Issuu on Google+

ACCORDO DI RETE TRA GLI

ISTITUTI SCOLASTICI COMPRENSIVI

”RIVA 1” e “RIVA 2”


Gli Istituti scolastici Comprensivi “RIVA1” e “RIVA2”, alla luce dei principi e delle finalità che informano gli orientamenti in campo scolastico della Provincia Autonoma di Trento e i rispettivi Progetti d’Istituto, ritengono opportuno promuovere modalità di relazioni privilegiate, che favoriscano un miglioramento delle relazioni tra gli Istituti stessi, con l’obiettivo di raggiungere esiti favorevoli in termini di efficienza, efficacia ed economicità. In particolare convengono in merito all’utilità di attivare iniziative ed azioni condivise tra le parti, relativamente a: - curricoli e continuità didattica; - orientamento; - formazione docenti e personale ATA - processi di autovalutazione/valutazione - disagio/integrazione - rapporti con il territorio: Enti, Istituzioni e Associazioni Locali. Tutto ciò premesso Visti gli artt. 11 e 15 della Legge n. 241 /90 Visto il Regolamento per l’autonomia delle scuole - DPGP 13-12/Leg. d.d. 18.10.1999 – il quale all’art. 7 stabilisce tra l’altro che “le istituzioni scolastiche possono promuovere accordi di rete o aderire ad esse per il raggiungimento delle proprie finalità istituzionali e l’ottimizzazione delle attività ad esse connesse”; Vista la delibera d’indirizzo n. 6/2006 del Consiglio di Istituto di Riva1 Vista la delibera d’indirizzo n. 5/2006 del Consiglio di Istituto di Riva2

tra

gli Istituti Scolastici Comprensivi “RIVA1” e “RIVA2” si promuove il seguente accordo di rete:

Art. 1 La premessa costituisce parte integrante e sostanziale dell’accordo di rete. Art. 2 L’adesione al presente accordo di rete, di seguito denominato “RETE SCUOLE Alto Garda” è inizialmente prevista per gli Istituti Comprensivi “RIVA1” e “RIVA2”.


E’ data possibilità ad altre istituzioni scolastiche, che abbiano le stesse finalità e accettino le condizioni del presente accordo, di aderire alla rete. Art. 3 L’accordo ha per fine la collaborazione tra Istituti, secondo i principi di solidarietà e sussidiarietà, per il perseguimento efficace, efficiente ed economico degli obiettivi comuni, promuovendo e sostenendo l’organizzazione di iniziative riguardanti i seguenti temi: - curricoli e continuità didattica; - orientamento; - formazione docenti e personale ATA - processi di autovalutazione/valutazione - disagio/integrazione - rapporti con gli Enti, Istituzioni e Associazioni Locali. Altri temi potranno essere aggiunti in seguito, previo accordo tra Dirigenti Scolastici. Art. 4 La durata dell’accordo è annuale, a partire dall’anno scolastico 2006/07, e sarà di seguito automaticamente rinnovata di anno in anno, salvo diversa disposizione decisa dalle parti. E’ data facoltà ad un Istituto di recedere dall’accordo, dando comunicazione scritta all’Istituto capofila.

Art. 5 E’ istituita - in qualità di organo di confronto, collaborazione e governo interistituzionale per i fini del presente accordo - la “Conferenza dei Dirigenti Scolastici” presieduta dal Dirigente Scolastico dell’Istituto Capofila. Art. 6 Per le iniziative e le attività previste dal primo comma del presente articolo, all’inizio di ogni anno scolastico sarà individuato l’Istituto Comprensivo Capofila, che si occuperà in particolare: di convocare e coordinare la Conferenza dei Dirigenti Scolastici; di gestire, ove espressamente non concordato e previsto in modo diverso, le iniziative comuni tra gli Istituti scolastici della rete; di prendere atto di eventuali richieste di adesioni e/o di eventuali comunicazioni di recessione, da portare alla conferenza dei Dirigenti Scolastici. Per la individuazione dell’Istituto capofila vale il criterio della rotazione.

Art. 7 I Dirigenti Scolastici e membri della rete si impegnano a partecipare alle iniziative di rete;


a promuovere la conoscenza e la crescita della rete all’interno del proprio Istituto; a mettere a conoscenza gli altri Istituti della rete dell’esistenza di tali accordi, per favorire la circolazione di idee e di “buone pratiche” tra gli Istituti membri.

Art. 8 Per quanto previsto dall’art. 3, la proposta, l’organizzazione e la gestione le iniziative e attività potrà essere in capo all’uno o all’altro degli Istituti.

Art. 9 Tra i singoli Istituti possono instaurarsi ulteriori accordi di rete in merito a iniziative che interessano altre offerte ed il territorio. Art. 10 Ogni Istituto, salvo diversa disposizione, contribuirà alle spese che le iniziative comuni comporteranno, in proporzione della partecipazione del proprio personale alle iniziative stesse, versando all’Istituto pilota la propria quota-parte.

Art. 11 Per quanto non espressamente previsto e regolato, si rimanda all’ordinamento generale in materia di istruzione e formazione e alle norme che regolano il rapporto di lavoro del comparto scuola. Il presente accordo è reso pubblico e depositato presso le segreterie delle scuole aderenti.

Letto, e sottoscritto.

ISTITUTO COMPRENSIVO “RIVA1”

ISTITUTO COMPRENSIVO “RIVA2”

Dott. Severino Papaleoni

Dott.ssa Manuela Broz

____________________

____________________

Aprile 2006


Accordo IC Riva 2 e Riva 2