Page 1

Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • lunedì 2 luglio 2012 • Settimanale sportivo del lunedì

 NOVITÀ

• LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU WWW.ILCORRIERESPORTIVOPIEMONTE.IT, BASTA REGISTRARSI

LEGGI IL CORRIERE SUL NOSTRO SITO: È GRATIS EDITORIALE

di Matteo Musso

Ciro Ferrara, voglia di stupire

C

iro Ferrara ritrova la Serie A? Si decide tutto questa mattina, con Napoli teatro dell’incontro tra il selezionatore dell’Under 21 e il diesse della Sampdoria Pasquale Sensibile, anche se i soliti bene informati danno il passaggio di Ciro in blucerchiato come cosa fatta. L’ex terzino, protagonista da giocatore dei maggiori successi di Napoli e Juventus, si trova ancora una volta di fronte ad un bivio. Come quando, dopo una vita ai piedi del Vesuvio, bussò alla sua porta una Signora orfana di glorie

IN VETRINA

e successi. Oppure quando, esonerato Ranieri, la stessa Signora gli offrì di guidare la Prima squadra in uno dei periodi più difficili della sua storia. L’avventura finì in una fredda notte di gennaio, ma gli immediati successori (Zaccheroni e Delneri) non fecero molto meglio, anzi. Qualcuno poi storse il naso quando Sacchi lo chiamò per l’Under 21, salvo riscontrare, risultati e giovani valorizzati alla mano, la bontà del suo lavoro. Ieri come oggi, Ferrara sceglierà con coraggio e voglia di stupire. La stessa della Samp.

Anche Piarulli e Falco alla corte di Ragagnin Zurlo chiude con Viola e punta Ussia e Favale

CALCIOMERCATO

CIRILLO A VOLPIANO CHISOLA: CRETAZZO

SEGUICI SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it TUTTO LO SPORT REGIONALE IN RETE

Direttore responsabile: Matteo Musso. Tribunale: reg. n 5734 del 20/10/2003. Stampa: Editrice La Stampa. Redazione: Via La Thuile 50, Torino, 10142. Tel. 011.198.53.222; 011.199.02.614; fax 011.19902510. www.ilcorrieresportivopiemonte.it. Poste italiane. Sped in A.p. 45% - Art 2 comma .20/B L. 662/96. - D.c.b. Torino

ACQUI

Pantano presidente, Iacolino verso la panchina  Olivetti a pag. 3 

ALBESE

Il direttivo si dimette, e salta la trattativa con Grasso  servizio a pag. 2

 Serie D - Baldi nuova idea del Bra, Borgosesia su Ferrauto  Eccellenza - Super Gassino, colpi D’Agostino e Panzanaro  Promozione - Orizzonti, ecco Bernardo, Dell’Aquila e Gianetto  Prima categoria - Bechis, Bisacco e Cardone al Pavarolo  Servizi da pag. 13 a pag. 15 (nelle foto Baldi, Cirillo, De Paola e Zaino) 

 PANCHINE GIOVANILI • LOLAICO A NOVI

 MERCATO PROFESSIONISTI

Buonagrazia, sì alla J Stars Santhià si rifà con Scanavino alla Juniores nazionale Ricardo a un passo da Chieri

Savino al Cuneo ‘98 Modini va al Pavia Capello a Vercelli

CASALE

Goveani c’è, Danna quasi La società si iscrive  servizio a pag. 2 

ORBASSANO

Ferrante e Mossio in aiuto alla società di Foschia  Pallante a pag. 4 

Cenisia, nuovo look: Mirra alla Juniores, Dall’Agnol agli Allievi, Stramazzo ai ‘99 Atletico Torino, D’Angelo per Ghirardi che torna al Barracuda (ds e ‘99) Atletico Gabetto, Verduci vicino come ds  Servizi 

da pag. 16

 Antonio Savino 

 Corrado Buonagrazia

FOOTBALL AMERICANO BILLS CAVALLERMAGGIORE, NIENTE SCUDETTO 

 Foto Piscopo 

Cairo telefona ad Asta:“Un giorno di nuovo insieme”. Bava ufficiale:“Sulla panchina della Primavera potrebbe esserci una sorpresa”  Servizi a pag. 10-11 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

2

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it DENTRO LE NOTIZIE Daniele Rosa Aosta

Fidejussione in ritardo, un punto di penalizzazione o una multa

D

VDA ISCRIZIONE IN LEGA PRO

opo aver trovato la ‘casa’ per la prossima stagione il VdA Saint Christophe inizia a lavorare per mettere a punto l’iscrizione per il prossimo campionato. Come ventilato nelle ultime settimane è infatti diventato ufficiale che sarà il ‘Pistoni’ di Ivrea lo stadio (4000 posti) che ospiterà le gare casalinghe del Saint Christophe per la stagione 2012-2013. Ma questo non è l’unico passo avanti fatto da Filippo Filippella, che diventerà amministratore delegato della società, dopo che la stessa è stata trasformata da A.S.D. ad S.R.L. Ma a tutte le buone notizie bisogna aggiungerne una che non è proprio piacevole, come conferma Filippella: “Per l’iscrizione non c’è pericolo, ma dalla banca deve arrivare una fidejussione e credo che non faremo in tempo. Ci iscriveremo e potremo incorrere in una multa o in un punto di penalizzazione”. Insomma, comunque vada il VdA giocherà la prossima stagione al ‘Pistoni’ e lo farà in Lega Pro Seconda divisione. Intanto, per quanto

riguarda il mercato, Filippella conferma Giovanni Zichella in panchina e dichiara: ”Non abbiamo ancora deciso niente. Sono tutte voci e fino a quando non metteremo a posto le cose importanti non potremo pensare al mercato e allo staff tecnico. In settimana ci incontreremo con tutta la società e stabiliremo il budget per la prossima stagione. Da li inizieremo a guardare ai giocatori che potrebbero fare al caso nostro”.

GIOVANILI CON LA J STARS? Tra le questioni che il VdA dovrà risolvere e affrontare c’è quella delle giovanili, perché è obbligatorio, per le squadre di Lega Pro, iscrivere la Berretti e gli Allievi nazionali. Ritorna quindi d’attualità la trattativa con la J Stars, per affidare la costruzione e la gestione di questi due gruppi alla società bianconera: un discorso avviato nelle scorse settimane, ma rimasto in stand by in attesa dell’iscrizione alla Lega Pro. “Noi ci siamo organizzati - spiega il direttore generale della J Stars Renato Carrain - perché non potevamo aspettare oltre. Ma rimaniamo disponibili ad ascoltare e valutare eventuali proposte”.

SULL’ORLO DEL BARATRO

FUORICAMPO

EX LEINÌ  Nuovo direttore sportivo 

Marra a Mappano Marra è il nuovo direttore sportivo del Football Mappano. L’ex presidente e direttore sportivo del Leinì era in trattativa anche con la Pro Collegno, ma alla fine ha scelto la società vicino a casa. Non solo per la vicinanza, ma anche per la sfida che andrà ad affrontare. Si occuperà dalla Prima squadra fino alla Scuola Calcio.“Con la Pro Collegno eravamo molto vicini all’accordo – sostiene lo stesso Marra -, ma alla fine ho deciso di andare al Football Mappano. E’ ufficiale. Sarò il direttore sportivo dalla Prima Squadra, fino alla Scuola Calcio. A Collegno avevamo anche già trovato l’accordo, ma poi mi ha chiamato il mio amico Torasso che sarà il tecnico della Prima squadra il prossimo anno e mi ha chiesto se avevo voglia di venire a dargli una mano. Qua sono vicico a casa e poi io ho sempre desiderato fare qualcosa a Mappano e finalmente ci riuscirò”. La sua decisione non è stata spinta soltanto dalla vicinanza a casa e dalla voglia di fare qualcosa a Mappano, ma anche dalla sfida che lo aspetta:“Alla Pro Collegno ho trovato persone molto preparate e ci siamo lasciati in ottimi rapporti. Questa sfida, però, mi ha incuriosito di più. L’obiettivo è quello di costruire tutto il Settore Giovanile in tre anni. Ad adesso abbiamo la squadra del ’98 che sarà affidata a Granieri (lo scorso anno tecnico della Juniores del Football Mappano, ndr), mentre l’allenatore della Juniores è ancora da definire. Poi avremo i gruppi della Scuola Calcio, di cui sarà responsabile sempre Camele. La nostra Scuola Calcio sarà il nostro punto zero da cui partire per costruire tutte le giovanili”. Ludovico De Donno

Il direttivo si dimette in blocco, società nelle mani del Comune HESPERIA  Cambia il presidente 

Cornero: “Ho fatto di tutto per dare un futuro a questa società, ma non è andata a buon fine” Ezio Grasso era pronto ad assumere la presidenza, ma la trattativa è saltata: “Troppe incertezze e poco tempo”

Damouni per Nasco

CASALE LA SVOLTA

 Goveani con la maglia del casale (www.radiogold.it) 

ALBESE ANNO ZERO

 Ezio Grasso, ex vicepresidente dell’Albese, nell’estate scorsa era uscito dalla società insieme a Franco Rava 

Emanuele Olivetti Alba

A

lba anno zero. L’Albese adesso rischia veramente grosso. Il presidente Cornero e l’intero direttivo langarolo hanno infatti rassegnato le proprie dimissioni e la società ad oggi è senza un futuro. Fino a qualche giorno fa l’ancora di salvezza era rappresentata da una vecchia conoscenza: Ezio Grasso. L’ex braccio destro di Rava era pronto a prendersi la poltrona di presidente. Poi però è saltato tutto. Ma andiamo con ordine. Cornero: “Giovedì ho rassegnato le mie dimissioni insieme a tutto il direttivo. Ho fatto di

tutto per dare un futuro a questa società, ma purtroppo non è andata a buon fine”. Grasso è categorico: “C’erano degli arretrati da chiarire della vecchia gestione, non siamo riusciti a concretizzare nei tempi giusti, adesso non si può più fare”. Grasso era a capo di un nutrito gruppo di sponsor (tra i quali anche l’ex presidente Franco Rava) che aveva l’ambizione di chiedere ripescaggio in Serie D. “Potevamo fare una buona squadra, ma così non si può ragionare”, conclude laconicamente Grasso. Per chiedere il ripescaggio c’è tempo fino al 5 luglio, per l’iscrizione in generale fino al 14. Non si capisce che

Turello: “Siamo pronti a lasciare, ma solo a persone serie”

ASTI BITTNER IN SOCIETÀ BANCHIERI IN PANCHINA  Simone Banchieri, ex Canavese e Pro Patria Berretti 

cosa realmente non sia stato possibile risolvere per portare a termine un’operazone che sapeva tanto di ultima spiaggia. Non si sa anche e soprattutto perchè i diretti interessati non lo dicono, trincerandosi dietro le solite dichiarazioni generiche prima riportate. Insomma adesso, come si suol dire, le chiavi sono in mano all’amministrazione comunale. Di nuovo in prima fila il sindaco Marello e gli assessori Scavino e Cervella. Nella speranza che, come l’estate scorsa, si trovi una soluzione in extremis. Che però, come 365 giorni fa, non si può pretendere che sia di alto profilo.

Cagnasso - Olivetti Asti

A

sti è ad un bivio. Si entra nella settimana decisiva per il futuro dei Galletti. Per ora una ridda di voci, che il vicepresidente Remo Turello marchia subito come tali: “Non c’è ancora niente di deciso, a breve però dovremmo ufficializzare qualcosa”. Allora proviamo a sottoporre i vari rumors all’attenzione di Turello. Fabrizio Bittner pronto ad entrare in società? “È una delle persone con cui abbiamo parlato”. Potrebbe nascondersi dietro questo nome il futuro della società astigiana. L’ex presidente del Coni provinciale di Torino è il fratello del presidente dell’Astisport, a quanto si dice soprattutto il patron, quello che mette i soldi insomma. I soliti ben informati parlano prima di un accordo per prendere in gestione il Settore giovanile dei biancorossi, discorso che però poi si potrebbe allargare alla Prima squadra. La conoscenza del territorio c’è, le potenzialità economiche a quanto pare anche, potrebbe essere lui la persona giusta. L’alternativa sarebbe un non meglio identificato gruppo che permetterebbe a Piacenza e Turello di fare il tanto sospirato passo indietro. Simone Banchieri per la panchina di Serie D? Anche qui Turello è laconico: “È

I

l miracolo in via Trevigi è quasi fatto!”. Nell’entusiasmo delle parole dell’assessore allo sport Federico Riboldi si percepisce tutta la tensione accumulata in queste settimane. Ma siamo al primo passo importante: l’iscrizione al campionato è cosa fatta. Se tutto andrà bene il Casale ripartirà dalla Seconda Divisione. “Ci ha pensato il segretario D’Ambrosio a consegnare tutta la documentazione - spiega Riboldi -, la documentazione è completa e nel rispetto integrale dei parametri. Ora aspettiamo il vaglio documentale in attesa dell’ok definitivo da parte di Lega e Covisoc”. La svolta lunedì scorso con lo sbarco in città di Roberto Goveani, accolto dal presidente onorario Giuseppino Coppo e dallo stesso assessore. Il meccanismo societario è simile a quello fatto ad Alessandria: nascerà una nuova società, “Casale Communication & Marketing Srl”, che si occuperà della fidejussione e guiderà la squadra verso la presidenza Goveani, che partirà col coprire una parte di ricapitalizzazione, già fatta, ma solo in parte, dalla vecchia proprietà. “Ci sarà da soffrire”. Questo il succo delle prime dichiarazioni in suolo monferrino da parte del notaio. Poi, se tutto andrà liscio, pronti con un progetto importante, basato sulle fondamenta dei buoni rapporti che Goveani con il Cagliari, il suo presidente Cellino e in particolare con il direttore generale Marroccu, già direttore generale sotto la presidenza Goveani alla Nuorese. A proposito di direttori, sembra sempre più concreta la trattativa con Giorgio Danna come responsabile dell’area sportiva. Adesso bisgona dare un’accelerata: c’è da costruire una compagine societaria, per poi buttarsi su quella tecnica e non farsi trovare in ritardo in fase di mercato.

un allenatore che abbiamo contattato. Se ci fosse un progetto basato molto sui giovani potrebbe essere la persona giusta”. Viste le ultime esperienze sulle panchine della Berretti di Canavese prima e Pro Patria poi, ci può stare. Ma dietro il suo nome c’è sempre l’ombra di Antonio Cascino, imprenditore torinese ed ex presidente dell’Orbassano. Una vita fa, ma negli ultimi anni sempre vicino al mondo pallonaro, in particolare in quelle società dove ha giocato il figlio Silvio, classe ’92, nella stagione appena conclusa al Pro Imperia. Insomma giorni decisivi anche per capire se lo zoccolo duro della società potrà finalmente prendere fiato oppure no. “Sono anni che lo diciamo – spiega Turello, che parla anche per il presidente Piacenza -. Saremmo pronti a farci da parte, ma solo per lasciare a qualche persona seria”. Forse, per l’ennesima volta, è proprio qui che potrebbe arenarsi il tutto e dare il via all’ennesima gestione dei soliti noti. Oppure no, con la vecchia dirigenza comunque a fare da garante. Di certo il nome di Lillo Di Franco come possibile dg (già responsabile del Settore giovanile del Como) garantirebbe quella solidità indispensabile per andare avanti. In settimana potrebbe avvenire l’incontro decisivo. Tutto in

ema.oli.

pochi giorni, perchè entro il 14 bisogna iscrivere la squadra.

Cambio al vertice nell’organigramma del Nichelino Hesperia. Dal 25 di giugno Francesco Nasco ha abbandonato la presidenza della società, ritagliandosi un ruolo di vicepresidente. A presiedere, invece, sarà Tony Damouni, vice di Nasco fino a pochi giorni fa. Non si tratta dunque di una variazione strutturale, più che altro di uno scambio; l’intento di Nasco era quello di condividere con il collega l’esperienza della presidenza, incarico confermato per i prossimi due anni. Non cambiano invece né il Direttore sportivo né i responsabili di settore. Corraro, che seguirà anche la parte tecnica della Scuola calcio, insieme ad un responsabile che verrà confermato in settimana, sarà coadiuvato da tre coordinatori, uno per ogni settore: Isoardi seguirà, insieme agli allenatori, i Piccoli amici, Sorano le tre annate dei Pulcini e Canale, che è anche il mister dei 2000, gli Esordienti e i fascia B. Mariarosa Cagnasso

VIRTUS SALUGGESE  Solo giovanili 

Niente Prima squadra Niente Prima squadra. La decisione della Virtus Saluggese per la prossima stagione è drastica, ma necessaria. A motivarla è il presidente onorario Momo:“Le risorse sono molto limitate, se avessimo deciso di continuare con la Prima categoria avremmo fatto delle promesse ai ragazzi senza essere certi di poterle mantenere. La società si è riunita e ha deciso che preferiamo concentrarci sulla Scuola calcio e sul settore giovanile, che comincerà quest’anno visto che gli ex Esordenti diventeranno Giovanissimi”. Lavoro sul settore giovanile che sarà guidato da due arrivi di spessore: Ferdinando Forziati (che era assessore per lo sport a Saluggia nella precedente amministrazione) e Ferdinando Anselmini, che ha lavorato per due anni alla Pro Vercelli nel settore giovanile. “Sono molto entusiasti – commenta Momo – con loro potremo fare bene. Quanto alla Prima squadra, non è detto che non potremo ricominciare dalla stagione successiva. Siamo pronti eventualmente anche a ripartire dalla Terza categoria”. Giulia Ongaro

AL SUMMER CAMP BAVENO

Lezione di Sannino

ASTISPORT-COLLINE ALFIERI Conserverà solo una squadra delle giovanili l’Astisport. Dopo aver rinunciato qualche anno fa alla Juniores la dirigenza ha preso accordi con il Colline Alfieri: alla società verranno ceduti in blocco il gruppo degli Allievi, degli Allievi Fascia B e dei Giovanissimi. “Abbiamo deciso di concentrarci soprattutto dei più giovani, rinunciando ai più grandi – spiega Rabaglino, segretario dell’Astisport – Il Colline Alfieri aveva un buco per quanto riguarda queste tre annate, quindi abbiamo raggiunto un accordo per poterli aiutare e per ridurre il nostro settore giovanile. Terremo soltanto gli Esordienti, primo e secondo anno, e i Giovanissimi fascia B, con i quali abbiamo intenzione di creare un paio di gruppi diversi”. A seguire i 2000 ci sarà Zanutto, mentre i 2001, che perdono uno dei loro migliori giocatori, Negro Nicolas, che va alla Juve, saranno seguiti da Olivo. Sulla panchina dei ’99 Calaciura, che lascia dunque i ’97 di cui si è occupato nella passata stagione. Finisce inoltre, per quanto riguarda la Scuola calcio, la collaborazione nata con l’Happy Children.

Giuseppe Sannino (allenatore del Palermo dopo le splendide stagioni vissute a Siena e Varese, nella stagione ‘98-’99 in Piemonte sulla panchina della Biellese) ha partecipato alla giornata conclusiva del Summer Camp Baveno, organizzato dalla società Città di Baveno nella persona dell’istruttore Rino Molle: 61 ragazzini tra i 4 e i 6 anni sono stati allenati per un giorno dal vulcanico allenatore, che con grande disponibilità ha risposto alle domande e alle curiosità dei piccoli calciatori.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

3

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it DENTRO LE NOTIZIE

FUORICAMPO MOVIMENTI  Dg e ds in dubbio? Il presidente è categorico:“Tutti e nessuno”

SOCIETÀ  Appuntamento venerdì

Mister X, Cristiano e futuro: Lovera c’è

Il None si presenta

Olivetti - Piolatto Torino

Venerdì prossimo (con la probabile presenza di Silvano Benedetti, resposabile della Scuola calcio del Torino) verrà inaugurata la nuova stagione sportiva dell’Asd None, società nata l’anno scorso ma finora “limitata” ai corsi per Piccoli amici.“Nella prossima stagione – spiega il presidente Gianfranco Perla (che, in caso di accordo con la nascente società di Orbassano, passerebbe la mano a Marco Russo) – iscriveremo un paio di squadre alla Scuola calcio, i Pulcini 2003 e gli Esordienti misti. E possiamo contare su una Terza categoria”. Di questa squadra si occuperà, probabilmente anche con il ruolo di allenatore, l’ex dirigente del Castagnole Pancalieri Domenico Gianfreda. L’Asd None parteciperà al bando, scaduto in questi giorni, per la concessione dell’impianto sportivo della cittadina pinerolese, mentre non dovrebbe partecipare la neonata Airasca Cumianese, che vorrebbe aggiungere un terzo impianto a quelli di Airasca e Cumiana. Ma, visti i rapporti di collaborazione che intercorrono tra Perla e Bonasia, c’è già una bozza di accordo per l’utilizzo reciproco dei campi. d.p.

avanti, soprattutto perchè non c’è più molto tempo da aspettare.

M

ister X, 30mila euro di budget e Pino Cristiano sulla panchina della Prima squadra e direttore tecnico delle giovanili. Il Settimo riparte da queste certezze per la stagione 2012/2013, che, anche se sono poche, sono sempre qualcosa in più rispetto alle ultime settimane.

MISTER X Partendo dalla prima certezza, i contatti con questo fantomatico imprenditore pronto ad entrare in società proseguono. Lovera, contattato telefonicamente, per il momento non si sbilancia: “Mister X c’è, ma per il momento non gli aggiungiamo nessuna lettera”. Sarà, ma la trattativa va

CRISTIANO FACTOTUM Era la soluzione naturale, per un Settimo costruito per e su i giovani. Pino Cristiano (vedi anche pag. 13) sarà il prossimo allenatore della Prima squadra, dopo almeno sei mesi passati ad accarezzarla. Ma il ruolo dell’ex tecnico della Cheraschese non si ferma al campo: Cristiano sarà anche il direttore tecnico del Settore giovanile, coordinando l’operato dei vari tecnici. Lovera, però, anche su questo tempo preferisce non prendere decisioni: “Anche per quanto concerne la panchina della Prima squadra nulla è ancora deciso”. Soprattutto perchè lunedì 9 luglio ci sarà un incontro tra il numero

uno delle Violette e Michele Scola. Si parlerà del passato o sarà anche un’occasione per discutere su un clamoroso futuro insieme?

RUGGIERO E FORTE? Grandi dubbi, ma non da parte di Lovera, invece sul futuro del dg e del ds del Settimo. Il loro mandato è ufficialmente scaduto e, altrettanto ufficialmente, non è stato ancora rinnovato. Ma su questo punto il presidente è categorico. “Tutti e nessuno” sentenzia Lovera, tradotto: siamo in alto mare. Per ora si sa che Forte andrà a parlare con la proprietà anche lui il 9 luglio, Ruggiero invece non ha appuntamenti ufficiali in agenda. Ecco, proprio la sua permanenza risulta difficile. Certo è che se arrivasse Mister X...

 Piero Lovera ha festeggiato il centenario con il Settimo

Sabato la firma tra il broker rivolese e il presidente uscente Maiello, ancora aperta la questione rimborsi Iacolino allenatore per un futuro ambizioso: “Progetto serio e interessante”

Emanuele Olivetti Acqui

È

finalmente arrivato il momento. L’Acqui ha un nuovo presidente: Alessandro Pantano. E’ lo stesso Pantano a confermarlo dalle frequenze di Radio Gold. “Abbiamo firmato l’accordo con il presidente Maiello”. Nove secondi di dichiarazone aspettati per mesi, quindi pesantissimi. Sabato è stata la giornata decisiva, con la firma avvenuta in un ufficio torinese. Il broker rivolese è il nuovo numero uno della società termale. Una trattativa non facile i cui dettagli non sono ancora pubblici. Un’esperienza alla guida dell’Acqui

che, soprattutto all’inizio, non sarà certo facile. C’è in primis da risolvere la questione riguardante i due anni di gestione Maiello che ha lasciato parecchie pendenze. Nella scorsa settimana è infatti arrivato il no all’intesa da parte dell’ex tecnico Lovisolo, a rappresentanza anche della squadra. Si parlava dell’assicurazione da parte della nuova proprietà di pagare il 50% degli arretrati, con allegata una firma liberatoria riguardo al restante. In realtà la proposta è sì arrivata ad allenatore e giocatori nei tempi promessi, ma con la firma di Maiello. Nessuno degli ex acquesi però ha la minima intenzione di sollevare dalle

sue responsabilità l’ex presidente. Quindi niente di fatto, si continua a trattare. Sciolto questo primo nodo fondamentale, si partirà alla costruzione della nuova società, dal punto di vista dell’organigramma, così come da quello tecnico. Da quest’ultimo punto di vista la base di partenza è chiarissima: Salvatore Iacolino. “Ne abbiamo parlato qualche giorno fa, Pantano mi sembra una persona molto seria e valida, il suo progetto è interessante”. Questa l’incoronazione dello ‘Special One’ della Serie D. Probabile un contatto per chiudere ad inizio settimana. Nella città termale si può ricominciare a sognare.

DERTHONA VILLALVERNIA O GAFFEO PER SALVARSI Olivetti - Piolatto Torino

T

onetto non molla. Anzi, è pronto a rilanciare un Derthona, che, fino a una settimana fa, sembrava sull’orlo del fallimento. Il patron, infatti, negli ultimi giorni ha deciso di portare avanti parallelamente due trattative: la prima, forse la più complessa, è quella con Equitalia. Si cerca una rateizzazione del debito (che è di circa un milione di euro), anche se la metà della somma era già stata rateizzata questa primavera con un accordo tra i Leoncelli e l’agenzia delle entrate. Ora servirebbe trovare un accordo per la parte restante. La seconda, invece, è riuscire a comporre una cordata con la quale far ripartire eventualmente la società. Tonetto da solo non ha più voglia di proseguire - e questa non è una novità -, ma con l’aiuto di qualche imprenditore locale il peso del Derthona sarebbe meno gravoso. I nomi sono sempre gli stessi e, voci vicino alla società, riportano uno stretto contatto tra Tonetto e Lino Gaffeo, in questa stagione uomo-ombra del Villalvernia. I due si erano già incontrati ad ottobre, ma poi l’ex Novese si accasò sull’altra sponda di Tortona e allora non se ne fece nulla. Ma il matrimonio con la società di Mazzariol non è mai decollato e allora sposare la causa dei Leoncelli potrebbe rappresentare la scelta vincente. A proposito di Mazzariol, non tramonta ancora l’ipotesi “fusione”. Tra virgolette perchè non sarebbe una vera e propria fusione. Nella scorsa settimana il patron del Villalvernia si era esposto alla stampa locale. Il succo era: cerchiamo di salvare in qualche modo il marchio, che dovrebbe essere ancora del vecchio presidente Icardi. Negli ultimi giorni Mazzariol ha staccato le comunicazioni dopo un laconico: “La situazione è complicata”. Sarà, ma il tempo comincia davvero a stringere.

ATLETICO GABETTO  Responsabile delle giovanili BARRACUDA  Dopo pochi mesi all’Atletico Torino 

Obiettivo Verduci Ghirardi, il ritorno L’ex Bruinese:“Dipende dal lavoro, decido in settimana” Somma allenatore, in dubbio il futuro di Garella Daniele Pallante Torino

L

a “ricostruzione” delle giovanili dell’Atletico Gabetto – mai così vincenti come quest’anno, come testimonia il quinto posto nella classifica Superoscar, e mai così in difficoltà nel ripartire – va avanti con estrema difficoltà. È ufficiale il divorzio, già ampiamente dell’aria con Massimo Ricardo, che completa l’esodo degli allenatori: tutti i tecnici di quest’anno (Ermanni, Petruzzelli, Barone e proprio Ricardo) hanno cambiato aria, così come il direttore sportivo Carlo Pesce. Alla ricostruzione ha lavorato finora il

 Lorenzo Verduci 

nuovo ds Ciro Sfarra, che però si occuperà principalmente di Juniores e Prima squadra. Per gestire in prima persona delle giovanili è stato chiamato Lorenzo Verduci,

ex direttore sportivo della Bruinese, che però ha una proposta importante anche dal Barracuda, per allenare la Juniores: “Per ora sto andando alla Gabetto per dare una mano a Ciro - spiega Verduci - ma deciderò definitivamente cosa fare solo la settimana prossima. Ho cambiato lavoro e devo capire quanto tempo avrò a disposizione: per fare il direttore sportivo ne serve tanto, per allenare un po’ meno”. Quindi Verduci sarà il responsabile delle giovanili dell’Atletico Gabetto se avrà la possibilità di farlo, altrimenti l’alternativa del Barracuda è sempre valida.

Fontana nuovo ds

I TERMALI VEDONO LA LUCE

ACQUI C’È PANTANO

BRIGA  Gosio, anno sabbatico

F

abrizio Ghirardi torna al Barracuda. Il direttore sportivo, che aveva lasciato la società del presidente Tortorelli per tentare una nuova avventura all’Atletico Torino, torna sui suoi passi: “Oltre che allenare i ‘99 – spiega Ghirardi – dovevo gestire il Settore giovanile insieme a Mario Goglia, ma non sono stato mai coinvolto nel lavoro e non mi è stata data neanche la possibilità di ricoprire davvero il mio ruolo. Nel frattempo mi sono chiarito con Tortorelli e ho deciso di riprendere in mano la situazione qui al Barracuda”. Paolo Borio, designato in un primo tempo come successore di Ghirardi, si occuperà quindi della Scuola calcio, insieme a Cerabona, mentre il “figliol prodigo” sarà responsabile delle giovanili e allenatore dei Giovanissimi fascia B. L’altra, grossa novità arriva dalla Prima squadra, fresca di retrocessione in Seconda categoria. In panchina torna Antonello Somma, quindi dovrebbe lasciare il Barracuda Massimo Garella, il mitico Garellik

Cambio nell’organigramma del Briga. Il direttore sportivo Franco Gosio ha deciso di prendersi un anno sabbatico, ma il presidente Ottone ha già trovato il suo sostituto. Si tratta di Lino Fontana, che quest’anno ha vinto il campionato di Prima categoria con il Bellinzago. “Quello di Lino Fontana è un ritorno graditissimo – racconta il patron – ha già lavorato con noi in due periodi differenti ed è un caro amico”. Fontana ha un compito non facile da svolgere: “Le risorse sono poche – spiega Ottone – ma sono certo che lui saprà costruire una squadra pronta a fare meglio di quest’anno. Dobbiamo basarci sul girone di ritorno, l’obiettivo è salvarci con largo anticipo”.Il presidente ha parole di stima anche per il diesse uscente:“Gosio ha fatto benissimo con noi in questi tre anni. Non posso che ringraziarlo, ora partiremo con un nuovo percorso, e chiamare un nuovo direttore sportivo era indispensabile: è un ruolo che non mi compete”. Giulia Ongaro

MATHI LANZESE  Per due stagioni 

Accordo con la Juve È ufficiale l’accordo tra Mathi Lanzese e Juventus per il Settore giovanile. Gli orange collaboreranno con i bianconeri per due stagioni. Le squadre coinvolte nella collaborazione saranno tutte quelle della Scuola Calcio, dagli Esordienti ai Piccoli Amici. Il presidente del Mathi Nello Franco è particolarmente soddiasfatto dell’accordo, così come il responsabile del settore giovanile Antonio Angellotti: “Erano due anni che perseguivamo questo obiettivo – dichiara – ora che ci siamo riusciti dovremo sfruttare al meglio questa opportunità. Per la Juventus la trattativa è stata seguita da Andrea Vaccarono, coordinatore di Juventus Academy, che spiega:“L’affiliazione con il Mathi Lanzese è la prima nel Canavese. Non servirà solo ai ragazzi, ma anche agli istruttori, che incontreremo periodicamente e che potranno anche usufruire anche del centro tecnico di Vinovo”. L’accordo è stato elogiato anche dall’assessore alo sport di Mathi, Giuseppe Vianzone: “Sono certo che qui la Juventus troverà terreno fertile – dichiara – l’augurio è che la colaborazione sia fruttuosa e che possa durare a lungo”.

BARCASALUS  Nuovo presidente 

Numero uno in arrivo In casa Barcasalus rimane il nodo presidente. Il vuoto lasciato da Lovato due mesi fa, la società torinese è alla continua ricerca del sostituto. Ma nell’ultima settimana sembra esserci stata un’importante svolta. E’ infatti il direttore generale Trombini ad annunciare un imminente arrivo di un “mister X” con la carica di presidente. Saltata dunque la pista interna che avrebbe portato alla poltrona uno tra Zanchi, Guarnero, Sburlati e Spilaciotti. Nell’ultimo periodo si era fatto anche il nome di Poliseno, ex presidente del Sassi, situazione che però viene smentita in pieno dal direttore generale. “Posso smentire questa opzione” le parole di Tucci. Il nome del nuovo presidente, dunque, rimane top secret e verrà svelato solamente alla fine di questa settimana. Eugenio Bertone

MANIAMICHE  Raccolti oltre 700 euro 

 Piolatto, Musso e De Donno 

prendono fiato

Torneo per beneficenza  Claudio Garella 

ha vinto lo Scudetto a Napoli e Verona che con le sue parate ha contribuito agli storici scudetti di Napoli e Verona negli anni ottanta. Ma per ora il diretto interessato non conferma: “Non dico niente, prima devo parlare con il presidente”.

d.p.

“Il Corriere Sportivo”questa settimana è sceso in campo. Questa volta invece di prendere carta e penna, i nostri giornalisti hanno indossato scarpette e magliette e sfidato I Sapori, la Guardia di Finanza e il Nucleo Tributi Locali, nel contesto di un torneo di beneficenza il cui ricavato è stato indirizzato all’associazione onlus Mani Amiche (oltre 700 euro i fondi raccolti). Il torneo, organizzato sui campi del Circolo Rogimi di corso Moncalieri, è andato alla Polizia di Stato che in finale ha battuto per 6-1 il Nucleo Tributi Locali. Ottimo terzo posto per la nostra redazione.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

4

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO

L

AIRASCA CUMIANESE È REALTÀ  Gianni Panelli, presidente dell’Airasca Cumianese 

a nuova società dell’Airasca Cumianese è realtà. Mercoledì sera è stato eletto il consiglio direttivo, il tempo stringe perché lunedì scadono i termini per consegnare la documentazione in Federazione. Per questo Panelli e compagni sono passati rapidamente dalle parole ai fatti, e hanno costituito la società che nasce dall’Airaschese (infatti la categoria sarà l’Eccellenza), dalla Bvp e da un pezzo importante del Cumiana, che comunque resta come società a sé stante. Panelli è stato eletto presidente, vicepresidenti Margaglione e Coccolo, storico personaggio di Cumiana, da cui arriva anche il consigliere Ussei; gli altri tre consiglieri provengono dall’Airaschese, Santi, Mosca e Bonasia. Gianni Panelli è soddisfatto: “Da mercoledì sera l’Airasca Cumianese è nata ufficialmente. È quello per cui stavamo lavorando da tempo, la filosofia è la stessa che avrebbe motivato la fusione, ovvero accorpare le forze e creare un polo calcistico importante, con sedi ad Airasca e Cumiana. Il nostro direttivo

aveva approvato la fusione a larga maggioranza, quello del Cumiana no, quindi c’è stata una sorta di scissione nella loro società, con alcuni personaggi che si sono dimessi e hanno sposato questo progetto, non più una fusione ma una nuova società. Manteniamo la sede storica di Airasca, giocheremo anche a Cumiana (dove proporremo una valida alternativa alla società esistente e ognuno deciderà dove andare) e forse faremo un gruppo di Piccoli amici a None. Per quest’anno io sarò il presidente, ma abbiamo deciso da statuto che rifaremo le cariche ogni anno. In settimana ci riuniremo per decidere le altre cariche operative”. Franco Vood dovrebbe rimanere direttore sportivo, con Ettore Cellerino favorito come allenatore, mentre Pino Bonasia dovrebbe continuare come responsabile del Settore giovanile. E Poli? “Ha espresso la necessità di chiudere la stagione a Cumiana, ma la nostra porta è sempre aperta a tutti, soprattutto a una persona come Poli, l’anima calcistica di Cumiana”. Per

ora, ma solo per ora, Gianfranco Poli non ha un posto nella nuova società, “che rispecchia quel progetto di fusione che condividevo. Al momento – spiega Poli – sono presidente del Cumiana, per quanto dimissionario, e devo chiudere l’annata sportiva, quindi non posso entrare in altri consigli direttivi, non sarebbe stato corretto. Ma sono pienamente d’accordo su quanto ha fatto il nuovo consiglio direttivo dell’Airasca Cumianese, se non ricoprissi già una carica sarei stato tra i fondatori della nuova società. Se le porte per me rimarranno aperte, a me piace il calcio e sarò felice di dare una mano”. Più chiaro di così non si può, e fin dalla settimana scorsa Margaglione era stato chiaro, proponendo Poli per la carica di presidente onorario. Tutto fermo, invece, a Cumiana. Silvia Tedesco, che fa parte di chi ha detto no alla fusione, conferma: “La prossima settimana si riunirà il nuovo direttivo, dove decideremo il presidente e tutte le cariche”.

d.p.

ORBASSANO, CI SIAMO In settimana dovrebbe essere ufficializzato l’assetto della nuova società targata Onsport Daniele Pallante Orbassano

I

nizia a prendere forma il progetto calcistico che la Onsport di Mauro Foschia – gestore dell’impianto sportivo di via Marconi – ha deciso di gestire in prima persona, dopo due concessioni a terzi (Sergio Calleja e Claudio Trombini) durate una sola, fallimentare stagione.

CLAUDIO MOSSIO Tra i tanti nomi che si inseguono in questi giorni, esce allo scoperto Claudio Mossio, ex direttore generale della Pro Vercelli, agente Fifa e referente per l’Europa per la “Sivori e asociados” (per capirci, l’agenzia di Falcao, fuoriclasse dell’Atletico Madrid). L’uomo che sta cercando di portare al Torino l’attaccante del River Plate Cavenaghi, e che ha provato ad avvicinare Del Piero e il Flamengo, non si tira indietro quando gli chiedi di Orbassano: “Non avrò un ruolo operativo, perché non ne ho il tempo, ma sono rimasto favorevolmente impressionato dalla struttura e sono amico di Foschia: aiuti, consigli e contatti da parte mia non mancheranno”. In primis, Marco Ferrante, uno che con la maglia del Toro ha segnato 125 gol: “Marco lavora con me, siamo andati insieme a visitare la struttura e a fare una chiacchierata. È uno di quelli da coinvolgere, perché ha più tempo di me e gli piace stare in campo con i ragazzi, a differenza di molti ex giocatori che alle Scuole

FERRANTE, MOSSIO E CHI ALTRI?

Il procuratore conferma: “Sono amico di Foschia, gli darò una mano” calcio danno il nome senza impegnarsi direttamente. Poi, attenzione, da questo a un eventuale accordo, ce ne passa”. Direttamente o indirettamente, l’apporto di Mossio non mancherà: “Io sono di Bruino, ma non andavo nell’impianto sportivo di Orbassano da un po’. È un contesto davvero importante, situato in un luogo strategico: tra campi di calcio, parco acquatico, palestra, centro commerciale, può diventare un vero paradiso per le famiglie. So che hanno in mente un progetto di Scuola calcio e giovanili davvero importante, è un lavoro da fare seriamente. Io darò una mano perché sono amici e nulla di più”.

STASERA A SAN MAURO GIRONI E SORTEGGIO DEL SUPEROSCAR MERCOLEDÌ A COLLEGNO TOCCA AL GRANDE SLAM Questa sera al Parco Einaudi a San Mauro Torinese alle ore 20.30 si terrà la presentazione della 32ª edizione del Superoscar. Durante la serata saranno sorteggiati i quattro gironi in cui si divideranno le sedici squadre partecipanti. Mercoledì, invece, presso la società Pro Collegno (ingresso da via Antica di Rivoli 15, Collegno) sarà la volta della presentazione del Grande Slam. La serata avrà inizio alle ore 21 e saranno sciolti i gironi che daranno inizio alla prossima stagione calcistica. Tra le squadre partecipanti al Superoscar, ci sono alcune sorprese davvero degne di nota nella graduatoria finale. Come previsto al primo posto vi è il Chieri, reduce da una stagione favolosa che ha portato alla vittoria sia degli Allievi che degli Allievi fascia B nelle finali regionali. Subito dietro il Lucento e il Chisola, primo nella passata stagione. Ottima quinta piazza per l’Atletico Gabetto, che è una new entry. Al settimo posto vi è invece il Pertusa che, pur non avendo qualificato nessuna squadra alla fase regionali, ha disputato a livello provinciale una stagione trionfale. Le nuove partecipanti assieme all’Atletico Gabetto sono il Venaria ed il Mirafiori. Confermato invece il Carmagnola che occupa il sedicesimo posto, l’ultimo valido per partecipare al Superoscar. Ecco le parole del presidente Trimarchi: ‘’E’ molto importante per la società e per il settore giovanile essere di nuovo tra le migliori sedici società piemontesi. E’ un motivo di vanto: significa che stiamo facendo un ottimo lavoro e non posso che essere soddisfatto del lavoro del nostro settore giovanile, nel quale abbiamo giocatori tutti residenti qui a Carmagnola’’. Escono di scena rispetto allo scorso anno - ma avranno la possibilità di giocarsi il Grande Slam - il Pozzomaina, attualmente diciottesimo, la Pro Collegno, ventesima e l’Atletico Torino ventiduesimo. Rammaricato De Gregorio, il presidente del Vanchiglia, prima tra le escluse dal SuperOscar:‘’E’ un peccato, speravamo di essere tra le prime sedici anche se la nostra stagione non è stata proprio tra le migliori. Questo significa che dobbiamo rimboccarci le maniche e migliorare l’anno prossimo’’.

 Marco Ferrante fa “le corna” 

e l’agente Fifa Claudio Mossio professionale e avrà una visibilità notevole”. Nomi, come al solito, ne circolano tantissimi: Claudio Mossio (“apre un mondo di contatti e di amicizie - commenta Foschia -, ne approfitto per ringraziarlo, visto che ci aiuta in modo assolutamente disinteressato”), Marco Ferrante, Massimo Storgato, Andrea Fabbrini, c’è chi parla anche di Giampiero Gasperini: “Uno non esclude l’altro, anzi. Tutti avranno un ruolo in base alle loro caratteristiche e alla loro disponibilità. Ma io non sono un uomo di calcio specifica Foschia. - Queste scelte e l’assegnazione dei ruoli spettano ad altri”. Ma nelle società serve anche

MAURO FOSCHIA La presenza di un personaggio dello spessore di Mossio è indicativa delle intenzioni di Foschia: “Abbiamo un progetto ambizioso, importante e innovativo. Vogliamo coinvolgere tanti personaggi importanti, ognuno nel suo ruolo, ognuno con le sue specificità. Ma chi parteciperà non sarà un nome da appendere in bacheca, perché nessuno dei personaggi che vogliamo coinvolgere ne ha bisogno: chi c’è avrà un ruolo operativo. All’inizio partiremo con la Scuola calcio e le giovanili, non escludiamo di fare una Prima squadra, ma sicuramente chi giocherà qui verrà seguito in modo

chi fa un lavoro più gestionale, meno di facciata, un po’ come nelle squadre di calcio quello del mediano è un ruolo fondamentale. Ecco, con un ruolo simile tornano in pista anche Vincenzo Catera e Gianfranco Perla: “Potrebbero essere gli esecutori, se così si può dire, di questo progetto conferma Foschia -, ma in questa società non ci sarà un presidente che paga e gli altri che ubbidiscono, qui si lavorerà tra professionisti alla pari”. Perla non si tira certo indietro: “Sono pronto a partecipare, ovviamente, a un progetto così importante, ma solo in un ruolo importante, visto che dovrei rinunciare ad altre proposte”.

Niente da fare, invece, per il Toro Femminile: “Sono venuti a chiedere di usare l’impianto sportivo, come lo Sciolze e altre società nelle scorse settimane, ma a noi non interessa, perché i campi li vogliamo utilizzare per le nostre squadre”. Sicuramente invece verranno fatti ulteriori lavori di miglioria all’impianto sportivo: “Oltre ai tre campi a otto in erba sintetica chiude Foschia - ristruttureremo tutta la struttura, a partire dagli spogliatoi. Per un’attività di alto livello, che vuole arrivare a numeri importanti, serve una struttura all’altezza, per mettere tutti nelle condizioni giuste per lavorare al meglio”.

LE MAGNIFICHE 16 QUALIFICATE AL SUPEROSCAR LUCENTO CAMPIONE IN CARICA 1. CHIERI 2. LUCENTO 3. CHISOLA 4. PRO SETTIMO EUREKA 5. ATLETICO GABETTO 6. J STARS 7. PERTUSA BIGLIERI 8. VOLPIANO 9. BORGARO 10. VENARIA 11. LASCARIS 12. C.B.S. 13. ALPIGNANO 14. MIRAFIORI 15. SETTIMO 16. C.S.F. CARMAGNOLA

TRATTATIVA  In alternativa è pronto un titolo di un’altra squadra di Promozione 

EL TANITO-TORINO: CI SIAMO Francesco Serafino, talento classe ‘97 del River Plate, è davvero ad un passo dal Torino. Tra oggi e domani ci dovrebbe essere l’incontro decisivo, ma il Torino sembra aver mosso il passo decisivo per assicurarsi le prestazioni del ‘Tanito’. Le parite giocate al ‘Città di Grugliasco’ hanno convinto il tecnico e i dirigenti all’affondo decisivo per prendere il ragazzo, seguito con attenzione anche da Palermo, Milan, Inter e Juventus, ma anche la Roma, che vorrebbe riprenderlo dopo averlo visto partire alla volta dell’Argentina.

 Francesco ‘El Tanito’ Serafino con la maglia del Torino 

Trombini ha l’acquirente Una cordata ha avvicinato il presidente del Ciriè Orbassano Pierpaolo Piolatto Orbassano

T

redici giorni e il Ciriè Orbassano non esisterà più. La struttura è già stata lasciata da tempo, così come Trombini ha già annunciato e ribadito che non iscriverà la squadra. E quindi cosa ne sarà di una società che ha sempre vissuto tra serie D ed Eccellenza? L’acquisto del titolo sportivo da parte di una cordata torinese. La soluzione è tanto semplice e scontata, ma, in questo caso, potrebbe essere anche la più efficace. Trombini venderebbe il titolo, potendosi così defilare dal mondo del calcio. E, in questo senso, qualcosa si è mosso, anche se il presidente non si sbilancia: “Qualche chiacchierata c’è stata, anche se ho paura che lascino un po’ il tempo che trovano purtroppo”.

LA TRATTATIVA NEL DETTAGLIO Ma il contatto tra Trombini e una cordata di imprenditori torinesi c’è stato ed il discorso è molto ben avviato. Tra giovedì e venerdì scorso c’è stato il primo abboccamento, nel weekend ulteriori telefonate per provare a trovare un accordo. La cifra richiesta è di 12mila euro (9mila di debiti vari, 3mila di buonuscita), quella offerta, per il momento, è di 8mila. Si cercherà di limare i dettagli, perchè anche qualche euro può e potrà fare la differenza. L’unica garanzia è che questa cordata è molto intenzionata a rilevare il titolo sportivo. O, dati gli ultimi sviluppi, sarebbe meglio dire un titolo, dato che nelle more delle trattative, è nato il piano B: il titolo sportivo di un’altra squadra di Promozione, che sarebbe stato cercato proprio dalla

stessa cordata, che aveva avvicinato Trombini. In questo caso anche il nome della squadra è top secret, anche se qualche voce di corridoio suggerisce l’Ardor San Francesco, in difficoltà dopo il minor impegno del presidente Papandrea. La settimana che inizia sarà dunque quella decisiva. Nel bene o nel male. Perchè entro il 15 luglio andrà iscritta la squadra e di giorni n e mancano solo p i ù  Claudio Trombini tredici. 

LE ALTRE 16 CHE HANNO ACCESSO AL GRANDE SLAM ARDOR SAN FRANCESCO CAMPIONE IN CARICA 17. VANCHIGLIA 18. POZZOMAINA 19. CENISIA 20. PRO COLLEGNO 21. VIANNEY 22. ATLETICO TORINO 23. ARDOR SAN FRANCESCO 24. SAN GIACOMO CHIERI 25. PECETTESE 26. BARCANOVA SALUS 27. VICTORIA IVEST 28. BSR GRUGLIASCO 29. GASSINOSANRAFFAELE 30. BRUINESE 31. VILLASTELLONE CARIGNANO 32. BACIGALUPO LE SQUADRE CHE SPERANO NEL RIPESCAGGIO 33. La Chivasso, 34. Susabruzolo, 35. Pool Ciriè, 36. Carrara, 37. Sanmauro, 38. Barracuda, 39. Pianezza, 40. Cit Turin, 41. Brandizzo, 42. Nichelino Hesperia, 43. Ciriè Orbassano, 44. Olympic Collegno


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

5

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivo.it

JUVENTUS PRIMI CALCI Intervista ad Antonio Marchio, responsabile tecnico dell’attività di base della Juventus JUVENTUS PRIMI CALCI

SUCCESSO INCREDIBILE L’ENTUSIASMO PER LA JUVE È IMMENSO  Antonio Marchio 

Eleonora Cappelluti Torino

A

ntonio Marchio, responsabile tecnico dell’attività di base della Juventus, spiega l’inaspettata sorpresa che Juventus Primi Calci ha rappresentato lo scorso anno e la crescita e i cambiamenti che ne conseguono: “Ormai è un progetto consolidato e ben avviato. Quest’anno gli impianti saranno sei, uno in più dell’anno scorso. Questo perché il successo che il progetto

www.rokos.it

ha avuto è stato enorme e incredibile. C’è tanta soddisfazione: l’anno scorso, partendo da zero, siamo arrivati ad avere 400 iscritti. E’ stato un boom eccezionale! Tutto questo fa riflettere su quanto sia grande l’entusiasmo per la Juventus”. Questo progetto oltre ad essere gratificante per la società rappresenta per gli iscritti una possibilità importante: “E’ sicuramente un progetto che dà l’opportunità a chiunque di poter vivere l’ambiente bian-

conero: gli allenatori che seguono gli iscritti sono tutti formati in società, così come i responsabili tecnici. E’ un progetto curato nei minimi dettagli e le famiglie se ne accorgono”. Se ne accorgono, rimangono ben impressionate e spesso dopo i primi tre allenamenti gratuiti di prova, finalizzano l’iscrizione: “Dopo tre allenamenti di prova gratuita le famiglie possono scegliere se proseguire con l’iscrizione o meno. La grande soddisfazione l’anno

www.lczone.it

www.ricoh.it

scorso è stata quella di vedere che tutti i bambini che hanno provato poi si sono iscritti. Non ci aspettavamo un successo del genere”. Per Antonio Marchio l’aspetto più gratificante ed emozionante è l’entusiasmo, visibile negli occhi, dei bambini che si apprestano ad iniziare l’attività: “E’ bello vedere questo movimento attorno al mondo bianconero, mi fa piacere vedere nei ragazzi che si avvicinano al progetto la passione e il desiderio

www.buddies.it

di diventare un giorno calciatori della Juventus. Mi ricordano Marchisio, Giovinco, Marrone, De Ceglie. Sono venticinque anni che sono in questa società e provo un grande orgoglio guardandoli perché li ho visti crescere, conosco il loro percorso iniziato nella scuola calcio della Juventus. Con talento, volontà e applicazione dimostrano che cominciare da così piccoli ed arrivare in prima squadra nella Juve o a giocarsi gli Europei è possibile”.

A CHI È RIVOLTO Il progetto Juventus Primi Calci è rivolto a tutti i bambini e le bambine dai 5 ai 7 anni. I piccoli calciatori sono allenati da tecnici formati da Juventus in cinque (e per la prossima stagione sei) location tra Torino ed il torinese. All’atto dell’iscrizione, non vi è alcun tipo di selezione. La selezione è prevista all’età di 8 anni quando coloro che saranno ritenuti idonei avranno l’opportunità di entrare a far parte dei Pulcini della Juventus, mentre gli altri avranno la facoltà, se i genitori lo riterranno, di proseguire la loro formazione calcistica nelle squadre Pulcini di Juventus Soccer Schools.

TEAM Gli allenatori Juventus Primi Calci lavorano sullo sviluppo delle abilità tecnico–motorie dei bambini, avendo cura anche dell’aspetto socio-culturale della loro formazione al fine di consentire una crescita globale degli individui. L’obiettivo è far vivere ai partecipanti un’esperienza sportiva unica e di venire a contatto fin dalla giovane età con sani valori dello sport e con i principi cardine sui quali si fonda la formazione giovanile all’interno di Juventus. Tutto il Team è selezionato e formato attraverso i corsi Juventus University

VALORI Anche i corsi “Juventus Primi Calci”, come

www.agenziamoncalieri.inaassitalia.it

www.model-master.com

www.jollysportsrl.com

Abiti fatti

www.abitifatti.com

www.nizza32.com

quelli Juventus Soccer Schools, osservano l’applicazione del Manuale JSS Tutela e Protezione dei Minori.

ISCRIZIONI Le iscrizioni apriranno il 3 luglio. L’iscrizione potra’ essere effettuata presso: Segreteria impianto “San Remo” (via Alberto Sordi 13) di Grugliasco: martedì, mercoledì e giovedì 17.00 – 19.00 (dal 3 luglio al 26 luglio)

ALLENAMENTO DI PROVA Esiste la possibilità di effettuare 3 allenamenti di prova gratuita, per poter “testare” l’ambiente e il “modello JSS” prima di decidere se finalizzare l’iscrizione; è però ovviamente indispensabile prenotare il proprio allenamento.

IMPIANTI Settimo T.se – c/o Star Five, via R. Luxemburg 5/b. Grugliasco – c/o San Remo 72, via Alberto Sordi 13. Torino – c/o ASD Rogimi, c.so Moncalieri 346 Torino – c/o Impianto Time Out, via Servais 200/3 Torino – c/o Varano Sporting Village, via varano 64 Torino – c/o CUS Torino, via Panetti 30

INFORMAZIONI www.juvesoccerschool.com segreteria@juvesoccerschool.com 9:00 18:00 011-506.31.03 infoline progetti JSS 16:30 19:00 011-707.22.81 segreteria scuola calcio

www.globaltarget.it


6

Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012 redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

7

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • SERIE B PRO VERCELLI  Ufficiale il portiere Miranda, Germano potrebbe rimanere NOVARA  Piacciono Bardi e Donati 

Ganz, Zigoni, Diop, Boniperti: gol giovani Forestieri nuova idea

P

 Germano l’anno scorso con la maglia del Canavese 

ensa in grande la Pro Vercelli, che deve allestire una rosa all’altezza della serie B. L’obiettivo numero uno è un bomber di razza. I nomi che circolano sono tantissimi, alcuni inarrivabili per questioni d’ingaggio, come il blucerchiato Piovaccari, Leonardo Sforzini o Thomas Pichlmann. Più fattibile un’operazione in prestito con il Chievo, che potrebbe valorizzare a Vercelli Diego Farias, brasiliano 22enne, o il più esperto Pablo Granoche, nella scorsa stagione tra Novara e Varese. Con i clivensi potrebbe aprirsi un vero e proprio asse di mercato, perché a centrocampo la Pro punta a Manuel Iori, nella stagione passata al Torino. La concorrenza è tanta e il costo dell’operazione sarebbe davvero notevole, a meno che nella trattativa non rientri, in qualche modo, il cartellino di Umberto Germano. Sarà difficilissimo, infatti, trattenere il rifinitore classe ‘92: dopo Udinese, Chievo e Palermo, è piombata con forza anche l’Atalanta. Ma il talento di scuola Juve, ai microfoni di seriebnews.com, non

esclude una permanenza a Vercelli in cadetteria: “Io rimarrei volentieri alla Pro Vercelli dove conosco i compagni e c’è l’ambiente giusto per crescere. A 20 anni ho bisogno di questo e di giocare. Voglio godermi la Serie B con questa maglia”. Tornando in attacco, Il nome nuovo è Omar Torri dell’AlbinoLeffe, su cui però c’è la pericolosa concorrenza del Modena. Sul fronte giovani bomber, calano le quotazioni di Babacar (Fiorentina, come il confermatissimo Iemmello), mentre rimangono costanti quelle di Zaza (Sampdoria, su di lui anche Grosseto e Cittadella). Sondaggiati anche per due figli d’arte, Simone Maurizio Ganz del Milan e GianMarco Zigoni, l’anno scorso ad Avellino ma di proprietà a metà tra Genoa e Milan. Piacciono anche i bomber delle due Primavere torinesi, il granata Abou Diop e il bianconero Stefano Padovan, classe ‘94. Con la Juve – la comproprietà di Alberto Masi, strappato alla Samdoria, parla chiaro – c’è sinergia, per questo potrebbero anche arrivare

i due giocatori del “binario di sinistra”, l’esterno basso Matteo Livriero (l’alternativa è l’esperto Roberto Sabato dell’Alessandria) e l’ala Elio De Silvestro, corteggiato anche dall’Avellino. Sempre sponda Juve dovrebbe arrivare Filippo Boniperti, che quest’anno ha giocato con Ascoli e Carpi. Una sinergia importante, invece, è già stata stretta con la Fiorentina: dopo la conferma del prestito di Iemmello, è ufficiale anche la compartecipazione di Marcos Miranda, portiere brasiliano classe ‘92. A proposito di difesa, il reparto potrebbe essere completato da Martino Borghese del Bari, lo scorso anno 33 presenze in B con la maglia dei galletti. In uscita, perché in scadenza, anche Dan, Modolo e Armenise. Da definire la posizione di Mauro Calvi, fascia di capitano al braccio nella cavalcata verso la promozione: o si “accontenterà” di un ruolo da uomo-spogliatoio, o tornerà in Lega Pro, con l’Entella in pole-position. La stessa società ha sondato anche il difensore Francesco Battaglia.

L

a rosa del Novara tornato in serie B sarà rivoluzionata, questa finora è l’unica certezza. Basta guardare alle partenze. Ujkani e Morganella sono stati riscattati dal Palermo, Morimoto è tornato a Catania, Caracciolo al Brescia (ma potrebbe finire al Chievo), con Mascara si va verso la rescissione (andrà all’Al Nasr, da Walter Zenga). E non finisce qui, perché partiranno sicuramente Rigoni (Samp, Fiorentina e Chievo sul numero dieci), Giorgi (era al Siena l’anno scorso, è conteso da Bologna e Atalanta), Pesce e forse Porcari, cercato negli ultimi giorni dallo Spezia. Gli arrivi dovranno essere, di conseguenza, numerosi. Il portiere è già stato trovato, Kosicky dal Catania, ma piace anche il giovane Bardi, di proprietà dell’Inter, la scorsa stagione a Livorno. Per la difesa il nome nuovo è Giulio Donati (proprietà Inter, nelle ultime stagioni a Lecce e Padova), ma la concorrenza è agguerritissima, vedi Siena e Catania in serie A, e il Cesena tra i cadetti. A centrocampo il nome più caldo è quello di Milton Caraglio del Rangers de Talca, per il quale bisognerà superare la concorrenza del Verona. Qualche luce in più sul reparto avanzato, dove gli arrivi di Gonzalez (grande ritorno dal Palermo) e Libertazzi (‘94 scuola Juve) hanno già portato un po’ di luce. Un altro nome che circola dalle parti di Novarello è quello di Fernando Forestieri, talento dell’Udinese che l’anno scorso ha giocato al Bari. Il giocatore piace a molti in Serie B e al Pescara, ma il Novara ha buoni rapporti con la famiglia Pozzo e questo potrebbe essere il nodo fondamentale della trattativa.

SERIE A • JUVENTUS Quasi fatta con il centrale brasiliano, per la difesa piacciono anche Peluso e Kolarov. Top player, salgono le quotazioni di Dzeko

LUCIO CHE SGARBO ALL’INTER L

ucio. Il nome nuovo spuntato a sorpresa nel mercato della Juve è quello del centrale brasiliano che ha appena rescisso il suo contratto con l’Inter ma non andrà né al Malaga né al Fenerbahce, che lo corteggiavano con contratti principeschi. Lucio rimarrà in Italia: la Juve offre 2.2 milioni per 2 anni, il giocatore vuole 2.5 milioni per 2 anni, ma l’ affare si chiuderà, già oggi potrebbe arrivare la fumata bianca che chiuderebbe la questione dei centrali di difesa per la prossima stagione. Qualche perplessità legata all’ultima stagione del brasiliano c’è, ma Marotta rischierebbe di bissare l’affare Pirlo, strappato a costo zero a una diretta rivale per lo scudetto. A questo punto svanirebbe una voce emersa a inizio settimana, ovvero l’interesse per Sokratis Papasthatopulos del Werder Brema, che potrebbe rientrare nella trattiva per Elia, molto vicino al club tedesco. Là dietro, questo punto, mancherebbe solo un terzino sinistro da alternare a De Ceglie, con le strade che si incrociano con il Manchester City. L’ipotesi più percorribile porta a Peluso, reduce da una splendida stagione con l’Atalanta, ma corteggiato proprio dai Citizen di Mancini. L’alternativa di spessore europeo è Kolarov, che aveva fatto benissimo alla Lazio prima di passare proprio ai campioni d’Inghilterra: in questo caso le difficoltà sono legate all’interesse dell’Inter (che, questo punto, avrà il dente avvelenato) e al costo dell’operazione. Capitolo giovani, altra priorità della Vecchia Signora. È ormai un piccolo tormentone quello che circonda il nome di El Kaddouiri, belga classe ‘90 del Brescia. La Juventus vorrebbe prelevarlo dalle Rondinelle per poi

girarlo in prestito a Parma (con cui è saltata l’alternativa dell’acquisto diretto) o Bologna, ma occhio al Pescara, che potrebbe ottenerlo nell’affare Verratti. È una telenovela di mercato anche quella legata all’erede di Pirlo: con la Juve sembrava già fatta, adesso c’è il Napoli in pole position, ma le risorse bianconere sono tante e il giocatore piace eccome. Oltre al giovane belga e al regista del futuro, i bianconeri sono sulle tracce di Leo Bonatini del Cruzeiro, giovane talento in orbita Manchester City. Nel reparto offensivo dovrebbe arrivare il tanto agognato top player: il borsino di questa settimana vede alzarsi le quotazioni di Dzeko, 26enne bosniaco - guarda caso - del Manchester City, la squadra dove potrebbe finire Van Persie. Il costo è proibitivo, 25 milioni di euro, ma per il fantasista della Fiorentina Jovetic ne servirebbero addirittura 30: sul montenegrino in prima fila c’è il Chelsea, da cui la Juve potrebbe prendere l’esterno d’attacco Kalou, ma questa è poco più di un’idea. Altra mezzapunta che piace, e tanto, è Ramirez del Bolgogna, che costa tanto e piace anche in Inghilterra: prenderlo sarà durissima. Altri attaccanti nel mirino i soliti Manolo Gabbiadini (da bloccare e girare in prestito a Parma o Bologna) e Mattia Destro, su cui ormai, dopo l’inserimento del Milan, ci sono tutte le big nostrane: sarà questo il vero tormentone dell’estate di calciomercato. In uscita ci sono Marco Motta e Leali, che sembrano molto vicini al Bologna, ma se per il secondo la pista è più che percorribile, per il primo è difficile, perché piace anche al Catania (dove ha giocato fino a giugno) e alla Fiorentina del suo ex tecnico Montella.

TORINO RODRIGUEZ IL SOGNO SANSONE E GAZZI OBIETTIVI CONCRETI

I

l primo nome sull’agenda di Ventura è quello di Alessandro Gazzi, centrocampista rubapalloni del Siena, che il tecnico genovese aveva allenato ai tempi di Bari. L’alternativa a centrocampo potrebbe essere Matteo Brighi, che sicuramente lascerà la Roma ma ha molto mercato. Altro nome, ma stavolta per la difesa, è Ignacio Fideleff, centrale argentino che quest’anno ha faticato parecchio a Napoli: in granata potrebbe rilanciarsi, anche perché ha soli 22 anni. In rosa andrebbe a sostituire Di Cesare, desti-

nato allo Spezia. Ma le strategie più interessanti si concentrano tutte in attacco. Il più vicino è Gianluca Sansone, autore di una stagione da incorniciare con la maglia del Sassuolo: il fantasista farebbe carte false per approdare a Torino e in Serie A, per questo la strada che porta a lui appare sgombra da ostacoli. Da trovare la formula, anche se per l’intero cartellino potrebbe bastare poco più di un milione. Per quanto riguarda il reparto avanzato le idee granata sono le solite, Maxi Lopez e Cavenaghi potrebbero non

restare sogni, con il primo rientrato a Catania dopo la parentesi al Milan e il secondo liquidato dal River Plate di Almeyda, che non gli ha rinnovato il contratto nonostante la promozione nella massima serie albiceleste. Altra pista argentina porta a Guido Pizarro, centrocampista del Lanus accostato alla Fiorentina a gennaio, ma 3.5 milioni sembrano davvero troppi. Sembra più percorribile la strada che porta a Pato Rodriguez, giovane fantasista dell’Indipendiente: decisiva sarà la volontà del giocatore.

La lettera di Del Piero ai tifosi: “Non sarò più un giocatore della Juventus, ma rimarrò per sempre uno di voi” Finisce qui, il mio contratto con la Juventus scade oggi. Non è una notizia, ma sapere che è “ufficiale” fa comunque effetto. Per me non è un momento triste, non c’è rimpianto né nostalgia. Non più. Perché in questi giorni ho avuto modo di ripensare a tutto quello che è successo nella mia ultima stagione in bianconero, poi di lì tornare indietro, e rivivere il più bel sogno che avrei potuto sognare. Tutti i ricordi, tutte le gioie, tutti i trionfi e – per dirla tutta – anche qualche recente amarezza… oggi tutte queste immagini mi passano davanti e a un certo punto si appannano e si dissolvono in quell’abbraccio meraviglioso della mia ultima partita a Torino. Quella è la fotografia che racchiude tutto, l’istantanea che voglio portare sempre con me, quella che dal 13 maggio mi si è stampata nel cuore. Incancellabile. Qualche tempo fa, prima di partire per le vacanze, ho svuotato il mio armadietto a Vinovo e, uscendo dal campo d’allenamento, mi sono fermato là dove per molti mesi mi avete aspettato voi per un una foto, un autografo, un saluto… sotto la neve, il gelo, la pioggia, il sole che picchia. Ma questa volta sono io a salutarvi e a ringraziarvi, come voi avete fatto con me. I giocatori passano, la Juventus rimane. Rimangono i miei compagni, ai quali auguro il meglio: tiferò sempre per loro. Rimanete soprattutto voi tifosi, che siete la Juventus. Rimane quella maglia che ho amato e amerò sempre, che ho desiderato e rispettato, senza alcuna deroga, senza sconti. Sono felice che altri dopo di me possano indossarla, anche e soprattutto la “10” che da quando esistono i nomi sulle maglie bianconere, ha sempre portato il mio. Sono felice per chi la indosserà l’anno prossimo, sono felice che da qualche parte – in Italia e nel mondo – qualcuno sta sognando di indossarla. E sarei orgoglioso che volesse ripercorrere la mia storia, come io ho fatto con altri campioni, altri esempi, altre leggende. Da domani non sarò più un giocatore della Juventus, ma rimarrò per sempre uno di voi. Adesso comincia un’altra avventura. E io sono carico come 19 estati fa. Arrivederci, ragazzi. Grazie di tutto. Alessandro


8

Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012 redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

9

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGAPRO • CALCIOMERCATO Mister Cusatis per l’attacco vuole anche il talento classe ‘92 della Valenzana Miracoli

ISCRIZIONI

ALESSANDRIA MARTINI E FANUCCHI GOL GARANTITI

Tra le squadre che non hanno presentato la documentazione necessaria risultano Taranto, Giulianova, Piacenza, Triestina e Pergocrema.

 A sinistra Martini, 

a destra Fanucchi

D

opo Fabio Rosselli e Dario Romano, è arrivato il sì anche del bomber Jacopo Fanucchi. Ed è attesa a giorni la conferma del capitano, Vincenzo Cammaroto. La strategia del direttore sportivo Massimiliano Menegatti è figlia del budget messo a disposizione dalla società: confermare l’ossatura della squadra di questa stagione, ma con ingaggi spalmati negli anni per contenere le spese. Solo così uscirà un piccolo capitale da investire in volti nuovi. La settimana scorsa sono arrivati i sì del centrocampista Rosselli e dell’esterno destro Dario Romano, il cui cartellino è stato riscattato dalla Juventus. È fresco invece l’accordo con l’ex Pisa e Filigine Fanucchi. Altri tasselli della nuova rosa dovrebbero essere Ghinassi e Barbagli, rientrati dai prestiti. Si fa complicata, invece, la posizione di Servili, portiere classe ‘75 che da 5 stagioni difende la porta dei Grigi. L’intenzione della società è prolungare il contratto di un anno (a quel punto, con la conferma di De Marco, almeno il reparto-portieri sarebbe a posto), ma c’è un comunicato ufficiale a frenare gli entusiasmi: “A malincuore la società deve registrare un rallentamento nella trattativa col portiere. Le condizioni poste (contratto biennale)

non coincidono con gli orientamenti della società, anche in relazione all’età del giocatore. Vero che a Servili è stata chiesta una sensibile contrazione dello stipendio ma vero anche che qualunque altro portiere che sarà eventualmente ingaggiato non guadagnerà più di Servili”. Il portiere potrebbe tornare in Abruzzo, su di lui ci sono Santegidiese, Teramo e Nereto. Resta invece coperta da un punto interrogativo la vicenda di Marco Martini. Se da una parte la Pro Vercelli - dove l’attaccante ha giocato nella stagione appena conclusa - non pare intenzionata a inserire l’attaccante nella rosa per la Serie B, la dirigenza mandrogna si confronterà con il procuratore il prossimo lunedì 2 luglio: se ne saprà di più nei prossimi giorni. Per quanto riguarda i nuovi giocatori che arriveranno, il ds Menegatti ha le idee chiare: “Abbiamo già individuato - la sua dichiarazione a www.tuttolegapro. com - tre difensori, un esterno destro e due sinistri, quattro centrocampisti ed un attaccante, tutti giovani. Se rimarremo nel budget cercheremo di aggiungere anche un paio di mezze ali più esperte”. L’obiettivo è prenderne quattro gratis e quattro in comproprietà, con l’ingaggio al minimo di contratto. E già impazza il toto-nome, cui seguono puntuali (o di

facciata?) le smentite della società: si è parlato del difensore della Primavera del Cagliari Marco Capelli, dei due giocatori del Novara, Branca e Mignanelli, e soprattutto del centravanti Luca Miracoli, classe ‘92, che la Valenzana ha strappato alle buste al Genoa. La posizione ufficiale è che Miracoli è “ritenuto non accessibile dal punto di vista economico”, ma altrettanto vero è che l’allenatore Giovanni Cusatis vuole un ‘92 in avanti, a far coppia con un esperto, nelle strategie proprio Martini. Le alternative a Miracoli, che di mercato ne ha tantissimo, sono fatte in casa: Pandiani (alle buste né Alessandria né Atalanta hanno messo soldi, quindi il giocatore è rimasto all’ultima società che lo aveva sotto contratto, i grigi) e Bertocchi, rientrato da Melfi. Un altro rumors riguarda Marco Garavelli, centrocampista avanzato classe 1981, reduce da un’ottima stagione a Cuneo: il giocatore sarebbe stato contattato da Pro Patria, Tritium, Rimini e proprio Alessandria, ma la priorità resta Cuneo, dove Garavelli ha concluso un’annata da protagonista con 32 presenze, 4 gol e ben 14 assist. Alla voce ”uscite”, i nomi di Viviani e Menassi si sono aggiunti ufficialmente a quello di Degano. Infine l’ex allenatore

dei grigi, Alessio De Petrillo, resta ancora a libro paga dell’Alessandria. Nei giorni scorsi, il tecnico toscano era stato contattato dal Borgo a Buggiano, però, la società toscana ha scelto Marco Masi, ex allenatore del Pontedera. All’Alessandria, i contratti di mister De Petrillo e dei suoi due collaboratori gravano non poco sul monte ingaggi.

CUNEO - SPORTIELLO IL NOME PER LA PORTA Il Cuneo è al lavoro per rinnovare il contratto del capitano Longhi. L’intesa dovrebbe arrivare nei prossimi giorni. Intanto i biancorossi hanno rinnovato il contratto forse più atteso dai tifosi, quello di Enrico Fantini, che il prossimo anno correrà ancora per il Cuneo. “Sono felice di iniziare la terza stagione nel Cuneo e di ritrovare un campionato che ho lasciato due anni addietro - queste le parole del bomber cuneese apparse sul sito della società -. Ringrazio il presidente Marco Rosso il quale sono sicuro allestirà un collettivo ambizioso e competitivo”. Non rinnovato l’accordo con la Samp per il portiere Davide Negretti (anche lui del ‘91), il nome nuovo tra i pali potrebbe essere l’atalantino Marco Sportiello, classe ‘92 sul quale c’è anche la Tritium.

CASALE - PIACE CAPELLI Per la panchina del Casale il futuro diesse nerostellato Danna sta pensando all’ex mister del Melfi Paolo Rodolfi. Capitolo mercato: potrebbe rientrare dal prestito all’Arzanese (Seconda Divisione) Gianmarco Fiory, portiere di 22 anni. L’estremo difensore è di ritorno al Casale, anche se sono arrivate alcune proposte dalla Prima Divisione. Ultima ora: c’è anche il Casale su Marco Capelli, difensore esterno destro scuola Cagliari classe 1993, che - dopo un interessamento dell’Alessandria - sembrava destinato al Savona. Il Casale si è inserito prepotentemente nella trattativa: Roberto Goveani, infatti, potrebbe sfruttare i rapporti che lo legano con la Sardegna, sua terra di origine, per portare il giovane cagliaritano in maglia nerostellata

VDA - OBIETTIVO SANTONI Il neopromosso Valle d’Aosta per l’attacco continua a pensare a Ingari del Cuneo e D’Onofrio del Viareggio (occhio però all’interesse del Cuneo su quest’ultimo, classe ‘89). Altra strada percorribile, quella che porta a Stefano Santoni della Pro Vercelli, attaccante classe ‘89 che non rientra nei piani dei piemontesi promossi in Serie B.

 GRIGI TEST CON IL GENOA Amichevole di prestigio per l’Alessandria: la società mandrogna ha contattato il Genoa per giocare allo stadio Moccagatta una partita dal pronfondo sapore “storico” al termine del ritiro pre-campionato, che si svolgerà a Bra (CN) dal 18 luglio al 4 agosto. Per il momento si tratta di un’affascinante ipotesi, ma ci sono giá stati i primi contatti con la società rossoblù del presidente Preziosi. Saranno, invece, certamente meno impegnativi i primi test stagionali per espressa volontà del nuovo mister Cusatis: quattro o cinque amichevoli contro squadre di dilettanti, una della quali sarà certamente proprio il Bra, appena promosso in serie D


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

10

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO PROFESSIONISTI

L’Inter effettua un cambio in più contro la Reggina e perde il match 3-0 a tavolino E così la Juventus ‘97, anziché giocare la semifinale contro il Milan, torna a casa

Gabetta:“Fermati da un’ingiustizia” LA PRESA DI POSIZIONE DI BEPPE MAROTTA  HO PARLATO CON RIVERA: REGOLAMENTO DA RIVEDERE “Siamo molto dispiaciuti per quanto è successo - ha detto l’amministratore delegato e direttore generale Giuseppe Marotta sul sito juventus.com - La nostra squadra ha visto sfumare un traguardo conquistato sul campo, frutto del lavoro di un’intera stagione. La cosa più difficile è stata spiegare la situazione ai ragazzi, che hanno lottato lealmente per l’intero campionato e si sono visti privare di una qualificazione ottenuta meritatamente, per un errore – peraltro grave - commesso da altri. Considerata la loro giovane età e il grande spirito mostrato in questa stagione, avranno occasione di puntare in futuro a obiettivi più importanti e usciranno ancora più forti da questa esperienza. Questa mattina ho già parlato con Gianni Rivera, Presidente del Settore Giovanile Scolastico della FIGC, per esprimergli tutto il mio disappunto per un regolamento che andrebbe modificato per evitare in futuro il ripetersi di fatti di questo tipo”. 

C

laudio Gabetta, arrivato ad un passo dal sogno con i suoi ragazzi e poi costretto, per colpa d’altri, ad abbandonare il cammino verso lo scudetto. Partita persa a tavolino all’Inter, tre punti in più alla Reggina e bianconeri che tornano a casa anziché giocare la semifinale contro il Milan. Gabetta commenta così l’amaro episodio di cui è stato protagonista con la sua squadra: “Non posso che allinearmi al disappunto che la società, attraverso le parole del Direttore Generale Marotta, ha espresso. Siamo stati, io e i miei giocatori, vittime di

spiacevoli situazioni create da altri. Ci siamo visti togliere ingiustamente una possibilità che ci eravamo sudati e meritati. Sul campo abbiamo ottenuto i risultati per poter andare avanti e nonostante questo, ci siamo dovuti fermare”. Il tecnico bianconero non aggiunge molto altro, perché: “Giuseppe Marotta è stato esaudiente, ha detto tutto ciò che c’era da dire”, ma se proprio deve farlo, ciò che vuole dichiarare è che: “c’è tanta amarezza, solo tanta amarezza”. Ciò che è più preoccupante è però l’effetto che una scelta del genere da parte della FIGC, può avere sui

giocatori, ragazzi annata ’97 che per una stagione intera hanno dato il massimo per poter raggiungere un obbiettivo a cui alla fine, per ragioni che riguardano altri, hanno dovuto rinunciare. “E’ una decisione diffi cile da interpretare – spiega Gabetta – e da accettare. Non solo per me e la società, ma soprattutto per i ragazzi. Si fa fatica ad accettare una situazione di questo tipo perché avevamo lottato duramente. Eravamo molto contenti del traguardo raggiunto, facendo sempre molto bene, e nello scudetto, nonostantre sarebbe stata dura, ci credevamo davvero”.

SGS  IL COMUNICATO 

Dopo aver esaminato il referto della partita Inter-Reggina, si è rilevata l’effettuazione di 8 sostituzioni invece delle 7 consentite da parte dell’Inter. Per decisione del Giudice Sportivo, avv. Francesco Magni, si stabilisce che la gara viene vinta a tavolino dalla Reggina per 0-3. L’effetto concreto di questa decisione è il cambiamento della classifica nel modo che segue: Reggina, Inter 6; Juventus 4; Roma 1. Ulteriore effetto anche sulle due semifinali che diventano Reggina-Napoli e Milan-Inter.

 Claudio Gabetta 

INTERVISTA ESCLUSIVA

PANCHINE

L’esterno classe ‘93 si confida dopo un’ottima stagione: “Il mio futuro? Non so ancora nulla...”

Giordana agli Allievi fascia B

ALESSIO VITA SAVINO

CUNEO Voglio diventare ALGIOVANISSIMI un giocatore del Toro  Savino: dal Pinerolo al Cuneo Giovanissimi 

Eleonora Cappelluti Torino

A

 Alessio Vita 

nnata magica, per il Toro Primavera e anche per Alessio Vita, esterno d’attacco ma che all’occorrenza può ricoprire quasi tutti i ruoli in una mediana. Classe ‘93, Alessio ha realizzato in questa splendida stagione dei granata uno dei gol più importanti, se non il più importante in assoluto: è stato lui infatti a infliggere alla Juventus la prima sconfitta in un derby Primavera da 7 anni a questa parte. Questo per lui però è solo un punto di partenza e non può essere altrimenti per chi vive e respira calcio da sempre: “Ho iniziato a giocare a 6 anni nel Cinecittà Bettini. Dopo aver giocato per nove anni in società dilettantistiche, mi ha contattato il Toro. Il tutto risale a tre anni fa: appena il Toro mi ha chiamato, sono venuto a vivere qui a Torino”. Com’è stata per te la stagione di quest’anno? “La stagione di quest’anno è stata

eccezionale. Siamo partiti male, ma siamo riusciti poi a compattarci. Qualcosa non andava, abbiamo cercato di capire cosa fosse e l’abbiamo rimesso a posto. Nessuno si asspettava che il Torino arrivasse a giocarsi la fase finale, ma alla fine ci siamo riusciti. Non c’è molto altro da dire, è stata un’annata stupenda”. Nell’arco di quest’anno qual è il momento che ti emoziona particolarmente ricordare? “Di sicuro, l’emozione più grande che ho provato, è stata quella di realizzare il gol decisivo contro la Juventus. Erano sette anni che il Torino non vinceva il derby, quest’anno lo abbiamo vinto e a segnare sono stato io. Bellissimo!” Qual è il ruolo in cui preferisci giocare? “Io preferisco giocare come trequartista esterno, ma diciamo che mi adatto un po’ a tutti i ruoli. Quest’anno mi sono dovuto sacrificare un po’, giocando un po’ ovunque. Mi piace stare più avanti, ma l’importante è gio-

care”. Cosa rappresenta per te Tonino Asta? “Il mister in questi due anni mi ha dato moltissimo, per me è una persona davvero importante. Nel calcio mi ha insegnato molto, e non posso che ringraziarlo”. Hai saputo che andrà a Monza? “Sì, ho saputo che andrà a Monza. E se dovessi seguirlo ne sarei contento”. E in merito al tuo futuro? Sai già cosa accadrà? “No, non so ancora nulla, nessuno sa ancora nulla. I miei compagni ed io siamo tutti nella stessa situazione: stiamo aspettando”. C’è qualcosa che speri maggiormente? “Quello che più spero, onestamente, è di esser messo sotto contratto dal Toro. Ma penso che alla mia età la cosa più importante sia fare esperienza, crescere; quindi quello che più voglio è giocare”.

Pronto l’organigramma in casa Cuneo che riconferma alla Berretti Marco Malabaila ed affida gli Allievi al tecnico Dario Migliaccio. Mauro Giordana, che lo scorso anno si occupava degli Esordienti 2000, allenerà gli Allievi fb, mentre da Pinerolo arriverà Savino alla guida dei Giovanissimi nazionali.

PRO VERCELLI - ARRIVA PALLADIN Ora è ufficiale: Cristiano Scazzola sarà il tecnico della Primavera, Pigino agli Allievi, mentre riconfermato per ciò che riguarda la panchina dei Giovanissimi è Beccari. Ad allenare gli Allievi fb, annata ’97, ci sarà il tecnico Lubia mentre dalla Juve arriverà Palladin (allenatore nella stagione passata degli Esordienti ‘00) alla guida dei Giovanissimi fb.

ALESSANDRIA - DALLA SAMP ECCO GUARALDO Ad Alessandria tante novità: a parte Manueli e Guerci che resteranno ad allenare le stesse categorie, quindi Berretti e Giovanissimi nazionali, dalla Sampdoria arriva Mauro Guaraldo. Il tecnico che nella stagione appena trascorsa ha allenato i Giovanissimi nazionali blucerchiati, allenerà ad Alessandria gli Allievi fb. Guaraldo, inoltre, aiutato da Granaglia (tecnico dei Pulcini 2003), sarà anche coordinatore dei tecnici a partire dai Giovanissimi fb fino ai Pulcini 2004; Walter Camparo ricoprirà il medesimo ruolo per ciò che riguarda la restante parte del settore giovanile, quindi Berretti, Allievi e Giovanissimi. Tony Simoniello, prenderà in mano la squara degli Allievi nazionali, mentre ai Giovanissimi fb ci penserà Robotti.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

11

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO PROFESSIONISTI TORINO  Entro mercoledì il nuovo organigramma tecnico

MAX BAVA F “Perfetta sintonia

inalmente Massimo Bava può uscire allo scoperto. Dal 1° luglio è il nuovo responsabile del Settore giovanile del Torino. Dopo il comunicato ufficiale della società biancorossa, nei prossimi giorni arriverà anche quello del Toro con tanto di invito alla presentazione ufficiale. Bava tuttavia arriverà davanti ai microfoni (il 7 o l’8 luglio) già con l’organigramma tecnico definitivo. Tra oggi e domani infatti l’ex direttore generale di Canavese e Cuneo chiuderà con tutti i tecnici (già presenti e in arrivo), per poi focalizzarsi sul mercato dei giocatori.Intanto il primo importante tassello è andato a posto. L’in-

con Petrachi e Cairo” Allenatori: Longo sempre in pole per la Primavera, ma spunta Mister X Ritorna la Berretti  Massimo Bava, ex dg di Canavese e Cuneo, è il nuovo responsabile del vivaio del Torino 

contro con il presidente Urbano Cairo e il direttore sportivo Gianluca Petrachi, nel quale Bava ha presentato il suo progetto, si è concluso con l’approvazione da parte dei due massimi dirigenti della società granata. “Ora non mi resta che lavorare meglio possibile - spiega proprio Massimo Bava - L’incontro programmatorio con la proprietà è stato molto positivo. L’obiettivo numero uno è costruire giocatori. Sono stato accolto molto bene dal presidente, che mi ha mostrato tutto il suo entusiasmo e la sua fiducia nei miei confronti. Assieme al ds Petrachi poi mi occuperò anche dei giocatori in uscita dalla Serie A. I

ragazzi ‘93 della Primavera? Cercheremo di non perdere nessuno di loro”. Di più Bava non dice, né sul capitolo Berretti (“vedremo”), né su quello legato agli allenatori. I nomi, salvo sorprese, sono quelli di Longo, Spugna, Fogli, Fioratti (in arrivo dal Cuneo), Menghini e Mezzano. Però, proprio da una frase sibillina di Bava sulla panchina della Primavera (“potrebbe esserci una sorpresa”), si apre uno scenario inaspettato. E cioè che al posto di Moreno Longo, nonostante le promesse dell’ultimo anno, arrivi al fotofinish un altro tecnico. Depistaggio o realtà? Lo scopriremo mercoledì.

RITORNANO COCCOLO E GYASI, DIARRA NON SI MUOVE La nuova Primavera di Moreno Longo (a meno di clamorosi passi indietro) inizia a prendere forma. Le punte di diamante saranno rappresentate da Gatto e Da Silva Barbosa (entrambi ‘94), mentre della Pro Vercelli tornerà Emanuel Gyasi e dal Cuneo Lorenzo Coccolo. Il tecnico granata vorrebbe poter contare per la prossima stagione anche sui ‘93 Gomis, Diarra, Diop e Vita. Difficile però trattenere tutti e quattro. Soprattutto Diop, corteggiato dalla Pro Vercelli e  Emanuel Gyasi pure dal Monza di Tonino Asta. Gomis invece è il primo rinforzo chiesto da Zichella per il Valle d’Aosta di Lega Pro. In partenza tutti gli altri, ma l’obiettivo di Bava è quello di non perdere nessuno e trovare degli accordi con le future società. 

mat. mus.

VIVAIO JUVENTUS

IL SALUTO DOPO 12 ANNI DI TORO Ora è ufficiale: Tonino Asta è il nuovo allenatore del Monza

A metà luglio le conferme, ma di fatto tutto è deciso

CHE BELLO IL SALUTO DI CAIRO

DELLA MORTE Dopo tanta gavetta, ecco gli Allievi nazionali

“Il presidente mi ha chiamato: ha detto di essere molto felice per ciò che ho fatto per il Toro e che spera che sia solo un arrivederci È cio che mi auguro anch’io”  Antonino Asta, neo-tecnico del Monza in Seconda Divisione

 Ivano Della Morte ha giocato anche con Torino, Lecce, Reggiana, Chievo, Genoa e Cesena

Matteo Musso Torino

T

utto bene ciò che finisce bene? Forse sì, perché Tonino Asta sbarca nel calcio dei grandi in una piazza importante come quella di Monza e il suo addio al Toro è in parte addolcito da una chiamata di Urbano Cairo in persona. O forse no, perché certi silenzi durante questa stagione sono difficili da dimenticare e da comprendere. Tuttavia non c’è spazio per recriminazioni. Adesso, dopo 12 anni di Toro (5 da giocatore e 7 da allenatore), c’è una nuova avventura per Asta, che da giocatore è partito dalla Serie D per arrivare in Nazionale e oggi ha le stesse ambizioni e motivazioni. “Ho grande voglia ed entusiasmo - spiega lo stesso Asta - Dopo 7 anni di Toro da allenatore passare in Seconda

Divisione è un grande cambiamento che porta inevitabilmente molte emozioni”. Dopo gli interessamenti di Pro Patria, Lumezzane e Latina, Tonino è stato scelto da un club che ha la sua stessa voglia di crescere: “Il Monza è la società che più di tutte mi ha cercato e voluto. L’obiettivo, dopo due retrocessioni, è riportare entusiasmo e risultati con una squadra giovane. Stiamo parlando di una

piazza importante del calcio italiano. Il Brianteo è uno stadio storico, il centro sportivo di Monzello è tra i più belli ed efficienti di tutta Italia, Serie A compresa. E poi conosco l’ambiente”. Già, quale allenatore più indicato di Tonino Asta (suo il gol che valse la Serie B nella sfida indimenticabile contro il Carpi nel 1997) avrebbe potuto guidare il Monza nell’anno del suo centenario? La firma è arrivata a fine della scorsa settimana, per cui parlare di rinforzi è ancora prematuro. Tuttavia è facile ipotizzare

C

on i vertici societari impegnati nelle grandi trattative, l’organigramma tecnico del Settore giovanile bianconero è in questo momento in stand-by. Tuttavia mancano “solo” le firme sui contratti, perché le decisioni sono state già quasi tutte prese. Con Marco Baroni che ha rifiutato diverse offerte in Lega Pro e qualcuna anche nella serie cadetta, l’unica partenza sicura è quella di Fabrizio Del Rosso, arrivato a Torino tra tanti proclami dopo alcune ottime stagioni a Empoli e comunque protagonista con la sua Juve Allievi di un’annata deci-

che Asta si porterebbe volentieri con sè in questa nuova avventura anche alcuni suoi ex giocatori del Torino: da Sperotto a Scaglia, da Miello a Gomis. Tutto è possibile, a maggior ragione dopo la telefonata che Urbano Cairo ha fatto ad Asta due giorni fa: “Ho fatto davvero una bella chiacchierata con il presidente - ci confida il neo allenatore del Monza - Mi ha fatto gli auguri per il mio nuovo incarico e si è detto strafelice per tutto ciò che ho dato al Toro in questi anni. Mi ha detto anche che verrà a vedere la mia squadra e che spera che questo sia solo un arrivederci. Questo in fondo è ciò che mi auguro anch’io: tornare un giorno per allenare la Prima squadra del Toro. Cosa mi porterò dietro? Il rapporto con i tifosi: è un qualcosa che mai nessuno mi porterà via”.

samente sotto tono. Già confermato da tempo l’arrivo di Giuseppe Angelini, dal Santarcangelo, resta invece da ufficializzare chi allenarà cosa. Detto di Baroni, sarà Ivano Della Morte a guidare gli Allievi Serie A-B nella prossima stagione, portando avanti quindi il lavoro con i ‘96 (ritiro a Chiusa Pesio dai primi di agosto). Angelini siederà sulla panchina degli Allievi Lega Pro, mentre Claudio Gabetta è confermatissimo nei Giovanissimi nazionali. Ballottaggio invece, per i Giovanissimi fascia B, tra Fabrizio Ravanelli e Ciccio Grabbi.

IN BREVE  GUIDONI AL GENOA 

Dopo un anno “sabbatico”, Stefano Guidoni, già vicecampione d’Italia con gli Allievi ‘93 della Juve, potrebbe tornare ad allenare gli Allievi nazionali del Genoa.

mat. mus.

SCHIAVONE E CORTICCHIA RESTANO IN PRIMAVERA

MODINI AL PAVIA AMEDEO AL VARESE

PRO VERCELLI - TORNA ROGNONE, ARRIVA ANDREA NATURALE

CHIOSA ALLA NOCERINA, LA JUVE PESCA IN BRASILE

In attesa dei grandi colpi, la Juventus Primavera riparte da alcune certezze. Su tutte il centrocampista classe ‘93 Andrea Schiavone (tolto, al momento, dal mercato), già capitano in questa stagione della Nazionale Under 19. A fargli compagnia un altro ‘93, Niccolò Corticchia, centrocampista di quantità, che quest’anno ha trovato pochissimo spazio. Salvo repentini cambi di rotta, la punta centrale sarà il ‘94 Stefano Padovan. Potrebbe rimanere anche  Francesco Margiotta Francesco Margiotta, che però ha richieste a Cuneo e al Valle d’Aosta. Stefano Beltrame è vicinissimo alla Ternana.

Dopo la splendida stagione sotto la guida di Vincenzo Manzo, diversi giocatori del Como Berretti sono sui taccuini di molti direttori sportivi. Pier Giorgio Modini (‘94, cartellino del Torino) è ad un passo dal Pavia, Matteo Amedeo (‘94, anche lui cresciuto nel vivaio granata) si trasferirà alla Primavera del Varese. Di Lernia e Mazzocca invece (entrambi ‘93) potrebbero fare la preparazione con la Prima squadra del Como nonostante  Pier Giorgio Modini le molte richieste in Serie D, Borgosesia di Manzo compreso. Dell’Aera un passato alla Juve, è diretto alla Virtus Entella.

Sette gol in Serie D nell’ultima stagione a Borgosesia hanno convinto la Pro Vercelli a riprendersi Andrea Rognone per la prossima Primavera. E così Cristiano Scazzola potrà contare su una coppia d’attacco già competitiva per il massimo campionato giovanile professionistico. Al fianco di Rognone infatti dovrebbe esserci Matteo Galiera (autentico protagonista della cavalcata degli Allievi). L’altro obiettivo delle bianche casacche è Andrea  Andrea Naturale Naturale, su cui ci sono anche molte squadre di Serie D. Dalla J Stars arriva infine il portiere ‘97 Capello.

La Nocerina è vicina a metetre a segno un gran colpo per la retroguardia del prossimo anno. Stiamo parlando del difensore Marco Chiosa (‘93), cresciuto nel vivaio del Torino e nell’ultima stagione sempre in campo con la Primavera ma aggregato alla Prima squadra. La Juventus invece pesca ancora dal Brasile: si tratta di Leo Bonatini, 17 anni, attaccante del Cruzeiro. Milan, Inter e Juventus sono interessate ad un talento molto importante già para-  Marco Chiosa gonato a Nesta: si chiama Giulio Parodi, classe ’97 del Bari. Gabriele Pinelli invece sembra vicino alla Pro Patria.


12

Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012 redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

13

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it L’IVREA È IN “PALLA”

UN BELLINO PER DESSENA

IL BORGO VA AL MASSIMO

MARANO: È PANTA...MERCATO

Giorgio Pallante e l’Ivrea di nuovo insieme. L’ormai ex bomber della Strambinese ha scelto di sposare la squadra eporediese, con la quale aveva giocato nella Juniores. Ora con Pasteris e Graziolo ha il dovere di formare una coppia in grado di far sognare una città intera.

Dopo una grandissima stagione con la Juniores del Chieri, Mattia Bellino è pronto a diventare grande. Cavour, Airaschese, ma soprattutto Cheraschese sono sul talentuoso e duttile centrocampista. Anche se potrebbe arrivare una chiamata dalla categoria superiore...

Due ottime stagioni alla Pro Settimo, oltre che una caterva di gol nei dilettanti, sono il biglietto da visita di bomber Massimo. E questo biglietto pare che sia finito tra le mani di Rotolo, tecnico del Borgo Vercelli: dopo Moreo, un altro torinese nella terra del riso?

Gassino, Chisola in principio. Ora Verbania e anche Marano. Roberto Cretaz vuole allestire una squadra molto competitiva per Bigica, e Pantaleo potrebbe essere il centrocampista giusto dal quale ripartire. Anche perchè con le partenze di De Martini e Banegas la mediana urge rinforzi.

 Giorgio Pallante, torna a vestire l’arancione

 Mattia Bellino, su di lui Cheraschese e Cavour

 Enrico Massimo, il Borgo Vercelli la sua destinazione?

 Fabio Pantaleo, l’ultima corteggiatrice è il Marano

FUORICAMPO • MERCATO ECCELLENZA

 IN BREVE

Padoan conteso da Pinerolo e Saluzzo, il Cavour di Di Leone prende Atterritano, Friso, Savino e ora cerca Crocco e una punta

Scirè prende Piarulli e uno tra Falco e Fontana, Zurlo ora vuole Ussia per la porta, Favale per l’attacco Gassino: arriva Enzo D’Agostino, Panzanaro forse Pro Dronero: De Peralta subito, Sese in settimana?

CHISOLA: ECCO CRETAZZO VOLPIANO, C’È IL SÌ DI CIRILLO  Raffaele Cirillo è il rinforzo del Volpiano, Alessandro “Cesc” Cretazzo andrà a sostituire Moracchiato al Chisola

ECCO LE DATE È ufficialmente partita la stagione 2012/2013. Nel comunicato n. 1 della Lnd Piemonte e Valle d’Aosta sono state comunicate, oltre alle squadre partecipanti ai prossimi campionati, le date di inizio dell’attività sportiva. ECCELLENZA Coppa Italia: 26 agosto Campionato: 2 settembre PROMOZIONE E 1ª CATEGORIA Coppa Italia: 2/9 Campionato: 9/9 Nel 2013, l’Eccellenza ripartirà il 20 gennaio (e finirà il 14 aprile), Promozione e Prima il 27 (per finire il 5/5). Due i turni infrasettimanali: uno a settembre e uno l’1 novembre.

Pierpaolo Piolatto Torino

S

i inizia a quagliare. Le voci stanno facendo sempre più spazio alle certezze, le strette di mano dovranno diventare firme. Davvero scatenato il Volpiano, che piazza un doppio colpo e ne prepara un terzo. Il primo è Alfredo Piarulli, ex portiere del Pertusa, che ha battuto la concorrenza di Miglino e Di Nocca. Il secondo è Boraso, in uscita dal Lascaris, che avrà il compito di blindare il centrocampo. Il terzo, che non è ancora ufficiale ma potrebbe presto diventarlo, è Raffaele Cirillo: il bomber del Lucento è stato stregato dalle Volpi, che hanno così battuto la concorrenza di Gassino, Borgaro, Cavour, Pinerolo. Anche perchè l’unico intoppo tra Ragagnin e Cirillo è solo una differenza tra domanda e offerta tra Alpignano e Volpiano; differenza che Rolle è pronto a colmare o a limare. Per la difesa, poi, dovrebbe essere la settimana buona anche per Alberto Falco, anche se Scirè ha pronta l’alternativa: si tratta di Fontana, duttile difensore dell’Airaschese, cercato in passato anche dalla Pro Settimo. Grandi colpi anche del Chisola che, dopo Barison, ha

preso Viola - sfumate così le piste che portavano ai vari Maglie e Panzanaro - e soprattutto “Cesc” Cretazzo. Caccia, dunque, sempre a un portiere (il ‘91 Bellando in arrivo dalla Bvs farà il secondo) e forse ancora ad un centrocampista. Ferone (ma su di lui c’è anche la Cbs), Francesco Gerini e Balzo gli eventuali rinforzi. Imbastita poi una trattativa con Picollo, si punta forte per l’attacco anche a Favale, oltre alla sempre buona ipotesi Fassina. Sempre in pista Roberto Cretaz, che si sta dimostrando davvero in gamba nel suo nuovo ruolo. Chiuso con Murriero (portiere, ex Vigevano) e con Lauro (terzino destro della Caratese), si continuano le trattative. Per ora, sì non ce ne sono ancora, ma i nomi sul taccuino del ds sono sempre quelli: Manasiev (che aspetta però una chiamata dalla serie D), Soncini, Gambuto e Ciana (bisogna vedere se Nisticò ha intenzione di lasciarli partire), ma specialmente Antonino D’Agostino, per il quale la trattativa è a buon punto. Le novità di settimana sono Serrao (difensore centrale del Real Rimini), Bustreo (difensore della Pro Vercelli) e il fantasista Pantaleo.

Comincia a stringere anche il Gassino, con Mazzi che mette il primo tassello alla squadra di Rista. Enzo D’Agostino, infatti, dopo un lungo corteggiamento, è un giocatore biancorosso, così come probabilmente anche Piero Panzanaro, molto vicino alla società collinare. Proseguono, poi, le trattative per un altro difensore - Balagna e Pepe sono le ultime idee -, mentre come giovane si prova a strappare Maresca (classe ‘95) al Bra. Grandi firme, poi, anche per il Montalto Ivrea. Giorgio Pallante e Gianluca Graziolo sono i due nuovi rinforzi, anche se per il primo

c’è da risolvere un intoppo economico con la Strambinese. Sfuma, per la porta, Antonio Maio, mentre si proverà ad arrivare a Davide Clemente, attaccante dello Charvensod. In uscita, certe le partenze di Scognamiglio, Avetta e Malizia, da valutare le posizioni di Romaniello, Laboroi e Grosso. Il Baveno ha chiuso con Di Nola (centrocampista ex Gavirate) e Lionello, attaccante ex Pombiese. Il Borgopal, che però cambierà nome in Borgo Vercelli, ha chiuso con Moretto (di ritorno dalla Solbiatese), che dovrà sostituire Strukelj,

mentre in settimana stringerà un accordo con un centrocampista (il favorito è Moreo, le alternative sono Simonluca Agazzone, Beltrami) e con una punta (Giallonardo, Anzano e, nelle ultime ore, anche Massimo). Lavora solo in uscita e sui giovani, il Borgomanero, che è in attesa di capire se giocherà in serie D. Olivero resterà ancora un anno a Centallo, mentre per Zappaterra, Vezzù, Massara, Porto e Chioni si valuta se trattenerli. Il Castellazzo ha ufficialmente preso Niccolò Porrata, centrocampista del Vado, il Lascaris dovrebbe

LE PANCHINE DELL’ECCELLENZA 2012/2013

N.B. in MAIUSCOLO i nuovi GIRONE B

GIRONE A AYGREVILLE BAVENO BORGARO BORGOMANERO BORGOPAL DOMODOSSOLA GALLIATE GASSINO SR JUNIOR LIBERTAS BIELLESE LASCARIS MONTALTO IVREA PRO SETTIMO E. SETTIMO SPORTING BELLINZAGO SPORTING CENISIA VOLPIANO

avere praticamente chiuso con Orilio, mentre va da Pianezza a Torino, con la maglia del Lucento, il difensore centrale Mangano. Anche i rossoblù hanno deciso di optare per la linea verde, con tanti giovani e pochi big nuovi. Torna Scrivano dal prestito a Rivoli, mentre dovrebbero essere certe le conferme di Commisso, Di Gioia e, forse, anche Ussia (ma su di lui c’è la forte pressione del Chisola). C’è stato un contatto, ma difficilmente si arriverà alla firma, con Fici, che avrebbe dovuto sostituire Di Gioia in caso di partenza. La Cheraschese cerca solo

Benedetti Pissardo Pallitto Erbetta Rotolo Fusè Poma Rista CAVALIERE Trabucco Rizzo Fornello CRISTIANO BIGICA Di Gianni Ragagnin

AIRASCHESE ALBESE BUSCA CANELLI CASTELLAZZO CAVOUR CBS CHERASCHESE CHISOLA LIBARNA LUCENTO OLMO PINEROLO PRO DRONERO SALUZZO VALENZANA

CELLERINO (50%) Rosso Magliano ? Delladonna Di Leone Nanni Dessena SANGREGORIO Merlo PIAZZOLI Calandra BIANCO Caridi Gambino SCHIAVONE

più giovani e sembra averlo individuato in Mattia Bellino, corteggiato anche da Cavour e Airaschese, mentre proprio Di Leone ha chiuso con Atterritano, Friso, difensore centrale ex Don Bosco Nichelino, e Savino, estroso centrocampista classe ‘94. La Cbs prende Sotgiu (portiere ex Ciriè Orbassano) e promuove tanti giovani del Settore giovanile: Bonelli, Cattaneo, Rossino e Garzia faranno parte della Prima squadra. Situazioni di stallo, invece, ad Airasca e Libarna. Nel primo caso si aspetta di definire l’assetto societario per dare il via alla prossima stagione, nel secondo si vuole trovare un accordo con il Comune per iniziare a puntellare la squadra di Merlo. Rimane a bocca parzialmente asciutta, invece, l’Olmo, che nonostante il quartetto Monge, Pepino, Parola e Gozzo, non riesce a concretizzare per la punta. Sellam resterà a Fossano e Alessio Ballario, lasciato libero dalla Pro Dronero, non rientra nel budget della società cuneese. Sfumata probabilmente anche la pista che portava a Ricca, centrocampista del Pedona. Sarà con Caridi il futuro di

De Peralta, accasatosi a Dronero, insieme a Bruno, esperto difensore centrale in arrivo da Fossano. Ora è ancora caccia ad un altro attaccante, con Sese in pole position. Possibili, poi, anche gli arrivi di Bonelli (centrocampista del Busca) e Dalmasso (centrocampista della Virtus Mondovì). Tutto fermo, anche se saranno giorni decisivi, per Pinerolo e Saluzzo. Salvai e Boretto stringono per una prima punta e gli obiettivi sono convergenti: entrambi hanno cercato Padoan, le alternative sono Cravetto per i biancoblù, Trentinella, Bonin, Frigerio e Ballario per i granata.

PANCHINE Pino Cristiano sarà con ogni probabilità il prossimo allenatore del Settimo, anche se manca ancora l’ufficialità. Adolfo Fusè, invece, è stato riconfermato a Domodossola, Enzo Di Gianni sarà il “nuovo” allenatore dello Sporting Cenisia. Rimangono ancora senza padrone le panchine di Airaschese e Canelli, legate agli sviluppi societari: per la prima Cellerino è il favorito, per gli spumantieri l’allenatore invece non è ancora una priorità immediata.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

14

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • PROMOZIONE Mercato: per Sellam il Cavour è in pole ma occhio al Carmagnola che segue anche Ariaudo. Lapiccirella lascia la Valsusa

GOUSSE A SUSA BALLARIO ALL’IVEST MELEGA-BVS

Bernardo e Pergola all’Orizzonti United che vuole anche Lucas Piccolo Brandizzo: Conta chiama De Paola, A Pecetto si cambia guida, via Spiteri arriva Guardalben Lo Nano, preso Fascio, punta a Maghenzani, Canavese, Ardito, Marchì e Casamassima Dicanosa - Rosa Torino

Dalla prossima stagione, l’ex tecnico dell’Atletico Gabetto sotituirà in panchina Franco Dalla Riva che non viene confermato forse per la salvezza recuperata in extremis nell’attuale stagione.

C

olpi sensazionali per l’Orizzonti United di Vineis, la società vercellese è attivissima sul mercato e ha chiuso per Bernardo e Pergola, giocatori che nella scorsa stagione hanno disputato l’Eccellenza con la maglia dello Sciolze. Un altro colpo è in canna, con Lucas Piccolo in cima alla lista degli attaccanti. Da Santhià arrivano Buccoliero, Dell’Aquila e Buccoliero (‘92). Con questi acquisti la mediana dell’Orizzonti United è a posto per affrontare il prossimo campionato di Promozione.

BVS-SUSABRUZOLO Alla guida della Bvs il silenzio di Lapicciariella sta portando la dirigenza alla ricerca di un nuovo tecnico, il nome che in questi giorni si è avvicinato di più alla società del neopresidente Bigi è quello di Alan Melega dopo il suo allontanamento dal Susabruzolo. Infatti, la società del presidente Bitto cambia rotta e in panchina rimpiazza proprio Melega (già molto corteggiato) con Gousse, nella passata stagione allo Sporting Rosta.

BRANDIZZO Anche il neopromosso Brandizzo è molto attivo e cerca un nome importante per l’attacco, si tratta per De Paola del Volpiano, ch la stagione scorsa ha giocato con il Montalto Ivrea di Conta.

CARMAGNOLA Il Carmagnola con il tecnico che il prossimo anno la guiderà, Bochicchio è alla caccia di un attaccante. Il nome che rappresenterebbe l’alternativa più gradita dal tecnico è quello di Sellam (quest’anno al Fossano) desiderio di molte compagini, in particolare del Cavour di Di Leone, forte della categoria superiore. Il suo ingaggio, elevato, e la concorrenza per averlo potrebbero spingere la società di Carmagnola verso altri lidi. Anche a centrocampo Bochicchio punta ad un nome importane, quello che

VICTORIA IVEST Tra le squadre di Promozione è iniziata la corsa. La corsa per costruire, in vista della prossima stagione sportiva, squadre giovani e competitive, ma che nello stesso tempo non distruggano le casse delle società. Non mancano comunque i movimenti sulle panchine e il più “fresco” di questi in ordine di tempo, riguarda il passaggio di Antonio Ballario alla corte del Victoria Ivest.

 In alto Davide Gousse, 

sotto Ballario e, qui a lato, Lapiccirella A lato: Melega, Lo Nano e Ferrari Qui a lato De Paola, vicino al Brandizzo e Sellam, cercato dal Carmagnola

circola con più insistenza è quello di Ariaudo.

PECETTO Anche a Pecetto dopo la non conferma di Spiteri si pensa al futuro. Guardalben uomo di società e già allenatore dei giovanissimi in questa stagione, sarà il tecnico scelto per la ricostruzione pecettese. Una ricostruzione, perchè i pochi (se non unici) giocatori confermati dalla società per il prossimo campionato sono: Godio (portiere), Tabellini e Canepa. Il resto della squadra sarà probabilmente composto da giovani e da giocatori in ritorno dai prestiti.

SG NUOVO Il San Giuliano Nuovo dopo la conferma di Sterpi, punta al ripescaggio in Eccellenza dopo la promozione sfuggita per poco durante la stagione. “Potremmo chiedere il ripescaggio se ce ne fosse la possibilità. Io continuerei in Promozione, ma bisogna decidere tutti insieme, l’Eccellenza sarebbe un premio per la bella stagione che abbiamo disputato”. Sono queste le parole del numero uno del San Giuliano, Cesare Ricci che non escludono un’ipotesi di ripescaggio in categoria superiore.

ROERO Tra quelle che non si fermano

ancora troviamo un Roero sempre protagonista del mercato, Lo Nano per la prossima stagione oltre ad un attacco stellare potrà contare sui servigi di Canavese (ex di Cheraschese e Lottogiaveno) e su Marchì e Ardito in arrivo dal Corneliano (dove hanno lavorato insieme a Lo Nano), oltre

all’ufficialità di Fascio e al sondaggio per l’ex Chisola Casamassima e per la punta, sempre del Corneliano, Maghenzani (che arriverebbe al posto di Gerini, per il quale la trattativa è sfumata).

VENARIA Mentre il Venaria conferma Berta per la prossima stagione e riporta a casa dal prestito Senatore (quest’anno a Druento).

SANTOSTEFANSE Tra le neo promosse spicca il nome della Santostefanese che si assicura Balestrieri difensore centrale del Canelli.

LE PANCHINE DELLA PROMOZIONE 2012/2013 ATLETICO TORINO BSR GRUGLIASCO BVS CARMAGNOLA CASELLE CENISIA COLLINE ALFIERI CORNELIANO CRESCENTINESE DB NICHELINO FOSSANO GAVIESE NICESE ORIZZONTI UNITED PECETTO PEDONA PERTUSA PIANEZZA PISCINESERIVA PONT DONNAZ REVELLO ROERO SAN MAURO SANDAMIANESE SG CHIERI SG NUOVO STRAMBINESE SUSABRUZOLO VDA CHARVENSOD VENARIA VICTORIA IVEST VIGNOLESE VIRTUS MONDOVÌ N.B. in maiuscolo i nuovi allenatori

TELESCA FERRARI MELEGA Bochicchio Goria STRAZZO Raimondi BROVIA Pairotto BARACCO Curetti Paveto Lesca VINEIS GUARDALBEN Macagno DE MARTINO Musso De Vincenzo Milani Careglio LO NANO BIANCHINI Redento Mogliotti Sterpi Bonello ? GOUSSE FERMANELLI Berta BALLARIO Amarotti Mellano


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

15

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it Ufficiale Fabio Nisticò sulla panchina del Verbania, che punta Corteggiano Chieri cerca di trattenere Didu, su cui potrebbe piombare l’Acqui di Iacolino

FUORICAMPO • SERIE D Emanuele Olivetti Torino

SERIE D 2012/2013

BRA IDEA BALDI

L

’ultimo colpo del Bra è Antonino Cupperi, esterno offensivo classe ‘92 dal Settimo, esperto già di Serie D per averla giocata con il Rivoli. Ma Rizzieri e Reviglio non si vogliono fermare qui. Dopo aver preso Dalla Costa e sfumata la trattativa con Montante, il prossimo grande colpo in attacco potrebbe rispondere al nome di Matteo Baldi. Il bomber, fresco di promozione in Lega Pro con il Valle d’Aosta, forse non è più nei piani dei valligiani. Allora il Bra ci prova, mentre è ancora attivissimo sui fuoriquota: in arrivo, tutti via Juve, i ‘94 Calorio, Muceli e Vasario. Intanto è ufficiale: Fabio Nisticò è l’allenatore del Verbania. Adesso parte il mercato: il primo nome sulla lista è Corteggiano del Borgomanero. Capitolo Chieri: ritorno di fiamma con Niada per il centrocampo, dove Sesia non avrà sicuramente più Poesio e Pasquero (probabile Lavagnese per entrambi). Pontremoli e Perfetti stanno cercando di trattenere Manasiev (forte

Ufficiale intanto l’arrivo di Antonino Cupperi dal Settimo Trattative sui fuoriquota: i ‘94 Calorio Muceli e Vasario Chieri, torna di moda il nome del centrocampista Niada Borgosesia, tra i pali si punta un ‘vecchio’: è Ferrauto?

 Matteo Baldi, attaccante classe 1985, ex Santhià, nell’ultima stagione al Valle d’Aosta

 Salvatore Iacolino 

ASTI BANCHIERI? ACQUI IACOLINO BRA Daidola CHIERI Sesia DERTHONA ? GOZZANO BORTOLAS NOVESE Viassi SANTHIA’ Koetting VERBANIA NISTICO’ VILLALVERNIA Fasce? NB: in MAIUSCOLO i nuovi.

il richiamo del Marano), Didu (potrebbe inserirsi l’Acqui se arrivasse Iacolino in panchina), Conrotto e Santoro. Da valutare ancora le posizioni di Grancitelli (l’idea Villalvernia potrebbe concretizzarsi a breve) e Campanaro che, se non riceverà proposte

dalla Lega Pro, probabilmente rimarrà in collina.L’ idea giovane per l’attacco è il classe ‘94 Valfrè del Cuneo. Dal vecchio Sciolze proveranno Trentinella, Cellamaro, il portierino ‘93 Spatafora il difensore centrale ‘92 Roccia e il ‘94 Marongiu, centrocampista

centrale. Borgosesia molto attivo. Il ds Simone Di Battista sta lavorando duro. Lunardon, Formentini, Ravetto, Camilli, Bianchi (portiere ’92) e Tettamenti le conferme. Dal Novara arrivano Elka (’93) e Montesano (’92), dalla Novese Romani (’92). Bisogna tro-

vare ancora un accordo con D’Iglio (’92), pronto a rimanere, ma attento alle sirene dalla Lega Pro. Altri giovani che potrebbero piacere al tecnico Vincenzo Manzo sono i cuneesi ‘94 Ladogana, Naturale e Begolo. Per l’attacco c’era stato un abboccamento con Ivano

Sorrentino, ma la società sembra intenzionata a sondare altre piste. In porta, con il giovane Bianchi a fare da secondo, si punta su un “vecchio”, che potrebbe rispondere al nome di Umberto Ferrauto, ex Rivoli e quest’anno in Valle, alle spalle del titolare Tulino.

PRIMA CATEGORIA

Pavarolo sempre più scatenato: Bechis, Bisacco, Cardone e il sogno Frigerio

INFERNOTTO CON LO ZAINO

La società di Raviolo tenta il tecnico ex Pinerolo a un clamoroso ritorno Cavaglià va sulla panchina del Carignano e porta La Veneziana, Lavezzo Ruatta, Zappino e Mendola. L’ex Rivarolese Baroni al Colleretto Pedanea A Trofarello Zaza è ad un bivio: c’è un ballottaggio tra Brunetta e Gatti

 Vittorio Zaino, dopo due stagioni alla guida del Pinerolo, è pronto a rimettersi in gioco all’Infernotto: “Sarebbe una boccata d’ossigeno, c’è un bel 70% di possibilità che si faccia” 

Bertone-Ongaro Torino

V

ittorio Zaino è vicino al ritorno all’ Infernotto. La notizia, che avrebbe dell’incredibile, sembra essere in realtà una situazione sempre più probabile. E’lo stesso ex Pinerolo a confermare: “Ho ricevuto questa proposta, ma non ho ancora preso una decisione. Tornare lì sarebbe una boccata d’ossigeno – spiega Zaino – inizialmente ero scettico, poi ho cambiato idea. Però voglio farlo con il giusto entusiasmo. Le possibilità? Un bel 70 per cento”. Il doppio salto all’ indietro, dall’Eccellenza alla Prima categoria rappresenta l’unico freno alla volontà di Zaino, anche se sembra che alla fine la trattativa si possa chiudere a breve. Anche il Carignano del patron Pochettino ha cambiato timoniere. Come annunciato già un mese fa sulle nostre pagine, Maurizio Cavaglià ha preso il posto di Scudieri. L’ex tecnico della Caramagnese porterà insieme a lui la spina dorsale della ormai fallita Caramagnese: Matteo Lavezzo, La Veneziana, Ruatta, Zappino e Mendola, con un conseguente fittissimo mercato in uscita. Ma la vera regina di questo mercato è il Pavarolo, che con l’arrivo di Dezio ha stupito tutti portando in collina, oltre a Pancrazio e Benedicenti, anche Cardone. Ma il lavoro per il nuovo tecnico non è finito qua. Sono infatti aperte le trattative per accaparrarsi Bisacco, Bechis e Parrino. Tutti e tre giocatori già allenati da Dezio ai tempi del Chieri. Addirittura ci sono stati dei contatti con Frigerio dell’Atletico Torino, ma sembra essere più un sogno che altro. Anche il Moretta di Perla sta lavorando nell’ottica rinforzo con l’arrivo di Giacobbe dal Tre Valli e di Rollè dal Villafranca. Il Pozzomaina invece è in contatto con una punta d’esperienza, Frandina, mentre è quasi

certo che Luzzitelli sarà svincolato. In arrivo, invece, rinforzi portati dal nuovo tecnico Bucchieri.

ZOPPO PER L’HONE ARNAD Annunciato il sostituto di Fermanelli sulla panchina dell’Hone Arnad: si tratta di Antonio Zoppo, quest’anno direttore generale. Nel frattempo, dopo l’avventura con la Rivarolese, Andrea Baroni ha trovato la panchina del Colleretto Pedanea. Da Vogogna arriva finalmente il nome del nuovo tecnico. Si tratta dell’ esordiente Lucio Foti, l’anno scorso giocatore alla Crevolese. Nella rosa intanto solo due addii: quello di Ferrario che smette col calcio e di Cerigliano, che ritorna allo Stresa. Anche al Momo per ora sono confermate solo le partenze: se ne vanno il difensore Maffè, gli attaccanti Carta e Ghemme, mentre sono svincolati Acheampong, Gir Atak, Okrah. È probabile che la squadra di Miserotti cercherà rinforzi tra i ragazzi svincolati dal Bellinzago. La squadra scomparirà, e per ora è solo certo l’approdo a Oleggio insieme al tecnico Ferrero per Gilardengo, per Falconelli e per Galluzzo, portiere classe ’90. Svincolo in massa (dopo la fusione con la Pombiese) anche per i ragazzi della Varalpombiese, che potrebbero seguire in massa il tecnico Marco Zanetti. Peccato che lui stesso sia ancora in cerca di sistemazione. Si è accasato solo il capitano Verrini, che giocherà nel Castano in Seconda categoria. Intanto a Ponderano è stato confermato il tecnico Mario Rocco, che aveva sostituito Enrico Razzano già a fien stagione. A suo disposizione il tecnico avrà Ottino, punta ex Pollone e il difensore centrale Casana in arrivo dal Fulgor Cossila. Lascia invece Ponderano per approdare a Cavaglià il ‘91 Cremonte. Grandi cambiamenti al Fulgor Cossila:

il tecnico Scaramuzzo va dietro al scrivania a seguire l’accordo con il Villaggio Lamarmora per il settore giovanile. In panchina fiducia al giovane Marco Vercellino, quest’anno alla Juniores del Cavaglià. Intanto, il ’92 Brazzale rientra al Fulgor Ronco Valdengo. Negati, invece, i contatti con il Ceversama per la cessione di Dos Santos. A Cuneo definita una delle ultime panchine in bilico: a Genola via Tonso, dentro Giorgio Giraudo. Niente di fatto, invece, tra la Nicese e Fabio Nobili, che resterà dunque ad Asca. Nella prossima staguione avrà a disposizione una nuova punta, il 92’ Alexander Ursu (ex Castellazzo), e un centravanti della Boschese, Turdera. Probabile, invece, che Ben Yaya raggiunga la neopromossa Savoia, che ha confermato il tecnico Adamo. Crovetto conferma la fine del rapporto con l’ Arquatese. Ancora sconosciuto il nome del tecnico che lo sostituirà. Cambio anche a Monferrato, dove il nuovo tecnico sarà Barile.

IL VIANNEY SCEGLIE PALUMBO La Sandamianese in attesa del ripescaggio ha confermato solo il preparatore atletico Alfiero, mentre per la panchina resta plausibile la permanenza di Alessandro Redento.Tra le retrocesse è pronto a muoversi anche il Quincitava, col nuovo tecnico Mirko Monetto, quest’anno alle giovanili della Pro Vercelli. La rosa nel frattempo perde Sperantino, contattato dal Pont Donnaz, e Rinaldi, vicino all’Aygreville. Nuovo tecnico anche per il Vianney, che ha scelto Angelino Palumbo, ex Atletico Torino. Il CVR invece vorrebbe riconfermare Bollo, arrivato a fine stagione e vicino alla salvezza, ma non è detto che il tecnico accetti di allenare in Prima categoria. A Gravellona confermato Castiglioni,

che cercherà di trattenere quanti più giocatori possibile, puntando anche sul settore giovanile per un progetto triennale. A Trofarello panchina contesa tra l’ex Ludovico Gatti e Roberto Brunetta. L’alternativa potrebbe essere una soluzione locale con Spiteri. Il mercato comincia timidamente a muoversi anche per le neo promosse in Prima categoria. La più attiva sembra essere il Vespolate, che mette a segno due acquisti importanti, andando a pescare direttamente nella Seconda categoria lombarda. La squadra novarese preleva due elementi dal Robbio, sistemando i il reparto difensivo con il portiere Gersi, e il terzino sinistro Manzini. Rimanendo a Novara, la Sunese riconferma Cerrutti premiando la stagione straordinaria della sua squadra, vincente in tutte le competizioni alla quale era iscritta. Per quanto riguarda le torinesi invece, il San Giuseppe Riva si prepara ad un mercato degno della categoria. Aruga ha confermato che arriveranno almeno 6 giocatori, 2 per reparto, cercando di completare la rosa mettendo a disposizione al confermatissimo Pavaretta giocatori competitivi. Sembra che il “Mister X” del mercato del San Giuseppe arrivi direttamente dalla Promozione, ma le trattative sono ancora in corso. Chi invece ha obiettivi più modesti è la Vicese, che cambia allenatore chiamando Corrado Santini a dirigere una squadra che vuole continuare a puntare sui giovani. La salvezza rimane il principale obiettivo. Coop Druent e Cit Turin invece, sembrano intenzionate a mettere piazzare i colpi più importanti del loro mercato: trattenere sulle rispettive panchine Stella e Garau. I due allenatori, reduci da un annata strepitosa, potrebbero essere richiesti in categorie superiori, trattenerli sarà un impresa.

ha collaborato Gianuluca Bussi

PRIMA CATEGORIA 2012/2013 A.BOSCHESE Cadamuro ALPIGNANO MARRESE AMA BRENTA CEVA Briatore ARQUATESE ? ASCA Nobili BAJO DORA Barbieri BANCHETTE GIANBLANCO BARCANOVA Onorato BEINASCO ? BEVINGROS Russo BIANZÈ Costanzo BIOGLIESE Peritore BISALTA ? BORGARETTO VIALE CALTIGNAGA Colombo CAMERANESE Sardo CAMERI Pasquadibisceglie CARIGNANO CAVAGLIA’ CARLO ALBERTO Buzzacchino CASSANO ? CASTELLETTESE Magrì CASTELNOVESE Maresca CHIAVAZZESE Guglielmi CIT TURIN Garau COLLERETTO G. PEDANEA BARONII COOP DRUENT Stella COSSATO Inglesi CVR Bollo DORMELLETTO Ardellia DRUENTO ERMANNI EUROPA ALBA GALLO FENUSMA Riboni FONDOTOCE ? FORTITUDO F.O. Minato FULGOR COSSILA VERCELLINO GEM TARANTASCA CORDERO GENOLA GIRAUDO GIAROLE SAN CARLO Gamba GOLD CALCIO Piras GRAND COMBIN Drudi GRAVELLONA Castiglioni HONE ARNAD ZOPPO INFERNOTTO ZAINO? JUNIOR BORGOMANERO Giromini JUNIOR CALCIO Pasino? LA CHIVASSO Lami LA SORGENTE Cavanna LE GRANGE Bellingeri LEINÌ Petrone MADONNA DI CAMPAGNA Mantegari ? MATHI Airaudo MOMO Miserotti MONCALVO De Rosa MONFERRATO BARILE MONTANARO ? MONTATESE Mascarello MORETTA Perla NICHELINO ZAFFARANA NIZZA MILLEFONTI OPPEDISANO NUOVA SCO D’Urso OLIMPIA SANT’AGABIO Vecchio OLYMPIC COLLEGNO ? ORIONE VALLETTE Longo ORNAVASSESE Ochetti OVADA Tafuri PAVAROLO DEZIO PERTUSIO VALPERGA Perardi PIEDIMULERA Cacello POLLONE De Marco PONDERANO ROCCO POZZOMAINA BUCCHERI PRO COLLEGNO MIGLIACCIO PRO MOLARE lbertelli PRO VILLAFRANCA Mensio QUART ? QUINCITAVA MONETTA RACCONIGI Chiarla REAL CANAVESE Ricci REAL LEINÌ Mariani REAL SARRE GIRELLI RIVAROLESE MASSARI RIVER SESIA Brusati ROMAGNANO Zamburro SAN GIUSEPPE RIVA Pavaretta SAN ROCCO ? SANDAMIANESE Redento ? SAVIGLIANESE Zavattero SAVOIA Adamo SETTIMESE Sottile SIZZANO Monti SOMMARIVA PERNO Rigoni SPORTING ROSTA CATANIA SPORTIVA NEROAZZURRA Livieri? SPORTIVA NOLESE Di Muro SUNESE Cerrutti TAGLIOLESE Andorno TORNACO Di Stefano TRE VALLI ? TROFARELLO BRUNETTA/GATTI USAF FAVARI Marocco VAL DELLA TORRE CALABRÒ VALLE CERVO Albertini VALVERMENAGNA Ricci VANCHIGLIA De Gregorio VERUNO TOSI VESPOLATE Mersoni VIANNEY PALUMBO VICESE SANTINI VILLANOVA Perotti VILLANOVETTA BIANCHI VILLAR 91 De Simone VILLAR PEROSA Wellman VIRTUS CUSIO Livorno VIRTUS VILLADOSSOLA Pratini VOGOGNA FOTI NB: in MAIUSCOLO gli allenatori nuovi.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

16

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • LE PANCHINE DELLE GIOVANILI

O

LA SORGENTE PICUCCIO RESTA

rganigramma completo nella società della Novese. Alla guida della Juniores Nazionale l’anno prossimo ci sarà Pietro Nicola Petrucci, responsabile del Settore giovanile, che torna in panchina dopo una stagione ai box. Gli Allievi saranno guidati, invece, dal tecnico Luca Lolaico, che quest’anno era il tecnico della Prima squadra in Prima Categoria del G3 Real Novi. Per gli Allievi fascia B è stato confermato Davide Balduzzi, che continuerà nel suo lavoro, mentre i Giovanissimi ’98 saranno seguiti da Samuele Ravera, che ha smesso di giocare e affronterà la sua prima avventura come allenatore. I Giovanissimi fascia B ’99, invece, saranno affidati alla coppia TorrigiaGoretta. I tecnici degli Allievi e dei Giovanissimi della stagione appena conclusa ripartiranno dagli Esordienti. A Ricci sono stati affidati gli Esordienti 2000, mentre Emiliano Ravera sarà il tecnico di uno dei due gruppi degli Esordienti fascia B 2001, l’altro gruppo sarà affidato a Di Gregorio, in arrivo dall’Alessandria.

LA SORGENTE Per il Settore giovanile del La Sorgente le panchine del prossimo anno sembrano essere ancora un rebus. L’unico dilemma risolto è quello della Juniores, in cui rimarrà ad allenare Picuccio. Per gli Allievi il favorito è Offito, già

all’interno della società. I tecnici infatti dovrebbero essere tutti riconfermati, ma con mansioni diverse rispetto all’anno appena conluso.

OVADA Cambiamenti e conferme all’interno della società di Piana. Nell’organico del direttivo cambiano i responsabili dei vari settori: Carlo Profumo si occuperà della Prima squadra che l’anno scorso era sotto l’attenzione di Andrea Oddone, da quest’anno il nuovo responsabile del Settore giovanile e della Scuola calcio; Giacomo Minetto, invece, sarà il responsabile della Juniores che sarà allenata anche nella stagione prossima da Angelo Filinesi. Le altre due annate del settore giovanile che saranno iscritte al prossimo campionato, Allievi e Giovanissimi fascia B, saranno allenate rispettivamente da Albertelli e da Fabio Librizzi. Nella Scuola calcio i 2000 saranno allenati da Vincenzo Avenoso che allenerà anche i 2004, i 2001 verranno guidati da Mario Tamani, i 2002 da Giannandrea Caggero e sulla panchina dei pulcini misti siederà invece Massimiliano Baratti.

BEVINGROS Al Bevingros è quasi concluso l’organigramma del prossimo anno. A partire dalla categoria Juniores la guida sarà Cattaneo, che andrà a

sostituire Frizzero (futuro tecnico della Prima squadra). Per i ’97 Allievi Fascia B è stato confermato Frizzi (ex tecnico di Novese e Castellazzo), ma ancora non è stato deciso chi ci sarà alla guida dei ’96. I due gruppi dei Giovanissimi ’98 saranno invece allenati, uno dal tecnico Abdul e l’altro da Riotto. I Giovanissimi Fascia B ’99 infine avranno come futuro allenatore Mino, forse affiancato da un altro tecnico.

GIAROLE SAN CARLO Le panchine del Giarole San Carlo cominciano a strutturarsi: Davide Gamba è stato confermato alla guida della Prima squadra, mentre nelle ultime ore si sta decidendo se Fava rimarrà alla Juniores, che l’anno scorso aveva occupato in corsa per sostituire il suo predecessore, o se allenerà i ’96. Ancora in via di definizione le altre panchine del Settore giovanile.

FELIZZANOLIMPIA Nella società alessandrina comincia a delinearsi l’organigramma: la squadra di Seconda categoria verrà allenata da Marco Usai, ex giocatore della stessa società. Sulla panchina della Juniores siederà Alessandro Bello, fino all’anno scorso sia dirigente della Prima squadra che responsabile del coordinamento tra Settore giovanile e Juniores e Prima squadra.

FUORICAMPO • QUANTI MOVIMENTI A CUNEO Giovanile Centallo, dall’Olmo arrivano i tecnici Piscitello (‘96), Silvestro (‘98) e Lingua (‘99)

CHI VINCE RIMANE LOMBARDI-EUROPA BOVERI-BOVES Novità al FC Savigliano: Chiavassa responsabile delle giovanili e Allocco dt Boglione alla guida della Juniores

U

na vera e propria trasformazione quella della Futsal Savigliano, che dall’anno venturo si chiamerà FC Savigliano e che ha un progetto ambiziosissimo con una squadra per ogni categoria del settore giovanile. Sicuramente la guida tecnica sarà Roberto Allocco, un vero esperto nel settore, con già molta esperienza alle spalle. Il responsabile del Settore giovanile sarà invece Andrea Chiavassa. Per quanto riguarda invece i tecnici sicuro l’arrivo di Curti dalla Saviglianese. I dubbi sulle panchine sono ancora molti, infatti non si sa ancora se vi sarà una sola squadra della Juniores oppure due, con una che parteciperebbe in questo caso al campionato regionale ed una che parteciperebbe a quello provinciale. In base a questo si dovranno disegnare le panchine, cosa che avverrà la prossima settimana: i tecnici che si spartiranno le panchine saranno comunque Boglione, che allenerà la Juniores regionale, Santino, Bosio, Miretti, Vasile e Curti, ma eccetto il primo per cui manca solo l’ufficialità non è ancora chiaro chi allenerà cosa.

BOVES Dopo un’annata favolosa per quanto riguarda la categoria Juniores, è tempo di conferme per il Boves ma vi è anche spazio per qualche novità. Il nuovo responsabile delle giovanili sarà Bruno Martini, mentre confermatissimo è il tecnico della Juniores Veneri, che ha portato la sua squadra alla finale di Coppa Piemonte. Per gli Allievi invece sembra ormai fatta per Cardone, che arriva dal Real Passatore. Gli Allievi Fascia B saranno invece presi da Pinna, l’anno scorso allenatore del Caraglio, mentre persistono dubbi per quanto riguarda i Giovanissimi, ma sicuramente non ci sarà Tesio che è passatto al Valvermenagna. I Giovanissimi Fascia B dovrebbero invece essere presi da Bertaina, che l’anno appena passato allenava gli Allievi. Per quanto riguarda i giocatori, molti ragazzi dopo l’annata favolosa passeranno alla Prima squadra: dovrebbe essere così per Borgognone, Quaranta e Marmi. Lo stesso potrebbe essere per Perano, del ‘94, che sembra già pronto per la Prima squadra, ma non si sa

ancora quale sarà la sua scelta.

EUROPA Svelata anche l’ultima panchina dell’Europa, che ha formato come sappiamo già una nuova società con il nome di Associazione Giovanile Calcio Europa, con presidente Luciano Cane e responsabile del settore tecnico Chico Lombardi. L’ultimo arrivo è quello di Achraf, che arriva dall’Albese e che prenderà i Giovanissimi. L’allenatore degli Allievi Fascia B sarà invece proprio il responsabile del settore tecnico Lombardi, mentre gli Allievi saranno guidati da Gallo. I Giovanissimi Fascia B saranno invece allenati da Casu.

VALVERMENAGNA E’ ormai quasi al completo l’organigramma del settore giovanile per l’anno prossimo e non mancano le soprese. La squadra Juniores non ci sarà ancora, mentre gli Allievi saranno allenati da Burzi. Giraudo porterà avanti il suo gruppo e allenerà quindi gli Allievi Fascia B, ma le vere soprese sono nei Giovanissimi (’98): dopo un’annata stupefacente, in cui la squadra allenata da Vola ha vinto il titolo provinciale ed è arrivata in semifinale di Coppa Piemonte, il tecnico cambia e molto probabilmente diventerà responsabile del Settore giovanile. Al suo posto arriverà Tesio, proprio colui che l’anno scorso con il Boves Cuneo insidiò il Valvermenagna fino all’ultimo e si arrese solo all’ultima giornata. Nei Giovanissimi fascia B invece ci sarà quasi sicuramente Di Baudo, o altrimenti Vola, che però sembra destinato, come già detto, a ruoli dirigenziali.

CORNELIANO In via di definizione anche l’organigramma del Corneliano: infatti gli unici dubbi rimanenti sono quelli della Juniores, per il resto è tutto fatto. Non vi sarà la squadra Allievi, mentre gli Allievi Fascia B saranno allenati da Gatto, i giovanissimi da Sottero e i Giovanissimi Fascia B da Baratta. Ufficiale è l’addio di Foderaro: il tecnico che l’anno scorso allenava gli Allievi l’anno prossimo sarà il responsabile del Settore giovanile del Koala.

FOSSANO Anche il Fossano si sta muovendo e sono ormai noti tre nomi come tecnici: mentre le panchine della Juniores e dei Giovanissimi Fascia B sono ancora in dubbio, il tecnico degli Allievi è ormai certo e sarà Luciano Borra. Gli Allievi Fascia B saranno invece presi da Andrea Sasia, mentre Aldo Apicella sarà il nuovo allenatore dei Giovanissimi. Molti dubbi invece per chi prenderà i Giovanissimi Fascia B: sicuramente non ci sarà Occhilupo, che come dichiarato da lui stesso, l’anno prossimo si prenderà un anno di riposo.

VIRTUS MONDOVI’ Ancora qualche dubbio per quanto riguarda la Virtus Mondovì, ma anche qualche certezza in più rispetto alla scorsa settimana: è infatti ormai ufficiale il nome del tecnico dei Giovanissimi Fascia B che sarà Rocca, affiancato dal preparatore atletico Tomatis. A questo si va a sommare la presenza di Ravotto come tecnico dei Giovanissimi e di Viglione nella Juniores. Ancora dubbi invece per quanto riguarda gli Allievi e gli Allievi fascia B: se ci saranno tutte e due le annate i primi saranno presi da La Porta ed i secondi da Spinosa, altrimenti se ci sarà solo l’annata degli Allievi il tecnico sarà Spinosa, ma comunque anche in questo caso La Porta rimarrebbe in società.

SANTOSTEFANESE Molti dubbi e poche certezze per quanto riguarda la società cuneese che l’anno scorso ha ben figurato nel campionato provinciale, in particolare con la categoria Juniores. La certezza è che non vi sarà più Bevilacqua con la Juniores: il tecnico potrebbe però prendere un’altra categoria, ma non vi è nulla di ufficiale ancora. Il tecnico della Juniores sarà molto probabilmente un giocatore della Prima squadra, ma vi sono ancora molti misteri riguardo la sua identità. La categoria Allievi non ci sarà, mentre ci saranno tutte le altre annate per il quale però vi è ancora l’incognita su chi sarà l’allenatore. Dopo una stagione fantastica è sicuro che Dialotti (’95), Stella e Borgatta (’94), passeranno in Prima squadra, ringiovanendo la rosa. Si profila anche

l’arrivo di qualche altro giocatore per il Settore giovanile, probabilmente da qualche squadra astigiana.

 Veneri rimane alla Juniores del Boves 

A sinistra Lombardi dell’Europa

 DALLE ALTRE PROVINCE ASTI SPORT-COLLINE ALFIERI

BUSCA Per il Busca le idee sembrano essere chiare, ma saranno ufficializzate solamente la prossima settimana, eccetto la panchina degli Juniores dove è già stato confermato Forte.

SALUZZO A Saluzzo l’organigramma è stato completato, e ora si guarda al mercato dei giocatori. La Juniores sarà guidata da Maddaffari, quest’anno tecnico degli Allievi ’95, e gli Allievi ’96 da Boaglio, confermato. Sulla panchina degli Allievi fascia B ’97 ci sarà Amoroso, ex tecnico della Juniores, e ad allenare i Giovanissimi ’98 sarà l’ex tecnico dei ’97 De Marchi. La novità riguarda invece i futuri Giovanissimi fascia B ’99: l’allenatore che ricoprirà questa panchina è Matteo Zordan, in arrivo dal Morevilla, dove allenava i Giovanissimi ’97.

OLMO Dopo la conferma di mister Calandra sulla panchina della Prima squadra, arrivano i primi nuovi innesti: la Juniores sarà affidata alla coppia Cristian Zabena-Davide Enrici. Il secondo aiuterà Zabena e si occuperà di mantenere un collegamento con la Prima squadra essendone il dirigente accompagnatore. Le altre panchine saranno definite in settimana ma Corungiu, responsabile del Settore giovanile, annuncia che l’organico dovrebbe rimanere inalterato e che potrebbero esserci delle semplici rotazioni nelle varie annate, cosa che dovrebbe accadere anche nella Scuola calcio.

L’Astisport il prossimo anno avrà solamente tre categorie: Giovanissimi fascia B, Esordienti e Esordienti fascia B. Il motivo di questo cambiamentoè una collaborazione appena sbocciata con il Colline Alfieri, società che ha preso i ragazzi delle categorie Allievi, Allievi fascia B e Giovanissimi dell’Astisport. In ogni caso la categoria dei Giovanissimi fascia B dell’Astisport sarà diretta da Calagiura, ex tecnico dei Giovanissimi.

FULGOR RONCO VALDENGO Nella società biellese della Fulgor Ronco Valdengo si muovono le pedine per quanto riguarda le panchine del settore giovanile, e ci si prepara per la prossima stagione calcistica. Sulla panchina della Juniores ci sarà il tecnico Remorini, che quest’anno ha allenato i ragazzi della categoria Allievi fascia B ’96, mentre agli Allievi ’96 arriverà molto probabilmente il tecnico Ghiron dalla panchina degli Allievi fascia B ’96 del Santhià. Ad allenare gli Allievi fascia B ’97 è confermato il tecnico Schiapparelli, che ha fatto bene quest’anno, mentre i Giovanissimi ’98 li allenerà Astone, tecnico fermo da qualche anno ma che ricopriva l’attività di osservatore. Ad allenare infine i Giovanissimi fascia B ’99 ci sarà Rovere, in arrivo dalla Valle Elvo.

VERBANIA C’è un nuovo responsabile del Settore Giovanile a Verbania. Non sarà più Paolo Piazzani per motivi di lavoro ad occuparsi delle squadre giovanili, ma Marco Magni, che questa stagione era l’accompagnatore della Juniores Regionale. “Non sarò solo ad occuparmi – dice il nuovo responsabile -. Stiamo costruendo un gruppo per fare bene. Io sarò il referente”. Intanto è stato definito il tecnico della Juniores Nazionale, che sarà Bolzoni, lo stesso che quest’anno era alla guida della Juniores regionale. Da ufficializzare invece le altre panchine del Settore giovanile. Per il momento l’unica certezza dovrebbe essere Beggio che continuerà a seguire i ’98.

GIOVANILE CENTALLO

ROMENTINESE

L’organigramma del Settore giovanile della società di Olivero è ormai definito: sulla panchina della Juniores ci sarà Mariano Carello, fermo nella stagione appena conclusa. I ‘97 saranno allenati da De Angelis. Dall’Olmo arrivano invece gli allenatori degli Allievi, dei Giovanissimi e dei Giovanissimi fascia B: saranno rispettivamente Piscitello, Silvestro e Riccardo Lingua.

Due gruppi misti per quanto riguarda la prossima stagione del Settore giovanile della Romentinese. Il primo gruppo, quello dei Giovanissimi misti composto da ’98 e ’99 sarà affidato di nuovo a Benedetti, che potrà usufruire della collaborazione di Fonso e Briola per portare avanti il suo lavoro. Gli Allievi misti invece, ’96 e ’97, saranno seguiti dal responsabile del Settore giovanile , Di Biase, insieme a Domenichini. L’allenatore della Juniores sarà Squeo.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

17

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • LE PANCHINE DELLE GIOVANILI Ghirardi torna ai Giovanissimi fascia B del Barracuda, all’Atletico Torino ‘99 arriva D’Angelo dal Lucento Ufficiale il divorzio tra l’Atletico Gabetto (dove Carlo Barone raddoppia: ‘97 e ‘98) e l’allenatore dei ‘97, che prenderà lo stesso gruppo del Chieri. In collina Gillio tiene gli Allievi se non arriva una Prima squadra, l’alternativa è il ritorno di Giorgio Brighenti

P

ATLETICO TORINO

PECETTESE

Cambio sulla panchina dei ‘99 dell’Atletico Torino. Il ritorno di Ghirardi al Barracuda ha lasciato un vuoto alla guida dei Giovanissimi fascia B, prontamente colmato dall’arrivo di D’Angelo, giovane allenatore (classe ‘90) che quest’anno ha seguito la stessa annata al Lucento. A proposito di Atletico Torino, i buoni rapporti con il Toro hanno spianato la strada verso la maglia granata a due giovanissimi talenti: si tratta del 2001 Quaglia e del portierino classe ‘94 Bisceglia.

Nella società di Pecetto è quasi ultimato l’elenco degli allenatori che ricopriranno le panchine delle giovanili. Per quanto riguarda la categoria degli Allievi ’96, come già detto la scorsa settimana, è confermato Sturzo, che quest’anno ha compiuto un ottimo lavoro portando i suoi ragazzi alla vittoria del girone provinciale, mentre per gli Allievi fascia B ’97 ci sarà Pecchini, e come vice Enrico Albrigi. Inoltre sulla panchina della Juniores è confermato il tecnico Lovazzano, mentre sulla panchina dei ’98 ci sarà Costantini, che quest’anno è stato il tecnico degli Esordienti ’99. Per quanto riguarda i Giovanissimi fascia B ’99 ancora non si sa quale sarà il nome del tecnico, anche se il direttore sportivo Albrigi conferma che “questa panchina la ricoprirà certamente un tecnico di casa Pecetto”.

CENISIA E SPORTING CENISIA

La certezza è che Massimo Ricardo ha rassegnato le dimissioni: “Il 30 giugno scadeva il mio mandato - conferma il tecnico - e ho rassegnato le mie dimissioni. Non aggiungo commenti”. Per i ‘97, Giorgio Brighenti (ex Juniores nazionale del Chieri) ha declinato la proposta, quindi avrà un doppio incarico Carlo Barone, già tecnico dei Giovanissimi ‘98. Per il gruppo ‘96 ci sono tante ipotesi: sfumata la pista Carpignano, che ha deciso di rimanere alla Bruinese, i nomi nuovi sono Ardito, ex Vianney, e soprattutto Filograno, secondo di Pigino alla Pro Vercelli: se i due incarichi saranno in qualche modo conciliabili, si può fare.

Dopo la fusione con lo Sciolze non esisterà più il San Paolo Cenisia il prossimo anno e di conseguenza non ci saranno più i gruppi dei ’96 e dei ’99. Lo Sporting Cenisia, infatti, avrà soltanto la squadra di Eccellenza e la Juniores. La prima sarà affidata a Di Gianni, mentre la Juniores sarà guidata da Ciro Gentile, che libera la panchina della stessa categoria delle violette. Di conseguenza l’organigramma del Settore giovanile del Cenisia è stato così riorganizzato: Mirra alla Juniores, gli Allievi saranno affidati a Dall’Agnol, Stoica ricomincierà con gli Allievi fascia B ’97, Colosimo ai ’98 e Caprì guiderà uno dei due gruppi dei Giovanissimi fascia B. L’altro gruppo, invece, sarà affidato a Stramazzo, come doveva inizialmente essere con il San Paolo Cenisia, mentre gli Allievi ’96 della ormai ex società saranno inseriti nella rosa della Juniores del Cenisia.

BARRACUDA

CARRARA

Con il ritorno di Ghirardi nel ruolo di direttore sportivo del Settore giovanile, dopo pochi mesi passati all’Atletico Torino, si delinea il quadro delle panchine del Barracuda. Alla Prima squadra torna Antonello Somma, mentre della Juniores potrebbe occuparsene Lorenzo Verduci: l’ex Bruinese, conteso anche dall’Atletico Gabetto, scoglierà ogni riserva a inizio settimana. Gravagno continua con il gruppo ‘96 nella categoria Allievi, mentre ai ‘97 scala Fieno, che inizia così un nuovo biennio. Vietti tiene i ‘98 nei Giovanissimi, mentre dei ‘99 si occuperà Ghirardi in prima persona. Scala alla Scuola calcio Fulvio Tortorelli, il figlio del presidente che nella stagione appena conclusa ha allenato i ‘97. In uscita il solo Botta, da tempo al Pozzomaina.

Tutto deciso nel Carrara. Come già detto nelle scorse settimane, sulla panchina degli Allievi ci sarà Baraldi, in arrivo dal Barcanova Salus, e su quella degli Allievi fascia B ci sarà l’ormai di casa Tinelli. Inoltre i ’98 saranno allenati da Fiore, mentre i ’99 da Lombardi, quest’anno sulla panchina dei ’96. La novità è quella della panchina della Juniores, che il prossimo anno verrà ricoperta da Di Bari, fino a quest’anno ha allenato gli Allievi ’95.

ATLETICO GABETTO

SUSABRUZOLO Rientrato il rischio di non scomparire, il Susabruzolo ha tirato giù la prima lista di nomi degli allenatori del prossimo anno. Per la Juniores è stato riconfermato Beltrame, quanto agli Allievi sarà Portogallo il tecnico della prossima stagione. Anselmetto e Chilà rimarranno con le loro precedenti annate, rispettivamente ’97 e ’98. Per i Giovanissimi Fascia B invece la società ha optato per l’affiancamento Fazzari-Cotterchio, presenti nelle panchine della Scuola calcio dell’anno scorso.

BVS

SANTA RITA Elenco al completo per la società torinese che vedrà finalmente realizzato l’obiettivo di coprire tutte le categorie, ’98 compresi. Per la guida dei futuri Giovanissimi è stato scelto il tecnico Pannella.

Tutto pronto per la società di Almese. Il prossimo anno si ripartirà dunque con Rivoto alla guida della Juniores, che prenderà il posto di Grasso, e Audino nella panchina degli Allievi ’96 lasciati da Mennella, che si sposterà al Meroni Rivoli. Gli Allievi fascia B ’97, che l’anno scorso non c’erano, saranno allenati da Musacchio, quanto ai Giovanissimi ’98 è in arrivo Placido dal Rapid Torino al posto di Marrese, futura guida della Prima sqaudra dell’Alpignano. È stato infine scelto per i Giovanissimi fascia B ’99 De Mana, ex tecnico del San Michele.

MERONI RIVOLI Novità in casa Meroni Rivoli: per il prossimo anno è pronta una Scuola calcio, con tutte e cinque le categorie. Per quanto riguarda

con Serse Cormi (foto Giovanni Bellino)

BUONAGRAZIA ALLA J STARS SANTHIÀ A SCANAVINO

RICARDO A CHIERI CI SIAMO oche novità in casa Chieri rispetto alla scorsa settimana per quanto riguarda le panchine del Settore giovanile. Ci sono due ufficialità e due dubbi, oltre al già confermatissimo Migliore sulla panchina dei Giovanissimi fascia B ’99. Le panchine ufficializzate in settimana sono quelle della Juniores Nazionale, che sarà affidata a Bosticco, e la panchina dei Giovanissimi ’98, sulla quale la prossima stagione siederà Carnà, che lascia così il gruppo dei ’97. Quest’ultima formazione sarà affidata molto probabilmente a Massimo Ricardo. Resta da vedere anche chi siederà sulla panchina degli Allievi. Per il momento c’è Gillio, ma se dovesse arrivare qualche chiamata importante per lui potrebbe ritornare in collina Giorgio Brighenti.

 Corrado Buonagrazia

Settimo, Pino Cristiano nuovo dt delle giovanili (e allenatore dell’Eccellenza) Lovazzano resta a Pecetto Musacchio e Placido alla Bvs Cenisia: Juniores a Mirra Dall’Agnol ai ‘96

“Ho deciso, vado alla J Stars, dove allenerò gli Allievi”. A spazzare ogni dubbio sul suo futuro è Corrado Buonagrazia, ormai ufficialmente ex allenatore della Juniores nazionale del Santhià (il ds Mezza, adesso, dovrà trovare una nuova soluzione). “È un’opportunità importante nel mio percorso di allenatore – continua Buonagrazia -, vista la visibilità della categoria e il contesto della società, non ci ho pensato molto ad accettare la proposta del direttore Carrain. Obiettivo titolo regionale? Cercherò di ripetere quanto la J Stars ha fatto in questi anni, ma la stagione deve ancora cominciare e sarà lunghissima...” Così è al completo l’organigramma tecnico dei bianconeri: Buonagrazia ai ‘96, Petrucci ai ‘97, Grosso ai ‘98 e Cerutti ai ‘99. Al posto di Buonagrazia a Santhià alla guida della Juniores Nazionale ci sarà Scanavino, ex Ivrea e Pro Vercelli. invece le giovanili ci sarà solamente la Juniores, che verrà allenata da Mennella, ex tecnico degli Allievi fascia B del Bvs, e gli Allievi, di cui ancora non si sa il nome. Per quanto riguarda invece la Seconda categoria è confermato Gianni Renda.

LASCARIS Piccolo cambiamento in corsa per il Lascaris. Il secondo gruppo di Giovanissimi fascia B ’99, quello che affronterà il campionato interprovinciale, non sarà infatti allenato come da previsto da Gigliotti. L’ormai ex tecnico del Lascaris si sposterà infatti al Paradiso, per accasarsi alla Scuola calcio. I bianconeri lo sostituiscono con Crepaldi, lo scorso anno all’Accademia Inter.

SETTIMO Nell’attesa di sapere quale sarà il futuro societario le violette hanno confermato tutti gli allenatori del Settore giovanile. Ogni tecnico è stato confermato sulla panchina: Cignola continuerà con i ’96, la coppia Sasso-Stassi lavoreranno insieme ancora con il gruppo dei ’97, i Giovanissimi saranno guidati ancora da Callà e infine con i Giovanissimi fascia B continueranno Platerotti e Martella. La novità viene dalla responsabilità del Settore giovanile, infatti, dalla prossima stagione Scaglione sarà aiutato da Cristiano: “Dalla prossima stagione Cristiano sarà il responsabile tecnico del Settore Giovanile. Io sarò responsabile ma più dal punto di vista organizzativo, mentre la sua figura sarà importante perchè di una guida tecnica c’è sempre bisogno”. Da decidere ancora la panchina della Juniores (insieme a quella della Prima squadra, che dovrebbe essere affidata a Pino Cristiano), per la quale la società sta attendendo di sisitemare prima la propria situazione societaria.

MATHI È al completo l’organigramma tecnico in vista del prossimo anno. Rimanevano da annunciare i nomi dei tecnici di Juniores e Allievi fascia B ’97. Ebbene per i più grandi sarà riconfermato il tecnico Cavalieri, già alla guida della Juniores l’anno scorso. I ’97 invece faranno a meno di Casale e saranno allenati da De Vita, l’anno scorso nella panchina dell’Ardor San Francesco.

LEINÌ La società rimane ancora con un tassello mancante per quanto riguarda i Giovanissimi fascia B ’99, di cui ancora non è stato deciso il tecnico. Ci sarà però un’importante novità per quanto riguarda il settore dei più piccoli: verrà fondata la cosiddetta “Accademia Re David” in cui quest’ultimo s’impegnerà ad insegnare le tecniche iniziali ai piccoli della Scuola calcio.

BRANDIZZO Al Brandizzo è concluso il discorso panchine per quanto riguarda le giovanili. Per la Juniores è stato scelto D’Urso, prima agli Allievi, al posto di Crosetto. Per gli Allievi nessuna novità in quanto è stato riconfermato Protto per l’annata ’96 e nemmeno per i ’98 in cui è stato riconfermato Gastaldo. Novità per gli Allievi fascia B in cui arriverà Napoli dal Chiavasso. La società sta cercando di portare in campionato anche i ’99 ed è quindi ancora tutto da decidere. Un’importante nuova entrata è inoltre quella di Ponente, che sarà il futuro preparatore atletico.

DON BOSCO NICHELINO In attesa di conoscere il nome dell’allenatore della Juniores, unica panchina del settore giovanile a essere rimasta scoperta, c’è un cambio nell’organico presentato qualche settimana fa. Sulla panchina dei Giovanissimi fascia B, infatti, non siederà più Scopacasa che ha rinunciato all’incarico per motivi familiari. Al suo posto è stato scelto Andrea Casile dal Lascaris: mercoledì è stato ratificato l’accordo.

CAMBIANO Valletta si sdoppia. Oltre a fare il tecnico della Juniores l’anno prossimo il tecnico sarà anche il responsabile del Settore giovanile. Per il momento sono due le sicurezza dopo il suo comando: Ivan Veronesi alla guida degli Allievi e niente gruppo dei Giovanissimi fascia B. L’allenatore della prossima stagione dei ’96 sarà Veronesi, in questa stagione secondo di Carnà sulla panchina dei Giovanissimi del Chieri. Mentre il gruppo dei ’99 non si farà perchè sarebbe da ricostruire totalmente e per questo quei ragazzi del ’99 che arriveranno saranno aggregati con i Giovanissimi ’98. Di questa categoria non è ancora stato deciso l’allenatore, così come per gli Allievi fascia B ’97.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

18

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • IL VALZER DELLE PANCHINE Cambiano: doppio impegno per Valletta, responsabile del Settore giovanile e allenatore della Juniores

 Ientile prende i Giovanissimi dell’Accademia Inter 

 Scotelli confermato alla Juniores dell’Alpignano 

 Gallo, passato dal Borgaro alla Rivarolese 

SOCIETA’

JUNIORES ‘94-’95

ALLIEVI ‘96

ALLIEVI FB ‘97

GIOVANISSIMI ‘98

GIOVANISSIMI FB ‘99

ACCADEMIA GRUGLIASCO

-

SGUEGLIA

CARDILLO

?

?

ACCADEMIA INTER

-

-

-

IENTILE

TRIVERO

AIRASCHESE

SANTORO

?

COLLOCA

SBLENDORIO

GATTI / GALBIATA

ALPIGNANO

SCOTELLI

LORUSSO

FERRERI

PIAZZA

MORETTO

ATLETICO GABETTO

BONASERA

?

CARLO BARONE

CARLO BARONE

FRATTOLILLO

ATLETICO TORINO

AGLIUZZA

GINO

FERRO

SANTO

D’ANGELO

ASTI

PASQUALI ?

BRAVO ?

ROSSI ?

ROBERTO

GIOVINAZZO

BACIGALUPO

BENINCAMPI

MANAVELLA

RIZZO

TROILO

CARLONE

BARCASALUS

BOVE

CARLINI

MICELI

GRASSi / MESSINA

PIANTELLA

BARRACUDA

VERDUCI ?

GRAVAGNO

FIENO

VIETTI

GHIRARDI

BEVINGROS

CATTANEO

?

FRIZI

ABDUL-RIOTTO

MINO

BORGARO

ROMEO

GATTI

GENTILE

SINI

D’IPPOLITO

BOVES

VENERI

CARDONE

PINNA

?

BERTAINA

BRA

SAPPA

REGA

BOTTO

TUNINETTI

CASAVECCHIA

BRANDIZZO

D’URSO

PROTTO

NAPOLI

GASTALDO

?

BRUINESE

MASSARI

CARPIGNANO

CANAVESE

CAMPAGNOLI

GRAVINA

BSR GRUGLIASCO

CIFERO

VITULANO

CENA

GIROTTO

BALICE

BVS

RIVOTO

AUDINO

MUSACCHIO

PLACIDO

DE MANA

CAMBIANO

VALLETTA

VERONESI

?

?

-

CARMAGNOLA

CASSARO

GAETA

?

BOETTI

?

CARRARA

DI BARI

BARALDI

TINELLI

FIORE

LOMBARDI

CASTELNOVESE

SETTI

?

?

?

?

CBS

ARZENTON

PIZZORNO

MELONI

BATTAGLIA / ARDITO

MESCHIERI

CENISIA

MIRRA

DELL’AGNOL

STOICA

COLOSIMO

CAPRI’ / STRAMAZZO

CHERASCHESE

GATTUSO

CANISTRARO

FALVO

DALMASSO

CREPALDI

CHIERI

BOSTICCO

GILLIO ?

RICARDO ?

CARNÀ

MIGLIORE

CHISOLA

PETRUZZELLI

MERCURI

PANZA

BERT

CONTE

CORNELIANO

?

-

GATTO

SOTTERO

BARATTA

DON BOSCO NICHELINO

?

PATANELLA

PANETTA

STROMBOLI

CASILE

EUROPA

?

GALLO

LOMBARDI

ACHRAF

CASU

FOSSANO

?

BORRA

SASIA

APICELLA

?

FULGOR RONCO VALDENGO

REMORINI

GHIRON ?

SCHIAPPARELLI

ASTONE

ROVERE

FUTSAL SAVIGLIANO

BOGLIONE

SANTINO ?

BOSIO ?

MIRETTI ?

VASILE ?

GIOVANILE CENTALLO

CARELLO

PISCITELLO ?

DE ANGELIS

SILVESTRO ?

LINGUA ?

GOZZANO

TALARICO

-

DELISE

-

RUGA

 Petruzzelli, dall’Atletico Gabetto alla Juniores del Chisola 

 Frattolillo, dal Pozzomaina all’Atletico Gabetto 

 Giglio rimane alla guida degli Allievi del Chieri 

 Zanga, confermato alla Juniores del Rapid Torino 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

19

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • IL VALZER DELLE PANCHINE Gigliotti va alla Scuola calcio del Paradiso Collegno, al suo posto il Lascaris prende Crepaldi per il secondo gruppo dei Giovanissimi fascia B SOCIETA’

JUNIORES ‘94-’95

ALLIEVI ‘96

ALLIEVI FB ‘97

GIOVANISSIMI ‘98

GIOVANISSIMI FB ‘99

IVREA

LAGO

CACCIATORE

ANGELI

BALBI

PEROTTINO

J STARS

-

BUONAGRAZIA

PETRUCCI

GROSSO

CERUTTI

JUNIOR BORGOMANERO

CHERCHI

BALDO

CAIMI

ROMANELLO

JUNIOR LIBERTAS BIELLESE

DE BERNARDI

SOVIERO

ALLOISIO

AMOROSI

ROSSI

LA CHIVASSO

?

BORGESE

BORGESE

NOCITA

CECCARELLO

LASCARIS

BALLA

BERETTI

GENTILE

BRAMARDI

SANSEVERINO / CREPALDI

LA SORGENTE

PICUCCIO

OFFITO ?

?

?

?

LEINI’

ZOTTI

MUSTO

RE DAVID

GRECO

?

LUCENTO

SALVATORE

GRIBAUDO

SENATORE

SENATORE-ROTOLO / MAIONE

NARETTO

MATHI LANZESE

CAVALIERI

VIESTI

DE VITA

CASTIGLIONE

MONTEFAMELIO

MIRAFIORI

CONSORTE

GUERCIO

ZAFARANA

CORNELJ

RUFFINO

NICHELINO HESPERIA

COLARELLI - FERRARI

BLANDI

BALDI

SALVÀ

TENCA

NOVESE

PETRUCCI

LOLAICO

BALDUZZI

SAMUELE RAVERA

TORRIGIA-GORETTA

ORIZZONTI UNITED

CAVALLI

-

TRUSCIGLIO

ESPOSITO

DE CAROLI ?

OVADA

FILINESI

ALBERTELLI

-

-

LIBRIZZI

PARADISO COLLEGNO

MOSCA

CASCIANI

FAVA

MARINO

SILIVESTRO

PECETTESE

LOVAZZANO

STURZO

PECCHINI -ALBRIGI

COSTANTINI

?

PEDONA

CAPOFERRI

BOSCOLO

BERNARD

CERRUTI

GARELLI

PERTUSA

MARINA

ABBIENTI

LAPATA

GRIECO

FIORDELISI

PIANEZZA

DE FILIPPO

BERTO

BOVOLENTA

SURACI

PERA

PINEROLO

BERTOGLIO

PROCHIETTO

BUZZACCHINO

BOBBA

LA SPINA

POMBIESE/SPARTA NOVARA

?

GABASIO

ROSSI

ZUCCA

MARCHI

POOL CIRIE’

?

?

CASALIS

STIEVANO

GENTILE

POZZOMAINA

BOTTA

-

PORTA

CARETTO

REA

PRO COLLEGNO

MORO

TERRANO

LOVECCHIO

TROPEANO

AMOROSO

PRO SETTIMO EUREKA

SICILIANO

DOTTO

DAVIN

PALMISANO

IOVINO

RAPID TORINO

ZANGA

TRUFFA

MEGALE

BARONE

LOIERO

REAL CANAVESE

BAVA

GARAVELLO

VACCHINO

CHIANTARETTO

SERRIPIERI

RIVAROLESE

ABBATE

FRANCISCA

CURCIO

GALLO

DE PALMA

RIVOLI

ROTOLO?

CHILLÈ

BRUNETTI

GRACI

BUCCI

ROERO

?

MARTINO

GENTA

GIORDANO

?

ROLETTO VAL NOCE

BOGGIAN

-

MILANA

PALZIROLA

TRIMARCHI-BUONTEMPO

ROMENTINESE

SQUEO

DI BIASE-DOMENICHINI

-

BENEDETTI

-

SALUZZO

MADAFFARI

BOAGLIO

AMOROSO

DE MARCHI

ZORDAN

SANTA RITA

ALLEGRA

CANTONE

SEQUENSIA

PANNELLA

CAPOBIANCO

SANTHIÀ

SCANAVINO

MARCIANO ROBERTO

BASSANI

D’AGOSTINO

MARCIANO FERDINANDO

SETTIMO

CRISTIANO ?

CIGNOLA

SASSO-STASSI

CALLA’

PLATEROTTI-MARTELLA

SPORTING ROSTA

SAVINO

CARIO

?

TAMMARO

CONSOLARO

SUSABRUZOLO

BELTRAME

PORTOGALLO

ANSELMETTO

CHILA’

FAZZARI-COTTERCHIO

VALVERMENAGNA

-

BURZI

GIRAUDO

TESIO

DI BAUDO ?

VANCHIGLIA

FERRAZZOLA

SERRA

CUCCARESE

SANNA

LOPALCO

VENARIA

BAVUSO

SCOGNAMIGLIO

VANACORE

MARTIRE

MALLARDO

VERBANIA

BOLZONI

?

?

BEGGIO?

?

VIANNEY

GRAMENDOLA

DI NUNNO

GNAN

FONTI

SCOPACASA

VICTORIA IVEST

MELE

MACCIOLA

BARBINO

LIUZZO

LA ROCCA

VIRTUS MONDOVì

VIGLIONE

SPINOSA

LA PORTA

RAVOTTO

ROCCA

VOLPIANO

SCIRÈ?

VOGLIOTTI

VOGLIOTTI

DE SIMONE

BALDUCCI?

 Gatti rimane a Borgaro con il gruppo ‘96 

 Dotto confermato agli Allievi della Pro Settimo Eureka 

 Grieco, colonna portante del Pertusa 

 Gatti resta ad Airasca con il gruppo ‘99 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

20

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • SCUOLA CALCIO Il Cenisia conferma Riccetti, come responsabile, e tutti gli allenatori, dagli Esordienti ai Pulcini

LA PERLA E CREA ALLA GABETTO MAZZEO VA A ROSTA BSR GRUGLIASCO

Cagnasso - Moro - Sigillò Torino

S

i muovono le panchine della Scuola calcio, sono tante le società che che hanno apportato modifiche ai propri organigramma tecnici. In alcuni casi ci sono ancora dubbi, ma il grosso degli allenatori delle squadre 2000, 2001, 2002, 2003 e 2004 è già stato scelto da gran parte delle società che hanno annunciato i propri tecnici. Le sorprese sono veramente poche, ma non mancano. Entriamo nel dettaglio delle panchine società per società.

ATLETICO GABETTO In attesa di definire gli ultimi tasselli per il Settore giovanile, l’Atletico Gabetto ha sistemato tutte le panchine della Scuola calcio. Esordienti 2000 al confermatissimo Pierro, ai 2001 arriva La Perla dalla Cbs; per i Pulcini 2002 c’è l’ex Borgata Lesna Crea. Confermato ai 2003 Sofi e Cambiotti per i 2004, che sarà anche responsabile tecnico della Scuola calcio. Deciso anche il responsabile organizzativo, che sarà Rigolli.

BRUINESE Decisi tutti i tecnici per la Scuola calcio: per gli Esordienti ci saranno Finotto ai 2000 e Giuffrida ai 2001, mentre nei Pulcini i nomi sono quelli di Costanza per i 2002, Maccarone per i 2003 e Musso per i 2004.

ROLETTO VAL NOCE Decisi solo alcuni nomi per la Scuola calcio: ai 2001 ci saranno Viotti e Brandizzi, ai 2003 resta Cairo, mentre per i Piccoli amici ci sarà Muzzo.

REAL Oltre al Settore giovanile è prevista anche la creazione di una Scuola Calcio dopo che in settimana il Real ha trovato un accordo con la struttura del Master Club di Corso Moncalieri. Mentre si attende ancora di capire quanti gruppi riuscirà a costruire la società (il Master Club aveva già dei gruppi di bambini non iscritti ai campionati, che andranno a comporre la struttura di partenza del Real) si è deciso il responsabile della Scuola calcio: sarà Di Manico, anche lui ex della Cbs, dove in questa stagione allenava il gruppo dei Pulcini 2002.

IVREA Anche la Scuola calcio è al completo: i 2000 saranno allenati da Angelo La Ferrera, i 2001 da Domenico Castellano e i 2002 da Jonny Luciani proveniente da Castellamonte. Sulla panchina dei 2003 siederà Mario Piga aiutato da Marco Fontanarosa, mentre sulla panchina dei 2004 ci saranno Luciano De Carli e Stefano Marchetti. Doppio allenatore anche per i 2005: si tratta di Christian Di Maio e Miriana Urzia. Il Direttore Tecnico Ermanno Bonicatto ha scelto anche i preparatori dei portieri: saranno Franco Fessia, Flavio Raschia e Marco Barolat.

AIRASCHESE Sono previste delle novità nella Scuola Calcio, infatti, per i 2001 arriva Mario Gamba dalla Rivese; in uno dei due gruppi di 2000 ci sarà sicuramente Granocelli, mentre ai 2003 è stato confermato Cancellara.

Tutto pronto in casa Bsr Grugliasco in vista della prossima stagione. E dai nomi in panchina si può tranquillamente dire che a Grugliasco si lavora sulla continuità anche nella Scuola calcio: ai 2000 un gruppo a Colella e una ad Annese, ai 2002 Spinelli, ai 2003 Crocco e ai 2004 Todella. Unico dubbio quello dei 2001, dove c’è ancora un gruppo da costruire.

LA CHIVASSO Dopo qualche giorno di indecisione il La Chivasso comincia a ufficializzare anche le panchine per la prossima stagione della Scuola calcio. Ozzimo allenerà i 2000, Cavallo i 2001 e Marco Borgese il gruppo dei 2002. Ancora dubbi sull’allenatore dei 2003 e su quello dei 2004.

PINEROLO Ultimata la fusione con il Chisone, la scorsa settimana è stato deciso l’organigramma societario ed ora è tempo di pensare alla Scuola calcio. Il responsabile sarà Luca Martina, che allenerà anche i 2004, in concerto con Mattia Martin, giocatore della Prima squadra che ha fortemente voluto inserirsi nel settore della Scuola Calcio e dei Piccoli Amici. Del Chisone resta Italo Riccardi, che si occuperà dei 2002, mentre tra gli attuali tecnici del Pinerolo sono confermati Primerano per i 2000, Passet per i 2001 e Quinto alla guida dei 2003.

SPORTING ROSTA Lo Sporting Rosta ha quasi completato l’organico del Settore giovanile e Scuola calcio: i pulcini 2004 sarranno affidati ai due mister di questa stagione, Iannone e Canavese, da assegnare la panchina del terzo gruppo; per i 2003 a Contadin e Bonomo si aggiunge Vincenzo Mazzeo; i 2002 saranno allenati da un trio di allenatori, sono i confermati: Barcello e Trevisi con l’innesto di Procopio. Passiamo agli Esordienti: i 2001 avranno in panchina Andreis, riconfermato alla guida dei 2000 Sampugnaro.

ATLETICO TORINO Situazione definita, almeno per i primi gruppi della Scuola calcio: Bisecco ai 2000, Giuliani ai 2001, Ribichesu ai 2002, Sferrazza ai 2003, mancano solo i Pulcini 2004.

ORIZZONTI Nella Scuola calcio Aimaro passa ai 2004 dai 2001 che rimangono momentaneamente scoperti, i due gruppi dei 2003 passano a Chebbi mentre nei 2002 rimane Habib. La società ha inoltre richiesto di poter giocare sul campo di Borgo D’Ale che momentaneamente è usato dalle giovanili del Santhià e dell’Alice Castello. Date le condizioni non ottimali dell’impianto dell’Orizzonti sarebbe un vero colpaccio ricevere una risposta affermativa dal comune limitrofo.

CENISIA Nella società di via Revello non ci sono grosse novità per quanto riguarda i più piccoli. Dopo aver chiuso con lo Sciolze per il titolo sportivo la società si sdoppierà e arriverano, probabilmente, molte iscrizioni. Per questo è stato confermato Riccetti come responsabile della Scuola calcio, sulle panchine rimane quasi tutto come prima, tranne che in uno dei gruppi dei Pulcini 2002 dove arriverà Conte dalla Scuola calcio del CVR.

 La squadra 2001 dell’Airaschese che nella prossima stagione sarà guidata da Gamba. A sinistra Alessandro Pierro 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

21

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • SCUOLA CALCIO Come cambiano le panchine per la stagione 2012-2013 SOCIETA’

ESORDIENTI 2000

ESORDIENTI 2001

PULCINI 2002

PULCINI 2003

PULCINI 2004

AIRASCHESE

GRANOCELLI

GAMBA

-

CANCELLARA

-

ALPIGNANO

BASILE

POLITI

?

?

?

ATLETICO GABETTO

PIERRO

LA PERLA

CREA

SOFI

CAMBIOTTI

ATLETICO TORINO

BISECCO

GIULIANI

RIBICHESU

SFERRAZZA

?

BACIGALUPO

MARCHESE

GIULIANI

SCORDO

LO SAVIO

?

BEVINGROS

-

TOLOMEO

TOLOMEO

-

-

BORGARO

FILONI

SCOTTI

?

SARCINELLI

?

BRUINESE

FINOTTO

GIUFFRIDA

COSTANZA

MACCARONE

MUSSO

BSR GRUGLIASCO

COLELLA-ANNESE

?

SPINELLI

CROCCO

TODELLA

CBS

DI MARCO

SCHIAVO-STELLA

PUCCIO-PUTZOLU

SACCO-SFERRAZZA

BRISCESE-DEMASI

CENISIA

CAPRÌ

SECCI

CONTE

CARFÙ

?

CHIERI

FORNERIS

CILETTA

BASILE

FORESTA

?

CVR RIVOLIGIAVENO

CAMPO

?

PATRIZI

AZZOLINA

VECERO

DB NICHELINO

BARILE

STERMINATO

?

DE LOGO

CALABRESE

GASSINO SAN RAFFAELE

NERVO

RUARO-BRUNERO

AVANTI-SIMONETTI

SALICE-FERRO-AUDINO

GIANNINI-LAPIRA

IVREA

LAFERRERA

CASTELLANO

LUCIANI

PIGA-FONTANAROSA

DE CARLI-MARCHETTI

LA CHIVASSO

OZZIMO

CAVALLO

BORGESE

-

-

NICHELINO HESPERIA

CANALE

FALLETI-GIGLIO

CASTELLO

CAPONE-PATA

MAGRO-PALAZZOLO

OLYMPIC COLLEGNO

SOMMARIO-LOISIO

IAGATTA-BOLLINO

URZI-CREPALDI

CASAGRANDE-CERUTTI

LOVECCHIO

ORIZZONTI UNITED

?

?

HABIB

CHEBBI

AIMARO

PERTUSA

?

LONGO

NAPOLI-LORENZETTI

IDOUCH-BENNAR

LAGANÀ-STRIPPOLI

PINEROLO

PRIMERANO

PASSET

RICCARDI

QUINTO

MARTINA

POOL CIRIÈ

FELLETI

LAURITANO

PONTONIO-AIROLA

SORRENTINO-DAURIA

FIORAVANTI-SOLERO

POZZOMAINA

BERNI

FALBO S.

NARDELLA

MACRÌ

FALBO

PRO COLLEGNO

BELLO-BOVINO

MAGGIORE

SCARDICCHIO

POETRILLI-ROSA

FRINGUELLI-CANE

PRO SETTIMO & EUREKA

PALMISANO-DAVIN

ISAIA-PITTON

DE LORENZO-SIGNORIELLO

PIZZI-GRUA

FERRERI-LEOTTA

RAPID TORINO

RIZZO

BIASI

APPELLA

FAGGIO

?

ROLETTO VAL NOCE

-

VIOTTI-BRANDIZZI

?

CAIRO

?

SAN GIACOMO CHIERI

SARACENO

VIOLA-FORNASERO-CENTRACO

BOSCO-LATTARICO

MONACO-FRANCIA

BELSORDO-MOGNI

SANTA RITA

MALERBA

SARZOTTI

GIAQUINTA

LANDI

CIAMMAGLICHELLA

SPORTING ROSTA

SANPUGNANO

ANDREIS

ARCELLO-TREVISO-PROCOPIO

CONTADIN-BONOMO-MAZZEO

IANNONE-CANAVESE

SUSABRUZOLO

MELE-REMINO

NORTO

ROSSO

ROMEO

TERMINI

VENARIA

DALESSIO

PANETTA-ARTUSIO

DE SIMONE-VITO-D’ARIENZO

FAVA

CORTI

VICTORIA IVEST

MANCINI-PULCINO

FERRARI-SORDO

CECCARONI-BELTRAMO

SOLDANO-CAVALIERI

SCAGLIONE-CARICHI

 Marchese (Bacigalupo 2000) 

 Napoli guiderà i 2002 del Pertusa 

 Secci, sarà allenatore del Cenisia 2001 

 Il Borgaro 2000 che sarà guidato da Filoni 

 Il gruppo 2002 del Gassino che sarà guidato da Avanti 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

22

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO • CALCIO A5 Alla corte di Gianfranco Lotta arrivano El Adlani e Pennisi, mentre si tratta per Polimeni. I Bassotti: Loverre e Patti stuzzicano Eboli

ANTIGNANO SCATENATO Eugenio Bertone Torino

L

a fase estiva del calciomercato è ancora in fase di stallo. Tante parole ma che rischiano di perdersi nell’aria. Questa è la conseguenza di una situazione economica non facile per nessuna società o quasi. Chi infatti sembra non rispettare questa regola è l’Astense (la vecchia Antignano) timonata da Gianfranco Lotta, intenzionato a costruire una squadra di altissimo livello. Oltre al sogno Andrea Licciardi, che per il momento rimane tale, data la concorrenza di Castellamonte e Fenalc, la società astigiana starebbe per chiudere due operazioni di grandissimo spessore. Secondo alcune indiscrezioni martedì dovrebbero arrivare ad Antignao Adil El Adlani e Pennisi. Due colpi che sarebbero indice della volontà di fare una stagione da grande protagonista. Ma non sembra essere finita qua. Infatti esiste una trattativa anche con Max Polimeni. Intanto in uscita Garbin si è accasato all’Asti dove giocherà in Under 21. Gli orange gireranno all’Antignano un paio di giocatori giovani che in settimana verranno provati. Ma il mercato in entrata di Lotta, passa in gran parte anche da un possibile ingresso in società di nuovi sposor che dovrebbero garantire una buona disponibilità economica.

EMMEFFE

 Adil El Adlani 

A lato: Durante e Pennisi

In via Palatucci il periodo non è dei più rosei. Dopo le tanto attese e vociferate fusioni poi fallite, ora la società di Franco Manassero ripartirà come lo scorso anno, da sola. Anche se a differenza delle scorse stagioni sembra che le partenze potrebbero essere numerose. In primis quelle di Patti e Loverre, contattate dai Bassotti di Luca Eboli che affiancherebbe queste due pedine di grandissima esperienza ad una rosa giovane e già competitiva. In partenza dall’Emmeffe ci sarebbero anche Morrone che piace

all’L84, Orlandin che potrebbe finire al Fenalc e Durante. Un altro nome in uscita potrebbe essere quello di Vacchina che piace a tanti.

CASTELLAMONTE Il direttore sportivo Biagio Montesano dopo il colpo Sergio Riis, è ancora in cerca di qualche tassello per completare la rosa. La situazione principale che tiene banco è quella legata all’arrivo di Andrea Licciardi. Al momento come già è stato detto, le proposte che ha ricevuto l’ex Asti e Carmagnola sono tante. Il Castellamonte era stata una delle prime a sondare la pista per un suo arrivo, ma le richieste economiche legate al suo rimborso spesa sembrano essere troppo alte.

SPORTIAMO In attesa di capire se sarà C1 o C2 Franco Palma ha l’obiettivo di riconfermare la rosa dello scorso anno magari con qualche arrivo tipo quello di Andrea Amos dal Gabetto che tanto piace a Palma e di Zuccarello che ritornerebbe alla casa base dopo una metà stagione passata ai box. Il ritorno di Wily Negro è difficile. Il Bra vuole trattenerlo e la volontà del giocatore non sembra quella di ritornare a Grugliasco.

MOVIENTI SOCIETARI Nella società di Antignano le rivoluzioni non passano solo dal campo, infatti, i cambi nell’organigramma societario non sono mancati. A cambiare è il presidente che sarà Paolo Lasagna, già in società come responsabile dell’area marketing (il suo posto verrà occupato da Franco Bosio). Il suo vice sarà invece Michele Perosino, mentre l’unico a rimanere in carica sarà il direttore sportivo Marco Cortese. I cambiamenti non sono, però, finiti. Sembrerebbe, infatti, che in società potrebbero entrare dei nuovi soci, che se dovessero arrivare darebbero una spinta al mercato in entrata.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

23

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

CALCIO FEMMINILE • PANCHINE E MERCATO SERIE A2 -Ad Alba si faranno due squadre e la seconda si iscriverà alla Serie D  L’attaccante della Juve 

Pamela Gueli A sinistra Fossati, tecnico dell’Alessandria

JUVENTUS RIPARTE DA GUELI

ALESSANDRIA VUOLE LA SERIE A

TORINO

RUSSO E ZORRI PRIME PARTENZE SERAMI MISTER?

Finisce dopo un anno il matrimonio tra il Torino Femminile e Licio Russo. “Non c’erano i presupposti per portare avanti il progetto che abbiamo iniziato spiega il tecnico -. Purtroppo le risorse che ci sono non permettono neanche di confermare le giocatrici che abbiamo. Preferisco uscire così, a testa alta, dopo una grande annata, peccato perché avevamo le potenzialità per crescere”. Le granata potrebbero essere riaffidate a Stefano Serami (ds e allenatore della Primavera), con Eraldo Nicco come seconda possibilità: “È ancora presto per fare i programmi”.Intanto si registra la prima partenza illustre: Tatiana Zorri l’anno prossimo vestirà la maglia del Barolino Verona.

Ludovico De Donno Torino

I

l Piemonte l’anno prossimo potrebbe avere una squadra in più del Torino. L’Alessandria ha chiesto il ripescaggio in Serie A. Le grigie così andrebbero a fare compagnia all’altra compagine piemontese sempre presente nella massima serie femminile, cioè il Torino. L’Alessandria femminile spera nel ripescaggio e questo lo si capisce anche dalle parole del direttore sportivo Andrea De Marchi: “Al momento è quasi tutto fermo. Siamo in attesa di una risposta dalla Federazione. In settimana ci siamo riuniti e abbiamo compilato tutti i moduli per chiedere ripescaggio in Serie A. Dopo la risposta della Federazione ci muoveremo. Ad oggi noi siamo molto fiduciosi, visto che abbiamo tutti i presupposti richiesti per il ripescag-

gio”. Il direttore sportivo si è espresso poi sul tecnico: “L’allenatore della prossima stagione dovrebbe essere Fossati. Ci incontreremo la prossima settimana. Credo comunque che il tecnico sarà ancora Fossati sia che sia Serie A2 sia che sia Serie A”.

ALBA SI SDOPPIA La neopromossa vuole fare bella figura la prossima stagione in Serie A2 e puntare ad una salvezza tranquilla. Per questo motivo diverse sono le giocatrici ricercate dall’esperto tecnico Delej: “Abbiamo fatto un progetto che prendeva cinque anni e abbiamo iniziato subito alla grande. Non era il nostro primo obiettivo sicuramente quello di salire in Serie A2 già in questa stagione. Terremo tutte le giocatrici che si sono guadagnate la promozione e cercheremo di immettere qualche nome importante in

rosa. Ho bisogno di un portiere e per questo ho cercato Elisabetta Scaramuzzi (ex giocatrice del Torino, ndr) e Rita Caravilla (di ritorno in Piemonte dal Chiasiellis, ndr). In attacco, invece, ho parlato con l’attaccante dello Sport Valenza Amandola. Poi magari guarderò a qualche movimento in uscita da Torino, Juventus e Romagnano”. Ad Alba inoltre si formerà una seconda squadra: “La seconda squadra non sappiamo ancora se la iscriveremo in Primavera o in Serie D, ma sicuramente la formeremo. Il tecnico è ancora un punto interrogativo. Per il momento ho parlato con diversi tecnici, ma nulla è ancora certo”. Le voci, però, vogliono che il tecnico della seconda squadra sarà con ogni probabilità Davide Cantone, che sarà libero dopo il fallimento dello Sport Valenza.

L

a Juventus riparte da Pamela Gueli. L’ex granata e l’ex romanista anche l’anno prossimo sarà una giocatrice bianconera, nonostante la retrocessione. A confermare ciò ci ha pensato il direttore sportivo Giordano Tobia: “Non faremo domanda di ripescaggio perchè per regolamento non possiamo farla visto che l’abbiamo richiesta tre anni fa. Faremo la Serie C e proveremo a salire immediatamente in quella che è la categoria che ci compete per storia e tradizione, la Serie A2. Siamo felicissimi che Pamela Gueli abbia dato la sua disponibilità a rimanere anche in una categoria come la Serie C. Oltre a lei punteremo molto sulle giovani che sono cresciute in casa nostra in questi anni. Per giovani intendiamo le ragazze dalla classe 1990 in su”. Intanto è stato definito il nuovo staff: “Il tecnico sarà Bonvegna, che l’anno scorso ha ottenuto ottimi risultati con la Primavera. Con lui arriveranno anche il preparatore atletico Giovanni Barone e il preparatore dei portieri Giuseppe D’Agostino. Per quanto riguarda la Primavera, invece, per il momento abbiamo come tecnico Sergio Palmero e stiamo aspettando la risposta di Mazzilli, lo scorso anno vice di Panigari in prima squadra, che affiancherebbe Palmero alla guida delle giovani bianconere”. Intanto alcune giocatrici di livello non saranno tenute e tra queste la prima ad essersi accasata è stata il portiere Cristina Turano, che il prossimo anno difenderà la porta del Cuneo San Rocco in Serie A2. Questa non dovrebbe essere l’unica partenza bianconera, visto che molte giocatrici non hanno accettato di rimanere in Serie C e stanno cercando una sistemazione in categorie superiori.

SPORT VALENZA SCOMPARE L’anno prossimo lo Sport Valenza non ci sarà più. A confermarlo è stato lo stesso presidente Natale: “Non ci siamo iscritti al campionato. Il problema è che con le donne non si può lavorare più di tanto. Eravamo in 22 in rosa e a molte partite ci presentavamo in 11. Per quattro mesi ho cercato qualcuno che prendesse in mano la situazione o che mi desse una mano, ma nessuno si è fatto avanti. Per quest’anno mi prenderò una pausa di riflessione”.

ROMAGNANO, PROMOSSO DAVIDE DE CAROLI Dopo la retrocessione dalla Serie A2 il Romagnano ha cambiato il tecnico. Non sarà più Fabio Morganti alla guida delle granata, ma ci sarà Davide De Caroli promosso in prima squadra, dopo che la scorsa stagione è stato alla guida della seconda squadra. Il Romagnano, intanto, continuerà ad avere le due squadre, ma il tecnico della formazione che si iscriverà al campionato di Serie D è ancora da svelare.

CIT TURIN, SI FARÀ UNA SECONDA SQUADRA Piero Sereno sarà ancora l’allenatore del Cit Turin il prossimo anno. A confermarlo è stato lo stesso tecnico: “Abbiamo un progetto triennale e il per la prossima stagione allestiremo una squadra competitiva, che possa puntare alla Serie A2. Poi stiamo cercando di allestire anche una seconda squadra da iscrivere come fuori classifica in Serie D”.

l.d.d


24

Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012 redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

25

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

FUORICAMPO MOTORI  Spettacolo assicurato nonostante l’Ac Torino rischiasse di non organizzarla PALLACANESTRO  Ieri sera la riunione decisiva. Garantita l’iscrizione alla A3 

Domenica in scena la 31ª Cesana-Sestriere Probabile rinuncia della Pfp alla A2 femminile

L

a vera notizia? Che la Cesana-Sestriere si fa”. Con i tempi che corrono, è una grande notizia quella che dato Piergiorgio Re, presidente dell’Automobile Club Torino, in sede di presentazione: la classica gara di velocità in salita, valida per il campionato Europeo e Italiano della Montagna per auto storiche, sarà riproposta per la sua 31ª edizione l’8 luglio lungo i 10,400 chilometri della Strada Regionale 23 che porta al Colle del Sestriere, per un dislivello di 685 metri, dai 1350 della partenza ai 2035 del traguardo.

Organizzazione in mano all’Automobile Club Torino con il supporto tecnico di Chianti Cup. Venerdì 6 si terranno le verifiche tecniche e sportive; sabato 7 prove libere al mattino e prove ufficiali al pomeriggio. La gara scatterà alle 10 di domenica 8 con le premiazioni previste intorno alle 14. La corsa visse i suoi anni d’oro dal 1961 al 1992, diventando celebre in tutta Europa. Un cedimento della strada dopo Champlas du Col portò alla sospensione della manifestazione, che venne ripristinata nel 2007 dopo che il manto stra-

dale venne rifatto in occasione dei Giochi Olimpici invernali del 2006. Proprio la tenuta dell’asfalto è adesso un aspetto critico: le condizioni sono andate deteriorandosi e un intervento di manutenzione sarebbe il benvenuto da parte dell’Automobile Club Torino. Comunque l’aspetto della sicurezza è stato tenuto in grandissima considerazione dagli organizzatori, con l’installazione di due chicanes di rallentamento all’entrata di Champlas du Col e un capillare monitoraggio da parte dei mezzi di primo soccorso su tutto il tracciato.

“La Cesana-Sestriere spiega Re - è una gara in costante crescita che nel giro di pochissimi anni ha ottenuto la validità per il campionato Europeo della specialità, già a partire dalla scorsa edizione. La crisi si fa sentire anche in questo settore ma siamo riusciti ugualmente ad allestire questa classica, anche se abbiamo dovuto rinunciare a riproporre la Cesana-Sestriere Experience per concentrare le risorse sull’evento agonistico”. Per informazioni consultare il sito Web www.cesanasestriere.com.

ste.tu.

Mara Bisi Torino

L

a crisi si fa sentire anche nel basket. Non è una novità: le società fanno fatica a sopravvivere, a trovare sponsor per portare a termine i loro progetti. Se si tiene conto anche che il basket non è lo sport più seguito a livello nazionale e che la pallacanestro femminile è forse uno dei meno tifati in assoluto, la crisi della Pfp non stupisce. Lo sponsor principale, Pietro Gaudino, ha lasciato di punto in bianco la società torinese. Dopo la salvezza ottenuta sul campo contro Bolzano, si poteva ancora sperare di fare la serie A2 con il gruppo di quest’anno. L’altra squadra femminile della società, la Pallacanestro Torino, farà la A3 insieme alla Libertas Monca-

lieri - che ha da poco reso noto che per la prossima stagione il tecnico sarà Marco Spanu -. Ora la società si trova a un bivio. Potrebbe trovare un nuovo sponsor che le permetta di affrontare ancora la seconda serie nazionale. O potrebbe avere una sola squadra in A3; in questo caso bisognerebbe verificare quali giocatrici resteranno anche in una categoria inferiore e quali invece proveranno a trovarsi un’altra compagine che militi in A2. Si deve anche tenere conto che, in mancanza di sovvenzioni, è molto difficile tenere in piedi due squadre a un buon livello nel settore femminile. Dichiara il presidente torinese Mario Soriente: “Se non troveremo un altro sponsor, lasceremo libera la squadra e punteremo a fare una buona A3 con la

DENTRO LE NOTIZIE

Accoglienza calorosa per la nuova stella biancoblù.“Sono orgogliosa di vestire questa maglia, qui c’è un progetto importante”

PALLAVOLO

Pallacanestro Torino”. Ieri sera c’è stata una riunione idonea per definire le sorti della squadra. Ma sarà dura in ogni caso rimanere al livello di quest’anno con entrambe le squadre. In più nel settore femminile la crisi è sempre più evidente. Non ci sono giocatrici, si pensi anche al confronto con il volley come atlete nel vivaio. Per fortuna la Pallacanestro Torino dispone di ottime giovani che sono pronte ad affrontare categorie nazionali. Ma è un caso più unico che raro in Piemonte. La maggior parte delle compagini fa fatica anche ad avere un Under 19 nel settore giovanile. E le Under 17 non sono presenti ad alto numero: il livello di gioco e allenamento poi non si distinguono certo per la loro eccezionalità.

CANOTTAGGIO  Dal 7 al 25 luglio 

 CARRIERA

Raid Torino-Londra Il Raid Torino-Londra da sogno sta diventando realtà. L’iniziativa nata dalle menti di alcuni appassionati canottieri torinesi partrirà sabato 7 luglio con una parata inaugurale, poi in 18 tappe raggiungerà la capitale inglese giusto in tempo per la cerimonia inaugurale dei Giochi Olimpici: in diciotto tappe la carovana solcherà i fiumi europei attraversando Svizzera, Francia, Germania, Olanda e Belgio. Il raid si inserisce nel quadro degli eventi a sostegno della candidatura di Torino a Capitale Europea dello Sport per il 2015 (oggi la consegna del dossier all’Aces Europe).

MILLE TRIONFI

PICCININI C’È TORINO SOGNA Stefano Tubia Torino

D

ovunque passi Francesca Piccinini si blocca la circolazione di persone e mezzi. Tutti vogliono vederla da vicino, fare una foto con lei, ricevere un autografo. È stato così anche lunedì in via Avogadro, davanti all’Assessorato allo Sport della Regione, prima della sua presentazione ufficiale come nuova schiacciatrice della Duck Farm Chieri Torino. Francesca è un Personaggio, con la P maiuscola, come pochi nel volley italiano. Una notorietà meritata: è una delle più forti giocatrici di sempre (a 33 anni si prepara a essere convocata per le Olimpiadi di Londra), è un volto pulito dello sport, mai sfiorata da scandali di alcun genere, ed è una bella donna, un valore aggiunto nella società dell’immagine (ebbe grande fortuna il suo calendario nel 2004). Nonostante questa fama, è rimasta una persona semplice, pronta a cominciare una nuova avventura dopo 13 anni a Bergamo. “Sono sorpresa di vedere così tanta gente, vi ringrazio - ha esordito - A Torino sono già stata, ci ho già giocato, ma è una metropoli, mi dovrò abituare a una vita molto diversa

 Francesca Piccinini con alcue giovani pallavoliste. In alto, tra Salvagni 

e Magnabosco, a destra con Martina Guiggi (foto Marco Alpozzi) da quella di Bergamo. Sono molto contenta di essere qui. Non sono abituata alle presentazioni: ne ho fatte solo due, una al primo anno a Bergamo e oggi (lunedì). Sono orgogliosa di vestire questa maglia, qui c’è un progetto importante. Avevo tantissime offerte ma il Chieri Torino ha fatto di tutto fin dal primo giorno per portarmi qui”. Come mai è rimasta in Italia nonostante la fuga di giocatrici verso club stranieri più facoltosi? “Sono una patriota. Sono andata via dall’Italia quando avevo 18 anni, ma adesso ho fatto una scelta col cuore”. Cosa serve a una squadra per vincere? “Una società

che ti metta nelle condizioni giuste e un tecnico valido. Questo gruppo di giocatrici potrà fare grandi cose. I miei obiettivi sono altissimi, le sfide mi piacciono. Per arrivare in alto servono sacrificio e tanta determinazione, come nello studio e nella vita. Tante compagne sono giovani, mi è sempre piaciuto poter dare consigli. Da Bergamo ho portato con me la soluzione per vincere”. Quanta difficoltà ha avuto a separarsi dalla Foppapedretti? “Con Bergamo ho sempre avuto un bellissimo rapporto. Mi hanno detto con la massima sincerità che avevano difficoltà economiche: ci siamo lasciati con

serenità”. In cosa può sperare la Nazionale azzurra alle Olimpiadi? “Possiamo fare qualcosa di buono: è l’unica medaglia che mi manca”. Vernissage ufficiale anche per il nuovo tecnico Francois Salvagni, raggiante per l’arrivo della “Picci”. “Questa è una squadra nuova - ha detto - La società mi ha detto: questo è il budget, fai come vuoi. Non dobbiamo porre dei limiti ai nostri sogni, anche se ci sono società più strutturate di noi per vincere: Busto Arsizio, soprattutto, ma anche Piacenza, Modena, Urbino e Villa Cortese. Siamo al primo passo di una stagione importante. La trattativa per Francesca è stata molto difficile, ma lei ha mantenuto la parola data”. Quanto sarà difficile allenare Francesca? “Su giocatrici come lei si dice sempre tutto e il contrario di tutto. Da lei ho tanto da imparare: noi allenatori dobbiamo avere l’umiltà di imparare chi sa giocare molto bene”. E di un altro volto nuovo come Marta Bechis, da lei già allenata a Urbino, cosa pensa? “È un grande acquisto, ha tantissimo talento. L’anno di Urbino aveva ricevuto eccessive pressioni. Mi fa sorridere non vederla in azzurro: è una ragazza straordinaria, tornerà a essere una grande giocatrice”.

Ripercorrere la carriera di Francesca Piccinini è come sfogliare le pagine più belle e vincenti della pallavolo rosa italiana. Francesca è nata il 10 gennaio 1979 a Massa. È stata una campionessa precoce: dopo la stagione 1991-1992 in serie D, la Robur Massa la promosse nella propria formazione di B2 e nel 1993 sbarcava già in A1 alla Pallavolo Carrarese, con il suo primo ingresso in campo il 7 novembre contro l’Olimpia Teodora Ravenna. Da lì alla prima convocazione in nazionale il passo è stato breve: prima partita il 10 giugno 1995 contro gli Stati Uniti, persa 1-3. Dopo due stagioni a Carrara (in A2 nel ’94-’95) passò a Reggio Emilia, poi a Modena, dove vinse la Coppa delle Coppe e la Supercoppa Europea, e a Rubiera, dando poi una svolta importante alla sua carriera nel ‘98 trasferendosi in Brasile (fu una delle prime emigranti del volley): con il Rexona conquistò il 2° posto in campionato. Con la chiamata della Foppapedretti Bergamo tornò in Italia nel ‘99 mettendo la firma su un’impressionante serie di successi: nel ‘99 la Supercoppa Italiana, nel 2000 la Coppa dei Campioni, nel 2002 lo scudetto, nel 2004 la Coppa Cev, lo scudetto e la Supercoppa Italiana, nel 2005 la Champions League, nel 2006 lo scudetto e la Coppa Italia di A1, nel 2007 la Champions League, nel 2008 la Coppa Italia di A1/ A2, nel 2009 e nel 2010 la Champions League, nel 2011 lo scudetto e la Supercoppa Italiana. E che dire della sua storia con la Nazionale, di cui è un pilastro come l’altra neotorinese Martina Guiggi (foto in alto)? Un titolo Europeo Juniores nel 1996, i Giochi del Mediterraneo nel ‘97 e nel 2001, il Campionato del Mondo 2002 (l’unico della nostra storia femminile), la World Cup nel 2007, la World Grand Champions Cup, ancora i Giochi del Mediterraneo e gli Europei nel 2009. ste.tu.

CICLISMO  Giovedì a Castagnole Lanze 

GiroDonne in Piemonte Giovedì il Giro Donne arriverà in Piemonte. Per la 7ª tappa giovedì 5 luglio è previsto l’arrivo a Castagnole Lanze (AT): partenza a Voghera alle 9.30, ingresso in territorio subalpino a Pontecurone, attraversamento di Tortona e Alessandria, poi si affronteranno le ondulazioni del Monferrato toccando centri come Nizza Monferrato e Canelli. Al 119° km Gran Premio della Montagna di Terza Categoria a Camo, poi ripida discesa fino all’ascesa finale verso Castagnole, con arrivo previsto tra le 15.34 e le 16.05.

FISI  Cesana ha premiato i Marsaglia 

I giovani a Novarello Passa da Novarello la programmazione per i giovani talenti della Fisi riuniti nel progetto “FuturFisi”. Il gruppo maschile seguito da David Salvadori, formato da Ivan Codega, Stefano Baruffaldi, Andrea Ravelli, Alex Zingerle, Fabian Bacher, Henri Battilani, Emanuele Buzzi, Nicolò Menegalli, Daniele Sorio, Michele Gualazzi, Guglielmo Bosca e Pietro Franceschetti, si è trasferito nel centro di Granozzo con Monticello (NO) per cinque giorni per effettuare la preparazione a secco. Invece domenica 24 giugno Cesana Torinese ha festeggiato due suoi cittadini illustri, i fratelli Matteo e Francesca Marsaglia, che si sono distinti nella scorsa stagione di sci alpino. Il sindaco Lorenzo Colomb e il vicesindaco Riccardo Mazzoleni hanno consegnato loro una targa.

SCIALPINISMO  Discussi i calendari 

Assemblea Ismf a Torino Torino ha ospitato l’assemblea plenaria della Ismf, la Federazione internazionale di scialpinismo presieduta dal saluzzese Armando Mariotta. Argomento principale la programmazione dei Campionati del Mondo di Pelvoux (Francia) dal 9 al 15 febbraio 2013 e del calendario della Coppa del Mondo: tappe in Valle Aurina il 12-13 gennaio, in Svizzera il 25-26 gennaio, a Clusone (BG) il 2-3 marzo, ad Andorra il 9-10 marzo con finale a Tromsoe (Norvegia) il 13-14 aprile.

SOLIDARIETÀ  Concerti alla Pellerina 

Turin Marathon per Carpi Tra gli enti che vogliono dare un proprio contributyo alla riocostruzione delle zone dell’Emilia martoriate dal terremoto c’è anche Turin Marathon. Mercoledì 4 e giovedì 5 luglio presso la propria sede di Cascina La Marchesa, nel Parco della Pellerina, organizzerà due serate musicali per raccogliere fondi destinati a Carpi (MO) per la ricostruzione della scuola elementare di Sant’Agostino. Si alterneranno sul palco numerose band torinesi con la conduzione delle serate affidate a Marco Maccarini; ingresso di 10 euro a serata come sottoscrizione minima. Per maggiori informazioni consultare www.turinmarathon.it o telefonare allo 011/4559959.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

26

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

SPECIALE FOOTBALL AMERICANO

I Bills perdono ma possono essere soddisfatti per una stagione fantastica I Cardinals prendono il largo e il Cavallermaggiore non li raggiunge più

RIMONTA SFIORATA Gianluca Folgori Torino

N

on è bastato il cuore ai Bills. Dopo un’estenuante battaglia di tre ore in un afoso sabato pomeriggio allo stadio “Primo Nebiolo” i cavallermaggioresi si sono dovuti arrendere ai Cardinals Palermo, laureatisi così campioni d’Italia del campionato di Cif-9. I siciliani, forti anche di sette coach, partono attaccando sin da subito grazie al kick-off iniziale e alle geniali iniziative di Abbadessa, bravo a creare i presupposti per il primo touchdown di D’Amico dopo solo un minuto di gioco effettivo, seguito dalla conversione vincente da un punto. Avvio peggiore i Bills non se lo potevano immaginare e poco dopo ancora D’Amico (premiato miglior giocatore a fine partita) colpisce portando il punteggio sullo 0-13, complice l’erronea esecuzione della seguente

BILLS-CARDINALS

conversione. I bianchi sovrastano i ragazzi di Bassi, che però poco alla volta trovano coraggio guadagnando yard ma senza mai concretizzare il paziente lavoro. Fioccano le penalità da ambo le parti mentre i Cardinals mettono i brividi quando spingono; solo un grande intercetto di Donalisio evita il terzo touchdown avversario. Nel secondo quarto i Bills dimostrano voglia di reagire incoraggiati dalle iniziative di Ferlemann e Lemnushi fino al meritato touchdown di Paolo Testa seguito da conversione di William Petrone per il 7-13. La difesa dei palermitani è solida ed evita ulteriori danni, così a subire sono i piemontesi quando uno splendido lancio dalla distanza pesca Rizzo, sontuoso nella ricezione per il terzo touchdown del 7-19. Simbolico poco dopo il disperato salvataggio di W. Petrone a evitare un sicura realizzazione a ridosso

19-33

(0-13; 7-19; 13-19) BILLS CAVALLERMAGGIORE: E. Mascali, Ferlemann, Lemnushi, Colombo, Battista, S. Testa, Marengo, Demichelis, Rabbione, Moumine, E. Testa, W. Petrone, Marini, Fea, A. Mascali, Mastrolillo, Donalisio, Chiappetta, Gili, J. Petrone, Olocco, Raineri, Ornati, Capello, Saglia, P. Testa, Botta, Vinci, Mazza. Coach: P. Bassi. CARDINALS PALERMO: Gariffo, L.Spataro, Lequaglie, D’Amico, Morvillo, Bova, Griffo, Anzà, G. Spataro, Spinelli, Lombardo, Re, Gambino, Pinzarrone, Milazzo, Bova, Todaro, Zarcone, Caputo, Perconti, G. Maltese, Giangrasso, Di Salvo, Ballarò, Cottone, Tramontana, Ruffino, Lelio, Guastella, Magri, Agbanyo, Noto, Lo Nigro, La Rosa, Abbadessa, Rizzo, Barcellona, Cuvello, B.Maltese, Gargano. Coach: M. Leone.

della end zone, realizzazione che arriva poco dopo per opera ancora di D’Amico ma vanificata dall’ennesima penalità. Il primo tempo si chiude sul 7-19. In apertura di ripresa gli arancioblù si riportano incredibilmente in partita con un gran drive di Ornati dopo una bella discesa del grintoso Lemnushi. Il terzo quarto non regala ulteriori sussulti ma le emozioni arrivano a valanga nel quarto, quando il leader dei piemontesi W. Petrone esce allo scoperto regalando l’insperato pareggio ai suoi tifosi con una azione degna della sua classe, sprecando tuttavia la successiva conversione. Ora i Bills, con otto minuti abbondanti effettivi davanti, ci credono ma i siciliani sono spietati e colpiscono nuovamente con un uno-due micidiale di D’Amico prima (terzo personale, segue conversione vincente da due) e Abbadessa poi per il 19-33. Due morsi tremendamente velenosi non sufficienti però a uccidere i bisonti, che con grande orgoglio riprendono subito a macinare gioco ma senza concretizzare. Un intercetto di Lombardo fa calare il sipario su una partita splendida che rende merito a entrambe le compagini. Onore ai Cardinals, mentre i “poveri e pazzi” Bills devono essere orgogliosi di una stagione fantastica chiusa attaccando. Questione di mentalità.

INTERVISTE  Parla il coach 

Bassi:“Una partita davvero tosta” Tubia-Folgori Torino

C

omprensibile l’amarezza in casa Bills per un incontro perso dopo averlo raddrizzato con caparbietà. “È stata una partita davvero tosta - dichiara il coach Paolo Bassi - Si è messa subito male ma i ragazzi hanno reagito davvero bene con grande orgoglio e spirito di squadra. Purtroppo abbiamo commesso qualche errore concedendo ai Cardinals troppo nei nostri punti deboli. Andare sotto subito certo non ci ha agevolato, ma posso solo fare i complimenti a questi ragazzi per una stagione fantastica. Grande impegno e passione. Il futuro? È ancora presto per parlarne”. Lucida la spiegazione del capitano Peter Ferlemann: “Abbiamo fatto una grande rimonta, ma non abbiamo concretizzato al momento decisivo. Abbiamo commesso troppi errori nella parte finale: nel secvondo quarto siamo tornati sotto ma ci sono poi scappati di nuovo. Non abbiamo un gioco di lancio maestoso con loro. La stagione è stata comunque straordinaria, niente da dire. Con nove vittorie consecutive ci siamo aggiudicati la North Conference, l’anno scorso ci eravamo fgermati ai playoff. Il nostro allenatore ci ha preparato alla perfezione per tutte le partite. Contro i Cardinals ci sentivamo un po’ come Davide contro Golia, con tutti gli allenatori che hanno, anche se non abbiamo perso per quel motivo”.

 Una serie di contrasti della partita (foto Rosario Piscopo) 

 A2 LENAF TITOLO AI BARBARI Sono stati i Barbari Roma Nord ad aggiudicarsi lo scudetto di A2 Lenaf: nel derby serale con i Grizzlies si sono imposti 28-13. Sei giorni prima avevano eliminato i Giaguari proprio a Torino, e proprio come in semifinale è stato decisivo il runner dei Barbari Alessandro Di Giorgio, esponente di punta di un attacco che ha trovato sempre il varco per sfondare la difesa avversaria. Dei quattro touch-down messi a segno e convertiti dai Barbari, due portano la firma di Di Giorgio, uno di Brandon Shaw e uno di Andrea Paparelli; per i Grizzlies un touchdown convertito da Tobia Cingolani e uno di Matthew Cunningham allo scadere del tempo. A Di Giorgio il premio di miglior giocatore, ad Adrian Russo dei Barbari quello di miglior difensive lineman, intitolato alla memoria di Andrea De Martis, giocatore dei Giaguari scomparso prematuramente. Stimate in quasi mille le presenze allo stadio Nebiolo tra le finali del pomeriggio e della sera. Ieri il catino di Parco Ruffini ha ospitato il tryout per un centinaio di giocatori di Cif-9 e Lenaf, osservati dal coach della Nazionale Vincent Argondizzo. ste.tu.


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

27

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

PALLAVOLO

SERIE REGIONALI

Mercato cadetto - Bersighelli lascia Chieri per Novara (A2). Simeon e A. Castelli al Sant’Anna

Mariotti al Calton. Demaria, Fumero e Mana al Saluzzo

San Paolo con la Pmt Sant’Orsola, niente B2 Confermate le voci di mancata iscrizione. Il Santhià non scende in C per una C in comune Stefano Tubia Torino

S

 Silvia Bersighelli, ex Chieri ‘76 

iamo entrati nei giorni decisivi per le squadre aventi diritto ai campionati nazionali: fino al 5 luglio c’è tempo per la cessione dei diritti, fino al 12 invece per formalizzare l’iscrizione. Il Sant’Orsola Alba non sarà al via della B2 femminile: le voci di una chiusura del club, disposta del presidente e proprietario Gianni Martini, hanno purtroppo trovato conferma. Buone notizie invece da Santhià: il team di Manavella si iscriverà regolarmente alla B2 maschile grazie ad alcuni sacrifici economici accettati dai giocatori.

Cherasco. Per radiomercato arriveranno anche il palleggiatore Risso dal Sant’Anna e il centrale albese Parusso dal Santa Croce di A2.

LPM MONDOVÌ (B2/F) È la schiacciatrice Raimondo, proveniente dal Lilliput, il primo rinforzo. Si aggiunge agli ordini del neo-coach Venco alle confermate Raviolo in posto 2, Bongiovanni e Bruno al centro, Boetti, Cattaneo, Marini e Camperi in banda e al libero Brero; da definire il futuro delle palleggiatrici Ballauri e Bazzarone e delle eventuali sostitute. In uscita la centrale Mariotti, prestata al Calton, e l’ala Rollero, che rientra al Carcare.

CHIERI ‘76 (B1/F)

 Lorenzo Simeo, ex Biella 

Sono due le giocatrici ufficialmente confermate, l’ala Burzio e il libero Magaraggia, agli ordini di Gallo. La nuova palleggiatrice titolare sarà con ogni probabilità Sonia Gioria, ex Vigolzone, già a Chieri dal 2001 al 2004. In partenza le alzatrici Bersighelli, destinata all’Igor Novara di A2, e Carando, l’opposto Nasari, la centrale Pilotti (al Collegno Cus), l’ala Meneghello e il libero Pesce, mentre la schiacciatrice Molineris ha optato per uno stop all’attività.

COLLEGNO CUS (B2/F)

ASTI (B1/F)

VILLAR PEROSA (B2/F)

Presentate in settimana il libero Barbieri, di ritorno da Pavia (A1), la regista Bernabè dal Monza, e la centrale confermata Vinciarelli.

Il team chisonese sarà guidato dall’allenatore artefice della promozione, Bertetto, che avrà come vice Scali, ex Alba, impiegato anche nel settore giovanile; lascia la società Cattibini. Nove le giocatrici già sicure. Otto le confermate: la palleggiatrice Mancanelli, l’opposto Boaglio, i centri Bert, Crosetto e Durando, l’ala Galliano e Mecca che lascia il posto 4 per vestire la maglia

VBC MONDOVÌ (B1/M)

 Lia Raimondo al Mondovì 

Dopo il tecnico Barisciani, ex Parella, la società ha comunicato il nome del primo acquisto, il libero Montagna dal Fossano ma di proprietà del Cuneo, che sostituirà il partente

Molte più certezze per la squadra allenata da Ercole. In palleggio a Ferro si affianca la giovane Martinetti, di ritorno dall’Unionvolley; confermata l’opposto Gili; oltre a Mirandola il reparto dei centrali annovererà Barutello Coletto (dal Cafasse) e Pilotti (dal Chieri ‘76), in banda resta Fonsati e il libero sarà ancora Deidda. Dal vivaio sale Pastore, schierabile indifferentemente banda e opposto.

da libero, con l’aggregazione dell’altro libero De Fino. Primo ingaggio quello della schiacciatrice Sacco (Collegno Cus). In uscita l’opposto Nzua, passata al Labor Volley di C, la palleggiatrice Guglielmetti, che lascia il Piemonte, l’opposto Miretti, e i liberi Boarino e Guarcello (quest’ultima sospende l’attività).

CASALE (B2/F) Lieto ritorno alla Junior, quello della schiacciatrice Trusso dall’S2M Vercelli. Confermate inoltre due giovani, la centrale Bianchi e la banda Deambrogio, mentre l’ala Serafin torna al Valenza. Nello staff tecnico entra De Nobili, ex centrale dell’Occimiano, per affiancare coach Galli e il vice Cruciani.

SANT’ANNA (B2/M) La dirigenza sanmaurese esce allo scoperto con tre acquisti di spessore da affidare al tecnico Usai: il palleggiatore Simeon, che lascia il Biella di B1, lo schiacciatore Alexandro Castelli, negli ultimi due anni ad Alba e prima ancora a Caluso, e il libero Jourdan, l’anno scorso in B2 a Villafranca. Salutano il gruppo Risso (dato in avvicinamento al Mondovì), Graziana, che passa al Nuncas Chieri), e Girard, ora al Parella.

PARELLA (B2/M) Ai tre innesti già ufficializzati (il centrale Sordella, l’ala Santià e il libero Girard) si sono aggiunti cinque giocatori pronti a proseguire l’avventura in biancorosso agli ordini del nuovo tecnico Battocchio: l’opposto Cassina, i centri Cefaratti e Salza, gli schiacciatori di mano Castelli e Marchisio.

I

n campo regionale procede più spedito l’allestimento delle squadre femminili, mentre per molti club maschile è ancora tempo di riflettere sulle strategie future.

CALTON (C/F) La squadra canavesana rinnova la fiducia a coach Remollino e si è già assicurato il “sì” di sette giocatrici della passata stagione: la regista Ala, l’opposto Ferrari, la centrale Belcastro, i posti 4 Benedetto, Brovarone, Fisanotti e Garofalo. Incerta la permanenza dei liberi Cappone e Milan. Primo innesto la centrale Mariotti dal Mondovì di B2; in uscita la palleggiatrice Bretto, la centrale Pomatto (entrambe per motivi di studio), la centrale Cellati (motivi di lavoro) e la schiacciatrice Tonon, rientrata per fine prestito al Montanaro.

SALUZZO (C/F) Sarà particolarmente numeroso il gruppo agli ordini del confermato coach Boglione dopo la promozione dalla D. Resteranno in biancoblù la regista Demarchi, i centri Astesano, Bono, Dalmasso e Silvestri, le ali Panetta, Rivoira e Testa, i liberi Aceto e Calvetti. Tre i rinforzi esterni: la palleggiatrice Demaria, tornata dal Centallo, l’op-

posta Fumero dall’Alba e la banda Ambra Mana, che rientra dal Cherasco. Salgono dal vivaio l’alzatrice Doci, l’opposto Lovera, il posto 3 Zavatteri e l’ala Barale. Incerto il futuro del libero Mellano; sospende l’attività l’alzatrice Preci, l’oppostro Mondino passa a Savigliano. Per il settore giovanile ingaggiata dal Mondovì l’allenatrice Barbara Medici.

 Carola Demaria, ex Centallo 

CUS TORINO (C/M) Avvicendamento in panchina in via Braccini: a Cassina subentra Zanetti, che collaborerà ancora con il Sant’Anna per il settore giovanile. Sicure conferme per l’ala Prandini e il libero Rossini, possibile per l’opposto Ronco, incerti gli schiacciatori Balla, Francardo e Bollati. Il centrale Sordella è passato al Parella di B2, mentre i suoi compagni di reparto Consentino e Gennaro cessano l’attività.

SAN PAOLO (D/F) Nuovo allenatore in casa gialloblù: Zanirato, ex Unionvolley, prende il posto di Benedetti. Dieci le giocatrici già assicurate: confermate le alzatrici Decorte e Bo, gli opposti Aime e Perazzone e la schiacciatrice Giacosa; volti nuovi le centrali Castagnanova da Racconigi e Bertucci dal Beinasco, le ali Disigola dal Rosta e Vecco Garda dal Lasalliano e il libero Valderrama dal Rosta.

SAN PAOLO (C/M) Il club torinese ha deciso di unire le proprie forze con quelle del il consorzio Pmt per allestire la prima squadra maschile, che troverà casa nella zona di Moncalieri. In panchina resterà Manno, mentre la scelta dei giocatori proveniente dai due sodalizi sarà effettuata nei prossimi giorni.

AURORA (D/F) Ancora incerta la dirigenza venariese sulla serie a cui iscrivere la prima squadra, affidata a Gianni Rinaldi dopo la separazione da Andrea Ebana. Si fa strada, però, l’ipotesi della cessione del diritto di D per ripartire dalla Prima Divisione.

ste.tu.

SERIE A1-A2  Tra le prime Chieri Torino e Ornavasso, che si è iscritta alla A2 GIOVANILI  Beach volley, vicina la scelta delle coppie 

Piemontesi bene al 4x4 Il “Regioni” al via Basilicata e Toscana le prime avversarie mercoledì

V

 Saskia Hippe della Duck Farm Chieri Torino (foto Rubin x LVF) 

enerdì si sono chiuse le iscrizioni alla A1 e alla A2 femminili. Per la massima serie hanno presentato domanda il Chieri Torino Volley Club e il Cuatto Giaveno, mentre in A2 ce l’hanno fatta a presentare la documentazione necessaria sia l’Agil Volley Trecate, per la nuova squadra Igor Gorgonzola Novara, sia la Pallavolo Ornavasso. La dirigenza ossolana ha lavorato in silenzio per un mese, dalla tragica scomparsa di Giulia Albini, per raggiungere l’obiettivo. La Lega Volley Femminile ha tempo fino al 16 luglio per verificare la validità della documentazione ricevuta e consegnare l’elenco delle società idonee alla Fipav. Si è intanto chiusa ieri a Giardini Naxos (ME) la prima tappa del campionato Italiano di sand volley 4x4 organizzato dalla Lega Femminile, valevole per il Campionato Italiano. Al momento di andare in stampa si stava giocando la finale per il 1° posto tra Duck Farm Chieri Torino e Tra. De.Co. Urbino; l’Ornavasso ha invece disputato la finale per la medaglia di bronzo con la Sicilconad Rio Bum Bum Soverato; quinta la Last Minute Tour Giaveno Montichiari che ha battuto 2-1 nella finalina la Scavolini Pesaro (1215; 16-14; 15-11). Questi i risultati delle semifinali: Chieri Torino-Ornavasso 2-0 (15-11; 15-9), Urbino-Soverato 2-0 (15-10; 15-11). Venerdì sono stati sorteggiati a Vienna i gironi della Champions League maschile 2012/2013. La Bre Banca Lannutti Cuneo è stata inserita nel Pool G con i polacchi dell’Assecco Resovia Rzeszow, i francesi dell’Arago de Setè e i romeni del Remat Zalau. Nella fase a gironi sei le partite per ogni squadra nel periodo compreso tra il 24 ottobre e il 12 dicembre. Si qualificano al turno successivo, i Playoffs 12, la prima di ognuno dei sette giorni e le cinque migliori seconde.

ste.tu.

T

rofeo delle Regioni, ci siamo. Ieri le rappresentative indoor sono partite alla volta del Veneto e debutterano in campo mercoledì 4 dopo la cerimonia d’apertura di martedì sera. Un anno fa a Torino vincemmo il titolo femminile e arrivammo quarti con i ragazzi. Il gruppo femminile, selezionato da Massimo Moglio con il supporto di Silvia Asola, è composto da dodici giocatrici: le palleggiatrici Linda Ivaldi (Acqui) e Martina Olmo (Trecate), l’opposta Alice Bocchino (Collegno Cus Torino), le centrali Georgiana Antonione (Area0172 Bra), Giulia Gorgerino (Unionvolley), Charlotte Schirò (Team Volley Novara), le ali Aurora Camperi (Lpm Mondovì), Cristina Fiorio (Lilliput Settimo), Alessandra Prelato (Chisola) ed Erica Grotteria (Acqui), i liberi Lucia Morra (Asti) e Valeria Cantini (Acqui). Escluse all’ultima scrematura l’alzatrice Alessia Umoretto (Balamund) e la centrale Daniela Pasca (La Folgore). Mercoledì al palasport di Abano Terme il Piemonte, inserito nel girone B di qualificazione, sfiderà alle 8,45 la Basilicata; la perdente affronterà alle 10 la Campania, la vincente alle 11,15. In base ai risultati del primo giorno sarà stilata una classifica generale: da giovedì a sabato le ultime cinque giocheranno per i posti dal 17° al 21°, le altre daranno vita giovedì e venerdì a gironi per i piazzamenti dal 1° al 16°, poi sabato le semifinali di classificazione, dome-

nica la finalissima per il titolo alle 11. Analoga la formula maschile. Nel girone D mercoledì a Torreglia primo match alle 15, Piemonte-Toscana; la perdente alle 16,30 con la Calabria, la vincente alle 18. Finalissima alle 9 di domenica. I due match per il titolo saranno trasmessi su Sportitalia 2. La selezionatrice Monica Cresta, coadiuvata da Mauro Rizzo e Claudio Basso, ha scelto Mattia Milano (Parella), Luca Filippi, Fabio Gerbino, Flavio Amouah, Davide Garnero, Luca Spinelli, Jacopo Chiapello (Cuneo), Filippo Bonelli (Mondovì), Paolo Mazzone, Andrea Nasari (Nuncas), Ruben Faraci (Arti e Mestieri) e Luca Martina (Pinerolo). Per il beach volley oggi allenamento a Portacomaro (AT), poi mercoledì conosceremo la coppia femminile e la coppia maschile che giocheranno per il Piemonte alle Kinderiadi di Cesenatico (12-15 luglio). Sono ancora in corsa quattro ragazze (Ilaria Lanzavecchia e Francesca Mirabelli dell’Acqui, Roberta Tonon del Montanaro e Alice Panetta del Saluzzo) e sei ragazzi (Giorgio Fenoglietto e Samuele Sansanelli del Nuncas Chieri, Davide Lucchetta e Giuliano Manetta dell’Hasta Volley, Matteo Mangini del Novi e Omar Biglino dell’Alba) per ottenere la convocazione del selezionatore Davide Giannitrapani. I prescelti parteciperanno sabato 7 e domenica 8 al torneo presso “Il Funghetto” di Mottalciata (BI).

ste.tu.

IN BREVE  WORLD LEAGUE Si è conclusa quando era notte in Italia la prima fase della World League. La nazionale maschile guidata dal torinese Mauro Berruto ha disputato la terza e ultima giornata del Pool C a Dallas, in Texas (Usa) con il gruppo che nelle scorse settimane ha lavorato in Italia. Fallita la qualificazione alla Final Six di Sofia (Bulgaria), ma era una possibilità messa in preventivo nell’ottica di preparare bene i Giochi Olimpici. Venerdì sconfitta al tie-break con la Francia: successo ai vantaggi (31-29) nel primo set, poi l’Italia subiva il sorpasso dei transalpini, vittoriosi a 23 nel secondo parziale e a 18 nel terzo, si rifaceva sotto nel quarto (25-21), ma nel parziale decisivo cedeva 12-15. Parziale riscatto sabato con la Corea del Sud, battuta 3-2. Primo set agli azzurri (25-16); gli avversari pareggiavano (20-25), poi altro vantaggio (25-21) e nuovo pareggio asiatico (27-29), ma questa volta il tie-break era favorevole ai nostri (15-12). Italia 3ª con 14 punti, alle spalle di Stati Uniti (24) e Francia (21), prima di affrontare i padroni di casa. ste.tu. 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

28

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it

PALLACANESTRO

INTERVISTA

Mercato - Il nuovo tecnico del Casale è Griccioli, ex di Scafati. La Pms cerca giovani come Ferrero, Banti e Gatti

Daniele Biganzoli (Oleggio)

La Crocetta sceglie Tassone Liberi sul mercato Campanelli, Tomatis e Bertulessi. Cus vicino a Pansa Mara Bisi Torino

I

l mercato delle categorie nazionali è intrigato. Per prima cosa, è necessario annunciare il nuovo head coach di Casale, che militerà in Legadue: Giulio Griccioli, ex capo allenatore di Scafati proprio nella seconda serie nazionale. Il contratto è di un anno. Queste le parole del coach alla conferenza stampa della sua presentazione: “Spero di lavorare bene e guadagnarmi la fiducia per allungare l’esperienza. Inizia un’avventura in una realtà molto importante del basket italiano, è una grande sfida dopo i sei anni di Marco Crespi che hanno portato la Junior alla Serie A”. Per rimanere nelle categorie calde, la Pms è in cerca di giovani talenti da affiancare a coach Pillastrini per la prossima stagione. Come sempre servono gli Under, obbligatori nel roster per sostenere la categoria. Si parla di ragazzi che potrebbero

 Guido Tassone, coach esperto 

venire dal vivaio di Biella, per esempio. In più voci di corridoio dicono che Ferrero (Giancarlo), Banti e Nicolò Gatti sono possibili nuovi giocatori in gialloblù. Tra l’altro non è da dimenticare che proprio Gatti interessa anche il Cus Torino in Dnb. Sempre in ambito Pms, Giusto e Masper lasceranno; non è ancora ufficiale ma pare più che probabile. È interessante che l’ambiziosa Tortona li abbia contattati per affrontare al meglio il campionato appena conquistato. Se prendiamo ora in considerazione la Dnb, il Cus si riunirà oggi per vedere di concludere le trattative con Pansa. Ieri è stato svincolato da Casale. Il coach ha anche altre offerte, ma la società torinese ha le sue alternative. Per quanto riguarda il roster, dopo diversi dubbi anche Raucci dovrebbe rimanere. Ci saranno cinque innesti, ma si dovrà aspettare di sapere chi sarà l’allenatore per decidere chi saranno. Per quanto riguarda la Crocetta in Dnc, il nuovo coach sarà Guido Tassone. Sono stati rilasciati Campanelli e Tomatis, che ora sono sul mercato e sono stati richiesti da Collegno in C2, e Bertulessi. Per quanto riguarda gli altri senior, l’interesse della società è di contrattare per farli rimanere. Anche Martina come giovane dovrebbe essere riconfermato.

 IN BREVE FINALI UNDER 15 Ieri si è disputata la prima partita del Cus Torino alle Finali Nazionali Under 15 di Desio. Sedici squadre di giovani cestisti, i migliori in Italia, si affronteranno in questa settimana per contendersi il titolo nazionale. Nel girone del Cus presente l’Armani Jeans Milano. A Vasto e Termoli invece si giocano le finali femminili, presente la Pallacanestro Torino.

BALDASSO IN AZZURRO La Pms continua a sognare in grande. Lorenzo Baldasso, classe 1995 del vivaio gialloblù, è stato convocato nella Nazionale Under 18 guidata da coach Capobianco. Oltre che per il ritirno pre-europei, la convocazione è valida per l’amichevole Italia-Svezia, in programma il 12 luglio 2012 sulla Portaerei Cavour, ormeggiata nel porto di Cisternino (BR). Baldasso parteciperà anche al 11° Memorial Internazionale Peppino Todisco - Coppa Antonio Punzi, dal 13 al 15 luglio contro Svezia, Ukraina e Iran.

PMS INTERNAZIONALE Al PalaEinaudi di Moncalieri, per iniziativa della Pms, da ieri a domani si tengono allenamenti di giocatori stranieri guidati dal coach bosniaco Dzidic.

DONNE, MONCALIERI Sarà Marco Spanu sarà il nuovo head coach della Libertas Azzurra Moncalieri di A3 femminile.

PAGELLE  Aosta dai due volti, con e senza Cardenas: media 6 

“Un ambiente straordinario”

Giorgio Bosio Torino

Abet strepitosa, Carmagnola da 5,5 Q ABET BRA: VOTO 9,5

P

artita sicuramente tra le favorite, ma non certo con l’aura di invincibilità, ha disputato un girone d’andata pressoché perfetto: qualche (rara) battuta d’arresto nella seconda parte della stagione, ma quando ha annusato aria di C1 è diventata di nuovo una macchina quasi implacabile: unica “macchia” il punto dell’onore concesso a Cuneo, squadra peraltro di indiscutibile valore. Difficilissima da fronteggiare tra l’altro la sua flessibilità: poteva a scelta essere una squadra da punteggi alti o mostrare una difesa ferrea, correre a mille o giocare a metà campo. Perfetta la gestione di coach Lazzari, davvero bravo nell’amalgamare esperienza e gioventù. MVP - Bravi davvero tutti senza eccezioni, diamo la palma a Patria, enfant-du-pays che, dopo molte soddisfazioni fuori, è tornato a casa per riportare Bra nei nazionali.

GALLIATE: VOTO 7 Mentre nubi nere si addensano sulla testa di Galliate che, mentre nscriviamo, pare dibattersi in una grave crisi finanziaria tale da mettere in dubbio la sua partecipazione alla prossima C regionale (ma c’è ancora tempo perché le cose cambino), dobbiamo comunque commentare il campionato appena trascorso. E le valutazioni non possono che essere positive: i galletti hanno raggiunto con estrema facilità i playoff e, nonostante i primi accenni di smobilitazione (addio del play Bolla, rinuncia a Susnjar per la post-season), i giocatori rimasti hanno lottato con onore contro Borgosesia, riuscendo a mettere in difficoltà il Gessi. MVP - Limitando la scelta a chi ha concluso la stagione, la scelta cade su Werlich, giocatore in grado di fare bene in molte fasi di gioco. Occhio però alla crescita del giovane Gallina, che potrebbe diventare oggetto del desiderio per squadre ambiziose.

E. CARMAGNOLA: VOTO 5,5

ha fallito l’accesso ai playoff. Inutile girare attorno alle cose: era stata costruita una squadra solida, profonda, esperta, immediatamente a ridosso delle primissime nei pronostici. Invece una lunga serie di sconfitte di uno o due punti, o ai supplementari, o all’ultimo secondo, hanno tenuto fuori l’Endurance dal giro che conta. E quando i ko in volata sono uno o due, può essere sfortuna, quando è un abitudine, no. MVP - Alla fine Stodo, in una squadra senza star, è stato quello che ha dato qualcosa in più degli altri.

MORETTI ZERO AOSTA: VOTO 6 In realtà il voto riguarda due squadre: quella senza Cardenas e quella con l’ecuadoregno. La prima non arriva alla sufficienza, la seconda la supera di slancio, la media fa sei (leggermente abbondante). Nel finale, terminato l’inserimento del sudamericano, non era impresa da sottovalutare incontrare i valligiani, specialmente in riva alla Dora, e non pochi ci hanno lasciato le penne. MVP - Sottolineata ancora una volta la costanza di Chenal, giocatore che secondo noi non avrebbe affatto sfigurato se avesse avuto voglia di affrontare scene più prestigiose, l’mvp va a Cardenas che, a detta di alcuni addetti ai lavori, potrebbe giocare anche in A2.

KOLBE TORINO: VOTO 6 Ennesima annata di transizione per lo storico sodalizio torinese, e sufficienza conquistata solo negli ultimi dieci minuti dell’ultima partita nella serie contro Fossano, nella quale i biancorossi si sono lasciati alle spalle paure, remore e riserva, andandosi a prendere di forza la salvezza. Ma quanta fatica prima, anche solo per evitare la retrocessione diretta giocata contro Alessandria in un drammatico scontro diretto. MVP - In una squadra di giovani, il premio va al più promettente, anche se impegnato solo saltuariamente, ovvero Alberti.

Campionato deludente per Carma, che

gi.bo.

uesta settimana l’intervista riguarda Daniele Biganzoli, fresco vincitore del campionato di C regionale con Oleggio, ma in passato protagonista anche sui palcoscenici della serie A con le maglie di Varese e Trieste. Intanto complimenti per la promozione. L’emozione che si vive ottenendo un risultato così è la stessa vissuta quando giocavi a livelli più alti? “Quando si vince fa sempre piacere e l’ambiente di Oleggio è davvero straordinario, mi ha fatto davvero piacere anche per tutte le persone, a partire dal presidente, che ci hanno sostenuti con entusiasmo”. Qual’è la spinta ad andare avanti dopo avere alle spalle tanti anni di basket e dopo avere raggiunto i tuoi risultati? “Sicuramente il divertimento di giocare uno sport bellissimo e di stare in un gruppo di amici veri. Quando hai queste motivazioni acciacchi, impegni, allenamenti non ti pesano e vai in palestra sempre con piacere, e tra l’altro mi dovrete “sopportare” anche il prossimo anno...”. A proposito di motivazioni, il ko nella finale dell’anno scorso ha dato qualcosa in più? “L’anno scorso abbiamo dominato la stagione dimostrando di essere i più forti, ma siamo arri-

 Per Biganzoli trascorsi in A 

vati alla fine con troppi acciacchi, quando Biella ci ha incontrati era più forte, più veloce, più fresca e ha meritato di vincere. Abbiamo lavorato per aggiungere peso alla panchina e il risultato ci ha premiato”. Dal punto di vista umano, ci sono differenze tra un gruppo di C e uno di professionisti? “L’unica differenza è che qui siamo tutti amici senza eccezione; in alcuni ambiti prevale un po’ il professionismo, però devo dire che ho ancora moltissimi amici dei tempi di Ferrara, Lumezzane, Asti, con i quali mi sento molto spesso”. Infine un ricordo bello, o curioso, o divertente di questa stagione. “Ce ne sono tantissimi ma nessuno supera lo short drink del First (il nome in inglese di Primo, il nostro massaggiatore), un long drink preparato da lui, che però è piccolo di statura quindi è diventato uno short drink. Quando è uscita per la prima volta questa battuta... beh, ve lo potete immaginare”.

PODISMO  Donne, domina Cammalleri. Classificati 150 FENESTRELLE MONTABONE ATLETICA  Solo tre medaglie 

Calderone da solo Alla Giaveno-Aquila lascia a 4’30” Berton, a 5’06” Jelmini Sebastiano Scuderi Giaveno (TO)

B

uona partecipazione alla terza edizione della corsa in salita Giaveno-Aquila, 11 km in salita da quota 500 ai 1300 dell’arrivo, con 150 classificati. Partenza da piazza Sant’Antero alle 9,30, nella parte alta di Giaveno, tre chilometri dopo s’imbocca la strada che porta all’Alpe Colombino; guida Giacchino Jelmini della Tranese, ma appena la strada comincia a salire Salvatore

Calderone del Cus se ne va solitario verso il traguardo che taglia dopo 48’22” festeggiando i suoi 44 anni appena compiuti. Devono passare 4’30” prima che arrivi Fabio Berton del Cumiana, che alla Maddalena ha raggiunto e staccato Jelmini, terzo a 5’06”. Netto successo di Ignazia Cammalleri della Tranese in 1h03’58” con 1’20” sulla compagna Cristina Benedetto, 1’53” su Tiziana Caruso e 2’24” su Luigina Definis dell’Atp.

 I vincitori, Salvatore Calderone e Ignazia Cammalleri 

CLASSIFICHE Assoluto: 1. Salvatore Calderone (Cus Torino). Assoluta: Ignazia Cammalleri (Tranese). JPSTM35: 1. Fabio Berton (Cumiana), 2. Gioacchino Jelmini (Tranese), 3. Gianluca Territo (Vinovo), 4. Michele Monterisi (Est), 5. Daniele Fiori (Dragonero). M40/45: 1. Ezio Sardanapoli (Alpignano), 2. Marco Barp (Est), 3. Mauro Fontana (Pod. Torino), 4. Fabrizio Giulio Tonolo (Tapporosso), 5. Giacomo Collodoro (Borgaretto). M50/55: 1. Filippo Pignone (Giò 22), 2. Antonio Pezzano (Borgaretto), 3. Paolo Olivero (Novatletica), 4. Angelo Pepe (None), 5. Ferdinando Landino (Borgaretto). M60 oltre: 1. Giancarlo Simeoni (Tranese), 2. Silvestro Deiure (Cafasse), 3. Giovanni Macario (Turin M), 4. Ezio Piacenza (Cumiana), 5. Cesare Bonello (TO021). JPSTF35: 1. Ylenia Monno (Running), 2. Katia Massafra (Pod. Torino), 3. Patrizia Sabatino (id). F40/45: 1. Cristina Benedetto (Tranese), 2. Tiziana Caruso (Doratletica), 3. Luigina Definis (Atp). F50/55: 1. Ada Bichi (Cumiana), 2. Donatella Vecchi (Tranese), 3. Mariagrazia Babboni (Pod. Torino). F60 oltre: 1. Maria Leone (Tranese), 2. Franca Monasterolo (Avis), 3. Santina Autelitano (Avis).

Doppio Pronzati Piccolo Piemonte record su tutti in piccola Italia O T A

ltre 200 atleti impegnati a Fenestrelle nella 4000 scalini, 2800 metri con un dislivello di 650 metri. È subito in testa Romina Cavallera del Roata Chiusani, vincitrice della prima edizione e favorita della vigilia. Al primo passaggio si presenta con 3 secondi sulle inseguitrici guidate da Francesca Bellezza del Runner Team, Daniela Bonnet del Gasm e Cristina Dosio del Giò 22 Rivera. Al traguardo Cavallera arriva in 23’47” migliorando di 21 secondi il precedente limite della corsa che già le apparteneva. Seconda al traguardo Bellezza che ha ceduto un po’ nel finale e chiude in 25’07”. Per l’ultimo gradino del podio Bonnet in 25’36”precede Dosio. Senza storia la gara maschile. L’azzurro Gabriele Abate dell’Orecchiella, sbarazzatosi quasi subito degli avversari, arriva in cima con un tempo che demolisce il precedente record della corsa: 19’28” contro i 20’08” della scorsa edizione di Massimiliano di Gioia. Alberto Gramegna della Caddese riesce a conquistare il secondo posto davanti a Francesco Bianco del Palzola e Alex Romagnolo del Monterosa

seb.scu.

Paolo Cavaglià Montabone (AT)

lla 3ª edizione della Corrida di Montabone hanno partecipato 96 podisti. Al termine del percorso di km 9 ha vinto il ligure Corrado Pronzati (C.F.F.S Cogoleto) con il tempo di 31’16” davanti a Graziano Giordanengo (Dragonero), Edoardo Marchisio (Vittorio Alfieri), Michele Anselmo (Vittorio Alfieri) e Achille Faranda (Ata Il Germoglio). Nel femminile l’albese Eufemia Magro (Dragonero) è 1ª in 34’26” davanti a Rossella Giordano (Fiamme Azzurre) e Margherita Grosso (Acquirunners). Società con più partecipanti la Vittorio Alfieri (13).

CATEGORIE Vincitori. JM: Jacopo Musso. PM: Edoardo Marchisio. SM: Corrado Pronzati. TM: Fausto Liguori. MM35: Michele Anselmo. MM40: Graziano Giordanengo. MM45: Stefano Carbone. MM50: Paolo Musso. MM55: Antonello Puggioni. MM60: Francesco Cipolla. MM65: Aldo Vigna. MM70: Elio Ferrato. MM75: Luigino Esternato. SF: Eufemia Magro. MF35: Elisa Almondo. MF40: Franca Cinquemani. MF45: Margherita Grosso. MF50: Giovanna Chiappino. MF55: Daniela Bertocchi. MF60: Giovanna Mazzucco.

orna con solo tre medaglie per l’Italia agli Europei di Helsinki e prestazioni per lo più opache dei nove atleti piemontesi presenti. Soddisfazione per Nadia Ejjafini che, col sesto posto nei 5000 in 15’16”54, ottiene il minimo per le Olimpiadi di Londra, delusione poi nei 10000 dove a metà gara si ritira svuotata di energie. Regolare le prestazioni di Elena Romagnolo nelle stesse gare, nona nei 5000 in 15’24”38 e ottava nei 10000 in 32’42”00. L’alessandrino Paolo Dal Molin viene eliminato nelle semifinali dei 110 hs, sesto in 13”85. Si fermano alle semifinali anche due torinesi Davide Manenti nei 200 in 21”07, dopo aver superato le batterie in 20”84 e Fabio Cerutti nei 100 in 10”50 tempo anche per lui superiore a quello delle batterie di 10”36. Cerutti poi nella 4 x 100 parte molto bene, ma Collio e Di Gregorio fanno cadere il testimone e la gara finisce lì. Delusione per la torinese Zahra Bani, 12^ nel giavellotto con

53,40 e per il chivassese Marco Lingua nel martello che non supera le eliminatorie con un modesto 71,07. Discreto esordio in maglia azzurra per la torinese Martina Amidei eliminata in batteria nei 100 col tempo di11”60; quinto posto nella semifinale della 4 x 100 col tempo di 43”90. Infine il cuneese Josè Bencosme de Leon pasticcia nella batteria dei 400 hs e viene squalificato

seb.scu.

 N. Ejjafini (Runner Team 99) 

IN BREVE  LE PROSSIME CORSE Martedì 3 luglio – Alba (CN) – 8° Meeting Franco Florio. Ritrovo h. 17,45 campo atletica San Cassiano. Info 334/3888359. Montemarzo d’Asti – 8ª Munta e cala km. 8,5. Ritrovo h. 19 piazza del peso. Info 340/8764265. Bricherasio (TO) – 11ª A spass per le vigne, competitiva giovanile e non competitiva adulti. Ritrovo h. 18 Cantina sociale. Info 0121/598468. Sabato 7 – domenica 8 – Borgaretto (TO) – C.d.S. Masters. Ritrovo h. 13 campo sportivo via Fratelli Cervi. Iscrizioni Sigma on line entro il 4/7. Info 335/7426885. Sabato 7 – Carisio (VC) – 2° Memorial Chiorboli km. 6,5. Ritrovo h. 16,30 campo sportivo. Santhià (VC) – Meeting CdS Assoluto. Ritrovo h. 16,30 centro sportivo Bedon. Iscrizioni Sigma online entro il 5/7. Info 335/1681961. Domenica 8 – Corio Canavese (TO) – 23° Memorial Sergio Benetti km. 9 disl. m. 1101. Ritrovo h. 7 Pian Audi. Info 0124/7172. Armeno (NO) – 4ª Armeno – Mottarone km. 12,6 disl. m. 920 su strada. Ritrovo h. 7,30 piazza della Vittoria. Info 335/6574656. Chiusa Pesio (CN) – 26° Raduno alla Certosa di Pesio km. 8,980 disl. m. 465. Ritrovo h. 8. Iscrizioni entro il 4/7 a luigi.caldano@ gmail.com. Per informazioni 0174/45477. seb.scu. 


Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012

29

redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

LEGGI GRATIS IL CORRIERE SPORTIVO LUNEDÌ 2 E 9 LUGLIO SU www.ilcorrieresportivopiemonte.it GOLF

Due argenti e un bronzo per Pinto, due argenti per Vicario, Stoyanov 2° e 3°, Negro 3°

Nazionali Baby, a Cherasco 2° Ferraris

Tt Torino e Cus sul podio Riccione (RN) e sorti del pongismo subalpino sono state tenute alte ai Campionati Italiani di Riccione dal Tennis Tavolo Torino e dal Cus Torino. Il Tt Torino ha conquistato due medaglie d’argento nei doppi maschili di terza e quarta categoria con Daniele Pinto e Gabriele Vicario e una di bronzo nel singolare di quarta con Pinto. In terza categoria Pinto e Vicario hanno battuto 3-0 in semifinale Marco Ghitalla (Tt Villa d’Oro Modena) e Matteo Carboni (Tt Parma 1972) e in finale sono stati sconfitti 3-1 da Jordy Piccolin (Asv Tramin) e Roberto Perri (Refrancorese). In quarta categoria Davide e Gabriele hanno superato 3-1 Danilo Oldoni e Andrea Tomasoni (Gruppo Giovanile San Michele). In finale Costantinos Chiorri e Lorenzo Filippo Becchetti (Tt Perugia) si sono imposti 3-1. Pinto in singolare è stato implacabile, prevalendo 3-0 su Fabrizio Melis (Tt Guspini), Ruggiero

L

Rutigliano (Tt Molfetta), Alessandro Basile (Asd Astra) e Matteo Armezzani (Tt Gallarate) e 3-1 su Giovanni Cuccu (Tt Muravera) e Costantinos Chiorri (Tt Perugia). In semifinale il 13enne piemontese era avanti 2-1 su Riccardo Tentoni (Ss Juvenes Repubblica di San Marino) e ha subìto il recupero, cedendo alla “bella”. Nel doppio Assoluto il Cus Torino ha piazzato Niagol Stoyanov in semifinale. L’italo-bulgaro ha fatto coppia con Paolo Bisi (Fortitudo Bologna) e si è arreso 3-0 a Mihai Bobocica e Valentino Piacentini (Città di Siracusa). Lo stesso Stoyanov e Roberto Negro sono saliti sul podio nel misto. Il primo con Lisa Ridolfi (San Donatese) ha avuto la meglio 3-2 su Daniele Sabatino (Club 99 Messina) ed Elisa Trotti (Alto Sebino) e in finale ha trovato disco rosso (0-3) contro Bobocica e Nicoletta Stefanova (San Donatese), che avevano stoppato (3-2) in semifinale Negro e Denisa Zancaner (Tt Varese).

 Da sinistra Daniele Pinto, il tecnico Jiang Zilong e Gabriele Vicario

Valpe, mercato difficile Massimiliano Frairia Torre Pellice (TO)

C

ome anticipato, il futuro prossimo del Valpellice sarà ancora nel massimo campionato di hockey su ghiaccio. Si è scelta la strada più logica, nonostante le difficoltà che circondano il sodalizio torrese. Ora la società comincerà a mettere insieme il mosaico che andrà a disputare la prossima stagione. Se la scorsa estate, forte di

 Nikiforuk in partenza<

DUATHLON

HOCKEY GHIACCIO Per la serie A1

un entusiasmo alle stelle dopo la storica semifinale scudetto, quella di Torre Pellice era una piazza molto ambita, quest’anno i movimenti di mercato saranno più difficili. Sul fronte partenze da segnalare l’addio di Alex Nikiforuk verso la Germania. Poche notizie sul fronte arrivi. Si cercano alcune conferme, a partire dal capitano Trevor Johnson che rimarrebbe qualora gli obiettivi fossero alti. Possibili le conferme di Desmet e Sirianni, reduce da una stagione ampiamente al di sotto delle aspettative. Mercato fermo in attesa della scelta dell’allenatore: le piste portano verso un coach straniero di esperienza. Sul fronte sponsor possibile il rinnovo con il Bodino Engineering. Prosegue anche la volontà di schierare una seconda squadra in serie C: possibile un farm team con i Torino Bulls che potrebbe far tornare il grande hockey sotto la Mole nel catino di Corso Tazzoli.

TIRO ARCO  Morello agli Europei 

Va a Migliozzi il “Trofeo Agnelli” giocato sul green Sei le medaglie piemontesi ai Campionati Italiani di Riccione della Margherita Roberto Levi

DENTRO LE NOTIZIE

S

ono stati Guido Migliozzi (Montecchia) e Camilla Mortigliengo (Sanremo), a imporsi rispettivamente nei Campionati Nazionali Cadetti e Cadette che si sono svolti sul percorso del Golf Club La Margherita (par 72), a Carmagnola. Migliozzi ha superato nella finale su 36 buche Luca Portelli (Milano) 12/11 aggiudicandosi il “Trofeo Giovanni Alberto Agnelli”. Il migliore dei piemontesi è risultato Michele Ortolani (Des Iles Borromees), 3° in fase di qualifica con 147 colpi ed eliminato agli ottavi 2/3 da Lorenzo Magagnin (Asolo). Camilla Mortigliengo ha sconfitto Giulia Galatolo (Cosmopolitan) dopo una maratona di 41 buche. la miglior giocatrice subalpina è risultata Antonia Frisia, 13ª in qualifica con 165 colpi e sconfitta ai quarti 1/3 da Bianca Bossi (Villa d’Este). Il Golf Club Cherasco ha ospitato i Campionati Nazionali Baby. In campo maschile vittoria di Andrea Romano (Olgiata) con 160 davanti ad Andrea Ferraris (Royal Park I Roveri) con 162. Al 7° posto Luca Gaido del Torino (166). In ambito femminile trionfo di Emilie Alba Poltronieri (Villa Condulmer) con 153; in 5ª piazza Cecilia Durante (Torino) con 170, 9ª Alessia Gido (Pinerolo) con 175.

ste.tu.

Melotto riserva a Londra Il ct Gigi Vella ha deciso: Luca Melotto sarà la riserva della squadra azzurra di tiro con l’arco per le Olimpiadi di Londra. Dopo un intenso periodo di gare, tra le quali l’European Grand Prix di Nicosia (Cipro) coronato da successo sia individuale sia a squadre, l’aviere di Venaria non è riuscito a battere la concorrenza, peraltro fortissima, di Marco Galiazzo, Michele Frangilli e Mauro Nespoli. Intanto Marco Morello (Arcieri Iuvenilia) è stato convocato per gli Europei Targa Giovanili di Nykøbing (Danimarca). Matteo Fissore (Fossano) per il ricurvo, Luca Fanti (Sentiero Selvaggio) e Katia D’Agostino (Arcieri delle Alpi) per il compound, parteciperanno ai Mondiali Universitari di Cordoba (Spagna) dal 3 all’8 giugno.

AQUATHLON  Italiani, Curatolo 4ª 

Orla 2ª a Gaggiano A Gaggiano (MI) si è tenuto il Campionato Italiano di Aquathlon classico: 2500 metri di corsa seguiti da 1000 metri di nuoto per concludere con due 2,5 km di podismo. Neo-tricolori Il lombardo Andrea De Ponti (Friesian Team) in 30’07” e la triestina Daniela Chmet (Fiamme Oro) in 34’21”. Al 2° posto femminile la torinese Alessia Orla della Dds Milano. Degni di nota i piazzamenti di alcuni torinesi: 4ª Federica Curatolo e 7° Andrea Morelli, entrambi del Cus Torino, 8ª Teodolinda Camera della Virtus Acqui Terme. s.m.

CICLISMO  U23, Busuito (Brunero) 7° 

A Pinerolo esulta Taliani Il “18° Trofeo L’Eco del Chisone”, gara nazionale per Under 23 organizzata a Pinerolo, è stato vinto dal livornese Alessio Taliani. A poco più di 20 chilometri dal termine un gruppetto di corridori, tra cui Taliani, rientra sui battistrada, gli ultimi rimasti di una fuga partita attorno a metà gara. Sulle rampe della salita di Pramartino in testa restano in tre, tra cui Taliani che sferra l’attacco finale a metà ascesa. Se ne va tutto solo per una quindicina di chilometr, fino a tagliare il traguardo posto al termine del durissimo muro di San Maurizio. Classifica: 1. Alessio Taliani (Futura Team Matricardi), 2. Fausto Masnada (Team Colpack) a 1’, 3. Davide Villella (idem) a 1’15’’, 4. Davide Gabburo (Hopplà) 1’20’’, 5. Davide Orrico (Team Colpack) a 1’25’’, 6. Umberto Marengo (Podenzano), 7. Davide Busuito (Brunero), 8. Sebastian Anaya Galvis Giannini (Cerone). c.p.

Italiani a Norcia TENNIS  Tanti i tornei in corso COMBINATA  Pesca e tiro

Cortassa d’argento Veterani, Dlf Asti Guglielmino-Nikita Picco bene, poi cede corsaro a Taranto senza veri avversari Giulia Ongaro Norcia (PG)

Paolo Cavaglià Asti

Cesare Alpignano Coazze (TO)

D

el campionato nazionale veterani over 70 il Dlf Asti va a vincere a Taranto contro il Ct Taranto 3/0. Il capitano della squadra piemontese Vittorio Monaco (3/5) vince contro Di Stefano (4/4) con lo score di 6/2 3/0 rit., mentre Luigi Martino supera Soffietto 6/2 6/0. Nel doppio la coppia astigiana formata da Monaco/Perseo Valeri concede un solo game ai pugliesi Di Stefano/Soffietto. Domenica prossima il circolo del Dopolavoro giocherà contro l’Eur Tevere Roma o il Tc Piacenza. Inutile nascondere l’obiettivo di arrivare alla poule finale che si disputerà al Jolly di Novate Milanese, dove la gran favorita è la squadra siciliana del Tc Palermo. Intanto sarà una settimana intensa per il tennis astigiano. Sui campi in terra rossa del Dlf da giovedì 5 luglio a domenica 8 si disputerà la prima edizione del “Trofeo Città di Asti”, che fa parte del circuito delle manifestazioni riservate al tennis in carrozzina. E questo capita ad Asti sulla scia dell’ottima organizzazione dei campionati italiani assoluti dello scorso anno. Nel maschile scenderanno in campo 32 giocatori che disputeranno anche il doppio; nel femminile sono iscritte solo 3 donne che si contenderanno la vittoria con un girone all’italiana. Si giocherà dalle ore 9 del mattino fino alle 17. Alla Polisportiva Mezzaluna di Villanova d’Asti ha preso inizio ieri un torneo open femminile. Le partite sono programmate nel pomeriggio e nel serale. È pure iniziato alle Antiche Mura di Asti un torneo di singolare maschile limitato al terzo gruppo della terza categoria.

N

niziativa premiata da successo, quella organizzata per il secondo anno a Coazze, riservata agli appassionati della pesca in torrente, ma anche per gli sportivi della carabina, competizione a coppie in cui uno pescava e il secondo sparava in un secondo tempo. Con un numero doppio di iscritti rispetto all’anno scorso, la frazione di Forno ha accolto i tanti iscritti al campeggio I Pianas. Di buon mattino ecco il via alla gara di pesca lungo il Sangone, popolato di trote fario, tra le più prelibate. Con consumata abilità, i pescatori lanciavano le loro canne in fibra di carbonio là dove le locali pozze d’acqua offrivano maggiori probabilità di riuscita. Dopo un’ora e mezza è giunto lo stop, con successiva conta e pesatura del pescato. Primo classificato con 63 prede e 18 kg Marco Guglielmino, con tutti gli altri avversari più che doppiati. Dopo una lunga pausa tutti alla località Pian Neiretto, distante pochi minuti di strada, luogo di sciate invernali e di gare di tiro d’estate. A una distanza di 50 metri e con sagome mobili, il giovane Diego Cenni ha saputo mettere in fila i suoi antagonisti, raggiungendo 70 punti su un massimo di 100. Un pò più lontana a 19 punti la compagna del Guglielmino, Nikita, che con il polso destro ingessato ha comunque centrato con abilità le sagome. Questo ha fatto in modo che la coppia Guglielmino-Nikita si aggiudicasse il primo posto con 371 punti. Secondi classificati Marcello Moschietto e Diego Cenni, lontani a quota 134. Medaglia di bronzo per Paolo Vincenzi ed Elso Cenni a 128 e medaglia di legno con un ex-aequo (112 punti) per Renato Barone con Franco Fiorito e Marco Borgesa con Fabrizio Franco Rondisson.

ue buoni risultati piemontesi agli Italiani assoluti di Duathlon svoltasi a Norcia. Il borgarese Picco della Td Rimini, in testa dall’inizio con il compagno di squadra Della Pasqua, arriva alla fine della prima frazione con 10’ di distacco su Antonioli, Brustolon e Insalata, che avevano cercato anche loro la testa della corsa. La frazione in bici però vede proprio Della Pasqua avere la meglio sul collega piemontese, che finisce così secondo. Dalle retrovie ricompaiono però gli inseguitori Insalata, Dotti e Antonioli. Picco resiste aiutando la fuga del giovane compagno di squadra. L’ultima frazione di gara, però, vede il giovane della Td Rimini capitolare in favore del più caparbio Brustolon (Fiamme Oro), che lotta per il podio con Dotti, seguito da Insalata (Asd Nadir) e Antonioli (Esercito), mentre sia Picco che il compagno di squadra si allontanano dal gruppo di testa. Nella gara femminile Nadia Cortassa ottiene l’argento con una gara caparbia soprattutto nella frazione su ruote. L’atleta delle Fiamme Azzurre infatti mantiene il ritmo all’inizio della gara, lasciando staccare Sara Dossena e la Capone, che dovrà poi ritirarsi. Sara Dossena si trova però in difficoltà all’inizio della frazone in bici e la Cortassa può raggiungerla sfruttando tutta la sua esèerienza. Laura Giordana tenta l’inseguimento, ma non raggiunge le due atlete finendo terza. Poco dopo l’arrivo, il colpo di scena: l’atleta della Silca Ultralite viene squalificata per un errore nel posizionamento di bici in T2, perdendo così un podio conquistato con merito.

TENNIS TAVOLO

I

IN BREVE  GINNASTICA - FESTIVAL DELLA RITMICA A TORINO Anche quest’anno Torino ha ospitato il Festival Internazionale di Ginnastica Ritmica, evento organizzato dalla società Ritmica Piemonte con il patrocinio tra gli altri della Regione, ha visto la partecipazione di 39 delegazioni tra cui Russia, Stati Uniti e Uzbekistan. L’inaugurazione è avvenuta in Piazza Vittorio venerdì, poi le esibizioni sabato e ieri al Palaruffini. Hanno partecipato al Festival la sei volte campionessa del mondo Vera Sesina e la campionessa europea Maria Soldatova. Nello spettacolo si sono alternati esibizioni e intervalli musicali del pianista Francesco Villa. Presentatrice Ekaterina Savina, vicepresidente della società organizzatrice Ritmica Piemonte. 

 BOCCE - ITALIANI DI TIRO PROGRESSIVO E PRECISIONE Si sono svolti a Chieri sabato 30 giugno e ieri i campionati italiani di tiro progressivo e di precisione. Nel tiro progressivo trionfa Caterina Venturini del Buttrio Udine che precede Francesca Carlini. Chiude terza la piemontese Chiara Mellano della Saviglianese insieme a Chiara Botteon. Nel tiro progressivo successo per Virginia Venturini (Buttrio), sorella di Caterina, davanti a Giorgia Rebora (Abg Genova) e a Leila Ziliotto (Bolzanetese). Nella giornata di domenica Daniele Grosso del Gsro Brb Ivrea si laurea campione italiano nel tiro di precisione, precedendo il compagno di squadra Deregibus. Seguono Manolino del Ferriera e Veglio della Sandamianese. Nel tiro progressivo buon terzo posto per Mauro Roggero (Gsro Brb Ivrea) dietro a Marco Ziraldo e Daniele Micheletti. 

 TAMBURELLO - DERBY AL CALLIANETTO Nell’anticipo di campionato il Callianetto vince il derby con il Cremolino per 13-3 ed è sempre più vicino alla matematica certezza del primato al termine della stagione regolare di Serie A. I ragazzi di coach Leonardi vanno subito avanti sul 4-0 quando arriva il primo gioco degli alessandrini. Al successivo trampolino, Cavagna e compagni sono avanti 7-2. Le giocate sono fluide ma non eccessivamente veloci. Nel finale trova spazio anche Bottero in un fondocampo dimostratosi solito e mai falloso. All’ultimo cambio campo il risultato è 11-3, subito dopo i due punti che valgono al vittoria. 


30

Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d’Aosta ANNO X - N. 26 • Lunedì 2 luglio 2012 redazione@ilcorrieresportivo.it • www.ilcorrieresportivopiemonte.it

Il Corriere Sportivo Piemonte e Valle d'Aosta n. 26  

Lunedì 02/07/2012