Page 1

International Careers in Healthcare Business

Manager Italiani e internazionalitĂ : chi sono e chi saranno? Cultura, esperienze e carriere come valore competitivo per le aziende Milano, 7 ottobre 2013

Media Partner

In collaborazione con

Sponsor


Global manager: Healthcare A. “Dove� si muove il manager farma internazionale B. Aziende Healthcare C. Il nostro survey 7 Ottobre 2013 Leonardo Frezza Frezza & Partners


A) “Dove� si muove il manager farma internazionale (previsioni 2014)

Emerging Markets & Rest of the world USA

Europa Japan Fonte IMS


E in Italia? 2012 63.500

di cui

R&S 7.169 Commerciale 29.000 Manufacturing 20.000 Attività regolatorie e centrali 17.000



La somma degli addetti diretti è di circa 65 mila A cui vanno aggiunti:

    

9 mila addetti nei principi attivi 5 mila nei generici 52.000 nei dispositivi medicali 61 mila nell’indotto a monte 86.000 nell’indotto a valle (distribuzione e farmacie) Totale 278.000


Dove importiamo / esportiamo Management (a titolo esemplificativo) Italiane • Chiesi • Menarini • Dompé • Recordati • Sigma-Tau • Rottapharm • Angelini

Multinazionali • Novartis Vacs • CRO •Toxy Center

Biotech A seguire

Centri Ricerca • Parchi tecnologici • Biotech Services

R&D 7.169 • Tutte le italiane • alcune multinazionali con strutture ad hoc • CMO (Contract Manufacturing Organizations) • API

• Tutte le Italiane Technical Staff Commercial Operations centrale Operations • Multinazionali (USA/Europa/Giappone) • Generici 20.000 29.000 17.000

Outsourcing & Services

• CMO – CRO • Complementary Product/ Service Suppliers • Farmindotto


IN & OUT ITALY – BIOTECH (a titolo esemplificativo) •Molmed •Diasorin •Areta •Z-Cube •Newron •Eos

• Drug Agent Biotech • Platform Biotech

Technical Operations

• Science Park Raf • Bioindustry Park Silvano Fumero • Science Park di Trieste • Toscana Life Sciences • Technopolis • Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia

Holostem Diatech Gentium Genextra Stemgen NicOx NMS Pharmeste Okairos Axxam Silicon Biosystems / Menarini

Product Biotech

Parchi e Incubatori

Outsourcing Services

Commercial Operations

• Amgen • Biogen • Celgene • Genzyme / Sanofi • Cephalon / Teva • InterMune

•Service Biotech •Commodities Biotech


LO SCENARIO MANAGERIALE PHARMA IN ITALIA I quadri e i dirigenti sono circa 18.000 (il 30.5% del totale), rispetto al 12.5% del totale dell’industria. La maggiore presenza femminile (40%) rispetto alla media dell’industria si riscontra in tutte le categorie occupazionali, ma è più evidente tra i dirigenti e Quadri (25%).

Fonti: Indicatori Farmaceutici – Farmindustria 2013


B) Aziende Healthcare e carriere internazionali L’oggettiva internazionalizzazione del business healthcare spinge a formare carriere globali.

 Quando un’azienda decide di entrare in taluni mercati internazionali, lo “staffing” è un fattore chiave attraverso sia la selezione di expatriates sia di management esperto dei mercati di riferimento.

 Tradizionalmente, le aziende Healthcare (pharma, Biopharma, Biotech, CHC, API, Outsourcing) adottano approcci:

Etnocentrico “Expat” inviati da HO/HQ nelle Subsidiaries (in particolare nelle fasi di sviluppo dei mercati internazionali da parte di multinazionali o di aziende di strategia regionale o di nicchia “family run company” Policentrico Talenti locali che prendono posizioni chiave nelle subsidiaries, lasciando al Corporate management strategico (flessibile nelle imprese farmaceutiche) Geocentrico Sia le funzioni Corporate che quelle locali sono affidate a manager con background – cultura varie (poche multinazionali, ad es. BMS).


Politiche aziendali vs Global Managers “global managers are made, not born” Le Aziende puntano su global managers sia nei vari business (corporate), sia nelle affiliate (Subsidiaries), sia nelle funzioni (R&D, Tech Ops, Enambling Functions) attraverso:

Training & Organization Muovono manager selezionati in ruoli tra business e unità locali, spingono a crossfertilization di idee e pianificano carriere internazionali

Meccanismi di coordinamento

Sono in essere meccanismi altamente sofisticati per le attività di centralizzazione, di standardizzazione, di best practices.

Mentalità transnazionali significa comprendere e interagire attraverso sistemi globali e processi di coordinamento tra Corporate e Subsidiaries e tra le stesse filiali.

Il fenomeno ha impatti differenti sia in relazione agli assetti azionari, dimensione geografica e cultura dei mercati (Asia Pacific, Emerging Markets, USA…)


Selezione di manager internazionali Si osserva come la selezione di Expat o di manager internazionali dipende: Mercato

Competenze tecniche

Precedenti esperienze internazionali

Abilità all’adattamento sociale

Capacità di comprensione culturale e linguistica

Competenze Chiave

Emerging Markets

Flessibilità, Imprenditorialità

Developed Markets

Skills analitici, team orientation, approccio strutturato

Fast Growing Markets

Imprenditorialità

Slow growth markets

Approccio metodologico, abilità di coordinamento

Large markets

Coordinamento, forti qualità di relazioni e lobbying


Selezione di manager internazionali In effetti le principali qualificazioni di un “global manager” possono essere:

Capacità mentale di adattarsi ad un nuovo contesto lavorativo

Disponibilità a viaggiare Skills interpersonali, di comunicazione e negoziazione

Comprensione della cultura societaria corporate

Sensibilità a culture differenti Mentalità geocentrica – cosmopolita


C) IL NOSTRO SURVEY • Qual è l’identikit dell’”expatriate” del farmaceutico? • Su un campione di circa 500 intervistati (hanno risposto circa il 50%) al nostro survey sono emersi risultati aggregati in base ai seguenti parametri: • • • • • •

Identikit anagrafico dell’expatriate farmaceutico Politiche delle aziende Motivazioni Difficoltà Ruolo e sviluppo di carriera Rientro in Italia


Il nostro Survey : L’identikit del manager farmaceutico italiano su ruoli internazionali Età 41 - 50 anni Genere Maschile Paese di residenza Europa Posizione Contrattuale Employee nel Paese in cui lavora Studi Lauree scientifiche

Contesto societario Corporate o Centri Globali Opera nel Business BioFarmaceutico Ruolo attuale internazionale valido per Sviluppo di carriera e organizzazione aziendale Rientro in Italia No Maggiori problematiche da Contesto di business aziendale e socio – affrontare al rientro economico italiano


Genere Maschile

EtĂ  Donne 12%

Over 60

0% 24%

51-60

52%

41 – 50 36 - 40

Il quarantenne

8% 16%

30 - 35

Uomini 88%

52%

Titolo di Studio

Studi Scientifici

24%

14% 6% 2%

0% Diploma Superiore

Laurea Discipline Scientifiche

Laurea Discipline Matematiche e Fisiche

2%

Laurea Discipline Economiche

Laurea Discipline Giuridiche

Laurea Discipline Umanistiche

Altro


Attuale sede di lavoro

43%

È l’Europa che vede più manager italiani

22%

15% 12% 10%

Europa

Nord America

Sud America

Far East & Australia

Altro


Da quanto tempo è presente nell’attuale Paese? Da 1 a 2 anni

Da 2 a 5

Da 5 a 10

12%

14%

42%

32%

Oltre 10

Mobilità temporanea?


Contract Organitations

2%

API

2%

Consumer Healthcare

Attualmente opera nel business

6%

Altro

4%

Medical Devices

8%

Biotech

8% 10%

Biofarma

60%

Farma

Non sono nelle filiali ma in HO / HQ Attuale contesto societario 28%

26%

24% 18%

4%

HO / Corporate

HQ Regionale

Subsidiary

Centri globali (R&D, Manufacturing)

Altro


Le politiche aziendali A tuo parere, la tua azienda ha politiche di pianificazione di carriera internazionale: Sì

No

Non so

18%

10%

72%

La politica aziendale favorisce chi proviene dalla nazione di origine dell’azienda o di similarità culturali? 64%

36%

No


Le motivazioni Hai perseguito la mobilitĂ  internazionale per motivazioni di:

Altro

2%

Maggiori opportunitĂ  famiglia - figli

26%

NegativitĂ  situazione italiana

26%

Culturali

Carriera

34%

90%


Le difficolta’ Quale ritieni sia stato il grado di difficoltà per la tua mobilità internazionale:

Facilità di adattamento

60%

50%

40%

30%

20%

10%

0% Adattamento a nuove condizioni di vita

Adattamento a nuove condizioni di lavoro

Elevato

8%

6%

[Situazione familiare (cibo, istruzione, lavoro del partner, tempo libero)] 10%

Vita sociale

Positivo

52%

58%

46%

42%

Neutro

32%

28%

28%

38%

Negativo

8%

8%

16%

12%

8%


Le difficolta’ Quali ritieni possano essere i rischi connessi alla tua carriera o ruolo internazionale

6%

Altro

4%

Stili di vita

Difficoltà di integrazione cultural

2%

24%

Evoluzione ruoli professionali

8%

M&A o “business separations”

40%

Evoluzione business Healthcare

12%

Differenze culturali e/o di integrazione

Instabilità geopolitica

Rischi di Ruolo e Business

4%


Il ruolo e lo sviluppo di carriera Ritieni valido il ruolo attuale in Paese / struttura internazionale per ragioni di:

Le opportunitĂ  del global manager

100%

80%

60%

40%

20%

0%

Contesto di business

Organizzazione aziendale

Tecnologie disponibili

Cultura aziendale

Sviluppo di carriera

Si

96%

No

0,00%

86%

62%

80%

88%

40%

4%

16%

8%

4%

22%

Non so

4,00%

10%

22%

12%

8%

38%

Assetti normativi


Il ruolo e lo sviluppo di carriera

Il tuo sviluppo di carriera è pianificato 52%

26%

10%

10% 2%

Verso il livello locale (subsidiary, R&D centers, Manufacturing sites)

Verso il livello HO/HQ

Per rientro in Italia

Non pianificato

Altro


Il ruolo e lo sviluppo di carriera

Da chi dipende la tua carriera (oltre alla performance): 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Da disponibilità alla mobilità geografica 86%

Da fattori politici aziendali

Da fattori di negoziazione

Da pianificazione

Da vincoli familiari

62%

46%

68%

30%

Da capacità di integrazione culturale 42%

No

8,00%

16%

24%

18%

52%

50%

Non so

6,00%

22%

30%

14%

18%

8%

Si


Rientro in Italia Rientrando in Italia, quale pensi sia il livello di problematiche da affrontare: 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Contesto di business 58%

Organizzazione aziendale 40%

Tecnologia disponibile 10%

Cultura aziendale 32%

Assetti normativi 42%

Contesto socioeconomico 68%

Influenti

36,00%

46%

44%

44%

36%

20%

Marginali

6,00%

14%

46%

24%

22%

12%

Elevati


Rientro in italia Ritieni che in Italia vi siano le condizioni professionali per un rientro?

SI 36%

NO 64%

Desideri rientrare in Italia per ragioni: Altro

6% 26%

Nessuno Familiari

50% 26%

QualitĂ /stile di vita

Culturali Professionali

16% 24%


Considerazioni conclusive Sono evidenti le necessità di global management data l’evoluzione business / mercati/ organizzazioni dell’Healthcare industry Si stanno spostando le “geografie” per essere globali (21° sec “Asian Century”) Gli assetti azionari influenzano il “global manager” L’integrazione / comprensione culturale è requisito base La formazione e la pianificazione di carriera diventano fondamentali Differenze tra global manager in ruoli scientifici verso quelli commerciali o quelli di strutture Corporate funzionali Il management internazionale di derivazione italiana sembra dimensionato nei numeri e “a rimorchio” di culture organizzative diverse Differenze tra manager di Big Pharma e quelli di imprese a dimensioni più limitate o di “family run companies” Approcci culturali, formativi e di pianificazione per “Global Management” divengono fattori strategicamente necessari

Grazie per l’attenzione


Aboutpharma frezza e jobinpharma international careers in healthcare business  

La survey Davanti alla complessità del management internazionale nel settore healthcare, abbiamo svolto un’indagine interrogando manager di...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you