Page 1

COP OK.ai

1

19/06/2014

12:27:03


2-3.ai

1

09/05/2014

15:52:33


Lontano è un posto che non esiste.


Dove stai andando? Butta via la cartina! Perché vuoi sapere a tutti i costi dove ti trovi in questo momento? D’accordo: in tutte le città, nei centri commerciali, alle fermate degli autobus o della metropolitana, sei abituato a farti prendere per mano dalla segnaletica; c’è quasi sempre un cartello con un punto colorato, una freccia sulla mappa che ti informa chiassosamente: “Voi siete qui”... Perché vuoi combattere contro il labirinto? Assecondalo, per una volta. Non preoccuparti, lascia che sia la strada a decidere da sola il tuo percorso, e non il percorso a farti scegliere le strade. Impara a vagare, a vagabondare. Disorientati. Conosci. Fatti stupire.


SUONARE QUI! Noi ci mettiamo la “faccia” perché siamo convinti che la reale differenza nel settore turistico la facciano ancora le persone, con la loro esperienza e con la loro passione. Nel nostro caso esperienza e passione si traducono nell’attenzione maniacale con cui ci facciamo carico delle esigenze dei nostri clienti e dei nostri partner. Perché noi non siamo entrati in questo settore per vendere semplici pacchetti turistici, ma per far vivere ai nostri clienti un’esperienza unica e indimenticabile.

Nei nostri uffici sono presenti Team dedicati ad aree geografiche, formati da personale altamente specializzato su ogni singola destinazione. Il nostro Staff è formato da oltre 90 persone estremamente fidelizzate e competenti. Le destinazioni sono continuamente monitorate con numerosi viaggi in loco per perfezionare ed aggiornare la conoscenza della destinazione. Le persone predisposte alla consulenza sono in grado di accogliere le più svariate richieste per arrivare alla totale soddisfazione dei clienti, delle agenzie di Viaggi e nostra.

In 20 anni di esperienza, Idee per Viaggiare è riuscita ad imporsi quale Leader nel panorama turistico nazionale per l’alta conoscenza delle destinazioni proposte, per la cura dei dettagli, ma principalmente per la seria presenza quotidiana. Oggi non ci si può improvvisare…


Luppolo

Le copertine dei nostri cataloghi opere dell’artista Massimo Lupoli (Luppolo)

LUPPOLO E L'ARTE

Massimo Lupoli, in arte Luppolo è nato a Roma il 31 ottobre 1960. Nel 1968 si trasferisce con la famiglia a Bari dove trascorre circa dieci anni e frequenta il liceo artistico De Nittis. Ma è sotto l'insegnamento di Renato Nosek che si innamora dell'arte figurativa, che rappresenta con semplici ma efficaci tratti di matita. Nel 1978 Massimo Lupoli torna nella sua città natale e qui frequenta la facoltà di architettura sostenendo esami a mano libera, senza neppure l'ausilio del tecnigrafo. Ma è viaggiando in ogni parte del mondo che l’artista scopre i colori del mare, la magìa del deserto, il fascino della savana, la maestà dei siti archeologici, la grandezza degli altri popoli.

La sua tecnica gli permette di interpretare in chiave cromatica tutti i segreti della natura. Immune da preconcetti formali, culturali, letterali, ritrae liberamente, in modo astratto e con grande sensibilità, ciò che incontra nel corso numerosi viaggi. La pennellata attinta dalla sua tavolozza si rivela ricca e corposa e colma la tela di luce e colore. La sua cifra stilistica è eclettica, le sue scelte cromatiche decise e la sua ispirazione classica rielaborata in chiave contemporanea. Le opere di Luppolo, dagli schizzi a matita alle tele a tecnica mista, e fino alle tavole di recupero, rievocano incantevoli istantanee di viaggio.

massimolupoli.it


6 | Indice

INDICE

16-19 20-21 22 23

DUBAI INTRODUZIONE DUBAI TOUR MUSANDAM ZIGHI BAY TOUR LA MAGIA DEGLI EMIRATI ESTENSIONI DA DUBAI

24-27 28-29 30 31

ABU DHABI INTRODUZIONE ABU DHABI TOUR ALLA SCOPERTA DEI DUE EMIRATI TOUR LA CITTA’ IDEALE DEL FUTURO ESTENSIONI DA ABU DHABI

32-35 36-37 38 39

OMAN INTRODUZIONE OMAN TOUR ALLA SCOPERTA DELL’OMAN TOUR LE MAGIE DELL’OMAN ESTENSIONI DALL’OMAN

40-43 44-45 46-47 48 49 50-51

GIORDANIA INTRODUZIONE GIORDANIA TOUR CLASSICA GIORDANIA TOUR EMOZIONI GIORDANE TOUR LA STORIA ED IL DESERTO TOUR ...E DELLE STELLE ESSERE OSPITE E AMICO... MERAVIGLIE DELLA NATURA

52-55 56-57 58-59 60-61 62-63 64-65 66-67 68-69 70-71 72-73

SUDAFRICA INTRODUZIONE SUDAFRICA PARCHI E RISERVE - AUTONOLEGGI MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR PROTEA COUNTRY TOUR LA GARDEN ROUTE TOUR SOUTH AFRICAN EXPLORER MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR DA CAPE TOWN A PORT ELIZABETH TOUR DAL KWAZULU-NATAL AL KRUGER MERAVIGLIE DELLA NATURA

74-77 78-79 80-81 82-83 84 85

NAMIBIA INTRODUZIONE NAMIBIA TOUR IL MEGLIO DELLA NAMIBIA MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR WONDERLAND NAMIBIA TOUR NAMIBIA FLY-IN SAFARI ESTENSIONE CASCATE VITTORIA

BOTSWANA 86-89 INTRODUZIONE BOTSWANA 90-91 TOUR PARCO CHOBE - IL DELTA DELL’OWAVANGO ED IL KALAHARI 92-93 MERAVIGLIE DELLA NATURA

94-97 98 99 100-103

REUNION INTRODUZIONE REUNION TOUR COTE OUEST ET COTE EST TOUR NATURA E AVVENTURA MERAVIGLIE DELLA NATURA

104-107 108-109 110-111 112-113 114-115

SRI LANKA INTRODUZIONE SRI LANKA RAPA NUI MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR ISOLA SPLENDENTE TOUR SRI LANKA BEAUTY TOUR AYUBOWAN + ESTENSIONE MARE SRI LANKA

STATI UNITI

MESSICO

GUATEMALA


7 | Indice

DUBAI

GIORDANIA ABU DHABI

THAILANDIA

OMAN SRI LANKA

LAOS VIETNAM CAMBOGIA MALESIA

INDONESIA

114-119 120-121 122-123 124-125 126-127 128-129

THAILANDIA INTRODUZIONE THAILANDIA TOUR ANTICHE TRADIZIONI MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR NORD THAILANDIA E IL LAOS TOUR IL TRIANGOLO D’ORO MERAVIGLIE DELLA NATURA

130-135 136-137 138-139 140-141 142-143 144-145

VIETNAM - LAOS - CAMBOGIA INTRODUZIONE VIETNAM - LAOS - CAMBOGIA TOUR VIETNAM CLASSICO - LA TERRA DEL DRAGONE TOUR LA TERRA DOVE IL TEMPO SI E’ FERMATO MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR LA CAMBOGIA DELL’ IMPERO KHMER MERAVIGLIE DELLA NATURA

146-149 150-151 152-153 154 155 156-157

MALESIA INTRODUZIONE MALESIA MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR LA MERAVIGLIOSA PENISOLA TOUR MYSTIC BORNEO TOUR LA PENISOLA DI MALACCA MERAVIGLIE DELLA NATURA

158-161 162-163 164-165 166 167

INDONESIA INTRODUZIONE INDONESIA TOUR JAVA OVERLAND MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR BALI LA MERAVIGLIOSA TOUR DI LOMBOK E LE ISOLE GILI

169 168-171 172-173 174-175 176-177 178 179 180-181 182-183 184-185 186-187 188-191 192-193 194-195 196-197 198-199 200-201 202-203 204-205

STATI UNITI INTRODUZIONE STATI UNITI AUTONOLEGGI STATI UNITI MERAVIGLIE DELLA NATURA INTRODUZIONE TOUR USA IN HARLEY-DAVIDSON TOUR DA LAS VEGAS A LOS ANGELES ARIZONA TOUR TOUR SOGNANDO IL WEST MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR AVVENTURA CALIFORNIANA TOUR ALLA SCOPERTA DELL'OVEST MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR GRAN TOUR DELL’OVEST MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR AMERICAN HISTORY EAST TOUR NORTHEAST EXPERIENCE TOUR IL MERAVIGLIOSO NEW ENGLAND MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR FLORIDA SUN

206-209 210-211 212-213 214-215 216-217 218-219 220-221 222-223 224-225 226-227 228

MESSICO - GUATEMALA INTRODUZIONE MESSICO - GUATEMALA GRAN TOUR DEL MESSICO TOUR CULTURA E TRADIZIONE MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR CALEIDOSCOPIO MESSICANO TOUR SEGUENDO IL QUETZAL MERAVIGLIE DELLA NATURA TOUR MONDO MAYA TOUR CHIAPAS E YUCATAN MERAVIGLIE DELLA NATURA DISCOVER YUCATAN

BALI NAMIBIA BOTSWANA SUDAFRICA

REUNION

RAPA NUI-ISOLA DI PASQUA 230- 231 EXPLORA RAPA NUI


8| Omaggio agli esploratori del XIX secolo

Un omaggio agli esploratori del xix secolo

E’ cercando l’impossibile che l’uomo ha sempre realizzato il possibile. Coloro che si sono saggiamente limitati a ciò che appariva loro come possibile, non hanno mai avanzato di un solo passo. Mikhail Bakunin

IL VIAGGIO MODERNO E’ FIGLIO DELLE LORO AVVENTURE Oggigiorno lo sviluppo tecnologico e delle comunicazioni ha contribuito ad accorciare le distanze. Ciò che attualmente può sembrare scontato, non più tardi di 100 anni fa era totalmente inimmaginabile. Senza andare troppo lontano, negli anni ’60 del secolo scorso, Jurij Gagarin percorse a bordo della sua Vostok 1 in 90 minuti circa la distanza coperta meno di un secolo prima dalla nave Challenger, impegnata in una “survey oceanografica” del globo, durata tre anni e mezzo. Un mutamento enorme, avvenuto più o meno nell’arco di una vita umana in cui gli enormi progressi hanno reso l’isolamento del globo e della fatica connessa al viaggio quanto mai estranea; è difficile per noi turisti del XXI secolo, appena sbarcati da un volo in qualche remotissima località del pianeta con fotocamera digitale e telefono cellulare, immaginare le condizioni in cui si poteva trovare un viaggiatore dell’inizio del secolo scorso, anche se esperto e ben equipaggiato, in un mondo per lo più sconosciuto, spesso ostile e nel quale si poteva anche scomparire senza lasciare tracce. Vogliamo rendere omaggio, nel prosieguo di queste pagine a quei viaggiatori - ma forse è meglio definirli esploratori - scelti tra gli innumerevoli a disposizione non per la loro importanza storica o scientifica, ma più semplicemente per il loro fascino; vissute da persone di nazionalità diverse, uomini donne, aviatori o marinai, scienziati ma anche avventurieri, personaggi spesso eroici e a volte tragici, che con una determinazione cha a noi può apparire sovraumana, hanno viaggiato per mesi, in alcuni casi per anni, cartografato deserti e montagne, giungle equatoriali e sondato oceani. Tutto era inserito in un contesto romantico, il cui fine non era l’esagerata ricerca del successo o della fortuna, ma principalmente la loro personale visione della grandezza e dell’avventura. Quando visitiamo un tempio, raggiungiamo un’isola ai tropici o esploriamo una giungla osservando una flora e una fauna fantastica, fermiamoci un secondo e pensiamo a queste meravigliose persone. Le storie che seguono riguardano scoperte o esplorazioni in alcune delle destinazioni della nostra programmazione.


9 | Omaggio agli esploratori del XIX secolo

CAMBOGIA TRA LE ROVINE DI ANGKOR Ernest Doudart De Lagrée e Francis Garnier (la scoperta al mondo Occidentale di Angkor e del fiume Mekong) Tra i principali artefici del potere coloniale francese in Indocina, Ernest Doudart de Lagrée e Francis Garnier furono tra i primi Occidentali che visitarono la favolosa città di Angkor, l’antica capitale dell’Impero Khmer e che, in seguito, risalirono il fiume Mekong dal Vietnam fino in Cina.

PERCORRENDO LE RAPIDE DEL MEKONG Verso il 1862 cominciarono a circolare in Europa le prime immagini di una città favolosa e perduta: Angkor, splendida capitale dell’antico Impero Khmer. Il naturalista francese Henry che l’aveva immortalata in alcuni disegni verso il 1860, non era stato il primo occidentale a visitarla direttamente, ma i suoi accurati disegni contribuirono a creare il mito della città imprigionata nella foresta facendone nello stesso tempo uno dei principali obiettivi dell’espansione coloniale francese nel Sud-Est asiatico contendendo alla Gran Bretagna il ruolo di potenza coloniale nella regione che aveva quale scopo quello di penetrare nella Cina meridionale. In vista di questa possibilità si arrivò ad organizzare una missione esplorativa risalendo il fiume Mekong per accertarne la navigabilità e allo stesso tempo verificare i confini della Cambogia con il Regno del Siam, l’attuale Thailandia; la spedizione prevedeva tra l’altro l’esplorazione della città di Angkor a quel tempo territorio del Siam. Questo difficile compito venne affidato a Ernest Doudart De Lagrée , rappresentante diplomatico francese nel Sud Vietnam. Doudart, quarantenne, era un ufficiale di marina ed era un vero esperto di Indocina. La spedizione, composta da sei ufficiali francesi tra i quali il tenete di vascello Francis Garnier e un fotografo civile, Emile Gisell, partì da Saigon nel giugno del 1866 risalendo il Mekong fino a Phnom Penh, con una lunga deviazione giunsero fino alla misteriosa Angkor. Il gruppo visitò le immense rovine della città e fece numerose fotografie, disegni e rilievi cartografici, ma cosa importante, scoprì numerosi monumenti in un’area vastissima lungo il fiume. Ripartito da Phnom Penh, il gruppo si trovò ben presto davanti ad un ostacolo naturale insormontabile, le rapide di Sombor che portò il gruppo a desistere e a considerare il Mekong quindi non navigabile, quantomeno per l’obiettivo iniziale. In ogni modo abbandonarono le due cannoniere della spedizione per proseguire su piroghe. La spedizione proseguì e raggiunse nell’Aprile del 1867 la città di Luang Prabang (oggi Laos) e quindi entrarono nella Cina meridionale essendo a quel punto la spedizione che si era spinta più a Nord di qualsiasi altra spedizione europea. Nel gennaio del 1868 Doudart si ammalò e lascio il comando della spedizione a Garnier che, proseguendo, raggiunse il corso superiore dello Yangtze Kiang ma si trovò in piene lotte territoriali locali e preferì ripartire verso Sud. Nel mese di Marzo apprese che il suo Capitano, Ernest Doudart De Lagrée era morto per febbre e ne riportò le spoglie discendendo lo Yangtze Kiang fino a Shanghai , raggiungendo Saigon nel giugno 1868. Cinque anni più tardi Hanoi venne attaccata dai famosi Drappi Neri e Francis Garnier trovò la morte durante una battaglia. Venne sepolto accanto al suo Comandante a Saigon dove tutt’ora riposano vicini e dove tutto inizò.

IN QUESTO CATALOGO: La Cambogia dell’Impero Khmer pag.142


10 | Omaggio agli esploratori del XIX secolo

Un omaggio agli esploratori del xix secolo

IL MISSIONARIO ED IL GIORNALISTA CHE CAMBIARONO  LA CONOSCENZA DELLA REGIONE CENTRAFRICANA David Livingstone ed Henry Morton Stanley (Lago Vittoira, Lago Tanganika e le fantomatiche sorgenti del Nilo)

AFRICA CENTRALE  LIVINGSTONE E STANLEY “Verso il fumo che tuona” Accomunati dalla stessa passione per l’esplorazione dell’Africa e avvicinati da un’amicizia forse troppo enfatizzata dai loro biografi, ma certo basata su qualcosa di molto forte, David Livingstone e Henry Morton Stanley sono sicuramente lontanissimi per formazione, intenti e soprattutto per il modo in cui affrontarono l’incontro con la realtà umana del Continente Nero. In un certo senso questa differenza era frutto dei tempi. Livingstone è infatti ancora un esploratore «puro», la cui vocazione africana nasceva da uno scopo umanitario, nella scia del filantropismo del primo Ottocento; Stanley è esattamente il contrario e non potrebbe rappresentare meglio la strumentalizzazione della «geografia esploratrice» al servizio dell’imperialismo europeo degli ultimi decenni del secolo. David Livingstone nacque a Blantyre, nella Scozia meridionale, nel 1813, dopo aver completato i suoi studi all’Università di Glasgow, laureandosi in Medicina e Teologia, nel 1838 fu accettato nella Società Missionaria di Londra e destinato alle missioni dell’Africa meridionale, dove arrivò nel 1841. Qui si trovò di fronte alla terribile realtà della tratta dei neri, una realtà di cui probabilmente in patria non aveva percepito la gravità e che si propose subito di combattere. Per questo cominciò a visitare i villaggi, allontanandosi sempre più e per periodi sempre più lunghi dalla sua missione ed iniziarono le sue scoperte … Nel 1849, nel corso di uno di questi viaggi, scoprì il lago Ngami; due anni più tardi raggiunse lo Zambesi e nel 1852 raggiunse lo Zambesi. Da lì nel 1854 arrivò a Luanda, in Angola. Questa prima eccezionale esperienza di viaggio dimostrò però che quella strada era non solo difficile, ma anche pericolosa, perché battuta dai trafficanti di schiavi. Perciò, tornato al lago Ngami, Livingstone decise di tentare la via opposta, verso l’Oceano Indiano, che raggiunse a Quelimane nel 1856, dopo aver incontrato sul suo cammino le cascate che in onore della sua regina chiamò Vittoria. Tornò quindi in Inghilterra, accolto come un eroe. Il resoconto dei suoi viaggi, Missionary Travels and Researches, pubblicato nel 1857, gli procurò una grande popolarità. Sempre più convinto di doversi impegnare nella lotta alla schiavitù, lasciò la Società Missionaria e tornò in Africa a capo di una spedizione che avrebbe dovuto esplorare lo Zambesi, per farne una via verso il mare. Da questo punto di vista però, la spedizione sullo Zambesi (1858-1863) fu un insuccesso. La navigazione sul fiume si rivelò molto più difficile del previsto; i nativi assai meno collaborativi; i componenti della spedizione incostanti e non all’altezza del compito. In pratica i risultati sperati non ci furono. Ma la mole di conoscenze geografiche raccolte nel corso del viaggio ne fece una grandissima impresa esplorativa. Nel marzo 1866 Livingstone tornò in Africa. Come quasi tutti i grandi esploratori africani, lo scopo che ora si poneva era diverso da quello che l’aveva portato nel continente. Come loro, ora le finalità pratiche – sociali, politiche o economiche che fossero – passavano in secondo piano rispetto al desiderio di conoscenza. Dopo le scoperte di Burton e Speke, la questione delle sorgenti del Nilo anziché chiarirsi si era complicata. Livingstone era convinto, erroneamente, che fossero da cercare nella regione a sud del lago Tanganica. Per questo, arrivato a Zanzibar, raggiunse la parte meridionale del lago e spostandosi verso ovest, scoprì i laghi Mweru e Bangweulu, che ritenne collegato al Nilo. Poi tornò al Tanganica e lo attraversò, arrivando a Ujiji. Sulle rive del lago Tanganica. Qui lo trovò Stanley nel 1871, dopo sei anni che di lui in Europa non si avevano più notizie.


11 | Omaggio agli esploratori del XIX secolo

DR. LIVINGSTONE I PRESUME... Questa è una delle innumerevoli versioni dello storico incontro tra Stanley e Livingstone avvenuto il 30 Ottobre 1871. Egli cercò subito di convincere Livingstone a tornare con lui in Inghilterra. Ma, per quanto provato e ammalato, Livingstone, che pure aveva quasi sessant’anni ed era dunque molto vecchio per i tempi e soprattutto per continuare a vivere in condizioni oggettivamente molto difficili, non ne volle sapere. Era ancora fermamente intenzionato a lottare per far cessare il traffico degli schiavi e per risolvere il problema delle sorgenti del Nilo. Stanley allora si aggregò a lui e insieme ripresero l’esplorazione da dove Livingstone l’aveva lasciata, perlustrando le sponde settentrionali del Tanganica. Poterono accertare così che in quella zona non c’era alcun emissario che potesse costituire il ramo sorgentifero del grande fiume. Dopo essersi separato da Stanley, Livingstone tornò alle paludi del Bangweulu e lì, nel 1873, morì. Tutta l’Europa si commosse quando venne a sapere che i suoi servitori, dopo averne imbalsamato il corpo, lo avevano portato fino a Zanzibar per consegnarlo alle autorità inglesi, con un viaggio a piedi di più di 3.200 chilometri. Intanto Stanley era tornato in America con il suo scoop giornalistico: non solo aveva trovato Livingstone, ma aggregandosi a lui, era diventato un esploratore.

Questa era una gran bella pubblicità per lui e per il suo giornale, che aveva finanziato il viaggio. In effetti, da quel momento Stanley sarà il nuovo idolo dei lettori di storie di viaggi. Anche perché era un ottimo narratore. Tornò con una nuova spedizione, che durò dal 1874 al 1877 che fu il suo vero capolavoro. Stanley percorse le sponde del lago Vittoria, scoprì il lago Edoardo e l’emissario del Tanganica. Raggiunse il Lualaba e lo navigò fino a entrare nello Zaire, che percorse fino alla foce. Un’impresa davvero eccezionale, se si pensa alle difficoltà che un viaggio di questo genere poneva allora. Dagli africani si faceva chiamare Buia Matari, «colui che spezza la roccia». Stanley morì a Londra nel 1904. Avrebbe voluto essere seppellito nella abbazia di Westminster, accanto a Livingstone, di cui aveva inutilmente tentato di farsi considerare il successore. Ma gli fu negato. La sua tomba si trova a Pirbright, nel Surrey, e sulla lapide c’è scritto solo: «Henry Morton Stanley, Buia Matari, Africa».

IN QUESTO CATALOGO Protea Country pag. 60 La Garden Route pag. 62 South African Explorer pag. 64 Da Cape Town a Port Elizabeth pag. 68 Dal Kwazulu-Natal al Kruger pag. 70 Estensione Cascate Vittoria pag. 85 Parco Chobe - Il Delta dell’Okavango ed il Kalahari pag. 90


12 | Omaggio agli esploratori del XIX secolo

Un omaggio agli esploratori del xix secolo

ISOLA DI PASQUA GLI ENIGMI DI PIETRA DI RAPA NUI Katherine Pease Routledge (I giganti dell’Isola di Pasqua) Nata a Darlington in Inghilterra nel 1866, fu uno dei principali archeologi inglesi e a Lei si deve la prima e più importante testimonianza scientifica dell’Isola di Rapa Nui, conosciuta come Isola di Pasqua. Giunta nel 1910 in questo remoto lembo del pianeta per risolvere il mistero dei suoi silenziosi guardiani di pietra e dei loro costruttori, Katherine Routledge si trovò di fronte non solo le vestigia di un passato ormai trasfigurato nella leggenda, ma i conflitti e le passioni del presente.

LA SPEDIZIONE DEL MANA Il mistero di Rapa Nui (isola di Pasqua in polinesiano) è l’insediamento umano più isolato al mondo. La separano dalla costa del Cile circa 3.900 Km, mentre verso ovest una distesa di oceano ancora maggiore, circa 4.500 Km la divide dalle prime Isole polinesiane. Il primo mistero riguarda la definizione che i Polinesiani davano alla loro isola “TepitoTe-Henua”, ovvero “ombelico del mar grande, o meglio il centro del mondo” in polinesiano. Per quanto abili navigatori, come facevano a sapere che la loro sperduta isola fosse la più distante da qualsiasi altra parte del mondo? Ai primi visitatori europei che la visitarono nel ‘700, non apparve altro che la cima di un gruppo di vulcani sottomarini ricoperta da una landa desolata, sulla quale sopravvivevano a stenti circa duemila abitanti. Ma in questa limitata superficie di circa 120 kmq erano disseminate centinaia di statue scolpite nel tufo, i Moai, veri e propri colossi che sembravano fissare l’orizzonte in attesa di una enigmatica soluzione. Quando attraccò nel Marzo del 1914 l’elegante Yacht britannico Mana, la situazione non era tanto differente da quanto scoperta circa 200 anni prima se non per il numero degli abitanti, ulteriormente sceso e non superiore a qualche centinaio di abitanti. L’isola era da poco stata annessa al Cile ed i suoi abitanti vivevano esclusivamente di allevamento del bestiame. Katherine Routledge assieme ad altri studiosi iniziò la paziente raccolta delle tradizioni orali degli isolani, il cui rapporto con il passato precoloniale e con i costruttori di Moai si faceva, di generazione in generazione, sempre più debole e rischiava di divenire presto inafferrabile. Contemporaneamente organizzò una campagna di scavi archeologici e di rilievo topografico allo scopo di “nominare” e catalogare ogni statua per stabilirne con precisione la posizione. Il lavoro durò un paio di anni e ritornò in Inghilterra carica di dati preziosi archeologici ma soprattutto etnografici, tutt’oggi molti studi si basano sul grande lavoro fatto dalla Routledge, che collegavano il passato di Rapa Nui strettamente alle popolazioni polinesiane e non a quelle della costa peruviana (tentativo andato in fumo anche negli anni dal navigatore e scienziato norvegese Thor Heyerdahl “quello” del Kon-Tiki per intenderci). Convinta di riuscire a comprendere il “perché” dei Moai con future spedizioni, Katherine Routledge purtroppo affetta da schizofrenia, morì nel 1935 in un ospedale psichiatrico senza aver mai rivisto l’amata Rapa Nui. A tutt’oggi il mistero ancora esiste.

IN QUESTO CATALOGO Explora Rapa Nui pag. 210


13 | Omaggio agli esploratori del XIX secolo

MESSICO E GUATEMALA IL FOTOGRAFO DELLE CIVILTA’ MAYA Teobert Maler (la scoperta delle città nelle foreste) Lo studioso austriaco Teobert Maler dedicò la sua intera vita allo studio di città, statue e maestosi templi. Molte delle testimonianze delle antiche civiltà Maya giacevano ancora sepolte dalla foresta tropicale dello Yucatan. Molti siti archeologici che oggi hanno reso famosa la penisola dello Yucatan sono stati scoperti e deforestati da questo archeologo nato a Roma nel 1842 da genitori austriaci e divenuto nel tempo cittadino messicano.

LE CIVILTA’ NELLA FORESTA  Quando il nuovo Imperatore del Messico, Massimiliano d’Asburgo nel 1864 prese possesso della regione sbarcando a Veracruz, lo splendore della civiltà Maya si era già concluso da circa 10 secoli e le sue grandi città erano state sepolte dalla giungla dello Yucatan che aveva ripreso possesso del territorio. Pochi anni dopo, nel pieno turbamento di una guerra civile, l’imperatore terminò i suoi giorni davanti ad un plotone d’esecuzione, ma la grande marea della guerra ritirandosi aveva dimenticato in Messico un giovane ufficiale, il capitano Teobert Maler che preferì rimane prendendo la cittadinanza messicana e facendo altresì prendere alla sua vita una direzione del tutto inaspettata. Iniziò un percorso in tutto il territorio messicano fotografando siti archeologici Maya e portandolo, nell’estate del 1877 nelle rovine della città di Palenque. Seppur conosciuta agli studiosi, la città era semisepolta nella giungla tropicale e i visitatori che vi si avventuravano erano molto pochi. A Maler bastò una settimana di approfondita ricerca nel sito per comprendere che gran parte dello stesso non era ancora stato studiato. Questa “scoperta” di un paese dove c’era ancora tanto da riportare alla luce influì in modo determinante sulla sua decisione di dedicare il suo futuro ala ricerca archeologica. Dopo un breve periodo a Parigi – dove terminò degli studi sulle civiltà mesoamericane, tornò definitivamente nello Yucatan e si stabilizzò a Ticul iniziando in modo energico l’attività che proseguì per tutto il resto della sua vita, lo studio delle civiltà precolombiane.. Per quasi 10 anni esplorò lo Yucatan ed il Guatemala, scoprendo nuovi siti e fornendo un’enorme documentazione fotografica delle antiche civiltà Maya. Affinò tecniche fotografiche che lo portarono per quei tempi ad essere precursore e a sperimentare, riuscendo a ricreare con tecniche di “camera oscura” interi monumenti partendo da frammenti. Purtroppo, nonostante una collaborazione con l’Università di Harvard, difficilmente riuscì a pubblicare i suoi lavori che come spesso accade in questi casi, diventarono veri e propri “lavori di riferimento” soltanto dopo la sua morte avvenuta nel 1917 a Merida dove è tuttora sepolto.

IN QUESTO CATALOGO Gran Tour del Messico pag. 210 Cultura e Tradizione  pag. 212 Caleidoscopio Messicano pag. 216 Seguendo il Quetzal  pag. 218 Mondo MAya pag. 222 Chiapas E Yucatan pag. 224 Discover Yucatan pag. 228


14 | Omaggio agli esploratori del XIX secolo

Un omaggio agli esploratori del xix secolo

STATI UNITI ALLA SCOPERTA DEL SELVAGGIO WEST Timothy O’Sullivan (Il fotografo che passò dalla guerra civile alla scoperta dell’Ovest)

1870. Pioniere della fotografia sui difficili e strazianti campi della Guerra Civile americana, di cui testimoniò gli orrori e la brutalità, O’Sullivan seppe immortalare con un rigore quasi documentaristico ma anche con forza estremamente evocativa i pacifici, sterminati, meravigliosi paesaggi del grande Ovest americano di cui pochi ne erano a conoscenza se non con dipinti o letterature.

LO STERMINATO PAESE Non si hanno importanti cenni biografici di Timothy O’ Sullivan e non si conoscono testimonianze scritte della sua vita, se non le sue incomparabili fotografie in bianco e nero. Di lui si sa che nacque in Irlanda nel 1840 e morì a Staten Island di tubercolosi, nel 1882. A 18 anni iniziò la carriera di fotografo presso lo studio di Mathew Brady per specializzarsi circa due anni dopo come inviato di guerra e collaborò ampiamente per descriverne la storia del conflitto. Della guerra civile documentò tutto, le retrovie, i campi delle cruenti battaglie, e i panorami devastati di Bull Run, Appromatox, Gettysburg che tanto hanno influito nella storia della allora giovane federazione americana. Dopo la guerra civile, fu la volta del grande Ovest con i suoi sterminati paesaggi e territori per i quali si sentiva enormemente attratto. Nel 1867 l governo degli Stati Uniti organizzò una spedizione, la U.S. Government Fortieth Parallel Survey, allo scopo di cartografare grandi aree di territorio poco conosciuto a Ovest del Mississippi in vista di una sua colonizzazione. O’Sullivan fu il fotografo ufficiale della spedizione e attraversò per due anni gli immensi territori inospitali tra il Nevada e lo Utah. Quindi nel 1870 partecipò alla spedizione di Selfridge all’istmo di Panama con lo scopo di individuare il possibile tracciato per il futuro canale, e nello stesso anno accompagnò George Wheeler in un’importante spedizione cartografica militare in California, durante la quale risalì in battello il corso del fiume Colorado, ricavandone immagini di straordinaria bellezza tra le pareti del Grand Canyon. Nel 1873 condusse una spedizione in Arizona, fotografando il Canyon de Chilly tra cui la famosa immagina di un Pueblo sovrastato da una vertiginosa parete di roccia, forsa la più famosa immagine della sua carriera di fotografo. Morì nel 1882 e soltanto pochi mesi prima era stato nominato fotografo ufficio del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti.

IN QUESTO CATALOGO Tour USA in Harley-Davidson pag. 176 Sognando il West pag. 180 Avventura Californiana pag. 184 Alla Scoperta dell’Ovest pag. 186 Gran Tour dell’Ovest pag. 192 Tour American History East pag. 196 Northeast Experience pag. 198 Il Meraviglioso New England pag. 200 Florida Sun pag. 204


15 | Omaggio agli esploratori del XIX secolo

LAOS E E CAMBOGIA IL COLONIALISTA DISARMATO Auguste Jean-Marie Pavie (La conquista dei cuori)

Viaggiatore infaticabile, coraggioso esploratore ma anche esperto nelle arti della diplomazia, profondo conoscitore della cultura indocinese al servizio degli interessi coloniali francesi, Auguste Pavie preferiva la “conquista dei cuori” alla politica delle cannoniere.

LA CONQUISTA CON IL CUORE Auguste Jean-Marie Pavie (Dinan, 31 maggio 1847 – Thourie, 7 maggio 1925) è stato un diplomatico, esploratore, scrittore e funzionario di Stato francese. Ebbe un ruolo decisivo nell'insediamento dell'Indocina Francese nell'odierno Laos. Prima e durante la carriera diplomatica, fu distaccato dal governo coloniale francese di stanza nel sudest asiatico, per compiere una lunga serie di perlustrazioni nelle odierne Thailandia, Laos e Cambogia, che gli valsero un'esperienza fondamentale per conoscere territori e popoli locali. Nato a Dinan in Bretagna, una volta terminati gli studi, a 17 anni entra come volontario nell'esercito. A 20 anni entra nelle troupes de marine e viene assegnato alla Cocincina, nel Vietnam meridionale, dove rimane come impiegato ai telegrafi anche dopo aver ottenuto il congedo militare. Rientra poi come volontario in Marina e ritorna in patria per partecipare alla guerra franco-prussiana. Al termine del conflitto, nel 1871, torna in Indocina e viene impiegato nei telegrafi a Kampot, nella Cambogia del sud. Qui diviene il rappresentante del Protettorato e vi resta per 10 anni. Nel periodo cambogiano, Pavie si immerge nella cultura locale adottandone gli usi ed apprendendo la lingua. Nel 1879 gli viene affidata la costruzione della linea telegrafica Phnom Penh-Kampot e l'incarico di esplorare le aree rurali interessate. È questa la prima delle cosiddette "missioni Pavie" che lo renderanno famoso e gli faranno percorrere migliaia di chilometri in Indocina. Le sue relazioni diventano subito una preziosa fonte di informazioni sui popoli e i territori locali. Diventa un protetto del governatore della Cocincina, gli viene affidata anche la costruzione della linea telegrafica Phnom Penh-Bangkok e l'esplorazione del vasto territorio che tale linea deve attraversare. Nel corso delle sue missioni, Pavie effettuò misurazioni e ricerche su un territorio di 676.000 km², viaggiando per 30.000 km con i mezzi più disparati e fornendo una grande quantità di informazioni inedite. Fu accompagnato da un gruppo di esperti, molti dei quali provenienti dall'École Cambodgienne di Parigi. Tale scuola, che Pavie contribuì a fondare e che sarebbe divenuta École Coloniale nel 1889, è tuttora in esercizio con il nome di École Nationale de la France d'Outre-Mer. Pavie fece in modo che avessero accesso alla scuola anche i nativi cambogiani vietnamiti e laotiani. La prima missione Pavie, dal 1879 al 1885, fu effettuata nel sud della Cambogia e del Siam. La seconda ebbe luogo tra il 1886 ed il 1889 nel vasto territorio compreso tra il corso centrale del Mekong e quello del fiume Nero fino ad Hanoi. La terza missione risalì il corso del Mekong a partire dal suo delta fino a Luang Prabang, tra il 1889 ed il 1891. La quarta missione, dal 1894 al 1895, perlustrò le zone attigue alla lunga frontiera tra il Laos, la Cina e la Birmania.[5]

IN QUESTO CATALOGO Il Nord della Thailandia ed il Laos pag. 124 La terra dove il tempo si è fermato pag.138 La Cambogia dell’Impero Khmer pag.142


16 | Dubai

Grande, veloce, sfacciatamente appariscente e colorata, Dubai sta diventando la Capitale mondiale del “nuovo”. Non importa quale sia la Vostra opinione al riguardo: questo “monumento” nel deserto innalzato in così pochi anni e inno all’intraprendenza, all’immaginazione e all’unione tra culture, merita di essere visitato almeno una volta nella vita, per stupirsi. Anche se fosse soltanto per una notte...


17 | Dubai


18 | Dubai

Appunti di Viaggio

E' la destinazione di benessere del momento: in mezzo al deserto, tra antichi souk, moderni centri commerciali, raffinate boutique e audaci grattacieli. Qui sono nate alcune delle più lussuose Spa del mondo. Tutti ne parlano. C'è chi racconta dei suoi alberghi a sette stelle. Chi subisce il fascino dei suoi enormi shopping center, come il Mall of the Emirates o il Dubai Mall dove si può trovare di tutto, dal raffinato artigianato pieno di meravigliose sete, preziosi gioielli ed essenze particolarissime, alle boutiques occidentali di alta moda, dai supermercati al primo complesso sciistico indoor del Medio Oriente, con cinque piste distinte e un'area di gioco con vero innevamento (in tutto 400 metri per 6.000 tonnellate di neve). E c'è chi ammira i suoi esclusivi golf club, che meritano di essere visitati per l'originalità architettonica delle "Club House" e in quanto esempi di aree verdi create nel deserto. Ed ancora: corse di cavalli e di cammelli, spiagge bianchissime e mare terso, Souk e mercati dell'oro. The Palm, The World, Dubailand e Dubai Waterfront sono sogni che diventano realtà e lasciano a bocca aperta. Per non dire dei grattacieli, come il famoso Burj Al Arab e le Jumeirah Emirates Towers, e dei continui progetti faraonici come il Burj Khalifa, inaugurato nel 2010 con i suoi 828 metri, attualmente il più alto edificio costruito dall'uomo. Non si può negare: la città-emirato ammalia, soprattutto per la sua straordinaria capacità di espandersi e di lanciarsi in progetti avveniristici. In effetti, appena si mette piede fuori dall'abbagliante aeroporto internazionale, un connubio di efficienza e opulenza, si ha la sensazione di un luogo proteso verso il futuro, che vuole stupire per essere più avanti rispetto a tutti, a Dubai il futuro lo vedi ogni giorno! Documenti Per entrare a Dubai è necessario possedere il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi della data di partenza. Al momento del vostro arrivo, verrà applicato sul vostro passaporto, un Visto temporaneo d’entrata, senza alcun costo aggiuntivo. Questa nota è valida per i soli cittadini italiani. IMPORTANTE: i cittadini di nazionalità diversa da quella italiana, dovranno comunicare la nazionalità all'atto della prenotazione per controllare se necessitano di visto d'entrata (a pagamento e non rimborsabile in caso di esito negativo). Il visto d'ingresso è soggetto all'approvazione dell'Immigration Office di Dubai. Idee per viaggiare non è responsabile per mancate partenze dovute a documentazione personale non valida. Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che partono dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, da quella data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale. L’ambasciata di riferimento è la sede di Abu Dhabi:Consolato Generale d’Italia a Dubai: World Trade Center P.O. Box 9250 Dubai - Tel. 00971 4 3314167. Lingua La lingua ufficiale è l’arabo, ma l’inglese è ampiamente diffuso. Il personale degli alberghi parla correntemente altre lingue.

Clima Dubai ha un clima sub-tropicale e arido. D’inverno le temperature possono oscillare da un minimo di 15°C nel deserto ad un massimo di 30°C in città e al mare. In estate si arriva ad una temperatura variabile tra i 48°C e 50°C. La temperatura media giornaliera in gennaio è di 24°C, mentre in agosto è di 41°C. Le piogge sono praticamente inesistenti da maggio a ottobre e molto rare durante il resto dell'anno. Valuta La moneta locale è il Dirham che è diviso in 100 Fils (1 Dirham corrisponde a circa € 0,20). I dollari americani, gli euro e le più comuni carte di credito si accettano ovunque. (American Express, Diners Club, Visa, Master Card, ecc.). Carte di Credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei souk o nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale ( pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra. Fuso Orario 3 ore in più rispetto all’Italia, che scendono a 2 quando da noi vige l’ora legale. Per Telefonare Il prefisso per chiamare Dubai è lo 009714 seguito dal numero telefonico. Per chiamare in Italia da Dubai il prefisso è lo 0039 seguito dal prefisso della città italiana e il numero dell’utente. Ogni cabina telefonica dà la possibilità di effettuare telefonate con carte prepagate. Si può usufruire del servizio di roaming internazionale per telefoni GSM con qualunque gestore italiano. In tutti gli Emirati Arabi la ricezione del segnale è ottima. Come vestirsi Si consigliano capi leggeri nei mesi estivi (attenzione all’aria condizionata, diffusa ovunque!); giacche leggere o pullover nei mesi invernali. In ogni caso bisogna stare attenti a non recare offesa indossando abiti che possano essere considerati inappropriati. E’ vietato il topless. Si raccomandano occhiali da sole di buona qualità, creme solari e copricapi. Orari lavorativi Siamo in un paese musulmano, quindi il week-end è normalmente il giovedì pomeriggio ed il venerdì, anche se alcuni esercizi lavorano tutto il giovedì e chiudono venerdì ed il sabato. Nei Centri commerciali l’orario può essere più flessibile. Check-in e check-out negli alberghi Tutti gli alberghi di Dubai, rispettano le regole internazionali per l'accettazione e per il rilascio delle camere, ovvero: • Check-in time dalle 15.00 circa • Check-out entro le ore 12.00


19 | Dubai

BAHREIN Ras al-Khaimah

MUSANDAM

Umm-al-Quwain

QATAR

DUBAI

Ajman Sharjah Fujairah

Abu Dhabi

Al Ain

EMIRATI ARABI UNITI ARABIA SAUDITA

Religione Dubai è un paese di religione islamica, ma le restrizioni sono pressoché inesistenti. In questo paese giovane, moderno e proiettato al futuro, sono ormai di casa gli usi e i costumi occidentali. In genere ogni quartiere ha la propria moschea dove ci si reca per pregare 5 volte al giorno. Una delle più belle e grandi di Dubai è la Moschea Jumeirah. Costruita in pietra e in tipico stile medievale Fatimid, la moschea è molto più attraente di notte, quando le luci evidenziano lo splendore dei particolari della costruzione, illuminandola. Il Ramadan, che commemora le rivelazioni del Sacro Corano, è il mese del digiuno in cui i musulmani fanno penitenza; non ha una data fissa, essendo legato alle fasi lunari. Per il 2014 il ramadan è previsto dal 28 giugno al 27 luglio; nel 2015, dal 18 giugno al 16 luglio; nel 2016, dal 6 giugno al 5 luglio; nel 2017, dal 27 maggio al 25 giugno. Durante l’intero periodo i musulmani si astengono dal mangiare, bere e fumare dall’alba al tramonto. Tutte le persone non musulmane devono evitare di mangiare, bere, fumare nei luoghi pubblici o davanti a persone di religione musulmana. A tal proposito, nella maggior parte delle strutture alberghiere, in questo periodo, vengono dedicati luoghi appositi per i “non musulmani”.Durante il ramadan la vita quotidiana si svolge regolarmente, ma un po’ a rilento. Generalmente tutti gli spettacoli dal vivo sono sospesi. Nuova tassa di soggiorno A partire dal 31/03/14 è entrata in vigore una nuova tassa di soggiorno variabile da DHS 7 a 20 al giorno per camera che dovrà essere regolata dai clienti al momento del check-out. La stessa non è possibile pagarla tramite l’agenzia di viaggi.

Configurazione camere E’ importante sapere che la configurazione delle camere a Dubai non permette di avere una stanza tripla simile agli standard europei (3 letti separati) quindi vi informiamo che eventuali triple sono da considerarsi con 1 letto matrimoniale o 2 letti separati con l’aggiunta di un letto mobile che verrà sistemato all’occorrenza prima dell’arrivo dei clienti in albergo. Il Benessere a Dubai Capitale mondiale del lusso e del vivere bene, Dubai non trascura naturalmente l’offerta wellness, all’insegna dell’eleganza e della ricercatezza. Sono numerose le Spa di prestigio che si possono trovare in quasi tutti i migliori hotel. Chi ama dipingere la pelle con l’henné, una forma d’arte ormai di moda anche in Occidente, qui può farlo scegliendo sofisticate decorazioni. I menù dei trattamenti nelle Spa sono concepiti secondo la migliore tradizione araba ed orientale e intendono dare la possibilità di un completo relax in location suggestive. Questi centri sono templi del corpo e dello spirito (spesso si propongono infatti anche sessioni di Yoga) dove è possibile abbandonarsi al termine di giornate dedicate al business o al turismo. Il benessere più chic, insomma, è assicurato. E al termine di un massaggio all’olio con polvere d’oro, quando vi sentirete coccolati come re e regine, non vi resterà che sfoderare quel poco di arabo che avrete imparato, pronunciando un bel “shukran”, ovvero grazie.

L'Expo 2020, verrà organizzata dalla città di Dubai. Il tema scelto per la manifestazione è il Connecting Minds, Creating the Future (Connettere le menti, creare il futuro). L'esposizione si svolgerà dal 4 gennaio al 3 giugno. Sono stati stimati 25 milioni di visitatori. La manifestazione coinciderebbe anche con il 50º anniversario dalla fondazione degli Emirati.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • • • •

Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior


20 | Dubai - Oman | Musandam Zighy Bay

Musandam -Zighy Bay

> Tour con base a dubai - escursioni di gruppo

Dubai:  8 Giorni / 7 Notti GUIDA: In lingua inglese, in lingua italiana con supplemento PARTENZE : Giornaliere TRATTAMENTO: Prima colazione, pasti e cene come da programma ITINERARIO: Dubai - Musandam - Dubai DAL FUTURO AL PASSATO, DAI GRATTACIELI AI FIORDI D’ARABIA... DUBAI e MUSANDAM  

Un viaggio attraverso due mondi diversi ma che si combinano in modo perfetto. Dubai la “città futuro” con i suoi grattacieli che svettano verso il cielo, progetti unici al mondo entrati nel guiness dei primati, hotel da Mille ed una Notte, eccellenza nel servizio, tradizione, cultura e la volontà di stupire sempre…riuscendoci ogni volta. Musandam definita anche la regione dei “fiordi d’Arabia” un posto unico nel suo genere, con le sue altissime coste rocciose che cadono a picco nel golfo omanita creando paesaggi unici e affascinanti. Il modo migliore per visitarla è utilizzando le antiche imbarcazioni di legno, “Dhow”, in precedenza usate dai pescatori ed oggi adibite a barche turistiche, che vi permetteranno di apprezzare il magico paesaggio che vi circonda. Nella penisola di Musandam troveremo piccoli villaggi tradizionali con hotel semplici, mentre nella baia di Zighy Bay troveremo il lussuoso resort Six Senses disegnato nei minimi particolari per creare un mix tra chic e tradizione Omanita. 1° Giorno Italia > Dubai 

Partenza con voli di linea dai principali aeroporti italiani. Arrivo a Dubai, prima del controllo passaporti incontro con il ns personale multilingue, assistenza per l’ingresso nel paese, ritiro bagaglio e incontro con l’autista che provvederà al trasferimento in macchina privata all’albergo prenotato. 2° Giorno Dubai

Prima colazione in albergo e tempo libero per attività personali e per il relax nell’albergo prenotato. Il pomeriggio sarà dedicato alla scoperta della Dubai del futuro e delle sue stravaganti strutture architettoniche. Inizieremo il tour dalla famosa The Palm Jumeirah sicuramente uno dei progetti che ha trasformato Dubai in una delle mete più visitate e richieste al mondo. Visita all’ Atlantis The Palm, il Resort dei record, il primo Resort aperto sulla Palma con le sue 1536 stanze, il suo parco marino e l’acquario più grande del Medioriente. Si proseguirà il tour con una sosta alla Dubai Marina un progetto lungo il mare dove svettano grattacieli sinuosi e affascinanti, soprattutto nelle ore notturne quando si illuminano creando un atmosfera molto affascinante. Dopo si visiterà il Burj Al Arab, uno degi alberghi più lussuosi al mondo, con più stelle, pluripremiato per eccellenza nel servizio, dove non ci sono stanze ma solo Suite. Si proseguirà poi verso l’ultima tappa ovvero Downtown Dubai, dove sorge la torre più alta al mondo ed il Dubai Mall, il centro commerciale più grande del mondo con i suoi 1200 negozi e attrazioni. Si terminerà con la salita al AT THE TOP per raggiungere il punto più alto di Dubai, al momento, dove poter ammirare la città a 360°. Rientro in hotel in serata. Pernottamento. 3° Giorno Dubai

Prima colazione e tempo libero per relax nel Vostro albergo o per attività personali. Nel pomeriggio le nostre guide Vi condurranno intorno alle 14:30/15:00, in jeep 4x4, in un emozionante viaggio fra le dune, fino ad arrivare nel cuore del deserto della "Dubai Conservation Reserve". Dalla cima di un'alta duna contemplerete il sole che depone i suoi raggi d'arancio sull'ampia distesa ondulata delle sabbie al tramonto. Come in uno scintillante miraggio, vedrete le luci del Vostro accampamento brillare in lontananza, primo segno del tradizionale benvenuto arabo che Vi verrà riservato. Nell'accampamento potrete rilassarvi su comodi e bassi cuscini nelle tende dei beduine e scoprire il fascino del deserto. Verrà servito un banchetto delizioso da gustare con un sottofondo di musica araba sotto una miriade di stelle. Vorrete che questa magica serata non abbia mai fine. Rientro intorno alle 22:00 in albergo. Pernottamento.


21 | Dubai - Oman | Musandam Zighy Bay

4° Giorno Dubai > Musandam  (+/- 165 km)

Prima colazione in albergo e trasferimento in macchina privata per Musandam dove prevediamo di arrivare dopo circa 3 ore. Sistemazione nell’albergo prenotato. Cena e pernottamento. 5° Giorno Musandam 

Prima colazione in albergo. Mattinata dedicata alla scoperta dei fiordi che circondano questa costa, a bordo di una barca che ci condurrà tra baie isolate e isolette. Possibilità di fare snorkeling. Pranzo a bordo. Nel pomeriggio ci fermeremo a largo per fare snorkeling e con un pò di fortuna (non difficile averla in questa zona) potremmo nuotare con i delfini. Rientro in albergo. Pernottamento. 6° Giorno Musandam > Dibba  (+/- 75 km) 

Prima colazione in albergo. Mattinata dedicata a Dibba e ai suoi interessanti dintorni per svolgere attività all’aperto in una cornice naturale favolosa ed incontaminata. Per questa giornata consigliamo un’escursione alla scoperta delle “scalinate segrete”. Dopo un breve tragitto in auto l’escursione prende il via attraversando un letto di un tipico wadi, la base della prima scalata fino a raggiungere il villaggio di Twaifat. Dopo una breve visita la guida vi condurrà alla seconda scalata per raggiungere un altro villaggio “Yehnadj”, dove sono conservate pietre tombali con elaborate decorazioni, forni in pietra e incisioni rupestri testimonianza della cultura tradizionale Omanita legata alla natura. La durata di quest’escursione è di circa 3 ore. Rientro in albergo dopo il pranzo. Pernottamento. 7° Giorno Musandam 

Hotel del Tour DUBAI: Hotel da 4/5 stelle secondo la vostra scelta e la disponibilità MUSANDAM: Hotel Six Senses Zigy Bay 5L*

Prima colazione in albergo. Dopo due giorni alla scoperta della natura affascinante ed incontaminata di questo enclave, vi aspetta un pò di relax per godere della bellezza della spiaggia del vostro hotel e dei numerosi servizi messi a Vs disposizione. Pernottamento. 8° Giorno Musandam

Il vostro sogno  a  DUBAI

A PARTIRE DA

€ 2.150

Quota per persona base camera doppia

Partenza con il volo precedentemente prenotato per l’Italia o per la Vs prossima destinazione.

Il Tour include: • • • •

Volo intercontinentale dai principali aeroporti italiani via Roma , Milano e Venezia Trasferimenti Escursioni come da programma in lingua italiana Pasti come da programma

Il Tour non include: • Spese di carattere personale • Mance • Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour Include”

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


22 | Dubai | La magia degli Emirati

La magia degli Emirati

> Tour con base a dubai - escursioni di gruppo

Durata:  6 Giorni / 5 Notti GUIDA: In lingua inglese, in lingua italiana con supplemento TRATTAMENTO: Pernottamento e prima colazione PARTENZE : Giornaliere ITINERARIO: Dubai - Abu Dhabi 1° Giorno  Italia > Dubai  

Partenza con voli di linea dai principali aeroporti italiani. Arrivo a Dubai, prima del controllo passaporti incontro con il ns personale multilingue, assistenza per l’ingresso nel paese, ritiro bagaglio e incontro con l’autista che provvederà al trasferimento in macchina privata all’albergo prenotato. 2° Giorno  Dubai  

Prima colazione in albergo e tempo libero per attività personali e per il relax nell’albergo prenotato. Il pomeriggio sarà dedicato alla scoperta della Dubai del futuro e delle sue stravaganti strutture architettoniche. Inizieremo il tour dalla famosa The Palm Jumeirah sicuramente uno dei progetti che ha trasformato Dubai in una delle mete più visitate e richieste al mondo. Visita all’ Atlantis The Palm, il Resort dei record, il primo aperto sulla Palma con le sue 1536 stanze, il suo parco marino e l’acquario più grande del Medioriente. Si proseguirà il tour con una sosta alla Dubai Marina un progetto lungo il mare dove svettano grattacieli sinuosi e affascinanti, soprattutto nelle ore notturne quando si illuminano creando un atmosfera molto affascinante. Dopo si visiterà il Burj Al Arab, uno degi alberghi più lussuosi al mondo, con più stelle, pluripremiato per eccellenza nel servizio, dove non ci sono stanze ma solo Suite. Si proseguirà poi verso l’ultima tappa ovvero Downtown Dubai, dove sorge la torre più alta al mondo ed il Dubai Mall, il centro commerciale più grande del mondo con i suoi 1200 negozi e attrazioni. Si terminerà con la salita al AT THE TOP per raggiungere il punto più alto di Dubai, al momento, dove poter ammirare la città a 360°. Rientro in hotel in serata. Pernottamento.

Dopo pranzo passeremo davanti all’iconico Emirates Palace Hotel e di ritorno verso Dubai ammireremo gli sviluppi di Saadiyat Islanded Al Manarat Saadiyat Island, un centro culturale che vi porterà a comprende lo sviluppo che sta avendo la città, destinata a diventare la capitale culturale del medioriente; infatti saranno aperti a breve Le Louvre e il Guggenheim Museum. Ultima tappa sarà Yas Island, con stop al ViceroyYas Hotel situato al centro della pista del circuito di F1, Yas Marina e al Parco tematico “Ferrari World”, unico parco al mondo dedicato interamente al cavallino rampante. Rientro a Dubai nel pomeriggio, Pernottamento. 5° Giorno  Dubai  

Prima colazione e giornata a disposizione per attività personali o per shopping. Su richiesta possibilità di personal shopper o escursioni supplementari. Pernottamento. 6° Giorno  Dubai  

Dopo la prima colazione trasferimento in macchina privata, per l’aeroporto di Dubai per la partenza con il volo prenotato per l’Italia o per la Vs prossima destinazione.

3° Giorno  Dubai  

Prima colazione e tempo libero per relax in hotel o per attività personali. Nel pomeriggio le nostre guide Vi condurranno, intorno alle 14:30/15:00, in jeep 4x4, in un emozionante viaggio fra le dune, fino ad arrivare nel cuore del deserto della "Dubai Conservation Reserve". Dalla cima di un'alta duna contemplerete il sole che depone i suoi raggi color arancio sull'ampia distesa ondulata delle sabbie al tramonto. Come in uno scintillante miraggio, vedrete le luci del Vostro accampamento brillare in lontananza, primo segno del tradizionale benvenuto arabo che Vi verrà riservato. Nell'accampamento potrete rilassarvi su comodi cuscini bassi nelle tende beduine e scoprire il fascino del deserto. Verrà servito un banchetto delizioso da gustare con un sottofondo di musica araba sotto una miriade di stelle. Rientro in serata a Dubai. 4° Giorno 

Hotel del Tour

Dubai > Abu Dhabi > Dubai (+/- 260)  

Un'intera giornata che Vi porterà alla scoperta della capitale degli Emirati Arabi Uniti, Abu Dhabi, città ricca di architetture moderne che costituiscono affascinanti interpretazioni attuali dei temi islamici. Grattacieli sfavillanti, ville e palazzi costeggiano il nostro percorso lungo la Corniche, con le azzurre acque del golfo e le isole incantate al largo. In questa città colma di contrasti tra antico e moderno, si visiterà la bellissima ed affascinante Grande Moschea SheikhZayed, capolavoro dell’architettura. La Moschea ha 80 cupole, circa 1.000 colonne, il tappeto tessuto a mano più grande del mondo e candelabri placcati in oro 24 carati. Vedremo inoltre l'antico approdo dei Dhow, le antiche barche costruite interamente in legno ed Heritage Village, ricostruzione di un villaggio-oasi tradizionale dove sarà interessante scoprire il passato di questo paese. All’interno artigiani locali mostrernno e spiegheranno alcune tecniche tradizionali di lavorazione dei metalli, legno e ceramiche. A pranzo sosta in uno dei nuovi gioielli della catena Jumeirah, ovvero Jumeirah Etihad Towers per poi salire all’ultimo piano dove dall’osservatorio si potrà godere di una vista mozzafiato della città a 360°. Pranzo a buffet con soft drink inclusi.

DUBAI:

CENTRO BARSHA 3* - MEDIA ONE 4* - GROSVENOR HOUSE 5*

Il vostro sogno a DUBAI

A PARTIRE DA

€ 1.060

Quota per persona base camera doppia

Il Tour include: • Volo intercontinentale dai principali aeroporti italiani via Roma , Milano e Venezia • Trasferimento da/per l’aeroporto di Dubai con assistenza multilingue in arrivo e durante il soggiorno ad orari/giorni prestabiliti in lingua italiana

Il Tour non include: • Bevande, tranne quelle indicate nel programma, e tutto ciò non espressamente indicato ne “la quota comprende”

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


23 | Dubai

Estensioni da DUBAI La Vita è un Viaggio, viaggiare è vivere due volte Omar Khayyam, poeta persiano. Sec  XII

Dubai è sempre di più “centro del mondo”. Città effervescente, cosmopolita, affascinante e molto “à la mode” non ha bisogno di ulteriori presentazioni. Burj Khalifa, Burj Al Arab, il Souk, il mercato dell’oro e delle spezie sono un connubio tra passato e presente (con un “occhio al futuro”) e sono elementi che da soli giustificano un viaggio in questa fantastica destinazione, ma poter raggiungere con poche ore di volo altre destinazioni da noi programmate, totalmente differenti renderanno il vostro viaggio assolutamente indimenticabile. I voli della Compagnia Emirates (cosa dire di più?), con partenza da tutti gli aeroporti italiani via Milano, Venezia e Roma con più frequenze giornaliere, collegano Dubai con le Seychelles, le Maldive, Mauritius, Sri Lanka, la Thailandia, la Malesia ed il Sudafrica. La nostra programmazione prevede innumerevoli combinazioni tra le destinazioni per rendere il viaggio, unico, irripetibile ed emozionante.

Giordania

Dubai Thailandia Sri Lanka Maldive Seychelles

Mauritius Sudafrica

Malesia Singapore Indonesia

Ore di volo da Dubai Giordania Maldive Sri Lanka Seychelles Mauritius Thailandia Malesia/ Singapore Indonesia Sudafrica

circa 2 ore di volo circa 3.30 ore di volo circa 4 ore di volo circa 5 ore di volo circa 6 ore di volo circa 6 ore di volo circa 7ore di volo circa 8 ore di volo circa 8 ore di volo


24 | Abu Dhabi

Ho “sentito” per la prima volta la musica araba. In quella perpetua ripetizione dello stesso motivo, quasi sempre malinconico, c’è qualcosa che a poco a poco va nell’anima. E’ una specie di lamentazione monotona che finisce per soggiogare il pensiero come il mormorio di una fontana. E’ una musica ingenua e piena di dolcezza, che mi desta mille curiosità di paesi e di popoli favolosi, mi trasporta a grandi lontananze, nei boschi d’alberi sconosciuti, in mezzo a sacerdoti secolari intorno ad idoli d’oro, o in pianure sconfinate, in solitudini solenni, dietro le carovane stanche che interrogano con lo sguardo l’immenso orizzonte infocato e ripiegano la testa raccomandandosi a Dio. Edmondo De Amicis 1876


25 | Abu Dhabi


26 | Abu Dhabi

Appunti di Viaggio

Abu Dhabi, entusiasmante metropoli in pieno sviluppo. Capitale della Federazione degli Emirati Arabi Uniti, Abu Dhabi è situata nel centro della costa settentrionale, città principale dell’omonimo sceiccato, il più grande e il più ricco. Fondata intorno al 1760, divenne poco dopo sede della famiglia regnante. Ebbe un periodo di gloria intorno al XIX secolo quando si trasformò in un importante centro di produzione di perle ma un’improvvisa crisi in questo settore, la gettò in un periodo buio e duro a cui la popolazione sopperì dedicandosi alla pesca. La vera svolta di Abu Dhabi avvenne negli ultimi anni ‘50 dove una forte trasformazione demografica ed economica, dettata anche dalla scoperta di numerosi giacimenti di petrolio, permise alla città di trasformarsi da un piccolo villaggio di pescatori in un ricco centro commerciale e politico degli Emirati Arabi. A chi visiterà Abu Dhabi per la prima volta sarà molto difficile credere che questa splendida e lussuosa città fatta di grattacieli, strade ampie e soleggiate e di alberghi da mille e una notte, 50 anni fa era una terra deserta con poche prospettive economiche se non quelle legate alla pesca. Documenti Per entrare ad Abu Dhabi è necessario possedere il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi della data di partenza del soggiorno. Al momento del vostro arrivo, verrà applicato sul vostro passaporto, un Visto temporaneo d’entrata, senza alcun costo aggiuntivo. Questa nota è valida per i soli cittadini italiani. IMPORTANTE: cittadini di nazionalità diversa da quella italiana, dovranno comunicare la nazionalità all'atto della prenotazione per controllare se necessitano di visto d'entrata (a pagamento e non rimborsabile in caso di esito negativo). Idee per viaggiare non è responsabile per mancate partenze dovute a documentazione personale non valida. AMBASCIATA ITALIANA NEGLI EMIRATI ARABI: Al Nahyan Street, Al Bateen, Manaseer Area - P.O. Box 46752 Abu Dhabi, U.A.E. - Tel.: +971 2 4435622. Lingua La lingua ufficiale è l’arabo, ma l’inglese è ampiamente diffuso. Il personale degli alberghi parla correntemente altre lingue. Clima Essendo l’area attraversata dal Tropico del Cancro, il clima di Abu Dhabi è prevalentemente arido con temperature comprese tra i 26 gradi di giorno e i 15 gradi di notte; molto rari i fenomeni piovosi. Nel periodo estivo le temperature di giorno possono superare i 40 gradi con un tasso di umidità abbastanza elevato. Valuta La moneta locale è il Dirham che è diviso in 100 Fils (1 Dirham corrisponde a circa € 0,20). I dollari americani, gli euro e le più comuni carte di credito sono accettate ovunque. (American Express, Diners Club,Visa, Master Card, e così via). Carte di Credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, e negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei souk o nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale ( pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra.

Fuso orario 3 ore in più rispetto all’Italia che scendono a 2 quando da noi vige l’ora legale. Per telefonare Il prefisso per chiamare Abu Dhabi è lo 009712 seguito dal numero telefonico. Per chiamare invece in Italia da Abu Dhabi il prefisso è lo 0039 seguito dal prefisso della città italiana e il numero dell’utente. Ogni cabina telefonica dà la possibilità di effettuare telefonate con carte prepagate. È possibile usufruire del servizio di roaming internazionale per telefoni GSM con qualunque gestore italiano. In tutti gli Emirati Arabi la ricezione del segnale è ottima. Religione Abu Dhabi è di religione islamica di matrice moderata. Giovane, moderno e proiettato al futuro, ha assorbito gli usi e i costumi occidentali. In genere ogni quartiere ha la propria moschea dove ci si reca per pregare 5 volte al giorno. Una delle più belle e grandi moschee degli Emirati, si trova ad Abu Dhabi, uno spettacolare esempio di architettura moderna islamica. Il Ramadan, che commemora le rivelazioni del Sacro Corano, è il mese del digiuno in cui i musulmani fanno penitenza; non ha una data fissa, essendo legato alle fasi lunari. Il calendario Islamico (Hijri) e' basato sui mesi lunari. Il primo giorno del Ramadan dipende dall'avvistamento della luna; è la Mecca in Arabia Saudita a dichiarare l'inizio del mese Santo. Per il 2014 il ramadan è previsto dal 28 giugno al 27 luglio; nel 2015, dal 18 giugno al 16 luglio; nel 2016, dal 6 giugno al 5 luglio; nel 2017, dal 27 maggio al 25 giugno. Durante l’intero periodo i musulmani si astengono nel mangiare, bere e fumare dall’alba al tramonto. Tutte le persone non musulmane devono evitare di mangiare, bere, fumare nei luoghi pubblici o davanti a persone di religione musulmana. A tal proposito nella maggior parte delle strutture alberghiere, in questo periodo, vengono dedicati dei luoghi appositi per i “non musulmani”. Durante questo arco di tempo tutta la vita quotidiana si svolge regolarmente, ma un po’ a rilento. Generalmente tutti gli spettacoli dal vivo sono sospesi. Come vestirsi Si consigliano capi leggeri nei mesi estivi (attenzione all’aria condizionata, diffusa ovunque!); giacche leggere o pullover nei mesi invernali. In ogni caso bisogna stare attenti a non recare offesa indossando abiti che possano essere considerati inappropriati. E’ vietato il topless. Si raccomandano occhiali da sole di buona qualità, creme solari e copricapi. Come raggiungere Abu Dhabi L’aeroporto internazionale di Abu Dhabi è collegato con i principali hub europei. La compagnia aerea dell’emirato è Etihad con voli diretti da Roma e Milano giornalieri. Possibilità di utilizzare anche la compagnia aerea dell’Emirato di Dubai, Emirates con voli giornalieri diretti a Milano, Venezia e Roma. In questo caso un trasferimento privato collegherà le due città.


27 | Abu Dhabi

BAHREIN Ras al-Khaimah

MUSANDAM

Umm-al-Quwain

QATAR Dubai

Ajman Sharjah Fujairah

ABU DHABI Al Ain

EMIRATI ARABI UNITI ARABIA SAUDITA

Gli ospiti, gli alberghi e la cucina L’ospite negli Emirati Arabi è considerato un AMIR o AMIRA, in lingua locale principe/principessa, quindi aspettatevi di essere trattati come tali. E’ importante notare che la città non offre alberghi di fascia economica in quanto la sua politica commerciale è proiettata verso una elevata qualità di servizio per una clientela esigente. Gli alberghi offrono una cucina internazionale quindi non sarà difficile trovare il ristorante adatto ai propri gusti. La cucina della città come quella di tutti gli Emirati Arabi, rispecchia la cultura e le tradizioni di vita del paese che per moltissimi anni ha avuto scambi commerciali con India, Africa, Europa e Asia, influenzando così cultura e abitudini alimentari. Troviamo pertanto rielaborazioni di molti paesi che si fondono perfettamente con i gusti arabi e che ancora oggi continuano ad arricchirsi ideando pietanze piene di fantasia. Locali notturni e Discoteche alla moda I locali più frequentati di Abu Dhabi sono l’Hemingway, presso l’Hilton Abu Dhabi che ha spesso musica dal vivo, l’Ally Pally presso l’Al-Ain Palace vecchio e popolarissimo Pub. Per il dopocena il LAB presso il Beach Rotana o l’Art Cauldron Cafè. Per un continuo aggiornamento vi consigliamo di sfogliare le pagine di Time Out Abu Dhabi, presente in ogni hotel e locale pubblico per scoprire che cosa offre la serata. Consiglio dell’esperto: “una serata diversa ad Abu Dhabi” Se volete trascorrere una serata diversa in uno dei migliori locali o ristoranti di Abu Dhabi, qui di seguito vi suggeriamo alcune dei luoghi dove una cena diventerà un “esperienza indimenticabile”.

Vita notturna: • Medium Roller - Jazz Bar & Dining Hilton Abu Dhabi • Etoiles - Emirates Palace • Y Bar - Yas Island Rotana • Eight Bar & Restaurant - Souk Qaryat Al Beri • Ray’s Bar - Etihad Tower 62° piano con vista spettacolare sulla città • Skylite Rooftop Lounge - Viceroy Hotel • Beach House Rooftop - Park Hyatt Saadiyat Island • Yas Marina - Corniche

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • • • •

Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior


28 | Abu Dhabi | Alla scoperta dei due Emirati

Alla scoperta dei due Emirati > Tour con base a dubai ed abu dhabi - escursioni di gruppo Durata: 8 Giorni / 7 Notti GUIDA: Guida-accompagnatore in lingua inglese con supplemento lingua italiana TRATTAMENTO: Prima Colazione PARTENZE: Giornaliere ITINERARIO DUBAI: The Palm Jumeirah - Dubai Marina - Burj Al Arab - Dubai Mall - Dubai Conservation Reserve - Atlantis The Palm ITINERARIO ABU DHABI: La Moschea - lo scalo dei Dhow - l’Heritage Village - Saadiyat Island - Yas Island - Ferrari World 1° Giorno Italia  > Dubai 

Partenza con voli di linea dai principali aeroporti italiani. Arrivo a Dubai, prima del controllo passaporti incontro con il nostro personale multilingue, assistenza per l’ingresso nel Paese, ritiro bagaglio e incontro con l’autista che provvederà al trasferimento in macchina privata all’albergo prenotato. 2° Giorno Dubai

Prima colazione in albergo e tempo libero per attività personali. Il pomeriggio sarà dedicato alla scoperta della Dubai del futuro e delle sue stravaganti strutture architettoniche. Inizieremo il tour dalla famosa The Palm Jumeirah, uno dei progetti che ha trasformato Dubai in una delle mete più visitate e richieste al mondo. Visita di Atlantis The Palm, il Resort dei record, il primo aperto sulla Palma con le sue 1.536 stanze, il suo parco marino e l’acquario più grande del Medio Oriente. Si proseguirà il tour con una sosta alla Dubai Marina dove svettano grattacieli sinuosi e affascinanti, soprattutto nelle ore notturne quando si illuminano creando un atmosfera molto affascinante. Si visiterà il Burj Al Arab, uno degl’alberghi più lussuosi al mondo, con più stelle, pluripremiato per eccellenza nel servizio, dove non ci sono stanze ma solo Suite. Si proseguirà verso l’ultima tappa ovvero Downtown Dubai, dove sorge la torre più alta al mondo ed il Dubai Mall, centro commerciale con i suoi 1.200 negozi e attrazioni. Possibilità, con supplemento, della salita al AT THE TOP per raggiungere il punto più alto di Dubai, al momento, dove poter ammirare la città a 360°. Rientro in hotel in serata. Pernottamento. 3° Giorno Dubai

Prima colazione e tempo libero per relax nel Vostro albergo o per attività personali. Nel pomeriggio le nostre guide Vi condurranno, intorno alle 14:30/15:00, in jeep 4x4, in un emozionante viaggio fra le dune, fino ad arrivare nel cuore del deserto della "Dubai Conservation Reserve". Dalla cima di un'alta duna il sole volgerà al tramonto sull'ampia distesa ondulata delle dune. Come in uno scintillante miraggio, vedrete le luci del vostro accampamento brillare in lontananza, primo segno del tradizionale benvenuto arabo che vii verrà riservato. Potrete rilassarvi su comodi e bassi cuscini nelle tende dei beduini e scoprire il fascino del deserto. Verrà servita una deliziosa cena da gustare con un sottofondo di musica araba sotto un cielo di stelle. Rientro in serata a Dubai. Pernottamento. 4° Giorno Dubai

Prima colazione in albergo. Giornata dedicata alla scoperta di Atlantis The Palm e del suo parco acquatico, il più grande della regione. Vi forniremo il biglietto di entrata al parco, così da potervi immergere in questo magico mondo colmo di attrazioni uniche nel suo genere. La discesa dello Ziguratt o Poseidon, due delle principali attrazioni della struttura, posizionata sulla cresta della famosa isola artificiale The Palm Jumeirah, vi faranno scendere per oltre 2 km di sentieri d’acqua collegati fra loro. Avrete la possibilità di visitare le Lost Chamber, un percorso di acquari al cui interno troverete ben 65.000 creature marine. Con un supplemento sarà inoltre possibile interagire con uno degli animali più delicati e misteriosi del mondo, il delfino. Infatti all’interno della struttura esiste il Dolphin Bay, un baia dove poter incontrare, nuotare ed interagire con queste meravigliose creature. Godetevi la meravigliosa spiaggia attrezzata che avrete a vostra disposizione. Rientro libero in albergo. Pernottamento. 5° Giorno Dubai > Abu Dhabi (+/- 130 km)

Prima colazione in albergo e trasferimento ad Abu Dhabi. In questa città colma di contrasto tra antico e moderno si visiterà la bellissima ed affascinante Grande Moschea Sheikh Zayed, capolavoro dell’architettura moderna. La Moschea ha 80 cupole e circa 1.000 colonne, il tappeto intessuto a mano più grande del mondo e candelabri placcati in oro 24 carati. Vedremo inoltre l'antico scalo dei Dhow, le antiche barche costruite interamente in legno ed Heritage Village, ricostruzione di un villaggio-oasi tradizionale. Visita dei uno dei nuovi gioielli della catena Jumeirah ovvero Jumeirah Etihad Tower dove salendo all’ultimo piano si potrà godere di una vista mozzafiato della città a 360°.


29 | Abu Dhabi | Alla scoperta dei due Emirati

Possibilità del pranzo a buffet con soft drink inclusi. La giornata proseguirà davanti all’iconico Emirates Palace Hotel e quindi verso Saadiyat Island ed Al Manarat Saadiyat Island, un centro culturale che vi porterà a comprendere lo sviluppo che sta avendo la città destinata a diventare la capitale culturale del medioriente; a breve inaugureranno il Louvre Abu Dhabi ed il Gauggheneim Museum. L’ultima tappa sarà Yas Island, con visita al Viceroy Yas Hotel situato al centro della pista del circuito di F1. Yas Marina è adiacente al Parco tematico “Ferrari World”, unico al mondo e interamente dedicato al cavallino rampante. Rientro in hotel nel tardo pomeriggio, cena libera. Pernottamento. 6° Giorno Abu Dhabi 

Prima colazione e giornata dedicata alla visita del Ferrari World, situato su Yas Island, adiacente al circuito di Yas Marina. Al suo interno il centro sviluppo della scuderia di Maranello, innumerevoli attrazioni turistiche, ristoranti, negozi per la vendita del merchandising Ferrari. Offre numerosi richiami per tutte le età: le montagne russe più veloci al mondo, il “Fiume Ride” equipaggiato con lo stesso propulsore di una delle vetture della famosa casa modenese, il razzo che si innalza per oltre 60 metri simulando sui passeggeri la stessa forza di gravità a cui sono soggetti i piloti di Formula 1. Un ambiente dedicato al divertimento, al piacere e al tempo libero, ma che d’altra parte mira anche a diffondere la storia e l’unicità del mitico brand italiano nel Mondo. Rientro libero in albergo. Pernottamento.

Hotel del Tour

7° Giorno Abu Dhabi  

Prima colazione e giornata a disposizione per relax in una delle tante spiagge situate lungo la Corniche, il lungomare della città; per chi lo desiderasse possibilità di shopping nei centri commerciali della città. Su richiesta possibilità di prenotare escursioni nei dintorni di Abu Dhabi. Consigliamo: Visita ad Al Ain, patrimonio culturale dell’Emirato ed una degli insediamenti più antichi al mondo, definita anche la città giardino. Un tempo tappa d’importanza vitale sulla rotta delle carovane dagli Emirati Arabi all’Oman, la città oltre ad essere il luogo da cui proviene la famiglia reale di Abu Dhabi, Al Nahyan, possiede sorgenti di acque naturali e oasi verdeggianti con piantagioni di palme e la caratteristica fortezza di Al Jahili una delle più antiche del paese. Pernottamento. 8° Giorno

DUBAI: ABU DHABI:

CENTRO BARSHA 3* - MEDIA ONE 4* - GROSVENOR HOUSE 5* CENTRO YAS ROTANA 3* - HILTON ABU DHABI 4* SUP. - YAS VICEROY HOTEL 5*

Il vostro sogno ad ABU DHABI e DUBAI

A PARTIRE DA

€ 1.350

Quota per persona base camera doppia

Abu Dhabi > Dubai > Italia 

Dopo la prima colazione trasferimento in macchina privata all’aeroporto di Dubai e partenza per l’Italia o per la Vs prossima destinazione.

Note Il Tour include: • Volo intercontinentale dai principali aeroporti italiani via Roma , Milano e Venezia • Trasferimento da/per l’aeroporto di Dubai con assistenza in arrivo multilingue e durante il soggiorno ad orari/giorni prestabiliti in lingua italiana • Pernottamento presso l’hotel prescelto in camera doppia e prima colazione (4 notti a Dubai e 3 notti ad Abu Dhabi) • Tour/escursioni giornaliere come da programma con guida multilingue (in alcuni giorni in lingua italiana), in mini bus condiviso o macchina privata ove prevista da programma • Assicurazione medico/bagaglio

Il Tour non include: • Mance, extra di carattere personali, pasti e bevande, tranne quelli indicati nel programma, e tutto ciò non espressamente indicato nella quota comprende

• Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti. • Il programma, su base modulare, può essere su richiesta integrato o ridotto indifferentemente ad Abu Dhabi o Dubai.


30 | Abu Dhabi | La città ideale del futuro

La città ideale del futuro > Tour con base ad abu dhabi - escursioni di gruppo Durata:  5 Giorni / 4 Notti GUIDA: Guida-accompagnatore in lingua inglese con supplemento lingua italiana TRATTAMENTO: Prima Colazione PARTENZE: Giornaliere ITINERARIO ABU DHABI: La Moschea - lo scalo dei Dhow - L’Heritage Village - Saadiyat Island - Yas Island - Ferrari World ITINERARIO DUBAI: Bastakiya - Il Creek - Souk dell’Oro - The Palm Jumeirah - Atlantis The Palm - Burj Al Arab - Downtown Dubai - The Mall 1° Giorno 

4° Giorno 

Italia > Abu Dhabi  

Partenza con volo di linea dai principali aeroporti italiani. Arrivo a Abu Dhabi, prima del controllo passaporti incontro con il ns personale multilingue, assistenza per l’ingresso nel paese, ritiro bagaglio e incontro con l’autista che provvederà al trasferimento in macchina privata all’albergo prenotato. 2° Giorno 

Abu Dhabi 

Prima colazione e giornata libera per attività personali e per lo shopping. Possibilità di prenotare escursioni supplementari o biglietti di entrata al Ferrari World o Yas Waterworld l’innovativo parco acquatico tra i più grandi al mondo. Nel pomeriggio rientro in Hotel. Pernottamento.

Abu Dhabi 

Un'intera giornata che Vi porterà alla scoperta della capitale degli Emirati Arabi Uniti, Abu Dhabi, città ricca di architetture moderne che costituiscono affascinanti interpretazioni moderne dei temi islamici. Grattacieli sfavillanti, ville e palazzi costeggiano il nostro percorso lungo la Corniche, con le azzurre acque del golfo e le incantate isole al largo. In questa città colma di contrasto tra antico e moderno si visiterà la bellissima ed affascinante Grande Moschea Sheikh Zayed, capolavoro dell’architettura moderna. La Moschea ha 80 cupole circa 1.000 colonne, il tappeto intessuto a mano più grande del mondo e candelabri placcati in oro 24 carati. Vedremo inoltre l'antico scalo dei Dhow, le antiche barche costruite interamente in legno ed Heritage Village, ricostruzione di un villaggio-oasi tradizionale dove sarà interessante scoprire il passato di questo paese. All’interno artigiani locali mostrano e spiegano alcune tecniche tradizionali di lavorazione dei metalli, legno e ceramiche. Visita dei uno dei nuovi gioielli della catena Jumeirah ovvero Jumeirah Etihad Tower e saliremo all’ultimo piano dove dall’osservatorio si potrà godere di una vista mozzafiato della città a 360°. Possibilità del pranzo a buffet con soft drink inclusi. La giornata prosegue davanti all’iconico Emirates Palace Hotel per poi proseguire verso Saadiyat Island ed Al Manarat Saadiyat Island, un centro culturale che vi porterà a comprende lo sviluppo che sta avendo la città, destinata a diventare la capitale culturale del medioriente infatti saranno aperti a breve Le Louvre e Gauggheneim Museum. Ultima tappa sarà Yas Island, con stop al Viceroy Yas Hotel situato al centro della pista del circuito di F1, Yas Marina ed adiacente al Parco tematico “Ferrari World” unico parco al mondo dedicato interamente al cavallino rampante. Rientro in hotel nel tardo pomeriggio, cena libera. Pernottamento.

5° Giorno  Abu Dhabi > Italia

Dopo la prima colazione trasferimento in macchina privata, per l’aeroporto e partenza per l’Italia o per la vostra prossima destinazione.

3° Giorno  Abu Dhabi > Dubai > Abu Dhabi  (+/-260 km)

Un'affascinante escursione della città di Dubai di un intera giornata. La prima tappa ci condurrà alla scoperta della magnifica Moschea di Jumeirah che si erge dopo una schiera di moderni palazzi disseminati lungo la costa. Sosta a Bastakiya per ammirare le antiche case dei ricchi mercanti con le loro caratteristiche torri del vento, veri e propri antenati "naturali" dei moderni condizionatori. Il nostro viaggio continuerà a bordo di un Abra, le antiche imbarcazioni in legno che collegano le due parti della città separate del famoso Creek, lingua di mare che si insinua nella città. Nella traversata della baia vedremo la moderna metropoli con le sue sontuose architetture che svettano sulle stradine piene di vita della nostra prossima visita, il Souk dell'oro e delle spezie, insieme di profumi e colori che vi inebrieranno. Pranzo libero in corso di escursione. Il pomeriggio sarà dedicato alla scoperta della Dubai del futuro e delle sue stravaganti strutture architettoniche. Inizieremo il tour dalla famosa The Palm Jumeirah sicuramente uno dei progetti che ha trasformato Dubai in una delle mete più visitate e richieste al mondo. Visita all’ Atlantis The Palm, il Resort dei record, il primo aperto sulla Palma con le sue 1536 stanze, il suo parco marino e l’acquario più grande del Medioriente. Si proseguirà il tour con una sosta alla Dubai Marina un progetto lungo il mare dove svettano grattacieli sinuosi e affascinanti, soprattutto nelle ore notturne quando si illuminano creando un atmosfera molto affascinante. Dopo si visiterà il Burj Al Arab, uno degi alberghi più lussuosi al mondo, con più stelle, pluripremiato per eccellenza nel servizio, dove non ci sono stanze ma solo Suite. Si proseguirà poi verso l’ultima tappa ovvero Downtown Dubai, dove sorge la torre più alta al mondo ed il Dubai Mall, il centro commerciale più grande del mondo con i suoi 1200 negozi e attrazioni. Si terminerà con la salita al AT THE TOP per raggiungere il punto più alto di Dubai, al momento, dove poter ammirare la città a 360°. Rientro in hotel in serata. Pernottamento.

Hotel del Tour CENTRO YAS ROTANA 3*

ABU DHABI:

HILTON ABU DHABI 4* SUP. ST REGIS SAADIYAT ISLAND 5* - JUMEIRAH ETIHAD TOWER 5*

Il vostro sogno ad ABU DHABI e DUBAI

A PARTIRE DA

€ 980

Quota per persona base camera doppia

Il Tour include: • Volo intercontinentale dai principali aeroporti italiani via Roma, Milano e Venezia • Trasferimento da/per l’aeroporto di Dubai con assistenza in arrivo multilingue e durante il soggiorno ad orari/giorni prestabiliti in lingua italiana • Pernottamento presso l’hotel prescelto in camera doppia con trattamento di prima colazione • Tour /escursioni giornaliere come da programma con guida multilingue (in alcuni giorni in lingua italiana), in mini bus condiviso o macchina privata ove prevista da programma; • Assicurazione medico/bagaglio

Il Tour non include: • Mance, extra di carattere personali, pasti e bevande, tranne quelli indicati nel programma, e tutto ciò non espressamente indicato nella quota comprende

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti. • Il programma, su base modulare, può essere su richiesta integrato con giorni supplementari indifferentemente ad Abu Dhabi o Dubai.


31 | Abu Dhabi

Estensioni da Abu Dhabi Non c’è uomo più completo di colui che ha viaggiato molto, ha cambiato venti volte la forma dei suoi pensieri e della propria vita Alphone Marie Louis del Prat Lamartine

Conoscere la meraviglia di Abu Dhabi, città in fervente crescita con progetti al limite dell’inimmaginabile e culturalmente di alto spessore (a breve verranno inaugurati il Louvre ed il Guggenheim Museum), apprezzare il suo Deserto, unico e diverso dal resto della penisola arabica, sicuramente lascerà al viaggiatore emozioni indelebili, ma poterlo abbinare con destinazioni molto diverse e quindi complementari, renderanno il viaggio emozionale e completo. I voli della Compagnia di bandiera Ethiad, con partenza da tutti gli aeroporti italiani via Milano e Roma con frequenze giornaliere, collegano questa nuova destinazione con le Seychelles, le Maldive, Mauritius, Sri Lanka, la Thailandia, la Malesia ed il Sudafrica. La nostra programmazione prevede innumerevoli combinazioni tra le destinazioni per rendere il vostro viaggio molto completo.

Giordania

Abu Dhabi Thailandia Sri Lanka Maldive Seychelles

Mauritius Sudafrica

Malesia Singapore Indonesia

Ore di volo da Abu Dhabi Giordania Maldive Sri Lanka Seychelles Mauritius Thailandia Malesia/ Singapore Indonesia Sudafrica

circa 2 ore di volo circa 3.30 ore di volo circa 4 ore di volo circa 5 ore di volo circa 6 ore di volo circa 6 ore di volo circa 7ore di volo circa 8 ore di volo circa 8 ore di volo


32 | Oman

L'Oman è un Paese ancora poco conosciuto. Tanto da approfondire culturalmente, quanto da godere istintivamente. Un Paese dove il turismo di massa non ha ancora modificato i ritmi di vita. Dove riesci non solo a vedere, perfino a contemplare quello che preferisci. Un tramonto nel mare, un artigiano al lavoro, una torre merlata. Finanche al di fuori delle priorità culturali che credevi esserti attribuito. Perché un Paese tanto giovane e tanto antico riserva ancora qualche sorpresa. Qui percepisci veramente che la cultura di un Paese è nella sua storia.


33 | Oman


34 | Oman

Appunti di Viaggio

Un viaggio in un Paese magico il cui nome evoca leggende e miti di un mondo antico, una terra ancora incontaminata con deserti, oasi, montagne e laghi. Un mare blu cobalto abitato da delfini, pesci esotici e tartarughe, lunghe spiagge dove rilassarsi circondati dall’ospitalità e dalla solarità di un popolo ricco di storia, cordiale e infinitamente sereno. L’Oman è un Paese da scoprire. In parte montuoso, con a Nord la catena Al-Hajar, con il massiccio del Gebel Akdhar che si erge oltre 3.000 metri e a Sud il massiccio del Dhofar; è un Paese dove le montagne ne improntano il paesaggio, svolgendo un ruolo essenziale nella vita degli uomini che si sono insediati sugli altipiani, nelle gole e nel fondo delle valli; ma è anche un Paese con interminabili distese di sabbia, con un mare splendido e incontaminato, reef inesplorati e paesaggi incantevoli. Documenti Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell'arrivo nel Paese. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Si fa presente che la normativa sui viaggi all’estero dei minori varia anche in funzione delle disposizioni nazionali dei singoli Paesi. Il visto turistico ha una validità che varia da un minimo di permanenza di 10 giorni ad un massimo di 30 giorni. Si consiglia pertanto di assumere informazioni aggiornate presso la propria Questura, nonché presso le Ambasciate o i Consolati del Paese accreditati in Italia e/o il proprio agente di viaggio. Visto d’ingresso: necessario, può essere richiesto presso l'Ambasciata dell'Oman a Roma. Il visto turistico della validità di 30 giorni (rinnovabile per ulteriori 30) si può ottenere agli aeroporti di arrivo del Paese o presso i principali posti di frontiera con gli Emirati Arabi Uniti, previa compilazione di un apposito formulario e dietro il pagamento di 6 reali (13 euro circa). Occorre munirsi di visto multiplo se si intendono effettuare escursioni dall'Oman nelle regione di Musandam (enclave omanita negli Emirati Arabi Uniti) e nella città di Buraimi (alla frontiera con gli Emirati). Ambasciata italiana in Oman: Way 3034 - House n. 2697 - Shatti Al Qurum - Tel 00968 24 693727. Carte di Credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, e negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei souk o nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale ( pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra.

Situazione sanitaria Le strutture medico-ospedaliere sono concentrate nei maggiori centri urbani con circa una sessantina di ospedali pubblici. Nel resto del Paese esistono centri sanitari di modeste dimensioni dipendenti dagli ospedali, attrezzati per interventi di prima necessità. In Oman esistono anche alcune cliniche private di cui tre a Muscat, con personale medico in gran parte straniero. Per interventi specialistici è consigliabile recarsi nelle strutture dei Paesi vicini, come gli Emirati Arabi Uniti. La disponibilità di medicinali è adeguata. Lingua L’Arabo è la lingua ufficiale ma l’inglese è ampiamente diffuso in tutto il Paese. Clima L’estate (Aprile – Settembre) prevede temperature che oscillano come massima dai 30 ai 40 gradi mentre l’inverno (Ottobre – Marzo) ha temperature più miti, con punte massime di 28/30 gradi. Valuta Moneta ufficiale: il Riyal diviso in 1,000 baizas (1 € = 0,525 OMR). Negli alberghi sono accettati Dollari, Euro e le maggiori carte di credito. Fuso orario 3 ore avanti rispetto all’Italia che scendono a due quando da noi vige l’ora legale. Elettricità 220/240V, 50 Hz Pesi e misure Sistema metrico decimale. Per telefonare Il prefisso per chiamare in Oman è 00968 seguito dal numero telefonico desiderato mentre per chiamare in Italia è 0039 seguito dal prefisso della città desiderata e dal numero telefonico che si desidera chiamare. E’ possibile acquistare tessere da usare nelle cabine telefoniche e si possono trovare nei supermercati o nei negozi all’interno degli alberghi. Mance Non sono obbligatorie ma ben accette. Come vestirsi Abiti leggeri sia d’inverno che d’estate facendo particolarmente attenzione all’uso indiscriminato che talvolta si fa dell’aria condizionata. Nel periodo invernale consigliamo per la sera giacche e maglioni di cotone. Superalcolici Non è permesso consumare superalcolici al di fuori dei locali adibiti alla vendita degli stessi. Non è possibile comprare superalcolici per uso personale e farne uso nella propria auto.


35 | Oman

IRAN

MUSANDAM

QATAR

Muscat

EMIRATI ARABI UNITI Rustaq Bahla Nizwa

Sur Ras Al Hadd

Wahiba Sands

ARABIA SAUDITA

Masirah

OMAN YEMEN Salalah

Religione Il sultanato dell’Oman è un Paese di religione islamica e circa l’80% degli omaniti appartiene alla setta musulmana ibadita, presente solo in Oman e parte moderata dei kharigiti, ovvero separatisti, in quanto furono il primo nucleo della separazione dagli sciiti. In Oman le altre religioni sono tollerate e non di rado capita di notare Templi Hindu e Chiese Cristiane. Ma è sempre bene ricordarsi che l’Oman è un Paese musulmano ed ai visitatori viene richiesto di rispettare le regole dettate da questa religione. Alle donne e alle ragazze è richiesto di non apparire in pubblico con abiti succinti specialmente quando si è in locali pubblici (uffici, negozi o luoghi di culto). Costumi e abiti o pantaloncini corti sono ammessi solo nelle spiagge e nelle piscine degli alberghi turistici, sia per le donne che per gli uomini. Il Ramadan Storia del Ramadan: Ramadan Kareem: Un augurio per una felice festa di Ramadan che letteralmente significa: che possiate avere un prospero Ramadan. Ramadan è il nono mese del calendario islamico. L’Islam usa il calendario lunare, vale a dire che l’inizio di ogni mese è alla comparsa della luna nuova. Dal momento che il calendario lunare è più breve di 11 giorni rispetto al calendario solare comunemente usato, le vacanze islamiche si “spostano” ogni anno. E’ il “mese delle benedizioni”, un periodo per l’adorazione e la contemplazione; Ramadan segna il giorno in cui il corano è stato inviato dal Paradiso attraverso l’Angelo Gabriele al Profeta Mohammed (Maometto). Il digiuno durante il Ramadan: durante il Ramadan si pratica il “sawn”, o digiuno per l’intero mese del Ramadan. E’ severamente proibito mangiare, bere e fumare fino a quando c’è la luce del giorno. Inoltre i musulmani devono mostrare una maggiore empatia verso coloro che hanno bisogno e verso i i poveri. Le famiglie si svegliano presto per “Suhoor”, un pasto che si mangia prima dell’alba. Una volta che il sole tramonta, si rompe il digiuno con un pasto conosciuto come “Iftar”.

L’Iftar comincia sempre con un bicchier d’acqua, datteri e bibite dolci che forniscono immediatamente un apporto di energia. La rottura involontaria del digiuno non comporta nessuna sanzione, purché si riprenda subito dopo aver preso coscienza di tale rottura. In caso di interruzione consapevole, bisogna rimediare con l’offerta di un pasto a un certo numero di musulmani bisognosi, oppure dare l’equivalente in denaro; diversamente bisogna digiunare per sessanta giorni. Con il sorgere della luna nuova del mese di “Shawwal” ha termine il mese di Ramadan e con esso finisce l'astinenza ed inizia “Id al-Fitr”, la festa della rottura. La vita sociale durante il Ramadan: l’orario di lavoro varia leggermente durante il Ramadan e tutti i Ristoranti ed i punti di ristoro rimangono chiusi dall’alba al tramonto. Ma i ristoranti negli alberghi restano aperti durante il giorno e cibo e bevande vengono serviti in aree separate per i non-musulmani. E’ importante sapere che ai non musulmani non viene chiesto il digiuno, ma per rispetto, non è consentito loro mangiare, bere o fumare in qualsiasi area pubblica come strade, centri commerciali, in macchina e presso gli uffici pubblici durante le ore del digiuno. I bar degli alberghi apriranno dopo l’Iftar mentre le discoteche rimarranno chiuse per tutto il periodo. Nonostante l’Oman sia molto “aperto” e tollerante agli usi occidentali, è sempre bene ricordarsi che si è ospiti in un Paese straniero e fondamentalmente diverso, quindi durante il Ramadan si consiglia di indossare un abbigliamento più consono quando si è in pubblico soprattutto durante il giorno. In spiaggia è tollerato il costume. I centri commerciali e i Souk (mercati) sono aperti dopo “l’Iftar”, fino a sera tardi, spesso oltre le due del mattino e non è raro notare vendite speciali durante il ramadan. Chi digiuna esce di casa dopo l’Iftar per andare in uno delle centinaia di BarCaffè o tende disposte nella città per il Ramadan, per poter stare assieme agli amici a gustare insieme la cena serale.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • • • •

Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior


36 | Oman | Alla scoperta dell’Oman

Alla scoperta dell’Oman Durata:  7 Giorni / 6 Notti GUIDA: In lingua inglese (possibilità di lingua italiana con supplemento) TRATTAMENTO: Come da programma (4 pranzi inclusi durante il tour nel 3°, 4° e 5° giorno) ITINERARIO: MUSCAT - NIZWA - BAHLA & JABRIN - NIZWA - WAHIBA SANDS - SUR - MUSCAT - NAKHL TOUR

1° Giorno  ITALIA > MUSCAT

Partenza con volo di linea dai principali aeroporti italiani, arrivo a Muscat e incontro con il nostro assistente e trasferimento nell’albergo prenotato. Sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento in hotel. 2° Giorno  MUSCAT

Prima colazione in albergo e partenza per la visita dell'affascinante città di Muscat. La prima sosta sarà alla Grande Moschea, unica accessibile anche ai visitatori stranieri e raffinato esempio di architettura araba. Per incanto vi sentirete trasportati in una dimensione magica dove arte e storia si uniscono per creare un' atmosfera unica nel suo genere. Al suo interno il più grande tappeto fatto a mano del mondo. Marmo bianco di Carrara ed esempi della più fine arte islamica saranno ciò che vi circonderà. Proseguimento per Muttrah Souq, il mercato tradizionale della città, dove potrete trovare articoli tipici dell''artigianato locale, la residenza del Sultano "Al Alam Palace", sorprendente esempio di architettura araba moderna e i forti portoghesi di "Jalali & Mriani”. Vi sono circa 500 forti in Oman che anticamente erano adibiti a semplici fortezze a protezione dei villaggi o a residenza dei governatori locali. I forti sono sparsi in tutto il Paese e principalmente concentrati in zone strategicamenete importanti come valichi di montagna o direttamente sulla costa. Molti di questi edifici risalgono all'era pre-islamica e i materiali utilizzati erano pietra, argilla, fango che uniti a paglia e tronchi di palme davano alla struttura un caratteristico color sabbia. Nel pomeriggio prima di rientrare in albergo visita del Museo Bait AL Zubair (chiuso il venerdì) e della Corniche. La grande moschea è aperta dal sabato al mercoledì dalle 8:00 alle 11:00. 3° Giorno  MUSCAT > NIZWA > BAHLA & JABRIN in Jeep 4X4 (+/- 220 km) 

Prima colazione in albergo e partenza per Nizwa, per secoli capitale culturale e politica del Paese e ancora oggi importante centro commerciale e religioso . Foto Stop in un tipico villaggio Omanita e proseguimento per Birkat Al Mouz, pittoresco villaggio all’interno di un oasi, con una splendida piantagione di palme da dattero e uno dei sistemi più antichi di irrigazione, il "Falaj System". Proseguimento ed arrivo a Nizwa, per secoli capitale culturale e politica del Paese ed oggi importante centro turistico e di produzione di gioielli e oggetti di artigianato locale. Altrettanto affascinante è il suo forte, uno dei monumenti più visitati in tutto il Paese, dalla cui sommità si potrà godere di una splendida vista sulla città vecchia. Pranzo in corso di escursione. Nel pomeriggio prima dell'arrivo in albergo, sosta ai due caratteristici villaggi Bahla & Jabrin e visita dei loro tipici forti. La fortezza di Bahla è stata dichiarata dall'Unesco patrimonio dell'umanità, mentre nella fortezza di Jabrin si potranno trovare un architettura tipicamente araba con iscrizioni intarsiate su legno e soffitti con altrettante iscrizioni dipinte a mano. Arrivo a Nizwa e sistemazione in hotel. 4° Giorno  NIZWA  > WADI Bani Khalid e Wahiba Sands in Jeep 4X4 (+/- 215 km)

Prima colazione in albergo e partenza per una delle visite più affascinanti: Wadi Bani Khalid e Wahiba Sands. Si inizierà con le Oasi di Wadi Bani Khalid, tra le più belle di questo Paese: una suggestiva e lussureggiante valle tempestata di alberi di datteri, piccoli laghi, cascate e rocce; in questo luogo il sogno di un miraggio nel deserto diventerà pura realtà. Pranzo in corso di escursione. Nel pomeriggio si raggiungeranno invece le famose "Wahiba Sands", un fenomeno naturale che consiste in uno sconfinato mare di dune che raggiungono un’altezza di 200 metri e 80 di larghezza. Abitate da tribù di beduini, sarà interessante sostare in uno dei loro villaggi per viverne usi e costumi. Si raggiungerà la duna più alta per assistere al tramonto del sole che dipingerà il deserto di colori pastello. Arrivo nel campo tendato prenotato, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.


37 | Oman | Alla scoperta dell’Oman

5° Giorno  WAHIBA SANDS > SUR > MUSCAT  in Jeep 4X4 (+/- 40 km)

Prima colazione in albergo e partenza per Sur, deliziosa città adagiata su un tratto di bellissima costa. Visita al Dhow Builiding Yard, cantiere dei costruttori delle tradizionali imbarcazioni "sambuchi" ancora oggi costruite secondo un'antica tradizione. Pranzo in corso di escursione e sosta nell''oasi di Wadi Tiwi e Wadi Shab. L’itinerario proseguirà con il rientro a Muscat attraverso la costa con soste lungo le spiagge di sabbia bianca e visita a Quriyat tipico villaggio di pescatori. Arrivo a Muscat e sistemazione in hotel. 6° Giorno  MUSCAT > SEEB  MARKET > NAKHL TOUR (+/- 120 km)

Prima colazione in albergo e partenza per la città di Seeb, nota per il suo tradizionale mercato di pesce situato sulla spiaggia. Si proseguirà per la città di Barka per poi arrivare al villaggio di Nakhal, pittoresca cittadina nota per essere la culla dei forti più affascinanti del Paese risalente al XVII secolo dalla cui torre si gode di un panorama mozzafiato. Nakhal è nota anche per le sue sorgenti di acqua calda. Sosta per il pranzo durante il percorso in un tipico ristorante. Nel pomeriggio rientro a Muscat e sistemazione in hotel. 7° Giorno  MUSCAT 

Prima colazione in albergo e trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul vostro volo per la il rientro in Italia o per la Vostra prossima destinazione.

Il Tour include: • Volo intercontinentale dai principali aeroporti italiani via Roma, Milano (da Venezia esclusivamente voli Qatar ed Emirates) • Sistemazione in camera doppia • 4 notti a Muscat : pernottamento e 1° colazione nell’albergo prescelto • 1 notte Nizwa: trattamento in mezza pensione (1° colazione e cena) • 1 notte nel Deserto: trattamento in mezza pensione (1° colazione e cena) • Trasferimenti, escursioni e visite come da programma • Soft Drink e acqua inclusi durante le escursioni

Hotel del Tour MUSCAT: AL WAHIBA SANDS: NIZWA:

SHANGRI-LA -BARR AL JISSAH RESORT & SPA AL HUSN OAL BUSTAN PALACE

DESERT NIGHTS CAMP GOLDEN TULIP NIZWA HOTEL

Il vostro sogno in OMAN

A PARTIRE DA

€ 1.990

Quota per persona base camera doppia

Il Tour non include: • • • •

Visto di entrata in Oman Mance Extra di carattere personale Tutto quanto non incluso nella sezione il “tour include”

Note • In base alla disponibilità e stagionalità gli hotel potrebbero variare garantendone la categoria e il servizio. • Per motivi di carattere Tecnico/Operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione di luoghi da visitare, senza alterare in nessun modo i contenuti.


38 | Oman | Le magie dell’Oman

Le magie dell’Oman Durata:  7 Giorni / 6 Notti GUIDA: Guida-accompagnatore in lingua inglese (con supplemento lingua italiana) TRATTAMENTO: Come da programma ITINERARIO: Muscat - Nakhal - Nizwa - Wahiba Sands - Sur - Ras Al Jinz Beach 1° Giorno 

6° Giorno 

Italia > Muscat

Partenza con volo di linea dai principali aeroporti italiani, arrivo a Muscat dopo circa 6 ore di volo. Incontro con l’autista che provvederà al trasferimento in macchina privata all’albergo prenotato. Pernottamento in hotel. 2° Giorno  Muscat

Prima colazione in albergo e partenza per la visita dell’affascinante città di Muscat. La prima sosta sarà alla Grande Moschea, l’unica accessibile anche ai visitatori stranieri, raffinato esempio di architettura araba. Si proseguirà con la visita al Museo Bait AL Zubair al cui interno troveremo una ricchissima collezione di oggetti, gioielli e abiti tradizionali (chiuso il venerdì). Subito dopo faremo una sosta davanti alla residenza del Sultano "Al Alam Palace", sorprendente esempio di architettura araba moderna; questo edificio è adiacente ai due famosi forti di portoghesi di "Jalali & Mriani” testimonianza dell’antica colonizzazione. La Grande Moschea è aperta dal sabato al mercoledì dalle 08.00 alle 11.00. Ultima tappa il Muttrah Souk: abiti tradizionali, gioielli, spezie, antichità, tappeti beduini, botteghe artigianali di fabbricazione di Khanjar. Pernottamento a Muscat.

Sur > Muscat (+/- 200 Km) (Via Qalaht > Fins Beach > Wadi Shab)

Prima colazione nella riserva e partenza per Muscat. Durante il percorso varie soste per visitare villaggi e siti importanti come Bimah Sinkhole, un fenomeno naturale incredibile, ovvero un grande cratere di calcare profondo e raggiungibile tramite una scalinata. Subito dopo procederemo per Fins Beach dove ci si fermerà a una spiaggia di sabbia fine, e poi a Wadi Shab. I wadi in Oman sono un must da non perdere: valli circondate da palmeti e torrenti che formano piscine naturali, un’attrazione da non perdere. Ogni Wadi ha la sua caratteristica e sicuramente non è uguale ad un altro. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio si raggiunge Muscat e l’albergo prenotato. Cena e pernottamento. 7° Giorno  Muscat > Italia

Prima colazione in albergo e trasferimento in aeroporto per l'imbarco sul volo per l'Italia o per la prossima destinazione. Fine dei servizi.

3° Giorno  Muscat > Nakhal > Nizwa  (Jeep 4x4)  (+/-270 Km)

Prima colazione in albergo e partenza per Nizwa, importante centro commerciale e religioso. Nel percorso avremo modo di visitare villaggi e forti che sono testimonianze dell’antica storia del Paese. La prima sosta sarà quella al villaggio di Nakhal, noto per essere la culla dei forti più affascinanti del Paese risalente al XVII secolo e dalla cui torre si gode di un panorama eccezionale. Picnic Lunch in corso d’escursione. Si proseguirà poi per Wadi Bani Sauf una delle vallate più scenografiche incastonate tra le montagne, chiamata anche “Snake Gorge” per l’effetto che le montagne fanno tra di loro creando il disegno di un serpente. Procederemo poi per Jabal Shams, la montagna del sole, il punto più alto del Sultanato, 3.075 metri, sicuramente uno dei punti più belli del Paese dove si potrà godere della straordinaria vista del Gran Canyon D’Arabia. Arrivo a Nizwa, sistemazione nell’albergo prenotato. Pernottamento. 4° Giorno  Nizwa > Wahiba Sands (+/-200 Km)

Prima colazione in albergo e partenza per Birkat Al Mouz, pittoresco villaggio all’interno di un’oasi, con una splendida piantagione di palme da dattero e uno dei sistemi più antichi d’ irrigazione, il "Falaj System". Proseguimento ed arrivo a Nizwa. Altrettanto affascinante è il suo forte, uno dei monumenti più visitati in tutto il Paese, dalla cui sommità si potrà godere di una splendida vista sulla città vecchia. Pranzo durante l’escursione. Nel pomeriggio prima dell'arrivo nel deserto, sosta ai due caratteristici villaggi Bahla & Jabrin e visita dei loro tipici forti. Proseguimento ed arrivo nel deserto presso l’albergo tendato prenotato. Cena e pernottamento.

Hotel del Tour MUSCAT: NIZWA: DESERTO: RAS AL JINZ:

5° Giorno  Wahiba > Sur > Ras Al Jinz Beach (+/- 160 Km)

Prima colazione in albergo e partenza per la visita dell’affascinante deserto “Wahiba Sands”, uno sconfinato mare di dune alte fino a 200 metri e larghe fino ad 80 metri. Poiché sono abitate da tribù di beduini, sarà interessante sostare in uno dei loro villaggi per viverne usi e costumi. Si proseguirà poi per le Oasi di Wadi Bani Khalid, tra le più belle di questo Paese. Procederemo verso Sur, deliziosa città adagiata su un tratto di bellissima costa ed arrivo nell’ Ecohotel prenotato a Ras Al Jinz, famosa località in tutto il mondo per la nidificazione delle tartarughe marine verdi che tra settembre e novembre vanno in migliaia a depositare le uova. Dopo circa due mesi i piccoli riemergono dalla sabbia e corrono verso il mare. Uno spettacolo unico che normalmente si ammira in serata. Rientro in albergo. Cena e pernottamento.

PARK INN 4* GOLDEN TULIP 4* 1.000 NIGHTS CAMP RAS AL JINZ RESERVE

Il vostro sogno in Oman

A PARTIRE DA

€ 1.990

Quota per persona base camera doppia

Il Tour include: • Volo intercontinentale dai principali aeroporti italiani via Roma, Milano (da Venezia esclusivamente voli Qatar ed Emirates) • Trasferimento da/per l’aeroporto di Muscat in macchina privata • Tour, transfer e visite come da programma in macchina privata e Jeep 4x4 nei giorni 3-5 con guida in lingua inglese • Durante il tour pranzi in ristoranti locali fatta eccezione dei giorni 2 e 6 che saranno in formula picnic • Bevande fresche ed acqua durante il tours

Il Tour non include: • Mance, visto d’ingresso in Oman pari a circa € 10 a persona, extra di carattere personale e tutto ciò non espressamente indicato nel “tour include”

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


39 | Oman

Estensioni dall’Oman “ …cosa c’è di meglio di un orizzonte più vasto delle nostre abitudini?”

Bruce Chatwin

Un Tour in Oman affascina per la particolare natura del territorio, per la sua fondamentale importanza nella storia di tutta la penisola arabica e per i suoi colori e costumi. Ma abbinarlo con altre destinazioni rende il viaggio sicuramente completo, unendo, a poche ore di volo, due destinazioni totalmente differenti tra loro e quindi complementari. I voli della Compagnia di bandiera Oman Air, con partenza da tutti gli aeroporti italiani via Milano per Muscat 5 volte alla settimana, possono essere abbinata con Seychelles, Maldive, Mauritius, Sri Lanka, Giordania, Thailandia e Sudafrica.

Muscat Thailandia Sri Lanka Maldive Seychelles

Mauritius Sudafrica

Malesia

Ore di volo da Muscat Giordania Maldive Sri Lanka Seychelles Mauritius Thailandia Malesia Sudafrica

circa 2 ore di volo circa 3.30 ore di volo circa 4 ore di volo circa 5 ore di volo circa 6 ore di volo circa 6 ore di volo circa 7ore di volo circa 8 ore di volo


40 | Giordania

Non tutti gli uomini sognano allo stesso modo, coloro che sognano di notte nei ripostigli polverosi della loro mente, scoprono al risveglio la vanità di quelle immagini, ma quelli che sognano di giorno sono uomini pericolosi perché può darsi che recitano i loro sogni ad occhi aperti per attuarli... fu ciò che io feci... Io intendevo creare una Nazione nuova, ristabilire un'influenza decaduta, dare a venti milioni di Semiti la base sulla quale costruire un ispirato palazzo di sogni per il loro pensiero nazionale... I sette pilastri della saggezza - Thomas Edward Lawrence (Lawrence d’Arabia) 1922


41 | Giordania


42 | Giordania

Appunti di Viaggio

Dalle rocce che custodiscono i millenari segreti dei Nabatei, la cui espressione massima è la città di Petra, alle leggendarie acque del Mar Morto, la Giordania è una fonte ininterrotta di emozioni e di scoperte… tutte da vivere! Le immagini dell'antica città nabatea di Petra, scavata nella roccia migliaia di anni fa, sono state a lungo l'emblema della Giordania agli occhi della gente. Sebbene Petra sia una delle più stupefacenti attrazioni di tutto il Medio Oriente, la Giordania offre molto di più all'odierno viaggiatore. Autentico crocevia tra mare e deserto, tra est e ovest, il Regno hashemita di Giordania è una terra di una bellezza magica, caratterizzata da forti contrasti. Dalla Valle del Giordano, fertile e con il paesaggio sempre mutevole, fino ai remoti canyon del deserto, immenso nella sua sconfinata quiete, i visitatori possono esplorare gli splendidi castelli, ammirare i selvaggi panorami del Wadi Rum o rilassarsi nelle acque del Mar Rosso. Non dimentichiamo, inoltre, che la Giordania vanta un luogo naturale dal grandissimo potenziale medicale qual è il Mar Morto che, grazie alle proprietà minerali delle sue acque e dei derivati e della ricca ossigenazione dell'aria, non solo è riconosciuto a livello planetario come 'la più grande spa a cielo aperto', ma rappresenta una mèta leader per chi ha problemi di carattere epidermico e respiratorio. Per gli amanti dell'avventura, non c'è che l'imbarazzo della scelta: equitazione, safari in veicoli 4x4, arrampicate e trekking. Per chi preferisce il relax, niente è paragonabile al Mar Rosso e ai suoi centri termali (ad Aqaba). La Giordania non propone solo splendidi insediamenti culturali e naturali, ma anche destinazioni religiose, in special modo per la fede islamica e quella cristiana, che vengono spesso tenute in considerazione come complemento ideale durante un viaggio di questo tipo: Betania, Monte Nebo.

GIORDANIA IN PILLOLE Da oltre due millenni vero e proprio crocevia della storia, il Regno di Giordania è un tesoro con siti tutelati dall’UNESCO e spettacolari paesaggi desertici che rimangono indelebili nella memoria. PETRA Fin dal 1812, da quando l’esploratore svizzero Burckhardt riscoprì questo straordinario sito unico al mondo, la città Nabatea di Petra è stata mèta di milioni di visitatori. Sicuramente è la maggior attrattiva della Giordania; in effetti è difficile non emozionarsi davanti alle facciate e colonne scolpite nelle dorate pareti di arenaria, o davanti al sole che tramonta sulle spettacolari tombe. UN BAGNO “DIVERSO” NEL MAR MORTO Diverso è la parola giusta, perché nel Mar Morto non si nuota, si galleggia! Ed è una delle esperienze più straordinarie al mondo. L’elevatissimo contenuto di sale di questa distesa d’acqua posta a 420 metri sotto il livello del mare rende infatti praticamente impossibile nuotare. In genere “l’accoppiata perfetta” prevede anche un bagno di fango, relax sotto il sole e un trattamento benessere in una delle moderne spa che si trovano nell’area circostante.

I CASTELLI DEI CROCIATI Per secoli terra di frontiera negli scontri tra cristiani e musulmani, l’ampia regione situata a Est del Mediterraneo offre numerosi castelli. In Giordania ve ne sono molti ben conservati, da Shobak a Ajloun, ma sicuramente il miglior conservato, il più imponente è il Castello di Karak che domina la Strada dei Re e che fu teatro delle gesta di Renaud de Chatillon. METE SPIRITUALI Se è pur vero che la Giordania è principalmente una mèta turistica principalmente per la sua storia, per molti viaggiatori è una mèta di pellegrinaggio ricca di luoghi dall’intenso significato spirituale. La Valle del Giordano, con le località di Betania, dove Giovanni battezzò Gesù Cristo e il Wadi Araba dove secondo la Bibbia, sorgevano le città di Sodoma e Gomorra. Ma forse è il Monte Nebo da cui lo sguardo si perde verso la Terra Promessa, il luogo che meglio di ogni altro dà la sensazione di camminare su un terreno consacrato. LA STRADA DEI RE Lungo la strada dei Re si seguono i passi di importanti personaggi del passato, da cui il nome. I Nabatei (la cui favolosa città di Petra sorge al termine della Strada), gli antichi romani con l’importante avamposto militare di Umm-ar-Rasas, Patrimonio dell’Umanità e i crociati i cui Castelli di Karak e Shobak sono mète di grandissimo interesse, infine nella collina di Mukawir sorgono le rovine del palazzo nel quale Salomè eseguì la danza dei sette veli. IL DESERTO DI LAWRENCE Che Lawrence d’Arabia fosse “Giordano” nell’animo è fuori discussione, basta conoscere a fondo la sua storia per rendersene conto, ma ad affascinare Il tenente colonnello Thomas Edward Lawrence mentre attraversava a dorso di cammello la terra dei beduini non fu solo il paesaggio del Wadi Rum con le sue inimmaginabili gole di arenaria e le dune dai forti colori, ma anche lo stoicismo di questo popolo nell’affrontare la vita nel deserto. Oggi è possibile avvicinarsi a quello stile di vita tradizionale, magari con qualche comfort in più pernottando in uno degli accampamenti beduini disseminati nel territorio. IL WADI MUJIB, TERRA DEI MIRACOLI La Giordania ha sempre avuto carenza idrica e ciò è motivo di grande importanza politica nel dialogo con i Paesi confinanti, con progetti in corso per canali lungo il Mar Rosso ed il Mar Morto. Per tutto ciò le miracolose sorgenti della Riserva nella Biosfera del Wadi Mujib meritano una visita. L’acqua scorre attraverso affascinanti Wadi formando una serie di laghetti, vero paradiso per chi ama l’avventura. Lingua L'arabo è la lingua ufficiale della Giordania, ma l'inglese è ampiamente diffuso, soprattutto nelle città. Molti giordani hanno viaggiato o studiato all'estero e per questo motivo il francese, il tedesco, l'italiano e lo spagnolo sono lingue diffuse, sebbene in misura minore.


43 | Giordania

LIBANO IRAQ

SIRIA

Umm Qais

Burqu

Pella Jerash

Umm Al-Jimal Zarqa Azraq AMMAN Madaba Monte Nebo

Mar Morto

Kerak

Wahiba Sands

ISRAELE

GIORDANIA Petra

EGITTO

ARABIA SAUDITA

Wadi Rum Aqaba

Mar Rosso

Documenti e restrizioni doganali Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’ingresso nel Paese. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese in Italia. Clima Il periodo migliore per visitare la Giordania è la primavera o l'autunno, quando potete evitare il sole cocente dell'estate e i freddi venti invernali. Anche se l'inverno nella maggior parte del paese è rigido, nella zona del Mar Rosso e di Aqaba il clima è temperato. Se avete in programma di viaggiare nel resto del Medio Oriente, cercate di dirigervi a nord verso la Turchia in primavera, e a sud verso l'Egitto in autunno. Valuta e carte di credito La moneta ufficiale è il Dinaro giordano (1€ = 0.96 JOD). Non dovreste avere problemi a cambiare qualsiasi tipo di valuta forte in Giordania, così come le valute dei paesi vicini. La più accettata è il dollaro americano, seguito a ruota dalla sterlina inglese e dall’euro. Religione 92% musulmani sunniti, 6% cristiani (cattolici, greco-ortodossi, copti-ortodossi, armeni-ortodossa, protestanti), 2% musulmani sciiti, drusi. Come vestirsi La Giordania è un paese prevalentemente musulmano, sebbene sia garantita la libertà di fede a tutte le religioni. Gli abiti delle donne musulmane coprono spesso braccia, gambe e capelli. Le donne occidentali non sono soggette a tale usanza, ma non è mai appropriato indossare vestiti troppo corti o scollati, e un abbigliamento molto sobrio è consigliabile sia per gli uomini che per le donne nella zona vecchia di Amman (centro) e al di fuori delle città. Assistenza e consigli sanitari e supporto medico ll servizio sanitario è eccellente nelle grandi città e molti medici parlano arabo e inglese. Numerosi ospedali hanno ricevuto non solo certificazioni di qualità nazionali, ma anche di livello internazionale, così come molti medici sono iscritti ad albi professionali europei e nord americani.Gli alberghi più grandi dispongono di un medico su chiamata e le stesse ambasciate possono indicarvi medici e ospedali.

Per Telefonare Prefisso per l'Italia: 0039 - Prefisso dall'Italia: 00962 Corrente elettrica La rete elettrica è a 220 Volt CA-50 Hz e si usano prese di corrente a due poli. Carte di credito Le carte di credito principali sono accettate anche dagli alberghi e dai ristoranti di lusso, dalle agenzie di viaggi, i grandi negozi di souvenir e le librerie. Tuttavia, assicuratevi sempre di chiedere se vi verrà applicata una commissione pagando con la carta. Mance e consigli sugli acquisti La Giordania offre innumerevoli opportunità di shopping. I visitatori possono scegliere tra la grande varietà di prodotti artigianali tipici e altre merci disponibili in tutte le località più note, ma anche nelle boutique dei principali alberghi e presso i centri visitatori.Troverete tappeti e cuscini intrecciati a mano, articoli e vestiti splendidamente ricamati, ceramiche tradizionali, oggetti in vetro, gioielli in argento con pietre semipreziose, coltelli beduini, bricchi per caffè, narghileh (pipe ad acqua), intarsi, pezzi d'antiquariato e altri manufatti. L'elenco è davvero interminabile e variegato. Dedicate un po' di tempo a visitare i souk nelle maggiori città giordane. Veri e propri tesori per tutti coloro che cercano qualcosa fuori dal comune, nei souk troverete eccellenti oreficerie dove si possono fare ottimi affari. Tra i paesi mediorientali la Giordania è uno dei più costosi: più economica di Israele, ma più cara dell'Egitto. Sia Amman che Aqaba offrono negozi sofisticati e boutique all'avanguardia dove potete trovare l'ultima moda in fatto di gioielli, abiti, accessori, pelletterie e articoli elettronici. In tutta la Giordania potrete trovare i famosissimi prodotti del Mar Morto. Sono tutti di eccellente qualità e vengono prodotti sotto stretto controllo clinico e hanno anche un ottimo rapporto qualità/prezzo. I negozianti sono sempre cordiali e amichevoli. Nei ristoranti di categoria elevata i camerieri si aspettano una mancia del 10%, ma nella maggior parte degli altri locali basta arrotondare il conto o lasciare qualche spicciolo (lo stesso vale per i tassisti). Gli hotel di fascia media ed elevata in genere includono automaticamente il servizio nel conto. Contrattare, soprattutto per i souvenir e artigianato locale, è di regola, ma è improbabile che i venditori si scostino molto dal prezzo originario. Nei ristoranti di fascia media aspettatevi da JD 1,5 a JD 2,5 per i piatti principali.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” • Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” • Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior


44 | Giordania | Classica Giordania

Classica Giordania DURATA:  8 Giorni / 7 Notti Programma individuale con sistemazioni in Hotel categoria Standard o Classic (3 Stelle Sup./4 Stelle) o Superior (5 stelle) GUIDA: guida-accompagnatore in lingua italiana TRATTAMENTO: Trattamento come da programma ITINERARIO: Amman - Jerash - Aijun - Mt. Nebo - Al Mukhayyat - Um Rassas - Shobak - Petra - Wadi Rum - Aqaba - Bethany - Mar Morto - Um Qais - Amman 1° Giorno Italia/Amman

Arrivo all’aeroporto di Amman, incontro con il nostro rappresentante in aeroporto e assistenza per il passaggio della dogana e per le altre formalità. Trasferimento all’hotel in Amman per la cena e il pernottamento. 2° Giorno  Jerash > Aijun > Amman (circa 230 Km.)

Dopo la prima colazione. Partenza per la visita a Jerash; uno degli esempi della civiltà romana meglio conservati, faceva parte della Decapoli (dieci grandi città romane d’oriente) chiamata anche Pompei dell’Est per il suo incredibile stato di preservazione, con teatri, chiese, templi (dedicati a Zeus e ad Artemide), un Ninfeo e strade colonnate. La visita prosegue per Aijun; un castello del XII secolo, costruito da Saladino durante la sua gloriosa impresa contro i crociati, partendo dalla Giordania nel 1189, il castello è un esempio eccezionale dell’architettura militare Arabo-islamica. Pranzo in ristorante. In serata, rientro ad Amman. Cena e pernottamento in Hotel. 3° Giorno Madaba > Mt. Nebo > Al Mukhayyat > Um Rassas > Shobak > Petra (+/- 330 Km)

Dopo la prima colazione, inizia una giornata che sicuramente lascerà un meraviglioso ricordo. Si comincia passando dalla Strada dei Re, visita della città mosaico di Madaba, dove sorge la chiesa di San Giorgio, sul cui pavimento si trova la più antica mappa della Terra Santa. La città stessa offre molti famosi mosaici sia in edifici pubblici che privati. Da qui la visita Si proseguirà per il Monte Nebo, il presunto luogo di sepoltura di Mosè, che si affaccia sulla Valle del Giordano e il Mar Morto. Qui i Francescani costruirono una struttura che protegge una chiesa bizantina del IV e VI secolo. Successivamente visita di Khirbet Al Mukhayyat, sito citato nella Bibbia e nella stele di Mesha, dove sorge una chiesa dedicata ai Santi Lot e Procopio, decorata con ricchi mosaici, costruita dagli abitanti del villaggio durante la metà del VI secolo. Si prosegue per Um Al Rassas, dove si visiterà la chiesa di Santo Stefano, adornata da un pavimento a mosaico, raffigurante le principali città della regione nei tempi antichi: Gerusalemme, Nablus, Gaza, Kerak e Philadelphia (Amman), il pavimento è visibile attraverso una struttura protettiva e passerelle sospese. Poi visita al Shobak Castle, costruito nel 1115, si tratta della prima di una lunga serie di fortificazioni costruite oltre il Giordano dal Re Baldwin I di Gerusalemme per controllare la strada dall’Egitto a Damasco. Resistette con successo a numerosi assalti fino a che non cadde sotto le truppe di Saladino nel 1189. Pranzo in Ristorante. Cena e pernottamento in Hotel a Petra. 4° Giorno Petra 

Dopo la prima colazione, intera giornata dedicate alla visita di questo meraviglioso sito; una città fondata dai Nabatei nelle Montagne del Sharah con rocce rosa e ampie tonalità di rosso. Questo sito venne riscoperto dopo molti anni dallo svizzero Burkhardt. Passeggiata attraverso il Siq, uno stretto e ventoso sentiero tra le rocce, per raggiungere il Tesoro, il teatro romano, Qasr Bint Pharaoun, il Tempio del Leone Alato a altri monumenti. Pranzo in Ristorante. Cena e pernottamento in Hotel a Petra. 5° Giorno Little Petra > Wadi Rum > Aqaba (+/- 200 Km) 

Dopo la prima colazione visita di Little Petra, A soli 15 minuti di auto si trova Little Petra e Beidah, passeggerete tra i villaggi di 8000 anni fa di Beidha e Basta scavati all’Età della Pietra, ammirando le rovine degli insediamenti dei biblici Edomiti, esplorando i resti sparsi della fortezza legionaria Romana di Udruh. Si prosegue per il deserto del Wadi Rum, con il suo spettacolare paesaggio lunare, dove è stato girato il film “Laurence d’Arabia”. A seguire tour di 3 ore in Jeep 4X4. Partenza per Aqaba, durante il tragitto costeggerete le montagne viola e le spiagge sabbiose del Mar Rosso. Pranzo in Ristorante. Cena e pernottamento in Hotel ad Aqaba.


45 | Giordania | Classica Giordania

6° Giorno Bethany > Mar Morto > Amman (+/- 350 Km.)

Dopo la prima colazione, inizia il viaggio di ritorno in direzione Amman, passando dalla strada Araba, visita di Bethany; il sito dell’insediamento di San Giovanni Battista, e dove Gesù fu battezzato, come riportato dalla Bibbia (Giovanni 1.28 e 10.40) e dai testi bizantini e medievali. Proseguimento per il Mar Morto; luogo soleggiato tutto l’anno, sito nella Valle del Giordano a circa 420 metri sotto il livello del mare, è uno dei più salati bacini di acqua al mondo. Pomeriggio libero dove potrete rilassarvi presso la Dead Sea Spa Hotel (ingresso a pagamento). Proseguimento per Amman dove si arriverà in serata. Pranzo in ristorante. Cena e pernottamento in Hotel. 7° Giorno Amman City Tour > Um Qais > Amman (+/- 250 Km.)

Giro per la città di Amman, la capitale del regno Hashemita di Giordania, nell’età del ferro conosciuta come Rabbath Ammoun e successivamente come Philadelphia, una delle dieci città Greco-romane appartenenti alla confederazione urbana di Decapoli e recentemente chiamata la “città Bianca” a causa delle pietre bianche usate nella costruzione delle case. Visiterete il teatro Romano, la Cittadella e il Museo del folklore e dell’archeologia a Um Qais, esplorando le affascinanti rovine, lo splendido teatro di basalto nero, la strada principale colonnata, e le porte della città. Potrete inoltre godervi viste panoramiche spettacolari: la valle del Giordano, il mare di Galilea e le alture del Golan. Visita di un museo in una casa ottomana restaurata. Pranzo in Ristorante. Cena e pernottamento in Hotel ad Amman. 8° Giorno Amman > Italia

Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto di Amman. Assistenza aeroportuale del nostro rappresentante per le formalità d’imbarco. Rientro in Italia o prosecuzione verso altre destinazioni e fine dei servizi.

Il Tour include: • Volo dall’Italia dai principali aeroporti italiani • Assistenza aeroportuale in arrivo e in partenza • Sistemazione in Hotel di categoria Standard, Classic o Superior con trattamento di mezza pensione (prima colazione e cena) • trasferimento in bus con A/C a seconda del numero dei partecipanti. • Entrate in tutti i siti menzionati nel programma, incluso il sito di Petra dove è prevista un’escursione a cavallo • Guida parlante lingua italiana durante tutte le visite • facchinaggio e le mance (esclusa la guida) • Tasse d’uscita dalla Giordania (circa $ 15 per persona) incluse nel biglietto aereo

Il Tour non include: • Mance alla guida, all’autista e durante l’escursione con i cavalli a Petra • Pranzi durante il tragitto e Bevande (incluse le cene) • Tutto quanto non menzionato nella sezione “Il Tour include”

Hotel del Tour CATEGORIE STANDARD, CLASSIC, SUPERIOR AMMAN: PETRA: AQABA:

AMMAN INN 3* - GRAND PALACE 4* - LANDMARK 5* PETRA PALACE 3* - PETRA PANORAMA 4* - NABATEAN CASTLE 5* GOLDEN TULIP 4* - MARINA PLAZA TALA BAY 4* - RADISSON BLU 5*

Il vostro sogno in GIORDANIA

A PARTIRE DA

€ 1.100

Quota per persona base camera doppia

Note • Per chi avesse la possibilità di aggiungere ulteriori due notti, un soggiorno in una delle nostre strutture sul Mar Morto o presso l’Evason Ma’In Hot Springs (nella vicina area delle Cascate di acqua calda) per un completo relax benessere renderebbe questo viaggio completo. • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


46 | Giordania | Emozioni giordane

Emozioni giordane Durata:  8 Giorni / 7 Notti Programma individuale con sistemazioni in Hotel categoria Standard o Classic (3 Stelle Sup./4 Stelle) o Superior/Delxe (5 stelle, 5 stelle lusso) GUIDA: Guida-accompagnatore in lingua inglese o italiana TRATTAMENTO: Trattamento pensione completa eccetto due pranzi PARTENZE GARANTITE: A date fisse in alcuni periodi dell’anno su richiesta - con supplemento - partenze giornaliere su base privata ITINERARIO: Amman - Jerash - Aijun - Madaba - Monte Nebo - Petra - Little Petra - Wadi Rum - Ma’In - Bethania - Mar Morto - Amman 1° Giorno  Italia > Amman 

Partenza dall’Italia con volo di linea per Amman. Arrivo, incontro con l’assistente locale e trasferimento privato in hotel. Cena e pernottamento in hotel. 2° Giorno  Jerash > Aijun > Amman (+/- 230 Km.)

Prima colazione in hotel, incontro con la guida e partenza per la visita di Jerash, uno degli esempi della civiltà Romana meglio conservati, faceva parte della Decapoli (dieci grandi città romane d’oriente) chiamata anche Pompei d’Oriente per il suo incredibile stato di conservazione, con teatri, chiese, templi (dedicati a Zeus ed Artemide), un Ninfeo e strade colonnate. Pranzo in un ristorante locale. La visita prosegue per Aijun; un castello del XII secolo, costruito da Saladino durante la sua gloriosa impresa contro i crociati, partendo dalla Giordania nel 1189, il castello è un esempio eccezionale dell’architettura militare Arabo-islamica. Visita delle rovine di Um Qais, una delle città semiautonome della Decapoli Romana. Rientro ad Amman, trasferimento al ristorante tipico Fhakr El Din. Pernottamento in hotel. 3° Giorno  Amman > Madaba > Monte Nebo > Petra (+/-300 Km.) 

Colazione in hotel. Giro per la città di Amman, la capitale del regno Hashemita di Giordania, nell’età del ferro conosciuta come Rabbath Ammoun e successivamente come Philadelphia, una delle dieci città Greco-romane appartenenti alla confederazione urbana di Decapoli e recentemente chiamata la “città Bianca” a causa delle pietre bianche usate nella costruzione delle case. Visita del teatro Romano, la Cittadella e il Museo del folklore e dell’archeologia. Pranzo in ristorante locale. Partenza per Madaba dove sorge la chiesa di San Giorgio, sul cui pavimento si trova la più antica mappa della Terra Santa. La città stessa offre molti famosi mosaici sia in edifici pubblici che privati. Da qui la visita proseguirà per il Monte Nebo, il presunto luogo di sepoltura di Mosè, che si affaccia sulla Valle del Giordano e il Mar Morto. Qui i Francescani costruirono una struttura che protegge chiese bizantine del IV e VI secolo. Proseguimento per Petra. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento. 4° Giorno  Petra

Dopo la prima colazione in hotel, si inizierà la visita di un’intera giornata dedicata a Petra; la città scavata nelle rocce rosa-rosse delle Montagne del Sharah, dai Nabatei e patrimonio dell’umanità. Questo sito venne riscoperto dopo molti anni dallo svizzero Burkhardt. Si accede al sito archeologico con una meravigliosa passeggiata attraverso il Siq, uno stretto e ventoso sentiero tra le rocce per circa 1 km, per raggiungere il Tesoro, il teatro Romano, Qasr Bint Pharaoun, il Tempio del Leone Alato a altri monumenti. Pranzo in ristorante locale. Cena e pernottamento in hotel. 5° Giorno  Petra > Little Petra > Wadi Rum (+/-200 Km.) 

Colazione in hotel. Partenza per Little Petra e Beidah (a soli 15 minuti di auto). Passeggerete tra i villaggi di 8000 anni fa di Beidha e Basta, scavati all’Età della Pietra, ammirando le rovine degli insediamenti dei biblici Edomiti, esplorando i resti sparsi della fortezza legionaria Romana di Udruh. Si prosegue per il deserto del Wadi Rum, con il suo spettacolare paesaggio lunare, dove sono stati girati molti film tra cui il leggendario “Lawrence d’Arabia”. A seguire tour di 3 ore in Jeep 4X4. Pranzo in ristorante locale. Sistemazione nel campo tendato. Cena e pernottamento.


47 | Giordania | Emozioni giordane

6° Giorno  Wadi Rum > Ma’In (+/-150 Km.)

Prima colazione nel campo tendato e partenza per Ma’in, conosciuta per le sue sorgenti termali e per le cascate di acqua calda che sgorgano ad oltre 70°. Già ai tempi degli antichi Romani la gente andava in questa località per le cure termali o semplicemente per rilassarsi. Pranzo libero. Cena e pernottamento all’hotel Evason Ma’In. 7° Giorno  Ma’In > Betania > Mar Morto > Ma’In (+/-70 Km.)

Prima colazione in hotel. Partenza per la visita di Bethany; il sito dell’insediamento di San Giovanni Battista, e dove Gesù fu battezzato, come riportato nella Bibbia e nei testi bizantini e medievali. Proseguendo lungo il sentiero si arriverà sulle rive del Giordano in un punto dove il fiume non supera per larghezza gli otto metri e dall’altra parte della riva, Israele. Molte persone, arrivando in questo preciso punto, si immergono nel Giordano per riconfermare il rito del battesimo. Un gesto semplice, ma molto emozionante. Dopo la visita, proseguimento per il Mar Morto; luogo soleggiato tutto l’anno, sito nella Valle del Giordano a circa 440 metri sotto il livello del mare, è uno dei più salati bacini di acqua al mondo… Provate ad immergervi! Non ci riuscirete. Tempo libero per relax, per nuotare o fare trattamenti con i famosi fanghi che si raccolgono in prossimità della riva. Pranzo libero. Rientro a Ma’in. Cena e pernottamento all’Hotel Evason. 8° Giorno  Ma’In > Amman > Italia

Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto di Amman. Assistenza aeroportuale del nostro assistenze per le formalità d’imbarco. Rientro in Italia o prosecuzione verso altre destinazioni e fine dei servizi.

Il Tour include: • Volo dall’Italia dai principali aeroporti italiani • Assistenza aeroportuale in arrivo e in partenza • Sistemazione in Hotel di categoria Standard, Classic o Superior/Deluxe con trattamento di mezza pensione (prima colazione e cena) • Trasferimento in bus o auto con A/C a seconda del numero dei partecipanti • Entrate in tutti i siti, musei e monumenti menzionati nel programma, incluso il sito di Petra • Guida parlante lingua italiana durante tutte le visite • Facchinaggio e le mance (esclusa la guida) • Tasse d’uscita dalla Giordania (circa $ 15 per persona) incluse nel biglietto aereo • 1 cena tipica Ristorante Fahkr El Din • 4 pranzi in ristoranti locali durante il tour • 3 ore di tour con la jeep nel Wadi Rum

Il Tour non include: • Mance alla guida, all’autista e durante l’escursione con i cavalli a Petra • Pranzi durante il tragitto e Bevande (incluse le cene) • Tutto quanto non menzionato nella sezione “Il Tour include”

Hotel del Tour CATEGORIE STANDARD, CLASSIC, SUPERIOR AMMAN: AMMAN INN 3* - GRAND PALACE 4* - LANDMARK 5* PETRA: PETRA PALACE 3* - PETRA PANORAMA 4* - NABATEAN CASTLE 5* - MOVENPICK PETRA 5* WADI RUM: CAMPO TENDATORAYAHED DESERT CAMP MAR MORTO: DEAD SEA SPA 4* - KEMPINSKY 5* - INTERCONTINENTAL 5* HOT SPRINGS: EVASON MA’IN HOT SPRINGS 5*

Il vostro sogno in GIORDANIA

A PARTIRE DA

€ 1.580

Quota per persona base camera doppia

Note • Per chi avesse la possibilità di aggiungere ulteriori due notti, un soggiorno in una delle nostre strutture sul Mar Morto o presso l’Evason Ma’In Hot Springs (nella vicina area delle Cascate di acqua calda) per un completo relax benessere renderebbe questo viaggio completo. • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


48 | Giordania | La storia ed il deserto

La storia ed il deserto Durata: 6 Giorni / 5 Notti Programma individuale con sistemazioni in Hotel categoria Standard o Classic (3 Stelle Sup./4 Stelle) o Superior (5 stelle) GUIDA: Guida-accompagnatore in lingua italiana TRATTAMENTO: Trattamento come da programma PARTENZE GARANTITE: A date fisse in alcuni periodi dell’anno (partenza di Domenica) su richiesta - con supplemento - partenze giornaliere su base privata. ITINERARIO: Amman - Jerash - Aijun - Madaba - Mt. Nebo - Al Mukhayyat - Um Rassas - Shobak - Petra - Wadi Rum - Amman 1° Giorno 

6° Giorno 

Italia > Amman 

Arrivo all’aeroporto di Amman, incontro con il nostro rappresentante in aeroporto e assistenza per il passaggio della dogana e per le altre formalità. Trasferimento all’hotel in Amman per la cena e il pernottamento. 2° Giorno 

Amman > Italia

Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto di Amman. Assistenza aeroportuale del nostro assistenze per le formalità d’imbarco. Partenza per l’Italia o verso altra destinazione. Fine dei servizi.

Jerash > Aijun > Amman (circa 230 Km.)

Dopo la prima colazione, Partenza per la visita a Jerash; uno degli esempi della civiltà romana meglio conservati, faceva parte della Decapoli (dieci grandi città romane d’oriente) chiamata anche Pompei dell’Est per il suo incredibile stato di preservazione, con teatri, chiese, templi (dedicati a Zeus e ad Artemide), un Ninfeo e strade colonnate. La visita prosegue per Aijoun; un castello del XII secolo, costruito da Saladino durante la sua gloriosa impresa contro i crociati, partendo dalla Giordania nel 1189, il castello è un esempio eccezionale dell’architettura militare Arabo-islamica. Pranzo in ristorante. In serata, rientro ad Amman. Cena e pernottamento in Hotel. 3° Giorno  Madaba > Mt. Nebo > Al Mukhayyat > Um Rassas > Shobak > Petra (+/- 330 Km) 

Dopo la prima colazione, inizia una giornata che sicuramente lascerà un meraviglioso ricordo. Si comincia passando dalla Strada dei Re, visita della città mosaico di Madaba, dove sorge la chiesa di San Giorgio, sul cui pavimento si trova la più antica mappa della Terra Santa. La città stessa offre molti famosi mosaici sia in edifici pubblici che privati. Da qui la visita proseguirà per il Monte Nebo, il presunto luogo di sepoltura di Mosè, che si affaccia sulla Valle del Giordano e il Mar Morto. Qui i Francescani costruirono una struttura che protegge una chiesa bizantina del IV e VI secolo. Successivamente visita di Khirbet Al Mukhayyat, sito citato nella Bibbia e nella stele di Mesha, dove sorge una chiesa dedicata ai Santi Lot e Procopio, decorata con ricchi mosaici, costruita dagli abitanti del villaggio durante la metà del VI secolo. Si prosegue per Um Al Rassas, dove si visiteràla chiesa di Santo Stefano, adornata da un pavimento a mosaico, raffigurante le principali città della regione nei tempi antichi: Gerusalemme, Nablus, Gaza, Kerak e Philadelphia (Amman), il pavimento è visibile attraverso una struttura protettiva e passerelle sospese. Poi visita al Shobak Castle, costruito nel 1115, si tratta della prima di una lunga serie di fortificazioni costruite oltre il Giordano dal Re Baldwin I di Gerusalemme per controllare la strada dall’Egitto a Damasco. Resistette con successo a numerosi assalti fino a che non cadde sotto le truppe di Saladino nel 1189. Pranzo in ristorante.Cena e pernottamento in Hotel a Petra.

Hotel del Tour

4° Giorno  Petra 

Dopo la prima colazione, intera giornata dedicate alla visita di Petra; una città scavata nelle rocce rosa-rosse delle Montagne del Sharah, dai Nabatei. Questo sito venne riscoperto dopo molti anni dallo svizzero Burkhardt. Passeggiata attraverso il Siq, uno stretto e ventoso sentiero tra le rocce, per raggiungere il Tesoro, il teatro romano, Qasr Bint Pharaoun, il Tempio del Leone Alato a altri monumenti. Pranzo in ristorante. Cena e pernottamento in Hotel a Petra.

CATEGORIE STANDARD, CLASSIC, SUPERIOR AMMAN: PETRA:

AMMAN INN 3* - GRAND PALACE 4* - LANDMARK 5* PETRA PALACE 3* - PETRA PANORAMA 4* - NABATEAN CASTLE 5*

5° Giorno  Little Petra / Wadi Rum / Amman (+/- 200 Km)

Dopo la prima colazione visita di Little Petra, A soli 15 minuti di auto si trova Little Petra e Beidah, passeggerete tra i villaggi di 8000 anni fa di Beidha e Basta scavati all’Età della Pietra, ammirando le rovine degli insediamenti dei biblici Edomiti, esplorando i resti sparsi della fortezza legionaria Romana di Udruh. Si prosegue per il deserto del Wadi Rum, con il suo spettacolare paesaggio lunare, dove è stato girato il film “Lawrence d’Arabia”. A seguire tour di 3 ore in Jeep 4X4. Partenza per Amman. Pranzo in ristorante. Rientro in serata attraversando l’autostrada del deserto. Cena e pernottamento in Hotel ad Amman.

Il vostro sogno in Giordania

A PARTIRE DA

€ 1.040

Quota per persona base camera doppia

Il Tour include: • Volo dai maggiori aeroporti italiani • Assistenza aeroportuale in arrivo e in partenza • Sistemazione in Hotel di categoria Standard, Classic o Superior con trattamento di mezza pensione (prima colazione e cena) trasferimento in bus con A/C a seconda del numero dei partecipanti • Entrate in tutti i sit menzionati nel programma, incluso il sito di Petra dove è prevista un’escursione a cavallo • Guida parlante lingua italiana durante tutte le visite • facchinaggio e le mance (esclusa la guida) • Tasse d’uscita dalla Giordania (circa $ 15 per persona) incluse nel biglietto aereo

Il Tour non include: • Visti d’ingresso per la Giordania • Mance alla guida, all’autista e durante l’escursione con i cavalli a Petra • Pranzi durante il tragitto e Bevande (incluse le cene) • Tutto quanto non menzionato nella sezione “Il Tour include”

Note •

Per chi avesse la possibilità di aggiungere ulteriori due notti, un soggiorno in una delle nostre strutture sul Mar Morto o presso l’Evason Ma’In Hot Springs (nella vicina area delle Cascate di acqua calda) per un completo relax benessere renderebbe questo viaggio completo. Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


49 | Giordania | ...e delle stelle essere ospite e amico...

...E delle stelle essere ospite e amico... Il campo tendato Rahayeb Estensione consigliata per chi desidera vivere l’emozione di una notte sotto le stelle.

Wadi Rum impressiona, affascina, emoziona. Lungo 130 Km è una delle indimenticabili attrazioni del viaggio in Giordania rimasta immutata dalla notte dei tempi. T.C. Lawrence il leggendario Lawrence d’Arabia è stato qui diverse volte sia alla ricerca di fama durante la rivolta del popolo arabo del 1917/18 sia per abbandonarsi all’atmosfera isolata di Wadi Rum, luogo di pace e di immensa bellezza. Lawrence descrisse Rum come “i paesaggi immensi che popolano i sogni dei bambini, dove regna solo il silenzio”. Per chi desiderasse provare quest’esperienza è possibile soggiornare al Rahayeb Desert Camp, una vera esperienza totale.

Il Campo Rahayeb Il campo è confortevole e ben organizzato e perfettamente inserito nello scenario circostante, la natura fa il resto. Le tende, spaziose e accoglienti e pavimentate, offrono sistemazioni fino a quattro persone con ampio bagno incluso di doccia. I pasti vengono serviti in un’area dedicata e la cena prevede un buffet con ampia scelta di carne cotta in modo tradizionale sotto la sabbia, un vero “rito” a cui non si può non partecipare. Dopo la cena, si potrà fumare l’arghilè intorno al fuoco e ascoltare la musica improvvisata (con danze) dalla gente del campo. Alle 22.30 il generatore si spegne e si potrà contemplare le stelle come non le avrete mai viste. Un’esperienza emozionale a cui non si potrà rimanere non toccati.

Campo tendato Il soggiorno presso il Rahayeb Desert Camp nonostante offra buoni standard, necessita di un minimo di spirito di adattamento. Ricordiamoci che stiamo in pieno deserto! Trattamento di soggiorno colazione e cena + escursione in jeep 4x4 di circa 3 ore.

Il vostro sogno in GIORDANIA

A PARTIRE DA

€ 130

Quota per persona al giorno  base camera doppia + escursione FRASI CELEBRI DAL FILM “LAWRENCE D’ARABIA”

Il soggiorno al campo tendato include: • Soggiorno in tenda con bagno privato • Trattamento colazione + cena Jackson Bentley e T.E. Lawrence • Attività nel deserto giornaliere Che cosa c'è che attrae Lei personalmente, maggiore Lawrence, nel deserto? È pulito.

Auda abu Tayi

Io sono Ben Auda Abu Tai e sono il capo della tribù dei beduini Aweitat; ho ucciso settanta nemici in battaglia ed ho undici larghe ferite sul petto. E sono un re povero, e sai perchè, inglese ? perchè io sono un fiume per il mio popolo!

Sherif Ali

Lui era niente, il pozzo è tutto

Note • Normalmente il soggiorno al campo tendato rientra in alcuni programmi di viaggio da noi proposti, ma consigliamo vivamente di prenderlo in considerazione quale estensione per tour che prevedono la massima estensione al sud della Giordania nella città di Petra...esperienza unica!


50 | Oman

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Oman PENISOLA DI MUSANDAM Altitudine della penisola: 2.000 m Superficie della penisola: 2.000 km² La Penisola di Musandam è un’importante zona strategica che controlla lo stretto di Ormuz, una delle più trafficate zone di navigazione al mondo. Con un’estensione di circa 20 km e circondati da montagne desertiche che raggiungono i 2.000 metri, formano un quadro ideale per la realizzazione di mini-crociere. Il paesaggio è solcato da profondi crepacci e striato da spiagge sabbiose costellate di scogli. La balneazione, lo snorkeling e la visita di piccoli villaggi sono le attività consigliate per questa fantastica area. Inoltre le splendide acque circostanti custodiscono sul fondo sorprendenti ricchezze ambientali ed una vita marina incredibilmente varia.

DOLINA DI TAWI ATTAIR MusandaM

Profondità del pozzo: 210 M Caratteristiche: seconda dolina più grande al mondo

Salendo sugli altopiani dell’Oman, ad est di Salalah, è opportuno per tutti i viaggiatori dirigersi verso l’entroterra per visitare un luogo nascosto: Salah, detto anche il “pozzo degli uccelli”, una delle doline più vaste al mondo. Al di là delle enormi dimensioni, circa 150 metri di diametro e 210 metri di profondità, tutti i visitatori saranno incantati dal singolare “canto della dolina”: un coro continuo di migliaia di uccelli che echeggia nelle profondità. La dolina è collegata al mare grazie ad un passaggio che riempie un piccolo specchio d’acqua dove è possibile nuotare. E’ il luogo ideale per gli amanti del trekking. Dolina  Tawi Attair

Mughsayl

SOFFIONI DI MUGHSAYL Altezza raggiunta dai soffioni : 30 M Periodo del Festival di Khareef: da metà luglio a fine agosto Uno degli spettacoli naturali più affascinanti dell’Oman sono i Soffioni di Mughsayl. Sono comparsi milioni di anni fa per effetto di violente correnti che sferzavano le basse scogliere di roccia calcarea e si sono formati in punti in cui la roccia è debole. Grazie alla pressione martellante del mare si sono aperti squarci e fessure, dove svetta l’acqua, filtrata dalle onde che si infrangono sugli scogli. Lo spettacolo attira migliaia di turisti in occasione del Festival di Khareef, un evento annuale che si svolge tra luglio ed agosto, attirati dai musicisti e dagli artisti che vi partecipano. Inoltre non è solo lo spettacolo dei Soffioni in sé ad essere interessante, ma anche il percorso per giungervi risulta incantevole.


51 | Giordania

OMAN - GIORDANIA Giordania - Israele PETRA Patrimonio dell’umanità dal 1985 Posizione: a 250 km a sud di Amman (3 ore di strada) Dichiarata una delle sette meraviglie del mondo moderno, Petra, la città rosa scolpita nella roccia, è uno dei luoghi più belli ed interessanti da visitare al mondo. Il suo complesso archeologico è stato scoperto solo due secoli fa, nel 1812, dall’esploratore svizzero Johann Ludwig Burckhardt ed è grazie a lui che è stato rivelato al mondo occidentale. Ancora oggi, nell’era moderna, è possibile raggiungere la città solo a piedi o a cavallo. L’ingresso più spettacolare è quello orientale, attraverso la lunga e profonda fessura delle rocce chiamata Siq. In totale ci sono più di 800 monumenti da vedere oltre ad incredibili musei da visitare. Si può considerare una tappa fondamentale per chi desidera visitare le bellezze della Giordania. “Non saprai mai cos’è Petra in realtà, a meno che tu non ci venga di persona” Cit. Lawrence D’Arabia.

WADI RUM Maggiore elevazione Wadi Rum: Jebel Rum (1754 m) Incisioni rupestri: circa 30.000

MAr Morto

E’ un deserto ricco di bellezza e magnificenza, con imponenti altopiani, meravigliose valli sabbiose e pendii scoscesi dalle molteplici sfumature. Questo ecosistema, unico nel suo genere, è dimora delle tribù nomadi dedite alla pastorizia, meglio conosciuti come “Beduini”. I paesaggi presenti nell’area, ne fanno un luogo incontaminato e senza tempo. Per gli amanti della natura rappresenta un vero paradiso, un’esperienza unica, con tante attività, come l’escursione in cammello, il mangiare cibo tradizionale beduino o andare in giro con una 4x4 per alcuni giorni. I meno avventurosi saranno sorpresi davanti allo sbalorditivo paesaggio che si può ammirare al Wadi Rum Visitor’s Centre. L’ufficiale e scrittore britannico T. E. Lawrence lo descrisse come un luogo “immenso, echeggiante e divino”.

Petra

Wadi Rum

MAR MORTO Larghezza del bacino: 18 km Flusso d’acqua in entrata d’inverno: 6 milioni di  m³ al gg. Posizionato al termine della valle del Giordano, il Mar Morto è senza dubbio uno dei luoghi più straordinari al mondo E’ situato a 400 metri sotto il livello del mare e fa parte della Depressione della Rift, una gigantesca spaccatura della crosta terrestre, ritenuta la depressione più bassa del pianeta, un vasto specchio d’acqua che accoglie un gran numero di affluenti, tra i quali spicca il fiume Giordano. Il Mar Morto è lungo 80 chilometri ed è diviso in due parti dalla penisola El Nisan. La parte meridionale è poco profonda, infatti non supera i 6 metri, mentre quella settentrionale è più profonda e più larga. Ma la sua vera particolarità è il contenuto salino delle sue acque, pari a sei volte quello dell’oceano. E’ considerato pieno di proprietà curative e tale da fornire prodotti naturali di ottima qualità.


52 | Sudafrica

" Una persona che viaggia attraverso il nostro paese e si ferma in un villaggio non ha bisogno di chiedere cibo o acqua: subito la gente le offre del cibo, la intrattiene. Ecco, questo è un aspetto di Ubuntu, ma ce ne sono altri. Ubuntu non significa non pensare a sé stessi; significa piuttosto porsi la domanda: voglio aiutare la comunità che mi sta intorno a migliorare?” Nelson Mandela - Conversazioni con me stesso 2010


53 | Sudafrica


54 | Sudafrica

Appunti di Viaggio

Un viaggio intenso, a tratti molto emozionante, un ritorno alle origini, un breve contatto con un popolo coraggioso e cordiale. Un mondo in movimento, un sogno che ogni giorno si trasforma in realtà, una natura generosa che regala al viaggiatore spettacoli di bellezza incomparabile ed infine lei, la Nazione Arcobaleno, il Sudafrica. Posizione Il Sudafrica si trova sull'estrema punta meridionale dell'Africa. Confina a nord con la Namibia, il Botswana, lo Zimbabwe e il Mozambico mentre ad ovest è bagnato dall'Oceano Atlantico e ad est dalle tiepide acque dell'Oceano Indiano. All'interno dei suoi confini si trovano anche due piccoli Stati indipendenti: il Lesotho e lo Swaziland. Lingua 11 sono le lingue ufficiali ma la più diffusa, oltre all'inglese, è lo Zulu, seguito dallo xhosa, afrikaans, pedi, tswana, sotho, tsoga, swati, venda e ndebele. Formalità d'ingresso Passaporto: deve essere valido per tutta la durata del viaggio con una validità residua di almeno 6 mesi. Non è richiesto alcun visto. All'arrivo in aeroporto viene rilasciato un permesso temporaneo di permanenza valido fino alla data del biglietto aereo del rientro, ma può essere prolungato dalle autorità competenti mostrando prove specifiche di rientro posticipato. Norme valide per i soli cittadini con passaporto italiano. Ambasciata d’Italia a Pretoria: 796, George Avenue - 0083 Arcadia Pretoria Tel: 0027 124230000/1 Consolati italiani: Consolato Generale d’Italia JOHANNESBURG 37, 1st Avenue (corner 2nd Street) 2196 Houghton Estate Tel: +27-11-7281392/3 Città del Capo: 2, Grey’s Pass - 8001 Gardens - Cape Town Tel: +27-21-4873900 Durban: The Embassy Building, 14th floor - 199 Smith Street Tel: +27-31-3684388/98 Fuso orario L'ora in Sudafrica è di due ore avanti rispetto al Gmt Time quindi soltanto un’ora avanti rispetto all'Italia. Nel paese non è adottata l'ora legale quindi quando entra in vigore in Italia non c'è differenza di fuso orario tra i due paesi. Valuta, banche, Tax & Refund Moneta locale: il Rand (1 €= 14,20 ZAR ). Sono in circolazione monete da 1, 2, 5, 10, 20 e 50 cent e da 1, 2 e 5 Rand. Le banconote hanno tagli da R10, R20, R50, R100 e R200. I Rand non sono reperibili in Italia. Non è possibile cambiare i Rand al rientro presso le nostre banche; eventualmente si possono cambiare in aeroporto prima della partenza esibendo la ricevuta del cambio effettuato all'arrivo in Sudafrica. Si consiglia di effettuare il cambio in aeroporto all'arrivo o presso le banche locali.

Le maggiori carte di credito sono accettate, tranne che nei distributori di benzina, mentre si potrebbero trovare difficoltà nei centri minori. Il bancomat è possibile usarlo solo per prelevare contanti in moneta locale (utilizzando semplicemente il pin che si usa in Italia). Le banche sono aperte dal lunedì al venerdì fino alle ore 15:30 e il sabato solo la mattina, mentre negli aeroporti gli sportelli bancari rimangono aperti fino alle ore 22:00. In aeroporto, prima della partenza, bisogna presentare all'ufficio “Tax Refund” la ricevuta fiscale delle merci acquistate e talvolta è necessario mostrare le stesse che quindi non vanno messe in valigia. Dopo che la ricevuta fiscale è stata timbrata dall'ufficio “Tax Refund”, si va allo sportello bancario dell'aeroporto e si ottiene un assegno, quale rimborso IVA, nella valuta che si desidera. N.B: le code in aeroporto per il rimborso IVA possono essere lunghe quindi è consigliato presentarsi con largo anticipo. La patente La patente italiana è ufficialmente riconosciuta dalle autorità sudafricane, quindi è possibile viaggiare in auto liberamente per tutto il territorio, è però consigliabile munirsi di patente internazionale possibilmente tradotta in inglese. La guida è a sinistra come in Gran Bretagna. Il limite di velocità è di 120Km/h sulle autostrade e 60km/h nei centri abitati. Clima Il Sudafrica, essendo nell'emisfero australe e immediatamente a sud del Tropico del Capricorno, è caratterizzato da un clima secco e mite. Rispetto all'Europa le stagioni sono invertite, quindi le nostre estati sono i loro inverni e viceversa. A seconda della zona che si intende visitare bisogna tenere presente che le temperature possono variare dai 3 ai 23 gradi centigradi in inverno e dai 14 ai 30 gradi centigradi in estate. L'escursione termica fra il giorno e la notte può far registrare notevoli sbalzi di temperatura, soprattutto nella zona dell'Altopiano. Lungo le coste orientali, lambite dall'Oceano Indiano, la corrente che proviene dall'equatore, la “Mozambique”, mitiga il clima e lo rende temperato tutto l'anno, mentre lungo le coste occidentali, interessate dalla corrente dell'Oceano Atlantico, la "Benguela", il clima è più secco e l'escursione termica maggiore. Non esiste una vera e propria stagione delle piogge, comunque è certamente più facile trovare una bella giornata di sole che una di pioggia. Per telefonare Per chiamare il Sudafrica dall'Italia è necessario comporre lo 0027 + il numero compreso di prefisso senza lo zero. Per chiamare in Italia comporre lo 0039 + il numero compreso lo 0. I cellulari italiani in Sudafrica funzionano ma la rete non è disponibile in tutte le zone come, per esempio, all'interno di alcuni parchi nazionali come il Kruger. Il modo più economico per telefonare è sicuramente dalle cabine telefoniche acquistando una scheda internazionale, disponibile di vari tagli e acquistabile in aeroporto; telefonare dagli alberghi è certamente più caro.


55 | Sudafrica

ZIMBABWE MOZAMBICO

BOTSWANA Limpopo Kruger Park

Madikwe Nature Reserve

NAMIBIA

Kgalagadi Transfrontier Park Pretoria

Mpumalanga Johannesburg

North West

Gauteng

SWAZILAND

Free State Kwazulu Natal

SUDAFRICA LESOTHO

Northern Cape

Durban

Eastern Cape Addo Elephant National Park

Western Cape Cape Town Hermanus

Port Elizabeth Knysna

Elettricità 220/240 V e 50hz. Le maggior parte delle prese di corrente sono a tre grossi spinotti rotondi, quindi bisogna munirsi di adattatore universale reperibile esclusivamente in loco. Abbigliamento Si consigliano abiti leggeri e comodi durante il periodo estivo, mentre durante l'inverno consigliamo di vestirsi “a strati” e per la sera è bene avere con sé golf e maglie di cotone in estate e maglioni e giacconi d'inverno, per contrastare le escursioni termiche, sia in città che durante i safari. Per questi ultimi consigliamo abiti dalle tonalità chiare in modo tale da poter essere in perfetta armonia con i colori della natura e non innervosire gli animali che incontrerete. Assistenza sanitaria e supporto medico Le strutture e l'assistenza medica in Sudafrica sono di livello pari a quello europeo, tuttavia è bene ricordare che per i cittadini della Comunità Europea il servizio medico è a pagamento quindi, è da notare che in caso di infortuni o malattie di una certa importanza che si dovessero verificare durante il soggiorno, le prestazioni sanitarie, l'assistenza medica e l'eventuale ricovero saranno garantiti dalla Compagnia Assicuratrice, alle condizioni specificate nel dettaglio nel documento informativo che verrà consegnato a tutti i partecipanti, unitamente ai documenti di viaggio. La Compagnia Assicuratrice da noi prescelta, particolarmente qualificata ed esperta, si avvale di una rete di operatori sanitari di fiducia e professionali, operanti nelle aree da noi programmate. Di conseguenza, la stessa Compagnia declina ogni responsabilità qualora il viaggiatore si rivolga direttamente ad altre strutture non riconosciute nella copertura sanitaria. Raccomandiamo quindi il viaggiatore di attenersi in modo scrupoloso a quanto riportato nel documento assicurativo allegato ai documenti di viaggio. Dobbiamo a nostra volta declinare qualsiasi responsabilità in caso di mancato rispetto di quanto sopra indicato. Carte di Credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, e negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale ( pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra.

Precauzioni sanitarie Non è richiesta alcuna vaccinazione particolare, anche se è generalmente richiesta la profilassi antimalarica per chi si reca nelle riserve di Mpumalanga, Kruger e di KwaZulu-Natal nella stagione umida (da ottobre a marzo). Ci sono anche ottimi repellenti antizanzara in vendita sia sotto forma di crema che di spray. I repellenti usati più frequentemente si chiamano “Peaceful Sleep” e “Tabard”. Si possono acquistare anche saponi speciali fatti con olio di citronella per respingere le zanzare. Molti alberghi hanno congegni repellenti elettronici nelle camere. La presenza di animali in loco, non “comuni”nella nostra quotidianità In alcune delle destinazioni da noi proposte, sono presenti animali che noi “occidentali” potremmo trovare “disgustosi”. La vegetazione rigogliosa è l’habitat naturale di molte specie animali, non pericolose per l’uomo. Il “geco” è molto comune in tutte le zone a clima temperato e svolge una funzione importante perché si ciba di insetti parassiti. L'esistenza di un ecosistema tropicale non esclude nemmeno la diffusione di piccoli ratti che ogni tanto fanno capolino nelle vicinanze dei Resort, attratti dal calore e dalla possibilità di trovare del cibo. Questi piccoli animali sono oggetto di bonifica costante da parte delle strutture. Tra le specie comuni può essere inoltre annoverata anche la volpe volante, un pipistrello notturno del tutto innocuo che si ciba principalmente della frutta che si trova sulle cime degli alberi e delle palme (soprattutto alle Maldive e alle Seychelles). E' possibile incontrare anche insetti e ragni di piccole dimensioni assolutamente non velenosi. Non può essere perciò esclusa la possibilità che nella propria camera possano introdursi piccolissimi insetti, magari dopo aver lasciato aperta la finestra. Ciò non denota carenza di pulizia da parte della struttura ma è semplicemente frutto della vegetazione che circonda gli alberghi. La zanzara è diffusa soprattutto durante la stagione delle piogge ma vengono effettuate continue bonifiche per eliminarla. Si consiglia in ogni caso di munirsi di repellenti e di adottare le normali precauzioni già impiegate in Italia contro questo insetto.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • • • •

Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior


56 | Sudafrica

Parchi e Riserve

PARCHI E RISERVE Alle origini della vita

I Parchi delle meraviglie. Luoghi che ancora sbalordiscono, incontaminati e selvaggi. Immensi paradisi dove la natura regna sovrana, spesso con il contributo dell'uomo. Paradiso senza tempo e senza età che ispira rispetto, dove tutto è cominciato tra le corse delle antilopi in gara con le nuvole che si spostano veloci verso l'orizzonte, e la luna, che, rapida e imprevedibile, prende il posto del sole amplificando la magia della vita. Il Sudafrica è l'immagine stessa dell'esplosione del miracolo della natura con le sue mille sfaccettature, i colori intensi dei tramonti, le nuvole di polvere alzate dalle mandrie di bufali in movimento e il ruggito dei leoni che sanciscono il loro potere su questa terra, sconfinata e mutevole, ma soprattutto affascinante. Esperienza unica e indimenticabile è la visita ai parchi nazionali e alle riserve private: gli animali vivono protetti nel loro habitat naturale e la loro vita è regolata dai ritmi millenari del giorno e della notte, della caccia e del gioco. Una flora rigogliosa (con circa 24.000 specie catalogate in tutto il paese) e una fauna unica al mondo sono caratteristica comune a tutti i parchi e a tutte le riserve. A differenza di molti altri paesi del continente africano, il Sudafrica ha sempre tenuto in grande considerazione il suo patrimonio faunistico e floreale. Il primo parco nazionale, il Kruger National Park, uno dei più rinomati e antichi parchi del mondo, fu creato nel 1894 dall'allora Presidente Kruger, che per primo comprese il pericolo che il Paese poteva correre se non si fosse provveduto in tempo alla creazione di zone protette. L'esempio di Kruger fu seguito, negli anni, da tutta la classe politica sudafricana e il suo appello per la protezione della natura è stato raccolto dal SANP (South African National Parks), l'ente governativo che oggi sovrintende alla cura e alla salvaguardia dei Parchi Nazionali. L'unica provincia che gestisce in proprio i suoi Parchi è il KwaZulu Natal che, a tale proposito, ha creato un ente, il EZEMVELO KZN WILDLIFE che sovrintende alla cura e alla salvaguardia di circa 67 zone protette, suddivise tra parchi e riserve. Attualmente in Sudafrica si contano circa 50 Parchi Nazionali gestiti dalla SANP, più i 67 della sola regione del Kwa ZuluNatal, e numerose riserve private. Le aree protette sono catalogate come: • NATIONAL PARK: parchi nazionali gestiti direttamente dal governo centrale • NATURE RESERVE / GAME RESERVE: aree, che possono anche essere private, protette per le loro bellezze faunistiche e floreali. Al loro interno si effettuano safari • GAME FARM: tenute dove sono allevate diverse specie di animali selvatici. Non si effettuano safari • WILDERNESS AREA: aree di grande pregio ambientale protette per la bellezza paesaggistica oltre che per la flora e per la fauna

Viaggiare in famiglia. Porto con me papà e mamma in Sudafrica!

LE ZONE DEFINITE “MALARIA FREE” Questo meraviglioso Paese è molto indicato per le famiglie con bambini, dato l'alto standard dei servizi offerti e gli ottimi collegamenti, ma soprattutto perché la maggior parte dei Parchi è “Malaria Free”. Qui i bambini saranno protagonisti di un viaggio all'insegna dell'avventura e del divertimento attraverso un forte contatto con la natura, sempre nel rispetto della più totale sicurezza e senza la necessità di doversi sottoporre ad alcuna profilassi antimalarica. Una reale possibilità di compiere una vacanza ideale per i più piccoli, ma non solo!


57 | Sudafrica

Autonoleggi in Sudafrica Un’autostoppista e’ spesso una giovane ragazza poco vestita che si trova sul vostro cammino quando siete con vostra moglie. Woody Allen    

Tipologia Auto

Categoria

Pax

Capacità Bagaglio

Giorni

Quota al giorno

Toyota Corolla o similare

C

Max 4 pax

3 Borse Medie ed 1 Borsa Piccola

7- 13

€ 31

Honda Jazz o similare

D

Max 4 pax

2 Borse Piccole Nessuna Borsa Media

7- 13

€ 35

Toyota Corolla Sedan o similare

E

Max 4 pax

3 Borse Medie ed 1 Borsa Piccola

7- 13

€ 43

Toyota Avanza o similare

O

Max 5 pax

2 Borse Medie e 2 Borse Piccole

7- 13

€ 47

Hyundai IX 35 o similare

K

Max 4 pax

3 Borse Medie e 2 Borse Piccole

7- 13

€ 61

Honda Accord o similare

F

Max 4 pax

3 Borse Medie ed 1 Borsa Piccola

7- 13

€ 68

BMW 3 Series o similare

H

Max 4 pax

3 Borse Medie ed 1 Borsa Piccola

7- 13

€ 71

Mercedes Benz C-Class o similare

G

Max 4 pax

3 Borse Medie ed 1 Borsa Piccola

7- 13

€ 71

Toyota Fortuner 4x2 o similare

I

Max 5 pax

3 Borse Medie e 5 Borse Piccole

7- 13

€ 90

Hyundai H1 o similare

N

Max 8 pax

5 Borse Medie e 2 Borse Piccole

7- 13

€ 97

Toyota Fortuner 4x4 o similare

L

Max 5 pax

5 Borse Medie e 2 Borse Piccole

7- 13

€ 103

Mercedes Benz E-Class o similare

J

Max 4 pax

4 Borse Medie e 2 Borse Piccole

7- 13

€ 145

AUTONOLEGGIO IN SUDAFRICA Noleggiare una macchina in Sud Africa è molto semplice non solo per l'alta affidabilità della compagnia Avis ma anche per la grande e ottima rete stradale di cui questo paese dispone. Le indicazioni sono precise e numerose così come lo sono i distributori di benzina tutti ben organizzati dove però non è possibile pagare con carta di credito. Condizioni di noleggio: • Età minima di 21 anni (per i minori è possibile solo con pagamento di un supple-

mento giornaliero) • Possesso di patente italiana in corso di validità e carta di credito • Periodo minimo di noleggio: 1 giorno • Le tariffe sono basate su un ciclo di 24 ore dalla data di inizio noleggio fino al data della riconsegna.

Note Cambio Manuale, 4 Porte, Max 4 posti, Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo, Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici Cambio Automatico, 5 Porte, Max 4 posti, Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo, Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici Cambio Automatico, 4 Porte, Max 4 posti, Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo, Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici Cambio Manuale, 5 Porte, Max 4 posti, Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo, Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici Cambio Manuale, 5 Porte, Max 4 posti, Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo, Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici Cambio Automatico, 4 Porte, Max 4 posti, Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo, Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo, Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici 4 Porte, Max 4 posti, Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo, Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici 5 Porte, Max 5 posti, Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo, Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici Cambio Manuale, 4 Porte, Max 8 posti, Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo,Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo, Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici Radio/Cd, Airbags, Aria Condizionata, Servosterzo, Chiusura Centralizzata, ABS, Finestrini Elettrici

Il noleggio include: Chilometraggio illimitato, ritiro e riconsegna auto in aeroporto, assicurazione CDW e TLW (danni e furto) standard o max cover, PAI (danni personali), tasse locali (VAT). Vi ricordiamo che eventuali danni al parabrezza, radiatore, alla parte sottostante del veicolo ed ai pneumatici sono assicurati solo con la formula Max Cover mentre con la formula standard non sono assicurati in alcun modo e qualsiasi danno sarà a carico del cliente. Il noleggio non include: Carburante e spese di apertura contratto in loco e deposito.


58 | Sudafrica

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Mpumalanga - Kwazulu-Natal BLYDE RIVER CANYON Lunghezza del canyon: 24 Km Profondità del canyon: 800 M E’ situato in Sudafrica, nella provincia di Mpumalanga, ed è il terzo canyon più grande del mondo. Scavato nel corso dei millenni dai fiumi Blyde e Olifants, è costituito prevalentemente di pietra arenaria. Fra i punti più famosi del Blyde River Canyon vi sono "Three Rondavels", con le sue formazioni rocciose che ricordano le capanne dei popoli locali (rondavels è il termine afrikaans per "capanna") e "God'sWindow" ("la finestra di Dio") da cui si gode di un panorama molto suggestivo, specialmente quando le giornate sono limpide. E’ una meraviglia naturale meno celebre di altre, e forse proprio per questo rappresenta una piacevolissima sorpresa per chi la vede per la prima volta: qui l’immensità e la potenza della natura sovrastano ogni cosa.

KOSI BAY NATURE RESERVE Vegetazione: palme, sicomori, mangrovie Animali marini e rivieraschi: Ippopotami, coccodrilli del Nilo, tartarughe, megattere, squali toro

L'area di Kosi Bay è una riserva naturale che si estende su oltre 110 kmq, ed è un autentico fiore all’occhiello dell’ eco-turismo sudafricano. E’ un sistema di quattro laghi interconnessi situati entro il territorio protetto dell'Isimangaliso Wetland Park; questa zona del parco rappresenta l'estremità orientale del Sudafrica. La baia propriamente detta, sull'Oceano Indiano è costituita da un estuario, che si trova a due chilometri dal confine con il Mozambico e la località mozambicana di Ponta do Ourache si raggiunge in poco più di un'ora di cammino. È una delle spiagge più tranquille del Sud Africa. La foce del fiume è definita "l'acquario" per la trasparenza dell'acqua e la grande varietà di pesci che vi abitano. Il sistema lacustre di Kosi ospita anche una abbondante fauna: avvoltoi delle palme, martin pescatore, aironi, ippopotami, coccodrilli, squali.

Blyde River  Canyon

Kosi Bay  Nature Reserve

Oribi Gorge

ORIBI GORGE Lunghezza della gola: 25 Km Profondità della gola: 300 M Tipo di roccia: arenaria su granito Centinaia di specie di alberi, una fauna incredibilmente ricca, le rocce arenarie, la gola con le stupefacenti cascate, la folta foresta sempreverde, la presenza di maestose aquile ed altri uccelli predatori, caratterizzano questa meraviglia naturale che è forse una delle meno conosciute del Sudafrica. Anche la fauna presenta esemplari di spicco, fra cui la scimmia samango, i pitoni, i leopardi ed altri ancora.In generale è l’atmosfera dell’Oribi Gorge che risulta magica agli occhi di chi visita questo luogo sorprendente, un gioiello incontaminato che lascia senza parole.


59 | Sudafrica

SUDAFRICA Limpopo - Mpumalanga /Mozambico KRUGER NATIONAL PARK  Alle origini della vita. I Parchi Sudafricani I Parchi delle meraviglie. Luoghi che ancora sbalordiscono, incontaminati e selvaggi. Immensi paradisi dove la natura regna sovrana, spesso con il contributo dell'uomo. Paradiso senza tempo e senza età che ispira rispetto, dove tutto è cominciato tra le corse delle antilopi in gara con le nuvole che si spostano veloci verso l'orizzonte, e la luna, che,rapida ed imprevedibile, prende il posto del sole amplificando la magia della vita. Il Sudafrica è l'immagine stessa dell'esplosione del miracolo della natura con le sue mille sfaccettature, i colori intensi dei tramonti, le nuvole di polvere alzate dalle mandrie di bufali in movimento e il ruggito dei leoni che sanciscono il loro potere su questa terra, sconfinata e mutevole, ma soprattutto affascinante. Esperienza unica e indimenticabile è la visita ai parchi nazionali e alle riserve private: gli animali vivono protetti nel loro habitat naturale e la loro vita è regolata dai ritmi millenari del giorno e della notte, della caccia e del gioco. Una flora rigogliosa (con circa 24.000 specie catalogate in tutto il paese) e una fauna unica al mondo sono caratteristica comune a tutti i parchi e a tutte le riserve. A differenza di molti altri paesi del continente africano, il Sudafrica ha sempre tenuto in grande considerazione il suo patrimonio faunistico e floreale.

Pafuri Gate 

Phalaborwa Gate

Simbambili Singita

Chitwa Chitwa

Londolozi Sabi Sabi

Skukuza

Kruger National Park. La perfezione della natura Primo parco nazionale, il Kruger National Park, è uno dei più rinomati e antichi parchi del mondo; fu creato Malelane nel 1894 dall'allora Presidente Kruger, che per primo comprese il pericolo che il Paese poteva correre se non si fosse provveduto in tempo alla creazione di zone protette. L'esempio di Kruger fu seguito, negli anni, da tutta la classe politica sudafricana e il suo appello per la protezione della natura è stato raccolto dal SANP (South African National Parks), l'ente governativo che oggi sovrintende alla cura e alla salvaguardia dei Parchi Nazionali. È uno dei parchi naturali più famosi al mondo, visitato ogni anno da milioni di persone. Si estende per quasi due milioni di ettari confinando a est con il Mozambico e nella parte meridionale e occidentale con la Northern Province e con il Mpumalanga. All'interno del Kruger vive una grande varietà di animali, circa 170.000 tra leoni, leopardi, elefanti, bufali e rinoceronti neri, meglio conosciuti come “Big Five”, ma sono presenti anche ghepardi, giraffe, impala, zebre, gru, licaoni, ippopotami e diverse specie di antilopi. Nel complesso il parco è popolato da 147 diverse specie di mammiferi, 507 specie di uccelli, 114 tipi di rettili e 49 specie di pesci. Anche la flora è molto ricca, caratterizzata da pianure coperte da erbe e bassi cespugli e da più di 330 specie di alberi. Visitare il parco è facile se ci si avvale di esperte guide. Al proprio interno la rete stradale si estende per circa 2000 km, formata da strade secondarie per lo più in ghiaia lungo le quali bisogna rispettare i limiti di velocità (non si possono superare i 50 km orari) e gli animali che vi abitano. Non è permesso entrate nell'area protetta a bordo di jeep scoperte private o in moto in quanto ritenuti mezzi poco sicuri di fronte all'eventuale attacco di qualche animale, così come non è consentito avvicinarsi agli animali a piedi. Per motivi di sicurezza il parco è aperto ai visitatori ad orari prestabiliti: normalmente dalle 05:30/06:00 alle 17:00/18:30. Alcuni numeri sugli “abitanti” del Kruger: 300 rinoceronti neri, 20.000 bufali, 2.000 leoni, 2.500 rinoceronti bianchi, 4.600 giraffe, 1.400 impala, 30.000 zebre, 900 antilopi, 300 ippopotami, 900 leopardi. Inoltre 500 specie di uccelli e 115 specie di rettili ed anfibi. La riscossa degli elefanti Nel celebre Kruger Park, fino a 40 anni fà “sopravvivevano” soltanto 30 elefanti, risultato della caccia selvaggia prima e della sciagurata opera dei bracconieri poi; oggi sono 10.000. Grazie alla recente costituzione del GKG (Gaza-Kruger- Gonarezhou Transfrontier Park), un immenso santuario della natura che unisce, oltre al celebre Parco nazionale (il più antico del Paese, dal nome del Presidente Paul Kruger che nel 1898 ne sancì la nascita) anche due aree protette confinanti dello Zimbabwe e del Mozambico, ha preso forma, 12 anni fa un'idea rivoluzionaria, abolendo le frontiere e le relative barriere fisiche tra i tre Paesi confinanti, dando in questo modo libertà di movimento agli elefanti presenti nell'area e controllandone lo sviluppo. In tal modo la vita per questi meravigliosi animali è destinata ad essere sempre più semplice. Come arrivare Kruger National Park: voli giornalieri da Johannesburg a Nelspruit e Mpumalanga International Airport. Nelspruit è la città di grosse dimensioni in posizione più comoda nei pressi del parco Kruger ed è ben servita dagli autobus e dai minibus taxi da/per Johannesburg. Phalaborwa, nel nord, si trova proprio sul confine del parco ed è servita regolarmente dagli autobus. Il treno Komati viaggia da Johannesburg a Komatipoort via Nelspruit. La maggior parte dei turisti comunque sceglie di visitare il parco autonomamente in auto: Skukuza si trova a circa 500km da Johannesburg (6 ore) e Punda Maria a 620 km (8 ore).


60 | Sudafrica | Protea Country

Protea Country

> Tour di Gruppo

Durata:  10 Giorni / 7 Notti GUIDA: Parlante lingua italiana PARTENZE: Lunedì dall'Italia, inizio del tour il Martedì dall'aeroporto di Johannesburg TRATTAMENTO: Colazione dal 2° giorno e pasti come da programma ITINERARIO: Johannesburg - Mpumalanga - Kapama Private Game Reserve - Hazyview - Johannesburg - Cape Town 1° Giorno Italia > Sudafrica (Johannesburg)

Partenza dall’Italia per Johannesburg con voli di linea via Europa o Dubai. Pasti e pernottamento a bordo. 2° Giorno Johannesburg > Mpumalanga ( +/- 530 Km)

Arrivo all'aeroporto Internazionale di O.R. Tambo dove una guida di lingua italiana assisterà gli ospiti durante il tour. La prima tappa è rappresentata dal tour di Pretoria, un'affascinante città ricca di storia caratterizzata dalle coloratissime piante di jacaranda, il Monumento ai Voortrekker (ingresso incluso), Church Square, il centro storico e l'Union Buildings. Pranzo al ristorante tipico Moyo Fountains. Proseguimento verso la cittadina di Dullstroom, un borgo piccolo e affascinante, localizzato nel cuore dell'Highland Meander, noto per i suoi limpidi torrenti e paesaggi mozzafiato. Check-in e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento in hotel. 3° Giorno Mpumalanga > Kapama Private Game Reserve (+/- 700 Km)

Colazione in hotel e trasferimento via terra al Kapama Private Game Reserve, in tempo per pranzo. Sistemazione in hotel e pranzo. Tempo libero per rilassarsi prima del safari del pomeriggio, accompagnato da rangers altamente qualificati, per scoprire la meraviglia del bush africano e un incontro unico con i suoi Big 5. Rientro per la cena e pernottamento. 4° Giorno Kapama Private Game Reserve

Primo fotosafari del mattino, accompagnati da ranger esperti. Di ritorno al lodge sarà servita la colazione. Tempo libero fino al pranzo (imperdibili i trattamenti alla SPA, non inclusi nel prezzo). Pranzo nel lodge e tempo libero fino al safari pomeridiano. Al rientro il Lodge organizza la tipica cena nel Boma (a seconda delle condizioni climatiche). Pernottamento. 5° Giorno Kapama Private Game Reserve > Hazyview (+/- 100 Km)

Sveglia di buon mattino per l'ultimo fotosafari del soggiorno. Al rientro nel lodge verrà servita la colazione. Partenza verso Hazyview attraverso la Panorama Route. Il percorso panoramico offre meravigliose emozioni come il Blyde River Canyon, il 3°canyon più grande al Mondo, e "God's Window" con la sua magnifica vista. E' inclusa anche la visita alle Bourke's Luck Potholes, spettacolare area dalla particolarissima conformazione geologica, che segna l'inizio del Blyde River Canyon. I partecipanti potranno gustare il pranzo ad Aventura Blydepoort. Sistemazione, cena e pernottamento in hotel. 6° Giorno Hazyview > Johannesburg/Cape Town (+/- 400 Km)

Dopo la colazione in Hotel si proseguirà alla volta di Johannesburg. Il pranzo verrà servito in ristorante locale (escluse bevande). Volo di linea delle ore 17.00 per Cape Town. Arrivo alle 19.10 all'aeroporto internazionale di Città del Capo, una delle mete turistiche più suggestive del Mondo, incontro con la guida di lingua Italiana per assistenza nel trasferimento in hotel.Cena libera e pernottamento.


61 | Sudafrica | Protea Country

7° Giorno Cape Town

Colazione in Hotel e partenza alle 9.00 per il tour della Penisola del Capo: l'escursione permetterà di ammirare la caratteristiche conformazioni rocciose di 12 Apostles. Di seguito si effettuerà un'escursione in battello a Seal Island, l'isola delle foche. Si proseguirà verso il Cape Point per giungere alla riserva naturale del Capo di Buona Speranza. La riserva termina al Majestic Cape Point dove gli ospiti, su una funicolare, potranno osseervare il punto d'incontro dei due oceani. Si proseguirà per la storica base navale di Simon's Town fino alla colonia di pinguini Jackass africano a Boulders Beach. Pranzo in ristorante tipico. Verso Città del Capo si visiterà anche il Kirstenbosch National Botanic Garden. Rientro in hotel, cena in hotel e pernottamento. 8° Giorno Cape Town

Colazione servita in hotel, successivamente gli ospiti saranno accompagnati per il loro tour della città e della valle vinicola di Constantia.Il tour della "Mother City" comprende la visita al South African Museum, il quartiere malese ed il Porto, il Cape Castle, il Green Marker Square (il mercato delle pulci) e Signal Hill; il tour passerà attraverso la famosa località di Sea Point e condizioni climatiche permettendo si salirà sulla Table Mountain.Il tour proseguirà nella vicina valle vinicola di Constantia. Il pranzo sarà servito presso il ristorante Jonkershuis, situato nella tenuta vinicola Groot Constantia,uno dei più antichi marchi vinicoli del Mondo. La Tenuta è una delle più belle testimonianze di architettura Cape Dutch ed uno dei principali monumenti storici Sudafricani,risalente addirittura al 1685. Vi si produce uno dei vini più ambiti al Mondo e chi ha avuto la fortuna di gustarlo si è rifiutato di accontentarsi di qualcosa di livello inferiore. I partecipanti avranno l'opportunità di assaggiare diversi vini prodotto dall'azienda. Rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

Hotel del Tour MPUMALANGA: ZONA KRUGER: CAPE TOWN:

WALKERSONS COUNTRY HOTEL & SPA, CASA DO SOL HOTEL & RESORT KAPAMA RIVER LODGE 15 ON ORANGE

9° Giorno Cape Town > Italia o altra destinazione

Prima colazione in hotel e trasferimento all'aeroporto internazionale di Cape Town per rientro in Italia o per la prossima destinazione.

Il vostro sogno in SUDAFRICA

A PARTIRE DA

€ 1.680

Quota per persona base camera doppia

Il Tour include: • Volo intercontinentale e voli interni • Trasporti in auto private/minivan o pullman con aria condizionata • Ingressi e visite come da programma

Il Tour non include: • Tasse aeroportuali • Bevande ai pasti • Mance, facchinaggio, ingressi e pasti non specificati nel programma

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.

N.B.: IL TOUR “PROTEA COUNTRY” PUO’ ESSERE ABBINATO AL TOUR “LA GARDEN ROUTE” (PAG. 62 ) CREANDO IL “GRAN TOUR DEL SUDAFRICA”


62 | Sudafrica | La Garden Route

La Garden Route

> Tour di Gruppo (zona Malaria Free)

Durata: 5 Giorni/4 Notti                Tour proponibile sia con partenza/ritorno dall’Italia che come estensione GUIDA: Guida parlante italiano PARTENZE: Ogni Martedì da Cape Town il tour si effettua solamente da Maggio ad Agosto - Tour in collaborazione con altri tour operatori italiani TRATTAMENTO: Come da programma: 4 colazioni + 3 cene ITINERARIO: Oudtshoorn - Plettenberg Bay - Port Elizabeth. 1° Giorno  Cape Town > Oudtshoorn (+/- 430 Km)

Incontro dei Sig.ri partecipanti con la guida di lingua italiana e partenza lungo la Route 62 verso Oudtshoorn. Sosta a Barrydale per il pranzo (non incluso). Arrivo a Oudtshoorn e visita guidata in una fattoria di allevamento di struzzi. Al termine della vistita sistemazione in hotel cena e pernottamento. 2° Giorno  Ousdtshoorn > Plettenberg Bay (+/- 155 KM)

Prima colazione in hotel. Visita delle Cango Caves, una delle più belle meraviglie naturali del Mondo. Si prosegue per Knysna, perla della Garden Route (pranzo non incluso). Ci si imbarcherà, condizioni climatiche permettendo, per una crociera nella baia di Knysna. Al termine della crociera si proseguirà per Plettenberg Bay. Sistemazione in hotel. Cena (inclusa) e pernottamento. 3° Giorno  Plettenberg Bay

Prima colazione in hotel. La mattinata sarà dedicata alla visita dell'Elephant Sanctuary, un'esperienza unica che darà l'opportunità ai partecipanti di toccare, nutrire e fotografare questi Giganti Buoni. Subito dopo pranzo (non incluso) si visiterà il Birds of Eden, la più grande riserva di uccelli al Mondo. Escursione opzionale: Whale & Dolphin Boat Experience (condizioni climatiche permettendo, non incluso nella quota). Rientro in hotel, cena e pernottamento. 4° Giorno  Plettenberg Bay > Port Elizabeth (+/-  230 KM)

Prima colazione in hotel. Il viaggio proseguirà lungo l'ultimo tratto della Garden Route. Tappa presso la foresta dello Tsitsikamma National Park: si attraverserà il ponte sospeso sullo Storms River, dove si apriranno paesaggi mozzafiato e grandi opportunità di fare foto affascinanti. Pranzo a carico dei partecipanti. Si proseguirà per Port Elizabeth dove l'arrivo è previsto per le ore 18.00. Sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento. 5° Giorno  Port Elizabeth

Prima colazione in hotel. Dopo aver effettuato le operazioni di check out i partecipanti verranno accompagnati in aeroporto da un assistente di lingua inglese. Proseguimento verso altra destinazione o volo di rientro per l’Italia.


63 | Sudafrica | La Garden Route

Il Tour include: • Trasporti in auto private/minivan o pullman con aria condizionata • Ingressi e visite come da programma

Il Tour non include: • Volo intercontinentale e domestico • Bevande ai pasti • Mance, facchinaggio, ingressi e pasti non specificati nel programma

Hotel del Tour OUDTSHOORN: HLANGANA LODGE PLETTENBERG BAY: HOG HOLLOW COUNTRY LODGE PORT ELIZABETH: IBHAYI GUEST LODGE

LA GARDEN ROUTE  (SULLE TRACCE DELL’ HOMO SAPIENS) Età dei primi insediamenti umani: 100.000 anni Habitat: laghi, spiagge, foreste, montagne

Il vostro sogno in SUDAFRICA

A PARTIRE DA

€ 1.470

Quota per persona base camera doppia Questa famosissima strada panoramica percorre un tratto della costa meridionale del Sudafrica ed attraversa una regione con un clima mediterraneo mite. Si snoda fra l’Oceano Indiano e i monti Outeniqua e Tsitsikamma, ricoperti da una folta vegetazione e molto apprezzati da chi ama fare trekking. Le acque dell’oceano sono note per le barriere coralline, i delfini, le otarie e - nel periodo da luglio a dicembre - anche per le balene che vengono a partorire o allattare. Più di 250 specie di uccelli vivono in questa zona. Sembra che in quest’area siano vissuti i primissimi esemplari di Homo sapiens: nelle grotte della costa sono stati infatti ritrovati scheletri che risalgono più di centomila anni fa, e un disegno su pietra vecchio di circa 77.000 anni, che pare sia stata la prima espressione d’arte pittorica del mondo.

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.

N.B.: IL TOUR “LA GARDEN ROUTE” PUO’ ESSERE ABBINATO AL TOUR “PROTEA COUNTRY” (PAG. 58 - 59) CREANDO IL “GRAN TOUR DEL SUDAFRICA”


64 | Sudafrica | South African Explorer

South African Explorer

> Tour di Gruppo

Durata: 24 giorni / 2 2 notti GUIDA: Guida in lingua inglese PARTENZE: Tour di gruppo (partecipanti di varie nazionalità) ITINERARIO: Cape Town - Winelands - Route 62 - Oudtshoorn - Garden Route - Cintsa - Lesotho - Kwazulu Natal - Drakensberg - Isimangaliso - Hluhluwe - Swaziland - Mpumalanga - Kruger - Johannesburg (Il tour può essere effettuato anche in senso opposto, da Johannesburg a Cape Town). 1° Giorno  Italia > Sudafrica (Cape Town) Partenza dall’Italia per Cape Town con voli di linea via Europa o Dubai. Pasti e pernottamento a bordo. 2° Giorno   CAPE TOWN Arrivo all’aeroporto internazionale di Cape Town, trasferimento con bus navetta allo Strand Hotel (o similare) e sistemazione in camera standard. Resto del giorno a disposizione per visite individuali. Cena libera e pernottamento 3° Giorno  CAPE TOWN Colazione in hotel. Visita guidata di mezza giornata della Cape Peninsula. La visita toccherà i punti più suggestivi del Capo di Buona Speranza con le sue coste frastagliate e scogliere a picco sull’Oceano. 4° Giorno  CAPE TOWN > STELLENBOSCH  (Winelands) (+/- 60 km) Prima colazione in hotel. I partecipanti dovranno recarsi con mezzi propri (suggeriamo il taxi) al punto d’incontro. Si partirà per la famosa città di Stellenbosch, famosa per i suoi vini, per i palazzi storici e le querce che la caratterizzano. Pranzo in ristorante. Si avrà la possibilità di visitare un’azienda vinicola. Si proseguirà per il Cheetah Breeding Centre, dove si potranno ammirare da vicini i Ghepardi curati ed accuditi in questo centro. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento. 5° Giorno Route 62 > Oudtshoorn (+/- 400 km) Colazione in hotel. Si viaggerà lungo la leggendaria Route 62, che attraversa l’altipiano semidesertico del Klein Karoo. Pranzo lungo il percorso. Arrivo ad Oudthoorn e proseguimento per le bellissime Cango Caves, appena fuori città. Opportunità di visitare anche una fattoria di allevamento di struzzi (opzionale). Sistemazione nel resort, cena inclusa e pernottamento. 6° Giorno Knysna > Plettenberg Bay (+/- 160 Km) Colazione in hotel. Partenza per Knysna. Pomeriggio libero per esplorare la cittadina. Attività opzionali: Elephant Encounter, Township Tour, Monkey Town, Birds of Eden e Crociera in battello sulla laguna. Si proseguirà per la vicina Plettenberg Bay, sistemazione in hotel. Pranzo e cena inclusi. Pernottamento. 7°- 8° Giorno Tsitsikamma National Park Colazione in hotel. Giornate libere per visitare il villaggio di Storms River o per le attività opzionali dello Tsitsikamma National Park: Bungee Jumping (il più alto del Mondo dal Bloukrans Bridge), canopy tour. Pranzo libero, cena inclusa. Sistemazione in hotel. 9° Giorno Addo Elephant National Park (+/- 270 Km) Colazione e partenza verso Est. Breve sosta a Port Elizabeth prima di entrare nell’Addo Elephant National park, per fare i safari fotografici nel parco. Sistemazione nel lodge. Pranzo e cena inclusi. 10° - 11° Giorno Cintsa (+/- 320 Km) Ci si dirigerà verso Cintsa, sulla wild Coast. Durante i due giorni si potrà partecipare a varie attività opzionali: Visita ad un villaggio Xhosa, noleggio di un battello o quad-bike. Pranzo e cena inclusi. Sistemazione nel resort. 12° - 13° Giorno Lesotho (+/- 540 Km) Colazione in hotel e partenza per il Regno del Lesotho, uno dei Paesi più alti al Mondo. Escursioni e attività opzionali: visita ad un villaggio locale, trekking sulle montagne, a piedi o sui pony. Pranzo e cena inclusi. Sistemazione nel lodge. 14° - 15° Giorno uKhahlamba Drakensberg Park (+/- 370 Km) Le montagne del Drakensberg sono le più alte e certamente le più belle del Sudafrica con viste mozzafiato del UKhahlamba Drakensberg National Park (Royal Natal). Attività opzionali: hiking o passeggiate a cavallo. Sistemazione nel resort. 16° Giorno Kwa-Zulu Natal Coast > Durban (+/- 270 Km) Partenza per la costa del Kwazulu Natal. Soggiorno a Durban e sistemazione in hotel. Pranzo e cena liberi. Attività opzionale: cena in centro in un ristorante tipico della città. 17° Giorno iSimangaliso Wetland Park (+/- 240 Km) Colazione in hotel. Ci si trasferirà verso nord guidando lungo la costa fino alla zona di St.Lucia, dove troviamo l’iSimangaliso Wetland Park, luogo protetto dall’UNESCO che offre un territorio estremamente vario: laghi, spiagge, barriere coralline, paludi, praterie. La zona ospita un incredibile numero di specie di animali, uccelli e pesci. Sistemazione nel lodge. Pranzo e cena inclusi. 18° Giorno Hluhlue > Umfolozi Game Reserve > Swaziland > Mlilwane  (+/- 340 Km)

Si partirà alla volta di Hluhluwe-Umfolozi dove si effettueranno dei safari su veicoli 4X4. Si avrà l’opportunità di avvistare i cosiddetti Big 5. Il parco ospita la più grande popolazione di rinoceronti bianchi del Mondo. Nel pomeriggio si attraverserà il confine e si arriverà al Mlilwane wildlife sanctuary, nello Swaziland. Pranzo e cena inclusi. Sistemazione nel lodge. 19° Giorno Swaziland > Mlilwane Wildlife Sanctuary La riserva di Mlilwane è la più antica dello Swaziland e si estende per 4.600 Ettari. Non essendoci grandi predatori la riserva è piena di itinerari da poter percorrere a piedi in totale sicurezza. Attività opzionali: Visita ad un villaggio locale, safari a bordo di 4X4, birdwatching guidato. Sistemazione nel lodge. Pranzo e cena inclusi.


65 | Sudafrica | South African Explorer

20° - 21° Giorno Kruger National Park (+/-240 km) Si rientrerà in Sudafrica per dirigersi verso il Kruger National Park per due giorni indimenticabili di safari incredibili. Il furgone darà un vantaggio in quanto ad altezza rispetto agli altri mezzi che si incontreranno nel parco, offrendo dei punti di osservazione per i fotosafari molto vantaggiosi. Pranzo libero, cena inclusa. Sistemazione nel lodge. 22° Giorno Moholoholo Wildlifer Rehabilitation centre  (+/-100 Km)

Si lascerà il parco Kruger per raggiungere il Moholoholo Centre, dove animali selvatici salvati dai bracconieri vengono curati prima di essere rilasciati nella savana. Sistemazione nel lodge. Pranzo e cena (tipica sudafricana accompagnata da danze e balli) inclusi. 23° Giorno Panorama Route > Johannesburg (+/-500 Km) Ultimo giorno di tour: si partirà alla volta di Johannesburg percorrendo la Panorama route per ammirare il Blyde River Canyon, God’s Window e le Bourke’s Luck Potholes. Arrivo a Johannesburg in serata, trasferimento al proprio hotel e pernottamento. Pranzo incluso, cena opzionale. Sistemazione in hotel. 24° Giorno Johannesburg > Italia Prima colazione in hotel, trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia con volo via Europa o Emirati.

Hotel del Tour CAPE TOWN: STELLENBOSCH: OUDTSHOORN: PLETTENBERG BAY: TSITSIKAMMA NATIONAL PARK: ADDO ELEPHANT NATIONAL PARK: CINTSA: LESOTHO: UKHAHLAMBA DRAKENSBERG PARK: DURBAN: ISIMANGALISO WETLAND PARK: MLILWANE WILDLIFE SANCTUARY: KRUGER NATIONAL PARK:

STRAND HOTEL

• • • • • •

Volo intercontinentale Trasporto con automezzo/van attrezzato con aria condizionata Assistenza 24-ore Tutte le sistemazioni ed attività come da programma Trattamento come da programma Accompagnatore in lingua inglese

Il Tour non include: • Bevande ai pasti • Attività opzionali • Mance, extra di carattere personale

LORD CHARLES HOTEL KLEINPLASS HOLIDAY RESORT

Il vostro sogno in SUDAFRICA

NH HOTEL NH HOTEL KUDU RIDGE LODGE

A PARTIRE DA

€ 2.690

Quota per persona base camera doppia

AREENA RESORT MALEALEA LODGE DRAKENSVILLE RESORT GARDEN COURT SOUTH BEACH HOTEL SHONALANGA MLILWANE WILDLIFE SANCTUARY NKAMBENI RESERVE

MOHOLOHOLO WILDLIFER REHABILITATIONCENTRE: TIMBAVATI SAFARI LODGE

JOHANNESBURG:

Il Tour include:

BELVEDERE ESTATE

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


66 | Sudafrica

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Western Cape “... Al margine meridionale del Sudafrica la terra scende bruscamente. Si tuffa sotto foma di scogliere in mezzo ai flutti sottostanti o precipita in promontori boscosi fino al manto di sabbia delle pianure costiere.” Patrick O’Brien - Verso Mauritius

TABLE MOUNTAIN Lunghezza del tavoliere: 3,2 Km Età geologica della montagna: da 400 a 500 milioni di anni Tipo di roccia: arenaria Table Mountain è una montagna piatta nel Western Cape, che sovrasta i palazzi di Cape Town ed è perfettamente inserita nel territorio cittadino. "Maclear's Beacon" è Il punto più alto della montagna e deve il suo nome ad un segnale, il beacon (faro), posto da Thomas Maclear quale punto di riferimento per calcoli di trigonometria. Oltre 1.400 specie di piante sono presenti sulla Table Mountain: fra queste spiccano le protee, che sono fiori tipici del posto. Gli animali più comuni sono i roditori come l’irace del Capo, le manguste, e non mancano i serpenti e le tartarughe. La montagna è accessibile da Città del Capo usando una cabinovia da 65 posti che sale in circa 7 minuti.

PENISOLA DEL CAPO Lunghezza della penisola: 50 Km Altitudine di Punta del Capo: 250 M Tipo di roccia: arenaria

La Penisola del Capo si spinge per circa 75 km nell'Oceano Atlantico, per un'area complessiva di circa 460 km², da Città del Capo a nord fino al Capo di Buona Speranza, da cui la penisola stessa prende il nome. L'estremità settentrionale della penisola corrisponde al complesso di rilievi a cui appartiene Table Mountain che sovrasta Città del Capo. La maggior parte dei centri abitati si trova sulle coste. La costa occidentale si affaccia sull'oceano aperto. La punta meridionale dell'isola è completamente adibita a parco naturale. Una leggenda legata a questi luoghi narra del capitano Vanderdecken, che comandava una nave olandese, il quale avrebbe stretto un patto col diavolo, nel mezzo di una tempesta, per riuscire a superare il Capo di Buona Speranza, anche navigando in eterno, se necessario. E così l’intero equipaggio dell’Olandese Volante fu condannato ad errare per i mari in eterno come nave fantasma.

Table  Mountain 

Penisola  del capo

LAGHI WILDERNESS - GARDEN ROUTE Area del parco: 2.612 H Vegetazione: carici e canneti sulle sponde Gli innumerevoli laghi Wilderness, collegati da canali naturali, si trovano sulla Garden Route (fra George e Knysna) e caratterizzano la zona di Wilderness, famosa per la natura selvaggia da cui prende il nome, una zona così ricca d’acqua da essere diventata il paradiso del birdwatching: centinaia di specie di uccelli vengono infatti qui per nidificare. I laghi sono situati in posizione parallela alla costa e si estendono per circa 16 Km. Quando avviene lo straripamento dei fiumi, le loro acque si riversano in mare e durante l’alta marea è l’acqua del mare a riversarsi nei laghi permettendo ai pesci di deporre le uova. La zona è divenuta un Parco Nazionale dove è possibile compiere escursioni a piedi poiché non ospita animali pericolosi.

Laghi Wilderness


67 | Sudafrica

SUDAFRICA Western Cape PLETTENBERG BAY Fine della caccia alle balene: 1916 Numero di balene franche nel 1916: 40 femmine Numero di balene franche oggi: 1.600 femmine E’ una baia di straordinaria bellezza nella Provincia del Capo Occidentale, lungo la Garden Route. I primi europei a insediarsi nell’area furono 100 uomini sopravvissuti al naufragio della San Gonzales nel 1630, mentre nel 1763 arrivarono i primi coloni, allevatori e pionieri. Oggi Plettenberg Bay è uno dei principali siti turistici della Garden Route. La baia gode di un clima mediterraneo molto mite, si trova nelle vicinanze di diversi parchi naturali e di due fiumi. Da luglio a dicembre è possibile avvistare le balene australi e non lontano si trova il santuario naturale di Monkeyland che ospita primati di ogni specie. Qui si svolge anche un importante programma di protezione degli animali.

CAPE AGULHAS Lunghezza del banco: 200 Km Tipo di roccia: arenaria

Capo Agulhas, nella provincia di Western Cape, è l'estremità più meridionale del continente africano, ancora più a sud del Capo di Buona Speranza. Il suo nome vuol dire "aghi" in portoghese, forse per via degli aghi delle bussole, oppure a causa delle punte degli scogli, pericolosi per la navigazione. Quando sono calme, le acque vicino alla costa di Agulhas (che hanno una profondità inferiore ai 100 metri) sono una delle migliori zone di pesca del Sudafrica. La zona del Capo Agulhas presenta un clima mediterraneo con secche e calde estati e freddi e umidi inverni, con una media annua di pioggia di circa 450 mm. L’Organizzazione Idrografica Internazionale considera Capo Agulhas il punto estremo della linea di confine ufficiale che divide l’Oceano Indiano dall’Oceano Atlantico.Qui si scontrano inoltre le due correnti di Agulhas (calda, proveniente dall'Indiano) e fredda (Benguela, proveniente dall'Atlantico). Cape  Hangklip Cape Agulhas

Plettenberg Bay

CAPE HANGKLIP Altitudine del Capo Hangklip: 450 M Tipo di roccia: arenaria Il promontorio del Capo Hangklip delimita ad est la False Bay, che prende il proprio nome (Baia Falsa) dal fatto che talvolta i naviganti olandesi la scambiavano per Table Bay, la baia di Città del Capo dove andavano a fare scalo e a rifornirsi. Infatti Capo Hangklip ha una forma piuttosto simile a quella del Capo di Buona Speranza. Il clima è mediterraneo con estati calde secche e inverni freddi, con frequenti tempeste. L’area è pescosa e molti ardimentosi si avventurano sulle scogliere per pescare con l’amo. Si può anche fare birdwatching e whale watching poiché durante l’inverno australe le balene si avvicinano.Nonostante l’intenso sviluppo urbano, ci sono ancora zone selvagge e incontaminate.


68 | Sudafrica | Da Cape Town a Port Elizabeth

Da Cape Town a Port Elizabeth Durata : 13 Giorni/11 Notti PARTENZE: Giornaliere TRATTAMENTO: Pernottamento e prima colazione tranne ove indicato diverso trattamento ITINERARIO: Cape Town - Wellington - Hermanus - Oudtshoorn - Plettenberg Bay - Hlosi Game Lodge - Port Elizabeth 1° Giorno  Italia > Cape Town

Partenza individuale per Cape Town con voli di linea via Europa o Dubai. Pasti e pernottamento a bordo. 2° Giorno Cape Town 

Arrivo individuale a Cape Town, incontro con l’assistente di lingua italiana che consegnerà i documenti di viaggio e darà assistenza per il ritiro dell’auto a noleggio. Trasferimento individuale all’hotel. A seconda dell’orario di arrivo in città suggeriamo una visita orientativa della “Mother City”, passando dal quartiere malese di Bo Kapp all’elegante De Waterkant per finire al Waterfront, cuore turistico e commerciale con centinaia di negozi e ristoranti all’interno del vecchio porto ristrutturato. Cena libera e pernottamento in hotel. 3° Giorno  Cape Town 

Prima colazione in hotel. Suggeriamo di dedicare la giornata alla visita della Penisola del Capo: il Capo di Buona Speranza, Seals Island (l’isola delle foche), Boulders Beach (la spiaggia dei pinguini) e Kirstenbosch (giardino botanico) sono i luoghi assolutamente da non perdere. Rientro in hotel e pernottamento. 4° Giorno  Cape Town 

Prima colazione in hotel. Giornata da dedicare alle visite individuali o allo shopping. 5° Giorno Cape Town > Wellington, Winelands (+/- 83 KM)

Prima colazione in hotel. Trasferimento con l’auto a noleggio per la vicina Regione dei Vini (Winelands), che dista solamente 45 50 minuti da Cape Town. La regione merita assolutamente un’intera giornata di visita per ammirare i magnifici paesaggi, visitare le aziende vinicole ed assaggiare i prodotti locali (segnaliamo l’azienda vinicola Fairview, vicino Paarl), e passeggiare per le caratteristiche cittadine di Paarl, Franschhoek e Stellenbosch. Pernottamento in hotel. 6° Giorno Wellington > Hermanus (+/- 150 KM)

Prima colazione in hotel. Proseguimento dell’itinerario in direzione di Hermanus, sulla costa ad Est di Città del Capo. Hermanus è il luogo migliore di tutto il Sudafrica da dove poter avvistare le balene (da Giugno a Novembre). Sistemazione in hotel. 7° Giorno Hermanus > Oudtshoorn (+/-370 KM)

Prima colazione in hotel. Ci si dirigerà verso Oudtshoorn percorrendo la celeberrima Route 62, affascinante strada che corre parallelamente alla Garden Route ma più nell’entroterra. La “62” attraversa paesaggi sempre diversi, da immensi frutteti ad altipiani semidesertici. Arrivo a Oudtshoorn, sistemazione e pernottamento in hotel. 8° GIORNO Oudtshoorn 

Prima colazione in hotel. Giornata da dedicare alla scoperta della zona di Oudtshoorn, con le sue fattorie che allevano struzzi ed il paesaggio semidesertico del Karoo. Poco lontano si potranno ammirare le Cango Caves, stupefacenti grotte formatesi milioni di anni fa. Pernottamento.

> Tour Fly & Drive


69 | Sudafrica | Da Cape Town a Port Elizabeth

9° GIORNO  Oudtshoorn > Plettenberg Bay (+/- 170 KM)

Prima colazione in hotel. L’itinerario proseguirà verso la costa, passando per il Wilderness National Park e Knysna, tranquilla cittadina adagiata su di una laguna. Sono molteplici le attività da fare nella zona: gita in battello sulla laguna, trekking sulle colline alle spalle della città, visita del Wilderness National park. Arrivo a Plettenberg Bay sistemazione e pernottamento in hotel . 10° GIORNO Plettenberg Bay 

Prima colazione in hotel. Giornata da dedicare al relax in spiaggia oppure alla visita della Tsitsikamma Forest. Pernottamento. 11° GIORNO Plettenberg Bay > Amakhala Game Reserve  (+/- 310 KM)

Amakhala game Reserve (trattamento di full board + 1 fotosafari) Prima colazione in hotel e partenza per l’Eastern Cape, più precisamente per la riserva malaria free di Amakhala. Arrivo e sistemazione allo Hlosi Game Lodge (è raccomandato l’arrivo per l’ora di pranzo). Pranzo leggero e tempo libero. A metà pomeriggio high tea (pausa del tè) e partenza per il fotosafari su land rover, guidati da ranger in lingua inglese. Rientro per la cena e pernottamento. 12° GIORNO Amakhala Game Reserve

(trattamento di full bard +2 fotosafari) Sveglia di buon mattino e prima piccola colazione. Partenza per il fotosafari del mattino accompagnati da ranger in lingua inglese su land rover. Rientro e seconda colazione. Tempo libero fino al pranzo. A metà pomeriggio high tea (pausa del tè) e partenza per il fotosafari su land rover, guidati da ranger in lingua inglese. Rientro per la cena e pernottamento.

Hotel del Tour CAPE TOWN: PROTEA FIRE & ICE! WELLINGTON,WINELANDS: GRAND DEDALE HOTEL HERMANUS: QUARTERS HOTEL OUDTSHOORN: BUFFELSDRIFT GAME LODGE PLETTENBERG BAY: THE ROBBERG BEACH LODGE AMAKHALA GAME RESERVE: HLOSI GAME LODGE Il vostro sogno in SUDAFRICA

13° GIORNO Amakhala Game Reserve > Port Elizabeth > Italia (+/- 80 KM)

(Colazione e pranzo +1 fotosafari) Prima colazione e partenza per l’ultimo fotosafari. Rientro e seconda colazione. Partenza con la propria auto a noleggio verso Port Elizabeth per prendere il volo domestico per Johannesburg con prosecuzione sul volo intercontinentale per l’Italia via Dubai o Europa.

A PARTIRE DA

€ 1.660

Quota per persona base camera doppia

Note Il Tour include: • • • •

Volo intercontinentale Noleggio auto del gruppo “c” Pernottamento hotel come indicato Fotosafari come da programma

Il Tour non include: • Tasse aeroportuali • Bevande ai pasti • Mance, facchinaggio, ingressi e pasti non specificati nel programma

• Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


70 | Sudafrica | Dal Kwazulu-Natal al Kruger

Dal Kwazulu-Natal al Kruger

> Tour Fly & Drive

Durata: 13 Giorni / 11 Notti PARTENZE: Partenze giornaliere TRATTAMENTO: Pernottamento e prima colazione tranne ove indicato diverso trattamento ITINERARIO: Durban - St. Lucia Wetland Park - Hluhluwe/Umfolozi park - Mbabane - Mpumalanga - Area Kruger - Hoedspruit 1° Giorno  ITALIA > SUDAFRICA (DURBAN)

Partenza individuale dei Sig.ri partecipanti per Durban via Dubai. Pasti e pernottamento a bordo. 2° Giorno  DURBAN  (+/-35 KM dall’Aeroporto)

Arrivo nel tardo pomeriggio, ritiro dell’auto (categoria”C”) a noleggio e trasferimento in hotel. Pernottamento al Quarters on Florida road o similare. 3° Giorno  DURBAN 

Prima colazione in hotel. Giornata da dedicare alla visita del terzo centro urbano del Sudafrica, località di vacanza caratterizzata da un clima mite e soleggiato per quasi tutto l’anno. Pernottamento in hotel. 4° Giorno  DURBAN > ST. LUCIA WETLAND PARK (ISIMANGALISO)  (+/-240 KM)

Prima colazione in hotel. Partenza con auto a noleggio alla scoperta della regione del Kwazulu-Natal. Le spiagge a nord di Durban sono assolutamente da non perdere, così come l’entroterra dove si potranno visitare diversi villaggi. Il villaggio di Shakaland merita una visita per assistere alle danze tradizionali. Proseguimento lungo la costa fino alla zona del St. Lucia Wetland Park (ora chiamato Isimangaliso). Sistemazione in hotel. Tempo permettendo suggeriamo un’escursione in battello nell’estuario. 5° Giorno  ST. LUCIA WETLAND PARK

Prima colazione in hotel. Giornata da dedicare alla scoperta del St. Lucia Wetland Park: le agenzie di viaggi del luogo offrono moltissime escursioni guidate. Suggeriamo anche la visita della meravigliosa spiaggia di Cape Vidal, verso nord. Pernottamento in hotel. 6° Giorno  ST. LUCIA > HLUHLUWE/UMFOLOZI PARK (+/-80 KM)

Prima colazione in hotel. Partenza per il vicino parco di Hluhluwe/Umfolozi. Sistemazione in hotel, situato a circa 25 minuti dal Parco. Il trattamento potrà essere di mezza pensione (senza fotosafari guidati) o di pensione completa (con un fotosafari guidato). Il parco offre la possibilità di effettuare dei fotosafari con la propria auto a noleggio. Pernottamento nel Lodge. 7° Giorno  HLUHLUWE/UMFOLOZI PARK 

Prima colazione in hotel. Intera giornata da dedicare ai fotosafari all’interno del Parco. Pernottamento nel Lodge. 8° Giorno  HLUHLUWE/UMFOLOZI > MBABANE (SWAZILAND) (+/- 300 KM)

Prima colazione in hotel. Partenza alla volta dello Swaziland, paese dal carattere rurale dove a farla da padrona è l’artigianato oltre all’allevamento ed all’agricoltura. Suggeriamo le visite di Manzini e di Mbabane. Pernottamento in hotel.


71 | Sudafrica | Dal Kwazulu-Natal al Kruger

9° GIORNO  MBABANE > MPUMALANGA (+/-270 KM)

Prima colazione in hotel. Rientro in Sudafrica in direzione Hazyview, nella regione dello Mpumalanga. Arrivo nel primo pomeriggio e sistemazione in hotel. Suggeriamo una visita al vicino centro Elephant Whisperes, dove si potrà effettuare un safari a dorso d’elefante. Pernottamento in hotel. 10° GIORNO MPUMALANGA 

Prima colazione in hotel. Intera giornata da dedicare alla scoperta della regione dello Mpumalanga. Assolutamente da non perdere la Panorama Route, splendida strada collinare che attraversa villaggi caratteristici della zona e che permette anche di visitare il Blyde River Canyon, il terzo Canyon più grande al Mondo, con panorami mozzafiato. Suggeriamo anche una visita a Pilgrim’s Rest, ricostruzione di un villaggio di cercatori d’oro e museo a cielo aperto. Rientro in hotel e pernottamento.

Hotel del Tour

11° GIORNO MPUMALANGA > AREA KRUGER (+/-90 KM)

(trattamento di full board +1 fotosafari) Prima colazione in hotel. Trasferimento con auto a noleggio all’Arathusa Safari Lodge, situato nella riserva privata del Sabi Sand, confinante con il Parco Kruger. Sistemazione nelle camere prenotate. Pranzo leggero e tempo libero. A metà pomeriggio partenza per il fotosafari, accompagnati da ranger in lingua inglese. Rientro per la cena e pernottamento nel lodge. 12° GIORNO

DURBAN: QUARTERS ON FLORIDA ROAD ST. LUCIA WETLAND PARK: ELEPHANT LAKE HOTEL HLUHLUWE/UMFOLOZI PARK: HLUHLUWE RIVER LODGE MBABANE (SWAZILAND): FORESTER’S ARMS MPUMALANGA: PERRYSBRIDGE HOLLOW AREA KRUGER: ARATHUSA SAFARI LODGE

AREA KRUGER 

(trattamento di full board +1 fotosafari) Sveglia di buon mattino e prima colazione nel lodge. Partenza per il fotosafari del mattino. Rientro e tempo libero fino al pranzo. Nel pomeriggio partenza per il secondo fotosafari del giorno fino al tramonto. Rientro per la cena e pernottamento nel lodge. 13° GIORNO AREA KRUGER > HOEDSPRUIT > ITALIA (+/-100 KM

(trattamento di B&B +1 fotosafari) Prima colazione al lodge e partenza per l’ultimo fotosafari del soggiorno. Al rientro, dopo aver effettuato le operazioni di check out, trasferimento con propria auto a noleggio all’aeroporto di Hoedspruit e partenza per Johannesburg per prendere la coincidenza per l’Italia via Dubai.

Il Tour include: • • • •

Volo intercontinentale Noleggio auto del gruppo “c” Pernottamento hotel come indicato Fotosafari come da programma

Il Tour non include: • Tasse aeroportuali • Bevande ai pasti • Mance, facchinaggio, ingressi e pasti non specificati nel programma

Il vostro sogno in SUDAFRICA

A PARTIRE DA

€ 1.710

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


72 | Sudafrica

Meraviglie della natura  da vedere almeno volta nella vita Regione del Capo ADDO ELEPHANT NATIONAL PARK Area del parco: 200 Km² Vegetazione: arbusti Addo e roveti Anno di istituzione del parco: 1931 E’ uno dei venti parchi nazionali del Sudafrica ed è situato nella provincia del Capo Orientale, a circa 70 km da Port Elizabeth. Il nome completo è Addo Elephant National Park, che venne così chiamato per salvaguardare 11 elefanti sopravvissuti alla caccia (attualmente ce ne sono circa 350). Il parco ospita, inoltre, la seconda più grande colonia di pinguini africani, ed è probabilmente l’unico in cui trovare i Big Seven: elefanti, rinoceronti, leoni, bufali, leopardi, balene e squalo bianco. Abbondano anche i facoceri, le antilopi, i ghepardi, le iene maculate. Il parco è visitato ogni anno da oltre 100.000 turisti, il 54% dei quali proviene dall'estero.

RISERVA NATURALE WITSAND Area della riserva: 3.500 ha Altezza delle dune di sabbia: 60 m Altitudine della riserva: 1.200 m

E’ la mèta ideale per i naturalisti e un paradiso per gli amanti del birdwatching. Splendidi scenari naturali, le famose “sabbie tonanti”che si distinguono per il suono che producono, una specie di lamento sordo paragonato ad un rombo lontano, le vallate, le oasi, le dune aride rosse e quelle bianche denominate appunto Witsands… tutto contribuisce a fare di questa riserva una tappa obbligata per turisti amanti della natura, non già una mera escursione, ma una visita culturale agli splendori della Natura, la grande regina incontrastata di questi luoghi.

Hole in the Wall

Riserva  Naturale Witsand

HOLE IN THE WALL Altezza della formazione: 10 M Ampiezza dell’arco: 15 M Tipo di roccia: dolerite Formazione naturale tra le più belle del Sudafrica, presenta una grande cavità naturale scavata dalle onde nella scogliera. La leggenda narra di una ragazza che viveva dietro la formazione rocciosa. Di lei s’innamorò una creatura del mare che, a bordo di un pesce immenso, perforò la scogliera aprendosi così un varco, rapì la sua amata e la portò via. In certi periodi durante l’alta marea, le onde sbattono sulle pareti dell’apertura così violentemente da produrre un rombo che echeggia per tutta la valle. Per questo la roccia è nota anche come “il luogo del tuono”.

Addo  Elephant National Park


73 | Sudafrica

SUDAFRICA Regione del Capo  RICHTERSVELD Deserto del Kalahari

Richtersveld

DESERTO DEL KALAHARI Temperatura estiva: fino a 50° C Piovosità: da 406 a 458 mm. nella parte est, da 305 a 356 mm. nella parte ovest Il deserto occupa il territorio di: Sudafrica, Angola, Botswana, Namibia, Zambia e Zimbabwe

Il Kalahari è il quarto deserto al mondo per estensione, è fatto di sabbia rossa ed è in parte arido e in parte semiarido con una serie di riserve naturali, alcune delle quali protette. Fra gli animali che vivono nell’area,troviamo leoni, iene, varie specie di antilopi e molte specie di uccelli e rettili. La vegetazione è variegata con 400 specie di piante. Nel Kalahari vive l'antico popolo nomade dei San (Boscimani) che si ritiene sia in queste terre da almeno ventimila anni. Vi sono numerosi giacimenti di rame, nichel e carbone, nonché una delle più grandi miniere di diamanti del mondo. Le temperature estive variano dai 20 ai 40 °C. D’inverno il clima è freddo e secco. Le uniche grandi riserve d'acqua permanenti sono costituite dalle saline.

Picco massimo: 1.374 M Piovosità media annua: 50 mm.  Vegetazione: desertica Richtersveld è un territorio desertico della provincia sudafricana del Capo Settentrionale, con aspre gole e montagne. Qui sono presenti pianure sabbiose, montagne rocciose e il magnifico fiume Orange che costeggia la Namibia. Luogo dal paesaggio quasi extraterrestre, è fra i più visitati del Sudafrica. E’ divenuto parco nazionale nel 1991 dopo anni di trattative con la popolazione locale (Nama) che vive ancora nel parco. Il clima è molto duro con temperature che raggiungono i 53 °C durante l'estate. Le notti sono fredde. Data la scarsità dell’acqua, la vita dipende dalla nebbia mattutina chiamata “Malmokkies”, da cui dipende la sopravvivenza di uccelli, mammiferi e piccoli rettili. Ottimo anche per il birdwatching, ospita 650 specie vegetali e piante bizzarre, fra cui il Pachypodiumnamaquanum, dalla forma antropomorfa, per cui è chiamato albero mezzo pianta e mezzo uomo.


74 | Namibia

Risalire quel fiume era come viaggiare a ritroso verso i piÚ remoti primordi del mondo, quando la vegetazione invadeva la terra e i grandi alberi ne erano sovrani. Un corso d’acqua deserto, un silenzio profondo, una foresta impenetrabile. L’aria era calda, spessa, greve, ferma. Nella luce del sole non brillava gioia alcuna. Joseph Conrad


75 | Namibia


76 | Namibia

Appunti di Viaggio

Spazi sconfinati, paesaggi mozzafiato dalle coste al deserto, safari spettacolari al parco Etosha, dove gli animali si alternano alle pozze d'acqua rispettando le gerarchie della fauna di questo meraviglioso paese. Ed ancora pitture rupestri degli antenati dei San, comunità antichissime come quelle degli Himba, a nord del Paese. Tutto questo è la Namibia, una delle mete più entusiasmanti dell'Africa. Passaporto Necessario, con validità residua di almeno 6 mesi dal momento dell'arrivo nel Paese. Per le eventuali modifiche a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Viaggi all’estero dei minori Si prega di consultare il Focus: “Prima di partire / documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito. Visto d’ingresso Non necessario per turismo fino ad un massimo di 90 giorni di permanenza nel Paese. Formalità valutarie e doganali Per l'importazione temporanea di fucili da caccia è necessario richiedere un permesso che viene rilasciato dalle Autorità doganali al momento dell’ingresso nel Paese. Ambasciata italiana Non vi è in Namibia alcuna Rappresentanza Diplomatica o Consolare italiana. L’Ambasciata d’Italia competente è a Pretoria. Clima Durante l'estate Namibiana la temperatura tocca picchi di oltre 40°. La costa è mitigata dalla corrente fredda del Benguela; la temperatura è abbastanza stabile fra i 15 e i 25°C. Nebbia e foschia sono fenomeni ricorrenti durante la notte Inverno: maggio - settembre. L'escursione termica è notevole in questo periodo dell'anno: si passa da gelate notturne frequenti a temperature che variano dai 18 ai 25°C durante il giorno. La stagione delle piogge va da Gennaio ad Aprile, con precipitazioni intense. È caratterizzata da brevi rovesci e sporadici temporali che ripuliscono l'aria. C'è anche un'altra stagione delle piogge, quella delle "piccole piogge", che va da ottobre a dicembre. Moneta Dollaro Namibiano N$ (1€= 14,21 NAD). Lingua L'unica lingua ufficiale è l'Inglese ma la lingua più parlata è l'Afrikaans (in passato lingua ufficiale) .

Religione La maggior parte della popolazione è di religione cristiana, soprattutto di dottrina luterana;è presente una piccola minoranza di Musulmani, concentrati soprattutto a Windhoek. Vaccinazioni Non ci sono obblighi di vaccinazioni per i passeggeri provenienti dall'Italia, anche se è consigliata quella contro la febbre gialla se ci si reca ai confini con l'Angola.Per quanto riguarda la profilassi antimalarica (mai obbligatoria) essa è consigliata per il periodo che va da novembre a maggio/giugno nelle regioni del nord, a Otjozondjupa e ad Omaheke. C'è per tutto l'anno nella valle dei fiumi Kavango e Kunene. Si raccomanda di mangiare solo cibi cotti di recente, bere solo bevande sigillate o in lattina, non comprare cibi o bevande da ambulanti, evitare il ghiaccio. Solo la frutta che si sbuccia puo' essere mangiata cruda. Lavarsi le mani prima dei pasti e dopo aver usato i servizi igienici. Carte di Credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, e negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale ( pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra. Si consiglia di: - adottare le necessarie misure igienico-sanitarie; - sottoporsi, previo parere medico, ad una terapia antimalarica nella stagione estiva locale (novembre-marzo) a coloro che intendano recarsi nelle regioni settentrionali del Paese. Non esistono difficoltà per rimpatri d’emergenza. Si consiglia comunque di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario d’emergenza o il trasferimento in altro Paese. Abbigliamento Si consigliano abiti leggeri e comodi durante il periodo estivo, durante l'inverno consigliamo di vestirsi a strati e per la sera è bene avere con sé golf e maglie di cotone in estate e maglioni e giacconi d'inverno, per contrastare le escursioni termiche, sia in città che durante i safari. Per questi ultimi consigliamo abiti dalle tonalità chiare in modo tale da poter essere in perfetta armonia con i colori della natura e non innervosire gli animali che incontrerete. Storia - Cultura La Namibia è una delle Nazioni più giovani al Mondo, avendo ottenuto l'indipendenza da Sudafrica solamente nel 1990 (era chiamata Africa del Sud-Ovest). La densità di popolazione è tra le più basse al Mondo, con soli 2,5 abitanti per kmq.


77 | Namibia

ANGOLA

ZAMBIA Caprivi Strip

Kaokoveld Etosha National Park Skeleton Coast

Damaraland

NAMIBIA

Twyfelfontein

BOTSWANA Swakopmund Walvis Bay

Windhoek

Namib Naukluft Park

Luderitz Keetmanshoop Fish River Canyon

PRINCIPALI LOCALITA’ DELLA NAMIBIA PARCO NAZIONALE ETOSHA Il Parco Nazionale Etosha è un parco nazionale che si trova nella Namibia settentrionale ed il cui nome Etosha significa "grande luogo bianco", dovuto al colore del deserto salino che occupa quasi il 25% dell'area del parco. Nel Parco Etosha vivono moltissime specie di animali: elefanti, leoni, giraffe, gnu, ghepardi, struzzi, orici, gazzelle di varia specie, iene, sciacalli, non manca il rinoceronte e si possono anche avvistare numerosi uccelli rapaci. Per quanto riguarda la flora, la specie più caratteristica è l'albero del mopane, che in alcune aree dà vita a vere e e proprie formazioni boschive. Per la suggestione dei paesaggi, l'estensione e la varietà di flora e fauna, il parco Etosha è una delle principali mete turistiche di tutta la Namibia e, tra i lodge principali, si annoverano l'Halali, il Namutoni e l'Okaukuejo. IL DAMARALAND ll Damaraland è una regione della Namibia centro-settentrionale nel Kunene, abitata da una popolazione che parla l'Herero, nell'Ottocento spesso chiamata Damaras dagli stranieri. La regione è delimitata a nord dall'Ovamboland, dalla capitale Windhoek a sud e dai deserti del Namib e del Kalahari ad ovest ed a est. Si tratta di una regione arida in cui predomina l'arenaria, che alterna savane a montagne, con interessanti siti per le incisioni rupestri e le foreste pietrificate. Il Damarland offre inoltre nottate stellate uniche, panorami mozzafiato e giochi di colore indimenticabili, soprattutto al tramonto quando il sole accende le rossastre arenarie, datate a oltre 150 milioni di anni fa. SKELETON COAST Il Parco di Skeleton Coast (Skeleton Coast Park) si estende dal fiume Kunene, a nord, per circa 500 chilometri al fiume Ugab, a sud. Il paesaggio comprende dune di sabbia, canyon, catene montuose con fianchi che assumono tonalità meravigliose: tutto sinonimo di Namibia. Le condizioni climatiche non sono necessariamente ciò che ci si aspetterebbe in una zona come il deserto della Namibia; infatti il parco è interessato quasi sempre da fitta nebbia e gelide brezze marine, dovute alla corrente fredda del Benguela che si scontra con il calore estremo del Deserto del Namib. Il cancello d'accesso al parco è emblematico: un enorme teschio è appeso al centro e numerose ossa sono sparpagliate nei dintorni. Nel corso dei secoli nell'area del parco si sono verificati numerosi naufragi dovuti alle forti correnti e i pochi superstiti si sono poi arresi all'asprezza del luogo. Ancor'oggi l'atmosfera è spettrale ed affascinante, con le onde che si infrangono con vigore sulla spiaggia e con le tante strade tortuose che portano a relitti di navi e a vecchi pontili fatiscenti.

SUDAFRICA

CAPE CROSS Cape Cross, letteralmente Capo Croce, è un promontorio affacciato sull'Atlantico, nella parte settentrionale della costa namibiana. Collocato a circa 70 chilometri a nord di Hentiesbaai e a 120 da Swakopmund, Cape Cross deve il suo nome al navigatore portoghese che lo scoprì, Diogo Cão, che qui nel 1486 innalzò una croce di pietra per segnalare il punto più a sud mai raggiunto dagli europei in Africa. Cape Cross è diventato oggi un'area naturale protetta, celebre in tutto il mondo grazie soprattutto ad una splendida colonia di migliaia di foche, le otarie del Capo, che lo popolano, circondate da un paesaggio selvaggio e suggestivo. La colonia di foche rappresenta indubbiamente la maggiore attrazione del tratto costiero tra il celebre Parco della Skeleton Coast e la HentiesBay. CASCATE EPUPA Le Cascate Epupa si trovano nell'estremo nord della Namibia sul fiume Kunene, al confine con l'Angola e la Namibia. Il fiume è largo circa 500 metri e scorre impetuoso in una serie di cascate che si sviluppano lungo oltre 1500 metri del suo letto, con la più grande che raggiunge i 37 metri di altezza. Le cascate, immerse in uno splendido scenario naturale, offrono una spettacolare immagine come cascate d'acqua multiple. Nei dintorni di Epupa, che in Otjiherero significa "acque che cadono", vive una tribù Himba che conduce, come mille anni fa, un'esistenza nomade fuori dal tempo sulle montagne vicine. PARCO WATERBERG PLATEAU Il Parco Waterberg Plateau (Parco dell'Altipiano Waterberg) si trova a circa 280 chilometri a nord della città di Windhoek. La montagna (Waterberg) deve il suo nome alle sorgenti superficiali situate sulle sue pendici inferiori, che alimentano una lussureggiante vegetazione che contrasta nettamente con l'arida savana della pianura circostante. Il Plateau stesso è inoltre uno dei più interessanti siti geologici di tutta la Namibia e sorge a più di 200 metri al di sopra della pianura circostante, con una larghezza compresa tra gli 8 e i 16 chilometri ed una lunghezza di circa 49 chilometri da sud-ovest a nord-est. Nel Parco si trovano inoltre tracce di dinosauri e le cosiddette dune pietrificate, che lo rendono meta ambita e rinomata tra i turisti. Una delle finalità di questo bellissimo Parco è quella di proteggere e reinsediare specie minacciate di estinzione, tra cui il rinoceronte bianco e nero, il bufalo e le antilopi. In questi suggestivi 405 chilometri quadrati di Parco non è inoltre insolito incontrare leopardi, gazzelle, cani selvatici e ghepardi, nonchè l'unica colonia di avvoltoi capo grifone della Namibia, che vive proprio sulla montagna Karakuwisa, sul margine occidentale del Waterberg Plateau. Il Parco Waterberg Plateau è anche ricco di piante: fino ad oggi ne sono state registrate 500 specie diverse.


78 | Namibia | Il meglio della Namibia

Il meglio della Namibia > Tour di gruppo Durata  : 13 Giorni / 11 Notti TRATTAMENTO: Mezza Pensione PARTENZA GARANTITE: A date fisse in alcuni periodi dell’anno. Su richiesta - con supplemento - partenze giornaliere su base privata GUIDA: In lingua italiana ITINERARIO: Windhoek - Sossusvlei - Swakopmund - Damaraland - Kaokoveld - Parco Nazionale Etosha - Windhoek 1° Giorno Partenza individuale per Windhoek con voli di linea via Europa o Dubai. Pasti e pernottamento a bordo.

2° Giorno  Windhoek (+/- 50 km) Arrivo all'aeroporto Internazionale di Windhoek e incontro con la nostra guida. Partenza per la capitale. Con circa 350.000 abitanti, Windhoek è la città più grande del paese ed è situata in una valle lussureggiante e di particolare interesse paesaggistico delle Montagne Auas (la seconda catena montuosa più alta della Namibia). Windhoek è una fusione di cultura moderna e tradizionale, di mode e di stili architettonici diversi e grazie alla sua posizione centrale segna il punto d'accesso alle famose attrazioni turistiche del paese. Di sera potrete provare la cucina tipica namibiana in uno dei numerosi ristoranti della città. Resto della serata a disposizione per sperimentare la vita notturna della capitale. Sistemazione in hotel.

3° Giorno  Area di Sossusvlei (+/- 300 km) Dopo la prima colazione, lasciamo Windhoek alle nostre spalle e ci dirigiamo a ovest verso il Namib Desert, il più antico e il più asciutto deserto del mondo!Sul nostro percorso lungo la grande Scarpata, attraversiamo Sossusvlei che separa Namib Desert da quello del Kalahari. Ci ritroveremo poi in prossimità di Sesriem, il cancello di entrata alla magnifica area di Sossuvlei, che visiteremo l'indomani per ammirare alcune delle dune di sabbia più alte del mondo. Scopriremo le dune fossili, le rosse dune che si susseguono sul plateau e le mille altre meraviglie che ci riserva il Namib Desert attraverso un safari naturalistico sulle dune intorno al Gondwana Namib Park. l nostro lodge si trova fra arbusti di un verde pallido e alti alberi su un letto di un fiume asciutto. Sistemazione in hotel.

4° Giorno  Sossusvlei (+/- 280 km) Prima colazione. Quest'oggi preparatevi per un pronto risveglio, non vogliamo certo perdere l'opportunità di ammirare l'alba sulle dune di sabbia più alte del mondo! Le dune costituiscono davvero uno spettacolo di assoluta perfezione, nel loro susseguirsi nelle diverse tonalità dell'arancio, creando emozioni e sensazioni davvero indimenticabili. Visiteremo anche l'area del Dead Vlei, una depressione circondata da dune monumentali, che fu tagliata fuori dal corso del fiume Tsauchab circa 500 anni fa. Dopo una facile passeggiata di circa 1 Km raggiungiamo il vlei, caratterizzato da un silenzio a tratti quasi irreale con il suo suolo argilloso costellato da antichi alberi camelthorn risalenti a circa 800 anni fa. I contrasti cromatici sono davvero incredibili: il nero degli alberi camelthorn ed il bianco del terreno argilloso, le montagne di dune rossastre contro il cielo di un azzurro particolarmente intenso, un vero sogno fotografico per chiunque! Sossusvlei, il cui nome significa in lingua boscimana il luogo dove le acque terminano, è una depressione argillosa dove il fiume Tsauchab non può più scorrere a causa delle dune di sabbia che ne impediscono il passaggio. In una stagione delle piogge particolarmente ricca, la depressione offre una riserva d'acqua importante sia per un gran numero di animali sia per le piante, che normalmente sopravvivono solo grazie alla rugiada del mattino. Visiteremo l'importante Sesriem Canyon, che risale a 18 milioni di anni fa e che si è costituito a seguito di un processo erosivo. Rientro in hotel.

5° Giorno  Swakopmund (+/- 280 km) Dopo la prima colazione, partenza in direzione dell’oceano Atlantico, attraverso il Parco Namib Naukluft che, oltre ad essere il 3° parco più grande di tutto il continente africano, è anche santuario naturale per la Zebra di montagna, ricoprendo oggi una superficie pari a 5 milioni di ettari. Tra le tante attrattive del parco le 2 più celebri sono certamente le piante Welwitschia Mirabilis e la spettacolare Valle della Luna. Le Welwitschia Mirabilis sono una delle piante più rare al mondo e sono anche le piante più antiche del mondo, in grado di raggiungere i 2.000 anni di età! Proseguendo lungo il percorso, raggiungiamo la Valle della Luna, una valle erosa sorta nel letto asciutto del fiume Swakop, che ricorda davvero un suggestivo paesaggio lunare. Proseguimento per Swakopmund, incastonata fra le dune del Namib Desert, e le acque dell’Oceano Atlantico. Sistemazione in hotel.

6° Giorno  Swakopmund (+/- 100 km) La giornata inizia presto e dopo la prima colazione partenza per Walvisbay, principale porto della Namibia, centro dell’industria ittica e meta turistica in rapido sviluppo. Crociera di mezza giornata sulla la costa namibiana, attraversando la laguna in direzione di Pelican Point, dove potremo avvistare grandi branchi di delfini e una grande colonia di foche che spesso nuotano accanto alle imbarcazioni, offrendo un divertimento spettacolare. A bordo verrà offerto dell’ottimo spumante accompagnato da freschissime ostriche namibiane! Resto del pomeriggio a disposizione. Rientro in hotel.

7° Giorno  Damaraland (+/- 360 km) Dopo la prima colazione, e partenza per un’altra emozionante giornata. Lungo il tragitto per la regione del Damaraland si snodano molte delle attrattive naturali che visiteremo quest'oggi. Passeremo la più grande distesa di licheni esistente al mondo con specie diverse, alcune delle quali risalenti a 2.000 anni fa. Di fronte a questa riserva si trova anche la cittadina di Wlotzkasbaken, un piccolo villaggio di pescatori. Più a nord raggiungeremo anche Hentiesbay, una cittadina fondata nel 1929 da un pescatore locale di nome Hentie van der Merwe che era rimasto favorevolmente colpito dalle sorgenti termali all'epoca esistenti, oggi purtroppo estinte. Lungo il tragitto supereremo la montagna più alta del paese (2.579 mt) - Brandberg - per poi raggiungere, nel tardo pomeriggio, la "Montagna Bruciata" e le "Canne d'Organo", attrazioni geologiche racchiuse tra le montagne di un antico deserto che assumono spettacolari colori al tramonto. Visiteremo anche il più grande "museo all'aria aperta" di tutta l'Africa del sud:Twyfelfontein, il cui nome significa "sorgente dubbiosa", prendendo spunto dalla presenza di una sorgente " poco affidabile" custodita tra le montagne. Una straordinaria combinazione di oltre 2.500 pitture rupestri ed incisioni sono sparse su tutta la superficie dell'area. Proseguimento per il nostro lodge e resto della giornata a disposizione. Rientro nel Lodge.

8° Giorno  Kaokoveld  (+/- 470 km) Dopo la prima colazione, viaggeremo nell'incontaminato Kaokoveld, un territorio caratterizzato da colline ondulate e pianure aperte, abitate dagli Ovahimba. Questa gente orgogliosa e statuaria ha saputo mantenere inalterati i propri valori tradizionali e la propria cultura. Avremo modo di visitare uno dei loro villaggi il giorno successivo. Sistemazione nel Lodge.


79 | Namibia | Il meglio della Namibia

9° Giorno  Kaokoveld  (+/- 150 km) Prima colazione. Giornata dedicata alla conoscenza deli Ovahimba, una delle principali etnie della Namibia. Vivono ancora in capanne costruite con pali in legno Molane e ricoperte al loro interno da uno strato di argilla ed escrementi animali allo scopo di riparare l'ambiente dalle temperature torride del giorno. Il nostro lodge è situato su un'altura e offre una vista spettacolare a 360 gradi sul Kaokoveld. Sistemazione nel lodge.

10° Giorno  Parco Nazionale Etosha  (+/- 475 km) Dopo la prima colazione, ci dirigiamo verso i confini del Parco Nazionale Etosha, via Kamanjab e Outjo.Il nostro lodge è situato in prossimità del famoso e rinomato Parco. Sistemazione nrl Lodge.

11° Giorno  Parco Nazionale Etosha  (+/- 470 km) Dopo la prima colazione, giornata dedicata al Parco Nazionale di Etosha. Poiché i cancelli di ingresso al Parco aprono al sorgere dei primi raggi del sole, apprezziamo la vista degli animali che con il sottofondo musicale di una moltitudine di uccelli, annunciano la nascita di un nuovo, glorioso, giorno in Africa!Il Parco Nazionale Etosha si estende su un'area pari a 22.270 Kmq caratterizzati da un'eterogeneità di vegetazione alternanti savane erbose, estese fino al limite dell'orizzonte, a fitte aree boschive. La depressione dell'Etosha Pan da il proprio nome a tutto il parco e consiste in una vasta area salina che ricopre circa un quarto dell'intera superficie, scintillando con riflessi argentei nelle ore più calde del giorno. L'acqua presente in questa depressione è 2 volte più salata di quella del mare, proprio per questo motivo gli animali non vi si abbeverano, preferendo invece le diverse pozze d'acqua dolce. Queste pozze, alimentate da falde artesiane, costituiscono una preziosa fonte di vita per ben 114 diverse specie animali e 340 specie di uccelli. Al calare della sera avremo ancora modo di ascoltare i suoni della natura quando gli ultimi raggi del sole segneranno la fine di un'altra giornata in Africa. Sistemazione in hotel.

Hotel del Tour WINDHOEK: SOSSUSVLEI: SWAKOPMUND: DAMARALAND: KAOKOVELD:

12° Giorno  Windhoek  (+/- 380 km) Prima colazione. Questa mattina effettueremo un altro safari nell'Etosha National Park per due- 3 ore prima di partire per Windhoek. Sulla strada del nostro ritorno a Windhoek superiamo le montagne Omatoko - 2 cime dalla curiosa forma a cono di gelato rovesciato. Arrivati a Windhoek, capitale della Namibia, la nostra guida vi accompagnerà nella visita della nostra capitale! Registrazione in albergo e resto della giornata a disposizione. Sistemazione in hotel.

SAFARI HOTEL 4* NAMIB DESERT LODGE BEACH HOTEL 4* TWYFELFONTEIN LODGE OPUWO COUNTRY LODGE

PARCO NAZIONALE ETOSHA: ETOSHA GATEWAY-TOSHARI LODGE

13° Giorno  Windhoek In base all'orario di partenza, trasferimento in aeroporto per rientro in Italia o per la prossima Vostra destinazione.

Il vostro sogno in NAMIBIA

Il Tour include: • • • • • • • • • •

Volo intercontinentale dai principali aeroporti italiani Sistemazione come da specifiche del programma Servizio di facchinaggio per tutto il circuito Diritti di entrata a tutti i parchi previsti da programma Acqua disponibile a bordo del mezzo di trasporto Guida di lingua italiana durante il tour comprensivi dei suoi costi per la sistemazione e i pasti Polizza Sanitaria Iva & Diritti di pernottamento statali Sense of Africa VIP Card ( vino per a cena - riduzione escursioni facoltative - riduzioni acquisti e trattamenti benessere ) Documentazione di Viaggio con mappe (consegnate in loco) - 1 per camera

Il Tour non include: • • • • • •

Guida sulle dune nel Gondwana Namib Park (giorno 2) Crociera per l’avvistamento dei delfini con degustazione di vino, ostriche fresche incluse tutte le bibite e gli snacks a bordo Una visita ad un Villaggio Himba Qualsiasi spesa di natura personale Tutte le escursioni e le attività facoltative Mance per la guida e autista

A PARTIRE DA

€ 2.820

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti. • A seconda del volo di rientro potrebbe essere necessaria una notte finale a Windhoek.


80 | Namibia

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Hardap - Kunene GOLA DEL SESRIEM  E DUNE DEL SOSSUSVLEI Geologia: argilla del deserto del Namib Area:12 ha. Particolarità: due mobili di 300 M.  Le acque fredde della corrente del Benguela costeggiano il deserto del Namib. In questa regione, che è larga oltre 100 Km., si trovano alcune fra le dune mobili più alte al mondo (oltre 300 m.). Il letto del fiume Tsauchab, asciutto per quasi tutto l’anno,è una delle poche vie d’accesso praticabili e prima di entrare nel deserto, il fiume forma la Gola del Sesriem, che è lunga 2 Km. Più a ovest, il letto del fiume scorre per 50 Km. Costeggiato da dune incredibili, ancor più visibili al sorgere del sole. Sossusvlei è un bacino d’argilla dove finisce il fiume Tsauchab. Qui la fauna è estremamente variegata.

FISH RIVER CANYON Lunghezza della gola: 65 Km Età geologica: 500 milioni di anni

Seconda al mondo per estensione, quella del fiume Fish è una gola impressionante scavata nel corso dei millenni dal fiume Fish, affluente del fiume Orange, che segna il confine tra Sudafrica e Namibia, ed è composta da due gole distinte, superiore e inferiore. Per chi ama le emozioni, è legata ad una leggenda secondo cui fu un immenso serpente a formare la valle del fiume, che oggi si presenta con i suoi spettacolari dirupi dove le pareti della gola inferiore si inseriscono sotto quelle della superiore, costituendo un precipizio di 600 metri antico di milioni di anni. E dal letto della gola sgorgano le famose sorgenti calde: la temperatura dell’acqua può raggiungere anche i 60 gradi centigradi.

Cape Cross Reserve Windhoek

Gola del Sesriem

CAPE CROSS RESERVE Area della riserva: 60 Km² Misure dei leoni marini: 2,3 m di lunghezza e 360 kg di peso (maschi);  1,7 m. di lunghezza e 110 kg di peso (femmine) Ricordata come una località di importanza storica, Cape Cross, sulla costa atlantica della Namibia nordoccidentale, è una riserva riconosciuta come area naturale protetta. Infatti ogni anno qui circa 100.000 esemplari di leoni marini arrivano verso metà ottobre e combattono ferocemente per conquistare i territori migliori. Questi ultimi si allontanano dalla spiaggia per una distanza fino a 180 chilometri e si immergono a 400 metri di profondità, lasciando i loro piccoli in pericolo per gli attacchi di sciacalli e iene. Ma Cape Cross non è ricordata solo per questo. Nel 1485 vi sbarcò il capitano portoghese Diego Cao, divenendo il primo europeo a spingersi nell’estrema Africa meridionale. Alla sua morte, in ricordo del suo sbarco, fu eretta una croce di pietra su un promontorio.

Fish River Canyon


81 | Namibia

NAMIBIA Erongo - Kunene - Omusati  VALLE DELLA LUNA Età geologica della valle: 450 milioni di anni Età della Welwitschia dello Husab: 1.500 anni E’ un luogo davvero affascinante e di enorme interesse geologico, dove l’erosione della nebbia e del vento ha prodotto strane formazioni rocciose. Qui si può ammirare lo splendido canyon formato dal fiume Swakop, insieme all’esemplare di Welwichia più vecchio al mondo (1.500 anni), una grande pianta estremamente longeva che si trova soltanto in alcune zone desertiche della Namibia. La pianta ha una profonda radice a fittone e due foglie larghe dal colore grigio che, lacerate dal vento, si suddividono in lunghi nastri. La vita di queste piante può raggiungere anche i duemila anni. Nella zona nord della valle il paesaggio colpisce per le lave e le arenarie dai colori forti e contrastanti.

SKELETON COAST Lunghezza della spiaggia:500 Km Particolarità: relitti di naufragi

Etosha Pan

Skeleton Coast

Valle della Luna Windhoek

Costa degli Scheletri (Skeleton Coast) è il nome di una parte della costa atlantica della Namibia settentrionale, quasi ovunque piatta e sabbiosa, raramente rocciosa. A sud predominano le spiagge sassose, mentre a nord le dune di sabbia arrivano quasi all’oceano. La Skeleton Coast è famosa per essere particolarmente inospitale e molto difficile da raggiungere. Il suo sgradevole nome odierno si riferisce agli innumerevoli relitti spiaggiati lungo la costa. Nella regione vivono numerosissimi animali, da quelli di piccola taglia come rettili e insetti, fino ai grandi mammiferi quali giraffe, elefanti, rinoceronti, leoni ed altri.Qualcuno la definisce la parte più bella della Namibia, dove il deserto muore sul mare, con un paesaggio emozionante da sorvolare in Cessna o da raggiungere in 4X4, per fermarsi attoniti davanti agli scheletri delle balene, ai relitti delle navi, in un paesaggio surreale.

DEPRESSIONE DELL’ ETOSHA NATIONAL PARK (ETOSHA PAN) Lunghezza del sito: 130 Km - Larghezza del sito: 50 Km Etosha Pan è collocata nella parte centrale del Parco Nazionale Etosha ed è una depressione salina che probabilmente milioni di anni fa era un lago poco profondo alimentato dal fiume Cunene. In seguito il fiume mutò il proprio corso, e la zona si trasformò in un semi-deserto. Durante la stagione delle piogge il Pan viene spesso alluvionato dai fiumi Oshana e Omiramba, mentre nella stagione secca assume le caratteristiche di un deserto; il suolo salino - screpolato dal sole – prende il colore bianco da cui deriva il suo il nome, Etosha. Proprio durante il periodo estivo il vento trasporta la polvere dell'Etosha verso l’oceano Atlantico, fornendo così al suolo delle regioni occidentali l'apporto dei sali minerali da cui dipendono in gran parte la flora e la fauna. Numerosi gli animali presenti nel sito: zebre, antilopi, gnu, gazzelle che diventano preda di iene e leoni.


82 | Namibia | Wonderland Namibia

Wonderland Namibia > Tour Fly & Drive Durata  : 18 Giorni / 16 Notti GUIDA: Guida/Ranger in lingua inglese in alcune località PARTENZA: Giornaliere su richiesta TRATTAMENTO: Come da programma ITINERARIO: Windhoek - Kalahari Desert - Fish River Canyon - Lüderitz - Helmeringhausen Area - Sossusvlei Area - Swakopmund - Damaraland - Etosha National Park - Waterberg 1° Giorno Partenza individuale per Windhoek con voli di linea via Europa o Dubai. Pasti e pernottamento a bordo.

2° Giorno Windhoek (+/-50 km) Arrivo all’aeroporto internazionale “Hosea Kutato”, ritiro dell’auto a noleggio e partenza per Windhoek, la capitale della Namibia. La sistemazione si trova in un tranquillo sobborgo vicino al centro cittadino, con il suo elegante stile afro-europeo ed atmosfera rilassata. In serata suggeriamo di gustare una tipica cena Namibiana in uno dei molti ristoranti della città. Pernottamento

3° Giorno Windhoek > Kalahari Desert (+/- 260 km) Prima colazione in hotel. Partenza verso sud, dove presto si inizierà a vedere la sabbia rossa del Kalahari inframmezzata da erba gialla, Acacie ed alberi del caffè (Shepherd’s tree). Il vostro lodge è situato in una riserva privata dove Orici, Springboks e Zebre abbondano. Nel tardo pomeriggio suggeriamo un’escursione in macchina nel deserto per ammirare il tramonto.

4° Giorno Kalahari Desert > Fish River Canyon (+/- 430 km)

Prima colazione in hotel. Si viaggerà ancora verso sud attraverso le sconfinate pianure punteggiate da colline di dolerite e vegetazione tipica del deserto. Visita alla quiver tree forest prima di arrivare a Keetmanshoop, una pianta succulenta chiamata anche albero faretra, prima di arrivare al vostro lodge situato vicino al Fish River Canyon.

5° Giorno  Fish River Canyon Prima colazione in hotel. Intera giornata a disposizione per esplorare il magnifico Fish River Canyon, il secondo del suo tipo al mondo in termini di grandezza. Ci sono diversi percorsi natura da fare a piedi lungo la dorsale dello stesso, da dove si potrà ammirare la sua magnificenza. Rientro al lodge e pernottamento.

6° Giorno Fish River Canyon > Lüderitz (+/- 420 km) Dopo la prima colazione si partirà alla volta di Lüderitz attraversando le pianure del Great Escarpment. Provate a scovare lungo il percorso i cavalli selvatici del Namib, e una volta arrivati a Lüderitz guidate fino al Diaz Point, punto della costa dove attraccò Bartolomeu Dias.

7° Giorno Lüderitz > Helmeringhausen Area (+/- 270 km) Prima colazione in hotel e successive visita alla “città fantasma” di Kolmanskop, ciò che resta di una trafficata città di cercatori di diamanti che ebbe il suo periodo di maggiore ricchezza tra il 1908 ed il 1950. Viaggiando verso nord la vostra prossima tappa sarà in una zona ricca di vegetazione ai piedi delle Tiras Mountains.

8° Giorno Helmeringhausen Area >Sossusvlei Area (+/- 240 km) Dopo la prima colazione si guiderà lungo grandi pianure erbose inframmezzate da grandi catene montuose fino ad arrivare a Sossussvlei, dove è situato il vostro lodge. Lungo il percorso potrete visitare anche Duwisib. Resto del giorno a disposizione per esplorare la zona.

9° Giorno Sossusvlei Area Per questo giorno suggeriamo una sveglia di buon mattino per raggiungere le più alte dune del Mondo a Sossusvlei ed ammirare i giochi di luce che si creano tra esse. Ritornando verso il lodge ci si potrà fermare ad ammirare il Sesriem Canyon, la gola profonda 30 metri, creata dall’erosione nel deserto dalla forza dello Tsauchab River.

10° e 11° Giorno Sossusvlei Area > Swakopmund  (+/- 350 km) Prima colazione in hotel e partenza alla volta di Swakpomund. Si attraverseranno due aspri passi per poi proseguire attraverso le Welwitschia Plains e il Moonlandscape fino ad arrivare a destinazione. Soprannominata il Parco Giochi della Namibia, la città è una delle principali località di villeggiatura per i Namibiani, incastonata tra il soffocante deserto del Namib e il freddo Oceano Atlantico. La città offre moltissime attività in tutte le stagioni.

12° Giorno Swakopmund > Damaraland  (+/-340 km) Si procederà lungo la costa e verso nord. Visita a Cape Cross, riserva naturale che ospita circa 80.000 foche. Il vostro lodge è situato nel cuore del Damaraland, una delle regioni della Namibia geologicamente più varie. Si potranno visitare le Burnt Mountains e l’Organ Pipe, un’area rocciosa con una conformazione geologica di origine vulcanica molto particolare; consigliamo questa visita al tramonto per ammirare i meravigliosi giochi di colore.


83 | Namibia | Wonderland Namibia

13° Giorno Damaraland Subito dopo colazione consigliamo di visitare Twyfelfontein, un patrimonio UNESCO e considerato una “galleria d’arte a cielo aperto” grazie alle 2.500 sculture e pitture rupestri dei Boscimani. Vicino a Twyfelfontein si potrà visitare anche un villaggio tradizionale dei Damara, abitanti originari della zona. Successivamente si potrà visitare la Foresta Pietrificata, dove tronchi di alberi preistorici spuntano dal terreno di Welwitschia

14° Giorno Damaraland > Etosha National Park (+/- 210 km) Dopo la prima colazione si potrà visitare un villaggio tradizionale Himba ed incontrare i suoi orgogliosi abitanti. Gli Himba seguono ancora i loro valori e culture tradizionali e sono tra le ultime VERE tribù nomadi del Pianeta. Si viaggerà verso nord fino al parco Etosha il quale ospita 114 specie animali e 340 specie di uccelli.

15° Giorno Etosha National Park (+/- 300 km) L’intera giornata sarà dedicata ai fotosafari all’interno del parco. Sarà richiesta l’uscita dall’area dell’Etosha National Park prima del tramonto.

16° Giorno Etosha National Park (+/- 300 km) Anche questa giornata sarà da dedicare alla scoperta del Parco. Si cambierà sistemazione ed il pernottamento avverrà all’interno del parco presso i Rest Camp.

17° Giorno Etosha National Park > Waterberg (+/- 380 km) Si viaggerà verso Sud fino ad arrivare sull’altipiano del Waterberg. Questa è una delle zone più “sceniche” di tutta la Namibia, perfetta per l’escursionismo a piedi o per i safari guidati.

18° Giorno Ritorno a Windhoek > Partenza per l’Italia Prima di colazione consigliamo un’escursione lungo i sentieri montani prima di partire verso Sud alla volta di Windhoek. Suggeriamo una sosta al grande mercato dell’artigianato di Okahandja prima di proseguire per la Capitale, dove il vostro tour finisce. Trasferimento in aeroporto e prosecuzione verso altra destinazione o volo di rientro per l’Italia. SISTEMAZIONI/LOCALITA’

FORMULA BRONZE

FORMULA GOLD

FORMULA GUEST FARM

WINDHOEK

HOTEL ONGANGA B/B

OLIVE GROVE GUESTHOUSE B/B

HOTEL ONGANGA B/B

KALAHARI DESERT

ANIB LODGE B/B

RED DUNES LODGE H/B

KALAHARI FARMHOUSE B/B

FISH RIVER CANYON

CANYON ROADHOUSE B/B

CANYON LODGE H/B

CANYON ROADHOUSE B/B

LUDERITZ

SEAVIEW ZUM SPERRGEBLET B/B

NEST HOEL H/B

ZUR WATERKAN G.H. B/B

HELMERINGHAUSEN AREA

HELMERINGHAUSEN HOTEL B/B

DRIFTERS DESERT LODGE H/B

NAMTIB GUEST FARM B/B

SOSSUSVELI

DESERT HOMESTADT B/B

SOSSUSVELI LODGE H/B

ABABIS GUEST HOUSE H/B

SWAKOPMUND

SANDS HOTEL H/B

ZUM KAISER B/B

ABABIS GUEST FARM B/B

DAMARALAND

MAPANE LODGE B/B

MAWANI MOUNTAIN CAMP H/B

FARM OMBURO OST B/B

ETOHA NATIONAL PARK

SAFARI CAMP B/B

EPACHA GAME LODGE & SPA H/B

VREUGDE GUEST FARM H/B

Nota sulle sistemazioni: B/B Prima colazione – H/B Mezza Pensione – F/B Pensione Completa

IL TOUR INCLUDE: • Voli intercontinentali • Assistenza 24-ore • Tutte le sistemazioni come da programma • Autonoleggio come da programma • Trattamento come da programma IL TOUR NON INCLUDE: • Eventuali trasferimenti e notti pre/post tour • Bevande ai pasti • Attività opzionali • Mance, extra di carattere personale Il vostro sogno in NAMIBIA

A PARTIRE DA

€ 2.200

Quota per persona base camera doppia in guest farm

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti. • A seconda del volo di rientro potrebbe essere necessaria una notte finale a Windhoek.


84 | Namibia | Namibia Fly & Safari

Namibia Fly-in Safari Durata:  5 Giorni / 4 Notti  oppure 9 giorni / 8 notti PARTENZE: giornaliere su richiesta GUIDA: Guida/Ranger in lingua inglese TRATTAMENTO: Come da programma ITINERARIO: Windhoek - Sossusvlei - Swakopmund - Damaraland - Etosha “SOUTHERN CIRCUIT” 1°- 2° Giorno  Windhoek > Sossusvlei Area La natura di questo tour prevede spostamenti con aeroplani Cesna pilotati da “ mani esperte”. Il volo passerà sopra il Great Escrapement fino ad arrivare nelle vicinanze di di Sossusvlei. Dopo l’atterraggio ci sarà il trasferimento al lodge prenotato. Il resto del giorno e l’intera giornata successiva saranno completamente libere ed i partecipanti potranno scegliere tra le varie attività che la zona offre (extra da pagare in loco). 3 - 4° Giorno  Swakopmund Dopo la prima colazione trasferimento alla air strip e partenza in volo verso Swakopmund. Per l’intera durata del viaggio si sorvolerà il paesaggio di dune del più antico deserto del Mondo, lungo la Costa Atlantica. Nei due giorni che si passeranno a Swakopmund si avrà la possibilità di partecipare alle varie attività ed escursioni (opzionali) che questa città costiera ha da offrire. 5° Giorno   Damaraland Nel primo pomeriggio il vostro volo proseguirà verso nord nel Damaraland, un’area segnata da ripide catene montuose che contornano sinuosi corsi d’acqua e che formano l’habitat perfetto per l’elefante del deserto, il rinoceronte nero e una miriade di antilopi. Il vostro lodge è situato nelle vicinanze di attrattive geologiche che possono essere visitate nel pomeriggio oppure la mattina dei giorno seguente. Twyfelfontein è sicuramente l’attrattiva principale della zona: le rocce di pietra arenaria accolgono più di 2.000 pitture rupestri e graffiti dell’età della pietra. NOTA: Il SOUTHERN CIRCUIT termina il giorno 5 e ci sarà un transfer via terra per fare ritorno a Windhoek. Si potrà abbinare il NORTHERN CIRCUIT. Questo itinerario può essere unito al SOUTHERN CIRCUIT oppure, iniziando dal giorno 5, per chi desidera fare un fly & drive per la prima parte e proseguire con il fly-in per la parte Nord. “NORTHERN CIRCUIT” 6° - 7° - 8° Giorno  Etosha National Park Dopo un breve volo si arriverà al confine sud del magnifico Etosha National Park, una delle più celebrate riserve naturali di tutta l’Africa. Durante questi 3 giorni si potrà partecipare alle attività opzionali che il parco offre, come il tour guidato per ammirare la ricchissima biodiversità dell’area. La Etosha Pan , una depressione salina di circa 5.000 km2, è circondata da moltissime pozze d’acqua che sostengono 114 specie diverse di animali e 340 di uccelli. Ci sarà la possibilità di avvistare i cosiddetti Big 5 ed anche il ghepardo. 9° Giorno  Rientro A Windhoek Dopo la prima colazione ci sarà il volo di rientro a Windhoek dove il vostro fly-in safari terminerà. Prosecuzione verso altra destinazione o volo di rientro per l’Italia. SISTEMAZIONI/LOCALITA’

SOSSUSVLEI AREA

SWAKOPMUND

DAMARALAND

FORMULA BRONZE

DESERT HOMESTEAD B/B

SANDS HOTEL B/B

TWEYFELFONTEIN LODGE B/B

GATEWAY LODGE B/B

FORMULA SILVER

SOSSUSVLEI LODGE H/B

HOTEL ZUM B/B

CAMP KIPWE H/B

ETOSHA VILLAGE H/B

FORMULA GOLD

SOSSUS DUNE LODGE H/B

HANSA HOTEL B/B

FORMULA PREMIUM

KULALA DESERT LODGE F/B

VILLA MARGARITHA B/B

ETOSHA NATIONAL PARK

Tipologie di sistemazioni Quote Southern Circuit Bronze: € 1.060 / Silver: € 1.150 / Gold: € 1.300 / Premium: € 1.620 Quote Northern Circuit Bronze: € 1.700 / Silver: € 1.830 / Gold: € 2.070 / Premium: € 2.580 Quote Full Circuit Bronze: € 2.430 / Silver: € 2.660 / Gold: € 3.060 / Premium: € 3.880

MAWANI MOUNTAIN CAMP H/B EPACHA GAME LODGE & SPA H/B DORO NAWAS F/B

Il vostro sogno in NAMIBIA

ANDERSONS CAMP F/B

A PARTIRE DA Nota sulle sistemazioni: B/B Prima colazione – H/B Mezza Pensione – F/B Pensione Completa

Quota per persona base camera doppia

Il Tour include: • Assistenza 24-ore. • Tutte le sistemazioni come da programma • Trasferimenti in aereo Cesna 210 + transfer via terra il 5° giorno alla fine del Southern Circuit • Trattamento come da programma

Il Tour non include: • • • • •

€ 1.060

Voli intercontinentali Eventuali trasferimenti e notti pre/post tour Bevande ai pasti Attività opzionali Mance, extra di carattere personale

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti. • Questo tour prevede spostamenti in piccoli aerei Cesna 210 o similari, e permette di ammirare dall’alto questo fantastico paese. E’ composto da due moduli, Southern Circuit e Northern Circuit, entrambi di 4 notti e che possono essere combinati per avere un tour completo. • Limitazioni bagaglio: 20 kg bagaglio morbido


85 | Zambia - Zimbabwe| Estensione Cascate Vittoria

Estensione Cascate Vittoria

(Zambia-Zimbabwe)

Durata:  3 Giorni / 2 Notti                             Estensione da Johannesburg PARTENZE: Giornaliere su richiesta GUIDA: In lingua inglese TRATTAMENTO: Come da programma ITINERARIO: Johannesburg - Victoria Falls - Johannesburg Che sia perché si viene investiti dalla furia di una delle sette meraviglie del mondo o perché ci si trova a fare rafting sulle rapide più pericolose del pianeta, un viaggio lungo il maestoso fiume Zambesi è un’esperienza da brivido assicurata. LE CASCATE VITTORIA Zambia / Zimbabwe Altezza delle cascate: Fino a 108 m. Portata d’acqua:  550 milioni di litri/min. Età delle cascate: 200 milioni di anni Sono tra le più spettacolari cascate del mondo. Si trovano lungo il corso del fiume Zambesi, proprio sulla linea di confine tra Zambia e Zimbabwe. La loro spettacolarità è dovuta alla particolare geografica dell’area su cui sorgono: una gola stretta e profonda che consente di osservare ed ammirare l’intero fronte della cascata dall’altra sponda, proprio davanti al salto. Il primo occidentale a visitare le cascate fu, nel 1855, David Livingstone, il quale diede loro il nome della regina d’Inghilterra. Le cascate fanno parte di due piccoli parchi nazionali (Mosi-oa-Tunya National Park e Victoria Falls National Park) che ospitano numerosissime forme di vita, inclusi animali di grandi dimensioni (elefanti, bufali, giraffe e ippopotami nel fiume). I turisti visitano numerosi questo sito, ed entrambi i paesi (Zambia e Zimbabwe) permettono loro di passare le rispettive frontiere, purché muniti di visto che può essere rilasciato alle dogane. La nostra programmazione alle Cascate Victoria normalmente prevede l’estensione da un soggiorno in Sudafrica o Botswana. Da Johannesburg (Lato Zimbabwe) 1° Giorno   Johannesburg > Victoria Falls (Zimbabwe)

Partenza con volo South African o Com Air da Johannesburg per Victoria Falls. All’arrivo incontro con l’assistente di lingua inglese che provvederà al trasferimento dei partecipanti all’Ilala Lodge. Sistemazione nelle camere prenotate. Nel pomeriggio crociera in battello sul Fiume Zambezi fino al tramonto (ingresso alla riserva naturale incluso). A bordo sarà servito un cocktail di benvenuto. Rientro in hotel e pernottamento. 2° Giorno  Victoria Falls (Zimbabwe)

Prima colazione in hotel. Incontro con la guida di lingua inglese che accompagnerà i Sig.ri partecipanti durante l’escursione alle Cascate Victoria (ingresso alla riserva naturale incluso). Resto del giorno libero. Pernottamento 3° Giorno    Victoria Falls (Zimbabwe) > Johannesburg  

Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea South African o Com Air per Johannesburg.

Il Tour include: • Voli di linea a-r Johannesburg/Victoria Falls • Trasferimenti e visite come da programma • 2 notti presso l’Ilala Lodge in camera doppia B&B

Il Tour non include: • Tasse aeroportuali • Visto consolare da pagare in contanti (dollari americani) in loco • Ingressi, bevande ai pasti e pasti non specificati nel programma

Il vostro sogno alle  CASCATE VITTORIA

A PARTIRE DA

€ 570 Quota per persona base camera doppia


86 | Botswana

Ho la sensazione che i paesaggi e gli orizzonti sconfinati dell’Africa, insieme agli avvenimenti che hanno avuto luogo in questo continente secoli fa, mi aiutino a esprimere appieno l’amore e l’entusiasmo che provo per la vita e per l’avventura. Wilbur Smith


87 | Botswana


88 | Botswana

Appunti di Viaggio

Paese dagli incredibili contrasti, il Botswana è grande due volte l'Italia. Situato nel cuore dell'Africa centrale, confina a nord e a ovest con la Namibia, a est con lo Zimbabwe e a sud con il Sudafrica. Una natura incontaminata e selvaggia, una terra bagnata dal fiume Okavango, il Delta più grande del mondo, la cui estensione, quando il fiume è in piena, raggiunge i 22.000 km2 creando un vero e proprio intreccio di canali, foreste, piccoli laghi e isolotti ricoperti di vegetazione. Il famoso Parco Chobe ospita una quantità infinita di animali: questo e tanto altro è l'incredibile paesaggio che ogni turista avrà davanti ai propri occhi nel visitare una delle meraviglie del continente africano, il Botswana. A Kazungula, nell'estremo nord del Paese, ben quattro nazioni si incontrano a metà circa del corso del fiume Zambezi: si tratta del Botswana stesso, Zimbabwe, Zambia e Namibia. Il paesaggio è pressoché uniformemente piatto: il semidesertico Kalahari copre circa l'85% del paese, comprese le regioni centrali e sud-occidentali. A nord-ovest, invece, il fiume Okavango scorre dalla Namibia e va a perdersi nelle sabbie, creando una rete di canali tortuosi e di isole che si estende per 15.000 km2 e che comprende anche il Delta Okavango. Posizione Confina a nord con la Namibia e lo Zimbabwe.a est con lo Zimbabwe e in parte anche col Sudafrica a sud con il Sudafrica a ovest con la Namibia. Documenti È richiesto il passaporto con almeno 6 mesi di validità oltre la data di rientro. Non esiste rappresentanza diplomatica italiana in Botswana. I cittadini italiani potranno prendere quale riferimento, l'Ambasciata d'Italia a Lusaka (Zambia) P.O. Box 50497 - Plot n. 5211, Embassy Park - Diplomatic Triangle - Lusaka, Zambia Tel.: +260 1 250781 / 250755 - Fax: +260 1 254929. Visto d’ingresso non richiesto. Viaggi all’estero di minori Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, devono essere in possesso di passaporto individuale. Quando andare L'inverno (che va da maggio ad agosto) è un buon periodo per visitare il Botswana perché di solito le giornate sono piacevoli e gli animali selvatici non si allontanano mai molto dalle pozze d'acqua. Tenete comunque presente che, essendo il periodo delle vacanze scolastiche per europei, nordamericani e sudafricani, i turisti sono più numerosi in questi mesi. In generale giugno, i primi di luglio e la seconda metà di settembre sono i momenti più tranquilli dell'anno, mentre l'estate non è la stagione ideale per percorrere le strade secondarie, osservare la fauna selvatica o esplorare l'Okavango, dal momento che il prolungarsi delle piogge può rendere impraticabili le piste sabbiose e che gli animali si disperdono quando l'acqua abbonda. Lingua La lingua ufficiale, è l'inglese, parlato da appena il 2.1% della popolazione mentre la lingua più parlata è il setswana parlato dal 78,2% della popolazione.

Clima Semi-desertico con una media annuale di precipitazioni molto scarsa. Le piogge sono concentrate nei mesi di dicembre e gennaio mentre la stagione secca va da maggio a settembre quando l'escursione termica tra le ore diurne e notturne è molto accentuata. Pur essendo situato a cavallo del Tropico del Capricorno, il Botswana ha temperature che variano notevolmente da un capo all'altro del paese. Le giornate sono normalmente limpide, tiepide e soleggiate, mentre di notte può fare anche molto freddo. Nel Kalahari le temperature notturne sotto lo zero sono del tutto normali a giugno e luglio e, quando c'è sufficiente umidità, gela spesso. Il Botswana è un paese essenzialmente arido, ma ha anche una stagione delle piogge che dura all'incirca da novembre a marzo; dalla fine di maggio ad agosto, invece, le precipitazioni sono scarsissime in tutto il paese. Valuta Moneta ufficiale: Pula (1€=12,10 BWP) Le banche che offrono il maggior numero di servizi si trovano nelle città più importanti, anche se ci sono veri sportelli bancomat sparsi per tutto il paese. Quasi tutte le carte di credito sono accettate negli hotel e nei ristoranti. Suggerimenti Nella speranza di salvaguardare l'ecosistema del paese e per assicurarsi nel medesimo tempo i proventi del turismo, il governo del Botswana ha scelto di favorire esclusivamente gli operatori turistici di altissimo livello e le attività di scarso impatto ambientale. Trovare una sistemazione e trasporti economici in Botswana è dunque molto difficile, tanto che le principali attrattive di questo paese sono praticamente inaccessibili ai turisti con poche risorse a disposizione e perfino chi si orienta su uno standard medio avrà qualche problema a far quadrare il bilancio. Fuso orario Un'ora in più rispetto all'ora solare italiana Corrente elettrica 220V, 50Hz Vaccinazioni e norme sanitarie Non è richiesta alcuna vaccinazione ma si raccomanda la profilassi antimalarica. Le strutture sanitarie sono precarie. Solo nella capitale Gaborone esiste un ospedale di ottimo livello. Nelle principali città quali Gaborone e Francistown non sussistono particolari rischi di contrarre malattie diffuse nell’Africa. Nel nord del Paese, nelle zone di Okavango e Chobe è presente la malaria che si accentua in particolare dopo la stagione delle piogge. Si consiglia, pertanto, di adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara. In Botswana non è sicuro bere l'acqua di rubinetto, per cui è consigliabile consumare solo acqua in bottiglie sigillate oppure bevande calde. Consigliamo di portare sempre con sé una piccola farmacia da viaggio e di stipulare un'assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro paese.


89 | Botswana

ZAMBIA

ANGOLA

Kasane

Livingstone

Caprivi strip

Parco Chobe Moremi Game Reserve Delta dell’Okavango Nxai Pan Maun

NAMIBIA

Lago Ngami

Makgadikgadi Pans

ZIMBABWE Nata Salt Pans Francistown

Central Kalahari Game Reserve

Serowe

BOTSWANA Gaborone Kgalagadi Transfrontier Park

Pretoria

SUDAFRICA

Religione La religione ufficiale è il cristianesimo anche se i riti e le credenze indigene sono molto diffuse. Mance È consuetudine lasciare una mancia del 10% a guide, autisti, facchini, tassisti e camerieri. Telefonia Prefisso per l'Italia: 0039 - Prefisso dall'Italia: 00267. Esistono tre società di rete cellulare: ORANGE, MASCOM, BEMOBILE. I cellulari italiani possono generalmente essere utilizzati in Botswana. Abbigliamento Si consiglia l'uso di abiti pratici, comodi e leggeri, con un capo di lana per le sere, generalmente fresche, e una giacca a vento per combattere l'escursione termica della notte e durante i foto-safari. Trasporti Interni I collegamenti tra le principali città sono assicurati da Società private di pullman sufficientemente affidabili. Bagaglio La franchigia sui voli interni diretti ai parchi è rigidamente fissata a 12kg. Eventuali eccedenze potranno essere depositate, a pagamento, presso gli aeroporti internazionali. Le normative a riguardo sono in continuo cambiamento quindi si consiglia la riconferma all'atto della prenotazione. Carte di Credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, e negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale ( pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” • Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze

Johannesburg

’L’ambiente Gli splendidi parchi nazionali e le riserve naturali del Botswana ospitano inoltre un'incredibile varietà di altri animali, come elefanti, ghepardi, licaoni, leopardi, iene, giraffe, ippopotami e zebre. Tra i più conosciuti che da soli meritano un viaggio in Botswana, Il Delta dell’Okavango, il Parco Chobe, ma meritano sicuramente l’attenzione del viaggiatore che ama conoscere, il Villagio di Serome, capitale dell’etnia Ngwato, Tsodilo Hills e i suoi enormi massi solitari e le Riserve di Makgadikgadi e Nxai Pan National Park. La maggior parte del territorio del paese è coperto dalla savana - formata da piante di acacia oppure da bassi arbusti spinosi. Le uniche foreste decidue di mopane si trovano nella regione nord-orientale del Botswana, dove si trovano boschi di legname da costruzione e alberi mongonga e marula, le cui noci commestibili costituiscono uno degli alimenti principali per l'etnia San. Il legno tenero del marula è utilizzato nell'artigianato locale, mentre con i suoi frutti si prepara un tipo di birra.


90 | Botswana | Parco Chobe

Parco Chobe - Il Delta dell’Okavango ed il Kalahari Durata: 9 Giorni/ 8 Notti          GUIDA: Guida-accompagnatore in lingua inglese PARTENZE: Partenze giornaliere - Programma individuale - Estensione dal Sudafrica (su richiesta da altre destinazioni) TRATTAMENTO: Trattamento come da programma + attività Game/fotosafari ITINERARIO: Parco Chobe - Moremi Game Reserve - Isola di Nxaragha (delta dell’Okavango) - Central Kalahari - Maun 1° Giorno  Parco Chobe

Arrivo dei partecipanti a Victoria Falls (Zimbabwe) o Livingstone (Zambia). Un assistente di lingua inglese attenderà i passeggeri nella hall degli arrivi e provvederà al trasferimento al Chobe Game Lodge (Botswana). Al confine con il Botswana potrebbe essere richiesto di cambiare mezzo ed assistente. Arrivo nel primo pomeriggio al Lodge, sistemazione in camera standard. A metà pomeriggio ci sarà la prima attività di fotosafari accompagnati da ranger in lingua inglese. Rientro per la cena e pernottamento. 2° Giorno  Parco Chobe

Prima colazione in hotel e partenza di buon mattino per la prima attività del giorno: fotosafari su Land rover o escursione in battello sul fiume Chobe, accompagnati da ranger in lingua inglese. Rientro per il pranzo e tempo libero per il relax. Nel pomeriggio seconda attività del giorno. Cena e pernottamento. 3° Giorno  Parco Chobe > Moremi Game Reserve

Prima colazione in hotel e partenza per l’ultimo fotosafari del giorno. Al termine trasferimento all’aeroporto di Kasane e partenza con piccolo aereo da 6-8 posti per Camp Moremi, il luogo dove l’incontro tra le acque del Delta dell’Okavango e la pianura del deserto del Kalahari ha creato le Mopani Forest, perfetto habitat per la fauna africana. Arrivo al campo tendato, sistemazione e pranzo leggero. Tempo libero per il relax fino a metà pomeriggio. Partenza per il fotosafari che terminerà al tramonto. Cena e pernottamento. 4° Giorno  Camp Moremi

Prima colazione nel Lodge. Partenza per il primo fotosafari del giorno con ranger in lingua inglese. Rientro a metà mattinata e tempo libero fino al pranzo. A metà pomeriggio secondo fotosafari del giorno, rientro per la cena e pernottamento. 5° Giorno  Moremi Game Reserve > Delta dell’ Okavango

Prima colazione nel Lodge e partenza per l’ultimo fotosafari della zona di Moremi. Trasferimento con piccolo aereo da 6-8 posti al Camp Okavango. Il campo è situato nel cuore del delta dell’Okavango, sull’isola di Nxaragha. Il Delta è un’esperienza straprdinaria, che permette di effettuare attività di safari uniche su piccole imbarcazioni chiamate Mokoro. Sistemazione nel campo tendato e pranzo leggero. A metà pomeriggio si effettuerà il fotosafari con ranger in lingua inglese, oppure gita in Mokoro sul delta. Rientro per la cena e pernottamento. 6° Giorno  Delta dell’ Okavango

Prima colazione nel Lodge e partenza per la prima attività del giorno. Rientro e tempo libero fino al pranzo. Nel pomeriggio seconda attività, sempre accompagnati da ranger in lingua inglese. Cena e pernottamento.


91 | Botswana | Parco Chobe

7° GIORNO Delta dell’ Okavango > Central Kalahari Game Reserve

Prima colazione nel Lodge e ultimo fotosafari. Trasferimento con piccolo aereo da 6-8 posti a Maun e coincidenza con altro volo per il Central Kalahari al Deception Valley Lodge. Sistemazione e pranzo leggero. Il Central Kalahari è la più grande Riserva del Mondo; il territorio di questa immensa riserva può essere lussureggiante dopo il periodo delle piogge, ma estremamente inospitale nel periodo arido. A differenza delle altre aree toccate da questo itinerario, nel Kalahari è possibile osservare la vera e propria migrazione degli animali verso l’acqua e verso zone più favorevoli alla sopravvivenza. Nel primo pomeriggio ci sarà il fotosafari con ranger in lingua inglese. Rientro per la cena. Pernottamento. 8° GIORNO Central Kalahari Game Reserve

Prima colazione nel Lodge e partenza per la prima attività del giorno. Rientro e tempo libero fino al pranzo. Nel pomeriggio seconda attività, sempre accompagnati da ranger in lingua inglese. Cena e pernottamento. 9° GIORNO

Hotel del Tour

Central Kalahari Game Reserve > Maun

Prima colazione in hotel, ultimo fotosafari e trasferimento con piccolo aereo da 6-8 posti a Maun. Proseguimento verso altra destinazione. Fine dei servizi.

SISTEMAZIONE IN CAMERA DOPPIA IN LODGE O CAMPI TENDATI PARCO CHOBE: CAMP MOREMI: CENTRAL KALAHARI:

Il Tour include: • Tutte le escursioni e le attività proposte nel tour • Tour con guida in lingua inglese

CHOBE GAME LODGE MOREMI GAME RESERVE/CAMP OKAVANGO DECEPTION VALLEY LODGE

Il vostro sogno in Botswana

A PARTIRE DA

€ 3.740

Quota per persona base camera doppia

Il Tour non include: • Volo intercontinentale ed eventuali voli domestici dal Sudafrica o da altra località per raggiungere le località di partenza del tour • Bevande durante pasti • Eventuali visti d’entrata in Zambia, Botswana o Zimbabwe • Mance ed extra di carattere personale e tutto ciò che non è specificato nel programma

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


92 | Botswana

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Chobe - Botswana  FIUME CHOBE Vegetazione: bosco, prateria, papiri giganti, canneto Numero di elefanti nel bacino del fiume: 120.000 Il fiume Chobe costeggia il parco omonimo (che è uno dei più famosi dell’Africa) e si congiunge con lo Zambesi a circa 70 chilometri dalle Cascate Victoria. Sul Chobe si affaccia l'area di Serondela, caratterizzata da pianure rigogliose e da foreste di teak. Questa è la zona più visitata del parco. Fra le tante specie ittiche che popolano il Chobe vi è anche il pesce tigre. Nelle acque del fiume abbondano giganteschi coccodrilli ed ippopotami che si possono avvistare avendo abili guide. E’ molto suggestiva la crociera nel tardo pomeriggio: si osserveranno tramonti straordinari. In quest’area si registra la più elevata concentrazione di elefanti di tutta l’Africa. Fiume  Chobe Chobe National Park

CHOBE NATIONAL PARK        Ricopre una superficie di 11.000 km² e ospita un numero di animali maggiore rispetto alle altre riserve del Botswana. Kasane, situata all'estremità settentrionale del parco, è il punto d'accesso alla zona, nonché il centro amministrativo della riserva. La cittadina non offre molte attrattive ma è comunque una buona base d’appoggio: chi utilizza l'aereo atterra infatti a Kasane. Da non perdere la crociera o la gita in automobile lungo le sponde del fiume dove si radunano gli animali. Gli elefanti, circa 73.000 esemplari, sono la principale attrattiva del parco e l'elemento più interessante sarà senz'altro l’osservazione delle conseguenze della loro presenza: sembra infatti che questa zona del parco sia stata bombardata. In questa zona è anche possibile osservare leoni, ghepardi, ippopotami, bufali, giraffe, antilopi, sciacalli, facoceri, iene, coccodrilli, lontre, zebre e numerose specie di uccelli. La Mababe Depression - ciò che resta del grande lago che un tempo copriva la parte settentrionale del Botswana - ospita l'altra grande attrattiva del parco, le paludi di Savuti Marshes. La zona, piatta e aspra, è popolata da una grande quantità di animali: in modo particolare elefanti ma anche leoni, dingo e iene che cacciano in mezzo a branchi immensi di impala, gnu, bufali e zebre. Anche le antilopi sono presenti in gruppi incredibilmente numerosi, come non se ne vedono in nessun altro luogo al mondo. La zona di Ngwezumba non è altrettanto ricca di fauna ma le pozze argillose e le foreste di mopane offrono cibo e asilo a bufali, elefanti e ad alcune specie di antilopi, tra cui la rara oribi. Situata all'estremità superiore di Chobe, 800km circa a nord di Gaborone, Kasane è anche la località più settentrionale del paese: si può raggiungere in aereo da Maun, Gaborone o Victoria Falls, mentre gli autobus fanno servizio da Nata, circa 250km più a sud.


93 | Botswana

BOTSWANA Ngamiland - Caprivi Strip / Western Strip - Zambia OKAWANGO il fiume che “non incontra mai il mare” Area del delta: 25.000 Km² Vegetazione: papiro, boschi sulle isole L’ Okavango è il terzo fiume per lunghezza dell’Africa australe con i suoi 1600Km. Due milioni di anni fa’ il fiume Okavango si univa al fiume Limpopo per gettarsi nell’Oceano Indiano, ma le faglie create da un’intensa attività tettonica hanno deviato il corso originario, facendo perdere le sue acque in un immenso delta. Il fiume nasce in territorio angolano per finire il suo cammino in Botswana espandendosi in un delta interno che copre un’area vastissima di oltre 15.000km². I suoi 18 miliardi di metri cubi d’acqua vengono gradualmente assorbiti dalle sabbie del deserto del Kalahari, oppure evaporano nell’aria. Quindi il fiume che “non trova mai il mare” si perde così in un vasto labirinto paludoso popolato da una moltitudine di animali selvaggi tra i quali decine di migliaia di elefanti. All’interno del delta è nata la “Moremi Wildlife Reserve”, una riserva naturale che ricopre 3.000km² di area, completamente isolata dal resto del paese, il cui scopo è la salvaguardia della flora e della fauna del luogo. Il delta ospita 40 specie di grandi mammiferi, tra cui coccodrilli, ippopotami, elefanti, bufali, leoni oltre ad alcune specie molto rare di antilopi: il sitatunga e il lechwe rosso; 450 specie di uccelli, 95 specie tra rettili e anfibi, 70 specie di pesci e oltre 1000 specie vegetali. Dal 1996 il delta dell’Okavango è tutelato dalla convenzione di Ramsar, relativa alla tutela delle zone umide di rilevanza internazionale, estesa a 957 siti nel mondo.

Paludi  dell’Okawango Bacino di  Makgadikgadi

L’Okavango si è fermato in Botswana creando il delta più esteso del mondo. Avventure e safari in un regno fatto di abbondanti acque e vegetazione lussureggiante. 1.600 Km attraverso tre Stati africani.

BACINO DI MAKGADIKGADI Area del bacino: 12.000 Km² Area del parco: 4.900 Km² E’ una delle più grandi saline del mondo, situata a sud est del Delta dell’Okavango e circondato dal deserto del Kalahari. Qui scarseggiano sia la vegetazione che la fauna, e ciò è dovuto al sale che ricopre la terra, ma tutto cambia con la stagione delle piogge, che determina la crescita dell’erba e il conseguente arrivo di animali, fra cui gnu, antilopi e zebre (che diventano immediatamente delle prede…), ed uccelli come le anatre selvatiche e i pellicani. Nella stagione delle piogge i bacini diventano un lago non molto profondo (circa un metro). All'interno del Makgadikgadi ci sono alcune aree protette, ad esempio il Makgadikgadi Pans Game Reserve è mèta di grandi migrazioni di zebre e gnu. Splendido, qui, è il tramonto che vale da solo una visita al sito.


94 | Reunion

Un grande Vulcano ancora in attività , tre Grandi "circhi", bocche di vulcani spenti, segnano l''origine di Reunion, un diamante grezzo, isola tropicale dai coloratissimi fiori, dalla lussureggiante flora, contornata di Cascate, gole e lunghe spiaggie. Sicuramente il "pezzo forte" di Reunion non è il mare, anche se dispone di alcune spiagge bellissime con un mare turchese. Non paragonatele alle spiagge e alla barriera corallina di Mauritius ma appena visitate l''interno ecco‌ l'Eden.


95 | Reunion


96 | Reunion

Appunti di Viaggio

Un angolo di Francia ai tropici. Réunion è un dipartimento francese e i suoi 2500 kmq. di superficie rappresentano un mix di straordinari contrasti: una montagna posata sull’oceano, un’isola dei mari del sud costellata di lagune e spiagge, città ultramoderne e villaggi fuori tempo isolati tra le montagne, una natura eccezionalmente varia, nata da un’infinità di micro-climi. Vi consigliamo, per gustare appieno le sue diversità, di non soggiornare nel medesimo albergo ma di approfittare delle formule “à la carte” pensate per voi: chi visita Réunion rimarrà affascinato e attratto dall’esplosione dei colori che quest’isola “intensa“ offre. Documenti Réunion è parte integrante del territorio francese (territori d’oltremare). Se non sono previsti scali in paesi non appartenenti alla Comunità Europea, è sufficiente la carta d’identità. Altrimenti è necessario il passaporto. IMPORTANTE: cittadini di nazionalità diversa da quella italiana, dovranno comunicare la nazionalità all'atto della prenotazione per controllare se necessitano di visto d'entrata. Idee per viaggiare non è responsabile per mancate partenze dovute a non valida documentazione personale. Essendo Reunion un territorio d’oltemare francese (è Francia a tutti gli effetti), l’Ambasciata di riferimento è quella di Parigi. In ogni caso, per necessità, rivolgersi al consolato onorario italiano di Saint Denis de la Reunion: SAINT DENIS (ISOLA DE LA REUNION) Vice Consolato Onorario Indirizzo: C.D N.41-N.291 Ravine à Malheur - 97419 La Possesion (La Réunion) - Tel/Fax 0262 22 28 89 Lingua Francese, inglese e creolo. Clima Tropicale, con due stagioni. La stagione fresca e secca, da maggio a novembre, con temperature tra i 16° e i 25°. La stagione calda, da novembre a maggio, con temperature che variano dai 26° ai 34°. In montagna (si raggiungono anche i 2500 m!) le temperature variano dai 4° ai 20°, di notte scendono anche sotto lo zero Da tenere presente che nei primi mesi dell'anno (stagione calda) sono possibili precipitazioni. Corrente elettrica 220 volts. Consigliamo un adattatore a tre lamelle (inglese). Per telefonare Per chiamare Réunion il prefisso è lo 00262. Per chiamare l’Italia dall’isola, digitare lo 0039 seguito dal prefisso e dal numero dell’abbonato. Tutta l’isola ha copertura per telefonia GSM. Carte telefoniche prepagate in vendita ovunque. Cabine telefoniche presenti ovunque. Valuta Euro. Sono accettate tutte le carte di credito ed i Traveller’s Cheque. Le banche sono aperte dalle 08.30 alle 15.00, dal lunedì al Venerdì. Sportelli Bancomat presenti in tutte le località.

Fuso orario 3 ore in più quando in Italia vige l’ora solare, scendono a 2 quando da noi vige l’ora legale. Religione Cattolica. Sull’isola sono presenti comunità indiane, cinesi e musulmane. Abbigliamento Si consiglia un abbigliamento sportivo ed informale. Per chi effettua escursioni in montagna è necessario un pullover pesante, scarpe da trekking ed un impermeabile tascabile. Da non dimenticare creme solari, occhiali da sole ed un cappello. Vaccinazioni Non sono richieste vaccinazioni Mance Nei ristoranti è consigliabile se il servizio è stato di vostro gradimento. Normalmente un 5% dell’intero importo. La presenza di animali in loco, non “comuni” nella nostra quotidianità In alcune delle destinazioni da noi proposte, sono presenti animali che noi “occidentali” potremmo trovare “disgustosi”. La vegetazione rigogliosa è l’habitat naturale di molte specie animali, non pericolose per l’uomo. Il “geco” è molto comune in tutte le zone a clima temperato e svolge una funzione importante perché si ciba di insetti parassiti. L'esistenza di un ecosistema tropicale non esclude nemmeno la diffusione di piccoli ratti che ogni tanto fanno capolino nelle vicinanze dei Resort, attratti dal calore e dalla possibilità di trovare del cibo. Questi piccoli animali sono oggetto di bonifica costante da parte delle strutture. Tra le specie comuni può essere inoltre annoverata anche la volpe volante, un pipistrello notturno del tutto innocuo che si ciba principalmente della frutta che si trova sulle cime degli alberi e delle palme (soprattutto alle Maldive e alle Seychelles). Non può essere perciò esclusa la possibilità che nella propria camera possano introdursi piccolissimi insetti, magari dopo aver lasciato aperta la finestra. Ciò non denota carenza di pulizia da parte della struttura ma è semplicemente frutto della vegetazione che circonda gli alberghi. Si consiglia in ogni caso di munirsi di repellenti e di adottare le normali precauzioni già impiegate in Italia contro questo insetto. Quando Andare La prima cosa da tenere in considerazione nel pianificare il viaggio è il clima. L'unico periodo indicato per fare trekking attraverso lo spettacolare paesaggio montano di Réunion è la stagione secca, che va da aprile a settembre. Poiché non sarete i soli a programmare il viaggio in funzione del clima, vi raccomandiamo vivamente di prenotare con largo anticipo, soprattutto durante l'alta stagione. I periodi di maggiore affluenza sono i mesi di aprile e maggio e quello compreso tra la fine di luglio e i primi di settembre, che coincide con le vacanze scolastiche estive francesi. Ad agosto, che è anche il periodo migliore per fare trekking, si corre il rischio di non trovare posto in albergo a meno che non si abbia una prenotazione. I mesi in cui si registrano meno presenze sono febbraio e marzo, che corrispondono alla stagione dei cicloni. In genere il cambio di stagione avviene ad aprile, che non è male per visitare l'isola, ma i mesi di maggio e giugno sono probabilmente i migliori in assoluto.


97 | Reunion

St. Denis

St. Paul

St. Gilles les Bains

REUNION Cirque Cirque de Salazie de Mafate

St. Benoit

Cirque de Cilaos Piton de la Fournaise

St. Pierre

L’Ambiente È leggermente poco più grande di Mauritius, ma ha circa la metà degli abitanti di quest'ultima. Se qualcuno avesse dubbi sulle sue origini, ricordiamo che nel 1986 la lava eruttata dal Piton de la Fournaise, il suo vulcano attivo, si riversò in mare incrementando la superficie dell'isola di alcuni metri quadri. A Réunion vi sono due principali zone montuose. La più vasta copre due terzi della metà occidentale dell'isola. La vetta più elevata è il Piton des Neiges (3069 m). Tutt'intorno si sviluppano tre maestosi anfiteatri: quelli di Cilaos, Mafate e Salazie. Queste lunghe, ampie e profonde depressioni sono canyon con pareti a strapiombo che accolgono al loro interno valli e vette ritorte: è questo ciò che resta dell'antico scudo vulcanico che circondava il Piton des Neiges. La zona montuosa più piccola si trova nel sud-est dell'isola ed è ancora in fase di evoluzione. Le pendici del vulcano sono disabitate in quanto costituite da rocce nere di lava solidificata. Tra queste due principali zone montuose si trovano una serie di bassipiani; tutte le pianure centrali sono contornate da una pianura costiera di varia ampiezza. Carte di Credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, e negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale ( pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra.

St. Philippe

St-Gilles-les-Bains Il mare a Réunion non è tutto, ma nei fine settimana e durante i periodi di vacanza St-Gilles-les-Bains attira orde di visitatori e le spiagge e i ristoranti sono così affollati che sembra quasi di essere a Brighton, Bondi o Santa Monica in una soleggiata domenica estiva. Il traffico in queste occasioni è particolarmente intenso, soprattutto provenendo da St-Denis. Il divertimento si concentra nei 20 km che costeggiano la laguna e lungo la bianca spiaggia corallina che si estende da Boucan Canot a La Souris Chaude (alla lettera 'il Topo Caldo'). Le spiagge che si trovano al di là di queste due località sono di sabbia nera in quanto di origine vulcanica. Nel XIX secolo StGilles-les-Bains era un piccolo villaggio di pescatori situato nella proprietà della famiglia Desbassyns, ma quando nel 1863 venne completata la strada proveniente da St-Paul, la località fu scoperta dai villeggianti e da allora è una meta turistica sempre più popolare. Il Musée de Villèle, che oggi offre visite guidate, era la dimora della ricca e potente Mme Panon-Desbassyns, un'imprenditrice del caffè e dello zucchero che aveva oltre 300 schiavi. La leggenda narra che fosse una donna molto crudele e si dice che le sue urla riecheggino ancora oggi a ogni eruzione vulcanica.A circa 1 km (verso l'entroterra) si trovano un parcheggio e un sentiero che scende fino a un vecchio impianto d'irrigazione. La zona è completamente circondata da cascate e laghetti. Il Bassin du Cormoran è il più accessibile e si raggiunge seguendo un sentiero che si dirama dal canale d'irrigazione. Quando il livello dell'acqua è sufficiente per fare il bagno, le cascate sono un'ottima alternativa alla spiaggia nelle giornate calde.

METE INTERESSANTI Cirque de Mafate Circondato da bastioni, forre e stretti crinali, il Cirque de Mafate è il più selvaggio e isolato degli anfiteatri naturali di Réunion, ma è abitato e ospita diversi villaggi, che pur essendo poco movimentati ricordano la presenza dell'uomo in un paesaggio altrimenti incontaminato. Per la gioia di alcuni e il disappunto di altri, l'anfiteatro naturale è privo di strade praticabili dai veicoli a motore e buona parte della zona è accessibile soltanto a piedi o in elicottero.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze • Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior

Cilaos e il Cirque de Cilaos Il villaggio di Cilaos divenne un centro termale alla fine del XIX secolo, quando furono costruite le terme. Si pensa che il nome, che si pronuncia 'si-LA-us', derivi dalla parola malgascia tsy laosana, un luogo di non ritorno. La maggior parte degli abitanti del villaggio discende da coloni giunti nel XVII secolo dalla Bretagna e dalla Normandia. La zona è nota per la produzione di lenticchie, ricami e vini dolci bianchi e rossi. Il Cirque de Cilaos, uno dei tre anfiteatri naturali dell'isola, assomiglia a un cratere vulcanico ma in realtà è il frutto dello stesso fenomeno di erosione che ha forgiato la vetta del Cervino in Svizzera. Con il passare degli anni i bagni originali e le pareti si ingiallirono terribilmente e nel 1987 la stazione termale venne chiusa e trasformata in un museo. Al suo posto è stato aperto un nuovo complesso, l'...etablissement Thermal Irénée Accot, che utilizza la stessa fonte. È un luogo magnifico dove rilassarsi dopo una lunga camminata. Dal villaggio si possono compiere diverse escursioni a piedi. Quella alla Cascade de Bras Rouge è un'escursione di un giorno che parte dal villaggio e scende fino alla vecchia stazione termale per poi attraversare i pendii sopra il Bras des ...tangs. Dopo un paio d'ore arriverete alla Cascade de Bras Rouge.


98 | Reunion | Côte Ouest et Côte Est

Tour “Côte Ouest et Côte Est” > Self Drive Durata:  8 Giorni / 7 Notti Programma individuale con sistemazioni in Hotel di varie categorie TRATTAMENTO: Come da programma PARTENZE: Giornaliere - Minimo due persone ITINERARIO: St. Gilles - Cirque De Mafate - Cirque De Cilaos- Cirque De Salazie - Le Volcan - Cascate Di Takamaka - La Foresta Primaria Di Belouve - Saint Denis 1° Giorno  Aeroporto > St. Gilles 

Arrivo a Reunion incontro con il nostro rappresentante locale per la consegna dei documenti di viaggio e ritiro in aeroporto dell’auto. Breve briefing e partenza per St. Gilles, check in e pernottamento al Lux Ile de La Reunion 2° Giorno  St. Gilles > Cirque de Mafate > St. Gilles (+/- km 195)

Consigliamo un giro alla scoperta di St. Gilles Les Bains chiamata anche “la St. Tropez” dell’isola oppure si può partire verso il Circque di Mafate ed arrivare sino al Piton Maido (2205 m.) e godere degli splendidi panorami. Rientro a St. Gilles e pernottamento.

Note • In base alla disponibilità e stagionalità gli hotel potrebbero variare garantendone la categoria e il servizio. Non è possibile effettuare il Tour dal 22/12 al 04/01/15. • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti.

3° Giorno   St. Gilles > Cilaos > St. Gilles (+/- km 155)

Prima colazione. Al mattino molto presto si parte per Cilaos, magnifico luogo nel cuore dell’isola che offre anche stabilimenti termali ed un salutare clima montano. Nel tardo pomeriggio si rientra a St. Gilles e pernottamento al Lux Ile de La Reunion. 4° Giorno  St. Gilles > St. Anne (+/- km 160)

Prima colazione. Lungo la strada costiera verso il sud dell’isola: rigogliosi fiori tropicali, vecchie colate di lava che arrivano quasi sino al mare, odore di vaniglia, tante cose da vedere e da vivere...sistemazione presso il bellissimo Lodge Diana Dea a Ste. Anne (splendido 4* design), situato sulla costa est dell’isola. 5° Giorno  St. Anne > Cirque de Salazie > St. Anne (+/- km 80)

Prima colazione. Oggi è la giornata dedicata all’esplorazione del vicino “Cirque de Salazie”, il più verde tra i circhi dell’isola , una vera “giungla”, con tantissime cascate pSt Denisiccole e grandi. Rientro e pernottamento al Lodge Diana Dea. 6° Giorno  St. Anne > Piton de la Fournaise > Plaine des Palmistes > St. Anne 

(+/- km 225)

Prima colazione. Giornata piena di emozioni! Vi consigliamo di andare alla scoperta del Piton de la Fournaine e del paesaggio lunare del Volcano. La strada per giungere al vulcano attraverserà i “Plaine des Palmistes” e “Plaine des Cafres” sino al panoramico “Pas de Bellecombe”. Rientro e pernottamento al Lodge.

Hotel del Tour ST.GILLES: STE ANNE:

7° Giorno 

LUX ILE DE LA REUNION 5* LODGE DIANA DEA 4*

St. Anne > Cascata di Takamaka e la Foresta primaria di Belouve > St. Anne (+/- km 140)

Prima colazione. Oggi è possibile scegliere tra due possibilità: la foresta primaria di Belouve oppure il fantastico sito delle cascate di Takamaka non lontane dal Lodge.

Il vostro sogno a Reunion

8° Giorno 

A PARTIRE DA

St. Anne  > Saint Denis Aeroporto (+/- km 45)

Prima colazione. Partenza verso la capitale Saint Denis per una passeggiata conoscitiva. Consegna dell’autovettura in aeroporto e partenza verso la prossima destinazione.

Quota per persona base camera doppia

Il Tour include: • • •

€ 995

Incontro all’arrivo a Reunion in aeroporto con il nostro corrispondente locale 7 notti in hotel con trattamento di pernottamento e prima colazione; categoria superior / classic Noleggio auto per 7 giorni, categoria A con presa/rilascio in aeroporto (tipo Peugeot 206 / 3 porte con aria condizionata), chilometraggio illimitato, assicurazioni CDW (Collision Damage Waiwer) esclusa franchigia, TPC (Theft Waiver) esclusa franchigia, Pai (Personal Accident Insurance)

Il Tour non include: • • •

Volo intercontinentale Tasse di soggiorno governative locali, da pagare in hotel in loco Per il noleggio auto: tasse aeroportuali per ritiro auto €26, il deposito cauzionale di €600 (tutte le spese relative al noleggio auto debbono essere pagate con carta di credito, intestata al titolare del noleggio/guidatore). Il duplicato della chiave in caso di perdita o danno €150. N.B. età minima per il noleggio 23 anni, con patente da oltre due anni. E’ possibile stipulare una assicurazione che copre totalmente la franchigia, al costo indicativo di €10 al giorno, in base alla società di autonoleggio • Tutti i pasti e le bevande


99 | Reunion | Natura e Avventura

Natura e Avventura

> TOUR GUIDATO IN JEEP 4X4 

Durata:  8 Giorni / 7 Notti Programma individuale con sistemazioni in Hotel di varie categorie TRATTAMENTO: Come da programma PARTENZE: Giornaliere - Minimo due persone ITINERARIO: St. Gilles - Cilaos - St. Leu - Ste Anne - Plaine Des Cafres - Le Volcan - Circque De Salazie REUNION  Reunion “L’isola intensa”: vi sorprenderà la natura sembra “esplodere” ovunque! Che ci si trovi sulla cima di una montagna di lava con vista su una cascata cristallina oppure sulle rive di una suggestiva laguna verde blu, l’isola vi incanterà per il “suo cuore caldo” rappresentato dai “ tre circhi” di Cilaos, Mafate e Salazie, ciascuno con un proprio caratteristico scenario, e dal paesaggio lunare di Plan des Sable e del vulcano Piton de la Fournaise. Reunion è l’ideale per coloro che hanno desiderio di vivere un’avventura esaltante e sportiva: impegnativi itinerari di trekking, giri panoramici in elicottero, surf, attività che possono essere mescolate con l’andare alla scoperta delle peculiarità dell’isola: terra multirazziale con un patrimonio storico, culturale e gastronomico proveniente dall’Asia e dall’Europa. La Reunion, una destinazione tropicale, ricca di sensazioni, che soddisferà sia chi desidera vivere sensazioni forti che coloro che hanno voglia di rilassarsi e del “dolce far niente” . 1°e 2° Giorno  St. Gilles Les Bains

Arrivo a Reunion, incontro con il nostro rappresentante locale e transfer a St. Gilles Les Bains, trasferimento e pernottamento presso l’hotel Boucan Canot (4*). Giornate a disposizione per relax. 3° Giorno  St. Gilles > Cilaos > St. Leu (+/- km 135)

Prima colazione. Check-out e trasferimento al mattino per Cilaos in auto 4x4. Sosta per il pranzo. Proseguimento lungo la strada costiera verso sud e arrivo nel tardo pomeriggio. Pernottamento a St. Leu presso l’hotel Iloha (3*). 4° Giorno  St. Leu

Prima colazione. Giornata di relax in hotel. 5° Giorno  St. Leu > Parte Sud dell’Isola > St. Anne - Costa Est (+/- km 115)

Prima colazione. Check-out e transfer verso il versante Sud dell’isola. Arrivo a Ste Anne e sistemazione presso il Lodge Diana Dea (4*). 6° Giorno  St. Anne > Plaine des Cafres et le Volcan > St. Anne (+/- km 150)

Prima colazione. Partenza al mattino presto in direzione Plaine des Cafres e le Volcan. Sosta per il pranzo. Rientro nel tardo pomeriggio e pernottamento presso il Lodge Diana Dea.

Hotel del Tour ST. GILLES LES BAINS: ST. LEU: STE ANNE:

HOTEL BOUCAN CANOT 4* HOTEL ILOHA 3* LODGE DIANA DEA 4*

7° Giorno  St. Anne > Cirque de Salazie > St. Anne (+/- km 80)

Prima colazione. Incontro con l’autista/guida e partenza in 4x4 per il Circo di Salazie. Pranzo incluso. Rientro nel tardo pomeriggio e pernottamento presso il Lodge Diana Dea.

Il vostro sogno a Reunion

8° Giorno 

A PARTIRE DA

St. Anne

Quota per persona base camera doppia

Relax in hotel. Transfer per l’aeroporto e partenza verso altra destinazione.

Il Tour include: • • • • • • • • •

Incontro all’arrivo a Reunion in aeroporto con il nostro corrispondente locale Trasferimento aeroporto / St. Gilles Les Bains; 5° giorno transfer da St. Leu a Ste Anne 8° giorno transfer da Ste Anne all’aeroporto 2 notti in pernottamento e prima colazione presso St. Gilles - hotel Boucan Canot, in camera standard 2 notti in pernottamento e prima colazione presso St. Leu - hotel Iloha, in camera standard 3 notti in pernottamento e prima colazione presso Ste Anne - hotel Lodge Diana Dea, in camera classic Escursione guidata in 4 x4 (3° giorno) a Cilaos, pranzo incluso Escursione guidata in 4 x 4 (6° giorno) a Le Volcan, pranzo incluso Escursione guidata in 4 x4 (7° giorno) a Salazie, pranzo incluso

€ 2.160

Il Tour non include: • • • •

Volo intercontinentale Tasse di soggiorno governative locali, da pagare in hotel in loco Tutte le cene negli hotels, tutte le bevande per l’intero itinerario Tutto quanto non espressamente menzionato alla quota comprende

Note •

In base alla disponibilità e stagionalità gli hotel potrebbero variare garantendone la categoria e il servizio. Non è possibile effettuare il Tour dal 22/12/14 al 04/01/15. Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti.


100 | Mozambico

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Mozambico

PARCO NAZIONALE ARCIPELAGO DI BAZARUTO Anno di istituzione del parco: 1971 Lunghezza dell’arcipelago: 35 Km Ampiezza della marea: 10 M L’arcipelago di Bazaruto è compostoda cinque isole: Bazaruto, Benguerra, Magaruque, Bangué e Santa Carolina; l’eccezionale biodiversità che lo contraddistingue, ha indotto il Governo a dichiararlo, nel 2000, Nazionale, appunto il ‘Parque Nacional do Bazaruto’. Oltre 600 specie di pesci popolano le acque dell’arcipelago, fra questi figurano: balene, delfini, squali e squali-balena, mante, cetacei e anche i dugonghi, creatura straordinaria e leggendaria in via di estinzione. Tra le oltre 160 specie di uccelli che vivono e volano nei cieli sovrastanti, vi sono fenicotteri, cicogne, pellicani, pavoncelle, aironi e moltissimi uccelli migratori. Le isole offrono ecosistemi diversi: savana, foreste di mangrovie, boschi e alte dune di sabbia, nonché spettacolari spiagge bianche. A Bazaruto e Benguerra, in alcuni laghi d’acqua dolce, vivono circa 45 specie di rettili e anfibi, mentre lungo le spiagge sono solite deporre le uova le tartarughe marine. L’arcipelago di Bazaruto è collegato al Sud Africa da voli di circa 2 ore.

Vilankulos

Maputo

Parco Nazionale Arcipelago  di Bazaruto


101 | Reunion

MOZAMBICO - REUNION Réunion

LES CIRQUES DE RÉUNION Area del cirque de Cilaos: 8.739 ha Area del cirque de Salazie: 10.382 ha Area del cirque de Mafate: 10.000 ha Sono un complesso di beni naturali presenti sull'isola di Réunion, territorio francese nell’Oceano Indiano. Nel 2010 l’UNESCO ha classificato l'area come patrimonio mondiale dell’umanità. I circhi sono tre: Mafate con il Piton Maido, misterioso e selvaggio, Salazie, immerso in una natura esuberante, con cascate splendide, ed il circo di Cilaos, molto bello e maestoso, le cui sorgenti termali hanno proprietà terapeutiche. Tutti e tre circondano il Piton des Neiges, che è il monte più alto dell’isola.

Cirque de   Mafate

Cirque de Salazie

Cirque de Cilaos

Piton  de la Fournaise

PITON DE LA FOURNAISE Altezza del vulcano: 2.631 M Età del vulcano: 530.000 anni Area di Réunion: 2.517 Km² Il Piton de la Fournaise è uno dei vulcani più attivi del mondo insieme al Kilauea (Hawaii) e si trova sull’Isola di Réunion. Qualche volta è perfino possibile visitare i siti delle colate laviche. Come per le isole Hawaii, il Piton de la Fournaise è un “pennacchio”, ovvero un vulcano originato da un punto caldo. Il vulcano è uno scudo basaltico; il bordo dell’ampia depressione che lo contiene, protegge il resto dell'isola dalle eruzioni laviche. Data la sua abbondante attività effusiva, il vulcano continuerà ad innalzarsi e a far crescere la superficie dell'isola.


102 | Seychelles

Meraviglie della natura  da vedere una volta nella vita Seychelles ATOLLO ALDABRA - Gruppo Aldabra  Età dei primi insediamenti umani: 100.000 anni Superficie dell’atollo: 154 Km² Estensione della laguna: 14.000 h Questo atollo corallino che emerge dall’Oceano Indiano, appartiene al Gruppo di Aldabra, uno degli arcipelaghi delle Isole Esterne delle Seychelles. Non è stato quasi toccato dall’uomo e presenta una fauna tipica costituita dalle tartarughe giganti di cui ospita almeno 10.000 esemplari. Si compone di quattro isole maggiori, più una quarantina di isole piccole e scogli molti dei quali nella laguna: Îleaux Cendres, Île Michel, Île Esprit, Île Moustiques, Îlot Parc, Îlot Emile, Îlot Yangue, Îlot Dubois, Îlot Magnan, Île Lanier, Champignon des Os, Euphrate, Grand Mentor, Grand ÎIot, Gros ÎIot Gionnet, Gros ÎIot Sésame, Heron Rock. E’ la Seychelles Fondation che si occupa di Aldabra e che si accerta che le severe limitazioni all’accesso, per proteggere il fragile ecosistema dell’isola, siano rispettate. Aldabra è patrimonio UNESCO dal 1982. Tra gli uccelli marini che si riproducono in massa su Aldabra si trovano le più belle specie dei tropici.

Isola di Mahé

VALLÉE DE MAI - Praslin Atollo Aldabra  (1.150 Km. da Mahe)

Area della valle: 19,5 h Area di Praslin: 42 Km² E’ una riserva naturale composta da una foresta di palme protette ed altre cinque specie di palme. La palma del coco de mer produce una bizzarra noce doppia, la più grande al mondo. Una peculiarità del parco è rappresentata dalla vita selvatica di specie endemiche di uccelli, mammiferi, rettili, crostacei ed altri. Questa riserva naturale è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO dal 1983. Affascina la sua foresta tropicale che sembra quasi impraticabile, ma è dotata di sentieri tracciati. Con la sua natura spettacolare e l’effetto delle palme dalle foglie immense, appare come un luogo d’altri tempi.

Vallée de Mai

Isola di Praslin


103 | Mauritius

SEYCHELLES - MAURITIUS Mauritius CRATERE TROU AUX CERFS Altitudine del cratere: 650 m Diametro del cratere: 335 m Profondità del cratere: 85 m Trou aux Cerfs è un cratere vulcanico colmato da un lago, ed è situato sull’Isola Mauritius, nel territorio della valle Curepipe. Questo antico vulcano ricorda l‘origine dell’isola, che risale a qualche milione di anni fa. Tipica la sua vegetazione lussureggiante formata da grandi pini e da altre specie di piante. Il Trou aux Cerfs offre un fantastico panorama sulle aree circostanti: la città di Curepipe, la montagna del Rempart detta anche Tre Mammelle, e la Montagna Saint-Pierre. Una strada circolare gira intorno al Trou aux Cerfs, e si può anche scendere nel cratere mediante sentieri predisposti e godere della vista del lago. Dai bordi della strada, nelle giornate serene, si può scorgere la silhouette dell’Isola Réunion.

Terre Colorate  di Chamarel

Black River Gorges

Cratere  Trou aux Cerfs

TERRE COLORATE E  CASCATE DI CHAMAREL

BLACK RIVER GORGES Area del parco: 6.574 h Area di Mauritius: 2.040 Km² Picco massimo: M. Piton (828 m.) Una splendida passeggiata nella natura conduce alle gole “Black River”, attraverso il Parco Nazionale, un vero santuario della fauna e flora endemica. E’ la più ampia fra le riserve naturali di Mauritius, dichiarata parco nazionale nel 1994, fra gli animali che vi s’incontrano ci sono i maiali selvatici e i macachi a gruppi, pipistrelli da frutta, cervi, e nove specie di uccelli tra i quali alcuni a rischio di estinzione come il gheppio di Mauritius e la colomba rosata. Quanto alla vegetazione, troviamo alberi come il Bois de Natte e l’ebano nero, oltre naturalmente a felci e licheni, l’orchidea e il Boucle d’Oreille, che è il fiore nazionale mauriziano.

Altezza delle cascate: 83 m Colorazioni del terreno: rosso, marrone, viola, verde, blu e giallo Sono davvero spettacolari le terre colorate di Chamarel, un autentico fenomeno geologico, circondate da una lussureggiante vegetazione. Chamarel è al centro dell’isola, sul versante sud-occidentale. Le morbide ondulazioni del terreno presentano un ampio spettro di colori dal giallo al viola, a seconda dell'incidenza dei raggi solari. Dato il carattere vulcanico dell'isola, le terre colorate sono dovute con ogni probabilità alle rocce vulcaniche che si sono raffreddate a diverse temperature e trasformate, nel corso del tempo, nelle attuali sabbie colorate. Le cascate sono belle e immerse nel verde: un salto d'acqua che esce dalla foresta per poi rituffarcisi.


104 | Sri Lanka

Kandy è una cittadina dal carattere indiano… Le strade strette, fiancheggiate da basse costruzioni, si animano sin dal primo mattino… Escursioni in montagna in gradevolissima compagnia. Prendiamo il treno che collega Kandy alla parte più elevata dell’isola. Il treno è composto da numerosi vagoni, tutti pieni di gente del posto. Andare in treno li affascina… Il tracciato della ferrovia, tutto in salita, si arrampica serpeggiando parallelamente a una strada carrozzabile... più si sale, più la vegetazione perde il suo carattere tropicale; l’aria è pura, fresca, tonificante. Ci si dimentica di essere al sesto parallelo. Franz Hubner 1856


105 | Sri Lanka


106 | Sri Lanka

Appunti di Viaggio

Un incontro in Sri Lanka è sempre preceduto dal benvenuto, Ayubowan appunto. Accettatelo sempre, è ben augurante ed è il modo in cui i Cingalesi vi offrono la loro amicizia, anche se sarà per pochi minuti. Noterete continuamente quanto la "filosofia" di vita di questo meraviglioso popolo sia sempre basata sul rispetto delle altre persone, condito da molta curiosità verso "l'Occidentale" e da un pizzico di ingenuità. Documenti Dal 01/01/2012 chiunque voglia visitare, anche per brevi periodi, lo Sri Lanka, dovrà necessariamente richiedere ed ottenere un Visto prima della partenza collegandosi al sito www.eta.gov.lk/ e seguire tutti gli step indicati. Verranno richiesti i dati personali e i dettagli del soggiorno nel Paese, mentre non sarà necessaria alcuna copia del passaporto o di documenti vari. La richiesta di Visto costa circa $ 30 (non rimborsabili) che dovranno necessariamente essere pagati dal passeggero tramite carta di credito e che non daranno automaticamente diritto all'ingresso nel Paese. Il Visto ha validità di 3 mesi dalla data di emissione e 30 giorni dalla data di ingresso nel Paese. Tutti i passeggeri in arrivo a Colombo dovranno portare con sè i seguenti documenti: - Passaporto con validità di 6 mesi dalla data di arrivo - Fotocopia della pagina contenente i dati anagrafici del Passaporto - Biglietto aereo di andata e ritorno - Denaro sufficiente per il soggiorno in Sri Lanka (non vi sono indicazioni su un importo preciso) Idee per viaggiare non è responsabile per mancate partenze dovute a non valida documentazione personale. AMBASCIATA D’ITALIA: 55, Jawatta Road, Colombo 5 - 00500 Sri Lanka Tel.: +94 11 2588388. Mance Le mance sono gradite ovunque e sono d'uso comune negli alberghi per facchini e camerieri. E sono un obbligo morale per guide e autisti (normalmente a fine Tour $ 35/45 per le guide e $ 15/25 per gli autisti). Religione Quasi il 70% della popolazione è di religione buddista, il 15% è induista; seguono piccole comunità musulmane e cristiane. Il Paese è tollerante ma è proibito il nudismo e l’oltraggio dei luoghi e dei simboli religiosi. Attenzione alle foto davanti alle statue del Buddha a cui è vietato dare le spalle. Lingua La lingua ufficiale è il cingalese. Nel nord est dell’isola è utilizzato il Tamil. L’inglese è parlato correntemente dall’intera popolazione. Fuso orario 5 ore in avanti rispetto all’Italia, 4 quando da noi è in vigore l’ora legale. Corrente elettrica Il voltaggio è di 230/240V. è necessario munirsi di adattatore che consente di utilizzare prese a due o tre lamelle piatte.

Clima Paese dal clima tipicamente tropicale caratterizzato da una stagione secca ed una piovosa; quella monsonica delle piogge va da maggio a settembre nelle regioni sud-occidentali, e da novembre ad aprile in quelle nord-orientali.Le temperature medie vanno dai 28 ai 35 gradi centigradi. A causa del particolare sistema monsonico, l'isola è generalmente in grado di offrire ai clienti la stagione "giusta" in qualche parte del suo territorio. Valuta La moneta dello Sri Lanka è la Rupia, l’Euro è generalmente accettato e reperibile nelle maggiori banche di Colombo (1€ = 180 LKR). Il dollaro è la moneta più diffusa e sono accettati anche i Traveller’s Cheques. Le carte di credito American Express, Visa, Mastercard, Diners sono accettate dalle agenzie di viaggio, nei negozi riconosciuti e negli alberghi, ma non sono diffuse come in Europa. Tutte le valute in biglietti di banca, assegni e Traveller’s Chèques, devono essere dichiarate al servizio Dogana e Immigrazione all’arrivo (si consiglia di conservare le ricevute dei cambi). Saranno trattenute dalla Dogana e restituite al turista al momento della partenza. L’esportazione di Rupie di Sri Lanka è vietata. Per telefonare Il prefisso per chiamare lo Sri Lanka dall'Italia è 0094, seguito dal prefisso locale senza lo 0 ed il numero dell'abbonato. Per chiamare invece l'Italia il prefisso è lo 0039. Sebbene non tutto il territorio sia coperto, in Sri Lanka i cellulari funzionano abbastanza bene nelle principali città; raccomandiamo però di verificare con il proprio gestore l'eventuale copertura ed i costi. Carte di Credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, e negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale ( pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra. Situazione Sanitaria Nelle zone frequentate dai turisti non vi sono malattie endemiche ed in linea di massima normali misure igieniche vengono adottate nelle grandi strutture alberghiere. Le strutture sanitarie nel Paese non rispecchiano i livelli europei. In caso di emergenze sanitarie è opportuno il trasferimento del malato in patria o nel paese più vicino adeguato al tipo di intervento. Si è a volte riscontrato che il malato, malgrado fosse dotato di una copertura assicurativa sanitaria con compagnie ritenute affidabili, non sia stato trasferito con la dovuta celerità. Si suggerisce pertanto, a coloro che si recano nel Paese, di avere un'assicurazione che preveda esplicitamente il tempestivo trasferimento in strutture ospedaliere idonee, utilizzando con immediatezza il primo velivolo (privati o compagnie di linea) disponibile. Si suggerisce comunque di evitare viaggi nel Paese a coloro che, affetti da gravi patologie, necessitino di eventuali ospedalizzazioni. E' opportuno, munirsi di una scorta di medicinali contro le malattie ricorrenti (stati febbrili, mal di testa, problemi intestinali, ecc...).


107 | Sri Lanka

INDIA

Trincomalee

Sigiriya Dambulla

Kandy

Colombo

Nuwara Eliya

SRI LANKA Yala National Park

Vaccinazioni Non è richiesta alcuna vaccinazione ma è' consigliabile la profilassi anti-malarica in caso di lunghe permanenze, previo parere medico, le vaccinazioni anti epatite "B", anti-colerica ed antitetanica. Le autorità locali richiedono la vaccinazione obbligatoria contro la febbre gialla solo ai viaggiatori provenienti da alcuni Paesi (non ai viaggiatori italiani che provengono direttamente dall'Italia). Si consiglia, pertanto, di informarsi presso l’Ambasciata dello Sri Lanka a Roma sui Paesi inclusi in detta lista, soggetta a variazioni. Come vestirsi Abiti leggeri in cotone. Utili un golf e scarpe molto comode per le escursioni nelle regioni montuose, creme solari, occhiali da sole, repellenti contro gli insetti. E’ consigliabile un paio di calzini da indossare durante le visite ai templi dove è obbligatorio andare a piedi nudi. Ayurveda Ayurveda è un termine Sanscrito (antica lingua indiana) che significa letteralmente “Scienza della vita”. Ayur significa vita e “Veda” vuol dire scienza e conoscenza. L’Ayurveda è un “sistema” di vita tradizionale le cui origini sono saldamente radicate nella cultura del subcontinente indiano. Secondo l’Ayurveda, ogni disturbo fisico ha origine dalla mente e lo scopo dei trattamenti ayurvedici è quello di riportare in equilibrio i tre Doshas. Un ruolo molto importante nella “dottrina” Ayurveda è rappresentato dalla purificazione del corpo, mediante bagni al vapore, sedute di Yoga e massaggi, sempre a base di rimedi naturali. L’organismo in questo modo viene “riequilibrato” liberandosi dalle tossine e l’individuo ritrova una nuova vitalità e un’adeguata energia. Le terapie applicate nell’Ayurveda rivolgono la loro attività più all’aspetto preventivo che a quello curativo, portando ogni individuo a raggiungere il benessere della mente e del corpo.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” • Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze • Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” • Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior

Classificazione Alberghiera Non essendoci una classificazione alberghiera ufficiale in Sri Lanka, diventa difficile darne una esatta che corrisponda a quelle a cui siano generalmente abituati. In Sri Lanka esiste una classificazione locale che però non corrisponde al reale standard dei servizi offerti altrove, quindi in base alla nostra esperienza e alla verifica diretta della qualità dei servizi, proponiamo due diverse tipologie di strutture alberghiera: SUPERIOR e DELUXE. SUPERIOR: paragonabili ad Hotel 4 Stelle Superiore; DE LUXE: Paragonabili ad Hotel di 1a Categoria e Categoria Lusso. La presenza di animali in loco, non “comuni” nella nostra quotidianità Tralasciando la lista di splendide creature che animano le escursioni in loco e sono uno dei tesori dei luoghi da noi programmati ma focalizziamo le problematiche scaturite dalla presenza, in alcune destinazioni da noi proposte, di animali che notoriamente troviamo “disgustosi”. Le isole si caratterizzano per la rigogliosa vegetazione, che è habitat di numerose specie animali, in alcun modo pericolose per l’uomo. E’ frequente trovare anche dentro le abitazioni il gecko, che svolge una funzione di deterrenza per la presenza di piccoli insetti, la sua presenza è molto discreta. L’esistenza di un ecosistema tropicale non esclude la diffusione di piccoli ratti che ogni tanto fanno “capolino” nelle vicinanze dei Resort o degli alberghi, oggetto ad un programma di sradicamento da parte delle strutture alberghiere, grazie al ricorso massiccio a costanti opere di bonifica. E’ possibile incontrare insetti e ragni di piccole dimensioni assolutamente non velenosi, non può essere perciò completamente esclusa la possibilità che nella propria camera possano introdursi, magari dopo aver lasciato aperta la finestra, piccolissimi insetti. Ciò non denota una carenza nella pulizia ma è frutto dell’ambiente che circonda la maggior parte dei resort. La zanzara è diffusa soprattutto durante la stagione delle piogge ma non “frequenta” significativamente i resort dei turisti, grazie alle costanti disinfestazioni; si consiglia in ogni caso di munirsi di repellenti e di adottare le normali precauzioni già impiegate in Italia contro questo insetto.


108 | Sri Lanka

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita

GROTTE VAVULPANE Altitudine delle grotte: 278 m Lunghezza della grotta Halwinioya: 450 m Il distretto di Ratnapura in cui si trovano le Grotte Vavulpane, è famoso anche per le sue antiche miniere di pietre preziose. Le Grotte consistono di 12 cavità di diverse dimensioni, la più grande di esse è la Halwini Oya ed ha un grande soffitto da cui scendono le stalattiti bianche, gialle e rosa in contrapposizione ad altrettanto colorate stalagmiti. Vavulpane vuol dire “caverna dei pipistrelli”, ed infatti nelle grotte ne vivono circa 250.000 esemplari appartenenti a sei diverse specie. Poco distante dalle grotte c’è una foresta preistorica con migliaia di felci giganti.

SRI PADA Area della riserva: 22.380 h Altezza del monte: 2.243 m

Sigirya Sri Pada

Nota anche come Picco di Adamo, Sri Pada è una montagna situata nella parte centrale di Sri Lanka, ed è un luogo di pellegrinaggio per buddisti, musulmani, induisti e cristiani. In cima alla montagna c’è un monastero in cui vi è un’impronta di piede lunga quasi due metri, considerata dai buddisti un’impronta del Buddha, mentre gli induisti la ritengono di Shiva Adipadham e cristiani e musulmani la attribuiscono ad Adamo. Dal 1940 Sri Pada è riserva naturale protetta. Questo luogo ha costituito l’ambientazione del romanzo di fantascienza “Le fontane del Paradiso” di Arthur G. Clarke.

Grotte Vavulpane

SIGIRIYA Altezza della formazione rocciosa: 200 m Altitudine del sto: 370 m Anno di designazione a patrimonio dell’umanità: 1982 E’ un sito archeologico considerato da alcuni l’ottava meraviglia del mondo, e contiene le rovine di un antico castello, costruito durante il regno di re Kasyapa verso la fine del 400 d. C. È uno dei sette Patrimoni dell’Umanità dello Sri Lanka, ed una delle attrazioni più amate dai turisti stranieri. La roccia su cui sorge è composta da una dura placca magmatica che proviene di un vulcano eroso. Si trova in un punto sopraelevato rispetto alle pianure circostanti, ed è visibile per chilometri. Dopo essere stata la fortezza del re Kasyapa, Sigiriya divenne un monastero in seguito abbandonato. Le rovine di questo splendido sito vennero scoperte nel 1907 dall’esploratore John Still.


109 | Sri Lanka

SRI LANKA CASCATE BAMBARAKANDA Altezza delle cascate: 263 m Stagione delle piogge: da ottobre a marzo Sono le più alte del Paese, con un salto di 241 metri. Sono formate dal fiume Kuda Oya, un affluente del fiume Walawe e per scoprirle si deve percorrere la statale n° 4 da Haputale verso Ratnapura. Arrivarci costituisce un bel percorso trekking con paesaggi stupendi. La caduta è di per sé una magnifica vista e il getto d'acqua dà un’emozione incredibile. Una volta in alto, dove c’è anche una bella piscina per fare il bagno, la vista sulla valle è spettacolare.Unici rumori,lo scrosciare dell’acqua e il cinguettio degli uccelli. Questo luogo è consigliato anche ai fotografi e specialmente a quelli che amano“catturare” il movimento dell'acqua.

CASCATE DI DIYALUMA Altezza delle cascate: 220 m Stagione delle piogge: da ottobre a marzo Le cascate, che nascono dal Fiume Pungala Oy, sono a circa 14 km dalla cittadina collinare di Haputale. Sono le seconde cascate dello Sri Lanka, ma sono anche le più famose delle cento cascate di cui è ricco il Paese. Questo sito ha vedute straordinarie sia dalla parte inferiore che da quella superiore e dà una sensazione di top of the world. I panorami sono assolutamente mozzafiato. Una delle cose più belle da fare è salire sulla cima e fare il bagno in una delle piscine che la cascata crea. Un’antica leggenda racconta che le cascate sono in realtà le lacrime versate da un principe per la tragica fine della sua amata caduta da una rupe. Diyaluma

Bolgoda

Bambarakanda

LAGO BOLGODA Superficie del lago: 374 Km² Area di palude: 140 h E’ situato nella regione sudorientale dello Srilanka, a 19 Km da Colombo. E’ composto da due zone d’acqua distinte, una dolce e l’altra salata. La sua bellezza naturale ne fa una destinazione turistica di spicco ed è anche molto pescoso. Il lago, che è un’area naturale protetta, comprende anche una importante rete di paludi in cui vivono diversi animali a rischio di estinzione, come il coccodrillo delle paludi, il pitone delle rocce, il tantalo variopinto. Lungo le sue rive abbondano le fabbriche ed altri stabilimenti industriali che potrebbero compromettere quello che è un delicatissimo ecosistema. Un’organizzazione locale sta occupandosi della cosa per promuovere un piano che tuteli l’ambiente e la popolazione.


110 | Sri Lanka | Isola Splendente

Isola Splendente

> Tour privato

Durata:  9 giorni/ 8 notti GUIDA: Lingua italiana TRATTAMENTO: Pensione completa ITINERARIO: Dambulla - Sigiriya - Polonnaruwa - Anuradhapura - Mihintale - Kandy - Ramboda - Nuwara Eliya - Negombo - Colombo 1° Giorno ITALIA  > COLOMBO

Partenza con volo di linea dall’ Italia. Pasti e pernottamento bordo. 2° Giorno DAMBULLA

Arrivo all’aeroporto di Colombo, incontro con la guida in lingua italiana. Immediato trasferimento ad Dambulla, con una confortevole fermata a Kurunagala. Durante la pausa, verrà servito ai clienti un piatto di frutta e tè o caffè. Accettazione e pranzo in hotel. Nel pomeriggio è possibile effettuare un safari a dorso di elefante attraverso la giungla (escursione facoltativa con supplemento). Ogni elefante è in grado di trasportare fino a 4 passeggeri. Cena e pernottamento in hotel . 3° giorno DAMBULLA > SIGIRIYA > POLONNARUWA > DAMBULLA (+/- 140 km , 2 h 40 min)

Dopo la prima colazione salita alla rocca di pietra di Sigiriya, patrimonio mondiale dell'UNESCO, una delle principali attrazioni dello Sri Lanka. Ritorno in hotel per pranzo. Escursione pomeridiana a Polonnaruwa, la capitale medievale anch’essa, patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. L'intero paesaggio della regione è punteggiato da grandi bacini artificiali, corsi d'acqua interni, il più famoso dei quali è il Prakrama Samudra o mare di Prakrama. Cena e pernottamento in hotel. 4° Giorno DAMBULLA >  ANURADHAPURA > MIHINTALE > DAMBULLA  (+/-  145 km,  2 h 35 min)

Dopo colazione escursione di intera giornata ad Anuradhapura, la più conosciuta delle città dello Sri Lanka. Pranzo presso il Palm Garden Village, Anuradhapura. Si procede per Mihintale, a breve distanza da Anuradhapura, montagna ricoperta di foresta considerata sacra da tutti i buddisti. La salita alla sommità è interessante dal momento che dall'alto si può ammirare nella sua totalità la giungla sottostante. E' presente una "dagaba" buddista in cima alla roccia. Cena e pernottamento in hotel. 5° giorno DAMBULLA > KANDY (+/-  110 km, 2 h 30 min)

Dopo la prima colazione partenza per Kandy con visita al tempio di pietra, un giardino delle spezie e una fabbrica di batik. Pranzo presso il giardino delle spezie. Visita al laboratorio di Batik per osservare la lavorazione artigianale del batik. Si procede per Kandy. Circondata da colline, con un tranquillo lago al centro, è il sito del celebre"Tempio del Dente" e dei reali giardini botanici, sede di una delle migliori collezioni di orchidee.Cena e pernottamento a Kandy. 6° giorno KANDY > PINNAWELA > KANDY (+/-  80 km, 1 h 20min)

Colazione in hotel e visita ai "reali giardini botanici" di Kandy. Situati nei pressi degli argini del Mahaweli Ganga, questi giardini sono stati inizialmente creati in onore del re Kirthi Sri Rajasingha (1747 - 1780) e coprono circa 60 ettari di alberi, prati ed arbusti in fiore, bambù provenienti dal Myanmar, Giappone, Cina ed Indie Orientali, oltre ad una raffinata collezione di orchidee dello Sri Lanka. Si procede per Pinnawela, dove si trova l'orfanotrofio degli elefanti, localizzato sulle sponde del Maha Oya, dove risiedono i giovani elefanti che sono stati allontanati dai loro ambienti naturali. Pranzo presso "Pinnalanda Restaurant". Rientro a Kandy, tour panoramico della città e tempo libero. Cena e pernottamento a Kandy. enienti dal Myanmar, Giappone


111 | Sri Lanka | Isola Splendente

7° giorno KANDY > RAMBODA > NUWARA ELIYA  (+/-  85 km, 1 h 30 min)

Dopo la prima colazione proseguimento per Nuwara Eliya. Situato a 1.800 m di altitudine, questo piccolo angolo d''Inghilterra, pieno di chalet e casette in stile Tudor, è il centro di raccolta e produzione dei più importanti tè del mondo.Da Nuwara Eliya si può ammirare il Monte Pedro (Pidirutalagala), che con i suoi 2.540 metri d'altitudine rappresenta la cima più alta dell'isola. Pranzo presso il Ramboda Falls Inn. Rientro a Kandy e sistemazione in hotel, cena e pernottamento. 8° giorno KANDY > COLOMBO > NEGOMBO  (+/-  150 km, 2 h 30 min)

Colazione e partenza per Colombo. Capitale commerciale Colombo è la città più popolosa dello Sri Lanka, localizzata sulla costa occidentale e mix di culture, religione ed influenze provenienti da terre straniere. Molte le attrazioni che meritano di essere visitate, tra cui: i templi buddisti, i templi Hindu, le moschee, le chiese cristiane, i parchi, lo zoo, i musei e le gallerie d'arte. Trasferimento a Negombo, cena e pernottamento. 9° giorno NEGOMBO > COLOMBO (+/-  35 km, 30 min)

Dopo colazione trasferimento per l'aeroporto e partenza per altra destinazione o rientro in Italia.

• • • • • •

Volo intercontinentale dai principali aeroporti italiani via Roma, Milano o Venezia (solo con voli Emirates) Guida/autista in lingua italiana Trattamento come da programma con forfairt di bevande ai pasti Tutti gli ingressi nei siti e parchi come da itinerario Acqua minerale durante le visite turistiche ed i trasferimenti Facchinaggio

Il Tour non include:

Hotel del Tour TIPOLOOGIA DELLE SISTEMAZIONI

DAMBULLA/KANDALAMA

KANDY

NEGOMBO

FORMULA SUPERIOR

AMAYA

AMAYA HILLS

JETWING ST. ANDREWS

FORMULA DELUXE

HERITANCE KANDALAMA

EARLS REGENCY

JETWING LAGOON

SUPERIOR: PARAGONABILE AL NOSTRO 3 STELLE SUP/QUATRO STELLE STANDARD DELUXE: PARAGONABILE AL NOSTRO 4 STELLE STD/QUATRO STELLE SUPERIOR

Il Tour include:

• • • •

Tasse aeroportuali Bevande ai pasti Visto di ingresso in Sri Lanka ( USD 30 per persona) Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour include”

Il vostro sogno in SRI LANKA

A PARTIRE DA

€ 1.930

Quota per persona base camera doppia

Note  • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


112 | Sri Lanka | Sri Lanka Beauty

Sri Lanka Beauty

> Tour privato

Durata:  12 giorni/ 11 notti GUIDA: Guida/autista in lingua italiana TRATTAMENTO: Pensione completa per tutto il tour, fatta eccezione per Colombo, in prima colazione ITINERARIO: Colombo - Galle - Yala- Udawalawe - Yala - Nuwara Eliya - Kandy - Sigiriya - Polonnaruwa - Sigiriya - Pinnawela - Negombo 1° Giorno Italia > Colombo

Partenza dai principali aeroporti Italiani per Colombo. Notte a bordo. 2° giorno Aeroporto > Colombo

Arrivo in mattinata. Incontro presso l'aeroporto internazionale di Bandaranaike, con rappresentante e la guida locale/autista parlante italiano. Arrivo a Colombo dopo circa 1 ora e ½. Check-in a Casa Colombo, un hotel retro-chic con 12 suite situato all'interno di un grande palazzo di 200 anni di storia. Nel pomeriggio, giro della Capitale. Colombo è un'affascinante città, un mix di passato e presente ed è il centro commerciale del paese. In serata, un tè presso il vecchio ospedale olandese, che è stato splendidamente restaurato ed ora ospita ristoranti, bar, boutique e Spa. Pernottamento. 3° Giorno Colombo > Galle > Yala  (+/- 240 Km > 5h E 30 Min)

Dopo la prima colazione, lasceremo Colombo procedendo verso l'antica stazione commerciale di Galle. Storicamente questo premiato patrimonio era un porto molto importante, punto di riferimento per gli operatori cinesi, persiani, arabi e indiani. Brevissima visita di Galle a piedi. Lasciando l'antica stazione commerciale di Galle, con circa tre ore di macchina, raggiungerete lo Yala National Park, che vanta la più alta densità di leopardi in Asia e sede di innumerevoli animali selvatici. Cena e Pernottamento. 4° giorno Yala

Giornata dedicata alla scoperta di Yala, dove sarà possibile effettuare dei veri e propri game drive nella foresta, caratterizzata da svariate pianure alternate a rocce affioranti. La vegetazione è varia, una fitta giungla con pozze d'acqua, laghetti, stagni e fiumiciattoli. Il primo safari potrà essere effettuato la mattina presto intorno alle 5 del mattino. Successivamente si potrà rientrare in hotel per la colazione. A seguire pranzo e verso le ore 15,00 sarà possibile prendere parte ad un altro eccitante safari all’interno dello Yala International Park. Tempo a disposizione per il resto del pomeriggio. Cena e Pernottamento. 5° giorno Yala > Udawalawe (+/- 60 Km >1h E 30 Min)

Colazione e mattinata a disposizione. Sarà possibile effettuare un ulteriore safari se richiesto (a pagamento). Pranzo in hotel. Intorno alle ore 14,00 partenza in direzione del National Park di Udawalawe . Dopo 1 ora e ½ si arriva a destinazione. E’ un’area rinomata per la presenza di elefanti selvatici e per questo è abbastanza comune poterli ammirare nella loro quotidianità. All’interno del parco sono presenti inoltre bufali, cervi, scimmie, lucertole, uccelli e leopardi. Rientro in hotel. Lungo la strada di ritorno, sarà possibile effettuare una breve sosta a Kataragama, un’antica cittadina risalente al 2 secolo d.C. Cena e Pernottamento. 6° giorno Yala > Nuwara Eliya (+/- 170 Km > 3h)

In mattinata partenza da Yala e, con circa tre ore di macchina, sarà possibile raggiungere la rinomata "regione" del tè: Nuwara Eliya. Le maestose montagne con la sublime bellezza della vegetazione circostante sembrano invitare i molti viaggiatori a fermarsi a Nuwara Eliya. Pranzo in un ristorante locale. In serata, visita turistica della rinomata Nuwara Eliya, tipico rifugio estivo per gli inglesi. Conosciuta anche come Little England è famosa per la sua spettacolare bellezza, il suo paesaggio pittoresco ed il clima fresco. Cena e pernottamento. 7° giorno Nuwara Eliya

Colazione in hotel e intorno alle 8.30 del mattino, partenza per la visita delle piantagioni di tè e alla fabbrica, per ammirare la lavorazione del tè. Lo Sri Lanka infatti, grazie a questa località, è uno dei maggiori importatori di tè nel mondo. Cena e pernottamento. 8° giorno  Nuwara Eliya > Kandy (+/- 75 Km)

In mattinata si procederà per Kandy in treno. Arrivo a Peradeniya e trasferimento in hotel. Lo scenario durante il tragitto è magnifico e di gran lunga superiore dell'eventuale stessa tratta effettuata in macchina (i biglietti del treno saranno confermati solo 14 giorni prima della partenza, come da regola del Dipartimento delle Ferrovie locali). Pranzo a bordo. Kandy è nota per la bellezza naturale della sua posizione in una tranquilla valle boscosa che domina un vasto lago artificiale. Il palazzo, santuari e palazzi d'epoca inglesi conferiscono un carattere speciale, mentre la reliquia del dente di Buddha dà una importanza religiosa alla storica capitale dell'altopiano. Arrivo a Kandy nel pomeriggio. Cena e Pernottamento.


113 | Sri Lanka | Sri Lanka Beauty

9° giorno  Kandy 

Giornata dedicata ad esplorare Kandy, la piazza del mercato con il famoso Batik e i negozi Gem, la cattedrale anglicana e il Tempio del Dente. Kandy è famosa anche per il Giardino Botanico Reale. Impressionante è anche il campo da golf con 18 buche, votato il più attraente nel subcontinente e tra i cento più belli al mondo. Possibilità di organizzare (a pagamento) una partita di golf. Cena e Pernottamento. 10° giorno  Kandy > Sigiriya (+/- 110 Km > 3h)

Proseguimento verso Sigiriya. Lungo il percorso, visita di Dambulla, nota per i suoi templi rupestri riccamente dipinti. Prima tappa a Matale presso l'imponente casa della signora Ena De Silva, artista e attivista sociale, molto importante nello Sri Lanka. Successivamente si procede per Dambulla con pranzo durante il tragitto presso Ranweli Spice Garden a Matale. Dambulla è famosa per affreschi che hanno più di 2000 anni e per la colossale figura del Buddha disteso scavata nella viva roccia, lunga circa 15 metri. Dopo la visita check-in hotel che rende omaggio alla bellezza ed alla unicità di Sigiriya. Cena e pernottamento. 11° giorno  Rocca di Sigiriya > Rock Fortress > Polonnaruwa > Sigiriya (+/- 110 Km )

Dopo la prima colazione, attraverso una riserva forestale si raggiunge la città medievale di Polonnaruwa. Patrimonio mondiale dell'UNESCO. Visita del palazzo reale, la sala delle udienze e lo spettacolare complesso Gal Vihara danno chiara evidenza del glorioso passato dello Sri Lanka. Nel pomeriggio, visita della gigantesca rocca di Sigiriya (Patrimonio Mondiale), costruita nel V secolo. Gli aspetti più impressionanti del complesso sono i giardini, gli affreschi e la parete a specchio con antichi graffiti. Il pranzo sarà servito in un ristorante locale durante il tragitto. Rientro in hotel, cena e pernottamento. 12° giorno  Sigiriya > Pinnawela > Negombo (+/- 140 Km )

Si lascia Sigiriya per proseguire verso Negombo. A poco più di due ore di macchina raggiungerete Pinnawela, nota per il suo Orfanotrofio degli Elefanti. Pranzo. Successivamente si procede per Negombo e check-in presso Jetwing Lagoon, il primo hotel progettato dal leggendario architetto Geoffrey Bawa. Sfumature aggraziate di bianco e marrone ornano gli spazi garantendo un senso di opulenza e di libertà. Pernottamento.

Il Tour include: • Volo intercontinentale dai principali aeroporti italiani via Roma, Milano (da Venezia solo con voli Qatar o Emirates) • Guida/autista in lingua italiana • Trattamento come da programma • Tutti gli ingressi nei siti e parchi come da itinerario • Safari in jeep 4x4 all’interno del parco nazionale di Yala e di Udawalawe • Biglietti riservati del treno (da riconfermare SOLO 14 gg prima della partenza del treno) • Acqua minerale durante le visite turistiche ed i trasferimenti • Facchinaggio

Il Tour non include: • • • •

Tasse aeroportuali Bevande ai pasti Visto di ingresso in Sri Lanka ( USD 30 per persona) Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour include”

13° giorno 

Il vostro sogno in SRI LANKA

Negombo > Aeroporto di Colombo

Prima colazione in hotel, trasferimento all'aeroporto di Colombo. Volo di rientro per l’Italia o prosecuzione verso altra destinazione.

A PARTIRE DA

€ 2.430

Quota per persona base camera doppia

Hotel del Tour TIPOLOOGIA DELLE SISTEMAZIONI

SIGIRIYA

KANDY

NUWARA ELIYA

NUWARA ELIYA

COLOMBO

FORMULA SUPERIOR

AMAYA

AMAYA HILLS

JETWING ST. ANDREWS

JETWING YALA

CASA COLOMBO

FORMULA DELUXE

JETWING VIL UYANA

ELEPHANT STABLES

CRAIGBANK

JETWING YALA

CASA COLOMBO

Note

SUPERIOR: PARAGONABILE AL NOSTRO 3 STELLE SUP/QUATRO STELLE STANDARD DELUXE: PARAGONABILE AL NOSTRO 4 STELLE STD/QUATRO STELLE SUPERIOR

• Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


experience2_Layout 1 10/07/2014 17:15 Page 114

114 | Sri Lanka | Tour “Ayubowan” + Estensione mare Sri Lanka

Tour “Ayubowan” + Estensione mare Sri Lanka Durata: 12 giorni/ 11 notti Programma individuale con sistemazioni in Hotel di varie categorie. Partenze garantite di gruppo in alcuni periodi dell’anno (vedi tabella) GUIDA: Guida in lingua italiana TRATTAMENTO: Pensione completa con bevande incluse ai pasti durante il Tour. Prima colazione o mezza pensione per l’estensione al mare in base alla categoria richiesta. ITINERARIO: Colombo - Nuwara Eliya - Kandy - Pinnawela - Sigiriya - Polonnaruwa - Passikudah/Bentota - Colombo 1° Giorno Italia > Sri Lanka

Partenza dai principali aeroporti italiani. Notte in volo. 2° giorno Colombo > Kandy (+/- 120 Km > 3h circa)

Al vostro arrivo in aeroporto ci sarà ad attendervi un nostro rappresentante con guida/autista parlante italiano. Trasferimento per Kandy con una sosta durante il tragitto. Il tempo previsto è di 3 e mezza circa. Kandy, ultima capitale del regno cingalese e sfondo di numerose battaglie contro gli inglesi è circondata da diverse vallate e da alcuni templi. Il più rinomato è il tempio del Sacro Dente del Buddha luogo Sacro ubicato in riva al lago. Sistemazione in Hotel. Cena e pernottamento. 3° Giorno Kandy > Nuwara Eliya > Kandy (+/- 120 Km)

Dopo la prima colazione, partenza in direzione di Nuwara Eliya; città coloniale britannica rinomata principalmente per le sue piantagioni di tè, di cui Lo Sri Lanka è il migliore produttore al mondo. Pranzo presso il ristorante "Ramboda Falls". Nel pomeriggio procede la visita a Nuwara Eliya, con visita dell'area coloniale, dei mercatini quotidiani cingalesi e del famoso ippodromo inglese. Nuwara Eliya, meravigliosa per il suo lussureggiante paesaggio, è inoltre famosa per i suoi 117 anni di presenza quale tappa nel circuito mondiale di golf. Nel tardo pomeriggio, rientro a Kandy per la cena ed il pernottamento; 4° giorno Kandy > Pinnawela > Kandy (+/- 80 Km)

Dopo la prima colazione, visita dei 3 templi situati nel dintorni di Kandy: Gadaladeniya, Lankathilaka, Embekke. Questo ultimo tempio di natura induista, è stato costruito dal Re Vikramabau III in onore del Dio Skandakataragama ed è celebre per la cerimonia della Pooja. Sosta per il pranzo di circa un’ora, quindi la nostra visita continua in direzione di Pinnawela, conosciuta per l'orfanotrofio degli elefanti, luogo di accoglienza per piccoli elefanti rimasti orfani e ritrovati nella giungla, fondato nel 1975, ospitava inizialmente solo 3 piccoli elefanti. Attualmente ce sono circa una sessantina che vengono costantemente curati e nutriti. Chi lo desidera potrà seguirli lungo la sponda del fiume per osservarli durante il loro bagno giornaliero. Successivamente è prevista la visita alla rinomata villa di Samarasinghe al cui interno è possibile ammirare un piccolo museo degli elefanti. Rientro in serata. Cena e pernottamento. 5° giorno Kandy > Dambulla > Habarana/Sigiriya (+/- 110 Km 3h circa)

Dopo la prima colazione partenza per la zona di Sigiriya. Durante il tragitto sosta a Matale e al famoso giardino delle spezie. Quindi si visiteranno le famose grotte del Tempio di Dambulla (patrimonio dell' UNESCO), costruite dal Re Walagambahu nel I secolo a.C., dove potrete ammirare 151 statue di Sakyamuny Gauthama Buddha e di meravigliosi affreschi. Sosta per il pranzo in un ristorante tipico locale. Arrivo a Sigirya e sistemazione in hotel. Pomeriggio libero. Cena e pernottamento. 6° giorno Rocca di Sigiriya > Polonnaruwa > Habarana/Sigiriya (+/- 110 Km)

Dopo la prima colazione, partenza per la maestosa rocca di Sigiriya, anch'essa dichiarata patrimonio dell' UNESCO. Questa fortezza è stata costruita nel V secolo dal Re Kassapa: tra le suggestive attrazioni del luogo, vi è una grotta con dei bellissimi affreschi. La cima è raggiungibile in 1 ora e mezza circa di cammino. Apprezzerete la sosta per il pranzo presso delle case di contadini locali. Successivamente si prosegue per la visita di Polonnaruwa. Città medioevale e seconda capitale dell'isola, riserva alcuni tra i più sofisticati esempi di scultura e architettura religiosa e cingalese, come la maestosa statua di Sakyamuny Gauthama Buddha di Gal Viharaya. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.


115 | Sri Lanka | Tour “Ayubowan” + Estensione mare Sri Lanka

7° giorno  Habarana/Sigiriya > Ritigala > Habarana/Sigiriya (+/- 70 Km) 

Prima colazione e partenza per Ritigala; il complesso monastico situato sui pendii più bassi del Ritigalakanda. Quando il buddismo si stabilì nell'isola, Ritigala fu scelta come sito adatto per la costruzione di templi: il primo, Lanka Vihare, fu fondato nel II secolo a.C. Questa località viene anche ricordata per le sue erbe, radici, steli e fiori utilizzanti nella disciplina ayurveda. Oggi questa foresta è dimora di diversi monaci che utilizzano grotte e tipologie grezze di abitazioni per ritirarsi in meditazione. Rientro in hotel e pomeriggio libero. Cena e pernottamento. 8-12° giorno  Habarana/Sigiriya > Passikudah/Bentota (Soggiorno al mare)

N.B: Per l’estensione mare, abbiamo preso in considerazione due destinazioni consigliabili in base alla stagione climatica: Passikudah, area di Trincomalee - Versante Nord Est, consigliabile da maggio ad Ottobre e Bentota versante Sud Ovest consigliabile da Novembre ad Aprile. Vedere descrizione Hotel. 12° giorno  Passikudah/Bentota > Colombo Aeroporto

Trasferimento per Colombo da una delle due destinazione, organizzato con transfer privato in base all’orario del volo di partenza. Partenza verso altra destinazione della nostra programmazione o rientro per l’Italia. Fine dei servizi.

Il Tour include: • Volo intercontinentale dai principali aeroporti italiani via Roma, Milano (da Venezia solo con voli Qatar o Emirates) • Tour con guida/autista parlante italiano • Pensione Completa con bevande durante i pasti • Tutti i trasferimenti • facchinaggio • Visite come da programma

Il Tour non include:

Hotel del Tour TIPOLOOGIA DELLE SISTEMAZIONI

KANDY

HABARANA SIGIRIYA

PASSIKUDAH / TRINCOMALEE BENTOTA

FORMULA STANDARD

THILANKA

KASSAPA LIONS ROCK

CENTARA

BENTOTA BEACH

FORMULA SUPERIOR

AMAYA HILLS

AMAYA LAKE

ANILANA

VIVANTA BY TAJ

FORMULA DELUXE

EARLS REGENCY

HERITANCE KANDALAMA

ANILANA - UGA BAY

SAMAN VILLAS

• Mance • Visto di ingresso in Sri Lanka ( USD 30 per persona) • Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il Tour Include”

Il vostro sogno in SRI LANKA

A PARTIRE DA Cat. Standard : paragonabile a nostri Hotel 3 Stelle Cat. Superior : paragonabile a nostri Hotel 3 Stelle Sup - 4 Stelle Cat. Deluxe : paragonabile a nostri Hotel 4 Stelle Sup. - 5 Stelle Nell’eventualità che per operativi di volo fosse necessario l’ultimo giorno il Day use o la notte a Colombo, la stessa verrà prenotata al Jetwing Lagoon o il Blue di Negombo. Date di partenza di gruppo: 22 Giugno - 6 Luglio - 17 e 31 Agosto - 14 Settembre - 5 e 19 Ottobre

€ 2.050

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


116 | Thailandia

L’attuale capitale conta un solo secolo di vita, ma ha già oltre 500.000 abitanti e un perimetro esterno di 14 chilometri… Con i suoi numerosissimi canali, è la Venezia dell’Asia, straordinariamente colorata dai tetti a scaglie e da mosaici luminosi, stranamente pittoresca per le migliaia di battelli che passano fra il verde e le pagode policrome. Fra zattere e case galleggianti, non si capisce dove inizi la terraferma. Paul Bonnetain - descrizione di Bangkok 1887


117 | Thailandia


118 | Thailandia

Appunti di Viaggio

...Qualunque luogo può essere il centro del mondo… una dorata terra di meraviglie.

Uno spettacolo infinito, dove natura, popoli e antiche civiltà si incontrano. La Thailandia è terra dai forti contrasti paesaggistici con scenari che variano da regione a regione. Si possono distinguere tre diversi tipi di ecosistemi: a nord, le selvagge foreste lussureggianti, la fitta e rigogliosa giungla lungo le coste e, a sud, il mare con spiagge bianchissime e acque trasparenti. Il Paese si distingue per la presenza di numerosi parchi nazionali. Le aree protette ricoprono attualmente circa il 14% della superficie terrestre e marina del paese, una delle percentuali più elevate al mondo. Oggi la Thailandia vanta112 fra parchi nazionali e aree protette, oltre a circa un migliaio di zone in cui vige il divieto di caccia, nonché riserve naturali, giardini botanici ed arborei. Visti e documenti Per entrare nel Paese è necessario avere il passaporto con validità minima di 6 mesi. Ambasciata d'Italia a BANGKOK: 399, Nang Linchee Road, Yannawa - Bangkok Tel: +66-2-2854090/1/2/3,+ 66-2-2854433, +66-2-2854434 Consolati italiani in Thailandia PHUKET: 113/40 Wichitsongkram Road,Anuphas Golf Ville SoiManorom 5 Kathu, Tel: +66 (0) 86 6896819 CHIANG MAI: 9 Soi 9 Sirimungkalajarn Road - Suthep, Muang District Tel: +66 (0) 53-212925 KOH SAMUI: SURAT THANI - 63/15 T. Angthong Tel/Fax + 66 (0) 77 236452 PATTAYA: CHONBURI 315/346 Moo 12, Thepprasit Road, Soi 12 Tel: +66 (0) 89 2504025 Clima Paese dal clima tropicale-monsonico: caldo umido con forti piogge nel periodo da agosto ad ottobre; temperature più moderate nel periodo da novembre a febbraio. Temperature medie variabili intorno ai 25 gradi nei mesi dicembre-gennaio e 35-40 gradi nei restanti mesi dell’anno. Salute Se il viaggio si limita a toccare le principali località turistiche non è necessaria alcuna vaccinazione. La profilassi antimalarica può essere utile solo a coloro che decidono di inoltrarsi in alcune zone paludose ai confini con il Laos. Onde evitare disturbi intestinali si consiglia di non consumare ghiaccio e di non mangiare verdure crude o frutta già sbucciata nei ristorantini ai bordi delle strade. Negli hotel tutti gli alimenti possono essere consumati, compreso il ghiaccio.

Lingua La lingua ufficiale è il Thailandese e l’inglese ma quest'ultima solo nella capitale Bangkok e nelle principali località turistiche. Fuso orario 6 ore in più rispetto all’Italia, 5 quando da noi è in vigore l’ora legale. Valuta L'unità monetaria ufficiale è il BATH (1€= 44.5 THB). Le carte di credito sono accettate principalmente nei grandi alberghi e negli shopping mall. Carte di Credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, e negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale (pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra. Tasse aeroportuali Per i voli domestici e internazionali non vi sono tasse aeroportuali, in quanto incluse nel costo del biglietto aereo. Per telefonare Per chiamare la Thailandia si deve comporre il prefisso +66 seguito dal prefisso della città (ex: per Bangkok 2 più il numero dell’abbonato). Per telefonare in Italia dalla Thailandia comporre lo 0039 seguito dal prefisso della città con lo zero,più il numero dell’abbonato. I GSM Italiani possono avere difficoltà nella ricezione. In Thailandia funzionano 4 sistemi di telefonia cellulare: GSM 900, GSM 1800, GSM 1900, WCDMA 2100, con buona ricezione nei centri urbani e in gran parte delle zone non urbane. Abbigliamento Indumenti di cotone, leggeri e comodi, come T-shirt, camicie e pantaloni di tela, sono l’abbigliamento ideale per visitare il paese durante tutto l’arco dell’anno. Da non dimenticare un cappellino per il sole,un K-way per qualche improvviso acquazzone ed un maglioncino che si renderà necessario per le escursioni sulle montagne del Nord o per l’immancabile aria condizionata degli hotel, dei negozi e dei centri commerciali. Indispensabili un paio di scarpe comode per camminare in città e scarponcini da trekking per le escursioni nel nord del paese. Fotografie e riprese Si consiglia un atteggiamento rispettoso se si vuole riprendere la popolazione locale, e in molti casi è più opportuno chiedere il permesso agli interessati che generalmente si dimostrano molto disponibili. Le videocamere e le macchine fotografiche non sono ammesse senza permesso in alcuni luoghi sacri o in qualche museo come ad esempio nella Cappella del Buddha di Smeraldo (Wat Phra Keo) o in alcune sale del Museo Nazionale.


119 | Thailandia

Hanoi Chiang Rai

MYANMAR

HAIMAN (CINA)

Luang Prabang

Chiang Mai Vientiane

Lampang

THAILANDIA

Yangon

Sukhothai

Phitsanulok

LAOS

Bangkok Siem Reap

CAMBOGIA Phonom Penh

VIETNAM Ho Chi Minh

Koh Samui Khao Sok Phuket

MALESIA

Religione Nella vita dei thailandesi ha una grande influenza la dottrina religiosa che trova unità nella professione della fede buddista, praticata dal 95% della popolazione. Il buddismo, che nacque oltre 2.500 anni fa in India e che ben presto si diffuse in tutta l’Asia sudorientale, apparve per la prima volta in Thailandia durante il III secolo a.C. Secondo il buddismo l’essere umano è una continua catena di vite, condizionate dall’individuo durante quelle precedenti. In Thailandia quasi tutti i ragazzi maschi trascorrono qualche mese in un monastero studiando gli insegnamenti dei Buddha, e il fatto di venir ordinati monaci non comporta obblighi per tutta la vita: potranno lasciare il manto arancione liberamente ed in qualsiasi momento. Molti di essi, comunque, scelgono i voti perpetui e durante il loro cammino verso la ricerca del Nirvana sopravviveranno solo grazie alla generosità della gente. Feste e manifestazioni Molte feste tradizionali sono legate ai rituali buddhisti o bramani e seguono il calendario lunare. Verso metà aprile si celebra il capodanno thailandese, il Songkran; si 'lavano' le statue del Buddha e si onorano i monaci e gli anziani spruzzando un po' d'acqua, ma poi si comincia a lanciarsi acqua addosso solo per divertimento; siate sicuri che se partecipate ne uscirete fradici. Altre feste sono legate alla semina e al raccolto del riso. All'inizio di maggio, il re apre ufficialmente la stagione delle risaie con un antico rituale bramano, in un campo nel centro di Bangkok. Nel nord est del paese a maggio si svolge la festa dei razzi, durante la quale si spara in aria un misto di bambù e di polvere da sparo per convincere il cielo a mandare la pioggia necessaria alla coltivazione del riso. Da settembre a maggio in tutta la Thailandia ci sono varie feste che celebrano la raccolta del riso. Tra settembre e ottobre si tengono a Phuket e a Trang le giornate vegetariane: per nove giorni i buddhisti cinesi mangiano solamente cibo vegetariano, vanno in processione per la città e officiano cerimonie nei templi cinesi. A Surin si tiene verso novembre il raduno degli elefanti, una festa popolare durante la quale si possono vedere i pachidermi giocare a calcio!

La presenza di animali in loco, non “comuni” nella nostra quotidianità In alcune delle destinazioni da noi proposte, sono presenti animali che noi “occidentali” potremmo trovare “disgustosi”. La vegetazione rigogliosa è l’habitat naturale di molte specie animali, non pericolose per l’uomo. Il “geco” è molto comune in tutte le zone a clima temperato e svolge una funzione importante perché si ciba di insetti parassiti. L'esistenza di un ecosistema tropicale non esclude nemmeno la diffusione di piccoli ratti che ogni tanto fanno capolino nelle vicinanze dei Resort, attratti dal calore e dalla possibilità di trovare del cibo. Questi piccoli animali sono oggetto di bonifica costante da parte delle strutture. Tra le specie comuni può essere inoltre annoverata anche la volpe volante, un pipistrello notturno del tutto innocuo che si ciba principalmente della frutta che si trova sulle cime degli alberi e delle palme (soprattutto alle Maldive e alle Seychelles). E' possibile incontrare anche insetti e ragni di piccole dimensioni assolutamente non velenosi. Non può essere perciò esclusa la possibilità che nella propria camera possano introdursi piccolissimi insetti, magari dopo aver lasciato aperta la finestra. Ciò non denota carenza di pulizia da parte della struttura ma è semplicemente frutto della vegetazione che circonda gli alberghi. La zanzara è diffusa soprattutto durante la stagione delle piogge ma vengono effettuate continue bonifiche per eliminarla. Si consiglia in ogni caso di munirsi di repellenti e di adottare le normali precauzioni già impiegate in Italia contro questo insetto. L’Ambiente Il paese è suddiviso in quattro regioni: le fertili pianure centrali del fiume Chao Phraya; il povero altopiano del nord est; la fertile valle e le montagne del nord; la penisola meridionale, coperta di foresta pluviale. La vetta più alta, 2596 m, è il Doi Inthanon nella provincia di Chiang Mai. Un quarto della Thailandia è coperto di foresta monsonica o pluviale; si trova un'incredibile varietà di alberi da frutta, bambù, latifoglie tropicali. Ci sono più di 850 specie di uccelli, permanenti o migratori, e un sempre minor numero di tigri, leopardi, elefanti e orsi bruni asiatici. I 66 parchi nazionali e le 32 aree protette costituiscono l'11% del territorio.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • • • •

Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior


120 | Thailandia | Antiche Tradizioni

Antiche Tradizioni > Tour di gruppo  Durata:  6 Giorni / 5 Notti      PARTENZE: Garantite di gruppo (minimo 2 partecipanti) tutti i mercoledi e sabato - individuali giornaliere GUIDA: In lingua italiana TRATTAMENTO: Mezza pensione più una cena Kantoke ITINERARIO: Bangkok - Ayutthaya - Lopburi - Phitsanulok - Sukhotai - Lampang - Chiang Rai- Chiang Mai - Mae Hong Son - Chiang Mai 1° Giorno BANGKOK > AYUTTHAYA > LOPBURI > PHITSANULOK > SUKHOTHAI (+/- 470 km)

Partenza da Bangkok per raggiungere Ayuthaya l'antica capitale del Siam fondata nel 1350. Visita dei templi più importanti del parco storico che ne fanno uno dei più ricchi parchi archeologici di tutta l'Asia. Si procede per Lopburi. Arrivo a Lopburi e visita di questo antica città che fù uno dei piú importanti centri di diffusione del buddismo e qui nacque il caratteristico stile artistico che porta il suo nome. Visita al Phra Prang Sam Yot. Visita del Kala shrine of Sarn Prakarn, un tempio di cui centinaia di scimmie hanno fatto la loro abitazione. Si raggiunge infine Phitsanuloke. Visita del Wat Phra Si Rattana Mahathat, tempio Buddhista dove e’ presente una della immagini del Buddha più riverite in Thailandia. Quest'immagine, il Phra Phuttha Chinarat, fu creata in bronzo e dorata in un secondo tempo. E' un eccellente esempio dell'arte del periodo di Sukhothai. Si raggiunge infine Sukhothai. Trasferimento in hotel. Pranzo in ristorante tipico. 2° Giorno SUKHOTHAI > LAMPANG (+/- 210 km)

Visita del parco archeologico di Sukhothai, prima capitale del regno del Siam nel XIII secolo, e oggi patrimonio mondiale dell’UNESCO per visitarne le rovine. Si procede poi per la visita del parco storico di Sri Satchanarai, eretto dal Re Ramkhamhaeng il grande. Il parco e’un insieme di monumenti che segnano la nascita, da modelli Khmer, dello stile di Sukhothai. Nel pomeriggio si prosegue verso il Nord e si raggiunge infine la provincia di Lampang. Pranzo in ristorante tipico. 3° Giorno LAMPANG > CHIANG RAI (+/- 230 km) 

Partenza per visitare il Wat Phrathat Lampang Luang, uno dei templi Lanna piu' importanti del Nord. Si passa poi attraverso la provincia di Phayao, un tempo regno indipendente, che fu poi assorbito dal regno di Lanna e si visita il Lago Kwan Phayao. Si raggiunge poi la città di Chiang Rai. Si procede verso Mae Sai, una cittadina di frontiera Myanmar con un mercatino molto vivo per continuare poi verso il famosissimo Triangolo d'oro dove si incontrano i confini di Thailandia, Myanmar e Laos alla confluenza del poderoso fiume Mekong. Qui si potrà godere del favoloso panorama d’incontro di tre paesi. Trasferimento in hotel. Pranzo in ristorante tipico. 4° Giorno CHIANG RAI > CHIANG MAI (+/- 185 km) 

Partenza dall’hotel in Chiang Rai sulle tipiche imbarcazioni da fiume “long tail” per un tragitto di circa un’ora. Visita del villaggio di una minoranza etnica. Trasferimento con visita del Wat Rong Khun, il cosiddetto "Tempio bianco", che è l'ardita e quasi onirica creazione di un famoso artista thailandese contemporaneo. Trasferimento a Chiang Mai via Doi Sakhet. Arrivo a Chiang Mai e visita ai villaggi di Sankampeng e Borsang con i loro prodotti artigianali. Quindi visita del tempio di Wat Prathat Doi Suthep in serata per godere dell’atmosfera che aleggia sul tempio durante il tramonto, con possibilità di ascoltare i canti serali dei monaci Buddhisti. Trasferimento in hotel. Pranzo in ristorante tipico. Cena Kantoke in ristorante tipico. 5° Giorno CHIANG MAI > MAE HONG SON (+/- 240 km)  

Partenza di primo mattino per raggiungere Mae Hong Son attraversando uno splendido panorama di montagne e foreste. Durante il tragitto si visitano la coltivazione di orchidee e le grotte di Tham Lot con la possibilità, per i più audaci, di fare rafting. Si prosegue con la visita di alcune minoranze etniche nella provincia di Pai. Arrivo a Mae Hong Son nel tardo pomeriggio. Pranzo in ristorante tipico.


121 | Thailandia |Antiche Tradizioni

Hotel del Tour CATEGORIA SUPERIOR SUKHOTHAI: LAM PANG: CHIANG MAI: CHIANG RAI: MAE HONG SON: 6° Giorno MAE HONGSON > CHIANG MAI (+/- 240 km)  

Giornata dedicata alla visita di Mae Hong Son. Visita al villaggio Padong, etnia delle famose donne dal collo lungo. Dopo una visita ai principali templi di Mae Hong Son Wat Chong Kham, Wat Chong Klang e Wat Phra That Doi Kong Mu. Trasferimento a Chiang Mai. Pranzo in ristorante tipico. Trasferimento all’aeroporto e prosecuzione verso altra destinazione. Fine dei Servizi.

Il Tour include: • • • • •

Trasferimento da/per l’aeroporto Trattamento di mezza pensione come da programma Tour con guida parlante italiano Minivan con aria condizionata Tutti gli ingressi ai siti previsti nel programma

Il Tour non include: • • • • • •

Voli intercontinentali e domestici Eventuali trasferimenti e notti pre/post tour Bevande ai pasti Attivita’ opzionali Mance, extra di carattere personale Tutto quanto non espressamente menzionato nel programma

SUKHOTHAI TREASURE RESORT & SPA LAMPANG RIVER LODGE CENTARA KHUM PHAYA RESORT & SPA THE LEGEND CHIANG RAI BOUTIQUE RIVER RESORT & SPA THE IMPERIAL MAE HONG SON

Il vostro sogno in THAILANDIA

A PARTIRE DA

€ 670

Quota per persona base camera doppia Suppl.to singola € 150  Child (fino a 12 anni non compiuti) € 340

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti. • Si consigliano abiti che coprano le braccia, spalle, gambe.


122 | Thailandia

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Prachinburi - Chiang Mai - Mae Hong Son FORESTE E CASCATE DI KHAO YAI Area delle foreste: 2.168 Km² Dislivello della catena montuosa: da 60 a 1.351 m Il Khao Yai National Park, costituito nel 1962, è il primo Parco Nazionale fondato in Thailandia ed è il più grande e selvaggio del Paese. Con la sua estensione, raggiunge i territori di 4 province thailandesi: Nakhorn Ratchasima, Saraburi, Nakhorn Nayok, e Prachin Buri. La catena montuosa del parco mostra bruschi dislivelli, soprattutto a sud dove è ben visibile uno“scalino” naturale di risalita verso l’altopiano stesso, che costituisce lo scenario perfetto per la formazione di cascate suggestive. Il Khao Yai deve la sua importanza alla presenza di numerose specie animali allo stato brado (alcune a rischio di estinzione), tra cui oltre70specie di mammiferi e altrettante di rettili, nonché migliaia di invertebrati. Vi troviamo la Tigre Asiatica (50 esemplari progressivamente in calo), e 400 elefanti. Il Khao Yai è ricercato dagli appassionati di birdwatching: qui vivono diverse specie di tucani e sono state osservate circa 320 differenti specie di uccelli. All’interno del parco, poi,c’è un ambiente naturale di grande bellezza:la sua area montagnosa è ricoperta da una fitta foresta tropicale con centinaia di diverse specie vegetali.

La più grande cascata è Haew Narok, o “Gola del Diavolo”, nelle cui due grandi balze hanno trovato la morte anche decine di elefanti. Le cascate sono circondate da ripidi pendii e dirupi.

Cascata del MAe surin Gola di MAe Ping

GOLA DI MAE PING Altezza del bordo della gola: 1.238 m Anno di costruzione della diga di Bhumibol: 1964

Il Parco nazionale di Mae Ping ricopre una superficie di oltre 1.000 chilometri quadrati e l’elemento distintivo del parco è rappresentato dal Fiume Ping, che qui scorre attraverso una zona di foreste e falesie. In alcuni punti il corso d’acqua si ramifica per formare masse d’acqua simili a bacini con numerose isole minori e rapide. Un’altra attrattiva è rappresentata dalle cascate a sette salti Ko Luang. Affascinanti stalattiti e stalagmiti si trovano all’interno della vicina grotta calcarea. Alla sommità di questa gola, a circa 32 metri di altezza, è stato installato un piccolo ponte che collega i due bordi del canyon. Nel 1991 è stato istituito Parco Nazionale, cronologicamente il 68° della Thailandia.

Cascate  di Khao Yai

CASCATE DEL MAE SURIN Altezza delle cascate: 80 m Altezza massima delle montagne: 1.752 m La maestosa cascata Mae Surin si trova in un luogo poco conosciuto, è alta oltre 250 piedi e ben visibile vista dal punto panoramico dell'ufficio del Parco Nazionale Mae Nam Tok Surin. In questa zona si ammirano fantastici panorami montani. In molte zone limitrofe si coltivano diverse specie di fiori e piante per le quali sono famosi la Thailandia e i suoi mercati dei fiori. E’ anche questo uno spettacolo emozionante. Il percorso che conduce alle cascate costeggia laghi naturali e villaggi abitati. Tutto intorno, le montagne e tanto verde; nel monte Doi Phu, che ha la forma di una tartaruga, c’è una grotta con sorgenti calde.


123 | Thailandia

THAILANDIA Ubon Ratchathani - Ratchaburi  KAENG TANA RAPIDS Lunghezza delle rapide: 1 Km Larghezza delle rapide: fino a 300 m Altitudine del sito: 200 m Le imponenti Kaeng Tana - rapide Tana - situate nel Nord Est della Thailandia, e da cui il parco prende il nome, sono in un punto dove il fiume Mun si stringe attraverso uno sperone roccioso prima di sfociare nel Mekong. Sono davvero spettacolari durante la stagione secca, quando il letto del fiume è totalmente scoperto. Fra le attrattive del sito spiccano le spiagge sabbiose a monte delle rapide, l’isola Don Tana al centro del fiume, la grotta Tham Phra, il terrazzo di arenaria LanPhaPhueng, e la cascata Namtok Tat Ton.

PARCO NAZIONALE PHA TAEM Altezza delle scarpate: 100 m Età geologica: da 50 a 150 milioni di anni E’ sempre il Mekong a regalare i paesaggi più belli, i momenti più emozionanti. Anche nel caso del Parco nazionale Pha Taem, i cui altipiani e le colline dominano il panorama. Per non parlare delle pitture rupestri che risalgono a più di 3.000 anni or sono e che permettono di conoscere la vita degli antichi abitanti della zona. Il fiume, i grandi spazi, i panorami, gli immensi blocchi di argilla rosata, le foreste, le cascate, tutto contribuisce a rendere godibile questo spicchio di Thailandia.

PArco NAzionale Pha Taen Kaeng Tana Rapids

Khao Chong Pran

Da lontano, questo nugolo di pipistrelli che volteggia sopra le risaie circostanti viene spesso scambiato per una nuvola di fumo. Secondo le stime, il numero di pipistrelli presenti nella zona si aggira sui due o tre milioni di esemplari.

GROTTA KHAO CHONG PRAN Superficie della collina: 72 h Numero di pipistrelli: circa 3 milioni Fra gli spettacoli naturali più famosi della Thailandia vi è l’esodo dei pipistrelli dal colle di Khao Chong Pran, che avviene alla sera, e può vantare un pubblico di oltre centomila spettatori entusiasti. I pipistrelli, che si aggirano intorno ai tre milioni, compongono una sorta di enorme “nuvola” che cattura l’attenzione dei presenti ed anche quella dei crudelissimi falchi che tendono i loro agguati mortali alle prede in volo. Non meno emozionante è il rientro dei pipistrelli nella grotta, che avviene all’alba, con un effetto ottico e con un rumore sbalorditivo. Per anni, nel passato, questi animali sono stati cibo anche per gli umani che abitavano nella zona, ma anche per loro è scattata la protezione da parte delle autorità. Benché la grotta sia illuminata all’interno dalle numerose fessure nella roccia, gli spettatori scelgono di assistere dall’esterno all’esodo e al rientro…


124 | Thailandia | Il Nord della Thailandia e il Laos

Il Nord della Thailandia e il Laos Durata:  8 Giorni / 7 Notti  Estensione da Chiang Mai a Vientiane attraversando il Mekong PARTENZE: Individuali giornaliere GUIDA: In lingua italiana TRATTAMENTO: Pensione Completa ITINERARIO: Chiang Mai - Chiang Rai - Pakbeng - Pak Ou - Luang Prabang - Vientiane 1° Giorno Chiang Mai

Arrivo e trasferimento in hotel. Partenza per la visita al Wat Phra That Doi Suthep, il principale tempio del Nord eretto presso la sommità di un rilievo alto 1,676 metri da cui si gode un magnifico panorama. Rientro a Chiang Mai e visita del Wat Suandok le cui origini risalgono al 1373. Si raggiunge poi Bo Sang e San Kamphaeng, famosi centri di produzione dell’artigianato del Nord, in particolare legno, sete, argento e carta di riso. Cena Kantoke, secondo la tradizione folkloristica del Nord con spettacolo di danze classiche. Pranzo in ristorante tipico. Cena Kantoke. 2° Giorno Chiang Mai > Chiang Rai  (+/-Km. 180 )

Prima colazione. Partenza per la visita al campo di addestramento degli Elefanti per assistere ad uno show di questi maestosi animali e dove si potra’ passeggiare a dorso d’elefante (Opzionale). Dopo il pranzo in ristorante tipico visita del villaggio abitato dalla tribu' collinare Lahu nell'area di Tanon. Ripartiamo in barca per la navigazione sul fiume Mae Kok fino a Baan Patai dove visiteremo il villaggio abitato dalla tribu' delle donne dal collo lungo. Procediamo via terra alla volta di Chiang Rai. Arrivo in hotel per la cena. 3° Giorno Chiang Rai

Prima colazione. Si procede per Doi Mae Salong e visita al villaggio Santi Khiri, costruito dai soldati rifugiati della fazione di Kuomintang, conosciuto per la sua produzione di te e coltivazioni di frutta. Visita delle vicine tribu : Akha, Lahu, Yao and Chin Hor. Visita del famoso tempio Phra That Sinakarindhra da dove e’possibile godere di una spettacolare vista. Si prosegue poi per Doi Tung dove si trova la residenza invernale di sua maesta la regina. Si arriva a Mae Sai, una viva cittadina di confine con Myanmar con un interessante mercato per poi proseguire verso il Triangolo d’Oro, confine tra Thailandia, Laos e Myanmar. Rientro a Chiang Rai nel tardo pomeriggio. Pranzo presso un ristorante tipico. Cena in hotel. 4° Giorno Chiang Rai > Huay Xai > Pakbeng  (Circa 8 Ore Di Navigazione) 

Prima colazione. Trasferimento a Huay Xai, cittadina di frontiera sulla riva sinistra del Mekong, e in mattinata partenza a bordo di una confortevole tipica barca a motore che inizia la discesa del fiume con destinazione Pakbeng. Lungo il tragitto, le rive ancora incontaminate offrono innumerevoli occasioni per accostamenti e brevi soste che permettono di scoprire la semplice vita delle popolazioni del fiume e delle etnie della montagna. Arrivo a Pakbeng per il calare del sole. Pranzo a bordo e Cena in hotel. 5° Giorno Pakbeng > Pak Ou > Luang Prabang (Circa 8 Ore Di Navigazione)

Dopo la prima colazione si potrà visitare il variopinto mercato di Pakbeng dove scendono le genti delle minoranze etniche che abitano le montagne per vendere i loro prodotti. Partenza poi per la seconda parte della crociera e continuando a scendere il fiume si compie una breve sosta in un villaggio abitato dai famosi H’Mong della montagna. Quando il fiume si restringe e nude pareti di roccia incombono sulle acque si approda per salire alle sacre grotte di Pak Ou che nel corso dei secoli la fede popolare ha colmato di migliaia di statue del Buddha. Prima di raggiungere Luang Prabang ci si arresta ancora in un villaggio dove ancora si pratica la tradizionale distillazione dell’alcool di riso. Arrivo a Luang Prabang con il calare del sole. Pranzo a bordo. Cena in hotel.


125 | Thailandia | Il Nord della Thailandia e il Laos

6° Giorno Luang Prabang 

Prima colazione. Visita di mezza giornata delle cascate di Kuong Si percorrendo una strada che corre in un paesaggio naturale di quieta bellezza. Lungo la strada sorgono degli agglomerati di H'Mong, irriducibili guerrieri e coltivatori del papavero da oppio che hanno ora abbandonato le antiche consuetudini ma conservano intatto il fiero portamento. Si raggiunge il Parco naturale con la stupenda cascata le cui acque precipitano su formazioni di roccia calcarea, incorniciata di folta vegetazione, per poi calmare il loro impeto in bacini color turchese dove alcuni audaci potrebbero anche tentare una molto rinfrescante nuotata. Visita di Luang Prabang, l'antica capitale reale posta in una valle sul medio corso del Mekong. Per l’incomparabile bellezza del sito ambientale e per la straordinaria ricchezza di capolavori di architettura religiosa buddhista, l’UNESCO la ha dichiarata Patrimonio dell’Umanità. Sono più di trenta i complessi monasteriali dai quali si promana il mistico senso di spiritualità che sommerge ogni visitatore; fra i tanti non si può mancare alla visita di alcuni gioielli come il Vat Visoun, il Vat Sené, il Vat Xieng Thong. Per ammirare i dolci colori del tramonto si sale al Vat Chom Si, posto la culmine del Phu Si, la collina sacra che domina il paesaggio di Luang Prabang. Pranzo in ristorante tipico. Cena in hotel. 7° Giorno Luang Prabang > Vientiane 

Prima colazione. Svegliandosi prima dell’alba si può andare nella via centrale di Luang Prabang per vedere la lunga fila di oltre 200 monaci, con alla loro testa il Patriarca, che silenziosi sfilano tra la riverente popolazione che offre loro il cibo della giornata. Si rientra in albergo per la prima colazione e poi si visita il Museo Nazionale posto nell’edificio del Palazzo Reale costruito nel 1904 e che ora ospita un ricca collezione degli oggetti appartenuti al tesoro della famiglia reale e, soprattutto, il Phra Bang, la statua in oro alta 83 centimetri che secondo la tradizione è simbolo del regno di Lane Xang dal XIII secolo. Trasferimento con volo di linea a Vientiane (circa 50 min. di volo). Mezza giornata di visita dei principali templi della città. Passando a lato del Patuxai o “Porta della Vittoria”, il memoriale dedicato a tutti i Laotiani caduti durante tutte le guerre, si raggiunge il luogo più sacro di tutto il Laos, il That Luang, il grandioso stupa che si dice contenga una reliquia del Buddha che la tradizione vuole che sia stata qui portata nel III secolo avanti Cristo. Nel cuore della città vecchia, il chiostro dell’antico Vat Si Saket accoglie più di duemila immagini del Buddha che, si dice, lo abbiano preservato dalle distruzioni portate dagli eserciti siamesi nel 1828. Sull’altro lato della strada, la raffinata architettura classica del Ho Phra Keo accoglie il Museo di arte religiosa con una stupenda statuaria buddhista in bronzo. Pranzo in un ristorante tipico. Cena in hotel.

Il Tour include: • • • • • •

Assistenza aeroportuale in arrivo e in partenza Trattamento di pensione completa Voli domestici (Luang Prabang - Vientiane) Guida parlante lingua italiana Tutte le visite come da programma Minivan con A/C

Il Tour non include: • • • • • • •

Voli Intercontinentali e domestici per Chiang Mai Eventuali trasferimenti notti pre/post Tour Bevande ai pasti Attività opzionali Visto entrata in Laos (si ottiene in aeroporto dietro pagamento di usd 35 circa) Mance, extra di carattere personale Tutto quanto non menzionato nella sezione “Il Tour include”

Il vostro sogno in THAILANDIA e LAOS

A PARTIRE DA

€ 1.990

Quota per persona base camera doppia

8° Giorno Vientiane 

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto e partenza per la prossima destinazione. Fine dei servizi.

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti.

Hotel del Tour TIPOLOGIA - SISTEMAZIONI

CHIANG MAI

CHIANG RAI

PAKBENG

LUANG PRABANG

VIENTIANE

1° CATEGORIA

HOLIDAY INN

THE IMPERIAL RIVER HOUSE

PAKBENG LODGE

VILLA SANTI

MERCURE

SUPERIOR

CENTARA KHUM PHAYA

THE LEGEND BOUTIQUE

PAKBENG LODGE

THE GRAND

LAO PLAZA

DELUXE

SIRIPANNA VILLA

LE MERIDIEN

PAKBENG LODGE

LUANGSAY RESIDENCE

GREEN PARK BOUTIQUE

• Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti. • Si consigliano abiti che coprano le braccia, spalle, gambe.


126 | Thailandia | Il Triangolo d’oro

Il Triangolo d’oro > Tour di gruppo (Estensione da Bangkok)   Durata:  4 Giorni / 3 Notti      PARTENZE: Garantite di gruppo (minimo 2 partecipanti) tutti i mercoledi e sabato - individuali giornaliere GUIDA: In lingua italiana TRATTAMENTO: Mezza pensione più una cena Kantoke ITINERARIO: Chiang Mai - Chiang Rai 1° Giorno CHIANG RAI 

Arrivo a Chiang Rai. Trasferimento in hotel. Si prosegue per raggiungere Mae Sai, una viva cittadina di confine con Myanmar con un interessante mercato. Un viaggio nella Provincia di Chiang Rai che non potrebbe essere completo senza aver visto il famigerato Triangolo D’oro. Questa famosa località di confine dove Thailandia, Laos e Birmania si incontrano sul fiume Mekong, una volta era conosciuta come il centro per la coltivazione e lo smistamento di oppio. Situata a circa 9 chilometri a nord della vecchia città di Chiang Saen, lungo la strada parallela al fiume, qui si incontrano il fiume Ruak e il fiume Mekong ed è localmente conosciuta come Sop Ruak. Trasferimento in hotel. Pranzo in ristorante tipico. 2° Giorno CHIANG RAI > CHIANG MAI  ( +/- 185 km)

Partenza dall’hotel in Chiang Rai sulle tipiche imbarcazioni da fiume “long tail” per un tragitto di circa un ora. Visita del villaggio di una minoranza etnica. Trasferimento con visita del Wat Rong Khun, il cosiddetto "Tempio bianco", che è l'ardita e quasi onirica creazione di un famoso artista thailandese contemporaneo. Trasferimento a Chiang Mai via Doi Sakhet. Arrivo a ChiangMai e visita ai villaggi di Sankampeng e Borsang con i loro prodotti artigianali. Quindi visita del tempio di Wat Prathat Doi Suthep in serata per godere dell’atmosfera che aleggia sul tempio durante il tramonto, con possibilita’ di ascoltare i canti serali dei monaci Buddhisti. Trasferimento in hotel. Pranzo in ristorante tipico. Cena Kantoke in ristorante tipico.

3° Giorno CHIANG MAI 

Dopo la prima colazione partenza dall'albergo per visitare il campo d'addrestramento elefanti di ed assistere ad uno show di questi maestosi animali e dove si potrà passeggiare a dorso d’elefante (Opzionale). Al termine proseguimento per la visita al villaggio etnico delle famose donne dal collo lungo. Trasferimento in hotel. Pranzo in ristorante tipico. 4° Giorno CHIANG MAI 

Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto e partenza per la prossima destinazione. Fine dei servizi.


127 | Thailandia | Il Triangolo d’oro

Il Tour include: • • • • •

Trasferimento da/per l’aeroporto Trattamento di mezza pensione come da programma Tour con guida parlante italiano Minivan con aria condizionata Tutti gli ingressi ai siti previsti nel programma

Il Tour non include: • • • • • •

Voli intercontinentali e domestici Eventuali trasferimenti e notti pre/post tour Bevande ai pasti Attivita’ opzionali Mance, extra di carattere personale Tutto quanto non espressamente menzionato nel programma

Hotel del Tour CATEGORIA SUPERIOR CHIANG RAI: CHIANG MAI:

THE LEGEND CHIANG RAI BOUTIQUE RIVER RESORT & SPA CENTARA KHUM PHAYA RESORT & SPA

Il vostro sogno in THAILANDIA

A PARTIRE DA

€ 305

Quota per persona base camera doppia Suppl.to singola € 100  Child (fino a 12 anni non compiuti) € 160

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti. • Si consigliano abiti che coprano le braccia, spalle, gambe.


128 | Thailandia

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Kanchanaburi - Nong Khai - Phang Nga  CASCATE DI ERAWAN Altezza delle cascate: 150 m Tipo di roccia: calcarea Sono in uno dei parchi naturali più conosciuti della Thailandia e si gettano da 150 m. di altezza su sette livelli, il flusso dell’acqua varia con le stagioni, ma il luogo rappresenta ugualmente uno spettacolo da non perdere. Si dice che il livello più alto assomigli alle tre teste dell’elefante di nome “Erawan” in Thai, guidato da Indra nella Mitologia indu.Le acque turchesi scendono nelle vasche naturali, e creano una scenografia spettacolare. Diverse piscine sotto le cascate sono ideali per fare il bagno, specie al secondo livello. Il luogo è meno affollato durante la settimana. A dieci chilometri dalla sede principale del parco si trova Tham Phrathat, una grande grotta adornata con fantastiche stalattiti.

LE SFERE DI FUOCO DEL MEKONG Età dei primi fenomeni registrati: 100 anni Tratto di fiume interessato al fenomeno: 100 Km

Sfere di Fuoco del Mekong Cascate di  Erawan

Le “sfere di fuoco” che ogni anno, durante la Festa della Luna Piena, salgono dal fiume Mekong al confine fra Thailandia e Laos, sono uno spettacolo nel contempo affascinante ed inquietante e rappresentano ancora una sfida per gli scienziati. Per la popolazione locale raffigurano la presenza del mitologico serpente Naga. Non mancano le spiegazioni scientifiche più o meno accreditate, ma prevalgono le leggende e le storie legate al Buddha e al suo ritorno sulla terra alla fine della quaresima buddhista e questo rende l’evento ancora più magico. Le palle luminose si elevano fino a cento metri sull’acqua e svaniscono; questo fenomeno attrae innumerevoli spettatori da tutto il Paese.

Parco Nazionale di Khao Lak -Lam Ru

PARCO NAZIONALE DI KHAO LAK-LAM RU Altitudine del parco: 1.077 m Area del parco: 125 Km² Habitat: costa marina, valli, foreste montane Il parco - situato a 115 Km a nord di Phuket - prende il nome da due delle sue vette: Lak e Lam Ru e comprende spiagge e foreste tra le più belle di tutta la Thailandia. Originariamente il parco era in riva al mare, ma nel 1984 si decise di estenderlo anche all’area boschiva e montuosa a tutela della provincia del principale bacino idrografico. Il parco ha numerose cascate, la più grande delle quali è Lam Ru Waterfall, a 5 livelli, con flusso d’acqua per tutto l’anno. Altre cascate comprendono Lam Phrao, Hin Lat e Ton Chong Fa. L’area costiera del parco Khao Lak offre acque limpide e pulite, con tranquille distese di spiaggia. La foresta è sempreverde con molte specie arboree. La fauna include numerosi mammiferi di varie dimensioni, tra cui la donnola malese e il tapiro. Presenti anche molti rettili e uccelli.


129 | Thailandia

THAILANDIA Phang Nga  ISOLE SIMILAN Numero di isole: 9 Superficie area protetta: 128 Km² Età geologica: da 230 a 330 milioni di anni Le 9 isole, Parco nazionale dal 1982, sono antiche formazioni di magma estruso. Il posto è splendido: nel mare si possono trovare tartarughe e pesci di ogni tipo e c’è una barriera corallina fra le più straordinarie al mondo. Sono consigliate le escursioni in barca per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni. I fondali sono fra i più belli, la spiaggia è bianchissima, il panorama idilliaco, insomma una meta da non perdere! Perché anche la natura è cultura, qui più che altrove.

PENISOLA PHRA NANG Età geologica: da 225 a 280 milioni di anni Età dei fossili: da 20 a 40  milioni di anni Phra Nang è la penisola a sud di Ao Nang, è uno dei più bei siti di Krabi, con una sabbia bianca finissima e incredibili formazioni rocciose, una natura rigogliosa, grotte e pareti che si riempiono di arrampicatori. E’ famosa la sua “Laguna delle Principessa” circondata da scogliere e per chi ama i fossili vi è un “cimitero delle conchiglie” davvero notevole. La penisola è venerata dai pescatori che portano con regolarità le loro offerte al santuario edificato presso la grotta di Phra Nang.

Baia di Phang Nga Isole  Similan

Penisola  Phra Nang

BAIA DI PHANG NGA Area della baia: 350 Km² Numero di isole della baia: 42 Età geologica: da 225 a 280 milioni di anni I panorami di Phang Nga - che è solo un esempio della straordinaria bellezza della Thailandia - non si troveranno facilmente altrove (c’è persino una James Bond Island nella baia, l'attrazione principale…), basti pensare al pinnacolo Koh Tapu che sembra dover perdere l’equilibrio da un momento all’altro tanto è stretta la base, l’atmosfera è quasi surreale ma si torna alla realtà quando arrivano numerose barche con turisti e visitatori curiosi di scoprire il sito e fare un bagno. Le isole, quarantadue in tutto, potrebbero ricordare i faraglioni di Capri, anche se alcune sono più alte e l’effetto d’insieme è più spettacolare. Non lontano dalla Baia si trovano i centri turistici di Krabi e Phuket, fra i più famosi del Paese. Molto bella la crociera che costeggia la foresta di mangrovie, molto interessanti le pitture rupestri.

Phang Nga. Buie gallerie al livello del mare conducono entro cavità a cielo aperto, splendidi anfiteatri naturali con laghi di acqua di mare circondati da minuscole spiagge.


130 | Vietnam Laos Cambogia

Riusciva a immaginarlo a fatica nella sua realtà quotidiana, come poteva essere quel sabato sera nella sua camera dell’Hotel Majestic, dove, affacciato alla finestra, guardava, oltre la Rue Catinat, l’ansa del fiume di Saigon attraversare la campagna della Concicina. Scorgeva le banchine, contemplava gli alberi e i fumaioli di un piroscafo delle Messageries Maritimes. In mezzo al fiume, le catene di due cargo si tendevano alla corrente tra i sampan che salivano e scendevano. Edouard Lavergne - Saigon 1941


131 | Vietnam Laos Cambogia


132 | Vietnam

Appunti di Viaggio

Visti e documenti Per entrare nel paese è necessario avere il passaporto con validità minima di 6 mesi ed è obbligatorio il visto d’entrata. Costo USD 45. Occorre avere con sé lettera di invito (rilasciata dal nostro corrispondente locale) due fototessere, modello rilascio visto e autorizzazione dello stesso. Per le procedure d’urgenza il visto può costare fino a USD 80. Ambasciata d’Italia in Vietnam 9, Le Phung Hieu Street– Hanoi.Telefono (0084-4) 38256256 – 38256246. Fax (0084-4) 38267602. Telefono di reperibilità per i casi d’emergenza (per le ore notturne, il fine settimana e le festività):dall’Italia 0084 903430950. Dal Vietnam: 0903430950. Clima Non esistono stagioni consigliate o sconsigliate per visitare il Vietnam poiché quando in una regione il clima è piovoso, freddo o afoso c’è sempre qualche altro luogo dove si può trovare il sole e temperature miti. Il nord è caratterizzato da due stagioni: l’inverno e l’estate. Il primo dura da novembre ad aprile, si presenta con temperature abbastanza basse (10-15 gradi) e, durante i mesi di febbraio e marzo, con una continua pioggerellina che i vietnamiti chiamano "polvere di pioggia". L’estate va da marzo ad ottobre accompagnata da occasionali e talvolta violenti tifoni. Durante questi mesi il clima è caldo ed afoso. Al centro da aprile ad ottobre vi è la"bella stagione" poiché questa zona non risente molto del monsone proveniente da sud ovest grazie alla protezione naturale fornita dalla catena montuosa di Truong Son, mentre nel periodo da novembre a marzo arriva il monsone proveniente da nord est, portatore di piogge e tifoni. Il sud, caratterizzato da un clima sub-equatoriale, ha due distinte stagioni: quella umida (da marzo a novembre) durante la quale si verificano quasi quotidianamente intensi acquazzoni di breve durata, e quella secca (da dicembre ad aprile) con clima caldo e secco. Mare Phan Thiet è la sola località balneare con 11 mesi di "bella stagione"; solitamente piove nel mese di luglio o in agosto, ma anche durante questo mese le piogge non sono mai continue e sono di breve durata. A Nha Trang e a Danang/Hoi An la stagione balneare inizia a fine febbraio e finisce ad ottobre. L’isola di Condao è consigliata nei mesi che vanno da ottobre a giugno. A Phu Quol si consigliano i mesi da ottobre a luglio. Salute Se il viaggio si limita a toccare le principali località turistiche non è necessario fare alcuna vaccinazione. La profilassi antimalarica può essere utile solo a coloro che decidono di inoltrarsi in alcune zone paludose ai confini con il Laos. Onde evitare disturbi intestinali si consiglia di non consumare ghiaccio e di non mangiare verdure crude o frutta già sbucciata nei ristorantini ai bordi delle strade. Negli hotel tutti gli alimenti possono essere consumati, compreso il ghiaccio. Lingua La lingua ufficiale è il vietnamita. Sono diffusi anche l’inglese ed il francese.

Fuso orario 6 ore in più rispetto all’Italia, 5 quando in Italia è in vigore l’ora legale. Valuta L’unità monetaria ufficiale è il DONG (VN Dong). Nelle grandi città vengono usati anche dollari americani (1€ = 29,2 VND). Le carte di credito sono generalmente accettate, principalmente Visa e Mastercard, in aumento la diffusione dell’American Express. È bene notare l’espansione degli sportelli bancomat in funzione 24 ore su 24, principalmente quelli della Vietcombank Per telefonare Per chiamare il Vietnam comporre lo +84 seguito dal prefisso della città (ex: Saigon è 8, Hanoi è 4) più il numero dell’abbonato. Per telefonare in Italia dal Vietnam comporre lo 0039 seguito dal prefisso della città con lo zero, più il numero dell’abbonato. Tutti i telefonini GSM sono abilitati. Tasse aeroportuali Per i voli domestici e internazionali non vi sono tasse aeroportuali in quanto incluse nel costo del biglietto aereo. Religione Terra ricettiva di tutte le religioni e filosofie orientali nonché del cristianesimo, il Vietnam conta una maggioranza che professa il buddismo, seguito da confucianesimo, taoismo, islamismo, induismo e cristianesimo. Acquisti Splendidi pannelli in lacca con intarsi in madreperla, mosaici in legno, giocattoli in latta, legno (anche di sandalo) intagliato, e moltissime altre curiosità realizzate ancora oggi con metodi tradizionali, sono gli acquisti migliori. I negozi dei grandi alberghi offrono articoli di qualità molto alta, ma a prezzi altrettanto alti. I mercati e i piccoli laboratori offrono le occasioni migliori, si contratta a lungo e si spuntano buoni prezzi. Abbigliamento Nel sud e nella zona di Ho Chi Minh City sono sufficienti abiti leggeri per tutto l’arco dell’anno, mentre si deve portare qualcosa di più caldo se si visita Hue, Danang e soprattutto Dalat durante i mesi invernali da dicembre ad aprile. Se ci si reca ad Hanoi, Halong Bay e nelle regioni montuose del Nord da dicembre ad aprile è consigliabile mettere in valigia indumenti caldi come maglioni e giacca a vento. Durante la stagione delle piogge (da maggio a settembre) sono indispensabili scarpe impermeabili ed un ombrello. Per le zone costiere è assolutamente necessario il cappello, nonché occhiali da sole e creme protettive. Carte di credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, e negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale ( pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra.


133 | Vietnam

Vietnam CINA Hanoi Halong Bay Luang Prabang HAIMAN (CINA)

LAOS

Hue Danang

Vientiane

Hoian

THAILANDIA Siem Reap Tonlé Sap

CAMBOGIA

Kampong Thom Phnom Penh

Curiosità Il Vietnam ha oltre 3.000 Km. di costa, nel punto più stretto, il Paese è largo appena 50 Km. Dopo l’unione, il Vietnam ha una popolazione 83 milioni di abitanti, il 74% vive in campagna con una densità rurale tra le più alte di tutto il Sud-Est asiatico. Più della metà degli abitanti ha meno di 25 anni e il 13% della popolazione appartiene a una delle tante minoranze etniche. L’agricoltura rappresenta la forza di sostentamento per due terzi dell’intera popolazione che vive con un reddito medio annuo di circa $ 550 all’anno. Durante l’ultimo decennio,l’economia vietnamita è cresciuta al ritmo smisurato di oltre il 70% annuo facendo sì che la percentuale delle famiglie che vivono sotto la soglia di povertà sia passata dal 70 al 30%. La presenza di animali in loco, non “comuni” nella nostra quotidianità Tralasciando la lista di splendide creature che animano le escursioni in loco e sono uno dei tesori dei luoghi da noi programmati (basti pensare alla Tartaruga gigante e al Black Parrot di Praslin delle Seychelles, nonché agli splendidi orici del deserto degli Emirati), focalizziamo le problematiche scaturite dalla presenza in alcune destinazioni da noi proposte, di animali che notoriamente troviamo “disgustosi”. La rigogliosa vegetazione è habitat di numerose specie animali, in alcun modo pericolose per l’uomo. È frequente trovare anche dentro le abitazioni il gecko, che svolge una funzione di deterrenza per la presenza di piccoli insetti, dal momento che sono sua fonte privilegiata di nutrimento; la sua presenza è molto discreta. L’esistenza di un ecosistema tropicale non esclude la diffusione di piccoli ratti che ogni tanto fanno“capolino”nelle vicinanze dei Resort o degli alberghi, attratti dal calore e dalla possibilità di trovare del cibo.

VIETNAM Saigon

Gli stessi sono oggetti di un programma di sradicamento da parte delle strutture alberghiere, grazie al ricorso massiccio da costanti opere di bonifica. Tra le specie comuni può essere inoltre annoverata la volpe volante, un pipistrello notturno del tutto innocuo che si ciba principalmente della frutta che si trova sulle alte cime degli alberi e delle palme (soprattutto alle Maldive e alle Seychelles). È possibile incontrare insetti e ragni di piccole dimensioni assolutamente non velenosi, non può essere perciò completamente esclusa la possibilità che nella propria camera possano introdursi, magari dopo aver lasciato aperta la finestra, piccolissimi insetti. Ciò non denota una carenza nella pulizia ma è frutto dell’ambiente che circonda la maggioranza dei resort. La zanzara è diffusa soprattutto durante la stagione delle piogge ma non “frequenta” significativamente i resort dei turisti, per l’effettuazione di costanti disinfestazioni; si consiglia in ogni caso di munirsi di repellenti e di adottare le normali precauzioni già impiegate in Italia contro questo insetto.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • • • •

Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior


134 | Laos

Appunti di Viaggio Laos

Dei tre stati che costituivano l'Indocina francese, il Laos è il meno sviluppato e il più enigmatico. Dopo il rovinoso avvicendarsi del dominio coloniale, dei conflitti intestini e del socialismo dogmatico, negli anni '70 il paese si ritrovò non solo in ginocchio, ma anche a registrare un calo della sua popolazione di quasi il 10%, perché emigrata. Ora, dopo quindici anni di isolamento dal mondo esterno, questa nazione senza sbocchi sul mare e scarsamente popolata si sta finalmente godendo la pace, sta stabilizzando le proprie strutture politiche ed economiche e sta cominciando ad aprire le frontiere ai turisti stranieri. L'assenza di influenze esterne offre al visitatore l'impareggiabile occasione di entrare in contatto con uno stile di vita tradizionale che è rimasto pressoché inalterato nel tempo. Dalle fertili pianure della valle del Mekong agli aspri rilievi dell'Annam, le persone che hanno visitato il Laos concordano nel dire che questo paese è la perla del sud-est asiatico. Visti e documenti E’ necessario avere il passaporto con validità minima di 6 mesi ed essere muniti di visto d’ingresso. Lo stesso si ottiene all’arrivo in aeroporto con un costo di USD 35. Occorre avere con se due fototessera e il modulo di richiesta che verrà incluso nei documenti di viaggio o richiedere in aereo prima dell’arrivo a destinazione. L’ambasciata di riferimento è quella di Parigi, sede accreditata per l’Italia (tel. 01-45 53 02 98; Ave Raymond Poincaré, 75116 Paris). Clima Il periodo migliore per visitare il Laos è quello compreso tra novembre e febbraio, quando piove poco e non fa troppo caldo, e che è poi considerato, insieme al mese di agosto, il periodo di alta stagione. Se il vostro viaggio prevede escursioni in montagna, sono piacevoli anche i mesi di maggio e luglio. Durante la stagione delle piogge (da luglio a ottobre) le strade possono essere completamente invase dall'acqua, ma si può ricorrere ai numerosi trasporti fluviali. Sappiate comunque che il numero di turisti è relativamente basso in qualsiasi periodo dell'anno. Lingua La lingua ufficiale del Laos è il lao nella forma parlata e scritta a Vientiane. In quanto idioma ufficiale esso è diventato con successo una lingua franca usata per i rapporti tra le varie etnie lao e non lao del paese. Ci sono cinque dialetti principali, ciascuno dei quali può essere suddiviso in diverse varianti locali. Tutti i dialetti lao sono strettamente imparentati con le lingue parlate in Thailandia, nel Myanmar settentrionale e in alcune zone della provincia cinese dello Yunnan.

Religione Circa il 60% della popolazione, prevalentemente i lao bassi e alcune tribù thai, pratica il buddhismo theravada. È previsto che tutti i laotiani buddhisti di sesso maschile siano monaci per una breve parte della loro vita, di solito nel periodo compreso tra la fine della carriera scolastica e l'inizio del lavoro o il matrimonio. La principale 'religione' non buddhista è il phii, un culto degli spiriti che ufficialmente è vietato. Le tribù hmong-mien praticano l'animismo e il culto degli antenati; Una piccola minoranza di laotiani, composta principalmente dall'élite che studia nelle scuole francesi, è di fede cristiana. Salute In Laos non è sicuro bere l'acqua di rubinetto, per cui è consigliabile consumare solo acqua in bottiglie sigillate oppure bevande calde. In alternativa l'acqua corrente può essere trattata facendola bollire per almeno 15 minuti, al fine di garantire la più efficace delle purificazioni. Il rischio di malaria è presente tutto l'anno nell'intero paese ad eccezione di Vientiane. Per conoscere quali farmaci assumere per la profilassi, i relativi dosaggi, i tempi, le modalità di assunzione e le controindicazioni, e comunque quale regime sia preferibile nel vostro caso, rivolgetevi almeno 15 giorni prima della partenza al Servizio di Medicina dei Viaggi della vostra ASL. Consigliamo di portare con sé una piccola farmacia da viaggio e di stipulare un'assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro paese. Trasporti Nelle città più grandi ci sono alcuni taxi, molti mototaxi a tre ruote e, per le distanze più brevi, i risciò; le tariffe vanno contrattate. A Vientiane, Luang Prabang e Savannakhet ci sono piccole motociclette da 100cc. Le biciclette a noleggio si trovano solo a Vientiane e a Luang Prabang. L’ambiente Il Laos confina con la Thailandia, la Cambogia, il Vietnam, la Cina e il Myanmar (Birmania). Gli elementi predominanti della sua morfologia sono le montagne e i fiumi, dei quali il più grande è il Mekong (Nam Khong), che attraversa il Laos per tutta la sua lunghezza irrigando fertili pianure alluvionali e segnando il confine con la Thailandia; è, inoltre, la principale via di comunicazione del paese. Più del 70% del territorio è costituito da montagne e altipiani. La catena dei monti dell'Annam, confinante con il Vietnam, corre parallela al Mekong e si estende per circa metà della lunghezza del paese. Queste aspre montagne alte in media tra i 1500 e i 3000 m. cedono il passo nell'estremità meridionale al tavoliere di Bolaven: Il ciclo annuale dei monsoni asiatici determina l'alternanza di due stagioni distinte: un periodo di piogge da maggio a ottobre e una stagione secca da novembre ad aprile. Le temperature variano a seconda dell'altitudine. Nella valle del Mekong raggiungono i livelli massimi tra marzo e aprile (38°C) e quelli minimi tra dicembre e gennaio (15°C); durante la stagione delle piogge le temperature diurne si aggirano in media intorno ai 29°C nelle pianure e ai 25°C nelle valli montane.


135 | Cambogia

Appunti di Viaggio Cambogia

Visti e documenti E’ necessario avere il passaporto con validità minima di 6 mesi ed essere muniti di visto d’ingresso. Lo stesso si ottiene all’arrivo in aeroporto con un costo di USD 25. Occorre avere con se due fototessera. Ambasciata: Per l'assistenza in loco ai connazionali in casi di necessità ci si può rivolgere a: Ambasciata di Francia - 1 BdMonivong, Phnom Penh - Tel: (+855) 23 430 020 (da fuori Paese), 023 430 020 (localmente). Non vi è una rappresentanza diplomatica italiana nel Paese; l'Ambasciata competente è a Bangkok in Thailandia. Clima Il clima in Cambogia è regolato da due monsoni che stabiliscono il ritmo della vita agricola. Da novembre a marzo soffia il monsone di nord-est, fresco, secco e portatore di poca pioggia. Da maggio ai primi di ottobre il monsone sud-ovest porta venti forti, un alto grado di umidità e frequenti precipitazioni. Fra queste due stagioni il tempo è variabile. La temperatura massima giornaliera va dai 35° di aprile, il mese più caldo, ai 20° di gennaio, il mese più freddo. Le minime solitamente oscillano dagli 8° agli 11° al di sotto delle massime. Vaccinazioni Se il viaggio si limita a toccare le principali località turistiche non è necessario fare alcuna vaccinazione. La profilassi antimalarica può essere utile solo a coloro che decidono di inoltrarsi in alcune zone paludose ai confini con il Laos. Onde evitare disturbi intestinali si consiglia di non consumare ghiaccio e di non mangiare verdure crude o frutta già sbucciata nei ristorantini ai bordi delle strade. Negli hotel tutti gli alimenti possono essere consumati, compreso il ghiaccio. Lingua La lingua ufficiale è il cambogiano. Sono diffusi anche l’inglese e il francese. Fuso orario 6 ore in più rispetto all’Italia, 5 quando in Italia è in vigore l’ora legale. Valuta Moneta ufficiale: RIEL (1€= 5.6 KHR); usati comunemente anche i dollari americani. Le carte di credito sono accettate solo nei grandi alberghi ed in alcuni negozi delle grandi città. Tasse aeroportuali Le tasse aeroportuali devono essere pagate in contanti all'aeroporto: 6 USD per i voli domestici e 25 USD in uscita dal Paese. Importo è soggetto a possibili variazioni. Per telefonare Per chiamare la Cambogia comporre +855 seguito dal prefisso della città (ex: per Phnom Penh è 23, per Siem Reap è 63) più il numero dell’abbonato. Per telefonare in Italia dalla Cambogia comporre lo 0039 seguito dal prefisso della città con lo zero, più il numero dell’abbonato. I telefoni GSM sono abilitati.

Religione In Cambogia si professa, nella quasi totalità, il buddismo theravada o hinayana, una dottrina religiosa che vide la sua prima diffusione dall’India meridionale. E’ tradizione tra tutti i buddisti maschi, almeno una volta nella vita, trascorrere un periodo più o meno lungo in monastero. Molti di loro completano nei monasteri i loro studi,vestendo il tradizionale abito arancione. Molto diffusa è la cultura animista e la credenza legata al culto degli spiriti. Vicino ad ogni abitazione c’è sempre una casetta dove alberga un nume al quale si fanno offerte di cibo o di fiori. La dimensione della casetta è proporzionale alla potenza dello spirito da ammansire. Nel Paese vive anche una minoranza musulmana che discende dai Cham vietnamiti e che oggi è composta principalmente da emigrati pakistani e afgani. Abbigliamento Indumenti di cotone, leggeri e comodi, come T-shirt, camicie e pantaloni di seta, sono l’abbigliamento ideale per visitare il paese durante tutto l’arco dell’anno. Da non dimenticare un cappellino per il sole,un K-wai per qualche improvviso acquazzone ed un maglioncino per l’immancabile aria condizionata degli hotel e dei ristoranti. Indispensabili un paio di scarpe comode e scarponcini da trekking per le escursioni fuori città e ai templi di Angkor. Fotografia e riprese Si consiglia un atteggiamento rispettoso se si vuole riprendere la popolazione locale e in molti casi è opportuno chiedere il permesso agli interessati che generalmente si dimostrano molto disponibili. Situazione politica attuale La situazione politica appare sostanzialmente stabile dopo le turbolenze degli scorsi anni. Tuttavia si consiglia sempre di adottare misure di prudenza durante il soggiorno, di tenersi informati sulla situazione evitando luoghi di eventuali manifestazioni. Quello che colpisce la mentalità occidentale è il rapporto che i cambogiani hanno con il loro tragico e recente passato: non se ne parla affatto. Tutti, vittime e carnefici, convivono con una ritrovata pace e non accennano all’argomento.


136 | Vietnam | Vietnam Classico

Vietnam Classico -

La terra del Dragone

Durata: 8 giorni / 7 notti    Possibilità di etensione dalla Thailandia, dalla Cambogia o dal Laos o su richiesta da altra destinazione GUIDA: Guida in lingua italiana PARTENZE: Individuali giornaliere TRATTAMENTO: Pensione completa ITINERARIO: Hanoi - Baia di Halong - Danang/Hoi An - Hue - Saigon - Cantho - Saigon 1° Giorno  Hanoi

Arrivo e trasferimento in hotel. Mezza giornata dedicata alla visita dei piú classici luoghi della capitale del Viet Nam "Culturale". Passando davanti all'imponente Mausoleo di Ho Chi Minh si entra nel parco di quella che fu la Residenza del Governatore Generale d'Indochina e qui si trova la casa in cui visse il Presidente; non distante sorge la deliziosa "Pagoda a pilastro unico" eretta nel 1049 e di fronte ad essa la Pagoda Dien Huu. Il Van Mieu. Nel cuore della città si trova il Lago della Spada Restituita con l'isolotto del tempio della Montagna di Giada. La giornata si conclude con circa un’ora di sogni con il Water Puppet Show: uno spettacolo unico al mondo dove gli attori sono delle marionette. Pranzo in hotel e cena in ristorante tipico. 2° Giorno  Hanoi > Baia Di Halong  (+/-Km 180 > 3 H. 1/4 )

Dopo la prima colazione, trasferimento da Hanoi a Halong Bay. Dopo una sosta in un centro di esposizione della locale produzione di sete, ceramiche e sculture in pietra. La visita della baia di Halong, chiamata da molti l’”Ottava Meraviglia del Mondo” si effettua con una tradizionale giunca in legno, accuratamente restaurata, che si addentra tra la miriade di isole, isolotti, faraglioni e scogliere entro le quali si aprono grotte ove stalattiti e stalagmiti disegnano straordinarie e sorprendenti scenografie. Pranzo e cena a bordo. 3° Giorno  Baia Di Halong > Hanoi > Danang/Hoi An  (+/-Km 180 > 3 H. 1/4 + volo )

Mattinata ancora dedicata alla visita delle infinite attrattive della Baia di Halong. Rientro in porto e sbarco. Trasferimento all'aeroporto e volo aereo per Danang (1H e 10 min.) e di qui a Hoi An. Brunch a bordo e cena in Hotel. 4° Giorno  Danang/Hoi An > Hue  (+/-Km. 110 > 2 H. 1/2 )

Prima colazione. Mezza giornata dedicata alla visita di Hoi An in Cyclo. Percorrendone le suggestive vie su cui si affacciano decine e decine di botteghe, negozi, boutiques e gallerie d'arte si raggiunge il delizioso Ponte Giapponese per poi visitare un tempio della ricca comunità cinese da cui si prosegue entrando nell'antica casa di un potente mercante dei secoli passati. Si conclude il tour nella fabbrica della seta dove tra mille tentazioni all'acquisto i viaggiatori più raffinati possono anche farsi confezionare eleganti abiti su misura. Visita del prezioso Museo Cham di Danang, nelle sue sale si scoprono i capolavori di statuaria cham che vanno dal VII al XIV secolo. Si prosegue poi per il massiccio roccioso del Ngu Hanh Son, le Cinque Montagne di Marmo o dei "Cinque elementi naturali" e l'Acqua o Thuy son, è la più sacra fra le montagne. Ai suoi piedi, nel villaggio di Dong Hai, centinaia di famiglie si dedicano ancora alla vecchia arte di lavorazione della pietra. Trasferimento ad Hue. Pranzo e cena in ristoranti tipici. 5° Giorno  Hue > Saigon  (Trasferimento Con Volo Di Linea 1h. 20 Min.)

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita di Hue. Gli imperatori Nguyen fecero edificare la poderosa Cittadella al cui centro si leva la sontuosa Città imperiale con il Padiglione delle Cinque Fenici, il Palazzo della Pace Suprema ed il tempio Dinastico The Mieu. La visita prosegue risalendo la valle del Fiume dei Profumi per raggiungere i Mausolei Imperiali di Tu Duc e Khai Dinh. Si visita poi la Pagoda della Dama Celeste, la Thien Mu, situata sulla sponda sinistra del Huong Giang, per finire con una piacevole passeggiata fra i banchi del grande mercato di Dong Ba. Trasferimento in aeroporto per il volo di linea per Saigon. Arrivo a Saigon e trasferimento in hotel. Pranzo in ristorante tipico e cena in Hotel.


137 | Vietnam | Vietnam Classico

6° Giorno  Saigon

Prima colazione. Mezza giornata di visita di Cu Chi, la famosa cittadella sotterranea dei Vietcong che riuscirono a creare sotto terra una incredibile rete di magazzini, dormitori, armerie, cucine, infermerie e posti comando collegati tra loro da 250 chilometri di cunicoli. Durante il tragitto per Saigon è doverosa una sosta tra le ricche risaie in una azienda familiare di "piadine" di farina di riso e nelle preziose piantagioni di alberi della gomma che furono impiantate dai Francesi all'inizio del secolo scorso. Nel pomeriggio, mezza giornata di visita nel cuore di Saigon che ha inizio con il War Remnants Museum. Dopo una doverosa sosta nella piazza dove il periodo coloniale rivive nell’edificio delle Poste disegnato da Gustave Eiffel e nella neogotica cattedrale di Notre-Dame, si visita il piu’ alto luogo sacro del culto taoista la chua Ngoc Hoang, la pagoda dell' Imperatore di Giada. Si prosegue poi assaporando lo shopping nella vivace zona commerciale che va dalla via Dong Khoi, la “Rue Catinat” dei coloni francesi, alla piazza del grande mercato Ben Thanh. Pranzo e cena in ristorante tipico. 7° Giorno  Saigon > Cantho  (+/-Km. 180  > 3 H. 1/4 )

Prima colazione. Giornata di visita della regione di Cai Be nel delta del Mekong. Si giunge ad un imbarcadero sul Mekong dove ci attendono piccole imbarcazioni locali che penetrano nei rami del fiume e passando tra rive affollate di vita portano fino al luogo in cui si riuniscono le piccole giunche che trasportano a questo importante mercato tutti i frutti, gli ortaggi ed i prodotti artigianali provenienti da ogni zona del Delta. Visita di una simpatica azienda familiare dove con antiche tecniche si produce manualmente il riso soffiato, i dolci, le caramelle di zucchero di palma, le gallette di riso, etc. etc. Nel pomeriggio trasferimento a Cantho. Pranzo in ristorante tipico e Cena in Hotel.

Il Tour include: • • • • • •

Trasferimento da/per l’aeroporto Voli domestici inseriti nel Tour Trattamento di pensione completa come da programma Minivan con A/C Tour con guida parlante italiano Tutti gli ingressi ai siti e ai musei previsti nel programma

Il Tour non include: • • • • • • •

Voli intercontinentali Eventuali trasferimenti e notti pre/post tour Visto d’ingresso in Vietnam Bevande ai pasti Attività opzionali Mance, extra di carattere personale Tutto quanto non espressamente menzionato nel programma

8° Giorno  Cantho > Saigon   (+/-Km. 180 > 3 H. 1/4 ) 

Prima colazione. In mattinata visita di Can Tho, la cosiddetta "capitale del Delta", da secoli cuore commerciale dell'immensa e fertilissima regione agricola che la circonda e che vive grazie alle benefiche acque del grande fiume che percorriamo su una barca a motore per addentrarci nei due grandissimi mercati galleggianti di Cai Rang e Phong Dien. Rientro a Saigon nel pomeriggio e trasferimento in aeroporto per partenza verso altra destinazione. In riferimento agli operativi di volo, potrebbe essere obbligatoria una notte extra a Saigon non prevista nel programma con supplemento. Fine dei servizi.

Il vostro sogno in VIETNAM

A PARTIRE DA

€ 1.730

Quota per persona base camera doppia

Note

Hotel del Tour HOTEL E CATEGORIA

STANDARD

1° CAT.

SUPERIOR

DELUXE

HANOI

LA BELLE VIE

MERCURE

PULLMAN HANOI

SOFITEL

CROCIERA

JUNK DELUXE

JUNK DELUXE

PELICAN CRUISE

PELICAN CRUISE

HUE

MOONLIGHT HUE

MOONLIGHT HUE

INDOCHINE PALACE

LA RESIDENCE

DANANG / HOI AN

VINH HUNG II

HOI AN HOTEL

BOUTIQUE HOIAN

ANANTARA HOI AN

SAIGON

AQUARI HOTEL

AQUARI HOTEL

MOEVEMPICK

PARK HYATT

CANTHO

NINK KIEU II

GOLF CANTHO

VICTORIA CANTHO

VICTORIA CANTHO

• Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


138 | Laos | La terra dove il tempo si e' fermato

La terra dove il tempo si è fermato Durata: 6 giorni / 5 notti    Possibilità di etensione dalla Thailandia, dal Vietnam o dalla Cambogia (su richiesta da altre destinazioni) GUIDA: Guida in lingua italiana PARTENZE: Individuali giornaliere TRATTAMENTO: Pensione completa ITINERARIO: Vientiane - Luang Prabang - Vientiane 1° Giorno Vientiane 

Arrivo e trasferimento in hotel. Visita di Vientiane la capitale del Laos, adagiata sulla riva sinistra del Mekong, che conserva il fascino démodé della vecchia cittá coloniale francese con l’elegante edificio che ospita il Museo di Storia, l’austero Palazzo Presidenziale, i larghi viali alberati, la miriade di colori del Talat Sao, il grande mercato coperto, la vivacità cosmopolita che ruota intorno al Nam Phou, la Rotonda della Fontana, il misterioso fascino del That Dam, lo Stupa Nero, l’allegria che con il calare della sera si diffonde fra i tanti ristorantini e bar del lungofiume. Pranzo in hotel e Cena in ristorante tipico. 2° Giorno Vientiane > Luang Prabang  (Trasferimento in aereo)

Prima colazione. In mattinata trasferimento con volo di linea a Luang Prabang (50 min.), l'antica capitale reale posta in una valle sul medio corso del Mekong. Per l’incomparabile bellezza del sito ambientale e per la straordinaria ricchezza di capolavori di architettura religiosa buddhista, l’UNESCO la ha dichiarata Patrimonio dell’Umanità. Sono più di trenta i complessi monasteriali dai quali si promana il mistico senso di spiritualità che sommerge ogni visitatore; fra i tanti non si può mancare alla visita di alcuni gioielli come il Vat Visoun, il Vat Sené, il Vat Xieng Thong. Per ammirare i dolci colori del tramonto si sale al Vat Chom Si, posto al culmine del Phu Si, la collina sacra che domina il paesaggio di Luang Prabang. Pranzo in ristorante tipico e Cena in hotel. 3° Giorno Luang Prabang 

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita delle grotte di Pak Ou e dell'alto corso del Mekong che si risale su slanciate barche a motore. Tra gli orti rivieraschi e la folta vegetazione emerge un villaggio dove tra le tante altre attività tradizionali si distilla anche il lao-lao, il fortissimo liquore nazionale. Dove il fiume si restringe e la parete di roccia incombe, si approda per salire alle sacre grotte di Pak Ou che nel corso dei secoli la fede popolare ha colmato di migliaia di statue del Buddha. Sulla via del ritorno ci si arresta sulla riva destra, di fronte a Luang Prabang, per un breve e rilassante trekking nel villaggio Xieng Maen, famoso per la lavorazione delle alghe di fiume e le sue antiche pagode. Rientro a Luang Prabang per immergersi nel colorato mondo del mercato dei prodotti arigianali che al calar del sole si apre sulla via che corre tra il Phu Si e l’antico Palazzo Reale. Pranzo in ristorante tipico e Cena in hotel. 4° Giorno  Luang Prabang 

Prima colazione. Visita di mezza giornata delle cascate di Kuong Si percorrendo una strada che corre in un paesaggio naturale di quieta bellezza. Lungo la strada sorgono degli agglomerati di H'Mong, irriducibili guerrieri e coltivatori del papavero da oppio che hanno ora abbandonato le antiche consuetudini ma conservano intatto il fiero portamento. Si raggiunge il Parco naturale con la stupenda cascata le cui acque precipitano su formazioni di roccia calcarea, incorniciata di folta vegetazione, per poi calmare il loro impeto in bacini color turchese dove alcuni audaci potrebbero anche tentare una rinfrescante nuotata. Mezza giornata di visita di Luang Pra Bang in bicicletta. Nel pomeriggio si possono percorrere le vie di Luang Prabang in bicicletta alla ricerca di qualche insolito acquisto mentre per chi non pedala e non ama andare a piedi si può sempre trovare un tuk tuk. Pranzo in ristorante tipico e Cena in hotel.


139 | Laos | La terra dove il tempo si e' fermato

5° Giorno  Luang Prabang  > Vientiane  (Trasferimento Con Volo Di Linea  50 Min.)   

Prima colazione. Svegliandosi prima dell’alba si può andare nella via centrale di Luang Prabang per vedere la lunga fila di oltre 200 monaci, con alla loro testa il Patriarca, che silenziosi sfilano tra la riverente popolazione che offre loro il cibo della giornata. Si rientra in albergo per la prima colazione e poi si visita il Museo Nazionale posto nell’edificio del Palazzo Reale costruito nel 1904 e che ora ospita un ricca collezione degli oggetti appartenuti al tesoro della famiglia reale e, soprattutto, il Phra Bang, la statua in oro alta 83 centimetri che secondo la tradizione è simbolo del regno di Lane Xang dal XIII secolo. Trasferimento con volo di linea a Vientiane. Mezza giornata di visita dei principali templi della città. Passando a lato del Patuxai o “Porta della Vittoria”, il memoriale dedicato a tutti i Laotiani caduti durante tutte le guerre, si raggiunge il luogo più sacro di tutto il Laos, il That Luang, il grandioso stupa che si dice contenga una reliquia del Buddha che la tradizione vuole che sia stata qui portata nel III secolo avanti Cristo. Nel cuore della città vecchia, il chiostro dell’antico Vat Si Saket accoglie più di duemila immagini del Buddha che, si dice, lo abbiano preservato dalle distruzioni portate dagli eserciti siamesi nel 1828. Sull’altro lato della strada, la raffinata architettura classica del Ho Phra Keo accoglie il Museo di arte religiosa con una stupenda statuaria buddhista in bronzo. Pranzo in un ristorante tipico e Cena in hotel. 6° Giorno  Vientiane

Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto e partenza verso altra destinazione. Fine dei servizi.

Il Tour include:

Hotel del Tour HOTEL E CATEGORIA

VIENTIANE

LUANG PRABANG

STANDARD

VAYAKORN INN

MAISON DALABUA

1° CAT.

MERUCRE VIENTIANE

VILLA SANTI RES.

SUPERIOR

LAO PLAZA

THE GRAND

DELUXE

GREEN PARK BOUTIQUE

LA RESIDENCE

Standard : paragonabili 3 Stelle Sup. 1° Cat : paragonabili 3 stelle Sup - 4 Stelle Superior : paragonabili 4 Stelle Deluxe : paragonabili 4 stelle Sup. - 5 Stelle Standard

Il vostro sogno in LAOS • • • • • •

Trasferimento da/per l’aeroporto Voli domestici Vientiane Luang Prabang e vv. Tour come da programma in Minivan con A/C Trattamento di pensione completa come da programma Tour con guida parlante italiano Tutti gli ingressi ai siti e ai musei previsti nel programma

Il Tour non include: • • • • • • •

Voli intercontinentali Eventuali trasferimenti e notti pre/post tour Visto entrata in Laos (si ottiene in aeroporto dietro pagamento di usd 35 circa) Bevande ai pasti Attività opzionali Mance, extra di carattere personale Tutto quanto non espressamente menzionato nel programma

A PARTIRE DA

€ 1.200

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


140 | Laos

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Luang Prabang - Botikhamsay GROTTE PAK OU Altitudine massima del Laos: 2.817 m Altitudine minima: 70 m Quasi tutti i turisti in visita a Luang Prabang fanno un’escursione alle grotte Pak Ou, per apprezzare il paesaggio e per la gente, per le spettacolari statue del Buddha che riempiono le due grotte, di diverse dimensioni e fatte con diversi materiali (ce ne sono circa 4.000), ed anche per la suggestione del percorso in barca a motore lungo il Mekong. Durante la navigazione è possibile qualche sosta ai villaggi che costeggiano il fiume per fare acquisti di oggetti tipici o per assaggiare le specialità locali. Le grotte si chiamano Tham Ting e Tham Pum.

Grotte Pak Ou

PHU HIN BUN Lunghezza della grotta Khong Lore: 7 Km Estensione dell’area protetta: 1.580 Km² Phu Hin Bun

E’ un’immensa terra deserta con i torrenti turchesi e foreste. Area nazionale protetta dal 1993, la sua biodiversità ha una bellezza straordinaria che si ammira nelle sue grotte, nelle rocce, nelle scogliere calcaree, nel fiume Nam Hin Bun, nella flora e nella fauna. In particolare, la grotta di Khong Lore in cui il fiume penetra, fiume che si può navigare per 7 chilometri (durata circa 1 ora e mezzo in canoa a motore), un’esperienza davvero unica! Questo sito non è stato forse interamente esplorato e si suppone che altre meraviglie possano essere scoperte per regalare altri spunti suggestivi e indimenticabili ai visitatori.


141 | Laos

LAOS Luang Phrabang CASCATE DEL MEKONG E DELTA DI  SI PHAN DON Ampiezza massima del fiume: 14 Km Portata massima del fiume: 40.000 m cubi al secondo Il Mekong è il fiume più lungo e importante dell'Indocina e uno dei maggiori dell'Asia, è l'undicesimo fiume più lungo del mondo e il dodicesimo quanto a portata. Le sue cascate sono alte soltanto 10 metri ma sono estremamente impetuose, tanto da bloccare perfino le migrazioni delle specie ittiche che restano intrappolate rappresentando un ricco bottino per i pescatori. Qui si possono avvistare i delfini d’acqua dolce, ritenuti l’incarnazione di esseri umani. Dalla terrazza panoramica si gode di una bellissima vista delle piccole cascate che scendono unite a formare un salto nebbioso. Il Delta di Si Phan Don (quattromila isole) è composto da numerose isole, isolotti e banchi di sabbia. E’ un luogo incredibile e per questo è imperdibile.

FIUME NAM KHAN Profondità del fiume: 1,5 m Anno di fondazione di Luang Prabang: 1353 Altitudine del promontorio: 700 m Sono splendide le immagini del fiume Nam Khan, o “fiume strisciante”, affluente del Mekong: terreni coltivati, bambini che giocano, un landscape molto speciale, nei pressi di Luang Prabang e del suo monastero Vat Xieng Thong. Il fiume è piuttosto basso (non va oltre un metro e mezzo di profondità) ed è largo fino a 30 metri, costeggiato dai paesaggi carsici con verdi rilievi. In alcuni tratti il fiume, che è prevalentemente a scorrimento lento, presenta delle rapide di terzo grado molto ricercate dagli appassionati di canoa o di rafting. Ed inoltre, poco distante, presso le cascate di Huang Si, si possono organizzare divertenti picnic in acqua.

Questa parte del fiume Mekong è una combinazione di diverse isole, canali, cascate e rapide. Nessuna meraviglia che la vita di cosi tante persone sia legata a questi splendori.

Cascate  di Luang Prabang

Fiume Nam Khan

Cascate del Mekong

CASCATE DI LUANG PRABANG Altezza delle cascate: 60 m Età di Luang Prabang: circa 1.000 anni Sono due cascate formate dai fiumi Nam Khan e Mekong, e si chiamano Tat Kuang Si e Tat Sae. Situate a circa 25 Km da Luang Prabang, le Kuang Si sono davvero imponenti, a più salti, e precipitano sulla roccia formando bellissimi laghi azzurri. Le cascate di Tat Sae sono meno violente ma ugualmente belle e suggestive, formano anch’esse delle piscine naturali dove si può nuotare. La natura generosa ha regalato a quest’area una vegetazione lussureggiante dove si trovano gli orsi malesi e gli elefanti.


142 | Cambogia | La Cambogia dell’Impero Khmer

La Cambogia dell’ Impero Khmer > Tour individuale Durata: 7 giorni / 6 notti    Possibilità di etensione dalla Thailandia, dal Vietnam o dal Laos (su richiesta da altre destinazione) GUIDA: Guida in lingua italiana PARTENZE: Individuali giornaliere TRATTAMENTO: Pensione completa ITINERARIO: Siem Reap - Angkor Vat - Kompong Thom - Phnom Penh 1° Giorno Siem Reap 

Arrivo e trasferimento in hotel. - Mezza giornata di visita al villaggio dei pescatori. Si percorre la strada che conduce fino alle rive del Grande lago, dove sono ormeggiate decine e decine di barche che ospitano le case galleggianti del villaggio dei pescatori che qui hanno le loro abitazioni, le scuole, la chiesa, i negozi, gli uffici pubblici, gli allevamenti di pesce, tutti costruiti su barconi e piattaforme galleggianti che si alzano e abbassano seguendo il regolare ritmo delle piene del lago. Pranzo in ristorante tipico e Cena in hotel. 2° Giorno Siem Reap  

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita dei templi di Angkor: la più estesa area archeologica del mondo dove gli archeologi classificarono 276 monumenti di primaria importanza. Il capolavoro indiscusso dell’architettura e dell’arte khmer è comunque Angkor Vat con milleduecento metri quadri di raffinati bassorilievi che offrono la spettacolare testimonianza di un’arte figurativa di eccelsa raffinatezza. Le immagini che hanno creato il “mito” di Angkor si scoprono a Ta Prohm dove giganteschi alberi sorgono fra l’intrico di torri santuario, enormi radici avvolgono le gallerie, arbusti germogliano dai tetti di ogni costruzione ed il visitatore non riesce più a distinguere l’opera dell’uomo dalle creazioni della natura. Visita della cittadella fortificata di Angkor Thom con le sue imponenti mura e le splendide porte monumentali ed al suo centro il Bayon con i suoi bassorilievi di enorme realismo e forza espressiva che fanno corona a 54 torri-santuario. Intorno sorgono il Baphuon, l'antico Palazzo reale con il Phimeanakas, la Terrazza degli Elefanti e la Terrazza del Re Lebbroso. Pranzo in ristorante tipico e Cena in hotel. 3° Giorno Siem Reap

Prima colazione. Una delle più antiche costruzioni sacre è Prasat Kravan del 921: cinque santuari dedicati al culto di Vishnu, costruiti in mattone. Sempre il mattone venne utilizzato per edificare nel 952 il Mebon, il tempio che sorgeva su un isolotto artificiale al centro del grande bacino del Baray orientale. Nove anni più tardi Rjendravarman fece erigere il Pre Rup, grandioso tempio montagna dai caldi colori ocra. L'uso dell'arenaria trionfa nel possente Ta Keo mentre i temi della classicità trovano prima espressione nel delizioso Thommanon. Dal perfetto rettangolo del bacino del "Bagno reale", Srah Srang, inizia il percorso fra i santuari del XII secolo: il monastero di Banteay Kdei, la "Cittadella delle Celle"; il mistico e silenzioso Ta Som; l'enigmatico e sorprendente Neak Pean ed il grandioso santuario buddhista di Prah Khan, il tempio della “Sacra Spada”. Pranzo in ristorante tipico e Cena in hotel 4° Giorno  Siem Reap > Kompong Thom  (+/- Km 150)

Prima colazione. Percorrendo l'antica "Via reale" ci si arresta al poderoso ponte in laterite ed arenaria di Kompong Kdei, fatto costruire da Jayavarman VII nel XII secolo e si attraversa intanto la rigogliosa pianura disseminata di villaggi con le case in legno, bambù e foglie di palma. Visita del sito archeologico di Sambor Prei Kuk, l’antica Isanapura capitale del regno di Cenla nel VII secolo. E’ una vasta area archeologica immersa nella boscaglia ed ancora poco frequentata dai turisti. Dell'antica città restano decine e decine di prasat in mattone intorno ai quali la natura ha avvolto il suo manto protettivo. Di classica bellezza è il grande complesso monasteriale di Yeay Poan, nel cosiddetto Gruppo Sud mentre incredibile è la suggestione che si promana dal solitario Prasat Chrey e dall'enigmatico Asram Moha Rsi. Pernottamento in Kompong Thom. Pranzo in un ristorante tipico e Cena in hotel.


143 | Cambogia | La Cambogia dell’Impero Khmer

5° Giorno Kompong Thom > Phnom Penh (+/- Km 170)

Prima colazione. Si percorre la Nazionale 6 arrestandosi al villaggio degli scultori che lavorano la sacra pietra del Phnom Santuk e si compie poi una deviazione su una stradina che conduce, tra folta vegetazione e case in legno, al santuario di Kuk Nokor, tempio khmer del XI secolo in perfetto stato di conservazione. Dopo una inevitabile sosta a Skun, la cittadina patria dei "ragni fritti", si attraversa il Tonle Sap e si arriva a Phnom Penh. Pomeriggio a disposizione per passeggiare e fare shopping tra i mercati cittadini e sul vivace e coloratissimo lungofiume di Phnom Penh. Pranzo in ristorante tipico e Cena in hotel. 6° Giorno  Phnom Penh

Prima colazione. Intera giornata di visita Phonm Penh, Capitale della Cambogia, che comprende la visita del Museo Nazionale, prezioso scrigno che racchiude i capolavori della scultura khmer dal V al XIII secolo, e dell’area del Palazzo Reale con la Sala del Trono, in cui ancora oggi il Sovrano concede le sue udienze, e del contiguo complesso della Pagoda d’Argento. Visita del memoriale di Tuol Sleng, un liceo che fu sede della polizia politica sotto il regime di Pol Pot, della sacra collina del Vat Phnom e del Vat Ounalom, la pagoda in cui vive il gran Venerabile dei monaci buddhisti, senza mancare, ovviamente, una “doverosa” visita al celebre mercato Russo. Pranzo in ristorante tipico e Cena in hotel.

Hotel del Tour CATEGORIA

SIEM REAP

KOMPONG THOM

PHOM PENH

1° CATEGORIA

BOREI ANGKOR HOTEL

ARUNRASE HOTEL

PHNOM PENH HTL

SUPERIOR

GRAND SOLUXE ANGKOR PALACE RESORT & SPA

SAMBOR VILLAGE

INTERCONTINENTAL PHNOM PENH

DELUXE

RAFFLE GRAND D'ANGKOR

SAMBOR VILLAGE

RAFFLES LE ROYAL

7° Giorno  Phnom Penh

Prima colazione in hotel, trasferimento in aeroporto e proseguimento verso altra destinazione. Fine dei servizi.

Il Tour include: Il vostro sogno in CAMBOGIA • • • • •

Tour con guida parlante italiano Trasferimento da/per l’aeroporto Trattamento di pensione completa come da programma Minivan con A/C Tutte le escursioni e le attività proposte nel tour

Il Tour non include: • • • • • • •

Voli intercontinentali e internazionali Eventuali trasferimenti e notti pre/post tour Bevande durante pasti Attivita’ opzionali Visto d’entrata in Cambogia (si ottiene in aeroporto dietro pagamento di usd 25 circa) Mance ed extra di carattere personale Tutto quanto non espressamente menzionato nel programma

A PARTIRE DA

€ 1.150

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


144 | Cambogia - Vietnam

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Angkor - Cambogia sud occidentale - Vietnam TEMPIO DI TA PROHM Area del tempio di Ta Phrom:  70 h Età della foresta: 600 anni Vegetazione:  foresta tropicale di bassa quota  Costruito come monastero buddista e università nel tardo dodicesimo secolo e agli inizi del tredicesimo, immerso nella giungla, Ta Prohm è un tempio di Angkor, in Cambogia, situato ad un chilometro da Angkor Thom. Diversamente dagli altri templi di Angkor, Ta Phrom è oggi nelle stesse condizioni in cui è stato ritrovato. Il suo nome originario era Rajavihara (tempio reale) ed era dedicato alla venerazione della famiglia reale. Dopo la caduta dell'Impero Khmer, il tempio fu completamente trascurato per molti secoli. E quando nel ventesimo secolo cominciarono i lavori per la conservazione e il restauro dei templi di Angkor, si decise di lasciarlo come era stato trovato. Gli alberi che crescono sulle rovine sono una peculiarità che contraddistingue il tempio per il visitatore di oggi. Freeman e Jacques fanno notare che "hanno ispirato la maggior parte degli scrittori ad eccedere nella descrizione di questa caratteristica, più di ogni altra di Angkor".Il tempio è stato la location del film “Tomb Raider”.

I grandi alberi abbracciano i muri e le statue con le loro poderose radici attorcigliate, forzando lentamente le gigantesche pietre e le pareti, in una immensa lotta che si protrae da secoli.

MONTI CARDAMOMI  E MONTI DELL’ELEFANTE Picco massimo: 1.771 m Area complessiva dei monti: 10.000 Km² Vegetazione: foresta tropicale di bassa e alta quota

Tempio di  Ta Prohn Monti  Cardamomi

Le "Montagne dell'Elefante" (Monti Dàmrei), sono una catena montuosa nel sudovest della Cambogia e sono una diramazione dei Monti Cardamomi (Kràvanh). La vetta più alta è Phnom Bokor. Poiché queste montagne si trovano vicino alla Costa del Siam, la piovosità è più accentuata (3.800/5.000 mm) sul versante occidentale, mentre sul versante orientale è di 1.020/1.520 mm. Fino al 1975 questo era il più importante centro cambogiano per la coltivazione del pepe nero. Il parco di cui fanno parte i Cardamomi e i Mondi dell’Elefante ospita una grande varietà di specie vegetali, comprese diverse orchidee rare, e durante la stagione delle piogge ha cascate spettacolari. L’intera area è oggi protetta a livello ufficiale dalle minacce della caccia e della deforestazione.

Delta del   Mekong

DELTA DEL MEKONG Area del delta(Vietnam): 39.000 Km² Area del delta (Cambogia): 16.000 Km² Quota di territorio intatto: 1,3% Il Delta del Mekong, nel sud ovest del Vietnam, è la zona dove il Mekong (dodicesimo fiume del mondo) sfocia nel Mare Cinese meridionale. Durante la guerra del Vietnam la regione fu teatro di durissimi combattimenti tra il Fronte nazionale per la liberazione del Vietnam e le forze degli Stati Uniti d’America. Nonostante le devastazioni del recete passato, vi sono ancora aree che ospitano uccelli acquatici a migliaia (aironi, cicogne, cormorani, ibis, gru), e nelle zone più fangose si possono trovare varie specie di delfini. L’intero habitat è comunque a rischio per via dell’inquinamento e dello sfruttamento intensivo della terra.


145 | Cambogia - Vietnam

CAMBOGIA - VIETNAM Da Nang  -  Quang Nam - Ha Long PENISOLA DI SON TRA Lunghezza della penisola: 16 Km Picco massimo: Son Tra (693 M) Specie di corallo presenti: 129 Il Mekong è il fiume più lungo e importante dell'Indocina e uno dei maggiori dell'Asia, è l'undicesimo fiume più lungo del mondo e il dodicesimo quanto a portata. Le sue cascate sono alte soltanto 10 metri ma sono estremamente impetuose, tanto da bloccare perfino le migrazioni delle specie ittiche che restano intrappolate rappresentando un ricco bottino per i pescatori. Qui si possono avvistare i delfini d’acqua dolce, ritenuti l’incarnazione di esseri umani. Dalla terrazza panoramica si gode di una bellissima vista delle piccole cascate che scendono unite a formare un salto nebbioso. Il Delta di Si Phan Don (quattromila isole) è composto da numerose isole, isolotti e banchi di sabbia. E’ un luogo incredibile e per questo è imperdibile.

PASSO HAI VAN Picco massimo: Hai Van (1.172 m) Area della laguna Lang Co: 1.500 h Area dell’isola Son Tra: 150 h

Ha long Bay 

Detto anche Passo delle Nuvole, è il più lungo e più alto passo del Paese, da cui si gode di panorami bellissimi sulla zona litorale di Hué a nord e sulla baia di Da Nang a sud, con acque turchesi del Mar Cinese Meridionale, e con lunghissime spiagge deserte. Questo passo segna il confine tra le province di Quang e Thuan Hoa e qui c’era un tempo il confine tra i regni del Dai Viet e Champa. Dal passo si riesce a vedere, col cielo sereno, la Penisola di Son Tra e la città di Da Nang. Fra gli uccelli presenti in quest’area vi sono il fagiano di Edward e la pernice dell’Annam.

Hai Van Penisola Son Tra

HA LONG BAY Superficie di area protetta: 1.553 Km² Numero di isole della baia: 1.969 La baia, patrimonio dell’umanità dal 1994, è un’insenatura nel golfo del Tonchino, e il suo nome significa “dove il drago scende in mare”. Narra la leggenda che tanti anni fa, mentre i vietnamiti stavano combattendo gli invasori cinesi, gli dèi inviarono una famiglia di dragoni ad aiutarli: i dragoni cominciarono a sputare gioielli che si trasformarono nelle tante isole ed isolotti della baia, e formarono una muraglia contro gli invasori. La baia è un'isola marina con clima tropicale umido e due stagioni: estate calda e piovosa, ed inverno asciutto e freddo. Al suo interno ci sono siti archeologici importanti.Una comunità di oltre 1.600 persone vive nella baia di Ha Long, in quattro villaggi di pescatori. La baia di Ha Long ospita due differenti ecosistemi: uno è tropicale-umido con foreste pluviali sempreverdi, l'altro è marino e costiero. Nella baia vivono numerose specie endemiche.


146 | Malesia

La notte del 20 dicembre 1849 un uragano imperversava sopra Mompracem, isola selvaggia, di fama sinistra, covo di formidabili pirati, situata nel mare della Malesia, a poche centinaia di miglia dalle coste occidentali del Borneo... ‌Sandokan aveva fatto un salto avanti, colle braccia contratte per il furore, gli occhi fiammeggianti... “Hai ragione, Yanez; tuttavia io andrò domani a Labuan. Una forza irresistibile mi spinge verso quelle spiagge, e una voce mi sussurra che io devo vedere la fanciulla dai capelli d'oro, che io devo...â€? - Sandokan! - Silenzio, fratellino mio: andiamo a dormire. Emilio Salgari - Le tigri di Mompracem 1883


147 | Malesia


148 | Malesia

Appunti di Viaggio

Stato del sud-est asiatico formato da due regioni distinte, la Malesia occupa una superficie totale di 329.758 kmq. La Malesia Peninsulare ovvero il lungo dito di terra che dall’Asia si estende in direzione sud verso l’Indonesia, è quasi completamente ammantata da una fitta giungla. La parte restante del Paese è il Borneo Malesiano, ovvero la parte settentrionale dell’isola del Borneo, che si suddivide negli stati di Sarawak e Sabah. Entrambi sono coperti da una giungla lussureggiante percorsa da grandi bacini fluviali e dove svetta la montagna più alta della Malesia, il Mount Kinabalu. Acque limpide e cristalline e lunghe spiagge di finissima sabbia bianca fanno della Malesia un vero e proprio paradiso per gli amanti della vacanza sole, mare, relax. Ricoperte da una lussureggiante vegetazione tropicale, le isole offrono acque tranquille e sicure con reef facilmente raggiungibili dalla spiaggia, da scoprire in immersioni e snorkeling spettacolari. Documenti I cittadini italiani possono entrare in Malesia senza visto e trattenersi nel Paese per 90 giorni. Sarà sufficiente essere in possesso del passaporto con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’uscita dalla Malesia e di un biglietto di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio. Lingua La lingua ufficiale è il Bahasa Malaysia, l'inglese è diffuso nelle aree turistiche. Valuta e suggerimenti L’unità monetaria malese è il Ringgit (1€ = 4.54 MYR). Le più comuni carte di credito sono accettate ovunque (American Express, Visa, Master Card). Le banche malesi sono efficienti e richiedono una commissione fissa più o meno di US$2-3 per quelle transazioni che coinvolgono valuta straniera. I cambiavalute non chiedono commissioni ma, poiché praticano tassi di cambio differenti l'uno dall'altro, è consigliabile conoscere quale sia il tasso vigente. Per cambiare i contanti sono sicuramente i più convenienti e tutte le transazioni sono assai più veloci. Gli alberghi, i negozi ed i ristoranti di categoria elevata accettano tutte le principali carte di credito. Se la vostra carta ha un numero di identificazione personale, potete ottenere anticipi in denaro presso gli uffici degli ATM, e questo perché la Malesia fa parte del network bancario internazionale. Informatevi presso la vostra banca se potete prelevare direttamente dal vostro conto corrente quando siete in Malesia. Lasciare la mancia non è una pratica diffusa in Malesia. Gli alberghi e i ristoranti più costosi aggiungono un 10% al conto per il servizio e tutte le stanze sono soggette a un'ulteriore tassa governativa del 5% (di solito gli alberghi di bassa categoria la includono già nel prezzo). Contrattare nei mercati e nei negozi di souvenir è la regola, anche se dovreste intenderlo come una forma di scambio culturale piuttosto che come una questione di vita o di morte.

Clima Trattandosi di una regione tropicale, si può visitare tutto l’anno. Le precipitazioni sono distribuite abbastanza uniformemente in tutte le stagioni e la differenza tra la stagione delle piogge (da ottobre ad aprile) e quella secca non è particolarmente marcata. Fa eccezione la costa orientale della Malesia Peninsulare interessata da forti precipitazioni nel periodo da novembre a metà febbraio. Negli stati di Sabah e Sarawak si possono incontrare precipitazioni durante tutto l’anno ma soprattutto da ottobre a marzo. Fuso orario +6 ore rispetto all’Italia durante l’orario legale, +7 ore durante l’ora solare. Elettricità 220/110 volt. In alcuni alberghi le prese di corrente richiedono un adattatore. Ci si può rivolgere alla reception. Religione La varietà di religioni praticate nella regione rispecchia il suo panorama multietnico. Sebbene l’Islam sia la religione di stato, viene garantita la libertà di culto. L’Induismo si diffuse ben prima che l’Islam diventasse la religione dominante; le religioni cinesi sono numerose come le varie comunità cinesi ben integrate nel territorio malese; il cristianesimo invece non è mai riuscito ad ottenere un vasto seguito, ma ha comunque un impatto importante soprattutto nel Borneo Malese. Norme di igiene e salute Attenzione all’acqua, principale veicolo di malattie intestinali, e a tutto quanto può essere a contatto con acqua non potabile, per esempio ghiaccio o verdura e frutta non sbucciate. Anche gli sbalzi di temperatura dovuta all’aria condizionata possono provocare problemi, è bene tenere sempre un golfino a portata di mano. Una piccola farmacia personale può fare fronte alle piccole emergenze: cerotti, disinfettante, antidolorifici e antifebbrili, disinfettanti intestinali, medicinali di uso personale. Come vestirsi Sicuramente è meglio mettere in valigia un abbigliamento pratico con abiti in cotone o lino, scarpe comode o scarponcini da trekking per escursioni nelle foreste. Per visitare alcuni templi e assistere a particolari cerimonie, è bene usare un abbigliamento adeguato ai luoghi. Fotografie e videocamera Rispetto e discrezione nel fotografare le persone, soprattutto nei luoghi di preghiera. È buona norma chiedere sempre il permesso. In alcuni templi, monasteri o pagode, bisogna pagare una piccola tassa per fare fotografie.


149 | Malesia

VIETNAM

THAILANDIA

FILIPPINE

Langkawi Penang

Kota Bharu

Kota Kinabalu

Isola di Redang

Sukau

Kuala Terengganu Semporna

Taman Negara Isola di Ipoh Pangkor

Sandakan

SABAH

Cameron Highlands

Kuala Lumpur Malacca

Mulu

Isola di Pom Pom

MALESIA

Isola di Tioman

SARAWAK

Johor Bahru Singapore

Isola di Mataking

Kuching

Batang Ai

INDONESIA INDONESIA

Quando andare In Malesia vi è un clima caldo e umido durante tutto l'anno e quindi troverete sole e caldo in abbondanza in qualsiasi momento decidiate di visitarla. Se vi interessa andare in spiaggia, cercate di evitare la stagione delle piogge (da Novembre a Gennaio) nella regione peninsulare. Le tartarughe di mare depongono le loro uova sulla costa orientale nel periodo che va da maggio a settembre. L’Ambiente La Malesia è divisa in due parti ben definite: quella peninsulare e quella orientale, che comprende gli stati di Sarawak e di Sabah nel Borneo settentrionale. Queste due parti distano 650 km e sono separate dal Mare Cinese Meridionale. La Malesia peninsulare confina con la Thailandia e Singapore, mentre quella orientale con Kalimantan (il Borneo indonesiano) e, per quanto riguarda Sarawak, con la piccola enclave del Brunei. Il Mare delle Andamane bagna la costa occidentale della penisola, il già ricordato Mare Cinese Meridionale la parte orientale della penisola, Sarawak e Sabah. Il 40% del territorio nazionale montuoso si trova nella penisola malese, percorsa da nord a sud da diverse catene rocciose. La fascia costiera occidentale è ampia e pianeggiante, utilizzata per l'agricoltura, mentre quella orientale è assai più ridotta. Sabah e Sarawak sono coperti da giungle fitte e sono percorsi da un rete idrica assai ramificata. A Sabah vi è anche il Monte Kinabalu (4101 m), uno dei più alti in tutto il Sud-Est asiatico. Più del 60% del paese è ancora ricoperto da una giungla tropicale. Carte di Credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, e negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale (pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra.

Principali attrattive turistiche Gli appassionati di immersioni e di snorkeling possono scegliere tra numerose isole della costa orientale, tra cui Tioman, Pulau Kapas, Pulau Redang e le Isole Perhentian. Per chi ama la terraferma, i migliori tragitti in bicicletta si trovano nella regione orientale della penisola e lungo la traversata Butterworth-Baling. Nel Parco Nazionale di Taman Negara, nello stato di Pahang, si può fare trekking, bird-watching e pescare, mentre nella splendida zona di Tasik Chini, sempre a Pahang, è possibile andare in canoa e pescare, nonché fare lunghe camminate nella giungla. A Sarawak, il Parco Nazionale di Gunung Mulu ospita alcune splendide grotte, tra cui la Clearwater Cave, che con i suoi 51 km è una delle più lunghe del mondo. Il parco offre anche eccellenti escursioni: vi consigliamo quella di 4 giorni che porta in cima al Monte Gunung Mulu (2377 m). A Sabah, il Parco Nazionale di Pulau Tiga, vicino a Kuala Penyu, è noto per i sentieri intorno all'isola vulcanica e per i numerosi luoghi in cui fare snorkeling. Molti turisti che si recano in questa località effettuano anche un'escursione sul Monte Kinabalu. Il Parco Nazionale di Turtle Islands, 40 km a nord di Sandakan, è un ottimo posto per vedere le tartarughe che depongono le uova tra luglio e ottobre e lo stesso dicasi della costa di Terengganu, Pulau Pangkor al largo di Lumut e dell'Isola di Selingan nella parte settentrionale di Sabah.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • • • •

Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior


150 | Malesia

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Selangor GROTTE BATU Nome locale: Gua Batu Habitat: grotte calcaree tropicali  Età geologica: da 60 a 100 milioni di anni Nonostante fossero note già alle tribù locali, le grotte Batu sono state rilevate al mondo occidentale nel 1878, scoperte dall’americano William Hornaby. Sono formate da 3 caverne principali, non distanti dalla capitale Kuala Lampur, scolpite nella roccia dagli agenti erosivi nel corso di 400 milioni di anni. La grotta più grande è lunga 400 metri e alta 100 e data la sua sacralità è nota come “il tempio”. Infatti le Grotte Batu, ornate da bellissimi stalattiti e stalagmiti, hanno un’importantissima valenza religiosa, tanto da festeggiarsi al loro interno il “Thaipusam”, una festa indù, che si tiene tra gennaio e febbraio, che attira oltre 800.000 persone l’anno provenienti da ogni parte del mondo. La zona offre anche eccellenti siti per gli scalatori, grazie alle tante colline presenti.

LUCCIOLE DI KAMPUNG KUAN TAN Vegetazione: foresta rivierasca, mangrovie La differenza tra un posto qualsiasi e uno da ricordare è questione di dettagli. Nei pressi del fiume Perak, in Malesia, si trova il villaggio di Kampung Kuatan. La particolarità di questo posto? Ospita una delle più numerose colonie di lucciole al mondo. Gli esemplari di questa zona sono noti come Kelip-Kelip, che significa “luccichio”. I maschi emettono dei segnali luminosi come richiamo sessuale, lampeggiando 3 volte al minuto. Se si considera che la zona ci sono migliaia di alberi, dove si aggregano migliaia di insetti, diventa facile comprendere lo spettacolo straordinario a cui si assiste. Lo spettacolo di Kampung Kuatan è protetto non solo dalle usanze locali, ma anche da leggi nazionali.

Kampung  Kuan tan Cascate del  Kanching Grotte  Batu

CASCATE DEL KANCHING Area del Parco: 500 h Vegetazione: foresta tropicale di bassa quota Tipo di roccia: calcarea Non distante dalla capitale Kuala Lampur si trovano i parchi nazionali di Kanching e di Templer. Anche se la distanza con la città è breve, è sorprendente la varietà di flora e fauna dei due parchi. Tra le bellezze paesaggistiche della zona, un posto di rilievo lo occupano sicuramente le Cascate del Kanching, all’interno del parco, che ospita una folta vegetazione e una serie di sentieri che corre lungo le colline e le scarpate. E’ considerato un luogo fantastico, tanto che il fine settimana il parco si affolla di tanti turisti, curiosi di ammirare le sette cascate e gli splendidi promontori di pietra modellati dal tempo, formando una serie di piscine naturali in cui è possibile nuotare… La sensazione è di trovarsi in un paradiso terrestre…


151 | Malesia

MALESIA Sabah  MONTE KINABALU Altezza del monte: 4.102 m Habitat: foresta tropicale di bassa quota, foresta pluviale, foresta nebbiosa, macchia alpina Il Monte Kinabalu, con i suoi 4.102 metri di altezza, è il più alto dell’Asia sudorientale. Fa parte dell’area montuosa del Sabah, nel parco nazionale del Kinabalu. Inaugurato nel 1964, è stato il primo sito malese dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità nel 2000, dato che accoglie una delle maggiori varietà di flora al mondo. Circa il 10% delle sue specie vegetali sono endemiche e nella sua zona più elevata è sede della maggiore pianta carnivora esistente, la “Nepenthes rajah”, mentre nelle foreste del bassopiano si trova la “rafflesia”, il fiore più grande al mondo. Inoltre l’area accoglie una delle più grandi concentrazioni di specie animali, caratterizzandola come un centro unico di biodiversità.

Il serpente dalla coda a strisce, l’unico vero rettile notturno di grotta, ha imparato a tendere degli agguati ai pipistrelli, afferrandoli al volo mentre passano nella completa oscurità.

Grotte di Gomantong Monte  Kinabalu

Valle del  Danum

GROTTE DI GOMANTONG Vegetazione: foresta di bassa quota Età geologica: da 60 a 100 milioni di anni Età delle grotte: da 10 a 30 milioni di anni

Le Grotte di Gomantong, nel Borneo Malesiano comprendono due complessi, famosi per le loro colonie di salangane. Una volta erano accessibili esclusivamente dal fiume, ma oggi le grotte sono raggiungibili via terra con un viaggio di sette ore da Sandakan. La visita in queste grotte è un’esperienza molto affascinante, ideale per gli amanti della natura e delle particolarità che essa offre. La prima grotta, chiamata Simud Hitam, è alta 90 metri e ospita alcune specie di salangane che costruiscono i cosiddetti “nidi neri”, di saliva mista e piume, mentre nella seconda, la Simud Putch, meno accessibile, vi si trovano i “nidi bianchi”, composti esclusivamente dalla saliva di questi uccelli. Oltre a queste particolarità della natura è possibile trovarvi numerosi tipi di invertebrati che vivono all’interno, ma in alcuni periodi dell’anno, per visitare le grotte, vi è bisogno di permessi ufficiali.

VALLE DEL DANUM Area della valle: 438 Km² Vegetazione: foresta pluviale tropicale di bassa quota Conosciuta e rinomata soprattutto per la sua fauna, la valle di Damun è anche famosa per la sua imponente vegetazione, tale da essere considerata uno degli ultimi baluardi della foresta tropicale del Borneo. La valle, che fa parte di un’area protetta, ospita un centro di ricerca ed è dominata da alcune specie di dipterocarpacee, 124 specie di mammiferi e 275 specie ornitologiche, tra cui la testa setolosa del Borneo, il bucero e il fagiano di Bulwer. Sono presenti più di 50 chilometri di sentieri e un camminamento posto a 27 metri di altezza.. Un’esperienza straordinaria per gli amanti della natura e dell’avventura!


152 | Malesia | La Meravigliosa Penisola

La Meravigliosa Penisola

> Programma individuale 

Durata:  7 Giorni / 6 Notti                   Estensione da Kuala Lampur (su richiesta da altre destinazioni) GUIDA: Guida in lingua inglese (lingua italiana con supplemento) PARTENZA: Tour su base privata (Il lunedì è prevista una partenza di gruppo in lingua italiana) TRATTAMENTO: 6 colazioni e 2 pranzi ITINERARIO: Kuala Lumpur - Malacca - Kuala Lumpur - Cameron Highlands - Bukit Merah - Banding - Penang 1° Giorno Kuala Lumpur 

Arrivo a Kuala Lumpur, incontro con un nostro assistente e trasferimento all'hotel prescelto. Nel pomeriggio conoscenza di Kuala Lampur, moderna capitale asiatica. Conosceremo i luoghi di maggiore interesse della citta' quali il Palazzo Reale, la residenza del Re della Malesia, il Monumento e la Moschea Nazionale, la Stazione Ferroviaria in stile moresco, la Piazza dell'Indipendenza. Il tour termina con una sosta alle più alte torri gemelle del mondo: le Petronas Tower. Rientro in hotel. 2° Giorno Kuala Lumpur > Malacca > Kuala Lumpur  (+/- Km. 300 > 4 H.) 

Prima colazione in hotel. Partenza per la storica citta' di Malacca che si trova a circa 2 ore a Sud di Kuala Lumpur. Malacca e' ricca di templi, mercati e moschee e il suo centro storico ha conservato i suoi vecchi edifici, che hanno permesso di ricevere nel corso del 2008 un riconoscimento storico da parte dell'Unesco. Si visiteranno la Piazza Rossa Olandese Stadhuys, il museo "Baba-Nyonya". Visita della collina di San Paolo dove giacciono le rovine dell'omonima Chiesa proseguendo verso la Porta de Santiago ultimo bastione rimasto dell'antica Fortezza portoghese "A Famosa", distrutta dagli Inglesi. Sosta per il pranzo in un tipico ristorante locale. La visita riprende lungo la strada degli Antiquari (Jonker Street). Tempo a disposizione e rientro a Kuala Lumpur. Rientro in hotel. 3° Giorno Kuala Lumpur > Cameron Highlands  (+/- Km. 200 > 3 H. )

Prima colazione in hotel. Partenza in mattinata per il Tempio Batu Caves il più grande e importante tempio Hindu in Malesia. Proseguimento per Cameron Highlands attraversando fantastici paesaggi. Sosta a Tapah prima di iniziare la salita per le montagne di Cameron. Sosta alla cascata Iskandar e al villaggio Orang Asli Al, la tribù originaria Malese. Arrivo a Cameron Highlands nel pomeriggio. Sistemazione in hotel. Pernottamento. 4° Giorno Cameron Highlands > Bukit Merah > Banding  (Km. 275  > 4 H. 1/4 )

Prima colazione e partenza dall'hotel. Visita di una piantagione di the e dei suoi processi di lavorazione. Breve sosta ad uno dei mercatini del luogo. Inizia la discesa verso Ipoh, capitale del Perak. Visita del Tempio Cinese buddista Sam Po Tong ubicato in caratteristiche grotte calcaree. Si arriva infine a Bukit Merah dove con la barca si attraverserà il lago per arrivare all'isola del Centro degli "Orang Utan". Dopo la visita, si riprende il viaggio verso Banding. Sistemazione in Hotel e pernottamento. 5° Giorno Banding

Prima colazione e partenza dall'hotel. Escursione in barca sul lago. Si inizia con la ricerca del fiore piu` grande al mondo, la "Rafflesia". Si procede poi sulla pista degli elefanti per vedere il luogo dove questi pachidermi vanno a nutrirsi dei sali minerali presenti nel terreno. Si arriverà nei pressi di una cascata nella foresta dove verrà consumato il pranzo. Nel pomeriggio, tempo per “un tuffo”nelle fresche acque della cascata. Rientrando in hotel, sosta ad uno dei villaggi della comunità "Orang Asli". Rientro in hotel.


153 | Malesia | La Meravigliosa Penisola

6° Giorno Banding > Penang  Km. 150  (2 H. 1/2 )

Prima colazione e partenza per l'Isola di Penang e del suo centro storico di Georgetown che si raggiunge attraversando uno dei ponti più lunghi d'Asia (13.5 Km); proseguimento per la visita del Tempio dei Serpenti e del Tempio Buddista di Kek Lok Si, il più grande tempio buddista di tutta la Malesia. Dopo la visita del Tempio, trasferimento per Penang dove si arriverà in serata. Sistemazione in hotel e pernottamento. 7° Giorno Penang

Prima colazione. Visita della città di Georgetown, patrimonio dell’umanità riconosciuto dall’UNESCO. Visita del Tempio Thai con il Buddha disteso e visita al Tempio Birmano. Proseguimento per la visita del KHOO Kongsi, bellissima Clan House Cinese e della Mansion Baba & Nyonya, pittoresco museo che si trova nei pressi di Little India vicino alla bella chiesa anglicana di St. George. Nel tardo pomeriggio trasferimento in aeroporto e proseguimento verso altra destinazione. In base agli operativi di volo potrebbe essere necessario effettuare una notte extra (non inclusa nel programma) a Penang.

Il Tour include: • • • • •

Trasferimento da/per l’aeroporto Trattamento come da programma Tour privato in lingua inglese (italiano con supplemento) Ogni lunedì partenza di gruppo in lingua italiana Tutti gli ingressi ai siti e ai musei previsti nel programma

Il Tour non include: • • • • • •

Il vostro sogno in MALESIA

Voli intercontinentali e internazionali Eventuali trasferimenti e notti pre/post tour Pasti non indicati nel programma Bevande ai pasti Attività opzionali Mance, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente menzionato nel programma

A PARTIRE DA

€ 935

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti.

Hotel del Tour CATEGORIA E HOTEL

KUALA LAMPUR

CAMERON HIGHLANDS

BANDING

PENANG

SUPERIOR

PRINCE HOTEL

STRAWBERRY PARK

BELUM RAINFOREST

FOUR POINTS

DELUXE

RITZ CARLTON

HIGHLAND RESORT

BELUM RAINFORSET

EASTERN & ORIENTAL

• Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


154 | Malesia | Mystic Borneo

Mystic Borneo Durata:  7 Giorni / 6 Notti           Possibilità di estensione da Kuala Lampur (su richiesta da altre destinazioni) GUIDA: Guida in lingua inglese o italiana TRATTAMENTO: Trattamento come da programma PARTENZE GARANTITE: Tour su base privata in lingua inglese (lingua italiana con supplemento). Il Mercoledì è prevista una partenza di gruppo in lingua italiana ITINERARIO: Kuching - Batang Ai - Kota Kinabalu - Mt. Kinabalu - Fiume kinabatangan - Sukau 1° Giorno Kuching Arrivo all'aeroporto di Kuching e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio, visita della città, capitale del Sarawak con bellissimi palazzi antichi, mercati all'aperto, templi cinesi e moschee. La visita verrà completata con la visita al museo naturalistico ed etnografico del Sarawak, voluto dal secondo “Rajah Bianco” Charles Brooke. In serata rientro in Hotel. Pernottamento. 2° Giorno  Kuching > Batang Ai   (+/- Km. 130 > 3 H. )  Dopo la prima colazione partenza dall'hotel verso Batang Ai. Lungo il tragitto, sosta al centro di conservazione degli Orang Utan di Semenggoh. Si riprende il viaggio verso il Lago Batang-Ai passando per Serian con visita al tradizionale mercato locale. Altra sosta per la visita ad una piantagione di pepe, quindi sosta al villaggio di Lachau. Pranzo libero. Nel pomeriggio si procede verso il confine con il Kalimantan Indonesiano giungendo all'incantevole lago Batang Ai. Trasferimento a bordo di un'imbarcazione per raggiungere in 15 minuti di navigazione il Resort. Sistemazione. Cena e pernottamento. 3° Giorno  Batang Ai Prima colazione in hotel partenza con la tradizionale "perahu panjang" (barca lunga) nel cuore del lago. Visita di un villaggio e di una tipica longhouse. Danza di benvenuto da parte degli Iban, popolazione indigena del Sarawak, famosi come ex cacciatori di Teste. Assaggio di pietanze locali e continuazione della visita in barca sulle rive del lago. Nel pomeriggio ritorno al Resort e tempo a disposizione per relax. Cena e pernottamento. 4° Giorno  Batang Ai > Kuching > Kota Kinabalu   (+/-Km. 130 > 3 H.+ volo) Prima colazione e partenza per il viaggio di ritorno a Kuching (circa 1H. e 30 minuti).Sosta per il pranzo libero durante il tragitto al Parco di Ranchan, con le sue piccole cascate e giardini rigogliosi. Arrivo a Kuching nel pomeriggio e trasferimento in aeroporto e partenza per Kota Kinabalu. Trasferimento in hotel e sistemazione. Pernottamento. 5° Giorno  Kota Kinabalu > Mt. Kinabalu > Kota Kinabalu  (+/-Km. 210 > 4 H.) Prima colazione in hotel e partenza dall'hotel per il trekking al Parco Nazionale del Monte Kinabalu, patrimonio UNESCO dal 2000. Da qui, per un sentiero che attraversa la tipica vegetazione delle foreste basso-montane tropicali, tra diverse specie di ginger, muschi e felci, sale fino a raggiungere un'altitudine di circa 2000 metri. Durante il trekking, la guida indicherà alcune piante carnivore come le Nepenthes, alcune delle quail possono raggiungere dimensioni tra le maggiori conosciute in natura. Tra queste spicca la Nepenthes Rajah, endemica del Monte Kinabalu, le cui dimensioni sono tali da intrappolare persino piccoli mammiferi e uccelli. Pranzo in un ristorante locale. Nel pomeriggio rientro a Kota Kinabalu. Pernottamento. 6° Giorno  Kota Kinabalu > Sandakan - Fiume Kinabatangan   (volo domestico + crociera sul fiume)

Partenza di primissimo mattino per l'aeroporto di Kota Kinabalu per il volo su Sandakan (colazione al sacco, "Box Breakfast" - durata del volo circa 40 min.). Dall'aeroporto di Sandakan, si prosegue verso il Sepilok Orang Utan Rehabilitation Centre. In questo centro sono presenti oranghi sottratti ai bracconieri, orfani e la maggior parte trovati in non buone condizioni per le ferite; qui, attraverso, un lungo processo di riabilitazione, vengono curati e addestrati alla vita nella foresta. Durante il cosiddetto feeding-time, ora in cui i Rangers della riserva somministrano frutta e latte agli oranghi, e' possibile osservare questi primati in piena libertà. Trasferimento al Rainforest Discovery Centre di Sepilok per una piacevole passeggiata tra la natura. Proseguimento verso Sukau con trasferimento sul fiume Kinabatangan di circa 2 ore. Sistemazione presso il Lodge. Pranzo. Nel pomeriggio, escursione in barca alla ricerca della fauna locale: oranghi, scimmie nasiche, macachi, varani, facilmente osservabili. In serata rientro al Lodge e cena e pernottamento. Possibilità su richiesta, di un’uscita notturna. 7° Giorno  Fiume Kinabatangan > Sandakan (o altre destinazioni) Sveglia di buon mattino, quando ancora la foresta circostante e' ammantata di nebbia, per visitare uno dei laghi OX BOW o, in italiano, A CORNA DI BUE. L'escursione in barca, consente di esplorare questo interessante ecosistema lacustre che offre la possibilità di osservare specie di uccelli meno facilmente avvistabili durante l'escursione pomeridiana quale aironi rossi e bianchi ed uccelli serpentari. Rientro al Lodge per la colazione e trasferimento all`aeroporto/porto di Sandakan per prosecuzione verso altra destinazione. Per chi richiede di proseguire il viaggio sulle isole di Mataking, Mabul, Pom Pom, Kapalai o Lankayan, possibilità di proseguire per il porto di Semporna (con supplemento). Fine dei servizi.

Il Tour include: • • • •

Trasferimento da/per l’aeroporto Voli domestici Trattamento come da programma Tour su base privata in lingua inglese (lingua italiana con supplemento). Il Mercoledì è prevista una partenza di gruppo in lingua italiana • Tutti gli ingressi ai siti e ai musei previsti nel programma

Il Tour non include: • • • • • •

Voli intercontinentali e internazionali Eventuali trasferimenti e notti pre/post tour I pasti non indicati Bevande ai pasti Attività opzionali Mance, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente menzionato nel programma

Hotel del Tour CATEGORIA E HOTEL

KUCHING

BATANG AI

KOTA KINABALU

KINABATANGAN

SUPERIOR

HILTON

LONGHOUSE by Hilton

PACIFIC SUTERA

BUKIT MELAPI LODGE

Il vostro sogno in MALESIA

A PARTIRE DA

€ 1.250

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


155 | Malesia | La Penisola di Malacca

La Penisola di Malacca Durata:  7 Giorni / 6 Notti      Possibilità di estensione da Singapore (su richiesta da altre destinazioni) GUIDA: Guida in lingua inglese o italiana TRATTAMENTO: Come da programma PARTENZE: Tour su base privata in lingua inglese In alcuni periodi dell’anno, il Martedì è prevista una partenza di gruppo in lingua italiana ITINERARIO: Singapore - Malacca - Kuala Lumpur - Batu Caves - Taman Negara - Kuala Lumpur 1° Giorno  Singapore Arrivo a Singapore, incontro con nostro assistente e trasferimento all’hotel prescelto. Resto della giornata a disposizione. Pernottamento. 2° Giorno  Singapore > Malacca (+/-  200 Km. circa 3 H.) Prima colazione in hotel. Visita della modernissima città di Singapore e delle sue principali attrazioni. Conosceremo il “Centro Coloniale “, dove si trova il campo da cricket con il club, il Parlamento, La Corte Suprema, il Municipio e la statua del Merlion, il simbolo di Singapore. Quindi il quartiere Cinese il Tempio buddista Thian Hock keng; si procede quindi con la visita di un centro di artigianato locale per concludere con la visita del Giardino Botanico con le sue famose orchidee. Pranzo libero.Nel primo pomeriggio, partenza per la storica città di Malacca che si trova a circa 200 km lungo la costa ovest della penisola malese; passando la frontiera si arriva a Johor Bahru. Si riprende quindi il viaggio fino all`arrivo a Malacca. Ricca di templi, mercati e moschee, il suo centro storico ha conservato i suoi vecchi edifici che hanno permesso di ricevere nel corso del 2008 un riconoscimento da parte dell’UNESCO quale patrimonio dell’umanità. Conosceremo la strada degli Antiquari (Jonker Street), la Piazza Rossa Olandese Stadhuys, la collina di San Paolo e le rovine dell’omonima Chiesa, per finire poi alla Porta de Santiago ultimo bastione rimasto dell’antica Fortezza portoghese di “A Famosa” distrutta dagli Inglesi. La giornata si concluderà con una suggestiva escursione in barca sul Melaka River. Arrivo all’hotel prescelto e pernottamento a Malacca. 3° Giorno  Malacca > Kuala Lumpur (+/- 150 Km. circa 2 H.) Prima colazione in hotel. La giornata inizia con la visita a piedi in Harmony Street e con la visita al più antico Tempio Cinese Cheng Hoon Teng; quindi visiteremo la Moschea di Kampung Kling ed il Museo “Baba-Nyonya. Ci dirigiamo verso Kuala Lumpur, Capitale della Malesia.. Arrivo previsto dopo circa 2 ore di viaggio. Sistemazione in hotel. Pranzo libero. Nel pomeriggio, visita della città, moderna capitale Asiatica. Il tour fara’ conoscere i luoghi di maggiore interesse della citta’ quali il Palazzo Reale e la residenza del Re della Malesia, il Monumento e la Moschea Nazionale, la Stazione Ferroviaria in stile moresco, la Piazza dell’Indipendenza. Quindi, la nuova icona della Malesia, le torri gemelle più alte del mondo: le Petronas Tower. Ritorno in hotel e quindi cena presso un ristorante locale con show culturale che permetterà di scoprire le tipiche e colorate danze locali. Rientro in hotel e pernottamento. 4° Giorno  Kuala Lumpur > Batu Caves > Kuala Lumpur (+/- 40 Km. circa 1 H.) Prima colazione in hotel. Partenza per le Batu Caves, l’affascinante Santuario Hindu incontro tra arte ed artigianato. Dall’altro dei sui quasi 300 gradini si arriverà al Santuario di Krishna, una delle Divinità maggiormente riverite dell’Induismo. Queste grotte suggestive sono oggi meta di pellegrinaggio sopratutto durante il festival Hindu più importante d’Asia, il Thaipusam. Procederemo per la visita ad una fabbrica di Batik assistendo ai vari processi di lavorazione che portano alla realizzazione dei famosi tessuti. Termineremo visitando la Royal Selangor, la più grande fabbrica al mondo di peltro. Rientro in hotel. Pranzo libero e resto della giornata a disposizione. Pernottamento. Cena libera e pernottamento. 5° Giorno  Kuala Lumpur > Taman Negara (+/- 200 Km. strada + Barca 3 H.) Prima colazione in hotel ed partenza per il Taman Negara raggiungendo il molo di Kuala Tembeling, e attraversando l’entroterra con i suoi straordinari paesaggi per iniziare una traversata di tre ore sul fiume fino al molo di Kuala Tahan dove si entrerà in questo meraviglioso Parco Nazionale. Sistemazione al Resort. Resto della giornata a disposizione. Proverete l’esperienza di una passeggiata notturna attraversando la giungla in compagnia di una sinfonia di suoni di cicale. Cena e pernottamento in Mutiara Taman Negara Resort. 6° Giorno  Taman Negara Dopo la prima colazione, percorso naturalistico fino a Teresek Hill e vista del Monte Tahan. Proverete l’eccitante esperienza di attraversare i ponti sospesi per osservare le piante tropicali ad un altezza di 20 metri prima di tornare al Resort per il pranzo. Nel pomeriggio, effettueremo una crociera in barca a Lata Berkoh, fino ad arrivare alle rapide sul fiume Tahan, dove potrete rilassarvi e godere della cascata e nuotare in una piscina naturale. Rientro in serata al Resort. Cena e pernottamento. 7° Giorno  Taman Negara > Kuala Lumpur (Barca3 H.  +/- 200 Km. strada ) Dopo la prima colazione partenza in barca per Kuala Tembeling, tragitto della durata di circa 3 ore e proseguimento per Kuala Lampur il cui arrivo è previsto nel pomeriggio. Trasferimento in Hotel. Fine dei servizi.

Il Tour include: • • • • •

Trasferimento da/per l’aeroporto Trattamento come da programma Tour su base privata in lingua inglese (lingua italiana con supplemento). Il Martedì (in alcuni periodi dell’anno) è prevista una partenza di gruppo in lingua italiana Tutti gli ingressi ai siti e ai musei previsti nel programma

Il Tour non include: • • • • •

Voli intercontinentali ed internazionali Eventuali trasferimenti e notti pre/post tour Bevande ai pasti Attività opzionali Mance, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente menzionato nel programma

Hotel del Tour CATEGORIA E HOTEL

SINGAPORE

MALACCA

KUALA LUMPUR

TAMAN NEGARA

SUPERIOR

GRAND PARK CITY HALL

RAMADA PLAZA

HOTEL PRINCE

MUTIARA

DELUXE

FULLERTON

MAJESTIC

RITZ CARLTON

MUTIARA

Il vostro sogno in MALESIA

A PARTIRE DA

€ 1.430

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


156 | Malesia

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Sarawak / Borneo GROTTA DEL CERVO PARCO NAZIONALE GUNUNG MULU Lunghezza delle grotte: circa 2 km Larghezza delle grotte: 175 m Altezza delle grotte: 125 m Nel Borneo malesiano, territorio di Sarawak, non mancano spettacoli della natura. La Deer Cave o meglio nota come la “grotta del cervo”, attraversa per circa 2 chilometri una montagna ricoperta da foreste tropicali. Questa meraviglia sotterranea è il frutto della combinazione di 5.000 millimetri di precipitazione annuali e della profondità del calcare nell’area di Mulu. La grotta fu visitata dagli occidentali nel XIX secolo, ma è diventata un’attrattiva nei primi anni ’60, quando venne segnata per la prima volta sulla mappa. La Grotta oggi è all’interno del parco nazionale di Gunung Mulu ed ospita numerose specie di esseri viventi tra cui: pipistrelli, ragni, millepiedi, grilli e il serpente dalla coda a strisce, l’unico vero rettile della grotta, pronto a tendere gli agguati ai pipistrelli, nell’oscurità più completa… Per raggiungere “Gua Payau”, come veniva chiamata dalle popolazioni che cacciavano in questa grotta, bisogna percorrere un tracciato in mezzo alla giungla distante circa tre chilometri dalla sede della direzione del Parco.

GrottA  del Cervo

Grotte  di Niah Sarawak

GROTTE DI NIAH Tipo di grotte: carsiche Altezza delle grotte: 75 m Le Grotte di Niah, considerate tra le più importanti del sudest asiatico, sono una delle più affascinanti attrazioni del Parco nazionale di Niah, nel Sarawak, una zona ricoperta da foreste tropicali, sede della grande cima rocciosa del Gunung Subis. Il parco è accessibile mediante un’imbarcazione o anche via terra attraverso il villaggio di Miri. Per raggiungere le grotte bisogna accedere attraverso una passerella in legno che attraversa la giungla per circa tre chilometri. All’interno delle grotte sono stati ritrovati attrezzi fatti di pietra, osso e ferro, oltre a pitture rupestri, il che ha convinto molti studiosi ad affermare la presenza di insediamenti umani in passato. L’antro più grande di tutto il complesso, viene chiamato la “grotta maggiore”, ha un’estensione di 16 chilometri quadrati e si trova nella parte nordoccidentale del Borneo. Tutte le grotte ospitano attualmente pipistrelli e salangane, che hanno trovato in questo luogo il loro habitat ideale.


157 | Malesia

MALESIA Sarawak - Kalimantan Timur / Borneo SISTEMA IPOGEO  CLEARWATER Lunghezza del sistema ipogeo: 108 km Altezza del monte Gunung Mulu: 2.377 m Area del parco: 52.864 h Il Parco nazionale del Gunung Mulu, nel Borneo malesiano, nasconde nel proprio sottosuolo un complesso ipogeo, di cui sono stati esplorati 295 chilometri, un terzo del quale fa parte del Sistema ipogeo Clearwater. Questo Sistema è suddiviso in varie grotte, tra le quali la Wind Cave, che prende il nome dalla fresca brezza che spira continuamente all’interno delle sue sezioni, e che conduce alla grotta Clearwater, la più lunga di tutto il sudest asiatico, con i suoi 51 chilometri. Tra le altre grotte si ricordano la Deer Cave (o grotta del cervo) e la Sarawak Chamber, la più grande al mondo con i suoi 600 metri di altezza e 15 di ampiezza. Ogni visita in queste grotte diventa un’emozione unica e spettacolare, grazie a splendidi stalattiti e stalagmiti, che rendono ogni visita indimenticabile. Non tutte le grotte, inoltre, sono accessibili e vengono organizzati tour con guida privata solo in quattro delle grotte del Sistema.

Clearwater

Isola di  Sipadan

Sarawak

ISOLA DI SIPADAN Tipo di isola: atollo vulcanico Profondità del mare: 600 m Numero di specie ittiche: 3000 Considerata una delle cinque migliori destinazioni al mondo per le immersioni, l’isola di Sipadan, al largo della costa settentrionale del Borneo, è uno dei luoghi più amati dai sommozzatori, grazie alla bellezza dei suoi fondali e al gran numero di specie ittiche presenti. E’ frequentata anche da tartarughe verdi ed embricate e una passeggiata di 25 minuti è sufficiente per scoprirne l’intera superficie che, con la sua incredibile varietà, è paragonabile ad un vero paradiso. Una delle immersioni più interessanti è quella alle grotte sommerse che ospitano alcune delle specie marine più stupefacenti del pianeta.


158 | Indonesia

Batavia è una città di quelle che si incontrano solo nelle Fiabe. Il controllo del fiume è affidato ai coccodrilli che vi prolificano… Ma la città dov’è? Ci siete già! Strade larghe e strette serpeggiano nel cuore di questa fitta foresta. Le case si scorgono appena, nascoste nei boschi, circondate da giardini, annegate nell’ombra. Si somigliano tutte: una facciata - un semplice piano terra, raramente un piano superiore - protetta da un’ampia veranda. A ogni angolo, un padiglione si spinge nel giardino che precede la casa e che generalmente non è che un’aiuola fiorita, circondata da una balaustra e ornata da piccole statue e vasi. Franz Hubner - descrizione di Djakarta 1886


159 | Indonesia


160 | Indonesia

Appunti di Viaggio

L'Indonesia è uno Stato del sud-est asiatico composto da circa 17.000 isole, è il più grande Stato-arcipelago del mondo. Le frontiere terrestri del paese sono con la Malesia nell'isola del Borneo, con Papua Nuova Guinea nell'isola di Nuova Guinea, e con Timor Est. L'interesse commerciale verso la regione dell'arcipelago indonesiano risale almeno al VII secolo, quando il Regno Srivijaya già commerciava con la Cina e l'India. I sovrani locali adottarono gradualmente dall’India il modello culturale, religioso e politico fin dai primi secoli dopo Cristo, con la fioritura di regni indù e buddhisti. La storia indonesiana è stata influenzata dalle potenze straniere, interessate alle grandi risorse naturali che poteva offrire questa terra. L’Islam fu introdotto dai mercanti stranieri e le potenze europee combatterono l'una contro l'altra al fine di monopolizzare il commercio delle isole della Sonda e delle Molucche durante l'Età delle Scoperte. Dopo tre secoli e mezzo di colonialismo olandese, l’Indonesia si assicurò la propria indipendenza dopo la Seconda guerra mondiale. La storia recente dell’arcipelago si è subito dimostrata turbolenta, con sfide poste da calamità naturali, dal problema del separatismo, dal processo di democratizzazione e dai periodi di rapido mutamento economico. l’Indonesia si compone di svariati gruppi etnici, linguistici e religiosi. Quello giavanese è il gruppo etnico più numeroso e dominante. Come stato unitario e nazione, l'Indonesia ha sviluppato un’identità condivisa basata su una lingua nazionale, una diversità etnica, un pluralismo religioso all'interno di una popolazione a maggioranza musulmana e una storia di colonialismo e di conseguente ribellione. Il motto nazionale indonesiano, che è sorretto dalla leggendaria Garuda, ossia l'aquila mitologica che ne orna il blasone, è emblematico in questo senso: Bhinneka tunggal ika ("Unità nella diversità", letteralmente “Molti, ma uno"). l'Indonesia possiede ancora vaste aree disabitate e selvagge, che sostengono una delle maggiori biodiversità del pianeta. Grandi sono le risorse naturali, in parte non ancora sviluppate, ma la povertà, all’inizio del XXI secolo, è ancora una realtà per vastissime fasce della popolazione. Documenti Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di ingresso in Indonesia. Visto d’ingresso: necessario, (dal 1º febbraio 2004 sono entrate in vigore nuove disposizioni relative ai visti d’ingresso per turismo, affari, sociali, governativi e missioni). Carte di Credito Le carte di credito vengono onorate nella maggior parte dei punti di vendita, per noleggiare un’autovettura, e negli alberghi; tener presente che di solito pagare con carta di credito nei negozi non consente di trattare uno sconto. In hotel l’ospite avrà bisogno di lasciare un deposito cauzionale (pagabile con carta di credito o contante) per eventuali extra.

Ai cittadini italiani che si recano per turismo, vengono offerte due diverse possibilità per acquisire il visto: 1) l’Indonesia ha adottato un nuovo sistema di Visa on Arrival: esiste ora un tipo di visto per 30 giorni (estendibile ad altri 30) al prezzo di circa 25 USD. E’ stato quindi tolto il “Visa on arrival” della durata di 7 giorni (a 10 USD); 2) presso l’Ambasciata di Indonesia a Roma prima della partenza. In questo caso, oltre al “Visit Visa”, si può anche richiedere un visto multiplo d’affari al costo di circa $ USA 75. I visti ottenuti presso l’Ambasciata hanno una maggiore durata (sino a 60 giorni) e sono rinnovabili. Ambasciata d'Italia a JAKARTA: Jalan Diponegoro no. 45, Menteng Jakarta 10310, Tel.: (+62 21) 319.374.45 Ufficio consolare a Bali: Lotus Enterprise Building - Jl. By-Pass Ngurah Rai, Jimbaran BALI – Tel.: +62-361-701005 Viaggi all’estero di minori: si consiglia di assumere informazioni aggiornate sulla normativa applicata presso la propria Questura o consultare il sito della Polizia di Stato: www.poliziadistato.it/pds/ps/passaporto/minori_index.html, anche nella sezione: “documenti validi per l’espatrio”. Valuta Moneta ufficiale: la Rupia (1€ = 15,6 IDR). La valuta migliore da portare con sé è il dollaro americano, ma negli alberghi e nei migliori ristoranti anche l’euro è accattato. Le più comuni carte di credito sono onorate ovunque. (American Express, Visa, Master Card). Lingua Il Bahasa Indonesia, l'inglese è diffuso nelle aree turistiche. Fuso orario rispetto all’Italia +6 Sumatra e Giava, +7 Bali, Lombok e isole vicine, +8 Indonesia orientale. Per telefonare Per chiamare un numero in Indonesia, comporre il prefisso 0062, seguito dal prefisso della città più il numero dell’abbonato. Per telefonare in Italia dall’Indonesia, comporre 0039, seguito dal prefisso della città con lo zero più il numero dell’abbonato. E’ molto conveniente acquistare una scheda prepagata SIM locale. Il servizio roaming, per i telefoni cellulari italiani, è disponibile nelle maggiori località, ma non è sempre affidabile. E’ consigliabile verificare la copertura ed i costi con il proprio gestore prima della partenza.


161 | Indonesia

MALESIA

MALESIA

KALIMANTAN SUMATRA

SULAWESI

INDONESIA Jakarta

Makassar

Surabaya Semarang GIAVA

BALI Denpasar TIMOR

Clima Situata lungo l'equatore, l'Indonesia ha un clima tropicale, con due distinte stagioni dei monsoni. Le zone più piovose sono le aree montane di Sumatra, Giava occidentale, Kalimantan, Sulawesi e Nuova Guinea. L’umidità si mantiene generalmente elevata, in media circa l'80%. Le temperature variano poco durante tutto l'anno, la temperatura media giornaliera a Jakarta è tra i 26 e i 30 °C. Elettricità 220/110 volt. In alcuni alberghi le prese di corrente richiedono un adattatore. Ci si può rivolgere alla reception. Religione Nella costituzione indonesiana viene riconosciuta la libertà religiosa ma ufficialmente il governo riconosce solo sei religioni: l'Islam, il protestantesimo, il cattolicesimo romano, l'induismo, il buddhismo e il confucianesimo. Anche se non è uno Stato islamico, l'Indonesia è uno dei maggiori paesi con più musulmani, quasi l’86% della popolazione infatti è di fede musulmana secondo il censimento del 2000. L’8,7% della popolazione è cristiana, il 3% indù, l’ 1,8% buddhista o altro. Situazione sanitaria In Indonesia il livello delle strutture sanitarie pubbliche non è paragonabile agli standard occidentali. Vi sono solo poche strutture pubbliche di livello adeguato nelle principali città del Paese (con particolare riferimento a Jakarta, Surabaya e all’isola di Bali). Nella capitale ci sono anche alcune cliniche private che erogano un servizio soddisfacente ed è presente un centro trasfusionale presso la Croce Rossa indonesiana. Di solito sono reperibili tutti i principali medicinali, sia pure a prezzi generalmente elevati. Tuttavia, qualora si soffra di una malattia che necessiti di farmaci particolari, si consiglia di partire con una adeguata scorta di medicinali di cui si ha bisogno. Fotografie e videocamera Si richiede rispetto e discrezione nel fotografare le persone, soprattutto nei luoghi di preghiera. E’ buona norma chiedere sempre il permesso. In alcuni templi, monasteri o pagode, bisogna pagare una piccola tassa per fare fotografie. Fotografare aeroporti, luoghi militari e truppe è sempre proibito.

Norme di igiene e salute Attenzione all’acqua, principale veicolo di malattie intestinali, e a tutto quanto può essere a contatto con acqua non potabile, per esempio ghiaccio oppure verdura e frutta non sbucciata. Anche gli sbalzi di temperatura dovuti all’aria condizionata possono provocare problemi, è bene tenere sempre un pullover a portata di mano. Una piccola farmacia personale può fare fronte alle piccole emergenze: cerotti, disinfettante, antidolorifici e antifebbrili, disinfettanti intestinali, medicinali di uso personale. Come vestirsi Abbigliamento pratico: abiti di cotone o lino, scarpe comode o scarponcini da trekking per escursioni nelle foreste. Per visitare alcuni templi e assistere a particolari cerimonie indù, è bene usare un abbigliamento consono ai luoghi. Per l’ingresso nei templi induisti è necessario indossare un pareo (un “sarong”) che copra il corpo dalla vita in giù. Se ne può comunque sempre noleggiare uno all’ingresso dei templi, con una cifra modestissima. Come raggiungere Bali L’aeroporto internazionale di Bali è collegato principalmente con Jakarta e con le principali città indonesiane. Le compagnie internazionali che operano voli regolari per/da Bali cambiano continuamente, normalmente dalla Thailandia, da Singapore, dalla Malesia e dal Giappone. La nostra programmazione prevede voli Thai (Via Bangkok), Emirates (Via Dubai), Qatar (Via Doha), Singapore Airlines (Via Singapore), Malaysian (Via Kuala Lampur).

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • • • •

Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior


162 | Indonesia | Java Overland

Java Overland

> Programma individuale 

Durata:  6 Giorni / 5 Notti                                 Estensione da Yogyakarta GUIDA: Guida-accompagnatore in lingua inglese e su richiesta in lingua italiana TRATTAMENTO: Pernottamento e prima colazione PARTENZE GARANTITE: Partenze giornaliere ITINERARIO: Yogyakarta - Borobudur - Surabaya - Bromo - Ijen - Bali 1° Giorno  Yogyakarta

Arrivo in aeroporto di Sujipto, Yogyakarta. Incontro in aeroporto con l'assistente. Visita del tempio di Prambanan. Trasferimento in Hotel. Resto della giornata a disposizione. Cena e pernottamento. 2° Giorno   Yogyakarta > Borobudur > Yogyakarta (+/- 100 Km) 

Dopo la prima colazione, tour della città di Yogjakarta visitando il Keraton, Palazzo del Sultano, il museo Sonobudoyo (aperto tutti i giorni tranne il Lunedì); proseguiremo per la visita nella “casa dei Batik” ed il Kota Gede, laboratorio conosciuto per la lavorazione dell’argento. La nostra giornata continua con la visita del famosissimo tempio di Borobudur, costruito nel VIII secolo che conta ben 504 statue di Buddha. Durante il tragitto di ritorno, visita dei piccoli templi di Mendut e Pawon. Rientro in Hotel . Pernottamento. 3° Giorno   Yogyakarta > Surabaya (+/- 330 Km - 5 ore di treno)

Dopo la prima colazione, trasferimento dall'hotel alla stazione ferroviaria di Yogyakarta e partenza per Surabaya. Arrivo e trasferimento in Hotel. Pernottamento. 4° Giorno   Surabaya > Bromo  (+/- 100 Km - circa 4 ore)

Dopo la prima colazione, partenza per il Bromo e giornata dedicata alla visita di Trowulan, nel distretto di Mojokerto nella provincia indonesiana della Giava Orientale. È circondata da un sito archeologico che copre approssimativamente 100 chilometri quadrati. Si pensa sia la capitale dell'impero Majapahit, che è descritto da Mpu Prapanca nel poema Nagarakretagama del XIV secolo e in una fonte cinese del XV secolo. Arrivo nel tardo pomeriggio a Surabaya. Pernottamento. 5° Giorno   Bromo > Ijen (+/- 115 Km - circa 4 ore)

Sveglia prima dell’alba e trasferimento di circa 1 ora fino a Penanuak da cui si ammirerà l’alba sul cratere del Monte Bromo, uno dei principali vulcani attivi dell'Indonesia. La sua cima si trova a 2392 metri s.l.m.. Il vulcano appartiene al Parco nazionale di Bromo Tengger Semeru. L'ultima eruzione risale al 26 novembre 2011. Il suo nome deriva dalla pronuncia giavanese di Brahma, il dio creatore dell'induismo. Dopo l’escursione rientro in Hotel per la prima colazione e partenza per Ijen, dove arriveremo dopo circa 4 ore. Sistemazione in hotel e resto della giornata a disposizione. Pernottamento. 6° Giorno   Ijen > Bali  

Dopo la prima colazione, raggiungeremo Licin per una visita dedicata alla piantagione di caffè Kali Bendo Plantation e per ammirare la lavorazione della gomma. Proseguiremo per Oshing dove la comunità locale è specializzata nella tessitura con le foglie di banano. La giornata prosegue attraverso paesaggi incontaminati, dove tutto sembra rallentato, fino ad arrivare, attraversando lo stretto in traghetto, a Bali, punto finale del nostro viaggio. Possibilità di soggiornare a Bali in uno degli hotel della nostra programmazione o trasferimento in aeroporto e prosecuzione verso altra destinazione.


163 | Indonesia | Java Overland

Il Tour include:

• • • •

Tour con guida in lingua inglese o italiana Trattamento di pernottamento e prima colazione Tutte le escursioni e le attività nel tour Sistemazione in camera doppia negli hotel indicati o similari

Il Tour non include:

• • • •

Volo intercontinentale ed eventuali voli domestici in Indonesia da altra località I pasti e le bevande Eventuali visti d’entrata in Indonesia Mance ed extra di carattere personale e tutto ciò che non è specificato nel programma

Hotel del Tour CATEGORIA SUPERIOR YOGYAKARTA: SURABAYA: BROMO: IJEN :

MELIA PUROSANI SANTIKA BROMO COTTAGE IJEN RESORT

Il vostro sogno a BALI

A PARTIRE DA

€ 990

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


164 | Malesia

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Nusa Tenggara Timur - Sumatra Utara - Jambi Sumatra ISOLA DI KOMODO Area dell’isola: 280  km² - Tipo di roccia: riolite Esemplari di varano di Komodo: circa 2.500 Non distante da Bali, si trova l’isola di Komodo, situata nel mar di Flores. Raggiungibile solo via mare, l’isola è meta di migliaia di visitatori ogni anno, che, incuriositi dalla incredibili creature presenti, visitano l’isola con l’aiuto di persone esperte (principalmente guide o ranger) . Tra le tipologie più incredibili di animali, ci sono una grande varietà di serpenti velenosi. Ma l’isola è conosciuta, soprattutto, per i suoi varani di Komodo, noti anche come i draghi di Komodo. E’ la più grossa specie di lucertola vivente (lungo tra i 3 ai 4 metri), può correre alla stessa velocità di un cane e si nutre di grosse prede. Sono perfettamente in grado di uccidere una persona, anche se non si registrano attacchi mortali ad esseri umani. Un suo morso può essere letale, date le sue grosse mandibole e i batteri virulenti della sua saliva. Gli unici alloggi disponibili sono quelli presenti nel villaggio di Komodo, l’unico centro abitato dell’isola. La destinazione è molto popolare anche tra gli amanti delle immersioni: le acque che la circondano infatti sono piene di specie ittiche tropicali.

LAGO TOBA

L’isola di Komodo, con il suo fantastico profilo, le sue palme a sentinella e i camini vulcanici esposti alle stelle è la dimora ideale per i grandi sauri che la abitano e che contribuiscono a creare uno scenario al di là del tempo.

Malesia

Dimensione del lago: 30x100 km Profondità del lago: 460 m Cenere prodotta: 2.800 km³

Probabilmente il più grande evento eruttivo degli ultimi 25.000 anni è stata l’eruzione di un vulcano al di sotto del Lago Toba, il più grande di tutto il sudest asiatico. L’eruzione fu seguita da un inverno vulcanico lungo sei mesi che rese ancora più rigido il clima del pianeta, con un abbassamento della temperatura fino a 15 gradi. Gli studiosi affermano che questo evento potrebbe aver cambiato il corso della nostra evoluzione ed eliminato gran parte delle forme di vita presenti, dando origine alla caldera, occupata attualmente dal lago Toba, uno dei laghi vulcanici più profondi al mondo. I terremoti registrati negli ultimi tempi hanno modificato l’assetto morfologico, creando all’interno del lago un’isola di grandi dimensioni.

Lago Toba

Kerinci  Seblat

Isola di  Komodo

PARCO NAZIONALE KERINCI SEBLAT Altezza del vulcano: 3.805 m Area del parco: 1.375.000 h Il Parco nazionale di Kerinci Seblat è il più grande parco nazionale di Sumatra, in Indonesia. Tutela un gran numero di habitat diversi come le foreste tropicali, le foreste nebbiose e i prati alpini. E’ dominato dal vulcano più alto dell’Indonesia, il Gunung Kerinci, che vanta molte delle specie faunistiche presenti nell’Asia continentale, tra cui elefanti asiatici, leopardi nebulosi e le tigri di Sumatra. Il parco, quindi, ospita una grande varietà di flora e di fauna. Nella foresta crescono fiori giganti, tra cui il fiore più grande del pianeta, la Rafflesia arnoldi, con un metro di diametro e la pianta fiorita più alta al mondo, la Amorphophallus titanium, con un’altezza di 3,7 metri. Non ci credete? E’ il momento di scoprire la verità..


165 | Malesia

INDONESIA Bali - Jawa Timur - Jawa Tengah VULCANO AGUNG Altezza del vulcano: 3.142 m Anno dell’ultima eruzione: 1963 Il vulcano Agung, nell’isola di Bali, è considerato il monte più alto e più sacro della zona, con i suoi 3.142 metri d’altezza. La sua ultima eruzione è databile 1963 ed ebbe conseguenze disastrose: oltre 2.000 vittime e una grave carestia, a causa della distruzione delle coltivazioni dell’isola. E’ la vetta più frequentata dagli scalatori, ma non è adatta a persone inesperte, ci si può affidare ad una guida per attraversare parte del percorso (la salita richiede dalle 4 alle 6 ore). Se si arriva in cima, il panorama sarà il premio più affascinante!

MONTE MERAPI Altezza del monte: 2.911 m  Stato del vulcano: attivo Eruzione più recente: 1998 Uno dei vulcani più attivi e considerati tra i più pericolosi al mondo è il Monte Merapi, che tradotto significa “montagna di fuoco”. Le continue eruzioni degli ultimi, tra cui quella del 1994 che uccise 66 persone, anni hanno causato non pochi problemi, ma nonostante ciò circa 70.000 persone vivono nella zona ai piedi del vulcano, un’area estremamente fertile grazie alle componenti di origine vulcanica dei terreni. Per tradizione, ogni anno, durante il capodanno giavanese, si tiene il “Sedekah Gunung”, un’offerta rituale per placare la furia della montagna. Per visitare la zona è necessario l’aiuto di una guida esperta, che aiuterà il turista a scalare la montagna (circa 6 ore). Lo sforzo sarà ripagato dalla vista dello spettacolo circostante!

Vulcano Agung Monte  Merapi

Kawah Ijen

KAWAH IJEN Altitudine del lago craterico: 2.350 m Capacità del lago: 36 milioni di m³ Area del parco: 43.420 h Il Kawah Ijen fa parte di un gruppo di vulcani emersi da una caldera di 40 chilometri situata all’interno di un gigantesco vulcano collassato. All’interno del cratere è presente un lago dalle acque turchesi, ricche di minerali. A causa delle rocce sommerse, la temperatura dell’acqua arriva fino a 42 gradi e può salire ulteriormente durante le eruzioni freatiche, che si verificano quando il magma riscalda terra e acqua di superficie. In questo modo la temperatura estrema del magma provoca l’evaporazione dell’acqua, con conseguente esplosione di fango e zolfo, che vengono scagliati fino a 700 metri sopra l’orlo della cavità vulcanica. Anche se il pericolo dei fumi tossici e la minaccia delle eruzioni è elevata, ci sono persone che si spingono nel cratere per raccogliere lo zolfo, trasportandolo a spalla in grandi cesti. Il vulcano fa parte del Parco Nazionale di Alas Purwo, in cui si trovano animali quali leopardi, piccoli felini e bovini che vivono allo stato brado.


166 | Bali |Bali la Meravigliosa

Bali la Meravigliosa

> Programma individuale 

Durata:  5 Giorni / 4 Notti                          Estensione dal sud di Bali GUIDA: Guida-accompagnatore in lingua lingua italiana TRATTAMENTO: Come da programma PARTENZE: Partenze giornaliere ITINERARIO: South Beach Bali - Tanah Lot - Lovina - Candidasa - Ubud - South Beach Bali Un'immersione nella spiritualità a cui segue nel soggiorno al mare, un'immersione totale nella natura. Giornate dedicate alla natura, alla spiritualità e al relax in un piccolo arcipelago di tre isole che sa rilasciare delle vere emozioni. 1° Giorno  South Beach Bali > Tanah Lot  (+/- 40 Km - circa 1 H.) 

Dopo la prima colazione, partenza dall'hotel dal sud di Bali e si procede verso il villaggio di Pejaten per visitare i laboratori di lavorazione della ceramica. Pranzo libero. Trasferimento a Tanah Lot. Sistemazione in Hotel. Cena e pernottamento. 2° Giorno  Tanah Lot > Lovina (+/- 80 Km - circa 2 H.)

Dopo la prima colazione intera giornata dedicata alla visita Tanah Lot e del Parco delle farfalle Penebel. Il pranzo è servito ad un ristorante a Pacung. Si continua per Budugul Highland per visitare il lago Bratan e per vedere il tempio galleggiante Ulun Danu, quindi il pittoresco mercato della frutta. Nel tardo pomeriggio si raggiunge l'hotel a Lovina per la sistemazione. Cena e pernottamento a Lovina. 3° Giorno  Lovina > Candidasa (+/- 115 Km - circa 2 H.)

Dopo la prima colazione il nostro viaggio prosegue per Candidasa. Lungo il percorso visita al Tempio Sangsit. Quindi Penelokan nell'altopiano di Kintamani per ammirare la vista del lago e del Monte Batur. Sosta per il pranzo in un ristorante locale di Kintamani. Dopo il pranzo, la prossima visita è il Tempio di Besakih, principale Tempio Indù di Bali. Arrivo a Candidasa e sistemazione in Hotel. Cena e pernottamento. 4° Giorno  Candidasa > Ubud  (+/- 50 Km - circa 1 H.)

Dopo la prima colazione partenza per Ubud, un luogo magico. La cittadina di Ubud, situata tra verdi colline e risaie a terrazza, rappresenta una tappa obbligatoria per chiunque fosse interessato alle forme d'arte balinese. Nonostante il successo turistico ha saputo comunque mantenere intatta la propria realtà di centro del turismo culturale di Bali. Lungo la strada si può visitare il villaggio di Tenganan, la casa della Tribù di Bali Aga e poi a Goa Lawa, la grotta del pipistrello sacro. Sosta in un ristorante a Bukit Jambul. La visita successiva sarà a Kertagosa, casa della corte di giustizia nel regno di Klungkung. Nel pomeriggio trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.

Hotel del Tour

5° Giorno 

CATEGORIA SUPERIOR TANAN LOT: PAN PACIFIC LOVINA: PURI BAGUS CANDIDASA: ALILA MAGGIS UBUD: KAMANDALU UBUD

Ubud > South Beach Bali (+/- 50 Km - circa 1 H.)

Dopo la prima colazione si procede verso il sud dell’isola. Si assisterà all’esibizioni in un centro di danze balinesi a Celuk, consociuto per la lavorazione dell'argento e Mas il villaggio dell'intaglio del legno. Proseguiremo per Bedulu e sosta per il pranzo ad Ubud in un ristorante locale. Nel pomeriggio, in base alla prosecuzione del viaggio, trasferimento in aeroporto o in hotel della nostra programmazione. Fine dei servizi.

Il vostro sogno a BALI

A PARTIRE DA

€ 740

Quota per persona base camera doppia

Il Tour include: • • •

Tour con guida in lingua italiana o inglese Tutte le escursioni e le attività proposte nel tour Trattamento pensione completa (eccetto il pranzo del 1° giorno e la cena del 5° giorno)

Il Tour non include: • • • •

Volo intercontinentale ed eventuali voli domestici in Indonesia Bevande durante pasti Eventuali visti d’entrata in Indonesia Mance ed extra di carattere personale e tutto ciò che non è specificato nel programma

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.


167 | Bali | Tour di Lombok e le isole Gili

Tour di Lombok e le isole Gili

> Programma individuale 

Durata:  9 Giorni / 8 Notti                          Estensione da Bali (su richiesta da altre destinazioni) GUIDA: Guida locale in lingua inglese e su richiesta in lingua italiana TRATTAMENTO: Come da programma PARTENZE: Partenze giornaliere ITINERARIO: Lombok - Gili Nanggu - Gili Kedis - Gili Tangkong - Gili Trawangan 1° Giorno  Aeroporto di Lombok > Kuta Beach (20 KM circa 30 M. ) Arrivo all’aeroporto di Lombok e trasferimento a Kuta Beach. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento. 2° Giorno  Kuta Beach > Gili Nanggu, Gili Kedis e Gili Tangkong  (60 KM + TRAGHETTO 15 MIN)

Prima colazione. Visita dei 3 atolli a sud ovest di Lombok: Gili Nanggu, Gili Kedis e Gili Tangkong, acque turchesi popolate da tartarughe giganti e straordinari fondali con pesci colorati, cavallucci marini e innocui squaletti di barriera. Vero paradiso per chi ama lo snorkeling o semplicemente per rilassarsi al sole. Pranzo in formula pic nic. Rientro in albergo a Kuta Beach nel pomeriggio. Cena e pernottamento. 3° Giorno  Sasak Village > Mawun > Tanjung Aan > Sukarara > Senggigi (70 KM) Prima colazione. Check out dall’albergo e partenza verso il villaggio tradizionale Sasak, conosciuto per la lavorazione degli oggetti in terracotta e dei vestiti. Sosta alla bellissima spiaggia di Mawun con la sua sabbia bianca contornata da palme e il mare cristallino. Pranzo. Proseguimento per la spiaggia di Tanjung Aan conosciuta per le sue piccole baie e sosta per la visita del villaggio tradizionale Sukarara, famosa per la lavorazione tessile. Sistemazione in hotel sulla spiaggia di Senggigi. Cena e pernottamento. 4° Giorno  L’interno dell’isola (circa 100 km) Prima colazione e partenza per una passeggiata sulle colline circostanti, attraversando diversi paesaggi, terrazze di riso, villaggi e foresta e dove osservare le varietà della fauna e della flora locali. Si avrà la possibilità di osservare la vita quotidiana degli abitanti dei villaggi locali e di entrare in contatto con le loro abitudini e tradizioni, ascoltando i loro racconti e conversando con loro per uno scambio tra culture diverse. Pranzo a pic nic. Rientro in albergo. Cena e pernottamento. N.B. :Consigliamo di indossare abbigliamento e scarpe sportive, calze ed eventualmente pantaloni lunghi per evitare punture d’insetti. 5° Giorno   Monkey Forest > Monte Rinjani > aeroporto o possibilità di estensione all’isola di Gili Trawangan con supplemento 

Prima colazione. Partenza verso una delle zone più belle dell’isola sul lato nord ovest, attraversando la foresta delle scimmie e arrivando alle cascate ai piedi del Monte Rinjani. Passando tra la foresta tropicale, i campi di riso e i fiumi si potranno osservare i luoghi dove gli abitanti dei villaggi Sasak ancora conservano i loro ritmi e abitudini tradizionali. Pranzo al sacco. Dopo pranzo trasferimento in aeroporto o proseguimento verso il porto a nord dell’isola e trasferimento di circa 15-20 minuti per l’isola di Gili Trawangan. Sistemazione in hotel.

Note

6°- 8° Giorno  Gili Trawangan Giornate a disposizione per relax e attività balneari. Trattamento di mezza pensione. Possibilità di sistemazione presso l’Hotel Villa Almarik oppure presso il Luce D’alma Resort. Il Villa Almarik è contraddistinto dalla semplicità, dall'elegante rifinitura degli interni e dall'arredamento tradizionale dei "Cottage" presso cui soggiornare. Ogni sistemazione gode di una spaziosa area soggiorno, terrazza e cortiletto accanto al bagno. La piscina si trova riparata sotto le fronde delle palme ed è un luogo magico per godere del sollievo offerto dalla brezza marina. Ottima la "Spa". Il"Gangga Divers" è invece un centro PADI a 5 stelle, garanzia per realizzare le immersioni scegliendo tra più di 25 siti e potendo così ammirare da vicino la ricca biodiversità marina. Trattamento di mezza pensione. Il Luce D’Alma dispone di 16 ampie camere con accesso diretto sulla piscina, arredate in stile contemporaneo. Il ristorante propone piatti della cucina italiana e indonesiana. Bar, area fitness, vasca idromassaggio, sauna e centro massaggi, diving center nelle vicinanze. La spiaggia privata dell’hotel, attrezzata con comodi lettini, ombrelloni e servizio bar e con buon punto per effettuare snorkeling, è situata a circa 900 metri ed è raggiungibile in pochi minuti di bicicletta.

Il Tour include:

9° Giorno  

Gili Trawangan > Aeroporto di Lombok  (15-20 minuti di barca + 70 km circa di auto)

Prima colazione. Trasferimento in barca da Gili Trawangan e trasferimento in auto di circa 2 ore per l’aeroporto di Lombok.

Hotel del Tour TIPOLOOGIA DELLE SISTEMAZIONI

KUTA BEACH

SENGGIGI

ESTENSIONE ISOLE GILI

SUPERIOR

NOVOTEL

QUINCY VILLAS

VILLA ALMARIK

DELUXE

NOVOTEL

JEEVAKLUI

LUCE D’ALMA

• Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.

• • •

Tour con guida locale in lingua inglese o italiana (SU RICHIESTA) Trattamento come da programma Tutte le escursioni e le attività nel tour

Il Tour non include: • • • •

Volo intercontinentale ed eventuali voli domestici da altra località per Lombok Bevande durante i pasti Eventuali visti d’entrata in Indonesia Mance ed extra di carattere personale e tutto ciò che non è specificato nel programma

Il vostro sogno a LOMBOK

A PARTIRE DA

€ 780

Quota per persona base camera doppia Estensione Isole GILI da

€ 540


168 | Stati Uniti

Un treno diretto era pronto a partire. Phileas Fogg e i suoi compagni ebbero appena il tempo di precipitarsi in una carrozza. Novecento miglia dividono Chicago da New York. I treni non mancano a Chicago. Il signor Fogg passò rapidamente dall’uno all’altro. La svelta locomotiva del Pitthsburg Fort Wayne Chicago Rail Road partì a tutta velocità, come se avesse compreso che l’egregio gentleman non aveva tempo da perdere… Jules Verne - Giro del mondo in 80 giorni.


169 | Stati Uniti


170 | Stati Uniti

Appunti di Viaggio CANADA

Washington

Portland

Montana

North Dakota

Minnesota

Portland

Oregon

Toronto Wisconsin

Idaho

Michigan

San Francisco California

STATI UNITI

Bryce Canyon

Colorado

Las Vegas Los Angeles

Kansas

Illinois

Missouri

Rhode Island Connecticut New Jersey

Ohio Delaware

Indiana

West Washington D.C. Virginia Virginia Kentucky

Tennessee New Mexico

Massachusetts

New York

New York

Philadelphia

Chicago

Arizona Oklahoma

Boston

Pennsylvenia

Iowa

Nebraska Utah

Niagara Falls

South Dakota Wyoming

Nevada

New Hampshire Vermont Maine

Maryland

North Carolina South Carolina

Arkansas

Atlanta

Phoenix

Georgia

Dallas Texas

Alabama Mississipi Louisiana

Orlando Florida Miami

MESSICO

E' il quarto paese più esteso al mondo e in circa10 milioni di chilometri quadrati di superficie accoglie un universo cosmopolita, fatto di razze, lingue, tradizioni, religioni e culture diverse tra loro che insieme formano una nazione unica al mondo, gli Stati Uniti d'America. Nato dal desiderio di libertà dei perseguitati politici e religiosi provenienti da molte parti d'Europa e tenuto insieme da un fortissimo senso di nazionalismo, il colosso americano comprende 50 stati che presentano tipicità assai diverse e ognuno di essi vale una visita. Ad accogliere un tempo gli emigranti, ed oggi i turisti che raggiungono la costa atlantica, è l'imperturbabile Statua della Libertà, gigante di origine francese che domina la baia di New York, mentre chi si affaccia in America dalla West Coast trova il Golden Gate, il "ponte per eccellenza" di San Francisco. In mezzo c'è l'America dei Parchi Naturali, delle Università prestigiose e delle città del progresso scientifico; a "stelle e strisce" sono anche le grandi capitali del divertimento e del gioco d'azzardo, la più potente industria cinematografica ed il centro spaziale più famoso. Tra le pieghe di uno stato che ha dato tanto ai suoi cittadini ma altrettanto ha chiesto e tuttora chiede per conservare a livello politico ed economico una posizione egemonica mondiale, è possibile scoprire anche la culla delle migliori note di blues e i locali di incredibili esecuzioni jazz e concedersi una sosta nei "regni" delle stelle del basket e degli assi del baseball. Lingue Inglese e spagnolo. Religioni Per lo più cattolica e protestante. Sono presenti anche altre religioni quali la musulmana, buddista, ebraica,ecc. Moneta Dollaro statunitense (1€ =1,35 USD) Prefissi Prefisso dagli USA 01139 - Prefisso dall'Italia: 001. Fuso orario da -6h sulla costa orientale a -9h su quella occidentale. Vige l’ora legale (eccetto in pochi Stati) ed in genere inizia due settimane prima e finisce una settimana dopo l’entrata in vigore in Italia.

Key West

Situazione climatica Ad eccezione dell'Alaska, dominata da caratteristiche climatiche subpolari, gli USA hanno un clima essenzialmente temperato che varia da zona a zona in rapporto sia alla vastità del territorio sia alla sua conformazione (disposizione meridiana e periferica dei rilievi), sia alla sua apertura su tre distinti fronti marittimi. Con l'esclusione delle fasce costiere atlantica e pacifica, la vastissima area centrale è una specie di corridoio, ampiamente aperto a nord e a sud, agli alterni movimenti di due masse d'aria: la polare continentale, proveniente dal Canada, e la tropicale marittima,proveniente dal Golfo del Messico, che si spingono nell'interno del Paese. D'inverno l'aria polare, fredda e asciutta, può raggiungere le regioni meridionali, generalmente miti, arrecando anche improvvise gelate. D'estate l'aria tropicale calda e umida può spingersi fino alla zona dei Grandi Laghi, portando pioggia e banchi di nebbia. California: San Francisco conosce deboli sbalzi di temperatura da una stagione all'altra. In estate le temperature sono molto gradevoli di giorno, ma possono abbassarsi all'improvviso quando soffia il vento. D’inverno il clima è mite durante il giorno, ma piove spesso e le notti sono fredde. A sud, il clima è di tipo mediterraneo, con inverni miti ed estati calde. D’inverno, come d’estate, talvolta la costa è investita dal vento Santa Ana secco e carico di polvere. I venti e le scarse precipitazioni causano - soprattutto nel periodo estivo, ma non solo – forti incendi, che colpiscono anche le zone abitate nei pressi di foreste o folte vegetazioni. Si consiglia quindi a chi dovesse recarsi nelle aree interessate di informarsi circa la situazione attraverso i siti delle Autorità (www.ca.gove www.calema.gov) o dei media locali (www.latimes.com). La temperatura del mare non supera mai i 20°C. All'interno la temperatura scende con l'altitudine a ridosso del litorale e della Sierra Nevada. In estate è meglio evitare le zone desertiche a est e a nord est di Los Angeles e Phoenix, la città più assolata e torrida degli Stati Uniti. Si fa presente che nella stagione estiva (da giugno a novembre)possono verificarsi, soprattutto lungo le coste meridionali e quelle del Golfo del Messico, fenomeni ciclonici (uragani, cicloni, tempeste tropicali ecc.) anche a latitudini più basse delle usuali. Patente E' opportuno richiedere la patente internazionale. Poiché viene riconosciuta solo la patente internazionale secondo la Convenzione di Ginevra del 1949, occorre fare attenzione a richiedere espressamente questo modello di patente agli Uffici della Motorizzazione Civile. Soccorso stradale Per il soccorso stradale più vicino, contattare il "supernumber" dell'AAA:1-800 AAA HELP oppure: 800-222 4357. Documentazione necessaria per l’ingresso nel paese Formalità valutarie e doganali: è opportuno dichiarare somme superiori a 2.500 Euro al fine di evitare contestazioni alla partenza. Passaporto: necessario. Per le eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.


171 | Stati Uniti

A partire dal12 gennaio 2009 è obbligatorio ottenere un'autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization) per potersi recare negli Stati Uniti nell’ambito del programma “Viaggio senza Visto” (Visa Waiver Program). L'autorizzazione dev’essere ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta versogli Stati Uniti. I cittadini di paesi aventi diritto a partecipare al programma “Viaggio senza Visto” possono richiedere tale autorizzazione anticipata accedendo tramite Internet al Sistema Elettronico per l’Autorizzazione al Viaggio. Viaggi all’estero di minori Si fa presente che la normativa sui viaggi all’estero dei minori varia anche in funzione delle disposizioni nazionali dei singoli Paesi. La recente normativa italiana (novembre 2009) prevede l’obbligatorietà del passaporto individuale anche per i minori (purché accompagnati), la cui validità temporale è differenziata in base all’età (ferma restando la validità dei passaporti in cui i minori risultino già iscritti). Si consiglia pertanto di assumere informazioni aggiornate presso la propria Questura, nonché presso le Ambasciate o i Consolati del Paese accreditati in Italia e/o il proprio agente di viaggio. Visto d’ingresso Per entrare negli Stati Uniti d’America in esenzione di visto “Visa Waiver Program” Programma di viaggio in esenzione di Visto, occorre essere in possesso di uno dei seguenti documenti: • passaporto elettronico, rilasciato a partire dal 26 ottobre 2006; • passaporto a lettura ottica rilasciato o rinnovato prima del 26 ottobre 2005; • passaporto con foto digitale rilasciato fra il 26 ottobre 05 e il 26 ottobre 2006. Per usufruire del programma “Visa Waiver Program” (Programma di Viaggio in esenzione di Visto) è necessario: • viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo; • rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni; • possedere un biglietto di ritorno. A partire dal 12 gennaio 2009 è obbligatorio ottenere un'autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization) per potersi recare negli Stati Uniti nell’ambito del programma “Viaggio senza Visto” (Visa Waiver Program). L'autorizzazione dev’essere ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta versogli Stati Uniti. La U.S. Customs and Border Protection (CBP) informa che - a partire dall’8 settembre 2010 - i viaggiatori dei Paesi aderenti al Visa Waiver Program (WVP) dovranno pagare l’importo di $ 14 all’atto della richiesta dell’autorizzazione ESTA. Per maggiori informazioni riguardo il programma “ESTA” si consiglia di consultare direttamente il sito internet:www.cbp.gov./travel. A complemento del programma di Sicurezza ESTA, un’ulteriore procedura è entrata in vigore dal 6 settembre2010 denominata “Secure Flight Program”.

Consigli sul controllo ai fini della sicurezza negli aeroporti U.S.A. Nei maggiori scali aeroportuali degli Stati Uniti sono stati introdotti per il controllo passeggeri veri e propri “body scanners”, sistemi accurati di controllo elettronico a bassa emissione di raggi X. I passeggeri che non intendano sottoporsi a tale tipo di controllo possono chiedere di essere sottoposti al “pat down” (ovvero perquisizione fisica manuale). Si consiglia inoltre di verificare attentamente la lista degli articoli ammessi o vietati a bordo consultando la compagnia aerea utilizzata. Ambasciata e Consolati Ambasciata d’Italia a Washington: 3000 Whitehaven Street, NW - Washington, DC 20008 - Tel. 001202 612.4400 - Fax 001202 518.2151/2154 I CONSOLATI D’ITALIA NEGLI STATI UNITI Boston, Chicago, Houston, Los Angeles, Miami, New York, San Francisco, Las Vegas, San Diego.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” • Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze • Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” • Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior


172 | Stati Uniti

I Nostri “States”

Un territorio sconfinato che si estende a latitudini che vanno dall’Artico ai Caraibi costituisce di per sé un motivo di curiosità e di fascino, un’attrazione consistente per i turisti d’oltre oceano. Culture diverse, esaltazione della natura, affascinanti metropoli, musica e shopping, da sempre gli “States” hanno affascinato.Per coloro che si recano la prima volta negli States o per coloro che hanno già avuto occasione di visitare questo straordinario Paese indichiamo nelle pagine che seguono proposte adatte a ogni tipo di viaggiatore. Guida Tutti i tour prevedono una guida-accompagnatore multilingue che parla anche italiano oppure la guida- accompagnatore con assistenza esclusiva in lingua italiana. Sistemazione alberghiera. Per il tour con guida multilingue la sistemazione è generalmente negli alberghi di categoria standard 3 stelle in camere con servizi privati mentre per il tour con la guida in lingua italiana di categoria superiore 4 stelle. Non esistono camere con 3 e 4 letti, ma solamnete camere con due letti queen size (una piatta e mezza) quindi in caso triple o quadruple bisognerà dividere i letti esistenti. Molti hotel sia negli Stati Uniti sono 100% non fumatori, in caso di richiesta per camere fumatori è possibile fare solo una semplice segnalazione ma senza alcun tipo di garanzia. La lista degli hotel per escorted tours non è disponibile prima di 21 giorni Età minima I tour sono riservati a partecipanti dagli 8 anni in poi, li raccomandiamo, tuttavia, a partire dai 12 anni. I ragazzi fino a 16 anni non compiuti pagano una quota ridotta se dormono nella camera occupata da almeno 2 adulti (non più di 2 ragazzi per camera). Per i tour che prevedono pernottamento a Las Vegas ci deve essere almeno 1 adulto che abbia compiuto 21 anni per ogni camera. Mance Negli Stati Uniti le mance per gli autisti e le guide non sono mai incluse nelle quote dei tour. Vi ricordiamo che le stesse devono riflettere accuratamente la qualità del servizio reso. Consigliamo i seguenti importi: autisti $ 3-5 a persona al giorno guide $ 4-6 a persona al giorno. Note - In base alla disponibilità dettata dall’alta stagione, eventi straordinari o condizioni oggettivamente importanti, l’organizzazione si riserva il diritto di sostituire gli hotel con alternative di livello equivalente o superiore, quindi conserviamo il diritto di invertire o modificare l’itinerario. Questi cambiamenti saranno resi noti al vostro agente di viaggio un mese prima della data partenza. - In caso di porzioni di tour non usufruite non sarà possibile alcun tipo di rimborso - Non tutti i pullman sono equipaggiati per accogliere ospiti con disabilità. I passeggeri che necessitano di assistenza per esigenze personali devono avere un accompagnatore in ottime condizioni fisiche. Gli ospiti con disabilità che vogliono prenotare un Escorted Tour debbono essere informati sul fatto che i pullman non dispongono di ascensore per sedie a rotelle. Se gli ospiti richiedono una sedia a rotella, dovrà essere una pieghevole.

GLI USA IN HARLEY-DAVIDSON Viaggiare in moto è qualcosa di unico, da provare per capire e stare su una Harley è qualcosa di ancora più speciale. Proponiamo alcuni dei Tour in moto “targati U.S.A. “ che possiamo organizzare per gli amanti del mito. Dedicato a tutti gli amanti di questa fantastica, unica due ruote.

Le quote comprendono: - La sistemazione negli alberghi indicati in camere con servizi privati - Il trasporto in pullman con aria condizionata - L’assistenza di una guida accompagnatore (multilingue o in lingua italiana) - Il facchinaggio di un bagaglio a persona (nel caso di eccesso l’ulteriore bagaglio sarà soggetto a disponibilità di spazio e a un supplemento da saldare direttamente in loco) - Le tasse di soggiorno - Il biglietto di ingresso nei Parchi Nazionali (ove previsti) Le quote non comprendono: - Spese di prenotazione - I voli intercontinentali e domestici - I trasferimenti dall’aeroporto all’albergo di inizio fine /tour salvo dove diversamente indicato - Le attività e le escursioni facoltative le mance - Tutto quanto non espressamente menzionato del programma e alla voce “Le quote comprendono”.

I NOSTRI TOUR Vi proponiamo tre diverse modalità per scoprire le incredibili bellezze degli Stati Unti ESCORTED TOUR MULTILINGUE - Tour con guida parlante diverse lingue tra cui anche l’italiano - Partenze con date fisse - Rinconferma delle date al raggiungimento del minimo dei partecipanti a 30 giorni dalla partenza - Trattamento in solo pernottamento - Necessità di aggiungere sempre almeno una notte PRE e una POST Tour TOUR EXCLUSIVE TOUR - Guida esclusiva in lingua italiana - Partenze garantite - Trattamento con prima colazione inclusa e alcuni pasti come da programma - Hotel di categoria superiore SELF DRIVE - Noleggio auto secondo la categoria prescelta - Indicazione della città di soggiorno e dell’hotel secondo la categoria prescelta - Trattamento di solo pernottamento - Nessun altro vincolo per un viaggio in assoluta libertà Gli Stati Uniti sono la terra dove tutto è possibile... Queste che seguono sono solo alcune soluzioni da noi proposte... ma molte altre potranno essere e realizzate su misura per meglio soddisfare i Vostri desideri!


173 | Stati Uniti

Autonoleggi negli Usa Un’autostoppista e’ spesso una giovane ragazza poco vestita che si trova sul vostro cammino quando siete con vostra moglie. Woody Allen    

Tipologia Auto

Categoria

Florida Week

Economy Compact Intermediate Standard Full size Premium Luxury Convertible Minivan - 6/7 posti Standard SUV Intermediate SUV Full size SUV - 7/8 posti

A B C D F G I U R L Q4 T

€ 270 € 282 € 293 € 305 € 318 € 366 € 388 € 420 € 388 € 411 € 330 € 660

California e Stati dell’Ovest

Day

€ 57 € 59 € 61 € 64 € 66 € 76 € 80 € 86 € 80 € 85 € 68 € 134

Week

€ 279 € 291 € 302 € 317 € 329 € 380 € 402 € 435 € 402 € 427 € 342 € 680

Day

€ 58 € 61 € 63 € 66 € 68 € 78 € 83 € 89 € 83 € 88 € 71 € 139

New York Week

€ 393 € 400 € 411 € 423 € 434 € 479 € 402 /

€ 522 € 581 € 470 € 958

Day

€ 81 € 82 € 85 € 87 € 89 € 98 € 83 /

€ 107 € 119 € 96 € 194

Resto degli USA Week

€ 293 € 309 € 324 € 335 € 347 € 398 € 402 € 453 € 419 € 476 € 376 € 773

Day

€ 61 € 64 € 67 € 70 € 72 € 82 € 83 € 93 € 86 € 98 € 78 € 157

Supplemento NAVIGATORE SATELLITARE: € 7 al giorno - € 57 a settimana

Stati dell’Ovest : Arizona, California, Nevada, Nex Mexico, Oregon, Utha, Texas, Washington e Hawaii Resto degli USA: Alaska, Alabama, Connecticut, Delaware,Dicstrict of Columbia, Georgia, Illinois, Iowa, Kansas, Kentucky, Lousiana, Maine, Maryland, Massachusetts,Michigan,Minnesota, Missouri, Mississippi, Missouri, Nebraska, New Hampshire, New Yersey, North Carolina, Ohio, Okaoma, Pennsylvania, Rhode Island, South California, Tennessee, Virginia, Vermont, West Virginia e Wisconsin.

Tariffe “Complete coverage” Le tariffe includono: Chilometraggio illimitato, Tasse e sovrattasse locali, Oneri Aeroportuali, 3 guidatori aggiuntivi e primo pieno di benzina. Assicurazione LDW: Copre qualsiasi danno al veicolo, nessuna franchigia in caso di danno o furto, copre sia in caso di danno subito che causato a condizione che il danno non risulti da un uso improprio del veicolo. Assicurazione LIS: Copre fino a 1 milione di USD per lesioni fisiche e/o danni alle proprietà. Le tariffe non includono: Assicurazione PAI/PEC: Copre le spese mediche causate dall'incidente, riconosce indennizzi in caso di lesioni personali, Copre gli effetti personali. Assicurazione PERS: Copre i costi inaspettati come: perdita delle chiavi, batteria scarica, montaggio ruota di scorta, interruzione del viaggio, assistenza stradale garantita entro 1 ora e tutto quello non specificato nella dicitura “le tariffe includono”.

Condizioni di noleggio • Età minima di noleggio: 21, per i minori di 25 anni è previsto un supplemento • Drop off: il supplemento varia a seconda della distanza tra le città di presa e rilascio (Min USD 50 - Max USD 550 + Tax), in alcuni Stati è gratuito (Miami, Orlando, Sanford e Fort Lauderdale) e per alcune categorie di auto (all'interno della California il drop off è gratuito per le seguenti categorie di auto: B, C, D, F, G, I, R, L,Q4 ed U) • Noleggio One Way: gratuito per le categorie: B, C, D, F, G, I, L, R, U, tra gli uffici aeroportuali e di centro città in California, Nevada e Arizona; tra Seattle Vancouver (USD 100) e tra Seattle e Calgary (USD 175) per le auto di categorie B, C, D. All'interno della Florida è concesso effettuare noleggi One-Way con tutte le categorie della flotta Standard Speciality.Con cat. B,C,D ed F nessun costo aggiuntivo per noleggi One-Way tra le stazioni aeroportali di Washington DC, Boston,Baltimore, Hartford, Philadelphia, New York City Apts (EWR, JFK, LGA). Negli Stati dell’Ovest non è possibile effettuare noleggi One-Way con auto cat.A • E' possibile ritirare l'auto (categorie B, C, D ed F) a EWR, JFK, LGA e rilasciarla a Toronto o Montreal in Canada con un supplemento • Supplementi stagionali: dal 1/07 al 15/08 e dal 15 al 31/12 : € 52 a settimana - € 11 al giorno • Supplemento Navigatore: varia da un minimo di USD13 al giorno a USD 60 a settimana a seconda della categoria e tipologia di auto e dello stato dove si effettua il noleggio.


174 | Stati Uniti

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Wyoming - Montana PARCO NAZIONALE DI YELLOWSTONE Area del Parco: 9.000 Km² Altezza del getto d’acqua del geyser OldFaithful: 60 m Eta’ del geyser: 600.000 anni Fondato nel 1872, Yellowstone è il più antico parco nazionale del mondo e la più grande riserva naturale degli Stati Uniti. La zona, che è ricoperta da piante erbose e grandi foreste, è attraversata da diversi corsi d'acqua, il più lungo dei quali è il fiume Yellowstone (da cui il parco prende il nome) che percorre svariati chilometri per poi gettarsi nel lago omonimo attraverso un profondo canyon, in un movimento che crea delle magnifiche cascate. Il parco riveste grande importanza a livello faunistico poiché, al suo interno, vivono specie animali tipiche del territorio come il bisonte americano e il grizzly. Fra le peculiarità di questo immenso parco, figura Old Faithful (il Vecchio Fedele), uno dei principali geyser del parco ed uno dei più famosi al mondo: le sue eruzioni sono leggendarie, possono durare anche cinque minuti e raggiungono altezze superiori ai 50 metri, regalando momenti emozionanti. Il sito si presta ad essere una meta "stabile" di viaggio, ma un turista che stia compiendo un tour "on the road" può dedicare a Yellowstone Park anche due giorni, per ammirarne con calma tutte le attrattive.

MAMMOTH HOT SPRINGS Deposito giornaliero di carbonato di calcio:  2 tonnel-

Yellowstone, primo parco nazionale istituito negli USA nel 1872, è un posto straordinario con laghi, geyser, canyon, sorgenti calde e pozze di fango ribollente.

late

Flusso d’acqua medio:2 m³/Mm

Il vasto complesso delle sorgenti Mammoth, davvero stupendo, che sorge dal basamento in gesso del parco Nazionale di Yellowstone, è una zona vulcanica non vastissima, ma molto intensa per chi la visita, adagiata su un crinale di candido materiale poroso creatosi nei millenni per via della continua opera dei geyser. E’ un paesaggio lunare, con zone brulle e meravigliose colate arancioni con vasche di calcare bianco,che l'acqua bollente che sgorga dal terreno è riuscita a creare. Pozze d'acqua fumanti e colorate, con varie sfumature e vapori che salgono verso il cielo. Uno spettacolo sorprendente e assai mutevole, un’emozione continua.Il paesaggio formato dalle sorgenti di acqua termale responsabili del deposito di calcare di diversi colori è straordinariamente bello. Mammopth Hot Springs è un’esperienza molto intensa, a contatto con una natura diversa, in un luogo desueto e fantastico.

Mammoth  hot  springs

Yellowstone

Torre del  Diavolo

Cheyenne

TORRE DEL DIAVOLO Altezza del rilievo: 265 m Diametro del rilievo: 90 m Età geologica: 50 milioni di anni La Torre del Diavolo (DevilsTower), che fu la location scelta da Steven Spielberg per girare una scena di “Incontri ravvicinati del Terzo Tipo”, deve il suo nome al Colonnello Dodgd che la chiamò ispirandosi al nome che le diedero i nativi americani (Torre degli dèi cattivi, BadGod’sTower). Questo immenso monolite ha 50 milioni di anni e si formò dal raffreddamento della lava bollente che formò una serie di alte rocce di cui è l’unica superstite. Numerose le leggende intorno a quest’opera d’arte della natura, per lo più legate alla storia dei nativi, ma non mancano segnalazioni di avvistamenti di Ufo, fenomeno questo di cui il Wyoming detiene il record. Negli Stati Uniti la Torre del Diavolo, che è stato il primo monumento nazionale decretato da Theodore Roosevelt nel 1906, è classificata come National Monument, meta di oltre 300 mila visitatori all'anno, oltre a numerosi alpinisti.


175 | Stati Uniti

STATI UNITI Parchi Americani  “...Caro Steve, se non ti piace la gestione dei parchi nazionali, perché non vieni a Washington e non li gestisci tu?” 1914 - Franklin K.Line - Ministro degli interni (e membro del consiglio della National Geographic a Stephen Mather - industriale e miliardario, ma grande naturalista - parte attiva nella nascita e amministrazione dei Parchi nazionali americani) LE AREE PROTETTE NEGLI STATI UNITI D’AMERICA Al momento della colonizzazione da parte degli europei, l'America del Nord era una terra selvaggia, enormemente ricca di risorse naturali. I nativi americani rispettavano molto l'ambiente naturale da cui dipendevano la loro vita, religione e cultura. Per generazioni le aree sacre sono state rispettate dalle tribù, l'accesso è stato vietato, e attività come caccia e pesca sono state limitate: in molte località questa filosofia è sopravvissuta fino al giorno d'oggi. Si pensa che il concetto moderno di area protetta abbia cominciato a evolversi nello Stato della Georgia, in cui la prima riserva aperta al pubblico risale al 1825. Ci sono documenti che fanno risalire la storia dei parchi a una riserva statale nel Massachusetts, addirittura nel 1641. Ad ogni modo, la conservazione dei parchi cominciò sistematicamente il 30 giugno 1864, quando il Presidente Abraham Lincoln firmò una legge secondo la quale Yosemite Valley e Mariposa GroveSanofJuanGiant Sequoias in California sarebbero state destinate "all'uso pubblico”, in qualità di luoghi di ritrovo e ricreazione... inalienabili per Island NHP North Cascades sempre". Poco tempo dopo, il primo marzo 1872, Yellowstone venne dichiarato "parco nazionale", generalmente riconosciuto come il primo parco nazionale Ross Lake NRA NP nel mondo. In America del Nord i sistemi di aree protette sono vasti e complessi. Le politiche e la legislazione per la conservazione delle aree protette riLake Chelan NRA Olympic NP Ebey’s Landing RESfederale e, all'interno di ogni stato, numerose aree sono protette a livello locale e regionale. guardano sia un livello nazionale NH che SEATTLE Klondike Gold Rush NHP

Lake Roosevelt NRA Glacier NP Il Sistema dei Parchi Nazionali OLYMPIA WASHINGTON Mount Rainierdi NPsiti del I parchi nazionali e altre categorie Sistema dei Parchi Nazionali vengono istituiti con atti del Congresso. Il National Park Service fu istituito dall'Atto del 1916, Titolo 16 di USC, Capitolo 1 (16 USC 1). Secondo questa legge, "il Servizio... dovrà promuovere e reFort Clatsop 82 M i s s o ur i golare l'uso delleN MEM aree federali come parchi, monumenti e riserve nazionali specificati in seguito...". Ri Fort Vancouver NHS ve r C o lu Il National Park PORTLAND Service è responsabile di tre tipi di aree, naturali, storiche e attrezzate, rappresentate da circa 16 categorie appartenenti al Sistema dei Nez Perce NHP m b ia R ive r Whitman Mission NHS riserve nazionali, bandite Parchi Nazionali. Tra queste: parchi nazionali, monumenti nazionali, nazionali, aree attrezzate nazionali, siti storici nazionali, 90 MONTANA SALEM HELENA parchi storici nazionali, campi di battaglia nazionali, aree costiere nazionali, rive lacustri nazionali, sentieri panoramici nazionali, aree fluviali nazionali, e Grant-Kohrs Ranch NHS aree fluviali panoramiche e incontaminate. La legislazione generale non fornisce definizioni dettagliate di queste varie categorie; restrizioni e regole 5 84 variano in modo considerevole tra siti appartenenti alla stessa categoria. Big Hole ne R iv e r s to NB

John Day Fossil Beds NM

Y e ll o

BILLINGS

OREGON Sn

90

15

ak

e

ve Ri

Grand Teton NP

r

Goose Lake

SOUT

Devils Tower NM

John D. Rockefeller, Jr. Memorial PKWY

Craters of the Moon NM

Hagerman Fossil Beds NM

Minuteman Badlands NP

WYOMING

City of Rocks N RES

Whiskeytown-Shasta-Trinity NRA

S a c ra me nto

Lassen Volcanic NP Golden Spike NHS 80

Fossil Butte NM

Great Salt Lake

Pyramid Lake

Fort Laramie NHS

R iv e r Sa nJ

oa

q u in

R

Timpanogos Cave NM

Ri v

NEVADA

Mono Lake Yosemite NP Devils Postpile NM r ive

Great Basin NP

UTAH

er

Rocky Mountain NP

Capitol Reef NP

Sequoia NP

Canyonlands NP

Cedar Breaks NM

Death Valley NP

Pipe Spring NM 15

LAS VEGAS

Lake Mead NRA

Rainbow Bridge NM Grand Canyon NP

COLORADO

Fo Arka n

Great Sand Dunes NM

Mesa Verde NP

Navajo NM

Canyon de Chelly NM Wupatki NM Sunset Crater Volcano NM

Santa Monica Mountains NRA LOS ANGELES

Walnut Canyon NM

Hubbell Trading Post NHS 40

Tuzigoot NM

Joshua Tree NP

Petrified Forest NP Montezuma Castle NM

Cabrillo NM

76

Aztec Ruins NM

Mojave N PRES

5

er

Florissant Fossil Beds NM Black Canyon of the Gunnison NP Curecanti NRA

Hovenweep NM Yucca House NM

CALIFORNIA

Channel Islands NP

R iv

Glen Canyon NRA Natural Bridges NM

Bryce Canyon NP

Zion NP

Manzanar NHS

tte

DENVER

Colorado NM

Kings Canyon NP

P la

70

Arches NP

Pinnacles NM

rth

Dinosaur NM

en

Walker Lake

Utah Lake

CHEYENNE

G re

Muir Woods NM John Muir NHS Eugene O’Neill NHS SAN FRANCISCO Fort Point NHS Golden Gate NRA San Francisco Maritime NHP

SALT LAKE CITY

CARSON CITY

No

25

80

Lake Tahoe SACRAMENTO

5

w

Yellowstone NP

BOISE

86

Point Reyes NS

Theodore Roosevelt NP

Bighorn Canyon NRA

Crater Lake NP

Lava Beds NM

NO

Little Bighorn Battlefield NM

IDAHO

Oregon Caves NM

Redwood NP

Fort Union Trading Post NH

ARIZONA

10

SAN DIEGO

25

Fort Union NM Bandelier NM SANTA FE Pecos NHP Petroglyph NM ALBUQUERQUE El Malpais NM

8

Casa Grande Ruins NM

NEW MEXICO

dia n R na

Alibates Flint Quarries NM

27

Tonto NM Hohokam Pima NM

Ca

Salinas Pueblo Missions NM

PHOENIX

PACIFIC

El Morro NM

Chaco Culture NHP


176 | Stati Uniti | Tour in moto

Tour USA in Harley-Davidson

Viaggiare in moto è qualcosa di unico, da provare per capire e stare su una Harley è qualcosa di ancora più speciale. Proponiamo alcuni dei Tour in moto “targati USA“ che possiamo organizzare per gli amanti del mito. Dedicato a tutti gli amanti di questa fantastica, unica due ruote,

LOCALITA’ DI NOLEGGIO Il noleggio della H.D. può essere fatto in ognuna delle località presenti di seguito.

Vancouver

La nostra collaborazione con Eagle Rider Nel 1992 EagleRider è stata pioniera per il noleggio di Harley-Davidson, dando il via al mercato del turismo in motocicletta. Oggi è la più grande azienda turistica del mondo specializzata nel noleggio di moto Harley, offrendo una vasta gamma di moto in perfetto stato, per tour che siano “One-Way”, accompagnati o indipendenti nelle più ambite destinazioni turistiche degli Stati Uniti. Con questi tour diamo ai clienti la possibilità di vedere alcuni luoghi come “dovrebbero essere effettivamente visti”, ovvero a bordo di una moto Harley Davidson, senza doversi preoccupare di nulla. Che stiate cercando un’esperienza negli spazi aperti dell’America con un gruppo di amici o che vogliate guidare da soli, affidandoci a veri esperti del settore, siamo sicuri di poter proporre itinerari per tutti i gusti, con tour self drive o accompagnati e proponendo soluzioni per il soggiorno.

Kamloops

Seattle

Portland Billings

Elk River Minneapolis

Jackson Hole

Lansing Cement City Chicago

Salt Lake City San Francisco Carmel

Columbus Denver

Manchester Boston Foxbord Tecumseh Cleveland

New York Newark

Crofton Washingston D.C.

Fresno Las Vegas

Beverly Hills Santa Monica Ontario Los Angeles Palm Newport Beach Springs San Diego

Spingfield Flagstaff Sedona Phoenix

Nashville Albuquerque Myrtle Beach

Atlanta Dallas El PAso

Noleggiare Harley-Davidson Soltanto un motociclista riesce a capire perché i cani amano mettere la testa fuori dal finestrino! Harley Davidson è semplicemente sinonimo di avventura, libertà ed indipendenza, “HD” non è solo un marchio, è uno stile di vita, è un sogno ed è soprattutto una delle vere icone americane. Noleggiare una Harley Davidson è semplicemente meraviglioso.

Requisiti minimi Le quote per il noleggio di una “HD” possono essere giornaliere o settimanali. Necessario avere 21 anni, una patente valida per la moto (la patente “B” è accettata) ed una carta di credito per la garanzia. La parte più dura sarà scegliere il tipo di Harley che volete portare con voi per il vostro viaggio! Potrete scegliere tra una flotta infinita con i modelli più recenti di Harley Davidson, dall’Electra Glide Classic alla Classic Sportster, ai Trike. Qualsiasi modello scegliate, preparatevi per un viaggio indimenticabile e unico!

MODELLI DISPONIBILI A NOLEGGIO I modelli disponibili al noleggio si suddividono in 2 Categorie a seconda del modello e del relativo costo di noleggio MODELLI DISPONIBILI:ELECTRA GLIDE, STREET GLIDE, ROAD KING, HERITAGE SOFTAIL, FAT BOY, LOW RIDER. V-ROAD, SPORTSTER, GOLDWING, TRIKE.

Austin

New Orleans

Honolulu

HAWAII

Maui

Houston

Daytona Beach Orlando West Palm Beach Fort Lauderdale Miami

Cozumel

LA FILOSOFIA DI UN HARLEY-BIKER • Nel corpo di un Harleysta, non corre sangue, ma benzina a 100 ottani! • Non guidare mai più veloce di quanto il tuo angelo custode possa volare... • La strada non è una semplice striscia di asfalto, ma diventa fertile terreno per le emozioni, per la vita • Harleysti: strana meravigliosa gente • A piedi cammino... In macchina viaggio... In Harley sogno!!! • La mia ragazza mi ha detto di scegliere tra lei e la mia Harley... A volte lei mi manca... • Chiunque abbia detto che i soldi fanno la felicità... non ha mai posseduto una Harley... • Amala con il cuore aperto... guidala con il cervello acceso! • Pubblicità Harley: “E' dal 1903 che aiutiamo i ragazzi brutti a trovarsi una bella ragazza!” • A volte ci vuole un intero serbatoio di benzina prima che tu riesca a riordinare le idee... • Guidare una macchina invece di guidare una Harley è come guardare una partita in televisione invece di giocarla. • C’è una linea molto sottile tra un sano passatempo... e una malattia mentale! • Questa è la mia Harley... c'è ne sono tante come lei... ma questa è la mia! • C'è chi i sogni li lascia nel cassetto... C'è chi invece li parcheggia in garage.


177 | Stati Uniti | Tour in moto

Noleggiare un Sogno

I motociclisti salgono in moto e corrono veloci verso dove sognano di arrivare,   I motociclisti “Harley” sono già dove sognavano di arrivare.

I TOUR SELF-DRIVE Io sono un Harley-biker , e tu chi sei ? I tour Self-drive, senza accompagnatore, sono la soluzione ideale per coloro che vogliono godersi un viaggio in moto in totale autonomia ma senza l’incombenza di organizzare il percorso e gli aspetti logistici del viaggio. Ai programmi “SELF-DRIVE TOUR” vengono dedicate le moto più nuove, soggiorni in hotel di prima categoria e un itinerario giornaliero dettagliato con consigli utili e trasferimenti dall’hotel ai luoghi sede della Compagnia di noleggio Eagle-Rider. I percorsi sono stati accuratamente organizzatati da uno staff professionale e accompagnano il turista attraverso le strade più scenografiche ed attrattive dell’area. Scegliete tra una vasta gamma di offerte con itinerari dai 3 ai 15 giorni. Ma su richiesta, potrete decidere il vostro percorso dei sogni che verrà da noi appositamente organizzato.


178 | Stati Uniti | Da Las Vegas a Los Angeles

Da Las Vegas a Los Angeles > Tour Self Drive Durata:  9 Giorni / 8 Notti PERCORSO INDICATIVO: Miglia: 1.175 / Km: 1.890 STAGIONI CONSIGLIATE: Primavera, Estate TEMPERATURE MEDIE: da 16° a 45° ITINERARIO: Las Vegas - Mammoth Lakes - Yosemite N.P./El Portal - San Francisco - Monterey - Pismo Beach - Los Angeles Godetevi il meglio del wild west a bordo della vostra moto preferita! Deserti solitari, città vibranti, profondi canyon e montagne altissime. Questo percorso in moto di 9 giorni vi offre di tutto. Vedrete attrattive del South West: Yosemite, Mammoth Lake, Los Angeles, Las Vegas e San Francisco. Al termine di questo viaggio con strade fantastiche e scenari mozzafiato, compresa la bellezza unica della costa californiana lungo la Highway 1, passando per il Big Sur, ultimo tratto del vostro percorso, vi sentirete pienamente appagati.

1° Giorno   Las Vegas > arrivo (Miglia: 0 /Km: 0) Arrivati all’aeroporto, trasferimento libero per l’hotel prenotato. Resto della giornata a disposizione

2° Giorno   Ritiro moto.  Las Vegas > Mammoth Lakes (Miglia: 365 / Km 588)                Inizia l’avventura! Da Las Vegas dirigetevi a ovest e attraversate la Death Valley, il luogo più caldo del mondo! È quasi totalmente privo d’ombra; i suoi strati di roccia scolpita formano fessure profonde, erose e scure, ai piedi delle colline che si ergono aguzze. La composizione minerale geologica trasforma le antiche terre fangose in un arcobaleno di colori irradianti. Pranzeremo al Furnace Creek Ranch, scendendo poi molti metri al di sotto del livello del mare per trovarci alla base della Death Valley. Proseguite ancora più ad ovest per il Sequoia National Park, giungendo a Mammoth Lakes, rinomato per lo sci d’inverno e per i percorsi in mountain bike d’estate. Pernottamento.

3° Giorno   Mammoth Lakes > Yosemite N.P./El Portal (Miglia: 105 / Km. 169)                 Lasciata Mammoth Lakes, andate verso nord per imboccare il pericoloso Tioga Pass e attraversare lo Yosemite National Park. La vostra moto sfila attraverso canyon granitici e curve pericolose per i primi chilometri, che richiedono cautela entrando in uno dei più famosi Parchi Nazionali americani. Yosemite evoca migliaia di immagini, aumentando le aspettative verso altitudini da capogiro, ma una volta giunti ne scoprirete la bellezza selvaggia, così ricca, sublime ed al contempo dolce: esattamente come ve l’aspettavate. Raggiungete El Portal, dove pernotterete.

4° Giorno   Yosemite N.P./El Portal > San Francisco (Miglia: 255 / Km.411)    Oggi potete trascorrere un po’ di tempo allo Yosemite National Park per poi dirigervi ad ovest verso San Francisco. Attraversate il ponte San Rafael, che vi porta fino a Marin County, una prima testimonianza dell’auto-indulgenza californiana. Zona piacevole di naturale bellezza, lussuosa e generosa di sole, spiagge, montagne, foreste di sequoia. Un territorio considerato da molti tra i più ricchi degli Stati Uniti. Andate a Sud verso la bella cittadina di Sausalito, dove vi potete fermare per pranzo. E’ una pittoresca cittadina di mare, in passato dimora di lupi di mare un po’ brilli, saloon osceni, ma oggi luogo molto raffinato paragonabile alla Costa Azzurra. Dopo pranzo ci dirigiamo verso il famoso Golden Gate Bridge per arrivare a San Francisco, dove ci fermeremo due notti.

5° Giorno   San Francisco (Miglia: 0 / Km. 0)  Questa giornata è dedicata al divertimento a San Francisco, città alla moda, individualista e affascinante. San Francisco ha uno stile europeo e presenta molte opportunità per divertirsi, con escursioni giornaliere: la visita alle famose prigioni di Alcatraz, una crociera nella Baia, un giro su un Cable Car, o il tour dei vigneti nella Napa Valley.

Arrivate a Esalen, famosa per le tribù native che in passato vi abitavano:straordinario territorio situato sulla cima di una scogliera affacciata sull’Oceano Pacifico. Passando per San Simeon, Cambria e Morro Bay raggiungete Pismo Beach, dove pernotterete in un bel resort sull’Oceano.

8° Giorno   Pismo Beach > Los Angeles  (Miglia: 180 / Km: 290)               

Oggi dirigetevi verso Los Angeles. A Santa Maria percorrerete strade secondarie interne per ammirare uno scenario bellissimo. A Santa Barbara riprendete la Hwy 101 per entrare a Malibu, la spiaggia famosa in tutto il mondo. A soli 40 km di distanza si trovano poi Santa Monica e Venice. Santa Monica è una delle zone più antiche e grandi di Los Angeles: in passato era semplicemente un tratto di mare selvaggio; oggi è abitata da una vera e propria comunità. Venice Beach è la vera attrattiva turistica di Venice: non c’è altro posto al mondo come questo lungomare. Da qui arrivate a Hawthorne, dove si trova la sede EagleRider per la riconsegna della moto entro le ore 17.00. trasferimento all’hotel prenotato.

9° Giorno   Los Angeles  (Miglia: 0 / Km: 0 )                Anche questo straordinario itinerario è terminato. Trasferimento in aeroporto e rientro in Italia o prosecuzione verso altra destinazione della nostra programmazione. Fine dei servizi.

6° Giorno   San Francisco > Monterey  (Miglia: 120 / Km. 193)  Oggi viaggiate lungo la costa e guidate attraverso uno dei più bei percorsi del mondo in moto, dirigendovi a sud lungo la leggendaria PCH (Hwy 1) sulla costa del Pacifico. Scenari mozzafiato con grotte e rocce sono ovunque lungo la strada che porta a Monterey, sede del famoso percorso motociclistico e automobilistico di Laguna Seca, oltre che dello spettacolare “Aquarium of the Sea”. La costa è semplicemente spettacolare e potete scattare tantissime foto meravigliose. Pernottamento a Monterey.

7° Giorno   Monterey > Pismo Beach (Miglia: 150 / Km. 242) Continuate il percorso lungo la spettacolare Highway 1 sulla costa del Big Sur, ovvero più di 130 km di natura selvaggia e di colline rocciose per un paesaggio sublime ove i boschi di sequoia si uniscono ai canyon, ove le montagne di Santa Lucia si ergono sul Pacifico.

Il vostro sogno  in HARLEY-DAVIDSON

A PARTIRE DA

Quota per 2 persone - 1 moto - hotel

Il Tour include: • • • • • • • • •

€ 1.750

Sistemazione presso gli hotel prenotati. Il modello di Harley prenotato Chilometraggio illimitato Caschi per il guidatore e l'accompagnatore Tutte le tasse e sovrapprezzo ambientale Trasferimento dall'hotel alla sede del ritiro moto Gps Preprogrammato (su richiesta) Itinerario giornaliero dettagliato Mappe dettagliate

Il Tour non include: • • • • • • •

Voli Intercontinentali o domestici Pasti e bevande Mance Assicurazione Carburante Trasferimento aeroporto-hotel Costi parcheggi, ingressi parchi e tasse stradali


179 | Stati Uniti | Arizona Tour

Arizona Tour

> Tour Self Drive

Durata:  8 Giorni / 7 Notti PERCORSO INDICATIVO: Miglia: 1.175 / Km: 1.890 STAGIONI CONSIGLIATE: Primavera, Estate, Autunno, Inverno TEMPERATURE MEDIE: da 5° a 32° ITINERARIO: Phoenix - Williams - Page - Springdale - Las Vegas - Flagstaff - Phoenix Questo tour vi offre un viaggio davvero affascinante nel sud ovest americano, con i bellissimi tramonti di Sedona e la straordinaria bellezza del Grand Canyon National Park, fino alla “Sin City” Las Vegas. Iniziando da Phoenix, vi dirigerete a nord verso Williams, Page e Utah fino allo Zion National Park. Nell’ultima parte del tour vi divertirete tra Las Vegas e un tour al Hoover Damn.

1° Giorno   Phoenix  > arrivo (Miglia: 0 /Km: 0) Arrivati all’aeroporto, trasferimento libero per l’hotel prenotato. Resto della giornata a disposizione.

2° Giorno   Ritiro moto.  Phoenix  > Williams (Miglia: 245 / Km 394)                Questa mattina prendete le moto per iniziare il vostro meraviglioso viaggio attraverso luoghi leggendari. Da Phoenix dirigetevi sull’Highway 17 fino a Sedona, assolutamente da visitare. Quando arrivate vedrete la maestosa bellezza delle montagne del Vermont, le rocce tipiche Californiane e l’argilla delle strade interne americane. Probabilmente la sosta più affascinante è a circa 50 km di distanza, ovvero Jerome, una città antica mineraria, che è diventata ormai una meta molto in voga . Continuate poi a Williams, il vostro ingresso per il Grand Canyion. Pernottamento.

3° Giorno   Williams > Page (Miglia: 190 / Km. 306  )                 Questa mattina iniziate a percorre la Route 64 verso nord per arrivare al Grand Canyon National Park , per visitare questo luogo magico e cosi immense di quanto possiate immaginare. Continuate poi sulla Route 64, meravigliosa in tutto il suo silenzio, che vi permetterà di raggiungere l’Highway 89 fino a Cameron.Girate a sinistra per arrivare a Page, in territorio Navajo- leggenda vuole che in questa terra arida si trovava un posto stregato, dove perfino gli alberi morivano di paura. Pernottamento a Page.

4° Giorno   Page > Springdale (Miglia: 120 / Km.193)   

8° Giorno   Phoenix (Miglia: 0 / Km: 0 ) Questo straordinario itinerario è terminato. Trasferimento in aeroporto e rientro in Italia o prosecuzione verso altra destinazione della nostra programmazione. Fine dei servizi.

Da Page prendete la Hwy 89 in direzione Ovest e attraversate le scogliere di Vemillion e dopo circa 15 km entrerete nello Utah. Lo scenario inizia a cambiare mentre vi dirigete verso il Grande Escalante - ovvero una serie di archi striati con sfumature di rosso, marrone e bianco che caratterizzano il paesaggio. Arrivate a Mount Carmel Junction per prendere la Hwy 9, che vi porta fino allo Zion National Park, che, rispetto a Yosemite e al Grand Canyon, dà una maggiore idea di natura selvaggia. Qui entrerete subito in sintonia con l’ambiente. Cercate di percorrere la Seven-Mile Zion Park Scenic Drive, davvero un gran percorso! Pernottamento.

5° Giorno   Springdale > Las Vegas (Miglia: 200 / Km. 322)  Da Zion dirigetevi a Las Vegas prendendo la Hwy 15, con una sosta a Mesquite, al confine tra Nevada e Arizona. Da nord arriverete a Las Vegas, dove dovrete assolutamente vivere l’esperienza del casinò e del divertimento della città più pazza del mondo. Pernottamento.

6° Giorno   Las Vegas > Flagstaff (Miglia: 270 / Km. 435)  Dopo la notte di Las Vegas prendete la Hwy 147 a sud ovest verso la diga di Hoover, una delle più alte del mondo (230 metri). Costruita per arginare il Colorado River e garantire elettricità a basso costo per le città del sud ovest, merita di essere visitata. Continuate lungo la Hwy 93 fino a Kingman, considerate il “cuore della Route 66” essendo situata nel mezzo del tratto più lugo di questa strada leggendaria. Guidate fino a Seligman, un altro tratto molto lungo della Route 66 per giungere a Flagstaff per pernottare.

la nostra programmazione di tour in moto harley-davidson in collaborazione con eagle rider

La nostra programmazione in collaobrazione con Eagle Rider prevede oltre 100 proposte di Tour Self-Drive. Per visualizzare tutti i Tour digitare: http://www.ideeperviaggiare.it/tour-crociere/tour-harley

7° Giorno   Flagstaff > Phoenix (Miglia: 150 / Km. 242) Da Flagstaff prendete la Hwy 17 e attraversate il Cococino National Forest. Potreste fermarvi al Montezuma Castle per vedere le antiche abitazioni indiane. Continuate a sud verso Phoenix dove dovrete restituire la vostra moto entro le 17.00. trasferimento in hotel e pernottamento.

Il vostro sogno  in HARLEY-DAVIDSON

A PARTIRE DA

€ 1.140

Quota per 2 persone - 1 moto - hotel

Il Tour include: • • • • • • • • •

Sistemazione presso gli hotel prenotati Il modello di Harley prenotato Chilometraggio illimitato Caschi per il guidatore e l'accompagnatore Tutte le tasse e sovrapprezzo ambientale Trasferimento dall'hotel alla sede del ritiro moto Gps Preprogrammato (su richiesta) Itinerario giornaliero dettagliato Mappe dettagliate

Il Tour non include: • • • • • •

Voli Intercontinentali o domestici Pasti e bevande Mance Assicurazione Trasferimento aeroporto-hotel Costi parcheggi, ingressi parchi e tasse stradali


180 | Stati Uniti | Sognando il West

Sognando il West > Tour di gruppo Durata:  14 Giorni / 12 Notti PARTENZE GARANTITE: Massimo di 30, minimo 2 passeggeri GUIDA: Esclusiva in lingua italiana TRATTAMENTO: Colazione Americana, 1 pranzo e 9 cene ITINERARIO: Los Angeles - Phoenix - Grand Canyon - Page - Monument Valley - Moab - Arches - Bryce Canyon - St George - Las Vegas - Death Valley - Mammoth Lakes - Yosemite - San Francisco 1° Giorno - Domenica Los Angeles Arrivo a Los Angeles. Trasferimento in albergo. Cena libera. Pernottamento. Hotel The Millenium Biltmore o similare.

2° Giorno - Lunedi Los Angeles Mattinata dedicata alla visita guidata della cittá. Santa Monica, Beverly Hills e il quartiere Messicano. Hollywood Avenue e il famoso Chinese Theatre dove ammirare le impronte degli attori piu famosi. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita degli Universal Studios, gli studi cinematografici più grandi del mondo. Cena al ristorante The Warehouse. Pernottamento a Los Angeles. Hotel The Millenium Biltmore o similare.

3° Giorno - Martedi Los Angeles - Palm Springs - Phoenix (+/-620 km) Partenza per Palm Springs, località di villeggiatura tra le più famose dell’Ovest Americano. Pranzo libero. Si prosegue verso Phoenix costeggiando il Parco Nazionale Joshua Tree (ingresso non previsto e non incluso). Arrivo a Scottsdale e cena western al ristorante Rawhide. Pernottamento a Phoenix/Scottsdale. Hotel InterContinental Montelucia o similare.

4° Giorno - Mercoledi Phoenix - Grand Canyon (+/-355 km ) Partenza direzione nord. Visita di Montezuma Castle e Sedona, affascinante paesino nei pressi di Oak Creek Canyon. Continuazione verso il Grand Canyon, superbo fenomeno geologico. Pranzo libero. Visita dei punti piu suggestivi del Grand Canyon. Cena e pernottamento a Tusayan. Hotel Best Western Squire Inn o similare.

5° Giorno - Giovedi Grand Canyon - Page (+/-230 Km) In mattinata continuazione della visita del Grand Canyon. Pranzo libero. Proseguimento verso Lake Powell, uno dei più grandi laghi artificiali degli Stati Uniti lungo quasi 300 km, si estende su una superfice di 658 kmq e arriva fino a 170 metri di profondità. Cena Western al ristorante Ken's Old West. Pernottamento a Page. Hotel Lake Powell Resort o similare.

6° Giorno - Venerdi Page - Monument Valley - Moab (+/-445 km ) Partenza per Monument Valley, il luogo che meglio rappresenta il west, usato spesso come set di film Western. Visita in 4x4 della valle. Pranzo barbecue di specialità Navajo. Cena libera. Notte a Moab. Hotel Best Western Plus Canyonlands o similare.

7° Giorno - Sabato Moab - Arches - Bryce (+/-400 km) Visita del Parco Nazionale di Arches. Il parco, contiene al suo interno più di 2000 archi naturali ed una varietà di formazioni geologiche uniche al mondo. A seguire, visita a Dead Horse Point. Pranzo libero. Continuazione verso Bryce. Cena stile Western e pernottamento a Bryce. Hotel Bryce Canyon Ruby’s Inn o similare.

8° Giorno - Domenica Bryce Canyon - St George - Las Vegas (+/-400 km) Visita di Bryce Canyon, uno dei parchi naturali piu belli dello Utah. Le sue inconfondibili guglie che variano dal rosso, all'arancio al bianco creano


181| Stati Uniti | Sognando il West

un gioco di colori e ombre incredibili. Pranzo libero. Partenza verso Saint George, una delle città fondate dai Mormoni. Continuazione verso Las Vegas, capitale del gioco, un miraggio in mezzo al deserto. Cena e pernottamento a Las Vegas. Hotel Treasure Island o similare.

9° Giorno - Lunedi Las Vegas Giornata libera a Las Vegas. Pranzo e cena liberi. Hotel Treasure Island o similare.

10° Giorno - Martedi Las Vegas -Death Valley - Mammoth Lakes (+/-585 km) In viaggio verso Pahrump e Shoshone, attraverso il deserto del Nevada per arrivare alla Death Valley famosa per le sue altissime temperature e per il paesaggio desolato. Pranzo libero. Proseguimento verso Mammoth Lakes. Cena e pernottamento. Hotel Mammoth Mountain Inn o similare.

11° Giorno - Mercoledi

Partenze 2014

Mammoth Lakes - Yosemite - San Francisco (+/-500 km) Partenza per il Parco Nazionale di Yosemite, uno dei più belli della California. Ricco di straordinarie bellezze naturali. Si ammirerà Yosemite Valley, Bridalveil Falls e Yosemite Falls. Pranzo libero. Proseguimento verso San Francisco. Cena e pernottamento a San Francisco. Hotel Handlery Union Square Hotel o similare.

Giugno: Luglio: Agosto: Settembre:

12° Giorno - Giovedi San Francisco Mattinata dedicata alla visita della città di San Francisco, una tra le piu fotografate, filmate e descritte del mondo, sofisticato mix di storia e modernità. Visita dei quartieri piu famosi, Union Square, Chinatown, Sausalito, il Golden Gate Bridge. Pranzo libero. Nel pomeriggio, visita dell’ex Penitenziario Federale di Alcatraz dove vennero rinchiusi numerosi criminali tra i quali Al Capone. Cena al Neptune’s Palace. Pernottamento a San Francisco. Hotel Handlery Union Square Hotel o similare.

22 6 • 13 •27  3 • 10 • 13 7 • 28

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il vostro sogno negli USA

A PARTIRE DA

€ 2.580

13° Giorno - Venerdi San Francisco Tempo libero fino al trasferimento all’aeroporto per la prossima partenza. Pranzo libero.

Il Tour include: • • • • • • • •

Trasferimento aeroporto/hotel e hotel/aeroporto Sistemazione in camera doppia Trasporto in pullman climatizzato Facchinaggio negli alberghi Escursione in 4x4 a Monument Valley con pranzo barbecue specialità Navajo -Alcatraz Dead Horse Point Ingressi ai parchi nazionali: Grand Canyon, Monument Valley, Bryce Canyon, Death Valley, Yosemite, Lake Powell, Arches. Tasse e servizio

Quota per persona base camera doppia

Note: • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti • A causa delle alte temperature che potrebbero riscontrarsi durante il periodo estivo presso la Death Valley ed onde evitare di mettere a rischio la salute dei passeggeri, questa visita non potrà essere sempre garantita, ma la guida turistica organizzerà un'attività alternativa da effettuare con i passeggeri.

Il Tour non include: • • • • • • •

Volo intercontinentale Assicurazione Pasti e bevande (salvo dove specificatamente indicato) Spese di carattere personale Escursioni opzionali Mance Tutto quanto non espressamente menzionato alla dicitura "il tour include"

Child policy La tariffa bambini si applica ai ragazzi dagli 8 ai 16 anni (in camera con gli adulti). Non sono accettati bambini minori di 8 anni A New York le camere Triple e Quadruple sono formate da camere comunicanti Massima occupazione a camera 4 persone (adulti e bambini)


182 | Stati Uniti

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Oregon

CASCATE MULTNOMAH 

CASCATE  MULTNOMAH 

Altezza delle cascate: 189 m Larghezza delle cascate: 9 m  Tipo: cascate a più salti

Si tratta delle cascate perenni più alte degli Stati Uniti, in uno scenario da film. Sono composte da due salti separati e distinti. La loro origine è legata a una leggenda secondo cui un’antica tribù era in grave pericolo di estinzione e la figlia del capo sacrificò la propria vita sperando di salvare il suo popolo. La cascata fu il segnale del Grande Spirito che comunicava di aver bene accolto la giovane nel mondo degli spiriti… L’inverno e la primavera sono le stagioni migliori per ammirare questo sito spettacolare: i più arditi possono avventurarsi per un sentiero stretto che porta ad una piattaforma panoramica da cui si può osservare l’acqua che inizia la sua lunga discesa. Dal Ponte Benson, poi, che domina l’intero scenario, la veduta è straordinariamente suggestiva. Una visita da non perdere per chi non si vuole limitare alla classica west coast.

CRATER LAKE

CRATER LAKE Diametro del lago: 8 Km Altezza dei bordi del lago: 600 m Altitudine del lago: 1.882 m

Crater Lake, vulcano “addormentato”, unico parco nazionale dell’Oregon, si trova nella zona meridionale di CascadeRange, una catena montuosa che si sviluppa dal nord dello Stato di Washington fino al nord della California. Le sue acque sono famose in tutto il mondo per il mutamento periodico del colore, dal blu intenso al verde smeraldo. L’eccezionale limpidezza si deve essenzialmente al suo isolamento, poiché non ha immissari. Essendo piuttosto piccolo, Crater Lake è facilmente visitabile in una giornata; rimarrete colpiti delle sue attrattive paesaggistiche e l’impatto cromatico dell’acqua. E’ un luogo incantevole ed offre scorci molto suggestivi con terrazze a picco sul cratere, nonché un ampio parcheggio dotato servizi e area ristoro. Tutto è molto ben organizzato, e l’efficienza ne costituisce il valore aggiunto; questa è un ‘escursione consigliata a chi desidera vedere da vicino questa meraviglia della natura.


183 | Stati Uniti

STATI UNITI California LAGO TAHOE Lunghezza del lago: 35 Km Diametro del lago: 19 Km Portata d’acqua: 140.000 milioni di m. cubi Il Lago Tahoe è un grande lago di acqua dolce delle montagne della Sierra Nevada negli Stati Uniti, ubicato tra il confine della California e del Nevada. Luogo incantevole, con le acque blu e la foresta lussureggiante che lo circonda, attrae innumerevoli turisti da ogni parte del mondo ed è stato caro a scrittori come Mark Twain. La sua formazione risale a due milioni di anni fa ed è famoso per la limpidezza delle sue acque e per il panorama delle montagne che lo circondano da ogni lato. Un tempo lo abitava la tribù degli Indiani Washoe; la prima esplorazione da parte di Europei avvenne soltanto nel 1844. Oggi la zona, denominata semplicemente Tahoe, è una famosa località sciistica ed un centro ricreativo estivo. Scelto di frequente come set, è stato teatro delle riprese de “Il Padrino Parte II”,“I segreti del lago”, “Le due verità”, “Mars attack”, “Sul lago Tahoe” e della serie televisiva “Life unexpected”.

PARCO NAZIONALE DI YOSEMITE Area del parco: 1.930 M² Picco massimo: (El Capitan): 900 m Altezza delle cascate Yosemite: 739 m

LAGO TAHOE 

PARCO  YOSEMITE

GLACIER POINT

Situato nel cuore della Sierra Nevada, il Parco Nazionale di Yosemite, uno dei più frequentati degli Stati Uniti con 3 milioni e mezzo di persone ogni anno ed è un’area naturale protetta di straordinaria bellezza, ricca di rupi, alberi giganti, torrenti, cascate incredibili e di svariate specie faunistiche. Fra le più celebri attrazioni figurano le sue 1.000 sequoie giganti, ma anche El Capitan, roccia granitica un tempo considerata sacra, oggi molto ricercata dagli scalatori e dai lanciatori di base jumping. Le sue cascate, poi, sono straordinarie. Chi ama la montagna e cammina volentieri, troverà qui il suo posto ideale. La natura è incontaminata, e non ci sono costruzioni che non siano di servizio: il Parco è molto ben attrezzato per far fronte alle necessità dei turisti. Ed è visitabile in ogni modo, sia in macchina scendendo nei punti panoramici, sia passeggiando tra i boschi per arrivare alle cascate. Qui la Natura ha davvero la “N” maiuscola.

GLACIER POINT Altezza della vetta: 2.199 m - Altezza del fondovalle: 975 m Un'escursione da non perdere quando si visita il Parco Nazionale di Yosemite, è la vertiginosa salita che conduce fino al punto panoramico di Glacier Point, da cui si può ammirare uno dei panorami più spettacolari degli Stati Uniti. Da qui si spazia su tutta la Yosemite Valley, gran parte della Central Sierra, l'Half Dome è proprio davanti e sembra di toccarlo, e si può ammirare anche la Yosemite Falls in tutta la sua potenza. Arrivarci all'alba o al tramonto è un’esperienza unica. I colori della roccia cambiano con il variare della luce del sole ed assumono suggestive colorazioni dal rosso al viola. Per le emozioni che sa regalare, Glacier Point – uno dei punti di osservazione più alti che possano essere raggiunti in macchina, una delle vette più fotografate, un simbolo di Yosemite Park - è un posto imperdibile. Sono famosi anche i suoi tramonti. Qualcuno lo definisce il luogo più bello di Yosemite.


184 | Stati Uniti | Avventura Californiana

Avventura Californiana > Tour di gruppo Durata : 10 Giorni / 9 Notti PARTENZE GARANTITE GUIDA: Esclusiva in lingua italiana TRATTAMENTO: 9 prime colazioni americane, 1 pranzo e 7 cene ITINERARIO: Los Angeles - Las Vegas - Mammoth Lakes - Parco di Yosemite - San Francisco Carmel/Monterey 1° Giorno - Mercoledi Los Angeles 

Arrivo all’aeroporto e accoglienza. La guida fornirà tutte le indicazioni necessarie riguardanti l’hotel prescelto. Hotel Hilton Los Angeles Airport o similare. 2° Giorno - Giovedi Los Angeles > Las Vegas (430 km)

Prima colazione. Incontro con la guida e l’autista nella hall dell’albergo e partenza alla volta della scintillante Las Vegas attraverso il deserto del Mojave. Cena e pernottamento in albergo. Hotel Monte Carlo Resort and Casino o similare. 3° Giorno - Venerdi Las Vegas 

Prima colazione. Giornata libera a Las Vegas. Per chi lo desiderasse è possibile un’escursione facoltativa a Death Valley (Valle della Morte) in pullman. In serata si potrà tentare la fortuna in uno dei molti casinò della città, oppure godersi uno dei tanti spettacoli. Cena in albergo. Hotel Monte Carlo Resort and Casino o similare. 4° Giorno - Sabato Las Vegas > Mammoth Lakes (495km)

Prima colazione. Oggi si lascia il vasto deserto del Nevada per iniziare l’ascesa sulle maestose montagne della Sierra Nevada. Si raggiunge la località di Mammoth Lakes, rinomata stazione sciistica californiana. Cena in albergo. Hotel Mammoth Mountain Inn o similare. 5° Giorno - Domenica Mammoth Lakes >Yosemite > San Francisco (500 km)

Prima colazione. Lasciata Mammoth Lakes, si raggiunge il suggestivo Passo del Tioga, attraverso il quale si accede al parco nazionale di Yosemite e quindi all’omonima valle dalla quale potrete ammirare un panorama unico ed indimenticabile. Il tour prosegue verso ovest, lasciando il parco e la Sierra Nevada, alla volta di San Francisco dove l’arrivo è previsto nel tardo pomeriggio. Cena in un ristorante locale. Hotel Hilton San Francisco o similare. 6° Giorno - Lunedi San Francisco

Prima colazione. Prima parte della giornata dedicata alla visita della “Città della Baia”, come San Francisco viene soprannominata. Possibilità di una gita facoltativa a Sausalito, “la Portofino” degli Stati Uniti. Hotel Hilton San Francisco o similare 7° Giorno - Martedi San Francisco > Carmel/Monterey (205 km)

Mattinata a disposizione a San Francisco. Nel primo pomeriggio trasferimento e visita della città di Monterey, prima capitale della California. In seguito si percorrerà la strada delle 17 miglia per arrivare alla cittadina di Carmel. Cena in un ristorante locale. Pernottamento in Monterey. Hotel Hyatt Regency Monterey o similare.


185 | Stati Uniti | Avventura Californiana

8° Giorno - Mercoledi Monterey > Los Angeles (550 km)

Prima colazione. Oggi è previsto il rientro a Los Angeles. Durante il viaggio di ritorno attraverseremo la suggestiva California e ci fermeremo a Santa Barbara per una visita della città. Arrivo a Los Angeles nel pomeriggio. Cena in un ristorante locale. Hotel Hilton Los Angeles Airport. 9° Giorno - Giovedi Los Angeles

Prima colazione. Partenza per gli Universal Studios. Dopo pranzo, giro della città, dove visiteremo Hollywood, Beverly Hills e Rodeo Drive. Cena in albergo. Hotel Hilton Los Angeles Airport. 10° Giorno - Venerdi Los Angeles

Prima colazione. Trasferimento con la navetta presso l’aeroporto per le rispettive partenze.

Partenze 2014

Il Tour include: • • • • • • • •

9 pernottamenti in alberghi di prima categoria (e/o superiore) Trasferimenti in arrivo e partenza da/per Los Angeles 9 prime colazioni americane, 1 pranzo e 7 cene Visita della città di Los Angeles (compresi gli Universal Studios) e San Francisco Pullman con aria condizionata per tutta la durata del tour e guida di lingua italiana Tasse incluse Servizio facchinaggio in albergo Ingressi ai parchi nazionali ed alla “17- Mile Drive”

Giugno: Luglio: Agosto: Settembre Ottobre:

4 • 11 • 18 • 25 2 • 9 • 16 • 23 • 30 6 • 13 • 20 • 27 3 • 10 • 17 • 24 1 • 8 • 15

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il vostro sogno negli USA

A PARTIRE DA

€ 1.420

Quota per persona base camera doppia

Il Tour non include: • • • • •

Volo intercontinentale Assicurazione Mance Spese di carattere personale Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour Include”

Note: • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.

Child policy Le tariffe child sono applicabili ai bambini di età compresa fra gli 8 e i 16 anni compiuti. I bambini di età inferiore agli 8 anni non sono ammessi ai Tour.


186 | Stati Uniti | Alla scoperta dell’Ovest

Alla Scoperta dell’Ovest > Tour di gruppo Durata: 13 Giorni / 12 Notti PARTENZE GARANTITE GUIDA: Esclusiva in lingua italiana TRATTAMENTO: 12 prime colazioni americane, 2 pranzi e 9 cene ITINERARIO: Los Angeles - Phoenix - Scottsdale - Grand Canyon - Lago Powell - Bryce - Zion - Las Vegas - Mammoth Lakes - Yosemite - San Francisco 1° Giorno - Domenica Los Angeles

Arrivo all’aeroporto e accoglienza. La guida fornirà tutte le indicazioni necessarie riguardanti l’hotel prescelto. Pernottamento presso l’Hilton Los Angeles Airport o similare. 2° Giorno 2 - Lunedì Los Angeles > Phoenix/Scottsdale (645 km)

Prima colazione. Ore 7.30 appuntamento nella hall dell’albergo con la guida. Partenza in direzione di Phoenix/ Scottsdale attraverso lo spettacolare deserto della California e lo Stato dell’Arizona. L’arrivo è previsto nel pomeriggio. Cena e pernottamento in albergo. Hotel Pointe Hilton at Tapatio o similare. 3° Giorno - MArtedì Phoenix/Scottsdale > Grand Canyon (380 km)

Prima colazione. Partenza alla volta del Castello di Montezuma, antica dimora indiana costruita nella roccia. Si prosegue per Sedona, incantevole cittadina circondata dalle rosse rocce dell’Oak Creek Canyon. Pranzo. L’arrivo al Gran Canyon è previsto nel primo pomeriggio. Pernottamento presso il Canyon Plaza o similare. 4° giorno - Mercoledì Grand Canyon > Lago Powell > Bryce Canyon (375 km)

Prima colazione. Si comincia ad attraversare il Grand Canyon, grandiosa meraviglia naturale. Il viaggio prosegue verso il parco nazionale di Bryce Canyon, nello stato dello Utah. Cena e pernottamento in albergo Best Western Ruby’s Inn o similare. 5° giorno - Giovedì Bryce Canyon > Zion > Las Vegas (460 km)

Prima colazione. In mattinata visita del parco di Bryce Canyon, famoso per le sue formazioni rocciose e successivamente del parco di Zion. Il tour prosegue alla volta di Las Vegas, la scintillante capitale del gioco d’azzardo che illumina il deserto. Cena in albergo e possibilità di prender parte a una gita facoltativa della città. Hotel Monte Carlo Resort and Casino o similare. 6° Giorno - Venerdì Las Vegas

Prima colazione. Giornata libera a Las Vegas. Vi è l’opportunità di un’escursione facoltativa a Death Valley (Valle della Morte) in pullman. Durante la serata si potrà tentare la fortuna in uno dei molti casinò della città, oppure godersi uno dei tanti spettacoli. Cena in albergo. Hotel Monte Carlo Resort and Casino o similare. 7° giorno - Sabato Las Vegas > Mammoth Lakes (495 km)

Prima colazione. Oggi si lascia il vasto deserto del Nevada per iniziare l’ascesa sulle maestose montagne della Sierra Nevada. Si raggiunge la località di Mammoth Lakes, rinomata stazione sciistica. Cena in albergo. Hotel Mammoth Mountain Inn o similare. 8° Giorno - Domenica Mammoth Lakes > Yosemite > San Francisco (500 km)

Prima colazione. Lasciata Mammoth Lakes, si raggiunge il suggestivo Passo del Tioga, attraverso il quale si accede al parco nazionale di Yosemite e quindi all’omonima valle dalla quale potrete ammirare un panorama unico ed indimenticabile. Il tour prosegue verso ovest, lasciando il parco e la Sierra Nevada, alla volta di San Francisco dove l’arrivo è previsto nel tardo pomeriggio. Cena in un ristorante locale. Hotel Hilton San Francisco o similare.


187 | Stati Uniti | Alla scoperta dell’Ovest

9° Giorno - Lunedì San Francisco

Prima colazione. Prima parte della giornata dedicata alla visita della “Città della Baia”, come San Francisco viene soprannominata. Possibilità di una gita facoltativa a Sausalito, “la Portofino” degli Stati Uniti. Hotel Hilton San Francisco o similare. 10° Giorno - MArtedì San Francisco > Carmel/Monterey  (205 km) 

Mattinata a disposizione a San Francisco. Nel primo pomeriggio trasferimento e visita della città di Monterey, prima capitale della California. In seguito percorreremo la strada delle “17miglia” per arrivare alla cittadina di Carmel. Cena in un ristorante locale. Pernottamento in Monterey presso lo Hyatt Regency Monterey o similare. 11° Giorno - Mercoledì Monterey > Los Angeles (550 km)

Prima colazione. Oggi è previsto il rientro a Los Angeles. Durante il viaggio di ritorno si attraverserà la suggestiva California e con uno stop a Santa Barbara per la visita della città. Arrivo a Los Angeles nel pomeriggio. Cena in un ristorante locale. Hotel Hilton Los Angeles Airport o similare 12° Giorno - Giovedì Los Angeles

Prima colazione. Partenza per gli Universal Studios. Dopo pranzo, giro della città, dove visiteremo Hollywood, Beverly Hills e Rodeo Drive. Cena in albergo. Hotel Hilton Los Angeles Airport o similare.

Partenze 2014 Giugno: Luglio: Agosto: Settembre: Ottobre:

1 • 8 • 15 • 22 • 29 6 • 13 • 20 • 27 3 • 10 • 17 • 24 • 31 7 • 14 • 21 • 28 5 • 12

13° Giorno - Venerdì Los Angeles

Prima colazione. La navetta gratuita dell’albergo vi riporterà all’aeroporto per le rispettive partenze.

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il vostro sogno negli USA Il Tour include: • • • • • • •

12 pernottamenti in hotel di prima categoria (e/o superiore) Trasferimenti in arrivo e partenza da/per Los Angeles 12 prime colazioni americane 2 pranzi e 9 cene Visita della città di Los Angeles (compresi gli Universal Studios) e San Francisco Pullman con aria condizionata per tutta la durata del tour e guida in lingua italiana Tasse incluse e servizio facchinaggio in albergo compreso Ingressi ai parchi nazionali, la “17-Mile Drive” e il Castello di Montezuma

Il Tour non include: • • • • •

Volo intercontinentale Assicurazione Mance Spese di carattere personale Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour Include”

A PARTIRE DA

€ 1.930

Quota per persona base camera doppia

Note: • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.

Child policy Le tariffe child sono applicabili ai bambini di età compresa fra gli 8 e i 16 anni compiuti. I bambini di età inferiore agli 8 anni non sono ammessi ai Tour.


188 | Stati Uniti

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita California PARCO NAZIONALE DELLA DEATH VALLEY Temperatura massima registrata: 57° C Punto più basso del terreno: 86 m. sotto il livello del mare Picco massimo: 3.368 m La celeberrima Valle della Morte (Death Valley) è un Parco nazionale degli U.S.A situato in California e per una piccola parte in Nevada. E’ famosa anche perché al centro della valle si trova il punto più basso del Nord America. Il suo paesaggio è cambiato dagli inizi del tempo e continua a cambiare. Le forze di erosione tagliano via lentamentele formazioni rocciose antiche, rimodellando la superficie del terreno, mentre il bacino continua ad abbassarsi: attualmente è a 84 metri sotto il livello del mare. Nella Valle della Morte si trovano 600 tipi di piante e fiori del deserto e quanto agli animali, nella zona del Mesquite Flats, vi sono i roditori come lo scoiattolo (groundsquirrel), il topo canguro (kangaroo rat), il topo (woodrat), il gatto (pocket mice), la lepre (cottontail rabbit), mentre un altro tipo di lepre (jack rabbits) si trova sulle montagne. La volpe (kit foxe), il coyote e la lince (bobcat) sono alle quote più basse, mentre il muflone (desert bighorn sheep) e gli asini selvatici (wild burro), vivono in montagna.

PARCO NAZIONALE JOSHUA TREE Superficie del parco: 319.600 h Picco massimo: Key’s View (1.580 M) Habitat: cactus, macchia di ginepro e di pino, oasi Il Parco nazionale del Joshua Tree è situato nel sud-est della California. Monumento nazionale dal 1936,è stato dichiarato parco nazionale nel 1994 quando il Congresso americano approvò il California Desert Protection Act, una legge per la tutela del deserto californiano. Prende il nome dalla Yucca brevifolia (in inglese Joshuatree, vale a dire albero di Giosuè), una pianta tipica della zona. Nel parco è vietato l’uso di fornelli da campeggio o l'accensione di falò e per campeggiare ci si deve ispirare al principio di non lasciare traccia del proprio passaggio (Leave No Trace). Nonostante sia un parco desertico, l'altitudine rende le temperature sopportabili, regalando un'esperienza assai godibile. E’ unico nel suo genere, e decisamente spettacolare, ricco di passeggiate e di attrazioni fra cui l’Arch Rock. Nel parco vi sono circa 500 siti archeologici con dipinti rupestri a testimonianza di 5.000 anni di insediamenti umani.

Kings Canyon  Death  Valley

Joshua Tree

KINGS CANYON Area del sito: 184.740 h  Profondità del canyon: da 457 a 4.418 m Tipo di roccia: opiolite con intrusioni di granito Il Parco nazionale di Kings Canyon è un'area naturale protetta della California situata nella Sierra Nevada meridionale, circa 90 km a est di Fresno e 250 km a nord di Los Angeles, ed è forse uno dei più bei parchi naturali degli Stati Uniti. E’ composto da due sezioni: la prima, più piccola ma più importante, comprende le foreste "Redwood Mountain" (Redwood Mountain Grove) e "Generale Grant" (General Grant Grove). La Redwood Mountain Grove è la più grande foresta naturale di sequoia giganti al mondo. Il parco è spettacolare con alberi straordinari, fra cui i boschi di Sequoia giganti (oltre 15.000) con il General Shearman Tree che domina su tutto. Davvero molto scenografico, ricco di habitat faunistici variegati, confina con il Parco nazionale delle Sequoia. Kings Canyon vale bene un viaggio.


189 | Stati Uniti

STATI UNITI Utah CANYON ZION Lunghezza del canyon: 24 Km Larghezza del canyon: 402 m Piovosità annuale: 38 cm Cuore dell’omonimo Parco Nazionale, il Canyon è una lunga gola, un abisso spettacolare scavato nella roccia, con pareti verticali. Proprio per proteggere il canyon, nel 1919 venne istituito il Monumento nazionale Mukuntuweap, trasformato poi nel Parco Nazionale di Zion (1937). Il nome Zion risalirebbe al colono mormone Isaac Behunin, il quale riteneva di aver trovato proprio in quel luogo la Sion descritta nella Bibbia dal profeta Isaia. La strada che si inoltra nello Zion Canyon è lunga quasi 10 chilometri e termina al Tempio di Sinawava (il nome fa riferimento al dio coyote degli indiani Paiute). Qui il canyon si restringe e la strada lascia il posto ad un sentiero che prosegue fino all'imboccatura delle Gole di Zion. Ogni anno, per lo più durante i mesi estivi, è visitato da oltre 2 milioni e mezzo di turisti; proprio durate la stagione estiva un'escursione molto popolare è la risalita della Gole di Zion.

BRYCE CANYON  Estensione del sito: 144 Km² Picco massimo: Rainbow Point (2.775 m.) Grande  Lago Salato

Salt Lake City

Canyon  Zion

Il Bryce Canyon è famoso per i caratteristici pinnacoli, detti hoodoos (guglie di roccia alte e sottili), che sono il prodotto dell’erosione delle rocce sedimentarie fluviali e lacustri a causa delle intemperie. Come per molte zone limitrofe, anche in questo caso i primi colonizzatori furono i mormoni (dal 1860). I diversi habitat del canyon determinano un'elevata biodiversità, per cui è possibile trovare oltre 100 specie di uccelli e decine di specie di mammiferi. Su tutti spicca il Condor della California che è il più grande predatore del Nord America. Il parco ha molti sentieri che variano sia in lunghezza che in difficoltà; questi percorsi conducono ad una serie di punti di osservazione ed a molte delle formazioni rocciose più famose. E’ aperto tutto l’anno, 24 ore al giorno. Una navetta collega tutti i principali punti di interesse; al suo interno vi sono tre campeggi e un hotel. Per il suo paesaggio incredibile, è stato paragonato alla Monument Valley.

Bryce Canyon 

GRANDE LAGO SALATO Superficie del lago: 4.184 KKm² Lunghezza del lago: 121 Km Diametro del lago: 56 Km Il Great Salt Lake è un grande bacino lacustre degli U.S.A., a nord-ovest dello Utah, nella contea di Salt Lake. E’ il lago salato più grande dell’emisfero occidentale. Per via dell’elevata salinità, poche specie viventi possono abitarlo; la più rappresentativa è costituita da piccoli crostacei della specie Artemia Salina, molto ambìti dagli uccelli; e così anatre, oche, gabbiani, pellicani piombano a frotte per nutrirsi. Il lago è punto di grande interesse turistico, specie durante la stagione estiva, ed attrae numerosissimi visitatori che qui amano farsi il bagno, poiché l’acqua ha una salinità che è otto volte superiore a quella del mare. E’consigliabile munirsi di occhiali da sole per averne una visione completa. Una curiosità: sul lago è stato girato il film “Pirates of the Great Salt Lake” di E.R. Nelson, una commedia del 2006, vincitrice di due awards al Foursite Film Festival.


190 | Stati Uniti

Meraviglie della natura  da vedere una volta nella vita Utah

PARCO NAZIONALE DI CANYONLANDS Profondità del canyon: Oltre 650 m Picco massimo: Cathedral Point (2.170 m) Delle attrazioni presenti in questo parco, che è posto quasi a protezione delle meraviglie geologiche dell’aspro paesaggio di arenaria polìcroma, è stato scritto: “Una cornice naturale sul canyon”, “Una vista spettacolare da insolita posizione”, ed ancora: “La libertà a perdita d’occhio”, “L’isola nel cielo”, “Bellezza quasi spirituale”, “Il meglio del meglio”, “Lascia senza fiato”, “Esperienza unica”, “Meglio del Grand Canyon”, “Divertente e spettacolare”, “Arte rupestre”, “Indietro nel tempo”, “Difficile ma fantastico”, “Questa è l’escursione!”, “Paradiso”, “Un’altra meraviglia naturale”, “Indescrivibile”, ed infine: “Bellissimo!”… Tutto questo a testimonianza dell’entusiasmo, dell’ammirazione, dello stupore che il sito suscita nei visitatori provenienti da tutto il mondo. L'area protetta comprende alcuni dei paesaggi caratterizzati dall'erosione del fiume Colorado, a monte di Lake Powell, in un ambiente semidesertico.

MARTELLO DI THOR Altezza della formazione: 45 m Età geologica: 64 milioni di anni Nel Bryce Canyon la natura ha scolpito opere d'arte nella roccia vecchia di milioni di anni, interi anfiteatri, tunnel ed anche il famoso Martello di Thor, l'antico dio del tuono. E' un monumento naturale bellissimo, grazie alla forma originale delle sue guglie ed al colore della roccia. Sono proprio i colori, qui, a colpire immediatamente i visitatori, colori che mutano dall’alba al tramonto producendo combinazioni cromatiche estremamente interessanti e suggestive. Il Martello di Thor, che spicca solitario vicino al Sunset Point, risulta il favorito dei visitatori colpiti dalla sua forma molto realistica, dalla sua origine antichissima, dalla maestosità del paesaggio circostante. Non si sa quanto sia destinato a durare questo magnifico monumento: un giorno – e speriamo che sia molto lontano – la forza dell’erosione potrebbe prevalere anche su di esso.

Salt Lake City

Arches

Canyolands Martello di Thor

PARCO NAZIONALE ARCHES Altitudine del sito: tra 1.960 m e 2.700 m Estensione del sito: 12.141 h Anno di designazione a monumento nazionale: 1929 E’ quasi incredibile la grande varietà di archi naturali (oltre 2.000) che si trovano in questo parco, area naturale protetta nei pressi di Moab. Il più famoso è Delicate Arch, simbolo del parco. Benché apparentemente il parco non sembri abitato da animali, molte specie di uccelli, lucertole e roditori si trovano al suo interno. Gli animali del deserto hanno una serie di adattamenti che li rendono idonei a sopravvivere alle alte temperature e alla bassa umidità di questo ambiente. Molti di essi sono notturni. Non mancano lucertole, serpenti, falchi e aquile, ed anche il ratto canguro, diverse specie di roditori, il procione, la volpe grigia, la lince rossa, il puma e il cervo mulo. Gli arbusti più comuni all'interno del parco sono l’Ephedra viridis, nota come il Tè dei Mormoni, la Coleogyne ramosissima, l’Atriplex canescens. Ci sono inoltre l’acero americano, l’olivello di Boemia, il pino e il ginepro dello Utah, e tanti altri alberi. Il Parco è aperto tutto l'anno, 24 ore al giorno. In estate le temperature durante il giorno sono molto elevate, per cui è consigliabile portare sempre con sé abbondanti riserve di acqua.


191 | Stati Uniti

STATI UNITI Utah - Nevada 

GRAND CANYON Area del canyon: 492.683 h Altezza (Point Imperial): 2.683 m Il Grand Canyon, inserito in gran parte nel Parco Nazionale del Grand Canyon, è un’immensa gola creata dal fiume Colorado nell’Arizona settentrionale, e si ritiene che sia uno fra i migliori esempi al mondo di erosione di un terreno arido. Fu molto amato dal Presidente Roosevelt che vi si recava sia per ammirare il paesaggio che per cacciare i puma. Si presenta come un lungo taglio, molto profondo, i cui strati vengono gradualmente messi in luce da una leggera pendenza che va da Lee’s Ferry (Page) fino alle Hance Rapid. La grande profondità del Grand Canyon e in particolare l'altezza dei suoi strati (la maggior parte dei quali formatasi sotto il livello del mare) può essere attribuita all'innalzamento di 1.500-3.000 metri della placca del Colorado, cominciato circa 65 milioni di anni fa. Fra le innumerevoli attività che si possono svolgere al Grand Canyon: escursioni a piedi, campeggio, rafting sulle rapide, birdwatching, osservazione della fauna selvatica. Da non perdere l’escursione in elicottero o con piccoli Cessna La visita al Grand Canyon rappresenta sicuramente un’esperienza unica e irripetibile: come descrivere l’immensità?

Salt Lake City

Grand Canyon  Monument Valley

MONUMENT VALLEY Altitudine del sito: 1.585 m Estensione del sito: 12.141 h Piovosità media: 200 Mm E’ ubicata al confine fra Utah e Arizona, nel cuore della terra dei Navajos, ed è caratterizzata da "testimoni di erosione", ovvero le guglie rocciose celebri in tutto il mondo come icona del West: non a caso Monument Valley è uno dei simboli degli Stati Uniti. In quest’area si incontrano di frequente set cinematografici, poichè da sempre viene scelta per la realizzazione di film western; diceva John Ford: “La vera star dei miei film western è sempre stato il paesaggio, la mia località preferita è Monument Valley”. Dal Massacro di Fort Apache a Sentieri Selvaggi, da Rio Grande a Il Grande Sentiero, molti film diretti da John Ford vennero girati qui. Ed anche i più recenti Ritorno al Futuro III, Forrest Gump. Per ammirare uno dei panorami più celebrati del sito si entra nella Monument Valley da nord, accompagnati da una guida Navajo e si percorre una strada che conduce alle fantastiche formazioni di roccia rossastra (alte 300 m.), fra cui il famoso Totem Pole la cui guglia è alta 90 metri e larga poco meno di due metri.


192 | Stati Uniti | Gran Tour dell’Ovest

Gran Tour dell’Ovest

> Tour di gruppo

Durata: 13 Giorni / 12 Notti PARTENZE GARANTITE GUIDA: Esclusiva in lingua italiana TRATTAMENTO: 12 prime colazioni, 7 cene e 2 pranzi ITINERARIO: Los Angeles - Phoenix - Grand Canyon - Monument Valley - Lake Powell - Bryce Canyon - Las Vegas - Yosemite - San Francisco - Santa Maria 1° Giorno - Lunedì Los Angeles

Trasferimento individuale in albergo e pernottamento 2 notti. Dalle 16.00 - 20.00 la guida del Tour sarà a disposizione nella hall dell’albergo. Hotel: Westin Bonaventure o similare.

2° Giorno  - Martedì Los Angeles 

Colazione americana e visita di Los Angeles e Beverly Hills con guida locale parlante italiano. Partenza per gli Universal Studios (biglietto d’ingresso e pranzo incluso). Rientro in albergo e pernottamento. Hotel: Westin Bonaventure o similare.

3 ° Giorno  - Mercoledì Los Angeles  > Phoenix (+/- Km 645)

Colazione americana. Alle 08.30 partenza per Phoenix con la guida parlante italiano che rimarrà con il gruppo fino a Las Vegas. Si attraverserà il deserto della California e quello dell’Arizona fino all’arrivo in albergo. Cena in un ristorante locale. Pernottamento. Hotel: Saguaro Hotel o similare.

4° giorno Phoenix > Grand Canyon > Williams (+/- Km 390)

Colazione americana e partenza per la visita del Castello di Montezuma. Proseguimento per Sedona e Oak Creek Canyon fino ad arrivare al Grand Canyon, una delle meraviglie naturalistiche del mondo, e visita. Cena a buffet. Pernottamento in albergo. Hotel: Grand Canyon Railway Hotel o similare.

5 ° Giorno  - Venerdì Williams > Monument Valley > Lake Powell (+/- Km 280)

Colazione americana. Partenza per la Monument Valley (escursione facoltativa in jeep). Proseguimento per page e Lake Powell. Cena e pernottamento in albergo. Hotel: Lake Powell Resort o similare.

6 ° Giorno  - Sabato Lake Powell > Bryce Canyon (+/- Km 245)

Colazione americana. Partenza per lo spettacolare Bryce Canyon e giro dell'Antelope Canyon. Visita del Bryce Canyon una volta arrivati a Bryce. Cena a buffet. Pernottamento in albergo. Hotel: Best Western Ruby's Inn o similare.

7 ° Giorno  -  Domenica   Bryce Canyon > Las Vegas (+/- Km 460)

Colazione americana e partenza per il parco di Zion dove il fiume Virgin ha scavato il suo letto tra le solide rocce a strapiombo. Pranzo a St. George e proseguimento per Las Vegas. Sistemazione in albergo. La sera escursione facoltativa “Luci e Suoni” per ammirare le follie della città con più luci al mondo. Hotel: Cosmopolitan o similare.

8 ° Giorno  - Lunedì   Las Vegas

Colazione americana. Giornata libera a disposizione, con possibilità di partecipare all’escursione facoltativa della Valle Della Morte (se la temperatura lo permette). Cena e pernottamento in albergo. Hotel: Cosmopolitan o similare.


193 | Stati Uniti | Gran Tour dell’Ovest

9° Giorno  - Martedì Las Vegas > Yosemite area (Bass Lake) (+/- Km 520)

Partenza da Las Vegas. Si attraverserà il Deserto del Mojave fino ad arrivare al Bass Lake in serata. Cena e pernottamento in albergo. Hotel: The Pines Resort Bass Lake o similare.

10 ° Giorno  - Mercoledì Bass Lake > Yosemite > San Francisco (+/- Km 480)

Colazione americana in albergo. Visita del Parco Nazionale di Yosemite. Nel pomeriggio partenza per San Francisco. Pernottamento in albergo per 2 notti.

11° giorno San Francisco

Colazione Americana. In mattinata visita della città con una guida locale. Pomeriggio libero per esplorare la città per conto proprio. In serata cena in un ristorante locale. Pernottamento in albergo. Hotel: Parc 55 o similare.

Partenze 2014

12 ° Giorno  - Venerdì San Francisco > Santa Maria (+/- Km 420)

Colazione americana in albergo. Partenza per Santa Maria con una sosta sulla 17 Mile Drive. Pernottamento in hotel. Hotel: Santa Maria Inn o similare.

13 ° Giorno  - Sabato Santa Maria > Los Angeles (+/- Km 260)

Giugno: Luglio: Agosto: Settembre: Ottobre:

2 • 9 • 16 • 23 • 30 7 • 14• 21 • 28 4 • 11 • 18 • 25 1• 8 • 15 • 22 • 29 1

Prima colazione americana. Trasferimento all’aeroporto. Fine dei servizi. NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il Tour include: • • • • • • •

12 notti in hotel di prima categoria superiore Visite: Los Angeles e San Francisco Trasferimento individuale a Los Angeles Pullman nuovi (massimo tre anni)con aria condizionata Guida di lingua italiana Facchinaggio in tutti gli alberghi (una valigia a testa) Ingresso nei Parchi Nazionali inclusi Montezuma, Monument Valley, Grand Canyon, Bryce Canyon, Zion Canyon & Tunnel, Yosemite, 17mile Drive • Ingresso agli Universal Studios

Il Tour non include: • • • • •

Volo intercontinentale Assicurazione Mance Spese di carattere personale Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour Include”

Il vostro sogno negli USA

A PARTIRE DA

€ 1.420

Quota per persona base camera doppia

Note: • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.

Child policy Le tariffe child sono applicabili ai bambini di età compresa fra gli 8 e i 16 anni compiuti. I bambini di età inferiore agli 8 anni non sono ammessi ai Tour.


194 | Stati Uniti

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Arizona PARCO NAZIONALE DELLA FORESTA PIETRIFICATA Area del parco: 378 Km² Altitudine del parco: 1.676 M Piovosità media annua: 250 Mm Il Parco Nazionale della foresta pietrificata rappresenta una zona di grande interesse sia sotto il profilo paesaggistico-geologico, per via dei fenomeni erosivi delle Mesas e per le formazioni stratificate dei rilievi del painted desert , sia sotto il profilo prettamente paleontologico, con le testimonianze fossili di piante ed alberi che risalgono al periodo triassico a cui si sono aggiunti i rinvenimenti di fossili animali quali pesci e rettili di grandi dimensioni. Nella foresta pietrificata sono state trovate tracce di insediamenti umani che sembrano risalire a circa 10.000 anni fa, mentre resti più consistenti di insediamenti di popolazioni precolombiane sono quelli degli indiani Anasazi, scomparsi misteriosamente attorno al 1400 d.C. Oggi tutta la zona è protetta ed è severamente vietato rimuovere anche il più piccolo frammento di roccia. Chi visita questo sito magico avverte, palpabile, il silenzio ed una sensazione di vuoto: come essere su un altro pianeta… All'interno del parco vi sono diverse passeggiate che permettono di godere della vista di fantastici arbusti fossili. Alcuni sono così belli che sembrano ancora vegetali. Si possono percorrere decine di chilometri in macchina in una strada immersa nel deserto, provando sensazioni uniche.

CANYON DE CHELLY PARCO NAZIONALE  Area del canyon: 338 Km² Profondità del canyon:240 M

Il Canyon de Chelly è un’area naturale protetta situata nella zona nord-orientale dell’Arizona, ed è Monumento Nazionale degli Stati Uniti dal 1931. Questi luoghi erano abitati fin dal 2500 a.C. e gli insediamenti di questo periodo erano utilizzati da gruppi nomadi che sfruttavano le grotte naturali di cui è ricca la zona come rifugi per incursioni di caccia o raccolta di cibo. Il territorio è costituito da due canyon che formano una Y posta in orizzontale. Il canyon de Chelly è lungo circa 45 km ed a circa metà strada si origina il canyon detto Monument Canyon, che si sviluppa per circa 16 km in direzione sud. Il canyon del Muerto è lungo invece circa 30 km e da esso si diparte un canyon minore detto Canyon di Black rock. In questa visita sono numerosi luoghi di interesse sia storico che paesaggistico, la maggior parte dei quali si potranno ammirare dai numerosi punti di osservazione distribuiti lungo il percorso delle due strade panoramiche che corrono lungo i bordi superiori nord e sud del canyon. All’ingresso del canyon si trova il Visitor Center con un piccolo museo ed un modello di Hogan, la tradizionale abitazione Navajo.

La collezione di legno pietrificato è la più grande e meglio conservata fra tutte quelle scoperte al mondo. Qui il lento processo di fossilizzazione ha trasformato in milioni di anni in solida pietra grandi tronchi d’albero.

Parco Nazionale Della Foresta Pietrificata

Oak Creek Canyon Phoenix

OAK CREEK CANYON Tipo di roccia: arenaria e calcare Profondità del canyon: 762 m Lunghezza del canyon: 22,5 Km Il canyon è spesso descritto come il cugino più piccolo del Grand Canyon per la sua bellezza paesaggistica. Non a caso è la seconda attrazione turistica dell’Arizona, proprio subito dopo il Grand Canyon. La statale Route 89A entra nel canyon dal lato nord attraverso una serie di tornanti prima di attraversarne il fondo per circa 21 chilometri finché la strada entra nella città di Sedona. Non mancano, al suo interno, campeggi, aree pic-nic, e zone ricreative; si possono praticare anche il nuoto e la pesca. Le spettacolari pareti erose sono formate per lo più da rocce sedimentarie del paleozoico e suscitano ammirazione, cosi come le tonalità di rosso e arancio che colorano il fogliame d’autunno.

Canyon De Chelly


195 | Stati Uniti

STATI UNITI Arizona - Messico

DESERTO DI SONORA Area del deserto: 260.000 Km² Piovosità annua: 250 Mm Il Deserto di Sonora, uno dei più estesi e più caldi del Nord America, attraversa parte del confine tra Stati Uniti e Messico, interessando un’ampia zona che comprende gli Stati di Arizona e California, e la regione messicana del Sonora. E’ caratterizzato da una notevole varietà di animali, principalmente rettili (fra cui la lucertola velenosa Mostro di Giula), e varie specie di crotali (serpenti a sonagli). Le piante sono, in genere, capaci di notevolissima resistenza al calore ed alla siccità, oltre che alle escursioni termiche. In particolare, il cactus saguaro, è unica e peculiare di questo territorio. Dal gennaio 2001 una porzione di deserto (pari a 2.009 Km²) è stata dichiarata Monumento Nazionale, ed è un’area che include il Joshua Tree National Park e il Saguaro National Park. Le missioni spagnole che si trovano nella zona “Primera Alta” del deserto di Sonora furono costruite dai gesuiti cattolici spagnoli per insegnare il Cristianesimo ai nativi americani. La città di Tucson si trova nel deserto di Sonora. La zona è spettacolare, anche se a causa della grande richiesta di abitazioni, la natura sta cedendo lentamente il passo agli edifici e alle ville ben integrate nel paesaggio.

Antelope Canyon

Phoenix

Deserto di Sonora

Antelope Canyon è un capolavoro della natura in cui la luce, il colore e la forma si combinano in un’esibizione di bellezza che muta nell’arco della giornata.

ANTELOPE CANYON Lunghezza del canyon: 8 Km Tipo di roccia: arenaria Ubicato sulla terra Navajo vicino alla città di Page (Arizona), l’Antelope Canyon è lo slot canyon più visitato degli Stati Uniti sudoccidentali. Si è formato nel corso di milioni di anni per via dell'erosione dell’arenaria da parte dell'acqua e del vento, e consiste di due formazioni separate, denominate Antelope Canyon Superiore e Antelope Canyon Inferiore. Si può restare abbagliati da quello che l’acqua ha potuto scolpire nella roccia, ed esistono degli orari consigliati per la visita del sito, proprio per apprezzare appieno quanto ha da offrire. E’ sicuramente uno dei posti più suggestivi da scoprire, specialmente quando si viaggia “on the road” negli U.S.A. e per visitarlo è indispensabile la presenza delle guide navajo. “Favoloso”, “Imperdibile”, “Surreale”, “Magico”, “Diverso”, “Stupefacente”, “Unico”, “Incantevole”, “Incredibile”… sono solo alcuni dei commenti che più frequentemente i visitatori postano sulla rete scrivendo dell’Antelope Canyon.


196 | Stati Uniti | Tour American History East

Tour American History East > Tour di gruppo Durata:  8 Giorni / 7 Notti PARTENZE GARANTITE GUIDA: Esclusiva in lingua italiana TRATTAMENTO: 7 colazioni e 4 cene ITINERARIO: New York - Niagara -Washinton D.C. - Philadelphia - New York 1° Giorno - Lunedì   New York 

All’arrivo incontro e trasferimento individuale in albergo. Sistemazione e pernottamento 2 notti in albergo. Dalle 16.00-20.00 la guida del Tour sarà a disposizione nella hall dell’albergo. Hotel: Marriott Marquis o similare. 2° Giorno - Martedì New York 

Colazione continentale. In mattinata visita della città di mezza giornata con guida locale di lingua italiana. Pomeriggio libero. Nel tardo pomeriggio trasferimento al porto e cena sul bateuax; si potrà ammirare l’incantevole e indimenticabile skyline della città illuminata (si richiede abbigliamento formale). Rientro in albergo e pernottamento. Hotel: Marriott Marquis o similare. 3° Giorno - Mercoledì New York > Cascate del Niagara (+/- Km 630)

Colazione continentale. Alle 08.30 partenza per le Cascate del Niagara, attraversando lo stato di New York, con la guida parlante italiano. Arrivo nel tardo pomeriggio a Niagara. Cena. Pernottamento 2 notti in albergo. Hotel: Hilton Niagara Falls view o similare. 4° Giorno - Giovedì Niagara Falls > Toronto > Niagara Falls (+/- Km 265)

Colazione americana in hotel. Dopo la colazione crociera a bordo del battello Maid of the Mist. Pomeriggio libero per esplorare le cascate del Niagara. Escursione facoltativa della città di Toronto. Hotel: Hilton Niagara Falls o similare. 5° Giorno - Venerdì Niagara Falls > Washington DC (+/- Km 690)

Colazione americana. Partenza per Washington D.C. e arrivo nel tardo pomeriggio. Sistemazione e pernottamento 2 notti in albergo. Hotel: Loews Madison o similare. 6° Giorno - Sabato  Washington DC

Colazione americana. In mattinata visita della città di mezza giornata con guida locale di lingua italiana. Dopo il tour pomeriggio libero per escursioni facoltative. In serata cena in un ristorante locale. Rientro in albergo e pernottamento. Hotel: Loews Madison o similare. 7° Giorno - Domenica   Washington DC > Philadelphia > New York (+/- Km 380)

Colazione americana. Partenza per New York con una sosta a Philadelphia e breve visita del centro storico. L'arrivo a New York e' previsto nel tardo pomeriggio. Cena e pernottamento. Hotel: Marriott Marquis o similare. 8° Giorno - Lunedì   New York 

Colazione continentale. Trasferimento individuale in aeroporto e fine dei servizi.


197 | Stati Uniti | Tour American History East

Il Tour include: • • • • • • • •

7 notti in albergo di prima categoria superiore 7 prime colazioni e 4 cene come indicato Trasferimenti individuali in arrivo e partenza Visite: New York City, Niagara Falls Canada, Washington DC Pullman nuovi (massimo tre anni)con aria condizionata Una guida di lingua italiana Facchinaggio in tutti gli alberghi (una valigia a testa) Ingressi: Maid of the Mist, Cimitero di Arlington

Il Tour non include: • • • • •

Volo intercontinentale Assicurazione Mance Spese di carattere personale Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour Include”

Partenze 2014 Giugno: Luglio: Agosto: Settembre: Ottobre:

2 • 9 • 16 • 23 • 30 7 • 14• 21 • 28 4 • 11 • 18 • 25 1 • 8 • 15 • 22 • 29 6 

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il vostro sogno negli USA

A PARTIRE DA

€ 1.690

Quota per persona base camera doppia

Note: • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.

Child policy Le tariffe child sono applicabili ai bambini di età compresa fra gli 8 e i 16 anni compiuti. I bambini di età inferiore agli 8 anni non sono ammessi ai Tour.


198 | Stati Uniti | Northeast Experience

Northeast Experience > Tour di gruppo Durata:  10 Giorni / 9 Notti PARTENZE GARANTITE GUIDA: Esclusiva in lingua italiana TRATTAMENTO: Mezza pensione come da programma (tranne due pasti) ITINERARIO: New York - Boston - Niagara Falls - Toronto - Lancaster - Gettysburg National Military Baltimore - Washington Dc - Philadelphia - New York 1° Giorno - Sabato / Mercoledì   New York 

Arrivo in aeroporto e trasferimento in hotel. In serata si potrà visitare Times Square, dal nome del New York Times, una piazza vibrante di energia, illuminata quasi a giorno dai mille neon nel cuore del quartiere dei teatri. Qui troverete megastore e ristoranti a tema per tutti i gusti e tutte le tasche. Hotel Le Parker Meridien Hotel o similare. 2° Giorno - Domenica / Giovedì New York 

Colazione e partenza (ore 9.00) per un emozionante tour alla scoperta di tutti gli angoli e i segreti di New York. Pomeriggio libero. Hotel Le Parker Meridien Hotel o similare. Escursioni facoltative: Visita alla Statua della Libertà; Tour della città con elicottero; Visita al Radio City Music Hall; Visita al Rockefeller Center 3° Giorno - Lunedì / Venerdì New York City > Boston (+/- 306 km)

Colazione e partenza (ore 7.30) per Boston, una delle città più vecchie d’America, culla dei movimenti rivoluzionari. Una volta terminato il tour, rimarrà del tempo libero per continuare le esplorazioni personalmente. Cena in un ristorante locale. Hotel Sheraton Boston Hotel o similare. 4° Giorno - Martedì / Sabato Boston > Cascate Del Niagara (+/-750 km)

Colazione e partenza verso Ovest attraversamdo il Massachusetts. Breve sosta nella cittadina di Stockbridge. Si prosegue attraverso dolci colline della parte settentrionale dello stato di New York fino ad arrivare alla regione dei Finger Lakes e Cascate del Niagara che offre divertimento anche per la sera. Hotel Crown Plaza Fallsview o similare. 5° Giorno - Mercoledì / Domenica  Cascate Del Niagara- Toronto - Cascate Del Niagara  (+/- 265 km)

Colazione partenza per Toronto, città ultra moderna, famosa per le sue strutture architettoniche come lo Stadio Skydome, la CN Tower (ingresso non incluso), simbolo della città. Il tour si concluderà presso il Eaton Centre o Queens Terminal con i suoi numerosi ristoranti e negozi situati proprio sul mare, nel centro della città. Pranzo libero. Rientro a Niagara a metà pomeriggio. Cena in un ristorante con vista sulle cascate illuminate. Hotel Crown Plaza Fallsview o similare. Escursioni facoltative: Volo in elicottero sopra le cascate. 6° Giorno - Giovedì / Lunedì  Niagara Falls > Amish Country > Lancaster (+/- 555 km)

Partenza dopo la colazione. Dopo aver attraversato il confine, si prosegue verso sud attraversando la Pennsylvania e l’Amish Country: meta popolare per scoprire come i molti residenti continuano a vivere secondo le antiche tradizioni. Cena in un ristorante locale. Hotel Marriott Lancaster Penn Square o similare.


199 | Stati Uniti | Northeast Experience

7° Giorno -  Venerdì / Martedì Lancaster > Gettysburg > Baltimore > Washington Dc  (+/- 250 km)

Colazione e partenza per Gettysburg luogo della battaglia più sanguinosa della guerra civile nel 1863 con oltre 51.000 vittime. Si prosegue per Baltimora. Pranzo libero. Nel pomeriggio si arriva a Washington Dc. La città, capitale degli Stati Uniti d’America. Hotel Omni Shoreham Hotel o similare. Escursioni facoltative: Tour di Washington di Sera 8° Giorno - Sabato / Mercoledì  Washington DC   

Dopo la colazione si parte per una visita guidata di ½ giornata per scoprire tutti i segreti e le bellezza di questa città. Pranzo libero. Il pomeriggio a disposizione. Hotel Omni Shoreham Hotel o similare. Escursioni facoltative: Visita delle due città di Alexandria e di Georgetown di notte… imperdibili. 9° Giorno - Domenica /Giovedì Washington Dc > Philadelphia > New York (+/- 370)

Colazione e partenza per Philadelphia "La Città dell'Amore Fraterno ". Originaria capitale della nazione, Philadelphia è stata tra le città più influenti nel processo della rivoluzione americana. Pranzo in un ristorante locale. Nel pomeriggio si rientra a New York. Hotel Le Parker Meridien Hotel o similare. Escursioni facoltative: Scegliere tra i numerosi spettacoli di Broadway…impossibile da perdere! 10° Giorno - Lunedì / Venerdì   NEW YORK

Colazione e trasferimento dall’hotel in aeroporto

Partenze 2014 Giugno: Luglio: Agosto: Settembre:

7 • 21 5 • 19 • 26 • 30    2 • 6 • 9 • 13 • 16 • 23 • 30   6 • 13

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il vostro sogno negli USA

Il Tour include: • Accoglienza in aeroporto e trasferimento a/r per hotel • Tour di mezza giornata di New York; City tour a: Boston, Niagara Falls, Toronto, Gettysburg, Baltimore, Washington D.C. and Philadelphia • Biglietto per la famosa Maid of Mist Boat

Il Tour non include: • • • • •

Volo intercontinentale Pasti e bevande (salvo dove specificatamente indicato) Spese di carattere personale Escursioni opzionali Mance

A PARTIRE DA

€ 1.730

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.

Child policy • La tariffa bambini si applica ai ragazzi dagli 8 ai 16 anni (in camera con gli adulti) • Non sono accettati bambini minori di 8 anni


200 | Stati Uniti | Il Meraviglioso New England

Il Meraviglioso New England > Tour di gruppo Durata:  12 Giorni / 11 Notti PARTENZE GARANTITE GUIDA: Esclusiva in lingua italiana TRATTAMENTO: Mezza pensione come da programma (11 colazioni, 5 pranzi e 5 cene) ITINERARIO: Boston - Kennebunkport - Bar Harbor - Acadia NP - White Mountains - Green Mountains - The Berkshires - Newport Cliff Walk - Cape Cod - Martha’s Vineyard - Plymouth 1° Giorno - Sabato  Boston 

Boston, una delle città più antiche d’America, nata nel 1630 è stata sempre scenario di numerosi eventi importati per la storia americana nonché set naturale di più di 400 film e spettacoli. Hotel Sheraton Boston o similare.

2° Giorno - Domenica  Boston 

Colazione e partenza (alle 8:00) per un tour di ½ giornata della città. La visita guidata permetterà di ammirare alcune delle principali attrazioni della zona, come Faneuil Hall, Old North Church, Paul Revere House, USS Constitution Memorial e tanto altro ancora. Pomeriggio libero. Da non perdere la visita alla famosa "Boston Movie Mile" una delle zone più “filmate” di Boston. Cena. Hotel Sheraton Boston o similare. ESCURSIONE FACOLTATIVA: 3 ore di crociera per l’avvistamento delle balene accompagnati dai ricercatori professionisti del Whale Center of New England.

3° Giorno - Lunedi Boston > Salem > Gloucester > Kennebunkport > Portland  (+/- 240 km)  

Colazione e partenza alla volta di Portland, nel Maine. Dopo circa 35 minuti si arriverà a Salem, cittadina portuale nota soprattutto per i processi per stregoneria del 1692. Dopo solo 20 minuti di strada si arriverà a Gloucester, porto più antico d’America e sito dell’epico film “la tempesta perfetta”. Si prosegue verso il Maine per raggiungere Kennebunkport, pittoresca cittadina del New England, sede di ritiri della famiglia presidenziale. Pranzo. Nel pomeriggio visita a Portland. Hotel Clarion o similare.

4° Giorno - Martedi Portland > Bar Harbor (+/- 285 Km)

Colazione e partenza per Bar Harbor. Lungo il percorso si visiterà Portland Head Light, uno dei fari più popolari e fotografati del paese. Arrivo a Bar Harbor nel pomeriggio. Situato sul lato orientale dell’isola di Mount Desert nella Contea di Hancock, questa cittadina, ospita gran parte del Parco Nazionale di Acadia. Cena. Hotel Blue Nose Inn o similare. ESCURSIONE FACOLTATIVA: Crociera a bordo di una barca da pesca per partecipare alla battuta di pesca della famosa aragosta del Maine.

5° Giorno - Mercoledi Bar Harbor >Acadia NP > Bar Harbor 

Colazione e partenza per visitare l’Acadia National Park, sulla riva di Mount Desert Island. Pranzo al sacco preparato dal Blue Nose Inn. Pomeriggio e sera liberi. Hotel Blue Nose Inn o similare.

6° Giorno - Giovedi Bar Harbor > White Mountain National Forest >Whitefield  (+/- 460 Km)

Colazione e partenza verso New Hampshire attraversando il Maine. Si seguirà un percorso straordinariamente panoramico per una visita alla White Mountain National Forest luogo famoso per il suo splendore naturale, il fascino storico e per le numerose opportunità di svago. Si prosegue verso ovest a Whitefield, dove è previsto l’arrivo nel primo pomeriggio. Cena. Hotel Mountain View Grand Resort o similare.

7° Giorno - Venerdi Whitefield - White Mountains -Montpelier- Green Mountains  (+/-185 Km)

Colazione e partenza per Franconia Notch State Park per raggiungere la vetta a 4.200 metri con la funivia “Aerial Tramway” da qui si potrà godere di una vista eccezionale sulle White Mountains. Una volta in cima ci si potrà divertire facendo passeggiate e ammirando il paesaggio dalla piattaforma di osservazione. Il tour procede per Montpelier, Capoluogo del Vermont, per proseguire verso le Green Mountain. Cena. Hotel Essex House o similare.


201 | Stati Uniti | Il Meraviglioso New England

8° Giorno - Sabato Green Mountains > Middlebury > Manchester > Pittsfield (+/-315 Km)

Dopo la colazione si parte per Green Mountains per una rapida visita al centro universitario di Middlebury. Nel pomeriggio si visiterà uno dei locali Maple Syrup per i quali il Vermont è così famoso. Si prosegue verso sud sulla Route7 per fermarsi a Manchester, una delle città più importanti delle Green Mountains, ricca di ristoranti, locali e negozi eleganti e alla moda. Il tour prosegue verso sud nel Massachusetts attraverso il Berkshires, una regione con paesaggi spettacolari. Pranzo. Hotel Crowne Plaza Pittsfield o similare.

9° Giorno - Domenica Pittsfield > Stockbridge – Newport > Falmouth, Cape Cod (+/-500 Km)

Colazione e partenza per la pittoresca cittadina di Stockbridge. Successivamente il tour prosegue in direzione est verso Newport, Rhode Island. In 2 ore si arriverà a Newport, Rhode Island dove visitare alcuni dei leggendari Newport Mansions. Il viaggio continua verso l'isola di Cape Cod che raccoglie quindici diversi paesi, ognuno con le proprie caratteristiche e peculiarità spiccate. Cena. Hotel Inn on the Square o similare.

10° Giorno - Lunedi Falmouth, Cape Cod > Martha’s Vineyard > Falmouth, Cape Cod (+/-300 Km)

Dopo la colazione si visiterà brevemente (in pullman) la città di Woods Hole nella zona di Falmouth, per poi imbarcarsi sul traghetto per Martha Vineyard, splendida isola sede di numerosi vigneti e cantine, tra cui il famoso vigneto Chicama situato a West Tisbury. Pranzo sull’isola e nel tardo pomeriggio rientro a Woods Hole. Hotel Inn on the Square o similare.

11° Giorno - MArtedi Falmouth, Cape Cod > Plymouth > Boston (+/- 115 Km)

Dopo la colazione si parte per Boston percorrendo una panoramica strada intorno a Cape Cod Bay. Si incontrerà la città di Hyannis. All'estremità orientale del canale di Cape Cod si incontra la cittadina di Sandwich, la più antica città di Cape Cod. Prevista una sosta a Plymouth per visitare la piantagione e la Mayflower 2. Pranzo. Hotel Boston o similare.

12° Giorno - Mercoledi

Partenze 2014 Luglio: 19 Agosto: 2 • 16 • 30 Settembre: 13

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il vostro sogno negli USA

Boston

Colazione. Trasferimento al Boston Logan International Airport per partire per la prossima destinazione.

A PARTIRE DA

€ 2.180

Quota per persona base camera doppia

Il Tour include: • Mezzi di trasporto con aria condizionata. • Visite : Boston City Tour, Acadia Nat’l Park, White Mountains, Green Mountains, Newport and Martha’s Vineyard • Ingressi: Portland Head Light, Acadia Nat’l Park, Cannon Mountain Aerial Tram ride, Maple Syrup Factory, 2 Newport Mansions, Ferry to Martha’s Vineyard, JFK Hyannis Museum and Plimoth Plantation & Mayflower II • Facchinaggio

Il Tour non include: • • • • •

Volo intercontinentale Pasti e bevande (salvo dove specificatamente indicato) Spese di carattere personale Escursioni opzionali Mance

Note: • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti Child policy La tariffa bambini si applica ai ragazzi dagli 8 ai 16 anni (in camera con gli adulti). Non sono accettati bambini minori di 8 anni. Massima occupazione a camera 4 persone ( adulti e bambini).


202 | Stati Uniti

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Florida

RISERVA DELLE EVERGLADES Area del parco: 6.073 Km² Profondità delle acque: da 15 a 90 cm E’ un’area naturale protetta degli USA che protegge la parte meridionale delle Everglades, ma rappresenta solo il 20% dell'area originale. Il parco è Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. L'unico accesso autostradale è la State Road 9336 che corre per 61 km da Florida City fino alla costa. Esistono numerosi parcheggi e strade all'interno del parco, la più famosa di queste è la Anhinga Trail che permette di osservare da vicino varie specie di uccelli, che spesso si appollaiano in mezzo ai passaggi pedonali… Nella parte nord l'area più importante è quella del Centro Visitatori Shark Valley. La Shark Valley rappresenta quello che il visitatore immagina pensando alle Everglades, circondata da prati in tutte le direzioni. Alligatori e uccelli acquatici arrivano vicino ai turisti e, occasionalmente, un alligatore blocca la strada. Nel punto in cui la strada della Shark Valley torna verso il Centro Visitatori, si trova una torre di osservazione alta più di 20 metri.

Ponce  de Leon

Orlando

Parco nazionale  delle Everglades

Miami

SORGENTE PONCE DE LEON Area del sito: 6.000 m² Temperatura della sorgente: 20°C Portata d’acqua: 53.000 m³ al giorno Juan Ponce de Leon, esploratore e conquistatore, scrisse della Fonte della Giovinezza, portatrice di bellezza e immortalità e simbolo della eterna gioventù. Secondo la leggenda l’acqua della fonte guarisce dalla malattia e ringiovanisce chi ci si bagna. La localizzazione della fonte è stata oggetto di discussione già dai tempi antichi, e si è creduto che potesse trovarsi in Florida. L’esploratore non fu in grado di trovarla, ma tra le 600 splendide sorgenti della Florida, una di esse è stata chiamata con il nome del famoso condottiero. Si trova nell’estremità nordorientale della penisola ed è una meta molto frequentata dai turisti che cercano refrigerio dal caldo umido della zona. La sorgente è chiusa da una roccia e da un muro artificiale, che creano una pozza d’acqua, che evoca davvero un’idea di bellezza ed eterna giovinezza…


203 | Stati Uniti

STATI UNITI Maine - New York / Ontario  NIAGARA FALLS Altezza delle cascate: 55 m Età delle cascate: 10.000 anni Dopo l'uscita del film "Niagara", qualcuno disse: "Marilyn è un fenomeno della natura, come le cascate del Niagara e il Grand Canyon. Non si può che farsi da parte e ammirarla sbalorditi"… Ed ancora l'Examiner di Los Angeles scrisse: "Due dei più grandiosi fenomeni della natura: le cascate del Niagara e Marilyn Monroe!". Ma al di là degli aneddoti e delle citazioni scaturite dalla grande popolarità di questo sito, ulteriormente accresciuta dopo il successo del film, le Cascate del Niagara - le più grandi d'America e probabilmente le più conosciute sono senza dubbio una delle meraviglie naturali del continente americano, pur non essendo particolarmente alte (solo 55 metri di salto per 671 metri di larghezza), ma sono spettacolari e suggestive per l'imponente portata dell'acqua. Il nome Niagara ha origine dal termine in lingua irochese (pellerossa d'America), Onguiaahra, che significa acque tuonanti. Situate al confine tra Canada e Usa, nelle vicinanze delle città di St. Catherine e Toronto (a Nord) e Buffalo (a Sud), rappresentano un palcoscenico naturale fra i più belli del pianeta che offre un’esperienza unica ai milioni di visitatori che ogni anno le visitano. Numerosi i tentativi - sempre falliti - di saltarle senza protezione. Tanto che Marilyn vos Savant scrisse: “L'abilità consiste nel camminare con successo su una corda tesa sopra le cascate del Niagara. L'intelligenza sta nel non provarci.”

Baia di Cobscook Velocità della corrente: 25 Km/h Ampiezza del canale: 274 m Lunghezza del canale: 800 m

Baia Di  Cobscock

Grandi  Laghi

Boston Toronto

Niagara Falls New York

La Baia di Cobscook si trova nella Contea di Washington (stato del Maine). Si apre sulla baia di Fundy, immediatamente a sud della città di Eastport, accanto alla Passamaquoddy Bay. Nel 1930, Cobscook Bay faceva parte del progetto Quoddy, poi abbandonato, per produrre energia elettrica. Le Maree della Baia di Cobscook, termine che nella lingua dei nativi indiani vuol dire “maree ribollenti,” hanno un’altezza di circa sei metri e sono caratterizzate dalla grande velocità con cui l’acqua scorre nel canale roccioso per virca 800 metri che ad un certo punto ne inverte il corso. Per circa 6 ore l’acqua si riversa nel canale che all’improvviso si placa. C’è poi un cambio di direzione della marea con il rafforzamento della corrente; cala il livello dell’acqua e in dieci minuti circa, intorno alle rocce sporgenti del canale, tornano le acque spumeggianti. Punta Maharè ubicata sul lato ovest della Baia di Fundy, luogo dove esistono le più grandi maree del mondo. Si potrà assistere al fenomeno d’inversione di corrente arrivando sul posto circa un’ora prima dell inizio dell’alta marea.

GRANDI LAGHI Area dei Grandi Laghi: 243.460 Km² Lunghezza delle coste: 16.093 Km

“Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.“ (Albert Einstein). Quella dei Grandi Laghi è la più vasta distesa d’acqua dolce del mondo, e comprende i laghi: Superiore, Michigan, Huron, Erie e Ontario, con un volume pari a 23 trilioni di metri cubi. In particolare, il Lago Superiore è il più vasto e profondo, il Lago Michigan è l’unico interamente compreso nei confini degli Stati Uniti, sul Lago Huron si trova l’isola Manitoulin che è la più grande isola lacustre al mondo, l’Erie contiene il minor volume d’acqua e l’Ontario è il più piccolo per superficie. I Grandi Laghi bagnano le coste della provincia canadese e degli Stati americani del Minnesota, Wisconsin, Illinois, Indiana, Michigan, Ohio, Pennsylvania e New York non costituiscono solo una strabiliante ricchezza naturalistica, ma rappresentano anche una risorsa economica ed una via di comunicazione che dall’oceano permette di raggiungere il centro degli Stati Uniti. Sono inoltre un’immensa attrattiva turistica, una delle aree più affascinanti del Nord America.


204 | Stati Uniti | Florida Sun

Florida Sun > Tour di gruppo Durata:  10 Giorni / 9 Notti PARTENZE GARANTITE GUIDA: Esclusiva in lingua italiana TRATTAMENTO: Bed & Breakfast ( solo colazione ) ITINERARIO: Miami - Key West - Everglades - Sarasota- Sea World, Walt Disney World Park, Universal Studios (facultative)- Orlando - Kennedy Space Center Ft. Lauderdale - Miami 1° Giorno - Domenica Miami Beach 

Arrivo a Miami e trasferimento a South Beach, posto incredibile e di inebriante bellezza; un clima ideale, calda brezza , palme ondeggianti e locali vivaci nel famoso quartiere Art Deco; favolosi negozi, ristoranti gourmet, servizi di moda e spesso luogo di set cinematografici. Sistemazione all’Hotel Essex House o similare.Pernottamento. 2° Giorno - Lunedi Miami 

Dopo la colazione (ore 9.00) si parte per un tour di mezza giornata nella effervescente Miami. Pomeriggio e serata libera. Hotel Essex House o similare. 3° Giorno - Martedi Miami Beach > Key West (+/- 215 km)

Dopo colazione partenza alla volta di Key West. Attraverso la “Overseas Highway”, si prosegue per Florida Keys e dopo ben 42 ponti, si arriva nella città più a sud degli Stati Uniti, Key West. Resto della giornata libera. Hotel Double Tree Grand Key Resort o similare. Escursione Facoltativa: Crociera a bordo di un catamarano festeggiando con birra, drink (tutti inclusi)e musica dal vivo. 4° Giorno - Mercoledi Key West > Everglades > Sarasota (+/- 670km)

Dopo il ritorno sulla terra ferma, il tour prosegue lungo il sentiero Tamiami attraverso Everglades, noto anche come il “River of Grass”, uno dei pochissimi deserti sub-tropicale rimasti nel paese. Nel pomeriggio, il tour continua a Sarasota. Hotel The Helmsley Sandcastle o similare. 5° Giorno - Giovedi Sarasota  

Giornata libera, relax in piscina, un tuffo nelle acque calde del Golfo del Messico o tra le boutique e ristoranti del Circolo di San Armand. Hotel The Helmsley Sandcastle o similare. 6° Giorno - Venerdi Sarasota > Sea World (facoltativo) > Orlando ( +/- 195 km)

Si parte la mattina presto per Orlando. Pomeriggio libero. Hotel Marriott Courtyard International Drive o similare. Escursione Sea World: qui si potranno vedere spettacoli di leoni marini, lontre e orche giganti e ammirare da vicino squali feroci attraverso un tunnel sottomarino. Rientro in hotel. 7° Giorno - Sabato Walt Disney World Park (facoltativo)

La giornata è dedicata alla visita dei due mondi divertenti di Epcot (Experimental Prototype Community of Tomorrow): Future World e World Showcase dedicati alle numerose invenzioni tecnologiche e alle tradizioni e cucina di 11 paesi differenti. In serata laser show e fuochi d’artificio. Rientro in hotel.


205 | Stati Uniti | Florida Sun

7° Giorno - Sabato  Giornata con visite facoltative. Consigliamo: Walt Disney World Park (facoltativo)

Visita di due mondi divertenti di Epcot (Experimental Prototype Community of Tomorrow): Future World e World Showcase dedicati alle numerose invenzioni tecnologiche e alle tradizioni e cucina di 11 paesi differenti. In serata laser show e fuochi d’artificio. Disney’s Animal Kindom (facoltativo)

Tornare indietro al tempo dei dinosauri, unirsi ai personaggi del Re Leone in una celebrazione del Circolo della vita… un giorno di vera avventura. Magic Kingdom Park (facoltativo)

Qui si potranno incontrare Topolino e i suoi amici nel Magic Kingdom Park, dove le fantasie di Walt Disney diventano realtà con divertenti attrazioni per i giovani e meno giovani. 8° Giorno - Domenica Universal Studios (facoltativo)  

Emozioni e brividi per un fantastico parco a tema in cui si diventa parte integrante del film! 9° Giorno - Lunedi Orlando > Kennedy Space Center > Ft. Lauderdale (+/- 410 km)

Colazione e partenza per Kennedy Space Center, da dove sono partite le missioni lunari Apollo e Space Shuttle. Un tour guidato in pullman di circa 2 ore per ammirare, i musei e il “Rocket Garden”con i veicoli unici realizzati per le esplorazioni spaziali e ripercorrere così la storia del volo spaziale. Si prosegue per il Ft. Lauderdale Beach. Hotel Sheraton Fort Lauderdale Beach Hotel o similare.

Partenze 2014      Partenze 2015 Giugno: Luglio: Agosto: Settembre: Ottobre: Novembre: Dicembre:

15 • 29 13 • 27 3 • 10 • 24 7 5 2 8

Gennaio: 11 Febbraio: 8 MArzo: 8

10° Giorno - Martedi Ft. Lauderdale > Miami (+/- 50 km)

Mattinata dedicata ad una crociera turistica. Successivamente, si procede verso Miami. Arrivo all'aeroporto internazionale di Miami verso le 14:00 o rientro in hotel.

NOTA: Le date di partenza del 2015 da Aprile in poi sono in fase di definizione.

Il vostro sogno negli USA

A PARTIRE DA Il Tour include: • Miami City Tour (mezza giornata) • Trasporto con aria condizionata come da programma • Ingressi : Everglades airboat, Kennedy Space Center Tour e IMAX film, Ft. Lauderdale River Boat Cruise

Il Tour non include: • • • • • • •

Volo intercontinentale Pasti e bevande (tranne quando specificatamente incluso) Tutte le spese di carattere personale Escursioni facoltative Mance Facchinaggio Trasferimenti non specificati

€ 970

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti. • Gli hotel sono soggetti a disponibilità e potrebbero essere cambiati con strutture equivalenti.

Child policy La tariffa bambini si applica ai ragazzi dagli 8 ai 16 anni (in camera con gli adulti). Non sono accettati bambini minori di 8 anni. A New York le camere Triple e Quadruple sono formate da camere comunicanti. Massima occupazione a camera 4 persone (adulti e bambini).


206 | Messico e Guatemala

“...Completando la ferrovia transpacifica...” Il Messico ha appena fatto un passo decisivo... Vera Cruz - Manzanillo - passando per Città del Messico e Guadalajara. La linea è stata inaugurata solennemente solo due mesi prima del nostro arrivo... Si presentava perciò la rarissima occasione di vedere, comodamente seduti in vagone, un paese nuovo, solo ieri ancora inaccessibile... Le soste nelle stazioni sono interminabili. Ma ciò costituisce un’ulteriore attrattiva; la folla accorre a vedere l’inedito spettacolo della gente vestita secondo la moda metropolitana o in abito coloniale, i cappelli, soprattutto sembrano divertirli, i vestiti delle signore riscuotono particolare successo. Da parte nostra, non ci stanchiamo mai di osservare lo strano carattere di questo popolo. 1924 - Maurice Saint-Rondet – scrittore


207 | Messico e Guatemala


208 | Messico e Guatemala

Appunti di Viaggio

L'atmosfera che si respira nella terra messicana è assolutamente unica ed incredibile: una fusione perfetta tra storia, cultura e natura, che rende il Messico una mèta ideale per chiunque voglia vivere emozioni intense che rimangono impresse nella memoria. Ci si può andare per compiere un fantastico viaggio nel passato alla scoperta della storia delle più antiche civiltà pre colombiane, visitando le rovine Maya e i templi Atzechi, oppure per rilassarsi sulle sue splendide spiagge bagnate dal mare limpido; o ancora si può scegliere per conoscere la cultura e le mille tradizioni dei quasi cento milioni di abitanti che popolano questo vasto Paese. Gli oltre 50 dialetti amerindi parlati sono, invece, lo specchio di un universo colorato, dove gli usi, le tradizioni ed i tratti somatici si mescolano ormai da secoli, creando un popolo incredibile. Viene indicato come inizio delle civiltà precolombiane il 1.500 a.C, anche se i primi insediamenti risalgono ad un periodo precedente: al popolo più antico gli Olmechi - si deve l'impostazione del calendario e della scrittura. Sul suolo messicano si susseguono nei secoli Teotihuacan, Maya e Toltechi; l'ultima civiltà è quella guerriera degli Aztechi, che viene spazzata via dall'arrivo dei colonizzatori spagnoli guidati da Hernàn Cortes.Il Messico è oggi un paese vivace e variegato in grado di accogliere nei numerosi aeroporti internazionali milioni di turisti offrendo loro strutture ricettive di ottimo livello, mostrando la bellezza di paesaggi naturali mozzafiato e incantando con la magia dei tanti tesori archeologici. Religione Il culto prevalente è quello cattolico. Notizie supplementari sulla valuta E' opportuno portare con sé dollari USA, sia in contanti che in travellers cheques (segnaliamo che in Guatemala non sempre è possibile effettuare il cambio euro/quetzal). Ovunque vengono accettate le carte di credito internazionali più diffuse; vi verrà richiesta negli hotels al momento del check-in, anche se avete vouchers che attestano la vostra prenotazione, al fine di garantire la copertura di eventuali spese extra. La carta di credito verrà richiesta anche per il noleggio delle automobili "a garanzia". Strade, distanze e percorsi Il Messico è un Paese enorme e chi arriva dall'Italia non ha idea delle distanze che separano una città dall'altra. La rete stradale messicana presenta non poche carenze e in alcune zone del Paese quelle non asfaltate diventano impraticabili durante la stagione delle piogge. Alla luce di tutto ciò, pur essendo possibile ottenere veicoli a nolo, consigliamo il noleggio di una automobile ai soli viaggiatori che non temono percorsi lunghi e faticosi. Per evitare l'applicazione di ingentissimi supplementi di riconsegna, si consiglia di restituire il mezzo nella stessa località ove lo si è ritirato (drop-off). Diverso il discorso per quanto riguarda il Guatemala. Il Paese non è molto esteso e quindi se da una parte può essere visitato autonomamente con auto a noleggio, va evidenziato che la segnaletica stradale è scarsa e numerosi sono i percorsi tortuosi ed in pendenza, nonchè molti sono impraticabili durante la stagione delle piogge. Inoltre molte strade non sono sicure.

Norme di guida Senso di marcia: guida a destra, sorpasso a sinistra. Equipaggiamento obbligatorio: Cinture di sicurezza e seggiolini per bambini. Nella regione di Città del Messico (D.F.) è obbligatorio indossare le cinture su tutti i sedili della vettura. È proibito trasportare bambini di età inferiore ai 5 anni sui sedili anteriori. Luci: tutti i veicoli motorizzati a due/tre ruote devono avere i fari accesi 24 ore su 24. Per coloro che volessero guidare un autoveicolo, si avverte che spesso la Polizia effettua controlli, anche in città, per la misurazione del tasso alcolemico del guidatore. Cibo e bevande Dall'incontro tra la tradizione culinaria della popolazione indios e le diverse culture nazionali portate dalle immigrazioni, in Messico, si è sviluppata una cucina autonoma, con molte varianti locali nelle diverse regioni del Paese. Nei grandi alberghi non è difficile trovare la cucina internazionale. Praticamente presenti ovunque sono le tortillas, focacce di mais servite come contorno oppure arrotolate con un ripieno di carne, verdura, spezie, formaggio ecc. Altrettanto caratteristici sono i diversi tipi di peperoncino (chili) alcuni dei quali risultano essere davvero molto piccanti. La selvaggina si trova di frequente nei menù; i frutti di mare sono squisiti, ma la varietà di pesce è stranamente limitata. Tra i contorni, i frijoles refritos, una crema di fagioli cotta con le spezie e poi fritta nell'olio, a volte servita anche come antipasto, e il riso (arroz). Patate e pasta sono poco diffuse. Un piatto tipico delle feste è il mole poblano, preparato secondo una ricetta india: tra i molti ingredienti ci sono spezie, diversi tipi di peperoncino e cioccolato amaro fondente. La bevanda più nota è la tequila, ottenuta dalla lavorazione del cuore dell'agave il cui succo viene fatto fermentare con l'aggiunta di zucchero; il liquido ottenuto viene distillato e fatto invecchiare in botti di legno per un periodo che va dai quattro mesi a sei anni: maggiore è l'invecchiamento e più alto è il prezzo. Il gusto varia tra la tequila bianca, usata per i cocktail, e quella più scura, invecchiata, simile al brandy. Fuso orario La differenza di fuso orario con l'Italia è di meno 7 ore durante l'ora solare, e di 8 ore in meno negli altri periodi. Clima Nelle pianure costiere, sia quelle del Pacifico che quelle dell'Atlantico, il clima è più caldo e umido. All'interno è più mite e temperato, soprattutto nelle zone elevate (come Città del Messico). La stagione delle piogge và da Maggio a Settembre e generalmente consiste in brevi scrosci di pioggia pomeridiani. Nello Yucatan c'è un clima caldo umido e la stagione delle piogge va da metà Agosto a metà Ottobre. In Guatemala è subtropicale e le temperature variano a seconda delle aree visitate con un tasso di umidità abbastanza elevato soprattutto nella zona del Peten. Sugli altipiani, al contrario, la temperatura può scendere anche sotto lo zero d’inverno, da Novembre a Marzo. La stagione delle piogge va da Aprile/Maggio a Ottobre; Giugno è generalmente il mese più piovoso.


209 | Messico e Guatemala

STATI UNITI

MESSICO

CUBA

Cabo San Lucas Cancun

Merida Campeche Veracruz

Guadalajara

Tulum

Città del Messico PalenquenOaxaca San Cristobal De Las Casas

Moneta il Peso Messicano. (1€= 17,6 MXN) Elettricità 110 volts (lamelle piatte) Lingua La lingua ufficiale è lo spagnolo. Documenti Per l'ingresso è necessario il passaporto con validità residua di almeno sei mesi al momento dell'ingresso nel Paese. Per i minori si consiglia di reperire informazioni aggiornate sulla normativa applicata presso la propria Questura o consultare il sito della Polizia di Stato:www.poliziadistato.it/pds/ps/passaporto/minori_index.html, anche alla sezione "documenti validi per l'espatrio". Non è richiesto alcun visto d'ingresso per turismo fino a 90 giorni di permanenza eventualmente prolungabili sino ad un massimo di ulteriori 90 giorni previa richiesta all'Istituto Nazionale di Emigrazione (prima della scadenza dei primi 90 giorni). All'arrivo nel Paese occorre compilare un formulario (forma migratoria FMT) disponibile presso le Autorità locali. I principali aeroporti e le diverse compagnie aeree che dovrà essere conservato per tutta la durata del soggiorno e riconsegnato all'uscita dal Paese. Occorre, altresì, pagare una tassa aeroportuale, normalmente inclusa nel costo del biglietto aereo emesso in Italia, che è contraddistinta dalla sigla "UK". In caso non fosse stata inclusa nel biglietto, occorre pagarla al momento di lasciare il Paese. L'importo ammonta a 210 pesos (circa 15 Euro). Esiste un'ulteriore tassa aeroportuale di circa 20 pesos (circa 1,5 Euro) per coloro che escono e rientrano nel Paese. Coloro che transitano negli USA in entrata o in uscita dal paese devono obbligatoriamente essere in possesso del passaporto a lettura ottica. La fotografia digitale è obbligatoria se il passaporto è stato emesso dopo il 25 Ottobre 2005. Vi ricordiamo che anche se siete in transito nel territorio americano, il bagaglio dovrà essere ritirato alla prima città di arrivo e di conseguenza, dopo essere stato ispezionato dalle autorità competenti, dovrà essere reimbarcato nei banchi preposti, per essere spedito alla destinazione finale.

HONDURAS

Abbigliamento In linea generale consigliamo capi estivi o primaverili leggeri; un maglione per le serate più fresche a Città del Messico o in altre località di montagna. Per il periodo invernale (Novembre-Marzo) e nelle località in alta quota è opportuno avere in valigia abiti adeguati. Durante la stagione delle piogge serve un impermeabile poco ingombrante. Per le escursioni in siti archeologici e le passeggiate nella foresta sono d'obbligo calzature pratiche e comode. Durante le escursioni/visite ai siti, di indossare capi leggeri ma che coprano il corpo (es: pantaloni di lino e/o cotone a tutta gamba) per proteggervi da eventuali punture di insetti. Si consiglia sempre l'uso di repellenti. Salute Non è richiesta nessuna vaccinazione né è necessario alcun trattamento antimalarico. Le malattie gastro-intestinali non sono rare per i turisti e per evitarle è consigliabile: non bere acqua di rubinetto ma preferire acqua minerale in bottiglia, senza ghiaccio, meglio evitare di mangiare gelati e sorbetti e consumare frutta e verdura opportunamente sbucciate, disinfettate o cotte. I prodotti per la purificazione dell'acqua sono reperibili in tutti i supermercati. Nelle regioni tropicali costiere, soprattutto durante la stagione delle piogge, dopo il tramonto è bene indossare abiti che coprano gambe e braccia e cospargere piedi, mani e collo di lozione repellente.

LA DESTINAZIONE NELLA NOSTRA PROGRAMMAZIONE • • • •

GUATEMALA

BELIZE

Catalogo “Iter Sublime” : Prodotti di altissimo profilo “5 stelle e oltre” Catalogo “Honeymoon” : Prodotti totalmente dedicati ai Viaggi di nozze Catalogo “Eleganti atmosfere” : Prodotti “Cool” con preferenze all’architettura d’interni e al “Life Style” Catalogo “Light” : Prodotti di medio/alto profilo, strutture Cat. Standard o Superior


210 | Messico | Gran Tour del Messico

Gran Tour del Messico > Tour di gruppo Durata: 12 Giorni/11 Notti PARTENZE GARANTITE: Si garantisce la partenza con un minimo di 2 passeggeri e 30 giorni prima GUIDA: Guida - accompagnatore in lingua italiana e spagnola TRATTAMENTO: Colazione americana in tutti gli hotel - 9 pranzi - 3 cene e trattamento in All Inclusive nella Riviera Maya ITINERARIO: Cittá del Messico - Puebla - Oaxaca - Mitla - Tuxtla Gutiérrez - San Cristóbal de las Casas - Agua Azul - Palenque - Campeche - Uxmal - Mérida - Chichen Itza - Riviera Maya 1° Giorno - Venerdì Cittá del Messico

Arrivo all’aeroporto internazionale di Cittá del Messico e trasferimento all’hotel Melia Reforma o similare. Registrazione e pernottamento. 2° Giorno - Sabato Cittá del Messico

Intera giornata dedicata alla visita della Cittá e del centro archeologico di Teotihuacan. Breve sosta alla Basilica di Nostra Signora di Guadalupe, patrona del Messico e maggior centro di pellegrinaggi dell’America Latina. Si prosegue verso Teotihuacan o “Luogo ove nascono gli Dei” in lingua Azteca. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio rientro in hotel per il pernottamento. 3° Giorno - Domenica Cittá del Messico > Puebla > Oaxaca (+/- 475 km)

Partenza in bus per Puebla e visita della bella cittá ricca di storia coloniale. Famosa la chiesa di San Domenico che ospita la cappella del Rosario. Pranzo in ristorante. Proseguimento nel pomeriggio per Oaxaca, utilizzando l’autostrada. Registrazione e pernottamento all’hotel Victoria o similare. 4° Giorno - Lunedì Oaxaca

Intera giornata dedicata alla visita della città e di Monte Albán. Al mattino visita della città conosciuta come “Cuna dei Patriotte”. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita di Monte Albán, capitale religiosa del popolo Zapoteco. Nel pomeriggio rientro in hotel per il pernottamento. 5° Giorno - Martedì Oaxaca > Mitla > Tuxtla Gutiérrez (+/-565 km)

Al mattino visita di Mitla, antico centro Mixteco, ancora ricca di edifici precolombiani. Proseguimento per Tehuantepec (4 ore). Pranzo. Al pomeriggio proseguimento per Tuxtla Gutiérrez, capitale dello stato del Chiapas (5 ore). Registrazione cena e pernottamento all’hotel Camino Real o similare. 6° Giorno - Mercoledì Tuxtla Gutiérrez > San Cristóbal de las Casas (+/-70 km)

Partenza al molo per l’imbarco e la discesa del braccio d’acqua creatosi all’interno del Canyon del Sumidero, sbarrato a monte da una diga. Pranzo in ristorante. Proseguimento per San Cristobal de las Casas. Registrazione all’hotel VM Villa Mercedes San Cristóbal o similare. Pomeriggio libero. Cena e pernottamento. 7° Giorno - Giovedì San Cristóbal de las Casas

In mattinata visita del mercato locale, uno dei piu’ tipici della regione, dove giornalmente centinaia di indigeni si ritrovano per vendere i loro prodotti. Proseguimento per la chiesa di Santo Domingo in stile barocco, fondata nel 1547 e quindi partenza per visitare, nelle vicinanze, le comunita’ indigene di San Juan Chamula e Zinacantan. Rientro in città e resto della giornata libera. Pernottamento in hotel. 8° Giorno - Venerdì San Cristóbal de las Casas > Agua Azul > Palenque (+/-190 km)

Partenza per Palenque attraversando la bellissima e verdissima sierra con breve sosta alle Cascate di ‘Agua Azul’ per un pranzo al sacco o in ristorante rustico. Registrazione, cena e pernottamento all’hotel Ciudad Real o similare.


211 | Messico | Gran Tour del Messico

9° Giorno - Sabato Palenque > Campeche   (+/-360 km)

Ai bordi della giungla tropicale sorge uno dei piú bei centri rituali maya in funzione dal III al VII secolo D.C. Famoso il tempio delle iscrizioni all’interno del quale é stata scoperta la tomba del gran signore “Pakal” adornato con una preziosa maschera di giada autentico capolavoro di arte maya. Pranzo in ristorante. Al termine proseguimento per Campeche, capitale dell’omonimo Stato della Confederazione Messicana. Dopo la visita sistemazione presso l’hotel Plaza Campeche o similare. 10° Giorno - Domenica Campeche > Uxmal > Mérida   (+/-170 km)

Partenza per Mérida con visita alla zona archeologica di Uxmal dove si visitano i resti della cittá maya fiorita tra il III ed il X secolo. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio arrivo a Mérida, conosciuta come “La Cittá Bianca”. Sosta nella Piazza Principale dove si potranno ammirare i principali monumenti della città’: la Cattedrale, il Palazzo del Governo, il Palazzo Municipale e la Casa di Montejo. Pernottamento all’hotel Holiday Inn o similare. 11° Giorno - Lunedì Mérida > Chichen Itza > Riviera Maya   (+/-310 km)

Partenza per la Riviera Maya con visita alla zona archeologica di Chichen Itza. Pranzo in ristorante.In serata arrivo nella Riviera Maya. Sistemazione presso l’hotel Barcelo’ Maya Beach o similare. 12° Giorno - Martedì

Partenze 2014 Giugno: 6 • 13 • 20 • 27 Luglio: 4 • 11 • 18 • 25 Agosto: 1 • 8 • 15 • 22 • 29

Settembre: 5• 12 • 19 Ottobre: 3 • 17 • 31 Novembre: 14 • 28

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il vostro sogno in MESSICO

Riviera Maya

Trasferimento all’aeroporto di Cancun. Proseguimento per altra destinazione o volo di rientro per l’Italia.

A PARTIRE DA

€ 1.560

Quota per persona base camera doppia

Il Tour include: • Sistemazione negli hotels indicati o similari secondo disponibilità (5* in Messico, 4* in Oaxaca, Tuxtla Gutiérrez, San Cristóbal, Palenque e Mérida - 3** in Campeche - 4** in Riviera Maya) • Trasporto in Van Americana 10 posti o in autobus con aria condizionata • Ingresso ai siti archeologici e musei indicati in programma • Facchinaggi negli aeroporti e hotels

Il Tour non include: • • • • • • •

Voli intercontinentali I pasti non indicati nel programma Bevande ed extra personali negli hotels e nei ristoranti Mance ad autisti e guide Tasse aeroportuali internazionali Tasse di soggiorno per ogni entrata in Messico Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour Include”

PRE-ESTENSIONE Per i passeggeri che volessero effettuare la visita del MUSEO ANTROPOLOGICO di Citta’ del Messico consigliamo l’arrivo il giorno precedente rispetto alle date sopra indicate. Il pacchetto di pre-estensione comprende la visita del museo e 1 notte in hotel con prima colazione.

Note • Ricordiamo che alcune date di partenza potrebbero prevedere la condivisione dei servizi con clienti spagnoli, portoghesi e latino americani. • I Passeggeri di questo circuito, al loro arrivo a San Cristóbal de las Casas, potrebbero essere integrati con passeggeri di altri circuiti proseguendo congiuntamente il programma previsto, per ottimizzare l’occupazione dei bus e delle guide. • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti.

Child policy I bambini divideranno la doppia con 2 adulti senza letto aggiunto (massimo 2 bambini per camera). Le camere sono provviste di 2 letti ad una piazza e mezza.


212 | Messico | Cultura e Tradizione

Cultura e Tradizione > Tour di gruppo Durata: 17 Giorni / 16 Notti PARTENZA GARANTITE: Si garantisce la partenza con un minimo di 4 passeggeri e 30 giorni prima GUIDA: Guide locali in lingua italiana fino a 14 participanti e guida-accompagnatore in lingua italiana a partire da un minimo di 15 partecipanti TRATTAMENTO: Colazione americana in tutti gli hotel - 14 pranzi e trattamento in All Inclusive all’hotel Barcelo’ Maya Beach ITINERARIO: Città del Messico - Tuxtla Gutierrez - San Cristóbal de las Casas - La Mesilla - Atitlan - Chichicastenango - Antigua -Guatemala - Copan - Quirigua - Livingston - Flores - Tikal - Yaxchilán Palenque - Campeche - Uxmal - Mérida - Chichen Itzà - Riviera Maya 1° Giorno - Martedì Cittá del Messico Arrivo all’aeroporto internazionale di Cittá del Messico e trasferimento all’hotel Melia Reforma o similare. Registrazione e pernottamento.

2° Giorno - Mercoledì Cittá del Messico Intera giornata dedicata alla visita della cittá e del centro archeologico di Teotihuacan. L’antica Tenochtitlan degli Aztechi, é oggi una grande metropoli con piú di 18 milioni di abitanti, ricca di monumenti precolombiani e coloniali. Proseguimento e breve sosta alla Basilica di Nostra Signora di Guadalupe, patrona del Messico e maggior centro di pellegrinaggi dell’America Latina. A continuazione si visiterá Teotihuacan o “Luogo ove nascono gli Dei” in lingua Azteca. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio rientro in hotel per il pernottamento.

3° Giorno - Giovedì Cittá del Messico > Tuxtla Gutierrez > San Cristóbal de las Casas   (+/-70 km)

Trasferimento in aeroporto e volo a Tuxtla Gutierrez, capitale dello Stato del Chiapas. In funzione degli orari del volo, trasferimento al molo per l’imbarco e la discesa del braccio d’acqua creatosi all’interno del Canyon del Sumidero, sbarrato a monte da una diga. L’altitudine e la natura del luogo contribuiscono a far vivere una incredibile esperienza. Pranzo in ristorante. Proseguimento per San Cristobal de las Casas. Registrazione e pernottamento all’hotel Villa Mercedes San Cristóbal o similare.

4° Giorno - Venerdì San Cristóbal de las Casas In mattinata visita del mercato locale, uno dei più tipici della regione, dove giornalmente centinaia di indigeni si ritrovano per vendere i loro prodotti. Proseguimento per la chiesa di Santo Domingo, fondata nel 1547 e costruita in stile barocco; in seguito partenza per visitare, nelle vicinanze, le comunità indigene di San Juan Chamula e Zinacantan. Rientro in città e resto della giornata libera. Pernottamento in hotel.

5° Giorno - Sabato San Cristóbal de las Casas > La Mesilla > Atitlan   (+/-385 km) In mattinata partenza per La Mesilla alla frontiera con il Guatemala, che si raggiungerà in circa due ore e mezza. Dopo le operazioni doganali, si cambierà mezzo di trasporto e si proseguirà con autobus guatemalteco per Panajachel, comunità principale sulle rive del lago Atitlan, dove si arriverà dopo circa quattro ore. Pranzo box lunch durante il trasferimento. All’arrivo, sistemazione nell’hotel Porta del Lago o similare. Pernottamento.

6° Giorno - Domenica Atitlan > Chichicastenango > Atitlan  (+/-160 km) Di prima mattina partenza per Chichicastenango, ubicato a circa un’ora di strada; visita della chiesa di Santo Tomas. Pranzo in ristorante e rientro a Panajachel. Pernottamento.

7° Giorno - Lunedì Atitlan > Antigua   (+/-115 km) Al mattino giro del lago in lancia, con sosta per visita a San Antonio Palopó. Pranzo in hotel. Nel pomeriggio partenza per Antigua. Arrivo e sistemazione all’hotel Soleil Antigua o similare. Pernottamento

8° Giorno - Martedì Antigua > Guatemala   (+/-45 km) Visita della cittá, monumento coloniale delle Americhe. Fino al 1773 fú la capitale del Guatemala. Pranzo e rientro a Cittá del Guatemala. Arrivo e sistemazione presso l’hotel Barcelò Guatemala City o similare. Pernottamento.

9° Giorno - Mercoledì Guatemala > Copan   (+/-230  km)  Partenza in pullman per Copan in Honduras, per la visita del centro archeologico considerato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità certamente uno dei più grandiosi di tutta la Cultura Maya. Pranzo e pernottamento all’hotel Marina Copan o similare.

10° Giorno - Giovedì Copan > Quirigua > Livingston  (+/-195 km) 

Partenza in pullman per Puerto Barrios. Durante il percorso, visita del centro archeologico di Quirigua. Qui si potrà ammirare la più grande pietra scolpita dai Maya, il suo peso è di circa 65 tonnellate. Proseguimento in moto-lancia per Livingston. Sistemazione presso l’hotel Villa Caribe o similare. Pranzo in hotel e prenottamento.

11° Giorno - Venerdì Livingston > Flores  (+/-210 km)  Escursione in barca lungo il Rio Dulce, dove sará possibile ammirare la lussureggiante vegetazione tropicale di questo angolo del Guatemala. Pranzo in ristorante. Arrivo e sistemazione presso l’hotel Peten Esplendido o similare. Pernottamento.

12° Giorno - Sabato Flores > Tikal > Flores Vista del centro archeologico di Tikal considerato il sito maya più bello. L’incredibile abbondanza di piramidi e steli dimostra come questa città fù la più importante del mondo Maya nell’ VIII secolo. Pranzo durante la visita. Al termino rientro in albergo.


213 | Messico | Cultura e Tradizione

13° Giorno - Domenica Flores > Yaxchilán > Palenque   (+/-295 km)  Partenza in pullman per Betel, alla frontiera tra Guatemala e Messico, attraversando il bellissimo paesaggio della foresta del Peten. All’arrivo ci si imbarcherà su delle lance per navigare sul fiume Usumacinta per circa mezz’ora, fino al paesino di Corozal (frontiera messicana) per il controllo doganale e l’ingresso in Messico. Proseguimento in lancia per raggiungere l’antica città maya di Yaxchilan. Al termine di questa meravigliosa visita di circa 2 ore di durata rientro in motolancia a Corozal dove si pranzerá in un rustico ristorante situato sulla riva del fiume Usumacinta. Proseguimento via terra per Palenque. Arrivo all’hotel Ciudad Real o similare. Pernottamento.

14° Giorno - Lunedì Palenque > Campeche   (+/-360 km) In mattinata visita del centro archeologico di Palenque. Pranzo in ristorante. Al termine proseguimento per Campeche, capitale dell’omonimo Stato della Confederazione Messicana. Breve visita della città antica, racchiusa e fortificata con torri e muraglie innalzate per difendere la colonia dalle incursioni dei pirati. Dopo la visita sistemazione presso l’hotel Plaza Campeche o similare. Pernottamento.

15º Giorno – Martedì Campeche > Uxmal > Mérida   (+/-170 km) Partenza per Mérida e durante il tragitto visita alla zona archeologica di Uxmal, dove si possono ammirare i resti della cittá Maya fiorita tral III ed il X secolo. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio arrivo a Mérida, conosciuta come “La Cittá Bianca”. Pernottamento all’hotel Holiday Inn o similare.

16º Giorno - Mercoledì Mérida > Chichen Itzà > Riviera Maya   (+/-310 km) Partenza per la Riviera Maya con visita alla zona archeologica di Chichen Itza. Capitale Maya dello Yucatan, fiorita fra il V ed il X secolo D.C. vi si possono visitare gli imponenti monumenti delle zone archeologiche settentrionale e centrale. Pranzo in ristorante. In serata arrivo nella Riviera Maya. Sistemazione presso l’hotel Barcelò Maya Beach in trattamento All Inclusive

17º Giorno – Giovedì  Riviera Maya Trasferimento all’aeroporto di Cancun. Proseguimento per altra destinazione o volo di rientro per l’Italia.

Partenze 2014 Giugno: 10 • 24 Luglio: 8 • 22 • 29  Agosto: 5 • 19

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il vostro sogno in MESSICO

A PARTIRE DA

Il Tour include: • Sistemazione negli hotels indicati o similari (5* in Messico, 4* Guatemala, Antigua, Atitlan, Livingston, Flores, San Cristóbal, Palenque e Mérida - 3* in Copan - 3** in Campeche - 4** in Puerto Aventuras) • Tasse e servizio negli alimenti inclusi nel programma • Biglietto aereo per le tratta Messico/Tuxtla Gutiérrez incluso Tax Security, Fuel Charge e Tassa aeroportuale attuale • Trasporto in Van americana 10 posti o in autobus con aria condizionata • Ingresso ai siti archeologici e musei indicati in programma • Facchinaggi negli aeroporti e hotels

Il Tour non include: • • • • • • • •

Voli intercontinentali I pasti non indicati nel programma Bevande ed extra personali negli hotels e nei ristoranti Mance ad autisti e guide Tasse di immigrazione alla Mesilla e Betel Tasse aeroportuali internazionali Tasse di soggiorno per ogni entrata in Messico Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour Include”

Settembre: 2 • 16 • 30 Ottobre: 14 • 28 Novembre: 11 • 25

€ 3.060

Quota per persona base camera doppia

Note • Ricordiamo che alcune date di partenza potrebbero prevedere la condivisione dei servizi con clienti spagnoli, portoghesi e latino americani. • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti.

Child policy I bambini divideranno la doppia con 2 adulti senza letto aggiunto (massimo 2 bambini per camera). Le camere sono provviste di 2 letti ad una piazza e mezza.


214 | Messico

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Chihuahua - Nuevo Leon - Michoacan CAÑON DEL COBRE Altro nome locale: Barranca del Cobre Area del Canyon: 64.000 km² Altitudine del Canyon: 2.440 m Nel cuore della Sierra Tarahumara, nel sud-ovest dello stato di Chihuahua, il Cañon del Cobre, ovvero i Canyon del Rame, così chiamati per il colore ramato delle loro pareti, sono un’attrazione impressionante, un’area naturale che nasconde leggende, tradizioni e molte sorprese. Si tratta di un sistema di 200 gole collegate tra loro, un sistema quattro volte più grande del Grand Canyon. La più grande di queste è l’Urique, un sistema di 86 tunnel e 37 ponti, attraversato dalla più grande linea ferroviaria messicana. E’ curioso conoscere lo stile di vita delle persone che abitano in questa zona, come ad esempio la comunità dei rarámuri, indigeni che hanno fatto di questi canyon la propria casa, conosciuti per uno stile di vita strettamente legato alle montagne e per una grande resistenza fisica nelle corse su lunga distanza. Qui il clima varia molto: alle quote più elevate la temperatura è molto bassa, mentre lungo i fiumi e nelle profondità dei canyon fa molto più caldo, soprattutto nei periodi estivi. Siate pronti per un clima estremo, ma per quello che vedrete ne varrà davvero la pena!

GROTTE DI GARCIA Tipo di roccia: calcarea Età geologica: 50 milioni di anni

CAÑON DEL COBRE

Chihuahua

Nuevo  Leon

Grotte di Garcia

Vulcano  Paricutin Michoacan

Il Messico non è solo mare o resti precolombiani ma anche montagna, deserto e spettacoli inattesi. E’ il caso delle Grotte di Garcia, formatesi 50 milioni di anni fa, scoperte nel 1843, presero il nome della vicina cittadina Villa de Garcia, nello stato nordorientale di Nuevo Leon, a 30 chilometri dalla sua capitale Monterrey. Sono famose per la straordinaria profusione di stalattiti, stalagmiti e fossili marini intrappolati nelle pareti che un tempo si trovavano sotto il livello del mare. L’entrata è raggiunta dai turisti mediante una discesa di 700 metri con una funicolare o a piedi, attraverso un sentiero agevole che offre, inoltre, splendidi panorami dell’area montuosa. All’interno i visitatori sono accompagnati in gruppi nelle sedici sale presenti che hanno nomi fantasiosi (l’Ottava Meraviglia, Nido d’Aquila ad esempio) e riflettono la spettacolarità dei luoghi.

Città del Messico

VULCANO PARICUTIN Altezza del vulcano: 424 m Altro nome locale: El monstre Stato del vulcano: attivo Il vulcano Paracutin è il vulcano più giovane al mondo. Si trova nello stato di Michoacan, in Messico. La sua nascita è datata 20 febbraio 1943, ed è stato scoperto da Dionisio Pulido, un agricoltore locale, che possedeva un piccolo appezzamento di terreno per coltivare grano, all’interno del quale esisteva una piccola buca. Alcuni testimoni raccontano che da questa voragine veniva emesso calore e si potevano udire rumori sotterranei. Nel primo anno della sua attività esplosiva il cono vulcanico crebbe di 330 metri e in pochi anni i villaggi circostanti vennero ricoperti dalla lava e dalla cenere. Nella sua ultima eruzione, nel 1952, non ci furono vittime, ma tre persone persero la vita, a causa di un fulmine richiamato dall’eruzione stessa.Le eruzioni del Paricutum, ha dato la possibilità ai vulcanologi di studiare come nasce, cresce e muore un vulcano.. una vera particolarità mondiale. L’area è percorribile a piedi o a cavallo ed è possibile visitarla con l’aiuto di guide esperte.


215 | Messico

MESSICO Yucatan/Campeche/Quintana Roo - Oaxaca CENOTES DELLO YUCATAN Lunghezza della penisola dello Yucatan: 300 km  Composizione dei Cenotes: roccia calcarea Nel territorio dello Yucatan, in Messico, sorgono i Cenotes, particolari pozzi naturali creati dall’erosione del calcare. La parola deriva dal termine Dzonot che significa “abisso” e i Maya li consideravano i pozzi della vita e rivestivano un grande significato per l’antico popolo. Rappresentavano la principale fonte d’acqua, in una terra che ha sempre avuto pochi fiumi superficiali e che attraversa lunghi periodi di siccità. Ne esistono 4 tipi principali: sotterranei, parzialmente sotterranei, a pozzo aperto, e quelli costituiti da laghi o pozze, come il Dzibilchaltun , che raggiunge 43 metri di profondità. Lo Yucatan possiede più di 3.000 cenotes, ma ne sono stati studiati meno della metà. Furono molto importanti anche per motivi religiosi, infatti venivano considerati dei portali per il mondo sotterraneo e un modo per comunicare con gli dei. L’area presenta anche un’estesa rete di grotte con all’interno antichi stalattiti, che quando vengono colpiti emettono un suono profondo, come quello delle campane. Molte sono accessibili ai turisti, che possono approfittare delle numerose visite guidate per visitarle o anche usufruire dei centri autorizzati che organizzano immersioni nelle acque sotterranee dei cenotes.

Yucatan

Cenotes dello Yucatan

Città del Messico

Grotte Cheve

SISTEMA DI GROTTE CHEVE Pozzi principali: pozzo Elefante, Cascata Angelo, pozzo Saknussum (profondo 150 m) Passaggi: passaggio nordovest, Sala dei Giganti, Pozzo trivellato nero Scoperte nel 1986 da speleologi americani che individuarono un esteso sistema di pozzi profondi e lunghi corridoi tra i più profondi al mondo. Si trova nel cuore della regione messicana Sierra de Juarez, a nordest di Oaxaca, a circa 400 chilometri a sudest di Città del Messico. Sono inadatte per un turista inesperto data la pericolosità. Si calcola che il ramo principale ha tunnel più profondi di 2.000 metri, ma gli speleologici sono riusciti a raggiungere quota 1.484. Il sistema comprende anche un tunnel lungo 7 chilometri verso un immenso fiume sotterraneo che conduce in una piscina piena d’acqua chiamata “Caduta Finale”.

Oaxaca


216 | Messico | Caleidoscopio Messicano

Caleidoscopio Messicano > Tour di gruppo Durata: 14 Giorni/13 Notti PARTENZE GARANTITE: Si garantisce la partenza con un minimo di 6 passeggeri e 30 giorni prima GUIDA: Guida - accompagnatore in lingua italiana e spagnola TRATTAMENTO: Colazione americana in tutti gli hotel - 6 pranzi - 2 cene e trattamento in All Inclusive nella Riviera Maya ITINERARIO: Città del Messico - Queretaro - San Miguel de Allende - Guanajuato - San Luis Potosí - Zacatecas - Guadalajara - Tuxtla Gutierrez - San Cristóbal de las Casas - Agua Azul - Palenque - Campeche - Uxmal - Mérida - Chichen Itza - Riviera Maya 1° Giorno - Mercoledì  Cittá del Messico Arrivo all’aeroporto internazionale di Città del Messico e trasferimento all’hotel Melia Reforma o similare. Registrazione e pernottamento.

2° Giorno - Giovedì  Città del Messico > Queretaro > San Miguel de Allende   (+/-290 km)  Partenza in mattinata verso Queretaro; visita della città storica. Al termine proseguimento per San Miguel de Allende, localizzato a circa un’ora di distanza. Visita della città caratterizzata da case coloniali e dalla tipica Parrocchia in stile gotico, simbolo della bella città coloniale. Registrazione e pernottamente presso l’hotel Real de Minas o similare.

3° Giorno - Venerdì San Miguel de Allende > Guanajuato   (+/-95 km)

In mattinata partenza verso Guanajuato, ubicata a circa una ora di distanza e visita di questa splendida città coloniale. Registrazione e pernottamento presso l’hotel Holiday Inn o similare.

4° Giorno - Sabato Guanajuato > San Luis Potosí > Zacatecas   (+/-375 km) Partenza in mattinata verso San Luis Potosí, una città coloniale che basò la sua economia sull’estrazione mineraria ai tempi della Nuova Spagna. Al termine della visita continuazione verso Zacatecas, dove si arriverà dopo circa 2 ore; tempo libero da sfruttare in questa stupenda città coloniale. Registrazione e pernottamento all’hotel Emporio.

5° Giorno - Domenica Zacatecas > Guadalajara   (+/-360 km)  In mattinata visita del centro storico della città. Nel pomeriggio partenza per Guadalajara, chiamata anche "La Perla dell’Occidente“ per la sua bellezza, che è ubicata a circa 4 ore e mezza. Arrivo, registrazione e pernottamente all’hotel Morales o similare.

6° Giorno - Lunedì Guadalajara > Città del Messico  (+/-530 km) Giornata dedicata alla visita del Teatro Degollado, al Palacio de Gobierno e alla Cattedrale; proseguimento per San Pedro Tlaquepaque, che un tempo fù una cittadina ubicata vicino a Guadalajara e che oggi forma parte della stessa città. Rientro a Guadalajara. Nel pomeriggio trasferimento all’aeroporto e volo per Città del Messico. Arrivo e trasferimento all’hotel Melia Reforma o similare.

7° Giorno - Martedì Cittá del Messico  Intera giornata dedicata alla visita della Città e del centro archeologico di Teotihuacan, ricca di monumenti precolombiani e coloniali. Breve sosta nella Basilica di Nostra Signora di Guadalupe, patrona del Messico e maggior centro di pellegrinaggi dell’America Latina. Si prosegue per Teotihuacan o “Luogo ove nascono gli Dei” in lingua Azteca. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio rientro in hotel per il pernottamento.

8° Giorno - Mercoledì Cittá del Messico > Tuxtla Gutierrez > San Cristóbal de las Casas   (+/-70 km)

Trasferimento in aeroporto e volo a Tuxtla Gutierrez, capitale dello stato del Chiapas. Pranzo in ristorante. Proseguimento per San Cristóbal de las Casas. Cena e pernottamento all’hotel Villa Mercedes San Cristóbal o similare.

9° Giorno - Giovedì San Cristóbal de las Casas Visita del mercato locale dove giornalmente centinaia di indigeni si ritrovano per vendere i loro prodotti. Proseguimento per la chiesa di Santo Domingo in stile barocco e partenza per visitare le comunità indigene di San Juan Chamula e Zinacantan. Rientro in città e resto della giornata libera. Pernottamento in hotel Villa Mercedes San Cristóbal o similare.


217 | Messico | Caleidoscopio Messicano

10° Giorno - Venerdì San Cristóbal de las Casas >Agua Azul > Palenque   (+/-190 km)

Partenza per Palenque attraversando la bellissima e verdissima sierra con breve sosta alle Cascate di Agua Azul per un pranzo al sacco o in ristorante rustico. Cena e pernottamento all’hotel Ciudad Real o similare.

11° Giorno - Sabato  Palenque > Campeche   (+/-360 km) In mattinata visita del centro archeologico di Palenque. Pranzo in ristorante. Al termine proseguimento per Campeche, capitale dell’omonimo Stato della Confederazione Messicana. All’interno delle vecchie mura la città conserva, anche al giorno d’oggi, un tipico sapore coloniale con bellissime case patrizie ed austere chiese. Dopo la visita, sistemazione presso l’hotel Plaza Campeche o similare.

12° Giorno - Domenica  Campeche > Uxmal > Mérida   (+/-170 km) Partenza per Mérida con visita alla zona archeologica di Uxmal dove si visitano i resti della città maya fiorita tra il III ed il X secolo. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio arrivo a Mérida, conosciuta come “La Cittá Bianca”. Pernottamento all’hotel Holiday Inn o similare.

Partenze 2014 Giugno: Luglio: Agosto: Settembre: Ottobre: Novembre:

13° Giorno - Lunedì              Mérida > Chichen Itza > Riviera Maya   (+/-310 km) Partenza per la Riviera Maya con visita della zona archeologica di Chichen Itza. Visita del tempio di Kukulkan, tempio dei Guerrieri, il gioco della palla ed il pozzo dei sacrifici. Pranzo in ristorante. Arrivo nella Riviera Maya e sistemazione nell’ hotel Barcelo’ Maya Beach o Bahía Principe Tulum in trattamento All Inclusive.

4 • 18 2 • 16 • 30 13 17 15 12

14° Giorno - Martedì              Riviera Maya Trasferimento all’aeroporto di Cancun. Proseguimento per altra destinazione o volo di rientro per l’Italia.

Il Tour include: • Sistemazione negli hotels indicati o similari (5* in Messico, 4* in San Miguel Allende, Guanajuato, Zacatecas, Guadalajara, San Cristóbal, Palenque e Mérida - 3** in Campeche - 4** in Riviera Maya) • Tasse e servizio negli alimenti inclusi nel programma • Biglietto aereo per la tratta Guadalajara/Mexico e Mexico/Tuxtla Gutiérrez incluso Tax Security, Fuel Charge e Tassa aeroportuale attuale • Trasporto in Van Americana 10 posti o in autobus con aria condizionata • Ingresso ai siti archeologici e musei indicati in programma • Facchinaggi negli aeroporti e hotels

Il Tour non include: • • • • • • •

Voli intercontinentali I pasti non indicati nel programma Bevande ed extra personali negli hotels e nei ristoranti Mance ad autisti e guide Tasse aeroportuali internazionali Tasse di soggiorno per ogni entrata in Messico Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour Include”

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il vostro sogno in MESSICO

A PARTIRE DA

€ 2.430

Quota per persona base camera doppia

Note • Ricordiamo che alcune date di partenza potrebbero prevedere la condivisione dei servizi con clienti spagnoli, portoghesi e latino americani. • I Passeggeri di questo circuito, al loro arrivo a San Cristóbal de las Casas, potrebbero essere integrati con passeggeri di altri circuiti proseguendo congiuntamente il programma previsto, per ottimizzare l’occupazione dei bus e delle guide. • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti.

Child policy I bambini divideranno la doppia con 2 adulti senza letto aggiunto (massimo 2 bambini per camera). Le camere sono provviste di 2 letti ad una piazza e mezza.

Speciale Viaggi di Nozze Upgrade in camera di livello superiore in base alla disponibilità - Cena in ristorante tipico a Mérida.


218 | Messico | Seguendo il Quetzal

Seguendo il Quetzal > Tour di gruppo Durata:  12 Giorni / 11 Notti PARTENZE GARANTITE: Si garantisce la partenza con un minimo di 2 passeggeri e 30 giorni prima GUIDA: Guida - accompagnatore in lingua italiana e spagnola TRATTAMENTO: Colazione americana in tutti gli hotel - 8 pranzi - 2 cene e trattamento in All Inclusive nella Riviera Maya ITINERARIO: Guatemala - Chichicastenango - Antigua - Atitlan - Tapachula - San Cristóbal de las Casas - Agua Azul - Palenque - Campeche - Uxma - Mérida - Chichen Itza/Riviera Maya 1° Giorno - Venerdì   Città del Guatemala

Arrivo all’aeroporto internazionale di Cittá del Guatemala e trasferimento all’ hotel Barcelò Guatemala City o similare. Registrazione e pernottamento. 2° Giorno - Sabato  Città del Guatemala

Giornata libera con possibilità di effettuare l’escursione facoltativa a Tikal. E’ considerato il sito maya più bello: l’incredibile abbondanza di piramidi e steli, dimostra che questa città fù la più importante del mondo Maya nell’VIII secolo. Pernottamento. 3° Giorno - Domenica  Città del Guatemala > Chichicastenango > Antigua  (+/-275 km)

Partenza per Chichicastenango dove si potrá visitare la chiesa di Santo Tomas ed il famoso mercato indigeno, il piú conosciuto del Guatemala, dove si mescolano le usanze Maya e quelle Spagnole. Pranzo in ristorante. Proseguimento per Antigua. Sistemazione presso l’hotel Soleil Antigua o similare. Pernottamento. 4° Giorno - Lunedì  Antigua > Atitlan   (+/-115 km) Visita della cittá, monumento coloniale delle Americhe. Fino al 1773 fú la capitale del Guatemala. Pranzo in hotel. Partenza per il lago di Atitlan ed arrivo a Panajachel. Sistemazione presso l’hotel Porta Del lago o similare. Atitlan, uno dei laghi piú belli del mondo, dominato da tre vulcani ed abitato sulle sue sponde da diverse comunitá appartenenti a differenti etnie. Pernottamento. 5° Giorno - Martedì  Atitlan > Tapachula   (+/-200 km) 

Intera mattinata dedicata alla visita in battello del villaggio di Santiago Atitlán, uno dei piú tipici e coloriti insediamenti della zona. Pranzo in hotel. Partenza per Tapachula frontiera con il Messico. Dopo le operazioni doganali, si cambierà mezzo di trasporto e Guida e si proseguirà con autobus messicano. Arrivo all’hotel Holiday Inn Express. Pernottamento. 6° Giorno - Mercoledì  Tapachula > San Cristóbal de las Casas   (+/-400 km) 

In mattinata partenza per Tuxtla Gutiérrez. L’altitudine e la natura del luogo contribuiscono a far vivere una incredibile esperienza. Pranzo in ristorante. Proseguimento per San Cristobal de las Casas. Registrazione, cena e pernottamento all’hotel Villa Mercedes San Cristóbal o similare. 7° Giorno - Giovedì  San Cristóbal de las Casas

In mattinata visita del mercato locale, uno dei più tipici della regione, dove giornalmente centinaia di indigeni si ritrovano per vendere i loro prodotti. Proseguimento per la chiesa di Santo Domingo in stile barocco, fondata nel 1547 e quindi partenza per visitare, nelle vicinanze, le comunita’ indigene di San Juan Chamula e Zinacantan. Rientro in città e resto della giornata libera. Pernottamento in hotel. 8° Giorno - Venerdì  San Cristóbal de las Casas > Agua Azul > Palenque   (+/-190 km)

Partenza per Palenque attraversando la bellissima e verdissima sierra con breve sosta alle Cascate di ‘Agua Azul’ per un pranzo al sacco o in ristorante rustico. Registrazione, cena e pernottamento all’hotel Ciudad Real o similare.


219 | Messico | Seguendo il Quetzal

9° Giorno - Sabato Palenque > Campeche   (+/-362 km)

In mattinata visita del centro archeologico di Palenque. Ai bordi della giungla tropicale sorge uno dei piú bei centri rituali maya in funzione dal III al VII secolo D.C. Pranzo in ristorante. Al termine proseguimento per Campeche, capitale dell’omonimo Stato della Confederazione Messicana. Dopo la visita sistemazione presso l’hotel Plaza Campeche o similare. Pernottamento. 10° Giorno - Domenica Campeche > Uxmal > Mérida   (+/-169 km) Partenza per Mérida con visita alla zona archeologica di Uxmal dove si visitano i resti della cittá maya fiorita tral III ed il X secolo: particolarmente importanti sono: la Piramide dell’Indovino ed il Palazzo del Governatore. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio arrivo a Mérida, conosciuta come “La Cittá Bianca” dove le sue residenze dell’epoca coloniale di stile francese, italiano ed arabo testimoniano la ricchezza passata, data dal commercio delle fibre di agave. Pernottamento all’hotel Holiday Inn o similare. 11° Giorno - Lunedì Mérida > Chichen Itza > Riviera Maya   (+/-309 km)

Partenza per la Riviera Maya con visita alla zona archeologica di Chichen Itza. Capitale Maya dello Yucatan, fiorita fra il V ed il X secolo D.C. Pranzo in ristorante. In serata arrivo nella Riviera Maya. Sistemazione presso l’hotel Barcelo’ Maya Beach o Bahía Principe Tulum o Grand Palladium Colonial in trattamento All Inclusive

Partenze 2014 Giugno: 6 • 13 • 20 • 27 Luglio: 4 • 11 • 18 • 25 Agosto: 1 • 8 • 15 • 22 •  29 

Settembre: 5 • 12 • 19 Ottobre: 3 • 17 • 31 Novembre: 14 • 28

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

12° Giorno - Martedì Riviera Maya

Trasferimento all’aeroporto di Cancun. Proseguimento per altra destinazione o volo di rientro per l’Italia.

Il vostro sogno in MESSICO

A PARTIRE DA Il Tour include: • Sistemazione negli hotels indicati o similari (4* in Guatemala, Antigua, Atitlan, Tapachula, San Cristobal, Palenque e Mérida - 3** in Campeche - 4** in Riviera Maya) • Tasse e servizio negli alimenti inclusi nel programma • Trasporto in Van Americana 10 posti o in autobus con aria condizionata solo in Messico • Ingresso ai siti archeologici e musei indicati in programma • Facchinaggi negli aeroporti e hotels

€ 1.680

Quota per persona base camera doppia PRE-ESTENSIONE CITTA’ DEL MESSICO € 570 2 notti à Città del Messico all’hotel Melia Reforma o similare con prima colazione americana. Visita della citta’ e Teotihuacan con pranzo. Biglietto aereo Mexico/Guatemala

Note Il Tour non include: • • • • • • • •

Voli intercontinentali I pasti non indicati nel programma Bevande ed extra personali negli hotels e nei ristoranti Mance ad autisti e guide Tasse di immigrazione a Tapachula Tasse aeroportuali internazionali Tasse di soggiorno per ogni entrata in Messico Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour Include”

• Ricordiamo che alcune date di partenza potrebbero prevedere la condivisione dei servizi con clienti spagnoli, portoghesi e latino americani. • I Passeggeri di questo circuito, al loro arrivo a San Cristóbal de las Casas, potrebbero essere integrati con passeggeri di altri circuiti proseguendo congiuntamente il programma previsto, per ottimizzare l’occupazione dei bus e delle guide. • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti.

Child policy I bambini divideranno la doppia con 2 adulti senza letto aggiunto (massimo 2 bambini per camera). Le camere sono provviste di 2 letti ad una piazza e mezza.


220 | Messico

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Bassa California, Messico BASSA CALIFORNIA Bufadora

Bassa California

Lunghezza penisola: 1.250 km da Tijuana a Cabo San Lucas  Picco massimo di Baja Norte: Cerro de la Encantada (3.096 m) Picco massimo di Baja Sur: Sierra de la Laguna (2.046 m) Situata all’estremo nordovest del Messico, è un posto incantevole, bagnato dall’Oceano Pacifico ad ovest ed a est dal mare di Cortés, dove grandi banchi di delfini migrano da un lato all’altro della baia. Le acque sono abitate da numerosi pesci marini tra cui: squali elefante, squali balena e squali martello, tra i più affascinanti. Per i visitatori è possibile, con piccole imbarcazioni, avvicinarsi alle balene grigie nella Laguna di Scammon, nella Baia di San Ignacio e nella Baia Magdalena, un’esperienza fantastica a contatto con questi splendidi mammiferi. La particolarità della penisola sono le 200 isole disseminate, la maggior parte delle quali disabitate.

...Il pianto delle balene, suoni che muggivano, riecheggiavano, si espandevano e svanivano quando si intrecciavano insieme come fili in una vasta e aggrovigliata rete di magnifici canti. Roger Payne - Fotografo subacqueo

BUFADORA Temperatura dell’acqua: da 13 a 18°C Altezza del getto: 24 m

E’ una singolare combinazione di onde e marea che produce un immenso getto d’acqua, un geyser accompagnato da un forte rumore, simile ad un ruggito, ed è per questo che è chiamato “Bufadora” (tradotto: che sbuffa). Questo fenomeno naturale, che avviene nella Bassa California, è possibile grazie alla cavità che si apre tre le scogliere ed è prodotta dalla forza delle onde dell’oceano. Queste si scontrano con l’aria risucchiata dal basso del getto precedente formando uno spettacolare evento naturale. Secondo una leggenda locale, il geyser nacque perché un cucciolo di balena, di notte, si era infilato nella stretta apertura della grotta e la mattina seguente era già troppo grande per uscirne. E’ un fenomeno naturale molto particolare, all’estremità delle Penisola di Punta Banda, un luogo che vale sicuramente la pena visitare.


221 | Messico e Guatemala

MESSICO - GUATEMALA Quetzaltenango - chimaltenango - Solola, Guatemala

VULCANO SANTA MARIA Altezza del vulcano: 3.772 m Stato del vulcano: attivo Il vulcano di Santa Maria è uno dei vulcani attivi più potenti al mondo. Basti pensare che nella sua prima eruzione, nel 1902, dove furono uccise circa 5.000 persone, la cenere dell’eruzione giunse fino a San Francisco, in California, e fu una delle più potenti del XX secolo. Nel 1922 si cominciò a formare nel cratere una cupola lavica chiamata Santiaguito e da allora il vulcano è stato sempre attivo diventando altamente imprevedibile e potenzialmente distruttivo, tanto è vero che è tuttora considerato un vulcano pericoloso. La città a più alto rischio della zona è Quetzaltenango, situata sotto la cima del vulcano, conta una popolazione di circa 120.000 abitanti.

VULCANO FUEGO Altezza del vulcano: 3.763 m Stato del vulcano: attivo Il Fuego è il vulcano più attivo di tutto il Centro America, ed insieme al Meseta e all’Acatenango fa parte del gruppo di strato vulcani che sovrastano l’antica città di Antigua e dista circa 70 chilometri dalla capitale Città del Guatemala. Da Antigua si organizzano visite con guide esperte per visitare la zona. Secondo alcuni studiosi, l’attività vulcanica delle zone circostanti, deriverebbe dal crollo del vulcano Meseta circa 8.500 anni fa, che ha causato una gigantesca frana sulle pianure del Pacifico. Le attività eruttive del vulcano Fuego tendono a verificarsi ad intervalli che variano tra gli 80 e i 170 anni e durano dai 20 agli 80 anni e sembra che siano influenzate dalle maree, anche se la maggior parte di esse cominciano a febbraio o settembre per motivi del tutto sconosciuti…

vulcano  Santa Maria

Lago Atitlan

Vulcano Fuego

LAGO ATITLAN Superficie del lago: 130  km² Abitudine del lago: 1.562 m Chi viaggia in Guatemala non può che rimanere affascinato dalla natura circostante e dalla forte cultura Maya che persiste soprattutto in zone meno turistiche e in paesini di montagna in cui la vita scorre lentamente e in maniera rilassata, dove la tipica vita occidentale sembra essere lontana anni luce. Il lago Atitlan è uno dei posti che chi visita il Paese non può perdersi. L’esploratore tedesco Alexander von Humboldt lo definì “il lago più bello al mondo” ed è facile capire il perché. Atitlan nella lingua Maya significa “ il luogo dove l’arcobaleno prende i suoi colori”. Si trova a più di 1.500 metri di altitudine, è circondato da 3 vulcani e da 12 paesini, ciascuno dei quali porta il nome di uno dei 12 apostoli. E’ riconosciuto come il lago più profondo dell’America Centrale con 330 metri di profondità. Le visite in loco vengono organizzate partendo dal piccolo villaggio di Panajachel raggiungibile dalla capitale in autobus o in macchina.


222 | Messico | Mondo Maya

Mondo Maya > Tour di gruppo Durata:  7 Giorni / 6 Notti PARTENZE GARANTITE: Si garantisce la partenza con un minimo di 6 passeggeri e 30 giorni prima GUIDA: Guida - accompagnatore in lingua italiana e spagnola TRATTAMENTO: Colazione americana in tutti gli hotels - 7 pranzi - 1 cena ITINERARIO: Cancun - Chichen Itza - Mérida - Uxmal - Campeche - Palenque - Yaxchilán - Flores - Belize City - Kohunlich - Riviera Maya o Cancun 1° Giorno - Martedì   Cancun > Chichen Itza > Mérida   (+/-315 km)

Trasferimento dall’hotel di Cancun al punto d’incontro prefissato per la partenza del Tour. Si lascia Cancun alla volta di Mérida. Durante il percorso visita del centro archeologico di Chichen Itza. Pranzo in ristorante. Proseguimento per Mérida, conosciuta come la “Cittá Bianca” dove le sue residenze dell’epoca di stile francese, italiano ed arabo testimoniano la ricchezza passata, data dal commercio delle fibre di agave. Arrivo e sistemazione presso l’hotel Holiday Inn o similare. Pernottamento. 2° Giorno - Mercoledì  Mérida > Uxmal > Campeche   (+/-170 km) 

Partenza per Uxmal dove si visitano i resti della città Maya fiorita tra il II ed il X secolo D.C. Pranzo in ristorante. Al termine proseguimento per raggiungere la città di Campeche, capitale dell’omonimo Stato della Confederazione Messicana. Sistemazione presso l’hotel Plaza Campeche o similare. Breve Visita della Città Antica racchiusa e fortificata con torri e muraglie innalzate per difendere la Colonia dalle incursioni dei pirati. Pernottamento. 3° Giorno - Giovedì  Campeche > Palenque   (+/-360 km)

Partenza per Palenque. Arrivo e sistemazione all’hotel Ciudad Real o similare. Pranzo e al pomeriggio visita della zona archeologica. Ai bordi della giungla tropicale sorge uno dei piú bei centri rituali Maya in funzione dal III al VII secolo D.C. Pernottamento. 4° Giorno - Venerdì  Palenque > Yaxchilán > Flores   (+/-295 km) Alle ore 06h30 circa del mattino, partenza per il villaggio di Corozal, situato alla frontiera messicana, percorrendo 150 km di strada asfaltata e 18 Km di sterrato, coprendo questo trasferimento in circa 2 ore e mezza, durante il quale si potrà ammirare la rigogliosa vegetazione della foresta. Alla fine di questo bellissimo percorso si prenderanno delle motolance per navigare lungo il fiume Usumacinta per circa un’ora così da raggiungere l’antica città Maya situata ai margini della foresta: Yaxchilan. Al termine di questa meravigliosa visita di circa 2 ore di durata, rientro in motolancia a Corozal dove si pranzerá in un piccolo e rustico ristorante situato sulla riva del fiume Usumacinta. Terminando il pranzo la guida Messicana “consegnerà” i passeggeri alla guida Guatemalteca e ripartenza in motolancia per navigare per altri circa 30 minuti per raggiungere il villaggio di Betel situato in territorio guatemalteco. Si proseguirá in bus alla volta di Flores. Durante queste 3 ore e mezza si potranno ammirare i meravigliosi paesaggi della foresta guatemalteca. Arrivo e sistemazione presso l’hotel Peten Esplendido o similare. Pernottamento. 5° Giorno - Sabato  Flores > Belize City   (+/-265 km)

Visita della zona archeologica di Tikal, considerato il centro Maya piú spettacolare. L’incredibile abbondanza di piramidi e di steli ci mostrano ancora oggi come questa cittá fosse la piú importante del mondo Maya durante il secolo VIII. Al termine della visita, pranzo e proseguimento per Belize. Arrivo e pernottamento all’hotel Biltmore Express o similare.


223 | Messico | Mondo Maya

6° Giorno - Domenica  Belize City > Kohunlich   (+/-210 km)

Al mattino partenza per Tower Hill da dove si navigherà lungo il fiume per circa due ore per raggiungere il centro religioso di Lamanai, nome che significa letteralmente “coccodrillo sotto l’acqua”. Pranzo al sacco nel corso dell’escursione. Al termine della visita di Lamanai rientro a Tower Hill in motolancia per proseguire in pullman verso la frontiera tra Belize e Messico. Dopo le operazioni doganali, si cambierà mezzo di trasporto, proseguendo in bus, per raggiungere l’hotel Explorean Kohunlich situato nel mezzo della lussureggiante giungla Maya, luogo perfetto per vivere a contatto con la natura e conoscerne i suoi misteri. Cena e pernottamento.

7° Giorno - Lunedì  Kohunlich > Riviera Maya o Cancun   (+/-340 km)

Mattinata libera per rilassarsi a contatto con la natura ed ammirare il grandioso “mare” di verde che si estende davanti al lounge dell’hotel. Partenza per la Laguna di Bacalar, conosciuta anche con il nome di “Laguna dei Sette Colori”, questo per i diversi toni di turchese, giada ed acquamarina delle sue acque che si snodano per 50 chilometri di lunghezza. Pranzo e proseguimento per la Rivera Maya o per Cancun. Proseguimento per altra destinazione o volo di rientro per l’Italia.

Partenze 2014 Giugno: 3 • 17 Luglio: 1 • 15 • 22 • 29 Agosto: ‘5 •12 • 26 

Settembre: Ottobre: Novembre: Dicembre:

9 • 23 7 • 21 4 • 18 2

Il Tour include: • Sistemazione negli hotels indicati o similari (4* in Mérida, Palenque e Flores - 3** in Campeche e Belize - 5* Kohunlich) • Tasse e servizio negli alimenti inclusi nel programma • Trasporto in Van americano da 10 posti o in autobus con aria condizionata solo in Messico • Ingresso ai siti archeologici e musei indicati in programma • Facchinaggi negli aeroporti e hotels

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il vostro sogno in MESSICO

A PARTIRE DA

€ 1.530

Quota per persona base camera doppia

Il Tour non include: • • • • • •

Notti pre e post tour a Cancun Voli intercontinentali I pasti non indicati nel programma Bevande ed extra personali negli hotels e nei ristoranti Mance ad autisti e guide Tasse di immigrazione alla frontiera del Guatemala e del Belize e alla frontiera del Belize e del Messico e a Betel • Tasse aeroportuali internazionali • Tasse di soggiorno per ogni entrata in Messico • Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour Include”

Note • Ricordiamo che alcune date di partenza potrebbero prevedere la condivisione dei servizi con clienti spagnoli, portoghesi e latino americani. • I Passeggeri di questo circuito, al loro arrivo a San Cristóbal de las Casas, potrebbero essere integrati con passeggeri di altri circuiti proseguendo congiuntamente il programma previsto, per ottimizzare l’occupazione dei bus e delle guide. • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti.

Child policy I bambini divideranno la doppia con 2 adulti senza letto aggiunto (massimo 2 bambini per camera). Le camere sono provviste di 2 letti ad una piazza e mezza.


224 | Messico | Chiapas e Yucatan

Chiapas e Yucatan > Tour di gruppo Durata: 9 Giorni/8 Notti PARTENZE GARANTITE: Partenza garantita ogni Lunedi e Giovedi con minimo 2 passeggeri GUIDA: Guida-accompagnatore in lingua italiana dal 2° al 9° giorno TRATTAMENTO: Colazione americana in tutti gli hotel - 8 pranzi ITINERARIO: Cancun - Mérida - Campeche - Villahermosa - San Cristobal de las Casas - Palenque - Chicannà - Riviera Maya 1° Giorno - Lunedì-Giovedì  Cancun

Arrivo all’aeroporto internazionale di Cancun e trasferimento all’hotel Westin Cancun o similare. 2° Giorno - Martedì-Venerdì Cancun > Mérida  (+/-305 km)

In mattinata partenza per Chichen-itza e visita alla zona archeologica. Visita ai monumenti delle zone archeologiche settentrionale e centrale: il tempio di Kukulkan, il tempio dei Guerrieri, il gioco della palla ed il pozzo dei sacrifici. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento per Mérida. Sistemazione all’hotel Presidente Intercontinental Villa Mercedes o similare. 3º  Giorno - Mercoledì-Sabato  Mérida > Campeche  (+/-170 km)

Partenza per Uxmal con visita alla zona archeologica dove si trovano i resti della città maya fiorita tral III ed il X secolo. Al termine proseguimento per Campeche. Breve visita della Città Antica racchiusa e fortificata con torri e muraglie innalzate per difendere la Colonia dalle incursioni dei pirati. All’interno delle vecchie mura la città conserva, anche al giorno d’oggi, un tipico sapore coloniale con bellissime case patrizie ed austere chiese. Dopo la visita sistemazione presso l’hotel Del Mar o similare. 4º Giorno - Giovedì-Domenica Campeche > Villahermosa  (+/- 380 km)

In mattinata partenza per Villahermosa. Arrivo e pranzo in ristorante. Al pomeriggio visita di una hacienda produttrice di cacao. Sistemazione all’hotel Hyatt Regency o similare. 5º  Giorno - Venerdì-Lunedì Villahermosa > San Cristobal de las Casas  (+/-250 km)

In mattinata partenza per Tuxtla Gutierrez , capitale dello stato del Chiapas, e da qui a Chiapa de Corzo. Trasferimento al molo per l’imbarco e la discesa del braccio d’acqua creatosi all’interno del Canyon del Sumidero, sbarrato a monte da una diga. L’altitudine e la natura del luogo contribuiscono a far vivere una incredibile esperienza. Pranzo in ristorante. Proseguimento per San Cristobal de las Casas. Registrazione, pernottamento all’hotel Villa Mercedes San Cristóbal o similare. 6º Giorno - Sabato-Martedì San Cristobal de las Casas

In mattinata visita del mercato locale, uno dei più tipici della regione, dove giornalmente centinaia di indigeni si ritrovano per vendere i loro prodotti. Proseguimento per la chiesa di Santo Domingo in stile barocco, fondata nel 1547 e quindi partenza per visitare, nelle vicinanze, le comunità indigene di San Juan Chamula e Zinacantan. Rientro in città. Pranzo in ristorante e resto della giornata libera. Pernottamento in hotel Villa Mercedes San Cristóbal o similare. 7º Giorno - Domenica-Mercoledì San Cristobal de las Casas > Palenque (+/-220 km)

Partenza per Palenque attraversando la bellissima e verdissima sierra. Arrivo, registrazione e pranzo all’hotel Villa Mercedes Palenque o similare. Nel pomeriggio visita del centro archeologico di Palenque. Ai bordi della giungla tropicale sorge uno dei più bei centri rituali maya in funzione dal III al VII secolo D.C. Famoso il tempio delle iscrizioni all’interno del quale é stata scoperta la tomba del gran signore “Pakal” adornato con una preziosa maschera di giada autentico capolavoro di arte maya. Ritorno in hotel.


225 | Messico | Chiapas e Yucatan

8º Giorno  - Lunedì-Giovedì Palenque > Chicanná (+/-365 km)

In mattinata partenza per Chicanná. All’arrivo sistemazione all’ hotel Eco Village. Pranzo in hotel. Nel pomeriggio visita delle zone archeologiche di Xpujil e Becan. Piccole ma splendide, sono una rappresentazione imponente dell’architettura “maya bec”, presente in tutta questa zona ai confini con il Guatemala. Ritorno in hotel. 9º Giorno - Domenica-Venerdì Chicanna’ > Riviera Maya (+/-340 km)

In mattinata visita della zona archeologica di Chicanná. In seguito si parte alla volta delle lagune di Bacalar. Sosta per il pranzo in ristorante. In serata arrivo nella Riviera Maya e rilascio dei clienti nell’hotel prescelto o trasferimento all’aeroporto di Cancun per proseguire verso altra destinazione o volo di rientro per l’Italia.

Partenze 2014 Partenze di Lunedì

Il Tour include: • Sistemazione negli hotels indicati o similari (5* in Cancun, 4* in Villahermosa, San Cristobal, Palenque e Mérida - 3* a Campeche e Chicanná) • Tasse e servizio negli alimenti inclusi nel programma • Trasporto in Van Americana 10 posti o in autobus con aria condizionata • Ingresso ai siti archeologici e musei indicati in programma • Facchinaggi negli aeroporti e hotels

Il Tour non include: • • • • • •

Voli intercontinentali I pasti non indicati nel programma Bevande ed extra personali negli hotels e nei ristoranti Mance ad autisti e guide Tasse aeroportuali internazionali Tasse di soggiorno per ogni entrata in Messico

Giugno: 2 • 9 • 16 • 23 • 30 Luglio: 7 • 14 • 21 • 28 Agosto: 4 • 11 • 18 • 25

Settembre: Ottobre: Novembre: Dicembre:

1 • 8 • 15 • 22 •29 6 • 13 • 20 • 27 3 • 10 • 17 • 24 1 • 8

Partenze di Giovedì Giugno: 5 • 12 • 19 •26 Luglio: 3 • 10 • 17 • 24 • 31 Agosto: 7 • 14 • 21 • 28

Settembre: Ottobre: Novembre: Dicembre:

4 • 11 • 18 • 25 2 • 9 • 16 • 23 • 30 6 • 13 • 20 • 27 4 • 11 • 18 • 25

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

Il vostro sogno in MESSICO

A PARTIRE DA

€ 1.370

Quota per persona base camera doppia

Note • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti.

Child policy I bambini divideranno la doppia con 2 adulti senza letto aggiunto (massimo 2 bambini per camera). Le camere sono provviste di 2 letti ad una piazza e mezza.

Speciale Viaggi di Nozze Upgrade in camera di livello superiore in base alla disponibilità - Cena in ristorante tipico a Mérida.


226 | Belize e Bahamas

Meraviglie della natura  da vedere almeno una volta nella vita Cayo, Belize PARCO NAZIONALE GUANACASTE Area del parco: 20 h specie di uccelli presenti: più di 120 classificate Il Parco Nazionale di Guanacaste è un parco di 50 acri, nato nel 1990 e situato nella parte centrale del Belize, circa 3 chilometri a nord dalla capitale Belmopan. Il suo nome deriva dalle enormi piante di Guanacaste, alberi che si trovano sul confine sudoccidentale, tra i più grandi dell’America centrale con 40 metri di altezza e ben 2 di diametro. Molti degli alberi più grandi hanno evitato l’abbattimento perché protetti dal parco. All’interno dello stesso la flora della foresta è abbondantissima: qui gli alberi di mango affiancano le orchidee nere (fiore nazionale del Belize) tra le felci giganti e i muschi…uno spettacolo straordinario…Inoltre per gli amanti della fauna, non mancano specie di volatili (più di 120) come il motmot corona azzurra e mammiferi tra cui giaguarondi, kinkajou e cervi dalla coda bianca, veri esemplari unici.

BARRIERA CORALLINA DEL BELIZE Lunghezza dalla barriera corallina: 250 km Larghezza della barriera corallina: da 10 a 30 km Numero delle isole: più di 200

Guanacaste

Blue Hole 

La barriera corallina del Belize è una delle più ricche dei Caraibi, la più grande di tutto l’emisfero boreale e seconda in tutto il mondo solo alla grande barriera australiana. Si trova parallela alla costa, dal confine del Belize con il Messico a nord fino al Guatemala al sud. Protette dalla barriera, si trovano più di 200 splendide isole chiamata cayos, ma l’elemento più comune della barriera sono i coralli” Pectinia Lactuca”. La zona è meta di tanti turisti, specialmente amanti del mondo subacqueo, affascinati dalle meraviglie molto particolari dei fondali.

Barriera Corallina

GREAT BLUE HOLE E GROTTE DI ST. HERMAN Lunghezza delle Grotte di St. Herman: 760 M Altezza del passaggio principale: 15 M Il Great Blue Hole o Grande voragine azzurra è un bellissimo specchio d’acqua, frequentato dai bagnanti, di color zaffiro, più precisamente una dolina carsica subacquea situata ad est della costa del Belize, nel mar dei Caraibi. Dà il nome al locale Parco Nazionale, con i suoi 233 ettari coperti da foresta primaria e secondaria e con la presenza di numerosi fenomeni carsici quali fiumi sotterranei, depressioni e grotte. Jacques- Yves Cousteau, che fece le prime esplorazioni di questo sito, elesse il Great Blue Hole uno dei dieci siti più interessanti al mondo per le immersioni e non a caso è stato riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità. Accessibili dal Parco Nazionale di Blue Hole, ci sono le grotte di St. Herman. E’ una grande depressione larga 60 metri, i cui visitatori, possono accedere senza richiedere alcun permesso, percorrono 300 metri all’interno delle grotte per ammirare splendide formazioni calcaree. Il parco è raggiungibile a soli 19 chilometri a sudovest di Belmopan in autobus o in macchina.


227 | Belize e Bahamas

BELIZE - BAHAMAS Bimini - Grande Bahama, Bahamas MURO E STRADA DI BIMINI Profondità del Muro di Bimini: da 45 a oltre 900 m Peso dei blocchi di calcare: da 1 a 10 ton Lunghezza della Strada di Bimini: 300 m Tra le attrazioni più affascinanti delle isole Bahamas, un posto di rilievo è dedicato a due straordinarie formazioni sottomarine, rilevabili nelle isole Bimini, all’estremità occidentale delle Bahamas : la Strada di Bimini e il Muro di Bimini. La “Strada” , lunga 300 metri, è composta da blocchi rettangolari di calcare, scoperti nel 1968, talmente uniformi da supporre che siano stati creati dall’uomo, data la somiglianza con le formazioni rocciose dell’area, anche se molti studiosi sono convinti che è di origine naturale. Anche la formazione del “Muro” è molto particolare, a circa 400 metri dalla spiaggia, esplorabile dai sub più esperti, desiderosi di emozionanti scoperte marine. Le origini certe sono ancora del tutto sconosciute, ma è affascinante pensare ad un collegamento con la città perduta di Atlantide.

Bimini

Blue Holes

BLUE HOLES Tipo di roccia: calcare con spessore fino a 8.000 M Lunghezza della grotta Lucayan : 11 km Profondità della grotta sotterranea: 202 m Nelle isole Bahamas, più numerose che in qualsiasi altra parte del mondo, le pozze azzurre, o meglio conosciute come “Blue Holes”, sono una delle attrazioni principali per i turisti amanti dei fenomeni naturali. Localizzate nelle acque basse lungo la costa e nell’entroterra, sono grotte e depressioni sommerse, dal classico colore azzurro, formatesi durante l’ultima era glaciale, quando il livello del mare era più basso di oggi e createsi dell’erosione delle rocce calcaree causata dal ghiaccio, formando grandi pozzi, depressioni e caverne. Se ne possono trovare di vari tipi, come i centones, profondi fino a 150 metri e visibili dall’alto, i sistemi di grotte lenticolari, come la cerna Lucayan, lunga circa 11 chilometri o come le piccole grotte lungo le fratture, larghe circa due metri. Data la pericolosità, anche per i sommozzatori più esperti, non è possibile immergersi per visitarli, ma vengono organizzate escursioni da guide locali per ammirare queste bellezze naturali dall’alto e scoprire questa fantastica attrazione, che rimarrà impressa nella memoria di ogni suo visitatore.


228 | Messico |Discover Yucatan

Discover Yucatan > Tour di gruppo Durata:  3 Giorni / 2 Notti PARTENZE GARANTITE: Si garantisce la partenza con un minimo di 2 passeggeri e 30 giorni prima GUIDA: Guida - accompagnatore in lingua italiana e spagnola TRATTAMENTO: Colazione americana in tutti gli hotels - 3 pranzi ITINERARIO: Cancun - Chichen Itza - Mérida - Uxmal - Mérida - Ekbalam - Riviera Maya o Cancun 1° Giorno - Lunedì/Martedì/Venerdì Cancun > Chichen Itza > Mérida  (+/- 316 km)

Trasferimento dall’hotel di Cancun al punto d’incontro prefissato per la partenza del Tour. Si lascia Cancun alla volta di Mérida. Durante il percorso visita del centro archeologico di Chichen Itza. Si possono visitare gli imponenti monumenti delle zone archeologiche settentrionale e centrale; il Tempio di Kukulkan, il Tempio dei Guerrieri, il Gioco della Palla ed il Pozzo dei Sacrifici. Pranzo in ristorante. Proseguimento per Mérida, conosciuta come la “Cittá Bianca”. Visita panoramica della Piazza Principale, dove si potranno ammirare i principali monumenti della città: la Cattedrale, il Palazzo del Governo, il Palazzo Municipale e la Casa di Montejo. Arrivo e sistemazione presso l’hotel Holiday Inn o similare. 2° Giorno - Martedì/Mercoledì/Sabato Mérida  >  Uxmal >  Mérida (+/- 164 km)

Visita della zona archeologica di Uxmal, a circa un’ora da Mérida. Questo sito, il cui nome significa “costruita in tre tappe”, è un esempio dell’epoca classica e post classica maya. I principali edifici sono: la Piramide dell’Indovino, il Palazzo dei Governatori e il Quadrilatero delle Suore. Pranzo in ristorante e rientro a Mérida. Arrivo e sistemazione presso l’hotel Holiday Inn o similare.

Partenze 2014

3° Giorno - Mercoledì/Giovedì/Domenica Mérida  > Ekbalam-Coba > Riviera Maya o Cancun   (+/- 340 km)

Partenze di Lunedì

Partenza per Cancun, durante il percorso sosta per la visita della zona archeológica di Ekbalam. Ekbalam che in Maya significa “Giaguaro Nero”, visse il suo massimo splendore fra il 700 e il 1000 D.C. Durante la visita di questo meraviglioso centro cerimoniale si potrà vedere la grande Piazza Centrale, ove spiccano 3 importanti edifici adibiti al culto, e la piramide principale conosciuta come “La Torre” la quale per dimensioni può essere paragonata alle più importanti strutture del Nord Est dello Yucatan. Al termine partenza per Coba. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita del centro archeologico di Coba, sede della più alta piramide del Messico: il Nohoch Mul. Proseguimento per la Riviera Maya o Cancun. Trasferimento all’hotel prescelto.

Giugno: 2 • 9 • 16 • 23 • 30 Luglio: 7 • 14 • 21 • 28 Agosto: 4 • 11 • 18 • 25

1 • 8 • 15 • 22 • 29 6 • 13 • 20 • 27 3 • 10 • 17 • 24 1 • 8

Partenze di Martedì Giugno: 3 • 10 • 17 • 24 Luglio: 1 • 8 • 15 • 22 • 29 Agosto: 5 • 12 • 19 • 26

Note • Ricordiamo che alcune date di partenza potrebbero prevedere la condivisione dei servizi con clienti spagnoli, portoghesi e latino americani. • Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in nessuno modo i contenuti.

Settembre: Ottobre: Novembre: Dicembre:

2 • 9 • 16 • 23 • 30 7 • 14 • 21 • 28 4 • 11 • 18 • 25 2

Partenze di Venerdì Giugno: 6 • 13 • 20 • 27 Luglio: 4 • 11 • 18 • 25 Agosto: 1 • 8 • 15 • 22 •29

Child policy I bambini divideranno la doppia con 2 adulti senza letto aggiunto (massimo 2 bambini per camera). Le camere sono provviste di 2 letti ad una piazza e mezza.

Settembre: Ottobre: Novembre: Dicembre:

Settembre: Ottobre: Novembre: Dicembre:

5 • 12 • 19 •26 3 • 10 • 17 • 24 7 • 14 • 21 • 28 5

NOTA: Le date di partenza del 2015 sono in fase di definizione.

PArtenze

Il vostro sogno in MESSICO

Per le partenze di Lunedì il programma viene sviluppato in senso contrario ossia: 1° giorno - Cancun o Riviera Maya > Coba-Ekbalam > Mérida 2° giorno - Mérida > Uxmal > Mérida 3° giorno - Mérida > Chichen Itza > Cancun o Riviera Maya

A PARTIRE DA

€ 420

Quota per persona base camera doppia

Il Tour include: • Sistemazione negli hotels indicati o similari (4* in Mérida) • Pasti come da programma • Trasporto in Van americano da 10 posti o in autobus, tutti con aria condizionata • Ingresso ai siti archeologici e musei indicati in programma • Facchinaggi negli hotels

Il Tour non include: • • • • • • • •

Voli intercontinentali Alcuna notte in hotel a Cancun o Riviera Maya Pasti non indicati nel programma Bevande ed extra personali negli hotels e nei ristoranti Mance ad autisti e guide Tasse aeroportuali internazionali Tasse di soggiorno per ogni entrata in Messico Tutto quanto non espressamente indicato nella sezione “il tour Include”


La vita può andare in tante direzioni. La via di accesso al mondo è subito oltre la porta di casa. SWISS La collegherà in modo semplice e comodo con oltre 80 destinazioni in tutto il mondo. Per i Suoi viaggi non potrà più fare a meno del servizio, della cucina e dell’ospitalità di qualità svizzera. In tutta comodità via Zurigo!


230 | Rapa Nui - Isola di Pasqua

Rapa Nui - L’isola di Pasqua

Il fascino del mistero di una popolazione dalle origini incerte e il piacere della scoperta di un luogo carico di significati e simboli sono sensazioni che possono essere vissute insieme nello scenario sorprendente dell’Isola di Pasqua, un lembo di terra completamente circondato dall’Oceano Pacifico. La distanza dal territorio cileno (oltre 3.700 km) e dalla Polinesia Francese (2.600 km) per motivi ancora misteriosi fece si che gli abitanti di Rapa Nui definivano l’isola “Te Pito O Te Henua”, ovvero l’ombelico del mondo, il luogo abitato più lontano da qualsiasi altro. La difficoltà nel raggiungere una simile destinazione ha consentito di preservarne l’ambiente con il suo contorno fatto di Moai, statue giganti ricavate da blocchi di tufo vulcanico (oltre 900 in tutta l’isola). L’impressione per il visitatore è di trovarsi di fronte ad un museo a cielo aperto in parte ancora inesplorato, che gli scavi archeologici del 1955 e quelli successivi non hanno svelato nella sua interezza. Percorrere l’isola significa imbattersi in un paesaggio dominato da dolci colline, vulcani con il cratere occupato da piccoli laghi riempiti di giunchi e cavalli liberi di pascolare nelle distese di erba verde. L’unica spiaggia di sabbia presente, chiamata Anakena, è il ritrovo degli abitanti durante la stagione estiva, per rilassarsi e praticare gli sport d’acqua. Una fermata all’Isola di Pasqua è l’occasione per conoscere la storia suggestiva di un popolo, con in più la percezione di essere veramente lontani da tutto, da soli in mezzo all’Oceano. Documenti e restrizioni doganali L’isola di Pasqua è denominata territorio speciale (territoria especial, in spagnolo) del Cile, per cui l’ingresso è soggetto al possesso di un passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di partenza. IMPORTANTE: Cittadini di nazionalità diversa da quella italiana dovranno comunicare la nazionalità all’atto della prenotazione, per controllare se necessitano di visto d’entrata. Idee per Viaggiare non è responsabile per mancate partenze dovute a non valida documentazione personale. Clima L’Isola di Pasqua prevede delle lievi variazioni climatiche durante l’anno: a Gennaio e Febbraio, i mesi più caldi, il sole può battere anche in maniera violenta mentre Luglio ed Agosto sono i mesi più freddi. Le temperature medie annue si attestano tra 15°C e 28°C in estate e tra 14°C e 22°C in inverno quando però sulla temperatura percepita incide la forza dei venti dell’Antartico. Le precipitazioni sono diffuse in prevalenza nella stagione invernale (Maggio è il mese più piovoso dell’anno) ma si manifestano spesso sotto forma di piogge leggere. Si può dunque visitare agevolmente ltutto l’anno. Fuso orario La differenza con l’Italia è di -8 ore quando da noi vige l’ora legale mentre è di -6 ore durante il periodo dell’ora solare. Come raggiungere Rapa Nui L’Isola di Pasqua è raggiungibili con normali voli di linea tra Papeete (Polinesia Francese) e Santiago del Cile. Il volo di linea Santiago-Papeete prevede sempre lo Stop a Rapa Nui e a seconda delle stagionalità la frequenza è una volta alla settimana o bisettimanale.

Come vestirsi Abbigliamento sportivo e scarpe con suole di gomma. Suggeriamo di indossare un maglione alla sera, soprattutto durante la stagione invernale. Per proteggersi dalla pioggia leggera che a volte giunge improvvisamente sull’isola è consigliabile disporre di una giacca a vento.

I GIGANTESCHI MOAI Mata Ki Te Rangi (gli occhi che guardano il cielo) Sono il simbolo ed il vero mistero dell’Isola di Rapa Nui. Enormi statue in pietra, dalla forma caratteristica e dall’altezza variabile, che non guardano verso il mare ma danno le spalle all’oceano. Tutti tranne i sette che si trovano a Ahu Akivi. La loro leggenda viene tramandata dagli anziani e riporta all’origine della civiltà locale. Le sette statue raffigurano i primi sette abitanti di Rapa Nui, mandati da Hotu Matua, il re di un’antica isola chiamata Hiva, a cercare una nuova terra prima dell’inabissamento della loro patria. I Moai nell’isola sono oltre 900 sparsi in tutto il territorio creando un vero e proprio museo all’aperto e resta l’incertezza sul loro vero significato. Varie le ipotesi, più o meno scientifiche, più o meno fantasiose. La più veritiera e la più semplice è che raffigurino gli antenati dell’isola i cui spiriti dovevano continuare a vegliare su Rapa Nui. L’epoca dei Moai doveva essere compresa tra il 1000 d.C. e il 1500 d.C., cinque secoli per scolpire un migliaio di statue da uno a venti metri, tutto con lo stesso modello, gli occhi di corallo bianco e pomice, in origine, un pesante copricapo detto Pukao , fatto con la roccia rossa della cava di Puna Pau. Il più grande, detto “el gigante” è alto oltre 21 metri e pesa oltre 150 tonnellate. Molte teorie sul perché della costruzione, altrettante sul trasporto, ma nulla di scritto (la scrittura su tavolette Rongo-Rongo presente in 21 tavolette per oltre 14000 carattere non ha trovato nessuno che sappia decifrarle, lasciando molto mistero), fanno sì che Rapa Nui rimanga uno dei luoghi più affascinanti del pianeta.


231 | Rapa Nui - Isola di Pasqua

Tepito-te-henúa, ombligo del mar grande, taller del mar,extinguida diadema. De tu lava escorial subió la frente del hombre más arriba del Océano, los ojos agrietados de la piedra midieron el ciclónico universo, y fue central la mano que elebava la pura magnitud de tus estatuas.

Tepito-te-henúa, ombelico del grande mare, officina del mare, estinto diadema. Dalle tue croste di lava crebbe la fronte dell’uomo sopra l’oceano, gli occhi crepati della pietra misurarono il ciclonico universo, ed era centrale la mano che costruì la pura grandezza delle tue statue. Pablo Neruda

Ta'ato'a kona 'o te ao kona tau,'e ai ro'a te kona 'ata nehe nehe....ko nei ko rapa nui,te pito 'o te henua.ma'au...... (Tutti i luoghi del mondo sono meravigliosi, …qualcuno lo è di più, ecco Rapa Nui, il centro del mondo.)

EXPLORA RAPA NUI - POUSADA DE MIKI RAPU Il programma include: • • •

Trasferimento dall’aeroporto all’hotel e viceversa Soggiorno in pensione completa. 3 pasti al giorno e open bar (eccetto vini pregiati). 1 escursioni giornaliere intera giornata o 2 escursioni di mezza giornata a seconda del pacchetto prenotato. Gruppi di massimo 8 persone e guida in lingua inglese o spagnola. • Ingresso al Parco Nazionale di Rapa Nui.

LOCATION Un ambiente giovanile, informale e raffinato accoglie gli ospiti della “Posada de Mike Rapu”, lodge adagiato su una collina nell’area di Te Miro Oone, ad appena 8 km dal principale ed unico centro abitato dell’isola di Pasqua, Hanga Roa. La struttura è stata costruita in una porzione di territorio inadatto all’uso agricolo e privo di qualsiasi resto archeologico, con l’obiettivo di affermarsi nel segmento dell’eco lusso e preservare la natura circostante. A Rapa Nui, vige una rigorosa legge a tutela dell’ambiente.

LE ATTIVITA’ La struttura offre il privilegio di vivere un’esperienza di completa immersione nella storia di Rapa Nui con la possibilità di scegliere una o due attivita’ al giorno a seconda del pacchetto prenotato - in lingua inglese o spagnola. La vasta scelta delle attivita’ proposte riuscira’ di certo ad esaudire qualsiasi aspettativa ed interesse. Le escursioni sono concordate con lo staff del lodge la sera precedente nella lobby e sono normalmente effettuate a cavallo, a piedi, in jeep o in mountain bike. Lo svolgimento sia di mattina che di pomeriggio permette agli ospiti di sfruttare appieno il periodo di permanenza sull’Isola di Pasqua. Di ritorno da un’escursione ci si può concedere tranquilli momenti di relax in piscina, nella jacuzzi riservata o nella sauna interamente realizzata in pietra vulcanica locale presso “Hare Taheta” che è la zona massaggio per trattamenti terapeutici e tonificanti con olii essenziali. Si può prenotare su richiesta la navetta gratuita diretta al centro abitato, per assistere agli spettacoli di danza e musica, affascinanti ed imperdibili, dei gruppi Matato’a e Kiri Kiri.

Il vostro sogno a RAPA NUI

A PARTIRE DA

€ 3.460

Quota per persona base camera doppia per un’estensione di 4 notti da Papeete o Santiago del cile

LE SISTEMAZIONI L’elevata qualità del servizio si riflette nell’attenzione dedicata agli interni delle 30 camere che sono arredate con mobili in legno di pino, hanno un bagno con vasca idromassaggio e dispongono di letti confortevoli, ideali per riposare dopo un’intensa giornata di esplorazioni. La volontà di evitare qualsiasi futile distrazione e apprezzare lo splendore dell’isola ha fatto propendere per la scelta di escludere il televisore dai servizi disponibili. Per chi voglia comunque tenersi in “contatto” con il mondo esterno è possibile connettersi ad Internet tramite la rete WiFi, negli ambienti comuni della struttura come la reception ed il bar. Il cellulare è utilizzabile invece esclusivamente nel centro abitato, in quanto l’isola non ha ripetitore ma possiede una linea telefonica fissa. Le tipologie di camere esistenti sono le “Varúa Room”, un concentrato di stile all’insegna della modernità più funzionale (35 mq), e le “Raa Suite”, che condensano in 45 mq l’eleganza e l’essenzialità del design tipico di Explora. LA RISTORAZIONE Il ristorante della “Pousada de Miki Rapu” esalta l’etnicità ed il fascino misterioso di Rapa Nui, privilegiando gli autentici sapori di questa terra lontana. I prodotti selezionati non sono alterati ma equilibrati e bilanciati per garantire un’alimentazione costituita da ingredienti naturali. Il gusto dominante non ricalca in modo netto i canoni della cucina internazionale, stuzzica piuttosto il palato con le pietanze più sane. Il bar mette a disposizione ogni genere di bevanda per rinfrescarsi ed intrattenersi ad ammirare il panorama nel suo splendore. Il trattamento previsto è di pensione completa con open bar ed una o due escursioni giornaliere a seconda del pacchetto prenotato.

Rano Raraku Hanga Roa

Rano Kau Orongo

Puna Pau

Posada Miki Rapu


2-3.ai

1

09/05/2014

15:52:33


COP OK.ai

1

19/06/2014

12:27:03

Esperienze di viaggio  

La nuova pubblicazione di Idee per Viaggiare per la stagione 2014/5, Esperienze di viaggio. Legato al claim "Lontano è un posto che non esi...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you