Issuu on Google+

Pettegolezzi in 3°C Martedì 6 dicembre 2011

Editore: impresa A.C.F.

IL NOSTRO AMICO CELLULARE

I ragazzi di oggi hanno il cellulare SEMPRE a portata di mano, lo usano praticamente per fare tutto: viaggiare su internet, scrivere messaggi... Ma...quanti effetti negativi ha ?! Secondo vari sondaggi, l'uso del cellulare è aumentato negli ultimi anni in modo spropositato, soprattutto da parte dei giovani... (pag.1)

KISS ON THE TRAIN

A volte può capitare che ci siano problemi di coppia e proprio per questo gli adolescenti iniziano a fare ingelosire i propri partner… (pag.4)

LE VOYAGE EN FRANCE Quest’anno alcuni alunni della 3°C andranno nell’ Alta Savoia per conoscere meglio la lingua francese e la nazione. Lo scambio avverrà dal 5 al 9 marzo 2012 con le Prof.sse Mannelli e Boccadamo (pag.3)

SUPERIORI…STIAMO ARRIVANDO!!! Dove andare dopo finite le medie ? Ci sono tante scuole di Bologna da visitare, tutte belle con materie interessanti. Consiglio... scegliete quella dove trattono gli argomenti che vi interessano di più e non fatevi condizionare dagli altri ! (pag.2)


IL NOSTO AMICO CELLULARE Secondo vari sondaggi, l'uso del cellulare è aumentato negli ultimi anni in modo spropositato, soprattutto da parte dei giovani. Lo si usa per telefonare, per mandare messaggi, email, per andare su internet, per chattare, per fare videochiamate e altre cose... manca solo il caffè! I cellulari di ultima generazione sono dei mini-computer che “ti rendono più facile la vita”. Quali sono gli aspetti negativi!?! In realtà sono tanti, ma le persone non se ne rendono conto. Il cellulare è diventato uno strumento che crea dipendenza e, come il computer non possiamo farne a meno, se non in casi “disperati”. L’inondazione della tecnologia ci sta facendo nuotare senza braccioli in un mare infinito. Anche se dobbiamo ammettere che il nostro amico cellulare certe volte è proprio utile, soprattutto per situazioni di emergenza e di sicurezza. Lasciamo a voi tutto il piacere della tecnologia e l’opportunità di pensarla a modo vostro.

Claudia Giuncati

pag.1


SUPERIORI... STIAMO ARRIVANDO !!! Ognuno di noi riesce a fare bene le cose che ama e per le quali è portato. Nella vostra scelta evitate scuole con materie troppo indigeste e siate aperti per la “scoperta del nuovo”, senza timori per ciò che non conoscete. Tutto si affronta e l'importante è restare calmi. Non considerate quello che fanno i vostri amici o i vostri compagni: gli amici rimarranno tali anche se non sono più nella stessa classe. La scelta della scuola riguarda solo voi stessi e il vostro futuro. Non abbiate paura di essere soli in una scuola nuova. Nella stessa situazione si troveranno anche altri ragazzi e quindi ricordate che “l'unione fa la forza”! Ascoltate i suggerimenti dei professori che vi hanno seguito in questi anni... chi meglio di loro sa quali sono i vostri limiti e le vostre eccellenze? E soprattutto parlate con loro, chiedete tutto ciò che non vi è chiaro, parlategli delle difficoltà che pensate di trovare nel lungo percorso che andrete ad affrontare. Non pensate alle sconfitte come a degli insuccessi: per crescere è necessario saper perdere (qualche volta!) e concentrare “l'allenamento” sulle debolezze. Ricordatevi che ciò che oggi vi appare difficile, un domani potrebbe non esserlo più. Abbiate fiducia in voi stessi!

Alice Comani

pag.2


LE VOYAGE EN FRANCE Quest'ultimo anno di scuola e' molto importante e, per farlo rimanere per sempre nella mente degli alunni di 3°C, le prof.sse Mannelli e Boccadamo hanno pensato di organizzare uno scambio culturale con la scuola media di Taninges ( Alta Savoia ). La gita durerà 5 giorni, dal 5 al 9 marzo 2012, proprio il tempo per conoscere e osservare alcune meraviglie della Francia. Il viaggio non è una pausa dello studio e dalle lezioni scolastiche, ma un'occasione in più per migliorare “il nostro francese”. Ci potremo immergere nella vita quotidiana di un piccolo paese di soli 3.000 abitanti, conoscere ragazzi come noi ma che vivono immersi nella natura, nella pace e forse non sanno cosa è il caos della città. Timori....forse, ma le “difficoltà” vanno affrontate con coraggio: siamo tutti entusiasti di questa nostra prima avventura da “grandi” e ritorneremo certo più maturi. Quante emozioni ci attendono! Il viaggio, il soggiorno in famiglia, la scuola...fra un anno, quando saremo alle superiori ricorderemo con nostalgia questi momenti passati insieme ai nostri compagni e alle Professoresse che, come guide esperte e sicure, ci avranno avviato verso l'indipendenza, ed un altro gradino verso l'età adulta sarà salito. A maggio i nuovi amici francesi saranno nostri ospiti così, anche i compagni rimasti a Bologna, potranno partecipare all'esperienza “internazionale”. Quindi non perdete il numero di aprile dove racconteremo la nostra avventura!

Alice Comani

pag.3


KISS ON THE TRAIN Tutti ricorderanno “i due piccioncini di Monte Sole”, i nostri amici tanto amati e tanto presi in giro. Che fine avrà fatto la fiamma che ardeva nei loro cuori? Io un’idea ce l’avrei, ma non ho piena libertà di stampa. Chissà perché, ma quell’uscita scolastica ci rimarrà impressa non solo per la bella esperienza, ma anche per quello che è successo “dietro le quinte”. Sicuramente i protagonisti sanno di cosa sto parlando, e credo anche i nostri lettori. La mia non è da considerarsi una critica, è semplicemente un racconto dei fatti da un punto di vista esterno alla situazione. E sì, quel “bacio imprevisto” non se lo aspettava nessuno, specialmente in quel momento. Già da due giorni prima e più era cominciato il flirt insistente, fino ad arrivare “sul treno più romantico di tutti i tempi”, ma secondo me non è finita qui. Questi due potrebbero nasconderci tante altre cose, e chissà quali !?! Per adesso ci limitiamo a fare ipotesi, poi si vedrà. Ma questa piccola storia d’amore è vera? E se è vera, continuerà in un futuro? O farà solo parte del passato? Intanto, sotto consiglio della nostra cara lettrice Arianna Benso, dedichiamo a questa coppietta “All you need is love” dei Beatles.

Claudia Giuncati

pag.4


In redazione: - Claudia Giuncati; _ Alice Comani e - Federica Parmigiani.

Nell'augurarvi Buone Feste vi dedichiamo questa filastrocca ricordandovi che ognuno di voi è, in fondo, ancora un po' bambino!

RITORNA OGNI ANNO di Gianni Rodari Ritorna ogni anno, arriva puntuale con il suo sacco Babbo Natale: nel vecchio sacco ogni anno trovi tesori vecchi e tesori nuovi. C'e' l'orsacchiotto giallo di stoffa, che ballonzola con aria goffa; c'e' il cavalluccio di cartapesta che galoppa e scrolla la testa; e in fondo al sacco, tra noci e confetti, la bambolina che strizza gli occhietti. Ma Babbo Natale sa che adesso anche ai giocattoli piace il progresso: al giorno d'oggi le bambole han fretta, vanno in auto o in bicicletta. Nel vecchio sacco pieno di doni ci sono ogni anno nuove invenzioni. Io del progresso non mi lamento anzi, vi dico, ne son contento. AI NOSTRI AFFEZIONATI LETTORI DIAMO APPUNTAMENTO IL PROSSIMO MESE .


Giornale