Page 1

fotografie di giorgio raffaelli

Modena Junior Rugby Club

U6 U8 U10 U12 PHOTOSTORY 20112012


Modena Junior Rugby Club

U6 U8 U10 U12 PHOTOSTORY 20112012


che riversano in questo sport e riuscire a fer-

da e una soddisfazione che vanno oltre l’ovvio

mare i momenti, le azioni e le espressioni dei

significato di immagini ricordo di una stagione.

loro volti è stata un’enorme soddisfazione.

La sfida che si è più volte ripresentata man mano che gli impegni sportivi si moltiplicavano

Le squadre del minirugby modenese hanno re-

è stata riuscire a seguire tutte le squadre del mi-

galato molte soddisfazioni alla società, agli alle-

nirugby modenese nei vari appuntamenti che

natori e a noi genitori nel corso di tutta la stagio-

hanno costellato la stagione. E vi assicuro che

ne appena conclusa. Ripercorrere questi mesi

avere immancabilmente più squadre che gioca-

attraverso le foto scattate nel corso dell’anno,

no contemporaneamente, per partite che dura-

per scegliere le immagini più significative di

vano ognuna pochi minuti, ai capi opposti degli

questa stagione, è stato un lavoro impegnativo,

impianti che ospitavano la data manifestazione

ma spero che queste foto costituiscano anche

non è stato sempre facile. A veder la quantità di

per voi il ricordo prezioso di un anno trascorso

foto che seguono (la qualità la giudicherete voi)

in compagnia di questi giovani rugbisti.

direi che l’obiettivo è stato raggiunto, magari col fiatone, magari con qualche assenza, ma da

Prima di lasciar spazio alle immagini lasciate-

questi punto di vista direi che il risultato è stato

mi ringraziare il Modena Junior Rugby Club, in

abbastanza positivo.

particolare Enrico Freddi e Paola Del Rio per il supporto nella realizzazione di questo volume,

La

soddisfazione

maggiore

deriva

invece

Vincenzo De Crescenzo e tutti gli allenatori del-

dall’osservare quanto il movimento rugbistico

le varie categorie per il magnifico lavoro svolto

modenese sia cresciuto negli ultimi anni.

insieme ai nostri ragazzi.

Ho iniziato a seguire il rugby giovanile nel

Un ringraziamento speciale va a Marco Rizzi,

2007, quando mio figlio maggiore ha deciso

che oltre ad aver accompagnato per parecchio

che questo sport gli piaceva ed è entrato a far

tempo i ragazzi, si occupa della gestione delle

parte di quella che allora era l’Under 11 del Mo-

immagini su facebook.

dena Junior Rugby Club. Allora i bambini che

E per finire un grazie anche ai Modena Rugby

frequentavano l’impianto di via Collegarola si

Veterans, che mi hanno fatto capire davvero

contavano nell’ordine delle poche decine. Oggi,

cos’è il rugby.

a distanza di cinque anni, sono centinaia. Vedere tutti questi bimbi in campo, avere il

E ora avanti con le foto.

privilegio di seguirli da vicino durante tutta la

Buona visione!

stagione, veder l’impegno, la gioia, la passione

giorgio raffaelli

Le foto di questo volume rappresentano una sfi-


Ecco che allora un libro fotografico diventa un

on line, di film scaricabili, di negozi internet,

qualcosa di vivo, di personale, ma al tempo

il piacere di sfogliare, toccare o possedere un

stesso di tutti perchè si può facilmente mostra-

pezzo della nostra vita piano piano si va perden-

re, condividere, commentare. Diventa il mezzo

do. Come sfogliare un album o un libro di foto-

attraverso il quale rivivere momenti della vita.

grafie, adesso si apre una cartella nel computer

Quello che Giorgio Raffaelli ha fatto è proprio

ed ecco una sequenza quasi infinita d’immagini

questo: il libro che avete tra le mani ci da la

belle ma fredde, gestite da una macchina che

possibilità di trasmettere con immagini piccoli

poi si spegne e cela il suo prezioso contenuto.

pezzi di vita, di sport, di felicità. Un valore immenso oggi sempre più raro. Grazie Giorgio, la storia del Modena Junior

Rugby ha un pezzo di valore in più. enrico freddi presidente modena junior rugby club

In un mondo ormai virtuale, di giornali e riviste


U6

“Immagina di camminare in un lungo corridoio

nostante i suoi 5 anni!), ma senza dubbio il

sul quale si affacciano innumerevoli porte: sen-

bambino cui ho visto mangiare più caramelle e

za preavviso, una di queste si apre e qualcuno ti

dolci in 24 ore!

trascina all’interno…!”

Seba, sempre il primo ad accoglierti con un ab-

Queste parole di Vincenzo, il nostro coordina-

braccio, ma un vero torello quando c’è bisogno

tore, esprimono al meglio come ha avuto inizio

di darsi da fare in campo.

questa mia avventura con l’Under 6 del Mode-

Andre, il ricciolino sorridente pronto in ogni

na Junior Rugby.

momento a scattare come una molla! E’ capa-

Così, senza averlo programmato, mi sono tro-

ce di piangere in partita se le cose non vanno

vata nell’affascinante ed incredibile mondo del

come dice lui: ma è altrettanto capace di una

Minirugby. Inizialmente ho attraversato quella

reazione immediata con una meta assicurata!

porta timidamente e con circospezione: pro-

Ricky, uno scricciolo velocissimo, del quale

prio come fossi uno di quei bimbi che di lì a

però non deve ingannare il visetto angelico:

poco avrei conosciuto.

nasconde un caratterino indomabile da ribelle,

Poi mi ha tranquillizzato e rassicurato, giorno

dietro un sorriso scintillante di dentini!

dopo giorno, osservare i bambini ed imparare

Loek , osserva con i suoi timidi occhi azzurri tut-

a conoscere a fondo le loro personalissime ca-

to quello che lo circonda ma nulla lo esalta quan-

ratteristiche e qualità.

to un allenamento nel fango, sotto la pioggia!

E così li ho visti entrare dalla porta, uno dopo

Claudio, il più piccolino di tutti, ma subito di-

l’altro:

ventato la mascotte dell’intero MiniRugby. Lo

Poppi, Andreino, Seba, Andre, Ricky,

Loek, Claudio,

Lorenzo, Riccardino,

Mattia,

puoi trovare a scherzare con i bimbi dell’under

Enea, Bea, Luca Elia, Giacomo...

10 come fossero coetanei!

Poppi, un po’ spavaldo in campo, grazie alla

Lorenzo, silenziosamente nell’arco di un in-

sua prolungata militanza in under 6, ma sempre

verno si è trasformato in un placcatore ecce-

pronto ad accettare di buon grado una coccola

zionale: il sorriso soddisfatto di Lore quando

in caso di qualche bottarella.

gioca, è davvero una delle cose più gratificanti

Andreino, dalle strabilianti doti atletiche ( no-

al mondo!

sara ruberto, giacomo genesini, davide righi riva, elisa lucchi allenatori U6


Bea, che ispirata dalla primavera corre e salta instancabile, dando seriamente del filo da torcere a tutti gli altri maschietti della banda! Riccardino “la tigre”, sceglie lui quando e perché giocare, sarebbe solo controproducente opporsi. In ogni caso, se è in giornata, sono garantiti entusiasmo e grande carica! Mattia, piccolino, determinato e già così capace, nonostante l’età, di cogliere l’aspetto ironico di ogni situazione. Enea, che si avvicina prudentemente al campo da rugby, ma poi talvolta ti sorprende tirando fuori una grinta del tutto inaspettata! Gli ultimi arrivati, Giacomo e Luca Elia, che si stanno ancora inserendo, ma che senza timore si sono fatti coinvolgere entusiasticamente nelle partite, nonostante i pochi allenamenti fatti insieme. Ognuno di loro costituisce un pezzettino insostituibile dell’under 6. Quello che di eccezionale esprimono queste bellissime foto, non è che una parte di quanto

tutti,

incoraggiato il più riservato ad abban-

Il nostro augurio è che questi piccoli “leoncini”

abbiamo costruito con questi minuscoli, ma ag-

donare qualche piccola insicurezza per lasciar

già così promettenti, questo insieme di fragilità

guerriti, campioncini.

posto alla serenità e al gioco, accompagnato la

e resistenza, tenerezza e determinazione, che

Per noi che li abbiamo seguiti, è stato impaga-

nascita di nuove amicizie e sentito la crescente

grazie all’esperienza del Minirugby, sono por-

bile cogliere nei bambini quei cambiamenti che

fiducia che i bambini infine riponevano in noi.

tatori dei valori più alti dello sport, sappiano un

giustificano il nostro impegno sul campo e già

Certo che tutto questo non sarebbe stato possi-

giorno affrontare la loro vita con l’intensità di

ci fanno intravedere -con quanta emozione!- un

bile se la nostra squadra di educatori non aves-

una partita di rugby e la gioiosa disponibilità

primo abbozzo di squadra.

se funzionato come un meccanismo ben oliato

alla condivisione appresa con il nostro terzo

Abbiamo assistito alla grande conquista del

e non sarà mai abbastanza la mia riconoscenza

tempo.

più timido che finalmente ha trovato il coraggio

per Giacomo, Dado ed Elisa!

dell’iniziativa, apprezzato l’effetto contagioso

Ad ognuno il merito di riuscire ad insegnare

sul gruppo della risata del più estroverso, vi-

agli altri, a suo modo, qualcosa di piccolo ma

sto il più silenzioso chiacchierare divertito con

fondamentale.


ferrara 09.10.2011


parma 29.10.2011


parma 20.11.2011


noceto 27.11.2011


modena 11.12.2011


reggio emilia 26.02.2012


rovigo 18.03.2012


noceto 01.04.2012


parma 14.04.2012


memorial marco mucchi, modena 27.05.2012


“- Qui dice che lei è stato decorato. - Sissignore. - E l’hanno trasferita in questo posto? - A dire il vero sono qui su mia richiesta. - Ah sì, perché?

U8

- Volevo vedere la frontiera. - Vuole vedere la frontiera? - Sissignore, prima che scompaia.” La motivazione che mi ha portato a vivere questa straordinaria esperienza all’interno del mondo della palla ovale è sintetizzata bene dalla citazione sopra riportata e ripresa dal film “Balla coi lupi”. La nostra frontiera è quella del campo, dove insegnare ai nostri bimbi che devono essere aggressivi ma corretti, determinati ma educati, a volte “furbescamente scaltri” ma sempre eticamente speciali. Dobbiamo insomma fare crescere in loro la consapevolezza che sono una piccola ma importantissima e insostituibile parte di un grande intero veramente bello, forse unico o comunque raro all’interno del panorama dello sport educativo italiano.

andrea covi, andrea neri allenatori U8


tempo ma è essenziale a questa età riu-

Per niente.

scire a gettare le fondamenta, sulle quali

Quando in inverno riunisco in cerchio

poi innalzare il futuro sportivo di quelli

gli atleti dell’under 8 del Modena Junior

La difficoltà più grande è quella di tra-

che poi saranno i campioni o semplice-

Rugby e spiego loro che nonostante la

smettere ai bimbi la magia di questo

mente i giocatori del rugby modenese;

neve, il freddo e il vento abbiamo fatto

sport consapevoli del fatto che noi adulti

la nostra ambizione è quella di poter de-

un buon allenamento e in tutta Modena

siamo i primi ad essere sempre in difetto

positare nel loro carattere anche le pie-

non ci sono altri bimbi di 7 anni di nes-

nei nostri comportamenti quotidiani.

tre angolari del loro futuro da uomini:

sun altro sport che affrontano prove di

Come genitori, cittadini, sportivi dovrem-

amicizia, stima, correttezza, rispetto delle

questo tipo per migliorarsi a livello spor-

mo sempre chiederci cos’è lo sport: è un

regole.

tivo in quel preciso istante guardandoli

fine da perseguire oppure il mezzo, lo

negli occhi capisco che ne vale veramen-

strumento che ci serve per incidere po-

Nell’Africa sub-sahriana è diffusa una fra-

te la pena e personalmente non cambie-

sitivamente sulle politiche educative di

se Zulu che letteralmente significa “una

rei quel brevissimo ma infinito momento

una comunità?

persona è una persona grazie agli altri”;

magico per niente altro al mondo.

I luminari ci insegnano che le abilità, le

ecco perché siamo qui a vivere con tanto

capacità, di un atleta si costruiscono nel

entusiasmo questa avventura collettiva.

Non è facile.


ferrara 09.10.2011


parma 29.10.2011


parma 20.11.2011


noceto 27.11.2011


modena 11.12.2011


reggio emilia 26.02.2012


castelvetro 11.03.2012


rovigo 18.03.2012


noceto 01.04.2012


parma 14.04.2012


modena 22.04.2012


padova 01.05.2012


memorial marco mucchi, modena 27.05.2012


Nel corso della stagione siamo cresciu-

Concludendo, vogliamo fare ancora

mirare nelle bellissime immagini scat-

ti fino a superare i 50 tesserati, un tra-

una volta i nostri più sentiti complimen-

tate da Giorgio Raffaelli una raccolta

guardo che solo pochi anni fa sembra-

ti a Giorgio che, presenza silenziosa ma

dei momenti più significativi di questa

va irraggiungibile e che ora ci riempie

sempre attenta, è riuscito a catturare

stagione.

d’orgoglio. Qualche risultato è arrivato,

azioni, visi ed espressioni di un’annata

qualcuno forse, con tanto impegno e

fantastica e che con impegno e costan-

Scorrendo le varie foto è emozionante

sacrificio, arriverà, ma per ora siamo

za le ha raccolte in questo splendido

vedere quanta serietà e grinta esprimo-

ben contenti di non aver lasciato indie-

volume.

no i volti dei nostri ragazzi. Nel corso

tro nessuno e di aver avuto la fortuna

dell’anno la loro costanza e determina-

di poter accompagnare questi ragazzi

Mentre stiamo scrivendo queste poche

zione nell’affrontare ogni allenamento,

per un intero anno. La speranza è quel-

righe si deve ancora giocare il Memo-

ogni concentramento e ogni torneo

la di poter vedere il maggior numero

rial Mucchi, coronamento della stagio-

sono state una continua sorpresa e una

possibile di loro portare con orgoglio la

ne, momento atteso con trepidazione

spinta enorme per cercare, come alle-

maglia della prima squadra, ma ancora

dai ragazzi e con un pizzico d’ansia da-

natori e soprattutto come educatori, di

più importante, di essere stati in grado

gli allenatori. Ovviamente sarà anche

dare sempre qualcosa in più.

di mostrargli e far vivere quei valori

un’imperdibile occasione per Giorgio

che rendono il nostro sport così unico,

per scattare altre splendide foto...

così capace di formare uomini migliori, quegli uomini che, in un futuro non così

In bocca al lupo a tutti i ragazzi!!!

lontano, saranno questi ragazzi.

Luca, Balle, Tinez e Cala

luca venturelli, massimo ballestrazzi, francesco martines, alberto calabrese allenatori U10

U10

Nelle pagine che seguono potrete am-


ferrara 09.10.2011


parma 29.10.2011


parma 20.11.2011


noceto 27.11.2011


modena 11.12.2011


carpi 29.01.2012


reggio emilia 26.02.2012


castelvetro 11.03.2012


rovigo 18.03.2012


noceto 01.04.2012


parma 14.04.2012


modena 22.04.2012


padova 01.05.2012


memorial marco mucchi, modena 27.05.2012


U12

Alla famiglia del Modena Rugby Junior: ai dirigenti, ai tecnici, agli accompagnatori, ai genitori e a tutti quelli che in questo anno ci hanno coadiuvato, sostenuto e … rifocillato: Grazie. Alle, Charlie, Lanzo e Ventu

Carissimi U12, “Fine anno” è da sempre il momento dei

Il conto alla rovescia dell’anno nuovo

Ma dovremmo sentirci fortunati anche

bilanci.

durerà fino a settembre quando inizie-

perché abbiamo un tetto di mattoni sulla

Il 31 dicembre tutti portano classifiche:

ranno gli allenamenti e con l’anno nuo-

testa, acqua dai rubinetti, cibo, termosi-

la città più ricca, il sindaco più buono, la

vo arriveranno nuove emozioni.

foni, condizionatori ed elettricità.

squadra migliore, chi ha fatto più goal, il

I “vecchi” che vanno nella 14 e i “picco-

Fortunati perché le esplosioni che senti-

guinnes dei primati, gli oroscopi...

li” che arrivano dalla dieci: l’emozione

remo a ferragosto saranno esplosioni di

Presidenti, Papa, Guru e Maghi si alter-

di sempre di un anno che va ed uno che

festa e non di guerra.

nano davanti (o dietro?) lo schermo del-

arriva.

la TV e tutti ma proprio tutti hanno dico-

Carissimi U12,

no tre parole: pace, salute, fortuna.

Ma l’estate è festa e le feste sono sem-

per quanto sia facile, tutto questo è vero,

Beh, non dicono male perché di queste

pre feste: genitori in ferie, si fa tardi la

siamo fortunati. E siccome non dovete

cose non ce n’è mai abbastanza.

sera, cartoni animati e play station a più

andare al pozzo per l’acqua, raccoglie-

Ma, ancora una volta, capisco che noi

non posso, si va a pranzo dai nonni o ad-

re legna per il fuoco, accendere candele

rugbisti siamo speciali anche nelle fe-

dirittura in vacanza, cose buone e gelati,

per leggere, zappare la terra e pascola-

ste: fine anno a giugno, capodanno a

e poi a mare, fiume, lago o piscina per

re armenti per nutrirvi, o rifugiarvi in un

settembre... ma fin da ora ci prepariamo

smettere di lamentarci del caldo che ab-

bunker per sfuggire alle bombe, vi resta

per il conto alla rovescia: meno dieci (si

biamo aspettato per mesi.

una sola cosa da fare: crescere. E per

ricomincia)... meno nove (saremo in tan-

I grandi parlano di crisi e spesso fanno

farlo dovete essere sani e progettare un

ti)... meno otto (saranno più volentero-

riferimento alla fortuna ma probabil-

futuro migliore del presente che vi ab-

si)... meno sette (saranno più costanti)...

mente per voi essere a casa da scuola,

biamo fatto trovare.

meno sei (avranno più voglia di gioca-

in un modo o in un altro vi fa già sentire

re)... meno cinque (li faremo divertire)...

fortunati.

meno quattro (saranno leali)... meno tre (sportivi)... meno due (corretti)... meno uno: RUGBISTI.


charlie comisso marco venturelli tommaso lanzoni alessandro rizzi allenatori U12

Bene: provate dunque a mettere a scuola e nella vita di tutti i giorni lo stesso impegno che, dall’inizio dell’anno rugbistico ad oggi, vi abbiamo chiesto di mettere negli allenamenti e nelle partite, e portate in campo tutta quella voglia di giocare e vincere che Lanzo, Alessandro, Ventu ed io vi passiamo insieme ai palloni. Fate tutto questo e vedrete che anche la fortuna… sarà un gioco da ragazzi. Carissimi U12, sonnecchiante sotto la canicola, dopo le cure di Martino, ci sarà un campo che ci aspetta solo per farci divertire; nell’atte-

sa auguriamo a voi ed ai vostri genitori una felice vacanza e arrivederci a “capodanno”, tutti. Charlie p. Commisso


ferrara 09.10.2011


parma 29.10.2011


parma 20.11.2011


noceto 27.11.2011


modena 11.12.2011


carpi 29.01.2012


reggio emilia 26.02.2012


castelvetro 11.03.2012


rovigo 18.03.2012


noceto 01.04.2012


parma 14.04.2012


modena 22.04.2012


rovigo 18.03.2012


memorial marco mucchi, modena 27.05.2012


“ lo staff tecnico


Si ringrazia ErreĂ per il contributo alla realizzazione del presente volume

Fotografie Giorgio Raffaelli Progetto grafico Annalisa Antonini Stampa Fotoincisa Modenese 2 srl


Modena Junior Rugby Club

MJRC: Minirugby - 2011/12 Photostory  

Il fotoracconto della stagione delle squadre del minirugby (Under 6, Under 8, Under 10 e Under 12) del Modena Junior Rugby Club

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you