Issuu on Google+

il bianco e il verde www.ilbiancoeilverde.it

APRILE 2012


fa no

V a ler i a

rto

Silvia

P ie

i sa

ena

Aless i

o

Chia

Da

ra

To

nie

ro

Se r

L

Rob e

do

D ide

c ar

Mar

a tin

ria Ste

R ic

av

Il a

o s a mm

le Pa t r o

sc

a Lind ce

Lo

Fr a n

o

Ma

ert Alb

a

Ann a

s s im o

re n zo

Ba

G

Rosann

Paol a

nn i oi va

C r i st i n a

r ba

li s a

izia

Ma

rco

ra

Siamo tutti indispensabili Donaci il tuo 5 per Mille Codice Fiscale: 92079710494

Viale Alfieri 36 - 57124 Livorno - tel/fax 0586 223363 . cell 393 9960464 www.curepalliativelivorno.it - info@curepalliativelivorno.it

187PASSI design lab

ssociazione ure alliative LIVORNO ONLUS


Diventa Socio Quote a partire da 10 Euro

Donazioni: Intestate a: Associazione Cure Palliative Livorno Onlus mediante: - C/C Postale 51788479 UniCredit IBAN: IT15 C 02008 13906 000101 228659 Puoi donare anche su www.ilmiodono.it Dona il tuo 5xmille all’Associazione Cure Palliative Livorno Onlus CF: 92079710494

Sede dell’Associazione: Hospice Ospedaliero 1° Padiglione 2° Piano Viale Alfieri 36 - 57124 Livorno Segreteria: Lunedi - Mercoledì - Venerdì ore 9:00/12:30 Tel/Fax 0586 223363 cellulare 393 9960464

Contatti utili:

Assistenza Domiciliare Tel: 0586 223462 -per chiamate urgenti 24 ore su 24 -per consigli e spiegazioni

Hospice: 0586 223062

www.curepalliativelivorno.it info@curepalliativelivorno.it

www.ilbiancoeilverde.it


edito

Surf, Windsurf e

04

protagonisti di q

Con l’arrivo dell protagonista de

Ad aprire questo arding che ci gu a seguire, Elisa C alla domanda “

L’appuntament della prima dell da pag. 26.

Come sempre g Livorno, della P dell’ Atletica Liv Un grazie a tutt Maggio con alt Buona lettura!


oriale

Body Boarding

questo numero

la primavera e si spera anche delle belle giornate, il mare diventa el magazine.

o numero troveremo infatti il dott.Jacopo Piampiani ed il Body Bouideranno attraverso la (ri)scoperta di noi stessi (pag. 12); Cerboneschi, ci presenterà il surfer Antonio Rinaldi che risponderà “possiamo fare surf in Italia ?” (pag.18).

to dedicato alla pulizia della spiaggia dei 3 Ponti è l’argomento le notizie del centro Windsurf Livorno, che ci attendono a partire

gli approfondimenti, le immagini, le attività e le notizie del Rugby Pallacanestro Don Bosco, del Nuoto Livorno, del Volley Torretta e vorno ci terranno compagnia a partire da pag. 34 ti coloro che hanno contribuito a questo numero, torneremo a tre nuove ed appassionanti storie di Sport. Diego Russo

www.ilbiancoeilverde.it

05


raccon

tua pa

Invia il tuo materiale (foto fomato jpg, documenti scritti formato

06


ntaci la Forse non diventerai mai un campione milionario (o forse sĂŹ), ma ogni giorno sudi, fatichi e ti alleni con impegno e dedizione? Bene, per noi la tua passione per lo sport merita di essere raccontata! Inviaci i tuoi dati, la tua storia e le foto delle tue esperienze sportive e nel prossimo numero vedrai pubblicate le tue avventure!

assione

o word) a info@ilbiancoeilverde.it entro la fine di ogni mese.

www.ilbiancoeilverde.it

07


Via Maggi, 12 - lato P.za Cavour - 57125 Livorno / Tel. 0586.898038

www.erbastella.it

erbastella@fastwebnet.it


Via Provinciale Pisana 613/bis - 57127 Livorno Telefono: 0586.401012

www.mercatinopiazzaaffari.it roberto.scrocco@fastwebnet.it


questo Verso la (ri)scoperta

Possiamo fare

PAG12 PAG18 di sè stessi

surf in Italia?

PAG46 PAG54 ATLETICA VOLLEY

10


o mese PAG26 PAG34

WINDSURF NUOTO

PAG64 PAG78 RUGBY

BASKET

www.ilbiancoeilverde.it

11


Verso la (r di sè s - di Dott. Jacopo Piampiani

La rivista il Bianco e il Verde, ci ricorda, ogni mese, come sia importante lo sport nella vita di tutti noi. Personalmente ritengo che sia una buona pratica per una persona riuscire a fare dell’attività sportiva lungo tutto il suo ciclo vitale. Studi mostrano come fare dello sport apporti degli effetti benefici sullo stile di vita delle persone, non solo per il benessere fisico che ne consegue ma soprattutto anche per quello che ne deriva a livello psichico. A mio avviso lo sport non deve essere visto solo come quella famosa “valvola di sfogo”, che permette a ogni persona di scaricare tutte le proprie ansie e stress accumulati nei giorni, ben sì anche come una “valvola d’immissione”. Lo sport, può essere visto anche come quello spazio che ogni persona si dedica per “(ri)connettersi” con sé stesso, per “(ri)trovarsi”.

12

Quello che voglio dire c è che con i ritmi sempre difficile, se non impossibil come meglio crediamo di meglio affrontare le sfi mente è libera di vagare


ri)scoperta stessi

con tutte queste virgolette, con questi “ri” e con queste parentesi, re più frenetici che la società moderna ci impone, è sempre più le, ricavarsi uno spazio del tutto nostro, un spazio intimo da utilizzare o, che sia fisico o anche solo mentale. Uno spazio che ci permetta fide quotidiane che la vita ha in servo per noi. Uno spazio in cui la e e rilassarsi.

www.ilbiancoeilverde.it

13


Verso la (r di sè st

12

Come direbbe Marcel Prosut: “Il ver terre, ma nell’avere nuovi occhi”, con sé stesso, con la sua voce

Ad e sta p del che emo dalle con Tutte o ch que

Ogn spes vita l’op con ho v


ri)scoperta tessi

ro viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove , questo è possibile se ognuno di noi si (ri)connette interiore, con le proprie emozioni, ascoltandosi.

esempio a Livorno, c’è un gruppo di “attempati trentenni” che ci provando. Si sono “(ri)scoperti” amanti del mare e nello specifico “surf” o per meglio dire nel body-boarding. E’ un gruppo di amici e nasce dal piacere e dall’istinto di voler dar voce ai propri bisogni otivi, staccando, almeno per qualche ora, dalla solita routine e e difficoltà di tutti i giorni, trovando come proprio spazio interiore, il ncreto e pragmatico bisogno di imparare i segreti del body-boarding. e quelle persone che si sentono rappresentate da queste parole he vi trovino un loro significato sono invitate e spronate a unirsi a esto gruppo o a fondarne uno proprio.

ni tanto è doveroso spronare le persone a fare qualcosa di nuovo, sso si impelandriscono, perdendo tante belle occasioni che la a potrebbe avere in servo per loro e spesso perdono, soprattutto pportunità di dare voce ai loro bisogni, reprimendoli anche solo n una semplice frase come: “Ma tanto io...”... Oppure: “No, non voglia...”.

www.ilbiancoeilverde.it

15


Verso la (r di sè s

Quello che si prefigge questo gruppo, è quello di offrire a tutti e emozioni“, in cui mettere qualcosa... L’intento è fare qualcosa tutti in della condivisione, imparando l’arte del body-boarding ma soprat loro di “(ri)connettersi” con loro stessi. Poi il significato che assume qu per ciascuno dei membri. Mi piace immaginare questo gruppo attr è come un’onda, con i suoi alti e i suoi bassi con il suo bello e il suo un’onda sia altissima oppure no, credo però che sia importante ca belle, ma nessuna uguale a un’altra. Credo che l’emozione che si cresta dell’onda e il suo senso di potenza e precarietà che ne derivi sia però che sia incredibile e indescrivibile l’emozione che si prova qua un’onda e il forte desiderio che si prova nel volersi rialzare per tor per un attimo. Entrambe le emozioni sono importanti e meritevoli d apprezzare il loro significato intrinseco, l’una rispetto all’altra.


ri)scoperta stessi

e a tutte un “contenitore di nsieme, riscoprendo il piacere ttutto che possa permettere uesta esperienza è differente raverso una metafora. La vita o brutto. Non è importante se avalcarla. Tutte le onde sono provi quando ci si trova sulla a indescrivibile. Credo anche ando ci si sente sovrastati da rnare anche solo a respirare di essere vissute per poterne

In conclusione ritengo che nella vita così come nel body-boarding, si deve saper scrutare l’orizzonte, attendere il momento migliore, avere il coraggio di buttarsi, ma soprattutto avere la consapevolezza che l’emozione che si sta vivendo durerà solo un’instante e che in quel lasso di tempo ci si gioca tutto.

www.ilbiancoeilverde.it

17


Possiam surf in Ita


mo fare alia? In questo numero diamo il benvenuto al primo surfer del gruppo surfistico – fotografico di Elisa Cerboneschi, Antonio Rinaldi

Elisa : Ho conosciuto Antonio diversi anni fa e da subito mi

affascinò il modo in cui mi parlava del mare, delle onde, di cosa gli trasmette stare là, in mezzo al “nulla”, con solo l’orizzonte infinito davanti agli occhi … ed è soprattutto grazie a lui se mi sono innamorata così tanto di questo sport, nelle prossime righe capirete perché … ma non voglio dilungarmi troppo, vi lascio alla sua presentazione ed al surf visto dagli occhi di uno dei più conosciuti surfisti Toscani …

www.ilbiancoeilverde.it


Possiamo surf in Ita Antonio : Mi chiamo Antonio Rinaldi, sono un surfi-

sta livornese atleta del team Billabong e di Verticale boardshop. Nei miei frequenti viaggi all’estero mi sento chiedere sempre la stessa cosa: “Ci sono onde in Italia?” In effetti guardando un qualsiasi planisfero il mar mediterraneo risulta esser davvero minuscolo anche solo se paragonato ad alcuni laghi canadesi e la domanda non risulta più esser così illogica; perché si generi un moto ondoso degno di surf necessita infatti un considerevole “fetch”, ovvero una distanza nel quale l’onda si forma, tra l’origine della mareggiata e il punto in cui surferemo le onde. Per la nostra costa livornese la miglior

20


o fare alia?

nelle foto: Antonio Rinaldi

nelle foto: Antonio Rinaldi

condizione affinchÊ si generi una mareggiata che impatti con la direzione giusta e con la dovuta potenza i nostri fondali è che nasca dal golfo del leone in Francia, dal Mistral, il maestrale, passando sopra il dito della Corsica venga dritta dritta a scaricare la sua energia accumulata in tutte quelle miglia, dando forma alle nostre tanto amate onde. Chi non conosce questa disciplina sportiva confonde spesso la mareggiata con forte vento dove le onde arrivano a grandi altezze ma dalla condizione irregolare e correntosa con ciò che invece un surfista ricerca;  una mare lungo, senza vento, a prima vista piatto ma che ogni tot minuti carica le serie di

www.ilbiancoeilverde.it

21


Possiamo surf in Ita

onde dalla forma perfetta e tanto ammirata anche dai surfisti oc quentemente vengono a farci visita innamorandosi del connubio che caratterizza il nostro bel paese e che spesso non trova com bellissimi continenti di provenienza dei più famosi surfisti stranieri. di un lungo amore è che possa confondersi e divenir in gran part abitudine...ebbene da 15 anni amo il surf, praticandolo il più poss mente nel sentire e nel sentirsi e vi posso assicurare che ogni volt sento ancora stringermi lo stomaco, arrivare al mio spot e pote come quando da piccolo all’alba del giorno di natale mi sporgev nello stesso tempo guidato dalla curiosità di veder se i regali era eran già volate via con il loro anziano autista. Si ancora oggi, do

22

foto: Elisa Cerboneschi


o fare alia?

ceanici che sempre più freo tra natura, cultura ed arte mpetizione con nessuno dei Ciò che spesso si sente dire te una bella ma pur sempre sibile e vivendolo profondata in cui si prevedono onde er constatare come sono, è vo dalla scala, titubante ma an già stati portati e le renne opo tutti questi anni le onde

nelle foto: Antonio Rinaldi

son per me fantastici regali, da scartare, da gustare fino all’ultimo bagliore di luce che mi permetta di rimaner a giocarci; per questo motivo ogni volta ringrazio il mare, il mio “maestro blu”, così lo chiamo, da sempre, da quando con i suoi infiniti silenzi mi ha saputo accogliere nelle mie più intime confessioni e con i boati del frangere delle sue amate figlie onde, regalato i più grandi insegnamenti. Per cui  come da piccolo scrivendo la letterina a Babbo Natale,mi chiedevo ogni anno come facesse ad arrivare fin qui in Italia, a Livorno, per portare i suoi regali,  e la mattina del 25 dicembre mi rispondevo ogni volta che non importava come, ma arrivava, così adesso a chi mi chiede come facciano ad esserci le onde qua nel mediterraneo, rispondo solo che probabilmente anche noi sappiamo scrivere le letterine...

www.ilbiancoeilverde.it

23


- Graphic Design [logo e marchio / immagine coordinata / flyers e depliants / pagine pubblicitarie / manifesti e locandine / cataloghi aziendali]

- Food Design [servizi di consulenza alle aziende / linea grafica e packaging dei prodotti] - Product e Interior Design www.187passi.com - info@187passi.com clarissa.mattei@187passi.com - marta.pampana@187passi.com

coordinati grafici per matrimoni lovoglio187passi.blogspot.com lovoglio.187passi@gmail.com

LoVoglio è anche su Facebook


VISITE E PREVENTIVI GRATUITI

www.ilbiancoeilverde.it


WINDSURF

www.ilbiancoeilverde.it


WIND

il Centro Win

impegnato nella pu

- di Sara Giusti

Si è svolto a fine marzo, il grande evento ecologico e sportivo presso la struttura Punto Blu dei 3 Ponti, che per il secondo anno consecutivo ha visto impegnati i frequentatori giovani e meno giovani della Scuola Windsurf, in una giornata dedicata alla pulizia della spiaggia. Il Centro Windsurf Livorno infatti, in accordo con la Nuoto Livorno e in collaborazione con l’associazione Surfrider Foundation, ha partecipato alla giornata mondiale di pulizia delle spiagge . “Siamo stati molto felici di collaborare anche quest’anno con la Surfrider Foundation - spiegano David Gabbriellini e Dario Guarducci, della Scuola Windsurf Livorno –l’associazione che coordina a livello Europeo tutti i più famosi centri surf e windsurf nelle varie iniziative ecologiche. Quest’anno la data prescelta è stata quella del 30 marzo, e in tutta Europa, si sono svolte le pulizie degli arenili. Nella giornata appena passata, supportati dai numerosi frequentatori della Scuola, grandi e piccoli, abbiamo cercato di far tornare a “respirare” la nostra amata spiaggia, che come ogni


DSURF

ndsurf 3Ponti

ulizia della spiaggia

anno a fine inverno era invasa invasa da cartacce, plastica e rifiuti di ogni tipo: l’evento ha avuto molto successo e, soprattutto per i più piccoli, riteniamo sia stato molto educativo, dato che è stato utile per far capireche in questo sport, oltre a condividere la passione per il vento e le onde, sono prioritari il rispetto e l’amore per l’ambiente e il mare”. La giornata ha inoltre coniugato ecologia e sport dato che nell’occasione è stato possibile effettuare prove gratuite con le nuove tavole long da Surf targate Twins Bros, l’azienda tutta livornese capitanata dai fratelli Paolo e Renato Bettini, produttrice di tavole da surf, windsurf, sup ecc.

www.ilbiancoeilverde.it

29


WIND

al Centro Wind novità della s

Sono in partenza da questo mese i corsi di gruppo del Centro Windsur agli adulti, che andranno ad affiancare le normali attività svolte dalla per gli adulti - spiegano gli istruttori - si svolgerà in pausa pranzo, due Abbiamo previsto un pacchetto mensile da 8 incontri, comprenden attrezzature. Il fulcro dell’attività sarà il Sup, ma potremo valutare, in b mete di praticare surf, canoa oppure prove di windsurf. L’obiettivo è q la pausa pranzo facendo un’attività salutare all’aperto, a contat facendo attività fisica e cercando di staccare la spina. Per quanto r i corsi singoli di tutte le discipline, continueremo ad organizzarci su a Proseguono inoltre le attività teoriche e pratiche rivolte ai ragazzi da corsi di windsurf, Stand up paddle (meglio conosciuto come SUP) e s e i ragazzi - spiega David Gabbriellini, istruttore del Centro- organizzia un programma di allenamento molto articolato, lungo tutto l’arco d più freddi, senza tralasciare del tutto la parte pratica, cerchiamo attività anche sulla parte teorica, con lezioni i cui argomenti vanno d alla pratica del windsurf, per arrivare ad attività sportive complemen ginnastica, utili per preparare il fisico alla pratica vera e propria di q

PER GRAND

30

Sono inoltre aperte


DSURF

dsurf 3Ponti le stagione 2012

rf Tre Ponti dedicati a scuola. “L’attività e volte a settimana. nte il noleggio delle base alle condizioni quello di trascorrere tto con la natura, riguardano invece appuntamento. ai 7 ai 18 anni con surf. “Per i bambini amo ormai da anni dell’anno. Nei mesi di concentrare le dalla meteorologia ntari come nuoto e questo sport” . >>

DI E PICCINI

e le iscrizioni ai corsi di kitesurf. (INFO. 338.9142827-339.5256730).

www.ilbiancoeilverde.it

31


WIND Fulceri Il personaggio di questo mese è una giovane windsurfista livornese, Alessia Fulceri. Classe 1997, pratica windsurf ormai dal 2006, e fin dall’inizio ha dimostrato passione, capacità, caparbietà ed entusiasmo. Un percorso davvero positivo quello di Alessia, che frequenta la classe seconda superiore e che, negli anni, ha ottenuto risultati sempre migliori riuscendo a piazzarsi la maggior parte delle volte sui gradini più alti del podio. Nel 2011, a Grosseto, nel circuito Techno 293 si è classificata 3^ assoluta e 2^ femminile, sempre l’anno passato, a Vada, è stata la volta della prima regata Slalom, in cui la Fulceri è riuscita a salire sul gradino più alto del podio, classificandosi al primo posto femminile, continuando con i successi di Torbole, Como, Livorno e Coluccia. “La nostra allieva nel corso degli anni, anche agonisticamente è cresciuta molto – sottolineano David Gabbriellini e Dario Guarducci, gli istruttori che la seguono da sei anni - e lo dimostrano gli ottimi risultati ottenuti alle regate federali che si sono svolte lungo tutto lo stivale. Alessia ha sempre dimostrato grande correttezza, sportività ed è per noi una grandissima soddisfazione vederla crescere e migliorare alle namento dopo allenamento”.

32

PERSONAGGIO DEL MESE

Alessia

PRO REG

REGATE

14/15Apr 13/14 Ott 6 /8 Settem PRIMA VE

CIRCUIT “COSTA WINSUR

Tappe “G Etruschi” regata • CENTRO Pietrabi • SPOT 1 9 • TUTUN C • WINDSU Team” 1

CIRCUI

16/17 Giu 26/27 Grosseto VELA GR Mondiali

(INFO. 33


DSURF

OGRAMMA GATE 2012

E TECHNO 293

rile ANZIO TECHNO 293 tobre CASTELFUSANO mbre CAGLIARI COPPA ELA

TO SLALOM RRD A DEGLI ETRUSCHI RF CUP”

Grand Prix Costa degli *, SLALOM TT e OPEN stage formativo O WINDSURF VADA/CV ianca 19/20 Maggio 9/10 Giugno CLUB 29/30 Settembre URF LIVORNO “Ovo 13/14 Ottobre

ITO RRD T12

ugno Torbole Giugno Marina di o “COMPAGNIA DELLA ROSSETO” 11/15 Luglio Lago di Garda

38.9142827-339.5256730)

www.ilbiancoeilverde.it


NUOTO


NUO

Europeo pre

Livorno, 2

- di Andrea Masini Rotta su Debrecen, via Tenerife: all’indomani del rientro anticipato dal collegiale alle Canarie (causa sciopero in tutta la Spagna), infatti, la Federazione Italiana Nuoto ha diramato la lista ufficiale degli atleti che parteciperanno all’Europeo pre olimpico. Presenti naturalmente, in virtù dei risultati ottenuti agli Assoluti Primaverili di Riccione, anche Federico Turrini (200 e 400 MX), Chiara Boggiatto (50, 100 e 200 R) e Martina De Memme (800 SL). Per tutti e tre gli alfieri della NUOTO LIVORNO si tratta della seconda opportunità di mettere le mani sul pass a cinque cerchi, in attesa del trofeo “Sette Colli” che appunto completerà il quadro del team azzurro che dal 28 luglio al 4 agosto vivrà l’emozione di salire sul blocco dell’Acquatic Center.


OTO

olimpionico

29 Marzo

www.ilbiancoeilverde.it


NUO

Campionati ita Riccione,

38

- di Andrea Masini

E’ tutta di Francesca Fangio la copertina della prima giornata dei Campionati Italiani Giovanili Primaverili in corso di svolgimento allo “Stadio del Nuoto” di Riccione: la ranista classe 1995, infatti, è riuscita a salire per ben due volte sul secondo gradino del podio alle spalle della campionessa del mondo Juniores Lisa Fissneider (1’08’’48 nei 100 Rana) e dell’argento europeo di Eindhoven Alessia Polieri (2’15’’62 nei 200 Misti). Un doppio acuto che lascia ben sperare in vista del Campionato a Squadre di Serie A1 che la NUOTO LIVORNO disputerà a Novara il prossimo 14 aprile e che conferma le innate doti acquatiche di una ragazza in continua crescita.


OTO

aliani giovanili 30 Marzo

Debutto con medaglia (di bronzo) anche per Michela Paganelli, che nei 100 Rana si è dovuta arrendere al cospetto delle bracciate di Kelly Novello e Marta Fontana (1’11’07), mentre l’emozione del primo giorno di scuola si è fatta un sol boccone delle piccole Lombardi (27’’95 nei 50 Stile Libero), Terreni (4’39’’69 nei 400 Stile Libero) e Franceschi (1’14’’48 nei 100 Rana). Super nono posto, invece, per Letizia Mariotti, altra ranista non ancora 17enne e allenata nel feudo NL di Pescia da Fabiano Del Ministro e Ulrico Hofmann (1’11’’21). Altri risultati – 100 Rana: Fanciullacci (1’13’’30); 200 Farfalla: Cecchetti (2’27’’42); 200 Misti: Tedesco (2’26’’22), Paganelli (2’23’’45), Franceschi (2’29’’12); 4X200 SL Rag.: Terreni, Lombardi, Franceschi, Fedi (8’53’’05); 400 SL: Giacone (4’27’’13); Maoggi (4’19’’51); 4X200 SL Cad.: Cavallini, Giacone, Fangio, Maoggi (8’18’’18 con super seconda frazione da 2 netto).

www.ilbiancoeilverde.it

39


NUO

Campionati ita

40

Riccione,

- di Andrea Masini

Porta il nome di Michela Paganelli il primo titolo italiano giovanile griffato NUOTO LIVORNO: la ranista classe 1996, seguita quotidianamente da Corrado Rosso e Alessandro Spoleti, si è aggiudicata i 200 Rana Juniores ’96 nuotando una gara ai limiti della perfezione, ma soprattutto cattiva sin dalle primissime bracciate (personale in 2’30’’18). La giusta ricompensa per un’atleta modello che ogni santo giorno percorre in treno decine di chilometri (lei è originaria di Massarosa) per allenarsi all’accademia italiana della rana al fianco di Chiara Boggiatto, Francesca Fangio, in attesa della crescita graduata della Franceschi (2’41’’39 nei 200 Rana Rag. ‘99). E proprio la Fangio ieri mattina è andata ad un passo dall’impresa, cogliendo un super secondo posto nei 200 Rana (2’26’’38) alle spalle della campionessa del mondo Juniores, Lica Fissneider: per il talento classe 1995 si tratta del terzo argento in altrettante gare, tutte ben condotte e farcite di ragazze che rappresentano il futuro del nuoto azzurro. Fangio compresa.


OTO

aliani giovanili 31 Marzo

Ottimi anche i risultati emersi dalle staffette, con la 4X100 SL Ragazze neppure lontana parente della 4X200: in evidenza Marta Fedi (personale in 1’00’’87), terza frazionista di un poker che ha visto sfilare pure Gemma Lombardi (1’00’’75), Sara Terreni (1’00’’74) e Sara Franceschi (1’01’’50). A seguire il quartetto Juniores composto da Paganelli, Del Ministro, Tartaglia e Dini (1’02’’30, nonostante l’emozione di gareggiare con le compagne più grandi) e la squadra Cadetta (Cavallini, Giacone, Fangio e Fanciullacci: 3’55’36), nona al termine di una staffetta che si collauderà ulteriormente domenica in occasione della 4X100 Mista. Nel pomeriggio, invece, altra grandinata di personali: Franceschi nei 400 MX (stupenda prestazione in 5’09’’31), Michelle Tedesco nei 400 MX (5’08’’08), Sofia Cecchetti nei 100 F (1’08’’70) e Terreni nei 200 SL (2’09’’48). Altri risultati – 200 SL: Lombardi (2’14’’64), Cavallini (2’07’’47), Giacone (2’02’’72).

www.ilbiancoeilverde.it

41


NUO

Campionati ita

Riccione, 1

- di Andrea Masini

1 Aprile

Si è chiusa con la medaglia di bronzo di Francesca Fan prima sessione dei Campionati Italiani Giovanili Primaverili: entusiasmante, infatti, la piccola stella del vivaio NUOTO LIVO piazzamento anche nella distanza che meno ama. Non male pure il 33’18 stampato da Michela Paganelli (qu di Letizia Mariotti (10ma in 32’’92). Passando ai 100 Stile Libe prove offerte da Gemma Lombardi e Sara Terreni, racchiuse centesimi (1’00’’63 la prima, 1’00’’78 la seconda, rispettivam del ranking generale.

2 Aprile

Pugno chiuso al cielo, sorriso smagliante e talento da vendere: q classe ’96 allenato a Follonica da Roberto Merlini, che ieri pom maschile della NUOTO LIVORNO con un fantastico argento nei è un mistero, che va oltre ogni più rosea aspettativa alla luce d ma che Alessandro si è divorato grazie ad una gara condotta tre secondi e mezzo rispetto al precedente primato personale. Giornata di “riscaldamento”, invece, per i due ragazzi made in Tartaglia) che, nonostante l’emozione del debutto, sono riuscit (1’07’’62 il primo tra i Rag. ’97 e 1’04’’83 il secondo nella catego indicazioni in vista del proseguo del campionato. Stesso discorso per le Rane Rosse Acqvasport, ma da circa due mesi di stanza a da 1’02’’60 (nona del ranking generale Cadetti).

42


OTO

aliani giovanili

1 - 2 Aprile

ngio nei 50 Rana (32’’50) la al termine di una tre giorni ORNO si è presa di rabbia un

uarto rilievo Jun. ’96), al pari ero Rag. ’99, invece, discrete in un fazzoletto di appena 15 mente al settimo e nono posto

questo è Alessandro Tedesco, mistista meriggio ha inaugurato il medagliere i 200 Misti (2’04’’57). Un risultato, non di un campo partenti di ottimo livello, a magistralmente e migliorata di ben

n Pescia (Lorenzo Matteoni e Jacopo ti a migliorare i propri personale best oria Juniores), suscitando buonissime o per Alberto Rapetti, atleta tesserato a Livorno, protagonista di una frazione

www.ilbiancoeilverde.it

43


NUO

Campionati ita

Riccione, 3

3 Aprile

Rispetto alla passata edizione, 9 secondi in meno nei 200 M e addirittura 14 sulla doppia distanza (4’27-4’41): ha compi Alessandro Tedesco, l’atleta guidato da Roberto Merlini in que pomeriggio si è aggiudicato il secondo argento consecutivo, alza solo al cospetto del talento del Nottoli Nuoto ’74, Zuin.Buona p parte di Alberto Rapetti (ranista tesserato per le Rane Rosse Ac due mesi agli ordini di Corrado Rosso e Alessandro Spoleti a Li è andato vicino ad un clamoroso podio nei 200 Rana. Pecca gara troppo generosa nella prima metà che non gli ha permes l’ultimo 50, ma che al contempo ha evidenziato gli enormi ma di un ragazzo sbarcato all’ombra dei Quattro Mori con i miglior

4 aprile

Si è chiusa con il bottino di due argenti (entrambi firmati da Aless Misti) l’avventura del settore maschile del NUOTO LIVORNO ai C Primaverili: una tre giorni ricca di moltissimi primati personali, lavoro svolta tra le corsie della piscina Camalich, ma anche ne rispettivamente monitorati dalle coppie Hofmann-Del Ministro e Nell’ultima giornata di gare (mercoledì 4 aprile), oltre ai 200 Dors in acqua il debuttante Lorenzo Bondi (2’19’’86 nella categoria Ra Jun. ’95), Lorenzo Torre (2’14’’18 Rag. ’97), Matteo Tomellini (2’ (10mo tra i Cadetti in 2’03’’30), a regalare le migliori soddisfa 4X100 MX: tra gli Juniores, ad esempio, merita un plauso partico di Nicola Rognini in 52’’43, rilievo di quasi tre secondi inferiore best.


OTO

aliani giovanili

3 -4 Aprile

- di Andrea Masini

Misti (2’04 contro 2’13) iuto passi da gigante el di Follonica, che ieri ando bandiera bianca prestazione anche da cvasport, ma da circa ivorno), che in 2’14’80 ato, dunque, per una sso di gestire al meglio argini di miglioramento ri propositi.

sandro Tedesco nei 200 e 400 Campionati Italiani Giovanili a testimonianza dell’ottimo ei feudi di Pescia e Follonica, e Merlini-Bronzi. so che hanno visto scendere ag. ’98), Alessio Tosi (2’09’’89 ’05’’53 Cad.) e Nicola Turrini azioni sono state le staffette olare la chiusura a Stile Libero e al precedente personale

www.ilbiancoeilverde.it

45


ATLETICA


ATLET Girare il M - di Bugo

Se dovessimo confrontare tutte le specialità dell’Atletica Leggera p tarne la più dura, sicuramente la vittoria andrebbe alla Marcia. Si piccoli percorrendo dai 2 ai 10 chilometri, fino a che percorrerne 20 l’ordinario, mentre alcuni “highlander” sfidano addirittura le 50 ch È bello ricordare quando nell’Atletica Livorno scoppiò la Marcia erano i primi anni del 2000, quando i giovani Luca Lemmi e Giorgio risvegliarono nel Professor Bruno Gabbi l’entusiasmo di tornare ad re i marciatori e da quel momento in poi sono stati in tanti a con l’anello rosso di Via dei Pensieri. Sempre più ragazzini incuriositi s nano a questa specialità, fatta di fatica, ma anche di tanta tecnic infatti due le regole fondamentali il cui mancato rispetto può port alla squalifica durante la gara. La prima è il cosiddetto sbloccagg che il contatto a terra dell’arto in avanzamento deve avvenire se ginocchio bloccato; l’altra regola invece si definisce “sospensione nifica che non ci deve mai essere un momento “di volo” nel gesto e quindi almeno un arto deve essere sempre a contatto col terren

ATLET

... Marc

48


TICA

Mondo...

per valuinizia da 0 diventa hilometri. a-Mania: o Favati, d allenansumare si avvicica: sono tare fino gio, ossia empre a e� e sigo atletico no.

TICA

ciando >>

foto: Giancarlo Colombo/FIDA

www.ilbiancoeilverde.it

49


ATLET Girare il M

È proprio la Mar i giovani Capra facendo valere Girardi che ha Campionati Eur scrivere questo evoluzione, con tenersi il posto i gruppo: il Profes ai propri ragazz iniziative che co all’estero per l’in Walkamp marc nella capitale g Fiamme Gialle, narie) ad ospita chilometri dispo

ATLET

... Marc

50


TICA Mondo...

rcia ad essere uno dei punti di forza dell’Atletica Livorno. Nel 2010 ai, Guglielmi e Messeri si aggiudicarono il Titolo Italiano di Società e la loro forza di squadra, mentre il 2011 è stato l’anno di Filippo messo la ciliegina sulla torta con la convocazione in Nazionale ai ropei Juniores di Tallin. Non è però compito facile, quello di degruppo che, capitanato da Giorgio Favati, è sempre in continua n molti giovani che avanzano ed altri “veterani” ben attenti a manin squadra. È infatti il continuo stimolo reciproco, l’arma in più del ssor Gabbi è sempre ben attento a far mantenere alta la guardia zi, sia col duro lavoro di tutti i giorni, ma anche organizzando belle oncilino sport ed esperienze di vita. Come ad esempio i mini-raduni ntero gruppo organizzati in questi anni. Nel 2010 durante il I° Athens ciatrici e marciatori biancoverdi si allenarono per due settimane greca in compagnia di forti atleti ellenici e di altri italiani del G.A. mentre quest’inverno è stata Fuerteventura (nelle isole delle Caare il gruppo che ha approfittato del bel caldo estivo e dei molti onibili in belle strade deserte per preparare la nuova stagione.

TICA

ciando www.ilbiancoeilverde.it

51


ATLET Girare il M

ATLET

... Marc

52


TICA Mondo... Atletica Livorno e Marcia è quindi un connubio imprescindibile, che ogni anno regala soddisfazioni fatte di sudore, medaglie e divertimento per tutto il gruppo biancoverde!

TICA

ciando www.ilbiancoeilverde.it

53


VOLLEY


www.ilbiancoeilverde.it


VOL torre - di Francesco Bigotti

Il settore maschile del Torretta Volley Porto ha come squadra di riferim la compagine allenata da Paolo Corrieri. La prima squadra del To è stata costruita, principalmente, per essere uno degli obiettivi del n gruppo di ragazzi Under 12 che lo scorso anno si è formato sotto la di Matteo Pucciarelli. Non avendo, infatti, nessuna squadra iscri campionati under 16 ed under 18, ecco che la squadra di Prima Div rientra nell’ottica di crescita della pallavolo maschile labronica Torretta ha deciso di promuovere divenendo Scuola Federale di vo

TORRETTA VOLLEY P PRIMA DIVISIONE M 56


LLEY etta

mento orretta nutrito guida itta ai visione che il olley. >>

PORTO: MASCHILE www.ilbiancoeilverde.it

57


VOL torre Il Torretta Volley maschile rinasce, dopo una lunga parentesi iniziata alla fine degli anni Settanta, nel 2002, quando un gruppo di giovani atleti che fino a quel momento avevano giocato nell’unica società di pallavolo livornese, il Tomei, decide di provare a creare un’alternativa a questo monopolio. La filosofia di quel gruppo era quella di costruire, senza tralasciare l’aspetto ludico ed aggregante che lo sport dovrebbe sempre avere, non mettendo, quindi, i risultati in cima alla piramide degli obiettivi societari; e questa filosofia è rimasta ancora oggi il leitmotiv del gruppo di Prima Divisione, nonostante negli anni passati ci siano state due promozioni (dalla Prima Divisione alla serie D e successivamente il salto in serie C ) e siano emersi alcuni giovani nati nella cantera giallonera.

58

TORRE PRIMA


LLEY etta

ETTA VOLLEY PORTO: A DIVISIONE MASCHILE www.ilbiancoeilverde.it

59


VOL torre Al primo posto nel gruppo del Torretta, di pari passo all’impegno c’è il divertimento, il piacere di passare qualche ora in compagnia di amici e magari togliersi qualche piccola soddisfazione insieme, come in questa stagione 2011/2012, in cui con una sola sconfitta al passivo su 14 incontri, il Torretta si sta giocando l’ennesima promozione in serie D. Anche i giovani atleti Under 12 sembrano apprezzare questo stile, tant’è che sono sempre numerosi e “rumorosi” alle partite della loro prima squadra.

TORRETTA VOLLEY P PRIMA DIVISIONE M 60


LLEY etta

PORTO: MASCHILE www.ilbiancoeilverde.it

61


3

ITALG GREENBUILDING

sostenibilità

RESTAURO

ARCHITETTURA ecologico TETTI&PARETI

impermeabilizzazione


63 www.ilbiancoeilverde.it


RUGBY


RUG le regole d

il cartellino gi giocatore in cast - di Fabio Giorgi

Squadra: formata da 15 giocatori (più 8 in panchina): otto

diani, cinque tre-quarti. Avanti: gli uomini che compongono la mischia. ta sono divisi in prime linee (due piloni - n. 1 e 3 re - n. 2 -), seconde linee (due: n. 4 e 5) e terze linee (t

Mediani:

un mediano di mischia (n. 9), che dirige il gioco d troduce la palla in mischia chiusa, e un’apertura (10), il regist

Tre-quarti:

gli uomini veloci, che compongono la Sono divisi in due centri (n. 12 e 13), due ali (11 e 14) e Punteggio: 5 punti per la meta, 3 per il calcio di punizione e dr balzo), 2 per la trasformazione di una meta. La meta si segna palla nell’area dietro le porte. La linea di meta appartiene all’ar ci si trasformano facendo passare l’ovale fra i pali e al di sop

66


GBY del rugby

iallo manda il tigo per 10 minuti

o avanti, due me-

.

A loro vole un tallonatotre: n. 6, 7 e 8).

degli avanti e inta della squadra.

linea arretrata. un estremo (15). rop (calcio di rima schiacciando la rea di meta. I calpra della traversa.

www.ilbiancoeilverde.it

67


RUG le regole d

il cartellino gi giocatore in cast Tempo

di

gioco:

Due tempi da 40 minuti l’uno. Regola cardine: il pallone (ovale) va passato sempre all’indietro. Lo si può giocare in avanti solo calciando. Mischia chiusa: il confronto ordinato fra i due gruppi di avanti schierati a testuggine. Il mediano della squadra cui è assegnata introduce la palla lateralmente. I tallonatori cercano di portarla ognuno dalla propria parte. Touche: la rimessa laterale. L’incaricato (normalmente il tallonato-

68


GBY del rugby

iallo manda il tigo per 10 minuti re) lancia il pallone nel mezzo ai due allineamenti. Fuorigioco: in fase d’attacco, vi si trova qualunque giocatore della squadra in possesso della palla e che si trova davanti alla stessa, intervenga su di essa. Calcio diretto in touche: è consentito solo dall’interno dell’area della propria area dei 22 metri difensivi (quelli davanti alla propria linea di meta) e solo se l’ovale non vi è stato portato dal calciatore o da un compagno. Altrimenti la palla deve rimbalzare, prima di uscire, pena l’arretramento della rimessa laterale all’altezza del punto da cui si è calciato. Placcaggio: consentito solo sul portatore di palla e dal petto in giù. Il placcatore deve subito lasciare il placcato quand’è a terra. Cartellino giallo: espulsione di 10 minuti. Cartellino rosso: espulsione definitiva. (fa.gio.)

www.ilbiancoeilverde.it

69


RUG i milgi sca del m

68

- Foto di Manfredi Adamo


GBY iori 20 atti mese www.ilbiancoeilverde.it

69


- Foto di Manfredi Adamo

- Foto di Fabio Stiaffini

72

- Foto di Manfredi Adamo


serieA U20 www.ilbiancoeilverde.it

73


16 U

U14 - Foto di Manfredi Adamo

74

U

1


- Foto di Manfredi Adamo

12

- Foto di Enrico Zannoni

www.ilbiancoeilverde.it

75


U10 U8

76

- Foto di Carla Buselli


- Foto di Stefano Barsotti

- Foto di Leonardo Simoncini

www.ilbiancoeilverde.it

77


BASKET


BAS

ci allen pallacanestro - di Alberto Facchini La Pallacanestro Don Bosco Livorno, ormai da una decina d’ anni, ha adottato programmi di allenamenti intensi che vadano a riempire nel migliore dei modi il tempo a disposizione dei loro giocatori. Qualsiasi squadra dal primo anno delle scuole medie sino all’ ultimo delle superiori è impegnata almeno 4 volte a settimana con il proprio allenatore ed almeno un’ altra con il preparatore fisico. Le linee guida a livello tecnico-tattico si sono stabilizzate sul “creare ordine cestistico” partendo da una buona base di gruppo e squadra.

80

qui.


SKET

niamo o don bosco

...

www.ilbiancoeilverde.it

81


BAS

ci allen pallacanestro

82


SKET

niamo o don bosco Negli anni si sono susseguiti responsabili di settore giovanile che hanno sempre richiesto questo obiettivo come necessità. La migliore risposta della società è quella di poter garantire agli istruttori un lavoro ottimo, garantendo palestre e spazi per gli allenamenti. Gli attuali luoghi di allenamento sono il PalaMacchia, il PalaCosmelli, la palestra del Cecioni e la palestra Salesiani. Alle cornici dei palazzetti si alternano il campo “storico” della palestra di Via Pannocchia. È grazie a questi spazi che il Don Bosco ha potuto sfornare talenti negli 10 anni; Fantoni, Cotani, Giachetti, Garri, Renzi, Saccaggi, Portannese, Liberati hanno sudato e lavorato in queste palestre e si sono costruiti cestisticamente in queste “care” mura.

qui...

www.ilbiancoeilverde.it

83


NOI CHE. la passione per lo spo ringraziamo i CAMPO DI GIOCO Stadio C. Montano via dei Pensieri 57128 Livorno per iscrizioni ed informazioni Segreteria Campo Maneo Via Settembrini Mar-Gio-Ven 17.30 - 19.30 Telefono e Fax 0586/810257 Categorie: PROPAGANDA UNDER 6/8 - UNDER 10 - UNDER 12 JUNIORES UNDER 14 - UNDER 16 - UNDER 18 SENIORES SERIE A1 - SERIE C

SocietĂ  Atletica Livorno Via dei Pensieri 24/A 57100 Livorno Tel e Fax 0586/811117 email: atletica.livorno@libero.it

Nuoto Livorno S.S.D. a R.L. c/o spiaggia 3 Ponti viale di Antignano, 57128 Livorno telefono e fax: 0586/505365 cellulare: 345/3526550 www.nuotolivorno.net - segreteria@nuotolivorno.net

il84 bianco e


... ort a portata di CLICK nostri partner ASD Windsurf Livorno WINDSURF LIVORNO di David Gabriellini e Dario Guarduccinei Via Spalato, 20 - Livorno P. Iva 01407160496 - info David: 339 5256730 Dario: 338 9142827 www.winsurflivorno.it - info@windsurflivorno.it

TORRETTA VOLLEY PORTO A.S.D. Sezione del Circolo Porto di Livorno- Via Piero Tacca 18 - 57123 LIVORNO- CAMPO di gara e allenamento- Via Dudley, 5 - 57121 Livorno (LI) - Scuole Medie Inferiori Michelangelo

Pallacanestro Don Bosco Via Salvador Allende 57128 Livorno Tel 0586 858167 Divisione nazionale B, Giovanili, under 19 eccellenza, under 17 eccellenza, under 17 ĂŠlite, under 15, under 14 ĂŠlite,under 13, Mini basket, esordienti 2000, aquilotti 2001, aquilotti 2002, scoiattoli 2003, scoiattoli 2004, pulcini 2005/2006 www.pallacanestrodonbosco.it

e il verde85 www.ilbiancoeilverde.it


NOI CHE. la passione per lo spo

ringraziamo i n

187PASSI design lab

info@187passi.com / +39 347 1068870 / +39 328 3873511

il86 bianco e


... ort a portata di CLICK

nostri sponsor 0586

213168 - 0586 219227

e il verde87 www.ilbiancoeilverde.it


NOI CHE. la passione per lo spo Il Bianco e il Verde Contatti info@ilbiancoeilverde.it Coordinatori del progetto Claudio Mazzuoli Diego Russo

Editore Livorno Rugby Biancoverde Via dei Pensieri, 51/A Livorno Graphic Designer Clarissa Mattei Web Designer Gabriele Da Re

Area commerciale Claudio Mazzuoli Diego Russo

il bianco e

vi dĂ  appuntam


... ort a portata di CLICK Hanno collaborato Manfredi Adamo Farncesco Bigotti Bugo Elisa Cerboneschi Alberto Facchini Fabio Giorgi Sara Giusti Andrea Masini Jacopo Piampiani Diego Russo

Fotografia Atletica: Giancarlo Colombo Si può fare surf in Italia?: Elisa Cerboneschi RUGBY Manfredi Adamo Fabio Stiaffini Enrico Zannoni Stefano Barsotto Carla Buselli Leonardo Simoncini Windsurf Andrea Bruschettini

e il verde

mento a maggio www.ilbiancoeilverde.it


www.ilbiancoeilverde.it

APRILE 2012


Il Bianco e il Verde - Aprile 2012