Page 58

Approfondimenti

La differenza è il servizio

R

osalba Surico è responsabile marketing e comunicazione di Makita Italia divisione giardino, azienda che, con l’ampia gamma Dolmar-Makita giardino, soddisfa le esigenze tanto del target professionale quanto di quello hobbisticoevoluto. Ed è proprio a Rosalba Surico che abbiamo chiesto di mettere a disposizione dei nostri lettori l’ampio know-how aziendale e personale, per costruire assortimenti e logiche, di un reparto ideale di macchine per giardinaggio in una rivendita di ferramenta e utensileria al dettaglio. Dall’approfondimento sono emersi spunti interessanti, e la testimonianza di un rivenditore che del giardinaggio e dell’assistenza post vendita ha fatto il suo vero business. Ma procediamo con ordine. Entriamo subito nel vivo, secondo la sua esperienza ha senso, per un rivenditore di ferramenta e utensileria, avviare anche un reparto di macchine da giardinaggio? Secondo me ha senso eccome! A patto che il reparto sia concepito e gestito con criterio e attenzione a non ridurre la competizione commerciale a un mero fatto di prezzo. E come si evita, questo rischio? Prima di tutto lavorando con cura agli assortimenti

58 56

nella loro profondità e qualità. E poi cercando di organizzarsi accuratamente a proposito di servizio, pre e post vendita. Ci aiuti a capire, per piacere. Volentieri. Un ferramenta deve cercare di organizzare il suo reparto partendo dal presupposto che la guerra alla grande distribuzione si vince solo se si fidelizza la clientela. E quando si tratta di macchine di giardinaggio la fedeltà del cliente passa necessariamente attraverso il servizio e la qualità intrinseca dei prodotti. Inutile quindi cercare di lottare all’ultimo sconto. Meglio organizzarsi per assistere i prodotti, per gestirne la manutenzione. E poi meglio avere in assortimento referenze di gamma medio alta e alta. Quindi puntare su prodotti più costosi? Solo se il prezzo corrisponde a una migliore qualità, è chiaro! Qualità a tutto tondo. Quindi maggiori prestazioni, migliore resa e durata, e più accurato servizio. La nostra esperienza ci dice che questi punti di forza fidelizzano la clientela a un punto vendita di ferramenta trasformandolo di fatto nel punto di riferimento di fiducia. Ma una ferramenta come può organizzare un servizio post vendita? Non si tratta mica di andare sulla luna a piedi! In prima battuta basta una stanza di 16 metri quadri, un tecnico anche esterno che si occupi delle

iFerr Magazine - n.2 2013  

iFerr Magazine la nuova rivista dedicata al mondo della ferramenta e degli ambienti ad essa conness

Advertisement