Page 1

WW

A SU: .IT GLI ISTA URY SFOTA RIV ILYLUX ES QU W.DA

Fondato da Luciano PARISINI

La bellezza è lusso quotidiano

05 MAGGIO 2011

08

Spedizione in A.P. - 45% - art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Filiale di Milano - € 2,50 - Copia omaggio

ANNO

COSMOPROF

COSÌ SARÀ IL ����?

CULTURA

DUBBI DELL’ARTE

PARIGI FOOD

MANGIA E GIOCA

INCONTRO

AMANDA DEL CUORE

DESIGN

FABBRICHE DI SOGNI


e'

INNANZITUTTO L U C I A N O PA R I S I N I

La Carmen di... Revlon

È “TESTI “TESTIMONIAL” ANCHE LEI e quanto mai!

Non di un profumo e nemmeno di un cosmetico. Forse di quest’ultimo se si ritiene una cosmesi artistica il movimento degli “impressionisti” che tanto rivoluzionarono il genio figurativo. Si chiama Carmen: Carmen Gaudin.

Non l’ho incontrata io in avenue de Clichy in quella Montmartre di allora, arte, poesia, Parigi bohémienne, ma Parigi autentica. No, non io, ma Lautrec e Rachon “impressionisti” di vaglia in quel 1884 che davvero stava furoreggiando di un movimento destinato a segnare un’epoca “profonda” dell’arte figurativa mondiale. E come andò con i due compari? Che Carmen accettò di posare per Rachon, lei che non era modella, ma che presto passò dal... pennello Rachon allo studio di Fernand Cormon, maestro di Lautrec; e, narrano i testi, al “pittore di scene mondane” Alfred Stevens. Una mondana, Carmen? Poco importò. Di quello sguardo che poi riprodusse in dodici dei suoi capolavori, Henri de ToulouseLautrec si innamorò perdutamente, Carmen diventando la prima e mai dimenticata musa tra le tante che poi Lautrec incontrò nella Montmartre degli impressionisti. Giorni addietro per la prima volta l’ho incontrata anch’io Carmen, a Palazzo Reale di Milano, entro una delle cornici che chiudono sotto vetro i capolavori della collezione impressionisti più famosa al mondo e mai esposta sinora, proprietà di Sterling e Francine Clark, la coppia cui il mondo dell’arte deve il prestigioso museo “Art Institute” nel Massachusetts, a loro intitolato. Che, in fase di ristrutturazione, ha permesso alla privatissima collezione di viaggiare il mondo, cominciando appunto da Milano. Dove Carmen ha fatto innamorare anche il sottoscritto, prima di ogni altra donna ritratta dai geni della collezione, da Renoir a Monet, a Degas, a Manet, Gauguin e appunto Henri de Toulouse-Lautrec. Galeotto fu comunque Revlon Italia e la sua presidente Maria Rosaria Montiroli che vanta un feeling eccezionale con l’arte, così da proporre periodicamente inviti preziosi a mostre preziose, al mondo stampa e profumeria. Fu dapprima il 28 novembre 2006 per Tamara de Lempicka, poi l’11 settembre 2007 per Botero, il 19 febbraio 2008 per Arte delle Donne, il 25 giugno 2008 per la fotografia di Guido Daniele, il 26 novembre 2008 per i neoimpressionisti Seurat e Signac, il 24 febbraio 2009 per il Futurismo 1909-2009, il 27 settembre 2010 per Salvador Dalì; eppoi... questa, il 14 marzo scorso, quando, pur “interrotto” dagli inservienti, continuavo ad abbracciare Carmen con lo sguardo, immobile ed estasiato. Grazie comunque Revlon! il tuo straordinario promozionare cosmesi e profumo è davvero un’arte... �

2

Editoriale Parisini 1.indd OK.indd 2

|

DAILYLUXURY

|

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 15:03:57


DailyLuxury_200x240_CocoMlle_Italie.indd 1

03/03/11 08:25

www.chanel.com La Linea di CHANEL - Numero con addebito ripartito 840.000.210 (0,08 â‚Ź al minuto).


L E U LT I M E

L’arte della qualità

Beauty San licenziatario

N

ello speciale dedicato al lancio dei profumi Patrizia e Pepe si è scritto (nel sommario) Beauty San “licenziante”, intendendo “licenziatario” universale delle due nuove fragranze. Precisazione doverosa.

Aquasource Perrier

M

atrimonio Aquasource di Biotherm con la Perrier, considerata leader mondiale delle acque minerali. Una partnership attuatasi in occasione del lancio della nuova linea Aquasource. La Terrier by Dita Von Teese era in offerta sino alla fine di aprile come gift esclusivo all’acquisto di un trattamento Aquasource nelle profumerie La Gardenia.

Pupa conquista Varsavia

P

upa è quanto mai made in Italy a diffusione universale. Ora con la sua linea make-up raggiunge 70 Paesi in 5 Continenti. Dove vuol esserci per ulteriore conquista, anche col trattamento corpo. Prodotto strategico vincente che ha già conquistato una sollecita leadership, il “Volumizzante seno”. In Polonia dove è al vertice da vent’anni, Pupa è diventata

6

|

DAILYLUXURY

leULTIME.indd OK.indd 6

|

QUESTE PAGINE SONO… ULTIME entrano infatti in rotativa quando le altre sono già stampate e raccolgono le notizie dell'ultima ora

U

n sapone gigliato: l’abbiamo scovato tra i tanti che han fatto furore all’ultimo Cosmoprof. In questa immagine c’è davvero tutta l’arte fiorentina. L’azienda produttrice non poteva che chiamarsi “Saponificio Artigianale Fiorentino - L’Arte della Qualità”. Sabina Massetti ne è Sales Manager. www.saponartfi.it - tel. 055.958263

protagonista a Varsavia nel più vasto Douglas (superficie di 1200 mq) con un corner dedicato.

Ecco Margherita

I

l rosa si addice a Daily. Eccolo l’ultimo fiocco: si chiama Margherita, davvero un fiore sbocciato a primavera. L’ha colto una grande mamma, Giovanna Usvardi, Responsabile Relazioni Esterne P&G Prestige.

Un rituale “eaudemoiselle”

C’

è una nuvola di eccezionale raffinatezza ad idratazione del corpo: è firmata Givenchy e si associa, in una declinazione di accattivante lusso, all’Eau de Toilette e al sapone profumato, quest’ultimo con particolare portasapone vintage. Un insieme di affascinante ricchezza per un rituale “eaudemoiselle” Givenchy di idratante benessere: così morbido, vellutato, di preziosa qualità...

Personal Biopoint tutto nuovo

R

ivoluzione Personal Biopoint. Meglio: profondo restyling. Nuova immagine, nuovo logo, nuova grafica, nuovo packaging, nuove formule, ma immutata qualità. Cambia anche la denominazione di Orofluido in Orovivo, rituale di bellezza per i capelli.

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 15:29:15


e

: ,

e

Tre kit Shiseido Men

S

ono in profumeria i nuovi Kit Shiseido Men, ideali da portare in viaggio e declinati in tre versioni per rispondere alle diverse esigenze della pelle. Ciascuno contenente un prodotto di vendita e due taglie prova in omaggio. Le versioni: Confort, per idratazione profonda pelli ruvide e secche; Power, anti età per pelli con evidenti segni d’invecchiamento; Vitality, rivitalizzante per pelli stanche e spente.

La “torta” cosmetica

C

onsiderando il dato Unipro (Associazione Italiana delle Imprese Cosmetiche) secondo il quale il 2010 ha fatto registrare un consumo cosmetici in Italia pari a 9.260 milioni di euro, ci sembra utile constatarne il dettaglio in percentuali, secondo questa “torta” fornita anch’essa dall’Unipro.

Ancy) che annuncia Start Living Again ma non nasconde certo SLA, sclerosi laterale amiotrofica. Indossandola, acquistandola sul sito www.slaonlus.it, si partecipa all’encomiabile impegno della Fondazione I.R.C.C.S, Istituto Neurologico Carlo Besta. Cinquemila persone in Italia sono terribilmente malate di SLA.

Shiseido, Dick e Raquel

C

osì Dick Page con il suo magico obiettivo ha interpretato i nuovi colori Shiseido Makeup giocando con la spontanea avvenenza di Raquel Zimmermann.

La t-shirt che fa del bene

U

na t-shirt fa bellezza? E allora indossiamo questa che fa anche del bene. Ha una sigla in verticale (disegno della Squadra di Pierre

leULTIME.indd OK.indd 7

Breeze verso i cinquanta

B

reeze sta per raggiunger i 50 anni. Ma non li dimostra. Dal lancio di Squeeze nel 1962 il marchio ha saputo rinnovarsi con la sua linea di deodoranti e bagnoschiuma di alta qualità. Una linea per tradizione dedicata alla famiglia.

A

FIFI: I FINALISTI

nnunciati nel corso dell’ormai “tradizionale” breakfast al Mandarin Oriental Hotel di New York i finalisti dell’edizione 2011 dei FiFi Awards, i prestigiosi oscar del profumo statunitensi. Impossibile segnalarli tutti, tenuto conto che saranno ben 20 i premi assegnati. Ci limitiamo a pubblicare le fragranze in nomination per le due categorie più prestigiose. PROFUMO MASCHILE DELL’ANNO Specialty Luxe Bond No.9 Cooper Square by Bond No.9 New York One Million by Paco Rabanne (Puig USA) Prada Infusion de Vetiver (Puig USA) Tom Ford Azure Lime by Tom Ford Beauty Victorinox Snowpower (Victorinox By Swiss Army) FRAGRANZA FEMMINILE DELL’ANNO Specialty Luxe (6 finalisti per ex-aequo) Balenciaga Paris (Coty Prestige) Belle d’Opium by Yves Saint Laurent J’adore L’or (Parfums Christian Dior) Lady Million by Paco Rabanne (Puig USA) Prada Infusion de Tubereuse (Puig USA) Tom Ford Azure Lime by Tom Ford Beauty FRAGRANZA MASCHILE DELL’ANNO - Luxe Bleu de Chanel by Chanel Dolce & Gabbana the One Gentleman (P&G Prestige) Marc Jacobs Bang (Coty Prestige) The Big Pony Collection: 1, 2, 3, & 4 By Ralph Lauren Fragrances Voyage d’Hermès (Beauté Prestige International) FRAGRANZA FEMMINILE DELL’ANNO - Luxe Acqua di Gioia by Giorgio Armani Chance Eau Tendre by Chanel Gucci Guilty (P&G Prestige) pureDKNY by Donna Karan Cosmetics VoyageN°5 d’Hermès (Beauté International) | 7 MAGGIO 2011 Prestige | DAILYLUXURY

15-04-2011 15:29:42


SOMMARIO

N° 5 MAGGIO 2011

ED IT O RI ALE LE CONSIDERAZIONI di Luciano Parisini

INCO NTRO AMANDA SEYFRIED nella vita scelgo con il cuore

SPEC I ALE CHANEL Keira-Coco la magia di un film

RUBRICHE

02 06 32 38 46 72

STILE

(16)

DIEGO DALLA PALMA

LE ULTI M E LE NOTIZIE giunte a rivista in macchina

C ULTURA VENEZIA in scena, l'elogio del dubbio

SPECI AL E COSMOPROF un 2011 di successi. E il 2012?

DALLA FRANCIA (18) SILVIA MANZONI

DAGLI USA

(20)

CAROLE HALLAC

Mensile di High Publisher Editoriale • Direttore responsabile: Luciano Parisini • Direttore generale: Diana Baravelli Caporedattore: Marina Santin • Caposervizio coordinamento redazionale: Lucia Parisini • Redazione: Lucio Chiari, Giulia Zoni, Paola Cardona. Segreteria: Francesca Mingarelli • Progetto grafico: Denni Poletti Fotografi: Graziano Ferrari • Collaborano: Diego Dalla Palma (stile) Rebecca Belize (food) Lorena Poletti (design) Supplementi: Lucia Parisini (DAILY ACCESSORIES) • Estero: Silvia Manzoni (FRANCIA), Carole Hallac (USA)

Associazione Nazionale Editoria Periodica Specializzata

Autorizzazione del Tribunale Bologna n° 7396 in data 15/01/2004.

Sommario.indd 10

18-04-2011 8:36:30


GFdailyLuxury.indd 2

07/04/11 17.32


SOMMARIO

N° 5 MAGGIO 2011

LOOK MODA E ACCESSORI di tendenza

B ELLEZZ A LE NOVITÀ dell'universo “beauty”

DES I GN TRIENNALE le "fabbriche dei sogni"

RUBRICHE

84 110 118 130 132 138

CINETIME

(24)

ANNAROSA SETTELLI

M AK E -UP È IN TECHNICOLOR il look di primavera

B E NE S S E RE COCCA HOTEL wellness e "coccole" dal fascino thai

CARNET

FOOD PARIGI creatività e design nel piatto

(28)

MARINA SANTIN

Sede: Via G. Tinozzi, 3 - 40137 Bologna • Tel. +39 051 5878850 • Fax +39 051 5878860 • e-mail: info@high-publisher.it • info@dailyluxury.it Abbonamento annuo per l’Italia: 20€ da effettuarsi con bonifico bancario a: Credem - ABI: 03032 - CAB: 02400 - c/c: 010000009830 - CIN: M IBAN: IT 03 M 030 3202 4000 1000 000 9830; o sul c/c postale n° 50673359 intestato a: High Publisher, Via G.Tinozzi, 3 - 40137 Bologna. • Sped. in abb. post. Pubblicità inferiore al 45%. Stampa: Grafiche Mazzucchelli Roto-offset S.p.A., via IV Novembre 50, 20019 - Fraz. Seguro, Settimo Milanese. Egregio abbonato, ai sensi dell’art. 10 della legge 675/96, La informiamo che i Suoi dati sono conservati nel nostro archivio informatico, vengono utilizzati esclusivamente per l’invio della pubblicazione e non vengono ceduti a terzi per alcun motivo. La informiamo, inoltre che, ai sensi dell’art. 13 della legge, Lei ha il diritto di conoscere, aggiornare, rettificare i Suoi dati o opporsi all’utilizzo degli stessi, se trattati in violazione della legge.

Sommario.indd 12

15-04-2011 16:08:18


GFdailyLuxury.indd 1

07/04/11 17.32


www.miss-dior.com


illustrazione: Nicoletta Montanari

STILE D I E G O D A L L A PA L M A

Chic & Shock LUCREZIA LANTE DELLA ROVERE MATURITÀ CHIC

E

cco una donna davvero singolare e ammirevole. Intelligente, sicura di sé, carica di personalità e carisma, Lucrezia Lante Della Rovere, è una delle poche donne che hanno saputo affrontare la maturità con saggezza ed eleganza. Quando capita di vederla, qualunque sia l’occasione, si ha la dimostrazione di cosa significhi la parola stile.

ORIELLA DORELLA BALLETTO CHIC

O

riella Dorella è una donna carica di personalità ed intelligenza. Anziché seguire il solito cliché, che vuole omologare le ballerine di tutto il mondo nello stesso stereotipo, ha preferito seguire un suo percorso. La sua atipicità e il suo innato buon gusto la rendono sicuramente significativa ed interessante.

EVA GRIMALDI

MATURITÀ SHOCK

È

un peccato che una donna solare e simpatica come Eva Grimaldi rincorra i ricordi di gioventù e le lusinghe di chi le promette lo stesso viso dei vent’anni. È un peccato che una bellezza prorompente come la sua, venga mascherata da una serie di eccessi che la involgariscono e la rendono, a volte, imbarazzante.

16

|

DAILYLUXURY

Rub.Stile.indd OK.indd 16

|

CARMEN RUSSO BALLETTO SHOCK

M

eno male che Carmen Russo ha lasciato integro il musino del cane!

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:02:10


e`

DALLA FRANCI S I LV I A M A N Z O N I

Inès, volto “beauty”

È LA PARISIENNE più celebre del pianeta e, tra qualche mese, diventerà anche la testimonial del numero Uno della cosmesi, L’Oréal. Inès de la Fressange, mannequin, creatrice e oggi consulente di stile della marca Roger Vivier, presterà il suo viso aristocratico al nuovo trattamento Revitalift Total Repair 10 e alle nuove gamme di maquillage. Non la si vedrà subito in Italia, dove il suo volto dovrebbe comunque arrivare tra qualche mese, essendo Inès stata designata come ambasciatrice della marca a livello mondiale. “Ines de la Fressange ha una grazia divina e un modo molto attuale di essere donna: spirito libero, imprevedibile, ammaliante. Modella, madre, designer, la sua vita è straordinariamente intensa. Sono veramente felice che porti quel suo “je ne sais pas quoi” irresistibile alla marca”, ha dichiarato Cyril Chapuy, Direttore Generale Internazionale L’Oréal Paris presentando alla stampa la nuova “recluta”, che si è subito dichiarata entusiasta del nuovo incarico. TESTIMONIALS: Ancora in tema di ambasciatrici, Emma Watson lo sarà presto per Lancôme, ed Eva Mendes per il profumo Angel di Thierry Mugler (al posto di Naomi Watts).

HERMÈS: A Parigi, i

giardini hanno un profumo particolare. Soprattutto se sono sospesi sopra i tetti. È quest’emozione olfattiva particolare che ha cercato di cogliere il

18

|

DAILYLUXURY

Rub.Francia.indd OK.indd 18

|

“naso” Jean-Claude Ellena, componendo la sua nuova fragranza, un Jardin sur le Toit. Nel jus, accenti fruttati di pera e mela e toni fioriti di magnolia e rosa nonchè note più aromatiche (basilico) o fresche (erba). Un invito all’evasione… urbana.

PARFUMS DE ROSINE: Un’aria primaverile

soffia sulla nuova fragranza Clair Matin, rappresentazione impressionista di un dolce risveglio su un letto di rose e violette, circondati dagli effluvi frizzanti e zuccherini di limone, ribes e albicocca, appoggiati su un morbido cuscino di muschio, legno di sandalo e ambra. Non si tratta però di una “semplice” fragranza, ma di un omaggio al primo arbusto che la fondatrice della marca, Marie-Hélène Rogeon, piantò giusto vent’anni fa nel suo giardino in Piccardia. L’inizio, insomma, di una bella storia.

DIOR: Secondo Les Echos, che citano il gruppo Npd, l’an-

no scorso, per la prima volta dalla sua uscita, il 1999, J’adore è riuscito, seppure per qualche flacone, nell’impresa di sorpassare il mitico n°5 di Chanel nella classifica dei profumi più venduti in Francia. Al terzo posto, Angel di Thierry Mugler.

INTER-PARFUMS:

Il gruppo francese (che nel 2010 ha registrato una progressione del 18% dei suoi risultati netti e produce già le fragranze per Jimmy Choo, ST Dupond, Van Cleef & Arpels e Burberry) ha firmato un accordo con la marca americana Lane Bryan (750 negozi negli Usa), specializzata nel prêt à porter XXL, per realizzare una gamma di cosmetici che vanno dai gel doccia a trattamenti di skincare più alcuni prodotti di maquillage. Un profumo dovrebbe seguire. Il tutto sarà disponibile in 150 ne� gozi selezionati e sul sito del brand.

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:00:59


CoSTUME NATIONALE OK.indd 1

19-04-2011 9:55:09


a

DAGLI USA CAROLE HALLAC

La linea di Aerin

AERIN LAUDER ha un nuovo

progetto: una sua linea di fragranze e trucco che si chiamerà Aerin. Già direttore della divisione di Estée Lauder Cos. Inc e portavoce dell’azienda, la nipote della fondatrice pensa in un secondo tempo al lancio di accessori moda e per la casa, inclusa una linea di occhiali da sole.

NAPOLEON PERDIS: Il make-up artist australiano è stato premiato con l’International Achievement Award dal Fashion Group International per la sua creatività e innovazione.

JUSTIN BIEBER:

L’idolo dei teen agers continua la conquista del mondo del beauty con “targhette” profumate da portare al collo. I suoi due nuovi design profumano di melograno e costano $10.

CARINE ROITFFELD:

Ex-direttore di Vogue Francia e icona della moda, è stata catturata dal prestigioso department store di lusso Barney’s come “musa e ispiratrice”. Si occuperà dello styling delle campagne pubblicitarie scattate da Mario Sorrenti e delle vetrine di Madison Avenue che debutteranno il prossimo settembre.

VAN CLEEF & ARPELS: I gioielli della Maison

sono in mostra al museo del design Cooper-Hewitt di New York fino al 5 giugno. Tra i pezzi storici della casa, esposti un bracciale di rubini e diamanti appartenuto a Marlene Dietrich e degli orecchini con pendenti e ametiste di proprietà di Elizabeth Taylor.

FERGIE:

La cantante dei Black Eye Peas, continua la collaborazione con Avon introducendo il suo secondo profumo, Outspoken Intense, che cattura l’adrenalina che la diva prova prima di salire sul palco. La fragranza è un fruttato fiorito che sarà disponibile in luglio.

20

|

DAILYLUXURY

Rub.USA.indd OK.indd 20

|

KATE SPADE:

Giusto in tempo per la bella stagione, la casa di moda e accessori presenta una sua bicicletta realizzata in collaborazione con un negozio di Tribeca, Adeline Adeline. La due ruote è prodotta in � Italia e costa $1100.

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:03:11


il sole DLOK 22-03-2011 18:08 Page 1 C

Composite

M

Y

CM

MY

CY CMY

K


Cinema poi: I

l Festival di Cannes si annuncia, come tutti gli anni, grandioso. Nelle rubriche precedenti abbiamo già anticipato il film di apertura, “Midnight in Paris” di Woody Allen (che è stato proiettato in anteprima per il presidente Sarkozy e M.me Carla), film tra i più attesi insieme a “The Tree of Life” di Terrence Malick.

Il cinema di maggio è al FESTIVAL DI CANNES. Ancora una prestigiosa edizione della rassegna, presieduta da Robert De Niro. A Bernardo Bertolucci la “nuova” Palme d’Honneur. Omaggio a Jean Paul Belmondo. Primo piano per “Midnight in Paris”.

|

DAILYLUXURY

Rub. Cinema.indd OK.indd 24

|

ANNAROSA SETTELLI

Niro, protagonista di uno dei suoi capolavori, “Novecento”. Uno sguardo ai “nostri” film attesi sulla Croisette. “Habemus Papam” di Nanni Moretti, storia di un Papa insicuro che ha bisogno della psicanalisi. “This Must Be the Place” di Paolo Sorrentino, storia di una rockstar, Sean Penn, che parte alla ricerca del persecutore di suo padre, un ex criminale nazista ora nascosto negli Stati Uniti.

“Terraferma” di Emanuele Crialese che racconta storie dei pescatori dell'isola e quelle dei migranti che ci arrivano. “Il primo uomo” di Gianni Amelio, girato in Francia, in cui si parla del Maghreb e dell'indipendenza dell'Algeria. Temi degli ultimi due film citati,

Presidente della Giuria di Cannes: Robert De Niro. A presiedere le altre giurie: il regista Michel Gondry per i Cortometraggi e la Cinefondazione, il regista e sceneggiatore coreano Bong Joon-Ho per la Caméra d’Or, Emir Kusturica per Un Certain Regard. La 64a edizione del Festival registra una novità assoluta: l’istituzione della Palme d’Honneur (riconoscimento per i registi che non hanno mai vinto la Palma d'oro) come appuntamento fisso di ogni edizione. Sarà assegnata durante la cerimonia di apertura l’11 maggio a Bernardo Bertolucci che compie 70 anni. A consegnargliela, Robert De

24

MAGGIO

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 15:52:18


cinetime che intercettano la sensibilità degli autori. Infine nella Quinzaine des Realisateurs vedremo in concorso “Corpo celeste” di Alice Rohrwacher, sorella di Alba, ambientato a Reggio Calabria. Rientriamo in Francia. Omaggio a JeanPaul Belmondo, cui sono dedicati oltre a un party la prima del documentario “Belmondo, Itinéraire…” di Vincent Perrot e Jeff

Questo mese nelle sale italiane

Arthur

n di Jason Winer

U

n giovane e ricco playboy, s'innamora di una semplice cameriera, ma la sua famiglia, contraria alla relazione, fa di tutto per impedirne il proseguimento. Con Russell Brand, Helen Mirren, Jennifer Garner, Greta Gerwig, Nick Nolte.

n Commedia

Domenech. Madrina del Festival, l’attrice Mélanie Laurent. Il poster della 64a edizione ripropone una foto di Faye Dunaway scattata nel 1970 dal regista Jerry Schatzberg. Entrambi presenzieranno al Festival per la presentazione del restauro di ‘Mannequin Frammenti di donna’, in cui l’attrice è stata diretta dal filmaker newyorchese sempre nel 1970. n

26

|

DailyLuxury

Rub. Cinema.indd OK.indd 26

|

sobbarcarsi il vuoto lasciato dal fratello. Ma sei anni dopo, per caso, si scopre che è ancora vivo e risiede a Cuba, all'Havana, dove organizza piccole truffe ai danni dei turisti. Con Enrico Brignano, Francesco Pannofino, Aurora Cossio, Grazia Schiavo, Paola Minaccioni, Isabelle Adriani, Virginia Raffaele. n Commedia

Angèle et Tony n di Alix Delaporte

A

Faccio un salto all’Avana n di Dario Baldi

D

ue fratelli romani, Fedele e Vittorio, il primo posato e disponibile, il secondo cinico e approfittatore, sposano due sorelle, figlie di un imprenditore. Un giorno l’auto di Vittorio viene ripescata in fondo a un lago, tutti lo piangono morto, e Fedele è costretto a

chiude la vecchia fabbrica con l'idea di riaprirne presto una nuova, completamente meccanizzata, ma la crisi cambia tutti i programmi e la squadra degli operai addetti allo stoccaggio manuale si ritrova disoccupata. Con Giuseppe Battiston, Vincenzo Salemme, Donatella Finocchiaro, Paolo Sassanelli. n Commedia

mbientata in Normandia la storia di Angèle, una giovane donna allo sbando e Tony, un pescatore abituato ai sacrifici che vive con la madre vedova. Entrambi desiderano un legame che mitighi la loro fragilità. Si trovano grazie a un annuncio, ma il primo incontro non sarà dei più positivi. Con Clotilde Hesme, Grégory Gadebois, Evelyne Didi, Jérôme Huguet, Antoine Couleau. n Drammatico

Senza arte ne parte

n di Giovanni Albanese

I

l Premiato Pastificio Tammaro in Salento

Red

n di Red

R

ed racconta la storia di Frank Moses ex agente CIA. Abbandonata la vita da spia, vive una vita tranquilla, fino a quando un assassino hi-tech si presenta alla sua porta per ucciderlo. Moses si rende conto che la sua identità è compromessa e la vita della donna che ama è in pericolo. Decide allora di ricomporre la sua vecchia squadra, nel tentativo di scoprire chi lo vuole morto. Con Bruce Willis, Morgan Freeman, Mary-Louise Parker, Helen Mirren, John Malkovich. n Azione, commedia

n°5 maggio 2011

15-04-2011 15:53:22


ÉLIXIR OLIO SECCO DI BELLEZZA PER CORPO, VISO, CAPELLI

Distribuito da SIFARMA – e-mail: info@sifarma.it – Tel. 02 422015.1

NOVITà

Cocktail di oli essenziali e vegetali estratti da preziose piante balsamiche. PARI S

pubbDAILYLUXURY.indd 1

Stimola, nutre, ripara. 06/04/11 15:52


CARNET marina Santin

L’Italia dell’arte Milano: Indaga la figura del celebre architetto nelle vesti di designer, “Gio Ponti. Il fascino della Ceramica” che presenta la produzione da lui ideata per la manifattura Richard-Ginori tra il 1923 e il 1930.

In primo piano, mostre ed eventi che indagano tutti gli aspetti dell’arte e che napoli: Oltre 150 opere spesso sono inseriti nell’ambito delle appartenenti al leggendario Tesoro (tra cui dieci favolosi celebrazioni per l’unità d’Italia. gioielli), tele preziose di Luca Da non perdere poi una suggestiva Giordano ed altri capolavori “digressione” profumata. per “Le meraviglie del marina Santin

da Bologna a Menabuoi, “Guariento e la Padova Carrarese”.

n Palazzo Pirelli, dal 5 maggio al 31 luglio 2011. n info: tel. 0541.787681.

MonteCatini terMe: È una galleria di

Milano: In scena l’ultimo capitolo di “Terre Vulnerabili”, che presenta i risultati defiitivi di questo progetto innovativo in cui trenta artisti attraverso quattro mostre in successione hanno discusso e condiviso il loro lavoro realizzando opere significative e site specific. n HanGar Bicocca. n info: tel. 02.66111573

info@hangarbicocca.it www.hangarbicocca.it

2

|

dailyluxury

Carnet.indd OK.indd 28

|

ritratti dei personaggi che hanno fatto la storia, “Santi, poeti, navigatori… Gli Uffizi a Montecatini Terme” che propone oltre 70 opere realizzate da Cristofano dell’Altissimo tra il 1552 ed il 1568 che immortalano uomini e donne al tempo considerati gli illustri ed i potenti della terra. n Polo eSPoSitiVo terMe taMerici, fino al 16 luglio 2011. n info:

www.santipoetinavigatori.it

paDoVa: Riunisce per la prima volta la quasi totalità della produzione del “Maestro degli Angeli” ponendolo a confronto con altri grandi della pittura, da Giotto a Giambono, da Vitale

Tesoro di San Gennaro”, mostra d’eccezione declinata in sei differenti strutture museali. n fino al 12 giugno 2011 n info: tel.081.294980

info@museosangennaro.it

C

la d e G P 7 in p e d r li r

n 2

n Palazzo del Monte, fino al 31 luglio 2011. n info: tel. 049.8234800.

in w

info@fodazionecariparo.it

FieSole: Un percorso lungo 130 anni che illustra le convergenze intellettuali e le differenze tra i tre artisti protagonisti, ciascuno estraneo al concetto di “discepolato” e viaggiatore isolato in epoche diverse dell’universo della metafisica, per “Isole del pensiero. Böcklin, de Chirico, Nunziante”. n Palazzo coMUnale, fino al 19 giugno 2011. n info: tel. 055.5961293.

infomusei@comune.fiesole.fi.it www.museidifiesole.it.

aCireale: Cinquanta acquerelli di grandi dimensioni del celebre artista francese che raccontano i porti di Saint-Malo, Le Havre, Rotterdam, Shanghai, Dakar e tanti altri visti come luoghi dove finisce la città più che come spazi di apertura verso l’immenso acqueo, per “Yvan Salomone. Rear View Mirror”. n Galleria credito Siciliano, dal 6 maggio al 3 luglio 2011 n info: tel. 095.600208, 0957.113517.

galleriearte@creval.it www.creval.it

F

a ’5 e it c it S r a

n “c f n

w

n°5 maggio 2011

15-04-2011 14:50:22


a

a

a

,

e.

Milano: Inserita nelle iniziative che celebrano l’unità d’Italia, dedicata al grande maestro ed al contesto artistico e culturale del capoluogo lombardo nell’800, “Hayez nella Milano di Manzoni e Verdi” propone i capolavori dell’artista ispirati ai testi del letterato ed ai melodrammi del musicista più altre opere d’eccezione.

Catanzaro: Nel 1989 la caduta del Muro ha decretato la fine di un’epoca e la nascita di una nuova Germania. “BerlinOttanta Pittura Irruenta” propone 70 opere tutte di artisti che in quegli anni e in quel particolare contesto culturale ed esistenziale hanno scelto di riconoscersi nella pittura riproponendola come linguaggio d’eccezione per raccontare e raccontarsi.

n Pinacoteca di Brera, fino al 25 settembre 2011. n Info: Tel. 02.722631.

www.brera.beniculturali.it

Reggio Emilia: Si

rivela un percorso all’interno della storia della fotografia americana ed europea dalla fine delle avanguardie degli anni ’30 ai giorni nostri, “Green, White, Red. A Perfume of Italy into the Collection of Frac Aquitaine”, che, articolata in tre capitoli ispirati al Tricolore, celebra i 150 anni dell’unità d’Italia.

n Marca, fino al 9 ottobre 2011. n Info: Tel. 0961.746797.

info@museomarca.com www.museomarca.com

Feltre: Rende omaggio al grande artista degli anni ’50-’60, considerato genio ed enfant prodige della pittura italiana, “Tancredi Feltre”, che ne ripercorre l’intero iter creativo dallo Spazialismo informale alla ricchissima stagione degli anni Sessanta. n Galleria d’Arte Moderna “Carlo Rizzarda”, fino al 28 agosto 2011. n Info: Tel. 199199111

www.mostratancredi.feltre.eu

Profumo in… Festival

na città “profumata”? Sogno U impossibile? Assolutamente no. Dal 24 al 29 maggio 2011, Bologna

incanterà e conquisterà i sensi con un tripudio di inebrianti fragranze. Ospiterà infatti per in secondo anno consecutivo, nelle sale del Museo Archeologico e del Museo della Musica, “Smell” Festival Internazionale dell’Olfatto. L’edizione 2011, esplora il lato simbolico e rituale del profumo, dai culti e miti dell’Oriente all’antico uso religioso degli aromi fino alle nuove tendenze delle fragranze, attraverso un ricco ed interessante calendario di appuntamenti declinato in incontri, workshop, installazioni, olfazioni e laboratori per i più piccoli che vedono protagonisti personaggi di spicco ed esperti dell’universo degli aromi.

info@collezionemaramotti.org www.collezionemaramotti.org

n Info: www.smellfestival.it

n°5 maggio 2011

Carnet.indd OK.indd 29

n Collezione Maramotti, Dal 7 maggio al 31 luglio 2011. n Info: Tel. 0522.382484.

|

DailyLuxury

|

29

15-04-2011 14:50:48


I

una niva Tur pro la a fatt "Le can nist men un sfor ligh pub frie una dell Ma man Shil roso lup

(d

Amanda al ritmo Incontro Amanda.indd OK.indd 32

15-04-2011 15:24:05

g

d


INCONTRO

I

S I LV I A B I Z I O

N “MEAN GIRLS”, la commedia del 2004 sulle "miserie" delle ragazze più carine del liceo, Amanda Seyfried si era dovuta accontentare di un ruolo spalla alle già note Lindsay Lohan e Rachel McAdams. Allora aveva 19 anni, ma era già una del mestiere: attrice professionista dal 1999, proveniva da soap-opera televisive come "As The World Turns" e "All My Children". Per poi passare al cinema proprio con "Mean Girls". Oggi però non fa più da spalla a nessuno: dopo "Mamma Mia!" (2008), dove si è fatta notare nella parte della figlia di Meryl Streep, e "Lettere a Giulietta" (2009), questa bella attrice americana bionda e dai grandi occhi verde chiaro, è protagonista assoluta di uno dei film più chiaccherati del momento, "Cappuccetto Rosso Sangue", variazione dark e un po' osée della famosa fiaba dei fratelli Grimm, trasformata dalla regista Catherine Hardwicke ("Twilight") in un fantasy-mistery-horror su misura per un pubblico di adolescenti, ma non per i bambini. La Seyfried interpreta una Cappuccetto ventenne, Valerie, una ragazza forte, romantica e ribelle in un villaggio della Germania medioevale. Con lei recitano Virginia Madsen (la madre), Julie Christie (la nonna), Gary Oldman (il cacciatore) e giovani attori come Max Irons e Shiloh Fernandez, i due lati maschili del triangolo amoroso in cui si trova coinvolta, mentre un minaccioso lupo mannaro fa razzie notturne nel vicino bosco.

Attrice per… amore (di Leonardo Di Caprio, a 11 anni) ed oggi interprete tra le più contese di Hollywood, Amanda Seyfried offre prova del suo grande talento recitando il ruolo di protagonista in “Cappuccetto Rosso Sangue”.

Nata ad Allentowon, Pennsylvania, 25 anni fa (il 3 dicembre 1985), ora vive a Los Angeles ed è concentratissima sul lavoro: ha appena finito di girare il thriller fantascientifico "Now", di Andrew Niccol, con Justin Timberlake, Cillian Murphy e Olivia Wilde (uscirà a ottobre), continua a recitare il ruolo di Sarah Henrickson nella serie TV "Big Love", e sta girando in questi giorni un dramma diretto dall'attore Mark Webber (film ancora senza titolo), accanto a Michael Cera e Jason Ritter. Giovane, ma misurata e prudente, ha già imparato a dire poco o niente sulla sua vita privata durante le interviste. Sappiamo solo che da circa un anno era legata sentimentalmente all'attore Ryan Philippe (ex marito di Reese Witherspoon), relazione, così si dice, recentemente conclusa. Prima era stata con Dominic Cooper, conosciuto sul set di "Mamma Mia!". L'abbiamo incontrata a Los Angeles per il lancio di "Cappucetto Rosso Sangue", uscito di recente sugli schermi italiani. Indossa per l'occasione un abito Louis Vuitton e giacca di Stella McCartney. Stimata dai registi, è ora corteggiata anche dagli stilisti di moda. Eleganza classica, la sua, un'attrice di sicuro talento ma "tranquilla", diversamente da altre giovani "dive istantanee", soprattutto dalla "leading actress" del suo primo film, ovvero Lindsay Lohan, che magari adesso guarda con invidia il successo che sta avendo a Hollywood. � Ci racconta prima di tutto come e perché è diventata attrice? “Per una ragione semplicissima, anche se un po' scema: a 11 anni andai con mio padre al cinema a vedere "Titanic". Mi innamorai all'istante di Leonardo Di Caprio, sognando di essere io nei panni di Kate Winslet. All'uscita del cinema dissi a mio padre: "Ho capito cosa voglio fare nella vita: l'attrice!" Lui mi guardò sorridendo. Non so che espressione avessi io in volto, ma poco dopo lui si fece serio e rispose: "Va bene Amanda, ma per favore calmati!". Mi iscrissi quindi a lezioni di recitazione, feci dei lavori come modella-bambina, iniziai a recitare in teatro e in qualche pubblicità. Venni quindi scritturata in televisione per una parte nel serial "As The World Turns", a 14 anni, cui seguì "All My Children", due ottime palestre di recitazione. Dopo il mio debutto nel cinema con "Mean Girls" mi sono trasferita a Los Angeles, e non mi sono più fermata”. � Cos'ha imparato da “celebrities” come la Lohan?

del cuore

N°5 MAGGIO 2011

Incontro Amanda.indd OK.indd 33

|

DAILYLUXURY

|

33

15-04-2011 15:24:43


INCONTRO �

“Voglio molto bene a Lindsay, anche se non ci frequentiamo. Come attrice ha un talento straordinario, ma temo che non abbia saputo gestire la fama di cui ha goduto forse troppo da giovane. Da lei senz'altro ho imparato che meno ti fai vedere in giro meglio è. Basta non andare nei night-club di moda e non accompagnarsi a gente famosa per evitare i tabloid o i siti web. Basta non fare niente di scandaloso e comportarsi da persona normale. Lavorare invece di andare alle feste. Tutti allora ti lasciano in pace, anzi, nemmeno sanno che esisti. Io voglio essere un'attrice professionista, non una celebrità”. � Parliamo di questo nuovo "Cappuccetto Rosso", che fa paura ed è pure un po' sexy. Cosa l'ha attratta a questo film? “Prima di tutto il fatto che la regista fosse Catherine Hardwicke, un'artista che ammiro moltissimo: il suo "Tredici" mi colpì molto quando lo vidi nel 2003. Così come "Lords of Dogtown" e il primo "Twilight". Nessuno come lei sa mettere in scena i sentimenti travagliati dei giovani d’oggi. E quando ha voluto proprio me per il ruolo protagonista in "Cappucetto Rosso Sangue", non potevo crederci. Avrei accettato qualsiasi ruolo in qualsiasi film di Catherine”. � È vero che questo "Cappuccetto" è un'interpretazione più adulta rispetto alla lettura tradizionale, che tocca anche tematiche sessuali? “Sì, perchè anche se in genere non ci si pensa, il tema della crescita è intrinseco alla fiaba. Il lupo rappresenta il maschio predatore e pericolosamente seducente, mentre nella figura di Cappuccetto, che qui si chiama Valerie ed è più grande rispetto alla fiaba originale, riconosciamo l'adolescente turbata dalle prime avvisaglie erotiche e dal desiderio di ribellione: è stufa degli ordini impartiti dai genitori e desidera di andare via di casa. È una giovane forte ed intrepida, che non si lascia intimidire da nessuno. Per questo mi è piaciuto recitarla. Prevale sulla madre autoritaria, sui ragazzi che se la contendono e perfino sulla bestia nera”. � Nel film vediamo la madre, interpretata da Virginia Madsen, esigere che la figlia sposi non il ragazzo di cui lei è innamorata ma un altro. Una sottotrama da cui emerge il romanticismo. Lei si considera una romantica? “Molto. Tutto quello che faccio e intraprendo nella vita segue il ritmo dei battiti del mio cuore. Mi piace recitare storie d'amore: mi riempiono di emozione vera e mi 34

|

DAILYLUXURY

Incontro Amanda.indd OK.indd 34

|

c

co

a

N°5 MAGGIO 2011

19-04-2011 10:09:37


Ammiro tutte le attrici che non temono nulla quando recitano, che sanno andare controcorrente e che dimostrano forza di carattere, sia come artiste che come donne. Aspiro ad essere come loro

ispirano generosità. Il genere romantico è il mio favorito, anche come spettatrice”. � Vive da sola a Los Angeles? “No, vivo col mio cane che adoro, l'unico essere di cui mi fido al cento per cento”. � Vede se stessa bella, elegante, simbolo della moda come la vedono gli altri? “No. Solo a volte mi sento carina. Quando sono sul set dei miei film, e mi applicano il make-up, mi guardo allo specchio e dico: "Accidenti, sono davvero così... bella?". E tutto un trucco! Simbolo della moda io? Non direi proprio. Nella vita di tutti i giorni indosso jeans e magliette spiegazzate”. � Chi sono le attrici che ammira di più e di cui ha subito l'influenza? “Senza dubbio Meryl Streep, con cui ho avuto l'onore di recitare in "Mamma Mia!". Da lei ho imparato tantissime cose, è un'attrice straordinaria, lo sappiamo tutti, ma anche un essere umano eccezionale. Adoro Kate Winslet, brava sullo schermo, disinibita come poche ed attentissima nella scelta dei ruoli, e per di più madre e moglie fantastica, pur essendo così giovane. Ammiro tutte le attrici, come ad esempio Annette Bening, che non temono nulla quando recitano, che sanno andare controcorrente e dimostrano forza di carattere, sia come artiste che come donne. Aspiro ad essere come loro”. � N°5 MAGGIO 2011

Incontro Amanda.indd OK.indd 35

|

DAILYLUXURY

|

35

15-04-2011 15:25:33


www.dioraddict.com Dior OnLine 02 38 59 88 88

T H E N E W FA S H I O N L I P S T I C K

400x240Daily.indd 1

14/03/11 17.00


www.dioraddict.com Dior OnLine 02 38 59 88 88

T H E N E W FA S H I O N L I P S T I C K

400x240Daily.indd 1

14/03/11 17.00


Le

i

as su

1

BRUCE NAUMAN

Clown Torture (I'm sorry and no, no, no) 1987

Dubbi dell’arte 38

|

DAILYLUXURY

Cultura.indd OK.indd 38

|

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 14:52:33


CULTURA

Le opere di oltre venti artisti dagli anni ’60 ai giorni nostri ci invitano a scoprire un percorso che indaga la forza e la fragilità della condizione umana, celebrando il “dubbio” nei suoi aspetti più dinamici, ovvero nella sua capacità di sfidare pregiudizi, convinzioni, certezze. Da non perdere, a Venezia “Elogio del dubbio”, in scena al centro d’arte contemporanea Punta della Dogana. MARINA SANTIN

FINO AL 31 DICEMBRE 2012 Punta della Dogana Dorsoduro 1 30123 VENEZIA Info: www.palazzograssi.it Infoline 199.139.139

U

N PERCORSO TEMATICO SULLA FORZA e sulla fragilità della condizione uma-

na che accoglie opere storiche e nuove produzioni che indagano la sfera del turbamento, la messa in discussione delle certezze in tema d’identità, il rapporto tra la dimensione intima, personale, e quella dell’opera. Questo, in sintesi, l’itinerario proposto da “Elogio del dubbio”, la nuova mostra allestita a Venezia nell’esclusivo contesto di Punta della Dogana - François Pinault Foundation, curata da Caroline Bourgeois. Prendendo l’avvio da opere intensamente emblematiche degli anni Sessanta, l’esposizione, che si sviluppa fino a toccare i lavori più contemporanei presentando una �

e

“Elogio del dubbio”

ORCH ORSENIGO CHEMOLLO

N°5 MAGGIO 2011

Cultura.indd OK.indd 39

|

DAILYLUXURY

|

39

15-04-2011 14:52:42


CULTURA

selezione di creazioni realizzate da circa venti artisti, più della metà delle quali mai mostrate nelle precedenti rassegne della collezione François Pinault nella città lagunare, tende a celebrare il dubbio nei suoi aspetti più dinamici, ovvero la sua forza nello sfidare i pregiudizi, le convinzioni, le certezze. L’idea è di indagare ed affrontare tutti gli interrogativi possibili per superare i limiti che ciascuno di noi si pone, tentando di reinventare lo sguardo che abbiamo su noi stessi e sul mondo che ci circonda. Ad rendere ancor più particolare la mostra e ad incrementare il coinvolgimento del visitatore, la specificità del museo, o meglio, l’architettura di Punta della Dogana. Ogni artista è proposto nell’ambito di uno spazio dedicato ma non isolato, è infatti aperto agli altri grazie alle trasparenze ed ai passaggi propri del luogo. Questa connessione continua offre così la possibilità di creare un originale ed inedito confronto tra i differenti punti di vista espressi dai maestri, ora radicali, ora impegnati, ora sensibili ed ora insolenti. Altro aspetto particolarmente significativo di “Elogio del dubbio”, la sua capacità di sottolineare la passione e l’impegno del collezionista francese che ha l’audacia di allontanarsi dai percorsi più evidenti e prevedibili per inaugurarne dei nuovi, inediti ed fino ad ora inesplorati. Da non dimenticare anche il suo testimoniare concreto del livello di implicazione degli artisti nella realizzazione delle opere in situ come nel caso di Julie Mehretu e Tatiana Trouvé che hanno firmato due speciali creazioni appositamente realizzate per la sede espositiva, e per la partecipazione attiva di alcuni di loro alla selezione dei lavori proposti.

1

2

3

1

STURT

Felix Torre AME AME

2004

2 M BROO

Deco A Co by M Broo XIX Cent 1975

Cultura.indd OK.indd 40

15-04-2011 14:52:52


A dare l’avvio alla rassegna, all’ingresso, l’approccio minimale delle sculture di Donald Judd e Dan Flavin, che tende a fondere l’estetica con la sensazione, mentre i trofei deviati di Maurizio Cattelan e David Hammons, divenuti ormai emblematici della prima sala, tentano di afferrare il senso di insopprimibile voglia di possesso, segno esteriore di un certo potere. Proseguendo, “Roxys” di Edward Kienholz, prima installazione dell’artista datata 1962 e caposaldo della storia dell’arte contemporanea si interroga sulle pulsioni inespresse dell’uomo. L’artefice punta l’accento su certe realtà attraverso la riproduzione di una casa di tolleranza, mostrandone la brutali5 tà. Con lo stesso spirito, Paul McCarthy, porta, invece, uno sguardo ironico su clichés come la donna-oggetto e l’uomo conquistatore. La tematica della violenza di gruppo è approcciata da una figura “tutelare”, Marcel Broodthaers, che con il suo “Décor” propone la messa in scena dei teatri delle nostre guerre, mentre Thomas Houseago, giovane autore presentato a Venezia per la prima volta, riprende l’idea della figura umana nella sua assurdità. Al limite tra la solidità ed una straordinaria fragilità, “Weel and Truly” di Roni Horn, del 2010, suggerisce un’esperienza fisica che scuote tutte le certezze identitarie. Il gruppo dei nove giacenti di Maurizio Cattelan, “All”, datato 2008, invita alla riflessione sull’annientamento dell’individualità della morte. Prolungamento ideale di queste domande esistenziali, le installazioni di Chen Zhen affrontano le nozioni di tradizione, esilio e sopravvivenza, mentre, proseguendo, Thoms Schütte, con le sue fantasmagoriche figure, prende in esame la complessità delle relazioni tra lo spazio privato, soggettivo, e lo spazio pubblico, inevitabilmente politico. “Axial Age”, poi, l’eccezionale insieme di Sigmar Polke, si appoggia su riferimenti classici per bruciarne la temporalità, mentre Elaine Sturtevant, facendo sua l’esposizione storica ed iconica di Marcel Duchamp, propone un dibattito sulla questione dell’originalità, dell’aura e del potere mascolino dell’oggetto come opera d’arte. La nozione di oggetto e del suo statuto nell’arte è affrontata da Jeff Koons con la sua serie “Popeye”, proposizione in chiave “pop” di una vita ideale, oppure, secondo tutt’altre 4

6

1

STURTEVANT

Felix Gonzalez Torres AMERICA AMERICA 2004

2 MARCEL BROODTHAERS

1975

Cultura.indd OK.indd 41

Untitled 1977 4

JEFF KOONS

Dogpool (Logs)

2003 - 2008

5 BRUCE NAUMAN

3 Heads Fountain 2005

6 PAUL MCCARTHY

Plaster Clay Figure 2005

Decor: A Conquest by Marcel Broodthaers, XIX and XX Century

3

DONALD JUDD

N°5 MAGGIO 2011

|

DAILYLUXURY

|

41

15-04-2011 14:52:58


3

1 2

1

CHEN ZHEN

Crystal Landscape of Inner Body 2000

42

|

DAILYLUXURY

Cultura.indd OK.indd 42

|

2

MARCEL BROODTHAERS

Decor: A Conquest by Marcel Broodthaers, XIX and XX Century 1975

4 3

EDWARD KIENHOLZ

Roxys,

1960-1961

ABDESSEMED ADEL

Practice Zero Tolerance 2006

N째5 MAGGIO 2011

15-04-2011 14:53:16

5

SU GU

Et Du

20


e

nce

EMED

CULTURA modalità, da Subodh Gupta, che nei suoi lavori si interroga sul mondo globale e multiculturale in cui viviamo. Il “Cubo”, ovvero la grande sala centrale di Punta della Dogana, accoglie una delle due creazioni appositamente commissionate per la mostra, quella di Julie Mehretu. L’artista ha realizzato due grandi quadri che nascono da un lungo lavoro di ricerca sulla storia di Venezia, sulla sua architettura e sulle sue radici, ma anche sulla storia dell’arte e della filosofia rinascimentale. Ma le opere concepite e prodotte espressamente per la rassegna, dicevamo prima, sono due. La seconda è infatti quella di Tatiana Trouvé. Catalizzando l’attenzione sulla nozione di lavoro, sulla percezione di “fuori” e “dentro”, sulle tracce del tempo, l’artista si è appropriata del solo spazio che ricorda la destinazione d’uso iniziale della Dogana da Mar (l’entrata e l’uscita delle merci), ripensato come luogo di pasaggio delle sue stesse opere e dei loro fantasmi. Adel Abdessemed, affronta, invece, le conseguenze dei gesti o delle riflessioni, spesso politiche, traducendo in “opera” le questioni della nostra epoca, cedendo idealmente il passo ancora ad Elaine Sturtevant, che pone la parola fine alla mostra con un ambiente ispirato a Felix Gonzalez Torres e il video “Finite Infinite” del 2010, che presenta un cane la cui corsa sfrenata rinvia ad alcune � delle vane ossessioni umane. 6

4

5

6

SUBODH GUPTA

STURTEVANT

2009

1973-1992

Et tu, Duchamp

Duchamp 1200 Coal Bags

5

Cultura.indd OK.indd 43

15-04-2011 14:53:31


BOSS BOTTLED. NIGHT. THE NEW FRAGRANCE FOR MEN FEATURING RYAN REYNOLDS

SFIDA IL GIORNO. CONQUISTA LA NOTTE.


BOSS BOTTLED E IL NUOVO BOSS BOTTLED NIGHT. LE FRAGRANZE PER L’UOMO.


Speciale Coco Chanel.indd OK.indd 46

15-04-2011 16:11:26


speciale L u c i a n o Pa r i s i n i

Questa Keira-Coco su Ducati bianca... Emozione, sensazione, passione, per una campagna pubblicitaria che attraverso il genio di un regista e di un fotografo d’alto ingegno, nonchè di un’interprete di straordinario carattere, riporta in video e in stampa il mito di Gabrielle Coco Chanel e il suo “infinito” Coco Mademoiselle.

E

chi, se non Mario Testino poteva assorbi-

s

re, penetrandole nella magia del suo obiettivo, le sensazioni, le emozioni di Keira Knightley Coco Mademoiselle? È nata così un'immagine stampa che mi ha indotto… a fondere il nome della impareggiabile Keira con quello di Coco, dando al mitico profumo creato da Jacques Polge dieci anni orsono rivoluzionando il “Coco” voluto da Gabrielle Chanel (già icona di una rigenerazione olfattiva datata 1984), un’identità associativa: Keira-Coco Mademoiselle. Un’identità rivelata pur nell’inevitabile staticità di una campagna stampa, ma ancor prima stupendamente esaltata dallo spot, pardon, dal film realizzato da Joe Wright

n°5 maggio 2011

Speciale Coco Chanel.indd OK.indd 47

|

DailyLuxury

|

47

15-04-2011 16:11:27


sPeCiale

s

che di Keira aveva già fatto donna di estrema femminilità in “Orgoglio e pregiudizio” e ancor più in “espiazione”. Un’identità profondamente Coco Chanel, controindicazione della tradizione, donna in pantaloni, estroversa sino all’estrema incontrollabile indipendenza dal mondo barocco, bacchettone, del suo tempo. Keira: mi incanto a vederla ad ogni passaggio tv, come fosse evento sempre diverso, perché intriso di particolari che possono sfuggirti se gli occhi e la mente non te ne fanno replay. Quella tuta bianca (il bianco adorato, nuance non nuance dell’immaginario Chanel) disegnata appositamente da Karl lagerfeld, voluta dalla straordinaria fantasia-realtà di Joe Wright, quelle Ducati estromesse dal loro colore tra il rammarico di impenitenti collezionisti, quelle strade, quelle piazze percorse a velocità silenziosa nel vuoto di un'alba parigina toccata dal sogno, quella stanza sceneggiata da aline Bonetto, la stessa creatrice dell’interno dell’Orient express per il film di Chanel N. 5, quel volto innamorato di alberto ammann divo argentino, davvero superbo nel thriller “Cella 211” (anche sugli schermi italiani, la scorsa estate), quel gesto tipicamente maschilmente ingenuo di chiudere la porta per poi lasciarla fuggire dalla finestra, quegli atteggiamenti di Keira sul letto a contatto di labbra eppoi giù a cavalcioni della Ducati bianca, col sorriso strafottente della seduzione femminile: quel tutto, meravigliosamente amalgamato da un Wright superlativo, fa di un film pubblicitario una storia da vedere di continuo, così come ai miei tempi andati si consumavano pomeriggi interi a rivedere la “Contessa scalza” interpretata da ava Gardner, nella sala squallidamente angusta del paesello natio. Miracolo del piccolo schermo, ora; miracolo di una geniale reinterpretazione di un profumo. Pardon, non di un profumo, ma di un mito autentico del fragrante infinito. �

Speciale Coco Chanel.indd OK.indd 48

15-04-2011 16:11:32


MontBlancLegend_ADV_120_200x240.indd 1

18/04/11 16:46


SPECIALE L U C I A N O PA R I S I N I

D

I RITORNO DALLA SPETTACOLARE PRESENTAZIONE STAMPA DI PARIGI, da

“Dior Addict be iconic”: davvero l’icona-gioiello della seduzione. Non solo un... rossetto, pur esaltato dall’intrigante sensualità di Kate Moss, ma la sublimazione qualitativa del colore (straordinaria “catena” di nuances!): per formula, texture, tecnologia e pack. Nostra indagine privée...

quel bagno di VIP con Kate Moss protagonista, mi sono programmato una personale indagine su quanto fosse davvero eccezionale Dior Addict be iconic. La curiosità maschile su ciò di cui la seduzione femminile si adonta è incontrollabile: e così ho donato più “rossetti” (pardon, più gioielli...) a una cerchia importante di autentiche “elettrizzanti” femminilità. Ed ho raccolto le reazioni che ora, a distanza di considerevole tempo, maturando quindi opinioni sincere, riscrivo a... percentuali. Quanto mai lusinghiere, anzi entusiasmanti se è vero com’è vero che ciascuna delle mie splendide testimonials hanno mostrato unanime entusiasmo per la brillantezza, per la texture, per una profonda sensazione di benessere, di vero “piacere a fior di labbra”. Percentuale? Campione limitato, ovviamente, ma indicativo di un clamoroso 100% di assoluta positività. Con l’aggiunta al benessere, dell’effetto sensualità. Ecco: se un rossetto, pardon un gioiello di rossetto così qualitativo, con una gamma di colori appassionante per quei tre stili che Dior declina in Rock Icon, Doll Icon, Glam Icon, rende possibile la mia release (di solito tutt’altro che... buonista) così positiva, allora mi permetto di ribadire, per quanto mi accondiscende un’esperienza cosmetica ultra trentennale, che questo Dior Addict è davvero... iconico. E che quelle labbra di Kate Moss fotografate dal magico obiettivo di David Sims nel momento di distacco dallo specchio (il gesto... iconico della femminilità) mostrano davvero le risultanze positive della mia “indagine”. Aggiungendo: questo Dior Addict be iconic avrebbe entusiasmato quanto mai anche il mio poetico, insuperato, amico René Gruau, il fantastico pennello che mitizzò il primo rossetto voluto da Christian Dior per sfiorare di un refolo di colore la bellezza universale del mitico couturier. �

Splendore Dior 50

|

DAILYLUXURY

Speciale DiorAddict.indd OK.indd 50

|

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:15:30


r Speciale DiorAddict.indd OK.indd 51

15-04-2011 16:15:33


spe c iale L u c i a n o Pa r i s i n i

Ecco il “vaccino” a

È “VAX’IN for Youth”, clamoroso risultato della ricerca Givenchy in collaborazione con il professor Suresh Rattan, l’indiano biogerontologo di fama mondiale, precursore del concetto di “ormesi”, scopritore delle “ormetine”, composti naturali a beneficio del rallentamento del processo d’invecchiamento, attraverso il rafforzamento delle difese cellulari.

F

uori dal compromesso grafico:

“VAX’IN for youth” è un vaccino, un vaccino for youth, per la giovinezza. Traduzione avallata dall’immagine istituzionale qui a fianco realizzata da Guido Mocafico, obiettivo d’eccellenza: la grazia di una mano a specchio della gestualità clinica. “VAX’IN for Youth” è dunque scienza cosmetica ma profondamente in controtendenza. Lo stress - ambiente, radiazioni Uv, abitudini negative - non è da sempre il proverbiale danno delle cellule e quindi causa del processo d’invecchiamento?. E se invece a piccole dosi, costantemente frequenti, fosse benefico e quindi stimolatore della giovinezza della pelle? Assurdo? Teoria sconvolgente? L’ho subito pensato all’inizio della presentazione mondiale di VAX’IN for Youth a Parigi; ma poi con infinita serie di videate, il professor Suresh Rattan, chiamato a sostenerla dai ricercatori di Givenchy, mi ha spiegato che tutto proviene dall’ormesi. E cioè: sottoporsi a microstress significa accentuare la difesa delle cellule agli stress del futuro incidendo beneficamente sul tempo di vita delle stesse. Ormesi decisamente sostenuta dagli studi del professor Rattan, specialista in materia, nonchè biogerontologo (studioso dell’invecchiamento individuale) e ricercatore di fama mondiale; ormesi che entra nei concetti di ricerca di Givenchy e che quindi mette a punto “VAX’IN for Youth”, innovazione autentica dell’anti-

52

|

DailyLuxury

Speciale Givenchy.indd OK.indd 52

|

n°5 maggio 2011

15-04-2011 16:19:01

i s v c m

a “ t p n e n d m l

t d d

c m t i Y d p n v i


” anti-age

:

r e a , a

a i l , a a h E a i o i o -

invecchiamento, ispirata al vaccino, per definizione stimolatore dell’organismo a prodursi difese protettive. E dunque la pelle che, rafforzata nella sua meccanica fisiologica, si contrappone al processo di invecchiamento mantenendo giovinezza. In sostanza i micro-stress ripetuti che inducono all’ormesi, definiti dal professor Rattan “ormetine” (da “ormesi”, dal greco “ormao”, mettere in movimento) possono produrre ormetine fisiche (alta temperatura o radiazioni Uv), ormetine chimiche, nutrizionali e anche psicologiche come ad esempio la lettura. E la “risposta” alle ormetine significa secondo la ricerca Rattan la produzione della HSP70, “proteina proteina stimolante i meccanismi di difesa e di riparazione delle cellule esposte agli stress futuri”. Il ruolo fondamentale della HSP70? protezione delle proteine esistenti, riparazione delle proteine danneggiate ed eliminazione di quelle irreparabili. L’intervento della ricerca Givenchy? Un complesso unico di attivi a riprodurre il fenomeno dell’ormesi; scelta di due potenti ormetine favorenti la produzione dell’’HSP70, da integrare nel siero anti età “VAX’IN for Youth”. Risultato: “neutralizzazione neutralizzazione dei fattori di invecchiamento, longevità delle cellule, la pelle conserva la sua giovinezza come... vaccinata contro i segni dell’età”. ”. Un risultato tra virgolette. Sottoscritto dalla ricerca Givenchy in collaborazione con il professor Rattan. �

Speciale Givenchy.indd OK.indd 53

15-04-2011 16:19:04


SPECIALE L U C I A N O PA R I S I N I

Seduzione, solo seduzione... secondo codice: è dunque trilogia Armani Code, così sublimata da questa declinazione Sport che interpreta efficacemente il potere affascinante, passionale, dell’uomo scolpito nello sport.

Seduzione E

FFICACIA DEL CODE, del codice-seduzione Armani. Megan Fox, questa conturbante interprete di un profumo che ha mostrato intrigo sin dal suo apparire (Armani Code Donna) per poi accentuare passionalità con il... codice di Armani Code Uomo, ora, sul bordo di una piscina, con la tenue luce della notte a risplendere i riflessi dell’acqua, cede al fascino di un uomo (Chris Folz) “scolpito” nello sport. Il codice della più romantica sensualità ha dunque vinto. Dopo l’eleganza degli incontri, lei in abito da sera lui in smoking, ecco il corpo, la possanza seduttiva della nudità maschile, uscire dai riflessi di un incanto notturno, per esprimere il potere del codice. Armani Code Sport ha dunque nel suo flacone la pozione più incisiva: Megan Fox lascerà cadere il telo che l’avvolge. Niente potrà ripararla dalla più conturbante seduzione.

54

|

DAILYLUXURY

Speciale Armani Code.indd OK.indd 54

|

Tre profumi, un codice, una storia: Armani ha saputo raccontarla con le immagini del più accattivante intrigo accentuando l’efficacia di un’alchimia fragrante, sublimandola di tre declinazioni di menta: americana, brasiliana, italiana. Una straordinarietà toccata dal mandarino e limone di Sicilia, quindi “sedotta” dalla sensualità di una nota minerale, legnosa, come l’Ambrox, eppoi dal vetiver di Haiti, dallo zenzero di Nigeria; avviluppata infine dalla tecnologia high-tech di tradizione Armani tradotta nella freschezza dell’aldeidata Hivernal, incisiva molecola Firmenich. Insomma una pozione seduttiva entro il più elegantemente “maschio” dei flaconi; una pozione di... conclusa passionalità nel messaggio stampa e ancor più in quello televisivo: il codice Armani “chiude” dunque un trittico di suggestione irresistibile. Quale n valore assoluto del profumo d’élite.

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:05:26


e

a a , i e i ,

. r � e

n

Speciale Armani Code.indd OK.indd 55

15-04-2011 16:05:38


SPECIALE L U C I A N O PA R I S I N I

LANCASTER Potrebbe essere lo slogan per un connubio d’eccezione firmato Lancaster: Aquamilk con Skin Therapy. E quindi non solo ad idratare ma a combattere i primi segni dell’invecchiamento. Formule di particolare originalità nella più ricca gamma di prodotti specifici.

56

|

DAILYLUXURY

Speciale Coty.indd OK.indd 56

|

S

EMBRA... soffiare un refolo d’acqua sotto Aquamilk e Skin Therapy, gli ospiti di Lancaster - idratazione in queste pagine. Idratazione al... latte da ottenersi con il processo Aquamilk in tre step: la preparazione ottenuta con un esfoliante impareggiabile come l’acido lattico così da ottimizzare l’assorbimento degli ingredienti idratanti e nutrienti: il latte di cocco, di riso, di palma a nutrire la pelle in profondità conservando poi l’idratazione con una miscela di due versioni di miele: l’estratto e il nettare. Poi neutralizzando l’ottanta per cento dei radicali liberi, causa del fotoinvecchiamento della pelle, con il brevetto Lancaster RPF Complex. Declinazione di Aquamilk in sei prodotti, ciascuno a funzione rilassante e curativa, e in tre texture per ogni tipo di pelle, da molto secca a mista. Idratazione, nutrizione, protezione: Aquamilk ne ha dunque facoltà... E se dall’idratazione è necessario passare all’antietà? Accade, certo, che i primi segni dell’invecchiamento non siano poi così evidenti: lo specchio però indica, rivela, sembra quasi ironizzare su un tempo ancor di giovinezza... Ecco allora Skin Therapy a vantarsi

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:14:04

i

solu epp ria: lism un c nare ven zion lica, té b

glie offr


R

otto nca-

n il ziocido ienma a zioe il icaon il quate e olto one:

idratando... soluzione. Perchè in grado con il suo vettore, di bloccare eppoi rilasciare ossigeno nella pelle. Ma in quantità necessaria: una quantità insufficiente rallenterebbe infatti il metabolismo cellulare contribuendo al processo d’invecchiamento; un contributo approssimativo potrebbe insomma determinare un eccesso di radicali liberi. Ed ecco al proposito l’intervento di un potente cocktail di antiossidanti a neutralizzazione degli stessi radicali liberi (80%) e cioè: estratti di angelica, pongamia, caffè verde, té verde, buccia di arancia amara, té bianco, ginkgo biloba, vitamina E. Dunque a ribadire lo slogan di Lancaster: perchè scegliere tra Anti-aging e Idratazione, quando Skin Therapy � offre entrambi?

antihiaperò mpo

Sostiene CARLO BIANCHINI, Vice Amministratore Delegato e Direttore Vendite Coty Prestige...

”Q

uale migliore momento per parlare di idratazione, se non il mese di maggio e l'inizio della stagione primaverile? Con la fine dell'inverno, la pelle ha bisogno di un'idratazione maggiore e specifica: proprio all'interno di questo segmento, particolarmente importante perché vale circa 40 milioni di euro di fatturato, Lancaster propone le linee Aquamilk e Skin Therapy, la prima costituita da prodotti idratanti "puri", l'altra e lanciata di recente, Skin Therapy, formata da idratanti "plus", cioè prodotti che assicurano benefici ulteriori, nella fattispecie anti-età. Aquamilk è stato il primo nostro successo, è una collezione composta da 6 prodotti che abbinano la dolcezza del latte alla freschezza dell'acqua, per viso e corpo, e in grado di nutrire e proteggere anche la pelle più sensibile. Skin Therapy rappresenta una vera e propria innovazione in quanto, oltre ad idratare, svolge un'importante azione di miglioramento del metabolismo cellulare. Grazie a preziosi complessi anti-ossidanti e nutrienti, risponde ai bisogni delle clienti più giovani, dalla vita frenetica, alla ricerca di prodotti dall'ottimo rapporto qualità/prezzo. Skin Therapy è decisamente apprezzata anche dai partner commerciali, non a caso si è assestata ad un livello di sell-out per porta pari a quello dei leader di mercato. Il marketing mix, fatto di pubblicità stampa, attività trade, promozione al consumo, settimane training e campioni, ha certamente contribuito a raggiungere questo risultato. Tutte le attività promozionali sul punto vendita di questo mese sosterranno efficacemente il segmento dell'idratazione, unitamente al rilancio del siero Lancaster 365 Cellular Elixir Intense”.

N°5 MAGGIO 2011

Speciale Coty.indd OK.indd 57

|

DAILYLUXURY

|

57

15-04-2011 16:14:10


speciale L u c i a n o Pa r i s i n i

Divinamente Perla

Discende da un’immagine di intrigante femminilità, esaltata da un gesto di irresistibile seduzione, questa giovane “Perla” fragrante. “Divina” entro e fuori un flacone di rotonda sensualità.

C

erto, il bouquet floreale di una fragranza irresistibile; cer-

to, il flacone come un talismano rosa da chiudere nella lieve stretta della mano; certo quel nome “Divina” che accentua la definizione-gioiello di Perla: certo, certo... Ma la sottile seduzione di questa fragranza, davvero inno alla femminilità, è in quel gesto di lei, Divina, davvero divina nell’esprimere l’attesa, il desiderio, la femminilità lievemente trasgressiva della donna che ha in pugno non solo la pozione della sua seduzione, ma anche l’uomo che la desidera, “vittima” di un fascino irresistibile. E dunque davvero intrigante, di particolare efficacia, la campagna stampa che riproduciamo: attrice stupenda, convincente, una donna che sA, che stringe in pugno nascondendolo per quella timidezza femminile che altro non è che irresistibile intrigo, il gioiello della sua seduzione. Lui, sempre nell’ombra, come tutti gli uomini sedotti, esprime il desiderio che si fonde con la falsa indifferenza di lei... Insomma una convincente “interpretazione” più che

58

|

DailyLuxury

Speciale La Perla.indd OK.indd 58

|

testimonianza, di un profumo degno di una lei Divina. Un profumo che ha il frutto del mandarino di Calabria, la fresca dolcezza della fragola di bosco, un tocco irresistibile d’accordo-champagne, la sensualità davvero vibrante della rosa e del gelsomino, la dolcezza dei fiori d’arancio, la calda sensualità di note avvolgenti di muschio e di vaniglia, toccate da intriganti accordi legnosi e dalla languidezza dei cristalli d’ambra. Certo: una pozione d’amore. Per una femminilità... divinan mente seduttiva.

n°5 maggio 2011

15-04-2011 16:20:19


.

. , o i i : -

n

Speciale La Perla.indd OK.indd 59

15-04-2011 16:20:24


L’Homme infiniment

www.dior.com Dior OnLine 02 38 59 88 88


I

ad a glio risp naz incr sfac pres Ecc fezi pris te, e vero lant nel per que pris tà; s cald sens Jean

Quell’Aura d 62

|

DAILYLUXURY

Speciale Swarovski.indd OK.indd 62

|

Sw già cri Dio N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:24:56


SPECIALE L U C I A N O PA R I S I N I

I

RRESISTIBILE LA VOGLIA di possedere questa “straordinaria declinazione” della magia Swarovski per poi inserirla in quella meravigliosa piattaformacollezione che perdura sul comò da quando era “di moda” essere… Swarovski. “Piattaforma” che continua ad allargarsi malgrado quegli oggetti stupendi, sprizzanti bagliori, come e forse ancor più dei diamanti, pretendano da irrispettosi profani maggior ammirazione. “Straordinaria declinazione”: mi sembra infatti appropriato definire così questa incredibile metamorfosi di cristalli - ad almeno diciassette sfaccettature - in profumo e cosmesi. In collaborazione con la prestigiosa abilità professionale, scientifica, tecnica, di Clarins. Ecco dunque il miracolo: lo si pensava sin dal 2003, lo si perfezionò progressivamente eppoi…; eppoi dentro quel flacone, prisma di luce, sormontato da uno Swarovski più che diamante, entra una combinazione olfattiva che non può essere davvero che un'… Aura di elementi a creare un profumo scintillante di splendore visivo. Ambra, benzoino, muschio bianco nel “cuore” per una declinazione in tre fasci olfattivi: fruttato per note di litchi e quindi vibrazioni di sensualità; floreale per quelle note di tuberosa bianca che anche qui a contatto con il prisma… di energia emette vibrazioni di “maestosa femminilità; speziato per bacche rosa fondenti a generare vibrazioni calde e boisées. Insomma un’alchimia tra luce e femminile sensualità, combinata da “nasi” Firmenich del prestigio di Jean Pierre Bethouart e Oliver Cresp.

E dal profumo… Certo: non poteva mancare un’attenzione particolare al corpo. Ecco allora la Creme Parfumée, il Deodorant Spray Parfumé, il Lait Parfumé, il Gel Parfumé pour la Douche. Un completamento che è piuttosto un arricchimento che introduce l’altra straordinarietà di questa “immensità” Swarovski: il maquillage, luminescente, “incastonato” in autentici gioielli. Un maquillage a texture fuse in polvere di cristallo e madreperla iridescente: così la luminescenza a infrangersi in mille riflessi, rendendo la pelle fascinosa sia di giorno che di notte. Due i “gioielli”: Crystal Gloss con due nuance, trasparente e rosa pallido; Crystal Touch un tocco di autentica luminosità per il corpo: tempie, palpebre, décolleté, spalle. Gioielli, gioielli, gioielli... anche nel più pratico e glamour d’utilizzo: un ciondolo con laccetto in pelle lucida, una forma asimmetrica rivestita di cristalli Swarovski, una tecnica che permette con un solo gesto di scoprire la texture del maquillage. Cosa di più? Sono certo, a conclusione di questa approndita disamina, che chi possiede la “piattaforma-collezione” cui accennavo più sopra, non resisterà a inserire tra “loro”, tra i gioielli di una meravigliosa tradizione Swarovski, anche quest’Aura di luce. La più recente e “incredibile” collezione di cui andrebbe fiero Daniel Swarovski, il fondatore, che poi con la sua genialità convinse “allora” miti della moda e bellezza come Coco Chanel, Elsa Schiapparelli, Christian Dior. Eppoi Marilyn Monroe e immancabilmente i divi-cinema della più recente generazione. �

a di genialità...

…quell’Aura di genialità - ora declinata dagli eredi di Daniel Swarovski, in profumo, soin e maquillage di straordinaria luce-gioiello - aveva già affascinato e conquistato in bellezza, con meravigliose sfaccettature di cristallo, la mitologia del fascino: Coco Chanel, Elsa Schiapparelli, Christian Dior, eppoi Marilyn Monroe e oggi il gotha del cinema d’alto rango.

Speciale Swarovski.indd OK.indd 63

15-04-2011 16:25:01


speciale

Nel sole di Payot e In anteprima due “griffes” a tradizionale, efficace, qualità con l’apporto di una ricerca costantemente tesa al nuovo e al naturale: in primo piano per Payot , il girasole con i valori dei suoi petali e dei suoi semi.

I

L u c i a n o Pa r i s i n i

l... sole di Payot e di Marbert

già risplende in casa Sifarma con radianti novità. Un’intelligente scelta dei brand da proporre in profumeria, laddove qualità significa priorità, porta in primo piano, nel contesto di una rigorosa specialità cosmetica come i solari, un tocco di scientificità quanto mai accattivante: mi riferisco anzitutto a Payot, per poi concludere con Marbert, sondando appunto nelle novitàsole di questo 2011 che si avvia all’estate. Payot, dunque: testimoniato dalla splendida immagine che sovrasta queste pagine e che attesta efficacemente la qualità

64

|

DailyLuxury

Speciale Sifarma.indd OK.indd 64

|

n°5 maggio 2011

15-04-2011 16:23:45

di p evid ralm fann mira ti, p si es este ques pub to d da p anti senz D prod alta li, u le n prod attiv dop men Q cost trad le”. E che


e e Marbert

ale, ca ale: ni mi.

rt

vità. proa in alità anto poi vità-

leneste ficaalità

di prodotti che - novità - si avvalgono di un elemento di evidente attinenza al sole, con proprietà cosmetiche “naturalmente” rilevanti. Tra gli ormai innumerevoli attivi che fanno base nelle “alchimie solari” ecco dunque il girasole, il miracolo della natura che sa difendersi dai raggi più cocenti, più violenti. Il girasole cerca il sole per costituzione: chi si espone al sole lo cerca per compiacente, irrinunciabile estetica. Ma mentre il girasole sa autoripararsi, chi ne fa questione di benessere come l’immagine splendida che pubblichiamo, ha necessità dell’apporto scientifico prodotto dal girasole. E cioè i flavonoidi nei petali per una profonda protezione cellulare, l’olio dei semi ricco di acido oleico antiossidante, riparatore cellulare, il latte con i suoi oli essenziali e quindi anti-infiammatorio. Dove nelle novità Payot il girasole benefico? In due prodotti della gamma Bénéfice Soleil e cioè una crema alta protezione e anti age Spf 50 per pelli chiare e sensibili, un olio secco anti age Spf 15 per corpo e capelli. Queste le novità 2011 inserite in una gamma-solare che prevede prodotti specifici per il prima a preparazione della pelle e attivazione dell’abbronzatura; il durante a protezione; il dopo a riparazione e idratazione, il tutto l’anno a mantenimento dell’abbronzatura. Quanto a Marbert, ecco una head line davvero efficace, a costante rivalutazione di una qualità che da lungo tempo fa tradizione: “quest’anno il classico non è mai stato così attuale”. E nel classico, queste novità 2011: un After Sun da 150 ml che si avvale dell’olio di babassu a contrasto della disidratazione, un fondotinta abbronzante a formula specifica per protezione dai danni solari e soprattutto coprente le imperfezioni donando un colorito fresco

novità payot

novità marbert

e luminoso. Due novità nel contesto di una ricca “esauriente” linea, in cui la vitamina E protegge dall’invecchiamento e il complesso Moisture Complex idrata la pelle profondamente, mantenendola levigata. Texture leggera, veloce assorbimento, deliziosa fragranza estiva. Una fragranza “specifica” con note frizzanti di pompelmo e melone, in simbiosi con noccion li di gelsomino, mughetto, viola, sandalo e vaniglia. n°5 maggio 2011

Speciale Sifarma.indd OK.indd 65

|

DailyLuxury

|

65

15-04-2011 16:23:55


SPECIALE L U C I A N O PA R I S I N I

Così spiega Ecco il perchè del “distacco” di “Juvena” e della linea beauty hair care “Marlies Möller” da La Prairie Filiale Italiana. Ora chiamata alla massima concentrazione sul marchio “di Casa” per i gioielli... in corso e per quello in arrivo.

E

NTRI IN QUELLA MERAVIGLIA DI TERRAZZO-SALONE, con quel tavolo candido e quei

lampadari “di scena” che rifulgono d’oro, e non puoi che avvolgerti di lusso, di lusso cosmetico, griffato La Prairie. E Peter Gladel, il gran capo di questa filiale italiana, “ragazzo” d’origine alemanna ma di simpatia, effervescenza, personalità italica, lo sta interpretando perfettamente. È qui dal 2007, Peter: e il “suo” carnet di gioielli (un flacone di Prairie Caviar Platinum costa 860 euro...) continua a produrre incrementi di “sorprendente” cifra, anche in tempi di decantata crisi come questi: +8% relativamente al 2010-2009 e +12% nel primo trimestre di quest’anno, sono infatti numeri di doveroso, encomiabile rispetto. E allora, appena il sorridente, compiaciuto Peter si siede al tavolo candido, lo ... aggredisco:

66

|

DAILYLUXURY

Speciale La Prairie.indd OK.indd 66

|

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:21:32

P

M

a z i s

c

l

s t

s n

s t m n e a g l


a

” y ” a. a o o o.

-

i o o, , È n ) ” : o a l

Peter Gladel E perchè in così lusinghiera atmosfera, Juvena e Marlies Möller se ne sono andati? “Strategia della Casa Madre: concentrazione assoluta su La Prairie con ancora del nuovo d’eccezione. Fermo restando che Juvena e Marlies Möller in Italia vantano un successo a cifre d’incremento sbalorditive”. � Ma allora?... “Ripeto: decisioni della Casa Madre per concentrazione assoluta su La Prairie”. � Per il “nuovo d’eccezione”? “Anche, ma non solo. Un focus totale sullo skin care in Italia e in tutto il mondo”. � Concentrazione vuol dire investimenti? “Certo. E, come avrai capito, novità straordinarie, di profonda ricerca, anche tecnologica”. � Quando? “A settembre, e non mi chiedere di più: si tratta comunque di una vera straordinarietà”. Capto: “Cellular Power Infusion”. É scritto su un flacone stampato su un cartoncino che svela un incredibile movimento della sostanza raffigurata all’interno del flacone stesso. Di più non posso esprimere, anche perchè Peter che si era assentato un momento, mi scopre in flagrante e mi richiama all’ordine di un colloquio che ora esprime il valore di La

Prairie Italia: soltanto terza al mondo dopo colossi come Stati Uniti e Germania! La Prairie, La Prairie, soltanto La Prairie: eppure chi come il sottoscritto vive da sempre questo infinitamente affascinante mondo cosmetico, La Prairie ha un’origine che ora più che mai può sembrare clamorosa: Juvena. Certo, Juvena che nel 1991 aveva comprato La Prairie, Juvena che già negli Anni Sessanta costituiva uno dei “massimi” della cosmesi. “E che nel 2009 - interviene Peter Gladel - nel rilancio “italiano” ha raggiunto un incremento del 50% con Marlies Möller addirittura al 400%”. Due marchi in forte ascesa dunque. Degni del massimo rispetto, dell’attenzione più intensa, metà dell’impegno gestionale della filiale italiana La Prairie. Filiale ora chiamata al cento per cento di concentrazione sul “proprio” gioiello. Con quel che c’è (e non a caso pubblichiamo il “Cellular Radiance Concentrate Pure � Gold”...) e quel che sta giungendo.

D’ORO S’irradia d’oro, dell’oro di “Cellular Radiance Concentrate Pure Gold” un “complex” di punta della super gamma cosmetica La Prairie - questa doppia pagina che ospita il nostro colloquio “chiarificatore” con Peter Gladel, General Manager Italia della prestigiosa “griffe” svizzera.

N°5 MAGGIO 2011

Speciale La Prairie.indd OK.indd 67

|

DAILYLUXURY

|

67

15-04-2011 16:21:34


“Sephorizzare” È la parola d’impegno del nuovo Amministratore Delegato di Sephora Italia, Antonio Ferreira De Almeida. Che in questo nostro “incontro”, svela se stesso e i propositi del sua... mission in LVMH.

68

|

DailyLuxury

Speciale Sephora.indd OK.indd 68

|

n°5 maggio 2011

15-04-2011 16:22:32


e”

speciale

M

L u c i a n o Pa r i s i n i

entre mi gesticola il suo curriculum, raccon-

tandomi una storia di vita professionale scoppiettante di spunti che - incredibili coincidenze! - mi coinvolgono, penso distrattamente a questa Sephora, ricavando dai cassetti di un’arrovellata cultura scolastica, nientemeno che la biblica moglie di Mosè. Una moglie che di nome, secondo trasposizione enciclopedica, fa “risplendente, radiante”. E non mi sorprende quindi che questo signore latino, d’origine portoghese, ma di “radiante” vita cosmopolita, faccia con-

SICURO Disinvoltura, simpatia, sicurezza: ecco quanto traspira da questa immagine di Antonio Ferreira De Almeida, neo Amministratore Delegato di Sephora Italia. Gli fa da fondale per questo nostro incontro un caratteristico motivo grafico con l’emblematica S della catena di profumerie LVMH.

nubio con sì tanto nome. Mi vien voglia di dirglielo: per significargli che ha sposato un mito e non solo una catena di profumerie d’alto rango, il rango LVMH. “Vengo da 15 anni d’auto”, mi dice; e soggiunge “di marketing, commerciale, comunicazione”, come i suoi 44 anni sian stati eclusivo tempo di motori. “Certo: General Motors in Francia. Eppoi Maserati per “comunicazione” con il tuo amico Luca Cordero di Montezemolo...”. Il mio amico Luca: e qui il dialogo si accavalla di ricordi che s’irradiano di Ferrari, di piloti come Lauda e Regazzoni, di un mondiale perso banalmente pro Fittipaldi a Watkins Glen... E l’intervista diventa a pacche sulle spalle, quali gesti d’improvvisa amicizia che sta diluendo in maniacali passioni, come di orologi da collezione o di cani d’amore infinito: il suo “Labrador” nientemeno che di nome Edgar e il mio Peter di cognome Jack Russel. E continuiamo imperterriti, quasi accovacciati su uno sgabello della location dove Sephora Italia, ora sotto la sua nuova tutela di Amministratore Delegato, ha dispiegato per l’occasione una miriade di marchi in esclusiva, o di produzione propria con tanto di fini dicitori ad ogni box di prodotti sospesi a mezz’altezza da corde d’acciaio sfilate dal soffitto. “C’è stato, oltre alle auto, un mio tempo d’Internet, per tre anni in Swiss Voice...”. Così l’aggiunta accentua l’eclettismo di questo signore che parla cinque lingue e che da tre anni naviga in... bellezza, entrando dalla porta principale di Sephora Portogallo, 11 negozi, “carpiti” all’egemonia iberica di Sephora Madrid. “Ora sono ventidue...”. E lui, Antonio Ferreira De Almeida se n’è venuto in Italia, dove già aveva conosciuto Michela, una moglie che gli ha regalato i gioielli Carlotta (16 anni) e Costanza (11). n Scusa Antonio Ferreira De Almeida: e ora che ne stai facendo del tuo autorevole AD Sephora Italia? “Sephorizzare negozi esistenti, eppoi aperture d’alta visibilità. Nuovi flagship store a Roma, a Firenze”. Un’opra immensa, insomma. “Con passione”, mi sottolinea deciso, serioso. Firmando in calce, quella “fissazione” (testuale) coltivata per LVMH, fin dal 2002. n n°5 maggio 2011

Speciale Sephora.indd OK.indd 69

|

DailyLuxury

|

69

15-04-2011 16:22:33


ANNIVERSARY

C’è un po’ di difarco nel gesto di ogni donna.


E IL 2012? SPECIALE

Riflessione postuma sull’”evento” 2011 che non ha solo (giustamente) ostentato 30 mila vitatori in più del 2010 per una partecipazione complessiva (record mondiale) di 177 mila (36 mila dall’estero). C’è, c’è stato dell’altro. Quanto mai indicativo e lusinghiero...

Speciale Cosmoprof.indd OK.indd 72

15-04-2011 16:12:42

I

pra ni”


? L TEMPO (SECONDO PROVERBIO)

a volte spegne le polemiche e a volte (secondo realtà) le stimola. È la seconda casualità a indurmi a riaprire il “caso” Cosmoprof Worldwide Bologna 2011: me lo chiedono anche e soprattutto, le costanti, seppur casuali “interrogazioni” che chiamano in causa la mia convinzione di un

Speciale Cosmoprof.indd OK.indd 73

evento positivo, dichiarata ancor prima, molto prima, che questa edizione andasse in porto. Certo non per partito preso (ci mancherebbe...) e nemmeno per partigianeria provinciale, anzi comunale, simpaticamente sospettata per la mia natale appartenenza a Bologna. Seguendo passo a passo il difficile cammino della So.Ge.Cos e, in primis, di Aureliana De

I

L U C I A N O PA R I S I N I

15-04-2011 16:12:47


SPECIALE �

Sanctis che della società che gestisce i Cosmoprof nel mondo è amministratore delegato, ho assorbito, a volte non senza eccepire, il difficile compiersi di una profonda evoluzione, già iniziatasi da quando un’incipiente, generale, crisi economica ha offerto alle grandi Case della profumeria d’alto bordo l’occasione, la motivazione di astenersi dalla manifestazione. Quel vuoto ha costretto il Cosmoprof alla metamorfosi: da... fiera, da statica vetrina di prodotti magnificati da stand faraonici, da coinvolgimenti organizzativi di eccezionale dispendio di risorse, all’”evento”. Dove per evento s’intende, si è inteso, il calendario di manifestazioni non solo espositive ma anche e soprattutto “culturali”, spettacolari, per informazione e dibattito. E il pubblico, quello vero che paga anche un sostanzioso pedaggio di adesione (pass d’ingresso a cifra considerevole, oltretutto impegnata anticipatamente online) ha progressivamente partecipato l’evoluzione, il cambiamento, davvero contrastante con la più radicata delle tradizioni. Niente nomi roboanti, nè per profumo, nè per cosmesi, nè per capelli? Pazienza, anzi meglio a giudicare da un interesse che ha partorito cifre da capogiro (30 mila visitatori in più della scorsa edizione, 177 mila il totale, record assoluto mondiale di ogni fiera di qualsivoglia specializzazione). “Meglio” perchè il settore capelli ha avuto comunque griffe e interpreti d’altissimo valore e così tutte le altre declinazioni della bellezza, anche le più “pratiche”, le più vicine alle esigenze di una new age che sa distinguere tra ostentazione e praticità. Ecco allora - e “INCREDIBILE” mi soffermo sull’universo proLa doppia pagina fumeria e cosmesi - constatare precedente sottolinea già quanto ribadito nel testo di che i cosiddetti piccoli, la tanto questo servizio: affluenza “incredibile” sin dal decantata e snobbata... serie B, mattino d’apertura del emerge intelligentemente, proCosmoprof, il 18 marzo scorso. Poi sempre più gressivamente, mostrando geaumentata ovunque e in specie nei vari punti focali nuinità, qualità, senza le violendella manifestazione, raggiungendo un totale te luci dell’ostentazione. Ce la sbalorditivo: 177 mila faranno? Intanto questo Copresenze, record mondiale “fieristico” d’ogni specie . smoprof ha dato una gran mano: Qui due esempi tra tanti: lo show di Aldo Coppola e chi ha voglia di capire, capirà (sopra) e l’evento Ethos il perchè di quel flusso record, Profumerie.

74

|

DAILYLUXURY

Speciale Cosmoprof.indd OK.indd 74

|

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:12:49


di quell’evolution che addirittura ha travolto di successo l’incredibile partecipazione Ethos, un Gruppo di profumieri che hanno fatto stand ed eventi straordinari, rendendosi protagonisti laddove per tradizione avrebbero dovuto assumere il ruolo “naturale” di spettatori. E adesso? Cosa succederà? Che grosse “firme” d’alto bordo si son convinte a non lasciar perdere e quindi a riprendersi un ruolo di primattrici, dopo aver sondato personalmente (c’eran tutte!) la situazione, e non solo per cortesia ad Ethos?... � Alla prossima. Bologna, 9 - 12 marzo 2012.

N°5 MAGGIO 2011

Speciale Cosmoprof.indd OK.indd 75

|

DAILYLUXURY

|

75

15-04-2011 16:12:51


SPECIALE

Ancor più Esxence L U C I A N O PA R I S I N I

In anteprima per due declinazioni di Bond No. 9, poi per le stupende “sorprese” vissute tra le corsie di una fantastica Esxence: davvero il sentore di un mondo fragrante in prestigioso divenire.

L

A MIA... ESXENCE si apre a Palazzo Moriggia, nel cuore prestigiosamente storico della Milano che tra queste mura ospita anche il tempo della Giovane Italia del Mazzini (c’è perfino la sua scrivania). Oggi però l’Intertrade di Celso Faldelli, il mago delle essenze non solo da... Esxence, mi indica un altro Risorgimento, quello delle fragranze che san di profumo vero. È dunque l’occasione di Bond No. 9 declinato in... risorgimento newyorkese per l’accattivante, coloratissimo Madison Square Garden Park e per il serioso, nobilissimo, New York Oud, pack stupendi di invitante originalità con un contenuto fragrante degno ovviamente della fama e del prestigio della “famiglia” Bond Da Palazzo Moriggia a Palazzo della Permanente: e quindi la continuità di un maestoso file culturale porta alla terza edizione di un Esxence che, quanto a primo impatto, s’adonta di una location di raffinata concezione architettonica, giocata sul bianco e nero con il dispiego ordinato, invitante di “box” per 133 brand. Che nella prima edizione erano 86 per 2500 visitatori, poi quasi raddoppiati nel 2010, ed ora una vera invasione mentre trascorro la giornata inaugurale da un flacone all’altro, quasi a “pungere” la diversa qualità di un mondo fragrante diverso dalla tradizio76

|

DAILYLUXURY

Speciale Esxence.indd OK.indd 76

|

ne r ne d sa. A fatt tota eur sta già in I una rabi cres Fald chin dec virg ai v tert

ra. N imm pro Med pres étoi

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:16:44


ne roboante, ma profondamente legato alla tradizione della qualità nell’inventiva. Certo, la più fantasiosa. A declinazioni sorprendenti che procurano già un fatturato “italiano” di 120 milioni di euro (l’1,3% del totale bellezza in italia attestato a 9.496 milioni di euro e il 5,3% del settore profumeria). Ma dove questa fantastica produzione, dove per acquistarla? Sono già 350 i negozi che vendono il mondo di “Esxence” in Italia per un fatturato medio a negozio, ci rivela una statistica ufficiale, di 343 mila euro. Cifre “trascurabili”? no, cifre convincenti che confermano una crescita costante per il vanto comprensibile di Celso Faldelli, che di Esxence è certamente il deus ex machina, per quella sua imperiosa determinazione che decide e che quindi porta futuro a questa “sua” (tra virgolette) Esxence, attraverso anche e soprattutto, ai valori della sua (senza virgolette...) copiosa Intertrade mondiale. Esxence terza edizione in gran crescendo, allora. Nel caleidoscopio di affascinanti novità (alcune immagini in queste pagine), anche “Giselle” (il profumo secondo Carla Fracci, già significato in Medea, Salomé, Odette, Hamlet) personalmente presentata (purtroppo non ballata...) dalla mitica étoile, nel box di Mario Usellini. n

Speciale Esxence.indd OK.indd 77

15-04-2011 16:16:48


1

2

Omaggio a I CAROLE HALLAC

Il talento, la genialità, l’estro e la creatività di Alexander McQueen, in scena a New York. La mostra “Savage Beauty”, allestita nelle sale del Costume Institute del Metropolitan Museum, rende omaggio al celebre stilista prematuramente scomparso. 78

|

DAILYLUXURY

Speciale USA.indd OK.indd 78

|

L GALA del Costume Institute del Metropolitan Museum, la serata più importante nell’agenda social di New York, quest’anno rende omaggio ad Alexander McQueen, il grande stilista inglese scomparso nel 2010. Patron della serata, accanto alla direttrice di Vogue America Anna Wintour, François-Henri Pinault, presidente di PPR, cui appartiene la casa di moda di McQueen, accompagnato dalla moglie, la celebre attrice Salma Hayek, nonché l’attore Colin Firth e la stilista Stella McCartney. La serata inaugura una mostra, “Savage Beauty”, che celebra il contributo del designer al mondo della moda dalla sua prima collezione nel 1992 presso il Central Saint Martins College all’ultima sfilata del febbraio 2010, che ha avuto luogo dopo la sua morte.

N°5 MAGGIO 2011

18-04-2011 12:44:43

M

più il tit ed dell nel per sere tive tral Inst emo asp

e se


a

e e a a , , , a l -

SPECIALE

1 Dress, SARABANDE

spring/summer 2007 2

Dress, IRERE

spring/summer 2003 3

Dress

autumn/winter 2010 4 Ensemble, PLATO’S ATLANTIS

spring/summer 2010 Photograph © Sølve Sundsbø / Art + Commerce courtesy of The Metropolitan Museum of Art

4 3

prolifica carriera di McQueen provenienti in gran parte dal suo archivio di Londra con qualche abito dall’archivio di Givenchy e da collezioni private. Tra i pezzi forti, la giacca kimono, il cappotto origami e i pantaloni a vita bassa. I suoi modelli si ispiravano spesso alle silhouettes esagerate della moda del diciottesimo secolo e degli anni '50, reinterpretate in maniera innovativa. La sezione “Romantic Mind”, esamina la sua originalità tecnica, che combinava la precisione della sua sartoria e la sua spontaneità nel drappeggio. “Romantic Gothic”, si focalizza sulla sua interpretazione dell’arte gotica vittoriana e su realtà opposte come vita e morte, buio e luce. “Romantic Nationalism”, studia i suoi impulsi patriottici, incluse le riflessioni sulla sua eredità scozzese, il suo approccio narrativo nella moda e la sua attrazione per la storia inglese. “Romantic Exotism”, esplora le influenze di altre culture (in particolare cinese e giapponese) sulla sua immaginazione. “Romantic Primitivism”, cattura il suo ideale di “selvaggio nobile” mentre “Romantic Naturalism”, illustra il suo interesse per le forme e i materiali grezzi della natura. Sei collezioni che esplorano le dialettiche della bellezza e dell’orrore saranno esposte in gruppo nelle gallerie, mentre “Cabinet of Curiosities” includerà diversi accessori creati con i modisti Dai Rees e Philip Treacy e i gioiellieri Shaun Leanem, Eik Hally e Sarah Harmarnee, e video delle sue sfilate, tra cui Joan (Autunno-Inverno 1998-‘99), What a Merry-Go-Round (Autunno-Inverno 2001-‘02) e They Shoot Horses Don’t They (Spring-Summer 2004). La mostra è accompagnata da un catalogo, “Alexander McQueen: Savage Beauty”, che include un’introduzione scritta da Susannah Frankel, giornalista di moda del quotidiano inglese The Independent, amica dello stilista, ed un’intervista a Sarah Burton, suo primo braccio destro e, successivamente, direttore creativo del marchio. Le foto sono illustrate da frasi dello stesso McQueen come “Penso a me stesso come un chirurgo plastico con un coltello”, “Voglio dare potere alle donne. Voglio che la gente abbia paura delle donne che vesto” e “La gente vede le mie cose aggressive. Ma io non le vedo aggressive. Le vedo romantiche, un con� fronto con la parte scura della personalità”.

McQueen Alexander McQueen (1969-2010) era uno degli stilisti più influenti e provocanti della sua generazione. Ha vinto il titolo di Stilista Inglese dell’Anno per ben quattro volte ed ha ricevuto il Premio come Stilista Internazionale dell’Anno dal Council of Fashion Designers of America nel 2003. “Alexander McQueen era conosciuto soprattutto per le sue presentazioni stupefacenti e stravaganti in passerella, che avevano scenari drammatici e strutture narrative che ricordavano installazioni avant-garde e opere teatrali” commenta Andre Bolton, curatore del Costume Institute, “La sua moda era un canale di sfogo per le sue emozioni, un’espressione dei più profondi, spesso bui, aspetti della sua immaginazione”. La mostra, declinata varie sezioni, espone cento mises e settanta accessori appartenenti ai diciannove anni della

N°5 MAGGIO 2011

Speciale USA.indd OK.indd 79

|

DAILYLUXURY

|

79

18-04-2011 12:44:49


SPECIALE

Dal lontano P S I LV I A M A N Z O N I

Sedotte dai rituali di bellezza orientali, le francesi sono ormai habituées di hammam ed istituti dal fascino mediterraneo. Sugli scaffali dei negozi poi, si moltiplicano i prodotti “ad hoc” e non mancano i libri che spiegano “ricette” preziose. Come “Charme d’Orient, secrets de femmes” di Yasmina Zerroug. 80

|

DAILYLUXURY

Speciale Francia.indd OK.indd 80

|

ER LE FRANCESI OGGI

replicare i trattamenti di un hammam nel proprio bagno è davvero facile. Basta scendere nel supermercato sotto casa ed acquistare i prodotti giusti. E questa “democratizzazione” del rituale di bellezza tipicamente orientale la dice lunga sul successo che riscuotono i vapori profumati e i gommage al rassoul tra la popolazione femminile transalpina. La marca Ushuaïa (filiale de L’Oréal) ha così avuto l’idea di mettere a disposizione di un pubblico più ampio un ventaglio di prodotti i cui ingredienti riprendono quelli ancestrali utilizzati nei bagni turchi. Le donne francesi possono ad esempio rifornir-

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:17:57


o

I

o i l e e

si, nel negozio dove vanno a fare la spesa, di un’emulsione esfoliante a base di sapone nero e noce d’argan ad un prezzo molto abbordabile. “Non c’è dubbio, le francesi sono state completamente conquistate dai rituali di bellezza orientali”, spiega Yasmina Zerroug, affascinante signora di origine algerina tra le prime a proporre alle parigine dei trattamenti orientali nel suo istituto Charme d’Orient, inaugurato nel 1995 nel dodicesimo arrondissement e vero pioniere del genere. Adesso, nel momento in cui l’istituto è diventato un riferimento nella capitale per i suoi soins di qualità, Yasmina ha pubblicato un libro (“Charme d’Orient, secrets de femmes”) nel quale spiega alle occidentali i segreti di bellezza delle donne orientali. Si parte da lontano,

da Cleopatra e Sheherazade, per arrivare ai nostri giorni e constatare che, in fondo, poche cose sono cambiate e ancora oggi ritroviamo procedimenti e materie prime che erano già familiari alle belle antenate orientali. “Nella nostra cultura c’è l’abitudine di preparare i prodotti in casa, come fossero ricette di cucina. Le donne orientali sono molto attente al loro aspetto, curano perfettamente la pelle, la ammorbidiscono con unguenti e oli profumati, aspergono acqua di rose sui capelli per renderli più setosi e si depilano con il miele”, ci rivela. E all’inizio le parigine si recavano da Yasmina proprio per il suo esclusivo metodo di depilazione al miele, ma poi, l’accoglienza tipicamente mediterranea ha fatto il resto. “Rispetto agli istituti classici - spiega - che rimanevano

ù -

ORIENTE

N°5 MAGGIO 2011

Speciale Francia.indd OK.indd 81

|

DAILYLUXURY

|

81

15-04-2011 16:17:59


SPECIALE

abbastanza impersonali e quasi asettici, noi proponevamo alle clienti un thé di benvenuto e musiche in sottofondo, e dedicavamo loro tutto il tempo necessario. Insomma le accoglievamo come se fosse in una casa privata, tra amiche”. Sempre in quell’epoca, nel quinto arrondissement, a fianco della Moschea, l’hammam tradizionale accoglieva personalità internazionali e del jetset che, anche loro, avevano scoperto l’arte dei vapori orientali. Era un luogo esclusivo, ancora riservato ad un’élite. Oggi, ogni quartiere della capitale ha il suo hammam e darsi appuntamento per qualche ora di relax e convivialità è diventato quasi banale. Oltre ai trattamenti, riscuotono grande successo anche i prodotti formulati con ingredienti naturali provenienti dai paesi del bacino mediterraneo, con un best- seller assoluto: il sapone nero. “È lui ad aver decretato il successo dei trattamenti all’orientale tra le donne occidentali - sottolinea Yasmina eppure quando sono arrivata in Francia 38 anni fa non avrei mai pensato che questo prodotto che non ha un buon odore e di più ha un aspetto non certo invogliante potesse piacere tanto alle francesi”. Oggi Madame Zerroug è la prima ad affermare che questa spinta verso gli hammam “è diventato un fenomeno di costume” e i rischi più grossi sono proprio quelli legati al crescente successo di queste pratiche. “Se tutte le grandi marche cominciano ad appropriarsene, temo una banalizzazione e un progressivo scadere della qualità dei trattamenti e delle materie prime”. Rosa, miele, olio di argan e di oliva, rassoul e oud (oggi così alla moda anche nei profumi occidentali) verrebbero così privati di quell’aura di evasione a cui tanto aspirano le donne europee. “Credo che quando una cliente varca la porta del mio istituto o di un hammam abbia soprattutto voglia di viaggiare e molte ci ringraziano per averle fatte sognare. Questa componente è essenziale, è l’attrazione per una civiltà che per loro riserva ancora dei misteri”. Diversamente dalle donne arabe e magrebine che sono invece sedotte dai riti occidentali e, inversamente, hanno in parte abbandonato i loro trattamenti “tradizionali” assimilandoli a cimeli di � un’epoca lontana. 82

|

DAILYLUXURY

Speciale Francia.indd OK.indd 82

|

L’ORIENTE A CASA D

al libro “Charme d’Orient, secrets de femmes” di Yasmina Zerroug (ed. Grancher), due “ricette” da realizzare a casa per regalarsi un soin dal fascino orientale.

MASCHERA ALLE NOCI

Ingredienti: una decina di noci, 3 cucchiai di latte concentrato, il succo di un’arancia. Mescolate gli ingredienti schiacciando bene i gherigli di noce. Stendete l’emulsione sul viso e lasciatela agire per almeno 20 minuti. Sciacquate acqua pura o con acqua di rose. Questa maschera ha un’azione tonificante e rende la pelle vellutata.

MASCHERA ALLA MELANZANA Ingredienti: una melanzana,

mezza tazza da thé di latte, un albume. Schiacciate la polpa della melanzana precedentemente cotta al vapore ed unite gli altri due ingredienti. Applicate la maschera e lasciatela seccare. Senza rimouverla passate delle compresse a base di tiglio o di camomilla. Sciaquate infine con acqua o con un tonico ai fiori d’arancio. Questa maschera permette di attenuare le irritazioni e gli arrossamenti della pelle.

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:18:04


The new fragrance for woman

083LaPerla(200x240)Divina_Int.indd 1

“La Perla Divina 2011” - F39 res 12 - 200x240 - Inter - Epson 4800 18/04/11 - CD

14:14


Print power

Look.indd OK.indd 84

15-04-2011 15:32:19

M

bili bot per


r

LOOK

M

MARINA SANTIN

ODA E STAMPE, un binomio inscindibile che ha scandito intere decadi fashion. E che oggi torna alla ribalta in un eclettico mix and match di pennellate a mano libera, serigrafie pop, décor inediti tra natura e geometria, letterings, etno-prints ed effetti body painting. Grandi protagonisti: i fiori, i cui bouquet oscillano tra il ricordo di una femminilità d’altri tempi e lo spirito bohémien dei Seventies; gli astrattismi evergreen, che scandiscono un universo di forme e colori accattivanti in bilico tra computer graphic e abiti come dipinti; il melting pot di imprimés in un’irresistibile anarchia di suggestioni botaniche, volute barocche e temi arty; le righe, stile Deauville o baiadera, dipinte con il pennarello, rette o spezzate � per un trend dalle proporzioni perfette; ed i pois, per un mood a tutto tondo tra black & white e technicolor. CACHAREL

Look.indd OK.indd 85

15-04-2011 15:32:30


Look.indd OK.indd 86

aquilano

Blumarine

Maria Grachvogel

alexandre HerchcovitCh

look

Abstract

15-04-2011 16:45:43


unique

aquilano rimondi Look.indd OK.indd 87

15-04-2011 16:45:56


look

Abstract

mila schรถn

Look.indd OK.indd 88

love sex money

byblos

15-04-2011 16:46:10


custo barcelona versace

Look.indd OK.indd 89

15-04-2011 16:46:22


look

Look.indd OK.indd 90

etro

kristina ti

D&G

flowers

15-04-2011 15:35:46


dries van noten

Look.indd OK.indd 91

christian dior

15-04-2011 15:36:00


look

marni

flowers

Look.indd OK.indd 92

isaac mizrahi

15-04-2011 15:36:52


krizia

jil sander

Look.indd OK.indd 93

dolce & gabbana

15-04-2011 15:37:10


look

prada

Look.indd OK.indd 94

aquilano rimondi

mix

15-04-2011 16:47:23


miu miu

Look.indd OK.indd 95

moschino cheap & chic

issey miyake

15-04-2011 16:47:36


look

Look.indd OK.indd 96

missoni

alexander mcqueen

mix

15-04-2011 16:48:02


Look.indd OK.indd 97

christopher kane

jean paul gaultier

versus

15-04-2011 16:48:28


look

v we

loewe

betsey johnson

moschino

pois

Look.indd OK.indd 98

15-04-2011 15:44:17


vivienne westwood

Look.indd OK.indd 99

max mara

15-04-2011 15:44:43


look

pois Paul & joe

Look.indd OK.indd 100

paul smith

15-04-2011 15:45:03


blugirl

ashish oscar de la renta

Look.indd OK.indd 101

15-04-2011 15:45:30


marc by marc jacobs

vivienne westwood

prada

Look.indd OK.indd 102

15-04-2011 15:47:07


look

stripes

Look.indd OK.indd 103

julien mcdonald

vivienne westwood

sportmax

15-04-2011 15:47:23


Look.indd OK.indd 104

gianfranco

versace

isabel marant

15-04-2011 15:47:46


look gianfranco ferre’

stripes

Look.indd OK.indd 105

custo barcelona

emporio armani

15-04-2011 15:48:12


TREND NEWS L U C I A PA R I S I N I

W-EYE GLI OCCHIALI IN LEGNO A IMPATTO ZERO

Dieci grammi di design italiano e brevetto mondiale, la collezione W-eye in legno, proposta da Doriano Mattellone e Matteo Ragni, presenta gli occhiali “a impatto zero”, piccoli capolavori che mixano tecnica, design e la sostenibilità ambientale. Dieci forme, nove essenze di legno, otto colori per stupire con un accessorio originale ed ecologico, realizzato in legno e alluminio, naturale dalla sua creazione fino al suo smaltimento. Un occhiale completamente personalizzabile grazie all’esperienza e alla cura di Doriano il quale rende unico ogni modello fissando nomi e pensieri all’interno delle astine. Sono completamente atossici e nickel free, senza cerniere con astine malleabili.

“GOODIE BAG” LA BORSA ETICA PER HAITI

Drappeggi in libertà, pieghe come onde leggere… Sono i segni distintivi della nuova Goodie Bag, la borsa etica creata nel 2007 da Coccinelle a favore della Fondazione Francesca Rava - N.P.H. Italia Onlus (www. nphitalia.org) in aiuto dei bimbi di Haiti. Dopo aver contribuito alla costruzione della “Casa dei Piccoli Angeli”, primo centro di riabilitazione per bimbi disabili ad Haiti, e di “Francisville - la città dei mestieri”, nata per insegnare un lavoro e quindi dare un futuro ai ragazzi della poverissima isola caraibica, Goodie Bag di Coccinelle continua a sostenere, per la seconda stagione, il nuovo progetto “Maternità Sicura” con l’obiettivo di assistere le donne in età fertile e ridurre il tasso haitiano di mortalità materna e neonatale, tra i più alti al mondo, e quello di trasmissione dalla mamma al feto del virus HIV e di altre patologie. Disponibili nelle boutique e nei negozi selezionati Coccinelle.

IL K-WAY FIRMATO MARC JACOBS

BasicNet, azienda proprietaria del marchio K-Way e lo stilista americano Marc Jacobs firmano - in cobranding - il nuovissimo e innovativo K-Way Classic, una moderna e aggiornata versione dell’originale giacca da pioggia nata a Parigi nel 1965. Il modello unisex è in tessuto misto cotone, arricchito da una laminatura che lo rende completamente impermeabile e traspirante, senza trascurare lo stile, insieme classico e contemporaneo. È in vendita in tutte le boutique del mondo di Marc Jacobs.

Trend News.indd OK.indd 106

IN SELLA CON I PERSONAGGI DEI CARTOONS

Dall'accordo tra Warner Bros. Consumer Products e AXO Sport, nascono gli esclusivi caschi Jet Axo Glory WB, che hanno come protagonisti i Looney Tunes, Batman e Superman. Simpatici e irreverenti, salgono in sella i personaggi più amati dei cartoon e dei fumetti. Scegli di sentirti grintoso come un supereroe, tenero e glamour come il simpatico Tweety o "fortunato" come il pasticcione Wile il Coyote. Il tutto con la sicurezza della massima protezione firmato AXO, ma con un pizzico di divertimento e di colore in più.

ZIPZ, UNA SCARPA E MIGLIAIA DI COMBINAZIONI

Arrivano in Italia ZIPZ, le scarpe californiane con la chiusura lampo che cambiano pelle in base a come ci si sente. Grazie ad una rivoluzionaria zip si può cambiare la cover quando e come si vuole. Con l'acquisto di suole e cover separatamente, si può dare vita alla creazione di una quantità infinita di combinazioni grazie a molteplici fantasie, che si rinnovano di stagione in stagione. Una nuova moda che da Venice Beach a Beverly Hills, dai surfisti agli skaters, alle star di Hollywood, ha già conquistato milioni di shoes victims.

15-04-2011 14:29:01


Marc by Marc Jacobs

ACCESSORI L U C I A PA R I S I N I Guess

Barbie girl Pura Lopez

YuXu

Blumarine

Juicy Couture

La Griffe

Chic & fun: un look rigorosamente pink, tra malizia e glamour con accessori femminili e giocosi, proprio come la bambola più famosa del mondo.

Boss Orange

Camomilla Milano

Gilli

Blugirl

Cafè Noir

A-Barbie girl.indd OK.indd 107

N°5 MAGGIO 2011

|

DAILYLUXURY

|

107

15-04-2011 14:31:12


ACCESSORI

La Redoute

L U C I A PA R I S I N I

Garden party

o gam rra e eF tor lva Sa

W-eye Guess L'OperĂ

Sodini

Blumarine

Guess

Chanel

Accessorize

Altea

Fiori di ogni specie e colore sono i veri protagonisti della stagione. Sbocciano su abiti e accessori, come in un giardino estivo, per eterne fanciulle in fiore.

108

|

DAILYLUXURY

A-Garden party.indd OK.indd 108

|

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 14:32:43


ACCESSORI Reminiscence

Cafè Noir

L U C I A PA R I S I N I

Romantica o ntin Vale

Blugirl

Guess Alexander

Purotatto

Guess Jeans

Vic Matié

Cafè Noir

Un look raffinato e ultra femminile dove protagonista assoluto è il bianco immacolato, con accenni di San Gallo, farfalle, pizzo, fiori e paillettes. Come un corredo vintage.

Guess

N°5 MAGGIO 2011

A-Romantica.indd OK.indd 109

|

DAILYLUXURY

|

109

15-04-2011 14:34:44


GUERLAIN

Look in technicolor Trucco.indd OK.indd 110

15-04-2011 16:35:26


r

MAKE-UP

E

MARINA SANTIN

SPRESSIONE DI UN PENSIERO POSITIVO, il make-up di stagione cattura uno spirito

GUERLAIN

ottimista e flirta con l’eleganza discreta, la raffinatezza e la gioia di vivere concretizzandosi in molteplici suggestioni al femminile. C’è l’hippie di lusso, dal carattere creativo e dalla personalità fresca ed originale. Per lei, un look ispirato ai fiori ed alle foglie, declinato in una palette di rosa, gialli e verdi: polline, peonia, rosa tea, clorofilla, salice, salvia, violaciocca, lavanda ed assenzio. C’è la donna solare, che, radiosa, vitale e chic, sfoggia un mood innovativo, soprattutto in tema di colore: ocra ramati e ruggine, rossi ardenti e marroni anneriti sono colti in tutte le loro declinazioni monocromatiche o ridefiniti da contrasti grafici bianco gesso, blu copiativo, grigio cenere. C’è una lei cosmopolita e sofisticata, che sceglie una bellezza sobria, naturale e fresca giocata su toni schiariti e delavés, enfatizzati da tocchi di grigio ed accenti metallici. E c’è, infine, il volto “cheerful”, allegro, spensierato, coinvolgente che vede protagonisti nuovi effetti cromatici che alleano tonalità primarie - blu, bianco e rosso – a nuances pastello e luminose: granatina, menta piperita, rosa deli� cato, verde pallido.

CLARINS Trucco.indd OK.indd 111

CHANEL

DIOR

GIVENCHY 15-04-2011 16:36:31


MAKE-UP

CHANEL M

ademoiselle amava le perle, tanto da farne un’icona del suo stile. Cattura i loro riflessi iridati, “Les Perles de Chanel”, che gioca con guizzi iridescenti dal bianco madreperla al grigio tempestoso passando per rosa lampone delicati e pesca eterei. Per realizzarlo: Ombres Perlées de Chanel, Rouge Allure Flamboyante, Rouge Coco Jersey Rose, Lèvres Scintillantes Nakkar e Le Vernis Black Pearl.

Trucco.indd OK.indd 112

GUERLAIN È

un irresistibile invito a vedere la vita a colori che rende protagonista il fucsia, in tutte le sue declinazioni, “Sur mes Lèvres”, un look elegante, fresco e raffinato, dedicato ad una ninfa moderna dalla bellezza ammaliante e radiosa. Per realizzarlo: Ecrin 6 Couleur Rue de Rivoli, Blush G Série Noire, Rouge G Série Noire Rouge Sensuel o Fuchsia Délice, e KissKiss Gloss Rosy Plum.

GIVENCHY S

i fa portavoce di una bellezza che si vede e si sente, e che si diverte con colori vivaci e freschi sublimando la sensualità naturale, “Naïvement Couture”, scandito da accenti arancio, caffè, verde prato e pink. Per realizzarlo: Blush Gelée Candide Pink, Prisme Yeux Quatuor Candide Garden, Rouge Interdit Candide Tangerine, Rouge Interdit Shine Candide Nude e Vernis Plese! Candide Peach.

15-04-2011 16:37:04


YVES SAINT LAURENT C

elebra il gioco della seduzione e si abbandona alle emozioni della bella stagione “Bohème Libertine”, che veste il volto, dal fascino innocente solo in apparenza, con un sapiente mélange di rosa e blu profondo. Per realizzarlo: Palette Pink Celebration, Crème de Blush Rose Poudré, Ombre Solo Bleu Topaze, Rouge Pur Couture Rose Libertin e Golden Gloss Golden Insolence.

LANCÔME P

arigi, anni ’70. Il loro mood rivive in "Ultra Lavande", look diviso tra coscienza “eco friendly” e spirito disco glamour, declinato in un susseguirsi lavanda, rosa, lampone, illuminati d’oro e d’argento. Per realizzarlo: La Rose Butterflies Ballerina Nude Cheeks, Ombre Absolue Minérale UltraLavande Warm Harmony, Ombre Magnétique disco Gold, Le French Touch Absolu Lily Rose e le Vernis Disco Silver.

DIOR 30,

avenue Montaigne, il mitico indirizzo della Maison. Rende omaggio ai colori dell’atelier, il bianco, il grigio ed il rosa, ed ai suoi codici senza tempo, icona dello stile parigino, "Gris Montaigne", dedicato alle donne eleganti di tutto il mondo. Per realizzarlo: la palette Dior Cannage Gris Soupirs, Dior Addict Ultra Gloss Gris Trianon o Sérum de Rouge Mauve Rosé Sérum, e Dior Vernis Gris Montaigne.

N°5 MAGGIO 2011

Trucco.indd OK.indd 113

|

DAILYLUXURY

|

113

15-04-2011 16:37:24


MAKE-UP

CLARINS U

na “parentesi incantata”. Cosi è "Neo Pastels", un make-up intriso di romanticismo e poesia che, dall’eleganza naturale ed atemporale, si rivela con un rincorrersi di toni pastello delicati e lievi, intrisi di luce: violetto, rosa, bruno, pesca, sabbia. Per realizzarlo: Neo Pastels Palette Yeux Ombres & Liner, Wonder Volume Mascara Wonder Black, Blush Prodige Soft Peach e Rouge Hydra Nude Nude Rose.

114

|

DAILYLUXURY

Trucco.indd OK.indd 114

|

ESTÉE LAUDER I

l jus floreale di Wild Elixir, come sigillo olfattivo per "Wild Violet", un look dall’energia pura ed ardente, definito da cromie vibranti: arancio, ciliegia, violetto, lavanda, grigio. Per realizzarlo: Pure Color Eyeshadow Five Wild Violet, Pure Color Eyeshadow Sugar Cube e Untamed Violet, Double Wear Eye Pencil Untamed Violet, Pure Color Gloss Shocking Pink, Pure Color Nail Lacquer Wild Storm.

ELIZABETH ARDEN C

attura la magia delle giornate di primavera, quando il sole splende e la natura si colora con le sfumature dei fiori, "Bronze in Bloom". Luminoso, fresco, intriso di riflessi iridati, vede protagoniste le sfumature del lavanda, del rosa, del corallo, dell’ambra. Per realizzarlo: Color Intrigue Eyeshadow Lucky, Vintage e Sparkle, Smoky Eyes Powder Pencil Black Violet e Ceramide Ultra Liptick Watermelon.

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:38:04


CLINIQUE "P

retty Pink"? Un maquillage brioso, sensuale e glamorous che intreccia calde sfumature cioccolato e delicate nuances rosa e corallo per disegnare un ritratto al femminile sofisticato ma naturale che porta alla ribalta la luminosità. Per realizzarlo: Blushing Blush Precious Posy, Color Surge Eye Shadow Quad Pink Chocolate, Chubby Stick Mimosa, Wild Cherry o Berry Burst.

Trucco.indd OK.indd 115

SHISEIDO C

romie solari e vibranti che intrecciano nuances di legni e rosa decisi, per un maquillage intriso di luce che punta l’accento sulle labbra per valorizzare il fascino della donna contemporanea, naturale, radiosa e raffinata, protagonista del suo tempo. Per realizzarlo: Bronzer Dawn Light, Luminizing Satin Eye Color Trio Voyage e, sulle labbra, Shimmering Rouge Iron Maiden o Stiletto.

GIORGIO ARMANI I

colori della natura risvegliati dalla luce del mattino per "Transluminence", artefice di uno smoky look radioso, giocato in trasparenza. Verde foresta, viola iris, rosa freddo, nero ed argento le sue nuances. Per realizzarlo: Transluminence Eye Palette Spring 2011, Day-Proof Eye Pencil Leaf Green, Transluminence Face Palette Spring 2011 e Rouge d’Armani Dawn Pink.

15-04-2011 16:38:25


MAKE-UP

PUPA G

uarda agli anni ’50 ed alle sue dive, autentiche icone di stile, “Very Vintage”, un make-up che ne reinterpreta il glamour in un’ottica moderna per esaltare la femminilità della donna. Rosa tenero, fucsia e marrone le sue cromie. Per realizzarlo: Blush Trio Very Vintage Rose, Luminys Satin & Shine Icon Brown-Pink, Sheer Lipstick Cosmopolitan Fuchsia e Lasting Color Pink Kiss o Tiffany Fuchsia.

116

|

DAILYLUXURY

Trucco.indd OK.indd 116

|

COLLISTAR P

arla di colore, di creatività, di brio, di eleganza e di quel tocco unico che ha reso celebre in tutto il mondo il nostro stile, “Italian look”, accattivante palette animata da blu, rosa, cipria e bruni vibranti. Per realizzarlo: Maxi Fard Effetto Seta Vinaccia, Eye Liner Tecnico Blu, Ombretto Effetto Seta Blue Jeans, Trio Ombretti Wet&Dry Romantic Trendy, Vibrazioni di Colore Magenta, Smalto Unghie Perfette Blue Jeans.

MAX FACTOR È

un make-up in technicolor, espressione di ottimismo e joie de vivre e reazione ai toni cupi e scuri dell’inverno, “Color Refresh”, un look che vede protagonisti azzurri vivi, rosa confetto, verdi acidi e rossi scarlatti. Per realizzarlo: Touch Creamy Blush Soft Pink, Earth Spirits Lush Lilac ed Ultra Blue, Masterpiece Color Precision Golden Green e Lipfinity Color e Gloss Hot Red.

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 16:39:02


REVLON C

attura le luci ed i colori della bella stagione “Eternal Summer”, che in una sapiente alchimia di giallo, azzurro, rosa ed oro, sottolinea la femminilità con un look raggiante e prezioso, sexy e sensuale ma mai aggressivo. Per realizzarlo: Terra Solare Glitter, Luxurious Color Perle Eye Shadow Sparkling Gold, Super Lustrous Lipstick Pink in the Afternoon, Nail Enamel Teak Rose.

Trucco.indd OK.indd 117

NAJ-OLEARI U

n maquillage dal glamour irresistibile che, vivace e brioso, sprizza energia e gioia di vivere. Declinato in colori accesi e “vitaminici”, invita ad osare accattivanti contrasti: rosa caramella, turchese, viola, verde prato, arancio. Per realizzarlo: Fard Sublime Rosa Corallo, Duet Compact All Over Bluoceano, Gloss Emotion Insolent Pink o Tender Rose e Easy Nails Turquoise o Pink.

ULTIMA II È

l’espressione di un nuovo romanticismo “Charming Emotion”, che si afferma in un gioco di contrasti tra rigore ed emozioni che intrecciano toni vivaci e nuances calde e delicate: perla, corallo, blu, rosa. Per realizzarlo: Extraordinaire Long Lasting Eyeshadow Romantic Pearl, Burning Coral, Pretty Blue, Extraordinaire Lipstick Antique Rose, Extraordinaire Plumping Lipgloss Crystal Pink e The NailChrome Soft Pink.

15-04-2011 16:39:31


ANTEPRIMA BELLEZZA

La saga di Ô de Lancôme si arricchisce di un nuovo capitolo: Ô de l’Orangerie, un'acqua fresca e floreale che celebra il fiore d’arancio catturandone tutte le sfumature olfattive.

Anteprima Bellezza.indd OK.indd 118

U

MARINA SANTIN

NA PASSEGGIATA A PIEDI NUDI sull’erba umida di rugiada in una mattina d’estate. Questo il primo capitolo della saga di Ô de Lancôme, un bouquet inebriante che, nato nel 1969, fa scoprire alle donne come un’acqua fresca si rivela un vero profumo grazie ad accenti di agrumi, a guizzi verdi di caprifoglio e rosmarino, ed alla voluttà del gelsomino e del patchouly. Nel 2009, per il suo 40° anniversario, una nuova storia di freschezza: l’Ô d’Azur, che narra di un pomeriggio d’estate in Costa Azzurra quando la calura del giorno si attenua annunciando il ritemprante crepuscolo, susseguirsi di limone, pepe rosa, rosa damascena, muschio ed ambretta. Il tempo passa, la leggenda continua, e oggi debutta un nuovo racconto, l’Ô de l’Orangerie, una promenade tra i sentieri di un’aranciera francese, in un giorno d’estate tra sole ed ombra, mentre una brezza leggera accarezza gli alberi d’arancio portando con sé il profumo dei loro fiori. Autentica emozione olfattiva, si rivela un’acqua floreale che cattura la magia della candida corolla in tutte le sue sfaccettature. Brio, audacia e vivacità al debutto, con tocchi di neroli e di assoluto di fiore d’arancio, dagli effluvi dolci e mielati; freschezza e raffinatezza nel cuore, con accenti di scorza di bergamotto e d’arancia che punteggiano un accordo acquatico cristallino ingentilito dal gelsomino; vitalità, sensualità e morbidezza nel sillage, con nuances di legni e di benzoino. A racchiuderlo, lo scrigno creato nel 2009 da Fabien Baron in occasione dei primi 40 anni di successi de l’Ô de Lancôme: una stele di cristallo, rivisitazione contemporanea del flacone “storico”, decorata con le incon� fondibili spirali circolari che rievocano le increspature dell’acqua.

Il profumo dei fiori 15-04-2011 14:36:55

d


e a l r, a a, o e e e o a -

ďż˝

o i

d’arancio Anteprima Bellezza.indd OK.indd 119

15-04-2011 14:37:23


BELLEZZA

LA PRAIRIE

ENERGIA PER CORPO E SENSI

D

a La Prairie, Cellular Energizing Bodycare, una linea per la cura ed il benessere del corpo che offre una esclusiva esperienza sensoriale. Ad ispirare la gamma il successo del Cellular Energizing Body Spray, trattamento aromatico che allea il piacere di una fragranza rinvigorente all’azione idratante, energizzante e rassodante di un soin. Due i prodotti che lo affiancano in gamma, entrambi dal bouquet fresco e floreale per rilassare, donare serenità e rivitalizzare i sensi. Cellular Energizing Bath & Shower Gelée, che deterge delicatamente l’epidermide in profondità, nutre e rigenera (Complesso Cellulare Esclusivo La Prairie, estratti vegetali, proteine ed agenti riequilibranti); e Cellular Energizing Body Lotion, emulsione che abbina la biotecnologia marina al complesso esclusivo della Casa per contrastare la disidratazione ed il colorito spento e restituire elasticità e compattezza ai tessuti.

LANCÔME

PUCCI

P

VERDE VIVARA

ucci scrive un nuovo capitolo della storia leggendaria del suo Vivara che dopo essersi ispirato al sole, all’acqua e alla sabbia dell’isola di cui porta il nome per le sue precedenti tre Variazioni, oggi ne celebra la vegetazione lussureggiante diventando Vivara Variazioni Verde 072, lo stesso riferimento colore utilizzato nelle stampe della Maison. Racchiuso nell’inconfondibile scrigno levigato come un ciottolo, scandito dai motivi dell’imprimé interpretati nei toni verde, gioiosi ed estivi, punta l’accento sulla sfaccettatura verde ed aromatica che acquista una freschezza vegetale vivace e frizzante. Al debutto, foglia di menta e bergamotto; nuances floreali nel cuore, che palpita con i sentori dell’essenza di fiori d’arancia amara intrecciati con accenni di rosa turca; e sfumature delicate ma avvolgenti nel sillage, interpretato da legno di cedro e assoluta di fava tonka.

LABBRA NUDE

D

opo Rouge Absolu e L’Absolu Rouge, Lancôme firma L’Absolu Nu, rossetto della nuova generazione che, grazie ad un approccio innovativo alla luce ed al colore, riproduce e migliora la luminosità naturale delle labbra assicurando anche un soin ottimale. Si avvale infatti di Opti-Carmin™, un pigmento rosso vivo madreperlato che valorizza il tono delle labbra aumentandone l’intensità del rosso. Essendo poi il 16% più trasparente di un pigmento rosso classico permette alla luce di passare più facilmente, rafforzando l’éclat del colore, come se la microcircolazione fosse potenziata. Il suo velo sottile permette inoltre alla luce di diffondersi sulle labbra colorandole ed illuminandole ulteriormente, senza dimenticare che i raggi luminosi, assorbiti in quantità inferiore rispetto alla formula tradizionale, vengono emessi in modo tale da garantire una cromia perfetta e una sensazione di labbra nude. Côté trattamento, la sua texture leggera e delicata come la seta per un comfort estremo, accoglie Pro-Xylane™, molecola anti-età che agisce sulla matrice extracellulare per aumentare la sintesi dei suoi componenti chiave e rinforzare l’architettura del tessuto labiale assicurando labbra levigate, rimpolpate ed idratate per 8 ore. Racchiuso nello stesso scrigno dei suoi predecessori ma nero laccato e argento, punteggiato di rose, e caratterizzato da un sistema di chiusura magnetica che permette al cappuccio di essere aperto con un semplice “clic” per poi richiudersi perfettamente, si declina in dodici nuances suddivise in tre famiglie di colore che corrispondono alla diversità di pigmentazione delle labbra: chiare, leggermente pigmentate, intensamente pigmentate.

120

|

DAILYLUXURY

Bellezza.indd OK.indd 120

|

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 14:40:53


e

i e ,

a

e endo se la

GUERLAIN SOLE À PORTER

F

orte di 25 anni di successi l’universo del make-up solare Terracotta di Guerlain continua a stupire. Rivisitata la polvere originaria e ampliata la gamma dei prodotti. La Poudre è ora protetta da un nuovo scrigno, più moderno, elegante e sottile, per portarlo sempre con sé, scandito a riflessi d’ambra e di fuoco. Ampliata poi la gamma di sfumature che passano da 6 a 8 per ricreare l’abbronzatura naturale: 3 per le bionde, 4 per le brune ed una per le pelli etniche. Tre, invece, le novità. Debutta Terracotta Skin, un “perfecteur de peau”, una crema fluida poudrée che, come un fondotinta attenua le imperfezioni, leviga le rughe e minimizza i pori, ma con il leggero effetto coprente e abbronzante di una polvere ed un finish “pelle nuda”. Il segreto? Una formula con polveri elastiche soft focus, cere ed oli volatili mixati ad un gel elastomero. Due le nuances, Blondes e Brunettes. Battesimo anche per due limited edition. Terracotta Sérum, è un siero con una concentrazione di Tan Booster (il complesso attivatore dell’abbronzatura presente in alcuni prodotti della linea) trenta volte più elevata da utilizzare da solo, prima della crema o da aggiungere al trattamento viso o corpo abituale. Duplice la sua azione: stimolando la produzione di melanina protrae ed ottimizza la tintarella e, grazie ad un complesso lenitivo, idrata, ammorbidisce e previene la desquamazione. Terracotta Jambes de Gazelle, è una brume ambrata per gambe che, anch’essa con Tan Booster, prepara e accelera l’abbronzatura, dona un immediato look solare e dorato e rinfresca e dona benessere e sollievo grazie all’estratto di arancio.

n eta i nello che tre tate.

DIOR

SOIN “PELLE PERFETTA”

S

pecifica per idratare e combattere i primi segni del tempo, la linea Hydra Life di Dior si completa con Skin Perfect Hydratant Perfecteur Affinant Lissant, soin fondamentale per rivelare il capitale “pelle perfetta” che ogni donna possiede. Si avvale infatti del siero anti-età Hydra Life (Jisten, centella, rosa nera) associato ad acido di malva, potente regolatore della differenziazione cutanea e della produzione di sebo responsabili della dilatazione dei pori e delle imperfezioni, che associati, agiscono in profondità intensifcando la circolazione di un’acqua sublimante che accelera il rinnovamento cellulare per ricreare una matrice più compatta, rallenta la produzione si sebo idratando intensamente. In superficie, invece, minerali d’origne naturale (silice ad effetto levigante ed opacizzante e micropiastrine di mica anti-colorito spento), uniformano la superficie cutanea e garantiscono la riflessione ottimale della luce per regalare subito un incarnato omogeneo e satinato anche senza trucco. Già presente in gamma ma riformulato, Skin Energizer Hydratant Energisant Réveil Eclat, che, grazie anche alla taurina ed al D-ribosio, distende la pelle ottimizzandone la freschezza, il tono e la luminosità e donandole nuova energia.

CHANEL

E

MAXI O TRAVEL?

spressione olfattiva delle contraddizioni che caratterizzavano la personalità di Gabrielle Chanel, del suo bisogno di essere all’avanguardia e della sua voglia di osare ed oltrepassare i limiti, Coco Mademoiselle, dedicato alla donna audace, appassionata della libertà, amplia il suo universo fragrante. L’Eau de Parfum, intensa e vibrante, si propone in un’edizione limitata davvero esclusiva, perfetta per le “addicted” del jus, uno scrigno da 200 ml, per non correre mai il rischio di rimanerne sprovviste, che cela il bouquet di sempre, con guizzi d’arancio e bergamotto al debutto, un cuore femminile di rosa e gelsomino ed un’eco avvolgente di patchouly, vetyver, vaniglia bourbon e muschio bianco. L’Eau de Toilette, invece, più lieve, ideale da indossare da mattino e sera, pervade una nuova versione da 50 ml ricaricabile, un autentico must da portare sempre con sé facendola scivolare nella borsa, nella sacca del week end o nella 24 ore di lavoro. Anche in questo caso, immutata l’essenza, che vanta una freschezza accattivante grazie ad accenti di pompelmo che ricamano un carattere floreale punteggiato da note fruttate di litchi.

N°5 MAGGIO 2011

Bellezza.indd OK.indd 121

|

DAILYLUXURY

|

121

15-04-2011 14:41:06


BELLEZZA

SISLEY

STENDHAL

D

D

CIGLIA XXL

a Sisley, Phyto-Mascara Ultra-Stretch, perfetto connubio di makeup e trattamento che regala ciglia XXL ed uno sguardo più intenso e seducente. La sua formula infatti, accoglie fitoceramidi di riso che, omologhi vegetali delle ceramidi dell’epidermide, si agganciano alla fibra ciliare rinforzandola e rendendola più resistente; proteine del grano, che si fissano sulla superficie dello stelo cheratinico formando un film elastico, morbido ed omogeneo che garantisce un effetto stretch enfatizzandone il volume e protraendo la durata del maquillage; e due polimeri dall’azione sinergica, uno incurvante che offre morbidezza ed elasticità alla texture, ed uno fissante, che ottimizza la tenuta dei pigmenti colorati. Accanto, cere naturali che potenziano l’effetto volume avvolgendo le ciglia dalla radice alla punta, pigmenti colorati puri con una doppia copertura di aminoacidi per garantire perfetta adesione, purezza delle cromie e totale innocuità del prodotto, ed olio di ricino e Provitamina B5 per proteggere e nutrire. Ulteriore atout, l’applicatore hi-tech sagomato, per seguire la curvatura naturale delle ciglia e raggiungere anche quelle più corte e sottili, e composto da due tipi di fibre di nylon: scavate e rigide, di diametro grande, per separare, e solide, più morbide e di diametro piccolo per prelevare la quantità ottimale di mascara e depositarlo con estrema precisione.

GIVENCHY

GELÉE CRISTALLINA

T

rasparenza colorata ed elettrica, lucentezza scintillante ad “effetto Crystal” ed un’azione soin multipla per Gelée d’Interdit, nuovo gloss che amplia la linea di makeup per le labbra Interdit di Givenchy. La sua formula infatti, con olio di cameline, idratante, presente in tutti i prodotti della gamma, e priva di cere per una texture morbida, non appiccicosa, scorrevole, capace di regalare una piacevole sensazione di benessere e comfort e caratterizzata da un’assoluta trasparenza che ne esalta il colore e la lucentezza si avvale di esclusivi attivi. Microsfere di acido ialuronico che scivolano all’interno delle piccole pieghe della mucosa labiale, trattengono l’acqua e, gonfiandosi come spugne crescono di volume offrendo un immediato risultato rimpolpante e levigante che cancella imperfezioni e rughette. Ed estratto vegetale di piante Apicee, invece, che, rivitalizzante e levigante a lungo termine, stimola il processo di rinnovamento cellulare prevenendo l’accumulo di cellule morte regalando giorno dopo giorno labbra più morbide e rivitalizzante. Sei le nuances disponibili: due colori couture simbolo della Maison e dall’eleganza senza tempo (Celestial Black e Transparent Shine); due naturali, raffinati ed ideali in ogni occasione (Sparkling Petal ed Elegant Nude); e due giocosi e fluo per esprimere gioia di vivere (Explosive Raspberry e Neon Orange). 122

|

DAILYLUXURY

Bellezza.indd OK.indd 122

|

G

ANTI-ETÀ E SNELLENTE

U

edicato a chi ricerca la perfezione e vuole offrirsi davvero il “top” in tema di trattamento, il nuovo soin che arricchisce la linea Pur Luxe di Stendhal. Debutta Sérum Global Anti-Age Minceur, formula snellente ed anti-età per il corpo che restituisce alla silhouette l’armonia e la forma perfetta della giovinezza. Fin dall’applicazione, immediatamente, assicura un effetto beauté illuminando l’epidermide grazie alla sua texture perlata, mentre in profondità i suoi attivi agiscono con un’azione a 360° che idrata, leviga e tonifica la cute contrastando cellulite e culotte de cheval. Alla base delle sue performances, il complesso anti-età globalizzante, attivo sui quattro segni dell’invecchiamento con attività mirate contro il passare del tempo, rassodanti, umettanti e illuminanti; Phéoslim, ingrediente snellente per pelli mature che favorisce l’attività della lipasi ormono-simile; camomilla d’oro, che inibendo gli alpha-2 bloccanti, particolarmente presenti nella zona cosciagluteo, combatte i cuscinetti localizzati; Scopariane, anti-cellulite ed antiadipogenesi; caffeina, che favorisce lo smaltimento dei grassi promuovendo la lipolisi; Ucpeptide®, che brucia i grassi; Slimming Factor Karkadé, che contrasta l’effetto yoyo; estratto di edera, drenante; e centella asiatica, rassodante.

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 14:41:16

N

a M a f g e n c s G C b p p g p G s a e a a m


,

GUERLAIN

RUBINSTEIN

N

È

UN GELSOMINO “DIVERSO” uovo sigillo olfattivo per la collezione Aqua Allegoria di Guerlain. Fedele all’appuntamento con la bella stagione, la Maison, come ormai tradizione, arricchisce la gamma di queste “acque” fresche e delicate, che rimandano ai giardini più belli ed alla natura autentica ed affascinante cui attingono, di una nuova creazione. Ecco allora concretizzarsi, annunciata dallo scrigno di sempre creato dallo scultore Robert Granai e ispirato alla leggendaria Eau de Cologne Imperiale, Jasminora, un bouquet fiorito, verde e fresco che vede protagonista il gelsomino. Un gelsomino particolare però, il jasminum grandiflorum, più etereo, molto leggero, poco mielato, meno fruttato di quello di Grasse, più vegetale che animale soprattutto più lieve rispetto all’indiano o all’egiziano. Accanto, a sublimarne gli effluvi, una corbeille di fiori bianchi dagli accenti verdi, la fresia, in primis, ma anche il ciclamino ed un accordo mughetto; guizzi di bergamotto e galbano per accentuare la freschezza; e note ambrate e di muschio bianco per il sillage che, discreto ma presente, indugia a lungo a fior di pelle.

e

Bellezza.indd OK.indd 123

LA NOTTE È GIOVANE

ACQUA DI PARMA

D

EDIZIONE SPECIALE

edicata all’uomo eclettico, creativo e curioso, attratto dal nuovo ma legato alle proprie radici ed alla tradizione, che si esprime ed osa sempre con gusto ed equilibrio e che possiede un’eleganza istintiva, spesso informale ma curatissima nei dettagli, Colonia Assoluta di Acqua di Parma, sofisticata e contemporanea, rivisitazione inedita della classica Colonia di un tempo, si propone in una nuova Edizione Speciale realizzata in tiratura limitata. Si veste infatti con un flacone d’eccezione che si ispira all’immagine dell’advertising realizzata da Giovanni Gastel. La trama raffinata ad occhio di pernice della giacca ritratta nella foto diventa il décor dello scrigno, un pattern leggero, d’estremo equilibrio e compatto che si fa ancor più nitido grazie alla luce del platino. A suggellarne la classe, l’etichetta d’argento e l’astuccio che, dal design essenziale e moderno, rievoca l’iconica cappelliera della Casa ma sorprende con l’apertura in verticale. Immutato il jus, che si annuncia con guizzi di arancia dolce ed amara, bergamotto e verbena per poi rivelare un cuore di gelsomino, rosa, cardamomo e peperoncino ed un’eco avvolgente d’ambra, patchouly e legno di cedro.

durante la notte che l’epidermide risveglia i propri meccanismi di giovinezza per neutralizzare i danni causati dalle aggressioni subite durante il giorno, rigenerarsi e prepararsi ad una nuova giornata. Consapevole di questo e che, dalle 23 alle 4 del mattino, un aumento della circolazione cutanea rende la cute maggiormente ricettiva agli attivi, Helena Rubinstein amplia la sua linea Prodigy con un soin “ad hoc” che agisce durante il sonno. Debutta Powercell Night Shot, caratterizzato da un’altissima concentrazione di cellule madri vegetali di Criste Océanique, l’elemento esclusivo comune a tutta la gamma, dotate di una triplice azione di rigenerazione cutanea, riparazione tissutale e difesa anti-radicali liberi che accelerano la rigenerazione del derma e di un’epidermide di migliore qualità e visibilmente più giovane, ricostituiendo anche la barriera della pelle, idratando e lenendo. Così notte dopo notte, la pelle si rigenera, il volto appare più fresco e riposato, i tratti distesi, le rughe attenuate e la compattezza e la luminosità dell’incarnato sublimate.

N°5 MAGGIO 2011

|

DAILYLUXURY

|

123

15-04-2011 14:41:30


BELL

HERMÈS

RUBINSTEIN

L

S

GIARDINO PARIGINO a collezione Parfums-Jardins di Hermès, rivela un nuovo giardino. Dopo essere stata in Tunisia, sul delta del Nilo e ancora nell’India dei monsoni, oggi torna alle origini ed approda sul tetto della Maison, al 24, faubourg SaintHonoré. Quest’anno la griffe ha scelto il tema “artisan contemporain” per celebrare tutti gli artigiani di ieri e di oggi e cosa poteva rivelarsi più perfetto che attingere al giardino pensile parigino, opera proprio di un artigiano della Casa, il giardiniere Jasmina? Jean-Claude Hellena poi, creatore-compositore della Maison, conosce bene quest’angolo di verde, qui incontrò per la prima volta Hermès e da allora non manca mai di visitarlo, per riscoprirlo stagione dopo stagione. Il suo profumo? Racconta Ellena: “Vi ero andato diverse volte. Dai miei passi esalava l’odore di erba grassa, terra umida, da cui amavo lasciarmi pervadere”. E se aggiungiamo che la sensibilità del nez e la costanza del giardiniere sono vicine, fatte entrambe di pazienza, attenzione e gioia, il gioco è fatto, ecco tratteggiato il carattere del bouquet, inebriante di effluvi di pera e mela, magnolia ed erba matta. Ma non è tutto. Aggiunge il suo artefice: “perché fosse veramente parigino, l’ho inondato di luce”.

124

|

ISPIRATO AL… PITONE

CLARINS

BONNE MINE “RINNOVATA”

F

orte di 25 anni di successi, Clarins attualizza la sua Crème de Soins Teintée specifica per regalare un’immediata bonne mine in tutta naturalezza ed un’azione soin ottimale. La sua formula, che assicura una triplice protezione anti-UV 100% minerale, antiinquinamento ed anti-radicali liberi per la presenza di vitamina E, si arricchisce con l’estratto di corteccia di katafray, che stimolando la formazione di filaggrina, proteina della barriera cutanea che gioca un ruolo essenziale nella tutela dell’equilibrio idrico, rinforza la funzione barriera dell’epidermide e stimola la sintesi del NMF, il fattore naturale di idratazione. Accanto poi, ad ottimizzarne le performance, pigmenti minerali iridescenti (mica e diossido di titanio) che offrono un effetto booster di splendore al colore, all’éclat ed all’intensità ravvivati da riflessi oro-albicocca che sublimano il colorito; pigmenti ad effetto flou che attenuano rughe, imperfezioni e segni di fatica; microsfere opacizzanti che assorbono l’eccessiva secrezione sebacea donando un finish mat e vellutato. Riveduta anche la gamma delle nuances, cui si aggiungono tre nuove cromie. Accanto a Pêche, Blonde e Doré, si affiancano oggi Naturel, Beige e Caramel.

i ispira al pitone, simbolo di trasformazione e di eterno rinnovamento, l’ultima novità make-up di Helena Rubinstein: il mascara Lash Queen Fatal Blacks. Racchiuso in uno scrigno gioiello che reintepreta i codici affascinanti del serpente vestendo il metallo con un susseguirsi di preziose squame, assicura uno sguardo ipnotico ed ammaliante con ciglia subito sollevate e dal volume amplificato. Si avvale infatti di una formula “Ultra-grip” che avvolge e solleva ogni singola ciglia fin dalla prima applicazione grazie alla sinergia di elementi specifici: Complesso Wax™, che, dall’elevata concentrazione di cere, dona immediatamente volume; e Sistema Triple Coating, un’associazione di tre agenti tensio-attivi per cingere lo stelo ciliare con una guaina uniforme dalla radice alla punta e creare una texture cremosa e fluida che scivola facilmente sulla fibra cheratinica durante l’applicazione. Ad enfatizzarne i risultati, l’applicatore “python” che, ispirato alle tecniche professionali di incurvamento delle ciglia e caratterizzato dalla forma sinuosa del serpente, amplifica al massimo l’apertura dello sguardo. Vanta infatti un triplice profilo: la curva interna assicura un contatto ottimale con le ciglia che sono come “sollevate”; la superficie laterale, più ampia, funge da pettine per una separazione perfetta e per sublimare l’effetto volumizzante; l’estremità leggermente smussata permette di raggiungere anche le ciglia più corte per un risultato di massima apertura dello sguardo.

DAILYLUXURY

Bellezza.indd OK.indd 124

15-04-2011 14:41:40


YSL

SGUARDO MAGICO

Y

ves Saint Laurent diceva: “Lo sguardo è un linguaggio, la firma di uno stile. Il colore, la ricerca di un ideale”. Ecco perché la Maison oggi celebra il fascino dello sguardo con novità make-up sorprendenti. In primis, Pure Chromatics, ombretto poliedrico che permette di reinventare ogni giorno il maquillage. La sua formula si avvale di acqua e di una tecnologia brevettata che permette di ottenere una concentrazione di particelle di madreperla e di pigmenti superiore del 50% rispetto agli eye shadow compatti tradizionali a garanzia di cromie piene e profonde, di un finish intenso e di un risultato dalla tenuta duratura. Duplice il loro utilizzo: asciutti, depositano un velo di colore leggero ed omogeneo; bagnati, rivelano un tono più inteso poichè l’acqua agisce da catalizzatore ed incrementa la potenza cromatica delle particelle di madreperla e dei pigmenti, regalando un risultato ad effetto metallico. Asciugandosi infatti le madreperle si orientano tutte nella stessa direzione e diffondono meglio la luce. Sei le palette disponibili, ciascuna con 4 ombretti per un equilibrio perfetto tra luce, ombra e colore. Accanto, il Mascara Singulier Nuit Blanche, che resiste impecabile per 24 ore a emozioni, lacrime, calore, acqua, grazie ad una resina 100% waterprof assicurando al tempo stesso alle ciglia curvatura, volume protezione e lunghezza (cere incurvanti e avvolgenti, polimero filmogeno, microfibre di rayon, olio di jojoba). Ultma news, le matite occhi Dessin du Regard Waterproof, anch’esse resistenti all’acqua ed a lunga tenuta, perfette da utilizzare anche come khôl o eye-liner.

di

d

i

e,

a

ARDEN

PIAUBERT

“H

D

TUFFO NELLA LAVANDA o immaginato campi di lavanda, pieni di viola, ed ho creato qualcosa che fosse magico ripensando alla sensazione che provavo da bambino sorseggiando il mio tè appena fatto. Così puro ma allo stesso tempo così sublime. Qualcosa che trasmette sia un rilassante calore che un’incoraggiante freschezza”. Così Rodrigo Flores-Roux, il suo creatore, racconta Green Tea Lavander, la nuova fragranza di Elizabeth Arden che amplia la collezione Green Tea regalando al suo universo olfattivo un côté di spensierato relax. Fresco, rilassante e lieve il bouquet, che debutta con guizzi di limone meyer, mandarino, menta verde e camomilla selvatica, anfitrioni di un cuore vibrante che palpita con le nuances del tè verde, dell’oolong tea, della lavanda organica della Bulgaria Orpur™, dell’assoluta di lavanda francese Orpur™ e della magnolia cinese. Avvolgente e “cocoon” il sillage, sapiente alchimia di muschio soft skin, betulla e semi di ambra.

FORMULA “FITNESS” a Méthode Jeanne Piaubert, Wonderfess, trattamento innovativo che scolpisce, leviga e rassoda visibilmente i glutei grazie all’associazione di principi esclusivi capaci di stimolare la produzione di energia necessaria al muscolo per svilupparsi e ridisegnare i profili del “lato B”. Per dinamizzare l’attività dei mitocondri (organuli responsabili della respirazione cellulare che in presenza di ossigeno trasformano le molecole organiche, come gli acidi grassi, in energia utilizzabile dalla cellula muscolare per il suo sviluppo) ed aiutare il muscolo a crescere, accoglie otto attivi: caffeina e ginkgo biloba, che favoriscono la lipolisi e forniscono al muscolo il carburante necessario liberando i lipdi; Ergothioneina e L-carnitina, che accelerano il trasporto degli acidi grassi nei mitocondri; Cosmelene de Lierre®, che attiva il drenaggio e la microcircolazione per dirigere i nutrienti e l’ossigeno sempre verso i mitocondri; creatina, che dinamizza rapidamente lo sviluppo dei muscoli; Oxylastyl®, che stimola la respirazione muscolare e aumenta i consumi di ossigeno attraverso i mitocondri; e Dynachondrine™, che protegge il mitocondrio ed evita la dispersione dell’energia prodotta. Per rassodare e liftare la pelle, racchiude, invece, estratto di albicocca abbinato a centella asiatica, Bodyfit®, che favorisce la compattezza a scapito dei lipidi sostituendo il tessuto adiposo con tessuto ricco di fibroblasti dalle proprietà contrattili, e Liftine® che leviga in superficie e ridisegna il muscolo. Per “rimpolpare” l’epidermide, infine, si avvale di Epidermosil®, ispirato alla chirurgia estetica, che ridona volume grazie all’acido ialuronico di cui favorisce l'autosintesi da parte della cute. N°5 MAGGIO 2011

Bellezza.indd OK.indd 125

|

DAILYLUXURY

|

125

15-04-2011 14:41:48


BELLEZZA

LEMPICKA EAU TENTARICE

I

PUPA

TRIO PER LA SILHOUETTE

D

a Pupa, tre nuovi soin che affrontano altrettanti inestetismi della silhouette femminile. Specifico per gambe rilassate e poco toniche, Modellante Interno Coscia e Ginocchia, Effetto anti-cedimento per profili più definiti. La sua formula, rassoda, rinforza e ricompatta la struttura di sostegno della pelle (Laminopeptide); rimodella, stimola la riduzione dei lipidi negli adipociti e previene l’accumulo di nuova massa grassa (attivatore di energia cellulare); drena e protegge il collagene e l’elastina (flavonoidi); ed offre un effetto tensore immediato (film elastico). Si ispirano all’ossigenoterapia utilizzata nella medicina estetica e sfruttano le virtù dell’ossigeno attivo, che stimola le funzioni vitali dell’epidermide rendendola più ricettiva ai trattamenti e giovane più a lungo, l’Olio UltraElasticizzante e Tonificante, Elasticità antismagliature e Modellante Intensivo Pancia, Obiettivo pancia tonica azione rassodante. Il primo, per cuti aride ed atone ed ideale in gravidanza, stimola il rinnovamento cellulare, nutre ed elasticizza itessuti (oli di mandorla, argan e carota); protegge e dona tono e luminosità (omega 3 e 6); e ri-ossigena (ossigeno attivo). Il secondo, ad hoc per addomi rilassati e come soin postgravidanza, inibisce l’accumulo di lipidi con un risultato rimodellante dei contorni e favorisce la loro eliminazione aiutando a bruciare i grassi più velocemente (complesso di peptidi), stimola il metabolismo dei tessuti ed ottimizza il drenaggio contrastando l’aspetto “budino” (caffeina ed ossigeno attivo); ri-ossigena (ossigeno attivo); ed garantisce un effetto tensore immediato (film elastico).

126

|

DAILYLUXURY

Bellezza.indd OK.indd 126

|

l momento in cui una ragazza diventa donna, il passaggio dal risveglio del desiderio al gusto del peccato, il fascino di una femminilità più emancipata, più libera e meno innocente ma sempre intrisa di romanticismo. Racconta tutto questo l’Eau de Toilette de Lolita Lempicka, nuova interpretazione olfattiva de Le Premier Parfum, l’essenza originaria. Racchiusa nell’iconica mela in cristallo malva azzurrato “assaggiata” da un morso d’amore, si rivela un bouquet floreale, fruttato e boisé, un autentico fiore di liquirizia punteggiato di frutti, fiori e legni che invita a cedere alla tentazione delle sue note. Scorza di limone, nettare d’albicocca e ciliegia nera, dai sentori di mandorla e vaniglia, ne siglano il debutto, perfetti anfitrioni di un cuore elegante, raffinato e femminile che intreccia iris concreta e gelsomino sambac. Avvolgente, sensuale e vibrante il sillage, mélange irresistibile di incenso, legno di violetta e muschi.

ARVAL

LUCE SULLE LABBRA

D

edicato alla donna elegante, alla moda, dalla spiccata personalità e protagonista del suo tempo che fa delle labbra il punto focale del maquillage, Touche de Lumière di Arval, rossetto della nuova generazione dalle performances esclusive. Studiato per assicurare un finish lucente e ad effetto bagnato, si avvale infatti di una texture cremosa dalla scorrevolezza estrema che si fonde con le labbra vestendole con un film luminoso che si mantiene elastico e confortevole nel tempo e rivela un colore pieno, vibrante, a lungo impeccabile, dalla copertura medio-alta. La sua formula poi, racchiude oli leggeri per offrire éclat e morbidezza, cere plastiche per garantire scorrevolezza all’applicazione e lucentezza, ed un polimero oleoso per un effetto fondente e morbido. Otto le nuances disponibili, declinate in tre armonie cromatiche (i rossi, i marrone ed i rosa), pervase da un delicato profumo di zucchero a velo e protette da un raffinato ed innovativo stylo nero assoluto.

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 14:42:06


o

e

a

o

REVLON

PROFUMATO O FAST DRY?

I

nventore del primo smalto nella storia della cosmesi, Revlon, continua a stupire e firma due novità dedicate al maquillage delle unghie. Per chi è sempre di corsa, debutta Top Speed Fast Dry, smalto a fissaggio rapido che asciuga in soli 60 secondi e richiede una sola passata per vestire le unghie con un finish lucente, levigato e dalle cromie vibranti. La sua formula si avvale infatti di uno “scudo” di silicone (PPD-2 Dimetichone), che protegge e fissa il colore prevenendo anche la formazione di bollicine d’aria ed i segni del passaggio del pennellino durante l’applicazione. Ulteriore plus, la presenza di componenti minerali che assicurano elasticità e resistenza alla struttura ungueale e l’applicatore “ColorPrecise™ Brush” studiato per una stesura rapida e professionale. Per chi, invece, vuole qualcosa di veramente originale ed inedito, c’è Scented Nail Enamel, lacca dalle molteplici performances che una volta asciutta sprigiona un goloso profumo di frutta (cocco, mango, papaia, passion fruit). Protettiva, levigante, rinforzante e dal risultato make-up scintillante, intenso e duraturo, racchiude il Complesso “seta-silicone”, connubio di proteine della seta che uniformano la superficie dell’unghia ed ancora lo “scudo” di silicone. Otto le tonalità, grintose, vivaci e decisamente trendy.

e

e

ULTIMA II SOIN SUPREME

È

un trattamento specifico per contrastare macchie scure, discromie cutanee, colorito disomogeneo e irregolarità di pigmentazione offrendo all’incarnato luminosità ed un aspetto levigato ed uniforme, Clear White Supreme di Ultima II. Tutte le formule si avvalgono di Sepiwhite MSH, che riduce la produzione di melanina, e di Sepicalm VG WP, che inibisce la pigmentatazione cutanea, per ridurre la visibilità degli inestismi già esistenti, prevenirne la formazione e donare nuova trasparenza ed éclat al volto. Accanto, un complesso idro-restitutivo e vitamine C ed E per un’azione anti-età ed umettante. Quattro i preparati: Day Lotion Spf 30, emulsione da giorno, Night Cream, crema da notte, Face Essence, siero intensivo da utilizzare in sinergia con gli altri soins per ottimizzarne l’efficacia, e Eye Essence siero concentrato dedicato alla zona del contorno occhi, arricchito da attivi specifici per contrastare borse, occhiaie e gonfiori.

ARDEN

ANTI-MACCHIA

M

inimizza macchie scure e d’età, discromie cutanee e lentiggini dovute al passare del tempo e restituisce al volto un incarnato più giovane, luminoso ed uniforme, Prevage® Clarity Targeted Skin Tone Corrector, trattamento locale specifico contro le irregolarità della pigmentazione. Alla base della sua efficacia, innanzitutto, l’Idebenone, l’attivo comune a tutte le formule Prevage® Skincare, il più potente tra gli antiossidanti, che protegge l’epidermide neutralizzando tutti tre i tipi di radicali liberi responsabili della comparsa delle imperfezioni. Accanto, il Soy Ferulate-C, un complesso che tutela la cute dalle aggressioni ambientali che possono provocare irregolarità del colorito e, veicolando vitamina C, schiarisce, attenua le discromie già esistenti e dona tonicità e luminosità al volto. N°5 MAGGIO 2011

Bellezza.indd OK.indd 127

|

DAILYLUXURY

|

127

15-04-2011 14:42:29


BELLEZZA

REVLON

LE CIGLIA CHE VUOI…

INNOXA

LOOK RINNOVATO

S

foggiano un nuovo look i trattamenti intensivi rigeneranti per il volto di Innoxa, che si propongono ora in lussuosi coffret. Design moderno ed essenziale ed effetti metallici in oro ed argento satinati, quasi a voler anticipare la preziosità del loro contenuto, caratterizzano le boîtes, dall’appeal irresistibile, eleganti ma al tempo stesso estremamente funzionali. Due i soins, proposti in fiale e da utilizzare ai cambi di stagione, dopo le vacanze e quando l’epidermide necessita di un plus di vitalità e bellezza. Collagene Elastine Fibronectine, dedicata alle pelli particolarmente esigenti, è un concentrato nutriente, rigenerante ed idratante che ridensifica i tessuti, attenua rughe, linee sottili e segni d’espressione assicurando anche un incarnato serico e luminoso avvalendosi dei tre attivi da cui prende il nome: collagene, elasticizzante, umettante e nutriente; elastina, ricostruttiva ed anch’essa elasticizzante; e fibronectine, che fortifica la struttura cutanea e permette ai primi due elementi di ancorarsi saldamente alle cellule. Estratti di Placenta, invece, specifici per contrastare l’invecchiamento cutaneo, rassodano, minimizzano rughe e segni dell’età, rafforzano le difese nei confronti delle aggressioni ambientali, stimolano il metabolismo cellulare e donano sericità ed éclat al volto grazie alle virtù della placenta, dall’azione riparatrice e ricostitutiva.

ULTIMA II

FONDOTINTA ANTI-ETÀ

U

n make-up dal finish coprente e luminoso ed i benefici di un trattamento anti-età. Ecco ciò che promette e mantiene Supreme Dna Foundation di Ultima II, fondotinta hi-tech che si avvale degli stessi principi attivi della linea di soin Supreme Caviar Dna per offrire all’epidermide una protezione efficace contro il suo invecchiamento. La sua formula, stimola il rinnovamento cellulare contrastando i segni visibili del passare del tempo; protegge le cellule dai danni causati al Dna dai raggi ultravioletti (Spf 20 Uva-Uvb e anti-ossidanti); idrata; ed attenua linee sottili, rughe, macchie d’età e discromie. Dalla texture oil free per un maquillage naturale, mat e vellutato, è disponibile in cinque differenti tonalità best sellers per adattarsi ad ogni carnagione e soddisfare qualsiasi esigenza di make-up. 128

|

DAILYLUXURY

Bellezza.indd OK.indd 128

|

R

egalare allo sguardo look differenti con un solo prodotto? Missione compiuta grazie a Custom Eyes di Revlon, mascara rivoluzionario che permette di creare due make-up diversi con un solo gesto. Basta infatti ruotare l’impugnatura dell’applicatore per modificare lo scovolino che, grazie ad un sistema meccanico, avrà setole separate nella posizione 1, per un effetto di massima lunghezza e spessore, oppure fitte, nella posizione 2, per un finish che allunga e definisce. Ma non è tutto. È stato concepito per agire in sinergia con la formula del prodotto che dona un finish luminoso ed intenso e vanta esclusive proprietà trattanti. Associa infatti alla tecnologia “Flexible Film” derivati dell’olio di jojoba, che incrementano il volume delle ciglia e le rendono più corpose e lucide; cera d’api e di carnauba, che garantiscono flessibilità alla texture prevenendo la formazione di grumi ed ispessimenti; silicone, che apporta lucentezza e scorrevolezza nella stesura; e agenti filmogeni flessibili, che avvolgono ad una ad una le ciglia con una guaina uniforme che le rende fin dal primo istante più folte e consistenti senza appesantirle o incollarle tra loro. Tre le versioni tra cui scegliere: Blackest Black, Blackened Brown e Waterproof.

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 14:42:40


“Coccole” thai MARINA SANTIN

Se cerchi il wellness autentico, rigenerante e ritemprante; l’armonia e l’equilibrio di corpo e mente; il relax e la bellezza, la Royal Thai Spa del Cocca Hotel è la meta ideale. Incastonato sulle sponde del lago d’Iseo si rivela un’oasi esotica dove scoprire il fascino e l’efficacia dell’antica tradizione di benessere thailandese.

Benessere.indd OK.indd 130

15-04-2011 14:45:43


BENESSERE

T

I SEI LASCIATO ALLE SPALLE LA CITTÀ, i ritmi frenetici della vita quotidiana, lo

stress e le tensioni con un solo obiettivo: rigenerare le energie, rivitalizzare il corpo e la mente, ritrovare armonia, serenità e tanto benessere. La meta? il lago d’Iseo, o meglio Sarnico, un caratteristico borgo medioevale incastonato sulle sue sponde che, scandito da panorami incantevoli, profuma di storia e di leggenda. Ma giunto a destinazione, il Cocca Hotel, un resort esclusivo dove tutto è concepito per “coccolare” l’ospite in ogni istante, e soprattutto dopo aver varcato la soglia della sua Royal Thai Spa, pensi di vivere un sogno. Come d’incanto ti trovi immerso in un’oasi di pace e magia che del paese cui s’ispira, la Thailandia, non solo porta il nome, ma ne custodisce il patrimonio di cultura, filosofia e tradizione. Lo vedi dagli arredi e dai decori originali; lo senti dall’atmosfera calda ed accogliente che ti circonda; lo scopri dalla cura e delicatezza che il personale mette in ogni suo gesto; lo avverti provando il piacere di non dover pensare a nulla, lasciando che altri si occupino di te con attenzione, premura, professionalità ed esperienza. Qui infatti, vivrai un’esperienza di benessere davvero unica, che allea il meglio delle pratiche olistiche orientali con le più recenti ed avanzate conquiste e metodologie della scienza occidentale. Oltre 1.000 metri quadrati lo spazio su cui si declina la beauty farm, per un totale di 16 cabine, di cui due riservate ai trattamenti di coppia, dove regalarsi massaggi thailandesi ma non solo (da concedersi il Luma, un massaggio che si fa luce), soins per viso e corpo, cure antistress o specifiche per conATOUTS trastare i più diffusi inestetismi ed il Antica tradizione thailandese e scienza occidentale. Questi passare del tempo, e servizi estetici e gli atouts dei soins della Spa. beauty. Ma da non perdere l’area senCocca Hotel Royal Thai SPA Via Predore, 75 soriale con saune, bagno turco, whir24067 Sarnico Bergamo pool, docce emozionali e la piscina riTel. 035 4261361 Fax 035 4261353 scaldata e coperta, corollari irrinunwww.coccahotel.com info@coccahotel.com ciabili di un percorso wellness completo. Ricchissima anche la palette di programmi mirati e “pacchetti” tra cui scegliere, tutti invitanti e dall’efficacia provata: dalle proposte di 3-4 giorni, tra cui “Relax e Bellezza” o “Momenti di Armonia”, a quelle settimanali ovvero “Dolce Sogno d’Oriente”, “Speciale Risveglio Corpo”, “In� canto Naturale”. N°5 MAGGIO 2011

Benessere.indd OK.indd 131

|

DAILYLUXURY

|

131

15-04-2011 14:46:22


Martì Guixé

Le “fabbriche”

132

|

DailyLuxury

Design.indd OK.indd 132

|

n°5 maggio 2011

15-04-2011 14:59:12


design Marina Santin

del design “L Ripercorre la storia del design italiano portando in primo piano le vite e le imprese di chi gli oggetti non li pensa o li progetta ma li concretizza materialmente, la quarta edizione del Triennale Design Museum. Una mostra da non perdere che propone autentiche icone dell’universo del made in Italy.

s

e fabbriche dei sogni. Uomini, idee, imprese e paradossi delle fabbriche del design italiano”. Questo il tema della quarta edizione del Triennale Design Museum che ripercorre la storia del design italiano valorizzando soprattutto il ruolo degli imprenditori quali elementi fondamentali del suo successo. Dopo aver analizzato con Andrea Branzi le sue radici antropologiche (Le sette ossessioni del design italiano, 2007/9) e suo il sistema produttivo (Serie Fuori Serie, 2009/10) e dopo aver risposto con Alessandro Mendini all’interrogativo su quanto le cose fossero e siano determinanti nella definizione dell’identità delle persone che con esse entrano quotidianamente in relazione, ora si è deciso di indagare sull’aspetto umano della “Le fabbriche storia del nostro design portando in dei sogni. primo piano le vite, le intuizioni e le Uomini, idee, imprese di chi ha alimentato la storia imprese e delle arti applicate sul piano culturaparadossi delle fabbriche le ed industriale facendolo assurgere del design a fenomeno sociale italiano. Questo italiano” nuovo capitolo riporta quindi l’attenFino al 26 febbraio 2012 zione sulle persone che stanno dietro Triennale Design Museum (e dentro) la creazione delle cose riViale Alemagna 6 20121 Milano scattando così la “creatività”, troppo Info: Tel. 02 724341 spesso considerata esclusiva dell’artiwww.triennale.it sta o del progettista, di chi le cose non le pensa e non le progetta, ma le concretizza, le fa uscire dalla dimensione del virtuale e le fa arrivare nelle mani e nelle vite delle persone. Un approccio innegabilmente originale ed innovativo ma, come afferma Silvana Annicchiarico, direttore del Triennale Design Museum “affonda le sue radici nella biografia come metodo primario di indagine storica”. È un metodo che vanta in Occidente modelli altissimi, dalle “Vite parallele” di Plutarco a opere come “De viris illustribus” di Cornelio Nipote via via fino alle “Vite” di Giorgio Vasari n°5 maggio 2011

Design.indd OK.indd 133

|

DailyLuxury

|

133

15-04-2011 14:59:14

m

L d s i c K S 7 T F w k


DeSign B&B ITALIA

CAM

GaEtaNO PESCE

LOrEN

Up 5/6

Poltr

1969

2007

s

che rilegge la grande stagione del Rinascimento italiano prima di tutto come una serie di storie di uomini (artisti, architetti, pittori…)”. A confermare la validità di questa scelta, oltre al fatto che coincide con le celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’italia, la volontà di dedicarlo, in occasione del cinquantesimo anniversario del Salone del Mobile, agli uomini, alle aziende ed ai progetti che hanno contribuito al suo successo, facendo anche di Cosmit, l’ente che lo organizza, il main sponsor. La curatela di questa quarta edizione è stata affidata ad Alberto Alessi, industriale emblematico del nostro paese, un “insider”, da oltre 40 anni primattore di quest’universo creativo, abile ed esperto nel farlo vivere e nell’alimentarne il dinamismo ma anche attento nel riflettere teoricamente sugli effetti delle proprie scelte e provocatorio nel realizzare proposte a volte spiazzanti ma sempre intelligenti e stimolanti. Ad Alessi è stato chiesto di raccontare una storia, o meglio tante storie, di vite, certo, ma anche di collaborazioni tra industriali e designer, di successi e di insuccessi, di esperimenti riusciti e tentativi falliti, di best sellers e di flop, un insieme di racconti che strettamente legati l’uno all’altro hanno fatto e fanno la storia del design italiano. Alessi ha raccolto la sfida e lui stesso rivela “racconto di come, attraverso le chiacchierate intellettuali con i vecchi maestri e le esperienze sul campo di imprenditore del design italiano, sono arrivato alla visione delle “Fabbriche del design italiano” come laboratori di ricerca nel campo delle arti applicate, cioè del design, che rappresentano un fenomeno molto particolare nella cultura industriale contemporanea che tendo a leggere in contrapposizione con la logica delle “Industrie di produzione in grande serie”. Laboratori, aggiungiamo, capaci di attrarre talenti da tutto il mondo e di coniugare in modo ori-

|

DailyLuxury

Design.indd OK.indd 134

|

aCHiLLE E PiEr GiaCOMO CaStiGLiONi

Mezzadro 1957

ginale il valore funzionale, il valore segnico ed il valore poetico delle cose prodotte e di spiegare come mai da essi “esca ancora oggi il miglior design non solo italiano ma anche francese, inglese, brasiliano…”. L’iter della mostra oscilla tra due poli: da un lato un pensiero teorico preciso e approfondito che deriva dalle riflessioni portate avanti dal curatore su questi temi negli ultimi anni; dall’altro una modalità di trattazione poetica, artistica e favolistica che attinge all’immaginario di Lewis Carroll ed Antoine de Saint-exupéry. il progetto di allestimento affidato al performer-artista-designer spagnolo Martì guixé è stato infatti concepito, come dichiara il suo artefice “con lo scopo di creare un fondo fantastico, tra “Alice nel paese delle Meraviglie” ed “Il Piccolo Principe”. Un luogo in cui si entra attraverso un buco, o una caverna, il mondo fantastico delle fabbriche dei sogni. Immagino, per enfatizzare l’idea, che questo tipo di aziende non si occupi veramente di funzioni reali e banali, ma di mondi e s

13

ZANOTTA

n°5 maggio 2011

15-04-2011 14:59:47


M

CAMPEGGI

D

LOrENZO DaMiaNi

2

Poltrolley 2007

L

P

2

M

C

2

KARTELL rON araD

Bookworm 1993

MAGIS

MiCHaEL YOuNG

Dog House 2001

FLOS

aCHiLLE E PiEr GiaCOMO CaStiGLiONi

Arco 1962

GUFRAM StuDiO 

Bocca 1970

poeesca randue dito e su tratmay. il desiome ntacolo una man si e

GUFRAM

GruPPO StruM

PRATONE 1966

s

n°5 maggio 2011

Design.indd OK.indd 135

|

DailyLuxury

|

13

15-04-2011 15:00:01


DeSign

KARTELL

PHiLiPPE StarCK

Gnomi 1999

CAMPEGGI

MataLi CraSSEt

Chambre d'ami 2010

Design.indd OK.indd 136

15-04-2011 15:00:14


s

percezioni ideali ed onirici”. Così, gli oggetti dialogano tra loro e con i progettisti e le storie delle piccole e grandi imprese si intrecciano con le biografie personali dei loro “capitani” in un’atmosfera giocosa ricca di emozioni e suggestioni. Addentrandosi nello spazio espositivo, il visitatore non troverà però oggetti inattesi, sorprendenti ed a volte sconosciuti come nella precedente edizione curata da Alessandro Mendini, ma oggetti noti e facilmente riconoscibili, molte icone del design italiano che hanno contribuito a costruire la fama del “made in italy” nel mondo. e molti di questi pezzi si possono provare e toccare, solo quelli più piccoli sono protetti da bacheche ed i prototipi collocati su una pedana, mentre i mobili, allineati, creano una sorta di enorme salotto delle fabbriche italiane dei sogni, il tutto perché siano tutti loro, assieme, a raccontare, prima di tutto, le vite dei loro creatori. impossibile negare che con questa sua quarta edizione il Triennale Design Museum conferma la sua natura di museo dinamico, in grado di rinnovarsi continuamente e di offrire al visitatore proposte inedite e diversificate. Un museo emozionale e coinvolgente capace ad ogni appuntamento di mettersi in discussione, smentirsi ed interrogarsi. �

FLOS

aCHiLLE CaStiGLiONi

Taraxacum

DANESE

1988

BruNO MuNari

Falkland 1964

CAPPELLINI

aLESSaNDrO MENDiNi

Proust 1978

ARTEMIDE

ViCO MaGiStrEtti

Eclisse 1965

n°5 maggio 2011

Design.indd OK.indd 137

|

DailyLuxury

|

13

15-04-2011 15:00:33


FOOD

o l c t s a , ,a

ngia ma

a e c . o . . i g

Guarda 138

|

Food.indd OK.indd 138

DAILYLUXURY

|

N째5 MAGGIO 2011

15-04-2011 15:05:44


I vinili d’un tempo diventano dolci sonori; il burro “gemma” rara; la fettina di formaggio dei sandwich prezioso pizzo; le verdure tavolette colorate da comporre nel piatto. Questo e tanto altro ancora per “Food Design – Adventures Sensibles”, mostra parigina che esplora le nuove frontiere della creazione culinaria. MARINA SANTIN

PHOTO: MARTIN ARGYROGLO pour le Lieu du Design, Exposition Food Design, printemps 2011

C’

È “MORCEAU”, un “dolce sonoro”, un goloso vinile di cioccolato da ascoltare sull’apposita piastra dotata di una puntina di diamante permette di riprodurre realmente un suono. “È un dolce completo che esprime un sentimento particolare per il gusto, la forma, le texture e le note”, spiega Julie Rothhahn, la sua creatrice. Tre gli LP tra cui scegliere (gioia, collera o melanconia) ciascuno pensato per trasmettere un’emozione diversa attraverso il suo sapore, il suo colore e la sua sonorità. Ma c’è anche “Mille-feuilles Aérien” di Germain Bourré, composta di strati autonomi. Come in un gioco, quattro toast alloggiano in sospensione in un supporto d’acciaio per un processo di degustazione assolutamente personale. O ancora “Floufy, Choupette e Sweety” di Delphine Huguet, salsicce colorate di carne e verdure modellate come buffe sculture di palloncini a forma di animale.

N°5 MAGGIO 2011

Food.indd OK.indd 139

|

DAILYLUXURY

|

139

15-04-2011 15:06:06


Questi e tanti altri ancora i protagonisti di “Food Design - Adventures Sensibles”, una mostra, giunta alla sua decima edizione, che, ospitata negli spazi del Lieu du Design di Parigi, e concepita da Marc Bretillot, noto designer culinario, indaga ed illustra le molteplici sfide di questo universo. Bretillot ha attinto alle creazioni che hanno caratterizzato i dieci anni d’attività dell’Atelier di ricerca di design culinario, che ha fondato nell’ambito dell’Ecole Supérieure de l’Art et du design di Reims, ed ha dato vita ad un’esposizione assolutamente inedita che si sviluppa come un percorso in tre tempi: “Parcours”, con sei giovani designers che interrogano alla loro maniera il mondo alimentare; “Prospectives Singulières”, con un insieme di lavori sviluppato dagli studenti in collaborazione con grandi gruppi dell’industria agroalimentare; e “Pratiques Vivantes et Sensorielles”, con cinque diplomati della scuola che, assieme agli studenti dell’Ecole Supèrieure de Cuisine Française Grégoire Ferrand, hanno animato cinque serate con performance culinarie precedute da interessanti conferenze. �

140

|

Food.indd OK.indd 140

DAILYLUXURY LUXURY

|

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 15:06:20


FOOD

Food.indd OK.indd 141

15-04-2011 15:07:12


Fil rouge dell’intera rassegna, un sapiente e calibrato mix di poesia, ricerca, innovazione, expertise, creatività ed inventiva, alleati strategici di prodotti ed oggetti che esplorano e reinventano forme, usi, gestualità e pratiche in un’ottica che oscilla tra arte e cultura, humor ed ergonomia, funzionalità e gusto estetico. Impossibile quindi non segnalare altre “tentazioni” in mostra. Le “Cloches à Saveurs” di Germain Bourré, campane di cioccolato che trasformano un “difetto” di questo alimento (la sua capacità di assorbire gli aromi e gli odori dell’ambiente) in un atout. Racchiudono infatti al loro interno tabacco, pepe, cannella, foglie di menta o coriandolo, che profumeranno il cioccolato che si rivelerà un’autentica delizia aromatizzata. I cinque progetti wellness & beauty di Eléonore Delatre realizzati per Danone, invitanti ma anche sani poiché si avvalgono di fibre, probiotici, estratti vegetali e di frutti, come il caviale di frutti antiossidanti, il “cocktail” de-stressante, la mousse di latte di riso al gelsomino. “Digestion” e “On the move – F…cking tea time” di Delphine Huguet, rispettivamente un piatto di cioccolato rotto, originale regalo di “riconciliazione” dopo un litigio perfetto per cancellare ogni traccia di rancore grazie all’effetto euforizzante ed anti-depressivo del suo ingrediente, ed un “Set” che reinterpreta il rito del tè dove i biscotti diventano piattini, lo zucchero si cristallizza in un getto ed il latte si fa… goccia per tuffarsi nella tazza e fondersi a contatto con la bevanda. “Croquillages” di Marc Trotereau ed Elisa Valenzula, piccoli cakes ai crostacei pensati per l’aperitivo. Surgelati, da cuocere prima di degustarli, sono racchiusi in suggestive conchiglie che gli conferiscono le particolari forme. Terminata la cottura è sufficiente aprile la conchiglia e regalarsi un piacere esclusivo. “Dentelle d’Edam” di Amandine Richard e Claire Fumex, ovvero la fettina di formaggio Edam del più classico sandwich si trasforma in un’elegantissima dentelle che riprende i motivi dei pizzi delle Fiandre del XVI secolo. Ed infine, perfetti per grandi e piccini, “Pâtadoits”, piccoli personaggi da infilare sulle dita della mano come fossero marionette da mangiare in un solo boccone. Davvero l’ultima frontiera dei finger foods, che seduce gli adulti per il suo aspetto trasgressivo e conquista i bambini poiché gli permette di fantasticare mentre mangiano. A quando nei nostri supermercati?... �

142

|

Food.indd OK.indd 142

DAILYLUXURY

|

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 15:07:21


FOOD

DELPHINE HUGUET

Eat it. Post it comestibles

Photo: Delphine Huguet

AGATHE BOUVACHON

Gemme de beurre sial 2008 Crédit: Agathe Bouvachon

N°5 MAGGIO 2011

Food.indd OK.indd 143

|

DAILYLUXURY

|

143

15-04-2011 15:07:49


FOOD

DELPHINE HUGUET

DIGESTION. Chocolat de la deuxième chance Crédit: Delphine Huguet

CAMILLE CAUQUIL ET JULIE RENAULT

Monochrome

ANNE BONIN

Gamme pour AB Design

Photo: Anne Bonin

JULIE ROTHHAHN

Morceau Disque en chocolat

Photo: Julie Rothhahn

Ma non è ancora tutto. Nell’ambito della mostra Alessi presenta una selezione di oltre 50 suoi oggetti tutti disegnati da designers che si fanno portavoce del segno distintivo di questa azienda italiana: la capacità di soddisfare le esigenze dell’industria e l’inclinazione a considerarsi più un “laboratorio di ricerca nell’ambito delle arti applicate” che un’azienda nel senso “classico” del termine. � 144

Food.indd OK.indd 144

|

DAILYLUXURY

|

N°5 MAGGIO 2011

15-04-2011 15:08:11


•Venticinque Italia srl.

Daily_Luxury_maggio_OK.qxd:Layout 1

22-03-2011

13:05

Pagina 1

Composizione: 80% Poliestere e 20% Poliammide

Spaziale Splendy® è un marchio registrato di GIL srl.

www.spazialesplendy.it

RdP n. 089176.O CENTROCOT • Busto Arsizio

L’ACCAPPATOIO UNICO AL MONDO Trasferisce subito l’acqua all’esterno asciugandosi immediatamente

Evita la sensazione di freddo sul corpo Realizzato con l’innovativo tessuto Texwinner che assorbe fino a 75 volte più rapidamente. Asciuga il corpo velocemente. Antibatterico e Ipoallergenico. Pesa solo 320 g. Made in Italy. Tecnologia estrema per chi chiede sempre di più…

Distributore per le profumerie: ITALART CO SRL - Via I Maggio 5/A Basilicanova (PR) Tel. 0521 681990 - Fax 0521 681993


22 | 23 | 24

OTTOBRE 2011

OSPITA

IL FUTURO DELL’ESTETICA È QUI.

www.esthetiworld.com supported by

DAILY LUXURY • n.5 maggio 2011  

news, bellezza, anteprima, speciale, fashion, couture, parfums, look, moda, makeup, trend, food, wellness, cultura, culture, interview, inte...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you