Issuu on Google+

EDIZIONE

I T I N E R A R I

Iddocca STORIA E ARCHEOLOGIA FATTORIE DIDATTICHE NATURA


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

Il Consorzio

Allai Asuni Fordongianus Genoni Gesturi Laconi Meana Sardo Nurallao Nuragus Ruinas Villanova Tulo

Piazza Marconi, 6 - 08034 Laconi (OR) www.iddocca.it

R

I


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

R

I

Il Consorzio Turistico “Sa Perda ‘e Iddocca” propone il nuovo catalogo “Itinerari Iddocca - Speciale scuola” che rappresenta quanto di meglio questo territorio può offrire in termini di esperienze di istruzione. Il catalogo è articolato nelle sezioni fattorie didattiche, laboratori, musei, siti archeologici e ambientali, e da la possibilità di costruire in maniera autonoma degli itinerari che tengano conto delle esigenze degli alunni e degli insegnanti. I siti sono stati scelti in funzione dell’accessibilità, della professionalità degli operatori, dei contenuti didattici e della sicurezza per gli alunni. Alcune mete potranno essere raggiunte con il Trenino Verde della Sardegna, un treno a scartamento ridotto che, procedendo lentamente, attraversa

paesaggi a

tratti selvaggi e incontaminati, dove la ferrovia sembra inserita da sempre nel contesto ambientale, così come le case cantoniere, le stazioni, i viadotti e tutte le opere d’ingegneria ferroviaria.


I

T

I

Iddocca

N

E

R

Indice

FATTORIE DIDATTICHE 3/4/5

LABORATORI 6/7/8

TRENINO VERDE 9

MUSEI 10 / 11 / 12 / 13

STORIA E ARCHEOLOGIA 15 / 16 / 17 / 18

NATURA 21

CREA IL TUO ITINERARIO 22 / 23

AGENDA 24

A

R

I


Iddocca I

T

I

N

E

R

A

R

I

Il miele 03 FATTORIE DIDATTICHE

VILLANOVA TULO Azienda Apistica Simone Tocco Obiettivi della visita Scoprire il mondo delle api, la loro complessa organizzazione sociale, e l’importante ruolo che esse svolgono nell’ecosistema. Attraverso la visita in azienda, ripercorrere, le fasi della lavorazione del miele e degli altri prodotti dell’alveare (nettare, polline, propoli e cera). Il riconoscimento dei mieli tipici accentua ancor più il legame che esiste tra questi insetti e l’ambiente circostante. Attività didattiche: - lezione teorica - visita in apiario o in caso di mal tempo utilizzo - dell’arnia didattica - apertura dell’alveare alla ricerca dell’ape regina - laboratorio del gusto, conoscere i mieli tipici - del territorio - ogni bambino potrà portare a casa un vasetto - di miele Costo ad alunno: - laboratorio 10,00 euro Periodo di apertura: - aperto tutto l’anno


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

R

I

Il formaggio 04 FATTORIE DIDATTICHE

GESTURI Agriturismo Sa Stiddiatroscia Obiettivi della visita Conoscere le tecniche di produzione del formaggio e in particolare del pecorino sardo, e tutte le fasi del processo produttivo, partendo dalla mungitura degli ovini, fino alla stagionatura. Comprendere l’importanza che questa attività ha ricoperto nella nostra società, dove ancora oggi rappresenta una delle principali risorse economiche. Attività didattiche: - lezione teorica - visita ai locali della mungitura - preparazione del formaggio - preparazione delle formaggelle o “pardulas” - passeggiata in azienda alla ricerca di erbe officinali - spontanee e coltivate - ogni bambino potrà portare a casa i dolci preparati - con le proprie mani o una piantina officinale Costo ad alunno: - laboratorio 10,00 euro Periodo di apertura: - aperto tutto l’anno


Iddocca I

T

I

N

E

R

A

R

I

Il pane 05 FATTORIE DIDATTICHE

NURALLAO Agriturismo Furfullanu Obiettivi della visita Illustrare la lavorazione artigianale del “pane fatto in casa”, coinvolgendo attivamente i partecipanti nel processo di panificazione (lievitazione naturale, realizzazione dei vari tipi di pane, cottura nel forno a legna). Si darà così modo agli stessi di capire e apprendere in che modo sin dall’antichità veniva ottenuto questo insostituibile alimento. Attività didattiche: - lezione teorica - lavorazione della semola con l’impastatrice - preparazione del pane e attesa della lievitazione - cottura in forno a legna - visita all’azienda agricola - ogni bambino potrà portare a casa il pane - preparato con le proprie mani Costo ad alunno: - laboratorio 8,00 euro Periodo di apertura: - aperto tutto l’anno


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

R

I

Le erbe tintoree 06 LABORATORI

MEANA SARDO La Robbia di Maurizio Savoldo Obiettivi della visita Conoscere le piante tintoree sarde e il loro utilizzo nella tradizione popolare per la colorazione dei costumi. Una breve escursione nell’area adiacente al complesso nuragico Nolza consentirà di trovare alcune varietà di erbe da utilizzare nelle successive dimostrazioni di tintura su tessuti e filati per far scoprire agli studenti, attraverso diverse e inconsuete chiavi di lettura, un territorio ricco di storia, tradizione e cultura. Un vero e proprio laboratorio a cielo aperto nel corso del quale verranno illustrate le caratteristiche delle specie botaniche autoctone della flora sarda e le loro proprietà specifiche. Verrà, inoltre, dato risalto all’importanza che riveste lo sviluppo di attività eco-compatibili per la salute dell’uomo e per l’ambiente. È possibile raggiungere il nuraghe Nolza utilizzando il Trenino Verde della Sardegna che fa sosta a 200 metri dall’area archeologica.

Attività didattiche: - lezione teorica - escursione botanica nei pressi del Nuraghe - Nolza alla ricerca delle specie tintoree autoctone - della flora sarda. La raccolta avviene nel - rispetto dell’ambiente - dimostrazioni di tintura - lavorazioni manuali con lana sarda i partecipanti - potranno realizzare piccoli oggetti (es. portachiavi, - ciondoli, ecc.) a ricordo della attività svolta Costo ad alunno: - laboratorio di tintura 5,00 euro (min. 20 persone) Periodo di apertura: - da marzo a luglio e da settembre a novembre


Iddocca I

T

I

N

E

R

A

R

I

Il PaleoLab 07 LABORATORI

GENONI Giunone Soc. Coop. Obiettivi della visita Avvicinare i ragazzi alla paleontologia, stimolandone la curiosità con approccio attivo e dinamico. Gli strumenti utilizzati per raggiungerli sono quelli offerti dai seguenti PaleoLab, curati dalla Soprintendenza per i beni Archeologici e Paleontologici di Sassari e Nuoro in collaborazione con gli operatori per i servizi educativi della Cooperativa Giunone. Alla Scoperta dei Fossili (da 5 anni) Consiste nella simulazione dello scavo alla scoperta del reperto fossile, nella sua preparazione, studio e catalogazione. Alla conclusione del lavoro, i ragazzi dovranno riconoscere cosa è celato nei PaleoBox. Ricostruiamo la linea del tempo (da 8 anni) La storia della Terra, lunga milioni di anni, può essere ricostruita grazie alla lettura delle tracce fossili lasciate dagli organismi vissuti nelle varie ere. Sarà compito degli alunni mettere insieme la linea del tempo, disponendo le principali Ere Geologiche in un lungo percorso componibile. Brain training con… la paleontologia (da 8 anni) Alleniamo il cervello con la paleontologia: una volta visitate le sezioni del museo, diversi test e giochi stimoleranno il processo di apprendimento e aiuteranno a memorizzare e capire i processi paleontologici.

Attività didattiche: - laboratorio a scelta Costo ad alunno: - lab 1: 3,50 euro - lab 2: 4,50 euro - lab 3: 4,50 euro - visita gratuita per insegnanti ed autista Orario e giorni di apertura: - venerdì 16:00/20:00 - sabato e domenica 10:00/13:00 - 17:00/20:00 - gli orari possono subire variazioni - gli altri giorni su prenotazione


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

Le arti e i mestieri 08 LABORATORI

GESTURI Associazione delle Arti e dei Mestieri Obiettivi della visita Riscoprire l’arte nei lavori artigianali della tradizione isolana. Le attività di laboratorio si svolgono in una casa tipica campidanese,“Casa Marica”, che ospita una mostra permanente delle creazioni realizzate da artisti e artigiani gesturesi. In questa suggestiva cornice vengono organizzati eventi estemporanei caratterizzati da contenuti artistici di particolare pregio e rappresentatività. Un’occasione per promuovere e sostenere lo scambio culturale, il confronto e la cooperazione fra quanti credono nella cultura e nell’arte quali strumenti di dialogo e di incontro tra popoli. Gli alunni, seguiti da due artigiani, possono cimentarsi nella pratica delle attività da loro prescelte, imparando ad utilizzare materiali ed utensili e scoprendo i numerosi segreti che la cultura popolare ha tramandato nel tempo. Si possono così realizzare manufatti come cestini, ceramiche e sculture in pietra, ma anche lavorare il sughero, la pelle, la ceramica, l’intaglio e l’intarsio sul legno.

Attività didattiche: - visita guidata alla mostra permanente - presentazione degli artigiani e svolgimento - del laboratorio Costo ad alunno: - 3,00 euro (minimo 40 persone) - 3,50 euro (minimo 30 persone) - 4,00 euro (minimo 20 persone) - visita alla mostra gratuita Orario e giorni di apertura: - dal lunedi al venerdi 9:00/13:00 - mercoledi 15:30/18:30

R

I


Trenino Verde Col trenino verde,

su questa ferrovia a scartamento ridotto, è possibile raggiungere i comuni di Laconi, Meana Sardo, Nurallao e Villanova Tulo Per saperne di piÚ visita il sito

ph Franco Manca

www.treninoverde.com


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

Museo delle Statue Menhir 10 MUSEI

LACONI Perda ’e Iddocca Soc. Coop. Obiettivi della visita Il Museo Archeologico delle Statute Menhir si trova nel Palazzo Municipale di Laconi risalente al 1857 e, l’esposizione occupa la parte originariamente destinata a carcere mandamentale. Il Museo ospita circa 40 monoliti scolpiti nella trachite locale, alcuni dei quali di notevoli dimensioni. I menhir custoditi nel Museo di Laconi appartengono a tre diverse tipologie: menhir protoantropomorfi, privi di raffigurazioni; menhir antropomorfi assessuati, che presentano elementi caratteristici del viso quali naso e occhi; statue menhir maschili e femminili, chiara evoluzione dei menhir antropomorfi, più ricchi di dettagli e dei simboli che consentono la distinzione tra i sessi. Il museo è dotato di una postazione multimediale che permette al visitatore di viaggiare virtualmente sia all’interno del museo stesso, che nei luoghi di provenienza dei menhir.

Attività didattiche: - visita guidata al Museo delle Statue Menhir Costo ad alunno: - visita al Museo 1,50 euro Orario e giorni di apertura: - estivo ore 9:00/13:00 - 16:00/19:00 - invernale ore 9:00/13:00 - 16:00/18:00 - chiuso al pubblico ogni 1° lunedì del mese - il 25 dicembre e il 1° gennaio

R

I


Iddocca I

T

I

N

E

R

A

R

I

P.AR.C. e Geopaleosito 11 MUSEI

GENONI Giunone Soc. Coop. Obiettivi della visita ll Paleo Archeo Centro è un museo di nuova concezione nato per ospitare i fossili provenienti dall’unico Geopaleosito musealizzato della Sardegna, la cava di Duidduru. È suddiviso in tre sezioni: Archeologica, Paleontologica, e infine il Laboratorio; nella prima vengono raccontate e mostrate le scoperte nuragiche, puniche e romane del territorio. Si può inoltre, ammirare un plastico della sommità del colle di Santu Antine con la ricostruzione del pozzo di origine nuragica della profondità di 40 metri. Nella seconda vengono illustrate le nozioni generali di paleontologia e di geologia, necessarie per la conoscenza della storia della Terra. In questa sezione è esposta la collezione dei fossili del territorio. La terza sezione occupa un’ampia sala del museo ed è dotata degli strumenti scientifici per la pulizia e la conservazione dei fossili, quali: bisturi, martellini, scalpelli, microincisori e prodotti per il fissaggio. Il Geopaleosito è un vero e proprio museo a cielo aperto dove un fondale marino con fossili del Miocene, tra 24 e 5 milioni di anni fa, rivive ai piedi del visitatore e dove si possono ammirare le tracce indelebili che le continue trasformazioni geologiche hanno scritto sulla roccia, quali una faglia e una fitta rete di filoni nettuniani.

Attività didattiche: - visita al P.AR.C - visita al Geopaleosito Costo ad alunno: - visita P.AR.C (include PaleoLab 1) 3,50 euro - P.AR.C + Geopaleosito 6,00 euro - visita gratuita per insegnanti ed autista Orario e giorni di apertura: - venerdi 15:30/19.00 - sabato e domenica 10:00/13:00 - 15:30/19:00 - gli orari possono subire variazioni - gli altri giorni su prenotazione


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

Museo del lino 12 MUSEI

FORDONGIANUS - BUSACHI Forum Traiani Soc. Coop. Obiettivi della visita Il museo è ospitato nei locali della chiesa di San Domenico, un interessante edificio del XVI secolo che faceva parte del monastero domenicano e che è per questo chiamato “Cunventu”. Il tema principale dell’esposizione è rappresentato dalla lavorazione del lino e dai costumi tradizionali. Busachi fu, nell’isola, fino alla prima metà del Novecento, il principale centro di coltivazione e tessitura del lino e di commercializzazione dei prodotti tessuti. L’esposizione rappresenta tutto il processo produttivo, dal fiore del lino ai manufatti attraverso le varie fasi di lavorazione con tutti gli attrezzi utilizzati: l’aratro in legno per la preparazione del terreno, la mazza e la gramola per la battitura e la sfibratura degli steli, il pettine, la conocchia e il fuso, l’aspo e l’arcolaio, la bobinatrice, l’orditoio e il telaio. Il percorso si chiude con l’esposizione di diversi manufatti in lino, alcuni dei quali finemente ricamati. Busachi vanta inoltre, una forte tradizione del costume. Sono infatti esposti gli abiti usati nei vari periodi e momenti della vita, abiti di uso quotidiano, quelli per i momenti più significativi, cerimoniali, festivi e gli abiti del lutto. Inoltre pezzi antichi in orbace e panno, camicie in cotone e lino, corpetti in broccato, seta e velluto, fatti esclusivamente a mano, testimoniano l’abilità delle donne busachesi che hanno fatto della loro manualità un’arte.

Attività didattiche: - visita guidata al museo del costume e della - lavorazione del lino Altre attività: - visita guidata a “Collegiu” - visita guidata alla chiesa di Santa Susanna Costo ad alunno: - visita guidata al Museo del Lino 1,50 euro - pacchetto completo 4,00 euro Orario e giorni di apertura: - visitabile solo su prenotazione

R

I


Iddocca I

T

I

N

E

R

A

R

I

Museo del cavallino della Giara 13 MUSEI

GENONI Giunone Soc. Coop. Obiettivi della visita Il museo, allestito all’interno di una antica e tipica casa genonese fedelmente ristrutturata, si articola in due sezioni, una dedicata al cavallino della Giara e al cavallo in genere e un’altra prettamente etnografica, dedicata alla cultura contadina del territorio. La prima, offre una visione completa dell’importanza di questo animale nel patrimonio culturale della civiltà contadina, soffermandosi sui diversi aspetti della cura del cavallo. Sono infatti presenti tutti i finimenti originali: cavezze, morsi, selle, redini e tutti gli altri strumenti. Il percorso educativo è completato con una breve e interessante sezione multimediale. Le altre stanze,invece, raccontano la storia della cultura contadina, storia di un popolo apparentemente molto distante da noi ma sicuramente ancora molto vicino. La cucina, con “is forreddus” e gli utensili necessari per la preparazione del pane, del formaggio e di altri cibi semplici e genuini, offre una inaspettata emozione. Nelle altre sale sono disposti gli oggetti, gli utensili e gli arredi, donati gentilmente dalla comunità, che rievocano il duro lavoro dei campi, la vendemmia e l’allevamento.

Attività didattiche: - visita al Museo del cavallino della Giara Altre attività: - passeggiata sulla Giara Costo ad alunno: - visita al museo del cavallino della Giara 1,50 euro - visita al museo e passeggiata sulla Giara 6,00 euro - visita gratuita per insegnanti ed autista Orario e giorni di apertura: - venerdi 15:30/19:00 - sabato e domenica 10:00/13:00 - 15:30/19:00 - gli orari possono subire variazioni - gli altri giorni su prenotazione


Attività didattiche: - visita a tutti i padiglioni del Parco (il parco delle - miniature, il padiglione nuragico, il percorso - botanico, il museo dei fossili) - visita guidata alla mostra “Viaggio nello spazio” - e proiezione del “Planetario” - gita in trenino e in barca attorno al parco con - operatore a bordo, torre panoramica - visita guidata alla nuova mostra su Darwin - “L’avventura dell’evoluzione” Costo ad alunno: - pacchetto completo visita 12,00 euro - pacchetto completo visita + pranzo 20,00 euro Orario e giorni di apertura: - tutti i giorni dalle 9:00 fino al tramonto

PARCO SARDEGNA IN MINIATURA Zona “Su Nuraxi”- Barumini Tuili (VS) tel. 070 9361004/114 - cell. 348 5612826 - info@sardegnainminiatura.it - www.sardegnainminiatura.it


Iddocca I

T

I

N

E

R

A

R

I

Parco e Castello Aymerich 15 STORIA E ARCHEOLOGIA

LACONI Servizio guida turistica Obiettivi della visita Il Parco Aymerich, raro esempio di parco urbano esteso su una superficie di 22 ettari, consente di ammirare, tra la lussureggiante flora mediterranea, alberi antichi di specie locali e specie esotiche di rara bellezza, come il maestoso cedro del libano, un esemplare unico di straordinarie dimensioni. Tra la vegetazione si ergono i suggestivi resti del castello Aymerich, costruito intorno all’VIII-IX secolo, utilizzato dai Giudici di Arborea come luogo di piacevole villeggiatura. Nel 1409, in seguito alla fatale battaglia di Sanluri, dopo quattrocento anni di egemone potenza, il Giudicato capitolò cedendo la proprietà del Castello e del Parco di Laconi, da prima agli Aragonesi, e, in seguito all’unificazione delle corone spagnole, a Ferdinando il Cattolico. Nel 1477, dopo diversi passaggi, Laconi e il suo castello vennero acquistati dalla famiglia dei Castelvì, divenendo prima Contea e poi Marchesato. Il Feudo passò agli Aymerich nei primi del 1700, che lo mantennero fino al 1990 quando il divenne di proprietà dell’Amministrazione Regionale.

Attività didattiche: - visita guidata al parco e al castello Aymerich Altre attività: - visita guidata alla casa natale di - Sant’Ignazio da Laconi Costo ad alunno: - pacchetto completo 3,50 euro Periodo e orario di apertura: - a giugno ore 8:00/19:00 - a luglio e agosto ore 8:00/20:00 - nei mesi invernali ore 8:00/16:00


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

Nuraghe Adoni 16 STORIA E ARCHEOLOGIA

VILLANOVA TULO Valle del Flumendosa Soc. Coop. Obiettivi della visita Si tratta di un nuraghe complesso - quadrilobato (cioè con una torre centrale detta mastio e quattro torri laterali) con una planimetria piuttosto anomala dovuta ai numerosi rifacimenti che il monumento ha subito probabilmente come conseguenza dell’utilizzo del materiale da costruzione, il calcare locale, direttamente cavato sul posto. Il Nuraghe Adoni è ubicato in un’area di notevole bellezza dal punto di vista naturalistico caratterizzata dalla presenza di querce plurisecolari, macchia mediterranea e piante protette. Si erge a 811 m s.l.m. su un affioramento calcareo con pendici scoscese naturalmente difeso ed isolato dagli altri nuraghi, è visibile da una distanza ragguardevole ed ha uno straordinario dominio visivo a 360° su un vasto territorio. Viaggiare con gli occhi e con la mente nel passato per imparare a rispettare e salvaguardare il presente, questo è l’obbiettivo del laboratorio Attorno al nuraghe Adoni. Mentre il laboratorio Il nuraghe Adoni: come era, come è ha l’obiettivo di guidare i bambini verso una presa di coscienza della propria identità e appartenenza al territorio e della responsabilità a rispettare e proteggere questo patrimonio esclusivo, oltre naturalmente alla conoscenza diretta del monumento.

Attività didattiche: - visita guidata al Nuraghe Adoni Altre attività: - laboratorio a scelta Costo ad alunno: - pacchetto completo 4,00 euro - solo visita nuraghe Adoni 1,00 euro Orario e giorni di apertura del nuraghe: - estivo ore 8:30/13:30 - 14:30/19:30 - invernale ore 9:30/12:30 - 13:30/16:30

R

I


Iddocca I

T

I

N

E

R

A

R

I

L’antica Forum Traiani 17 STORIA E ARCHEOLOGIA

FORDONGIANUS Forum Traiani Soc. Coop. Obiettivi della visita Il complesso Termale di Fordongianus, posto sulla sponda del fiume Tirso è stato realizzato tra il I e il III secolo d.C. ed è noto per le proprietà curative e terapeutiche delle sue acque. Articolato in un impianto originario, che sfrutta le fonti di acqua calda che sgorgano ad una temperatura di oltre 50 °C, il complesso termale è incentrato sulla “natatio” e poi costituito dalla parte a riscaldamento artificiale formata dal “calidarium”, “tepidarium” e dal “frigidarium”: questo rappresenta la più significativa testimonianza del periodo romano e della città di “Forum Traiani”. Nel centro storico del paese si può visitare la Casa Aragonese, abitazione aristocratica risalente alla fine del XVI sec., realizzata in trachite rossa, impreziosita con elementi decorativi in stile gotico-aragonese. A poca distanza dal paese s’incontra la chiesa di San Lussorio attualmente in fase di restauro.

Attività didattiche: - visita guidata alle Terme Romane - e alla Casa Aragonese Costo ad alunno: - visita guidata alle Terme Romane e alla - Casa Aragonese 2,00 euro - gli insegnanti accompagnatori non pagano Orario e giorni di apertura: - periodo estivo ore 9:30/13:00 - 15:00/19:00 - periodo invernale ore 9:30/13:00 - 14:30/17:30


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

R

I

Nuraghe Nolza 18 STORIA E ARCHEOLOGIA

MEANA SARDO Ortuabis Soc. Coop. Obiettivi della visita Il complesso nuragico di Nolza si trova a circa 7 km a sud dall’abitato di Meana Sardo, piccolo paese appartenente alla regione storica della Barbagia di Belvì il cui territorio, prevalentemente collinare e montuoso, si sviluppa ai margini del versante sud-ovest del massiccio del Gennargentu, su un altopiano scistoso a metri 739 sul livello del mare. Il nuraghe, di tipo complesso, consta di un bastione centrale formato da quattro torri, per un’altezza di oltre 12 metri, presenta attorno i resti di un agglomerato di capanne, occupa un’area stimata in 2,5 ettari. Le indagini archeologiche, iniziate nel 1998, hanno consentito di liberare dai crolli le strutture del quadrilobato e di rinvenire numerosi reperti, fra cui numerose ceramiche attribuibili agli inizi del Bronzo Medio isolano e numerose testimonianze di vita quotidiana che vanno fino al Bronzo Finale. Gli scavi più recenti hanno, inoltre, messo in luce diversi ambienti interni del monumento; di particolare interesse una scala che permette al visitatore di accedere alla parte superiore del nuraghe e osservare il magnifico panorama che circonda l’area archeologica. È possibile raggiungere il nuraghe Nolza utilizzando il Trenino Verde della Sardegna che fa sosta a 200 metri dall’area archeologica.

Attività didattiche: - visita guidata al sito archeologico del Nuraghe Nolza Costo ad alunno: - visita guidata al nuraghe Nolza 1,00 euro Orario e giorni di apertura: - tutti i giorni dal mattino al tramonto - visite guidate dal martedì alla domenica - ore 10:00/13:00 - 15:00/19:00


Tour operator

specializzato in pacchetti scuola

che rispondono alle Circolari Ministeriali sui viaggi d’istruzione. Oltre alle escursioni educative di una giornata si organizzano pacchetti su misura in tutta la Sardegna, in particolare nella zone interne, dal Sarcidano alla Barbagia di Seulo e Marmilla. Proponiamo inoltre escursioni personalizzate con i battelli stile Mississippi sul Mulargia e Flumendosa e pacchetti con il Trenino Verde della Sardegna sulle linee turistiche Mandas Isili Sorgono e Mandas Arbatax. Incantos by Sardegna Non Solo Mare

booking: tel. 070 984583 - fax 070 7731064 - skype: incantosviaggi info@sardegnanonsolomare.it - info@incantos.it www.sardegnanonsolomare.it


I nuovi sentieri dell’Ente Foreste Sono oltre 70 i sentieri naturalistici che l’Ente Foreste della Sardegna ha messo a sistema, realizzando la segnaletica in linea con gli standard del Club Alipino Italiano (CAI). Nel territorio del Consorzio sono ricompresi i Sentieri della Barbagia e del Sarcidano, dove si possono ammirare emergenze naturalistiche, archeologiche ed esempi di architettura rurale tradizionale (fornaci della calce, aie carbonili, “cuiles” e “pinnettas”). Alcuni di questi itinerari risultano particolarmente indicati per le visite delle scolaresche, poiché dispongono di Centro Visite dove svolgere le attività didattiche.

Consulta il sito www.sardegnaambiente.it


Iddocca I

T

I

N

E

R

A

R

I

Il cavallino della Giara 21 NATURA

GESTURI S’Ala de Mengianu Soc. Coop. Obiettivi della visita Conoscere questo cavallino che abita nell’altopiano della Giara da tempo immemorabile. Ultimo superstite di una razza che popolava l’intera Isola ha trovato in questo luogo le condizioni ideali per conservare la sua particolare tipologia. Piccolo e snello, dal manto baio sauro, ha una lunga criniera e occhi a mandorla. Durante il periodo estivo è facile incontrarli intorno ai “pauli”, piccoli specchi d’acqua che, con l’arrivo della primavera, si ricoprono di fiori dalle tinte più svariate. La Giara è il più grande altopiano di origine vulcanica presente in Sardegna. La varietà e la bellezza del suo paesaggio lo rendono un luogo unico. Un ambiente aspro e selvaggio adornato da una meravigliosa flora mediterranea come il mirto, il biancospino, le euforbie, i cisti, oltre alle numerose specie erbacee come le coloratissime orchidee o il magnifico ranuncolo acquatico. La Giara è stata da lungo tempo abitata dall’uomo, lo testimoniano i resti di un importante protonuraghe, mentre le caratteristiche capanne dei pastori dette “pinnettas”, numerose in tutto l’altopiano, sono tracce di un trascorso più recente. Nei locali della biglietteria è presente un centro di documentazione turistica, nel quale vengono proietati filmati sugli itinerari del territorio, sia naturalistici che religiosi. Sono disponibili i servizi igenici, e un punto di ristoro con possibilità di pranzo al sacco.

Attività didattiche: - visita guidata alla Giara di Gesturi - visita guidata al Centro di Documentazione Altre attività: - visita alla casa natale di Fra’ Nicola da Gesturi e - alle chiese di Gesturi Costo ad alunno: - visita alla Giara e al Centro di Documentazione: - solo biglietto d’ingresso 1,50 euro - ingresso + guida 2,50 euro - (per gruppi di almeno 30 persone) - ingresso + guida 3,00 euro - (per gruppi di meno di 30 persone) - visita guidata itinerario religioso 1,00 euro Periodo di apertura: - tutti i giorni da marzo a ottobre - negli altri mesi solo su prenotazione


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

R

Crea il tuo itinerario 22 ITINERARI

Fordongianus Tipologia

Denominazione

Pagina

Musei

Museo del lino

12

Storia e Archeologia

L’antica Forum Traiani

17

Tipologia

Denominazione

Pagina

Laboratori

Il PaleoLab

07

Musei

P.AR.C. e Geopaleosito

11

Musei

Museo del cavallino della Giara

13

Tipologia

Denominazione

Pagina

Fattorie Didattiche

Il formaggio

04

Laboratori

Le arti e i mestieri - laboratorio artigiano

08

Natura

Il cavallino della Giara

21

Tipologia

Denominazione

Pagina

Musei

Museo delle Statue Menhir

10

Storia e Archeologia

Parco e Castello Aymerich

15

Tipologia

Denominazione

Pagina

Laboratori

Le erbe tintoree - laboratorio artigiano e naturalistico

06

Storia e Archeologia

Nuraghe Nolza

18

Tipologia

Denominazione

Pagina

Fattorie Didattiche

Il pane

05

Tipologia

Denominazione

Pagina

Fattorie Didattiche

Il miele

03

Storia e Archeologia

Nuraghe Adoni

16

Genoni

Gesturi

Laconi

Meana Sardo

Nurallao

Villanova Tulo

I


Iddocca I

T

I

N

E

R

A

R

I

Dove siamo 23 ITINERARI

Fordongianus

Allai Meana Sardo

Ruinas Laconi

Asuni

Nurallao Villanova Tulo

Genoni Nuragus Gesturi


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

Promemoria gite 24 AGENDA

Quando

Dove

Prof. accompagnatore

R

I


Iddocca I

T

I

N

E

R

A

R

I

Credits

PROVINCIA DI ORISTANO

coordinamento Alessandra Succu progetto grafico Loopmedia disegno di copertina Nautilux Design repertorio immagini Archivio Sa Perda ’e Iddocca stampa Grafica del Parteolla


I

T

I

Iddocca

N

E

R

A

R

Per prenotazioni o maggiori informazioni chiama il numero 0782-576130 dal lunedi al sabato dalle 9:00 alle 13:00 o scrivi un e-mail a infoscuola@iddocca.it Sono disponibili pacchetti organizzati di pi첫 giorni

I


Speciale scuole 2009/2010