Page 1

Rotaractort

DISTRETTO 2120

Distretto Rotaract 2120 - Puglia e Basilicata


Rotaractort SOMMARIO

Editoriale............................................................................................................... pag. 3

DAL DISTRETTO Il Saluto dell’ RRD ................................................................................................ pag. 4

DAI CLUB RAC Taranto & Massafra .................................................................................... pag. 6 RAC Trani ............................................................................................................ pag. 7 RAC Bari ............................................................................................................. pag. 8 RAC Bari Alto - Casamassima ............................................................................ pag. 9 RAC Bari Agorà ................................................................................................... pag. 10 RAC Lecce, Brindisi, Gallipoli & Manduria .......................................................... pag. 11 RAC Manfredonia ................................................................................................ pag. 12 RAC Lucera ......................................................................................................... pag. 13 RAC Bisceglie ...................................................................................................... pag. 14 RAC Molfetta ........................................................................................................ pag. 15 RAC Foggia .......................................................................................................... pag. 16

EXTRA

L’Assalto ai Segreti ............................................................................................... pag. 17 The Splash Party .................................................................................................. pag. 19 L’Angolo dell’ rrd incoming ................................................................................... pag. 20

2


Rotaractor 2009/10 “ Semel in anno lecit insanire!” “SIAMO IN MISSIONE PER CONTO DELL’ RRD” ..Usciti di prigione, la Juliet Prison, a chi affidarli?? Jake/Fiorella e Elwood/Vito sono in regime di semilibertà dopo aver scontato una pena per rapina di materiale rotaractiano, campane, labari etc etc.. Una sera, però, Jake/Fiorella viene illuminato da una luce divina nella vicina chiesa battista di Triple Rock e riceve la "rivelazione" di rimettere assieme la vecchia banda dei "Rotaractors Brothers", i V.V.F. (Valeria, Vito & Fiorella). Ora i fratelli sono "in missione per conto dell’RRD!". Inizia il loro lavoro: riunire il loro gruppo rhythm and blues. Necessario è però il caldo ritmo di tutti!!

V . V . F . - S t a ff R o t a r a c t o r

3


V i va l a V i d a ! ! ! ! Par o l a d i R R D...

“Cos’è il Rotaract?” è la prima domanda che qualsiasi interlocutore pone quando si nomina il nostro club, ed è sempre difficile rispondere: molto probabilmente, se la ponete a diversi rotaractiani, otterrete tutte risposte diverse fra loro. Ecco perché dirò che cosa è per me il Rotaract. Il Rotaract non è solo un progetto del Rotary International, ma il secondo binario dell’agire della famiglia rotariana: Rotary e Rotaract camminano insieme, i rotaractiani imparano dai rotariani, ma ne costituiscono la forza per agire e portare a termine i grandi progetti, i service, che ogni anno siamo chiamati a realizzare per il bene della comunità. Un obbligo morale, che discende dal nostro status di ragazzi più fortunati di altri: restituire alla vita parte di ciò che ci ha dato in più per migliorare le condizioni altrui. Rotary e Rotaract sono, dunque, due facce della stessa medaglia, dalla cui unione nasce la sinergia necessaria a rendere il mondo migliore di come lo abbiamo trovato. Per questo, l’anno sociale che sta per iniziare è per i rotaractiani del nostro Distretto un anno particolarmente intenso ed impegnativo sia sul fronte dei service che su quello degli eventi. Come ragazzi, siamo ancora scossi dal sisma abruzzese, soprattutto perché i più colpiti sono stati proprio i nostri coetanei, come rotaractiani ci siamo subito sentiti in dovere di fare qualcosa: oltre ad aver subito aderito alla Commissione Speciale creata dal Distretto 2090 per coordinare gli aiuti immediati, abbiamo deciso di unire la nostra forza assieme a quella degli altri Distretti italiani per la realizzazione di un Older Garden, o Giardino dell’Anzianità, presso il quale saranno accolti quaranta anziani portatori di gravi patologie tipiche della III e IV età. Grazie alla costruzione del Centro e alla sua immediata fruibilità (l’Older Garden sarà inaugurato nel mese di Ottobre 2009) le famiglie aquilane e abruzzesi, già colpite dal drammatico evento, potranno trovare sollievo e aiuto nell’assistenza delle persone anziane affette da patologie neurodegenerative, in particolare l’Alzheimer. Grazie all’aiuto dell’Istituto Zooprofilattico di Abruzzo e Molise, sarà possibile applicare agli ospiti della struttura nuove terapie relazionali e soprattutto la “pet – terapy”, riconosciuta assai efficace per rallentare il corso delle patologie della senescenza. Un altro tema che ci vedrà impegnati in prima linea è la tutela del patrimonio artistico italiano: il nostro Distretto è culla della Magna Grecia, fulcro dell’Impero Romano, ricco di castelli medievali e centro del barocco italiano, quindi il nostro compito sarà, in collaborazione con altre associazioni e con il FAI, il Fondo per l’Ambiente Italiano, sensibilizzare l’opinione pubblica sulla situazione di mal conservazione delle nostre opere, cercando di colloquiare con le istituzioni locali per finanziarne il recupero. Abbiamo ritenuto inoltre di inserire, per la prima volta nel nostro Distretto, i Community Service, speciali service di facile realizzazione ma con grande impatto nella nostra comunità: uno fra tanti è quello dei “Donatori di Voce”, che ci vedrà impegnati nella registrazione vocale di testi universitari da donare alla Associazione Italiana Ciechi, per dare ai nostri coetanei non vedenti la possibilità di studiare più facilmente. Inoltre, sulla scia della più bella campagna d’immagine del Rotary International, pubblicheremo un libro di ricette tipiche pugliesi e lucane dal titolo “Sì. Ci piace organizzare cene.”, il cui ricavato verrà destinato all’acquisto dei generi alimentari di prima necessità per i centri di accoglienza per senza tetto sparsi sul territorio del nostro Distretto. Il motto del Rotaract è “Fellowship trought service”, che erroneamente è spesso tradotto in italiano con “Amicizia attraverso il servire”: in realtà per fellowship si intende un’amicizia speciale, più forte, coinvolgente, destinata a migliorare sé stessi migliorando gli altri. Proprio lo spirito di amicizia mi ha portato alla scelta del motto del prossimo anno sociale: “Viva la Vida”. Compito di noi ragazzi non è solo quello di migliorare la qualità della vita, ma di aumentare la quantità della vita, la vitalità, che è il motore di ogni società, motore che, spesso, si ingolfa. Per questo, di concerto con i miei 24 numeri uno, i Presidenti dei Rotaract di Puglia e Basilicata, abbiamo deciso di organizzare, per oliare il motore della comunità e per finanziare i nostri service, alcuni eventi, che costituiscono di fatto piccole, grandi sfide per il nostro Distretto: a settembre sarà la volta della Festa dell’Aspirante e del Nuovo Socio, in ottobre daremo spazio e voce ai registi di cortometraggi provenienti da tutta Italia per la prima edizione del Cineract, a dicembre in Bari porteremo in scena, in collaborazione con una compagnia teatrale pugliese, “Per le strade di Verona”, musical ispirato alla più dolce storia d’amore e morte mai scritta, Romeo e Giulietta. 4


In gennaio, dopo il grande successo dello scorso anno, spinti dall’ottimo feedback ricevuto dai media, incoraggiati dalla volontà di molte ragazze di partecipare e di debuttare in società, proporremo nuovamente, in collaborazione con la Marina Militare Italiana, il Gran Ballo delle Debuttanti, in una nuova location, più romantica e più principesca, per regalare un sogno a tutte le partecipanti. La più grande sfida, che ci vedrà sotto i riflettori di tutta Italia e che ci renderà protagonisti per quattro intensi giorni, è l’organizzazione del XXIX Congresso Nazionale del Rotaract Italia: dal 27 al 30 maggio 2010 più di 400 rotaractiani provenienti da tutta la nostra penisola, dall’Europa e dal mondo giungeranno nella splendida cornice del Grand Hotel Masseria Santa Lucia in Ostuni per confrontarsi, crescere assieme e fare il punto della situazione., inoltre, di dedicare alcune parole alla mia squadra distrettuale, con la quale, ormai da un anno, lavoriamo in piena armonia e sintonia per perseguire gli obiettivi che ci siamo prefissati per quest’anno sociale che si preannuncia pieno di soddisfazioni per il nostro Distretto. Un ringraziamento da parte mia e da parte di tutto il Distretto Rotaract va al Governatore Arch. Romano Vicario che si è subito dimostrato molto disponibile con noi rotaractiani e con il quale lavoreremo per portare a termine con successo alcuni progetti di service. Infine, vorrei ricordare chi mi ha sostenuto in quest’anno da Rappresentante Rotaract Distrettuale Incoming, chi ha abbracciato da subito l’idea di portare il Congresso Nazionale nuovamente in Puglia, chi ha saputo consigliarmi per il meglio nei momenti di difficoltà, chi ha lavorato per un anno per portare il Distretto ai massimi livelli, chi ha dedicato un anno della sua vita a noi, al service, al Rotaract: la nostra RRD Teresa Ranieri. Grazie per quello che hai fatto, saprò cogliere la tua eredità nel miglior modo possibile e vedrai che i tuoi rotaractiani non ti deluderanno. A tutti voi che avete avuto la pazienza di leggere queste righe, auguro un anno di lavoro intenso e grandi successi, come singoli rotariani, come Rotary Club e come Distretto Rotary. Dunque, viva la vida! Elio Franco RRD Distretto 2120 a.r. 2009/10

Elio Franco RRD 2120 a.r. ’09/’10 5


C e r i m o n i a d i p re s e nt a z i o n e d e l R A C M a s s af r a & Pa s s ag g i o d e l m ar t e l le tto R A C Tar a nto

UNA NEW ENTRY PER IL DISTRETTO 2120 ! Il 24 luglio 2009, con grande emozione e orgoglio, si è svolta a Chiatona (Ta) la cerimonia di presentazione del Rotaract Club Massafra, che vede come presidente dell’anno rotaractiano 2009/2010 Maria Colazzo, e il passaggio delle consegne del Rotaract Club Taranto, sotto la presidenza di Francesco Tacente. Sulla splendida terrazza del Lido Impero, il nostro rrd Elio Franco, ha dato il benvenuto al nuovo Club, augurando a tutti i soci di lavorare sempre in amicizia, essendo proprio l’amicizia la chiave di volta del Club, elemento indispensabile intorno al quale ruota la creazione di qualsiasi progetto, anche il più complesso, e il raggiungimento di ogni importante obiettivo e servizio. Proprio a tal proposito, sono stati accennati dal nostro rrd alcuni dei progetti che durante l’anno rotaractiano 2009/2010 saranno realizzati con la collaborazione dei Clubs del distretto 2120. Per quanto riguarda il passaggio delle consegne del Rotaract Club Taranto, il presidente Francesco Tacente ha presentato l’ingresso di tre nuovi soci, e anch’egli si è detto orgoglioso della costituzione del Club di Massafra. In seguito, la parola è passata a Maria Colazzo, presidente del Rotaract Club Massafra, onorata e fiera di guidare questo nuovo Club, che ha già diversi progetti e iniziative da portare avanti grazie all’entusiasmo dei suoi soci. Maria Colazzo, con l’aiuto della segretaria del Club di Massafra Nadia Faidiga, ha presentato i soci fondatori del Club e il direttivo dell’anno rotaractiano 2009/2010. Sono intervenuti nel corso della cerimonia anche la segretaria del Club di Taranto Angela Leo e il presidente del Club di Fasano Vito Belfiore. Dopo la cerimonia si è potuto dare inizio alla cena organizzata dal Club di Massafra in onore della sua costituzione. Come nella tradizione di ogni Rotaract Club che si rispetti, dopo la cena il divertimento era assicurato: la grande festa. Balli dal caraibico alla dance, dall’house ai lenti più romantici hanno deliziato soci e ospiti. Si è respirato un grande clima di amicizia e di serenità, complice anche una calda serata estiva e un mare argenteo, specchio di luna e stelle. Il Rotaract Club Massafra vedrà la sua costituzione ufficiale con la consegna della carta costitutiva giorno giovedì 17 settembre, alla presenza dell’rrd Elio Franco, del governatore Romano Vicario e del Rotary Club Massafra, appunto il Club padrino.

Angela Laterza - RAC Massafra 6


Pa s s a g g i o d e l m a r t e l l e t t o R A C Tr a n i

UN PASSAGGIO DELLE CONSEGNE “STELLARE”! "Data stellare 2009.25.07 ,ore 20.30 p.m. ,diario del capitano..tutto è pronto! Gli ospiti sono stati avvisati,i Vip del mondo dello spettacolo hanno aderito in gran numero,ma mancano solo le cubiste del pianeta Venere..." Onestamente fossi stato io a scrivere Star Trek avrei dato questo tipo di input in modo tale da coinvolgere più lettori e portare i guadagni alle stelle!! Bene ,evitiamo di scrivere cose senza senso e ricominciamo...comunque caro lettore chiedo scusa per aver usufruito della tua pazienza e di averti fatto perdere un po’ di tempo. Ogni anno il nostro Club,come tutti i Club,è impegnato in un obbligo istituzionale ovvero il rinnovo delle cariche e quest'anno abbiamo deciso di svolgere l'evento a Bisceglie presso "La Vetta dei Divi" con serata in discoteca al "COCO". Il 25 luglio 2009 è stato un giorno solenne e importante per la vita del Club perchè rappresenta insieme le sintesi di un anno di lavoro e l'inizio di uno nuovo. E' una staffetta in cui chi consegna il testimone deve correre a fianco del compagno e trasmettergli il passo e il ritmo vincente. Si ringrazia anche la numerosa presenza degli amici Rotaractiani intervenuti in quel giorno speciale perchè hanno dato la forza e la grinta di affrontare ogni cosa ma nello stesso tempo hanno fatto si che i nostri rapporti siano sempre più forti e più stretti dove chi ha bisogno di una mano o di un consiglio sa che può contare sull'appoggio di ogni Club! La serata si è svolta in allegria dove nella prima parte c'è stata la presentazione dell'operato del past President Alessia Triminì e infine la presentazione del nuovo anno sociale da parte dell'attuale Presidente Davide Storelli il quale ha infine presentato il suo esecutivo. Sono state molto gradite le presenze del Rotary Club padrino presieduto dal dott. De Cicco , la presenza del nostro R.D. Elio Franco il quale ha esposto le proprie idee e le varie attività di quest'anno sociale. Durante il corso della serata è stato possibile anche il rinnovo del gemellaggio con il Club di Foggia capeggiata dal Presidente Giovanni Vece e infine si è colta l'occasione di dare la nomina a Bartolomeo Vangi di "Socio Amico" per la sua grinta e determinazione verso il Rotaract. Una serata piena di emozioni e colpi di scena conclusasi,dopo una cena abbondante, in discoteca con la gradita presenza di danzatrici all'interno del privè e la presenza dei cari buttafuori i quali garantivano la sicurezza dei nostri ospiti! Si spera da parte del nostro Club che la serata sia stata piacevole e ci promettiamo di organizzare più feste possibili da passare con tutti voi. In conclusione auguro a tutti i Presidenti e a voi amici un felice anno sociale e pieno di inventiva. Diamoci da fare!!!! Davide Storelli - Presidente RAC Trani

7


Pa s s ag g i o d e l m ar te lletto RAC Bar i

LA MAURI REGNA ! Il 18 luglio 2009 si è tenuta presso la sala ricevimenti “Garden degli ulivi” a Valenzano (BA) la cerimonia dello “Scambio del Martelletto” del Rotaract Club Bari, che ha visto succedere Maurizia Falcone a Jacopo Metta nella guida del club. Una splendida location ed un clima mite hanno reso piacevole l’attesa di un evento preparato con rigorosa precisione organizzativa, al quale hanno partecipato numerosi amici Rotaractiani e Rotariani, 130 in tutto, ai quali vanno i ringraziamenti del club. Jacopo, da consumato presentatore, ha iniziato la sua relazione elencando le numerose iniziative ed eventi organizzati durante l’anno della sua presidenza, nel corso del quale è stato celebrato il 40° anniversario del Rotaract Club Bari. Una lunga carrellata d’immagini ha ricordato i tanti momenti piacevoli passati insieme, nel segno del più autentico spirito rotaractiano. Dopo l’assegnazione di vari riconoscimenti, titoli onorifici, baci, abbracci e foto di rito, è stata proclamata la presidenza di Maurizia Falcone che con grande entusiasmo ha esposto le sue brillanti idee, presentato il nuovo direttivo e dato il benvenuto a tre nuovi soci: il grande passo era stato fatto! Gli applausi sono fioccati ed i buoni propositi hanno pervaso lo spirito dei presenti, ma anche gli stomaci hanno iniziato ad emettere un sinistro brontolio … la mezzanotte era già scoccata. Così, chiusa la conferenza, si è dato inizio ad una gustosa cena con tavoli imbanditi d’ogni prelibatezza. Infine non poteva mancare il ballo: la disco music ha coinvolto tutti ed esaltato le sensuali movenze delle nostre amiche Rotaractiane, mai così belle come quella sera!!! E’ stata una serata ben riuscita nel pieno rispetto della lunga e nobile tradizione del Rotaract Club Bari.

Antonello Merola -

RAC Bari 8


Pa ssag g io del martelletto R A C B ar i A lt o C a s a m a s s i m a

UN CLUB DI SOLIDA TRADIZIONE Grande soirèe il 29 agosto scorso, al Trappeto, a Monopoli. Nella splendida cornice rustica dell’antico frantoio tramutato in discoteca c’è stato, infatti, il passaggio delle consegne del Rotaract Bari Alto - Casamassima. Presenti gran parte delle autorità rotaractiane, tra le quali l’RD Elio Franco, il past RD Teresa Ranieri, il vice RD, nonchè presidente del club di Foggia, Gianni Vece, le segretarie distrettuali Valeria Casarano ed Elisabetta De Feudis, il delegato di zona Jacopo Metta e i presidenti del club di Bari, Maurizia Falcone, e del Bari Agorà, Cristina Cocozza. Degna di nota, inoltre, una significativa presenza dei soci rotaractiani del 2120. Dopo i consueti ringraziamenti del segretario del Bari Alto, il dott. Vito Ferri, c’è stata una stimolante e corposa apertura del past president Raffaello Bellino che ha illustrato il suo operato a cavallo tra il 2008 e il 2009. Tra le iniziative di maggior risalto non si possono non citare il service a favore dei non vedenti, con l’acquisto di materiale didattico e con la registrazione da parte di alcuni soci del club del cosiddetto ‘libro parlato’, nella fattispecie un testo di diritto penale, la creazione di un portale web ex novo (www.rotaractbarialto.blogspot.com), e diverse altre iniziative in perfetta sinergia con il club Bari e l’Agorà. Il discorso, poi, è passato al nuovo presidente, Claudio Caldarola, che si è congratulato per l’egregio lavoro svolto da Bellino e ha esposto in breve la sua passione e lo spirito pienamente rotaractiano con il quale condurrà il club del Bari Alto - Casamassima in quest’anno sociale. Infine, la breve ma attenta chiusura del RD Elio Franco, che si è soffermato a trattare i maggiori eventi di quest’anno, in primis la distrettuale del 26-27 settembre, nella masseria Montepaolo, a Conversano. Dunque grandi aspettative per il Bari Alto che si conferma club di solida tradizione e con un’attenzione particolare al futuro, con iniziative che hanno come fine ultimo quello di coniugare divertimento e impegno nel sociale.

Vito Christian Ferri - RAC Bari Alto - Casamassima 9


Pa ssag g io del martelletto RAC Bar i Ag orà

BUON COMPLEANNO BARI AGORÀ ! Bari 27 giugno 2009 Oh che emozione doppia!!! Quest’anno il nostro club RTC Bari Agorà compie 10 anni ed io proprio oggi intraprendo un percorso tutto nuovo per me!!! Finalmente questo giorno è arrivato! L’attesa è stata lunga e un po’ frenetica, gli sforzi organizzativi, che ci hanno coinvolti tutti, sono stati grandi, ma per fortuna il nostro entusiasmo ha reso ogni cosa più piacevole..anche la pioggia di questa serata estiva! Ed eccovi arrivare tutti amici cari…non sto più nella pelle!!! Un filmato ci permette di ricordare e gioire insieme per i dieci anni condivisi, siamo molto soddisfatti dei progetti realizzati e abbiamo tante proposte per il nuovo anno. L’amicizia che da tempo ci accomuna, sarà compagna di tutte le idee che vogliamo portare a compimento, perché si sa, con il sorriso e l’impegno di tutti, non solo ogni intenzione diviene reale, ma anche più bella!

Cristina Cocozza - Presidente RAC Bari Agorà 10


Pa s s ag g i o d e l m ar t e l le tto RAC Le cce,Br ind isi,Gall ip o l i & Mand u r i a

“OHANA” SIGNIFICA FAMIGLIA E FAMIGLIA SIGNIFICA ROTARACT! Ho sempre messo l’amicizia all’apice di ogni cosa. E’ con questo spirito che ho inteso otto anni di partecipazione alle attività del Rotaract. La mia formazione è iniziata nel Club di Milano e le esperienze maturate dal confronto con ogni realtà (quella milanese è di certo molto differente dalla salentina), mi hanno portato a credere che con la coesione si possano raggiungere i più alti obiettivi. Partendo da questa visione, nel momento in cui ho saputo che sarei diventata presidente del Club di Lecce – e non ringrazierò mai abbastanza chi ha creduto in me - ho da subito avallato l’idea di un passaggio di consegne un po’ insolito. Si è così scelto uno scenario incantato, sotto un tetto di stelle, a due passi dal mare. Poi, tutti in pista per una festa hawaiana. In pieno stile Rotaract. Ospiti della suggestiva cornice del “Posto9”, locale di Campomarino, sulla costa jonica. La sera del 31 luglio ci siamo ritrovati lì, i soci di ben quattro Club: Lecce, Gallipoli, Brindisi e Manduria. Abbiamo deciso di accorpare in un unico evento, organizzato nel vivo dell’estate, la presentazione dei nuovi presidenti. Tutti insieme, all’insegna della volontà di portare avanti progetti di solidarietà sociale avviando rapporti di collaborazione reciproci sempre più proficui. Abbattendo tutte le distanze. E rinsaldando proprio uno di quei principi nei quali più credo: l’amicizia. Non un passaggio delle consegne standard, si può dire. Ma non è, in fin dei conti, proprio dalle innovazioni che nascono i frutti migliori? Davanti ad un folto pubblico di soci e amici provenienti da tutta la Puglia, abbiamo così preso parola, uno alla volta, noi presidenti entrati in carica per il nuovo anno sociale, presentando passate attività e obiettivi raggiunti e annunciando propositi e novità per l’immediato futuro. Oltre a me, dunque, Daniele Caiulo di Brindisi, Sara Tempesta di Gallipoli e Andrea Massafra di Manduria. A fare gli onori di casa è stato Dario Leonardo Dinoi, presidente uscente del Rac Manduria, con un documentario filmato sull’attività svolta dal Club nel quale momenti di profonda riflessione si sono alternati ad altri non privi di una certa verve umoristica, nel pieno spirito di un gruppo che all’impegno sociale unisce anche un sano divertimento. Che non è di certo mancato nella continuazione della serata, tra il buffet, drink e tanta musica. Ma prima, ci siamo soffermati tutti sugli obiettivi da raggiungere. Ho proposto i miei e, devo dire, ne ho davvero tanti. Spero di riuscire a raggiungerli, con l’aiuto di tutti. Ma d’altronde, proprio il primo, quello che ritengo più importante, è il rafforzamento della coesione all’interno del club. Con un alto spirito di gruppo, potremo far fronte a tutte le iniziative in cantiere. Per esempio, il potenziamento della formazione rotactiana. Iniziando dalla grande sfida del nostro RRD e della sua squadra, ossia la festa distrettuale dell’aspirante che si terrà a settembre. Dovremo poi sviluppare l’effettivo, individuando persone che condividono ideali rotaractiani o che già vivono da rotaractiani, non sapendo di esserlo. Intendiamo quindi proseguire l’attività di service presso la casa famiglia Ambarabà di Carmiano, che finora ci ha portato tante soddisfazioni. E, entrando nei licei, ci piacerebbe anche organizzare e promuovere un concorso letterario per valorizzare il talento dei giovani studenti e far conoscere ancora di più le variegate attività del Rotaract. Ovviamente, non ho mancato di citare l’organizzazione della nostra annuale festa del 25 dicembre, un appuntamento clou, ideato per una raccolta di fondi volta a sostenere le nostre attività di service. Anche quest’anno, ne sono certa, sotto l’albero di Natale sapremo riservare delle sorprese. Francesca Romana Pallara - Presidente RAC Lecce

11


Pa s s ag g i o d e l m ar t e l le tto RAC Manf redonia

“MAKE DREAMS REAL !” Cari amici e rotaractiani, il passaggio del martelletto del RAC di Manfredonia si è svolto il 30 luglio 2009 presso il Nicotel Gargano, con la presenza del Prefetto Distrettuale Rotary 2008/2009 Vito Scarola, del Presidente Rotary Manfredonia Dott. Alessandro D’Onofrio, nonché del Past President Dott. Saverio De Girolamo, del Delegato di zona Ferdinando Ieva, del RRD Incoming Giuseppe de Feudis ed infine del RRD del distretto Rac 2120 Elio Franco nonchè dei vari presidenti dei club presenti ai quali va un ringraziamento a nome di tutto il club per la loro partecipazione e spirito rotaractiano. Un grande merito senza dubbi è stato fatto alla Past President Ritassunta Catalano, la quale ha ripercorso i punti salienti dell’attività svolta durante lo scorso anno sociale, elencando tutti i progetti e service realizzati. Emozionante è stato sicuramente il momento in cui il Past Presidente Rotary di Manfredonia le ha consegnato l’attestato di lode presidenziale riconosciutole dal Presidente del Rotary International D.K.Lee per l’attività di service profusa in favore dell’infanzia nonché la spilla del World Rotaract Week, quale “ shinig examples of Service Above Self “. Non possono non essere ricordate le parole del medesimo Presidente, espresse nella lettera di accompagnamento ai riconoscimenti, volte ad incoraggiare il lavoro in tutta la comunità ed oltre e soprattutto a ricordare che “qualsiasi cosa fatta nel servizio agli altri fa parte della magia del Rotary che rende le persone comuni, come te e me, in grado di realizzare cose sorprendenti…affinchè tu possa dimostrare al mondo come tu sia in grado di rendere concreti i sogni..Make Dreams Real!” Di rilevo, altresì, la presenza del Prefetto Distrettuale Rotary dott.Vito Scarola, il quale si è soffermato un intervento sull’importanza del service in favore della sensibilizzazione alla donazione degli organi, e del Delegato di Zona Ferdinando Ieva il quale ci ha promesso grande appoggio, ribadendo la sua vicinanza ai club della zona daunia, fornendo la sua massima professionalità e disponibilità a favore degli stessi, favorendo la continua formazione di leadership e ricordandoci dell’importanza del ryla come evento formativo. In ultimo Elio Franco RRD del Distretto ha introdotto il tema di quest’anno “Viva la Vida”il quale rappresenta non solo la qualità della vita ma soprattutto l’aumento della vitalità giovanile.Tra i progetti del nuovo anno sociale sono emersi: la conservazione e salvaguardia dei beni culturali come patrimonio artistico italiano, un community service tra cui uno sui “donatori di voce, la realizzazione di un libro sulle ricette tipiche della Puglia e Basilicata dal titolo “si ci piace organizzare cene”. Infine, uno degli scopi di quest’anno sociale, grazie alla collaborazione di tutti i soci sarà l’impegno nel continuare il percorso di stretta collaborazione con il Rotary, perché crediamo fermamente che attraverso l’unione e l’ascolto reciproco si possono attuare i grandi progetti e service, in uno spirito di solidarietà che abbandoni i conflitti e promuova l’amicizia .. In linea con tali principi, ovviamente, cercheremo il più possibile di contribuire alle iniziative del distretto; siamo pronti, infatti, a realizzare un progetto sulla cultura d’impresa per stimolare i giovani verso l’imprenditorialità, attraverso degli strumenti sia formativi che pratici nel quale andremo a simulare delle vere e proprie realtà d’impresa. Cercheremo sempre più di reclutare persone attiviste e positive con capacità di fare grandi cose, avendo il buon senso di realizzarle con gran saggezza. Di tutto ciò potrà beneficiare ogni socio del club il quale vivrà un’ esperienza unica che nessuno gli potrà togliere! Michele La Macchia - Presidente RAC Manfredonia

12


Pa s s a g g i o d e l m a r t e l l e t t o RAC Lucera & RAC San Severo

“ TWO IS MEGLIO CHE ONE ”! I Club Rotaract organizzano attività di raccolta fondi con lo scopo soddisfare le esigenze della comunità locale, attività volte a favorire la comprensione internazionale, riunioni formali, relazioni su temi di pubblico interesse, visite ad aziende, attività culturali, campagne di sensibilizzazione nelle scuole. Tutte le attività Rotaract iniziano a livello locale; ciascun socio impegnato nell'organizzazione di queste attività ha la possibilità di servire concretamente la comunità locale e sviluppare capacità professionali e doti direttive. Il Club di San Severo ha organizzato venerdì 17 luglio 2009 il “Passaggio del Martelletto”..manifestazione che ha coinvolto anche il Club di Lucera e ha ospitato ragazzi provenienti da tutta la Provincia. La carica di presidente è passata dalle mani di Marcello de Filippis all’architetto Cristina d’Aries, il Club di Lucera invece ha visto confermata la presenza per due volte consecutive dell’avvocato Rocco Marino. La manifestazione si è svolta all’interno dello sporting club di San Severo,con ingresso rigorosamente su invito.Tutto il ricavato dell’evento è stato devoluto in beneficenza.

Cristina D’aries - Presidente RAC San Severo 13


Pa s s a g g i o d e l m a r t e l l e t t o RAC Bis ceg l ie

IL CLUB CON L’ “R FACTOR”! Giornata rotaractianamente memorabile, quella del 10 Luglio. Non solo a Bisceglie si celebra il cambio di guardia nel direttivo del club, ma la data resta impressa per essere anche la prima con cui il rappresentante distrettuale Elio Franco inaugura il suo mandato di ambasciatore della gioventù dinamica segnata dall’ “R Factor” in Puglia e Basilicata. Al Museo Diocesano di Bisceglie, sempre più “casa della cultura” locale in cui perdersi per ritrovare le origini, il 10 Luglio sancisce l’inizio di un altro anno all’insegna dello spirito di servizio, per un club, quello di Bisceglie, che si arricchisce progressivamente per numero di iscritti e per curriculum di iniziative, sociali e culturali, intraprese nel segno della responsabilità civile. In perfetto contrappeso con l’ultima presidenza al maschile, il martelletto torna nelle mani di una donna: Marilena, che ha scelto di accogliere l’ “investitura” a leader del club, nonostante mancassero per lei poche settimane dalla pronunzia di un altro ben più importante e solenne “si”. Emozionata quanto l’occasione richiede, la presidentessa incoming, già vice nell’anno 2008/2009, ha subito scoperto il suo asso nella manica: il sociale, annunciando il prossimo avvio di un progetto dedicato ai bambini provenienti da famiglie disagiate. “Il sorriso del cuore”, questo il nome dell’iniziativa che porta la firma del RAC Bisceglie, coinvolgerà ragazzi dai 6 ai 13 anni del centro diurno “Villa Giulia” in una serie di laboratori socio-relazionali condotti da esperti e coordinati dal club. Riservando una originale sorpresa a tutto il club, Marilena ha scelto di dare anche una veste artistica alla presentazione del progetto, coinvolgendo un valente pennello locale nell’operazione Sorriso. L’artista Leonardo Cosmai ha difatti realizzato per il club una tela “interattiva” immediata ed efficace: a far da soggetto è un albero della solidarietà, che affonda le radici nel Rotaract e protende i suoi rami ai piccoli bisognosi. Sullo sfondo, invece, un grande libro, che ciascuno dei presenti ha firmato con cuore, ratificando in tal modo il suo futuro impegno al progetto Sorriso. Ma la serata del passaggio delle consegne è molto più di un dovuto rituale di annunci e convenevoli. Da sempre, difatti, il RAC Bisceglie interpreta la cerimonia dello scambio delle spille innanzitutto come evento culturale che possa coinvolgere l’intera comunità locale, e solo in secondo luogo come circostanza mondana, in cui ritrovarsi, brindare, gioire ed insieme inneggiare alla vita. In continuità con il passato, anche il 10 Luglio a farla da padrone è dunque stata Bisceglie. Il presidente uscente Massimo ha così presentato il primo “community service” realizzato con orgoglio dal club nel corso del suo mandato e per idea dell’allora presidente uscente Nadia . Si tratta del restauro di una delle opere custodite oggi dal Museo Diocesano, un S. Antonio da Padova dell’artista Vito Calò, dipinto per la chiesa biscegliese di S. Maria del Suffragio in occasione dei lavori di ampliamento del 1789. A spiegare i lavori condotti sull’opera e l’importanza storica della pala, è intervenuta la dott.ssa Margherita Pasquale, direttore storico dell’arte della Sopraintendenza di Bari e Foggia e ormai ospite fisso dei “passaggi” in terra biscegliese. E, come ci si aspettava, l’eloquio magnetico della dott.ssa Pasquale ha compiuto ancora una volta un quasi incantesimo, gremendo la sala di cittadini qualsiasi, giovani e meno, semplici curiosi e cultori della storia locale, che hanno avuto così modo di conoscere e plaudire la voglia di fare del RAC. Il Rotaract di Bisceglie, grazie anche al supporto costante di un club Padrino forte e ottimista, sa difatti lanciare sfide per imparare ad eccellere e impegnarsi a vincerle perché ad eccellere sia tutta la comunità. Serena Ferrara - Presidente RAC Bisceglie

14


Passag g io del martelletto RAC Molfetta

SOCI NUOVI, VITA NUOVA ! Il 24 settembre 2009 si è tenuto presso il ristorante MareLuna di Molfetta (BA), una riunione conviviale del Rotaract Club di Molfetta, alla presenza del Rappresentante Rotaract Distrettuale, Elio Franco. La serata è stata organizzata dal presidente del Club, Vito Piccininni, per celebrare l’inizio del suo secondo anno da presidente. Una splendida location ed un clima mite hanno reso piacevole l’attesa di un evento preparato con rigorosa precisione organizzativa, al quale hanno partecipato numerosi amici Rotaractiani ai quali vanno i ringraziamenti del Club. E’ stata una bella occasione per ritrovarsi dopo la pausa estiva e, per il presidente, di parlare dell’anno sociale appena iniziato e delle attività che il Club di Molfetta intende intraprendere. Si comincerà nel mese di ottobre con una conferenza si “giovani e sport” con una relatrice d’eccezione: la pluripremiata campionessa olimpica di ginnastica ritmica Marinella Falca, molfettese doc. A novebre, poi, inizierà la stagione concertistica organizzata dal Rotaract Club di Molfetta e del Liceo Musicale “Richard Wagner”, durante la quale saranno raccolti fondi a favore della Fondazione Umberto Veronesi per la lotta al cancro. A dicembre, il tradizionale appuntamento con il Rotarart, mostra di artisti emergenti del territorio. E’ intenzione del Club, inoltre, organizzare dibattiti su temi di stretta attualità, oltre ad attività benfiche a favore di associazioni ed enti. Infine, a margine della bella serata, il presidente Piccininni ha annunciato la prossima nascita dell’ Interact Club di Molfetta.

Vito Piccininni -Presidente RAC Molfetta 15


Passagg io del Martelletto RA C Fo g g i a

“18 settembre ’09, una data che non dimenticherò mai” Dopo otto anni di Rotaract, diventare Presidente del mio Club ha provocato in me una grande emozione. E’ stato meraviglioso poter condividere un momento così importante con amici vecchi e nuovi con i quali ho vissuto e sicuramente vivrò tante esperienze rotaractiane e di vita. Mi ha particolarmente commosso la grande partecipazione, circa 80 amici, provenienti da tutto il Distretto , che è testimonianza di grande affetto e stima nei confronti del Club di Foggia. Durante il discorso di insediamento ho accennato a quelle che saranno le iniziative e le priorità per le quali il Club profonderà sicuramente tutte le proprie energie. Alle nuove inziative in cantiere, non potranno mancare gli appuntamenti che ormai sono diventati una consuetudine, il Rotaract jazz project ed il Premio Rotaract per Foggia. Nel corso della serata abbiamo iniziato la nostra attività di service, tramite la vendita di simpatici portafortuna, il cui ricavato sarà devoluto alla sezione cittadina del FAI, per il restauro di 14 tavole,rinvenute nella Chiesa dei Morti di Foggia. La cerimonia , che si è svolta nella prestigiosa cornice del Tennis Club della nostra città, si è conclusa con una cena a bordo piscina, dove non sono mancati momenti di grande allegria e di sano divertimento. Ringrazio tutti i partecipanti, è stata una serata unica!!! Membri del consiglio direttivo, soci, amici…adesso ci siamo, è il momento di iniziare la nostra avventura. In bocca al lupo a tutti noi, sempre uniti e buon anno.

Gianni Vece -Presidente RAC Foggia


TOMB RAIDER ” A s s alto a i S eg r e t i ”

“ IMO SBABBBBBARIIIIIIIIIIIII !!!!!” Ormai si sa, quando a Manduria si organizza qualcosa bisogna prepararsi psicologicamente, se poi si aggiungono anche da Gallipoli, viene fuori un cocktail esplosivo! E' stato in un freschissimo pomeriggio d'agosto che 3 amici (Gb Mele da Gallipoli, Andrea Massafra e Dario L. Dinoi da Manduria) hanno architettato un gioco notturno, degno di Rambo, in mezzo alle campagne del Salento. L'obiettivo del gioco e' assaltare la Masseria, posta al centro di una tenuta di qualche decina di ettari, in localita' Segreti, senza essere beccati dall'attenta sorveglianza (Gb Mele, Andrea Massafra, Sara Tempesta-Rac Gallipoli, Dario L. Dinoi, Cristina Cocozza- Rac Bari Agora' e Antonio Briganti un amico di Manduria il cui aiuto si e' rivelato determinate). I 13 partecipanti rimanenti sono stati divisi in due squadre una capitanata da Stefano Quaranta (Rac-Manduria) e l'altra da Paolo Modeo (Rac-Manduria). Con Stefano si schierano il prezioso tesoriere Peppe Bono, Gian Marco Scaglioso, Silvia Massafra, Giovanni Caforio e non ultima Lara Fiorella Custodero Croft, l'unica ad eludere la sorveglianza; con Paolo invece, il nostro caro RRD Elio Franco, Eleonora Saracino, Claudia Franco, Francesco Coco e Susanna Casavola. Alle 23 inizia il gioco, la notte e' buia, il posto da raggiungere e' sconosciuto, la luna e' nera, non si vede ad un metro a meno che non si possiede un fucile da 2 milioni di candele come quelli in dotazione al piu' che preparato esercito della sorveglianza. Le squadre, entrambe, partono dalla stazione di Squinzano, con in mano una cartina, torcie e bussole: l'obiettivo e'

raggiungere il luogo da

assaltare. L'abbigliamento? Bisogna camminare per ore e per chilometri nella sperduta campagna umida e buia... eppure qualcuno si e' presentato con scarpe col tacco !!! C'e' chi ha optato per il look da Rambo, c'e' chi si e' vestito credendo di uscire e poi e' stato deportato nelle umide campagne, c'e' chi credeva di dover vendemmiare, c'e' chi invece si e' presentato con sgargianti costumi dal blu elettrico al giallo fosforescente, in perfetto stile “non voglio essere visto al buio”. Numerosi sono stati gli aiuti nei giorni che hanno preceduto l'evento, siti web, un gruppo su facebook, foto digitali e persino satellitari, ma neanche il Tom Tom sapeva dove portare i nostri eroi. La strategia di entrambe le squadre e' di puntare alla noia: “se terminano le pile delle loro torcie e' fatta! Non ci beccano manco da due metri!” . E invece no! Gb Mele, ha piu' di un caricatore nel suo arsenale! L'attesa degli eserciti era fremente. Il resto del team di difesa sembra stia aspettando l'invasione degli Unni di Attila: due soldati in perimetrale (Dario e GB) e quattro arceri pronti a scagliar dardi dal tetto della masseria (Andrea, Sara, Cristina e Antonio). Prima della battaglia la sorveglianza si e' incontrata in gran segreto nell'accampamento leccese del presidente di Manduria, dove un centinaio di palloncini d'acqua/munizioni sono stati organizzati in appositi caricatori e un secchio giallo accuratamente preparato e appositamente posizionato per l'uso. Alle 2 di notte a ovest una cappa bianca aleggia all'orizzonte,

s'odono sinistri rumori provenienti da sud! Un gruppo di luci

s'intravedono a nord mentre cercano la strada tra gli alberi fitti.... a est si scuote qualcosa, un'ombra! Anzi due! Si muovono!...Un lampo li acceca ... sono sempre Gb e Dario in ricognizione! Sono le 2.30, la speranza di scovare l'invasore comincia a farsi vana, le 17


munizioni scarseggiano e tutto sembra volgere a sfavore dei difensori. Ma proprio quando le forze stanno per cedere, proprio quando l'animo comincia a perdere il suo spirito battagliero, proprio quando le focacce al forno al legna di Andrea stanno terminando, due soldati, sue eroi, Dario e Gb, incedono trionfalmente verso la base con lo scalpo

dell'unico uomo che poteva essere beccato per

primo: Giovanni Caforio. Dopo 30 secondi di torture (questo e' il tempo che ha resistito) il giovane rotaractiano di Manduria ha cominciato a cantare. Di li' a poco uno ad uno i nemici cominciano a cadere sotto le mura della Masseria, all'arguto Giovanni seguono subito Silvia e Peppe il prezioso, parte cosi' la caccia al loro capitano: Stefano Quaranta. A est, il prode Gb scova un irriconoscibile RRD nell'uliveto, che probabilmente attirato dall'odore delle focacce, non ha posto resistenza alcuna all'arresto e con le mani in alto e' uscito dal fuscello d'ulivo che “tentava di nascondersi dietro di lui�. Dall'uliveto Gb orecchio fino cattura due donne, mano nella mano, tanto per cambiare, Eleonora e Claudia, puntalmente recapitate a Sara e Cristina, le due carceriere. Mentre Gb continua a mietere vittime, aiutato dal prode Dario giustiziere di Paolo e poi Francesco, Andrea neutralizza tra i filari del vigneto Gian Marco e Susanna, e Stefano cade per mano di Antonio. C'e' stata solo una donna che ha avuto la meglio su tutti! C'e' stata solo una donna che ha battuto il buio! C’e' stata solo un'eroina che ha evitato ed eluso il fuoco nemico! Solo una prode che e' sfuggita alle grinfie del braccio armato! Lara Fiorella Custodero Croft! E' stata una notte all'insegna dell'amicizia e del sorriso, cosi' come ci aspettavamo e siamo contenti che molti ci hanno chiesto di rifarla, probabilmente in un periodo meno umido, un po' piu' fresco magari a dicembre... La serata (praticamente la notte) si e' poi, conclusa manco a dirlo a mangiare, prima le focacce sul tetto della Masseria e poi, alle 4.30 i piu' temerari, sono andati in quel di Lecce per sfamarsi di cornetti. Molti sono i retroscena e molti gli interrogativi. Per esempio, a cosa serviva quel secchio giallo? Perche' l'RRD aveva scelto un giovane alberello d'ulivo per nascondersi? Chi era quello vestito da Rambo? Chi era quello/a che aveva le scarpe col tacco? Perche' Gian Marco e Susanna sono stati beccati insieme se erano in squadre diverse? E soprattutto....perche' e' stato preso per primo Giovanni?

Andrea Massafra - Presidente RAC Manduria 18


S p l a s h Fa s h i o n Pa r t y R A C L u c e r a

LE MILLE E UNA NOTTE ALBERONESI! Dopo il Lounge Party presso Vigna Nocelli, in collaborazione con i Leo e cui parte del ricavato è stata destinata all’AIRC, il Rotaract Club di Lucera si è riproposto con lo Splash Party, una esclusivissima festa svoltasi il 21 agosto nello stupendo scenario di uno dei Borghi più Belli d’Italia, nonché Paese Bandiera Arancione, Alberona. Musica no-stop, starlights e cocktails a volontà hanno letteralmente acceso la notte alberonese inducendo qualche coraggioso bagnante a lanciarsi di peso in piscina, nonostante la temperatura non fosse propriamente estiva! Grazie al contributo dei 310 partecipanti sarà istituita una borsa di studio per i ragazzi della Scuola Primaria e Secondaria di Alberona. Inutile dire che il riscontro positivissimo ottenuto dalla festa fa pensare a un remake per il prossimo anno e riempie di gioia questo club in crescita che va consolidandosi piano piano.

Maria Costanza Fucci - RAC Lucera 19


L’ a n g o l o d e l l ’ I n c o m i n g

ALLA CARICAAAAA.......! Carissimi amici e bellissime amiche, per vostra “immensa gioia”, eccomi ancora a scrivere sulle pagine del Rotaractor, ma questa volta da Rappresentante Distrettuale Incoming. E già, il nostro distretto si affiderà a me per l’anno 2010-2011…Lo so, lo so… è grave, ma abbiate un po’ di fiducia. Quando lo scorso maggio, in quel di Acquaviva delle Fonti, la mitica Terry spese parole stupende e ricche di cuore per la mia elezione appena avvenuta, rimasi molto colpito. In quell’esatto momento mi concentrai non tanto sui complimenti che mi si posavano addosso quanto sul reale impegno che si stava per legare alla mia persona. Capii, forse come non mai negli ultimi mesi, ciò che il distretto con la sua acclamazione mi stava donando: la guida delle Puglie e della Basilicata Rotaractiane. Impegno più che mai ostico in un momento difficile per l’associazionismo. Il mio e quindi il nostro anno non potrà che essere all’insegna della continuità con l’ottimo lavoro portato avanti dai miei predecessori. Certo, sarà un’ardua impresa. Ma chi credeva nel contrario? Superare gli ostacoli , farlo dignitosamente e proseguire verso nuovi e, si spera, impareggiabili traguardi. Questo è quello che farò, sempre nel rispetto dell’intima anima del Rotaract e soprattutto della mia. Kierkegaard nel suo “Aut-Aut” scrisse: ”chi vive eticamente ha sempre una via di scampo; quando tutto gli è contro, quando l’oscurità della tempesta cova su di lui sì che il suo vicino non lo vede più, egli pertanto non ha fatto naufragio e rimane sempre un punto al quale egli si stringe, questo punto è: se stesso”. Ecco, fatto ciò, son sicuro che tutti coloro che vorranno condividere con me gli attuali e futuri momenti rotaractiani saranno i benvenuti… Buon anno ad Elio, al suo staff e, ovviamente, a tutti quei soci che vorranno fare del Rotaract un mezzo per migliorare la realtà nella quale operano. Col cuore. Un abbraccio, Giuseppe de Feudis

Giuseppe De Feudis - RRD Incoming

20


DISTRETTO 2120


Rotaractor - Numero 1  

Il primo numero del Rotaractor 2009/10: il bollettino ufficiale del Distretto Rotaract 2120.

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you