Page 1

Anno 3 N°27 FEBBRAIO 2010

FRANCAVILLA FONTANA via per Grottaglie Km.2,200 Tel. 0831 819890

DISTRIBUZIONE GRATUITA

www.ilbrindisino.it Direttore Responsabile Gianni Cannalire

FRANCAVILLA FONTANA via per Grottaglie Km.2,200 Tel. 0831 819890

Tutto è Possibile!

Tutto è Possibile!

( ...anche l’impossibile )

( ...anche l’impossibile )

"Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in abbonamento postale - 70% DCB S1/BR"

FRANCAVILLA FONTANA Brutta fine per le vecchie chianche. Scatta la polemica in città sui lavori di a pag.15 restyling del centro storico

Dopo lʼincidente, ci si interroga sui cattivi odori emanati dal sansifico di via Grottaglie oltre che a pag.10 sui sistemi di sicurezza

FOCUS SAN MICHELE Pinacoteca e fico mandorlato sono i tesori di questa cittadina Intervista al sindaco Torroni: “Dalla fogna al centro urbano: ecco i nostri progetti” a pag.11

INCHIESTA SCUOLE/TUTTI ASINI? Dopo la bocciatura di 61 concorrenti ad un concorso per vigile urbano, “Il Brindisino” fotografa la realtà dei nostri studenti brindisini. Ai taccuini dei nostri inviati rispondono il capo dell’Ufficio Scolastico Provinciale, due presidi e alcuni docenti. Gli “erroracci” non sono solo degli studenti ma anche... da pag. 4 a pag. 7

DISSERVIZI Monta, in provincia di Brindisi, la protesta per i disservizi di Poste Italiane. I cittadini lamentano ritardi nella consegna di lettere e costi triplicati per il canone annuo delle caselle postali. a pag. 12


redazione@

II

.it

verso le regionali

L’identikit dei tre guerrieri R

N

icola Ve n d o la detto Nichi è nato a Terlizzi il 26 agosto 1958. Iscritto sin da giovanissimo alla FGCI e al Partito Comunista Italiano, nella sezione di Terlizzi, si laurea in lettere con una tesi su Pier Paolo Pasolini. Impegnato in campo politico e sociale, diventa giornalista presso L’Unità. Dichiaratamente gay ma senza alcun problema a definirsi credente. Portavoce nazionale di Sinistra Ecologia Libertà, è presidente della Regione Puglia dall’aprile 2005. Allo scadere del primo mandato da presidente della regione Puglia, Vendola non è intenzionato a lasciare il posto a un candidato scelto dalla segreteria nazionale del PD in vista delle elezioni. Dopo varie traversie politiche, il PD accetta la proposta delle primarie candidando Francesco Boccia, già avversario sconfitto di stretta misura da Vendola in occasione delle elezioni primarie del 2005. L’UDC, incerta sul proprio posizionamento politico in Puglia, annuncia che darà il proprio appoggio al PD solo nel caso il candidato alla presidenza sia Francesco Boccia. Le primarie del 24 gennaio 2010, decretano Vendola, vincitore a larga maggioranza. Nichi Vendola scrive anche poesie.

due figlie. Aiuto di Chirurgia Generale (Ospedale di Gagliano del Capo) dal 1991. Autore di 51 pubblicazioni scientifiche inerenti argomenti di Chirurgia. Vice Sindaco dal 1990 al 1993 del Comune di Acquarica del Capo (Lecce) e successivamente consigliere nello stesso comune. Eletto per la prima volta consigliere regionale nel 1995, da sempre di area cattolica. Presidente della Commissione Sanità della Regione Puglia, fino al 1997. Iscritto a Forza Italia dal 1999; vicepresidente della Giunta Regionale Distaso, con delega al Bilancio, fino al 2000. Vice del viceministro Giuseppe Vegas, nel Dipartimento Economico di Forza Italia nel 2000. Primo degli eletti in Puglia ed in Italia alle Regionali del 2000, con 28.540 voti di preferenza. Assessore al Bilancio ed alla Programmazione nella Giunta Fitto dal 2000 al 2005. Attualmente riveste il ruolo di Presidente del Gruppo Consiliare di Forza Italia - PDL alla Regione Puglia.

Regionali, “cifre” da capogiro Ecco quanto ci costano i nostri rappresentanti alla Regione

Gli eletti alle regionali – è un dato innegabile ed incontestabile – tra vitalizi ed indennità sono di fatto baciati dalla fortuna. É certo che il mandato loro assegnato liberamente alle elezioni dai cittadini che li hanno votati è utile ad “impegnarsi in favore di tutti i cittadini indistintamente”. Ma il loro impegno esercitato a Bari, in via Capruzzi, vale “cifre” da capogiro. Almeno se confrontate e paragonate con quelle di un comune “faticatore” che

suo malgrado si trova alle prese con gli orari in fabbrica (quando non è in cassa integrazione o qualora non sia stato già licenziato per cessata attività del luogo di lavoro). Ecco alcuni dati. Lo start-up con le “cifre” uguali per tutti di 4.325,40 euro quale indennità di mandato. Cifra comune appunto a tutte le cariche. Cambiano invece, le cifre in materia di diaria (si parte dai 4.476,36 €. per ogni singolo consigliere regionale per arriva-

o c c o Palese nato ad Acquarica del Capo (Lecce) il 31 dicembre 1953. Sposato, con

re ai 6.490,73 euro del presidente della giunta). Rimborsi spese poi che invece partono dai 984,80 euro del consigliere regionale per arrivare infine ai 3.133,46 euro del presidente della giunta. Lo specchietto a lato incasella ogni singolo caso. I consiglieri regionali che non vengono rieletti beneficiano di una indennità lorda di 90 mila euro se sono rimasti in carica per 5 anni. Questi ed altri, sono i dati sui quali i cittadini, di fatto, riflettono.

A

d r i a na Poli Bortone è nata a Lecce il 25 agosto 1943. Professor e associato di Letteratura Latina presso l’Università degli Studi di Lecce, è oggi in pensione. Nell’ambito del Movimento Sociale Italiano e di Alleanza nazionale è stata Segretaria nazionale femminile dal 1981 al 1994 e componente dell’esecutivo nazionale ininterrottamente dal 1981 al 2000. In AN è stata responsabile delle Politiche per il Mezzogiorno, delle relazioni con le categorie produttive e del Dipartimento Agricoltura. Nel luglio 2005 Gianfranco Fini la nomina Coordinatrice regionale del partito in Puglia. Deputato al Parlamento per la prima volta nel 1983, viene riconfermata nel 1987, 1991, 1994 e nel 1996. Nel 1994 viene eletta Vicepresidente della Camera dei Deputati nominata, successivamente, Ministro delle Risorse agricole, del Governo Berlusconi I. È stata eletta Deputato al Parlamento europeo nel 1999 nella lista di AN. E’ stato sindaco di Lecce dal 1998 al 2007. Nell’aprile 2008 viene eletta senatrice. Nel marzo 2009 ha lasciato AN, per fondare il movimento Io Sud.

Indennità di mandato

Diaria

Rimborso spese

Presidente della Giunta

4.325,40 €

6.490,73 €

3.133,46 €

Presidente del Consiglio

4.325,40 €

4.700,18 €

3.043,93 €

Vice Presidente del Consiglio

4.325,40 €

4.476,36 €

2.820,11 €

Assessori e Vice Presidente Consiglio Regionale

4.325,40 €

4.476,36 €

2.417,24 €

Consiglieri Segretari Ufficio di Presidenza

4.325,40 €

4.476,36 €

2.014,37 €

Consiglieri Segretari Ufficio di Presidenza

4.325,40 €

4.476,36 €

1.790,55 €

Presidenti Commissioni permenenti - Speciali e Presidenti dei Gruppi Consigliari

4.325,40 €

4.476,36 €

4.476,36 €

Assessori Esterni

4.325,40 €

4.476,36 €

984,80 €

Vice Presidente Commissione

4.325,40 €

4.476,36 €

984,80 €

Segretario di Commissione

4.325,40 €

4.476,36 €

984,80 €

Consiglieri Regionali

4.325,40 €

4.476,36 €

984,80 €

Azienda Certificata

Selezione, cernita, ritiro, imballaggi, carta plastica, vetro, legno... Servizi bonifica di beni durevoli Stoccaggio rifiuti pericolosi e non Autodemolitore autorizzato ACI P.R.A. Consulenza tecnica

Sede operativa in Viale del Commercio Zona Industriale - 72021 Francavilla F.na (BR) e-mail: fermetalsud@libero.it sito web: www.fermetalsud.com Tel. 0831.810733 - Fax 0831.813606


redazione@

.it

III

pubblicitá elettorale

Giovanni Taurisano Un candidato voluto fortemente dalla gente

T

ra i diversi candidati alla corsa per le elezioni regionali 2010 anche Francavilla Fontana sarà certamente ricordata non solo per il numero dei pretendenti ma anche per la qualità dei suoi candidati. Tra costoro, da tempo, in corsa per la lista “La Puglia prima di tutto”, spicca anche il nome di Giovanni Taurisano. Il dott. Giovanni Taurisano è conosciuto da migliaia di amici personali dei quali ha saputo cingersi nel corso degli anni di duro lavoro. A questi, si aggiungono, in queste ore, quasi un migliaio di contatti (veri e propri supporters elettorali in suo favore) iscritti nel suo profilo online su Facebook. Dott. Giovanni Taurisano, è oramai un dato assodato: la gente ha appreso con favore la notizia secondo cui lei sarebbe sceso in campo con la sua candidatura alle Elezioni Regionali 2010. Ma cosa c’è di particolare in lei, tanto da farne un personaggio politico stimato dai cittadini? Posso provare a dare una risposta anche se ritengo questa domanda vada posta proprio alla mia gente. L’affetto e l’attenzione che questa gente nutre nei miei riguardi credo siano dovuti principalmente allo sforzo che dedico nella professione, e non solo, a garantire quei “diritti minimi di cittadinanza” spesso evasi per disinteresse diffuso. Capisco anche i problemi legati agli elementi strutturali assenti sul nostro territorio, ma questo non giustifica affatto il voler sfuggire alle proprie responsabilità. Ad ogni livello in cui si opera. In questo quadro di valori mi sono sempre mosso e, laddove dovessi rappresentare la mia popolazione in Regione, rimarranno sempre i miei valori di riferimento. Il cittadino, il mio prossimo. A partire da questo, come intende agire all’interno della sua coalizione? Sono candidato nelle fila del centrodestra con a capo il candidato presidente Rocco Palese. I miei valori, le mie idee di fondo sono tali da collocarmi in tale àmbito politico. Ma tengo a precisare che sono attento a qualsiasi idea innovativa per lo sviluppo dell’intero territorio e della comunità. Non a torto è stato scelto quale presidente Rocco Palese. Una persona di grande spessore morale, politico, umano. Gran lavoratore e gran ascoltatore delle istanze della società. E’ un enorme valore aggiunto di esperienza che intendo, con la mia candidatura, appoggiare, promuovere e valorizzare. In una logica di sistema che non escluda nessuna istanza che viene dalla propria gente. E’ questo il mio approccio. E’ questo il mio stile.

La sua vita quotidiana. I suoi affetti. Laddove venisse eletto, come coniugherebbe il tutto? Si. Ho una famiglia che senza ombra di dubbio metto al primo posto. Proprio la mia famiglia mi ha spronato ad abbracciare questa esperienza con spirito di servizio per la mia comunità. Dico la mia comunità perché proprio i tantissimi amici e sostenitori mi hanno definitivamente convinto ad intraprendere questa avventura. Dunque un mix di privato e di pubblico. Coniugare le due cose non è facile ed è ancor più complicato coniugarli con i pesi giusti. Conto di riuscirci come ho sempre fatto anche con la mia professione che certamente non mi lascia molto tempo libero a disposizione. Ma se ognuno farà la sua parte e farà appello alle proprie responsabilità allora credo che si possa diventare una macchina che funziona alla perfezione senza che alcuno possa sacrificare alcunché della propria vita, a partire dai propri affetti familiari. Sicuramente avrà modo di esprimere meglio le sue posizioni programmatiche nel corso della campagna elettorale. Ma se dovesse adesso pensare ad un intervento in Consiglio Regionale, quale ne sarebbe l’argomento? Questa domanda la ritengo un simpatico esercizio giornalistico perché i temi che mi stanno a cuore sono davvero tanti e tutti prioritari. Dunque mi permetta di non citare un solo tema per non far torto a tanti che aspettano risposte urgenti a situazioni di svantaggio. Le faccio, dunque, un elenco non esaustivo seppur rappresentativo delle criticità del nostro territorio e della nostra comunità: il sistema sanitario, lo sviluppo e l’innovazione del tessuto industriale ed agricolo, il turismo, le infrastrutture, l’energia e l’ambiente, la formazione di eccellenza. Tutti temi ad altissima sensibilità che aspettano risposte chiare, efficaci, definitive in una logica di “sistema”

Se dovesse caratterizzarsi e distinguersi dagli altri candidati cosa saprebbe dire? Come si dice in questi casi “vinca il migliore”. Pur tuttavia, vorrei sottolineare la mia idea di “politica” intesa come servizio trasparente, onesto, leale. Qualcuno dirà - tanto, tutti dicono la stessa cosa -. Allora a chi dovremmo credere? La mia risposta è senza ombra di dubbio la seguente: si crede a chi ha sempre dato testimonianza di valori, di fatti, di attenzioni e di ab-

negazione nella quotidianità valorizzando ogni singolo in un ottica di comunità. E’ questa la cartina di tornasole che ritengo debba avere ogni cittadino prima di porre la propria espressione di voto nel segreto della cabina elettorale. Allora, la risposta più efficace alla domanda rivoltami, vi sarà data proprio dalla mia gente il 28 marzo prossimo. Giovanni Taurisano lo trovate anche su: www.facebook.com www.taurisano2010.blogspot.com


.it

IV

C APOZZI PERFORMING MEDIA

redazione@

www.giuseppemarinotti.it TUTTI ASINI?

di Renato Rubino

Intervista al Capo dell’Ufficio scolastico Provinciale

“Erroracci” non solo da parte degli studenti “Occorre creare più motivazioni da parte degli insegnanti”

· IL DIRIGENTE DELL’UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE PROF. FRANCESCO CAPOBIANCO

Per noi, tra le lingue straniere, l’italiano è la più difficile”. Partendo da questo paradosso, ma poi non più di tanto, preso in prestito da alcuni tra i maggiori scrittori italici, tentiamo di dare una spiegazione plausibile, riferendoci al territorio brindisino, alla recente circostanza che ha visto bocciati a Grosseto, per evidenti errori di grammatica, ben 61 partecipanti ad una prova concorsuale per Vigili Urbani su 61 presenti all’esame. Tra loro, moltissimi erano persino laureati in Giurisprudenza. Insomma, siamo un popolo di ignoranti o di superficialoni? Come è possibile che si arrivi alla Laurea, anche in discipline umanistiche, senza conoscere in maniera perfetta la lingua italiana? Cerchiamo di capirci qualcosa, avvalendoci del prezioso

contributo della massima autorità scolastica del territorio, il prof. Francesco Capobianco, dirigente e responsabile dell’Ufficio scolastico provinciale, l’ex Provveditorato agli Studi di Brindisi. Al prof. Capobianco, che è stato anche preside del Liceo Classico “Lilla” di Francavillla, rivolgiamo subito la classica domanda da 1 milione di vecchi dollari: “Di chi la colpa, degli studenti, dei docenti o della famiglia?” “Premesso – esordisce Capobianco – che la lingua italiana è davvero complicata e difficile, non vorrei deludere nessuno affermando che le colpe sono sempre a largo raggio, nel senso che l’alunno, sia esso di scuola elementare che di scuola media, riceve impulsi sia dalla famiglia in cui vive, dove spesso, per rapidità, si utilizza in malo modo la lingua dialettale, (che invece bisognerebbe recuperare per scoprire vecchie tradizioni ed usanze anche di linguaggio) che dalla televisione e dai computer, dove sempre di più si fa uso di un linguaggio altamente tecnologico e per giunta in inglese e per finire dal mondo scolastico, in cui ci sono scuole più attente alla lingua italiana e scuole meno attente, con diverse tipologie di professori”. Cosa intende, che ci sono professori più bravi e professori meno bravi nell’insegnare la lingua italiana? “No assolutamente no. Qui a Brindisi, dove non ci sono

episodi allarmanti in tal senso, riscontro un diverso dato di fatto. Cioè, ci sono docenti più bravi nel farsi ascoltare, nel richiamare meglio l’attenzione dell’alunno, avendo una maggiore facilità di insegnamento. Questo non vuol dire che non sono preparati, tutt’altro. C’è chi sa catturare l’attenzione meglio di altri. É una dote e basta. Ed è indubbiamente un vantaggio in materie toste come l’italiano”. Che idea si è fatta di quella bocciatura collettiva al concorso di Vigili Urbani? “Non credo molto alle statistiche, anche perché dovremo prendere in considerazione anche quelle prove i cui tutti i partecipanti sono promossi. Vi posso dire soltanto che il Ministero alla Pubblica Istruzione ha percepito l’esigenza di tenere sotto controllo il problema, istituendo una prima verifica importante in occasione dell’esame di Licenza Media, attraverso una prova unica e nazionale, in modo da fare delle reali valutazioni che poggiano su dati uniformi ed oggettivi. Ad occuparsi di questo è l’Invalsi, l’Ente che è sovrano nei processi di valutazione. Ma non finisce qui. E’ già operativo anche nelle nostre scuole una sorta di sostegno per quegli alunni che hanno difficoltà nel parlare o scrivere bene in italiano. Un’ora alla settimana, infatti, è dedicata al potenziamento dell’apprendimento dell’italiano, basando l’insegnamento molto sulla

grammatica. Gli studenti ci devono mettere del proprio, studiando di più questa disciplina scolastica nelle ore pomeridiane, davanti alle loro scrivanie”. Che suggerimenti si sente di dare per agevolare questo studio? “Naturalmente, mi riferisco agli insegnanti che non devono essere severi ma sereni e devono motivare meglio i loro studenti. E so che ci riusciranno anche perché la Scuola in genere dedica molta attenzione a questo aspetto, così come lo dedica alla dispersione scolastica. E poi …” E poi, continui direttore … “Mi viene da sorridere perché vi state preoccupando di prove concorsuali errate o di alunni sgrammaticati. Ma lo sapete quanti errori di grammatica riscontro nelle lettere che ricevo o nelle domande per concorsi scolastici? Ed allora, il problema è generale e non solo scolastico. E’ importante che l’esercizio alla lingua italiana venga sempre stimolato, anche in età adulta”. Naturalmente, siamo consci di aver fatto anche noi, scrivendo questo o altri articoli, una miriade di errori di ortografia o di altra natura. Scagli la prima pietra, però, chi non ha mai commesso errori linguistici. A meno che non si è tra coloro che fanno parte dell’Accademia della Crusca. Ma questo è un altro discorso.

IL FATTO Bocciati in grammatica al concorso per vigili

In 61 si erano presentati al concorso per un posto di agente della polizia municipale presso il Comune di Pitigliano: sono stati tutti (ri)spediti a casa per clamorosi errori di ortografia commessi nella prova scritta. La commissione si trova di fronte veri e propri «orrori» di sintassi e di ortografia. Uno dietro l’altro, i temi sono tutti da respingere e nessuno degli elaborati ha le condizioni minime per potersi dire presentabile. Per la seconda volta, in poco tempo, una commissione pubblica in Maremma è costretta a bocciare tutti i candidati ad un concorso. Era accaduto a inizio dicembre scorso ad Orbetello, il Comune amministrato dal ministro Altero Matteoli, dove i bocciati, 24 laureati in giurisprudenza, aspiravano ad un posto da dirigente di settimo livello. In quella circostanza gli aspiranti dirigenti, oltre ad errori di grammatica e sintassi, non conoscevano il significato di termini come “delibera”, “determina” e “appalto”. Tra i candidati al posto di vigile c’erano anche alcuni laureati. In trenta, alla lettura delle tracce, decidono di abbandonare. La commissione pensa siano rimasti i migliori, ma la sorpresa arriva alla correzione degli elaborati, devastati da orrori di sintassi e di ortografia. Tutti bocciati.


redazione@

TUTTI ASINI?

.it

V

di Maria Angelotti

Alle medie, con tante lacune

“Troppi stimoli e scarsa lettura. Ma noi non ci arrendiamo”, dicono due docenti

La matematica non sarà mai il mio mestiere”, cantava Antonello Venditti. Quel verso cantato oggi dai nostri studenti potrebbe, a buona ragione, suonare così: “La grammatica non sarà mai il nostro mestiere…”. Studenti che talvolta arrivano al diploma, e in alcuni casi anche alla laurea, con le idee ancora parecchio confuse sulla differenza, per esempio, tra “è” verbo ed “e” congiunzione. Studenti che guardano al pronome con sospetto e che sono affetti da un’inguaribile idiosincra-

sia per il famigerato congiuntivo. Poca attenzione, scarsa concentrazione, mancanza di metodo. Queste le “patologie” degli studenti del giorno d’oggi. Lo confermano anche alcune docenti di lettere di scuole medie.“I nostri alunni, anagraficamente parlando, sono ragazzi che attraversano una fase critica della loro vita, quella dell’adolescenza – spiega a tal proposito la professoressa Nardelli - Aldilà di questo arrivano alle medie con delle lacune che è difficile colmare,

anche perché le ore settimanali di insegnamento di italiano previste sono 9. Nove ore che vanno ripartite tra storia, geografia, antologia, epica educazione civica e grammatica”. Insomma il problema è a monte. Ed è un problema di cosiddette basi. Il massimo dell’apprendimento lo si ha, dicono gli esperti, fino al decimo anno di età. Negli anni successivi si affinano le conoscenze acquisite. Se l’apprendimento non è stato dei migliori, gli strafalcioni grammaticali fanno e faranno bella mostra di sé, disseminati qui e lì, nei compiti scritti. Un problema di basi, si diceva. Ma non solo. “I ragazzi di oggi – afferma la professoressa Weiss – hanno difficoltà ad organizzare il pensiero. Sono soggetti a tanti stimoli. Troppi stimoli. E perdono in concentrazione. E poi leggono poco. E la scarsa lettura si traduce in povertà di linguaggio. Noi docenti, però siamo caparbi. Non ci arrendiamo. Anzi ci rimbocchiamo le maniche per far sì che i nostri ragazzi tirino fuori il meglio; generalizzare sarebbe però sbagliato. Ci sono anche le belle eccezioni. Abbiamo alcuni alunni di bravura straordinaria. Vere e proprie eccellenze”. E fortunatamente ciò che non si può fare nelle ore di lezioni in calendario lo si può, quest’anno, recuperare grazie a dei corsi, appunto, di recupero di grammatica e matematica finanziati dalla Regione Puglia.

AntonioPiro AntonioPiro

4 2 . h o servizi

SICUREZZA E DESIGN

PER LA CASA E L’AZIENDA

la sicurezza corre sul filo

Impianti elettrici Civili ed Industriali Nolo Piattaforma Aerea Impianti di Allarme Impianti Video Sorveglianza

Francavilla Fontana (Br) - Via Zingaropoli, 87 Tel. 329 4251806 • e-mail: piro.impianti@libero.it


redazione@

l’opinione

.it

VI

di Tani Roma*

Quanti inutili progetti per tanti soldi buttati al vento L

Una riforma non condivisa ma subita dal mondo della scuola

a riforma della scuola è varata ed ha pie- merosa per risparmiare sul vitto. Solo per amor di patria non dirò dei tanti Pon centralistico ed impositivo come il decreto na applicazione per la classe prima delle Nella conferenza stampa di presentazione il che si fanno… sulla carta. 150/2009 noto come decreto Brunetta. superiori, vale a dire che si attuerà a re- ministro Gelmini ha detto di aver avviato la Se è vero che i nostri ragazzi non sanno par- Si scoraggiano le assenze e poi si distribuigime entro i prossimi cinque anni. prima fase dopo aver ascoltato tutti. Credo lare in italiano, se è vero che nel raffronto eu- sce a mani piene il beneficio della legge 104, Dopo le riforme di Casati, Coppini , Gentile, che non abbia ascoltato nessuno degli esperti ropeo il nostro indice di cultura scolastica è si sollecitano economie e si sopprimono serBerlinguer, Moratti e Fioroni giunge quella e di coloro che vivono nella scuola, perché, basso allora, con i fondi europei, andrebbero vizi lasciando in atto gli sprechi. di Gelmini; in verità sembra più una riforma altrimenti, avrebbe ricevuto suggerimenti di- sostenute le discipline di base sollecitando, Se il ministro Gelmini volesse davvero economica che scolastica; ovvero, emerge il versi. naturalmente, una diversa indicazione della passare alla storia potrebbe avviare una seprimato dell’economia su quello dell’istru- Avremmo detto che nella scuola non si spen- spesa. ria consultazione degli addetti ai lavori per zione. de troppo ma si spende male per i tanti inutili Si potrebbe anche risparmiare sulle tante in- cogliere proposte concrete e suggerimenti Non ripeterò certamente gli slogans di alcuni politici di parti avverse ma mi piace dimostrare come il teorema delle tre I del progetto Berlusconi sia ormai distrutto, L’accento va messo su: L’accento non va messo su: Apostrofo da (preposizione) I come Informatica, un, senza apostrofo, se regge un maschile, con apostrofo dà (verbo dare) li (pronome) se regge un femminile (infatti l’apostrofo indica l’elisiocome Impresa e come lì là (avverbi di luogo) ne (avverbio e pronome) ne della vocale a dell’articolo una). Inglese. Nulla da eccepiqui, qua (avverbi) sé (pronome) un amico; un’amica su (avverbio) re all’epoca del teorema né (e non, congiunzione negativa, né male né buon amico; buon’amica si (pronome, si loda) perché indubbiamente da’ = dai bene) no (negazione) erano tre I che sottenfa’ = fai se (congiunzione) sì (affermazione) te (pronome) sta’ = stai devano allo sviluppo sí (abbreviazione di cosí) fa (avverbio tempo fa, un anno fa..) va’ = vai culturale ed economico piú verbi po’ = poco del Pese. egli fa perché, poiché mo’ = modo io so, egli sa Se è vero che la crisi mal’addestrato = malo addestrato; mal’accorto = malo bensí, cosí, io do economica ha notevolaccorto giú, quaggiú, laggiú egli va qual è    senza apostrofo, qual è una forma distinta da mente ridotto la valenza io sto, egli sta già quale un po’ (apostrofo non accento, è abbreviazione di <poco>) delle Imprese, è anche ciò    blu (colore) vero che la riforma Gelmini segna la distruzione delle altre due I Con o senza la <i>  Punteggiatura Una sola z ovvero l’Informatica e sufficiente dopo qualsiasi segno di punteggiatura va uno nelle parole che terminano in –àzia, -azìa, l’Inglese. coscienza spazio tranne per parentesi e virgolette che -èzia, -ezìa, -ìzia, -ìzie, -izìa, -ozìa, -uzìa, -ziòLa eliminazione di oltre conoscenza vanno attaccate a quel che contengono: ne, -àzio, -èzio, -ìzio, -òzio, -ùzio. quaranta indirizzi riduce scienza  <il dongo (animale estinto) era un uccello… Maiuscole notevolmente le ore di superficie > e non <il dongo ( animale estinto ) era un I sostantivi di popolo vogliono la maiuscola; insegnamento dell’Inprovince uccello… gli aggettivi di popolo, invece, vogliono la formatica e dell’Inglese. efficienza Nomi inglesi minuscola. Gli istituti commerciali I verbi con la radice in gn (accompagnare, I nomi inglesi che sono ormai entrati a far parte i Francesi; i marinai francesi vedranno ridotte le ore segnare, sognare), si scrivono con la i: della lingua, al plurale non conservano la s utilizzo delle maiuscole per gli acronimi, es di informatica con con - nella 1a persona plurale dell’indicativo, noi richiesta per il plurale della lingua originale. SIAE, FIAT, UE, seguente perdita di ore sogniamo non si dirà i films, ma i film, e, quindi, di insegna - nella 1a e 2a persona plurale del congiuntivo non si dirà i computers, ma i computer, mento. I precari perpresente, che noi sogniamo, che voi sogniate a cura di Renato Rubino non si dirà i links, ma i link, ecc deranno la speranza di una sistemazione ed i docenti di ruolo, non potendo essere licenziati, saranno costretti a girovagare in provincia o, progetti che hanno di fatto soppiantato i pro- centivazioni che dovrebbero essere erogate validi. Acquisirebbe conoscenza di vere esipeggio ancora, potranno essere diversamen- grammi ministeriali e per essere diventati in rapporto alla competenza e merito e che, genze distinte da necessità populistiche e te utilizzati. Le figure degli Insegnati tecnico integrazione dello stipendio senza particola- invece, vengono assegnate a pioggia. consumistiche. pratici spariranno, i laboratori di Informatica re ricaduta sulla formazione degli allievi. Mal si concilia la speranzosa invocazione di Questa riforma non l’ha condivisa nessuno e linguistici saranno ridotti e tutto a vantag- Avremmo parlato dei tantissimi PON che or- meritocrazia lanciata dal ministro Brunetta ma la subiranno tutti. gio della minore spesa nella scuola. mai hanno defenestrato la tradizionale attivi- con la cruda realtà. Mal si concilia il maggior Tagliare i servizi per quadrare i conti. Pare tà didattica con il rischio di sprecare milioni potere affidato ai dirigenti senza una preven* – Dsga ITC Calò di Francavilla Fontana proprio questa la logica che ispira la riforma. di euro senza una seria e concreta verifica tiva verifica e selezione degli stessi. In servizio nella scuola da 38 anni E’ come sopprimere un figlio di famiglia nu- della ricaduta. La riforma della scuola è piovuta in modo

Alcuni esempi di strafalcioni, da matita blu


redazione@

TUTTI ASINI?

.it

VII

di Maria Angelotti

Rendimento e merito, unici parametri G

Intervista al Preside Giovanni Semeraro dell’Industriale Fermi di Francavilla

iovanni Semeraro, Dirigente scolastico dell’Industriale “Fermi” di Francavilla (nella foto): «Il problema serio della scuola al giorno d’oggi è rappresentato dal fatto che purtroppo non è l’unica agenzia deputata alla formazione», risponde, così, il preside alla domanda cruciale se scuola di oggi forma come dovrebbe i ragazzi. Ragazzi insomma distratti da altro e che la scuola non riesce quindi ad educare e formare come dovrebbe. Eppure la scuola quello è chiamato a fare. Formare ed educare. Recuperare questo ruolo è l’obiettivo del Fermi, che in tal senso sta lavorando. E da tempi non sospetti. Poco più di un paio di anno addietro la scuola diretta dal preside Semeraro, qualcuno lo ricorderà, si guadagnò l’attenzione dei media per quella che le cronache definirono “una strage”, ovvero un elevato numero di bocciature a fine anno scolastico. “Non è nostro intento e non lo è mai stato selezionare la popolazione studentesca. Quello che invece facciamo è incentivare

· IL PRESIDE GIOVANNI SEMERARO

il buon rendimento, promuovere il merito”, spiega ancora il preside. “Ciò che però inseguiamo fortemente –

prosegue - è l’obiettivo di ridurre il gap tra le eccellenze e le non eccellenze. Per questo stiamo puntando a far sì che i nostri studenti maturino un diverso sentire l’impegno scolastico, acquisiscano un maggior senso di responsabilità. Questo è quello che possiamo fare come scuola media superiore”. D’accordo promuovere il merito ma a conoscenze di base come stanno messi gli studenti di oggi? “C’è da dire a tal proposito che negli ultimi anni siamo di fronte ad un recupero, ad una ritrovata a giusta attenzione verso gli aspetti di base”. L’Itis Fermi è una realtà scolastica che, grazie alla partecipazione ai progetti Comenius, ha avuto la possibilità di confrontarsi con le altre scuole europee. Un confronto dal quale le scuole italiane escono con le ossa rotte? “Ma no se un gap esiste tra noi e loro non è riconducibile alle conoscenze ma semmai agli strumenti che essi hanno in dotazione e con i quali sono abituati a lavorare”.

La “strage”... dell’ITIS L’Istituto Tecnico Industriale di Francavilla qualche anno addietro balzò agli onori della cronaca per l’alto numero di bocciati e di “non ammessi” agli esami di maturità. Fu una vera e propria strage... di asini, ovverosia di studenti risultati impreparati. Troppa severità? Troppa rigidità? Furono questi alcuni degli interrogativi evidenziati dai genitori, dagli alunni e da qualche docente. Un dato è certo: sono lontani i tempi del famoso “6 politico”.

I futuri dirigenti? Li sforna il Liceo

Per il Preside del classico “Lilla”, Francesco Carone, i ragazzi sono troppo distratti

· IL PRESIDE FRANCESCO CARONE

Il problema è che gli studenti di oggi leggono poco quanto niente. La nostra è purtroppo la società dell’immagine e la nuova generazione è la generazione dell’immagine”. Così il preside del Liceo Classico “Vincenzo Lilla” di Francavilla, il professore Francesco Carone (nella foto). I ragazzi, dunque, scrivono male e si

esprimono anche peggio perché, tra le altre cose, leggono poco. Il loro insomma sarebbe un diverso, e soprattutto sbagliato, approccio con la lingua italiana. “La lingua che usano i ragazzi oggi – dichiara ancora il preside Carone - è contaminata da neologismi, da parole mutuate da altri linguaggi. Si è persa, ahinoi, la purezza della lingua italiana. E lo si vede nei compiti scritti di italiano e talvolta nell’esposizione orale”. Neologismi a parte, il dato più inquietante che emergerebbe dalle recenti inchieste sulla preparazione degli studenti italiani non sarebbe tanto quello relativo alla cosiddetta cultura generale, ma quello della scarsa conoscenza della grammatica italiana. Ovvero le fondamenta su cui dovrebbe reggersi l’edificio. “E’ vero – conferma il preside del Lilla – oggi gli studenti arrivano alla scuola superiore con delle pesanti lacune, soprattutto in grammatica. Evidentemente se ne fa poca e male. Ricordo che ai miei tempi i professori ci facevano riempire pagine e pagine di analisi grammaticale ed analisi del periodo. Oggi purtroppo

non credo sia più così”. Conferma poi il professore Carone quello che sostengono tanto altri suoi colleghi presidi quanto i docenti. E cioè che i ragazzi di oggi studiano poco e sono affetti da un deficit di concentrazione perché distratti da altro. “Restano ovviamente le eccezioni – dichiara il preside Carone – ma appunto sono eccezioni in un quadro generale

poco confortante”. Ma un liceo classico storico come il “Lilla” di Francavilla, quanto è rigoroso e quanto pretende dai suoi studenti? “Pretendiamo il giusto. Lo studio che si fa qui al liceo deve essere uno studio serio, rigoroso, attento ed efficacie. E’ nel liceo che si forma la futura classe dirigente”.

Al via la riforma scolastica D

· IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE MARIASTELLA GELMINI

al prossimo anno scolastico la scuola superiore italiana, cristallizzata per decenni, volta pagina. Si comincera’ dalle prime classi e le novita’ coinvolgeranno licei, istituti tecnici e professionali, con un ripensamento dei quadri orari, un irrobustimento di matematica e scienze e un deciso sfoltimento degli indirizzi. La riforma prevede uno sfoltimento degli indirizzi di studio: i licei diventeranno 6 (dagli attuali 450 indirizzi tra sperimentazioni e progetti assistiti), gli istituti tecnici da 10 con 39 indirizzi scenderanno

a 2 con 11 indirizzi, i professionali da 5 corsi e 27 indirizzi saranno snelliti a 2 corsi e 6 indirizzi. Il “riordino” dell’istruzione tecnica e’ una delle risposte piu’ efficaci alla crisi economica. Nel nostro Paese la disoccupazione e’ inferiore alla media europea, ma le difficolta’ riguardano tanti giovani’’, dichiara il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini (nella foto). Questi i sei licei: classico, scientifico, linguistico, artistico, musicale e delle scienze umane (questi due ultimi licei sono vere new entry).


redazione@

brindisi

.it

VIII

di Renato Rubino

A quando la “vera” Università di Brindisi? Urge un tavolo di confronto tra i vari Enti istituzionali

· LA CITTADELLA DELLA RICERCA

· L’EX OSPEDALE DI SUMMA

servizio di trasporto extraurbano, ad Università poco appetibile? Il countesempio, ha toccato con mano l’inu- down è già partito. tilità di una spesa consistente, a fronte di uno scarso numero di utenti, sia per la suddivisione degli iscritti, sia perché un po’ tutti optano per la comodità dell’auto propria. Ed allora, per un territorio di appena 400 mila abitanti, vale la pena ancora parlare di Università strutturata in tal modo, quando a pochi chilometri di distanza siamo sovrastati dagli atenei barese e leccese? La risposta, naturalmente, è no. E’ opportuno, altresì, e Provincia e Comune lo hanno ben capito, dare davvero una svolta, impegnandosi a creare sul nostro territorio una vera Università di Brindisi al posto di una struttura che, nonostante l’impegno e gli sforzi di tutti, è, e Le tre sedi Universitarie di sarà sempre, figliastra o sorellastra Brindisi (Cittadella della Ridell’Ateneo di Bari e dell’Universicerca, l’ex Ospedale Di Sumtà del Salento (vedere, ad esempio, il ma e quella del Casale, all’ex criterio delle assegnazioni delle doIpai) appaiono molto lontane cenze). tra loro. Una frammentazione Ed allora, è diventato urgente ed oppoco opportuna che pare a tutti portuno coinvolgere direttamente del tutto sconveniente, con l’agsenza se e senza ma gli altri soggetti gravante che alcune aule sono ed enti economici del territorio, tipo disastrate e alcuni servizi sono Asi, Autorità Portuale ed altri enti incredibilmente assenti, come i similari, per dare nuova linfa al proservizi di ristoro e di trasporto. getto della creazione dell’Università É diventato urgente ed oppordi Brindisi, finalmente indipendente tuno coinvolgere direttamenda Bari o Lecce, senza incidere ancor te senza se e senza ma gli altri di più sui costi delle amministraziosoggetti ed enti economici del ni locali, le quali, da parte loro, non territorio, tipo Asi, Autorità si tirano comunque indietro e sono Portuale ed altri enti similari, pronte anche a raddoppiare gli sforzi, per dare nuova linfa al progetto di ogni tipo. Non dimentichiamoci, della creazione dell’Università tra l’altro, che abbiamo un appuntadi Brindisi, finalmente indipenmento non secondario da rispettare. dente da Bari o Lecce. Brindisi si candida a capitale europea della Cultura per il 2019. Come ci vogliamo arrivare, ancora con una

il caso

Troppi disservizi e sedi distanti tra loro

· L’EX IPAI DI BRINDISI

Q

uattrocento mila euro per l’Università di Bari, poco meno di un milione per l’Università del Salento. Questa l’esposizione economica-finanziaria degli enti locali brindisini e della Camera di Commercio per dare forza ai primi vagiti dell’Università di Brindisi, nata un decennio fa come costola dei due atenei più importanti della Regione. E se da un lato questi sforzi tesi a dare dignità alla nostra terra, attraverso il rilancio della cultura e dell’istruzione di eccellenza, hanno prodotto ottimi risultati in fatto di iscrizioni (2600) e di laureati (214), dall’altro non sono riusciti ancora ad accontentare in toto le richieste del mondo studentesco e dei docenti, soprattutto dal punto di vista logistico-strutturale e di proposte formative collegate al reale mondo del lavoro. Pochi, in effetti, di quei 214 laureati hanno trovato degna entrata nel mondo del lavoro. L’attuale proposta formativa universitaria, sia pur diversificata con tanti

corsi di laurea nei settori economico, sociale, farmaco - medico - sanitario, marittimo e informatico, pronta anche a ricevere e ad offrire la facoltà di Bioetica come richiesto poco tempo fa dal Vaticano, è risultata in questi anni disorganica e disomogenea e fruibile con disagio dagli studenti. E’ mancata, in sostanza, una chiara sinergia col territorio, che fa il paio con il fallimento del CUB, il Consorzio Universitario Brindisino tra enti pubblici, privo di solidità economica. Le tre sedi appaiono molto lontane tra loro, come quella della Cittadella della Ricerca, dell’ex Ospedale Di Summa e quella del Casale, all’ex Ipai. Mille iscritti alla Cittadella, altrettanti all’ex Ipai. Una frammentazione poco opportuna che pare a tutti del tutto sconveniente, con l’aggravante che alcune aule sono disastrate e alcuni servizi sono incredibilmente assenti, come i servizi di ristoro e di trasporto alla Cittadella. E chi ha provato a prevedere un efficiente


redazione@

.it

IX

GFGMOTORI.IT USATO EX NOVO DI TUTTE LE MARCHE

Via Mulini 5/7/9 - 72021 Francavilla Fontana (Br)Â (vicino alla Fiera Mostra)

Tel./Fax 0831.819989 - 0831.091050 - E-mail: gfgmotorisrl@libero.it


redazione@

.it

X

francavilla Prima dell’incidente, il Consorzio zona P.I.P. aveva sollevato alcuni disagi. La questione si riapre anche a livello politico.

Sansificio, fumi densi e cattivi odori

· LA SEDE DEL SANSIFICIO E NEI TONDINI DINO BIANCO (Presidente del Consorzio Imprese Riunite) E MASSIMO FERRARESE (Presidente della Provincia)

G

li aderenti al Consorzio Zona “PIP” di Francavilla e, prima ancora, diversi esponenti politici ed anche semplici cittadini, hanno sollevato diverse perplessità in ordine alla nocività dei fumi emessi dal sansificio “Fratelli Rubino”, ubicato nei pressi delle complanari della statale . L’esplosione avvenuta nella serata del 4 febbraio a ridosso di un silos che ha provocato serie ferite ad Antonio Di Gregorio, operaio 47enne francavillese, ha riaperto in città la polemica sull’impatto ambientale dell’azienda. Una polemica, a dire il vero, mai sopita del tutto. Venerdì 5 febbraio, nel corso del programma radiofonico “Franca..Mente” in onda su Quarto Canale Radio a cura del direttore delle news Gianni Cannalire, i tre politici presenti, tutti avvocati, Tommaso Resta (PD), Luigi Galiano (UDC) e Antonio Andrisano (PDL, assessore)

hanno evidenziato la necessità di “coniugare nel migliore dei modi le attività produttive esistenti nella zona Pip con quelle del sansificio, i cui titolari, hanno il dovere di garantire la massima sicurezza ai lavoratori ed il rispetto dell’ambiente”. Leonardo Bianco, in qualità di presidente del Consorzio Imprese Riunite della zona Pip, nel dicembre scorso ha inviato alla Provincia di Brindisi, al Comune di Francavilla, ed agli assessorati all’Ambiente dei rispettivi Enti un esposto avente per oggetto proprio il sansificio sulla via per Grottaglie. Nell’esposto, datato 17 dicembre 2009, si segnalava ai due Enti l’intollerabilità delle emanazioni di cattivo odore prodotte, la presenza di troppa quantità di materiale sul piazzale antistante l’opificio e il possibile inquinamento della falda. “A nome degli imprenditori del Consor-

zio, nel mio ruolo di presidente, - spiega Leonardo Bianco - rendevo nota la situazione di disagio che viviamo quotidianamente. Una situazione di disagio provocata dal cattivo odore, insopportabile a giorni, originato dai fumi densi e dai miasmi prodotti durante la lavorazione della sansa. Era nostra intenzione altresì sollevare la questione legata a fattori di inquinamento. Il materiale viene accumulato a tonnellate sul terreno tutt’intorno all’opificio. C’era quindi, e c’è ancora, da parte nostra la legittima preoccupazione che questo possa determinare l’inquinamento della falda”. Nelle passate amministrazioni comunali diverse sono state le interrogazioni e le mozioni presentate da Emanuele Modugno (segretario cittadino di Rifondazione Comunista) , ai tempi in cui sedeva fra i banchi del Consiglio. “Quel sansificio è inquinante quanto, se

non più, di una discarica – dice ancora oggi Modugno – In consiglio comunale ho più volte cercato di portare all’attenzione la questione. Invano, però. I nostri cittadini purtroppo restano sempre indifferenti al discorso ambientale. Altrove si sarebbero mobilitate le masse. Da noi questo non succede. Non c’è una coscienza ecologica”. Il Presidente della Provincia Massimo Ferrarese ha assicurato, attraverso i microfoni di Quarto Canale Radio, il suo impegno e la massima vigilanza garantendo controlli serrati da parte della polizia provinciale circa la sicurezza ed il rispetto dell’ambiente. (Maria Angelotti e Gianni Cannalire foto Giovanni di Noi)

officinaGIOFFREDI AUTORIZZATA OPEL

Francavilla Fontana Piazzale del Lavoro Z.I. Cell. 335 12 38 721 Tel./Fax 0831 854592


redazione@

INFORMAZIONI UTILI PER IL CLIENTE La Self Meat in Oria mette a disposizione tutte le carni equine, bovine e suine in vendita contenendo i costi di produzione affinchè giungano al consumatore finale a prezzi interessanti e con facilità dʼ acquisto, garantendo la vendita nel proprio spaccio di quantitativi messi sempre a disposizione del piccolo consumatore, perchè la Self Meat è stata riconosciuta con

focus su s.michele

bollo CEE di sezionamento fornendo macellerie, supermercati e comunità. Lʼ alimentazione moderna è sempre più attenta nella ricerca di carni con un tenore proteico elevato e un basso contenute di grassi, per questo la Self Meat soddisfa ogni giorno i vari e diversi palati dei propri clienti offrendogli una vasta quantità e qualità di carni.

.it

XI

Nei nostri prodotti si riconoscono al primo assaggio, oltre che alla passione e lʼ esperienza di una lavorazione artigianale, la cura nella scelta delle carni che vengono selezionate con i massimi criteri di genuinità e freschezza. Queste componenti fanno si che la qualità sia la caratteristica principale che ci garantisce la fiducia del consumatore. Oria - Via Fratelli Bandiera, 12/B - Tel. 0831 18 15 384

di Erica Zingaropoli

Intervista al sindaco Torroni

I nostri tesori? Il fico mandorlato e la pinacoteca

S

indaco da quasi un decennio, riconfermato nel 2006 con il 67 per cento di voti, Alessandro Torroni, primo cittadino del paese, tiene le redini del suo borgo in una moltitudine di progetti da adempiere e ricorrenze da confermare. Quali sono i piani attualmente in atto nel paese “E’ al momento attivo lo scarico dell’acqua piovana che viene incanalata e trasportata fuori. Si tratta del progetto della fogna bianca che prevede la raccolta delle acque piovane specie nei casi di forti e durature piogge. Altra importante operazione riguarda la riqualificazione del centro urbano. Questo è il progetto dell’Area Vasta che ha previsto lo stanziamento di 383 mila euro e che include anche la ristrutturazione del Municipio”. Quali quelli non ancora in atto ma che a breve saranno realizzati? “E’ stato approvata, seppur ancora ufficiosamente, la consegna delle case popolari ai cittadini. Sono 12 gli appartamenti nella zona 167 della città, che saranno destinati alle famiglie. Rientriamo di fatto nella graduatoria e 1 milione e mezzo di euro è l’ammontare che è stato stanziato, il progetto è accolto, resta solo consueta attesa perché divenga ufficiale”. Esistono strutture all’interno del paese dedicate all’arte, alla cultura e che permettano un confronto e un incontro a tema per i cittadini? “La Pinacoteca è essenzialmente il patrimonio del nostro paese. Con 300 opere al suo interno, buona parte donate da Stefano Cavallo, persistono pitture del ‘900 di artisti di grande valore. Non solo, periodicamente, più o meno ogni quindici giorni, grazie all’aiuto di una preziosa collaboratrice viene organizzata una esposizione di quadri. Solitamente il giovedì o il sabato c’è una mostra pittorica. La Pinacoteca è il nostro vanto e tesoro prezioso, credo che nella provincia di Brindisi, San Michele sia l’unico paese a possederne una e per noi è un orgoglio”. Quanto il turismo è sviluppato a San Michele? “A parte l’oramai rinomato commercio di auto usate, il nostro punto di forza è il

· IL SINDACO TORRONI

fico mandorlato. Questo ci ha regalato il riconoscimento dal Ministero divenendo prodotto tipico Italiano nonché prodotto di nicchia da oltre 25 anni. Il nostro paese effettua gemellaggi con la città di Carmignano, in provincia di Prato, che produce il fico. Inoltre il nuovo progetto “Ficus Net” ci ha permesso di effettuare il gemellaggio anche con l’estero, con la Grecia, la Francia e la Spagna”. Dalla tradizione iniziata come sagra del fico e progredita poi fino a divenire fiera e quindi prodotto internazionale, il paese vanta una preziosa tradizione culinaria che chiama a sé un numero non indifferente di turisti, della regione, della nazione e non solo. Piccola e raccolta San Michele pare si lasci guidare volentieri dal suo sindaco già primo cittadino fin dal 2002.

I punti di forza e le eccellenze della stupenda cittadina in provincia di Brindisi raccontate dal sindaco (da quasi un decennio alla guida di S. Michele). Tra i punti di forza anche la fiera internazionale del fico mandorlato: un successo di pubblico e visitatori strepitoso al punto tale da avere alimentato un vero e proprio “mercato dell’indotto” come mostra la simpatica immagine riprodotta sulla maglietta qui accanto.

· PIAZZA MARCONI

· LA CHIESA MADRE


redazione@

FRANCAVILLA/POSTE

Il ns periodico “Il Brindisino” è sempre pronto a raccogliere e a pubblicare prepotenze, ingiustizie, soprusi e disservizi, che troppo spesso la brava gente è costretta a subire.

Poste nella bufera: grave disagio lamentato dai cittadini francavillesi

L

Una lettrice segnala

D

a qualche mese un problema ricorrente in molte case di Francavilla è l’arrivo in ritardo delle bollette di pagamento recapitate dai postini. In realtà il problema non finisce qui, in quanto giungendo queste oltre la data di scadenza, il pagamento effettuato alla posta non risulta agli Enti preposti entro quel tempo da loro fissato. Quindi al cittadino, inaspettatamente, gli arriva un’ammenda da pagare per il ritardo del versamento - di certo non a causa loro -. Disagi questi che dovrebbero essere risolti al più presto, se è vero che ci troviamo in un’era in cui la tecnologia ne è padrona, ma se si pensa anche al fatto che ogni volta per effettuare un pagamento, è il caso della posta centrale, bisogna aspettare a volte anche un’ora, tutto questo progresso, di cui si parla, va a scemare. Ma non c’è nessun responsabile capace di migliorare la funzionalità del servizio?

FAX 0831 843550 TEL 0831 844559

direttore@

umenta intanto il costo del canone annuale delle caselle postali. Ed i cittadini protestano. Ma ecco cosa hanno fatto sapere. «Oltre al danno suona quasi come una beffa - la loro puntualizzazione - basti pensare che, da un lato, mentre i cittadini lamentano di fatto disservizi nella ricezione della posta in ritardo, dall’altro chi possiede una casella postale deve pagare un aumento del canone annuale

.it

un numero di telefono del responsabile del servizio che si troverebbe, secondo quanto comunicatoci, a Mesagne. Ma nonostante i nostri tentativi, a quel numero di telefono non ci ha risposto nessuno. In ogni caso - correttamente e come sempre - siamo sempre disponibili a dare spazio a quanti vogliano · LA SEDE DELLE POSTE CENTRALI A FRANCAVILLA dire la loro o a quanti abbiano o ritengano di avere voce in capitolo in merito alla vicenda. oste nella bufera? Ma non è sempre così. L’ufficio Ebbene tra i tanti “colpiti” postale di San Vito de Normanni si è distinto particointanto ha fatto scalpore il caso del vice sindaco (vd. articolo larmente ed è stato premiato al 2° meeting nazionale di a lato, ndr) di Francavilla, Mimmo Bungaro, il quale ha afPoste Italiane tenutosi a Fiuggi. Oltre a questo, poi, tra francato 500 lettere di auguri natalizi con il risultato che non i 500 migliori uffi ci postali d’Italia anche quelli di Fasatutte sarebbero giunte a destinazione. no centro e Latiano. Dunque quando merito c’è, esso Ma cosa sta allora accadendo? Ed intanto mentre l’auspicio deve essere riconosciuto correttamente e molto bene di tutti è che comunque il servizio di recapito postale posevidenziato. sa tornare ad essere puntale come è stato negli anni (con la consegna effettuata nei tempi previsti), le istituzioni locali L’ufficio postale di San Vito de Normanni, in particosembrano intenzionate ad adottare iniziative utili a portare lare, ha avuto il merito riconosciuto in riferimento allo la vicenda a soluzione ottimale per il bene di tutti i cittadini. scorso anno, di essere uno dei 12 migliori uffici postali in Italia in termini di qualità ed efficienza.

Premiati San Vito, Fasano centro e Latiano

P

Il Sindaco “scrive”

I

l sindaco a fronte di questo grave disagio lamentato da più parti dai cittadini a Francavilla è deciso ed è pronto in tal senso a prendere carta e penna e scrivere così ai vertici delle Poste Italiane per lamentare la situazione di disagio venutasi a creare tra i cittadini a Francavilla per tutta la serie di disservizi in tal senso. «Ci adopereremo presso Poste Italiane perché ci sia un più puntale recapito delle poste. Si tratta oramai di una situazione divenuta insostenibile. Il fatto grave è che molto spesso capita che si tratti del recapito di “scadenze” che vanno così poi a ripercuotersi negativamente sulle spalle dei poveri cittadini che loro malgrado hanno ricevuto in ritardo la corrispondenza. Ci adopereremo pertanto presso Poste Italiane per protestare e per stimolarli affinché ci sia una normalizzazione del servizio», ha dichiarato Vincenzo della Corte.

I

Il portavoce

vice sindaco di Francavilla Mimmo Bungaro, portavoce di tanti cittadini che lamentano tali disservizi. «É da tempo che ho sollevato il problema generale e continuerò a farlo fino a quando non sarà risolto una volta per tutte. Infatti, passa in secondo ordine quanto mi è capitato: dopo aver spedito 500 biglietti di auguri di Natale poi invece mi risultano esserne arrivati solo la metà circa. Basta infatti pensare - e la cosa è più grave ed importante - che molti cittadini vengono quotidianamente da me anche per lamentare tali disservizi nella ricezione della posta in ritardo. Ora non so da chi dipenda o di chi siano le responsabilità ma se la cosa dovesse riguardare il territorio la reputo molto più grave. Non meno grave sarebbe se circoscritta “solo” alla nostra città e per la cui cosa mi auguro vengano presi provvedimenti utili a migliorare il servizio e ristabilire un corretto servizio per i cittadini tutti. Che vanno tutelati».

Oltre al danno la beffa: aumenta il canone annuale delle caselle postali

Costi triplicati A

XII

di Giovanni di Noi

Tra ritardi ed aumenti, monta la protesta

ettere, bollette, fatture e missive con contenuti in genere. Croce, delizia o disperazione per i cittadini francavillesi? Nella “Città degli Imperiali” è questo l’atroce quesito “simil-Amletico” che in molti si stanno ponendo nel domandarsi cosa mai stia succedendo in virtù del fatto che sovente vengono elevate lamentele circa la ricezione in ritardo della posta a Francavilla. E di certo vogliamo pensare subito al fatto che ciascun operatore o addetto ai recapiti faccia pienamente (e bene pure) il proprio dovere di lavoratore. Ma allora dov’è il problema? Quale l’ingranaggio che va ad ingripparsi al punto tale da comportare di fatto la ricezione in ritardo della posta ai cittadini a Francavilla? A denunciare questo disservizio, intanto, molti cittadini che già da tempo hanno segnalato il problema anche agli amministratori comunali. E così tra le lamentele anche quelle per cui sarebbero state recapitate al destinatario bollette e fatture già scadute con tutti i disagi immaginabili del caso. Tutto sulle spalle del povero cittadino vessato e che suo malgrado si trova a dover combattere per spiegare i motivi dei ritardi ed evitare mora o, peggio, pesanti sanzioni verso quegli enti nei confronti dei quali è debitore. Noi intanto in qualità di professionisti della informazione abbiamo adottato ogni utile iniziativa al fine di poter entrare in contatto con Poste Italiane. Da un lato per chiedere loro spiegazioni di quanto lamentato dai cittadini, dall’altro di poter dare la possibilità a Poste Italiane di poter dire la sua versione circa l’intera vicenda. Ma nulla. Alle Poste a Francavilla - per competenza - ci rimandano di fatto ad

.it

per l’utilizzo che sarebbe stato elevato di quasi 3 volte quello dello scorso anno». Ovviamente le due cose in evidenza ed oggetto delle lamentele dei cittadini (i ritardi da un lato e l’aumento del canone dall’altro) non sono correlate e ci piace immaginare che ovviamente il tutto è solo frutto di una infelice coincidenza. Ma di fatto, per i cittadini, un “carico” ulteriore inspiegabile da fronteggiare. Sia per quelli che da un lato si sentono “danneggiati” sia per quelli che per altro verso si sentono “beffeggiati”. Un esempio? Secondo infatti a quanto è dato sapere in alcuni casi, il canone per il servizio

delle caselle postali sarebbe addirittura triplicato. E così non tutti gli utenti “ci stanno” ai rincari. Secondo infatti agli “echi di stampa” giunti dalla vicina Ceglie Messapica, Antonio Putignano (dell’Associazione nazionale “Avvocati dei consumatori”) avrebbe deciso di richiedere addirittura all’Antitrust (autorità garante della concorrenza e del mercato) di intervenire sul caso. Ma anche l’amministrazione comunale di Ceglie, con una apposita delibera, ha deciso di scendere in campo per chiedere a Poste Italiane la sospensione dell’aumento del canone.


redazione@

XIII

BUON SAN VALENTINO

Dammi tre parole, sole, cuore e amore.. dammi un bacio che non fa parlare”: è questo il ritornello di una famosa canzone di qualche anno fa. E forse è proprio così: tre parole per rendere felici gli innamorati, soprattutto in un giorno particolare e cioè quello in cui viene celebrata la Festa di San Valentino, ricorrenza dedicata agli innamorati il 14 febbraio.

Viaggi di nozze, Crociere MSC e Costa, prenotazioni auto e hotels Biglietteria ferroviaria, marittima, aerea e low cost Autolinee Marino, Marozzi, Scoppio, Miccolis e Atlassib

“OFFERTE SPECIALI CAPITALI EUROPEE” su www.spinaviaggi.it Via Immacolata, 15 – 72021 Francavilla Fontana (Br) Tel.: 0831.841684 – Fax 0831.810665 email: info@spinaviaggi.it

FRANCAVILLA FONTANA (BR) Km4 via per San Vito Tel. 0831.810903 - 368.7782855 www.villarealepuglia.it

ta Specialcisapelli in cute e

P Analisi Gratuita Naturarlodotti della Cute ia E.D.Sl 100% :

S

an Valentino, la festa degli innamorati, è una ricorrenza che annualmente si festeggia il 14 febbraio in gran parte del mondo. Nelle città giorni prima si respira un’atmosfera di dolcezza, guardando le vetrine dei negozi piene di peluche, cuori, palloncini e quant’altro, purché sia sinonimo d’amore. Sorprendere e meravigliare sono le parole d’ordine proprio per chi punta in alto, spendendo anche sulle cento e più euro per un regalo, pur di accontentare la propria dolce metà. Non a caso in questo periodo, ad esempio, le agenzie di viaggio propongono pacchetti di vacanze di due o tre giorni verso le mete più romantiche, dalle baita in montagna ai posti più caldi. Una festa più commerciale che del sentimento stesso, se si fa caso anche al fatto che la pubblicità in televisione in questi giorni propone spot di profumi, gioielli e cioccolatini per indirizzarci su cosa puntare. Allora la domanda che a molti viene in mente è se questo giorno viene sentito come tale o se è la solita festività impostaci da calendario e ‘bombardatoci’ dai mass-media.

L’ origine della festa degli innamorati è il tentativo della Chiesa cattolica di porre termine ad un popolare rito pagano per la fertilità. Per gli antichi Romani il mese di Febbraio era considerato il periodo in cui ci si preparava all’arrivo della primavera, considerata la stagione della rinascita. I padri precursori della Chiesa, determinati a mettere fine a questa pratica licenziosa, hanno così cercato un santo “degli innamorati”. Nel 496 d.C Papa Gelasio annullò questa festa pagana ed iniziarono il culto di San Valentino, un vescovo che era stato martirizzato circa duecento anni prima. San Valentino nato a Terni nell’anno 175 d.C. divenne così il patrono dell’ amore e protettore degli innamorati di tutto il mondo. Valentino dedicò la sua vita alla comunità cristiana e alla città di Terni dove infuriavano le persecuzioni contro i seguaci di Gesù. Fu consacrato vescovo della città nel 197 d.C. dal Papa San Feliciano ed è considerato il patrono degli innamorati poiché la leggenda narra che egli fu il primo religioso che celebrò l’unione fra un legionario pagano e una giovane cristiana.

Promozioni per la coppia

fino al 50%

Vi aspetta per un’

EXTENSION IN 10 min

EXTENSION INÉ GRATUITA 10 min LA PROVA

Imperiali

Tutto questo da

buon Auguri di un INO SAN VALENT

Via Filippo D’Angiò, 68 Francavilla Fontana

Tel. 0831 854518 cell.3283527722

da Maria Grazia Candita via Gorizia, 9

Francavilla Fontana (Br)

BUON SAN VALENTINO

.it


redazione@

.it

XIV

MATTINA dalle 9 all e 13 POMERIG GIO dalle 17 a lle 21

DA I L A V A T R OFFE FINO AD O T N E M I R U ESA SCORTE

Crema protettiva Humana 200ml Vaso

€6,30

€3,95

Pannolini Mister Baby Tutte le misure

Aerosol Real check Air care

€50

€10,5

Soap Ultradelicato Humana 500ml

€10

€6,49

€30

Omo Carne Mellin 4x80gr. Tutti i gusti

€2,80 Omo Frutta Mellin 6x100gr. Tutti i gusti

€2,30

Trio Bebè confort Mod. Loola Reversibile 2010

€499

Salviettine Aveeno 72pz Baby

€1,99

...CONTINUANO I SALDI ALL‛INTERNO SU ABBIGLIAMENTO TESSILE E CALZATURE

Via Settembrini, 25 Francavilla Fontana (Br) Tel. 0831 1981951


redazione@

FRANCAVILLA

.it

XV

di Pietro Filomeno

Vecchie “chianche” sostituite da pietre nuove e bianche

C

Diversi cittadini contestano i lavori di restyling del centro storico

ontinua il restyling del centro storico. E continuano anche i mugugni. Non solo per i tempi lunghi e la montagna di soldi che si stanno spendendo. Soprattutto per i risultati, che sono sotto gli occhi di tutti: lavori fatti male, a livello estetico e a livello funzionale. Gli esempi, passati e recenti, si sprecano. Si pensi alla ripavimentazione dei marciapiedi di piazza Umberto I e di un tratto di marciapiede di corso Umberto I e di via Roma: pietre porose, subito annerite con le prime acque e i primi scirocchi. E la risistemazione della sede stradale di via Roma? Anche il più profano dei francavillesi si rendeva conto, durante i lavori, che qualcosa non quadrava. Poi si è passato ai marciapiedi della scuola elementare “Aldo Moro” e ora al completamento di corso Garibaldi. Sulla scia di quanto è stato già fatto in precedenza, si smantellano le “chianche” dorate e si sostituiscono con pietre nuove e bianche. Non solo: nella messa in opera non viene rispettato né il disegno né la tecnica preesistente. Al punto che la ripavimentazione sembra quella di un quartiere moderno, estranea al look del centro storico. La reazione dell’opinione pubblica francavillese è variegata: inconsapevolezza del problema; sottovalutazione del danno; impotenza e rassegnazione; sensibilità per la salvaguardia del patrimonio

A

urbano e richiesta di spiegazione a chi di competenza. Quest’ultimi, purtroppo, sono pochi. A dimostrazione, se mai ce ne fosse ulteriore bisogno, che l’insensibilità e la mancanza di rispetto che i francavillesi hanno verso la loro tradizione sono endemiche: tipico di una città di commercianti e non d’arte.

Nella foto scattata in corso Garibaldi alcune “chianche” rimosse. I lavori di riqualificazione del centro storico hanno subito fin dalla progettazione diversi ritardi per via di ricorsi al TAR di un pool di architetti leccesi ed altri impedimenti vari.

Sei nodi da sciogliere

lla Sovrintendenza e all’assessore ai Lavori Pubblici, che ha già avuto modo di lamentarsi pubblicamente per i lavori di manutenzione delle strade, rivolgiamo alcune legittime domande. Il centro storico considerato è quello compreso nel perimetro quattro-cinquecentesco o è da ritenersi allargato alla cintura settecentesca? La domanda non è oziosa: se la cintura settecentesca è esclusa, ogni vulnus sin qui commesso è spiegato anche se non giustificato. Che fine faranno le “chianche” sinora rimosse? Che senso ha risistemare il basolato nel centro storico antico, senza aver prima trovato una soluzione allo smaltimento delle acque piovane? Neanche questa è una domanda oziosa, se si sottolinea il fatto che il cuore della città – pochi lo sanno – è stato sempre privo di fogna bianca. Quale maggiore efficienza tecnico-funzionale o migliore scelta estetica giustifica le fughe così larghe nella messa in opera sia delle “chianche” sia delle pietre nuove? Ver-

so quale destino va incontro il basolato di piazza Vittorio Emanuele II, piazza Giovanni XXIII, piazza Dante e delle vie interessate alla riqualificazione degli spazi urbani? Infine: non ci sono più in giro i “chiancatari” di una volta o nuove maestranze che ne hanno ereditato il mestiere, come è felicemente avvenuto per i trulli e i muri a secco? P.F.

· SI ATTENDONO RISPOSTE DALL’ASS. AMMATURO


redazione@

Per saperne di più … Il 26 febbraio alle ore 19:00 ascoltaci in diretta su 4° Canale Radio Ti racconteremo di tutto ! E potrai intervenire anche da casa Tel 0831 844559 cimenes.solargenia@gmail.com

.it

XVI

Per sopralluogo e preventivo Giuseppe Cimenes 328 9159324 MESSAGGIO PUBBLICITARIO

Fotovoltaico, investire nellʼambiente. Lʼ Impianto Fotovoltaico è un sistema che sfrutta lʼenergia solare per produrre energia elettrica mediante “effetto fotovoltaico”. I vantaggi economici ed ecologici dei sistemi per lʼautoproduzione di elettricità sono notevoli. Non tutti sanno che, con unʼ impianto fotovoltaico installato sul tetto di una casa (e non solo), si può facilmente coprire il fabbisogno di energia elettrica annuale, abbattendo notevolmente i costi per lʼacquisto della stessa. Questo avviene, normalmente, attraverso uno scambio con il fornitore, al quale si cede energia nel momento in cui la produzione dei pannelli è superiore allʼutilizzo e dal quale si riceve energia nel momento in cui la produzione è inferiore allʼutilizzo. Attraverso un contatore bidirezionale, vengono misurati questi flussi di energia che, se lʼimpianto è dimensionato correttamente, portano a un bilancio nullo nellʼarco dellʼanno. In pratica, si utilizza la rete elettrica come un accumulatore , in grado di assorbire e di restituire lʼenergia in base alle nostre esigenze. Unʼ impianto fotovoltaico rappresenta inoltre un ottimo investimento.

latiano

Sono previsti infatti, incentivi in denaro per chi produce energia da fonti alternative. Tali incentivi, sono erogati dal GSE (tesoreria dello Stato) per 20 anni su tutta lʼenergia che produce lʼimpianto, a prescindere dallʼ utilizzo della stessa. Installando un impianto FV di potenza di 3 KWp al Sud Italia ed esposto a sud, produrremo in media 4200 KWh annui, che sono sufficienti per una famiglia di 4/5 persone. Ipotizzando un costo di 0,18 €/kwh comprensivo di iva, il risparmio annuale sarà di: € 0,18 x 4200 = € 756,00 In 20 anni (ma lʼimpianto dura 35/40 anni) e supponendo che il costo dellʼenergia rimanga invariato (improbabile) il risparmio sarà di: 756€ x 20 anni = 15.120,00 Euro!!! Lo Stato “premia” questa produzione con unʼ incentivo a fondo perduto di € 0,422/kwh (parzialmente integrato) quindi: 4200 x 0,422 = 1.772,40 € annui In 20 anni si incassano dallo Stato: 20 x 1.772,00 = € 35.448,00 che

sommati al risparmio di energia di 15.120,00 dà un beneficio totale di € 50.568,00. Il costo attuale di unʼ impianto FV da 3 kwp “chiavi in mano” è di € 13.000 circa. Il rientro dallʼ investimento è di circa 5/6 anni. Dopodichè si inizia a percepire una vera e propria rendita finanziaria. Và ricordato però che gli incentivi attuali non sono destinati a durare in eterno anzi, lʼ attuale “Conto Energia” (DM 19/02/07) scade il 31/12/2010 o al raggiungimento di una potenza totale installabile in Italia di 1200 MW, il che potrebbe avvenire entro Luglio 2010. A breve sarà emanato il nuovo decreto che regolerà lʼincentivazione degli impianti FV che avranno fatto richiesta di connessione dopo la naturale scadenza sopra citata, ed è prevista una cospicua riduzione delle tariffe incentivanti. Questo di comune accordo con le associazioni di categoria e per evitare speculazioni a breve termine, visto che le tariffe incentivanti attualmente in vigore in Italia sono le più elevate dʼEuropa. Fonte: SOLARGENIA

di Francesca D’Abramo

Niente più scene osè sulle complanari M

Ordinanza del vice sindaco che colpisce anche chi si ferma per contrattare le prestazioni sessuali

inigonna o maglietta scollata? Ragazze, Latiano non è la città adatta a voi! È il contenuto di una delle ordinanze sindacali più discusse in assoluto in provincia. È stata firmata dal vice sindaco di Latiano, Claudio Ruggiero, e vieta di mostrarsi in pubblico con abiti succinti ed anche di fermarsi con l’auto per strada per parlare di sesso a pagamento. Al di là dell’ironia che ha da subito suscitato, il provvedimento non ha niente a che fare con la moda o con il buon gusto, ma ha motivazioni piuttosto serie. È stato infatti adottato, come si legge nel testo, “al fine di intervenire per prevenire e contrastare atti e comportamenti che con riferimento all’esercizio della prostituzione sulle strade compromettono la vivibilità comunale e creano disagio nella popolazione”. Nel comunicato stampa che annuncia l’iniziativa si legge: “L’ordinanza costituisce il primo atto finalizzato alla lotta contro il degrado urbano e ai fenomeni criminali collegati. L’ordinanza vieta a chiunque di fermare il veicolo per contrattare sulla pubblica via prestazioni sessuali a pagamento”. Il provvedimento prevede, altresì, il divieto di mostrarsi in pubblico con abiti che offendono il

comune senso del pudore. Tale divieto è finalizzato ad evitare comportamenti ed atteggiamenti che inducono alla domanda di prestazioni sessuali. L’obiettivo dell’ordinanza è dunque chiaro, ma sarà realmente in grado di raggiungerlo? Le forze dell’ordine non hanno alcun prontuario che indichi dettagliatamente quali abiti siano sconci e quali no. Non è neanche prevista l’installazione di un microfono in ogni automobile in transito a Latiano, per verificare se dalle macchine che si fermano sulla complanare partano contrattazioni per prestazioni sessuali o magari semplici richieste di informazioni stradali. C’è da dire che il fenomeno delle ragazze straniere, soprattutto nigeriane, ma anche dell’Est Europa, che si prostituiscono sulla complanare della strada statale 7, è cresciuto esponenzialmente e ha raggiunto ormai una dimensione intollerabile. Non è niente di nuovo, ma uno spettacolo con cui i latianesi convivono da oltre dieci anni. A cambiare repentinamente è stata, negli ultimi tempi, l’intensità del fenomeno. In nessun altro luogo della provincia c’è una pubblica strada dove ci sia una tale concentrazione di offerta di sesso mercenario e, naturalmente, anche un certo traffico di clienti interes-

sati. A favorire la scelta del territorio adiacente a Latiano è, probabilmente, il fatto che sulla complanare si innestano una serie di stradine secondarie le quali, all’occorrenza, possono diventare una utile via di fuga. Un risultato però l’ordinanza l’ha raggiunto nel giro di pochi giorni dalla sua emanazione: le prostitute si mostrano sempre negli stessi luoghi, ora però indossano abiti più castigati. Per il resto non è cambiato nulla. «A questo provvedimento avevamo pensato da diverso tempo- dice il vice sindaco- anche spinti dalle tante sollecitazioni dei cittadini che sono stanchi della situazione. Questa ordinanza vuole soprattutto tutelare gli utenti della strada e prevenire problemi di ordine pubblico. Ci interessa non tanto la prostituzione in sé, ma la repressione del fenomeno dello sfruttamento, che appunto è un reato penale. Non è possibile che ogni giorno 13-14 ragazzine, perché neanche sono sicuro che siano maggiorenni, siano gettate così per strada!». Sulla possibilità che a finire multate siano magari delle ignare turiste che in estate visitino la città con abiti corti Ruggiero risponde:«Noi speriamo proprio che per l’estate il problema sarà risolto!»


redazione@

oria

.it

XVII

di Francesca D’Abramo

Dibattito aperto da “il Brindisino”

Scoppia la polemica tra la Pro Loco e un gruppo di imprenditori

· EMILIO PINTO PRES. PRO LOCO

È

una questione sulla quale forse veramente in molti attendevano di poter dire la propria e magari si aspettava solo che venisse aperto il dibattito. A Oria l’argomento principe di questi giorni è la valorizzazione del turismo, del commercio e dell’enogastronomia. In tempi di crisi, per le imprese non c’è argomento più sensibile; si scontrano, su questo piano, interessi e modi di vedere diversi. Proprio su “come” si fa oggi e su “come” si dovrebbe fare promozione del territorio, c’è stato un acceso “botta e risposta” fra il presidente della Pro Loco, il dott. Emilio Pinto, ed un gruppo di commercianti ed imprenditori aderenti a Confartigianato. Il dibattito è stato aperto proprio da “il Brindisino” che, nello scorso numero, ospitava un’intervista al dott. Pinto. Questi descriveva il costume diffuso fra gli oritani, di spostarsi nei Comuni limitrofi, soprattutto Francavilla, per fare degli acquisti. Una dichiarazione del tutto priva di intenti polemici e che in effetti dipinge un’abitudine ben nota agli stessi commercianti della città degli Imperiali. Il commento del presidente della Pro Loco è sembrato però tutt’altra cosa ad un gruppo di imprenditori i quali, in una lettera aperta, inviata fra l’altro anche al sindaco di Oria, ai consiglieri comunali, agli assessori, hanno chiesto le sue dimissioni: «Apprendiamo con enorme rammarico - si legge nella lettera - della negativa opinione che ha del suo paese e della scarsa considerazione per i suoi concittadini imprenditori. Visto che Lei lo shopping è abituato a farlo nella vicina Francavilla, con tanto di rispetto per i colleghi francavillesi, come ci ha fatto credere nella lettura dell’articolo, allora ci domandiamo, a gran voce: come mai i collaboratori del Presidente dott. Emilio Pinto, si ricordano delle aziende oritane e dei commercianti del posto per richiedere i contributi per la promozione delle due uniche manifestazioni conosciute dal “Nostro” Presidente? Inoltre visto che le Pro Loco, e per esse il Presidente, sono gli organismi deputati a promuovere

il turismo ed il territorio in senso lato, soprattutto nei piccoli Comuni come il nostro, occupandosi anche della valorizzazione dei prodotti tipici dell’enogastronomia e dell’artigianato locale, delle tradizioni popolari e della tutela e salvaguardia dei patrimoni storico-artistici, architettonici, culturali e ambientali, come può il “Nostro Presidente” denigrare tutto ciò che di buono esiste nel nostro paese e ricordarsi sole delle due manifestazioni che gli stanno più a cuore?». Pinto ha prontamente risposto: «Il sottoscritto intendeva dire che noi oritani preferiamo molto spesso recarci ad acquistare fuori dalla nostra città invece di sostenere la nostra economia, anche se, talvolta, per alcuni tipi di servizi e/o prodotti non essendoci sul posto, l’oritano è costretto a recarsi fuori». «Non mi sono mai permesso di denigrare nessuno, non rientra nel mio costume, anzi ho ammirato e rispettato tutte quelle persone che operano nei diversi settori che mirano alla crescita della nostra città, anche se il tono della vostra lettera è ingiustificatamente offensivo e denigratorio». «La citazione delle iniziative del Torneo e della Passione è stata fatta poiché si parlava soltanto delle iniziative che contribuiscono, insieme ad altre, a promuovere il settore del turismo e non si è parlato di quelle a carattere economico». «Ritengo, infine, che il sottoscritto e il Consiglio di Amministrazione per quanto nelle sue possibilità, ha dimostrato in questi anni di guida della Pro Loco, di aver profuso il massimo impegno per promuovere sempre più la manifestazione del Torneo dei Rioni ed altre iniziative affinché il loro successo portasse anche un beneficio nel tessuto socio-economico-culturale-turistico della città». Rimane ora da vedere se il dibattito rimarrà uno scambio duale Pro Loco - Confartigianto, o se anche altre fette della società civile oritana, dalle associazioni ai partiti, vorranno provare a dire la loro su una questione che, in fondo, riguarda il futuro della città.


redazione@

.it

XVIII

atletica

Raduno africano per Andriani e Baldini Sono appena terminati gli allenamenti per gli Europei 2010

É

tempo di “migrazione” temporanea in nome dello sport, per un pool di atleti tra cui anche Ottavio Andriani. Per qualche tempo infatti il maratoneta di Francavilla Fontana insieme a Stefano Baldini (olimpionico a Atene nel 2004) e Daniele Caimmi è stato in raduno in Kenya. Per la precisione e la verità (in considerazione dei tempi di stampa del giornale, ndr) gli allenamenti, in terra africana sono iniziati il 7 gennaio per poi concludersi (secondo un calendario precedentemente diffuso alla stampa) il 4 febbraio appena trascorso. Non una vacanza di piacere dunque, ma anzi. Obiettivo infatti dei maratoneti azzurri - stando a quanto è dato sapere - la “corsa” per gli Europei in programma a Barcellona il prossimo 1 agosto 2010. Davvero entusiasmante e per certi versi an-

che affascinante l’esperienza vissuta dai protagonisti dello sport sul suolo naturale e molto particolare del Kenya. I tre maratoneti corrono infatti nell’ambiente naturale del Kenya, nella Rift Valley a ben 2.300 metri di altezza! Il raduno è servito certamente per ridare energia ai tre atleti, perché oltre alla carta d’identità che segna come anni di nascita numeri come 1971, 1972 o 1974, Stefano, Daniele e Ottavio hanno ancora l’entusiasmo vivo e pieno del senso della sfida. Proprio in Kenya i vecchi amici e maratoneti hanno iniziato il nuovo anno, forse l’ultimo di una carriera piena di maglie azzurre e grandi vittorie. Andriani, Baldini e Caimmi - come documentano le foto trasmesse alla stampa - corrono sulle assolate strade sterrate, in aperta natura e tutto intorno i bambini, tanti e pieni di sorrisi nel Kenya.

musica

Al ritorno dall’Africa ora ci saranno gare, avvicinamenti e obiettivi. Rivali in gara, i tre azzurri sono amici per sempre: Stefano Baldini, da non dimenticare, è stato il testimone di nozze di Ottavio Andriani. Il campione olimpico inoltre spesso è ospite della “Città degli Imperiali”, che sempre lo ha circondato dell’affetto non solo di Andriani, di Leone e di Piero Incalza. Ma di tutti i cittadini che lo hanno sempre accolto festosamente e con molto entusiasmo. Baldini ha partecipato anche a diverse edizioni (vin-

di Domenico Cavallo

Arisa accompagnata dalle Sorelle Marinetti Partecipa al 60° Festival di Sanremo con “Malamorenò”

A

risa ritorna al Festival di Sanremo dopo il successo dello scorso anno con un originale brano intitolato “Malamorenò”. Fedele alla sua passione per lo “swing” e per la musica degli anni ’30 e ‘40, Arisa sarà accompagnata sul palco, per tutte le serate del Festival, dalle Sorelle Marinetti. Il progetto “Le Sorelle Marinetti” è nato da un’idea di Giorgio Bozzo; arrangiamento, preparazione vocale, direzione artistica a cura di Christian Schmitz. Si tratta di teatro musicale finalizzato a un recupero filologico di musica jazz, swing e da ballo italiana degli anni ‘30 e ‘40. Il progetto ha debuttato nel marzo 2008 ed è già stato in stagione in una ottantina di teatri italiani. Le Sorelle Marinetti sono: Turbina Ma-

rinetti (Nicola Olivieri, 44 anni, attore e corista lirico), Mercuria Marinetti (Andrea Allione, attore, cantante e coreografo – cura le coreografie dello spettacolo) e Scintilla Marinetti (Marco Lugli, cantante e attore, diplomato ai Filodrammatici) “Malamorenò” (scritto da Giuseppe Anastasi) fa parte dell’album in uscita il 19 febbraio per Warner Music e che prenderà il titolo dal brano sanremese. Dopo l’affermazione sanremese (primo posto nella sezione Proposte e Premio della Critica) durante il festival 2009, per Arisa ci sono stati altri riconoscimenti prestigiosi. A maggio 2009 è stata a Trieste fra i protagonisti dei TRL Music Awards di Mtv dove ha ricevuto da Elisabetta Canalis il disco d’oro per l’album

“Sincerità”. In giugno si è esibita all’Arena di Verona nei Wind Music Awards dove viene premiata dall’associazione dei discografici come giovane rivelazione dell’anno. L’estate 2009 è dedicata soprattutto all’attività live: in aprile ha iniziato un lungo tour e il 21 giugno Arisa si è esibita allo stadio San Siro di Milano nel concerto benefico “Amiche per l’Abruzzo” ideato da Laura Pausini. L’anno si è chiuso con l’ennesimo prestigioso riconoscimento del talento di ARISA: “Sincertità” è al secondo posto (preceduta dal brano benefico “Domani 21.04.2009”) nella classifica delle canzoni più scaricate dell’intero 2009.

cendole) del Memorial “Antonio Andriani” (fratello gemello di Ottavio) che si corre nel periodo di settembre proprio nella “Città degli Imperiali”. Giacomo Leone, altro maratoneta francavillese famoso per aver vinto la maratona nel 1996 a New York si è invece già ritirato dalle corse ufficiali. Ora non resta che attendere gli ultimi “ruggiti” del compaesano, amico di tante sfide, Ottavio Andriani.


redazione@

XIX

QUARTO CANALE RADIO A SANREMO Dal 15 al 20 Febbraio collegamenti in diretta con la città dei fiori

IN

OS TR II

NV

IA

TI

P

er il secondo anno consecutivo Quarto Canale Radio sbarca a Sanremo. La storica emittente radiofonica francavillese avrà anche quest’anno i suoi inviati nella città dei fiori. Si tratta del dj Domenico Cavallo e del tecnico Antonio Caprino. A loro il compito di raccogliere notizie e curiosità dal Festival e raccontarne il suo dietro le quinte. A partire dal 15 e fino al 20 febbraio prossimo sulle frequenze di Quarto Canale Radio (93.5 su Francavilla Fontana e 94.4 su Brindisi) ogni giorno, più volte al giorno, si spalancherà la finestra sul Festival della Canzone Italiana, per respirarne odori, colori, sapori ed umori grazie alle interviste raccolte dai due inviati. In studio al mattino “Speciale Sanremo” con Daniela Chionna & Michael Senior. Al pomeriggio a partire dalle 16:00 collegamenti con Paride Fiusco in Prima Classe e alle 18:00 con Maria Angelotti in Radio Sera (tutto curato dalla regia di Lorenzo Zanzarella.

di R. Saponaro & A. Semeraro Via Roma, 75 - 72021 Francavilla Fontana (BR) Tel e fax: 0831/841970 www.immobilcasaweb.com

FRANCAVILLA FONTANA (BR) V.LE LILLA 61/63 (nei pressi della stazione) Tel. 099 5916800

LEGEA

FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA 2010 FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA 2010

60° FESTIVAL

.it


redazione@

basket/qui ceglie

.it

XX

di Oronzo Cardone

Peppe Febo

“Ho il basket nel sangue, nel cuore e nell’anima”

E

’ il ragazzo che ogni madre vorrebbe. Ed è il giocatore che qualunque allenatore sognerebbe. Peppe Febo è un tipo concreto, con pochi fronzoli e molta, moltissima sostanza. Fisico asciutto, barba incolta e occhi azzurri, a rifletterlo bene sembra uscito da qualche nota pubblicità di riviste modaiole. Nato a Pescara l’1 maggio 1984, Giuseppe Febo già all’età di 7 anni viene ‘scaricato’ dal padre sui parquet di basket. La sua prima scuola cestistica è lo ‘Yale Pescara’. Il suo primo vero campionato tra i senior lo disputa a 18 anni nel Torre de’ Passeri (C dilettanti). Subito dopo un campionato di C2 vinto con la casacca del Chieti. Poi in C dilettanti milita nelle fila di Pescara Basket, Torres Spes, Amatori Pescara (con l’immortale maestro Claudio Moses Capone). Lo scorso anno l’esperienza in B dilettanti con la pallacanestro Chieti, con la quale è arrivato fino alle semifinali play-off per l’accesso in A dilettanti. Quest’anno, ad agosto, l’approdo nelle file dell’Olearia De Biasi Ceglie. Un campionato ad alto livello questo di C dilettanti a Ceglie Messapica, condotto per numerose giornate in testa alla classifica. Primato rafforzato ancora di più dopo lo scontro diretto vinto proprio contro l’altra capolista Francavilla Fontana. “E’ un primato che meritiamo in tutto e per tut-

to. Stiamo lavorando molto agli ordini del coach. L’organico è di primissimo livello e credo che siamo proprio alla portata per il salto di categoria. Abbiamo un pubblico eccezionale che ci sta supportando in continuazione e questa città merita la categoria superiore. Per quanto riguarda il derby contro il Francavilla, avevamo preparato il match a puntino e l’abbiamo dominato dall’inizio alla fine”. Descrivi la tua giornata-tipo durante i periodi di allenamento. “Sveglia e colazione alle ore 8:30. Allenamento mattutino alle ore 9 o 9:30, dipende se siamo in sala pesi o meno. Riposino pomeridiano. Sul tardo pomeriggio il consueto allenamento. Ritorno a casa e strimpellata con la mia chitarra elettrica, poi la cena”. Oltre a giocare a basket, Peppe Febo svolge qualche altra attività? “Dopo aver conseguito il diploma di Perito commerciale a Pescara mi ero iscritto prima presso l’Università di Teramo al corso di Laurea in Giurisprudenza, successivamente ero passato a Pescara al corso di “Servizi giuridici d’impresa” ma poi, costretto a fare la spola da un posto all’altro per giocare a basket, ho dovuto interrompere lo studio. Ora mi dedico a tempo pieno al basket, anche perché, facendo doppie sedute, il tempo per fare altre attività diventa pochissimo”. Che cosa fa Peppe Febo nel tempo libero? “La mia passione più grande è suonare la chi-

basket/qui Francavilla

U

na tempesta di ciocche, a incorniciare un volto da telefilm anni ‘70. Arcangelo Sarli fuori è molto seventy, in effetti, ma dentro ha l’anima del cestista del terzo millennio: forte, generoso, intelligente, resistente, con fiuto del canestro e con una robusta conoscenza tattica appresa alla scuola di coach Vincenzo Bifulco, tecnico che lo ha allenato anni fa nella Infotel Taranto. Nato a Taranto il 18 dicembre 1980, Arcangelo Sarli ha iniziato a maneggiare la palla a spicchi già a 7 anni di età presso la “Renato Moro” di Taranto. Il suo primo vero campionato l’ha disputato nella “Ricciardi Taranto” (serie B dilettanti) all’età di 16 anni. Subito dopo ha vestito la casacca dell’Infotel Taranto, dove ha vinto il suo primo campionato (dalla C2 alla C1). Poi, ancora, sempre in C1, ha militato nelle formazioni di Virtus Mesagne, Bisceglie e Libertas Taranto. Gli anni d’oro per la sua carriera sono stati quelli trascorsi a Ostuni. Nella ‘Città Bianca’, Arcangelo ha vin-

tarra elettrica. Ascolto molta musica. I miei artisti preferiti sono gli Oasis, i Beatles, The Doors e i Rolling Stones. Solitamente prima delle partite cerco di concentrarmi con il rock indie ”. In passato, prima di dedicarti al basket hai fatto altri sport? “A 5 anni iniziai a giocare a calcio. Ma dopo 2 anni mio padre pensò bene di scaricarmi sul parquet con la palla spicchi. Sono tifoso del Milan. Il mio calciatore preferito è Ronaldinho in assoluto.” La tua ambizione cestistica. “Per ora penso a vincere questo campionato, poi si vedrà”. C’è una persona in particolare che ha aiutato Peppe Febo a diventare Peppe Febo? “Se sono diventato qualcuno, devo tutto alla mia famiglia. Mi sono stati sempre vicini e hanno creduto sempre nelle mie qualità”. Hai un modello di cestista a cui fai riferimento? “Mi ispiro molto a Rimantas Kaukėnas un cestista lituano, che attualmente milita nel Real Madrid di Ettore Messina. ” La tua situazione sentimentale? “Single.” Hai avuto esperienze sentimentali con donne del mondo dello sport? “Sì. In passato sono stato fidanzato con una cestista e con una ragazza che praticava il cricket”.

S

i è tenuto nei giorni scorsi il campionato nazionale A.I.K.B. di kick boxing presso il palasport di Foggia. La scuola arti marziali di Villa Castelli del Maestro Adriano Intermite III dan, con i suoi atleti ha preso parte a questa competizione, portando a casa ben 8 trofei su 9 atleti tra 1°-2°-3° posto: Ammirabile Pasquale cat.+55kg 15-17 anni; Ligorio Tony cat.-35kg 9-12 anni; De Leonardis Ronny cat.-35kg 9-12 anni; Schiavone Danilo cat.-60kg +17 anni; Siliberto Antonio cat.-65kg -17 anni; Venza Antonio cat. light contact e semi contact -55kg 15-17 anni; Suma Cosimo cat.+88kg +18 anni ; Maggi Enzo cat.+50kg 9-12 anni; Rossini Daniele cat.-79kg +18 anni. Di notevole importanza sottolineare la qualità tecnica degli atleti del Maestro Intermite che hanno avuto la meglio su 250 concorrenti.

Arcangelo Sarli “Tante ciocche, ma anche tanto fiuto del canestro”

to il campionato di C1, per poi restarci altre due stagioni in B dilettanti, lasciando un ricordo indelebile nella mente dei tifosi gialloblù. Conclusa l’esperienza ostunese, è tornato a Bisceglie (B dilettanti) e ancora una volta alla Libertas Taranto (C dilettanti). Ad agosto 2009 l’accordo, appunto, con la Soavegel Francavilla. Un campionato ad alto livello questo di C dilettanti a Francavilla, condotto per numerose giornate in testa alla classifica. Primato perso proprio in occasione del derby contro l’altra capolista Ceglie Messapica. “In effetti, è vero. In questo campionato, seppur, con non poche difficoltà, siamo riusciti a restare attaccati alla vetta; ma contro il Ceglie qualcosa non ha funzionato e abbiamo gestito male l’intera gara. Non dobbiamo abbatterci, ancora non c’è nulla di definitivo e abbiamo un intero girone di ritorno davanti a noi. Questo campionato lo voglio indubbiamente vincere, altrimenti, se tutto fosse già scritto, non sarei qui a fare il cestista e farei qualche altro sport”. Descrivi la tua giornata-tipo durante i periodi di allenamento.

“Sveglia e colazione alle ore 9. Capatina in facoltà tra qualche chiacchierata e studio. Pranzo e pennichella tattica. Sul tardo pomeriggio il consueto allenamento e serata con la fidanzata”. Oltre a giocare a basket, Arcangelo Sarli svolge qualche altra attività? “Sono iscritto al corso di laurea in Economia Aziendale all’Università di Taranto e sono in procinto di concludere gli ultimi esami. Vorrei conseguire questa laurea in quanto il mondo dello sport è imprevedibile. Facendo i dovuti scongiuri, non vorrei ritrovarmi con un pugno di mosche in mano se le cose, un giorno, non dovessero andare per il verso giusto”. Che cosa fa Arcangelo Sarli nel tempo libero? “Il mio tempo libero lo dedico soprattutto alla fidanzata e agli amici, leggo riviste e quotidiani sportivi e ascolto ogni genere di musica, la mia band preferita sono gli Oasis”. In passato, prima di dedicarti al basket hai fatto altri sport? “Assolutamente no. A 7 anni direttamente sul parquet”. Segui qualche altro sport oltre al basket? “Ovviamente seguo molto il calcio. Sono tifosissi-

mo della ‘pazza’ Inter e questi sono anni di grandi soddisfazioni. Lancio un saluto al mio compagno di squadra Michele Venturelli, juventino sfegatato, ma mi fermo qui non infierisco ancora, ci sta pensando già crudelmente la vita!” La tua ambizione cestistica. “Per ora penso a vincere questo campionato, poi si vedrà”. C’è una persona in particolare che ha aiutato Arcangelo Sarli a diventare Arcangelo Sarli? “Vincenzo Bifulco, mio allenatore nella Infotel Taranto. Mi ha dato un’impronta sia al livello sportivo che a livello umano. Mi ha insegnato a comportarmi nella vita, a ragionare sulle cose con calma. Mi ha sempre spronato a fare bene e a dare il massimo in campo”. Hai un modello di cestista a cui fai riferimento? “Giovanni Parisi, mio compagno di squadra nella bellissima esperienza ad Ostuni. E’ un esempio unico a livello di lealtà e onesta”. La tua situazione sentimentale? “Sono fidanzato con Rosa, da 5 anni.”


redazione@

di tutto un pò

D

“DIRITTI DEI CITTADINI” rinviata la rubrica al prossimo numero Dell’inconveniente ci scusiamo con i lettori e con l’avv. Marina della Corte.

nata, in ogni avvenimento importante, in situazioni difficili e complicate, avvertiamo la loro costante presenza, pronta a colmare i vuoti e la solitudine interiore… Alquanto spontaneo sorge, dunque, un interrogativo: la loro importanza è tale solo quando siamo a casa? E quando progettiamo le nostre estati, non contano nulla?!? Senza pensarci nemmeno due volte, mille pensieri assalgono le menti umane e presto si tro-

va il modo più semplice e veloce per sbarazzarci di loro. Con determinazione e fermezza, vengono abbandonati al loro destino per essere “ri-prelevati” a fine vacanza. E’un atteggiamento poco corretto, in quanto se è vero che gli animali sono i più fedeli amici dell uomo, talvolta è proprio l’uomo l’artefice della rottura di tale relazione… In realtà, essi non rompono mai tale amicizia e nelle coccole ricolgono l’opportunità di dimostrare ancora una volta affetto e fiducia ai loro padroncini. Prima di accantonare questi cari amici, riflettiamo su ciò che essi gratuitamente donano e allora tutto sarà compiuto con intelligenza e coscienza! Buone vacanze a tutti! Elisabetta Santoro

COMUNICATO

In riferimento alle Elezioni regionali ed amministrative del 28 e 29 Marzo 2010 ed in ottemperanza alle vigenti normative in materia, si comunica quanto segue: “il brindisino”, periodico di informazione, comunica che pubblicherà messaggi politici elettorali. Comunica altresì che presso la redazione ubicata in via Regina Elena, 2 – Francavilla Fontana (Br) – tel. 0831 844559

fax 0831 843550, è depositato un documento analitico, consultabile su richiesta, in cui sono indicate le condizioni temporali di prenotazione degli spazi, le modalità di presentazione e le relative tariffe. Tutti i soggetti politici interessati possono rivolgersi presso “Quarto Canale Radio” via Regina Elena, 2 – Francavilla Fontana (Br).

Pianeta Danza presenta “la Pizzica”

H

a avuto inizio lo scorso lunedì 8 Febbraio a Francavilla il corso di “Pizzica Pizzica tradizionale dell’Alto Salento” con Piero Balsamo. Le lezioni, rivolte ad adulti e bambini, si terranno presso “Pianeta Danza” diretta da Sonia Russo, in via Fratelli Bandiera 62. La pizzica, o nella sua forma più tradizionale “pizzica

pizzica”, è una danza tradizionale del Salento, sebbene fosse originariamente diffusa in tutta la Puglia e nella Basilicata orientale. Fa parte della grande famiglia delle “tarantelle”, come si usa chiamare quel variegato gruppo di danze diffuse fin dall’antichità in tutta l’Italia Meridionale. Caratteristico della “pizzica pizzica” è il “fazzoletto”, accessorio immancabile nell’abbigliamento di un tempo, che veniva usato nel momento del ballo per invitare, sventolandolo, il partner prescelto.

XXI

direttore@ilbrindisino.it

Un’amicizia del tutto particolare… Siamo in grado di ricambiare?!?

opo un anno di lungo e faticoso lavoro, finalmente sopraggiungono le tanto attese vacanze. Ci si informa sulle offerte migliori, sui costi più convenienti, focalizzando l’attenzione sul posto più romantico ed affascinante! Durante tali preparativi, però, poco ci si sofferma su coloro che allietano di gioia e tenerezza le nostre giornate: i nostri piccoli amici animali. In ogni momento della gior-

.it

Caro direttore ti scrivo... Qualche mese addietro abbiamo letto su un quotidiano, che a Francavilla Fontana non si legge. Ciò ci ha demoralizzato fortemente in quanto, anche se in un momento di crisi, eravamo ad un passo dalla realizzazione di un nostro sogno: aprire una libreria. Contro ogni delle più nere prospettive e con molto coraggio abbiamo investito sui libri puntando proprio sui francavillesi e sulla loro voglia di leggere. Noi infatti non crediamo che qui non si

legga. Siamo convinti che, creando le opportunità e dando un adeguato servizio, i cittadini vengano spronati alla lettura. Così abbiamo aperto da Ottobre 2009, in via S. Lorenzo,137 - la libreria Edicolè. Una libreria che vanta circa cinque mila titoli, libri subito disponibili, oltre alla possibilità di ordinare tutti i prodotti editoriali italiani. Ad oggi possiamo confermare le nostre aspettative avendo avuto un notevole riscontro in questo breve periodo. A questo punto possiamo dire che, a Francavilla si legge e tanto pure.

I coniugi Attanasi Comincio e Madaro Caterina

Elezioni amministrative 2010 Il Prefetto di Brindisi ha convocato  i comizi elettorali  per l’elezione diretta del Sindaco ed il rinnovo dei Consigli Comunali dei Comuni di CEGLIE MESSAPICA, CELLINO SAN MARCO, LATIANO, MESAGNE, SAN PIETRO VERNOTICO, SAN VITO DEI NORMANNI, TORRE SANTA SUSANNA E TORCHIAROLO. Le operazioni di voto  si svolgeranno  domenica 28 marzo dalle ore 8.00 alle ore 22.00 e lunedì 29 marzo 2010 dalle ore 7,00 alle ore 15,00. L’eventuale

votazione di ballottaggio per l’elezione diretta dei Sindaci avrà luogo domenica 11 aprile  dalle ore 8.00 alle ore 22.00 e lunedì 12 aprile 2010 dalle ore 7,00 alle ore 15,00. La presentazione delle candidature per le elezioni comunali  dovrà essere effettuata  dalle ore 8,00  del 26 febbraio (trentesimo giorno antecedente la data della votazione)  alle ore  12,00 del 27 febbraio p.v. (ventinovesimo  giorno antecedente la data della votazione).

Prossimamente... a Marzo É il titolo del concorso riservato agli studenti delle scuole medie e superiori della provincia di Brindisi. Ai due vincitori buoni acquisto libri. É una iniziativa a cura di Quarto Canale Radio Editore. Maggiori particolari sul prossimo numero di Marzo.

Questo peridioco è associato all'Unione Stampa Periodica Italiana

Direttore responsabile Gianni Cannalire Redazione: Giovanni di Noi, Maria Angelotti Grafica ed Impaginazione Domenico Cavallo Commerciale Emanuele Andriulo Periodico mensile della provincia di Brindisi distribuito gratuitamente Reg. Trib. di Brindisi n° 06/08 del 21/11/2008 Edito da Quarto Canale Radio s.r.l. Stampa: Galeati Industrie Grafiche s.r.l. Pubblicità 328.6851181 fax 0831 843550 · commerciale@ilbrindisino.it www.ilbrindisino.it · Chiuso il 03/02/2010 · "Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in abbonamento postale - 70% DCB S1/BR"


annunci@

AF

I

S TA

T FI

AF

2000mq su due piani. Viale dellʼindustria Francavilla Fontana Cell. 335 7383995

I

S TA

T FI

230mq via Pisacane ang. via Di Summa Franacavilla Fontana. Piano rialzato Cell. 335 7383995

INCONTRI RAGAZZO 30enne cerca coppie e/o single per divertimento. Cell. 340 7818074 LAVORO

OFFERTA CERCHIAMO PERSONALE da inserire per ampliamento organico, per la gestione di varie mansioni. Attività part e full time, settore in forte espansione. Guadagni in base allʼimpiego. Info 329 8279877 CERCASI PERSONALE da inserire nel proprio organico (anche prima esperienza) mansioni part-time e full-time. Per info e colloqui contattare 329 7169232 LʼAZIENDA AGRITURISTICA “TREDICINA” a Francavilla Fontana ricerca ragazza esperta in contabilità e che abbia unʼottima conoscenza della lingua inglese. Info 0831 810918 DOMANDA CERCO UN LAVORO POMERIDIANO uso regolarmente il computer e conosco discretamente il francese. Cell. 320 7774165 PER MATRIMONI: trio di professionisti formato da un soprano lirico, organista e voce contralto e tenore con repertorio classico, esegue matrimoni in chiesa. Info e prenotazioni: 3899862392/3271241947/3319955726

RAGAZZA 33ENNE già esperta nel campo di assistenza agli anziani cerca lavoro su Francavilla Fontana – Carovigno – Ostuni – S. Vito. Cell. 333 9474392 RAGAZZA DIPLOMATA cerca lavoro come apprendista in un negozio di abbigliamento. Tel. 0831 843256 AUTO & MOTO VENDESI NEW BEETLE colore blu elettrico 1.9cc TDI 90 cv del 2001. Ottime condizioni. Prezzo affare € 5.500. Cell. 327.3660722 CAMPER MOD. FIAT 238 imm. nel 1998 in buone condizioni, wc nuovo riscaldamento ed impianto elettrico nuovo. Prezzo interessante. Cell. 320 4237620 FIAT 126 BIS ottime condizioni di carrozzeria, vernice e meccanica; ottima manutenzione batteria e alternatore. Buona tappezzeria. Cedo scarso utilizzo. Cell 346 2346724 FIAT UNO 70SX 3P Full optionals rossa Km.81760 originali, tettuccio, cerchi lega, assetto, scarico uno turbo in eccellenti condizioni, da vetrina. Tel. 393 2065066 Y 10 secondo modello anno 96, 1100cc buone condizioni (Francavilla Fontana). € 1100 trattabili. Cell 333 9474392 FIAT UNO TURBO DIESEL '93 antracite 5p. Full optionals Km. 161.800 con gancio traino sfilabile ellebi, introvabile pari condizoni privato vende. Tel. 393 206506 LANCIA DEDRA 1.6 cc anno 89 ottimo stato € 2000. Cell. 338 1178477 OFFERTE VARIE VENDESI PORTE INTERNE grezze e finite in massello ottima qualità in pronta consegna. 170 € (porta grezza). Info e foto 0831

AFFITTASI LOCALE USO DEPOSITO 230 mq via Fratelli Bandiera, 63 a Francavilla Fontana. € 500. Cell. 339 2296034

AFFITTASI LOCALE COMMERCIALE 80 mq + deposito 90 mq via Quinto Ennio Francavilla Fontana. Cell. 320 3298810

Sms 349 2941237

LETTINO ESTETICO O MEDICO con schienale reclinabile 3 snodi con appoggio rullo carta e completo di foro respirazione per massaggi - usato pochissimo. Cell 329 4475638

4 GOMME termiche + 2 chiodate nuove 155/70/13 complete dei rispettivi cerchi ottime per strade dissestate o di campagna per la vostra auto vendo a modico prezzo. Tel. 393 2065066

BASE CB potenza 50 watt mod. Saturn Galaxy quasi mai usato. Cell 346 2346724 MONETE ESTERE in corso e fuori corso anche vecchie lire cedo a collezionisti. Cell 346 2346724 BIALETTI elettrico tritacarne, affetta verdure ed altro. Buono stato dʼuso. Vendo 20€. 0831819097 MACCHINA CAFFEʼ ESPRESSO art. pmx 2110 - 230 V ac, potenza 750W, capacità 300 ml. Vendo 40€. Nuovissima. Tel. 0831 819097 ATTREZZI PER PALESTRA TECNOGYM quasi nuovi, ottime condizioni, vero affare. Cell. 339 2296034 POESIE PER VOI di Glany Diucati, per un regalo speciale…

GRUPPO POMPA BENZINA Lanos (nuovo mai utilizzato) anno 98 prezzo 150 €. Cell. 346 6356918 CAMINI in marmo, pietra e legno, stile Luigi XVI, scolpiti a mano + camini prefabbricati. Svendo per cessata attività. Cell. 333 9251199.

DUE PORTONI BASCULANTI come nuovi con misure: 325 x 195 e 205 x 180 Regalo a soli 200 € purchè venite a prenderli. Tel. 393 2065066

AFFITTASI AUTO PER MATRIMONI E CERIMONIE di ogni genere, viaggi in tutta Italia con autista (Ferruccio). Cell. 347 4092450

FARI QUADRI PER ILLUMINAZIONE PIAZZALI con rispettive lampade alogene a basso consumo - come nuovi vendo a modico prezzo. Tel. 393 2065066

IMMOBILIARE VENDESI VILLETTA A TORRE COLIMENA zona centrale a 40mt dal mare e dalla torre, superficie di 150 mq prezzo 150.000€ tratt. Cell. 348 7265796

FINESTRE PER ESTERNO n° 7 in legno duglas, n° 4 di misura 230X120 , n°2 di 135X120 e n°1 di 135X60 in ottimo stato a soli € 450,00. Cell. 328 8189089 CHITARRA ELETTRICA Slammer Hamer 80 €. Cell. 340 5961446 TASTIERA ELETTRONICA con il pentagramma su display Yamaha 80 €. Cell. 340 5961446

BRINDISI -ZONA COMMENDA cedesi attività commerciale avviata da 15 anni settore caseario, prezzo interessante. Tel. 0831 584361 OSTUNI MARE vendo villa in residence in ottime condizioni, vicino al mare 165.000€ no agenzie. Tel.0831 306001 OSTUNI TRULLO RISTRUTTURATO, acquedotto, forno, 105.000€ trattabili no agenzie 0831 306001 OSTUNI CASOLARE in pietra ristrutturato 400 mq. 1 ettaro di terreno 450.000€ no agenzie 338 1909753

VALUTO PROPOSTE DI LAVORO presso ditte ecc. diploma commerciale, ottima dialettica qualità comunicative. Cell 346 2346724

SERVIZIO DI ASSISTENZA ad anziani o disabili sia a domicilio che in ospedale. Disponibile su Brindisi e provincia. Massima serietà e professionalità. Info. 3389636001 3286834246

XXII

LAVORO Ente nazionale di servizi apre a Lecce e seleziona 20 ambosessi. I bandi di selezione partiranno lʼ11 Febbraio 2010. Per appuntamento 0832 398854

528204

PIZZAIOLO OFFRESI Cell. 334 8301319

TORNITORE tradizionale aggiustatore congegnatore meccanico ed altro cerca lavoro. Cell. 334 7009798

.it

FM 93.5 Francavilla F.na FM 94.4 Brindisi e Prov.

Lun-Ven dalle 15 alle 18 La classifica dei 40 brani più ascoltati Sabato dalle 20 alle 23 Domenica (in replica) dalle 17 alle 20   Le local News di Quarto Canale Dal Lunedì al Venerdì dalle 18 alle 21 Con Maria Angelotti Focus sulla musica popolare Ogni Giovedì dalle 21 alle 22 Con Piero Balsamo e Daniela Chionna Dedicato ai piccoli ascoltatori Ogni Domenica dalle 10 alle 11 Con Charly Settimanale di approfondimento con il Direttore Gianni Cannalire Ogni Venerdì dalle 20 alle 21 La cultura in diretta Ogni Venerdì dalle 22 alle 23 Ogni Sabato dalle 10 alle 13 Con Daniela Chionna La serie D in diretta Ogni Domenica dalle 14:30 alle 17:00 Con Giacomo Indiveri

...per la tua pubblicità 328.6851181 Ogni Domenica dalle 14:30 alle 17 Con Giacomo Indiveri

MESAGNE tre camere da letto, salone, doppi servizi, cucina abitabile, termo riscaldata, due ripostigli, terrazza livello piano, due verande e balconi. Tel. 0831 819097 MESAGNE due camere da letto , servizi più accessori, salotto, sala da pranzo, cucina, garage, ripostiglio, termoriscaldata e due cortili. Tel. 0831 819097 SAN PIETRO IN BEVAGNA Manduria,villetta indipendente, in residence a 300 metri dal mare,recentemente ristrutturata,climatizzata € 78.000. Tel. 339 5684191 BRINDISI Casale – centro villa – tre livelli con ascensore – mq 300 + giardino, posti auto e verande coperte. Tel. 347 8800704 APPARTAMENTO a Francavilla Fontana (zona traversa via Roma), sala grande a volte con camino 2 camere da letto + servizi + ortale. Cell. 349 1457566 ATTIVITÀ GASTRONOMICA dʼasporto in Villa Castelli (Br) prezzo trattabile. Tel. 328 3331864 OFFICINA ELETTROMECCANICA, 40ennale per inversione attività vende tornio, trapano, compressore, saldatrice, troncatrice, matassatrice, saldafili, banco e tavoli di lavoro, incudine, cesoia, scaffalature metalliche. Tel 334 7009798 VILLA IN ROSA MARINA mq.120 + ampio giardino a 100 mt. dal mare, zona Pontile. TRATTATIVA RISERVATA Cell. 335217006 AFFITTASI LOCALE COMMERCIALE CON ARREDAMENTO PER PARRUCCHIERE 70 mq con 3 postazioni lavoro, 2 postazioni lavaggio e sala dʼattesa Francavilla F.na. Info 329 4251806 OSTUNI affitto villetta in campagna zona collinare e panoramica tutta lʼestate 3.500 € a famiglia con bambini 0831 331441 MESAGNE tre camere da letto, salone, doppi servizi, cucina abitabile, termoriscaldata, due ripostigli, terrazza livello piano, due verande e balconi. Tel. 0831 819097 MESAGNE due camere da letto , servizi più accessori, salotto, sala da pranzo, cucina, garage, ripostiglio, termoriscaldata e due cortili. Tel. 0831 819097 APPARTAMENTO piano terra di circa mq. 75 + cortile di mq. 45. Uso ufficio o studio. Ristrutturato e rifinito. Zona Brindisi centro. Tel 0831/528022 BOX mq 37 via Mulini Francavilla Fontana Tel. 320 3298810


redazione@

grandi novità per il vostro futuro anche prossimo, questo febbraio 2010 è un periodo tutto da scoprire.

OROSCOPO Ariete: State recuperando molto di quello che avevate perso per quanto riguarda legami familiari ed affetti, continuate su questa strada e vedrete che tutto ciò che avete programmato verrà di conseguenza. Toro: Un febbraio 2010 davvero ricco di lavoro, non lasciatevi sfuggire le ghiotte opportunità che potranno rendervi i veri protagonisti. Non trascurate la vostra salute. Gemelli: Un mese di transizione che potrebbe portare con sé delle

Cancro: Attenti a chi potrebbe tramare alle vostre spalle, con le dovute cautele scoprirete di essere in grado di fare ed ottenere molto di più di quello che vi aspettereste.

Bilancia: Questo febbraio 2010 sarà il giusto mese per dosare gli impulsi che in passato vi hanno portato a commettere degli errori: cogliete lʼoccasione per impararne qualcosa e migliorarvi.

.it

XXIII

Capricorno: Ottimo periodo questo febbraio 2010 per iniziare a pianificare qualcosa di grande per il futuro: guardatevi attorno e potreste scoprire tanto su quello che sarà il vostro futuro di lungo termine.

Scorpione: Acquario: Avete avuto modo di stabilizzare molto un periodo State riuscendo con successo a tirarvi fuori da un Leone: periodo di stasi che aveva bloccato le vostre brillanti ini- molto incerto, ma state attenti a non perdere dʼocchio la stabilità per cercare qualcosa di troppo grande e La tenacia e la cautele che avete utilizzato per affrontare ziative: riprendete fiducia in voi stessi-e Fax nelle persone E-mail: annunci@ilbrindisino.it 0831843550 insicuro. i vostri problemi quotidiani vi stanno ricompensando, e che vi stanno vicino e che qualche volta potreste aver lo faranno anche di più di quello che potreste aspettarvi. trascurato più del dovuto. Pesci: Il sottoscritto Sagittario: Un periodo tranquillo questo febbraio 2010, non lasciaVergine: tevi prendere dalla noia e cercate di comprendere come Un periodo davvero a voi favorevole: curate Tel. i vostri affari Questo febbraio 2010 sarà un mese molto movimensia inutile mettere a rischio quello per cui avete lottato e non fatevi turbare da questioni meno importanti e non tato dal punto di vista dei legami col partner, tanti Via saliscendi che però saranno bilanciati da una stabilità per il solo motivo di volervi mettere in gioco. necessarie. State recuperando una salute di ferro. Città C.A.P. lavorativa rincuorante. Documento di Identità

Invia il Tuo Annuncio

E-mail: annunci@ilbrindisino.it - Fax 0831843550

Chiede la pubblicazione del seguente annuncio (max 26 parole):

Invia il Tuo Annuncio Il sottoscritto Via Città

Il brindisino - via Regina Elena, 2 • 72021 Francavilla Fontana (Br)

C.A.P.

Quarto Canale Radio s.r.l. in qualità di editore de "il brindisino" si riserva il diritto di rifiutare, modificare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio. L'editore, inoltre, non risponde per eventuali ritardi o perdite causate dalla non pubblicazione dell'inserzione per qualsiasi motivo. Non è responsabile per eventuali errori di stampa.

Documento di Identità Chiede la pubblicazione del seguente annuncio (max 26 parole):

Data

Firma

Data

Tel.

Firma

Lo trovi...

CEGLIE MESSAPICA

Centro Tim Via Roma Pasticceria Martinese Via Martina BRINDISI Il brindisino - via Regina Elena, 2 • 72021 Francavilla Fontana (Br) Aviolamp Prov.le Ceglie Francavilla, Km 6 P.zza Cairoli MPS Montevicoli Viale Aldo Moro, 64 Via Appia, 62 Bar Bijoux Bar Tabacchi Menga Via S. Vito, 12/16 Viale Commenda, 1 Biblioteca Provinciale Caffè Bijou Via S.Vito, 4 Viale Commenda, 54 Tabacchi Legittimo Flores Cafè Agorà P.zza Pebliscito, 39 Viale Commenda, 57 Farmacia Commenda Bar Lucy Via F.Argentieri, 147 Corso Garibaldi, 91 Caffè Ausonia Corso Umberto, 69 Bar Pizzeria del Corso CELLINO S.MARCO Corso Umberto, 99 Caffè Madà Tabacchi Renna Anna Via V. Emanuele, 2/a Piazza Crispi, 35 Bar Stazione Lorysan Bar Tabacchi Via S. Pietro, 114 Corso Garibaldi, 105 Cafè de Paris Corso Umberto, 96 Caffè Europa CISTERNINO Via Appia, 316/318 Tabacchi di Cosacco A. Sos Bar Via S. Quirico, 101 Via Appia, 238 f For You Caffè Porta Grande Via S. Quirico, 6 Via Appia, 107 Peddy Bar Bar Roma Via Roma, 77 Via Appia, 63 Caffè Concerto Pascucci Via Roma, 87 Viale Aldo Moro, 43 AgipCafè Bar Pineta Via S. Quirico, 62 Piazza Sedile, 7 Central Bar Il Capriccio Via Monte Cutetto, 25 Via del Lavoro, 1 Bar Pasticceria Tancredi Viale Duca Degli Abruzzi, 41 ERCHIE Farmacia "Casale" Pasticceria Nemesi Via Grassi, 52 Viale Duca Degli Abruzzi, 2 Bar La Capannina Farmacia Dr. Musa Via P. di Napoli, 139 Via A. Bafile, 46 La Nuova Capannina Bluescafè Via Stazione, 8 Via Nicola Brandi, 60 Caffetteria Paradiso Via Prov. per S.Vito Tabacchi Cristofaro Laura FASANO Via Egnazia, 46/48 Pizzeria Regina Margherita Tabacchi Laterrenia Maria Corso Garibaldi, 39 Via Egnazia, 80/82 Caffetteria Ravone Tabacchi Pierdomenico G. Corso Garibaldi, 16 Via Ligabue, 5 Bar Piccadilly Tabacchi Annese Angela Corso Vittorio Emanuele, 61 Via Guglielmo Cialdi, 22 Tabacchi Paladini Giancarlo Tabaccheria Fanigliulo Corso Vittorio Emanuele, 96 Via delle Mimose, 24 Caffè Blu Rose Caffè Rosselli Via F.lli Rosselli, 25 Via Sant'Angelo, 73 Bar Noemi Snack Bar Q8 Via Nazionale dei Trulli, 155 Via Sant'Angelo, 4 Bar Mary Bar Il Ritrovo Strada S. 172 Km 8,800 Via Villafranca, 36 Novecento Sumpermercato Simply Via Longo Via Don Gnocchi, 4/6 Il Golosone Bat Business Via dell'industria Via Benedetto Brin, 5 Bar Stazione ERG LATIANO Viale Aldo Moro, 130 Tabaccheria Giacalone Via Francavilla, 95 Via Bastioni S.Giorgio, 20/22 Caffetteria De Girolamo Bar Bazar Tetris Caffè Manhattan Piazza Umberto I, 41 Caffè Borgo Antico Piazza Umberto I, 46 CAROVIGNO Enigma Caffè Via Cesare Battisti, 18 Mozart Cafè Via S. Sabina, 8/B Tabacchi Lavino Vito Via Garibaldi, 2 Bar del Nord Via S. Sabina, 231 Tabacchi V. Delle Rose Via Roma, 102 Bar Mithos Via S. Sabina, 57 Cafè Siflet Via Roma, 64 Sunset Bar C.so Umberto I, 132 Caffè Piccadilly Via Colombo, 2

Francavilla F.na distribuzione porta a porta

Nuovo Bar Tabacchi Salvati Area di Servizio Agip Farmacia Antonucci Bar & Giornali Farmacia Nocera Tabacchi Montanaro Gran Caffè Fantasia

MESAGNE

Via G. D'Ocra, 54 Via M. Materdona, 146 Via Brindisi Piazza Vittorio Emanuele, 69 Via Tenente U. Granafei, 13 Via Basilicata, 22 Via Marconi, 219/221 Via Marconi, 147

ORIA

Fuori Porta Il Matitone Golden Bar Alfa Copisteria Bar Kenia Il Piacere Da Saverio

Via Manfredi, 14 Via G. Doria, 44 Via G. Doria, 43 Piazza Lorch, 1 Piazza Manfredi, 12 Via E. di Alicarnasso, 1 Via Torre S. Susanna, 217

OSTUNI

H24 Cafè Bar London Tabacchi De Pasquale G. Caffetteria Italia Kadradò Cafè Bar Città Bianca Bar Excelsior Tabacchi Leo Bar del Corso

Via degli Emigranti, 82 Via carlo Alberto, 17/19 C.so Magg. Ayroldi, 10 Largo Lanza, 2 Piazza Matteotti, 38 Via E. Trinchera, 40 Via G. XXIII, 2

SAN DONACI

Via Cellino, 96 Via Cellino, 50

SAN MICHELE SALENTINO

Bar Menga Petroli Gran Caffè Central Bar Ferramenta Lodedo

Via per Ceglie Via A. Moro, 2 Piazza Marconi, 5 Via B. Croce 21/A

Bar Menga Petroli Gran Caffè Central Bar Ferramenta Lodedo

Via per Ceglie Via A. Moro, 2 Piazza Marconi, 5 Via B. Croce 21/A

+ Lo trovi...

SAN PANCRAZIO

Antica Caffetteria Cin Cin Bar Biblioteca Comunale

SAN PIETRO VERNOTICO

Tabacchino Pietanza F. Tabacchi Costantini E. Lady Bar Bar Stazione Farmacia Dott.Cavaliere Dom & Edil

Via P. G. Rizzo, 109 Via Brindisi, 196 Via Brindisi, s.n. Piazza G. Falcone, 1 Via Lecce, 116 Via Lecce, 87

SAN VITO DEI NORMANNI

Bar Tabacchi Palasciano Antica Caffetteria Caffetteria Dolce Vita Tabacchi di Cavaliere Bar Paradise URP

Via XXV Luglio, 24/26 Piazza Vittoria, 1 Via Antonio Sardelli, 13 Via Francavilla, 13 Via Crispi, 4 Piazza Carducci

TORCHIAROLO

Tabacchi Calumet L'incontro Bar Pizzeria Fiorentino Bar Pasticceria

Via Umberto I, 88 Via Umberto I Via Fanin, 4

TORRE S.SUSANNA

Tabaccheria Parato Farmacia Leo Bar Pizzeria 90 Caffetteria D'Ambrosio Tabacchi Demonte - Orsini Havana Caffè Bar Cafè Chopin Bar Domus Cafè

TUTURANO

Via Vittorio Emanuele, 43 Via Vittorio Emanuele, 19

VILLA CASTELLI

Tabacchi Bernardi Antonio Bar Siciliano Edicola Gallone Grazia Iguana disco pub Bufano Brico Casa Edicola Punto Scuola Uff.

Via Suor A.Zullino, 13 Viale Lilla, 48 (ang. via DʼAngiò) Via Dante Alighieri

Via Galliano, 5 Via Risorgimento, 1 Via Galaso, 34 L.go Colonna, 1 Via S. Pancrazio, 11 Via S. Pancrazio, SN

C. Vittorio E.le, 25 Via per Ceglie, 97 Via M. di Savoia, 7 Via per Ceglie, 3 Via prov. Martina F. Via per Ceglie, 75

Deutsche Bank MPS Edicola Ai Portici

Via Roma Via Capitono di Castri P.zza Umberto I


redazione@

.it

XXIV

...IMPROVE YOUR BUSINESS! UNA FLOTTA MODERNA PER UNA LOGISTICA CHE GUARDA AL FUTURO MERCI VOLUMINOSE FINO A 120 M³ MERCI REFRIGERATE FINO A -25°C PORTATA UTILE MASSIMA DI 31 TONNELLATE PEZZI INTERI FINO A 2,6 MT DI LARGHEZZA 3 MT DI ALTEZZA E 13,6 MT DI LUNGHEZZA

SPONDE IDRAULICHE - PIANTONI POSTERIORI ALLARGABILI - SISTEMA DI LOCALIZZAZIONE SATELLITARE - SELF LOADER

VIA GIUSEPPE DI VITTORIO, 9 - 72021 FRANCAVILLA FONTANA (BR) ITALY commerciale 392.0694601 amministrazione 327.0808512 fax 0831.812320 www.dymmy.it/tts tradetrans@libero.it

il brindisino 27  

Periodico di informazione della Provincia di Brindisi

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you