Issuu on Google+

LA RIVISTA DEL MANUTENTORE

Numero 69 Primavera www.tecnoverde.info

COVER STORY Barenbrug sbarca in Italia

SPECIALE TRATTORI Potenti e agili

SCHEDE PIANTE-PATOLOGIE Malattie del tappeto erboso

PROFESSIONAL La versione interattiva di TecnoVerde è visualizzabile attraverso la app "GARDEN&GRILL"


I migliori risultati

Camp Nou, Stadio in Barcellona

Tecnologie evolute per tappeti erbosi

info.italia@everris.com - www.everris.it


.info

www.tecnoverde PROFESSIONAL

la rivista di informazione per la sezione verde, in esclusiva per lPAF Italia

5 EDITORIALE Uniti contro il plagio

La rivista d’informazione per la sezione golf, in esclusiva per AITG

Primavera

IN COPERTINA:

17 PRIMO PIANO Tutor International: manutenzione facile

LA RIVISTA DEL MANUTENTORE

Numero 69 Primavera www.tecnoverde.info

PROFESSIONAL La versione interattiva di TecnoVerde è visualizzabile attraverso la app "GARDEN&GRILL"

COVER STORY Barenbrug sbarca in Italia

PRIMO PIANO-COVER 7 STORY Barenbrug sbarca in Italia

Scuola Agraria e Fondazione Minoprio

Potenti e agili

SPECIALE 10 TAPPETI ERBOSI

BARENBRUG: tecnologia rivoluzionaria

19 RICERCA

L'efficacia dei fertilizzanti da tappeto erboso Everris

20 MANUTENZIONE 8 SPECIALE TRATTORI

SCHEDE PIANTE-PATOLOGIE Malattie del tappeto erboso

E PAESAGGISTICA Bosco Verticale: forestazione metropolitana

MMARI O

6 NEWS

SPECIALE TRATTORI Potenti e agili

18 FORMAZIONE

21 SCHEDE PIANTE-PATOLOGIE Le malattie dell'olivo

Prati naturali o sintetici

23 SCHEDE PIANTE-PATOLOGIE 13 ATTREZZATURE

Malattie del tappeto erboso

PROFESSIONALI Fercad: potatura eco-compatibile

26 MANUTENZIONE

E PAESAGGISTICA

Forte dei Marmi Golf Club

15 PRIMO PIANO Archiverde, giardini d'autore

28 MERCATO I nuovi listini 2014


05_editoriale.qxp 22/04/14 10.21 Pagina 5

EDITORIALE

UNITI contro il plagio C

i siamo radunati in un gruppo, sono venute nella nostra casa editrice aziende di prim'ordine, ci siamo misurati sull'argomento che interessa tutti: la contraffazione e il plagio. Abbiamo concordato che serve una tutela contro questo flagello in forte crescita, un rimedio semplice e poco costoso, fare squadra è indispensabile, nessuna azienda può risolvere il problema da sola. Bisogna creare un circuito virtuoso di solidarietà aziendale, io per il tuo marchio e tu per il mio marchio, ci avvisiamo a vicenda quando vediamo che qualche cosa non quadra sul nostro mercato. Questa dovrebbe essere la semplice regola della “congrega” salva marchio. Così semplicemente nasce un piccolo club di volontari a difesa dei marchi e del mercato: il volontariato oggi va di gran moda e in questo caso può incastrarsi perfettamente almeno nella fase iniziale, nello start up, per varare e far decollare il progetto di tutela collettivo. Servono altri incontri, altre tavole, approfondimenti, altre aziende per dare inizio concretamente al progetto, ma Unacoma e Comagarden, presenti all'evento, hanno sposato l'idea che bisogna mettersi in moto e confrontarci quando è possibile alla prossima edizione di Eima in Novembre e a FerExpo in Settembre, creare delle linee guida da promuovere in maniera che le aziende possano riunirsi e fare squadra su questo grave problema che crea difficoltà a tutti. Una label (etichetta) può essere una proposta accettabile, non un brand ma una semplice etichetta che garantisce che il marchio del prodotto è originale e autentico come negli anni cinquanta si faceva con il simbolo stilizzato di "Pura Lana" o "Vero Cuoio", un sistema semplice ed economico per garantire gli acquirenti e i produttori anche fuori dei confini italiani o europei anche dove il marchio non può essere registrato dalle piccole e medie imprese per ragioni obbiettive di costi. Questo è emerso dalla prima tavola rotonda sul plagio e la contraffazione organizzata da Garden & Grill con Tecnoverde, che dovrà avere un seguito durante le nostre fiere tradizionali con incontri mirati e favorire lo sviluppo della protezione interna e internazionale della brand nel nostro settore. Il prossimo incontro sull'argomento plagio e contraffazione è previsto nel Maggio 2014, prima del periodo delle fiere autunnali, per rafforzare la sinergia anche con le istituzioni, pronte a collaborare. Il Direttore Sergio J. Galimberti

5


06news.qxp 22/04/14 10.22 Pagina 6

6

NEWS Everris IL TOP PER TAPPETI ERBOSI ProSelect è la gamma Everris di miscele di sementi per manutentori dei tappeti erbosi e professionisti del verde, quali campi sportivi, golf, superficie tecniche, verde ricreativo. Le varietà presenti in gamma vengono messe a punto da Everris in collaborazione con alcuni dei più rinomati centri di miglioramento genetico del mondo per fornire sementi sempre più all’avanguardia. Questa sinergia permette di migliorare continuamente la qualità dei miscugli e blend per tappeti erbosi immessi nel mercato da Everris. Le linee genetiche più promettenti vengono isolate, incrociate con altre varietà, inserite in celle climatiche per valutarne le caratteristiche e poi immesse in campi di prova. Questo percorso, che porta all’approvazione delle varietà da parte del dipartimento R&D di Everris, dura svariati anni. A ciò segue la fase di propagazione con i più severi standard di controllo qualità. Dopo la raccolta i semi sono lavorati per assicurare la massima purezza varietale. Le caratteristiche delle miscele ProSelect sono selezionate in funzione delle prestazioni che gli esperti di manutenzione del verde si aspettano da una superficie inerbita.

Bargam MACCHINE AGRICOLE, NUOVA REALTA' Realizzare un'importante struttura nel settore delle macchine agricole che disponga di una full-line di prodotti che possa soddisfare le esigenze della clientela in termini di gamma di prodotto con una penetrazione la più ampia possibile sui mercati globali è stata da sempre la vision industriale e commerciale di Luigi Blasi e Carlo Tonutti. In quest’ottica i due imprenditori hanno stipulato un accordo che lega le aziende di Carlo Tonutti – marchi Tonutti e Wolagri – alle aziende di Luigi Blasi - marchi Bargam, Projet, Oma, Rimeco, Agricom, Protek. Nel contesto della suddetta operazione il nuovo gruppo potrà contare sulla collaborazione di quasi 500 dipendenti dislocati nelle 5 filiali nel mondo e in 7 unità produttive su 85.000 mq di stabilimenti industriali siti ad Imola-Bologna, Remanzacco-Udine, Jesi-Ancona, Manduria-Taranto, SuzzaraMantova, Memphis-USA ed in RUSSIA a Krasnokamsk dal 1995 dove si sta continuando ad ampliarne la capacità produttiva.

Giardini&Terrazzi VERDE IN MOSTRA A BOLOGNA

È alle porte la dodicesima edizione di Giardini & Terrazzi che avrà luogo presso lo splendido parco dei Giardini Margherita di Bologna, dal 9 all'11 di maggio 2014. La manifestazione, promossa dalle istituzioni locali unitamente alle associazioni degli operatori, è ormai diventata un appuntamento fisso per la città e per gli appassionati e professionisti del verde con un’affluenza di circa 30.000 visitatori nell'ultima edizione. I Giardini Margherita, cuore della città, vedranno animare i propri cinque ettari di terreno e

viali dalla kermesse del verde, a cui partecipano espositori dei comparti del florovivaismo, complementi ed arredi per esterni, attrezzature e macchinari, antiquariato, artigianato artistico, abbigliamento tematico e prodotti agroalimentari italiani. Fulcro della mostra è l'iniziativa “Verde Creativo”, che vede paesaggisti, architetti del verde ed operatori concorrere nel progettare e nel realizzare simulazioni al vero e prototipi, possibili ed ideali, di giardini e terrazzi...che possono suggerire tante idee e spunti originali per gli amanti del verde e del giardinaggio.

Italgreen BREVETTO USA

Italgreen ha da poco ottenuto un importante riconoscimento in ambito internazionale: il brevetto USA per il prodotto Geofill. L'azienda bergamasca da anni investe risorse nell'ambito della ricerca, per realizzare tappeti di erba sintetica che siano sempre più performanti e, al contempo, green. Il fiore all'occhiello di questa costante attività è sicuramente Geofill, un rivoluzionario riempitivo naturale che è stato rigorosamente testato dai principali laboratori a livello mondiale ed è entrato anche ufficialmente nel calcio professionistico italiano con ottimi feedback da parte di giocatori, allenatori e fisioterapisti. Tra le case history di maggior prestigio, ci sono lo Stadio Silvio Piola (Novara Calcio), lo Stadio Alberto Picco Geofill, insieme ad altri prodotti Italgreen, rappresenta inoltre una vera rivoluzione nella realizzazione di campi da gioco improntati al rispetto dell'ambiente; esso è infatti costituito da granuli organici composti in prevalenza da fibre vegetali e minerali resistenti all'invecchiamento e all'esposizione climatica, che non permettono la germinazione di vegetali infestanti e non producono fango.

JOHN DEERE BEST SELLER AWARDS

È una performance d’eccezione quella registrata anche quest’anno da John Deere alla seconda edizione del “Best Seller Award”, il premio organizzato in collaborazione con la rivista “Macchine Trattori” con cui la 111ª edizione di Fieragricola ha premiato le migliori prestazioni commerciali 2013. La manifestazione, che ha riunito anche in questa occasione i leader della meccanica agricola internazionale, ha visto coinvolti i più importanti brand, suddivisi nelle categorie trattori specializzati, isodiametrici, cingolati, mezzi da campo aperto, utility e compatti, a media, alta e altissima potenza. Per questa seconda edizione del Best Seller Award, in particolare, le categorie merceologiche sono aumentate da nove ad undici, in modo da inquadrare meglio i trattori agricoli presenti sul mercato italiano e, oltre alla potenza, sono state aggiunte le nuove classi di peso e passo.


7_baremburg.qxp 22/04/14 10.23 Pagina 7

COVER STORY

Barenbrug sbarca in Italia Il gruppo ha recentemente costituito la sua filiale italiana Barenbrug Italia Srl che, a far data dal febbraio 2014, opererà direttamente nel mercato del verde professionale con la produzione e la distribuzione di sementi, fertilizzanti e prodotti per la cura del tappeto erboso

B

araenbrug Royal Group ha di recente costituito la sua filiale italiana: contestualmente a questa operazione, il gruppo ha acquisito dalla società Prolanda Srl tutte le attività e i marchi relativi ai prodotti distribuiti, nonché il personale attualmente in forza presso la società; la continuità sul mercato sarà garantita dalla permanenza del marchio Prolanda che verrà affiancato per il prossimo futuro al prestigioso brand del gruppo. Barenbrug Royal Group è una società familiare fondata nel 1904, specializzata nella produzione e distribuzione di sementi, fertilizzanti e prodotti per la cura del tappeto erboso. Con un fatturato superiore ai 200 milioni di euro, Barenbrug è presente in 25 paesi e 6 continenti con impianti produttivi, centri di ricerca e di selezione genetica; produce annualmente circa 75.000 ton di sementi graminacee suddivise in più di 400 varietà.

Le linee guida L’innovazione rappresenta per Barenbrug la principale linea guida sul mercato: la selezione genetica e lo sviluppo delle tecnologie nei processi produttivi hanno come obiettivo primario il miglioramento della qualità e della resistenza alle avversità ambientali, con un’attenzione particolare al risparmio delle risorse naturali ed al basso impatto sull’ambiente. Negli ultimi anni Barenbrug ha sviluppato nuove varietà e brand innovativi in grado di rivoluzionare le tecniche di coltivazione e manutenzione dei tappeti erbosi ad uso sportivo e ricreativo: S.O.S. e R.P.R. sono solo alcuni di questi. Con questa acquisizione, Barenbrug Italia Srl intende accrescere la propria presenza

nell’importante mercato italiano del verde professionale con un’offerta qualificata e diversificata e con la qualità e la tecnologia garantite in tutto il mondo dagli investimenti nella ricerca e sviluppo di Barenbrug Royal Group. Barenbrug Italia Srl, Via V. Veneto, 20852 Villasanta (Mb)-Tel. 039.305909-info@prolanda.it-www.prolanda.it

7


08-09_trattori.qxp 22/04/14 10.25 Pagina 8

8

SPECIALE TRATTORI

Potenti e agili Piccole o grandi manutenzioni del verde non possono prescindere dall'utilizzo di un trattore, fondamentale per le attività di smaltimento e trasporto. Di seguito i modelli più innovativi di alcune aziende leader del settore, caratterizzati da grande potenza e agilità che li rende adatti a qualsiasi terreno

I

nuovi modelli di trattori per la manutenzione del verde sono dotati della tecnologia più moderna, di motori all'avanguardia e di dispositivi che facilitano le operazioni nel corso di lavori in aree agricole.

AL-KO L'azienda ha introdotto quest'anno la nuova gamma di trattorini rasaerba Powerline, che comprende sei modelli di differente motorizzazione e differente larghezza di taglio. Il modello più accessoriato e con più novità tecniche è il T 20-105.4 HDE V2 con, tra le altre caratteristiche, larghezza di taglio di 105 cm, sistema con due lame che non necessitano di sincronizzazione, motore Briggs&Stratton Seires 7200 bicilindrico da 656 cc.. Inoltre, i trattorini sono dotati di trasmissione idrostatica con innesto a pedali, due differenti pedali, uno per l’avanzamento e uno per la retromarcia, e pneumatici maggiorati con battistrada speciale per evitare di danneggiare il manto erboso durante il lavoro (16 pollici frontali e 23 pollici posteriori). Il trattorino è dotato anche di: assale frontale in ghisa pressofusa che garantisce maggiore stabilità alla macchina e movimenti più confortevoli e sicuri anche su terreni sconnessi; sedile regolabile come quello di un’autovettura; display elettronico con la visualizzazione delle principali funzioni di sicurezza; cesto di raccolta con svuotamento elettrico; cruise control ovvero regolatore di velocità, grazie ad una levetta posta sotto il volante; sensori di distanza per rilevare eventuali pericoli durante la fase di taglio dell’erba.


08-09_trattori.qxp 22/04/14 10.26 Pagina 9

SPECIALE TRATTORI

ANTONIO CARRARO Tra le novità del 2014, il TTR 4400 HST II: finalista al concorso Tractor of the year 2014 – Best of specialized - è un trattore unico nel suo genere: isodiametrico, reversibile, idrostatico. Il motore Yanmar da 38 CV a iniezione diretta offre prestazioni top, totale silenziosità, consumi minimi. La trasmissione idrostatica con sistema speedfix permette di fissare la velocità di avanzamento a seconda della lavorazione e del terreno, sia in piano che in aspre pendenze. Il telaio ACTIO™ a baricentro basso, la guida reversibile RGS™, la presa di forza indipendente 540/1000 girimin. e l’incredibile manovrabilità creano un binomio macchinaattrezzo in grado di offrire svariati assetti operativi altamente specializzati, soprattutto nella manutenzione civile: cura dei parchi, pulizia delle aree pedonali, sfalcio degli argini autostradali, gestione del verde nei campi sportivi, viabilità invernale, movimentazione e scavo in vivai e cantieri. A richiesta, TTR 4400 HST II offre cabina con aria condizionata a comando automatico clima control. Tra gli optional hi-tech più gettonati il joystick on-off per gestione degli attrezzi, il sollevatore e PTO anteriori sul lato motore (posteriori di serie) e il sollevatore posteriore a doppio effetto, utile con pala o livella, quando si presenta un suolo compatto da lavorare. TTR 4400 HST II gode dell’opzione di estensione di garanzia (EXG) fino a 4 anni, come tutta la gamma AC.

SABRE ITALIA La famiglia Hydro 124/144 è all’apice nell’innovazione e nelle prestazioni in tutti i settori del taglio dell’erba professionale: la raccolta con Hydro 124 e il mulching con Hydro 144. Questi trattori tosaerba dedicati alle grandi e medie superfici, garantiscono rendimento, qualità di taglio, potenza, manovrabilità, compattezza, comfort e una polivalenza senza uguali sul mercato. La recente comparsa delle versioni 4x4 e Bio offre una nuova dimensione alla gamma, con l’aumento delle capacità di superamento delle pendenze e un reale contributo alla salvaguardia dell’ambiente. La vastissima gamma di accessori della famiglia Hydro 124/144 consente ai professionisti degli spazi verdi di risolvere interamente le proprie necessità di manutenzione del verde e della rete stradale, in tutte le stagioni dell’anno. Sia che si tratti di raccolta, mulching, sfalcio, scarificazione, spargimento, polverizzazione, pulizia della sede stradale e rimozione della neve, ETESIA propone soluzioni semplici ed efficaci, previste per un rapido montaggio sui modelli di serie. La famiglia Hydro 124/144 è stata concepita e sviluppata per una polivalenza innovativa e performante. In particolare, il trattore H124DN Trattore Idraulico Hydro 124-Focs: 2x4, piatto cm. 124, HP 25, con trasmissione idraulica posteriore con bloccaggio slittamento, piatto di taglio sospeso a scarico centrale con paratie esterne smontabili per rapida manutenzione alle lame, cesto di raccolta posteriore da l. 600 in acciaio tubolare e tela anti UV sollevabile e scaricabile idraulicamente a m. 1,80, sistema di sicurezza attivo su sedile, paratie laterali piatto e cesto di raccolta, doppia presa di forza idraulica anteriore, sollevatore idraulico anteriore a tre punti, dimensioni mm. 2800/3260x1280x1740/2845h, peso Kg. 808. Omologabile stradale.

REVISIONE PROROGATA

Prorogato al 1° gennaio 2015 il termine per la revisione obbligatoria delle macchine agricole: con la modifica dell'articolo 111 del codice della strada viene rinviata di sei mesi l'adozione del decreto e di un anno l'inizio della revisione obbligatoria. L'attuazione della norma per la formazione professionale per l'abilitazione alla guida delle macchine agricole, definita nell'articolo 73 del decreto 81 del 2008, le cui modalità attuative sono state emanate lo scorso 12 marzo 2013, è stata prorogata per effetto del decreto legge 69 del 21 giugno 2013 al 22 marzo 2015. La legge 150, oltre a posticipare l'attuatività della revisione, sposta al 30 giugno 2014 la dead line entro la quale il ministero delle infrastrutture e dei trasporti - di concerto con quello delle Politiche agricole e forestali - dovrà definire il decreto attuativo contenente le procedure, i tempi e le modalità delle revisioni nonché i criteri per l'accertamento dei requisiti minimi di idoneità per le macchine agricole in circolazione.

9


10-12_SPECIALE_TAPPETI_ERBOSI.qxp 22/04/14 10.27 Pagina 10

10

SPECIALE TAPPETI ERBOSI

Il prato: sintetico o naturale? Per impianti sportivi, grandi spazi verdi, aree agricole da rivitalizzare o piccoli angoli di giardino, i tappeti erbosi sintetici sono sempre più innovativi ed ecologici nella loro composizione, mentre quelli naturali si caratterizzano per la tecnica di impianto delle zolle nel terreno. Le novità dalle aziende del settore, in continuo miglioramento per quanto riguarda prodotti e servizio personalizzato

C

he siano naturali o sintetici, i tappeti erbosi sono di grande importanza per la manutenzione del verde e per realizzare o rinnovare il suolo di impianti sportivi, parchi pubblici, aree urbane e agricole: per quanto riguarda i manti erbosi naturali, esistono due sistemi per realizzarli, come ci hanno raccontato da Verde Giardino, azienda produttrice di tappeti erbosi di Alessandria: il primo è la semina tradizionale, realizzata con sementi selezionate e miscelate tra loro su un terreno ben lavorato, privo di pietre e diserbato. Il secondo sistema è la posa sul terreno ade-

guatamente preparato di rotoli di cotica erbosa: questa seconda soluzione, anche se dispendiosa, offre i migliori risultati di riuscita, dando un effetto estetico immediato. È importante assicurarsi che i rotoli di cotica erbosa siano umidi e vitali e di spessore uniforme. La porzione di terreno destinata a ricevere questo impianto deve essere libero da infestanti, sassi e perfettamente lavorato e livellato. Tale impianto viene posato sul terreno accostando tra loro le mattonelle di cotica, rifinendo le giunzioni e riempiendo gli interstizi con sabbia o altro materiale idoneo.

Per prati “vecchi” o malati, occorre procedere con la rigenerazione, per ottenere la quale bisogna:

● eliminare il feltro ● ripulire il terreno ● riseminare

● concimare ● irrigare abbondantemente


?

10-12_SPECIALE_TAPPETI_ERBOSI.qxp 22/04/14 10.27 Pagina 11

SPECIALE TAPPETI ERBOSI

VERDE GIARDINO: Tra i prodotti dell'azienda di Alessandria per la semina tradizionale, Extreme Blue: ha varietà di Festuca arundinacea selezionate per effetto estetico superiore, colore scuro e ottima resistenza al calpestamento; ha l’eccellente Poa pratense Nublue Plus ed è adatto all’utilizzo anche in quei giardini o parchi a bassa manutenzione. Forma un tappeto erboso molto persistente, con una buona velocità di insediamento. Molto adattabile e resistente, ha un'ottima tolleranza alla siccità e può essere utilizzato in tutti quegli ambienti con irrigazione minima. Ha varietà ad alto livello di endofiti, forma perciò un tappeto molto resistente alle malattie e agli insetti. Il punto di forza dell'azienda per la preparazione dei fondi semina: Terra Viva, costituito da sostanza organica umificata, spore di Glomus intraradices, Glomus mosseae, Trichoderma atroviride e da batteri della rizosfera in grado di creare le condizioni ottimali per il rapido insediamento della pianta, garantendone così uno sviluppo sano e rigoglioso. È il prodotto ideale per arricchire il terreno e/o i substrati di coltivazione di microrganismi utili (Trichoderma, micorrize) e batteri PGRP (Plant Grow Ptomotion Rhizobacteria). Viene impiegato anche per ripristinare la microflora utile del terreno in seguito ad interventi di sterilizzazione o trattamenti chimici ripetuti. Oltre a garantire una migliore uniformità di germinazione, aumenta la resistenza delle giovani piante alla salinità e riduce drasticamente l'incidenza delle patologie fungine. I microrganismi di Terra Viva agiscono nella rizosfera con la produzione di molecole ad azione acidificante che, abbassando il pH, favoriscono l'assimilazione da parte delle piante di quegli elementi (fosforo, ferro, manganese) altrimenti bloccati; sostanze organiche dette siderofore in grado di chelare gli elementi nutritivi rendendo così migliore l'assimilazione da parte dell'apparato radicale delle piante.

PRATI ZANZI: È una società agricola con sede in Alfonsine, provincia di Ravenna, specializzata nella produzione di tappeti erbosi in zolla. Le moderne tecniche di produzione applicate, nel rispetto delle normative vigenti in materia ambientale, le consentono il raggiungimento di prodotti maturi di alta qualità. L'estensione di 300 ettari permette a Prati Zanzi di poter effettuare una rotazione dei prati non inferiore ai quattro anni e di evitare così il ristoppio, condizione ideale per lo sviluppo di patologie ed infestanti. I terreni destinati alla produzione di prato in zolla, completamente privi di scheletro, sono individuati fra quelli che per tessitura donano alla zolla plasticità, in modo da abbinare alla consistenza una più veloce e facile posa. Tutte le fasi dalla preparazione del terreno alla zollatura vengono eseguite con mezzi idonei attrezzati al fine di preservare i terreni e i prati nelle migliori condizioni. In fase di raccolta la zolla viene sottoposta al controllo qualità attraverso le seguenti verifiche: conformità della zolla alle dimensioni richieste; integrità della zolla; uniformità di sviluppo e colore della zolla; eventuale presenza di infestanti. Attualmente la produzione riguarda 7 tipi di prato (Running - Dicondra - Dry - Elegance - Sedum - Sport - Hedera Hibernica).

PRATI DEL SUD: La collocazione geografica dell'azienda, con le sedi di Catania e Metaponto, consente di offrire alla clientela, di rivenditori e installatori, un rapido approvvigionamento di prodotto fresco. La migliore garanzia di riuscita di un trapianto di prato è dato, infatti, dal più breve intervallo tra l’espianto e il reimpianto a dimora. Prati del Sud produce due varietà di prato: Festuca Arundinacea e Poa Pratensis in miscuglio e Stenotaphrum Secundatum. Il suo prato viene prodotto in situazioni climatiche simili ai luoghi di reimpianto e ciò ne garantisce la perfetta adattabilità. La continua ricerca e l’investimento in mezzi tecnologicamente sempre più sofisticati consente a Prati del Sud di offrire un servizio rapido e qualitativamente eccellente.

11


10-12_SPECIALE_TAPPETI_ERBOSI.qxp 22/04/14 10.27 Pagina 12

12

SPECIALE TAPPETI ERBOSI

BARBIFLEX: È un nome di riferimento nel settore garden, che differenzia sempre più la propria vasta offerta, arricchendola di continuo con prodotti nuovi: oltre agli ormai noti sistemi per la pacciamatura e per la subirrigazione, infatti, include nell’ampia gamma numerose altre soluzioni, ideali per la creazione e per la cura di aree verdi. Tra le ultime novità, l’azienda di Carate Brianza presenta l’erba sintetica, la pratica soluzione che azzera i tempi di manutenzione e garantisce un impatto visivo immediatamente e costantemente gradevole. Versatile e pronta all'uso, è adatta per le più svariate applicazioni: aiuole, attici, terrazze, giardini pensili, esposizioni, fiere, allestimenti, pareti, campeggi, ingressi aziendali, prati domestici. Diversi e molteplici utilizzi, dunque, per i quali Barbiflex propone due versioni di erba sintetica, per rispondere perfettamente alle esigenze dei clienti e consentire di ottenere il risultato desiderato: Zoe, alta 7 mm, è color verde brillante ed è disponibile in rotoli da 1,00/2,00/4,00 x 25 metri; Gaia ha invece uno spessore maggiore, ben 18 mm, è colore verde sottobosco ed è commercializzata in rotoli da 1,00/2,00/4,00 x 15 metri.

ITALGARDEN'S: Altra produttrice di prati sintetici, propone un modello strutturato con un'altezza di 1 cm composto da mm.4 di nastro e mm.6 di ciuffi d'erba; il modello (art.1030 ecc) è strutturato con un'altezza di mm.6 composto da mm.2 di nastro e mm.4 di ciuffi d'erba. Questi prodotti vengono venduti a garden center e vivai che devono realizzare giardini, in quanto i tappeti erbosi sintetici hanno diversi utilizzi.

ITALGREEN: La vera rivoluzione green della realtà bergamasca è avvenuta di recente grazie all’introduzione di due prodotti: RTC e Geofill, grazie ai quali Italgreen ha rafforzato la propria posizione sul mercato, collocandosi tra i principali player al mondo nel settore dell’erba sintetica. RCT è l’acronimo che sta a significare tecnologia di spalmatura riciclabile. Grazie alla nuova tecnologia di spalmatura, chimicamente compatibile con le materie prime utilizzate per la produzione dei manti, è possibile un riciclaggio totale del prodotto senza necessità di sofisticati processi di separazione dei componenti. Geofill è il rivoluzionario intaso 100% naturale ad alte prestazioni. Esso è costituito da granuli organici composti in prevalenza da fibre vegetali e minerali resistenti all'invecchiamento e all'esposizione climatica, che non permettono la germinazione di vegetali infestanti e non producono fango. Nessun cattivo odore di gomma, superficie di gioco sempre più fresca, minore necessità di irrigazione, perfetta stabilità della superficie del campo e minor abrasione per i giocatori sono solo alcuni dei numerosi vantaggi della tecnologia Geofill. Nell’ultimo decennio, l’azienda ha installato oltre 500 campi da calcio in tutto il mondo con questo intaso prestazionale.

VAL INTERNATIONAL: Val International, specialista del verde artificiale per esterni, ha sviluppato negli anni una gamma completa di erba sintetica ornamentale. Le ultime novità riguardano il backing, ovvero il supporto in cui il filo di erba viene ancorato: il backing degli articoli VIR NST5 – JZQ e VIR NST4 – DRY è realizzato in poliuretano, un materiale plastico che presenta molteplici aspetti positivi. Primo tra tutti l’imputrescibilità, che non consente agli insetti di nidificare al di sotto del tappeto sintetico e trovare, quindi, spiacevoli sorprese. Poi vi è la consistenza del materiale: un backing in PU è molto morbido e malleabile, si adatta meglio alla conformazione del terreno e risulta piuttosto facile da tagliare e utilizzare nei casi di margini frastagliati. Naturalmente rimangono invariate le proprietà di autoestinguenza e atossicità tipiche del prodotto Viridium. L’erba sintetica Viridium di Val International è pensata per l’abbellimento di giardini, terrazze e suolo pubblico. Per questo motivo è possibile trovarla presso rivenditori operatori del settore, quali vivai e garden center, ma anche da progettisti e architetti del verde, che inseriscono il prodotto nelle loro proposte.


13_FERCAD_.qxp 22/04/14 10.29 Pagina 1

ATTREZZATURE PROFESSIONALI 13

Potatura eco-compatibile La nuova motosega da potatura Husqvarna T540 XP, pensata per professionisti del verde, è caratterizzata da bassissimi consumi e minimi i livelli di emissioni di gas di scarico, motore X-Torq® e sistema AutoTune™ che agisce sulle impostazioni del carburatore regolandolo automaticamente

I

l mercato italiano dà il benvenuto alla T540 XP®, la nuova motosega da potatura Husqvarna, un attrezzo moderno ed eco-friendly che dà ottimi risultati, grazie al sistema AutoTune™ che agisce sulle impostazioni del carburatore regolandolo automaticamente, offrendo prestazioni del motore eccellenti e compensando le differenze di carburanti, altitudine, umidità e temperatura. Bassissimo il consumo e minimi i livelli di emissioni di gas di scarico, con X-Torq®, in conformità con le più restrittive e stringenti normative mondiali sull'ambiente.

Gli altri plus -Leggera e robusta la barra TechLite™, fino al 18% più leggera rispetto ad una barra convenzionale, che rende la motosega ancora più facile da manovrare. -Con la T540 XP® si riducono anche i tempi di pulizia centrifuga dell'aria e del filtro; merito dell'evoluto Air Injection. -Inoltre il sistema LowVib® costituisce gli efficaci am-

mortizzatori antivibranti, salvaguardando le braccia e le mani dell'utilizzatore. -37,7 cm³ di cilindrata, 1,8 kW di potenza, 10200 giri al minuto, in 3,7 kg di design, tecnologia e potenza firmata Husqvarna. FERCAD S.p.A. -Tel. 0444 220811- www.husqvarna.it


UFFICIA DALL’UNIVLMENTE TESTATO DI PADOV ERSITÀ A


15_archiverdeok.qxp 22/04/14 10.30 Pagina 15

PRIMO PIANO

Progetti creativi per il verde

Archiverde è un partner speciale per la realizzazione e manutenzione di giardini e spazi verdi: i suoi progetti sono veri angoli di natura creati nel rispetto del paesaggio

C

onsulenza a 360° per chi deve progettare un giardino o un angolo verde: questo è quello che propone Archiverde, che offre una serie di servizi e realizza i suoi progetti con materiali e attrezzature di prim'ordine. Per l'azienda, poter ricreare un angolo di natura è un privilegio. Progettarlo con metodo, passione ed esperienza una professione. Prendersene cura nel rispetto degli equilibri naturali un dovere. Archiverde è una realtà nata alcuni anni fa dall’incontro di due profes-

sionisti del settore con diversi anni di esperienza alle spalle, che si propone come partner ideale per la progettazione e il mantenimento degli spazi verdi, siano essi giardini privati, aziendali, parchi pubblici o impianti sportivi. Progettare uno spazio verde significa saper interpretare i desideri e personalità del cliente così il giardino vivrà degli stessi “colori” di chi lo abita. Di seguito alcuni esempi di realizzazione di angoli verdi, progettati seguendo i principi ispiratori di Archiverde:

I servizi di Archiverde La gamma dei servizi offerti da Archiverde è ampia, le attrezzature e i materiali utilizzati sono di primissimo ordine e il personale, altamente qualificato, è sempre pronto a intraprendere i gusti e desideri della clientela. La sede e il vivaio di Archiverde sono a Eupilio, all’interno della Comunità Montana del Triangolo Lariano, vicino ai laghi del Segrino e di Pusiano.

ARCHIVERDE s.r.l. Progettazione, realizzazione e manutenzione parchi, giardini e impianti sportivi, impianti d’irrigazione e d’illuminazione Via Lecco n. 33 - 22030 Eupilio (Como) Tel e fax: 031.658105 info@archiverdegiardini.it - www.archiverdegiardini.it

15


Unico al mondo nella sua categoria

Si ringrazia la palestra Boxe Ursus di Milano amante del pugilato e del giardinaggio

Decespugliatore 4 tempi 43 cc

Tecnologia avanzata per un utilizzo a 360째 Performante in ogni posizione di lavoro Elevata autonomia grazie ai consumi ridotti Efficiente sistema antivibrazione

www.dolmar.it


17_tutor.qxp 22/04/14 11.06 Pagina 17

PRIMO PIANO

Manutenzione facile La mission di Tutor International è quella di portare al giardinaggio hobbistico e professionale un miglioramento costante dei sistemi e metodologie operative attraverso la produzione di materiali ed attrezzature innovative ed ecocompatibili, che garantiscano risparmi anche sui costi manutentivi

T

utor International opera dal 2005 nel settore del giardinaggio e propone diverse soluzioni per migliorare il lavoro di manutentori del verde e hobbisti. Tra le altre sue proposte, il metodo Floravip costituito da 15 tasche realizzate in feltro di poliestere agganciato su una lastra di polipropilene alveolare. Il pannello, completo di irrigazione a goccia in ogni tasca, permette la formazione di composizioni anche grandi, con numerosi pannelli in serie, con i quali è possibile formare lunghe file anche di decine di pannelli. Poi, sovrapponendo una fila a un’altra, si può coprire in altezza una parete. I pannelli sono uniti e modulari anche nell’irrigazione già presente in ogni singola tasca. Il metodo Floravip presenta una serie di vantaggi: semplicità realizzativa, facile manutenzione, impianto di irrigazione compreso, con un gocciolatore in ogni tasca. Queste caratteristiche permettono di mantenere un alto livello estetico della superficie coperta, eliminando molte delle problematiche che comportano la realizzazione e la manutenzione di pareti verdi.

Novità 2014: i supporti SPX e SPXV Per completare e migliorare la proposta Floravip, Tutor International presenta due nuovi supporti inox per il pannello base “Floravip S”: si tratta di SPX e SPXV, preparati per accogliere e sostenere un pannello Floravip S. In particolare, il supporto SPX è il più semplice, mentre l’SPXV è dotato di vasca inox di raccolta acqua alla base. Entrambi sono applicabili a parete con 4 tasselli e sono dotati di distanziali per tenerli staccati dal muro. Inoltre,sono modulari e permettono la realizzazione sia all’interno, sia all’esterno di parti verdi anche di notevoli dimensioni.

I prodotti 쐍 Ancoraggi sotterranei a scomparsa per piante in zolla o in vaso 쐍 Protezione del colletto della pianta con collare di protezione autoregolante, di differenti colori 쐍 Profili di separazione per aiuole e vialetti in diversi materiali 쐍 Sistema stabilizzante in grigliato per pavimentazioni di granulati 쐍 Sistema di lamine in acciaio cor-ten per mini-terrazzamenti ed aiuole in quota 쐍 Sistema di cornici in acciaio cor-ten per alberature in viale

쐍 Supporti per verde a parete ed autoportanti 쐍 Feltri da pacciamatura biodegradabili e sintetici 쐍 Feltri tecnici pretagliati da pacciamatura, biodegradabili e sintetici 쐍 Feltri preseminati per rivendimento scarpate 쐍 Supporti antierosivi e per idrosemina 쐍 Forcelle, chiodi, staffe, picchetti ed altri prodotti di servizio, complementari www.tutorinternational.com info@tutorinternational.com

17


18Scuola Agraria.qxp 22/04/14 10.33 Pagina 1

18

FORMAZIONE

Scuola Agraria e Fondazione Minoprio Nei centri di formazione della Suola Agraria a Roma (presso la Scuola Giardinieri) e della Fondazione Minoprio anche per il 2014 sono in calendario molti corsi e master per gli aspiranti professionisti del verde o per quelli che già operano nel settore e vogliono mantenersi aggiornati Valutazione di stabilità degli alberi (base) dal 17 al 19 novembre Potatura degli alberi ornamentali: dalla teoria alla pratica dal 26 al 28 novembre

La Scuola Agraria del Parco di Monza, per agevolare l'utenza del Centro e Sud Italia, propone un calendario di attività formative per i professionisti del Verde presso la Scuola Giardinieri del Comune di Roma, sita in Via di Porta San Sebastiano 2. La Scuola Giardinieri si trova all'interno del vasto Parco di San Sebastiano, prossima alle Terme di Caracalla e al Circo Massimo, a una sola fermata di metropolitana dalla stazione Ostiense.

Per informazioni: Segreteria Corsi-Scuola Agraria del Parco di Monza: Tel. 039.23.02.979 (int. 200/201) segreteriaprof@monzaflora.it segreteriahobby@monzaflora.it - www.monzaflora.it

CALENDARIO EVENTI A ROMA Per le aree Giardinaggio e Progettazione del verde: Progettazione del verde (base) dal 27 maggio al 4 luglio Fitopatologia delle piante ornamentali dal 4 al 6 giugno Impianti di irrigazione - Progettazione, realizzazione e manutenzione dal 6 al 9 ottobre

Per il completamento del percorso formativo di Ortoterapia: ORTOTERAPIA Terapia orticolturale - Clinico dal 11 al 13 giugno ORTOTERAPIA Terapia orticolturale - Progettuale dal 17 al 19 settembre ORTOTERAPIA Terapia orticolturale - Base dal 1 al 3 ottobre

Per l'area Arboricoltura e Tree climbing: Tree climbing - Abbattimento controllato dal 14 al 16 aprile Tree climbing (base): arrampicata e movimentazione in pianta dal 16 al 20 giugno Tree climbing (avanzato): perfezionamento della tecnica e potatura 29 e 30 settembre Preposto: sorveglianza dei lavori con funi il 10 ottobre Frizionista: l'assistente a terra 13 e 14 ottobre

CORSI ALLA FONDAZIONE MINOPRIO Corso avanzato orticoltura Tra il mese di aprile e il mese di maggio (5 aprile, 3 maggio, 17 maggio, 24 maggio e 31 maggio), il sabato mattina, 5 appuntamenti al Parco Nord Milano con Giovanni Salvan, Virgilio Piatti e Andrea Tantardini, docenti della Fondazione Minoprio, che terranno un corso di approfondimento di orticoltura e non solo. Ogni lezione sarà strutturata in una prima parte teorica e in una seconda di esercitazione pratica. Le lezioni dureranno tre ore e trenta minuti, dalle ore 9.00 alle ore 12.30. Il corso sarà avviato al raggiungimento di un numero minimo di 25 partecipanti. Questi gli argomenti che saranno trattati: 1. I piccoli frutti: mirtilli, lamponi, more e ribes (5 aprile 2014) 2. Ortaggi da coltivare in vaso (3 maggio 2014) 3. Avversità delle piante orticole, riconoscimento e indicazioni per la prevenzione e la lotta (17 maggio 2014) 4. Il compostaggio domestico: modalità e vantaggi (introduzione teorica); passeggiata di riconoscimento botanico (esercitazione pratica) (24 maggio 2014) 5. Le erbe aromatiche (31 maggio 2014) Per informazioni: Fondazione Minoprio Tel. 031900135 – Fax 031900248 - eventi@fondazioneminoprio.it-www.fondazioneminoprio.it


19_EVERRIS_ok2.qxp 22/04/14 10.34 Pagina 19

RICERCA

L'efficacia dei fertilizzanti da tappeto erboso Everris L'azienda ha realizzato comparazioni tra l'efficacia dei propri concimi a cessione controllata ed altri tipi da tappeto erboso. Grazie alla modalità di funzionamento delle proprie tecnologie, i prodotti Everris hanno fatto registrare le migliori risposte riguardo a prestazioni generali, riduzione degli input e minor perdite per lisciviazione

L

a ricerca di Everris ha indagato, in particolare, su due fattori chiave nella gestione dei tappeti erbosi: - l’efficacia dei prodotti, per ottenere superfici inerbite di ottima qualità e limitare contemporaneamente i costi di esercizio - la riduzione dei rischi di lisciviazione, per salvaguardare l’ambiente. Partendo da questi due punti oggigiorno imprescindibili, Everris ha condotto delle prove per mettere a confronto e testare le proprie tecnologie Poly-S e Pace. Si riportano di seguito i risultati di alcune prove effettuate in cui si sono valutati alcuni tra i parametri più importanti che definiscono l’efficacia di un fertilizzante. Infatti, per valutare le tecnologie ed i relativi prodotti, gli studi avevano l’obiettivo di determinare:

- la diminuzione dei rischi di lisciviazione nel suolo dell'insieme degli elementi nutritivi NPK - la durata della cessione degli elementi nutritivi, unita al contenimento della biomassa prodotta Le analisi si sono basate su applicazioni di differenti tipi di materiale fertilizzante specifici per manti erbosi. La natura del terreno era conforme alla norma NF P90-113 (supporto drenante). Per ogni tipologia di fertilizzante, sono stati applicati 50 kg/ha di Azoto (N).

Le tecnologie PolyS e Pace si sono classificate al primo posto con le minor perdite di N,P e K per lisciviazione durante un periodo di 13 settimane. I fertilizzanti prodotti con queste tecnologie si confermano un’ottima soluzione per il rispetto dell’ambiente e l’efficacia nutritivi, in quanto: -liberano lentamente e regolarmente gli elementi nutritivi, permettendo al manto erboso di assorbirli praticamente nella loro totalità -riducono la lisciviazione degli elementi nutritivi di oltre il 50% rispetto ad altri fertilizzanti testati.

Le tecnologie PolyS e Pace si sono classificate al primo posto con la minor produzione di biomassa (sflacio) durante un periodo di 13 settimane. La cessione graduale evita picchi di rilascio e bilancia la crescita della parte fogliare e radicale, dando come risultato tappeti erbosi più densi. In aggiunta i fertilizzanti prodotti con queste tecnologie limitano la frequenza di taglio, la conseguente produzione di residui di sfalcio ed il loro smaltimento. Si confermano così un’ottima soluzione per il rispetto dell’ambiente e per il contenimento dei costi di gestione.

I concimi Everris a cessione controllata, sono quelli che hanno dimostrato la massima efficacia, contemporaneamente alle minori perdite per lisciviazione, grazie alle tecnologie PolyS e Pace.

Organo Minerale (2:1:2) Ureaform (1:0:1) IBDU (4:1:2) Poly S-Pace Everris (3:1:3)

600, g/m2 500, g/m2

Lisciviazione NPK (totale Mg/l in 12 sett)

450

Organo Minerale (2:1:2) Ureaform (1:0:1) IBDU (4:1:2) Poly S-Pace Everris (3:1:3)

441,86

400 350

400, g/m2 300, g/m2 200, g/m2 100, g/m2

300 , g/m2

239,45 -58%

250 200 150 100

118,19 99,30

50

Diminuzione dei rischi di lisciviazione - salvaguardia dell’ambiente ed efficacia nutritiva

ORGANO MINERAL

UREE FORM

IBDU

PolyS/Pace

Riduzione della biomassa - minor materiali da smaltire e maggior efficacia nutritiva

Everris Italia srl -Via D. Monterumici 8-31100 Treviso - Tel. 0422/436331 - Fax 0422/436332 -info.italia@everris.com-www.everris.com

19


20_MANUTENZIONE.qxp 22/04/14 10.43 Pagina 20

20 MANUTENZIONE E PAESAGGISTICA

Forestazione metropolitana

Le due torri progettate da Stefano Boeri con il nome di “Bosco Verticale” rappresentano un’innovativa soluzione architettonica che porterà sicuramente dei vantaggi al capoluogo lombardo, come la costituzione di un microclima, l’assorbimento di CO2 e polveri sottili, oltre a costituire una piacevole area architettonica concepita all’insegna dell’eco-compatibilità Una foresta in salita

I

l verde in città scarseggia sempre più e viene sostituito dal cemento: ecco perché il progetto “Bosco Verticale” di Stefano Boeri rappresenta una controtendenza molto interessante. Le due torri nel quartiere Isola, saranno in realtà non solo due palazzi moderni e funzionali, ma anche due “serre” verticali. Queste costruzioni, che saranno inaugurate nel 2015, sono molto importanti perché ridanno l’opportunità alla città di avere uno spazio verde e sano, un polmone che, seppur fatto di cemento, è concepito anche per restituire alla città le piante spesso sacrificate per le nuove costruzioni. Il progetto di riforestazione urbana di Boeri propone con le sue due torri di “rifornire” la città di verde, puntando verso l’alto, rivestendo cioè le pareti dei due grattacieli con centinaia di piante e arbusti, con un progetto unico nel suo genere per la biodiversità presentata.

I due grattacieli insieme ospiteranno 120 piante di grandi dimensioni, 544 di taglia media e oltre 4 mila piccoli arbusti. Tra le piante sono state scelte sempreverdi, sfoglianti e rampicanti fra cui lecci, roverelle, corbezzoli, gelsomini, ornielli ed essenze aromatiche, considerati idonei per le ottime capacità di adattamento alle condizioni atmosferiche delle diverse quote e adatte alla tutela della salute dei residenti in quanto non appartenenti a quelle specie colpevoli della diffusione di allergie. Anche la distribuzione in facciata non è casuale, le piante sono organizzate in modo da trasmettere a tutto il complesso un suo forte carattere distintivo nel panorama urbano con un piacevole impatto estetico. Nel corso della progettazione sono stati considerati diversi parametri fra cui analisi di micrometeorologia, messa in sicurezza dell’intero impianto, calcolo del dimensionamento delle vasche-vaso, prove di aerodinamica ambientale per testare la resistenza degli alberi alle correnti d’aria presenti alle diverse altimetrie e ricerca di soluzioni per affrontare i casi più particolari come rotture accidentali, ribaltamento, raffiche di vento. Sono state considerate anche innovative metodologie per il monitoraggio dell’eco-struttura e per il sistema di innaffiamento centralizzato che sfrutterà l’acqua di falda, già utilizzata per il riscaldamento. Tra gli altri punti di forza dell’opera, comfort, sicurezza e risparmio energetico. Le fonti rinnovabili prevedono pale eoliche installate sulla copertura di ciascuna torre, 500 metri quadrati di pannelli fotovoltaici che rivestiranno parte dei parapetti e le coperture e infine l’utilizzo di energia geotermica per gli impianti di riscaldamento e condizionamento estivo.

I vantaggi del bosco verticale 쐍 costituisce un microclima (fresco d’estate, sino a 2,5 gradi in meno stimati) 쐍 produce umidità e ossigeno grazie alla presenza delle piante 쐍 assorbe CO2 e polveri sottili grazie alla fotosintesi delle piante

La scheda del bosco:

Nome: Bosco Verticale Architetto: Stefano Boeri Anno: 2014 Committente: Hines Italia

쐍 protegge gli ambienti interni dall’irraggiamento in estate 쐍 lascia passare la luce in inverno 쐍 ripara dal vento 쐍 mitiga l’inquinamento acustico funzionando da barriera antirumore 쐍 contribuisce alla messa a punto di un equilibrio naturale

Importo: 65.000.000,00 Euro Uso: Residenziale Piani: 24 Altezza Tetto: 105 m

Altezza Totale: 111.15 m Luogo: Milano Isola-Porta Nuova Superficie utile: 40.000 mq


21_schede.qxp 22/04/14 10.46 Pagina 21

SCHEDE PIANTE-PATOLOGIE

Le malattie dell’olivo Le malattie più diffuse sono: la fumaggine, l’occhio di pavone e la rogna, a cui si aggiunge il cancro dell’olivo.  LA FUMAGGINE: è dovuta ad una cocciniglia (Capnodium eleaphilum, Cladosporium herbarum) che ricopre la pianta con una polverina nera (fuligginosa) che non è dannosa alla pianta in sé ma che crea numerosi disagi a chi poi va a cogliere le olive, causando numerose irritazioni.

 L’OCCHIO DI PAVONE: è dovuto al Cycloconium oleaginum, un parassita che si insedia sulla pianta. Il risultato sono delle macchioline inizialmente piccole e bruno verdastre (diffuse soprattutto nelle pangine superiori delle foglie) che con il passare del tempo crescono fino a raggiungere (nei rami) anche diametri ragguardevoli di 8-10 cm. L’aspetto diventa a questo punto come vellutato, aumenta il numero di cerchi concentrici ed il colore diventa grigiastro, più scuro nella parte esterna. Il nome deriva dal fatto che soprattutto in estate le macchie sono circondate da zone colorate di verde, rossastro o giallo, che ricordano la penna del pavone. Il risultato della malattia è la caduta delle foglie ed il disseccamento di rami e frutti (che hanno piccole macchie brunastre leggermente depresse).

 LA ROGNA: invece è dovuta al Pseudomonas syringeae var. savastanoi che causa delle bolle sulla superficie della pianta. Un tempo si diceva che la rogna era dovuta al troppo vigore della pianta dovuta ad una concimazione eccessiva. Adesso invece si è scoperto che le bolle sono altamente

infette e si consiglia di sterilizzare gli strumenti che sono stati utilizzati per la potatura di una pianta prima di passare ad un’altra o si rischia di trasmettere la malattia.  L’altra malattia dell’olivo è il cancro che attacca il tronco della pianta (proprio come il cancro dell’uomo): non esistono cure (come invece per le altre malattie che si possono curare con trattamenti chimici) l’unica soluzione è l’eliminazione fisica della parte malata fatta con uno strumento che ha una piccola accetta da una parte ed un “cucchiaio” dall’altra per meglio potersi inserire i ongi punto della pianta. Il lavoro deve essere fatto con precisione certosina e ci si deve fermare non appena si arriva alla parte ancora viva dell’olivo.

 Come ultima malattia, forse però la più diffusa e temuta, occorre ricordare la mosca olearia (Bactrocera oleae) che depone le uova nell’oliva, lasciando una depressione a contorno triangolare. Le larve poi scavano delle gallerie all’interno del frutto. In queste gallerie si sviluppano funghi e batteri che causano marciumi he fanno cadere le drupe per terra. Qualora non cadessero, le caratteristiche dell’oliva peggiorano comunque sensibilmente

21


LA FIERA CONVEGNO DELLA FERRAMENTA

7.000 m2 di ferramenta e giardinaggio

FIERA di BERGAMO - 19 e 20 Settembre - Orari di apertura 10.00 - 18.00 Registrazione online e info su: www.ferexpo.net Sponsor

Organizzazione

02 66.98.48.80 - info@ferexpo.net Con la collaborazione di

Partners

I N I TA L

O

E

Y

MAD

Con il patrocinio di

Z

PERUZ

La scelta pi첫 ampia di

BREVETTATO PATENED

TRINCIAERBA

Ver tivut Arieggiatura

Con e Senza RACCOLTA per MANUTENZIONE PUBBLICA e SPORTIVA

FOX

Da 15 a 30 CV/HP

PUMA

Da 30 a 60 CV/HP

PERUZZO S.r.l. Via Valsugana 30 - 35010 Curtarolo (Pd) Italy Tel. +39 049 9620477 - Fax. +39 049 9620435 - peruzzo@peruzzo.it

KOALA

Da 16 a 30 CV/HP

PHANTER Da 30 a 60 CV/HP

JAGUAR Da 40a 70 CV/HP

w w w. p e r u z z o . i t


23_schede.qxp 22/04/14 10.47 Pagina 23

SCHEDE PIANTE-PATOLOGIE

Malattie del tappeto erboso

La stagione invernale ed in particolare la neve possono danneggiare il prato inglese. Le piante di cui il prato è composto fanno fatica a svilupparsi in un clima rigido. I tappeti erbosi sono colpiti, inoltre, da una serie di malattie:

 RUGGINE DEL PRATO (PUCCINIA): è dovuta ad una cocciniglia (Capnodium eleaphilum, Cladosporium herbarum) che ricopre la pianta con una polverina nera (fuligginosa) che non è dannosa alla pianta in sé ma che crea numerosi disagi a chi poi va a cogliere le olive, causando numerose irritazioni.

 PITIUM: Come con altri funghi, il Pitium è più probabile che si sviluppi se il suolo non è in ottime condizioni. Substrati con drenaggio e areazione insufficiente sono i più soggetti ad infezioni, in quanto sono esposti a umidità e alte temperature.

la temperatura o innaffiatura e sfalcio impropri. Sul prato compaiono zone di prato morte ad anello con erba verde al centro.  MALATTIE DELLA FOGLIA: Se il prato inglese viene dovutamente innaffiato e concimato ma comunque presenta un colore giallastro, molto probabilmente ciò è causato da una o più malattie alla foglia.

 FAIRY RINGS (MARASMIUS OREADES): L'infezione da Marasmius oreades definita anche Fairy Ring è uno dei problemi più fastidiosi dei prati inglesi. Il fungo è contenuto nel terreno e penetra ad una profondità di 30 cm rendendo difficile la sua rimozione.

 OIDIO (ERYSIPHE GRAMINIS): La conseguenza visiva dell'infezione da Oidio è la formazione di un feltro, di colore biancastro e di aspetto polverulento, sulla superficie degli organi colpiti, dovuta all'intreccio di ife e all'emissione di un numero elevato di spore.

 FILO ROSSO (LAETISARIA FUSIFORMIS): Il Filo Rosso si presenta in primavera e in autunno, durante i periodi umidi quando le temperature vanno dai 16°C ai 24°C. Questa malattia si fa sentire particolarmente su tappeti erbosi che crescono lentamente a motivo di carenza di azoto.

 ZONE MORTE AD ANELLO (SPECIE VARIE): Questa malattia compare quando il prato è sottoposta a vari fattori di stress quali

23


25_jcb.qxp 22/04/14 10.50 Pagina 1

MANUTENZIONE E PAESAGGISTICA

JCB INVESTE SUL GOLF L'azienda ha annunciato un nuovo piano di investimenti in Staffordshire che comprenderà anche la realizzazione di un campo da golf da 30 milioni di sterline in prossimità del suo quartier generale mondiale per incrementare le vendite e la conoscenza globale del marchio

Graeme Macdonald, CEO di JCB

Il progetto, in particolare, prevede la costruzione di uno spettacolare percorso da 18 buche, 7.150 iarde, par 72, esteso su una superficie di 240 ettari a sud del quartier generale mondiale JCB di Rocester. Una volta completato, nel 2018, la manutenzione del verde e i servizi di ospitalità occuperanno fino a 100 addetti. Il progetto è stato concepito dal Presidente JCB Sir Bamford e segue la decisione, annunciata all'inizio di dicembre, di investire 150 milioni di sterline per la costruzione di due nuovi stabilimenti in Staffordshire allo scopo di potenziare significativamente la capacità produttiva dell’azienda e soddisfare così la prevista crescita della domanda. Il Chief Executive Officer di JCB Graeme Macdonald ha sottolineato: “Il campo da golf costituirà il più grande strumento di marketing nella storia di JCB, e consentirà inoltre di contribuire a promuovere l’immagine dello Staffordshire come destinazione turistica”. Il nuovo campo da golf sarà principalmente a disposizione della rete dei 770 rivenditori globali JCB come strumento per costruire relazioni con nuovi clienti e consolidare quelle con i clienti esistenti, promuovendo così la crescita del giro d’affari, e diventerà parte integrante della “esperienza JCB” per i visitatori della sede dell’azienda insieme agli impianti produttivi, al museo storico JCB e agli eventi dimostrativi.

L’Autorità mondiale dell’accesso aereo mobile

Se utilizzi una di queste,

ti serve una di queste.

I centri di formazione autorizzati IPAF ogni anno formano più di 100.000 operatori sull’uso sicuro ed efficace di piattaforme di lavoro elevabili. La Carta PAL IPAF è riconosciuta dalle industrie di tutto il mondo come prova che i vostri operatori sono stati formati ai massimi standard di sicurezza e soddisfano tutti i requisiti legali.

Trova un centro di formazione IPAF autorizzato in www.ipaf.org/it Il programma di formazione IPAF per operatori è certificato dal TÜV come rispondente alla norma UNI-ISO 18878.


26-27_Golf.qxp 22/04/14 10.53 Pagina 26

26 MANUTENZIONE E PAESAGGISTICA

Forte dei Marmi Golf Club

Per conoscere le caratteristiche del Forte dei Marmi Golf Club e la gestione e cura del verde prevista nella struttura abbiamo interpellato Giovanni Mora, greenkeeper del circuito Composizione e manutenzione del tappeto erboso I diciotto greens vengono tagliati normalmente quattro volte la settimana e sempre prima di ogni gara o manifestazione. Vengono periodicamente verticati (5-6 volte a stagione). Inoltre si provvede ad arearli con 1-2 bucature l'anno. Il materiale da riempimento utilizzato è zeolite “Zeotech 300” miscelata ad “Axis” e sabbia silicea. Per quanto riguarda la nutrizione, si provvede all'integrazione dei nutrienti in macro-carenza, mentre per il normale apporto di manutenzione si provvede a trattamenti fogliari ogni 10 giorni o settimanalmente con spood feeding. Durante gli stessi trattamenti si integrano i concimi fogliari con agenti umettanti, fitostimolatori e stimolatori delle difese naturali della pianta. Nel caso dell'insorgenza di malattie fungine o della comparsa di insetti vengono aggiunti fungicidi o insetticidi. I fairways, dove la specie dominante è l’Agrostis palustris L 93, sono sottoposti ad analisi periodica che vengono seguiti con medesima modalità dei greens. I tees si estendono su un’area di 8.00 mq ed hanno una zollatura con macroterma cv “Tifway 419” per quelli maschili, mentre quelli femminili sono “Agrostis p. Declaration. Per quelli in Tifway 419 si provvede in autunno ad

una trasemina in lolium per ottenerne una colorazione verde durante il periodo di dormienza. Nei tee più utilizzati dai giocatori si applicano frequenti top-dressing con sabbia per rimarginare i divot. Il pre-rough, di circa 3 ettari, è attualmente sottoposto ad un controllo delle infestanti. Viene trattato con diserbi selettivi e trasemine mirate ai fini di ottenere un manto erboso composto da un mix di microterme omogeneo per una larghezza di circa 15 mt. Il tutto viene svolto in modo che non sia mai interrotta la fruibilità del campo da parte dei giocatori. I rimanenti 35 ettari di rough sono composti per la maggior parte da infestanti locali (Paspalum dilatatum, vaginatum, notatum, gramigna comune) e da un’alta percentuale di Agrostide comune autoctona. Per la manutenzione dei 41 bunkers in sabbia vengono utilizzate solitamente una John Deere 1200. Per il ripristino saltuario delle sponde si utilizza una Smithco Sandstar. Nel periodo vegetativo viene effettuato ogni 15 giorni un controllo dei bordi con l'utilizzo di decespugliatori Echo e reciprocatore Zenoah. I boschi vengono tenuti in ordine a scadenze periodiche utilizzando una John Deere 1145 ed una John Deere 1565 con piatti fissi a scarico laterale e posteriore. La rifinitura viene poi effettuata con decespugliatori Echo. Tutto ciò


26-27_Golf.qxp 22/04/14 10.53 Pagina 27

MANUTENZIONE E PAESAGGISTICA 27

oltre che per un evidente motivazione estetica anche per favorire il ritrovamento delle palline e velocizzare il gioco. In autunno ed in inverno si provvede alla raccolta delle foglie e dei rami secchi e si effettuano le potature delle siepi e degli alberi per agevolare il passaggio ai giocatori ed alle macchine per la manutenzione. Spesso accade di dover effettuare delle zollature per il ripristino di zone danneggiate accidentalmente dai mezzi o dalle rotture dell'impianto irriguo ed altro. A tale scopo viene utilizzata una zollatrice Ryan da 40 cm di larghezza. Per interventi più grandi il golf club ha in dotazione un mini escavatore JCB da 17 quintali. Durante il periodo invernale si provvede anche al ripristino dei picchetti di segnalazione di distanze ed ostacoli, alla riverniciatura delle panchine e degli arredamenti del campo.

La superficie irrigua L'impianto irriguo fu costruito con tubi in pvc incollati per

le linee principali a monorango ed utilizzando tubi in PE per eseguire gli stacchi e gli anelli di tee e green. Gli irrigatori utilizzati sono per I green il modello Toro 630 e per i tee e rough il modello Toro 750. Nel 2003 per i fairways è stato eseguito un intervento di ricarico dei branch principali portando più linee di tubi in PE diam. 110, passando dai laghi e dai fossi e congiungendoli ai terminali, ricaricando in questo modo le linee esistenti e migliorando la distribuzione ed il carico dell'impianto. Nei fairways e nei rough ogni anno vengono aggiunti irrigatori posti su nuovi anelli aumentando così le aree di bagnatura con l’obbiettivo futuro di bagnare la quasi totalità del campo. Il software irrigazione utilizzato è “Stratus” della Rainbird che si interfaccia tramite l'ausilio di satelliti ibridi con gli irrigatori. Recentemente le vecchie pompe dell'impianto sono state rimpiazzate con un gruppo a 4 pompe con inverter in testa della Lowara.

MALATTIE DEI TAPPETI ERBOSI - A CURA DI AITG a cura di Mauro Lenta e Mariano Merlano

COLTIVAZIONE DEI TAPPETI ERBOSI Nella coltivazione dei tappeti erbosi ad uso sportivo si utilizzano diverse attrezzature, con lo scopo di migliorare le condizioni del substrato su cui il tappeto vive mediante il raggiungimento dei seguenti obiettivi: Ossigenazione dell’apparato radicale; Incremento dell’infiltrazione dell’acqua e conseguentemente della capacità drenante; Decompattazione; Sviluppo di un ambiente più favorevole all’attività radicale; Sostituzione del substrato; Riduzione del feltro. Possiamo scegliere tra diversi tipi di intervento, tra cui ricordiamo: Carotatura (asporto di terreno esistente e sostituzione con materiali più idonei, con profondità varibile, fino a circa 10 cm.); Chiodatura (apertura di fori verticali di dimensioni ridotte); Verti-drain (come la chiodatura, con decompattazione in profondità, fino a 25 cm,); Hydrojet (come la chiodatura, attuata mediante l’iniezione di acqua ad altissima pressione, fino a 25 cm. (chiedere a Picariello); Slicing (tagli verticali, normalmente fino a 10 cm. di profondità); Sciabolatura (tagli verticali e forte decompattazione del terreno mediante

vibrazioni, fino a 25 cm. di profondità); Dryject (iniezione di sabbia asciutta mediante aria compressa, tecnica specifica per i greens); Drilling (apertura di fori verticali fino a 50 cm. di profondità); Micro carotatura (come la carotatura, con fori di diametro inferiore e più concentrati, ad una profondità minore) Gli interventi saranno scelti in base agli obiettivi prefissi e ad altri fattori: Natura del suolo su cui si interviene; Livello di manutenzione richiesto; Costi dell’intervento; Risorse umane disponibili; Periodo stagionale; Efficacia dell’operazione in funzione delle variabili precedenti. La coltivazione, generalmente, pur comportando un iniziale impegno di risorse, garantisce una migliore qualità del tappeto erboso, favorendone lo sviluppo e la resistenza alle avversità ed agli stress, con una conseguente riduzione dell’uso di fitofarmaci ed altri prodotti chimici.

Info AITG-Associazione Italiana Tecnici di Golf: www.tecnicigolf.org


Aggiornato al gennaio 2014

MERCATO CIPPATORE A VUOTO

SISTEMA DI RAFFINAZIONE (4)

SISTEMA DI TRITURAZIONE (4)

RUOTE

DIAMETRO LEGNO CIPPABILE (CM)

C

250

Interno

Vaglio

L2-M10

2

9/10

5/6 mc/h

CE

Trattore

T

Min. 13 Cv

No

D

200

Interno

Vaglio

L2-M10

No

9/10

5/6 mc/h

CE

5.002,00

R225BHHP15

Honda IGX440

B

15 Cv

I

C

215

Interno

No

L2-M8

2

9/10

7 mc/h

CE

8.149,60

R225BHHP15O

Honda IGX440

B

15 Cv

I

C

330

Interno

No

L2-M8

2

9/10

7 mc/h

CE

9.882,00

Trattore

T

13 Cv

No

D

225

Interno

No

L2-M8

No

9/10

7 mc/h

CE

5.227,70

R225BHHP15C

Honda IGX440

B

15 Cv

I

C

435

Interno

No

L2-M8

Cingoli

9/10

7 mc/h

CE

15.567,20

R240BHHP15

Honda IGX440

B

15 Cv

I

C

330

Interno

Vaglio

L4-M16

4

9/11

8,5 mc/h

CE

10.187,00

R240BHHP15O

Honda IGX440

B

15 Cv

I

C

420

Interno

Vaglio

L4-M16

2

9/11

8,5 mc/h

CE

11.346,00

R240BHHP15C

Honda IGX440

B

15 Cv

I

C

500

Interno

Vaglio

L4-M16

Cingoli

9/11

8,5 mc/h

CE

17.568,00

Trattore

T

15 Cv

No

D

330

Interno

Vaglio

L4-M16

No

9/11

8,5 mc/h

CE

7.015,00

Honda GX630

B

21 Cv

I

C

480

Interno

Vaglio

L2-M20

2

10/12

10 mc/h

CE

14.615,60 18.239,00

R185BHHP15RI R185TRI

R225T

R240T R255BHHP21ON R255DL19ON

PREZZO in euro

PESO A VUOTO (KG)

A LEVA

NEGRI

CERTIFICAZIONI DI PRODOTTO

TRASMISSIONE (3)

15 Cv

FRIZIONE (2)

TIPO MOTORE B

POTENZA MOTORE

MOTORE MARCA Honda IGX440

MODELLO

BIOTRITURATORI PROFESSIONALI

CAPACITA’ TRITURAZIONE (mq/h)

Legenda: (1) B benzina; D diesel; MTC motocoltivatore; T trattore - (2) C centrifuga; I idraulica; M multidisco - (3) D cinghie; D diretta; M motore - (4) A automatica; CI cilindro; CL controlame; Lx numero lame; M manuale; Mx numero martelli; R rullo; RC rullo controrotante; V vaglio. IN COLORE ROSSO I MODELLI ELETTRICI

Data listino: gennaio 2014 6.917,40

Lombardini

D

19 Cv

I

C

495

Interno

Vaglio

L2-M20

2

10/12

10 mc/h

CE

R255TN

Trattore

T

15 Cv

No

C

420

Interno

Vaglio

L2-M20

No

10/12

10 mc/h

CE

9.882,00

R280DK260TRG

Kubota

D

26,5 Cv

I

C

750

Interno

Vaglio

L2-M24

2

15

13-18 mc/h

CE

29.121,40

R280DL260TRG

Lombardini

D

26,5 Cv

I

C

750

Interno

Vaglio

L2-M24

2

15

13-18 mc/h

CE

27.145,00

Trattore

T Min.

35 Cv

I

C

630

Interno

Vaglio

L2-M24

2

15

13-18 mc/h

CE

16.811,60

Lombardini

D

35.2 Cv

I

C

750

No

Vaglio

M68

2

14/16

15-20 mc/h

CE

28.833,50

Trattore

T

40 Cv (29,4 Kw)

No

C

630

No

Vaglio

M68

2

14/16

15-20 mc/h

CE

13.365,10

R280TN R330D35LON R330TN R330D35LCI

Lombardini

D

35.2 Cv

I

C

1200

No

Vaglio

M68

Cingoli

14/16

15-20 mc/h

CE

45.823,20

Iveco

D

80 Cv (60 kW)

I

C

3000

No

CM/V

M88

4

18/20

25-40 mc/h

CE

66.075,20

R500D80OON* R500TN*

Trattore

T

90 Cv

No

C

2270

No

CM/V

M88

2

18/20

25-40 mc/h

CE

40.247,80

R500D80CI*

Iveco

D

80 Cv (60 kW)

I

C

3800

No

CM/V

M88

Cingoli

18/20

25-40 mc/h

CE

su richiesta

C14DL26ON

26,5 Cv

A LEVA

21.801,40

Lombardini

D

C14TN

Trattore

T

C19TT*

Trattore

T

40 Cv

C19DL35OTF *

C

720

Si

Vaglio

L2-CL1

2

14/16

2,2 ton/h

CE

D

480

Si

Vaglio

L2-CL1

No

14/16

2,2 ton/h

CE

10.717,70

No

C

920

Si

Vaglio

L2-CL1

2

19/21

15 mc/h

CE

17.202,00

30 Cv (22 kW) @ 540 rpm No

Lombardini

D

35 Cv

A LEVA

C

1060

Si

Vaglio

L2-CL1

2

19/21

15 mc/h

CE

29.231,20

R340DK500TRG

Kubota

D

50 Cv

I

C

1500

No

Vaglio

M40

2

18

25-30 mc/h

CE

43.127,00

R340DL500TRG

Lombardini

D

50 Cv

I

C

1500

No

Vaglio

M40

2

18

25-30 mc/h

CE

37.246,60

Trattore

T

60cv

No

C

1100

No

Vaglio

M40

2

18

25-30 mc/h

CE

21.996,60

R340TN

PESO A VUOTO (Kg)

CIPPATORE A VUOTO

SISTEMA DI RAFFINAZIONE (4)

SISTEMA DI TRITURAZIONE (4)

RUOTE

DIAMETRO LEGNO CIPPABILE (cm)

BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO

50 E 50 B 55 E 55 B 55B 60 E 60 E 80 B 80 B 80 M 90 E 90 B 90B 90T 90M 100 T 100 M 100 B 100E 150 T 150 B

3CV(2,2 KW) 5CV(3,7 KW) 3CV(2,2 KW) 5,5CV/4 KW 6,5CV/4,8 KW 3 CV/2,2KW 5 CV/3,7 KW 6,5CV/4,8 KW 9CV/6,6KW

NO NO NO NO NO NO NO C C

D D C C C D D C C

46 48 55 58 60 55 62 110 120

interno interno interno interno interno interno interno interno interno

M6 M6 M6 M6 M6 M 12 M 12 M 27 M 27

V/M V/M V/M V/M V/M V/M V/M V/M V/M

2 2 2 2 2 2 2 2 2

4 4 5 5 5 5 5 6 7

2MC/H 2MC/H 2MC/H 2MC/H 2MC/H 3 MC/H 3MC/H 4MC/H 4 MC/H

ELETTRICO HONDA HONDA TRATTORE MOTOCOLTIVATORE TRATTORE MOTOCOLTIVATORE HONDA ELETTRICO TRATTORE HONDA

E B B

B

7,5CV/5,5KW 9 CV/6.7 KW 13CV/9,6KW 15.25CV 5:12CV 15:25CV 8:12CV 9CV/6,6KW 5,5CV/4 KW 20:30 CV 13CV/9,6KW

NO NO NO NO NO NO NO NO NO NO C

C C C C C C C C C C C

125 135 138 125 125 105 100 125 115 140 160

interno interno interno interno interno interno interno interno interno interno interno

M6 M6 M6 M6 M6 M 28 M 28 M 28 M28 M 36 M 28

V/M V/M V/M V/M V/M V/M V/M V/M V/M V/A V/M

2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2

8 8 8 8 8 9 9 9 9 9 9

6MC/H 6 MC/H 6MC/H 6MC/H 6MC/H 7MC/H 7MC/H 7MC/H 7MC/H 7MC/H 7MC/H

CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE

HONDA HONDA

B B

13CV/9,6KW 20,8CV/15,5KW

C C

C C

315 325

interno interno

24M + 3L 24M + 3L

V/M V/M

3 3

8MC/H 8MC/H

CE CE

B E

BIO 190 B BIO 190B

Data listino: gennaio 2014 CE 1.085,00 CE 1.244,40 CE 1.354,20 CE 1.586,00 CE 1.708,00 CE 1.464,00 CE 1.586,00 CE 2.379,00 CE 2.806,00

10

BIO 200 T

10 10 10

PREZZO in euro (IVA inclusa)

TRASMISSIONE TIPO (3)

E B E B B E B B B

CARAVAGGI

CERTIFICAZIONI DI PRODOTTO

FRIZIONE TIPO (2)

CAPACITA’ TRITURAZIONE (mq/h o kg/h)

POTENZA MOTORE (Cv o Watt)

ELETTRICO HONDA ELETTRICO HONDA HONDA ELETTRICO HONDA HONDA HONDA

MOTORE MARCA

MOTORE TIPO (1)

BIOTRITURATORI

MODELLO

(*) Insonorizzato

2.684,00 3.077,80 3.355,00 2.659,00 2.562,00 2.415,60 2.318,00 3.123,20 2.403,40 2.915,80 3.843,00 2.964,00 4.831,20 6.893,00 5.673,00 6.893,00


I dati ed i prezzi pubblicati sono ad esclusiva responsabilità delle aziende

Copy by TecnoVerde - Garden&Grill

CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE CE

4.148,00 8.296,00 9.455,00 9.833,20 11.687,60 6.344,00 12.810,00 12.383,00 14.981,60 12.139,00 17.019,00 8.113,00 11.285,00 26.474,00 27.450,00 15.311,00 25.742,00 11.712,00 18.056,00

TRATTORE TRATTORE B D D B

50:90 CV 20:50 CV 22,1CV/16,5KW 27CV/20KW 27CV/20KW 22,1CV/16,5KW 30:60CV

NO NO NO NO M M M

C C C C C C C

950 480 570 590 640 620 570

ESTERNO SI SI SI SI SI SI

M 60 LAME LAME LAME LAME LAME LAME

V/A CL CL CL CL CL CL

2 2 2 2 2 2 2

18 12 12 12 15 15 15

20MC/H 10MC/H 10MC/H 10MC/H 12 MC/H 12MC/H 12MC/H

CE CE CE CE CE CE CE

20.130,00 8.906,00 15.250,00 18.178,00 20.557,00 16.653,00 13.176,00

D

75CV/59KW 50:90CV

NO NO

C C

1590 1510

SI SI

LAME LAME

CL CL

4CS 2

25 25

15MC/H 15MC/H

CE CE

43.432,00 20.313,50

AVANZAMENTO (RUOTE MOTRICI)

IVECO TRATTORE

DIMENSIONI (cm)

CONSIGLIATO PER PRATI FINO A MQ

PESO (kg)

CIPPO 25D CIPPO 25T

D TRATTORE E

ZUCCHETTI CENTROSISTEMI

PREZZO in euro (IVA inclusa)

8MC/H 10M3/H 10M3/H 10M3/H 10M3/H 10M3/H 11MC/H 11MC/H 11MC/H 12MC/H 12MC/H 12MC/H 12MC/H 13MC/H 13MC/H 13MC/H 15MC/H 15MC/H 15MC/H

STAZIONE DI RICARICA

10 12 12 12 12 12 13 13 13 13 13 13 13 16 16 16 14 14 14

CARROZZERIA

2 3 4 4 4 2 4 4 4 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2

RICARICA

V/M V/M V/M V/M V/M V/M V/M V/M V/M V/A V/A V/A V/A V/A V/A V/A V/A V/A V/A

ANTIFURTO

24M + 3L 24M + 3L 24M + 3L 24M + 3L 24M + 3L 24M + 3L 24M + 3L 24M + 3L 24M + 3L M 40 M 40 M 40 M40 M40 M40 M40 M 60 M 60 M60

PENDENZA MASSIMA

interno interno interno interno interno interno interno interno interno NO NO NO NO NO NO NO ESTERNO ESTERNO ESTERNO

ALTEZZA TAGLIO (cm)

250 445 455 460 475 380 560 575 640 720 750 550 680 860 880 820 850 650 680

LARGHEZZA TAGLIO (cm)

C C C C C C C C C C C C C C C C C C C

VELOCITA' (m/min)

NO C C C C NO NO NO NO C I NO C C C C M NO NO

Data listino: gennaio 2014

AMBROGIO L60 B

45%

Si

Automatica

12,6

ABS

Si

1.550,00

3h 3h 3h 4 h 30 6h

28 29 30 30 29

Random-Spirali Random-Spirali Random-Spirali Random-Spirali Random-Spirali

2 2 2 2 2

WD WD WD WD WD

29 29 29 29 30

2,0-5,6 2,0-5,6 2,0-7,6 2,0-7,6 2,0-7,6

45% 45% 45% 45% 45%

Optional Opt. Optional Si Si

Automatica Automatica Automatica Automatica Automatica

12 12 13,5 14,5 14,5

ABS ABS ABS ABS ABS

Si Si Si Si Si

2.150,00 2.170,00 2.750,00 3.300,00 3.600,00

11 h 11 h

30 30

GPS GPS

2 WD 2 WD

84 84

2,5-8,5 2,5-8,5

45% 45%

Si Si

Automatica Automatica

49 49

Carbonio Carbonio

Si Si

13.500,00 17.900,00

CTE S.p.A.

Traccess 135/1 benzina Traccess 135 benzina/diesel Traccess 170 benzina/diesel Traccess 170 e (elettr. batt. litio) Traccess 230 benzina/diesel

HINOWA

GoldLift 14.70 IIIS benzina GoldLift 14.70 IIIS diesel GoldLift 14.70 IIIS Lithium-ion LightLift 14.72 IIIS benzina LightLift 14.72 IIIS diesel LightLift 14.72 IIIS Lithium-ion GoldLift 17.80XL IIIS benzina GoldLift 17.80XL IIIS DIESEL GoldLift 17.80XL IIIS Lithium-ion LightLift 20.10 IIIS BENZINA LightLift 20.10 IIIS DIESEL

su cingoli su cingoli su cingoli su cingoli su cingoli su cingoli su cingoli su cingoli su cingoli su cingoli su cingoli

LightLift 23.12 IIIS BENZINA LightLift 23.12 IIIS DIESEL LightLift 23.12 IIIS Lithium-ion

su cingoli su cingoli su cingoli

MOTORIZZAZIONE

TIPO su cingoli su cingoli su cingoli su cingoli su cingoli

Honda gx390 13hp Honda igx440/Lombardini 15ld440 15hp/11hp Honda igx440/Lombardini 15ld440 15hp /11hp elettrico 48v 2 kw Honda igx440/Kubota z 602-e3b 15hp/16,8hp HONDA IGX440 12,7 HP HATZ 1B40 10 HP ELETTRICO 48V 2 KW HONDA IGX270/IGX390 8,4 HP/11,7 HP HATZ 1B30 7,3 HP ELETTRICO 48V 2 KW HONDA IGX440 12,7 HP HATZ 1B40 10 HP ELETTRICO 48V 2 KW HONDA IGX440 12,7 HP PERKINS 402.05 14 HP HONDA IGX440 PERKINS 402.05 ELETTRICO 70V

12,7 HP 14 HP 3,5 KW

120 kg 200 kg 200 kg 200 kg 200 kg

13,3 m 13 m 17 m 17 m 23 m

7m 6,5 m 7,5 m 7,5 m 12 m

120/200 KG 120/200 KG 120/200 KG 120/200 KG 120/200 KG 120/200 KG 120/200 KG 120/200 KG 120/200 KG 230 KG 230 KG

14/12,68 14/12,68 14/12,68 13,9/12,25 13,9/12,25 13,9/12,25 16,9/15,2 16,9/15,2 16,9/15,2 20,15 20,15

7/5,66 7/5,66 7/5,66 6,76/5,42 6,76/5,42 6,76/5,42 8/6,7 8/6,7 8/6,7 9,7 9,7

120/200 KG 120/200 KG 120/200 KG

23,2/21,8 23,2/21,8 23,2/21,8

11,4/10 11,4/10 11,4/10

0,78 x 2 x 3,76 m 0,78 x 2 x 3,76 m 0,8 x 2 x 4,25 m 0,8 x 2 x 4,25 m 0,78 x 1,99 x 5,28 m

1,5 km/h 1,5 km/h 1,5 km/h 0,8 km/h 2 km/h

0,78 x 4,06 x 2,01 1,4 - * 2,8 km/h 0,78 x 4,06 x 2,01 1,4 - * 2,8 km/h 0,78 x 4,06 x 2,01 1,2 - * 2,4 km/h 0,7 x 4 x 2 1,3 - * 2,6 km/h 0,7 x 4 x 2 1,5 - * 3 km/h 0,7 x 4 x 2 1,1 - * 2,1 km/h 0,7 x 4,5 x 2 1,3 km/h - * 1,7/3,3 km/h 0,7 x 4,5 x 2 1 km/h - * 1,3/2,6 km/h 0,7 x 4,5 x 2 0,9 - *1,1/2,1 km/h 0,795 x 5,0 x 2 0,5 - 1,3 - 2,5 km/h 0,795 x 5,0 x 2 0,5 - 1,3 - 2,5 km/h 0,99 x 6 x 2,02 0,99 x 6 x 2,02 0,99 x 6 x 2,02

1 - 1,7 km/h 1 - 1,7 km/h 0,7 - 1,2 km/h

31% 31% 31% 31% 31%

Data listino: gennaio 2013 1450 kg su offerta 1600 kg su offerta 2050 kg su offerta 2050 kg su offerta 2900 kg su offerta

15° 15° 15° 15° 15° 15° 15° 15° 15° 15° 15°

Data listino: gennaio 2014 1700 kg su offerta 1790 kg su offerta 1810 kg su offerta 1398 kg su offerta 1398 kg su offerta 1490 kg su offerta 2100 kg su offerta 2100 kg su offerta 2190 kg su offerta 2880 kg su offerta 2980 kg su offerta

15° 15° 15°

2990 kg 3100 kg 3200 kg

su offerta su offerta su offerta

PIATTAFORME PROFESSIONALI

MODELLO

AMBROGIO L 400 DELUXE 20000 120x37x92 AMBROGIO L 400 ELITE 30000 120x37x92 Certificazioni: CEE 89/336 CEI EN 55014-1(2) - CEI EN 60335-1

PREZZO in euro

2,5-6,5

61x26x41 61x26x41 62x29x50 62x29x50 62x50x29

PESO

24

1900 1900 2600 3000 3500

L200 B BLACK LINE B L200 R DELUXE L200 R EVOLUTION L200 R ELITE

PENDENZA MAX

2 WD

AMBROGIO AMBROGIO AMBROGIO AMBROGIO AMBROGIO

VELOCITÀ DI TRASLAZIONE

Random-Spirali Random-Spirali

DIMENSIONI PIATTAFORMA

30

SBRACCIO ORIZZONTALE

1 h 30

ALTEZZA DI LAVORO

57x28x43

PORTATA

1200

POTENZA

AMBROGIO L85 EVOLUTION

RASAERBA ROBOT

20:30CV 13CV/9,6KW 20,8CV/15,5KW 12CV/8,9KW 19CV/14KW 20:30CV 30CV/22KW 22,1CV/16,5KW 27CV/20KW 22,1CV/16,5KW 27,2CV/20KW 40:70CV 25CV/18KW 22,1CV/16,5KW 27CV/20KW 50:80CV 40CV/29KW 50CV 25CV/18KW

AUTONOMIA (ore)

TRATTORE B B D D TRATTORE E B D B D TIPO MOTORE E B D

BIO 600 T CIPPO 10 T CIPPO 10B CIPPO 10D CIPPO 15 D CIPPO 15B CIPPO 15T

HONDA HONDA LOMBARDINI LOMBARDINI ELETTRICO HONDA LOMBARDINI HONDA LOMBARDINI TRATTORE ELETTRICO HONDA LOMBARDINI TRATTORE LOMBARDINI ELETTRICO LOMBARDINI HONDA LOMBARDINI LOMBARDINI HONDA TRATTORE

MODELLO

190 T 230 B 230 B 230D 230D 230 T 235E 235 B 235D 300 B 300 D 300 T 300E 350 B 350D 350T 400 D 400 T 400E

BIOTRITURATORI

BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO BIO

SISTEMA DI TAGLIO NUMERO LAME

I prezzi di vendita al pubblico consigliati sono comprensivi di IVA


30_abbonamenti.qxp 22/04/14 10.54 Pagina 23

Proposta speciale di abbonamento a TecnoVerde, la rivista del professionista, in quattro numero l'anno suddivisi per le quattro stagioni, allegata al mensile Garden&Grill, edito in 10 numeri all'anno, che si conferma ogni mese come punto di riferimento per tutti gli operatori del settore del giardinaggio (Aziende, Garden Center, Punti Vendita Specializzati, Grande Distribuzione e Distribuzione Organizzata)

overde.info www.tecn

Camillo - Piazza San 20124 Milano ento resi. . CEI Srl a 1, DCB Milano al mittente previo pagam art.1, comm zione /2004 n° 46) Roserio per la restitu in L. 27/02 al CMP di 003 (conv. e D.L. 353/2 recapito inviare amento postal o. In caso di mancato abbon in zione ament e S.p.A. - Spedi venduta solo in abbon Poste Italian Copia

VE RO

NO PRIMO PIA E DALLE DIFFIDATNI DELLE IMITAZIO AGRICOLE MACCHINE

IONE MANUTENZ GISTICA E PAESAG NE L'IRRIGAZIO E NT IGE INTELL

VERDE CURA DELICA E VIVAIST IOSI ER TT BA LA IDIA DELL'ACTIN

zo 2014

- n. 239 - mar

center

garden

Motor A I “BIG” G&G CONVOC

ANTIPLAGIO LA ROTONDA

RICI SIER IDROPULIT

DOS

VERSATILI E

MULTIUSO

GARDEAERNBA

en & Grill, Scarica l’app Gard a rivista collegati alla primsettore. interattiva del e Store Appl su s Grati e Google play

DOSSIER RAS

PER GRANDI

SUPERFICI

MICA

RASSEGNA CHI

BASTA FUNGHI

TAVO

DELL’A UFFICIALE

O

FALS

67

anno XXIV

GARDEN O PRESS RIA EUR

ro 13 • Nume Aprile 20

De Lellis 1.

N E D R GA

ORGANO

RZO N. 239 MA

www.ferexpo.net

Grill Garden &

M

2014

NU DEL MA

a ia nte gic e ne ion olog bie colo a ne i ar tic io zio az Ec Am ica e ne ggio in gis zaz sta ific im zio a cch ag tiz fe an Ch en rdin Ma aes erat Disin S t u ia P D an G

EGO NE DI CAT SSOCIAZIO

TA LA RIVIS

E TENTOR

TecnoVerde + Garden&Grill a 42 euro all'anno Per Per informazioni informazioni ee per per abbonarsi: abbonarsi: Tel. Tel. 02/66984880 02/66984880 -- abbonamenti@hogaitalia.com abbonamenti@hogaitalia.com www.tecnoverde.info www.tecnoverde.info

www.gardenegrill.it www.gardenegrill.it


COMPO EXPERT

EXPERTS FOR GROWTH

Alta qualitĂ  grandi risultati

NOVITA'

Dall’esperienza COMPO EXPERT, una linea di prodotti dedicati - concimi speciali per tappeti erbosi e alberature, correttivi, agrofarmaci e semi da prato - in grado di rispondere al meglio alle esigenze dei professionisti. www.compo-specialistidelverde.it


Tecnoverde primavera