Page 1

Giornale settimanale di informazione e annunci - Spedizione in abb. postale, art. 2 com. 20/b, leg. 662/96 - Filiale RE. Contiene I.P. - Editrice Reporter srl Redazione, amministrazione e pubblicità: via Emilia Ospizio, 23 - 42122 Reggio Emilia - tel. (0522) 45.50.50 r.a. - Fax (0522) 45.35.15

internet: www.reporter.it • e-mail: redazione@reporter.it Anno 24 • numero 11 • 18 marzo 2011

VALUTIAMOÊ ILÊ TUOÊ OROÊ 25Ê Û Ê alÊ grÊ

€ 1,90

I reggiani alle prese con il digitale terrestre: caos, problemi tecnici e difficoltà di utilizzo

NUMERO VERDE

PURO

800078538

Segnali in fumo

SERRAMENTI IN ALLUMINIO GIUNTO APERTO TAGLIO TERMICO • Persiane • Scuretti Pareti divisorie • Box uffici • Facciate continue strutturali • Vetrine • Portoni in alluminio • Zanzariere • Sostituzione serramenti esistenti • Serramenti in ferro • Basculanti • Cancelletti • Blindature • Vetrine • Portoni in ferro • Recinzioni • Carpenteria metallica • Opere di lattoneria

CORRADINI, CANTARELLI E ANNOVI ALLE PAGINE 4 E 5

PREVENTIVI GRATUITI

ALL'INTERNO L’ASCENSORE I buoni e i cattivi di questa settimana A pagina 2

REVOLVER Una politica da ridere nella satira di Reporter A pagina 3

BASKET La "partita" di Frassineti "Forlì mia, devo batterti" A pagina 25

REPORTER WEEKEND Tutti gli appuntamenti per il tempo libero Nell’inserto

Officina e Uffici: Via L. Grassi, 8 - Corte Tegge - Cavriago (RE) Tel. 0522/942.778 - Fax 0522/942.505 www.ferrarinovellani.it info@ferrarinovellani.it

siedi, bevi e sii lieto

CANTINA DI MASONE

(REGGIO EMILIA) via F. Bacone, 20 Tel. 0522/340113 Fax 0522/340610 CANTINA DI CAMPOGALLIANO (MODENA) via Nuova, 7 Tel. 059/526905 Fax 059/526905

w ww.can t i n a m a s o n e c am po ga llian o.co m

Ogni 3a DOMENICA DEL MESE APERTO dalle 8.30 alle 13.00

Cavriago - Via Repubblica, 35 - Tel. 0522 371510

ABBIGLIAMENTO - CALZATURE - CASALINGHI - MOBILI - BIGIOTTERIA - GIOCATTOLI

INAUGURAZIONE 18 MARZO Oltre 20.000 articoli a PREZZI INCREDIBILI!! Via Pasteur, 133 (RE) in Centro Commerciale San Maurizio Orari apertura: lunedì 14.30/20.00 - da martedì a domenica 9.00/20.00


Pag.

2

venerdì

Ascensore

L'

PAOLO GANDOLFI

L

’assessore alla Mobilità Paolo Gandolfi è molto soddisfatto del gradimento che i reggiani hanno mostrato per gli interventi sul traffico e i parcheggi. Non sappiamo chi siano questi reggiani. Notiamo però che se, da un lato, all’Orologio la situazione è tutto sommato sotto controllo, dall’altro monta la protesta dei cittadini di via Emilia all’Angelo e del comitato Melato, per la creazione di nuovi parcheggi a pagamento non conformi al codice della strada. L’assessore assicura che, rotonde a parte, tirerà dritto: un po’ di autocritica ogni tanto non farebbe male.

GIOVANNI CATELLANI

L

e uova non sono forse tutte uguali? aveva tuonato l’assessore alla cultura Giovanni Catellani, ricordando al suo partito, il Pd, che nel 2004, quando bersaglio del lancio dei commercianti fu Graziano Delrio, nessuno era intervenuto con messaggi di solidarietà come accaduto invece con Sonia Masini. “Un intervento inopportuno e fuori tempo” lo ha definito il segretario provinciale del Pd Roberto Ferrari. E non senza ragione. L’impressione è che l’assessore Catellani (assente anche alla presentazione delle celebrazioni per l’Unità d’Italia...) sia parecchio distratto.

MAURO DEL BUE

D

’accordo: visto il passato di pentapartiti, alleanze a destra e poi a sinistra, accordi col Pci in ambito locale e con la Dc a livello nazionale, l’assessore Mauro Del Bue non è proprio il più adatto a criticare i “minestroni politici”. Però è anche vero che la questione del lancio delle uova ha spostato l’attenzione sulla contestazione a scapito di un’analisi seria della situazione politica in città. Da questo punto di vista l’intervento di Del Bue in merito è assolutamente condivisibile.

GIORGIO PREGHEFFI/GIANMARIA MANGHI

I

comuni di Ligonchio e Poviglio, guidati rispettivamente da Giorgio Pregheffi e Gianmaria Manghi, sono gli unici con giunte comunali esclusivamente maschili. All’epoca della loro elezione, i due sindaci avevano promesso di porre rimedio in tempi brevi alla situazione. Marzo, mese dedicato alla festa della donna, celebrata con enfasi anche dalla politica, sta finendo, senza che nessuno dei due sindaci abbia ritenuto di dover fare (o almeno dire...) qualcosa in merito.

Lo Sfregio OPINIONI Il commento acido e sub partes alla politica reggiana

La colpa è nostra

DI

AL VETRIOLO

Verrebbe da ridere. Se non fosse che è dalle piccole cose che si interpretano i tempi che stiamo vivendo. Ad esempio, c’è un centrodestra che pretende di vedere scoperti e puniti gli autori dei danneggiamenti ai propri simboli politici e che dà lezioni di correttezza, trasparenza e coerenza politica invitando il Comune a non rinnovare l’accordo con AQ16. Lo stesso centrodestra pronto a chiamare forcaiolo chiunque faccia una battaglia per la legalità e che non si fa scrupoli a rivalutare addirittura il marciume di Tangentopoli se serve per far passare una linea, una legge, un emendamento. Ma c’è anche un centrosinistra che ha smesso di chiamarla questione morale per puro senso del ridicolo, verrebbe da dire, ma che continua a sottolineare come certi comportamenti contrari alla legge, all’etica e, addirittura, alla morale, sono di esclusiva competenza del dna berlusconiano. Poi, però, si chiude un occhio quando si tratta di far pagare l’affitto ad AQ16 o quando si tratta di rimuovere dall’incarico un direttore

U

generale protagonista di un abuso edilizio. E che punta il dito e invita ad abbassare i toni quando qualcuno trova il coraggio di dire, ad alta voce e pubblicamente, che la criminalità organizzata a Reggio Emilia esiste, esiste eccome. Si dirà, piccole cose, volete mettere con quello che succede a Catania, a Roma? Sì, vogliamo mettere, perché il problema non è solamente il danno in solido, ma anche una certa “attitudine”, una forma mentis della politica che, se attecchisce anche in città, poi porta dritta dritta a certi esempi tristemente noti a tutti.

Ma la colpa è nostra, di noi elettori che per pigrizia, per senso di appartenenza, per tradizione familiare, per quella sindrome da ultras che ci prende quando veniamo toccati negli affetti politici, non abbiamo il coraggio di punire (col voto, non con le uova sui muri o con gli slogan fini a se stessi...) i rappresentanti del “nostro” partito quando predicano bene ma razzolano male. Ci limitiamo, come tori drogati, a reagire al drappo rosso (o azzurro, non ha davvero importanza) e a consegnarci al torero. Che non ci risparmia, mai.

Redazione: Via Emilia Ospizio 23/b - Reggio Emilia. Tel. (0522) 45.50.50 Fax 45.35.15. E-Mail: redazione@reporter.it. Internet: http://www.reporter.it

Giornale quotidiano iscritto al n° 3831 del Registro Nazionale della Stampa Iscritto al R.O.C. al n° 2075 Autorizzazione del Tribunale di Reggio E. n° 686 del 8/3/1988 Editore: Reporter srl Direttore Responsabile: Emanuele Iannuccelli Direttore Editoriale: Giampaolo Corradini g.corradini@reporter.it Redazione cultura e spettacoli: Sabrina Basoni s.basoni@reporter.it In redazione:

VASCO TAGLIAVINI na grande giornata, di quelle da conservare per sempre nel baule dei ricordi. Protagonista il reggiano Vasco Tagliavini, 73 anni, difensore dell’Inter negli anni ’50, ospite per un giorno del centro di allenamento di Appiano Gentile dove ha incontrato squadra e dirigenti dell’Inter di oggi. E dove ha anche ritrovato alcuni dei compagni di squadra di allora, per un tuffo nel passato di quelli che fanno bene al cuore.

18 marzo 2011 - REPORTER

Gabriele Cantarelli g.cantarelli@reporter.it Segreteria di redazione: Simona Alberti, Paola Ferrari, Elisa Fiaccadori, Paola Simonini Fotocomposizione: Reporter srl Stampa: Galeati Industrie Grafiche - Imola www.galeati.it Fotografie: Foto Studio Artioli, Fotostudio 13, Foto Superstudio Paola Simonini Concessionaria pubblicità: Reporter srl, via Emilia Ospizio 23/b Reggio Emilia. Tel. 0522/455050 Reporter Web: reporter@reporter.it ASSOCIATO ALL'USPI UNIONE STAMPA PERIODICA ITALIANA

> nuovo motore di ricerca più veloce e intuitivo > nuova interfaccia grafica > divisone per categorie merceologiche > carrello degli annunci preferiti

Collaboratori: Elisa Adelgardi, Mariangela Anceschi, Gloria Annovi, Paolo Bardelli, Valerio Benassi, Alessandro Bertolotti, Nico Biagianti, Mara Bianchini, Chiara Celada, Maria Laura Chiodera, Orlando Corradini, Pietro Corradini, Claudia Ferretti, Federico Fornara, Monica Franzoni, Alessandro Gandino, Debora Grasselli, Matteo Iori, Franco Meglioli, Diego Oneda, Enrico Lusetti, Ludovico Parenti, Silvia Parmeggiani, Rossella Porcheddu, Sabrina Rosati, Enrico Rossi, Luana Salvarani, Francesca Sestito, Francesco Tedeschi, Andrea Vaccari, Carlo Vanni, Gianni Verzelloni, Gigi Vinceti. Reporter offre esclusivamente un servizio, non riceve tangenti sulle contrattazioni, non effettua commerci. La Direzione si riserva il diritto di rifiutare la pubblicazione delle inserzioni, a suo insindacabile giudizio. Gli inserzionisti dovranno rifondere all'Editore ogni spesa eventualmente da esso sopportata in seguito a malintesi, dichiarazioni, violazioni di diritti ecc., a causa dell'annuncio. Si precisa che tutte le inserzioni relative a richieste od offerte di lavoro si intendono riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata, ai sensi dell' art. 1 della legge 9/12/77 n° 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l'accesso al lavoro, indipendentemente dalle modalità di assunzione e qualunque sia il settore o il ramo di attività. L'Editore si riserva il diritto di perseguire legalmente tutti coloro che, abusando della buona fede nostra e dei lettori, effettuano annunci non veritieri, o con prezzo o merce diversi da quanto dichiarato nell'annuncio stesso. Si rende noto che tutte le pubblicità studiate e realizzate da Reporter srl per la pubblicazione su Reporter non possono essere usate per scopi personali nè essere riprodotte su altri mezzi stampa senza autorizzazione scritta di Reporter srl.

> ricerca avanzata per stili, alimentazione, anno e kilometri > possibilità di confrontare più annunci > contatto diretto coi concessionari

TUTTE LE AUTO DI REPORTER MOTORI SONO VISIONABILI ANCHE SU

www.emiliamotori.it


venerdì

18 marzo

Pag.

2011 - REPORTER

NOTIZIA ANSIA

Ò La denominazione Piazza Prampolini • abusiva? Ð ha dichiarato la presidente della Provincia Sonia Masini Ð Mi sembra giusto, visto gli abusivi della politica che abitano il ComuneÓ

REV LVER ARMATA A MANO SATIRA LA REGGIANA CRONACA DI FARSE E COMMEDIE ISPIRATE AI FATTI

COSA SI SONO DETTI, (E COSA HANNO PENSATO) IL PAPA E IL SINDACO GRAZIANO DELRIO NEL CORSO DELL’UDIENZA PRIVATA IN VATICANO? Che ci fa qui Filippo Silvestro vestito da cardinale? Non sarà un agguato politico…

Grazie, grazie Graziano. Con lei abbiamo conquistato uno degli ultimi baluardi rossi rimasti in Italia.

SUPPOSTE

Dopo i casi Ruby, Macr“, Natal“ e Rachele il prossimo anno si correrˆ la Maratona delle Quattr o PorÉ che

NON SOLO L’UNITÀ D’ITALIA: RIPOSTI I TRICOLORI A REGGIO SI FESTEGGIANO ALTRE SECOLARI RICORRENZE

100 ANNI IN PARLAMENTO DI PIERLUIGI CASTAGNETTI Era il maggio 1911, quando il piccolo Pierluigi Castagnetti mise piede per la prima volta in Parlamento. Eletto in un collegio blindato, guidato dall’allora veterano del partito Giulio Andreotti, sin dal suo primo giorno entrò in polemica con il collega parlamentare reggiano e compagno di partito Franco Bonferroni. Quest’anno sono cento anni che Castagnetti ha uno scranno in parlamento. L’anno prossimo saranno novant’anni dalla prima volta che ha pronunciato la frase “Basta, non mi ricandido più” e ottantanove dall’altrettanto famosa dichiarazione “Mi sono ricandidato, ma solo perché gli amici me lo hanno chiesto e giuro che è l’ultima volta”.

30 ANNI DALLA POSA DELLA PRIMA PIETRA DELLA FERMATA DELLA TAV È stata posata trent’anni fa e da allora vive una tristissima vita di solitudine. Ha visto nascere, crescere e diventare realtà persino i tre ponti di Santiago Calatrava, ha addirittura visto la nazionale di calcio vincere due mondiali di calcio. Ma nemmeno un treno. Nemmeno un singolo treno ad alta velocità si è mai fermato alla Stazione Mediopadana di Reggio Emilia, rimasta ferma a quell’unica pietra posata nel giorno dell’inaugurazione. Al punto che qualche complottista dietrologo pensa che nemmeno la prima pietra sia mai stata posata e che tutto sia ancora fermo addirittura al progetto su carta. Roba da fantascienza...

LEGA NORD REGGIO EMILIA: DA VENT’ANNI CE L’HANNO DURO. MA NON RIESCONO A SFONDARE... Era l’inizio degli anni ’90 quando i leghisti reggiani si svegliarono una mattina e si accorsero di avercelo duro. Ma da allora, in città, non sono mai riusciti a sfondare e la cosa ha cominciato ad essere frustrante. Ed anche pericolosa, perché la circolazione del sangue si è fatta difettosa. Al punto che, conquistata finalmente una poltrona in un Comune della Bassa, l’orgasmo è arrivato velocissimo. Pure troppo precocemente, portando con sé quell’amarezza post coitale che a volte prende gli amanti superficiali. Che finiscono col lasciarsi tra grandi recriminazioni...

CINQUANT’ANNI DALL’ULTIMA VOLTA CHE GRAZIANO DELRIO E SONIA MASINI SONO STATI D’ACCORDO SU UNA COSA Correva l’anno 1961 e narra la leggenda che la giovane Sonia e il piccolo Graziano si ritrovarono ai giardinetti. E, cosa ancora più incredibile, narra la stessa leggenda che si trovarono d’accordo su una decisione: rubare al giovin Marco Eboli, agghindato di tutto punto, il succulento lecca lecca che sfoggiava con aria di superiorità. Ovviamente i due non potevano essere d’accordo su tutto: Sonia voleva espropriare il lecca lecca in nome del popolo, mentre Graziano l’avrebbe voluto togliere a Eboli in cambio di un posto di consigliere di amministrazione in una partecipata del Comune. Si ignora come andò a finire, ma sicuramente i due hanno portato a casa il lecca lecca e sicuramente Eboli siede da allora in consiglio comunale. E sicuramente è stata l’ultima volta che Graziano e Sonia si son trovati politicamente d’accordo su qualcosa...

Silvio, Silvio, è fatta: ti spedisco la foto che domani lo sputtaniamo su Il Giornale

NELLA FOTO IL SINDACO GRAZIANO DELRIO, IL PONTEFICE JOSEPH RATZINGER E IL MISTERIOSO CARDINALE "SOSIA" DI FILIPPO SILVESTRO...

VERITÀ

2011: UN ANNO DI ANNIVERSARI

Ma come si veste questo qui? Poteva almeno farsi la barba…guardie, portatemi un mio completo di Prada che glielo regalo…

Santità, l’ho sempre ammirata. Qui mi sento a casa mia. E pensare che a Reggio, per qualcuno, sono un laico…

3

CENTRO RECUPERO FAUNA SELVATICA LIPU CROCE ALATA

OASI IN CITTÀ PER I PENNUTI UN’

Il Centro di recupero faunistico “Croce Alata” della Lipu ha sempre bisogno della generosità e della sensibilità dei reggiani. È possibile donare contributi in denaro effettuando tramite versamento intestato a “Lipu - sezione di Reggio Emilia” Iban IT55D 02008 12814 000 100141794. Sono importanti anche le donazioni di materiale utile al ricovero degli uccelli, come vecchi giornali, scatolame di carne per animali, detergenti, garze, siringhe, sacchi di granaglie.

PER OFFRIRSI COME VOLONTARI O PER MAGGIORI INFORMAZIONI

telefonare al numero 347 8047298

LIPU. Centro Recupero Fauna Selvatica Croce Alata Viale Olimpia, 1/c 42100 Reggio Emilia - Tel 347 8047298 mail: croce.alata@libero.it IBAN IT55D 02008 12814 000 100141794 - intestato a LIPU sezione di Reggio Emilia


Pag.

4

venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

caos televisivo

Digitale terrestre, la grande “bufala” Quattro mesi dopo lo “switch-off” regna ancora la confusione Segnali e contenuti scarsi. Ma non doveva essere la tv di qualità? di

Gabriele Cantarelli

g.cantarelli@reporter.it

A

vevano detto che sarebbe stata una “rivoluzione” culturale. Che la tv spazzatura sarebbe stata spazzata via da centinaia di nuovi canali più moderni e interessati. Avevano detto che anche un bambino avrebbe potuto installare il decoder e che tutto questo non sarebbe costato nulla. Avevano detto che ci saremmo finalmente adeguati all’Europa, che gli affari della famiglia Berlusconi non c’entravano nulla, e che finalmente con il Digitale terrestre si sarebbe aperta una nuova era televisiva, all’insegna della qualità. E invece, a distanza di quattro mesi dallo “switch-off” il caos regna sovrano. Da “Più canali per tutti” si è passati a “Più problemi per tutti”: non c’è casa o appartamento che, a Reggio e provincia, non sia alle prese con problemi di ricezione del segnale. Quanto ai contenuti “innovativi”, bhè meglio stendere un velo pietoso. Le televisioni sono state sì invase da centinaia di nuovi canali, ma si tratta soprattutto di emittenti a pagamento (è il caso di Mediaset Premium o della già invisibile Dahlia) e di tv specializzate in televendite e telepromozioni che con la “rivoluzione culturale” annunciata dal Governo hanno ben poco a che fare. A parte poche vere “novità” come Rai Movie, Rai 4, Rai 5, Iris, Cielo e Sportitalia, tutto il resto è un “deja-vù” della peggior televisione generalista con le repliche dei reality show e i “soliti noti” carozzoni della tv analogica.

SPORT PER MOLTI, MA NON PER TUTTI “Vanno, vengono, a volte ritornano, e poi spariscono di nuovo”. Fabrizio De Andrè parlava delle “nuvole”, ma le sue parole sono perfette anche per i canali del Digitale terrestre. Prendiamo il caso di Sportitalia, l’emittente controllata dal finanziere tunisino Tarak Ben Ammar, amico e socio di Berlusconi fin dai tempi di Tele Milano. Sportitalia è il sogno di ogni “sportivo” da salotto: grandi esclusive (Nba ed Eurolega di basket e volley) offerte in chiaro, gratis, con tecnologie all’avanguardia e telecronisti di rango, tra cui Guido Bagatta, Dan Peterson e anche l’allenatore della Trenkwalder

Fabrizio Frates. Una tv in stile Sky, ma senza i costi di Sky, nata sul segnale analogico dieci anni fa, transitata sul satellite nella piattaforma di Murdoch e risucchiata nel “buco nero” del digitale ad inizio febbraio. I reggiani si erano fatti la “bocca buona” perché nei primi mesi Sportitalia era tornata visibile su quasi tutti i televisori. Poi una notte di febbraio, puf, sparita nel nulla. Inutile chiamare il numero verde dell’emittente, risponde una voce registrata che invita gli utenti a portare pazienza. Domenica scorsa c’era la partita della Trenkwalder in diretta da Ferrara. Ma a Reggio nessuno l’ha visto. A parte i residenti della zona di Mancasale dove, si dice, il segnale arriva.

UN TG IN DIALETTO VENETO Nella frazione alle porte di Reggio riescono persino a vedere Rai3 Emilia-Romagna. Cosa che, se si abita a Rivalta, risulta impossibile visto che ai piedi della Statale 63 entra il segnale del Veneto e quindi, televisivamente parlando, si rischia di confondere Errani con Galan. Questione di tempo. A differenza che per Sportitalia, sul caso di Rai3 si è mossa la politica (l’assessore regionale Peri e il sindaco Graziano Delrio)

che al grido di “Ridateci la nostra Rai3” sta muovendo mari e monti in nome del mitico valore del “servizio pubblico”. La realtà è che quei pochi che ricevono Rai3 Emilia-Romagna hanno già smesso di seguirla visto che l’informazione di “Mamma Rai” si occupa al 95% di Bologna e provincia con qualche piccola escursione nei territori ravennati tanto cari al governatore Vasco Errani. Di Reggio si parla solo nella pagina di cronaca nera. Con buona pace del servizio pubblico.

IL “CONFLITTINO” D’INTERESSI A proposito di Regione, c’è poi il mistero di “Lepida Tv”. Ogni cittadino si trova questo canale in almeno 3-4 diverse frequenze del Dt sui canali a tre cifre, tra il 100 il 300. Si tratta di una piattaforma gestita dalla Regione con i soldi degli enti pubblici, Comune di Reggio compreso. In teoria dovrebbe fungere da emittente al servizio di tutta la regione. In realtà c’è una redazione diretta da Gianluca Mazzini che trasmette solo immagini e notizie relative

a Bologna e dintorni, con una vera e propria ossessione per il Porretta Soul Festival, trasmesso in tutte le salse a ore diurne e notturne. Il cda dell’emittente è presieduto dal professor Falciasecca (54.773 euro di compenso annuo), ma di fatto è la Regione l’editore di riferimento. Una domanda sorge spontanea: ma quei soldi la Regione Emilia Romagna non poteva destinarli alle emittenti locali già presenti nell’etere come fatto, per esempio, da altre regioni? E poi, ma il conflitto di interessi vale solo per Silvio Berlusconi?

“Si vedeva meglio, quando si vedeva peggio…”

Telereggio si fa in tre Pronti due nuovi canali

Cresce il malumore dei telespettatori reggiani

Paolo Bonacini: “Spazio ai programmi di cultura e per i giovani”

di

Gloria annovi

di

T

ra gli effetti non previsti e desiderati della rivoluzione “digitale” sul piccolo schermo c’è anche la disparità venutasi a creare da casa a casa e, addirittura, da pianerottolo a pianerottolo. Si è interrotta anche quella condivisione di esperienze televisive che spesso facevano capolino nelle discussioni tra amici e conoscenti. E’ praticamente impossibile trovare qualcuno che veda gli stessi canali di un altro. Troppo numerosi e diversificati i problemi riscontrati dai reggiani nei primi mesi di utilizzo del Digitale Terrestre. Siamo andati tra la folla del mercato di Piazza Prampolini e abbiamo raccolto le testimonianze e il parere dei reggiani sull’argomento. Indovinate un po? Tutti rimpiangono il caro vecchio segnale analogico. E sui problemi riscontrati con il Digitale ci si divide tra arrabbiati, fiduciosi e rassegnati. Ma insomma, con il Digitale Terrestre, la tv è migliore o peggiore? “Non posso certo affermare che grazie alla mia recente installazione del decoder io abbia avuto qualche miglioria nella ricezione dei canali - ci dice Umberto De Rosa - Non riesco infatti più a vedere tutti i canali di Rai e Mediaset e credo che serva tempo perché questo problema si risolva”. Diversi cittadini, a causa di questa anomalia, che non permette la totale ricezione dei canali, hanno cambiato anche qualche consolidata abitudine: “Io per esempio guardavo sempre il canale di Supertennis, era apparso dal nulla nei primi giorni del digitale- ci spiega Mirco Roncaglia, appas-

Giampaolo Corradini

g.corradini@reporter.it

U

n sistema instabile, più costoso, pieno di problemi, che obbligherà le televisioni a ripensare se stesse, ma che non ha allontanato i telespettatori. Questo, in estrema sintesi, il bilancio del passaggio al digitale secondo Paolo Bonacini, direttore di Telereggio: “Quello del digitale terrestre è un sistema complessivamente molto instabile – ha commentato Bonacini – che sta creando non piccoli problemi di gestione anche a Rai e Mediaset. Senza dimenticare le difficoltà di spiegare ai telespettatori che Telereggio è passata su un altro canale e su una frequenza diversa”.

Samira El Korchi

Umberto De Rosa

sionato di sport - Ma è da qualche giorno che il canale va e viene e, spesso, al posto di Rai3 Emilia Romagna mi appare il canale Veneto. Ho due televisori in casa, uno nuovo e uno vecchio a cui ho dovuto applicare il decoder, ma trovo che i nuovi televisori, che sono già provvisti di decoder incorporato, diano più noie. Non è così semplice sintonizzare in modo corretto i canali”. Il problema pare poi ampliarsi nel caso si abiti in un condominio provvisto di un’unica antenna. “Confermo – ci dice Stefania Zecchetti - Io abito al secondo piano di un condominio e, rispetto a mia sorella che abita al piano terra, vedo molti più canali. Mi sento tranquillamente di affermare che l’avvento del digitale terrestre abbia messo in difficoltà diversi cittadini. E’ una spesa in più e, considerando che non sempre si riesce a connettersi ai canali Rai, si accumula alla spesa del canone che non è più giustificata. Se non si riesce a connettersi alla tv pubblica infatti, che senso ha pagare la retta annuale? Era molto meglio prima la qualità della tv”. “Nel mio condominio - rilancia nuovamente Mirco Roncaglia -

abbiamo dei cavi molto vecchi e dovremo provvedere a sostituirli perché anche questa cosa influisce negativamente sulla ricezione”. Nessun problema riscontrato invece dal nostro primo intervistato, Umberto De Rosa che commenta così: “In questo caso –commenta- non abbiamo problemi nel nostro condominio poiché abbiamo un’antenna centralizzata”. L’avvento del digitale, non solo ha rappresentato una spesa in più per alcuni cittadini, ma li ha anche messi in difficoltà sull’installazione del decoder: “Ho scelto di montarlo autonomamente per risparmiare tempo e spese di montaggio- commenta Samira El Korchi - mi ha aiutato un’amica. Grazie a questo avvento si dovrebbe avere più qualità nella visione dei canali, ma non è così. Ci sarebbero diversi canali interessanti da vedere in digitale ma purtroppo la realtà è diversa: non si visualizzano! Ho sentito diversi conoscenti che hanno riscontrato questo problema e hanno dovuto cambiare abitudini. Telereggio, ad esempio, non è più visibile a tutti.

Bonacini, come ha reagito la gente di fronte a questo cambiamento? “Bene, si sta abituando al nuovo sistema e, sulla base della propria alfabetizzazione tecnologica, sta reagendo con modalità diverse: chi riesce a farlo imposta Telereggio sul settimo canale del telecomando, come faceva con il vecchio sistema, chi invece non è in grado ha imparato che il nuovo canale della nostra TV è il 14 e se lo va a cercare volta per volta”. Crede che l’avvento del digitale terrestre, con la sua varietà di offerta e di canali tematici, abbia finito per penalizzare le televisioni locali? “Credo sia difficile rispondere in senso generale. Ma credo che, come accaduto per Telereggio, le televisioni locali realmente radicate sul territorio non abbiano perso telespettatori: venivano cercate prima e vengono cercate anche ora. Certo, statisticamente parlando una maggiore offerta finisce per penalizzare tutte le emittenti, ma la cosa ha colpito soprattutto quei canali che venivano trovati per caso, magari legati alle televendite. Il

problema maggiore è legato ai costi: ogni televisione cammina su un equilibrio sottile tra costi e ricavi, ed è chiaro che, aumentate le uscite, questo equilibrio si sposta dalla parte sbagliata. Il problema del digitale è infatti più che altro di costi: prima con un tecnico riuscivi a coprire ogni esigenza, oggi invece le competenze sono molto più specializzate ed hanno un incidenza maggiore sul bilancio. Senza dimenticare il discorso del back-up, dell’archivio dei dati: prima ogni televisione lavorava su nastro Beta, oggi i sistemi di codifica dei video sono infiniti e diversissimi tra loro. In più, la tecnologia digitale è molto più costosa e delicata rispetto a quella analogica, persino i ponti ed i ripetitori di trasmissione, oggi molto più sensibili agli urti e alle basse temperature. Basta considerare che, col vecchio sistema, si aveva in media un malfunzionamento al quadrimestre, oggi uno alla settimana...”. Con il nuovo sistema cambia anche la tipologia di proposta delle televisioni locali? “Credo sia inevitabile, ed è questa la vera sfida: diversificare i

Paolo Bonacini

canali, trovare programmazioni diverse, più tematiche, da offrire ai telespettatori. E Telereggio lo farà, aprendo due canali tematici destinati a due diverse categorie di pubblico con diverse tipologie di fruizione. Il primo dei due canali nuovi sarà Recs, ovvero Reggio Economia Cultura e Sapere, che partirà sul canale 645 ad aprile e sarà dedicato agli approfondimenti. Lo inaugureremo trasmettendo le conferenze delle giornate della laicità. L’altro canale, che si troverà al 644, sarà invece Youtivu, con un taglio molto più giovane che ospiterà trasmissioni per ragazzi, per bambini ed anche i video realizzati dai telespettatori stessi. Il digitale – chiosa Bonacini – ci pone davanti tantissime sfide ma anche tantissime opportunità, sta a noi cercare di coglierle”.


venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

Pag.

I canali visibili a Reggio Emilia: quelli gratuiti e quelli a pagamento NAZIONALI GRATUITI

Rai 1 Rai 2 Rai 3 Rai News Rai Gulp Rai Sport 1 Rai Sport 2 Rai Storia Rai 4 Rai Movie Rai Premium Rai YoYo Rete4 Canale5 Italia1 La 5 Mediaset Extra Boing ClassNews msnbc Coming Soon Television Iris Mediashopping Cielo Tv Canale5 +1 Canale5 HD Italia1 +1 Italia1 HD Rete4 +1 La7 Mtv Repubblica Tv Deejay Tv TV France 2 SuperTennis Sportitalia Sportitalia2 Sportitalia 24

NAZIONALI PAY TV

LOCALI

Disney Channel Telereggio - Premium Telereggio+1 Joi - Premium E-Tv Teletricolore Joi+1 - Premium E-Tv Antenna Uno Mya - Premium E-Tv News Premium Cinema E-Tv Sport Premium Emotion Tele Ducato Parma Premium Energy Tele Ducato Piacenza Premium Test 7 Gold Steel - Premium Trc Tele Modena Studio Universal - PreTelestense mium Telestense ieri e oggi Cartoon Network Telecentro Premium Telesanterno Disney Channel+1 All News Premium Vmt Disney Playhouse Comuni alla Ribalta Premium Lepida Tv Hiro - Premium Top Calcio 24 Premium Calcio Premium Calcio 1 Premium Calcio 2 Premium Calcio 3 Premium Calcio 4 Premium Calcio 5 Premium Calcio 6 Premium Calcio HD 1 Premium Extra 1 Premium Extra 2 Premium Menu Steel+1 - Premium Disney Channel+1 Premium Premium Calcio HD 2 Premium Cinema HD

Carta Canta

10 anni fa

A scuola di integrazione

Tra i problemi che dieci anni fa investivano il Consiglio Comunale della nostra città c’era anche l’interrogativo relativo a concedere, o meno, una scuola a quelli che sostenevano la divulgazione e lo studio dell’Islam. Prima di tale decisione era necessario verificare se tutto ciò coincidesse con le aspettative della cittadinanza. Da una parte si schierava Carla Colzi che, per conto di Rifondazione Comunista, presentava in consiglio un ordine del giorno in cui si impegnava la Giunta a sviluppare strategie interculturali in ogni settore della rete dei servizi, con apposite variazioni di bilancio, a partire dalla scuola. Ordine del giorno sostenuto anche da Graziano Delrio del partito Popolare che aveva perorato con calore la causa della cultura araba alla quale, a suo avviso, l’Europa è debitrice. A questo schieramento maggioritario si opponevano la Lega ed il centro destra che, attraverso Gabriele Fossa, ribadiva il rischio di concedere locali e le attrezzature di una scuola pubblica per la trasmissione di contenuti e valori opposti a quelli della nostra tradizione.“La cultura islamica – scriveva a quei tempi Fossa- ha notevoli contrasti di principio con quella cristiana e occidentale. La diversa visione della cultura e della storia, anziché favorire l’integrazione tra i popoli diversi, può aumentarne le diversità”. La scuola, decise la maggioranza, venne concessa a costo anche di variazioni di bilan-

L'INTERVISTA

“Ci vorrà ancora un anno” Bondi (Cna): “Il 30% delle antenne non è ancora sistemato” DI

GABRIELE CANTARELLI

g.cantarelli@reporter.it

G

ianpiero Bondi è capo dei 40 antennisti associati alla Cna di Reggio Emilia, in pratica lo zoccolo duro degli artigiani impegnati nel settore. Per conto dell’associazione di via Maiella, Bondi è impegnato da mesi nel difficile compito di mantenere un collegamento tra gli artigiani e le istituzioni preposte al passaggio al digitale. “Non ci sono mai state così tante riunioni come in questo periodo, e mai così partecipate – attacca Bondi – Segno che il caos regna ancora sovrano. E che abbiamo davanti a noi ancora un anno abbondante prima di poter dichiarare chiusa la fase di emergenza”. Bondi, tra la gente dilaga il malumore: ma il digitale terrestre non doveva vederlo anche un bambino? “Quello slogan è stato solo il primo dei tanti errori commessi sul fronte della comunicazione dal Governo. Si è fatto passare un messaggio sbagliato: e che cioè bastasse un decoder per vedere tutti i canali”. E invece? “E invece non si è detto che il 100% delle antenne andava cambiato. Il 100%, non il 30 o il 70. Praticamente tutte le antenne sui tetti reggiani. Ecco uno dei primi motivi per cui, a distanza di qualche mese, la situazione non si è normalizzata. Al momento ci sono ancora 3 impianti su 10 da sistemare”. Quali sono gli interventi che effettuano gli antennisti? “Sostanzialmente due. Lo spostamento dei braccini dell’antenna fino a individuare la migliore ricezione del segnale e l’applicazione di appositi filtri per la ricezione di determinati canali. Un’operazione che solo un artigiano da anni nel settore può fare. Se posso dare un consiglio: meglio aspettare un mese in più che non affidarsi

nelle mani del primo che capita. Si rischia di spendere una barca di soldi”. A proposito, quanto costa al cittadino questa rivoluzione digitale? “Difficile fare una stima, tante sono le diversità di interventi e situazioni. Ma in media la spesa per adeguare l’antenna, considerando che servono almeno due sopralluoghi, si aggira tra i 400 e 500 euro”. Chi sono i vostri referenti? “Sono reduce da una riunione a Bologna con i responsabili di Rai, Mediaset e La7. Anche loro non sanno che pesci pigliare. Manca ancora una mappatura del segnale, le emittenti girano con un pulmino dotato di antenna per tentare di capirci qualcosa. Il problema è che in una zona come la nostra, in piena Pianura Padano, entrano segnali da tutte le parti, dal Veneto come dalla Lombardia”. Ma era davvero necessario passare al digitale? “Diciamo che l’Italia è stato l’ultimo paese in Europa ad abbandonare il segnale analogico per attivare quello digitale. Certo, quello che colpisce è il deficit di comunicazione e il fatto che

Gianpiero Bondi

alla fine i costi sono ricaduti interamente sui cittadini. Ma chi ci guadagna dal Digitale terrestre? “Sicuramente i produttori di televisori e di decoder. Ma anche le emittenti, quelle nazionali e alcune locali, che hanno ricevuto contributi per adeguare i ripetitori al segnale digitale”. E gli antennisti? “Per gli antennisti è prevista una vera e propria ‘mazzata’ sul fronte delle tasse. Basti pensare che negli anni scorsi erano persino stati esclusi dagli studi di settore. E quest’anno con tutto il fatturato fatto il fisco non ci andrà tenero”.

Quelli che… sono in prima linea

IPSE DIXIT Fatti, persone, dichiarazioni di dieci anni or sono

Marzo 2001

5

cio, come chiedeva la Colzi. A vantaggio dei posteri reggiani si svilupparono, così, tutte le strategie interculturali possibili anche in ogni settore della rete dei servizi.

Marzo 2011

A fronte anche di quelle decisioni di dieci anni fa ma, sopratutto, in riferimento alla mentalità conciliante verso i mussulmani,e non solo,delle Amministrazioni di sinistra che si sono succedute nel governo della nostra città noi reggiani dovremmo vivere nel “paradiso” della migliore integrazione tra popoli diversi e nella ideale coesistenza di diverse culture. Qualcosa, però, non deve avere funzionato.A Reggio Emilia oggi continuano a ribollire senza amalgamarsi valori, concetti,abitudini e culture tra di loro diametralmente opposte. Forse dieci anni non sono sufficienti a costruire“l’amalgama”.O è necessario mandare gli islamici a scuola di occidente o a scuola di Islam, bisogna mandare i reggiani. I reggiani però,anche senza andare a scuola,un segnale all’Amministrazione di sinistra l’hanno dato nelle ultime elezioni amministrative. Rifondazione Comunista è sparita o quasi con Carla Colzi, il centro sinistra non ha più percentuali di voto bulgare e la Lega Nord galoppa nei risultati. Forse sarà protesta e tra dieci anni,con le nuove generazioni, potremo vivere nel paradiso della migliore integrazione.Ma,ora come ora,il clima è tutt’altro che paradisiaco... (a cura di orlandocorradini@libero.it)

Gli antennisti reggiani si difendono: “Tutta colpa della cattiva informazione”

S

ono in prima linea nella battaglia “digitale”. Loro, gli antennisti, la crisi non sanno nemmeno cosa sia. Non hanno neanche avuto il tempo di pensarci, visto che per Natale e Capodanno quest’anno si sono ritrovati a fare gli straordinari. Eppure gli unici depositari delle chiavi per aprire ai cittadini il misterioso mondo del Digitale Terrestre sono loro, gli antennisti. Una professione che sembrava ormai destinata a sparire dal paniere Istat, addirittura estromessa dagli studi di settore per insufficienza di reddito negli anni scorsi, rivitalizzata per decreto con l’avvento del Digitale. Abbiamo parlato con tre antennisti tra i più conosciuti a Reggio per fare con loro il punto della situazione e capire perché, a distanza di quattro mesi, continui a regnare il caos sui tetti delle case reggiane.

IL DECODER NON BASTA

VERONA O ALBINEA?

“Il caos è stato generato dalla mala-informazione”. Non ha dubbi Fabrizio Marani, antennista della S.A.T. “I segnali sono quelli che sono, l’errore è stato quello di far credere alla gente che bastasse un decoder per vedere tutti i canali. Ma la realtà è che vanno cambiate tutte le centraline”. E quindi non basta più la risintonizzazione dei canali fatta con frequenza? “La sintonizzazione va fatta, è una buona pratica da fare almeno una volta al mese – spiega Marani – Ma non è la panacea. Ci sono canali, come Sportitalia, che molti reggiani non vedono più e non so quando potranno vedere. Dipende se le case ricevono il segnale Rai in modo potente. Quelli che lo ricevono da Mancasale riescono a vedere Sportitalia, quelli che lo ricevono da Albinea devono mettersi, almeno per il momento, il cuore in pace”. E sull’annosa questione di Rai3 Veneto, secondo Marani la colpa è degli impianti: “E’ inutile prendersela con la Rai, loro hanno fatto quello che dovevano e potevano fare. Bisogna cambiare gli impianti, molti lo hanno già fatto”.

Ma la domanda più frequente che fanno i clienti qual è? Ci risponde Arrigo Bagnacani di Teleaudio 28. “Molte persone mi chiedono: ma perché hanno fatto il Digitale terrestre? Ce n’era davvero bisogno?” Domanda legittima visti i risultati, con ricezione dei canali difformi addirittura all’interno dello stesso palazzo. “E’ possibile – conferma Bagnacani - perché a volte la pulizia del segnale dipende non solo dall’antenna, ma anche dalla singola presa o interruttore di un appartamento. E quindi in uno stesso condominio c’è qualcuno che può ricevere bene un determinato canale e, magari nello stesso pianerottolo, qualcuno che non vede nulla”. L’affaire Rai3 Emilia Romagna, secondo Bagnacani, affonda le radici ben prima dell’avvento della “rivoluzione digitale”: “Molti vedevano Rai3 Veneto già da prima – spiega Bagnacani – La colpa è del ripetitore da cui si prende il segnale. In pratica, chi riceveva e riceve tuttora il segnale da Verona vede Rai3 Veneto, chi lo riceve da Albinea vede quello dell’Emilia-Romagna”.

COME UNO TSUNAMI “In un giorno possono arrivare anche 800 telefonate per richieste di intervento!” – sbotta Alfredo Braglia della T.V.A. “Siamo letteralmente sommersi di chiamate, il periodo più critico è stato ad inizio dicembre, ora si sta un po’ calmando. Ma all’inizio è stato uno tzunami. Almeno il 95% delle antenne andava cambiato. E’ importante, anzi fondamentale che la gente si rivolga ad antennisti qualificati che lavorano nel settore televisivo da anni. Perché con la crisi, ci sono tanti improvvisati antennisti che si propongono a destra e sinistra. Si sono messi tutti a fare antenne! Gente che fino a pochi mesi installava allarmi antifurto o pannelli solari e che ha annusato aria di business con il digitale terrestre. Ma la gente deve sapere che il Dt è un impianto sofisticatissimo che va seguito con precisione e competenza. Non si può far aggiustare una Ferrari al primo meccanico sotto casa!”. Braglia lavora in molti condomini di Reggio. “La nostra è una città piccola, la gente sa chi sono le persone e le aziende affidabili. Non si può lamentare se poi prende scorciatoie facendo fare l’impianto all’amico o al primo che capita del bar. E nei condomini, meglio rivolgersi sempre all’amministratore che ha l’obbligo di attivarsi per far sì che almeno i canali di informazione siano visibili. E’ un obbligo, la gente deve saperlo”. (ga.ca)


Pag.

6

venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

Terremoto in borsa

La catastrofe in Giappone ha dato un’accelerazione ad un trend già presente DI FRANCO

Informazione pubblicitaria

MEGLIOLI

f.meglioli@reporter.it

“Non si crea sviluppo con gli algoritmi”

É

impossibile ipotizzare quanto il terremoto in Giappone potrà influenzare i mercati finanziari visto che si tratta di un cataclisma epocale e che non si può ancora fare una stima precisa dei danni patiti dal paese. Io faccio soltanto due osservazioni cercando di torturare il grafico del Nikkey: nel breve termine, in ogni caso, sarebbe stato molto difficile riuscire a superare l’area di resistenza tra 11.000/11.500. Il disastro, quindi, ha anticipato quello che, probabilmente, sarebbe comunque successo. I prezzi delle azioni sono destinati a scendere ancora. Potrebbero fermarsi nei pressi di 9.000 ma l’ideale sarebbe un re-test della fortissima area di supporto tra 7.000/8.000. A quest’ultimo livello le probabilità di fine ribasso (partito nel lontanissimo 1986) sarebbero elevatissime e potrebbe rivelarsi una di quelle opportunità d’acquisto che capitano una volta ogni morte di Papa. Visto che siamo ancora lontani da questo obiettivo non ci rimane che aspettare con calma e tranquillità. L’impostazione ciclica dei mercati europei ed americani è completamente diversa. Mentre il mercato giapponese è ancora in fase bearish di lungo (probabilmente l’unico tra i grandi), quì da noi siamo all’interno di una fase rialzista strutturale. Il movimento correttivo segnalato da alcuni numeri è soltanto un ritracciamento fisio-

Confartigianato Imprese Reggio Emilia promuove un convegno sul credito

I IL GIAPPONE E LA BORSA Nel grafico, l'andamento del Nikkei

logico che anticiperà una nuova svolta bullish: al momento, però, non è ancora finito. Tra le singole azioni troviamo sempre Unicredit in bilico a cavallo del supporto nei pressi di 1,8: darei al 50% le probabilità di discesa o di salita. In pratica: meglio non far niente. Se dovesse prevalere lo scenario ribassista e i corsi dovessero tornare verso 1,5 potrebbe essere l’ultima grande opportunità d’acquisto da sfruttare. Primi segnali rialzisti, invece, soltanto sopra 1,85. Tod’s è salita beneficiando della notizia dell’opa dei francesi su Bulgari ma non è riuscita a superare 80 euro: la penso sempre allo stesso modo. E’ una migliore opportunità di vendita. Le due Telecom Italia tengono botta: l’obiettivo 1,19 per la risparmio e 1,25 per la ord mi sembrano ancora a portata di mano. Parmalat è tornata a 2,386: se non si formerà un doppio massimo e le quotazioni spazzeranno via anche lo scoglio attorno a 2,4, dovremmo rivederla

almeno nei pressi di 2,6. Mediaset non riesce a decollare: attorno a 4,3/4,5, però, fino a prova contraria la reputo un’opportunità d’acquisto da non perdere. Rimangono incognite sul futuro del gruppo Ligresti: che faranno i francesi? Un mistero. Nel frattempo la speculazione si è buttata a pesce sulla Milano Assicurazioni, la compagnia più piccola del gruppo che si ritiene possa essere ceduta. I grafici e le quantità trattate confermano che c’è qualcosa che bolle in pentola. Attorno a 1,5 c’è una forte resistenza che, difficilmente, verrà superata al primo tentativo. Se si riuscisse a comprare un po’ meglio, però, potrebbe diventare un’occasione interessante. Finmeccanica rimane un pallino. Siamo nei pressi di un minimo importante di lungo termine e bisogna marcarla a uomo. Tra 8,5 e 9 bisogna trovare il momento migliore per comprarla. L’idea è che possa diventare un buy & hold (compra e tieni) ad oltranza.

l delicato rapporto tra Banche e Imprese in merito all’erogazione del credito è l’argomento del convegno promosso da Confartigianato Imprese Reggio Emilia, venerdì 25 marzo alle 16:30 presso l’Aula “Pietro Manodori” dell’Università di Modena e Reggio (viale Allegri, Reggio Emilia). “Avviamo la ripresa: credito e sviluppo del territorio” è il titolo programmatico della giornata di confronto. “L’avvento di Basilea III, che richiede alle banche maggiore patrimonio di vigilanza, e la crisi finanziaria ancora irrisolta, continuano a creare tensioni” spiega Mauro Garlassi, Segretario provinciale Confartigianato. “E’ come se banche e imprese parlassero due diverse lingue, che rendono difficile a ciascuno comprendere le ragioni dell’altro. Le Banche continuano a ripetere che la piccola impresa deve patrimonializzarsi maggiormente e le imprese, dissanguate dal mercato difficile, dagli insoluti e da una tassazione sproporzionata, si sentono prese in giro da richieste che appaiono ingiustificate”. Che fare allora? Prosegue Garlassi: “Poiché non abbiamo rinunciato ad essere al fianco delle nostre piccole e medie imprese, che dal dopoguerra ad oggi hanno creato non solo

I VERTICI DI CONFARTIGIANATO Il segretario provinciale Mauro Garlassi (a sinistra) e il presidente provinciale Rodolfo Manotti

benessere al nostro territorio, ma hanno anche contribuito a “fare” i bilanci delle banche, desideriamo fare il punto sulla situazione per riallacciare un dialogo non necessariamente conflittuale”. Al convegno interverranno Giuseppe Alai (Presidente Banca Reggiana), Antonio Rosingoli (Direttore RE Banca Popolare dell’Emila Romagna), Massimo Morselli (Direttore Area RE Unicredit) e Domenico Menozzi (Direttore Unifidi Emilia Romagna). La giornata sarà moderata dal giornalista de Il

Sole 24 Ore Centro Nord, Giorgio Costa e introdotta dal Presidente provinciale di Confartigianato Rodolfo Manotti. Ed è proprio il Presidente Manotti a chiarire la posizione degli imprenditori in questa partita: “Dalle banche vorremmo maggiore flessibilità. E’ evidente che non si può governare il credito con gli algoritmi: nessun automatismo in un senso o nell’altro, piuttosto una reale evoluzione della cultura del credito, capace di capire i problemi del territorio e sostenere lo sviluppo”.

Informazione pubblicitaria

Giardino, che passione! Domenica 27/3 “Porte aperte” nella nuova sede di Agro System

C

on la bella stagione ormai alle porte, diventa importante prepararsi al meglio per avere tutto l’occorrente utile per un giardino da far invidia al vicino di casa. I reggiani, si sa, sono culturalmente molto legati alla propria casa e alla cura dell’arredo esterno. Ma sulla scelta dei prodotti migliori, meglio affidarsi alle mani esperte di chi da decenni opera nel settore. Come “agro System”, l’azienda bagnolese fondata dalla famiglia Bassoli negli anni Ottanta che ha saputo rinnovarsi nel tempo diventando sinonimo di qualità e affidabilità nei settori delle macchine agricole da giardinaggio, nell’arredo esterno, nel barbeque e nelle piscine. Da pochi giorni “Agro System” ha aperto una nuova “casa”. Sempre a San Tomaso della Fossa, sempre sulla strada provinciale, ma circa 700 metri più avanti in direzione Novellara. Una nuova sede di oltre 2.000 metri quadri che offre a clienti e visitatori una delle più ampie esposizioni di prodotti in tutta la regione. Per entrare e conoscere da vicino la nuova sede, “AgroSystem” organizza una giornata di “Porte Aperte” domenica 27 marzo 2011 con presentazione ed esposizione di prodotti e buffet. Dalle 9.30 alle 19 è infatti in programma l’inaugurazione ufficiale con possibilità di vedere da vicino e toccare con mano i nuovi prodotti delle migliori marche, dai trattorini John Deere alle piscine Castiglione, dai pergolati “Il Ceppo” ai decespugliatori Stihl. Non mancheranno per l’occasione offerte promozionali ad hoc da non lasciarsi sfuggire, come i nuovi trattorini John Deere X125, 18 cavalli a due lame con

scarico laterale, ideali per giardini di media grandezza dai 1.000 ai 3.000 metri quadri. “Agro System” è ormai da anni una realtà apprezzata e consolidata in un mercato sempre più esigente che richiede professionalità e specializzazione. Merito anche dei cugini Stefano e Marco Bassoli che hanno sapuro portare avanti l’attività di famiglia portando la cultura della terra e delle radici nel terzo millennio per stare al passo delle esigenze dei clienti. Insieme a loro uno staff collaudato e competente di persone cresciute con l’azienda sia professionalmente che umanamente, una sinergia di professionalità e organizzazione di altissimo livello, una vera e propria “famiglia” che porta i suoi benefici effetti anche nel servizio al cliente. Chi ha la passione del

giardino, o chi semplicemente ama curare la propria casa nei minimi dettagli anche all’esterno, non può non fare un salto a San Tomaso per conoscere direttamente gli ultimi prodotti lanciati sul mercato dalle migliori marche che in “Agro system” trovano un partner affidabile e competente per la loro distribuzione e vendita. Anche perché “Agro System” accompagna il cliente in tutte le fasi, dall’inizio con consulenze e preventivi ad hoc fatti dopo un accurato sopralluogo per verificare l’individuazione dei prodotti ideali per ogni esigenza alla post-vendita con un’officina specializzata aperta tutti i giorni per la manutenzione e il costante controllo dei prodotti. Per informazioni: www.agro-system.it o 0522-954100.


venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

Pag.

7

Green Economy, una rivoluzione verde

LA COCCINELLA

Ultimo incontro di “Creative Clusters”

Tsunami infinito La paura nucleare ed i rischi per l’economia dopo il terremoto

L

o tsunami che ha devastato il Giappone ha portato bruscamente alla ribalta il problema della energia nucleare e la effettiva garanzia di “sicurezza” delle centrali più moderne. Ricordare che le riserve petrolifere non sono illimitate costituisce affermazione che oscilla tra il banale e lo stucchevole. Tutti ne siamo ben consapevoli, se non altro a partire dalla crisi petrolifera degli anni ‘70, anche se ci ostiniamo ad assumere comportamenti che accelerano l’esaurimento dei depositi che la natura, con un paziente lavoro durato milioni di anni, ci ha regalato. L’esigenza, sempre più indifferibile, di trovare fonti energetiche realmente alternative (e non già ottenute per trasformazioni successive della energia ricavata dalla combustione del petrolio) ci pone davanti a problemi immensi e di difficilissima soluzione. I paesi maggiormente industrializzati, ad esclusione dell’Italia, hanno da tempo adottato la soluzione della realizzazione di centrali nucleari per sopperire, almeno in parte, alle esigenze energetiche. Negli ultimi tempi la fazione favorevole alla ripresa, in Italia, del cammino interrotto molti anni or sono ha sbandierato la tesi della “sicurezza” dei più moderni impianti. Il disastro nipponico ha scatenato la controffensiva della fazione contraria al nucleare che non ha perso occasione per

riprendere a gridare “al lupo, al lupo”. La nostrana tendenza al manicheismo, che genera contrapposte fazioni fin dai tempi dei Guelfi e dei Ghibellini, non favorisce per certo un razionale approccio al drammatico problema. A ben vedere né la fideistica faciloneria né la preconcetta preclusione costituiscono soluzioni percorribili per condurre a definire una politica energetica sostenibile e lungimirante. La fusione nucleare, ad oggi, costituisce la più evoluta tecnologia capace di produrre energia ma, come tutti i pargoli, è bizzosa ed imprevedibile. Ciò che soltanto un secolo fa non era neppur ipotizzabile a livello di fantascienza è oggi realtà, seppur ai primi passi. La sicurezza è senz’altro aumentata rispetto alle strutture sperimentali dell’ultimo dopoguerra ma passi da gigante devono ancora essere compiuti per poter affermare che la reazione nucleare costituisca processo veramente controllabile e che le scorie possano trovare adeguata collocazione senza creare problemi per i prossimi millenni. Se ogni cautela è doverosa ciò non significa che si possa snobbare a priori la soluzione nucleare, in embrione l’unica fonte alternativa che potrebbe sottrarci alla schiavitù del petrolio (e dei petrolieri). Eolico, fotovoltaico, combustibili alternativi, eccetera sono, allo stato dell’arte, palliativi per

DI

DEBORA GRASSELLI

V

utopisti che credono alle favole. I generatori eolici, oltre ad essere poco prestazionali, necessitano livelli di ventilazione elevati che non sono comuni a tutte le terre emerse. I generatori fotovoltaici, oltre ad essere ancora caratterizzati da rendimenti limitati, funzionano a dovere se …. il cielo non è coperto. Il GPL è pur sempre un derivato del petrolio. Il gas metano è, anch’esso, una fonte naturale il cui ciclo rinnovativo ha durata ultra-millenaria e, pertanto, destinata ad esaurirsi come il petrolio. Il metanolo ed altri derivati dei vegetali hanno ben presto presentato l’amaro conto facendo lievitare a dismisura il prezzo di alcuni generi alimentari fondamentali per l’alimentazione umana come le barbabietole da zucchero ed i cereali, ad esempio. Ulteriore interrogativo è costituito dal fatto che ogni paese decide in modo autonomo per cui ci troviamo nella paradossale

situazione di aver accantonato il nucleare, in quanto pericoloso, per poi dover acquistare, a caro prezzo, l’energia prodotta dalle centrali nucleari posizionate appena al di là dei confini nazionali. Al danno della dipendenza energetica si aggiunge la beffa della condivisione del rischio con chi lucra sulla fornitura. La natura, con il tragico esempio nipponico, ha ribadito ancora una volta la propria inarrivabile forza che l’uomo non potrà mai riuscire a piegare in alcun modo ai propri voleri. Quando la natura si scatena, con tutta l’immane violenza di cui è capace, nulla è sicuro o validamente opponibile. La scelta, in attesa che la scienza e la tecnologia riescano a trovare soluzioni alternative realmente percorribili, resta limitata tra l’accettazione consapevole del rischio atomico, con tutte le sacrosante cautele del caso, e la prospettiva della progressiva regressione economica. (l.m.)

enerdì 25 marzo si terrà il terzo ed ultimo appuntamento dell’iniziativa Creative Clusters, promossa dal comune di Reggio Emilia, presso la sede Remida, centro di riciclaggio creativo, “luogo simbolo” della sintesi virtuosa tra creatività e sostenibilità, una cornice perfetta per accogliere le tematiche che verranno affrontate in questo ultimo incontro. Si parlerà infatti di Green Economy. Un tema quanto mai attuale in questo periodo. Il sistema produttivo basato sullo sfruttamento intensivo delle risorse fossili è entrato in crisi. La Green Economy è il risultato di questa crisi e di una possibile via di sviluppo alternativa e sostenibile. Si tratta di un mercato in grande espansione, che offre grandi opportunità di impiego. Si può già fornire un primo elenco di settori che rientrano in questa “rivoluzione verde” e provare a quantificarne il numero degli occupati, il fatturato e in generale l’impatto economico. C’è il settore delle energie rinnovabili, quello dell’efficientamento energetico, la mobilità sostenibile, la gestione e il recycling dei rifiuti.

Grande rilievo, anche nel nostro territorio, hanno l’agricoltura biologica e la produzione e commercializzazione di prodotti a Km zero. Bisogna infine considerare chi è da considerarsi “verde” in quanto ai sistemi e processi di produzione (certificazioni e riduzioni degli impatti sul territorio). Sono centinaia le imprese che si riconoscono in questi ambiti a Reggio Emilia, con ricadute occupazionali importanti e in costante crescita e i Green Jobs sono attualmente una delle migliori e più promettenti possibilità lavorative offerte a chi entra o ha esigenze di riconvertirsi nel mondo del lavoro. L’amministrazione comunale di Reggio Emilia ha individuato nella Green Economy uno dei pilastri per lo sviluppo economico della città, innanzitutto partendo dagli investimenti in ricerca e sviluppo e da progetti di trasferimento tecnologico. L’incontro, tratterà della riconversione di aziende mature, del risparmio energetico su svariati settori (abitare green, agroalimentare green, meccanica green, moda green, etc.) Tutti possono partecipare, dopo l’iscrizione al sito creativeclusters.comune.re.it.


Pag.

8

venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

Alle Fiere di Reggio Emilia

Motori d’epoca da tutto il mondo Sabato 26 e domenica 27 marzo appuntamento con la 31esima edizione della mostra scambio Camer

T

orna anche nel 2011 alle Fiere di Reggio Emilia la Mostra Scambio del Camer, di gran lunga una delle manifestazioni più importanti legate ai motori d’epoca, che il 26 e 27 marzo festeggia la trentunesima edizione offrendo agli spettatori in visita alle Fiere di Reggio Emilia il meglio del suo campionario e della sua passione. 45mila metri quadrati di esposizione, oltre 1.600 espositori, oltre 30mila visitatori nell’ultima edizione: la Mostra Scambio del Camer è senza dubbio una delle più importanti vetrine europee di auto e moto d’epoca, ma anche una fonte inesauribile e preziosissima di pezzi di ricambio, accessori, gadget di ogni settore. Una vera manna per gli appassionati, che si rivolgono al Camer nella loro incessante ricerca di pezzi rarissimi per le proprie auto e moto, oppure per far sistemare, o valutare, la vecchia auto del nonno o la moto del papà che si ritrovano ancora in garage. La proposta sarà come al solito di grande interesse per una manifestazione che si è attestata tra le principali a livello italiano e internazionale. Il collezionista e amante del motorismo storico avrà la possibilità di trovare: moto, auto, cicli, accessori e ricambi d’epoca, nell’ambito di una proposta di grande livello dove molteplici saranno le opportunità di scoprire ogni tipo di ricambio; dal settore motociclistico a quello automobilistico, per poi avere la possibilità di reperire libri, manuali e decalcomanie con la presenza dei massimi specialisti del settore, inoltre grande offerta di modellismo, in più gli oggetti di complemento: valigeria, caschi, targhe, gadget….. In esposizione: automobili, motociclette, ciclomotori, motori a rullo, trattori, insomma tutto quello che viaggia

sulle ruote storiche.

LE INIZIATIVE COLLATERALI

Per l’ottavo anno consecutivo ritorna il “salotto buono” della Mostra Scambio del Camer: si tratta del Punto Incontro, ovvero lo spazio pensato per i più giovani, ma rivolto a tutti gli appassionati che abbiano voglia di approfondire certi temi legati al motorismo storico. E che testimonia lo sforzo degli organizzatori di rendere la Mostra Scambio un appuntamento di stampo non solo collezionistico, ma anche culturale. Il Punto Incontro 2011 aprirà ufficialmente i battenti dopo il taglio del nastro di sabato 26 marzo alle ore 10 da parte del sindaco di Reggio Emilia Graziano Delrio: dopo le Ferrari, le Maserati e le Harley Davidson, le Bugatti (tanto per citare solo gli ultimi gioielli esposti), quest’anno il Punto Incontro avrà una svolta ancora più spettacolare. Non solo motori d’epoca ad arricchire la mostra collaterale, ma una vera e propria rievocazione storica in costume. Se a farla da padrone saranno le moto americane importate in Italia tra gli anni ’20 e gli anni ’70 del ventesimo secolo, a colpire il grande pubblico saranno soprattutto i costumi originali da motociclisti della stessa epoca. Un trionfo di trench di pelle, stivaloni, occhiali, valigie, ma anche giacche e cravatte disegnate e realizzate quasi cento anni fa specificamente per i motociclisti che, a quei tempi, dovevano avere tasche molto capienti per potersi permettere di essere centauri. Oltre ai dieci manichini viventi e alle 21 moto (di molte delle quali ci sono al massimo due o tre esemplari rimasti in tutto il mondo) in esposizione, non mancheranno

martedì 8 marzo, Corallo, Scandiano

CARNEVALE AL CORALLO

I

SERVIZI

ATMOSFERE E SUGGESTIONI DAL PASSATO

Fra le novità di quest'anno anche le rievocazioni di costumi da motociclisti anni '20

naturalmente le auto: saranno 7 quelle in mostra al Punto Incontro che formeranno una sintesi del meglio del mercato americano della prima metà del novecento. Ci saranno la Ford T, quella dei film di Stanlio e Ollio per intenderci, diventata celebre anche perché fu la prima automobile prodotta in catena di montaggio; ma anche una Pontiac, un Buick degli anni ’50, una Packard ed una Cadillac appartenuta al conte Domenico Agusta. A rendere ancora tutto più spettacolare, l’esibizione di cheerleaders anni ’50 e di un sosia di Elvis Presley, per dare un ulteriore tocco anni ’50 alla manifestazione.

martedì 8 marzo, Ha

banero, Reggio

FESTA DELLA DONNA Emilia CENA SEXY E STRI P TEASE

FOTOGRAFICI COMPLETI

DEGLI

ORARI: SABATO DALLE 8,00 ALLE 18,30 DOMENICA DALLE 8,00 ALLE 17,00 INAUGURAZIONE: SABATO 26 MARZO ALLE 10. TAGLIERÀ IL NASTRO IL SINDACO DI REGGIO EMILIA GRAZIANO DELRIO BIGLIETTO DI INGRESSO: €. 8,00 A GIORNATA ESPOSITORI: 1.600 MANIFESTAZIONI COLLATERALI, PUNTO INCONTRO: LE HARLEY DAVIDSON CHE HANNO FATTO LA STORIA. RIEVOCAZIONI DI COSTUMI DA MOTOCICLISTI ANNI ’20. LE AUTOMOBILI AMERICANE PIÙ IMPORTANTI DEL VENTESIMO SECOLO RIFERIMENTI: WWW.CAMERCLUB.IT; INFO@CAMERCLUB.IT TELEFONO 0522/703531 FAX 0522/930428

lunedì 14 marzo, Teatro Valli, Reggio Emilia

sabato 12 marzo, Fiere di Reggio Emilia

RENZO ARBORE IN CONCERTO

MOSTRA CANINA

EVENTI

DELLA SETTIMANA E TANTO

ALTRO...

SUL NOSTRO

SITO

www.reporter.it

venerdì 11 marzo, Cattedrale, Reggio Emilia

CELEBRAZIONI TRIGESIMO DON VITTORIO CHIARI

sabato 12 marzo, Aula

Mag

na, Reggio Emilia XV CONGRESSO PROV INCIALE ANPI

Martedì 8 marzo, Il Casale, Reggio Emilia sabato 12 marzo, Fuori Orario,

RIO LIVE

Taneto

FESTA DELLA DONNA AL CASALE


settimana dal 18 al 24 marzo

eporterWeekend www.reporter.it

Pagina III

L’arte “rivoluzionaria” dei suoni Katia e Marielle Labèque: il grande duo pianistico in concerto sabato 19 marzo al Valli

A Palazzo Casotti sbarca il movimento “surrazionale” Pag II

Cinema: tutti i film da non perdere Pagine IV – X – XI

Rockabilly in Salumeria con Francis & Francis Pag XII

CULTURA - SPETTACOLI - MOSTRE MUSICA - LIBRI - VIAGGI

SCOPRI TUTTI GLI APPUNTAMENTI SU

.it

Alla Prateria arriva il Neil Young Day Pag XIII


Pag.

II

venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

mostre A Palazzo Casotti

Unire il disperso

Sabato 19 si inaugura la mostra del neonato movimento artistico – culturale “surrazionale”

S

uggestioni da un’estetica surrazionale”. È il titolo della mostra, curata da Franco Canova e Marzio Dall’Acqua, sabato 19 marzo che sarà inaugurata alle ore 11 a Palazzo Casotti e che si annuncia di particolare rilievo artistico-culturale perché, come si evince dal Manifesto del Movimento Surrazionale pubblicato nel blog: htp:// www. surrazional.ning.com, è nel segno del pensiero del grande filosofo Gaston Bachelard (1884-1962), e con la sua sessantina di opere (pittoriche, scultoree, fotografiche), firmate da venti artisti selezionati tra un centinaio di autori aderenti da più parti d’Italia e all’estero al suddetto Manifesto, costituisce la prima uscita pubblica del Movimento artistico ispirato dagli studi del filosofo francese su alcuni temi dell’immaginario

particolarmente significativi e ricorrenti nell’inconscio individuale e collettivo attestati dall’arte e dalla poesia (l’acqua, il fuoco, lo spazio etc.). La maggior parte degli artisti in mostra, attuando anche un sensibile scarto stilistico rispetto ai precedenti lavori, ha sviluppato nella propria opera quanto ritenuto appropriato alle stimolazioni date dal termine “Surrazionale”, esplorando le vie più inerenti alla filosofia della “rêverie” e alla fenomenologia dell’immaginario esposte in diversi seminari su Bachelard, mentre altri artisti (come ad esempio Coppola, Montecchi, Sorel) sono stati invitati perché autori di opere in cui si sono ravvisate, per quanto inconsce o inconsapevoli, componenti surrazionali. Il lavoro di indagine e approfondimento dell’estetica sur-

razionale attraverso l’opera degli attuali “antologizzati” e a quanti, pur di valore, non lo sono stati per motivi forzatamente pratici, si annuncia ricco di stimoli e prospettive creative che un apposito Convegno Internazionale di Studi intitolato “Bachelard e il Surrazionale”, previsto sabato 9 aprile presso l’Aula Magna dell’Università di Reggio Emilia, non mancherà di indicare contribuendo, grazie alla presenza di studiosi di livello non solo nazionale, alla specifica definizione delle complesse problematiche estetiche, creative e “immaginali” elaborate, fra gli anni ’40-’60, dal filosofo francese.Gli artisti in mostra sono: Egizia Ongarini (omaggio alla memoria), Giovanni Badodi, Enrico Balasini, Carla Battaglia, Marisa Bottazzi Agnesini, Giorgio Buffagni, Mauro Coppola, Giuliano Gi-

8,75

ganti, Paolo Ielli, Nicoletta Magnani, Fiorenzo Mascagna, Andrea Mercedes Melocco, Vasco Montecchi, Anna Paglia, Nino Poli, Nadia Rosati, Giuseppe Schenetti, Janet Slom, Morgan Soli e Giorgio Sorel. La mostra sarà presentata dal professor Marzio Dall’Acqua, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Parma, e dal professor Franco Canova, Presidente dell’Associazione Culturale e Artistica “Movimento Surrazionale”. All’inaugurazione seguirà una performance, “Surrazionale: un immaginario per l’Arte contemporanea”, ad opera della Compagnia “Siparietto del Ridotto” di Reggiolo. Catalogo in mostra. L’esposizione sarà aperta fino al 10 aprile da martedì a domenica (dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 19,30).

NEL SEGNO DI GASTON BACHELARD

“La forza dell’ultimo” di Egizia Ongarini

Frammenti di vita

L’abisso dell’anima Il filtro della memoria

Figurazione e astrattismo nelle opere di Giordano Montorsi di

Rossella PoRcheddu

U

n’isola di silenzio in un oceano di parole”. Così Giordano Montorsi, artista multidisciplinare, descrive la pittura, protagonista della personale allestita presso la Galleria 8,75 Artecontemporanea di Reggio Emilia. Visitabile fino al 2 aprile, “Nel cuore degli abissi” è un’esposizione da ammirare in solitudine, circondati da un’atmosfera pacata e da una luce soffusa. Non colpiscono nell’immediato le creazioni in mostra, per lo più opere su carta di modeste dimensioni, ma conquistano pian piano. Prima si coglie l’insieme, frutto di molteplici contrapposizioni, la luce e l’ombra, l’illusione e la realtà, la figurazione e l’astrattismo. Poi lo sguardo indugia nei particolari, nelle linee ora sinuose ora diritte, spezzate o continue, e nelle campiture di colore, sempre morbide e seducenti. Infine l’attenzione si posa sulla macchia, né imperfezione né residuo, ma principio di ogni cosa. Non scaturiscono dal disegno, impronta definita di soggetti riconoscibili, le opere di Montorsi, realizzate tra il 2009 e il 2011. Nascono piuttosto da quelle macchie, vaghe e sfocate, che alludono a tutto ciò che lo spettatore riesce a vedere in esse. “Esiste un abisso cosmico - ci dice l’artista - un abisso marino e uno

NEL CUORE DEGLI ABISSI

Sopra, un'opera di Giordano Montorsi

interiore, dell’anima”. Interviene col fuoco sul cartoncino per dar vita a figure zoomorfe, il pittore scandianese, docente di tecniche pittoriche all’Accademia di Venezia. Ecco allora emergere, da un mare profondo, bruciante di oscurità, accoglienti conchiglie e tartarughe d’acqua, insidiose spire e avvolgenti tentacoli. Mute sonorità e segrete luminosità custodiscono gli inaccessibili misteri dell’universo e le corruttibili emozioni umane. Nutrendosi di componenti figurative e suggestioni astratte, l’arte di Giordano Montorsi si apre a varie interpretazioni, personali e intime, fantasiose e bizzarre, spirituali e temporali.

L’intento dell’artista è di lasciare libertà al fruitore, non circoscrivere la visione né suggerire diverse chiavi di lettura. Donare l’opera all’osservatore, affinché possa ritrovare un sentimento dimenticato o scoprire un giardino dietro un occhio magico, come accade con l’inedita scultura-oggetto, offerta a sguardi ingenui e a individui capaci di stupore. “La pittura è musica del silenzio – conclude Montorsi – che mira all’incanto e al piacere di una superficie misteriosa, suggestiva e ineffabile”. Galleria 8,75 Artecontemporanea - Corso Garibaldi, 4 - Reggio Emilia Martedì, mercoledì, venerdì e sabato, dalle 17 alle 19.30

C

Fotografie di Bruno Cattani in mostra a Genova

ontinua fino al 26 marzo la mostra “The Memory box” del fotografo reggiano Bruno Cattani ospitata da Visionquest gallery a Genova. Fissare nella memoria i ricordi di luoghi, volti, corpi, emozioni. Assimilarli e conservarli in una immaginaria e misteriosa scatola. Poi per qualche arcano mistero, o a volte attraverso stimoli in parte consapevoli, aprire questa scatola e ridar loro forma. Grande complice di questa Memory Box è la fotografia; nel momento stesso in cui scattiamo le abbiamo consegnato un frammento della nostra vita. “Certo, mai si può dimenticare che la fotografia, nel momento in cui pretende di sottrarre un frammento di vita e di realtà all’inesorabile scorrere del tempo, in verità ce lo consegna ossificato, lacerto di qualcosa che non c’è più.” scrive Sandro Parmiggiani. È chiaro che con questa ricerca fotografica iniziata alcuni anni fa sui ricordi della sua città Reggio Emilia per poi muoversi nei meandri dalla sua vita, Bruno Cattani non consegna solo ricordi. Con indiscutibile padronanza della tecnica fotografica e della composizione dell’immagine, con grande sensibilità e una quiete cromatica, si avvicina a frammenti, luoghi, angoli, strade che ha vissuto e percorso. Si muove intorno

NON SOLO RICORDI

Un'immagine del fotografo reggiano Bruno Cattani

a giochi e giocattoli dell’infanzia: il triciclo, il bigliardino, la giostra, il circo, le domeniche al parco o d’estate al mare, le partite di calcio o le gite scolastiche ai Musei Civici. Restituisce le tensioni e le contraddizioni della nostra religione: i crocefissi nelle chiese e sagrestie, quelli abbandonati o sopra i calendari di nudo allineati nel negozio di un barbiere. Esplora i resti fatiscenti e le presenze degli edifici abbandonati di un vecchio ospedale psichiatrico o le dismesse Fabbriche Reggiane. Aprendo la sua Memory Box, Bruno Cattani ci consente di aprire la nostra e di rileggerne la storia attraverso il filtro della memoria.

Continua Sandro Parmiggiani: “… fotografare, potremmo aggiungere, non è accanirsi a rubare un frammento di realtà esattamente identico a un presunto vero, ma sapercelo restituire, attraverso una sorta di trasfigurazione, nella sua essenza di qualcosa che si trova sempre in relazione con il mondo e con un sentimento dello sguardo… E’ questa la fotografia che resta, quella che non teme di confrontarsi con forme di espressione artistica di ben più lunga e solida tradizione, quella che sa riconsegnarci e preservare nel tempo, attraverso un frammento del reale, i palpiti di vite e di momenti che più non sono.”

Al Mauriziano

Il nuovo progetto espositivo di Massimo Canuti I l Circolo degli artisti presenta un nuovo progetto espositivo dedicato alle ultime ricerche di Massimo Canuti, artista di Guastalla che si è imposto all’attenzione della critica per una figurazione essenziale, intrisa delle storie e degli umori del fiume Po. L’esposizione, curata da Giuseppe

Berti presso il Mauriziano (via Pasteur, 11), s’intitola “Già sulle rive dello Xanto…” in omaggio ad un frammento lirico di Alceo (VII sec.), in cui il sentimento della natura impregna tutte le parole del testo. Come si legge, infatti, della nota critica del curatore, “per Canuti lo spirito dei suoi luoghi è un lievito arcano di metamorfosi e

sogni, agisce in lui come memoria e cultura, si svela come deposito di immagini che rimandano talvolta all’infanzia, filo d’Arianna capace di dipanarsi tra gli affetti e le vicende che attraversano gli anni”. In mostra, una quarantina di opere, per gran parte realizzate negli ultimi due anni: dai dipinti a tecnica mista, in cui si riconosce

un abbondante uso di cartone, materia povera e calda che sostituisce la tela, ai piccoli paesaggi a gessetto e matite su carta, che restituiscono “relitti di cose e di corpi che il fiume ha ingoiato e rigettato”. Fino al 3 aprile, da martedì a sabato con orario 9-12 e 16-19, domenica ore 16-19.


venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

Pag.

III

spettacoli Concerti

Ebano e avorio

Il grande duo pianistico delle sorelle Labèque e due percussionisti di Caracas il 19 al Valli di Luana

SaLvarani

I

l vero futurismo in musica non è arrivato in sincrono con quello letterario e visivo. La grande igiene delle forme, la disinfestazione saluberrima dai vapori sentimentali, metafisici e parafilosofici che il tardo Ottocento si lasciava dietro, compiuta con gesto sicuro dai Marinetti, dai Soffici, dai Futurballa, non riuscì a scalzare il grande edificio logico della musica mitteleuropea: che ancora aveva tanto da dire. E in effetti le coraggiose sperimentazioni di un Balilla Pratella o di Luigi Russolo rischiano di sembrare sempre isteriche macchinette che fanno tric-trac, di fronte ai maestosi interventi a viscere aperte di Mahler, Schoenberg & C. L’arte dei suoni ha suoi tempi di maturazione, il più delle volte simpaticamente disallineati da quelli della storia. Per il vero futurismo in musica dobbiamo aspettare Lui, sempre Lui: Igor Strawinsky: quello parigino degli anni Venti, e ancor più quello “americano”. Che, trascrivendo

e realizzando le sue musiche per pianoforte meccanico a rullo, come canale promozionale per la grande ditta Pleyel, dimostrò concretamente come si porta la grande musica nella vita moderna, coniugando senza tante cerimonie Arte e Capitalismo; e poi, con la sua corsa verso il puro gioco delle forme e il più totale disincanto sonoro, snebbiò la musica occidentale, come nessuna teoresi poteva fare, dalla sbornia oppiacea dell’Espressionismo, della Dissonanza e del Sublime in salsa decadente. Ma un’altra forza incalzava, altrettanto potente, incrociando il percorso di Strawinsky e proponendosi come la vera musica moderna per il Duemila a venire: l’età del jazz. E la canzone americana in tutte le sue seducenti forme, sulla linea blues-ragtime-swingbebop, capace di ricatturare le corde del corpo e quelle, sempre tese, del cuore, senza per questo esser meno futurista. Perché la musica europea aveva dovuto scegliere per sopravvivere, e aveva saggiamente scelto il cer-

vello; scelta che fu risparmiata al sangue giovane e disinibito della musica americana. Un percorso, questo, che possiamo ascoltare al vivo nel programma del 19 marzo, che vale come una lezione non convenzionale di storia della musica novecentesca, nel cuore di una delle sue più fruttuose innovazioni: l’uso degli strumenti a percussione, e l’uso percussivo del pianoforte – capace di passare dal polifonismo più analitico alla forza barbarica degli accordi suonati, pestati con violenza nelle regioni gravi della tastiera. Come non pensare all’attacco della Sonata per pianoforte solo di Bartók? Ed è infatti una celebre partitura di Bartók, la Sonata per due pianoforti e percussioni, a fare da premessa ideale e trait d’union tra la musica “classica” e la strada nuova che inizia qui, da Strawinsky, Gershwin e Bernstein. Una strada che si stende davanti a noi, ancora ricca di futuro. Poi ci sono in giro anche quelli che rimpiangono la musica “classica”. Contenti loro.

N

Al Boiardo

KATIA e MARIeLLe LABÈQUe, dUo pIAnIsTIco GonZALo GRAU, peRcUssIonI pABLo BencId, peRcUssIonI TeATRo VALLI - sABATo 19 MARZo 2011, oRe 20.30 I. sTRAVInsKIJ conceRTo peR dUe pIAnofoRTI (1935): con MoTo; noTTURno; QUATTRo VARIAZIonI; pReLUdIo e fUGA G. GeRsHWIn RHApsody In BLUe InTeRVALLo - L. BeRnsTeIn WesT sIde sToRy (1957) ARRAnGIAMenTo peR dUe pIAnofoRTI e dUe peRcUssIonI dI IRWIn KosTAL (50’)

Correggio

Lello Arena, che Panza!

Note dorate

Martedì 22 “Don Chisciotte” con Claudio Di Palma

Griminelli all’Asioli per celebrare il centenario del Credem

M

artedì 22 marzo il Teatro Boiardo di Scandiano presenta in abbonamento “Don Chisciotte” con Claudio Di Palma e Lello Arena. Liberamente tratto da Miguel de Cervantes, nella versione scenica prodotta da Teatro Segreto, Don Chisciotte è un moderno professore universitario, studioso di letteratura epica che vive in una profonda solitudine. Emarginato da una società che lo respinge quotidianamente, il protagonista perde contatto con il mondo reale, attivando una crescente energia visionaria che lo porterà a dialogare con i fantasmi della classicità. L’apparizione di un singolare personaggio che Don Chisciotte trasforma nel suo Sancio Panza innesca il tentativo di riportare il professore entro i confini di una ritualità sociale cosiddetta normale. Il professore posseduto dall’anima immortale di Don Chisciotte, continua, però ad alterare la relazione tra passato e presente, inseguendo una visione disperata e poetica dell’esistenza. Il fragilissimo eroe cerca un’ipotetica

di

debora GraSSeLLi

M

N

dI RUGGeRo cAppUccIo con don cHIscIoTTe - cLAUdIo dI pALMA sAncIo pAnZA LeLLo ARenA MUsIcHe pAoLo VIVALdI ReGIA nAdIA BALdI

Dulcinea, che nel suo desiderio si configura come definitivo incontro di salvezza e di pace. Il testo di Ruggero Cappuccio si concentra sul conflitto tra modernità efferata e umanità poetica, sulla solitudine, l’illusione, sul lirismo di una realtà che non è più o che non è mai stata, ma vive fresca nella memoria come ricordo presente. La regia di Nadia Baldi si attesta su

confini immutabili, ma non per questo facilmente rintracciabili, quelli che da millenni vivono invariati nel cuore degli uomini. La messinscena, nell’interpretazione di Claudio Di Palma e Lello Arena, utilizza una delicata indagine interiore a specchio per svelare il rapporto tra dolore e bellezza. Inizio ore 21. Per info www.cinemateatroboiardo.it

artedì 15 marzo al concerto di Andrea Griminelli all’Asioli di Correggio, erano presenti oltre 450 invitati, un tutto esaurito per celebrare insieme il centenario del Gruppo Credem, nato nel 1910, e l’apertura, a Correggio, della prima filiale della banca dopo la sede centrale di Palazzo Spalletti Trivelli di Reggio Emilia. L’istituto ha voluto festeggiare questa data storica con i suoi clienti e con la cittadinanza correggese, proponendo un concerto del celebre flautista originario della città. Il maestro è stato accompagnato al pianoforte dalla giovanissima Irene Veneziano, già promettente pianista, risultata semifinalista al prestigiosissimo “16th International Piano competition Fryderyk Chopin” di Varsavia 2010. “Collaboro con lei da ormai tre anni, perché è più brava di tanti altri affermati pianisti con la ‘puzza sotto il naso’”. Dopo l’apertura del concerto da parte del presidente del gruppo Credem, Giorgio Ferrari, arriva sul palco Griminelli, “E’ sempre un’emozione essere a Correggio,

Andrea Griminelli

nella città in cui sono nato”. Il concerto inizia con un fuoriprogramma dedicato al Giappone e alle sue vittime: l’Ave Maria di Charles Gounod. A seguire il maestro ha proposto al pubblico un programma originale, intervallando brani popolari e d’opera a celebri colonne sonore di film. Ad aprire il concerto due classici: Fantasia sul tema del Rigoletto op. 335 di W. Popp e “Tarantella” di G. Rossini. In seguito un medley di brani, colonne sonore di famosi film, del grande compositore

Nino Rota, di cui si festeggia quest’anno il centenario della nascita: “Romeo e Giulietta” di F. Zeffirelli, “Il Padrino” di F. Coppola e “8 e mezzo” di F. Fellini. A seguire Zigeunerweiser Op. 20 di P. Sarasate e un medley sui temi di “Moon River” e “Meggie’s theme” di H. Mancini. Non è mancato un omaggio al maestro Ennio Morricone con “Nuovo Cinema Paradiso” e “Mission” e in conclusione una fantasia brillante sui temi della “Carmen” di Bizet per flauto e pianoforte di F. Borne. Un’ora di grande musica, in cui la dolcezza e il tocco nobile delle note della bravissima pianista Irene Veneziano, si sono fuse al ritmo travolgente del grande flautista correggese. Griminelli svela che Reggio Emilia, molto presto, lo vedrà ancora una volta esibirsi: “Il 28 marzo si terrà per la prima volta in Italia un inedito di Vivaldi ‘Il gran Mogol’, nella sala degli specchi del Valli. Questa opera di Vivaldi che si credeva perduta è stata ritrovata solo un anno fa negli archivi di Edinburgo. Sarà un concerto da camera per flauti e archi, di un’opera preziosa e inedita, mai sentita in Italia.”

A Fabbrico

Shel Shapiro in Beatnix Venerdì 25 il cantante dei Rokes con un testo di Berselli

B

eatnix, lo spettacolo su testo di Edmondo Berselli e Shel Shapiro, con Shel Shapiro (voce e chitarra acustica), Alessandro Giulini (tastiere e fisarmonica) e Daniele Ivaldi (chitarra acustica ed elettrica) sarà protagonista della serata di venerdì 25 marzo al Teatro Pedrazzoli di Fabbrico. Shel Shapiro, storico cantante dei “Rokes”, negli ultimi anni si

è dedicato al cinema e al teatro, ripercorrendo sul palcoscenico anche una storia di cui egli stesso è stato protagonista. Ha avuto un grande successo infatti il suo spettacolo “Sarà una bella società”, il cui titolo non è altro che un verso di una notissima canzone dei “Rokes” stessi, “Che colpa abbiamo noi”. Beatnix è un progetto artistico di Edmondo

Berselli assieme alla cavernosa voce ed imponente corpo scenico di Shel Shapiro, interprete magistrale dei segni lanciati da Borroughs, Corso, Ferlinghetti, Ginsberg, Kerouac, McClure. La messa in scena di una generazione di artisti, che ha rivoluzionato i canoni linguistici e gli stili di vita con i suoi “No” cercando di percorrere una possibile altra via,

dove nulla era dato a priori, dove ogni alterità era possibile fonte creativa. Una generazione anarchica e con una forte ontologia non organizzata. Letture maledette, tratte da testi “sacri-leghi” e carichi di bellezza visionaria, spesso scomodi e a torto considerati sordidi, se non addirittura censurati dalle istituzioni, forse anche per questo entrati nel Mito.

I versi letti o cantati da Shel, sono lemmi devastatori, e proprio per questo rigenerativi. La bellezza dello spettacolo risiede nella capacità dell’interprete di rendere palpabile la dimensione intratestuale, come se le parole scritte dagli autori germinassero nel preciso istante della performance. Informazioni: 0522.667062; www.teatropedrazzoli.it


Pag.

IV

venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

cinema La vita facile

Una storia originale e imprevedibile Lucio Pellegrini dà spessore ai propri protagonisti in una storia d’attualità, in cui nulla è ciò che sembra The fighter

Con una formula collaudata il knockout è assicurato

DI FEDERICO FORNARA

N

DI

MONICA FRANZONI

È

bello uscire per una volta da una sala cinematografica, dopo la visione di una pellicola italiana, soddisfatti dello spettacolo che si è andati a vedere: per la bravura dei protagonisti, capaci sotto il tocco di Lucio Pellegrini di abbandonare le consuete maschere per personaggi opportunisti e complici al punto giusto, e per l’originalità della storia, di estrema attualità per quanto imprevedibile. Mario e Luca sono amici per la pelle fin dai tempi dell’università. L’incontro con Ginevra farà loro assumere strade diverse: Mario diverrà un

rinomato chirurgo romano e sposerà la donna, mentre Luca andrà a lavorare in un ospedale da campo in Kenya, scappando da entrambi. proprio qui che il trio si ritroverà, in una pellicola in cui le vite “facili” del terzetto, assumeranno risvolti inaspettati. È autentica la storia, incentrata in ampia parte sulla difficoltosa vita africana, in termini di agi e convivenza con gli indigeni, seppur più immediata a livello relazionale. Nel giro di poche ore il complesso rapporto di aspettative, lussi, menzogne e tradimenti dell’Occidente riuscirà a gettare lo scompiglio, con tutto il suo carico di marginalità, sul silente,

routinario e disagiato scenario dell’ospedale da campo, fatto di priorità legate alla sopravvivenza. Presentato da trailer e locandina come una romantica storia “lui, lei e l’altro”, l’ago della bussola si sposta brillantemente su di un ritratto agro dolce di malasanità, connivenza, amori di comodo ed amicizie di copertura. Nessun sentimento sincero sembra essere protagonista di questo divertito ritratto corale, sociale ed umanitario, eppure, ha dichiarato Stefano Accorsi: “In La vita facile nulla è ciò che sembra”, cosicché proprio l’Amore e l’Amicizia veri, seppur in forma inusuale e tutt’altro che conciliatoria, alfine trionferanno.

ella Lowell (Massachusetts) di Jack Kerouac il pugile professionista Micky Ward accusa un calo di prestazioni sul ring e una cocente ulteriore sconfitta lo porta quasi ad abbandonare la boxe. Il suo coach, il fratellastro Dicky Eklund, anche lui pugile ed ex campione del mondo, è colui che gli ha insegnato tutto e che rappresenta un punto cardine della sua vita, ma che ora si trova perduto nel fumoso mondo del crack. Micky è quindi portato a valutare le sorti della sua carriera e si rende conto che essa si trova in bilico su di una linea sottile: da una parte la famiglia, trasformatasi da tempo in agenzia di promozione per i due fratelli, dall'altra le promettenti offerte che riceve da terzi. Scoprirà che la soluzione vincente è coniugare i due mondi. The fighter è una storia vera e sembra voler essere la risposta a The wrestler di Aronofsky (e curiosamente doveva essere pro-

Oroscopo

prio lui il regista). Due film dove si analizzano le due facce del sogno americano. Nel secondo il protagonista arriva a un'autodistruzione completa, riducendo in cenere grandi possibilità e rimanendo incastrato in una gloria scomparsa da tempo e che nessun altro, eccetto lui stesso, intravede più. Nel primo, di converso, si racconta di come Micky e Dicky, riescano a emergere da una realtà mediocre contando sulla loro estrema passione per lo

dal 18 al 24 marzo

Le indicazioni delle stelle su AMORE

ARIETE A MORE: S E S S O: L AVORO:

TORO  ★★★★ ◆◆

A MO RE: SESSO : LAVO RO :

GEMELLI  ★★★ ◆◆◆

AMO RE: S ES S O : L AVO RO :

 ★★★ ◆◆◆

SESSO LAVORO

CANCRO

LEONE

AMO RE: S ES S O : L AVO RO :

AMOR E : SE SSO: LAVORO:

 ★★ ◆◆

VERGINE  ★★ ◆◆◆

AMORE - Le coppie hanno molta passione e già questo è un punto di incontro da sfruttare a favore, per poter superare alcune incomprensioni che non riguardano neppure il rapporto in senso stretto. LAVORO - Se manterrete i piedi a terra e gli occhi fissi su un solo obiettivo per volta, riuscirete a marciare diretti senza ostacoli, nonostante l'opposizione di Mercurio. Il vero problema è la vostra impulsivita'. LA LUNA CONSIGLIA - Ritrovate l’equilibrio e sarete piu’ disponibili.

AMORE - In amore, non date tutto troppo per scontato: il partner è stanco di fare sempre le stesse cose... accontentatelo. Grazie alle stelle positive, per i single incontri esaltanti. LAVORO - Attenti alla distrazione, soprattutto se state per tagliare un ambito traguardo. Il minimo errore e farete grossi passi indietro. In arrivo nuove conoscenze che potrebbero rivoluzionare la vostra attività lavorativa. LA LUNA CONSIGLIA - Una telefonata vi rendera’ euforici.

AMORE - Per i single ricordatevi bene che non si vive di sole 'conquiste' e di 'cacciatori e prede'. L'amore, quello vero, è ben altro, non credete? Provate a riflettere. LAVORO - Anche se non lo ammettereste per tutto l'ora del mondo, avete un gran bisogno di riposo. Prendetevi un giorno di stacco; dormite, rilassatevi ma soprattutto, occupatevi anche della vostra vita sentimentale. LA LUNA CONSIGLIA - Attendete tempi migliori.

AMORE - Per quanto riguarda i sentimenti, i rapporti di lunga data potrebbero attraversare un momento di crisi, visto l'opposizione di Marte: cercate di puntare sul dialogo e sulla sincerità. LAVORO - Gli astri vi consigliano di tenere a freno lingua e impulsività, che vi porterebbero ad aggredire chiunque vi capiti a tiro. Assolutamente vietato crearsi dei nemici, soprattutto ora che state per tagliare un ambito traguardo. LA LUNA CONSIGLIA - Chiarite un malinteso con un amico.

AMORE - Con il partner sarete senza mezze misure, sia quando dovrete rimproverargli una dimenticanza sia quando vorrete dimostrargli tutto il vostro amore. Per i single nessuna novita' in arrivo. LAVORO - Proprio quando pensavate di averla fatta franca, ecco spuntare un agguerrito avversario, pronto a tutto pur di soffiarvi da sotto il naso quell'affare cui tenete molto. Chiedete un aiuto a un collega, non ve ne pentirete. LA LUNA CONSIGLIA - Controllate il vostro bilancio per evitare guai.

BILANCIA

SCORPIONE

SAGITTARIO

CAPRICORNO

ACQUARIO

A MORE: S E S S O: L AVORO:

A MO RE: SESSO : LAVO RO :

AMO RE: S ES S O : L AVO RO :

AMO RE: S ES S O : L AVO RO :

AMOR E : SE SSO: LAVORO:

 ★★ ◆◆

AMORE - I single dovranno prendere un bel respiro prima di proferire qualsiasi parola a persone che non si conoscono, in quanto queste potrebbero non essere così favorevoli nei vostri confronti! LAVORO - Vi date da fare per far colpo sul vostro titolare ma non sempre scegliete i modi più giusti. Sarebbe meglio essere più semplici, mostrandovi per quello che siete veramente, senza cadere nella tentazione di tirarvela un po' troppo. LA LUNA CONSIGLIA - Tentate la sorte al gioco.

 ★★ ◆◆◆

AMORE - In questa settimana fareste bene a fare qualcosa che possa farvi stare bene e che non metta in risalto vecchie problematiche che ormai avete accantonato e che non andrebbero rivangate per alcuna ragione! LAVORO - Certamente due pianeti in Scorpione in quadratura al vostro Sole non sono agevoli da vivere e possono disturbarvi al lavoro, ma non esagerate con il pessimismo! Sarete attratti da una attività legata alla New Age. LA LUNA CONSIGLIA - Non prendete le cose con leggerezza.

 ★★★ ◆◆◆◆

AMORE - Aprite il vostro cuore alla tenerezza e non perdete l'occasione di amare ed essere amati... L'amore è magia e si può imparare a farlo prosperare a lungo e in buona salute. LAVORO - Grazie alla Luna in posizione favorevole, riprenderete fiducia in voi stessi. Sarete quindi in grado di valutare con più obiettività le questioni che vi preoccupano, e capirete che c'è spazio per migliorare la vostra posizione. LA LUNA CONSIGLIA - Agite con destrezza.

sport e affidandosi l'uno all'altro. Micky sa che l'esperienza del fratellastro è insostituibile e Dicky (figura del tutto simile al wrestler di Aronofsky) vuole credere in un sogno che lui stesso si è negato dopo una pessima giocata di carte. I toni con cui viene raccontata la vicenda sono, tutto sommato, quelli di una commedia e la natura sgangherata della famiglia di Micky ne risulta piacevolmente accentuata. In particolar modo Christian Bale, che ottiene l'Oscar come attore non protagonista, svolge un lavoro eccellente, e si rende quasi irriconoscibile, mentre si veste della tenera idiozia di Dicky. La regia rimane sempre pulita e va a sporcarsi soltanto durante gli incontri di boxe, simulando brillantemente la ripresa televisiva senza mantenerne però la staticità ed entrando nel vivo dell'azione. Colonna sonora folgorante tra Aerosmith, Rolling Stones e Whitesnake. In coda, una clip con i due veri fratelli pugili.

 ★★ ◆◆

AMORE - Non appena inizierà la settimana, vi sentirete subito molto coinvolti sentimentalmente ed è una sensazione che non vi attendete, soprattutto perché riuscite a mantenere il controllo su voi stessi anche in queste situazioni! LAVORO - In questa settimana non dovrebbe essere un problema essere più creativi degli altri, visto che tutti coloro che vi saranno intorno saranno fuori forma e con poca adrenalina in corpo per prendere delle posizioni e ribellarsi. LA LUNA CONSIGLIA - Lanciatevi nelle spese.

 ★★ ◆◆

AMORE - I single non avranno problemi a trovare qualcuno che possa intrattenerli in modo divertente e poco impegnativo, ma alla fine potrebbero scoprire che non è esattamente quello che vogliono. LAVORO - Questa settimana, dovreste cercare di prendere del tempo per capire quali siano i vostri reali obiettivi e non cercare soltanto qualcosa che possa darvi dei risultati facilmente! Favoriti i viaggi all'etero. LA LUNA CONSIGLIA - Siate sensibili verso le cose belle.

AMOR E : SE SSO: LAVORO:

 ★★★ ◆◆◆◆

AMORE - Le relazioni di coppia, soprattutto per i nati nella prima decade, si consolideranno in modo deciso: possibili decisioni di matrimoni lampo...Aprite il vostro cuore alla tenerezza. LAVORO - Vi date molto da fare per risolvere questioni di lavoro che non vi riguardano direttamente. Lo fate perchè vi sembra giusto e ci credete e non perchè sperate in una ricompensa. Buono il rapporto con i colleghi. LA LUNA CONSIGLIA - Assecondate le esigenze di un’amico.

PESCI

AMOR E : SE SSO: LAVORO:

 ★★★ ◆◆◆◆

AMORE - Per le coppie. La vostra attenzione andrebbe puntata, più di ogni altra cosa su ciò che avete in comune, per poi prenderlo come punto di partenza per nuovi orizzonti, sempre da raggiungere insieme! LAVORO - In questa settimana sarà meglio iniziare senza troppe pretese, mantenendo un basso profilo e restando umili, senza gravare sui colleghi o su l'aiuto di qualcun' altro. Visto la quadratura della Luna e delle stelle. LA LUNA CONSIGLIA - Siate saggi nel prendere una nuova iniziativa.


venerdì

18 marzo

Pag.

2011 - REPORTER

l’angolo del lettore

libri i libri più venduti Posiz. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Autore Roberto Saviano Margaret Mazzantini Andrea Camilleri Stephane Hessel Erri De Luca Joseph Ratzinger Benedetto XVI Jonathan Franzen Wilbur Smith Paola Mastrocola Loriano Guccini Francesco Macchiavelli

narrativa straniera

Posiz. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Autore Jonathan Franzen Wilbur Smith Georges Simenon Paul Harding Georges Simenon Glenn Cooper John Grisham Elizabeth Von Arnim Philip Roth Clara Sanchez

Titolo Vieni via con me Nessuno si salva da solo Grande circo Taddei e altre storie di Vigata Indignatevi E disse Gesù di Nazareth dall’ingresso a Gerusalemme fino alla Risurrezione Libertà La legge del deserto Togliamo il disturbo Malastagione

Titolo Libertà La legge del deserto L’amico d’infanzia di Maigret L’ultimo inverno La fuga del signor Monde La mappa del destino La prima indagine di Theodore Boone La fattoria del gelsomini Nemesi Il profumo delle foglie di limone

prezzo Û Ê 22,00 Û Ê 19,60 Û Ê 10,00 Û Ê 15,50 Û Ê 17,00 Û Ê 19,60 Û Ê 18,00 Û Ê 17,50 Û Ê 19,00 Û Ê 18,60

V

prezzo editore Û Ê 13,00 Feltrinelli Û Ê 19,00 Mondadori Û Ê 14,00 Longanesi Û Ê Ê Ê 5,00 Feltrinelli Û Ê 10,00 Sellerio Û Ê 17,00 Guanda Û Ê 22,00 Feltrinelli Û Ê 19,60 Neri Pozza Û Ê 17,00 De Pietri Û Ê 18,00 Garzanti

narrativa italiana

editore Feltrinelli Longanesi Adelphi Neri Pozza Adelphi Nord Mondadori Bollati Boringhieri Einaudi Garzanti

Posiz. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Autore Margaret Mazzantini Andrea Camilleri Erri De Luca Paola Mastrocola L. Guccini F. Macchiavelli Stefano Benni Maria Venturi Federico Moccia Anna Marchesini Marco Malvaldi

il libro più venduto

settimana dal 7 al 13 marzo 2011 a cura della libreria all'Arco di Reggio Emilia

Titolo Nessuno si salva da solo Grande circo Taddei e altre storie di Vigata E disse Togliamo il disturbo Malastagione Beatrici Come prima L’uomo che non voleva amare Il terrazzino dei gerani timidi Odore di chiuso

prezzo Û Ê 19,00 Û Ê 14,00 Û Ê 10,00 Û Ê 17,00 Û Ê 18,00 Û Ê Ê Ê 9,00 Û Ê 17,90 Û Ê 15,00 Û Ê 17,50 Û Ê 13,00

editore Mondadori Sellerio Feltrinelli Guanda Mondadori Feltrinelli Rizzoli Feltrinelli Rizzoli Sellerio

IL LIBRAIO CONSIGLIA

Un mistero mozzafiato “Il ponte delle Sirenette” di Giuseppe Pederiali edito da Garzanti

DI

CLAUDIA FERRETTI

Q

uello che sempre affascina dei libri di Giuseppe Pederiali è la sua capacità di fare da ‘traghettatore’ dei lettori verso mondi che sono un mix di fantasia e di sferzante e schietta realtà. Una narrazione trattata con quello stile “Pederiali”, che connota come un sottile filo conduttore tutte le sue opere dai romanzi storici, ai racconti, ai gialli.

Nel libro “Il ponte delle sirenette” il lettore trova una trama da leggere tutto d’un fiato ed è coinvolto nelle emozioni delle protagoniste e dei personaggi ben tratteggiati e veri. È la storia di Sirena, una bambina che, intorno al 1920, viene abbandonata sotto il ponte delle Sirenette. La sua vita sarà sempre più complicata, verrà prima schiavizzata poi diventerà ragazza-madre ed infine prostituta. Ma ad un tratto

tutto sembra cambiare, Sirena incontra l’amore in Ignazio, ebreo in fuga che nasconde, tra i suoi averi, un piccolo tesoro. I misteri della storia verranno risolti, solo negli anni Sessanta, dalla figlia di Sirena, con l’aiuto del giornalista Beppe Pedroni. Un romanzo in cui le protagoniste sono due donne forti, decise e determinate, ma in balia del destino, in un’Italia con i suoi inferni e paradisi ed un finale che... lascia sulle spine

fino all’ultima riga. Lo scrittore, nato a Finale Emilia, ha pubblicato con Garzanti, oltre ai gialli di Camilla Cagliostri, Marinai (2003), e le raccolte di racconti L’Osteria della fola (2002) e Il paese della amanti giocose

(2006), i romanzi Il sogno del maratoneta (2008) e La vergine napoletana (Premio Alessandro Manzoni per il romanzo storico 2009). Nel 2010 ha vinto il premio Pico della Mirandola per la sua carriera.

IL PONTE DELLE SIRENETTE AUTORE: GIUSEPPE PEDERIALI EDITORE: GARZANTI PAGINE: 378 - COSTO: € 18,60 WWW.GIUSEPPEPEDERIALI.IT

La felicità può Fra viaggi e scritture Storie “D’altri tempi” essere trascurabile? A MONTECCHIO

INFOSHOP MAG6

Il 20 marzo aperitivo con Rossana Piccioli

M

olte cose restano alla fine di un viaggio: altri viaggi, ma anche fotografie, diari, trattati, lettere e cartoline agli amici. La dimensione del viaggio può così essere riletta lungo un duplice binario, in rapporto ai luoghi visitati e in rapporto alla rielaborazione scritta di quanto è stato visto e vissuto. Tra geografia del paesaggio e letteratura di viaggio si muove il ciclo di incontri “Viaggio, turismo e paesaggio”, che l’Università popolare “La Sorgiva” e il Comune di Montecchio Emilia organizzano presso la Sala della Rocca di Montecchio. Domenica 20 marzo, il ciclo prosegue con un aperitivo d’autore: Rossana Piccioli, conservatrice del Museo di Etnografia e Antropologia della Spezia, presenta Il senso del Golfo. Dalla foce della Magra alle Cinque Terre. Il libro, edito nel 2008 da Diabasis, è un attraversamento della geografia del territorio, dei vissuti dei suoi abitanti, delle creazioni artistiche e letterarie locali, alla ricerca del senso di un luogo che lotta per la sua tutela, spesso in conflitto con le esigenze dello sviluppo economico-produttivo. La rassegna proseguirà martedì

Sabato 19 i racconti di Stefano Tassinari

S

29 marzo Luisa Rossi, docente di Storia della geografia e delle esplorazioni all’Università di Parma, che affronterà il tema delle Scritture di viaggio: geografi e geografe, scrittori e scrittrici, viaggiatori e viaggiatrici. Numerose le pubblicazioni che l’esperta di questioni ambientali, paesaggio, cartografia e storia del territorio toscano e ligure, ha curato in questi anni per Diabasis, editrice reggiana da sempre impegnata in un progetto di valorizzazione dei luoghi e di attenzione al rapporto tra comunità e territorio.

abato 19 marzo Stefano Tassinari all’Infoshop Mag6 presenta alle ore 17,30 il suo libro “D’altri tempi”. Dopo aver pubblicato cinque romanzi “a impianto storico”, incentrati sui grandi conflitti del Novecento, Stefano Tassinari torna al “passo breve” dei racconti. Dieci testi tutti legati tra loro e incentrati su personaggi e fatti reali: dall’ex chitarrista dei Rolling Stones, Brian Jones, ai due studenti uccisi dalle forze dell’ordine, Roberto Franceschi e Francesco Lorusso; dal Festival di Parco Lambro alla morte in un manicomio giudiziario dell’attrice del Living Theater, Carolyn Lobravico; dal “Bloody Sunday” irlandese ai desaparecidos argentini e all’ultimo prigioniero garrotato dal regime di Francisco Franco; dalla discussa eliminazione del leader del Black Panther Party all’apertura degli ospedali psichiatrici. Storie D’altri tempi, che ci riportano dentro gli ambienti generazionali, politici, culturali e psicologici degli anni Settanta. Introduce l’incontro il giornalista Romano Giuffrida. L’autore è nato nel 1955 a Ferrara e vive a Bologna. Ha pubblicato romanzi e libri

Francesco Piccolo domenica 20 al Valli

A

di racconti, tra cui All’idea che sopraggiunge (Corpo 10, 1987), Ai soli distanti (Mobydick, 1994), Assalti al cielo (Calderini, 1998, Perdisa, 2000), L’ora del ritorno (Marco Tropea Editore, 2001), I segni sulla pelle (Marco Tropea Editore, 2003), L’amore degli insorti (Marco Tropea Editore, 2005) e Il vento contro (Marco Tropea Editore, 2008), oltre al Cd letterario Lettere dal fronte interno (Mobydick, 1997). Scrive di letteratura sulle pagine culturali di quotidiani e periodici ed è autore di testi teatrali e di programmi radiofonici per RadioRai Tre. È direttore della Nuova rivista Letteraria, semestrale di letteratura sociale. stefanotassinari1955@libero.it Per informazioni: tel/fax 0522.430307 info@infoshopmag6.it

lla Sala degli Specchi del Teatro Municipale Valli di Reggio Emilia per “Finalmente domenica”, il 20 marzo alle ore 11, continua il ciclo di appuntamenti, organizzato in collaborazione con il Banco San Geminiano e San Prospero, con Francesco Piccolo che presenta il suo ultimo libro “Momenti di trascurabile felicità”, un perfido e irresistibile catalogo dell’allegria del vivere. “Possono esistere felicità trascurabili? Come chiamare quei piaceri intensi e volatili che punteggiano le nostre giornate, accendendone i minuti come fiammiferi nel buio? Sei in coda al supermercato in attesa del tuo turno, magari sei bloccato nel traffico, oppure aspetti che la tua ragazza esca dal camerino di un negozio d’abbigliamento. Quando all’improvviso la realtà intorno a te sembra convergere in un solo punto, e lo fa brillare. E allora capisci di averne appena incontrato uno. I momenti di trascurabile felicità funzionano così: possono annidarsi ovunque, pronti a pioverti in testa e farti aprire gli occhi su qualcosa che fino a un attimo prima non avevi considerato. Per farti scoprire, ad esempio, quant’è preziosa quella manciata

di giorni d’agosto in cui tutti vanno in vacanza e tu rimani da solo in città. Quale interesse morboso ti spinge a chiuderti a chiave nei bagni delle case in cui non sei mai stato e curiosare su tutti i prodotti che usano. A metà strada tra “Mi ricordo” di Perec e le implacabili leggi di Murphy, Francesco Piccolo mette a nudo i piaceri più inconfessabili, i tic, le debolezze con le quali tutti noi dobbiamo fare i conti. Pagina dopo pagina, momento dopo momento, si finisce col venire travolti da un’ondata di divertimento, intelligenza e stupore. L’autore raccoglie, cataloga e fa sue le mille epifanie che sbocciano a ogni angolo di strada. Perché solo riducendo a spicchi la realtà si riesce ad afferrare per la coda il senso profondo della vita. Dalle ore 10 sono aperte le terrazze e la sale del ridotto del Teatro Municipale Valli con servizio di caffetteria e banco vendita libri. Il Banco San Geminiano e San Prospero, in occasione di Finalmente domenica, mette a disposizione in tutte le agenzie di città i coupon per la consumazione gratuita di una colazione presso la caffetteria del teatro. Informazioni: 0522 458811.


Agenda

■ ■ ■ ■ ■ ■ ■

PER SEGNALARE CONCERTI E SPETTACOLI:

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

aprile

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

aprile

Neil Young Day

La Prateria Agriturismo

Via Cigarini, 4/1 - Villa Bagno - Reggio Emilia - 338 8389781 info@laprateria.net - www.laprateria.net - www.giampaolocorradini.it/neilyoungday

“Amici” con Duilio Pizzocchi

FIERE

Via Matteotti, 4 - Correggio - 0522 692166 - www.onoriomoto.it

La Trattoria di Nonna Pia

Via G.B. Venturi, 94 - Bibbiano - 0522 883106 - www.lacasadinonnapia.it

Arie

Teatro Gonzaga Ilva Ligabue Piazza Garibaldi, 2 - Bagnolo in Piano

Gipsyflamenco - La Notte delle Chitarre Casa Aperta nel Parco dei Popoli 21:00 - Castellarano

Scarpe

Teatro De André

21:00 - 0522 1880040 - info@teatrodeandre.it - www.teatrodeandre.it

F.A.R.

Concept, coreografia Wayne McGregor - prima italiana - musica Ben Frost

Teatro Valli

alle 20:30 - P.zza Martiri del 7 luglio - Reggio Emilia - 0522 458811 - www.iteatri.re.it

Omaggio a Esteban De Sanlucar

Chitarra flamenca, Riccardo Ascani, danza, nacchere, coreografia Cristina Benitez

Teatro De André

21:00 - 0522 1880040 - info@teatrodeandre.it - www.teatrodeandre.it

Clitemnestra

Teatro San Prospero

21:00 - Via Guidelli, 5 - Reggio Emilia - 0522 439346 teatrosanprospero@tiscalinet.it - www. teatrosanprospero.it

Impropongo National Match League Semifinale 2, arbitro Roberto Rocchi

Arena CTL

alle 21 - Bagnolo in Piano - www.impropongo.it

Oblivion Show

Musiche di Lorenzo Scuda - testi di Davide Calabresi e Lorenzo Scuda - regia Gioele Dix

Teatro Valli

alle 20:30 - P.zza Martiri del 7 luglio - Reggio Emilia - 0522 458811 - www.iteatri.re.it

Beatnix

Testo di Edmondo Berselli e Shel Shapiro

Teatro Pedrazzoli

21:00 - Corso Roma, 64 - Fabbrico - 0522 667062 - www.teatropedrazzoli.it

Impropongo National Match League Finale Central Conference, arbitro Aldo Carboni

Arena CTL

alle 21:00 - Bagnolo in Piano - www.impropongo.it

Dolcissimo Sospiro - Ensemble di Zabaione Musicale Il Mauriziano

alle 21 - Via Pasteur, 11 - Reggio Emilia

Katia e Marielle Labeque - pianoforte

Gonzalo Grau - Pablo Bencid - percussioni

Teatro Valli

alle 20:30 - P.zza Martiri del 7 luglio - Reggio Emilia - 0522 458811 - www.iteatri.re.it

Un Lungo Errare del Sentimento d’Amore

Maratona pianistica con Matteo Andreini, Marco Pedrazzini, Armando Saielli e Kumi Uchimoto

Teatro Bismantova

21:00 - Castelnovo Monti - www.teatrobismantova.it

Danilo Rossi Teatro Cavallerizza

18:00 - Viale Allegri, 8/A - Reggio Emilia - 0522 458811 - uffstampa@iteatri.re.it

Paolo Messori L’Altro Teatro

21:00 - Galleria Giuseppe Carretti, 2/A - Cadelbosco Sopra 334 2429041 - segreteria@laltroteatro.it

Emanuel Ax

Pianoforte su musiche di Franz Schubert

Teatro Regio

20:30 - Via Garibaldi, 16/A - Parma - 0521 039393 - biglietteria@teatroregioparma.org

Liszt, Schubert e il Lied Roberto Cappello, pianoforte

La Casa della Musica

20:30 - Piazzale San Francesco, 1 - Parma - 0521 031170 - www.lacasadellamusica.it

FLORICOLTURA E VIVAI

CORRADINI

MAURO & DANIELA I NOSTRI SERVIZI:

Vasto assortimento di piante da esterno ed interno

BALCONI E TERRAZZI REALIZZAZIONE PRATI NOLEGGIO PIANTE E CONSEGNA A DOMICILIO MANUTENZIONE, SFALCI E POTATURE AMPIO VIVAIO - OLIVI SECOLARI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE GIARDINI

VIA UGO BASSI I/A - (ZONA FIERA) - REGGIO EMILIA - TEL.

24 26

Mecspe

25 27

Fa’ la cosa giusta!

26 27

Camer

26 27

Play - Festival del Gioco

DAL marzo AL marzo

SAB marzo DOM marzo

Associazione Sosta Palmizi

0522 53.19.36

prosa pub&disco sagre spettacoli sport teatro ragazzi tempo libero

56° Mostra Internazionale Canina

SAB marzo DOM marzo

Con Riccardo Ascani e Francesco Grant

■ ■ ■ ■ ■ ■ ■

19 20

DAL marzo AL marzo

Di e con Lella Costa

incontri lirica live mercatini mostre musical operetta

Cosmoprof Worldwide Bologna

DAL marzo AL marzo

INCONTRI

marzo

Onorio Moto

■ ■ ■ ■ ■ ■ ■

18 21

DAL marzo AL marzo

SABATO SABATO DOMENICA VENERDÌ VENERDÌ GIOVEDÌ MERCOLEDÌ MERCOLEDÌ MERCOLEDÌ MARTEDÌ VENERDÌ

marzo

10 giorni di Harley Davidson Experience

SPORT

26 20 25 25 23 26 26 02 19 22 25 26 18 19 23 26 27 27 01

Spring Break

18 22 23 23 23 24 25 25 27 20 20 marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

24 27

DAL marzo AL marzo

DOMENICA SABATO

C O N C E R T I  S P E T TA C O L I 

18 27

DAL marzo AL marzo

VENERDÌ DOMENICA DOMENICA SABATO MERCOLEDÌ SABATO VENERDÌ SABATO VENERDÌ MARTEDÌ SABATO SABATO SABATO SABATO MERCOLEDÌ VENERDÌ VENERDÌ DOMENICA SABATO

D A N Z A  C A B A R E T  FESTIVAL

grafica2@reporter.it

cabaret concerti danza dialettale feste festival fiere

26 27 marzo

marzo

Profumeria, della Cosmesi, dell’Acconciatura, dell’Estetica, delle Unghie e delle Spa

Bologna Fiere S.p.a.

Via della Fiera, 20 - Bologna - 051 282111 - www.bolognafiere.it

Fiere

Via Filangieri, 15 - Reggio Emilia - 0522 503511 info@fierereggioemilia.it - www.fierereggioemilia.it Nove fiere in una. La fiera di riferimento per l’industria manifatturiera

Fiere di Parma S.p.a.

Via Rizzi, 67/A - Baganzola - Parma - 0431 659854 - www.fiereparma.it Fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili

Fieramilanocity

Piazzale Carlo Magno, 1 - Milano Mostra scambio di auto, moto, accessori e pezzi di ricambio d’epoca

Fiere

Via Filangieri, 15 - Reggio Emilia - 0522 503511 - www.fierereggioemilia.it

Modena Fiere

Viale Virgilio, 58/B - Modena - 059 848380 - info@modenafiere.it - www.modenafiere.it

La via francigena Con Aldo Bersellini

Sala Civica Clivio

alle 21 - Sorbolo - Parma - 0522 672272 - archeovaldenza@yahoo.it

Almanacco dei giorni migliori Presentazione del libro di Fabio Rizzoli. Con Eliselle

Paguro Caffè Letterario

Via Monzermone, 3/A - Reggio Emilia - 0522 454837 - pagurocaffe.re@hotmail.it

Indocina Express

Immagini dal mondo di Daniele Pistoni

Circolo Ricreativo

alle 21 - Via Veneto, 30 - Novellara - 347 4724783 - storchimauro@libero.it

Incontro col docente Michele Polo

Scuola di Etica e Politica “Giacomo Ulivi” – Approfondimenti sull’economia globale e locale

La Gabella

21:00 - Via Roma, 68 - Reggio Emilia - 0522 430670

A cena con... il Magistrato Armando Spataro Presentazione del libro Ne valeva la pena

Fuori Orario

Via Don Minzoni, 96/B - Taneto di Gattatico - 0522 671970 - www.arcifuori.it

Cena Associazione Italiana Celiachia

Aperta a tutti gli amici celiaci e non per godere di una ricca cena no problem!

La Razza - Agriturismo

alle 20:30 - Via Monterampino, 6 - Canali - 0522 599 342 - agricola@larazza.it

Incontro con la docente Vanna Iori Polaris – Educazione ai sentimenti

La Gabella

21:00 - Via Roma, 68 - Reggio Emilia - 0522 43067021:00

La peste bubbonica del 1630 nella bassa parmense Con Daniele Fava

Sala Civica Clivio

21:00 - Sorbolo - Parma - 0522 672272 - archeovaldenza@yahoo.it

Cellini e l’oreficeria nel ‘500 Conversazioni d’arte a cura della dott.ssa Olga Guerra

Correggio Art Home

17:00 - Via Borgovecchio, 39 - Correggio - 0522 732072 - info@correggioarthome.it

Edilesse Conad Reggio Emilia NGM Mobile S. Croce

Palasport "G. Bigi"

alle 18 - Via Guasco, 8 - Reggio Emilia - 0522 435637

Trenkwalder - MarcoPoloShop.it Forlì Palasport "G. Bigi"

Via Guasco, 8 - Reggio Emilia - 0522 435637

Campionati Italiani di Pattinaggio Categorie gruppi spettacolo e sincronizzato

Palasport "G. Bigi"

Via Guasco, 8 - Reggio Emilia - 0522 435637

Reggiana Calcio Femminile

Chiasiellis Calcio Femminile

Stadio Mirabello

Via Giacomo Matteotti, 2 - Reggio Emilia - 0522 431924

Reggiana-Alessandria Stadio Giglio

P.le Atleti Azzurri d'Italia, 1 - Reggio Emilia - 0522 926111 - www.reggianacalcio.it


LUNEDÌ DOMENICA DOMENICA

Ex Otago Indiepop

Covo Club

marzo

Viale Zagabria, 1 - Bologna - 051 505801 - www.covoclub.it

Stan Skibby Jimi Hendrix Tribute

Batard Music and Wine

marzo

Via Canaletto, 35/C - San Prospero - Modena - 059 908061 - info@batard.it - www.batard.it

Mash Machine Bravo Cafè

Via Mascarella, 1 - Bologna - 051 266112 - 333 5973089 info@bravocaffe.it - www.bravocaffe.it

marzo

24 Grana Matteo Borghi Dj set

Mr Music Off Modena

marzo

alle 21 - Via Morandi, 71 - Modena - 059 2032651 - www.myspace.com/mrmuzikoff

Valerian Swing I Vizi del Pellicano

marzo

Via Ronchi Fosdondo, 11 - Fosdondo di Correggio - www.ivizidelpellicano.org

 Out of Control U2 Tribute Teatro dei Tamburi

marzo

San Bernardino di Novellara - www.myspace.com/teatrodeitamburidibeta

Big Ones - Filetti di Angus Tributo ad Aerosmith & AC/DC

Fuori Orario

marzo

alle 22:30 - Via Don Minzoni, 96/B - Taneto di Gattatico - 0522 671970 - www.arcifuori.it

The Death of Anna Karina Gazebo Penguins Locomotiv Club

marzo

Via Sebastiano Serlio, 25/2 - Bologna - info@locomotivclub.it - www.locomotivclub.it

La notte della pizzica e della taranta Circolo Onirica

marzo

22:00 - Piazzale Lunardi, 25/A - Parma - www.myspace.com/circolonirica

Beatrice Antolini Tunnel

marzo

Via del Chionso, 20/E - Reggio Emilia - info@arcitunnel.it - www.arcitunnel.it

Ma noi no Teatro Manzoni

marzo

alle 21:30 - Vezzano sul Crostolo - Reggio Emilia

Francis&Francis La Salumeria del Rock

Via per Rubiera, 36/A - Arceto di Scandiano www.myspace.com/lasalumeriadelrock

marzo

Pitch Calamita

marzo

Via Guardanavona, 11 - Cavriago - 338 1222640 - info@calamita.net - www.calamita.net

Forty Winks Punkrock

Covo Club

marzo

Viale Zagabria, 1 - Bologna - 051 505801 - www.covoclub.it

Ti Amo Peggy Sue! Teatro dei Tamburi

San Bernardino di Novellara betateatrodeitamburi@tiscali.it - www.myspace.com/teatrodeitamburidibeta

marzo

Aaron Tesser and the New Jazz Affair Bravo Cafè

Via Mascarella, 1 - Bologna - 051 266112 - 333 5973089 info@bravocaffe.it - www.bravocaffe.it

marzo

Tre Quarti MateriaOff

marzo

alle 22 - B.go San Silvestro, 40 - Parma - 0521 287543 - www.myspace.com/materiaoff

Allo Darlin' Mattatoio

Via Rodolfo Pio, 4 - Carpi - Modena - 059 219449 mattatoiolive@gmail.com - www.myspace.com/mattatoyocultureclub

marzo

Leitmotiv I Vizi del Pellicano

marzo

Via Ronchi Fosdondo, 11 - Fosdondo di Correggio - www.ivizidelpellicano.org

Fabri Fibra Fuori Orario

marzo

alle 22:30 - Via Don Minzoni, 96/B - Taneto di Gattatico - 0522 671970 - www.arcifuori.it

Sonorya Alter Bridge tribute

Corallo

marzo

Viale della Rocca, 4/E - Scandiano - 0522 981759 - boss@krock.it - www.corallodisco.it

Cyberpunkers Circolo Onirica

marzo

22:00 - Piazzale Lunardi, 25/A - Parma - www.myspace.com/circolonirica

Francesco Renga

marzo

Teatro Arcimboldi

Viale dell'Innovazione, 20 - Milano - 02 641142212 - www.teatroarcimboldi.it

 CA BA R E T

20 20 21 21 23 23 24 24 25 25 25 25 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 27

Eux Autres Mattatoio

Via Rodolfo Pio, 4 - Carpi - Modena - 059 219449 mattatoiolive@gmail.com - www.myspace.com/mattatoyocultureclub

marzo

Bermuda Acoustic Trio Matterello - Pizza e Musica

marzo

Via Emilia Ovest, 4/B - Rubiera - 0522 628577 - info@matterello.it - www.matterello.it

Spacca il silenzio! Cantina Garibaldi

Piazza Garibaldi - Cavriago - 0522 372065 www.cantinagaribaldi.it - osteria@cantinagaribaldi.it

marzo

Tom Harrell Bravo Cafè

Via Mascarella, 1 - Bologna - 051 266112 - 333 5973089 info@bravocaffe.it - www.bravocaffe.it

marzo

Francesco Renga Teatro delle Celebrazioni

marzo

Via Saragozza, 234 - Bologna - www.teatrocelebrazioni.it

Brusha’s Club Jamm Session Bravo Cafè

Via Mascarella, 1 - Bologna - 051 266112 - 333 5973089 info@bravocaffe.it - www.bravocaffe.it

marzo

Curtis Fuller 6et

Il Baluardo della Cittadella

alle 21:30 - Piazza Giovani di Tien An Men - Modena 059 244309 - www.baluardodellacittadella.it

marzo

Hot Trio feat. Flavio Boltro Bravo Cafè

Via Mascarella, 1 - Bologna - 051 266112 - 333 5973089 info@bravocaffe.it - www.bravocaffe.it

marzo

Matthew Lee Bravo Cafè

Via Mascarella, 1 - Bologna - 051 266112 - 333 5973089 info@bravocaffe.it - www.bravocaffe.it

marzo

Guido Maria Grillo MateriaOff

marzo

alle 22 - B.go San Silvestro, 40 - Parma - 0521 287543 - www.myspace.com/materiaoff

California Jam Tribute ai Deep Purple

Teatro dei Tamburi

marzo

San Bernardino di Novellara - www.myspace.com/teatrodeitamburidibeta

Noise of Creation - Under the Ocean - Dj Dave Circolo Onirica

marzo

22:00 - Piazzale Lunardi, 25/A - Parma - www.myspace.com/circolonirica

Ytsejam Kr. Twinspirit Dream Theater tribute

Corallo

marzo

Viale della Rocca, 4/E - Scandiano - 0522 981759 - boss@krock.it - www.corallodisco.it

Davide Lipari La Salumeria del Rock

marzo

Via per Rubiera, 36 - Arceto di Scandiano - 0522 989989 - www.lasalumeriadelrock.com

Frank Pintone & The Blues Long Drinkers Cicci Blues Bar

marzo

22:00 - Via Mazzini, 67 - Viadana - 0375 82463 - www.myspace.com/ciccibluesbar

Enri

Bravo Cafè

Via Mascarella, 1 - Bologna - 051 266112 - 333 5973089 info@bravocaffe.it - www.bravocaffe.itinfo@bravocaffe.it - www.bravocaffe.it

marzo

Ila&The Happy Trees MateriaOff

marzo

alle 22 - B.go San Silvestro, 40 - Parma - 0521 287543 - www.myspace.com/materiaoff

Death Vessel Mattatoio

Via Rodolfo Pio, 4 - Carpi - Modena - 059 219449 mattatoiolive@gmail.com - www.myspace.com/mattatoyocultureclub

marzo

Dull

Storica punk band reggiana

I Vizi del Pellicano

marzo

Via Ronchi Fosdondo, 11 - Fosdondo di Correggio - www.ivizidelpellicano.org

The Tumbleweeds Hillbilly

Teatro dei Tamburi

marzo

San Bernardino di Novellara - www.myspace.com/teatrodeitamburidibeta

General Levy - Bonnot - Quia Mobile Disco - Techfood - Bitgeneration

Circolo Onirica

marzo

22:00 - Piazzale Lunardi, 25/A - Parma - www.myspace.com/circolonirica

Lute - Seh, bau!

Zeffjack

Bainait

marzo

Piazza Repubblica, 13 - Montecchio Emilia - info@bainait.it - www.bainait.it

Alan Scaffardi (Papik) Presenterà il suo nuovo dico: “Staying for good”

Matterello - Pizza e Musica

marzo

Via Emilia Ovest, 4/B - Rubiera - 0522 628577 - info@matterello.it - www.matterello.it

 DA N Z A DIVERTIAMOCI CON LÕ ARTE Domenica 20 marzo

DUILIO PIZZOCCHI Domenica 20 marzo

D

DOMENICA SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO VENERDÌ VENERDÌ VENERDÌ VENERDÌ GIOVEDÌ GIOVEDÌ MERCOLEDÌ MERCOLEDÌ LUNEDÌ

LIVE

DOMENICA SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO VENERDÌ VENERDÌ VENERDÌ VENERDÌ VENERDÌ VENERDÌ VENERDÌ VENERDÌ VENERDÌ VENERDÌ

18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 20

S

omenica 20 appuntamento con il cabaret alla Casa di Nonna Pia di Bibbiano. Con inzio alle 21 si ride con Duilio Pizzocchi. Una carriera lunga quella di Pizzocchi. Nel 1980 inizia a collaborare con radio e TV locali conducendo rubriche informative e musicali ma è nel 1984 che il personaggio di Duilio Pizzocchi, imbianchino maldestro e invadente diventa realtà. Negli anni seguenti si aggiungono altre macchiette umoristiche come Donna Zobeide; Cactus; Eddy Collante; Ermete Bottazzi. Il suo nuovo show s’intitola “Amichi” e prende di mira la trasmissione di Maria De Filippi. Inizio spettacolo ore 21, ingresso gratuito. “La casa di Nonna Pia”, via Venturi, 94, Bibbiano.

i svolgerà il 20 marzo alle ore 20.30, nella splendida cornice del teatro Herberia di Rubiera “Divertiamoci con l’arte” rassegna nazionale per scuole e gruppi di danza organizzata da Ballet-ex. La manifestazione che ha la peculiarità di essere itinerante in Italia, giunge per il terzo anno consecutivo a Rubiera. “L’Emilia è una regione molto sensibile agli avvenimenti artistici e interessata alla danza - dice la direttrice artistica Luisa Signorelli - quest’anno abbiamo ben 19 scuole che si esibiranno in uno splendido spettacolo in cui si avrà modo di vedere tutti i generi di danza dal classico al moderno al  contemporaneo all’hip hop. Gruppi provenienti dall’Emilia, ma anche da Veneto, dal Piemonte, dal Lazio, richiamati senz’altro dal passione di danzare e confrontarsi. L’intento della manifestazione è proprio questo, dare ai ragazzi la possibilità di esibirsi, di fare esperienza ma anche di confrontarsi con gruppo provenienti da tutta Italia e di danzare accanto a danzatori professionisti. La serata si apre infatti con l’esibizione dei danzatori della compagnia “Ballet-ex” di Luisa Signorelli che si esibiranno in un estratto dell’ultima creazione della coreografa dal titolo “Exit”. Una serata da non perdere all’insegna dell’arte, della cultura e del divertimento. Spettacolo alle 20.30 – biglietto 15 euro. Maggiori info al 3394767039 – www.balletex.com

B I B B I A N O - L A CA S A D I N O N N A P I A

RUBIERA - HERBERIA


marzo

marzo

marzo

21 22

22 marzo

23 26

GIOVEDÌ

DAL marzo AL marzo

24 marzo

26 27

PROSA

DOMENICA SABATO SABATO DOMENICA DOMENICA

SAB marzo DOM marzo

27 27 19 19 20 marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

22 23

SABATO SABATO SABATO VENERDÌ MARTEDÌ

MAR marzo MER marzo

22 25 26 26 26 marzo

marzo

marzo

marzo

Karaoke e Corrida Buddha Caffe

Via G. Valle, 8 - Reggio Emilia - 0522 506095 - info@buddhacaffe.it - www.buddhacaffe.it

La Movida del Domingo Il Baluardo della Cittadella

alle 19:30 - Piazza Giovani di Tien An Men - Modena 059 244309 - www.baluardodellacittadella.it

Chi vuol essere Milionario? Il grande gioco Dr Why

Matterello - Pizza e Musica

Via Emilia Ovest, 4/B - Rubiera - 0522 628577 - info@matterello.it - www.matterello.it

Dj Set I Vizi del Pellicano

Via Ronchi Fosdondo, 11 - Fosdondo di Correggio - www.ivizidelpellicano.org

Overture des saponettes Concerto per bolle di sapone

Cinema Teatro Novecento

alle 16:30 - Via del Cristo, 5 - Cavriago - 0522 372015 - www.multisala900.it

Marco Polo

Liberamente tratto dal “Milione” di Marco Polo e da “Le città invisibili” di Italo Calvino

Teatro del Cerchio

17:00 - Via Pini, 16/A - Parma - 338 3117606 - gabriellacarrozza@teatrodelcerchio.it

L’Elefantino

Teatro Gonzaga Ilva Ligabue

10:00 - Piazza Garibaldi, 2 - Bagnolo in Piano - 334 9316533 teatroligabue@email.it - www.emiliaromagnateatro.com

La Storia Del Rock 2

Lezione - concerto sull’evoluzione della musica rock

Cinema Teatro Novecento

alle 10:00 - Via del Cristo, 5 - Cavriago - 0522 372015 - www.multisala900.it

La piccola Fiammiferaia Teatro San Prospero

9:20 - Via Guidelli, 5 - Reggio Emilia - 0522 439346 teatrosanprospero@tiscalinet.it - www.teatrosanprospero.it

Kish - Kush

Regia di Laura Marcheggiani. Con Daniel Gol e Alessandro Nosotti

Teatro Herberia

Piazza Gramsci, 1/B - Rubiera

Al signor Rodari

Di e con Katarina Janoskova e Paolo Valli. Testi di Gianni Rodari. Disegni di Emanuele Luzzati

Teatro Regiò

Via Agosti, 6 - Reggio Emilia - 339 6313177

La Piccola Fiammiferaia Teatro San Prospero

16:00 - Via Guidelli, 5 - Reggio Emilia - 0522 439346 teatrosanprospero@tiscalinet.it - www.teatrosanprospero.it

Le meravigliose avventure di Ulisse Canto rapsodico per narratore e musica

Teatro del Cerchio

17:00 - Via Pini, 16/A - Parma - 338 3117606 - gabriellacarrozza@teatrodelcerchio.it

Se devi dire una bugia dilla grossa Teatro Comunale Rio Saliceto

alle 21:00 - Via Garibaldi, 28 - Rio Saliceto - 0522 699648 cultura@comune.riosaliceto.re.it

 Dura crosta Compagnia Cà Luogo d’Arte. Testo di Marina Allegri. Regia di Maurizio Bercini Teatro Piccolo Orologio

alle 21 - Via Massenet, 23 - Reggio Emilia

L'anatra all'arancia L'Altro Teatro

alle 21:00 - Galleria Giuseppe Carretti, 2/A - Cadelbosco Sopra 334 2429041 - segreteria@laltroteatro.it

Aspettando Godot

Di Samuel Beckett con Ugo Pagliai, Eros Pagni

Teatro Asioli

alle 21 - Corso Cavour, 9 - Correggio - 0522 637813 - info@teatroasioli.it

Don Chisciotte Teatro Cinema Boiardo

21:00 - Via XXV Aprile, 3 - Scandiano - www.cinemateatroboiardo.it

La strana coppia L'Altro Teatro

alle 21:00 - Galleria Giuseppe Carretti, 2/A - Cadelbosco Sopra 334 2429041 - segreteria@laltroteatro.it

Nemico di Classe

Di Nigel Williams. Regia Massimo Chiesa

Teatro Herberia

alle 21 - Piazza Gramsci, 1/B - Rubiera

Invisibile

Con Elena Burani, Piergiorgio Milano, Fabio Nicolini, Roberto Sblattero, Francesco Sgrò

Teatro Asioli

alle 21 - Corso Cavour, 9 - Correggio - 0522 637813 - info@teatroasioli.it21:00

Amore e Morte

Di Diego Oneda e Roberto Rocchi, liberamente ispirato al film Love and Death di Woody Allen

Teatro Comunale Rio Saliceto

selezioni marzo

alle 21:00 - Via Garibaldi, 28 - Rio Saliceto - 0522 699648 - cultura@comune.riosaliceto.re.it

M E R C AT I N I 

marzo

Via Garibaldi, 16 - Albinea - 0522 598047 - 338 4628515 - www.parcofola.it

SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO

marzo

Parco Fola

19 19 19 19 19 marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

19 20

SAB marzo DOM marzo

SABATO GIOVEDÌ GIOVEDÌ GIOVEDÌ DOMENICA DOMENICA DOMENICA DOMENICA DOMENICA

marzo

Quelli del Domino

20 20 20 20 20 24 24 24 26 marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

Mercato dei prodotti dell'agricoltura in collaborazione con la Coldiretti - CI - Confagricoltura

Reggio Emilia

Piazza Fontanesi - 0522 456319

Mercatino d'antiquariato Scandiano

Piazza Spallanzani - 0522 981782

Mercatino d'antiquariato e modernariato Correggio

C.so Mazzini - 0522 630711

Mercatino dell'antiquariato San Giovanni in Persiceto - Bologna Vie e nelle piazze del centro storico - 800 069678

Mercatino dell'antiquariato Vignola - Modena

Centro storico - 059 777566

Antiquariato e artigianato Ravenna

Piazza Garibaldi e vie adiacenti - 0544 482025

Mercato dei piccoli animali Fiere

Via Filangeri, 15 - Mancasale di Reggio Emilia 0522 503511 - www.fierereggioemilia.it

Mercatino d'antiquariato Cavriago

P.zza Zanti - 0522 373474

Mercatino di antiche carte, suoni e colori Esposizioni di stampe e libri antichi, cartoline, santini, incisioni, riviste e fumetti

Guastalla

Piazza Mazzini e Via Garibaldi - 0522 839711

'800 e dintorni Spilamberto - Modena Centro storico - 059 783402

Mercatino dell'antiquariato Fontanellato - Parma

Piazza della Rocca dei Sanvitale - 0521 822346

Mercato del foraggio Reggio Emilia

Via Filangeri,15 - 0522 503511

Celo' Celo' mamanca Bologna

Piazza VIII Agosto - 051 563236

Antiquariato, oggettistica e curiosità Parma

Via Massimo d'Azeglio, Porticato dell'ospedale vecchio - 0521 2181

Mercato del contadino

Mercato dei prodotti dell'agricoltura in collaborazione con la Coldiretti - CI - Confagricoltura

Reggio Emilia

Piazza Fontanesi - 0522 456319

Cosantiche

26 27

Fiera antiquaria

SAB marzo DOM marzo

27 27 27 27 27 27 marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

Imola - Bologna

Centro storico, lungo la via Emilia - 0542 602402

Modena

Parco Novi sad - 059 206544

Mercato dei piccoli animali Fiere

Via Filangeri, 15 - Mancasale di Reggio Emilia 0522 503511 - www.fierereggioemilia.it

Mercatino del passato Antiquariato e oggettistica

Rio Saliceto

Piazza Carducci - 0522 67811

Mercatino d’antiquariato Montecchio Emilia

Piazza della Repubblica - 0522 864639

Borsa scambio

Mercatino d’antiquariato e hobbystica

Brescello

Piazza Matteotti - 0522 482523

Chi cerca trova Pieve di Cento - Bologna

In piazza Costa e vie adiacenti - 051 974593

Mercatino delle cose di altri tempi Traversetolo - Parma

Piazza Marzabotto - 0521 842841

A cura di Alessandro Gandino (K-Rock)

Q

uindici album in studio più raccolte e live. Cosa si può chiedere oggi a Michael Stipe e soci? Questo, nulla più di questo. Loro fanno da

anni la loro cosa, la fanno bene e con estrema onestà. I rimandi di “Collapse” sono ai loro momenti migliori,“Green” e “Automatic for the people”, ma sono i tempi che sono cambiati. Non che loro siano fuori tempo, loro vanno avanti per la loro strada. E’ che di acqua sotto i ponti ne è passata tanta, e la parte migliore di quell’acqua era anche loro. Forse questo è il passo d’addio come band, forse no. Se così fosse questo è il saluto dai migliori artigiani pop rock americani. Gli impiegati stanno altrove.

CONSIGLIATO: a quelli che vogliono certezze

REM - “Collapse into now” (Warner)

Mercato del contadino

26 27

SAB marzo DOM marzo

DOMENICA DOMENICA DOMENICA DOMENICA DOMENICA DOMENICA

PUB&DISCO

DOMENICA DOMENICA VENERDÌ MERCOLEDÌ DOMENICA SABATO SABATO

marzo

LUN marzo MAR marzo

MARTEDÌ

T E AT R O R A G A Z Z I 

19 19 20 23 25 20 20


marzo

marzo

marzo

26 27

14 29 03 27 27 29 02 27 27 01 26 20 31 20 27 10 30 26 aprile

maggio

aprile

marzo

marzo

aprile

giugno

marzo

marzo

maggio

marzo

marzo

marzo

marzo

marzo

aprile

aprile

giugno

XI Roccaciocc

Manifestazione gastronomica a base di cioccolato

Centro Storico

Reggiolo - 0522/213700 - urp@comune.reggiolo.re.i

Approfondimento al Correggio Attraverso i luoghi allegrini

Correggio Art Home

Via Borgovecchio - Correggio - 0522 732072

Festa di Carnevale Piazza Matteotti

alle 14:30 - Gonzaga - Mantova

Incontri di Shiatsu Con Mauro Margini

La Razza - Agriturismo

alle 18:30 - Via Monterampino, 6 - Canali - 0522 599 342 - agricola@larazza.it

Fiera del Bue Grasso

Storica manifestazione di bovini di antica razza reggiana affiancata alla manifestazione di antichi mestieri e stand gastronomici

Cavriago

Sfilata di Carnevale Centro Storico

alle 21 - Castelnovo di Sotto

L'Oro e la Seta

I più bei costumi del Teatro Regio

Museo Accorsi - Ometto

Via Po,55 - Torino - 011 837688 - info@fondazioneaccorsi.it - www.fondazioneaccorsi.it

Il Giardino della cultura e del teatro di Ferruccio Bolognesi su iniziativa del MAC

Palazzo Soardi

Via Frattini - Mantova

Parigi - Gli anni meravigliosi

Impressionismo contro Salon. Circa novanta opere da tutto il mondo

Castel Sismondo

Piazza Malatesta - Rimini - 054 154094

Caravaggio e altri pittori del Seicento Castel Sismondo

Piazza Malatesta - Rimini - 054 154094

Silenzi

Mostra personale del fotografo reggiano Riccardo Varini

Studio BFMR & Partners

Piazza Vallisneri, 4 - Reggio Emilia - 0522 455000

Le strade della Bandiera Reggio Emilia

Via Emilia San Pietro, Via Emilia S. Stefano, Via Farini, Via Crispi e le limitrofe di Via Toschi, v.le Allegri e C.so Garibaldi

 1860: prima e dopo Gli artisti parmensi e l'Unità d'Italia, dagli ultimi Borbone alla completa unificazione d'Italia Palazzo Bossi Bocchi

Strada al Ponte Caprazucca, 4 - Parma - 0521 287565

 Che ne è del sogno Mostra personale dell'artista Pierpaolo Calzolari Galleria De' Foscherari

Via Castiglione, 2/B - Bologna - 051 221308 - galleria@defoscherari.it

Mathew Day Jackson - in Search of... Mambo - Museo d'arte moderna

Via Don Giovanni Minzoni, 4 - Bologna - 051 6496611 info@mambo-bologna.org - www.mambo-bologna.org

 Narrative works Lavori degli anni '70 di Beckley, Hutchinson e Vaccari P420 Arte Contemporanea

Piazza Dei Martiri 1943-1945, 5/2 - Bologna - 051 4847957 - info@p420.it - www.p420.it

Il tempo delle streghe

Pastelli e tavolette del pittore reggiano Giuseppe Incerti

Pasticceria Cioccolateria Torinese

Via Fornaciari, 3/A - Reggio Emilia - 0522 541729

Denise Cortesi

Personale con tele che illustrano la continua ricerca di fusione fra colore e materia

Il Trovatore

Via Affò, 2/A - Parma

Spille reggimentali inglesi dei secoli XIX e XX Museo Civico Il Correggio

P.zza Cavour, 7 - Correggio - 0522 691806 - www.museoilcorreggio.it

Giuda. Geographical Institute of Unconventional Drawing Arts

Spazio Meme

Via Giordano, 4 - Carpi - Modena

Il fiume e le sue fonti

Thomas Scheibitz, uno dei più significativi artisti tedeschi contemporanei

Collezione d'Arte Contemporanea Maramotti Via F.lli Cervi, 66 - Reggio Emilia - 0522 382484

Dalle icone a Malevich. Capolavori

dal Museo Russo di San Pietroburgo

Palazzo Pitti

P.zza dei Pitti,1 - Firenze - 0552 38860 - www.polomuseale.firenze.it/GAM

L'Italia s'è desta: 1945 - 1953 Da De Chirico a Guttuso, da Fontana a Burri

Museo d'Arte della città di Ravenna

Via di Roma, 13 - Ravenna - 0544 482791 - www.museocitta.ra.it

FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL

MERCOLEDÌ DOMENICA DOMENICA DOMENICA

TEMPO LIBERO

marzo

SAB marzo DOM marzo

FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL FINO AL

MOSTRE

20 20 20 23

22 17 17 31 27 27 31 19 01 02 10 03 07 26 17 02 09 03 03 31 17 30 30 aprile

aprile

aprile

maggio

aprile

marzo

marzo

marzo

maggio

aprile

aprile

aprile

maggio

giugno

luglio

aprile

aprile

aprile

aprile

dicembre

aprile

aprile

aprile

 Fuoco Sacro Collettiva con Bonalumi, Burri, Fontana, Giacometti, Picasso, Wols, Chadwick, Ernst, Klee, Santomaso, Vedova Galleria Blu

Via Senato,18 - Milano - 02 76022404 - www.galleriablu.com

Segni e speranze

Opere astratte e informali del pittore Benedetto Croci

Albergo Ariosto

Via San Rocco,12 - Reggio Emilia

Segni e speranze

Opere astratte e informali del pittore Benedetto Croci

Trattoria dell'Aquila

Via dell'Aquila, 6 - Reggio Emilia

 I Giochi della metamorfosi Mostra personale di Mario Nanni Galleria d'Arte Maggiore

Via D'Azeglio, 15 - Bologna - 051 235843 - www.maggioregam.com

 Accademia Sette giovani artisti dell'Accademia di Brera riuniti in una mostra Metronom

Viale Giovanni Amnedola, 142 - Modena - 059 344692 - www.metronom.it

Wal: Dagli anni ottanta alle opere ultime Palazzo dei Principi

C.so Cavour, 7 - Correggio - 0522 693296

Aussie Girls

Collettiva con Mari Hirata, Fiona Kennedy Altoft, Kate McCarthy, Hannah Smith

CSART Comunicazione per l'arte

Via San Pietro Martire,16/A - Reggio Emilia - 0522 1970864

Bio Modulazioni. Suono biologia mito Spazio Audiomedica

Strada della Repubblica, 49 - Parma

Giorgio De Chirico

Dipinti 1910 - 1970 - Un maestoso silenzio

Palazzo Magnani

Corso Garibaldi, 29 - Reggio Emilia - 0522 454437

 Corpo cinque Collettiva in cui le diverse poetiche, dalla scultura alla fotografia si intrecciano Biffi Arte - Moderna e contemporanea

Via Chiapponi, 39 - Piacenza - 0523 1720408 - www.biffiarte.it

Marino Iotti - Risonanze del visibile Percorso pittorico di Marino Iotti 1990-2010

Chiostri di San Domenico

Via Dante Alighieri, 11 - Reggio Emilia - 0522 456477

Grunge is dead Personale di Omar Nardi

Magazzini Criminali

Piazzale Domenico Gazzadi, 4 - Sassuolo - Modena - magazzinicriminali@libero.it

Sembianze di cose Personale di Luigi Carboni

Otto Gallery

Via D'Azeglio, 55 - Bologna - 051 6449845

Antonio Ligabue - Genio e Follia Fondazione Magnani Rocca

Via F. Magnani Rocca - Mamiano di Traversetolo - Parma 0521 848327 - info@magnanirocca.it

Picasso Mirò Dalì. Giovani e arrabbiati: la nascita della modernità

Palazzo Strozzi

P.zza Degli Strozzi,1 - Firenze - 055 2776461 - www.fondazionepalazzostrozzi.it

Nel cuore degli abissi Personale di Giordano Montorsi

Galleria 8,75 - Artecontemporanea

Corso Garibaldi, 4 - Reggio Emilia - 0522 556806 - www.875artecontemporanea.it

Obiettivo Fiera

Mostra fotografica con 35 opere relative ad immagini della Sagra di S. Matteo del 2010

Sede Municipale

Praticello di Gattatico - 0522 477919 - www.comune.gattatico.re.it

Togo - Forme pure di colore Galleria Punto arte

Vicolo Caselline,15 - Modena - 059 226694

Già sulle rive dello Xanto... Personale dell'artista Massimo Canuti

Il Mauriziano

Via Scaruffi, 1 - Loc. San Maurizio - Reggio Emilia - 0522 554711

24 artisti a Villa Verde

Rassegna d'arte con le ultime ricerche di ventiquattro autori contemporanei

Casa di cura Villa Verde

Viale Lelio Basso, 1 - Reggio Emilia - 0522 328611

Remix Remake remodel - il suono della città Installazioni sonore tese a restituire il ritmo e il respiro urbani attraverso i suoni della città

Spazio Gerra

Piazza XXV Aprile, 2 - Reggio Emilia - 0522 451552

Tunnels

Mostra fotografica personale di James Casebere

Galleria Marabini

Vicolo Della Neve, 5 - Bologna - 051 6447482 - www.galleriamarabini.it

 Scopa/Mi Mostra d'arte personale di Francesca Pasquali Oltre Dimore

Via Urbana, 6 - Bologna - 051 331217 - info@oltredimore.it - www.oltredimowre.it

i CD consigliati (o sconsigliati...) a chi ama la musica

Q

uattordici anni sono tanti, ma non certo abbastanza per scalfire la fama di chi con gli Allman Brothers Band ha fatto la storia

del southern rock americano. Gregg Allman ritorna con un album più blues che rock, zeppo di citazioni dei grandi padri e qualche buona traccia. Non che sia mai stato un grande compositore ma un ottimo musicista sì. E se il genere è il vostro, beh, qui dentro c’è tutto coordinato dall’onnipresente T Bone Burnett che produce e l’immenso Dr John al piano. “My Love Is Your Love” e “Floating Bridge” gli episodi migliori.

CONSIGLIATO: a nostalgici e motociclisti

GREGG ALLMAN - “Low Country Blues” (Rounder)


Al cinema

in collaborazione con

LA PROGRAMMAZIONE DELLA SETTIMANA DEI CINEMA DI REGGIO E PROVINCIA

in città

> CINEMA

al corso corso garibaldi, 14 tel. 0522.437721

www.cinemaalcorso.it

CINEMA Da Venerdì 18 Marzo_ore 16:30 - 18:30 festivi, 20:30 feriali ............................................................. RANGO Martedì 22 Marzo_ore 16:00 - 18:00 - 20:30 - 22:30 . ................................................THE SOCIAL NETWORK

uci cinestar

Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 17:00 - 19:55

p.zza atleti azzurri d'italia, 1 tel. 0522.278511

Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 17:10 - 22:25

www.ucicinemas.it

- 22:40 tutti i giorni, sabato e domenica anche ore 14:00..........................................MANUALE D'AMORE 3 tutti i giorni, sabato e domenica anche ore 14:30, sabato notturno ore 00:50...........................THE FIGHTER Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 17:20 - 20:00 22:15 tutti i giorni, sabato e domenica anche ore 14:50,

CINEMA

jolly via gian battista vico, 68 tel. 0522.944006

sabato notturno ore 00:30 ..... GNOMEO & GIULIETTA 3D

Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 16:30 - 18:30

Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 17:20 tutti i

- 20:30 festivi, 20:30 - 22:30 feriali .............................

giorni, sabato e domenica anche ore 14:20 ..............

............................................. I RAGAZZI STANNO BENE

...........................................................LA VITA E' FACILE

www.cinemajolly.it

Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 20:05 tutti i

CINEMA

Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 17:15 - 19:55 -

olimpia via tassoni, 4, tel. 0522.292694

giorni ........................................................HOLY WATER 22:30 tutti i giorni, sabato e domenica anche ore 14:30, sabato notturno ore 01:00 ..........AMORI & ALTRI RIMEDI

Lunedì 21 Marzo_ore 18:00 - 20:30 - 22:30 ................

Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 20:10 - 22:30 tutti

.......................................... LA BELLEZZA DEL SOMARO

i giorni, sabato notturno ore 00:50 ........ IL CIGNO NERO Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 17:40 - 20:15 -

www.cinemaolimpia.com CINEMA

rosebud via medaglie d'oro della resistenza, tel. 0522.555113

www.municipio.re.it/cultura

22:35 tutti i giorni, sabato e domenica anche ore 15:00, sabato notturno ore 01:00 .NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE

Venerdì 18, Sabato 19, Domenica 20 e Martedì 22 Marzo_

Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 17:10 - 20:05

ore 20:30 - 22:30 sabato, 16:00 - 18:00 - 20:30 domenica,

- 22:35 tutti i giorni, sabato e domenica anche ore

21:00 venerdì e martedì................................ SORELLE MAI

14:40, sabato notturno ore 01:00 ................... RANGO Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 17:10 - 19:55 -

Lunedì 21 Marzo_ore 21:00 ............. VENTO DI PRIMAVERA

22:30 tutti i giorni, sabato e domenica anche ore 14:30,

Mercoledì 23 Marzo_ore 21:00........ IL MIO NOME E' KHAN

sabato notturno ore 01:00 ............ DYLAN DOG - IL FILM Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 17:40 - 20:20 - 22:50 tutti i giorni, sabato e domenica anche ore 14:50, martedì ore 20:00 - 22:50 .................................. .........................AMICI MIEI - COME TUTTO EBBE INIZIO Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 17:20 - 19:55 - 22:30 tutti i giorni, sabato e domenica anche ore 14:30, sabato notturno ore 01:00 .....................IL RITO Da Venerdì 18 a Giovedì 24 Marzo_ore 17:25 - 19:50 - 22:30 tutti i giorni, sabato e domenica anche ore

CINEMA

cristallo via ferrari bonini, 4 tel. 348.3633818

14:50, sabato notturno ore 00:30 ... STREET DANCE 3D Mercoledì 23 Marzo_ore 17:00 ................ CARMEN 3D

PER INFORMAZIONI ........... www.cinemacristallo-re.it

Martedì 22 Marzo_ore 18:30 - 21:30 ............ IL GRINTA Mercoledì 23 Marzo_ore 21:00 .................................... ...... LIGABUE DAY - EVENTO LIVE DI LUCIANO LIGABUE

www.cinemacristallo-re.it

AMICI MIEI COME TUTTO EBBE INIZIO

Nelle sale

DYLAN DOG - IL FILM

LA VITA FACILE

› Titolo originale: Amici miei - Come tutto ebbe inizio › Nazione: Italia › Anno: 2011 › Genere: Commedia › Regia: Neri Parenti › Cast: Christian De Sica, Michele Placido, Massimo Ghini, Massimo Ceccherini, Giorgio Panariello, Pamela Villoresi, Chiara Francini, Paolo Hendel, Alessandro Benvenuti › Produzione: Filmauro

› Titolo originale: Dylan Dog: Dead of Night › Nazione: U.S.A. › Anno: 2010 › Genere: Thriller › Regia: Kevin Munroe › Cast: Brandon Routh, Sam Huntington, Anita Briem, Taye Diggs, Peter Stormare, Brian Steele, Kurt Angle, Randal Reeder, Marco St. John › Produzione: Hyde Park Films, Platinum Studios › Distribuzione: Moviemax

pochi mesi dalla scomparsa di Mario Monicelli, Neri Parenti ne onora la memoria con il sequel del film culto “Amici miei”. Firenze, fine ‘400. Alla corte di Lorenzo De Medici, i cinque amici persistono nel compiere le proprie zingarate a scapito di casuali malcapitati. Ma la peste farà scarseggiare le vittime e ad essere preso di mira sarà proprio uno di loro... Christian De Sica si affianca a Michele Placido, Massimo Ceccherini, Giorgio Panariello e Paolo Hendel per omaggiare un film che ha fatto la storia del cinema italiano.

l Kevin Munroe che ha portato sul grande schermo le Tartarughe Ninja con “TMNT” approda alle avventure dell’investigatore del soprannaturale creato da Tiziano Sclavi nel 1986, divenuto il secondo fumetto più venduto in Italia dopo Topolino. Brandon Routh (“Superman Returns”) è un Dylan Dog scanzonato e impavido, costretto a tornare in azione per decifrare le iscrizioni di un antico manufatto col potere di annientare l’umanità. Thriller gotico dall’ironia garantita, farà la gioia dei numerosi fan del fenomeno.

A

› Titolo originale: La vita facile › Nazione: Italia › Anno: 2010 › Genere: Drammatico › Regia: Lucio Pellegrini › Cast: Stefano Accorsi, Vittoria Puccini, Pierfrancesco Favino, Camilla Filippi, Angelo Orlando, Eliana Miglio, Souleymane Sow, Max Tardioli, Ivano Marescotti › Produzione: Fandango › Distribuzione: Medusa › Noi la pensiamo così: Originale ed imprevedibile. Consigliato

I

A

pochi mesi dall’uscita di “Figli delle stelle”, Lucio Pellegrini dà spessore al volto dei propri protagonisti in una storia d’attualità, originale quanto imprevedibile. Mario e Luca sono amici per la pelle fin dai tempi dell’università. L’incontro con Ginevra li porterà a separarsi: Mario diverrà un rinomato medico romano e sposerà la donna, mentre Luca scapperà da entrambi andando a lavorare in un ospedale da campo in Kenia. Ed è qui che si rincontreranno, riscoprendo quanto le proprie “vite facili” possano rapidamente divenire complesse.


>

in provincia

CINEMA

emiro RUBIERA_via togliatti, 1

MULTISALA

novecento CAVRIAGO_via del cristo, 5

PER INFORMAZIONI ............................ www.emiro.net

tel. 0522.626644

tel. 0522.372015

www.emiro.net

www.multisala900.it

CINEMA TEATRO

pedrazzoli FABBRICO_corso roma, 64

PER INFORMAZIONI .............. www.teatropedrazzoli.it

tel. 0522.667062

www.teatropedrazzoli.it CINEMA TEATRO

bismantova CASTELNOVO M._via roma,75

PER INFORMAZIONI ............www.teatrobismantova.it

tel. 0522.611876

www.teatrobismantova.it CINEMA

Da Venerdì 18 Marzo_ore 21:30 venerdì e mercoledì;

eden

20:30 - 22:30 sabato; 15:15 - 17:10 - 19:00 - 21:00

PUIANELLO_p.zza gramsci, 8/1 tel. 0522.889889

domenica ...................................................... RANGO Martedì 22 e Giovedì 24_ore 21:30 .......... MAMMUTH

CINEMA TEATRO

SALA ROSSA - Venerdì 18 Marzo_ore 20:15 - 22:30 ... ....................... AMICI MIEI - COME TUTTO EBBE INIZIO SALA VERDE - Venerdì 18 Marzo_ore 20:15 - 22:30 .. ....................................................................... RANGO SALA ROSSA - Sabato 19 Marzo_ore 20:15 - 22:30 .... ....................... AMICI MIEI - COME TUTTO EBBE INIZIO SALA VERDE - Sabato 19 Marzo_ore 20:15 - 22:30 ... ....................................................................... RANGO SALA ROSSA - Domenica 20 Marzo_ore 20:00 - 22:15 ....................... AMICI MIEI - COME TUTTO EBBE INIZIO SALA VERDE - Domenica 20 Marzo_ore 15:30 - 17:45 - 20:00 - 22:15 ................................................ RANGO SALA ROSSA - Lunedì 21 Marzo_ore 21:00 ................ ....................... AMICI MIEI - COME TUTTO EBBE INIZIO SALA ROSSA - Martedì 22 Marzo_ore 21:00............... ....................... AMICI MIEI - COME TUTTO EBBE INIZIO SALA VERDE - Martedì 22 Marzo_ore 21:15.............. ..................................................... QUALUNQUEMENTE SALA ROSSA - Mercoledì 23 Marzo_ore 21:00 ........... .......................................... QUALUNQUEMENTE INIZIO SALA VERDE - Mercoledì 23 Marzo_ore 20:45 . RANGO SALA ROSSA - Giovedì 24 Marzo_ore 21:00............... ....................... AMICI MIEI - COME TUTTO EBBE INIZIO SALA VERDE - Giovedì 24 Marzo_ore 20:30 - 22:30 .. ..................................................... QUALUNQUEMENTE

boiardo SCANDIANO_via XXV aprile,3

Da Venerdì 18 a Lunedì 21 Marzo_ore 21:00 ............

www.cinemateatroboiardo.it

....................................................................... RANGO

tel. 0522.854355

................................................... IL DISCORSO DEL RE Domenica 20 Marzo_ore 15:30 - 18:00 .....................

CINEMA

kaleidos

Domenica 20 Marzo_ore 15:00 - 16:45 .....................

CINEMA TEATRO

Sabato 19, Domenica 20 e Giovedì 24 Marzo_ore

POVIGLIO via bologna,1 tel. 0522.969386

CINEMA

apollo ALBINEA_via r. morandi, 1 tel. 0522.597510

www.cinemaapolloalbinea.it

Da Venerdì 18 Marzo_ore 17:15 - 19:15 - 21:15 domenica, 20:30 - 22:30 sabato, 21:15 venerdì e lunedì, 19:00 - 21:15 giovedì .. NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE Martedì 22 e Mercoledì 23 Marzo_ore 21:15 ............ .................................................... GIANNI E LE DONNE

CINEMA

metropolis BIBBIANO_via gramsci, 4

Martedì 22 Marzo_ore 21:15 .. YOUNG FRANKENSTEIN

tel. 0522.882769

www.forumcinema.it

excelsior RUBIERA_via trento, 3/D

tel. 0522.626888

www.cinemateatroexcelsior.it

nuovo roma CASALGRANDE_via canale,2

Da Venerdì 18 Marzo_ore 14:30 - 16:30 - 18:30 - 20:30

www.cinemaromacasalgrande.it

................................................. GNOMEO E GIULIETTA

tel. 0522.846204

tel. 0522.674748

CINEMA

www.metropolisbibbiano.it CINEMA

forum S.ILARIO D’ENZA_via roma, 8

domenica, 15:00 - 20:30 - 22:30 sabato, 20:30 venerdì e martedì, lunedì e mercoledì riposo ...................

CENTRO

polivalente GATTATICO_p.zza cervi, 34

tel. 0522.477912

www.comune.gattatico.re.it

...............................I FANTASTICI VIAGGI DI GULLIVER

15:00 - 17:00 - 19:00 - 21:00 Domenica, 20:30 - 22:30 sabato, 21:00 giovedì ..... NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE Martedì 22 Marzo_ore 21:00 ................. VALLANZASCA

Sabato 19 Marzo_ore 21:00 ... CHE BELLA GIORNATA Domenica 20 Marzo_ore 14:30 - 16:30 ..................... ............................................................. L'ORSO YOGHI

Sabato 19 e Domenica 20 Marzo_ore 21:00 ............ ................................................. MANUALE D'AMORE 3 Domenica 20 Marzo_ore 15:00 - 17:00 ..................... .............................................................L'ORSO YOGHI

SORELLE MAI

a cura di Monica Franzoni

GNOMEO & GIULIETTA

THE FIGHTER › Titolo originale: The Fighter › Nazione: U.S.A. › Anno: 2010 › Genere: Biografico, Drammatico › Durata: 118’ › Regia: David O. Russell › Cast: Mark Wahlberg, Christian Bale, Amy Adams, Melissa Leo, Jack McGee, Dendrie Taylor, Mickey O’Keefe, Melissa McMeekin, Caitlin Dwyer, Bianca Hunter, Erica McDermott, Jill Quigg › Produzione: Mandeville Films, Relativity Media › Distribuzione: Eagle Pictures › Noi la pensiamo così': Da vedere

B

asato sulla vera storia di Micky Ward, che nel 1996 diventò campione del mondo dei pesi welter. La narrazione si concentra sul momento in cui Micky inanella una serie di sconfitte e la sua volontà di rimanere attivo nella boxe vacilla. Riuscirà a rimettersi in piedi grazie anche alla redenzione del suo allenatore e fratello, uscito dal tunnel della tossicodipendenza. Classico film sulla validità del sogno americano, in cui nulla c’è di nuovo, ma che ci racconta una vicenda che avremo sempre voglia di sentire.

› Titolo originale: Sorelle mai › Nazione: Italia › Anno: 2010 › Genere: Drammatico › Durata: 110’ › Regia: Marco Bellocchio › Cast: Alba Rohrwacher, Donatella Finocchiaro, Elena Bellocchio, Maria Luisa Bellocchio, Letizia Bellocchio › Produzione: Kavac › Distribuzione: Teodora Film

G

iorgio legge Checov, si rifugia dalle zie a Bobbio e si prende amorevolmente cura della nipote. Sara recita Shakespeare, rifugge la provincia emiliana e lascia che siano le vecchie zie a crescere la sua bambina. Giorgio e Sara sono fratelli, si rinfacciano la propria lontananza da Bobbio, ma è sempre davanti al Trebbia che finiscono per tornare. L’ultima pellicola di Bellocchio: “E’ un film per caso. Tanti racconti improvvisati”. Sei episodi girati in sei anni differenti, sorti dal medio metraggio del laboratorio “Fare Cinema” che vede protagoniste le sorelle dell’autore.

› Titolo originale: Gnomeo and Juliet › Nazione: U.S.A. › Anno: 2011 › Genere: Animazione › Durata: 84’ › Regia: Kelly Asbury › Cast: Emily Blunt, Jason Statham, James McAvoy, Michael Caine, Patrick Stewart, Maggie Smith, Julie Walters, Jim Cummings, Hulk Hogan, Ashley Jensen, Eugene Levy › Produzione: Rocket Pictures, Starz Animation, Walt Disney Pictures › Distribuzione: Walt Disney Pictures Italia “ omeo e Giulietta” arrivano al bacino dell’animazione con una versione in 3D diretta dal regista Kelly Asbury (“Toy Story”, “Shrek”, “Kung Fu Panda”). La tragedia amorosa dei due amanti di Verona si sposta nel giardino di una casa qualsiasi, in cui i nanetti in ceramica divengono protagonisti assumendo le voci di Emily Blunt, James McAvoy e Michael Caine. Tra drammi d’amore ovattati e un sarcastico “Fronte Liberazione Nani”, un’originale trasposizione cinematografica del capolavoro Shakespeariano, dalle situazioni grottesche.

R


Pag.

XII

venerdì

settimana

musica

live

L’ora di Albione

VENERDÌ 18 MARZO

A

lla Freccia della Strega The Willy’s Blues Power, alla Trattoria Nonna Pia di Bibbiano Michele Bianchi & Elisa Aromonte, al Fuori Orario di Taneto di Gattatico Notte Hard Rock, al Off di Modena 24 Grana, all'Estragon di Bologna Apres La Classe, all'Arcimboldi di Milano Elisa, all'Arteria di Bologna The Niro.

TheÊ Niro

Al Fuori Orario di Taneto di Gattatico Fabri Fibra, al Teatro de Andrè di Casalgrande Selciata Band e Stereotype, al Corallo di Scandiano Sonorya, al Tempo di Gualtieri Folkstone, all'Estragon di Bologna Modena City Ramblers, al Calamita di Cavriago Pitch, alla Casa della Musica di Parma Bandaitaliana.

SABATO 19 MARZO

ModenaÊ CityÊ Ramblers

DOMENICA 20 MARZO Alla Trattoria di Nonna Pia a Bibbiano cabaret con Duilio Pizzocchi, al Teatro di Nonantola Gianmaria Testa, all'Estragon di Bologna Here Be Dragons.

GianmariaÊ Testa

LUNEDÌ 21 MARZO Alla Cantina Garibaldi di Cavriago Spaccailsilenzio.

MARTEDÌ 22 MARZO All'Arteria di Bologna Irene Robbins e Vince Valicelli, all'Alcatraz di Milano Caparezza.

Caparezza

MERCOLEDÌ 23 MARZO Al Teatro delle Celebrazioni di Bologna Francesco Renga, al Live Club di Trezzo D’Adda Kyuss.

FrancescoÊ Renga

GIOVEDÌ 24 MARZO Allo Stones Cafè di Vignola Filippo Malatesta, al Palasport di Rovereto Gilberto Gil

DI

PAOLO BARDELLI

N

on è ora di guardare musicalmente all'Inghilterra? Forse è giunto il momento. Dopo più di un decennio di appannaggio statunitense sembra che qualcosa si muova pure ad Albione, e ne è esempio un gruppo come gli Everything Everything che finalmente smuove qualcosa nel panorama un po' immobile del rock marcato Union Jack. Da Manchester a Bologna dunque, dato che gli Everything Everything saranno in concerto al Covo di Bologna giovedì 24 marzo, occasione per sentirsi live l'esecuzione del disco d'esordio "Man Alive", pubblicato in UK nel 2010 e che sta iniziando a girare, dalle nostre parti, proprio ora. Il genere degli Everything Everything è composito, una sorta di pop brillante in cui si vanno ad inserire prog, world e britpop classico. Primo indizio che ci fa escludere di essere di fronte alla "solita" next big thing propinata dai cosidetti

VERY BRITISH PEOPLE

Gli Everything Everything alla conquista del pubblico italiano

"alfieri dell'indie", giornali e ciarlatani vari che veicolano band di nessun valore ma che vengono definite, non si sa perché, "cool", è che gli Everything Everything sanno suonare. Già questo è un di-

scrimine, che li mette dall'altra parte della staccionata. Poi è anche vero che chi ti butta in faccia quanto è virtuoso non è simpatico, ma gli E.E. sanno dosar bene la loro padronanza con la necessaria spontaneità.

Il secondo indizio è che hanno un cantante, Jonathan Higgs, che sa cantare bene, anche in falsetto. Terzo: le loro canzoni "prendono". Tre indizi, si sa, fanno una prova. Info: www. covoclub.it.

I “neo-rockabilly” Francis&Francis alla Salumeria di Arceto

C

ontinua all’insegna della qualità la programmazione live della Salumeria del Rock. Sabato 19 marzo sul palco più “saporito” della scena live reggiana salirà un interessante trio rockabilly made in Mantova, i “Francis & Francis”, alias Francxesco “Balmar” Bogarelli (voce e chitarra), Francesca “Poisoivy” Alinovi (contrabbasso) e Marco “Criva” Crivaro (piatto, rullo e urla cavernicole). I Francis & Francis hanno l'orecchio sintonizzato sulla New York di fine anni '70, dove gli Stray Cats davano il là al revival rockabilly, e sul sound di Memphis anni '50, quando la Sun Records dettava legge con Elvis, Jerry Lee, Carl Perkins, Johnny Cash e com-

pagnia bella. Si definiscono “neo-rockabilly”, intendendo con questo termine una rivisitazione moderna del sound di Gene Vincent, Dale Dawkins e Eddy Cochraine, da cui deriva evidentemente lo stile chitarristico di Balmar, anche se ascoltando le nove tracce del loro cd di inediti, il sound crudo e lo stile radicale fanno pensare più alle gemme delle raccolte “Desperate Rock'n'roll” che non alle contaminazioni trasversali alla Hormonauts. Dall’anno scorso sono in tour europeo che dopo Helsinki, Hannover, Basilea, Berlino e Dusseldorf sabato li vedrà esibirsi ad Arceto con i loro pezzi inediti e le immancabili cover di Elvis, Johnny Burnette e Stray Cats.

MUSICA DA K.O.

I Francis&Francis pronti a salire sul ring della Salumeria

I DISCHI CHE HANNO FATTO LA STORIA (ALTERNATIVA) DEL ROCK di Enrico Rossi

Q

VENERDÌ 25 MARZO

Al Calamita di Cavriago Hjatalin, alla Casa di Nonna di Bibbiano Pia Train In Own, al Fuori Orario di Taneto di Gattatico Nathalie, al Teatro di Copparo Ferrara Cristina Donà, al Vox di Nonantola Rio, al Teatro Geox di Padova Nomadi, All’Estragon di Bologna Microguagua e Junior Kelly.

MartaÊ suiTubi

Gli “Everything Everything” a Bologna il 24 marzo

Tra Elvis e gli Stray Cats Spaccailsilenzio

FilippoÊ Malatesta

18 marzo 2011 - REPORTER

CristinaÊ Donˆ

SABATO 26 MARZO Al Fuori Orario di Taneto di Gattatico Fluido Rosa, al Corallo di Scandiano Ytsejam, ai Vizi del Pellicano di Correggio Dull, al Teatro Regio di Parma Blixa Bargeld, all'Off di Modena Marta Sui Tubi, al Teatro di Ferrara Area, al Fillmore di Cortemaggiore Treves Blues Band, al Mattatoio di Carpi Death Vessel, all’Estragon di Bologna Caparezza.

SWEET OBLIVION SCREAMING TREES Pubblicazione: 1992 11 brani

Tracklist Shadow of the Season – 4:34 Nearly Lost You – 4:07 Dollar Bill – 4:35 More or Less – 3:11 Butterfly – 3:22 For Celebrations Past – 4:09 The Secret Kind – 3:08 Winter Song – 3:43 Troubled Times – 5:20 No One Knows – 5:13 Julie Paradise – 5:05

ualche settimana fa abbiamo parlato del Mark Lanegan “solista”, e ora affrontiamo inderogabilmente il suo passato come leader degli Screaming Trees, quand’era un giovane spostato – non che ora si sia dato una regolata - scelto dai fratelli Conner per metter su una band. Una storia come tante altre quella degli “Alberi Urlanti”: ragazzi giovani, spesso annoiati dalla provincia americana che, tra una canna e l’altra, decidono di suonare e andare in tour con la loro musica. Se non avessero fatto questo, sarebbero finiti di certo a lavorare in qualche supermercato o in qualche fabbrica… o sarebbero morti. La cavalcata acid-psichedelica “Nearly Lost You”(4:07) assume i connotati di una canzone d’amore recitata con gli occhi iniettati di LSD e dentro ci senti

gli anni settanta, soprattutto con quel volgare, ma pieno di fascino, effetto “wha wha” che perde il controllo nel solo del brano. Anche la ritmica ossessiva di “Shadow of the Season”(4:34) affonda le radici in qualche suono perduto del passato, ma rimane originale in tutto e per tutto. Poi è il momento di “Dollar Bill”(4:35) e “More or Less”(3:11) che mitigano le acque: la prima con la sola chitarra acustica e la voce intima di Lanegan, la seconda con un fraseggio di chitarra che ti fa immaginare una storia andata a finire male che deflagra in un chorus a più voci. Una centrifuga di aggressività in “The Secret Kind”(3:08) che si appoggia alla poesia di “Winter Song”(3:43). Canzoni per solitari in via di riscatto.

- La canzone “Nearly Lost You” è stata l’hit più importante del gruppo grazie anche alla sua apparizione nella colonna sonora del film “Singles” diretto da Cameron Crowe e ambientato nella Seattle del grunge, con un Matt Dillon in versione da musicista scapestrato. - Il primo album uscito per una major, dopo anni di gavetta per etichette indipendenti come SST e Sub Pop, è stato “Uncle Anesthesia” prodotto da Chris Cornell dei Soundgarden. - Josh Homme (Kyuss e QOTSA) prese parte, come chitarrista ritmico, nella line up per il tour di Sweet Oblivion. Josh e Mark avrebbero poi lavorato insieme anche nell’album “Song for the Deaf” e in innumerevoli altre occasioni.


venerdì

18 marzo 2011

Pag.

- REPORTER

la playlist

musica un giorno per neil young Sabato 26 marzo concerti e memorabilia alla Prateria di Bagno

A

rriveranno da tutta Italia e anche dall'estero: sabato 26 marzo Reggio Emilia diventerà la capitale degli appassionati della musica di Crosby, Stills, Nash & Young. Si terrà infatti nella nostra città, e precisamente all’agriturismo La Prateria, in via Cigarini 4/1 a Bagno di Reggio Emilia, il Neil Young Day, la convention internazionale dedicata al rocker canadese e ai suoi compagni di viaggio, Crosby, Stills, Nash & Young, ovvero la risposta americana ai Beatles, il supergruppo reso immortale da Woodstock. Con un doppio programma di concerti dal vivo (acustico al pomeriggio, elettrico la sera) delle miglior tribute band da tutta Italia, intervallati da una proiezione di filmati inediti e rarissimi dei quattro musicisti della West Coast, da una cena con prodotti enogastronomici tipici reggiani ed una serie di bancarelle dedicate al merchandising, con vendita di libri, cd, dvd, locandine e tantissimo altro materiale dedicato ovviamente a Neil Young e alla sua ultra quarantennale carriera. Il Neil Young Day Internazionale 2011 si svolgerà

S

uonano alla maniera dei Beatles e dei Kinks al loro inizio. Melodie accattivanti, pop nervoso, chitarre garage, parole semplici. The Bishops saliranno sul palco del Kalinka di Carpi venerdì 25 marzo, aggressività giovanile che esplode in canzoni che superano raramente i due minuti, con la capacità contagiosa di catturare immediatamente tutto il pubblico presente. La band inglese ha ormai ritagliato un importante spazio all’interno del panorama musicale italiano con la pubblicazione nel nostro paese dei loro due album, “The Bishops” e “For Now” che tanto clamore hanno suscitato su tutti

Dalle ore 17,30 max Spada e Stefano Lenzi (milano) bittersweet (brescia) renato Ciuffardi (milano) topanga Four (Verona) Fausto Comunal e Fabio bagni (reggio Emilia). ore 20 Cena rustica (menù fisso a 18 euro) Proiezione di filmati inediti di Neil Young e di CSN&Y

ARTISTA DI CULTO

Centinaia di fans di Neil Young in arrivo alla Prateria

sabato 26 marzo a La Prateria, agriturismo in via Cigarini 4/1 a Villa Bagno di Reggio Emilia. A partire dalle 17,30 inizieranno i concerti, che andranno avanti sino a dopo mezzanotte. La cena è in programma intorno alle ore 20: menù fisso a 18 euro (consigliata la prenotazione alla mail lozaino-

i media italiani. Oltre a decine di entusiasmanti recensioni su tutte le riviste e i magazine, i loro videoclip hanno avuto ampia diffusione sui maggiori canali televisivi e i loro singoli sono diventati la colonna sonora di molti network radiofonici. La band è formata da tre ragazzi londinesi, i fratelli Mike e Peter Bishop e Chris McCornville, ex allievi del Chelsea College of Art and Design, che hanno cominciato a suonare insieme nel 2004. Dal vivo hanno mostrato tutta la loro bravura nel gestire il palco con più di duecento concerti in giro per il mondo, un'energia vintage che non sa di naftalina. In Italia collezionano quattro imperdibili date a supporto della pubblicazione del nuovo Ep “Sojourn” per W2

Sold Out

ore 21 Giancarlo Frigieri (Sassuolo) Francesco Lucarelli (roma) Stefano Fedele (Udine) Lino Straulino (milano) the Youngs (reggio Emilia)

dellartista@yahoo.it oppure al 389/1831967 o al 329/7604840). In alternativa, ingresso libero con consumazione obbligatoria. Tutto il programma è disponibile al sito internet www.giampaolocorradini.it/neilyoungday oppure scrivendo all’indirizzo mail giampaolocorradini@gmail.com

“Reality and Fantasy”

2

Autumn defense “Once Around”

mAuRo eRmAnno GiovAnARdi

3

“ Ho sognato troppo……”

4 Belle & seBAstiAn “Write about love”

sARA lov

5

“I Already Love You”

6 pAul heAton “Acid Country”

DAI FAB FOUR AI FAB THREE

I londinesi Bishop e una pesante eredità da sostenere Records. È sempre sorprendente mai conosciuto. Lo stile firmato vedere un giovane gruppo capace The Bishops è un concentrato di riprodurre alla perfezione le di tutto il meglio degli anni '60, sonorità di un’epoca che non ha frangia e vestito nero compresi.

Soul Jazz

viva la… fibra

sognando con elisa

Al Fuori Orario il rapper marchigiano

La Aromonte alla Trattoria di Nonna Pia

A

lternativi al mercoledì, convenzionali il sabato sera. Continua la stagione “controversa” del Fuori Orario che alterna cene con personaggi “fuori dal coro” e concerti con “artisti” di dubbio talento, ma di sicuro appeal televisivo e commerciale. Aspettando l’arrivo a Taneto degli ultimi figliocci di Maria De Filippi e Mara Maionchi, sabato 19 marzo alle 22.30 sbarca al Fuori Orario Fabri Fibra. Introdotto alle musiche di Dj Puccione (sigh…), l’Ice Cube de noatri, proporrà il suo “verbo” musicale insieme a Dj Tayone (arisigh…). Ovviamente il concerto è “sold out” da settimane (20 euro+ quelli per la tessera Arci), per la gioia dei gestori del Circolo e per l’amarezza di chi ancora continua a sperare che anche in campo artistico

RAphAel GuAlAzzi

Sabato 26 marzo

Al Kalinka arrivano i londinesi Bishops Mariangela anceschi

1

Programma

vi ricordate i Beatles? di

XIII

7 Adele “21”

8 JAmiRoquAi “Rock dust, Light Star”

9

V

un giorno possa prevalere il merito sul prodotto, il talento sul compromesso. Questo sì che sarebbe alternativo. Una vera rivoluzione da servire in tavola il mercoledì… (ga.ca)

enerdì 18 marzo alle ore 21 alla Trattoria “La Casa di Nonna Pia” di Bibbiano Michele Bianchi & Elisa Aromonte in concerto. Già allievo di Franco Cerri, chitarrista fisso per Owen Gerrand, Michele Bianchi è attualmente in tour nello “Spazio Tempo Tour” di Mario Biond. Elisa Aramonte è originaria di Pordenone, città dove compie gli studi e in cui fin da giovanissima si avvicina

alla musica, studiando prima pianoforte poi dal '96 canto moderno con Lorena Favot. In seguito all'incontro con Valerio Carboni, figura chiave dell'universo musicale reggiano, nel 2009 si trasferisce a Reggio Emilia ed i suoi gruppi all'attivo sono gli Zoo Village e i B-Sharp. Inoltre collabora come cantante con la CB Band: Un duo d’eccezione per una serata in puro stile soul jazz.

BRiAn feRRy “Olimpia”

10 WAndA JAckson “ The Party Ain’t over”


Pag.

22

venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

SPECIALE REGGIOLO Programma

ROCCACIOCC - REGGIOLO XI edizione

DOMENICA 20 MARZO Manifestazione gastronomica dedicata al cioccolato. Degustazioni di gnocco fritto, pane fresco e dolci a base di cioccolato, pane e nutella, cioccolatini, cioccolata in tazza, frutta con cioccolato; concorsi, bancarelle, mercato straordinario. Cortile della Rocca Artigiani del Cioccolato Vendita, assaggi ed esposizioni Animazioni per bambini Sale della Rocca “RoccaSposi” III Edizione A cura dell’A.T.I. Centro storico Negozi Aperti

Acconciature Unisex Estetica

ACCONCIATURA

ESTETICA

Tagli moda Colori personali Extension Consulenze tricologiche

Trattamenti viso antietà Manicure - Pedicure curativi ed estetici Trucco sposa Trucco giorno Trucco sera Pulizia Viso-Bio RICOSTRUZIONE UNGHIE € 35,00

Via Matteotti, 51 - Reggiolo - RE Cell. 328.3285832

Consegna questo invito e avrai Shampoo-Piega € 8,00

Piazza Martiri Stand gastronomici Gnocco fritto, salumi, primi piatti e dolci Via Roma, via Matteotti, via Veneto e Piazza Martiri Mercato di alta qualità Terre dei Gonzaga Consorzio della Rocca Pane fresco cotto nei forni a legna A cura dell’A.T.I. Gara delle torte di cioccolato cotte al forno (aperta a tutti) Primo premio: Prosciutto crudo intero offerto da Conad Reggiolo - Novellara In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata al 27 Per informazioni: 338.6188748 o 334.5924497


venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

Pag.

23

SPECIALE REGGIOLO

Buon compleanno “Signora Italia” Domenica 20 marzo allo Spazio Pool uno spettacolo “tricolore”

I

n occasione dei festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, il Comune di Reggiolo organizza presso la sala polivalente “Reggiolo Pool” di Via IV novembre organizza lo spettacolo teatrale originale “Signora Italia” realizzato da Laura Pazzola ed Elisabetta Spaggiari. Lo spettacolo ripercorre la nostra storia dall’Unità ad oggi con una serie di repliche per le scuole primarie e secondarie di primo grado fino al 19 marzo. Domenica sera 20 marzo, invece, lo spettacolo sarà aperto a tutti. La Pazzola e la Spaggiari, due attrici formatesi alla prestigiosa scuola “Jacques Lecoq” a Parigi, saliranno sul palco con gli attori delle compagnie locali emiliane che hanno collaborato al progetto: Lorenzo Baldini, Giorgio Bonfanti, Riccardo Manfredi, a cui si aggiunge il Coro delle Mondine di Novi e il Quintetto di Fiati dell'Università di Parma. Tutti insieme a raccontare al pubblico le origini dello

“Stivale”. Uno spettacolo semi serio che rende omaggio all’unità del Paese in una sorta di conferenza-dimostrazione in cui un anziano professore immergerà il pubblico nelle sue “visioni” risorgimentali, attraversando e colorando i fatti che hanno portato all’unificazione del nostro paese. Sempre nell’ambito delle iniziative sul 150esimo dell’Unità d’Italia sabato 19 marzo alle 18 nella Sala dei Miti della Biblioteca civica “G. Ambrosoli”, è in programma una Serata Tricolore a cura della Confraternita “Teofi lo Folengo” con lettura di liriche del Risorgimento a cura del prof. Rodolfo Signorini. Le iniziativa sul 150esimo dell’Unità d’Italia a Reggiolo proseguiranno lunedì 4 aprile ore 10 con una Visita guidata alla Sala del Tricolore e al Museo del Risorgimento di Reggio Emilia a cura della Confraternita “Teofilo Folengo” (per informazioni e prenotazioni 0522/971202), mentre sabato 9 aprile alle 17.30 nella Sala

dei Miti della Biblioteca civica comunale “G. Ambrosoli” è in programma la presentazione del libro “Voglio vivere così” del reggiolese d’adozione Ansoino Andreassi, protagonista della lotta al terrorismo negli anni di Piombo. Il libro vanta la prefazione di Giancarlo Caselli. L’incontro, con il patrocinio del Siulp (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia), vedrà la partecipazione della senatrice Albertina Soliani e di Luigi Notari della Segreteria Nazionale Siulp. Nei mesi di marzo e aprile la Biblioteca Civica “G. Ambrosoli” metterà a disposizione del pubblico un tavolo tematico dedicato al Risorgimento, Unità d’Italia, aspetti, problemi e istituzioni dello Stato italiano. Fino ad esaurimento scorte, inoltre, il Comune metterà a disposizione dei cittadini delle Bandiere tricolori. Chi fosse interessato può ritirarle presso la Biblioteca comunale. Lo scorso sabato 12 marzo

Il simbolo del paese La Rocca di Reggiolo aveva funzioni difensive

L

a maggior parte degli eventi di “Roccaciocc 2011” si svolgerà nella Rocca, sicuramente il simbolo storico-artistico di Reggiolo. La Rocca fu edificata nella prima metà del secolo XIII per volontà del Comune di Reggio per difendersi dai mantovani che più volte assalirono, anche con successo, la fortificazione. Dal 1332 fino all’estinzione della casata, avvenuta a metà del Settecento, Reggiolo è dominio dei Gonzaga. La fortificazione ha forma di un quadrato con i lati di 40 metri, con quattro torri agli angoli: le due meridionali sporgenti e le due settentrionali a filo coi muri laterali. Le torri sono prive dei muri interni per poter essere meglio sorvegliate e per raccordarsi, con passerelle volanti, alla maestosa torre centrale, il mastio, che ancora oggi spicca isolata all’interno del cortile con i suoi 34 metri di altezza. Nel 1405 Gianfrancesco Gonzaga fece costruire nel mastio una scaletta per introdurvi munizioni, bombarde e colubrine. Torri e mura (che nel 1370 furono elevate di 4-5 metri) sono provvisti di merli, solo in parte discretamente conservati. All’interno del cortile, presso la torre di nord-est un piccolo vano mantiene nelle porte di ferro il ricordo dell’antica destinazione a

alla Biblioteca civica “Ambrosoli” di Reggio si è tenuto un incontro organizzato dal Comune di Reggiolo, dall'Unione di Comuni Bassa Reggiana e dall'Associazione Pro.Di.Gio, che raggruppa gli uffi ci Informagiovani di alcuni comuni della bassa. In particolare nel pomeriggio di sabato 12 marzo si è tenuta la presentazione del libro "Primo sangue" di Aldo Pecora. Presenti, oltre all'autore, che è anche presidente dell'associazione dei giovani uniti contro le mafie "Ammazzateci tutti", la figlia del compianto magistrato Antonino Scopelliti, Rosanna Scopelliti, presidente della Fondazione “Antonino Scopelliti” e il Sindaco di Reggiolo Barbara Bernardelli che ha introdotto la conversazione e il dibattito con il pubblico. Forte il riscontro del pubblico, sensibile al delicato tema trattato. Suggestivi i racconti del libro inchiesta illustrati dall'autore e commuoventi i ricordi di Rosanna, all'epoca solo una bambina.

TANTI AUGURI, ITALIA! La locandina dello spettacolo in programma a Reggiolo

IL SAP, UNA “SFIDA” PER I GIOVANI Il Comune di Reggiolo e la Cooperativa “Il Piccolo Principe” cercano volontari giovani e adulti che vogliano passare qualche ora di divertimento e tempo libero nel SAP. Il SAP (Servizio di Aiuto alla Persona) è un progetto di tempo libero rivolto a persone disabili, promosso dall’Unione dei Comuni Bassa Reggiana (di cui fa parte il Comune di Reggiolo). Si tratta di gruppi di volontari e persone disabili che trascorrono qualche ora in compagnia: uscite serali, pizzeria, cinema, musica, pub, gite, ecc… Insomma tutto quello che può fare un gruppo di amici! Il progetto (gestito dalla Cooperativa Sociale “Il Piccolo

Principe”) nasce dall’esigenza di dare una risposta alla voglia di legami e di amicizie che vivono tanti giovani oggi. Giovani “abili” e giovani “disabili”, non fa differenza. Il SAP vuole essere una proposta d’incontro che trova le proprie risorse nella comunità e in tutti coloro che si sentono un po’ stanchi di trascorrere tutte le sere o i week-end nel fare le stesse cose. Si tratta “semplicemente” di passare un po’ di tempo divertendosi insieme a persone che, altrimenti, non ne avrebbero la possibilità. Le iniziative e gli appuntamenti non mancano. A parte le cene e le uscite settimanali, in gennaio abbiamo trascorso un fine settimana a Merano e in febbraio abbiamo as-

sistito al concerto dei Nomadi a Novellara! Insieme alla voglia di fare esperienze sempre nuove, continua a crescere anche il bis ogno di nuovi volontari che (anche solo con poche ore al mese) abbiano voglia di avventurarsi in un’esperienza allo stesso tempo utile per gli altri e per la propria crescita personale. Non servono abilità particolari: solo la voglia di fare gruppo e stare bene in compagnia! Per informazioni: Servizi Sociali Comune di Reggiolo 0522-213730 e Luca Sberveglieri (Coop Il Piccolo Principe): 338-7211330. Per e-mail: sapbassareggiana@ coop-ilpiccoloprincipe.it.

PASTICCERIA prigione (nel periodo gonzaghesco, mentre precedentemente le prigioni si trovavano ai piedi del mastio). Documenti d’archivio testimoniano del gran numero di farabutti d’ogni specie (o presunti tali) che vi furono ospitati e spesso torturati con "tratti di corda" per farli confessare. La rocca di Reggiolo conserva pressochè immutata la sua struttura originaria di macchina miliare, mentre il più ampio castello, che all’intorno proteggeva anche parte dell’abi-

tato, è oggi scomparso. Nella seconda metà del Quattrocento l’architetto Luca Fancelli, per conto del marchese di Mantova Ludovico II Gonzaga, vi edificò un palazzo addossato alle mura orientali. La rocca è stata restaurata negli ultimi decenni a cura della Soprintendenza ai Monumenti e, soprattutto, del Comune di Reggiolo al quale, fra l’altro, si deve il recupero di un salone nel vecchio palazzo gonzaghesco oggi adibito a varie manifestazioni pubbliche.

dolci tradizionali pasticceria dolce - salata torte nuziali - battesimi - cresime rinfreschi per cerimonie

Piazza Martiri, 31 Reggiolo (RE) Tel. e Fax 0522 973518 www.chocolatsrl.it

SALA BINGO DUE STELLE L'ISOLA DEL TESORO A REGGIOLO VIA RINALDI 1

FONDO ALI I C E P S I PREM 0,00 EURO

10.00

APERTO TUTTI I GIORNI DALLE 14 CON SLOT E VLT G.&V. E RICARICHE WIN FOR LIFE TABACCHI E SUPERENALOTTO

DALLE ORE 19.00 CON IL GIOCO DEL BINGO SUPERBINGO BINGO ORO BINGO ARGENTO BINGO BRONZO BINGO ONE

Carburanti - Metano - Lavaggio auto interni + tappezzeria Tabacchi - Bar - Colazioni - Pranzo con cucina interna Specialità carne argentina - Distributori automatici di bevande e pasti caldi Via Cispadana REGGIOLO (RE) - Tel. 0522/973755 - Fax 0522/213425 e-mail: autogrillapironda@libero.it


Pag.

24

venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

CALCIO

Regia, il peggio senza fine Quattro sconfitte consecutive per i granata. Play out a soli quattro punti DI

ANDREA BIANCHI

N

on c’è due senza tre, e la quarta vien da sé. Recita così un famoso proverbio che sembra essere stato cucito addosso a una Reggiana che sembra ormai in caduta libera, giunta alla quarta sconfitta consecutiva. Anche contro la capolista Gubbio, i granata non sono stati capaci di offrire una prestazione che potesse far sperare di uscire dal campo con qualche punto; ci sono stati piccoli progressi, è vero, ma il fatto che la squadra non segni da ormai da quattro gare (i tifosi hanno persino coniato il coro “Almeno un tiro, vogliamo almeno un tiro”) è sintomatico di una crisi che apparentemente sembra non conoscere soluzione.

IL CIRCOLO VIZIOSO Questa situazione assomiglia tanto a un cane che si morde la coda. Sia protagonisti che addetti ai lavori, infatti, indicano i punti come la migliore medicina per guarire, ma questi possono arrivare se e solo se accompagnati da una prestazione, dalla grinta e dalla convinzione di chi va in campo e, perché no, anche un briciolo di fortuna. Una fortuna che negli ultimi tempi ha un po’ abbandonato i lidi granata, che contro il Gubbio hanno subìto gol su un rigore giusto ma non nettissimo e si sono visti annullare (altrettanto giustamente) un gol per un fuorigioco di pochi centimetri, sfuggito all’arbitro ma visto dal guardalinee.

MANGONE ASSOLTO Quando la squadra non gira, è normale che a finire sul banco degli imputati ci sia anche l’allenatore. Mister Amedeo Mangone, però, ha incassato la fiducia della società, espressagli dal presidente Barilli che lo ha confermato. In questi casi l’esonero dell’allenatore viene scelto come soluzione per cercare di dare una scossa all’ambiente: al presidente granata non è però sfuggito il fatto che anche in caso di cambio in panchina, la squadra non potrebbe come d’incanto cambiare pelle e ritrovare la via del gol come se nulla fosse. A maggior ragione,

al tecnico non è imputabile nemmeno l’accusa di non voler cambiare modulo. La Reggiana infatti è stata costruita per giocare con il centrocampo a rombo, e qualsiasi schieramento tattico diverso dal 4-3-1-2 comporterebbe il far giocare diversi elementi fuori ruolo. Per la partita contro il Gubbio Mangone ha escluso dall’undici iniziale Mei, Alessi e Guidetti, dando fiducia ad Aya, Romizi e Maritato, ma il risultato, rispetto alle ultime uscite, non è cambiato di molto.

GRANATA AL TAPPETO Danilo Zini e Beppe Alessi: la crisi di gioco e risultati mette in discussione anche le “bandiere”

VICINI AL BARATRO In queste condizioni è difficile, per non dire impossibile, proporre soluzioni o rimedi. Il dato di fatto però è uno soltanto: la zona play-out si sta avvicinando vorticosamente, ora è solo a quattro punti ed è ora di mettersi seriamente a pensare di guardarsi le spalle, per evitare di ritrovarsi “come d’incanto”, a maggio, in una situazione di classifica impensabile fino a qualche mese fa. Il prossimo banco di prova, tra l’altro, sarà di quelli tosti. La Reggiana è infatti attesa dalla Cremonese (orfana dell’ex granata Stefani, squalificato), altra squadra protagonista di un campionato deludente e ancora alla ricerca di un’identità. Chissà che nel giocare contro la loro ex squadra Saverino, Temelin e Guidetti possano ritrovare la verve perduta…

LA DOMENICA DEGLI “EX”

Mirko Stefani

Mancherà Mirko Stefani, appiedato dal Giudice sportivo. E conoscendolo, possiamo immaginare quanto bruci questa squalifica all’ex capitano granata. Ma Cremonese-Reggiana, oltre a valere “oro” per motivi di classifi ca, sarà anche una rimpatriata di “ex” su entrambi i fronti del campo. In granata, infatti, sono ben

Gianluca Temelin

tre i giocatori che nelle passate stagioni hanno indossato il grigio-rosso. Tre giocatori non banali, stiamo infatti parlando di Temelin, Guidetti e Saverino. Ovvero i tre più esperti, quelli che (in teoria) dovrebbero fare la differenza in campo. Peccato che le cose stiamo andando diversamente. Guidetti, comprato a suon di milioni con il compito di fare

Sulle tracce degli ex campioni reggiani

Fuori i… secondi

enerdì prossimo, 18 marzo, torna la grande boxe al Palahockey Fanticini, con la manifestazione mista dilettanti-professionisti organizzata da Boxe Cavallari e Boxe Tricolore. Ricco il cartellone, con un programma articolato in ben otto incontri: sette dilettantistici, con impegnati i migliori giovani atleti reggiani contro pari categoria di altre società, prima dell’atteso match clou professionistico sui sei round tra i pesi superleggeri Renato De Donato e Alfredo Di Feto, entrambi tesserati con Sergio Cavallari. I sette dilettanti della Boxe Tricolore impegnati venerdì, con all’angolo gli insegnanti Antonio Midili e Valentino Manca, saranno: il forte peso medio Matteo Neri, ormai in odore di professionismo; il giovane promettente peso leggero Alessandro Ferretti, alla ricerca della giusta continuità e di un ulteriore salto di qualità; la sempre positiva peso mosca Annalisa Ovi, che cercherà di allungare l’ormai lunghissima striscia di match senza sconfitte; il coraggioso peso super-massimo di origine

Davide Saverino

rilancio granata. Domenica al Zini hanno l’occasione ideale per rilanciarsi. In caso contrario, per almeno due di loro, si aprirebbe la prospettiva di vivacchiare in panchina fino alla fine del campionato. Meglio giocare con giovani “affamati” piuttosto che con vecchi campioni arrugginiti alle prese con un’evidente crisi di motivazioni.

Chi l'ha ri... visto?

Focus V

Max Guidetti

gol, ha le polveri bagnate ormai da mesi. Temelin continua a “mangiarsi” gol confermando il vizietto che lo aveva relegato in panchina durante la gestione Dominissini. E Saverino mostra tutti i limiti tecnici e tattici che non possono essere nascosti ogni domenica dall’insuperabile vis agonistica. Passa dalle prestazioni di questi tre giocatori la speranza di

egiziana Ibrahim Mohamed, che come al solito sarà accompagnato dal calorosissimo tifo dei propri connazionali; il peso massimo Martin Mukaj, che vorrà centrare la seconda vittoria in altrettanti incontri disputati; il medio-massimo Stefano Cocconcelli, alla ricerca della prima affermazione, ed infine il debuttante peso medio Lorenzo Zoretti, classe 1991, l’ennesimo prodotto della palestra di Cavazzoli. Il match clou professionistico della manifestazione di venerdì, il derby targato Cavallari tra i superleggeri Renato De Donato e Alfredo Di Feto, è molto atteso a livello nazionale. Il motivo è presto spiegato: il giovane mancino milanese De Donato (che fu nazionale tra i dilettanti) è una delle maggiori promesse del professionismo italiano; tecnico, intelligente e volitivo sul ring, molto spettacolare da vedere, ha fatto letteralmente innamorare pugilisticamente Sergio Cavallari, che l’ha voluto a tutti i costi nel suo team. Dopo i primi tre incontri da professionista tutti vinti brillantemente contro avversari non facili (di cui due italiani), adesso per De Donato arriva al Palahockey

Renato De Donato la prova della verità, poiché il parmense Alfredo Di Feto è un combattente di grande esperienza e generosità, che riesce ad imprimere dei ritmi da capogiro ai suoi match, vissuti all’attacco dal primo all’ultimo secondo. Insomma, De Donato dovrà dimostrare di essere un pugile vero, con gli attributi, se vorrà continuare a coltivare le proprie ambizioni. Per gli appassionati reggiani della noble art si preannuncia un appuntamento da non perdere.

DALE SOLOMON IERI

OGGI

GIOCATORE DELLA SIDIS 1991

GUARDIA GIURATA 2011

Ve lo ricordate Dale Solomon? Una montagna di muscoli d’ebano che conquistò i tifosi (ma soprattutto le tifose) delle Cantine Riunite sul finire degli anni Ottanta. Ala di 2.04, prodotto del Virginia Teck Hokies College, Solomon fu il terzo americano nella storia della Pallacanestro Reggiana: arrivò infatti a sostituire Rudy Hackett formano con Roosevelt Bouie una coppia granitica sotto canestro. Solomon giocò a Reggio in due occasioni, la prima volta nel bienno 1986-88, la seconda con la maglia griffata Sidis nel 1991-92.

Ora Solomon è tornato a vivere negli States con la moglie veneziana Antonella e la figlia Viola. L’ex cestista dai muscoli d’ebano fa il vigilante per una compagnia di poste e spedizioni di Annapolis, nel Maryland. A 52 anni, il “vecchio” Dale non dimentica i suoi trascorsi cestistici e, soprattutto la sua lunga esperienza in Italia. In una recente intervista rilasciata Solomon si rivela come un agente dai modi gentili (che alterna il lavoro alle poste con quello part-time di security in un ospedale) e che ogni anno torna in Italia per le vacanze di Natale con moglie e figlia.

Per segnalazioni e avvistamenti: chilharivisto@reporter.it


venerdì

18 marzo

Pag.

2011 - REPORTER

25

BASKET

“Se segno contro Forlì, esulto” Frassineti ritrova il suo passato: “Tanti amici in tribuna, ma per me conta solo la Trenk” DI

GABRIELE CANTARELLI

g.cantarelli@reporter.it

Q

uella contro Forlì sarà l’ennesima partita da “psico-dramma” vissuta in questi anni in via Guasco. Dopo quelle con Avellino nel 2007 e con Imola nel 2009, c’è adesso l’ostacolo Forlì tra la Pallacanestro Reggiana e il baratro della retrocessione. La squadra romagnola si è rilanciata con

Frassineti, non mi dica che quella contro Forlì sarà una partita come tutte le altre? “Infatti, non lo dico. Anche se mi sarei immaginato tutto fuorchè di arrivare a giocarmi la salvezza contro la mia vecchia squadra”. Quanti sms ha ricevuto questa settimana da Forlì? “Tanti. Ma i miei amici sono tutti abbastanza sportivi e quindi non mi chiederebbero mai di farli vincere. Anche perché conoscono la mia risposta. Io voglio vincere domenica, per noi è troppo importante”. In caso di canestro esulterà o farà come i calciatori dopo un gol alla ex squadra? “Fare un canestro non è come segnare un gol. Io, lo sapete, sono molto spontaneo e mi piace esultare soprattutto dopo canestri importanti. Ma è più rabbia che ostentazione. Comunque domenica se capita esulto, cercando di non mancare di rispetto a nessuno”. Anche se sugli spalti ci saranno tanti volti noti? “Certo, ma i miei famigliari mi seguono sempre. Domenica ci saranno anche tanti amici. Di sicuro ci saranno più facce conosciute in tribuna che non in campo visto che della squadra dell’anno scorso è rimasto solo Mitch Poletti”. I tifosi all’andata l’hanno accolta bene “Mi ha fatto molto piacere. D’altronde io a Forlì ho dato tutto quel che potevo, poi ci sta che qualcuno possa darmi del ‘traditore’ perche ho scelto di venire a Reggio, mica si può mettere sempre tutti d’accordo”. Se tornasse indietro, rifarebbe la

Vucinic in panchina e con una squadra rifatta rispetto a inizio torneo. E’ rimasto solo Mitch Poletti degli eroi della promozione in Legadue (via ripescaggio). Tra di loro c’era anche Matteo Frassineti approdato a Reggio l’estate scorsa, primo (e forse unico) “colpo” di mercato targato Betti. Dopo la carambola automobilistica da cui è uscito fortunatamente illeso, Frassineti ritrova contro Forlì il suo passato.

scelta di Reggio? “Certo. E’ ovvio che mi aspettassi una stagione diversa, ma ora siamo in ballo e dobbiamo ballare. Io voglio vincere con questa maglia e a questo punto voglio la salvezza il prima possibile. Di sicuro non mi va di legare il mio nome ad una retrocessione in serie B di questa gloriosa società”. Si parla di una serie A unica con Reggio ripescata di diritto? “Ah si? Non ne sono al corrente, comunque non importa. Ora abbiamo altro a cui pensare, siamo concentrati sul lavoro in settimana per dare il meglio di noi stessi alla domenica”. In città come si trova? “Bene. Reggio mi ricorda molto Forlì. Vivo da solo, ma ho molti amici. Dei miei compagni, uscivo spesso con Robert Fultz. Gli altri li frequento soprattutto in campo e in allenamento”. Anche perché Frosini, Chiacig e Slanina potrebbero avere l’età di suo padre. “Per me è un onore giocare con loro. Credetemi, qui a Reggio sto imparando tantissimo anche in allenamento. Donatas poi è un maestro di tecnica, si vede che ha giocato in Eurolega. Ricordo il

primo allenamento, non riuscivo a stargli dietro quando si liberava dai blocchi”. E’ vero che il suo primo coach è stato una donna? “Sì, ero nella squadra di minibasket, credo alla Libertas Forlì. Lei si chiamava Patrizia ed è stata determinante nel farmi appassionare a questo sport”. Mai pensato di darsi al calcio? “Ci ho provato. Ma ogni volta prendevo la palla con le mani. E in porta non ci volevo stare, troppa paura delle pallonate”. Dicono però che sia un campione a racchettoni sulla spiaggia… “D’estate mi trovate sempre in spiaggia a Lido di Classe. Non ho uno stabilimento fisso, anche perché ho amici in ogni Bagno fino a Cervia. Spesso viene a trovarmi anche Danilo Gallinari. Siamo amici, giocavamo insieme nell’Under 18 azzurra. Ci sentiamo spesso su facebook”. Sa che tra i tifosi gira una barzelletta su di lei? “Davvero, quale?” Che fosse in auto alle 3.30 di notte perché voleva arrivare in anticipo ad allenamento… “Ah, ah…Ha ragione. E’ proprio una barzelletta…”

GIOCATORE “MADE IN FORLÌ” Matteo Frassineti, 23 anni, è cresciuto in Romagna a piadina e canestri

TRIS DI VITTORIE PER LE GIOVANILI BIANCO-ROSSE E’ stato un fine settimana positivo, quello appena trascorso, per le formazioni giovanili della Pallacanestro Reggiana. Gli Under 19 di Andrea Menozzi hanno superato i parietà dell’Umana Venezia per 87 – 76 con 20 punti del lituano Silins, gli 8 di Germani e i 6 del “piccolo” Melli. Una partita dominata dalla Trenkwalder avanti già di 24 punti al termine del secondo quarto di gara. Vince anche l’Under 15 vendicando, in un qualche modo, la beffa della

prima squadra sul campo di Ferrara. I ragazzi di Paladini, infatti, espugnano il campo della Quattro Torri Ferrara per 82-72 con 27 punti di uno scatenato Mussini, 15 di Caleffi e Galetti e 6 di Bartoli e Anumba (nella foto). Infine, successo anche per l’Under 17 capace di espugnare il campo di Cesenatico per 8569. La squadra di Cagnardi ha dominato gli avversari fin dalle prime battute del match e ha trovato le “bocche di fuoco” nelle mani di Allodi (19 punti) e Lasagni (18 punti).

Simon Anumba

Ascensore Sportivo

Focus

ALESSANDRO PANE/MASSIMO VARINI

Torna il Galà dello Sport reggiano

L

a tentazione è quella di esultare visto che stiamo parlando degli “odiati” spezzini alle prese con una squadra in caduta libera nonostante i milioni di investimenti e acquisti sul mercato. Dispiace però che a farne le spese siano stati due ex della Reggiana, Massimo Varini e Alessandro Pane, esonerati senza troppi convenevoli dopo l'ultima sconfitta in campionato.

NICOLO’ MELLI

P

rimo All Star Game e prima partita in Nazionale A per Nicolò Melli. E il “bimbo” di Rosta Nuova non ha sprecato la grande occasione sciorinando una prestazione coi fiocchi: 12 punti con 5 rimbalzi e 3 schiacciatone in puro “show-time”. Difficile che, dopo una partita simile, Nicolò Melli possa uscire dal giro azzurro. Pianigiani ha preso nota, e con lui i tanti osservatori europei presenti al Forum di Assago.

PAOLO ROSSI

R

ieccolo. Dopo il lungo stop per infortunio, l’ex granata Paolo Rossi è tornato a fare gol. Contro il Pavia, l’attaccante del Ravenna ha siglato una doppietta d’autore con un gol di destro al volo da fuori area e uno di sinistro da opportunista in area piccola. Con i suoi gol Rossi sta facendo risalire il Ravenna che ora ha persino staccato la Reggiana in classifica. E al Giglio si soffre con Guidetti e Temelin…

L’appuntamento è fissato per martedì 12 aprile al Parco dello Sport di Cavriago. Il Comitato “Orgoglio Reggiano Onlus”, in collaborazione con l’Avis e il Circolo Area Feste di Cavriago rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il Galà dello Sport e della Solidarietà giunto quest’anno alla sua nona edizione. Il comitato organizzatore è già al lavoro per un evento che anche quest’anno vedrà il binomio con il Memorial Chiarino Cimurri giunto alla sua settima edizione. Non cambia la formula collaudata che prevede una cena in compagnia di sportivi e tifosi, in cui allo stesso tavolo può capitare di trovare campioni del mondo sportivo e semplici appassionati, l’asta di beneficienza con le maglie e i gadget offerte dai grandi campioni dello sport italiano. Anche quest’anno non mancherà la finalità benefica. L’intero ricavato della serata sarà devoluto in favore del progetto “Il Salvapatente” creato e promosso dal Comitato Provinciale di Reggio Emilia della Croce Rossa Italiana in collaborazione con Polizia Stradale di Reggio Emilia, per contrastare il fenomeno delle

“Stragi del sabato sera”. I fondi raccolti verranno destinati al finanziamento delle attività di prevenzione e sensibilizzazione della cittadinanza sugli effetti e le conseguenze provocati dagli abusi di alcol e droghe, in relazione alla guida, quali cause primarie di incidenti stradali e vittime della strada. Inizio cena: ore 20. Per informazioni e prenotazioni: www.orgoglioreggiano.it. Il Comitato Orgoglio Reggiano Onlus comunica inoltre che grazie alla preziosa collaborazione di personaggi sportivi e società sportive, sono state allestite delle aste di beneficenza on-line sul sito di E-Bay Italia di numerosi e prestigiosi cimeli sportivi indossati e/o autografati dai personaggi che negli anni hanno partecipato

alla Cena. Alla pagina http:// members.ebay.it/aboutme/ orgoglioreggianoonlus si può visionare l’elenco degli oggetti messi all’asta, tra i quali una giacca ed un paio di guanti ufficiali della Nazionale Italiana di sci autografati da Giuliano Razzoli e un casco della slalomista Chiara Costazza autografato, per poi effettuare in seguito, dopo aver visionato le foto degli oggetti, una gradita offerta. Le aste avranno una durata di una settimana per ciascun oggetto o lotto di oggetti con base d’asta di 1 euro. Il ricavato sarà devoluto all’Associazione Donatori Midollo Osseo (Admo) e al Gruppo Amici dell’Ematologia (Gr.A.D.E) Onlus di Reggio Emilia.


Pag.

26

venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

FRECCIA TRICOLORE Pietro Paolo Montanari (nella foto a sinistra) è stato velocista della nazionale azzurra prima di diventare allenatore di campioni come Mennea

L’ALTRO SPORT

Settant’anni. E non sentirli Pietro Paolo Montanari, classe 1940, è stato azzurro di atletica. E adesso scala il Mortirolo DI

MARA BIANCHINI

S

ettant’anni e non sentirli. Se Pietro Paolo Montanari si fosse candidato per la pubblicità del noto olio, di sicuro l’avrebbero ingaggiato. Ancora in splendida forma (pratica ciclismo), Montanari è considerato uno dei migliori atleti reggiani di sempre. Velocista azzurro negli anni Sessanta con un primato di 10’5’’ sui cento metri, Montanari ha vinto quattro titoli italiani prima di diventare allenatore della nazionale azzurra guidata agli Europei di Roma nel 1974 e alle Olimpiadi di Montreal nel 1976. Il suo nome è legato a doppio filo a quello di Pasqualino Abeti che però nel 1976 non convocò per le Olimpiadi. Montanari, perché non portò Abeti alle Olimpiadi? “E’ mio più grande rammarico. Non lo selezionai, ma a distanza di anni posso riconoscere di essermi sbagliato. Se sono diventato tecnico della Nazionale oltretutto lo devo proprio a lui”. Perché dopo Montreal abbandonò la guida tecnica della nazionale? “Si può fare l’allenatore, soprattutto in Nazionale, solo se non si è sposati e non si hanno legami. Si era spesso in viaggio per le gare, per gli allenamenti. Io poi parlavo bene inglese e francese per cui venivo mandato anche a rappresentare la federazione ai convegni all’estero. Ricordo un convegno a Lipsia prima delle Olimpiadi dove insegnavano come potenziare maggiormente i lanciatori con gli anabolizzanti, che allora non erano vietati, e come agire sulle loro diete che sono le attuali diete iperproteiche”. I primi segnali del doping… “Allora gli anabolizzanti non erano vietati e si pensava più al

risultato che all’atleta. Mi ricordo che a Montreal la squadra dei nuotatori della Germania dell’Est non mangiava mai con noi e durante la pausa pranzo gli venivano effettuate delle insufflazioni per via rettale per farli andare più veloci. Poi si sono accorti che l’aria sbilanciava l’assetto del nuotatore e non l’hanno più fatto. Ma questa è solo una delle tante pratiche alle quali si assisteva”. Altri mostruosità in nome del doping? “Per anni in Russia alle ragazze che praticavano ginnastica artistica venivano somministrati degli ormoni in modo da ritardare la crescita con il risultato che sembravano sempre delle bambine”. Cambiamo discorso, lasciata l’atletica si è riscoperto ciclista. Con quali risultati? “Ho iniziato verso i cinquant’anni ed ho in effetti scoperto di avere delle buoni doti da scalatore ed ho fatto anche passi importanti come lo Stelvio, Mortirolo, San

Pellegrino, Rolle, Isoard, Valles, Manghen e altri”. Si è cimentato anche nelle gare automobilistiche con i Fuoristrada. “Pensavo di essere un bravo pilota, ma mi sbagliavo. Una volta sono partito senza navigatore per un raduno sulle nostre montagne vicino a Toano. Tanto non ne avevo bisogno sentivo il rumore delle altre auto. Peccato però che abbia avuto un incidente e alla domanda dei soccorsi su dove fossi la mia risposta fu che non ne avevo proprio idea. Questo mi ha fatto capire che mi sbagliavo”. Ha fatto un po’ di tutto. “E di più, perché per pagarmi gli studi da ragazzo ho fatto il commesso, il caddy e altro ancora durante l’estate. A 17 anni sono diventato un atleta, ho smesso a 26 e poi sono diventato allenatore. Dopo sono stato vice-presidente del Coni di Reggio Emilia con Reverberi, poi del Panathlon fino a diventare presidente del mini basket di Reggio con Leo Ergelini. Io e mia moglie siamo grandi appassionati di basket”. Cosa manca a Reggio per l’atletica? “Un bel restyling della pista di Via Terrachini e un impianto coperto per gli allenamenti così i nostri atleti eviterebbero di andare a Modena. Sono tanti anni che sento parlare di questo progetto e non si fa nulla”. Come vede la giovane promessa reggiana Judy Ekeh?

IERI E OGGI Pietro Paolo Montanari, in versione atleta e nella nostra redazione

“E’ una bella atleta che pratica questo sport con serietà e impegno. Speriamo che non si perda per strada, a volte basta un fidanzato al quale non piace l’atletica, che va a letto tardi, che

fuma eccetera, per non avere più gli stimoli giusti ad allenarsi”. Che consiglio darebbe ad un giovane che volesse fare atletica? “Di avvicinarsi gradualmente allo sport, di provare più specialità

LA SCOPERTA DEL CICLISMO A CINQUANT'ANNI

AI BLOCCHI DI PARTENZA Montanari nella 4x100. A fianco in sella alla bici

Nome? Pietro Paolo Cognome? Montanari Nato il? 10/08/1940 A? Scandiano Single o sposato? Sposato con Enrica Figli? 2 figlie Carla e Laura e 3 nipoti A quanti anni ha iniziato a fare atletica? A 17 anni Perché? Partecipai ai Campionati Studenteschi Cosa avrebbe fatto se non l’atleta? Il ciclista, sono un ottimo scalatore In viaggio mai senza? Mia moglie e un libro Una partita con? Lancio una sfida! Io in bicicletta contro un velocista di oggi

Cosa non deve mai mancare nella borsa da atletica e ciclista? In atletica non dovevano mai mancare i chiodi lunghi e corti per il cambio di terreno. Come ciclista non deve mai mancare la borraccia con i miei intrugli magici Colore? Arancione Film? “Avatar” e “Rambo 1” Piatto? Come primo i cappelletti, come secondo le costine di agnello Che musica ascolta? Jazz Canzone preferita? “Image” di John Lennon – “The Sound of Silence” dei Simon e Garfunkel Qual è l’ultimo libro che ha letto? Trilogia di Larson , tutto Ken Follet e amo i gialli

polizieschi Di quale capo di abbigliamento non può fare a meno? Boxer Mattiniero o nottambulo? Mattiniero, vado a letto presto e mi alzo presto. Tecnologico? Poco Ha paura di? Nulla, sono pragmatico e fatalista Il più bel regalo che ha ricevuto? Le mie figlie Quale potere sovrumano vorrebbe avere? Leggere nel pensiero, nella mente degli altri Ha animali? Si 1 gatto maschio che si chiama Matilde Cosa non manca mai nel suo frigorifero? Bibite fredde, vino e tanto ghiaccio L’auto dei suoi sogni? BMW XL

e di vedere per quali è portato. L’importante in questo sport non è tanto battere gli altri quanto migliorare se stessi. Vincere diventa poi un mezzo per fare meglio”.


venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

Pag.

27

SPECIALE CAVRIAGO PROGRAMMA FIERA DEL BUE GRASSO 207ESIMA EDIZIONE

DA VENERDÌ 25 A MARTEDÌ 29 MARZO Area Parcheggio di via Govi Luna Park

SABATO 26 MARZO Dalle ore 15 alle 19 Sala Parrocchiale S.Terenziano Mercatino Benefico di Ricamo A cura del Laboratorio “Gruppo Volontariato Vincenziano” Ore 20 Area Ex Cooperativa Muratori Via Della Repubblica “Innamorarsi della Rossa” Cena Evento Organizzata dal Consorzio “Vacche Rosse”

MEC-SYSTEM CARPENTERIA MECCANICA

COSTRUZIONE SISTEMI DI TRASPORTO MONTAGGIO E COLLAUDO MACCHINE INDUSTRIALI

DOMENICA 27 MARZO Dalle ore 9 alle 19 Tutto il giorno Piazza Zanti “La Piazza dei Sapori” XXIX Mostra Enogastronomica “Tipico &Tipico: i sapori e gli aromi” Dedicato alla valorizzazione e promozione dei prodotti della nostra terra Degustazione e vendita dei prodotti tipici Piazza Benderj Via Rivasi Via della Repubblica Bancarelle con prodotti artigianali, gastronomici e artistici Piazza Benderj Mostra mercato artigianato artistico In collaborazione con il “Club delle arti reggiane” Area Ex Sede Cooperativa Muratori Via della Repubblica X Mostra Nazionale Bovini di razza “Reggiana”

Via Grandi, 7 - 42025 CAVRIAGO (RE) - T. 0522/576046 - Fax 0522/577600

CAVRIAGO (RE) Tel. e Fax

0522/371931

CALDAIE

INSTALLAZIONE E ASSISTENZA

CONDIZIONAMENTO INSTALLAZIONEÊ EÊ ASSISTENZA

Da pi•

di trent'anni al vostro servizio

VILLA ILVA OSPITALITÀ ANZIANI CASA DI RIPOSO E APPARTAMENTI PROTETTI

Sala Parrocchiale S.Terenziano Mercatino Benefico di Ricamo A cura del Laboratorio “Gruppo Volontariato Vincenziano” Continua a pag. 28

CARPENTERIA METALLICA CARPI s.r.l. Cancelli - Ringhiere - Inferriate

Via Partigiani d’Italia, 15 - CAVRIAGO(RE) Tel. 0522 371965 - Fax 0522 575197 E-mail: ufficiotecnico@cmc-carpenteria.it

Saunier Duval

• PULIZIA E MANUTENZIONE CALDAIE • RIFACIMENTO IMPIANTI GAS - ACQUA - TERMO • RISTRUTTURAZIONE BAGNI

Via Matteotti Esposizione di attrezzature, macchine agricole e per il giardinaggio

LAVORAZIONE ACC. INOX (AISI-316I-304L-310S) CARPENTERIA METALLICA A DISEGNO

s.r.l.

Via Don Sturzo, 4 Cavriago - Reggio Emilia Tel. Centralino 0522.371525 Fax 0522.370789 E-mail: villailva@libero.it


Pag.

28

venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

SPECIALE CAVRIAGO

Una “palestra” per la mente

Segue da pag. 27

Ore 11 Piazza Zanti Inaugurazione della “Fiera del Bue Grasso” Dalle 12 alle 15 Area Ex Cooperativa Muratori Via Della Repubblica “Innamorarsi della Rossa” Pranzo in Fiera Organizzata dal Consorzio “Vacche Rosse” Menù realizzato solo con carni e latticini del Consorzio Vacche Rosse Prodotti e vini di eccellenza “a km.0”

Al via un laboratorio per il recupero della memoria

A

lla Casa protetta comunale di Cavriago si svolge un laboratorio per lo stimolo cognitivo e il recupero della memoria, a cui partecipano ospiti della struttura e del centro diurno di età compresa tra gli 80 e i 90 anni. Gli anziani sono coinvolti in varie attività per stimolare diverse aree del cervello che - secondo i più recenti studi delle neuroscienze - hanno la capacità di rimodellarsi (“plasticità cerebrale”) con l’apprendimento e l’esperienza per dare risposte anche con effetto sul piano comportamentale. La dottoressa Adorina Catalano - che applica il metodo Feuerstein, formazione in logoterapia propone esercizi per stimolare e mantenere vigile l’attività della mente e, con il dialogo e la narrazione, riportare la persona nella dimensione mentale del ricordo attraverso precisi momenti di lavoro personale. Oltre allo stimolo con il dialogo e le attività strutturate si utilizzano tecniche che coinvolgono espressioni artistiche e momenti di lavoro con il corpo. Gli incontri sono vissuti con molto interesse, piacere ed entusiasmo dai partecipanti che positivamente si sono avvicinati a questa iniziativa. I risultati che si auspicano sono: maggior benessere per gli ospiti, per i loro familiari e gli operatori in termini di serenità, presenza del proprio esistere, senso della vita; recupero di momenti di contatto con la propria mente e comunicazione con gli altri; potenziamento di momenti di “presenza “ dell’ospite stesso; e non ultimo la maggior con-

Ore 17.30 Sala civica “E.Arduini” Rassegna “L’Ora della Musica” Concerto di Elena Bakanova (voce) e Raffaele Mascolo (pianoforte) Repertorio: Donizetti, Rossini, Skriabin, Ivanov

LUNEDÌ 28 MARZO Dalle 15 alle 19 Sala Parrocchiale S.Terenziano Mercatino Benefico di Ricamo A cura del Laboratorio “Gruppo Volontariato Vincenziano”

di Gandolfi Ivano CLIMATIZZATORI DIAGNOSI ELETTRONICHE IMPIANTI GPL - METANO Via dell’Industria, 44/B - CorteTegge - 42025 CAVRIAGO (RE) Tel. 0522 944252 - Fax 0522 944945

GIOVANI NELLO SPIRITO Alla casa protetta di Cavriago si “allena” la mente

sapevolezza da parte di coloro che si rapportano con gli anziani della lettura delle loro parole, delle emozioni e dei loro comportamenti. Oltre alla dottoressa Adorina Catalano, partecipano - in momenti diversi e incontri strutturati in modo differenziato -anche l’atelierista, gli operatori della Casa protetta e dei servizi assistenziali, cioè coloro che quotidianamente più si rapportano con gli anziani ospiti. Alcuni incontri sono previsti anche con i familiari, per coinvolgerli, per condividere strumenti, metodologie, obiettivi e risultati. Sapienza, memoria, ricordi, rapporti interpersonali, stimolo, attività espressive diverse da quelle corporee a quelle artistiche,

interessi culturali sono tra gli ingredienti per vivere sempre meglio ogni età della vita, quella adulta come anche l’età avanzata in ogni sua fase. L’assessorato Politiche Sociali del Comune di Cavriago organizza per questo un ciclo di incontri “per potenziare la mente”, aperti a tutti i cittadini che hanno più di 50 anni. Sotto la guida di Adorina Catalano si svolgeranno esercizi e si applicheranno metodi per mantenere elastico il cervello e conservare la memoria. Gli incontri si terranno nella sala riunioni della Casa Protetta Comunale, in via Aspromonte 2. Per informazioni: Sportello Sociale (telefono 0522 373491) presso la Casa protetta.

IL TELESOCCORSO, UN AIUTO IN PIÙ

SASSI ERMANNO & MATTEO

L’assessorato alle Politiche sociali e la Casa protetta comunale hanno promosso una campagna di informazione sul servizio del telesoccorso e del telecontrollo, distribuendo centinaia di opuscoli alle donne e agli uomini di Cavriago che hanno più di settant’anni, agli anziani che già usufruiscono dell’assistenza domiciliare, ai medici, agli infermieri del Servizio infermieristico domiciliare, a quanti possono entrare in contatto con i potenziali utenti. Il principio cui si ispira l’iniziativa è che: “L’assistenza non deve servire solo per l’emergenza, ma consentire alla persona di vivere serenamente e con sicurezza nella sua casa”. Il

INSTALLAZIONE E ASSISTENZA TECNICA DIRETTA

Tel. 0522 575186 Cell. 337 567650 / 338 4819960

TERMOTECNICA - SANITARIA - CONDIZIONAMENTO ENERGIA RINNOVABILE Via Poletti, 47/D - CAVRIAGO (RE)

telesoccorso e il telecontrollo sono servizi salva – vita, offerti dal settore Politiche sociali del Comune di Cavriago a sostegno della domiciliarità di anziani e adulti disabili, persone sole, non autosufficienti, in condizioni di rischio sanitario. Sono servizi facili da attivare: un apparecchio da applicare al telefono, un pulsante da portare in tasca o al collo e, ovviamente, una centrale operativa sempre in ascolto. Il canone mensile per l’utilizzo del servizio varia da 19 a 31 euro. Il telesoccorso funziona 24 ore su 24, è un sistema di assistenza a distanza; l’utente, con un gesto della mano, lancia un s.o.s a una centrale operativa in grado di identificare il segnale di bisogno e di predisporre gli interventi

di soccorso. Il telecontrollo è un servizio aggiuntivo di verifica telefonica dello stato di benessere di chi vive solo al proprio domicilio. Gli utenti ricevono telefonate periodiche di controllo che li rassicurano della presenza, presso il centro operativo del telesoccorso, di personale qualificato e tenuto a segnalare ai familiari e ai servizi di assistenza eventuali situazioni di disagio e di rischio. Per informazioni: Sportello sociale presso la Casa protetta, via Aspromonte 2, tel. 0522 373491 -sportellosociale@ comune.cavriago.re.it (da lunedì a venerdì: dalle ore 8,15 alle 10,30; sabato dalle 8,15 alle 13,30; giovedì pomeriggio dalle ore 16 alle 19).

CENTRO ASSISTENZA PER COMMERCIANTI ED ARTIGIANI

CONFARTIGIANATO S.R.L.

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

Piazza Repubblica, 33 - Montecchio E. Tel. 0522-866549/40 - Fax 0522/864323


Pag.

30

venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

SPECIALE CAVRIAGO

Voci agli incroci Il 21 marzo a Cavriago arriva Tiziana Scrocca, la nuova Anna Magnani

U

na Penelope inedita, sanguigna, logorroica, verace, popolana è quella che mette in scena l’attrice/autrice, clown, regista Tiziana Scrocca, definita la nuova Anna Magnani, lunedì’ 21 marzo, a Cavriago, nel Multisala Novecento (Sala Verde), alle ore 21.00 per l’ultimo appuntamento della rassegna “Voci agli incroci Donne fragili e temerarie”, promossa dal Comune di Cavriago e da Multisala Novecento, per la cura di Daniela Rossi, con la collaborazione del palio poetico musicale Ermo Colle. I fili di Penelope è il titolo dello spettacolo di e con Tiziana Scrocca, affiancata dal pluristrumentista e compositore Roberto Mazzoli. Firma la regia Chiara Casarico. Alcune sedie, poche luci, un linguaggio vernacolare e un magistrale tessuto musicale creano la magia dello spettacolo dove svetta l’interpretazione della protagonista che, attraverso le parole, i gesti, gli sguardi, dà spessore

alla Penelope-Nannarella, la vera eroina che, alla fine, ha perso i sogni e le illusioni, specchiandosi negli occhi sconfitti di Ulisse. Lo spettacolo è preceduto dagli interventi di Lorenza Franzoni condotti sul filo dell’ironia, marchio indelebile di Riso Rosa. Informazioni: 0522/372015 www.multisala900. it Tiziana Scrocca, ha vinto come autrice teatrale, insieme a Chiara Casarico, il Premio alla Drammaturigia “Gaetano Salvemini” indetto dall’ETI al Teatro Flaiano di Roma (ed.2003), come attrice nel 2005 il Premio Imola come miglior interprete , il premio miglior attrice nel 2007 nella rassegna dei corti teatrali della Liit, premio speciale Golden Graal spettacolo di innovazione 2008 - attrice dello spettacolo premiato : “Dignità autonome di prostituzione”, Le voci dell’ Anima (Rimini 2008) e il premio ErmoColle (Tizzano Parma 2009-2010). Lavora con diverse compagnie teatrali.

A PROPOSITO DI… LIBRI “

L

eggere è un’arte in via di estinzione e i libri sono specchi in cui troviamo solo ciò che abbiamo dentro di noi, la lettura coinvolge mente e cuore, due merci sempre più rare” (Carlos Ruiz Zafon). “Il libro di tutte le cose” è un laboratorio dedicato al piacere della lettura, con Monica Morini e Bernardino Bonzani del TeatrO dell’Orsa e con la scrittrice Annamaria Gozzi in programma martedì 29 marzo alla Biblioteca comunale di Cavriago. Per partecipare non occorre nulla, solo la voglia di condividere le proprie letture o semplicemente di ascoltare i seuggerimenti di lettura proposti dagli esperti e dagli altri partecipanti. Ogni serata è dedicata ad un tema diverso

e verrà anticipato anche il tema della serata successiva. Si possono portare con se i libri che si vogliono condividere, altrimenti sarà possibile cercarli tra gli scaffali della biblioteca. Le serate iniziano alle 20.15 con un aperitivo… letterario. L’ingresso è gratuito. Per informazioni: Biblioteca Comunale, tel 0522 373466, mail biblioteca@ comune.cavriago.re.it

Quando la musica… spacca! Un originale trio folk bolognese alla Cantina Garibaldi

manutenzione parchi e giardini s.n.c. di francesco giaroni e ugoletti elda

Via Rigattieri 10 - Cavriago (RE) tel. 0522 374122 - fax 0522 375451 cellulare 335 5715625

L

unedì 21 marzo la Cantina Garibaldi di Cavriago presenta in anteprima provinciale “Spacca il silenzio!” La peculiarità del gruppo sta nel sound marcatamente acustico ma non per questo necessariamente soffice e delicato. Anzi la loro scommessa sta proprio nell’esprimere

forza ed energia senza abusare dell’elettrificazione e dell’amplificazione. Il trio vede Luigi Grella alla voce-chitarra-armonica, Feliciano Grella al basso e contrabbasso e Cristiano Delfino alla batteria. Nel loro stile si percepisce la fusione di tre generi distinti tra loro ma avvicinabili, come il

Rock, il Jazz e il Rap; ma anche la folk ballad è nelle loro corde. Molto apprezzati all’estero Inghilterra, l’Olanda, la Svizzera e la Germania, sono tra le terre “colonizzate” da “Spacca il Silenzio!”, dal 2008 con la band collabora estemporaneamente, in veste di clarinettista, un certo

Lucio Dalla, mentre il produttore Guido Elmi suona per loro le percussioni. Già supporter di Vasco Rossi, Niccolò Fabi, Riccardo Sinigallia, Nomadi, Angelo Branduardi “Spacca il Silenzio!” è considerate una delle migliori realtà della musica italiana.

TARIFFA SUI RIFIUTI: LA MAPPATURA DEL PAESE Sono ormai in dirittura d’arrivo le verifiche – condotte da Iren per conto del Comune di Cavriago – sulle superfici dei fabbricati assoggettabili al pagamento della Tia (tariffa di igiene ambientale). L’operazione, avviata a fine 2009, ha lo scopo di accertare - in base al regolamento comunale - il rispetto dell’obbligo di contribuzione della tariffa sui rifiuti per tutti gli immobili situati nel territorio di Cavriago, con

l’eventuale registrazione di quelli sfuggiti ai controlli. Si provvede inoltre a definire le misure delle aree dei locali in base a cui viene calcolato l’importo della tariffa, mettendo a confronto i dati dichiarati dai contribuenti con quelli desunti dalle planimetrie conservate al Catasto. I controlli hanno riguardato 9.776 unità immobiliari e le posizioni di 2.980 utenti; le pratiche definite sono 2.837, ne restano da concludere soltanto 143 (5 %). Oltre il 30 % delle

superfici dichiarate a suo tempo dagli utenti sono risultate regolari. Per 6.653 unità immobiliari sono state riscontrate discordanze sulla misura delle aree dei locali assoggettabili alla tariffa. Secondo le stime effettuate da Iren, l’ulteriore superficie complessivamente accertata e soggetta a tariffazione risulta essere di 164.203 metri quadrati, da aggiungersi ai 442.972 metri quadrati che – prima della generale operazione di verifica e aggiornamento dei dati – costitui-

vano la base del gettito della Tia dell’uso domestico a Cavriago. Questo 37 % in più di superficie tariffabile fa aumentare di circa 90.000 euro il fatturato annuo della TIA. Se si considera inoltre che il recupero delle quote di fatturato Tia risultante dal “non dichiarato” riguarderà un quinquennio, ammontano complessivamente a circa 500.000 euro le entrate straordinarie da investire nell’organizzazione dei servizi di gestione dei rifiuti.

Pozzi Attilio di "Manghi & Mantovani s.n.c."

Star Service

Via De Chirico, 41 - Reggio Emilia Tel. 0522 942496 - info@starservice.re.it

Onoranze funebri

SERVIZIO 24 ORE DISBRIGO DOCUMENTI FIORI - NECROLOGIE - LAPIDI

Via Mercato, 4 - CAVRIAGO Tel. 0522 37 21 22 - Cell. 347.100 53 66 - 347.262.68.89 - 335.521.93.80


venerdì

18 marzo 2011 - REPORTER

Pag.

31

SPECIALE CAVRIAGO Informazione pubblicitaria

Scelta consapevole L’importanza del “5 per mille” alla Croce Arancione DI

CLAUDIA GANAPINI*

La Pubblica Assistenza Croce Arancione, associazione con sede a Montecchio Emilia, nata nel 1981 con lo scopo di occuparsi del soccorso sanitario e del trasporto ammalati nel territorio dei Comuni di Bibbliano, Cavriago, Montecchio e San Polo d’Enza, nel 2010, come aveva già fatto l’anno precedente, ha presentato richiesta per essere inserita nell’elenco delle migliaia di associazioni e organizzazioni non lucrative, destinatarie dei fondi del 5 per mille. La finanziaria 2011, infatti, ha mantenuto la possibilità di destinare una quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche a sostegno delle ONLUS giù nella prossima dichiarazione dei redditi (periodo imposta 2010). Questa scelta non comporterà alcun aggravio delle imposte da versare e non sostituirà, ma si aggiungerà all’8 per mille che rimane comunque in vigore. Firmare significa dare maggiori contributi alle associazioni di volontariato, enti di ricerca del proprio Comune di residenza. Potete esprimere la vostra scelta di favore della Croce Arancione: firmando nell’apposito spazio della dichiarazione dei redditi “sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, …” (primo riquadro in alto a sini-

di Gorgoglione Rino • Pitture

d'arredo- Rifiniture di interni interni ed esterni • Applicazione di battiscopa in legno • Restauro e verniciatura legno • Pareti in cartongesso • Applicazioni di decori e cornici in gesso • Ripristino del cemento armato • Trattamenti per problemi di umidità • Tinteggiatura

Preavetuntitivi i gr

CAVRIAGO (RE) - Cell. 347.562.5992 - Telefax 0522.371894 www.stilpitture.it - stil-pitture@libero.it

AL SERVIZIO DEI CITTADINI La Croce Arancione serve il territorio della Val D'Enza

stra) o indicando nello stesso il codice fiscale della Croce Arancione: 00693350357. I contribuenti tenuti a compilare solo il modello CUD 2010, potranno far valere la loro scelta, consegnando in banca o in posta (che provvederanno alla trasmissione gratuita all’Amministrazione Finanziaria) il modello compilato in busta

chiusa, recante l’indicazione “scelta per la destinazione del 5 per mille dell’IRPEF”, nonché il codice fiscale e il cognome e nome del contribuente. Ringraziamo tutti coloro che vorranno sostenerci anche attraverso questa forma di contributo, che non costerà nulla ma sarà importantissima per la Croce Arancione, che

destinerà tali fondi al proprio sostentamento per l’acquisto di attrezzature e mezzi di soccorso e di trasporto per disabili. Per informazioni potete chiamare il numero 320/1705757 oppure 320/2396189. *Presidente della Croce Arancione

assistenza pubblica

MONTECCHIO EMILIA e CAVRIAGO

Servizio Civile Volontario Hai dai 18 ai 28 anni? Vuoi essere utile nel sociale ricevendo un compenso di 433 € al mese per un intero anno? Allora, la risposta che fa per te è:

Servizio civile volontario Per informazioni chiama il n. tel. 320/1705757 oppure 0522/861226


Reporter Giornale 18 Marzo 2011  

Reporter Giornale 18 Marzo 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you