Issuu on Google+

RUFFA WALTER IFTS Tecnico superiore progettista di prodotto editoriale indirizzo plurimediale 2009 - 2010

ULTREYA!

Abstract progetto finale


Contenuti Concept

2

3

Scelte grafiche

4

Contenuti

8

Materiali e scelte tecniche

9

Conclusioni

10


Concept Il progetto Ultreya! nasce dalla mia personale necessità di una guida - pratica e puntuale - per intraprendere il Cammino di Santiago de Compostela (cammino francès), esperienza che ho portato a termine proprio nel mese di agosto di questo stesso anno. Le pubblicazioni attualmente in commercio, oltre ad essere poco esaustive nell’illustrare le varie tappe, sono del tutto carenti di compendi e appendici assai utili, come indirizzi e numeri telefonici degli ostelli che si troveranno in loco sino ad una cartina topografica dettagliata, nel caso le fatiche quotidiane del cammino ci imponessero di fermarci prima della meta prestabilita dal piano di viaggio. Quindi, basandomi sulle mie necessità prima e sulle necessità reali degli altri pellegrini lungo il cammino ho deciso di “tornire” il più possibile il prodotto intorno ad esse, attravero inchieste più o meno velate ai miei compagni di viaggio e raccogliendone al termine consigli preziosissimi e validi spunti su cui lavorare. Il testo principale da cui sono stati tratti i testi descrittivi delle tappe, derivano dal diario di viaggio del responsabile dei pellegrinaggi della diocesi di Belluno Sign. Oriano Rinaldo, un veterano del cammino in tutte le sue vie di percorrenza. Egli possedeva una mole notevole di materiale, spesso da ordinare a cui si aggiungeva il limite del non sapervi dare una “forma”, un’appeal tale da renderlo a tutti gli effetti un prodotto utile e prezioso. Contattato da me nel mese di marzo per alcune delucidazioni in merito al mio imminente viaggio in terra spagnola, ho trovato in lui subito, dopo un rapido scambio di e-mails, un valido interlocutore sia per il mio progetto e altrettanto penso di essere stato io per lui, dato che lo sto aiutando a dar vita (spero con un certo garbo e metodo) il suo sogno. Inizialmente impaginato con Microsoft Publisher, si era reso presto conto che impaginare non è proprio un lavoro in cui ci si può improvvisare; per fortuna ha costantemente aggiornato i materiali (indirizzi e contatti albergues del pellegrino, prezzi dei cibi, etc) in attesa di uno sviluppo successivo tale da rendere ciò un vero prodotto editoriale. Le esigenze primarie emerse sin da subito sono state due: leggerezza e rapidità di lettura. Avendo successivamente testato su di me le fatiche e i vincoli imposti da un’esperienza del simile, ho deciso di adeguare il prodotto oltre che ai due cardini sopra descritti, anche ad alcune scelte di tipo tecnico, come la stampa in bianco e nero dei testi e delle cartine interne per ottimizzarne la leggibilità del prodotto, sino alla scelta di una carta - sia per la copertina che per le pagine - leggerissime e flessibili tali da poter essere adattate al bagaglio in modo ottimale, non gravando sul peso complessivo di quest’ultimo. Ultima ma non meno importante considerazione: il cammino sulla via francese è lungo 770Km da Sain Jean-Pied de Port (Francia) sino a Santiago de Compostela (Spagna), bene quanti pellegrini sul totale dei camminatori svolge interamente il cammino in tutta la sua lunghezza? Il 5%, quindi il restante 95% si trova all’attualità a fare tutto il viaggio con un volume di grandezza doppia, comprendente anche la descrizione delle tappe o precedenti o successive, senza trarne utilità pratica e vedendo il peso del proprio bagaglio crescere (condizione non buona per camminare). Così si è deciso di dividere l’opera in due parti: una da Saint-Jean Pied de Port a Lèon e un secondo volume da Lèon a Santiago - Finisterre, in modo da dividere in modo indicativo il tutto, in non più di 60 pagine per tomo. Si è scelto Lèon perchè per tradizione la maggior parte degli spagnoli (Castillani e Lèonesi) partono dalla cittadina lèonesa poichè subito dopo il temibile tratto del deserto delle Mesètas (fra Burgos e Lèon) e perchè alla meta mancano “appena” 370km, attraverso i luoghi forse più emblematici del percorso, che nella guida citeremo ampiamente. Perchè Ultreya? perchè Ultreya era (e in parte è ancora nel tratto galiziano) l’antico saluto dei viandanti pellegrini diretti a Santiago, un termine che significa “andare oltre”. Buon cammino allora.

WALTER RUFFA

3


SCELTE GRAFICHE

SCELTE GRAFICHE Si è scelto di adottare una grafica molto essenziale: riepilogo iniziale delle varie tappe con le varie note kilometriche, giocando molto sugli spazi fra bianchi - neri e tonalità di grigio. Come font ho utilizzato un Univers Condensed57 da 30pt, ritenendolo un carattere molto pulito e di immediata leggibilità. Nella parte superiore delle pagine è stato posto un lemma riepilogativo contenente nelle pagine di sinistra partenza e arrivo dell’intera tratta, mentre sul lato destro la tappa prefissata sulla base di un’andatura “standard”.

4


Dopo il riepilogo kilometrico. ho inserito alcuni dati numerici sul cammino, più a fini statistici che utilitaristici ed un utile ( a mio giudizio) cliviometro: la guida in mio possesso presentava le salite o i tratti impegnativi della tappa come “dolce pendio” oppure “salita moderata”, termini assolutamente soggettivi se abbinati ad una quasi illeggibile cartina. Invece è importante, durante le pause serali di preparazione della tappa successiva, sapere cosa ci aspetterà la mattina sucessiva, dato che le sorprese non sono bene accette in un clima di fatica costante.

5


SCELTE GRAFICHE

Ogni tappa presenta immediatamente una parte iniziale con tappa evidenziata su una carta essenziale, cliviometro per capire l’andatura del terreno e i dati utili per contattare gli albergues del pellegrino, in vista di eventuali prenotazioni. Ho deciso di inserire anche le strutture private, dato che uno dei problemi principali durante il viaggio, è la ricettività alberghiera nelle strutture comunali o religiose, data la moltitudine di pellegrini che affollano la via, soprattutto nei mesi estivi.

6


A compendio delle informazioni tecniche, le informazioni di carattere turistico-culturale, utili soprattutto nei momenti di relax e per informarsi sulle bellezze storiche dei posti che quotidianamente si attraversano. Anch’esse rispettano il pre-requisito dell’immediatezza e della rapida fruibiltià, attraverso una scleta cromatica netta e ad una impostazione a due colonne molto lineare. Una banda numerica laterale, indica immediatamente la tappa in cui ci si trova.

7


CONTENUTI

Il materiale inserito nell’opera, deriva da un diario di viaggio ampliato, revisionato e rivisto in 6 viaggio completi (8 anni in totale), viaggi effettuati anche in momenti successivi dell’anno e quindi ricchi di spunti e nozioni acquisite realmente sul campo, da un pellegrino “comune” e non dall’ esperto camminatore, che spesso si incontra lungo la via.

Informazioni tecniche, lasciano spesso il posto a nozioni di carattere culturale, perchè il cammino è bello ed importante soprattutto per i luoghi che si attraversano, luoghi carichi di storia e di significato. Le immagini di progetto saranno convertite in B/N in fase di stampa.

8


Il formato è stato scelto in base alla dimensione delle tasche laterali degli zaini da alpinismo, ubicazione preferita dai camminatori per riporvi guide e manualistica. Data la collocazione particolare, i materiali sono stati scelti fra i più leggeri e flessibili, in modo da potersi adattare agli schiacciamenti e alle deformazioni, senza però lacerarsi con facilità. Le illustrazioni e la veste grafica B/N o massimo a toni di grigio permettono ulteriormente di poter diminuire le richieste di supporti maggiormente captivi degli inchiostri a colori.

FONT UTILIZZATO: Univers 57 Condensed

MATERIALI - TECNICA

8pt corpo testo 12pt parti in rilievo

ILLUSTRAZIONI:

native a colori / convertite B/N in fase di produzione PDF carta topografica e percorso inserite fuori sezione 4 colori

DIMENSIONI:

103 x 185 mm

MATERIALI:

pagine interne:

C. SOHO XEROGRAPHY SYMBOL FSC symbol Freelife Gloss P.W.

42 x 29,7 100 g/m2

copertina/cartine: C. SOHO XEROGRAPHY SYMBOL FSC symbol Freelife Gloss P.W. RILEGATURA:

42 x 29,7 130 g/m2

brossatura

9


Ultreya! Le variabili di cui tener conto nel redigere un manuale per un viaggio così speciale sono molte, spero attraverso la mia esperienza pratica e quella maggiore del Sign. Rinaldo, di aver prodotto una guida immediata e soprattutto utile.

Il progetto editoriale prevederà tre edizioni: - una prima con partenza da Saint- Jean pied de Port sino a Lèon - una seconda da Lèon sino a Santiago/Finisterre - una terza completa da Saint- Jean pied de Port a Santiago/Finisterre

CONCLUSIONI

Grazie per l’attenzione e buon cammino a tutti.

10


Ultreya! 2010