Page 1

Un talento GIUSEPPE SCHISANO dagli occhi blu

Mensile di informazione ed attualità politica • Registrazione del Tribunale di Roma N. 2/97 del 10/01/1997 • Anno XIV • Numero 5 • 2010


www.arsmediagroup.it


ANNOQUATTORDICINUMEROCINQUEDUEMILADIECI

­inquestonumero

L’EDITORIALE

4

C’

8 10 21

il Campidoglio

mensile di informazione ed attualità politiCa reg. del tribunale di roma n. 2/97 del 10/01/1997 anno XiV • n. 5 • 2010 direTTore respoNsabile letizia strambi ediTore assoCiazione Culturale arsmedia ai sensi del d. l. 460/97

redazione 00199 roma • Via orViNio, 2 Tel. 06.86.38.51.12 • Fax 06.86.32.81.75

ilcampidoglio@ilcampidoglio.it ufficio pubblicazioni Tel. 06.86.38.51.12 • Fax 06.86.32.81.75 pubblicita@ilcampidoglio.it progeTTo graFico, impagiNazioNe e sTampa associazione Culturale arsmedia salVo accordi scriTTi o coNTraTTi di cessioNe di copyrighT, la collaborazioNe a quesTo periodico è da coNsiderarsi del TuTTo graTuiTa e NoN reTribuiTa.

22

ora anche su facebook il campidoglio arsmedia

VisiTa il NosTro siTo

www.ilcampidoglio.it

ANNO//14//NUMERO//5//2010

28

erano una volta le vacanze estive, quando la maggior parte degli italiani dopo un anno di incessante lavoro si godeva, sotto l’ombrellone, il meritato riposo. In questo periodo Internet e tutto il mondo legato al web andavano progressivamente in letargo. Non era possibile, infatti, avere a disposizione strumenti idonei alla connessione nonché punti di accesso alla rete stessa dal momento che i luoghi di villeggiatura ne erano sprovvisti. Nell’arco di qualche anno, però, abbiamo vissuto una nuova rivoluzione che ci ha portati sempre più dentro all’era dell’Internet Mobile. Iphone, Blackberry e simili NAVIGO, sono diventati punti di collegamento molto utilizzati per connettersi alla Rete da ogni dove e le web-spiagge sono ormai realtà tutt’altro che virtuali. Tutti i dati sembrano confermare la potenza di questa propagazione e l’Italia si mostra davvero ricettiva in questo senso. Ed è questo il motivo per cui gran parte degli stabilimenti balneari italiani hanno deciso di promuovere tra i propri servizi la possibilità di connettersi ad Internet attraverso reti locali, spesso in Wi-fi. Dalla Sardegna all’Emilia Romagna, passando per la Liguria ed il Lazio, solo per citare alcuni esempi, sono state create delle infrastrutture (spesso appoggiate dalle istituzioni regionali o provinciali) che garantiscono l’accesso gratuito alla Rete, attraverso account pubblici. E per tutti è ormai possibile fare un tuffo nel mare internettiano senza spostarsi dall’ombrellone. Ma quali sono le radici di un’accelerazione così brusca del fenomeno? A mio parere la spinta maggiore è dovuta alla straordinaria diffusione dei social network che sono entrati ormai a far parte del quotidiano della gente. Internet non è più considerato uno strumento lavorativo, ma anche e soprattutto una fonte d’intrattenimento, condivisione e socializzazione. A questo proposito recenti indagini hanno dimostrato che è sempre più massiccio il numero di persone che non riesce a fare a meno di Facebook, Twitter e simili neanche in vacanza. C’è poi da aggiungere che il 2010 ha portato alla ribalta una nuova categoria di social network basati sulla geolocalizzazione. Foursquare e Gowalla (ma anche i più celebrati Twitter e Facebook si muovono in questa direzione) hanno reso il geo-tagging un “must”. In pratica la mania di condividere la propria posizione e comunicare agli amici dove ci si trova sta, in maniera piuttosto paradossale, surclassando il tanto bramato desiderio di privacy. Sempre meno castelli di sabbia dunque… e una sempre più grande architettura dell’intelligenza simile a quella profetizzata da De Kerckhove qualche anno fa. Resta da chiedersi se in questo mare del geo-tagging, caratterizzato da un numero sempre maggiore di utenti affetti dalla mania di aggiornare continuamente il proprio status su Facebook o taggare gli amici nelle ultime foto scaricate, ci sia ancora qualcuno in grado di godersi il tanto desiderato relax o di osservare un tramonto in riva al mare senza preoccuparsi di cercare l’Iphone per immortalare una nuova immagine da condividere. E per quanto riguarda i nostri vicini d’ombrellone? Non resta che aggiungerli alla lista contatti del nostro social network preferito e magari invitarli al prossimo evento che è già segnalato sul nostro profilo virtuale. Buona vacanze a tutti allora. E non dimenticate di staccare la spina… ma non il telefonino.

DUNQUE SONO IN VACANZA

>adele magnelli


I­miei­valori­mediterranei

Giuseppe Schisano: giovane e talentuoso attore napoletano conosciuto al grande pubblico grazie alla fiction “Mio figlio” successo televisivo in onda su RaiUno >DI>gianfranco Brugiotti

PAGINA4

C

ome è nato Giuseppe nel mondo dello spettacolo? "Già all'età di 5 anni dicevo che da grande sarei stato un attore e non ho mai cambiato idea; finito il liceo a18 anni mi sono trasferito nella Capitale, ho iniziato a studiare recitazione, successivamente a lavorare a teatro e ben presto il cinema si è accorto di me. Ho ricoperto diversi ruoli per il grande schermo, ma l'occasione importante è arrivata nel 2005: un ruolo da protagonista in una miniserie per RaiUno dal titolo "Mio

figlio" Un grande successo che si è confermato nella fiction “Io e mio figlio: nuove storie per il Commissario Vivaldi" 6 episodi per RaiUno. In “Mio figlio" sei Damien, un giovane medico gay fidanzato con Stefano, figlio del commissario Vivaldi interpretato da Lando Buzzanca. Se nella vita reale Damien fosse tuo figlio cosa penseresti di lui e come vedresti il suo futuro? Damien è un personaggio buono, che è facile amare, è omosessuale, ma vive con grande dignità la pro-

pria vita. E' un personaggio generoso, passionale e ha portato per la prima volta in TV l'omosessualità vista con gli occhi della normalità e non con il pregiudizio e i clichè. Se fosse mio figlio penserei di aver fatto bene il mio lavoro di padre nel vedere un giovane uomo così pieno dei veri valori della vita. Certo la condizione di omosessuale mi preoccuperebbe un po’, non credo sia facile da vivere nel nostro paese, anche se in tal senso si sono fatti passi da gigante in questa direzione. In ogni caso l'unica differenza che per me conta è fra una brutta e una bella persona indipendentemente dagli orientamenti sessuali. ANNO//14//NUMERO//5//2010


Quando ti hanno proposto di interpretare il ruolo di un gay, hai avuto delle perplessità? Confesso che in un primo momento ho temuto a causa dei pregiudizi che ci sono ancora in Italia verso i gay. Ma Odorisio (regista e autore della fiction) è stato per me sin da subito una garanzia. Ho letto la sceneggiatura e mi sono subito appassionato al progetto: un grande esempio di tolleranza da parte di RaiUno e dell’ArtiSacha. Gli obiettivi finora prefissati li hai raggiunti? Di mete prefissate ho avuto la fortuna di raggiungerne tante, da buon napoletano di certo non mi mancano la passionalità e la perseveranza nell'affrontare le sfide ma ogni traguardo diventa per me un nuovo punto di partenza. Chi ha creduto e ti ha sostenuto nel percorso lavorativo che hai scelto? Ho avuto la fortuna di trovare nel mio percorso grandi maestri: Lando Buzzanca, Carmen Maura, ma il mio grazie piu' sentito va a Luciano Odorisio che è il primo regista che mi ha dato la possibilità di farmi conoscere al grande pubblico e ad Alessio Piccirillo, mio amico ed ufficio stampa. ANNO//14//NUMERO//5//2010

Quali sono i progetti realizzabili per il futuro? Ho in programmazione un film per il cinema "Dentro ai miei occhi" una co-produzione Italo-Spagnola che mi vedrà recitare al fianco di Carmen Maura, e sono attualmente su un nuovo set cinematografico con un film dal titolo "Canepazzo" per la regia di D. Petrucci di cui sono protagonista dove interpreto il ruolo di un serial killer. Tornerò poi in televisione con un nuovo progetto firmato ARTIS: Giorgio Schottler uno dei due produttori di "Io e mio figlio" mi ha scoperto sul set del "Commissario Vivaldi" e mi ha adottato nella sua famiglia cinematografica a testimonianza anche del fatto che quando lavori con impegno e professionalità i risultati arrivano e le raccomandazioni non servono. Giorgio Schottler e Laura Eretta (il suo braccio destro) sono per me l'esempio che, a differenza di quanto raccontano i giornali, esiste un cinema "sano" ... certo esistono anche i compromessi, ma si può sempre scegliere. Mi calerò nelle vesti di un personaggio completamente nuovo per me: un prete dai sottotesti decisamente ambigui; non capiremo per tutto il tempo della fiction se Padre Andrea Monacelli sta dalla parte dei buoni o dei cattivi. Un saluto a tutti i lettori de Il campidoglio ... ci vediamo al cinema!!

Giorgio­Schottler,­il­regista

G

iorgio Schottler nasce 15 Maggio del 1969. Il 22 Febbraio del 2005 fonda insieme all' amico Andrea Monacelli la casa di produzione cinematografica ARTIS per la realizzazione di opere cinematografiche. Ottiene con la miniserie “Giuseppe Moscati” il "Premio Maximo al miglior Prodotto e miglior Produzione" al Roma Fiction Fest 2007. Nel 2008 Artis insieme alla Sacha film di Sergio Giussani produce per Rai Uno la fiction dal titolo "Io e mio figlio: Nuove storie per il Commissario Vivaldi" di Luciano Odorisio vincendo con la prima puntata la serata degli ascolti. Nel 2009 ARTIS coproduce con Rai Fiction il film "Il Sorteggio" per la regia di Giacomo Campiotti, con Beppe Fiorello.

INBOX www.giuseppeschisano.it www.giuseppeschisano.forumfree.it www.giuseppeschisano.it/contatti.html


La­Casa­del­Cittadino

Continua il programma di sostegno alle politiche sociali del Municipio Roma II

Giuseppe­Schisano,­

un­talento­anche­per­la­solidarietà

G

iuseppe Schisano nasce l’11Novembre del 1979 a Pomigliano D'Arco (Napoli). Nel 2005 esordisce in Tv al fianco di Lando Buzzanca in "Mio figlio" per la regia di Luciano Odorisio e nel 2008 viene premiato come miglior attore esordiente sezione FICTION. Tra Gennaio e Febbraio 2010 torna in Tv con "Io e mio figlio: nuove storie per il commissario Vivaldi". Al momento e sul set di "Canepazzo" regia di David Petrucci dove interpreta un giornalista ossessionato dalla ricerca di un serial killer (fra gli altri interpreti Franco Nero, Tinto Brass). Questa estate girerà per la regia di Stefano Reali "I delitti del lago" nuova fiction di Canale 5. Fra i progetti futuri: "Alex" prodotto da Giorgio Schottler per Artis Produzioni.

> DI>antonella Bartolucci proietti

L

o scorso febbraio, nella splendida cornice di villa Borghese, il Municipio II ha inaugurato un nuovo servizio aperto a tutti i cittadini: “la casa del cittadino”. Nello specifico si tratta di tutta una serie di servizi e consulenze gratuite che, attraverso il costante monitoraggio del Municipio II, vengono messi a disposizione dall' Associazione culturale Arsmedia, dall'Ambulatorio Antiusura, dal Telefono d'Argento, dall'Associazione culturale Verba Manent e dall'Associazione Movimento Donna, dando il benvenuto a tutti coloro che presenteranno problematiche relative alla terza età, alle donne, ai problemi legali che riguardano più da vicino la famiglia, alla gestione del tempo libero e ad uno dei temi purtroppo attualissimi quale l'usura. Alla presenza del presidente del Municipio II, Sara De Angelis, dell'assessore alle Politiche sociali e Servizi alla persona, tutela della salute, politiche giovanili, Niccolo' Di Raimondo e ai rappresentanti delle associazioni operanti, si è dato inizio ad un importante lavoro a tutela della comunità anche rispetto al persistente stato di crisi economica e di conseguente

contenimento della spesa che tocca da vicino ogni singolo cittadino. Le singole associazioni forniscono consulenza su vari temi specifici quali ad esempio il sostegno psicologico agli anziani, ai problemi dell'imprenditoria femminile sul territorio del Municipio, all’assistenza legale in vari campi tra i quali l'usura con l'istituzione di uno specifico “sportello antiusura”. Altro servizio molto importante e partecipativo è “la banca del tempo”, l'unica banca dove la moneta di scambio è il tempo libero. Testimonianza del meticoloso lavoro svolto è anche la posizione strategica della sede presso la quale recarsi, via Gerolamo Frescobaldi 22, facilmente raggiungibile con qualunque mezzo. Padrino d'eccezione per l'evento inaugurale è stato Giuseppe Schisano, giovane e realizzato attore, che con grande sensibilità si è avvicinato a questi temi anche grazie ai ruoli da lui interpretati nelle fiction e nei film, andati in onda sulle principali reti italiane. Tutte le specifiche sui temi trattati è possibile approfondirle o recandosi di persona in sede, aperta dal lunedì al venerdì 9,00/14,00, martedì 9,00/19,00, oppure attraverso il sito internet www.casadelcittadino.it. ANNO//14//NUMERO//5//2010


Musica­da­Maestro

L'Orchestra Sinfonica di Roma si distingue in tutto il mondo, grazie all’impegno e alla passione del suo Direttore artistico > DI>luca scuccimarra

PAGINA8

N

ella nostra Capitale di musica se ne fa tanta e con grande partecipazione; e anche quando si parla di musica sinfonica si ha una buona scelta. Abbiamo incontrato e parlato con il Maestro Francesco La Vecchia, che dirige con grande entusiasmo e grande enfasi, l'Orchestra Sinfonica di Roma. E proprio attraverso le parole del Maestro La Vecchia raccontiamo l'attività e le intenzioni di questa grande istituzione della capitale: “l’Orchestra Sinfonica di Roma è l’unica Orchestra Sinfonica europea a gestione completamente privata, poiché sostenuta esclusivamente dalle risorse che la Fondazione Roma ci accorda fin dalla prima Stagione”. Se questo primo elemento conferisce al sostegno della Fondazione Roma un ruolo di prima grandezza europea tra chi si impegna fattivamente a sostegno della cul-

tura, d’altro canto impone l’individuazione di strategie, finalità, metodi professionali e percorsi artistici del tutto inediti, rispetto a quanto si conosce in Italia circa la gestione di un’Orchestra. “Faccio solo un’osservazione attraverso la quale sarà chiaro il mio intendimento. Per essere conosciuti in tutto il mondo, occorre fare delle importanti tournees ed avere una seria programmazione discografica. Da qui è nato un mio progetto ben preciso. Ho personalmente speso tutte le mie conoscenze presso le più importanti Istituzioni musicali, e abbiamo attraversato tutto il mondo ricevendo inviti dalla massime Orchestre. L’esito è sempre stato trionfale e l’accoglienza delle più prestigiose sale, come la Philarmonie a Berlino e il Musikverein a Vienna, è culminata in “standing ovation” durate più di 20 minuti. C’è dell’altro. Autori prestigiosi ed importantissimi come Martucci, Ca-

sella, Malipiero, Busoni, Petrassi, Dallapiccola, Ghedini, Wolf Ferrari e molti altri solitamente non hanno nessun significativo spazio. L’Orchestra Sinfonica di Roma ha firmato 3 contratti discografici per un totale di 63 CD’s di sola musica composta nel nostro Paese. Sarà la prima, unica e più esauriente operazione discografica mai condotta sul sinfonismo italiano. Il mio intento è quello di continuare con i giovani, con la nostra Stagione ufficiale a Roma, con le nostre tournees e con il nostro programma di incisioni”. Quanto lavoro e quanta passione deve esserci dietro a tanto impegno lo può spiegare solo lo stesso maestro con le sue parole: “dietro una simile passione occorre una dedizione completa, senza riserve, che accompagna tutta la vita. Suonare per un pubblico sempre diverso, carica di adrenalina tutti i componenti e li pone sempre di fronte a nuovi imprevisti. Per questo ANNO//14//NUMERO//5//2010


crediamo che esibirsi in così tanti paesi diversi generi ogni volta emozioni diverse”; a tal proposito il maestro risponde con queste parole: “dirigo l’Orchestra Sinfonica di Roma per almeno 50 concerti all’anno. Se calcola che abbiamo due mesi l’anno di fermo, può rendersi conto dei ritmi che teniamo. Gli impegni sono sempre tutti importanti, ma è innegabile affermare che ci sono delle circostanze particolari. Un certo autore,

una certa composizione oppure un certo luogo, certamente riescono a toccare corde speciali nella sensibilità di chi fa il mio mestiere. Le cito alcuni esempi. Circa un anno fa abbiamo fatto un concerto in omaggio al professor Emanuele che è il vero ed autentico anfitrione della nostra Orchestra. E’ stata un’esecuzione tanto sentita che ci siamo commossi e abbracciati sul podio. Un altro colpo al cuore mi venne la sera che dovevo dirigere un concerto sulla piazza del Campidoglio. Mi avvicinai al parapetto e si aprì ai miei occhi uno spettacolo paradisiaco; sotto di me vidi la piazza con almeno 15.000 spettatori dappertutto, sulle scalinate a destra e sinistra, sulla piazza, sotto i portici, tutti in attesa che salissi sul podio. A Roma devo tutta la riconoscenza che posso. Il pubblico straniero è altra cosa. Lì il cuore, l’emozione, la sensibilità per me è più facile controllarli. Siamo un po’ viziati dal pubblico straniero, lo devo dire, ci vogliono bene, e ci accolgono sempre con grande affetto e seguono i nostri concerti con concentrazione. Ma poi il cuore italiano dell’Orchestra, mio e degli autori (italiani) che eseguiamo, aprono vistose brecce nel009

l’imperturbabilità anche di tedeschi, austriaci e russi. Standing ovation con la regina di Spagna in piedi per un quarto d’ora, con il pubblico che agita le bandiere italiane, con i rappresentanti delle orchestre residenti che urlano “Welcome” e “Grazie”. Un orgoglio inimmaginabile, scaturito dal lavoro nostro e di quegli italiani che ci ha portati a salire sul tetto del mondo..”

ORCHESTRA­SINFONICA­DI­ROMA www.orchestrasinfonocadiroma.it Email:­osgroma@virgilio.it Tel:­o6.­66150365 FONDAzIONE­ARTSACADEMy Via­G.­A.­Guattani,­17 00161­Roma Tel.­+39­06.44252208 +39­06.44252303 Fax­+39­06.44254767 E-mail:­info@artsacademy.it www.artsacademy.it La­Segreteria­è­aperta­tutti­i­giorni­ dal­Lunedì­al­Sabato­ con­orario­09:00­-­13:00­14:30­-­20:00


Anche­Roma va­in­vacanza > DI>antonio guidi *

A

La­scuola­del­sociale > DI>gianluca peciola

PAGINA10

U

n Centro di Formazione Professionale della Provincia di Roma intitolato alla memoria di Stefano Cucchi, il ragazzo morto in circostanze ancora da chiarire nella sezione per i detenuti dell’ospedale Sandro Pertini. Facendo seguito alla mozione approvata all’unanimità dal Consiglio, l’amministrazione ha deciso di dedicare a Cucchi la Scuola del sociale, che si trova sulla via Cassia, dove si formano operatori sociali, sanitari, del volontariato e di tutto il terzo settore. Dedicare un istituto di formazione della Provincia alla memoria di Stefano rappresenta l’occasione anche per abbracciare la sua famiglia che si è vista strappare un figlio in tragiche circostanze. L’intitolazione, oltre a un valore umano, ha anche un valore simbolico, e rappresenta un segnale rispetto alla necessità di vigilare sulla violazione dei diritti umani nel nostro Paese. Stefano Cucchi è morto per evidente responsabilità di un sistema detentivo, che ha raggiunto un grado di disumanità non più accettabile, come dimostrano i dati sul numero delle persone che sono morte in carcere in Italia, dall’inizio di gennaio del 2010 ad oggi: 90, 29 delle quali per suicidio. Sulla morte di Cucchi sono ancora tanti gli interrogativi a cui devono rispondere la magistratura, l’amministrazione penitenziaria, i carabinieri, i medici del Pertini e della Asl competente. Ma questa, come altre morti in carcere, poteva essere evitata se non si facesse un uso così spregiudi-

cato della custodia cautelare per reati di così lieve entità. Le misure cautelari troppo spesso sono in stridente contrasto con il dettato costituzionale del principio della presunzione di non colpevolezza. Negli ultimi dieci anni sono morte in carcere 1.500 persone, un terzo dei quali suicidi e molti di queste erano in attesa di giudizio. Questo è un dato che deve far riflettere e che coniugato con il problema del sovraffollamento delle carceri dovrebbe indurre a provvedimenti come la depenalizzazione dei reati minori e il potenziamento delle misure alternative al carcere. Il caso di Cucchi, però, rappresenta anche altro. Gli abusi e le violenze che sono costretti a subire le persone che passano nell’inferno delle carceri. E’ per questo che presenterò in Consiglio provinciale una mozione che impegni la Provincia ad attivarsi per l’istituzione di un numero verde, dedicato alla denuncia degli abusi perpetrati dalle forze dell’ordine e un Osservatorio provinciale, che monitori costantemente le violazioni dei diritti umani da parte degli addetti alla sicurezza. Consigliere­Gianluca­Peciola Info:­Via­delle­Tre­Cannelle,­1B­-­00187­Roma Tel.­06.67667140 sinistrainprovincia@libero.it

pparentemente la nostra città va meno in ferie delle altre. I turisti la assediano anche nei giorni e nelle ore più calde; quindi più che in altre realtà i negozi, i ristoranti e i bar, ovvero i segnali che la vita continua, restano aperti. Quindi in teoria, chi ha una disabilità risente meno delle difficoltà dell'estate. In realtà la città è ancora troppo poco attrezzata, soprattutto sui servizi di accoglienza, riabilitazione, sostegno e socializzazione. Purtroppo queste realtà vanno in vacanza, come dappertutto e c'è forte difficoltà per sostituirle, sia per mancanza di personale sia perché una disabilità non può vivere nell'ottica di una catena di montaggio dove basta sostituire un ingranaggio perché tutto scivoli via agevolmente. Le persone che aiutano altre persone, i rapporti umani non possono essere sostituiti facilmente. Quando partono le persone amiche e la solitudine di chi resta tende ad aumentare, i luoghi di socializzazione cambiano. Non sono più bar e piazze, ma piuttosto discoteche, dove l'accesso, anche psicologico, è più difficile. Inoltre, le famiglie in cui vive un disabile grave incontrano molte difficoltà in questo periodo per la carenza di servizi. Il periodo estivo deve essere considerato, quindi, un momento critico anche per chi ha una disabilità e per questo sarebbe opportuno aumentare le risorse e la disponibilità per chi resta aperto per un'accoglienza più serena. Infatti le persone con disabilità lievi che riescono ad andare in vacanza, spesso trovano ostacoli non solo fisici, ma anche mentali. Molto spesso ancora ci si ritrova in realtà dove rifiuto nei confronti delle persone diversamente abili è un’abitudine di non rara eccezione. On.­Antonio­Guidi Delegato­del­Sindaco­per­le­Politiche­della­Disabilità Info:­delegatohandicap@comune.roma.it www.comune.roma.it/accacomune ANNO//14//NUMERO//5//2010


Insieme­al­Papa­per­la­Madonnina­di­Monte­Mario

A

lla presenza di Autorità civili e militari, con la benedizione del Santo Padre, la Madonnina di Monte Mario, restaurata anche con il contributo del R.I Distretto 2080 e dei Club Romani, ha rinnovato il patto di protezione della Città, suggellato quando Roma tremava per i pericoli della Guerra combattuta entro le sue mura e restituisce a Roma il suo orizzonte naturale. E’ dal 4 aprile 1953 che la Statua di Maria Salus Populi Romani, opera dell’artista Arrigo Minerbi, brilla al cospetto della Città eterna e benedice. Da quel giorno devoti del popolo di Roma, ma anche provenienti da tutta Italia e dall’estero, salgono a Monte Mario per una visita o una preghiera. Ma, fino agli anni novanta, la statua ha rappresentato un simbolo importante non solo per i fedeli. Fin quando lo stadio Olimpico non fu ricoperto per i mondiali del 1990, ha fatto da tribuna per gli appassionati di calcio: i tifosi che non avevano i soldi per comprare il biglietto andavano la domenica pomeriggio sotto la statua per vedere le partite. Per tutto questo, intensa e forte la gara di solidarietà partita per restaurare la Madonnina dopo il crollo di nove mesi fa: il 12 ottobre

ANNO//14//NUMERO//5//2010

2009, forti raffiche di vento l’avevano fatta precipitare dal piedistallo alto 19 metri con una caduta talmente rovinosa e violenta da spezzare la statua in tre parti. Il Rotary, sempre puntuale nelle attività sul territorio anche attraverso i Protocolli d’intesa con i Municipi di Roma e grazie alla sensibilità del Governatore Luciano Di Martino, ha recepito l’appello del Sindaco Alemanno e di Sua Santità Benedetto XVI ed insieme ai Club Romani ha partecipato al restauro, ripristinando la doratura a foglia della statua, sottolineando con il suo intervento il principio della promozione del bene civile. Alla cerimonia, in rappresentanza del Distretto 2080 e del Governatore Luciano Di Martino, impegnato nei lavori di Montreal ha partecipato il PDG Decano Aldo Ferretti, con il quale il Papa si è cordialmente intrattenuto. Parole di stima nei confronti del Rotary e scambio di saluti anche con Niccolò di Raimondo al quale il Pontefice ha detto: “Ho appreso con piacere del contributo offerto dal Rotary per il restauro della Madonnina. Mi compiaccio e mi congratulo con il Rotary per la sua operatività nei confronti della società e delle

persone più bisognose”. Il riposizionamento della statua ha evidenziato il ritorno di una presenza familiare per la città e per il Centro Don Orione: Maria Salus Populi Romani fa parte della storia e delle repidazioni di Roma. Tutti, gli scolari al mattino, i lavoratori potranno tornare a salutarla e rivolgerle un saluto, ora che la Madonnina, come viene chiamata con tenerezza dai Romani da decenni, sembra brillare ancora di più.

PAGINA11

> DI>antonella Bartolucci proietti


Il­coach: un­esploratore Domande e tecniche per esplorare strade che condurranno ad azioni nuove > DI>grazia geiger

H

o una missione: dare valore a ciò che nell’altro è di valore, che lui/lei ancora non vede. Aiuto a mostrare ciò che non viene nemmeno percepito, un percorso insieme, verso la consapevolezza nuova là dove ancora impera l’inconsapevolezza. Prima io Coach, esploratore di me, di come sono, riconoscendo “le mie” capacità, i miei desideri, i miei limiti, i miei sogni, per accompagnare chi con fiducia, nel suo percorso di presupposto cambiamento, di ricerca, di un obiettivo limitato nel tempo, chiede supporto e sostegno. Gli esperti di musica, moda, cinema, scoprono talenti: i cosiddetti talent scout. Come Coach sono un ammiratore delle capacità dell’altro, prima ancora che loro stessi le scoprano, rispettosa di tempi e modalità, abitudini, incoraggio ad appropriarsi dei tesori ancora nascosti. Dice: “Forse sbaglio a volte quando parlo…forse non va bene fare così, può darsi che ci sia una strada migliore ma”…oppure…“io sono fatto in questo modo, non credo che potrò

ANNO//14//NUMERO//5//2010

cambiare…e ancora ”La vita mi ha insegnato che le persone rimangono come sono” Frasi a testimonianza di una convinzione che limita il cambiamento. Incito alla sfida, a provare, a ribaltare frasi che, scolpite nel cervello, rimangono immobili come lapidi impolverate e prive di senso. Frasi suggerite, imparate, consolidate come dictat che imprigionano l’ “eventuale” cambiamento.“Veramente?” replico, fingendo a volte uno stupore esagerato. “E se fosse una sfida, un gioco, un lancio immaginario col parapendio da un monte altissimo, per assaporare la possibilità del cambiamento o solo l’ebbrezza di un volo nuovo?! Libero finalmente da te stesso anche!” “Ma ad una certa età è difficile… è normale fare così per uno nella mia

posizione…se non cambiano gli altri come si fa? Parole pesanti e vincolanti….ma, però….” “A che età allora?” domando io. “Difficile?” “Che colore ha per te questa parola?” “Che forma potresti darle?” “E se non fosse nera come dici… di quale altro colore sarebbe?” “Dimmi un aggettivo, per favore, da sostituire con “difficile”, oppure con “normale”? Modi, tecniche, metodi, domande, una formula alchemica che propone, mescola e scopre ingredienti, mutamenti di convinzioni, ristrutturazioni cognitive, che accompagnano azioni nuove e propositive, esplorando così percorsi e risorse nei cammini tortuosi della “nostra” Vita.

INBOX Grazia­Geiger Sede:­00137­Roma­-­Via­Ugo­Ojetti,­16 info@geigercommunication.it www.geigercommunication.it GEIGER COMMUNICATION


Giordano­Tredicine,­al­servizio della­solidarietà­capitolina Dall’Appio Latino all’aula Giulio Cesare, per portare il proprio impegno sempre più tra i giovani e gli anziani della Capitale

> DI>gianfranco Brugiotti

E’ PAGINA14

stato il consigliere più giovane del Pdl al comune di Roma. Una carriera lampo dal suo Municipio, quello dell’Appio latino da cui partì come consigliere municipale. Qual è la motivazione che l’ha portato alla politica da giovane, in un momento in cui le nuove generazioni sono disinteressate alla cosa pubblica? Alla base c’era l’opportunità concreta di aiutare le persone in diffi-

coltà. Ho sempre avuto fin da adolescente la consapevolezza dei problemi del mio Municipio e crescendo la mia priorità è stata quella di poter contribuire alla creazione di quartieri migliori e più efficienti.

gliere il percorso più adatto alle mie capacità, in questo modo il partito cerca di rendere più efficace la partecipazione di ognuno. Devo dire che ho imparato molte cose che oggi mi sono utili.

Come fu l’accoglienza per un ragazzo così giovane all’interno di Forza Italia? Beh l’attenzione che Forza Italia riservava ai giovani era nota. I giovani erano e sono considerati la linfa del partito, investire nei giovani era uno dei principi assoluti di Forza Italia oggi del Pdl. Ho sempre avuto la libertà di sce-

Il Municipio IX le sta molto a cuore, qual è il progetto a cui teneva e che poi ha realizzato? I progetti più importanti su cui ho lavorato molto per portarli a termini sono stati la ristrutturazione e la messa in sicurezza di Villa Lazzaroni che versava in condizioni di abbandono totale. Poi lo sgombero del ANNO//14//NUMERO//5//2010


campo nomadi abusivo nella zona dell’Arco di Travertino. Infine la rete dei centri anziani con cui ho un rapporto splendido che mi gratifica molto a livello umano per le attività e per l’inclusione sociale di queste persone che spesso sono emarginate dalla società. Cosa crede pensino di Lei gli abitanti dell’Appio Latino? Mi auguro che abbiano un’idea positiva di me sia come persona che per il lavoro e l’impegno che sto mettendo a servizio dei cittadini. Nel 2008 è stato eletto in Consiglio Comunale con oltre 5000 preferenze; ha sempre creduto nel suo lavoro o ha avuto momenti in cui pensava di non farcela? Nella vita alcuni momenti di sconforto possono presentarsi, ma devo dire che sono riuscito a superarli brillantemente. L’importante risultato di quelle elezioni è frutto dell’impegno e dell’abnegazione che ho riversato nella mia professione. E’ Presidente della Commissione Politiche Sociali e Famiglia. Quali sono le richieste più importanti che riceve? E’ un ruolo sicuramente molto deli-

cato, ritengo che il rapporto quotidiano con i cittadini, avere un filo diretto con loro sia molto importante soprattutto per capire le problematiche e cercare di risolverle. Hanno bisogno di assistenza, non posso esimermi da questo compito di grande valore. Quali sono le prossime iniziative che ha in programma? Sono molte le iniziative su cui stiamo lavorando, ma in particolare, mi preme sottolineare la delibera per il regolamento dei centri anziani che ha sicuramente un alto valore sociale e ha l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita di

una categoria di persone che troppo spesso è trascurata e dimenticata. Un augurio alla sua città? Sto lavorando su molti fronti, l’impegno che svolgo quotidianamente è mirato alla creazione di un ambiente più sicuro per i cittadini e ad un incremento delle aree verdi curate. Inoltre ritengo importantissimo gettare le basi per dare delle prospettive serie ai giovani che un domani saranno il motore di questa società. Stiamo lavorando per realizzare questi progetti e mi auguro che Roma diventi un modello per le altre capitali europee.

www.giordanotredicine.it giordanotredicine@virgilio.it ANNO//14//NUMERO//5//2010

PAGINA15

N

ato a Roma il 03/02/1982 nel quartiere Appio Latino. Nel 2006 diventa consigliere al IX Municipio con 1.576 preferenze ed è nominato Presidente Gruppo Consiliare Forza Italia. Nel 2008 è eletto in Consiglio Comunale con 5.284 preferenze, risultando il consigliere più giovane del Gruppo Consiliare del Comune di Roma. Viene nominato Presidente della Commissione Politiche Sociali e Famiglia e Vicecapogruppo del Pdl in Consiglio Comunale. Inoltre, è: membro della VI Commissione Consiliare Cultura e Sport e Politiche Giovanili; membro dell'VIII Commissione Consiliare Urbanistica; membro della Commissione Speciale Politiche Sanitarie.


Il­Consiglio­Regionale­Risponde > a cura DI>antonella Bartolucci proietti

Premio­Strega­2010,­ Santini­“Vince­ancora­il­Lazio”

"Metterò il mio massimo impegno affinché si possa rapidamente approvare la nuova legge di riorganizzazione dell'Istituto regionale di studi e di ricerche giuridiche, come previsto, trasformando questo importante Istituto regionale in un Ente di formazione, ricerca e consulenza, non solo giuridica ma anche economica, quale reale supporto scientifico all’ attività della Giunta e del Consiglio regionale". E' quanto ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, intervenuto alla cerimonia conclusiva del corso su "La responsabilità amministrativa contabile: il Giudizio innanzi alla Corte dei Conti "La pubblica amministrazione ha bisogno di professionisti seri e preparati che siano in grado di portare avanti una gestione efficiente e trasparente e di sburocratizzare sistemi spesso ancora ingessati - ha sottolineato Mario Abruzzese dopo un periodo di transizione in cui si era ventilata l'idea di modificare o addirittura sopprimere l'Istituto, la Regione ha deciso di optare per il commissariamento, rinviando qualsiasi decisione ad una successiva legge”.

"Sono davvero entusiasta all'idea che, ancora una volta, un cittadino della Nostra Regione, abbia vinto il prestigioso Premio Strega. Ad Antonio Pennacchi vanno le mie congratulazioni sincere perché il riconoscimento ricevuto con il suo ultimo romanzo fa sì che l'eccellenza del nostro territorio si distingua anche nella letteratura contemporanea". Lo ha dichiarato l'assessore alla Cultura, arte e sport della Regione Lazio Fabiana Santini. "Ritengo che il tema del romanzo, la storia di una famiglia che approda nel basso Lazio dopo la bonifica delle Paludi Pontine - conclude affascinerà anche i giovanissimi per i contesti emozionali oltreché storici che vengono rappresentati".

ANNO//14//NUMERO//5//2010

Degrado,­Cangemi­chiede­ un­osservatorio­ contro­i­vandali­dell’arte­ "Siamo al lavoro per organizzare il nuovo Osservatorio tecnico scientifico per la sicurezza e la legalità quale valido organismo di supporto all'amministrazione nella programmazione e nella valutazione degli interventi in tema di sicurezza, nella composizione abbiamo previsto anche la presenza di un

Romanzi:­“Su­riduzione­ delle­commissioni­ aspettiamo­il­Consiglio”­ "Ridurre gli sprechi e aumentare l'efficienza delle istituzioni è il minimo che una buona amministrazione deve fare. Il consigliere del Pdl Ernesto Irmici, avanza una proposta di riduzione e accorpamento delle commissioni del consiglio regionale, è certamente un segnale che va in questa direzione e bisogna seguire con molta attenzione. Noi siamo pronti a dare il nostro contributo, attivo e responsabile”. Lo afferma in una nota Luciano Romanzi il capogruppo del Partito Socialista Italiano alla Pisa-

na. "Mantenere 16 commissioni consiliari è uno spreco di denaro pubblico - aggiunge Romanzi - accompagnato da inefficienza, che i cittadini, le imprese e i territori del Lazio certamente non meritano. Cosi come non è giusto far ricadere sui pendolari del Lazio i debiti della cattiva amministrazione dell'Anas, con l'aumento dei pedaggi autostradali".

Arriva­alla­16a­edizione­ l’Isola­di­Ventotene­Film­Festival Omaggio reso a Pietro Germi durante la 16a edizione dell’Isola di Ventotene Film Festival, ideato e diretto da Loredana Commonara con il patrocinio ed il contributo del Consiglio regionale del Lazio. Un premio dedicato al regista su desiderio della figlia Linda Germi, che ha affiancato il critico Mario Sesti nel lavoro di riscoperta e lettura critica dell'opera paterna. Presidente di giuria Mario Monicelli mentre Mario Sesti direttore artistico del premio. In giuria anche Linda Germi, Loredana Commonara, Angela Prudenzi. Premiati di questa edizione sono Sergio Rubini e Lunetta Savino. Rubini è un autore-attore che nel suo cinema spazia generi diversi, dalla commedia al melodramma, dal dramma naturalista al giallo. Lunetta Savino è un'attrice che ricorda le grandi interpreti della commedia, come Marisa Merlini.

PAGINA17

Abbruzzese:­“Istituto­Jemolo­ diventi­ente­di­formazione”

esperto contro gli atti di vandalismo contro il nostro patrimonio artistico, dopo l'escalation di danneggiamenti che si sono registrati nell'ultimo anno". E' quanto ha dichiarato, l'assessore agli Enti Locali e Sicurezza della Regione Lazio, Giuseppe Cangemi a margine di una riunione operativa sulle politiche regionali di contrasto alla criminalità. "Dopo l'ultimo grave atto compiuto ai danni della Scala Santa - prosegue occorre fronteggiare con più incisività e politiche mirate di prevenzione e di sensibilizzazione contro i continui danneggiamenti al nostro patrimonio artistico”.


> pagIne a cura DI>antonella Bartolucci proietti

Torna­a­Vivere­l’Air­Terminal­ad­ostiense

L’

PAGINA18

Air Terminal Ostiense realizzato per i Mondiali di calcio del ‘90 e da tempo inutilizzato, ospiterà la sede della Ntv (Nuovo trasporto viaggiatori), il primo operatore privato italiano sulla rete Alta velocità, la scuola di formazione professionale realizzata con il contributo della Provincia di Roma per il personale della società, e l'azienda di ristorazione Eataly. Sempre a Ostiense fermeranno parte dei treni della compagnia, che transiteranno anche a Tiburtina. Lo rende noto l'amministratore delegato di Ntv, Giuseppe Sciarrone, durante una conferenza stampa nella sede della Provincia di Roma: "Con una scelta molto intelligente si investe su un luogo morto di Roma che tornerà almeno in parte a riprendere vita, come un luogo frequentato da giovani visto che si farà anche formazione", ha detto il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti.

Miele­presidente­Commissione Sviluppo­economico­e­Turismo

Francesco­Saponaro­alla Presidenza­della­Commissione­Pmi

Giancarlo Miele eletto presidente della XV commissione Sviluppo economico, ricerca, innovazione e turismo. "Una grande opportunità quella di potersi occupare di settori strategici per la Regione Lazio“ ha dichiarato Miele. “Il turismo innanzitutto, dove cercheremo di incentivare, facendo un lavoro di coordinamento con la Giunta e le varie categorie di settore”. Per l'innovazione in collaborazione con l'Ue “cercheremo di svolgere un ruolo di leadership per essere fautori, nei prossimi anni, di buone prassi da esportare anche nelle altre Regioni".

Francesco Saponaro nuovo presidente della X Commissione Piccola e Media Impresa, Commercio e Artigianato. "Ringrazio tutti i componenti della commissione - ha dichiarato Saponaro. Nello stesso tempo, questo risultato mi carica di una maggiore responsabilità e mi spingerà ancora di più a garantire a tutti disponibilità, apertura e massima attenzione verso quelle proposte che contribuiranno a raggiungere gli obiettivi comuni. “Ci attendono, infatti, importanti provvedimenti me la riforma della legge 33

del ‘99 sul commercio, l'aggiornamento della normativa sui distretti industriali, l'attuazione del Testo Unico sull'artigianato, con particolare riferimento alle botteghescuola e, infine, l'approvazione del Piano regionale per le attività estrattive, fermo da troppi anni".

te e da traino a gommoni o piccole imbarcazioni''. L'iniziativa si svolge in collaborazione con la scuola Cani Salvataggio Tirreno e con la Capitaneria di Porto di Civitavecchia.

Provincia:­un­soggiorno­estivo­ a­Norcia­per­ragazzi­autistici Cani­“Baywatch”­per­spiagge­ sicure,­due­donati­da­Totti Torna per il 2 anno il progetto della Provincia 'Spiagge sicure', con 47 unità cinofile, tra cui 2 labrador donati da Francesco Totti. A luglio e agosto nei weekend e nei giorni di maggiore afflusso alle località balneari, labrador, terranova e golden retriver, pattuglieranno le spiagge con i loro addestratori garantendo il servizio di salvataggio in mare soprattutto nelle spiagge libere, dov’è più elevato il rischio incidenti per la mancanza di strutture. A presentare l'iniziativa a Palazzo Valentini, l'assessore provinciale al Turismo, Patrizia Prestipino, insieme ai cani baywatch vestiti per l'occasione con la maglia giallorossa della Roma in onore del loro capitano. ''L'accoppiata uomo cane - spiega Prestipino - può trascinare a riva fino a tre persone contemporaneamente. Questo rivela l'aspetto del cane non solo socialmente utile a fare compagnia, ma fondamentale perché potenzia la vigilanza sulle spiagge, rassicura i bagnanti e funge da salvagen-

Si svolgerà dal 28 agosto al 4 settembre a Norcia un soggiorno estivo a carattere sportivo per 10 atleti affetti da autismo. Il Centro Pilota Nazionale del Progetto Filippide lo ha organizzato in collaborazione con l’Assessorato allo Sport e l’Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Roma. “In un momento di grande emergenza sociale come questo in cui i tagli alle risorse a disposizione degli Enti Locali si ripercuotono negativamente sui servizi alle persone più disagiate e la Regione azzera i fondi per i Centri Estivi per disabili, la Provincia di Roma ha deciso di fare un grande sforzo e di sostenere il Progetto Filippide” dichiara l’Assessore Provinciale allo Sport Prestipino. “Organizzare soggiorni estivi sportivi per persone affette da autismo permette di centrare due obiettivi di grande valenza sociale: aiutare questi ragazzi a sviluppare la propria indipendenza e socialità attraverso la pratica sportiva e l’impegno fisico, e sostenere in modo concreto le loro famiglie sollevandole, per un periodo seppur circoscritto, dall’impegno quotidiano che l’accudire una persona affetta da autismo richiede”. ANNO//14//NUMERO//5//2010


Si è svolto dal 22 al 24 luglio il Festival Internazionale del Corto in Sabina il concorso che, ormai da 12 anni, rappresenta un appuntamento fisso per molti giovani filmakers non solo Italiani. Nello splendido scenario di Mompeo (Rieti) tre giorni dedicati alla Luna, simbolo della tradizione locale, attraverso l’occhio del cinema: cortometraggi, video musicali, film, incontri con star e professionisti del settore. Un Festival indetto dal Comune di Mompeo insieme alla Provincia di Rieti, la Regione Lazio e la Comunità Montana. Con il patrocinio del Ministero per la Gioventù e con la partnership di Studio Universal (Premium Gallery sul DTT). www.festivaldelcorto.org

Pedaggi:­ribellione­ della­Provincia­di­Rieti “La Provincia di Rieti è contro l'aumento delle tariffe delle tratte autostradali che interessano il Reatino". Lo dichiarano, in una nota, il vicepresidente della Provincia, Oreste Pastorelli, e l'assessore ai Trasporti, Giancarlo Felici. "Sono anni - dichiara Pastorelli - che mi batto per l' eliminazione di un iniquo e cospicuo balzello che deve essere pagato da tutti coloro i ANNO//14//NUMERO//5//2010

Caldo:­Sveva­Belviso­attiva­ il­“pronto­nonno”­per­gli­anziani­ Arrivano a Roma 42 gradi, e gli esperti consigliano attenzione. L'assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma, Sveva Belviso ha ricordato il provvedimento attivato: "Per evitare possibili malori dovuti al caldo ricordiamo a tutta la popolazione anziana e alle mamme con bimbi piccoli di evitare l'esposizione al sole dalle 11 alle 18. Maggiori info e un punto di contatto sempre attivo con il numero verde Pronto Nonno 800.147.741, attivo h24, fornisce l'aiuto necessario a tutelare la propria salute dagli effetti del caldo prevedendo una presa in carico dell'anziano in caso di necessità”. Il centralino dà anche informazioni sugli eventi ludico-ricreativi presenti nella Capitale dedicati alla popolazione over 65 che ha preso il via con la rassegna “Nonni d'estate” a Villa Borghese con l'esibizione di Manuela Villa.

LOP­-­Laurentino­Oltre­i­Ponti Cambia il volto del Laurentino: nuove piazze all’italiana, più servizi, aree verdi e per il tempo libero, collegamenti più efficaci e veloci, un’unica sede per tutti gli uffici del 12 Municipio. E’ questo il “Laurentino Oltre i Ponti”, il progetto messo a punto dal Municipio dell’Eur in collaborazione con il Comune di Roma, volto alla permanente riqualificazione del quartiere. Il Laurentino si prepara così a voltare pagina e, da simbolo del degrado e dell’abbandono delle periferie, diventerà, nel giro di pochi anni, un luogo centrale della vita del Municipio XII e della città. Ad illustrare il progetto, il Sindaco di Roma Gianni Alemanno e il Presidente del Municipio XII Pasquale Calzetta, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta in Campidoglio. www.laurentinoltreiponti.it

Nomadi:­tre­nuove­aree Saranno tre le aree dove sorgeranno i nuovi campi nomadi di Roma. Si avrà anche la disponibilità di un ampliamento del campo de La Barbuta, nel X Municipio, che accoglierà altri 200 nomadi oltre i 480 che già ci vivono e che si trova al confine del Comune di Ciampino. Le aree sono state scelte tra otto al vaglio del Prefetto di Roma Pecoraro, le uniche

che, tra tutte quelle presentate, avevano la documentazione necessaria. Di certo, sebbene sulle aree ci sia il massimo riserbo, si sa che saranno in zone periferiche e non abitate, quindi, lontane dalle case. Si è tenuta una prima riunione del sindaco di Roma Gianni Alemanno insieme con l'assessore comunale alle Politiche sociali Sveva Belviso e i presidenti delle commissioni interessate parlando in particolare della sicurezza nelle aree dove i campi sorgeranno perché ci sia un maggiore controllo delle forze dell'ordine e di premialità per i Municipi nei quali sorgeranno i nuovi campi riconosciuta attraverso maggiori infrastrutture e servizi.

Vannini­Scatoli:­con­la­moda più­spazio­ai­giovani Il presidente della Commissione Turismo e Moda del Comune di Roma Alessandro Vannini Scatoli ha annunciato: “La commissione ha deciso di dare spazio ai giovani nominando come nuova responsabile del settore moda, Martina Pelliccia che nonostante la sua giovane eta' da molti anni si occupa di moda e design e saprà sostenere con le sue idee un mondo che da sempre ha bisogno di nuove energie'' ''Sono convinto che il suo entusiasmo e la sua voglia di fare aiuteranno la commissione ha proseguire nel difficile compito di promuovere Roma e la moda nel mondo”.

PAGINA19

12°­Festival­Internazionale­ del­Corto­in­Sabina

quali hanno la necessità giornaliera di spostarsi dalla provincia di Rieti per recarsi a Roma o in Abruzzo per poter lavorare. L' incremento del pedaggio autostradale finirà per marginalizzare economicamente il territorio provinciale creando una barriera verso le province confinanti”. Inoltre l'aumento delle tariffe. autostradali rappresenterà per i turisti che vorranno recarsi presso i nostri territori un ostacolo potenziale disincentivandoli a visitare le nostre peculiarità turistiche”.


I­Village­People­ di­nuovo­tra­noi

La­regina­del­deserto parcheggia­al­Vascello

S

>DI>gianfranco Brugiotti

T

ornano in cocerto a Roma regalandoci nuovamente i ritmi americani dei mitici anni 70 e 80. Non hanno di certo perso il fascino del gruppo solidale, ancora oggi con i vestiti originali di allora hanno intonato le maggiori hit che rimasero in vetta alle classifiche mondiali per settimane intere. Poliziotto, marinaio, cow boy, soldato e indiano hanno invaso il palco con coreografie e voci ancora squillanti e intonatissime, ipnotizzando il pubblico che è stato molto partecipe ad ogni brano che veniva proposto. Difficilissimo stare fermi durante le loro esibizioni, alla prima nota di ogni canzone le gambe cominciavano a muoversi come se non avessero il controllo. Del repertorio musicale non sono mancate le mitiche “In the navy” “Macho man” e per ultima l’indimenticabile “YMCA” , ed è stato proprio su questo finale che il pubblico si è scatenato con la coreografia che ormai tutti conosciamo e che da più di vent’anni ci fa divertire ad ogni festa organizzata anche in versione casalinga. Innumerevoli negli anni i tentativi di imitazione, i Village People non si imitano: si ballano.

i alza il sipario ed ecco un’invasione ben accetta di lustrini, paillettes ed un assolo ben interpretato da Mitzie (Cristiano Pisciottani): così ha inizio il nuovo viaggio del pullman di Priscilla. E’ infatti andato in scena, il 21 e 22 maggio al Teatro Vascello di Roma, il primo adattamento teatrale italiano del film di Stephen Elliot, che nel 1994 ha anche vinto l’Oscar per i costumi. Lo spettacolo, presentato dal “Colori nel Mondo” con il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma, si intitola “L’avventura di Priscilla, la regina del deserto” e porta la firma del regista Giuliano Leva Zanetti, che ha cercato di riprodurre a teatro le atmosfere cinematografiche, facendo in modo che l’essenza del messaggio della storia di Priscilla arrivasse inalterata anche al pubblico romano. Un copione, quello teatrale, non troppo distante da

>DI>gianfranco Brugiotti

E’

stata inaugurata la stagione 2010 del Gay Village, quest’anno la location vanta 10.000 mq di superficie dedicata a bar, ristoranti ed altri stand che circondano le due “sale” da ballo a cielo aperto. Durante la prima serata sono state numerose le personalità politiche, e non, che erano presenti all’evento di questa stagione estiva. Pasquale Cazetta Presidente del XII Municipio, Vladimir Luxuria, Nichi Vendola, Umberto Croppi Assessore alle politiche culturali e comunicazioni, Emanuela Aureli e Giuliana De Sio che, tra interviste ed esibizioni, hanno dimostrato che il Gay Village è un grande evento per la capitale, soprattutto durante quest’anno che la reputazione della città è stata toccata da gravi eventi di Omofobia. Ogni personaggio si è reso molto disponibile ad essere intervistato e la risposta che è emersa più frequente-

quello del film, con battute divertenti che si ripetono proprio come nella pellicola originale. Ottima l’interpretazione del personaggio di Bernadette (Andrea Berardicurti), un ruolo assai ben preparato sotto tutti i punti di vista. Molto divertente è stata poi la parte di Felicia (Fabio Michel) che tra le tre protagoniste è quella più sopra le righe e spensierata. Lo spettacolo ha avuto forse qualche tempo un po’ morto, subito dimenticato dai momenti clou della serata: le varie interpretazioni musicali e l’indimenticabile scena dal deserto ove viene coreografata con costumi di scena, appunto da oscar, l’intramontabile canzone di Gloria Gaynor “I will survive”. Lo spettacolo è presente su facebook e su priscillasqueens.com, in cui si possono trovare tutte le info su questa interessante piece teatrale, mentre per le foto si ringrazia Fanny Coletta. Un augurio di cuore a questa compagnia teatrale che con il suo camper viaggerà prossimamente per i teatri italiani, regalando così una serata spensierata a tutti i suoi spettatori.

mente è stata appunto quella riferita a Roma come capitale di bellezza e non di paura. Nessuna discriminazione deve etichettare la Capitale agli occhi del mondo ed è per questo motivo che il Gay Village di quest’anno ha avuto una partenza cosi trionfante, per tre anni la location sarà la stessa. Molto soddisfatta Imma Battaglia, ideatrice dell’evento ormai da 9 anni, del grande successo ottenuto e dalla grande vittoria per il dialogo avuto con le Istituzioni romane che le hanno permesso di raggiungere questo risultato, lei stessa dichiara “per me il Gay Village è un figlio, quest’anno è il Village che ho/abbiamo sempre sognato. Ringrazio tutti coloro che mi hanno appoggiato e aiutato a creare questo spazio multiculturale”. Non mi resta che augurarvi buon divertimento per queste calde notti d’estate al Parco del Ninfeo, tenete sott’occhio il calendario degli eventi sul sito www.gayvillage.it

PAGINA21

> DI>gianfranco Brugiotti


Moda­&­Co

Proteggiamoci­ dal­sole > DI> alessandra molinari

V

Welcome­ Estate

a di moda l'Over 30… non riguarda l’età, ma la protezione; quella solare ovviamente, dunque se non volete brutte sorprese come macchie, rughe e scottature al sole esponetevi, proteggendo la vostra pelle, con adeguati prodotti anti UV: emulsioni spray, stick prèt-àporter, gel leggeri e creme antiage con spf.

>a cura DI>alessandra molinari

L’

estate è ormai arrivata e le temperature torride di questi giorni ne sono la prova evidente, dunque, che lo vogliate o no la prova costume ci aspetta. Le passerelle hanno già mostrato bikini o interi mozzafiato, influenze romantiche, rock e punk, ma starà a voi scegliere come coordinare il vostro costume con borse, ciabattine, pareo e teli da vere fashion victim. Alla grande anche mega bracciali di ispirazione etnica e accessori per capelli che danno un tocco in più e ci fanno sentire al mare anche in città…

“U

n disegno è un tratto non casuale. È un tratto arrogante", annota Sonia Rykiel vicino ad uno dei sui schizzi. I disegni della stilista francese sono in mostra alla Galleria Catherine Houard, al 15 di rue Saint-Benoît a Parigi, dal 4 giugno al 24 luglio. Alla mostra è abbinata una vendita privata.

.it


>a cura DI>gianfranco Brugiotti

Torna Ligabue

Dalla­e­De­Gregori

2010 Work In Progress >a cura DI>luca ponziani

M

a come fanno i marinai? L’interrogativo rimane aperto a 31 anni dalla pubblicazione di “Banana Republic”, l’epocale album del 1979 a firma DallaDe Gregori. In questo 2010 i due totem della musica “leggera” italiana hanno deciso di intrecciare ancora i loro destini e stanno riscuotendo un successo strepitoso nelle date del loro nuovo tour “Duemiladieci Work In Progress”. La strana coppia funziona ancora e in oltre due ore di concerto propone una selezione di successi da brivido, nella quale i due si cimentano anche nella rivisitazione dei brani dell’altro. E via allora con “Anna e Marco”, “l’Agnello di Dio”, “I muscoli del capitano”, “L’anno che verrà”, “Com’è profondo il mare”, “Come fanno i marinai”, “4 marzo 1943”, “Santa Lucia”, “Buonanotte Fiorellino”, “Viva l'Italia” e “Piazza Grande”: più di 30 canzoni, tra classici radicalmente riarrangiati e cover divertenti come Just a gigolo, già tormentone radiofonico. Spazio anche per un brano inedito, “Non basta sa-

ANNO//14//NUMERO//5//2010

per cantare”, scritto a quattro mani proprio nell’occasione della reunion e chissà, antipasto per un progetto di nuovo disco, un Banana Republic 2. A sostenere i due protagonisti una super band composta dai musicisti che con loro collaborano da anni, alla quale si aggiunge il NuOrk Quartet, quartetto d’archi diretto dal maestro Beppe D’Onghia. Il nome del tour lo denuncia, quello di Dalla e De Gregori è un work in progress, tante date ancora in programma e la possibilità di trovare nuove sintonie: gli artisti hanno preso l’impegno seriamente, rimescolando le carte hanno dato nuovo smalto al loro imprescindibile repertorio. Non male per i due signori sessantenni la scelta di trasformare le loro canzoni; chissà se la ritrovata intesa ci farà gridare al miracolo anche per qualche nuova gemma che canteremo ancora per i decenni a venire.

C

ompie 50 anni e 20 di fortunata attività artistica Luciano Ligabue da Correggio che festeggia il duplice anniversario con l’uscita del suo nuovo album, Arrivederci mostro. Per l’occasione il rocker emiliano lascia il ruolo di produttore al chitarrista Corrado Rustici che apporta al disco un notevole verve rock; tra i solchi del cd abbondano più che in passato i chitarrismi aggressivi ad accompagnare i ritornelli delle canzoni del Liga nazionale.

Max Gazzé

Q

uindi? è l’amletico titolo del nuovo disco di Max Gazzè, tra i più estrosi e talentuosi autori italiani. Un lavoro pervaso di dolcezza, una scrittura lieve e brani arrangiati con la consueta maestria dal cantante e polistrumentista romano. La sua musica è inconfondibile, nel miscelare carezze pop e energiche virate rock che tanto guardano alla stagione del prog anni 70 e non si negano ariose orchestrazioni. Melodia e sperimentazione, con un approccio da artigiano della canzone che fa di “Quindi?” un disco interessante da ascoltare con attenzione, nei dettagli.

Erykah Budu

E

rykah Badu è indubbiamente l’incontrastata regina del nu-soul statunitense. Con il nuovo New Amerykah Part Two la Badu conferma il suo carisma e la capacità di spaziare nell’universo della musica afroamericana, rinnovandone la sensuale energia. Affascinante e sofisticata, la regina domina con la sua voce calda e flessuosa i brani di un lavoro nel quale abbondano le parti strumentali con un uso ridotto rispetto al passato dell’elettronica e dei campionamenti. Un flusso sonoro affascinante quello che si sprigiona da New Amerykah Pt.2, un avventuroso viaggio tra i diversi stili della musica black, alla ricerca di nuove evoluzioni di quel patrimonio sonoro ed emozionale.


www.arsmediagroup.it


> DI>alexandre tessier*

E’

stato presentato il nuovo bilancio del Comune di Roma. Si tratta di un bilancio di circa 5 miliardi di euro (3,6 per la spesa corrente e 1,2 per gli investimenti) con una manovra da 210 milioni per riequilibrare il rapporto tra entrate e spese. Tali cifre sono state rese note dal Sindaco di Roma e dall'Assessore al Bilancio in occasione dell'esposizione del "Rapporto alla città" tenutosi all'Auditorium sulla situazione finanziaria del Comune di Roma davanti a rappresentanti del mondo del lavoro e dell'imprenditoria nonché autorità istituzionali. In particolare si è ricordato di dover far fronte ad un debito di 12,2 miliardi di euro accumulato nel tempo. A tale proposito il Sindaco ha ribadito la separazione tra gestione commissariale e ordinaria: la prima riguarda il piano di rientro del debito che verrà finanziato con 300 milioni annuali a carico dello Stato fino al 2048 e con 200 milioni derivanti da maggiorazione ANNO//14//NUMERO//5//2010

dell'Irpef comunale (+0,4%) e addizionale di un euro sugli imbarchi aeroportuali. In merito alla gestione ordinaria il Sindaco ha dichiarato che il bilancio verrà riportato in equilibrio grazie all'aumento dell'Ici sulle seconde case sfitte, che dovrebbe fruttare 18 milioni di euro; al recupero dell'evasione (19,8 milioni) e all'adeguamento delle tariffe (12,7 milioni). E' inoltre previsto che sulla razionalizzazione della spesa si recupereranno 69,2 milioni con una serie di misure come l'istituzione della centrale unica acquisti, accorpamenti di aziende partecipate e dei relativi consigli d’amministrazione. Nell'ambito dell'aumento delle entrate le misure previste sono la lotta all'evasione fiscale, l'aumento del canone per l'occupazione del suolo Pubblico (COSAP) ed il citato aumento dell'addizionale ICI sulle seconde case sfitte. Per quanto riguarda gli investimenti l'ammontare previsto è pari a circa 1,2 miliardi di euro. Tra le voci principali si segnalano 120 milioni per avviare il rifacimento del lungomare di Ostia, 22 per allargare la via Tiburtina, 35

per la metro B1, 20 per la metro C, 40 per il ponte della Scafa, 5 per l'acquisto di nuovi convogli per la metro A. Verrà altresì garantita la spesa sociale anche se però nel 2010 saranno rimodulate e probabilmente aumentate le tariffe per gli asili nido. A tale riguardo appare opportuno mantenere ed incrementare i criteri di equità sociale per la formazione delle graduatorie ed applicare il quoziente familiare con particolare attenzione alle famiglie numerose o con persone disabili e/o anziane a carico. Nella manovra comunale è anche inserito il piano casa con 10 mila nuovi alloggi previsti dai nuovi bandi e l'ipotesi di vendita di 5 mila case popolari. E' infine di particolare interesse sul fronte sicurezza e decoro l'assunzione entro l'anno di 391 agenti di Polizia Municipale e l'acquisto di nuovi mezzi ed attrezzature per il Corpo di Polizia Municipale e l'attivazione di venti squadre di pronto intervento in coordinamento con l'AMA per il decoro urbano. *Con sigl iere ­d el­ Mun icip io­ Roma­ II

PAGINA25

Il­nuovo­bilancio­ del­Comune­di­Roma


Internet­è­sempre­più

“Mobile” > DI>gianfranco Brugiotti

Aumenta vertiginosamente la vendita degli smartphone

PAGINA26

L’

affermazione dei dispositivi mobili che consentono l'accesso diretto ad internet ha generato un vero e proprio fenomeno di massa, che ha visto il traffico mobile superare quello dei PC di casa e d'ufficio. Se all'inizio del 2009 infatti erano soltanto 6 milioni gli utenti italiani che navigavano su internet in mobilità, a fine anno sono arrivati a sfondare il muro dei 10 milioni e le previsioni sono per un aumento repentino. Entrando nel particolare delle statistiche infatti vediamo che i ricavi degli operatori di telefonia derivanti dai servizi di telecomunicazione sono in calo del 3% nel 2009, mentre i servizi di connettività mobile a banda larga per telefonini aumentano del 17%. A tracciare il quadro della situazione il rapporto "Mobile Content & Internet", promosso

dall'Osservatorio della School of Management del Politecnico di Milano. Merito di questa rivoluzione è soprattutto del fenomeno mediatico e tecnico lanciato dalle creazioni di Apple e Google. La prima soprattutto, che con iPhone e iPad ha davvero rivoluzionato il mondo della mobilità, aprendo la strada a scenari davvero mai immaginati prima, mentre Google ha contribuito all'ulteriore diffusione di dispositivi con la creazione del sistema operativo Android. Un'ulteriore spinta verso una fruizione sempre maggiore del servizio non fisso va riconosciuta alla popolarità che hanno acquisito I social network come Facebook e Twitter, utilizzato per tenersi aggiornati sullo stato dei propri amici e

per controllare, costantemente, il proprio stato sfruttando le potenzialità della connettività ovunque. Questa rivoluzione ha obbligato i gestori a potenziare la propria infrastruttura di rete e a rendere disponibili numerosi piani dati flat più o meno convenienti per gli utenti. Ma questo sviluppo inaspettato della connettività mobile si sta rivelando oltremodo un affare per le compagnie che potrebbe proprio risollevarle dalla crisi. Per quanto riguarda il versante degli utenti, ci auguriamo invece che un po’ di sana concorrenza in questo settore possa portare ad un aumento della qualità del servizio e ad una diminuzione dei costi delle tariffe.


Un­Sudafrica­“mondiale” > DI>niccolo’ del Bello

L

a diciannovesima edizione dei mondiali di calcio per la prima volta nella storia della Coppa Del Mondo FIFA è stata ospitata da un paese africano, il Sudafrica. La meta si trova a più di 8000 km dall’Italia, ma neanche questa distanza è riuscita a frenare i tifosi più entusiasti. La ricompensa è stata grande per i fans che hanno deciso di seguire la propria squadra, perché oltre alle enormi emozioni vissute negli stadi, hanno potuto anche di visitare luoghi molto affascinanti. Tanto per cominciare ci basta osservare nel dettaglio la città che è sta-

L'edizione dei mondiali di calcio 2010 ha messo in luce una nazione in larga parte sconosciuta

ta protagonista della partita inaugurale, Johannesburg. Questa è una delle città più popolose dell’intero continente ed è sede della Corte Costituzionale Sudafricana. Vibrante, in costante evoluzione, ricca di sfaccettature e divisa tra smisurata ricchezza ed estrema povertà. Una visita ai mille volti della “Città dell’oro” è essenziale, poichè pone il visitatore di fronte ad una smisurata varietà di stili di vita. Tra le attività più interessanti da svolgere in città vi è la visita al “Top of Africa”, comprensibilmente il punto più alto della città. Non può mancare inoltre una visita a Robben Island: l’isola che nei decenni passati era usata come prigione, oggi patrimonio dell’umanità, all’interno della quale è stato realizzato un santuario per il suo prigioniero più celebre, Nelson Mandela. A differenza della sopracitata Johannesburg, Città del Capo offre uno scenario più ricco e affascinante in quanto si affaccia sull’Oceano Atlantico e si estende ai piedi della

Table Mountain, una montagna unica al mondo in quanto stranamente piatta, che per oltre mille metri si sviluppa verso l’alto e poi termina in un vasto altopiano dando l’impressione di essere stata tagliata di netto. Il “Maclear’s Beacon” è il picco più elevato del rilievo. Per chi soffrisse di vertigini, invece, una visita al castello di Buona Speranza risulterà probabilmente più gradevole: si tratta del più antico edificio costruito dalla Compagnia Olandese delle Indie Orientali tra il 1666 e il 1679. ANNO//14//NUMERO//5//2010


www.arsmediagroup.it


L’ESTATE!

Tutti­in­forma­ che­arriva­ > DI> simone padoVan

....Il tempo di vacanza e' proprio arrivato. In questo articolo vi suggeriro' un breve, ma efficace allenamento per tenersi in forma durante le tanto aspettate vacanze! Sia se siamo al mare o in montagna, cominciamo il nostro work-out con un bel riscaldamento. Cosa c'e' di meglio di 20 mimuti di corsa oppure qualora si avessero problemi con la schiena 20 minuti di nuoto al mare o in piscina. Finito il riscaldamnto, cominciamo a lavorare i grandi gruppi muscolari, le gambe. Squats. Piedi alla larghezza delle spalle, anche leggermente ruotate all'esterno, ginocchio in linea con la punta della scarpa. Inspirando piego le gambe, mantenendo il peso sui talloni ed espirando distendo le gambe ( scendere fino a formare un angolo di 90° tra busto e cosce) 3 serie da 30 ripetizioni.

mento, ed espirando riallungo le braccia mantenendo i gomiti morbidi. 3 serie x 20 ripetizioni.

Schiena e tricipiti. Dips. Per questo esercizio ci occorre una sedia. Mani poggiate ai lati del sedile, ed il bacino deve essere fuori dalla seduta della sedia, gambe piegate, piedi alla larghezza delle anche. Comincio l'esercizio con la braccia distese. Inspirando piego i gomiti (il bacino scende oltre la superficie della sedia) espirando distendo le braccia. 3 serie x 15 ripetizioni. Nel prossimo articolo suggeriro' come lavorare l’addome e poi allungamento finale.

P.s. prima di cominciare qualsiasi attivita' fisica consultare il proprio medico.

PAGINA30

Passiamo a lavorare pettorali e spalla anteriore: Push-up. Posizione di plunk con mani oltre la larghezza delle spalle, in appoggio o sull'avampiede o sulle ginocchia (dipende dalla forza del soggetto). Inspiro per scendere con il corpo allineato verso il pavi-

To Live Sportscenter ti aspetta per provare l’esperienza del benessere!

Via A. Leonori, 8 tel. 06.5415467 www.tolivesport.it

LA­VOCE DELLE­STELLE > DI> susi strass

ARIETE Con Venere non molto in forma, dovrete cercare di autocontrollarvi, proprio sapendo di essere più vulnerabili. Non mancheranno scenate di gelosia infondate e discussioni su futilità inaudite. TORO Nel lavoro sarete sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo e stimolante, dovete soltanto stare attenti a non eccedere troppo nell'entusiasmo. Potrebbe infastidire o addirittura insospettire qualche vostro collega. GEMELLI Decisamente rassicurante il fattore salute, per cui, anche se strapazzerete il fisico un po’ più del solito, risponderete bene. Cogliete l'occasione per fare qualche sport più completo. CANCRO Marte di passaggio vi regalerà momenti particolarmente intensi con il partner e di grande affinità e complicità. E più in generale vi mostrerete particolarmente disponibili ed affettuosi con tutti. LEONE Le stelle vi sostengono e vi permettono degli azzardi che in altri momenti dell'anno non sarebbero possibili! I liberi di cuore saranno estremamente avvantaggiati e si divertiranno più degli altri! VERGINE Una maggiore fiducia in voi stessi vi spingerà a chiarire delle situazioni con i colleghi o con il vostro capo. Qualche sassolino dalla scarpa uscirà da solo e non potrete impedirlo! BILANCIA Non si preanuncia affatto essere un periodo tranquillo in amore per voi, cercate di non far ingelosire il vostro partner con un comportamento troppo leggero verso le terze persone. SCORPIONE Venere vi renderà particolarmente suscettibili e nei vostri rapporti, anche quelli professionali, dovrete proprio correre ai ripari. Il peggio potrebbe essere litigare con qualcuno del vostro stesso segno zodiacale! SAGITTARIO Avete molta adrenalina dentro di voi, attenti a non usarla in modo sbagliato per le cause sbagliate, potrebbe trasformarsi in qualcosa di tossico per il vostro corpo, se siete soggetti a forme psicosomatiche di ogni tipo. CAPRICORNO Mese caldo, dal punto di vista sentimentale, sarete molto più trasgressivi del solito. Sappiate cosa rischiate però, le storie a doppio binario sono sempre destinate a non avere un lieto fine. ACQUARIO Periodo adatto per i cambiamenti, poiché in essi riuscite sempre a ritrovare l'entusiasmo e quindi una marcia in più per spingervi sempre più oltre nel vostro campo lavorativo. PESCI State attenti alla stanchezza che, se conducete una vita normalmente molto frenetica, in queste giornate potrebbe pesarvi particolarmente. Cercate di mantenervi leggeri con attività per nulla impegnative.

ANNO//14//NUMERO//5//2010


.it

ENTER

COMMUNITY

GALLERY

THE PROJECT

VIDEO

Il primo portale per gli artisti, gli artigiani e gli imprenditori.

unisciti a noi! Il Portale ROMAMODA.IT, DA.IT T, T, è la piattaforma digitale ale m messa ssa a oloro che am ol olor amano disposizione di tutti coloro la creatività o che svolgono ol on olgon no la propria o de elle arti art arti. ti. professione nel campo delle Dai più visibilità al tuo lavoro, confrontati con altri artisti, collabora llabora llabora con imprenditori, aziende, artigiani, igiani, ni, per vedere realizzate le tue idee. dee. Diventando membro della community mmunit ityy di “Romamoda.it” potrai creare re le relazioni nel circuito artistico ico espositivo della Regione Lazio. L’ iscrizione è gratuita e ti permetterà rmetterà rà di usufruire di un'ampia vetrina, na, all'interno della quale, poter esporre sporre re tutto il tuo materiale, creando canali li privilegiati di comunicazione con tante altre professionalità nel mondo o della creatività.

VAI SUL SITO WWW.ROMAMODA.IT ROMAMODA IT E SCEGLI ENTER


IL CAMPIDOGLIO  

NUMERO 5 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you