Page 1

Tiratura 12’800 email

ilcaffè Le notizie di domani

quotidiano delle

giovedì 7 aprile 2011

il meteo Ticino

Nord delle alpi

venerdì 8

15°/27° sabato 9

15°/28°

9°/21° 8°/22°

Christoph Blocher torna in corsa per un seggio agli Stati Ora è ufficiale: Christoph Blocher torna in pista per conquistare un posto sotto la cupola di Palazzo Federale. Ad ottobre, il tribuno dell’Udc sarà in corsa per un seggio al consiglio degli Stati o al Nazionale. Lo ha confermato lo stesso Blocher a Blick am Abend, riferendo che la sua candidatura è stata voluta dalla sezione zu-

righese. Ma l’Udc ha deciso di puntare con decisione soprattutto alla Camera alta, visto che il partito ha deciso di candidare altri due “cavalli di razza”. Si tratta del presidente Toni Brunner per il canton San Gallo e Caspar Baader per Basilea. L’Udc punta a migliorare i suoi sette seggi agli Stati sui 46 totali.

Operazione della polizia a Chiasso mentre in Sicilia si cercano 250 dispersi

Bloccati undici tunisini e riaccompagnati in dogana

La notizia del giorno commentata dal direttore http://www.caffe.ch/ws/video/?video_id=748 fai clic qui

i mercati aLLe ore 16.15 smi ftsemi ftse dax cac dow hsi N225

Zurigo Milano Londra Bruxelles Parigi New York Hong Kong Tokyo

+0.69% usd/chf +0.61% eur/chf +0.16% eur/usd +0.24% +0.46% +0.01% -0.01% +0.07%

0.91 1.31 1.42

http://www.bancastato.ch/ http://www.bancastato.ch/ http://www.bancastato.ch/ Video giornale

Ultima edizione deLLe ore 16.15

http://www.caffe.ch/ws/video/?video_id=749 fai clic qui

Mentre all’alba sono riprese nel canale di Sicilia le ricerche dei 250 dispersi del naufragio di ieri notte, la Svizzera rispedisce in Italia i clandestini nordafricani. E tutto questo accade mentre anche la Francia si mette di traverso e annuncia che non accoglierà profughi in arrivo dall’Italia. Una decisione che sta creando in queste ore forti tensioni tra Roma e Parigi. Nel frattempo, un gruppo di clandestini che erano entrati in Ticino illegalmente sono stati appunto riaccompagnati alla dogana di Ponte Chiasso. Erano undici tunisini ed erano giunti in Svizzera in modo

illegale. Lo ha riferito il questore Massimo Maria Mazza al quotidiano La Provincia di Como. Mazza ha anche confermato che attualmente nei centri di confine non si registrano presenze anomale riconducibili agli sbarchi a Lampedusa e alle fughe dai campi del Sud Italia. La Provincia spiega poi che il termine tecnico dell'operazione effettuata è "riammissione". Non si è trattato di una operazione unica: gli undici migranti sono stati identificati dalla polizia cantonale. Sono stati interrogati non avendo chiesto asilo sono stati portati in Italia.

Un folle con due pistole fa strage in un istituto di periferia e la polizia lo abbatte

Dodici morti per sparatoria in una scuola di Rio Dodici morti a Rio de Janeiro per un uomo entrato in una scuola aprendo il fuoco. È successo questa mattina nella periferia della megalopoli brasiliana, dove, poco prima delle 13 ora svizzera l’individuo - presumibilmente il padre di un allievo - ha aperto il fuoco all’impazzata già all’esterno dell’istituto pubblico Tasso da Silveira, continuando poi la sparatoria con due pistole anche all’interno della scuola. Dodici le vittime del folle, tra gli 8 e i 14 anni, ma molti altri ragazzi in fuga sono stati colpiti. L’uomo si proteggeva infatti anche con un giubbotto anti proiettile, che non ha però impedito alla polizia brasiliana di abbatterlo durante la fuga dopo il massacro nella scuola.

http://www.mediamarkt.ch/home.html?&L=2&


ilcaffè quotidiano delle 16.30

C1

Cronaca Politica Economia Attualità

Donna al posto di Pacolli alla presidenza del Kosovo

In fiamme sul San Bernardino un bus con 29 turisti asiatici Un pullman con 29 passeggeri è stato completamente distrutto da un incendio che si è sviluppato questa mattina mentre il mezzo attraversava la A13 all’altezza di Nufenen, nei Grigioni. In viaggio c’erano turisti asiatici che dovevano raggiungere Coira. Tutti sono in salvo. Secondo quanto ha stabilito la polizia, che ha par-

lato con un cronista del Blick, dopo aver superato di circa trenta chilometri la galleria del San Bernardino, l’autista ha sentito odore di bruciato. Ha dunque fermato il bus e ha provato a vedere cosa stesse accadendo, ma è stato investito dalle fiamme appena ha aperto il portellone del motore. Ora è in ospedale.

Fisco, “black-list” e accordi con l’Ue alla base del duro scontro con Roma

La coalizione al potere in Kosovo e l’opposizione, dopo lunghe trattive e un altrettanto lungo verzice, hanno trovatoun un accordo. E proporranno un candidato di unità nazionale alla presidenza. È questa la soluzione per uscire dalla crisi scaturita dal verdetto della Corte costituzionale che ha dichiarato illegittima l’elezione del manager e imprenditore con pasaporto svizzero Behgjet Pacolli. A Pristina, il premier Hashim Thaci, ha annunciato che la scelta è caduta su una donna, Atifete Jahjaga, vicecapo della polizia.

Otto fosse comuni con 59 cadaveri in Messico Sono otto e dentro ci sono i corpi di cinquantanove persone. Fosse comuni scoperte in un ranch nello stato di Tamaulipas, vicino agli Stati Uniti. Un ritrovamento avvenuto mentre in Messico proseguono le manifestazioni organizzate in una quarantina di città per protestare contro i narcotrafficanti e chiedere al governo una strategia vera, dura ed efficace contro i signori della droga. I 59 corpi ritrovati dentro le fosse sono state scoperte durante un’operazione delle forze della sicurezza locali e federali. In agosto le autorità avevano scoperto altri cadaveri.

Riprendono i raid Nato colpite Tripoli e Misurata Tripoli è sotto i bombardamenti. Aerei della coalizione della Nato stanno bombardando la capitale libica, concentrandosi nella periferia est. Lo hanno riferito fonti giornalistiche sul posto. Ma i raid non sono limitati a Tripoli. Bombe sono state lanciate anche a Misurata. Lo ha confermato alle agenzie di stampa un portavoce degli insorti. I cannoneggiamenti avevan' causato nei giorni scorsi 5 morti e 25 feriti. E nei pressi della città portuale di Brega, sono stati uccisi 2 insorti.

Calmy Rey contro l’Italia “Ora si può parlare di crisi” “Si può parlare di una crisi”. Fra Svizzera e Italia i rapporti adesso si fanno difficili. Almeno a sentire le parole, inequivocabili peraltro, di Micheline Calmy Rey, presidente della Confederazione. In una intervista al quotidiano italiano Corriere della Sera, Calmy Rey commenta il tema scottante che rischia di compromettere i rapporti fra i due Paesi, ovvero il rifiuto dell’Italia di riannodare il filo del negoziato per un accordo destinato ad evitare la doppia imposizione fiscale. Un rifiuto definito “incomprensibile” dalla presidente, di fronte al fatto che la Svizzera ha modi-

ficato la legislazione, eliminando tutti gli ostacoli in passato indicati dalla parte italiana a motivo della sua posizione. Non ultimo la distinzione tra reato di frode e reato di evasione. “Proprio non capisco perché l’Italia non abbia ancora ratificato l’accordo tra la Confederazione e l’Unione europea sulla lotta alle frodi fiscali, che è la risposta a molte delle richieste italiane”, afferma Clamy Rey: “Non capisco perché Roma abbia messo la Svizzera sulle liste nere, al punto che su questo abbiamo dovuto adire la Commissione di Bruxelles”.

Impressionante incidente questa mattina in via Cattaneo, in centro a Lugano

Madre e bimbo di nove anni travolti sulle strisce Grave incidente questa mattina poco dopo le otto a Lugano. Mentre attraversavano le strisce pedonali per recarsi a scuola madre e figlio di nove anni sono stati investiti a scaraventati a diversi metri di distanza da un'auto. È accaduto in via Cattaneo, proprio in centro. L'automobilista ha colpito in pieno la donnna, che dovrebbe avere attorno ai 31 anni, e il ragazzino, che sono stati spinti violentemente per alcuni metri prima di ricadere sull'sfalto. All'incidente hanno assistitito diversi testimoni. "Sul posto - dice un comunicato della Polcantonale - i sanitari della Croce Verde di Lugano che hanno soccorso e trasportato i due all'ospedale”. Le loro condizioni non sono gravi.

http://www.mazda.ch/


ilcaffè quotidiano delle 16.30

C1

Cronaca Politica Economia Attualità

Generali raddoppia a 165 milioni di franchi Generali Svizzera vola. E il suo utile netto va al raddoppio toccando quota 165,9 milioni di franchi. Generali, nella gestione precedente, aveva segnato 76,1. Dal bilancio affiora anche un volume di premi in progressione dell’1,3 per cento, che tradotto in denaro vuol dire 2,15 miliardi di franchi. La compagnia ha in gestione 1,045 milioni di contratti (+41'577), ha spiegato un documento della filiale elevetica del gruppo Generali, che ha sede a Trieste, è attivo in oltre 60 paesi e conta circa 85'000 dipendenti.

Tremonti propone fisco agevolato a Milano La proposta arriva dal Salone del risparmio promosso da Assogestioni, in Italia. Il ministro Giulio Tremonti vuole testare a Milano un regime fiscale favorevole: “Facciamo shopping di regimi fiscali: se un regime di favore è buono in altri Paesi forse è buono anche qua”, ha raccontato ai giornali Tremondi. “Per l'attività finanziaria - ha aggiunto ancora il ministro che ha promosso lo scudo fiscale - l’idea è di applicare a Milano i regimi di tassazione che per esempio ci sono in Irlanda, per un tempo dato e a determinate condizioni”.

Salari in frenata per colpa della crisi e della bassa inflazione In base ai calcoli dell’Ufficio federale di statistica nel 2010 l’indice svizzero dei salari nominali è aumentato in media dello 0,8 per cento rispetto al 2009. Tenuto conto di un tasso d’inflazione annuo medio dello 0,7 per cento, i salari reali segnano una lieve crescita dello 0,1 per cento. La progressione tuttavia, scrivono a

Berna, è meno marcata dal 1999. “Questo aumento è in netto contrasto con quelli registrati nei due anni precedenti: 2008 (+2,0%) e 2009 (+2,1%). La brusca flessione della progressione salariale è una delle conseguenze della crisi economica, che si è protratta fino al 2009, e di un’inflazione mantenuta a livelli molto bassi”.

I banchieri Ue ritoccano il costo del denaro ora si attende la Federal reserve

La Banca centrale europea dopo due anni rialza i tassi Era ampiamente atteso dal mercato, tanto che i tassi scontavano un rialzo sul mercato di già 0,75% del costo del denaro in Europa, ma comunque la decisione dellla Bce di alzare di un quarto di punto i tassi di rifinanziamento sui printi contro termine, deciso oggi pomeriggio, rappresenta una mossa importante: si stringe la borsa per evitare che l'inflazione possa diventare un problema, ma si riconosce anche all'economia europea di poter sostenere un rialzo dei tassi senza con questo ammazzare quegli accenni di ripresa dell'economia che si vedono in Eurolandia.

Dopo il disastro giapponese e la guerra in Libia gli operatori di mercato si erano chiesti se Jean Claude Trichet avrebbe rimandato una decisione già fatta “digerire”dal mercato con i precedenti annunci: la decisione della Banca Centrale europea è stata invece oggi di dare corso alla prima stretta monetaria dopo 2 anni, quando i tassi erano scesi all’1% - il minimo storico - per sostenere un Europa in crisi nera. Ora si attende di vedere che farà la Federal Reserve Usa. http://www.ecb.int/ecb/html/index.it.html fai clic qui

Dal Municipio di Lugano via libera a un credito che coprirà le perdite

Iniezione di oltre 3 milioni all’aeroporto di Agno Via libera dal Municipio al credito di 3 milioni e 150 mila franchi per il risanamento finanziario della Lugano Airport. I soldi serviranno oltre che a colmare le perdite accumulate durante gli esercizi 2006-2010 anche a offrire contributi per il triennio 2011-2013. “Questa decisione importante rappresenta un atto dovuto al fine di garantire a breve e medio termine le regolari attività dell'Aeroporto di Lugano Agno”, dicono da Piazza Riforma: “Una decisione che si fonda sulla condivisione da parte del Municipio del Piano industriale strategico, presentato dalla Direzione dell'Aeroporto”.

Classifica nazionale di “Great place to work” premia il gigante del fast food

Mc Donald’s è tra i 15 migliori datori di lavoro Il riconoscimento arriva dal prestigioso Istituto “Great Place To Work”. Anche nel 2011 McDonald’s è tra i 15 migliori datori di lavoro della Svizzera. Già nel 2010, McDonald’s che occupa 7’300 collaboratori, aveva ricevuto questo riconoscimento. “La cosa particolare di questo Rating, è il metodo di valutazione: da un lato, l’analisi si basa su sondaggi anonimi presso i collaboratori, dall’altro sulla valutazione dei processi di risorse umane”, spiega Gabriela Leone, dirigente di McDonald’s Svizzera, che ha recentemente chiuso un accordo con Unia per la parità di salari tra uomo e donna.

http://ticino.com/


ilcaffè

Primo “match point” da sfruttare per Ambrì Piotta e Davos È un “match point” da sfruttare soprattutto per l’Ambrì Piotta quello che è in gioco questa sera in gara-4 dello spareggio per mantenere il posto in Serie A e anche nella sfida per il titolo, dove il Davos può essere laureato campione. Ma Visp e Kloten non hanno certo l’intenzione di alzare bandiera bianca, nonostante

quotidiano delle 16.30

C2

Sport Personaggi Passioni

La salute di Jonas Hiller continua a preoccupare

Mentre gli Anaheim Ducks si avvicinano alla qualifica ai playoff della Nhl - con una vittoria nella notte a due gare dal termine della regular season Sbisa e compagni sono sempre sopra la linea - continua a preoccupare la salute del portiere Jonas Hiller. Assente dal ghiaccio ormai da settimane, l’estremo difensore elvetico continua ad accusare stanchezze inspiegabili e un costante stato di vertigini. La sua stagione potrebbe già essere conclusa.

I bianconeri vorrebbero giocare a Castione per avere la licenza, ma Giulini...

È polemica sullo stadio tra Lugano e Bellinzona

Si va verso quattro “clasicos” racchiusi in diciotto giorni Le vittorie nette di Real Madrid (4-0 al Tottenham) e Barcellona (5-1 allo Shaktar Donetsk) in Champion’s League avvicinano le due squadre faro del campionato spagnolo ad un periodo di sfide incrociate. In caso di passaggio alle semifinali di blancos e blaugrana, infatti, Real e Barça si scontrerebbero quattro volte in soli 18 giorni. Dalla sfida di campionato a quella per la finale di Copa del Rey, fino a quella doppia in Europa.

ilcaffè quotidiano delle 16.30

C3

Costume Famiglia Piaceri Salute

Cinema

Il film della settimana “Il gioiellino” di Molaioli http://www.caffe.ch/ws/video/?video_id=717

La ricetta in video

Nocciole di capesante http://www.caffe.ch/ws/video/?video_id=739

vallesani ed aviatori siano sotto nella serie per 3-0. Attenzione massima, quindi per leventinesi e grigionesi, per evitare sorprese e rimonte. Per l’Ambrì si tratta di evitare in primis gli errori che hanno mantenuto in partita per troppo tempo il Visp nelle prime tre gare della “serie della paura” per i biancoblù.

http://acbellinzona.ch/

Tra Lugano e Bellinzona si apre la polemica dello stadio. La notizia di ieri della mancata concessione della licenza ai bianconeri per assenza di un progetto concreto per un impianto a norma, ha spinto il presidente luganese, Angelo Renzetti, a parlare apertamente della possibilità di “aggregarsi” al progetto dei granata a Castione per ottenere il nulla osta della Swiss Football League. Secca e unilaterale la reazione del suo collega bellinzonese, Gabriele Giulini, che ha respinto l’ipotesi rifiutandosi di entrare in materia di un’idea che vedrebbe la società granata “utilizzata” per scopi non chiari al numero uno. Dall’Italia rimbalza poi la notizia secondo cui Giulini è tra gli interessati ad entrare in una cordata per la proprietà del Torino (Serie B).

Un’altra vip mostra la sua gravidanza, due gemelli, sulle pagine di un giornale

L’ennesimo pancione “da condividere” è di Carey Bè, tutte le vip, prima o poi, ci cascano. Anche Mariah Carey, in attesa di due gemelli e a poche settimane dal parto, sbatte il suo pancione in faccia al lettore di Life & Style. Tra l’altro, la non più giovanissima cantante, attrice e produttrice discografica statunitense, ce lo aveva già mostrato su Twitter. “Mi sentivo vulnerabile nel posare per delle foto, ma alla fine non ho voluto perdere l’opportunità di documentare questa esperienza unica”, ha spiegato al giornale. “Il mio obiettivo è quello di condividere questo momento speciale con i miei fans più veri.”E allora guardatevi la foto e… condividete.

La Zellweger impegnata Il nuovo partito di Mora nella lotta contro il cancro s’ispirerà a Mussolini Per fortuna il mondo di Hollywood non è fatto solo di paillettes e lustrini. Capita che qualcuno mostri di avere sensibilità e attenzione a temi sociali di forte impatto. Ecco perché è da sottolineare il gesto di Renée Zellweger che a Milano ha presentato un’iniziativa a sostegno dell’associazione Breast Health International. L’attrice è diventata testimonial della nuova borsa benefica creata da Tommy Hilfiger per la lotta al cancro al seno. In vendita a 299 euro.

Ormai senza limiti, Lele Mora, l’agente delle starlette finito nella bufera per la vicenda del premier italiano Berlusconi, insiste e annuncia ai giornalisti della trasmissione “Un giorno da pecora”: “Voglio fare un partito mio che coinvolga tutte le persone che ingiustamente hanno avuto problemi di giustizia, nel 2013 vorrei diventare senatore”. E ancora: “Mi voglio candidare alle elezioni nel 2013. Ma non nel Pdl. Non ho pensato a un logo. Ma mi piacerebbe molto ispirarmi in questo progetto a Benito Mussolini”.

http://www.valais.ch/it/

Numero del 7 aprile 2011  

Il Caffè quotidiano

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you