Page 1


ARTRITE REUMATOIDE:

il primo passo è l’informAzIOnE

Articol AZIONI

campagna di sensibilizzazione sociale

edelman / roche


trati. in comune.

prio corpo, otidiani:

diagnosi.

atiche.

e.

andra.

oscenico e,

E in Italia?

Chi colpisce?

L’artrite reumatoide può colpire chiunque e in qualsiasi momento. Tuttavia si presenta generalmente in un’età compresa tra i 30 e i 50 anni e sembra “preferire” le donne (colpite con una frequenza di tre volte superiore rispetto agli uomini).

In Italia l’artrite reumatoide ha una prevalenza dello 0,7-1% e si stima dunque che coinvolga più di 400 mila pazienti. Si segnalano 12-24 mila nuovi casi ogni anno.

L’Ar In ItALIA (fonte: SIto AnMAr) I pazienti affetti da artrite reumatoide

circa 350-400 mila

24h

Ricoveri in day hospital (dati 2003)

7.920 persone (di cui 6.211 donne) Fascia d’età più colpita

tra i 25 e i 45 anni

Proporzione donna/uomo

Più di 20 milioni di persone nel mondo soffrono oggi di artrite reumatoide, ma la sua incidenza (circa l’1% della popolazione mondiale) varia in rapporto alla razza e alla provenienza geografica. Ad esempio sembra essere più bassa nei neri africani e tra la popolazione cinese, mentre è più frequente negli indiani Pima (nord America), dove raggiunge il 5%.

La mia compagna di vit a un racconto

ARTRITE REUMATOIDE:

il primo passo è l’informAzIOnE

Pazienti con artrite reumatoide in trattamento con farmaci biologici (stima 2005)

circa 7.500

4 : 1 Centri dedicati alla distribuzione di farmaci biologici per paziente Ricoveri in regime ordinario (dati 2003)

8.234 persone (di cui 6.360 donne)

Realizzazione editoriale: Edelman – Progetto grafico: Iconomia - Per un ambiente migliore questo libretto è stato realizzato in carta riciclata

compagnia.

i sé. linea,

2

uno ogni 1.300 pazienti ca.

Accendiamo la luce dell’informazione sull’artrite reumatoide


Progetto candidato al

The best in medical advertising and graphics

2010

www.therxclub.com

TOPIC

immagine coordinata progetto formativo

anm / boheringer ingelheim


5 10 15 20 25 30 35 40 45 50


TOPIC

immagine coordinata progetto formativo

anm / boheringer ingelheim


TOPIC: Trainig Oncologists Path to Involve in Collaboration

20.11.2009

Roma

TOPIC: Trainig Oncologists Path to Involve in Collaboration

Le sperimentazioni cliniche in oncologia: dall’ideale al praticabile

Roma

Innovazione e sviluppo in oncologia

Andrea Ardizzoni

con il contributo educazionale

25.03.2010

Stefano Cascinu

con il patrocinio

con il contributo educazionale

Sezione di Oncologia

con il patrocinio

Sezione di Oncologia

TOPIC_70x100_C2.indd 1

9-03-2010 10:32:59


Ledda

a - Via Martin Piaggio, 17/6

oni

ed.org/cardiologia/ l’iscrizione sia offerta da

scheda di iscrizione

anizzativa

edito al fax 010 83794260.

diverse indicazioni della

Sede

Promosso da

NH Marina Molo Ponte Calvi, 5 Genova Tel 010 25391

ACCADEMIA NAZIONALE di MEDICINA

Indicazioni per raggiungere la sede

Informazioni e iscrizioni

Direttore Generale: Stefania Ledda

In auto: Dall´autostrada, imboccare l´uscita Genova Ovest, seguire le indicazioni per l´Acquario. L´hotel si trova a circa 50 metri dall´Acquario nel molo parallelo. In treno: Dalla stazione ferroviaria Principe, prendere la metropolitana fino alla stazione di San Giorgio. In aereo: Aeroporto di Genova “Cristoforo Colombo” a 7 km. Dall´Aeroporto prendere l´autobus numero 100 fino alla stazione dei treni Principe, quindi prendere la metropolitana fino alla stazione di San Giorgio.

a Segreteria Organizzativa

un rimborso

e. Il numero del progetto è dei crediti sarà comunicato ei crediti è subordinato alla ei questionari di e alla corrispondenza tra nato: medici specialisti in

Segreteria Organizzativa Forum Service Via Martin Piaggio 17/6 16122 Genova

Prenotazioni alberghiere

Tel 010 83794243 - Fax 010 83794261 giannetti@forumservice.net

di iscrizione o con scheda

iere

essario alla realizzazione comunicazione scritta e il

http://horizonscanning.accmed.org/neurologia Tel 010 83794238 / 243 - Fax 010 83794260 calandrone@accmed.org

CONVEGNO Con il

CONVEGNO

patrocinio di

HORIZON SCANNING in Cardiologia

Il cardiologo di fronte a nuove strategie, nuovi farmaci, nuove tecnologie

made in iconomia

MEDICINA

i) - Ridotta € 150,00 (per

HORIZON SCANNING in Reumatologia

Le nuove terapie neurologiche all’orizzonte

Nuovi “strumenti“ diagnostici e terapeutici

Genova, 17-18 marzo 2010

Genova, 1-3 Luglio 2009

HORIZON SCANNING in Neurologia

Si ringrazia (previa autorizzazione ministeriale)

Bologna, 19 –20 gennaio 2010 Gold Sponsor

Silver Sponsor

Con il patrocinio di Si ringrazia inoltre:

Con il✓patrocinio della Federazione Italiana GLAxOSMITHKLINE ✓ MErCK SErONO di Cardiologia

Cardiologia

Horizon Scanning

Società Italiana di Neurologia (SIN) Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie (SIFO)

Neurologia

immagine coordinata progetto formativo

anm

Sezione di Reumatologia

Reumatologia


Oncology

2

OTelixizuMAb Nel TrATTAMeNTO dei PAzieNTi cON diAbeTe MelliT di TiPO 1

1. Informazioni generali

2. Informazioni cliniche

3

1.1 Nome e struttura

2.1 descrizione

3.1

Otelixizumab è un anticorpo monoclonale che si lega al recettore CD3 dei linfociti T alterati responsabili dell’attacco delle cellule beta pancreatiche che producono l’insulina, regolando la loro azione.

Il DMT1 è in aumento nei paesi industrializzati; tale aumento del rischio pare sia dovuto ad imprecisati fattori ambientali. Le incidenze più alte sono in Finlandia e Sardegna con una media dell’1,5-2%. L’incidenza media in Italia è dello 0,26%. Ha il picco di incidenza in età comprese tra i 5 e i 15 anni, successivamente si ha una drastica riduzione del rischio.

No

1.2 Possibili applicazioni terapeutiche Trattamento del diabete mellito di tipo 1 1.3 Mesi alla data di deposito dei dossier registrativi Meno di 36 mesi 1.4 Tipologia

2.2 Fase di sviluppo clinico Fase III 2.3 caratteristiche generali degli studi clinici di Fase iii GSK 112757 (1)

Farmaco biologico 1.5 Area terapeutica in sviluppo Diabete 1.6 Via di somministrazione Endovena 1.7 Setting di utilizzo Ambulatoriale. Somministrato per infusione endovenosa con pompa per otto giorni consecutivi. Dopo questa somministrazione, che può essere fatta in ricovero o in day-hospital, non ci si dovrà più sottoporre a ulteriori cure.

Riferimenti bibliografici 1. DEFEND-1. ClinicalTrials.gov identifier: NCT00678886

disegno studio clinico Studio controllato Randomizzato Doppio Cieco Singolo Cieco Aperto Multicentrico Di superiorità Di non inferiorità Di equivalenza Disegno di tipo adattativo Sample size pianificato Durata dell’osservazione per paziente Braccio di confronto Placebo Active treatment – Standard of care Best supportive care end Point

Sì Sì Sì Sì NA N=240 24 mesi Sì Sì (Insulin) No

Primari

• Amount of C-peptide (a protein that shows how much insulin the body is producing) during a mixed meal stimulation test

Secondari

• Average daily insulin use, HbA1c (a measurement of blood glucose control), and incidence of abnormal blood glucose levels

Altre analisi previste Interim Analysis Analisi per sottogruppi

NA NA

2.4 impatto clinico Otelixizumab ha come bersaglio una patologia grave (che compromette la sopravvivenza). La patologia bersaglio ha trattamenti disponibili per tutti i pazienti ma non adeguati rispetto al bisogno di salute. L’attuale trattamento disponibile è rappresentato da insulina, che non ha potenziale attività di opporsi alla naturale evoluzione della patologia, otelixizumab preservando un numero sufficiente di cellule pancreatiche, punta a ottenere una notevole riduzione del fabbisogno esterno di insulina e, quindi, un miglior controllo della glicemia.

New drugs and technologies: innovation, transferability

Pianeta Innovazione

allestimento pianeta innovazione

anm

3.2

Im Di Di Di Au Ri

*D ott do

So e fi

Sì, pro un tec ric de

3.3

So Si Ri Ri Su Fo

So org

Sì. di nu


Sezione di SanitĂ Pubblica e Management Sanitario

Pianeta Innovazione Percorso guidato alle nuove tecnologie in SanitĂ

A3.indd 5

25-06-2009 19:40:01


CELL FACTORIES Sezione di Sanità Pubblica e Management Sanitario

SS4. Prendere A90 Direzione e Uscire Su Via centro storico. rDo ANULArE roma Aurelio. elia, prendere

DRIVE

ure bus n° 40,

Sede GRAND HOTEL VILLA TUSCOLANA Via del Tuscolo km. 1,500 - 00044 Frascati (RM) - Tel 06 942900 Come raggiungere la sede: IN AEREO: l’aeroporto di Ciampino si trova a 10 km dall’hotel (circa 15/20 minuti), l’aeroporto di Fiumicino a 37 km. IN TRENO: treni da e per Roma ogni 25/30 minuti con tempo di collegamento medio di 20/25 minuti. Le Stazioni Ferroviarie più vicine a Villa Tuscolana (10 minuti di distanza) sono quella di Frascati (linea Roma-Frascati), e quelle di Tor Vergata e Colle Mattia (linea Roma-Cassino-Napoli). IN AUTO: dal centro di Roma o dal Grande Raccordo Anulare (G.R.A.) tramite le 3 strade consolari che collegano Roma ai Castelli Romani: via Appia, via Anagnina e via Tuscolana. Dall’Autostrada del Sole A1 (uscita 21-22 del GRA) dopo 7 km prendere l’uscita di Monte Porzio Catone e proseguire a destra in direzione Frascati; al primo semaforo (a circa 3 km dall’uscita dell’autostrada) proseguire ancora per 600 mt fino a incontrare una diramazione sulla sinistra, Via del Tuscolo. Proseguire sempre dritto per 1,5 km, l’ingresso di Villa Tuscolana si trova sulla sinistra.

workShoP

made in iconomia

Terapia cellulare e cell factories Roma, 16 ottobre 2009

IN METRO/BUS: gli autobus di linea CO.TRA.L. collegano con molta frequenza Frascati al terminal OC-Anagnina, Capolinea della Linea A della Metropolitana di Roma.

Promosso da

d riv e Guida all’ottimizzazione della gestione dell’anemia

ACCADEMIA NAZIONALE DI MEDICINA www.accmed.org Direttore Generale: Stefania Ledda Informazioni: Tel 010 83794224 - Mail azzoni@accmed.org

Frascati (RM), 17 – 18 giugno 2009

Segreteria Organizzativa

con il patrocinio di

workshop

Hotelplan Italia Corso Porta Romana, 2 - Milano Tel 02 72136294 - Mail l.casiraghi@hotelplan.it

Senato della Repubblica Camera dei Deputati

Con il contributo educazionale di made in iconomia

oLyMErS

pieghevole_B3.indd 1

Progetti Vari

grafica editoriale

anm

9-06-2009 17:43:17


olidi.org

a

grandangolo nel trapianto di organi solidi Selezione e analisi ragionata della produzione scientifica Roma, 4 - 5 febbraio 2010

Sezione di Donazione e Trapianti: organi, tessuti e cellule

GRANDANGOLO Modalità di iscrizione Sede Per iscriversi è necessario inviare a Accademia Nazionale di Medicina – Via Martin Piaggio 17/6 – 16122 Genova Fax 010 83794260, entro il 30 settembre 2009:

• •

scheda di iscrizione, debitamente compilata consenso al trattamento dei dati personali riportato nel retro della scheda di iscrizione

In alternativa è possibile effettuare l’iscrizione on-line all’indirizzo www.accmed.org L’invio della scheda conferma l’iscrizione salvo diverse indicazioni della Segreteria. Non saranno considerate valide le domande pervenute con scheda incompleta.

Aula Meneghini (parte teorica) Reparto urologia e laboratorio analisi (parte pratica) Ente Ospedaliero Ospedali Galliera Via Volta 6 Genova

Segreteria Organizzativa Forum Service Via Martin Piaggio 17/6 16122 Genova

Promosso da ACCADEMIA NAZIONALE DI MEDICINA Direttore Generale: Stefania Ledda In collaborazione con E.O. Ospedali Galliera di Genova

Corso teoriCo-pratiCo

Informazioni e iscrizioni Tel 010 83794224 Fax 010 83794260 azzoni@accmed.org

La medicina generale incontra l’urologia L’integrazione tra ospedale e territorio

Con il contributo educazionale di

Genova, 17 e 31 ottobre 2009 made in Iconomia

Il corso è riservato a un numero limitato di partecipanti.

MEDICINA GENERALE...

Sezione di Medicina Generale


Sede

NH Hotel President via Largo Augusto, 10 20122 Milano tel. 02 77461 Indicazioni per raggiungere la sede. In Auto. Da Est Autostrada A4: Uscita Agrate: immettersi sulla tangenziale est, imboccare

Workshop

ndicazioni per raggiungere la sede. n Treno: la stazione Ferroviaria dista 100 mt., l’hotel si trova di fronte. n Auto: dall’Autostrada A1 Milano/Roma e A13 Venezia/Padova (3 km), a Bologna imboccare

Workshop

MTP / MTN

tarhotel Excelsior iale P. Pietramellara 51 0121 Bologna el 051 246178

l´uscita Forlanini. Da Sud Autostrada A1 e A7: immettersi sulla tangenziale Ovest, poi tangenziale Est, imboccare l´uscita Forlanini. Da Nord e da Ovest Autostrada A4, A8 e A9: immettersi sulla tangenziale Ovest, poi tangenziale Est, imboccare l´uscita Forlanini. Da qualsiasi direzione, una volta imboccata l´uscita Forlanini proseguire diritto percorrendo viale Forlanini, Viale Corsica, Corso XXII Marzo, Corso di Porta Vittoria, Via cesare Battisti (entrata garage sul retro dell´albergo). In Treno. Dalla Stazione Centrale prendere la metropolitana (linea gialla) e scendere alla fermata Missori. In alternativa, prendere l´autobus n. 60 e scendere alla fermata Vittoria-Augusto.

angenziale direzione Ancona, uscita n. 7 (Fiera/Via Stalingrado/Centro), direzione Stazione erroviaria. Dall’Autostrada A14 Ancona/Bari (3 km), a Bologna imboccare Tangenziale direzione ord/Milano, uscita n.7 (Fiera/Via Stalingrado/Centro), direzione Stazione Ferroviaria.

romosso da

Info

CCADEMIA NAZIONALE DI MEDICINA

Promosso da ACCADEMIA NAZIONALE DI MEDICINA

Meet The Professor

www.accmed.org irettore Generale: Stefania Ledda

www.accmed.org Direttore Generale: Stefania Ledda

nformazioni e iscrizioni el 010 83794224 ax 010 83794260 zzoni@accmed.org

Informazioni e iscrizioni

Tel sugli 010 83794224 Confronto orientamenti diagnostici Fax 010 83794260 azzoni@accmed.org e terapeutici delle alterazioni del metabolismo minerale nel paziente nefropatico

renotazioni alberghiere e viaggi V AGENCY .le Gian Galeazzo, 3 0136 Milano el 02 58189 217 ax 02 8373448 ormenti@pvagency.it

Prenotazioni alberghiere e viaggi PV AGENCY V.le Gian Galeazzo, 3 20136 Milano Tel 02 58189 217 Bologna, Fax 02 8373448 sformenti@pvagency.it

Meet The Nephrologist La pratica clinica nel trattamento del CKD-MBD

14 aprile 2010

Milano, 13-14 maggio 2010

Coordinatore P.G. Messa

on il contributo educazionale di

Con il contributo educazionale di

Sezione di Nefrologia

Progetti Vari

Coordinatore P.G. Messa

grafica editoriale

anm

Sezione di Nefrologia


Roma, 24 - 25 giugno 2009 INCONTRO DI STUDIO

SANIT SANITà E INNOVAZIONE TECNOLOGICA Regolazione e risorse per l’accesso al mercato dei farmaci innovativi

Con il patrocinio Senato della Repubblica Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere - FIASO Associazione Italiana di Oncologia Medica - AIOM Società Italiana di Reumatologia - SIR

Sezione di Sanità Pubblica e Management Sanitario

SANITÀ E INNOVAZIONE


made in Iconomia

Curiamo il presente, sosteniamo il futuro

Teva Italia S.r.l. via Messina 38 20154 Milano tel +39 02 89 17 98 1 fax +39 02 89 17 98 62

Curiamo il presente, sosteniamo il futuro

Brochure

istituzionale

teva

BROCHISTIT08

www.tevaitalia.it


IERI La Storia

L’Esperienza

Teva Pharmaceutical Industries Ltd. è un’azienda globale che opera nel settore della salute. Nata nel 1901 a Gerusalemme, è leader a livello mondiale nel settore dei farmaci equivalenti. Teva è oggi presente in 50 Paesi del mondo e distribuisce i suoi prodotti in oltre 80. Occupa complessivamente 28.000 addetti e, a livello mondiale, si colloca tra le prime 20 imprese del settore farmaceutico. Teva Italia è nata nel 1996 e si è qualificata come azienda farmaceutica specializzata nello sviluppo di farmaci equivalenti oncologici, dedicati al settore ospedaliero. Con l’acquisizione di Dorom, nel 2004, la società ha consolidato la propria posizione di leader in Italia nella produzione e commercializzazione di farmaci equivalenti. Teva Italia, con oltre 32 milioni di unità vendute al pubblico*, si colloca all’11° posto tra le aziende farmaceutiche in Italia.

Teva vanta oltre un secolo di eccellenza nell’area della salute. La sua leadership mondiale nella produzione e commercializzazione di principi attivi e farmaci equivalenti è frutto di un impegno costante in ricerca scientifica, ottimizzazione dei processi produttivi, rispetto e valorizzazione delle peculiarità di ogni singola risorsa umana. Grazie a una strategia di acquisizioni iniziata nel 1980, la società ha continuato a espandersi a livello internazionale, mantenendo sempre una stretta collaborazione con le grandi risorse scientifiche presenti in Israele, con gli ospedali e i centri di ricerca nelle più importanti università del mondo. Ed è proprio a questo modello di cooperazione nella ricerca scientifica che Teva deve il suo successo.

*(fonte IMS Health, 05/08)

2006

Acquisizione di Ivax 2008

2004

Acquisizione di Barr

Acquisizione di Dorom in Italia

Il Farmaco Equivalente Il farmaco equivalente è un medicinale la cui produzione e distribuzione non sono più riservate all’azienda titolare del brevetto originario; pertanto può venire riprogettato con tecnologie farmaceutiche innovative e distribuito da altre aziende. I farmaci equivalenti costituiscono l’attività principale di Teva e la realizzazione di una vasta gamma di prodotti, di forme farmaceutiche e di dosaggi rivolti alle principali aree terapeutiche, rappresenta una strategia che si è dimostrata vincente.

2002

Acquisizione di Sicor

• 45 siti produttivi di farmaco finito nel mondo (10 in EU); • 20 impianti dedicati alla sintesi di principi attivi (11 in EU di cui 6 in Italia);

2001

Commercializzato a livello mondiale il Copaxone®, frutto della ricerca innovativa Teva

• Portfolio di 250 principi attivi esportati a livello mondiale e acquistati da tutte le principali aziende del settore;

1996

Nasce Teva Italia

1901 1980

Teva entra nel mercato statunitense

Nasce in Israele Teva Pharmaceutical Ind.

• Integrazione Verticale: Teva con la produzione “in house“ copre il 90% delle vendite.

220x260_exe.indd 2

22-09-2008 18:23:41 220x260_exe.indd 3

22-09-2008 18:23:43

DOMANI La Vision

La Sostenibilità

“Curare il presente, sostenere il futuro”, questa la visione di Teva che si concretizza nell’essere sempre al fianco di medici, pazienti, farmacisti, ospedali, ed enti pubblici per realizzare insieme quella cooperazione costruttiva che consente di soddisfare la domanda di salute e benessere che i cittadini chiedono. La domanda di farmaci equivalenti è in espansione. Per rispondere a questa esigenza, Teva, si propone di accrescere significativamente la sua offerta presidiando nuove aree terapeutiche e aumentando il numero di farmaci equivalenti resi disponibili e sempre più accessibili al pubblico.

“Sostenibilità” è per Teva la chiave di interpretazione del futuro, perché definisce un nuovo concetto di sviluppo al quale l’azienda aderisce in modo convinto. Un’azienda è “sostenibile” se è capace di mantenere e sviluppare le proprie prestazioni nel lungo periodo attraverso un bilanciamento degli interessi economici con quelli ambientali e sociali. Curare l’ambiente significa tutelare la salute. Teva ne è consapevole e nei suoi siti produttivi sta approntando soluzioni innovative per il rispetto dell’ecosistema. La scelta di Teva di produrre farmaci equivalenti è “sostenibile” perché favorisce la concorrenza sul mercato farmaceutico, riduce la spesa sanitaria pubblica e privata, libera risorse per la ricerca di farmaci innovativi. L’elemento di criticità dei sistemi di welfare è oggi coniugare la sostenibilità economica con la domanda di accessibilità a quei prodotti che assicurano a tutti salute e benessere. Farmaci equivalenti, sempre più efficaci, sicuri e disponibili, sono una risposta a questa esigenza che accomuna cittadini, governi e imprese. Solo un impegno continuo in ricerca e innovazione, come quello che Teva sostiene, può garantire il futuro ad un sistema di welfare basato su sicurezza, universalità, appropriatezza e sostenibilità delle prestazioni.

La Ricerca e l’Innovazione La ricerca è la chiave del successo di Teva. Un’attività basata sul rapporto stretto e la cooperazione con tutti protagonisti del mondo della salute. La ricerca, infatti, non nasce solo nei laboratori scientifici, ma anche nelle università, negli ospedali e nelle associazioni dei malati che la stimolano con le loro indicazioni. Oggi la ricerca Teva si concentra nelle aree terapeutiche specialistiche relative ai disturbi neurologici, malattie autoimmuni e oncologia. L’attività dei laboratori Teva riguarda inoltre lo sviluppo dei principi attivi, materie prime vitali per l’industria farmaceutica. Due aree di fondamentale sviluppo sono rappresentate dal biotech e dal respiratorio. Nell’area dei biosimilari, Teva con la recente acquisizione di Cogenesys in U.S.A., ha rafforzato le basi per lo sviluppo della pipeline dei propri farmaci biotecnologici. Nel settore respiratorio lo sviluppo si è concentrato sui dispositivi in grado di ottimizzare il processo di somministrazione del prodotto.

Il “modello naturale”, un prerequisito per una sanità sostenibile CoSTi ElEvaTi

• R&D farmaci innovativi. due nuovi farmaci commercializzati a livello mondiale: copaxone® (Glatiramer acetato) per la cura della Sclerosi multipla e Azilect® (rasagilina) per la cura della malattia di parkinson;

SCadEnza di brEvETTo

FARMAcI InnoVATIVI

FARMAcI EQuIVALEnTI

inTrodUzionE di nUovi farmaCi

rECUpEro di riSorSE

• 19 centri di ricerca in tutto il mondo (13 in EU); • previsto nel 2008 un investimento in R&D innovativa pari al 7,5% del fatturato globale.

220x260_exe.indd 6

I farmaci equivalenti riducendo la spesa sanitaria consentono il rimborso di costose terapie innovative coperte da brevetto.

22-09-2008 18:23:48 220x260_exe.indd 7

22-09-2008 18:23:50


made in Iconomia

Curiamo il presente, sosteniamo il futuro.

Teva è la prima azienda al mondo nel settore dei farmaci equivalenti. Il suo primato nasce dalla costante attenzione a ricerca scientifica, innovazione delle tecnologie farmaceutiche, ottimizzazione dei processi produttivi e valorizzazione delle peculiarità della persona. Con oltre 100 anni di presenza a livello internazionale e da più di 10 anni attiva in Italia, Teva è al fianco di pazienti, medici, farmacisti e ospedali per rispondere alla domanda di salute e benessere dei cittadini, in un sistema nel quale cure e prestazioni dovranno essere non solo appropriate, ma anche sostenibili. I farmaci equivalenti, efficaci, sicuri e disponibili anche grazie all’impegno di Teva, sono al centro di questo sistema. Perché curano il nostro oggi ma ci aiutano a sostenere il nostro domani.

www.teva.it

ADV

istituzionale

teva


Teva è la prima azienda al mondo nel settore dei farmaci equivalenti. Il suo primato nasce dalla costante attenzione a ricerca scientifica, innovazione delle tecnologie farmaceutiche, ottimizzazione dei processi produttivi e valorizzazione delle peculiarità della persona. Con oltre 100 anni di presenza a livello internazionale e da più di 10 anni attiva in Italia, Teva è al fianco di pazienti, medici, farmacisti e ospedali per rispondere alla domanda di salute e benessere dei cittadini, in un sistema nel quale cure e prestazioni dovranno essere non solo appropriate, ma anche sostenibili. I farmaci equivalenti, efficaci, sicuri e disponibili anche grazie all’impegno di Teva, sono al centro di questo sistema. Perché curano il nostro oggi ma ci aiutano a sostenere il nostro domani.

made in Iconomia

Curiamo il presente, sosteniamo il futuro.


Cittadinanza attiva

stand istituzionale

roche


Ommunal Pediatrico

advertising

angelini


Ommunal Generico

visual di prodotto

angelini


DaZeroInSu

immagine coordinata concorso disegna l’africa

amref / fondazione previasme


DaZeroInSu

immagine coordinata concorso disegna l’africa

amref / fondazione previasme


3. CsAID Benzydamine vs. nsAIDs The molecular formula is C19H23N3O · HCl. It has a molecular weight of 345.9 and a melting point of 158.5 – 160.0 °C.

Although benzydamine is properly a non steroidal anti-inflammatory agent, it possesses a different mechanism of action that distinguishes it from conventional NSAIDs. The main feature that differentiates benzydamine from aspirin-like drugs is its mechanism of action. Unlike, NSAIDs, which derive their anti-inflammatory effects by inhibiting the synthesis of prostaglandins,8 benzydamine inhibits the production of proinflammatory cytokines, mainly TNF-α, and to a lesser extent IL-1β and MCP-1.2-4 Thus, benzydamine, can be fully considered a CSAID. 2,6

O N

N

N HCI Figure 1: structural formula of benzydamine hydrochloride.

2

TantumVerde Tantum Rosa

<

The chemical structure of benzydamine hydrochloride, or N,N-dimethyl-3-{[1(benzyl)-1H-indazol-3yl]oxy]-1-proponamine hydrochloride differs from that of conventional NSAIDs. It is a white crystalline powder, very soluble in water, freely soluble in ethanol (96%) and in chloroform, and practically insoluble in ether.

Contents

<

Contents

2. CHeMICAL stRUCtURe

Since benzydamine lacks significant inhibition against prostaglandins it does not produce the characteristic side-effects of aspirin-like drugs9 (Figure 2). Benzydamine, in fact, inhibits prostaglandins synthesis in vitro only at concentrations which are not reached in vivo (200-400 µg/ml) following both local and systemic administrations.1

Following topical applications benzydamine shows marked local anesthetic properties,7 not common among other NSAIDs,8 which in topical use allows benzydamine to exert an immediate effect on pain. Figure 2 summarises the main features and advantages displayed by the CSAID benzydamine compared to NSAIDs.

NSAID Antiinflammatory activity

Figure 2: features and advantages of CSAID benzydamine respect to NSAIDs.

CSAID-BENZYDAMINE

PGEs inhibition

Cytockine inhibition

Lack of some of the typical side-effects of the aspirin - like drugs

Structural features similar to local anaesthetic drugs

Prompt relief of pain

VS Local anaestetic activity

Structural features No-similar to local anaesthetic drugs

3

visual di prodotto

angelini


BENZYDAMINE Oropharyngeal formulations > Contents <

BENZYDAMINE Gynaecological use


Pronto Soccorso

copertina farmannuario 2010

angelini


edizione tascabile

2010 pronto soccorso

2010


Otorino

copertina farmannuario 2010

angelini


edizione tascabile

2010 otorino

2010


Progetto candidato al

natural benefit.

The best in medical advertising and graphics

2010

www.therxclub.com

ing, Slow act

long laSting.

Procartil/ P. Acute

adv / stand

angelini


made in Iconomia

approccio completo all’artrosi

Cod. 530892

benefit. ing, slow act long lasting.

(15)

+

Per un ambiente migliore questo folder è stato realizzato in carta riciclata

azione smo d’ Meccani

ina Glucosamerativa

Azione

rigen

eri radicali libeno dell’ossig to tin Solfa Condroi egenerativa e antid

Azion

inee laggin rtiila caart ginocchio

+

Glucosam ina

stimola

facilita della c

Condroitin solfato

Azione

inibisc

+

antioss

serrata Boswelliafiammatoria antin

Procartil/ P. Acute

visual per ortopedici

angelini

eri radicali libeno dell’ossig

Azione contra

dell’Ossig

Danni os dell’oa. rallenta prietà zione d

321///5g546__dfg435_43

Azione

Azione imped

favoris

Vitamina C 60 mg C Vitamina idante

Azione stimola

Estratto di

Boswellia serrata

Azione

inibisc leucot artico leucoc


e rigenera tiv a la produ a: zione di nuova

rgicamente to agiscono sine olfaato droitin solf glucosamina e ccon ndo la riparazione uove prom no dan del nella reversione della cartilagine

ca

rtilagine a la biosin tesi dei pro teoglicani (6) a la ripara zio car tilagin (7) ne dei traumi meccanic e i a carico

(12)

Controllo

1,5

GA-250 mg/Kg

nza e l’el asticità del la cartila ce alcuni gine (8) enzimi che degradano la cartila gine (9)

Glucosamina

stimola la produzione (6, 7) di nuova cartilagine

+

1,25

Edema della zampa ± ES

e antideg en disce la de erativa: generazion e della ca rtilagine sce la res iste

glidazione dei glicosamino (13) Riduzione della degra di interleuchina 1 (IL-1) cani (GAG) in presenza 5

GA

Controllo

GA+CS

CS

BA+GA-(125+125) mg/Kg BA-250 mg/Kg

1

* **

0,75

ne dei RO

L (Radicali

Liberi

ssidativi possono . e’ stato evidenzi velocizzare la progressione are la progressioneato che la vitamina c possa antiossidanti che dell’artrosi, grazie alle prodella cartilagine aiutano a prevenire la distruda parte dei rol . (10)

e antinfia mmatoria

= s inergia

0,25

* p< 0,0001 3

0 1 2 3 4 t tempo in ore Effetto antinfiammatorio indotto da carragenina nei ratti. Ogni valore rappresent di 5 osservazioni e il livello a la media ± ES di significatività è stato determinato dal test t di ** p<0,01 (14 mod.) Student. * p<0,05 e

2 COntROLLO

250

250

Gruppi trattati (dosaggi:

250

IL-1 aumenta la degrad (controllo)

eeffetto ffetto antinfiammatorio significativo degli ba

μg/ml)

(μg GAG/mg cartilagine articolare equina dose di ± ES), in una coltura di do GA, CS e GA+CS alla Contenuto di GAG (media ), in presenza di IL-1, confrontan (13 mod.) peso secco di cartilagine di cultura di 10 giorni 250 μg/ml, dopo un periodo (12)

ba,, a 25o mg/kg per os, ri riducono l’edema da carragenina in maniera singnificativa

(p<0,01)

4

azione dei GAG nella

cartilagine

ce la 5-li pos trieni, che sigenasi bloccando intervengo la no nel pro produzione dei olare inib cesso di isce l’azion flogosi e di partico citarie) (11) lari enzimi (Elastasi

Condroitin solfato

impedisce la degenerazione (8, 9) della cartilagine

GAG t totali: log (μg/mg)

0,5

e antiossi da asta la for nte: mazio

geno)

Azione antinfiammatoria acuta degli acidi boswellici (BA) (14)

Bibliografia 1. 2. 3. 4. 5. 6.

+ CS 250 μg/ml Solo l’associazione GA dei GAG ente la degradazione riduce significativam (p< 0,0001) rispetto a IL-1 da sola

7. 8.

Das S et al.: Osteoarthr itis. Best Practice & Research matology 22(4):657-75,2008 Clinical RheuKim MM: Glucosamine sulfate promotes osteoblast of MG-63 cells via anti-inflam ic differentiation Chemistry Letters 17:1938–4matory effect. Bioorganic & Medicinal 2,2007 Viletta L: Alternative therapies Practice & Research Clinical for musculoskeletal conditions. Best Rheumatology 22(3).499 –522,2008 Kimmatkar n et al.: extract in treatment ofEfficacy and tolerability of Boswellia serrata blind placebo controlledosteoarthritis of knee. A randomized double trial. Phytomedicine 10: 3-7, 2003 Gabay O et al.: Inflammat cophone des Laboratoir ion et pathologies articulaires. Revue Franes, 389:37-42,2007 Bassleer C et al.: Stimulatio samine sulfate in chondrocyn of proteoglycan production by glucotes isolated from tic articular cartilage in vitro. Osteoarthritis human osteoarthri34,1998 and Cartilage 6:427t tamai Y et al.: Enhanced healing of cartilagino samine hydrochloride. Carbohydrate Polymers us injuries by gluco48(4):369-78, 2002 Morreale P et al.: Compariso n of the antiinflammatory chondroitin sulfate and efficacy of osteoarthritis.J Rheumatodiclofenac sodium in patients with knee l 23(8):1385-91,1996

9.

García García et al.: Revisió dropaties. Apunts Medecinadel tractament farmacològic de les condel’Esport 156-96,20 07 10. Goldberg SH et al.: Pharmaco Orthop 31(12):673-80,2002 logic therapy for osteoarthritis. Am J 11. Boswellia serrata. Monograph. Altern Med 2008 Rev 13(2):165-7,Jun 12. Homandberg GA et al.: sulfate reverse fibronectinMixture of glucosamine and chondroiti n more effectively than eitherfragment mediated damage to cartilage agent alone. Osteoarthr 14, 793-806,2006 itis and Cartilage 13. Dechant JE et al.: Effects droitin sulphate, alone of glucosamine hydrochloride and chonand in combination, leukin-1 conditioned equine on normal articular cartilage explant and interEquine Vet J 37(3):227 metabolism. -31, 2005 14. Singh S et al.: Boswellic acids and glucosamine effect in preclinical anti-inflam show synergistic Medicinal Chemistry Letters matory study in rats. Bioorganic & 17(13): 3706-11,2007 15. Fioravanti A et al.: nuove strategie terapeutic gressione del danno artrosico. he per rallentare la proG Gerontol 52:563-72 ,2004


made in Iconomia

procartil e procartil acut e

approccio completo all’artrosi

Slow Acting Long Lasting NATURA

L BENEFIT

cOdIce

scheda

321///5g546__d

fg435_43

[#2]

Glucosamina (GA) 500 mg

Cod. 530890

Condroitin solfato (CS) 400 mg Vitamina C 60 mg

PP: 18,50 €

L’artrosi (OA), caratterizza ta dalla progressiva degenerazion della cartilagine, è correl e all’età, all’obesità ed ai ata traumi delle articolazioni

Per un ambiente migliore il contenuto di questa cartellina è stato realizzato in carta riciclata

(3)

Glucosamina 500 mg Condroitin solfato 400 mg Vitamina C 60 mg Estratto di Boswellia

serrata 400 mg

Possiede una buona attivi tà antinfiammatoria (6)

PP: 23,00 €

321///5g546__d

fg435_43

321///5g546__dfg435_43

coad

Procartil/ P. Acute

visual per reumatologi

angelini


osteoartro si e sysadoa cOdIce

scheda

321///5g546_

_dfg435_43

G GE RO NT OL 20 04 ;5 2: 56 3-

[#1]

Nuove strategie tera peutiche per ralleNtare la progressioNe del daNNo artrosico New therapies for ost

57 2

(2)

eoarthritis: odifying drugs

the structure m

Dipartimento di A. FIORAVANT Medicina Clinica I, G. LEO, M. FAB e Scienze Immuno BRONI, M. GALG logiche, Sezione di ANI Reumatologia, Uni versitĂ di Siena

The

OA SY SAD Sintomaticii

t i effett e effet hanno ssono aver struttura e po oli sulla ev favor laginea i t r ca (1)

treatment of Os - symptomatic and structural activ teoartritis (OA) in OA. So ity far the most com is today aimed at pelling evidence of a pote controlling symptom ntial for inhibiting s as well as at the progression preventing or reta of OA is obtained rding progression with glucosamine of structural mod ifications involvin sulphate, while g some hints also joint tissues (car suggest that chon tilage, bone, synsyn- droitin sulp ovium, ligaments hate, diacerein, and muscles). To avoavocado/soybean uns this purpose the acad aponificables and emia and pharr- intraarticular maceutical industry hyaluronic acid coul have developed d be in the same indi a novel category cations. of drugs defined As regards the mol in the past as chon ecules currently droproptective in use, it is necessar agents which are y to clarify which now called Strucc- clinical and ture Modifying Dru radiological stag gs in OA. es should be selected Several pharmacolo for gical agents are ration of a disease mod administracurrently being stud ifying therapy, ied as structure which are its mos modifying drugs. t appropriate adThese drugs rang ade ministration mod from empirical com alities and schedpou dspe- ules, which cific inhibitors of met nds to speare the most effe alloproteinases ctive and best tolerate or cytokines. d drugs, and the time required for Several compou a good clinical rends have show ren sponse to be obta ined.


Progetto candidato al

The best in medical advertising and graphics

2010

www.therxclub.com

DAPAROX® paroxetina

La scelta sempre più personalizzata

dap

✓ Versati lità ✓ Massim di Pa a fl ✓ Ottimiz essib zazione ✓ Il primo in gocce

Il primo in gocce e compresse

po

10 10

20 20 1

1/2

30 30 11/2

40 40 2

BIBLIogr

AfIA

1. Torta R. La depression Depressione come malattia sist e: aspetti diagnostic emica e lo 2. Papako i e pro spe stas G.I. et al. Somatic gnostici. pag. 89–91 3. Panche ri P. sym Giorn. it. psic et al. Estratto giorna ptoms in treatment-r le 4. Baldes opatologia, pag. 12 Italiano di Psicopa sari to –16 n°3, vol. 6. set 5. Pollack ni RJ, 2006. rifless tem ioni M. 2001; 62 H. et al. Paroxetine sul farmaco 6/7. 20 :35 in the trea tment of gA 6. Montg 0–357 omery S.A D . et al. Par Clin. psycho oxetine is pharmacol better than . 1993, 8, 7. Han C. place 18 et Current the al. Paroxetine for Pat 9–195 rapeutic res ien earch, vol. ts with Undifferentia t 69, n.3, June 2008

Daparox

visual e immagine di prodotto

angelini


parox®

aroxetina bilità pos olog della com ica pli e e comp ance resse

osoloG

ia Episodio di dep Disturbo d’an ressione maggior e Disturbo d’ansia generalizzata Disturbo da sia sociale/fobia soci stress pos t-traumatico ale Disturbo da attacchi di con o senz panico a agorafo bia Disturbo osse

50 50 21/2

ssivo com

60 60 3

pulsivo (oC

D)

ansia depressione dolore

Dose (mg ) Numero goc ce Compresse

ettro d’azio ne 1, ed. Cm delle terapie antide pressive Vol p 20 .i: i cluster resistant dep 08 sintomatolog res ici della ologia: Tera sion. Psychiatry res pia dell’An earch 118 mbre 2000 sia gener alizzata con (2003) 39–45 006. mensil farmaci ant idepressiv e della com i. D: results of a placeb missione terapeutica regionale o-controlled, (toscana) flexibile dosage tria ebo in rela l. J. Clin. psy pse preven tion and the chiatry prophylax is of recurre ted Somato nt depression form Disord er: A Prospe . int. ctive, open - Label, 8–W eek Pilot Stu dy.

daparox

cLAS Se A PreSc riViB iLe SSN


0

1

2

3

4

5

posologia

10

20

30

40

50

10

20 1

30 11/2

40 2

50 21/2

1/2

DAPAROX 20 mg 0

1

2

indicazioni approvate da

3

4

Depressione maggiore

PAROXETINA sertrali na fluoxetina fluvoxamina citalopram escitalopram venlafaxina

Daparox

gadget

angelini

duloxetina buprop ione

Fonti: (1) www.agenziafarmaco.it (2010) -


7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

15

16

17

Cod. 530922

6

RCp allegati

Episodio di depressione maggiore Disturbo d’ansia generalizzata Disturbo d’ansia sociale/fobia sociale Disturbo da stress post-traumatico

Dep. aiFa 23/04/2010

Disturbo da attacchi di panico con o senza agorafobia Disturbo ossessivo compulsivo (OCD)

60 Dose (mg) 60 3

g

5

Numero gocce Compresse

6 7 8 paroxetina mesilato 9

Disturbo ossessivo compulsivo

Disturbo da attacchi di panico

- www.gazzettaufficiale.it (2010)

Disturbo d’ansia/fobia sociale

10

11

12

13

14

Disturbo Disturbo Disturbo d’ansia da stress disforico generalizzata post traumatico premestruale

(2) www.fda.gov (2010)

Bulimia nervosa

* solo Paxil a rilascio controllato

Dolore neuropatico

18


Eporatio®

Eporatio®

Strumentario di Eporatio®

Eporatio®

Nefrologia

Nefrologia

Fast Forward

Eporatio® L‘epoetina di ratiopharm

NUOVO

Ricerca, innovazione, sostenibilità: Eporatio®

lancio prodotto: immagine + materiali

ratiopharm®

Nefrologia Toolbox - Salesaid


Progetto candidato al

The best in medical advertising and graphics

2010

www.therxclub.com


Exjade

immagine coordinata congresso

novartis


made in iconomia

La cura della salute dà sempre buoni frutti.

Da più di 100 anni crediamo che salute ed accesso alle cure debbano andare mano nella mano. Seguendo questa idea siamo cresciuti fino a diventare la prima azienda al mondo nei farmaci equivalenti. La sfida adesso è il futuro in cui investiamo ogni anno 1 miliardo di dollari per la ricerca di cure innovative. Frutti da raccogliere insieme, che coltiviamo per il bene di tutti.

Perché la salute è vita,

e nella vita Teva c’è. Curiamo il presente, sosteniamo il futuro.

Nella vita Teva c’è

adv istituzionale

teva


FAD accessibilità

competenza ed efficacia

[ http://fad.forumservice.net ]

la formazione a distanza (fad) è un metodo sempre più diffuso. Pratica, flessibile, economica. comunicazione e interattività tra docenti e studenti tramite strumenti informatici. autoapprendimento online, multimediale o con supporti editoriali tradizionali. so steg no

tutti casa e tutor

c on trollo e verifica

L’arte del fare

brochure istituzionale

forum service


e ffi ci e n za

mAx

pA s s i o n e

Attivi t à re s i De nz i Al i c ura de i de t tagl i

polo didattico

100%

as s i ste ssi s te n za za

continua

la sede di genova, con due aule polifunzionali dotate di apparecchiature interattive e multimediali, consente l’organizzazione di corsi teorici e pratici a numero chiuso, riunioni di lavoro, incontri scientifici. s u P P o rt o i n f o r m at i c o

Valore aggiunto alla didattica

toP e f f ic a c ia

>


KeraďŹ&#x201A;ox

brochure

crinos


Saper Fare

immagine coordinata progetto formativo

anm


o tt

ic

ry to si iali po ter to Re ma rna o | s le Fi dei ggio cor tive l si z a a eb e e W ion eb o d apo tan ità s i o is w c iv to tti d Di ttiv nt nd Si ida i le a e a iu co ni | d ent ne ell agg io d e le r r la zio ia ten az e pe e le ater on rm ion alo v c Fo az ll de n m SB i | lizz p a co e U ion ita w-u nn lez ap o Pe lle e c foll de om he e c ic tt da

ia

di int de Fo da er a r tt att de lla e m gli ma ic iv lle p r u st zio o e e | R lez epa ltim rum ne de io i r iela ni raz edi ent sull is bo e ion ali i i ’u ult r d n t at azio ura e de | As ter iliz z a id s n l ei ne te ma iste ttiv o n i gr de le t up l m se eria za pi at ssio le di er n ia i la Pr vo le ro de oje de lle ct M al l c att an G do ors ivit ag ela rafi cen o| T à o er: H bo co: te ecn rga ges os ra p e a ic n i tion te ti rep i d o: a zz ss d : a ei ara isc ssi ativ e ss la zio en st e Co is vo n ti en te ri e za di nfi nz d de | a i g gli pa lav gur lo ru re oro az gis p io ti St tic po div me ne ru a | is dia di a me or n g su n ie te ru pp ti d pp i | M orto idat t e s ode dell ici im lli e int | R ula 3D lezio era ile to | F n ttiv va ri ilm i | i de zio rea a Vid | Ris lle ne liz ti | eo o pr ele za So co rse es t ti a ftw nf d e ig en tro d ze nic ho are ren ita za li a c

ee tivnt za c e iz do anr il rg p e

risorse organizzative per il discente

le

eo

di

rs

da

di

so ri

gi

lo

ri

so

rs

et ec

he

no lo

ic

st

ri so rs eu m an e

se or

he

ic

t is og

dimostra anche tu di “saper fare”!

gi ch e

m

at

er

Assistenza durante le sessioni interattive | Rappresentazione dei risultati dei lavori di gruppo | Materiale digitale ad hoc

s ri

el

rs so ri

Moderne sedute dotate di presa elettrica

Il Tangram Il tangram (in cinese:七巧板) è un gioco rompicapo cinese. Il nome significa “Le sette pietre della saggezza”. Pur essendo comunemente ritenuto di origine molto remota nel tempo, le più antiche fonti conosciute non lo nominano, però, che verso il XVIII secolo. È costituito da sette tavolette del medesimo materiale e del medesimo colore (chiamati tan) che sono disposti inizialmente a formare un quadrato: >> 5 triangoli (2 grandi, 1 medio, 2 piccoli) >> 1 quadrato >> 1 parallelogramma Lo scopo del gioco è di formare figure di senso compiuto. Le regole sono alquanto semplici: >> Usare tutti e sette i pezzi nel comporre la figura finale; >> Non sovrapporne nessuno.

La leggenda La leggenda, sull’origine del gioco, narra che un monaco donò ad un suo discepolo un quadrato di porcellana e un pennello, dicendogli di viaggiare e dipingere sulla porcellana le bellezze che avrebbe incontrato nel suo cammino. Il discepolo, emozionato, lasciò cadere il quadrato, che si ruppe in sette pezzi. Nel tentativo di ricomporre il quadrato, formò delle figure interessanti. Capì, da questo, che non aveva più bisogno di viaggiare, perché poteva rappresentare le bellezze del mondo con quei sette pezzi. Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Tangram


NAPOLI, 18 SETTEMBRE 2010

È con vero piacere che Angelini Le dà il benvenuto a Napoli per la realizzazione del Workshop Rhino Save Project. L’appuntamento per questa sera è previsto alle ore 20,00 presso la terrazza dell’hotel Excelsior dove sarà servita una cena di benvenuto.

Confronto sui risultati di un Questionario Delphi sulle Rinosinusiti

Caro Collega, abbiamo l’occasione di organizzare un Workshop monotematico dedicato alle Rinosinusiti batteriche e riteniamo che la tua partecipazione sia fondamentale per garantire interessanti spunti di discussione e per arricchire gli argomenti trattati alla luce della tua esperienza professionale. Tale evento è reso possibile grazie alla collaborazione di Angelini. La tematica verrà affrontata con un nuovo format metodologico che impiega la tecnica del questionario Delphi. Tale metodologia, permette il massimo dell’interattività fra i partecipanti, combinando l’opinione di esperti, facilitando lo scambio di idee e informazioni ma, nel contempo, permettendo ad ogni partecipante di avere un uguale peso decisionale. Questa metodica, prevede che i partecipanti al Workshop compilino on line un questionario con alcune domande sull’argomento oggetto dell’aggiornamento. Nell’evento finale, in plenaria, verranno confrontati e discussi i punti di consenso positivi o negativi emersi dal questionario, integrandoli con materiale scientifico. L’obiettivo finale sarà il raggiungimento di un Opinion Statement. Nel mese di maggio riceverai il sito e la password per accedere alla compilazione on line del questionario Delphi. Con il questionario troverai le istruzioni per la sua compilazione e il tempo che avrai a tua disposizione (circa due settimane). Per le sue caratteristiche il Workshop, a numero chiuso, è riservato a colleghi con esperienza clinica sul tema trattato. Il nostro incontro è fissato per i giorni 18-19 Settembre, la località è in via di definizione. Certi di averti nel nostro gruppo di lavoro, ti inviamo cordiali saluti. Desiderio Passali Angelo Camaioni Michele De Benedetto Carlo Antonio Leone Piero Nicolai

Rhino

corporate

angelini

I lavori inizieranno domani alle ore 9,00 nella Sala Scarlatti dell’hotel Vesuvio. La preghiamo cortesemente di ritirare il suo kit congressuale presso il tavolo della segreteria a partire dalle 8,15. Un lunch a buffet sarà servito nel Caruso Roof Garden dalle 13,00 alle 14,00. A seguire la ripresa dei lavori che contiamo di terminare alle ore 17,00 per consentire il trasferimento al Molo Beverello per le 17,30. La cena di domani sera sarà infatti servita nella splendida cornice della Canzone del Mare a Capri. L’abbigliamento sarà informale, ma Le consigliamo di coprirsi adeguatamente perché la cena si terrà all’aperto. Ci auguriamo che questo evento possa rappresentare per Lei una occasione utile di scambio culturale con i suoi colleghi e un piacevole soggiorno Napoli.


WORKSHOP SUI RISULTATI DEL QUESTIONARIO DELPHI SULLE RINOSINUSITI INFETTIVE

NAPOLI 18 SETTEMBRE 2010 Sala Riunioni Scarlatti - Hotel Vesuvio

NAPOLI, 18 SETTEMBRE 2010

Attestato di partecipazione

Si attesta che il

ha partecipato, su invito di Angelini, al corso Rhino Save Project tenutosi a Napoli il 18 settembre 2010

palina2.indd 4

08/09/10 09:37


L’assistenza multiuso di alta qualità!

L’assistenza multiuso di alta qualità!

L’assistenza multiuso di alta qualità!

VERI RICO INFORTUNI

ARIE ANIT SE S SPE INVA LIDITA ’

NTI INCIDE

CIRCUITO VIRTUOSO Limita la tua spesa in Assistenza alimentando la Previdenza

Un coltellino originale Victorinox ti aspetta allo stand!

Galeno

OMBRELLO Blocca le avversità della vita con una Assistenza completa

Un coltellino originale Victorinox ti aspetta allo stand!

immagine coordinata congresso

galeno previasme

SALVADANAIO Rinforza la tua pensione con una previdenza integrativa

Un coltellino originale Victorinox ti aspetta allo stand!


Portfolio 2010  

raccolta degli ultimi lavori