Page 64

DI S C OVE R I E S .

YAC H T

NAUTICA DOMANI Nei Cantieri Benetti di Viareggio è di recente andata in scena una VIVACE CONVERSAZIONE incentrata sul rapporto, anche in prospettiva, tra il design e l’arredamento degli yacht. Presenti progettisti, imprenditori e manager. Non sono mancati gli spunti costruttivi. di RUGGERO A. CECCHI

UN PROFICUO GIRO D’ORIZZONTE Alcuni protagonisti dell’ incontro: da destra Philippe Briand, yacht designer, Riccardo Bonadeo, commodoro dello Yacht Club Costa Smeraldo, Ettore Mocchetti, Francesco Casoli, presidente Gruppo Elica, e Matteo Marzotto, manager. Per l’occasione è stato presentato un report sullo stato della nautica da diporto italiana: promettente, con produzione +14% su base annua. Notizie dal mare. in alto: la darsena di Viareggio, ribalta di VYR 2018. a destra: l’allestimento presso i Cantieri Benetti.

62

La recente “Design Conference - Come il design sta cambiando l’abitare a terra e a bordo” ospitata nei Cantieri Benetti nell’ambito della tre giorni viareggina di “VYR - Versilia Yachting Rendez-vous” (22.000 presenze in totale), si è rivelata uno snodo importante e fertile di spunti per capire in che termini va evolvendo il rapporto tra interior design e architettura navale. Moderata da Ettore Mocchetti, direttore di AD e grande appassionato di barche, la conversazione ha coinvolto progettisti, imprenditori, manager, nomi di peso che a diverso titolo gravitano in questo settore produttivo: Duilio Boffi, Aldo Drudi, Frank Laupman, Igor Lobanov, Giulia Molteni e Niccolò Ricci, e ancora Riccardo Bonadeo, Philippe Briand, Luca Dini, Enrico Lumini, Matteo Marzotto e Francesco Casoli. Come ha commentato Giovanna Vitelli, vicepresidente di Nautica Italiana e del Gruppo Azimut Benetti: «In questa sede che ha scritto pagine di rilievo nella storia del design nautico, abbiamo voluto che la contaminazione tra esperienze e voci differenti fosse il sale di un confronto tra designer, imprenditori e manager provenienti da molteplici contesti, rivelatosi assai costruttivo». Dal canto suo Lamberto Tacoli, presidente di Nautica Italiana, ha chiosato così il successo dell’appuntamento: «Il livello degli interventi e il loro riscontro rappresentano uno stimolo a replicare questo incontro, unico nel suo genere, anche nelle prossime edizioni del Versilia Yachting Rendez-vous».

Profile for Franc22

Azsdxxsaa123  

Azsdxxsaa123  

Profile for himail9
Advertisement