Page 1

Tiratura 12’800 email

ilcaffè Le notizie di domani

quotidiano delle

venerdì 8 aprile 2011

il meteo Ticino

Nord delle alpi

sabato 9

14°/28° domenica 10

15°/25°

6°/23° 7°/23°

Blitz in banca a Contone con parrucca bionda e mantello Rapina alla Raiffeisen di Contone, questa mattina. Un uomo, con una parrucca bionda da donna e un mantello sulle spalle, ha fermato un’impiegata che stava entrando in banca. L’ha costretta ad aprire la cassa puntandole un’arma (sembra una pistola) e dopo averla legata ha prelevato il contante a disposizione.

Poi fuggito a bordo dell’auto dell’impiegata alla quale ha rubato le chiavi: l’Opel Astra grigia è stata ritrovata in seguito a Sant’Antonino. La polizia ha organizzato diversi posti di blocco. Da un primo identikit tracciato dalla polizia cantonale, l’uomo è alto circa un metro e 70 e si esprime in perfetto italiano.

L’isola si sta svuotando e tra Francia e Italia patto per sorvegliare le coste

Scafisti in cella a Lampedusa mentre riprendono gli sbarchi

La notizia del giorno commentata dal direttore http://www.caffe.ch/ws/video/?video_id=755 fai clic qui

i mercati aLLe ore 16.15 smi ftsemi ftse dax cac dow hsi N225

Zurigo Milano Londra Bruxelles Parigi New York Hong Kong Tokyo

+0.22% usd/chf +0.50% eur/chf +0.77% eur/usd +0.39% +0.80% +0.09% -0.01% +1.85%

0.91 1.31 1.44

http://www.bancastato.ch/ http://www.bancastato.ch/ http://www.bancastato.ch/ Video giornale

Ultima edizione deLLe ore 16.15

http://www.caffe.ch/ws/video/?video_id=756 fai clic qui

Italia e Francia hanno trovato un accordo sui profughi nordafricani. Ci sarà un pattugliamento comune delle coste africane. La firma è arrivata dopo un vertice fra i ministri Roberto Maroni e Claude Gueant. E questo accadeva mentre un barcone con 170 migranti, salpato stavolta dalla Libia, aveva cominciato a imbarcare acqua proprio nella stessa zona pochi giorni fa dove è naufragata la “carretta” provocando la strage in mare: 250 annegati, tra cui molti bambini. A Pantelleria, invece, ormai svuotata (sono rimasti soltanto 72 nordafricani) e dopo 48 ore di tregua, un bar-

cone con una quaranta persone a bordo è giunto in prossimità della costa. Ma gli scafisti, per paura della polizia, non si sono avvicinati al porto e hanno buttato in acqua le persone che avevano portato sino alla Sicilia. Motovedette di Guardia costiera e Carabinieri, a quel punto, hanno inseguito e bloccato a 2,5 miglia al largo il barcone e arrestato i tre scafisti. L’imbarcazione in difficoltà al largo di Malta invece non è giunta a Pantelleria. Dopo un lungo braccio di ferro con le autorità italiane i 170 migranti sono sbarcati al porto maltese.

Monumento costruito al centro di un parco grande come 14 campi di calcio

Per il successore di Mao una tomba da 13 milioni La stanno costruendo attorno a un parco grande quanto quattordici campi di calcio, in pratica dieci ettari. E costerà l’equivalente di poco più di tredici milioni di franchi. È la tomba di Hua Guofeng, il sucessore del padre della rivoluzione cinese, ovvero Mao Zedong. Il monumento, come racconta l’Ansa, è quasi ultimato al cimitero di Jiaocheng, nella provincia dello Shanxi ed è simile a quello di Sun Yat-sen, il fondatore della Repubblica cinese. La tomba è alta 55 metri perché a 55 anni Hua arrivò al vertice del comitato centrale del partito comunista cinese, per raggiungere la cima bisognerà affrontare 365 scalini di granito. Hua Guofeng è morto a 87 anni nel 2008.

http://www.mediamarkt.ch/home.html?&L=2&


ilcaffè quotidiano delle 16.30

C1

Cronaca Politica Economia Attualità

Prescrizione di Parmalat beffa 80 mila vittime

Sì al suicidio assistito per gli anziani nei ricoveri vodesi Il governo vodese obbligherà i ricoveri ad accettare la pratica del suicidio assistito per i loro ospiti anziani. Il contro progetto trasmesso al gran Consiglio – sarà sottoposto agli elettori contemporaneamente all’iniziativa di Exit - mette dei limiti precisi all’intervento delle associazioni d’assistenza al suicidio in questi istituti. L’inizia-

tiva di Exit, depositata nel febbraio 2009 e munita di 14mila firme, domanda che i residenti di case anziani beneficiarie di sovvenzioni pubbliche possano sollecitare l’assistenza al suicidio. Il consiglio di Stato stima che il testo di Exit “tenda a banalizzare un gesto grave in un ambito dove ci si dedica alla protezione della vita”.

Spunta anche una tangente nelle indagini sulle società “cartiere” dell’hi-tech

Grazie alla prescrizione nel caso Parmalat i risparmiatori saranno beffati. Il prossimo 18 aprile si attende la sentenza di primo grado nel processo per aggiotaggio, nell’ambito appunto del crac Parmalat, contro le banche Citigroup, Bank of America, Deutsche Bank e Morgan Stanley e i cinque manager degli istituti esteri. Banche che, grazie alla prescrizione (nei casi di aggiotaggio, per le persone fisiche scatta dopo sette anni e mezzo) potrebbero non pagare i rimborsi agli 80mila risparmiatori che avevano messo i loro soldi nell’azienda.

Ricusazione bocciata e Rappaz va a processo Niente da fare per il canapaio vallesano Bernard Rappaz, condannato a cinque anni e otto mesi di reclusione per violazioni gravi della legge sugli stupefacenti e altri reati. Il Tribunale federale ha respinto la domanda di ricusa presentata dall’agricoltore contro i tre membri della corte. E allora, come previsto, sarà processato dal 9 al 10 maggio prossimi e finirà davanti ai giudici del Tribunale di Martigny. In sostanza, secondo il legale del canapaio, i magistrati in un articolo del “Nouvelliste” avevano criticato l’interruzione di pena accordata a Rappaz la scorsa primavera.

False ditte fra Ticino e Como, un finanziere finisce in cella È uno dei protagonisti dell’inchiesta sulle società “cartiere”, cioè quelle aziende vuote, in questo caso legate all’hi-tech, che risultano solo sulla carta. Una inchiesta legata a una maxi evasione fiscale, con arresti e denunce, partita da Como e che ha coinvolto mesi fa anche parecchi ticinesi e una fiduciaria del Mendrisiotto. Ora le indagini hanno segnato una seconda svolta. Perché si è scoperto che Paolo Falavigna, 35 anni, milanese con dimora a Lugano, aveva pagato una mazzeta da 10 mila euro, prima tranche di una tangente che complessivamente doveva

arrivare a quota 60 mila. A chi? E qui sta la sorpresa: a un finanziere. Stessa cosa avrebbero fatto altri due imprenditori per evitare l’arresto. Falavigna una volta in carcere però ha parlato. E ieri mattina - come racconta la Provincia di Como - Ivano Magnini, 50 anni maresciallo in forza al nucleo di polizia della guardia di finanza di Milano, è stato arrestato dai suoi colleghi di Como con l’accusa di concussione e di violazione di segreto d'ufficio. La tangente che lo ha incastrato sarebbe stata versata su un conto corrente di una banca di Erba.

La clamorosa truffa da 170 milioni di euro con cantanti e attori tra le vittime Azouz cambia le carte: “Olindo e Rosa innocenti” Si cercano in Svizzera i soldi del Madoff di Roma È attesa una dichiarazione choc questa sera durante il programma “Quarto grado”, Rete4. “Secondo me non sarebbe fatta giustizia. Olindo e Rosa forse sono innocenti. Riaprite il caso da zero sulla strage di Erba”. Azouz Marzouk, marito e padre di due delle vittime, dice così al giornalista che l’ha intervistato a Tunisi a venti giorni dalla sentenza di Cassazione che potrebbe confermare l’ergastolo ai coniugi Olindo Romano e Angela Rosa Bazzi per la strage di Erba.

Si cercano anche in Ticino i soldi del Madoff romano che ha bruciato milioni di euro che gli erano stati affidati da attori, comici, cantanti, aristocratici e altri vip in Italia. Gianfranco Lande, secondo i magistrati italiani la mente di una maxitruffa da 170 milioni di euro, è stato interrogato a lungo dal pubblico ministero Luca Tescaroli. Lande ha fatto alcune ammissioni spiegando come aveva gestito i capitali degli oltre 1.300 clienti di Egp Italia e delle società collegate. E ha spiegato che i rischi erano chiari. Ora si insegue la traccia del soldi. E sono pronte le rogatore con Svizzera, Malta, Regno Unito, Svizzera, Lussemburgo, Jersey Island, Isole Vergini e Bahamas.

http://www.mazda.ch/


ilcaffè quotidiano delle 16.30

C1

Cronaca Politica Economia Attualità

Export della Germania arriva a più 21 per cento L’export è nuovamente schizzato a livelli pre-crisi. E la locomotiva tedesca stavoltaha davvero preso il largo. La ripresa delle esportazioni in Germania a febbraio ha segnato un indice di più 2,7 per cento dopo il calo dell'1 per cento registrato a gennaio. Il dato (destagionalizzato) ha inoltre superato le stime di un aumento del 2 per cento. In forte crescita anche le importazioni riferisce l’agenzia Bloomberg - con un rialzo mensile del 3,7% dopo il +2,3% di gennaio. Su base annua, l’export tedesco è aumentato del 21 per cento.

L’Euro si rafforza dopo la decisione di Bce “Adesso spetta ai governi agire. Almeno se lo riterrano necessario”. Lo ha detto il presidente della banca centrale europea Jean-Claude Trichet alla conferenza stampa al termine dell’Eurogruppo. le banche, ha spiegato, devono rinforzare il capitale “dopo gli stress test”. E nel frattempo c’è da registrare un nuovo balzo in avanti dell’euro, salito questa mattina oltre gli 1,44 dollari. La divisa europea dice Radiocor - è arrivata fino a un massimo di 1,4407 dollari, per poi scendere a 1,4391, in netto rialzo dagli 1,4302 della chiusura di ieri.

Galatieri andrà al posto di Geronzi al timone della Generali Accordo raggiunto in Generali per la sostituzione di cercare Geronzi. Al timone della società con sede legale a Trieste, presente anche in Svizzera con un importante giro d’affari, andrà quasi sicuramente Gabriele Galatieri. Un accordo sul nome del manager è stato raggiunto in queste ore e ora dovrà essere ratificato dal con-

siglio di amministrazione di questa sera. Galatieri sarà il presidente numero 18, dopo la stagione di Cesare Geronzi. Galatieri è presidente uscente di Telecom, è stato ai vertici di Mediobanca e vanta una lunga esperienza in altre importanti società. Non lo attende un periodo facile visti i noti dissidi tra i soci di Generali.

Dati incoraggianti nella rilevazione dell’ufficio federale di statistica

Disoccupazione cala al 3.4, nel cantone a quota 5.2% In marzo la disoccupazione in Ticino è diminuita: a fine mese figuravano iscritti presso gli Uffici regionali di collocamento 7’768 disoccupati, dei quali 6’704 a tempo totale (86.3%) ed i restanti a tempo parziale (1’064; 13.7%). Lo rivela il sondaggio periodico dell’Ufficio cantonale di statistica. Rispetto a febbraio 2011 il numero dei disoccupati ha dunque conosciuto una diminuzione di 812 unità (-9.5%). Il numero effettivo di disoccupati attualmente registrato risulta inferiore del 0.4% a quello del mese di marzo 2010. A fine marzo 2011 il tasso di disoccupazione si è pertanto attestato al

5.2%, diminuendo di 0.6 punti percentuali rispetto al mese precedente. Questo valore è inferiore a quello registrato l’anno scorso (-0.1 punti percentuali). Disoccupazione giù anche aivello nazionale dove il tasso dei senza lavoro è infatti sceso al 3,4% in marzo contro il 3,6% di febbraio. Il numero di disoccupati iscritti presso gli uffici regionali di collocamento erano 124'905 (meno 8'420). Maglia nera a Ginevra con un tasso di disoccupazione al 6,6%. A Obvaldo solo lo 0,9. http://www.bfs.admin.ch/bfs/portal/it/index.html fai clic qui

Arriva un’altra clamorosa protesta dopo quella delle barbe lunghe a Ginevra

Pochi agenti e a Zurigo è sciopero delle multe Sarà un bel colpo alle casse comunali. Gli agenti della polizia di Zurigo hanno deciso di fare lo sciopero delle multe. La clamorosa decisione, che segue quella dei loro colleghi di Ginevra che s’erano lasciati crescere la barba, arriva nell’ambito di una dura vertenza sindacale, in particolare sugli effettivi. Gli agenti protestano perché sarebbero costretti a ritmi di lavoro pesantissi, e giorni di recupero bruciati dalla stanchezza e dallo stress. I vigili, d’ora in poi, nel caso trovassero un’auto in divieto di sosta, si limiterebbero a una costatazione d’infrazione. E gli automobilisti ringrazieranno.

Il lingotto, sempre più bene rifugio, è al massimo nel mercato di Londra

Nuovo record dell’oro che va a 1.471 dollari oncia Nuovo record storico per l’oro che schizza in alto. Il lingotto a Londra ha infatti toccato il massimo: 1.471,29 dollari l’oncia, sostenuto – dicono gli esperti – dal ribasso del dollaro e dai timori sull’inflazione e la crisi del debito pubblico europeo. “Questa nuova ondata di acquisti sull’oro – ha commentato Andrey Kryuchenkov, analista del broker Vtb Capit - è determinata principalmente da una persistente debolezza del dollaro e una rinnovata attenzione sul debito sovrano della zona euro”. Intanto, l’andamento per le Borse europee è positivo. Parigi guadagna lo 0,8%, Francoforte lo 0,6% e Londra lo 0,78%.

http://ticino.com/


ilcaffè quotidiano delle 16.30

C2

Sport Personaggi Passioni

Due milioni di spettatori per la Super League elvetica

La Super League svizzera di calcio ha superato quota 2 milioni di spettatori in una stagione nel 2010. Una cifra che corrisponde ad una media di 11.059 spettatori a partita che piazza il massimo campionato elvetico al decimo posto a livello continentale. La speciale classifica è guidata dalla Bundesliga tedesca con 42.500 spettatori per ogni partita di campionato, davanti alla Premier League inglese (34.151 spettatori) e alla Liga spagnola con 28.286 spettatori.

Una doppia sfida con la Russia per la Svizzera di Simpson Doppio impegno per la Svizzera di Sean Simpson sulla strada che porta verso i campionati del Mondo di Kosice e Bratislava del prossimo mese di maggio. E contro un’avversaria di prestigio come la Russia, reduce da due vittorie e una finale persa lo scorso anno nella rassegna iridata. Questa sera alle 20.15 la nazio-

L’australiano della Red Bull precede una McLaren sempre più veloce in pista

Nelle prime libere di Sepang a dominare è Mark Webber

Il presidente Giulini precisa: “Prima il Bellinzona, poi…” Il presidente del Bellinzona, Gabriele Giulini è intervenuto sull’ipotesi che il nuovo stadio dei granata possa permettere di ottenere la licenza al Lugano. “Allo stato attuale non è possibile entrare nel merito di eventuali richieste analoghe a quelle ipotizzate per risolvere il problema del Lugano”. I bianconeri, intanto, hanno inoltrato la domanda di licenza II con la città che ha confermato la volontà di realizzare un nuovo polo sportivo.

ilcaffè quotidiano delle 16.30

C3

Costume Famiglia Piaceri Salute

Cinema

Il film della settimana “Il gioiellino” di Molaioli http://www.caffe.ch/ws/video/?video_id=717

La ricetta in video

Nocciole di capesante http://www.caffe.ch/ws/video/?video_id=739

nale scende in pista a Friborgo, mentre domenica è in programma la rivincita sulla pista di Rapperswil. La Russia di Bykov - assente perché in finale con il suo club nella Khl è una squadra molto ringiovanita e rinnovata rispetto al passato, ma che gode di grande credito per tasso tecnico e velocità di gioco.

www.youtube.com/watch?v=dWrvAbhc-v8 fai CLiC qui

L’australiano Mark Webber su Red Bull ha dominato la prima giornata di prove libere in vista del Gran Premio della Malesia, sulla pista di Sepang. Nettamente primo già nella sessione mattutina - caratterizzata da un paio di incidenti spettacolari, ma senza conseguenze - il pilota australiano ha ottenuto il miglior tempo anche nella seconda prova, dove però le Mc Laren di Jenson Button e Lewis Hamilton si sono molto avvicinate ai tempi della Red Bull. Quarto, piuttosto in scioltezza, Sebastian Vettel, vincitore della gara d’apertura a Melbourne. Ancora piuttosto in ritardo, invece, Ferrari e Mercedes. Prove in crescendo per i colori rossocrociati, con le Sauber a migliorare i propri tempi nella seconda sessione, l’unica disputata da Buemi.

In esclusiva su UsMagazine.com le prime immagini del figlio di Cruz-Bardem

“Hola, Leo!”, Penelope presenta il pargoletto Oooooo, finalmente. Le aspettavamo tutti. Sono arrivate le prime immagini del figlio di Penelope Cruz e Javier Bardem. “Hola, Leo!”. Così la coppia saluta e presenta su UsMagazine.com il piccolo Leo Encinas Bardem. Il pargolo già vip è nato a gennaio a Los Angeles. Le immagini lo immortalano tra le braccia dei suoi genitori al Will Rogers Park di Pacific Palisades. Tutti e tre dolcissimi per l’esclusiva venduta al tabloid americano, che mostra scene di vita quotidiana di Mr. & Mrs Bardem con il loro tesoro, fieri di portarselo a spasso sotto il caldo sole della California! Insomma, invidiabili!

L’abile Jennifer Lopez sceglie l’aitante Levy Per l’occasione è volata in Messico. Jennifer Lopez, impegnata nelle riprese del video musicale per “I’m into you”, secondo singolo estratto dal suo ultimo album, ha girato alcune scene sulle rovine di Chichen Itza e altre in riva all’oceano. Mozzafiato. E tanto per confermare la sua nomea di “furbetta”, ecco la co-star scelta come partner: l’aitante William Levy, star cubana protagonista di diverse telenovele. Mica male, no?!

La superwoman Panicucci si lancia in una nuova sfida È brava, abile, preparata e riesce a seguire passo passo i suoi pargoletti. Stiamo parlando di Federica Panicucci che sembra avere in serbo dell’altro: “Vi stupiremo con una sorpresa!”, ha detto in un’intervista. Ma non è trapelato nient’altro. La conduttrice Mediaset sta riscuotendo un successo dopo l’altro con Mattino 5 e Domenica 5, ma è instancabile e dice di riuscire a coniugare perfettamente impegni professionali e familiari grazie all’aiuto del marito, il disc jockey e produttore discografico Mario Fargetta. Beata lei.

http://www.valais.ch/it/

Numero del 8 aprile 2011  

Il Caffè quotidiano

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you