Page 70

Approfondimenti Per difendere e curare Una complicazione difficile da superare, quella dell’autorizzazione dell’U.S.L.? Ma no, in realtà no. Bisogna fare domanda, dopo di che l’ufficio preposto valuta l’idoneità degli spazi e nulla più. Non sono mica richieste particolari competenze o attitudini! Quindi non ci sono vincoli di altra natura? Non per i prodotti hobbistici. Sono quelli per l’agricoltura che invece richiedono un patentino di abilitazione tanto per il rivenditore quanto per l’utilizzatore. Ma queste referenze, in linea di principio, non credo siano idonee a un assortimento tipico da rivendita al dettaglio di ferramenta. Ciò detto, secondo lei quali dimensioni dovrebbe avere, il reparto? Lo spazio da dedicare a questi articoli è molto variabile in base anche alla tipologia di consumatori. Diciamo che, in linea di massima, per un assortimento di base che possa risultare abbastanza completo, parliamo di una ventina di referenze, tra prodotti per la nutrizione e la difesa, con uno spazio espositivo dedicato che può variare a seconda della modalità e della struttura preesistente nel punto vendita. Mentre a proposito di allestimento, che ci dice? Trattandosi di prodotti piuttosto particolari e non sempre noti ai consumatori, il mio consiglio è di rendere l’esposizione chiara negli assortimenti per destinazione d’uso dei prodotti, e evidente nella sua collocazione perché gli utenti ne vengano attirati. Inoltre, credo che sia fondamentale una buona conoscenza delle referenze e delle loro caratteristiche da parte del personale di vendita spesso chiamato a dare risposte esaustive all’utente finale. Per fare tutto questo, il punto vendita che strumenti ha? Direi che oggi le aziende di produzione più qualificate hanno strutturato tutta una serie di strumenti e supporti dedicati proprio ai rivenditori al dettaglio e ai quali possono accedere anche grazie alla capillare attività commerciale svolta dai distributori all’ingrosso di ferramenta e utensileria, che sono preziosi, quali solidi anelli di congiunzione tra noi e i rivenditori al dettaglio.

70 68

PPO (prodotti per piante ornamentali) • Insetticidi da utilizzare esclusivamente su piante non edibili • Fungicidi da utilizzare esclusivamente su piante non edibili PF (prodotti fitosanitari) • Prodotti da utilizzare su frutta e ortaggi, per i quali è necessario seguire alcuni accorgimenti nell’utilizzo, come il rispetto dei tempi cosiddetti di carenza, il tempo cioè che deve trascorrere dalla somministrazione del prodotto alla raccolta del frutto o dell’ortaggio. Per queste tipologie di prodotti è necessaria un’autorizzazione alla vendita che viene fornita dall’U.S.L. Dopo aver ricevuto richiesta, l’U.S.L valuta l’idoneità dei locali alla vendita dei prodotti per la cura e la difesa delle piante (PF e PPO). E’ comunque sempre buona norma informarsi direttamente presso le istituzioni locali.

iFerr Magazine - n.2 2013  

iFerr Magazine la nuova rivista dedicata al mondo della ferramenta e degli ambienti ad essa conness

Advertisement