Page 1

il selfie e lâ€&#x;auto ri-scatto femminile communitycommunitycommunitycommunitycommunityco


nell‟autoritrattolo smartphone è il cavalletto dei selfie

il cavalletto è il mediatore communitycommunitycommunitycommunitycommunityco dell‟autorappresentazione


il cavalletto legittima l‟accesso all‟autorappresentazione, media un‟appartenenza, significa uno status, rende possibile l‟autoritratto in quanto dice l‟artista.


all‟opposto lo smartphone è un cavalletto neutro e universale

uno schermo che rende possibile l‟autorappresentazione ma non la significa. Lo smarphone fa vivere la persona nell‟epoca della sua riproducibilità tecnica communitycommunitycommunitycommunitycommunityco


ma cosa consente la riproducibilità sociale della persona? per quanto trasgressivi, gli autoritratti di Frida Kahlo, si fondano sulla legittimazione del cavalletto, si collocano in continuità con il passato il selfie di @mary è trasgressivo per la sua stessa esistenza, lo smartphone non lo legittima communitycommunitycommunitycommunitycommunityco


chi scatta il selfie percepisce spesso il senso di trasgressione, accompagnato da un indefinito senso di colpa…….

e il coro sociale dice: è vanità, narcisismo, culto della propria immagine, desiderio di apparire

communitycommunitycommunitycommunitycommunityco


Lo scandalo dei selfie è che invadono la scena pubblica con volti personali e privati, volti autogenerati dal sé il suolo pubblico virtuale è uno nuovo spazio di rappresentazione che può essere occupato senza “permessi”, “tasse di communitycommunitycommunitycommunitycommunityco occupazione”, incoronazioni


Il ritratto socialmente legittimato ad essere pubblico è il ritratto icona, il ritratto idolo, che sia di un potente, di una star, di un criminale, di una classe sociale. I ritratti individuali accompagnano la ritualità familiare ma restano privati, se non trasfigurati da un artista o da un frame collettivo. communitycommunitycommunitycommunitycommunityco


La comunicazione digitale fa saltare i confini tra pubblico e privato

espone lâ€&#x;individuo alla tracciatura e al controllo ma, al tempo stesso, occupa la scena del pubblico, con una schiera di volti individuali, che non diventano icona, che raccontano solo se stessi una schiera di anonimi che acquistano vita in reti di condivisioni piĂš o meno ampie, fluide e sfuggenti. communitycommunitycommunitycommunitycommunityco


e non è narcisismo, narciso è solo con se stesso e diventa altro da sé, per questo peccato il digitale, l‟online, il web, hanno creato un nuovo tipo di capitale personale e una nuova figura di eroe communitycommunitycommunitycommunitycommunityco


la riproducibilità sociale del sé è consentita dal capitale virtuale del CROWDHERO @


al capitale economico, sociale e culturale della persona offline, la persona online associa il capitale virtuale, un capitale nuovo il capitale virtuale è lâ€&#x;insieme delle autorappresentazioni, delle conoscenze, delle emozioni e delle relazioni che i soggetti costruiscono attraverso i canali digitali, dai blog ai


SOGGETTI MIGRANTI di Vincenzo Padiglione

il capitale virtuale fa nascere il CROWDHERO, che non è l‟eroe popolare è la persona che si mette al centro attraverso l‟appropriazione collettiva in rete della sua identità per il crowdhero fatto di identità composite, il selfie è il souvenir semiotico che gli consente di cambiare mantendosi sempre identico


L‟uso sociale dei selfie Ti capita di scattare dei selfie?

no 33%

Zzub.it nasce nel 2008. E‟ la più grande community di passaparola in Italia con oltre 42.000 iscritti e più di 18.000 fan su Facebook

si 67%

0% 0%

0%

0%

0%

Totale risposte: 2.174

Con quale frequenza scatti selfie?

più volte a settimana 29%

0%

Condividi online i tuoi selfie?

qualche volta al mese 52%

qualche volta all'anno 19% familiari di anziani 0,2% 0% 0%

no 31%

Totale risposte: 1.454 0% 0%

familiari di anziani 0,2%0% 0%

si 69%


Mi scatto i selfie per………..

ricordo 56% riguardarmi 4% vanità 11%

gioco 26%

ricordo 52% vanità 15%

riguardarmi 4%

gioco 25%

moda 4%

Totale risposte: 1.454

moda 4%


il selfie è una commodity identitaria mobile e fluttuante come il mio capitale virtuale

non incide lâ€&#x;Io nella pelle in modo indelebile come il tatuaggio si adatta flessibilmente alle sue trasformazioni, non di anno in anno, di mese in mese


E le donne? Il selfie è l‟auto ri-scatto del femminile Il capitale virtuale non deriva in modo meccanico dalle risorse offline ma dalle fandom, cioè dal reticolo comunitario online che costituiscono l‟io come HERO.


Svantaggiate da sempre nella distribuzione del capitale economico e sociale offline, le donne raggiungono la paritĂ nel capitale virtuale Con un click sullo smartphone rompono, disturbano, contrastano, spesso inconsapevolmente, il governo dellâ€&#x;immaginario femminile che percorre anche il suolo pubblico virtuale. Lo possono fare senza permessi e senza quote. E anche se il coro sociale minaccia e insinua vanitĂ 


E nei territori virtuali appaiono allora storie diverse del femminile Abbiamo scaricato le immagini personali di donne e uomini pubblicate il 27 maggio nelle home page di importanti testate nazionali italiane, nellâ€&#x;ordine in cui le abbiamo trovate


la Repubblica HP 27 MAGGIO 2014 Alice Cooper - rocker Alessandra Mussolini

Giuliano Ferrara

Le Pen

Chiamparino e Nardella (Presidente Piemonte e sindaco Firenze)

Matteo Renzi

Simone Barone - calciatore

Barani – sen FI

Balotelli - calciatore

Papa Francesco Ignazio La Russa

Motka – cooperante rapito in Siria Pippo Inzaghi - calciatore

Canalis – show girl

Battista – M5S

Seppi - tennista

Grignani

George e Amal

L’uomo più grasso del mondo - morte

Cecchi Paone, Vannoni, Miccichè

Marchionne

Clini


la Repubblica HP 27 MAGGIO Marino – sindaco di Roma Whitney Houston

D’amato e Parisi

Sofia Loren Maradona

Greenwald

Cristoforetti - Astonauta Meriam – condannata in Siria

Ancelotti

Emma Watson

Mirco vince il GF

Ricky Martin

Rolling Stones

Antonacci

Nina Roder - fotografa

politica economia

musica spettacolo

sport

cronaca

altro

uomini

17

7

6

1

2

donne

3

6

0

1

4

Totti

Wanda Nara

La donna più vecchia del mondo

Scanzi, Picierno Mendez – ex miss Italia


CORRIERE DELLA SERA HP 27 MAGGIO

Grillo

Le Pen

Sindaco calabrese morto

Meloni Chiamparino

Bonafè

Grillo - Renzi Mussolini

La Russa Renzi

Moretti Ferrara

Inzaghi Maldini

Motka – cooperante rapito in Siria

Umberto Agnelli

Mirco vince GF Draghi

George Clooney

Meriam – condannata in Siria Scarlett - Marilyn

Operaia suicida Matarrese


CORRIERE DELLA SERA HP 27 MAGGIO

Padre Dall’Oglio Gene Gnocchi

Wanda Mara

Terzani

Berlusconi

Totti

Le elette Gabanelli

Canalis

Ronaldo Scajola

Kim Kardashian

politica economia

musica spettacolo

sport

cronaca

altro

uomini

11

3

5

1

4

donne

5

4

0

2

1


Abbiamo chiesto alle donne di condividere con noi i loro selfie. Avremmo potuto scaricarli da instagram, ma sarebbero state immagini mute, fantasmi del sĂŠ e noi invece volevamo recuperare la vita del selfie attraverso la loro storia Ecco cosa ci raccontano


#myselfiestory 252 selfie dal 13 al 27 maggio


il selfie parla di‌‌..

7% 6% 15%

11% 39%

i miei amici

i miei pet

me stessa

la mia famiglia

la mia ironia

il mio lavoro

la mia malattia

i miei momenti importanti

le mie passioni

i miei amori

i miei viaggi


le emozioni dell‟auto-riscatto Rabbia

Incertezza

Malinconia 7% Voglia di cambiare

Tenerezza 8% Paura

Euforia

Serenità 29% Attesa

Tristezza

Fiducia

Accettazine

Determinazione

Entusiasmo

Felicità 31%


Le cattive notizie vanno sulla stampa, le buone ovunque…….. JONAS BERGER Contagious: Why Things Catch On


I luoghi 34%

non rilevabile

31%

interni privati

21%

spazi aperti

8%

luoghi pubblici

6%

trasporti

Dati % calcolati su 252 selfie 0%

5%

10%

15%

20%

25%

30%

35%

40%


il volto è il protagonista indiscusso dei selfie spesso un volto senza contesto e senza sfondo, un volto che basta a se stesso, un volto senza tipo o classe il selfie inverte il segno della costruzione sociale del volto: non sono gli sguardi degli altri a „costituirmi‟, è il mio sguardo su me stessa che mi connette agli altri, dal tag, all‟autotag, una rivoluzione

Profile for Cristina Cenci

Myselfiestory  

Myselfiestory  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded