Issuu on Google+

Settimanale di informazione e cultura del mondo dei motori

AUTORAMA HUBCOMUNICAZIONE

su itALiA 53 Digitale terrestre: canale 53 satellite: canale 937 sKY www.hubcomunicazione.it/yellow

asapress.net LA primA AgenziA stAmpA AutomobiListicA itALiAnA

a

Nº 555/23-29 SETTEMBRE 2013

MERCEDES A45 AMG 4MATIC

BELLE&CATTIVE Crisi o non crisi, torna la voglia delle compatte sportive

KIA PRO_CEE’D GT 1st EDITION

IL PREZZO UFFICIALE DELL’ALFA 4C Corre più di una Porsche, ma costa la metà SFIDA SENZA TEMPO Peugeot 205 GTi vs 208 GTi: trent’anni di differenza, emozioni continue


02-03.Autorama 555 News ok Sav:Layout 1 20/09/13 18:30 Pagina 1

2 AUTORAMA

LeNEWS

SETTEMBRE

2013

www.alfaromeo.it 4c.alfaromeo.com

L’Alfa Romeo ha ufficializzato il listino della 4C

LA NUOVA SPORTIVA DEL BISCIONE HA UN PREZZO DEFINITIVO E DA OTTOBRE POTRÀ ESSERE ORDINATA. CON LE PRESTAZIONI DICHIARATE, SEMBRA ADDIRITTURA CONVENIENTE... 54.300 euro: è questo il prezzo dell'Alfa Romeo 4C, sbarcata ufficialmente in listino nei giorni scorsi. La biposto a trazione posteriore del Biscione - che sarà ordinabile a partire da ottobre - verrà prodotta in numeri limitati (3.500 esemplari all'anno nel mondo, di cui 1.000 destinati all'Europa) e punta a conquistare gli appassionati della guida sportiva. I suoi assi nella manica sono numerosi: l'eccellente rapporto peso potenza di 4 kg/CV (895 chilogrammi mossi da 240 CV forniti da un motore 1.800 a 4

VIDEO

SUPERCAR “LOW COST”

cilindri sovralimentato), i 4,5 secondi necessari per passare da 0 a 100 km/h e una distribuzione dei pesi che privilegia il retrotreno (40% sull'asse anteriore, 60% su quello posteriore). E cliccando sul link sopra potete godervi un video in cui la 4C - che può

vantare punte di decelerazioni nell'ordine di 1,2 g e punte di accelerazione laterale superiori a 1,1 g - viene guidata in pista noientemeno che dall’ex pilota di F1 e della Ferrari Giancarlo Fisichella. Prossimamente troverete la prova completa sulle pagine Autorama.

FIAT 500 CATTIVA, PURTROPPO SOLO NEGLI USA La versione di serie della Fiat 500 Cattiva, variante derivata dalla concept omonima mostrata al Salone di Detroit all’inizio dell’anno, arriverà solo sul mercato statunitense entro la fine del 2013. Esteticamente si distingue dai “cinquini” normali per le finiture scure utilizzate per i gruppi ottici, i cerchi in

AUTORAMA

Saverio Villa

N. 555/23- 29 SETTEMBRE 2013 DIRETTORE RESPONSABILE Cristina Altieri cristina.altieri@hubcomunicazione.it DIRETTORE EDITORIALE Saverio Villa saverio.villa@hubcomunicazione.it CONSULENTE DI DIREZIONE Paolo Altieri MARKETING EDITORIALE Marco Pini marco.pini@hubcomunicazione.it

TANTI AUGURI WRANGLER RUBICON

Paolo Altieri

Cristina Altieri

Adriano Tosi

Michele Orfino REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE Viale dei Partigiani, 118/c 20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel. 02.22472162 - Fax 02.700430623 redazione@hubcomunicazione.it SEDE LEGALE Via Stresa, 15 - 20125 Milano Manoscritti e fotografie non richiesti non si restituiscono. Tutti i diritti riservati © by AUTORAMA.

Mattia Marco Coletto Eccheli

Marco Pini

lega e lo spoiler e per i sedili bicolore nero/grigio. Due i motori disponibili, entrambi a benzina: il 1.400 MultiAir aspirato da 100 CV si porta a casa con 18.350 dollari (poco meno di 14.000 euro) mentre per il 1.400 Turbo da 135 CV ce ne vogliono 20.350 (poco più di 15.000 euro).

Andrea Rapelli

La Jeep Wrangler Rubicon 10th Anniversary - serie speciale nata per celebrare il compleanno della variante più off-road della mitica 4x4 “yankee” - è appena sbarcata nei nostri listini con prezzi compresi tra 43.200 (la tre porte) e 46.200 euro (la Unlimited a cinque porte). Un solo motore (2.800 turbodiesel da 200 CV) e tante personalizzazioni estetiche.


VIDEO

02-03.Autorama 555 News ok Sav:Layout 1 20/09/13 18:31 Pagina 2

SETTEMBRE

CAR SHARING A MILANO car2go, il nuovo sistema di car sharing di Smart, è sbarcato a Milano.Il programma offre 450 fortwo che possono anche entrare in Area C ed essere parcheggiate (e lasciate al termine del noleggio, attraverso Internet è possibile trovare la più vicina) in qualsiasi luogo all’interno degli oltre 120 chilometri

quadrati dell’area coperta dal servizio. Le tariffe? 19 euro per l’iscrizione, 0,29 euro al minuto, 14,90 euro all’ora e 59 euro per 24 ore. Oltre i 50 km percorsi scatta un sovrapprezzo di 0,29 euro al chilometro.

MONTECARLO RASCASSE, LA SUPERSPORTIVA A GPL La Montecarlo Rascasse non è una supercar come tutte le altre: questa spider monta infatti un motore 5.500 V12 (derivato da quello della Rolls-Royce Silver Seraph) alimentato a... GPL. La vettura, realizzata in collaborazione con la BRC (azienda italiana leader nel settore dei sistemi di propulsione con carburanti alternativi), costa circa 500.000 euro e verrà prodotta in soli 15 esemplari nell’arco di tre anni. Per chi vuole un mezzo ancora più ecologico è già in fase di realizzazione una versione ibrida a trazione integrale.

Una Mercedes proiettata nel futuro

LA SSANGYONG REXTON W PUNTA AL TOP Si chiama Top il nuovo allestimento lussuoso della Ssangyong Rexton W, già in listino ad un prezzo molto interessante di 33.690 euro. La dotazione di serie, decisamente ricca, comprende accessori “nobili” come i rivestimenti interni in pelle, le pedane sottoporta laterali e il tetto apribile. Il motore è sempre il 2.000 turbodiesel Xdi da 155 CV.

www.mercedes-benz.it

AUTORAMA 3

L’USATO TOYOTA SBARCA SUL WEB

Dopo la concessionaria, internet rappresenta il secondo canale di vendita dell’usato. Per questo motivo la Toyota Italia ha aperto una sezione del proprio sito dedicata alle vetture di seconda mano presenti nella propria Rete. Basta cliccare su Usato nella homepage per accedere al motore di ricerca.

ECCO COME SARÀ LA NUOVA NISSAN GT-R La rivista americana Motor Trend ha pubblicato una serie di indiscrezioni sulla nuova Nissan GT-R. La seconda generazione della supercar giapponese - che arriverà forse nel 2015 - sarà probabilmente ibrida (per sfidare la Honda NSX) e monterà un cambio automatico a doppia frizione.

IN CALIFORNIA TESLA VENDE PIÙ DI CADILLAC Nei primi sei mesi del 2013 la piccola Tesla Motors, che produce auto elettriche ad alte prestazioni, ha venduto in California addirittura più di una marchio generalista come Buick e solo in giugno c’è stato nientemento che il sorpasso ai danni di Cadillac. Il tutto la sola Model S, nella foto.

VIDEO

L’AMMIRAGLIA VA DA SOLA

In Breve

2013

ANCHE CORVETTE DIVENTERÀ IBRIDA Non è escluso l’arrivo nei prossimi anni di una variante ibrida della Corvette. Questo ha dichiarato Mark Reuss, responsabile della filiale nordamericana di General Motors, in un’intervista al Los Angeles Times. Difficilmente, però, la supercar “yankee” rinuncerà al V8...

CICLISTI E PEDONI PIÙ A RISCHIO CHE IN AUTO

Nel 1888 Bertha Benz, moglie di Karl (inventore della Patent-Motorwagen, prima auto della storia), percorse al volante della creatura del marito i quasi 100 km che

separano le cittadine di Mannheim e Pforzheim per mostrare l’utilità del nuovo mezzo di trasporto. 125 anni dopo, la Mercedes ha percorso con successo lo

stesso tragitto con una Classe S Intelligent Drive, un prototipo con guida automatizzata, per mostrare i risultati raggiunti da questa tecnologia.

Secondo il rapporto sulla sicurezza stradale Allianz andare in bici o a piedi è più pericoloso che guidare un’auto. A parità di chilometri percorsi, il rischio di morire in un incidente stradale è, per un ciclista, otto volte superiore rispetto a quello di un automobilista (e nove volte per un pedone).


04-05.Autorama 555 Audi RS7 Sportback ok Sav:Layout 1 20/09/13 19:04 Pagina 1

4 AUTORAMA

SETTEMBRE

2013

Ennesima tornata di crash test

LeNEWS

www.euroncap.com

VIDEO

SOTTO IL SEGNO DELLE “JAP”

NUOVI FINANZIAMENTI HYUNDAI La nuova soluzione di finanziamento i-Plus - dedicata all’acquisto delle Hyundai i30, ix20 e ix35 (foto sotto) permette di stabilire una formula personalizzata di rateizzazione. Una volta fissato l’anticipo e l’importo della rata mensile al termine del contratto (di 24 o 36 mesi) il cliente è libero di scegliere se sostituire la vettura con una nuova Hyundai, tenerla saldando o rateizzando quanto ancora dovuto o riconsegnarla al concessionario.

L’ULTIMA SESSIONE DEI TEST EURO NCAP HA VISTO LA PRESENZA DI BEN QUATTRO VETTURE NIPPONICHE SU CINQUE. PROMOSSE LEXUS IS E MAZDA MAZDA6, BOCCIATA LA MITSUBISHI SPACE STAR. UNICA “INTRUSA” LA OPEL ADAM, CHE HA CONQUISTATO SOLO QUATTRO STELLE LEXUS IS

91% Protezione adulti

85% Protezione bambini

In caso di urto frontale la berlina ibrida nipponica - la migliore tra le vetture analizzate - può provocare qualche danno alle tibie degli occupanti anteriori (e al busto del guidatore, sollecitato anche nel test del palo). I bambini sono protetti adeguatamente mentre il pedone può riportare lesioni nel contatto con la parte centrale del parabrezza. Il voto appena sufficiente alla voce 66% “dotazione di sicurezza” è dovuto 80% all’assenza del limitatore di velocità. Protezione pedoni sicurezza

MAZDA MAZDA6

92% Protezione adulti

77% Protezione bambini

Il busto di chi si accomoda sui sedili anteriori è leggermente sollecitato in caso di urto frontale (dove il manichino del guidatore ha riportato una lieve lesione alla tibia destra) e nel test del palo mentre la dotazione di sicurezza è impeccabile. Nella protezione dei bambini sono state registrate sollecitazioni elevate nella zona della testa e una difficoltà di montaggio dei seggiolini dei 81% gruppi II e III. Le zone laterali del 66% parabrezza sono pericolose per il pedone. Protezione pedoni sicurezza

MITSUBISHI SPACE STAR

90% Protezione adulti

72% Protezione bambini

Il guidatore può riportare seri danni alla tibia destra (e qualche lieve lesione al busto nel test del palo). La base del parabrezza può comportare problemi al pedone mentre per quanto riguarda i piccoli occupanti i manichini che simulano i bambini di un anno e mezzo hanno subito forti decelerazioni e sono poco chiare le informazioni sull’attivazione dell’airbag passeggero. 73% 55% Mancano il limitatore di velocità e il segnale delle cinture posteriori allacciate. Protezione pedoni sicurezza

OPEL ADAM

87% Protezione adulti

72% Protezione bambini

Il passeggero è protetto mentre il manichino del guidatore ha riportato qualche leggera lesione al busto (gravemente sollecitato nel test del palo) e alle tibie. Male anche il test del colpo di frusta. La dotazione di sicurezza è completa ma i sedili posteriori non possono accogliere seggiolini delle classi II e III e i bambini subiscono forti decelerazioni nella zona del torace. Le parti laterali del 81% cofano e quelle centrali del parabrezza 65% danneggiano il pedone. Protezione pedoni sicurezza

TOYOTA COROLLA

94% Protezione adulti

82% Protezione bambini

La compatta nipponica con la coda se l’è cavata bene ma non è venduta nel nostro Paese. Le maggiori sollecitazioni per gli adulti arrivano nella zona del torace e (nel caso del test del palo) dei fianchi. Per quanto concerne i bambini si è registrata qualche leggera difficoltà nell’utilizzare gli attacchi Isofix sui seggiolini di classe I e le zone della vettura più a rischio per i pedoni sono 67% 66% quelle laterali del cofano più vicine al parabrezza. Niente limitatore di velocità. Protezione pedoni sicurezza

Esame patente ITALIANI POCO PRONTI A RIFARE L’ESAME Meno di un italiano patentato su tre pensa di essere in grado di superare nuovamente l’esame della patente, quello di pratica in particolare. Secondo un recente sondaggio Direct Line, il 70% dei nostri connazionali ha dichiarato di aver dimenticato alcune nozioni, il 13% ha ammesso con

certezza che non sarebbe in grado di superare il test e il 57% ha mostrato dubbi su un eventuale esito positivo. Le domande che mettono più paura sono quelle inerenti la tecnica, mentre, per quanto riguarda la pratica, la prova ritenuta più ostica è quella del parcheggio. I più preparati allo “scritto” sarebbero i milanesi, almeno stando alle autocertificazioni (il 57% afferma che sarebbe in grado di risuperare facilmente il test). Peggio di tutti, invece, i palermitani (15%).

LA SETTIMANA DEI CARBURANTI ROMA – Un'estate burrascosa, quella dei carburanti. Le cui quotazioni sono rimaste alte e anche quando sono calate i consumatori non ne hanno beneficiato. Gli ultimi riscontri confermano il “perverso” meccanismo: il 7 agosto i prezzi di benzina e gasolio erano a 565 e 599 euro per mille litri con medie ponderate in modalità servito (promozioni e sconti esclusi) rilevati da Staffetta Quotidiana a 1,854 e 1,749 euro per litro. Quaranta giorni dopo, anche in seguito all'impennata legata alle “dichiarazioni di guerra” del premio Nobel per la pace, Barack Obama, le quotazioni sono scese per la verde (534 euro) e sono rimaste sostanzialmente stabili per il gasolio (604). Solo che i consumatori non se ne sono accorti. Perchè alla pompa il prezzo della benzina ha cominciato a calare solo da qualche giorno e la media è di 1,845 euro al litro (un cent in meno anziché 3) con margini lordi per le compagnie decisamente elevati, mentre il gasolio è a 1,765 nonostante quotazioni non troppo diverse. Comunque vada, pagano sempre e soltanto i soliti. M.E.

CATTIVI

TUTTE LE COMPAGNIE


04-05.Autorama 555 Audi RS7 Sportback ok Sav:Layout 1 20/09/13 19:04 Pagina 2

LaPROVA

SETTEMBRE

2013

AUTORAMA 5

www.audi.it

Audi RS7 Sportback

L’AMMIRAGLIA VA DI FRETTA LUSSUOSA E CONFORTEVOLE QUASI COME UNA A8, LA VERSIONE RS DELLA COUPÉ A QUATTRO PORTE AUDI ACCELERA COME UN DRAGSTER E PROMETTE FORTI EMOZIONI DI GUIDA PERCHÉ VALE LA PENA DI PENSARCI

VIDEO

Andare più forte di una Porsche 911 - Turbo esclusa - non è abbastanza? Allora si sappia che la RS7 Sportback non sfigura nemmeno fra le curve. Il tutto, in quattro e immersi in un comfort regale

monaco - Premessa necessaria: la RS7 Sportback, come tutte le RS Audi, si piazza in quella zona “folle” nella quale capire il limite del mezzo meccanico è difficile o, meglio, su strada è semplicemente impossibile. Sempre che non ci si voglia giocare alla roulette russa i punti della patente e l’incolumità propria e altrui. La RS7 è “troppa” anche per le autostrade tedesche libere dai limiti di velocità. Impressionante, in particolare, il passaggio da 100 a 200 km/h, che avviene in pochi attimi e che richiede testa sulle spalle per evitare di far danni. Si commetterebbe un errore, però, se si pensasse che questa “coupé a quattro porte” offra solo prestazioni da supercar. A Ingolstadt hanno appreso la lezione: per essere sportiva un’auto deve anche essere di-

LA SCHEDA

PREZZO

119.800

vedi il listino completo

vertente. Addio dunque al sottosterzo: la RS7 si esibisce in inserimenti in curva fulminei, complice uno sterzo molto diretto (a parte una prima fase in cui non è molto reattivo). Il tutto, mentre il guidatore viene costantemente informato su quanto accade ai pneumatici e le quattro ruote motrici non sprecano nemmeno un briciolo della prepotenza del V8. La ripartizione della coppia privilegia il poste-

CON CHI SE LA GIOCA AUDI RS7 SPORTBACK 119.800 euro BMW M6 GRANCOUPÉ 136.950 euro MERCEDES CLS 63 AMG da 124.414 euro riore (60%), a tutto vantaggio della maneggevolezza in curva. Il cambio? Rapido sia nell’uso manuale sia in automatico, è però vellutato nella guida rilassata. Smessi i panni della supercar, la RS7 Sportback indossa

ALIMENTAZIONE benzina turbo MOTORE 8 cilindri a V CILINDRATA 3.993 cc POTENZA 412 kW/560 CV COPPIA 700 Nm CAMBIO automatico a 8 rapporti TRAZIONE integrale DIMENSIONI 5,01/1,91/1,42 metri VOLUME BAGAGLIAIO 535/1.390 litri 0/100 KM/H 3,9 secondi VELOCITÀ 250 km/h CONSUMO COMBINATO 9,8 l/100 km EMISSIONI CO2 229 g/km

Che si tratta di una RS è evidente per le cuciture dei sedili e per gli inserti in carbonio. Ma il bagagliaio è quello di un’auto per famiglie numerose

quelli della grossa berlina di rappresentanza tutta morbidezza, isolamento acustico e finiture di classe. Selezionando la modalità Comfort dell’Audi Drive Select, le sospensioni digeriscono tutte le asperità, il motore gira intorno ai 2.000 giri e il silenzio regna sovrano a ogni velocità. Adriano Tosi

NEL PREZZO SONO COMPRESI ANCHE I SENSORI “SALVA PEDONE” L’attenzione non deve mai calare, ma la RS7 è dotata di un preziosissimo aiuto: il sistema di rilevamento pedoni. Grazie a una videocamera con tecnologia infrarossi (FIR), il dispositivo reagisce al calore irradiato dagli oggetti. Un cervellone elettronico converte poi i dati in immagini in bianco e nero e li visualizza sul display del sistema d’informazione del conducente. Quando il sistema avverte la presenza di una persona davanti alla vettura, viene emesso un segnale visivo e uno acustico.


06-07.Autorama 555 Mercedes A45 AMG ok Sav:Layout 1 21/09/13 15:57 Pagina 1

6 AUTORAMA

SETTEMBRE

2013

LaPROVA

www.merecdes-benz.it, www.mercedes-amg.com

Mercedes A45 AMG 4Matic

LA MERCEDES SI SCOPRE CATTIVA GRANITICA, BRUTALE, POTENTISSIMA: CON LA NUOVA COMPATTA SUPERSPORTIVA, LA CASA DI STOCCARDA CAMBIA REGISTRO E PUNTA ALL’EMOZIONE TOTALE A differenza delle sorelle più grandi, la A45 non è costruita nella factory AMG ma direttamente in Mercedes, però su linee apposite, diverse da quelle sulle quali nascono le Classe A normali

FREGENE - C’era una volta la Mercedes che seguiva imperterrita la sua filosofia, sostanzialmente infischiandosene di quello che facevano i concorrenti, o presunti tali. C’è oggi una Mercedes che considera eccome l’idea del confronto diretto e va a sfidare gli avversari sul loro stesso territorio di caccia. Così, dopo essere stata per tanti anni un passo indietro rispetto ad Audi e BMW in fatto di sportività pura, ora ha deciso non solo di recuperare il terreno rispetto a chi le sta davanti ma, addirittura, di superare tutti. La nuova A45 AMG è “cattivissima” e ha prestazioni che hanno dell’incredibile, perché monta il quattro cilindri più potente che sia mai stato costruito in serie: 360 CV nonostante la cilindrata di soli due litri. Come dire 180

PERCHÉ VALE LA PENA DI PENSARCI

Nessun’altra vettura di pari contenuti e prestazioni può vantare lo stesso prezzo che, tra l’altro, in Italia è più basso che in altri Paesi. Ma nonostante le sue potenzialità esagerate, se si usa l’acceleratore in maniera saggia, rimane godibile e gestibile praticamente da chiunque CV/litro, una potenza specifica che non si era mai vista su una vettura di questa classe e che sa di motore motociclistico, più che da auto. Naturalmente per tenere a bada tutto questo è

imprescindibile la trazione integrale (scaricare a terra tutti i CV con la sola trazione anteriore delle Classe A standard sarebbe impossibile) e, per completare l’opera, c’è la trasmissione au-

tomatica a doppia frizione con sette rapporti che, rivisitata anch’essa dalla AMG, lavora in tempi simili a quelli della super sportiva SLS GT: 120 millisecondi per passare da una marcia al-


06-07.Autorama 555 Mercedes A45 AMG ok Sav:Layout 1 21/09/13 15:57 Pagina 2

VI DEO

SETTEMBRE

2013

AUTORAMA 7

LA SCHEDA

PREZZO

44.000 euro

vedi il listino completo ALIMENTAZIONE benzina, turbo MOTORE 4 cilindri in linea CILINDRATA 1.991 cc POTENZA 265 kW/360 CV COPPIA 450 Nm CAMBIO automatico a 7 rapporti TRAZIONE integrale permanente DIMENSIONI 4,40/1,78/1,43 metri VOLUME BAGAGLIAIO 341/1.157 litri 0/100 KM/H 4,6 secondi VELOCITÀ 250 km/h CONSUMO COMBINATO 6,9 l/100 km EMISSIONI CO2 161 g/km

CON CHI SE LA GIOCA MERCEDES A45 AMG 44.000 euro AUDI S3 da 38.350 euro BMW M135i XDRIVE da 46.800 euro SUBARU IMPREZA STI 43.850 euro l’altra. E la guida della A45 AMG è davvero entusiasmante, anche per la colonna sonora fatta dagli soppiettìi dello scarico e dagli sfiati del turbo, proprio come le vetture sovralimentate dei tempi d’oro. Le sospensioni sono rigidissime, ben diverse dagli standard Mercedes, e il confort non è proprio il pezzo forte della vettura, ma tenuta di strada, agilità e velocità di inserimento in curva sono eccezionali. Lo sterzo, invece, rimane un po’ leggero, anche se precisione e rapidità non difettano affatto. La velocità dichiarata è di 250 km/h, ma se non ci fosse

il limitatore sarebbe ben più alta e per passare da 0 a 100 km/h ci vogliono 4,6 secondi: meglio di una Porsche 911 Carrera. Per infrangere un’altra tradizione, con 44 mila euro la A45

non è neppure la più cara della sua classe, visto che costa 3/4 mila euro meno di una delle rivali come la BMW M135i xDrive da 320 CV. L’altra avversaria diretta Audi S3, invece, si attesta

intorno ai 38 mila euro (39 mila per la Sportback a 5 porte), ma ha “solo” 300 CV. Insomma: stavolta tocca a BMW e Audi mettersi in coda. Saverio Villa

CON LA CODA È PIÙ ELEGANTE MA MENO ABBORDABILE In contemporanea con la A45 AMG, arriva sul mercato italiano anche la sua versione a tre volumi, denominata CLA45 AMG. Oltre alla crescita della coda, che comporta un aumento della lunghezza di 23 cm e del peso di 30 kg, la CLA 45 ha un allestimento diverso che fa lievitare il prezzo di quasi 13 mila euro, portandolo a 56.900 euro. Prestazioni e consumi dichiarati, invece, sono gli stessi.

La potenza è da record per un’auto di 2 litri che, oltretutto, costa “solo” 44 mila euro. Per contro, tra bollo e superbollo, servono circa 2.500 euro all’anno


08-09.Autorama 555 Kia Proceed GT ok Sav:Layout 1 20/09/13 19:26 Pagina 1

8 AUTORAMA

LaPROVA

SETTEMBRE

2013

www.kia.com/it

Kia pro_cee’d GT 1st Edition

CARATTERE SPECIALE IN EDIZIONE SPECIALE

LA SCHEDA

PREZZO

28.000 euro

vedi il listino completo

ARRIVA LA KIA DI SERIE PIU’ POTENTE DI SEMPRE: UNA LINEA DALLA SPICCATA PERSONALITA’ E UN MOTORE TURBO NIENTE MALE SEGNANO IL DEBUTTO DEI COREANI NELLA NICCHIA DELLE PICCOLE CORSAIOLE PERCHÉ VALE LA PENA DI PENSARCI

La vettura coreana si propone come un’alternativa alle solite sportivone, con il plus del prezzo contenuto e della semplicità di gestione. Ci si diverte parecchio senza sentirsi brutalmente inchiodati alle proprie responsabilità come su vetture più aggressive Al ‘Ring la pro_cee’d GT ha fermato il cronometro a 8’45”: lo stesso tempo della Toyota GT-86

FRANCIACORTA - Dopo aver messo l’accento negli ultimi anni sulla qualità e l’affidabilità delle sue vetture, Kia vuole ora sdoganarsi anche dal punto di vista emozionale per piacere sempre di più a noi europei. Finora - almeno a giudicare dai

dati di vendita in costante controtendenza rispetto a quelli pessimi del mercato - l’operazione è riuscita bene, e la grande armata di Seoul concentra ora tutti i suoi sforzi nel darsi un tono sportivo, si pensi solo all’ingente investimento appena

fatto dal gruppo per la realizzazione di un centro prove nientedimeno che all’interno del Nürburgring. E questo la dice lunga sulla piega che intendono prendere gli ex placidi coreani. La prima dimostrazione di questa volontà arriva dalla Kia di serie più potente di sempre, la nostra pro_cee’d GT di oggi, che non abbiamo avuto la possibilità di mettere alla prova direttamente sul vecchio ‘Ring, ma nel comunque dignitosissimo circuito internazionale di Franciacorta. Ma partiamo dall’inizio. Il look, in effetti, soprattutto nel frontale con la bella griglia e i quattro led per lato, è molto personale, anche se, è bene anticiparlo, la pro_cee'd GT ha un com-

ALIMENTAZIONE turbobenzina MOTORE 4 cilindri in linea CILINDRATA 1. 591 cc POTENZA 150 kW/200 CV COPPIA 265 Nm CAMBIO manuale a 6 rapporti TRAZIONE anteriore DIMENSIONI 4,31/1,78/1,43 metri VOLUME BAGAGLIAIO 380-1.225 litri 0/100 KM/H 7,7 secondi VELOCITÀ 230 km/h CONSUMO COMBINATO 7,4 l/100 km EMISSIONI CO2 171 g/km

CON CHI SE LA GIOCA KIA PRO_CEE’D GT 28.000 euro FORD FOCUS 30.500 euro OPEL ASTRA GTC OPC 31.700 euro RENAULT MEGANE RS 30.100 euro

portamento meno estremo di quello cui parrebbe alludere il suo aspetto. Tra le rivali, la Megane RS, l’Astra OPC e la Focus ST hanno un'indole decisamente più aggressiva: non solo sull'asfalto, viste le decine di cavalli in più, ma anche sul portafoglio, vedi i 2/3 mila euro supplementari da spendere per l'acquisto. Anche a bordo l'abito cerca di fare il monaco a tutti i costi: ci sono sedili Recaro perfettamente contenitivi ma non invadenti nella guida di tutti i giorni, la pedaliera in alluminio


08-09.Autorama 555 Kia Proceed GT ok Sav:Layout 1 20/09/13 19:27 Pagina 2

AUTORAMA 9

VI DEO PER FARE LA SPORTIVA, KIA PRENDE CASA AL ‘RING

e il cruscotto che richiama alla mente l'idea delle corse e della velocità: la chicca è che è possibile passare da una visualizzazione delle informazioni standard a quella GT, dove vengono segnalati i valori di coppia e la pressione di sovralimentazione della turbina. Ma nonostante l'impostazione dell'abitacolo, su questa pro_cee'd non mancano le attenzioni al comfort, un discreto agio per i passeggeri posteriori e, per tutti, la luce del tetto panoramico apribile. E aggiungiamo anche un buono spazio di carico nel bagagliaio. Che sia pronta già dai bassi giri e ben aggrappata alla strada la GT lo dimostra già nel quotidiano casa-ufficio. In questo impiego,

però, maschera il suo vero carattere, anche perché, a meno che non ci si metta d'impegno a giocare con il cambio, la vettura mette in mostra allunghi equilibrati, regalando per la verità anche poche emozioni nel timbro vocale. Per evidenzare pregi e difetti, comunque, non c’è nulla di meglio di qualche giro in pista, dove si apprezza il lavoro sull'assetto che assicura inserimenti senza sbavature e un rollio contenuto. Mentre è ben caricato ma forse un po' poco preciso lo sterzo. In Italia la pro_cee'd GT debutta in versione a tiratura limitata a 70 unità. Nel prezzo, oltre al navi, al tetto apribile e alla retrocamera, sono inclusi 7 anni di garanzia.

Il Centro Prove realizzato presso il circuito del Nürburgring, è il frutto di un investimento complessivo di 6.620.000 euro. La possibilità ora è quella di usufruire costantemente del tracciato per tutta l'attività di valutazione e affinamento delle caratteristiche dinamiche e dell’affidabilità dei nuovi prodotti. L'impianto, che occupa una superficie totale di 3.622 mq, è stato completato in 15 mesi. Il Nürburgring, con 20,8 chilometri di pista, 73 curve (33 a sinistra e 40 a destra) e variazioni altimetriche di quasi 300 metri, è riconosciuto come uno dei tracciati più probanti al mondo. La 1st Edition si distingue per la tinta metallizzata GT White, cerchi in lega da 18” con raggi nero lucido (come i retrovisori) e i battitacco con logo GT illuminato in rosso


10-11.Autorama 555 Peugeot vs Peugeot ok Sav:Layout 1 20/09/13 19:39 Pagina 1

10 AUTORAMA

SETTEMBRE

2013

VI DEO

IlCONFR Peugeot 208 GTi vs Peugeot 205 GTi 1.9 130 CV

MAMMA E DUE MATTE D NESSUN MISTERO: LA NUOVA 208 GTI SI ISPIRA ALLA INDIMENTICABILE 205 GTI. VELOCISSIMA, PRECISA, HI-TECH LA PRIMA. LEGGERA, IRASCIBILE, SANGUIGNA LA SECONDA. LE ABBIAMO CONFRONTATE

LA SCHEDA

PREZZO

22.050 euro

vedi il listino completo ALIMENTAZIONE benzina, turbo MOTORE 4 cilindri in linea CILINDRATA 1.598 cc POTENZA 147 kW/2000 CV COPPIA 275 Nm CAMBIO manuale a 6 rapporti TRAZIONE anteriore DIMENSIONI 3,96/1,74/1,46 metri VOLUME BAGAGLIAIO 311/1.152 litri 0/100 KM/H 6,8 secondi VELOCITÀ 230 km/h CONSUMO COMBINATO 5,9 l/100 km EMISSIONI CO2 139 g/km

Peugeot 208 gti - Ne è passata di acqua sotto i ponti dalla lontana, prima, 205 GTi del 1984, ma il nome fa ancora battere il cuore e ritrovarlo sulla 208 è una bella emozione. Certo, però, che lo spirito con il quale viene costruito il nuovo modello è totalmente differente. Rispetto alla sua antesignana, la nuova GTi è più grande, pesante (1.235 kg contro 880) e comoda. Permette di affrontare viaggi lunghi offrendo la stessa qualità della vita di bordo di una berlina sia per il conducente, che ha a disposizione comandi morbidi, precisi e ben posizionati, sia per i passeggeri posteriori, che beneficiano di uno spazio notevole per un’auto che comunque rimane al di sot-

to i 4 metri di lunghezza. Finché si viaggia con un filo di gas è anche silenziosa e nasconde molto bene la sua cattiveria sotto un’atmosfera ovattata. L’assetto è rigido e si sente, ma i sedili sono davvero ben realizzati, assorbono quel che le sospensioni lasciano passare e il comfort è buono. Quando invece si decide di sfruttare tutti i 200 CV, la 208 GTi alza il volume, la spinta diventa quasi brutale e sembra inesauribile. Il cambio snocciola le sei marce molto velocemente ed è rapportato nel modo giusto per consentire al motore di esprimersi al massimo. E al crescere della velocità si percepisce sempre di più la bontà dell’assetto, che

PERCHÉ VALE LA PENA DI PENSARCI

Ha una guida facile, nonostante la potenza sia tantissima, che permette a chiunque di divertirsi, ma permette anche, a chi ci sa fare, di tirar fuori quel qualcosa in più. Ma è anche abbastanza comoda e versatile per essere utilizzata tutti i giorni

è solido e genuino: tiene la GTi incollata a terra ed è anche molto reattivo, ma mai violento, né imprevedibile. E questo consente, quando si vuole esagerare, di staccare l’elettronica per avvicinare ancora di più il limite senza il rischio di incorrere in reazioni violente e difficili da correggere. Questa nuova GTi è probabilmente il miglior esempio di compatta moderna ad alte prestazioni: velocissima, efficace e con un comportamento raffinato. Non è sanguigna come la sua antesignana 205 e non deve essere domata ma capita e assecondata. Dopodiché starle dietro è un problema per molti. Saverio Villa

CON CHI SE LA GIOCA PEUGEOT 205 GTI 22.050 euro FORD FIESTA 1.6 ST 21.500 euro RENAULT CLIO 1.6 RS 23.500 euro VW POLO 1.4 GTI da 21.900 euro


10-11.Autorama 555 Peugeot vs Peugeot ok Sav:Layout 1 20/09/13 19:39 Pagina 2

FRONTO www.peugeot.it (sito non ufficiale: www.205gti.it )

A E FIGLIA: E DA LEGARE Peugeot 205 gtI 130 CV Quante volte l'ho sbirciata dai finestrini, con le mani “a capanna” attorno agli occhi e il naso schiacciato sul vetro. Quanti km immaginari ci ho percorso, attraverso le parole di quelli che poi sarebbero diventati i miei colleghi della stampa specializzata. Sì, per un trentenne malato di auto come me, è difficile che la 205 GTi non rientri fra i sogni d'infanzia. Specialmente nella versione più cattiva da 130 CV. E poi eccomi qui, al volante del mito. “Lei” è un'arzilla vecchietta amorevolmente curata proprio da Peugeot Italia alla quale non avrei mai dato 23 anni di età (è stata immatrico-

208 GTi

LA SCHEDA QUOTAZIONI 5/6 mila euro ALIMENTAZIONE benzina MOTORE 4 cilindri in linea CILINDRATA 1.905 cc POTENZA 95 kW/130 CV COPPIA 165 Nm CAMBIO manuale a 5 marce TRAZIONE anteriore DIMENSIONI 3,70/1,57/1,37 metri VOLUME BAGAGLIAIO 216/564 litri 0/100 KM/H 7,8 secondi VELOCITÀ 206 km/h CONSUMO COMBINATO 7,8 l/100 km EMISSIONI CO2 n.d. lata nel 1990) e, soprattutto, 160.000 km. Il motore è reattivo ai limiti del permaloso, gli basta un filo di gas per far salire la velocità, complice anche i

PERCHÉ VALE LA PENA DI PENSARCI

Le sue quotazioni da usata sono contenute e a queste cifre ben difficilmente si può trovare qualcosa di altrettanto divertente. Attenzione, però, perché dato il genere di vettura, non è facile trovare un esemplare che non sia stato molto sfruttato. Magari in pista o nei rally

205 GTi rapporti corti del cambio, quasi da prova speciale. Ma è sulle tortuose strade della nostra prova che capisco perché la francese ha conquistato così tanti cuori. Nonostante uno sterzo - questo sì - che accusa tutti i suoi km, la GTi si butta da una curva all'altra con la leggiadria che solo i suoi 900 kg scarsi le consentono. Il volante richiede energia per essere girato, perché non c’é servosterzo, ma poi ci pensa il retrotreno a completare la curva: il sovrasterzo è sempre in

agguato. E non c'è bisogno di dannarsi l'anima con rilasci senza senso: le ruote posteriori della 205 ci pensano da sole a fare in modo che la curva venga completata il più in fretta possibile. E poi volete mettere la soddisfazione di sentire la velocità? La 205 GTi grida, sbatte, vibra: a 130 km/h sembra di andare a 250. Ok, le auto di oggi sono anni luce più avanti, più sicure. Ma meno capaci di trasmettere emozioni, a meno di viaggiare a velocità da Codice... Penale. Adriano Tosi



Autorama 2013 23settembre