Page 1

Anno 4 N°44 LUGLIO 2011

www.ilbrindisino.it Direttore Responsabile Giovanni Cannalire

DISTRIBUZIONE GRATUITA

Via San Giovanni, 15 72021 - Francavilla F. (BR) Tel. 329.6238175 320.9052598

"Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in abbonamento postale - 70% DCB S1/BR"

SANITÁ/ CODICE ROSSO Per l'emergenza sanità in provincia di Brindisi il presidente della Provincia ha chiesto a Vendola una deroga per le assunzioni a tempo determinato

Dopo il blitz di Ferrarese, arrivano i rinforzi "tampone" "Ilbrindisino" fotografa attraverso il racconto (in qualche caso coperto dall'anonimato) la situazione di disagio che vivono gli operatori del Pronto Soccorso. L'arrivo dei rinforzi (si tratta di 25 infermieri provenienti dal Presidio di Ceglie Messapica) destinati per gli ospedali di Francavilla Fontana, Brindisi ed Ostuni, risolve solo in parte l'emergenza per questa stagione estiva. Il Pronto Soccorso dell’ospedale “Camberlingo” è in tilt per la carenza di personale medico ed infermieristico, quest’ultimo

spesso adibito a funzione di “barelliere”. “E’ una situazione vergognosa”, ha tuonato il presidente della Provincia Massimo Ferrarese nella visita effettuata lo

scorso 23 giugno al “Camberlingo”. “Una situazione da terzo mondo”. Così, senza mezzi termini, il presidente della Provincia ha commentato lo

stato di cose in cui versa il “Pronto soccorso”. “Avrei voluto trovare qualcosa di diverso – ha dichiarato Ferrarese a margine della visita - ma purtroppo mi sono tro-

vato dinanzi ad un quadro vergognoso”. Quella che Ferrarese ha avuto modo di registrare - ma che già precedentemente alla sua visita altri avevano portato

alla pubblica attenzione - è la preoccupante emergenza determinata da gravissime carenze di organico, il cui sottodimensionamento costringe il personale a turni massacranti. Ci si lamenta altresì della mancanza molto spesso di beni strumentali di prima necessità: un danno enorme alla collettività. Intanto la Giunta Regionale pugliese ha messo al vertice dell'ASL di Brindisi una donna, Paola Ciannamea, 60 anni, laureata in Scienze Politiche. La nuova manager ha guidato come commissario straordinario l'Asl di Lecce. pag. 3 e 4

FRANCAVILLA/ GIUNTA, CHI É IN BILICO?

«Ma quali fibrillazioni? Quello che sta avvenendo è solo normale dialettica», dichiara nell'intervista il capo del PDL, on. Luigi Vitali. Tra i consiglieri del PDL, però, più di qualcuno sarebbe affetto, nonostante le smentite, come dire da strani mal di pancia.

Qualcuno vorrebbe un bel posto al sole, ma a scapito di chi? A proposito dell'allargamento della Giunta, Vitali dice: «Non è in agenda. Qualora si dovesse fare, ciò non comporterà ulteriori oneri per le casse del Comune». pag. 6

ALL'INTERNO/ ...DI TUTTO UN PÓ FIERA DELL'ASCENSIONE UNA VERGOGNA SAN MICHELE SALENTINO AL VIA IL TOTO SINDACO SPORT/ CALCIO IL DEBUTTO IN 1ª CATEGORIA DELLA VIRTUS FRANCAVILLA

pag. 19

pag. 12

pag. 26


redazione@

.it

II

TERRAZZA ALL’ESTERNO

NOVITÁ Impasti a lunga lievitazione per una massima digeribilità Si organizzano feste di compleanni per tutte le età

Per i più piccoli intrattenimento con Clown

Consegne a domicilio Via Bachelet, 18/20 VINCITA TA Ceglie Messapica (BR) GARANTI cell. 333.7890649 CHIUSO I VENERDI NON FESTIVI


redazione@

FRANCAVILLA/ SANITÁ

.it

III

di Maria Angelotti

Pronto Soccorso, cuore pulsante di un ospedale "Ma qui spesso sono di guardia un medico ed un infermiere" lamenta il Direttore dell'Unità Operativa del Camberlingo

L

• IL PRESIDENTE FERRARESE IN VISITA AL PRONTO SOCCORSO DI FRANCAVILLA. NELLA FOTO IL DOTT. MARINOTTI.

’ospedale Camberlingo di Francavilla tra disagi dei dipendenti, carenze strutturali e disservizi per gli utenti. Un quadro sconfortante o, come da definizione del presidente della Provincia, “una situazione da terzo mondo”. Perché una situazione da terzo mondo appare sia dall'esterno (dal punto di vista cioè degli utenti) sia dall'interno (dal punto di vista del personale medico e paramedico che vi opera). Un nosocomio da ristrutturare. Una ristrutturazione che non dovrebbe riguardare il solo edificio, come si sta facendo, ma l'ospedale nel suo complesso. “Un sistema organizzato superficialmente, un problema che nasce da lontano – racconta un infermiere - Un problema intanto di logistica. L'ospedale di Francavilla sorge a cavallo tra le province di Brindisi e Taranto. Copre un territorio molto vasto. Per usufruire della nostra Tac avanzata, per esempio,

arrivano da noi anche dal tarantino. A peggiorare ulteriormente la situazione il fatto che con i tagli ed il piano di rientro, sono stati chiusi alcuni ospedali. Il 118 dell'ospedale di Francavilla interviene ora anche per Ceglie, Mesagne, Villa Castelli, San Vito, San Pancrazio, Torre e via dicendo. In una situazione così immaginate cosa diventa il Pronto Soccorso. Le ambulanze arrivano qui, sbarellano e vanno via. Ed il Pronto Soccorso si ingolfa. Stiamo scoppiando facciamo tre volte il lavoro degli altri ospedali. Non possiamo andare in ferie, facciamo turni stressanti", dice un dipendente Asl. Che aggiunge: "Confidiamo nell'operato del dottor Giuseppe Marinotti che da alcuni mesi dirige l'Unità di Pronto Soccorso. Speriamo che rimedi ai danni fatti da altri”. “La questione è generale. Quindi tocca anche Francavilla ma non solo Francavilla.

C'è un problema di sovraffollamento degli ospedali – spiega il dottore Giuseppe Marinotti, direttore dell'Unità Operativa di Pronto Soccorso dell'ospedale Camberlingo – e di lunghi tempi di attesa. In Pronto Soccorso arrivano numerosi casi da cosiddetto codice bianco, che ben potrebbero invece essere recepiti in altre sedi. A questo aggiungasi che Francavilla per quanto concerne un importante strumento di diagnostica come la Tac, sopperisce anche ad una città grande come Ostuni, dove la Tac non funziona. Le uniche tac funzionanti sono a Brindisi ed appunto a Francavilla. 400 mila utenti e solo due Tac. Problema non secondario è quello poi della riduzione dei posti letto per acuti, tre per ogni mille abitanti. Le cose potrebbero andare meglio se ci fosse l'Osservazione Breve Intensiva (utile anche per sopperire alla mancanza di posti letto) e un triage infermieristico (selezione in base non all’ordine di arrivo in Pronto Soccorso ma in base alla gravità dei casi, con accoglienza affi-

data ad un infermiere professionale sotto la responsabilità del medico), almeno al mattino ed al pomeriggio. Per fare entrambe queste cose occorrerebbe molto più personale: almeno 10 medici e 14 infermieri. Qui molto spesso sono di

guardia un solo medico ed un solo infermiere. In ultimo il mio auspicio è di poter lavorare in un Pronto Soccorso strutturalmente più adeguato e moderno. Non bisogna scordare che i Pronto Soccorso sono il cuore pulsante degli ospedali”.

Masseria Torricella Ristorante - Sala Ricevimenti via per Carosino, Km. 3.00 - Tel./Fax 0831 812623 72021 Francavilla Fontana (BR)

Ristorante Sala Ricevimenti

PER OGNI OCCASIONE: MATRIMONI, BATTESIMI, COMUNIONI... O PER UNA SEMPLICE SERATA TRA AMICI

Aperto tutte le sere con sistemazione tavoli all’aperto a pranzo su prenotazione


redazione@

FRANCAVILLA/ SANITÁ

Emergenza Sanità: chiesta a Vendola una deroga alle assunzioni a tempo determinato

Dopo il blitz di Ferrarese arrivano i rinforzi Il presidente della Provincia visitando l'ospedale di Francavilla, ha denunciato una "situazione da terzo mondo"

Questo il testo della lettera che il Presidente della Provincia di Brindisi Massimo Ferrarese ha inviato il 24 giugno scorso al Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola in relazione all'emergenza sanitaria. Ferrarese, in particolare, chiede a Vendola una deroga alle assunzioni a tempo determinato almeno nel settore dell'emergenza-urgenza. ---

• IL BLITZ DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA MASSIMO FERRARESE: QUI SOPRA CON IL DOTT. MONTANILE, AL "CAMBERLINGO".

D

opo il “blitz” compiuto negli ospedali di Francavilla e Brindisi, immediata è stata la risposta dell’Asl di Brindisi che ha spedito i “rinforzi” necessari per gli ospedali di Francavilla Fontana, Brindisi e Ostuni. Si tratta di 25 infermieri, provenienti dal presidio di Ceglie Messapica. Si tratta, è doveroso, precisarlo di rinforzi “provvisori” in attesa che la nuova manager dell’Asl di Brindisi affronti le difficoltà esistenti nelle strutture sanitarie a causa della mancanza di personale. Il Pronto Soccorso dell’ospedale “Camberlingo” è in tilt per colpa della carenza di personale medico ed infermieristico, quest’ultimo spesso adibito a funzione di “barelliere”. “E’ una situazione vergognosa”, ha tuonato il presidente della Provincia Massimo Ferrarese nella visita effettuata lo scorso 23 giugno al “Camberlingo”. “Una situazione da terzo mondo”. Così, senza mezzi termini, il presidente della Provincia ha commentato lo stato di cose in cui versa il “Pronto soccorso”. “Avrei voluto trovare qualcosa di diverso – ha dichiarato Ferrarese a margine della visita - ma purtroppo mi sono trovato dinanzi

IV

di Gianni Cannalire e Maria Angelotti Fotoservizio: Giovanni di Noi

Si tratta però di provvedimenti tampone

• IL PRONTO SOCCORSO.

.it

ad un quadro vergognoso”. Quella che Ferrarese ha avuto modo di registrare ma che già precedentemente alla sua visita altri avevano già portato alla pubblica attenzione - è una preoccupante emergenza determinata da gravissime carenze di organico, il cui sottodimensionamento costringe a turni massacranti, e dalla mancanza molto spesso di beni strumentali di prima necessità; un’emergenza che si traduce in un danno enorme alla collettività. “Di fronte a quanto ho potuto vedere con i miei occhi provo un sentimento di indignazione misto a profonda vergogna. Perché se la sanità è questa allora io mi vergogno come cittadino e come presidente della Provincia”. Durante il suo sopralluogo Ferrarese ha avuto un breve colloquio con il dottor Antonio Montanile della Direzione Sanitaria del Camberlingo. Accompagnato poi da Montanile, Ferrarese ha fatto un giro per i reparti. Il presidente è stato avvicinato da diversi pazienti, semplici cittadini che hanno sollecitato un intervento del presidente a loro tutela. Ferrarese ha visitato anche il reparto che, più di tutti gli altri, può definirsi in stato di codice rosso: il Pronto Soccorso. Ad accoglierlo qui il primario dello stesso, il dottor Giuseppe Marinotti, che ha illustrato a Ferrarese le condizioni in cui versa il reparto, spiegandogli quali siano le priorità e le necessita di un’unità così delicata ed importante. “Accorpare gli ospedali non è servito a creare poli di eccellenza, tutt’altro. Non si può tollerare che in un Pronto Soccorso ci sia un solo medico ed in solo infermiere”, ha poi concluso Ferrarese.

• IL PRESIDENTE DELLA REGIONE, VENDOLA.

Gentilissimo Presidente, Ti scrivo per esprimere, in uno alla viva preoccupazione, un’accorata richiesta di un tuo auspicato e sicuramente condiviso impegno per una giusta e indifferibile comune causa. Intendiamo riferirci allo sforzo necessario che la Regione Puglia e gli Enti Locali, ognuno per la proprio parte, devono profondere, per una Sanità efficiente, moderna, vicina ai bisogni del Cittadino, capace, cioè, di essere all’altezza delle emergenze e non solo, poiché la salute delle nostre Comunità è bene primario che ci preme tutelare prima d’ogni altro bene della vita. La Sanità- non a caso-, è stata ed è tuttora un importante e fondamentale elemento strategico del tuo impegno di governo. Nei giorni appena passati ho personalmente visitato le strutture ospedaliere di Brindisi e di Francavilla

U

• L'OSPEDALE "CAMBERLINGO" DI FRANCAVILLA.

• L'OSPEDALE "PERRINO" DI BRINDISI.

Fontana ed in particolar modo, i rispettivi Pronto Soccorso. Durante tali visite ho, mio malgrado, constato, a causa dell’esiguità dell’organico assegnato, gravissime condizioni di difficoltà operative, con drammatici risvolti sui tempi di attesa degli utenti e sulla concreta loro possibilità di ricevere tempestive cure e ciò pur nonostante l’abnegazione e l’elevata professionalità dei medici e degli infermieri in servizio. La situazione, di per se già molto compromessa e preoccupante, potrebbe precipitare nei prossimi giorni in cui il nostro territorio si appresta a vivere la stagione estiva e a ricevere un gran numero di turisti. Com’è noto, nei mesi che vanno da giugno a settembre la provincia di Brindisi, tra residenti e turisti, registra la maggiore densità di popolazione. Questa circostanza, in uno con le condizioni di maggiori rischi legati all’afflusso sulle località balneari ed al più intenso traffico stradale, determina –comprensibilmente- una vera e propria situazione d’emergenza urgenza dal punto di vista sanitario, che richiama prontamente la nostra attenzione. E’ dunque su questo versante che chiedo l’autorevole intervento della Regione Puglia e tuo personale, nell’interlocuzione costruttiva con i Ministeri interessati; ciò al fine, non solo di riqualificare il SSR, ma - pur nel

pieno e rigoroso rispetto dei vincoli stabiliti per la riduzione dei costi del personale -, di consentire, anche in parziale deroga al divieto delle assunzioni a tempo determinato, di assicurare l’apporto di professionalità sanitarie, in numero sufficiente e necessario per garantire i servizi d’emergenza urgenza, nel periodo estivo. Questo consentirà, non solo di mantenere inalterato ed invariato l’impegno ed il vincolo di contenimento della spesa “strutturale” del personale, ma di garantire la sicurezza sanitaria in termini di qualità coerente con l’immagine di territorio moderno, attrattivo ed efficiente che stiamo con coraggio e con costante impegno costruendo. La deroga consentirà, quindi, di dare certezze di servizi d’emergenza ed urgenza commisurati alle presenze effettive di popolazione ed, infine, permetterà di non vanificare lo sforzo che stiamo tutti compiendo per riqualificare l’offerta turistica del nostro territorio che, senza la sicurezza sanitaria, verrebbe totalmente annullato. Converrai sicuramente sulla necessità di una riflessione congiunta per porre urgentemente la deroga alle assunzioni a tempo determinato almeno nel settore dell’emergenza–urgenza. Confidando nella tua piena condivisione ti saluto cordialmente Massimo Ferrarese

Una manager per l'ASL Br

na donna alla guida della tormentata Asl di Brindisi. La giunta regionale pugliese si affida all’esperienza di Paola Ciannamea, 60 anni, laureata in Scienze Politiche. La nuova manager della sanità brindisina dal 24 febbraio di quest’anno ha

svolto i compiti di commissario straordinario dell’Asl di Lecce, dopo l’inchiesta giudiziaria sugli appalti e le dimissioni di Guido Scoditti dall’incarico di direttore generaler. Ciannamea prende il posto per l’Asl di Brindisi del dott. Rodolfo Rollo. In

riferimento alle nomine dei nuovi manager della sanità pugliese il governatore Nichi Vendola ha spiegato che “si tratta di persone scelte attraverso un percorso formativo e selettivo che non ha comparazioni con nessuna regione italiana”.

• PAOLA CIANNAMEA, ASL BRINDISI.

· Piante · Fiori · Articoli da regalo · Matrimoni · Addobbi per cerimonie e per ogni occasione di Ismenia Passa

il fiore pensato solo per te...

Via Cimarosa, 1/A (nei pressi di Piazza Verdi) 72021 Francavilla Fontana (BR) Cell. 320 8069334 - e-mail: fioridea11@virgilio.it


redazione@

FRANCAVILLA/ CRONACA

.it

V

di Maria Angelotti

Per garantire più sicurezza sulle strade, Ferrarese destina gli autisti delle "auto blu" alla Polizia Provinciale

Troppe vite spezzate

Troppe "croci" sulla Francavilla-Ceglie

Tre vittime nella sola Francavilla: Birtolo, Caliandro e Candita

U

• CARMELO BIRTOLO.

na vera e propria scia di sangue quella che si sta versando sulle strade della provincia di Brindisi. Nel solo mese di giugno oltre una decina gli incidenti stradali in cui si è pagato un tributo in termini di vite umane. Una lunga scia di sangue che ha mietuto le sue vittime anche nella città di Francavilla: Carmelo Birtolo, Mimmo Caliandro, Carolina Candita. E poi i due ragazzini di Martina Franca travolti mentre erano a bordo del loro scooter, a Ceglie la 58enne Caterina Fedele morta nel ribaltamento della sua auto, a Fasano il cantante appena 18enne Ettore Colucci, solo per citarne alcuni. Nomi e cognomi che possono dire poco o niente a chi non li conosceva personalmente. Ma questi nomi e cognomi sono storie di vite brutalmente interrotte sulle strade della provincia di

•• COSIMO CALIANDRO. XXXXXXXXXXXXXXXXXXXX.

• CALIANDRO, IL LUOGO DELL'INCIDENTE.

Brindisi. Morti tragiche che hanno toccato e sconvolto diversi paesi del brindisino disegnando una macabra mappa. Una mappa che per ben tre volte ha riguardato la città di Francavilla. Carmelo Birtolo, impegnato nel volontariato e nel sociale, è morto il 17 di maggio in uno schianto lungo la provinciale che da Nardò conduce ad Avetrana. Carmelo Birtolo era sposato e padre di due figli. Procedeva a bordo della sua Toyota Rav 4 lungo un tratto rettilineo quando andò a schiantarsi contro una Ford Focus. L’impatto fu micidiale e Carmelo Birtolo morì sul colpo. Il dieci giugno alle ore 18.20 a bordo della sua moto il mezzofondista francavillese Mimmo Caliandro, oro agli europei di Birmingham del 2007, ha corso la sua ultima corsa. La morte lo attendeva a pochi metri dalla casa in

cui era cresciuto. In via Pio La Torre, con la sua potente moto, una Yamaha R6, Caliandro andò a schiantarsi contro un tir lì parcheggiato. Stando ai rilievi del vigili urbani, Caliandro avrebbe frenato di colpo e perso il controllo della moto, scivolata sull'asfalto per circa 25 metri. L'atleta terminò la sua ultima corsa contro il paraurti posteriore dell’autoarticolato, rimanendo schiacciato tra la sua moto e l'altro mezzo. A determinare la tragedia forse la lunga frenata, accertata dai vigili, servita probabilmente per evitare un qualche ostacolo, o magari la velocità elevata. Neanche una settimana dopo la morte di Mimmo Caliandro, una Francavilla ancora sotto shock, si trovò a fare i conti con un’altra tragedia consumatasi ancora sulla strada. Nel tardo pomeriggio del 15 giugno Caterina

Candita, anziana donna di 86 anni, vedova da anni e madre di cinque figli, due uomini e tre donne, viaggiava in auto - una Fiat Panda - seduta sul lato passeggero, in compagnia della figlia. Madre e figlia procedevano sulla Ceglie - Francavilla in direzione della città degli Imperiali. All’altezza del semaforo posto in prossimità della frazione di BaxCapece, uno spaventoso tamponamento a catena. La Panda andò violentemente ad impattare con una Lancia Y, che viaggiava nello stesso senso di marcia e che la precedeva nella fila in sosta al semaforo. Spinta dal forte urto, a sua volta la Lancia urtò una Citroen 4 che le era immediatamente avanti. Coinvolte nella collisione tre auto e cinque persone. Di queste ad avere la peggio la signora Candita. Il presidente della Provincia di Brindisi Massimo Ferrarese, che ha fatto della sicurezza stradale una delle sue battaglie, nelle scorse settimane ha rafforzato la Polizia Provinciale aumentandone l’organico con l’impiego di personale adibito all’auto blu.

• L'INCROCIO SEMAFORICO DELLA CONTRADA BAX, LUNGO LA STRADA FRANCAVILLA-CEGLIE.

L

a provinciale Francavilla-Ceglie continua a mietere vittime. Questa arteria che, a tratti, presenta stretti rettilinei, ma anche dossi e curve pericolose (subito dopo il distributore di carburanti) ed incroci semaforici, ha registrato diversi incidenti mortali nel corso del tempo. Giovani vite spezzate e famiglie distrutte dal dolore per colpa, a volta, anche dell’imprudenza e dell’alta velocità. In questo tratto di strada insistono diverse contrade ed alcune frazioni dove risiedono un gran numero di cegliesi e francavillesi. C’è anche una chiesa parrocchiale, quella di Bax-Capece. In queste frazioni rurali un tempo funzionavano pure un asilo ed una sezione di scuola elementare. Nella lunga scia di sangue sempre su questa provinciale sono deceduti, in brutti sinistri stradali, diversi francavillesi negli ultimi anni. La Regione Puglia, nell’aprile scorso ha stanziato all'interno del programma “Strada Facendo” 100 milioni di euro alle province pugliesi per la messa in sicurezza delle ex strade statali. Le somme sono state così ripartite tra le province: Bari 22 milioni e 624 mila euro, Bat 11 milioni 430 mila euro, Brindisi 11 milioni 548 mila euro, Foggia 21 milioni e 881 mila euro,

Lecce 21 milioni e 673 mila euro e Taranto 10 milioni e 841 mila euro. Per la Provincia di Brindisi, tra i diversi interventi annunciati, figura uno stanziamento di 200 mila euro per la rettifica della curva pericolosa sulla Sp n.26 “Francavilla Fontana – Ceglie Messapica”. Un’opera questa che dovrà essere appaltata entro l’anno, pena la perdita del finanziamento, come annunciato dall’assessore regionale Fabiano Amati. La sicurezza stradale è il primo obiettivo del programma del presidente Massimo Ferrarese che dal giorno del suo insediamento ad oggi, ha effettuato e sono ancora in itinere campagne di informazione contro l’uso di alcool da parte degli automobilisti e contro l’alta velocità. In determinati periodi dell’anno la Provincia ha intensificato i controlli ed i pattugliamenti lungo le strade provinciali. Per diverse arterie di competenza provinciale sono in arrivo interventi per la messa in sicurezza di alcune curve pericolose, inclusa la realizzazione di rotatorie e rondò. Un richiamo è doveroso da parte nostra: la prudenza è auspicabile e necessaria da parte di tutti, se si vogliono evitare altri lutti. Sicurezza ed opere migliorative a parte. (Gianni Cannalire)

Panificio Focacceria

Martinelli

Pane Azzimo senza lievito Frise senza lievito Pane e Focacce con farine varie:

Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato

Farro Soia Cereali Orzo Avena Kamut

Via Tasso, 3 San Michele Salentino (Br) Cell. 328 75 44 270 / 328 93 193 21


redazione@

.it

VI

di Maria Angelotti Fotoservizio: Giovanni di Noi

FRANCAVILLA/ POLITICA

Sui mal di pancia, presunti o reali all'interno del PDL, ecco il pensiero dell'on. Luigi Vitali. Se allargamento ci sarà, la D.C. è in pole-position

Ma quali fibrillazioni, è normale dialettica Sui tanti nodi irrisolti, la maggioranza starebbe lavorando a ritmo serrato

• UNA SEDUTA DI CONSIGLIO. A SINISTRA, L'ON LUIGI VITALI (PDL).

D

a maggioranza bulgara a maggioranza in bilico. Nella politica, come nella vita, non si può dare nulla per scontato e, tantomeno, mai star davvero tranquilli. Lo sa bene il sindaco di Francavilla alle prese con una maggioranza che, nell'ultimo periodo, sta riservandogli più di qualche problema. Tra i consiglieri del Pdl più di qualcuno sarebbe affetto, come dire, da strani mal di pancia. Ma stiano tranquilli questi consiglieri. Della Corte, oltre a fare il sindaco, è anche un bravo medico. E, siamo sicuri, troverà la medicina che fa al caso loro. Anche se, si sa, in politica la panacea per

tutti i mali, soprattutto quelli di pancia, è sempre la stessa: un bel posto al sole. Stando però alle voci ufficiali di Palazzo le presunte fibrillazioni interne alla maggioranza - ed in particolar modo al Pdl che ne è il maggiore partito - sarebbero tutta un'invenzione della stampa. Opera dei soliti male informati, e pure un po' pettegoli, giornalisti. Sarà proprio così? Solo gossip estivo consumato all'ombra di qualche ombrellone? Lo abbiamo chiesto a chi le vicende interne del Pdl conosce fin troppo bene: l'onorevole Luigi Vitali, coordinatore provinciale dello stesso, e suo capogruppo in consiglio comunale a Francavilla. Allora onorevole queste fibrillazioni sono presunte o reali?

Assolutamente presunte. È tutto tranquillo, non vi è alcuna fibrillazione all'interno né della maggioranza né del Pdl. Certo qualche divergenza c'è tra rappresentanti dell'amministrazione e rappresentanti dei gruppi consiliari. Ma questa è normale dialettica non contrapposizione. Certo è, onorevole Vitali, che le presunte fibrillazioni, o come le chiama lei divergenze, nascono anche dalle istanze del Nuovo Polo che, per ora sostiene la maggioranza, garantendole di avere i numeri, ma che ha fatto sapere, in maniera più o meno velata, che l'appoggio non sarà eterno e non sarà, soprattutto, incondizionato. Quanto al Nuovo Polo non entro nel merito ma

• PROMOSSO A PIENI VOTI! É FRANCESCO FUMAGALLI, SECONDO L'ON. VITALI: «L'ECCELLENZA».

mi limito a ribadire che il sindaco non ha mai attaccato la nuova formazione politica. Sulla questione delle presunte frizioni tra il Nuovo Polo e la maggioranza, su possibili nomine e incarichi, c'è stato un grande equivoco nato da alcune dichiarazioni del sindaco sull'eventuale allargamento della giunta. A proposito di allargamento della giunta, lo farete sul serio? Vede l'ipotesi di allargare la giunta è stata appunto un'ipotesi avanzata in considerazione del fatto che c'è in consiglio comunale una forza politica che ha contribuito, e molto, alla nostra vittoria ma che non ha alcuna rappresentanza in giunta. E mi riferisco alla Dc

• AL CONSIGLIERE DELLA D.C. GIUSEPPE CAVALLO, SPETTEREBBE UN ASSESSORATO.

di Giuseppe Cavallo. Ci rendiamo conto che però questo non è il momento di dare vita a questo ampliamento e di fatto la cosa non è all'ordine del giorno. Se però si farà voglio sin d'ora chiarire che la cosa non comporterà ulteriori oneri per le casse. Se si farà sarà a parità di spesa. Onorevole, siete al governo della città da oltre due anni. Fino a pochi mesi fa godevate di una maggioranza cosiddetta bulgara. Eppure, quelli che erano i nodi irrisolti della città, tali sono restati. Stiamo lavorando sui problemi. Per esempio abbiamo risolto la questione dei lavori di restauro di Palazzo Imperiali. Idem per il Pa-

lazzetto dello Sport. Teniamo pure presente che su molte cose siamo vincolati dal patto di stabilità. Stiamo poi lavorando anche per risolvere una volta su tutte la vicenda dell'Intermodale così come ci stiamo muovendo per trovare una sede più adeguata per la fiera. Lo stesso vale per uno strumento importante per la città come il Pug. Insomma working in progress. In attesa del giudizio finale - che daranno gli elettori francavillesi quando il vostro mandato sarà finito e si tornerà alle urne - che voto dà alla giunta Della Corte? La giunta sta lavorando bene. Merita molto più che la sufficienza. Darei un 7,5 complessivo. Ci sono anche delle eccellenze, l'assessore Francesco Fumagalli su tutti. Sta facendo un lavoro egregio, soprattutto per quanto concerne la differenziata. Va però riconosciuto anche grande merito all'assessore al Personale ed a quello al Verde Pubblico. Quest'ultimo, lo voglio dire, nel suo operato è molto vincolato dalle risorse di cassa.

via Bilotta, 31/33 - 72021 Francavilla Fontana (Br) - Info 0831.1790237 • Cell. 393.4759943


redazione@

.it

VII

di Giovanni di Noi

FRANCAVILLA/ QUARTIERI

Fotoservizio: Giovanni di Noi

Circa 30 famiglie di Contrada "La franca", guidate dal dott. Dino Solazzo, protestano per il degrado della zona e per gli automezzi lanciati a forte velocità

«Non siamo l'immondezzaio pubblico!»

• ALCUNE DELLE FAMIGLIE RESIDENTI TENTANO DI ATTIRARE L'ATTENZIONE DEGLI AUTOMOBILISTI E FARLI COSÍ RALLENTARE.

• IL SIG. ROCCO DEMITRI.

• PORTAVOCE: É IL DOTT. DINO SOLAZZO.

M

• SPESSO "LANCIATE" A FORTE VELOCITÁ. IL PASSAGGIO DELLE AUTO, IN SPAZI RISTRETTI.

onta la protesta in Contrada “La franca”, stupenda ed incontaminata contrada-quartiere adiacente il più rinomato quartiere “San Lorenzo” a Francavilla. Stanchi così del logico e naturale senso di parziale abbandono che comincia ad insinuarsi tra i residenti e dei problemi che di fatto affliggono la zona in cui vivono tutto l’anno, circa 30 capi-famiglia residenti si sono decisi ad “incrociare” le braccia e protestare. In testa, davanti a tutti, c’è il dott. Dino Solazzo in qualità di portavoce del gruppo. Sul “tavolo” anzitutto il problema viabilità: strade strette di campagna ma lungo cui sfrecciano auto, camion e persino le bisarche, (tutti di passaggio per raggiungere le complanari e la statale 7 Taranto-Brindisi) infischiandosene di gente che cammina e bambini che giocano. E dell’inquinamento acustico e strombazzamenti vari: pur se a diversi chilometri di distanza, degno di un centro storico nelle ore di punta. E la strada comunale, in particolare, oggetto di doglianze è la n.78 “Oria-Ostuni” in Contrada La franca appunto.

C’è poi altresì il problema relativo alle discariche abusive che qui vengono alimentate da incivili e maleducati che non si preoccupano di gettare ogni genere di immondizia, in discariche improvvisate ed a cielo aperto a due passi dalle abitazioni delle gente civile che qui ci vive insieme a molti bambini. E non è tutto. C’è poi infatti anche il problema relativo alla complanare interrotta e mai terminata, e la cui viabilità per tale ragione si innesta di fatto nel dedalo di vie che attraversano la contrada intera, fino poi a ricongiungersi al pezzo di complanare qualche chilometro più avanti. Noi abbiamo inteso incontrare il nutrito gruppo di residenti “in protesta permanente” per ascoltare le loro ragioni. Li incontriamo il giorno in cui hanno anche deciso di preparare un documento sottoscritto da inviare per raccomandata con ricevuta di ritorno alle autorità cittadine preposte e destinatarie della missiva. Missiva nella quale i sottoscrittori lamentano il problema legato alla viabilità. Ma intanto i problemi sul tavolo come dicevamo in apertura sono

• UNO DEGLI IMMONDEZZAI: VERGOGNA!

molti altri, oltre a quelli indicati nella lettera. «Piano.... andate pianooo. Rallentate per favoreeee!». Urlano così uomini, donne e bambini mentre agitano le braccia in aria per cercare di attirare l’attenzione degli automobilisti e far rallentare così gli automezzi che spesso sfrecciano davvero a gran velocità. «É una situazione dalla quale non sappiamo come uscirne fuori - il loro accorato ed amaro sfogo - non ce la facciamo più davvero. Credeteci. Vogliamo sensibilizzare le Istituzioni tutte affinché quantomeno vengano a farci visita come ha fatto lei giornalista e si rendano conto di persona che non stiamo inventandoci nulla e né tantomeno stiamo esagerando». «Perché non vengono qui i carabinieri ed i vigili urbani? – esordisce una delle mamme, Patrizia Imperiale – nel tempo ci sono stati alcuni incidenti pure mortali. E solo allora abbiamo avuto qui in zona carabinieri e vigili».

• L'IMMONDEZZAIO A RIDOSSO DELLA S.S.7

«Siamo seriamente preoccupati per le sorti dei nostri figli. I bambini qui sono infatti molto numerosi - ci spiega Cesare Leuzzi – e con l’arrivo dell’estate sono soliti giocare qui davanti negli ampi spazi aperti che la zona ci offre. Come fare allora? Dovremmo forse vietare loro di giocare all’aperto e farli restare chiusi in casa come d’inverno? No, tutto ciò è assurdo, per favore chi ha competenze e può intervenire che intervenga presto e subito prima che succeda qualche incidente e che i nostri bambini magari vengano investiti...». «Del resto – precisa Vitantonio Distante – è proprio perché siamo preoccupati per loro che abbiamo deciso di scrivere una lettera che invieremo alle istituzioni». Esiste poi anche il problema delle discariche abusive che qui – disseminate per la va-

sta zona e nei punti più impensabili proliferano più che mai. «Premesso che qui la raccolta differenziata funziona bene e la facciamo tutti, mi chiedo allora perché mai - spiega il portavoce, il dott. Dino Solazzo – non installano i cassonetti per la raccolta “indifferenziata” come accade in piazza Indipendenza a Firenze. Inoltre la domanda che poniamo è del perché il Comune su terreni di sua proprietà non ci mette quei container per la differenziata come accade invece, per esempio, a Somma Lombardo (Va)?» chiede il dott. Dino Solazzo, nelle sue conclusioni. E così almeno per il momento questi cittadini sono costretti tutti i giorni e comunque ogni volta che escono di casa loro da soli o con i figli, a gesticolare ed urlare a squarciagola alle auto in transito: «piano.... andate pianooo. Rallentate per favoreeee!». Transitando per la zona poi incontriamo il sig. Rocco Demitri, un agricoltore, che a bordo del suo trattore transita per la contrada “La franca” passando davanti ad un cumulo di immondizie gettate per strada dai soliti incivili, maleducati ed ineducati. «Le campagne sono piene di immondizia - il suo commento amaro -. Si tratta di maleducazione pura e basta. Forse molti cittadini non vogliono fare la differenziata... o sono solo incivili e basta, non lo so. Per esempio, io vivo in contrada Bax

• ALTRO IMMONDEZZAIO, ALTRA VERGOGNA!

dove pure ci sono ancora i bidoni per mettere la spazzatura mista e vi posso assicurare che mi sono trovato più volte in situazioni tali da riprendere alcuni cittadini che con i bidoni vuoti che stanno, gettano per terra la spazzatura. Capito? Per terra! E così più volte mi sono trovato a dire a queste persone (che preciso, vengono da fuori zona ma anche dagli altri paesi limitrofi) che non devono gettare la spazzatura a terra. E che modi sono! Pure per rispetto degli spazzini che lavorano sodo per tenere la città pulita e dintorni! Oltre che per noi cittadini – conclude il sig. Rocco Demitri - che viviamo sommersi da schifezze e da puzza degli altri... non è bello e non è giusto!». Intanto tornando ai “firmatari”, nel loro documento per il sindaco, l’assessore all’urbanistica e cittadinanza attiva, per l’assessore ai lavori pubblici, e per il comandante dei vigili urbani, i sottoscrittori promettono che «in assenza degli invocati provvedimenti» intendono assumere altre iniziative a tutela dell’incolumità propria e dei familiari. E “rammentano” che nel tratto di arteria in questione si sono già verificati due incidenti stradali con esiti letali.

CITTÀ DI FRANCAVILLA FONTANA Provincia di Brindisi UFFICIO TECNICO AVVISO

Si comunica che con delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 27/06/2011 è stato adottato il nuovo Regolamento Edilizio adeguato al D.P.R. 380/2001

ed alla Legge Regionale n. 3/09. Copia del predetto golamento rimarrà positato presso la greteria Comunale

RedeSesita

alla via Barbaro Forleo 1/D per 15 giorni consecutivi a partire dalla data di pubblicazione del presente avviso. Chiunque ha interesse

può prendere visione di tale Regolamento anche collegandosi sul sito web del Comune all’indirizzo: www.comune. francavillafontana.br.it e presentare osserva-

zioni scritte entro e non oltre 15 giorni successivi alla pubblicazione. IL DIRIGENTE L’UFFICIO TECNICO - Settore Urbanistica Arch. Pietro Incalza


redazione@

FRANCAVILLA FONTANA/ ATTUALITÁ

.it

VIII

di Maria Angelotti Fotoservizio: Giovanni di Noi

L'ipotesi di realizzare nel quartiere fieristico il campus scolastico è stata lanciata nel corso di una puntata di "Franca...mente" (4° Canale Radio) dall'assessore provinciale Antonio Martina

"Fermo al palo" il sito scelto

L'Itis Fermi nella Fiera

L

• UNA VEDUTA ESTERNA DELL'ITIS DI FRANCAVILLA: A DESTRA IL DIRIGENTE DEL "FERMI", PROF. GIOVANNI SEMERARO.

’itis Fermi di Francavilla Fontana è fermo al palo. Non una metafora ma la realtà. La realtà quando si parla della nuova sede. Perché il palo in questione è quello dell’elettrodotto che sorge nel bel mezzo del suolo individuato anni addietro dal comune (nei pressi della strada per Ceglie) per la costruzione della nuova scuola. Per tutto lo scorso anno si è assistito ad un gran parlare riguardo alle ipotesi di spostamento del suddetto palo. Incontri, vertici, studi di fattibilità, preventivi. Ma non si è approdati ad una soluzione. Il palo lì è restato. Di spostarlo manco a parlarne. Così come non si è più sentito parlare della costruzione della nuova sede. Il fatto che non se ne parli però non vuol dire che l’urgenza di costruirla non vi sia più. Tutt’altro. Una nuova

sede va fatta. E se Francavilla non si attiva concretamente per individuare un nuovo suolo, una nuova area, allora l’Itis Fermi, una delle più brillanti realtà scolastiche della città, andrà altrove. Ne è ben conscio l’assessore provinciale Antonio Martina cui va ascritto il merito di avere, con una sua interessante proposta, riportato all’attenzione, ed inserito fra le priorità dell’agenda politica, la questione della nuova sede del Fermi. “La mia idea è quella di destinare alla costruzione del nuovo campus del Fermi l’attuale quartiere fieristico. per più di una valida ragione. – dichiara l’assessore provinciale Antonio Martina - Intanto bisognerà convincersi che è tempo di mettere ormai definitivamente da parte la possibilità di costruirla nella zona in cui insiste l’elettrodotto. Per il

suo spostamento occorrerebbero circa 1.200.000 euro. Una cifra enorme per il comune di Francavilla. Meglio allora pensare di utilizzare l’area della fiera che lì dove è, e come è, non ha più alcuna ragione d’esistere. La zona del quartiere fieristico ha poi il vantaggio di essere limitrofa alla stazione (che non è poca cosa considerando il fatto che è alto il numero di studenti fuori sede) e di avere vicino un'ampia zona di parcheggio per i pullman”. Quella dell’assessore Martina è allo stato attuale ancora una proposta. Una proposta che però in qualche modo già divide. “Ne ho già parlato con il sindaco di Francavilla – dice Martina – che in linea di massima condivide la mia proposta. Ne ho parlato anche con il preside del Fermi (il professore Giovanni Semeraro, ndr) che ha manifestato invece qualche perplessità perché a suo dire l’area non sarebbe sufficientemente spaziosa. Ritengo che indugiare ancora sarebbe un grave errore. È necessario darsi da fare perché Francavilla non perda l’Itis Fermi”.

L

• IN PRIMO PIANO, L'ASSESSORE PROVINCIALE ANTONIO MARTINA.

’iniziativa concernente la costruzione di una nuova e più adeguata sede per l'Itis Fermi è partita nel 2004. Ma già da tre anni prima, cioè nel 2001, il comune di Francavilla aveva individuato il suolo da mettere a disposizione. Poi lo stop, a causa della difficoltà di eliminazione di una rete elettrica di media tensione che quel suolo attraversa. Il terreno in questione è della superficie di 35.000,00 mq ed è stato messo a disposizione dell’Amministrazione provinciale con delibera n.°217 del 6 Agosto 2004. Con nota prot. 11437 del 30.03.2009 l’Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana e con nota prot. 54700 del 5.05.2009 l’Amministrazione Provinciale hanno richiesto ad ENEL formalmente lo spostamento dell’elettrodotto. Nel giugno del 2009 Enel trasmette la pratica per competenza

a Terna, proprietaria delle linee di distribuzione. Un mese dopo il Dirigente della Provincia di Brindisi sollecita Terna ad eseguire un nuovo sopralluogo ed a quantificare la spesa relativa allo spostamento dell’elettrodotto. Passano un paio di mesi e nel novembre dello stesso anno Terna scrive alla Provincia per competenza e, per conoscenza, al Comune comunicando i dati tecnici della linea e chiedendo di conoscere l' eventuale interesse ad iniziare l’iter di spostamento dell’elettrodotto. Nel gennaio 2010 il Dirigente della Provincia convocava un sopralluogo congiunto con cui si chiede di procedere nella pratica definendo fattibilità e costi. Nel maggio, dopo la riunione tenutasi in Provincia, il Dirigente della Provincia incarica il Comune di Francavilla Fontana di formalizzare la richiesta di preventivo.


redazione@

.it

IX


redazione@

.it

X

Dal Nostro Inviato Giovanni di Noi

S. MICHELE SALENTINO

Fotoservizio: Giovanni di Noi

Alla Polisportiva, c'è "linfa vitale" per i giovani Grazie anche all'operato del Consigliere delegato allo sport, Pino Trinchera, ed al presidente della polisportiva Alfredo Grasso

• NELLA FOTO: A DX ALFREDO GRASSO E PINO TRINCHERA (A SX), CON IL PRESIDENTE FEDERALE DINO MENEGHIN.

P

• IL GRUPPO MINIBASKET 2010/2011 DELLA POLISPORTIVA SAN MICHELE.

rosegue il nostro viaggio nella terra di Puglia, alla scoperta e per certi versi “riscoperta” di luoghi stupendi ed affascinanti. Ma anche personaggi noti e di fatti meno conosciuti. E così veniamo a sapere che a San Michele Salentino insiste una realtà sportiva straordinaria e ben radicata. Si tratta del “Palazzetto”. Fin qui, d’altro canto, nulla di particolare e straordinario. Se non che siamo andati alla scoperta della “cronistoria” di questo palazzetto. Fatti e personaggi compresi. Il nuovo “palazzetto” infatti alla consegna delle chiavi il giorno dell’inau-

gurazione pare risultasse sguarnito della cosa principale per la quale era stato pensato. Ovvero dei “contenuti”. E ci riferiamo alle attività che stando a quanto è dato sapere pare fossero quasi del tutto inesistenti. Poi nell’ottobre 2007 la svolta, per mano di una fortunata sorta di “jointventure” che ha portato di fatto alla nascita della “Polisportiva San Michele”, per la gestione dell’Impianto Polivalente di via Tintoretto, l’impianto polivalente che è anche la sede in cui sono stati ospitati eventi a carattere provinciale, regionale e nazionale. Con l’unico obiettivo (sin dalla primogenitura fortemente voluta dal sindaco

Alessandro Torroni) di promuovere l’attività sportiva tra ragazzi e bambini di San Michele. Con una duplice valenza, tanto nobile quanto sociale dello scopo: quella cioè non solo di fare in modo di dare “spazi” e “spazio” alla crescita fisica dei pargoli della comunità sanmichelana; ma anche di consentire una sana crescita morale dei bambini e dei ragazzi, fatta di alti e sani valori. Quali quelli della pratica sportiva in generale che qui tutti hanno potuto e possono tutt’ora svolgere. Consentendo loro altresì di stare lontani dalla strada e dai pericoli ad essa connessi e collegati. Promotori di questi successi (legati alla figura cardine del sindaco Alessandro

Torroni) due i nomi indiscussi attorno ai quali gravitano le fortune sportive e non dei giovani qui a San Michele: Pino Trinchera ed Alfredo Grasso. L’uno, consigliere delegato allo Sport, che a sua volta ha inteso coinvolgere Alfredo Grasso che della Polisportiva è a capo in qualità di suo presidente. Trinchera in particolare, Consigliere comunale con delega allo sport è una persona – stando a quanto riferiscono cittadini che conoscono bene il suo operato - che però non “guarda” (come magari può spesso accadere in politica) alla carica assessorile. Pur se nella legittima aspirazione. Proprio questo del resto, sembra abbia “dato” a Trinchera l’immagine del politico che guarda principalmente al

bene comune. Insomma un mix di passione e tanta buona volontà che ha portato il progetto primordiale a prendere la forma che ha oggi, divenendo una vera e propria bellissima e stupenda realtà indiscussa. Al quarto suo anno di attività, la Polisportiva San Michele conta 90 iscritti nel settore Basket/MiniBasket e 30 iscritti nel settore Volley/MiniVolley con età dai 5 ai 13 anni. Anche i genitori sono disponibili a collaborare per realizzare manifestazioni dedicate ai loro figli; le aziende locali poi hanno deciso di puntare e mettere così a disposizione aiuti economici. A far da cornice tecnica poi ci pensa la direzione degli istruttori Mino Caliandro ed Angelo De Netto che hanno consentito una crescita tecnica ed associativa dei ragazzi di San Michele Salentino. «Siamo contenti - afferma il Presidente Alfredo Grasso all’unisono con il consigliere delegato allo sport ed al palazzetto Pino Trinchera - perché siamo riusciti in questi quattro anni a formare gruppi davvero interessanti e siamo già al lavoro per programmare l’inizio di un nuovo ciclo che ci permetterà di dare maggiore qualità ai nostri ragazzi. Naturalmente la speranza è quella di poter continuare ad usufruire della struttura e, possibilmente, di aiuti economici che ci permettano di offrire un ambiente confortevole specialmente nei mesi invernali».

SERVIZIO TOILETTATURA

TONUS

Via Don Gnocchi, SN 72018 San Michele Salentino e-mail: waterworldfishing@libero.it Cell. 346 150 62 54

INSETTICIDI VAPE

PRODOTTI E CONCIMI FITO

SCONTO DEL 15%


redazione@

S. MICHELE SALENTINO

Fotoservizio: Giovanni di Noi

L'assessore ai Servizi Sociali, Pompea Cappelli: «Intendiamo offrire risposte ai cittadini...»

«

XI

Dal Nostro Inviato Giovanni di Noi

Subito dopo l'estate il “Centro d’Ascolto” sarà realtà A settembre il Centro di ascolto, partirà». La conferma al giornalista che lo ha intervistato in tal senso pochi giorni prima di andare in stampa con il numero, viene direttamente anche dal primo cittadino, Alessandro Torroni. Infatti già da tempo il Comune di San Michele Salentino, (assessorato ai Servizi Sociali in particolare) si era attivato per portare avanti tutta una serie di progetti molto utili e seri. E così con la “Comunità Emmanuel” di Lecce, nell’ambito del progetto denominato “Nati per Vincere”, ha anche organizzato presso la Pinacoteca una serie di incontri e dibattiti sulle dipendenze di natura patologica, come droghe, alcol, gioco d’azzardo, Internet. Il tutto appunto volto alla creazione di un “Centro d’Ascolto” sul territorio comunale che per l’appunto - come anche confermato - partirà subito dopo l’estate. Ma ecco cosa ha risposto l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di San Michele Salentino, Pompea Cappelli al giornalista che l’ha intervi-

.it

stata. «Si sono svolti tre incontri, che hanno riguardato rispettivamente "Come le droghe ingannano il cervello"; "Testimonianze di vita: uscire dalla dipendenza è possibile ma è sempre meglio non entrarci"; "Che c'è di male? Aspetto psicopedagogici". Si tratta - prosegue l’assessore Pompea Cappeli - di un progetto che ha come obbiettivo quello della prevenzione di alcune dipendenze compartimentali: quali la tossicodipendenza, gioco d'azzardo, alcool e internet. Per molti queste attività rappresentano parte integrante del normale svolgimento delle attività quotidiane ma per alcuni possono assumere caratteristiche patologiche. Pertanto è nostra intenzione come Amministrazione aprire un Centro Ascolto in via Parini. Ci sarà un equipe di Dottori esperti della "Comunita' Emmanuel" che aiuteranno i nostri giovani e le famiglie a riconoscere i rischi che incorrono nell'assumere sostanze.

Inoltre verrà fatto un percorso di recupero dalla tossicodipendenza. Quello che ci prefiggiamo è di offrire risposte per contrastare il fenomeno delle dipendenze e tossicodipendenze, creare un posto di socializzazione frequentato da famiglie e ragazzi, e che non venga considerato - ella conclude - solo un posto per drogati».

Specialità di Norcia Salumi di Cinghiale Mozzarella di Bufala D.O.P. CONSEGNA SPESA A DOMICILIO Via XXIV Maggio - San Michele Salentino (BR) Tel. 328 735 49 26

Slot machine: danno e beffa Più c’è crisi, più la gente è in difficoltà e più ricorre ai mezzi di fortuna per tentare la soluzione dei tanti problemi economici. E’ statisticamente dimostrato che più la gente più è povera e più gioca; lo dicono gli alti consumi di gratta e vinci, l’elevato e crescente numero di giocate al lotto e superenalotto. La speranza è l’ultima a morire. Calano i consumi dei beni essenziali ma aumentano i consumi di gratta e vinci e delle puntate in tutto il campo della dea bendata. Sin qui va bene se si tratta di una puntatina; c’è anche, però, chi, lasciandosi andare, punta la pensione o lo stipendio e non solo al lotto ma anche alle slot machine. Un mondo tutto a parte come ha rappresentato la trasmissione Report; affari vertiginosi con qualche ombra. E’ del tutto evidente che le macchine sono state ingegnate per consentire elevati guadagni ai gestori ed è noto che il tutto fonda sul calcolo delle probabilità. Giocando si perde più frequentemente; ovvero, sono più i perdenti dei vincenti. Sin qui è tutto regolare perché rientra nella logica e nel calcolo delle probabilità. Vi è indubbiamente un danno. Si aggiunge, invece, anche la beffa poiché il calcolo delle probabilità non è puro ma viziato. La beffa è operata dai gestori dei locali dove sono ubicate le macchinette. Loro

hanno la possibilità di osservare il fenomeno per tutto il giorno, loro sanno se una slot ha pagato o meno al contrario del normale ed ignaro utente che, al massimo, può ricevere la soffiata dal gestore se davvero amico. I gestori, infatti potrebbero approfittare della pausa per abbassare la saracinesca e giocare quando la slot è carica; analoga operazione potrebbero fare la sera a chiusura del negozio. L’utente normale così è beffato due volte. Allora cosa si propone per ristabilire equità e trasparenza? Installare nelle slot un timer che coincida con l’orario normale di apertura dei negozi impedendo alla stessa di funzionare negli altri orari di pausa, precedenti e antecedenti. Tanto garantisce l’utenza, tanto dovrebbe essere disposto dall’autority per la trasparenza e da altre autorità pure preposte. Contrariamente, quando il fenomeno sarà dilagante, gli utenti intelligenti smetteranno di giocare a tutto danno delle tante società che sino ad oggi hanno fatto affari d’oro; solo loro sino ad oggi. Da qualche mese sono stati svuotati gli Uffici del Tesoro per un potenziamento anche esagerato degli uffici del Monopolio. Bene oltre a passeggiare per guardare le slot si preoccupino anche di adottare o proporre un rimedio a tutela del consumatore. Tani Roma

Prodotti Caseari di Filiera Corta

Biscotto Cegliese

Pasticceria Locale

Yogurt Artigianali

Pasta Fresca Artigianale


redazione@

S. MICHELE SALENTINO

.it

XII

Dal Nostro Inviato Giovanni di Noi Fotoservizio: Giovanni di Noi

Il sindaco Alessandro Torroni si confessa al "brindisino" e prima di "lasciare", effettua una ricognizione ed un bilancio su quanto operato in città

Scatta il toto candidato, i partiti scaldano i muscoli Per il "dopo Torroni", cominciano a circolare "velati" messaggi in codice. E il centro-sinistra? ma che finalmente potrà essere realizzato. E PER IL DOPO SINDACO ALESSANDRO TORRONI? ECCO ALLORA CHE “SCATTA” IL TOTO-SINDACO La scelta sulla figura più idonea del candidato subito dopo l’estate

T

• IL PALAZZO, DA POCO RINNOVATO, CHE OSPITA LA SEDE DEL COMUNE E LA POLIZIA MUNICIPALE DI SAN MICHELE.

empo di “bilanci” al Comune di San Michele che si appresta a salutare Alessandro Torroni, vulcanico ed amato sindaco della piccola comunità in provincia di Brindisi al suo ultimo mandato. Per carità, lunga vita al cittadino Alessandro Torroni, sia chiaro! Ma per “quella” politica, attiva, almeno in qualità di sindaco Torroni dovrà, suo malgrado, cedere il passo. Saltando almeno la prossima “sessione” di votazioni. Sia perché infatti il suo mandato è in scadenza naturale e sia perché come stabilito per legge il prossimo anno al voto non potrà ricandidarsi a sindaco avendo ricoperto per due volte consecutive tale mandato democraticamente affidatogli dai cittadini. In carica ininterrotta dal mese di maggio 2002 e per due mandati (ma non da “neofita”, avendo all’epoca già avuto precedenti esperienze da sindaco, ndr) Torroni dovrà attendere un turno per ricandidarsi. Sindaco, ad un anno dalla fine del suo secondo mandato è forse giunto il momento di bilanci. Una volta tanto non solo quelli d’amministrazione. Anche a livello morale, sente di aver fatto tutto ciò che era possibile fare per realizzare un più elevato livello di vivibilità della sua città e di avere agito in favore della collettività di San Michele Salentino? Dall’inizio del mio mandato, un po’ per carattere, ma soprattutto perché intendo la politica e l’amministrazione di una Città, come un rapporto diretto tra i cittadini e istituzione, ho aperto le porte del Comune a tutti, perché ogni attività della P.A. fosse portata a conoscenza dei cittadini. In

quest’ottica, io personalmente, ed i miei collaboratori, abbiamo garantito quotidianamente la presenza in Comune e tra la gante, riuscendo con ciò a creare un legame molto saldo improntato al dialogo, all’ascolto delle problematiche rappresentate e alla risoluzione delle stesse. Come si dice in queste circostanze si poteva fare probabilmente di più, ma in coscienza ritengo di aver portato, grazie anche alla preziosa collaborazione di tutti i cittadini, la scuola, la chiesa e tutti gli operatori economici, San Michele ad un livello di qualità della vita più che soddisfacente. “IL COMUNE INFORMA”, IL GIORNALE DELLA CITTÁ: UN SUCCESSO DI COMUNICAZIONE CHE DURA DA 10 ANNI ININTERROTTI Alla base dei successi personali del sindaco Alessandro Torroni, c’è sicuramente il suo rapporto di aperture - soprattutto fatto di ascolto - con i cittadini. Un suo operato quotidiano e che l’ha portato spesso a conoscere - prima degli altri - nei dettagli ogni singola esigenza per la sua città ed i cittadini, e spesso prima ancora che questa venisse a crearsi. Oltre a ciò, un giornale periodico, un “free-press” che fa numeri da capogiro e che è molto atteso da tutti, il giorno in cui solitamente ne è prevista l’uscita. Un saldo legame molto vivo e sentito di raccordo tra la sua amministrazione e la città stessa. Sindaco, il prossimo anno il giornale della sua città festeggia i dieci anni ininterrotti di pubblicazione. Ci crede fermamente - e perché - in

• GRANDE COMUNICATORE. NEL FOTOMONTAGGIO, IL SINDACO TORRONI MOSTRA ORGOGLIOSO L'ULTIMO NUMERO DE "IL COMUNE INFORMA" TESTATA GIORNALISTICA DI SUCCESSO E MOLTO RADICATA IN PAESE, A SAN MICHELE.

questa forma di comunicazione? Da subito, abbiamo pensato che fosse necessario far arrivare le informazioni che attengono alla vita amministrativa anche a chi non partecipa attivamente alla vita politica del nostro paese ed a chi è fuori dalla sua città per ragioni di lavoro. Da questa volontà è nato il nostro bimestrale “Il Comune Informa” che, come dice lei è atteso da tutti e esce con una tiratura di 2000 copie, parte delle quali vengono spedite a cura del Comune ai tanti residenti fuori San Michele. Per nove anni ininterrottamente abbiamo fatto arrivare il giornale a tutti. É il nostro orgoglio, ma anche dei cittadini, specialmente di tutti coloro che come dicevo vivono fuori da S Michele i quali aspettano sempre con ansia e gioia notizie dal proprio paese. Quest’anno, nonostante i tagli della Finanziaria, non potendo stanziare in Bilancio somme a ciò destinate, abbiamo potuto contare sull’ausilio di tanti commercianti che, attraverso la pubblicità hanno consentito la continuità del periodico. Il giornale della città non è solo informazione ma è anche promozione del proprio territorio con ricadute su tutti gli operatori commerciali, e sulla città intera. Questo era un altro obiettivo che volevamo raggiungere: fare uscire il nostro paese dalle mura dei confini territoriali, e credo che il nostro giornale ha contribuito bene. Insieme ad altri quattro Comuni (Ceglie Messapica, Fasano, Ostuni e Carovigno) San Michele Salenti-

Carni Bovin e, Suine e P ollami

rne Preparati di ca

no entra a far parte del comprensorio sui quali dovrebbero sorgere da 12 a 20 campi da golf. Un “affaire” in senso positivo che dovrebbe portare ossigeno rivitalizzante per tutti: occupazione e destagionalizzazione, tra le tante. Anche se il suo mandato nel 2012 scade, e si dovrà andare al voto per scadenza naturale, qual è il suo parere in merito? Voglio prima di tutto ringraziare il caro amico sindaco di Ceglie Messapica Luigi Caroli ideatore e capofila di questo bellissimo progetto, per l’attenzione usata nei confronti della mia città, che ha voluto, con forza, che partecipasse a questo progetto. Le origini comuni, l’amicizia e la fratellanza che esiste fra queste due comunità le vede accomunate in una serie di progetti condivisi e quello dei campi da Golf è fra questi. Un progetto ambizioso che quando sarà realizzato stravolgerà sicuramente l’economia del territorio brindisino. Anche se in apparenza il golf viene considerato uno sport d’elite, da qualche tempo è praticato da giovani e anziani di ogni ceto sociale che amano il contatto con la natura. Tanto è vero che intorno a questo sport girano, in Europa, circa 14 milioni di golfisti che nel periodo invernale si spostano verso zone più temperate come la nostra. Questo lascia intravedere un flusso turistico invernale di notevole dimensione con grosse ricadute economiche per tutte le attività connesse al turismo. Un progetto di destagionalizzazione sempre sperato,

Sindaco è certamente prematuro parlare di candidature, ma i cittadini hanno sete di sapere, no? Si certamente lo è. Anche se allo stato attuale abbiamo diverse figure valide che possono tranquillamente sostituirmi e fare sicuramente meglio di me. Considerate tutte queste presenze, diventerà difficile ma non impossibile fare cadere la scelta non personale ma di tutta l’Amministrazione comunale e delle forze politiche, sulla figura più idonea. Scelta che comunque sarà fatta subito dopo l’estate. Sindaco, adesso che per legge lei dovrà attendere un turno (ma non la durata di un intero mandato, nel caso di caduta anticipata dell’amministrazione) il toto-sindaco è partito. Anche se lei stesso potrebbe presto decidere di tornare a fare il sindaco: tempo due, tre anni al massimo... è così? Questo non lo auguro né a me né a alla comunità di San Michele, prima perché come dicevo sopra ci sono tanti amici che possono rappresentare il nostro paese in modo dignitoso e meglio di me che, come è noto a tutti, sono pieno di difetti e poi perché stiamo lavorando per scegliere il candidato che sia il garante non solo dell’amministrazione dell’intero mandato, ma anche di una continuità di progetti, di idee e di fattivo impegno. Insomma, più chiaro di così... e allora è proprio il caso di dire: “intelligenti pauca”. Adesso sarebbe altresì interessante, sapere, sul versante opposto, i partiti del centro sinistra come vedono la questione e soprattutto come starebbero preparandosi, nel caso lo stiano già facendo, alla prossima competizione. Noi de "ilbrindisino" siamo pronti ad ascoltarli ed a raccogliere i loro pareri già a partire dal prossimo numero.


redazione@

.it

XIII

FRANCAVILLA DI TUTTO UN PO'

Si tratta di don Micocci, don Sternativo e don Balestra

L'Evento/ 23 e 24 luglio

Tre nuovi parroci per la Diocesi di Oria

A lezione di "orecchiette" con una maestra d'eccezione

L

• FELICI E SORRIDENTI. I TRE NUOVI SACERDOTI IN POSA TUTTI INSIEME.

a città di Francavilla annovera tre nuovi giovani sacerdoti, due dei quali residenti nel quartiere “San Lorenzo”, zona tristemente alla ribalta, nell’ultimo periodo, per alcune dolorose vicende. A distanza di pochi anni la città ritorna ad offrire alla chiesa diocesana di Oria la vocazione sacerdotale di altri “tre suoi figli”. Si tratta di don Angelo Micocci, don Francesco Sternativo e don Emanuele Balestra. Il rito della consacrazione sacerdotale è avvenuto nella Cattedrale di Oria dove il vescovo monsignor Vincenzo Pisanello ha accolto i tre

diaconi francavillesi. Si è trattato di un evento sicuramente importante per il clero e per la stessa comunità francavillese che si arricchisce della presenza “di nuovi pastori di Cristo”. Le comunità parrocchiali di San Lorenzo Martire e dello Spirito Santo, chiese quest’ultime dove ha avuto inizio il loro cammino spirituale, conclusosi poi con gli studi nel Seminario Pontificio di Molfetta e con la consacrazione al servizio del Diaconato, esultano “di grazia e di gioia per i doni ricevuti dal Signore che ha generosamente inviato nuovi operai nella vigna per continuare a produrre copiosi frutti”.

LA STORIA SIAMO NOI/

Riconoscimento per un Carabiniere in pensione

• OGGI. GIUSEPPE MARINOSCI.

L

• IERI. GIUSEPPE MARINOSCI.

o scorso 2 giugno il presidente della repubblica Giorgio Napolitano ha conferito l’onorificenza di Cavalie-

re al francavillese Giuseppe Marinosci, carabiniere in pensione. Un importante riconoscimento ad un uomo a cui nel corso di questi anni gli attestati di merito non sono però mancati. Nel 2008 il nostro fu infatti tra i premiati dall’am-

ministrazione comunale nell’ambito dei festeggiamenti del 1° Maggio. Andando poi ancora più a ritroso nel tempo, nel marzo del 1960 Giuseppe Marinosci ricevette un encomio solenne per avere - in occasione della violenta alluvione abbattutasi nella provincia di Matera che mise in pericolo la vita di numerose persone - partecipato alle operazioni di soccorso e salvataggio “con – si legge nella motivazione dell’encomio- elevato senso del dovere, spirito di sacrificio e sprezzo del pericolo, riscotendo il plauso delle autorità e la riconosce delle popolazioni”. Il signor Giuseppe Marinosci, classe 1928, ha trascorso quasi 50 anni di servizio nell’Arma dei carabinieri. Nel 1949 è stato volontario al Comando Forze Repressione Banditismo a Corleone, alle dirette dipendenze del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa. Dalla Sicilia alla Basilicata, al tempo della violenta alluvione del 1959.

STATE CERCANDO LA CASA DEI VOSTRI SOGNI? STATE VENDENDO LA VOSTRA? RIVOLGETEVI AI PROFESSIONISTI DEL SETTORE! RIVOLGETEVI A IMMOBILCASA!

Consultate il nostro sito ufficiale sempre ricco e aggiornato

www.immobilcasaweb.it

MAI STATO PIÙ FACILE E VELOCE CERCARE LA CASA DEI VOSTRI SOGNI! Dovete vendere la vostra casa? Vi offriamo una vasta gamma promozionale sui nostri siti e piú importanti motori di ricerca, quali www.immobiliare.it e www.casa.it Massima serietá e trasparenza nelle trattative.

Via Roma,75 Francavilla Fontana - Tel. 0831 841970

L

a Puglia ha una cucina modesta, realizzata in maniera semplice con la quale si preparano certi manicaretti rustici, pieni di sapore e di nutritività. Un piatto tipico sono le “orecchiette” accompagnate anche dalle rape. Le orecchiette sono un tipo di pasta tipico della nostra regione, la cui forma è approssimativamente quella di piccole orecchie, da cui deriva appunto il nome. L’assessore alla Cittadinanza Attiva del Comune di Francavilla l’architetto Roberta Lopalco si cimenterà nell’insegnare a persone di altre etnie le nostre “orecchiette”. La stessa molto simpaticamente sarà

protagonista di una delle manifestazioni: “Orecchiette & cous-cous festival” (sabato 23 luglio e domenica 24 luglio dalle ore 20), in programma nella città degli Imperiali nell’ambito della rassegna “Aperti per Ferie”, promossa dal Laboratorio Urbano “In punta di piedi” e dal Consorzio Nuvola con il patrocinio di vari Enti. Si tratta di un festival di colori e sapori che mira alla promozione appunto di tradizioni e scambi interculturali. La stessa Lopalco siederà sul banco dei discepoli quando si tratterà di apprendere l’arte della preparazione del “cous-cous” da gente proveniente dalle zone di questo piatto tipico. “Aperti per ferie” prevede tutta una serie di manifestazioni da venerdì 1 luglio al 2 settembre prossimo. Dichiara il presidente Irene Mi-

• L'ASSESSORE. R. LOPALCO.

lone: “É importante e doveroso ricordare non solo l’impegno e la collaborazione delle Istituzioni che contribuiranno con il loro patrocinio alla realizzazione di questi eventi, ma soprattutto l’impegno economico e organizzativo oltre che dello stesso consorzio anche di alcune delle sue cooperative sociali come Alveando di Francavilla Fontana, Eridano di Brindisi, Solidarietà di Erchie, Il Melograno di Ceglie Messapica, coinvolte nei servizi di accoglienza per immigrati”.


redazione@

.it

XIV

Dal Nostro Inviato Giovanni di Noi

CEGLIE MESSAPICA

Fotoservizio: Giovanni di Noi

Parla a tutto campo l'assessore al turismo Angelo Palmisano. Ecco alcuni dei principali programmi che allieteranno le serate estive in città

L’INCHIESTA/ Dal Comprensorio “Terra dei Trulli” all’Angulus Ridet

«Così conquisteremo i turisti!»

• L'ASSESSORE ANGELO PALMISANO. SI OCCUPA ANCHE DI TURISMO E DI SPORT E MARKETING.

V

• UNA VEDUTA DI CEGLIE. NELLA FOTO A DESTRA, ALLE SPALLE DELL'ASS. PALMISANO, LA VASTA DISTESA DI TERRITORIO VERDE: IL FUTURO COMPRENSORIO "TERRA DEI TRULLI"?

asta e positiva eco ha avuto il precedente articolo sul “Piano di sviluppo turistico del Comprensorio - Terra dei Trulli”, la geniale idea proposta dal sindaco di Ceglie, Luigi Caroli, per la realizzazione di 20 campi da golf in un territorio ben definito che vede Ceglie, comune capofila, in un “partnerariato” produttivo insieme a Fasano, Ostuni, San Michele Salentino e Carovigno. Prosegue l’inchiesta del “brindisino” su questa materia che insieme a quella, più in generale del turismo, è destinata - nelle intenzioni almeno - a creare sicura occupazione stabile ed a destagionalizzare l’offerta turistica. E non solamente a Ceglie. Abbiamo deciso così di raccogliere altro materiale, andando giù diritti alla fonte: l’assessorato al turismo del Comune di Ceglie. Con l’intento di cercare di approfondire la questione, per quanto possibile. Visto che comunque la fase attuale è proprio

di quelle molto preliminari. Nel senso che oltre a ciò null’altro c’è sul “piatto” di pronto. Incontriamo così Angelo Palmisano, l’assessore, che al comune di Ceglie Messapica si occupa di Servizi sociali, turismo, politiche ricreative e giovanili e da qualche mese anche di sport e marketing. Sposato da otto e due figli, Angelo Palmisano 42 anni, svolge l'attività di famiglia da 25 anni: si occupa infatti di mediazione e commercio di olio d'oliva all'ingrosso. Da più di dieci anni si occupa poi di gestione imprenditoriale di music-bar (attualmente ne ha uno all'interno del giardino del Castello Ducale). Ed è così che incontrandolo, la domanda che ci poniamo è se Ceglie Messapica viva “solo” o “anche” di turismo? «Questa amministrazione, che a me piace definire giovane e moderna – puntualizza al giornalista inviato Angelo Palmisano - da subito ha puntato molto sul turismo

attraverso una promozione qualificata del nostro territorio e del suo immenso patrimonio culturale, artistico, ambientale e soprattutto gastronomico, vero fiore all'occhiello della nostra città. Molte sono state le iniziative a sostegno degli operatori privati come molte quelle messe in cantiere dall'amministrazione: campi da golf, angulus ridet, sac (sistemi ambientali e culturali), progetto itaca, itinerario fotografico della gastronomia etc. “Quest'angolo di terra mi rende felice”, dalle Odi di Orazio una frase che rappresenta pienamente lo spirito e la filosofia dell'Angulus Ridet». L'ANGULUS RIDET, UN PREMIO ALLE ABITAZIONI RURALI L'Angulus Ridet è un premio sull'architettura dedicato alle abitazioni tradizionali rurali dei tre

la città sempre più attraente e accogliente. Ma quali strumenti intendete adottare, assessore Palmisano? Sicuramente Cegliestate rappresenta uno degli strumenti per raggiungere questi obiettivi. Anche Quest'anno il cartellone estivo è ricco di appuntamenti che svariano dalla musica (ceglie openjazz festival, la ghironda, musica popolare, 2ª rassegna beat music) al teatro in vernacolo, dall'arte, 2ª edizione Arte Elevata al Comune per giovani artisti, una mostra d'arte contemporanea curata da Ludovico Pratesi, 1ª edizione FareArte una serie di workshop tra cui uno fotografico con Giorgia Fiorio, presentazione di libri, mostre di pittura etc). Si passa poi anche per la gastronomia (Divingusto Festival, sagre etc) e quest'anno un festival dedicato ai bambini con teatro, animazione e giocolieri in tutto il centro storico. Insomma nei due mesi estivi ogni sera a Ceglie ci sarà qualcosa da venire a vedere per vivere delle piacevoli emozioni all'ombra della Torre del Castello Ducale.

OFFERTA!

Collezione Lolite

Û 3,50 Prodotti

Tutti i Clienti che si presenteranno con questo BUONO avranno diritto ad un ulteriore SCONTO OFFERTA VALIDA FINO AD ESAURIMENTO SCORTE

PASSEGGINO CON 5 POSIZIONI DI SCHIENALE IN 3 COLORI Tettarelle Tigex 3pz

Giocattoli - Dietetica - Prima infanzia - Bomboniere - Liste Nozze 3 PUNTI VENDITA

LISTE NOZZE BOMBONIERE PER TUTTE LE OCCASIONI

prestigiosi territori interessati. I Trulli per il territorio di Ceglie, ma anche delle città a noi limitrofe, gli Stazzi per il territorio di Arzachena ed i Dammusi per il territorio di Pantelleria. Nel giudizio, affidato ad una giuria formata da personaggi di alto profilo professionale, sarà determinante il rispetto delle tradizioni attuato nel recupero dei manufatti. Questa intesa con località così fortemente caratterizzate a livello turistico è tesa a valorizzare un “modus habitandi” tipico della tradizione, coniugato ovviamente ai temi attuali, sintesi tra storia e cultura dei tre territori. Attraverso questo ambizioso e prestigioso premio si punta a valorizzare le nostre abitazioni tipiche rurali in contesti nuovi e ormai affermatissimi nel settore turistico, con l'obiettivo di destagionalizzare ed intercettare nuovi flussi turistici. In quest'ottica, da qualche giorno sto lavorando ad un progetto con il dipartimento della cultura irlandese e sto attivando delle procedure per gemellaggi con altri paesi europei. Dunque sembra che qui a Ceglie molto si sta facendo per rendere

Û 69,00

Succhietti fisiologici Tigex 2pz

Û 4,50

Cucchiaio morbido in silicone

Û 3,99

OFFERTA !

LETTINO DA CAMPEGGIO CON BORSONE DA VIAGGIO


redazione@

.it

XV

Dal Nostro Inviato Giovanni di Noi

CEGLIE MESSAPICA

Fotoservizio: Giovanni di Noi

L'INCHIESTA 2/CAMPI DA GOLF, REAZIONI.

«Benvenuti nella green-city»

A

• IL CUORE DI CEGLIE MESSAPICA, UNA CITTÁ NELLA CITTÁ. UN'ANTICA FARMACIA RESTAURATA.

bbiamo “capito” che le intenzioni del Comune di Ceglie e dei suoi amministratori sono destinate a creare sicuramente occupazione stabile ed a destagionalizzare l’offerta turistica. Ma come vivono i giovani questa idea? Cosa stanno facendo e come si muovono qui i giovani “imprenditori” per cercare di fronteggiare la crisi imperante anche nel mercato del lavoro? Per cercare di capirlo, ne abbiamo incontrato ancora un altro di questi giovani e coraggiosi imprenditori. Lui, si chiama Francesco Balsamo. Ha 27 anni ed è sposato con Giovanna Antico, che di anni ne ha 32. Entrambi sono di Ceglie e da 3 anni sono in tre: è infatti “arrivato” un bellissimo bambino, il loro, di nome Angelo. Attualmente sono gestori di un’attività enogastronomica.

Sig. Francesco, ci può parlare del turismo qui a Ceglie, visto che è nel settore? Cosa ne pensa? Ci vuole dare un suo parere? Il turismo qui, a Ceglie, credo stia diventando il punto di forza dell’economia cittadina. Basti pensare che sorgono giornalmente strutture ricettive, quali alberghi e B&B, ma soprattutto bar e ristoranti, in particolar modo nel centro storico, per far fronte appunto, all’arrivo di turisti, soprattutto nel periodo estivo. Vorremmo sapere dei turisti stranieri, in particolare: frequentano, effettivamente, la città di Ceglie? Lei li vede? In questi anni ho visto veramente tanti turisti in giro per Ceglie. Arriva gente per di più dal Belgio, dall’Inghilterra e dalla Francia, ma personalmente, ho anche avuto modo di stare anche a contatto con

russi, statunitensi ed australiani. É vero che vengono qui anche per sedersi e mangiare i piatti anche ai tavoli dei locali qui in questa città? Dal suo punto di vista quali sono i piatti più gettonati dai turisti a tavola? Si, i turisti, e non solo stranieri, a volte anche se stazionano nei paesi limitrofi, vengono qui a Ceglie anche solo per mangiare e fare una passeggiata nel centro storico, vista la denominazione meritata di “città d’arte e terra di gastronomia”. I piatti più gettonati indubbiamente sono i piatti tipici, dal purè di fave e cicoria, alle braciole, alle verdure fritte in pastella. I turisti sono esigenti a tavola? Non penso che siano poi tanto esigenti, i turisti a tavola. Unica accortezza da avere, non solo con i turisti, a parer mio, è quella di servire prodotti rigorosamente freschi e locali. Infatti, è proprio per questo che è nato il progetto della Confcommercio, delle trattorie selezionate che utilizzano prodotti a km 0, cioè prodotti coltivati in zona al fine di portare a tavola quindi, sempre e solo prodotti di stagione. Parlando di turismo, cosa ne pensa del lavoro portato avanti dall’Amministrazione comunale di Ceglie Messapica nel cercare di elevare qualità ed offerta? Credo che l’Amministrazione

affiancata dalle varie attività commerciali del paese stiano promuovendo tantissimo il territorio. Le tante fiere, alle quali ha partecipato anche il Comune di Ceglie e la nostra presenza al Salone del Gusto di Torino, dove è stato riconosciuto DOP il biscotto cegliese, penso che siano già, un punto di partenza per far conoscere la nostra terra, anche se credo che ci sia ancora molto da fare. Ci sono rilievi che vorrebbe muovere o più semplicemente suggerire loro qualcosa? Unico suggerimento da parte mia, è quello di presentare un programma estivo delle manifestazioni pubbliche, ancor prima che arrivi l’estate. Locandine, brochure sia cartacei che on-line dovrebbero essere visibili già dall’inizio di giugno e non dalla metà di luglio. E cosa ne pensa, invece, del comprensorio di campi da golf in fase di ideazione e lancio e che vede Ceglie Messapica quale comune capofila? Come dicevo l’Amministrazione è molto propensa alla valorizzazione del territorio. L’ideazione del comprensorio dei campi da golf, che vede Ceglie comune capofila, infatti, sarà sicuramente un’attrattiva di notevole importanza per il paese visto che l’intera Puglia attualmente, mette a disposizione solo 5 campi da golf per un totale di circa 4 milioni di golfisti

VIAGGIO TRA I GIOVANI.

«Così combattiamo la crisi»

• GIOVANI E CON LA PASSIONE NEL CUORE. "CON IL TURISMO SUPEREREMO LA CRISI!": FRANCESCO E GIOVANNA, UNITI E SORRIDENTI CON IL LORO PICCOLO ANGELO.

Molti i giovani che qui a Ceglie si danno da fare per cercare attraverso il turismo di trovare la chiave di volta per sopravvivere dignitosamente e superare così, by-passandola, la crisi imperante anche nel mercato del lavoro. Ecco la la loro esperienza personale. «Si, è proprio così - dicono i coniugi Francesco Balsamo e Giovanna presenti nel nord Europa. Con la realizzazione di una sorta di “golf destination”, quindi, il turismo non sarebbe più concentrato al solo periodo estivo, poiché a quanto pare nell’attrezzatura del golfista fa parte anche l’ombrello per giocare quando piove. Dico questo considerato che qualcuno, forse ironicamente, pur di contestare l’operato

Antioco -. Siamo in tanti, noi giovani che “tentiamo la fortuna”, avventurandoci in questo settore. Personalmente posso dire che la nostra attività è sorta quattro anni addietro, 1 luglio 2007. Abbiamo deciso di mettere su questa attività con mia moglie, viste le scarse prospettive di altri lavori e direi che tutto stia andando per il verso giusto». dell’Amministrazione, affermava negli ultimi giorni che i campi da golf sarebbero dovuti essere coperti per attirare gente tutto l’anno. A questo punto non ci resta che augurare all’Amministrazione un buon lavoro, sperando che Ceglie non sia più l’ombra di una città bianca, ma che possa diventare ben presto una green city.

cervellera.it

Felici di rendervi Felici

Porte e Finestre SHOWROOM APERTO ANCHE LA DOMENICA

Viale del Commercio, Z.I. S.S. 7 BR/TA - uscita Zona Ind. 72021 Francavilla Fontana (BR) Tel. 0831 1816309 Cell. 349 6273196


redazione@

FRANCAVILLA/ STORIA

.it

XVI

di Giorgio Martucci

Il tramonto del convento dei Cappuccini I

l timore della partenza dei Cappuccini si è avverato. La chiesa, dedicata alla Sacra Famiglia, è aperta ora solo alcune ore alla settimana, senza più la presenza permanente degli ultimi due Padri francescani. Negli ultimi anni vi è stato il decesso di alcuni Padri, fra cui padre Giambattista, padre Alberto e padre Romano (Guido) Aversa, quest’ultimo molto partecipe in molti aspetti della vita cittadina. Gran parte della popolazione vive questa chiusura con una certa malinconia, ma con la speranza che la sede cappuccina di Bari, a Santa Fara, possa decidere diversamente. La vita del convento, con l’attigua chiesa, ha compiuto nell’anno 2000 cento anni precisi della sua fondazione. Quell’anno fu l’occasione, soprattutto ad opera del compianto padre Romano, con l’importante contributo di Rosanna Savoia, funzionaria dell’Archivio di Stato di Brindisi, di allestire una preziosa mostra documentaria che ripercorse tutte le vicende e evidenziò anche la presenza dei Cappuccini a Francavilla sin dal 1575. Qualche anno dopo è stato portato alle stampe il catalogo della mostra, con il coordinamento di padre Ferdinan-

• IL CONVENTO DEI "CAPPUCCINI" A FRANCAVILLA FONTANA. IN ALTO, NEL RIQUADRO A SINISTRA, IL PROF. GIORGIO MARTUCCI.

do Luciano Maggiore, che è un prezioso (ma molto ignorato) gioiello della storia cittadina. Come è noto, nei pressi di porta Cappuccini, vi è l’originaria chiesa dello Spirito santo, con i resti dell’antico ampio convento francescano, dove i Cappuccini rimasero fino alla soppressione napoleonica del 1812. Quella chiesa, così come è oggi, fu riedificata nel 1770 dopo il terremoto del 1743. Nel 1820, i Cappuccini ritornarono a Francavilla, ma nel 1866, con le leggi eversive dello stato unitario, furono costretti nuovamente a lasciare la loro dimora. Il convento fu messo all’asta e fu

comprato dal Comune nel 1875, sotto il sindaco Giovanni Galante. Dopo circa venti anni, furono finalmente costruiti l’attuale convento e la chiesa, in contrada “Graziosa”, per consentire la presenza dei francescani Alcantarini; per questo il convento fu inizialmente intitolato a San Pasquale. Nel 1898 la chiesa, su progetto dell’ingegnere Roberto Barbaro Forleo, fu aperta al culto e nell’anno 1900, anno Santo, gli Alcantarini furono sostituiti ai Cappuccini. Il convento fu sede di seminario minore, di noviziato e di liceo filosofico. Durante la prima guerra mondiale esso fu adibito ad ospedale milita-

re. L’ampio giardino fu il risultato di una serie di donazioni di porzioni di terreno da parte di vari benefattori, fra cui Elisabetta Cesari Forleo nel 1928. Nel 1932, in occasione delle celebrazioni antoniane, la riapertura del seminario avvenne alla presenza del cardinale Alessio Ascalesi, il giorno 28 novembre. Passati gli anni del secondo conflitto mondiale, il seminario minore riprese la sua attività nel 1947, frequentato da moltissimi fanciulli, che in città erano chiamati “fratini”. Nel 1962 fu inaugurato il nuovo e più ampio seminario serafico, su progetto dell’ingegnere Raffaele Romano redatto nel 1954. Nel 1983 il seminario venne definitivamente chiuso e da allora gli ampi locali sono stati utilizzati per scuole statali. Ultimamente una grossa porzione del giardino è stata ceduta per costruire un condominio. Vi è la speranza che non vi siano ancora ulteriori spezzettamenti del residuo giardino, se i Cappuccini dovessero definitivamente rinunciare alla loro proprietà, e che la chiesa torni ad essere officiata più frequentemente, a servizio della numerosa popolazione del quadrilatero delimitato da via Raggio, via per Carotino, via Refice e via San Francesco.

Luglio 1988/2011

23 ANNI Professionalità e cortesia al servizio del consumatore

Il prestigio di chi sa scegliere

Via San Francesco d'Assisi, 155 Francavilla Fontana (BR) - TEL. 0831 811015


redazione@

FRANCAVILLA/ STORIA 2

.it

XVII

di Pietro Filomeno

La tassa sui rifiuti aumenta in modo inversamente proporzionale alla qualità del servizio

Nettezza urbana, i cittadini sono arrabbiati Una volta il sindaco si è ritrovato dei sacchi di immondizia davanti al cancello della sua villa di campagna

C

ome viene gestita la nettezza urbana a Francavilla Fontana? Male. Le cronache riportano di continuo le lamentele dei cittadini, degli esercenti e dei partiti dell’opposizione. I disagi reali sono tanti, in particolare dopo l’avvio della raccolta differenziata. E ora, con la stagione calda ormai in corso, le cose si stanno aggravando sotto l’aspetto igienicosanitario. Ci si lamenta che non tutti i cittadini “collaborano”. È vero: nonostante i controlli e le multe, c’è chi abbandona le buste dei rifiuti per strada o le va a buttare in periferia (nella zona 167, per esempio) o nelle campagne. Gli incivili, come sempre, non mancano. Anzi, a essi aggiungiamo anche i giovinastri della cosiddetta movida che disseminano dappertutto bottiglie, lattine, bicchieri e cannucce di plastica, avanzi di cibo e involucri di carta unti. Senza dimenticare neanche quei bravi concittadini che, in barba alle norme vigenti, lasciano in bella mostra sui marciapiedi i bisogni dei loro cani. E visto che ci siamo, tiriamo in ballo pure i piccioni: peraltro più insidiosi per la salute dei cittadini e dei monumenti. Basta, ora, con l’elenco dei “non collaboratori”. Non vogliamo rischiare di creare un alibi ai principali responsabili dei disagi: gli amministratori comunali. Perché non si trova una soluzione migliore ai bidoni ingombranti (bianchi, gialli, verdi, marroni e neri) in dotazione agli esercizi commer-

PELLETTERIA - VALIGERIA Via Roma, 7 Francavilla Fontana (BR) Tel. 0831.815834 pelletteriaclass@libero.it

www.pelletteriaclass.it

20% 50%

COLLEZIONI

• RIFIUTI ABBANDONATI IN CONTRADA CANIGLIE IL 27 GIUGNO SCORSO. IN ALTO POI, NEL RIQUADRO A SINISTRA, IL PROF. PIETRO FILOMENO.

• CONTRADA CANIGLIE DOPO L'INTERVENTO DI PULIZIA, AD OPERA DEL COMUNE, AVVENUTO IL 29 GIUGNO SCORSO.

ciali? Hanno invaso ogni angolo del centro urbano peggiorandone l’estetica. In più, aggiunti all’esagerato spazio occupato dai dehors dei bar, impediscono o rendono difficile il passaggio dei pedoni e, in alcuni casi, anche il transito e il parcheggio delle automobili. Perché la raccolta dell’umido non avviene ogni giorno, specie nei mesi estivi? I commercianti, cate-

goria forte, sono riusciti a strappare al Comune due obbiettivi: mettere l’umido all’esterno e farselo ritirare quattro volte la settimana. I cittadini comuni ne sono esclusi: hanno il torto di non sapersi organizzare in comitati di protesta e di rivendicare i propri diritti. Perché il non riciclabile – costituito in particolare di pannolini, pannoloni e assorbenti – deve

essere ritirato solo una volta la settimana? Perché, visto che non si possono multare, non si interviene per ridurre la presenza dei piccioni? Perché sono state tolte dalle contrade agricole i bidoni senza sostituirli con le preannunciate mini isole ecologiche? Le buste dei rifiuti, che intanto si ammucchiano per terra, allietano la mensa dei cani randagi e dei topi. Quello che resta viene capricciosamente sparso dal vento nelle campagne. Disperato, qualcuno incendia i rifiuti prima che vengano smaltiti – a modo loro – dai cani, dai topi e dal vento. E così, per l’aria, si libera la diossina. I cittadini sono letteralmente arrabbiati. Anche perché la tassa sui rifiuti, notoriamente salata, aumenta sempre e in modo inversamente proporzionale alla qualità del servizio. Rabbia che il sindaco conosce bene: una volta si è ritrovato dei sacchi di immondizia davanti al cancello della sua villa di campagna. Sul tema rifiuti i francavillesi hanno, da tempo, l’animo esacerbato. Nel lontano 1999 ci fu una petizione popolare (5mila firme) per contrastare la nascita della discarica consortile. Con grande sprezzo dell’opinione pubblica, gli amministratori d’allora (sindaco sempre della Corte, burattinai i parlamentari Curto e Vitali) non ne tennero assolutamente conto. Nella gestione dei rifiuti, gli interessi erano e sono grossi. Non si poteva mica ascoltare il grido d’allarme dei soliti rompiscatole. Poi si è visto come è andato a finire: disastro ambientale e aumento della Tarsu. Con la raccolta differenzia, pare che la musica continui.

A PARTIRE DAL 2 LUGLIO


.it

redazione@

RIFIUTI ATO BR/2

XVIII

di Maria Angelotti A guidare i nove Comuni, "ricompare" il sindaco Vincenzo della Corte che dovrà individuare il luogo della nuova discarica, tenuto conto che Francavilla ha già dato "abbondantemente".

ATO BR/2: Urge un nuovo sito per i rifiuti

N

• LA DISCARICA DI "VIA SAN VITO" A FRANCAVILLA FONTANA.

apoli insegna. Ma forse non abbastanza. L'emergenza rifiuti nel capoluogo campano nasce, tra le altre cose, anche dal fatto che non ci sono più in zona discariche che possano accogliere i rifiuti. La stessa cosa che potrebbe accadere nel brindisino in considerazione del fatto che, ora come ora i comuni dell'Ato Br2 (che riunisce i comuni di S.Pancrazio Salentino, Erchie, Torre, Oria, Latiano, Francavilla Fontana, Villa Castelli,

Ceglie Messapica e S.Michele Salentino), stante la chiusura da gennaio della discarica francavillese di Feudo Inferiore, conferiscono tutti nella discarica brindisina di Autigno. La stessa in cui conferiscono, per intendersi, i comuni dell'Ato Br/1(Brindisi capofila più altri undici comuni della provincia). Pure la discarica di Autigno è prossima però all’esaurimento. Dove allora si andranno a portare i rifiuti dell'intera provincia? Occorre trovare una

soluzione in tempi stretti per scongiurare l'emergenza. A parte il problema delle discariche prossime all'esaurimento vi è, per i comuni del brindisino, anche un problema di costi per lo smaltimento dei rifiuti. La provincia di Brindisi non ha un impianto di compostaggio per la frazione umida in funzione. L’Ato Br/2utilizza quello di Modugno e quello di Manduria. A Modugno il costo è di 70 euro per ogni tonnellata di

frazione umida conferita. In quattro anni, tanto per rendere l'idea, sono stati spesi circa 3 milioni di euro per portare l’umido fuori dal Brindisino. Ma torniamo al nodo discarica. L'individuazione di un nuovo sito per i comuni dell'Ato Br/2 è in cima nella lista delle priorità del nuovo cdA dell'Ato Br/2. Il cui presidente è il sindaco di Francavilla Fontana Vincenzo della Corte, eletto all’unanimità lo scorso 25 giungo. Il primo cittadino della città degli Imperiali già in passato aveva ricoperto il ruolo in questione. Gli succedette poi l’ex sindaco di Oria Cosimo Ferretti. Quindi il commissario prefettizio sempre del comune di Oria, all’indomani della sfiducia a Ferretti. Oggi la nuova elezione del sindaco

di Francavilla. Per quanto tempo durerà il suo mandato non è dato sapere perché secondo una recente normativa dovrebbero essere sciolti i vari Ato e tutte le competenze dovrebbero andare alla provincia con un unico Consorzio Ato-Br. Certo è che Della Corte si troverà a presiedere l’Ato Br/ 2 in una fase molto critica e delicata. In agenda, come detto, l’individuazione di un nuovo sito da adibire a discarica. All’indomani della decisione della Provincia di Brindisi di chiudere, nel gennaio di quest’anno, la discarica Feudo Inferiore di Francavilla perché oltremodo satura, l’allora presidente dell’Ato Br/2 Ferretti aveva parlato della possibilità di individuare in agro di Oria il luogo per la nuova discarica. Poi non

• IL SINDACO VINCENZO DELLA CORTE.

se n’è fatto più nulla. Un nuovo sito però ora occorre trovarlo. E anche presto. Ma non nel territorio di Francavilla, avendo al città degli Imperiali già abbondantemente dato.

Immondizie, fioccano multe salate per gli incivili

C

• RIFIUTI SPARSI SOTTO IL PONTE DELLA ZONA P.I.P.

ontinua in maniera incessante l’azione della Polizia Municipale di Francavilla finalizzata a debellare il fenomeno dei rifiuti abbandonati sia nel centro urbano che nelle numerose contrade. Affinchè tale fenomeno possa essere debellato, proprio nei giorni scorsi è stata aumentata a 160,00 euro la sanzione amministrativa contemplata nell’Ordinanza Sindacale nr. 467/10 che, inizialmente, prevedeva il pagamento di euro 50.00 salvo l’applicazione di sanzioni penali per gli episodi più gravi.

Dichiara l’assessore Francesco Fumagalli: “Come appare sotto gli occhi di tutti, infatti, ad oltre sei mesi dall’avvio del servizio “porta a porta” della raccolta dei rifiuti, circa il 50% degli utenti francavillesi non intende usufruire di tale servizio preferendo disfarsi dei rifiuti abbandonandoli dove capita, in un angolo di strada o in aperta campagna. La stagione estiva, ormai sopraggiunta, ha registrato un incremento di tale fenomeno atteso che molte famiglie si sono trasferite presso la propria residenza estiva. A tutto ciò

si aggiunge l’uso del nostro territorio come “pattumiera” da parte di cittadini residenti nei comuni limitrofi, come Oria, Latiano e San Michele Salentino, comuni nei quali, ancor prima che a Francavilla Fontana, è stato avviata la raccolta differenziata”. Il 19 giugno scorso è stato deferito alla Procura della Repubblica di Z.S., titolare di un pubblico esercizio di San Michele Salentino che, nella notte precedente, aveva permesso ad un suo collaboratore di smaltire nella campagne di Francavilla Fontana una notevole quantità di rifiuti di ogni genere contenuti in alcuni bustoni di plastica. Qualche giorno prima, sotto il ponte della zona Pip c’è stato un altro blitz dei vigili che hanno constatato la presenza di

rifiuti provenienti dai comuni di Villa Castelli, Latiano e Mesagne. Si sta procedendo anche in questo caso

all’esame dei rifiuti per smascherare gli “incivili”.

• FUMAGALLI E IL COMANDANTE ANTONIO CITO, NEL BLITZ DI GIUGNO SOTTO IL PONTE DELLA ZONA ARTIGIANALE.

38,00

EL 15% SCONTO D I NFEZIONA SULLE COPA RASSIT RI TI N A LI EG D

SERVIZIO TOILETTATURA e ARTICOLI PER: Cani, Gatti, Pesci e Uccelli roditori S.S. 16 per Ostuni (nei pressi Hotel Villa Jole) - Carovigno (BR) Tel. 0831 99 07 79

ZYZEK PLUS

ESCLUSI I PRODOTTI IN OFFERTA

€ 14,99


redazione@

.it

XIX

FRANCAVILLA/ ATTUALITÁ

Fiera dell’Ascensione: una vergogna Mercoledì 22 giugno è stata inaugurata l’ennesima edizione della Fiera dell’Ascensione: una celebrazione per pochi intimi, con pochi espositori che solo dopo quattro giorni hanno imprecato e subito i danni. Altro che contenimento della spesa pubblica! Uno spreco davvero se si pensa che vengono corrisposti stipendi per dodici mesi all’anno per… non far niente. Appena insediato da assessore provinciale, non senza uno spirito di campanile , mi preoccupai di ricercare gli atti fondativi nel tentativo di ricreare quell’Ente da anni notoriamente in dissesto. Per i primi due anni furono corrisposti dei contributi che invece di sostenerne il rilancio servirono per sanare l’esposizione debitoria. Poi furono eseguiti alcuni lavori urgenti considerato che pioveva nel vano uffici ed in alcuni boxes. Ma il rammarico prese il sopravvento quando, dopo alcuni e costanti inviti rivolti dallo scrivente ed in primo luogo dal Presidente Errico , né il Comune assegnatario del suolo acquistato nel 1956 dalla Provincia, né la Camera di Commercio e né la Regione si presentarono una sola volta agli incontri fissati. Un abbandono totale, un menefreghismo completo. Fu proposto di permutare quel sito con altro nella zona industriale al fine di collegare quella zona produttiva con una struttura che non fosse solo sede espositiva ma anche centro servizi, cen-

tro di propulsione per l’attività commerciale di Francavilla e del comprensorio. Andava individuata una specializzazione considerato che le fiere generiche non hanno futuro. Annunci, conferenze stampa, programmi e propositi per non riuscire a tenere un solo incontro con i soci fondatori. Ebbene, giorni or sono, si apprende quasi come una confidenza o un pettegolezzo che si svolgeva un’altra edizione. Nessuno, proprio nessuno se ne è accorto perché non c’era nemmeno un manifesto. Nemmeno la tradizionale informativa cittadina che cura con efficacia il buon Cafueri con altoparlante sull’auto in giro per la città. Niente, niente di tutto questo; lo sapevano i quattro personaggi preposti all’inaugurazione e quei pochi espositori raccattati e supplicati ad aprite uno stand. Gente venuta da Napoli che non raccolto nemmeno la spesa dello stand pari ad euro 1.300. In cinque giorni visitatori 240. Spese inutili, spreco di denaro pubblico per il solo gusto di tagliare un nastro. Altro che fiera nazionale! Ed allora caro Sindaco, caro Presidente della Provincia e caro presidente della Camera di Commercio, o trovate il tempo ed il modo per ridisegnare e rilanciare la Fiera o abbiate il coraggio di individuare una nuova destinazione a quella struttura prima che cada a pezzi. Una cittadella culturale asse-

gnando due box ad ogni associa- plicati. trasti. Quando si amministra si è zione culturale e sportiva della Qualcosa SI DEVE FARE. Pri- di tutti e per tutti. Se poi vi sono città viste le esigue disponibili- ma di progettare grandi opere sotterranei progetti in campo di tà per pagare i fitti di ambienti che poi rimangono sospese, sal- edilizia allora ditelo subito peranche angusti; un centro poli- viamo l’esistente. Se poi vi sono ché i cittadini sapranno come funzionale con sala convegni difficoltà a dialogare tra Enti al- comportarsi. o spettacoli. Grande parcheg- lora prendete atto che la gestioTani Roma gio e posizione centrale. Ne ne della cosa pubblica non può già assessore gioverebbero anche le attività dipendere da simpatie o da conprovinciale commerciali del viale e dintorniPotrebbe anche essere una Movimenti sospetti all'ex mercato mensa centraPreoccupa pure l'igiene lizzata con sevizi per alunni pendolari che, nel pomeriggio, potrebbero frequentare le attività integrative e didattiche disertate a causa della mancanza di collegamenti pomeridiani. Si • ANNOSI I LAVORI ALLA STRUTTURA DELL'EX MERCATO COPERTO, UBICATO A CAVALLO TRA CORSO UMBERTO I E VIA REGINA ELENA. potrebbe realizl momento si tratta di solo voci: attorno vesse corrispondere al vero, ci troveremmo zare un salone all’ex mercato coperto sarebbero sta- di fronte a casi di pedofilia e di atti osceni in permanente dei ti notati minori appartati con persone luogo pubblico”. L’ex mercato coperto che prodotti locali adulte. Il consigliere comunale del “Gruppo si affaccia su piazza Umberto I, è un pugno ed in particolar misto-Nuovo Polo” Mariano La Sorsa ha nell’occhio nel cuore della movida oltre che lanciato l’allarme su un presunto giro di pe- dimora di ratti ed insetti. Preoccupa pure modo della cadofilia -tutto da appurare - e sulla presenza l’igiene nella zona: “A causa di un’eccessimiceria se ancodi tossicodipendenti nel cuore della movida. va trascuratezza da parte dell’amministrara può consideA proposito dell’abbandono dell’immobile zione comunale, in questa zona c’è – precisa rarsi un settore e del “sospetto suo uso”, così scrive nel- l’esponente politico un problema di grande trainante; mala lettera al sindaco Vincenzo della Corte, difficoltà igienico sanitarie per chi abita. La Sorsa: “Ancora più grave è poi l’uso Questi signori sono infatti costretti a dover gari un marchio che sembra ne facciano i tossici di questa convivere con odori sgradevoli e possibili doc, a prezzi struttura che, per evitare di essere spiati e infezioni causati dall’uso come vespasiano, concorrenziascoperti, la usano come nascondiglio e di non solo notturno, ma anche diurno”. Seli visto che le ciò ne abbiamo avuto già riscontro quando, condo La Sorsa “non è plausibile scaricare nostre camicie effettuati alcuni sopraluoghi, sono state rin- le colpe sulla mancanza di civiltà perchè la venute siringhe con aghi infetti. Ma questo responsabilità più grande è di chi è prepovengono fornite non è tutto, perchè, a dire di molti, spesso sto a far si che l’educazione civica venga alle grandi marsono state viste appartare persone adulte rispettata”. che a prezzi tricon ragazzini di ambo i sessi, e se questo doGianni Cannalire

A


.it

redazione@

XX

ARTE E CULTURA

L'ombra della luce sospesa tra arte e design Ad Ostuni la personale della francavillese Daniela Chionna

Città di Ostuni

L’ombra della luce 2 - 14 luglio 2011 sospesa tra arte e design 19, 3 0 - 2 2,0 0 Opere di Daniela Chionna Artist designer

presso l’Oratorio della Chiesa del Purgatorio Via Alfonso Giovine centro storico | Ostuni (Br)

www.danielachionna.it

g l i e v e n t i n e l l’ e v e n to / s t e s s a s e d e

Arte SAcrA e SimboLogiA perdutA Relatore: Teodoro Brescia 7 luglio - ore 19,30

Filosofo, Autore del libro “I Misteri del Cristianesimo. L’olismo originario e le verità ritrovate”, Mir Edizioni, Firenze

StAnchi di eSSere SpoSSAti e doLorAnti? nti? LA viA deL beneSSere in ognuno di noi Relatore: Michael J. Senior 11 luglio - ore 19,30 Doctor of Chiropractic - USA

Antonio Piro Impianti Elettrici Civili e Industriali Nolo Piattaforma aerea fino a 27 metri

Via Zingaropoli, 87 Tel. 329.4251806 Francavilla Fontana

O

stuni ha riaperto le porte per la seconda volta all'arte e il design con la mostra "L'ombra della luce sospesa tra arte e design” con le opere di Daniela Chionna. Questa volta dopo Palazzo Tanzarella la struttura che ospita la mostra inserita nella stagione estiva e con il patrocinio della Città di Ostuni è

• PARTICOLARE DELLA VOLTA DELLA CHIESA DEL PURGATORIO DI OSTUNI.

• GRAFFITO DI LUCE, OPERA DI DANIELA CHIONNA.

l'oratorio della Confraternita del Purgatorio sito in via Alfonso Giovine, centro storico. Luogo di notevole interesse artistico architettonico risalente al 18° secolo che testimonia ricchezza di storia e arte nello splendido scenario di Ostuni antica. Molto bello è il commento critico del filosofo Teodoro Brescia che ha saputo indagare e carpire alcuni concetti salienti delle creature luminose di Daniela Chionna. «Senza luce c'è solo il buio. L'ombra, invece, è figlia della luce. É la proiezione della forma di un elemento irradiato dalla luce stessa. E la luce può essere esterna oppure interna all'elemento. L'arte è la luce interna che irradia l'anima e la stimola a proiettare all'esterno le forme della sua ispirazione. Le opere di Daniela Chionna non dividono bensì legano, tra forme e colori, oggetti lontani. Legano la pittura alla scultura, al design riconnettendo l'arte alla sua funzione che, proprio come la luce, dovrebbe essere sia interna che esterna: esterna come funzione pratica e decorativa; interna come aspirazione ad immortalare, trasmettere ed ispirare un messaggio ed un attimo

di eternità. Un'aspirazione che emerge nello stile di queste opere che paiono sospese, tra fili e trespoli, tra passato e futuro, tra limiti regolari e intimi liberi, tra luci ed ombre cercando di attingere al mistero di quella eternità e alle sue suggestioni». Nello stesso scenario intanto inseriti nella mostra stessa si terranno due interessanti seminari. "ARTE SACRA E SIMBOLOGIA PERDUTA", il titolo del primo dei due in programma il 7 luglio alle ore 19.30 (stessa sede della mostra). Protagonista il filosofo francavillese Teodoro Brescia, studioso di paradigma olistico e della simbologia universale. Autore di numerosi libri ed articoli, Brescia è Dottore di ricerca in filosofia, Premio della Cultura 2001-Presidenza del Consiglio dei Ministri, Socio Onorario UNSA dal 2003, Premio Cucurachi-Achille 2010, docente presso il Master in “Consulenza bioetica e filosofica” dell’Università degli Studi di Bari “A. Moro”. Autore altresì di un prezioso ed importante libro "I misteri del Cristianesimo. L'olismo e le verità ritrovate" (MIR Edizioni, Firenze).

Attraverso i millenni e i continenti - è il tema del Seminario che Brescia terrà il 7 luglio - un filo rosso sembra legare le maggiori religioni e i movimenti spirituali della storia umana. Scorre nella loro parte più profonda, nascosto nelle forme dell’arte sacra e scritto in simboli. Ritrovarli e decifrarli vuol dire poter finalmente costruire un dialogo interreligioso ed una spiritualità fondati e universali. Secondo appuntamento (sempre presso la stessa sede) quello dell'11 luglio alle ore 19.30 che vedrà protagonista, invece, Michael J. Senior, dottore in chiropratica. Il Dr Michael J. Senior, è un chiropratico di lunga esperienza. Ha conseguito il titolo di Dottore in Chiropratica in uno dei più prestigiosi college americani, il LifeChiropratic College, in California, nel 1991. Nel corso degli ultimi 20 anni, ha lavorato in California e in diverse città italiane. Conosce diverse tecniche chiropratiche grazie alle quali aiuta tanti pazienti che presentano vari problemi di salute e/o alla colonna vertebrale. Il suo approccio verso la salute è di tipo salutista. E' un esperto in vari temi che concorrono al raggiungimento di uno stile di vita più salutare ed equilibrato, quali ad esempio l'alimentazione, lo stress emotivo, lo sport, la ginnastica e la postura. L'obiettivo principale che il dott. Senior si pone è proprio quello di creare insieme ai suoi pazienti un percorso verso uno stato di salute ottimale attraverso gli aggiustamenti chiropratici e la condivisione di una serie di informazioni che consentano di operare dei cambiamenti benefici nello stile di vita di ognuno. Titolo del seminario è: "La via del benessere in ogniuno di noi rispondendo alla domanda "STANCHI DI ESSERE SPOSSATI E DOLORANTI"? Un viaggio alla scoperta della potenzialità e della forza del dottore che è nascosto dentro in ognuno di noi.

Eventi letterari concomitanti nella cornice dell'Ombra della Luce Tra questi anche l'ultimo libro "In fondo alla notte" dello scrittore francavillese Alfonso Padula

S

i è cominciato il 4 luglio con la presentazione del libro del prof. Alfonso Padula “In fondo alla notte (Edizioni Ferrarelli & D’Andrea). Alfonso Padula è nato nel

1950 a Francavilla Fontana dove ha insegnato Letteratura e Storia negli istituti d’istruzione di II grado. È autore di saggi storici ed è presente con saggi di filosofia dell’ar-

te su riviste e cataloghi di mostre di pittura. Sullo sfondo di un paese agricolo della Puglia dominato dalla miseria e dalla grettezza morale, si consuma il dramma di

Maria (parliamo dell'opera di Padula) una bambina alle soglie dell’adolescenza chiusa nel suo mondo fantastico. Gli schemi del romanzo di formazione, presenti nel processo di autocoscienza della protagonista, vengono stravolti dai meccanismi di sopraffazione familiare, di degrado e di infelicità, a cui solo il personaggio del nonno ha la forza di ribellarsi. Ambienti e tempo del racconto, pur in presenza di una connotazione genericamente regionale e di una data, il 1961, emergono come

espressioni emotive della protagonista. Altra pubblicazione proposta quella di Giampaolo Balsamo, giornalista di Corato della Gazzetta del Mezzogiorno, “Vegliando oltre il cancello” (Secop Edizioni). Libro tenuto a battesimo nella città di Barletta e anche a Torino in occasione del salone internazionale del libro. Un caso di cronaca che ha fatto parlare la nazione, il ritrovamento dei due cadaveri delle sorelle Tupputi e la terza sorella che li ha vegliati per oltre un anno prima che

qualcuno varcasse quel cancello. Balsamo ha saputo andare oltre narrando i risvolti di una storia inquietante, una storia di solitudine di indifferenza sociale ma anche una storia d'amore. L'ultimo libro è quello di Sergio Siciliano con "Ti Iodio da morire". Un tascabile composto da una parte medico-scientifica, una parte di indicazioni concrete (ricette gastronomiche senza iodio), pratiche da seguire nel quotidiano, per chi ha dovuto subire un intervento di tiroidectomia totale. É l'esperienza personale

dell'autore del libro (autore e attore di teatro, cinema) che ha combattuto contro il dramma del suo male dando un contributo alla medicina scrivendo un vero vademecum sull'alimentazione. Il suo libro è anche divenuto oggetto di discussione e punto di riferimento in molti convegni nazionali a carattere medicoscientifico. Un classico esempio di come l'autoironia ed una giusta dose di buon umore possano essere in grado di agevolare il decorso di una malattia che lascia senza fiato.


redazione@

DALLA PARTE DEI CITTADINI

.it

XXI

di SergioTatarano

I Radicali di Francavilla lanciano la campagna per l'incentivo all'utilizzo dell'acqua del rubinetto

Mini test ai francavillesi: in troppi bevono acqua in bottiglia Ecco l'Ordine del Giorno proposto per il Consiglio comunale

I

l referendum del 12 e 13 giugno ha avuto l’innegabile merito di spostare l’attenzione su un tema come l’acqua e principalmente sulla necessità di una messa in discussione dell’uso che di essa si fa. Anche a livello locale si pone la necessità di individuare forme di corretto utilizzo dell’acqua nonché soluzioni di risparmio e di promozione di politiche maggiormente rispettose dell’ambiente. Di fronte ad un sempre più drammaticamente crescente consumo di acqua in bottiglia, un’amministrazione intelligente dovrebbe intervenire in maniera energica. Un piccolo test sottoposto ad un campione di francavillesi ha mostrato che poco meno della metà degli interpellati (48,8%) beve acqua in bottiglia; di questi, il 43,8% afferma che nella propria famiglia si consumano in media da 5 a 10 bottiglie a settimana mentre un altro 42,2% da 10 a 20; da sottolineare, in particolare, che chi consuma acqua in bottiglia lo fa normalmente perché spinto e condizionato da convincimenti creati ad arte dalla pubblicità, rispetto ai quali

Uno degli obiettivi, lo stop alle bottigliette d'acqua in Consiglio (nella foto l'eloquente dimostrazione del mancato utilizzo dell'acqua pubblica)

N

ell’ordine del giorno redatto dai radicali circa "Utilizzo dell’acqua del rubinetto” e “municipio sostenibile”, si impegna il sindaco, la giunta ed il presidente del consiglio comunale affinché: avvii una campagna informativa per formare nell’opinione pubblica una consapevolezza e

le amministrazioni hanno tutto il diritto ed il dovere di promuovere soluzioni alternative (26,7% pensa sia più sana, il 24,4% non si fida dell’acqua di rubinetto, il 33,3% preferisce il sapore di quella in bottiglia e solo il 15,6% beve acqua frizzante); ma soprattutto, dovrebbe far riflettere che l’82,1% dei

una cultura dell’acqua rendendo noto, attraverso il sito del comune, i risultati dei periodici esami svolti dal servizio idrico sulle caratteristiche dell’acqua dell’acquedotto per informare correttamente i cittadini e motivarli così all’uso dell’acqua di rubinetto; introduca in tutte le strutture comunali, quali ad esempio scuole, mense ed uffici, il consumo di acqua pubblica, abbandonando quello di acqua in bottiglie di plastica, avvalendosi all'occorrenza di sistemi di trattamento dell'acqua e comunque sempre prevedendo adeguati controlli; si preferisca e si

cittadini si dichiara disposto a bere acqua di rubinetto a patto di ricevere una più adeguata informazione sulle caratteristiche della stessa. Il consumo quotidiano nelle nostre case - come negli uffici pubblici rappresenta una fonte di inquinamento che si potrebbe eliminare o almeno

preveda l'uso dell'acqua del rubinetto anziché l'acqua in bottiglia nelle manifestazioni comunali (fiere e ricorrenze); si ponga fine fine all'attuale fornitura di bottigliette d'acqua in plastica per la sede Municipale e tutti gli edifici comunali; si doto di distributori d'acqua naturale, e, se previsti, bicchieri usa e getta in materiale comportabile; infine che si utilizzi la quota risparmiata dalla fornitura di acqua naturale in bottiglia per finanziare il passaggio all'utilizzo, per le normali pratiche d'ufficio, di carta riciclata, in luogo della carta vergine attualmente in uso.

ridurre drasticamente se solo l’amministrazione si impegnasse a tranquillizzare i cittadini sullo stato dell’acqua di rubinetto. Seguendo l’esempio virtuoso di alcuni Comuni, che hanno sposato la campagna per l’incentivo all’utilizzo dell’acqua di rubinetto (buona, controllata, comoda e poco

costosa), si potrebbe contribuire a far risparmiare centinaia di euro ogni anno alle famiglie francavillesi, oltre a riservare un regalo al nostro territorio riducendo notevolmente una fonte così massiccia di inquinamento. Se solo pensiamo al consumo di bottiglie in plastica nelle mense, negli uffici, nei bar, nelle scuole o, per esempio, nelle stesse sedute di consiglio comunale, comprendiamo

la vastità del fenomeno e la importanza di dotare gli esercizi pubblici di distributori di acqua potabile ed altresì di spingere i cittadini a modificare le loro abitudini giornaliere in casa. É per questa ragione che ho deciso di sottoporre alla politica ed in primis al sindaco questi risultati per chiedere che si discuta in direzione dello sviluppo di politiche in favore dell’acqua di rubinetto.

LA SCHEDA L’Italia risulta al primo posto nella classifica di consumo di acqua in bottiglia, con 194 litri pro capite. La tendenza è in costante crescita ed ha visto il dato triplicare in poco più di 20 anni, visto che nel 1985 erano appena i 65 litri consumati. Delle bottiglie prodotte appena un terzo viene avviata al riciclaggio, mentre il resto va ad intasare le discariche accelerandone l’esaurimento in una situazione in cui è sempre più complicato aprirne di nuove. IL NOSTRO CENTRO BENESSERE

SPECIALE IL NOSTRO RISTORANTE... PASQUA GRANDE E PRIMOGASTRONOMIA MAGGIO OGNI GIORNO... SALETTA ALLA CARTA ANCHE I TUOI GIORNI € 60,00PER VINI INCLUSI SPECIALI, RICEVIMENTI SALONE DELLE FESTE E FESTE € 37,00 VINI INCLUSI

SPECIALE DOMENICA: DALLE 19 TUTTO A € 19: CAMERA, BENESSERE, CENA DALLE ORE 19.00 TUTTO A

€19

m. 9,00 contrada Palagogna incrocio S.S. 581 Ceglie M. - San Vito dei N. x +39 0831 380933 - www.lafontanina.it - info@lafontanina.it S.P. 28 Ostuni - Francavilla F.na - km. 9,00 contrada Palagogna incrocio S.S. 581 Ceglie M. - San Vito dei N. tel. +39 0831 380932 fax +39 0831 380933 - info@lafontanina.it

www.lafontanina.it RICEVIMENTI di Classe e Gusto


annunci@

.it

XXII

L'INTERVENTO

Quale centrosinistra a Francavilla Fontana?

L

• UNA PARTE DELL'OPPOSIZIONE IN CONSIGLIO. IN ALTO A DESTRA, L'ASSESSORE PROVINCIALE MAURIZIO BRUNO.

’ampia vittoria elettorale alle recenti elezioni amministrative, non solo a Milano e Napoli, apre prospettive interessanti per il centro-sinistra e per l’intero Paese. Segna un’inversione di tendenza, per cui finalmente non morremo tutti berlusconiani. Radica la consapevolezza che, se il blocco di centrodestra e dell’annesso groviglio di appetiti, interessi ed affari, è franato proprio nella sua roccaforte, allora può cedere dappertutto. Afferma un nuovo modello di comunicazione politica, quella orizzontale ed interattiva della rete, che manda in soffitta la truce propaganda di regime e, nel caso dei referendum del 12 giugno, vanifica l’oscuramento dei temi referendari imposto dal potere. Disegna una nuova identità, nitida, forte, consapevole, serena, propositiva delle forze di centrosinistra a dispetto della ridicola e strumentale accusa di estremismo, rozzamente rovesciata ad-

dosso a Pisapia e De Magistris. Smentisce l’assioma secondo il quale si vince al centro a dispetto pure di chi, pur di giustificare personali propensioni tattiche, ha esaltato il cosiddetto modello “Macerata” come avvenuto per il cosiddetto modello “Brindisi”. A Francavilla, sebbene le elezioni amministrative siano ancora lontane, si pone la necessità di porre le basi per un tentativo di affermazione, anche se l’impresa non è semplice soprattutto per l’assenza di un’opinione pubblica “libera” in grado di assegnare la vittoria a maggioranze diverse da quella eterna e apparentemente immarcescibile di centro-destra. Cosa fare per sovvertire una situazione di tipo parafeudale? Necessiterebbe una vera e propria “rivoluzione culturale”, che richiede tempi lunghissimi. Nel frattempo si può iniziare ad erodere le basi del massiccio consenso che “premia”, para-

dossalmente, proprio la classe politica responsabile dello sfascio cittadino, capace al più di pavoneggiarsi in uno sciovinismo campanilistico, quello dell’interminabile festa dei 700 anni, del tutto gratuito e fuori luogo ma costoso purtroppo per le casse comunali. Come? Per esempio, spostando la questione lavoro da una dimensione individuale ad una collettiva, da una concezione del “lavoro-favore” ad un’altra del “lavoro- diritto”, mediante politiche attive ed efficaci ponendo attenzione alla esistente zona industriale ed artigianale esigendo dalle imprese, ivi insediate ed ancora insediabili, il rispetto delle strategie di investimento occupazionale. Ed ancora, prima di favoleggiare su presunte nuove allocazioni o conversioni con ulteriore sperpero di denaro pubblico, si vuole discutere in termini di “verità” sul futuro dell’Ente Fiera e della utilità del Centro di Carico Intermodale? Inoltre prospettando il problema casa non come insormontabile dramma personale ma come individuazione di precise responsabilità amministrative (no al consumo indiscriminato del territorio e riuso/riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente e delle periferie). Il PUG (Piano Urbanistico Generale) lo si vuole veramente? O si ritiene,come avvenuto sin qui, di continuare a ‘gestire’ le indicate esigenze con il vecchio Piano di Fabbricazione ormai inservibile e neppure passibile

di aggiornamenti mediante varianti, stante i limiti e vincoli di legge. E che dire ancora delle politiche sociali che, nel contesto di tagli e di manovre destinate a compromettere ulteriormente i bilanci delle famiglie e i redditi del ceto medio, rischiano di continuare a rimanere appannaggio di gestioni clientelari e assolutamente personali prive di controlli e di adeguate alternative quanto alla loro destinazione? Non ci si può rassegnare alla sciagurata e poco chiara gestione dell’appalto rifiuti che,pur in presenza di una conclamata raccolta differenziata porta a porta, non garantisce ad oggi servizi adeguati ma costi insostenibili. E allora è possibile sperare che anche a Francavilla emergano sensibilità ed opinioni che sollecitino la costruzione di una alternativa con un’identità ben definita, senza equivoci, ammiccamenti, ambiguità, rincorse ad alleanze spurie o a “quell’isola che non c’è” costituita dal cosiddetto “centro” o, peggio ancora, regalando fette di elettorato a chi nominalmente si richiama ossessivamente a quel “ceto moderato” offeso e negletto e per tali ragioni indignato se non “incazzato”. I giovani, gli uomini di cultura, i rappresentanti delle forze sociali, i partiti di centrosinistra a Francavilla intendono vivere nell’attesa delle scelte e degli esiti delle lotte in atto fra le nomenclature nazionali e regionali

Corrono voci a Francavilla di una candidatura a sindaco, alle prossime amministrative, di Maurizio Bruno (PD) ma c'è già chi boccia questa "pretesa". confidando solo nell’inerzia dei fatti o errori degli altri e della conseguente ripulsa che ciò potrebbe comportare in termini elettorali? Si vuole costruire, nella sana e proficua contaminazione tra società civile e forze politiche, una classe dirigente forte e credibile nel rompere anche gli interessi di consorterie e di comitati di affari? E così contrastare eventualmente le aspettative di chi pensa di coltivare e “imporre” domani (2014), approfittando (se non favorendolo) del vuoto assoluto di proposte e percorsi politici e del perpetuarsi di una diffusa rassegnazione, personali candidature magari giustificate solo da incarichi istituzionali ricevuti in virtù di metodi e scelte opinabilissime. Cosimo d’Alema "Democratici per la Costituzione"

Animals’ Outlet Outlet

by

su articoli per Prezzi da Cani, Gatti, Pesci e Uccelli Roditori

Servizio Toilettatura con ritiro e consegna a domicilio Via Cavalieri di Vittorio Veneto, 10 - Ostuni (Br) Tel. 0831 34 22 52


redazione@

diritti dei cittadini

.it

XXIII

di Marina della Corte

Ferie e relax anche per il miglior amico dell’uomo Poche e semplici regole per una vacanza a “quattro zampe”

F

inalmente è arrivata l’estate e con essa anche le meritate vacanze che molte persone lodevolmente trascorreranno con i propri animali di affezione. Andare in villeggiatura con il nostro Fido o Micio non è solo un divertimento e un piacere ma comporta l’osservanza di normative ben precise atte ad assicurare un viaggio piacevole e sicuro sia per il turista umano che per quello a quattro zampe. IL CANE E IL MARE Se la meta eletta è il mare diventa fondamentale la scelta della spiaggia, in quanto non in tutte le spiagge libere e soprattutto non in tutti gli stabilimenti balneari privati è consentito l’accesso ai cani. Se è pur vero che, a seguito dell’ordinanza-tipo proposta dal Ministro del Turismo ai comuni italiani, stanno nascendo molti stabilimenti balneari attrezzati per garantire ai proprietari di animali da affezione la possibilità di portarli in spiaggia, ancora oggi in Italia sono poche le località dove poter godere della compagnia del vostro pet sotto l’ombrellone! Chi si reca in una località balneare italiana con il proprio amico Fido dovrebbe, quindi, informarsi in anticipo presso i rispettivi comuni o agenzie di promozione turistica se vi sono in zona stabilimenti che prevedano angoli riservati ai quatto zampe (con abbeveratoi, aree gioco e docce) ovvero chiedere quali sono le

normative locali che regolamentano l’accesso in spiaggia degli animali di affezione visto che le sanzioni, in caso di infrazione, sono molto esose. Capita sovente, pertanto, di imbattersi in divieti comunali di accesso in spiaggia per tutti i cani o solo per esemplari di certe razze. Ma attenzione: la maggior parte di questi divieti sono illegali! Il divieto in questione, infatti, per essere valido necessita di: 1) un’ordinanza che lo motivi, pubblicata nell’albo pretorio del comune; 2) indicazione dell’estensione oraria del divieto; 3) sottoscrizione del sindaco o di un assessore delegato o del capo dei vigili urbani. Inoltre, il cartello recante il divieto deve riportare nel retro il numero dell’ordinanza comunale di riferimento e l’indicazione della data di scadenza. In caso contrario, il divieto è nullo e le relative sanzioni comminate per sua presunta violazione sono passibili di impugnazione. ACCESSO AI LUOGHI PUBBLICI La legge nazionale vieta l’ingresso di animali nei negozi di alimentari, cinema, teatri e ospedali. E’ invece obbligatorio per il gestore consentire l’accesso agli animali nei bar, ristoranti e altri luoghi pubblici salvo non ne faccia espresso divieto con apposito cartello all’entrata e salvo regolamenti comunali o regionali specifici. Il Regolamento di Polizia Veterinaria (D.P.R. 08 febbraio 1954, nr. 320) e l’ordinanza del Ministero della Salute del 3 marzo 2009 impongono di utilizzare sempre il guinzaglio ad una misura non superiore a mt. 1,50 durante la conduzione dell'animale nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani individuate dai comuni.

Inoltre è obbligatorio portare con sé una museruola, rigida o morbida, da applicare al cane in caso di rischio per l'incolumità di persone o animali o su richiesta delle Autorità competenti. L’ordinanza del Ministero della Salute impone, inoltre, che i cani debbano obbligatoriamente portare guinzaglio e museruola in locali pubblici o su un mezzo di trasporto. TRASPORTO DI ANIMALI Indipendentemente dalla tipologia di mezzo di trasporto scelto per andare in villeggiatura si deve essere consapevoli che non ci si può “inventare” viaggiatori senza prima aver preso visione delle normative riguardanti il trasporto degli animali per viaggiare sicuri e non incorrere in spiacevoli imprevisti. Per i viaggi all’estero l’Unione europea stabilisce che cani, gatti e furetti debbano possedere un passaporto europeo redatto da un qualsiasi veterinario (Regolamento CE n.998/2003 e successive modifiche). Il passaporto è individuale e per questo l’animale deve essere identificato tramite un microchip che viene inserito sotto la cute da un medico veterinario autorizzato. Il passaporto contiene tutti i dati anagrafici dell’animale e nelle pagine all’interno possono essere documentate le vaccinazioni eseguite e le certificazioni sullo stato di buona salute. È obbligatoria, per poter viaggiare all’estero, la vaccinazione antirabbica, che deve essere effettuata almeno 21 giorni prima della partenza. Per i viaggi all’interno dell’Italia vi è il solo obbligo di iscrizione del cane all’anagrafe canina nazionale. Spesso è richiesto un certificato di buona salute rilasciato dal medico veterinario. I cani che non sono contenuti nell’apposito trasportino devono essere sempre muniti

Avv. Marina della Corte di museruola e Unione Nazionale Consumatori Info: 331/6123800 tenuti al guinmarina.dellacorte@libero.it zaglio. Per ciascun vettore vi sono poi particolari restrizioni e pertanto è sempre bene documentarsi prima della partenza. In generale: • per i viaggi in treno è possibile trasportare gratuitamente cani di piccola taglia, gatti ed altri piccoli animali domestici custoditi nell’apposito contenitore di dimensioni non superiori a 70x30x50 e solo uno per persona. Per i cani di dimensioni maggiori è consentito il trasporto con guinzaglio e museruola e dietro pagamento di un biglietto con tariffa ridotta; • per i viaggi in aereo non tutte le compagnie permettono di portare a bordo il proprio animale. Le compagnie che lo permettono consentono solitamente il trasporto a bordo di piccoli animali all’interno degli appositi contenitori e l’imbarco in stiva di animali di dimensioni più grandi; • per i viaggi in traghetto spesso l’accesso agli animali è consentito solo sul ponte o negli appositi spazi dedicati e spesso situati sempre sul ponte. Alcune compagnie invece prevedono che il proprio animale possa accedere alle cabine e alle aree comuni, ma non alle aree ristorante; • per i viaggi in auto, in ossequio a quanto dispone l’art. 169, 6° comma del Codice della strada, e’ consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore a uno, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo dal posto di guida, per impedire ai nostri amici con la coda di creare pericolose distrazioni al conducente.


redazione@

.it

XXIV

SPAZIO OPINIONI

Tra i neo Cavalieri Crociati “Guardiani di Pace” anche due francavillesi

di Elisabetta Santoro

Videogame si, videogame no

La nuova era del gioco virtuale

Dott.ssa Elisabetta Santoro Educatore Professionale elisabetta_santoro85@libero.it

O

ggigiorno diventa sempre più frequente la presenza dei videogame nelle case moderne. É raro riscontrare un’abitazione priva del suddetto gioco, e proprio lì dove manca, appare come un

luogo inesistente! Nulla contro questa nuova modalità di interazione, però, con chi si interagisce davvero?! Solo ed esclusivamente con uno schermo! Sicuramente, tutto ciò che fa da cornice al

gioco (prove da superare o ostacoli da raggirare …) stimolano la concentrazione, l’osservazione, l’intelligenza, però è tutto positivo?! Tempo addietro, ci si divertiva insieme, chiacchierando animatamente quando il punteggio non era esatto o quando qualcuno tentava di sfidare la sorte, ma tutto veniva espresso faccia a faccia, guardandosi negli occhi. Da alcuni anni, invece, il gioco virtuale ha preso il sopravvento su quello reale, lasciandosi dietro quel passato da cui sempre

si è presa coscienza per costruire il presente … e il futuro? Solo schermo e schermate! É davvero triste osservare tanti bambini, che nel silenzio della loro camera, ingannano il tempo distesi su un divano, con gli occhi sgranati, cercando di vincere un violento gioco! Giocare si, ma con misura e soprattutto sarebbe auspicabile informare tutti i bambini che c’è più gusto a rincorrersi per i prati, che rincorrere e sconfiggere un mostriciattolo inesistente. E ho concluso!

• NELLA FOTO: IL 1° A DESTRA É IL DOTT. LEONARDO SOLAZZO. 3° DA DESTRA, IL NEO CAVALIERE PASQUALE MITRANGOLO.

D

• IL DOTT. SOLAZZO, AL CENTRO, ATTORNIATO DAL GOTHA D'ITALIA DELLA CONFEDERAZIONE INT.LE "CAVALIERI CROCIATI".

omenica mattina 19 giugno scorso, nello splendido salone del Castello di Mesagne, si è svolta la cerimonia d’investitura di nuovi Cavalieri e “Commander” della Confederazione Internazionale Cavalieri Crociati “Guardiani di Pace”, Ordine Ospitalieri di S. Giovanni di Malta e Rodi. Alla presenza di numerose autorità civili militari e religiose, il Gran Priore d’Italia, Gen. Enzo Ferraro, ha posto una grande spada sulle spalle e sulle teste di tanti giovani e meno giovani, sia militari che civili esercitanti diverse professioni nella società, nominandoli Cavalieri. Tra loro, ha ricevuto tale ambito titolo il Cav. Pasquale Mitrangolo, francavillese, presentato dal Priore del Priorato della Valle d’Itria, dott. Antonio Maria Aiello.

E sempre su proposta di quest'ultimo, il dott. Leonardo Solazzo, anch’egli di Francavilla, ha ricevuto l’investitura di “Commander”, dopo essere stato già nominato Cavaliere nell’ottobre scorso. Durante la cerimonia, il Gran Cancelliere dell’Ordine, prof. Giorgio Cegna, ha illustrato ai neo Cavalieri le diverse opere caritatevoli e di concreta solidarietà attuate dalla Confederazione e, sul piano culturale, l’impegno per un costruttivo dialogo con le religioni ortodosse e musulmane. Al termine, è stato donato numeroso materiale di servizio ad un rappresentante della Protezione Civile. Tutta la cerimonia è stata curata ed organizzata dal Priorato di Lecce, nella persona del Gran Priore di Puglia Comm. Salvatore Marcianò. Giovanni di Noi


redazione@

XXV

.it

1° Giornata - RIPOSA MERCATONE UNO Incontro Incontro R. CALENDARIO PARTITE, CLASSIFICA GENERALE, Magrì Arreda Dipral 17-3 Soave_Soavegel Ga.Mi. CLASSIFICA MARCATORI, MIGLIOR GIOCATORE E MIGLIOR PORTIERE Novimpianti Gea 6-4 Artigian Russo Icem Nuovarredo Distante 5-9 Pubbliservice Magrì Casa (Prospetti aggiornati al 2 Luglio 2011) 2° Giornata - RIPOSA FANELLI_DIPRAL Incontro Incontro R. Artigian Russo Soave_Soavegel 3-10 Ga.Mi. Distante Magrì Arreda Icem 3-3 Mercatone Uno Gea Nuovarredo Pubbliservice 8-1 Novimpianti Magrì Casa 3° Giornata - RIPOSA ARTIGIAN RUSSO Incontro Incontro R. Soave_Soavegel Mercatone Uno 23-2 Gea Ga.Mi La Convenienza dell’Arredamento Icem Dipral 8-7 Pubbliservice Magrì Arreda in Puglia e BasilicataNuovarredo 7-16 Magrì Casa Distante Novimpianti 4° Giornata - RIPOSA PUBBLISERVICE FRANCAVILLA FONTANA (BR) Incontro Incontro R. Via per Grottaglie Km. 2.200 Z.I. Magrì Casa Soave_Soavegel 1-7 Ga.Mi Artigian Russo Tel. 0831 819890 Novimpianti Dipral 5-4 Magrì Arreda Mercatone Uno Nuovarredo Icem 7-5 Distante Gea 5° Giornata - RIPOSA GA.MI. Incontro Incontro R. Soave_Soavegel Novimpianti 5-3 Distante Pubbliservice Icem Mercatone Uno 10-2 Dipral Artigian Russo CLASSIFICA GENERALE (provvisoria) CLASSIFICA MARCATORI (provvisoria) PREMIAZIONI Gea Nuovarredo 6-6 Magrì Casa Magrì Arreda CLASSIFICA GENERALE - CAMPIONATO AZIENDALE A6Premi ordinari: PLAY OFF 6° Giornata - RIPOSA GEA 1° Turno 2° Turno Incontro Incontro R. R - 5° Classificata 2° Classificata Magrì Squadre Punti Giocate Vinte Pari Perse G.F. G.S. Soave_Soavegel Arreda 1-4 Ga.Mi Novimpianti Artigian Russo Pubbliservice 5-9 Icem Distante 11 1 0 1 Distante 34 12 45 25 Mercatone Uno Nuovarredo 4-5 Dipral Magrì Casa 9 1 1 3° Classificata - 4° Classificata 2 Magrì Arreda 28 11 92 25 7° Giornata - RIPOSA NUOVARREDO 8 1 2 3 Nuovarredo 25 11 83 48 Incontro Incontro R. a tutte le Aziende partecipanti 8 1 3 4 Soavegel_Soave 25 12 71Coppa di partecipazione 36 Soave_Soavegel Pubbliservice 7-2 Dipral Ga.Mi. Coppa Disciplina FINALE 8 1 3 5 Gea 25 12 71 44 Icem Novimpianti 0-2 Artigian Russo Mercatone Uno 3° Turno 8 0 3 6 Novimpianti 24 11 45 41 Distante Magrì Arreda 4-3 R Gea Magrì Casa 5 0 6 1° Classificata - 8° 1° Giornata PLAY OFF- RIPOSA DISTANTE 7 Pubbliservice 15 11 28Premi Speciali: 62 5 0 7 8 Magrì Casa 15 12 42MIGLIOR GIOCATORE 67 Incontro Incontro R. MIGLIOR PORTIERE Soave_Soavegel Gea 5-7 Magrì Arreda Ga.Mi. 3 1 7 9 Icem 10 12 38 22 CAPOCANNONIERE Novimpianti Mercatone Uno 2-0 Pubbliservice Dipral 3 0 9 10 Fanelli_Dipral 9 12 32 33 Nuovarredo Artigian Russo 21-3 Magrì Casa Icem Artigian Russo 2 0 10 11 6 12 37 122 9° Giornata - RIPOSA MAGRì ARREDA 2 0 10 12 Mercatone Uno 6 12 15 60 Incontro Incontro R. 0 0 12 13 Ga.Mi. 0 12 2 6 Mercatone Uno Magrì Casa 0-2 Artigian Russo Distante Novimpianti Nuovarredo 9-6 Ga.Mi. Pubbliservice Icem Soave_Soavegel 0-2 Dipral Gea 10° Giornata - RIPOSA MAGRì CASA Incontro Incontro R. Icem Pubbliservice 0-2 Artigian Russo Novimpianti Gea Magrì Arreda 4-10 Mercatone Uno Ga.Mi. Soave_Soavegel Distante 3-3 Dipral Nuovarredo 11° Giornata - RIPOSA NOVIMPIANTI Incontro Incontro R. Magrì Casa Distante 2-6 Magrì Arreda Artigian Russo Pubbliservice Gea 4-6 Ga.Mi. Icem Nuovarredo Soave_Soavegel 9-4 Mercatone Uno Dipral 12° Giornata - RIPOSA SOAVE_SOAVEGEL Incontro Incontro R. Pubbliservice Mercatone Uno 2-0 Magrì Arreda Novimpianti Magrì Casa Artigian Russo 8-6 Nuovarredo Ga.Mi. Gea Icem 2-0 Distante Dipral 13° Giornata - RIPOSA ICEM Incontro Incontro R. Distante Mercatone Uno 2-0 Pubbliservice Novimpianti Nuovarredo Magrì Arreda Magrì Casa Ga.Mi. Soave_Soavegel Dipral 2-0 Gea Artigian Russo

CAMPIONATO

AZIENDALE

1° scudetto offerto da:

Per saperne di più: quartocanaleradio.it

R. 6-2 3-12 4-13 R. 0-2 2-15 6-2 R. 2-0 4-13 4-3 R. 0-2 2-0 4-2 R. 10-4 13-0 3-12 R. 0-2 0-2 5-3 R. 2-0 7-5 15-3 R. 2-0 2-0 2-0 R. 3-5 0-2 0-2 R. 2-11 2-0 0-2 R. 16-1 x 2-0 R. 14-2 2-0 2-0 R. 2-0 12-4

Le partite si disputeranno il 6 e il 7 Luglio. Per maggiori info. visitate il nostro sito www.quartocanaleradio.it

Classifica Marcatori 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Giocatore Ivan D'Imperio Egidio Tursi Valerio Sardiello Alessio Della Porta Donatiello Fabio Cristian Nardelli Giuseppe Leone Nicola Delli Santi Angelo Calò Emanuele Andriulo

1 2 3 4 5

Giocatore Damiano Di Lena Ivan D'Imperio Angelo Calò Cristian Nardelli Donatiello Fabio

1 2 3 4 5

Portiere Cosimo Russo Onofrio Ragno Gabriele Tomaselli Fabio Angelotti Cosimo Abbracciavento

Maglia n° 10 69 9 8 9 11 8 7 10 10

Squadra Magrì Arreda Nuovarredo Nuovarredo Gea Novimpianti Icem Soavegel_Soave Gea Soavegel_Soave Nuovarredo

Tot. 41 35 26 24 24 22 22 20 16 15

1° 5 2 1 3 3 4 3 1 1

2° 2 2 4 3 3 3

1

3° 4 8 4 2 3 5 7 7 3 3

4° 3 2 1 4 3 1 4 2

5° 8 2 2 2 1 7 1

2

6° 3 3

12 5

1 5 5 5

1 5

1 1 1

1 1 1

6

2 4 4 1

9° 5

2

10° 11° 12° 9 5 2 3 2 2

3 3 2 3

4

Miglior Giocatore - l'arbitro può assegnare max 5 STELLINE ad ogni partita n° Maglia 10 10 10 11 9

Squadra Gea Magrì Arreda Soavegel_Soave Icem Novimpianti

Punti 1° 21 3 20 3 20 17 3 15 3

2° 3 3 3 1

3 5

4° 5 3 3 3

5° 5

4 4 3 2

10° 11° 12° 5 3

4

9° 3 4 3

3

3

3

9° 3 2 5

10° 11° 12° 2 3 3 A 3 3 2 3

Miglior Portiere - l'arbitro può assegnare max 5 STELLINE ad ogni partita n° Maglia 1 12 1 1 1

Squadra Artigian Russo Soavegel_Soave Magrì Arreda Gea Magrì Casa

Punti 1° 30 2 24 16 3 7 7

2° 3 5

3

5

5° 2 3 2 1

6° 5 3 5

7° 4

8° 3

3 3


redazione@

FRANCAVILLA, SPORT

.it

XXVI

di Maria Angelotti

La società che debutta in prima categoria nasce tra la fusione tra l'Imperial Francavilla e l'Unione Sportiva Erchie. Patròn l'imprenditore Antonio Magrì

Virtus Francavilla, benvenuta in "Prima" Un avvocato, Alfredo Paradisi, il mister della neonata squadra. La società è alla ricerca di nuovi talenti

U

• IL DG MIMMO LIGORIO.

n nuovo sodalizio sportivo che punta sui giovani. Questo, ma non solo questo, è la Virtus Francavilla. Ovvero un'associazione sportiva dilettantistica di calcio nata dalla fusione tra l'Imperial Francavilla (squadra militante nel campionato di seconda categoria) e l'Unione Sportiva Erchie (militante in quello di Prima Categoria). Patron della neonata compagine sportiva è l'imprenditore Antonio Magrì, che in questo ambizioso progetto si è lanciato, come si suole dire, corpo e anima. Un entusiasmo, il suo, con il quale ha contagiato tutto il gruppo dirigente e tutta la stessa squadra. Entusiasmo e smisurato amore per lo sport

in genere ed in particolar modo per il calcio. Passione coniugata a sano realismo e concretezza. La Virtus Francavilla non è fatta della materia di cui sono fatti i sogni. Perché sogno non è. Si tratta infatti di un valido progetto. Un progetto che punta all'obiettivo di diventare una solida realtà sportiva. Sponsor della Virtus sarà ovviamente la Nuovarredo, non nuova a dare “ossigeno” allo sport del territorio ma non solo. Quest'anno la squadra di Antonio Magrì disputerà il campionato di Prima Categoria. Per farlo al meglio il team si sta attrezzando. A parte le conferme e gli acquisti, la società continua ad essere alla ricerca di nuovi talenti. Per questa ragione è in corso uno stage per giovani calciatori nati tra il 1991 ed il 1994. Gli stage si svolgeranno preso il campo sortivo “Giovanni Paolo II” di Francavilla Fontana il 13 luglio (dalle 18 alle 20) ed il 21 luglio (dalle 18 alle 21). “Cerchiamo ragazzi che abbiano voglia di divertirsi e crescere con noi”, è l'appello del presidente Antonio Magrì. Tutti gli interessati possono chiamare il dg Mimmo Ligorio al seguente recapito telefonico 3336594099

G

• ALFREDO PARADISI, IL MISTER.

iovane, capace, preparato. Sono i tre aggettivi che, fra gli altri, meglio descrivono Alfredo Paradisi, il mister cui il gruppo dirigente della Virtus Francavilla ha scelto di affidare la squadra al suo esordio nel campionato di Prima Categoria. Alfredo Paradisi, tarantino classe 1975, è un giovane allenatore molto apprezzato nell'ambiente calcistico. La sua è quasi una riconferma dacché precedentemente ha guidato l'Imperial Francavilla (costola della Virtus, frutto della fusione tra Imperial appunto e l'Unione Sportiva Erchie). Una stagione di buon livello quella passata, avendo rilevato la squadra dai bassi fondi della classifica e condotta fino a fine campionato sfiorando i play off per una manciata di punti e una serie infinita di infortuni che hanno pregiudicato il percorso. Alfredo Paradisi, allenatore ma anche avvocato, esordisce nel mondo del calcio da giocatore nel 1989 nella Ionica, nel campionato di Promozione. Da calciatore ha anche calcato il campo da gioco di Francavilla, giocando

con i biancazzurri nel campionato di eccellenza del '93-94. Nel 1996 lascia gli scarpini da giocatore per diventare allenatore. Guida così la Scuola Calcio del Real Lama ed n seguito, tra gli altri, i Giovanissimi dei Diavoli Rossi, con i quali nel si aggiudica il 1° posto del girone di riferimento ed il terzo nella finale di torneo, l'Andrisani Taranto (I categoria) e il Carosino ( campionato di Promozione) La sua carriera da allenatore è costellata di successi, le squadre allenate da Paradisi si sono sempre piazzate sul podio tra le prime tre. Ora la grande sfida con la Virtus, che visti i precedenti fa ben sperare. Le novità per la nuova compagine sportiva non finiscono qui. Il direttore generale Mimmo Ligorio (ex presidente dell'Imperial) è al lavoro per portare nelle file della Virtus giocatori interessanti e promettenti. Potrebbero così arrivare Marco Salamina (classe 1983) cresciuto nella Berretti del Martina, centrocampista offensivo molto ordinato che lasciarebbe campionati importanti per se-

guire il suo amico e maestro Paradisi; Domenico Gentile (ex Carosino, classe 1985), esterno sinistro molto rapido, giocatore esperto, anche lui scenderebbe di categoria per seguire il mister in un progetto avvincente; Renato Picci (classe 1983) attaccante, vero bomber, capocannoniere in prima categoria due anni fa con 24 reti realizzate. La passata stagione la inizia a Leporano trovando poco spazio, ritorna a gennaio nel Lizzano e segna 12 gol fino al termine della stagione; Andrea Lobianco (classe 1980) attaccante esplosivo, sul suo estro si fa molto affidamento per un campionato di vertice, giocatore molto tecnico e brillante; Ilario Summa (classe 1980) difensore centrale roccioso e insuperabile, dopo una lunga militanza in serie D col Grottaglie, ha sempre disputato campionati importanti mettendosi alla luce come gran professionista e trascinatore. Queste invece i confermati dall'Imperial: Davide Ardito (classe 1988) centrocampista offensivo ritornato a Francavilla dopo diverse parentesi importanti in campionati di promozione (San Pancrazio, Squinzano); Riccardo Casieri (classe 1984) difensore centrale, importante la sua militanza nel Francavilla Calcio nel campionato di eccellenza, da 3 anni nell'Imperial grande muro difensivo e leader del gruppo; Piero Laterza (classe 1984), centrocampista, ha disputato sempre campionati di 1a categoria passando da Fragagnano, Lizzano e Appia Brindisi. Da quest'ultima si trasferì nella passata stagione nella squadra della sua città diventando un punto di riferimento per Paradisi; Mimmo Balestra (classe 1977), attaccante, dopo una lunga astinenza dal calcio che conta viene richiamato dall'Imperial per rinforzare il reparto offensivo. Bomber Balestra risponderà con 23 reti tutte di grande fattura, ragazzo serio e motivato, può ancora dare tanto a questa squadra.

Senior Chiropratica Michael J.Senior & Bryan Baker PER STARE MEGLIO Doctors of Chiropractic - USA

BRINDISI Via P.Romano, 13 - Info: 0831 508226 -FRANCAVILLA FONTANA (Br) Via F.Salerno, lotto 17 - info: 0831 819753- www.senior-chiropratica.com


redazione@

FRANCAVILLA SPORT

L

'Associazione Sportiva All Star Basket Francavilla, al suo primo anno di vita, ha conquistato al termine del campionato di I divisione un podio molto importante: la terza posizione finale dopo aver espugnato nell’ultima gara la diretta concorrente,,la Fi.gi.emme Brindisi col punteggio di 47-71. Un campionato molto positivo per i ragazzi del PresidenteCoach Francesco Pezzuto che, vista anche l’assenza di strutture in cui potersi allenare, hanno dato comunque dimostrazione di carattere. In particolar modo nella seconda fase del campionato, riuscendo ad infilare una serie di sette vittorie consecutive, tra cui quella la splendida contro la seconda forza Olimpia

Mesagne, recuperando diverse posizioni in classifica e sfiorando addirittura il miracolo promozione. «Sono emozionato e soddisfatto – dichiara il presidente Pezzuto – e colgo l'occasione per ringraziare i dirigenti Libardo e Di Summa che con la loro costanza e passione sono riusciti, standomi vicino, a portare a termine questo non facile impegno ed hanno saputo sostenere le non poche difficoltà che purtroppo siamo stati costretti ad affrontare: dalla mancanza di uno sponsor alla mancanza di strutture per poter svolgere gli allenamenti. A tal proposito vorrei ringraziare i ragazzi del Corpo dei Vigili del Fuoco di Brindisi per averci ospitato nel corso del campionato per

XXVII

di Maria Angelotti

"All Star Basket Francavilla", Terzo posto assoluto in Prima Divisione

• IN QUESTA FOTO, LA COMPAGINE DELLA "ALL STAR BASKET FRANCAVILLA".

.it

la disputa di preziose amichevoli». Un grazie speciale il presidente rivolge poi a tutti i suoi ragazzi, alcuni dei quali forestieri: capitan Elia, Di Palmo, Fuso, Giuseppe e Antonio Pezzuto, G. Sgura, Scialpi, A. Sgura, Nacci, e Libardo. «Hanno tutti dimostrato prosegue - grande impegno e professionalità, consapevoli di non aver espresso in pieno tutte lo loro qualità per le diverse problematiche già citate in precedenza. Nonostante questo hanno saputo creare un bel clima di allegria sia dentro che fuori dal campo. L’impegno della nostra società è quello di andare avanti, di costruire una solida realtà locale improntata sui giovani come dimostra il centro minibasket che riaprirà a settembre e che quest’anno, nella piccola palestra della scuola elementare di via Zullino, ha visto un buon numero di iscritti». L'appuntamento con la All Star Basket Francavilla è per la stagione sportiva 2011/12, nella palestra della Scuola Media San Francesco.

L'Inter migliore in campo al trofeo "Giovani Speranze"

L

• LO STAFF DEL TORNEO. A FIANCO, L'ESULTANZA DEI GIOCATORI DELL'INTER.

gere un sentito ringraziamento 'Inter si è aggiudicato il 15° calcio. trofeo nazionale di calcio "Non è stato facile organizza- a quanti hanno collaborato per "Giovani Speranze" dispu- re un evento così grande ed la riuscita della manifestaiziotatosi dal 3 al 5 giugno presso importante avendo così poco ne sportiva che quest'anno è stato inserito per la lo stadio comunale "Gioricorrenza dei 700 vanni Paolo del torneo premio di anni della nostra città" hanno dichiaII" di Francacalcistico rappresen- rato l'organizzatore villa. Soddisfatto il che vede tanza una Giovanni Milone e Francesco Gatti. comitato orin campo p r o p r i a Ad esprimere un ganizzatore per la nutrita " G i o v a n i m e d a g l i a plauso agli organizè stato il prepartecipazioSperanze" "con l'au- zatori ne di pubblico sidente del comitato e per l'alto vail Capo gurio sen- regionale puglia Vito Roberlore agonistidello Stato tito per il LND to Tisci il quale ha co e non solo Per l'al- ha voluto s u c c e s s o evidenziato come dimostrato iniziative dalle formato valore destinare, dell'iniziti- queste costituiscono "un zioni partecis o c i a l e quale suo va". intenso momento di panti: l'Inter, aggregazione soil Parma, il Bari, il Lecciale da vivere sul campo con lealtà, sportività e ce, i Diavoli Rossi Taranto ed tempo a disposizione. i padroni di casa il Francavilla Cogliamo l'occasione per por- correttezza".


redazione@

.it

XXVIII


redazione@

.it

XXIX

FRANCAVILLA SPORT

Tanti mini portieri allo Stage promosso dall'ex calciatore Flavio Simone

• IL "CASTELLO DEGLI IMPERIALI" A FRANCAVILLA FONTANA, CITTÁ DOVE SI É TENUTO L'IMPORTANTE EVENTO SPORTIVO.

S

• UNA FOTO RICORDO CON IL GRUPPO NUMEROSO DEI PARTECIPANTI AL 5° STAGE. TRA LORO, MAGARI, ANCHE I POTENZIALI FUTURI PORTIERI DI BLASONATE SQUADRE NAZIONALI.

i è appena concluso a Francavilla Fontana il 5° STAGE GIOVANI PORTIERI “ANTONIO MIRANTE” organizzato (dal 23 al 26 giugno scorso) dalla Scuola Calcio Sporting Francavilla. Lo Stage, che fa parte del circuito nazionale degli Stage e dei Camp per portieri, ha visto partecipare 50 giovani portieri provenienti da diverse Regioni d’Italia (Lombardia, Piemonte, Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Calabria, Basilicata e

naturalmente anche da tutte le province pugliesi). Scopo dello Stage, far apprendere e migliorare la tecnica di base ai giovani portieri mediante allenamenti specifici condotti da allenatori professionisti. Lo Stage, organizzato dall’ex calciatore Flavio Simone, si avvale della competenza di uno dei principali tecnici del panorama calcistico e nello specifico dei preparatori dei portieri presenti sia in Italia che all’estero: mister Mario Capece.

Il programma di allenamento è studiato secondo le più moderne teorie di apprendimento specifico del ruolo, differenziato per fasce d’età. Gli allenatori dello Staff che hanno contribuito ad ottenere un grande successo e seguito allo Stage, sono stati oltre a mister Capece nelle funzioni di Responsabile Tecnico, Giulio Drago ex portiere della Juve ora nella primavera dell’Empoli, Roberto Vergallo allenatore dei portieri della pri-

mavera del Lecce, Fabrizio Carafa quest’anno a Hellas Verona con Giannini e Savino Freda grande esperto e conoscitore del settore e responsabile del sito ilportiere.it, oltre alla collaborazione di Francesco Carrieri. I ragazzi hanno anche potuto ammirare da vicino le gesta tecniche di tre portieri emergenti: e cioè Andrea Rossini a Cesena in serie A farà il secondo ad Antonioli, Giorgio Merlano proprietà Juve quest’anno in 1ª Divisione a Viareggio (questi due ex allievi di Capece) e Ugo Gabrieli proprietà del Lecce quest’anno in 1ª Divisione con il Barletta. Lo

Stage ha avuto come sede logistica l’agriturismo Villa Reale a Francavilla dove i ragazzi hanno pernottato, mangiato ed hanno potuto divertirsi anche in piscina, abbinando quindi allo sport, una vera e propria vacanza estiva garantendo professionalità, serietà ed un metodo sano e realmente formativo, senza mai trascurare il puro e semplice divertimento del gioco del calcio. Appuntamento dunque al prossimo anno con la 6ª edizione. Tutte le foto intanto relative al 5° Stage potranno essere visionate sul sito ufficiale dello Stage Portieri all’indirizzo www. stageportieri.it


redazione@

.it

XXX

www.ilbrindisino.it annunci@ilbrindisino.it FAX: 0831 843550

É possibile inviare i vostri annunci ai seguenti indirizzi: - email: annunci@ilbrindisino.it - fax: 0831-843550 LAVORO

OFFERTA SOCIETÀ PRIMARIA leader nella distribuzione di prestiti personali, cessioni del quinto e mutui cerca neo laureata discipline giuridico/ economiche per assunzione a tempo indeterminato , residente provincia di Brindisi. Sede di lavoro: Francavilla Fontana. Inviare curriculum vitae a: collaboratori.br@libero.it AGENZIA DI COMUNICAZIONE e web ricerca grafici dotati di creatività, intraprendenza e organizzati. Il candidato ideale ha una formazione come web designer/grafico pubblicitario e ha già maturato un'esperienza lavorativa. E' richiesta la conoscenza approfondita dei programmi contenuti nel pacchetto Adobe. La candidatura dovrà pervenire completa di una presentazione dei lavori realizzati (portfolio grafico). Inviare cv a: info@2elledesign.com AGENZIA DI COMUNICAZIONE e web ricerca programmatori informatici dotati di intraprendenza, elasticità mentale, ordinati e organizzati. Il candidato ideale ha una formazione come programmatore e ha maturato già un'esperienza lavorativa nel settore. E' richiesta la conoscenza approfondita dei linguaggi PHP, HTML, CSS, ASP, ASP.NET, JAVASCRIPT. La candidatura dovrà pervenire completa di una presentazione dei lavori realizzati. Inviare cv a: info@2elledesign.com Telefax: 0831.812576 AGENZIA OPERANTE NEL SETTORE GRAFICA pubblicitaria, web, comunicazione e marketing cerca agenti-venditori con esperienza nella ricerca di nuovi clienti per le province di Brindisi, Taranto e Lecce. Si richiedono esperienza nel settore, buone capacità di relazionarsi con il cliente e possesso di auto propria. Inviare cv con foto a: info@2elledesign.com Telefax: 0831.812576

OPERATORI / OPERATRICI età compresa 1840 anni, disponibilità part-time serale e full time, buona dialettica e uso del pc. Invio C. V.: formazione@mediateam.it DOMANDA RAGAZZA 22 ANNI, diplomata ragioniera programmatore, frequentante università di lettere, automunita (pat B) come commessa, segretaria. Cell. 320 1745336 RAGAZZO 24 ANNI automunito con patente B. C. DK. (CQC) come autista, operaio industriale. Cell. 380 3690039 AUTISTA per pulman, patente (DK). Cell. 320 0460457 AUTO & MOTO ACQUISTO 126 BIS da rottamare ma il motore ed altri pezzi sono in perfetto stato contattatemi pago rottamazione più compenso. Cell. 346 23 46 724 FURGONE O CAMPER SU FIAT 238 da rottamare ma con cabina o tetto, portiere, parabrezza siano intatti esenti ruggine. Pago rottamazione più compenso in caso altre parti da recuperare o la cabina con l'intero telaio. Cell. 346 2346724 VENDESI FIAT 126 personal 4 anno ’77 colore bianco tenuta benissimo, iscritta all’Asi. € 1000. Cell. 331 3350299 YAMAHA VMAX anno 2003 carbon-look km 9000 ottimo stato. Prezzo 5.000 €. Cell. 331 3350299 SUZUKI GSX-F 750 anno ’98 colore verde scu-

OROSCOPO

ARIETE Si apre per voi un mese astrologico tendenzialmente armonioso e chiaramente favorevole grazie ai benefici di numerosi transiti dei pianeti. In generale, questo mese di luglio 2011 può presentare momenti di tensione e difficoltà, ma il vostro segno è certamente tra i più favoriti dalla sorte. Potrete contare sulla benevolenza della fortuna sia nei vostri affari personali che in campo professionale.

ro km. 16.000, buono stato prezzo 1.600 €. Cell. 331 3350299 MOTO GUZZI 650 Florida con parabrezza anno ’90 colore grigio metallizzato km 24.000 ottimo stato. Prezzo 3.000 €. Cell. 331 3350299 PORTAPACCHI NUOVI mai montati originali per Passat dal 2005 in poi Volvo V50 – Volvo Xc90. Prezzo 150€. cadauno. Cell. 331 3350299

CAMERA DA LETTO più cucina (come nuove un anno di vita) marca Scavolini vero affare. Cell. 331 3678965 FOTOVOLTAICO in comodato d’uso gratuito, 12 mq per kw, installazione gratuita e benefici economici. Cell. 328 0137052

MERCEDES CLK 220 CDI anno 2005 come nuova. Colore grigio metallizzato cerchi in lega 18" sedili in pelle nera, vari accessori, full optional 80.000 Km. Per info: 63cosma@ libero.it

MOBILE CUCINA dodici scomparti tre cassetti legno formica – tavolo 130 x 70 cm quattro sedie ripiani legno multistrato €300. Tel. 0831 819097

MERCEDES BENZ SLK 200 kompressor navi 1.8 full optional perfetta 26.000 km anno 2009 argento metallizzato visibile in tutta la Puglia. Cell. 392 0867745 ALFA 147 150 Cv - anno 2006 - km 46.000 - 6 marce. Cell. 339 8568778 FIAT UNO SX 5P anno 1993 in eccellenti condizioni privato vende per mancato utilizzo. Tel. 393 0009090 OFFERTE VARIE VENDESI ATTIVITÀ negozio di parrucchiera; pluriaccessoriato, comprensivo di 3 postazioni lavaggio, 7 postazioni lavoro, 1 tavolo centrale con 4 specchiere mobili, 2 postazioni casco, 1 cassa, 4 vetrine retrocassa più due vetrine esterne. Mobili firmati Sassi (anno 2005). Francavilla F.na

LEONE A partire da questo mese vivrete un momento cruciale o comunque di grande importanza per voi, dal momento che il Sole transita nel vostro segno e vi porterà fortuna e attenzione. Sarà un periodo cruciale anche perché Giove e Plutone formano nello zodiaco un felice aspetto di trigono, che vi porterà una grande fortuna nel campo del lavoro. VERGINE Durante questi giorni di luglio 2011 il Sole transita attraverso la vostra dodicesima casa, cosa che favorisce un momento di raccoglimento interiore e al tempo stesso una sorta di "blocco" in tutte le questioni terrene o materiali. Questo vi darà un aspetto un po' pensieroso. Il fatto è che questo passaggio del sole rappresenta la fine di un ciclo annuale che precede l'arrivo del nuovo ciclo.

GEMELLI Nel bene o nel male, in questo mese di luglio 2011 l'attenzione sarà concentrata sui rapporti umani e la vita intima. Il transito di Venere in Gemelli e la presenza di Marte nello stesso segno richiamano chiaramente l'accento su ogni tipo di situazione associata a relazioni sociali o sentimentali. In particolare il pianeta Marte, ardente e passionale, aggiungerà qualche grano di pepe alla sfera amorosa.

BILANCIA La posizione di Marte appare piuttosto contrastata e potrebbe accentuare l'esteriorizzazione della vostra componente più aggressiva e radicale, col rischio di creare problemi e tensioni nei vari settori dell'esistenza, dall'ambiente professionale alle aree più intime del sentimento e della vita in famiglia. Probabilmente vi sentirete più audaci e più competitivi del solito, propensi più che mai ad accettare le sfide.

CANCRO Luglio sarà un mese decisamente sensuale per voi, da dedicare in gran parte alla ricerca di ogni sorta di gioie e piaceri. Tuttavia, durante questo periodo le questioni materiali avranno un peso rilevante non solamente in positivo, in certe circostanze potrebbero infatti diventare fonte di preoccupazione. I transiti di Venere e Marte daranno il massimo rilievo alla famiglia e alla vita emotiva.

SCORPIONE Luglio 2011 sarà un mese importante per voi per diversi motivi, con un trend un po' teso e nervoso, accompagnato dal pericolo di subire un qualche tipo di delusione, come un tradimento sul posto di lavoro oppure nell'ambiente mondano, o ancora nella sfera sentimentale o familiare. Pertanto, la cosa più importante sarà cercare di condurre le cose nella maniera più prudente.

· Antica Caffetteria Via Suor A.Zullino, 13 · Cin Cin Bar Viale Lilla, 48 (ang. via D’Angiò) · Biblioteca Comunale Via Dante Alighieri · Deutsche Bank Via Roma

ATTREZZATURE negozio per parrucchiera per chiusura attività, attrezzature nuove (piastre in ceramica, foni paralux, lampada luxura V7 doccia solare, carrelli porta utensili, rasoio Panasonic accessoriato, forbici professionali da taglio, ecc.). Info (ore pasti) 335 6315413.

MAREA JTD SW anno 2001 colore nero met. buono stato da poco tagliandata. Km 162.000. Prezzo 2.000 €. Cell. 331 3350299

TORO Inizia per voi un mese di grande intensità sotto tutti gli aspetti, soprattutto per i nati nei primi giorni del segno. Il trigono Giove Plutone vi fornirà tutte le possibilità per dare alla vostra vita un grande cambiamento di rotta e la fortuna potrebbe raggiungervi in modo del tutto imprevisto. I problemi e le sofferenze vi lasceranno improvvisamente liberi di riprendere la vostra vita.

FRANCAVILLA FONTANA

zona centrale. Info (ore pasti) 335 6315413.

· MPS Via Capitono di Castri · Edicola Ai Portici P.zza Umberto I · Bar L'Angolo Via B. Forleo, 45 · Stazione di Servizio ERG Via per Ceglie · Colorstudio Picardi Via S. Francesco, 211

CONGELATORE come nuovo. Marca wegawhite alto 90 cm x 150 cm più frigo con cella congelatore. Cell. 331 3678965 PARQUET disponibile: Iroko, Doussiè, Afrormosia, tali d’Africa, Teak, Rovere e formato listoncino. Cell. 347 4576172 TELEVISORE 19-20 pollici shaub lorenz presa scart e telecomando nuovo 16:9. Cell. 346 2346724

CAPPOTTO Lord /For pura lana Moessmer Tg 50, nuovissimo 120 €. Tel. 0831 819097 ore pasti. MONETE STRANIERE alcune in corso alcune fuori corso anche alcune banconote cent del regno d'italia cedo a collezionisti. Cell. 346 23 46724 CINTURA MASSAGGIANTE vibro sauna Rovera mai usata costo 40 € cedo a 30 €. mai usata per errato acquisto ancora con garanzia e scontrino con borsa istruzioni confezione intatta. Cell. 346 2346724 FORNETTO 1380 W termostato, indicatore potenza, selettore, timer ed altri accessori; mai usato € 55. Tel. 0831 819097 ore pasti. PELLICCIA volpe di groenlandia argentata 200 € Cell. 389 4387846 SALA DA PRANZO in mogano composta da vetrina tav.tondo, 6 sedie € 300,00. Cell. 328 0866201 CAMINI in marmo, pietra e legno, stile Luigi XVI, scolpiti a mano più camini prefabbricati. Svendo per cessata attività. Cell. 333 9251199 ACQUISTO CAVETTO per collegare al pc il cellulare lg u 250 e cavetto per coll al pc cell u 830. Cell. 346 2346724

BOX AUTO 17 mq via Occhi Bianchi, 22. Prezzo 15.000 €. Cell. 327 1245763 TERRENO 3000 mq uliveto e mandorlato, contrada Carlo di Noi superiore. Cell. 327 4971377 ULIVETO SECOLARE esteso su 2 ettari contrada Buontempo - Francavilla Fontana. Info 368 7791876 AFFITTASI BOX AUTO affittasi in via Zara, libero da subito. Cell. 339 5786240. SAN MICHELE SAL. centro appartamento pianterreno ristrutturato 150 mq: 5 vani + servizi (con 2 bagni nuovi), garage, cortile, loggia, veranda: 400 € . Cell. 333 9869016 LOCALE COMMERCIALE metri quadrati 220 circa, anche frazionabile. Via C. Pisacane, angolo via Di Summa a Francavilla Fontana. Info 346 9858333 POSTO AUTO via Fratelli Bandiera 63, a Francavilla Fontana. Info 339 2296034 MESAGNE via Verona - tre camere, ampio salone, doppi servizi, cucina, termoriscaldato, balconi, 2 verande, e lastrico solare. Tel. 0831 819097

SPECCHIERA OVALE con mensola luci laterali singole 45 € Tel. 0831 819097 ore pasti

VENDESI GARAGE di 33 mq in via R. Caniglia a Francavilla Fontana. Cell. 328 3482633

CERCASI BRINDISI, O MESAGNE zone centrali o semicentrali, casa indipendente o semi indipendente piano terra rialzato abitabile, non ammobiliato per due persone 100 120 mq max 400eur mensili. tel 346 2346724

MACCHINA CAFFÈ ESPRESSO potenza 750 W capacità 300ml, nuovissima € 40. Tel. 0831 819097 ore pasti

TERRENO 3000 mq uliveto e frutteto con casa da 8 mq e con forno a pietra esterno. Cell. 320 5794177

CASA ABITABILE zona centro piano terra mq 150 circa più ortale o giardino in Francavilla Fontana. Cell. 339 3769484

MACCHINA DA SCRIVERE portatile solo se in perfetto stato. Cell. 346 2346724

IMMOBILIARE

SAGITTARIO Il mese di luglio 2011 inizia in discesa per voi del segno zodiacale del Sagittario. Qualcosa sta cambiando in meglio e ve ne state rendendo conto: la vostra posizione si sta rafforzando e chi collabora con voi si sta rendendo conto di non poter fare a meno del vostro aiuto. Molto attivi dal punto di vista sentimentale, cercate però di non cambiare troppo spesso i rapporti con le persone e non esagerare nel voler conoscere nuova gente. CAPRICORNO Durante i giorni estivi di luglio, l'influenza delle stelle tenderà a mettere l'accento sulla vostra vita intima: la casa, la famiglia e in generale le unioni, tanto di tipo sentimentale come di altra natura. Le questioni personali tenderanno a prevalere, per un motivo o un altro, rispetto agli affari, alla sfera professionale o alle questioni sociali. E sarà proprio nella sfera privata che si presenteranno le migliori opportunità di miglioramento della vostra vita. ACQUARIO I transiti astrali di questo mese di luglio indicano un periodo che potrebbe non essere del tutto comodo, anche se non necessariamente negativo. Converrà comunque mantenere un atteggiamento sempre prudente, ragionevole e soprattutto tenere i piedi per terra. Fortunatamente si tratta di un trend astrale temporaneo e di breve durata. PESCI L'oroscopo appare decisamente orientato alle relazioni interpersonali, sebbene non sempre con risultati di piena soddisfazione. Marte e Venere in posizione dissonante al vostro segno potranno portare una certa instabilità e la comparsa di tensioni con il vostro partner, con i soci o con le persone con cui convivete.

Direttore Responsabile: Giovanni Cannalire - Redazione: Giovanni di Noi, Maria Angelotti Impaginazione: Giovanni di Noi - Periodico mensile della provincia di Brindisi Distribuito gratuitamente - Reg. Trib. di Brindisi n° 06/08 del 21/11/2008 Edito da: Quarto Canale Radio s.r.l. Piazzale del lavoro, Z.I. Francavilla Fontana (BR) Telefono: 0831 844559 · Fax: 0831 843550 Commerciale: Antonio Lonoce - Email: commerciale@ilbrindisino.it - Pubblicità: 339.3977111 website: www.ilbrindisino.it - Chiuso il: 05/07/2011 - Stampa: Galeati Industrie Grafiche s.r.l. · "Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in abbonamento postale - 70% DCB S1/BR"

Distribuzione porta a porta ...e nelle attività commerciali di Oria, San Vito, su Francavilla Fontana Ceglie e Carovigno e San Michele Salentino


redazione@

.it

XXXI


INAUGURAZIONE DOMENICA 10 LUGLIO

COTTO

CERAMICHE

PARQUET

ARREDO BAGNI RUBINETTERIE

Via I Maggio, 21 - San Michele Salentino (BR) Tel./Fax 0831 966 905 e-mail: info@nisamceramiche.it - www.nisamceramiche .it


ilbrindisino 44  

Mensile della Provincia di brindisi

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you