra i tecnici. A parte la riconferma di Primavera come allenatore di Juniores e Prima Squadra, il resto della lista sarà il seguente: alla guida degli Allievi ’96 ci sarà Milazzo, ex tecnico dei ’99 che il prossimo anno saranno invece guidati da Vergendo. Quest’ultimo infatti lascia i ’97 nelle mani di Castellani e qui si chiude il cerchio. Rimane dunque da decidere chi allenerà i ’98, futuri Giovanissimi.

LA SORGENTE L’unico nome confermato al momento è Ricuccio per la Juniores, ma il resto delle panchine giovanili continua ad essere un rebus. Solo due in realtà i tecnici che mancano, visto che non verranno iscritte le squadre degli Allievi fascia B ’97 e quella dei Giovanissimi ’98.

VIRTUS CANELLI E’ ufficiale che per la prossima stagione le giovanili del Canelli verranno assorbite dalla Virtus Canelli. Per quanto riguarda gli Allievi ’96 il futuro tecnico sarà Luigi Barbero, in arrivo dalla società del San Domenico Savio, mentre la categoria dei fascia B il tecnico sarà Liborio, di casa Virtus. I Giovanissimi ’98 saranno allenati da Luca Billia, che allenava i ’98 del Canelli, mentre i Giovanissimi fascia B ’99 da Andrea Ferraris, che allenava i ’99 al Canelli.

FUORICAMPO • MOVIMENTI IN PROVINCIA DI CUNEO Ridimensionamento del Gallo: non verranno iscritte le categorie fascia B, in dubbio anche i Giovanissimi

AUDETTO A FOSSANO L’ex selezionatore della rapp Juniores ai Giovanissimi fascia B Boves al completo Roberto Tallone prende i Giovanissimi Cardone ai ‘96, Bertaina ai ‘99

S

i delinea sempre di più il progetto ambiziosissimo della società di Savigliano. Il presidente sarà Luigi Racca, con vicepresidente e responsabile del Settore giovanile Andrea Chiavassa. Il responsabile tecnico sarà invece Crosetto, con Burzio che sarà il responsabile della Prima squadra. Almeno di clamorose smentite dovrebbero farsi come già detto due squadre Juniores: quella regionale sarà affidata a Boglione, mentre quella provinciale potrebbe andare a Curti. Il direttore tecnico sarà Allocco, mentre Gandolfo, uomo molto ferrato ed esperto nel settore coprirà il ruolo di supporto atletico, oltre ad allenare i ragazzi che saranno ai primi calci. Curti invece si occuperà della fascia agonistica. Il tecnico degli Allievi dovrebbe diventare Miretti, con Vasile che passerà invece ad allenare gli Esordienti in coppia con Tilve. Ci sono ancora dei dubbi riguardo alle altre panchine, cioè quella degli Allievi Fascia B, Giovanissimi e e Giovanissimi Fascia B. Per quanto riguarda invece la Scuola calcio i Pulcini 2002 saranno affidati a Bosio, i 2003 a Guerrini ed i 2004 a Santino.

DALLE ALTRE PROVINCE

Futsal Savigliano ambiziosissima: doppia Juniores con Boglione e Curti, Allievi a Miretti, Vasile riparte dagli Esordienti

 Paolo Vasile passa dagli Allievi agli Esordienti 

A destra, Pietro Beggio premiato agli Oscar del Corriere In alto: Castellani dell’Aurora e Colombo dell’Asca

BOLZONI LASCIA VERBANIA

VIRTUS MONDOVI’

FOSSANO

Ancora un dubbio per quanto riguarda la Virtus Mondovì: non si sa ancora se si riuscirà a fare l’annata degli Allievi fascia B oppure no. Al momento i ragazzi ’97 che ci sono dovrebbero essere aggregati agli Allievi, ma se dovessero arrivare dei nuovi ragazzi si potrebbe pensare di allestire anche gli Allievi fascia B. Nel caso di un’unica squadra di ’96-’97 il tecnico sarebbe Spinosa, con La Porta che non allenerebbe ma rimarrebbe comunque in società. Nel caso ci fossero invece dei cambiamenti e si facesse anche l’annata degli Allievi fascia B questi sarebbero allenati da Spinosa, con gli Allievi che verrebbero presi da La Porta.

Altro arrivo in casa Fossano, infatti è stato deciso anche il tecnico dei Giovanissimi fascia B, che sarà Andreano Audetto, che quest’anno allenava la rappresentativa provinciale Juniores di Cuneo. Ora rimane solo un’incognita che riguarda la panchina Juniores, nel quale persistono ancora adesso molti dubbi, mentre come già detto la situazione sembra chiara nella altre panchine, con Borra che allenerà gli Allievi, Sasia gli Allievi fascia B, Apicella i Giovanissimi ed appunto Audetto i Giovanissimi fascia B.

BOVES CUNEO Risolto anche l’ultimo dubbio per quanto riguarda la panchina del Boves Cuneo, infatti i Giovanissimi saranno allenati da Roberto Tallone, giocatore ancora in attività che giocherà in Prima squadra. A lui si vanno ad aggiungere Veneri per la Juniores, Cardone per gli Allievi, Pinna per gli Allievi fascia B e Bertaina per i Giovanissimi fascia B.

N

ella società della presidentessa Pangallo l’assetto delle panchine subisce un duro colpo: Fabio Bolzoni, da anni nella società e allenatore della Juniores nazionale, dopo aver dato disponibilità anche per la prossima stagione, ha deciso di fare il salto di qualità e accettare la panchina della Juve Domo in Eccellenza. Ancora non è stato definito chi sarà il suo successore anche se il Verbania sta valutando una rosa di candidati papabili. Sulle panchine del settore giovanile arrivano invece alcune conferme: Italo Morellini rimarrà ai ’96, Pietro Beggio continuerà a seguire i suoi ’98 come farà Chinelli con il suo gruppo ‘99. Ufficializzate anche due panchine della Scuola calcio: Claudio Chiboni per i 2000 e Domenico Marino per i 2002.

COSSATO Pronto l’organigramma delle panchine delle giovanili del Cossato del prossimo anno. Sulla panchina della Juniores ci sarà Bettin, già

TRE VALLI Una ventata di cambiamento per il Tre Valli: pur con qualche dubbio sembra infatti ormai chiaro l’organigramma della prossima stagione. Come tecnico della Juniores ci sarà Ronga, che quest’anno era già in società e allenava i Giovanissimi fascia B (’98). Gli Allievi non ci saranno e i ragazzi classe ‘96 conferiranno nella Juniores. Gli Allievi fascia B rimarranno sotto la guida di Roberi (che è anche responsabile del Settore giovanile), mentre i Giovanissimi saranno responsabilità di

ormai di casa nella società cossatese, che l’anno scorso ha allenato gli Allievi ’95. Ad allenare gli Allievi ’96 ci sarà Ramazzin, ex tecnico dei ’99 del Cossato, e ad allenare la categoria Fascia B ’97 è stato confermato Zorzan. Confermato anche Turati sulla panchina dei Giovanissimi ’98, mentre arriva un volto nuovo per i Giovanissimi fascia B ’99: arriverà infatti Braghin dalla società della Junior Biellese.

EVANCON L’Evancon ha ufficializzato le panchine della prossima stagione. La società per indisponibilità di giocatori ha deciso di non formare le squadre delle categorie Juniores e Allievi, mentre ci saranno le altre squadre delle giovanili. Alla guida degli Allievi fascia B ’97 ci sarà un nuovo arrivo: il nome del tecnico è Vallomy, in arrivo dalla Prima Squadra dell’Hone Arnad. Sulla panchina dei Giovanissimi ’98 è stato confermato il tecnico Edifizi, che ha compiuto un ottimo lavoro

Martinengo. Per quanto riguarda i Giovanissimi fascia B l’allenatore sarà Bonelli che porterà dunque avanti il suo gruppo che aveva già allenato lo scorso anno. Gli Esordienti primo anno saranno allenati da Bertola, i Pulcini primo anno da Elofti, quelli del 2003 da Claudio Volume, che sarà inoltre anche il responsabile del Settore giovanile. I Pulcini 2004 saranno invece allenati da Murgia. Il direttore sportivo sarà invece Gianfranco Dalmasso.

GALLO La società cuneese presenta ancora parecchi buchi nel proprio organigramma. Il Gallo il prossimo anno non allestirà diverse categorie. Sicuramente saranno iscritte al campionato la Juniores, che sarà allenata da Zabellan (confermato) e gli Allievi, che continueranno ancora una stagione sotto la guida di Beltrandi. La società, invece, sicuramente non iscriverà le categorie degli Allievi fascia B e dei Giovanissimi fascia B, mentre per quanto riguarda i Giovanissimi tutto dipenderà dalla quantità di ragazzi che il Gallo riuscirà a prelevare dalle altre società.

con la sua squadra portandola alla Coppa Piemonte, mentre sulla panchina dei ’99 ci sarà il binomio Gramarossa-Rotella, in arrivo dalla Juniores dell’Hone Arnad.

JUNIOR BORGOMANERO La società Junior Borgomanero ha deciso in settimana che il prossimo anno non scenderà in campo con la categoria Allievi perché i ’96 affronteranno il campionato dei Cadetti sotto la guida di Chierchi (tecnico anche della Juniores). Per gli Allievi Fascia B, Giovanissimi e Giovanissimi Fascia B, come già detto in precedenza, ci saranno rispettivamente Baldo, Cami e Romanello.

BORGOSESIA Completo l’organigramma del Borgosesia: Juniores a Balocco, Allievi ’96 a Lucca, Giovanissimi ’98 a Bertoncini, e Giovanissimi fascia B ’99 a Borgato. Visto il numero non sufficiente di ragazzi la società ha deciso che non ci sarà un gruppo di Allievi fascia B ’97.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

19

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • LE PANCHINE DELLE GIOVANILI Accademia Grugliasco, Panorama: “Non iscrivo le squadre delle giovanili alla prima fase, partiremo direttamente dai provinciali” Clamoroso in collina: il ds Giuseppe Bosticco e Fabio Gillio non trovano l’accordo, per gli Allievi torna l’ex allenatore della Juniores nazionale Ufficiale l’arrivo di Massimo Ricardo per gli Allievi fascia B ‘97 Barracuda, c’è Lanzoni per la Juniores • Piolatto, Zagni e Testa per le panchine del Nizza Continuità al Cit Turin, dove rimangono Frau, Milazzo, Mameli e Tavola Carere ed Emanuele Maselli per un Pool Cirié davvero ambizioso Colpaccio del San Giacomo Chieri: Alan Melega alla guida dei ‘97

 Giorgio Brighenti 

Da sinitra: Michele Carere, Alan Melega e Tony Pasciuti

BRIGHENTI A CHIERI ATLETICO GABETTO C’È TONY PASCIUTI D

opo l’ufficialità di Massimo Ricardo alla panchina degli Allievi fascia B ‘97 arriva un’altra novità dalla collina. Fabio Gillio non sarà più l’allenatore degli Allievi del Chieri e non sarà più in società. “Non abbiamo trovato l’accordo – commenta il responsabile del Settore Giovanile Bosticco -. Gli Allievi l’anno prossimo saranno allenati da Giorgio Brighenti”. Per lui si tratta di uno spostamento dopo che la scorsa stagione ha guidato la Juniores Nazionale del Chieri. Entusiasta l’ex allenatore del Pozzomaina: “Gli Allievi sono la categoria principe del Settore giovanile, il mio obiettivo era di tornare ad allenarli. Lo faccio nella società migliore che c’è a livello di giovanili. La mia unica perplessità era legata alla distanza da casa, per questo ho cercato una soluzione più vicina, ma visto che non è stato possibile sono contentissimo di rimanere a Chieri. La squadra è da ricostruire dopo tutte le partenze verso le professioniste, ma anche questo è indice della saluta della società. Ho grande fiducia in Bosticco e nella rosa che mi metterà a disposizione”.

ATLETICO GABETTO Tony Pasciuti si avvicina a grandi passi alla panchina della Juniores dell’Atletico Gabetto. L’ex Mirafiori Bonasera ha problemi di lavoro che non gli permetterebbero di liberarsi per l’orario dell’allenamento, quindi la società ha trovato la soluzione nell’ex allenatore di Bra, Rivoli, Vda, BarcaSalus, Orbassano e tanto altro. Rimangono ancora in dubbio, invece, le due tormentate annate Allievi. I ‘97 (appena lasciati da Ricardo) si sono dispersi tra Chieri e Lascaris, la nuova idea è sommare a chi rimane lo zoccolo duro della Rappresentativa provinciale di Pinerolo, che il nuovo direttore sportivo Lorenzo Verduci ha allenato quest’anno: “Siamo andati benissimo, secondi dopo Torino, e c’era un grande entusiasmo. Se vengono in un buon numero, li potrei allenare io”. Se no Carlo Barone è pronto al doppio impegno. Per quanto riguarda gli Allievi ‘96, è in corso una trattativa con il Cumiana per far giocare la squadra pinerolese con il nome dell’Atletico Gabetto: per la panchina, sono in preallarme Genovesio (che ha appena aperto una Scuola calcio individuale insieme a Rita Guarino) e l’ex Vianney Ardito.

BARRACUDA Saltato l’accordo con Verduci, che ha optato per il ruolo di direttore sportivo dell’Atletico Gabetto, la Juniores del Barracuda ha prontamente trovato il suo nuovo condottiero: si tratta di Lanzoni, quest’anno al Cirié Orbassano.

VIANNEY Cambio ai Giovanissimi fascia B del Vianney: l’ex Don Bosco Nichelino Scopacasa ha già lasciato per problemi di lavoro, al suo posto il dg Altieri ha piazzato Fagiolino. Ci sarà probabilmente anche un secondo gruppo di ‘99, ma non è ancora stata individuata la guida tecnica.

fascia B ’97 vanno a Piolatto, i Giovanissimi ’98 a Zagni, e i Giovanissimi fascia B ’99 a Testa.

OLYMPIC COLLEGNO Tre certezze e ancora due dubbi per l’Olympic Collegno. Gli Allievi saranno allenati da Barone, ex Guardia di Finanza, mentre gli Allievi fascia B saranno di Falchero, unica conferma delle giovanili arancioni. Terzo nome sicuro è quello di Cavalleri, in arrvo dalla Rivarolese, che allenerà i Giovanissimi fascia B ‘99. Ancora da decidere invece la guida dei Giovanissimi ‘98, mentre c’è incertezza per la Juniores gruppo che verrà formato esclusivamente se saranno trovati i giusti rinforzi per migliorare l’attuale rosa dei ‘95.

CIT TURIN Dopo una certa suspense si è quasi ultimato l’organigramma delle panchine della società rossoverde. In Prima squadra confermato il solito Alessandro Garau, che fino a quando non si troverà un tecnico definitivo, gestirà anche la panchina della Juniores. Per quanto riguarda gli Allievi 96 ci sarà Andrea Frau, mentre gli Allievi fascia B ’97 saranno divisi in due squadre, una delle quali sarà fuori classifica: i due allenatori saranno Giampiero Milazzo, ex tecnico dei ’97, e Marco Mameli, ex tecnico dei ’96. Sulla panchina dei ’98 ci sarà Franco Tavola, mentre sulla panchina dei ’99 non si sa ancora il nome del futuro allenatore, ma molto probabilmente arriverà da una società esterna.

RIVER MOSSO Non ci sono ancora nomi certi per quanto riguarda la maggior parte delle panchine delle giovanili del River Mosso. Unica certezza il tecnico della Juniores, che è già stato confermato e sarà Mauro Marangon.

FULMINEA Sarà formato solo da due gruppi il Settore giovanile del Fulminea della prossima stagione. Senza Allievi, ci si concentrerà sui Giovanissimi e i Giovanissimi fascia B. L’unica certezza in questo panorama ristretto è l’allenatore dei ’98, che sarà Benfante. Da decidere, invece, la guida dei più piccoli, i ’99.

NIZZA MILLEFONTI Decisi i nomi per il Settore giovanile. Gli Allievi

ACCADEMIA GRUGLIASCO L’Accademia Grugliasco non si iscriverà alla prima fase dei campionati giovanili. “Iniziare a settembre e mandare squadre allo sbaraglio – commenta il presidente Panorama – non ha alcun senso. Invece che disputare un campionato in cui i ragazzi prenderebbero 15-20 gol tutte le settimane faremo due mesi di amichevoli, per poi iscriverci direttamente ai provinciali ad ottobre. L’unico gruppo che potrebbe provare la fase regionale sono gli Allievi ‘96”. Intanto l’organigramma delle panchine è vicino alla sua completa definizione: i Giovanissimi dovrebbero andare a Giustino, inizialmente destinato ad essere vice di Sgueglia ai ’96 e con esperienze alla Juventus, mentre i ’99 saranno affidati a Lucco, in arrivo dalla Givolettese. In caso Giustino non accettasse di prendere i Giovanissimi l’alternativa è Papa, ex Don Bosco Rivoli, che nei programmi della società dovrà invece andare agli Esordienti fascia B 2001. Una novità anche per la struttura societaria, con Cariello che si occuperà della gestione del Settore giovanile affiancando Di Claudio.

due gruppi degli Esordienti fascia B. Da definire qualcosa invece nella Scuola calcio con Sella, Schifani e Sponzilli che si contendono le due panchine dei Pulcini 2002, Cirone allenerà i Pulcini 2003 (da decidere a chi affidare il secondo gruppo), mentre i Pulcini 2004 saranno allenati da Bertez.

POOL CIRIÈ Il Pool Ciriè chiude il proprio mercato allenatori col botto, piazzando due colpi di grande livello per completare il Settore giovanile. Per gli Allievi arriva Michele Carere, ex Borgaro e fresco vincitore della Coppa Piemonte Juniores con il La Chivasso. Per la Juniores c’è invece Emanuele Maselli, fermo nella passata stagione ma figura storica del calcio giovanile torinese, con un passato come direttore tecnico a Borgaro e al Lucento. Figura di direttore tecnico che Maselli ricoprirà anche in nerazzurro, andando così ad affiancare nella gestione del Settore giovanile Enrico Stievano, che oltre ad allenare i Giovanissimi farà anche da Direttore sportivo, gestendo i rapporti con le altre società e aiutando nell’organizzazione dei tornei. Confermati anche i nomi per i due tecnici dei gruppi fascia B, con Casalis ai ‘97 e Gentile ai ‘99.

ARDOR SAN FRANCESCO All’Ardor San Francesco è ormai quasi tutto definito nelle giovanili. Sulla panchina dei Giovanissimi ’98 ci sarà Vaccariello, mentre per i Giovanissimi fascia B ’99 continua il suo percorso Picco. Da decidere ancora i due gruppi di Allievi e Allievi fascia B.

Poche novità in questa settimana in casa Cambiano. Valletta, nuovo responsabile del Settore giovanile, sta cercando gli allenatori per gli Allievi fascia B e i Giovanissimi. Quest’ultima squadra dovrebbe essere allenata sempre dal tecnico Carnà, che già la scorsa stagione aveva il gruppo e dovrebbe continuare a seguirlo. Manca, invece, il nome dell’allenatore degli Allievi fascia B.

VILLASTELLONE C’è da sciogliere ancora un nodo a Villastellone. Si tratta della panchina dei Giovanissimi, del quale non si sa ancora l’allenatore. Non ci saranno i Giovanissimi fascia B molto probabilmente, i ‘99 saranno uniti ai Giovanissimi. Agli Allievi fascia B ‘97 è stato confermato Franco Vitale, che ha seguito il gruppo già questa stagione. Sulla panchina degli Allievi, invece, siederà Gianpaolo Benente. Inoltre è stato confermato come tecnico della Prima squadra Sgarro.

PISCINESE RIVA Tutto pronto in casa Piscinese Riva, con l’organigramma dei tecnici che è stato ufficializzato in settimana. Per la Juniores ci sarà Sergio Blanc, mentre per gli Allievi Antonio Dragone. Gli Allievi fascia B classe ‘97 saranno guidati da Mauro Bertalot e sulla panchina dei Giovanissimi ‘98 ci sarà Michele Giannotti. Ultimo nome quello per i Giovanissimi fascia B, che saranno allenati da Mauro Zumbo.

SAN GIACOMO CHIERI BRANDIZZO Mancava un ultimo nome, quello del tecnico dei Giovanissimi fascia B, ma la società ha dichiarato che il prossimo anno la squadra dei ’99 non si farà.

VOLPIANO Mancava l’ufficialità della panchina dei Giovanissimi fascia B e in settimana è arrivata. Sarà Balducci il tecnico dei ‘99 il prossimo anno. Con lui si completa la rosa di allenatori che prevede Scirè alla Juniores, Vogliotti agli Allievi e agli Allievi fascia B, De Simone ai ‘98, Balducci, come detto, ai Giovanissimi fascia B. Parenti sarà alla guida degli Esordienti, De Letteris e Morese ai

CAMBIANO

CARMAGNOLA Sistemate anche le panchine delle due categorie fascia B: i ’97, orfani di Tuninetti, andranno ad Auditore, ex uomo della Stella Azzurra lo scorso anno a Caramagna. I Giovanissimi fascia B ’99 saranno invece affidati a Pinna, ex dirigente del gruppo che a settembre prenderà il patentino da allenatore.

Confermato l’elenco delle panchine delle giovanili del prossimo anno, nella società del San Giacomo Chieri. Sulla panchina della Juniores è stato confermato Parassiliti, già tecnico della Juniores lo scorso anno, mentre sulla panchina degli Allievi ’96 ci sarà De Mattia, che l’anno scorso allenava i ’95. Un nome nuovo arriva invece sulla panchina degli Allievi fascia B ’97: è quello di Melega, che si è dimesso a metà stagione dalla Prima squadra del Susabruzolo. Sulla panchina dei ’98 è stato confermato Marzullo, e infine sulla panchina dei Giovanissimi fascia B ’99 ci sarà Brazzo, che l’anno scorso ha allenato per un breve periodo i Pulcini 2002.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

20

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • LE PANCHINE DELLE GIOVANILI Al Fossano manca soltanto la Juniores, così le altre panchine: Borra ‘96, Sasia ‘97, Apicella ‘98 e Audetto ‘99 SOCIETA’

JUNIORES ‘94-’95

ALLIEVI ‘96

ALLIEVI FB ‘97

GIOVANISSIMI ‘98

GIOVANISSIMI FB ‘99

ACCADEMIA GRUGLIASCO

-

SGUEGLIA

CARDILLO

GIUSTINO / PAPA

LUCCO

ACCADEMIA INTER

-

-

-

IENTILE

TRIVERO

AIRASCHESE

SANTORO

?

COLLOCA

SBLENDORIO

GATTI / GALBIATA

ALPIGNANO

SCOTELLI

LORUSSO

FERRERI

PIAZZA

MORETTO

ARDOR SAN FRANCESCO

?

?

?

VACCARIELLO

PICCO

ATLETICO GABETTO

PASCIUTI

GENOVESIO / ARDITO ?

CARLO BARONE

CARLO BARONE

FRATTOLILLO

ATLETICO TORINO

AGLIUZZA

GINO

FERRO

SANTO

D’ANGELO

ASCA

COLOMBO

-

-

?

-

ASTI

PASQUALI ?

BRAVO ?

ROSSI ?

ROBERTO

GIOVINAZZO

ASTISPORT

-

-

-

-

CALACIURA

AURORA

PRIMAVERA

MILAZZO

CASTELLANI

?

VERGENDO

BACIGALUPO

BENINCAMPI

MANAVELLA

RIZZO

TROILO

CARLONE

BARCASALUS

BOVE

CARLINI

MICELI

GRASSI / MESSINA

PIANTELLA

BARRACUDA

LANZONI

GRAVAGNO

FIENO

VIETTI

GHIRARDI

BEVINGROS

CATTANEO

?

FRIZI

ABDUL-RIOTTO

MINO

BORGARO

ROMEO

GATTI

GENTILE

SINI

D’IPPOLITO

BORGATA LESNA

?

MICHELINI

GIANGRECO

MONACO

AMATI

BORGOSESIA

BALOCCO

LUCCA

-

BERTONCINI

BORGATO

BOVES

VENERI

CARDONE

PINNA

TALLONE

BERTAINA

BRA

SAPPA

REGA

BOTTO

TUNINETTI

CASAVECCHIA

BRANDIZZO

D’URSO

PROTTO

NAPOLI

GASTALDO

-

BRUINESE

MASSARI

CARPIGNANO

CANAVESE

CAMPAGNOLI

GRAVINA

BSR GRUGLIASCO

CIFERO

VITULANO

CENA

GIROTTO

BALICE

BUSCA

FORTE

?

?

MONDINO

?

BVS

RIVOTO

AUDINO

MUSACCHIO

PLACIDO

DE MANA

CAMBIANO

VALLETTA

VERONESI

?

CARNA’

-

CARMAGNOLA

CASSARO

GAETA

AUDITORE

BOETTI

PINNA

CARRARA

DI BARI

BARALDI

TINELLI

FIORE

LOMBARDI

CASTELNOVESE

REDI

D’AGLIO

-

BASILE

-

CBS

ARZENTON

PIZZORNO

MELONI

BATTAGLIA / ARDITO

MESCHIERI

CENISIA

MIRRA

DELL’AGNOL

STOICA

COLOSIMO

CAPRI’ / STRAMAZZO

CHERASCHESE

GATTUSO

CANISTRARO

FALVO

DALMASSO

CREPALDI

CHIERI

BOSTICCO

BRIGHENTI

RICARDO

CARNÀ

MIGLIORE

CHISOLA

PETRUZZELLI

MERCURI

PANZA

BERT

CONTE

CIT TURIN

GARAU

FRAU

MILAZZO-MAMELI

TAVOLA

?

COLLINE ALFIERI

MORETTI

MASI

?

GAI

?

CORNELIANO

?

-

GATTO

SOTTERO

BARATTA

COSSATO

BETTIN

RAMAZZIN

ZORZAN

TURATI

BRAGHIN

DON BOSCO NICHELINO

?

PATANELLA

PANETTA

STROMBOLI

CASILE

EUROPA

-

-

LOMBARDI

ACHRAF

CASU

EVANCON

-

-

VALLOMY

EDIFIZI

GRAMAROSSA-ROTELLA

FOSSANO

?

BORRA

SASIA

APICELLA

AUDETTO

FULGOR RONCO VALDENGO

REMORINI

GHIRON ?

SCHIAPPARELLI

ASTONE

ROVERE

FULMINEA

-

-

-

BENFANTE

?

FUTSAL SAVIGLIANO

BOGLIONE-CURTI

MIRETTI

SANTINO ?

BOSIO ?

?

GALLO

ZABELLAN

BELTRANDI

-

?

-

GASSINO

?

PONTE

DI MASI

COSSANETTO

GIANNINI / PICONERI

GIOVANILE CENTALLO

CARELLO

PISCITELLO ?

DE ANGELIS

SILVESTRO ?

LINGUA ?

GOZZANO

TALARICO

-

DELISE

-

RUGA

IVREA

LAGO

CACCIATORE

ANGELI

BALBI

PEROTTINO

J STARS

-

BUONAGRAZIA

PETRUCCI

GROSSO

CERUTTI

JUNIOR BORGOMANERO

CHERCHI

-

BALDO

CAMI

ROMANELLO

JUNIOR LIBERTAS BIELLESE

DE BERNARDI

SOVIERO

ALLOISIO

AMOROSI

ROSSI

LA CHIVASSO

?

BORGESE

BORGESE

NOCITA

CECCARELLO

LASCARIS

BALLA

BERETTI

GENTILE

BRAMARDI

SANSEVERINO / CREPALDI

LEINI’

ZOTTI

MUSTO

RE DAVID

GRECO

?

PAGINE A CURA DI MARIAROSA CAGNASSO LUDOVICO DE DONNO BEATRICE DI ZAZZO ERIKA GENNARO NOEMI MORGANO CARLO MORIZIO DANIELE PALLANTE MARIACHIARA SIGILLÒ ANDREA ZUNINO  Dotto rimane agli Allievi della Pro Settimo Eureka 

 Rossi potrebbe restare agli Allievi fascia B ad Asti 

 Bramardi passa alla guida dei Giovanissimi del Lascaris 

 Carnà, confermato ai Giovanissimi del Chieri 

 Fava lascia la Cbs e approda al Paradiso Collegno ‘97 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

21

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • LE PANCHINE DELLE GIOVANILI Rotolo sarà ufficialmente il tecnico degli Allievi fascia B ‘97 del Lucento, con Senatore a dare una mano SOCIETA’

JUNIORES ‘94-’95

ALLIEVI ‘96

ALLIEVI FB ‘97

GIOVANISSIMI ‘98

GIOVANISSIMI FB ‘99

LUCENTO

SALVATORE

GRIBAUDO

SENATORE

SENATORE-ROTOLO / MAIONE

NARETTO / FALBO

MATHI LANZESE

CAVALIERI

VIESTI

DE VITA

CASTIGLIONE

MONTEFAMELIO

MIRAFIORI

CONSORTE

GUERCIO

ZAFARANA

CORNELJ

RUFFINO

NICHELINO HESPERIA

COLARELLI - FERRARI

BLANDI

BALDI

SALVÀ

TENCA

NIZZA

-

-

PIOLATTO

ZAGNI

TESTA

NOVESE

PETRUCCI

LOLAICO

BALDUZZI

SAMUELE RAVERA

TORRIGIA-GORETTA

OLYMPIC COLLEGNO

?

BARONE

FALCHERO

?

CAVALLERI

ORIZZONTI UNITED

CAVALLI

-

TRUSCIGLIO

CAPUTO

CONCU

OVADA

FILINESI

ALBERTELLI

-

-

LIBRIZZI

PARADISO COLLEGNO

MOSCA

CASCIANI

FAVA

MARINO

SILIVESTRO

PECETTESE

LOVAZZANO

STURZO

PECCHINI -ALBRIGI

COSTANTINI

FARACI

PEDONA

CAPOFERRI

BOSCOLO

BERNARD

CERRUTI

GARELLI

PERTUSA

MARINA

ABBIENTI

LAPATA

GRIECO

FIORDELISI

PIANEZZA

DE FILIPPO

BERTO

BOVOLENTA

SURACI

PERA

PINEROLO

BERTOGLIO

PROCHIETTO

BUZZACCHINO

BOBBA

LA SPINA

PISCINESE RIVA

BLANC

DRAGONE

BERTALOT

GIANNOTTI

ZUMBO

POMBIESE/SPARTA NOVARA

?

GABASIO

ROSSI

ZUCCA

MARCHI

POOL CIRIE’

MASELLI EMANUELE

CARERE

CASALIS

STIEVANO

GENTILE

POZZOMAINA

BOTTA

-

PORTA

CARETTO

REA

PRO COLLEGNO

MORO

TERRANO

LOVECCHIO

TROPEANO

AMOROSO

PRO SETTIMO EUREKA

SICILIANO

DOTTO

DAVIN

PIZZI

IOVINO

RAPID TORINO

ZANGA

TRUFFA

MEGALE

BARONE

LOIERO

REAL

-

-

-

CARRERA

?

REAL CANAVESE

BAVA

GARAVELLO

VACCHINO

CHIANTARETTO

SERRIPIERI

RIVAROLESE

ABBATE

FRANCISCA

CURCIO

GALLO

DE PALMA

RIVOLI

?

CHILLÈ

BRUNETTI

GRACI

BUCCI

ROERO

?

MARTINO

GENTA

GIORDANO

?

ROLETTO VAL NOCE

BOGGIAN

-

MILANA

PALZIROLA

TRIMARCHI-BUONTEMPO

ROMENTINESE

SQUEO

DI BIASE-DOMENICHINI

-

BENEDETTI

-

SALUZZO

MADAFFARI

BOAGLIO

AMOROSO

DE MARCHI

ZORDAN

SAN GIACOMO CHIERI

PARASILITI

DE MATTIA

MELEGA

MARZULLO

BRAZZO

SANTA RITA

ALLEGRA

CANTONE

SEQUENSIA

PANNELLA

CAPOBIANCO

SANTHIÀ

?

MARCIANO ROBERTO

BASSANI

D’AGOSTINO

MARCIANO FERDINANDO

SETTIMO

CRISTIANO ?

CIGNOLA

SASSO-STASSI

CALLA’

PLATEROTTI-MARTELLA

SPORTING ROSTA

SAVINO

CARIO

CHIUCCHIOLO

TAMMARO

CONSOLARO

SUSABRUZOLO

BELTRAME

?

ANSELMETTO

CHILA’

FAZZARI-COTTERCHIO

TRE VALLI

RONGA

-

ROBERI

MARTINENGO

BONELLI

VALVERMENAGNA

-

BURZI

GIRAUDO

TESIO

DI BAUDO

VANCHIGLIA

FERRAZZOLA

SERRA

CUCCARESE

SANNA

LOPALCO

VENARIA

BAVUSO

SCOGNAMIGLIO

VANACORE

MARTIRE

MALLARDO

VERBANIA

?

MORELLINI

?

BEGGIO

CHINELLI

VIANNEY

GRAMENDOLA

MINUNNO

GNAN

FONTI

FAGIOLINO

VICTORIA IVEST

MELE

MACCIOLA

BARBINO

LIUZZO

LA ROCCA

VILLASTELLONE

?

BENENTE

VITALE

?

-

VIRTUS CANELLI

?

BARBERO

LIBORIO

BILLIA

FERRARIS

VIRTUS MONDOVì

VIGLIONE

LA PORTA-SPINOSA

SPINOSA

RAVOTTO

ROCCA

VOLPIANO

SCIRÈ

VOGLIOTTI

VOGLIOTTI

DE SIMONE

BALDUCCI

 Gatti, ancora all’Airaschese con il gruppo dei ‘99 

 Ientile, dal Ciriè Orbassano all’Accademia Inter 

 Santo, unico confermato nelle giovanili dell’Atletico Torino 

 Rossi , ancora in panchina con i ‘97 dello Sparta Novara 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

22

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • SCUOLA CALCIO De Simone tiene i 2002 del Venaria dopo due stagioni cariche di vittorie e riconoscimenti, con lui anche Vito e D’Arienzo

CARRARA ARRIVA APICELLA PISCINESE RIVA C’È INDRIANI Cagnasso - Ongaro - Sigillò Torino

C

ontinuano i movimenti sulle panchine della Scuola Calcio, ecco come cambiano gli allenatori di alcune società.

ARDOR SAN FRANCESCO Già delineato il futuro della Scuola calcio dell’Ardor San Francesco; per completare tutti i tasselli manca solo il mister che seguirà i primo anno degli Esordienti, i 2001. I 2000, invece andranno a Beltrani. Per quanto riguarda la categoria Pulcini, i più piccoli, i 2004, avranno due tecnici di riferimento, Novero e Ossola, invece De Acetis seguirà i 2003. L’ultimo anno, i 2002, saranno affidati a Genisco e Bergamini.

squadra nella passata stagione, prenderà invece i Piccoli amici. Tutti confermati gli altri tecnici: Zoffrea porterà i 2001 negli Esordienti primo anno, Sia continuerà con i 2002, che ormai segue dal loro ingresso nei Pulcini, mentre Ruzza terrà i 2003 per il secondo anno. I 2004 saranno affidati a Dal Cortiuo nel loro esordio nella Scuola calcio.

BACIGALUPO Mancano solo i 2004 per concludere il panorama completo delle panchine della Scuola calcio del Bacigalupo. Partendo dai più grandi sarà Marchese a prendere gli Esordienti 2000, mentre i Fascia B saranno affidati a Giuliani. Sicuro Scordo come tecnico dell’ultimo anno dei Pulcini, i 2002, e Lo Savio per i 2003. Staremo a vedere su chi cadrà la scelta per i piccoli.

NIZZA MILLEFONTI Ancora attesa per quanto riguarda le panchine dei Pulcini in casa Nizza Millefonti. La dirigenza aspetta ancora di vedere il numero di iscrizioni dei bambini prima di decidere quanti i gruppi e fare, e di conseguenza a quali mister verranno affidati. Un lavoro che, invece, è già stato fatto per gli Esordienti: i 2000 continueranno con Sulas e i 2001 saranno seguiti da Vai.

VANCHIGLIA Soluzioni tutte interne per quanto riguarda la Scuola calcio del Vanchiglia per il prossimo anno, unica eccezione Cuccarese, che seguirà i 2001 insieme a Rizzi. Per le altre categorie si tratta di un rimescolamento delle carte: gli Esordienti del secondo anno andranno a Paolucci e Trichilo, invece Ricceri e Curcio prenderanno i 2002. I 2003 saranno seguiti da Vazzano e Talarico e i nuovi arriva, i 2004, andranno a Charib e Piras.

RIVER MOSSO Già decisa buona parte delle panchine della Scuola calcio per quanto riguarda il River Mosso. Tutte conferme per i Pulcini: Louardi e Capozza saranno alla guida dei 2002, mentre Rapisarda e Gallo terranno i 2003. A prendere il primo anno dei 2004, che lasciano i Piccoli amici, saranno Palumbo e Telesca. Ancora qualche attesa nel mondo degli Esordienti: i gruppi ci sono già, bisogna decidere se e come fare anche una mista. Comunque i 2001 dovrebbero essere affidati a Stafferini e Zigolillo, mentre i 2000 o eventualmente la mista con i ’99 andrebbe a Trombin.

MIRAFIORI Mancano ancora due tasselli importanti per completare il mosaico finale della prossima stagione del Mirafiori Scuola calcio. Infatti non sono ancora stati designati i tecnici che seguiranno i due gruppi più grandi dei pulcini, i 2002 e i 2003. Già definito, invece, il mister dei nuovi arrivati, i 2004, divisi in due gruppi affidati a Lucenti e Zona. Gli Esodienti primo anno, i 2001, avranno in panchina Gilletta, mentre Dattilo continuerà ad occuparsi dei 2000.

BARRACUDA La Franca lascia gli Esordienti 2000, che ha seguito nella passata stagione, e prende l’ultimo anno dei Pulcini, il 2002. Sono tutte definite le altre panchine del Barracuda, dove i 2001 andranno a Tortorelli e i 2000 a Borio. Saranno due le squadre dei 2003, seguite da Leone e De Palma, mentre Sebastiani ricomincerà con i più piccoli della Scuola calcio, i 2004

VICTORIA IVEST Tutte doppie coppie per quanto rugiarda i tecnici della Scuola calcio del Victoria Ivest, che prevede dunque di fare due gruppi in più categorie. I più grandi saranno seguiti da Mancini e Pulcino, i 2000, mentre i 2001, nel loro ingresso tra gli Esordienti, verranno seguiti da Ferrari e Sordo. Ceccaroni e Beltramo siederanno sulla panchina dei 2002, Soldano e Cavalieri su quella del 2003 e i 2004, direttamente dai Piccoli amici, saranno allenati da Scaglione e Carichi.

VILLASTELLONE FULMINEA Il panorama della Scuola calcio del Fulminea è già stato delineato, resta un punto interrogativo sul fare o meno i Pulcini misti. Invece non verrà formata la squadra dei 2001. Sulla panchina del 2004, i più piccoli del settore, siederà Paesante, sarà invece Zattoni a seguire il gruppo dei 2003. L’ultimo anno dei Pulcini, il 2002, verrà affidato ad Aloi. Gli Esordienti Fair Play, i 2000, avranno come tecnico La Mattina, si tratta per lo più di conferme rispetto alla stagione passata.

CARRARA Una sola new entry per la Scuola calcio del Carrara: sulla panchina del 2000 arriverà Apicella, ex mister dell’Orione Vallette. Cavadore, che aveva seguito la

Il Villastellone si prepara alla prossima stagione anche per quanto riguarda la Scuola Calcio: alla guida degli esordienti 2000 va Franco Rizziello, già secondo di Benente sulla panchina degli Allievi ’95. Il gruppo dei 2001 invece affronterà il salto dai Pulcini agli Esordienti con lo stesso tecnico, Alfonso Schiamone. Due tecnici per il gruppo più grande, quello dei 2002: la Prima squadra sarà curata da Luigi Griffò, mentre il secondo gruppo verrà affidato all’esperienza di Bruno Antonio. Il responsabile della Scuola Calcio Marco Speca seguirà anche i Pulcini 2003. I Pulcini al primo anno, quelli del 2004, avranno anche loro due allenatori, Mario Alberti (che li seguiva già lo scorso anno nei Piccoli amici) e Giampiero Falcone (ex tecnico dei 2000). Sergio Co seguirà infine il gruppo dei Piccoli amici.

 Il Rapid Torino 2000 che sarà guidato da Rizzo. A lato: De Simone del Venaria 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

23

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • SCUOLA CALCIO Ecco come cambiano le panchine per la stagione 2012-2013 SOCIETA’

ESORDIENTI 2000

ESORDIENTI 2001

PULCINI 2002

PULCINI 2003

PULCINI 2004

AIRASCHESE

GRANOCELLI

GAMBA

-

CANCELLARA

-

ALPIGNANO

BASILE

POLITI

?

?

?

ARDOR SAN FRANCESCO

BELTRANI

?

GENISCO-BERGAMINI

DE ACETIS

NOVERO-OSSOLA

ATLETICO GABETTO

PIERRO

LA PERLA

CREA

SOFI

CAMBIOTTI

ATLETICO TORINO

BISECCO

GIULIANI

RIBICHESU

SFERRAZZA

?

BACIGALUPO

MARCHESE

GIULIANI

SCORDO

LO SAVIO

?

BARRACUDA

BORIO

TORTORELLI

LA FRANCA

LEONE-DE PALMA

SEBASTIANI

BEVINGROS

-

TOLOMEO

TOLOMEO

-

-

BORGARO

FILONI

SCOTTI

?

SARCINELLI

?

BRUINESE

FINOTTO

GIUFFRIDA

COSTANZA

MACCARONE

MUSSO

BSR GRUGLIASCO

COLELLA-ANNESE

?

SPINELLI

CROCCO

TODELLA

CARRARA

APICELLA

ZOFFREA

SIA

RUZZA

DAL CORTIUO

CARMAGNOLA

CONTIERI

AUDISIO

ANSALDI-SETTA

GUERRA-MAGLIANO

?

CBS

DI MARCO

SCHIAVO-STELLA

PUCCIO-PUTZOLU

SACCO-SFERRAZZA

BRISCESE-DEMASI

CENISIA

CAPRÌ

SECCI

CONTE

CARFÙ

?

CHIERI

FORNERIS

CILETTA

BASILE

FORESTA

?

CVR RIVOLIGIAVENO

CAMPO

?

PATRIZI

AZZOLINA

VECERO

DB NICHELINO

BARILE

STERMINATO

?

DE LOGO

CALABRESE

FULMINEA

LA MATTINA

-

ALOI

ZATTONI

PAESANTE

GASSINO SAN RAFFAELE

NERVO

RUARO-BRUNERO

AVANTI-SIMONETTI

SALICE-FERRO-AUDINO

GIANNINI-LAPIRA

IVREA

LAFERRERA

CASTELLANO

LUCIANI

PIGA-FONTANAROSA

DE CARLI-MARCHETTI

LA CHIVASSO

OZZIMO

CAVALLO

BORGESE

-

-

LASCARIS

MORABITO

PISANI

PINNA

CORALLO

SOLEO

MIRAFIORI

DATTILO

GILLETTA

-

-

LUCENTI-ZONA

NICHELINO HESPERIA

CANALE

FALLETI-GIGLIO

CASTELLO

CAPONE-PATA

MAGRO-PALAZZOLO

NIZZA MILLEFONTI

SULAS

VAI

?

?

?

OLYMPIC COLLEGNO

SOMMARIO-LOISIO

IAGATTA-BOLLINO

URZI-CREPALDI

CASAGRANDE-CERUTTI

LOVECCHIO

ORIZZONTI UNITED

?

?

HABIB

CHEBBI

AIMARO

PERTUSA

?

LONGO

NAPOLI-LORENZETTI

IDOUCH-BENNAR

LAGANÀ-STRIPPOLI

PISCINESERIVA

INDRIANI

MINOLFI

DEMONTE

PILLITU

SARDONE

POOL CIRIÈ

FELLETI

LAURITANO

PONTONIO-AIROLA

SORRENTINO-DAURIA

FIORAVANTI-SOLERO

POZZOMAINA

BERNI

FALBO S.

NARDELLA

MACRÌ

FALBO

PRO COLLEGNO

BELLO-BOVINO

MAGGIORE

SCARDICCHIO

POETRILLI-ROSA

FRINGUELLI-CANE

PRO SETTIMO & EUREKA

PALMISANO-DAVIN

ISAIA-PITTON

DE LORENZO-SIGNORIELLO

PIZZI-GRUA

FERRERI-LEOTTA

RAPID TORINO

RIZZO

BIASI

APPELLA

FAGGIO

?

RIVER MOSSO

TROMBIN ?

STAFFERINI-ZIGOLILLO

LOUARDI-CAPOZZA

RAPISARDA-GALLO

PALUMBO-TELESCA

ROBILANT

RONCAROLO

-

DRIUSSO

LAIACONA

MORABITO

ROLETTO VAL NOCE

-

VIOTTI-BRANDIZZI

?

CAIRO

?

SAN GIACOMO CHIERI

SARACENO

VIOLA-FORNASERO-CENTRACO

BOSCO-LATTARICO

MONACO-FRANCIA

BELSORDO-MOGNI

SANTA RITA

MALERBA

SARZOTTI

GIAQUINTA

LANDI

CIAMMAGLICHELLA

SPORTING ROSTA

SANPUGNANO

ANDREIS

ARCELLO-TREVISO-PROCOPIO

CONTADIN-BONOMO-MAZZEO

IANNONE-CANAVESE

SUSABRUZOLO

MELE-REMINO

NORTO

ROSSO

ROMEO

TERMINI

VANCHIGLIA

PAOLUCCI-TRICHILO

CUCCARESE-RIZZI

RICCERI-CURCIO

VAZZANA-TALARICO

CHARIB-PIRAS

VENARIA

DALESSIO

PANETTA-ARTUSIO

DE SIMONE-VITO-D’ARIENZO

FAVA

CORTI

VIANNEY

GRIECO-CAFFARO

BERTI

DELLA VALLE-GIANNÌ

PELOSO-PALMIERI

ESPOSITO-GANZIT

VICTORIA IVEST

MANCINI-PULCINO

FERRARI-SORDO

CECCARONI-BELTRAMO

SOLDANO-CAVALIERI

SCAGLIONE-CARICHI

VILLASTELLONE CARIGNANO

RIZZIELLO

SCHIAMONE

GRIFFÒ-BRUNO

SPECA

ALBERTI-FALCONE

 Cambiotti, confermatissimo al Mirafiori 

 Ferreri della Pro Settimo Eureka 

 Ricceri del Vanchiglia 

 Bencivenga dice addio al Robilant 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

24

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • CALCIO A 5 In settimana la decisione del giocatore che dichiara: “Ancora nessun nome, ma sarà una Serie C1”

LICCIARDI CERCA CASA LOTTA FENALC BRA ANTIGNANO CAVALLOTTO

 Andrea Licciardi, ultimo del Cld Carmagnola 

è richiestissimo in Serie C1. A lato Massimo Cavallotto, che si allontana dal Bra Eugenio Bertone Torino

I

movimenti sono pochi e soprattutto molto lenti. Infatti in questa annata così strana in cui la crisi economica sembra farla da padrone (vedi l’addio forzato che Rosta Torino e CRD hanno dovuto annunciare) le pretese dei giocatori (sembra un’assuridtà) continuano ad essere le stesse e i presidenti al contrario iniziano a stringere la cinghia. Il risultato? Un vero e proprio braccio di ferro tra le due parti in causa. Una situzione che può e deve essere risolta solamente nel momento in cui i giocatori inizieranno a rendersi conto che ormai i soldi stanno davvero inziando a terminare.

L’attaccante è più vicino ai neopromossi, dove nel frattempo arriva il nuovo tecnico: sarà l’ex giallorosso Pierfrancesco Nizza. Borelli verso il Bra, Mendoza approda a Lecco, Heverton, sarà addio?

CASO LICCIARDI L’emblema di questa situazione è rappreesentata dalla vicenda di Andrea Licciardi, che però sembra essere arrivata al capitolo finale. Dopo le offerte di Castellamonte, Bra, Antignano e Fenalc il top player che tutti vorrebbero avere (e magari non pagare così tanto) sembra aver deciso la propria destinazione. Trattative che durano ormai da un mese senza però raggiungere mai degli accordi perché le pretese del diretto intereassato erano davvero troppo alte. “Ho avuto tante proposte e ora ho scelto”. Nomi preferisce non farne

anche se il messaggio è chiaro: “Sarà in Serie C1”. Un’affermazione che di conseguenza taglia fuori dalla lotta Bra e Castellamonte. Secondo alcune indiscrezioni infatti la corsa è ridotta a due tra Fenalc e Antignano con la prima favorita. Intanto proprio il Fenalc starebbe lavorando anche sulla questione tecnico. Secondo alcune voci di corridoio Pierfrancesco Nizza sarebbe infatti ad un passo dal ritorno in panchina dopo l’esperienza finita prematuramente a Bra.

CASTELLAMONTE Il direttore sportivo Biagio Montesano dopo la fine del

prestito di Vinicius (di proprietà del Lecco) e l’arrivo di Riis, deve affrontare un’altra tegola: la partenza di Heverton. Il talento brasiliano infatti, vorrebbe cambiare aria, e dopo un breve sondaggio del Carmagnola, il giocatore è ancora in cerca, anche se non si esclude che alla fine possa rimanere nel canavesano.

MOVIMENTI VARI L’ex Rosta Torino potrebbe diventare un vero e proprio supermercato, dal quale tanti stanno cercando di accappararsi i pezzi più pregiati. Cheo Mendoza, dopo essere stato vicino al Cld Carmagnola (trattativa poi sfumata), è ormai ufficialmente un

nuovo giocatore del Lecco, mentre Borelli contattato sia dal Castelammonte che dal Bra sembra aver optato per la seconda. Per i ragazzi con meno di venticinque anni, il discorso è però diverso, infatti il cartellino appartiene ancora al Rosta (che giocherà in C1 timonata da Simon) anche se sicuramente il gruppo di quest’anno non verrà modificato con innesti dal vecchio Rosta Torino. Dunque sarà facile trovare una qualche soluzione per far partire anche i vari giovani come Bussetti (contattato da Carmagnola e Bra) e Canavese, fratello dell’ex direttore sportivo rostese.

SALUTA? A

Bra regna l’incertezza. E’ lo stesso presidente Gianni Rosso a confermare: “Con tutta sincerità posso dire che la situazione al momento non è molto chiara” tuona il patron giocatore confermando in parte una situazione che nelle ultime ore, a detta degli addetti ai lavori, sembrava non essere del tutto rosea con una possibile partenza di Massimo Cavallotto e il rischio incombente di non chiedere il ripescaggio, domanda che fino ad un mese fa sembrava un obiettivo primario dei giallorossi. Le parole di Gianni Rosso a riguardo tendono a driblare l’argomento senza però negare che la parola incertezza al momento è la costante “Non si sa ancora nulla. Per il momento nulla è ufficiale - prova a glissare il presidente– appena ci incontreremo proveremo a capire quale sia la situazione e dunque decideremo anche se porgere domanda di ripescaggio per la quale avremo tempo fi no a mercoledì”. Dunque stando alle parole di Rosso il rischio di rifare un campionato di C1 dopo che il ripescaggio sembrava ormai scontato è un rischio reale. La settimana entrante sarà decisiva per il futuro della società giallorossa.

eu.be


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

25

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

SERIE C-SERIE D  Elena Piana del Luserna 

LUSERNA PIANA IN PANCHINA?

LE PANCHINE Quasi nessuna novità tra gli allenatori della Serie C. Oltre all’arrivo di Bonsegna sulla panchina della Juventus e di De Caroli su quella del Romagnano, sono pochi i cambiamenti sulle panchine rispetto all’annata terminata da poche settimane. Lo stravolgimento più clamoroso potrebbe arrivare da una società che punta alla promozione diretta in Serie A2. Il Luserna, infatti, potrebbe cambiare la sua guida tecnica: Miata sembrerebbe intenzionata a lasciare per motivi di lavoro (darà una risposta certa entro una decina di giorni) e al suo posto potrebbe risedersi sulla panchina Elena Piano. Per il momento si tratta solo di un’ipotesi, ma che circola nell’ambiente. Chi anche può darsi non siederà più su una panchina femminile il prossimo anno sarà Gulli, che potrebbe lasciare l’Astisport se dovesse arrivare una chiamata per alle-

nare una Prima squadra maschile. Se il mercato degli allenatori è praticamente fermo quelle delle giocatrici inizia a impazzare. La Juventus, che vedrà partire Monica Colucci (andrà al Jolly 38) e Romina Barbero (al Venasca, nuova società che si iscriverà alla Serie D), sta cercando di portare a Torino la centrocampista Chiara Figone, ex del Torino, nella trattativa che porterà al Cuneo San Rocco il portiere Cristina Turano. Asterix scatenato. La squadra neopromossa sta cercando di rinforzare la squadra e per farlo ha contattato alcune giocatrici del Castellamonte (retrocesso e che forse non riuscirà neanche a formare la squadra per la Serie D) tra le quali i due portieri Chiara Ciccone e Raffaella Fuga e il difensore Sabrina Ricca. Dalla Juventus, invece, dovrebbero arrivare l’attaccante Ilary Conterosito e

Irene Rubino, mentre dal Jolly 38 approderà all’Asterix un’altra centrocampista dai piedi buoni Elena Villa. Il Cavallermaggiore si è rinforzato con l’arrivo della centrocampista Cinzia Comino, ex della Virtus Fossano, che quest’anno è stata ferma e che sembrerebbe intenzionata a reindossare gli scarpini. Grandi perdite per il Pro Polonghera, che la prossima stagione dovrebbe fare a meno di due pedine importanti: Giuditta Vittone, che si trasferirà in Argentina, e Susanna Giaretti, che dovrebbe fermarsi per un problema alla spalla. Lavorano sottotraccia due società che punteranno alla Serie A2, cioè il Musiello Saluzzo e il Luserna. L’unico nome trapelato da entrambe è quello di Romina Pons, che dovrebbe lasciare l’Alba Femminile e potrebbe far comodo ad entrambe.

l.d.d

SERIE A Torino Alessandria (se ripescata)

SERAMI / NICCO ? Fossati ?

SERIE A2 Alba Femminile Cuneo San Rocco

Dilej Bertoloni

SERIE C Aosta Le Violette Asterix Astisport Biellese Borghetto Borbera (se ripescata) Cavallermaggiore Cit Turin Cossato Femminile Casale Juventus Luserna Musiello Saluzzo Pro Polonghera Romagnano

Piumello Musacchio Gulli ? Bazzocchi Bisio Bonetto Sereno Viglione Lorenzini BONVEGNA Miati ? Musiello Gai DE CAROLI

SERIE D - Le squadre che prenderanno parte alla Serie D (escluse le fuori classifica) saranno: Castellamonte (se riesce a formare la squadra), Real Calcio, Rivese, Azzurra, Sanmartinese, Azeglio Ivrea, Piemonte Sport, Tortona, Carrara 90, Givolettese, Jolly 38, Real Benny, Rivarolese, Valsusa e Venasca (società nuova). N.B. in maiuscolo i tecnici nuovi.

FUORICAMPO • CALCIO FEMMINILE SERIE A2 - L’esperta giocatrice potrebbe andare all’Alessandria, che intanto tratta con le granata il rinnovo di Barbieri, Lavarone e Russo

SERIE A

BOSI FUTURO GRIGIO Ludovico De Donno Torino

A

lessandria in Serie A non è più un sogno, ma a breve potrebbe essere realtà. La scorsa settimana è uscita la comunicazione delle squadre che hanno il diritto al ripescaggio e l’Alessandria è la seconda squadra dietro la siciliana Femminile Acese. E’ quasi sicuro che il Siena Femminile non presenterà domanda di iscrizione alla massima serie e così le orse si sono già portate avanti. “Noi abbiamo consegnato il tutto. Adesso dobbiamo attendere la risposta della Federazione, che potrebbe arrivare tra qualche settimana”, ribadisce il direttore sportivo Andrea De Marchi. Mister Fossati? “Per quanto riguarda il tecnico la prossima settimana ci incontriamo e dovremmo rinnovare il suo contratto”. Intanto, in attesa di approdare in Serie A l’Alessandria sta sistemando la rosa in vista della prossima settimana. Per il momento di ufficiale c’è solo la riconferma dal Torino del difensore Ludovica Russo, che vestirà grigio anche la prossima stagione (da definire ancora il tipo di passaggio). Con la società granata si parla anche di Raf-

faella Barbieri (attaccante) e di Vanessa Lavarone (fantasista), che l’Alessandria vorrebbe confermare. Da Torino poi potrebbe arrivare anche un altro difensore, molto esperto, cioè Manuela Bosi. Chi sicuramente non farà più parte della rosa delle grigie saranno Simona Ragno e Tessa Rigolino, che dovrebbero smettere per motivi differenti.

CAPITOLO ALBA L’Alba potrebbe fare i conti con diversi problemi la prossima stagione. Su tutti la posizione poco agevole della società e la possibilità che la squadra maschile si alleni in serata se non dovesse chiedere il ripescaggio in Serie D. Questi problemi hanno rallentato le trattative intavolate nelle scorse settimane, a partire dal tecnico Cantone che dovrebbe prendere la seconda squadra fino alle giocatrici Elisabetta Scaramuzzi e Valentina Amandola. Quelle che dovevano essere i primi rinforzi per la squadra di Delej potrebbero essere bloccate dai troppi chilometri da percorrere per indossare degli scarpini e tirare due calci ad un pallone, anche se si tratta sempre della loro passione.

 Manuela Bosi 

IN BREVE  DATE DI INIZIO CAMPIONATI Ripartirà il weekend del 1-2 Settembre la stagione del calcio femminile. In quel fine settimana, infatti, partirà la Coppa Italia, che vedrà come lo scorso anno partecipare le squadre di Serie A e Serie A2 insieme. I campionati ripartiranno sabato 22 Settembre (per quanto riguarda la Serie A) e domenica 23 Settembre (la Serie A2). Il campionato Primavera (in carico alla DCF) ripartirà domenica 28 Ottobre 2012. 

 TORNEO ALESSANDRIA IN SPAGNA L’Alessandria Femminile con la squadra Primavera la scorsa settimana ha disputato un torneo internazionale in Spagna nella provincia di Barcellona. A Catalunya le orse, aiutate come ogni anno da giocatrici di Juventus e Torino, hanno disputato un’ottima competizione in terra spagnola. Al torneo partecipavano anche una squadra svedese e un’americana. Le piemontesi hanno tenuto alto l’onore del calcio femminile della nostra regione. 

 MONDIALI UNDER 20 IN GIAPPONE DAL 19 AGOSTO Il 19 agosto prenderà il via in Giappone il campionato mondiale under 20. La finale è prevista per l’8 settembre. La nazionale italiana è stata inserita nel Gruppo B con Corea del Sud, Brasile e Nigeria. Tra le piemontesi convocate ci sono Cecilia Salvai e Michela Franco del Torino e Martina Rosucci del Brescia. 

 Barbara Bonansea 

BONANSEA TUTTI LA VOGLIONO I

l Torino Femminile ha due nuovi campi in vista del prossimo anno. La prossima stagione la formazione granata, che rappresenta il Piemonte nella massima serie, giocherà allo stadio Nebbiolo al Parco Ruffini. Questo dovrebbe permettere a Simona Sodini e alle sue compagne di avere una buona cornice di pubblico. Il campo di allenamento (almeno per l’inizio dell’anno) sarà quello di via Ponchielli. Tutto da definire, invece, per quanto riguarda quello che sarà il futuro tecnico dopo la partenza di Licio Russo dopo appena una stagione con la società granata. “Non dovrei essere io il tecnico della prossima stagione della Prima squadra. Rimarrò in società, ma soltanto come direttore sportivo”, così commenta

Stefano Serami. Per il momento il più plausibile sembrerebbe essere Eraldo Nicco, che è stato per diverse stagioni il tecnico della formazione delle Giovanissime. Per lui sarebbe la grande opportunità, dopo che in questa stagione ha dovuto lasciare la pancina della Primavera per motivi di lavoro. Intanto cambierà sicuramente il preparatore atletico Enrico Busolin, che per motivi di lavoro si trasferirà a Gubbio, dove dovrebbe andare ad occupare la stessa carica. Ancora molto in alto mare la costruzione della rosa in vista della prossima stagione. “Per noi tutte sono confermate - dice il direttore sportivo Serami -, ma ognuna deciderà dove andare”. Intanto le partenti sembrerebbero molte. Su tutte l’esterno Barbara

Bonansea. “E’ stata cercata da tutte le prime cinque della classifica”, parola di Serami. Il direttore sportivo poi conferma la partenza di Tatiana Zorri dopo appena un anno: “È l’unica che non rientra nel progetto tecnico. La prossima stagione punteremo sulle giovani che hanno fatto benissimo in questi ultimi due anni”. In dubbio anche la rimanenza dei due difensori centrali Elisabetta Parodi e Manuela Bosi. “Una delle due dovrà rimanere”, l’unica dichiarazione uscita dalla bocca di Stefano Serami. Al momento quella più vicina alla maglia granata sembrerebbe la genovese Parodi, perchè Bosi è già sulla strada per Alessandria, soprattutto se le orse saranno ripescate in Serie A.

l.d.d


26

Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012 redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

27

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO SPORT VARI TORINO 2015  Fassino:“Abbiamo svolto un lavoro egregio” PALLACANESTRO  Poste le basi per ripartire a Torino in A3 

ANTONIO ROSSI AL CUS TORINO Una gradita visita venerdì mattina all’impianto di canoa del Cus Torino: l’olimpionico Antonio Rossi ha tenuto una lezione per l’iniziativa Happy Meal Sport Camp, che ha coinvolto trenta bambini dai 6 agli 11 anni con l’obiettivo di trasmettere il valore dello sport e della corretta alimentazione.

Consegnato all’Aces il dossier La Pfp abbandona la Serie A2

T

orino contro Cracovia, la sfida è ufficialmente partita. Lunedì 2 luglio il sindaco Piero Fassino e l’assessore allo Sport Stefano Gallo hanno consegnato nelle mani di Gian Francesco Lupattelli, presidente dell’Aces Europe, il dossier di candidatura al ruolo di Capitale Europea dello Sport per il 2015. Gremita dagli alti dirigenti di moltissime discipline la Sala delle Colonne di Palazzo Civico. Gli amministratori locali, affiancati da Livio Berruti (indimenticabile vincitore dei 200 metri alle Olimpiadi di Roma 1960), hanno fatto leva sulle eccellenze della città in campo sportivo, dalla fondazione della Reale Società Ginnastica nel 1844 da parte dell’istruttore svizzero Rodolfo Obermann ai giorni nostri con eventi e campioni ricordati in un filmato di undici minuti, intitolato “Il cammino dello sport a Torino”. La sfida con Cracovia, reduce

dai fasti degli Europei di calcio, non sarà comunque semplice. La commissione esaminatrice sarà all’ombra della Mole Antonelliana dal 24 al 27 settembre, in Polonia a ottobre: la scelta finale sarà comunicata il 7 novembre presso la sede di Bruxelles del Parlamento Europeo. “Abbiamo fatto un lavoro egregio - ha dichiarato il sindaco - L’evento di presentazione al Palavela a febbraio ha avuto un grandissimo impatto, la nostra candidatura ha ricevuto molta simpatia. La Regione, la Provincia e il Coni ci hanno assicurato il loro sostegno. Torino ha avuto storicamente un ruolo di frontiera e di avanguardia; dopo la crisi del modello di una città basata sull’industria manifatturiera si è ripensata e da qui al 2015 ospiterà dei grandi eventi come i World Master Games, le finali dell’Asian Tour di golf e di Europa League di calcio”.

ste.tu.

Mara Bisi Torino

L

a Pallacanestro Femminile per il Piemonte, come era purtroppo ormai nell’aria, non si iscriverà alla Serie A2. Il diritto a disputare il secondo campionato nazionale, che era stato salvato dalle ragazze allenate da Maurizio Frigerio in fase di playout, è stato ceduto a Cremona, società di B nazionale che non era riuscita a fare il grande passo. “Al termine del campionato - dice il presidente Luca Gallucci - insieme con Piero Gaudino, abbiamo

INTERVISTA ESCLUSIVA

MIJNO LONDRA NEL MIRINO “FAREMO MOLTO BENE” C

’era anche lei, completamente vestita di bianco, giovedì sera tra le circa mille persone che hanno dato vita alla “cena in bianco” di Piazzetta Reale, flash mob che ha ricreato sotto la Mole l’atmosfera delle eleganti cene di Parigi all’insegna degli abiti, degli arredi e dei cibi rigorosamente in tinta albina. Il colore che forse dona di più a Elisabetta Mijno, però, è l’azzurro: l’arciera in carrozzina nata 26 anni fa a Moncalieri lo indossa da anni con successo e lo farà anche alle prossime Paralimpiadi di Londra, le seconde dopo Pechino 2008 in cui ottenne il 9° posto individuale. Inoltre da fine giugno fa parte

delle Gruppo Sportivo delle Fiamme Azzurre dopo anni ricchi di successi per gli Arcieri delle Alpi (che continuerà a rappresentare nelle competizioni a squadre). Partenza per i Giochi il 26 agosto; cerimonia d’apertura il 29 e prime frecce ufficiali il 30 per la gara preliminare. Con quale spirito andrai a Londra? “Con maggiore consapevolezza di quella che avevo a Pechino. L’obiettivo è migliorare il piazzamento di quattro anni fa. Questa è un’esperienza che va vissuta giorno per giorno; mi seguiranno mia mamma Laura, mio papà Renato, le mie sorelle Cristina e Agnese e mio fratello Gioele”. La qualificazione l’hai

ottenuta l’anno scorso ai Mondiali di Torino, battendo sul filo di lana la cinese Jinzhi Li nella gara a otto per il posto lasciato libero dalla Gran Bretagna, qualificata di diritto. “La finale non me la potrò più dimenticare. Quando rivedo il video della gara mi viene ancora la pelle d’oca. Sono grandi emozioni per chi fa sport”. Come vi state preparando voi azzurri per la trasferta a cinque cerchi? “Da novembre effettuiamo raduni periodici a Varallo Pombia. Di gare internazionali non ne abbiamo fatte molte, la crisi economica si fa sentire anche nel nostro settore. Abbiamo appena partecipato a una a Stoke Mandeville, in Inghilterra:

Salvini saranno ancora a Torino; anche Nicola è un nome che potrebbe rivedersi la prossima stagione. Due ragazze invece non hanno intenzione di restare, Quarta e Montanaro, che cercheranno un’altra società in A2, verosimilmente La Spezia. Le premesse quindi sono buone per affrontare la stagione 2012/2013 da protagoniste. Per quanto riguarda l’allenatore potrebbe rimanere Frigerio, oppure la società potrebbe puntare su un allenatore giovane già visto sulle scene piemontesi.

IMPIANTI  Agibilità ridotta al PalaNuoto

Seconda edizione delle Paralimpiadi per l’arciera torinese, appena entrata nel gruppo delle Fiamme Azzurre

Stefano Tubia Torino

valutato la situazione e preso atto dell’impossibilità di andare avanti sul cammino intrapreso due anni fa e proseguito con grandi soddisfazioni nell’annata passata”. L’intenzione adesso è quella di affrontare il campionato di A3 con la Pallacanestro Torino. Le basi per sostenere la prossima stagione non sono male. La squadra che si era presentata in B l’anno scorso era decisamente all’altezza del campionato e molte delle giocatrici che hanno disputato la A2 tesserate a Torino si fermeranno. Con tutta probabilità Coen e

sono arrivata quarta con una situazione atmosferica condizionata dal vento. Vento che ritroveremo a Londra anche se in misura minore, dato che il campo sarà più riparato”. L’Italia ha qualificato dieci atleti, massimo storico. Legittimo coltivare grandi ambizioni? “Non siamo messi male, ma bisogna prestare molta attenzione a Paesi emergenti come Messico, Turchia e Iran, mentre cinesi e coreani sono sempre molto forti”. All’inizio della carriera ci avresti mai pensato di arrivare fino alle Paralimpiadi, perdipiù per due volte? “È andata bene così. Era uno sogno che poi si è concretizzato: non si comincia con il pensiero di arrivare fino alle Paralim-

piadi, altrimenti si corre il rischio di fermarsi prima”. Adesso hai una possibilità in più per metterti in evidenza: la gara a squadre, insieme alla novarese Mariangela Perna e la trapanese Veronica Floreno. “Siamo arrivate seconde agli Europei di due anni fa. La nostra è una squadra che può comportarsi molto bene, ci credo molto. Sono sicura che faremo bene”. Sei orgogliosa di essere la prima atleta donna del settore paralimpico a essere entrata nelle Fiamme Azzurre? “Al di là di questo, è il riconoscimento per i risultati che ho ottenuto in questi anni. Avere la possibilità di competere per un gruppo sportivo militare è molto bello”.

Curling, tutto fermo

L

uci e ombre nel quadro dell’impiantistica torinese. Non sono ancora partiti i lavori per la realizzazione della cittadella del curling nell’ex area Moi che ha ospitato il Villaggio Olimpico ai Giochi invernali del 2006. Tutto fermo alle due audizioni concesse al comitato promotore dalla Commissione Post-Olimpico del Comune, che ha espresso parere favorevole al progetto di massima. La Federazione internazionale di curling (Wcf) ha garantito un finanziamento di 200 mila dollari; la Fisg nazionale ha dato il suo benestare e le dodici società del territorio, guidate dalla Pinerolo-Torino 2006, sono concordi nel farsi carico della struttura, eppure dopo l’avvicendamento nella primavera 2011 tra la giunta Chiamparino e l’amministrazione Fassino la pratica si è fermata. Per il 17 luglio è stata convocata la V Commissione Consiliare e in quella sede gli assessori al Patrimonio, Gianguido Passoni, e allo Sport, Stefano Gallo, risponderanno all’interpellanza presentata dal predecessore di Gallo, Giuseppe Sbriglio. Continuano invece i lavori, principalmente all’impianto elettrico e alla vasca di riscaldamento, al Palazzo del Nuoto di via Filadelfia, inaugurato un anno fa. Ciò comporta un’agibilità limitata a 200 persone a bordo vasca e 400 sulla tribuna (che ne possono contenere 1200) in occasione delle gare, per le quali si è reso obbligatorio scaglionare le gare stesse e gli ingressi per il pubblico. La sicurezza delle persone non è in pericolo, ma le norme di legge sono molto fiscali. Sarà intanto discusso in questi giorni il prolungamento della concessione di un anno in via sperimentale dal Comune al Comitato regionale Fin. Importante promozione invece per lo Stadio Primo Nebiolo di Parco Ruffini; dopo il successo delle finali per lo scudetto del campionato a 9 e di A2 Lenaf e del tryout per la nazionale, eventi organizzati dai Giaguari, diventerà stabilmente un centro di riferimento per il football americano nazionale.

ste.tu.

 ATLETICA MONDIALI JUNIORES Quattro piemontesi parteciperanno ai campionati Mondiali Juniores di atletica a Barcellona da domani al 15 luglio. Il più esperto in campo internazionale è Michele Tricca (Fiamme Gialle/Atl. Susa), al via dei 400 metri e della staffetta 4x400, che ha uno stagionale di 46”59. Nei 3000 siepi Italo Quazzola (Atl. Piemonte), dal personale di 9’02”49, tornerà in azzurro dopo i Mondiali Allievi di Lille. Sugli 800 in gara il marocchino Soufiane El Kabbouri (Cus Torino), che vanta un tempo di 1’48”97, e nel salto in lungo Giulia Liboà (Atl. Mondovì), dal personale di 6,19 metri. ste.tu.

IN BREVE  TORINO STREET STYLE SABATO 14 E DOMENICA 15 Sabato 14 e domenica 15 si terrà in piazza Castello, via Roma e piazzale Valdo Fusi la 3ª edzione di Torino Street Style, rassegna degli sport di strada (Bmx, Frisbee, Bike Polo, Street Golf, Ruota di Rhon, Skateboarding, Street Boulder e Torino Vertical Bike). 

 TORINO YOUNG CITY - DUE INCONTRI A TEMA SPORTIVO Per l’iniziativa “Oltre i Limiti”, inserita in Torino Young City, nel cortile di Palazzo Carignano si svolgeranno due incontri sullo sport: domani con Pietro Mennea e Martina Caironi su “Sport e disabilità” e sabato 14 con Alex Bellini e Carlo Roncaglia su “Nuove frontiere del viaggio”. 

 CANOTTAGGIO - PARTITO IL RAID TORINO-LONDRA Ha preso il via ieri dal Circolo Esperia il raid Torino-Londra: alcuni appassionati di canottaggio solcheranno i fiumi europei per giungere in Inghilterra il 25 luglio, due giorni prima dell’apertura dei Giochi Olimpici. L’iniziativa sosterrà la candidatura di Torino a Capitale Europea dello Sport per il 2015. 

 IPPICA E MOTORI IN PRIMA LINEA PER L’EMILIA Lo sport torinese si mobilita per l’Emilia: all’ippodromo di Vinovo si è svolta ieri un’asta benefica di cimeli dell’ippica e l’Automotoclub Storico Italiano (Asi) ha indetto una raccolta fondi tra i suoi 294 club. 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

28

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

TENNIS ITF BIELLA  100mila dollari

ITF TORINO  Finale domenica 15 luglio alle 11.30

Successo Larsson

D

B

iella parla svedese. Si è aggiudicata infatti la 12ª edizione del 100mila $ femminile Johanna Larsson, numero 92 della classifica mondiale, che in finale ha superato in due set Anna Tatishvili (73 Wta). In semifinale la Larsson aveva sconfitto senza appello Romina Oprandi con un netto 61/62, mentre Anna Tatishvili si era liberata della ventenne romana Nastassja Burnett, brava a vincere il primo set ma poi travolta negli ultimi due parziali.

RISULTATI SINGOLARE • QUARTI DI FINALE Tatisvili (Geo, 3) vs Khromacheva (Rus) 62/60, Burnett vs Zahlavova (Cze) 16/63/62, Larsson (Swe) vs Cadantu (Rou) 63/36/64, Oprandi (Sui) vs Gallovits-Hall (Rou) 75/64. SEMIFINALI Larsson (Swe, 7) vs Oprandi (Sui, 6) 6-1, 6-2 Tatisvili (Geo, 3) vs Burnet (Ita) 3-6, 6-0, 6-1 FINALE Larsson (Swe, 7) vs Tatisvili (Geo, 3) 63/64 DOPPIO Hrdinova-Jugic Salkic b. Klemenscits-Malek 1-6, 6-3, 10-8

 Giulia Pairone

opo il passo indietro del Challenger targato Sporting, il Trofeo Ma-Bo dell’Orange Club North Tennis è diventato l’unico appuntamento tennistico internazionale che Torino ospita in questo 2012. C’è quindi grande attesa per questo Itf femminile da 10mila dollari, che negli anni ha consentito di scoprire proprio sui campi di corso Appio Claudio alcune campionesse del tennis moderno: dalla francese Marion Bartoli alla nostra Flavia Pennetta, senza scordare il successo di David Nalbandian nel tabellone maschile in una delle prime edizioni. Dopo il trionfo del 2011 targato Khanna (che sconfisse in finale la bergamasca Alice Moroni), quest’anno la prima favorita del seeding è la francese Estele Guisard, classe ‘89 e numero 411 della classifica Wta. Tra le azzurre occhi puntati su Federica Quercia (459), Erika Zanchetta (489), Benedetta Davato (522), Federica Di Sarra (544) e Angelica Moratelli (563). Attenzione anche alla spagnola Lucia Cervera-Vazquez, classe ‘91, che sbarca a Torino tra molte attese. Il tabellone di qualificazione terminerà quest’oggi, mentre da domani prenderà il via il main draw. Ingresso gratuito, gare dalle 10 di mattina e finalissima in programma domenica 15 luglio verso le 11.30.

mat. mus.

PIEMONTESI A LONDRA Stefano Napolitano si ferma agli ottavi di finale, Camilla Rosatello ko nel doppio

SPETTACOLO AL NORTH TENNIS  Federica Di Sarra 

VALMORA OPEN Battuti Andrea Alviano e Stefania Chieppa

COLPACCI GIRAUDO E CANEPA

DONATI, CHE FINALE A WIMBLEDON L’alessandrino, in coppia con l’altro azzurro Licciardi, sconfitto nell’atto finale nel doppio juniores  Matteo Donati, classe ‘95

 Alberto Giraudo, cresciuto allo Sporting sotto la guida di Giampiero Arbino

Matteo Musso Torino

C

’era anche un po’ di Piemonte a Wimbledon 2012. Non ancora nei tabelloni principali, ma in quelli junior, però si tratta di un passaggio importante. Perché, sebbene essere forti da under non corrisponda a diventare un top player con assoluta certezza in futuro, abituarsi a giocare i grandi appuntamenti può insegnarti la giusta strada da intraprendere per seguire le orme dei più grandi. È ciò che vorrebbero fare Stefano Napolitano, Matteo Donati e Camilla Rosatello, ovvero i tre piemontesi che hanno varcato le porte dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club, il circolo più esclusivo del pianeta tennis. Merita assolutamente la prima pagina l’alessandrino Matteo Donati, nato il 28 febbraio del ‘95 e capace di giungere ad passo dal trionfo nel tabel-

A

lberto Giraudo e Alice Canepa hanno conquistato la prima edizione del Valmora Open andata in scena sui campi del Circolo della Stampa Sporting. Nel tabellone maschile l’idolo di casa Giraudo ha sconfitto Andrea Alviano (anche lui portacolori dello Sporting) in due set (75/63). Nel main draw femminile invece Alice Canepa (ex 158 Wta) ha battuto nel match decisivo la torinese Stefania Chieppa 75/61.1

lone del doppio juniores in coppia con il ravennate Pietro Licciardi, classe ‘94. I due azzurri sono arrivati in finale senza perdere neanche un set. Non c’è stato però nulla da fare nell’atto conclusivo contro la forte coppia australiana Harris-Kyrgios, capace di imporsi in due set 62/64. Nel tabellone del singolare invece, mentre la grande promessa Quinzi si è arresa in semifinale, Matteo Donati è stato stoppato al secondo turno dal serbo Milojevic, testa di serie numero 6. Ha fatto meglio invece l’altro piemontese Stefano Napolitano, bravo a superare i primi due turni, ma sconfitto agli ottavi di finale dal forte americano Krueger in una sfida altamente equilibrata. Ottima esperienza anche per Camilla Rosatello, che ha saggiato i campi di Wimbledon nelle qualificazioni femminili e nel tabellone di doppio senza tuttavia riuscire a vincere un match.

A VILLANOVA VINCE LA TORINESE ROMA Al circolo Polisportiva Mezzaluna di Villanova d’Asti si è concluso il torneo Open femminile di tennis al quale hanno partecipato 28 tenniste. Nella partita finale si sono trovate di fronte l’astigiana Elena Burrone(Us Beinasco) classifica 2/4 e la torinese Geraldine Roma (Ronchi Verdi) categoria 2/6. Netta la differenza di gioco a favore della piu’ esperta torinese che ha concesso un solo game all’avversaria(6/1,6/0). In semifinale Burrone aveva superato la ligure Simona Capoccia per 6/1,6/0, mentre la Roma aveva eliminato Giulia Assereto per 6/1,6/4. Nella finale dell’intermedio Erika Culasso vince contro Anna Turco per 6/2, 6/4.

WIMBLEDON I RISULTATI DEI PIEMONTESI SINGOLARE MASCHILE Primo turno: Donati (ITA) vs Torpegaard (DEN) 64/46/62; (11) Napolitano (ITA) vs Hamou (FRA) 61/61. Secondo turno: (6) Milojevic (SRB) vs Donati (ITA) 75/64; (11) Napolitano (ITA) vs Desyatnik (RUS) 57/75/63. Ottavi: (8) Krueger (USA) vs (11) Napolitano (ITA) 76(7)/64. DOPPIO MASCHILE Primo turno: Donati/Licciardi (ITA) vs Alcaraz Ivorra/Lobato (ESP) 64/64; Hoyt/Montgomery (GBR/RSA) b. (7) Edmund/Napolitano (GBR/ITA) 57/64/10-2. Secondo turno: Donati/Licciardi (ITA) vs Kozlow/Kwiatkowski (USA) 76 (4) 63. Quarti: (6) Galarza/Martinez (ARG) vs (1) Peliwo/Quinzi (CAN/ITA) 76(2)/ 76(0); Donati/Licciardi (ITA) vs (5) Saville/Thompson (AUS) 75/62. Semifinali: Donati/Licciardi (ITA) vs Hoyt/Montgomery (GBR/RSA) 76(4)/76(5). Finale: (4) Harris/Kyrgios (AUS) vs Donati/Licciardi (ITA) 62/64.

 Stefano Napolitano 

DOPPIO FEMMINILE Krejcikova/Rosca ROU vs Maciejewska/Rosatello 63/64.

LIBRO

 Camilla Rosatello 

 Andrea Alviano, portacolori dello Sporting 

“Il Colpo che ti cambia la partita” è un libro che parla di etica sportiva applicata al tennis, ricorda aneddoti legati ai grandi tornei e alle più importanti competizioni a squadre del mondo, narra le sensazioni dei nostri campioni nel parallelismo vita - gioco, e ha inoltre una trattazione medico scientifica curata dall’Istituto di Medicina dello Sport di Torino e inerente gli aspetti bio-meccanici del tennis, quello mentale, quello tanto temuto degli infortuni e del modo per prevenirli. L’apertura, invece, è dedicata a spiegare come il tennista abbia, a nostro parere, qualcosa in più nella vita, compreso proprio “Il colpo che ti cambia la partita”. La natura di questo colpo potrai scoprirla solo leggendo il libro! Il Colpo che ti cambia la partita - di Roberto Bertellino e Franco Ferraresi 128 pagine; Editore Il Pennino - ilpennino@humourcomix.com


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

29

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

PALLAVOLO

BEACH VOLLEY

SERIE A1-A2

Trofeo delle Regioni - Le ragazze di nuovo sul podio dopo il successo del 2011. In campo maschile 5° posto

Elisa Fragonas scelta per il Mondiale U19

Grande bronzo rosa

Giannitrapani ha deciso le coppie per le Kinderiadi

Mastrangelo resta a Cuneo Prende forma l’Igor Novara

andato in archivio il Trofeo delle Regioni indoor, il testimone passa all’analoga kermesse di beach volley, in programma a Cesenatico (FC) da venerdì 13 a domenica 15 luglio. Il selezionatore Davide Giannitrapani ha scelto le due coppie: al torneo femminile parteciperanno Francesca Mirabelli (Acqui) e Alice Panetta (Saluzzo), che esordiranno nel girone A con Sicilia ed Emilia Romagna 2; a quello maschile Omar Biglino, albese del Club Italia, e Samuele Sansanelli del Nuncas Chieri, che se la vedranno per il girone C con Abruzzo e Molise. Dopo la prima fase a gironi si disputeranno i tabelloni a doppia eliminazione. Si fa largo in azzurro Elisa Fragonas, vincitrice delle Kinderiadi 2011 con Ilaria Fasano, che disputerà da mercoledì a Cipro con la marchigiana Valentina Pomili il Mondiale Under 19 per l’Italia. Nel weekend a Prto Cesareo (LE) si è giocata la Coppa Italia di sand volley 4x4 femminile. Ieri pomeriggio si è giocata la finale per il 3° posto tra Duck Farm Chieri e Torino, mentre la Last Minute Tour Giaveno Montichiari ha chiuso 6ª, battuta 0-2 da Pesaro.

a notizia che tutti a Cuneo attendevano è arrivata: Luigi Mastrangelo ha firmato. Il centrale pugliese ha respinto le tentazioni del Fenerbahce restando alla Bre Banca Lannutti per il quarto anno di fila. In A2 femminile prende forma la Igor Novara. In regia, dopo l’ingaggio di Mi Na Kim, confermato l’arrivo di Bersighelli dal Chieri ‘76, mentre i due liberi saranno Alberti (dal Busnago) e Prencipe (dal Villata). Probabili gli arrivi in banda della biellese Rosso (Santa Croce) e della slovacca Bramborova, affiancate dalla confermabile Migliorin; delle opposte Vanzurova, ceca, e di Olocco (Lilliput), dei centrali Casillo (Loreto), Malvestito (Piacenza) e Fornara (Loreto). Ornavasso ha confermato coach Bellano. Soddisfazioni per i piemontesi anche con le nazionali. Per le Olimpiadi il ct femminile Barbolini ha convocato la regista borgomanerese Eleonora Lo Bianco e il libero omegnese Paola Cardullo. L’Italia maschile del ct torinese Mauro Berruto ieri ha visitato Mirandola, uno dei centri emiliani più colpiti dal terremoto. Per il torinese Stefano Caire, vice della Bulgaria femminile, 2° posto all’European League di Karlovy Vary (Repubblica Ceca).

Stefano Tubia Abano Terme (PD)

L

’alternanza al Trofeo delle Regioni si è interrotta. Ci eravamo abituati a vedere i nostri ragazzi sul podio negli anni pari (vittoria nel 2006 e 2010, 3° posto nel 2008) e le ragazze in quelli dispari (medaglia d’oro nel 2007 e 2011, argento nel 2009). Invece quest’anno in Veneto è stata la rappresentativa Under 15 femminile a portare nuovamente sul podio il Piemonte, centrando un 3° posto di grande prestigio alle spalle di Lombardia e Toscana. Il successo lombardo è però stato reso possibile da un trio di novaresi, formato dal ct Luciano Pedullà, dall’opposto Giulia Angelina (tesserata per la Pro Patria Milano) e dalla schiacciatrice Francesca Napodano (Orago). I ragazzi subalpini sono

invece giunti quinti, alle spalle di Trentino, Marche, Veneto e Lombardia. Soddisfatto il presidente del Comitato Regionale Fipav Ezio Ferro: ”Per la selezione femminile avevo previsto il 4° posto. Nel settore maschile patiamo il calo numerico dei tesserati che ha portato a un abbassamento della qualità. In questo caso avrei firmato per un 6° posto e siamo arrivati quinti, sbagliando inoltre la partita che ci avrebbe proiettato tra le migliori quattro. Abbiamo ottenuto molto di più delle nostre possibilità”. Infine una frecciatina alla Lombardia del volley: “Il suo movimento ha il triplo dei nostri tesserati, ma il nostro lavoro è di qualità migliore, se per vincere il Trofeo femminile ha dovuto ricorrere a un selezionatore piemontese e a due nostre ragazze”.

IL CAMMINO FEMMINILE Mercoledì, nella prima giornata di partite per il girone C, le ragazze di Massimo Moglio e Silvia Asola hanno regolato 3-0 la Basilicata (21-6; 21-13; 21-6) e la Campania (21-10; 21-11; 21-18). Con il 3° posto nel ranking generale il Piemonte è stato destinato al gruppo C valido per i posti dal 1° al 16°: successi giovedì 2-1 sul Friuli Venezia Giulia (21-17; 21-16; 10-21), venerdì 3-0 sulla Campania (21-16; 21-15; 21-9) e 2-1 sull’Emilia Romagna (21-16; 18-21; 21-16). Approdo diretto in semifinale, in cui ha perso 0-2 con la Toscana (20-21; 18-21), poi grande prestazione nella finalina per il bronzo con il Veneto, battuto 2-1 (18-21; 21-17; 21-20). Queste le dodici componenti del team: le registe Linda Ivaldi

 Sei vittorie e una sola sconfitta, in semifinale, per le ragazze di Moglio (foto Agenzia Piran) 

(Acqui) e Martina Olmo (Trecate), l’opposto Alice Bocchino (Collegno Cus Torino-Unionvolley), le centrali Georgiana Antonione (Area0172 Bra), Giulia Gorgerino (Unionvolley) e Charlotte Schirò (Team Volley Novara), le ali Cristina Fiorio (Lilliput), Alessandra Prelato (Chisola) ed Erica Grotteria (Acqui), i liberi Lucia Morra (Asti) e Valeria Cantini (Acqui).

IL CAMMINO MASCHILE Tutto facile nel girone D di qualificazione per il gruppo di Monica Cresta, coadiuvata da Mauro Rizzo e Claudio Basso: stesi 3-0 la Toscana (21-13; 21-16; 21-8) e la Calabria (21-9; 21-15; 21-13). Terzi nel ranking, i nostri ragazzi sono confluiti nel gruppo C della seconda fase: un lineare 3-0 nuovamente con la Toscana (21-18; 21-15; 21-14),

poi arrivava un ko 1-2 con la Puglia (20-21; 21-16; 15-21) e un successo 2-1 sulla Lombardia (21-20; 18-21; 21-19); con il 2° posto dietro ai pari età lombardi maturava il diritto alla semifinale per il 5° posto, vinta 2-0 sull’Emilia Romagna (21-15; 21-16), risultato ripetuto nella finalina di classificazione con l’Abruzzo (21-17; 21-17). La rosa subalpina al completo: i palleggiatori Luca Filippi (Cuneo) e Mattia Milano (Parella), gli opposti Filippo Bonelli (Mondovì) e Fabio Gerbino (Cuneo), i centrali Flavio Amouah (Cuneo), Ruben Faraci (Arti e Mestieri) e Paolo Mazzone (Nuncas), gli schiacciatori Jacopo Chiapello (Cuneo), Davide Garnero (Cuneo), Andrea Nasari (Nuncas) e Luca Spinelli (Cuneo) e il libero Luca Martina (Pinerolo).

 Perde una posizione rispetto all’anno scorso il Piemonte maschile di Monica Cresta (foto Miletto)

M

Lo Bianco e Cardullo vanno alle Olimpiadi

L

ste.tu.

ste.tu.

MERCATO NAZIONALI  Chiusi i termini per le cessioni dei titoli. Tris di colpi per il Pinerolo MERCATO REGIONALI  Si ringiovanisce il Canavese 

B2: risale Acqui, scende Biella Moruzzi al Labor

La centrale ritroverà a Borgaro Sirchia e Sara Visentin

Tubia-Martano Torino

lanza di B1.

C

4VALLI ALESSANDRIA (B2/F)

on la chiusura dei termini per la cessione dei titoli due i colpi a sorpresa. La Pallavolo Acqui Terme ha rilevato il titolo di B2 femminile dalla Sant’Orsola Alba (un anno fa lo acquistò a nome del Gs Acqui), mentre il Biella rinuncia alla B1 maschile per ripartire dalla B2.

PINEROLO (B1/F) Tris di giocatrici ingaggiate dopo trattative condotte per l’Unionvolley dal vicepresidente Arbinolo, dal responsabile della sezione sportiva Prina e dal consigliere Fattori. Per due è in realtà un ritorno, le centrali Midriano (già in Valchisone nel 2005/06 prima di andare a Giaveno e Cadelbosco) e Alessandria, proveniente dall’Asti. Completa il quadro la regista Bonifazi, ex Civitavecchia. In uscita la centrale Moruzzi, passata al Labor Volley di C.

CHIERI ‘76 (B1/F) Ufficiale l’acquisto della regista Gioria da Vigolzone, chierese di residenza.

Confermati il tecnico Consorte, la regista Catasti, l’opposta Guanà, le centrali Garbarino e Massari, le ali Bonafede e Fontana e il libero Imarisio; dal vivaio salgono le alzatrici Negro e Galazzo. Prossimo l’annuncio di una nuova banda al posto di Puchaczewsky, non confermata; incerta la permanenza del posto 3 Zannini, mentre la regista padovana Guidi si avvicinerà a casa.

TRECATE (B2/F) Messa in piedi la nuova prima squadra di A2, il club ha provveduto a scambiare il proprio diritto di B1 con quello di B2 del Busto Arsizio. Promosso a head-coach Bonfantini, già vice di Colombo; confermate l’ala Golini, i centri Gogna e Ubezio e il libero Tonella. Rientrano dal Busto Arsizio il liberi Baragioli, dal Galliate la banda Turchetto e dal Bellinzago l’opposto Saporiti; aggregata dal vivaio la centrale Mordenti. Per la regia, incerta la prosecuzione dell’attività di Gasperini, mentre c’è interesse per Carando, ex Chieri ‘76.

COLLEGNO CUS (B2/F) Acquistata l’ala pescarese Costantini, nella passata stagione al Castel-

di coach Appi: ai suoi ordini ci saranno ancora le palleggiatrici Siega e Cantarella, le centrali Borin, Catalano, Imo e Mainini, le schiacciatrici Donati e Bruscagin e il libero Biella, di cui la vice sarà probabilmente la giovane Scarmozzino. Non trapela nulla dal club bicciolano, se non che sono vicini gli ingaggi di un’ala e di un libero da inserire in un organico largamente immutato, a parte il ritorno dell’ala Trusso a Casale.

(che seguirà anche l’Under 17, mentre Martinoli allenerà C e Under 19). Arrivano il regista Colombo e il libero Perlo da Alba, l’ala Graziana dal Sant’Anna e il martello Garino, che riprende a giocare. Confermati il palleggio Simonetti, gli opposti Mastroianni e Nasari, i centrali Aimone, Mazzone, Montini e Piovano, le ali Cumino, Ferrarotti, Luccato e Ronco e il libero Sansanelli. Sale dal team di C l’opposto Boccone. Smettono il regista Casagrande e l’opposto Vagata, incertezza per l’ala Bramante; il libero Avite passa alla C chierese.

BIELLA (B2/M)

ALBA (B2/M)

Contrariamente alle indiscrezioni dell’immediata vigilia, la Lauretana non sarà al via del campionato di B1 ma ripartirà dalla categoria inferiore, che l’ha vista vittoriosa nel 2011. Nelle scorse settimane la dirigenza laniera aveva cercato invano di scambiare il suo titolo sportivo, poi proprio giovedì sera è riuscita in extremis ad acquistare la B2 dal San Donà. Resta da capire da quali giocatori ripartirà la società.

Per la panchina la dirigenza è vicina a chiudere con Dogliero, inattivo la passata stagione. Per l’organico spicca l’acquisto dello schiacciatore Domenghini, l’anno scorso a Cisano; oltre a lui arriva il regista Novello. Restano inoltre l’opposto Marchisio e l’ala Ghibaudo.

S2M VC (B2/F)

NUNCAS (B2/M) GALLIATE (B2/F) Pochi i ritocchi necessari al team

Roster praticamente chiuso alla corte del neo-coach Iannaccone

PMT TORINO (B2/M) Definita la conferma del regista Viglione, del centrale Tallia e probabilmente dello schiacciatore Serini (per cui si tratterà con l’Arti e Mestieri). L’ala Robazza passa al Sant’Anna.

S

ettimana di importanti novità nei regionali, soprattutto in C femminile.

LABOR VOLLEY (C/F) Il nuovo club nato dalla fusione di Cafasse Borgaro e Balamund Lanzo si candida sempre più a un ruolo di protagonista. Agli acquisti dell’alzatrice Sirchia e dell’opposto Nzua si affiancano quelli della centrale Moruzzi, cresciuta al Lilliput e l’anno scorso a Pinerolo, e dell’opposta Sara Visentin, ex Balamund e Lilliput con un’apparizione alla final four di Coppa Piemonte con il Chisola. Coach Berra avrà agli ordini anche l’alzatrice Alessia Spacca, l’opposto Giulia Spacca, il centro Tomatis, le ali Calabrese e Fontana e i liberi Giulia Vecco Garda e Noveri.

CANAVESE (C/F) A Ivrea il confermato tecnico Polesel avrà a disposizione una squadra ancora più giovane dello scorso

anno. Restano Cavalieri in palleggio, gli opposti Bona e Martina Re, i centrali Mbachu e Povolo, le ali Valentina Re, Strazzeri ed Elhajjam (che potrebbe essere spostata in zona 2) e il libero Melò. Dal Caselle arrivano due under 18, l’alzatrice Montefameglio e la banda Nogarotto. Abbandonano l’attività l’opposto Mercando e la centrale Bo; diretta verso altri lidi l’alzatrice Beneitone.

 Elena Moruzzi, classe 1984 

BEINASCO (C/F)

OLIMPIA VC (C/M)

Sarà ancora Scotti a guidare la Bussola dopo la seconda promozione consecutiva. Confermate l’opposto Arciello, le centrali Prola e Rizzi e le ali Maccario, Salomi e Vegni; probabile permanenza anche del libero Fossati. Tre gli arrivi dal Collegno Cus: la regista Paudice, l’ala Samantha Bar e il libero Cassiano. In uscita le alzatrici Bertero e Damiani, le centrali Bertucci (al San Paolo) e Cascino, la schiacciatrice Pintore (al Lingotto) e il libero Altare.

La scommessa del club vercellese è riprovare a dare l’assalto alla promozione in B2 con lo stesso organico. Quindi agli ordini di Coscia resteranno gli alzatori Innocenti e Merlo, gli opposti Protano e Argentero, i centrali Gherardi, Marcotto e Zinetti, le ali Comella, Fracasso, Piazzano e Vincenzi e il libero Carisio, a cui sarà affiancato il giovane Tradi. Incertezza sul centrale Gibin, di proprietà del Sant’Anna.

ste.tu.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

30

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

PALLACANESTRO

INTERVISTA

MERCATO • L’Alessandria tenta Tassone e Maccagno. Pansa non va al Cus

Carchia sulla stagione a Cuneo

Jurak ancora a Biella All’Angelico anche capitan Soragna, Chrisikopoulos e Jaramaz

“Esperienza eccezionale”

 Goran Jurak 

Bisi-Bosio-Martano Torino

D

opo essersi a lungo inseguiti e corteggiati, Goran Jurak e l’Angelico Biella sono di nuovo assieme. Il giocatore ha accettato la proposta contrattuale 1+1 della società e sarà insieme a Soragna il pilastro della prossima squadra, che può già contare su Chrisikopoulos e Jaramaz e a breve anche sul ritorno in rossoblù dell’ala Tommaso Raspino. Intanto Biella ha fatto una proposta a Mason Rocca. Il mercato nazionale continua ad offrire più voci che trattative e passi importanti. È certo però che Lorenzo Pansa non siederà sulla panchina del Cus Torino di Dnb. Dopo diversi tentativi di accordo e l’attesa per lo svincolamento da Casale, l’affare non è andato in porto. Il Cus aveva a ogni modo delle alternative e sta contattando diversi coach, tra cui Goran Bjedov e Cesare Ciocca, che potrebbero prendere il posto di Genta. Alessandria invece ha chiesto proprio al Cus i giocatori Tassone e Maccagno; sembra difficile che Tassone possa trasferirsi, ma c’è da vedere le offerte ricevute. Raucci invece è stato richiesto da Mirandola di Dna; la società torinese avrebbe altrimenti intenzione di confermarlo. Alla Crocetta confermati tutti i senior a eccezione di Campanelli, Bertulessi e Tomatis. Per le prossime mosse di mercato si può pensare che stiano cercando un playmaker. In ambito regionale per la crisi economica e i costi dei parametri, c’è incertezza su quali saranno le squadre ai nastri di partenza. Il risultato ovviamente è un mortorio totale in cui le uniche notizie certe sono le sparizioni, le fusioni e i budget ridotti all’osso. Una cura dimagrante forse necessaria per un movimento in cui erano girate cifre francamente assurde per la sesta serie, ma non per questo meno dolorosa. E allora registriamo la sparizione di Asti, esclusa per non avere ottemperato all’obbligo delle giovanili, la fusione sotto la Zizzola che leva di mezzo il Brabasket, le voci sull’autoretrocessione di Savigliano in C2, la decisione del Kolbe di puntare solo ed esclusivamente sul gruppo ‘93-’94, e la generale certezza che non ci sono soldi. Da registrare l’interesse di Carmagnola per Perissinotto e Campanelli e la volontà di Borgosesia di investire ancora, nonché la conferma di Alba di un gruppo in cui non mancano i pezzi pregiati. A Ivrea approdano Quarta e Quaglia, mentre il vicecoach sarà Biamonti. In serie D il Tam Tam ha un nuovo tecnico, Alessandro Cibrario (ex Crocetta).

 UNDER 15 CUS KO AI QUARTI Si è fermato ai quarti il sogno di vittoria delle finali Nazionali di Under 15 del Cus Torino. L’ostacolo è stata la Comark Bergamo. Il divario fra le due compagini era evidente e fin dai primi minuti di gioco si è reso palese: il match si è concluso 81-55. Solo a metà del secondo quarto pareva che i torinesi si fossero rimessi in corsa, portandosi a –8, ma sono stati respinti dagli orobici. Si è comportato bene Vercellino, che ha terminato a quota 18 punti. Il risultato finale, al di là del match contro Bergamo, è comunque soddisfacente: nessuno si aspettava che i cussini potessero battere anche Milano, una delle migliori squadre in ambito giovanilie. È vero comunque che a Torino il nostro movimento non è ancora entrato in quell’elite che tutti gli anni finisce per scontrarsi sempre al vertice, indipendentemente dalle annate, ma è un buon passo. Scudetto alla Reyer Venezia, impostasi su Roma 65-61. Niente da fare invece per le ragazze della Pfp Under 15 alle finali nazionali di Vasto e Termoli: si sono arrese alle qualificazioni. m.b.

PAGELLE  Si chiude con un 6 la storia del Brabasket 

Giorgio Bosio Cuneo

Borgosesia da 8,5 pur non salendo C GESSI BORGOSESIA: VOTO 8,5

P

resentatasi come la squadra da battere, in realtà Borgosesia presentava lacune nell’esperienza e nella profondità nei cambi, e in una delle prime sfide coach Lazzarini ci confidò i suoi timori in merito. Poi vennero l’addio di Brezzo e l’infortunio a Cassani, e i timori si tramutarono in realtà. Così alle partite decisive le star sono arrivate un po’ spremute ed è mancato lo zicchete che fa la differenza. Annata comunque positiva con una finale combattuta fino a gara-5, miglior risultato della storia societaria. MVP - Già noto come super bomber, Paulig si è rivelato anche rimbalzista, passatore e uomo squadra: un giocatore completo.

BUSINESS PR. ALBA: VOTO 7,5 Forse dopo il campionato passato ci si aspettava un passo in avanti più deciso dai langhetti: giovani più esperti, un coach di livello come Jacomuzzi, ma i progressi sono stati forse inferiori alle attese. Però a tratti l’Olimpo ha giocato un basket bellissimo e ha davanti un grande futuro. Prossimo step: più continuità e fiducia nei propri mezzi. MVP - Difficile scegliere, e un po’ banale nominare il solito Dellapiana: scegliamo Zanelli, discontinuo ma con prove eccellenti.

BRABASKET: VOTO 6 Millemila giocatori impiegati, molte vecchie volpi del basket, qualche giovane. Dopo un inizio preoccupante, il Brc ha aggiustato il tiro e conquistato una salvezza agevole. L’estate ha portato la fusione con l’Abet e l’esperienza Brabasket finisce qui, forse cercando una D con i dirigenti che non hanno

accettato il matrimonio con il Team ‘71. MVP - Tra vecchi e gloriosi eroi prendiamo il giovane Calzavara, che ha dato freschezza.

CR SALUZZO: VOTO 6 Sufficienza non del tutto piena per i gialloblù, che hanno a lungo penato, perso due giocatori, passati ad altre squadre in corsa. Poi sono arrivati i centimetri e la solidità di Rolando e alla fine la salvezza si è materializzata, seppure con qualche patema. MVP - Abbiamo scritto di lui mille volte, del suo cuore, del suo basket old style, ma come si fa a non dare il titolo a Francione?

ALCOOLITAL FOSSANO: VOTO 4 Dispiace stroncare una società seria, ma “disastro” è la parola più adatta per la stagione. Partenza a razzo, poi in una spirale di insicurezza, paura, incapacità di reagire, si è materializzata una retrocessione che a pronosticarla a inizio anno si rischiava il Tso. Ripescaggio certo, ma va invertita la rotta. MVP - Non scherziamo...

ALEGAS ACCABASKET: VOTO 5,5 Altre squadre con gli stessi risultati avebbero ottenuto un voto più basso, ma per la creatura di Billi il risultato è una variabile indipendente. Sprazzi di bel gioco, ma anche scarsa continuità, oltre a limiti nell’organico, ma nessuno ha fatto un dramma della mancata salvezza. P.S. Federazione, per favore, lascia all’Accabasket le maglie multicolore... MVP - Rude e poco aggraziato, ma Baiardi conosce bene il basket e il suo tiro fa ancora male.

gi.bo.

ristiano Carchia è una delle bandiere del basket piemontese con alle spalle una carriera professionistica ventennale, passata da Torino, Ragusa, Trapani, Cento, Cagliari, Ferentino, Cus, Fossano e ora Cuneo, ma anche con ancora tanto entusiasmo per il basket. Complimenti per il bel campionato: l’anno prossimo potremo ancora vederti in campo? “Sicuramente, anche se non ho ancora deciso con certezza dove giocherò: la mia aspirazione sarebbe quella di tornare in un campionato nazionale, anche perché lì dovrei disputare meno minuti che in una C2, dove ovviamente la mia presenza in campo è più necessaria. Per me questa è un po’ una necessità fisica, viste le primavere che ormai sono 40: ho espresso questa esigenza ai dirigenti di Cuneo e hanno capito. Se comunque non dovessi trovare l’accordo con una C nazionale, rinnoveremo con reciproca soddisfazione”. A proposito di Cuneo, che ci dici di questa annata? “Secondo me è stata un’esperienza eccezionale sotto ogni punto di vista, sia per il gioco espresso, sia per il risultato che io credo essere molto positivo, sia per il gruppo che

PODISMO  Si parte con un minuto di silenzio per Maria Mazzato

MOTTARONE ASTI  Donne, 1ª Daniela Bertocchi

Bianco, che record

Grande Errebbah precede Mosca Albertone e Costa

Sebastiano Scuderi Corio (TO)

F

rancesco Bianco con il tempo di 52”36 stabilisce il nuovo record del Memorial Sergio Benetti, una gara tuta in salita che, partendo da Piano Audi di Corio a quota 820 in 9 chilometri raggiunge i 1979 del Monte Soglio. Alle 9, dopo un minuto di silenzio in memoria di Maria Mozzato, colpo di pistola per i 74 uomini, mentre le 20 donne partono 2000 metri più avanti. Bianco impone subito un ritmo sostenuto e resta solo, alle sue spalle Edward Young del Valchiusella, il valdostano Juan Orozco Sanchez e Luca Cerva. Bianco sale con regolarità e taglia il traguardo con un margine di 3’03” su Young che ha staccato Orzco Sanchez di 31”. Al quarto posto con un ritardo di 4’10” Cerva. Molto combattuta la gara femminile con a valdostana Nicole

Peretti che solo sull’ultimo strappo riesce a prendere un vantaggio di 10” su Ornella Bosco del Forno e vince in 58’42”; Alessandra Bianco del Cumiana completa il podio a 1’58”.

CLASSIFICHE Assoluta maschile: 1. Francesco Bianco (Palzola), 2. Edward Young (Valchiusella), 3. Juan Orozco Sanchez (Monterosa), 4. Luca Cerva Perolin (Forno), 5. Stefano Giaccoli (Rivarolo). Femminile: 1. Nicole Peretti (Pont S. Martin), 2. Ornella Bosco (Forno), 3. Alessandra Bianco

(Cumiana). JM: 1. Jacopo Musso (Alfieri). PSTM: 1. Mirko Bertino (Forno), 2. Silvio Pelissero (Giò 22), 3. Fabio Berton (Cumiana). M35: 1. Massimo Pezzetti (Forno), 2. Gian Luca Ugetti ( Borgo Revel), 3. Vincenzo Armenio (Forno). M40: 1. Luca Pelissero (Tiger), 2. Silvio Bisognin (Cumiana), 3. David Young (Valchiusella). M45: 1. Vincenzo Ambrosio (Dragonero), 2. Ezio Sardanapoli (Alpignano), 3. Giancarlo Costa (Monterosa). M50: 1. Paolo Musso (Alfieri), 2. Alberto Nascimbeni (Cumiana), 3. Bruno Casassa (Alpignano).

 La partenza del Memorial Sergio Benetti 

M55: 1. Francesco Famà (Gspt 75), 2. Silvio Galliano (Baudenasca), 3. Agatino Raineri (Dragonero). M60: 1. Antonio Barberis (Baudenasca), 2. Isidoro Grendene (Forno), 3. Roberto Garbati (Susa). M65: 1. Claudio Milan (Susa), 2. Massimo Pagnotti (Forno), 3. Mario Rossi (Cafasse). M70: 1. Carlo Marino (Baudenasca), 2. Cesare Bonello (TO021), 3. Luigi Castelnuovo (Briosco). Società maschili: 1. Forno 704, 2. Baudenasca 353, 3. Cumiana 243. PSTF: 1. Francesca Bellezza (Runner Team), 2. Elisa Arvat (Pont S. Martin), 3. Maria Laura Fornelli (Valle Varaita). F35: 1. Carla Grosso (Forno). F40: 1. Cristina Orso (Pietro Micca). F45: 1. Rosella Duoccio (Monte Bianco). F50: 1. Marina Plavan (Baudenasca), 2. Paola Borio (Pettinengo), 3. Anna Pejrani (Rivarolo). F55: 1. Annamaria Garelli (Dragonero). F60: 1. Gianna Annita Vaccari (Lessona), 2. Maria Leone (Tranese), 3. Paola Didero (Susa). Società femminili: 1. Forno 21, 2. Baudenasca 10, 3. Monterosa.

 Cristiano Carchia, classe 1972 

si è formato. Giocare con giocatori come Arlotto e Grossi, ma anche con gli altri, è stato davvero piacevole. Ci siamo poi dovuti arrendere a una formazione più fresca e con rotazioni più ampie, ma questo non toglie valore al nostro campionato”. Quando appenderai le scarpette al chiodo, ti aspetta un futuro nel basket? “Mi piacerebbe fare il dirigente, mentre non mi vedo tagliato per fare l’allenatore. Nelle nuove generazioni vedo pochissimo spirito di sacrificio, molta voglia di fare punti e numeri a effetto, ma non altrettanta di difendere e migliorare il bagaglio tecnico, per non parlare della capacità di curare il proprio fisico per tutto l’anno. Eppure con il basket ci si può togliere qualche soddisfazione, anche economica. Non credo che da allenatore potrei sopportare tutto questo, meglio fare il dirigente”.

L

a quarta Armeno – Mottarone ha visto al via da piazza della Vittoria oltre 300 concorrenti, da affrontare la corsa in salita, tutto su asfalto, che in 12,5 chilometri sale dai 535 di Armeno ai 1455 del Mottarone che sovrasta il lago Maggiore e da cui si gode un panorama incantevole. Protagonista della gara il biellese Alberto Mosca tesserato per l’Orecchiella Garfagnana, che prende ben presto il largo e taglia il traguardo in 54’24”, staccando di 1’38” Diego Abbatescianni del Palzola, 3’09” Salah Ouyat del Circuito Running e 3’25” il compagno di squadra Paolo Gallo. Ancor più netto il successo nella gara femminile con Elisa Masciocchi del Palzola che vince in 1h08’13” con 3’54” su Monica Bottinelli della Sport & Sportivi, 5’09” su Loredana Strozzi del Casorate e 5’17” su Elisabetta Di Gregorio del Valbossa.

seb.scu.

Paolo Cavaglià Montemarzo d’Asti (AT)

A

Montemarzo, frazione a sud-est di Asti che conta 350 abitanti, Mostafa Errebbah (Podistica Marene 2000) si è aggiudicato l’8ª edizione della “Munta e Cala - 1° Memorial Salvo Bonaventura” bissando il successo del 2011. Il marocchino dopo aver vinto le scorse settimane le corse astigiane di Variglie e Quarto, ha compiuto l’exploit sul percorso collinare di km 8,5 precedendo il trinese Edmil Albertone, portacolori del Gruppo Città di Genova, un ritrovato Michele Anselmo, astigiano della Vittorio Alfieri, Giorgio Costa e Maurizio D’Orazio, entrambi della Polisportiva Mezzaluna. Tra le donne la vittoria è andata all’esperta Daniela Bertocchi (Atletica Novese), che ha preceduto le più giovani Liliana Pagliero e Simona Giovine, entrambe della Brancaleone. Alla corsa regionale argento di corsa su strada in notturna, organizzata dal Gsd Brancaleone in collaborazione con il Comitato Festeggiamenti e gli Amici Podisti di Montemarzo, hanno aderito 84 podisti. Società più numerose: Brancaleone 29, davanti al Cral Inps Gate con 18, Dlf con 13, Gsr Ferrero con 12 e Vittorio Alfieri con 11.

CATEGORIE, I VINCITORI SM: Mostafa Errebbah. TM: Eris Valenzano (Dlf Asti). MM35: Edmil Albertone. MM40: Maurizio D’Orazio. MM45: Stefano Carbone (Dragonero). MM50: Giorgio Costa. MM55: Giampietro Magnabosco (Atletica Chierese). MM60: Gianfranco Bauduino. MM65: Aldo Vigna (Brancaleone). MM70: Giuseppe Mosso (Polisportiva Mezzaluna). SF: Caterina Anselmo (Vittorio Alfieri). MF45: Aurora Pasquino (Gsr Ferrero). MF50: Anna Sacco Botto (Brancaleone). MF55: Daniela Bertocchi. MF60: Speranza Vorraro (Cral Gate Inps). MF40: Giuliana Pagliero.

IN BREVE  EUROPEI DI MONTAGNA Italia ancora protagonista della corsa in montagna agli Europei organizzati dalla Turchia a Denizli Pamukkale. Grande protagonista Gabriele Abate, 4° a 47” dal turco Ahmet Arslan, davanti a Marco De Gasperi, col valdostano Xavier Chevrier, 7° conquistano il titolo con 3 punti sui padroni di casa; un coniglio avariato mette al tappeto Bernard Dematteis, 23° dopo una notte agitatissima. Bene anche le donne seconde dietro le britanniche, con Alice Gaggi del Runner Team nona. Ai Campionati italiani Masters di corsa in montagna a Tonezza del Cimone Vincenzo Imbrosci della Valsesia conquista il titolo dei 65 davanti al compagno Innocente Bruno, bronzo nei 70 per il valsesiano Sergio Deagostini. 

 CERUTTI: SECONDO TITOLO Fabio Cerutti conquista il secondo titolo tricolore agli Assoluti di Bressanone con un discreto 10”43 considerando il forte vento contrario. Titolo anche per l’alessandrino Paolo Dal Molin sui 110 hs in 13”74. Argento per Martina Amidei del Cus Torino nei 100 in 11”55. seb.scu 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012

31

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

QUEST’ESTATE CONTINUA A SEGUIRCI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

MOTORI Il senese si aggiudica per la terza volta la Cesana-Sestriere davanti a Cremonesi

MOTORI

CICLISMO

CICLISMO

Benvenuti e Cerati in luce con il 2° posto su Seat Leon

Marianne Vos dominatrice a Castagnole e del GiroDonne

Cappiello, sempre lei Mandrile 2° dietro a Sala

Paolo Cavaglià Castagnole d. Lanze (AT)

rano 2500 gli amatori che si sono cimentati nello splendido scenario delle montagne cuneesi: la “Granfondo Fausto Coppi” conferma la sua vocazione internazionale con atleti provenienti da 25 Paesi diverse. La gara con partenza e arrivo da piazza Galimberti a Cuneo si è sviluppata su due tracciati: la granfondo di 198 km e la mediofondo di 111 km, attraversando le valli Grana, Maira, Varaita, Stura e Gesso e portando gli atleti sui colli Sampeyre (2284 metri), Fauniera (2485) e Madonna Del Colletto (1368). Nel Lungo vince il lombardo Stefano Sala (Team Carimate) in 6h26’, seguito dal cuneese Fabrizio Mandrile (Sc Vigor Cycling Team) e dal biellese Roberto Napolitano (Cinelli Glass’Ngo). Tra le donne sempre prima la torinese Olga Cappiello (Cinelli), 2° la grossetana Maria Cristina Nisi (Max Lelli), 3ª Elena Ugo (Passatore). Nella mediofondo tra gli uomini successo di Antonio Camozzi del Team Isolmant Colpack in 3h39’ davanti a Saverio Crocetti (Vigili del Fuoco Genova) e al cuneese Francesco Chiappero (Movimentoevita.com). Prima donna la cuneese Ilaria Viglione (Punto Ciclo Conte).

La “Due ore di Portimao” del campionato spagnolo

Giovedì la 7ª tappa sulle colline di Asti

L

Bonucci è “Maestro” Marco Ferrero Sestriere (TO)

Ecco il segreto della vittoria per Bonucci: “Tra il bivio per Sansicario e Champlas c’è un tratto veloce di un paio di chilometri composto da una serie di curve raccordate tra loro dove è necessario evitare troppi cambi di marcia e dare alla macchina la massima scorrevolezza. Se si riesce a guidare in questo modo si può fare la differenza nei tempi”. Deluso Cremonesi, 2° assoluto: “Il paio di regolazioni fatte alla vettura hanno peggiorato

I

l senese Uberto Bonucci su Osella PA9/90, già vincitore nel 2007 e nel 2011, trionfa alla 31ª CesanaSestriere, prova del Campionato Europeo Montagna auto storiche, acquisendo simbolicamente il titolo di “Maestro” della gara, attributo in passato spettante ai vincitori di tre edizioni della stessa corsa. Il tempo realizzato sui 10,400 km del tracciato di gara di 4’54”36, davanti a Cremonesi su identica vettura staccato di 16”, è il punto di riferimento del tracciato nella nuova configurazione con una chicane aggiunta alle due precedenti a Champlas. Negli altri raggruppamenti successo per Perotto su Porche 911 RSR che precede il ceko Michl nel secondo, mentre il terzo è appannaggio di Rinolfi su Morris Cooper sul combattivo Zucchi.

l’assetto generale, e inoltre io ho commesso vari errori, con il risultato che ho fatto un tempo peggiore di quello delle prove”. Presenti in questa edizione della corsa alcune “perle”, quali la Alfa Romeo 6C di Prugger che corse anche a Le Mans, e la Ferrari 365 GTB4 di Morigi, appartenuta e portata in pista negli Usa niente meno che dal celebre attore Paul Newman e dall’altrettanto noto pilota americano del passato Milt

 Sopra, Perotto. In alto, Bonucci sul dosso di Champlas du Col 

Minter. Piccolo neo il manto stradale, rattoppato in alcuni punti nel corso della settimana: è apparso in più punti non uniforme ed è stato oggetto di rammarico da parte di molti piloti. Meritevoli di menzione e protagonisti nelle loro categorie Giovanni Carena, che in barba ai suoi 73 anni ha sfoderato la consueta grintosa prestazione al volante della sua VW Scirocco, e Alessandro Rinolfi che, vincitore del 1° raggruppamento con la sua Mini Cooper 1,3 (120 cavalli per 635 kg di peso), si è tolto la soddisfazione di tenere dietro mezzi ben più dotati in termini di potenza. Prima della gara, fantastico e apprezzato spettacolo della sfilata delle vetture apripista, con un rarissimo esemplare di Fiat X1/9 prototipo “ufficiale” che la casa madre aveva approntato per il Giro d’Italia negli anni

’70 oltre a tutte le Lancia che hanno fatto la storia dei rally (Delta Integrale, S4, Beta Montecarlo). La concomitanza con la Rieti-Terminillo ha purtroppo ingiustamente reso orfana la gara, una delle più tecniche del panorama europeo e come sempre impeccabilmente organizzata e coordinata dal direttore di corsa Giancarlo Quaranta, di alcuni protagonisti e dei loro mezzi. Affinché questa gara abbia la collocazione che merita, non ci si può che augurare che la gara torni ai fasti degli anni ‘80 impreziosendo il calendario di gare per il titolo di Europeo assoluto della Montagna . In ultimo una nota dolente: purtroppo la “3ª Cesana Sestriere Experience Memorial Gino Macaluso”, prevista inizialmente per il prossimo weekend sullo stesso percorso, quest’anno non avrà luogo.

 Benvenuti (foto Principe) 

O

ttimo 2° posto domenica per Ivan Benvenuti alla “2 Ore di Portimao” in coppia con Dario Cerati, prova della Copa España Resistencia. “Sono soddisfatto del risultato finale - spiega il pilota caselettese - Tante erano le incognite: gara di due ore e partenza in serale insieme a Dario alla prima esperienza su Seat Leon. In partenza sono stato cauto, ma con 40 macchine in griglia c’era confusione, da cui siamo usciti malconci a causa di un contatto che ci ha piegato l’anteriore sinistro. Abbiamo sofferto di sottosterzo per tutta la gara, ma la macchina ha tenuto. Alla mezz’ora ho lasciato il volante a Dario che con esperienza ha gestito i successivi 60 minuti e un pitstop fuell perfetto. Nella mia ultima mezz’ora di guida ho inseguito e abbiamo conquistato il 2° posto di categoria”.

ste.tu.

a 23ª edizione del GiroDonne, partito da Napoli il 29 giugno e terminato a Bergamo il 7 luglio dopo aver attraversato sette Regioni, ha fatto tappa giovedì a Castagnole delle Lanze. Partite da Voghera le girine hanno percorso gli ultimi 50 km in provincia astigiana, attraverso tutta la Comunità collinare “Fra Langa e Monferrato” e i comuni di San Marzano Oliveto, Moasca, Montegrosso, Costigliole d’Asti, Colosso, Canelli e Coazzolo. A vincere la 7ª tappa è stata l’olandese in maglia rosa Marianne Vos (Rabobank), che ha regolato in volata un plotoncino andato in fuga sulle colline astigiane. Alle sue spalle Emma Johansson, Fabiana Luperini, Evelyn Stevens e Judith Arndt. Continua così il potere della 25enne in maglia rosa, che si è aggiudicata anche questa edizione bissando il successo del 2011. Sul podio della classifica finale a Bergamo con lei la statunitense Evelyn Stevens e l’inglese Emma Pooley. Non ha brillato la squadra astigiana della Chirio Forno d’Asolo, che ha dovuto accontentarsi in classifica generale del 38° posto a 50’05” della svizzera Patricia Schwager, e del 40° dell’ucraina Tetyana Riabohenko a 50’22”.

TRIATHLON  Donne, 1ª Biagioli CANOTTAGGIO  Festival Giovani TIRO DI CAMPAGNA  Italiani 

E

rano 150 gli atleti, provenienti non solo da tutto il Piemonte ma anche da fuori regione, che si sono presentati ieri alla partenza del Triathlon di Torino, con tuffo nel Po da sotto il Castello del Valentino grazie all’ospitalità del Circolo Cerea, che fu anche il primo club di triathlon torinese. I concorrenti, dopo aver nuotato in favore di corrente per 750 metri, hanno pedalato con tutte le loro energie su corso Moncalieri, interamente chiuso al traffico, passando davanti al Ponte Isabella e poi al Ponte della Gran Madre di Dio, percorrendo cinque giri per un totale di circa 21 km, poi sono rientrati in zona cambio per i 5 km di podismo (comprendenti tre giri tra i ponti di

corso Vittorio Emanuele, i Murazzi e il ponte della Gran Madre, passando ogni volta dai Giardini Ginzburg). Grazie alla particolarità del tracciato il pubblico ha potuto vedere costantemente gli atleti fino al termine della competizione con l’assegnazione della vittoria finale. Tra le donne a imporsi è stata l’argentina Romina Biagioli, seguita da Daniela Locarno della Trisport. it e dalla torinese Francesca Tunesi (Asd Torino Triath) Sul podio maschile sono saliti due torinesi: l’ucraino, cittadino di adozione, Vladimir Polikarpenko (Cus Torino Triathlon) e Lorenzo Boni, affiliato all’Olimpia Triathlon, mentre la medaglia di bronzo è stata appannaggio di Nicolò Borghini, tesserato per la squadra del Valle d’Aosta.

Andrea Canata Vergiate (VA)

Cesare Alpignano Coazze (TO)

G

aolo Pozzati ha concesso il bis. Il campione italiano di tiro di campagna 2010 si è ripetuto ieri a Coazze, presso il poligono di Pian Neiretto. La gara, organizzata con tutti i crismi sotto gli auspici della Fidasc, ha fatto vivere ai diciotto concorrenti giunti da tutta Italia un weekend ad alto tasso adrenalinico. La distanza di duecento metri per colpire i bersagli ha messo in difficoltà più di un tiratore, con cinque colpi per la sagoma del capriolo da palo fisso, altri cinque in posizione sdraiata puntando i gomiti e altrettanti con il metodo alpestok. Quest’ultima in particolare è una curiosa tecnica, che vede il “cecchino” appoggiarsi a un bastone di tre metri, non fissato a terra, quindi molto difficoltosa. Le

rande partecipazione dei giovanissimi torinesi alla 23ª edizione del Festival dei Giovani, la più importante manifestazione remiera dell’anno per le categorie non agonistiche, svoltosi quest’anno a Corgeno. Dopo i vari meeting nazionali, tra cui anche quello di Candia lo scorso maggio, il Festival è l’evento più atteso della stagione nonchè quello conclusivo. Nella giornata di venerdì successi per il Fiat con Giulia Helgasol nel 7,20 cadetti e per Marta De Cesare nelle allieve C. Primi posti anche per Christian Contino dell’Esperia nel 7,20 allievi C e Letizia Tontodonati dell’Armida nel 7,20 allieve C. Sabato i giovani canottieri appartenenti alla categoria Cadetti hanno avuto la possibilità di gareggiare nella specialità del Singolo. Successi per il Cerea con Karoschitz Radice nel singolo allievi C e con Adelmo Luccoli nel singolo cadetti. Doppietta anche per l’Esperia grazie alle vittorie di Guido Reyneri nel singolo cadetti e Gabriele Gallino nel singolo allievi C. Medaglia d’oro anche per Roberto Balestra degli Amici del Fiume nel 7,20 allievi b2 e per Elena Bertero nella medesima specialità. Bertero che si è ripetuta anche nella gara di domenica nella quale i successi torinesi sono arrivati anche da Pietro Martino dell’Esperia nel 7,20 b2 e dal misto Cerea-Armida di Radice e Amici nel doppio allievi C. Nella gara delle rappresentative regionali l’unica medaglia è arrivata dall’8 cadetti maschile formato dall’unione delle forze di Caprera, Armida, Cerea, Amici del Fiume e Cus Torino.

E

s.m.

Nella gara di Torino Molti piemontesi Pozzati fa il bis vince Polikarpenko nelle prime piazze due anni dopo Stefano Michiardi Torino

Granfondo Coppi sui monti cuneesi

P

condizioni climatiche tendenti al brutto non hanno certo agevolato la gara, ma l’abilità dei contendenti non ne ha patito. Come detto, Pozzati ha rispettato i favori del pronostico dominando in lungo e in largo, sparando le sue pallottole con notevole precisione tanto da raggiungere 116 punti su 150 di punteggio massimo. Il tiratore di Cigliano si è rifatto del terzo posto dell’anno scorso a Udine. Secondo posto per Giulio Agoti distanziato a quota 103. Medaglia di bronzo per Marco Cenni a 101 punti. Per la categoria femminile titolo per Nadine Cenni, davanti all’almesina Patrizia Nicol. Da notare che Pozzati e la Nicol fanno parte stabilmente della nazionale azzurra di tiro combinato, carabina più tiro al piattello, reduci dai campionati Europei in terra d’Ungheria.

IN BREVE  HOCKEY GHIACCIO - VALPE A CACCIA DI FONDI Allestire un roster competitivo con risorse limitate. Questo l’arduo compito in casa Valpellice per l’estate 2012: gli introiti mai arrivati dalla Regione e da alcuni sponsor privati rendono difficile la pianificazione del prossimo anno; la società cercherà quindi di “recuperare” 120mila euro da soci, sponsor e tifosi da investire in polizze assicurative da utilizzare poi come garanzie bancarie. Fronte mercato: lascia il club Lou Dickenson, giunto a stagione in corso. Estate di lavoro dunque, anche perchè gli altri team di Serie A si danno da fare: l’acquisto più fragoroso, del goalie Raycroft (un passato in Nhl), finora lo ha assestato la matricola Milano. Intanto a Pinerolo dal 18 al 26 agosto la nazionale olimpica terrà ben sei amichevoli con formazioni kazache, ucraine e francesi. Tra i convocati alcuni senatori (Marchetti, Hofer, Insam, Bernard) e tante conoscenze dell’hockey torrese e torinese (Frigo, Tommaso Traversa, Martino Valle Da Rin, Andrea Schina). m.fr. 

 NUOTO - FONDO, ALICE FRANCO TRICOLORE NELLA 25 KM Titolo tricolore per l’astigiana Alice Franco (CS Esercito/Asti Nuoto) nella 25 Km che si è tenuta ieri a Crotone, valida per il Campionato Italiano di lunga distanza. L’ondina astigiana si è imposta in 6h08’28”80, precedendo Fabiana Lamberti (Fiamme oro Napoli/CC Napoli, 6h09’39”80) e Camilla Frediani (CC Aniene, 6h10’31”80). 

 BASEBALL - SOLO SCONFITTE PER NOVARA E JUVE 98 In Italian Baseball League 1D, giunta alla 6ª giornata di ritorno, tre sconfitte interne per l’Elettra Energia Novara, ko con la Unipol Bologna 2-5 nel primo incontro, 1-17 per manifesta al settimo inning nel secondo e 1-7 nel terzo. In virtù di questi risultati il team gaudenziano resta malinconicamente in coda alla classifica con 4 successi e 35 rovesci. In Serie A Federale la Juve 98 ha perso entrambe le partite con il Reggio Emilia, primo della classe, con gli score di 6-1 e 3-2. Mancava più di mezza squadra (Barbero, Vaschetto, Signorini, Rosa Colombo, Bonifacino e Mancini), ma chi ha giocato ha tenuto la Juve in partita, soprattutto nel secondo incontro, quello riservato ai lanciatori stranieri. Bianconeri settimi in classifica generale con 13 vittorie e 14 sconfitte. 


32

Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 27 • Lunedì 9 luglio 2012 redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d'Aosta  

Numero 27_09072012

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you