Issuu on Google+

Perché

gli esseri umani raffigurano se stessi?

Je r v é

ICONICON™ notebook


Je r v é

ICONICON™

notebook

Se c’è qualcosa che accomuna gli uomini e gli animali, è quel

Amig

codice di istruzioni primarie che permettono la sopravvivenza

della specie. Il suo nome è istinto, la sua sede nella parte più

interna ed antica dell’encefalo, la sua azione indipendente dal

fatto che una volontà cosciente sia d’accordo o meno con esso.

4


5

Se c’è qualcosa che li differenzia

gdala

dagli animali, è che l’istinto di sopravvivenza degli uomini riguarda non solo il loro corpo fisico, ma anche e soprattutto quello metafisico. Perché gli esseri umani raffigurano se stessi?


Je r v é

ICONICON™

notebook

Pe

La misteriosa fascinazione per la propria immagine

che provano gli uomini sin dalla preistoria è infatti un segno inequivocabile della loro natura.

6


7

PERCHÉ PRENDERE UN TIZZONE DAL FUOCO E TRACCIARE SULLE PARETI DELLA CAVERNA QUEI POCHI SEGNI CHE IDENTIFICANO LA FIGURA UMANA, LE BRACCIA, LE GAMBE, IL TRONCO, LA TESTA, LA LANCIA CON CUI COLPIRE L’ANIMALE A CUI SI USA DARE LA CACCIA?

ercezione FORSE PER INFONDERSI FORZA?

PER CELEBRARE UN RITUALE PRIMITIVO?

O semplicemente per compiere il primo, decisivo passo

verso la consapevolezza di sé?

Perché gli esseri umani raffigurano se stessi?


Je r v é

ICONICON™

notebook

L’incontro con lo specchio

Identi

è il primo grande test di quella consapevolezza.

8


9

itĂ 

Gli esseri umani imparano presto e una volta per tutte che la figura riflessa che si muove proprio come loro

è la loro immagine. Gli animali, pur avendone già avuto esperienza, possono ancora sorprendersi della

presenza altra, forse anche ostile. PerchĂŠ gli esseri umani raffigurano se stessi?


Je r v é

ICONICON™

notebook

È QUINDI LA COMPRENSIONE

del

potere e del limite

Dom

nell’atto del commisurare le proprie forze e il proprio talento

alle azioni di cui si intuisce la possibilità...

10


11

minio

...a definire l’affilato crinale che divide

i creatori dai folli.

PerchĂŠ gli esseri umani raffigurano se stessi?


Je r v é

ICONICON™

notebook

Int

Desiderio, volontà, magnetismo, ambizione, noia, prigionìa, malattia, rassegnazione Ecco che si sfidano le forze opposte e si compiono

destini di luce o di buio...

12


13

tento

... ma sia come sia

SI SVOLGE IL DISEGNO DEL TUTTO, FATTO DI GLORIA O DI RISCATTO.

PerchĂŠ gli esseri umani raffigurano se stessi?


Je r v é

ICONICON™

notebook

In cui tutti si prodigano comunque

nel perpetrare la propria

esistenza

Eterni riproponendo aspetti di sé...

14


15

itĂ 

...e cosĂŹ generano figli, compiono gesta memorabili, o lasciano almeno appigli per la

Siano esse figli, grandi gesta, opere d’arte. memoria del loro passaggio. PerchÊ gli esseri umani raffigurano se stessi?


Je r v é

ICONICON™

notebook

Subl

Per addormentarsi nello sprezzo del mondo, perfetti nel superbo distacco

di chi ha raggiunto ciò che cercava

e può dimenticare tutto tranne la propria anima...


lime

... A qualcuno questo è concesso.

PerchĂŠ gli esseri umani raffigurano se stessi?


Je r v é

ICONICON™

notebook

Gli esseri umani si emancipano dalla condizione di esecutori inconsapevoli del proprio istinto solo attraverso le immagini che sanno creare, cosicché la forma di quelle immagini diventa la forma stessa del mondo reale che la mente archivia ed a cui si riferisce, più di quella presente in natura.

18


19

E la forma umana, con tutte le sue molteplici ed interconnesse implicazioni è la filigrana che rende vera o falsa, riconosciuta o meno, quella che tra tutte le monete di scambio è la più diffusa, ossia la visione del mondo. Perché gli esseri umani raffigurano se stessi?


Je r v é

Pag. 5

Dettaglio dall’opera:

Pag. 6

Dettaglio dall’opera:

G.A.P. “Gentiluomo nella camera G.A.P. di Psiche” “Federica, Lorenzo e Cleo” Olio su tavola Olio su lino Cm 30x40 - 1997 Cm 53x91 - 2002 Cat. ICONICON P00139 Cat. ICONICON P00235 Collezione privata Collezione privata

ICONICON™

Pag. 7-8

Dettaglio dall’opera:

notebook

Pag. 8-9

Pag. 10-11

G.A.P. “Psicomotricità - Nicola e Nicola” Olio su tela Cm 70x50 - 2003 Cat. ICONICON P00247 Collezione privata

G.A.P. “Sigfried - XX secolo” Olio su tavola, specchio matt, box legno, filo acciaio Cm 60x87 - 2003 Cat. ICONICON P00248

Dettaglio dall’opera:

G.A.P. “Three jewels - private portrait of Shobha” Olio su lino su tavola Cm 50x50 - 2002 Cat. ICONICON P00237 Collezione privata

20

Dettaglio dall’opera:


21

Pag. 12-13

Dettaglio dall’opera:

G.A.P. “Gli amori del re” Olio su tavola Cm 70x180 - 2000 Cat. ICONICON P00176 Collezione privata

Pag. 14-15

Dettaglio dall’opera:

G.A.P. “Il pensatore” Olio su lino Cm 73x50 - 2000 Cat. ICONICON P00172 Collezione privata

Perché gli esseri umani raffigurano se stessi?

Pag. 16-17

Dettaglio dall’opera:

G.A.P. “La superba” Olio su lino su tavola Cm 100x40 - 2004 Cat. ICONICON P00264 Collezione privata


Je r v é

ICONICON™

notebook

Jervé (Gustavo Alberto Palumbo) Artista visivo, è l’ideatore del progetto ICONICON™. Formatosi come architetto, ha operato in ambiti diversi, dalla progettazione al design, alla comunicazione, al restauro; Dall’inizio del secolo si è consacrato alle arti visive.

Gli ICONICON® Notebook sono quaderni di appunti che riguardano di volta in volta temi di riflessione sull’arte aventi implicazioni filosofiche di ordine generale. ICONICON® con il relativo logo è un marchio registrato internazionalmente, proprietà di Gustavo Alberto Palumbo.

info@iconicon.it www.iconicon.it

23


Iconicon Notebook