__MAIN_TEXT__

Page 23

UN’OCCASIONE UNICA: AMMIRARE, AFFIANCATI PER LA PRIMA VOLTA DUE CAPOLAVORI DI ORAZIO GENTILESCHI, DUE VERSIONI DEL “RIPOSO DURANTE LA FUGA IN EGITTO”. È QUELLA CHE OFFRE UNA MOSTRA DI MASSIMO PRESTIGIO A CREMONA CHE CONSENTE ANCHE DI RIPERCORRERE IL TEMA ICONOGRAFICO CUI APPARTENGONO.

O

M A R I NA S a N t I N

RAZIO GENTILESCHI.

Una delle più importanti personalità dell’arte a cavallo tra Cinquecento e Seicento. Grande pittore la cui arte è in sospeso tra il manierismo dei primi anni della sua attività e il nascente linguaggio barocco che si fa strada in alcune delle sue ultime realizzazioni, nasce a Pisa nel 1563, con il nome di Orazio Lomi, che cambierà poi in Gentileschi, cognome dello zio materno a cui era stato affidato durante il suo soggiorno a Roma. Già a tredici anni infatti si trovava nella capitale dello Stato Pontificio dove studiò con il fratello Aurelio e, più avanti, rimase affascinato dalle opere di Caravaggio di cui fu grande amico. Ecco spiegato perché la sua opera rappresenta un’affascinante sintesi tra la visione armoniosa e classicheggiante desunta da Raffaello e uno sguardo più naturalistico e rivolto al vero derivato da Caravaggio, in un perfetto equilibrio tra concretezza fisica e astrazione. Oggi, per la prima volta, in occasione della mostra “Orazio Gentileschi. La fuga in Egitto e altra storie”, ospitata alla Pinacoteca Ala Ponzone di Cremona, si possono ammirare l’una di fianco all’altra due capolavori dell’arti-

ORAZIO GENTILESCHI

RIPOSO DURANTE LA FUGA IN EGITTO

I due protagonisti della mostra a confronto.

n°11 novembre 2020

|

DailyLuxury

|

2

Profile for DAILY LUXURY

DAILY LUXURY • n.11 novembre 2020  

Quando il carisma va al decennale e scrive una storia fragrante: storia di Montblanc che dal 2011 percorre il successo mostrandosi subito… l...

DAILY LUXURY • n.11 novembre 2020  

Quando il carisma va al decennale e scrive una storia fragrante: storia di Montblanc che dal 2011 percorre il successo mostrandosi subito… l...