Page 1

Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

N°4 - Maggio 2011

Introduzione

Comune di Crespina

SPAZIO FESTA iniziati i lavori a Cenaia a pag. 8

ADSL

copertura dell’intero territorio a pag. 5

NUOVO PIANO STRUTTURALE edilizia di qualità a Crespina e Cenaia a pag. 8

CRESPINA E L’AMBIENTE reg. tribunale Pisa n. 20/94 - Direttore responsabile: Emanuela Riccomi

ordinanza per la pulizia dei terreni a pag. 12

OPERA FESTIVAL lirica e musica a Crespina a pag. 25

1


sommario

Il Riccio

La giunta riceve

il sindaco presenta il riccio

pag. 3

Il Comune informa

pag. 5

Cenaia Spazio Festa

pag. 8

Adottato il nuovo Piano Strutturale

pag. 8

A settembre pronto il campo in sintetico

pag. 8

Area giochi di Cenaia

pag. 9

Il Metanodotto PalaiaCollesalvetti

Competenze: politiche sociali, politiche del lavoro, società della salute, pari opportunità, attività produttive, industria, commercio, artigianato, servizi, mercati, trasporto pubblico, rapporti con il consiglio comunale.

pag. 9

Quando riceve: martedì h 16.30 - 18.30 e giovedì h 10.00 - 13.00 Sede Comunale

Territorio e Sicurezza

pag.10

David Bacci assessore

Lavori pubblici

pag. 11

Competenze: urbanistica ed edilizia privata, pubblica istruzione, formazione e servizi prima infanzia, coordinamento associazioni, gestione aziende proprietà comunale, fiere

Ordinanza pulizia terreni pag. 12

Thomas D’Addona sindaco Competenze: pianificazione generale attività dell’ente, relazioni istituzionali, polizia municipale e pubblica sicurezza. Quando riceve: martedì h 11.00 - 13.00. Riceve su appuntamento (Rivolgersi alla Segreteria Istruttore Linda Sardella 050634721 e-mail: segreteria@ comune.crespina.pi.it) Sede Comunale

Iselda Barghini vicesindaco

Quando riceve: martedì h 10.00 - 13.00 Sede Comunale

Stazione ecologica

pag. 12

La raccolta differenziata

pag. 13

In difesa degli animali: Gruppo Bairo onlus

Competenze: sport e tempo libero, decoro e riqualificazione urbana, innovazione tecnologica, politiche ambientali, agricole e caccia, protezione civile, gestione centro rapaci, turismo e agriturismo, informazione, comunicazione, trasparenza e partecipazione.

pag. 14

Quando riceve: venerdì h 10.00 - 13.00 Sede Comunale

Centro Commerciale Naturale

pag. 15

Sport: tanti successi

pag. 15

Competenze: lavori pubblici, gestione del patrimonio pubblico, manutenzioni, viabilità, gestione del traffico, sicurezza stradale, politche per i finanziamenti, politiche culturali e ricreative.

Torneo scuola calcio

pag. 16

Quando riceve: venerdì h 9.00 - 13.00 Sede Comunale

Campi solari

pag. 16

Massimiliano Vannini assessore

La Consulta Comunale

pag. 17

Istruzione: i tagli lineari

pag. 18

Competenze: bilancio e programmazione economico-finanziaria, tributi, gestione risorse umane, Infrastrutture del sottosuolo, rapporti con società partecipate, ATO acque, ATO rifiuti, gestione RSU e rapporti con GEOFOR.

Marco Romboli assessore

Sergio Tognoni assessore

Quando riceve: venerdì h 9.00 - 13.00 Sede Comunale

Bilancio in clima di emergenza

pag.19

Il bilancio

pag. 20

Referendum: i risultati

pag. 22

Associazioni

pag. 23

Feste di settembre e Opera festival

pag. 25

Gruppi consiliari

pag. 26

RUBRICHE

Silvia Baroncini capogruppo lista di maggioranza Uniti per Crespina. Michele Delli Gatti capogruppo il RiccioLo - Antonio Felicioli capogruppo LeAli della Sinistra - Michele Cialdini capogruppo Il Popolo della Libertà.

Orari al pubblico e numeri di telefono

Comune di Crespina Piazza Cesare Battisti, 22 - 56040 Crespina sito internet: www.comune.crespina.pi.it sito turistico: www.crespinaintoscana.it CENTRALINO: 050 634711 fax 050 634740 - Segreteria: 050 634721 VIGILI URBANI: 050 634724/26 martedì e giovedì 10.00 - 12.00 URBANISTICA: 050 634722 - Lavori Pubblici: 050 634728/38

La tana del riccio

pag. 6

Attività Produttive: 050 634735 - Ragioneria: 050 634727/31 S.i.t. 050 634725 martedì e venerdì 9.00 - 12.30; martedì e giovedì 15.00 - 17.00 ufficio Anagrafe, servizi demografici, Stato civile, protocollo,

A cura del Comune di Crespina

Elettorale: 050 634733/47 da lun. a ven. 9.00 - 12.30; mart. e giov. 15.00 - 17.30

Direttore responsabile: Emanuela Riccomi

Tributi, Economato 050 634713/29 lun. e merc. 9.00 - 12.30; mart. 15.30 - 17.30

Progetto 3rd Floor Design snc - Agenzia di comunicazione

Scuola, Sociale: 050 634736 da lun. a ven. 9.00 - 12.30; mart. giov. 15.00 - 17.30

Grafica e Impaginazione 3rd Floor Design snc - Agenzia di comunicazione

Biblioteca 050 634746 l’orario è pubblicato a pag. 7

L’immagine di copertina raffigura il progetto dello Spazio Festa.

Copia Gratuita. Maggio 2011 Vietata la vendita

Urp: 050 634734 - Personale: 050 634720 Informagiovani 050 634744 mercoledì 16.00 - 18.00; venerdì 9.00 - 12.00 Geofor nettezza urbana 050 634744 giovedì 9.00 - 13.00 IMGIF pubblica illuminazione: 800901135 ENEL SEGNALAZIONE GUASTI: 803500 oppure 800900800 TOSCANA ENERGIA Servizio guasti e dispersione gas: 800900202 TOSCANA ENERGIA Call center: 800509124 ACQUE SpA servizio gas: 800983389 - ACQUE SpA Call center: 800982982


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

A

Il Riccio introduzione al periodico di Informazione del Comune di Crespina Thomas D’Addona Sindaco

Il parcheggio Il Colle è stata la seconda realizzazione, proviamo a pensare che cosa sarebbe oggi la situazione dei parcheggi a Crespina se non avessimo il parcheggio. Che dire poi delle Fabbriche di S. Michele: l’edificio storicamente più importante di Crespina era stato abbandonato a sé stesso e all’aggressione del tempo e stava letteralmente franando, da alcuni decenni nessuno più era intervenuto. Abbiamo presentato ai Cittadini il progetto di recupero totale tra l’apprezzamento generale e siamo intervenuti, a più riprese, per il consolidamento strutturale. Ad oggi abbiamo investito circa 800.000 euro ed altri 200.000 li investiremo nei prossimi mesi. Se solo avessimo ricevuto uno solo tra i tre finanziamenti pubblici che abbiamo richiesto ad oggi la struttura sarebbe già funzionante, ma abbiamo dovuto fare tutto con le nostre forze. Ad ogni modo ora il degrado è finito (muri fondazioni e tetto sono al sicuro) e la struttura può essere recuperata un passo alla volta e questo negli ultimi cinquant’anni non era mai successo. Un paese senza piazza non si è mai visto ed oggi piazza Battisti finalmente può essere definita tale. Certo, i lavori hanno creato l’anno scorso qualche disagio (anche se comunque sono finiti nei tempi previsti) e alcuni cittadini meno pazienti se ne sono lamentati; tuttavia con la nuova piazza il livello di arredo urbano di Crespina è notevolmente migliorato. Non avrebbe senso promuovere (come abbiamo fatto) il recupero delle facciate delle case private per combattere il degrado se il Comune per primo non investe nel decoro urbano, questo era un punto fondamentale del nostro programma ed abbiamo mantenuto la promessa. L’ultimo lavoro che realizzeremo a Crespina in questo mandato sono i nuovi spogliatoi per gli impianti sportivi, il calcio nel nostro Comune va molto forte, il Crespina ed il Cenaia hanno vinto entrambe il campionato e la scuola calcio continua a crescere ed ha bisogno di spazi e strutture adeguate; dobbiamo quindi dare una risposta ai nostri ragazzi e per questo i lavori sono già stati affidati. A Cenaia, la prima opera che abbiamo realizzato è stata l’asfaltatura ed i marciapiedi di via Pennati al campo sportivo, anche se sembra che quella strada ci sia sempre stata, l’abbiamo fatta noi e per apprezzarne l’importanza basta ricordare per quanto tempo le società sportive l’hanno attesa. I lavori di allargamento e messa in sicurezza di v. Lustignano sono praticamente terminati e la inaugureremo a Settembre; se qualcuno ancora avesse dei dubbi su quanto fosse attesa e gradita la pista ciclopedonale, basta che si renda conto di quante persone già la percorrono prima ancora che sia finita! Abbiamo chiesto un finanziamento per coprire la metà dei costi necessari per cambiare i lampioni della via Vittorio Veneto (che francamente sono proprio inadeguati) con impianti a basso consumo e pensiamo di farlo entro la fine dell’anno. Però, senza ombra di dubbio, l’opera più attesa dai Cittadini è la realizzazione dello Spazio Festa. Il Comune ha investito oltre 600.000 euro per offrirla alle associazioni. Non credo di esagerare se dico che questa struttura cambierà radicalmente il paese, avremo la possibilità di farla funzionare da Maggio a Settembre e le associazioni del nostro territorio potranno organizzare feste fiere e sagre paesane per offrire ai cittadini uno svago. Fino ad ora abbiamo scontato la mancanza di una struttura del genere e infatti l’idea di organizzare degli eventi spesso è stata abbandonata per i costi del noleggio delle strutture. Cenaia pertanto sarà sicuramente più viva e l’organizzazione di questi eventi darà anche alle associazioni la possibilità di autofinanziarsi. I lavori stanno procedendo nei tempi giusti e (se non ci saranno inconvenienti che cercheremo in ogni modo di evitare) riusciremo ad inaugurare l’impianto per la fiera di Settembre. Ce la faremo? È una bella sfida, ce la stiamo mettendo tutta. Il prossimo lavoro che partirà a Cenaia sarà, entro l’estate, la realizzazione del manto sintetico del campo di calcio, realizzato per creare delle condizioni adeguate per i nostri calciatori più piccoli. A Lavoria stanno per iniziare i lavori riguardanti l’acquedotto e la fognatura (circa un

3

Editoriale

d un anno dalla fine del mandato amministrativo l’articolo di apertura del Sindaco non può non avere il sapore di un resoconto. Ci siamo insediati dal 2007 e credo sia evidente che questa Amministrazione sia stata assolutamente operosa ed attiva. Di solito un modo semplice ed immediato per valutare l’efficacia amministrativa di una Giunta consiste nel misurarla sul fronte delle Opere Pubbliche realizzate, ed io vorrei partire proprio da qui. In quattro anni di tempo si rischia di dimenticare alcuni passaggi e credo che possa essere utile al Cittadino un rapido resoconto. Iniziamo col capoluogo. Il primo lavoro che abbiamo completato è stato il recupero dell’oratorio di S. Rocco: abbiamo restituito alla collettività un gioiello architettonico che stava rovinosamente franando e il cui valore artistico costituito dai suoi meravigliosi affreschi interni era a tutti sconosciuto.


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

milione e mezzo di euro finanziati per metà dal Comune). È evidente che Lavoria sta avendo uno sviluppo notevolissimo e queste reti infrastrutturali sono assolutamente necessarie. Nell’ultimo anno del mandato amministrativo continueremo con questa lena. A Cenaia procederemo con la ristrutturazione della sede stradale e i nuovi marciapiedi per via Matteotti; il parco di via Verdi, altro punto importante del nostro programma, riusciremo solo ad iniziarlo, ma sarà comunque importante farlo. Nei prossimi mesi a Ceppaiano vogliamo realizzare il parco pubblico il cui progetto è già stato presentato un anno fa, ma alcuni inconvenienti burocratici non legati alla nostra responsabilità ci hanno fatto rallentare. Tripalle ha bisogno della sistemazione della piazza della Chiesa e di piazza Filzi e Le Lame deve essere collegata alla pista ciclabile che abbiamo fatto con un prolungamento. Come dicevo, una valutazione sulle opere pubbliche realizzate è solo un modo di dare un giudizio sommario all’Amministrazione Comunale; molto importante è anche la valutazione sui servizi offerti. L’elenco di tutti i miglioramenti che abbiamo fatto sarebbe noioso e del resto i Cittadini lo percepiscono da sé: basti pensare a come sono migliorati con la nostra Amministrazione i servizi scolastici ed educativi (per es. le mense), i servizi sociali (le convenzioni con le misericordie) la protezione civile, la biblioteca e gli eventi culturali e le fiere paesane. Ebbene il tutto è stato fatto in un regime di tagli pesantissimi da parte del governo, credo che siamo di fronte ad un livello molto spinto di ottimizzazione dell’amministrazione comunale. Uno strumento fondamentale per governare lo sviluppo del nostro comune è il Piano Regolatore. Come promesso abbiamo concluso la redazione del Piano Strutturale e stiamo lavorando alla redazione del Regolamento Urbanistico, strumento molto atteso dalla nostra cittadinanza.

La giunta risponde ai cittadini Invia le tue domande alla email: segreteria@comune.crespina.it

Avremo un progetto urbano dei centri abitati del nostro Comune redatto seguendo i criteri moderni dell’urbanistica e siamo certi che il risultato finale sarà molto apprezzato, soprattutto in termini di democraticità ed equità delle scelte adottate. Avremo nuove aree edificabili progettate secondo criteri di sostenibilità ambientale e paesaggistica, valorizzando la progettazione degli edifici a risparmio energetico; avremo nuovi parchi ed una percorribilità dei nuclei urbani alternativa alle vie principali, pensando al pedone e non solo all’automobilista. Quindi non un territorio da cementificare con bassa qualità edilizia ed urbana, ma un territorio in cui saranno ammessi solo imprenditori illuminati che operano secondo i criteri di massima qualità. Il nuovo piano regolatore serve anche e soprattutto per questo. Senza peccare di presunzione pensiamo che con questa Amministrazione l’immagine generale del nostro Comune abbia fatto un deciso passo avanti. La frequenza con cui la stampa e i telegiornali locali si occupano di noi, sempre in termini positivi, lo stanno a dimostrare. Chi pensa al Comune di Crespina oggi pensa ad un comune attivo su molti fronti, pensa ad un territorio in cui il livello dei servizi e la vivibilità sono molto alti, ma allo stesso tempo un territorio molto competitivo. Un’ultima considerazione sull’Outlet Village. Due anni fa il Comune ha vinto un’importante sfida in cui in pochi credevano, classificandosi al primo posto, a parimerito con Livorno, alla graduatoria della Regione per l’assegnazione di spazi per la grande distribuzione. Purtroppo le disponibilità della Regione non erano sufficienti per entrambi i Comuni ed i progetti hanno dovuto subire entrambi una riduzione. Proprio a causa di questo ridimensionamento imposto, il progetto dell’Outlet village non è ancora partito. Dalla Regione comunque arrivano segnali importanti, il nostro progetto piace e c’è la volontà di farlo decollare. Se la Regione mantiene le promesse entro l’estate potremo finalmente chiudere la questione e dare il via al cantiere Ce la faremo? Non dipende da noi, tutto quello che potevamo fare l’abbiamo fatto e l’abbiamo fatto bene, comunque siamo ottimisti.

L’acqua del fontino: sconsigliato il consumo

Da un’analisi fatta pochi mesi fa, risulta evidente che l’acqua del fontino in località Botteghino non sia potabile. Per questa ragione si sconsiglia ai cittadini il consumo. All’indirizzo web http://comune.crespina.pi.it è possibile scaricare la tabella con le Analisi del Laboratorio Aque s.p.a. effettuate il 25 febbraio 2011 da un campione di analisi della fonte privata località Botteghino.

4


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Finalmente la copertura dell’intero territorio comunale con il servizio adsl Marco Romboli Assessore all’innovazione tecnologica

S

i informa la cittadinanza che a partire dal mese di luglio, sarà attivo il servizio adsl su tutto il territorio comunale. Telecom Italia ha confermato il termine dei lavori e dei test che hanno confermato la corretta funzionalità. In questi giorni sono in corso tutte le procedure di commercializzazione e, ribadiamo che, a partire dai primi giorni di luglio tutte le utenze del territorio comunale avranno la possibilità di usufruire del servizio adsl. Tutti gli interessati potranno, nei giorni sopra citati, collegarsi a qualsiasi sito per verificare la copertura oppure chiamare un operatore. (Ciò che vi ho riportato sono le informazioni che mi ha dato il responsabile tecnico di Telecom Italia, con cui ho parlato direttamente). È stato un percorso difficile, ma l’impegno e il lavoro dell’Amministrazione Comunale ha reso possibile la copertura dell’intero territorio della linea adsl; un risultato importante e, vi garantisco, non semplice da raggiungere. Colgo l’occasione per ringraziare gli uffici dell’azienda Telecom Italia, con i quali abbiamo lavorato, per la serietà e disponibilità con la quale hanno affrontato la situazione.

Respingiamo totalmente queste insensate accuse, certi toni polemici e provocatori non sono utili a un civile e costruttivo dialogo, ma servono soltanto a fomentare polemiche prive di conoscenza sulla realtà dei fatti. Ribadisco definitivamente che questa Amministrazione si è attivata attraverso un’azione legale affinchè Telecom Italia si attivasse per portare il servizio nel nostro territorio. La centralina di Crespina è stata la prima ad entrare in funzione, soltanto perché era già strutturta per erogare il servizio. Per quanto riguarda infondati favoritismi verso aziende private, voglio ricordare che siamo stati i primi a promuovere un’azione collettiva a tutela degli utenti che si sono trovati in difficoltà con un operatore che offriva loro il servizio wireless.

In difesa dei nostri animali Marco Romboli Assessore politiche ambientali

L

’Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’associazione Boario onlus, presente attivamente nel nostro territorio, ha iniziato un percorso per portare l’attenzione dellla popolazione sulla tutela e sui diritti degli animali. Questa prima pubblicazione nasce contro i bocconi avvelenati e per la difesa del nostro territorio, per informare chiunque di alcuni casi che si sono verificati pochi mesi fa (vedi pag. 14 di questo numero del Riccio). L’intento è quello di sensibilizzare tutta la cittadinanza , per sconfiggere questo triste fenomeno che provoca la morte non solo di animali d’affezione, ma anche di tanti animali selvatici utili alla conservazione dell’ecosistema ed infine la dispersione di veleni altamente tossici nell’ambiente, pericolosi anche per l’essere umano.

Cinema all’aperto

Nuovo capogruppo

nche quest’anno, l’Amministrazione Comunale organizza la settimana del “Cinema all’aperto”. Tutte le sere dal 25 al 30 luglio presso la scuola elementare di Cenaia alle ore 21.30 con ingresso gratuito. Nelle prossime settimane sarà distribuito il calendario con le proiezioni di ciascuna serata.

omunichiamo che la lista Uniti per Crespina, ha un nuovo capogruppo. Il consigliere Silvia Baroncini, alla quale vanno i nostri migliori auguri per un buon lavoro.

A 5

C

Il Comune informa

Questa vuole essere una risposta a coloro che in tutto questo tempo si sono permesse di diffondere notizie non vere in merito alla questione, attribuendo all’Amministrazione tutta una serie di responsabilità, accusandoci di voler ritardare volontariamente l’arrivo via cavo per favorire altre aziende. Inoltre ci hanno accusato di aver dato precedenza ad alcune zone del Comune rispetto ad altre.


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

La rubrica La Tana del Riccio della biblioteca comunale a cura di Patrizia Sopranzi

Scelti per voi...Dvd Hotel Bau

Un film di Thor Freudenthal Commedia per ragazzi, durata 100 min. USA 2009 Collocazione: DVD 0310 Tratto dal libro per ragazzi “Hotel for Dogs”, pubblicato nel 1971, Hotel Bau è la cronaca di un’avventura che ha come protagonisti un gruppo variopinto di cani randagi, portati in salvo da un’affiatata squadra di amici e amanti degli animali.

Alla rivoluzione sulla due cavalli

La Tana del Riccio

Un film di Maurizio Sciarra Commedia, durata 98 min. ITALIA 2001 Collocazione: DVD 0305

Tre amici, Marco, italiano, Victor, portoghese e Claire, francese, decidono di partire, con la loro 2 CV gialla, alla volta di Lisbona per partecipare ai moti rivoluzionari del ‘74. Il viaggio, attraverso la strada più difficile e lunga, è l’occasione per rinsaldare la loro amicizia e per chiarire qualcosa rimasto in sospeso.

Scelti per voi...Libri Odore di chiuso

Marco Malvaldi Sellerio 2011 Collocazione: 853.92 MAL 4 Quarto libro del giovane scrittore Marco Malvaldi. Un giallo particolare, lontano dai luoghi e dai personaggi pisani contemporanei tipici dei precedenti romanzi ed ambientato stavolta nella campagna toscana di fine ottocento. Malvaldi ci regala un divertente incontro tra un poliziotto ed un famosissimo cuoco e critico gastronomico, Pellegrino Artusi, autore di “La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene”.

Diario di una schiappa: vita da cani

Troppo umana speranza

Sono arrivate le vacanze estive, il tempo è fantastico, tutti i ragazzi si divertono all’aria aperta e la scuola è un incubo lontano. Greg, chiuso in casa con i videogiochi e le tende tirate, sta realizzando il suo sogno: un periodo senza obblighi e responsabilità, zero compiti, zero problemi. Sua madre però ha un’idea del tutto diversa dell’estate perfetta…Un’idea fatta di attività all’aperto, club di lettura, piscina e gite con la famiglia. Chi avrà la meglio? riuscirà Greg a sopravvivere a un’estate da cani?

Come era la vita prima dell’Unità d’Italia? Alessandro Mari prova a delinearne i contorni ed in questo lungo romanzo che è anche la sua opera prima, mette in scena umili contadini e borghesi intellettuali, donne di vita ed aristocratici. Il risultato è un romanzo storico costruito con una perfetta patina ottocentesca, con le storie di quattro giovani, intrecciate a quelle delle due figure epiche di Mazzini e Garibaldi.

Jeff Kinney - Il castoro 2011 Collocazione: NR KEN

Alessandro Mari Feltrinelli 2011 Collocazione: 853.92 MARIA 1


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Ha una grande testa, occhi gialli cerchiati di bianco, lunghe gambe e svolazza di notte alla ricerca delle sue prede. L’aspetto insolito della civetta ed il suo legame con la notte e l’oscurità, hanno originato in passato una certa diffidenza nei confronti di questo bellissimo animale. In occasione della scorsa Fiera delle Civette la Biblioteca comunale ha curato ed organizzato una serie di iniziative volte proprio alla valorizzazione di questo piccolo rapace ed alla sua antichissima Fiera. I bambini delle classi seconde e terze della Scuola Primaria, sono stati i protagonisti di una lettura drammatizzata, dove favole e leggende sulla figura della civetta, sono state abilmente intrecciate dall’attrice Alice Di Tullio. I ragazzi delle classi seconde della scuola media “E. Cozzi”, hanno invece realizzato nella nuovissima piazza di Crespina una coloratissima infiorata. Il laboratorio, curato dall’Associazione Amanita, ha previsto in una prima fase la realizzazione di disegni che avessero come tema quello della Civetta. Tra quest’ultimi, una giuria ne ha selezionato uno per la realizzazione dell’infiorata nella piazza. Il giorno della fiera i ragazzi si sono dedicati alla coloritura del disegno, utilizzando trucioli colorati di diverse gradazioni. L’iniziativa ha riscosso molto interesse, tanti curiosi si sono fermati ad osservare il lavoro dei giovani artisti. Tutti i ragazzi che hanno partecipato sono stati premiati, ovviamente con un bel libro! Visto il successo riscosso dall’iniziativa, il prossimo anno torneremo sicuramente in piazza con una nuova coloratissima infiorata!

Eventi di primavera

Tutti i numeri della biblioteca!

Con il mese di marzo è ripartita la consueta attività di promozione alla lettura curata dalla rete Bibliolandia. Il calendario di quest’anno ha visto lunedì 14 marzo presso la Sala Polifunzionale, la messa in scena di una lettura animata per le due classi prime della Scuola Primaria di Cenaia, curata dall’Associazione culturale Il Gabbiano. Giovedì 26 maggio, sempre nella Sala del comune, si terrà invece l’incontro tra l’autore per ragazzi Guido Sgardoli e le classi seconde della Scuola Media di Crespina. Guido Sgardoli è nato a San Donà di Piave nel 1965 e lavora a Treviso come veterinario. Ha pubblicato svariati racconti ed ottenuto significativi risultati partecipando a diversi premi letterari. Nel 2009 si è aggiudicato il “Premio Andersen”, principale riconoscimento italiano attribuito agli autori di libri per ragazzi. La biblioteca comunale ha messo a disposizione diversi libri di Sgardoli agli studenti, che avranno così la grande possibilità di incontrare direttamente l’autore.

BiblioNEWS Notizie tra gli scaffali.

La biblioteca comunale di Crespina è cresciuta anche nel 2010. Il numero dei prestiti dal 1 gennaio al 31 dicembre 2011 è stato di 2648 (nel 2009 erano stati 1903), così come il numero delle presenze registrate in biblioteca (1900 contro le 1700 dell’anno passato). Il numero dei libri e Dvd posseduti dalla biblioteca comunale è passato dalle 9083 del 2009, alle 9227 unità del 2010. Ciò conferma il trend positivo delle biblioteche appartenenti alla rete Bibliolandia, che malgrado le difficoltà economiche ed i tagli, continuano a mostrare segni di vitalità e di crescita. Le piccole e medie biblioteche di pubblica lettura, continuano fortunatamente a rivestire nel nostro territorio un importante ruolo di offerta informativa, culturale, nonché di aggregazione sociale.

BIBLIOTECA CLIMATIZZATA! Il caldo è insopportabile? Le vacanze ancora lontane? Vieni a rinfrescarti con qualche buona lettura o semplicemente a curiosare tra gli scaffali! STAI PROGETTANDO LE TUE VACANZE? In biblioteca puoi trovare guide aggiornate su molte mete italiane ed europee.

ORARIO APERTURA BIBLIOTECA Lunedì 15.00 - 18.00 Martedì 15.00 - 18.00 Mercoledì 9.00 - 13.00 15.30 - 18.00 Giovedì 15.30 - 18.00 Venerdì 15.00 - 18.00

L’iscrizione al prestito è gratuita Durata prestito LIBRI = UN MESE Durata prestito DVD = 7 giorni

Tel. 050/634746 biblioteca@comune.crespina.pi.it

(Catalogo collettivo della Rete Bibliolandia)

Consulta il catalogo Online: www.bibliolandia.it

7

VUOi ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SU TUTTI GLI EVENTI PROMOSSI DALLA BIBLIOTECA? Iscriviti in biblioteca (la tessera è gratuita) e lascia il tuo indirizzo di posta elettronica. Oppure iscriviti su FACEBOOK al gruppo “Biblioteca comunale di Crespina”.

GRUPPO BIBLIOTECA COMUNALE CRESPINA ANCHE SU FACEBOOK!!!

La Tana del Riccio

Chi ha paura della civetta?


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Cenaia Spazio Festa Sergio Tognoni Assessore ai lavori pubblici

S

ono finalmente cominciati e stanno procedendo a ritmi sostenuti i lavori per la realizzazione di uno “Spazio Festa” a Cenaia. Si tratta di un investimento in una struttura molto moderna e funzionale capace di ospitare, al coperto, circa 300 posti a sedere e completa di cucina, magazzino e locali tecnici. Una struttura in cemento e legno in grado di resistere anche ad eventuali piccoli allagamenti ai quali purtroppo la zona era soggetta ma con alcuni accorgimenti tecnici il problema si può dire che sia superato. Il progetto è dello studio Colucci & partners. Ci preme segnalare il grande impegno profuso nella realizzazione dell’intera area ed in modo particolare degli spazi esterni da parte della nostra area tecnica guidata dall’Arch. Galletti e che vede anche il Geom. Mannari quale responsabile unico del procedimento ed in particolare appunto della realizzazione degli spazi esterni. È una corsa contro il tempo dove tutti stanno facendo il loro massimo per far sì che la Fiera di Cenaia e la concomitante Festa della Misericordia di Cenaia possano essere svolte nella nuova struttura. Il progetto comprendente anche un campo in sintetico che consentirà allenamenti anche giornalieri ripetuti in modo da salvaguardare il fondo dei campi principali di Crespina e di Cenaia. L’investimento è di circa € 800.000,00.

Il territorio

Adottato il nuovo Piano Strutturale David Bacci Assessore urbanistica ed edilizia privata

I

n Consiglio Comunale è stato adottata la variante al nuovo piano strutturale del Comune. Dopo la variante per le aree produttive che è stata approvata definitivamente nel 2008, l’Amministrazione ha gettato così le basi per la nuova variante generale del Piano Strutturale e del Regolamento Urbanistico. Lo sviluppo del Comune nei prossimi decenni parte proprio da questo lavoro ed è quindi, comprensibile come sia stato un giorno ed un Consiglio molto importante. La variante rappresenta quelle che sono le linee di indirizzo che definiscono gli obiettivi di sviluppo del Comune di Crespina, delle azioni conseguenti, degli effetti ambientali, urbanistici, territoriali, sociali ed economici attesi. Il processo sarà molto importante, complesso e lungo, dopo l’approvazione del piano strutturale ci saranno le fasi che porteranno all’approvazione definitiva del regolamento urbanistico. In questo processo sono coinvolti Provincia, Regione e i gestori dei vari servizi pubblici, sono e saranno organizzati incontri pubblici per un confronto con la tutta la popolazione, con le associazioni di categoria degli operatori economici, con le associazioni impegnate nel territorio (nel sociale, nello sport e nelle attività culturali, sindacati), con i tecnici operanti sul territorio, con i rappresentanti politici. Complimenti davvero a tutti per il lavoro svolto, al progettista ed a tutti i tecnici del comune coinvolti. In questo piano ci sono davvero le basi fondamentali per poi riuscire a raggiungere obiettivi importanti e qualificanti per il nostro territorio, con la stesura del nuovo regolamento urbanistico. Il nuovo piano prevederà nuovi insediamenti soprattutto a Cenaia ed anche a Crespina, ma mirerà anche a ‘ricucire’ le zone urbanizzate esistenti, da rivedere e riqualificare, e garantirà un adeguato nuovo sviluppo edilizio laddove possibile ed opportuno. Sarà garantito il rispetto urbanistico del paesaggio, impedendo insediamenti ad alta densità che non sono propri di realtà territoriali come la nostra. Crediamo fortemente in uno sviluppo sostenibile, compatibile con il paesaggio e le peculiarità diverse dei nostri centri urbani del Comune. Il nuovo Piano Regolatore privilegerà decisamente la qualità dello sviluppo dei nostri territori e non la quantità. Saranno tutelati gli aspetti paesaggistici dei nostri territori, cercando di valorizzare e riqualificare i borghi del Comune. Le scelte che dovremo fare oggi incideranno notevolmente sulla crescita del Comune per i prossimi decenni, e con questo nuovo piano strutturale le premesse per fare davvero un buon lavoro ci sono tutte.

A settembre pronto il campo in sintetico Marco Romboli Assessore allo sport

A

settembre sarà inaugurato il nuovo campo in sintetico, nell’area sportiva di via Pennati a Cenaia. Una struttura polifunzionale delle dimensioni di 70x50 metri coperta da erba sintetica. Un intervento questo sul quale abbiamo puntato molto per tutta una serie di motivi. Ormai da diversi anni la Scuola calcio Colline Pisane, è diventata una realtà importante del nostro territorio e non solo con i loro 230 ragazzi. È fondamentale realizzare struttire funzionali ed accoglienti per dare la possibilità a questi bambini di poter praticare lo sport all’interno di strutture efficienti. In più una

8


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

forma di collaborazione con l’associazione per continuare l’ottimo lavoro, riconosciuto da tutti, che stanno portando avanti. L’intervento ha un’altra importantissima valenza; essendo a poca distanza dalle scuole elementari, consentirà agli alunni, durante l’anno scolastico, di poter svolgere educazione fisica in una struttura finalmente idonea per l’attività. La polifunzionalità del campo, inoltre, darà la possibiltà di svolgere manifestazioni di altra natura sportiva, tenendo presente che da diverso tempo nel nostro territorio altre realtà sportive stanno facendo un ottimo lavoro, e siamo sicuri che l’opera porterà un notevole contributo. Infine, essendo il campo adiacente lo spazio festa, sarà un luogo a disposizione della collettivà in occasione di fiere e di eventi, e durante tutto l’arco dell’anno; in considerazione del fatto che esistono tutta una serie di squadre composte da nostri concittadini, sarà a loro disposizione per lo svolgimento dei tornei a cui partecipano, per i quali fino ad oggi hanno utilizzato strutture di altri comuni.

Marco Romboli Assessore al decoro urbano

N

ei mesi scorsi sono stati ultimati i lavori di sistemazione dell’area giochi di Cenaia. Un intervento importante, che ha consentito di riqualificare una zona importante del paese. Da diverso tempo le strutture e l’area avevano bisogno di vari interventi; con una spesa complessiva di circa 16.000 euro sono stati installati nuovi giochi e sistemati quelli già esistenti, rendendo il tutto più accessibile ai bambini e ai genitori. In più l’intera area è stata adottata dalla cooperativa Collecoop, che si occupa della pulizia delle strade. Una collaborazione questa, che consentirà una migliore manutenzione e controllo dello spazio. Un intervento questo, fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale, convinti sempre di più che per una buona vivibilità del centro urbano, uno spazio all’aperto esclusivamente dedicato ai bambini e alla famiglia è fondamentale. In considerazione di ciò diventa importante, aver realizzato quest’opera funzionale e accogliente per tutta la collettività, pronta ad accogliere tutta una serie di iniziative dedicate ai bambini. Questo è un punto di partenza, nel senso che la nostra attenzione verso i più piccoli non si esaurisce qui, con la volontà di realizzare altre aree nel territorio comunale.

Il Metanodotto Palaia - Collesalvetti Massimiliano Vannini Assessore infrastrutture del sottosuolo

I

l giornalino che arriva nelle case, con cui l’Amministrazione Comunale informa sulle iniziative del proprio territorio, spesso è pieno di articoli e descrizioni di risultati raggiunti, opere fatte, altre in programma. L’informazione deve arrivare ai cittadini anche quando la notizia non è affatto entusiasmante.

Già dal mese di Maggio, transitando sulla FI PI LI, ramo per Livorno, si vede nei pressi di Vicarello un grande cantiere con un tubo di 1 metro e 20 da calare dentro una trincea. Il fronte di quel cantiere è molto ampio e finché lo si apprezza nelle vallate coltivate in maniera estensiva (cereali, frumento, girasoli ecc…) il cantiere come si è aperto presto si chiuderò e con esso si rivedrà la coltre verde in quei campi. Nel nostro territorio comunale la parte pianeggiante si diluisce nella parte collinare in una lunga fascia agricola per sua natura molto delicata. In queste zone è difficilissima la programmazione urbanistica e di “sviluppo”, fatto salvo il fatto che tradizionalmente queste aree sono particolarmente vocate per colture agricole specialistiche (e di qualità aggiungo volentieri) quali la produzione del vino, con i caratteristici filari di vite e la coltura tipica che rendono i nostri vivai eccellenza europea: le barbatelle. Fin dall’origine della conferenza dei servizi che ha visto il Comune di Crespina invitato quale Ente interessato, l’Amministrazione, per voce del suo Sindaco e del sottoscritto Assessore Delegato alle infrastrutture sotterranee, ha approfondito la natura di questo progetto “di interesse nazionale”, per comprenderne il valore e so-

9

Il territorio

Area giochi di Cenaia


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

prattutto valutarne l’impatto sull’ambiente, la sicurezza e sull’economia del territorio che amministriamo. Preme precisare che il procedimento, lungo e molto complesso, è promosso dalla SNAM e vede il Comune di Crespina semplice invitato alle conferenze dei servizi, mentre la responsabilità è totalmente nelle potestà della Provincia di Pisa. In queste sedi abbiamo cercato di sintetizzare le esigenze dei cittadini e degli imprenditori che ci hanno contattato o che hanno espresso pubblicamente la propria opinione anche in una assemblea a suo tempo convocata nel Municipio. In tutte queste fasi il Comune di Crespina ha teso a mettere in evidenza soprattutto la criticità dei territori in rapporto alla ricaduta socio-economica. Posizione, è bene renderlo chiaro, sostenuta a varie fasi ed in modo molto costruttivo, da tutti i gruppi consiliari, anche di opposizione. Il progetto per queste nostre iniziative è stato più volte sospeso ed integrato, il percorso rivisto e “corretto”, le valutazioni integrate con nuovi indicatori. In alcune sezioni del percorso sono state previste tecnologie costose tese a mitigare gli effetti, quali la trincea con “spingitubo” sotterranea. In altre parole il Comune ha ragionato in questo modo: visto che il progetto del gasdotto dobbiamo subirlo perché di interesse sovraordinato, facciamo in modo di mitigare gli effetti cercando un tracciato che minimizzi i danni, anche se questo costerà di più alla SNAM.

Il territorio

Come ci è stato riconosciuto dalla stampa, anche sulla cronaca nazionale, Crespina è stato l’unico Comune che, per mezzo del Sindaco e dell’Assessore, si è fatto carico di difendere gli interessi dei nostri cittadini e del nostro territorio. Abbiamo ottenuto importanti risultati, certo il gasdotto passerà comunque, però lo farà seguendo un tracciato ottimizzato. Alla fine dei lavori non resterà niente di visibile, si tratta di sopportare per qualche mese alcuni disagi… Ne avremmo fatto volentieri a meno, se non altro abbiamo ottenuto il massimo che si poteva ottenere.

I

Il controllo del territorio e la sicurezza dei cittadini: una Caserma dei Vigili a Cenaia per un servizio sempre migliore.

l controllo del territorio e la sicurezza dei cittadini sono aspetti della società che rivestono un’importanza fondamentale. Fortunatamente il nostro Comune si trova in una condizione decisamente positiva da questo punto di vista. Gli episodi di microcriminalità sono del tutto assenti ed i furti nelle abitazioni sono, da molti anni, attestati ad un livello fisiologico di circa dieci all’anno. L’abusivismo edilizio è un fenomeno dalla dimensione irrilevante, tranne alcuni sporadici episodi, in parte involontari. Queste considerazioni ci portano a concludere che il nostro territorio è in generale sicuro ed amministrativamente sotto controllo.

Thomas D’Addona Sindaco

Da Sindaco, in qualità di Responsabile della sicurezza urbana, non posso che essere lieto del clima di collaborazione che c’è con i Carabinieri, un clima in cui, nel pieno rispetto delle competenze specifiche, il territorio viene gestito in maniera ottimale. Ma oltre alle funzioni di controllo, la Polizia Municipale fa un attività ordinaria per la quale il contatto con i Cittadini è molto importante. Coordinati dal nuovo Comandante, Cap. Angelo Coli, l’Ufficio di Polizia Municipale, che conta quattro unità, si occupa di polizia annonaria, della gestione della viabilità, di interventi di natura ambientale, del rapporto con i cacciatori etc.

Ma quali sono gli strumenti che il Comune ha per poter mantenere questo stato delle cose ed arginare eventuali derive negative che si dovessero presentare? Naturalmente la risposta sta nel Corpo di Polizia Municipale che opera, seguendo un servizio di turnazione, in tutto il nostro territorio comunale. Se nel Comune di Crespina viviamo una situazione di sicurezza ed ordine, buona parte del merito va all’operato della nostra Polizia Municipale. Il fatto poi che i nostri Vigili operino in stretta collaborazione con la Stazione dei Carabinieri di Cenaia va certamente a vantaggio della celerità e della concretezza dell’azione di controllo.

Per tutti questi motivi abbiamo deciso di aprire, oltre alla sede centrale presso il Municipio di Crespina, una vera e propria caserma dei Vigili presso i locali ex ambulatorio a Cenaia, che si sono resi vacanti dopo che l’anno scorso la cooperativa che gestiva l’asilo nido ci ha comunicato che cessava l’attività per insufficienza del numero degli iscritti (solo cinque). Dunque non si tratta di un trasferimento degli uffici, ma solo di una seconda sede a Cenaia; la sede centrale a Crespina resterà aperta ed il ricevimento dei cittadini sarà fatto alternativamente in entrambe le sedi. Tuttavia la necessità di controllare il traffico sulle strade principali del Comune (le

10


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

due provinciali Via Lavoria e Via Vittorio Veneto, Via Aldo Moro etc…) e la necessità di garantire la sicurezza nei pressi della scuola elementare, nonché la volontà di contrastare la sosta irregolare che a Cenaia è un fenomeno più grave che a Crespina e crea notevoli disagi ai pedoni, ha fatto sì che si sia resa necessaria l’apertura della seconda sede dei Vigili a Cenaia. Ad ogni modo, a chi pensasse che questo è il primo dei trasferimenti degli uffici da Crespina a Cenaia dico chiaramente che non è così, la sede del Comune e dei suoi Uffici è e resterà a Crespina, per mille ragioni.

A proposito di lavori pubblici

Sergio Tognoni Assessore ai lavori pubblici

VIA LUSTIGNANO PISTA CICLOPEDONALE Prossimi alla conclusione i lavori di ampliamento di Via Lustignano con annessa pista ciclabile. Un progetto anche questo affidato allo studio Colucci & partners. Ormai manca poco più che l’illuminazione di tutto il percorso – ovviamente già predisposta – che sarà a Led in modo da impattare pochissimo nella bolletta energetica del nostro Comune. Sono da completare i marciapiede posti sul lato sinistro della strada (opposti alla pista) e l’alberatura; per quest’ultimo intervento dovremo attendere il mese di Settembre per non mettere a rischio le piante messe a dimora in mesi di scarsa pioggia.

Rendering del progetto di ampliamento di Via Lustignano.

11

Il territorio

SAN MICHELE Nel mese di luglio avranno inizio i lavori di sondaggio per riportare alla luce gli affreschi, solo in parte visibili, anche se non completamente. I lavori sono stati finanziati dalla FONDAZIONE CASSA RISPAMIO DI PISA con circa € 40.000,00. Tuttavia c’è già un impegno del medesimo Istituto a rivedere l’importo del finanziamento destinato al totale recupero degli affreschi … che ci auguriamo vengano individuati. Quanto alla struttura dell’immobile: completato il rifacimento di tutto il tetto restano da fare i lavori di consolidamento dei fondamenti che saranno finanziati da una parte della vendita dell’immobile di Via XXI Aprile, che avverrà entro il mese di Settembre.


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Ordinanza pulizia dei terreni Marco Romboli Assessore politiche ambientali

N

ei prossimi giorni verrà pubblicata l’ordinanza per l’annuale pulizia dei terreni, manutenzione delle siepi, ed eliminazione degli elementi di pericolo e ingombro alla viabilità. Ravvisata la necessità di assicurare la pulizia di detti terreni, al fine di prevenire pregiudizi per la pubblica e privata incolumità, fenomeni di autocombustione ed inconveniente di carattere igienico-sanitario, si ordina a tutti i proprietari/affittuari e agli utilizzatori di terreni, ubicati in tutto il territorio comunale, di provvedere a proprie spese, per la relativa pulizia e bonifica, mediante le operazioni necessarie. - Per i terreni presenti nel centro abitato e perimetrati da strade pubbliche, dovranno provvedere allo sfalcio di tutta la superficie. - Le siepi dovranno essere regolate secondo i confini, senza invadere la proprietà pubblica - I rami che da proprietà privata invadono la pubblica via, dovranno essere regolati da parte dei proprietari, onde evitare l’instaurarsi di condizioni di pericolosità per i pedoni o per la circolazione dei veicoli.

Ambiente

Nel caso di inadempienze da parte dei privati sarà comminata una sanzione amministrativa da un minimo di euro 75 ad un massimo di euro 450; pagamento in misura ridotta euro 150. Verrà inviata una diffida a compiere i lavori entro 15 giorni dalla data di ricezione della diffida. Trascorso inutilmente il periodo di tempo indicato per compiere i lavori, gli uffici provvederanno all’esecuzione degli stessi; le spese sostenute, comprensive anche del costo del personale dell’Amministrazione Comunale, saranno a carico dei proprietari inadempienti. In caso di recidiva le sanzioni saranno raddoppiate.

Sedi per il ritiro delle taniche d’olio per frazioni:

Ricordati di smaltire l’olio combustibile nei centri di raccolta

MISERICORDIA DI CRESPINA Crespina, frazioni di Tripalle Siberia e Botteghino

Continua a seguire le regole per un corretto smaltimento dei rifiuti

MISERICORDIA DI CENAIA frazioni di Cenaia, Le Lame Lavoria, Ceppaiano, Volpaia

La stazione ecologica a Lavoria Massimiliano Vannini Assessore rapporti con società partecipate

S

ono iniziati i lavori per la stazione ecologica in Lavoria. Questa sorgerà sul retro dei capannoni posti sulla strada provinciale, accessibile dalla strada che è in prossimità dell’incrocio con Via Zavagno. Ma cos’è una stazione ecologica e come funzione? La stazione ecologica è un’area attrezzata e custodita prevista dalla normativa come strumento per la raccolta differenziata. E’il luogo per raccogliere tante tipologie di rifiuti urbani e assimilati che non riusciamo a smaltire nei cassonetti comuni, quali gli ingombranti, i metalli, i residui da costruzione e demolizione, il legno, i rifiuti ingombranti, i beni durevoli, il verde di giardini, ecc. La stazione ecologica dunque non sostituisce, ma integra, la funzione dei contenitori posizionati su territorio. I rifiuti vanno portati alla stazione ecologica con mezzi propri e consegnati separati. Il servizio è gratuito ed è rivolto alle utenze domestiche e non domestiche (attività, negozi, ristoranti ecc...), la gestione correlata ne garantisce funzionalità e decoro. Poiché grazie alla gestione elettronica informatizzata dell’afflusso, l’utente virtuoso avrà diritto a punti sconto sulla bolletta della TIA, oltre a contribuire ad avere un ambiente più presentabile (finirà la storia incivile oltre che costosa per i contribuenti, dei rifiuti abbandonati nelle isole di raccolta?). Con l’apporto della differenziazione del rifiuto garantito da questa struttura tutto il comune potrà garantire livelli più degni e civili di selezione, abbattendo ulteriormente i costi della gestione del servizio di smaltimento. Una volta valutata funzionale la stazione ecologica, potrà essere aperta una campagna di valutazioni seria sull’eventualità di smaltire i rifiuti attraverso il sistema “porta a porta”, al momento troppo oneroso per famiglie ed imprese, ma che garantirebbe un notevole passo avanti per il nostro ambiente.

12


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

La raccolta dei rifiuti: segui le regole Per fare veramente bene la raccolta differenziata occorre sapere come e dove gettare correttamente i rifiuti. 1. Getta ogni rifiuto nello specifico cassonetto 2. Non depositare i sacchetti fuori dai cassonetti 3. Chiudi bene i sacchetti in modo da non far fuoriuscire il contenuto 4. Comprimi gli imballaggi: rompi i cartoni per ridurre il volume e schiaccia le bottiglie di plastica La raccolta a domicilio Chiamando il numero verde 800.95.90.95 dal telefono fisso o lo 0587.261880 da cellulare (dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 16:30) oppure prenotando online dal sito www.geofor.it è possibile usufruire gratuitamente del servizio di ritiro a domicilio di materiali ingombranti e pericolosi (elettrodomestici, mobili, batterie al piombo per auto e moto, etc...)

Bottiglie di latte, acqua e olio, reti per frutta, vaschette per alimenti barattoli gelato, film e pellicole, flaconi per detersivi o cosmesi, scatole e buste per confezioni di abbigliamento, vetro, tetrapak, metallo (barattoli di latta per alimenti e non)

Riviste, scatole di cartone, imballi per alimenti (senza imballi di plastica, polistirolo o PVC)

Tutti i rifiuti di origine animale o vegetale come avanzi di cibo, fondi di caffè, bustine di tè, pane. Nell’organico vanno gettate anche le potature e gli scarti di orto e giardino.

13


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Thomas D’Addona Il Sindaco Iselda Barghini Assessore Attività Produttive

I

l successo dell’iniziativa organizzata a Cenaia lo scorso 2 Luglio dal Centro Commerciale Naturale del Comune di Crespina è andato oltre le migliori aspettative. L’iniziativa ha registrato una partecipazione numerosissima di cittadini del nostro Comune e non solo, ed i commenti all’iniziativa sono stati a dir poco entusiastici da parte di tutti. Promozione dei nostri prodotti e delle nostre attività commerciali e divertimento per tutti, sulla via Vittorio Veneto dalle sei all’una passata c’è stata una bellissima festa. Molto movimentata, molto partecipata e soprattutto molto ordinata nella sua frenesia. Ci tengo a precisare che, salvo un coordinamento iniziale dell’assessorato e salvo l’assistenza tecnica della Polizia Municipale, il merito dall’iniziativa va senza dubbio agli organizzatori, i nostri commercianti che da mesi hanno lavorato alla preparazione di questo evento e sono stati ripagati da questo enorme successo. A loro va il plauso, pieno e totale, dell’Amministrazione Comunale. Motivo di particolare orgoglio e soddisfazione è il fatto che, per la prima volta dopo molti anni e dopo alcuni tentativi, i commercianti siano riusciti finalmente a coordinarsi ed a portare in porto un’iniziativa autonoma, riuscendo a superare quei personalismi e quegli egoismi, che fino adesso avevano impedito un successo del genere. La costituzione del Centro Commerciale Naturale promossa e voluta dall’Assessore Barghini ha avuto i suoi frutti, adesso i commercianti sono a tutti gli effetti una associazione ufficiale del nostro Comune. Per questo posso dire che la vittoria è duplice. Spero che il successo ottenuto induca i Commercianti a prendere atto della bontà dell’idea e del valore dei risultati, non solo in termini economici, ma soprattutto in termini di gradimento della popolazione che, ne sono certo, ci è molto grata. Tra i vari commenti alla serata, tutti molto positivi, alcuni hanno rilevato che questa iniziativa fosse risultata addirittura più bella e coinvolgente della fiera di Settembre: la notte bianca è andata talmente bene che per certi versi questo è senz’altro vero. Pertanto il nostro auspicio è che questa iniziativa si possa ripetere in futuro, certo l’organizzazione è onerosa e faticosa, ma la soddisfazione ripaga tutti i sacrifici fatti. Un vecchio adagio recita: “chi vuole andare veloce va da sé, chi vuole andare lontano va con gli altri” e i vecchi adagi, si sa, hanno sempre ragione.

Un anno di successi per lo sport a Crespina Marco Romboli Assessore allo sport

L

a stagione sportiva appena conclusa è stata ricca di successi per le associazioni del nostro territorio. In ambito calcistico, per il Cenaia è stata un’annata indimenticabile; vittoria del campionato juniores provinciali e per la prima squadra conquista del campionato di prima categoria e ritorno in promozione. Stesso percorso per l’Us Crespina che con la vittoria dei play off di seconda categoria approda, dopo una stagione tanto ricca di soddisfazioni, nella categoria superiore. Una vittoria prestigiosa è stata ottenuta, in ambito venatorio, dal nostro concittadino Patrizio Patrizzi laureatosi, in Austria, campione europeo di caccia con selvatico abbattuto. Infine, l’Amministrazione Comunale intende complimentarsi, per i risultati ottenuti e per il lavoro che sta svolgendo, con l’associazione Ginnastica Tica. Una realtà che da qualche anno svolge la propria attività nel nostro territorio. Un arrivo, dal punto di vista sportivo, molto importante per il Comune, sia come disciplina sportiva che si sta sempre di più consolidando a Crespina, al pari delle realtà del ciclismo e del calcio, sia per l’ottimi risultati che stanno ottenendo. A questo proprosito mi preme complimentarmi con Gabriele Rossi, un bambino di 7 anni vincitore del campionato italiano d’artistica maschile categoria mini prima. Davide Lemmi, campione regionale. Per la sezione ritmica: Romano Giada e Fabbricotti Gaia: Camp.Nazionale 2°Classificate Coppia 2 Cerchi Esordienti Minuti Chiara, Galluzzi Guendalina, Lanni Asia, Martini Alessia, Zingoni Ludovica: Camp. Nazionale 2°Classificate Squadra Senior Cerchi e Clavette Per la sezione artistica femminile: Caroti Adele, Benedettini Alice e Gradassi Aurora: Camp.Nazionale 2° Classificate Squadra Caroti Adele: Camp.Nazionale 3°Classificata Specialità Trave Gradassi Aurora: Camp.Nazionale 2°Classificata Specialità Trave Benedettini Alice: Camp.Nazionale 3°Classificata Specialità Corpo Libero Rinnovo i complimenti da parte di tutta l’Amministrazione Comunale e con l’augurio che il prossimo anno sia ancora pieno di soddisfazioni

15

Accade a Crespina

Centro Commerciale Naturale


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Torneo Scuola calcio “Colline Pisane” Luca Melani Presidente Scuola calcio Colline Pisane

Q

uest’anno nei mesi di maggio e di giugno si è svolta la 7° edizione del torneo di calcio giovanile “Colline Pisane”. Una manifestazione sportiva che si è articolarta in circa 90 partite, vedendo la partecipazione di circa 55 squadre provenienti dalle provincie di Pisa e Livorno. Tanti bambini a partire dalla classe 1998 fino ai più piccoli del 2004 sono scesi in campo in un clima di allegria e divertimento reso possibile dall’ottima organizzazione del torneo. Una menzione speciale e carica di affetto pert le persone che hanno contribuito con determinazione e spirito di abnegazione al torneo: Barsacchi S., Freschi F., Guerrini S., Spadavecchio F., Salerno S., Raspi C., Sibilia V., Incrocci B., Bentivegna C., Montecchiari M., Meazzini C., Bacci F., Porzio G., Natalizio D., Baesso M., Cosentini F., Vara C., Balestri S., Barghini I., Gasperini T., Meazzini R., Vannini S., Baroncini D., Lorenzetto S., Bani C., Signorini V., Savino P., Di Palma A., Mancini S., Piu E., Fiore G., Becherini V., Incrocci T., Perruzza A., Candelma M., Batoni S., Emanuele G., Vannini M., Landi E., Capannini A., Grassi, Montagnani A., Oasi del Verde. Tutte queste persone hanno dimostrato che con la volontà e il sacrificio si raggiungono traguardi importanti, nell’esclusivo bene dei nostri bambini.

Marco Romboli Assessore allo sport

O

gni anno che passa questo appuntamento è la dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto nel settore giovanile. Una realtà quella della “Scuola calcio Colline Pisane” tra le più importanti di tutta la provincia di Pisa; con più di 230 ragazzi coprono con le loro squadre tutto il settore giovanile.

Sociale

Una crescita così importante e certi risultati non arrivano per caso. Sono la dimostrazione dell’impegno da parte dei componenti della società, dalla disponibilità dei genitori e dall’impegno di persone che con il loro supporto a livello di volontariato danno il loro importante contributo. Tutti questi aspetti sono la conferma di un percorso che migliora di anno in anno e che mi auguro possa continuare a valorizzare e promuovere lo sport nel nostro territorio. L’amministrazione Comunale si complimenta ancora una volta con l’associazione, augurando a tutti i componenti un futuro pieno di soddisfazioni.

Campi solari 2011 David Bacci Assessore all’Istruzione

N

egli ultimi anni i tagli generalizzati che hanno interessato il settore della pubblica istruzione stanno mettendo in grossa difficoltà tutti gli operatori, con un’offerta formativa per i nostri bambini e ragazzi che trova sempre più difficoltà a mantenersi a certi livelli. I servizi che gli Istituti Comprensivi ed i Comuni riescono a garantire sono ormai quelli essenziali. Le risorse per finanziarie progetti educativi diversificati e necessari magari per esigenze particolari sono sempre di più non sostenibili. Anche le proposte estive come ad esempio i campi solari, non tutti i comuni sono stati in grado di riproporli anche per questo anno. Le risorse sono sempre minori.. mentre le richieste sono sempre crescenti e diversificate. Lo sforzo che l’amministrazione di Crespina ha fatto per riuscire a sostenere e mantenere il tempo prolungato per una sezione della scuola elementare, è stato notevole. Fino a dicembre 2010 il tempo prolungato è stato infatti certamente a rischio, come già detto anche in altre occasioni, con tutto quello che ne sarebbe conseguito. Nonostante questo e con risorse sempre più latenti, anche per questo anno è stato deciso di ripetere e sostenere il progetto dei campi solari 2011. Certamente rispetto agli anni passati le disponibilità non potevano che essere notevolmente inferiori ma in ogni caso sono stati comunque finanziati progetti per circa 15000 €, comprendenti anche le spese per i trasporti e per la refezione. Siamo sempre convinti che anche la vacanza estiva possa costituire un momento di socializzazione e di crescita per i ragazzi e contribuisca a sviluppare la loro creatività e le loro capacità espressive. L’Amministrazione ha sempre cercato di diversificare le offerte proponendo esperienze nuove per offrire alle famiglie un servizio di qualità e ai bambini una risposta versatile ed attenta alle loro esigenze. Per questa estate 2011 abbiamo deciso di continuare la collaborazione con l’Associazione Artemide e l’istituto Comprensivo “G. Mariti”. L’Associazione Artemide è stata pertanto sostenuta con un contributo per tutto il programma estivo. L’Associazione sarà impegnata ad organizzare con i propri animatori ed educatori, un

16


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

intervento educativo per i bambini della scuola elementare. Il campo si svolgerà presso la Scuola Elementare di Cenaia da lunedì 13 giugno a venerdì 22 luglio con festa finale sabato 23 luglio. Saranno previsti anche uscite programmate al mare, in piscina, al parco tematico Santa Barbara di San Miniato, alla fattoria bellavista e presso la palestra Eudora. Le attività invece promosse dall’Istituto Mariti e sostenute dal Comune, si svolgeranno al mare presso il bagno “Il Viciente” di Calambrone e saranno seguite dai docenti dell’Istituto coordinati da un Professore di educazione fisica. Il periodo di svolgimento sarà dal 4 al 15 luglio, dal lunedì al venerdì.

Consulta Comunale dei Giovani

CIl nove di febbraio si è svolta nella sala consiliare del Municipio, la prima riunione dalla neonata Consulta dei giovani del Comune di Crespina. Dopo quindi un percorso durato mesi ed alcune riunioni preparatorie svoltesi nel 2010 che avevano visto la partecipazione attiva dell’assessorato alle politiche giovanili, rappresentato dalla vicesindaco Iselda Barghini, sondare e coordinare le varie istanze provenienti dai “desiderata” dei ragazzi che avevano partecipato e dimostrato interesse in questo progetto, l’assemblea dei ragazzi è diventata realtà! Fondamentale è stata la stesura dell’”Atto Costitutivo e Regolamento” della Consulta, elaborato dalla Commissione Sociale del Comune di Crespina, un documento che fissa compiti, attribuzioni e modalità di funzionamento della Consulta stessa (consultabile attraverso il sito comunale). L’atto è stato approvato dall’assemblea la quale ha eletto come Presidente: Valentino Pandolfi ; Vice Presidente Sara Armani e segretario Valerio Gherardini (Operatore dello Sportello Informagiovani). Al consiglio comunale si affilia così questo nuovo organo (peraltro previsto dallo statuto del nostro comune), la cui funzione è quella di farsi portavoce, presso le istituzioni amministrative, delle problematiche dei giovani, ma anche delle loro opinioni e/o proposte. Molti però per “consulta giovanile”, intendono un’associazione che organizza delle rassegne di gruppi musicali emergenti , concerti e qualche partita di pallavolo… Insomma, l’opinione pubblica associa a “consulta giovanile” le seguenti qualificazioni: “niente di che”, o, al massimo “cose di politica”… In realtà, la consulta non è solo questo! O almeno, non deve esserlo! Innanzitutto, per definizione, essa vuole essere un organo comunale, ma “apartitico”, nel senso che l’unico schieramento in cui milita la consulta è quello dei giovani dai 13 ai 32 anni, senza distinzione di idee politiche, gusti ed orientamenti. In altri termini, la consulta vuole essere un organo super partes, il cui obiettivo principale è creare le condizioni adatte affinché i giovani possano realizzare al meglio il loro inalienabile diritto al divertimento, alla cultura, alla cittadinanza attiva…esprimendo proposte ed elaborando progetti sulle problematiche che li riguardano più direttamente. Un divertimento non semplicemente fine a se stesso, ma altresì legato alla possibilità di poter esprimere quell’esigenza biologica, a quanto pare innata negli esseri umani, di far gruppo, di stare insieme, o meglio, di realizzare qualcosa insieme a qualcuno. La consulta si prefigge di essere, non un’ ulteriore associazione che vada semplicemente a sommarsi alle altre già esistenti, né ha la minima intenzione di entrare in collisione con queste. Al contrario, seguendo la logica dell’inclusione, aspira a fungere da collante fra tutti i movimenti (ci tengo a sottolinearlo, senza distinzione di orientamento politico) che interessano i giovani in quanto tali. L’obiettivo è quello di stimolare il fermento giovanile della cittadinanza, in funzione di una certa sinergia tra le distinte associazioni, con il supporto operativo dello Sportello Informagiovani ed una comunicazione sempre più costante e diretta tra tutti i ragazzi interessati a dare il loro contributo, attraverso passaparola e la pagina Facebook della Consulta Giovani di Crespina. A quali iniziative mi riferisco? … Beh, a questo punto non resta che deciderlo insieme!

17

Sociale

Tutte queste iniziative comportano certamente un considerevole impegno economico ma l’Amministrazione ha sempre considerato prioritari gli interventi che investono sulla formazione dei nostri ragazzi. La partecipazione a queste iniziative è sempre stata numerosa; ciò ci spinge a continuare certamente su questa strada. Buon divertimento a tutti!


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

P

urtroppo sembra ormai una consuetudine...tagli, tagli e tagli...sempre tagli. È certo che una politica di rigore, con i tempi che stiamo vivendo, appare necessaria, ma quello che purtroppo sta accadendo da troppo tempo sono i continui tagli lineari dettati da chi governa, su tutti i settori. Una politica attenta portata avanti da un paese moderno dovrebbe certamente riorganizzare ed ottimizzare tutti i servizi pubblici, razionalizzando le risorse disponibili, incentivando la meritocrazia..Imporre alle amministrazioni semplicemente di ridurre le spese dell’80% in tutti i settori e’ troppo semplicistico..lo saprebbe fare chiunque.. basta aggiungere il fattore moltiplicativo 0,8 ad ogni voce del bilancio dell’anno precedente e la finanziaria e’ fatta...ho forse un po’ amplificato lo stato delle cose ma comunque quanto detto rappresenta abbastanza fedelmente quanto sta accadendo da un po’ di tempo.

Scuola

Occorrerebbe invece andare ad analizzare in dettaglio i settori dove ridurre a fondo gli eventuali sprechi e dove invece premiare ed incentivare quegli aspetti e progetti che potrebbero essere ingrado di prospettare un futuro migliore. Bisognerebbe fare una valutazione strategica delle situzioni ed attuare quegli interventi utili per ripartire davvvero. La scuola rappresenta per ogni paese ed ogni amministrazione pubblica un settore nevralgico, fondamentale per poter investire e quindi garantire a tutti un futuro migliore. Ma come per tutti i settori anche la pubblica istruzione e’ sempre piu’ abbandonata a se stessa. Mancano addirittura i soldi per la carta igienica, per i fogli su sui scrivere, per i materiali delle pulizie...la scuola e’ costretta a ricorrere ai contributi volontari dei genitori per garantire risorse per i beni di prima necessità, ormai da troppo tempo.

Pubblica istruzione: i tagli lineari del Governo David Bacci Assessore all’istruzione

Anche il comune di Crespina e’ coinvolto in questa situazione difficile. L’Istituto comprensivo e’ sempre piu’ in difficolta’ ogni anno per far quadrare i bilanci col rischio di ripercussioni negative sull’offerta formativa a cui siamo ormai abituati e che e’ certamente di livello qualitativo elevato. Ad inizio di questo anno scolastico 2010-2011, ad esempio, siamo stati costretti, Comune e Direzione didattica, ad un incontro per valutare approfonditamente la situazione dal punto di vista econominco. Il 5° giorno di rientro (il venerdi’) della sezione col tempo prolungato alla scuola primaria ha comportato per il Comune dei costi ulteriori di circa 50000 euro all’anno. Un intervento importante ma come ripetuto varie volte, il Comune crede ed ha sempre creduto molto nella scuola e nelle politiche formative. Cosi’ chiedendo un piccolo sacrificio alle famigie mensile e dirottando nel progetto risorse ulteriori siamo riusciti a programmarlo. Ma i continui tagli ai comuni hanno messo a rischio addirittura, per questo anno appena trascorso, il tempo prolungato alla scuola primaria. Le conseguenze in caso di interruzione del servizio sarebbero state traumatiche sia dal punto di vista educativo-formativo per i bambini sia anche dal punto di vista pratico per i genitori, che avrebbero dovuto organizzarsi per gestire questa nuova situazione. Fortunatamente la politica accorta del comune ha permesso di reperire le risorse e continuare cosi’ a mantenere un servizio che e’ un vanto per il Comune. Il comune ha sempre investito nella scuola. La ristrutturazione e l’ampliamento della scuola materna di Ceppaiano e della scuola elementare di Cenaia hanno comportato investimenti per complessivi 2 milioni di euro circa! E la progettazione e realizzazione della nuova scuola media e’ ormai alle porte...un ulteriore investimento di almeno 2,5 milioni di euro. Oltre agli investimenti, ogni anno il Comune di Crespina investe moltissimo delle proprie risorse per il servizio della pubblica istruzione. Si tratta di circa 650.000 euro complessivamente speso ogni anno per la pubblica istruzione, tra progetti educativi, patto per la scuola (sottoscritto con la Direzione didattica), buoni servizio, trasporto, campi solari, attrezzature, arredi, utenze, manutenzioni, refezione, ecc.... Quindi il Comune investe ed interviene moltissimo in questo settore di fondamentale importanza. Tutto questo va certamente a beneficio dei nostri bambini e delle famiglie che si vedono offerti servizi di elevata qualità. Come già detto sia la scuola materna sia la scuola elementare offrono quanto di meglio possa esserci in termini di spazi disponibili, attrezzature varie, laboratori informatici e multimediali, di supporto per l’attività didattica. Basta pensare alla qualità della nostra mensa, che inoltre prepara oltre 40.000 pasti all’anno! Questa amministrazione non la pensa evidentemente come il governo e continuerà, nei limiti del possibile, ad intervenire a sostegno della scuola, così come è sempre stato fatto nel corso degli ultimi anni. Solo investendo sulla formazione dei giovani ci si potra’ garantire un futuro migliore.

18


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

I

l bilancio quest’anno è stato approvato in un clima di vero e proprio stato di emergenza. Più volte gli amministratori si sono guardati in faccia con la sensazione di essere stati nominati alla guida di questo Comune non tanto per mettere in campo la forza delle idee, ma per fare da curatori fallimentari, in un periodo di crisi globale che coinvolge tutti i settori della società. L’incertezza governativa ha determinato ulteriore difficoltà (tecnica e politica per chi è chiamato a fare scelte). Ogni comune è chiamato a fare il proprio bilancio preventivo entro la fine dell’anno, per avere a disposizione le risorse programmate fin dai primi giorni del nuovo esercizio economico. Ma il decreto attuativo della Finanziaria (il cosiddetto “milleproroghe”), che vara il governo e che serve da guida per la composizione dei bilanci stessi, è arrivato soltanto il 31 dicembre!

Il bilancio in un clima di emergenza Massimiliano Vannini Assessore al bilancio

All’istituzione più vicina ai cittadini va solo una parte residuale delle tasse, che costantemente lo Stato ci sottrae. Quelle risorse economiche erogate con sempre maggiore parsimonia e destinate ai Comuni sono restituite in forma di servizi ai propri cittadini. Venendo meno buona parte di queste, fa aumentare la distanza che ci divide tra amministratori e amministrati. In questo quadro le riunioni di Giunta, col lavoro dei vari assessori, sono state tra le più profonde e complicate di questo mandato. Una serie di razionalizzazioni all’interno del Bilancio, quale la riduzione drastica dell’utilizzo di oneri di urbanizzazione per le spese correnti, una più attenta programmazione dell’Ente, salvaguardando gli investimenti, ha permesso la chiusura con l’equilibrio, solo immaginata a fine 2010. Sono stati eseguiti tagli a tutto tondo, anche se di sprechi questo Comune non ne ha mai palesati (indici ministeriali alla mano). Per esempio la spesa sulla Cultura ha avuto un taglio dell’80%, sono state rivisitate spese da pochi euro in su per il funzionamento della struttura, abbiamo tagliato del 5% i fondi incentivanti per le posizioni organizzative e gli Amministratori, abbiamo investito in energia rinnovabile per rendere autonomo il palazzo comunale, ecc... Nel contempo si è provveduto a mantenere i servizi erogati finora, nonostante non nascondo che molti hanno vacillato nella stesura delle varie bozze che hanno portato al documento di Bilancio 2011. In questo panorama sono stati messi in discussione per esempio i rientri a scuola, che con una piccola quota di partecipazione alle spese per chi sceglie il “tempo pieno” invece, sono stati salvaguardati dando, una risposta all’esigenza delle famiglie. Ha rischiato la chiusura la biblioteca comunale, una delle più funzionali della provincia, che rimane invece aperta con una piccola contrazione dell’orario di apertura; hanno rischiato l’azzeramento i contributi alle associazioni che tanto danno al nostro territorio, sia in termini di efficacia che in termini di coesione sociale, importantissima per la civiltà di un territorio intero. Siamo invece riusciti a riconfermarli per l’80 percento. Tutto questo è stato possibile razionalizzando le attività e ridistribuendo le risorse correnti e salvaguardando il sostegno alle classi sociali più deboli e alla scuola. È il 150° anno dell’unità d’Italia, non ci sembra giusto ammorbarci della contingenza in cui versa la Nazione, ma rinascere con nuovi auspici forti delle difficoltà passate.

19

Economia

Questo momento di difficoltà istituzionale è stato palesato, sotto le feste di Natale, da alcune manifestazioni di protesta degli amministratori: il sottoscritto si è vestito da Mago con altri assessori e sindaci ed è salito in forma di protesta sul balcone del palazzo Gambacorti di Pisa, mentre il Sindaco si è incatenato ad una sedia con i colleghi in una piazza di Pontedera: un modo eccentrico e diretto per comunicare ai cittadini che il Governo impone agli amministratori locali sforzi che, per governare il territorio, possono essere fatti solo con la ….bacchetta magica e che la sensazione dei sindaci era quella di sentirsi incatenati al vuoto istituzionale.


Economia

Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Bilancio di previsione Le entrate

In particolare l’importo di € 2.680.903,90 deriva da:

Dove il Comune di Crespina prevede di acquisire risorse per fornire serrvizi alla collettività.

Valeriano Molesti Ragioniere del Comune di Crespina

ENTRATE TRIBUTARIE

1.544.100,00

ENTRATE EXTRATRIBUTARIE

1.136.803,90

Contributo pro capite cittadino

648,97

Contributo pro capite Stato ed altri

242,88

Entrate Tributarie Imposta

Importo

ICI

1.180.000,00

Tassa per la raccolta dei rifiuti

0,00

Addizionale IRPEF e Compartecipazione IRPEF

272.000,00

Addizionale consumo energia elettrica

70.000,00

Imposta pubblicità e insegne

21.500,00

Altre

600,00

Entrate extratributarie

20

Imposta

Importo

Proventi servizi pubblici

793.894,70

Proventi beni comunali

190.895,10

Cosap

46,000,00

Altre

74.914,10

Interessi attivi

31.100,00

Pressione tributaria pro capite

373,78


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina La Spesa Destinati a

Importo

Amministrazione generale

1.346.881,92

0,00

184.309,10

578.369,66

107.984,69

41.459,00

9.600,00

Viabilità e illuminazione pubblica

318.809,21

Ambiente e territorio

393.546,28

330.184,85

97.598,58

(organi istituzionali, ufficio tecnico, servizio anagrafe e stato civile)

Giustizia (uffici giudiziari)

Sicurezza Pubblica (polizia locale, polizia amministrativa)

Istruzione (scuola materna, scuola elementare, istruzione secondaria, assistenza scolastica)

Cultura (biblioteche ed attività culturali)

Sport e tempo libero (stadio comunale, manifestazioni sportive e ricreative)

Turismo (servizi turistici, manifestazioni turistiche)

Bilancio di previsione Le uscite

Settore sociale (asili nido, strutture residenziali per anziani, assistenza e beneficenza)

Come il Comune prevede di investire le risorse acquisite.

Sviluppo economico (mercati, mattatoio, servizi relativi a commercio)

Servizi produttivi

6.468,89

306.072,29

3.721.284,47

(distribuzione gas ed altri)

Quote capitale mutui in ammortamento Totale

La Spesa Per pagare cosa

Importo

Personale

1.234.492,16

Acquisto di beni

247.310,00

Prestazioni di servizi

1.166.045,21

Fitti ed utilizzo beni di terzi

34.900,00

Trasferimenti (Contibuti)

344.016,47

Rimborso interessi passivi su mutui

208.105,42

Imposte e tasse

79.743,60

Oneri straordinari di gestione

27.100,00

Ammortamenti

0,00

Fondo di riserva e fondo svalutazione crediti

73.499,32

Rimborso quota capitale mutui

306.072,29

3.721.284,47

Totale

All’indirizzo web http://comune.crespina.pi.it sezione economia e tributi è possibile scaricare il pdf del Bilancio di previsione per il cittadino 2011.

21

Economia

(urbanistica, E.R.P., protezione civile, acquedotto, fognature e depurazione, parchi e giardini)


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Crespina: Referendum del 12 e 13 Giugno 2011

N°1 - Abrogazione Acqua Pubblica Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica ISCRITTI: VOTANTI:

Maschi 1611 - Femmine 1662 Maschi 1027 - Femmine 1061

TOTALE: 3273 TOTALE: 2088 (63,79%)

I risultati dei 4 referendum ANALISI DEL VOTO

RISULTATI

% rispetto ai votanti Voti validi

2064

98,85%

Schede bianche

22

1,05%

Schede nulle

2

0,10%

2088

100%

Totale

Sez. 1

Sez. 2

Sez. 3

Sez. 4

Totale Voti Validi

%

SI

339

624

554

439

1956

94,77

NO

21

29

28

30

108

5,23

TOTALE

360

653

582

469

2064

100,00%

Bianche

1

7

11

3

22

Nulle

0

1

1

0

2

TOTALE

361

661

594

472

2088

Elezioni politiche

N°2 - Abrogazione parziale di norma Acqua Pubblica Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata reminerazione del capitale investito. ISCRITTI: VOTANTI:

ANALISI DEL VOTO

2065

98,90%

Schede bianche

21

1,01%

Schede nulle

2

0,10%

2088

100%

Totale

TOTALE: 3273 TOTALE: 2088 (63,79%)

RISULTATI

% rispetto ai votanti Voti validi

Maschi 1611 - Femmine 1662 Maschi 1027 - Femmine 1061

Sez. 1

Sez. 2

Sez. 3

Sez. 4

Totale Voti Validi

%

SI

333

624

561

448

1966

95,21

NO

26

29

23

21

99

4,79

TOTALE

359

653

584

469

2065

100,00%

Bianche

2

8

9

2

21

Nulle

0

0

1

1

2

TOTALE

361

661

594

472

2088

N°3 - Centrali Nucleari abrogazione delle nuove norme che consentono la produzione nel territorio nazionale di energia elettrica nucleare ISCRITTI: VOTANTI:

ANALISI DEL VOTO

2067

99,09%

Schede bianche

17

0,81%

Schede nulle

2

0,10%

2086

100%

Totale

TOTALE: 3273 TOTALE: 2086 (63,73%)

RISULTATI

% rispetto ai votanti Voti validi

Maschi 1611 - Femmine 1662 Maschi 1026 - Femmine 1060

22

Sez. 1

Sez. 2

Sez. 3

Sez. 4

Totale Voti Validi

%

SI

339

627

564

446

1976

95,60

NO

19

23

26

23

91

4,40

TOTALE

358

650

590

469

2067

100,00%

Bianche

2

7

5

3

17

Nulle

0

2

0

0

2

TOTALE

360

659

595

472

2086


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina N°4- Legittimo impedimento abrogazione di norme della legge 7 aprile 2010 n. 51 in materia di legittimo impedimento del presidente del consiglio dei ministri e dei ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della corte costituzionale SCRITTI: VOTANTI:

RISULTATI

% rispetto ai votanti Voti validi

2062

98,80

Schede bianche

22

1,05%

Schede nulle

3

0,14%

2087

100%

Totale

TOTALE: 3273 TOTALE: 2087 (63,76%)

Sez. 1

Sez. 2

Sez. 3

Sez. 4

Totale Voti Validi

%

SI

339

624

555

444

1962

95,15

NO

20

25

30

25

100

4,85

TOTALE

359

649

585

469

2062

100,00%

Bianche

2

8

10

2

22

Nulle

0

2

0

1

3

TOTALE

361

659

595

472

2087

Le associazioni che operano nel nostro territorio indirizzi e numeri di telefono Associazione turistica Pro Crespina

Piazza C. Battisti, 13 – CRESPINA Tel. 3209021100 email: proloco.crespina@tiscali.it

Misericordia di Crespina

Via Roma, 65 – CRESPINA Tel. 050 635141 email: posta@misericordiacrespina.org

Misericordia di Cenaia

Via Vittorio Veneto – CENAIA Tel. 050 644144 email: misericordia@cenaia.com

Gruppo Donatori di Sangue Frates Cenaia

Via Vittorio Veneto – CENAIA c/o Misericordia di Cenaia

A.S.D. Ginnastica TICA

Via Livornese, 60/A - CENAIA Tel. 0587 617213 email: ginnastica@gmail.com

Associazione Culturale La Rondine

Piazza della chiesa, 7 - Sant’Ermo - CASCIANA TERME Tel. 0587 686054 info@rondinet.it

Associazione Culturale Artemide

Via Lavoria, 79/E - LAVORIA Tel. 333 9119296 email: info@associazioneartemide.org

Gruppo Donatori di Sangue Frates Crespina

Via Roma, 85 – CRESPINA Tel. 050 635096 email: katiabalducci@inwind.it

Polisportiva La Torre

Via Vittorio Veneto, 20 - CENAIA

Società Ciclistica Larigiana - Gruppo Gradi

Cell. 3476330492

23

Associazioni

ANALISI DEL VOTO

Maschi 1611 - Femmine 1662 Maschi 1027 - Femmine 1060


Referendum

Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Unione Sportiva

CRESPINA Cell. 3389077149

Circolo Filatelico Numismatico delle Colline Pisane

Via XXI Aprile, c/o Vittorio Falciani – CRESPINA Tel. 050 635070 email: filatelia.vit@tiscali.it

Cenaia Calcio

Via Vittorio Veneto, 20 - CENAIA www.cenaiacalcio.it

Scuola Calcio Sporting Club Colline Pisane

Via Matteotti, 38 – CENAIA Tel. 050 644086

Associazione Libera Caccia

CENAIA Tel. 393 0589705 email: nsalvini@libero.it

Associazione C.P.A. Caccia Pesca Ambiente

www.cpasports.it

Associazione Federcaccia

www.federcaccia.org

Associazione Enalcaccia

www.enalcaccia.it

Comitato in difesa della costituzione Crespina

email: gabrielepanigada@libero.it Facebook: comitato in difesa della costituzione Crespina

Gruppo Bairo Pisa onlus sezione di Crespina

Mara Sardi Tel. 347 7897531 email: gruppobairopisa@bairo.info

CENTRO COMMERCIALE NATURALE Cavallini Gabriele - Oasi Abbigliamento Simonelli Mario - Cantina delle colline Pisane Gronchi Susanna - Mobili Gronchi Baroncini Silvia - Fattoria La Tana Pippo Mariannina - SA.DE.PA Marmi Savino Francesca C.S.A. - Centro servizi automobilistici Fantozzi Fulvia - Piante e fiori Fulvia Macelloni Claudio - Oasi del Verde Davì Nicoletta - Agraria Donati Meucci Paola - Pane e vino Di Vita Gino Andrea - Arte Pietra Vanni Silvano - Vama Cart Frangioni Antonella - A.R.Immobiliare Viozzi Claudio - Pizzeria l’Angolo Cifalù Maria - MobilTravel Armani Sara - Pasticceria Il Chicco Favilli Maurizio - Macelleria Favilli Bacci Paolo - Caravan Bacci Coppini Achille - Tenuta Agricola Torre a Cenaia Balducci Katia - Alimentari da Katia a Crespina Castro Maria Lucia - Punto Vetro Donati Michele - Vivai Donato

24

Cheli Filippo - Bar il Circolo Cenaia Campana Samantha - Tendenze Vallini Giuliano - Sara idee regalo Carlotti Sandra - Non solo pane (ex Gori) Meazzini Gianpaolo - Frutta e verdura Meazzini Bacci Roberta - Cartoleria Bacci Ronberta Meazzini Rita - Mesticheria Meazzini Rita Pandolfi Valentino - Centro Benessere Pandolfi Panicucci Tiziana - Gelateria il Muretto Savino Vittorio - Concessionaria Fiat Berni Giuliano - Bar Sport Cenaia Salvini Valerio - J V Salvini Camarlinghi Marco - Marco Hair Studio Gori Maurizio - Emporio Gori Signorini Matteo - Erboristeria Dolce Amara Pennini Pierluigi - Strada Facendo Lupi Nicla - Alimentari Lupi e Scutti Reffo Maurizio - Bar La Torre Morelli Alessandro - Cantina La Botte Ciardi Graziano - White Rose Bacciarelli Carla


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Le Feste di Settembre nel Comune di Crespina

L

e varie iniziative che si svolgono nel nostro comune, nel mese di settembre soprattutto, sono diventate oramai una tradizione consolidata alle quale sarebbe difficile rinunciare: la mostra del vino e florovivaismo del Comune, il settembre crespinese della Pro Loco, la festa del volontariato della misericordia di Cenaia, la festa dei fratres a cenaia e crespina, la festa della misericordia di crespina, le attivita’ dell’associazione Artemide, ecc... Le misericordie, la proloco, Artemide, oramai tutti le conoscono, sono realtà fondanti del nostro territorio. Da qualche anno inoltre ci sono le manifestazioni dell’associazione sportiva Le Colline con i vari tornei che vedono tutti i bambini della scuola calcio impegnati da maggio fino a giugno. Moltissime persone tra genitori ed allenatori, si sono ritrovati ogni sera al campo sportivo per festeggiare i bambini tutti insieme.

Così anche questo anno saranno organizzatate la secolare Fiera delle Civetta e la mostra del vino e florovivaismo insieme alla festa del volontariato della misericordia di cenaia. A questo proposito sono ben avviati i lavori per la realizzazione del nuovo spazio festa in Cenaia, nella zona dei campi sportivi. Un lavoro ed un investimento importante (circa 800.000 euro) che dovrebbe essere inaugurato proprio in occasione della festa di questo settembre...a proposito va un grosso sprone ai tecnici del comune, al progettista ed alle ditte che ci lavoreranno...a costo di lavorare anche di notte ma bisogna farcela..al di la’ delle battute siamo certi che l’impegno sarà garantito, come del resto è sempre stato, ed anche se il progetto è importante e di dimensioni notevoli, le possibilità di festeggiare insieme ai cittadini del comune, proprio nel nuovo spazio festa, sono realistiche.

Ore 21:00 presso Villa il Poggio

SORELLE D’ITALIA 1815/1871 L’opera italiana negli anni del Risorgimento Chiara TAIGI, soprano - Anna Maria CHIURI, mezzosoprano

Ore 21:30 presso Tenuta Torre a Cenaia

MADAMA BUTTERFLY - Le ali spezzate di una tenue farfalla con Paola GASSMAN regia di Massimo PEZZUTTI Direttore: Guido Maria GUIDA / Stephanie PRADUROUX SINFONICA - Orchestra Giovanile della Valle d’Aosta

Ore 19:00 presso la Sala Polifunzionale del comune di Crespina

IL TEATRO DELL’OPERA; FUCINA DI ELEZIONE PER IL TALENTO RIVOLUZIONARIO Conferenza con videoproiezioni e ascolti sull’arte e cultura nell’Italia preunitaria Relatori: Francesca FEDELI, storica dell’arte e soprano Orlando PERERA, critico musicale e giornalista R.A.I. Ore 21:00 presso il Parco Pro Loco di Crespina

LA CUCINA DI GARIBALDI L’Italia Unita…a tavola: itinerario gastronomico che ripercorre l’impresa dei “Mille”

Ore 21:30 presso il Parco Eudora a Cenaia

LA BELLA GIGOGIN Concerto corale; Inni e canzoni popolari di ispirazione patriottica

25

Eventi

E nuove associazioni stanno ancora nascendo, come l’associazione dei commercianti nata intorno al Centro Commerciale Naturale del Comune di Crespina. Senza dimenticarsi della Consulta dei giovani che si è gia’ attivata con varie iniziative a livello comunale..Tutto cio’ dimostra quanto il comune di Crespina sia davvero un’isola felice o perlomeno molto fortunato. Il tessuto sociale di una comunità si fonda anche e soprattutto sull’associazionismo, che da noi è fortunatamente molto vitale. Un tessuto sociale solido fa senz’altro aumentare il livello qualitativo della vita. È per questo che l’Amministrazione è sempre stata vicina ed ha contribuito sempre, per quanto potuto, alle varie iniziative. Questo impegno continuo troverà inevitabilmente sempre maggiori difficoltà anche a causa delle risorse sempre più limitate e dei vincoli imposti dalle varie finanziarie. Nonostante questo l’intenzione dell’amministrazione sarà sempre quella di coordinare e stare vicino il più possibile a tutte le associzioni presenti nel territorio.


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Il Popolo della libertà

Gruppi consiliari

Gruppo Consiliare

Uniti per Crespina Rappresentanti lista Uniti per Crespina

D

all’assemblea organizzata dalla Giunta comunale, per la discussione del bilancio, è emersa chiaramente la volontà dell’amministrazione di alienare la farmacia comunale. La farmacia porta nelle casse del comune dai circa 60.000€ l’anno. La vendita, che secondo le stime dovrebbe fruttare circa 1,5 Mln, servirebbe a finanziare la costruzione di un palazzetto dello sport. Abbiamo sentito cittadini arrabbiati, lavoratori ignorati e persino l’amministratore della farmacia usare parole forti per ostentare la sua contrarietà. Abbiamo inoltre ascoltato un cittadino che si diceva confuso per lo scambio delle parti; un centrosinistra favorevole alla privatizzazione ed un centrodestra che invece si oppone. Per quanto ci riguarda noi abbiamo de sempre scartato l’interpretazione ideologica, per qualsiasi tema. Ogni problema ed ogni soluzione meritano valutazioni specifiche. Come forza liberale saremmo in linea di principio favorevoli ad una privatizzazione, ma in questo caso non possiamo in alcun modo trovarci d’accordo con il Sindaco. Questa privatizzazione non ci convince. La vendita della nostra farmacia è sinonimo di licenziamento in tronco per le quattro persone che ci lavorano, vendere la farmacia vuol dire impedire a queste persone di avere un futuro chiaro è stabile. Per troppo tempo abbiamo sentito la giunta parlare di precarietà, contestare le azioni governative tese a bloccare il Turn-over e adesso rinnegare tutto licenziando i lavoratori. Il Sindaco D’addona si è addormentato statalista e si è risvegliato anarco-capitalista, mentre l’assessore al bilancio è passato dall’atteggiamento sindacale al cinismo di uno squalo della finanza. Riteniamo un grave errore cedere la nostra farmacia per costruire un palazzetto dello sport. Crediamo che sarebbe più saggio mantenere la proprietà e con le entrate annuali finanziare la costruzione, dilazionando il pagamento nel tempo o ricorrere, come molti comuni fanno, al project financing. Saremmo comunque stati contrari, ma se la vendita comportava miglioramenti strutturali nel nostro comune, la valutazione sarebbe stata sicuramente più complessa. Se fossimo la forza di maggioranza sicuramente avremmo ascoltato la popolazione, chiamandola ad esprimersi. La strada del referendum popolare sarebbe sicuramente migliore di una semplice convocazione della cittadinanza che, come si suol dire, esce becca e bastonata. Non serve a niente chiedere il parere ai cittadini per poi ignorarli come ha fatto il Sindaco. Ci aspettiamo che questa amministrazione chieda il parere dei cittadini e vincoli la scelta all’esito di un referendum. Se questo non dovesse accadere le assemblee convocate non sarebbero servite a niente, se non a prendere in giro la popolazione.

U

n vero plebiscito. Ma al contrario. Abituato a declinare ogni appuntamento elettorale come un’autocelebrazione personale e un continuo rinnovamento del suo consenso, il presidente del consiglio incassa un gigantesco plebiscito “contro”, e non a favore della sua persona. 27 milioni di italiani sono andati alle urne per testimoniare la loro voglia di riprendersi la politica che per troppi anni avevano delegato al Cavaliere. In due settimane di mobilitazione pubblica la volontà popolare ha ribaltato questi 3 anni di governo. Dopo la disfatta delle amministrative, la sconfitta pesante del referendum conferma che il presidente del Consiglio non è più in grado di leggere gli umori degli italiani e di reggere gli onori del governo. L’esito quantitativo della nuova consultazione (il quorum) e il suo risultato qualitativo (il responso sui quattro quesiti) riflettono l’aria di cambiamento della politica nazionale. Al parlamento c’è una maggioranza numerica che sopravvive e resiste a se stessa. L’opinione pubblica che gli ha ormai voltato le spalle, perché stanca di una “narrazione” posticcia e artefatta che non ha più alcun collegamento con la realtà e con i problemi della vita quotidiana di milioni e milioni di persone. Una grande vittoria per tutto il centro-sinistra, i cittadini hanno capito e hanno votato di conseguenza, dicendo un no forte alla stagione delle leggi ad personam e un sì chiaro al principio costituzionale che esige tutti i cittadini uguali davanti alla legge. La fine di un ciclo che dura da diciassette anni, e che ha visto il Cavaliere protagonista di un assedio violento alla magistratura, con l’unico obiettivo di difendersi dai suoi processi con l’estinzione dei reati o la cancellazione delle pene per via legislativa. Anche per questo, il risultato referendario è una bella vittoria della democrazia, in tutti i suoi sensi e in tutte le sue forme. Il premier ha perso prima il referendum virtuale, con le amministrative che lui stesso aveva trasformato in una misura del suo gradimento. Ora ha perso anche il referendum reale, con una scelta astensionista disperata e insensata che ha sancito l’irrimediabile scollamento tra lui e la sua gente. Cos’altro deve accadere, perché Berlusconi tragga le conseguenze di questo fallimento? L’Italia non merita di pagare altri danni, alla volontà di sopravvivenza di un governo che non esiste più e che si tiene ormai solo sulla stampella instabile e impresentabile dei “Responsabili” di Romano e Scilipoti. Due “sberle” non fanno un ko. Ma sicuramente lo preparano. Prima avverrà, e meglio sarà per tutti.

26


Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina

Antonio Felicioli Capogruppo LeAli della sinistra

V

endita della Farmacia Comunale una scelta …….poco opportuna. Le società moderne vedono nella diffusione delle imprese pubbliche uno dei loro punti di forza. La Farmacia Comunale è identificabile proprio in una impresa pubblica.La impresa pubblica “Farmacia Comunale” consente di sviluppare servizi molteplici e di alta qualità sociali e innovativi a costi contenuti soprattutto in presenza di risorse limitate (crisi). Quanto sopra esposto può o essere compreso dagli amministratori e quindi ove possibile agevolare e incrementare le potenzialità di sviluppo delle Farmacie Comunali o NON essere compreso, allora gli amministratori possono adottare, o fare leva, su tutta una serie di azioni volte ad un lento soffocamento delle reali potenzialità di erogazione di servizi della Farmacia Comunale (definire contributo ciò che in realtà è diminuzione di “affitto d’azienda”, mantenere l’area di vendita in 90 mq invece che in 150 mq e, compatibilmente con le norme sindacali e le norme di sicurezza sul posto di lavoro, incrementare l’orario di apertura) e una volta fatto tutto ciò si possono avvallare tutta una serie di motivazioni apparentemente “intelligenti”, di logica economica, di “buona amministrazione”, di spicciolo paternalismo, fino ad arrivare a parole come “ad amministrare non ci sono sprovveduti, state tranquilli…”, che consentono a questo punto di giustificare la vendita della Farmacia Comunale e di definirla una scelta molto opportuna. In un piccolo comune come Crespina (4200 abitanti) la vendita della Farmacia Comunale è un atto IRREVERSIBILE perché una volta venduta non ci sarà più la possibilità, dato il numero dei cittadini, di riavere una farmacia comunale. Vendere la Farmacia Comunale di Crespina è un atto IRRISPETTOSO nei confronti della generazione precedente di amministratori e cittadini che tanto riuscirono ad ottenere a garanzia delle generazioni future (se oggi questa giunta può vendere è perché altri in passato crearono un bene spendibile). A questo punto vendere la Farmacia Comunale è un atto CIECO che si basa totalmente sulla volontà di non dare sviluppo ad una rete di servizi pubblici, punto di forza della società moderna e per questo inseriti anche nella proposta di Piano Regionale di Sviluppo. Vendere la Farmacia Comunale è un atto ANTIECONOMICO che vede lo scambio di un “servizio” di sanità pubblica con un’ opera pubblica, dove una visione più lungimirante basata su un approccio integrato consentirebbe, alla luce dell’esperienza di altri comuni, di realizzare una idonea, sufficiente, conforme, necessaria struttura atta allo svolgimento di sport diversi da quello del calcio, senza vendere la Farmacia Comunale. La palestra del liceo Cecioni di Livorno, ad esempio, finanziata nel 2010, ha un costo complessivo di 250mila euro cioè l’equivalente di 4 anni di introito della nostra Farmacia Comunale. Se si prendesse in considerazione di dirottare parte dei denari già ottenuti da un finanziamento pubblico per lo sport, e già destinati alla realizzazione di un campetto di calcio con erba finta, sulla realizzazione della palestra, allora i 4 anni si ridurrebbero a due. Vendere la Farmacia Comunale è un’azione PREPOTENTE perché non tiene conto dell’opinione di una parte dei cittadini, ma toglie unilateralmente una delle possibilità gestionali alle generazioni future rappresentate da quelli che sono i veri portatori di interesse cioè i bambini di oggi e quindi gli amministratori di domani. A questo punto emerge chiaramente un comportamento di “OSTINAZIONE” a fare quanto già deciso, nonostante evidenze logiche, economiche e opinioni contrarie espresse da una moltitudine di cittadini che inviterebbero fortemente a non vendere. Se come quanto dichiarato non è un problema di spese correnti nel bilancio comunale allora la domanda sorge spontanea: perché tanta ostinazione? Particolarmente impressionante il frastornante silenzio di alcuni, il nicchiare di altri, e la palese predisposizione un domani a dire “ma io non ero d’accordo” di parte di questa maggioranza e di alcune frange della popolazione. A proposito della lettera inviata a me e agli altri cittadini del Comune di Crespina dal Sindaco e dalla sua Giunta, che ricorda tanto la lettera agli italiani di Berlusconi, rammarico genera la caduta di stile che induce sottilmente a pensare ad una azione pretestuosa e strumentalizzata da parte di coloro che lavorano nella Farmacia Comunale, in riferimento all’invito proposto dalle tre minoranze alla popolazione di palesare la propria opinione in merito alla vendita della Farmacia Comunale. A eliminare queste insinuazioni basti il fatto che lo strumento elaborato dalle tre minoranze per la raccolta delle firme è stato distribuito in varie parti del paese e prevede la doppia possibilità: palesare il proprio assenso alla vendita o la propria contrarietà. Ancor più impressionante la palese ineleganza di modificare il regolamento del Consiglio Comunale per far passare la norma che consentirà al Sindaco di nominare un nuovo Amministratore della Farmacia nell’ambito dei componenti della maggioranza Il regolamento attuale vieta espressamente tale operazione!!! senza prima avere instaurato una discussione con le minoranze e giocando sul fatto che proprio in Consiglio abbiamo la maggioranza quindi possiamo fare come ci pare. Alla luce del fatto che in un paese civile a democrazia evoluta si tiene di massimo conto l’idea espressa dalle minoranze tutte, è evidente la predisposizione alla prepotenza del PD locale. Inoltre a proposito della similitudine tra la lettera agli italiani di Berlusconi e quella del Sindaco, non posso non sorridere pensando a quanto è buffa la coincidenza, con le dovute proporzioni, tra il milione di posti di lavoro di Berlusconi e i 500 promessi dalla maggioranza. Invito tutti al gioco di individuare le differenze: che c’è di diverso tra Berlusconi e il PD locale?

27

Gruppi consiliari

LeAli della sinistra


Il Riccio maggio 2011  

Il Riccio periodico di informazione del Comune di Crespina, edizione maggio 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you