Page 1

IL PROGETTO Il programma Miglioramento e valorizzazione della palma da dattero nelle oasi di Al Jufrah in Libia, avviato nel maggio 2009, è finanziato dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero Italiano degli Affari Esteri e coordinato dall’Istituto Agronomico per l’Oltremare di Firenze in collaborazione con l’Ente libico per lo sviluppo e il miglioramento della palma da dattero e dell’olivo. L’obiettivo del progetto è sostenere lo sviluppo economico locale attraverso azioni a favore dei produttori di datteri di qualità e a tutela dell’agrobiodiversità della regione. L’iniziativa coinvolge tutti gli attori della filiera del dattero: rafforza le associazioni e i rapporti tra produttori, trasformatori e commercianti, favorisce la salvaguardia dell’ambiente e la conoscenza dei datteri di varietà locali tradizionali presso i consumatori. Partner di progetto dello Iao e della sua Unità Gis (Geographic Information System) sono: l’Ente libico per lo sviluppo e il miglioramento della palma da dattero e dell’olivo, la Facoltà di Agraria dell’Università degli studi di Firenze con i Dipartimenti di Biotecnologie Agrarie-Unità di Genetica; di Scienze delle Produzioni Vegetali, Suolo e Ambiente Agroforestale; di Economia, Ingegneria, Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali e la Fondazione Slow Food per la Biodiversità onlus. Per saperne di più: www.libyandates.com

Istituto Agronomico per l'Oltremare

I TANTI GUSTI DEI DATTERI LIBICI In Libia si producono alcuni tra i migliori datteri al mondo. Non solo. In questo paese si sono conservate 400 varietà differenti: un patrimonio straordinario che deriva da una storia secolare e che i contadini di oggi preservano con cura per dare una speranza al deserto di domani.

DATTERI DI ANTICHE VARIETA DELLE OASI DI AL JUFRAH Libia


Al Jufrah e i suoi tesori Le oasi di Al Jufrah sono situate nel centro-nord della Libia e nei secoli sono state crocevia di vie carovaniere che collegavano il profondo sud con la costa e l’Oriente all’Occidente lungo il 29° parallelo. Da sempre le palme di Al Jufrah offrono frutti considerati l’eccellenza del deserto. Grazie alla composizione del suolo, le abbondanti riserve acquifere e il clima, infatti, il territorio è vocato per natura. In questa regione si coltivano ancora oggi decine di varietà locali, ciascuna dotata di caratteristiche organolettiche proprie, capaci di stupire i palati più attenti e curiosi. Tra le varietà più diffuse si trovano: Kathari, Saiedi, Bestian, Hamria, Abel, Tagiat, Tasfert, Talis e la prelibata Halima.

I datteri ieri e oggi Un tempo, per i nomadi e gli animali che permettevano loro di attraversare il deserto i datteri erano il cibo capace di infondere energia a dispetto delle micidiali temperature ed erano merce preziosa da barattare con i cereali coltivati lungo la costa. Al giorno d’oggi i datteri sono perfetti a colazione o come spuntino e sono un buon accompagnamento per i formaggi, specie quelli più saporiti come il caprino, il gorgonzola e il pecorino stagionato. Contengono molti zuccheri e fibre, ma pochissimi grassi e, soprattutto, sono ricchi di sali minerali, perciò sono l’ideale per gli sportivi come fonte di energia di pronto utilizzo e in caso di affaticamento o debilitazione fisica. I produttori di Al Jufrah commercializzano i frutti freschi, non trattati, oppure li conservano pressati, li trasformano in sciroppo, aceto o dolciumi. Dalla linfa della palma ricavano un succo dissetante, dolce e altamente nutritivo chiamato lagbi, che può anche essere caramellizzato.

DATTERI NATURALI - CATEGORIA EXTRA I datteri di Al Jufrah sono al naturale, senza aggiunta di zuccheri. Sono ricchi di zuccheri facilmente assimilabili, di magnesio, potassio (oltre il doppio della quantità presente nelle banane), ferro e fibre. Hanno un basso contenuto di sodio. Non contengono grassi saturi (quelli che aumentano il livello del colesterolo nel sangue). VALORI NUTRIZIONALI INDICATIVI DI 100 GRAMMI DI DATTERI ENERGIA (calorie) 250 Kcal Calcio Ferro

50-70 mg. 1-2,7 mg.

Magnesio Fosforo

55-70 mg. 50-70 mg.

Potassio

240-500 mg.

Acqua Zuccheri Grassi Proteine Fibre

20-25% 65-75% 1-2% 1,5-2,5% 7-8%


THE PROJECT The Miglioramento e valorizzazione della palma da dattero nelle oasi di Al Jufrah in Libia program for improving and promoting date palms in the oases of Al Jufrah in Libya, launched in May 2009, is funded by the Directorate General for Development Cooperation of the Italian Ministry for Foreign Affairs and coordinated by the Istituto Agronomico per l’Oltremare (IAO) in Florence in collaboration with the Libyan Board of Improving and Developing Olive and Palm Trees. The project’s objective is to encourage local economic development through actions to support producers of quality dates and to protect the region’s agrobiodiversity. The initiative involves all the actors in the date production chain, reinforcing associations and relationships between producers, processors and traders; encouraging the protection of the environment and raising awareness about quality dates among consumers. Partnering with the IAO and its GIS (Geographic Information System) Unit on the project are the Libyan Board of Improving and Developing Olive and Palm Trees, the Faculty of Agriculture at the University of Florence (departments of Agricultural Biotechnologies – Genetics Unit; Plant Production, Soil and Agroforestry Environment Sciences; and Agricultural and Forestry Economics, Engineering, Sciences and Technologies) and the Slow Food Foundation for Biodiversity. For more information: www.libyandates.com

Istituto Agronomico per l'Oltremare

THE MANY FLAVORS OF LIBYAN DATES Some of the best dates in the world are produced in Libya, and the diversity is incredible, with 400 different date varieties still grown in the country. This extraordinary heritage is the result of centuries of history and today’s date-growers are preserving it carefully to bring hope for the future of the desert.

ANCIENT DATE VARIETIES FROM AL JUFRAH’S OASES Libya


The treasures of Al Jufrah Al Jufrah’s oases are located in central-northern Libya. Over the centuries, they have served as crossroads for the caravan routes that connected the deep south with the coast and the east and west along the 29th parallel. The dates produced by the palms of Al Jufrah have long been considered the best fruit of the desert. Thanks to the soil composition, abundant water reserves and climate, this region is ideally suited to growing dates. Still today, dozens of local varieties are grown here, each with its own sensory characteristics, able to astonish the most curious of palates. Kathari, Saiedi, Bestian, Hamria, Abel, Tagiat, Tasfert, Talis and the prized Halima are among the most common varieties.

Dates in the past and present Once, for nomads and the animals that allowed them to cross the desert, dates were a vital energy-giving food able to withstand the hottest temperatures. They were also a precious commodity to be bartered for grains grown along the coast. These days, dates are perfect at breakfast or as a snack and make a good accompaniment for cheeses, particularly flavorful ones like goat cheese, Gorgonzola and aged pecorino. Low in fat but high in sugar, fiber and minerals, they are an ideal source of quick energy for sportspeople and in cases of fatigue or physical weakness. The producers of Al Jufrah sell their untreated dates fresh or preserve the fruits by pressing them or making them into syrup, vinegar or sweets. The trunk of the palm can be tapped to obtain a sweet, nutritious and thirst-quenching juice called lagbi, which can also be caramelized.

NATURAL DATES - CATEGORY EXTRA The dates of Al Jufrah are natural, with no added sugar. They are rich in easily absorbed sugars, magnesium, potassium (twice as much as bananas), iron and fiber. They are low in sodium and contain no saturated fats (the fats which increase blood cholesterol level).

APPROXIMATE NUTRITIONAL AND ENERGY VALUES FOR 100 GRAMS OF PRODUCT: ENERGY (calories) 250 Kcal Calcium Iron

50-70 mg. 1-2,7 mg.

Magnesium Phosphorous Potassium

55-70 mg. 50-70 mg. 240-500 mg.

Water Sugars Fats Protein Fiber

20-25% 65-75% 1-2% 1,5-2,5% 7-8%

I datteri di Al Jufrah Slow Food  

Le oasi di Al Jufrah sono situate nel centro-nord della Libia e nei secoli sono state crocevia di vie carovaniere che collegavano il profond...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you