Page 1

Portfolio


Spirale come vita ed energia, del cambiamento e del rinnovamento, della crescita continua e della positivitĂ . Simbolo rappresentante la natura e non a caso del sole. Pronta ad evolversi in infinite curve; a proiettarsi in qualcosa di nuovo. CreativitĂ , Innovazione e Sperimentazione. Nasce dal centro per volgere verso l'alto, mantiene le sue radici ben salde ma non si estranea alla novitĂ  e al cambiamento. Vive di passioni personali mantenendo aperto il confronto e di fermezza agli ostacoli piĂš duri. Spinta al "bello" e al "saper fare", verso una cultura internazionale ma soprattutto Italiana di: Tradizione, Artigianato, Impresa, Progettazione, Arte e Futuro. Non

un

semplice

simbolo

ma

una

vera

Ideologia

pronta

a

rafforzarsi

in

me:

Maria Sole Castellano Interior Designer e Dottoressa in Beni Culturali


03-12-2018 Nata e residente a Colleferro, Roma

ATELIER HABITAT - Arredamento e Progettazione, Colleferro, Roma

Capacità Tecniche

Qualità Lavorative

Passioni

di Analisi e Critica

Musica

03-04-2019

il 15-05-1992

JUNIOR INTERIOR DESIGNER

Nazionalità Italiana - Sesso Femmina

Posizione in apprendistato e libero professionista:

Autodesk AutoCAD

Accoglienza e vendita, studio ai prodotti e ai materiali.

Patente B - Automunita

Supporto critico ed artistico ai bisogni strutturali del cliente. Rilievi con Progettazione 2d e 3d, postproduzione e presentazione.

Acuto senso di giudizio storico, tecnico e culturale acquisito negli

Rhinoceros 3d

Assistenza alla consultazione e collaborazione con imprese ed

anni di studio sull'Arte, l'Architettura ed il Design con meticolosa autocritica a lavoro. Partecipe a diversi concorsi, attivista

artigiani locali.

negli eventi proposti e presente per le attività di tutoraggio. Via del Pantanaccio 49A

Teatro

3d Studio Max - Vray

Colleferro - RM - Italia

03-07-2018

Laurea IED - DESIGN INTERIOR DESIGN e Scenografia degli Eventi

3933266041

di Verifica e Progettazione

con votazione di 108/110

O6 9701322

Disegno

SketchUp RETROSCENA - La Realtà Svelata

msole.castellano@gmail.com

Attento svolgimento nel lavoro incaricato, seguente un professio-

mariasolecastellano@ied.edu Capacità Tecnica, Progettuale e di Teamworking Allestimento Museale: Intervento per i Musei Capitolini di Roma

Attestato ESB - English Speaking Board

12-12-2014

Adobe Photoshop CC

zione al fine di ottenere massimi risultati e soddisfare il cliente.

Scrittura

Laurea DM.270/04 di Relazione e Vendita

Beni Culturali (Artistici, Archeologici, Musicali e dello Spettacolo)

Autodidatta Lingua Spagnola

nale percorso di sopralluogo - confronto - ideazione - produ-

Adobe Illustrator CC

con votazione di 107/110

Madrelingua Italiano

THEATRE LUMIERE

Accoglienza, esplorazione dei bisogni, argomentazione dell'of-

La Cupola di Mariano Fortuny y Mandrazo

ferta, gestione delle obiezioni; valori mai sottovalutati per

Adobe InDesign CC

Attestato ECDL - Certificazione Informatica Europea S.O Windows/Mac

mantenere saldo la relazione tra persone. Definendo la vendita

Capacità Critica e di Ricerca - Collaborazione: Istituto Cervantes

come un dialogo fatto di domande e di risposte dove lo scopo è

Roma; Fondazione Musei Civici di Venezia, Palazzo Fortuny

riflettere e capire, assieme al cliente, quale è il vero bisogno.

Sport


RETROSCENA . La Realtà Svelata META-FISICO in Mostra Piazza Al BIONDO TEVERE CASA SALOTTO . B&b Roma Programmi Utilizzati


Il progetto si propone di indagare il tema "RETROSCENA" nella sua accezione di luogo di relazione fra le opere e le loro storie, superando la rigida classificazione dei "prodotti da esporre" e la loro convenzionale distinzione fra: chi è il contenitore e cosa deve essere contenuto. Le opere che compongono lo spazio espositivo nei Musei Capitolini di Roma sono messe in rapporto tra loro considerando il contesto attraverso la creazione di un'ambientazione teatrale volta ad essere strumento narrativo ed evocativo delle diverse trame.

Autocad Rhinoceros 3d 3D Studio Max After Effect Video Photoshop CC Illustrator CC InDesign CC


Q u i n t a

T e a t r a l i t Ã

S c e n o g r a f i a

P r o s p e t t i v a


PANTONE 14-4121 Blue Bell

I SCENA

PANTONE 18-0107 Kale

PANTONE 18-1662 Flame Scarlet

PANTONE PANTONE 14-4121 15-0751 Blue Bell Lemon Curry

PANTONE 18-0107 Kale

PANTONE 18-1662 Flame Scarlet

II SCENA

PANTONE 15-0751 Lemon Curry

PANTONE 14-4121 Blue Bell

PANTONE 18-0107 Kale

III SCENA

PANTONE 18-1662 Flame Scarlet

Blue . Pantone 14-4121

Scarlet . Pantone 18-1662

Kale . Pantone 18-0107

Colore delle acque termali da cui si bagna la Venere

Colore del velluto romano indice di forza e potere

Colore dei giardini signorili romani

PANT 15-07 Lemon


Corridoio Horti Lamiani

Esedra

Horti Lamiani-Maecenati


Pianta focus f.s

Esploso f.s

Dettaglio 1.1

Pianta 1.300

damento

prospettico

centrale

con

punto

di

Composizione dell'allestimento

fuga

Attacco quinte con sistema

RETROSCENA

di Illuminazione integrato

Zona Corridoio e Horti

Profilo U alluminio 1x5x0,2cm

Corridoio Horti Lamiani

5

10

Disposizione delle quinte seguenti un an-

Musei Capitolini di Roma

Placca di fissaggio con apertura bullonata 5x0,5cm 15

Quinta e Informazione

Braccio in alluminio con sistema di ancoraggio quinte 15x5cm

Statua

Quinta sfondo e Sagome

Binario per la luce in alluminio 3x3cm

Horti Lamiani-Maecenati

Efficenza luminosa a 52W

Pannello videoproiezione Sagome

Statua

Quinte TeloScena semitrasparente e opaco

Quinta e Informazione

Corridoio Horti Lamiani

Esedra

Horti Lamiani-Maecenati

Venere Esquila . I secolo a.C

Imperatore Marco Aurelio . 176 d.C

Marsia . I secolo a.C

Fondale quinta in Telo Scena Semitrasparente, cotone 100% Ignifugo Norma EU Effetti luce e idone alla pittura

Fondale informativo in Telo Scena Opaco, cotone 100% Ignifugo Norma EU Effetti luce e idone alla pittura

Braccio in alluminio con sistema di ancoraggio quinte e luce integrato: 15x5cm (sp) 3x5cm (if)

Sagome sospese in PVC Dimensione variabile, spessore 2cm TonalitĂ Pantone: CoolGrey 11

5

Faretto LED mobile 10x6x4,8cm


Pianta focus f.s e dettaglio f.s

Dettaglio f.s LedWall

Costruzione di due binari paralleli tra loro,

Composizione moduli led

seguenti la forma ellissoidale dell'Esedra e

RETROSCENA

costituenti quinte, retrostanti, fisse in Te-

Zona Esedra

Dettaglio 1.1 Attacco LedWall con sistema di apertura a scorrimento

loSceno dipinto ed avanti LedWall movibili

35

Esedra

7

7

25

Carrello con ruote in acciaio Inox

7

15

Binario in alluminio con sistema di scorrimento a tre guide

do

un

dei

esposizione

LedWall

scorrevoli

giornaliera

aperta

rendono e

l'Esedra

teatralmente

uno

spazio

immersiva

sulla

flessibile, singola

permetten-

opera

esposta.

In occasione di eventi serali, con sistema elettrico centralizzato, si chiude ottenendo cosĂŹ una schermata

25 770

750

Sistema di apertura a scorrimento LedWall Ruota mobile in acciaio al carbonio, portata massima di 100 kg 10

Dimensione:60x60x6cm Totale: 12 moduli, h.t 770 cm Peso: 6kg a modulo Lm: 6000 nit

sistema

completa pronta a qualsiasi rappresentazione. Le scalinate esistenti fungono da sedute per gli spettatori.

LedWall fisso con dot pitch 8,33mm

Profilo di copertura in alluminio con gommino di protezione

Il


RETROSCENA Video Tesi

https://drive.google.com/open?id=1wo-mDcc1UiG6ubQvSSMqAh4oJ-VvxJ-X

Anche

DOMUS

ne

parla!

DOMUS, punto di riferimento nel mondo dell'editoria dedicata a design e architettura, dedica un articolo alle tesi interdisciplinari 2018 di #IEDRoma LINK: https://www.domusweb.it/it/notizie/2018/07/31/eredit-culturale-mobilit-e-sostenibilit-quando-il-progetto-di-tesi--interdisciplinare.html


META-FISICO IN MOSTRA nasce con l'intento di riprodurre una realtĂ nuova, lontana dal tempo e dallo spazio quotidiano. Immergendo il visitatore in una location architettonica composta da pannelli articolati in differenti figure geometriche.

Meta - fisico in mostra

Un volere riprodurre un "classico labirito metafisico" per

perdere ma anche concentrare l'attenzione su ciò che viene considerato eterno, stabile, necessario, assoluto quanto le opere dei grandi maestri qui esposti al Museo MAXXI di Roma.

Autocad Photoshop CC Illustrator CC InDesign CC


SI

TRATTA

DI

COLLOCATE

SAPIENTEMENTE

DSEGNARE IMMOBILI

E

INSTABILE,

TRA E

VERI

E

D

CORPO SI

PARTI

E

I

E

CAPACI

IN

UN

L'USO

RAPPORTI

CHE

ORGANISMI I

SPAZIO

SCAMBIANO

DI

COSTANTE

DELLA

LUCE,

PROPORZIONALI

OGGETTI

P

UMANO

SEMPLICI,

APPARENTEMENTE

POSTI

DEI

GEOMETRICI

PROPRI

SPAZIO,

ATTRAVERSO

GLI

PEZZI

FORME

URBANI"

CRISTALLIZZATI,

PROSPETTIVA

DALLE

NELLO

"LUOGHI

EQUILIBRIO DELLA

ARCHITETTURE

ESPOSTI.

SEMBRANO

RICORDARE

ARCHITETTONICI N

T

ARCHITETTONICO,

O

FIGURE

CONTINUAMENTE

DI

E

UN :

SFONDO,

I

RUOLI.

Pianta Catastale f.s

GLI EDIFICI, I MONUMENTI, GLI OGGETTI ESPOSTI DIVENTANO I

Museo MAXXI Roma

PROTAGONISTI ALLUDONO,

Manifesto della mostra

POSSIBILITÀ MOLTEPLICI

DELL'ALLESTIMENTO,

CON

LE

DI

UN

LORO

LUNGHE

MOVIMENTO CHIAVI

MENTRE OMBRE

NELLO

VISITATORI

PROIETTATE,

SPAZIO, DI

I

ALLA

SUGGERENDO LETTURA


Galleria 2 Campo 7

Sopralluogo e progettazione della Galleria 2 - Campo 7 del Museo MAXXI di Roma. Superfice

lavorabile

di

Area

di

passaggio

nata

e

montacarichi

Parete

madre

550

con

mq

scalicentrale.

inclinata

a

60°.

In mostra: Aldo Rossi, Gabriele Basilico, Alessandro Anselmi, Mark Kostabi, Maurice Henry, Pino Frascali, Nino Franchina, Letizia Assonometria 3d

Battaglia, Giorgio De Chirico,

Carlo

Allestimento META-FISICO

CarrĂ , Giorgio Morandi, Alberto Savinio ..


Sezione A-A' 1:10

Tavola Progettuale - Legenda:

Dett. D 1:5

1. Spazio di Documentazione Pannelli in legno impiallacciato finitura opaca di colore nero sp. 2,5cm

B'

2. Seduta 3. Teca Orizzontale

Trave superiore

4. Area Espositiva 5. Plinto con Teca 6. Illuminazione a faretto 7. Binario Quadri

C

Struttura in alluminio trave a sezione cava 5x8cm A-A'

8. Scultura (Nino Franchina) 9. Scultura (Ettore Colla)

A

Sistema di illuminazione con faretti integrati al binario in sommitĂ

Sistema di ancoraggio quadri con binario 2x6cm

A'

Quadro

10. Scultura (Alberto Giacometti) 11. Scultura (Bernardo Brook)

Dett. E 1:5

Supporto pannelli

Allestimento mobile costituente: Pannelli in Legno impiallacciato nero

C'

B-B'

opaco

Struttura in alluminio trave a sezione cava 5x8cm Targhetta Informativa

Teche in Legno impiallacciato varie B

finiture con struttura in vetro Dett. F 1:5 Struttura in alluminio trave a sezione cava 5x8cm

Pianta 1.100 Galleria 2 Maxxi Roma

Struttura in alluminio Base regolabile

Sezioni f.s

C-C'

Dettaglio Allestimento A-A' Abaco tecnico - Elementi costruttivi


Provo a muovermi ma non ci riesco, non ci credo. Le mie malinconie divenute realtà? Eppure tutto è così vero quanto la scritta: "Piazza Al Biondo Tevere"; con tutta la sua gente che sembra viverci dentro. Rinchiusi dal verde, in un atmosfera così calda, sprigionata dalla luce dei lampioni a gas, ognuno fa quello che vuole. Chi sta tra i tavoli colorati a mangiare o a giocare a carte e chi si accomoda su delle panche così lunghe e curve, obbligando tutti a sedersi e ridere vicino. Davanti un porticato, tre entrate, sembra non ci sia differenza, chi entra e chi esce porta con se sempre qualcosa [...] Piazza Al Biondo Tevere, II Atto, scritto Maria Sole Castellano

Autocad SketchUp Photoshop CC Illustrator CC InDesign CC


IL REALISMO, PER ME, NON È CHE LA FORMA ARTISTICA DELLA VERITÀ, QUANDO LA VERITÀ È RICOSTITUITA, SI RAGGIUNGE L'ESPRESSIONE. OGGETTO VIVO DEL FILM REALISTICO È IL MONDO, NON LA STORIA, NON IL RACCONTO ROBERTO ROSSELLINI


Tavola Progettuale - Legenda:

Fiume Tevere

Modello da Lavoro Pietra Lavica

1. Entrata 1'. Uscite di Emergenza 2. Giardino e Zona Ristorante 3. Vineria con Edicola 4. Laboratorio Ceramica

A-A'

5. Bagni 6. Ristorante

Area Vineria con funzione Edicola

8

7. Cucina e Servizi

Spogliatoio

8. Area presistente

Bancone in Legno Massello Isolamento suolo con pedana in legno

Realizzazione ex-novo soffitto con volta a botte in cartongesso Area relax con arredo in pelle Illuminazione e appendiabiti

Negozio e laboratorio di Ceramica Tornio e Forno cottura in Pietra Lavica

Illuminazione e Arredo in Rame

Zona lavaggio A'

Riqualificazione Ristorante e Servizi con acquisizione Immobile A ad uso pubblico con entrata propria ed in-

Celle frigorifero

5

terna al locale.

7 4

Proiezione porticato sulla pavimentazione

Realizzazione sedute seguenti le curve degli archi

Modellazione della struttura con piante di gelsomino

Rivestimento orizzontale: Sanpietrino romano nero 6

Rivestimento verticale:

Immobile A

Muratura bianca

Pianta 1.150

2

3

Piazza Al Biondo Tevere, Roma

Sezioni A-A' 1.60

A

Dettaglio 1.200 Costruzione Giardino 1

1'

Realizzazione Arredi e Illuminazione Viste 3d Esterno

Via Ostiense

1'

Sedute da esterno in Frassino bianco


Si è fatta ormai notte fonda e come in tutte le piazze, ad una certa ora, c'è il coprifuoco. Ed è proprio questo, l'orario perfetto per godersi l'intimità dello spazio. Per scoprire quelle piccole peculiarità che nella folla si danno per scontate. In un tripudio di luce che proviene dal porticato, che discende dagli alti lampioni e che si nasconde tra le foglie dei cespugli; una folata di vento risveglia odori tipici. I cespugli sono di gelsomino e le foglie pendenti dall'alto sono grappoli d'uva. Mentre mi avvio verso l'uscita, respiro più che posso per non dimenticarlo e appena sono fuori faccio l'ultimo deciso respiro, chiudendo anche gli occhi. Appena li riapro, Piazza Al Biondo Tevere si spegne. [...] Piazza Al Biondo Tevere, III Atto, scritto Maria Sole Castellano


CASA SALOTTO Casa Salotto, affittacamere in Via Castaldi Roma, nasce come punto di ritrovo e comunione al fine di sentirsi a casa propria. Ispirandoci all'ideologia del Salotto anni '60, puntiamo a far rivivere al nostro cliente un atmosfera familiare, allontanandoci dalla "modernità" che ci ruba il tempo ed il gusto per goderci un meritato incontro tra amici.

affittacamere Roma

Casa Salotto propone così la possibilità di soggiornare in sei diverse camere, mettendo a disposizione un luminoso salotto che tra vetrate e strutture aperte, nulla più ustruisce ma unisce. Esposizione Fuori Salone Milano - Marzo 29, 2018: https://www.ied.it/blog/vacanze-romane/50105 https://fuorisalone.it/2018/it/eventi/1115/Vacanze-romane

Autocad Rhinoceros 3d 3D Studio Max Photoshop CC Illustrator CC InDesign CC


Doghe di parquet - Rovere bianco

Marmo calacatta - Crema

Resina - Grigio 72

Muratura bianca - Cartongesso

Mattonato esterno - Cotto

Resina - Grigio 72

Il lavoro svolto prevedeva l'unione di due appartamenti sullo stesso piano a riqualificazione di un B&b avente sei camere matrimoniali con servizi propri, area cucina e living comune.

60’s

Nelle piante: CentralitĂ del living con open space, spazi luminosi per le camere e utilizzo massimale dell'esterno.

Camera Rossa

Camera Celeste

Camera Verde

Camera Arancione

Sviluppo in Pianta Idraulica - Luci - Condizionamento

Rialzi e Controsoffitti in previsione di tubature d'acqua e scarico per i servizi della casa.


Casa Salotto ispirata allo stile anni '60 e volto allo spirito "familiare" adotta un arredamento confortevole e pratico alle diverse esigenze degli ospiti. I

mobili

disegnati

rispondono

così

alle

richieste

dei

proprietari cercando di uniformarli nelle diverse stanze prese in lavoro. La scelta dei materiali e delle cromature rincorrono gli anni vintage, rinfrescati però da prodotti moderni.

Divano Living:

Lampada Camere:

Lampada Living:

Serpentone MATRIX

FLOS

MISSONI

FERRO BATTUTO:

FERRO BATTUTO E LEGNO:

LEGNO DI ROVERE:

FERRO BATTUTO:

Porte scorrevoli

Libreria Living

Armadio a Ponte

Mensola Camera

Separè da bagno

Pannelli scorrevoli in legno

Ante a battente

Strutture in cartogesso con vetrata

Cassettoni in legno

Colorazione varia

Mensola Bagno


RENDER Padiglione Svedese. Biennale Venezia. Sverre Fehn

Studio della Luce e delle Ombre. Tra giorno e notte. Atmosfere romantiche, RealtĂ vicine.


SKETCHES Paesaggi e Personaggi, Interni ed Architetture, Ispirazioni

Tecniche personali, Colorazioni varie. Disegni fuori dalle regole, Passione personale.


Laurea in Beni Culturali THEATRE LUMIERE - La Cupola di Mariano Fortuny y Mandrazo

Studio Storico, analisi Critica ed indagine Progettuale. Collaborazione con Museo Fortuny Venezia.


Il

La seconda parte della tesi è incentrata

per

800 e l'inizio del '900 è notoriamen-

sulla

tro Olimpico di Vicenza e per la co-

te

Fortuny,

periodo

compreso

epoca

tra

appassionata

la

di

fine

dell'

ricerche

e

formazione avvenuta

artistica tra

del

giovane

l'ambiente

pa-

l'illuminazione

nel

struzione

del

collaborazione

delle

del Feste

1912;

luminotecnica.

che

pittura

tro alla Scala di Milano e con il tea-

la

naturalistica alle novità della tecnologia

tro di massa, Carro di Tespi, nel 1929.

luce come elemento strutturale e co-

applicata fino al fascino per il teatro di

I tre capitoli sono il risultato di un ricco

struttivo,

del-

Richard Wagner. È analizzata anche la

lavoro di ricerca, che mi ha portato a

la rappresentazione fino a trasforma-

sua produzione pittorica; la relazione di

consultare diversi archivi bibliotecari di

re

Lumière:

Fortuny con il mondo della moda attra-

Roma per analizzare e studiare i testi

[...] un artista assai noto a Parigi, Ma-

verso le creazioni di tessuti e di abiti,

sull'artista e soprattutto per esaminare

riano Fortuny, ha inventato un sistema

ed infine l'arte fotografica nel contesto

i progetti e i modi di applicazione della

di illuminazione del tutto nuovo, basato

degli

pittorici.

Cupola. Mi sono inoltre rivolta all'Istitu-

sulle proprietà della luce riflessa. I ri-

La terza parte è dedicata all'invenzio-

to Cervantes di Roma per consultare i

sultati sono straordinariamente felici e

ne della Cupola Fortuny, dopo un breve

testi in lingua spagnola, che mi hanno

questa invenzione provocherà nella messa

excursus sulla nascita dell'illuminotec-

aiutato ad elaborare una chiara sintesi

in scena di tutti i teatri una trasforma-

nica a teatro attraverso le riforme ar-

anche sull'evoluzione del teatro spagnolo.

zione radicale a favore dell'illuminazione.

tistiche di Richard Wagner, Loie Fuller,

La presente tesi, articolata in tre capi-

Adolphe Appia e Gordon Craig. Essa, con

toli, si apre con un ampia panoramica

i suoi sistemi di illuminazione a dif-

sull'ambiente artistico, culturale e te-

fusione

atrale della Spagna di fine '800 ed il

atmosfere naturali sulla scena, è pre-

primo ventennio del '900, evidenziando

sentata attraverso un chiaro elaborato

la difficoltà di apertura del paese alle

della costruzione del dispositivo median-

novità del secolo. In quest'ambito sono

te immagini a riferimento. Seguono le

citate personalità teatrali spagnole, che

applicazioni della Cupola: la sua prima

hanno cercato di liberare con le loro

presentazione in scena al teatro della

riforme teatrali ed ideologiche la Spa-

contessa Martine de Béarn nel 1906 in

gna dal conservatorismo culturale e po-

collaborazione con lo scenografo gine-

litico. Tale contesto spiega la decisione

vrino Adolphe Appia; la collaborazione

di

allontanarsene

con l'AEG di Berlino dal 1907 al 1919; la

Fig. 1: Lampade ad incandescenza Fortuny

e di trasferirsi in Francia e in Italia.

partecipazione con Gabriele D'Annunzio

Fig. 2: Studio sulla Cupola Fortuny

spazio

il

scenico

moderno

poetico

teatro

Mariano

in

e un

Fortuny

teorici

intendono

drammatico Théâtre

di

dello

va

dalla

passione

interessi

e

a

per

luministici

proiezione

per

la

e

il

nel

rigino e veneziano di primo Novecento,

e

con

Tea-

di innovazioni anche nell'ambito dell'ilArtisti

la

Teatro

1901

Tea-

Fig. 1

riprodurre

Fig. 2


Un buon motivo per conoscermi !


Autorizzo il trattamento dei dati personali contenuti nel mio curriculum vitae in base all'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e successivi

Maria Sole Castellano


Profile for IED DESIGN ROMA PORTFOLIO

Maria Sole Castellano  

Maria Sole Castellano  

Advertisement