Issuu on Google+

HOME COPERTINA senza ipad_Layout 1 27/07/13 08.17 Pagina 1

HOME

Settembre 2013 Anno XXXVII - N. 3 - € 9,00 Edinterni - Via V. Russo, 9 20127 Milano

IA L A T I

TESSILI D’ARREDAMENTO NELL’ARCHITETTURA D’INTERNI FURNISHING TEXTILES IN INTERIOR DÉCOR

PROPOSTE INTERTEXTILE Salone del Mobile Techtextil Mood Made Expo l

l

l


casal marcato settembre 13_Layout 1 25/07/13 09.44 Pagina 1

V E R D E M A R E

Art. Nora

C O L L E Z I O N E

CASAL SA - LUCIANO MARCATO | 54 fbg des Vosges | BP 90040 | F | 68801 THANN CEDEX | FRANCE Ufficio Italia: tel +39 035 732 056 | email: info@gianpaolomerelli.it


tabru maggio 13_Layout 1 25/07/13 10.28 Pagina 1

VIA INDICATORIO 81 l 50050 SAN MAURO A SIGNA (FI) l TEL. +39 055 8997641 l FAX +39 055 8997644 l www.tabru.it l info@tabru.it


pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 09.55 Pagina 1

CONGRESS CONGRESS CENTRE CENTRE “LE STELLINE” STELLINE” CORSO CORSO MAGENTA, MAGENT TA, A 61 61 - MILAN MILAN - ITALY IT TALY Opening time: 9 October - fr from om 9 9am am to 6 6pm pm | 10 October - fr from om 9 9am am to 5 5pm pm

rs = filo a e y 0 x2 s n o i t 40 edi passion


pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 10.29 Pagina 1


p 04-05 sommario_Layout 1 28/07/13 07.43 Pagina 4

SOMMARIO 3 - SETTEMBRE 2013

In copertina: Collezione Cabaret art. 1700 di Tolino Cover: Tolino, Collection Cabaret art.1700

24 70

64

66 Rubriche 06. 08. 10. 86. 87.

L’opinione di... Appunti News Indirizzi Agenda

Primi piano

53

H4

28

20. iSaloni Come promuovere la creatività 23. iSaloni Gli imbottiti al salone 26. Imm Cologne International Furnishing show of Cologne 28. Proposte L’eccellenza europea a Cernobbio 30. Proposte I personaggi di Proposte 32. Ice Internazionalizzazione leva per la crescita 34. Intertextile Shanghai Parla sempre più italiano 38. Mood Artigianalità e innovazione 40. Fuoriproposte Le meraviglie del lago 42. Fuoriproposte Schede 44. Interior Mebel Kiev L’appuntamento con il design in Ucraina 48. In giro per fiere


p 04-05 sommario_Layout 1 28/07/13 07.43 Pagina 5

HOME IA ITAL

Direttore Responsabile Antonio Vigliante - a.vigliante@edinterni.it Direzione editoriale Antonio Vigliante Comitato di Redazione Arturo Dell’Acqua Bellavitis, Danilo Morigi, Maria Grazia Soldati, Fabio Fantini, Mariadele Mancini Collaboratori Gianluca Chesini, Arturo Dell’Acqua Bellavitis, Vittoria Ceriani, Gianni Della Torre, Marinella Ferrara, Mariadele Mancini, Federica Monti, Danilo Morigi Corrispondente Estero Carmen Gisbert - cadogisbert@gmail.com Grafica Edinterni - grafica@edinterni.it Ufficio Commerciale Cinzia Tinacci - commerciale@edinterni.it Ufficio Mezzi Elena Genitoni - ufficiomezzi@edinterni.it Segreteria Elena Genitoni - redazione@edinterni.it Silvia Buiarelli - info@edinterni.it EDITORE Edinterni S.r.l.

38

Amministratore Unico Luisa Buiarelli Redazione e Pubblicità Via Vincenzo Russo, 9 - 20127 Milano (MI) Tel. 02 66988188 - Fax 02 66982305 www.edinterni.com

Fall in love with materials 52. Torri Lana 53. Europ Marchini 54. Mario Sirtori

Ufficio Abbonamenti Silvano Sisia - abbonamenti@edinterni.it Sede legale Via Vincenzo Russo, 9 - 20127 Milano (MI)

Fibre e filati

Stampa ColorShade - Peschiera Borromeo (Mi)

56. Techtextil Crescita a due cifre 62. Filo Vent’anni di Filo 64. Po.In. Tex Po.In. Tex a Techtextil 66. Cotone Americano Mercato e prospettive

Distribuzione “Poste Italiane SpA - Sped. In Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano”. Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 457 del 27/12/1976. Iscritta in data 22/02/1991 al Registro Nazionale della Stampa al ROC n. 1462.

Produzione 70. 72. 74. 76. 78.

Beatrix Via Roma, 60 Lurex Inpelleitalia Taif Texarredo

Pelle e dintorni 80. Lineapelle L’eccellenza a Lineapelle 82. TA.Li

40

E’ vietata la riproduzione totale o parziale della rivista senza l’autorizzazione dell’Editore. Il materiale inviato in redazione, salvo accordi specifici, non verrà restituito. Titolare del trattamento dei dati personali raccolti nelle banche dati per uso redazionale è Edinterni srl. Gli interessati potranno esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D. Lgs.196/03 telefonando al n. 02 66988188 Informativa ai sensi del D. Lgs. 196/2003 Si rende noto che i dati in nostro possesso liberamente ottenuti per poter effettuare i servizi relativi a spedizioni, abbonamenti e similari, sono utilizzati secondo quanto previsto dal D. Lgs. 196/2003. Titolare del trattamento è Edinterni srl, Via Vincenzo Russo, 9 - 20127 Milano (redazione@edinterni.it). Si comunica inoltre che i dati personali sono contenuti presso la nostra sede in apposita banca dati di cui è responsabile Edinterni srl e cui è possibile rivolgersi per l’eventuale esercizio dei diritti previsti dal D. Lgs. 196/2003.

H5


p 06 opinione bellavitis_Layout 1 26/07/13 12.22 Pagina 2

HOME Opinione di

Arturo dell’Acqua Bellavitis Preside della Scuola del Design del Politecnico di Milano e Presidente del Triennale Design Museum di Milano

D

i questi tempi, a parlare di economia e di indicatori macroeconomici è forse inevitabile lasciarsi scappare un sospiro, e tale dev’essere stato l’umore degli economisti globali che hanno fatto fibrillare i mercati al solo annuncio di una flessione nella crescita del prodotto interno lordo cinese. A ben vedere poi, a noi meno esperti di economia, resta più di qualche dubbio, soprattutto quando, sviscerando i dati, si evince chiaramente come questa, in realtà lieve, decelerazione dipenderebbe da un inevitabile calo delle esportazioni verso Paesi come il nostro, mentre la domanda interna e la richiesta di importazioni resterebbero in crescita e buona salute. Se dimostrasse inoltre vera la teoria che il mercato globale è “a somma zero”, recentemente riproposta dall’economista Carlo Devillanova (l’italiano che nel 2003 ha “corretto” nientemeno che i dati dell’Ocse), in tal caso si potrebbe ipotizzare che probabilmente giorni migliori stanno per arrivare per la nostra economia, un’economia ancora basata sui prodotti di media o alta qualità più che sui grandi numeri a basso costo dei cinesi. Ma lasciando da parte le previsioni economiche, che paiono oggi più fallaci persino di quelle sui movimenti tellurici, resta il dato che la Cina continua a crescere del 7,5%, e che il suo mercato interno non è solo un mercato consolidato (e tutt’ora in crescita), ma è anche un mercato che sembra dare segnali di una miglior comprensione e apprezzamento proprio di quei prodotti di qualità frutto del made in Italy. E se sono passati ormai diversi anni da quando l’imprenditoria italiana ha registrato le possibilità di quel mercato e si In these days, talking about economy and macroeconomic indicators, it is perhaps inevitable è mossa per garantire la sua presenza, è oggi venuto il molet out a sigh, and this has to be the mood of the global economists who have done mento di comunicare e trasmettere anche i propri livelli fibrillate the markets only with the announcement of a decline in the growth of domestic qualitativi e “marcare le differenze”. Ad un mercato che gross Chinese product. With a closer look, to us less experienced in economics, it is more non è ancora in grado di un vero discernimento all’interno than a few doubts, especially when examining the data, it is clear that this slight deceleration della cultura occidentale, e a ricchi imprenditori che ritenmay depend on an inevitable decrease in exports towards countries like ours, while the dogono che Armani sia uno stilista francese, è forse necessamestic demand and the request of imports may remain in growth and in good health. If the rio comunicare maggiormente il proprio prodotto, martheory of “total zero” global market was true, recently proposed by the economist Carlo care le differenze dagli altri, sottolineando la nostra qualità Devillanova (the Italian man who “corrected” no less than the Ocse data), we could suppose e, cosa forse più difficile, facendo il più possibile gioco di that better days are coming for our economy, an economy has already based on medium squadra. or high quality products more than big large numbers of low cost of the Chinese. Se infatti fino a ieri bastava “essere presenti” sul mercato But if we put aside the economic forecasts, that today they seem more wrong than the earcinese, oggi più che mai, diventa necessaria un’attenta thquakes, the fact remains that China goes on to grow by 7.5% and its domestic market it opera di comunicazione, e di rafforzamento del brand is not only an established market (growing on), but it is also a market that seems of a better “made in Italy”, prima e meglio dei singoli brand le cui comprehension and appreciation of those high quality products of made in Italy. And if seesigenze oggi non coincidono più necessariamente con veral years have been passed since the Italian businesses recorded the possibilities of that quelle di un intero tessuto produttivo e dei distretti storici market and moved toward it to grant its presence, now it is time to communicate and che hanno garantito il successo di diversi brand e garantispread all our quality levels and “mark the differences”. In a market that is not able to a scono ancora oggi, tra le mille difficoltà, una produzione right discernment inside the western culture, and rich entrepreneurs who believe that di alto livello. l Armani is a French designer, it may necessary to communicate better our products, marking the difference from others, underling our quality, and perhaps most difficult, doing team play. So if until yesterday it was enough to “be present” in the Chinese market, now more than ever, it becomes necessary a careful communication and strengthen the “made in Italy” brand, before and better of the single brands whose needs do not coincide with those of an entire productive and historical districts, that grant the success of different brands and have still granted today, among many difficulties, a high quality manufacturing. l

H6


pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 11.54 Pagina 1

Where next is now! 8 – 11. 1. 2014

Scoprire come l’interior design tessile reinventa se stesso. Incontrare tanti brand rinomati, aziende emergenti e designer come in nessun’altra fiera al mondo. Dare il via alla stagione. Informazioni e prevendita biglietti a tariffa ridotta su heimtextil.messefrankfurt.com info@italy.messefrankfurt.com, Tel. + 39 02-880 77 81


Mariadele Mancini

p 08 appunti mancini_Layout 1 26/07/13 12.20 Pagina 8

HOME Appunti

INTERNAZIONALIZZARE PER RILANCIARE LE IMPRESE

A

lla "Conferenza Rischio Paese", tenutasi nella sede del Sole 24Ore il 28 maggio, si è parlato di Export e della necessità del nostro Paese, vista la stasi dei consumi interni, di puntare sull’esportazione. Il dibattimento si aperto citando quanto affermato dal presidente di Confindustria Giorgio Squinzi: “Per rilanciare il Paese bisogna rilanciare le imprese. Se il mercato domestico è in flessione da 18 mesi, bisogna dare competitività alle nostre imprese. Bisogna internazionalizzare”. Osservando i Paesi cosiddetti emergenti, che ormai dovremmo definire emersi, si fa cenno al Brasile. Dieci anni fa, questo Paese, aveva lo spread a 1000 punti base. Ma in questi ultimi anni, nella mappa globale dei paesi più importanti per produttività e reddito, si è invertito tutto. Eppure continuano a permanere atteggiamenti dominanti da parte delle vecchie potenze economiche. Vere e proprie storture come quella che si evidenzia ad esempio nel voler mantenere invariata la governance del Fondo Monetario Internazionale. Ciò polemicamente premesso, le analisi e gli interventi si focalizzano su quali Paesi siano appetibili per esportare o per investire. Entriamo nel cuore del dibattito con “bisogna valutare il Rischio”... Per farlo è necessario osservare alcuni indicatori cosiddetti fondamentali quali: la stabilità dei governi, il ruolo che giocano le possibili tensioni sociali, la corruzione. Insomma, si suggerisce un approccio prudente e, in seconda battuta, una attenta analisi del mix Prodotto/Paese, ad esempio, in Usa va bene l’agroalimentare, in Cina e India vende il fashion ‘made in Italy’ mentre in Turchia e Russia la meccanica strumentale.TorInternationalizing to boost the companies nando al problema Italia ed Export, osserviamo che le At the conference, held at the headquarters of Il Sole 24Ore on 28 May, they talked about Export nostre aziende marciano a velocità diverse. La maggior and the necessity of our Country, given that the stagnation of domestic consumption, to focus on exparte di esse cerca prestiti alle banche, per pagare tasse o porting. The debate started mentioning what Giorgio Squinzi, President of Confindustria, said: “To per ristrutturare. Raramente per investire in progetti di re-launch the Country we have to re-launch the companies. If the domestic market has been in demarketing, per agganciare strutture dedite al sostegno crease for 18 months, we have to give the competitiveness of our companies. We have to internatioall’export, o per cercare di creare partecipate all’estero. nalize”. Looking at the so-called emerging Countries, that now we should define emerged, we menLe Banche debbono lavorare a fianco delle aziende, cretion Brazil. Ten years ago, this Country, had the spread to 1000 basis points. But in these last years, in ando strutture organizzate a sostegno delle imprese espor- the global map of the most important countries for productivity and income, everything was revertarici. Sono entrambe sulla stessa barca.Continuando a sed. But some dominant attitudes go on to remain by some old economic powers. Real distortions parlare di aziende italiane è stato ribadito che esiste anche like the one that wants to keep unvaried the governance of the International Monetary Fund. un problema culturale. Anche quando una ditta è piccola This controversially said, the analysis and the interventions focus on which Countries are attractive to deve sforzarsi di avere una mentalità manageriale. Deve export or invest. We can enter in the heart of the debate with “we need to assess the Risk”… attivarsi con ogni mezzo per relazionarsi con altre, anche To do this it is necessary to observe some so-called fundamental indicators such as: the stability of simili, mettere insieme risorse e strutture e incentivare governments, the role of possible social tensions, corruption. obiettivi collettivi. In questo modo l’emergenza, se non è In short, we suggest a cautious approach and, secondly, a careful analysis of the mix Product/Counevitabile, può diventare per lo meno gestibile. try, for example, in the United States is fine the food, in China and India is sold “made in Italy” faInfine, a proposito di incentivi... che dire? Si debbono shion, while in Turkey and in Russia the mechanical engineering. dare per salvare le aziende? La risposta è ‘con cautela’. Far Coming back to the matter Italy and Export, we can see that our companies go at different speeds. in modo che servano per incentivare le assunzioni o per Most of them are looking for loans to banks, to pay taxes or to restructure. Rarely to invest in markeaiutare investimenti all’estero, ma attivando controlli seting projects, to catch structures to support the export or to take part abroad. veri per evitare che i soldi spariscano. The Banks must work close to the companies, creating organized structures to support some exporLa Conferenza si è conclusa puntuale, con un excursus tra ted companies. They are both on the same boat. osservazioni e riflessioni, dedicato a tutte le aziende in Going on to talk about the Italian companies it has been confirmed that there is also a cultural proprocinto di affrontare la sfida, ormai non procrastinabile, blem. Also when a company is small it has to have a managerial mentality. It may activate by any medel mercato globale. l ans to relate to others, even similar, to put together resources and facilities and encourage collective goals. In this way the emergency, if it is not avoidable, can become at least manageable. Finally, regard to incentives…what say? Must they been given to save the companies? The answer is “with caution���. They may be used to incentive recruitment or to help foreign investment, but activating strict controls to prevent that money disappears. The Conference ended on time, with an excursus among observations and reflections, dedicated to all the companies on the point of engage the challenge of the global market, now it must not be postponed. l

H8


8ik189$9\jXeX`e9i`XeqX%=fkf[`1Cl`^`:`i`f%Jkpc`jk1GXfcX:`kk\i`f

pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 09.59 Pagina 1

=I<<:FCC<:K@FE KXgg\kf8ek`b% "*0%'*(%/-'((*$/.++*. Y\jXeXdfhl\kk\%Zfd


p 10-19 notiziario_Layout 1 29/07/13 15.18 Pagina 10

HOME News

Plot - Brunner Già omaggiato di un importante riconoscimento, l’Interior Innovation Award 2013, il sistema di sedute modulari Plot, progettato dal giovane studio di design berlinese Osko+Deichmann per Brunner, si aggiudica anche il Red Dot Award 2013 come design di prodotto. Plot è un divano componibile che ridefinisce lo spazio, permette di posizionare gli elementi modulari in modo da ricreare forme diverse e si adatta naturalmente a qualsiasi ambiente, sia esso una zona living, un ufficio, la hall di un albergo o una sala d’attesa. Originariamente il progetto è stato proposto come un sistema di sedute variabili disposte su tre livelli con la possibilità di sviluppare più posti a sedere grazie a un modulo a base quadrata: dal singolo posto al classico doppio posto, dalla soluzione a isola che si estende bene nello spazio della stanza che lo ospita. La nuova versione del

divano ha la parte posteriore alta e i pannelli laterali e può essere equipaggiata con cestelli, tavoli, contenitori per le piante e pannelli a parete funzionali. Plot si distingue anche per la raffinata scelta cromatica, un delicato mix di tonalità ben calibrato tra caldo e freddo. Altrettanto accattivante è il materiale delle sedute: pregiato tessuto in similpelle con effetto metallico combinato con rivestimento in Trevira color antracite a cui si aggiungono i nuovi colori dei tessuti di Kvadrat. l It has already honored an important award, the l’Interior Innovation Award 2013, the system of modular Plot seats, designed by the young Berlin studio of design osko + deichmann for Brunner, also won the Red Dot Award 2013 as design product. Plot is a variable sofa that redefines the space, allows the position of the modular elements to create different shapes and of course it adapts to any environments, in a living area, office, hall

of hotels or waiting rooms. Originally the project was proposed as a variable seating system at three levels, with the possibility to develop more seats thanks to a square base modular: from the single seat to the classic double seat, from the solution of island that extends well into the room that hosts it. The new version of the sofa has an high back and side panels and can be fitted with racks, tables, containers for plants and wall functional panels. Plot is particular also for its refined choice of color, a delicate mix of shades well balanced between hot and cold. Also the material of the seat is very charming: precious imitation leather fabric with metallic effect combined with Trevira covering in anthracite color with the adding of new colors of the fabrics of Kvadrat. www.brunner-group.com

R+T a IdaExpo La Fiera di Stoccarda da tempo collabora con IDA (International Doors Association), attuando promozione e scambi di spazi promozionali. Visto il successo della recente edizione di IdaExpo, la manifestazione annuale dedicata alle chiusure da garage e commerciali, R+T sarà presente attivamente alla prossima edizione a Las Vegas, nel 2014, con uno spazio espositivo. IDA è stata presente alla scorsa edizione di R+T Stoccarda con un proprio stand, e questo esprime il crescente interesse per i prodotti e la tecnologia che arriva dal vecchio continente. lThe Trade Fair in Stuttgart has collaborated for long time with IDA (International Doors Association), making promotion and changes of promotional spaces. Given the success of the recent edition of IdaExpo, the

Jab Anstoetz Jab Anstoetz Carpets ha presentato le nuove collezioni di tappeti dove lana, filati, pelo di capra e sisal si combinano con eleganti e morbidi bordi in Alcantara®. Dedicati a chi cerca una soluzione glam o dal sapore naturale, senza rinunciare alla praticità, i tappeti di Jab Anstoetz sono eleganti e adatti ad arredi in stile o contemporanei, impreziositi dai mille colori e dalla morbidezza di Alcantara®. l Jab Anstoetz Carpets presented the collections of carpets in which wool, yarns, goat hair and sisal combine with elegant and soft borders in Alcantara®. They are dedicated to whom looking for a glam solution or with a natural taste, without sacrificing convenience, Jab Anstoetz’s carpets are elegant and suitable for stylistic or contemporary furnishing, embellished by thousands of colors and the softness of Alcantara. www.jab.de/it

H10

annual event dedicated to the garage doors, R+T will be present during the next edition in Las Vegas , in2014, with an exhibition space. IDA was present during the last edition of R+T Stuttgart with its own stand, and this expresses the increase interest for the products and the technology which come from the old continent. www.doors.org

Museo del Tessile È stata inaugurata il mese scorso, a Leffe (BG) la nuova sede del “Museo del Tessile”. Nato nel 2005 e intitolato a Martinelli Ginetto, uno degli imprenditori di successo della Valgandino, il museo è di proprietà della A.R.T.S. (Associazione Ricerche Tessili Storiche), l’associazione Onlus che lo gestisce. Il nuovo spazio di via Locatelli 29 è un ampio e moderno capannone dove, grazie anche alle molte donazioni, è possibile ripercorrere la storia del macchinario tessile partendo dal tipico telaio medioevale per arrivare a un telaio meccanico a ratiera del 1900, passando attraverso telai con la “navetta volante” e a due telai a mano con jacquard in legno. Molto interessante anche la sezione dedicata alla seta dove, dopo un’accurata pulizia e restauro, si può vedere all’opera un bellissimo torcitoio circolare del diametro di oltre 4 metri. Altre sezioni sono dedicate a torcitoi, macchine per cucire, varie attrezzature come un follone per panni in lana e, oltre a tutto questo, il museo ha recuperato e rimesso a nuovo anche una serie di strumenti di controllo e misure come aspini, bilance di precisione, dinamometri ecc. Aperto sabato e domenica pomeriggio (dalle 14 alle 19), si possono organizzare visite guidate durante la settimana previa prenotazione allo 035/733981 o mandando una mail a info@museodeltessile.it. l It was inaugurated last month, in Leffe (BG) the new location of “Textile Museum”. It is dedicated to Ginetto Martinelli, one of the successful entrepreneurs of Valgandino, the museum was born in 2005 and is owned by A.R.T.S. (Associazione Ricerche Tessili Storiche), non-profit association that manages it. The new location, at 29, Locatelli Street is a large and modern warehouse where, thanks to many donations, is possible to travel through the history of the textile machinery starting from the typical Medieval loom getting to a mechanic dobby loom of 1900, passing through “flying shuttle” looms and two hand looms with wood jacquard. Very interesting also the section of the silk, where, after a careful cleaning


pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 09.51 Pagina 1

APE TEX APETEX

A UTOTEX AUTOTEX

NEST NEST

CAR TEX CARTEX

FFAIPLEX AIPLEX

OUILLONNÈ PACCHETTO e B PACCHETTO BOUILLONNÈ

GLA SS GLASS

BRE CTEX BRECTEX

LIBERATEX LIBERATEX

ZIGZAG ZIG-ZAG

PLATEX PLATEX

ROMBOTEX ROMBOTEX

SEVENPLEX

TRIPLEX

ONDATEX ONDATEX

Model Modella la le tue ttende ende

Filmar srl – Strada Leinì, 22 – 10072 Casel le Torinese (TO) – Italy – tel +39 011.99.61. 080 – fax +39 011.99.14 .271

www.filmar.ne t - email: in f o@filmar.ne t


p 10-19 notiziario_Layout 1 29/07/13 15.18 Pagina 12

HOME News

and restoration, it is possible to see working a beautiful circular spinning machine with a diameter of more than 4 meters. Other sections are dedicated to spinning machines, sewing machines, some tools such as a fulling mill for the wool, and in addition to this, the museum has recovered and restored a series of tools of control and measures such as driven wrap reels, precision scales, dynamometers ect. It is opened on Saturday and Sunday afternoon (14,00/19,00), it is possible to organize guided tours during the week prior booking at 035/733981 or sending an email to info@museodeltessile.it  www.museodeltessile.it

MACCHINE TESSILI Nel secondo trimestre 2013 l’indice degli ordini di macchine tessili, elaborato dall’ufficio studi ACIMIT, appare in crescita rispetto al medesimo periodo 2012 (+12%). L’indice assoluto è pari a 92,2 punti (base 2010=100). Il dato è la risultante di una raccolta in crescita all’estero (+14%) e di una sostanziale stabilità sul mercato domestico (-1%). Rispetto al trimestre immediatamente precedente, invece, l’indice appare in netto miglioramento

sia all’interno che all’estero. “Il dato complessivo, conferma Raffaella Carabelli, Presidente di ACIMIT, mostra un miglioramento rispetto al precedente trimestre. Le aziende italiane all’estero sembrano trovare condizioni maggiormente favorevoli in questa parte dell’anno. In Turchia, India, Germania e Stati Uniti riscontriamo una crescita delle vendite italiane. Ma anche mercati secondari, quali Pakistan, Bangladesh e Messico, stanno dando soddisfazioni ai nostri costruttori. Attendiamo invece che riparta il mercato cinese”. Le recenti missioni esplorative di ACIMIT in Myanmar, Mongolia ed Etiopia hanno confermato opportunità di business da cogliere, anche in mercati che attualmente non sono ancora affermati. “Ci attendiamo, prosegue Carabelli, che anche il mercato interno possa trovare vigore. Le produzioni tessili italiane sono di alto livello. Le recenti acquisizioni di grandi nomi della moda italiana, da parte di imprese estere, dimostrano l’eccellenza italiana di tutta la filiera. Il recente provvedimento di agevolazione degli investimenti in beni strumentali sul modello della legge Sabatini inserito nel Decreto del Fare, conclude Carabelli, potrà costituire un fattore propulsivo per il rinnovo del parco macchine anche nel nostro settore”. l In the second quarter of 2013, the index of the orders of textile machines, elaborated by the Research Office ACIMIT, appears in growth compared to the same period of 2012 (+12%). The absolute index is equal to 92.2 points (base 2010=100). The datum is the result of an increase abroad (+14%) and a substantial stability in the domestic market (-1%). Instead, comparing to the immediately preceding quarter, the index appears in marked improvement both abroad and domestic. “The total datum, confirms Raffaella

Macchine tessili italiane - indice ordini a valori costanti (base 2010 =100)*

*A partire dal mese di marzo 2013 l'Istituto Nazionale di Statistica ha avviato la pubblicazione delle nuove serie degli indicatori dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali, con base di riferimento 2010, che sostituiscono le precedenti in base 2005. Con la nuova base 2010, anche l’indice degli ordini di macchine tessili è stato ricostruito dal 2010.

Carabelli, President of ACIMIT, shows an improvement compared to the previous quarter. The Italian companies seem to find more favorable conditions abroad in this part of the year. In Turkey, India, German and the United States we observe an Italian sales growth. But also secondary markets, such as Pakistan, Bangladesh and Mexico, are giving satisfactions to our manufacturers. We are waiting for a recovery of the Chinese market”. The recent exploratory missions of ACIMIT in Myanmar, Mongolia and Ethiopia have confirmed some business opportunities to catch, also in markets that have not been currently established yet. “We are expecting, continues Carabelli, that also the domestic market can find energy. The Italian textile manufacturing are at high level. The

recent acquisitions of big name of the Italian fashion industry, by foreign companies, showing the Italian excellence of all the chain. The recent decision of facilitating investment in capital goods on the model of Sabatini Law Decree, concludes Carabelli, will be a driving force for the renewal of the rolling stock of our sector”.

Per l’inserimento in questa Rubrica scrivere a:

HOME redazione@edinterni.it

Casa Valentina Casa Valentina, marchio apprezzato in tutto il mondo per i suoi complementi d’arredo quali sistemi per tende, rulli e esclusive tende e tendaggi, parteciperà alla prossima edizione di Made Expo con una serie di nuovi prodotti. Tra questi segnaliamo l’elegante Perseo (nella foto), un profilo in alluminio disponibile in finitura lucida o satinata, abbinato a similpelle di vari colori e texture. Poi il profilo Orione Angolo, sempre in alluminio con finitura lucida o opaca, abbinato a legno e caratterizzato da uno speciale sistema ad angolo. Infine Ascia, un cavo in acciaio, con terminali disponibili in ottone lucido verniciato, cromo e nikel opaco, abbinati a un decoro in plexiglas a forma di mezzaluna di vari colori. l Casa Valentina, a brand appreciated throughout the world for its furnishing complements such as systems for curtains, roller and exclusive curtains, will attend the next edition of Made Expo with a series of new products. We mention the elegant Perseo (photo), support in aluminium available in polished or satin finish, matched with imitation leather in different colors and textures. Then there is Orione Angolo support , always in aluminium with polished or satin finish, matched with wood and characterized by a special corner system. Finally Ascia, a steel rod, with finials in polished brass, chrome and nickel satin, matching with a Perspex half-moon pattern in different colors. www.casavalentina.it

H12


pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 09.52 Pagina 1


p 10-19 notiziario_Layout 1 29/07/13 15.19 Pagina 14

Ph. Tania Feghali

HOME News

Fortuny A Parigi Fortuny è una istituzione. Oggi, l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi ospita all’interno dei propri locali i tessuti del prestigioso marchio. La collaborazione con Fortuny nasce da Rinnovare è un’impresa, progetto di rinnovo dell’Hôtel de Galliffet -sede dell’Istituto - che vede coinvolte eccellenze italiane come Zanotta, Bitossi Home, Lema, Viabizzuno -per citarne solo alcune- nella riqualificazione dei locali dell’istituzione che porta nel mondo la cultura italiana. Un’operazione di interior design che conserva il passato, esaltandolo e introducendo nuovi elementi di decoro che rendono uno degli Hotel particulier più belli di Parigi ancora più suggestivo. Così, il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Parigi Marina Valensise ha scelto i tessuti Orsini di Fortuny per il rivestimento delle ottantotto sedute della Sala degli Specchi e Malmaison per

gli imbottiti dello studiolo che fu di Talleyrand. Per rendere omaggio alla cultura italiana nel mondo, che è anche unione di antiche tradizioni e industria, Fortuny ha donato i tessuti che furono disegno di Mariano Fortuny e che ancora oggi sono prodotti nell’isola veneziana della Giudecca con le tecniche e con gli stessi macchinari costruiti dal grande Maestro. l Fortuny is a reference in Paris. Today, the Italian Institute of Culture houses inside its rooms in Paris the fabrics of the prestigious brand. The collaboration with Fortuny was born by Rinnovare that is a company, with a project of renewal the Hôtel de Galliffet location of the Institute - which involves some Italian excellences such as Zanotta, Bitossi Home, Lema, Viabizzuno - just to name few ones - for the requalification of the rooms of the institute which brings into the world the Italian culture. An interior design work that preserves the past, exalting and introducing new decorative elements that make it one of the most beautiful particular hotel in Paris even more enchanting. So, the Director of the Italian Institute of Culture in Paris, Marina Valensise, chose Orsini’s fabrics of Fortuny for the covering of the eighty-eight seats of the Hall of Mirrors and Malmaison and for the upholstery of the studio belonged to Talleyrand. To pay homage to Italian culture in the world, which is also the join of ancient tradition and industry, Fortuny gave the fabrics whose design was of Mariano Fortuny and that also today they have been manufacturing on the Venetian island of Giudecca with the same techniques and machines produced by the great Master.

Cotton Council International Si è conclusa un’altra stagione di attività di Cotton Council International dedicata a tutti i protagonisti della filiera del cotone. Grazie agli incontri internazionali di Dubai e Panama CCI ha raggiunto le aree di sourcing ritenute più interessanti dagli operatori. Durante la Supply Chain Marketing Conference, tenutasi a Dubai in giugno, i numeri sono stati davvero importanti: 1.370 i meeting organizzati, per un totale di 54 aziende partecipanti. I tre giorni a Dubai sono stati l’occasione per concentrare l’attenzione su prodotti come il denim, i tessuti a navetta e la maglieria. Tra i buyer partecipanti sono intervenuti i rappresentanti di rinomati marchi di moda, tra cui per l’Italia Geox, Incanto e Teddy, oltre a numerose altre aziende di profilo internazionale. L’obiettivo di CCI con il programma di Supply Chain Marketing è quello di riunire buyer di abbigliamento e biancheria per la casa con produttori in grado di fornire prodotti realizzati in cotone americano che soddisfano le loro esigenze specifiche per quantità, qualità e prezzo. l It ended another season of activity of Cotton Council International dedicated to all the players of the cotton chain. Thanks to the international meetings of Dubai and Panama CCI reached the most important sourcing areas by many operators. During the Supply Chain Marketing Conference, held in Dubai in June, the numbers were really important: 1,370 organized meetings, with 54 attended companies. During the three days in Dubai, they focused on products such as the denim, shuttle fabric and knitwear. Among the attended buyers

were representatives of very famous fashion brands, among which for Italy Geox, Incanto and Teddy, as well as many other international companies. The goal of CCI with the Supply Chain Marketing’s program, is to bring together clothing and household linen buyers with manufacturers able to supply products made in cotton US and meet their specific needs for quality, quantity and price. www.cottonusa.it www.scopricottonusa.it

Rubelli In occasione della 55° Biennale d’Arte di Venezia, Rubelli ha accolto nelle stanze di Palazzo Corner Spinelli a Venezia il progetto Acqua Alta, dei designer Giorgia Zanellato e Daniele Bortotto. Acqua Alta nasce dall’idea di valorizzare un patrimonio storico e culturale ineguagliabile: la città di Venezia, con il suo patrimonio di arte e di artigianalità. Forti tradizioni contraddistinguono questa città, per molto tempo centro di scambi e commerci con il resto del mondo. Tra queste, l’arte tessile con i suoi manufatti preziosi ed elaborati. A questa si affiancano la lavorazione del vetro a Murano e il commercio di spezie ed essenze, preziosi passe-partout per gli scambi che animavano il Mediterraneo. Da qui nasce la prima collezione “Acqua Alta”, che comprende una serie di tessuti, un diffusore e una lampada da tavolo, un tappeto e alcune fragranze. Ciascuna di queste creazioni è il frutto di un’attenta osservazione dei diversi effetti

The Cotton Museum of Cairo Il volume è un omaggio al cotone, “l’oro bianco” d’Egitto, e allo storico museo della capitale a esso dedicato. Il libro è edito e promosso da Filmar, azienda italiana che produce e commercializza filati in cotone di alta gamma, ovviamente di provenienza egiziana. Il libro ripercorre, attraverso un reportage fotografico del museo, le tappe della storia e della produzione del cotone. Tradotto in tre lingue, italiano inglese e arabo, si propone d’essere uno strumento di divulgazione della cultura del cotone in Italia, in Egitto e nel mondo. I libro è stato presentato al Cairo ad inizio giugno e poi in Italia, in luglio, durante Pitti Filati a Firenze. “Volevamo produrre un libro che fosse interessante, bello da vedere e che invitasse alla lettura un pubblico più ampio dei meri specialisti” ha affermato Marco Marzoli, Amministratore delegato Filmar Spa, durante la presentazione del libro nella capitale egiziana. Chi fosse interessato a una copia della pubblicazione, può contattare Filmar attraverso il sito web. I contenuti del libro sono pubblicati anche sul sito del museo, valorizzando così l’importante lavoro che ha impegnato la Filmar e gli autori. l The book is a tribute to the cotton, “the white gold” of Egypt, and to the historical museum of the capital dedicated to it. The book is published and promoted by Filmar, an Italian company that manufactures and markets high quality cotton, of course coming from Egypt. The book goes back over the stages of the history and the production of the cotton, through a photographic reportage of the museum. It is translated in three languages, Italian, English and Arabic, it would like to be an instrument of divulgation of the cotton’s culture in Italy, Egypt and around the world. The book was presented in Cairo in early June and then in Italy during Pitti Filati in Florence in July. “We wanted to produce an interesting book, beautiful to watch and inviting to read by a wider public than the mere specialists” said Marco Marzoli, Managing Director Filmar Spa, during the presentation of the book in the Egyptian capital. For those who are interested for one copy of the publication, can contact Filmar through the website. The contents of the book are also published on the website of the museum, so enhancing the important work that was involved Filmar and the authors.v www.thecottonmuseum.com/it - www.filmar.it

H14


pagina 235x310_Layout 1 24/07/13 23.45 Pagina 1


p 10-19 notiziario_Layout 1 29/07/13 15.19 Pagina 16

HOME News

to upholstery and covering of furnishing elements that catches the most different combinations of colors and textures that characterize the lagoon. www.rubelli.com

Espace Textile

provocati proprio da quel particolare fenomeno che è l’alta marea. Come nei tessuti, nati e sviluppati in collaborazione con Rubelli, che richiamano i colori e le texture che con il tempo si sono andate a creare sugli intonaci e i marmi dei muri veneziani, a seguito dell’azione erosiva delle correnti e della salsedine. Nasce così una serie di tessuti declinabili in diversi usi, da tendaggi, a tappezzerie a rivestimenti di elementi d’arredo che cattura le combinazioni più diverse di gradazioni di colori e texture che caratterizzano la lagunare. l During the 55th Venice Art Biennale, Rubelli hosted the Acqua Alta project in the wonderful Palazzo Corner Spinelli in Venice, of disegners Giorgia Zanello and Daniele Bortotto. Acqua Alta is a project that was conceived from the desire to give greater value to a cultural and historical heritage that is incomparable: the city of Venice, with its art heritage and craftsmanship. Important traditions distinguish this city which for centuries has been a center of trade and commerce with the rest of the world. Amongst these, textile art with its precious fabrics to glass- blowing in Murano, from essences and spices , precious passe-partout for exchanges within the Mediterranean. These reflections have become the inspiration for the first “Acqua Alta” collection that includes a series of precious fabrics, a lamp, a carpet and some fragrances. Each of these objects is the consequence of the careful observation of different effects provoked by this particular and natural phenomenon which is the high tide. Such as in the fabrics, born and developed in collaboration with Rubelli, that recall the colors and the textures that by the time they are created on the plasters and marbles of the Venetian walls, due to the erosive action of the currents and salt. So it was born a series of fabrics that can be used in different ways, from curtains,

H16

Torna a settembre l’appuntamento italiano dei tessuti d’abbigliamento Moda In/Milano Unica al quale parteciperanno 10 società francesi riunite nella collettiva The Best of French Textiles, organizzata da Espace Textile, con il supporto della Regione RhôneAlpes. Le società si presenteranno con collezioni per l’autunno/inverno 2014 che si declinano su 4 temi, quattro stili diversi che riflettono il gusto e la diversità della donna di oggi, tra classicismo ed estro, con colori e materie che richiamano la natura. Il primo tema sceglie tessuti eleganti dalle tonalità classiche (bordeaux, viola, blu marinoviola con tocchi di fucsia acceso e di ambra dorata), ma arricchiti con tocchi scintillanti ispirati ai motivi ornamentali dei tessuti d’arredamento. Sono privilegiati i materiali nobili come il raso e la seta. Il secondo tema si rivolge a una donna concretamente sobria e delicata con basi di crêpe, mussola, veli di seta opaca, popeline di cotone e lyocell… e colori tenui: rosa, di blu cielo, di bruni seppia e di blu inchiostro. Più decise coloro che scelgono capi in tessuto ispirati al terzo tema dei miti eroici contemporanei. I colori si rifanno alle tonalità della Terra del Fuoco, i materiali sono forti e voluminosi e riproducono l’effetto carapace, il cuoio, i motivi in rilievo con consistenze compatte ma morbide e i tessuti elasticizzati. Ritorna anche l’effetto trapuntato, e le sinuosità goffrate così come gli ornamenti metallici e le tinte metallizzate che uniscono rame e stagno.  Infine per affrontare i freddi dell’inverno, la quarta tendenza declina i colori dei paesaggi eterni della banchisa (blu, grigio ghiaccio, blu marino con pennellate di turchese e di arancio fuoco) su tessuti di tela e taffetà, ghiaccio in seta e poliuretano. I motivi possono variare dai fiori ricoperti di brina, cristalli di neve, jacquard folk o camouflage per uno stile sportivo chic perfetto per le condizioni estreme. l The Italian appointment of clothing fabrics Moda In/Milano Unica comes back in nSeptember with the attendance of 10 French companies in the collective The Best of French Textiles, organized by Espace Textile, and the support of the

Rhône-Alpes. The companies will present with autumn/winter 2014 collections with 4 themes, four different styles that reflect the taste and diversity of today’s woman, between classicism and creativity, with colors and materials that recall the nature. The first theme chooses elegant fabrics with classic colors (burgundy, purple, navy blue-violet with touches of bright fuchsia and golden amber), but enriched with sparkling touches inspired by the decorative patterns of the furnishing fabrics. The fined materials are privileged such as satins and silk. The second theme is for a sober and delicate women with bases of crêpe, muslin, veils in matt silk, poplin in cotton and lyocell…with soft colors: pink, blue, sepia and blue ink. More determinate those who choose the clothing inspired by the third theme with the heroic contemporary myths. The colors recall the shades of the Earth and the Fire, the materials are strong, and bulky reproducing the carapace effect, the leathers, embossed patterns with compact textures but soft and elastic fabric. There is also a revival of the quilting effect, and the embossed winding such as the metallic ornaments and the metallic colors that link copper and tin. Finally, to face the cold winter, there is the fourth trend with the colors of the endless landscape of the sea ice (blue, grey ice, navy blue with strokes of turquoise and orange fire) on linen fabrics and taffeta, silk in ice and polyurethane. The patterns can be different from the flowers covered with frost, snow crystals, folk or camouflage jacquards for a sporty chic look perfect for the extreme conditions. www.espacetextile.com

Enzo Degli Angiuoni Dinamismo, innovazione e creatività sono punti di riferimento di sempre per la Enzo degli Angiuoni Spa che l’hanno portata ad assumere nel tempo un ruolo di primissimo piano nel panorama internazionale della produzione del tessuto per arredamento di alta gamma (nella foto l’allestimento di Villa Bernasconi a Cernobbio).L’azienda si è spostata dal vecchio stabilimento e trasferita nella sede centrale di Garbagnate Monastero, in provincia di Lecco Via Europa 33/39 - tel. 031/3573611. l Dynamism, innovation and creativity are always reference points for Enzo Spa Angiuoni Spa that has taken a leading role in the international production of high quality furnishing fabrics over the time (photo the setting of Villa Bernasconi in Cernobbio). The company has moved from the old factory to its headquarters in Garbagnate Monastero, in Lecco Via Europa 33/39 phone 031/3573611 www.edaspa.com

Laureata in Urbanistica con master in Interior Design offre collaborazione Profilo: Esperienza biennale presso Azienda di promozione e sviluppo di immobili commerciali (area Pianificazione e Sviluppo). Master annuale in Interior Design presso l’Istituto Callegari di Milano. Capacità di collaborare in team di lavoro in modo costruttivo, ottime capacità comunicative ed organizzative, flessibilità. Motivazione e determinazione, maturità, forte spirito di iniziativa/proattività. Conoscenza dei seguenti applicativi informatici: pacchetto MS Office, programmi di posta elettronica, Adobe Illustrator C11, Adobe Acrobat Reader 4.0, Autocad, Archicad, Sketchup. Contatto mail: aleneg03@libero.it Graduated in Urban Planning with a Master in Interior Design offers collaboration Profile: experience in a promotional and development of real estate company (Planning and Development area) for two years. Annual Master in Interior Design at Callegari Institute of Milan. Ability to collaborate in a working team in a constructive way, excellent communication and organizational skills, flexibility. Motivation and determination, maturity, strong sense of initiative/proactive. Knowledge of the following computer applications: MS office, e-mail programs, C11 Adobe Illustrator, Adobe Acrobat Reader 4.0, Autocad, Archicad, Sketchup. Contact email: aleneg03@libero.it


pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 10.27 Pagina 1

THINK GLOBAL. MEET US WORLDWIDE. www.rt-expo.com

R+T è la numero 1 al mondo, punto d’incontro e vetrina più significativa per l’intero settore, nonché piattaforma dell’innovazione. Le fiere affiliate si sono già affermate con successo a Mosca, Shanghai e Istanbul, dove operatori di settore, provenienti da tutto il mondo, si incontrano per instaurare nuove collaborazioni ed avviare rapporti d’affari, il tutto secondo il motto di R+T: Think global – meet us worldwide.


p 10-19 notiziario_Layout 1 29/07/13 15.19 Pagina 18

HOME News

A special appointment to celebrate the first flagship store Frette At Home inaugurated on 13 June at 24, Corso Vercelli in Milan which promotes an idea of new, contemporary, metropolitan home, expression of a lifestyle opens to contaminations. The design dominates the stage and characterizes the new brand, through emotional unusual itineraries. Every little detail communicates its strong identity, ferrying Frette from its prestigious history of beauty and classicism to “here and now”. A turning point that does not forget the past, but rather tells the value and capacity for renewal. Frette At Home dresses the home with furniture, objects, accessories, details, colors, materials. It chooses them favoring the play of contamination, free associations… because the originality can meet, without constraints, creating unusual scenes for contemporary living. The experience and the ability of the designer Fernando Mosca give identity to the exhibiting space, together with the designer director of Frette At Home brand, Vincenzo Dascanio, give a look of impeccable style of the home world. The interior of this innovative concept store, offers the elements of the city and its architectures: the walls seem to reflect the facades; the horizontal lines, made by displays, modulate the space and suggest the idea of accessibility to the product; a play between curiosity and interactivity. Objects become protagonists, create a special relationship with the public. It is on two floors, all the space of Corso Vercelli, plays on transparency, lightness and on a moderate and elegant design. The stairs of connection, in crystal, cancel its structural value, offering to Frette At Home collections the role of protagonists on the stage. As well as the shopping experience - at Frette At Home - has

l

Frette At Home Il 13 Giugno scorso ha inaugurato il primo flagship store Frette At Home in Corso Vercelli 24 a Milano, proponendo un’idea di casa nuova, contemporanea, metropolitana, espressione di uno stile di vita aperto alle contaminazioni. É il design a dominare la scena e a caratterizzare il nuovo brand, attraverso percorsi emozionali inediti. Frette At Home veste la casa con arredi, oggetti, accessori, dettagli, colori, materiali. Li sceglie favorendo il gioco delle associazioni libere perché l’originalità possa incontrarsi, senza vincoli, per creare scenografie inedite per l’abitare contemporaneo. A dare identità allo spazio espositivo l’esperienza e la capacità progettuale di Fernando Mosca che, insieme al direttore creativo del brand Frette At Home, Vincenzo Dascanio, regala uno sguardo di stile sul mondo della casa. L’interno di questo innovativo concept store propone gli elementi della città e delle sue architetture: le pareti sembrano riflettere le facciate; le linee orizzontali costituite dai display modulano lo spazio e suggeriscono l’idea di accessibilità al prodotto; un gioco tra curiosità e

interattività. Oggetti che diventano protagonisti, che instaurano un rapporto speciale con il pubblico. Sviluppato su due piani, l’intero spazio di Corso Vercelli gioca sulla trasparenza, sulla leggerezza e su un design misurato ed elegante. La scala di collegamento, in cristallo, annulla la sua valenza strutturale offrendo alle collezioni Frette At Home il ruolo di attori principali della scena. Così come l’esperienza dello shopping - in Frette At Home - prende direzioni differenti in risposta alle diverse esigenze di lifestyle del consumatore: dal ‘Neoitaliano’ con una propensione spiccata per lo stile classico rivisitato con eleganza ed equilibrio; all’amante del design ‘Ibrido’ orientato a uno stile di vita minimal chic; al consumatore “Smart”, istrionico sperimentatore che ama mescolare colori e alfabeti estetici differenti. A conferma di questa osmosi di stili differenti le collezioni 2013 presenti nel nuovo store Frette At Home: vasi della collezione Cinque Terre; il vassoio-cuscino della serie Postano, la posateria della collezione Vulcano. Elemento comune e imprescindibile l’artigianalità, il bello e il piacere del lusso e dell’unicità secondo l’eleganza tipica della tradizione italiana.

different directions meeting the different needs of lifestyle of the consumer: from “Neoitaliano” with a strong inclination for the classic style revisited with elegance and balance; to the lover of “Hybrid” design so who loves a minimal lifestyle; to the “Smart” consumer, histrionic, experimenter who loves to mix colors and different aesthetic alphabets.To confirm this osmosis of different styles the collections 2013 present in the new store Frette At Home: vases from Cinque Terre collection; the tray-cushion of Positano line, the cutlery of Vulcano collection. Common and essential element is the craftsmanship, the beauty and the pleasure of luxury and uniqueness according to the elegance of Italian tradition. www.frette.com

Alcantara® Alcantara®, ha colto l’opportunità del Salone dell’Auto per presentare ufficialmente al pubblico cinese l’intero mondo di Alcantara, che comprende i campi del fashion, interior design, borse e accessori, automotive e hi-tech. Una delle più peculiari caratteristiche di Alcantara è la versatilità: questo materiale in effetti si presta a un’infinita varietà di possibili utilizzi e personalizzazioni. Gli straordinari risultati raggiunti combinando tecnologia e innovazione, consentono di impreziosire il materiale con sofisticati processi e trattamenti, sempre conservando le sue caratteristiche intrinseche di sensorialità, estetica e funzionalità. Oltre ad essere elegante, morbida ed eclettica, forte e resistente, traspirante, lavabile e con illimitate varianti colore, oggi Alcantara può essere lavorata con una vasta gamma di differenti tecniche, tra cui la goffratura, il taglio al laser, la stampa, la foratura, la laminazione, l’elettroformatura e la

Pelle, ecopelle o pelle eco? - Leather, eco leather or artificial leather? In seguito alla pubblicazione sul numero 2 di Home di un articolo dedicato alla “ecopelle”, abbiamo ricevuto una lettera da parte dell’Unione Nazionale Industria Conciaria, operante dal 1946 a tutela delle aziende del settore conciario, in cui si evidenzia come l’utilizzo del termine Ecopelle associato a materiali sintetici sia fuorviante per i lettori e comunque scorretto dal punto di vista linguistico. In base alle normative vigenti, infatti, il termine ecopelle può essere associato solo a pelli animali lavorate nel rispetto dell’ambiente. Una definizione che trova riscontri anche in paesi come la Gran Bretagna e la Francia, dove Ecoleather e Ecocuir sono associati solo a prodotti in pelle animale conciata al naturale. Crediamo sia corretto, nei confronti delle aziende conciarie e dei nostri lettori, precisare questa definizione, ponendo come attenuante a quanto pubblicato che molto spesso questo termine viene utilizzato in Italia proprio per identificare prodotti sintetici che imitano la pelle e il cuoio (non è pelle, è ecopelle…). Per aumentare il grado di conoscenza di queste tematiche affronteremo sul prossimo numero ancora l’argomento, con nuovi approfondimenti e analisi. l After the publication on the issue number 2 of Home about an article dedicated to “eco-leather”, we have received a letter from the National Union Tanning Industry, it has been working since 1946 to protect the companies of the tanning sector, in which it is underlined how the use of the term eco-leather associated with synthetic materials is misleading to readers and also it is wrong from the point of view of language. In accordance with current regulations, the term eco-leather can be associated only with processed animal skins respecting the environment. A definition that finds confirmation also in countries such as Great Britain and France, where eco-leather and ecocuir are associated only with products in tanned skin animal. We believe it is correct, for the tanneries and our readers, clarifying this definition, placing as a mitigating factor to the published that very often this term is used in Italy for the identification of synthetic products that reproduce the leather (it is not leather is eco-leather…). To increase the level of knowledge of these issues we will face the topic in the next issue, with new examinations and analysis.

H18


p 10-19 notiziario_Layout 1 29/07/13 15.19 Pagina 19

saldatura termica. Alcantara ha coinvolto per questa occasione alcuni dei suoi più prestigiosi partner dei settori del fashion, interior design e automotive. Iniziando dal fashion con la sfilata di Aquilano.Rimondi. La famosa firma italiana sceglie per Alcantara i codici propri dell’abbigliamento maschile, reinterpretandoli con la tipica stampamaschile del tweed. La proposta del duo Aquilano.Rimondi si completa perfettamente in combinazione con le scarpe, gentilmente offerte dal marchio italiano Giuseppe Zanotti. Per l’home decor è stata presentata l’Alcantara Dollhouse, una installazione ideata dal Direttore Creativo Natali D. Le due stanze dell’allestimento mostrano una selezione di pezzi del marchio d’arredamento Ligne Roset, fra cui divani e sedute. l Alcantara®, took the opportunity during the Auto Show to official present to the Chinese public the entire world of Alcantara, which includes fashion, interior design, bags and accessories, automotive and hi-tech. One of the most distinctive characteristics of Alcantara is its versatility: this material can be used in many possible applications and customizations. The extraordinary results achieved by combining technology and innovation, help to enrich the material with sophisticated processes and treatments, always keeping its characteristics of sensory, aesthetic and functionality. Moreover it is elegant, soft and eclectic, strong and durable, breathable and washable and with unlimited colors, today Alcantara can be work with a wide range of different techniques, including embossing, laser cutting, printing, drilling, lamination, electroforming and thermal welding. Alcantara involved for this occasion some of its most prestigious partners in the sector of fashion, interior design and automotive, so the public could test the material and its various possibilities of application. About fashion there was Aquilano.Rimondi’s parade. The famous Italian brand chooses for Alcantara the codes of menswear, reinterpreting them with the typical men printing tweed. The proposal of the duo Aquilano.Raimondi is perfectly combined with the shoes, kindly offered by the Italian brand Giuseppe Zanotti. It was presented Dollhouse by Alcantara for the home décor, an installation designed by the Director Design Natali D. The two rooms of the setting show a selection of pieces of the furnishing brand Ligne Roset, including sofas and seats. www.alcantara.com

R+T a Stoccarda R+T, la Fiera leader mondiale per avvolgibili, porte/portoni e protezione solare promette di battere i suoi record precedenti. Con oltre 40mila metri quadrati di area espositiva e più di 300 espositori, la fiera di Stoccarda è già prenotata per oltre il 50 percento. “Mai prima d’ora si è visto un tale afflusso a quasi due anni dall’inizio della fiera”, racconta Sebastian Schmid, direttore di progetto della R+T. “Numerosi leader di mercato si sono già assicurati il loro posto per il 2015. Si presume che per l’anno del suo anniversario, la R+T di Stoccarda sarà prenotata fino all’ultimo metro quadrato.” La R+T Asia, Fiera leader in Asia per avvolgibili, porte/portoni, finestre e protezione contro il sole, è terminata con successo alla fine di marzo e con la R+T Russia (Mosca, 25 - 27 settembre) e l’esordio della R+T Turkey (Istanbul, 07 - 10 novembre), il programma fieristico di quest’anno ha ancora in serbo due eventi clou. Il risparmio energetico e l’efficienza degli edifici sono due argomenti di scottante attualità che attireranno fortemente l’attenzione degli addetti ai lavori nei prossimi anni.“Ciò vale per tutti i settori della fiera, in particolare, però, per quelli degli avvolgibili e dei sistemi interni di protezione contro il sole e porte/portoni”, afferma Sebastian Schmid. “Inoltre, il collegamento fra efficienza energetica, sostenibilità, design e funzionalità permarrà anche nella seconda edizione della manifestazione “The Art of Planning”, alla quale noi riuniremo miratamente espositori ed architetti.” Nel 2012 l’esordio di “Art of Planning” aveva superato ogni aspettativa. Durante la R+T, sia il congresso sulle facciate “Smart Interfaçades” che le visite guidate degli architetti avevano registrato il tutto esaurito.I sistemi dinamici degli

avvolgibili e della protezione contro il sole sono in grado di arrivare fino al 44 percento di risparmio energetico nel fabbisogno di calore utile - lo dimostra anche uno studio commissionato dall’Associazione industrie tessili tecnici avvolgibili - protezione contro il sole (ITRS). Spiega Stefan Kauter, direttore marketing alla Somfy: “Nelle notti d’inverno, i sistemi di ombreggiamento dotati di moderni timer e sensorica, pertanto completamente indipendenti dalla presenza degli inquilini dell’edificio, riducono palesemente le perdite di calore se includono fra l’avvolgibile e la finestra un cuscino d’aria isolante. A sua volta, in estate riducono l’immissione di calore rendendo così superfluo l’uso dei climatizzatori ad alto consumo elettrico.” l R+T, the leading world trade fair for roller shutters, doors/gates and sun protection, is already promising to break its own records. With over 40,000 square metres of exhibition space and over 300 exhibitors, over 50 percent of the planned exhibition space has already been booked for the trade fair in Stuttgart. “There was never such huge interest almost two years before the trade fair”, reports Sebastian Schmid, R+T Project Manager. “Numerous market leaders have already secured their spot for 2015. We are expecting the R+T anniversary event in Stuttgart will be booked out right down to the last metre.” R+T Asia, the leading Asian trade fair for roller shutters, doors/gates, windows and sun protection, came to a successful close at the end of March. With R+T Russia (Moscow, 25.09. - 27.09.2013) and the première of R+T Turkey (Istanbul, 07.11. 10.11.2013), there are still two trade fair highlights on the agenda this year. Energy saving and building efficiency are two red-hot topics which will probably remain strongly in focus in the next years. “This applies to all exhibition areas of the

trade fair, in particular the areas of roller shutters, internal sun protection systems and doors/gates”, states Sebastian Schmid. “In addition, the combination of energy efficiency, sustainability, design and functionality remain a focus of the second part of the event “The Art of Planning”, at which we specifically bring together exhibitors and architects.” In 2012 the première of “The Art of Planning” exceeded all expectations. Both the facade congress “Smart Interfaçades” and the guided architect tours through R+T were fully booked. Dynamic roller shutters and sun protection systems can save up to 44 percent of energy with the useful heat demand - this is also proven in a study commissioned by the Industrial Association for Technical Textiles, Roller Shutters and Sun Protection (ITRS). Stefan Kauter, Marketing Manager at Somfy, explains: “Shading systems, which are equipped with a modern timer and sensor system and thus are completely independent of the presence of the inhabitant in the building, reduce the loss of heat in winter during the night, by including an insulating air cushion between the roller shutters and window. In the summer they also reduce the heat input and thus make the use of airconditioning systems, which consume a high amount of electricity, superfluous.” www.messe-stuttgart.de/r-t/

I Saloni WorldWide 2013 I Saloni WorldWide Moscow 2013 tornano in scena dal 16 al 19 ottobre al Crocus Expo di Mosca, con i settori Design/Moderno e Classico. La vasta offerta merceologica, che copre tutte le esigenze di ogni ambiente della casa e dell’ufficio, esercita un ruolo chiave nell’attrarre un grande numero di visitatori (41.669 lo scorso anno). A riprova della crescente attenzione verso l’arredo di qualità da parte della Russia e dei Paesi vicini, i visitatori russi al Salone del Mobile di Milano in costante crescita e il dato relativo all’export con l’Italia primo fornitore di mobili del mercato russo.Anche per il 2012 la Russia è stata la quarta destinazione dell’export del macrosistema LegnoArredo italiano dopo Francia, Germania e Regno Unito e continuerà a essere un mercato di enorme interesse anche nei prossimi anni. l ISaloni WorldWide Moscow 2013 comes back at Crocus Expo of Moscow, with the sectors Design/Modern and Classic. The wide range of products, which covers all the needs of every room of the home and office, has a key role in attracting a large number of visitors (41,669 last year). As further proof of the fact that the increasing attention towards the quality furnishing from Russia and nearby Countries, the Russian visitors at Salone del Mobile of Milan are in constant growth and the datum about export with Italy confirming it the first supplier of furniture in the Russian market. Also in 2012, Russia was the fourth destination of the export of the Italian LegnoArredo macro system after France, German and Great Britain and it will go on to be a market of great interest also for the next years. www.cosmit.it

H19


p 20-25 saloni + imbottiti_Layout 1 27/07/13 08.37 Pagina 20

HOME Primo piano

ISALONI: “COME PROMUOVERE LA CREATIVITÀ” CONTINUA IL NOSTRO VIAGGIO RETROSPETTIVO DEDICATO ALL'ULTIMA EDIZIONE DEL SALONE DEL MOBILE. DOPO AVER PARLATO DEI NUMERI DELLA MANIFESTAZIONE SUL NUMERO SCORSO, VEDIAMO ADESSO I SALONI TEMATICI DI EUROLUCE E SALONE UFFICIO. TestoDanilo Morigi

E

Euroluce 2013. Foto: Annalisa Cimmino

uroluce 2013, con i suoi 38mila mq e 479 espositori tra i migliori del settore, si è confermato come punto di riferimento per il mondo della luce, della cultura del progetto e dell’innovazione. Non si è però limitato a offrire uno spazio espositivo in cui affrontare i temi sempre più attuali dell’energia, dell’eco-sostenibilità e del risparmio energetico, ma anche luogo di incontro e di business per eccellenza con gli espositori più qualificati del settore. Collocato strategicamente tra la porta Ovest e la porta Sud, ha occupato i padiglioni 9-11 e 13-15 in fronte al SaloneUfficio; le due biennali sono state disposte una di fronte all’altra per guidare il visitatore in un percorso in cui la luce e lavoro si intrecciano, a testimonianza di come un buon ambiente di lavoro non possa prescindere da una corretta e piacevole illumi-

H20

nazione. Con i suoi quasi 12mila mq tra i padiglioni 22 e 24, il SaloneUfficio si è nuovamente imposto come vetrina incontrastata di mobili e accessori per l’ufficio, dove non è mancata l’apertura verso le novità e il futuro, rappresentate dall’isolamento acustico, la pavimentazione e i rivestimenti, e le tecnologie audio/video per la comunicazione; spaziando cosi dall’arredo alle soluzioni per l’home office e la piacevolezza lavorativa. In continuità con il design dell’ufficio e all’insegna della trasversalità progettuale, SaloneUfficio si è posto come momento di studio dello spazio lavorativo, e proprio in onore a questo Cosmit ha dedicato “Il mondo che abiteremo”, il leitmotiv di questo salone, esposto egregiamente dal contributo dell’architetto Jean Nouvel con il “Progetto: ufficio da abi-


Il Salone Satellite 2013. Foto: Carola Merello

Il Salone Satellite 2013. Foto: Carola Merello

tare”; allestito all’interno del padiglione 24. Il modo migliore per esporre questo progetto, è citare l’autore stesso: “Tra 30 o 40 anni ci stupiremo nel constatare quali condizioni invivibili propongono la maggior parte degli uffici di oggi. Cloni caricaturali, standardizzazione, totalitarismo non potranno mai suggerire il minimo piacere di vivere. E’ questa nozione del piacere di vivere che io vorrei evocare. Abitiamo i luoghi dove lavoriamo tanto quanto abitiamo i nostri appartamenti e ognuno ha il diritto a piccoli piaceri: la regolazione della luce, le inquadrature, le viste, il diritto di esprimersi attraverso i propri mobili o oggetti. […] Vorrei qui presentare un progetto di libertà, provare a opporre alla segregazione urbana e allo zoning altri luoghi per lavorare, non si lavora esclusivamente in ufficio. […] bisognerebbe inventare spazi impregnati di generosità, che accolgano universi e personalizzazioni personali.” “Il successo di questa edizione del Salone del Mobile è un segnale importante per le nostre aziende. Non dobbiamo però abbassare la guardia rispetto al mercato interno, dal quale provengono segnali di preoccupazione che richiedono provvedimenti efficaci in tempi rapidi.” é stato invece il commento di Roberto Snaidero, il presidente di FederlegnoArredo. “Da domani dobbiamo capitalizzare il successo di questa settimana -conclude cosi Claudio Luti, presidente di Cosmitandando nei territori e consolidando i miglior partner con il controllo della distribuzione, per crescere sempre di più sui mercati internazionali e non vanificare parte di questi sforzi.” Quest’anno il SaloneSatellite era dedicato a due realtà oggi più che mai vicine: il design e l’artigianato, entrambe al servizio dell’industria. Il tema è molto attuale e sottolinea una nuova necessità, quella di ridare valore a ciò che sta dietro agli oggetti ed entrare nuovamente in diretta relazione non solo con chi li progetta e li produce, ma anche con colui che li costruisce. “Design e artigianato: insieme per l’industria” è il riflesso di una sensibilità collettiva, portata anche avanti da tanti giovani progettisti e da scuole di design arrivate da tutto il mondo, risponde proprio al bisogno che oggi i giovani sentono: integrare la trazione dell’artigianato cosi preponderante in Italia con le moderne possibilità che sono offerte dalla progettazione e produzione di alta qualità europea. L’artigiano con la sua sapiente manualità ed esperienza, si inserisce nel dialogo che intercorre tra il progettista e l’imprenditore, ravvivando il made in italy. Molte sono infatti le aziende che fanno riferimento al sapere “artigianale” presente nel prototipo finale. Come è ormai tradizione, il SaloneSatellite ha indetto il Salo-

Euroluce 2013. Foto: Annalisa Cimmino

p 20-25 saloni + imbottiti_Layout 1 27/07/13 08.37 Pagina 21

neSatellite Award, concorso legato alle merceologie delle manifestazioni biennali, che per questa edizione sono state Euroluce e SaloneUfficio. Ai partecipanti del SaloneSatellite viene chiesto di presentare in aggiunta ai loro prototipi uno o più progetti attinenti alle merceologie delle due biennali. Si cerca quindi di fare un ulteriore step verso la facilitazione di contatto tra la domanda e l’offerta, tra imprenditori e designer, tra creatività e produzione tramite l’incanalazione della creatività in maniera mirata. I progetti sono stati selezionati da una prestigiosa giuria composta anche quest’anno da personalità di rilievo internazionale nell’ambito del design.

iSaloni: “how to promote creativity” We go on with our journey into the Salone del Mobile. After speaking about the numbers of the exhibition of last edition, we can see the thematic areas of this year: Euroluce and SaloneUfficio. Euroluce 2013, with its 38 thousand square meters and 479 exhibitors among the best of the sector, is yet again acclaimed the benchmark for the lighting, culture and design and innovation world. It has not just become an exhibited space for exploring cuttingedge issues such as energy, eco-sustainability and energy-saving, but also a place for meeting and business interaction with the lighting sector’s high-flying exhibitors. It is strategically placed between Porta Ovest and Porta Sud, located in pavilions 9-11 and 13-15 opposite the SaloneUfficio; the two year exhibitions are placed one opposite the other to guide the visitor along an itinerary where there is the close relationship between the light and workspace, testifying to the fact that good work environments cannot function without appropriate lighting.

H21


p 20-25 saloni + imbottiti_Layout 1 27/07/13 08.37 Pagina 22

Il SaloneUfficio 2013. Foto: Annalisa Cimmino.

l SaloneUfficio 2013. Foto: Annalisa

HOME Primo piano

With its 12 thousand square meters between pavilions 22 and 24, SaloneUfficio remains the undisputed showcase for furniture and accessories for the office, with an openness towards news and future, represented by noise insulation, floorings and covering, audio/video and communication technologies; ranging from furnishings to home office and workspace ideas. Adjacent to the furniture design section to symbolize the crosscutting nature of design, SaloneUfficio also provides an opportunity to reflect on the workspace, and for this Cosmit has dedicated “Future living”, the leitmotif of this event, exhibited in a good way thanks to the contribute of the architect Jean Nouvel with the “Project: office for living”; setting inside pavilion 24. The best way to describe this project is to mention the same author: “In 30 or 40 years we will be stunned to see just how unliveable most of today’s offices were. Grotesque clones, standardization, totalitarianism, without the merest hint of being pleasurable to inhabit. It is this concept of pleasure in office living that I wish to evoke. We spend as much time in places in which we work as we do in our apartments and everyone has a right to small pleasures: light regulation, emplacements, views, the right of expression through furniture and objects. (…) I want to present a project based on freedom in a bid to counter urban segregation and the zoning of other places for work purposes, we do not work only in a office. (…) we would have to invent spaces impregnated with generosity, receptive to each and everybody’s universes and personalization. “The success of this edition of Salone del Mobile is an important signal for our companies. But we must not let our guard down with respect to the domestic market, where come from signs of concern that require effective quickly action.” This was the comment of Roberto Snaidero, President of FederlegnoArredo.

H22

“From tomorrow we have to capitalize on the success of this week - said Claudio Luti , President of Cosmit -going out into the territories and consolidating partnerships with the control of the distribution, in order to bolster our presence on the global markets and prevent any of the effort we have put in thus far going to waste. This year SaloneSatellite was dedicated to two realities today more than ever nearby: design and craftsmanship, both in the service of the industry. The theme is very currently and underlined a new necessity, to restore value to what is behind the objects and enter again in direct relation not only with those who design and produce them, but also with who produces them. “Design and craftsmanship: together for the industry” is the reflection of a collective sensibility, brought on by too many young designers and design schools coming all over the world, responding to their needs that today the young people feel: integrating the traditional craftsmanship, so predominant in Italy, with the modern possibilities, offering by the European high quality design and manufacturing. The craftsman, with its skill and experience, is part of the dialogue between the designer and the entrepreneur, reviving the made in Italy. Many companies refer to the “crafts” knowledge for the final prototype. As in the last editions, SaloneSatellite has hold SaloneSatellite Award, a competition based on the product categories of the biennial trade shows that for this edition were Euroluce and SaloneUfficio. Participants in the SaloneSatellite are asked to present, along with their qualifying prototypes, one or more additional designs belonging to the product categories of the two biennial shows. It is a further step toward facilitating contact between supply and demand, design and business, creativity and the realities of manufacturing through a canalization of the creativity in an aimed way. Also this year, these projects were selected by a jury composed by important international figures of the design. l

Una settimana sovraffollata Nonostante i numeri ampiamente positivi della manifestazione e dei molti eventi che hanno caratterizzato la settimana del design, non può sfuggire che questa sovrabbondanza di eventi, appuntamenti e mostre hanno avuto anche un effetto negativo, generando molta confusione, in alcuni casi un abbassamento della qualità. Sembra quasi che l’imperativo sia diventato “esserci” a qualunque costo e in qualunque modo, e questo ha creato un sistema al limite dell’esplosione, con appuntamenti parsi a volte improvvisati e altri che sono stati “soffocati” da un contorno non all’altezza. Il Fuorisalone è una grande risorsa, sia per la città che il sistema del design, ma forse occorre ripensare la formula a vantaggio della selezione e della capacità di proporre qualcosa di veramente innovativo e coinvolgente.

An overcrowded week Despite the largely positive numbers of the exhibition and the many events that had characterized the design week, there was also a negative effect about this abundance of events, appointments and shows, creating a lot of confusion, in some cases a reduction of quality. It seems that it became the imperative to “be there” at any cost and in any way, and this created a system to the limit of the explosion, with improvised appointments and others which had been “repressed” by a not greatness outline. Fuorisalone is a great resource, both city and the design system, but maybe it is necessary to think again the formula for the benefit of the selection and the ability to offer something really innovative and involving.


p 20-25 saloni + imbottiti_Layout 1 27/07/13 08.37 Pagina 23

HOME Primo piano

GLI IMBOTTITI AL SALONE PROSEGUE IL NOSTRO VIAGGIO TRA LE NOVITÀ DELL’ULTIMO SALONE DEL MOBILE DI MILANO CON UNA RASSEGNA DI IMBOTTITI: PRODOTTI NUOVI, RICHIAMI RETRÒ E RIEDIZIONI DI PRODOTTI DEI GRANDI MAESTRI CHE NON PERDONO MAI DI FASCINO

P

er l’area living Poliform ha recentemente ampliato la sua offerta con una varietà di proposte all’insegna della versatilità. Forme morbide e comfort avvolgente, grazie alla doppia cuscinatura, associate alla leggerezza dei braccioli sottili, contraddistinguono l’estetica di Bristol di Jean-Marie Massaud per Poliform. Un divano che si declina in soluzioni compositive di forte originalità. Per la massima comodità di seduta i cuscini sono realizzati in poliuretano flessibile a quote differenziate, con parti in piuma e cotone. La seduta e lo schienale delle sedute della collezione Pillow di Accademia, disegnata da Paolo Martinig, sono costituiti da morbidi e confortevoli cuscini, che conferiscono un tono giovane e originale. Della gamma fanno parte una sedia, una lounge e uno sgabello. A dare un tono frizzante alle sedute, oltre alla struttura in legno di faggio in svariate finiture, provvede la vasta gamma di colori dei rivestimenti, rigorosamente sfoderabili, in tessuto, pelle o ecopelle. La collezione Tina di Miniforms, disegnata da Zaven, comprende sedia, poltroncina, panchetta, tavolo e libreria, tutti ispirati alle forme delle stecche delle tinozze. Il filo conduttore di tutta la collezione si trasforma così in schienale per la sedia, montante per la libreria e gambe per il tavolo. Nella panchetta e nelle sedie, con gambe in rovere, faggio o noce, la seduta può essere rivestita in pelle, ecopelle o tessuto. Il progetto Tempo di Natuzzi è caratterizzato da forme leggere, i moduli che compongono le sedute sono sospesi da terra grazie alla sottile base a slitta, un segno che si ritrova anche nei tavolini; un grande lavoro è dedicato al dettaglio tra cui spiccano le cuciture a vista, che esprimono l’eccezionale artigianalità del prodotto. I moduli consentono di creare composizioni lineari, angolari e a penisola. Agli imbottiti si aggiungono una lampada, un tappeto e alcuni coffee table di diverse forme e dimensioni che possono intersecarsi tra di loro per creare situazioni uniche e perfettamente integrate con il design del divano. Tempo è realizzato con materiali di altissima qualità tra

Miniforms, Tina

Poliform, Bristol

cui le morbidissime pelli Natuzzi utilizzate per il rivestimento esterno, la piuma d’oca per l’imbottitura dei cuscini di spalliera e i poliuretani ad alta resilienza per i cuscini di seduta, un mix che permette di raggiungere un alto grado di comfort. La Cividina, azienda udinese che progetta e produce imbottiti di design per il contract, al Salone ha reso omaggio al designer francese Pierre Paulin con una fedelissima riedizione del suo divano Osaka, disegnato nel 1967, prototipato da Mobilier National e scelto per l’Esposizione Universale di Osaka del 1970, come prodotto rappresentativo della Repubblica francese. Un prodotto iconico, che riprende quelle linee curve che hanno caratterizzato alcuni dei migliori imbottiti di quel decennio. Passoni Nature, nuovo brand, produce esclusivamente con imbottiture a base di erbe officinali e soia. Sedie e divani. Al Salone, Passoni Nature presenta divano Hamper design Arturo Montanelli ed Ezio Riva. Legno massello e imbottitura con erbe officinali e soia, rivestimento in tessuto con fibre naturali. Linee essenziali e nordiche caratterizzano il sistema di sedute Ingrid firmato da Marconato&Zappa per Contempo, che riesce a coniugare essenzialità e comfort. L’ampia seduta garantisce il massimo comfort, lo schienale dalle linee avvolgenti si ammorbidisce grazie alla confortevole

Natuzzi, Tempo

H23


p 20-25 saloni + imbottiti_Layout 1 27/07/13 08.37 Pagina 24

HOME Primo piano

Futura, Kali

imbottitura che rende la poltroncina particolarmente accogliente”. Un design minimale, ma allo stesso tempo ricercato, dà vita a sedute che si inseriscono in maniera decisa, ma discreta, in tutti gli ambienti, non solo domestici. Disponibile in vari colori, finiture e rivestimenti in linea con il mood autenticamente sartoriale di tutti i prodotti Contempo. Chiari riferimenti alla tradizione per la poltrona Denny di Minotti, disegnata da Rodolfo Dordoni, le cui linee flessuose e proporzioni misurate sono rivisitate in chiave contemporanea, in perfetto equilibrio tra design e classicità. Se le forme riportano ad uno stile retrò ricco di fascino, i piedini sono un elogio alla tecnologia contemporanea. Una progettazione sofisticata, le proporzioni studiate, il disegno delle raggiature, tutto concorre a fare del piedino di Denny, realizzato in alluminio pressofuso color peltro, un dettaglio elegante e ricercato che aggiunge valore al prodotto. Grazie alle loro proporzioni contenute, le poltrone possono inoltre essere utilizzate per risolvere con eleganza aree comuni quali lounges o sale d’aspetto. La serie Denny comprende anche diversi pouf di forma tonda e ovale, disponibili anche nella versione con ruote. La linea di demarcazione tra la base imbottita e il sovrastante cuscino è resa più evidente da una cucitura che mostra l’expertise sartoriale della produzione. Per finire una riedizione di Meritalia che conserva immutata la carica di innovazione di quando nel 1957 fu creata, per sperimentare nuovi materiali per l’arredamento, da Achille e Pier Giacomo Castiglioni e subito esposta alla mostra “Colori e forme della casa di oggi” a Villa Olmo a Como. La poltrona Cubo era inizialmente realizzata utilizzando parallelepipedi di gommapiuma cellulare con settori a differente resistenza meccanica. Con il peso del corpo, la seduta cedeva abbassandosi e permettendo quindi alle braccia di posizio-

Contempo, Ingrid

H24

narsi comodamente sui braccioli, sorprendendo l’utilizzatore. Con questa poltrona i Castiglioni hanno sviluppato un nuovo concetto di seduta dove la forma si manifesta esclusivamente nel momento dell’utilizzo, come ha scritto Sergio Polano nel libro su Achille Castiglioni, “la forma non è a priori, ma si evince tramite un’azione “ il sedersi. Forma e volumi sono rimasti uguali, solo i materiali e le tecnologie produttive sono stati rinnovati, per rendere i prodotti più fruibili dagli attuali contesti abitativi. Disegnata da Studio Santantonio per Futura, Kalì è un’inedita poltrona relax trasformabile, ideale per gli spazi abitativi residenziali e contract, ma anche per l’outdoor. La versatilità è il concetto che ha dato forma a questa seduta, disponibile nella versione trapuntata oppure con rivestimento liscio. Dalle dimensioni ridotte, è facilmente trasformabile con pochi facili movimenti. Da poltroncina girevole regolabile in altezza, può diventare chaise longue oppure letto. Esistono numerose varianti: con testa estensibile o fissa, con o senza braccioli. l

The upholstery at Salone For the living area Poliform has recently expanded its offer with a range of proposals following the versatility. Soft, comfortable and charming articles, thanks to the double cushions, link to the lightness of the thin armrests, all this characterizes the aesthetic of Bristol by Jean-Marie-Massaud for Poliform. A sofa with many composed solutions of great originality. The cushions are made in flexible polyurethane of different densities, with parts in down and cotton for the top comfort of seat. The seat and the backrest of the seats of Pillow collection by Accademia, designed by Paolo Martinig is made by soft and comfortable cushions, which give a young and original tone. The range includes a chair, a lounge and a stool. For giving an effervescent seats, in addition to the structure in beech wood in various finishes, provides a wide range of upholstery colors, completely removable , in fabric, leather and synthetic leather. The collection Tina of Miniforms, designed by Zaven, includes chair, little armchair, bench, table and bookcase, everything is inspired by the slats of buckets. The leitmotif of the entire collection, thus becomes the backrest for the chair, the strut for the bookcase and the legs to the table. In the bench and in the chairs, with legs in oak, beech or walnut, the seat can be covered in leather, synthetic leather or fabric. Tempo project by Natuzzi is characterized by light forms, the mo-

Passoni Nature, Hamper


p 20-25 saloni + imbottiti_Layout 1 27/07/13 08.37 Pagina 25

dules that make up the seats are suspended off the ground thanks to the thin slide base, a sign that is also in the little tables: a great work dedicated to the detail with stitching which express the exceptional craftsmanship of the product. The modules allow to create linear, corner and peninsula compositions. With the upholstery there is also a lamp, a carpet and some coffee tables of different shapes and sizes which can intersect each other and create unique situations perfectly integrated with the design of the sofa. Tempo is made with the highest quality materials including the extra soft Natuzzi leather used for outdoor covering, the down goose for the padding of the backrest cushions, and the high resilience polyurethane for the seat cushions, a mix that allow to reach a high level of comfort. Cividina, company of Udine that designs and produces design and contract upholstery, tribute to the French designer Pierre Paulin at the Salone with a faithful re-release of his Osaka sofa, designed in 1967, prototyped by Mobilier National and chose for the Universal Exhibition of Osaka in 1970, as a representative French product. An iconic product, which has some of the round lines which characterized some of the best upholstery of that decade. Passioni Nature, a new brand that produces exclusively padding with herbs and soy. Chairs and sofas, At Salone, Passioni Nature presented Hamper sofa, designed by Arturo Montanelli and Ezio Riva. Solid wood and padding with herbs and soy, covering in fabric with natural fiber. Clean and Nordic lines for the seat Ingrid system designed by Marconato&Zappa for Contempo, which can link minimalism and comfort. The wide seat ensures top comfort, the backrest with charming lines softens thanks to the comfortable padding which makes the seat very comfortable. A minimal design, but at the same time very refined, makes chairs that fit in a decisive way, but discrete, all the environments, not only at home. It is available in different colors, finished and coverings in line with the authentically tailoring mood of all the products by Contempo. There are clear references to the tradition for Denny armchair by Minotti, designed by Rodolfo Dordoni, with sinuous lines and measured proportions are revisited in a contemporary key, in a perfect balance between design and classicism. If the shape reminds the retro style full of charm, the legs are a tribute to the contemporary technology. A sophisticated design, with studied proportions, the pattern of the ray, so everything makes the foot of Denny, made in die-cast aluminium, pewter color, an elegant and refined detail which adds value to the product. Thanks to their smaller footprint, the sofas can also be used to elegantly furnish public spaces like

Meritalia, Cubo

La Civ idina, Osaka

lounges or waiting room. The Denny series also includes several pouf in round and oval shapes, available also on castors. The dividing line between the padding base and the cushion is underlined by a stitching which shown the tailoring skill of the manufacturing. Finally a re-release of Meritalia that keeps unchanged its innovative position when in 1957 was designed, to experiment new materials for the furnishing, by Achille and Pier Giacomo Castiglioni and exhibited at the Colors and shapes of the nowadays home show at Villa Olmo in Como. The Cubo armchair was initially made using blocks of cell foam with different part of mechanical resistance. With the weight of the body, the seat collapsed and therefore allowing the arms to place comfortable on the armrests, amazing the users. With this armchair, Castigioni developed a new concept of seat where the shape is expressed exclusively when it is used, as written Sergio Polano in the book about Achille Castiglioni, â&#x20AC;&#x153;the shape is not a priori, but it can be seen with an actionâ&#x20AC;? sitting. Shape and volumes are the same, only the materials and the productive technologies have been renewed, to make the products more accessible and comfortable inside our currently living environments. Designed by Studio Santantonio for Futura, Kali an unusual relaxed convertible armchair ideal for the home rooms, residential and contract, but also for outdoor. The versatility and the concept that gave life to this seat, available in the quilting version or smooth coating. It has reduced dimension, easily to be transformed with few easy movements. From a swivel armchair, adjustable height, it can become a chaise longue or a bed. There are many different types: with the extensible or fixed headrest, with or without armrests.l

Minotti, Danny

H25


p 26-27 imm cologne_Layout 1 29/07/13 15.25 Pagina 26

HOME Primo piano

IL SALONE DEL MOBILE DI COLONIA Il prossImo anno, Imm, la fIera InternazIonale del mobIle dI ColonIa, sI terrà dal 13 al 19 gennaIo 2014, In ConComItanza Con lIvIngInterIors, Il salone del bagno, pavImentazIonI, rIvestImentI e IllumInazIone Testo Danilo Morigi - Foto Imm Cologne

C

ome ogni anno a gennaio si riuniranno gli operatori del mondo dell’abitare e dell’arredo per la prima fiera del design dell’arredo dell’anno. Lo scorso anno, per sette giorni, circa 1.250 espositori provenienti da più di 50 Paesi e oltre 142mila visitatori da 137 paesi hanno potuto scoprire le ultime tendenze e visitare LivingInteriors, al suo esordio assoluto, che ha posto attenzione sulle finiture, i pavimenti e la zona bagno. Sempre nel 2013 Imm ha inaugurato lo spazio dedicato al Pure Elegance Design, cioè al mobile di fascia alta, che ha riscosso molto successo e sì è già assicurato la conferma per la prossima edizione. Si tratta di un’area con ampi spazi decorati ispirandosi all’architettura classica italiana, adatti per

H26

esprimere il carattere spesso fortemente decorativo degli arredi di lusso. Con il progetto Pure Elegance Imm Cologne si propone di sviluppare le potenzialità di questa categoria di prodotti. “Al giorno d’oggi il design di lusso non è espresso solo a livello estetico, spesso caratterizzato da una linea eclettica. Uno stile di vita esclusivo si esprime anche e soprattutto nella qualità eccezionale delle tecniche di lavorazione, nei dettagli finemente lavorati, nelle lacche e nei legni, nei tessuti pregiati e le pelli premium “, afferma il Direttore Creativo Dick Spierenburg in previsione dell’evento. Il padiglione 11 è il cuore tradizionale di Pure, che nella prossima edizione sarà arricchito dalla mostra “Suite”, allestita su pro-


p 26-27 imm cologne_Layout 1 27/07/13 14.15 Pagina 27

getto di un rinomato designer che interpreterà il tema del lusso. Il percorso prosegue poi nel padiglione 3.2 con lo spazio Pure Editions, dedicato agli arredi e all’interior design visionario, per poi continuare nel padiglione 2.2 con la nuova casa di Pure Elegance e Pure Village. Torna anche LivingInteriors, che nel padiglione 4.2 fornirà una visione olistica dei concetti dell’architettura d’interni e dell’arredo. Pavimenti, rivestimenti e illuminazione integrano e completano l’arredo dando vita a spazi di grande attrattiva e vivibilità. Scenari di mondi interni possibili ci raccontano delle ultime novità, materiali e tendenze nel design d’interni. Ogni anno Imm Cologne presenta le novità mondiali del settore, le innovazioni di prodotto e progetto. Il formato di questa fiera si è evoluto negli anni da una esposizione prettamente di mobili in uno spettacolo di interior design. L’operazione ha avuto successo, tanto è vero che già ora il 60% degli spazi a disposizione, pur in una situazione di mercato tutt’altro che idilliaca, è già stato prenotato. l

International Furnishing show of Cologne In January, as every year, on this occasion the operators of living and furnishing will meet for the first design and furnishing show of the year. last year, for seven days, about 1,250 exhibitors coming from more than 50 Countries and more than 142 thousand of visitors from 137 countries, could discover the latest trends and visit livingInteriors, at its debut, which focused on finishes, flooring and bathroom. always in 2013, Imm inaugurated the space dedicated to Pure Elegance Design, high furniture, which obtained great success and it has already confirmed for the next edition. this is an area with many decorative spaces inspired by the classic Italian architecture, suitable to express the character, often very decorative, of the luxury furnishing. With the project pure elegance Imm Cologne aims to develop the potentialities of this category of products. “nowadays the design of luxury it is not only expressed in terms of aesthetics, often it is characterized by an eclectic line. an exclusive lifestyle is also expressed mainly in the exceptional quality of processing

techniques, the crafted details, lacquers and woods, in fine fabrics and premium leathers”, says Creative director Dick Spierenburg in anticipation of the event. Hall 11 is the traditional heart of pure, that next edition will be enriched by “Suite” exhibition, set and designed by a renowned designer who will interpret the theme of luxury. the itinerary goes on to hall 3.2 with the area of Pure Editions, dedicated to the furnishing and visionary interior design, going on hall 2.2 with the new home of Pure Elegance and Pure Village. livingInteriors comes back at hall 4.2 that offers a holistic vision of the concepts of interior design and décor. floors, upholstery and lighting complete and complement the furnishings creating spaces of great attractiveness and livability. scenarios of possible internal worlds tell us the latest news, materials and trends in interior design. every year Imm Cologne offers the latest global news, innovations of product and project. the format of this exhibition has evolved over the years from a purely exhibition of furniture into a show of interior design. the operation was successful, that even now 60% of the available space has already been booked, even in a situation of market far from idyllic. l

Uno stile di vita esclusivo si esprime anche e soprattutto nella qualità eccezionale di tecniche di lavorazione, nei dettagli finemente lavorati, nelle lacche e nei legni, nei tessuti pregiati e le pelli premium. H27


p 28-29 proposte_Layout 1 28/07/13 07.31 Pagina 28

HOME Primo piano

L'ECCELLENZA EUROPEA A CERNOBBIO

LA VENTUNESIMA EDIZIONE DI PROPOSTE HA CHIUSO I BATTENTI IL 9 MAGGIO CON RISULTATI LUSINGHIERI, IN LINEA CON QUELLI DELLO SCORSO ANNO

lampassi di Fiorete, i morbidi velluti di Redaelli, le tende in fil coupè di Casalegno e le belle stampe sfumate di Lodetex. Oppure le delicate trame di fibre naturali della Manifattura Fossa e l’intera collezione di Zanchi by Rubelli, che reinterpreta raffinati motivi etnici in chiave contemporanea. Non sembra aver avuto il successo sperato la decisione di anticipare di un giorno la manifestazione, per questo si è già deciso di tornare al passato: la prossima edizione di Proposte a Cernobbio si svolgerà infatti da mercoledì 7 a venerdì 9 maggio 2014.

I trend di Proposte

Testo Danilo Morigi

P

roposte, l’Anteprima Mondiale del Tessuto d’Arreda-

mento e del Tendaggio ha visto giungere a Villa Erba 6151 visitatori, di cui 2303 italiani e 3848 stranieri, con una flessione del 3,33% rispetto al 2012. La percentuale di stranieri, provenienti da 73 Paesi, si conferma alta con quasi il 62,55%, ribadendo così il carattere internazionale di Proposte. Nonostante la crisi economica, molti espositori hanno confermato la presenza dei buyer più importanti, in particolare dei grossisti, produttori di imbotti ed editori tessili che rappresentano quasi l’80% dei visitatori totali. Tra questi si sono registrati aumenti da Paesi quali Australia, Cina, Giappone, Grecia, India, Polonia, Taiwan, Turchia. Sempre tante le novità presentate in fiera; le aziende mai come quest’anno, complice l’aria di crisi, si sono adoperate per presentare tessuti di altissima gamma. Fra questi i lucenti

1.I colori del mare nelle tende di Casalegno. - The colors of the sea on the curtains of Casalegno. 2. Le coloratissime tende di Lodetex. - The colorful curtains of Lodetex.

H28

1

Nel caso di Proposte, a differenza di altre manifestazioni, la ricerca sulle tendenze avviene durante il salone. Ecco il risultato dello studio, effettuato da un pool di esperti della fiera.

Vintage Trame invecchiate e tessuti dall’aspetto vissuto impreziosiscono tende e tessile per imbottiti. Innovazioni d’ingegneria tessile e processi tradizionali si fondono per ottenere effetti di invecchiamento naturale, create attraverso complesse tecniche di tessitura e inusuali mischie di fibre.

Concrete I tessuti si ispirano a uno dei materiali più in voga per l’interior decoration, richiamandone la superficie naturalmente ruvida e fredda. I tendaggi e i tessuti d’arredo si declinano in infinite sfumature di grigio calde e moderne.

Folk La tendenza tribale ed etnica delle scorse stagioni si evolve in uno stile folk contemporaneo. Tecniche di tessitura tradizionali e pattern consolidati si rinnovano con tocchi di design. Insolite sfumature in colori saturi o slavati e motivi a contrasto danno un tocco di novità.

2


p 28-29 proposte_Layout 1 28/07/13 07.31 Pagina 29

3 Lavish Il classico e il lusso si illuminano di sontuosa eleganza. Tessuti da tappezzeria all’avanguardia rivelano materiali di altissima gamma e l’opulenza è vista attraverso una lente di sottile raffinatezza unica, dove effetti lucido/opaco aggiungono interesse alle superfici. l

The European excellence Proposte, the World Preview of Furnishing Fabrics and Curtains saw at Villa Erba 6,151 visitors, with 2,303 Italians and 3,848 foreigners, with a down of 3,33% in comparison to 2012. The percentage of foreigners, coming from 73 Countries, proved high at almost 62.55%, confirming Proposte’s international nature. Despite of the economic crisis, many exhibitors confirmed the presence of the most important buyers, in particular of the wholesalers, manufacturers of upholstery and textile editors, who represent almost the 80% of the total visitors. Among these there was an increase of some Countries such as Australia, China, Japan, Greece, India, Poland, Taiwan and Turkey. Many new products were presented at the exhibition, the companies as ever this year, thanks to the air of crisis tried to offer the highest quality fabrics. Among these there were the shining lampasses of Fiorete, the soft velvets of Redaelli, the curtains in fil coupe of Casalegno and the beautiful nuanced prints of Lodetex. Or the soft textures of natural fibers of Manifattura Fossa and the entire collection of Zanchi by Rubelli, that reinterprets refined ethnic patterns in a contemporary way. It does not seem to have success the decision to bring forward by one day the event, for this it has already decided to go back to the past: next edition of Proposte in Cernobbio will be held from Wednesday 7 to Friday 9 May 2014.

4 interior decoration, recalling the rough and natural surface. The curtains and the furnishing fabrics are in many different shades of warm and modern grey.

Folk The tribal and ethnic trend of the past seasons evolves in a folk contemporary style. Traditional techniques of weaving and consolidated patters are renewed with touches of design. Unusual shades in saturated or washed colors and contrast patterns give a touch of news.

3. Materiali naturali e richiami folk per manifattura Fossa. - Natural materials and folk recalls for Manifattura Fossa. 4. Le novità di Redaelli Redaelli’s news. 5. L’etnico contemporaneo di Zanchi by Rubelli - The contemporary ethnic of Zanchi by Rubelli.

Lavish. The classic and the luxury light of sumptuous elegance. Upholstery cutting edge fabrics reveal high quality materials and the opulence is seen through a lens of an unique and subtle sophistication, where shiny/matt effects give more interest to the surfaces.l

Nonostante la crisi economica, molti espositori hanno confermato la presenza dei buyer più importanti, in particolare dei grossisti, produttori di imbotti ed editori tessili. 5

Proposte’s trends In the case of Proposte, unlike other events, the research on trends takes place during the exhibition. Here the result of the study, carried out by a team of experts of the event.

Vintage Textures and fabrics vintage embellish curtains and upholstery. Innovation of textile engineering and traditional processes combine to achieve natural aging effects, created through complex techniques of weaving and unusual blends of fibers.

Concrete the fabrics are inspired by one of the most trendy materials for the

H29


p 30-31 proposte personaggi_Layout 1 29/07/13 15.34 Pagina 30

HOME Primo piano

VISTI A PROPOSTE

03

01

02

01. Lino Bianco Groppelli, Concetto Srl 02. Carlo Covini, Dolan 03. Vittoria Ceriani, Studio Michelangelo 04. Elda Fabrizio, Dedar 05. Donald Wich, Messe Frankfurt 06. Pietro Terragni, William Tagliabue, Maurizio Vedovati 07.Filippo Uecher, Mariaflora 08. Matteo Seroldi, Essegomma

05 04

07

06

H30

08


p 30-31 proposte personaggi_Layout 1 29/07/13 15.34 Pagina 31

10 11

09

13

14 12

09.Federico e Michele Tolino 10. Dolaine Hoareau, Consulente Tolino Spa 11. Annamaria Alois 12. Franca Cavagnoli, Effeitalia 13. Luigi Meucci, Sahco Italia 14. Emilia Lanza, Sinterama Spa

16

15.Mariadele Mancini, Stilista Paolo Savio, Sintonia 16. Antonio Vigliante, Donald Wich, Olaf Schmidt, Massimo Mosiello

15

H31


p 32-33 ice_Layout 1 27/07/13 08.02 Pagina 32

HOME Mercato

INTERNAZIONALIZZAZIONE LEVA PER LA CRESCITA UN RECENTE RAPPORTO ELABORATO DA PROMETEIA CON ICE HA DIMOSTRATO IL BUON STATO DI SALUTE DEL MADE IN ITALY NEI CONFRONTI DELL’EXPORT, ANCHE SE RIMANGONO DUBBI E INCERTEZZE SU MODI E TEMPI DI ATTUAZIONE

L

a crisi c’è, esiste ed è lontana da essere passata. Lo dimostrano gli ultimi dati economici che vedono l’Europa di fronte a un bivio, in sospeso tra rilancio dei consumi interni e la volontà di conquistare quote importanti nei mercati emergenti, vicini e lontani. Se i numeri e i prospetti indicano che solo dal 2014 vedremo i primi reali segni di ripresa dei mercati occidentali “maturi”, tra cui appunto anche l’Italia, appare altrettanto chiaro come la crescita delle esportazioni hanno consentito a diversi paesi di sopravvivere ai cali della domanda interna e soprattutto di creare nuove sinergie di sistemi con altri Paesi dell’area Euro. Uno dei principali ostacoli alle esportazioni è infatti l’elevato costo dell’internazionalizzazione, ostacolo soprattutto per le piccole e medie imprese, che tuttavia proprio dalla flessibilità e dalla capacità di adattarsi alle dinamiche del mercato hanno tratto elementi per compensare la crisi interna. In linea di massima abbiamo visto un doppio canale aumentare e consolidarsi per le imprese italiane ed europee: i mercati emergenti dell’Europa dell’Est, che per vicinanza, maggiore conoscenza sociale e maggiore facilità di contatto rappresentano la prima scelta per le aziende che intendono spingersi verso l’internazionalizzazione; il secondo caso riguarda le economie emergenti più lontane, come Sud America e Africa, dove però ci sono difficoltà legate alle differenze culturali e un maggiore protezionismo che si traduce in elevati costi doganali e tasse di importazione. In realtà dobbiamo fare una distinzione importante su questi mercati emergenti: da un lato i Paesi che iniziano un processo di crescita importante, supportato da investimenti di operatori stranieri e da politiche economiche importanti e innovative di rilancio dell’economia, dunque con ampie possibilità di intervento e una domanda di prodotti di qualità elevata; dall’altro Paesi che hanno già superato la fase iniziale di crescita e sono oggi in una sorta di equilibrio economico dove l’importazione deve essere bilanciata da esportazioni. Un esempio di questo tipo è quello degli USA, non certo un mercato emergente, ma sicuramente uno dei mercati più interessanti degli

H32

ultimi mesi proprio per il rilancio dell’economia interna ad pera del governo federale: si tratta però di una apertura condizionata dall’obbligo di un bilancio tra entrate e uscite, dove in pratica l’apertura doganale è subordinata a uno scambio alla pari di risorse e dunque di investimenti, e in questo momento i Paesi europei non riescono ancora a supportare delle importazioni. Se questi aspetti lasciano dunque ancora dei dubbi, è altrettanto evidente che l’economia italiana è cresciuta proprio nel senso delle esportazioni, forte di un made in Italy che conta ancora qualcosa in termini di innovazione e qualità, ma soprattutto di una specializzazione di filiera che ha portato un aumento delle sinergie e delle collaborazioni con altri Paesi, storicamente già presenti nei mercati emergenti lontani. In pratica la nostra specializzazione ci ha consentito di aumentare le forniture (di prodotti e semilavorati) verso economie occidentali vicine e altrettanto mature, potendo dunque avere un aumento delle esportazioni in senso assoluto sfruttando la maggiore capacità di penetrazione di altri paesi nell’area americana e africana, come nei territori interni dell’Asia.

ICE: risorsa per comprendere Uno dei canali attualmente a disposizione delle nostre aziende per approcciare i nuovi mercati e soprattutto esplorare possibilità e valutare costi e difficoltà è data proprio dall’ICE, l’Istituto per il Commercio Estero. L’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane è stata istituita dall’art. 14, cc.17-27, DL n.98 del 06.07.11, convertito in L. n.111 del 15.07.11, come sostituito dall’art. 22, c.6, DL n.201 del 06.12.11, convertito in L. n.214 del 22.12.11 e successive modifiche, come ente dotato di personalità giuridica di diritto pubblico, sottoposto ai poteri di indirizzo e vigilanza del Ministero dello sviluppo economico che li esercita, per le materie di rispettiva competenza, d’intesa con il Ministero degli affari esteri e sentito il Ministero dell’econo-


p 32-33 ice_Layout 1 27/07/13 08.02 Pagina 33

mia e delle finanze. L’ICE-Agenzia ha il compito di agevolare, sviluppare e promuovere i rapporti economici e commerciali italiani con l’estero - con particolare attenzione alle esigenze delle piccole e medie imprese, dei loro consorzi e raggruppamenti - e opera al fine di sviluppare l’internazionalizzazione delle imprese italiane nonché la commercializzazione dei beni e servizi italiani nei mercati internazionali. Attraverso la sede di Roma, l’Ufficio di Milano e la rete nel mondo l’Agenzia svolge attività di informazione, assistenza, promozione a imprese e istituzioni, di formazione a imprese e a giovani laureati e promuove la cooperazione nei settori industriale, agricolo e agro-alimentare, della distribuzione e del terziario. L’ICE-Agenzia opera all’estero nell’ambito delle Rappresentanze diplomatiche italiane, in sinergia con le organizzazioni imprenditoriali e gli altri soggetti pubblici e privati interessati, assicurando un supporto coordinato alle imprese e reti nazionali che si impegnano nel processo di internazionalizzazione con l’obiettivo di promuovere l’immagine del prodotto italiano nel mondo e l’Italia quale destinazione degli investimenti esteri. Nello svolgimento delle proprie attività, l’Agenzia opera in stretto raccordo con le regioni, le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, le organizzazioni imprenditoriali e gli altri soggetti pubblici e privati interessati, ai sensi di linee guida e di indirizzo strategico in materia di promozione ed internazionalizzazione delle imprese assunte dalla Cabina di Regia istituzionale. l

Internationalization lever of growth There is the crisis, exists and is far from be over. This is revealed by the last economic data that show Europe at a crossroads, pending between revival of domestic consumption and the will to conquer important quotations in emerging markets, near and far ones. If the numbers and the prospects indicate that we will see the first real signs of recovery of the western “mature” markets, including also Italy, only from 2014, it is also clear that the growth of exports have enabled several countries to survive in domestic demand and especially to create new synergies of systems with other Countries of Euro. One of the main obstacles to exports is the high cost of internationalization, an obstacle in particular for the small and medium companies, that, however, just from the flexibility and ability to adapt to the dynamics of the market have obtained elements to compensate the domestic crisis. In principle, we have seen a double channel increases and consolidates for the Italian and European companies: the emerging markets of the East Europe, that for their closeness, greater social awareness and easier contact represent the first choice for the companies that want to go towards the internationalization, the second case concerns the emerging economies as far away as South America and Africa, where there are some difficulties related to cultural differences and more protectionism, which is explained with high customs costs and import taxes. Actually we must make an important distinction on these emerging markets: from one side the Countries that has started a process of important growth, supported by investments of foreign operators and important and innovative economic policies, so with great possibilities for intervention and a demand of high quality products; on the other the Countries that have already passes the starting phase of growth and today they are in a sort of economic balance where the imports must be balanced by exports. An example of this type is that of the USA, it is not an emerging market, but one of the most interesting one in the last months for the revival of the domestic economy thanks to the federal government: but this is an opening influence by the obligation of a balance between income and outcome, where the customs opening is subordinated to an equal exchange of resources and therefore investments, and in this moment European Countries have not

been able to support imports yet. If these aspects have still left some doubts, it is equally clear that the Italian economy has grown in the sense of exports, thanks to the strong made in Italy that has still counted in terms of innovation and quality, in particular about a specialized chain which has led to an increase of the synergies and collaborations with other Countries, historically they have already been present on the emerging far markets. Basically our specialization has allowed us to increase the supplies (of products and semi-finished products) towards western near and ready economies, so to have an increase of exports taking advantage of the ability of penetration of other countries in the American and African area, such as in the domestic territories of Asia.

ICE: a resource to understand One of the currently available channel of our companies to approach new markets and especially explore possibilities and value costs and difficulty is ICE, the Institute for the Foreign Trade. ICE - Agency for the abroad promotion and internationalization of the Italian companies was established by art. 14 cc.17-27, DL 98 of 07/06/11, converted into Law . n.111 del 15.07.11, as amended by art.22, c.6, DL n.201 del 06.12.11, converted in Law n.214 del 22.12.11 and following modifications, as an entity with legal personality under public law, subject to the powers of direction and supervision of the Ministry of Economic Development which exercises them, as regards matters within their competence, in agreement with the Ministry Foreign Affairs and after consulting the Ministry of Economy and Finance. ICE - Agency aims to facilitate, develop and promote the Italian economic and trade relations abroad - with particular attention to the needs of the small and medium companies, of their associations and unions - and it works to develop the internationalization of the Italian companies and the marketing of Italian goods and services in the foreign markets. Through the headquarters of Rome, the Office of Milan and the network in the world, the Agency carries out an activity of information, assistance, promotion for companies and institutions, training to companies and young graduates and promote the cooperation with the industrial, agriculture and agro-food sectors, distribution and service sector. ICE - Agency works abroad as part of the Italian Diplomatic authorities, together with the business organizations and other affected public or private subjects, guaranteeing a coordinated support to companies and national networks that commit in the process of internationalization with the target to promote the image of the Italian product all over the world and Italy as destination for the foreign investments. The Agency, carrying out its activities, works closely with the regions, chambers of commerce, industry, trade and agriculture, business organizations and other affected public and private subjects, under guidelines and strategic orientation about promotion and internationalization of the companies undertaken by the Institutional Control Room. l

Agenzia ha il compito di agevolare, sviluppare e promuovere i rapporti economici e commerciali italiani con l’estero e opera al fine di sviluppare l’internazionalizzazione delle imprese italiane nonché la commercializzazione dei beni e servizi italiani nei mercati internazionali. H33


p 34-35 intertextile_Layout 1 27/07/13 08.03 Pagina 34

HOME Primo piano

INTERTEXTILE SHANGHAI PARLA SEMPRE PIÙ ITALIANO LA FIERA INTERNAZIONALE DEL TESSILE D’ARREDO E PER LA CASA SI TERRÀ PRESSO IL SHANGHAI NEW INTERNATIONAL EXPO CENTRE, DAL 27-29 AGOSTO PROSSIMI, IN CUI È PREVISTO L’ARRIVO DI CIRCA 42MILA VISITATORI Testo Danilo Morigi - Foto Intertextile

Sotto, il padiglione italiano dell’edizione 2012. Below, Italian pavilion in the edition 2012.

H34

P

roduttori di tessuti per la casa provenienti da tutto il mondo si troveranno all’edizione autunnale di Intertextile Shanghai Home Textiles. L’alto livello degli espositori stranieri conferma la manifestazione nel ruolo di piattaforma importante per raggiungere nuovi mercati per in forte espansione quali quelli asiatici. Una delle novità più interessanti di questa edizione è rappresentata dal debutto di Proposte a Shanghai, in quello che è stato chiamato ‘Proposte Cina Pavillion @ Intertextile’, che ospiterà i migliori brand italiani ed europei di tessile d’arredo, molti dei quali protagonisti anche della manifestazione lariana, nota in tutto il mondo. Proposte ha quindi deciso di internazionalizzarsi e proporsi anche sul mercato asiatico, con quella formula di “fiera nella fiera” già sperimentata con successo da altre realtà. Questa iniziativa è frutto dell’intensa attività di Messe Frankfurt, organizzatrice di Intertextile, volta ad attrarre un più alto numero di espositori europei. “Vi è una crescente do-

manda di prodotti di alta qualità nel mercato asiatico. Con Proposte potremo arricchire ulteriormente questo segmento alla nostra fiera di Shanghai e attrarre l’interesse degli acquirenti locali. Siamo convinti che questa collaborazione porterà grossi benefici e siamo ansiosi di lavorare con i nostri colleghi italiani”, dice Detlef Braun, membro del consiglio di amministrazione di Messe Frankfurt. “In questo modo aumenterà l’importanza della seconda manifestazione a livello globale per la casa e tessuti per la casa, arricchendola con la presenza dei principali produttori europei.” Mauro Cavelli, presidente di Proposte, ha dichiarato: “È giunto il momento per Proposte di aprire le sue porte anche in altri Paesi, pur rimanendo fedele alla sua immagine, al prodotto di fascia alta e con un approccio selettivo. Per stabilire sempre più stretti contatti con i clienti, la fiera ha bisogno di guardare oltre Cernobbio, esportando il grande patrimonio tessile delle nostre aziende espositrici, per le quali la progettazione, la cultura e la bellezza sono diventati veri e propri


p 34-35 intertextile_Layout 1 27/07/13 08.03 Pagina 35

must. Dopo aver esaminato le varie opportunità, in collaborazione con Messe Frankfurt abbiamo deciso di puntare sulla Cina, un Paese enorme che ha visto la propria economia e i costumi evolversi a una velocità senza pari”. Questa nuova collaborazione segue, a distanza di un solo anno, quella messa in piedi con un’altra manifestazione italiana di primo livello. Dal 2012, infatti, Milano Unica, il Salone Italiano del Tessile d’Abbigliamento, partecipa con un proprio spazio espositivo chiamato il ‘Milano Unica Pavillion’ nella sezione ‘SalonEurope’ di Intertextile Apparel Fabrics a Shanghai e Pechino. “Grazie a questa collaborazione siamo stati in grado di attirare rinomati produttori di tessuti e accessori di abbigliamento italiani. Attraverso la collaborazione con Proposte ci proponiamo di continuare su questo percorso di successo e attirare produttori di alta qualità europeo sul mercato asiatico “, spiega Braun e aggiunge:” Ci sarà un seguito alle partnership con Milano Unica e Proposte con progetti più strategici finalizzati ad aumentare le opportunità di marketing per gli espositori europei a eventi Messe Frankfurt”. Tra gli espositori di Proposte Shangai ci sarà la britannica MYB Textiles, unici al mondo a produrre pizzo con telai Nottingham originali, che lanceranno la nuova collezione in lana proprio a Shanghai. Wendy Murray di MYB racconta che da tempo riscuotono interesse da aziende cinesi sia di piccole che di grandi dimensioni. “Riteniamo che sia il momento ideale per esporre in Cina e incontrare personalmente i potenziali clienti. Abbiamo esposto a Proposte in Italia negli ultimi 15 anni, fiera nota per attirare una clientela di prestigio. Ci auguriamo di poter riscuotere lo stesso interesse in Cina.” Anche l’italiana Viganò sarà presente al padiglione di Proposte. Fondata nel 1930, porterà in fiera la propria rinomata linea di velluti di alta gamma. Piercarlo Viganò spiega le ragioni della partecipazione a Shanghai con l’aumento della domanda per i prodotti occidentali di fascia alta in Cina. “Abbiamo deciso di approcciarci al mercato cinese perché i consumatori locali si sono dimostrati molto interessati a design e stile italiano. Abbiamo scelto questa fiera per capire meglio il mercato al fine di stabilire l’approccio più efficiente per affrontarlo e di coniugare esigenze e desideri locali con gli attuali elevati standard dei nostri prodotti.” Oltre a tanti espositori locali, a Shanghai saranno presenti gli stand collettivi di molti Paesi quali Belgio, India, Corea, Pakistan, Taiwan e Turchia e Italia, molti dei quali approcciano per la prima volta il mercato del lontano oriente. L’Intertextile International Lifestyle Trend Forum, progettato dal Comitato internazionale guidato da Nelly Rodi, presenterà ad agosto quattro trend per il 2014. Questo comitato è composto da esperti di diversi settori dell’arredo e del tessile che hanno messo a punto i temi da sviluppare per la prossima stagione. In questo spazio zona i prodotti saranno suddivisi in aree ben definite, in modo da aiutare i visitatori stranieri a capire i trend in evoluzione. Questi spazi rifletteranno anche i comparti in crescita sul mercato cinese, come la Bedding and Towelling Zone, dedicata alla biancheria da letto e alla spugna, e una zona dedicata ai prodotti europei. Poi ci saranno aree dedicate ai tappeti, alla decorazione d’interni e ai rivestimenti murali. Torna poi, per la seconda volta, la Boutique Intertextile Design, che avrà uno spazio dedicato agli studi di design, standm laboratori e una lounge ad alto tasso di creatività. l

Intertextile Shanghai speaks more and more Italian. Manufacturers and distributors of home textiles, coming from all over the world, will meet at the Autumn edition of Intertextile Shanghai Home Textiles. The high level of foreign exhibitors confirms the role of the event as an important platform to reach new expanding markets such Asian ones. One of the most important novelties of this edition is represented by the debut of Proposte in Shanghai, what is called “Proposte Cina Pavillion @ Intertextile’, that will host the best Italian and European brands of furnishing, many of them protagonists also in the edition in Lario, known all over the world. Proposte has decided to internationalize and move into the Asian market with the formula of “fair within the fair” has already tested with success by other realities. This initiative is the result of a great activity of Messe Frankfurt, organizer of Intertextile, with the intention to catch a higher number of European exhibitors. “There is a growing demand of high quality products in the Asian market. With Proposte we may further enrich this sector of our exhibition in Shanghai and attract the inte-

Sopra,la Design Boutique, dove espongo gli studi creativi. Above, Design Boutique, where the design studios display.

Proposte China: Exhibitors Nationality Albert Guegain et Fils Sa Angelo Vasino Spa Casalegno Tendaggi Spa Clerici Tessuto & C Spa - Div. Luna Home Clerion Spa - JR Dynamic Danzo Srl - Div. Manifattura Fossa D'etoffe Spa Escolys Textiles Nv Fidertessile Spa Fiorete Group Spa Hield Furnishings J.A. Raymakers & Co Bv Libeco - Lagae Sa Lodetex Spa Manifattura Tessile di Nole M.T. Spa Mario Cavelli Spa Morton Young & Borland Ltd Nelen & Delbeke Nv Pozzi Industria Tessile Srl Sirio Tendaggi Srl Texao Spa Textiles Vilber S.L. Viganò Spa

Francia Italia Italia Italia Italia Italia Italia Belgio Italia Italia Regno Unito Paesi Bassi Belgio Italia Italia Italia Regno Unito Belgio Italia Italia Italia Spagna Italia

H35


p 34-35 intertextile_Layout 1 27/07/13 08.03 Pagina 36

HOME Primo piano

Vi è una crescente domanda di prodotti di alta qualità nel mercato asiatico. Con Proposte potremo arricchire ulteriormente questo segmento alla nostra fiera di Shanghai e attrarre l’interesse degli acquirenti locali. H36

Pozzi Arturo Spa

rest of local buyers. We are convinced that this partnership will bring great benefits and we look forward to working with our Italian colleagues”, says Detlef Braun, Member of the Management Board of Messe Frankfurt. “In this way the importance of the second exhibition will increase globally for home and home textiles, enriching it with the presence of the leading European producers.” Mauro Cavelli, President of Proposte, said: “It is time for Proposte to open its doors also to other countries, while remaining faithful to its image, to its high quality product and a selective approach. To establish even closer contacts with customers, the fair needs to look beyond Cernobbio, exporting large textile heritage of our exhibiting companies, for which the design, culture and beauty are become real musts. After having examined the different opportunities, in collaboration with Messe Frankfurt, we have decided to focus on China, a huge Country that has seen its economy and customs grow without equal”. This new collaboration follows, after just one year, that put up with another Italian event of first level: Since 2012, MilanoUnica, The Italian Exhibition of the clothing textile, attends with its own exhibition space called “Milano Unica Pavillion” in the area “SalonEurope” of Intertextile Apparel Fabrics in Shanghai and Beijing. “Thanks to this collaboration we have been able to attract important Italian manufacturers of textiles and clothing accessories. Through this partnership with Proposte we would like to go on this journey of success and attract European manufacturers of high quality in the Asian market”, says Braun and adds: “There will be after the partnership with Milano Unica and Proposte with more strategic projects aimed to increase the opportunity of marketing for the European exhibitors to Messe Frankfurt events”. Among the exhibitors of Proposte Shanghai will be the English MYB Textiles, the only one all over the world to produce lace with original Nottingham looms, that launches the new collection in wool in Shanghai. Wendy Murray of MYB tells that for ages they have collected interest from Chinese companies both small and big ones. “We think this is the right moment to exhibit in China

Schiatti Tessuti

Sopra,una visita guidata al Trend Forum. Above, a guided tour at Trend Forum.

and personally meet potential customers. We exhibited at Proposte in Italy in the last 15 years, an exhibition well known for attracting prestigious customers. We hope we will obtain the same interest in China.” Even the Italian Viganò will be present at Proposte pavilion. It was founded in 1930, and it will bring at the exhibition its well knows line of high quality velvets. Piercarlo Viganò explains the reasons for this attendance in Shanghai with the increase of the demand for the western high quality products in China.” We have decided to approach to the Chinese market because the local consumers are very interesting to the Italian design and style. We have chosen this exhibition to better understand the market in order to determine the most efficient approach and join the local needs and desires with the current high standards of our products.” In addition to the local exhibitors, in Shanghai there will be present the national pavilions of many Countries such as Belgium, India, Korea, Pakistan, Taiwan, Turkey and Italy, many of them approach the far East market for the first time. Intertextile International Lifestyle Trend Forum, designed by the International Committee led by Nelly Rodi, will present four trends for 2014 in August. This committee is composed of experts of different sectors of the furnishing and textile that have developed the themes for the next season. In this area the products will be divided in well-defined areas, in order to help foreign visitors to understand the trends in evolution. These areas reflect also the growth sectors on the Chinese market, such as Bedding and Toweling Zone, dedicated to the bedding and the toweling, and an area dedicated to the European products. Then there will be some spaces for the carpets, interior decorations and wall covering. Boutique Intertextile Design comes back for the second time, and it will have an area dedicated to the design studios, laboratories and a lounge with a high level of creativity. l


portali edinterni 235x310_portali 1 06/06/13 10.41 Pagina 1

ONLINE NOTIZIE, DESIGN, NOVITÁ

Italianhomenews

Rifiniture d’Interni

Solaria

Lo storico portale di informazione di Edinterni, il primo dedicato ai temi del mondo tessile e dell’interior decoration, rivisto e migliorato con una nuova grafica, nuove sezioni e contenuti sempre aggiornati, per conoscere al meglio novità, prodotti, eventi e tendenze. Oltre agli approfondimenti dedicati ai temi della biancheria, tessile arredamento, pavimentazioni ed eventi, seguite gli speciali fiere, una raccolta del meglio della produzione presentato in occasione delle principali manifestazioni italiane e internazionali di settore, sia in fase di anticipazione sia di cronaca. www.italianhomenews.it

La rivista di riferimento in Italia per il mondo delle pavimentazioni, da oltre 25 anni in edizione cartacea, diventa ora un portale di semplice lettura, articolato in macro sezioni merceologiche, per offrire sempre di più puntualità nell’informazione e una consultazione immediata in ogni luogo. Notizie, approfondimenti ed eventi del settore, ma soprattutto una raccolta delle nostra rivista in formato sfogliabile per poter avere sempre con se la propria copia della rivista, fare ricerche tematiche o cercare contatti e prodotti. www.rifinituredinterni.com

Una rivista giovane, dedicata alle tematiche del risparmio energetico, dell’architettura e della protezione solare, con un format nuovo e un layout accattivante, ponte ideale tra il mondo della progettazione e quello della produzione. Oggi Solaria diventa Solariamagazine.com, un portale per aggiornare e informare su quanto offre il settore in termini di involucro edilizio, protezione solare, domotica e energia rinnovabile. Un nuovo prodotto, costantemente in evoluzione, per essere sempre più vicino alle esigenze della progettazione sostenibile. www.solariamagazine.com

Ogni giorno, pagine da sfogliare

NOTIZIE CON UN CLICK UNA PROPOSTA EDINTERNI


p 38-39 mood_Layout 1 28/07/13 08.04 Pagina 38

HOME Primo piano

ARTIGIANALITÀ E INNOVAZIONE DAL 10 AL 12 SETTEMBRE BRUXELLES SI ANIMERÀ CON MOOD, LA FIERA INTERNAZIONALE SPECIALIZZATA NEI TESSUTI DA TAPPEZZERIA, TENDAGGI E RIVESTIMENTI MURALI TESTO Danilo Morigi

Terre natale

rappresentanti di 2.650 aziende, provenienti da oltre 100 Paesi, hanno ammirato le novità presentate in fiera. Oltre l’80% dei visitatori è provienente dall’Europa, a cui seguono Asia, America del Nord, America latina e Africa. Tornerà ancora, visto il successo della prima edizione lo scorso anno, Mood Yarns, dedicato al mondo dei filati, così come la già consolidata Indigo, con i migliori studi di design tessile. La Discovery Zone, concentrata nel padiglione 7, dedicherà spazio all’innovazione, con l’esposizione delle novità, i prodotti selezionati e i vincitori del Premio Blue Drops, I trend eMotion, a cui si aggungeranno per la prima volta anche le novità del settore contract. Il colore è uno dei temi caldi del 2013. Se una volta la scelta delle tinte era il risultato di un processo intuitivo, ora questa fase è oggetto di un’approfondita ricerca da parte di veri e propri specialisti, che ne studiano l’impatto emotivo oltre che estetico. Per questo la Discovery Zone sarà dedicata interamente ai colori di tendenza di eMotion, in un allestimento di grande effetto visivo. Mood è nota per la grande presenza di operatori specializzati nel contract, i cui prodotti saranno riuniti in un’unica area della Discovery Zone e distinti da un un simbolo. Nel padiglione 11 sarà allestita, a disposizione dei visitatori, una zona

H38

esperienziale con un Trendcafé Mood, un grande tavolo di lettura e un’area trend dedicata all’abitare, allo styling e a Young Mood. La concomitanza con la Bruxelles Design September, che movimenta la città con oltre cento eventi dedicati al design, renderà più interessante la permanenza in città.

eMOTION eMotion racconta i quattro scenari futuri che Mood propone per il 2014/15, con colori, materiali e lavorazioni che hanno una cosa in comune, nonostante la loro diversità: tutto ruota intorno all’emozione.

Terre Natale ‘No alla proprietà, sì all’accesso’ è la chiave per la libertà. Proprio come l’identità ci collega al nostro Paese d’origine, non abbiamo bisogno di vivere lì per essere una parte di esso. I materiali e colori in Terre Natale sono collegati alla terra, all’acqua e alla natura.

So(u)Laris Abbraccia il ritorno del misticismo, della trasparenza e dell’apertura metale con colori chiari e morbidi e molto, molto bianco. So(u)Laris richiama atmosfere magiche e poetiche ma mai drammatiche.

Colorfools Oggi più che mai, abbiamo capito quanto il colore influenza

So(u)Laris

C

on circa 200 espositori provenienti da oltre 25 Paesi, Mood attira visitatori da tutto il mondo. Nel 2012 i


p 38-39 mood_Layout 1 28/07/13 08.04 Pagina 39

la nostra mente. I colori Colorfools si ribellano contro ‘i colori del design’, poco emozionanti . Essi sono puri, onesti e amano apparire su materiali lisci e morbidi.

Foils I colori cangianti e metallescenti si stanno diffondendo anche nell’interior design. Le laminazioni sono un’estensione del successo dei toni metallizzati nelle pitture murali e nello scintillio degli accessori.

Colorfools

With about 200 exhibitors coming from 25 Countries, Mood attracts visitors all over the world. In 2012 the representatives of 2,650 companies, coming from more than 100 Countries, admired the new products presented at the exhibition. More than 80% of the visitors are coming from Europe, following by Asia, North America, Latin America and Africa. Mood Yarns will come back again, after the success of the first edition of last year, dedicated to the yarns’ world, as well as the established Indigo, with the best design studios of textile design. The Discovery Zone, concentrated at hall 7, will dedicate space to innovation, with the exhibition of innovations, selected products and the winners of Blue Drops Award. There are the trends eMotion with in addition also some news of the contract sector for the first time. The color is one of the hot topics of 2013. If once the selection of the colors was the result of an intuitive process, now this phase is the theme of an analyzing research by real specialists, who study the emotional impact as well as the aesthetic one. So the DiscoveryZone will be dedicated entirely to the trend colors of eMotion, with a setting of great visual effect. Mood is known for the large number of specialized operators in contract, whose products will be gathered together in one area of the Discovery Zone and separate by a symbol. At pavilion 11 will be set, at visitors’ disposal, an experiential area with a Trendcafè Mood, a large reading table and a trend area dedicated to the living, styling and Young Mood. The combination with Brussels Design September, which livens

La Discovery Zone sarà dedicata interamente ai colori di tendenza di eMotion, in un allestimento di grande effetto visivo.

up the city with more than one hundred events dedicated to the design, will make more interesting the stay in the city.

eMOTION eMotion shows four future scenarios that Mood proposes for 2014/15, with colors, materials and processing which have one thing in common, despite their diversity: everything revolves around emotion.

Terre Natale ‘No to ownership, yes to access” is the key to freedom. Just like nationalism and identity connects us with our Town, but we do not need to live there to be a part of it. The materials and colors in Terre Natale are connected to the earth, water and nature.

So(u)Laris It embraces the return of the mysticism, transparency and openness with light and soft colors and very very white. So(u)Laris is magic and poetic but never dramatic atmosphere.

Colorfools Today more than ever, we understand how much color influences our mind. The Colorfools colors are rebelling against the “designer’s colors”, less emotional. They are pure, honest and like to reveal on smooth and plain materials.

Foils The iridescent and metallic colors are spreading also into the interior design. The foils is an extension of the success of the metallic in wall paints and the glitter in accessories. l

Folis

MoOD 2013: craftsmanship and innovation

H39


p 40-41 eventi lago_Layout 1 29/07/13 15.39 Pagina 40

HOME Eventi sul lago

LE MERAVIGLIE DEL LAGO DI COMO IMPRESSIONI, COLORI, SCORCI E LUCI DI UNA PASSEGGIATA A CERNOBBIO TRA GLI EVENTI CHE SI TENGONO IN CONCOMITANZA A PROPOSTE

C

ome semplici turisti in giro a curiosare tra le vie di Cernobbio, questo splendido angolo di paesaggio, affacciato sul lago di Como, continuiamo a cercare con occhi instancabili le novità nella variegata proposta di tessuti, materiali e colori. Fuori dal perimetro ufficiale di Villa Erba, un altro mondo, un altro palcoscenico. E così ecco apparire tra nostalgia e stupore elementi architettonici urbani e scorci romantici, che fanno da cornice a quel mondo transitorio del fashion, anche quando si esprime nelle sue forme più appariscenti. Ci lasciamo condurre come seguendo il filo d’Arianna, attra-

01. Enzo degli Angiuoni 02. Glamour 03. Beekalene 04. Luilor 05. Lealpell 06. Primula Rossa 07. Zoli Dino 08. Rada 09. Inpelle 10. Intessuto 11. Beatrix 12. Penelope Oggi

01 H40

02

verso la ricchezza di molteplici proposte tessili che ci arrivano da tutto il mondo, a cercare, come sempre, l’idea, la novità, la sorpresa. Si allarga la conoscenza di un saper fare eccellenza, in una varietà di prodotti che fanno bella mostra in una serie imprevedibile di location, che un intero paese, con i suoi angoli nascosti, con i suoi giardini, con le sue ville e negozi mette a disposizione della creatività tessile nei tre giorni di primavera dedicati a questo appuntamento internazionale.l

03

04


p 40-41 eventi lago_Layout 1 26/07/13 15.44 Pagina 41

05

07

06

08

The wonders of the lake As tourists wandering around the streets of Cernobbio, this wonderful corner of landscape, overlooking Lake Como, we are going to look for the news of a very various proposal of fabrics, materials and colors with tireless eyes. Outside the official area of Villa Erba, another world, another stage. And so here there are some architectural urban elements and romantic views between nostalgia and amazement, temporary settings of that fashion world, also when it is expressed in its most striking ways. We let to lead us as following Ariadneâ&#x20AC;&#x2122;s thread, through the richness of many textile proposals that come from all over the world, looking for, as always, the idea, the news, the surprise. The know how to make the excellence spreads in a variety of products that are well displayed in a series of unexpected locations, where an entire village, with its hidden views, gardens, villas and shops offers to the textile creativity during the three days in Spring dedicated to this international event. l

09

10

11

12 H41


p 42-43 schede fuoriproposte_Layout 1 29/07/13 15.41 Pagina 42

HOME Eventi sul lago

PRIMULA ROSSA Ricerca stilistica e qualità dei materiali unite a una eccellente distribuzione e celere servizio, sono i punti di forza di Primula Rossa, che si pone sul mercato con idee originali e una collezione che concentra esperienza, maturità professionale e instancabile ricerca dell’eleganza 100% Made in Italy. La scelta di soli filati naturali quali lino e cotone di qualità è preponderante, anche quando la presenza in percentuali minime di filati sintetici è necessaria per la struttura del tessuto. Totalmente fabbricati in Italia, tutti i prodotti sono concepiti e certificati per durare nel tempo ed essere abbinati in varie composizioni, mettendo in risalto la struttura di raffinata tessitura. Stylistic research and quality of materials combine with an excellent distribution and fast service, are the strong points of Primula Rossa, it is on the market with new ideas and original proposal with a collection behind which hides experience, professional maturity and a never ending research for elegance that is of 100% Made in Italy. The choice of only natural fibers such as linen and high quality cotton is dominated, also when the presence of minimum percentage of synthetic yarn is necessary for the texture of the fabric. They are manufactured totally in Italy, all the products are designed and certified for durability and to be matched in different combinations, highlighted the structure of a refined texture. www.primularossa.net info@primularossa.net

INTESSUTOITALIA Questo articolo 100% Made in Italy è un disegno della nuova collezione Intessutoitalia. É un jacquard misto lino dedicato all’arredamento di alta gamma che conferisce agli ambienti un’atmosfera e un comfort ricercato e accogliente. La tonalità naturale del fondo acquista un nuovo vigore grazie agli abbinamenti cromatici del design floreale: azzurro pastello, rosso carminio, glicine. La continua ricerca stilistica permette ad Intessutoitalia di proporre costantemente novità caratterizzate da originale creatività. La vasta scelta di prodotti, accuratamente selezionati, incontra stili e modi di pensare che soddisfano ogni esigenza di interior design.

Art. 1552.

This fabric 100% Made in Italy is a pattern of the new collection presented by Intessutoitalia. It is a linen fabrics jacquard suited to the high-end furnishing which gives a refined and comfortable atmosphere. The ground colour’s natural tone buys a new vigor thanks to the color combinations of floral design: pastel blue, carmine red, wisteria. The continuous stylistic research allows to Intessutoitalia to constantly propose newness featured by original creativity. The wide range of products, carefully selected, meets styles and ways of thinking that it able to satisfy every need of interior design.

H42

www.intessutoitalia.it - www.inpelleitalia.it info@intessutoitalia.it - info@inpelleitalia.it


p 42-43 schede fuoriproposte_Layout 1 29/07/13 15.45 Pagina 43

CHAMUNDI TEXTILES (SILK MILLS) LTD Chamundi Textiles (Silk Mills) Ltd è un produttore ed esportatore di prodotti d’arredo con sede a Bangalore. Nata nel 1947, l’azienda ha vinto numerosi premi per l’innovazione, il servizio e la qualità. Chamundi Silks produce jaquard, taffeta e broccati realizzati con i più raffinati filati di seta, mischie e fibre naturali. È fornitore di alcuni tra i più famosi marchi degli USA, Regno Unito, Europa e Medio Oriente. Nella foto un damasco classico realizzato in seta, viscosa e lino, tessuto di alta gamma per imbottiti e tendaggi. Chamundi Textiles (Silk Mills) Ltd, is a Bangalore based manufacturer and exporter, of exquisite home furnishings. Established in 1947, the mill has won several prestigious awards for Innovation, Service and Quality. Chamundi Silks produces jacquards, dobby, taffetas, dupions, sheers and brocades, made from the finest silk yarns, blends and natural fibers. Chamundi Silks exports to some of the best brands in the US, UK, Europe and the Middle East markets. In the picture a classic damask woven with silk, viscose and linen, to create a luxury fabric used for upholstery and curtains. www.chamundisilks.com info@chamundisilks.com

BEATRIX Beatrix dichiara la sua passione al lino con la sua nuova collezione di lini tinti filo chiamata ‘Linamore’. È una  proposta di lini corposi e maschi, la mano è reattiva e scattante, la coloritura ha tutta la ricchezza e la profondità del tinto filo. Effetti delavè, lisci o fiammati, armature strutturate e finissaggi in cesto, insomma una proposta completa ma soprattutto una dichiarazione d’amore. Beatrix declares its passion to linen with its new “Lineamore” collection of linens dyed yarn It is a proposal of rich and manly linens, responsive and snappy hand, coloring has all the richness and intensity of the dyed yarn. Delavè effects, smooth or flamed, structured weave and finishing in drum, so a complete proposal but also a declaration of love. www.beatrixspa.it amministrazione@beatrixspa.it

H43


p 44-45 mebel_Layout 1 27/07/13 08.05 Pagina 44

HOME Primo piano

L’APPUNTAMENTO CON IL DESIGN IN UCRAINA INTERIOR MEBEL KIEV, LA MOSTRA INTERNAZIONALE DELL’ARREDAMENTO, ILLUMINAZIONE E INTERIOR DECORATION SI TERRÀ DAL 19 AL 22 FEBBRAIO 2014 PRESSO L’IEC, IL MODERNO E PRESTIGIOSO CENTRO FIERISTICO DI KIEV. Testo Danilo Morigi

C

on quasi 18mila presenze tra professionisti del settore e privati e 206 espositori, Interior Mebel Kiev si conferma dunque come l’evento di riferimento per i prodotti di alta gamma del Paese ucraino. Grazie ad un approccio selettivo, attento ai dettagli e alla cura degli allestimenti, Interior Mebel Kiev si è conquistata una forte attenzione da parte dei progettisti del mondo dell’abitare tra cui architetti, interior designer e importatori, che apprezzano la qualità e il design dei prodotti italiani. Dal mobile moderno al classico, con una grande attenzione ai comparti dell’illuminazione, del decor e delle rifiniture di interni, Interior Mebel Kiev offre alle migliaia di visitatori la possibilità di apprezzare i migliori marchi del comparto. Anche per l’edizione del 2014 sono in programma diverse iniziative le-

H44

gate al mondo del design e della cultura, dedicate al pubblico di Interior Mebel Kiev e realizzate in collaborazione con designer e istituzioni locali e internazionali. Le collaborazioni con lo IED, Istituto Europeo di Design - eccellenza riconosciuta a livello internazionale - e con il designer e decoratore Fabrizio Cocchi, dallo stile eclettico e innovativo, continueranno anche per l’edizione 2014 dando vita ad eventi di formazione e di discussione sul tema del living e dello stile. Non mancheranno gli eventi culturali che da sempre hanno contraddistinto questa manifestazione quale ambasciatrice della cultura Italiana in Ucraina. Non soltanto le aziende italiane saranno il cuore della prossima manifestazione, ma gli organizzatori intendono promuovere una serie di eventi


p 44-45 mebel_Layout 1 27/07/13 08.05 Pagina 45

Dal mobile moderno al classico, con una grande attenzione ai comparti dell’illuminazione, del decor e delle rifiniture di interni, Interior Mebel Kiev offre alle migliaia di visitatori la possibilità di apprezzare i migliori marchi del comparto.

dedicati al design, alla musica e alla cultura italiana a Kiev. Interior Mebel Kiev è un appuntamento importante per le aziende italiane che vogliono affacciarsi sui mercati dei Paesi dell’ex-URSS, come Bielorussia, Moldavia, Russia meridionale, Azerbaijan e Kazakistan, dove il reddito pro-capite è cresciuto molto negli ultimi anni e i nostri prodotti d’arredo sono sempre più richiesti e apprezzati. l

Interior Mebel: the appointment with the design in Ukraine With almost 18 thousand attendances among professionals and private and 206 exhibitors, Interior Mebel Kiev is confirmed such as the event of reference for the high quality products of Ukraine. Thanks to a selective approach, careful to the details and the care of the settings, Interior Mebel Kiev conquers a great attention from designers, architects, interior designers and importers of the living world, who appreciate the quality and the design of the Italian products. From the modern to the classic furniture, with a great careful to the lighting sector, of the décor and the in-

terior finishes, Interior Mebel Kiev offers to its thousands visitors the possibility to appreciate the best brands of the sector. Also for the edition 2014 there are many initiatives related to the world of design and culture, dedicated to the public of Interior Mebel Kiev and designed in collaboration with designers and local and international institutions. The collaborations with IED, Istituto Europeo di Design – excellence known at international level – and with the designer and decorator Fabrizio Cocchi, with his eclectic and innovative style, will go on for the edition 2014 giving life to training events and debates on the topic of living and style. There will be also cultural events which have always distinguished this exhibition as an ambassador of the Italian culture in Ukraine. Not only the Italian companies will be the heart of the next exhibition, but the organizers want to promote a series of events dedicated to design, music, Italian culture in Kiev. Interior Mebel Kiev is an important appointment for the Italian companies which want to look at on the markets of the Countries of the former USSR, such as Belarus, Moldova, South Russia, Azerbaijan and Kazakhstan, where the per capita income has grown a lot in recent years and our furnishing products are always more required and appreciated. l

H45


PELLE E SIMILPELLE

PVC

VISUAL COMMUNICATION

pagina 235x310_Layout 1 28/07/13 08.10 Pagina 1

BIOARCHITETTURA

INDOORTESSUTI D’ARREDAMENTO

COMPLEMENTI D’ARREDO MANIFESTAZIONI TENDAGGI

RIFINITURE D’INTERNICOMUNICAZIONI

italianhomenews BIANCHERIA CASA FIBRE E FILATI

FINISSAGGI

EVENTI

MOSTRE

FIERE

TESSUTI TECNICI

PAVIMENTAZIONI

SPUGNA

PARQUET

OUTDOORBIOARCHITETTURA PROTEZIONE SOLARE CERAMICA

L’informazione di settore diventa veloce e quotidiana. Il portale dedicato al mondo dell’interior e dell’exhibit design per essere sempre aggiornati su eventi, prodotti, analisi di mercato e manifestazioni fieristiche a livello nazionale e internazionale.

www.italianhomenews.JU

EDINTERNI

italianhomenews notizie con un click


pagina 235x310_Layout 1 24/07/13 23.43 Pagina 1


p 48-50 fiere_Layout 1 27/07/13 08.08 Pagina 48

HOME Primo piano

Miason&Objet

IN GIRO PER FIERE

MAISON&OBJET Parigi, 6-10 settembre

Miason&Objet

Buyer della distribuzione, attori dell’architettura e del design, operatori dell’export verso Paesi vicini e lontani si ritrovano all’interno del quartiere espositivo di Paris Nord Villepinte per cogliere l’emergere della creazione, misurare l’evoluzione delle tendenze e preparare il futuro della loro attività. Di edizione in edizione, Maison&Objet affina il suo percorso e perfeziona la sua selezione per presentare un panorama trasversale, leggibile e strutturato per facilitare la visita del salone, le decisioni d’acquisto e il contatto tra gli operatori. Dopo aver costituito un polo lusso all’interno dei pad. 7 e 8, con i saloni scènes d’intérieur, now! design à vivre e Maison&Objet |projets|, aver consolidato l’offerta contemporanea con lo sviluppo d’Actuel (Pad. 5B) e dato nuovo slancio

H48

al settore accessoires maison (Pad. 6), Maison&Objet riformula per l’edizione di settembre 2013 l’offerta classica all’interno di côté déco (Pad. 4-5A) per rispondere meglio alla progressione degli ordini passati da architetti e consulenti, specialmente di provenienza internazionale. Ed ancor più, l’insieme dei saloni satelliti sottolinea ancora una volta la sua peculiarità attribuendo al settore della tavola il nome di cook+design (Pad. 3). Un nuovo marchio che attesta lo sviluppo continuo di Maison&Objet verso tutti i territori dell’art de vivre e in particolar modo della cucina. Sessione dopo sessione, lo spettro dell’offerta di Maison&Objet s’allarga e si connota per rispondere sempre meglio ai bisogni specifici dei suoi visitatori. Al di là dell’appuntamento business, Maison&Objet si propone come un momento per incontri stimolanti durante i quali sono presentate le influenze della stagione grazie all’Osservatorio di Maison&Objet, che si concretizza ad ogni sessione attraverso la realizzazione di tre forum d’Ispirazione realizzati da Elizabeth Leriche, Vincent Grégoire dell’agenzia Nelly Rodi e François Bernard dell’agenzia Croisements. È l’occasione per scoprire creativi di talento, con una retrospettiva di Odile Decq (Creativo Maison&Objet dell’anno 2013) e le scenografie dei padiglioni firmate da Joseph Dirand (Creativo scènes d’intérieur dell’anno 2013), Philippe Boisselier o anche Jean-Philippe Nuel. Ed è inoltre il momento per meravigliarsi dei capolavori della luce grazie all’istallazione orchestrata da Motoko Ishii & Akari Lisa Ishii con light essantial Lighted up by Japan Creations e di tutto quello che bisogna sapere sugli ultimi materiali con la materioteca matériO. Ed infine è l’occasione per riflettere con le conferenze della Business Lounge, per apprendere i modelli d’avanguardia per la distribuzione sull’Espace Retail e di meravigliarsi delle prodezze realizzate dai migliori artigiani francesi, grazie al Forum delle Tendenze delle professioni artistiche di Francia (Forum des Tendances métiers d’art de France). Promuovere la crea-


p 48-50 fiere_Layout 1 27/07/13 08.08 Pagina 49

Macef

sign, operators of export towards near and far countries meet together inside Paris Nord Villepinte fairgrounds to catch the emergence of creation, measure the evolution of the trends and prepare the future of their activities. From edition to edition, Maison&Objet refines its itinerary and perfects its selection offering a complete, readable and structured panorama to facilitate the visit of the exhibition, the buying decisions and the contact with the operators. After setting a luxury section inside hall 7 and 8, with scènes d’intérieur, now! design à vivre e Maison&Objet |projets|, consolidating the contemporary offer with the development of Actuel (hall5B) and giving a new impulse to the home accessories sector (hall 6), Maiso&Objet reformulates for the September 2013 edition of the classical offer inside côté déco (hall 4-5A) to better meet the progression of the passed orders by architects and consultants, especially of international origins. Moreover, together the satellites halls it underlines once again its peculiarity of the table with the name cook+design (hall 3). A new brand that testifies the continuous development of Maison&Objet towards all the territories of art de vivre and in particular of the kitchen. Session after session, the spectrum of the offer of Maison&Objet expands and is characterized by always better meet the specific needs of its visitors. Beyond the business appointment, Maison&Objet is a moment for interesting meetings during which are presented the trends of the season thanks to the Observatory of Maison&Objet, that is realized, at each session, through the creation of three forums of Inspiration designed by Elizabeth Leriche, Vincent Grégoire of the agency Nelly Rodi and François Bernard of the agency Croisements. It is the occasion to discover creative talents, with a retrospective of Odile Decq (Designer Maison&Objet of 2013) and the sets of the halls designed by Dirand (Designer scènes d’intérieur of 2013), Philippe Boisselier or also Jean-Philippe Nuel. And it is also the amazing time of the masterpieces of the light thanks to the setting designed by Motoko Ishii & Akari Lisa Ishii with light essential Lighted up by Japan Creations and about what you need to know of the latest materials with the materials library matériO. Finally, it is the occasion to reflect with the conferences

Miason&Objet

zione per Maison&Objet consiste in primo luogo nell’incoraggiare i talenti più promettenti grazie all’operazione Talents à la Carte e al concorso delle professioni artistiche di Francia. E consiste anche nel promuovere la creazione presso il grande pubblico con la Paris Design Week e in tutto il mondo con il lancio di Maison&Objet Asia a Singapore in marzo 2014. n Buyers of distribution, protagonists of architecture and de-

of the Business Lounge to learn the cutting edge models for the distribution on Espace Retail and to amaze of the incredible works made by the best French craftsmen, thanks to the Forum of Trends of the artistic professions of France (Forum des Tendances métiers d’art de France). Promote creation for Maison&Objet, is first of all to encourage the most promising talents thanks to Talents à la Carte operation and the competition of the artistic professions in France. It is also to promote the creations to the general public with Paris Design Week and all over the world with the launch of Maison&Objet Asia in Singapore in March 2014.

MACEF Milano, 12-15 settembre

Macef, Salone Internazionale della Casa e del Bijoux, giunge al traguardo delle 95 edizioni, posticipando l’inizio di una settimana rispetto a quanto abitualmente previsto dal calendario fieristico, una scelta tesa a valorizzare un nuovo posizionamento nel panorama delle manifestazioni europee. Tavola&Cucina, Arredo&Decorazione, Regalo e Bijoux sono i quattro settori tematici in cui si suddivide l’offerta della manifestazione. Un panorama ampio e variegato del mondo ‘casa’ e del comparto accessori, per una proposta che unisce i grandi nomi del settore e le idee di piccoli imprenditori e giovani designer, senza mai rinunciare a stile e qualità a servizio del retail. All’interno dei padiglioni di Macef trovano spazio sezioni che nel tempo sono diventate autentici must: ‘Creazioni’, accessori e soluzioni per l’home living e decor nati dall’estro di designer emergenti; ‘L’Opera Italiana’, dove la tradizione è di casa, con le storie di vita artigiana raccontate dalle aziende attraverso i loro migliori prodotti; e ancora ‘Home Garden’, per vivere con stile ogni angolo della propria dimora, anche all’aria aperta, ‘Storie di cose sostenibili’, per una casa sempre più accogliente ad impatto zero e ‘Opere d’arti’, uno spazio dedicato a alle gallerie d’arte che propongono opere (fotografie d’arte, quadri, sculture e installazioni) molto vicine al mondo dell’arredo. I numeri dell’ultima edizione di febbraio parlano di oltre 91mila visitatori totali, con un incremento del 3,5%, soprattutto quello di provenienza estera (+14%), con visitatori provenienti da 110 Paesi. n Macef, the International Home and Bijoux Show, has reached its 95th Edition and it will start a week later in respect to the usual trade show calendar; a choice that wants to give value to a new positioning in the European exhibition scenario. Tableware&Kitchenware, Home Decor, Gifts and Bijoux. These are

H49


p 48-50 fiere_Layout 1 27/07/13 08.08 Pagina 50

Macef

HOME Primo piano

the four macro sectors of the exhibition’s offer. A wide scenario of the “Home” world and of the accessory sector, for a proposal which combines the great names of the sector and the ideas of small entrepreneurs and young designers, without giving up style and quality at the service of retail. Inside Macef’s halls there are sectors that, with time, have become real musts: Creazioni, home living, decor accessories and solutions from the inspiration of new designers; L’Opera Italiana, the home of tradition, with the stories of craftsmanship told by companies through their best products; and then Home Garden, to live with style every corner of the house also in the open air, “Stories of sustainability”, for a cozy and zero impact home and “Opere d’arti”, a space dedicated to art galleries which propose works of art (art photographs, pictures, sculptures and installations) very close to the furnishings world. The numbers of the last edition of February speak about more than 91 thousand of visitors, with an increase of 3.5%, especially from abroad (+14%), with visitors coming from 110 Countries.

ABITARE IL TEMPO 100% PROJECT Verona, 13-15 ottobre

Abitare il Tempo 100% Project

Questi i numeri della terza edizione di Abitare 100% Project: 3 giorni, 4 meeting room, 4 padiglioni commerciali, 4 Live Shop, 34 workshop e seminari, innumerevoli idee e progetti.

H50

Nelle giornate della manifestazione fieristica, produttori, progettisti, distributori, architetti si confrontano e dialogano in un forum espositivo che propone la cultura del progetto come cifra formale e sostanziale per il rilancio del mercato dell’arredamento. Alla fiera di Verona si incontreranno realtà aziendali molto diverse fra loro: dalla grande azienda industriale all’autoproduzione, dal nome affermato al giovane designer. Queste figure hanno in comune la voglia di affrontare il mercato con nuovi modelli di business, più client-oriented e attenti alle esigenze del consumatore finale. Un evento dove le collezioni sono esposte perché raccontano progetti di qualità, di esperienza, di reti d’impresa e di territori di eccellenza del Made in Italy. Il Meeting 2013 implementerà un fitto calendario di workshop, convegni e seminari specializzati con in più un interessante calendario di giornate di studio internazionali sul design. Accanto all’area formativa ed informativa, una ricca e qualificata offerta commerciale che, già dall’edizione 2012, ha marcato un deciso passo in avanti: raddoppiati i padiglioni espositivi (da due a quattro), +75% gli espositori (250), +50% i visitatori (quindicimila, il 12% dei quali esteri). n These are the numbers of the third edition of Abitare 100% Project: 3 days, 4 meeting rooms, 4 trade halls, 4 Live Shops, 34 workshops and seminaries, a lot of ideas and projects. In the days of the exhibition, manufacturers, designers, distributors, architects meet and interact in an exhibiting forum that offers the culture of the project as formal and substantial figure for the re-launched of the furnishing market. The business realities, very different one another, will meet at the exhibition in Verona: from the large industrial company to the self-production, well-known name to the young designer. These figures have in common the desire to face the market with new models of business, more client-oriented and careful to the needs of the consumer. An event where the collections are exhibited because they tell projects of quality, experience, networks and areas of the excellence of Made in Italy. The Meeting 2013 will implement a full calendar of workshop, conferences and specialized seminars and more over an interesting calendar days of international studies on design. Near the training and information area, a rich and qualified commercial offer that, already in the edition 2012, made a breakthrough: doubled the exhibiting halls /from two to four), + 75% of exhibitors (250), +50% visitors (fifteen thousand, 12% of them from abroad).


p 51-54 home materials_Layout 1 28/07/13 07.40 Pagina 51

DI MARIADELE MANCINI

L’oggetto creato dall’uomo rispecchia la concezione filosofica ed estetica propria di colui che l’ha prodotto; tant’è che le notizie che ne deduciamo, osservandolo, non corrispondono solo alla sua identità materica, ma appartengono alla sfera emozionale del creatore trasformata in arte espressiva

e object designed by the man reflects the philosophical and aesthetic concept about who produced it; so the information that we deduce, watching it, correspond not only to its material identity, but also belonging to the emotional sphere of the creator changed into expressive art

” HOME 51


p 51-54 home materials_Layout 1 28/07/13 07.40 Pagina 52

HOME Fall in love with materials

TORRI LANA Ad accoglierci nello stand di Torri Lana a Proposte 2013 sono due singolari poltrone rosa. Un colore che trasmette all’oggetto una immediata sensazione di tenerezza e poesia che ci riporta all’infanzia. Quel continente di ritmi istintivi e sereni, che ciascuno di noi custodisce in fondo al cuore. Ma, come ricorda Plutarco. “i colori sono (solo) i primi schemi della materia’’ e, quando incontriamo i tessuti della collezione 2013, è la struttura, dominio della forma sul colore, che diviene, per noi, un lungo fiabesco racconto. Una storia di materiali, che già, al primo sguardo, ci colpiscono per il gioco fluttuante dei filati negli intrecci sofisticati. Ed ecco che ci stupisce la sequenza, nella medesima armatura, di fili eterogenei di lino, di fettucce e cordonetti, di moulinè e frisè. Fuori da ogni banalità o inganno, piacevolmente ci cattura l’intensità di un pensiero creativo, che trova nell’unicità la sua migliore seducente espressione di creatività. Two unusual pink armchairs welcome us at Torri Lana stand. A color that spreads to the object an immediate sensation of tenderness and poetry that takes us to the childhood. That world of instinctive and peaceful rhythms, that each of us holds in our heart. But, as Plutarch noted: “the colors are (only) the first outlines of the material” and, when we see the fabrics of collection 2013, it is the structure, domination of the texture on the color, that becomes, for us, a long fairy tale. A history of materials, which strikes us at first glance for the floating play of the yarns into sophisticated twist. And at the same way we are amazed of the sequence, of the same texture, of heterogeneous yarns of linen, ribbons and piping, floss and fries. Out of every banality or trick, we are nicely captured by the intensity of a creative thought, that its best seductive expression of creativity is the uniqueness.

HOME 52


p 51-54 home materials_Layout 1 28/07/13 07.40 Pagina 53

EUROP MARCHINI Sul palcoscenico delle novità, a Proposte, esordio alla grande della Rafia in una collezione lussuosa e sofisticata, quale è sempre, anno dopo anno, quella di Europ Marchini. La rafia, ricavata dall’asportazione dell’epidermide superiore delle foglie della raphia peduncolata, appartenente alla famiglia delle Palme, si presenta all’origine come fibra molto secca. La ritroviamo invece in questi tessuti con un aspetto assolutamente atipico per la sua morbidezza imprevedibile. Ne parliamo con Andrea Marchini incuriositi dalla novità del materiale e affascinati dalle declinazioni del suo utilizzo. E ci perdiamo ad osservare ammirati alcuni esempi straordinari di superfici perfettamente equilibrate, pur nell’alternanza di armature che si susseguono tra pieni e vuoti, tra luce e oscurità, tra leggero e pesante, tra lavorazione e pausa dei fili persi. Tutta la ricerca dell’abbigliamento di alta gamma la riviviamo travasata in un prodotto arredamento di grande livello. Davvero. At Proposte, on the stage of the latest news there was the great debut of the Rafia in a luxurious and sophisticated collection by Europ Marchini, which is always this, year after years. The raffia, obtained by the removal of the upper epidermis of the leaves of the raphia pedunculate, belonging to the family of Palms, at first it is very dry. Here in these fabrics it has an absolutely atypical aspect with an incredible softness. We speak about it with Andrea Marchini, intrigued by the news of the material and amazing by some extraordinary examples of surfaces perfectly balanced, even if there are an alternation of textures between solids and voids, light and darkness, light and heavy, weaving and loose yarns. We find all the research of high quality clothing inside a high quality furnishing product. Really.

HOME 53


p 51-54 home materials_Layout 1 28/07/13 07.40 Pagina 54

HOME Fall in love with materials

Sperimentazioni di lusso Una inedita collaborazione, quella tra Mario Sirtori e gli studenti del corso sui beni di lusso di Polidesign, che ha dato forma a nuove linee di prodotto che si muovono tra creatività, stile e sperimentazione A Proposte, lo scorso maggio, abbiamo potuto conoscere i primi risultati di questa collaborazione: (H)eart(er) di Barbara Bertocchi, Home-motive di Silvia Festa e Velluto Armato di Gianna Di Donatantonio. I tre lavori non si limitano a un disegno o un’ideazione del tessuto, ma sviluppano e propongono il prodotto a partire dal processo creativo fino ad arrivare alla comunicazione, passando per eventuali collaborazioni con altri brand e comprendendo l’ideazione di un lifestyle e di un bagaglio emozionale che possa accompagnare il cliente. Tre esperienze progettuali che si propongono come viaggi emotivi all’interno della sensorialità del tessuto Mario Sirtori.

Lo stand Mario Sirtori a Proposte.

Mario Sirtori è una importante realtà italiana nel

campo del tessuto d’arredo. Un’azienda che ha da sempre un occhio verso il futuro ed è alla ricerca di continue innovazioni di prodotto e di servizio, senza dimenticare le proprie origini artigianali e tradizionali. In questa sua continua ricerca ha instaurato una collaborazione con il master di alta formazione Licensing per i beni di lusso organizzato da POLI.design, che sta dando frutti interessanti. Agli studenti del corso è stato chiesto di interpretare il brand proponendo un tessuto innovativo e relative applicazioni partendo da un brief creativo riguardante la natura in tutte le sue sfaccettature.

1 HOME 54

Experimentations of luxury Mario Sirtori is an important Italian company in the furnishing sector. A company that has always an eye for the future and it is looking for new innovations of product and service, without forgetting its own crafts and traditional origins. In its continuous research it has established a collaboration with the master of high training Licensing for the luxury goods organized by POLI.design, which is bearing good results. It was asked to the students of the course to interpret the brand offering an innovative fabric and

2

its applications starting from a creative brief concerning the nature in all its aspects. Last May, at Proposte, we could know the first results of this collaboration: (H)eart(er) of Barbara Bertocchi, Home-motive of Silvia Festa and Velluto Armato of Gianna Di Donatantonio. These three works are not only a drawing or an ideation of fabric, but they develop and propose the product starting from the creative process up to the communication, through any collaborations with other brands and including the creation of a lifestyle and emotional knowledge that can accompany the customer. Three design experiences that present themselves as emotional journeys inside the sensory fabric of Mario Sirtori.

1. (H)eart(er) di Barbara Bertocchi. Tessuti cosmetotessili che prendono spunto da un viaggio attraverso le fotografie di Elsa Haertter. - Cosmetotessili fabrics that are inspired by a journey through the photographs of Elsa Haerttet. 2. Home-motive di Silvia Festa. Una collezione di tessuti dedicata al mondo dell’auto, ma applicabile al campo contract navale, alberghiero, turistico. - A collection of fabrics dedicated to the automotive sector, but applicable to the contract, yacht, hotel tourism sector. 3. Velluto Armato di Gianna Di Donatantonio. Il velluto viene armato con un telaio metallico che dà origine a un tessuto composito ad alte prestazioni. - The velvet is reinforced with a metallic loom which gives life to a composite fabric with high performance.

3


pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 10.28 Pagina 1


p 56-61 techtextil_Layout 1 28/07/13 08.24 Pagina 56

HOME Fibre e filati

TECHTEXTIL 2013, CRESCITA A DUE CIFRE

TECHTEXTIL 2013 HA CHIUSO I BATTENTI CON NUOVI RECORD IN TERMINI DI ESPOSITORI E VISITATORI, CHE CONFERMANO LA CRESCITA DELLA MANIFESTAZIONE TEDESCA E SOPRATTUTTO DEL SETTORE DEI TESSILI TECNICI E PERFORMANTI Testo Danilo Morigi - Foto MesseFrankfurt

S

ono stati oltre 1.300 gli espositori (+10% rispetto al 2011), provenienti da 48 Paesi, che dall’11 al 13 giugno hanno presentato le ultime novità del settore nell’ambito dei tessili tecnici e tessuti non tessuti. Circa 27.500 visitatori, anche qui con un incremento 10% rispetto all’ultima edizione, provenienti da 97 Paesi, hanno attraversato i corridoi della fiera. “Techtextil è stato ancora una volta in grado di consolidare il suo ruolo di fiera leader a livello mondiale e un must per il settore”, ha dichiarato Detlef Braun, membro del Comitato esecutivo della Messe Frankfurt GmbH. “Insieme a Texprocess, vediamo un futuro luminoso per Techtextil. I record stabiliti da entrambe le fiere confermano il concetto fondamentale di questa combinazione di tessuti tecnici e tecnologie textileprocessing “. Sono stati importanti gli effetti sinergici derivanti dalla concomitanza con Texprocess (che ha aperto un giorno prima),

H56

sono stati ben 5.400 i visitatori professionali della fiera delle tecnologie tessili ad aver approfittato dell’opportunità di visitare i padiglioni dedicati ai prodotti tessili. Parlando a nome dell’industria tedesca, Werner Zirnzak, vice direttore dell’Associazione industriale dei filati, tessuti e tessuti tecnici, ha dichiarato: “Le nostre aziende associate sono unanimi nell’affermare che questa è stata la migliore Techtextil di sempre. L’aumento del numero di espositori ha attirato più visitatori alla fiera, anche nel primo giorno della fiera e la qualità dei visitatori è stata eccellente.” In questa edizione c’è stato un importante incremento della percentuale di visitatori esteri (57% del totale), che conferma la qualità e la peculiarità di questa manifestazione, ma anche la salute del comparto dei tessili performanti, in controcorrente rispetto a quello tradizionale. Dopo la Germania, il maggior numero di visitatori è arrivato da Italia, Francia, Tur-


p 56-61 techtextil_Layout 1 28/07/13 08.24 Pagina 57

chia, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Belgio, Svizzera, Spagna, Polonia e Federazione Russa. Si sono visti anche diversi operatori provenienti da Cina, Giappone, Taiwan e Stati Uniti. Sono stati 13 i Paesi che hanno presentato delle collettive nazionali, fra cui naturalmente l’Italia, oltre a Belgio, Cina, Francia, India, stati Uniti e Gran Bretagna. La vivacità del settore in Germania è confermata dalla partecipazione di scuole e università, che svolgono un ruolo importante, con le loro ricerche e l’opera di formazione, per ogni settore produttivo, tessile e meccanotessile compresi. L’Istituto per la Tecnologia Tessile dell’Università RWTH di Aachen, presente allo stand congiunto con l’azienda tedesca Elmatex, ha commentato così, attraverso il responsabile marketing Viola Siegl, la propria partecipazione: “Il numero di visitatori nella sala è stato eccellente. Abbiamo instaurato rapporti con l’industria, le associazioni, gli istituti e gli studenti, e fatto un buon uso del Muro per offerte di lavoro.” Vista la varietà delle tipologie di prodotto e delle aree di applicazione presentate in fiera, il concetto di Techtextil ha attirato visitatori ed espositori da tutte le aree del settore tessile e non solo. Ben dodici campi d’impiego rappresentati: Agrotech, Buildtech, Clothtech, Geotech, Hometech, Indutech, Medtech, Mobiltech, Oekotech, Packtech, Protech e Sporttech. Molti degli espositori, coi loro prodotti, operano in realtà in più settori. Il clima in fiera si è mantenuto positivo, con un’affluenza costante nelle diverse giornate. Lo ha confermato Wolf-Rüdiger Baumann, direttore generale della Confederazione tedesca dell’industria tessile e moda: “Oggi il tessile tecnico rappresenta il 50% del fatturato del tessile e della moda tedesca. Le nostre aziende sono tra i leader mondiali del settore e lo hanno ribadito qui a Techtextil. Il futuro appartiene ai prodotti tessili innovativi, per questo Techtextil è in continua crescita sia sul piano nazionale che internazionale. Così, innovazione e creazione di nuovi prodotti sono e saranno un fattore sempre più determinanti per il successo al fiera.” Ai simposi Techtextil e Avantex hanno partecipato oltre 400 persone, assistendo alle presentazioni, incontri e tavole ro-

tonde sui nuovi prodotti, le tecnologie e i materiali del futuro del mondo tessile. I Techtextil e Avantex Innovation Awards sono stati presentati lunedì 10 giugno, prima l’apertura della fiera. Sono stati 85 i progetti presentati, fra cui la giuria di esperti ha selezionato ben nove vincitori e una menzione d’onore. A questi si sono affiancati i dieci premiati, oltre a due menzioni speciali, nel concorso ‘Textile Structures for New Building’ dedicato agli studenti e organizzato da Messe Frankfurt in collaborazione con l’associazione Tensinet internazionale. I progetti selezionati sono stati esposti nei padiglioni della fiera e hanno mostrato alcune applicazioni davvero interessanti e impensate per i prodotti tessili in edilizia. Funzionalità, sostenibilità, sicurezza, mobilità, leggerezza sono solo alcune delle caratteristiche dei prodotti presentati in fiera. Le novità includono sistemi sensoriali per l’abbigliamento, tessuti leggerissimi utilizzati come materiale di rinforzo per il cemento e l’utilizzo di tessuti compositi a base di

Sopra, un’immagine dell’area collettiva italiana e la collettiva francese. Above, an image of the national Italian pavilion and the national French pavilion.

H57


p 56-61 techtextil_Layout 1 28/07/13 08.25 Pagina 58

HOME Fibre e filati

A sinistra. molte le aziende di fibre e filati presenti a Techtextil. A destra: la tuta per astronauti esposta allo stand Outlast. On the right, many companies of fibers and yarns present at Techtextil. On the right, the space suit for atronauts exhibited at Outlast stand.

fibre naturali per l’automotive. Presenti a Francoforte anche molti produttori di fibre. Christina Kreuzwieser, Responsabile Comunicazione dell’austriaca Lenzing, ha dichiarato: “Per noi produttori di fibre, Techtextil è un momento importante della stagione fieristica. L’intera filiera tessile è rappresentata qui da visitatori provenienti da ogni settore. Particolare enfasi è stata data alla rete di collaborazioni e sinergie, che darà una spinta a molte innovazioni future.” Molti anche i filatori, settore in cui l’Italia rappresenta un’eccellenza. Ad esempio C4, che abbina alla filatura tradizionale le tecnologie più avanzate, come ad esempio per le fibre “flame retardant”, quelle resistenti all’usura o resilienti. Oppure i filati floccati della Finelvo per tessuti automotive o d’arredo, come il Voilà, disponibile in un’ampia gamma di titoli, lavorabile con telai tradizionali che non necessita di finissaggi speciali. Il Gruppo Radici si è presentato a Techtextil con alcune interessanti novità, come i fili di Nylon Radillon PA6.10 a basso impatto ambientale e Raditeck Fine, che si è arricchito di nuovi articoli air-textured. Molto interessanti anche i due fili di poliestere Radyarn e Starlight UVProtection, con proprietà schermanti dai raggi solari, oltre a solidità dei colori e resistenza all’abrasione. Abbiamo visto interessanti novità anche da Outlast con le ultime evoluzioni della loro fibra termoregolatrice che, nata per essere utilizzata nelle tute degli astronauti, si sta diffondendo nel bedding, nel leisurewear e nello sportswear. Tra gli italiani, Essegomma ha presentato in fiera due tappeti in filato Flyer, prodotti per esterno e contract. Sono perfetti

Circa 27.500 visitatori, anche qui con un incremento 10% rispetto all’ultima edizione, provenienti da 97 Paesi, hanno attraversato i corridoi della fiera. H58

per essere usati a bordo piscina o nei centri benessere per aumentare il confort e la sicurezza, sono infatti antimicotici e antibatterici. La Safil produce filati tecnici, in filatura pettinata con fibre lunghe. La particolare lavorazione garantisce più comfort e meno pilling sul prodotto finito. Sono filati performanti, antifiamma, utilizzati per la protezione, ma anche l’underwear, lo sportswear e il racing. La Filmar si è presentata a Francoforte con i suoi prodotti delle divisioni arredamento, medicale e nastri tecnici. Nel settore dei tessuti e della protezione solare, la Fratelli Giovanardi ha esposto i suoi prodotti per le architetture tessili e la schermatura dal sole. In particolare otto interessanti novità pensate in prospettiva per l’Expo 2015, che uniscono grandi performance ed estetica. Il Gruppo Bozzetto, ha presentato un prodotto luminescente, frutto di una lunga ricerca, che incamera la luce e la restituisce nell’arco di 8 ore. Il Fixamin CP Glow può avere mille utilizzi, nello sportswear, nell’arredo, nella sicurezza, fino ai prodotti per la comunicazione, come insegne, loghi, ecc. I trattamenti effettuati nei vari stabilimenti del Gruppo possono andare dall’antibatterico all’antimacchia, dalla termoregolazione, all’antipiega, insomma tutte quelle caratteristiche sempre più richieste nelle applicazioni del tessile. Specializzata in tessuti e reti di acciaio inox, la Fratelli Mariani di Cormano ha presentato le ultime novità per il settore dell'automotive, housing e arredamento. Tra le tante novità di Invista segnaliamo i tessuti Cordura strecht e il denim in Cordura per l’abbigliamento, calzature, ma anche l’arredo e soprattutto l’uso in outdoor, nel quale garantisce una durabilità senza pari. La prossima edizione Techtextil 2015 è prevista dal 5 al 7 maggio 2015, sempre in concomitanza con Texprocess, che si terrà dal 4 al 7 maggio.


p 56-61 techtextil_Layout 1 28/07/13 08.25 Pagina 59

Techtextil 2013, growth double digits There were more than 1,300 exhibitors (+10% compared to 2011), coming from 48 Countries, that from 11 to 13 June presented their latest news of the sector of technical textiles and nonwoven. Around 27,500 visitors from 97 countries, also an increase of ten percent, ensured busy exhibition stands. “Techtextil has once again been able to expand its unique position as the world’s leading trade fair and a must for the sector”, said Detlef Braun, Member of the Executive Board of Messe Frankfurt GmbH. “Together with Texprocess, we see a bright future for Techtextil. The records set by both fairs confirm the seminal concept of this combination of technical textiles and textile-processing technologies.” They were very important the synergistic effect generated by the present of Texprocess (opened one day before ), there were 5,400 trade visitors of the fair, just the first day of the fair and the quality of the visitors was excellent. Speaking on behalf of the German industry, Werner Zirnzak, Deputy Director of the Association of the Yarns, Woven Fabrics and Technical Textiles Industry, said, “Our member companies are unanimous - this was the best Techtextil ever. The increased number of exhibitors attracted more visitors to the fair. The first day of the fair was particularly good. Visitor quality was also excellent.” Besides the growth in visitor numbers, there was also an increase in the proportion of visitors from abroad (57% of the total), which enabled the exhibition to consolidate its position as performance textile in comparison to the traditional one. After Germany, the biggest visitor nations were Italy, France, Turkey, Great Britain, The Netherlands, Belgium, Switzerland, Spain, Poland and the Russian Federation. There were also significantly more visitors from China, Japan, Taiwan and the USA. 13 countries made presentations in national pavilions, in addition to Italy Belgium, China, France, India, the United States and Great Britain. The vivacity of the sector in German was confirmed by the atten-

dance of schools and universities, which play an important role, with their researches and training, for each manufacturing, textile and mechanic textile sector. The Institute for Textile Technology (ITA) of RWTH Aachen, which was represented on the Elmatex joint stand, was also very pleased with the quantity and quality of contacts made: “The number of visitors in the hall was excellent. We held discussions with the industry, associations, institutes and students, and made good use of the Job Wall for job offers”, said Marketing Manager Viola Siegl. Given the variety of products and application areas presented at the fair, the concept of Techtextil attracted visitors and exhibitors from all areas of the textile industry and not only. With twelve areas of application represented by Agrotech, Buildtech, Clothtech, Geotech, Hometech, Indutech, Medtech, Mobiltech, Oekotech,

Aumentata del 10% l’affluenza dei visitatori. An increase of the 10% of the visitors.

H59


p 56-61 techtextil_Layout 1 28/07/13 08.25 Pagina 60

HOME Fibre e filati

Packtech, Protech e Sporttech. Many of the exhibitors, with their products, working in more than one application area. There was a very good mood at the fair, with a constant turnout in the different days. This was confirmed by Wolf-Rüdiger Baumann, Director General of the Confederation of the German Textile and Fashion Industry: “Today, technical textiles account for 50 percent of the turnover of the German textile and fashion industry. Our member companies rank among the world leaders and, with their presentations at Techtextil, leave no doubt that they deserve this position. The future belongs to innovative textile products and Techtextil is growing continuously in significance for the sector on both the national and international planes.” Thus, investments in innovations and the presentation of new products are and will be an increasingly decisive factor for the success at the fair. At the Techtextil and Avantex Symposiums, over 400 participants heard about current trends in the sector about new ideas, products, materials and technologies of the future textile world. The Techtextil and Avantex Innovation Awards were presented on the Monday 10 June, before the fair opened. From 85 entries, the jury of experts selected nine developments for an award and one project for an honourable mention. There were also ten winners, including two special mentions, in the ‘Textile Structures for New Building’ student competition organised by Messe Frankfurt in cooperation with the international Tensinet association. The special shows in Halls 4.1 and 3.1 presented the award-winning pro-

Il futuro appartiene ai prodotti tessili innovativi, per questo Techtextil è in continua crescita sia sul piano nazionale che internazionale. H60

ducts in an impressive and aesthetically pleasing way. Functionality, sustainability, security, mobility, light-weight are only some of the characteristics of the products presented at the fair. The novelties included sensory systems for clothing, light-weight fabrics used as reinforced material for the cement and composed fabrics of natural fibers for automotive industry. In Frankfurt there were also many fibers manufacturers. Christina Kreuzwieser, Head of Marketing Communication at Lenzing, said: “For us as fibers manufacturers, Techtextil was a highlight of the trade-fair season. The whole textile chain was represented by visitors from all sectors. Particular emphasis was given to the network idea and this will certainly give a boost to many of tomorrow’s innovations”. There were also many spinners, sector in which Italy represents an excellence. For example C4, that combines the traditional spinning the most advanced technologies, for example for the “flame retardant” fiber, those wear resistant or resilient. Or the flocked yarns of Fineivo for automotive or furnishing fabrics, such as Voilà, available in a wide range of titles, spinning with traditional looms without any special finishing. Gruppo Radici was present at Techtextil with some interesting news, such as Nylon Radillon PA6.10 yarns with low environmental impact and Raditeck Fine, which has been enriched with new airtextured products. They were very interesting also the two polyester Radyarn and Starlight UVProtection yarn, with shielding properties from sunlight, as well as color fastness and abrasion resistant. We saw interesting news also at Outlast with the latest evolutions of their thermoregulatory fiber that was born to be used for the space suit of astronauts, and now it is spreading throughout the


p 56-61 techtextil_Layout 1 29/07/13 15.47 Pagina 61

bedding, leisurewear and sportswear. Among the Italians, Essegomma presented at the fair two carpets with Flyer yarn, outdoor and contract products. They are suitable to be used in the poll or wellness centers to increase the comfort and security, they are antifungal and antibacterial. Safil produces technical yarns, in worsted spinning with long staples. The particular spinning guarantees more comfort and less pilling of the finished product. They are performing yarns, flame retardant, used for protection, but also underwear, sportswear and racing. Filmar was presented in Frankfurt with its products in the furnishing, medical and technical tapes sectors. Fratelli Giovanardi, in the fabric and solar awnings. In particular eight interesting news designed about Expo 2015, which join high performance and aesthetics. Gruppo Bozzetto presented a luminescent product, result of a long research, that trap the light and releases it within 8 hours. Fixamin CP Glow can have a thousand of uses, sportswear, furnishing, security, up to products for the communication, such as

signs, logos etc. The treatments make in the different factory of the Group can be antibacterial stain resistance, thermoregulation, crease resistance, so all those features more demand in the textile applications. Fratelli Mariani in Cormano, specialized in stainless steel meshes and nets, has presented the latest news for the automotive, housing and furnishing sector. Among the many news of Invista, we mention Cordura stretch fabrics and the denim in Cordura for clothing, footwear but also for furnishing and outdoor use, which provides an incredible durability. The next edition Techtextil 2015 is from 5 to 7 May 2015, always together with Texprocess that is from 4 to 7 May. l

Sinterama a Techtextil - Sinterama at Techtextil

Lo stand Sinterama. - Sinterama’s stand.

SINTERAMA, leader europeo nella produzione di filati in poliestere colorato si è presentata con l’intera gamma dei suoi prodotti all’appuntamento di Francoforte. Naturalmente non poteva mancare il Newlife, utilizzato sia per l’abbigliamento, che per l’automotive e gli interni. Per le sue alte prestazioni questo filato viene utilizzato da diverse aziende di sportswear come Lafuma (Francia), specializzata in abbigliamento da montagna, oppure Graf, azienda svizzera di attrezzature e vestiti per hockey e pattinaggio. Per la grande resistenza e la traspirabilità, Newlife viene utilizzato anche nell’abbigliamento protettivo e da lavoro dalla Klopman International. È stata poi presentata una nuova mischia al 96% Newlife e 4% Negastat, con proprietà antistatiche, che apre nuove interessanti possibilità per la protezione e l’abbigliamento da lavoro. L’ampio portfolio di case history che coinvolge Sinterama parla da solo e dimostra la continua innovazione del Gruppo. Tra gli ultimi risultati della ricerca di nuovi filati, a Techtextil abbiamo potuto apprezzare capi di maglieria e underwear in tessuto antibatterico, prodotti dalla marchigiana La Griffe. Poi ci sono le tovaglie da tavola di Parotex, utilizzate nel contract, che mantengono una mano e un aspetto da fibra naturale ma non assorbono macchie e sono di facile manutenzione. Un’area dello stand è stata dedicata alle sedute per esterno e per ufficio, realizzate con tessuti della Plastitex Sensitex Line, caratterizzati da una bella mano, resistenza agli UV e alte performance dovute all’utilizzo del filato Soleil 1000 di Sinterama e lavorato da Lucchesi. Sempre con il Soleil 1000 l’azienda belga Tinta sta producendo una linea di parasole che offrono una notevole protezione solare e lunga durata in ambiente esterno, proprio grazie al materiale di cui sono costituiti. Non solo filati e tessuti, perchè Sinterama ha esposto a Francoforte anche i pannelli performanti Ecotex, Ecoflex ed Ecostrong, con caratteristiche di fonoassorbenza, antifiamma e sostenibilità, frutto del lavoro sinergico di diverse eccellenze italiane. I pannelli sono infatti prodotti dalla Slalom, con tessuti Botto realizzati con filati Sinterama, con la partecipazione attiva di tutte e tre le aziende

nella fase di ricerca e sviluppo. Un mondo intero, quello di Sinterama, che ha affascinato i visitatori e arricchito la manifestazione di tante interessanti novità. SINTERAMA, European leader in the production of colored polyester presented the whole product portfolio with its products at the appointment of Frankfurt. Of course it could not miss the Newlife, used for clothing, automotive and indoor. This yarn has been used for its high performance by many different sportswear companies such as Lafuma (France), specialized in mountain clothing, or Graf, a Swiss company of equipment and clothing for hockey and skating. Thanks to its resistance and breathability. Newlife is used also for the protective and work wear by Klopman International. It was also presented a new blend of 96% Newlife and 4% Negasta, with anti-static properties, which opens new interesting application for the protection and work wear The extensive portfolio of case histories involving Sinterama speaks and shows the continuous innovation of the Group. Among the last results of the research of new yarns, at Techtextil we could appreciate knitwear and underwear in antibacterial fabric, manufacturing by La Griffe from Marche. Then there are the tablecloths of Parotex, used in the contract, which have a hand and a look of natural fiber but they do not absorb stains and easy maintenance. An area of the stand was dedicated to the outdoor seats and for the office, made with fabrics by Plastitex Sensitex Line, characterized by a nice hand, UV resistance and high performance due to the use of the yarn Soleil 1000 of Sinterama and processing by Lucchesi. Again with the use of Soleil 1000 the Belgian company Tinta is producing a line of sunshades with give a good solar awning and durable outdoor, thanks to the material of which are made. Not only yarns and fabrics, because Sinterama exhibited in Frankfurt also the performing Ecotex, Ecoflex and Ecostrong panels, with characteristics of sound absorption, flame retardant and sustainability, the result of a joint work of several Italian excellences. The panels are made by Slalom, with Botto fabrics manufactured with Sinterama yarns, with the active participation of all the three companies during the research and development. A whole world, that of Sinterama, which amazed the visitors and enriched the exhibition with many interesting news.

Lo sportswear di Lafuma realizzato in Newlife. Lafuma sportswear made in Newlife.

H61


p 62-63 filo_Layout 1 27/07/13 08.12 Pagina 62

HOME Fibre e filati

VENTI ANNI DI FILO IL 9 E 10 OTTOBRE PROSSIMI IL SALONE INTERNAZIONALE DEI FILATI E DELLE FIBRE, CON LA QUARANTESIMA EDIZIONE DELLA RASSEGNA, FESTEGGIA I SUOI PRIMI VENT’ANNI DI SUCCESSI, CON LO SGUARDO SEMPRE POSATO SUL FUTURO Testo Danilo Morigi - Foto Fulvio Bertazzo

P

aolo Monfermoso, responsabile di Filo, sottolinea che “un compleanno così speciale va festeggiato in modo adeguato, senza rinunciare però alle caratteristiche che da sempre ispirano l’organizzazione di Filo: qualità, professionalità, efficacia. Stiamo perciò lavorando ad alcune novità e sorprese nell’allestimento e nell’area tendenze, mentre, sul versante comunicazione, abbiamo potenziato le iniziative dirette ai buyer stranieri”. “Vogliamo considerare i primi venti anni di Filo non come un punto di arrivo, ma come un punto di partenza. Con questo sguardo rivolto al futuro, abbiamo anche scelto il tema della 40ª edizione, Giovinezza. Una giovinezza che, secondo noi, è l’incubatore di tutte le chance di crescita, delle aziende come del Paese; che è saper cogliere le opportunità e avere la capacità di innovare e rinnovarsi, unita alla volontà di accettare le sfide, anche le più difficili, come sono quelle che si presentano oggi alle imprese tessili”.

H62

Gianni Bologna, responsabile creatività e sviluppo prodotto di Filo, nel presentare in anteprima le proposte prodotto della 40ª edizione, ricorda quanto diceva Leo Longanesi, “c’è una sola grande moda: la giovinezza”. E dunque, continua Bologna, “è sembrato corretto dedicare i vent’anni di Filo a chi ha vent’anni. Anche in un convinto tentativo di ritorno alla speranza di vivere un tempo ‘altro’ rispetto a quello che stiamo vivendo da qualche decennio”. Giovinezza vuole dire moda (oggi meglio diremmo “mode”) per il semplice motivo che la giovinezza è sperimentale per sua natura ed è portatrice di una visione anticonvenzionale non avendo avuto materialmente il tempo di fossilizzarsi in canoni e stereotipi acquisiti. Il compito dato è quindi quello di immaginare alcune proposte che non rispondano tanto ai canoni rigidi e codificati dello chic più o meno tradizionale, quanto alla direzione


p 62-63 filo_Layout 1 27/07/13 08.12 Pagina 63

verso un rinnovamento compatibile con le istanze più attuali, anche se a volte queste possono sembrare meno “ortodosse” dal punto di vista dell’eleganza classica.

Le proposte prodotto Il mood principale che si è cercato di trasmettere è quello di un rimescolamento e di una giustapposizione di aspetti tessili non sempre “armonici” dal punto di vista tradizionale, ma che da tempo fanno parte della nostra estetica quotidiana, della vita che vediamo per strada o di quella che ci propongono i media. L’origine del fenomeno è senza equivoci né possibili contestazioni: tutti noi, ma in particolare i giovani, viviamo immersi nella iper-comunicazione e questa è diventata la grande formattatrice del virtuale, ma anche del reale. A differenza dei fenomeni del passato, la novità realmente rivoluzionaria di quello di oggi è che non ci chiede di uniformarci, di rinunciare a opinioni, gusti e orientamenti personali. Ci invita al contrario a formulare la nostra opinione (vedasi il dilagare dei “mi piace” sui social network). Di fatto, oggi non è certo il pensiero, l’analisi, la riflessione il vento che gonfia le vele del personalismo, ma è il gusto. E questo significa molto semplicemente che dalla adesione ideologica siamo passati alla concupiscenza, alla semplice preferenza, al capriccio infantile. Ovvero, al trionfo della iperpersonalizzazione. Che però, a ben riflettere, ci costringe a prendere atto che tutti siamo immersi in un mondo un po’ schizofrenico in cui le differenze sono “differenze di massa”. L’appuntamento con la 40ª edizione di Filo è per il 9 e 10 ottobre 2013 al Centro Congressi Le Stelline di Milano. l

Filo twenty years Paolo Monfermoso, manager of Filo, emphasizes that “such a special anniversary must be celebrated properly without neglecting the characteristics that have always inspired the organization of Filo: quality, professionalism and efficiency. However, we are working on some novelties and surprises in the layout and trend area, while for communications we have expanded the initiatives aimed at foreign buyers”. “We would like to consider the first twenty years of Filo not as a goal but as a starting point. Looking at the future, we have also chosen the theme for the 40th edition, Youth. This ‘Youth’, in our opinion is the “incubator” of all of the chances of growth both for a company and an entire Country, it means knowing how to take advantage of opportunities and having the ability of innovation and renewal, together with the willingness to accept challenges, even the most difficult ones like the ones present today in textile companies.” Gianni Bologna, creativity and product development manager of Filo, in presenting a preview of the proposals of the 40th edition, recalls the words of Leo Longanesi, “there is only one great fashion: youth. Therefore,” continues Bologna, “it seems right to dedicate the twenty years of FILO to those who are twenty years old. It is also a convincing attempt to return to the hope of living in ‘other times’ in respect to the ones we have been living for several decades.” Youth means fashion (today is better say “fashions”) for the simple reason that youth is experimental in its nature and bearer of an unconventional vision not having been materially time to fossilize in rules and stereotypes acquired. The given task is therefore to imagine some proposals that do not respond to the strict and codified rules of chic, more or less traditional, but to the direction towards a renewal compatible with the

most current instances, even if sometimes these may seem less “orthodox” from the classic elegance point of view.

The proposals products The main mood that underscores it is a re-mixing and juxtaposition of textile aspects that are not always harmonious from the traditional point of view, but that for long time have become part of our daily aestheticism, the life that we can see on the streets or the one that is proposed by media. The origin of the phenomenon is unmistakable without protests: all of us but in particular the young, live immerses in hyper-communication and this has become a great trainer for both virtual and reality. But the difference from the past, today the real revolutionary idea it is that we are not asked to conform, renouncing our opinions, tastes and personal orientations. We are invited, on the other hand to formulate our opinion (see the spread of the “I like it” on social networks). So, today is not the thought, the analysis, the reflection or the wind filling the sails of the customization, but it is the taste. This simply means that we have passed from the ideological adherence to the lust, to the simple preference or childish tantrum. That is the triumph of the hyper-customization. But, if we think about it, it forces us to take note that we are immersed in a little schizophrenic world where the differences are the “mass differences”. The date for the 40th edition of Filo is the 9th and 10th October at the Le Stelline Congress Centre in Milan.l

Vogliamo considerare i primi venti anni di Filo non come un punto di arrivo, ma come un punto di partenza. Con questo sguardo rivolto al futuro, abbiamo anche scelto il tema della 40ª edizione, Giovinezza.

H63


p 64-65 pointex_Layout 1 29/07/13 15.48 Pagina 64

HOME Fibre e filati

PO.IN.TEX A TECHTEXTIL ANCHE IL POLO DI INNOVAZIONE TESSILE DELLA REGIONE PIEMONTE HA PARTECIPATO ALLA 15° EDIZIONE DI TECHTEXTIL A FRANCOFORTE

P

o.in.tex, con sede a Biella, è gestito direttamente da

Città Studi e si avvale della collaborazione dell’Unione Industriale Biellese, con cui ha partecipato alla fiera di Francoforte con l’obiettivo comune di rafforzare il tessuto produttivo tessile territoriale operando nell’ottica di costituire forti reti internazionali. Il Polo per l’Innovazione Tessile è un’associazione regionale che raggruppa circa 80 aderenti tra imprese e centri di ricerca, che cooperano per sviluppare insieme progetti di innovazione industriale riguardanti molteplici aree e svolti in compartecipazione tra aziende della filiera tessile e partner di altri settori, con la collaborazione di centri di ricerca e Università. Il Polo di Innovazione Tessile, inoltre, è l’unico polo italiano a far parte di Textile2020 (www.textile2020.eu): progetto europeo partecipato dai più importanti poli tessili del continente, allo scopo di attuare una strategia comune per rafforzare ed estendere la competitività degli aderenti a livello internazionale nell’ambito del settore tessile tecnico, attraverso scambi e confronti scientifici e tecnologici. “Partecipare a Techtextil - ha dichiarato Paola Fontana, responsabile della divisione Servizi per la Ricerca di Città Studi

H64

- è stata un’importante opportunità per instaurare nuovi contatti e approfondire alcuni temi. Come Polo di Innovazione Tessile abbiamo colto l’occasione per osservare le nuove tecnologie tessili presenti sul mercato internazionale: utile bagaglio di conoscenze da condividere con i nostri associati. Su alcune tecnologie particolarmente innovative, che abbiamo individuato grazie ai contatti della rete Textile2020, abbiamo organizzato incontri di approfondimento tecnico a cui hanno partecipato imprese aderenti a Po.in.tex. Abbiamo partecipato al workshop ‘How to improve SMEs competitiveness through clusters’ nel quale Pasquale Campanile, Project manager di Po.in.tex, ha presentato le modalità di collaborazione tra Polo ed imprese, evidenziando le azioni di supporto e i risultati ottenuti ed infine abbiamo presentato il Master Universitario in Management and Textile Engineering (MTE), un nuovo percorso formativo creato da Città Studi e LIUC- Università Cattaneo per favorire il connubio tra ricerca formazione e imprese. Erogato interamente in lingua inglese, il Master è unico nel suo genere, con titolo legalmente riconosciuto sia in Italia che all’estero, in quanto prevede un forte imprinting internazionale per formare nuovi


p 64-65 pointex_Layout 1 27/07/13 08.13 Pagina 65

Paola Fontana allo stand di Francoforte. Paola Fontana at the stand of Frankfurt.

Come Polo di Innovazione Tessile abbiamo colto l’occasione per osservare le nuove tecnologie tessili presenti sul mercato internazionale: utile bagaglio di conoscenze da condividere con i nostri associati. manager tecnici di settore con competenze gestionali”. Partecipando a Techtextil, Città Studi persegue l’intento di diffondere sul territorio cultura, formazione, trasferimento tecnologico, in stretta collaborazione con il settore economico e sociale locale, operando in una logica di reti internazionali del sapere e della conoscenza. l

Po.in.tex, at Techtextil Po.in.tex, located in Biella, is managed by Città Studi with the collaboration of Unione Industriale Biellese, it attended to the exhibition in Frankfurt with the common target of strengthening the territorial textile production working to establish strong international networks. The Polo per l’Innovazione Tessile is a regional association that brings together about 80 members among companies and research centers, which cooperate to develop together industrial innovation projects covering a wide range sectors and carried out in partnership among companies in the textile chain and partners of other sectors, with the collaboration of research centers and University. The Polo di Innovazione Tessile,, moreover, is the unique Italian pole to be part of Textile 2020 (www.textile2012.eu): European project attended by the most important textile centers in Europe, in order to carry out a common strategy to strengthen and extend the competitiveness of members at international level in the technical textiles sector, through scientific and technological exchanges and confrontations. “Attending at Techtextile - said Paola Fontana, manager of Services for the Research of Città Studi - it was an important opportunity to observe the new textile technologies present on the international market: good knowledge to share with our members. About some particularly innovative technologies, that we identi-

fied thanks to the contacts of the Textile 2012 network, we organized meetings of technical study with the attendance of some member companies of Po.in.tex. We attended the workshop ‘How to improve SMEs competitiveness through clusters’ in which Pasquale Campanile, Project Manager Po.in.tex, presented the process of collaboration between Polo and companies, underlined the support actions and the results and finally we presented a Master’s Degree in Management and Textile Engineering (MTE), a new training program created by Città Studi and LIUC - Università Cattaneo to facilitate the combination of research and training companies. The Master, entirely in English language, is unique in its category, with a legally degree recognized both in Italy and abroad, as it provides a strong international imprinting to train new technical managers of the sector with managerial skills”. Città Studi, attending Techtextil, pursues the intention of spreading on the territory culture, training, technology transfer, in close collaboration with the local economic and social sector, working in a logic of international networks of knowledge. l

H65


p 66-68 cotton_Layout 1 26/07/13 16.15 Pagina 66

HOME Fibre e filati

COTONE AMERICANO: MERCATO E PROSPETTIVE Testo Gianluca Chesini - Foto Cotton Usa

IN OCCASIONE DELLA SUA RECENTE VISITA IN ITALIA, KEVIN LATNER, EXECUTIVE DIRECTOR DI COTTON COUNCIL INTERNATIONAL, HA PARLATO DEL MERCATO DEL COTONE, DI SOSTENIBILITÀ E DELLE INIZIATIVE IN ATTO. ECCO UNA SINTESI “È un piacere essere qui in Italia per parlare di ciò che Cotton USA sta effettuando a favore dell’ambiente. Da molto tempo ci stiamo occupando di sostenibilità ed è un tema a cui riserviamo un’attenzione particolare. Infatti, stiamo facendo davvero molto nell’ambito della sostenibilità. Noi riteniamo che la sostenibilità si prefigga di porre un occhio di riguardo nei confronti di tre impegni di disponibilità economica: il miglioramento dell’ambiente, la riduzione dell’impatto umano e il mantenimento delle possibilità economiche e sociali della comunità globale. Il cotone è riciclabile, non inquina, è energy positive (ossia crea più energia di quanta ne consumi la sua produzione) ed è biodegradabile. Tutte queste sue caratteristiche fanno sì che il cotone, per propria natura, sia una materia “sostenibile”. Oltre a ciò, sono in atto un paio di grandiosi programmi, in cui è coinvolta l’industria del cotone statunitense, che supportano sia la sostenibilità che la produzione del cotone. Uno di questi progetti, chiamato “field to market”, è costituito da un consorzio di agricoltori, brand, retailer e organizzazioni sociali, interessato a far sì che l’agricoltura e la coltivazione possano diventare sempre più sostenibili. Abbiamo preso in esame cinque elementi fondamentali (utilizzo del terreno, erosione del suolo, sistemi di irrigazione aggiuntiva e consumo di energia) per verificare come la produzione di cotone possa migliorare nel tempo. E abbiamo notato enormi miglioramenti. Ma non ci siamo fermati, perché abbiamo l’obbligo continuare a migliorarci. I coltivatori negli Stati Uniti continuano a investire non solo nell’agricoltura ma anche nella ricerca, nel tessile, nella produzione, nella filiera, nella filatura. Uno degli altri progetti in cui siamo coinvolti si chiama “Life Cycle Analisis”. Si tratta di una procedura standardizzata che

H66

permette di registrare, quantificare e valutare l’impatto ambientale generato dalla produzione di capi in cotone, analizzando l’intera filiera, dal campo di cotone alla produzione di una T-shirt in cotone fino al suo smaltimento. Ciò che abbiamo riscontrato è che il processo permette di definire le zone dove siamo molto efficienti e le aree, invece, in cui c’è qualche mancanza. Ad ora, il più consistente consumo di acqua viene osservato nei consumatori finali (con il lavaggio dei vestiti, eccetera). Stiamo cercando di capire come si possa migliorare la gestione finale dei prodotti in cotone in modo tale da ridurre il numero di lavaggi e la quantità d’acqua utilizzata. Questo è un metodo in grado di definire le aree in cui stiamo facendo bene, rispetto a quelle in cui sono richiesti maggiori investimenti per poter realizzare un prodotto sempre “sostenibile” ”.

La Cina controlla il mercato (fonte Il Sole24Ore) Negli ultimi anni la Cina ha accumulato una grande quantità di scorte di cotone, e questo fa si che oggi Pechino abbia il controllo quasi totale del mercato della fibra: un potere che, se venisse esercitato, potrebbe provocare gravi danni agli Stati Uniti, che come primo esportatore mondiale di cotone ormai non possono più fare a meno della Cina, Paese che acquista quasi la metà della loro produzione. «Con oltre 10 milioni di tonnellate di scorte, Pechino in teoria potrebbe fare a meno di importare per 5-6 anni», spiega Kevin Latner, Executive Director di Cotton Council International (Cci), ente di promozione del cotone americano. Tuttavia: «La Cina ha più volte fatto capire che vuole la stabilità dei prezzi. E la sua azione finora è servita piuttosto a riequilibrare il mercato: quando le quotazioni internazionali scendono, comprano più cotone, il che tra l’altro è un ottimo affare, perché poi lo possono rivendere sul mercato locale a prezzi più alti». Il meccanismo funziona anche nella direzione inversa. È anche a causa del minor appetito manifestato dai cinesi che il prezzo del cotone all’Ice è diminuito, dopo che a metà marzo si era spinto fino a 92,50 cents per libbra, record da un


p 66-68 cotton_Layout 1 26/07/13 16.15 Pagina 67

anno. Ieri la fibra ha chiuso la seduta a 83,86 USc/lb (-2,2%). Il calo ha preso in contropiede gli speculatori, che di recente erano tornati a moltiplicare le scommesse al rialzo (le posizioni nette lunghe, ossia all’acquisto, sono ai massimi da quasi due mesi all’Ice). I motivi della discesa dei prezzi sono tuttavia giustificati anche dai fondamentali. E la Cina ha un ruolo non indifferente. In aprile -probabilmente proprio in reazione al rally del cotone - Pechino ha importato appena 403.900 tonnellate della fibra, il 18,5% in meno rispetto al mese precedente. Lo Stato sta viceversa vendendo parte delle scorte sul mercato locale. E stavolta, a differenza che in passato, l’offerta è di cotone di buona qualità, che le industrie tessili acquistano più volentieri (anche se in parallelo resta l’incentivo della concessione di quote di importazione aggiuntive per chi acquista dalle riserve statali). Il programma di cessione di scorte avviato da Pechino, che dovrebbe proseguire fino a luglio, ha certamente avuto un influsso ribassista sull’Ice. Tuttavia, le quotazioni hanno ricevuto un colpo notevole anche dalle prime previsioni dell’Usda sulla stagione 2013-14: benché i consumi di cotone crescano poco e la produzione continui a diminuire, secondo il dipartimento Usa per l’Agricoltura le scorte globali di cotone per il terzo anno consecutivo saliranno a livelli record. L’incremento sarà addirittura del 10%, a 92,74 milioni di balle, ossia 20,2 milioni di tonnellate, quasi il doppio rispetto al 2010-11. La quota in mano alla Cina, principale responsabile dell’accumulo, salirà al 63% del totale. Nel resto del mondo, d’altra parte, una reazione alle vertiginose oscillazioni dei prezzi del cotone c’è stata. Dopo il record storico di marzo 2011 (quando s’arrivò a superare 215 USc/lb) e la successiva caduta delle quotazioni, gli agricoltori si sono indirizzati verso altre colture. Negli Usa in particolare l’Usda prevede che la produzione crollerà del 19% l’anno prossimo, a 14 milioni di balle, il minimo da tre anni. Le scorte caleranno quasi ovunque nel mondo e al netto della Cina si ridurranno al livello più basso dal 1994-95: 36,1 milioni di balle. Riportiamo, in queste pagine una serie di studi che mostrano quanto il mercato del cotone sia in sofferenza soprattutto a causa del calo dei consumi in Europa e nei Paesi occidentali, anche se le previsioni per i prossimi anni indicano come il mercato sia destinato a crescere, soprattutto per merito dell’ottima percezione della fibra da parte del consumatore,

dell’elevata qualità media e delle diverse iniziative in atto da parte di CCI per promuovere i prodotti in fibre naturali. l

Cotton USA: market and perspectives “It is a pleasure to be here in Italy speaking about what Cotton USA has been doing for the environment. We have dealt of sustainability for long time and we have a particular care. We have been doing a lot for the sustainability. We think that sustainability looks at three commitments of economic availability: improving the environment, reducing the human impact and maintaining the economic and social capabilities of the global community. The cotton is recyclable, non-polluting, is positive energy (so it creates more energy than it consumes during its production) and it is biodegradable. All these characteristics mean that cotton, by its nature, is a “sustainable” material. In addition to this, there are a couple of great programs, in which the USA industry has been involved, supporting both the sustainability and the production of cotton. One of this project, called “field to market” is formed by a consortium of farmers, brand retailers and social organizations, they are interesting in how the agriculture can be more sustainable. We have looked five key components (use of the ground, soil erosion, irrigation systems and energy consumption) to see how the production of cotton will improve over time. And we have noticed huge improvements, But we do not stop, because we must continue to improve. Farmers in USA continue to invest not only in agriculture but also in research, textile, production, chain and spinning. One of the projects in which we are involved is called “Life Cycle Analysis”. It is a standardized procedure that allows to record, quantify and assess the environmental impact generated by the production of cotton clothing, analyzing the entire chain, from the field of cotton to the production of a T-shirt in cotton until its dispo-

H67


p 66-68 cotton_Layout 1 26/07/13 16.15 Pagina 68

HOME Fibre e filati

Il cotone è riciclabile, non inquina, è energy positive ed è biodegradabile. Tutte queste sue caratteristiche fanno sì che il cotone, per propria natura, sia una materia “sostenibile”. sal. What we have found is that the process can define the areas where we are very efficient and areas, instead, we need to improve. And now, the most consume of water is in the consumers (washing of clothes, etc). We look at how it is possible to improve the finishing management of the cotton products so to reduce the numbers of washings and reduce the quantity of water that it is used. So this is a way to identify the areas where we are doing well, and those where we are not doing well, so where they need most investments to produce always a “sustainable” product”.

China controls the market (source Il Sole 24Ore) In recent years China has accumulated a large amount of cotton stocks, and this means that Beijing has almost the total control of the fiber on the market: a power that if it exercised it could cause serious problems to United States, which is the world’s leading exporter and it cannot do without China, a Country that buys almost half of their production. “With more than 10 million tons of stocks, Beijing could do without import for 5-6 years”, says Kevin Latner, Executive Director of Cotton Council International (Cci), a promoting organization of the cotton US. However: “China has again and again made it clear it wants price stability. So its action has served to rebalance the market so

H68

far: when the international quotations decrease, they buy more cotton, so this is also a great deal, because they can sell again on the domestic market at higher prices.” The mechanism also works viceversa. It is also due to the lower interest of the Chinese that the price of cotton is decreased at the Ice, after that at mid-March it reached 92.50 cents per pound, record for a year. Yesterday the fiber closed the session at 83.86 US cent/pound (-2.2%). The decrease broke break the speculators, who recently have come back to multiply bullish bets (net-long positions, or purchase, are at their highest for nearly two months at the Ice). The reasons for the decrease of the prices are also justified by the mainly ones. China has an important role. In April – in reaction to the rally of cotton – Beijing imported only 403,900 tons of fiber, 18.5% less than the previous month. The Country, vice-versa, is selling part of the stock on the local market. This time, unlike in the past, the offer is high quality cotton, that is more preferably for the textile companies(even if on the same level there is the incentive of granting additional import quotas for those who buy from state stocks). The program for the sale of stocks started by Beijing, it would go on until July, has certainly had an influence on the Ice. However, the quotations have received a remarkable blow of Usda in the season 2013-14: even if the consumption of cotton grow little and the production goes on to decrease, according to the USA department of Agriculture the global stocks of cotton will increase to record levels for the third consecutive year. The increase will be as much as 10%, to 92.74 million bales, or 20.2 million tons, almost double in comparison to 2010-11. The quota in China, mainly responsible for the accumulation, will rise to 63% of the total. In the rest of the world, on the other hand, there was a reaction to the frenetic fluctuations in cotton prices. After the historical record on March 2011 (when it overcame 215 US cents/pound) and the following decrease of the quotations, the farmers chose other crops. In USA, in particular the Usda, expects that the production will decrease of 19% next year, to 14 million bales, the minimum for three years. The stocks will decrease anywhere in the world and at net of China will have been reduced to the lowest level since 1994_95: 36.1 million of balls. Here, in these pages, there are some studies that show how the cotton market is in suffering mainly due to the decrease of consumption in Europe and Western Countries, even if the forecast for the next few years indicate that the market is expected to grow, in particular for the excellent perception of the fiber by the consumer, the high quality and thanks to different initiatives by CCI to promote the products in natural fibers. l


pagina 235x310_Layout 1 26/07/13 14.16 Pagina 1

AD Laura Cazzaniga - ph Matteo Imbriani

TORRI LANA 1885 Gandino (BG) - ITALIA +39 035 745 198 www.torrilana.it show room via P. Calvi, 1 MILANO


p 70-71 beatrix_Layout 1 28/07/13 08.33 Pagina 70

HOME Produzione

RAFFINATE SPERIMENTAZIONI MATERICHE BEATRIX HA PRESENTATO A CERNOBBIO LE ULTIME NOVITÀ PER IL MONDO DEL LIVING E DEL CONTRACT CHE ENTRANO A FAR PARTE DELLE OLTRE TREMILA REFERENZE DI TESSUTI E COLORI SEMPRE PRONTI A MAGAZZINO

H70


p 70-71 beatrix_Layout 1 30/07/13 10.07 Pagina 71

Collezione Casale

Collezione Blend

T

Collezione Host

ra le nuove proposte di Beatrix troviamo Blend, una collezione in 100% fibra naturale di grande effetto materico. I tessuti sono caratterizzati da un finissaggio siliconico che dona una mano molto morbida e piacevole. Tutte le coloriture sono personalizzabili dal cliente. Casale è una collezione molto organica, dove i lini sono lavorati in mille modi per ottenere effetti shabby, ma eleganti e molto freschi. I tinto filo sono lavorati con finissaggi stonewash, gli jacquard trattati in cesto e i puro lino con tintura e trattamento ad enzimi, per un effetto vissuto e molto naturale. Host è una serie di tessuti flame retardant con colori nuovi e vivaci, Refined texture experiments sviluppati sulle ultime tendenze Among the new proposals by Beatrix there is Blend, a collection in dell’arredo per l’ospitalità. Si tratta di 100% natural fiber with a great texture effect. The fabrics are characuna gamma molto completa che terized by a silicone finishing which gives a very soft and pleasant comprende tessuti stampati, hand. All colors are customized. Casale is a very organic collection, Jacquard e i richiestissimi unti where the linens are woven in a thousand ways getting shabby but cinzati. Dominique è una collezione elegant and fresh effects. The dyed yarns are woven with stonewash di grande personalità, con un finishing, the jacquards are treated and pure linen with dyeing and matelassè estremo trattato con nuove treatment for enzymes, for a lived and natural effect. Host is a series tecniche di finissaggio e tintoriali, of flame retardant fabrics with new and bright colors, developed on che crea tessuti tridimensionali unici the latest furnishing trends for hospitality. This is a very complete sia nella profondità del colore che range that includes printed fabrics, jacquard and the required plain nella matericità. l chintz. Dominique is a collection with a great personality, with an extreme matelassé treated with the new techniques of finishing and dyeing, that creates three dimensional fabrics that are unique both the depth color and texture. l

H71


p 72-73 via roma _Layout 1 28/07/13 08.32 Pagina 72

HOME Produzione

DELICATE NUANCE E RAFFINATE TRASPARENZE LE ULTIME ESCLUSIVE PROPOSTE AUTUNNALI VIA ROMA, 60 PER L’ARREDO DELLA ZONA NOTTE E DI TUTTA LA CASA

R

affinati ricami in punto stella impreziosiscono lo shantung Losanna in viscosa e il morbido velo in lino e viscosa. Da questo raffinato tessuto nasce una linea letto romantica dal sapore classico e ricercato. Morbide trame dalle lucenti sfumature delineano un gusto esclusivo, per una dimora che dona il piacere di essere vissuta. Losanna è disponibile in versione trapunta, quilt e completo copri piumino e arricchita dagli omonimi cuscini arredo in coordinato, disponibili nella variante avorio. Il pregiato tulle ricamato Rose, con tessuto intagliato a laser, disponibile nelle nuance naturale, grigio ed oro, conferisce agli ambienti uno stile ricercato e romantico. Il tulle ricamato e il brillante raso di puro cotone si fondono dando vita all’omonima linea letto. La collezione Rose è disponibile in versione trapunta e quilt. Le coperture letto si abbinano perfettamente alle omonime lenzuola, così come i cuscini arredo coordinati. Disponibile in quattro varianti colore: panna fondo avorio, panna fondo grigio, beige fondo beige e grigio fondo avorio. Il morbido velo in devoré di pregiata viscosa in tinta naturale e il soffice taffetà dal particolare doppio effetto scintillante e opaco, declinato nelle varianti beige e grigio, entrambi appartenenti alla collezione Joseph, sono caratterizzati da una fantasia a onde. Questi tessuti danno vita all’omonima linea letto, dal gusto spiccatamente contemporaneo, disponibile in versione Trapunta, Trapunta in piuma d’oca e completo copri piumino. Le coperture si coordinano perfettamente con l’omonimo completo letto ed i versatili cuscini arredo. La linea Joseph è disponibile nelle varianti beige e grigio. l

Soft nuance and sophisticated transparencies Losanna shantung is embellished by refined cross stitches in viscose and soft voile in linen and viscose. From this refined fabric was born a romantic bedding with a classic and sophisticated taste. Soft textures with shiny shades outline an exclusive taste, for a home that gives the pleasure of living. Losanna is available in quilt, and duvet cover set and enriched by the matching cushions, available in ivory color.The precious Rose tulle, with laser carved fabric, available in natural shades, grey and golden, gives the rooms a romantic and sophisticated design. The embroidered tulle and the shiny satin in pure cotton blend giving life to the same name bed line. Rose collection is available in a quilt and duvet. The bedspreads are matched to the same sheets, such as the cushions. It is available in four colors: cream on ivory background, cream on grey background, beige on beige background and grey on ivory background The soft voile in devorè of precious viscose with natural dye and the soft taffeta with a particular double shiny and opaque effect, in beige and grey colors, both from Joseph collection, are characterized by a waved pattern. These fabrics give life to the same bed line, with a distinctly contemporary taste, available in Quilt, Quilt in down and duvet cover set. The bedspreads are matched with the same bed line and the cushions. Joseph line is available in beige and grey colors. l

Sopra, completo copri piumino e tenda devorè della collezione Joseph. A sinistra, trapunta Losanna in shantung ricamato. Above, Duvet cover set and devorè curtain from Joseph collection. On the left, Losanna quilt in embroidery shantung.

H72


p 72-73 via roma _Layout 1 28/07/13 08.32 Pagina 73

I raffinati giochi di trasparenze della linea Rose. The refined play of transparency of the Rose line

H73


p 74-75 givitex_Layout 1 26/07/13 16.12 Pagina 74

HOME Produzione

LUREX®: COLORE, COLORE E ANCORA COLORE ANCORA UNA VOLTA LONTANI DAI CLASSICI TONI METALLICI, VENGONO INVECE PROPOSTE SFUMATURE E TOCCHI DI LUCE VIBRANTE E ACCESA

Toni accesi e pastellati, assieme, costruiscono melodie cromatiche davvero raffinate. Nelle immagini alcuni tessuti che utilizzano la nuova gamma Lurex® ENA in cui la brillantezza e la solidità dei colori viene espressa in modo davvero originale ed elegante. Bright and pastels colors, together, create chromatic melodies, really sophisticated,. In the images some fabrics that use the new Lurex® ENA range in which the brightness and the steadiness of the colors is expressed in a really original and elegant way.

H74

G

li stilisti della Lurex® ci presentano una collezione in cui il colore è padrone assoluto della scena. In un momento in cui è assolutamente necessario rimboccarsi le maniche per permettere alla moda di uscire dalla crisi economica che la vede da tempo soggiogata, il colore incarna il desiderio di combattere e lottare con decisione. In poche parole: colore, colore e ancora colore. E per questo nella nuova gamma Lurex® ENA si ha davvero l’imbarazzo della scelta. Questo nuovo filato, è composto da una lamina di poliestere lucida e compatta, che ricorda la consistenza della porcellana laccata, dello smalto. Il rosso acceso e shocking del colore Ruby, oppure l’arancione vivo e intenso del colore Chestnut sono solo due dei raffinati colori proposti. Proprio a Ottobre, alla nuova edizione di FILO, verrà ufficialmente presentata la nuova gamma colori per la primavera/estate 2015. Il mercato dell’accessorio e dell’arredamento hanno saputo più di tutti approfittare del ritorno al vintage utilizzando appieno i tocchi di colore che questi nuovi filati Lurex® sanno dare, creando degli abbinamenti davvero accattivanti e audaci. Il nuovo filato ENA è disponibile su rocchelli e biconi con un titolo Nm 112.000 e da utilizzarsi esclusivamente per lavorazioni “tinto filo”. l

Lurex®: Colore, colore e ancora colore Lurex® designers present a collection where the color is the protagonist. In a time when it is absolutely necessary roll up our sleeves to allow fashion to come out from the economic crisis and when it has subdued for some time, the color personifies the desire to fight and struggle with determination. In a few words: colors, colors and more color. So in the new Lurex® ENA range we have spoilt for choice. This new yarn is composed by a polyester shiny and compact foil, that reminds the texture of a lacquered china or an enamel. The bright and shocking red of the Ruby color, or the bright and deep orange of the Chestnut color, they are just two of the refined offered colors. Just in October, at the new FILO edition, the new color palette will be presented with spring and summer shades. The accessories and furnishing market have taken advantage of the revival of the vintage more than other, using the touches of color that these new Lurex® yarns can give, making some charming and daring matches. The new ENA yarn is available on bobbins and bi-cone with title Nm 112,000 and exclusively use for “dyed yarn” weaving. l


pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 10.24 Pagina 1


p 76-77 inpelle_Layout 1 26/07/13 16.11 Pagina 76

HOME Produzione

INFINITAS RIVOLUZIONA IL MONDO DELLA PELLE INTUITO, DETERMINAZIONE E GIUSTE COMPETENZE: QUESTO IL MIX CHE HA PORTATO ALLA CREAZIONE DI INFINITAS SOFT, UNA NUOVA PELLE D’ARREDAMENTO COMPLETAMENTE PULIBILE GARANTITA 6 ANNI CONTRO LE MACCHIE

M

orbida e piacevole al tatto, realizzata esclusivamente su grezzi pregiati, Infinitas è un fiore ritoccato che segna un ritorno alla naturalezza della pelle. Nata dalla collaborazione tra Conceria Cristina by Gruppo Peretti e Inpelleitalia, questo prodotto rappresenta un’assoluta novità nel settore delle pelli per arredamento, grazie alla sua totale pulibilità. Segni di penna, cioccolato, caffè, rossetto, lucido da scarpe non saranno più una minaccia conformemente a quanto indicato nei termini e nelle condizioni nel pass di garanzia consultabile sul sito internet www.inpelleitalia.it. Dall’aspetto semi opaco, Infinitas fa della facile pulizia il suo principale punto di forza, ponendosi l’obiettivo di arricchire il settore delle pelli d’arredamento grazie all’alto valore aggiunto, sia in termini di tecnologia che di servizio al consumatore finale tramite l’azienda partner per il servizio post vendita LCK GmbH. Infinitas è stata ufficialmente presentata lo scorso maggio a Cernobbio in concomitanza con Proposte. L’evento ha messo in evidenza le potenzialità di un prodotto unico e altamente innovativo, prodotto in Italia, destinato ad affermarsi rapidamente a livello internazionale. Inpelleitalia e Conceria Cristina credono sia un mercato dalle enormi potenzialità sia in termini di futuri potenziali consumatori che di ambiti di applicazione, dove la componente ‘servizio’ sarà sempre principale protagonista, la speciale garanzia di 6 anni costituisce infatti un significativo valore aggiunto per il consumatore finale, come indicato nel pass di garanzia. Per informazioni: Numero Verde 800 180 660 - info@inpelleitalia.it - infinitas@gruppoperetti.com l

Infinitas revolutionizes the world of leather Soft and pleasant to the touch produced only with the best heads of European origin, Infinitas is a retouched flower that marks a return to the naturalness of leather. Born of a collaboration between Cristina Tannery by Gruppo Peretti and Inpelleitalia, Infinitas is an absolute novelty in the field of leather for furniture because it is completely cleanness. Pen marks, chocolate, coffee, lipstick, shoe polish will be no longer a threat as indicated in the terms and conditions of warranty consultable at www.inpelleitalia.it. Semi-matt looking, the main strength of Infinitas is its cleannes. The first goal this article sets is to enrich the sector of leather furniture because of its ability to provide a high added value, both in terms of technology and service to the final consumer. Infinitas was officially presented last May in Cernobbio in conjunction with the Proposte Fair 2013. This event has clearly highlighted the potential of a unique and highly innovative product, manufactured in Italy, which has the legitimate ambition to quickly establish itself internationally. Inpelleitalia and Conceria Cristina believe is a market with great potential both in terms of potential consumers and of areas of application where the ‘service’ will always be the main protagonist, the special 6-year warranty constitutes indeed significant added value for the end consumer as indicated in the terms and conditions of warranty. For information: info@inpelleitalia.it - infinitas@gruppoperetti.com l

1 H76

2

1. art. Innuendo 2. art. Infinitas Soft 3. art. Infinitas Soft


p 76-77 inpelle_Layout 1 26/07/13 16.11 Pagina 77

3 H77


p 78-79 texarredo_Layout 1 26/07/13 16.09 Pagina 78

HOME Produzione

RAFFINATEZZA SENZA TEMPO SEMPRE ALL’INSEGNA DEL COLORE E DELLO STILE LE NUOVE PROPOSTE DI TAIF TEXARREDO, CHE PRESENTA LA NUOVA COLLEZIONE SUITE, DEDICATA A UN CONTRACT RAFFINATO E DI CLASSE

S

ono ben cinque i disegni di ispirazione classica che compongono la collezione Suite, pensata per un contract che chiede al tessuto qualità, ma anche stile e decorazione. Si va dai disegni damascati fino ai motivi geometrici quali le righe, un evergreen oggi tanto di tendenza, e i zigzag. Ovviamente tutti abbinabili ai relativi uniti in coordinato, Sono 5 anche le varianti colori, che vanno dai toni del verde, molto eleganti, a quelli del bordeaux e del rosso, fino ai blu e ai turchesi più accesi, per chiudere con i più classici beige e grigi. Si tratta di tessuto ignifugo Classe 1, realizzato in 100% poliestere e altezza 300 cm, ovviamente 100% made in Italy, come richiede oggi il mercato che punta alla qualità del design e del prodotto. Sono di facile manutenzione e totalmente lavabili in acqua. I tessuti della linea Suite sono destinati a imbottiti, tendaggi, copriletti e tovagliati, per un total look che arreda e decora ogni ambiente, dallo stile classico a quello fusion, tanto di tendenza, dove elementi vintage e in sile si abbinano ad arredi dal forte tocco contemporaneo e di design. l

Timeless sophistication Suite collection is composed by five different patterns with classic inspiration, designed for a contract that asks the fabric quality, but also style and decoration. The range goes from damask patterns to geometrical or strips one, an evergreen so trendy, and zigzags. Of course all of them are matched with their plain color. There are also the colors, which range from the very elegant green tones to the burgundy and red, up to the blue and the brighter turquoise, and finally the most classic beige and grey. It is a Class 1 flame retardant fabric, made in 100% polyester and width 300 cm., of course 100% made in Italy, as required by the market today, that focuses on the quality of design and product. They are easy maintenance and fully water washable. The fabrics of Suite line are for upholstery, curtains, bedspreads and tablecloths for a total look that furnishes every room, from the classic to the fusion style, very trendy, where vintage and stylistic elements match to the furnishings with a contemporary and design strong touch. l

H78


p 78-79 texarredo_Layout 1 26/07/13 16.09 Pagina 79

H79


p 80-81 lineapelle_Layout 1 26/07/13 16.08 Pagina 80

HOME Pelle e dintorni

L’ECCELLENZA A LINEAPELLE DALL’8 AL 10 OTTOBRE LINEAPELLE OSPITERÀ A BOLOGNA LE COLLEZIONI PELLE, TESSUTO E SINTETICI, ACCESSORI, COMPONENTI PER L’ A/W ‘14-’15. Testo Danilo Morigi - Foto Lineapelle

D

a oltre trent’anni la Mostra Internazionale dedicata ai pellami e agli accessori è, due volte all’anno, ad aprile e ottobre, il momento d’incontro più importante, a livello mondiale, per i settori della calzatura, pelletteria, abbigliamento e arredamento in pelle. La

H80

manifestazione conta circa 1.100 espositori, un 30% dei quali di provenienza estera. Riveste un ruolo importante, all’interno della mostra, l’area tendenze, sempre affollatissima. Per le future collezioni autunno/inverno i trend di Lineapelle confermano l’interesse per le superfici espressive, sensibili al tatto, cangianti, che creano forme visionarie e sorprendenti. Mai come ora la bellezza può scaturire dall’emozione, a partire dall’intensità dei colori, di cui scegliere i toni più mozzafiato, amplificati dall’estrema la cura dei dettagli. La gamma di colori estivi si carica di emozione e nell’invernale si trasforma in cromie dense e senza indecisioni. I toni più chiari e freddi diventano intensi ed intimi, quelli ispirati alla natura si raffreddano evocando brividi gelati. I rossi couture diventano braci ardenti, declinandosi in chiari e scuri roventi, l’etnico diventa superchic e bohemien abbinando tra loro toni intensi e vellutati. Questi tocchi così accesi porteranno luce nei colorati invernali.


p 80-81 lineapelle_Layout 1 26/07/13 16.08 Pagina 81

I materiali basici si evolvono diventando più emozionali, soffici al tatto e alla vista, sfumando nelle nebbie invernali. In generali i materiali avranno un aspetto ricco, saturo di colore e profondo come velluti, futuristi nei pattern quasi geometrici e nei finissaggi dal sapore hi-tech.

Fashion Warriors Dopo il successo della passata edizione sarà riproposta l’esposizione dei Fashion Warriors. Il padiglione 26 avrà un’area in cui 100 manichini, vestiti dei materiali più belli delle aziende espositrici, saranno valorizzati dai prototipi degli studenti delle migliori scuole di moda italiane. Calzature, borse e capi di abbigliamento, frutto della creatività dei più estrosi studenti, saranno affiancati dall’esposizione di prototipi di giovani stilisti in erba il tutto in un allestimento che evocherà i trend di stagione. l

The excellence at Lineapelle For more than thirty years the International Exhibition, dedicated to leather and accessories is, twice a year, in April and October, the most important worldwide meeting point, for the footwear, leather goods, clothing and leather furnishing. The event has about 1,100 exhibitors, 30% of them coming from abroad. The trend Area has an important role inside the exhibition, always very crowded. For the future Autumn/Winter collections, the trends of Lineapelle confirm the interest for the expressive, touch sensitive, iridescent surfaces creating visionary and surprising objects. Never before the beauty can spring from the emotion, starting from the intensity of the colors, choosing the most breathtaking tones, increasing the extreme care to the details. The range of the Summer colors exaggerates of emotion and in Winter it changes in dense and without hesitation colors. The lighter and cold tones become intense and intimate, those inspired by nature grow cold evoking frozen shivers. The couture reds become embers, in light and dark red-hot, the ethnical one becomes super-chic and bohemian matching bright

Mai come ora la bellezza può scaturire dall’emozione, a partire dall’intensità dei colori, di cui scegliere i toni più mozzafiato, amplificati dall’estrema la cura dei dettagli. and velvety tones. These so bright touches will bring light on the winter colors.The basic materials evolve becoming more emotional, soft to the hand and the eye, blending in the winter fogs. In general the materials will have a rich aspect, full of color and deep such as the velvets, futurist almost geometric for the pattern and a hi-tech taste for the finishing.

Sopra, i Fashion Warrior delle scuole di design. Sotto, l’area tendenza di Lineapelle. Sopra, i Fashion Warrior delle scuole di design. Sotto, l’area tendenza di Lineapelle.

Fashion Warriors The exhibition of Fashion Warriors will be repeated, after the success of the last edition. Hall 26 will have an area with 100 dummies, dressed with the most beautiful fabrics of the exhibiting companies, they are enhanced by the prototypes of the students of the best schools of Italian fashion. Shoes, bags and clothing, result of the creativity of the most brilliant students, will be joined with the display of prototypes of young designers, everything is placed in a setting which evokes the trends of the season. l

Anteprima Lineapelle - Preview Lineapelle Questa rassegna altamente specializzata, riservata ai designer e ai produttori della moda e del lusso, si terrà il 10 e 11 settembre presso il padiglione MICO di fieramilanocity, in concomitanza con Milanounica . È un’anticipazione esclusiva di idee e proposte per la messa a punto dei campionari che verranno poi esposti a Lineapelle.Gli espositori provenienti da Italia, Germania, Spagna, Francia, USA, Regno Unito, Portogallo e altri Paesi presenteranno i loro progetti stilistici in anteprima per la stagione Inverno 2014-15. Alle aziende conciarie si affiancheranno produttori di accessori e componenti per scarpe e borse, produttori di tessile-sintetico. This highly specialized exhibition, reserved for designers and manufacturers of fashion and luxury, will be held on 10 and 11 September at MICO pavilion at fieramilanocity, together with Milanounica. It is an exclusive preview of ideas and proposals finalizing to the pattern books which will display at Lineapelle. The exhibitors, coming from Italy, German, Spain, France, the United States, Great Britain, Portugal and other Countries, will present preview their stylistic projects for the season Winter 2014-15. The tanneries will be joined by manufacturers of accessories and components for shoes and bags and manufacturers of synthetic textile.

H81


p 82-83 tali_Layout 1 26/07/13 16.07 Pagina 82

HOME Pelle e dintorni

TOP LEATHER, TOP QUALITY

LA GRANDE QUALITÀ DI TA LI E DEI SUOI TESSUTI SPALMATI DALLE GRANDI PERFORMANCE: RESISTENZA, DURATA E COMFORT H82


p 82-83 tali_Layout 1 26/07/13 16.07 Pagina 83

I

nuovi prodotti di punta della TA LI srl saranno le finte pelli in poliuretano della serie Top Leather (tessuto spalmato in poliuretano) che si caratterizzano per la grande robustezza in termini di resistenza al graffio (sulla superficie) e di durata nel tempo (grande resistenza all’idrolisi, certificato da appropriati test tra cui il Jungle Test), unito a una mano morbida e avvolgente. Inoltre è un materiale rispettoso Top Leather, Top quality dell’ambiente (ecologico) in The new leading products of TA.LI srl will be the synthetic leaquanto totalmente in thers in polyurethane of Top Leather series (coated fabric in popoliuretano, esente da lyurethane) that are characterized for their great scratching requalunque sostanza tossica tra sistance (on the surface) and durability (great hydrolysis cui quelle presenti nelle liste del resistance, certified by an appropriate test including the JunReach. gle Test), with a soft and fascinating hand. In addition it is an Il Top Leather è garantito per 5 environmental friendly material (eco-friendly) because it is toanni ed è destinato a tutti gli tally made in polyurethane, free from any toxic substance such usi nel settore arredamento: reas those inside the Reach lists. sidenziale, contract, ecc. l Top Leather is guaranteed 5 years and it can be used in any furnishing sectors: residential, contract etc. l

H83


pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 10.19 Pagina 1


pagina 235x310_Layout 1 24/07/13 23.47 Pagina 1


p 86 indirizzi_Layout 1 29/07/13 15.51 Pagina 80

HOME Indirizzi

MADE EVENTI 02/80604440 info@madeexpo.it www.madeexpo.it

PRIMULA ROSSA 0362/344206 info@primularossa.net www.primularossa.net

MANIFATTURE TOSCANE TA-BRU 055/8997641 info@tabru.it www.tabru.it

R+T MESSE STUTTGART INTERNATIONAL www.rt-expo.com

MEBEL info@kdm-international.com www.interior-mebelkiev.com MERITALIA 031/743100 meritalia@meritalia.it www.meritalia.it BEATRIX 049/5566788 beatrix@beatrixspa.it www.beatrixspa.it

FILMAR 011/9961080 info@filmar.net www.filmar.net

BESANA 031/860113 info@besanamoquette.com www.besanamoquette.com

FILO - ASSOSERVIZI BIELLA 015/8483271 info@filofair.com www.filo.it

CASAL MARCATO LUCIANO 0033/389-377470 gianpaolo@gianpaolomerelli.it www.lucianomarcato.eu

FUTURA 0362/338030 futura@futura-italy.it http://www.futura-italy.it

CHAMUNDI TEXTILES (SILK MILLS) 0091/80-22257290 info@chamundisilks.com www.chamundisilks.com

GIVITEX 0422/540283 info@givitex.com www.givitex.com - www.lurex.com

CONTEMPO 00852/27369888 info@contempo.com http://www.contempo.com

GRUPPO CARILLO SPA DIV. VIA ROMA 60 081/0146003 contact@gruppocarillo.it www.viaroma60.it

EMMEBI 035/4388811 emmebi@emmebispa.com www.emmebispa.com ENZOBERTAZZOMILANO 02/92143590 - 02/92103031 info@enzobertazzo.it www.enzobertazzo.it ESPACE TEXTILE 0033/472-537140 info@espacetextile.com www.espacetextile.com ESSEGOMMA 02/96329172 info@essegomma.com www.essegomma.com www.flyeryarn.com

TH 86

HEIMTEXTIL MESSE FRANKFURT 0049/69/75750 info@messefrankfurt.com www.heimtextil.messefrankfurt.com HOMETEX CNR Expo Center info@cnrhometex.com www.cnrhometex.com INTERTEXTILE MESSE FRANKFURT (HK) 00852/28027728 textile@hongkong.messefrankfurt.com www.intertextilehome.com IMMAGINE ITALIA 0573/99141-83 info@pistoiapromuove.pt.camcom.it www.immagineitalia.org

RHEX RIMINI FIERA 0541/744111 siaguest@riminifiera.it www.rhex.it SINTERAMA 015/2495111 info@sinterama.com www.sinterama.com

MOOD TEXTIRAMA VZW 0032/9/2438450 info@moodbrussels.com www.moodbrussels.com

TA LI 051/6650062 info@tali.it www.tali.it

NATUZZI 080/8820111 relazioni.esterne@natuzzi.com www.natuzzi.com

TEXARREDO TAIF ITALIA 039/9274404 info@texarredo.it www.texarredo.it

NUOVA PUGLIATEX 080/4977274 info@inpelleitalia.it www.inpelleitalia.it

TOLINO 081/5108610 info@tolino.it www.tolino.it

PO.IN.TEX POLO INNOVAZIONE TESSILE 015/8551148-11 polotessile@cittastudi.org www.pointex.eu

TORRI LANA 1885 035/745198 info@torrilana.it www.torrilana.it

POLIFORM 031/6951 info.poliform@poliform.it www.poliform.it

TORCITURA FIBRE SINTETICHE 0331/550111 info@tfsspa.com www.tfsspa.com


agenda sette_agenda 235x310 28/07/13 08.13 Pagina 78

HOME Agenda

TEXNOVA ¶

AL SERVIZIO DEL LETTORE

TESSITURA JACQUARD TESSUTI PER L’ARREDAMENTO DAMASCHI - GOBELIN LAMPASSI - BROCCATI TESSUTI IN TREVIRA CS

¶ TEXNOVA s.r.l. 20855 LESMO (MB) - ITALIA Via Marconi 53 Tel. 039/6980180 - 6064088 Fax 039/6065880 E-mail texnova@texnova.it

l "Azienda Spagnola settore tessuti e tendaggi d'arredamento RICERCA AGENTI REGIONALI ben introdotti in negozi d'arredamento e tendaggi per lo sviluppo di sua brand su il territorio per lavorare a commissione. Si ricerca una figura professionale con esperienze nel settore. Si prega di inviare curriculum vitae. Scrivere a ARTIPUN, S.A. cv@artipun.com (Allegando l'autorizzazione al trattamento dei dati personali)"

H87


pagina 235x310_Layout 1 28/07/13 08.11 Pagina 1

HOME IA ITAL

Home is a specialised periodical, the most skilled and imitated of the sector, thanks to the most influential information offered to the operators of the textile furnishing sector. As a matter of fact, the magazine includes pages rich of information, reports of the most important sector events and surveys. But, and above all, Home offers an overview of the production of the most modern fabrics, carpets, textile floorings, indoor and outdoor blinds and the related accessories. Home translates into English these features, as it is already well known abroad, and its policy includes an increasingly dynamic participation of the international operators. Home is aware of the value of your time, thus we offer our customers the opportunity to take out a subscription: the purchasing formula that guarantees the delivery of the magazine.

-----------------------------------------------

To be filled, cut and sent to: EDINTERNI srl - Via Vincenzo Russo, 9 - 20127 Milan - Italy Tel. 02 66988188 - Fax 02 66988190 - e-mail: abbonamenti@edinterni.it

------------------------------------------------------------------SUBSCRIPTION FORM Cross the box to choose type of subscription. Fill in the coupon (in capitals), indicating preferred method of payment. ❏ Yearly to HOME (6 issues) price € 60,00 (only for Europe)

❏ Two Yearly HOME (12 issues) price € 102,00 (only for Europe)

Air mail annual sub two-yearly

Europe

€ 114,00 € 198,00

Other countries € 144,00 € 252,00

Name ...................................................................................... Surname ..................................................................................... Company ......................................................................................................... Activity

❏ producer ❏ dealer

❏ craftsman ❏ professional

Road .............................................................................................................. Zip code ............................................................... City ........................................................................................ Country ........................................................................................

Phone ..................................................................................... Fax ...............................................................................................

E-mail ..................................................................................... Sito .............................................................................................. PAYMENT ❏ by cheque N.......................................... bank ................................................................................entitled Edinterni srl Milan ❏ I send copy of money transfer to BANCO DESIO - FILIALE 410 - VIMERCATE (MILANO) COORDINATE BANCARIE IBAN: IT34X0344034070000000128300 ❏ Credit Card

❏ Visa

❏ Mastercard

❏ American Express

CVV

Expiry date

Order date ..................................................................................... Signature ...................................................................................


pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 07.07 Pagina 1


pagina 235x310_Layout 1 25/07/13 10.21 Pagina 1


Home italia Settembre 2013