Page 27

IN CUCINA BALLIAMO, FACCIAMO I COMPITI, GIOCHIAMO CON GLI ANIMALI E INVITIAMO GLI AMICI.

KATE MARTIN/LIVING INSIDE

L

a passione per gli interni, l’arte e i mobili antichi l’imprenditrice norvegese Bodil Bjerkvik Blain l’ha ereditata dalla sua famiglia. «Quando ero bambina, i miei genitori costruivano dei piccoli mobili per le mie Barbie. A me non importava molto delle bambole, ma mi piaceva creare per loro delle abitazioni in miniatura». La casa londinese di Bodil è allegra e multiforme: proprio come lei, che dopo una carriera da modella, oggi lavora come consulente di interior design, un’attività che si affianca a quella di titolare del brand di caffè biologico Cru Kafe. Bodil abita con il marito e i figli a Notting Hill, un quartiere che le piace «per le sue case colorate come caramelle, i mercatini, il suono dei tamburi caraibici per strada, i meravigliosi giardini pubblici, i negozi e i posti pittoreschi in cui si può fare colazione». Nel loro appartamento la sua creatività trova la più completa espressione: «Il mio è uno stile eclettico, senza tempo, un classico moderno», spiega. «Adoro gli oggetti d’arte e di design, ma voglio anche che l’ambiente sia personale e vivibile». L’arredamento della casa è un mix&match di mobili scandinavi, italiani e francesi degli anni Sessanta accostati con gusto impeccabile ad arredi contemporanei e a grandi classici del design. Le Clam Chair disegnate dall’architetto danese Philip Arctander e la Bone Chair di Joris Laarman sono «forse i pezzi scultorei più belli della casa», nota Bodil. «Ma chiedermi qual è il mio oggetto preferito sarebbe come  pretendere che scegliessi tra i miei figli».

ARCHITECTURAL DIGEST • ITALIA

25

Profile for Franc22

Azsdxxsaa123  

Azsdxxsaa123  

Profile for himail9
Advertisement