Issuu on Google+

LA DAL RI N° IN VIST 10/ TE A 20 RA DI 14 TT VE IV NT A A

ANNO II NUMERO 9/2013 NOVEMBRE /DICEMBRE CEI s.r.l. / 20124 - Milano Piazza S. Camillo De Lellis 1

fl exodigital@fdp2000.it

ROTOCALCO - FLEXOGRAFIA - DIGITALE & PACKAKING

Macchine montaclichè e accessori per la stampa flexo

Montaclichè Montbiadesiaggivoo

Demounter CNS srl

CNS srl

Magazzi n o maniche

Flexo Plate Mounters, the best choice.

Montaclichè VP-HT Sleeves 1300

via della Musia, 86 25135 Brescia - ITALY tel. (+ 39) 030 23 52 006 fax (+ 39) 030 33 63 973 www.stconverting.com info@stconverting.com


w.catiamassaro.it

tension controllers

One touch tension control Control web tension by combining the accuracy of the digital T-One microprocessor controller with the precision of our load cells.

With all the quality guaranteed by the ISO 9001 certification

Re S.p.A. via Firenze 3 I 20060 Bussero (MI) Italy T +39 02 9524301 E info@re-spa.com

re-spa.com


S.M.A.R .T. Spilker Machinery And Rotary Technology

Compact practice-oriented, convenient, versatile, cost-effective The S-CON Compact is easy to operate and offers an amazing grade of flexibility despite minimal space requirements for processing material from roller to roller or from roller into single labels. The functional modules are positioned on a solid base frame and impress with their optimized accessibility and their comprehensive scope for design. Ideally suited to produce different products such as: – blank labels – technical labels and adhesive parts – special labels – for rewinding and converting

Technical details: Web width: Roller diameter: Speed: Machine length:

250 - 550 mm 600 mm, optional 800 mm up to 160 m/min 2430 or 2930 mm

Additional devices and individual adaptions can be made at any time, please do not hesitate to contact us! A team of experienced development engineers, composed of our experts from the areas of design, automation and production, are looking forward to developing an individual solution based on the specific demands of your application.

Spilker GmbH . Handelsstraße 21-23 . D-33818 Leopoldshöhe . Tel.: +49 5202 9100-0 . Fax: +49 5202 9100-93 . info@spilker.de


IL SOMMARIO

ANNO II NUMERO 9/2013-NOVEMBRE-DICEMBRE

14

12

18

22

24

28 48

34

64

52 56 pag. 7 L'editoriale pag. 8 FINAT: Etichette a norma di legge

pag. 36 Il polo di eccellenza del Food Processing & Packaging pag. 52 Ellegi: a basso impatto ambientale

4


Per abbonamenti:

ANNO II NUMERO 9/2013 NOVEMBRE /DICEMBRE CEI s.r.l. / 20124 - Milano Piazza S. Camillo De Lellis 1

abbonamenti@hogaitalia.com / www.fdp2000.it

fl exodigital@fdp2000.it

ROTOCALCO - FLEXOGRAFIA - DIGITALE & PACKAKING

Macchine montaclichè e accessori per la stampa flexo

Montaclichè Montbiadesiaggivoo

Demounter CNS srl

CNS srl

Magazzi manicheno

Flexo Plate Mounters, the best choice.

Montaclichè VP-HT Sleeves 1300

via della Musia, 86 25135 Brescia - ITALY tel. (+ 39) 030 23 52 006 fax (+ 39) 030 33 63 973 www.stconverting.com info@stconverting.com

NOVEMBRE/DICEMBRE

flexodigital@fdp2000.it COMPAGNIA EDITORIALE ITALIANA

C.E.I. Srl Compagnia Editoriale Italiana

Piazza S. Camillo De Lellis 1 (MI) Tel. 0266984880 - 0266984930 Fax 0267493557 e-mail: marketroad@hogaitalia.com

DIRETTORE RESPONSABILE (EDITOR & PUBLISHER) Sergio Galimberti REDAZIONE (EDITING) Simona Zin (redazione@fdp2000.it)

PROGETTO GRAFICO (GRAPHIC / DESIGN) CNS srl STAMPA (PRINTED & BOUND BY) CNS srl RELAZIONI ESTERNE E MARKETING (ADVERTISING MANAGER)

Concetta Patanè flexodigital@fdp2000.it UFFICIO TRAFFICO (Circulation Office) Rossella Bianchi Tel. 02 66988424

Concessionaria Esclusiva per la Pubblicità Hoga Italia P.zza S. Camillo De Lellis 1 - 20124 Milano Tel. 02 66988424 R.A. Fax 02 66984771 e-mail: marketroad@hogaitalia.com RELAZIONI EDITOR Sergio Granati cell. 335 5468926 (sergio.granati@hogaitalia.com)

ABBONAMENTO ANNUO (Subscription for one year) Italia: euro 40,00 Digitale: euro 7,00 Arretrati: euro 16,00 Resto Europa+resto del mondo euro 100,00 sul c/c postale n. 21059209 UFFICIO ABBONAMENTI (Subscription Office) Tel. 800454420 abbonamenti@hogaitalia.com Reg. al Tribunale di Milano n.54 del 1 marzo 2013 Sped. abb. postale-45% art.2 comma 20/B Legge 662/96-filiale di Milano-Milano Manoscritti e foto non si restituiscono Diritti riservati, copy rivista Market Road Garanzia di riservatezza per gli abbonati L’Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo a: CEI - Responsabile Dati Piazza S. Camillo De Lellis 1 20124 Milano.

Le informazioni custodite nell’archivio elettronico dell’Editore verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati la testata e gli allegati, anche pubblicitari, di interesse pubblico (legge 675/96 tutela dati personali). Il responsabile del trattamento dei dati raccolti in banche dati di uso redazionale è il direttore responsabil a cui, presso il Servizio Cortesia, P.zza San Camillo de Lellis 1 - Tel 02 66984880 - Fax 02 6705538 ci si può rivolgere per i diritti previsti dal D.Lgs.196/03.

6


L’EDITORIALE

ANNO II - NUMERO 9/2013 - NOVEMBRE/DICEMBRE



Il Direttore: Sergio Galimberti

La pubblicità diventa interattiva Siamo nel 2014: è l'era della pubblicità istantanea, una nuova categoria di sistemi di comunicazione in tempo reale in rete tipicamente futuristica, che permette ai suoi utilizzatori lo scambio di brevi messaggi e approfondimenti su argomenti di interesse. La comunicazione pubblicitaria ha ormai preso questa strada, deve essere interattiva: dietro la comunicazione con la pagina di pubblicità, con un semplice clik c è l'approfondimento a cura dell'inserzionista e poi la chat e quindi il business. Le differenze principali rispetto alla E-mail o altri tipi di comunicazione sono non solo nell'articolazione dinamica dei messaggi o nella velocità dell'approfondimento, ma anche nel fatto che il modello di comunicazione è bipolare e il giornale è solo un mediatore presente sul mercato con una notevole visibilità che manca all'azienda. Al fine di facilitare per l' inserzionista la comunicazione, i sistemi di messaggistica istantanea offrono spesso la possibilità di memorizzare il contatto in un download, solitamente chiamato "lista dei contatti" . FDP 2000 nel 2014 già dal primo numero, come preannunciato in un editoriale di mesi fa, diventerà anche una pubblicazione online oltre che cartacea, interattiva con i propri lettori e con gli inserzionisti. I sistemi di gestione dei nostri abbonati ci permettono in istantanea l'invio della pubblicazione che arriverà ancor prima della consegna da parte delle poste preannunciando il nuovo numero e solleticando due volte l'attenzione del lettore. La nostra versione bilingue del giornale con questa scelta ci dà una bivalenza internazionale e i dati forniti dall'editore ai propri clienti potranno essere certi e articolati come prevede ormai la pianificazione dei mezzi stampa. Questo investimento nella tecnologia ci rende molto orgogliosi del nostro giornale FDP 2000 che in tre anni ha affermato e lanciato un nuovo modo di fare comunicazione e di fare giornali settoriali. La leadership della nostra casa editrice nei vari settori dell'imprenditoria italiana si sta lentamente affermando anche nella flexografia e nel digitale, settori di grandi risorse per la ripresa del Paese Italia. Con l'arrivo delle feste e l' inizio del anno nuovo 2014, come direttore vi esprimo i miei migliori auguri di un ottimo 2014 di ripresa, con un grande successo aziendale. Il direttore

editorial - Advertising becomes interactive NUMERO

9

Per domande, commenti, suggerimenti, idee, richieste - scrivete a: flexodigital@fdp2000.it

We are in 2014 is the era of instant advertising, a new category of systems for real-time communication network typically futuristic, that enables its users to exchange short messages and insights on topics of interest. The advertising has now taken this road, it must be interactive: behind the communication with the advertisement page, with a simple clik c is the depth by information and then chat and then the business. The main differences with respect to e-mail or other types of communication are not only in the joint dynamics of the messages or the speed of the deepening, but also in the fact that the model of communication is bipolar and the newspaper is only a mediator on the market with a high exposure to the company missing. In order to facilitate for the client the communication, instant messaging systems often offer the possibility to store the contact in a download, usually called "contact list". FDP 2000 in 2014 from the first number, as announced in an editorial of months ago, will also become an online publication as well as paper , interactive with its readers and advertisers. The management systems of our subscribers allow us to send instant that will arrive even before the publication of the delivery by the postal announcing the new number and twice tickling the reader's attention. Our bilingual version of the newspaper with this choice gives us a bivalence international data provided by the publisher and its customers can be confident and articulate as expected now planning print media. This investment in technology makes us very proud of our newspaper FDP 2000, which in three years has established and launched a new way of communicating and doing newspaper sector. The leadership of our publishing house in the various sectors of Italian entrepreneurship is slowly establishing itself in flexography and digital areas of great resources for the recovery of the country Italy. With the arrival of the holidays and ' beginning of the new year, 2014, as a director I express my best wishes for a great 2014 revival, with a great business success.

The Editor

7


IL

ETICHETTE A NORMA DI LEGGE

RUOLO DEGLI STAMPATORI DI ETICHETTE RISPETTO ALLA

REGOLAMENTAZIONE IN MATERIA DI PRODOTTI ALIMENTARI E

t

ALLA SICUREZZA DEI CONSUMATORI La sopravvivenza nel settore alimentare non dipende dalla sola competitività dei prezzi: la mancata conformità alla legislazione mette lo stampatore di etichette del tutto fuori gioco nel processo di qualifica dell’utente finale. Noi di UPM Raflatac siamo impegnati nella promozione e nella sensibilizzazione presso trasformatori e proprietari di marchi circa le recenti modifiche della legislazione europea riguardante i materiali di imballaggio, dei quali le eti-

chette sono parte integrante. FINAT, in collaborazione con l’associata UPM Raflatac EMEA(*), riferisce del nuovo regolamento UE 10/2011 sui materiali e oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari, in vigore dal 1° gennaio 2013. Il regolamento sostituisce la direttiva della Commissione 2002/72/CE e le legislazioni nazionali basate su tale direttiva. La sua finalità è sostenere l’obbligo di diligenza dei proprietari dei marchi e dei rivenditori nei confronti dei clienti, e rappresenta un’importante misura nelle operazioni volte a garantire la qualità e la sicurezza dei prodotti alimentari. Gli stampatori di etichette che riforniscono l’industria alimentare dell’Unione europea svolgono un ruolo chiave.

Contatto diretto e non diretto con prodotti alimentari Il nuovo regolamento applica gli stessi principi del precedente CE n. 1935/2004 per i materiali e gli oggetti destinati a entrare in contatto con il cibo. Tali materiali devono essere sufficientemente inerti da non trasferire nel cibo componenti

8

ASSOCIAZIONI



LEGAL LABELS LABEL PRINTERS’ ROLE IN FOOD REGULATION AND CONSUMER SAFETY

t



ASSOCIAZIONI

 

Survival in the food industry comes down to more than price competitiveness: failure to comply with legislation positions the label printer not only as an ‘also ran’ but as a complete non-starter in the end-user’s qualification process. Here (at UPM Raflatac) we strive to promote & educate converters and brand owners alike regarding recent changes in European legislation with regards food packaging materials, of which labels are an integral part. FINAT, in a collaborative effort with its member UPM Raflatac EMEA(*), reports on the new EU 10/2011 regulation. This regulation on plastic materials and articles intended to come into contact with food came into legal force on 1 January 2013. It replaces Commission Directive 2002/72/EC and national legislation based on that directive. Its purpose is to support brand owners’ and retailers’ duty of care to their customers, and represents an important additional measure in ongoing endeavours to ensure the quality and safety of food. Label printers who supply to the EU food industry have a key role to play.

Direct and indirect food contact The new regulation applies the same principles as EC No 1935/2004 for materials and articles intended to come into contact with food. Such materials are required to be sufficiently inert to not transfer their constituents to food in quantities large enough to endanger human health, and to prevent unwanted changes to the composition of the food and how it looks, tastes or smells. While EC No 1935/2004 applies to food packaging in general, the new EU 10/2011 specifically concerns all plastic materials and articles intended to come into contact with foodstuff, with labels considered an integral part of such packaging. EU10/2011 consolidates 2002/72/EC and seven amendments (these were previous regulations for plastics).The idea of the regulation is to harmonise the different legislation that has existed previously within individual member states. This should make it easier for different countries to deal with each other in terms of the shipping of goods. Both direct food contact labels furnished with a plastic layer, as well as plastic labels applied to food packaging, now require Declarations


ENTARI: ODOTTI ALIM TE R P I E D IO G LLAG ICHET A NELL’IMBA GLI STAMPATORI DI ET LA PLASTIC I T T U T R E P LIST UNA CHECK

Campo di applicazione del regolamento UE 10/2011 sugli oggetti e i materiali in plastica di cui si prevede ragionevolmente che possano entrare in contatto con prodotti alimentari: (a) materiali e oggetti, e parti di essi, realizzati esclusivamente in materia plastica; (b) materiali e oggetti multistrato di materia plastica tenuti insieme da adesivi o con altri mezzi; (c) materiali e oggetti di cui alle lettere a) o b) stampati e/o rivestiti; (d) strati di materia plastica o rivestimenti di materia plastica, che costituiscono guarnizioni di coperchi e chiusure e che con tali coperchi e chiusure formano in quantità tali da rappresentare un rischio per la salute umana, e da impedire modifiche indesiderate della composizione degli alimentari, e relative al loro aspetto, sapore e odore. Mentre il regolamento CE n. 1935/2004 si applica agli imballaggi dei prodotti alimentari in genere, il nuovo UE 10/2011 tratta in modo specifico tutti gli oggetti e i materiali in plastica destinati a venire a contatto con prodotti alimentari, di cui le etichette sono considerate parte integrante. Il regolamento UE 10/2011 consolida la direttiva 2002/72/EC e sette emendamenti (in precedenza regolamenti sulla plastica). La finalità del regolamento è armonizzare le differenti legislazioni prece-

un insieme di due o più strati di vari tipi di materiali; (e) strati di materia plastica in materiali e oggetti multistrato multimateriali. Notare che (e) può fare riferimento anche alle etichette: “materiale multistrato” è un materiale che contiene differenti materiali in diversi strati, come ad esempio carta con pellicola. Tutte le etichette in pellicola, che sono considerate come facenti parte dell’imballaggio, richiedono dichiarazioni di conformità. Le dichiarazioni di conformità precisano, tra le altre cose, quali sostanze autorizzate ma sottoposte a restrizioni sono presenti e le legislazioni a cui sono conformi i materiali. dentemente in vigore negli stati membri, e quindi facilitare l’interazione tra i vari paesi in materia di spedizione di prodotti. Sia per le etichette a contatto diretto con i prodotti alimentari dotate di uno strato in plastica sia per le etichette in plastica applicate agli imballaggi di prodotti alimentari è ora richiesta la dichiarazione di conformità (DoC) che specifica quali sostanze sottoposte a restrizioni ma autorizzate sono state impiegate per realizzarle. Solo quando il materiale dell’imballaggio o qualsiasi suo strato funge da barriera funzionale che impedisce la migrazione nel cibo di sostanze da dietro la barriera stessa, le etichette e altri componenti di imballag-

of Conformity (DoCs) stating which controlled but authorised substances are present in their make-up. Only when the packaging material or any layer provides a functional barrier that prevents migration of substances from behind that barrier into food, are labels and other packaging components exempt from EU 10/2011. Material compositions that are purely combinations of paper and board continue to be covered by national legislation or recommendations such as those of the German BfR.

Restricted and unrestricted substances All authorised substances – both restricted and unrestricted -- which may be used in packaging containing plastic in its layers are stipulated on the ‘Union List’ within EU 10/2011. Only restricted substances need to be declared; and as DoCs move downstream within the supply/manufacturing chain, such substances must be clearly identified and documented so that compliance can be optimally tested.

AGING – FOOD PACK PLASTICS IN LABEL PRINTERS T FOR A CHECKLIS

The scope of the EU 10/2011 regulation on plastic materials and articles intended to come into contact with food: (a) Materials and articles and parts thereof consisting exclusively of plastics; (b) Plastic multi-layer materials and articles held together by adhesives or by other means; (c) Materials and articles referred to in points a) or b) which are printed and/or covered by a coating; (d) Plastic layers or plastic coatings, forming gaskets in caps and closures that, together with those caps and closures, compose a set of two or more layers of different types of materials; (e) Plastic layers in multi-material multi-layer materials and articles. Note that (e) may also relate to labels – ‘multi-material multi-layer’ is a material that contains different materials in several layers, for example paper with film. All filmic labels (which are considered part of the packaging), require Declarations of Conformity (DoCs). Among other data, DoCs state which authorised but restricted substances are present, and the legislation with which materials are compliant.

9


ASSOCIAZIONI

 

gio primario sono esentati dalla UE 10/2011. Le composizioni costituite puramente da combinazioni di carta e cartoncino continuano a essere coperte dalle legislazioni nazionali o da raccomandazioni come quelle dell’ente tedesco BfR.

Sostanze sottoposte a restrizioni e non Tutte le sostanze autorizzate (sottoposte a restrizioni o meno) che possono essere utilizzate negli imballaggi contenenti plastica nei loro strati sono stabilite nell’Elenco dell’unione inserito nel regolamento UE 10/2011. Solo le sostanze sottoposte a restrizioni devono essere dichiarate; e man mano che le dichiarazioni di conformità si muovono verso valle lungo la filiera di fornitura/produzione, tali sostanze devono essere chiaramente identificate e documentate per permettere la verifica ottimale della conformità.

La responsabilità finale circa la conformità è dell’utente finale Spetta all’utente finale (imballatore o proprietario di marchio) controllare che l’imballaggio nel suo complesso

sia conforme al regolamento UE 10/2011 (in aggiunta a qualsiasi legislazione nazionale sulla carta e a 1935/2004, il regolamento quadro per tutti i materiali di imballaggio), tenendo conto della natura degli alimenti imballati, della loro data di scadenza definita e delle condizioni ambientali. Gli stampatori di etichette devono quindi fornire per le proprie etichette delle dichiarazioni di conformità che consentano l’esecuzione di test circa i livelli di sostanze sottoposte a restrizioni e le dinamiche di migrazione in condizioni ambientali specifiche.

Stampatori di etichette: rischi e responsabilità Pertanto gli stampatori di etichette che commercializzano nell’Unione europea devono ottenere dichiarazioni di conformità da chi li rifornisce sia di materiali per etichette sia di inchiostro, per poter compilare le proprie dichiarazioni di conformità. Queste ultime devono a loro volta contenere informazioni di conformità su qualsiasi processo di trattamento utilizzato durante la produzione delle etichette. Va sottolineato che l’attuazione di questi regolamenti significa che gli stampatori che non sono in

ASSOCIAZIONI



Final responsibility for conformance lies with the end user It is the end user -- packager or brand owner – who has final responsibility for checking that the packaging as a whole conforms to EU 10/2011 (in addition to any extant national legislation for papers, as well as to EC 1935/2004, the Framework regulation for all packaging materials), taking into account the nature of the packaged food, its defined shelf life, and ambient conditions. Label printers are therefore required to provide DoCs for their labels to enable tests for restricted substance levels and migration behaviour in specific environmental conditions to be carried out. Label printers: responsibilities and risks Food label printers supplying into the EU therefore need to be provided with DoCs both from their labelstock and ink suppliers to be able to compile their own DoCs, which must, of course, also incorporate conformance information about any curing processes used during label production. It should be noted that the enactment of these regulations means that printers unable to supply DoCs cannot now be accepted as part of the end user’s supply chain, and may also leave themselves open to the financial repercussions of a product recall. It is therefore essential for label printers to be proactive in obtaining and supplying the necessary documentation if they are to retain their place as responsible and viable links in the broader professional packaging chain. The benefits of a secure supply chain Finally, to summarise, all the above points underline the value of DoCs as a form of insurance for a label printer’s business, as a means of retaining existing customer contracts, and as an entry ticket to end users qualification processes for new business – with the ultimate aim of protecting the consumer. Produ-

About FINAT AT Profilo di FIN

FINAT, fondata a Parigi nel 1958 e con sede centrale a L’Aia (Paesi Bassi), è l’associazione mondiale dei produttori di etichette autoadesive e dei prodotti e servizi correlati. Con oltre 600 membri in più di 50 paesi in tutto

10

il mondo, FINAT può offrire molto ai trasformatori di etichette e a tutti i fornitori del settore dell’etichettatura in termini di scambio di informazioni e dell'opportunità di stringere relazioni a livello internazionale.

FINAT, founded in Paris in 1958 with headquarters in The Hague (The Netherlands), is the worldwide association for manufacturers of self-adhesive labels and related products and services. With 600 members in over 50 countries around the world, FINAT has much to offer to label converters and all suppliers to the labeling industry in terms of information exchange and the opportunity to network internationally.


grado di fornire le dichiarazioni di conformità non possono essere ammessi a far parte della filiera dell’utente finale, e potrebbero anche esporsi alle ripercussioni finanziarie di un ritiro del prodotto dal mercato. È quindi essenziale per gli stampatori di etichette agire con sollecitudine nell’ottenere e fornire la necessaria documentazione per mantenere la propria posizione di anello responsabile e utile nella filiera dell’imballaggio.

I vantaggi di una filiera sicura

cing DoCs to a satisfactory standard creates a level playing field for all operations – however large or small.

(*) Questo articolo è stato gentilmente realizzato da Jay Betton, Business Segment Manager, Food & Retail Labelling, UPM Raflatac EMEA Informazioni dettagliate sul regolamento UE 10/2011 sono disponibili sul sito Web di FINAT (www.finat.com) o rivolgendosi a Mark Macaré all’indirizzo mmacare@lejeune.nl

(*) This article has been kindly contributed by Jay Betton, Business Segment Manager, Food and Retail Labelling, UPM Raflatac EMEA Detailed information on EU10/2011 is available on the FINAT website (www.finat.com) or from Mark Macaré at mmacare@lejeune.nl

www.finat.com

www.finat.com

ment Business Seg belling, Jay Betton, l La ai et R d an od Manager, Fo EMEA UPM Raflatac

Packaging Prod e l b i x uct Fle s

Infine, per riassumere, tutti i punti di cui sopra sottolineano il valore delle dichiarazioni di conformità come forma di garanzia per le attività degli stampatori di etichette, e come

credenziale di accesso ai processi di qualificazione degli utenti finali per i nuovi business, con la finalità ultima di proteggere il consumatore. Produrre dichiarazioni di conformità di livello soddisfacente crea un terreno operativo per tutte le realtà, grandi e piccole.

®

Packaging Adhesives Heat Seal Coatings Varnishes

COIM S.p.A. ITALY - Via Manzoni, 28/32 - 20019 Settimo Milanese (MI) Phone nº +39 02 335051 - Fax nº +39 02 3286431 - www.coimgroup.com

11




UN MARCHIO ECO-FRIENDLY NANOVIS: PREMIO VINCENTE DI PULIZIA ECO-FRIENDLY, ANCHE PER ANILOX

t

FIERE

 

La seconda partecipazione di NANOVIS a Labelexpo ha pienamente soddisfatto i nostri ambiziosi obiettivi. Il numero di visitatori allo stand ha superato le nostre aspettative, anche l'interesse e le domande specifiche testimoniarono che siamo sulla strada giusta. Cosa che ha confermato che ambientalismo e problemi di sostenibilità diventano aspetti importanti per molte aziende anche per quanto riguarda i processi di pulizia. Su questo tema, è di particolare importanza che NANOVIS con il NWC-1200 sia stato nominato come finalista per il "premio globale per la sostenibilità ". Anche se il primo premio è andato a Avery Dennison, siamo orgogliosi di vincere il secondo premio in riconoscimento della nostra innovazione in questa importante questione. Oltre ai volti noti, che hanno portato la NANO CLEANER al successo molto tempo fa, molti nuovi contatti, messi a conoscenza circa Nanovis dalla stampa specializzata, sono passati al nostro stand. Il loro feedback sulle prestazioni e le dimensioni del NANOCLEANER NWC-1200 è stata molto positivo e ci si può aspettare diversi ordini nel prossimo futuro. Come previsto , i nuovi moduli per la pulizia anilox hanno generato enorme interesse. Questo permette al NanoCleaner di pulire le delicate anilox. Grazie al principio dolce Nanovis questo sta accadendo a basso impatto ambientale e senza l'azione abrasiva sui pezzi pregiati. Il nuovo sistema di pulizia per cilindro rotante "G Wash 150 " del nostro partner Grßnig - Interscreen AG quindi ha suscitato grande interesse. Questo sistema può essere azionato con il detergente di Nanovis compreso il suo riciclo completo. CosÏ, anche i serigrafi possono beneficiare della nostra tecnologia rispettosa dell'ambiente. www.nanovis.ch

12

ASSOCIAZIONI !

 


AN ECO-FRIENDLY BRAND NANOVIS: PRIZE WINNING ECO-FRIENDLY CLEANING,

t

EVEN FOR ANILOX ROLLS The second appearance of NANOVIS at Labelexpo has fully met our ambitious goals. Not only the number of visitors to the stand exceeded our expectations, even the keen interest and the specific questions testified that we are on the right track. It was confirmed that environmental and sustainability issues become increasingly important for many companies even with cleaning processes. On this theme, it was of special importance that NA-NOVIS was nominated with the NWC -1200 as a finalist for the "GLOBAL AWARD FOR SUSTAINABILITY". Although the first prize went to Avery Dennison, we are proud of winning the second rank in recognition of our innovation in this important matter. In addition to familiar faces, who have put the NANO CLEANER to successful use a long time ago, many new contacts - made aware about NANOVIS by the trade press - found the way to our stand. Their feedback on the performance and the size of the NANOCLEANER NWC 1200 has been very positive and we can expect several orders in the near future. As expected, the new module for cleaning anilox rolls generated enormous interest. This allows the NANOCLEANER clean the delicate anilox rolls. Thanks to the gentle NANOVIS principle this is happening environmentally friendly and without abrasive action on the precious pieces. The new cleaning system for rotation cylinder “G-Wash 150” of our partners GrünigInterscreen AG also at-tracted great interest. This system can optionally be operated with the cleaning agent of NANOVIS including its full recycling. Such, also screen printers can benefit from our environmentally friendly technology. www.nanovis.ch

13


!

 

Success at Package Printing Zone

NEL CORSO DELL'ULTIMA EDIZIONE DI LABELEXPO EUROPE, GIDUE E TARSUS HANNO OTTENUTO GRANDE SUCCESSO

DURING THE LAST EDITION OF LABELEXPO GIDUE AND TARSUS HAS CELEBRATED A BIG SUCCESS

AL WORKSHOP GRAZIE ALLE LORO NOVITĂ€

THANKS TO THEIR NEWS

La 33esima edizione di Labelexpo Europa 2013, come previsto, si è rivelata essere uno tra i piÚ grandi eventi mai organizzati prima in questo settore. Tra i 550 espositori presenti, Nuova GIDUE ha confermato ancora una volta la sua leadership nel settore rivelandosi come l’unica azienda produttrice di macchine da stampa a presentare 4 nuove linee macchina, tutte attraverso dimostrazioni dal vivo ogni 30 minuti. Uno di questi macchinari, per l’esattezza una M3 Digital Flexo™, è stata esposta nella Package Printing Area

t

Successo al Package Printing Workshop

t



FIERE

 

GIDUE was the only press manufacturer to show four printing presses, all with live demonstrations at Labelexpo 2013 show. A specially dedicated M3 Digital Flexo™ press for Label and Packaging was shown, out of Gidue booth in hall 11, at the Package Print Area in Hall 12 organized by Tarsus together with another digital press manufacturer, XEIKON NV. , showing an integrated printing and converting production flow for carton boxes. We

Federico d’Annunzio, Presidente di Nuova GIDUE Mr. Federico d’Annunzio, President of Nuova GIDUE

14


Federico d’Annunzio durante la presentazione di M3 Digital Flexo Federico d’Annunzio during the presentation of M3 Digital Flexo™ press at Package Printing Zone

organizzata da Tarsus nella Hall12; qui, in collaborazione con l’azienda belga XEIKON N.V., è stato presentato un sistema di produzione completo per la stampa e la fustellatura di etichette su cartone. “Ogni giorno, per tutta la durata della fiera, abbiamo avuto l’opportunità di spiegare a centinaia di produttori di etichette di come la tecnologia di controllo di tensione e temperatura, supportata dalla nuova tecnologia digitale automatizzata, possa rendere possibile il passaggio verso l’imballaggio. Cambiare supporto è oggi questione di minuti grazie alla tecnologia Digital Flexo™, che permette sia l’autoregolazione di tensione e temperatura su ogni supporto sia la regolazione automatica di registro e pressione di stampa” ha affermato Federico d’Annunzio, Presidente di Nuova GIDUE Srl. Per tutta la durata della fiera, sulla M3 Digital Flexo™, sono state organizzate due dimostrazioni al giorno, utilizzando due differenti supporti: coperchi laminati e stand-up pouches. Ogni giorno, durante la fase di set-up, entrambi i supporti hanno registrato 8 metri di scarto iniziale e una precisione di registro di meno di 50 microns. L’altissima qualità di registro della nuova generazione di macchine da stampa per etichette e imballaggio apre nuove e interessanti opportunità agli stampatori di eti-

had the opportunity to explain to hundreds of label converters each day the technologies in tension and temperature control which make the transition to packaging for label printers greatly supported by new digital automation technology. Changing substrate is today a matter of minutes with automatic tension and temperature auto-settings for each substrate, and automated print pressure and register adjustment provided by GIDUE Digital Flexo™ Technology» says Federico d’Annunzio, President of Nuova GIDUE. Two demonstrations were performed on two different substrates to produce laminated lids and stand-up pouches for the four days of the exhibition. Twice a day both the substrates performed around 8 meters of initial waste during printing set-up, and a register accuracy of less than 50 microns. The “high” register quality on the new generation of in-line presses for Labels and Packaging opens new opportunities for label printers to enter the flexible packaging market with clear entry advantages: the traditional label “culture” for top

15


 

!

 

FIERE

e Nuova Gidu

t

16

Nuova Gidue è produttore di macchine da stampa per etichette e imballaggio flessibile, che negli anni ha creato un’esclusiva tecnologia per il mercato di riferimento. Le maggiori innovazioni sono state portate a termine cooperando con gli utilizzatori finali e cercando, ogni volta, di costruire un macchinario sempre all’avanguardia e di successo. Dal 1999 GIDUE ha fornito l’industria di etichette e imballaggio con soluzioni fortemente innovative e ha spostato sempre piÚ in alto gli standard di produzione. La gamma di prodotti offerti da Nuova Gidue include macchinari adatti per l’industria della stampa di etichette con l’utilizzo di vari processi di stampa e trasformazione quali: Offset, Flexo, Rotocalco, Serigrafia, Digitale, Stampa a caldo, Stampa a freddo, Goffratura, Fustellatura di etichette e cartone, Laminatura, Perforazione e molti altri. Inoltre, per l’industria dell’imballaggio flessibile Nuova Gidue ha formulato modelli dedicati alla stampa di alluminio per i coperchi degli yogurt o blister farmaceutici, tubi laminati per dentifricio e shampoo, pelle di insaccati, etichette termoadesive, ROSO, wrap around, sacche mediche, IML, PE 20 M PET 12 M, PA, PVC, BOPP, fogli di alluminio 12 m etc. Le soluzioni di laminatura, infine, completano l’intera gamma di prodotti con in-line solventless, hot-melt, pre-adhesive lamination.

chette che si vogliono approcciare al mercato dell’imballaggio flessibile, fornendo loro fin da subito grandi vantaggi come: il Know-how per la stampa di etichette di grande qualitĂ , l’abilitĂ  di produrre e consegnare in tempi ridotti e la naturale e flessibile relazione che si instaura tra stampatore e utilizzatore finale. La maggior parte delle grandi aziende del settore è alla ricerca di una soluzione “one-stop-shopsâ€? per poter commissionare la stampa di etichette, Sleeves, Wrap-mAround e imballaggio flessibile direttamente allo stesso etichettificio, avendo cosĂŹ una qualitĂ  e flessibilitĂ  di stampa standardizzate. Le performance delle nuove macchine da stampa, in termini di registro, sono paragonabili alle grandi macchine da stampa a fascia larga a tamburo centrale, con una qualitĂ  di stampa maggiore e costi operativi sensibilmente ridotti. La tecnologia Digital Flexo™ può inoltre fornire tecnologie automatizzate e digitali per le operazioni di cambio di lavoro; altre grandi opportunitĂ  si aprono quindi per tutti i produttori di etichette che sono alla ricerca di maggiore profitto e crescita. Cristina Toffolo, Vp Marketing di GIDUE, ha concluso: “Vogliamo ringraziare Tarsus per averci coinvolto in questa iniziativa che ci ha permesso di presentare la nostra tecnologia al Package Printing Workshop fornendo una nuova visione per l’industria delle etichette e dell’imballaggio. Grazie all’introduzione della tecnologia Digital Flexo™ crediamo fermamente che stia cominciando una nuova era di crescita e sviluppo tecnico per l’industria del packaging. Grazie Tarsus e Grazie Labelexpo 2013â€?.

t printing quality, the ability to produce and deliver in short times and the natural flexible and intimate relation of label printers with final users. Most brand owners are looking for one-stop-shops to have both labels, shrink sleeves, wrap around labels and flexible packaging printed by the same converter under one roof, with standardize quality and flexibility. The performances of new in-line presses are comparable in terms of register to wider central impression flexo presses, with far better print quality and lower operating costs. GIDUE Digital Flexo™ technology can further support label converters providing fully digitally automated change over operations; a big opportunity opens for label converters looking for growth and for higher profitability. Cristina Toffolo, VP Marketing of Nuova GIDUE, concludes: We want to thank Tarsus for the opportunity to be part of the Package Printing Workshop providing a new �vision� for the Labels and Packaging industry with integrated digital and Digital Flexo™ technologies for the production of labels, flexible packaging and carton in a digital work flow. We believe that this is just the beginning of a new era of growth and technical development for our industry. THANK YOU Tarsus and THANK YOU Labelexpo 2013.

e Nuova Gidu Nuova GIDUE is a manufacturer of printing and converting machines, providing exclusive technology for the Label and Packaging industry. Most technologies are developed by Nuova GIDUE in cooperation with the end-users to manufacture original solutions for long term profitability and innovation. Since 1999 GIDUE has provided the Label and Packaging industry with innovative solutions which have set new standards in productivity.Nuova GIDUE ‘s product range includes solutions for the label industry such as combination presses and finishing solutions for Offset, Flexo, Gravure, Screen, Digital, Hot Stamping, Cold Foil, Embossing, Label and Carton Die-Cutting, Sheeting, Perforation and others. Most of the processes are interchangeable. For the flexible packaging industry Nuova Gidue offers substrate solutions such as aluminum foil for yoghurt lids, laminated tubes for tooth paste and shampoo, sausage skins, shrinkable sleeves, ROSO, wrap-around, stand-up pouches, IML, PE 20 M PET 12 M, PA, PVC, BOPP, aluminum foil 12 m etc. Lamination solutions complete the product range with in-line solventless, hot-melt, pre-adhesive lamination.


ASSOCIAZIONI !

 



FIERE

 

Labelexpo 2013:

UNO SHOW‌ ENTUSIASMANTE!

t

DELLE ETICHETTE

18

"Un’ottima fiera!", questo è il giudizio unanime del personale OMET sull’evento biennale dedicato al mondo delle etichette, svoltosi nel settembre scorso a Bruxelles. Ricerca dell’innovazione, volontà di investire in beni strumentali, il desiderio di lasciare alle spalle gli anni bui, questo è parso lo stato d'animo generale degli stampatori di etichette accorsi in Belgio per il piÚ grande avvenimento del settore. I numeri mostrano un aumento di presenze rispetto alla precedente edizione, dovuto in parte all'allargamento del quartiere fieristico (che ora occupa 7 sale) e in parte grazie al rinnovato entusiasmo del comparto etichette che, nonostante abbia sempre dimostrato una grande vivacità all’interno del mercato del packaging, ha vissuto anni di attesa prudente. Sempre di piÚ il business delle etichette attrae coloro che

Labelexpo 2013: AN ENTHUSIASTIC SHOW!

WITH THIS WORDS OMET HAS DEFINED THE LAST EDITION OF LABELEXPO, THE LABEL EXHIBITION

t

COSĂŒ OMET HA DEFINITO L'ULTIMA EDIZIONE DI LABELEXPO, L'EVENTO BIENNALE DEDICATO AL MONDO

“A great trade show!�, so OMET staff unanimously judged this year’s label exhibition in Brussels. Quest for innovation, willingness to invest in capital equipment, desire to leave dark years behind, that is the mood of label printers flocked in Belgium for the biggest event in the industry. Numbers show an increase in attendance with respect to the previous edition partially due to the enlargement of the fairgrounds (now occupying 7


provengono da settori vicini al packaging grazie alla costanti innovazione e sperimentazioni.

Parola d'ordine: qualità La parola d'ordine di quest'anno per i produttori di macchine da stampa era Qualità, seguita da Efficienza e Standardizzazione. Ottenere la migliore qualità non può prescindere dalla massima efficacia prodotta in termini di risparmio generale. La standardizzazione entra in gioco quando si parla di consistenza di stampa e facilità di gestione dei processi. OMET ha risposto alla chiamata mostrando per la prima volta in una fiera una macchina multi-processo con combinazione flexo e offset a maniche. La XFlex X6 in mostra a Labelexpo presentava la combinazione di 4 gruppi flexo e 5 unità offset a maniche, l'ultima innovazione per il costruttore italiano. La macchina stampava belle etichette di produzione gentilmente concesse da Campari e un imballaggio flessibile su polipropilene e poliestere delle barrette di cioccolato Duplo di Ferrero. La macchina ha lavorato in modo eccezionale durante i quattro giorni e ha suscitato l'interesse di importanti produttori di etichette di tutto il mondo, alcuni

halls) and partially due to what seems a renovated enthusiasm of the label sector after years of cautious waiting, despite it has always been one of the liveliest segment in the packaging market. In addition, the label business seems to appeal increasingly more those involved in areas close to packaging attracted by its advances and non-stop experiments.

Password: quality The password this year for printing presses manufacturers was Quality, followed by Efficiency and Standardization. Achieve the best quality can’t do without the greatest produced efficacy in terms of general savings. Standardization comes forward with respect to print consistency and ease of process management. OMET answered the call by offering for the first time in a show a multi-process press combining flexo and offset with sleeves. The XFlex X6 shown at Labelexpo mixed 4 flexo groups and 5 offset units with sleeves, the latest innovation of the Italian machine manufacturer. Printing a beautiful production label courtesy of Campari and a

19


 

FIERE

t

 

t

dei quali hanno siglato ordini già durante l’evento. I clienti hanno mostrato in generale un particolare interesse per le macchine da stampa con configurazioni complesse a comprovare la maggior propensione all’investimento in beni strumentali di valore. L'unità offset a maniche di OMET era il "pezzo mancante" nel puzzle di tecnologie dell’azienda lombarda ed è pensata per gli stampatori che scelgono l’offset per soddisfare esigenze di standardizzazione dei grandi marchi o che vogliono contenere i costi di pre-stampa nella produzione di grandi volumi. CosÏ afferma Marco Calcagni, direttore vendite e marketing di OMET: "Con questa recente innovazione, OMET afferma con forza la sua posizione di leader nel settore e conferisce prestigio alle capacità di progettazione che la contraddistinguono e che, come conseguenza, offrono unicità e valore ai clienti che scelgono di avvalersi delle nostre macchine".

Una grande prestazione

20

ASSOCIAZIONI !

flexible packaging on PP+PE films of Ferrero snacks, the machine performed exceptionally during the four days and arose the interest of major printers worldwide, some of whose secured an order already during the show. Customers showed special interest in presses with complex configurations proving their greater possibility in capital equipment expenditure. The offset unit of OMET integrating sleeves was the “missing piece� in OMET’s jigsaw of mixed technologies offered to printers needing “to go offset� to meet standardization requirements of brand owners or looking for simple and low-cost pre-press for big volumes production. So states Marco Calcagni, sales and marketing director of OMET: “With this recent innovation, OMET strongly affirms its leading position in the label industry bestowing prestige to its engineering capabilities which, in turn, give uniqueness and value to the customers who choose to avail of OMET high-end machines.�

A great performace

Antonio Bartesaghi, amministratore delegato del Gruppo OMET aggiunge: "Ancora una volta OMET ha offerto una grande prestazione. L'azienda ha dimostrato di essere altamente professionale e con prodotti di ottima qualità. Nei suoi mercati di riferimento, e rispetto alla sua concorrenza diretta, sta scalando posizioni, e oggi il marchio è riconosciuto e apprezzato da tutto il pubblico dei clienti - reali e potenziali – comprese le grandi multinazionali ". La direzione di OMET è lieta di informare che un notevole numero di ordini sono stati firmati durante la fiera, sia per macchine ibride flexo+offset – XFlex X6 offset e Varyflex V2 con gruppi offset - o macchine interamente flessografiche per etichette come la XFlex X4, anch’essa in mostra a Bruxelles e che è la soluzione piÚ adatta per le aziende con budget d’acquisto ridotti ma che ricercano comunque la massima flessibilità e semplicità operativa. Rientrato a Lecco, lo staff di OMET è occupato nel follow- up dei contatti presi in fiera (dal 30 al 40% in piÚ rispetto al 2011, a seconda delle aree geografiche) e delle richieste di quotazione, oltre agli ordini già confermati. Non vi era modo migliore per chiudere l' anno del 50° sulla scena internazionale. L’anno dell’anniversario, inaugurato ufficialmente dalla partecipazione a Converflex e dall'evento di tre giorni per i clienti VIP organizzato sul lago di Como, si concluderà con una serie di eventi interni dedicati ai collaboratori di OMET. La magia del 50° è ancora nell’aria e l'energia che si percepiva nello stand a Labelexpo Europe è un chiaro segno che il cammino di innovazione di OMET e la sua ascesa verso la leadership nel settore è ben lungi dall'essersi conclusa.

Antonio Bartesaghi, managing director of OMET Group adds: “Again, OMET offered a great performance, the company showed to be highly professional and with products of excellent quality. In its specific markets, and compared to its direct competition, OMET is moving up, and is today a brand recognized and appreciated by the entire audience of customers – real and potential – including leading multinationals.� OMET management is proud to inform that a remarkable number of orders were signed during the show, both for hybrid flexo+offset presses – XFlex X6 offset and Varyflex V2 with offset groups – or full flexo label machines like the XFlex X4 displayed in Brussels that is the best solution for companies with low purchasing budgets but still looking for maximum flexibility and ease of operation. Back in Lecco, the whole OMET’s staff is busy with follow-up of recent leads (30 to 40% increase with respect to 2011 depending on the geographical areas) and requests of quotation, and the order income originated by the fair. No way the year of the 50th Anniversary could have a better end on the international stage. The year of the Anniversary which had officially started with the participation to Converflex and the three days event for VIP customers on Como lake will now come to conclusion with a series of internal events dedicated to OMET’s collaborators. The magic of the 50th celebration is still in the air and the energy vibrating in OMET’s booth at Labelexpo was a clear sign that the innovation track of OMET and its ascent to the leadership in the industry is far from being over.

www.archipelago.omet.it

www.archipelago.omet.it


UNIDRIVE M

Azionamenti per Manufacturing Automation

6OB (BNNB…4FUUF GVO[JPOBMJUh EFEJDBUF…*OGJOJUF TPMV[JPOJ

Ethernet Onboard

UNIDRIVE M offre sette modelli di convertitori progettati per ogni livello di automazione del Manufacturing. La nuova, straordinaria gamma di convertitori AC e Servoazionamenti, è progettata con funzionalità specifiche per rispondere pienamente ad ogni esigenza applicativa, in una gamma di potenze da 0,25 kW a 1,2 MW. UNIDRIVE M: scegli ciò che ti serve

Per maggiori informazioni sulla gamma Unidrive M visita www.UnidriveM.com

The Emerson logo is a trademark and service mark of Emerson Electric Co. © 2012

SCARICA QUI la App “Discover Unidrive M” (disponibile nell’App Store, in Android e online)


t



FIERE

 

 

INNOVAZIONE CONTINUA ESKO

LABELEXPO EUROPE 2013 FULL HD FLEXO: LA CONTINUA INNOVAZIONE ESTENDE L'IMPIEGO DELLA STAMPA FLESSOGRAFICA PER HA PRESENTATO A

LE ETICHETTE E NON SOLO Esko ha esposto la tecnologia Full HD Flexo per etichette a Labelexpo Europe 2013. Full HD Flexo per etichette, dotata di retinatura e procedure operative standard specifiche per stampatori di etichette e cartellini, consente di ottenere fondi pieni di grande impatto, alte luci piÚ uniformi e una gamma cromatica estesa. Gli esperti di flessografia Esko saranno presenti presso lo stand 5B25 per illustrare come questa tecnologia può aiutare i trasformatori di etichette a ottenere i migliori livelli qualitativi del settore.

I vantaggi della tecnologia Full HD Flexo Con la tecnologia Full HD Flexo per etichette, Esko coprirĂ  l’intera gamma di applicazioni di stampa flessografica. La tecnologia Full HD Flexo per etichette attualmente è giĂ  in uso presso diversi stampatori flessografici e trasformatori in tutto il mondo. Una delle prime aziende ad adottarla è stata la polacca Etiko, produttrice di etichette autoadesive (www.etiko.pl). “L’investimento in Full HD Flexo per etichette dimostra il nostro impegno nella produzione dei piĂš elevati standard qualitativi, che è ciò che richiede il mercato odiernoâ€? ha commentato Tadeusz Kozinski di Etiko. “Usiamo la soluzione da un paio di settimane, e abbiamo giĂ  riscontrato che stampare con Full HD Flexo è vantaggioso perchĂŠ la qualitĂ  migliore prodotta dalle lastre ci aiuta a ottenere risultati piĂš efficaci.â€?

Vantaggi specifici per le etichette La tecnologia Full HD Flexo per etichette è stata sviluppata per offrire vantaggi appositamente pensati per i trasformatori di etichette. Notevole riduzione della marezzatura: effetto che si riscontra tipicamente su etichette in carta poco costose, la marezzatura crea delle “ondeâ€? nella stampa, causate dalla struttura della carta visibile nei fondi pieni e d'ombra. Questo effetto riduce l’appeal dell’imballaggio. Eliminando la marezzatura, Full HD Flexo consente agli stampatori di etichette di fornire una qualitĂ  notevolmente migliore su supporti meno costosi, incrementando la redditivitĂ  dell’imballaggio e offrendo risultati piĂš competitivi rispetto alla concorrenza.

22

!

Miglioramento della densità dell’inchiostro: benchÊ la densità non sia mai stata un problema nella flessografia UV, Full HD Flexo è in grado di garantire fondi pieni eccezionalmente uniformi con una densità di inchiostro superiore rispetto alla flessografia tradizionale. Riduzione dei segni di ingranaggi: Full HD Flexo per etichette permette una qualità di stampa migliore, con la riduzione del banding e delle rigature che si verificano quando si usano macchine da stampa a ingranaggi. PiÚ stabilità nelle alte luci: la sensibilità della stampa a causa delle variabili di macchina è ridotta, rendendo molto meno visibili le differenze tra le stampe realizzate su macchine diverse o diversi stampatori.

Un processo di esposizione di lastre flexo unico e completamente automatico Diversamente da quanto accade con altri processi che richiedono passaggi di esposizione intermedi analogici o manuali, le lastre Full HD vengono completamente preparate all’interno dell’unità di incisione CDI Esko e non appena estratte sono subito pronte per la lavorazione. Il CDI unisce in un solo dispositivo l’esposizione delle lastre e l’esposizione digitale in linea principale. L’esposizione delle lastre mediante una sorgente luminosa LED array fornisce la densità di potenza UV necessaria e controllata digitalmente per assicurare il pieno controllo sul processo di polimerizzazione. Ciò garantisce uniformità nella realizzazione delle lastre: una qualità ripetibile a lungo termine che va ben oltre i risultati ottenibili con l’esposizione UV convenzionale. La tecnologia Full HD Flexo è adatta a tutti i diffusi tipi di lastre e maniche flessografiche. www.esko.com/it


CONSTANT INNOVATION ESKO HAS DEMONSTRATED FULL HD FLEXO FOR LABELS AT LABELEXPO EUROPE 2013: CONTINUOUS INNOVATION EXPANDS THE REACH OF FLEXO PRINTING FOR LA-

t

BELS EVEN FURTHER Esko has demonstrated Full HD Flexo for Labels at Labelexpo Europe 2013. Full HD Flexo for Labels features screening and specific standard operating procedures (SOP’s) for label and tag printers, helping deliver impactful solids, smoother highlights and an expanded color gamut. Esko’s flexo experts will be available on stand #5B25 to explain how this technology can help label converters achieve market-leading quality.

Bringing the benefits of Full HD Flexo With Full HD Flexo for Labels, Esko will cover the entire range of flexo printing applications. Full HD Flexo for Labels today is already operational at a range of flexo tradeshops and converters worldwide. One of the first companies to adopt Esko Full HD Flexo for Labels is Etiko, a Poland-based self-adhesive label producer (www.etiko.pl). “Our investment in Full HD Flexo for Labels demonstrates that we are committed to producing the highest quality print, which is what today’s market demands,” says Tadeusz Kozinski of Etiko. “We have the technology now for a couple of weeks, and have already found that printing with Full HD Flexo is beneficial because the better quality produced by the plates help us achieve much more effective results.”

appeal of the package. By removing mottling, Full HD Flexo enables a label printer to deliver significantly better quality on cheaper substrates, increasing packaging profitability and offering more competitive results than other printers. Improvement in ink density: even though density on UV Flexo has never been a significant issue, Full HD Flexo for Labels is capable of delivering exceptionally smooth solids with higher ink density than traditional flexo. Reduction of gear marks: Full HD Flexo for Labels leads to better print quality, with the reduction of banding or streaking from gear marks seen when using gear-driven presses. Greater stability in the highlights: the sensitivity of print due to press variables is reduced, making press or printer differences much less visible

A unique, fully automated, flexo plate imaging process Unlike other processes that require intermediate analogue or manual exposure steps, Full HD plates are prepared completely within an Esko CDI imager and are immediately ready for processing after unloading. The CDI combines plate imaging with inline digital main exposure in the same device. Exposing plates through an LED-array light source delivers the necessary digitally controlled UV power density to assure full control over the polymerization process. It guarantees platemaking consistency – long-term repeatable quality well beyond to what is achievable with conventional UV exposure frames. Full HD Flexo works with all popular digital flexo plates and sleeves. www.esko.com

Label specific advantages Full HD Flexo for Labels was developed to offer benefits specifically intended for label converters: Considerable reduction of mottling: typically seen on inexpensive paper labels, mottling creates ‘clouds’ in print, caused by the visible paper structure in the solid and shadow areas of a print. The effect reduces the

23




FIERE

 

!

FACHPACK 2013: RISPOSTE PER I PROFESSIONISTI

t

34.598 VISITATORI E 1.440 ESPOSITORI: QUESTI SONO SOLO ALCUNI NUMERI DELL'ULTIMA EDIZIONE DI FACHPACK, L'IMPORTANTE APPUNTAMENTO DEL SETTORE DELL'IMBALLAGGIO SVOLTOSI IN SETTEMBRE A NORIMBERGA 34.598 esperti dell'imballaggio sono accorsi a Norimberga dal 24 al 26 settembre per informarsi sulle novità nella piacevole atmosfera del FachPack. Ad attenderli c'erano 1.440 espositori su una superficie pari a quella dell'anno precedente (circa 54.000 m² netto) con prodotti e servizi sui temi imballaggio, tecnica, finitura e logistica. Rolf Keller, membro del direttivo di NßrnbergMesse, commenta: "Quello che ci sorprende è l'alta percentuale di decision maker: schizzata dall'85 % dell'edizione precedente niente meno che al 90% di oggi. Quasi un visitatore su cinque è membro del direttivo della propria azienda: un indizio eloquente per la qualità del FachPack�.

Bilancio dell'evento Essendo uno dei piĂš importanti saloni europei dell'imballaggio, il FachPack attira sempre piĂš specialisti dai paesi vicini. Il 21% dei visitatori internazionali – provenienti soprattutto da Austria, Repubblica Ceca, Svizzera, Paesi Bassi, Italia e Polonia – hanno profittato delle informazioni offerte durante le tre giornate della manifestazione. Heiko Wenka, direttore vendite della Illig Maschinenbau GmbH & Co. KG di Heilbronn (D) ha dichiarato: "Soprattutto per quanto riguarda le confezionatrici per il settore food e non food, a Norimberga tutto fa capire che si è pronti ad investire. Sono state richieste molte offerte concrete. Mai prima d'ora avevamo avuto cosĂŹ tanti clienti polacchi allo stand. Sono mancate però parti dell'indotto dell'industria automobilisticaâ€?. "Questo risulta anche dal sondaggio di un istituto indipendente", conferma Heike Slotta, direttrice di manifestazione di NĂźrnbergMesse. "Attualmente l'indotto dell'industria automobilistica resta sulle sue. E poi notiamo anche che l'imballaggio per conto terzi si sta spostando verso est. Ăˆ cresciuta ulteriormente la presenza dei settori stampa/carta/cartone e chimica. La percentuale di esperti delle vendite/della distribuzione è cresciuta in misura significativa e questo spiega il forte interesse per gli investimentiâ€?. La classifica dei settori dai quali provenivano i visitatori è la seguente: stampa/carta/cartone, ali-

24

 


FACHPACK 2013: ANSWERS FOR PROFESSIONALS t

34,598 TOP-CALIBRE TRADE VISITORS AND 1,440 EXHIBITORS: THESE ARE ONLY SOME NUMBERS OF THE LAST EDITION OF FACHPACK, THE IMPORTANT SHOWCASE OF PACKAGING INDUSTRY THAT TOOK PLACE IN NÜRNBERG IN SEPTEMBER 34,598* packaging professionals enjoyed their FachPack in Nürnberg in a relaxed atmosphere from 24–26 September. This was assured by 1,440 exhibitors with unusual products and services for packaging, technology, processing and logistics on the same area as last year (approx. 54,000 m² net). Rolf Keller, Member of the Management Board of NürnbergMesse: “We were surprised by the large share of decision-makers which rose from 85 % at the last event to an impressive 90 %. Almost every fifth visitor is a member of the management board – a convincing quality criterion for FachPack.”

Event analysis FachPack, one of the top European trade fairs for packaging, attracts more and more packaging specialists from the neighbouring countries. 21% international visitors – mainly from Austria, the Czech Republic, Switzerland, the Netherlands, Italy and Poland – used the

three days of the exhibition for sourcing information. Heiko Wenka, Sales Director Illig Maschinenbau GmbH & Co. KG, Heilbronn (DE): “All the signs in Nürnberg indicated investment, especially in packaging machinery for the food and non-food segments. Many firm offers were requested. We have never had so many Polish customers on the stand, but we did miss some of the automotive component suppliers”. “This is shown by the results of a survey by an independent institute,” confirms Heike Slotta, Director Exhibitions at NürnbergMesse. “The automotive component suppliers are currently stepping on the brake. We also notice that contract packaging is moving eastwards. The printing/paper/cardboard and chemical segments excelled with an even stronger presence. The share of specialists from sales/distribution increased significantly, which explains the many investment inquiries”. The ranking of the visiting sectors is as follows:

25


 

FIERE

t mentazione/generi voluttuari, prestatori di servizi, materiali sintetici, chimica, costruzione di macchine, farmaceutico/cosmesi, apparecchi elettrici e componenti, logistica dell'imballaggio e imballaggio per conto terzi, lavorazione dei metalli, indotto dell'industria automobilistica e generi di consumo. Al FachPack 2013 hanno esposto 1.440 aziende, 285 delle quali per la prima volta. Come sempre è stato molto presente l'efficiente comparto dell'imballaggio tedesco, questa volta con 1.040 aziende. 400 espositori (28%) provenivano prevalentemente dai paesi vicini: Paesi Bassi (57), Italia (54), Svizzera (43), Repubblica Ceca (42) ed Austria (35). La specialità del FachPack sono prodotti e servizi lungo la filiera dei processi relativi all'imballaggio nei settori imballaggi (678 espositori), tecnica (531), finitura (219) e logistica (386). Ma, poichÊ il FachPack ha contato "solo" 1.440 espositori, questo significa che un quarto abbondante delle aziende, appartenenti principalmente al ceto medio, ha presentato prodotti e servizi in piÚ di un segmento della filiera dei processi relativi all'imballaggio.

Forum PackBox: secondo round davanti a spalti pieni Ha riscosso il favore del pubblico anche la seconda edizione del divertente mix di informazioni su tutti i settori della filiera dell'imballaggio: 3.635 ascoltatori attenti, vale a dire oltre 1.000 in piÚ rispetto allo scorso anno, ha sostato con piacere in questo forum elegante. E questo grazie ai protagonisti del secondo round che ha avuto per tema la triade di Ispirazione – Innovazione – Informazione: Baviera design, Bund Deutscher Verpackungsingenieure (bdvi, Associazione degli ingegneri tedeschi dell'imballaggio), Deutsches Verpackungsinstitut (dvi, Istituto tedesco dell'imballaggio), Flexodruck Fachverband (DFTA, Associazione di categoria della stampa flessografica), le riviste specializzate PackReport e VerpackungsRundschau, l'Istituto Fraunhofer per la movimenta-

!

 

zione materiali e la logistica e la Verein zur FĂśrderung innovative Verfahren in der Logistik (VVL, Associazione per la promozione di processi innovativi nella logistica).

Il culto dell'imballaggio: cos'altro è accaduto L'atmosfera al 20° FachPack era ottima. Durante il divertente spettacolo di inaugurazione, il futurologo Sven GĂĄbor JĂĄnszky ha invitato a compiere un viaggio nel tempo per conoscere i mondi in cui vivremo nel 2020. La sua miscela di fantascienza e strategia ha avuto successo. Ăˆ seguita poi la conferenza spiritosa e stimolante dal titolo "Prospettive per un futuro di successi per l'imballaggio" che ha scatenato soprattutto un impulso: quello della risata, accompagnato dalla considerazione che molte cose non vanno poi prese troppo sul serio. 50 anni ma ancora desiderabile e in perfetta forma: ma come farĂ ? Restare intellettualmente agili, guardare oltre l'orizzonte (tedesco) e tenere sempre d'occhio l'aspetto esteriore: "L'imballaggio è l'indossatrice del prodotto". Il Deutscher Verpackungspreis, ovvero il premio tedesco dell'imballaggio, ha festeggiato il suo compleanno a cifra tonda al FachPack ed ha avuto l'imbarazzo della scelta fra 232 soluzioni innovative di dodici paesi. Abito da sposa di seta e merletti? Ormai è fuori moda! La sposa al passo coi tempi si presenta all'altare elegantemente vestita di cartone ondulato. E negli anni a seguire adornerĂ  il giardino di casa con enormi nani di cartone mentre in salotto il suo consorte appenderĂ  alla parete trofei di caccia di cartone ondulato: tutto ciò è stato visto al FachPack. Queste e altre buone notizie sugli imballaggi sono state diffuse da Norimberga in tutto il mondo, persino nella lontana Cina, da 313 giornalisti di 14 paesi attraverso i diversi media.

Novità: il Vertice dell'imballaggio 2014 di Norimberga Il comparto dell'imballaggio si trova bene a Norimberga: e perciò prenderà ad incontrarsi qui anche negli anni in cui il FachPack fa pausa! Dal settembre 2014 inviterà a Norimberga anche il Vertice dell'imballaggio organizzato dalla casa editrice Deutscher Fachverlag (dfv). Heike Slotta se ne rallegra: "Questo celebre congresso specialistico e la mostra nell'atrio consolidano lo stretto legame fra il comparto europeo dell'imballaggio e Norimberga." www.fachpack.de/press


t printing/paper/cardboard, food/beverages, service providers, plastics, chemicals, mechanical engineering, pharmaceuticals/cosmetics, electrical equipment and components, packaging logistics and contract packers, metalworking, automotive component suppliers and consumer goods. 1,440 companies exhibited at FachPack 2013, 285 of them for the first time. The efficient German packaging industry was strongly represented as always, this time by 1,040 firms. 400 exhibitors (28 %) travelled to Nürnberg mainly from the neighbouring countries – the Netherlands (57), Italy (54), Switzerland (43), the Czech Republic (42) and Austria (35). FachPack specializes in products and services along the packaging process chain in the segments of packaging (678 exhibitors), technology (531), processing (219) and logistics (386). But as FachPack has “only” 1,440 exhibitors, this means a good quarter of the mainly small and medium enterprises showed products and services in several segments of the packaging process chain.

PackBox Forum: second round played to a full house The entertaining information mix of all segments of the packaging process chain was also a great success in its second year: an interested audience of 3,635, a good 1,000 more than last year, enjoyed their visit to the stylish forum. The players involved in the second round of the triad of inspiration – innovation – information were: bayern design, Bund Deutscher Verpackungsingenieure (bdvi – Association of German Packaging Engineers), Deutsches Verpackungsinstitut (dvi – German Packaging Institute), Flexodruck Fachverband (DFTA – Flexographic Printing Association), the magazines PackReport und Verpackungs-Rundschau (Packaging Review), Fraunhofer-Institut für Materialfluss und Logistik (Fraunhofer Institute for Material Flow and Logistics) and Verein zur Förderung innovativer Verfahren in der Logistik (VVL – Association for the Promotion of Innovative Logistic Processes).

mentally fit, taking a broader view (beyond Germany) and always with an eye on appearance – “Packaging as a Product Mannequin”. The German Packaging Award celebrated its anniversary at FachPack and was spoilt for choice with 232 innovative solutions from twelve countries. Wedding dress of white silk and lace? That was yesterday. Today’s hip bride wears corrugated cardboard on her loveliest day, and after a few years of married life decorates her front garden with enormous cardboard garden gnomes while her husband is nailing the corrugated cardboard antlers to the living room wall – all seen at FachPack. 313 journalists from 14 countries transported this and other good packaging news over cross-media channels from Nürnberg all round the world, even to faraway China.

New: Packaging Summit in Nürnberg starting in 2014 The packaging sector feels at home in Nürnberg – and not just in the FachPack years in future! Starting in September 2014, the Packaging Summit organized by Deutscher Fachverlag (dfv) also invites packaging specialists to Nürnberg. Heike Slotta is pleased about this: “The noted sector congress with foyer exhibition will strengthen the close connection between the European packaging industry and Nürnberg.” www.fachpack.de/press

Packaging is a cult: what else happened The sector started its 20th FachPack in excellent spirits. In the entertaining opening show, futurologist Sven Gábor Jánszky invited guests to a journey in time into the lifestyles of 2020. The mixture of science fiction and strategy went down well. The subsequent comedy presentation on “Prospects for a successful packaging future” triggered mainly one impulse: laughter – accompanied by the realization that many things should not be taken so seriously. Still attractive and desirable at 50 – how? By keeping

27


ASSOCIAZIONI !

 



FIERE

 

Grande successo al K 2013

t

MOLTO INTERESSANTE

28

La partecipazione BOBST alla fiera K è stata un grande successo. Oltre a quanto presentato a Dßsseldorf, l’azienda ha invitato clienti acquisiti e potenziali di tutto il mondo alle Open House organizzate in concomitanza con la fiera nei Centri Tecnologici BOBST a Bielefeld (Germania), Manchester (UK) e San Giorgio Monferrato (Italia). Tema comune di tutte le manifestazioni è stata l’offerta di soluzioni innovative prodotte da BOBST per la stampa e la trasformazione dei materiali flessibili. Queste soluzioni mettono a disposizione dei trasformatori nuove possibilità per aumentare la produttività, la qualità e l’affidabilità dei processi di produzione, riducendo, nel contempo, sia i costi che l’impatto ambientale. Complessivamente, diverse centinaia di aziende di oltre 50 paesi hanno visitato BOBST, tra cui un numero considerevole proveniente da mercati emergenti, come l’India, e dal Medio Oriente. I nuovi clienti hanno rappresentato oltre il 60% dei visitatori. Sono stati finalizzati contratti per numerosi progetti relativi soprattutto a impianti per la spalmatura e la metallizzazione di materiali per imballaggio fles-

A great success

at K 2013

FOR THE INNOVATIVE SOLUTIONS AND SERVICES OFFERED BY BOBST FOR THE PRODUCTION OF FLEXIBLE PACKAGINGS ALSO THE LAST EDITION OF

K HAS BEEN AN INTERESTING SHOWCASE

t

PER LE SOLUZIONI E I SERVIZI INNOVATIVI PROPOSTI DA BOBST PER LA PRODUZIONE DI IMBALLAGGI FLESSIBILI, ANCHE L'ULTIMA EDIZIONE DI K Ăˆ STATA UNA VETRINA

K 2013 was a resounding success for BOBST. In addition to its presentations in DĂźsseldorf, the company had invited existing and prospective customers from all over the world to concurrent Open House events at the BOBST Technology Centres in Bielefeld (Germany), Manchester (UK) and San Giorgio Monferrato (Italy). The focus at all these locations was entirely on innovative solutions from BOBST for printing, coating and converting flexible materials. These innovations give packaging manufacturers new capabilities for improving the productivity, quality and reliability of their production processes, while at the same time reducing both the costs and the environmental


sibile, nonché a soluzioni entry-level per la stampa rotocalco. Mentre le attività sullo stand BOBST alla fiera K 2013 sono state imperniate sulla presentazione di sviluppi tecnologici, i Centri Tecnologici BOBST hanno posto l’accento su temi di attualità in materia di stampa flessografica e accoppiamento, metallizzazione, stampa rotocalco e accoppiamento, illustrati dalle dimostrazioni delle macchine più recenti. Le ultime realizzazioni presentate dalla Business Unit Services hanno riscosso grande interesse – soprattutto per il loro contenuto innovativo, come il programma “Boost my BOBST”. Se da un lato questo programma offre ai clienti opzioni interessanti mirate a migliorare le prestazioni delle macchine installate e a mantenerle nel tempo sempre ai massimi livelli di efficienza e di produttività, dall’altro utilizza le innovazioni tecniche per potenziarne la flessibilità in termini di diversificazione del prodotto al fine di soddisfare nuove domande di mercato. A Bielefeld, BOBST ha mostrato innovazioni tecniche davvero uniche per la stampa flessografica. Circa 100 visitatori hanno assistito alle prove di stampa di alta qualità di due lavori in quadricromia più bianco sulla macchina F&K 20SIX. I soggetti stampa, con grafiche attuali per l’imballaggio di pet food, sono stati stampati su film PET di 12 µm. La dimostrazione comprendeva anche un cambio lavoro automatico “on the fly” alla velocità di produzione. La preparazione alla stampa di entrambi i lavori è stata effettuata utilizzando la tecnologia smartGPSTM utile per la regolazione fuori linea delle pressioni di stampa e del registro, per dimostrare come la produttività elevata della F&K 20SIX può essere aumentata, nonché la considerevole riduzione dello scarto. Il design sofisticato della F&K 20SIX la rende una macchina molto efficiente, soprattutto per la produzione di corte tirature di imballaggio flessibile. Inoltre per la prima volta a Bielefeld, un’accoppiatice multi-tecnologica CL 850D duplex ha accoppiato il film PET di 12 µm stampato in flexo con alluminio sottile dello spessore di 6.35 µm alla velocità di 300 m/min. Sia a Bielefeld che a Düsseldorf è stato inoltre presentato un retrofit che consiste in un sistema completamente automatico di pulizia del tamburo centrale delle macchine da stampa flexo. Infine è stato anche mostrato un cilindro calibratore che permette di allineare con estrema precisione i gruppi stampa garantendo il parallelismo dei cliché con accuratezza micrometrica e la sincronia del registro laterale e longitudinale. L’Open House che si è svolta presso lo stabilimento di BOBST Manchester il 15 ottobre ha accolto ben 60 visitatori da tutto il mondo, molti dei quali provenienti da Nordamerica e Sudamerica, Africa e India. All’evento è stato presentato in prima mondiale il metallizzatore K5000 di ul-

impact. All in all, several hundred companies from more than 50 countries visited BOBST, including a substantial number from emerging countries such as India and from the Middle East. A good 60% of the visitors were new customers. Contracts for numerous projects were finalised. In this respect, the key fields involved included the BOBST solutions for coating and metallizing materials for flexible packagings, as well as entry-level solutions for gravure printing. While activities on the BOBST exhibition stand at K 2013 revolved around technology demonstrations, the BOBST Technology Centres focused on offering hands-on sessions addressing the subjects of flexo printing and laminating, vacuum metallizing, and gravure printing and laminating. Live demonstrations of the company's latest machines were given to this end. The newest offerings from the BOBST Services Business Unit likewise attracted lively interest – especially the innovative services offered, such as the 'Boost my BOBST' programme. On the one hand, this programme offers customers attractive options for improving the performance of their installed machines and maintaining it at the highest possible level in the long term. On the other hand, it also includes possibilities for using technical innovations to enhance the flexibility of installed machines and thus cover new customer demands. In Bielefeld, BOBST presented a number of unique technical innovations for flexo printing. Almost 100 visitors saw live demonstrations in which an F&K 20SIX was used for CMYK and white printing of two 'trendy', very high-quality petfood packagings made of 12 µm PET, including on-the-fly job changing at full production speed. Both jobs were prepared using the smartGPSTM offline registration and impression setting system, meaning that the high productivity of the F&K 20SIX could be exploited to the full and waste significantly reduced. The sophisticated design of the F&K 20SIX makes it a highly efficient flexo press, even for producing very short runs of flexible packaging. As part of a further live demonstration for the first time in Bielefeld, a CL 850D multi-technology laminator was used for duplex


ASSOCIAZIONI !

 

t

 

t

tima generazione. Uno dei pezzi forti delle dimostrazioni è stato il sistema di individuazione dei pinhole BOBST General Hawkeye, che stabilisce nuovi standard in materia di sistemi di controllo qualità in linea durante il processo di metallizzazione in alto vuoto. Hawkeye, che funziona alla piena velocità del metallizzatore, è un sistema affidabile che, in tempo reale, conta e classifica i pinhole ed altri difetti di dimensione uguale o superiore a 0,1mm. Si tratta quindi di un sistema in grado di migliorare considerevolmente le proprietà barriera dei materiali per imballaggio e per applicazioni decorative. La seconda dimostrazione è stata centrata sul processo AlOx che viene eseguito su metallizzatori BOBST convenzionali per produrre spalmature trasparenti ad effetto barriera. Questo conferisce la flessibilità di lavorare con una vasta gamma di film tra cui PET, BOPP, CPP o PLA. Applicazioni tipiche del film trattato con questo procedimento sono il confezionamento di prodotti da forno e di prodotti adatti alla cottura nel microonde. Il Centro Tecnologico BOBST per la stampa rotocalco e la spalmatura-accoppiamento di materiali flessibili a San Giorgio Monferrato ha ricevuto visitatori provenienti da diversi paesi del mondo. Qui i riflettori erano puntati sulla rotocalco Rotomec 4003MP con bloccaggio del cilindro stampa a coni. La nuova configurazione di questa macchina efficiente ed altamente produttiva, completa le opzioni offerte dalla piattaforma Rotomec 4003 che comprende la gamma di macchine rotocalco BOBST di maggior successo commerciale. Progettata per la produzione di medie tirature di una vasta gamma di materiali per imballaggio flessibile, la Rotomec 4003MP è anche particolarmente indicata per l’impiego in vari altri segmenti di mercato tra cui la stampa decorativa e la stampa di sicurezza. Con l’integrazione in linea di processi quali l’accoppiamento a base solvente o solventless oppure la spalmatura di cold seal a registro, la Rotomec 4003MP offre inoltre la flessibilità di poter essere configurata come linea di produzione multifunzionale. www.bobst.com

lamination of the flexo printed 12 ¾m PET reel with 6.35 ¾m aluminium foil at a speed of 430 m/min. Beyond this, the BOBST presentations in both Bielefeld and Dßsseldorf also included the CI Cleaning Unit retrofit kit, a completely automated cleaning system for the chromiumplated central impression cylinders of CI presses. Likewise on show was the Print Unit Calibration Cylinder, a tool for high-precision calibration of flexo print units, ensuring perfect parallelism of the cylinders with micrometre accuracy and synchronising the length and side registers. The Open House at BOBST Manchester on 15 October was attended by a good 60 visitors from around the globe, including many from North and South America, Africa and India. The latest generation of the General K5000 vacuum metallizer celebrated its world première at the event. One highlight of the live demonstrations was the BOBST General Hawkeye - Pinhole Detector, which sets new standards in the field of inline quality control in vacuum barrier coating. Operating at full metallizer speed, Hawkeye offers reliable, real-time detection, counting and categorisation of pinholes and other defects from 0.1 mm upwards. The system thus decisively improves the barrier properties of the substrates for packaging films and decorative applications. The second demonstration focused on the AIOx process. BOBST uses standard aluminium metallizing machines as the basis for clear barrier coatings, thus permitting flexible processing of a host of different films, such as PET, BOPP, CPP or PLA. Examples of typical applications for the coated films include baked goods and microwaveable products. The BOBST Technology Centre for gravure printing and the coating and laminating of flexible materials in San Giorgio Monferrato likewise welcomed visitors from all over the world. Its presentation included the Rotomec 4003MP with shaftless cylinders, a cost-effective and highly productive rotogravure press. This new configuration rounds off the various options of the Rotomec 4003 platform, which is the commercially most successful range of gravure presses from BOBST. Designed for the production of medium runs of a wide range of printed flexible packaging materials, the Rotomec 4003MP is also suitable for other applications such as decorative printing and security printing. By adding complementary operations, such as solvent-based or solventless lamination or in-register cold seal coating, it can moreover be flexibly configured to create a multifunctional production line. www.bobst.com


!

 

Un service certificato INCI.FLEX

Ăˆ IL PRIMO SERVICE AL MONDO AD OTTENERE LA

CERTIFICAZIONE FULL

HD FLEXO

t



AZIENDE

 

Esko annuncia che il service italiano Inci.Flex, che ha sede a Fisciano (SA), è il primo al mondo ad ottenere la certificazione Full HD Flexo, dopo aver superato i rigidi test che precedono la certificazione. Inci.Flex è stato anche il primo service in Italia ad installare, l'anno scorso, la tecnologia Full HD Flexo di Esko, grazie alla quale sfrutta al meglio le potenzialità della flexo per poter stampare immagini piÚ omogenee e nitide con una gamma tonale piÚ estesa e fondi pieni di grande impatto. Essere certificati Full HD Flexo è stato molto importante per Inci.Flex. Subito dopo l'installazione nel 2012 di Full HD Flexo, la società ha collaborato con alcuni suoi clienti per mettere a punto step by step questa nuova tecnologia, e per acquisire la Certificazione.

Innovazione tecnologica continua Nata nel 1997, Inci.Flex, che conta oltre 50 dipendenti, fornisce impianti stampa nell’ambito della stampa flessografica e rotocalco, offrendo soluzioni a 360° al settore dell’imballaggio. Afferma Enzo Consalvo: “Il nostro obiettivo è da sempre quello di programmare investimenti per stare al passo con lo sviluppo tecnologico e quindi essere in grado di fornire soluzioni innovative e soprattutto di qualitĂ , dando risposte positive al mercatoâ€?. Il mercato di riferimento di questa societĂ  è italiano, europeo e nord africano. Il rapporto con Esko è iniziato nel 2000: Inci.Flex è stata una delle prime aziende a installare i CDI, e dopo aver sperimentato la qualitĂ  e l’affidabilitĂ  del sistema di esposizione digitale CDI Classic 5080, ha deciso nel 2008 l’acquisto del CDI Spark 5080 con HD Flexo e modulo UV in linea. Nel 2010 è arrivato il secondo CDI Spark 5080, una delle prime macchine in Europa a essere dotato di Autoloader, ovvero un sistema di caricamento automatico delle lastre. Nel luglio 2012 la societĂ  ha deciso di aggiornare ulteriormente il secondo CDI Spark 5080 in modo da poter gestire e sviluppare la tecnologia Full HD Flexo. Consalvo descrive le innovazioni principali che hanno caratterizzato questo upgrade. “Abbiamo sostituito Inline UV con Inline UV2 che consente di selezionare il tipo di punto in stampa (con superficie tonda o piatta) secondo gli specifici requisiti di progetto. Grazie a questa nuova flessibilitĂ , i nostri clienti stampatori possono offrire il meglio in termini di qualitĂ  dei punti di stampa. Molto

importante per noi è l'assoluta libertĂ  di scelta che riesce a fornire il sistema: è adatta a tutti i piĂš comuni tipi di lastre flexo, cosĂŹ è possibile scegliere il supporto che meglio si addice alle singole esigenze operative. Con Full HD Flexo è possibile incidere lastre DuPont, Flint, MacDermid, Asahi e altri. Esko continua ad ampliare il portfolio di lastre supportateâ€?. Inci.Flex usa anche Automation Engine di Esko, server modulare per l’automazione del flusso di lavoro di prestampa, di facile configurazione e funzionamento. “Stiamo cercando di aumentare sempre piĂš l'automazione," conferma Enzo Consalvo, "affinchĂŠ il flusso commerciale possa interfacciarsi con quello della produzione e snellire i vari processi, tenendo costantemente sotto controllo movimenti e lavorazioni, al fine di garantire maggiore produttivitĂ  e piena soddisfazione del cliente.â€?

Esko Full HD Flexo HD Flexo è un sistema che combina le prestazioni dell’ottica HighRes a 4000 dpi con un’esclusiva tecnologia di retinatura per ottenere un’incisione piÚ nitida e accurata. Grazie alla tecnologia UV, l’esposizione principale non è piÚ un processo analogico, ma una metodologia digitale estremamente precisa: l’esposizione principale a luce UV viene eseguita in linea dopo l’incisione della lastra flessografica, senza alcun intervento da parte dell’operatore. I vantaggi sono l’eccellente definizione di punti e lineature di retino, l’uniformità dell’esposizione della lastra, ripetibilità del risultato. Il CDI installato da Inci.Flex è dotato di un sistema di retroesposizione digitale UV, che integra la retro-esposizione digitale, l'esposizione e il caricamento automatico della lastra.

La Certificazione Esko Full HD Flexo Per ottenere la Certificazione Full HD Flexo i clienti di Esko devono sottoporsi a varie prove di stampa prodotte utilizzando questa tecnologia. Gli specialisti di Esko controllano quindi la qualità dei campioni in base a parametri ben definiti. Il conseguimento della Certificazione è sancito dall’emissione di un attestato. Esko, inoltre, offre in dotazione un set di strumenti di marketing che li autorizza ad usare il logo della Certificazione Full HD Flexo di Esko. Le aziende certificate possono garantire ai propri clienti uno standard elevato di qualità, a dimostrazione dell’impegno profuso per fornire il top dei prodotti disponibili sul mercato. www.esko.com/it


A certified service t

INCI.FLEX FIRST REPRO HOUSE WORLDWIDE TO GAIN ESKO FULL HD FLEXO CERTIFICATION Esko announces that Italian-based Inci.Flex is the first repro house in the world that achieved Full HD Flexo Certification. The company was the first in Italy to invest in Full HD Flexo last year, and now already passed Esko's rigorous certification process. Full HD Flexo, along with the Certified quality seal, enables Inci.Flex to fully exploit the capabilities of digital flexo printing and deliver consistent, high-quality jobs with sharper images, bright impactful solids and a wider color gamut.

Continuous technological innovation Founded in 1997, Inci.Flex employs more than 50 people and provides a range of flexo and gravure printing services to the packaging industry in Italy, other parts of Europe and northern Africa. "Our goal has always been to make investments that keep pace with technological developments. In doing that, we are better able to provide innovative solutions and, above all, quality to the market," says Consalvo. To support that goal, Inci.Flex started working with Esko in 2000, when they became one of the first companies to install Esko’s CDI Classic 5080. In 2008, after experiencing the quality and reliability the digital exposure of the CDI system provided, Inci.Flex purchased a CDI Spark 5080 with HD Flexo and Inline UV module. Later in 2010, the second CDI 5080 arrived, one of the first systems in Europe to be equipped with the Autoloader, an automatic plate loading system. In July 2012, the company upgraded the second CDI Spark 5080 to take advantage of Esko's Full HD Flexo technology. “The upgrade to Full HD Flexo has made a world of difference to us,” explains Consalvo. "First, we have replaced Inline UV with Inline UV2 which allowed us to select the type of dot – round or flat – according to the specific requirements of the job. Thanks to this new flexibility, our printer-customers can offer the best quality in terms of print dots. In addition, Full HD Flexo gives us total freedom to choose whatever plate best fits the business needs of our customers, including plates by DuPont, Flint, MacDermid, Asahi, with more to come as Esko continuously expands the portfolio of supported plates.” Inci.Flex also uses Esko's Automation Engine, a modular server that enables

users to automate the prepress workflow with easy setup and management. Consalvo says: "More and more, we are trying to increase automation so that the trade flow can interface with production and streamline various processes. This enables us to continually monitor the status and movement of all our jobs, leading to much better productivity and increased customer satisfaction." About Esko Full HD Flexo Full HD Flexo combines the performance of HighRes 4000 dpi optics with an exclusive screening technology for sharper and more accurate engraving. Thanks to UV technology, the main exposure is no longer an analog process, but a digital methodology which is extremely precise. The main exposure to UV light is performed inline after flexo plate engraving, without any operator intervention. This process provides excellent definition of points and line screens, uniform exposure of the plate, repeatability and predictability. The CDI installed at Inci.Flex is equipped with a system of UV digital main exposure, integrating the back exposure, imaging and automatic plate loading. About Esko Full HD Flexo Certification To obtain Full HD Flexo Certification, Esko customers have to submit multiple print samples produced using this technology. Esko specialists then check the quality of the submissions according to published parameters. Once certification is granted, customers receive a certificate plus a set of marketing tools that allow them to use the Esko HD Flexo Certification logo. The Certified companies can give customers a high quality standard, signifying their dedication to supply the best products available on the market. www.esko.com


t



AZIENDE

 

 

La tendenza chiave del settore L’UNITĂ€ DUPONT CYREL DIGIFLOW ESTENDE LA QUALITĂ€ DELLA STAMPA ALLA OPTIMASMART. LA TECNOLOGIA FLESSOGRAFICA CONSENTE IL ‘PUNTO A TESTA PIATTA’ ™

ÂŽ

DuPont Packaging Graphics (DuPont) ha annunciato che Optimasmart, un service di lastre flexo con sede a Mosca (Russia), ha recentemente adottato il nuovo espositore “allo-stato-dell’arteâ€? DuPont™ CyrelÂŽ DigiFlow 1000 ECLF completo di unitĂ  di finissaggio. "Optimasmart ha individuato il ‘punto a testa piatta’ come una tendenza chiave del settore", ha detto Pavel Belyaev , direttore generale di Optimasmart. "Abbiamo iniziato la ricerca della tecnologia piĂš di un anno fa, sperimendo varie soluzioni, comparandone le prestazioni e sviluppando altresĂŹ una nostra propria tecnologia. Ma una volta che abbiamo confrontato tutti i dati dei nostri test, inclusi la qualitĂ , i costi e la produttivitĂ , è stato chiaro che CyrelÂŽ DigiFlow ha dimostrato di essere la soluzione che offriva l'equilibrio ottimale per il nostro business. Il nostro flusso di lavoro di base non è cambiato e la nuova unitĂ  è stata installata in una sola giornata cosĂŹ siamo potuti tornare operativi rapidamente". CyrelÂŽ DigiFlow è una modifica relativamente semplice e poco costosa alla linea esistente di unitĂ  di esposizione DuPont; tale modifica consiste nell’aggiunta di una camera isolata che consente la creazione di un'atmosfera controllata durante l'esposizione principale permettendo la riproduzione 1:1 degli elementi dell’immagine sulla lastra. La riproduzione 1:1 è fondamentale per ottimizzare la creazione delle microcelle sugli elementi solidi. Le unitĂ  di esposizione CyrelÂŽ Digiflow sono state progettate per l’utilizzo 'al bisogno', e possono essere facilmente commutate in modalitĂ  ‘normale’ quando si preferisce ottenere il punto digitale standard. "Questa, ad oggi, è la nostra quinta installazione di CyrelÂŽ DigiFlow in Russia e l'apparecchiatura continua a guadagnare in popolaritĂ  perchĂŠ è facile da installare e utilizzare e fornisce risultati eccezionali", ha detto Alexander Kosachev, rappresentante tecnico di DuPont Packaging Graphics. Secondo Alexander Oksuzya, direttore tecnico di Optimasmart, nel corso degli ultimi tre anni la societĂ  si è affermata come leader

34

!

nella tecnologia di produzione di lastre flessografiche. CyrelÂŽ Digiflow consentirĂ  a Optimasmart di lavorare per soddisfare un numero sempre maggiore di ordini di lastre e di approcciare nuovi clienti. Ha inoltre sottolineato che, sebbene le nuove tecnologie di retinatura e produzione di lastre ne stanno semplificando il processo, la prestampa rimane ancora una fase importante.

DuPont Packaging Graphics DuPont Packaging Graphics (http://www.cyrel.com) è un fornitore leader sul mercato di sistemi per la stampa flessografica nei formati digitali e convenzionali, comprese le lastre fotopolimeriche del marchio DuPont™ CyrelŽ, l'attrezzatura di elaborazione CyrelŽ FAST, le maniche CyrelŽ Round e prodotti per il montaggio e la finitura. Fin dal 1802, DuPont (NYSE: DD) porta sul mercato globale le conoscenze scientifiche e ingegneristiche piÚ avanzate sotto forma di prodotti, materiali e servizi innovativi. La società ritiene che, grazie alla collaborazione con clienti, governi, ONG e leader innovativi, si possa contribuire a trovare una soluzione alle sfide globali piÚ pressanti: garanzia di cibo sano e sufficiente ad ogni essere umano, riduzione della dipendenza dai combustibili fossili e protezione dell’ambiente. www.dupont.com.


balance of properties for our business. Our basic workflow does not change and the new unit was installed within a day so we were quickly back up and running.” Cyrel® DigiFlow is a relatively simple and inexpensive modification to the existing line of DuPont exposure units; it adds a chamber that allows the creation of a controlled atmosphere during the main exposure allowing one-to-one reproduction of image elements on the plate. This one-to-one reproduction is critical to optimizing the effects of solid screening patterns.

The key industry trend t

DUPONT™ CYREL® DIGIFLOW EXTENDS QUALITY PRINTING CAPABILITY AT OPTIMASMART. FLEXOGRAPHIC TECHNOLOGY ENABLES FLAT TOP DOT DuPont Packaging Graphics (DuPont) has announced that Optimasmart, a trade shop located in Moscow, Russia, recently adopted the new DuPont™ Cyrel® DigiFlow 1000 ECLF state-of-the-art exposure and light finisher. “Optimasmart identified the flat top dot as a key industry trend early on,” said Pavel Belyaev, general director - Optimasmart. “We began researching the technology over a year ago, testing approaches and comparing performance – we even developed our own technology. But once we took all the relevant factors into consideration, including, quality, cost and productivity, it was clear that Cyrel® DigiFlow demonstrated the optimum

The Cyrel® DigiFlow exposure units were designed for use on an ‘as-needed’ basis, and can easily be switched off when the standard digital dot is the preferred result. “This is our fifth Cyrel® DigiFlow installation in Russia to date, and the equipment continues to gain in popularity because it is easy to install and use with exceptional results,” said Alexander Kosachev, technical sales representative – DuPont Packaging Graphics. During the last three years, Optimasmart has established itself as a leader in platemaking capacity and technology. Cyrel® Digiflow will enable the company to work with demanding wide flexible package orders and reach new customers, according to Alexander Oksuzyan, technical director – Optimasmart. While new screening and platemaking technologies are simplifying the prepress process, he emphasized, prepress is still important.

DuPont Packaging Graphics DuPont Packaging Graphics is one of the world’s leading suppliers of flexographic plate-making systems in digital and conventional formats, including the DuPont™ Cyrel® brand of photopolymer plates, Cyrel® FAST processing equipment, Cyrel® round sleeves, mounting and finishing products. DuPont (NYSE: DD) has been bringing world-class science and engineering to the global marketplace in the form of innovative products, materials, and services since 1802. The company believes that by collaborating with customers, governments, NGOs, and thought leaders we can help find solutions to such global challenges as providing enough healthy food for people everywhere, decreasing dependence on fossil fuels, and protecting life and the environment.

www.dupont.com

35


t



PARTNERSHIP

 

 

Il Polo d'eccellenza del “Food Processing & Packagingâ€? UN NUOVO ACCORDO STRATEGICO PER PROMUOVERE IN TUTTO IL MONDO L’INDUSTRIA DELLE TECNOLOGIE DI PROCESSO E DI CONFEZIONAMENTO ALIMENTARE MADE IN ITALY Ăˆ STATO SIGLATO TRA FIERE DI COLONIA, FIERE DI PARMA E UCIMA Koelnmesse, secondo polo fieristico al mondo dove in questi giorni si tiene Anuga, Fiere di Parma organizzatore leader in Italia sia nell’alimentare sia nel meccano-alimentare, e Ucima - Unione Costruttori Italiani Macchine Automatiche per il Confezionamento e l'Imballaggio - hanno siglato un importante accordo strategico che ridefinirĂ  la geografia delle manifestazioni dedicate alle Food Technologies. La partnership creerĂ  infatti una rilevante piattaforma strategica internazionale che vedrĂ  lavorare in sinergia: “Anuga FoodTecâ€? la piĂš importante rassegna delle food tecnologies, “Cibus Tecâ€?, da oltre 70 anni salone di riferimento delle tecnologie meccano-alimentari ed infine “Food Packâ€?, la neo-nata Joint Venture espositiva creata da Fiere di Parma e UCIMA.

Gli obiettivi L’accordo offrirĂ  all’industria delle tecnologie legate alla filiera del food & beverage, una audience straordinaria: l’enorme platea delle aziende alimentari che partecipano ad Anuga e Cibus: prima e terza fiera al Mondo del settore. Un ciclo virtuoso che potrĂ  accelerare - grazie ai rapporti privilegiati di questa “communityâ€? fieristica – l’internazionalizzazione delle aziende Meccano Alimentari Italiane. L’accordo strategico supporterĂ  le aziende non solamente sviluppando le attivitĂ  presso le due fiere Anuga FoodTec e Cibus Tec Food Pack ma anche attraverso la condivisione di nuove iniziative overseas rivolte ai mercati a piĂš elevato potenziale giĂ  a calendario come Brasile ed India. Un vera e propria “collaborazione di filieraâ€?, insomma, quella tra Italia e Germania, che da ottobre potrĂ  giĂ  beneficiare di una serie di iniziative di business matching nei principali mercati obiettivo per offrire ai produttori di tecnologie alimentari concrete opportunitĂ  di promozione del proprio business in una vetrina internazionale a partire da Anuga 2013, per proseguire a Cibus 2014 dal 5 all’8 maggio, culminare a Cibus Tec & Food Pack 28-31 ottobre 2014 e proseguire ad Anuga FoodTec 24-27 marzo 2015.

36

PARTNERSHIP

UCIMA Ucima - Unione Costruttori Italiani Macchine Automatiche per il Confezionamento e l’Imballaggio - riunisce, rappresenta e assiste i costruttori italiani di macchine per il confezionamento e l’imballaggio, raggruppando al suo interno oltre 120 aziende tra le piÚ rappresentative del settore dislocate su tutto il territorio nazionale. Il fatturato del settore è in continua crescita: nel 2012 il giro d’affari è stato superiore a 5.500 milioni di euro, realizzati per l’83% all’estero.

FIERE DI PARMA Fiere di Parma è l’unico operatore fieristico italiano con un ‘know how’ specifico e riconosciuto a livello internazionale nel comparto agro-alimentare. Una competenza consolidata negli anni grazie a collaborazioni a livello internazionale e dall’esperienza maturata nell’organizzazione di eventi fieristici e congressuali rivolti ai settori delle tecnologie (Cibus Tec) e dei prodotti agro-alimentari (Cibus). Vanta una leadership nazionale e internazionale anche nei settori antiquariale (Mercanteinfiera) e del turismo plein air (Salone del Camper). L’azienda ha chiuso il 2012 con un fatturato di circa 35 milioni e un EBITDA prossimo al 20%. Il quartiere si sviluppa su 140.000 mq. coperti e dotati del sistema fotovoltaico a tetto piĂš grande d’Italia (7 MW) che garantisce una riduzione dell’emissioni di CO2 pari a 4.200 tons annue.

KOELNMESSE Anuga, manifestazione di punta di Koelnmesse GmbH, è la fiera leader a livello mondiale nel settore Food & Beverage. Nel solo settore alimentare, la Fiera di Colonia ha una competenza a 360 gradi con 25 manifestazioni specifiche in tutto il mondo, coprendo cosÏ tutta la filiera, dalle tecnologie di produzione, lavorazione e confezionamento degli alimenti al prodotto finito in tutte le sue declinazioni. A livello globale, Koelnmesse GmbH organizza piÚ di 70 fiere internazionali e oltre 2000 conferenze ed è la sede fieristica n. 1 in piÚ di 25 settori commerciali, contando su 284.000 mq espositivi, un polo all’avanguardia e oltre 100 rappresentanze all’estero.


The expertise hub for “Food Processing & Packaging” t

A STRATEGIC AGREEMENT FOR THE INTERNATIONAL PROMOTION OF THE MADE IN ITALY PROCESSING AND PACKAGING TECHNOLOGIES HAS BEEN SIGNED BY KOELNMESSE, FIERE DI PARMA AND UCIMA Koelnmesse, world second most important exhibition centre and organizer of the now running ANUGA - Fiere di Parma, the Italian leader organizer in food and food technology exhibitions, and UCIMA - (Italian Packaging Machinery Manufacturers Association), have signed an important strategic agreement that will redesign the geography of Food Technologies exhibitions. This new partnership is meant to foster the development of an international key platform that will synchronize the activities of “Anuga FoodTec”, Koelnmesse most important food technologies exhibition, “Cibus Tec” the food processing technologies landmark trade-fair successfully organized in Parma-Italy for over than 70 years now, and “Food Pack”, the new born exhibition joint-venture created by Fiere di Parma and UCIMA.

The targets The target is clear: the agreement will give the food&bev

technology industry an extraordinary audience, meaning the galaxy of Food Industries taking part in Anuga and Cibus, the 1st and 3rd world exhibitions; thanks to the privileged relation with this fair “community”, this virtuous circle will boost the internationalization of the Italian food technology industry, continuing on the path of the exports growth. The deeper intent of the agreement is to share international development projects regarding both Cologne and Parma fairs expansion and also overseas new projects meant for highest potential markets, like Brazil and India. A specific alliance between Germany and Italy, that from October on will propose a schedule of business matchings targeted at international markets, giving food processing & packaging manufacturers concrete opportunities to promote their business in an international scenario, starting from Anuga 2013, through Cibus 2014 (May 5-8), Cibus Tec - Food Pack 2014 (October 28-31) and Anuga FoodTec 2015 (March 24-27).

37


ASSOCIAZIONI !

 

Grande successo per EskoWorld 2013 Italia

Big success of EskoWorld Italy 2013

LO SCORSO 16 OTTOBRE SI Ăˆ SVOLTA PRESSO IL VILLA QUARANTA PARK HOTEL, OSPEDALETTO DI PESCANTINA (VR), LA PRIMA EDIZIONE DI ESKOWORLD ITALIA: UN

LAST OCTOBER 16TH WAS HELD AT VILLA QUARANTA PARK HOTEL, OSPEDALETTO DI PESCANTINA (VR), THE FIRST EDITION OF ESKOWORLD ITALY: ONE

CENTINAIO I PARTECIPANTI HANNO SEGUITO CON VIVO

HUNDRED PARTICIPANTS HAVE FOLLOWED WITH KEEN

INTERESSE LE PRESENTAZIONI TECNICHE SULLE SOLUZIONI

ESKO

DEDICATE AL SETTORE DEGLI IMBALLAGGI,

t

ETICHETTE, ESPOSITORI, PRINT MARKET

INTEREST THE TECHNICAL PRESENTATIONS ABOUT ESKO SOLUTIONS DEDICATED TO THE PACKAGING, LABEL,

SIGN, DISPLAY AND PRINT MARKETS

Oggi piĂš che mai le aziende hanno bisogno di supporti concreti per poter scegliere le soluzioni piĂš idonee per il loro business. EskoWorld Italia ha voluto offrire agli utilizzatori una panoramica approfondita sui propri prodotti nel corso di un evento, per illustrare i vantaggi ottenibili utilizzando le tecnologie Esko. Primo a prendere la parola in una sala gremita è stato Olivier Moeyersoms, Regional Business Manager Esko per l'area South West Europe che ha ricordato il successo di eventi simili, che si sono svolti negli Stati Uniti, e in Europa in Belgio, Regno Unito, Francia, Germania, Polonia e Svezia. Le soluzioni Esko sono diffusissime nel settore, basti pensare che 9 imballaggi su 10 a livello di produzione mondiale vengono prodotti utilizzando la tecnologia Esko in qualche punto del flusso produttivo, questo perchĂŠ “Esko è in grado di offrire risposte tecnologiche a 360°, per supportare i clienti ad affrontare le sfide relative al flusso di lavoro, alla prestampa, alla gestione del colore, con soluzioni software e hardware che si integrano perfettamenteâ€?. Ha poi tracciato una breve storia della societĂ ,

t



EVENTI

 

Today, more than ever, companies need specific support to choose the most appropriate solutions for their business. EskoWorld Italy wanted to offer users a comprehensive overview of its products during an event, to demonstrate the benefits that can be obtained using Esko technologies. First to take the floor in a crowded room was Olivier Moeyersoms, Esko Regional Business Manager for South West Europe, who recalled the success of similar events, which were held in the United States, and in Europe: Belgium, UK, France, Germany, Poland and Sweden Esko solutions are popular in this area, it is enough to say that 9 out of 10 packagings globally produced in the world are manufactured using Esko technology, somewhere in the production flow, this is because "Esko is able to offer technological responses at 360°, to support clients to address challenges related to workflow, prepress, color management, with software and hardware solutions that integrate perfectly". Then he traced a brief history of the company, that, according to a continuous trail of innovation is proud to be a client-oriented company. 62% of the people who are part of Esko are devoted to service with clients.

Da sinistra, Rossano Farinelli, direttore ufficio tecnico packaging Bticino, Luca Bassani, amministratore Cartotecnica Prealpi, e David Dal Col, responsabile commerciale di B+B International “From the left, Rossano Farinelli, director of technical packaging Bticino, Luca Bassani, administrator Publishing Alpine foothills, and David Dal Col, commercial manager of B + B International�

38


che seguendo un continuo percorso di innovazione è fiera di essere davvero una società client-oriented, infatti il 62% del persone che fanno parte di Esko sono dedicate al servizio con i clienti.

Gli altri interventi A seguire la platea ha potuto apprezzare l'interessante intervento di Jan De Roeck, Director Solutions Management Esko. Jan ha presentato un excursus sull'evoluzione del settore dell'industria grafica, a partire da una suggestiva immagine della Drupa del 1951, per arrivare all'oggi, un mondo dove i social network e twitter hanno cambiato la percezione del valore della stampa, che è divenuta complementare e non più mezzo primario per veicolare le informazioni. Ma per quanto riguarda il settore degli imballaggi e delle etichette il trend nei paesi emergenti, Asia, Africa, America Latina, è in forte crescita. L'oratore ha ricordato i punti chiave della situazione attuale: l'industria grafica è in un momento di grande trasformazione e il processo di cambiamento costringe gli imprenditori a guardare la propria azienda da una certa distanza, mettendosi in discussione, per poter re-ingegnerizzare i processi aziendali, riconsiderando il modo in cui ci si pone sul mercato, e quindi sviluppare nuove soluzioni di stampa insieme ai propri clienti. Ma non solo è necessario proporre nuovi prodotti, bisogna aumentare l'efficienza interna e puntare sulla comunicazione multicanale e sui servizi di marketing. Successivamente ha parlato Alessandro Tenderini, direttore generale di Pixart Printing, società specializzata nelle fornitura online di servizi di stampa, che ha saputo cogliere le opportunità di un mercato che voleva stampati di qualità ma quasi in tempo reale: presso la sede di Quarto D'Altino (VE), sono operativi sistemi di stampa digitale, offset, stampanti di grande formato, e per la finitura anche un Kongsberg XP Auto e due Kongsberg i-XP. Pixart Printing è una delle società web-to-print più grandi d’Europa e serve circa 125.000 clienti a livello europeo, quindi per gestire l'immane quantità di ordini e la-

The other speeches Then the audience could appreciate the interesting intervention of Jan De Roeck, Esko Director Solutions Management. Jan presented an excursus on the evolution of the graphics industry, starting with a striking image of Drupa in 1951, to arrive to our times, a world where social networks and twitter have changed the perception of the value of print, which has become complementary and no longer a primary way to convey information. But what about the packaging and labels market, the trend in emerging countries, as Asia, Africa, Latin America, is in strong growth. The speaker reiterated the key points of the current situation: the printing industry is in a time of great transformation and the process of change is forcing entrepreneurs to look at their business from a certain distance, to be discriminating, in order to re-engineer business processes, reconsidering the way in which they appropach the market, and thereby develop new print solutions together with customers. But it's not only necessary to propose new products, you have to increase internal efficiency and focus on multi-channel communication and marketing services. Next speaker was Alessandro Tenderini, Pixart Printing CEO, a company specialized in online supply of printing services, who knew how to catch opportunities in a market tha wanted quality but printed almost in real time: at Quarto D'altino (VE), are operating digital, offset printing systems and large format printers, and for finishing cutting tables Kongsberg XP Auto and two Kongsberg iXP. Pixart Printing is one of the largest web to print companies in Europe and serves approximately 125,000 customers across Europe. To handle the huge amount of orders and jobs it needed a solid and reliable system for prepress workflow management, and the company chose Automation Engine by Esko. The last morning speakers

39


 

EVENTI

tvori era necessario un sistema solido e affidabile per la gestione del flusso di prestampa, infatti l'azienda ha scelto Automation Engine di Esko. A conclusione degli interventi della mattinata sono intervenuti Rossano Farinelli, direttore ufficio tecnico packaging Bticino e Luca Bassani, amministratore Cartotecnica Prealpi, che hanno illustrato la storia di successo relativa alla creazione del nuovo imballo per un prodotto Bticino: la placca Livinglight. Grazie alla stretta collaborazione tra l'utilizzatore dell'imballaggio e il produttore e all'impiego di ArtiosCAD, il software di Esko pensato per la progettazione strutturale dell'imballaggio, è stato possibile creare un imballo davvero unico con incastro in diagonale e realizzato in un unico pezzo monomateriale. I costi complessivi dell'imballo sono stati ridotti del 10% e il volume di stoccaggio è stato ridotto del 3040%. Inoltre l'imballo è classificato come eco-design e soprattutto è gestibile in modo automatizzato.

I seminari tecnici Nel pomeriggio i partecipanti a EskoWorld Italia hanno partecipato a varie sessioni di approfondimento sulle soluzioni proposte da Esko. Si è parlato di Automation Engine per l'automazione in prestampa; di WebCenter per la gestione dell'imballaggio attraverso il web. Anche il colore, argomento importantissimo per chi produce imballaggi e etichette, è stato oggetto di analisi da parte dei tecnici di Esko, che hanno illustrato PantoneLIVE™ di X-Rite / Pantone, un servizio cloud per i colori in grado di consentire l’accesso immediato ai fondamentali standard cromatici dei marchi. L'integrazione di Esko Color Engine database centrale del colore per la gestione dei profili cromatici e dei dispositivi, garantisce precisione cromatica dal design alla formulazione e alla stampa. Equinox è una soluzione completa per l'implementazione della stampa multicolore e della stampa con gamma di colori estesa. Sono stati presentati anche i tavoli da taglio Kongsberg; la tecnologia Full HD Flexo, che ha portato la qualità della stampa flessografica verso livelli ancora superiori rispetto a HD Flexo; il software ArtiosCAD e la Digital Flexo Suite, per ottimizzare la produzione di lastre. www.esko.com/it

40

ASSOCIAZIONI !

 

t were Rossano Farinelli, director of technical packaging department at Bticino and Luca Bassani, Cartotecninca Prealpi administrator, that illustrated the success story of the creation of a new packaging for a product: Bticino Livinglight plaque. Thanks to close cooperation between the user and the manufacturer packaging and the use of ArtiosCad, Esko software designed for the structural design of the packaging, it was possible to create a unique packaging with diagonal joiunt and monomaterial. The total cost of the package have been reduced by 10% and the storage volume was reduced by 3040%. Besides the packaging is classified as ecodesign and especially is manageable in an automated manner.

The technical seminars In the afternoon participants to EskoWorld Italy followed several in-depth sessions about Esko solutions: Automation Engine for prepress automation; WebCenter for packaging management through web. Even the color, important topic for anyone who produces packaging and labels, has been the subject of investigation by Esko technicians, who spoke about PantoneLIVE by X-Rite/Pantone, a cloud based service for colors, that allowes instant access to fundamental colour standards of brands. The integration of Esko Color Engine, color central database for managing color profiles and devices, assures excat colours from design to formulation and printing. Equinox is a complete solution for the implementation of multi-color printing and printing with extended color range. Presented also the Kongsberg cutting tables; Full HD Flexo technology, which brought the quality of flexographic printing to even higher levels compared to HD Flexo; ArtiosCad software and Digital Flexo Suite, to optimize the production of plates.

www.esko.com/it


ASSOCIAZIONI PRODOTTI !

 



PRODOTTI

 

Grande Successo di Vendite

42

La rivoluzionaria tecnologia Digital Flexo™ di GIDUE introdotta sulle nuove linee macchina, è stata presentata durante l’ultima edizione di Labelexpo Europa 2013: la nuova linea M1 per la stampa di etichette e cartone leggero; la M3 per etichette e imballaggio e la nuova linea M5 per la stampa su supporti illimitati. Federico d’Annunzio, Presidente di Nuova GIDUE afferma: “Grazie alla tecnologia Digital Flexo™, abbiamo sostituito gli occhi e le dita dell’operatore con occhi e dita digitali. Una telecamera ad alta risoluzione posizionata su ogni unitĂ  di stampa collabora al processo di regolazione automatica della pressione di stampa, riducendo considerevolmente l’intervento manuale da parte dell’operatore durante le fasi di set-up e produzione. La maggior parte delle regolazioni effettuate sulla macchina, come pre-registro, registro e pressione di stampa, sono digitalizzate. E questo porta ad avere una sorta di “operatore digitaleâ€? che rimane costantemente di fronte ad ogni unitĂ  di stampa portando cosĂŹ due grossi vantaggi: in primo luogo una visione digitale precisa e accurata a qualsiasi velocitĂ ,

Great Sales Success RESOUNDING SALES SUCCESS FOR REVOLUTIONARY GIDUE DIGITAL FLEXO™ TECHNOLOGIES AT LABELEXPO

t

t

LA RIVOLUZIONARIA TECNOLOGIA DIGITAL FLEXO DI GIDUE PRESENTATA A LABELEXPO HA RISCOSSO GRANDE SUCCESSO

The revolutionary GIDUE Digital Flexo™ Technology has been shown at Labelexpo 2013 on the complete program of GIDUE Flexo presses. M1 line for labels and thin carton; M3 for Labels and Packaging; M5 for unlimited substrates. ÂŤWith Digital Flexo™ Technology we substitute the eyes and the fingers of the operator with “digitalâ€? eyes and “digitalâ€? fingers. A High-Definition Camera on each print unit and digital automation for the print pressure adjustments greatly reduces the manual intervention of the operator during set-up and production. Most of the adjustments on the press are digitally operated: pre-register, register, print pressure. It’s like having one “digitalâ€? operator constantly standing in front of each print


e Nuova Gidu

e Nuova Gidu Nuova Gidue è produttore di macchine da stampa per etichette e imballaggio flessibile, che negli anni ha creato un’esclusiva tecnologia per il mercato di riferimento. Le maggiori innovazioni sono state portate a termine cooperando con gli utilizzatori finali e cercando, ogni volta, di costruire un macchinario sempre all’avanguardia e di successo. Dal 1999 GIDUE ha fornito l’industria di etichette e imballaggio con soluzioni fortemente innovative e ha spostato sempre più in alto gli standard di produzione. La gamma di prodotti offerti da Nuova Gidue include macchinari adatti per l’industria della stampa di etichette con l’utilizzo di vari processi di stampa e trasformazione quali: Offset, Flexo, Rotocalco, Serigrafia, Digitale, Stampa a caldo, Stampa a freddo, Goffratura, Fustellatura di etichette e cartone, Laminatura, Perforazione e molti altri. Inoltre, per l’industria dell’imballaggio flessibile Nuova Gidue ha formulato modelli dedicati alla stampa di alluminio per i coperchi degli yogurt o blister farmaceutici, tubi laminati per dentifricio e shampoo, pelle di insaccati, etichette termoadesive, ROSO, wrap around, sacche mediche, IML, PE 20 M PET 12 M, PA, PVC, BOPP, fogli di alluminio 12 m etc. Le soluzioni di laminatura, infine, completano l’intera gamma di prodotti con in-line solventless, hot-melt, pre-adhesive lamination.

Nuova GIDUE is a manufacturer of printing and converting machines, providing exclusive technology for the Label and Packaging industry. Most technologies are developed by Nuova GIDUE in cooperation with the end-users to manufacture original solutions for long term profitability and innovation. Since 1999 GIDUE has provided the Label and Packaging industry with innovative solutions which have set new standards in productivity.Nuova GIDUE ‘s product range includes solutions for the label industry such as combination presses and finishing solutions for Offset, Flexo, Gravure, Screen, Digital, Hot Stamping, Cold Foil, Embossing, Label and Carton Die-Cutting, Sheeting, Perforation and others. Most of the processes are interchangeable. For the flexible packaging industry Nuova Gidue offers substrate solutions such as aluminum foil for yoghurt lids, laminated tubes for tooth paste and shampoo, sausage skins, shrinkable sleeves, ROSO, wraparound, stand-up pouches, IML, PE 20 M PET 12 M, PA, PVC, BOPP, aluminum foil 12 m etc. Lamination solutions complete the product range with in-line solventless, hotmelt, pre-adhesive lamination.

che una camera ad alta definizione ha di gran lunga superiore rispetto agli occhi fisici di qualsiasi operatore e, secondariamente tutte le operazioni “digitali” sono, per definizione, costanti e prevedibili. Di conseguenza, una macchina da stampa con il sistema Digital Flexo™ è non solo la migliore macchina da stampa con la percentuale di scarto più bassa del mercato, ma è anche la migliore soluzione per fornire lavori di stampa e fustellatura con una qualità costante e ripetibile”.

unit with two main advantages: the digital vision accuracy of High-Definition Camera is clearly higher than the eyes of the operator at any speed and the “digital” operations are, by definition, consistent and predictable. Thus a Digital Flexo press not only performs the lowest waste in the market, but also the most consistent, predictable and repeatable printing and diecutting quality.» says Federico d’Annunzio, President of Nuova GIDUE.

Dimostrazioni dal vivo

Live demonstrations

Durante tutta la durata dello show, le tre linee macchina Digital Flexo™ sono state presentate attraverso dimostrazioni dal vivo di diversi cambi di lavoro che hanno generato su ogni macchina da stampa (M1, M3 e M5) scarti sempre inferiori ai 10 mt. Tutti gli operatori hanno presentato e dimostrato le potenzialità di questa tecnologia tutti i giorni, diverse volte al giorno, di fronte a centinaia di visitatori, ottenendo risultati costanti e senza alcun intervento manuale nella fase di set‐up e di regolazione. L’acquisto delle tre macchine da stampa Digital Flexo™ e i molti ordini a doppia cifra firmati durante Labelexpo, hanno confermato ulteriormente il valore di questa tecnologia e di tutta la gamma di prodotti marcati GIDUE. “I produttori di etichette e imballaggio hanno apprezzato i vantaggi che la nuova genera-

During the show the three Digital Flexo™ lines have been demonstrated live with full job change overs and wastes of less than 10 meters performed by each press (M1, M3 and M5). All operators on the three presses performed all the demonstrations several times a day with consistent results and without any manual intervention on the press for set-up and adjustments in front of hundreds of Labelexpo visitors. The purchase of the three Digital Flexo presses shown at Labelexpo have been confirmed by customers directly at the GIDUE Booth, and doubledigit orders have been signed during the show for the all GIDUE Digital Flexo™ range of products. «Labels and Packaging converters have appreciated the advantages of the next generation of printing machines. With

43


ASSOCIAZIONI PRODOTTI !

 

PRODOTTI

 

t

zione di macchine da stampa ha portato a questo settore. Con operazioni e performance digitali, il ruolo dell’operatore è cambiato drasticamente : ora egli si può concentrare principalmente sull’organizzazione del flusso di lavoro per ottenere la piĂš alta produttivitĂ  con una qualitĂ  di stampa eccellenteâ€? afferma Maurizio Trecate, Vice Presidente delle Vendite in Nuova GIDUE. “La tecnologia Digital Flexo™ ha cosĂŹ tanto successo grazie ai vantaggi evidenti che essa porta in termini di scarto e controllo digitale del fluss produttivo. Una nuova generazione di stampatori sta cercando di integrare all’interno delle loro aziende, questo nuovo sistema digitale alle tradizionali tecnologie di stampa flexo. Lo stesso file può essere facilmente stampato sia su una classica macchina da stampa flexo o su di una macchina da stampa Digital Flexo™. All’interno della nostra industria è iniziata una grande rivoluzione e il successo nelle vendite, per GIDUE a Labelexpo è la prova che il mercato è pronto per questi nuovi standard digitali di profitto e produttivitĂ â€?. www.gidue.com

44

t “digital� operations and performances the role of the

press operator changes dramatically: he can concentrate on the “last mileâ€? of top printing quality and on organizing the work flow around the press to achieve the highest productivity and finally the highest profitability for the pressÂť says Maurizio Trecate, VP Sales. ÂŤGIDUE Digital Flexo™ Technology is so successful because of its evident revolution in terms of wastes and digital control of the production flow. A new generation of printers are looking to integrate “traditionalâ€? flexo printing technologies into the new Digital work flow inside their company. The same digital file should be easily printed on a traditional digital press or on a Digital Flexo™ press. A revolution inside our industry has started and successful sales at Labelexpo for GIDUE prove that the market is ready for new “digitalâ€? profit and productivity standardsÂť. www.gidue.com


L'AZIENDA SI RIVOLGE AI BRAND MANAGER CON LA CAMPAGNA FLEXO QUALITY. LE NUOVE LASTRE CYRELÂŽ PERFORMANCE PLATES CONTRIBUISCONO ALLA CRESCITA DEL BRAND GRAZIE ALL’IMPATTO SULLO SCAFFALE DI VENDITA DuPont Packaging Graphics ha scelto un nuovo approccio per raggiungere un pubblico piĂš ampio e diffondere su larga scala le lastre DuPont™ CyrelÂŽ Performance Plates destinate alla stampa dell’imballaggio flessibile. Le nuove lastre sono state appositamente ideate per fornire un maggiore impatto sullo scaffale, grazie a colori brillanti e alla coerenza globale del marchio, a tutto vantaggio dei brand manager che rappresentano le aziende produttrici di merci di consumo imballate a livello mondiale (CPG, Consumer Packaged Good). Grazie ai concetti di velocitĂ , produttivitĂ  e sostenibilitĂ  della stampa flessografica, con l’utilizzo delle nuove lastre le merci di consumo imballate (CPG) potranno contare su tempi di produzione piĂš rapidi e su un risparmio economico sulla stampa, oltre a contribuire al rispetto delle linee guida per una produzione eco-compatibile. “Una migliore qualitĂ  degli imballaggi si traduce in un incremento delle vendite per i marchi di beni di consumoâ€?, dichiara John Chrosniak, global business director, DuPont Packaging Graphics. “La stampa flessografica, grazie alla tecnologia avanzata oggi disponibile per la produzione di nuove lastre, è in grado di offrire una qualitĂ  di stampa senza precedenti, con gamme cromatiche irresistibili per i consumatori. DuPont si sta espandendo oltre la propria abituale base di clienti diretti, composta da service di pre-stampa e stampatori, al fine di aiutare i produttori di CPG a cogliere da soli la differenza e, a oggi, la campagna è stata accolta molto beneâ€?.

L'importanza del packaging Creando un forte impatto visivo, un marchio può influenzare fortemente la propria accettazione. Gli esperti del settore affermano che i consumatori considerano l’imballaggio di un prodotto importante quasi quanto il marchio stesso. Si ritiene che il 64% dei consumatori acquisti spesso un prodotto sugli scaffali senza averne alcuna conoscenza pregressa.š Perciò la qualità e la coerenza della stampa dell’imballaggio risultano vitali per creare un appeal che spinga il consumatore all’acquisto iniziale che ne incoraggi la prova e per influenzare acquisti ripetuti, al fine di costruire una fedeltà al marchio nel lungo termine. Le lastre DuPont™ CyrelŽ Performance Plates possono essere utilizzate per ottenere un’eccezionale qualità di stampa

46

 

PRODOTTI

DuPont Packaging e la campagna Flexo Quality

t



PRODOTTI

 

e un ottimo impatto sullo scaffale per i produttori di CPG, all’interno di una vasta gamma di applicazioni che includono imballaggio flessibile, etichette, sacchetti degli acquisti. Le nuove lastre contribuiscono a ridurre l’impatto ambientale della stampa e consentono miglioramenti nella produttività, dall’ottimizzazione dei tempi di funzionamento di stampa alla riduzione degli scarti di avviamento. Per i produttori di CPG sono disponibili, su richiesta, campioni di stampa e dimostrazioni.

La tecnologia delle lastre DuPont™ CyrelÂŽ Performance Plates può aiutare a ottimizzare la qualitĂ  e la coerenza della flessografia, al fine di consentire ai produttori di CPG di “costruireâ€? i propri marchi attraverso un maggiore impatto sullo scaffale. Foto concessa da DuPont.

DuPont Packaging Graphics DuPont Packaging Graphics (http://www.cyrel.com) è un fornitore leader sul mercato di sistemi per la stampa flessografica nei formati digitali e convenzionali, comprese le lastre fotopolimeriche del marchio DuPont™ CyrelŽ, l'attrezzatura di elaborazione CyrelŽ FAST, le maniche CyrelŽ Round e prodotti per il montaggio e la finitura.mPer ulteriori informazioni su prodotti e servizi di DuPont e DuPont Packaging Graphics, chiamare +49 (0)6102 18 3919 email ellen.richter@dupont.com o visitate il sito web http://www.cyrel.eu.

DuPont Fin dal 1802, DuPont (NYSE: DD) porta sul mercato globale le conoscenze scientifiche e ingegneristiche piÚ avanzate sotto forma di prodotti, materiali e servizi innovativi. La società ritiene che, grazie alla collaborazione con clienti, governi, ONG e leader innovativi, si possa contribuire a trovare una soluzione alle sfide globali piÚ pressanti: garanzia di cibo sano e sufficiente ad ogni essere umano, riduzione della dipendenza dai combustibili fossili e protezione dell’ambiente. www.dupont.com.


DuPont and the Flexo Quality Campaign t

THE COMPANY TARGETS BRAND MANAGER WITH FLEXO QUALITY CAMPAIGN. NEW CYREL® PERFORMANCE PLATE HELPS TRIGGER BRAND GROWTH WITH SHELF IMPACT

DuPont Packaging Graphics is taking a new approach and reaching a broader audience to raise awareness about its new DuPont™ Cyrel® Performance Plates for flexible package printing. The new plates are specifically designed to deliver stronger shelf DuPont™ Cyrel® Performance Plate impact, vibrant colors and technology can help optimize flexographic global brand consistency print quality and consistency to enable to benefit brand managers consumer packaged goods companies to representing Consumer build their brands though stronger shelf Packaged Goods (CPG) impact. Photo courtesy of DuPont companies worldwide. Because flexographic printing with the new plates is additionally associated with speed, productivity and sustainability, CPGs can also expect faster turnaround times, more cost-effective package printing, and help meeting green manufacturing guidelines. “Powerful packaging means stronger sales for consumer brands,” said John Chrosniak, global business director, DuPont Packaging Graphics. “Flexographic printing, enabled by today’s superior new plate technology, is capable of excellent print quality that delivers the kinds of colors consumers can’t resist. DuPont is reaching out beyond its direct customer base of printing trade shops and converters to help CPGs see the difference for themselves and to date, the campaign has been very well received.”

The importance of packaging Creating strong visual impact for a brand can have significant influence on its acceptance. Industry experts suggest that consumers consider a product’s packaging almost as important as the brand itself. It has been reported that 64 percent of consumers will

often buy a product off the shelf without any prior knowledge of it, suggesting that the quality and consistency of the package printing is vital from the point of creating initial purchase appeal to encouraging trial, from influencing repeat purchases to building brand loyalty long term (Source “Packaging in the Digital Age, Pro Carton”). DuPont™ Cyrel® Performance Plates can be used to achieve exceptional print quality and excellent shelf impact for CPGs in a range of applications including flexible packaging, tags and labels, and carrier bags. They can reduce the environmental impact of printing and enable improvements in productivity—from improving press up-time to reducing start-up waste. Print samples and demonstrations are available to CPGs on request.

DuPont Packaging Graphics DuPont Packaging Graphics (http://cyrel.com) is one of the world’s leading suppliers of flexographic printing systems in digital and conventional formats; including DuPont™ Cyrel® brand photopolymer plates, DuPont™ Cyrel® FAST processing equipment, DuPont™ Cyrel® round sleeves, mounting and finishing products. For additional information on DuPont and DuPont Packaging Graphics products and services, please call +49 (0) 610218-3919, email ellen.richter@dupont.com or visit the web site http://www.cyrel.eu

DuPont DuPont (NYSE: DD) has been bringing world-class science and engineering to the global marketplace in the form of innovative products, materials, and services since 1802. The company believes that by collaborating with customers, governments, NGOs, and thought leaders we can help find solutions to such global challenges as providing enough healthy food for people everywhere, decreasing dependence on fossil fuels, and protecting life and the environment. www.dupont.com

47




PRODOTTI

 

PRODOTTI

INCHIOSTRI PER STAMPANTI AD ALTA VELOCITĂ€

t

VIDEOJETÂŽ PRESENTA TRE NUOVI INCHIOSTRI SVILUPPATI APPOSITAMENTE PER LA SUA PIĂ™ RECENTE LINEA DI STAMPANTI INKJET AD ALTISSIMA VELOCITĂ€ (UHS, ULTRA HIGH SPEED) Videojet Technologies Inc.produttore leader a livello mondiale di prodotti per codifica, marcatura e stampa, ha annunciato di recente il lancio di tre nuovi inchiostri Ultra High Speed (UHS) per la sua linea di stampanti inkjet UHS ad altissima velocitĂ . Questi nuovi inchiostri - V516-D, V517D e V530-D – vanno a unirsi alla famiglia composta da altri dieci inchiostri compatibili UHS che sono stati testati con estrema attenzione a numerose velocitĂ  di stampa e in presenza di condizioni ambientali estreme. Sviluppati per consentire una formazione ottimale delle gocce, gli inchiostri Videojet UHS soddisfano i piĂš elevati standard di controllo qualitĂ , il che significa che i clienti possono ottenere una qualitĂ  di stampa eccezionale alle massime velocitĂ . “Siamo lieti di annunciare il lancio di tre nuovi inchiostri UHS a PackExpo 2013, dove abbiamo esposto le nostre stampanti inkjet a Getto d’Inchiostro Continuo di recente presentazione Videojet 1620 e 1650 UHS. Abbiamo sviluppato gli inchiostri UHS per fornire una qualitĂ  di codifica eccezionale a cui sono ormai abituati i nostri clienti di applicazioni ad alta velocitĂ â€?, spiega John Kirschner, Supplies Business Manager di Videojet. “La nostra famiglia di inchiostri UHS continua a crescere con l’aggiunta di questi tre nuovi inchiostri, ognuno dei quali progettato appositamente per applicazioni di codifica specificheâ€?.

V516-D inchiostro nero resistente anche per confezioni retort Sviluppato per garantire una migliore durata dei codici, questo inchiostro nero dal colore non modificabile è in grado di sopportare operazioni di immersione in acqua/in vapore ad alte temperature solitamente impiegate per la cottura di contenitori di cibo precotto dopo il riempimento e la sigillatura. Cibi quali verdure, legumi e alimenti per bambini che richiedono un processo di cottura sono cotti in vari contenitori quali lattine di metallo e sacchetti in plastica/fogli. Le sfide alla resistenza degli inchiostri proven-

48

 


INKS FOR HIGH SPEED PRINTERS t

VIDEOJET® INTRODUCES THREE NEW INKS SPECIFICALLY DESIGNED FOR ITS NEWEST LINE OF ULTRA HIGH SPEED (UHS) CONTINUOUS INK JET PRINTERS Videojet Technologies Inc., a world-leading manufacturer of coding, marking, and printing products, has recently announced three new Ultra High Speed (UHS) inks for its line of UHS continuous ink jet printers. These new inks – V516-D, V517-D and V530-D – join a family of ten other UHS compatible inks that have been extensively tested across a broad range of print speeds and environmental condition extremes. Designed for optimal drop formation, Videojet UHS inks are held to the highest quality control standards, which means customers can experience top

print quality at the highest speeds. “These three new UHS inks had their debut at Pack Expo 2013 where we presented our recently released Videojet 1620 and 1650 UHS continuous ink jet printers. We developed the UHS inks to provide exceptional coding quality that our high speed application customers have come to rely on,” said John Kirschner, Videojet supplies business manager. “Our family of UHS inks continues to grow with the addition of these three new inks – each specially engineered for unique coding applications.”

49


PRODOTTI

 

PRODOTTI

 

t

gono dai processi di cottura ad alte temperature e in presenza di elevata umidità a cui vengono sottoposti questi cibi, oltre al fatto di essere impilati durante l’intero processo, cioè quando i codici entrano in contatto con altri contenitori. In grado di asciugare in circa uno o due secondi, l’inchiostro V516-D offre ai produttori e ai rivenditori codici di facile lettura e una migliore aderenza, in particolare su lattine di alluminio e leghe di metallo.

V517-D – inchiostro termocromico senza MEK L’inchiostro termocromico V517-D di Videojet passa dal nero al blu quando codifica su contenitori alimentari elaborati termicamente e costituiti da diversi supporti in metallo, plastica e vetro. Questo inchiostro garantisce una buona durata e un’ottima aderenza durante l’intero processo di cottura/retort. Inoltre, l’inchiostro V517-D può servire da inchiostro nero di uso generale per applicazioni alimentari e farmaceutiche. La bassa volatilità dei solventi dell’inchiostro e il suo fluido make-up consentono al V517-D di offrire un

50

costo totale di gestione contenuto grazie a un ridotto consumo di make-up.

V530-D – inchiostro nero per uso generale a rapida asciugatura senza MEK Grazie alla sua eccellente capacitĂ  di aderenza su plastica, metalli, carta, legno, ceramica e vetro, il V530D è un inchiostro brevettato ad alte prestazioni con una formula ecosostenibile senza MEK. L’inchiostro V530-D è stato appositamente sviluppato per la stampa su diversi tipi di plastica di difficile codifica come polietilene non trattato e polipropilene, che sono molto comuni nel settore dell'imballaggio alimentare. Ideale per le linee di produzione ad alta velocitĂ  che richiedono un rapido tempo di asciugatura, il V530-D è in grado di resistere anche alle temperature piĂš fredde in freezer di stoccaggio e frigoriferi commerciali. Ăˆ in grado di resistere alle abrasioni causate dal contatto tra prodotti durante l’impilatura e il trasporto lungo la linea di produzione. www.videojet.it


t V516-D Black Retort-Resistance Ink Designed for better code durability, this black, non-colour changing retortable ink can withstand tough hightemperature steam/water bath processes commonly used in cooking prepared food containers after filling and sealing. Foods such as vegetables, beans and baby foods requiring a retort process are cooked in a variety of containers such as metal cans and foil/plastic pouches. Challenges to ink survivability come from these foods undergoing high-temperature, high-moisture cooking processes, as well as being stacked throughout this process where codes come into contact with other containers. Typically dry in one to two seconds, V516-D ink provides manufacturers and retailers with easy-toread codes and improved adhesion, particularly on formed aluminum and metal alloy cans.

V517-D MEK-free, Thermochromic Ink Videojet’s V517-D thermochromic ink changes from black to blue when coding onto heat-processed food containers made of a variety of metal, plastic and glass substrates. This ink provides good durability as well as superior

adhesion through the rigorous cooking/retort process. Additionally, V517-D can serve as a general purpose black ink for food and pharmaceutical applications. Low solvent volatility of the ink and its associated make-up fluid means V517-D can offer a low total cost of ownership through lower make-up consumption.

V530-D MEK-free, Fast Dry General Purpose Black Ink With excellent adhesion on plastics, metals, paper, wood, ceramic and glass, V530-D is a patented high performance ink that comes in an environmentally-friendly MEK-free formula. V530-D is specially designed for printing onto various hard-to-code plastics such as untreated polyethylene and polypropylene substrates typically found in the food packaging industry. Ideal for high speed production lines that require a fast dry time, V530-D can also endure cold temperatures resulting from storage in commercial freezers and refrigerators. It can withstand abrasions caused by product-to-product contact during stacking and production line transport. www.videojet.co.uk

51


PRODOTTI

 

A basso impatto Low environmental ambientale impact KODAK FORNISCE A ELLEGI TRENTO E ITALGRAFICA SISTEMI LE TECNOLOGIE PER OTTENERE QUALITĂ€ RIDUCENDO L'IMPATTO AMBIENTALE

KODAK PROVIDES ELLEGI TRENTO AND ITALGRAFICA SISTEMI WITH TECHNOLOGIES TO OBTAIN QUALITY REDUCING THE ENVIRONMENTAL IMPACT

t



PRODOTTI

 

t

Installed a Kodak Flexcel NX and a CTP Kodak Trendsetter 400 Quantum, on which are used Kodak Sonora XP no process plates and DITR film

Installati un Kodak Flexcel NX e un CTP Kodak Trendsetter 400 Quantum, sul quale vengono utilizzate le lastre Kodak Sonora XP no process e il film DITR Ellegi Trento, che ha sede a Lavis (TN) e Italgrafica Sistemi, sita a Castelgomberto (VI), fanno parte del Gruppo Konig Print, che comprende: Konig Print Solutions, azienda commerciale che importa e distribuisce sistemi di sovrastampa e applicazioni per etichette; NPS che opera sul territorio svizzero ed è l'agenzia commerciale del Gruppo; lo Studio Grafico Canteri, che lavora a stretto contatto con il Gruppo collaborando alla realizzazione di etichette di ogni tipo. Il core business di Ellegi Trento - rilevata tre anni fa da Konig Print e rilanciata alla grande - e Italgrafica Sistemi è la produzione di etichette per il settore delle bevande

52

Ellegi Trento, which is based in Lavis ( TN) and Italgrafica Sistemi, located in Castelgomberto (VI), are part of Konig Print Group, which includes: Konig Print Solutions, trade company which imports and distributes systems and applications for overprinting and labels; NPS that operates in Switzerland and is the commercial agency of the Group; Graphic Studio Canteri, which works closely with the Group to realize labels of all kinds. The core business of Ellegi Trento - taken over three years ago by Konig Print that relaunched it with success - and Italgrafica Sistemi is the production of labels for the beverage industry (food and industrial). To achieve excellence in quality combined with the use of technologies with good ecological credentials these companies have chosen to install two Kodak CTP and use Kodak Sonora XP plates and DITR film (Direct Thermal Film Recording), both products are without development. A concrete step to be a really green company had already been done: Italgrafica Sistemi has installed a photovoltaic system, with over 3000 square meters of solar panels, which guarantees the complete independence in terms of energy and a reduction of CO2 emissions in the environment of more than 45 tonnes per year.

Target achieved: quality, cutting-edge technologies and respecet for the environment For three years is operating at Italgrafica Sistemi the Kodak Flexcel NX system, that here was the perfect solution because they use flexo printing systems; Ellegi Trento from September is exploiting a CTP Kodak Trendsetter 400 Quantum. Francesco


(alimentare e industriale). Per raggiungere l'eccellenza qualitativa unita all'utilizzo di tecnologie con le carte in regola a livello ecologico queste aziende hanno scelto di installare due CTP Kodak e di utilizzare le lastre Kodak Sonora XP e la pellicola DITR (Direct Thermal Film Recording), entrambi i prodotti sono senza sviluppo. Un passo concreto per essere un'azienda il più possibile verde era stato già fatto: Italgrafica Sistemi ha installato un impianto fotovoltaico, con circa 3000 metri quadri di pannelli solari, che garantisce la totale autonomia sotto il profilo dell’approvvigionamento energetico ed una riduzione delle emissioni di co2 nell’ambiente pari ad oltre 45 tonnellate l’anno.

Obiettivo raggiunto: qualità, tecnologie all'avanguardia e rispetto dell'ambiente Da tre anni è operativo presso Italgrafica Sistemi il sistema Kodak Flexcel NX, che qui era la soluzione perfetta perché si utilizzano sistemi di stampa flexo; Ellegi Trento sta sfruttando da settembre un CTP Kodak Trendsetter 400 Quantum. Afferma Francesco Niorettini, direttore generale del gruppo Konig Print: “grazie al sistema Kodak Flexcel NX abbiamo raggiunto un notevole livello qualitativo con grande soddisfazione da parte dei nostri clienti. L'abbiamo scelto perché a nostro parere e dopo accurate valutazioni ci siamo resi conto che a livello di qualità era proprio la soluzione di cui avevamo bisogno”.

Niorettini, general manager of the Konig Print Group says: "thanks to Kodak Flexcel NX we have achieved a high level of quality with great satisfaction of our customers. We chose it because in our opinion and after careful evaluation we realized that as regards quality it was just the solution we needed “. A few months ago the second CTP Kodak was installed at Ellegi Trento, that uses UV offset printing . "At first we decided to equip ourselves with the CTP Kodak Trendsetter 400 Quantum, equipped with laser technology SquareSpot and complete Autoloader for automatic loading / unloading of the plates, to have similar equipments within the two companies, so that the two sites could communicate properly. At the beginning we had not taken into account the Sonora XP no process plate, because it was deemed unsuitable for UV offset printing that we use. Instead, after our tests we found that the results were excellent with UV inks. The use of Kodak Sonora XP plates has allowed us to eliminate the most harmful part of the process, namely developer and chemicals, and we're really happy to have made this choice, perfectly in line with our corporate philosophy, that foresees more and more attention and

È di pochi mesi fa l'installazione del secondo CTP Kodak a Ellegi Trento, che stampa in offset UV. “In un primo tempo abbiamo deciso di dotarci del CTP Kodak Trendsetter 400 Quantum, equipaggiato con tecnologia laser SquareSpot e completo di Autoloader per il carico/scarico automatico delle lastre, per avere attrezzature analoghe all'interno delle due aziende, affinché le due realtà produttive potessero comunicare in modo corretto. All'inizio non avevamo preso in considerazione la lastra Sonora XP no process, perché ritenuta non idonea alla stampa offset UV che noi utilizziamo. Invece dopo aver fatto delle prove abbiamo constatato che i risultati erano ottimali anche con gli inchiostri UV. L'impiego della lastre Kodak Sonora XP ci ha permesso di eliminare la parte più nociva del processo, cioè sviluppatrice e chimici, e siamo davvero felici di aver fatto questa scelta, perfettamente in linea con la nostra filosofia aziendale, sempre più attenta a rispettare l'ambiente utilizzando processi il più possibile ecologici”, spiega Niorettini. Il film DITR (Direct Thermal Film Recording) è una pellicola processless micromattata ad alta risoluzione e sen-

53


PRODOTTI

 

PRODOTTI

 

t

sibilità, che viene esposta direttamente dal laser e non richiede chimici di sviluppo. Con questa pellicola si possono produrre lastre flexo/tipografiche di alta qualità e telai serigrafici eliminando la chimica dei film tradizionali ad alogenuri d'argento e aumentando la qualità e ripetibilità densitometrica degli impianti di stampa. Sul CTP Kodak Trendsetter 400 Quantum è possibile esporre sia lastre Sonora XP con carico e scarico automatico delle stesse che film DITR grazie al carico/scarico in by-pass (semiautomatico). Come strumento di automazione del flusso di lavoro di prestampa l'azienda ha scelto Kodak Prinergy Powerpack, studiato per migliorare la connettività e produttività, contribuendo ad aumentare il livello di efficienza della produzione, migliorare la qualità di stampa e ridurre i tempi di lavorazione grazie a strumenti in grado di ottimizzare la produttività, i processi e il bilanciamento dei carichi, dalla creazione del file alla stampa con una visibilità completa.

Stampa al top Per Ellegi Trento la qualitĂ  e importante, dato che molte

54

t

respect for the environment, using as much as possible ecological processes�, says Niorettini. The DITR film (Direct Thermal Film Recording) is a processless 6.5 mil/Matte film with high resolution and sensibility, that is exposed directly from laser and does not require development chemicals. With this film you can produce high quality flexo/typographic plates and screen frames eliminating the chemistry of traditional silver halide films and increasing the quality and densitometric repeatability of the printing formes. With the Kodak Trendsetter 400 Quantum you can expose Sonora XP plates with automatic loading and unloading and DITR film thanks to the loading/unloading by-pass (semi-automatic). As automating system of prepress workflow the company chose Kodak Prinergy Powerpack, designed to improve connectivity and productivity, helping to increase the level of production efficiency, to improve print quality and reduce working times thanks to tools that optimize productivity, processes, and load balancing, from file creation to print with complete visibility.


delle etichette realizzate saranno applicate su bottiglie di vino. “Abbiamo raggiunto un importante traguardo: grazie all'installato Kodak riusciamo a garantire una qualità superlativa di stampa su tutti i supporti autoadesivi su cui stampiamo: carte naturali, polipropilene, poliestere, ovviamente. Naturalmente siamo in grado di eseguire lavorazioni speciali, serigrafie, laminazioni, stampa a caldo, plastificazioni”. Il Gruppo sta crescendo e continua a investire per aumentare le sue prestazioni, dotandosi di tecnologie che hanno fatto fare alle aziende che lo costituiscono un vero e proprio salto di qualità, facendole emergere al di sopra della media. “L'open house che abbiamo organizzato il 24 e 25 ottobre nella sede di Ellegi Trento a Lavis ha voluto comunicare proprio le nostre peculiarità: la qualità che siamo in grado di offrire, la nostra flessibilità, il servizio, il controllo qualità preciso e adeguato a ogni tipo di prodotto e il nostro impegno verso l'ambiente, strada che abbiamo intrapreso convinti di fare la scelta giusta”, conclude Niorettini.

Print at top levels For Ellegi Trento quality is important, since many of the labels made will be applied to bottles of wine. "We have reached an important milestone: thanks to Kodak solutions, we can guarantee a superlative quality printing on all self-adhesive media on which we print: natural uncotaed papers, polypropylene, polyester. Of course we are able to perform special productions, screen printing, lamination, hot foil printing”. The Group is growing and continues to invest to increase its performances by using technologies that let make to the companies that constitute it a real leap in quality, making them stand out above the average level. "The open house that we organized on 24 and 25 October at Ellegi Trento in Lavis wanted to communicate our peculiarities: the quality that we are able to offer; our flexibility; service; accurate quality control and appropriate to each type of product, and our commitment to protect the environment, choice that we have taken convinced to follow the right track”, concludes Niorettini.

55


PRODOTTI

UN'ANALISI APPROFONDITA DEL FLEXO IMAGER THERMOFLEXX 80 DI XEIKON Presentato a Labelexpo Europe 2013, il sistema Flexo Imager ThermiFlexX 80 di Xeikon ha suscitato notevole interesse nei visitatori. L'esperto di flessografia Tony White descrive in questo articolo le sue peculiaritĂ 

Questo sistema si unisce alla gamma di CtP ThermoFlexX e comprende alcune delle piĂš recenti innovazioni tecniche necessarie per soddisfare le odierne esigenze del mercato. Il team ThermoFlexX ha svolto alcune ricerche per individuare esattamente quale tecnologia flexo nell'ambito della prestampa viene richiesta dai clienti per un sistema CtP flexo. Questo input ha guidato il loro team di ricerca e sviluppo per arrivare a creare tutta una serie di innovazioni tecnologiche che renderanno le macchine competitive per molti anni e saranno in grado di soddisfare le sempre crescenti esigenze di maggiore qualitĂ  del processo di stampa flessografica.

Risoluzione e velocità Due dei principali temi che si presentano quando si tratta di tecnologia CtP sono risoluzione e velocità. ThermoFlexX 80 offre una gamma di cinque risoluzioni (2400, 2540, 4000, 4800 e 5080 dpi). Ogni due risoluzioni di questa gamma possono essere installate sulle macchine e commutate automaticamente utilizzando hot folder. ThermoFlexX 80 ha attualmente una velocità di produzione di circa 4mq/ora. Tuttavia alcuni sviluppi molto importanti relativi alla velocità saranno introdotti nel prossimo futuro, utilizzando un sistema di esposizione a doppia testa. Ciò significa che il ThermoFlexX 80 sarà in grado di raggiungere la velocità impressionante di 12mq/ora, pur mantenendo l'alta qualità associata a questa macchina. Quindi entro la metà del 2014 grazie a un aumento nella velocità di oltre il 40 % la soluzione offrirà un rapporto qualità-velocità molto competitivo.

FlexX 80 accetta lastre fino a 1270 x 2032 mm, con spessore da 0,73 a 6,35 mm, caratteristiche che lo rendono un apparecchio molto utile e versatile per le aziende commerciali e stampatori a banda stretta. Si possono ottenere retini a mezzatinta fino a 175 lpi con risoluzione a 2540 e fino a 250 lpi con risoluzione a 5080: queste possibilitĂ  lo rendono perfetto per molte applicazioni flessografiche. Inoltre la tecnologia aperta delle macchine ThermoFlexX significa che i sistemi possono essere facilmente integrati con qualunque sistema di flusso di lavoro attualmente disponibile e permettono ulteriori sviluppi tecnologici da introdurre in futuro.

Carico e scarico facile ThermoFlexX 80 include caratteristiche che migliorano la procedura di carico e scarico, rendendola piÚ facile e piÚ efficiente. Il movimento fisico delle piastre può essere problematico soprattutto le piÚ grandi, e le lastre piÚ sottili possono essere facilmente danneggiati. Per risolvere questo problema, il FlexTray è stato sviluppato per rendere piÚ facile il carico e lo scarico delle lastre, una caratteristica esclusiva del ThermoFlexX 80. E anche ergonomico, perchÊ dotato di tavolo regolabile in altezza e facile da usare che può essere allineato con unità flexo periferiche di qualsiasi altezza. Le valvole dell'aria rendono fluido il movimento delle lastre. Il sistema si può facilmente spostare all'interno del luogo di lavoro. Un altro elemento per aiutare l'operatore CtP è la funzionalità di auto- bloccaggio che rende piÚ agevole il carico e lo scarico delle lastre. La funzione di rotazione lenta del tamburo assicura il montaggio corretto delle lastre. Grazie alla funzione di scarico automatico della lastra le stesse possono essere scaricate in un modo molto piÚ controllato e gestibile.

La flessibilità è la caratteristica piÚ importante Oltre alla velocità e alla risoluzione, ThermoFlexX 80 include anche funzionalità che forniscono ulteriore flessibilità e versatilità per i clienti che lo utilizzano in un reparto di prestampa flexo. Il sistema di serraggio del ThermoFlexX 80 fa sÏ che la procedura di montaggio della lastra sul tamburo avvenga facilmente, mentre un dispositivo di scorrimento ad aspirazione dal design unico offre la flessibilità di utilizzare lastre di qualsiasi larghezza. La soluzione ThermoFlexX dispone anche del montaggio ergonomico della lastra e il suo tamburo ibrido offre la flessibilità di mantenere lastre in posizione per aspirazione o magneticamente. Per quanto riguarda la versatilità, il Thermo-

56

 

UN SISTEMA INNOVATIVO t



PRODOTTI

 

Innovazioni per il futuro In sintesi ThermoFlexX 80 fa parte di una gamma tecnologicamente avanzata di CtP flexo, che possono essere aggiornate e permettono sviluppi tecnici da integrare in futuro. www.xeikon.com


AN INNOVATIVE SYSTEM t

AN IN-DEPTH LOOK AT XEIKON’S FLEXO THERMOFLEXX 80 FLEXO IMAGER Presented at Labelexpo Europe 2013, the system ThermoFlexX 80 aroused a lot of interest among exhibition visitors. In this article flexo expert Tony White took a look at its peculiarities This system joins the ThermoFlexX range of CtP machines and includes some of the latest technical innovations needed to meet the demands of today’s marketplace. The ThermoFlexX team carried out some extensive research into exactly what technology flexo prepress customers required from a flexo CtP range of machines. This guided their research and development team to come up with a whole raft of technological innovations which will make the machines competitive for many years and meet the ever increasing demands for higher and higher quality from the flexo process.

Resolution and speed Two of the main topics which arise when dealing with CtP technology are resolution and speed. The ThermoFlexX 80 offers a range of five resolutions 2400, 2540, 4000, 4800 and 5080 dpi. Any two from this range can be installed on current machines and automatically switched between by using hot folders. The ThermoFlexX 80 currently has output of about 4m²/hour. However some very important speed developments will be introduced in the near future by using a dual head exposure system. This will mean that the ThermoFlexX 80 will be capable of a very impressive 12m²/hr output whilst maintaining the very high-quality associated with this machine. Therefore by the middle of 2014 an increase in speed of more than 40% will ensure that the machine offers a very competitive speed quality ratio.

Flexibility is key In addition to speed and resolution, the ThermoFlexX 80 also includes features that provide

additional flexibility and versatility for flexo prepress customers. The clamping design of the ThermoFlexX 80 allows plates to be mounted easily on to the drum, while a uniquely designed vacuum slider offers the flexibility to use plates of any width. The ThermoFlexX solution also features ergonomic plate mounting and its hybrid drum offers flexibility of holding plates in place either by vacuum or by magnetics. As for versatility, the ThermoFlexX 80 accepts plates up to 1270 x 2032 mm and plate thicknesses from 0.73 to 6.35 mm, making it a very useful and versatile unit for trade houses and the larger narrow web printer. Halftone screens up to 175 lpi can be achieved at the 2540 resolution and up to 250 lpi at the 5080 resolution making it the ideal for many current flexo applications. Finally, the open access technology of the ThermoFlexX machines means that the units can be seamlessly integrated with any workflow system currently available and allow further technological developments to be introduced in the future.

Easy loading and unloading The ThermoFlexX 80 includes features that improve the loading and unloading process, making it easier and more efficient. The physical movement of plates can be problematic especially the larger, thinner plates which can be easily damaged. To solve this problem, the FlexTray was developed to make moving and loading/unloading the plates into the machine much easier, a feature only on the ThermoFlexX 80. Moreover, it is ergonomically designed with an easy to use, height adjustable table that allows it to be aligned with any height of flexo processing peripheral. The added benefit of air valves make the movement of plates easier. It can smoothly and easily be moved around the workplace on castor wheels. Another aid to help the CtP operator is the auto-clamping functionality which allows the plates to be loaded/unloaded much more easily. The slow drum rotation function eases the task of ensuring that the plate is correctly mounted. The auto plate release function allows the plates to be unloaded in a much more controlled and manageable way.

Innovations for the future The ThermoFlexX 80 is a member of a technically advanced range of flexo CtP machines which are capable of being upgradeable to enable future technical developments to be integrated in the future. www.xeikon.com

57


PRODOTTI



PRODOTTI

 

CREATIVITĂ€ FIRMATA PRIMERA CREARE

ENTUSIASMO COME

COCA COLAÂŽ:

Ăˆ

POSSIBILE CON LE STAMPANTI DI ETICHETTE

PRIMERA,

CHE ONORA LA CREATIVITĂ€ DEI SUOI

CLIENTI E OTTIENE FEEDBACK DA PARTE DELLA

t

COMUNITÀ ON-LINE Quest'anno, l’azienda Coca Cola Ž ha dimostrato in maniera impressionante, la forte necessità di prodotti di consumo personalizzati attraverso la popolare campagna "Condividi una Coca". I consumatori amano sperimentare un rapporto personale con i prodotti come la Coca Cola, che ha venduto le loro bottiglie con i nomi dei clienti sulle etichette delle bottiglie. Il successo di questa campagna non può essere ignorato nelle reti sociali o quando i clienti cominciano a girare a testa in giÚ davanti gli scaffali dei supermercati per trovare il loro nome, o quello preferito, come "Principe" sui prodotti. Con le stampanti a colori di etichette in bobina Primera, è possibile implementare tale personalizzazione ai vostri prodotti. Creare un'etichetta adatta per un certo gruppo on-demand. Questo rafforzerà la fedeltà del cliente e si può reagire alle nuove tendenze immediatamente.

Infinite possibilità Le possibilità sono praticamente illimitate. Per dimostrare il livello di creatività con le stampanti di etichette Primera abbiamo annunciato un concorso dove i produttori possono presentare i loro progetti di etichette a LabelExpo di quest'anno a Bruxelles. Una giuria di cinque professionisti esperti di etichette, ha valutato le etichette presentate relative a una vasta gamma di prodotti alimentari, vini, cosmetici e chimici. I cinque professionisti sono: Jean Poncet e John Penhallow dalla rivista ETIQ & Pack, Holger Knoll, editore di Etiketten Labels, Mark Strobel, Vice Presidente di Primera Technology USA e Andreas Hoffmann, amministratore delegato di Primera Technology Europe. ll vincitore, selezionato dalla giuria professionale il 26 settembre ore 17.00 presso Labelexpo, è la società Sanbesan S.L. dalla Spagna, con una etichetta di vino creata in maniera esemplare. Esso è l’orgoglioso vincitore di un kit di toner completo per la stampante digitale a colori per etichette Primera CX1200e, valore 1400 Euro. I vincitori 2-10

58

 


PRIMERA SIGNED CREATIVITY CREATE EXCITEMENT LIKE COCA COLA WITH PRIMERA’S LABEL PRINTERS, WHO HONOURS THE CREATIVITY OF ITS CUSTOMERS AND OBTAINS FEEDBACK FROM THE ONLINE COMMUNITY This year, the Coca Cola® Company impressively demonstrated the strong need for personalized consumer products with their immensely popular “Share a Coke” campaign. Consumers like to experience a personal relationship with products like Coca Cola, which sold their bottles of soda with customer’s first names on bottle labels. The success of this campaign can’t be ignored in social networks or when customers start to turn upside down the supermarket shelves to find their own or favourite names like “Prince” on the products. With Primera Label Printers you can implement such personalization to your products. Create a suitable label for a certain group ondemand. This will strengthen the customer’s loyalty and you can react to new trends immediately.

Endless possibilities The possibilities are virtually unlimited. To demonstrate the level of creativity with Primera’s Label printers we announced a contest where the producers can present their label designs at this year’s LabelExpo in Brussels. A jury of five experienced label professionals will evaluate the submitted labels which come in a wide range for wine, food, cosmetics and address labels. The five professionals are: Jean Poncet and John Penhallow from the magazine Etiq & Pack, Holger Knöll, Editor from Etiketten Labels, Mark Strobel, Vice President of Primera

59


 

t riceveranno un rotolo di etichette a loro scelta per il loro PRODOTTI

sistema CX1200e.

Votazioni on line Primera ha inoltre chiesto alla comunitĂ  dei social networking, di votare per la migliore etichetta e ha iniziato un concorso etichetta on-line su Facebook per la prima volta. Tutti gli utenti di Facebook sono stati autorizzati a decidere con i loro “mi piaceâ€? quale etichetta fosse la loro preferita. Un effetto pratico di questo voto di comunitĂ , è che il produttore dell'etichetta ottiene una maggiore visibilitĂ  nella comunitĂ  di social networking. Il vincitore del premio comunitĂ  è Speed ETIQ con la sua etichetta di una bottiglia di vino di Bordeaux. L'etichetta mostra come il vino passa dalla bottiglia nel bicchiere. La forma dell'etichetta, realizzata con la tecnologia di taglio digitale Primera QuadraCut ™, è il “colpo d’occhioâ€?. Speed ETIQ ha ottenuto 65 voti e riceve un iPad ÂŽ mini per questo risultato. Primetec S.r.l., presente durante tutta la fiera LabelExpo, è partner Primera Technology per l’italia e vanta un notevole numero di sistemi CXFX1200e giĂ  installati, grazie all’elevata professionalitĂ  del team tecnico e commerciale, messa a disposizione di tutti i clienti. La crescente esigenza di personalizzazione e la continua contrazione delle quantitĂ  di etichette, sta spostando in parte la produzione di etichette sul digitale, e il sistema di stampa laser a colori in bobina Primera CX1200e e il complementare sistema di finitura digitale FX1200e, sono la soluzione perfetta per produrre dalle 100 alle 5.000 etichette per referenza, offrendo cosĂŹ all’utenza finale non solo un prodotto ma anche un servizio. A questo indirizzo è possibile vedere le etichette presentate al concorso: http://primeralabel.eu/europe/events/label-contest/

60

PRODOTTI

t

 

Technology USA and Andreas Hoffmann, Managing Director from Primera Technology Europe. The winner, selected by the professional jury on 26 September 17:00 at Labelexpo, is the company Sanbesan S.L. from Spain with an excellent created wine label. He is the proud winner of a complete toner kit for Primera’s CX1200e Digital Color Label Roll Press, worth 1400 Euro. Winners 2-10 will get a label roll of their choice for their CX1200e system.

Online voting Primera also asked the social networking community for best label and started an online label contest on Facebook for the first time. All Facebook users were allowed to decide with their likes which label they “Likeâ€? the most. A practical side effect of this community voting is that the label manufacturer gets a higher awareness in the social networking community. The winner of the community award is Speed Etiq with his label for a Bordeaux wine bottle. The label shows how the wine comes from the bottle into the glass. The form of the label, realized with Primera’s QuadraCut™ technology, is the eyecatcher. Speed Etiq got 65 likes and receives an iPadÂŽ mini for this result. At this URL you can see the submitted labels: http://primeralabel.eu/europe/events/labelcontest/


YOUR JOB OUR SATISFACTION STAMPATRICI STA TAMPA PAT ATRICI FLESSOGRAFICHE FLESSOGRA AFICHE Tipo Stack 1-2-3-4-6 Colori – Indipendenti da bobina a bobina e/o IN LINEA con estrusore o saldatrici automatiche A Tamburo centrale “Gearless” 4-6-8-10 colori A Tamburo centrale “Geared” 4-6-8-10 colori

DAL 1975 AL VOSTRO SERVIZIO

BM 250-W/EL 800 0 W Wiccket BM 180-EL 180 EL 800/1100 800/1100 Universale-Multiuso U rsale-Multiuso con accessori (Soft –handle, Patch handle,Carrier bags) BF 106-800/1100 Per la produzione di Shoppers e Sacchi bocca aperta BF 106-800 HDS Adatta alla produzione di sacchi industriali (FFS)

SALDATRICI SALDAT ATRICI AUTOMATICHE AUTOMAT ATICHE

s.r.l. via IV Novembre, 159 - 21058 Solbiate Olona (va) - Italy tel. +39 0331 641104 - fax +39 0331 640177 e-mail: bfm@bfm.it - www.bfm.it

PARTNER OF


PULIZIA ECO-FRIENLDY CLEVER ETIKETTEN HA INSTALLATO UN ALTRO SISTEMA DI PULIZIA ECOLOGICO NWC-1200

t



PRODOTTI

 

L'azienda svizzera Nanovis - produttore del sistema di pulizia eco-compatibile Nanocleaner per la stampa flessografica – ha presentato un altro impianto in Germania. Il noto produttore di etichette CLEVER ETIKETTEN situato a Hosena (regione Lausitz - Spreewald) ha iniziato ad utilizzare il modello piÚ grande disponibile, NWC -1200, nel mese di novembre 2013. CosÏ, il gruppo CLEVER mette un'altra pietra miliare importante nella implementazione della tecnologia della pulizia ecologica e sostenibile. La NWC-1200 di Nanovis ha vinto, grazie alla sua abilità di riciclare internamente il suo non-volatile agente di pulizia senza perdite, il secondo premio del Global Awards nella categoria "sostenibilità" a Labelexpo 2013. Nanovis ha già annunciato la quinta installazione di questo nuovo sistema di pulizia su larga scala sin dalla sua introduzione all'inizio del 2013. www.nanovis.ch www.clever-etiketten.de

62

PRODOTTI

 


ECO-FRIENDLY CLEANING CLEVER ETIKETTEN INSTALLED ENVIRONMENTALLY FRIENDLY PARTS WASHER

NWC-1200

The Swiss company Nanovis manufacturer of environmentally friendly cleaning system for flexographic printing NANOCLEANER - reported another installation in Germany. The well-known label manufacturer in CLEVER ETIKTTTEM located in Hosena (LausitzSpreewald) has started operation of the largest available model NWC-1200 in November 2013. Thus, CLEVER-Group is another important marker in the implementation of environmentally friendly and sustainable cleaning technology. The NWC-1200 of Nanovis won due to its ability to re-cycle its nonvolatile cleaning agent internally without losses, at Labelexpo 2013 the second prize of the GLOBAL AWARDS in the category of "sustainability". Nanovis already an-nounced the fifth installation of this new large-scale cleaner since its introduction in early 2013. www.nanovis.ch www.clever-etiketten.de

magini del Galleria di im C-1200 gico NW ulizia ecolo sistema di p

63




PRODOTTI

 

PRODOTTI

 

UN INVESTIMENTO IMPORTANTE LO STAMPATORE DI ETICHETTE RAKO ETIKETTEN INVESTE NELLA MACCHINA DA STAMPA A GETTO

t

D'INCHIOSTRO

UV PER ETICHETTE DURST TAU 330

Rako Etiketten GmbH & Co. KG in Witzhave / Germania ha recentemente ordinato la prima macchina da stampa a getto d'inchiostro UV per etichette Durst Tau 330 da Cromos GmbH, il partner di Durst per la distribuzione e assistenza a Friedberg / Germania. La scelta per questo modello con sette stazioni di colore (CMYK e bianco oltre ad arancione e viola) per la stampa a getto d'inchiostro UV è stata presa dopo una serie di approfonditi test di stampa. La Società Rako, che sostiene di essere il piÚ grande utilizzatore di stampa offset digitale in Europa, svilupperà con la Durst Tau 330 nuove applicazioni per produrre principalmente tipiche applicazioni a getto d'inchiostro in modo molto efficiente ed economico, commenta Jacob Steeger, membro della direzione Rako Etiketten GmbH. Con la Tau 330, Durst ha sviluppato un sistema a getto d'inchiostro con un notevole potenziale di sviluppo futuro, che si è affermata in breve tempo per le applicazioni con elevate esigenze in ambienti industriali. Dalla sua introduzione a Drupa nel maggio 2012, già diversi utenti hanno optato per il sistema di Tau 330 sul mercato tedesco.

Durst Phototechnik AG è un produttore leader di sistemi di imaging digitali professionali per il grande formato, industriale, tessile e la stampa di etichette. Con sede a Bressanone, Italia, la società gestisce impianti di produzione in Bressanone e Lienz, in Austria, ha importanti uffici negli Stati Uniti, Francia, Regno Unito, Germania, Canada e Messico e partnership con rappresentanti esclusivi in 120 paesi. La solida reputazione di Durst per qualità, precisione, innovazione e affidabilità si estende da piÚ di 70 anni. www.durst-online.com

64

t

Chi è Durst Phototechnik AG

Rako Etiketten GmbH & Co. KG in Witzhave / Germany has recently ordered their first UV inkjet label press Durst Tau 330 from Chromos GmbH, the Durst distribution and service partner in Friedberg / Germany. The decision for this model with seven colour stations (CMYK and white as well as orange and violet) for UV inkjet printing was made after a series of extensive printing tests. The Rako Company, which claims to be the biggest user of digital offset printing in Europe, will develop with the Durst Tau 330 new applications and mainly produce typical inkjet applications very efficiently and economically,


AN IMPORTANT INVESTMENT

LABEL CONVERTER RAKO ETIKETTEN INVESTS IN THE UV INKJET LABEL PRESS DURST TAU 330 comments Jacob Steeger, member of management Rako Etiketten GmbH. With the Tau 330, Durst has developed an inkjet system with considerable potential for future development, which has established itself in a short time for applications with high demands in industrial environments. Since its introduction at Drupa in May 2012, several users have opted for the Tau 330 system already in the German market.

professional digital imaging systems for large format, industrial, textile and label printing applications. Headquartered in Brixen, Italy, the company operates manufacturing facilities in Brixen and Lienz, Austria; has major offices in the U.S., France, United Kingdom, Germany, Canada and Mexico; and partners with exclusive agents in 120 countries. Durst’s solid reputation for quality, precision, innovation and reliability spans more than 70 years.

About Durst Phototechnik AG Durst Phototechnik AG is a leading manufacturer of

www.durst-online.com

65


PRODOTTI

 

SOLUZIONI SOSTENIBILI

SUSTAINABILITY POSSIBILITIES

AVERY DENNISON HA PRESENTATO LE SUE NUOVE SOLUZIONI SOSTENIBILI A LABELEXPO 2013

AVERY DENNISON HAS PRESENTED A NEW WAVE OF

In occasione della fiera Labelexpo Europe di Bruxelles, dal 24 al 27 settembre 2013, Avery Dennison ha presentato un ventaglio di innovazioni sviluppate per contribuire alla crescita sostenibile.

INNOVATIONS DESIGNED TO DRIVE SUSTAINABLE GROWTH AT LABELEXPO EUROPE IN

BRUSSELS

t

t



PRODOTTI

 

Avery Dennison has presented a new wave of innovations designed to drive sustainable growth at Labelexpo Europe in Brussels.

The new products I nuovi prodotti

66

Lo stand Avery Dennison ha fornito una rassegna dei prodotti e dei servizi che consentono ai trasformatori di distinguersi e di accumulare un vantaggio competitivo. Uno di questi prodotti, lanciato in Nord America lo scorso anno, è una soluzione di etichettatura autoadesiva che incrementa la riciclabilità dei contenitori in PET. La gamma di pellicole Avery Dennison CleanFlake™ (Bottle-toBottle) può aumentare la resa del PET grazie a un'innovativa accoppiata adesivo-pellicola, che si stacca senza residui ed efficacemente dalle scaglie in PET prodotte durante il processo di riciclo. Il risultato sono scaglie di PET sufficientemente pure da essere riutilizzate per produrre pellicole e vaschette da imballaggio, con un risparmio sulle risorse in PET nuovo che va incontro ai produttori leader del settore bevande, desiderosi di aumentare l'impiego di bottiglie in PET riciclato. Merita un posto sotto i riflettori anche una nuova piattaforma di adesivi, che permette costruzioni piÚ sottili, potenzia la produttività e riduce la fuoriuscita di materiale. La tecnologia Avery Dennison’s ClearCut™ è implementata in un nuovo portfolio di pellicole sviluppate per incrementare la sostenibilità, aumentando al contempo le prestazioni funzionali e l'attrattiva sullo scaffale. Inoltre, il Prime Film Portfolio con pellicole MDO (Machine Direction Oriented) e BOPP (Biaxially Oriented Polypropylene) è caratterizzato dal nuovo adesivo S7000 di concezione Avery Dennison. I materiali filmici che impiegano questo adesivo offrono un'eccellente trasparenza e conformabilità su contenitori comprimibili, assicurando rigidità durante la trasformazione e l'applicazione ad elevate velocità.

The Avery Dennison booth has featured products and services that help converters differentiate and gain a competitive advantage. One such product, introduced in North America last year, is a pressuresensitive labelling solution that improves the recyclability of PET containers. The Avery Dennison CleanFlake™ (Bottleto-Bottle) Film portfolio can help increase rPET yields thanks to an innovative adhesive and film combination, that separates cleanly and efficiently from the PET flakes produced during the recycling process. The result is PET flakes pure enough to be used to produce new packaging films and shells, which conserves virgin PET resources and supports beverage industry leaders’ desire to increase their use of recycled PET bottles. Also in the spotlight will be a new platform of adhesives that enable thinner constructions, increased productivity and decreased bleeding. Avery Dennison’s ClearCut™ technology is featured in a new portfolio of films designed to increase sustainability while improving functional performance and shelf-appeal. In addition, the Prime Film Portfolio of BOPP and Machine Direction Oriented (MDO) films are anchored with Avery Dennison’s new proprietary S7000 adhesive. Film materials using this adhesive deliver excellent clarity, conformability for container squeeze, and dispensing stiffness for high-speed converting and dispensing.

www.averydennison.com

www.averydennison.com


Dal Progetto al Consumatore: Chi promuove l’innovazione nel packaging? Noi.

working for you.

QBDLBHJOH!TVODIFNJDBMDPN

Sun Chemical Group S.p.A. WJB"DIJMMF(SBOEJ t4FUUBMB'SB[$BMFQQJP .* tXXXTVODIFNJDBMDPN


FD&P 2000 - NOV/DIC