Page 27

Machieraldo Gustavo

Nuovo strumento,

iTestimonial Michele Raselli

per la filiera che vuole comunicare Per Michele Raselli, che di Machieraldo Gustavo è uno degli amministratori delegati, la partnership con iFerr nasce dalla consapevolezza di dover affrontare le sfide di questo mercato tanto complesso e difficile, creando solide alleanze con operatori qualificati e qualificanti, e stando ben uniti e compatti, cercando nuove idee e nuovi mezzi, anche per comunicare.

M

ichele Raselli è amministratore delegato di Machieraldo Gustavo, storica azienda piemontese specializzata nella distribuzione all’ingrosso di prodotti di ferramenta e utensileria. Parlare con lui, condurre questa intervista, non è certo stata impresa semplice! Perché come sempre, nei piemontesi prevalgono riservatezza e discrezione. Ciò nonostante il confronto con lui, a proposito di partnership, ci è sembrato particolarmente interessante e stimolante. Proprio tanta discrezione infatti, racconta già da sola cosa significhi per un’azienda come questa stringere legami forti e duraturi, concreti e senza fronzoli, veri al di là delle chiacchiere. Iniziamo con una dichiarazione d’intenti: ma cosa significa in assoluto per lei creare una partnership? Credo che in estrema sintesi significhi creare un rapporto di collaborazione duraturo e stabile, capace di generare un concreto ed equilibrato valore aggiunto per tutte le parti coinvolte. Tutto questo attraverso la condivisione di intenti e finalità. Ma cosa lo differenzia allora dalla semplice collaborazione? Il rapporto personale, diretto e costruttivo, la fiducia reciproca, l’assenza di pregiudizi e diffidenze. Una tradizionale relazione commerciale, di quelle pure e semplici, si basa sostanzialmente sulla capacità di generare reciproco business; una partnership invece va oltre, e stimola la voglia di creare e condividere nuovi progetti, nuovi obiettivi, senza puntare su un immediato mero ritorno economico. Quindi un legame che si misura anche in termini temporali? Più che altro ritengo si tratti di un rapporto che dal tempo deve sostanzialmente essere slegato. Ecco: diciamo che un buon rapporto commerciale si misura nel brevissimo termine, una partnership invece deve puntare al medio e medio lungo. In Machieraldo, che ruolo ricoprono, le partnership? Un ruolo fondamentale! Per noi creare relazioni stabili durature dirette e continuative con tutti i nostri referenti è fondamentale. Questo vale tanto per i nostri clienti quanto per i nostri fornitori. in realtà anche tra noi colleghi cerchiamo sempre di andare un po’ oltre la mera attività di fredda collaborazione. Voi quindi potete considerarvi partner di tutti e tremila i vostri clienti attivi? Potenzialmente potremmo esserlo. Poi è chiaro: creare un legame così forte significa anche fare scelte di campo. E non tutti i nostri clienti sono disposti a operare in questa direzione. Certo comunque che con qualche centinaio di loro abbiamo strutturato e consolidato nel tempo relazioni di reciproca fiducia e condivisione di obiettivi che di fatto altro non sono che

autentiche e solide partnership. Veniamo a noi: quindi per voi è risultato naturale pensare di creare un legame forte anche con una rivista come iFerr? Diciamo che fino ad oggi non avevamo mai affrontato la questione con così tanta chiarezza e determinazione. Ma di fronte a una proposta di comunicazione così innovativa nei contenuti nelle forme e negli strumenti, abbiamo deciso che valesse la pena andare oltre, anche in questo ambito. In effetti poter distribuire un mezzo di comunicazione qualificato è importante, per l’intera filiera di riferimento. Questo aiuta tutti, e sotto tutti i punti di vista. Ci aiuti a capire, per piacere. Cosa intende dire? Oggi il mercato è sempre più articolato e complesso, per tutti quanti. Allora unirci in alleanze strategiche, aiutarci a parlare, supportarci nel confronto, è un valore aggiunto del quale abbiamo bisogno tutti quanti. Per aiutare l’intero comparto a crescere ed evolvere, sono necessarie le forze di tutti: di chi progetta e produce, di chi distribuisce all’ingrosso e di chi invece vende al dettaglio, e anche di chi funge da collante in tutto questo processo, perché rende visibile chiaro leggibile e comprensibile tutto ciò che accade nel nostro mondo. E secondo lei era proprio necessario un nuovo strumento di comunicazione? Certamente questo strumento, così come è stato concepito e realizzato è senza dubbio l’ideale. Il mercato corre veloce, le sfide sono sempre più ardue da affrontare. Ecco allora che strumenti di comunicazione troppo legati alla tradizione e di conseguenza un po’ statici, possono risultare lenti, poco reattivi. Allora non so dire se il mercato avesse effettivamente bisogno di una nuova rivista. È indubbio però che iFerr rappresenti una interessante opportunità inedita per attivare e vivacizzare, qualificare e stimolare il confronto di filiera. Per questo abbiamo deciso di esserci anche noi.

A proposito di MAchierAldo gustAvo Corre l’anno 1910. Gustavo Machieraldo, operaio specializzato, torna da Parigi e a Cavaglià apre una bottega. Nell’insegna si legge: “Lavori meccanici e impianti elettrici”. È l’inizio di una lunga storia, che copre un intero secolo e approda nel nuovo millennio ancora in pieno vigore. Anzi, la Machieraldo Gustavo in questi cento e tre anni è sempre cresciuta, consolidandosi e affermando con sempre maggiore vigore la propria presenza territoriale e commerciale. Oggi l’azienda fondata da Gustavo, e rimasta saldamente di proprietà della famiglia, è diventata un gruppo, che comprende differenti realtà imprenditoriali e commerciali, e rappresenta un fiore all’occhiello per l’intero comparto della distribuzione all’ingrosso di prodotti di ferramenta, utensileria e anche casalinghi.

27 25

iFerr Magazine - n.2 2013  

iFerr Magazine la nuova rivista dedicata al mondo della ferramenta e degli ambienti ad essa conness

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you